Page 1

IL GIORNALE DEL METAURO

PRIMO PIANO

FOSSOMBRONE

Un ricordo di Mirco e Monica

Campioni italiani di boccette

FANO

SALTARA

50 anni della Parrocchia S. Pio X

Saltarua: un borgo di musica

pag. 2

pag. 6

n. 13 luglio 2011

pag. 4

Quindicinale di informazione locale

pag. 11

www.ilmetauro.it

Anno 3

numero 13

luglio 2011

copia gratuita

Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abbonamento postale -70% Commerciale Business Pesaro n. 91/2009

LA GIOSTRA DEI QUARTIERI A Lucrezia due settimane di giochi, divertimento e voglia di stare insieme

a

25

E D I Z I O N E

1


2

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011

PRIMO PIANO

17 luglio 1996: sono trascorsi 15 anni da quella triste e tragica estate

Mirco e Monica: quel viaggio che li ha uniti per sempre Era l’estate 1996 quando Mirco Buttaroni e Monica Omiccioli trascorsero in America il loro viaggio nozze. L’incidente aereo del volo TWA 800 spezzò per sempre le speranze di questa giovane coppia. Li ricordiamo, con la testimonianza dei loro genitori. Lucrezia

Due storie di giovani uniti per la vita. Monica, classe 1971, si era diplomata all’Istituto d’Arte “Mengaroni” di Pesaro nella sezione tessitura per poi laurearsi nel ‘92 presso la prestigiosa scuola di moda e design “Marangoni” di Milano. Il suo obiettivo era fare la stilista ci rivela la madre Liliana, e la

passione più grande era quella di realizzare abiti per il teatro. Dopo la laurea ha iniziato a fare pratica a Fano nell’atelier dello zio stilista. Tutti la ricordano come una persona estremamente solare, attiva e disposta ad aiutare gli altri. Mirco aveva un anno in più di lei. Si era diplomato ragioniere al “Battisti” di Fano. Supera-

to l’esame di ammissione alla “Luiss” di Roma, si era laureato in Economia e Commercio e subito era stato assunto dalla Banca di Credito Cooperativo di Fano. Mirco era un giovane molto determinato ed estremamente intelligente. I timori degli alti costi per frequentare l’università da parte della famiglia vennero superati grazie all’ottenimento dei borse di studio per merito. Riuscì addirittura ad accorpare gli esami di due anni in uno. Amava la tecnologia tanto che quando era a Roma - ci racconta la madre Lidia - si era fatto portare da un amico un computer portatile dall’America: allora erano delle vere rarità. Mirco era una persona estremamente accorta e allo stesso tempo pratica. Monica sognava di aprire un’attività in proprio nel campo della moda mettendo a frutto le sue capacità creative sapendo che negli aspetti gestionali avrebbe potuto contare sulla concretezza di Mirco. Si conoscevano in pratica da sempre, erano infatti cresciuti come si suol dire “sotto l’ombra del campanile”, in parrocchia. Gli anni del fidanzamento uffi-

Due immagini di Mirco e Monica A sinistra insieme nella loro nuova casa

ciale furono quattro ma il loro lungo percorso di conoscenza li fece decidere velocemente per il matrimonio. Sogno che si realizzò il 23 giugno del 1996. Da lì ad una settimana sarebbero partiti per il viaggio di nozze. Mirco amava l’America, era una sorta di sogno nel cassetto, molto probabilmente sarebbe anche andato a studiare negli Stati Uniti se si fosse presentata l’occasione, ci dice la mamma Lidia. Durante il viaggio di nozze, per tranquillizzare i genitori, ogni giorno chiamavano e rassicuravano che tutto stava procedendo bene. Allora i cellulari non erano così diffusi e quindi occorreva organizzarsi per trovare un punto telefonico pubblico. Lidia ricorda che il giorno della partenza dall’Italia salutò con un po’ di

TWA 8OO: cosa accadde Il volo TWA (Trans World Airlines) era un volo di linea da New York a Roma, con scalo a Parigi. Il 17 luglio 1996, dopo 12 minuti dal suo decollo, il boing 747 esplose in volo causando la morte di tutti i 230 occupanti. Agli investigatori nominati dall’organismo nazionale di controllo dei trasporti (NTSB) si affiancarono anche gli agenti dell’FBI poiché si diffusero voci di un possibile attentato terroristico. 16 mesi dopo l’FBI, non trovando prove a sostegno di questa tesi, chiuse le indagini. L’organo di sicurezza le chiuse, invece, quattro anni più tardi con un rapporto finale emesso il 23 agosto 2000. Passò alla storia come la più complessa e costosa indagine su un disastro aereo negli Stati Uniti mai compiuta. In pratica si attribuiva la responsabilità all’esplosione dei vapori del carburante in un serbatoio causata da un corto circuito. Tante sono state le teorie formulate sul disastro, anche quella di un missile lanciato da terroristi o da una nave della marina americana. Un lavoro minuzioso permise di recuperare il 95% del relitto dell’aereo. Due settimane dopo vennero recuperate anche le scatole nere. Nel luglio 2004, venne inaugurato un memoriale per le vittime di quel volo (foto) grazie ai fondi raccolti dall’associazione dei parenti dei defunti collocato in un parco di fronte al luogo del disastro a Shirley, New York: un’enorme lastra curva di granito nero su cui, da un lato sono incisi i nomi delle 230 vittime e, dall’altro, il disegno di un’onda da cui escono 230 gabbiani. Nel 2006 è stata aggiunta un’altra lastra di granito nero alta 3 metri con inciso un faro che poggia sopra un’urna nella quale sono raccolti gli effetti personali dei passeggeri deceduti in quel volo

.

Stati Uniti - Una delle ultime immagini felici di Mirco e Monica che brindano assieme ad altre coppie di sposi in viaggio di Nozze

nostalgia il figlio che le rispose: “Mamma cosa piangi, se muoio da lassù arrivo prima in cielo!”. Da quel momento in poi la loro storia è diventata pubblica perchè, di ritorno dagli Stati uniti, salirono sull’aereo TWA 800 che esplose in volo il 17 luglio 2006: una strana sorte di partenze ritardate e passeggeri smistati su più aerei. Mirco aveva scelto di non volare con l’Alitalia perché, anche allora, erano frequenti gli scioperi mentre lui voleva avere la certezza del rientro visto che avrebbe dovuto riprendere il lavoro in banca a breve. Tutti ricordano la tristezza che invase Lucrezia in quei giorni ed i funerali che si svolsero all’aperto nel parco pubblico, tanta era la folla presente. In loro memoria, su iniziativa dell’allora parroco don Giuliano Bonazelli, vennero fuse tre nuove campane di cui la più grande ha impressi i loro visi stilizzati ed ancora oggi scandisce i momenti felici e tristi della comunità di Lucrezia. In loro memoria, da 15 anni, la Banca di Credito Cooperativo assegna borse di studio a studenti particolarmente meritevoli che, come Mirco e Monica, hanno dimostrato di credere nello studio come investimento per il futuro [a.m.]

.


PRIMO PIANO

IL GIORNALE DEL METAURO

La mostra negli spazi della “Data” fino al 27 novembre

La Biennale di Venezia a Urbino Urbino

Il 28 giugno è una data da ricordare per Urbino per due motivi: l’apertura al pubblico degli spazi della Data (Orto dell’Abbondanza) e l’inaugurazione, in questi spazi, della sezione marchigiana, assieme ad Ancona, del Padiglione Italia della 54esima Biennale di Venezia curato da Vittorio Sgarbi. Il noto critico d’arte ha concepito un progetto originale e senza precedenti: il Padiglione non solo a Venezia ma “esteso” a tutte le regioni italiane. Un vero e proprio “stato dell’arte” che fa il punto sulla produzione relativa al decennio 2001-2011. Il sindaco Franco Corbucci ha fatto gli onori di casa esprimendo il suo orgoglio e quello di tutti gli urbinati per la riaper-

tura, seppur parziale, dei locali della Data, spazio che – come ha sostenuto – candida Urbino a diventare sempre più un punto di riferimento nazionale per grandi eventi culturali. “L’arte contemporanea – ha sostenuto Sgarbi – non è oggi classificabile in base a correnti dominanti e facilmente individuabili: per questo occorre una “visione democratica” dell’arte e per questo sono stati convocati, a livello nazionale, espo-

nenti della cultura non necessariamente specializzati nella critica artistica come scrittori, registi e intellettuali di varia estrazione, che hanno indicato le realtà per loro più interessanti, anche non riconosciute dalla critica ufficiale. Grazie a questo approccio è stato possibile ristabilire in qualche maniera il rapporto tra letteratura, mondo della cultura in senso lato e arte. Una biennale importante che verrà sicuramente ricordata. Un’occasione quasi unica per mostrare a noi italiani e a tutto il mondo ciò che l’Italia ha di più grande e prezioso: l’arte [c.v.]

.

alla voce “URBINO”

Il caso di violenza a Fano durante la “Notte bianca”

Notti bianche contro le schede bianche Fano Il sindaco di Fano Aguzzi ha di prendere decisioni che siaAll’indomani della “Notte preso le distanze dall’Assesso- no veramente a favore della Bianca” fanese segnata dal grave episodio di violenza nei confronti di una quindicenne, è partita la solita “caccia alle streghe”. Scalpore ha suscitato la dichiarazione di don Giacomo Ruggeri, portavoce del Vescovo, che suonava, volendo usare un eufemismo, “pesantemente retrò”, tanto che il Vescovo stesso è stato costretto a correggere il tiro. In quei giorni abbiamo pubblicato sul sito del giornale un contributo di don Giuseppe Guiducci, parroco di Piagge, che invece accusava “i grandi” del poco senso di responsabilità che questi trasmettono ai giovani.

re Santorelli, promotore dell’evento, il quale, rinchiusosi in silenzio monastico, è ritornato a parlare in una conferenza stampa organizzata dal suo partito: ha difeso le sue scelte sostenendo che i giovani fanesi erano costretti fino a qualche anno fa a migrare in Romagna per divertirsi. Cosa succederà ancora? Forse una testa da tagliare andrà trovata comunque. O forse no. Le notti bianche nel mondo sono nate come notti di cultura, di grandi concerti, di divertimento. Il vero problema sono i modelli: o la politica è in grado

Si cena in terrazza venerdì, sabato e domenica

...e il venerdì musica dal vivo! CARTOCETO - Via Bottaccio, 4 Tel. 0721.898144 - Cell. 389.8340060 www.ristoranteagliolivi.it

Notizie in breve Fondazione teatro di Fano: consiglio al completo

L

’Assemblea dei Soci della Fondazione Teatro della Fortuna ha designato, all’unanimità i due Consiglieri ancora mancanti del nuovo Consiglio di Amministrazione. I nuovi Consiglieri sono: il Prof. Alberto Berardi, Vice Presidente della Fondazione Carifano e il Dott. Ruggero Sperandini Adanti, Vice Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Fano

.

Anche a Cartoceto finalmente c’è un Bancomat

A

tteso ormai da tempo arriva anche a Cartoceto uno sportello bancomat presso l’attuale tesoreria comunale situata nei pressi della chiesa parrocchiale. Si tratta di un servizio utile per turisti ma anche per i residenti

.

Approfondimenti e immagini su

www.ilmetauro.it

persona oppure si continuano a compiere scelte populiste e vivere in questa eterna e italiana campagna elettorale per cui tutto quello che viene fatto è finalizzato alla ricerca spasmodica del consenso pensando che quei giovani domani saranno gli elettori a cui sarà più facile chiedere il voto evitando che, in segno di protesta, non vadano a votare o lascino la scheda bianca [a.m.]

.

Approfondisci la notte bianca su

www.ilmetauro.it alla voce “FANO”

3

n. 13 luglio 2011

Festival di Musica antica in provincia

H

a preso il via “Musica antica in provincia” il festival di musica antica che nasce dalla fusione di “Castelli d’aria” e “Musicae Amoeni Loci”. Previsti molti appuntamenti che andranno avanti fino al 28 agosto. Tra le tappe che toccheranno la valle ricordiamo: Sorbolongo 16 luglio, Urbania 5 agosto, Cartoceto 27 agosto, Urbino 28 agosto. Programma completo su www.turismo.pesarourbino.it

.

La proposta: aprire i ristoranti degli hotel a tutti

G

abriele Orazi, Presidente Asshotel Confesercenti Fano, interviene sul fatto che molti turisti scelgono la formula pernottamento e colazione. «Se un albergo ha anche il ristorante ed i suoi ospiti il più delle volte cenano fuori proprio per degustare le diverse cucine, è necessario che anche il ristorante dell’albergo possa aprirsi all’esterno ed essere messo a disposizione di altri clienti. Molti dei ristoranti interni agli alberghi sono di ottima qualità e hanno tutto il diritto di lavorare anche nell’ambito della pura ristorazione»

.


4

IL GIORNALE DEL METAURO

FOSSOMBRONE

n. 13 luglio 2011

È una delle più vecchie gare podistiche della regione

SPORT

BOCCETTE SU STRADA

Strafossombrone: un classico I campionissimi! del podismo marchigiano T Fossombrone

Torna Domenica 10 luglio la

Gara Podistica “Strafossombrone” organizzata dalla G.S. Atletica Fossombrone e giunta alla 36a edizione. Si tratta infatti di una delle gare podistiche più antiche delle Marche, seconda solo a quella organizzata a Civitanova. L’associazione, fondata e guidata dal presidente Graziano Bacchiocchi, conta circa 450 iscritti. L’edizione 2010 ha visto la partecipazione di oltre 800 presenze, grazie anche ai numerosi gemellaggi costruiti e

consolidati negli anni con altri gruppi podistici italiani. Previsti percorsi per le categorie non competitive: Pulcini (da 0 a 7 anni) 200 m.; un percorso di 500 m per gli Esordienti dagli 8 agli 11 anni. Per quanto riguarda le categorie competitive sono previste: Ragazzi/e (12/13 anni) 1.000 metri, Cadetti/e (14/15

LE VACANZE DEGLI ANZIANI

Un brindisi all’Estate

anni) 2.000 metri e Allievi/e (16/17 anni) 5.000 metri lungo il cosiddetto “Giro dei due ponti”. Infine la competitiva di 10 km per uomini e donne. Le iscrizioni per i gruppi si chiudono alle 22 del giorno 8 luglio, mentre i singoli si possono iscrivere fino a 30 minuti prima delle gare. Il ritrovo per tutti i concorrenti è fissato alle ore 8.30 nei pressi del Ristorante Mancinelli in Corso Garibaldi e la quota di partecipazione per tutte le categorie è di 4 euro. Info ed iscrizioni presso GS Atletica 349.7373124 [a.m.]

.

Cinema sotto i portici Fossombrone

Una bella rassegna cinema-

Fossombrone

Anche quest’anno il Comune di Fossombrone ha organizzato

le vacanze per gli anziani sia al mare che in montagna. Per gli amanti del mare la località scelta è stata Cattolica. Come è ormai consuetudine, il Sindaco Maurizio Pelagaggia, accompagnato dall’Assessore ai Servizi Sociali Paride Prussiani, si è recato a far visita alla comitiva di vacanzieri, trascorrendo con loro un piacevole momento conviviale, verificando di persona la qualità dei servizi offerti e ascoltando dai diretti interessati le loro impressioni che si sono tradotte in un giudizio positivo sia sull’ospitalità alberghiera che sulla località romagnola. Nel frattempo è partito alla volta di Vipiteno (BZ) il gruppo di anziani che ha scelto la montagna come meta per le loro vacanze [c.v.]

.

tografica è quella promossa dall’Associazione culturale “La scatola dei Bottoni” che dal 27 giugno scorso, per 5 settimane si svolge nel chiostro di Sant’Agostino a Fossombrone con la formula: Lunedì dedicato ai grandi con i film di culto per i 150 anni dell’Unità d’Italia e il Giovedì dedicato ai bambini. Lunedì 11 luglio si proietta “Amici Miei”, il 17 “Caro Diario” e il 25 luglio “20 Sigarette”. Mentre per la rassegna bambini Giovedì 14 si proietta “L’eroe dei due mondi”, il 21 luglio “La Gabbanella e il gatto” ed infine il 28 luglio “Il mio vicino Totoro” [s.c.]

.

Fossombrone rionfo per la squadra di S. Martino del Piano alla finale del campionato italiano a coppie di boccette su strada svoltosi a San Marcello (AN). Campione per la serie A under 15, è risultata la coppia formata da Mirko Piersantini e Federico Oliva, mentre per la serie C il titolo di campioni italiani è andato al duo Leonardo Spadoni e Henri Luchetti. Sventola il tricolore al Bar S. Martino mentre si attendono le premiazioni a Gradara alla presenza di Maurizio della Costanza, presidente dell’Associazione Boccetta Italiana su Strada (ABIS). Altro successo italiano per Alberto Costantini di Sterpeti che si è aggiudicato il titolo nella serie C under 18 con la squadra Montemontanaro-Osteria del Gallo Nero. Sedicenne, è “figlio d’arte” con il papà che gioca da oltre venti anni. Aiutato dal capitano della squadra Alessandro Durazzi, al suo primo anno di attività, ha spiazzato i diciottenni delle SPORT

altre categorie aggiudicandosi il primo posto sia alle qualificazioni che alla finale, con immenso orgoglio del padre [a.m.]

.

COPPA FORUM SEMPRONII

Un torneo prestigioso che chiede attenzione Fossombrone privati e l’assenza di contributi Sarà la neonata Asd Coppa da parte dell’Amministrazio-

Forum Sempronii a gestire la 26a edizione dell’omonimo torneo internazionale di minibasket che si svolgerà dal 9 al 16 luglio prossimi. In un articolo apparso sul Corriere Adriatico gli organizzatori hanno sottolineato le difficoltà economiche, in parte sanate grazie alla ricerca di sponsor

ne Comunale, alla quale viene chiesto un impegno concreto. 19 le squadre maschili partecipanti e 6 quelle femminili provenienti da diverse città italiane [c.v.]

.

Vedi il programma su

www.ilmetauro.it alla voce “FOSSOMBRONE”


FOSSOMBRONE SPORT

BASKET FOSSOMBRONE

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011

5

L’Associazione Giovani Sant’Ippolito

Si riparte dalle certezze: L’unione fa la forza... anche di idee sponsor e coach Renzi! Fossombrone dato ruolo di “sesto uomo”! Lo scorso anno si è chiuso nel La prima importante conferma

migliore dei modi possibili, perché nonostante i molteplici problemi economici che affliggono ogni anno l’intero movimento nazionale coi quali anche Fossombrone deve fare i conti, i biancoverdi del coach Carlo Renzi hanno meritatamente “strappato” un posto ai playoff promozione togliendosi poi anche la soddisfazione di uscire fra gli applausi del proprio pubblico nell’unica apparizione casalinga della “post season”. Ma è già tempo di pensare al futuro, un futuro che, pur con le difficoltà ed insidie ormai solite, sarà ancora “colorato di biancoverde” col rinnovato entusiasmo per l’inizio di un’altra stagione in cui il basket “nazionale” farà ancora capolino fra le mura del palasport di viale Cairoli in cui i calorosi sostenitori biancoverdi saranno sicuri protagonisti nell’ormai consoli-

viene dagli sponsor Remet e Tecnolegno che hanno confermato il sostegno anche per la stagione 2011/2012. La costruzione della nuova Remet sarà ancora una volta “curata” dal presidente Maurizio Grilli assieme al confermato “diesse” Francesco Perugini. Inoltre, per la terza stagione consecutiva, a sedersi da capo allenatore sulla panchina di Fossombrone è ancora una volta Carlo Renzi. L’allenatore forsempronese d.o.c. proseguirà dunque la sua esperienza a difendere i colori della propria città con grande soddisfazione personale, della società e dei tifosi biancoverdi. Fossombrone riparte dunque dalle sue più grandi certezze mentre società e allenatore sono già al lavoro per “costruire” una squadra che sappia divertire i propri sostenitori [a.m.]

.

S. Ippolito

L’Associazione “Giovani S. Ip-

polito” nasce nel maggio 2010 dall’idea di un gruppo di ragazzi, circa 30, di età compresa tra i 16 e i 30 anni che solitamente si incontrano nel circolo del paese. Già nel 2009, questi ragazzi hanno realizzato insieme un carro allegorico, iniziativa ripetuta anche nel 2010 sfilando ai carnevali di Sant’Ippolito, Acqualagna, Serrungarina, Fossombrone e Calci-

nelli. Da statuto sono previsti un presidente e due vice-presidenti che si alterneranno nel ruolo di dirigenza a rotazione un anno ciascuno. Michele Storoni, in carica fino allo scorso giugno, ha passato il testimone a Giovanni Carloni. È loro l’iniziativa “A spass giu’l fium”: una passeggiata con un agronomo ed un naturalista, volta a sensibilizzare sul tema della raccolta differenziata. L’associazione organizza corsi di

Appello della Protezione Civile

IL CURIOSO PRIMATO DI MONTEFELCINO

Niente fondi per le uniformi

Doppia data per i gemelli

Fossombrone

Montefelcino

Si è svolta la prima edizione

della “Giornata a sei zampe” organizzata dal gruppo di Protezione Civile per promuovere e sostenere il locale nucleo cinofilo. Per l’occasione è stato lanciato un appello dai responsabili dell’Associazione sia a benefattori privati che al comune in quanto la mancanza di fondi non permette nemmeno di acquistare nuove uniformi per i volontari [c.v.]

.

Montefelcino ha un curioso

Il finalista mondiale di Disc-dog Massimiliano Papini

primato: il comune, che conta 2.800 abitanti, ha ben 24 coppie di gemelli. Inoltre qui è stata costituita un’orchestra spettacolo “I Gemelli d’Italia” i cui titolari sono appunto due gemelli. Ecco allora l’idea di organizzare da parte della Pro Loco e dell’Associazione “Meravill” un raduno dei gemelli nelle giornate del 9 e 10 luglio

Il presidente della Pro Loco Paolo Rossi

così da creare una momento di socializzazione immersi in un territorio ricco di storia e di cultura. Per l’occasione sarà possibile visitare gratuita-

ballo gratuiti per bambini e giovani (tradizionali, latino americano, liscio, balli di gruppo, baby mix e tango argentino) presso la palestra di S. Ippolito nei mesi di luglio, agosto e settembre tenuti proprio da due membri dell’associazione: Andrea Storoni, campione italiano 2010 e 12° classificato al campionato del mondo e Dar’ya Suslova attualmente impegnata a livello internazionale [s.c.]

.

mente a Montemontanaro un museo di giochi e di mestieri itineranti curato da Rodolfo Castagni. Gli stand gastronomici allestiti dalla banda cittadina e dall’associazione “A spass ti vigle” permetteranno a tutti i presenti di gustare i piatti della tradizione. Saranno premiati i gemelli più giovani, più anziani e più numerosi. Per i gemelli che volessero partecipare al raduno è possibile pre-iscriversi attraverso il sito della Pro Loco [s.c.]

.


6

IL GIORNALE DEL METAURO

FANO

n. 13 luglio 2011

L’annivarsario di fondazione della parrocchia

Un progetto di ASET

S. Pio X: 50 anni di cammino

Differenziamo le nostre spiagge Fano Anche questa estate la rac-

Fano

La comunità parrocchiale di

S.Pio X di Fano ha celebrato il 50º anniversario della sua creazione. Era il 30 aprile 1961 quando il vescovo Vincenzo Del Signore firmò il decreto con il quale veniva creata la parrocchia. «Una comunità nata in un quartiere nuovo di Fano, gente proveniente da altre zone della città e dell’entroterra – dice il parroco don Frausini - ed è stato proprio grazie alla parrocchia, in primo luogo al suo primo parroco Don Mario Gargamelli, che quell’insieme di persone così diverse ha potuto sentirsi parte di un insieme, condividere la vita e la fede». Tanti gli appuntamenti realizzati durante la settimana di festeggiamenti fra cui un incontro con i bambini più piccoli: quelli che celebreranno il centenario della parrocchia.

IL NOSTRO PADRE E FRATELLO DON MARIO Una piccola “lectio divina” della sua vita Don Mario Gargamelli era arrivato a Fano il due agosto 1962, con sua madre Maria, dopo aver lasciato Barchi, sua prima esperienza di parroco. Il quartiere del “Poderino” non era neppure completato sia per le strutture sia soprattutto per i rapporti tra le tante famiglie che, provenendo da zone diverse, non si erano ancora amalgamate tra loro. Il Vescovo Del Signore lo aveva chiamato ad aprire questa nuova parrocchia, nata dalla divisione della Parrocchia di S.

Don Mario Gargamelli, primo parroco di S. Pio X

Cristoforo. Per 43 anni don Mario è stato con noi, realizzando non solo la struttura parrocchiale ma soprattutto l’unità e la fedeltà della nostra Comunità Cristiana. Erano gli “anni del Concilio” e, come zelante ministro della Chiesa, don Mario si è subito preoccupato di prendere sul serio i documenti che via via venivano consegnati alla Comunità Cristiana; il documento sulla Liturgia per pensare all’edificio per la preghiera, quello sulla Chiesa per imparare a vivere un rapporto di corresponsabilità tra laici e preti, quello sulla rivelazione per rimettere al centro della formazione alla vita cristiana l’ascolto della parola di Dio ed infine quello sulla presenza della Chiesa nel nostro mondo per dare impulso alla missione di evangelizzazione. Su queste linee si è sviluppato il nostro cammino ed ancor oggi non troviamo di meglio che continuare in questa semplice fedeltà alle indicazioni conciliari. Poi tra mille difficoltà si è arrivato ad avere la Chiesa, per molti anni infatti la liturgia e la catechesi le si viveva in case private o nella scuola del quartiere. Si sono succeduti diversi collaboratori, tra cui anche don Vittorio Tomassetti che poi sarebbe diventato Vescovo, ed anche

alcune ordinazioni presbiterali. Alla fine degli anni ‘90 don Mario cominciò a sentire con molta preoccupazione ed ansietà la sua responsabilità di Parroco e chiese al Vescovo di poter andare a vivere alla casa di riposo per il Clero. Con una lettera egli presentò al Vescovo la sua situazione e la situazione della Parrocchia. Dopo aver cercato di dissuaderlo il Vescovo, vista la sua insistenza e l’oggettivo bisogno che manifestava, acconsentì alla sua richiesta ed accolse la proposta di don Mario di rimanere parroco ma in collaborazione con un altro sacerdote che avrebbe assunto il compito di coordinare, come primo responsabile, la vita della comunità. Don Mario ne fu ben felice e si arrivò ad avere il sottoscritto come parroco-moderatore e lui stesso come coo-parroco. La Casa di riposo del Clero lo aveva già accolto dopo la morte della madre per i pasti, ora vista la situazione di salute, lo avrebbe anche accolto per la notte. Ma don Mario ha sempre continuato fino a tre giorni dalla morte a svolgere i suoi compiti di pastore della parrocchia di S. Pio X con la generosità e cura che è stata sotto gli occhi di tutti. Poi il tumore, le cure ed il transito verso il cielo. Ora prega per noi [don giovanni frausini]

.

colta differenziata non andrà in vacanza ma permetterà a chi lo è di rispettare di più l’ambiente. Ogni concessione balneare, infatti, ospita mini-isole ecologiche che agevolano turisti e bagnanti a separare correttamente i diversi rifiuti: carta (bidone rosso), alluminio (azzurro), vetro (verde), plastica (giallo) e indifferenziato. I rifiuti correttamente raccolti vengono inviati presso i relativi impianti di recupero e trasformati in nuovi materiali. Nel corso della stagione turistica gli stabilimenti “più ricicloni” ospiteranno iniziative a carattere ambientale per sensibilizzare la clientela ai temi della raccolta differenziata e del corretto smaltimento di rifiuti. Un’iniziativa promossa anche quest’anno con l’obiet-

tivo di migliorare la qualità dei luoghi di divertimento e promuovere un turismo sempre più sostenibile. Per tutta la stagione estiva, inoltre, Aset garantisce il servizio quotidiano di pulizia del litorale fanese: dalle 4 alle 9 del mattino mezzi attrezzati puliscono le spiagge libere, mentre il personale provvede allo svuotamento dei cestini collocati lungo le spiagge [a.m.]

.

Un servizio estivo per anziani soli

Gli anziani e l’estate Fano sicura anziani” è un servizio dell’Assessorato ai Servizi Sociali rivolto ad anziani oltre i 65 anni residenti a Fano che vivono soli o in coppia, senza figli o con figli che risiedono fuori Fano. Chiamando il numero 0721.805145, attivo tutti i giorni anche festivi fino al 31 agosto, dalle ore 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30, ci saranno a disposizione dei volontari della protezione civile per: servizi di accompagnamento nelle strutture pubbliche (comune, poste, ambulatori, ospedale), servizio

“Estate

L’assessore ai Servizi Sociali Davide Delvecchio

spesa, ritiro ricetta e consegna a domicilio di medicinali, disbrigo commissioni, e consigli per affrontare il caldo. I volontari sono muniti di apposito tesserino ed useranno un mezzo della protezione civile. Il servizio viene attivato solo su richiesta dell’anziano [a.m.]

.


FANO 10 luglio: è festa per il Patrono della città

San Paterniano il santo di Fano Fano e notizie del patrono di Fano appartengono più alla leggenda che alla storia, una sua vita fu redatta dai monaci al tempo di Carlo Magno (742-814) sulla falsariga di altre vite di santi vescovi: è certo che fu pastore di Fano nel IV secolo, dopo altri tre predecessori. Stando alla tradizione, Paterniano sarebbe nato verso il 275 a Fano (non manca chi lo vuole originario di Palestrina). La leggenda narra che, già cristiano, durante la persecuzione di Diocleziano iniziata nel 303 egli, avvertito da un angelo, si sarebbe rifugiato al di là del Metauro nella località poi detta Sant’Angelo di Ferriano: è evidente la confusione con il nome della località che diventa visione angelica. Il suo rifugio sarebbe stato un granaio sotterraneo venerato poi e per quel motivo dalla pietà popolare come catacomba (ma non vi risultano mai seppelliti dei defunti). Dopo che l’imperatore Costantino con l’editto di Milano del 303 concesse la libertà di culto al cristianesimo, l’esemplare giovane eremita fu dal popolo scelto quale vescovo essendo deceduto il predecessore. Il suo impegno fu quello dell’evangelizzazione in un contesto sociale pregno di paganesimo, lo stesso nome “Fano” deriva dal noto tempio della dea Fortuna che egli non abbattè – come vorrebbero alcuni – perché era storicamente intatto attorno all’anno 430. Stando ancora alla leggenda, Paterniano governò la diocesi per 42 anni, sicuramente operando per la conversione dei

L

pagani e non omettendo di curare la vita spirituale dei fedeli. Gli vengono attribuiti anche episodi miracolosi, perché il popolo ama il meraviglioso, perciò non fa mancare lo straordinario nella biografia di un santo. Come giorno della sua morte è

Programma del 10 luglio Orario SS. Messe nella Basilica di S. Paterniano 7 - 8 - 9 - 10.30 - 17 -18.30 - 21.15 Ore 10.30 SOLENNE MESSA PONTIFICALE Presieduta da Mons. Piero Coccia, Arcivescovo Metropolita di Pesaro Ore 21.15 MESSA CONCLUSIVA presieduta da Mons. Armando Trasarti, vescovo di Fano Ore 22.30 Tradizionale Tombola di San Paterniano in Piazza XX Settembre Tante iniziative nei giorni precedenti e successivi la festa. Domenica 17 luglio pellegrinaggio escursionistico dalla Grotta di San Paterniano a Fano. Nei giorni della festa ci sarà un mercatino di beneficenza dei frati francescani per le missioni in Etiopia.

Pizzeria di Ripanti Paola e C.

PIAGGE via Roma, 28 Tel. 0721 890466 chiuso il mercoledì

dato il 13 novembre dell’anno 360. Sicuramente venne sepolto alla periferia della città nel monastero di San Martino di cui fa esplicita memoria l’attuale nome: “via dell’Abbazia” e lungo la quale sorge il tempietto che i vecchi denominavano “San Paternianin”. Il suo culto, diffuso dai monaci, si estese rapidamente oltre i confini della diocesi fanese, tanto che troviamo in numerose regioni e anche all’estero altari e chiese a lui dedicate, addirittura alcune località ne portano il nome (è protettore di Grottammare, Cervia che lo festeggia il 13 novembre, Paternion in Austria, ecc.). Sin dal Medioevo, quando nel pubblico Consiglio cittadino fu posta al voto la scelta di un unico patrono, Paterniano fu eletto principale patrono della città e della diocesi in alternativa ai santi vescovi Eusebio, Fortunato e Orso dichiarati compatroni. La sua effigie in pietra è al centro di un trittico con ai lati i confratelli Eusebio e Fortunato, posto nel palazzo del Podestà in piazza grande. Il 10 luglio 1551 le sue reliquie furono solennemente trasferite dentro la città di Fano, nella grande chiesa eretta dai Canonici Regolari Lateranensi e a Lui dedicata. Nel 1643 il Consiglio decretò che la città lo festeggiasse il 10 luglio di ogni anno. Fino al 1960 si potevano osservare le sue reliquie, consistenti nello scheletro quasi integro ricoperto di un velo, deposte in un’urna con vetri; da quell’anno sono state racchiuse in una cassetta di zinco posta sotto un simulacro rivestito di abiti pontificali [p. silvano bracci]

.

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011

7

“non avria mai creso” di Elvio Grilli Poesie in dialetto fanese

I MÈZ DE CHÈSA Se ji arpèns che da ragàs per la strèda s’giva a spàs… dèva gust a fè’n girét… en ve dig sólo...sulét… ógni tant su per la via, qualcùn atre l’incuntrèvi… sta tranquìl che prò guidèvi rilasèt...sa più armónìa!! Ermi in pòchi a transitè… mó el prugrès èn s’pòl fermè: ògidì sin mancipèti… tuti urmèi muturisèti; cas... cum fèi... tòca gì d’córsa, sa l’urlòg sempre tle man… sta più svélt... dai cur... per fòrsa… dai guadagna ste pès d’pan!! Èc alóra déntra chèsa tuti i mez…ch’èn una spésa !! Quand’ariva la fin dl’àn chi sà quant ce custaràn!! Lasciàn perda el vil suldìn, e guardàn da più vicìn… prendén dónca per esempi, òg ch’è òg...ai nostri tèmpi, na faméja ch’se rispèta: èn tré...quatre almén...vu méta? Pèdre, mèdre sa dó fiòi, chèn urmèi sula ventìna, svélti o lènti prima o pòi, vòlne fè na mèchinina… se c’metén un tèrs eréd vedrìn dòp quel che sucéd!! Babo è’l prim...quél che guadagna, sempre fòra e non se lagna, urmèi grand...sai capéi grig fa un lavóro de prestig, pòl fè a mén dirisi tu d’un MERCEDES...o...un BMW ?? Un X CINQUE ,un CINQUEVENTI, n’EMMEELLE 0 ESSELLEKAPPA, più è gròsa e sin cuntènti: mèi se néra non se scapa!! Una c’vòl che sia berlìna, còmda còmda per la schìna, una c’vòl che sia spurtìva sa più sprint… più vulitìva; pu ce vòl quél da fè véda… el SUV gròs… el fòristrèda, dó c’pu méta i pòrtasci sópra el tét… quand’èi da gì in muntagna per Natèl, su a Cortina o sul Tónèl!! Da più gust a girè a Fan… tut bardèt d’alta montagna, brét e guant...maia d’fustagna, gómma tèrmica a la ròta che su al nòrd...ad alta quòta!! E pu quand’ariva agóst….? Cu vu fè…t’vu còcia aròst?? C’è ‘l coupè sa la capòta, che automàtica va sóta: s’alsa su quand c’è’l tèmp brut… sal tèmp bèl...sparisc del tut!! Mó vu méta èsa al’apèrt… vènt’adòs e tut scupèrt?? Fè dó gir…pasè giù al lido… sal coupè ch’è nòv de paca... salutè...e mentre guido... sunè ‘l clacsòn…fè’l pataca!! La signóra quést se sà… c’ha d’avè..la CLASSE A:!! Quand la lampada ha da fè…. quand c’è l’unghia da limè… c’è la pizza sa l’amica, la ceretta…che fatica, el culór...la messa in piéga: sal CAJENNE…che cas i fréga!! Pu parchégia per travers… non è bòna…non c’è vers

(I MEZZI IN CASA)

blòca tut ...è meza stòrta… più ch’se pòl...guèsi tla pòrta, anca se da clatra pèrt.. c’è ‘l parchég...guèsi desèrt: mó’n te fa dó pas a piéd… da de là .....nesùn la véd !! Tel garag…c’è ‘nca na PANDA… guèrda chès…nesùn la manda, c’ha ‘l pianèl per fè la spésa…. c’chèrghi tut...quél ch’sèrv per chèsa; no…’n la manda la signóra… c’ha da fè…è sempre fòra… lia c’ha ‘l còrpo da curè… perdrà’l tèmp a cucinè??!! Cu te crédi te….ninìna… ce girà...la filipìna!! E la fiòla?? c’ha vént’an… e scaròsa giù per Fan sa la SMART...per fè la figa, dai…cla córta...ch’pèr na biga: dó pòst séc...sémbra taièta in tel mèz sa na scurclèta !! Almén quésta se parchégia… anca stòrta è na scurégia!! Quand’invèc se và a balè… c’vòl la MINI...cu vu fè... è più trèndy...più indichèta per gì’n gir…per fè sérèta!!! Pu c’è lù...l’eréd…chél vér… en fà’n cas...fà quél chi pèr ; va de sóta tel garag…. e se dmanda…che curag: chiàp el SUV…o mónt tel QUAD… vag tla PORSCHE…o prènd la BRÉRA… cu farò fina staséra… d’pasè ‘l tèmp...truvarò ‘l mòd!! c’ha el T-Max per fè ‘l sburón, pu c’è l’HARLEY tel cantón, la YAMAHA per gì fòrt, tho...na GUZZI...èn m’éra acòrt…. sémbra pròpi ch’pòl bastè se qualcun vlésa girè!! Ah…. me sò scurdèt del bòcia, qùindic an… tuta capòcia… el tèrs fiòl,o tèrs éréd, fina an scórs in bici o a piéd... da quést’an mutùrisèt: un bèl BOOSTER j’han cumprèt!! Anca lu… dacsì… purtìn… quand ha vòia…fa un girtìn!! Vlén fè un cónt un po’ ristrét de tut quant le biciclét?? Dai tricicle a quéli d’córsa, catastèt delà ...per fòrsa… j ‘an che pasne…e...i fiòi cresciuti tuti i mez van riveduti: man a man ch’và su l’età cambia el mez e quést se sà!! Mó se dèi na cuntatina… guèsi guèsi èn na véntina… sa cle nòv...malì davanti, una prón…per tuti quanti !! La signóra ch’èn spedèla c’ha l’èlètrica…anca quéla, per dè sfòggio giù in cità dl’ultim grid…dla nuvità!! Oh… c’è’n mez per ógni us… dai l’elènco pèr conclùs… fato stà che a garag pin, mèchin... mòto... muturìn… geep, coupè e biciclét, anca el pòst s’è un pò ristrét!! Mó’n pènsèt che nò sin mèi… cume lóra...sin uguèi… guèrda dentra…tél garag… fa dó cónt...se c’èi curag!! Tut dipènd dal purtafòi… pu se c’ièi ...da mói e fiòi !!


8

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011

CARTOCETO

Dal 13 al 24 luglio i quartieri di Lucrezia e Cartoceto sono in festa

Giostra dei Quartieri: 25 anni di emozioni Il racconto di Gabriele Vampa, primo coordinatore dei giochi e l’intervista a Luca Cinotti, attuale presidente della commissione della “Giostra”

I rappresentanti dei quartieri: CANADA Marco Caselli CARTOCETO Filippo Renzoni Luciano Nardini Michele Sani CENTRO Gianni Letizi Stefano Bartolucci Danilo Frigerio FIUME-S. MARCO Mirco Ambrosini Claudio Carbonari PEEP Pierluigi Ragaini Marzia Bartolucci PONTEMURELLO Franco Diamantini Andrea Evangelisti SANTI Paolo Gilebbi Alex De Benedictis Andrea Boni VIALI - S. ANNA Giovanni Nicotra Giulia Caldarigi Giulia Rossini

UN “AMARCORD” Lucrezia

Correva l’anno 1985 quando

don Giuliano chiese a me e Leda Manoni di organizzare la “Festa della Famiglia”. Ricordo che mi disse: “Inventa qualcosa che duri nel tempo”. L’esperimento piacque e fu ripetuta anche l’anno successivo. Solo nel 1987 si trasformò in una manifestazione con giochi e gare allo scopo di coinvolgere e unire tutti i quartieri di Lucrezia. Accettai l’incarico e il primo consiglio era formato dal sottoscritto, Guidi Dorando ed un rappresentante di ciascun Quartiere. Durante la prima riunione venne sorteggiato un colore per ogni quartiere. Quando a Pontemurello capitò il nero non venne accolto con grande entusiasmo, anche se lo accettarono. La prima edizione si svolse in una sola giornata mentre in quelle successive aumentarono i giorni di gioco: fu introdotta la gara culinaria con le torte che assunsero dimensioni faraoniche e una breve commedia comica di 10 minuti. Fu cancellata invece la gara dei tricicli perché ritenuta troppo pericolosa. Il terzo anno introdussi la passeggiata in bicicletta: superate le prime perplessità, fu un vero successo. Ricordo quando

[sopra] Alcuni componenti della commissione 2011 Gabriele Vampa primo presidente della commissione della “Giostra dei Quartieri”

durante la prima passeggiata incontrammo lungo via Pilone 500 cicloamatori che venivano in senso contrario: un caos. Suggestivi gli addobbi realizzati dai quartieri per la passeggiata. Ricordo l’entrata nel “Canada” da Via Flaminia con le guardie canadesi che aprivano la sbarra a mò di dogana; indimenticabile anche l’arrivo al quartiere Fiume dove il grande Dante Battisti vestito da vigile urbano, dirigeva il traffico su di un’altana. Ad un certo punto le torte vennero sostituite con un primo piatto perché con il caldo c’era il rischio che qualcuno si sentisse male:

ogni quartiere cucinava 5 Kg. di pasta, allora sembravano tanti ma oggi sono diventati ben 45! A fine gara, si consumava anche un “rito macabro” nei quartieri: l’oca che aveva gareggiato nella tradizionale gara della domenica, dopo tutte le fatiche, finiva in padella! In quegli anni la voglia di fare e lo spirito di appartenenza era cosi forte che bastava poco per iniziare una sonora “cagnara”! I miei “successori” nella guida della commissione dei giochi: il trio Benvenuti, Bertozzi e Panaroni, per un anno, poi Giuliano Panaroni, Simone Berluti, Walter Donnini; di nuovo Giuliano Panaroni, quindi Giorgio Battisti ed infine Luca Cinotti. Credo che nessuno allora, nemmeno don Giuliano, immaginasse che la Giostra dei Quartieri sarebbe arrivata al 2011 festeggiando il quarto di secolo [g. vampa]

.

Luca Cinotti attuale presidente della commissione della “Giostra dei Quartieri”

LA GIOSTRA n. 25 Lucrezia

Incontriamo Luca Cinotti, da 10

anni presidente della commissione “Giostra dei Quartieri”. Che ruolo ha la commissione? «La commissione è formata dai rappresentanti di quartiere che svolgono un ruolo centrale: incontrano le nuove famiglie e le coinvolgono nei giochi. Durante questi anni ho cercato di puntare ad una commissione allargata per rendere l’impegno organizzativo meno pesante, perché anche chi fa parte della commissione si deve divertire».

Come è cambiata l’organizzazione della Giostra negli anni? «Da quando seguo la manifestazione, ci sono state delle evoluzioni. Per alcuni anni si è fatta la scelta del “filone romano” dando centralità alle iniziative nel parco. Dallo scorso anno siamo tornati alla giostra itinerante nei quartieri per coinvolgerli ancora di più». Come è cambiata invece la partecipazione? «La festa nasce come festa della comunità con l’obiettivo di coinvolgere anche chi non frequenta la parrocchia. È un momento aggregante per le tante nuove famiglie arrivate a Lucrezia. E sicuramente il passaparola ha portato di anno in anno a coinvolgere sempre più persone. Anche i kg di pasta preparati sono testimonianza della sua crescita: dai 5 iniziali oggi siamo arrivati a 45 per ogni quartiere. Gli sponsor locali ci sono vicini. Eventuali risorse in avanzo dalle spese di organizzazione vengono utilizzate per opere parrocchiali come la realizzazione del rosone della nuova cappellina in chiesa». Quali sono le novità di questa 25esima edizione? «Torna Cartoceto come ottavo quartiere. Riproporremo un torneo con la finale a Cartoceto. Confermata la grande attenzione ai bambini. Venerdì 22 divertimento assicurato con la “Corrida in the summer”. Sabato 23, in occasione dei 25 anni, ci sarà una serata con sketch comici realizzati dai quartieri. Domenica 17, in occasione della riapertura della chiesa dopo i lavori, alle ore 11, alla presenza del vescovo, ci sarà la benedizione degli stendardi. Termino con un invito a tutti a partecipare per vivere la giostra da protagonisti» [a.m.]

.


CARTOCETO / MONTEMAGGIORE SCUOLA

Spettacolo di fine anno a Pontemurello

È arrivata “Fata Fontanella” Pontemurello bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia “Arcobaleno” di Ponte Murello hanno realizzato lo spettacolo “Fata Fontanella”, liberamente ispirato alla fiaba ecologica omonima. Lo spettacolo, composto di musiche e danze legate al tema dell’acqua, ha rappresentato la fase finale del progetto “Acqua azzurra, acqua…rara” che ha coinvolto i bambini di tutte e quattro le sezioni durante l’intero anno scolastico. La fiaba finalizzata a sensibilizzare i bambini sulla ricchezza dell’acqua, sulla necessità di conservarla, valorizza la figura di Fata Fontanella: una fata piccola ed apparentemente debole, in grado di contrastare l’orco Seccone il quale egoisticamen-

I

VILLANOVA

Iniziativa sul fiume

Memorial Lucertini

La natura che resiste Villanova

te impedisce agli altri di fruire di un elemento naturale. Fata Fontanella insegna che l’acqua è un bene comune, va utilizzata correttamente, è necessario risparmiarla e condividerla. I piccoli attori hanno dato prova della loro disinvoltura a muoversi sul palco, della loro capacità di danzare, di interpretare in modo corale la musica e di presentarsi al pubblico recitando una breve filastrocca

personalizzata. Al termine si è svolta la consueta consegna dei diplomi finali che ha sancito il passaggio ufficiale alla scuola dell’obbligo. La manifestazione si è conclusa con un saluto affettuoso al Preside Pelosi da parte dei bambini e delle maestre che lo hanno entusiasticamente salutato con una canzone a lui dedicata, in occasione del suo pensionamento [a.m.]

.

AUGURI A...

Pulcini vittoriosi in Romagna Pierluigi

e Alberta

Lucrezia pulcini della Junior Calcio Lucrezia sono i vincitori del XII Torneo “Mattia Allegroni” di Morciano di Romagna a cui hanno partecipato 16 squadre, molte di queste romagnole. E’ stato anche un grande momento di festa per tutti i ragazzi. Il mister Cristiano Pucci si è complimentato con tutta la squadra ed in particolare con Giacomelli e Grossi [a.m.]

.

9

n. 13 luglio 2011

Si è svolta a Villanova, in

Junior calcio Lucrezia

I

IL GIORNALE DEL METAURO

25 anni fa, il 5 luglio 1986,

Alberta e Pierluigi Ragaini si sono uniti in matrimonio. “Dopo 25 anni, finalmente, potete mangiare la torta insieme! Auguri da vostro figlio Giacomo

.

Il memoriale di Alessandro Lucertini al Centro Sportivo di Villanova

Villanova

Sta per concludersi presso il

centro sportivo di Villanova il torneo di Calcio a 5 in ricordo di Alessandro Lucertini. Tante sono le persone, famiglie e ragazzi, che con la loro presenza hanno fatto si che si potesse realizzare un piccolo sogno per un grande amico. Da segnalare inoltre per l’estate l’apertura di un campo da beach. (info per prenotazioni 380.2041707) [c.v.]

.

via Roncaglia, l’iniziativa “Il fiume. Natura che resiste”, che ha visto una partecipata conversazione a passeggio, un’installazione fotografica e un apericena con concerto ideata da LiberaMente in collaborazione con i giovani della parrocchia e l’associazione “Lupus in Fabula”. L’installazione fotografica realizzata con foto di famiglia ha descritto il fiume negli ultimi 70 anni. I fili a cui le immagini erano appese rappresentavano la delicatezza della memoria che, se non curata, si perde [a.m.]

.

Articolo completo e immagini su

www.ilmetauro.it alla voce “MONTEMAGGIORE”

Iniziativa dei cacciatori del CPA

Operazione “Fiume pulito”

Villanova

Molti volontari hanno preso parte alla giornata ecologica “Fiu-

me Pulito” organizzata dai cacciatori del CPA con il patrocinio del Comune. Tanti giovani, muniti di guanti e sacchi, hanno contribuito alla pulizia. La mattina è terminata con uno spuntino per tutti. Rammarico invece per non aver raggiunto una collaborazione con le altre associazioni che verrà risollecitata il prossimo anno [c.v.]

.


10

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011


SALTARA / SERRUNGARINA

IL GIORNALE DEL METAURO

Saltarua: concerto di Linda e tanti artisti nel centro storico

Le strade di Saltara piene di note Saltara

Saltarua, sinonimo di buona

musica di tutti i tipi e di tutti i tempi, è giunta quest’anno alla sua XI edizione e la Pro Loco di Saltara intende consolidare questa iniziativa di notevole richiamo turistico. Una serata in cui musicisti di fama nazionale, gruppi locali e non solo, tutti veramente in grado di affascinare con le loro diverse proposte musicali, animeranno le vie del borgo creando momenti magici. Quest’anno si concretizza in modo veramente coinvolgente anche un’idea accennata nelle passate edizioni “la galleria degli artisti”: all’interno dei Mercati coperti, nel centro storico, giovani talenti esporranno le loro opere aggiungendo un tocco di colore e luce alle note musicali,

in una nuova commistione artistica tutta da scoprire. Per gli amanti del buongusto si potrà scegliere tra un menù fisso e tante altre specialità tipiche del territorio presso gli stand della Pro Loco, a partire già dalle 19.30. Tre concerti partiranno contemporaneamente alle ore 21.00 in vari luoghi suggestivi del castello, proponendo diversissimi linguaggi musicali inter-

nazionali: dalla musica colta al jazz, dal funk alla tradizione di cantautore. Si esibiranno: Clarissa Vichi con il Dan.Rache Trio, il cantautore riminese Daniele Maggioli con il suo quartetto, Giacomo Rotatori e Roberto Bartoli con il Fisa&Bass Duo. Intorno alle 22.00 sarà la volta di un’anteprima in esclusiva per Saltarua: Linda Valori Special Quintet, con la straordinaria voce “nera” di Linda, accompagnata da Emilio Marinelli al pianoforte, Samuele Garofoli alla tromba, Gabriele Pesaresi al contrabbasso e Roberto Desiderio alla batteria. Il coro gospel Slave Song amplificherà le atmosfere del quintetto dando energia o enfasi ai momenti più vitali dell’esibizione. Una serata da non perdere [c.v.]

.

La grande Happy Day e consegna diplomi festa della Banda Musicando Recital alla Montessori

n. 13 luglio 2011

11

ANCHE SERRUNGARINA PULISCE IL METAURO

Il fiume: un amico da proteggere

Tavernelle

Anziché andare al mare, per una volta a Tavernelle si è deci-

so di dedicare un pomeriggio al fiume, troppo spesso dimenticato. Il comune, l’associazione Sconfini di Montemaggiore, l’Avis e la Protezione civile si sono fatti promotori di un pomeriggio di riflessione e pulizia “simbolica” del fiume, visti i tanti rifiuti presenti. Presente il professor Poggiani che ha parlato della situazione del Metauro. I bambini si sono dedicati ad un laboratorio per il riuso mentre Claudio Tombini ha letto brani sull’acqua e la sua importanza. Buffet finale a km O per tutti i partecipanti, in pieno relax [a.m.]

.

Tenuto dall’inglese Pamela Wood

Terminato il corso di inglese

Calcinelli

Tutto è riuscito alla perfezio-

Saltara

I bambini della Scuola del-

l’Infanzia di Saltara sono stati protagonisti di un simpatico recital per chiudere in amicizia ed allegria l’anno scolastico dal titolo “Happy Day”. Gli alunni che passeranno il

prossimo anno scolastico alla Scuola Primaria, hanno ricevuto il “diploma” dal Dirigente Scolastico Paolo Olivieri. Un grande in bocca al lupo dalle maestre a tutti i loro bambini per un futuro ricco di cose positive [a.m.]

.

ne durante la tre giorni di festa organizzata in occasione dei 20 anni della Banda Musicando di Saltara, grazie alla puntuale organizzazione curata dal M°. Michele Spadoni e dai suoi collaboratori. Oltre mille persone hanno assistito alle esibizione delle bande di Fano, Cagli, Bietigheim (Germania) e dell’orchestra “Rossini” di Pesaro. Tanti anche gli apprezzamenti per l’alto livello musicale e organizzativo raggiunto dalla Banda di Saltara [s.c.]

.

Tavernelle

Si è concluso il corso di inglese promosso da Pamela Wood,

cittadina inglese residente a Tavernelle. Le corsiste hanno avuto modo di apprendere questa lingua straniera, così importante per la comunicazione a tutti i livelli. Oltre ai ringraziamenti all’insegnante, un arrivederci a settembre per la ripresa delle lezioni [a.m.]

.


12

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011


IL GIORNALE DEL METAURO

provocazioni diqualità a cura di Sergio Carettoni

n. 13 luglio 2011

13

a cura di Cristina Morbidoni

SORRIDERE È LA PIEGA TORTA NERA DEL TUO CUORE I miei amici mi ripetono che più faccio questa torta e meglio mi viene: sarà vero o sono furbi? Come sempre: per dubbi, commenti e quant’altro www.angiolettochecucina.it

“Best things in life are free” diceva una can-

Non è facile resistere alla

bellezza di un sorriso: quando lo incroci lungo la tua via ti si apre il cuore e ti senti investire da una carica di positività. Eccetto che nel caso dei maliziosi e dei beffardi di cuore, le persone che sanno sorride agli altri si pongono sulla loro strada con sentimenti di simpatia e di amabilità; talvolta, persino di affetto. Il sorriso dei genitori verso i figli, quello spensierato tra due amici sinceri, oppure quello in cui si perdono all’infinto due innamorati: il sorriso apre il cuore alla fiducia e orienta il cammino della vita lungo il sentiero della gioia. Ridere con dolcezza, leggermente, a fior di labbra, ridere di gioia tra le gocce di pianto, riveste l’anima di un aspetto piacevole. È come se una carezza dal cielo si posasse con delicatezza sul volto di chi sa ancora sorridere alla vita. E gli altri guardano, affascinati, irresistibilmente attratti da un animo così gentile.

Non così, invece, non così per chi calza un sorriso buio, sinistro, screziato da una smorfia di piacere per il male altrui, o per la propria soddisfazione a scapito di qualcuno. C’è un altro animo dietro questo sorriso, quello di uno spirito malvagio, che gabba chi non sa leggere la trasparenza degli occhi ingannatori. È il sorriso amaro, beffardo, fatuo, forzato, ironico, malizioso, sciocco, insensato di chi rivela proprio attraverso il suo sorriso un animo per nulla attraente. Nel sorriso del volto e degli occhi s’intravede anche per un solo istante ciò che tu custodisci nel tuo cuore, il segreto della tua vita; quel qualcosa di unico e di speciale per cui gli altri si ricordano ancora di te e del tuo instancabile sorriso sulle labbra. Un sorriso per tutti, il tuo, che ancora hai il cuore stabile al centro della vita; una persona bella dentro, che ha imparato dal cielo a sorridere sulla terra

.

zone di Janet Jackson & Luther Vandross: non che questa torta alla fin fine sia gratis, come le cose migliori della vita di cui al titolo della canzone, ma mi viene in mente questa frase perché in realtà talvolta i dolci più graditi sono quelli più semplici (oltre a quelli gratuiti…). Per anni, e tutt’ora, a tutte le sante occasioni, che siano cene, feste, compleanni, pranzi in spiaggia ecc., quando è ora di dividersi con gli altri amici del mio gruppo i compiti “culinari”, nel senso di chi-fa-cosa, evito di chiedere cosa mi tocca, in quanto il mio compito è sempre quello di portare la “Torta nera”. Fui molto onorata la prima, la seconda, la terza, la quarta volta, ma, arrivata intorno alla duecentesima… cominiciai a sbuffare!… Reclamai che il mio repertorio di dolci veniva sminuito e mi sentivo castrata dal fatto che mi relegavano a fare esclusivamente questo dolce e che avrei potuto cimentarmi in altre realizzazioni, ben più complicate e scenografiche! La foto, tra l’altro, non rende del tutto l’effettiva bontà della torta, soprattutto perché quei “cerberi” dei miei amici non vogliono neanche che io rifinisca il risultato finale con creme e decorazioni varie, ma lo vogliono “nature”. Ultimamente, per fortuna, sono riuscita ad impormi con un abbondante ciuffo di panna sopra, che mi sembra sia il non plus ultra. Insomma, ogni tanto adesso riesco a rifilare ai miei amici anche altri dolci: me lo permettono anche perché sanno che poi le foto e le relative ricette le inserisco nel blog, quindi sono più che giustificata. Una volta uno di loro, più assatanato degli altri di questa torta, mi ha detto mentre entravamo al cinema “Ciao: hai portato la torta nera?”, per sua fortuna è cominciato il film e non ho potuto rispondergli, ma una bella sgomitata nel buio gliel’ho data…

INGREDIENTI uova 3 farina 200 gr. zucchero 300 gr. latte 1 bicchiere scarso burro 150 gr. cacao amaro 75 gr. vanillina 1 bustina (se non usate il lievito vaniglinato) lievito per dolci 1 bustina PREPARAZIONE Lavorare le uova e lo zucchero finchè non diventeranno una crema spumosa, aggiungere la farina a pioggia sempre amalgamando, il burro ammorbidito (semifuso), il cacao, la vanillina, il latte a temperatura ambiente e per ultimo il lievito fino a quando non otterrete una “cremona” marrone, liscia. Versare nello stampo antiaderente imburrato ed infarinato. Cuocere a forno già caldo per 40 minuti a 180° C, fare la prova stuzzicadenti ed eventualmente lasciarlo altri 5 minuti se lo preferite più asciutto. Accompagnate con un ciuffo di panna o della crema al mascarpone

.

Musica da “gustare” con il piatto Best things in life are free [Janet Jackson & Luther Vandross]


14

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011

ORARIO FESTIVO S. MESSE

NUMERI UTILI EMERGENZA Carabinieri 112 Polizia 113 Vigili del Fuoco 115 Guardia di Finanza 117 Emergenza sanitaria 118 Emegenza ambientale e boschiva 1515 Guardia costiera 1530 POLIZIA MUNICIPALE Cartoceto 0721 897022 Fano 800 094141 Fossombrone 0721 723212 Montemaggiore 0721 895312 Saltara 0721 891133 Serrungarina 0721 896121

FARMACIE DI TURNO Fossombrone dalle 8.45 del 2/7 alle 8.45 del 9/7 EMANUELLI (Corso Garibaldi, 66) dalle 8.45 del 9/7 alle 8.45 del 16/7 DEL CORSO (Corso Garibaldi, 10) dalle 8.45 del 16/7 alle 8.45 del 23/7 EMANUELLI (Corso Garibaldi, 66)

Bassa Val Metauro Luglio 6 mercoledì 7 giovedì 8 venerdì 9 sabato 10 domenica 11 lunedì 12 martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 domenica 18 lunedì 19 martedì 20 mercoledì

CALCINELLI TAVERNELLE CALCINELLI LUCREZIA VILLANOVA CARTOCETO LUCREZIA TAVERNELLE CALCINELLI TAVERNELLE SALTARA CUCCURANO VILLANOVA CARTOCETO LUCREZIA

FOSSOMBRONE Duomo Sabato prefestiva 18.00 8.00 - 11.00 S. Agostino 18.00 S. Maria Ausiliatrice Sabato prefestiva 17.00 Domenica 8.30 - 11.00 S. Antonio Abate al Borgo Domenica 9.30 Cappuccini 10.30 - 17.00 Ospedale Lun. e Ven. ore 17.00 Montecelso 10.00 Bellaguardia 10.00 S. Gervasio 9.00 o 11.00 (alterno) S. Anna 9.00 o 11.00 (alterno) S. Martino dei Muri 11.00 Isola di Fano 11.15 S. Maria della Valle 9.30

BASSA VALMETAURO Calcinelli Sabato (Postavecchia) 20.30 Domenica 8.45 - 10 - 11.15 - 17 Saltara 8.00 - 11.15

Villanova

Sabato prefestiva 20.30 Domenica ore 10.00

Montemaggiore 8.30 - 11.15 S. Liberio 16.00

Cartoceto

Chiesa parrocchiale 7.30 - 10.45 - 19.00 Convento S. Maria 10.00 Pieve (cimitero) 9.00 Ripalta 9.30 Pozzuolo 9.45

Lucrezia

Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00

RINALDI via Negusanti 9 PIERINI via Gabrielli 13 BECILLI via S. Lazzaro 14 VANNUCCI via Cavour 2 CENTRALE C.so Matteotti 143 S. ELENA via Alighieri 59 GIMARRA viale Romagna 133 PORTO via I Maggio 2 GAMBA Piazza Unità d’Italia ERCOLANI via Togliatti 3 GIMARRA viale Romagna 133 RINALDI via Negusanti 9 PIERINI via Gabrielli 13 BECILLI via S. Lazzaro 14 VANNUCCI via Cavour 2

S. Giuseppe al Porto Sabato prefestiva 17.00 Domenica 7.30 - 9.30 11.00 - 17.00 S. Marco (Sassonia) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.30 - 11.15 S. Marco (via Nolfi) 10.00 S. Paolo in Vallato Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.30 - 10.30 - 18.30 S. Giovanni Bosco Domenica 7.30 - 9.30 S. Teresa 9.00 Ospedale S. Croce 7.30 S. Pio X 8.30 - 11.00 - 17.30 S. Famiglia (Fano 2) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.00 - 11.00 - 17.30 Ponte Metauro Domenica 7.30 - 11.00 - 17.30 S. Maria Goretti (S. Orso) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.30 - 11.00 - 18.00 Chiesa dei Tre Ponti 10.00 Sacro Cuore (Centinarola) Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.00 - 11.00 S. Maria (Rosciano) Domenica 9.00 - 11.00 - 18.00 Eremo di Monte Giove 10.00 Convento Benedettine (Rosciano) 7.30 S. Biagio (Cuccurano) Sabato prefestiva 18.00 Domenica 9.00 - 11.00 S. Sebastiano (Bellocchi) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.30 - 11.00 - 17.00 S. Cesareo (Carrara) Sabato prefestiva 8.00 Domenica 9.00 - 11.00

Santuario Beato Sante Sabato prefestiva 17.00 - 19.00 Domenica 7.30 - 9.00 - 11.00 16.00 - 17.00 - 18.00

Serrungarina

Sabato prefestiva 17.00 Domenica 10.30

BIBLIOTECHE

Tavernelle

Sabato prefestiva 20.00 Domenica 9.00 - 11.30

FOSSOMBRONE

19.00 (giugno - luglio - agosto)

Biblioteca “Passionei” Via Torricelli, 2/4 - T. 0721.723238

Bargni

Fano Luglio 6 mercoledì 7 giovedì 8 venerdì 9 sabato 10 domenica 11 lunedì 12 martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 domenica 18 lunedì 19 martedì 20 mercoledì

AGENDA

FANO S. Cristoforo 8.00 - 10.00 - 11.30 - 17.30 Cattedrale Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.30 - 11.00 - 17.30 S. Paterniano Sabato prefestiva 18.30 Domenica 8.00 - 11.30 - 18.30 S. Maria Nuova Sabato prefestiva 19.00 Domenica 6.30 - 9.30 - 19.00 S. Tommaso 10.30 Cimitero Urbano 9.00 - 10.30 Gran Madre di Dio 7.00 - 8.30 - 11.00 - 17.00

del Metauro Mostre

CORRIDA IN THE SUMMER LUCREZIA Piazza G. Paolo II - h. 21.00 Venerdì 22 luglio Sono aperte le iscrizioni per partecipare. Info: www.corrida.altervista.org

PADIGLIONE ITALIA Biennale Venezia 2011 Piccole biennali Fino al 27 novembre URBINO Orto dell’abbondanza (DATA) A cura di Vittorio Sgarbi È una delle sezioni del Padiglione Italia della Biennale di Venezia: il punto sulla produzione artistica locale tra il 2001 e il 2011.

Biblioteca “Ciscato” Via delle Mura - T. 0721 898123

SALTARA Biblioteca Comunale Via Marconi, 1 - Calcinelli T. 0721 892969

ORCIANO Centro storico - h. 21 8 LUGLIO Saggio di danza 9 LUGLIO Performance di danza, musica e immagini

GUERCINO A FANO FANO Pinacoteca S. Domenico (Via Arco d’Augusto) fino al 1° ottobre orari: dalle 18 alle 22 giorno di chiusura: Lunedì info: www.fondazionecarifano.it

RAPHAEL GUALAZZI IN CONCERTO URBINO Piazza Rinascimento - h. 21 Venerdì 22 luglio Info: Urbino Servizi 0722.2631

Cinema e teatro

Mediateca Montanari - Memo Piazza Amiani - T. 0721 887 343

CARTOCETO

MULTIVISIONE Arti e spettacoli multimediali

Orario: da mar a gio: 15.30 - 19.30 da ven a dom (e festivi): 10.00 - 19.00 / Lunedì chiuso

FANO Biblioteca Federiciana – BiF Via Castracane - T. 0721 887 473

Spettacoli

ART DISCOUNT Fino al 10 agosto S. ANGELO IN VADO Cantina Maroncelli “Da Ciro” Mostra collettiva organizzata dall’Ass. Culturale TaFed Zakur. La mostra è visibile tutti i mercoledì di luglio e agosto in concomitanza con lo “shopping di sera”

PERLE DI CINEMA CARTOCETO - LUCREZIA h. 21.00 luglio e agosto Programma completo su

www.ilmetauro.it alla voce “CARTOCETO”


AGENDA

del Metauro Chi volesse segnalare un evento può inviare una mail a: redazione@ilmetauro.it

Incontri

IL GIORNALE DEL METAURO

15

n. 13 luglio 2011

Eventi

LA BANDA DEL LIBRO Letture ad alta voce FANO Mediateca Montanari - h. 18 Domenica 10 luglio Lettura di “Le tigri di Mompracem” di E. Salgari. A seguire pane e cioccolata. www.mediatecamontanari.it

CINEMA SOTTO I PORTICI FOSSOMBRONE Chiostro di S. Agostino (Corso Garibaldi) - h. 21.30

GLI ASTRI IN PROSA Serata dedicata ad astronomia e letteratura

Tutti i lunedì e giovedì di luglio (vedi programma a pag. 4)

SALTARA Museo del Balì - h. 19.00 Sabadato 16 luglio www.museodelbali.it

GIOVE-DIAMOCI AL BALÌ: NON SOLO SCIENZA... IN PRIMA SERATA

Sapori

MONTEFELCINO Centro storico 9 - 10 luglio Info: www.prolocomontefelcino.it

chetempofarà

LA LUNGA ESTATE DEGLI ANNI ‘60

olendo fare un breve riassunto sull’andamento della stagione estiva, in questa prima fase possiamo dire che abbiamo avuto un giugno all’insegna della stabilità e del caldo; non sono mancati un paio di episodi di marcata instabilità temporalesca, associati all’afflusso di correnti più fresche che hanno abbassato temporaneamente i valori termici, ma che in linea generale si sono attestati in media o di qualche grado superiori. Andando a vedere le condizioni previste, la situazione per il periodo (5-18 luglio) vedrà condizioni meteo all’insegna del tempo generalmente stabile e soleggiato, il tutto grazie alla presenza di una estesa area di alta pressione che dalle regioni tropicali, tenderà ad espandersi verso nord interessando gran parte del Mediterraneo. Sulla nostra provincia quindi si avrà un cielo in prevalenza

FANO 7-11 luglio Info: 0721.803534

LA FANO DEI CESARI FANO 11-17 luglio Info: www.fanodeicesari.com

STIAMO TRA GLI ULIVI

Mercatini

CARTOCETO - h. 19.30 Venerdì 22 luglio Info: 346 8393562 www.stiamoalverde.it

Bambini LUDOTECA ITINERANTE

FESTA DEI PIATTI TIPICI LUCREZIA - h. 18.30 16 - 17 luglio www.prolococartoceto.com

a cura di Francesco Cangiotti, geologo

V

CANDELARA 9 - 10 luglio Notti magiche a lume di candela fino alle ore 3. Artisti e cibi di strada, degustazioni, concerti, ecc. Info: www.candelara.com

CERASA DI S. COSTANZO h. 21.00 Mercoledì 13 luglio

MONTEFELCINO dalle h. 18.30 Tutti i martedì fino al 9 agosto www.prolocomontefelcino.it

www.ilmetauro.it

ARTI E SAPORI AL CASTELLO

COMMEDIA “CHIEDIMI SE SONO FELICE”

MERCATINO DEL FEUDATARIO

Programma completo su

Sabato 9 luglio seconda edizione del “Festival della Canzone Dialettale” a San Giorgio di Pesaro, iniziativa che già lo scorso anno ha riscosso grande successo. Appuntamento in piazza del Municipio. Dalle ore 18 si esibiranno sul palco: la Borghetti Bugaron Band di Fano, i Rari Ramarri Rurali di Fossombrone, Sciampagn & Ghianda di Pieve di Cagna, gli Aquaramata di Orciano, i Canebianco di Forquini. Per l’occasione saranno allestiti stand gastronomici.

RADUNO DEI GEMELLI

FANO Loc. tre Ponti - h. 19.00 8-12 luglio Info: 348.2715070

Giovedì 7 luglio Scienza e Cinema Proiezione del film “Non lasciarmi” Giovedì 14 luglio Scienza e Teatro spettacolo teatrale “Guarda che Luna” www.museodelbali.it

Fino al 17 luglio

alla voce “MANIFESTAZIONI”

FESTA D’LA CRESCIA MATTA

SALTARA Museo del Balì - h. 21.30

VILLE E CASTELLA Festival dello spirito e delle cose nelle terre della provincia di Pesaro e Urbino

Per bambini da 3 a 11 anni h. 16.30 - ingresso libero 9 luglio - Cartoceto Info: 389.5442196

soleggiato, anche se durante le ore pomeridiane sulle zone interne appenniniche non mancheranno temporanei addensamenti nuvolosi cumuliformi termoconvettivi, dovuti al riscaldamento del suolo, che episodicamente potranno dar luogo a qualche breve temporale. I venti saranno generalmente deboli con locali rinforzi da ovest sudovest, mentre lungo la costa e nelle valli si attiveranno correnti di brezza che mitigheranno un po il clima. A livello termico i valori tenderanno ad aumentare di qualche grado, portandosi oltre la media e raggiungendo punte massime attorno ai +32/+33 gradi nelle zone di fondovalle lontane dal mare

.

Per le previsioni metereologiche aggiornate sulla provincia di Pesaro e Urbino: www.pesarourbinometeo.it

Dove trovi il Giornale del Metauro Fano

Calcinelli

Tavernelle

Edicola Stazione FS

Sara & Telly

Supermercato Sial

Edicola - Via Flaminia

Via dei Pioppi, 10

Edicola - via Buratelli

Stazione IP

Fossombrone Ferri Vilma

Lucrezia Niko’s Edicola-cartoleria Circonv. Kennedy, 45

Punto e virgola Edicola-cartoleria Viale della Repubblica, 39

Cartoceto Mosciatti Francesco Edicola - Via Peschiera, 33

Tabaccheria Di Paoli Via Flaminia, 121

Edicola - Via Flaminia

Montemaggiore

Tabacchi Nobili

Edicola - Piazza Dante

Via Flaminia, 112

Il rifugio di Pinocchio

Barone Bar/edicola - Via Roma

Piagge

Villanova

Edi Betty

Smoke Net

Edicola - Via Roma

Via Ponte Metauro, 38

Saltara

L’abcdario di Pinocchio

Tabacchi Strenga

Via De Gasperi, 3

Corso Matteotti, 47

Cuccurano Delbene Matteo

Edicola-cartoleria Via Pergamino, 42

Astor bar

Il prossimo numero esce il Quindicinale di informazione locale Anno 3 - n. 13 / 6 luglio 2011 Direttore responsabile Cecilia Di Lorenzo Redazione Alessandro Marconi Sandra Di Orazio Simona Campolucci

Il Papiro

Il Giornalaio

Edicola-cartoleria Viale Oberdan

Via Ponte degli Alberi

...e in molti esercizi commerciali della bassa valle del Metauro

Redazione e amministrazione via dell’Artigianato 2/2 61030 Lucrezia (PU) Tel. 0721 877272 - Fax 0721 876671

E-mail: redazione@ilmetauro.it

www.ilmetauro.it

Impaginazione Claudio Vagnini

Facebook il giornale del metauro

Editore e Stampa Conte Camillo - Lucrezia Reg. Tribunale di Pesaro n. 561 del 26/05/2009

Abbonamento annuale

Via Kennedy, 36

Ponte degli Alberi

20

LUGLIO

Chiuso in redazione il 4 luglio 2011

Pubblicità Tel. 0721 877272 Per ricevere il giornale cartaceo a casa: un anno (26 numeri) > 30 euro Per ricevere il giornale digitale in formato pdf: un anno (26 numeri) > 25 euro c/c postale n. 98726284 intestato a Contecamillo Scarl causale: “Abbonamento il Metauro”

Copertina: Gabriele Vampa e Luca Cinotti (Giostra dei Quartieri di Lucrezia)

Questo giornale è stampato su carta 100% ecologica certificata


16

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 13 luglio 2011

Il Metauro n. 13 2011  

Quindicinale di notizie della Valle del Metauro, regioneMarche - Italia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you