Page 1

25 novembre 2009 / IL GIORNALE DEL METAURO

SERRUNGARINA

CARTOCETO

Vecchi mestieri: il barbiere pag. 3

Olio Dop, indagine costi e ricavi pag. 4

MONTEMAGGIORE

SALTARA

Crisantemi, fiori e lavoro

Sport, ASD Calcinelli

pag. 5

Quindicinale di informazione locale

Intervista a Rosanna Valeri, Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Leopardi” di Saltara

pag. 6

www.ilmetauro.it

numero 2 - 25 novembre 2009 / distribuzione gratuita

Classi d’incontro

1


2

IL GIORNALE DEL METAURO / 25 novembre 2009

PRIMO PIANO

Sapori del Metauro in mostra a Rosciano

«Crisi, il nostro impegno per imprese e famiglie» Intervista a Luciano Panfili, Direttore Generale della BCC di Fano CUCCURANO - In questo periodo le banche sono sotto i riflettori: cosa risponde a chi dice che “non fate il vostro dovere”? «Non voglio parlare per il sistema bancario in genere ma posso portare l’esperienza della Banca di Credito Cooperativo di Fano. Un’affermazione di questo tipo non è corretta per due motivi: il primo perché come banca del territorio abbiamo il compito di essere attenti a quello che accade intorno, dobbiamo essere pronti a sostenere ad esempio il sistema imprenditoriale che sta attraversando un periodo non facile. In secondo luogo, è anche interesse della banca che il sistema nel suo complesso funzioni dalle aziende alle famiglie. Ci stiamo impegnando a fianco delle imprese. Certo è che i nostri interventi non possono esaurirsi nell’assistenza. Vogliamo essere a fianco dell’imprenditore ma è necessario che anche dall’altra parte

Luciano Panfili

ci sia la volontà , con un impegno preciso, di camminare insieme». Le banche di credito cooperativo si definiscono “differenti”. In cosa? «Differenti perché vicine alle persone non solo quando vengono ai nostri sportelli per chiedere finanziamenti o prestiti. Siamo pronti ad ascoltare le persone e spesso

ci troviamo anche a risolvere problemi che non hanno nulla a che fare con il rapporto di tipo bancario. In termini più generali, le banche di credito cooperativo destinano gli utili per creare patrimonio e rafforzare così la struttura della banca. Inoltre reinvestiamo tutto nel nostro territorio: dal personale che lavora nella struttura della banca alla restituzione fisica di “guadagni” ai soci attraverso il ristorno, oltre ai numerosi contributi erogati alle associazioni e a sostegno di iniziative di beneficenza».

l’assegno di cassa integrazione. Inoltre abbiamo messo a disposizione delle aziende in momentanea difficoltà delle somme da rimborsare in due anni». E le iniziative per le famiglie? «Gli interventi già citati coinvolgono in qualche modo anche le famiglie. Aggiungo però dei progetti specifici in termini di microcredito realizzati con la Caritas e la fondazione Fano Solidale che sono attivi ormai da anni».

In che modo state affrontando praticamente questa congiuntura economica e quali sono le iniziative prese in favore delle imprese? «Abbiamo aderito a tutti gli accordi nazionali, regionali e provinciali in merito ad iniziative nate per fronteggiare questo periodo di crisi. Penso agli accordi per la sospensione delle rate o all’anticipo del-

Si avvicina Natale: cosa bolle in pentola per il 2010? «Continueremo a svolgere al meglio la nostra attività, pur nella sofferenza generale del mondo economico e finanziario. Il periodo di difficoltà proseguirà per almeno tutto il 2010 e non so fino a quando gli interventi del Governo riusciranno a fronteggiare lo stato di crisi generale»

.

La strada “corre” sul telefonino Grazie al nuovo servizio “Sms strade” attivato dalla provincia di Pesaro e Urbino è possibile conoscere in tempo reale la situazione delle strade provinciali. Inoltrando un messaggio telefonico con il testo 250STRADE SI al numero di cellulare 320 20 43 040 (il costo di questo messaggio è

a carico del richiedente) sarà possibile ricevere in risposta le informazioni necessarie a muoversi rapidamente e in sicurezza sul territorio, pianificando il tragitto che si intende percorrere con la propria auto. Sul display, per esempio, compariranno informazioni come la presenza d’interru-

A Anno 1 - n. 2 / 25 novembre 2009 Direttore responsabile Marco Giovenco Impaginazione e stampa Conte Camillo - Lucrezia Reg. Tribunale di Pesaro n. 561 del 26-05-2009 Redazione e amministrazione via dell’Artigianato 2/2 61030 Lucrezia (PU) Tel. 0721 877272 - Fax 0721 876671 E-mail: redazione@ilmetauro.it

www.ilmetauro.it Chiuso in redazione il 23 novembre 2009 Copertina: Immagine dal volume “Saltara: storia, vita, cultura tra i banchi di scuola” di M. Federici

Abbonamenti

Puoi ricevere comodamente il giornale a casa ogni 15 giorni. U n anno (26 numeri) a 30 euro: contatta la redazione

Per la pubblicità su questo giornale pubblicita@ilmetauro.it Tel. 393 9952584

@ Contatta la redazione Per commenti, segnalare notizie, eventi e iniziative: redazione@ilmetauro.it Fax 0721 876671

Questo giornale è stampato su carta 100% riciclata

zioni della circolazione. Il sistema trasmetterà, in automatico, dalle 6 alle 22 di ogni giorno, a tutti gli iscritti un messaggio SMS di allarme predisposto dal Servizio Viabilità. L’aggiornamento continuo nelle 24 ore delle notizie ed il relativo approfondimento

viene pubblicato nel sito web provinciale citato. Per cancellarsi dal servizio è sufficiente inoltrare un messaggio telefonico con il testo 250STRADE NO al numero di cellulare 320 20 43 040 (il costo di questo messaggio è a carico del richiedente) Info: www.provincia.pu.it

.

Giancarlo Iacchini nuovo portavoce nazionale MRS È il saltarese Giancarlo Iacchini il nuovo portavoce nazionale del Movimento RadicalSocialista (MRS). L’elezione è avvenuta lo scorso 8 novembre al termine della terza assemblea nazionale del movimento alla quale hanno preso parte rappresentanti di venti tra partiti di sinistra e associazioni della società civile impegnate in tutte quelle “cause” (sociale, ambientale, democratica, della laicità e diritti civili)

portate avanti da MRS. Iacchini, residente a Saltara, giornalista, insegnante al Liceo Classico di Fano e tra i fondatori di MRS, è stato eletto per acclamazione. Una curiosità: Giancarlo Iacchini è figlio del partigiano Nello che, nel 1944, salvò la vita a Winston Churchill e il gesto è ricordato a Saltara da alcuni pannelli collocati all’angolo tra la “mombaroccese” e la strada che porta al Museo del Balì

.

ROSCIANO - Il 29 novembre il Codma ospita la seconda giornata della XXII edizione di “Sapori e Aromi d’Autunno”, manifestazione dedicata alle eccellenze enogastronomiche marchigiane. L’iniziativa, organizzata da Società Olympia Cuccurano, associazioni Olea, Viandanti dei Sapori e I Borghi del Gusto, vede la partecipazione di un cospicuo numero di aziende produttrici del territorio e della Valle del Metauro che, nonostante la difficile congiuntura economica, anche quest’anno hanno confermato la presenza alla fiera. Negli stand dei produttori aderenti a Cia, Coldiretti e Copagri, è possibile trovare il meglio delle produzioni agro-alimentari marchigiane: dal prezioso olio extravergine di oliva ai raffinati tartufi, dalla polenta ai funghi, dal vino novello, fino ai formaggi e agli appetitosi salumi, ma anche l’Oliva all’Ascolana del Piceno Dop, e le specialità di Puglia e Sardegna. Domenica stand aperti dal mattino, fra tante iniziative gastronomiche e cultural-gastronomiche. Prosegue anche il Gran Galà dell’Olio che metterà in mostra oltre 100 varietà di olive e dimostrerà ai visitatori come si ottiene l’olio mettendo in funzione un piccolo frantoio. Spazio anche a mostre d’arte, mercatino, e al laboratorio artistico dei bambini, a cura della scuola elementare Cuccurano-Carrara. In programma poi la mostra micologica regionale, il concorso “Riconosci la tua terra” e indovina “Che borgo è”, la selezione del campionato nazionale “Il Naso d’Italia”, spettacoli ed intrattenimento con il gruppo storico di Mondavio. Non solo buona tavola, ma anche un occhio di riguardo per la salute con l’iniziativa “I Sapori della vita”, spazio realizzato in collaborazione con Avis, Aido, sezioni di Fano Fondazione Lotta all’Infarto di Pesaro, in cui misurare gratuitamente la pressione arteriosa e scoprire il gruppo sanguigno

.


SERRUNGARINA / TAVERNELLE

25 novembre 2009 / IL GIORNALE DEL METAURO

PERSONE & RICORDI

Fra barba, capelli e tanti ricordi SERRUNGARINA - Il classico invito “barba e capelli” ha scandito mezzo secolo della sua vita. Lui è Amilcare Lucarelli, classe 1930, nato a Serrungarina, barbiere per passione e professione. Tradendo un pizzico di emozione ha riaperto per noi la sua bottega, teatro di tante sforbiciate, rasate e chiacchiere a più non posso. La professione l’ha “ereditata” dal padre. «A 15 anni –racconta– andavo ogni venerdì al mercato di Saltara, che a quell’epoca era il centro degli affari per l’intera zona. Li lavoravo alle dipendenze del barbiere del paese. Per due anni, poi, sono stato a scuola da un certo Guido Giovannini

Amilcare Lucarelli nella sua vecchia bottega

di Fano, finchè, all’inizio degli anni ’50, ho aperto la mia prima bottega a Serrungarina. Molto del lavoro si svolgeva

a domicilio presso le case dei contadini, in campagna». E in questi casi non era raro che, anziché con moneta

sonante, il suo servizio fosse ripagato con forniture di grano o qualche altra delizia appena colta. «La bottega –prosegue Amilcare– era frequentata anche dalla donne: c’era l’usanza di tagliare i capelli “alla maschietta” e la barbieria era il centro “nodale” delle informazioni di paese: qui si veniva a conoscenza di novità, aneddoti e pettegolezzi. Insomma, nulla di diverso rispetto a ciò che accade anche oggi. Il sapone da barba lo si faceva in casa facendo bollire sapone bianco ed aggiungendo delle mandorle amare –ricorda Amilcare– e l’impasto ottenuto emanava un odore gradevole. Poi tutto dipendeva dal “manico” e dalla capacità di usare le affilatissime lame dei rasoi. Per l’affilatura professionale di forbici e rasoio bisognava arrivare fino a Fano, da Biscottini, mentre in casa si usava la cosiddetta “strappa”, una cinta in cuoio su cui si strofinava la lama».

3

E per contrastare il problema dei pidocchi? «Eh…, quello non mancava mai –ricorda accennando un sorriso–. Il rimedio più usato era quello di cospargere il capo con petrolio e avvolgere la testa con un panno per qualche ora. Il risultato era assicurato». Una storia d’altri tempi, quando a Serrungarina c’erano ben tre negozi di generi alimentari e un forno pubblico dove si poteva portare a cuocere il pane. Ma soprattutto quando i ragazzi, lungo le vie sterrate del paese, trascorrevano il loro tempo fra curiosissimi giochi…: quarantotto, cavallina, schiaffetto e, forse il più simpatico, “amo salamo”

.

La minoranza sollecita una copertura per trasformare in palestra il campo di calcetto del plesso scolastico

Monica Ambrosini

SERRUNGARINA - «Affrontare al più presto e con interventi aggiuntivi la difficile situazione del plesso scolastico. Magari, come prospettato dal mio gruppo, realizzando una struttura per coprire il campo di calcetto già esistente e ricavare una vera e propria palestra per le attività scolastiche ed extrascolastiche». A ribadirlo è Monica Ambrosini, capogruppo di minoranza del Comune di Serrungarina, convinta che sulla vicenda del plesso scolastico «si sia perso e si continui a perdere

tempo». Con alcune interpellanze l’opposizione ha denunciato la «situazione di sovraffollamento in cui versa la struttura scolastica e le problematiche di sicurezza delle aule. La precedente amministrazione ha già speso tempo e denaro nella progettazione del plesso scolastico e nella individuazione di una strada percorribile per la sua realizzazione. Ecco perché l’attuale amministrazione non può limitarsi a portare a compimento la struttura, ma ha il dovere di contenere la problematica».

Secondo Ambrosini il Comune di Serrungarina presenta numerose risorse e potenzialità «da sostenere non in modo assistenzialista, ma applicando un principio di sussidiarietà adatto a valorizzare e collaborare con tutte le realtà sociali. Penso all’attività della Caritas locale che, in collaborazione con il Banco Alimentare, eroga pacchi cibo alle famiglie bisognose. Altre grandi risorse sono i gruppi giovanili (parrocchiali e non), la Protezione Civile, la Pro Loco e le stesse as-

sociazioni sportive. Soltanto se un’amministrazione è capace di “scommettere” su queste preziose realtà può risultare vincente, tanto più in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando». Dai banchi della minoranza, poi, si sollecitano interventi su altri problemi molto sentiti dalla cittadinanza, come la sicurezza del territorio intesa non soltanto in termini di viabilità, ma anche di prevenzione dei sempre più frequenti atti di vandalismo

.


4

CARTOCETO / LUCREZIA

IL GIORNALE DEL METAURO / 25 novembre 2009

Dietro al prezzo dell’Olio Dop Il Consorzio di Filiera ha presentato uno studio su costi e ricavi CARTOCETO - Perché una bottiglia di olio Dop Cartoceto viene venduta al prezzo di 18 euro? A questa domanda ha risposto il convegno organizzato dal Consorzio di tutela del marchio di denominazione d’origine protetta nell’ambito della XXXIII Mostra Mercato dell’olio dop Cartoceto. Il Consorzio, con il presidente Paolo Bonazelli, ha analizzato i costi e i ricavi di filiera dell’olio dop. Partendo proprio dall’agricoltore che coltiva le olive e deve sostenere i costi della manodopera per potatura manuale, cernita e raccolta di parti di potatura, sfalci d’erba, trattamenti di difesa fitosanitaria,

pulizia dell’uliveto, ma anche i costi di concimazione, di prodotti antiparassitari, di mezzi meccanici e logistici, oltre a spese generali ed imprevisti. Se si calcola un margine di contribuzione di circa il 23%, si ottiene un prezzo di 133 euro circa al quintale di oliva. Il secondo passaggio è quello del molitore che, oltre ai costi di macinatura, deve sostenere anche quelli di filtrazione e stoccaggio. Se il suo margine di contribuzione si aggira intorno al 25%, il totale del valore dell’olio prodotto è di 15,47 euro al chilo. Ultimo passaggio è quello del confezionatore che ai costi di botti-

glie ed etichette aggiunge un margine di contribuzione di circa il 33%. Si ottiene così il prezzo di 18 euro per una bottiglia di olio dop da 0,75 litri, da cui sono escluse tutte le spese commerciali fisse e quelle variabili, dalle provvigioni al trasporto. Insomma quello che al consumatore può apparire un prezzo esagerato rispetto ad un olio commerciale facilmente reperibile sugli scaffali della grande distribuzione, secondo i vertici del Consorzio «è ampiamente giustificato da una serie di costi che gli agricoltori sostengono per produrre olio dop. Costi che, ovviamente, comprendono un margine di ricavo per chi lavora nella filiera dell’olio». E intanto si ragiona sull’ampliamento dell’areale dei comuni dop che, al momento, annovera Cartoceto, Serrungarina, Mombaroccio, Saltara e parte di Fano. Il tema sarà all’ordine del giorno di una prossima riunione alla Camera di Commercio

.

La prima cuoca dop CARTOCETO - È Lauretta Di Tommaso la vincitrice della prima edizione del premio “Cuoche dop. Premio nazionale alla cucina al femminile”, organizzato dalla Confesercenti Pesaro-Urbino. Dopo tanti onori agli chef uomini, finalmente un premio che riconosce il valore delle donne che lavorano in cucina –spesso proprio all’ombra di molti colleghi maschi- e non appaiono mai. La serata di premiazione si è svolta il 20 novembre scorso al ristorante “L’Alberone” di Cartoceto. Il premio è intitolato a Teresa Lani, una delle «mamme» della cucina italiana, segnalata dalle guide e già “stel-

L’AVULSS di Lucrezia compie dieci anni

«Lavorare insieme per servire meglio

Il Vescovo Armando Trasarti, Olga Valeri, Alessandro Marconi, Luciano Vegliò

LUCREZIA - Sono dieci gli anni di impegno costante, mai urlato ma sempre teso a costruire le cosiddette “reti sociali” sul territorio con le altre associazioni, la parrocchia, l’amministrazione comunale e la scuola. In questi anni Lucrezia si è trasformata completamente e l’AVULSS (Associazione per il volontariato nelle Unità Locali dei Servizi Socio-sanitari) si è impegnata a leggere i nuovi bisogni, a segnalarli e, quando possibile, ad elaborare proposte per dare risposte concrete. Dieci anni all’insegna della gratuità assoluta espressa nell’impe-

gno da parte dei volontari di auto-tassarsi contribuendo in maniera diretta alla vita associativa, sempre e comunque nell’ottica del non ricevere alcun compenso per il servizio prestato. L’AVULSS ha deciso di festeggiare questo decennale con un corso di formazione avviato a fine settembre e inaugurato alla presenza del sindaco di Cartoceto Olga Valeri e del vescovo diocesano Armando Trasarti. Per chi avesse voglia di dedicare un po’ del proprio tempo agli altri, può contattare l’Associazione al n. 345.3170670

.

Furti nella zona artigianale, sale la preoccupazione

La premiazione di Lauretta Di Tommaso (Foto Gionata)

la” Michelin, recentemente scomparsa. Lauretta Di Tommaso è stata una delle allieve di Teresa Lani. Nel corso della serata, alla quale hanno preso parte anche il presidente provinciale Confesercenti Alfre-

do Mietti e il presidente della Camera di Commercio Alberto Drudi, sono stati assegnati anche altri riconoscimenti a: Andrea Mei, Rinaldina Valentini, Cristiana Beltrami e Silvana Fiorini

.

LUCREZIA - Preoccupa l’escalation di furti che si è verificata nei giorni scorsi nella zona artigianale di Lucrezia, in particolare in via dell’Artigianato. L’ultima ditta a finire nel mirino dei ladri è stata un centro assistenza caldaie. I ladri hanno agito in pieno giorno e sono riusciti a portare via la cassaforte dell’attività. Magro il bottino, pesanti i danni. Sul fatto indagano i Carabinieri di

Saltara. Purtroppo non è il primo episodio che si verifica nell’area artigianale e tra gli imprenditori c’è preoccupazione, tanto che chiedono una maggior vigilanza nella zona

.


MONTEMAGGIORE AL METAURO / VILLANOVA

«Troppi ritardi ingiustificati» Il Capogruppo di minoranza Ruggeri sui Lavori Pubblici a Montemaggiore MONTEMAGGIORE - «Sei mesi dopo l’insediamento della giunta vediamo pochi fatti concreti, soprattutto rispetto alle promesse che erano state fatte in campagna elettorale». È la presa di posizione di Filippo Ruggeri, capogruppo di minoranza del Comune di Montemaggiore al Metauro, in merito all’attività politica del sindaco Tarcisio Verdini. «Se escludiamo la riproposizione delle manifestazioni degli anni precedenti e il rifacimento di alcune strisce pedonali –osserva Ruggeri– i cittadini hanno visto ben poco. Nemmeno quegli interventi già finanziati dalla precedente amministrazione e pronti da appaltare: mi riferisco ai marciapiedi di Fiordipiano (30mila euro), all’arredo del centro civico di Villanova (15mila euro) o, ancora, al completamento della pub-

Filippo Ruggeri

blica illuminazione (15mila euro) e alla collocazione delle pensiline, già acquistate ma purtroppo ancora imballate nel magazzino comunale». Il capogruppo di minoranza giudica «grave e ingiustificato» il ritardo dell’avvio della

25 novembre 2009 / IL GIORNALE DEL METAURO

raccolta differenziata porta a porta, provvedimento che «avrebbe dovuto essere il segnale tangibile di una nuova politica di “sviluppo sostenibile”. Senza considerare che il progetto di raccolta differenziata di Aset Spa è pronto dallo scorso mese di giugno in virtù dell’incarico affidato dalla giunta Ciacci nel mese di gennaio 2009. Sarebbe stato sufficiente metterlo in pratica». Dalla minoranza, poi, viene un richiamo in merito «all’incertezza sulla variante di Prg in itinere. La variante è stata adottata dalla giunta Ciacci per mitigare l’intensità edilizia del centro di Villanova, creare un possibile sviluppo edilizio del capoluogo, salvaguardare l’abitato di San Liberio dalla realizzazione di capannoni industriali e per creare un autoparco per mezzi pesanti nella zona industriale. Almeno settanta cittadini hanno presentato altrettante osservazioni che sono in attesa di essere vagliate e a tutt’oggi, nonostante un’interrogazione consiliare sull’argomento presentata dalla minoranza, non si conosce la posizione dell’Amministrazione in merito alla questione»

.

La piccola “Sanremo del Metauro” FIORDIPIANO - Buon andamento della produzione e vendita del crisantemo nell’area di Fiordipiano e Villanova, nel comune di Montemaggiore. A confermarlo è Emanuele Pietrelli, titolare dell’omonima azienda florovivaistica, una delle principali della zona. In totale quest’anno sono stati messi in commercio circa 900mila steli recisi e il mercato di riferimento per la vendita è il nord-Italia, in particolare

Lombardia e Veneto. Si tratta di una produzione con una tradizione pluridecennale e che tra le colline di Montemaggiore ha trovato il microclima adatto allo sviluppo: vicinanza del mare e giusta esposizione al sole, un po’ come avviene nella più nota Riviera dei Fiori in Liguria. La produzione di crisantemi rappresenta un’importante risorsa economica per il territorio e, nel corso degli anni, si è

molto evoluta. Oltre ai crisantemi molte aziende della zona producono anche la crisantemina, altra varietà commercializzata durante tutto l’anno

.

5

Scuola-lavoro 2009

Tutti in rosa i tirocini formativi

S. IPPOLITO - L’edizione 2009 dei tirocini formativi scuola-lavoro di Sant’Ippolito ha avuto una partecipazione tutta al femminile. Dieci studentesse del 3° e 4° anno delle scuole superiori hanno avuto modo di utilizzare una parte delle vacanze estive per fare un’esperienza di contatto col mondo del lavoro. I Lo sapevate che...

Il crisantemo in Italia fiorisce alla fine di ottobre e, proprio per la concomitanza della fioritura con la celebrazione dei defunti, si è soliti attribuire a questo fiore un significato funesto. In realtà il nome, che deriva dal greco, letteralmente significa fiore d’oro e ha quindi un valore positivo. In Corea e in Cina è il fiore dei festeggiamenti (matrimoni, compleanni, ecc.); in Giappone è addirittura il fiore nazionale e la sua bellezza viene celebrata ogni anno dall’Imperatore che, in occasione della fioritura, apre al pubblico i giardini della Reggia.

“tirocini formativi” sono un progetto che viene proposto annualmente dal Comune di Sant’Ippolito in collaborazione con la BCC del Metauro. L’esperienza si è conclusa con la consegna degli attestati di partecipazione, fatta dal Sindaco Dimitri Tinti assieme a Maurizio Vitali, direttore della filiale della Banca del Metauro, alle dieci studentesse: Giulia Appiani, Susanna Baldantoni, Giada Carloni, Eleonora Clementi, Alice Letizi, Laura Luchetti, Anita Marinelli, Lisa Paradisi, Andrea Celeste Rosatelli, Fiorella Vicino. Tutte hanno affrontato questa esperienza con impegno ed entusiasmo. Queste le aziende che hanno ospitato le tirocinanti offrendo un bell’esempio di sinergia: Union Moda, Cooperativa Crescere, Ristorante Cascina delle Rose, Studio Tecnico Faraoni e Morbidelli, Agriturismo Samsara, Eco Office oltre all’Ufficio Tecnico Comunale. Nel progetto sono stati coinvolti anche il Polo scolastico “Donati” di Fossombrone , l’Istituto “Genga” di Pesaro, l’Istituto “Celli” di Piobbico ed il Centro per l’Impiego di Fano

.


6

SALTARA / CALCINELLI

IL GIORNALE DEL METAURO / 25 novembre 2009

«Grammatica dell’impegno e semantica dell’incontro» A colloquio con la dirigente dell’Istituto Leopardi Come si è aperto il nuovo anno scolastico? «In base al Dpr 89/2009 sono stati rivisti gli orari delle lezioni e delle discipline, in modo particolare della Scuola Secondaria, dove sono stati aboliti i laboratori opzionali (nelle nostre Scuole erano frequentati dal 100% degli alunni), riducendo l’orario settimanale da 33 a 30 ore. É aumentato il numero degli alunni nelle classi e, contestualmente, ridotto il numero dei docenti, soprattutto nella Scuola Primaria. Il nostro Istituto (certificato UNI EN ISO 9001) ha dovuto affrontare anche una consistente “sofferenza finanziaria”. Nonostante questo siamo riusciti a garantire la frequenza scolastica a tutti gli alunni della Scuola dell’Infanzia ed a evitare le liste d’attesa, a proporre il tempo scuola di

comunità scolastica il luogo dove coesistono la “grammatica dell’impegno e la semantica dell’incontro».

La dirigente Rosanna Valeri

30 ore nelle Scuole Primarie, ad arricchire l’offerta formativa della Scuola Secondaria anche con corsi pomeridiani di strumento musicale, astronomia, in collaborazione con il Museo del Balì, mini-guide; con progetti ambientali, interculturali, di cittadinanza e costituzione. L’alleanza fra le istituzioni, le reti sociali, rendono la nostra

Scuola e famiglia: il rapporto con i genitori? «L’alleanza Scuola-Famiglia è un requisito irrinunciabile per il successo formativo. Una prima parola chiave è allora “cooperazione” tra scuola e genitori. Le famiglie possono esercitare la loro soggettività come risorsa importante per realizzare una consapevole genitorialità, nella fase della progettazione dell’offerta formativa scegliendo il tempo-scuola, gli anticipi, i laboratori, la II lingua straniera, l’insegnamento della religione cattolica, le attività extracurriculari, nel reciproco rispetto delle loro aspettative e delle reali possibilità della scuola. Un’altra parola chiave

nell’alleanza scuola-famiglia è “condivisione” dei traguardi educativi». Scuola e immigrazione: la situazione all’Istituto Comprensivo? «La presenza di un elevato numero di alunni extracomunitari e stranieri nelle sezioni/ classi, soprattutto delle scuole del Comune di Saltara, ha indubbiamente costretto i docenti ad affrontare problemi nuovi quali l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua; il confronto con culture e religioni differenti, senza avere per altro risorse umane e strumenti e materiali didattici adeguati ed orari aggiuntivi di insegnamento. Nel nostro territorio, il fenomeno è ormai strutturale; infatti ci sono nelle classi alunni stranieri di seconda generazione sostanzialmente inclusi. Non mancano tuttavia i “nuovi arrivi”, anche ad anno scolastico iniziato che, con maggiore fatica, si integrano nella classe di appartenenza. L’accoglienza e l’inclusione sono comunque obiettivi qualificanti del nostro Piano

I numeri dell’Istituto Comprensivo 1.211 alunni 15% stranieri 12 plessi Scuole Dell’infanzia (363 alunni) “Maria Montessori” - Saltara “Carlo Collodi”- Calcinelli “G. Rodari”- Calcinelli “Don G. Bosco”- Villanova “Ten. Leo Guerrieri”- Piagge Scuole Primarie (509 alunni) “Romeo Dezi” - Saltara “Bruno Lugli” - Calcinelli “Carisio Ciavarini”- M. Maggiore “Raffaello Sanzio”- Piagge Scuola Secondaria di I° Grado (339 alunni) “Giacomo Leopardi” - Saltara “Guglielmo Marconi”- M. Maggiore

dell’offerta formativa che prevede un protocollo per l’inserimento degli alunni stranieri nelle scuole e nelle classi, per l’insegnamento della lingua italiana, per il supporto scolastico anche in orario pomeridiano, per il rapporto con i loro genitori, non sempre facile anche per le barriere linguistiche e culturali».

.

www.leopardisaltara.org

Quando lo sport diventa gioia e passione CALCINELLI - Costituita nel 2005, nel giro di appena quattro anni l’Associazione Sportiva Dilettantistica Sport Calcinelli è cresciuta molto. Come conferma il suo giovane presidente Gianluca Roscini, oggi l’associazione può vantare formazioni che si distinguono ciascuna per il suo tipo di attività: una squadra di calcio ad 11 impegnata nel campionato di terza categoria; una formazione di calcetto a 5 oggi in serie D; una squadra di Basket maschile che gioca in promozione ed,

ultima ma non ultima, una squadra di calcio a cinque tutta al femminile coinvolta nel campionato amatoriale, tra l’altro una delle poche realtà presenti nella nostra zona. In totale oltre 80 giocatori con una fascia d’età compresa tra i 17 ed i 36 anni, tutti animati da un sano spirito di competizione e soprattutto dalla voglia di stare bene insieme in modo sano! Grande novità per il 2010, l’avvio dell’attività in campo podistico. In bocca al lupo, ragazzi! www.asdsportcalcinelli.org

.


25 novembre 2009 / IL GIORNALE DEL METAURO

NUMERI UTILI _Emergenza Carabinieri 112 Polizia di Stato 113 Vigili del Fuoco 115 Emergenza sanitaria 118 _Polizia Municipale Cartoceto 0721 897022 Fano 800 094141 Montemaggiore 0721 895312 Saltara 0721 891133 Serrungarina 0721 896121 Azienda sanitaria n. 3 _Ospedali Fano 0721 882211 Fossombrone 0721 7211 _Poliambulatori Calcinelli 0721 721490 Lucrezia 0721 899023 Fossombrone 0721 721322 _Guardia Medica 0721 721485

FARMACIE DI TURNO Novembre 25 mercoledì 26 giovedì 27 venerdì 28 sabato 29 domenica 30 lunedì

VILLANOVA CARTOCETO LUCREZIA TAVERNELLE CALCINELLI PONTE DEGLI ALBERI

Dicembre 1 martedì 2 mercoledì 3 giovedì 4 venerdì 5 sabato 6 domenica 7 lunedì 8 martedì 9 mercoledì

SALTARA CUCCURANO VILLANOVA CARTOCETO LUCREZIA TAVERNELLE CALCINELLI PONTE DEGLI ALBERI SALTARA

ORARIO FESTIVO S. MESSE CALCINELLI Sabato (Postavecchia) 20.30 festivi 8.45 - 10 - 11.15 - 17 SALTARA 8.00 - 11.15 VILLANOVA Sabato prefestiva ore 20.30 Domenica ore 10 MONTEMAGGIORE 7.45 - 11.15 S. LIBERIO 16.00 CARTOCETO Chiesa parrocchiale 8.15 - 11 - 17.30 Convento S. Maria 7.00 - 10.00 Pieve (cimitero) 9.00 RIPALTA 9.45 POZZUOLO 10.00 LUCREZIA Sabato prefestiva ore 17.30 festivi 8.30 - 10 - 11.15 - 17 SERRUNGARINA Sabato prefestiva ore 17 Domenica 10.30 TAVERNELLE Sabato prefestiva 20.00 9 - 11.30 - 16.00

In cucina con...

Agenda TEATRO

il Brutto Cheffo NATALE 2009

San Costanzo - 5 dicembre Teatro Concordia, ore 21.15 Stagione Scenaridens 09/10 Nuzzo Di Biase Live Show di e con Corrado Nuzzo e Maria Di Biase Pesaro - 5 dicembre Teatro Rossini, ore 21 L’Otello di William Shakespeare (replica domenica 6, ore 17) info 0721 387620/621 Fano - dal 9 all’11 dicembre Teatro della Fortuna Il caso di Alessandro e Maria curiosa replica di una storia che ha già avuto luogo www.teatrodellafortuna.it Pesaro - via Branca 80 ore 17.15 Gran Teatro dei Ragazzi Feste Gioiose Pinocchio (28 novembre) Il pescatore magico (29 nov.) Pollicino (5 dicembre) Il pifferaio magico (6 dicembre) I tre porcellini (8 dicembre) Si consiglia di prenotare: tel. 0721 371413 - 329 0620936

CONCERTI Pesaro - 27 novembre Adriatic Arena Eros Ramazzotti Ali e Radici Tour

ENOGASTRONOMIA Fino al 6 dicembre, Weekend gastronomici, itinerari nell’entroterra della Provincia di Pesaro e Urbino. A cura di Confcommercio Tutti i ristoranti al sito: www.ascompesaro.it Fino al 30 novembre Festival del Baccalà Tutti i ristoranti al sito: www.confesercentipu.it

IN EVIDENZA Montemaggiore al Metauro 6/8/13 dicembre SEGUENDO LA COMETA MERCATINO NATALIZIO dalle ore 14.30

Pesaro - dal 5 al 7 dicembre Piazza del Popolo, dalle 10 alle 20 Paesi e Sapori Candelara - 5/6/7/8 dicembre Candele a Candelara www.candelara.com Pergola - 6/7/8/13/20 dicembre Dolce Natale al cioccolato www.prolocopergola.it Urbino - dal 15 novembre Natale a Urbino www.urbinoculturaturismo.it Macerata Feltria - 5/8 dicembre Il Paese delle Meraviglie www.ilpaesedellemeraviglie.eu

INIZIATIVE Fano - 20 dicembre Associazione “La Combattente” Torneo di scacchi Pesaro - 28 novembre Portici di Via S. Francesco Il giorno del baratto (in occasione della settimana europea della riduzione dei rifiuti) www.portalasporta.it

CINEMA Pesaro - 28 novembre Auditorium Palazzo Montani Antaldi Vedere l’archeologia XIII Rassegna di film archeologici Info: Archeoclub Pesaro tel. 0721 31738

INCONTRI E CONVEGNI

Fano - 29 novembre Codma (Mercato ortofrutticolo) Urbino - 10 dicembre Sapori e aromi d’autunno Sala Prov.le Erivo Ferri ore 17 22a edizione Fano - 10 dicembre Sala di S. Maria Nova, ore 21.15 Fano - 3 dicembre La voce del padrone: saggio Ristorante “La Lanterna” di liberalismo applicato alla Cena Futurista servitù dei media (solo su prenotazione) Di Enzo Marzo Info: Associazione Ignoranti (In Senso Laico ciclo di indi Spessore contri a cura delle Provincia di 0721 884748 - entro il 1° dic. Pesaro e Urbino) Pesaro - 6 dicembre Palazzo Gradari, ore 16 Incontro con Paolo Massobrio, giornalista ed enogastronomo che terrà lezioni sui prodotti tipici del territorio e degustazioni di vini.

7

Fano - Fino al 16 dicembre Le fiabole di Zazie Favole e letture per bambini dai 3 agli 8 anni Tutti i mercoledi alle ore 17.00 Info: Libreria Zazie tel. 0721 831603

Per tutte le tre giornate: • Presenza di standisti con proposte di prodotti artigianali, gastronomici e da regalo • Animazioni itineranti de “La Pandolfaccia” di Fano • Animazioni per bambini • Spettacolo di danza (ex teatro) a cura della scuola di danza “Vaganova” di Fano • Presentazione di alcune preparazioni di sala bar, cucina e ricevimento a cura dell’I. P.S.S.A.R. “G. Celli” - Istituto Alberghiero di Piobbico • Mostra di fotografia presso la sala ex teatro comunale di Carnaroli Emanuele e Alessi Marco • Mostra di pittura della professoressa Piera Tombari • Possibilità di visitare il “museo storico del fiume” e il tradizionale ”presepe artistico” parrocchiale domenica 6 dicembre • Gruppo folcloristico “Umbria Folk” di Panicale (PG) • Coro “I Cantori della Città Futura” dell’Unione Pian del Bruscolo, presso ex teatro comunale lunedì 8 dicembre • Gruppo folcloristico “Monkey Business” di Venezia • Coro “I Cantori della Città Futura” dell’Unione Pian del Bruscolo, (ex teatro) domenica 13 dicembre • Gruppo folcloristico “Li Zenzeri” di Mondaino (RN) • Coro dei bambini della scuola materna Si può cenare nella tensostruttura riscaldata e animata balli, karaoke e giochi. Bus navetta gratuita da Villanova e da Via Piagge.

VISITE GUIDATE Tournée Alla scoperta dei teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino Le visite guidate: 29/11 ore 17.30 - Teatro Comunale di Cagli Informazioni: 0721 359424 rif. Isabella Marini (lu-me ore 12.00-13.30)

Zuppetta di Cicerchie e Seppioline Ingredienti per 4 persone: 250 gr di Cicerchie secche 400 gr di seppioline non pulite 1 costa di Sedano 2 Carote 1 Cipollotto fresco 1 spicchio d’aglio 2 o 3 pomodori pelati, scolati dal loro succo 1 mazzetto di prezzemolo 1 cucchiaino da caffè di bicarbonato Sale, peperoncino, olio extravergine di oliva Procedimento: Mettere a bagno la sera prima le cicerchie, dopo averle accuratamente sciacquate più volte. Pelate l’esterno della costa di sedano, sbucciate il cipollotto e pelate la carota. Tagliate il tutto a dadini abbastanza piccoli. Ponete sul fuoco un tegame basso e largo, aggiungete un filo d’olio extravergine d’oliva, le verdurine a dadini e uno spicchio d’aglio “in camicia”, ossia non pelato, in modo da profumare, ma non eccessivamente, il soffritto e non appesantire la digestione. Lasciate cuocere per pochi minuti il tutto (non fate soffriggere tanto, giusto un po’) e aggiungete la cicerchia. Rosolate per bene, aggiungete un po’ di brodo vegetale e continuate la cottura a fuoco medio. A questo punto, aggiungete un cucchiaino raso di bicarbonato, che servirà ad ammorbidire le bucce della cicerchia e a facilitare la cottura. Abbiate cura di aggiungere il brodo poco alla volta ad intervalli regolari, fino a cottura completa. Nel frattempo, togliete l’osso alle seppioline, e ponete una padellina antiaderente sul fuoco, con un filo d’olio. Fate saltare a fuoco forte le seppioline per pochi secondi, in modo da dorarle, e aggiungete i pomodori pelati a pezzetti. Regolate di sale e peperoncino. Servite la zuppetta di cicerchie non troppo liquida, ed in ogni piatto mettete qualche cucchiaiata di seppioline saltate e una spruzzata di prezzemolo. Buon appetito! http://ilbruttocheffo.wordpress.com/


8

IL GIORNALE DEL METAURO / 25 novembre 2009

Il Metauro n. 02 2009  

Quindicinale di notizie della Valle del Metauro, regione Marche - Italia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you