Page 1

Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma

€ 0,50

B5230911

Seguendo le Vie Dal 14 al 22 ottobre torna il festival di Ert In scena gli spettacoli più rappresentativi della scena contemporanea europea

ARTE

Alla Galleria Civica si inaugura la più grande personale italiana dedicata a Josef Albers

COMUNALE

A ottobre prendono il via tutte le Stagioni: d’Opera, Balletto e la Concertistica

MUSICA

Riprendono gli appuntamenti con la Gioventù Musicale di Modena e gli Amici della Musica


Grandezze Meraviglie

XXVIII Premio Abbiati della Critica Musicale

XIV FESTIVAL MUSICALE ESTENSE 1 ottobre - 3 dicembre 2011

MODENA VILLA SORRA SASSUOLO SOLIERA VIGNOLA & FUSIGNANO

ATTIVITÀ COLLATERALI

CONCERTI

Sabato 22 ottobre, Chiesa di S. Carlo ore 21.00 L’ARTE DEL VIOLINO: SEICENTO ITALIANO Ensemble Aurora, Enrico Gatti violino e direzione Venerdì 28 ottobre, Chiesa del Voto ore 21.00 MODENA & VENEZIA: CAPITALI MUSICALI BAROCCHE da Marco Uccellini ad Antonio Vivaldi Ruta Vosyliute soprano, Gloria Petrini contralto I Musicali Affetti, Fabio Missaggia violino e direzione In occasione del convegno Modena Barocca Sabato 12 novembre, Teatro S. Carlo ore 21.00 BERLINO & DRESDA: ARCHI E VOCI D’EUROPA Julia Kirchner soprano, Academia Lipsiensis

VILLA SORRA

Sabato 15 ottobre, Chiesa di S. Carlo ore 21.00* BATTAGLIE E FOLLIE D’ARCHI A. Corelli, F.I. Biber, F. Geminiani European Union Baroque Orchestra, Enrico Onofri direttore

Domenica 2 ottobre, Villa Sorra ore 17.30 PADRE E FIGLI: LA FAMIGLIA BACH Claudio Astronio clavicembalo Domenica 9 ottobre, Villa Sorra ore 17.30 SPLENDIDO FRAMMENTO F.M. Veracini, R. de Visée, A. Vivaldi Blu Ensemble, Valerio Losito violino Simone Vallerotonda, tiorba

Mercoledì 5 ottobre, Palazzo Ducale ore 21.00 SUONI LA TROMBA! musiche di G.F. Händel, G. Torelli, A. Vivaldi Gabriele Cassone tromba Brixia Musicalis, Elisa Citterio violino e direzione

SASSUOLO

MODENA

Sabato 1 ottobre, Chiesa di S. Carlo ore 21.00* ORATORIO DELL’ASCENSIONE BWV 11 DI J.S.BACH e brani di A. Caldara, T. Albinoni, B. Marcello, A.Vivaldi Coro e Orchestra di Villa Contarini Alfredo Bernardini direttore

Mercoledì 12 ottobre, Palazzo Ducale ore 21.00 PER FLAUTO: À L’ITALIENNE & À LA FRANÇAISE Kerstin Fahr flauti Louis-Noël Bestion de Camboulas clavicembalo

I LINGUAGGI DELLE ARTI: STILE ITALIANO A cura di Enrico Bellei e Sonia Cavicchioli

Martedì 18 ottobre, sala dell’Oratorio, Palazzo dei Musei ore 21 ELEGANTIAE. Il gusto del vestire nello stile all’italiana, con Paola Goretti Martedì 25 ottobre, ex Ospedale S. Agostino ore 21 NATURA E IDEA: la pittura emiliana del Seicento, con Lucia Peruzzi Sabato 29 ottobre, sala dell’Oratorio, Palazzo dei Musei ore 17.30 DALL’INCUNABOLO ALL’E-BOOK con Giorgio Montecchi Mercoledì 16 novembre, ex Ospedale S. Agostino ore 21 L’ETÀ LIQUIDA. Immagini della cultura postmoderna con Massimiliano Panarari Sabato 19 novembre, Chiesa di S. Biagio ore 16 - su prenotazione VISITA A SAN BIAGIO. Visita guidata, con Simone Sirocchi Martedì 22 novembre, sala dell’Oratorio, Palazzo dei Musei ore 21 GLI ANGELI MUSICANTI DI VALENCIA, con Alessandra Bigi Iotti Martedì 29 novembre, Ex Ospedale S. Agostino ore 21 IL GIARDINO ALL’ITALIANA, con Carlo Mambriani

PROGETTO GIOVANI: ANTICO È MODERNO PER GIOVANI VIDEOMAKER

Collaborazione alle riprese dei concerti NetGarage

Sabato 3 dicembre, Galleria Estense ore 17.30 STILE ITALIANO: saggio con la partecipazione straordinaria di Gloria Banditelli e Lavinia Bertotti Ingresso libero * Trasmissione in diretta video da Modena all’Auditorium Arcangelo Corelli di FUSIGNANO

SOLIERA

Mercoledì 30 novembre, Chiesa di S. Agostino ore 21.00 GRANDE VESPRO VENEZIANO (1640) Orchestra e solisti del Conservatorio Reale dell’Aja Charles Toet direttore

IL FESTIVAL OSPITA: Domenica 16 ottobre, Castello ore 17.30 Ingresso libero dalle ore 15.30, posti limitati DOLCISSIME CATENE. PASSIONE, AMORE, BELLEZZA nella musica emiliana e italiana del Seicento Laura Crescini soprano, Michele Barchi clavicembalo (precede, alle 16, incontro con lo scrittore Giuseppe Pederiali)

VIGNOLA

Domenica 27 novembre, Galleria Estense ore 17.30 VIOLONCELLI IN FUGA: DA BACH A BRITTEN Gaetano Nasillo violoncelli

Giovedì 20 ottobre, Rocca ore 21.00 IL CONCERTO IDEALE ALL’ITALIANA A. Scarlatti, A. Vivaldi, G. Ph. Telemann MASTERCLASS Ensemble Il Concerto Ideale Petr Zeifart flauto e direzione, Michele Barchi clavicembalo in collaborazione con: Cubec e Istituto Vecchi-Tonelli Sabato 19 novembre, Rocca ore 21.00 OMAGGIO A J.S. BACH Chiara Banchini violino, Marco Brolli flauto traversiere Gaetano Nasillo violoncello, Michele Barchi clavicembalo

Presentazioni concerti a La Feltrinelli, con Enrico Bellei giovedì 29 settembre e mercoledì 2 novembre ore 18.00

PER LE SCUOLE su prenotazione Mercoledì 12 ottobre, Sassuolo, Palazzo Ducale ore 11.00 PER FLAUTO: À L'ITALIENNE & À LA FRANÇAISE K. Fahr flauti, N.B. de Camboulas clavicembalo Sabato 15 ottobre, Modena, Chiesa di S. Carlo ore 16.30 Concerto gratuito per studenti e famiglie BATTAGLIE E FOLLIE D’ARCHI European Union Baroque Orchestra, E. Onofri direttore Venerdì 28 ottobre, Modena, Chiesa del Voto ore 11.00 MODENA & VENEZIA: CAPITALI MUSICALI BAROCCHE I Musicali Affetti, F. Missaggia violino e direzione Sabato 19 novembre, Vignola, Rocca ore 11.00 OMAGGIO A J.S. BACH, con C. Banchini violino, M. Brolli flauto traversiere, G. Nasillo violoncello, M. Barchi clavicembalo

1-3 dicembre, Modena STILE ITALIANO con Gloria Banditelli e Lavinia Bertotti iscrizioni: http://myschool.belcanto.it

Anonimo sec. XVII (Michele Grandi?), flauto dolce, marmo di lumachella, Modena, Galleria Estense (foto Paolo Terzi)

Promosso da

ASSOCIAZIONE MUSICALE ESTENSE

Comune di Modena

Con la partecipazione di

FONDAZIONE Cassa di Risparmio di Modena

Con il contributo di

Direzione artistica di Enrico Bellei Biglietti € 10 (ridotti da € 3 a € 7) Biglietteria on line: http://www.grandezzemeraviglie.it/bigliettionline.shtml Informazioni e prenotazioni Grandezze & Meraviglie Via San Michele, 40 - 41121 Modena Tel. 059 214333 - 345 8450413 festival@grandezzemeraviglie.it

www.grandezzemeraviglie.it

Regione Emilia Romagna

Comune di Sassuolo

Città di Vignola

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia

Fondazione Collegio San Carlo

Delegazione di Modena

Sponsor

Provincia di Modena

Banca popolare dellʼEmilia Romagna GRUPPO BPER

CON IL PATROCINIO DI Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi - Archivio di Stato di Modena - ERGO, Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori - Ministero per i Beni e le Attività Culturali: Biblioteca Estense Universitaria - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Lettere e Filosofia IN COLLABORAZIONE CON Associazione Amici dei Musei – Associazione Circuito Cinema – Circolo degli Artisti – Circuito Lombardo di Musica Antica – Comune di Castelfranco Emilia – Consorzio tra i Conservatori del Veneto – CUBEC, Musica e Servizio Cooperativa Sociale – Fondazione Fotografia, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena – Fondazione Nikolai Ghiaurov – Fondazione Teatro Comunale L. Pavarotti di Modena – Galleria Civica – Galleria Estense – Hochschule für Musik und Theater Felix Mendelssohn Bartholdy Leipzig – Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi/Tonelli – Koninklijk Conservatorium Den Haag (Conservatorio Reale dell’Aja) – La Feltrinelli, Modena – Museo Civico d’Arte – NetGarage, Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Modena – Nuove Settimane Barocche di Brescia – Regione Emilia-Romagna: Assessorato alla Cultura, Agenzia Informazione e Ufficio Stampa della Giunta Regionale, Magazzini Sonori e RadioEmiliaRomagna, Lepida Tv, Unione dei Comuni della Bassa Romagna – UTE, Università per la Terza Età – Villa Sorra


o

in sommario primopiano

i

pag. 04 - 05 A Modena, Carpi, Vignola, Castelfranco e Rubiera dal 14 al 22 ottobre gli spettacoli di Vie Scena Contemporanea Festival pag.06-07 Alla Galleria Civica apre la grande mostra dedicata a Josef Albers pag. 08-09 Un ballo in maschera dà il via

r

alla Stagione d’Opera del Teatro Comunle

arte pag.10 Prosegue all’ex Ospedale Sant’Agostino la mostra di Ansel Adams pag.13

a

Inaugurata a Mirandola una personale di Gianni Berengo Gardin

cinema pag.14-15 Riapre la Sala Truffaut con rassegne su John Huston, Piavoli e incontri con

Editore Edicta p.s.c. via Torrente Termina 3/b n. iscrizione ROC: 9980 43124 PARMA www.edicta.net Per la pubblicità Tel. 0521258210 Tiratura 12.000 copie Stampa Stamperia s.c.r.l. – PARMA

m

inaugura celebrando Mahler pag. 27 Andrea Bacchetti apre la stagione degli Amici della

o

teatro pag.30 - 31 La Gauthier Dance Company apre la Stagione di danza del Teatro Comunale

s

in carcere. Partono le stagioni del Teatro Michelangelo e del Teatro Fabbri di Vignola pag. 34 ll Girolamo Savonarola di Don Gallo apre la rassegna T come Teatro.

incontri pag. 36-37 Al San Carlo ripartono le lezioni e il 28 e 29 vanno in scena Le Leggi di Platone. Alla Biblioteca Delfini Francesco Carofiglio apre la rassegna Autori in zona pag.38-39 Al Monzani per il Forum Eventi, Gianni Riotta, Erri De Luca e Catherine Spaack. Nelle Biblioteche cittadine al via Il mese della scienza per ragazzi pag.40-41 Un convegno per il Festival dell’Architettura. In provincia al via gli appuntamenti di Suggestioni fra le torri pag.42-43 Dal 29 torna Skipass e il 16 apre il Parco della Terramara

i

Carpi pag.44-45 Dall’1 al 16 Tipici Dop in festa. Celebrazioni per il Teatro Comunale

il Mese Modena In tutte le edicole di Modena e provincia, e distribuito gratuitamente in città: Comune di Modena, Informagiovani/IAT, Biblioteca Delfini, Provincia di Modena, Teatro Storchi, Teatro delle Passioni, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Sala Truffaut In provincia a Carpi: Comune, Biblioteca Arturo Loria, IAT, Urp QuiCittà a Castelfranco Emilia: Assessorato Cultura a Vignola: Fondazione, Rocca

Buono acquisto per una copia di

Spedizione in a.p. -45% - art.2 comma 20/b legge 662/96 - filiale di Parma

Erika Varesi - Edicta via Torrente Termina 3/b 43124 PARMA Tel. 0521251848 Fax 0521907857 mesemodena@edicta.net

primo ottobre il festival Grandezze e Meraviglie pag. 22 La nuova stagione della GMI

pag.32-33 Il 28 e il 29 tra Storchi e Passioni gli spettacoli della rassegna Stanze di Teatro

Per informazioni e contatti Redazione de Il Mese di Modena: Marina Leonardi - Edicta via S. Chiara 14 41100 Modena Tel. 0592034854 leonardi@edicta.net

musica

Musica pag. 27 Al Vox di Nonantola concerti di Francesco De Gregori e Yann Tiersen

.

Direttore responsabile Simone Simonazzi, simonazzi@edicta.net Art director Pietro Spagnulo, spagnulo@edicta.net Redazione Marina Leonardi, Dalila Borrelli, Alberto Morsiani, Alessia Pelillo, Erika Varesi Hanno collaborato Serena Arbizzi, Carlotta Catellani, Letizia De Felice, Eugenio Fedolfi, Paolo Franceschi, Daniele Gianfreda, Micol Lombardi, Annalisa Malavolta, Silvia Mezzadri, Bianca Morsiani, Greta Ronchetti, Vittorio Signifredi, Pietro Terzi

a S.Marino. Si vota on line per il ViaEmiliaDocFest e parte l’Ozu Film Festival

pag.18-19 Il 23 ottobre apre la Stagione concertistica del Comunale pag.20-21Dal

n

Aut. Tribunale di Parma n. 9 del 24.03.2003 ISSN 1827-5958 euro 0,50 Il Mese di Modena n.100

m

gli autori pag.16-17 Al via la Vetrina del 7Bis a Modena e la rassegna Prima all’Ariston

NATURA!

Dal 16 al 18 settembre la nuova ediz ione del Festivalfilosofi a con oltre 50 lezioni mag istrali, spettacoli, reading e film . Tra le mostre la monografic di Ansel Ada a ms prodotta da Fondazione Fotografia

€ 0,50

Valido fino al 31 diCeMBRe 2011 PER L’EDICOLANTE: DA RESTITUIRE ALL’AZIENDA DI DISTRIBUZIONE GIORNALI www.edicta.net

PROVINCIA

Il Poesia Festiv al torna dal 22 al 25 settembre nei comuni dell’Un ione terre di caste lli

B4980811

MUSICA

Il 6 settembre in piazza Grand e ritorna il conce rto commemora tivo Pavarotti nel cuore

CARPI

Tanti appuntamen ti per la Festa del Racconto che si tiene dal 29 settembre al 2 ottobr e


di alessia pelillo

Teatro d’oggi Le nuove Vie Nuova edizione per il festival che porta a Modena e in diversi comuni il meglio della scena europea Sul palcoscenico dal 14 al 22 ottobre gli spettacoli di Delbono, Brie, Manfredini, Okada e altri ancora

“V

ivere nel teatro. Attraversando l’oggi”, titolava così l’introduzione del Direttore di Ert Fondazione Pietro Valenti alla ricca brochure della scorsa edizione di VIE Scena Contemporanea Festival 2010. Alle soglie del nuovo allestimento di VIE 2011, in piena occupazione del Teatro Valle di Roma da parte di artisti e tecnici contro la cattiva amministrazione degli spazi e delle politiche culturali del nostro paese, ci sembrano ancora urgenti le sue parole: “Non è possibile nascondere le difficoltà in cui operano le realtà più vive del nostro teatro, non possiamo essere indifferenti al grido che viene da tutto il mondo teatrale, nonostante la palpabile crescita artistica assistiamo a una totale mancanza d’impegno da parte della politica nei confronti di un settore che ha l’assoluta necessità d’investimenti certi”. Questa settima edizione del festival apre con la scelta, forte, di Ert di confermare

In apertura Edit Kaldor “C’est du Chinois”. Nel testo a sinistra una scena dallo spettacolo di Pippo Del Bono, a destra Tashiki Okada; in basso Alexander Balanescu (foto L. Porrazzini)

“quale sia il teatro che vogliamo, che ci appartiene”. Si rinnovano così sinergie importanti per riunire in un festival artisti di fama internazionale. Dal 14 al 22 ottobre VIE saprà ancora una volta battere i sentieri della scena contemporanea verso

Krzysztof Warlikowski

Alvis Hermanis

Angélica Liddell

Racconti africani da Shakespeare è tra gli appuntamenti più attesi di tutto il Festival. Un grande allestimento che porta a Modena in esclusiva assoluta, a pochi giorni dal debutto mondiale al Theatre de la Place di Liegi, l’ultima creazione del polacco Krzysztof Warlikowski. Shakespeare è per lui autore di elezione, e qui reinventa tre delle sue celeberrime tragedie: Otello, Il Mercante di Venezia e Re Lear, ambientandole nell’Africa dei nostri giorni.

Il direttore artistico del Teatro di Riga Alvis Hermanis torna a Modena con Kapusvctki Graveyard Party, una“Festa da funerale” . Con un lavoro di osservazione di natura quasi antropologica, da oltre sette anni Hermanis e la sua Compagnia documentano con interviste, racconti e fotografie questa particolare tradizione lettone mettendola a confronto con altre culture per cogliere, attraverso il rito, la profonda relazione che lega i vivi ai morti.

La spagnola Angélica Liddell con Te haré invencible con mi derrota è al suo debutto assoluto in Italia. Protagonista indiscussa della scena europea, è un’artista eclettica e inquieta: interprete, regista e drammaturga ma anche poetessa e artista visiva. Le sue creazioni sono spesso di grande impatto emotivo, ai limiti della crudezza. A VIE presenta questo omaggio alla violoncellista britannica Jacqueline Du Pré, prematuramente scomparsa nel 1987 per una malattia incurabile.

19 e 20 ottobre Teatro Comunale Pavarotti, Modena

Scelti per voi

un teatro che si ibrida con la danza e con la musica e si dividerà tra Modena, Carpi, Vignola, Castelfranco Emilia e Rubiera (saranno disponibili navette gratuite su richiesta da Modena per le altre località). I nove giorni di festival saranno densi di appuntamenti, un programma

[04] - il mese ottobre \2011

15 e 16 ottobre Teatro Storchi, Modena

21 e 22 ottobre Teatro Comunale, Carpi


p r i m o p i a n o iniziative collaterali

La mostra Overground con foto di Luca Del Pia VIE presenta quest’anno il progetto Overground, che si declina in due esiti differenti: una mostra fotografica curata dal fotografo Luca Del Pia che ospita quattro azioni teorico-performative delle quali saranno protagonisti Eleonora Sedioli-Masque/Piersandra Di Matteo, Francesca Proia/Adele Cacciagrano, MK/Tihana Maravic e Cristina Rizzo/Lucia Amara rispettivamente nei pomeriggi di 16, 20, 21 e 22 ottobre nello spazio dell’esposizione presso l’ex Ospedale Sant’Agostino; e il volume, edito dalla casa editrice Boiler, che raccoglie l’esito delle riflessioni

ricco e multiforme con ospiti italiani e internazionali che, con i loro spettacoli e performance, si alterneranno su dieci palcoscenici nelle cinque città del Festival. Tra i più attesi il ritorno a Modena del lettone Alvis Hermanis e del giapponese Tashiki Okada, ma anche del regista polacco Krysztof Warlikowski con i suoi Racconti africani da Shakespeare dell’eccezionale durata di sei ore. Tra gli italiani, fondamentale il ritorno di Pippo Delbono con due performance, Dopo la battaglia e Amore e Carne che ci condurrà lungo un sentiero musicale e poetico nato dall’eccezionale incontro con la danzatrice Marigia Maggipinto, storica componente della compagnia di Pina Bausch, e con Alexander Balanescu, virtuoso del violino e qui autore della colonna sonora che

teoriche e le immagini della mostra, presentato sabato 22 ottobre alle ore 12 presso la Biblioteca Delfini di Modena. La mostra apre il festival il 14 ottobre alle ore 18 e lo accompagna per tutta la durata (chiusa però lunedì 17 ottobre). accompagna lo spettacolo. Troveremo un Amleto mai visto prima, interpretato da Danio Manfredini che presenterà al festival un’anteprima delle sue ultime fatiche, ma anche una nuova produzione tutta al

Nacera Belaza

Richard Maxwell

Dopo Le Cri, torna Nacera Belaza con la nuova creazione Les Sentinelles, ispirata a Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati. La danzatrice algerina, in scena con la sorella Dalila, tocca territori difficili apparentemente in contraddizione con il movimento della danza, perché tendono all’immobilità: l’attesa dei soldati del romanzo di Buzzati si trasforma in una trance di micro movimenti in cui il gesto diventa sorpresa, l’intensità poesia e il pubblico deve stare di vedetta.

Per la prima volta a VIE il regista statunitense Richard Maxwell, direttore del New York City Players, con Vision Disturbance di Christina Masciotti. Lo spettacolo è affidato a due grandissimi interpreti del N.Y.C. Players per indagare la reciproca relazione e la scoperta dell’altro tra una donna con problemi di vista, perché ha perso la profondità di campo, e il suo medico, specialista che cura con terapie alternative. Un teatro del reale lontano dal realismo.

21 e 22 ottobre Teatro delle Passioni, Modena

19, 20 21 e 22 ottobre Teatro Herberia, Rubiera

femminile del regista Antonio Latella che porta a VIE Twins e Atlanta, due dei cinque episodi del suo Francamente me ne infischio ispirato al romanzo di Margareth Mitchell Via col vento. Presenza costante quanto importante sarà quella di Virgilio Sieni quest’anno con La ragazza indicibile, ultimo progetto da un testo di Giorgio Agamben sul mito di Kore, rapita da Ade, dio dell’oltretomba. Prodotto da Ert Fondazione, l’ultimo lavoro del regista César Brie Karamazov, realizzato con un gruppo di giovani attori che seguono un percorso di qualificazione e professionalizzazione sotto la sua guida, sarà presentato in anteprima così come diversi progetti artistici di compagnie emiliano-romagnole, relativamente giovani ma affermate sul territorio. è il caso di Fanny e Alexander che si lasciano ispirare dalla leggendaria figura di Lawrence d’Arabia per T.E.L., nuovo progetto triennale che vede in scena due attori collocati uno a Modena e uno a Firenze, lontani nello spazio e protesi verso lo stesso irriducibile fantasma; o di Motus che porta al festival un workshop d’azione/scrittura creativa che si inserisce nel loro nuovo progetto The Plot; e ancora segnaliamo la presenza dei giovani romagnoli Menoventi, per la prima volta a VIE con L’uomo della sabbia Capriccio alla maniera di Hoffmann. Oltre a questi, tanti altri appuntamenti nel ricco programma da consultare per esteso sul sito www.viefestivalmodena.it tra cui incontri sulle tematiche teatrali (Per ora labora condotto da Piergiorgio Giacchè), presentazioni di libri (con Marco De Marinis, Piersandra Di Matteo, Luca Del Pia). Info: www.viefestivalmodena.com


di marina leonardi

Josef Albers a tutta Civica

La mostra dedicata al bravo maestro del Bauhaus aprirà l’8 ottobre nelle due sedi di Palazzo Santa Margherita e alla Palazzina dei Giardini Ducali Il più esaustivo allestimento mai realizzato in Italia

C

olpo grosso per Marco Pierini che in tempi di vacche, non magre, magrissime è riuscito ad allestire a Modena una mostra di respiro internazionale come quella dedicata a Josef Albers. Evento che, con la mostra di Ansel Adams di Fondazione Fotografia (ricordiamo che la FCRMO è comunque coproduttrice della mostra di Albers), trasforma la nostra città in una delle capitali nazionali dell’arte. La retrospettiva dedicata al grande maestro del Bauhaus, curata come dicevamo dal direttore della Galleria Civica inaugurerà l’8 ottobre alle 18.00 nei due spazi espositivi di Palazzo Santa Margherita e della Palazzina dei Giardini. La mostra, la più ampia mai organizzata in Italia, intende ricostruire il percorso di Albers in tutte le sue fasi salienti, dagli anni del Bauhaus di Weimar, di Dessau e di Berlino a quelli del Black Mountain College, della Yale University, a quelli, infine, nei quali – lasciato l’insegnamento – si dedicò esclusivamente

alla pittura. La retrospettiva, è stata organizzata con la collaborazione della Josef & Anni Albers Foundation di Bethany (Connecticut) che ha prestato, con una sola eccezione, le 179 opere esposte. Importantissimo poi il contributo della Terra Foundation for American Art di Chicago che ha supportato il progetto con 50.000 dollari. Del periodo del Bauhaus, la straordinaria scuola fondata da Walter Gropius di cui Albers è stato prima allievo e poi ininterrotta-

Variant/ Adobe, 4 Central Warm Colors Surrounded by 2 Blu on blotting paper mounted on wood 25,4 x 33,02 cm. Nel te masonite 101,6 x 101,6 cm - Josef & Anni Albers Foundatio

mente docente fino alla chiusura, sono esposte 12 opere in vetro realizzate dal 1921 al 1932, 29 fotografie e photocollage, una piccola selezione di xilografie e di gouache e alcuni mobili. Se i vetri denunciano già con pienezza il rigore della composizione e lo straordinario sentimento del colore che caratterizza la successiva e più celebrata pittura a olio di Albers, le fotografie rappresentano la testimonianza di un occhio attento e appassionato, capace di sottrarre i volti degli amici e dei colleghi (Klee, Kandinsky, Gropius) alla dimensione quotidiana

LEZIONI

E non c’è niente da capire col direttore Marco Pierini Riprende E non c’è niente da capire il corso di avviamento all’arte contemporanea aperto a tutti e rivolto, in particolare, a chi ritiene di avere una difficoltà di lettura o di comprensione nei confronti degli esiti più recenti della ricerca artistica. Le quattro lezioni autunnali saranno dedicate all’analisi dei fecondi rapporti instauratisi - a partire dalla seconda metà degli anni Cinquanta e senza alcuna soluzione di continuità - tra le arti visive e la musica Pop e Rock. Si vedrà come il linguaggio dell’arte abbia attinto dall’universo della musica giovanile e viceversa, come la videoarte e il videoclip, la pittura e la grafica degli album musicali, la performance e il concerto abbiano più di un punto di contatto e, talvolta, addirittura gli stessi protagonisti. Le lezioni, ospitate nella sala conferenze della Biblioteca Delfini, saranno tenute dal direttore della Galleria Civica Marco Pierini con il seguente calendario: mercoledì 26 ore 17.30-19, Così vicine, così lontane. Le arti visive, la musica Pop e la cultura giovanile; mercoledì 9 ore 17.30-19, Una banana firmata Andy Warhol. Le arti visive e la grafica applicata alla musica.

[06] - il mese ottobre \2011

Informazioni per la visita La mostra inaugura l’8 ottobre alle 18 a Palazzo S. Margherita e Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande e resterà aperta fino all’8 gennaio 2012. Orario: martedì-venerdì 10.30-13.00; 15.0018.00; sabato domenica e festivi 10.30-19.00; lunedì chiuso. Info: tel. 059203911 – www.galleriacivicadimodena.it


p r i m o p i a n o Focus È con Memo i bambini incontrano l’arte Si apre la nuova stagione del laboratorio didattico per bambini dai 4 agli 11 anni I bambini incontrano l’arte contemporanea, a cura del Settore Istruzione del Comune di Modena, in collaborazione con Memo Multicentro Educativo Sergio Neri e incentrato sulla mostra di Josef Albers. Le opere in mostra, collage con vetri colorati e ancora la grande selezione di dipinti a olio dalle serie “Varianti” e “Omaggio al quadrato” con le loro geometrie e i loro colori sono altamente recepibili dai bambini e riproducibili. A partire da sabato 15 ottobre i bambini accompagnati dai genitori potranno accedere liberamente e senza prenotazione ai locali del primo piano di Palazzo Santa Margherita nelle seguenti giornate: sabato 15, 22, 29 ottobre e 5 novembre dalle 15.00 alle 17.30; domenica 16, 23, 30 ottobre e 6 novembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30.

ues 1947 olio su carta assorbente montata su legno / oil esto Homage to the Square 1963 olio su masonite / oil on on, Bethany (CT)

e allo stesso tempo di rivelare straordinarie geometrie, forme e cadenze nascoste nella natura e nelle cose. Di particolare interesse i mobili disegnati in questo periodo, che uniscono una spiccata funzionalità alla purezza di linee e a una forte inclinazione per i diversi materiali e la loro combinazione (vetro, legni, stoffe). Alla chiusura del Bauhaus, nel 1933 a seguito delle pressioni naziste, Josef Albers accetta una cattedra al Black Mountain College (North Carolina), scuola altamente innovativa e sperimentale fondata proprio in quell’anno, nella quale insegneranno anche

John Cage, Merce Cunningham e di nuovo Walter Gropius (mentre tra i suoi allievi vanno almeno menzionati Robert Rauschenberg, Cy Twombly, Kenneth Noland). L’approdo alla pittura a olio – sempre a spatola, cavando il colore direttamente dal tubetto – avviene proprio durante il primo periodo americano, ed è rappresentato in mostra da una decina di dipinti della seconda metà degli anni Trenta e degli anni Quaranta, nei quali è già ampiamente manifesta l’attentissima cura dell’artista per i rapporti cromatici e la loro percezione fisica, preludio alle più note serie “Varianti” (1947-1952) e “Omaggio al quadrato” (1950-1976). Alla prima è dedicato ampio spazio alla Palazzina dei Giardini, mentre il vasto ciclo della maturità occupa per intero la sala grande di Palazzo Santa Margherita: la scansione inizia con il primo Omaggio al quadrato dipin-

to da Albers nel 1950, generoso prestito di un’importante collezione privata americana, e attraverso una selezione cronologicamente disposta di opere di formato e tonalità diverse, si conclude con l’ultimo “omaggio”, compiuto a poche settimane dalla morte dell’artista, il 25 marzo 1976. Sono infine esposte le sette copertine di dischi disegnate per la Command Records di Enoch Light, con l’innovativa confezione apribile (“gatefold sleeve”), la cui invenzione si deve proprio alla collaborazione fra Albers e Light. Visita guidata venerdì 28 ottobre senza prenotazione, con partenza dalla Palazzina dei Giardini alle 17.30, e conclusione a Palazzo Santa Margherita dove sarà offerto ai partecipanti un aperitivo. Catalogo bilingue di Silvana Editoriale, con materiali inediti.

atelier d’artista

Insieme alla scoperta di Andrea Capucci Con la visita guidata all’atelier di Andrea Capucci, prevista per il 19 ottobre alle ore 18 riprendono gli appuntamenti dell’iniziativa Atelier d’Artista, programma di itinerari dedicati all’arte contemporanea organizzato dalla Galleria Civica nel corso del quale il direttore Marco Pierini, guiderà il pubblico alla scoperta dei luoghi in cui vengono create e prodotte le opere, introducendo i visitatori a una conversazione con gli artisti. Capucci, pittore e scultore è nato a Modena nel 1965 dove vive e lavora.

Ha frequenta l’Istituto d’arte di Modena, gli studi di Architettura a Firenze e quelli di scultura a Bologna. Ha partecipato a diverse personali e collettive tra le quali la Biennale Giovani Artisti (Valencia), Premio Suzzara (Mantova), “La collezione della Galleria Civica di Modena. Raccolte”. Illustra libri di poesia e la sua ricerca si è indirizzata alla progettazione e alla realizzazione di sculture per lo spazio urbano in rapporto all’architettura. Da alcuni anni il suo studio è diventato luogo d’incontro pubblico per artisti.

La partecipazione all’iniziativa è a iscrizione e gratuita. Prenotazioni al numero 059 203 2919 dalle 10,30 alle 13,00 o all’indirizzo biglietteria.galleria.civica@ comune.modena.it

primopiano

Il 19 ottobre riprendono le visite agli studi dei pittori modenesi


di marina leonardi

Ecco levarsi il sipario sulla Stagione d’Opera L

a scure dei tagli alla cultura non ha intaccato il cartellone d’Opera del Teatro Comunale 2011-2012 che gode anche di un finanziamento del Ministero dello Spettacolo per cui si deve ringraziare il virtuosismo di organizzazione (produzioni e rappresentazioni) del teatro modenese. La stagione porta in scena titoli del grande repertorio, rinnovando le fondamentali collaborazioni con i Teatri di Parma, Piacenza, Bolzano a cui si aggiungono coproduzioni a progetti internazionali che coinvolgono i Teatri d’Opera di Filadelfia e di Sofia. L’apertura sarà questo mese con una nuova produzione di Un ballo in Maschera, coprodotta con il Teatro Regio di Parma nel contesto del Festival Verdi 2011. In novembre, il 18 e il 20, andrà in scena un nuovo allestimento di Roméo et Juliette di Gounod, che ha già debuttato all’Opera Company of Philadelphia con la regia di Manfred Schweigkofler. Lo spettacolo, una vivace rilettura del testo shakespeariano, ambienta la vicenda tragica degli amanti veronesi al giorno d’oggi. Seguirà il 27 e il 29 gennaio (fuori abbonamento) La bohème, una coproduzione di Modena col Teatro Nazionale d’opera e balletto di Sofia in collaborazione con la Nuova Università Bulgara di Sofia e la Fondazione Raina Kabaivanska. Manfred Schweigkofler presenterà, oltre a Roméo et Juliette, un nuovo allestimento di Salome (11 e 12 febbraio) di Richard Strauss, dando seguito a un progetto che il

Nel cartellone del Teatro Comunale titoli del grande repertorio tra cui un cospicuo omaggio al Maestro Verdi e una Bohème con giovani interpreti regista e il Teatro di Bolzano hanno portato a Modena lo scorso anno con Elektra, dello stesso compositore. La corposa partitura concepita da Strauss vede schierate sul palcoscenico due orchestre - la Haydn di Bolzano e Trento e l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna - per un organico complessivo di oltre cento elementi. In marzo (14, 16 e 18), La traviata sarà proposta in uno spettacolo completamente nuovo allestito dal Teatro Comunale di Modena e curato da Rosetta Cucchi. La stagione si concluderà a marzo (27, 30 e 1 aprile) con un terzo titolo verdiano, un’Aida nata in occasione del Festival Verdi di Parma del 2005, che ha avuto successo internazionale anche grazie a una ripresa fatta al Palacio Euskalduna di Bilbao nel 2007. Si conferma l’appuntamento con Invito all’opera, rassegna di incontri sostenuta dagli Amici dei Teatri Modenesi, che darà la possibilità di approfondire i titoli in cartellone a

Con MusicasuMisura la lirica incontra i bambini Sono cinque gli appuntamenti in programma fino a gennaio per le famiglie e per le scuole Ritorna al Comunale, grazie al contributo della Fondazione CRMO, MusicaSuMisura la rassegna di teatro musicale che produce e presenta nuovi spettacoli creati per avvicinare nuove fasce di pubblico alla cultura musicale. La rassegna si muove su un cammino volto a recuperare, da un lato il rapporto con la grande tradizione lirica, dall’altro il dialogo con il nuovo pubblico delle scuole e delle famiglie, guardando alla musica sia come strumento di cono-

[08] - il mese ottobre \2011

scenza che come straordinario fenomeno comunicativo. La programmazione per i giovani si impernia dunque non tanto sul dedicare recite del grande repertorio alle scuole, quanto sul produrre spettacoli che tengano conto delle loro esigenze. Gli appuntamenti della rassegna sono cinque, tutti e quanti verranno rappresentati per le scuole modenesi, due fanno parte

del progetto All’opera in famiglia. MusicasuMisura prende il via domenica 6 novembre alle ore 16 (replica il 7 alle 10 per gli scolari) con Le mie Prime Quattro Stagioni per quartetto d’archi e voce recitante. Musica di Antonio Vivaldi e direzione musicale di Ara Malikian con l’Ara Malikian Ensemble. Si tratta di una produzione realizzata dal Comunale con ATER. In cartellone ancora il 23 novembre alle 10 Novellette fatte al piano, domenica 4 ore 16 e lunedì 5 dicembre ore 10 con AL- Artificial Light e ancora giovedì 15 dicembre alle ore 10 L’isola dei pappagalli e mercoledì 18 gennaio alle ore 9 e 11 Orchestra in gioco. Info: tel. 059 2033010


p r i m o p i a n o Un ballo in maschera darà il via alle “danze”

contatto con studiosi e interpreti,.Il progetto avviato con successo la scorsa stagione di Lirica a Strisce. l’opera a fumetti, collana editoriale dedicata al pubblico più giovane, quest’anno riguarderà due dei titoli in cartellone: Roméo at Juliette e La traviata. Tra le iniziative promozionali del teatro da segnalare Note in viaggio un pacchetto turistico realizzato in collaborazione con Modenatur, che per la prima volta inserisce tra le proposte di visita alla città una serata all’opera con un’offerta speciale dal titolo “La magia dell’Opera” che quest’anno interesserà La traviata e Aida.

Palcoscenico per giovani talenti

Abbonamenti e biglietti

L’intervento della grande Raina Kabaivanska

Tutte le informazioni utili e le riduzioni

“Per fare i cantanti i giovani devono avere un palcoscenico. Il teatro è la scuola più grande. A Modena crescono giovani talenti che poi se ne vanno via e magari tornano dopo qualche anno come protagonisti di opere importanti. Ecco perché ce l’ho messa tutta per poter fare questa Boheme, con un cast di miei allievi bulgari e di miei allievi italiani e che prevede 4 recite a Sofia e due a Modena. Voglio ringraziare il Teatro Comunale e il suo direttore, il maestro Sisillo di aver colto questa opportunità. E rivolgo un invito alla città intera, perché vengano in tanti a sostenere questa Boheme e la formazione di giovani cantanti in quella che è la senza dubbio la terra del belcanto”.

Abbonamenti: acquisto fino a venerdì 7 ottobre per gli abbonati alla Stagione precedente da sabato 8 ottobre per i nuovi abbonati. Biglietti: da martedì 18 ottobre sono in vendita i biglietti per tutti gli spettacoli Abbonamenti riduzioni giovani: under 27 anni 50% Studentcard: gli studenti universitari iscritti a UNIMoRe, possono usufruire di riduzioni superiori al 70% Biglietti riduzioni giovani: 19-27 anni - 50%; under 18 - 70%. Abbonamenti e biglietti: dai 65 anni - 30%. (Per ulteriori riduzioni: tel 059 203 3003). Biglietteria del Teatro Comunale, corso Canalgrande 85, telefono 059 203 3010 Orari: martedì e sabato 10 - 19; mercoledì, giovedì e venerdì 16 - 19. www.teatrocomunalemodena.it

primopiano

Sopra un’immagine da La Boheme. A sinistra l’ Aida

Sipario sull’opera giovedì 27 ottobre (ore 20,30, turno A) e domenica 30 (ore 15,30, turno B) con Un ballo in maschera, melodramma in tre atti tratto dal Gustavo III di Svezia di Eugène Scribe, con libretto di Antonio Somma e musica di Giuseppe Verdi. Si tratta di una nuova produzione coprodotta con il Teatro Regio di Parma nel contesto del Festival Verdi 2011 con l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio di Parma, maestro del coro Martino Faggiani e coreografia Roberto Maria Pizzuto. L’allestimento propone uno spettacolo che il famoso scenografo e regista Pierluigi Samaritani creò nel 1989 per Parma, ripreso e profondamente ripensato in questa occasione da Massimo Gasparon, fra i più attivi registi d’opera italiani in campo internazionale, protagonista inoltre del primo appuntamento di Invito all’opera in calendario di giovedì 27 ottobre alle ore 17 nel Ridotto del Comunale. Oltre che per i maggiori teatri italiani, Gasparon ha firmato numerose regie all’estero. Un Ballo in Maschera, una delle più belle opere d’amore, ha avuto una nascita alquanto travagliata, dovendo essere rappresentata a Napoli nel 1858. Ma essendo Napoli un regno all’epoca non poteva essere messa in scena un’opera dove un re fosse ucciso, per di più dal suo migliore amico del quale il re aveva per di più concupito la sposa. L’opera, che all’epoca si doveva chiamare “Vendetta in domino” alla fine non fu rappresentata, e Verdi rischiò addirittura di dover rifondere l’impresario. Un Ballo in Maschera fu rappresentato l’anno dopo a Roma con minimi cambiamenti: il re diventò un conte, e l’azione si spostò dalla Svezia del settecento alla Boston coloniale del seicento.


>arte Fino al 29 gennaio 2012 la bellissima retrospettiva dedicata ad Ansel Adams e organizzata da Fondazione Fotografia la più grande esposizione dell’artista americano mai realizzata in Italia Un evento imperdibile

Di marina leonardi

Con la natura nell’obiettivo “Prezioso riconoscimento della nostra attività…”

P

ossiamo dirlo senza paura di smentita: la mostra Ansel Adams. La Natura è il mio regno, allestita a Modena negli spazi espositivi dell’ex ospedale Sant’Agostino, è davvero superba. Tutte le immagini esposte realizzate in un perfetto bianco e nero sono di grande qualità, nella scelta del soggetto e nell’esecuzione. Del resto, che l’americano Ansel Adams sia stato il più importante fotografo di paesaggi del ‘Novecento, non è un segreto. Farà stupire forse i profani, che la sua più grande retrospettiva italiana venga realizzata a Modena e non a Roma o a Milano. Ma vero è che Modena, già dagli anni ’60 e di nuovo oggi grazie alla preziosa raccolta della Fondazione Cassa di Risparmio di Mo-

INFO Ansel Adams. La Natura è il mio regno Quando: fino al 29 gennaio Dove: ex Ospedale Sant’Agostino, via Emilia Centro, 228 Orari: martedì/venerdì 11-13 / 15.30-19 sabato e festivi 11-20, 1 novembre 11–20 Visite guidate: 1 e 22 ottobre ore 11:30 Info: tel. 059 239888

[10] - il mese ottobre \2011

Alcuni degli scatti in mostra

dena è tornata a essere una delle capitali italiane della fotografia. E veniamo alle oltre 70 immagini in mostra, scelte una ad una, tra le stampe vintage originali realizzate dallo stesso Adams, dal curatore della mostra Filippo Maggia e che provengono da musei internazionali, collezionisti privati e prestigiose gallerie americane. Tra le immagini in mostra, il colosso granitico dell’Half Dome rischiarato dalla luna, le profondità a perdita d’occhio dei canyon dell’Arizona, i cumuli di neve ancora intatta all’uscita di una caverna nel parco Yosemite, i rami ritorti di una sequoia secolare, le distese rocciose del deserto di Manzanar. Le foto della vegetazione in autunno, sono realizzate con una tale ricchezza di particolari che si vedono a colori anche se sono realizzate in bianco e nero. Tanta è la cura e l’abilità di Adams nel cogliere e sottolineare i dettagli e i particolari anche nelle foto da lontano. Nato (1902 -1984) e vissuto per la maggior parte della sua vita a San Francisco, Adams scoprì il Parco Nazionale Yosemite

“Ci riempie di soddisfazione aver condotto a Modena un nucleo di fotografie così preziose e raramente esposte nel nostro Paese – commenta il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Andrea Landi -: questa mostra è l’esito di una brillante collaborazione con l’Ansel Adams Trust, l’istituzione californiana che tutela l’opera dell’artista, e con il suo direttore William Turnage, ma è resa possibile anche grazie ai rapporti con il Museo di Arte Moderna di Kyoto, con il quale abbiamo già collaborato in passato e che ci ha prestato una sezione signifi cativa di opere. Una retrospettiva di tale spessore consolida certamente il ruolo di Fondazione Fotografia e ne conferma le capacità di promuovere eventi culturali di respiro internazionale”.

in gioventù, all’età di 14 anni; iniziò a fotografarlo con la sua prima macchina, una Kodak Brownie regalatagli dal padre, e da allora decise di tornarci con regolarità tutti gli anni, facendone il soggetto di una vita. E, diciamo noi, regalandoci scatti davvero sublimi, di grande modernità. Sempre in questo periodo, una parte dello spazio espositivo dell’ex ospedale Sant’Agostino sarà riservato all’allestimento di opere dalla collezione di fotografia della FCRMO sul tema della natura con immagini di Andreoni, Araki, Campigotto, De Pietri, Hanzlová, Naudé, Niedermayr e Suzuki.


Giovanni Battisti Amici al Museo Civico d’Arte

Prosegue al Museo Civico d’Arte di Modena (Palazzo dei Musei, Piazzale Largo Sant’Agostino 337) la mostra dedicata allo scienziato modenese Giovanni Battista Amici (Modena 1786Firenze 1863) costruttore di strumenti

scientifici ottici, astronomo e naturalista di notevole spicco nel panorama scientifico internazionale della prima metà dell’Ottocento. Obiettivo Natura. Strumenti ottici e osservazioni botaniche di Giovanni Battista Amici, curata da Alberto Meschiari presenta importanti strumenti scientifici come il Microscopio catadiottrico e acromatico, la Camera lucida e un’ampia documentazione costituita da memorie, lettere e manoscritti riguardanti l’Astronomia, la Camera lucida e le osservazioni botaniche. Se ci si può immergere nel mondo dell’infinitamente piccolo o puntare verso l’infinitamente lontano lo si deve infatti anche

allo scienziato: Amici fu un abilissimo osservatore della natura, tanto nei suoi aspetti macroscopici quanto e soprattutto in quelli microscopici. A Modena, risiedette e lavorò nella sua abitazione in Via dei Servi fino al dicembre del 1831, quando, accettato l’invito del Granduca Leopoldo II, si trasferì a Firenze per assumere la direzione della Specola dell’Imperial Regio Museo di Fisica e Storia naturale. L’arrivo di Amici in Toscana segna l’inizio della tradizione moderna dell’ottica fiorentina. La mostra resterà allestita fino al 13 novembre. Info: tel. 059 2033100

Alla Poletti è ancora l’ora di Bau Ecoimmagini e bioscritture, libri e poesia in mostra in Biblioteca

P

Info: www.fotoclubcolibri.it

Info: tel. 059 2033372

La Materia Primaria dell’Ascari

Giornata Contemporaneo appuntamento in Carteria

Prosegue fino al 29 ottobre l’installazione di Emanuela Ascari, Materia primaria, il terzo appuntamento di Area Progetto off, rassegna dedicata alla creatività giovanile emergente promossa dalla Galleria Civica in collaborazione con l’Ufficio Giovani d’Arte del Comune di Modena, a cura di Silvia Ferrari, Serena Goldoni e Ornella Corradini. “Materia primaria” è un progetto appositamente ideato per la Biblioteca Delfini (corso Canalgrande 103) che prevede l’installazione di una “nuova” area disciplinare, l’Ecosofia. Il lavoro ha come spazio di azione il territorio della Provincia di Modena. Campioni di terreni prelevati con attenzione alle varietà litogeologiche e dei suoli che caratterizzano il territorio provinciale saranno i testi di questo sapere. La ricerca artistica Elena Ascari, indaga il territorio nei suoi molteplici aspetti realizzando progetti a partire dalle specificità dei luoghi.

L’8 e il 9 ottobre, in occasione della Giornata del Contemporaneo, l’Ufficio Giovani D’Arte del Comune di Modena e i due Atelier di via Carteria 26 e 104 attualmente assegnati tramite il Concorso 26+104, a Fabio Bonetti e al duo Elena Ascari ed Elena Santi, promuovono InCarta2, un’iniziativa comune che riunisce due mostre incentrate sull’uso della carta e in particolare, sulla disciplina dell’illustrazione. Lo spazio al n°26, gestito da Fabio Bonetti presenta la mostra Leggerissima di Nicoletta Calvagna, e l’atelier al n°104 gestito dall’Ascari e la Santi propone la mostra Oltre qualsiasi tono di blue con opere di Elisa De Benedetti e Lucia Mattioli.

L’installazione della giovane prosegue all’Area Progetto Off

Info: tel. 059 2032911/203294

arte

Si intitola 17 Marzo 2011 Una giornata italiana, la mostra fotografica collettiva dei circoli fotografici modenesi e allestita presso il Centro Commerciale I portali di via dello Sport 50. L’allestimento è visitabile fino al 10 ottobre dalle ore 9 alle ore 20,30. Chiuso la domenica

rosegue alla Biblioteca d’arte Poletti (Palazzo dei Musei, Viale Vittorio Veneto 5), la mostra Bau Ecoimmagini e bioscritture. Il progetto espositivo propone un’antologia degli otto numeri di Bau, il “Contenitore di Cultura Contemporanea” prodotto con cadenza annuale dall’omonima Associazione culturale di Viareggio. BAU raccoglie l’eredità delle riviste ad assemblaggio degli anni ’70-‘80 e si presenta in forma di cofanetto proponendo opere originali di autori storici (tra gli altri Mirella Bentivoglio, Luciano Ori, Giorgio Celli, Tomaso Kemeny) e di giovani emergenti appartenenti alle aree della verbovisualità, del libro d’artista, delle nuove scritture, della poesia e del design. Attento alle problematiche del mondo contemporaneo, BAU ha sempre ospitato riflessioni diverse sullo statuto della natura: la mostra ne offre una selezione La mostra prosegue fino al 12 novembre, orari: lunedì 14.30-19.00, martedì-venerdì 8.30-13.00 e 14.30-19.00, sabato 8.30-13.00


>arte

Di marina leonardi

Quattro secoli d’astronomia nelle terre estensi

Prosegue fino al 19 novembre, alla Biblioteca Estense (Largo Porta Sant’Agostino 337) la mostra Il cielo in una stanza… La specola e gli studi astronomici a Modena tra Ducato e Unità, a cura di Paola Di Pietro, Milena Luppi, Elena

Manzini. Un appassionante excursus lungo i secoli che ci parla dell’interesse dei duchi ferraresi per la materia astronomica. Già nel XV secolo, negli antichi inventari della libreria, in particolare nell’inventario risalente al ducato di Ercole I (1471-1505), è registrato un discreto numero di opere il cui indirizzo è però più spiccatamente astrologico. Non va dimenticato poi che proprio a Ferrara, tra il XV e il XVI secolo studiò Niccolò Copernico (1473- 1543), che lì fece le sue prime osservazioni astronomiche (1497). Nel 1598 gli Estensi si spostano a Modena dove l’astronomia continuò a progredire, innestandosi su un

terreno fertile e inserendosi nel generale sviluppo delle scienze tipico del XVII secolo. Nel 1826 Francesco IV, decise di affidare all’architetto Gusmano Soli (1788-1830) i lavori di adattamento della sommità della torre di levante del palazzo ducale per poter accogliere la Specola estense, fatta costruire dal modenese Giovan Battista Amici. Un interesse che prosegue dopo la Restaurazione con l’istituzione della cattedra all’Università e successivamente la costruzione dell’osservatorio meteorologico. Info: tel. 059 222248

Recovery e l’immagine va alla tela Punto Arte: firmano assieme Luigi Ottani e Fabrizio Bonvicini

S

Immagini per musica, una mostra di fotografie di Simona Simone su Francesco De Gregori sarà inaugurata il 6 ottobre alle ore 16.30 presso la galleria Felicemente arte di Giulia Cantelli (via Modonella,48). Orari: dal 7 al 9 ottobre 10.30-12.30 e 16-19, dal 11 ore 16-18. Info: tel. 3273053232

i intitola Recovery, la mostra di Luigi Ottani e Fabrizio Bonvicini che sarà inaugurata mercoledì 5 ottobre alle 18 (fino al 22) alla Galleria Punto Arte (Vicolo Caselline 15). L’idea da cui nasce la mostra è casuale. Partendo da un incidente di percorso professionalmente gravissimo, come è la cancellazione di un intero hardware di fotografie, Luigi Ottani riunisce i files ed accetta l’immagine e i pixel superstiti come elemento autonomo e definitivo. è in questo passaggio che l’occhio del fotografo si confonde con l’intuizione dell’arte per dare vita ad una lettura solare e positiva che tende a ribaltare i destini delle cose, a mutare la sconfitta del “ciò che resta” nella conquista del “tutto”. Le immagini recuperate sono diventate per l’artista Fabrizio Bonvicini una tela su cui agire con elementi materici come l’oro, le resine, gli stucchi e gli smalti; la fotografia si è così trasformata in un’opera d’arte unica. Dal documento alla scoperta cromatica, alla sua valorizzazione. Info: tel. 059 226694

In viaggio tra le Sfere invisibili

Se la Maison Gattinoni sfila al Teatro Comunale

Il Museo della Figurina (Corso Canalgrande 103) propone un insolito viaggio nel mondo degli animali, con l’intento non solo di mostrarli nel loro habitat naturale, così come viene visto attraverso lo sguardo umano, ma anche provando a immaginare come questi percepiscono, interagiscono e costruiscono l’ambiente in cui vivono. Da queste idee è nata la mostra Sfere invisibili. All’interno degli habitat animali curata da Roberto Ferrari che unisce da un lato una visione dell’ambiente per cui, collezionando figurine, ciascuno poteva ricostruire una specie di piccolo museo naturalistico, in cui ogni immagine rappresentava un ritaglio di mondo naturale, statico e dall’altro lo sguardo dell’animale vivente, la sua esperienza percettiva ‘dall’interno’. Sotto questo punto di vista l’animale non è calato dentro ad un ambiente preesistente, ma lo produce istante per istante attraverso il suo percepire e il suo particolare modo di agire. La mostra prosegue fino al 19 febbraio.

Fino al 30 ottobre una mostra celebra Fernanda Gattinoni e alcune tra le maggiori dive della Dolce Vita. I suoi famosi abiti hanno vestito le stelle del cinema internazionale e nazionale e un’occasione per ammirarli da vicino è la mostra Fernanda Gattinoni.Moda e stelle ai tempi della Hollywood sul Tevere realizzata in collaborazione con Modenamoremio e curata da Sofia Gnoli presso il ridotto del Teatro Comunale di Modena (ingresso in via Goldoni n. 1). L’esposizione a ingresso gratuito è promossa dal Ministero per i Beni Culturali e patrocinata dal Comune di Modena.

Al Museo della Figurina si scoprono gli habitat degli animali

Info: tel. 059 2033090/2032940 www.museodellafigurina.it

[12] - il mese ottobre \2011

Info: tel. 059 212714


Di annalisa malavolta

Il bianco e nero di Berengo Gardin A Mirandola nel Castello del Pico fino al 4 dicembre la personale del grande fotografo italiano. In mostra mezzo secolo di storia

T

orna ad esporre nella ormai famosa Sala Leica al quarto piano del Castello del Pico a Mirandola, uno dei protagonisti della fotografia italiana: Gianni Berengo Gardin. Il suo lavoro è conosciuto in tutto il mondo per le grandi campagne pubblici-

tarie (si pensi a quelle per Olivetti), per i numerosi libri fotografici e la collaborazione con importanti agenzie (Contrasto) e testate giornalistiche (Domus, L’Espresso) e per le numerose mostre a lui dedicate nei maggiori musei internazionali. La serie di scatti presentati in questa mostra sono interamente dedicati ai personaggi che, nei suoi vagabondaggi, il fotografo ha raccolto nel corso di circa cinquant’anni catturando persone e architetture note, riallacciandosi anche alla poetica della quotidianità tanto cara al maestro Henri Cartier-Bresson. Non importa se lo scatto sia di un borghese o un operaio, di una manifestazione politica o una religiosa, di un momento di svago o uno di lavoro, tutto concorre a terminare un mosaico di emozioni e sfumature che diventano documento sociale ancora attuale. Info: tel. 0535 609995 info@castellopico.it

CURATRICE della MOSTRA dott.ssa ELENA BONDESANI

Con FotoArt, silenzio! ... parla l’immagine Prima edizione di Foto Art rassegna nazionale che si pone l’obiettivo di valorizzare le arti figurative ed in particolare la fotografia dando spazio non solo ai grandi artisti ma anche ai gruppi e ai singoli emergenti nello scenario modenese. Dal 28 ottobre al 1 novembre a Castelvetro nel pittoresco Castello di Levizzano, la rassegna proporrà mostre fotografiche, workshop, convegni e proiezioni dedicati al fotogiornalismo (Massimo Bassano, insegnante National Geographic), alle tecniche di stampa dell’immagine (Valter Bernardeschi) e alla percezione dell’immagine attraverso l’obiettivo (Nico Zaramella). Nella sezione degli artisti emergenti ricordiamo, invece, i gruppi Blow Up, Immagine, Natalia Ginzburg, Quattro Ville e Mezaluna che avranno occasione di esporre nelle sale del palazzo.

VENERDÌ 21 OTTOBRE 2011 | ore 18,00

ERIKA CALESINI presso showroom | Poltrone Frau

Info: tel. 339 5098175 www.fotodemarco.it

A Castelfranco l’archeologia si mette in mostra Scuola e museo: i bambini e l’archeologia è la mostra che il Comune di Castelfranco propone dal 15 ottobre all’11 novembre presso il Museo Civico Archeologico A. C. Simonini. Un percorso espositivo diviso in tre sale che illustrano alcuni aspetti della vita quotidiana e della morte in epoca villanoviana (IX – VIII secolo a.C.), di cui il Museo Archeologico conserva importanti testimonianze rinvenute in seguito agli scavi della necropoli e dell’abitato del “Galoppatoio”. L’esposizione è corredata da pannelli illustrativi e descrittivi che forniscono le informazioni necessarie a conoscere le caratteristiche salienti della civiltà villanoviana in maniera semplice e diretta. Inoltre, all’interno del percorso sono previste una serie di attività ludiche che i bambini stessi possono compiere divisi per classi e accompagnati da un operatore. Info: tel. 059 959367

Poltrone Frau Reggio Emilia Via Emilia all’Angelo | Reggio Emilia ph 0522 302500


>cinema >cinema Con Examined Life e Rachel di Bitton Due film-makers donne per due bei documentari Due chicche alla sala Truffaut in ottobre, due documentari inediti di grande interesse diretti da due donne e che il pubblico modenese potrà apprezzare. Il 18 ottobre in cartellone alla Sala Truffaut troviamo Examined Life di Astra Taylor, in cui la regista ha portato otto dei più influenti pensatori in attività (tra essi, Slavoj Zizek, Martha Nussbaum, Cornel West) fuori dalle buie aule accademiche per esporre fondamenti e suggestioni della loro ricerca nel viavai della vita quotidiana. Il 25 ottobre è invece la volta di Rachel di Simone Bitton. L’autrice de “Il muro” torna in Israele, nei territori occupati, con un’inchiesta appassionante, a partire dai diari scritti da lei, sulla morte di Rachel Corrie, ricorderete la 23enne pacifista americana uccisa da un bulldozer israeliano nel 2003, mentre tentava di impedire la demolizione di una casa palestinese. Una storia purtroppo di ancora grande attualità.

Il western incontra gli scatti di Adams Evento collaterale della mostra dedicata a Ansel Adams, il breve ciclo I paesaggi sublimi del western propone in ottobre alla sala Truffaut tre grandi classici del periodo 1950-1952, caratterizzati da una resa magistrale del grande paesaggio dell’Ovest americano (proprio come Adams). Si tratta di “Il grande cielo” (Hawks 1951), ambientato in Montana tra fiumi e montagne durante la caccia alle pellicce, il 14 ottobre; “Là dove scende il fiume” (Mann, 1952), ambientato in Oregon durante la saga pionieristica, il 20 e “La carovana dei mormoni” (Ford 1950), girato nella Monument Valley dello Utah, il 26. [14] - il mese ottobre \2011

Di alberto morsiani

L’America amara di John Huston Alla Sala Truffaut da ottobre a gennaio una rassegna tutta dedicata al grande regista con film come Sotto il vulcano e L’onore dei Prizzi

M

ercoledì 19 ottobre inizia alla sala Truffaut (via degli Adelardi 4) la grande retrospettiva America amara - Il cinema di John Huston, suddivisa in due parti: 13 titoli fino a dicembre, altrettanti da gennaio 2012. Tra essi tutti i capolavori del grande regista americano, da “Il mistero del falco” a “Il tesoro della Sierra Madre”, da “Stanotte sorgerà il sole” a “Gli spostati”. Giornalista, pugile, scrittore, attore, sceneggiatore, debutta nella regia nel 1941: da allora fino a “The Dead” (1987], alcune decine di film di consistente professionalità, che spaziano tra tutti generi:western, gialli, commedie, drammi, adattamenti da romanzi (Hammett, Melville, Lowry, O’Connor, Joyce, McCullers, Williams…, ed anche “La Bibbia”). I segni peculiari del suo cinema, segnato da un’ottica progressista e molto critica sulla società e sull’America, sono l’oscillare feroce e inane tra la cupidigia sfrenata e la sconfitta fragorosa, tra l’avidità e la disperazione; la messa in scena del gioco crudele e incerto della caccia, in cui la preda finisce col perdere il cacciatore; uomini e donne malati di volontà di potenza

che precipitano con la tragica caduta della loro volontà. I titoli proposti nel mese di ottobre sono tre. Il 19 c’è L’uomo dai sette capestri (1972), ottimo western con Paul Newman che interpreta un giudice impiccatore che amministra la giustizia nel Texas in modo arbitrario: un’elegia tipicamente hustoniana su coraggio, avventura, individualismo sfrenato. Il 21 è la volta del celebre Gli spostati (1961), con Gable anziano cowboy che cattura cavalli

Quei paesaggi sonori composti da Piavoli Giovedì 3 novembre si inaugura alla sala Truffaut la manifestazione Paesaggi sonori - Il cinema di Franco Piavoli, che proseguirà nelle settimane successive. Singolare figura di film-maker indipendente, che realizza e produce da solo i suoi film spesso effettuando le riprese nella sua casa sulle colline del lago di Garda, Piavoli persegue un’originale idea di cinema lirico-sinfonico in cui le immagini, non più costruite in maniera antropocentrica, costituiscono una sorta di partitura audiovisiva dal forte impatto emozionale. Tra i suoi film, “Il pianeta azzurro” (1981) è un’elegia lirica di impianto naturalistico sul ritmo delle stagioni e sulla ciclicità di ogni vita; “Nostos – Il ritorno” (1990) è un’insolita rivisitazione del mito di Ulisse; “Voci nel tempo” (1996) una struggente e malinconica riflessione sulle ferite inferte dal tempo; “Al primo soffio del vento” (2002),


Da Pippo Delbono a Valerio Jalongo Dal 13 ottobre la rassegna di 3 incontri con gli autori

novembre: il 4 è in cartellone lo splendido L’onore dei Prizzi (1995), in cui il killer mafioso interpretato da Jack Nicholson si innamora della collega polacca Kathleen Turner e la sposa contro il volere della famiglia: un’imprevedibile saga di efferatezze a ritmo di commedia brillante piena di humour nero, superbamente scritta e recitata anche dalla figlia del regista, Anjelica, che vinse l’Oscar.

con sguardo quasi leopardiano, mette in scena il pomeriggio del dì di festa di una famiglia bresciana, chiusa nel torpore e nella solitudine di una domenica d’estate. Piavoli sarà ospite alla sala Truffaut il 3 novembre, protagonista di un incontro sulla sua opera a cui partecipano anche i critici Roberto Chiesi, Ermanno Comuzio, Tullio Masoni, Paolo Vecchi. Precede l’incontro la proiezione, a partire dalle 21, dei bellissimi cortometraggi dell’autore: “Domenica sera” (1962), su una giornata con coppie in amore, “Emigranti” (1963), girato all’interno della stazione di Milano, “Evasi” (1964), film girato durante una partita di calcio che degenera in rissa, “Lo zebu e la stella” (2007), su un gruppo di bambini che crea in libertà, “L’orto di Flora” (2009), ritratto di un contadino al lavoro e parte del documentario di Olmi “Terra madre”. Nel corso della serata verrà presentato il volume monografico dedicato nell’occasione a Piavoli, curato da Alberto Morsiani e Serena Agusto e edito da Le Mani Editore di Genova. Rassegna e volume sono stati realizzati grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Info: tel. 059 236288

In apertura “L’onore dei Prizzi” e John Huston. A sinistra nel box Franco Piavoli

cinema

per una fabbrica di mangimi e la Monroe una donna in attesa di divorzio di cui si innamora, sorta di western contemporaneo e crepuscolare, percorso da un senso di morte e sbandamento. Il 27 da non perdere Sotto il vulcano (1983), dal romanzo di Lowry, che racconta la parabola autodistruttiva del console britannico ubriacone impersonato da Albert Finney nel Messico del 1930, tra resa al destino e orgoglio della sconfitta. Segnaliamo anche la prima data di

Numerosi gli incontri con gli autori previsti in ottobre alla sala Truffaut. La serata inaugurale di giovedì 13 propone l’inedito film italiano Et in terra pax, che racconta di vite difficili nei sobborghi romani tra miseria e criminalità, dannazione e redenzione. La storia di Marco e del suo disastrato quartiere scorre con l’irruenza del fiume in piena ma la levità di una piuma, tra caratterizzazioni azzeccate e mirabile compostezza, con un occhio al cinema d’azione di Hong Kong. Al termine, incontro con i due autori Matteo Botrugno e Daniele Coluccini. Sabato 15 è la volta di Pippo Delbono, celebre regista teatrale ma anche di cinema, e del suo recentissimo Amore carne presentato in Orizzonti al festival di Venezia di poche settimane fa. Nel corso dei viaggi, i mezzi leggeri di Delbono catturano momenti unici, incontri ordinari o straordinari. Un viaggio tra un’esperienza di morte e un desiderio di vita. Delbono guarda la realtà diventare sogno, poesia. Al termine della proiezione delle 21, incontro con Delbono. Venerdì 28 è poi la volta di Valerio Jalongo e del suo La scuola è finita. A combattere il declino della scuola italiana (il Pestalozzi di Roma) c’è la prof Valeria Golino e un collega supereroi imperfetti che vedono la bellezza anche in mezzo ai mostri e cercano di salvare un alunno da genitori irresponsabili. Al termine incontro con il regista Jalongo.


>cinema >cinema

Dal 13 è ancora Prima all’Ariston

In vetrina al 7Bis Body & Soul e Venere nera Anche quest’anno, grazie alla Fondazione CRMO, il Filmstudio 7B propone la sua imperdibile Vetrina 7Bis - I dimenticati, rassegna di prime visioni d’autore e qualità, 21 film proposti il martedì e mercoledì da ottobre a marzo 2012. Un cartellone imperdibile ricco di sorprese. Inizio col botto in ottobre con due film inediti di grande valore. Il 17 e 18 c’è Venere nera di Abdel Kechiche, storia della vita della “Venere ottentotta”, giovane sudafricana, il cui fisico particolare, dominato da una palese steatopigia, divenne un’attrazione irresistibile e stupefacente per i francesi dei primi dell’ 800. Il 24 e 25 è la volta della nuova pellicola di Michael Redford (autore de Il postino, l’ultimo film di Troisi) Michel Petrucciani – Body & Soul, un documentario sullo straordinario pianista jazz, affetto da una grave malattia genetica che ne impedì il corretto sviluppo fisico ma che non fermò una strepitosa carriera mondiale. [Alberto Morsiani] Info: filmstudio7b@libero.it

Quattro film da non perdere nella rassegna di S.Marino di Carpi Cirkus Columbia, Tutti per uno, Le donne del 6° piano e Corpo Celeste

T

orna l’autunno e con esso la bella rassegna Prima all’Ariston organizzata dal Circolo Nickelodeon al Cinema Ariston di San Marino di Carpi. Domenica 9 ottobre si parte con Cirkus Columbia di Danis Tanovic (il bravo regista di No Man’s Land), un film drammatico ambientato in Bosnia Erzegovina nel 1991 che racconta della fine del regime comunista e i primi focolai di intolleranza interetnica. Domenica 16 ottobre è la volta del delicato Tutti per uno (Les mains en l’air) del francese Romain Goupil che propone una bella interpretazione di Valeria Bruni Tedeschi e

un gruppo di bravissimi bambini. Un film politico, che vuol denunciare i rimpatri forzati degli immigrati clandestini nella Francia di Sarkozy, realizzato con sapiente leggerezza e ironia. Altra pellicola francese il 23, si tratta de Le donne del 6° piano di Philippe Le Guay con, tra gli altri, la brava Carmen Maura. Il film racconta di due tranquilli borghesi parigini che, agli inizi degli anni ‘60 si trovano come vicine di casa alcune domestiche spagnole: sei donne di età diverse che hanno abbandonato la Spagna franchista per cercare lavoro in Francia. Un divertente film da gustare e meditare. Il 30 ottobre e il primo novembre l’Ariston propone Corpo Celeste il primo lungometraggio di Alice Rorwacher sorella della più nota attrice. La Calabria delle sagre religiose, della corruzione, la Calabria mal costruita delle periferie abbandonate a se stesse è raccontata attraverso gli occhi lucidi di una bambina cresciuta in Svizzera e rientrata con la madre e la sorella. Un bel film e un esordio davvero promettente. Proiezione unica ore 20,30. [Marina Leonardi] Info: tel. 059 680546

le prime nelle sale di Bianca Morsiani Melancholia

Regia: Lars Von Trier Con: Kirsten Dunst, Charlotte Gainsbourg

Il discusso Lars Von Trier stupisce nuovamente. è la storia di due sorelle che un giorno scoprono che un pianeta di nome Melancholia sta per schiantarsi contro la Terra: da quel momento il regista si concentra sulle diverse reazioni dei personaggi e su come l’angoscia si fa sempre più grande man mano che l’impatto si avvicina.

Restless

Regia: Gus Van Sant Con: Mia Wasikowska, Henry Hopper

Restless è la storia insolita e malinconica di due ragazzi le cui vite si intrecciano in circostanze drammatiche, Enoch e Annabel, che sviluppano un rapporto molto stretto quanto singolare. Insieme infatti riflettono costantemente sulla morte, dalla quale sono fortemente affascinati, al punto di imbucarsi a funerali di sconosciuti.

Tomboy

Regia: Céline Sciamma Con: Zoé Heran, Malonn Léyana

Viene dalla Francia il vincitore del Teddy Award al Festival di Berlino, ed è una storia originale che vede protagonista Laure, una bambina di 10 anni che trasferitasi con la sua famiglia in un nuovo quartiere decide di crearsi una nuova identità: dai suoi coetanei inizia a farsi chimare Mickael, spacciandosi per un maschio.

This must be the place

Regia: Paolo Sorrentino Con: Sean Penn, Frances McDormand

Il film vede protagonista Sean Penn nel ruolo di Cheyenne, personaggio ricalcato sulla figura del leader dei The Cure, Robert Smith. La rockstar parte dall’Irlanda dopo la morte del padre diretto a New York, dove scopre che il genitore aveva passato gli ultimi anni alla ricerca del suo aguzzino di Auschwitz.

[16] - il mese ottobre \2011


Di daniele gianfreda

ViaEmiliaDocFest: si vota on line C’è ancora tempo fino al 15 novembre per vedere e votare il video preferito del primo festival del cinema documentario sul web

I

l 15 settembre Pulsemedia, in collaborazione con Solares-Fondazione delle Arti, Arci Ucca e con gli Assessorati alla Cultura del Comune di Modena e di Reggio Emilia, ha dato il via alla seconda edizione ViaEmiliaDocFest 2011, il primo festival on-line del cinema documentario dove a giudicare la qualità delle opere saranno gli spettatori da casa, tramite il proprio computer. L’iniziativa terminerà il 15 novembre: fino a quel giorno tutti gli utenti - appassionati di cinema, curiosi - potranno vedere e votare i 30 video-documentari in gara, indicando fino ad un massimo di tre preferenze. è obbligatorio, per svolgere quest’operazione, iscriversi al sito www.viaemiliadocfest. tv. I premi in palio per i vincitori saranno due: Il primo, il Premio del Pubblico Web 2011, che verrà assegnato al titolo più votato dagli utenti del portale, mentre una giuria qualificata composta da Giuseppe Bertolucci (regista e Presidente Cineteca di Bologna), Lorenzo Hendel (responsabile Doc3 di RAI3), Gregorio Paonessa (Produttore - Vivo Film), Enza Negroni (Presidente DER) e Simone Pinchiorri (cinemaitaliano.info), designerà il vincitore del Premio della Giuria ViaEmiliaDocFest 2011. I tre finalisti nominati dalla Giuria e il vincitore del premio pubblico Web saranno quindi premiati a Modena dove dal 18 al 20 novembre si terrà l’evento territoriale ViaEmiliaDocFest, e nel corso della quale saranno proiettate le opere arrivate in finale. La serata conclusiva si terrà a Reggio Emilia, di cui data e luogo sono ancora in via di definizione. Per maggiori informazioni consultare il sito http://www.viaemiliadocfest.tv oppure scrivere all’indirizzo info@viaemiliadocfest.tv.

I racconti di Rumiz nel docu film di Scillitani Il 14 settembre scorso è uscito con il quotidiano La Repubblica il nuovo documentario di Paolo Rumiz: Le Dimore del Vento, prodotto da Tico Film. Attraverso un viaggio che parte dal Mediterraneo per arrivare fin sulle Alpi Svizzere, Rumiz ci fa riscoprire la memoria del nostro paese racchiusa nella moltitudine di edifici che ormai hanno fatto il loro tempo. Oggi questi sono veri e propri fossili di una realtà ormai trascorsa, inglobati dalla natura circostante che li avvolge come fossero stati sempre parte integrante di essa. Il tradizionale viaggio estivo di Paolo Rumiz si è trasformato per la prima volta anche in un documentario, per la regia di Alessandro Scillitani e con la voce fuori campo di Monica Morini. Le musiche sono dello stesso Scillitani e di Tommi Prodi. Si tratta di una delle prime realizzazioni italiane cross platform: il documentario, infatti, prevede non solo la distribuzione home video in edicola, ma la sua uscita è stata anticipata da approfondimenti giornalieri sul web in concomitanza con gli articoli di Paolo Rumiz su La Repubblica.

A Sassuolo da venerdì 14 fino a domenica 16 ottobre la 19a edizione della kermesse Tre “corti” italiani, tre olandesi, tre svedesi, due tedeschi, due svizzeri, poi Spagna, Iran, Canada, Regno Unito, Repubblica Ceca, Turchia, Giappone, Belgio, Usa. Il Cinema arriva a Sassuolo da tutto il mondo in occasione della porssima edizione dell’Ozu Film Festival, kermesse internazionale di cortometraggi. La diciannovesima edizione presenterà 22 film (tra i circa 1000 iscritti) che competeranno per i premi della sezione principale Ozu 19 (titoli, le trame e le foto dei corti in sono accessibili sul sito www.ozufilmfestival. com). “Anche quest’anno siamo molto soddisfatti della selezione per i film in competizione. Ancora una volta siamo

riusciti a riunire - in poco più di quattro ore di proiezione - tematiche, estetiche e generi assai diversi tra loro ma che si completano perfettamente a vicenda” commenta il direttore artistico della manifestazione Enrico Vannucci. “Crediamo che il pubblico non rimarrà deluso dalla

qualità delle opere che proponiamo. Inoltre è un onore per noi poter ospitare qui i registi dei film in competizione. In un periodo in cui la cultura è da più parti ridimensionata, nonostante le difficoltà, crediamo fermamente nell’indispensabile necessità di muovere le idee e, con loro, le persone”. I “corti” del Concorso Principale dell’Ozu verranno proiettati nelle serate di venerdì 14 e sabato 15 ottobre al Teatro Carani di Sassuolo. Premiazioni e Gran Finale, domenica 16. Ricordiamo che tutti i corti stranieri saranno sottotitolati in italiano. Sul sito del festival saranno annunciati anche i film in concorso nelle altri sezioni, tra cui quella legata al Primo Premio Regione Emilia-Romagna, novità 2011 per la quale sono stati selezionati anche registi modenesi. Info: www.ozufilmfestival.com

cinema

Se con l’Ozu Film Festival si viaggia... in corto


>musica

Di marina leonardi

Così si alza il sipario sulla nuova stagione Dal 23 ottobre fino al 3 maggio un programma di qualità che vede sul palco della Fondazione Teatro Comunale formazioni e solisti di indubbio talento

N

onostante i tempi grami e i tagli di bilancio la Fondazione Teatro Comunale di Modena è riuscita a mettere insieme una stagione concertistica 2011-2012 di buona qualità anche se con qualche rinuncia. Il sipario si leverà il 23 ottobre sull’Orchestra Der KlangVerwaltung, diretta da Enoch zu Guttenberg e il secondo appuntamento segue di poco, lunedì 7 novembre con Alfonso Scarano, alla guida della Moravian Philharmonic. Per oltre dieci anni direttore ospite principale dei Virtuosi di Praga con i quali ha eseguito concerti nei più importanti teatri italiani ed europei, Scarano sarà impegnato in un programma che presenta, oltre all’Incantesimo del venerdì santo dal Parsifal di Wagner, la Nona Sinfonia di Mahler (di cui trovate un approfondimento qui a fianco) in continuità con la scorsa stagione in cui si sono ascoltate le Sinfonie n. 7 e n. 5 dello stesso autore. Il 13 dicembre è attesa la presenza della pianista Martha Argerich che eseguirà il Primo Concerto di Shostakovich con l’orchestra da camera del Festival di Verbier e il suo direttore stabile Gábor Takács-Nagy. Un importante appuntamento col pianoforte si troverà anche al centro del programma in cartellone il 21 dicembre, con il Primo Concerto di Liszt eseguito da Pavel Kaspar e dall’Or-

chestra Filarmonica di Belgrado diretta da Mladen Tarbuk. Completeranno il concerto l’Ouverture da L’olandese volante di Wagner, la Danse Macabre di Saint-Saëns, il Mephistowaltz per orchestra e la Rapsodia Ungherese n. 6 di Liszt, e il celebre Boléro di Ravel. In gennaio si terranno due appuntamenti dedicati al Giorno della Memoria e alla commemorazione delle vittime della Shoah. Il 14, I Virtuosi Italiani e il violinista Pavel Vernikov eseguiranno la Sinfonia da Camera tratta dal Quartetto n. 8 di Shostakovich, ispirato al bombardamento di Dresda del 1945 e dedicato alle vittime del nazifascismo, il famoso Adagio con variazioni su melodie ebraiche per violoncello e orchestra Kol Nidrei di Max Bruch e il Divertimento ebraico per violino solo, cantor (Mati Turi) e orchestra scritto nel 2007 su testi sacri e popolari dal compositore russo Leonid Hoffmann. Il 18 gennaio è invece in calendario l’ appuntamento con musica da camera e letture curato dagli Amici della Musica di Modena che presenterà brani di Satie, Dukas, Debussy, Solbiati, Ravel, Ligeti, Bartók e Mahler. Il concerto del 2 febbraio vedrà il ritorno, dopo l’ottobre 2008, di Valerij Gergiev, uno dei massimi interpreti dei nostri giorni, alla guida dell’illustre Orchestra Sinfonica del Teatro Mariinskij

Si parte con Wagner seguono Mozart e Schubert L’apertura a zu Guttenberg con la giovane orchestra tedesca e la voce dell’Iven

[18] - il mese ottobre \2011

Come dicevamo anche in introduzione, il sipario della Stagione concertistica 2011-’12 si alza alle ore 21 di domenica 23 ottobre con musiche di Richard Wagner, il Wesendonck-Lieder, di Wolfgang Amadeus Mozart, da Il flauto magico l’ouverture K. 620 e da Franz Schubert, la Sinfonia n. 9 in do maggiore D 944 “La Grande”. Sul palco l’Orchester der Klangverwaltung con Enoch zu Guttenberg direttore e Christiane Iven mezzosoprano. Il complesso tedesco è stato fondato nel 1997 a Monaco di Baviera da due violinisti, Andreas Reiner e Josef Kröner, che lavorando con Enoch zu Guttenberg hanno deciso di formare un nuovo gruppo altamente selezionato per dedicarsi alla filosofia e alle idee musicali del direttore d’orchestra,

orientando il loro lavoro particolarmente sullo studio storico della pratica strumentale e sulla riscoperta sonora ed espressiva del repertorio classico. Secondo il modello tipico di molte orchestre da camera, il grande complesso tedesco è formato da affermati solisti, giovani vincitori di concorsi, componenti di gruppi da camera e professori provenienti da prestigiose orchestre stabili, quali le filarmoniche di Berlino, Vienna e Monaco. Il mezzosoprano Christiane Iven è nata ad Amburgo e si è perfezionata nell’interpretazione liederistica con Dietrich Fischer-Dieskau. Recentemente ha inciso le Faust-Szenen di Robert Schumann con la Royal Concertgebouw Orchestra sotto la direzione di Nikolaus Harnoncourt.


La Nona Sinfonia chiude le celebrazioni di Mahler In compagnia di Eugenio Candi andiamo alla scoperta dell’opera del compositore

in un programma con di Ciaikovskij, Prokofiev e Berlioz. Il 18 febbraio, Roman Brogli-Sacher sarà alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini con solista il violoncellista Mario Brunello mentre il 17 marzo raccoglieranno il testimone i Solisti di Mosca guidati da Yuri Bashmet. La Stagione si conclude il 3 maggio con Tamás Vásáry, affermato pianista e direttore d’orchestra ungherese con la Savaria Symphony Orchestra.

Per abbonamenti e biglietti Opzioni diverse in vendita da ottobre Due forme di abbonamento a nove concerti: ingresso incluso o ingresso escluso. L’abbonamento con l’ingresso escluso comporta l’acquisto di un biglietto d’ingresso di euro 5,00 in occasione di ogni concerto, da ritirare entro le ore 19 del giorno precedente il concerto. Gli abbonamenti alla Stagione concertistica 2011-2012 (da 230 euro dell’intero platea ingresso incluso ai 35 euro del loggione ingresso escluso) sono in vendita fino a sabato 8 ottobre per gli abbonati alla Stagione precedente; da martedì 11 ottobre per i nuovi abbonati. Da giovedì 13 ottobre sono in vendita i biglietti per tutti i concerti. Info: tel. 059 2033020 www.teatrocomunalemodena.it

salvate e insieme eternamente perdute. L’Andante introduttivo si apre con l’uso dell’intervallo di seconda discendente che imita la caduta melanconica della voce umana, quando si parla lasciando cadere le terminazioni delle parole, e si conclude nella rarefazione del finale dell’Adagio ove quel suono è tanto più dolce quanto inudibile. D’altronde la parabola

di redenzione non potrebbe che concentrarsi sulle ultime note della sinfonia dove il decorso del movimento perde via via la sua corporeità sino a un pianissimo di infinita dolcezza che esitando fino all’ultimo il proprio congedo da questo mondo si rarefa e purifica nella quintessenza dell’idea stessa di suono: il silenzio. Lo spazio che poco prima era ancora saturo è ora come svuotato; l’uscita non riesce liberatoria bensì assorta, sospesa, persino rimandata. A preservare l’evento dal nulla è il nulla stesso. La bellezza dice la verità perchè a produrla è la coscienza della caducità e della mortalità”.

musica

La pianista Martha Argerich. Sotto a sinistra Enoch zu Guttenberg

Lunedì 7 novembre Alfonso Scarano, sarà alla guida della Moravian Philharmonic nella Nona Sinfonia di Mahler di cui si ricorda quest’anno il centenario della morte. Rendiamo omaggio a questo grande compositore lasciando la parola al musicologo Eugenio Candi: “La continua dialettica tra soggettività dell’idea e oggettività della forma, assume nella musica dell’ultimo Mahler il tratto che pone quel linguaggio, così traboccante di tanta eredità, pericolosamente in prossimità dei limiti che a quel linguaggio sono correlati. In questo egli è forse l’unico che incarni l’idea stessa di transizione, che spinga il carico della tradizione sul suo limite epocale accompagnandolo di fatto a fronte di quegli interrogativi che non potevano essere elusi dalle generazioni future. Il sapere di essere uomo di confine lo dispone nella condizione di rischio del suo incolume attraversamento. La profonda insicurezza esistenziale, esprime quel “dolore del mondo”che nel processo catartico tende necessariamente al sublime e la poetica mahleriana della Nona Sinfonia, impastata com’è di brividi mortali(Andante comodo), di accorata tenerezza (II movimento Landler), di brutale violenza (Rondò Burleske) e pace rarefatta (Adagio) non fa che ripetere la condizione dell’artista. Contemplando l’inabissarsi di tutto ciò che lo circonda della natura, Mahler simula un’esperienza in se sdoppiata: di annichilimento e di eternità. Il malinconico non fa che sognare la vita che non possiede e che gli è tolta proprio dal fatto di sognarla, esso anticipa e mima la morte, guardando le cose come dal loro aldilà, eternamente


>musica

Di paolo franceschi

Dalla musica all’arte, dal costume all’editoria Con il festival Grandezze & Meraviglie pronti ad entrare nel cuore della produzione estense e dei suoi protagonisti. Concerti del innanzitutto ma anche dell’artista americano nella E’ iniziata la realizzazione grande “affresco” Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno ilecantiere sarà aperto al pubblico incontri per le scuole, conferenze masterclass

A

Modena (1, 15, 22 e 28 ottobre), Sassuolo ( 5 e 12 ottobre), Villa Sorra (2 e il 9 ottobre), Soliera (16 ottobre), Vignola (19 e 20 ottobre), è il fesival Grandezze e Meraviglie ad essere protagonista della scena musicale di città e provincia, con undici concerti di musica barocca organizzati presso varie sedi nei luoghi coinvolti nella manifestazione. Organizzato dall’Associazione Musicale Estense, giunto quest’anno alla quattordicesima edizione, il festival realizza anche una masterclass, un progetto per videomakers e concerti per le scuole (12, 15, 19 e 28 ottobre), oltre a vari eventi collaterali grazie ai quali saranno approfondite altre tematiche del barocco come architettura, spettacolo, pittura, editoria, costume. L’associazione infatti fa parte di R.E.M.A (Réseau Européen de Musique Ancienne), rete europea di musica antica nata nel 2000 in Francia, che si propone di trasmettere il patrimonio musicale barocco, repertorio di grande valore, in parte ancora oggi

poco conosciuto. Proprio questo sembra essere indagato a trecentosessanta gradi nei concerti in calendario, dal momento che le date del mese contemplano musiche di Bach e famiglia (a Modena il 1 ottobre, a Villa Sorra il 2 ottobre), Corelli, Biber e Geminiani (a Modena il 15 ottobre), musiche per violino del Seicento italiano (a Modena il 22 ottobre), musiche per tromba di Haendel, Torelli e Vivaldi (a Sassuolo il 5 ottobre), musica vocale italiana del Seicento (a Soliera, il 16 ottobre), concerti barocchi (a Vignola, il 20 ottobre), con brani di Telemann, Scarlatti e Vivaldi: il Seicento musicale risulta davvero proposto a tutto campo, considerato pure che in passato l’associazione ha allestito anche una versione dell’Agrippina di Haendel, confrontandosi così anche con il repertorio operistico, di cui il barocco vede la nascita e i primi sviluppi stilistico-formali. Notevole la serie di pubblicazioni e di incisioni proposte dal festival, comprensive

Il Barocco che inca 16 ottobre Rappresentazione vocale e melodia Domenica 16 ottobre, presso la Rocca di Soliera alle ore 17.30, il festival Grandezze e meraviglie ospita un concer to interamente dedicato alla musica emiliana e italiana del Seicento. Dolcissime catene: passione, amore, bellezza, il titolo del concerto di musica vocale accompagnata da basso [20] - il mese ottobre \2011

continuo, realizzato da Laura Crescini (soprano) e Michele Barchi (clavicembalo), che esegue pure alcuni brani per strumento solo. La parola in musica sembra essere il motivo conduttore di questa performance, che vuole inda-

gare le affinità tra significato poetico e movenza melodica, quindi tra testo e musica, cogliendo l’essenza più intima di gran par te del Seicento musicale: le musiche di G. Bononcini, T. Albinoni e G. L. Gregori, illustrano questo percorso fatto di preludi,

recitativi, arie, cantate e divertimenti, completando una cernita di brani del barocco più sensuale ed espressivo. Alle 16.00, precede un incontro di carattere storico con lo scrittore Giuseppe Pederiali. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con il Circuito dei castelli della provincia di Modena e la Fondazione Campori di Soliera; ingresso libero a partire dalle 15.30.


rispettivamente dei cataloghi compilati durante le edizioni passate, come di svariati cd e dvd, grazie ai quali ascoltare le esecuzioni migliori dei concerti precedenti. Infine, da segnalare gli eventi collaterali del mese, martedì 18 e 25 e sabato 29 ottobre, occasioni di incontro per parlare dei Linguaggi delle Arti e dello Stile italiano (vedi box). Per qualsiasi ulteriore informazione, consultare il sito www.grandezzemeraviglie.it, per informazioni generali e prenotazioni rivolgersi al 059.214333, oppure al 345.8450413; esiste anche un biglietteria on-line al sito www.grandezzemeraviglie.it/bigliettionline.shtm.

In apertura l’European Union Baroque Orchestra (particolare), a destra A. Bernardini

I linguaggi delle arti: Stile italiano

anta

A fianco del ricco calendario musicale il festival propone anche il ciclo I Linguaggi delle arti: Stile Italiano incontri, conferenze, presentazioni a cura di Enrico Bellei e Sonia Cavicchioli. A ottobre martedì 18 presso il Palazzo dei Musei, alle ore 21, Paola Goretti parlerà di Elegantiae - Il gusto del vestire

nello stile all’italiana. Il 25 Lucia Peruzzi introdurràalla pittura emiliana del Seicento con l’incontro Natura e Idea (ex Ospedale S. Agostino ore 21). Infine sabato 29 a Palazzo dei Musei, sala dell’Oratorio ore 17.30 Dall’incunabolo all’e-book - Manuzio, Bodoni: un modello per il futuro del libro italiano? con Giorgio Montecchi. Tutti gli incontri sono ad ingresso libero.

15 ottobre

Battaglie e follie per archi Sabato 15 ottobre a Modena, presso la chiesa di San Carlo alle ore 21.00, una grande produzione ci è proposta dalla European Union Baroque Orchestra, per la prima volta nella nostra città: sotto la direzione di Enrico Onofri (in foto), un programma profano di Battaglie e follie per archi, con brani di Biber, Corelli e Geminiani. Sinfonie, sonate, canzoni, concerti grossi, temi con variazioni, questi i pezzi che saranno eseguiti, riassumendo le forme musicali predominanti che compongono i repertori strumentali del diciassettesimo secolo.

L’orchestra si distingue per essere l’unica compagine giovanile barocca stabile, ha sede in Lussemburgo e consente ad ogni componente un biennio di intenso lavoro e tournée in tutto il mondo; durante il pomeriggio offrirà anche un concerto per le famiglie, che verrà promosso attraverso le scuole.

calendario di ottobre

Sabato 1 Modena - ore 21 Oratorio dell’Ascensione Domenica 2 Villa Sorra ore 17.30 Padre e figli: la famiglia Bach Mercoledì 5 Sassuolo - ore 21 Suoni la Tromba! Domenica 9 Villa Sorra - ore 17.30 Splendido Frammento Mercoledì 12 Sassuolo - ore 21 Per Flauto Sabato 15 Modena - ore 16.30 Battaglie e follie d’archi ore (per famiglie) Sabato 15 Modena - ore 21 Battaglie e follie d’archi Domenica 16 Soliera - ore 17.30 Dolcissime catene (ingresso libero) Martedì 18 Modena - ore 21 Elegantiae Giovedì 20 Vignola - ore 21 Il concerto ideale all’italiana Sabatao 22 Modena - ore 21 L’arte del violino: Seicento italiano Martedì 25 Modena - ore 21 Natura e idea Venerdì 28 Modena - ore 21 Modena & Venezia Sabato 29 Modena - ore 17.30 Dall’incunabolo all’ebook Mercoledì 2 novembre Modena - ore 18 presentazione: Dall’Europa all’Italia

musica

conferenze


>musica

Di giacomo fossa

Rendez-vous Mahler e Bach

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblico

I

na nella continuazione della stimolante nizia la stagione 2011-2012 della Gioserie di appuntamenti iniziati a febbraio ventù Musicale Italiana di Modena, con e dedicati alle “Sei Suites per violoncello un programma ricco di nuove proposte solo” di J.S.Bach. La cosa assolutamente all’insegna della “musica forte”, termine particolare di questi incontri-concerto riusato da Quirino Principe per definire quelsiede nel fatto che Brunello - appassionato la che abitualmente denominiamo “musica frequentatore delle Suites che ha inciso in classica”, termine più vago del precedente numerose interpretazioni dimostrando, in che sta invece a delineare la qualità del ognuna, una lettura sempre più avvincencontenuto - forte, appunto - che sta dietro te - eseguirà, nel corso della serata, la a questo genere di musica. Suite in programma ben due volte. Dopo Forte sarà anche la voglia di fare cultura, la prima esecuzione l’interprete interlodi “fare di più con meno risorse” come requirà con il pubblico svelandogli i segreti cita la nota di presentazione della stagione. di questa musica, rendendolo partecipe Ventisette le date, quindi, con concerti, in prima persona di questi capolavori uno spettacolo teatrale e la prima del e permettendogli quindi, nella seconda Teatro alla Scala in diretta via satellite; esecuzione, un ascolto gli eventi si svolgeranno presso il Teatro più consapevole, un apComunale Pavarotti, che ospiterà tre conproccio assolutamente certi di assoluto rilievo, l’Auditorium Biagi più coinvolgente. e il Teatro San Carlo, in cui si esibiranno anche giovani interpreti, talenti del nuovo coninfo certismo internazionale premiati nei più importanti Biglietti e abbonamenti concorsi. Nel primo appuntamento, Gli abbonamenti alla stagione sono in vendita dal 4 ottobre (per i rinnovi) e in programma all’Audidal 18 (per i nuovi abbonati) presso torium Biagi per il 22 la sede dell’Associazione (Rua Muro ottobre alle 17.30, la 59, Modena tel 059 9781690), che Gioventù Musicale Itaresterà aperta fino al 5 novembre liana celebrerà Gustav con i seguenti orari: dal martedì al Mahler, nel centenario venerdì ore 17-19.30 e sabato ore della morte, con la sua 10-12.30. I biglietti singoli si possono Sinfonia N.4, presentata acquistare anche via Internet, dal sito qui nella interessante della GMI o essere richiesti per via tetrascrizione per orchestra lefonica il giorno stesso del concerto, al 331 3345868. Info: da camera approntata www.gioventumusicalemodena.it da Erwin Stein, allievo di Arnold Schoenberg. In quest’opera Mahler approda felicemente alla “gaiezza” nietzschiana e, nel finale con l’onirico idillio del lied “La Vita celeste” - affidato alla voce del soprano Anna Alàs - raggiunge livelli di intatta purezza. Ad eseguirla sarà l’ensemble catalano Conjunt XXI, formato da musicisti provenienti dalle migliori orchestre europee, sotto la direzione di Marius Mac Guinness. Il concerto successivo, il 5 novembre, vedrà invece protagonista il violoncellista Mario Brunello, impegnato qui a Mode[22] - il mese ottobre \2011

In alto l’Ensemble catalano Conjunt XXI. A destra il violoncellista Mario Brunello

La nuova stagione della Gioventù Musicale Italiana inizia con un omaggio dell’ensemble catalano Conjunt XXI al compositore austriaco Segue la lezione concerto dell’ottimo violoncellista Mario Brunello su Bach


>calendario eventi Grandezze & Meraviglie

Oratorio dell’ascensione Bwv 11 di J.S.Bach e altre musiche di A. Caldara, T. Albinoni, B. Marcello, A.Vivaldi – Coro e Orchestra di Villa Contarini, Alfredo Bernardini direttore Chiesa di S. Carlo, Modena - ore 21 Info: www.grandezzemeraviglie.it

Teatro per Amore

Gli Sconnessi “Passioni e vendetta a Fleet Street” Teatro dei Segni, Modena - ore 21 Info: 059 2924765

Festa del Racconto

tanti ospiti per letteratura, incontri, spettacoli, musica Carpi, Campogalliano, Novi, Soliera Info: www.festadelracconto.it

Suggestioni fra le torri

percorsi guidati, eventi culturali, assaggi di antichi sapori nei castelli di Modena Info: www.provincia.modena.it

domenica 2 Grandezze & Meraviglie

Padre e figli: la famiglia Bach Claudio Astronio clavicembalo Villa Sorra - ore 17.30 Info: www.grandezzemeraviglie.it

Festa del Racconto

tanti ospiti per letteratura, incontri, spettacoli, musica Carpi, Campogalliano, Novi, Soliera Info: www.festadelracconto.it

Suggestioni fra le torri

percorsi guidati, eventi culturali, assaggi di antichi sapori nei castelli di Modena Info: www.provincia.modena.it

mercoledì 5 Grandezze & Meraviglie

Suoni la Tromba! musiche di G. F. Händel, G. Torelli, A. Vivaldi. Gabriele Cassone tromba barocca, Brixia Musicalis, Elisa Citterio violino e direzione Palazzo Ducale, Sassuolo - ore 21 Info: 059 214333- 345 8450413

giovedì 6 Ritrono al futuro - incontro con Gianni Riotta, Fabrizio Goria e Federico Fubini

Forum Guido Monzani, Modena - ore 21 Info: 059 2021093

Primo Festival Green Economy

Idee, pratiche e opportunità di innovazione e sostenibilità per il Distretto Ceramico Fiorano Modense Info: www.festivalgreeneconomydistretto.it

Francesco De Gregori

Vox, Nonantola Info: www.voxclub.it

venerdì 7 Primo Festival Green Economy

Idee, pratiche e opportunità di innovazione e sostenibilità per il Distretto Ceramico Fiorano Modense Info: www.festivalgreeneconomydistretto.it

sabato 8 Suggestioni fra le torri

percorsi guidati, eventi culturali, assaggi di antichi sapori nei castelli di Modena Info: www.provincia.modena.it

Primo Festival Green Economy

Idee, pratiche e opportunità di innovazione e sostenibilità per il Distretto Ceramico Fiorano Modense Info: www.festivalgreeneconomydistretto.it

Tipici Dop in Festa

week end gastronomici Carpi Info: www.carpidiem.it/tipicinfesta

domenica 9 Suggestioni fra le torri

percorsi guidati, eventi culturali, assaggi di antichi sapori nei castelli di Modena Info: www.provincia.modena.it

Primo Festival Green Economy

Idee, pratiche e opportunità di innovazione e sostenibilità per il Distretto Ceramico Fiorano Modense Info: www.festivalgreeneconomydistretto.it

Tipici Dop in Festa

week end gastronomici Carpi Info: www.carpidiem.it/tipicinfesta

Grandezze & Meraviglie

Splendido Frammento F.M.Veracini, R. de Visée, A. Vivaldi Blu Ensemble, Valerio Losito violino, Simone Vallerotonda tiorba Villa Sorra - ore 17.30 Info: 059 214333- 345 8450413

mercoledì 12 Grandezze & Meraviglie

Per Flauto: à l’Italiennè & à la Française Kerstin Fahr flauti, Louis-Noël Bestion de Camboulas clavicembalo Palazzo Ducale, Sassuolo - ore 21 Info: 059 214333- 345 8450413

Et in terra pax

di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini al termine della proiezione incontro con gli autori Sala Truffaut, Modena Info: 059 236288

venerdì 14 Ozu Film Festival

kermesse internazionale di cortometraggi. Sassuolo Info: www.ozufilmfestival.com

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

sabato 15 Suggestioni fra le torri

percorsi guidati, eventi culturali, assaggi di antichi sapori nei castelli di Modena Info: www.provincia.modena.it

Ozu Film Festival

kermesse internazionale di cortometraggi. Sassuolo - Info: www.ozufilmfestival.com Legenda per la consultazione

Amore carne

di Pippo Del Bono al termine della proiezione incontro con l’autore Sala Truffaut, Modena - ore 21 Info: 059 236288

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

Nesli

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

martedì 18 Erri De Luca presenza I pesci non chiudono gli occhi

Forum Guido Monzani, Modena - ore 21 Info: 059 2021093

Io non taccio – Le prediche di Girolamo Savonarola

Vox, Nonantola Info: www.voxclub.it

Grandezze & Meraviglie

“Battaglie e Follie d’ archi” Musiche di A. Corelli, F. I. Biber, F. Geminiani. European Union Baroque Orchestra, Enrico Onofri direttore Chiesa di S. Carlo, Modena - ore 21.00 Info: 059 214333- 345 8450413

Tipici Dop in Festa

week end gastronomici Carpi Info: www.carpidiem.it/tipicinfesta

domenica 16 Alla scoperta degli spazi teatrali

ore 15 percorso non stop degli angoli del teatro; ore 17 con la partecipazione straordinaria di Franco Branciaroli: Presentazione del volume fotografico “Carpi - Il Teatro Comunale”; ore 18 Luce in scena: La stagione teatrale del Comunale di Carpi nel 150° inaugurazione mostra fotografica di Marzia Lodi Carpi - Info: 059 649226-263

spettacolo con Don Gallo “T. Come Teatro” Palasport di Formigine - ore 21 Info: 345 0225526

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

Examined Life

di Astra Taylor Sala Truffaut, Modena Info: 059 236288

mercoledì 19 Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

L’uomo dei sette capestri

di John Huston Sala Truffaut, Modena Info: 059 236288

giovedì 20

Suggestioni fra le torri

percorsi guidati, eventi culturali, assaggi di antichi sapori nei castelli di Modena Info: www.provincia.modena.it

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

Ozu Film Festival

kermesse internazionale di cortometraggi. Sassuolo Info: www.ozufilmfestival.com

Suoni entro le mura

Sestetto di fiati Vecchi - Tonelli Rocca di Vignola - ore 16.30 Info: 059 775246

Grandezze & Meraviglie

Dolcissime catene: passione, amore, bellezza - nella musica emiliana e italiana del Seicento Laura Crescini soprano, Michele Barchi clavicembalo (precede, alle 16, incontro con lo scrittore Giuseppe Pederiali) Castello di Soliera - ore 17.30 Info: 059 214333- 345 8450413

Grandezze & Meraviglie

Il concerto ideale all’italiana A. Scarlatti, A. Vivaldi, G. Ph. Telemann Ensemble Il Concerto Ideale Petr Zeifart flauto e direzione, Michele Barchi, clavicembalo Rocca di Vignola ore 21 Info: 059 214333- 345 8450413

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

venerdì 21 Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

Gli spostati

di John Huston Sala Truffaut, Modena Info: 059 236288

Tipici Dop in Festa

week end gastronomici Carpi Info: www.carpidiem.it/tipicinfesta

lunedì 17 Michael Franti & The Sparehead Vox, Nonantola Info: www.voxclub.it

Appuntamenti

Cinema

sabato 22 ConjuntXXI Ensemble da camera

Direttore Marius McGuinness Anna Alàs soprano Gioventù Musicale Italiana “Concerti aperitivo” Auditorium Marco Biagi, Modena - ore 17.30 Info: 059 9781690

Incontri

Musica

Teatro

calendario eventi

sabato 1


5

17.30-19 VENERDÌ 20 GENNAIO 21-22.30

SABATO 28 GENNAIO 17.30-19.30 SABATO 4 FEBBRAIO 17.30 - 19.30

Teatro Comunale

Teatro San Carlo Auditorium Marco Biagi

Baluardo Cittadella Auditorium Marco Biagi

Yuja Wang pianoforte

Cho Joo soprano Diego Mingolla pianoforte conduce Carlida Steffan Nikita Boriso-Glebsky violino I premio Kreisler di Vienna 2010

Vadym Kholodenko pianoforte I premio Sendai piano competition 2010

Alessandro Chiappetta Quartet chitarra, sax, basso, batteria

Mario Brunello violoncello

Vincitore selezioni GMI 2011

GIOVEDÌ 9 FEBBRAIO 21-23 SABATO 11 FEBBRAIO 17.30-19 Teatro San Carlo

I Premio Chopin Varsavia 2010

Duo Biogroove percussioni

SABATO 18 FEBBRAIO 17.30-19.30 Auditorium Marco Biagi

Yulianna Avdeeva pianoforte

SABATO 25 FEBBRAIO 17.30-19.30 Auditorium Marco Biagi

Brahms Sette fantasie op. 116 Scriabin Sonata n. 5 Debussy da Estampes: la soirée dans grenade Albeniz Triana Ravel da Miroirs: Alborada del gracioso Fauré Ballata op. 19 Liederabend Mahler, Debussy, Wolf, Gaglianello Mozart Sonata KV 379-Rondo KV 373 Szymanowski Nocturne e Tarantella Grieg Sonata n. 3 Composizioni originali Bach Suite n. 6 BWV 1012 Verso una lettura condivisa

Giappone: la tradizione nella musica contemporanea Abe, Dun, Kitazume, Minoru Bach Ouverture Francese BWV 831 Chopin Barcarola op. 60 - Scherzo op. 31 n. 2 Prokof’ev Sonata op. 14 n. 2 Ravel Sonatine

Pangea Dalle Dolomiti alle Ande

La musica argentina Ascolti e proiezioni

Quartetto Les Nuages Ensemble Musiche klezmer e balcaniche al femminile

GIOVEDÌ 8 MARZO 21-22.30 incontro con Ex ospedale Sant’Agostino Javier Girotto

Quartetto Sax four fun Javier Girotto sassofono

letture e presentazioni a cura di GMI Modena

GIOVEDÌ 15 MARZO 18-19.30 Baluardo Cittadella

I premio Bordeaux 2010

20-23 Auditorium Marco Biagi

violino, violoncello, pianoforte

Platero y yo testo di Ramon Gimenez musica di Castelnuovo -Tedesco

Zemlinsky Quartet

SABATO 17 MARZO 17,30 -19.30

Teatro San Carlo

Emanuele Segre chitarra associazioni teatrali modenesi

Haydn Quartetto op. 76/3 “Kaiser“ Zemlinsky Quartetto n. 3 op. 19 Suk Meditation on an Old Czech Chorale Dvorˇák Quartetto op. 96 n. 12 “Americano“ Mozart Divertimento KV 254 ˇostakovicˇ Trio n.1 op. 8 S Schumann Trio n.1 op. 63

SABATO 24 MARZO 17.30-19.30

Teatro San Carlo

Graffiando vento

La musica brasiliana Ascolti e proiezioni

Gabriele Mirabassi clarinetto Guinga chitarra e voce I Premio Long Thibaud Parigi 2010

Solenne Païdassi violino

Trio Raffaello

SABATO 31 MARZO 17.30-19.30

incontro con Ex ospedale Sant’Agostino Marco Boccitto Baluardo Cittadella

GIOVEDÌ 5 APRILE 18-19.30 20-23

Auditorium Marco Biagi

Beethoven Sonata n. 4 op. 23 Ravel Sonata in sol maggiore Schubert Sonatina op 137 n.3 Stravinskij Divertimento da Le baiser de la fée

Hyo-Sun Lim pianoforte

[24] - il mese settembre \2011

Bach Brunello

6

alTeatro Comunale

Bach Brunello

CONCERTO DEDICATO ALLE DONNE DEL MONDO

aperitivotardivoh20

aperitivotardivoh20

SABATO 14 APRILE 17.30-19.30

CENTINPIÙ

(Prezzo per due abbonamenti)

ABBONAMENTI

Teatro

Musica

Incontri

Cinema

Appuntamenti

Legenda per la consultazione

>calendario eventi

(posti numerati escluso Baluardo Cittadel

BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Tuttoquanto 160 260 23 concerti+2* SenzaBaluardo 130 230 19 concerti+2* SoloBiagi 80 --------------10 concerti+2* Concerti 2011 70 --------------7 concerti+2* Concerti 2012 100 --------------16 concerti+2* +2* Agli abbonati ingresso gratuito il 22 ottobr


Eleonora Beddini pianoforte Michele Francesconi pianoforte jazz

Piani naturalmente diversi Musica classica a sorpresa sulla natura e improvvisazioni jazz

Auditorium Marco Biagi

ConjuntXXI ensemble da camera

Per una storia dell’interpretazione

Bach Suite n. 4 BWV 1010

conduce Maurizio Franco

VENERDÌ 16 SETTEMBRE 21-22.30 Auditorium Marco Biagi

Anna Alàs soprano Mario Brunello violoncello

Mahler Quarta sinfonia (trascrizione Schönberg-Stein)

SABATO 22 OTTOBRE 17.30-20 Auditorium Marco Biagi

direttore Marius McGuinness

SABATO 5 NOVEMBRE 17.30-19

La compagnia del numero 1° Liszt Studio trascendentale n. 11 Bach Sonata per violino n. 1 BWV 1001 Debussy Images I Beethoven Sonata a Kreutzer op. 47-Sonata op. 111 Haydn Quartetto op. 76 n. 2 (delle Quinte) Adès Arcadiana Beethoven Quartetto op. 130

calendario eventi 4

Jan Hugo pianoforte Paolo Tagliamento violino Viviana Lasaracina pianoforte Laura Marzadori violino Olaf John Laneri pianoforte Danish string Quartet I Premio London 2009

12

Bach Brunello

Teatro San Carlo

16

Accademia dell’Orchestra Mozart

Palchi laterali, loggione

direttore Boris Schaefer

L’Opera è in Cantiere brani da Rossini L’Italiana in Algeri-La pietra del paragone Mozart Le nozze di Figaro-Così fan tutte

15

Auditorium Marco Biagi

VENERDÌ 25 NOVEMBRE 20-22.30 Teatro Comunale

Cantanti del CUBEC Accademia Mirella Freni

Cantanti dell’Opera Studio della Bayerische Staatsoper

Dai Miyata violoncello

I Premio Rostropovich Parigi 2009

Concerto per il Giappone De Falla Siete canciones populares españolas Mayuzumi Bunraku per violoncello solo Strauss Sonata in fa maggiore op. 6 Aspettando il Don Giovanni di Mozart Con ascolti e proiezioni

Don Giovanni Ein musikalischer spass Diretta via satellite dalla Scala

22

VENERDÌ 11-11-11 18.20-23.23

DOMENICA 27 NOVEMBRE 21-23

Auditorium Marco Biagi

Andrea Dindo pianoforte

Cinema Don Giovanni Teatro Mozart Michelangelo direttore Daniel Barenboim

Scarlatti Sonate K32 - K289 - K282 - K319 - K278 - K159 Bach Suite francese n. 5 - Suite inglese n. 2 Arie e concerti “all’italiana” Piani diversi Musica classica a sorpresa e improvvisazioni jazz

Platea e palchi centrali

aperitivotardivoh20

alTeatro Comunale

SABATO 3 DICEMBRE 17.30-19.30

a cura di GMI Modena

incontro con Auditorium istituto Ramin Bahrami Vecchi-Tonelli

Teatro San Carlo

MERCOLEDÌ 7 DICEMBRE 18-23

Ramin Bahrami pianoforte

I sacchi di sabbia

DOMENICA 18 DICEMBRE 17.30-19.30

Teatro Comunale

Viviana Lasaracina pianoforte Stefania Tallini pianoforte jazz conduce Maurizio Franco

Bach Suite n. 5 BWV 1011 Bach nella lettura di Brunello

10

10

DOMENICA 4 DICEMBRE 17.30-19.30 20-22.30

LUNEDÌ 19 DICEMBRE 21-22.30

Baluardo Cittadella

Mario Brunello violoncello

15

Teatro Comunale

aperitivotardivoh20

GIOVEDÌ 12 GENNAIO 21-23

Auditorium Marco Biagi

re e il 7 dicembre

Auditorium Biagi, Teatro San Carlo, Baluardo Cittadella

10

Ridotto Amici GMI, minori di 26 anni, maggiori di 65 Per la diretta del Don Giovanni biglietteria al teatro Michelangelo

10

RIDOTTO

10

INTERO

(Obbligatoria)

BIGLIETTI

TESSERA AMICI GMI

in diretta

alTeatro Comunale

DOMENICA 15 GENNAIO

lla)

aperitivotardivoh20

Il calendario completo degli appuntamenti in provincia è scaricabile sul sito: www.provincia.modena.it


>calendario eventi Grandezze & Meraviglie

L’Arte del violino: Seicento italiano Ensemble Aurora, Enrico Gatti violino e direzione Chiesa di S. Carlo, Modena - ore 21.00 Info: 059 214333- 345 8450413

Vie Scena contemporanea Festival nei teatri di Modena, Carpi, Vignola, Rubiera, Castelfranco Info: www.viefestivalmodena.com

domenica 23 Orchester Der Klangverwaltung Enoch zu Guttenberg direttore Christiane Iven mezzosoprano Teatro Comunale di Modena - ore 21 Info: 059 2033010

Suoni entro le mura

Flauto, clarinetto e chitarra Vecchi Tonelli Rocca di Vignola - ore 16.30 Info: 059 775246

La giornata del ringraziamento con Diaframma, Paolino Paperino Band, Rats, Umberto Negri, Faust’o ….e altri Vox, Nonantola - dalle pre 19 Info: www.voxclub.it

martedì 25 Catherine Spaack presenta L’amore blu

Forum Guido Monzani, Modena - ore 21 Info: 059 2021093

Rachel

di Simone Bitton Sala Truffaut, Modena Info: 059 236288

giovedì 27 Un ballo in maschera

Musica di Giuseppe Verdi Teatro Comunale di Modena - ore 20.30 Info: 059 2033010

Invito all’opera

Un ballo in maschera Incontro con Massimo Gasparon regista dell’opera Teatro Comunale di Modena - ore 17 Info: 059 2033010

Sotto il vulcano

di John Huston Sala Truffaut, Modena Info: 059 236288

venerdì 28 Attraverso Caligola

regia di Stefano Tè con i detenuti e gli internati della Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia Teatro delle Passioni - ore 21.30 Info: 059 3091011

Grandezze & Meraviglie

Modena & Venezia: capitali musicali barocche. da Marco Uccellini ad Antonio Vivaldi Ruta Vosyliute soprano, Gloria Petrini contralto I Musicali Affetti, Fabio Missaggia violino e direzione Chiesa del Voto, Modena - ore 21.00 Info: 059 214333- 345 8450413

Lacuna Coil

Vox, Nonantola - dalle pre 19 Info: www.voxclub.it

La scuola è finita

di Valeria Jalongo al termine della proiezione incontro con l’autore Sala Truffaut Modena - ore 21 Info: 059 236288

sabato 29 Nissan Ski Pass

Salone del Turismo e degli Sport Invernali Fiere di Modena Info: www. skipass.it

Andrea Bacchetti – pianoforte

Musiche di Scarlatti, Marcello, Soler, Galuppi, Paisiello, Rossini Note di Passaggio Autunno Musicale Nonantolano Teatro M. Troisi (ingresso gratuito), Nonantola - ore 21.15 Info: www.amicidellamusica.info

domenica 30 Suoni entro le mura

Quartetto corni Rocca di Vignola - ore 16.30 Info: 059 775246

Un ballo in maschera

Musica di Giuseppe Verdi Teatro Comunale di Modena ore 15.30 Info: 059 2033010

Nissan Ski Pass

Salone del Turismo e degli Sport Invernali Fiere di Modena Info: www. skipass.it

lunedì 31 Yann Tiersen

Vox, Nonantola - dalle pre 19 Info: www.voxclub.it

Nissan Ski Pass

Salone del Turismo e degli Sport Invernali Fiere di Modena Info: www. skipass.it

Le mostre da vedere aprono

Scuola e Museo: i bambini e l’archeologia

inaugurazione 15 ottobre ore 16 fino all’11 novembre Museo Civico Archeologico “A. C. Simonini”, Corso Martiri, 204 Castelfranco Emilia Info: tel. 059 959367

Josef Albers

Dove: Palazzo Santa Margherita e Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande Quando: dall’8 ottobre fino all’8 gennaio Orari: mart-ven 10.30-13; 15-18; sab dom e fest 10.30-19.00; lunedì chiuso Info: tel. 059 2032911 2032940

Sweet Addiction

Dove: Galleria Mies, Piazzetta Dè Servi 44/a Quando: dall’8 ottobre fino al 5 novembre Orari: lun, merc, ven e sab 10.0013.00 e 16.00-19.30. Domenica su appuntamento. Info: tel. 059 235395

Recovery

Dove: Galleria Punto Arte ,Vicolo Caselline, 15 Quando: dal 5 al 22 ottobre Orari: dalle 16 alle 19 escluso lunedì Info: tel. 059 226694

Scuola e Museo: i bambini e l’archeologia

inaugurazione 15 ottobre ore 16 fino all’11 novembre Museo Civico Archeologico “A. C. Simonini”, Corso Martiri, 204 Castelfranco Emilia Info: tel. 059 959367

proseguono Ansel Adams. Nature is my Kingdom

Dove: Ex Ospedale Sant’Agostino, Largo Porta Sant’Agostino, 228 Quando: fino al 29 gennaio 2012 Orari: da martedì a domenica, dalle 11 alle 19 Info: tel. 059 239888

martedì 1 novembre Nissan Ski Pass

Salone del Turismo e degli Sport Invernali Fiere di Modena Info: www. skipass.it

giovedì 3 novembre Gauthier Dance - Dance Company Theaterhaus Stuttgart Poppea//Poppea Coreografia Christian Spuck Teatro Comunale di Modena - ore 21 Info: 059 2033010

Paesaggi sonori - Il cinema di Franco Piavoli

apertura della rassegna. Il regista ospite in sala con alcuni critici cinematografici. Precede l’incontro la proiezione di alcuni corti dell’autore Sala Truffaut, Modena - ore 21 Info: 059 236288

Bau Ecoimmagini e bioscritture

Dove: Biblioteca Poletti – Palazzo dei Musei Quando: fino al 12 novembre Orari: lun: 14,30 – 19 mart -ven: 8,30 – 13 e 14.30 – 19 e sab: 8.30 – 13.00. Info: tel. 059 2033372

Obiettivo Natura

Dove: Museo Civico d’Arte - Palazzo dei Musei Quando: fino al 13 novembre Orari: mart- ven 9-12 sab e fest 10-13 16 – 19 Info: tel. 059 2033100

Materia primaria

Dove: Biblioteca Delfini Corso Canalgrande 103 Quando: fino al 29 ottobre Orari: lun14.00 – 20.00; mart-sab 9.00 – 20.00. Info: tel. 059 2032911/203294

Il cielo in una stanza

Dove: Galleria Estense Palazzo dei Musei Largo Porta Sant’Agostino, 337 Quando: fino al 19 novembre Orari: mart-sab: 8.30/19.30; lun: 8,30/13.45; festivi: 13.45/19.30 Info: tel. 059 4395711

Pinocchio

Dove: Biblioteca Delfini Corso Canalgrande 103 Quando: fino all’8 ottobre Orari: lun14.00 – 20.00; mart-sab 9.00 – 20.00 Info: tel. 059 211071

Sfere invisibili. All’interno degli habitat animali Dove: Museo della Figurina (Palazzo S.Margherita, corso Canalgrande Quando: fino al 19 febbraio Orari: 10.30 - 13.00 / 15.00 - 18.00. Sabato, domenica e festivi: 10.30 18.00. Info: tel. 059 2033090/2032940 www.museodellafigurina.it

Fernanda Gattinoni. Moda e stelle ai tempi della Hollywood sul Tevere

Dove: Ridotto del Teatro Comunale, via Goldoni 1 Quando: fino al 30 ottobre Orari: giov-ven 16-19, sab e dom 10.30-13. e 16-19 Info: tel 059 212714

Archeologia di uno spazio urbano

Dove: Palazzo dei Musei - Lapidario Romano Quando: fino al’8 gennaio 2012 Orari: tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 Info: tel. 059 2033100

Sabrina Bastai

Dove: Modo Casa via De’ Gavasseti angolo via Emilio Po Quando: esposizione permanente Orari: del negozio Info: tel. 059 815522

Arteinattesa

Dove: Policlinico, via del Pozzo 71 Quando: permanente Info: tel. 059. 2032604

Gente di Milano. Personale di Gianni Berengo Gardin

Dove: Castello dei Pico, Piazza G. Marconi 23, Mirandola (MO) Quando: fino al 4 dicembre, venerdi 16 – 19 sabato e domenica 10 – 13 e 16 - 19 Info: tel. 053 5609995

chiudono Zaelia Bishop. Misfortunes and Minor Victories

Dove: Spazio Meme, via G. Bruno 4, Carpi Quando: 16 settembre – 23 ottobre Orari: tutti i giorni dalle 17 alle 20, tranne il martedì, sabato anche la mattina dalle 9.30 alle 13 Info: www.spaziomeme.org

[26] - il mese ottobre \2011 Legenda per la consultazione

Appuntamenti

Cinema

Incontri

Musica

Teatro


a vignola

Son Suoni entro le mura. Al via la rassegna domenicale Ricomincia la stagione Suoni entro le mura, giunta quest’anno alla sua ottava edizione, che animerà l’autunno musicale di Vignola con una serie di concerti tutti alla domenica pomeriggio. Promossa dalla Fondazione di Vignola, la rassegna prenderà il via domenica 16 ottobre ore 16.30 e i suoi appuntamenti (il 23, 30 ottobre e il 6, 13, 20, 27 novembre) saranno, per così dire, attraversati da un unico fil rouge: in ogni concerto si esibiranno strumenti a fiato, proprio per indirizzare l’attenzione dell’ascoltatore al gesto più naturale ed imprescindibile dell’uomo, il respiro; respiro che poi diventa suono, emissione del fiato che dà vita alla musica. Si alterneranno quindi flauti, oboi

e altri strumenti accomunati dalla stessa modalità con cui vengono suonati. L’ultimo concerto, in calendario domenica 4 dicembre, presenterà invece gli allievi del Cubec, l’Accademia di Belcanto del soprano Mirella Freni: canto, voce, respiro nelle sue accezioni primarie. Interessante anche la struttura degli appuntamenti, pensati della durata di un’ora e mezzo circa, con esecuzioni musicali, ovviamente, ma precedute o affiancate da spiegazioni - semplici e brevi guide all’ascolto, importantissime per la comprensione di ciò che si sta ascoltando - e, a volte, dialoghi aperti tra pubblico ed esecutori. [G.F.] Info: tel. 059 775246

Quel pianoforte di Bacchetti Il talentuoso musicista inaugura la nuova stagione degli Amici della Musica

C

on gli ultimi appuntamenti della rassegna “Note di Passaggio” inizia la nuova stagione degli Amici della Musica di Modena. Alla quale seguiranno i “Concerti d’Inverno”, “Il Cammino della Nuova Musica”, “Passioni per la Musica” e tante altre. Il primo appuntamento della stagione, tutto dedicato ai tasti bianchi e neri, è fissato per sabato 29 ottobre al Teatro Troisi di Nonantola, ore 21.15. Si inizierà con le sonate per clavicembalo di Domenico Scarlatti fino ad arrivare al temperamento “classicista” del pianoforte di Gioacchino Rossini. È infatti nel periodo di Rossini, in pieno Romanticismo, che il pianoforte, da semplice surrogato del più “anziano” clavicembalo, comincia a sfruttare le sue

in calendario 29 ottobre 2011 sabato – ore 21.15 Nonantola – Teatro M. Troisi ANDREA BACCHETTI – pianoforte Musiche di Scarlatti, Marcello, Soler, Galuppi, Paisiello, Rossini 6 novembre 2011 domenica – ore 17 Nonantola – Teatro M. Troisi QUARTETTO MAURICE Georgia Privitera, Laura Bertolino - violini Marco Gentile - viola Aline Privitera - violoncello Musiche di Bach, Mozart, Ligeti Ingresso gratuito Info: 3296336877 mail@amicidellamusica.info

musica

Andrea Bacchetti, a destra Quartetto Maurice.

potenzialità fino a diventare lo strumentosimbolo di un’epoca. L’interprete che ci accompagnerà in questo viaggio è Andrea Bacchetti che già si era fatto notare in tenera età come enfant prodige (il primo concerto a undici anni) fino a intraprendere una brillante carriera incontrando sul suo percorso maestri del calibro di Karajan, Magaloff, Horszowski, Berio. La collezione di borse di studio delle migliori scuole (Mozarteum di Salisburgo, Yamaha Music Foundation di Londra e Conservatorio Nazionale di Parigi) gli ha permesso di seguire i migliori maestri di pianoforte e di esibirsi in prestigiosi palcoscenici internazionali. Domenica 6 novembre alle ore 17, sempre al Teatro Troisi, sarà il turno del quartetto d’archi Maurice che offrirà al pubblico presente un ricco programma di musiche di Bach, Mozart e Ligeti. I quattro musicisti (Georgia Privitera, Laura Bertolino, Marco Gentile e Aline Privitera) unitisi nel 2002,in questa occasione presenteranno i migliori frutti delle ricerche di Bach e della grande sapienza contrappuntistica di Mozart nel suo il meraviglioso Adagio e Fuga in Do minore. L’Adagio è infatti considerato, per costruzione di gran respiro, equilibrio e tensione, uno dei migliori mai stati scritti. Il concerto concluderà con il Quartetto n.1 (“Métamorphoses nocturne”) di Ligeti, opera del 1954 con influenze di Bartók e richiami folkloristici. [Sante Cantuti]


>musica Parte da Nonantola il nuovo tour di De Gregori Ha scelto Modena, Francesco De Gregori, per dare il via al suo “Pubs and Clubs Tour”. Una serie di date lontano dalle folle degli stadi e dalla compostezza dei teatri, per riscoprire la dimensione più intima e originaria del suo essere un musicista, prima ancora che un cantautore tra i più colti della nostra tradizione. Una performance che si preannuncia imperdibile, tanto per il pubblico quanto per il cantautore romano, che si è detto in cerca di una dimensione più “disordinata” e di un pubblico “speciale, non addomesticato”. Un’occasione per i suoi fan di dimostrarsi ancora una volta all’altezza. L’evento si terrà al Vox Club di Nonantola giovedì 6 ottobre alle ore 21,30. Info: www.voxclub.it tel. 059 451646

Di pietro terzi

Al Vox è tempo di live Tra i prossimi concerti quelli di Nesli, Lacuna Coli e Yann Tiersen

F

inita l’estate, è tempo di ripartire dalle certezze, e per gli amanti della musica live il calendario invernale del Vox Club di Nonantola è una di queste. Ad infiammare il palco del locale nonantolano saranno come al solito ospiti di prima grandezza. La serata di sabato 15 ottobre vedrà il ritorno live del rapper senigalliese Nesli, mentre a seguire, lunedì 17, sarà la volta di Michael Franti & The Spearhead, noti in Italia per il singolo “The sound of sunshine”, rilasciato ad inizio estate con la collaborazione di Jovanotti. Serata invece tutta sul filo della memoria quella di domenica 23 ottobre, intitolata “La giornata del ringraziamento” in ricordo del prematuramente scomparso Stefano Nocetti, fondatore di Radio Antenna Uno ed animatore della scena alternative anni Yann Tiersen Ottanta. Protagonisti di quella straordinaria stagione musicale, come Diaframma, Miro Sassolini e Umberto Negri, saliranno sul palco assieme a Paolino Paperino Band, Faust’O, Rats e altri per raccogliere fondi da devolvere ad AIL Onlus e ADMO. Decisamente diverse le sonorità previste venerdì 28, con la tappa modenese del “Darkness Rising Tour” dei nostrani Lacuna Coil, in attesa dell’uscita a gennaio del loro prossimo lavoro in studio, “Dark Adrenaline”. Si conclude questa prima tornata concertistica con l’esibizione, l’1 novembre, di Yann Tiersen, polistrumentista, compositore (nonostante non ami essere definito tale) ed esponente di spicco della neo nouvelle vague, il cui successo internazionale è legato a quello della colonna sonora composta per “Il favoloso mondo di Amelie” di Jeunet. L’artista francese presenterà al pubblico i brani del suo nuovo album, “Skyline”, in uscita a metà ottobre, con l’imprevedibilità propria delle sue celeberrime performance live. Info: www.voxclub.it tel. 059 451646

In giro per club e locali di capoluogo e provincia Al Kalinka gli ex CCCP Canali e Zamboni. Al Mr Muzik Off arrivano i Julie’s Haircut I locali della città hanno ormai definitivamente aperto le saracinesche e compilato i loro programmi preparando un ottobre pieno di concerti interessanti. Al Mr Muzik Off si comincia con i bresciani Low Frequency Club (giovedì 13) e i loro ritmi funk, suoni acidi e effetti sgargianti che sembrano provenire direttamente dagli anni ottanta. Si passa poi direttamente agli storici Julie’s Haircut (giovedì 20) che hanno confermato ormai da tempo la loro maturazione con il doppio album “Our secret ceremony”. I Mostri (giovedì 27) invece vengono da Roma e [28] - il mese ottobre \2011

amano parlare spesso della loro città con un pop-rock festaiolo e uno ska-garage di stampo “mod”. Se ci spostiamo a Carpi, al Kalinka, troviamo i Nati così (venerdì 14), una numerosa

folk band costituita da nove componenti esperti in pizziche salentine e musica degli anni Settanta. Sullo stesso palco sbarcherà Giorgio Canali (21 ottobre), l’ex chitarrista dei CCCP che presenterà una ad una tutte le canzoni del suo ultimo lavoro “Rojo”, accompagnato dall’inseparabile band, i Rossofuoco. E a proposito di CCCP, venerdì 28 sarà il turno di Massimo Zamboni (ex bassista del gruppo punk emiliano) e di Angela Baraldi (protagonista del film “Quo vadis baby?”) con l’evento intitolato “Solo una terapia - Dai CCCP all’estinzione”. Si ripercorrerà così la carriera di Zamboni ascoltando le sue migliori canzoni dagli esordi punk fino ad arrivare all’attività recente di solista. [Sante Cantuti] Info: www.myspace.com/mrmuzikoff www.kalinkaclub.it


ASSESSORATO ALLA CULTURA

SCUOLA DI MUSICA DI CASTELFRANCO E.

da SETTEMBRE a MAGGIO CORSI PRINCIPALI

CHITARRA ROCK E JAZZ PIANOFORTE CLARINETTO SAX FLAUTO TRAVERSO TROMBA CANTO BASSO ELETTRICO BATTERIA PERCUSSIONI MUSICA D’INSIEME PROPEDEUTICA CORSI COMPLEMENTARI

TEORIA MUSICALE PIANOFORTE COMPLEMENTARE INFORMATICA MUSICALE ARMONIA FUNZIONALE LABORATORI MUSICA D’INSIEME

ISCRIZIONI e INFORMAZIONI

SERVIZIO CULTURA

Piazzale Curiel, 28 cultura@comune.castelfranco-emilia.mo.it Operatore - Michele Zanni, 338 5797905 (dal lunedì al venerdì dalle ore 14,00 alle ore 18,00)

musica

Città di Castelfranco Emilia


>teatro

Di marina leonardi e alessia pelillo

Balletto: scende la scure ma il cartellone resiste A

ottobre riprendono le stagioni del Teatro Comunale Pavarotti e tra queste anche la danza. Con un po’ di delusione però, come spiega il direttore Aldo Sisillo: “Il quadro di diminuzione delle risorse di questi ultimi anni non ha consentito per questa Stagione la consueta programmazione della rassegna Danza Autunno. Siamo stati in grado tuttavia, anche grazie a un impegno straordinario della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, di presentare una proposta autunnale di due balletti e un musical”. Scena d’Autunno, questo il titolo del nuovo cartellone, avrà inizio il 3 novembre con l’ultima creazione di Christian Spuck, ideata per la Gauthier Dance/Dance Company Theaterhaus Stuttgart. Il 26 e il 27 novembre andrà in scena un’originale versione di Romeo e Giulietta su musica di Prokofiev danzata dal Balletto del Teatro di Lubiana e firmata da Youri Vàmos, oggi considerato uno fra i maggiori maestri europei del balletto narrativo di matrice classica, in modo particolare per l’originale rivisitazione di grandi titoli di repertorio. Happy Days, tratto dalla fortunatissima serie televisiva firmata negli anni Settanta da Garry Marshall, è il titolo del musical in programma il 10 e 11 dicembre. La produzione è firmata dalla Compagnia della Rancia, dal 1988 principale società di produzione di musical in Italia. Danza primavera avrà inizio il 17 febbraio e prevede una

Calano le risorse e il Teatro Comunale rinuncia solo a una par te della programmazione grazie anche a un sostegno straordinario della FCRMO varietà di proposte nel panorama più aggiornato della danza italiana e internazionale, spaziando fra linguaggi diversi, dal classico al contemporaneo. Il primo appuntamento sarà con la compagnia fondata da Antonio Gades, che porterà due dei lavori più rappresentativi della tradizione coltivata dal grande ballerino e coreografo: Bodas de Sangre e Suite Flamenca. Il 9 e 10 marzo la rassegna prosegue con un nuovo lavoro in prima assoluta coprodotto dal Comunale di Modena per la compagnia di Loris Petrillo, coreografo di formazione internazionale ed è invece attesa per il 4 aprile la prima rappresentazione italiana di uno spettacolo di Sylvie Guillem in collaborazione con il Sadler’s Wells di Londra, dal titolo 6.000 miles away, in cui l’étoile danzerà da sola o in duo con Nicolas Le. Il 13 aprile andrà in scena Paradiso I, una nuova produzione firmata da Matteo Levaggi in prima rappresentazione assoluta, sempre in coproduzione con Modena, ispirato alla musica di

La stagione apre con la Gauthier dance company Poppea di Monteverdi messo in scena da Christian Spuck inaugura Sipario d’Autunno Scena d’autunno, si apre giovedì 3 novembre alle ore 21 con la Gauthier dance company- Theaterhaus Stuttgart in Poppea. Il lavoro che Christian Spuck, attuale coreografo residente del Balletto di Stoccarda e da settembre 2012 direttore del Balletto di Zurigo, ha ideato per i nove danzatori della compagnia, è una coreografia che si ispira a L’incoronazione di Poppea, ultima opera composta da Claudio Monteverdi. Spuck riprende il libretto del celeberrimo melodramma compiendo un estrema sintesi; con assoluta libertà

[30] - il mese ottobre \2011

e spirito contemporaneo trasferisce in danza l’esplosiva passione e il sovversivo desiderio di potere che dominano i protagonisti utilizzando diversi linguaggi artistici: un lavoro multimediale che alla partitura coreografica accosta testo e filmati.

Giovane e dinamica compagnia fondata a Stoccarda nel 2007, la Gauthier Dance è compagnia residente alla Theaterhaus Stuttgart. Il repertorio del gruppo vanta titoli di Gauthier - direttore artistico, ballerino, coreografo e musicista - ma anche lavori di Mauro Bigonzetti, William Forsythe, Jiri Kylian, Itzik Galili, Paul Lightfoot/Sol León e Hans van Manen. Formatosi alla John Cranko School di Stoccarda, Spuck entra a far parte dello Stuttgarter Ballett nel 1995 dopo aver lavorato con Anne Teresa de Keersmaeker e la Need Company di Jan Lauwers. La sua attività coreografica inizia nel 1996. Nel 2001 viene nominato coreografo residente del Balletto di Stoccarda.


Le eccellenze di Ert tra Storchi e Passioni Con L’uomo della sabbia dei Menoventi il 2 novembre riapre la sala di via Sigonio

Vivaldi. Sabato 21 aprile, in prima italiana, la compagnia inglese Ballet Black, festeggiando i dieci anni di attività, presenterà un programma con i brani più rappresentativi del suo repertorio. Il 6 maggio tornerà a Modena a distanza di due anni Boris Eifman, punto di riferimento della danza russa contemporanea e coreografo di fama internazionale, con Red Giselle. Concluderà la rassegna, il 12 e 13 maggio, un’altra coreografia in prima italiana creata dall’inglese Richard Wherlock per il Balletto di Basilea dal titolo Traviata - un balletto.

Info per biglietti e abbonamenti Vendite dal 4 ottobre e dal 26 gennaio Abbonamenti: Scena d’autunno: 3 spettacoli, Danza primavera: 6 spettacoli Dal 4 ottobre è possibile acquistare gli abbonamenti “Scena d’autunno” per gli ex abbonati per i nuovi abbonati in vendita dal 21 ottobre. Dal 26 e 27 gennaio è possibile acquistare gli abbonamenti “Danza primavera” per gli ex abbonati mentre dal 28 gennaio potranno farlo i nuovi abbonati. Biglietti: dal 22 ottobre, acquisto biglietti per gli spettacoli da novembre a dicembre e dal 4 febbraio acquisto biglietti per gli spettacoli da febbraio a maggio. Info: tel. 059 2033020 www.teatrocomunalemodena.it

e Freddo dello svedese Lars Norén, diretto da Marco Plini. Il racconto d’inverno di Shakespeare di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani per Teatridithalia sarà di scena il primo dicembre (fino al 4 dic al T. Storchi), mentre salta lo spettacolo Il dolore con Mariangela Melato, previsto ma ritirato per la sopraggiunta necessità di riposo dell’attrice: sarà Sarabanda di

Ingmar Bergman a rimpiazzarlo, diretto da Massimo Luconi (8-11 dic T. Storchi), riduzione teatrale del sequel televisivo del celeberrimo Scene da un matrimonio realizzato nel 2003 dallo stesso autore svedese. Al Teatro Storchi ci saranno poi Toni Servillo che legge Napoli (10-11 mar T. Storchi) dando voce a una città dai mille volti e contraddizioni, uno strepitoso Fabrizio Gifuni con il suo L’ingegner Gadda va alla guerra e lo straordinario Eimuntas Nekrošius con la sua Divina Commedia. [A.P.] Info: www.emiliaromagnateatro.com

teatro

Sopra una scena della coregrafia “Red Giselle” di Borsi Eifman. Nel testo “Bye” by Mats Ek, feat. Sylvie Guillem Photo (photo Bill Cooper)

Autunno caldo per Ert Fondazione che, alle prese con la settima edizione di VIE festival a ottobre, rinvia a novembre l’apertura delle nuove stagioni 2011/12 di Teatro Storchi e Teatro delle Passioni. Due bellissime programmazioni ci attendono, con nomi e spettacoli di grande rilievo che hanno segnato in questi anni i cartelloni dei due teatri modenesi. Direttamente dal festival dedicato alla scena contemporanea arrivano due interessanti spettacoli: L’uomo della sabbia della compagnia Menoventi, che inaugura il 2 novembre la rassegna del Teatro delle Passioni (dal 2 al 6 nov), e Karamazov di César Brie, in programma all’inizio dell’anno prossimo (dal 21 al 22, dal 24 al 29 gen, dal 31 gen al 5 feb e dal 7 al 12 feb). Aprirà invece la stagione del Teatro Storchi La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht (9-13 nov), il nuovo spettacolo diretto da Claudio Longhi, prodotto da Ert in collaborazione con il Teatro di Roma, che vede protagonista un grande Umberto Orsini: una parabola satirica sull’avvento del nazismo nella Germania degli anni Venti e Trenta, di grande attualità sull’intreccio tra economia e terrore. Debuttato a Roma lo scorso aprile, lo spettacolo ha riscosso un eccezionale successo al Teatro Argentina, contando i 20.000 spettatori. Altra importante produzione della Fondazione regionale, Un tram che si chiama desiderio diretto da Antonio Latella, sarà presentato in prima nazionale a Modena a febbraio (16-19 feb T. Storchi). Anche alle Passioni tornano due recenti produzioni Ert debuttate l’anno scorso: Finale di partita di Massimo Castri


>teatro Si chiude a Modena il 28 e il 29 ottobre la rassegna itinerante che da Bologna è proseguita poi a Ferrara e che mostra al pubblico il lavoro fatto in questi ultimi anni da compagnie regionali con carcerati che si riscoprono attori

Di alessia pelillo

Stanze di teatro ma… in carcere Con Attraverso Caligola dal laboratorio alla scena

L

e Stanze di Teatro in Carcere 2011 chiudono a Modena il 28 e 29 ottobre. La rassegna itinerante di teatro carcere in Emilia-Romagna, inaugurato a Bologna in aprile e proseguito al Teatro Comunale di Ferrara in giugno, vede a Modena la sua tappa conclusiva presso i teatri gestiti da ERT Fondazione, con la collaborazione del Teatro dei Venti. Il progetto ha approfondito le tematiche relative al lavoro teatrale che da oltre un ventennio è portato avanti nelle carceri della regione. Rappresentazioni, interventi e testimonianze di ospiti di grande prestigio, hanno permesso al pubblico di avvicinarsi alle pratiche e ai risultati artistici, ma anche al pensiero, al dibattito e alle sfide che il Teatro Carcere stimola e lancia al di là dei suoi perimetri. Un territorio teatrale per molti versi nascosto, che necessita del giusto riconoscimento come una delle

[32] - il mese ottobre \2011

A destra Attraverso Caligola, foto di Chiara Ferrin. Sopra Gerardo Colombo e sotto a sinistra La verità salvata da una menzogna

espressioni più fertili dell’innovazione e delle nuove professionalità. A Modena, la riflessione si immergerà nel tema partendo dai concetti chiave di teatro, trattamento e carcere, sviluppandosi in due giornate distinte, con incontri pomeridiani ad entrata libera e spettacoli serali. Venerdì 28 ottobre il Teatro Storchi ospiterà alle ore 15:45 una presentazione del progetto nel suo complesso e della tappa modenese nello specifico, curata da Cristina Valenti, responsabile scientifico del Coordinamento, a seguire alle ore 16 Gherardo Colombo, ex magistrato attualmente ritiratosi dal servizio, divenuto famoso per aver condotto o contribuito a celebri inchieste, ci parlerà della realtà carceraria. Alle ore 21:30 al Teatro delle Passioni, il Teatro dei Venti presenterà il suo spettacolo in prima nazionale. Sabato 29 ottobre al Teatro delle Passioni alle ore 17:15 il Gruppo Carcere – Città di Modena – Associazione di Volontariato di Modena presenta Liberi Dentro esperienza di arteteatroterapia, alle ore 18 la Coop. Sociale Giolli con Sguardi sul carcere, percorso drammaturgico tra detenuti del carcere di Reggio Emilia e alle ore 19 è programmato un dialogo

Il Teatro dei Venti porta avanti da cinque anni un laboratorio teatrale all’interno del quale i detenuti sperimentano diverse tipologie di espressione artistica: musica, recitazione e danza. Il risultato del percorso è sempre finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo da presentare pubblicamente, dentro e fuori le mura carcerarie. Lo spettacolo Attraverso Caligola, con la regia di Stefano Tè, di scena in prima nazionale il 28 ottobre al Teatro delle Passioni, si ispira liberamente all’opera Caligola di Albert Camus ed è l’esito di un lavoro con i detenuti della Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia. Per Teatro dei Venti “in carcere il teatro si rimette in funzione, riacquista la sua necessità riassumendo la sua funzione rituale”. I laboratori tendono, infatti, a creare un contesto pedagogico di auto formazione e crescita soggettiva e collettiva e, contemporaneamente, favoriscono il cambiamento dei linguaggi del teatro. Info: www.teatrodeiventi.it

teatrale, coordinato dal critico Massimo Marino. Alle ore 21 il bolognese Teatro del Pratello debutterà con La verità salvata da una menzogna, esito di tre anni di lavoro presso la Casa Circondariale della Dozza di Bologna. Info: ufficiostampa@teatrocarcereemiliaromagna.it


Un palco giovane di grande qualità

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella Stagione ricca per il Teatro Fabbri di Vignola Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblico che a un anno dalla sua fondazione presenta un cartellone con ottimi titoli e bravi interpreti

A

della drammaturga parigina Yasmina Reza, con Alessandro Haber (13 dicembre), l’Elektra di Hugo Von Hofmannsthal con Elisabetta Pozzi (24 e 25 gennaio) e Favola di e con Filippo Timi (15 gennaio). Tre saranno poi gli appuntamenti con la danza: Lo schiaccianoci del Balletto di Sofia a dicembre (20), Le quattro stagioni della Spellbound Dance Company a febraio (9) e Noche Flamenca a marzo (9) con la Compagnia Soledad Barrio, più l’operetta fuori abbonamento Can Can della Compagnia Corrado Abbati (20 gennaio). Dove: Teatro Ermanno Fabbri, via Minghelli 11 Vignola Info: tel. 059 9120911

Il Michelangelo apre in musical

Sul palco di via Giardini il 12 e il 13 Hairspray e dal 25 Don Cicillo La nuova stagione 2011/2012 del Teatro Michelangelo di Modena è dedicata a chi vuole regalarsi un sorriso e presenta un ricco ventaglio di spettacoli, tutti all’insegna del divertimento. Ad inaugurare il cartellone, il 12-13 ottobre, è il nuovo musical Hairspray della Compagnia Mo.Re diretta da Maicol Piccinini. Lo spettacolo, rappresentato a Brodway dal 2002, è noto soprattutto grazie al fortunato film con un abbondante John Travolta nei panni della madre di Tracy Tournblad, la grassottella ballerina protagonista di questa storia, in cui tra colpi di scena è evidente che l’apparenza non è tutto! Dal 25 al 27 ottobre sarà poi di scena Il miracolo di Don Cicillo di Carlo Buccirosso anche protagonista, accanto a Valentina Stella, di questa farsa della tradizione napoletana. Info: www.cinemateatromichelangelo.com tel. 059 343662

Dal 28 al Te-Te è piena R/Evolution Surrealiste Riaprono le porte al Tete - Teatro Tempio di Viale Caduti in Guerra 192 a Modena. A dare il via alla nuova stagione sarà dal 28 al 30 ottobre R/Evolution Surrealiste, spettacolo che nelle tre serate affronterà e svilupperà alcune delle tematiche care alle ultime avanguardie storiche quali Dada e Surrealismo, come l’inconscio e la dimensione onirica. Il progetto teatrale di Dante Manchisi, realizzato in collaborazione con Peso Specifico Teatro, si rivela attraverso l’interpretazione di segnali e simboli. Il corpo surreale, Solo per amore e Il cristallo trasparente sono le tre declinazioni del progetto. Info: www.teatrotempio.it

teatro

d un anno soltanto dalla sua fondazione, il Teatro Ermanno Fabbri di Vignola presenta una stagione 2011/2012 con interpreti di primo piano, confermando il proprio ruolo sul territorio. La rassegna sarà dedicata alla prosa e alla danza, con una particolare attenzione ai testi letterari del Novecento, come nello spettacolo che aprirà a novembre (8 e 9) il cartellone: Il mare di e con Paolo Poli, tratto dai racconti di Anna Maria Ortese composti tra gli anni Trenta e Settanta e che riflettono la complessa personalità dell’autrice. Ispirato al romanzo di un altro scrittore italiano fondamentale, Alberto Moravia, La Ciociara di Annibale Ruccello arriva al Fabbri a gennaio (11) con gli attori della compagnia del Teatro Bellini. A un autore minore, Gesualdo Bufalino, rivelatosi solo in tarda età agli italiani con l’omonimo romanzo, si rifà lo spettacolo Diceria dell’untore adattato dal regista siciliano Vincenzo Pirotta per l’interpretazione del bravissimo Luigi Lo Cascio (2 febbraio). E ancora da Il desiderio preso per la coda e altri testi scritti dallo stesso artista trae vita Cercando Picasso per la regia di Antonio Calenda con Giorgio Albertazzi e la collaborazione della Martha Graham Dance Company (18 e 19 febbraio). Infine, liberamente tratto dal celeberrimo romanzo di Virginia Woolf, la Commedia di Orlando diretta da Emanuela Giordano sarà di scena ad aprile (1) a chiusura dell’intera stagione, nella quale troveranno spazio anche il classico shakespeariano Romeo e Giulietta, nella versione adattata da Giuseppe Marini per il Teatro Stabile del Veneto (6 e 7 dicembre), nonché un intramontabile Pirandello portato in scena dalla Compagnia Sandro Lombardi ne La morsa (29 e 30 marzo). Completano la rassegna di prosa il nuovo Art


>teatro

Di eugenio fedolfi

Don Gallo apre T. come Teatro

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblico

“I

sce l’occasione per scoprire l’incredibile o non tacerò mai. Io non porrò mai fine attualità di scritti di 5 secoli fa che apalle parole… ho speso la vita per dire paiono straordinariamente applicabili ai ciò che andava detto… Ho dato la forza, nostri tempi. il sudore, la vita… Ho dato la mente e ho Sul palco di Formigine insieme a Don Gallo dato la voce”. Il coraggio di farsi testimone ci saranno i C-Project, ovvero Valentino scomodo della libertà, ieri come oggi: è Corvino (viola e live electronics e autore un Girolamo Savonarola riletto da Don anche delle musiche originali dello spettaAndrea Gallo ad aprire la nuova edizione colo) e Stefano Albarello (voce e liuto). di T come Teatro. Il cartellone di T come Teatro è pensato per La kermesse, organizzata dall’associazione soddisfare un pubblico che vuole ascoltare, culturale Progettarte con il contributo della capire e riflettere i grandi mutamenti del Fondazione Cassa di Risparmio di Modena nostro tempo. Ma anche in questa nuova e dei Comuni di Formigine, Modena, Carpi, edizione, la settima, ci sarà spazio anche Frassinoro e Castellarano inaugura la sua per le commedie, per il teatro-danza e per settima edizione martedì 18 ottobre alle il pubblico dei più piccoli. Sul prossimo nuore 21. Al Palasport di Formigine è in mero di MeseModena programma Io non taccio - Le prediche di la presentazione di tutti Girolamo Savonarola, con l’adattamento gli spettacoli. di Stefano Massini. In un parallelismo che non può non far riflettere le sferzanti omelie del frate domenicano info prendono vita e si attualizzano nel discusso sacerIo non taccio dote genovese: più di 500 Le prediche di Girolamo anni separano Savonarola da noi, ma le provocazioni Savonarola contenute nei suoi scritti Ingresso posto unico euro 15 hanno ancora molto da Info prevendite dire all’uomo di oggi. www.progettarte.org Se nella rappresentazione tel. 345 0225526 teatrale risulta inquietante l’affinità fra il ‘400 e il Presso Fangareggi XXI secolo, ancora più Via Emilia Centro – Modena (Orari negozio) sorprendente ne risulta l’identificazione fra autoPresso Bar Palazzetto di Formigine re e attore: Savonarola, - Via Delle Olimpiadi 4 - Formigine intransigente ed accorato (Mo) (Tutti i giorni dalle 15.00 alle riformatore, scomunicato 23.00) da papa Alessandro VI e condannato al rogo in Biblioteca Comunale Formigine pubblica piazza per eresia (Lunedì 14.30 alle 19, Martedì nel 1498; Don Gallo, da Venerdì 9.00 alle 19, Sabato 9.00 sempre attivo e vicino agli alle 18) ultimi e agli emarginati senza nessun timore di entrare in conflitto con la dottrina ufficiale, con la società o la cultura dominante. Queste due personalità di anarchici del loro tempo si compenetrano a fondo: il La locandina dello risultato è un’opera teatrale che ci fornispettacolo

[34] - il mese ottobre \2011

Il prete genovese sarà a Formigine martedì 18 ottobre con una sua personale rilettura di Girolamo Savonarola. Ad accompagnarlo nello spettacolo le musiche dei C - Project


teatro


>incontri

Di Micol Lombardi

Al San Carlo lezioni e teatro

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella A ottobre riprende l’attività della Fondazione Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblico con incontri sui temi di utopia e bene comune Il 28 e il 29 vanno in scena Le leggi di Platone

S

arà un mese d’ottobre molto intenso per la Fondazione Collegio San Carlo. A ottobre inizia infatti la programmazione delle attività culturali dell’anno accademico 2011/12. Il Centro Culturale affronterà il tema Utopia, con l’intento di proporre una analisi ad ampio raggio sui modelli di pensiero che si propongono di riflettere sulle possibilità del mutamento sociale e politico attraverso l’elaborazione di una progettualità politica innovativa. In calendario (inizio alle ore 17.30) venerdì 7: L’azione innovativa. L’animale umano e la logica del cambiamento con Paolo Virno; mercoledì 12 Tra passato e futuro. Realismo e utopia nella cultura del Rinascimento con Michele Ciliberto; venerdì 21: Progresso. Progetti di una società migliore tra illuminismo e marxismo con Alberto Burgio. Bene comune. L’elaborazione religiosa della responsabilità sociale è invece l’argomento del ciclo di conferenze pubbliche del Centro Studi Religiosi che intende riflettere sulle declinazioni che il concetto di bene comune ha assunto nelle diverse religioni, dall’antichità al mondo contemporaneo. In calendario: venerdì 14: La cura e il dono. Bene comune e dignità umana nel pensiero cristiano con Pierangelo Sequeri e mercoledì 26 Cittadinanza e bene comune. Tra mondo greco e mondo romano con Emanuele Stolfi. E torna il teatro, alla Fondazione San Carlo. Venerdì 28 e sabato 29 ottobre si terrà una riduzione scenica dell’opera Le Leggi di Platone, attraverso cui saranno indagate alcune delle principali questioni filosofiche e politiche intorno ai concetti di “legge” e “costituzione”. Il testo è tratto da Le Leggi, l’ultima opera del filosofo greco che riassume la sua riflessione filosofico-politica, ed è integrato con brani dal Critone e dal Mi-

Dida: Platone e Aristotele

nosse. La selezione dei testi è stata realizzata da Carlo Altini, direttore scientifico della Fondazione San Carlo che spiega: “Domande come: «Che cos’è la legge? Che cos’è la giustizia? Qual è il rapporto tra legge, giustizia e costituzione politica?» sono il cuore della tensione dialettica, irrisolta e irrisolvibile, tra filosofia e politica, vero e proprio leit motiv del pensiero di Platone”. La regia della mise en espace dell’opera filosofica è a cura di Claudio Longhi. Lo spettacolo si terrà nel Teatro della Fondazione San Carlo (via San Carlo 5). L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria (tel. 059 421208 o inviando una e-mail a cc@ fondazionesancarlo.it)

Ci troviamo di nuovo alla Tenda Dal 22 ottobre appuntamento con arti, musica e cinema

La nuova stagione de la Tenda (V.Le Monte Kosica 95/S), struttura gestita dall’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena, si apre nel segno della continuità di percorso, il tutto sempre grazie ad una collaborazione dinamica con giovani, Enti e Associazioni legate al territorio. Dal giovedì alla domenica saranno ospitate proiezioni cinematografiche, eventi teatrali, mostre, concerti, presentazioni di libri ad ingresso libero e gratuito. Si partirà il 22 ottobre con un’anteprima live, per poi agganciarsi al mese di novembre in cui si parlerà di salute mentale con il ritorno, tra gli altri appuntamenti, della rassegna cinematografica curata dall’Associazione La Rosa Bianca. Chiunque si voglia proporre può inviare i propri progetti all’indirizzo di posta elettronica latenda@comune.modena. it. L’intento e la sfida, sono quelli di considerare i giovani non soltanto fruitori, ma ideatori con la possibilità di inserirsi nella dimensione creInfo: www.latendamodena.it ativa dello spazio. [36] - il mese ottobre \2011

Info: www.fondazionesancarlo.it

I corsi in programma all’Università Ginzburg Ricco calendario ottobrino per l’Università della Terza Età Ginzburg (via Ciro Menotti 137) vediamolo qui: il 4 alle 16 alla Biblioteca Delfini, Il salotto del martedì; l’11 martedì, corsi di inglese di più livelli; mercoledì 12 lezioni di inglese; venerdì 14 alle ore 15,30 presso il Circolo XXII aprile aerobica dolce; martedì 18 corso di storia dell’arte e corsi di tedesco; mercoledì 19 incontri d’arte; giovedì 20 La cucina del cuore; venerdì 21 lezione di tedesco; martedì 25 martedì, storia dell’arte; mercoledì 26 storia dell’arte e corso d’aerobica dolce; lunedì 31ascolto e dialogo: le solitudini. Info: tel. 0594279459


Delfini: Autori in zona In Biblioteca ritorna la bella rassegna. Si parte con Carofiglio

P

er il terzo anno consecutivo alla Biblioteca Delfini (Corso Canalgrande 103) riprende la rassegna Autori in Zona con nuovi incontri dedicati alle storie e agli autori. Aprirà la rassegna Francesco Carofiglio, Premio Stresa 2010 per il romanzo Ritorno nella valle degli angeli (Marsilio 2009), sarà ospite della biblioteca venerdì 14 ottobre alle ore 18. Scrittore, illustratore, regista e sceneggiatore per il cinema e la televisione, Carofiglio intratterrà il pubblico con il suo ultimo Dida: La copertina del libro di Francesco Carofiglio romanzo Radiopirata (Marsilio 2011). Radiopirata è un romanzo corale che racconta il microcosmo di un paesino del sud immaginario - ma come ce ne sono tanti - tra Puglia e Basilicata. In questo piccolo affresco di provincia, tre ragazzi e una ragazza, decidono, sull’onda dell’entusiasmo suscitato in uno di loro dall’incontro con un dee-jay, di dare vita a un mondo alternativo, almeno nell’etere. E in quel luogo inghiottito nella valle, nasce così Radio Pirata. Il secondo incontro della rassegna sarà sabato 12 novembre alle ore 17 e avrà ospite Elena Varvello con il libro La luce perfetta del giorno (Fandango 2011) mentre sabato 19 novembre, per il terzo incontro della rassegna, la biblioteca Delfini ospiterà lo scienziato e giallista Marco Malvaldi. Nel suo ultimo romanzo Odore di chiuso (Sellerio 2011), un giallo ambientato a fine ‘800 l’autore sceglie come protagonista della sua storia nientemeno che l’ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi. Sabato 10 dicembre alle ore 17 sarà ospite della biblioteca la scrittrice Mariapia Veladiano con il suo acclamato romanzo d’esordio La vita accanto (Einaudi 2011), finalista al Premio Strega 2011, vincitore del Premio Calvino 2010 e del Premio Cortina D’Ampezzo 2011 mentre a chiudere la rassegna sabato 17 dicembre alle ore 17 interverrà infine Michela Murgia, scrittrice talentuosa e lucidissima, con Ave Mary, un libro a metà tra il romanzo e il saggio teologico dalle tonalità pop. Gli incontri sono tutti a ingresso libero e senza prenotazione.

Dal Centro Musica un corso e un concorso Due interessanti proposte arrivano dal Centro Musica. Partiamo da A piece for Peace, concorso per band di Modena e provincia del Comune e rivolto ai giovani per la realizzazione di un brano musicale ispirato ai temi della pace, della legalità, dei diritti e dei doveri. Il concorso prevede la selezione dei 5 migliori testi presentati entro e non oltre il 24 ottobre. I 5 gruppi potranno accedere al laboratorio Music Factory e successivamente al Live Contest che si terrà presso l’Off di Modena il 17 dicembre. Informazioni: cmusica@comune.modena.it, www.musicplus.it/apieceforpeace, emiliamixtape.blogspot.com Viene riproposto anche quest’anno Live Sound Education, il corso di specializzazione per sound designer che operano nel live: due seminari tematici di due giorni, il 18-19 ottobre e il 15-16 novembre. Bando completo all’indirizzo www.musicplus.it Info: tel 059 2034810 cmusica@comune.modena.it

Info: tel. 059.2032940 e www.comune.modena.it/biblioteche

Guicciardi dagli Amici del libro

Il 5 ottobre alle ore 21,15 sarà ospite del Club La Meridiana (Via Fiori 23, Casinalbo di Formigine) il ragioniere più amato della storia del cinema, Il bravissimo attore genovese Paolo Villaggio. Un’ occasione unica per conoscerlo più da vicino. L’ingresso è libero e aperto a tutti. Info: tel. 059 550153

Diversi gli appuntamenti interessanti tra le iniziative ottobrine degli Amici del Libro (via S.G. Bosco 153). Segnaliamo subito, che il 1 ottobre il noto giallista modenese Luigi Guicciardi presenta i suoi libri con protagonista il commissario Cataldo. Da segnalare inoltre il 4 ottobre alle ore 21la presentazione del libro Volevo vedere le balene di Andrea Pirondini, un libro rivolto ai ragazzi della fascia superiori che propone un approccio ‘caldo’ alla biologia, un invito ad avvicinarsi a questa disciplina e più in generale alle scienze naturali. Ancora in calendario per tutto il mese la mostra di Luca Setti, poi l’ 8 alle ore 17 Franca Vittoria Verardi presenta il volume “Poesie di vita”, Martedì 11alle 21 Carlo Felice Tassini presenta il romanzo “Sono via con Jethro”, il 15 alle 17 Paola Bonomi presenta “Le avventure di animali grandi e piccoli”, Martedì 18 alle 21 serata a sorpresa con poeti e pittori locali e infine sabato 22 alle 17 Sergio Erio Baldelli presenta i suoi libri “Sulla punta della Info: tel. 059 217530 lingua” e “Al mond lè rotond”.

incontri

Mentre Andrea Pirondini presenta Volevo vedere le balene


>incontri Quei dolcissimi gioielli della Galleria Mies L’8 ottobre, nell’ambito della Giornata del contemporaneo, Marina Calamai presenta alla Galleria Mies (Piazzetta Dè Servi, 44/a, inaugurazione ore 18.00) la sua mostra sonora e visiva Sweet Addiction, a cura di Marco Nardini. Marina Calamai prepara l’ atmosfera, suggerisce il campo immaginario come un accadimento di sé, opere pittoriche e gioielli come simboli di una somiglianza con il reale ma che sono del tutto o in parte legati ad una condizione del tutto psicologica, per soddisfare un’intima necessità di piacere personale o di perenne golosità. Si potrebbe dire che il lato dolce della pittura ha generato anche un oggetto del desiderio appena appagabile nel segno dell’opulenza del gioiello. La mostra sarà visitabile fino al 5 novembre, nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì e sabato 10.0013.00 e 16.00-19.30. Domenica su appuntamento. Info: tel. 059 235395 e www.galleriamies.it

Di Micol Lombardi

Torna il Forum Eventi Al Monzani con Gianni Riotta, Erri de Luca e Catherine Spaak

L

etteratura e musica sono le protagoniste dei sei nuovi appuntamenti modenesi del “Forum Eventi” al Monzani. A presentare le loro ultime pubblicazioni nomi noti del giornalismo, dello spettacolo e della narrativa: Gianni Riotta, Catherine Spaak, Erri De Luca e Valerio Massimo Manfredi. E poi la musica, con Mozart raccontato da Augias e il pianoforte di Roberto Cacciapaglia Giovedì 6 ottobre a partire dalle 21 Gianni Riotta porta a Modena una conversazione sul mondo economiLo scrittore Erri De Luca co contemporaneo in compagnia di Fabrizio Goria, direttore del quotidiano on-line Linkiest, e Federico Fubini, giornalista economico del Corriere della Sera. “Ritorno al futuro…” è il titolo della riflessione che i tre propongono al pubblico: mentre i cardini della vita occidentale sembrano saltare, il dollaro insegue la benevolenza del mondo, soprattutto della Cina, e l’Europa stringe la cinta e rallenta l’Unione, chi se la caverà in questo mondo nuovissimo che vede tornare potenze e costumi antichi? Martedì 18 ottobre alle 21 si passa alla letteratura con Erri De Luca, un maestro nella narrazione del passaggio, spesso crudo e violento, dall’adolescenza all’età adulta e da molti definito “lo scrittore del decennio”. Dopo i successi editoriali di “Il peso della farfalla”, “E disse” e “In nome della Madre” l’autore partenopeo, che è anche traduttore e poeta, torna con un nuovo intenso romanzo di formazione, “I pesci non chiudono gli occhi” (Feltrinelli, 2011). Il 25 ottobre, sarà Catherine Spaack a salire sul palco con “L’amore blu” (Mondadori, 2011) il suo nuovo romanzo mentre venerdì 4 novembre alle ore 21 va in scena Roberto Cacciapaglia, senza dubbio uno tra i più innovativi musicisti e compositori italiani, con il suo “Ten directions tour 2011” in cui si esibisce in trio con Giampiero Dionigi all’hardware elettronico e la violoncellista Silvia Longauerova. La rassegna, a ingresso gratuito, è organizzata dalla Banca popolare dell’Emilia Romagna con il patrocinio del Comune di Modena. Info: tel. 0592021093 www.forumguidomonzani.it

Ottobre alla Circoscrizione 2

Incontri sull’Unità d’Italia, mercato biologico e aerobica dolce

Dida: Ciro Menotti

Numerose le iniziative della Circoscrizione 2. In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, l’11 ottobre alle ore 21 alla sala Pucci di via Canaletto sud 110 si tiene la conferenza: Le figure storiche del risorgimento modenese, relatore Giancarlo Benatti. L’8 novembre sarà invece la volta di Fatti e misfatti dell’unità d’italia con Franca Baldelli dell’ Archivio storico del Comune di Modena ed Elena Bianchini Braglia della rivista “Il Ducato Terre Estensi “. Fino al 26 novembre, ogni sabato alle ore 15 si terrà il Mercato dei prodotti agricoli a km zero, in piazza Liberazione. Il mercato è organizzato dal Comitato Cittadini Modena Est. Concludiamo con un corso di Aerobica dolce, in calendario il 21, 28 ottobre e 4, 11, 18, 25 novembre alle ore 15,30 presso il Circolo XXII Aprile - Via Donati n. 120. L’iniziativa è organizzata dall’Università Ginzburg” e prevede un contributo di euro 40 (iscrizioni tel. 059 4279459). Info: tel. 059 2034150

[38] - il mese ottobre \2011

Arte scienza e fantasia i corsi del Salotto magico Riprendono nel mese di ottobre i corsi organizzati dall’ Università per gli adulti “Salotto magico: arte, scienza e fantasia” in via del Carmine 15 con il patrocinio del Comune di Modena. Sono aperte le iscrizioni ai laboratori di restauro, di cartapesta, di chitarra, xilografia. Numerose anche quest’ anno le iniziative legate all’ arte, alla scienza e alla fantasia. Laboratori di chitarra, di ceramica e doratura. Corsi di pittura en plen air, di fotografia, di conduzione di una acetaia familiare e ancora di xilografia, di restauro del legno. Info: tel. 059 390173 www.salottomagico.net


Sono Alberi & foreste Nelle biblioteche prende il via Il mese della scienza per ragazzi

D

al 15 ottobre al 13 novembre si terrà Il mese della scienza per ragazzi, dedicato ad Alberi & foreste. Molte le iniziative nelle biblioteche comunali rivolte ai più piccoli, tutte con inizio alle ore 17: Biblioteca Rotonda, (Centro commerciale La Rotonda. Prenotazioni tel. 059 441919 ) il 19, Il tempo degli alberi (10-13 anni). Mercoledì 26 letture animate e laboratorio con le Guardie Ecologiche Volontarie (7- 9 anni). Biblioteca Crocetta (via Canaletto 108 – tel. 059 2033606) il 21 letture animate e laboratorio con le GEV (7- 9 anni). Martedì 25 Segnalibri di legno, laboratorio (7- 10 anni); 4 novembre, incontro su Le grandi foreste, ecologia, biodiversità e conservazione degli ambienti tropicali . Biblioteca Villaggio Giardino (via Curie 22/b - tel. 059 355449), sabato 29 , Frutti degli alberi e … fantasia, laboratorio (4- 6 anni), sabato 5 novembre letture animate e laboratorio GEV (7- 9 anni). Punto di Lettura Modena Est (via Indipendenza 25 – tel. 059 283449), martedì 18 Animali del bosco e della foresta, laboratorio (6- 10 anni). Punto di Lettura Cittanova (via delle Dune 11 - tel. 059 848904), mercoledì 19 Carta riciclata “salva alberi”, laboratorio (6- 10 anni). Punto di Lettura Quattro Ville (Via Villanova 389 – tel. 059 849955), lunedì 24 La carta ritorna ad essere albero, laboratorio (4-6 anni). Punto di Lettura Cognento (Largo Traeri 92 - tel. 059 343235), il 27, Impronte di foglie, laboratorio (4-6 anni). Punto di Lettura Baggiovara (via Fossa Buracchione 61 tel. 059 514492), il 2 novembre Le foreste fossili, laboratorio (8-10 anni). Biblioteca Delfini (corso Canalgrande 103 – tel. 059 2032940), sabato 15 L’uomo che piantava gli alberi, incontro di lettura con accompagnamento musicale ( da 7 anni); sabato 29, Il tempo degli alberi, incontro (8- 10 anni). Si intitolano poi, Un bosco in città, le visite guidate all’Oasi La Piantata, sabato 22 e 29 ottobre, 5 e 12 novembre, ore 15 ritrovo in viale Marconi, ingresso a fianco della Scuola. è indetto inoltre un piccolo concorso fotografico per ragazzi da 6 a 10 anni. Info: biblioteca.rotonda@ comune.modena.it

Sei scultori e pittori ad “Arte Incontri” Proseguirà fino al 30 ottobre, la mostra Arte e Natura presso l’associazione culturale Arte Incontri Modena in via Cesare Balbo 84. In esposizione quadri e sculture realizzate da un interessante gruppo di artisti toscani, Paolo Grigò, Paolo Lapi, Laura Venturi, Yuri Biagini, Paolo Lazzini, Marino Collecchia, personalmente selezionati dal curatore della mostra Florio Tardelli. L’appuntamento è gratuito e approfondisce il tema della natura attraverso opere d’arte che alla natura si ispirano. L’Associazione culturale è nata nel 2011 per facilitare l’incontro culturale tra arte e mestieri e individuare un nuovo modo per promuoverli. Si costituisce come centro di raccolta per progetti, offrendo uno spazio agli artisti, in aggiunta, ma senza nulla togliere, agli eventi espositivi codificati dal mondo economico del commercio. Info: www.arteincontrimodena.com

Info: www.comune.modena.it/biblioteche/

Info: pensierinazione@yahoo.it

Per gli aspiranti attori tornano i corsi alla 4 Sono già aperte le iscrizioni al nuovo corso del laboratorio di Didattica Teatrale curato dall’attore Andrea Ferrari, giunto al suo 9° anno di vita. Martedì 4 ottobre, infatti, alle ore 19,30 presso il Punto lettura della Madonnina (scuole medie Cavour), in via Amundsen, 80 a Modena, si terrà l’incontro di presentazione dell’iniziativa con possibilità d’iscriversi. Gli incontri sono rivolti a tutte le persone che abbiano compiuto il 14° anno di età e non è necessario avere basi o conoscenze della materia perché si parte tutti dallo stesso livello. L’iniziativa ha il patrocinio della Circoscrizione 4. Info: tel. 338 2434005

Doppio appuntamento al Punto di lettura di S.Damaso (Polivalente, via Scartazzetta 53). Il 2 ottobre dalle 14.45 si terrà la festa di compleanno del Punto di lettura con iniziative per bambini. Il 17 ottobre invece la Circoscrizione 3 ha organizzato una serata conoscitiva sui funghi. Info: tel. 059 2034200

incontri

L’ 8 ottobre alle ore 16 presso la Sala Conferenze di Piazzale Redecocca 1 verrà presentato il libro Capire le rivolte arabe con gli autori Daniele Scalea e Pietro Longo. L’iniziativa è organizzata dall’associazione culturale Pensieri in Azione e ISAG col patrocinio della Circoscrizione 1.


>incontri

Di Micol Lombardi

Il Festival Architettura Il 20 ottobre al Teatro Fondazione San Carlo un convegno che mette a confronto sette città da Padova a Strasbourg e da Tallinn a Parma

T

orna il Festival dell’Architettura Parma, Reggio Emilia, Modena e arriva alla sua sesta edizione. In continuità rispetto alla serie tematica sviluppata in questi anni il tema è L’architettura della città europea: progetto, struttura, immagine, attraverso cui sviluppare ulteriormente le problematiche del rapporto tra architettura e città, coinvolgente al tempo stesso aspetti di qualità delle strutture spaziali, funzionali, paesaggistiche e ovviamente sociali dei fenomeni insediativi. Per sviluppare questa linea di ricerca e divulgazione, il Festival organizza dal 19 al 22 ottobre una settimana di presentazioni, conferenze, seminari ed incontri. In questo ambito, a Modena, presso il Teatro Fondazione San Carlo (via S. Carlo 5) il 20 ottobre a partire dalle 9.30 si tiene il convegno 7 Città europee per l’architettura, Aachen, Padova, Siracusa, Strasbourg, Tallinn, Trento, Parma a cura di Lamberto Amistadi. Intervengono: Prof. Uwe Schröder; Prof. Eleonora Mantese; Prof. Vincenzo Latina; Prof. Cristiana Mazzoni; Prof. Andres Alver; Prof.

Armando Dal Fabbro; Prof. Carlo Moccia; Prof. Renato Rizzi; Prof. Jannis Tsiomis. Percorsi del progetto urbano: 16.30-19.00 Tavola rotonda. Introduce: Mauro Marzo, della IUAV di Venezia Intervengono: Prof. Alberto Ferlenga dell’Università Dida: Il logo del Festival dell’Architettura IUAV di Venezia; Prof. Carles Muro, Escuela Tecnica Superior de Arquitectura de Barcelona; Prof. Marcello Panzarella, Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo. Info: www.festivalarchitettura.it

Appuntamento al XXIV Convegno Chitarristico

Il prossimo 29 ottobre si terrà a Modena il XXIV Convegno Chitarristico. L’evento, organizzato ancora una volta sotto gli auspici dell’Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti a cura di un Comitato Scientifico appositamente costituito (Giuliano Balestra, Simona

Boni, Giovanni Indulti, Enrico Tagliavini, Vincenzo Pocci), sarà ospitato come nelle precedenti edizioni nelle eleganti sale dell’antico Palazzo Coccapani-D’Aragona (viale Vittorio Emanuele) lo stesso luogo che aveva accolto nel 1933 il primo Convegno Chitarristico ideato da Romolo Ferrari, fautore della rinascita chitarristica italiana, i cui importanti meriti a favore dello strumento sono stati riconosciuti nella pubblicazione di un volume presentato pochi anni fa. Il programma del XXIV Convegno Chitarristico prevede come di consueto interventi musicali affiancati a relazioni su temi di

ricerca, nell’obiettivo sempre di approfondire e diffondere la conoscenza della storia chitarristica italiana, nel suo svolgimento storico dalle origini a oggi. Il Comitato Scientifico, anche in riferimento al progetto denominato Chitarra in Italia illustrato nel sito www.chitarrainitalia.it, invita alla collaborazione quanti intendano dare un personale contributo, nell’intento di condividere esecuzioni musicali, ricerche, documenti e naturalmente la passione per la chitarra. Info: tel. 347 0431572

A Fusorari si viaggia e l’arte incontra i numeri Riparte la stagione autunnale a Fusorari (piazzale Torti 5) con due interessanti appuntamenti culturali. Si parte il 9 ottobre con Art in Math quando la matematica diventa arte, dialoghi e immagini intorno ai Frattali. Gianfranco Tigano matematico e Anna Manfredini artista digitale, dialogano sull’affascinante mondo della geometria frattale interpretandola con una delle sue applicazioni più affascinanti: l’Arte frattale. Questo genere, nasce approssimativamente in concomitanza con l’avvento dell’era dei computer. La sua prima grande apparizione pubblica [40] - il mese ottobre \2011

può essere considerata un articolo sull’insieme di Mandelbrot pubblicato nel 1985 sullo Scientific American. Da allora sono stati fatti molti progressi, sia nelle possibilità di calcolo sia nella comprensione della geometria frattale. Il secondo appuntamento di Fusorari è per il 30 ottobre alle ore 19, si intitola Teatro in viaggio. Lungo la rotta dei migranti. Narrazione, immagini e musiche dal diario di viaggio. Pietro Floridia e Gabriele Silva del Teatro dell’Argine hanno ripercorso a ritroso a bordo del Lando - da Bologna al Marocco al Senegal - il viaggio di chi, partendo dall’Africa, insegue il miraggio

dell’Occidente. I racconti e le testimonianze raccolte hanno dato vita a uno spettacolo e a un diario di viaggio pubblicato qualche anno fa dalle Edizioni NuovaSI. Info: tel. 059 4270436 www.fusorari.it


Week end in Castello

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al rosegue anche nei fine settimana può partire, sabato 1 ottobre, pubblico dell’1, 8 e 15 ottobre il viaggio tra al Palazzo dei Pio di Carpi,

P

Medioevo e Rinascimento che la rassegna Suggestioni fra le torri, promossa dal circuito dei 17 Castelli di Modena, propone tra visite guidate, spettacoli, laboratori per bambini e ragazzi, presentazioni di libri e degustazioni di prodotti tipici all’ombra delle antiche mura che punteggiano il territorio, dalla pianura alle colline fino alle vette dell’Appennino. Decine le occasioni per immergersi nelle suggestive atmosfere della vita di corte: si

la rassegna Ancora 40 le iniziative Dopo gli appuntamenti di settembre la rassegna offre ancora tantissime opportunità per andare alla scoperta della storia, dell’architettura, ma anche della gastronomia e delle tradizioni. Nei week end dell’1, 8 e 15 ottobre “Suggestioni fra le torri” propone una quarantina di appuntamenti per conoscere il proprio territorio e il suo patrimonio. Un’iniziativa promossa dalla Provincia di Modena insieme ai Comuni interessati e alla Fondazione di Vignola con il contributo della Regione Emilia Romagna.

dalla visita guidata all’affresco appena restaurato di un guerriero risalente al ‘400, accompagnato dalle altre vedette dell’antico castello, oppure dalla cena dedicata all’aceto balsamico tradizionale di Modena, curata anche dallo staff dell’Osteria Francescana dello chef Massimo Bottura, nella splendida cornice del cortile d’onore della Rocca Rangoni a Spilamberto tra musiche e costumi d’epoca. Si può andare alla scoperta, per tutti e tre i fine settimana, del racconto lungo mille anni del castello di Formigine o visitare, domenica 16 ottobre, gli affreschi della Sala delle Vedute del castello di Spezzano, assistendo alla presentazione del volume che li illustra. E sono tanti altri gli appuntamenti con la storia, la gastronomia e la cultura rappresentata dai castelli di Modena: dalle visite guidate in costume alla corte dei Montecuccoli a Pavullo o ai camminamenti di ronda del Castello di Vignola, alla rievocazione della rivolta del popolo avvenuta nel 1426 a Montefiorino; dalla pedalata sulle tracce del Romanico da Modena a Carpi con tappa al castello Campori di Soliera, alla scoperta della

Tanti gli appuntamenti con la storia, l’arte la gastronomia. La cultura in tutte le sue sfaccettature ad ottobre con la rassegna Suggestioni fra le torri corte dei Pico di Mirandola fino alla festa medievale intorno al castello di Sestola. Informazioni e programma completo su www.castellidimodena.it.

focus on Gli stemmi dei Pio

La Corte dei golosi

La sala delle vedute

La rappresentazione del potere tra araldica e cicli pittorici. Visita guidata (ritrovo ore 14.45) a tema sulla famiglia dei Pio nei siti fortifi cati del Castello di Formigine, e di Spezzano a cura di Vincenzo Vandelli.

Nel pomeriggio spettacoli per bambini; alle ore 19 visita teatralizzata alla Rocca e dalle ore 20 banchetto musicale con degustazione sonora di madrigali e pietanze rinascimentali.

Tavola rotonda di presentazione del volume dedicato alla Sala d e l l e Ve d u te, a cura di Francesco Ceccarelli e Maria Teresa Sambin. A seguire aperitivo con assaggi di dolci tradizionali del territorio.

Rocca Estense San Felice s/P domenica 9 - dalle ore 16.30

Castello di Spezzano domenica 16 - ore 16

incontri

Castello di Spezzano e Castello di Formigine - domenica 9


>incontri

Di letizia de felice

Voglia di neve c’è Ski Pass!

E’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nella Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al ocalità turistiche e proposte per la te incremento delle discipline pubblico vacanza in alta quota, sci, tavole, outdoor che dall’estate stanno

L

scarponi, abbigliamento e accessori per la montagna bianca sono da sempre il focus di Nissan Skipass, il Salone del turismo e degli sport invernali che si terrà a ModenaFiere dal 29 ottobre al 1° novembre. Anche per quest’anno la manifestazione si propone di essere luogo di riflessione per gli operatori del settore mettendo a disposizione competenze e strumenti come Skipass Panorama Turismo, l’osservatorio del turismo montano messo a punto nell’ambito della fiera. E proprio dalla più recente pubblicazione che data fine maggio 2011, Skipass Panorama Turismo segnala un for-

occhio a... Tricks on board Frontside Air, Backside Air, Crail Grab, Indy, Mute Air, Japan Air, Method Air... Per gli amanti del free style l’appuntamento con le finali del Diamond: NissanSkipass STOMP IT, l’urban contest di snowboard più importante d’Italia che tutti gli anni richiama allo Ski Pass folle di giovani, è fissata per lunedì 31 ottobre a partire dalle ore 21. I migliori free stylers del circuito di sfideranno sulla pista allestita nell’area esterna della Fiera. Da non perdere.

progressivamente invadendo anche la stagione invernale dove lo sci e lo snowboard non rappresentano più la sola opzione per fare sport e movimento. Crescono infatti gli appassionati delle escursioni con le ciaspole e con i cani da slitta, del nordic walking e dello sci di fondo. Proprio all’outdoor, anche alla sua dimensione estiva, Nissan Skipass dedica una nuovo progetto espositivo. “Il progetto outdoor è partito nel 2010 – sono parole del direttore Luigi Belluzzi – I risultati sono stati stupefacenti: boulder assediato da centinaia di visitatori e stand letteralmente presi d’assalto”. Sul boulder, di nuovo aperto al pubblico all’interno dei padiglioni, si svolge la prima tappa del circuito amatoriale Bloccati nella nebbia e, per il secondo anno consecutivo, il Campionato Italiano di specialità. Entrambe le strutture, speed e boulder, saranno impegnate da due eventi eccezionali: i Campionati Italiani Paraclimb, prove di arrampicata e velocità riservate agli atleti disabili. E poi tante le iniziative anche per i più piccoli e le famiglie. Per tutti lo spazio dedicato all’outdoor con esposizione di materiale, attrezzatura e ab-

turismo sostenibile

La fiera di riferimento per tutti gli sport invernali torna a Modena dal 29 ottobre all’1 novembre. Turismo, abbigliamento, gare sportive e tanto tanto divertimento bigliamento per vivere la montagna, conta sulla partecipazione di aziende specializzate e associazioni sportive.

all’aria aperta

L’Italia dalle molte Bandiere Arancioni

Profumo d’autunno sopra l’Appennino

Attività e visite guidate gratuite alla scoperta del patrimonio italiano. Questo ci attende il 9 ottobre in occasione della giornata delle Bandiere Arancioni, quando 90 comuni certificati dal TCI si proporranno ai visitatori. Terre avvolgenti e accoglienti dove la buona gestione del

è dedicato ai profumi ed ai sapori dell’autunno il calendario del mese di ottobre della rassegna Itinerando. Domenica 9 ottobre, a Monteombraro di Zocca, è la volta di Castagne e colori una facile passeggiata per tutta la famiglia per andare alla scoperta del castagneto e dei suoi

[42] - il mese ottobre \2011

Info: www.skipass.it

territorio coincide con un innalzamento della qualità della vita. Nel modense si va alla scoperta di Castelvetro e Fanano. Info: www.bandierearancioni.it

frutti. Ancora domenica 23 ottobre, a Maserno di Montese si cammina Sui sentieri delle castagne e tra vecchi castagneti.

Info: info@promappennino.it


L’archeologia è gustosa Alle Terramara di Montale domenica 16 ottobre in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione iniziativa speciale dedicata al vino

U

n parco archeologico che costituisce un museo a cielo aperto, teatro di iniziative coinvolgenti ed evocative di tempi passati, affascinanti e ricchi di preziosi insegnamenti per il presente. Questo e tanto altro è il parco Terramara di Montale che anche durante il mese di ottobre si propone ricco di iniziative pensate per tutti, grandi e piccini, alla scoperta di questa città nella città alle porte di Modena. Dopo Al parco con Aran e La pietra e il fuoco (il 2 e 9 ottobre), domenica 16 ottobre in calendario c’è un evento speciale in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, promossa dalla FAO. L’iniziativa, a partecipazione gratuita, dall’archeologia in senso stretto passerà all’Archeologia del Vino, un racconto a più voci sull’inizio della produzione e del consumo di vino nelle terramare e della persistenza di una tradizione millenaria nel mondo rurale modenese. Interverranno l’archeobotanica Giovanna Bosi, l’archeologo Cristiano Iaia, il conservatore del raccolto della lavorazione contadina di Villa Sorra Giorgio Cervetti. A seguire, con

la consulenza speciale degli anziani modenesi del circolo Auser Parco Grizzaga avverranno le prove di pigiatura nell’uva dei tini, con una degustazione imperdibile a cura della Cantina Settecani a base di vino Terramara. Infine, ci sarà spazio anche per i più piccoli che potranno cimentarsi in esperimenti di archeobotanica, in collaborazione con l’Orto Botanico dell’Università di Modena. [Serena Arbizzi] Info: www.parcomontale.it

A Fiorano il primo Festival Green Economy

A Mirandola ecco arrivare il Castello dei libri

La scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti

Dentro quella che per quattro secoli fu la Reggia dei Pico, si festeggiano … i libri. Dal 14 al 16 ottobre a casa dei Pico ha luogo Il Castello di libri kermesse che quest’anno vede ospite la casa editrice Marsilio, 8mila titoli pubblicati, e cinquant’anni suonati, festeggiati proprio in occasione della manifestazione, con una serata che vede ospite Chiara Gamberali, Stefano Salis e Cesare De Michelis. Ci sarà spazio anche per i giovani con l’astro nascente Giovanni Montanari che si soffermerà sul significato della scritture presso le generazioni più recenti, per la celebrità con Isabella Bossi Fedrigotti e per parlare anche di economica con Dario Di Vico. E per finire tante iniziative collaterali: visite animate al castello, tra storia, arte e gusto, degustazioni itineranti in collaborazione con le Associazioni Res Miranda e La Nostra Mirandola. [S.A.] Info: www.castellopico.it

spicca quella dedicata alla Expo Green Italian Ceramic, che raccoglie i migliori prodotti ceramici green realizzati dalle imprese del territorio. Per i giovani verrà creata una mostra alla Casa Ecologica e un Laboratorio di Chimica Verde. Tuttavia il programma della manifestazioni non si esaurirà nella tre giorni dedicata ma proseguirà con altri 10 seminari di approfondimento su sottotemi della Green Economy, che saranno tenuti nel corso dell’anno, negli otto comuni del Distretto. [Chiara Corradi] Info: www.festivalgreeneconomydistretto.it

Il Mosto Cotto è servito. A Soliera il 15 e 16 ottobre Ritorna a Soliera la grande festa autunnale Il Profumo del Mosto Cotto, giunta alla XVI edizione. Dal pomeriggio di sabato 15 in Piazza Sassi ci sarà la grande cena contadina. Domenica 16 in Piazza Lusvardi: dal mattino la cottura del mosto d’uva che verrà poi depositato nell’acetaia comunale; a mezzogiorno la degustazione di maltagliati e fagioli e dalle 16.30 saranno serviti prodotti tipici della tradizione contadina. In piazza Sassi, dalle 9, verranno inscenati gli natichi mestieri. Info: www.comune.soliera.mo.it

incontri

A Fiorano Modenese, dal 6 al 9 ottobre, va in scena il Festival Green Economy, unico in Italia dedicato ai distretti industriali ed alle policy relative alla Green Economy. Obiettivo del Festival è mostrare lo stato dell’arte e il profilo più innovativo dell’industria

del Distretto ceramico e approfondire le nuove opportunità di rilancio sociale, economico e ambientale per arrivare alla Green Money come nuova strategia d’impresa e del territorio. Nell’arco dei quattro giorni si susseguiranno eventi rivolti a tipologie di pubblico varie. Per un pubblico più tecnico sono stati studiati 3 convegni di confronto su dati ed esperienze di Green Money su scala nazionale e 9 seminari tecnici di approfondimento sulle esperienze di architettura sostenibile su scala internazionale. Un pubblico più vasto potrà visitare le 10 mostre divulgative e multimediali, tra cui


di micol lombardi

Il Parmigiano Reggiano il Lambrusco, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e il Prosciutto sono i protagonisti di un calendario di iniziative che dall’1 al 16 ottobre coinvolgerà l’intera città per la delizia dei palati

Tipici in festa a tutta… Dop L’assessore Morelli “Così si fa sistema”

T

ipici DOP in festa è il titolo della manifestazione dedicata ai quattro prodotti DOP della tradizione gastronomica modenese che torna a Carpi dall’ 1 al 16 ottobre. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, il Parmigiano Reggiano, il Lambrusco e il Prosciutto di Modena saranno i protagonisti di un evento che propone un calendario fitto di appuntamenti: si va dagli incontri con docenti ed esperti alle degustazioni teatralizzate, dalle visite guidate all’Acetaia ai corsi di cucina. Il tutto è inserito nel cartellone del Wine Food Festival Emilia Romagna. Il programma della manifestazione propone il 6 ottobre un convegno (a cura della Comunità carpigiana della Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena) all’Auditorium della Biblioteca Multimediale Loria, sulla storia di questo prodotto tipico e durante il quale verrà presentato il progetto Giostra Balsami-

Nelle immagini: qui sopra una ampolla d’aceto balsamico, sotto la Piazza di Carpi. A sinistra il Teatro Comunale e sotto un’opera di Bishop

ca, una sorta di gara tra produttori. Le degustazioni, curate sempre dai quattro Consorzi, continuano il 15 e 16 ottobre in piazza Martiri in versione teatralizzata grazie alla compagnia Koinè. Sabato 8 ottobre dall’alba al tramonto in Piazza Martiri avrà luogo poi la tradizionale cottura

“L’obiettivo di Tipici DOP in festa – spiega Simone Morelli, assessore all’Agricoltura, Economia, Commercio, Turismo e Centro Storico del Comune, che promuove la manifestazione assieme ai quattro Consorzi di tutela e alla Consorteria A.B.T.M., con il patrocinio della Provincia e della Camera di Commercio, con la partecipazione delle Strade dei vini e dei sapori Terre Piane e Città, e quella Castelli e Ciliegi, poi ancora l’associazione Città del Vino, con il sostegno delle associazioni di categoria dell’agricoltura,dell’artigi anato e del commercio - è quello di promuovere e sostenere il patrimonio storico-culturale della cucina e dell’alimentazione tipica, riconoscendo al territorio carpigiano e provinciale la sua forte vocazione agricola e sottolineando le eccellenze in campo agroalimentare. Una rassegna nella quale i diversi soggetti del sistema agroalimentare interagiscono con unità di intenti e di stile. L’obiettivo è semplice: rendere più visibile il grandissimo potenziale economico e culturale espresso dalla nostra provincia, fare sistema in un momento come quello autunnale, che richiama a Carpi tanti visitatori per eventi di vario genere, non solo enogastronomici”.

del mosto per l’Acetaia comunale, e che potrà essere visitata durante Tipici DOP in festa sia il sabato che la domenica. Grazie alla collaborazione con la Scuola Alberghiera Nazareno, saranno proposti poi corsi di cucina per amatori. Eventi, degustazioni e percorsi guidati alla scoperta dei prodotti DOP saranno infine ospitati sabato 15 e domenica 16 ottobre dal Mercato Coperto in piazzale Ramazzini, con merende per bambini, musica, spettacoli e aperitivi. Il 16 ottobre i prodotti DOP ‘saluteranno’ anche i partecipanti ad una pedalata sulle tracce del Romanico. [44] - il mese ottobre \2011


c

a

r

p

I 150 anni del Comunale Celebrazioni a inizio di Stagione e sul palco Soleri e Bergonzoni

P

arte alla grande la stagione del Teatro Comunale di Carpi (P.zza Martiri, 72), di cui vogliamo ricordare, cade il 150esimo dell’inaugurazione. Per questo, domenica 16 ottobre, è stato organizzato per le ore 15 Alla scoperta degli spazi teatrali, percorso non-stop negli angoli più intimi del teatro, messa in scena di Gigi Tapella e Sara Gozzi, con i ragazzi del laboratorio Fare Teatro. Alle 17 sarà la volta di 150 anni del Teatro Comunale, con la partecipazione straordinaria di Franco Branciaroli, interverranno il Sindaco Enrico Campedelli, Lidia Bortolotti dell’Istituto Beni Artistici e Culturali ER con la presentazione del volume fotografico “Carpi - Il Teatro Comunale”. Nell’ appartamento inferiore di Palazzo dei Pio, alle ore 18 sarà inaugurata Luce in scena. La stagione teatrale del Comunale di Carpi nel 150°, la mostra fotografica di Marzia Lodi. Tutte le iniziative sono ad ingresso libero. E veniamo alla stagione che si apre ad ottobre con diversi importanti appuntamenti. Partiamo dalla prosa, dal 28 al 30 alle ore 21 e il 30 anche alle 16, che porta sul palco una pietra miliare, Arlecchino servitore di due padroni, di Carlo Goldoni con la messa in scena e l’interpretazione di Ferruccio Soleri e la regia di Giorgio Strehler, una produzione Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa. Altro appuntamento imperdibile è quello del 25 ottobre alle ore 21, con Alessandro Bergonzoni, in Urge lo spettacolo il cui messaggio sollecita il bisogno di attivarsi di fronte all’impellente apatia e disordine del mondo contemporaneo. Arriva l’operetta, martedì 1 novembre alle ore 16, si tratta di Can-Can il musical di Cole Porter, una nuova produzione della Compagnia di Corrado Abbati. Divertimento ed emozioni, echi cinematografici e di Broadway nel musical che accende la voglia di ridere, cantare e ballare. E in cartellone c’è spazio anche per i concerti aperitivo, domenica 23 ottobre alle ore 17, Sapori di Spagna con il Kaleido Ensemble ed Emanuele Segre alla chitarra con musiche di Rodrigo, Ravel e Serino.

i

24 ° Maratona d’Italia una città per lo sport La 24esima edizione della Maratona d’Italia-Memorial Enzo Ferrari si correrà domenica 9 ottobre, con partenza alle ore 9 dalla Galleria Ferrari di Maranello ed arrivo in Piazza Martiri a Carpi, dopo che i podisti avranno attraversato Formigine, Modena e Soliera. Visto il successo dell’anno scorso verrà riproposta la Mezza maratona che prevede l’arrivo al Parco Ferrari di Modena e anche la 30 km che prevede invece l’arrivo a Soliera, presso il Castello Campori. In concomitanza con la manifestazione sportiva, ormai diventata una tradizione per la nostra provincia, tornerà anche la Skating Marathon, dedicata ai pattinatori e a chi usa lo ski-roll. Sabato 8 ottobre come sempre la Maratona verrà poi preceduta dalla Selle Italia Granfondo-Mediafondo, gara ciclistica su due distanze, 95 e 150 chilometri, giunta alla nona edizione e che prenderà il via alle ore 11.45 da piazza Martiri. Info: www.italianmarathon.it.

Info: tel. 059 649226 Biglietteria tel. 059 649263

Ritorna Carpi a Tavola, la manifestazione enogastronomica che si tiene nel centro della città, Piazzale Re Astolfo, via Matteotti giunta alla sua 11ma edizione e che attrae i visitatori grazie alle tante prelibatezze gastronomiche presenti in fiera. Oltre 30 espositori, da tutta Italia, porteranno la loro migliore produzione eno-gastronomiche, permettendo al pubblico di assaporare: Lambrusco, funghi e prodotti del sottobosco, salumi tipici, formaggi caprini, vini fermi, prodotti del sud Tirolo, pasta fresca e tanti altri. L’entrata a Carpi a Tavola è gratuita . Orari di apertura: 10 - 20 orario continuato. Info: www.carpiatavola.it

Misfortunes and Minor Victories Alla Galleria Spazio Meme le immagini dis-umane di Bishop

Prosegue fino al 7 ottobre presso la Galleria Spazio Meme (Via Giordano Bruno 4) Misfortunes and Minor Victories di Zaelia Bishop. Sul bordo della memoria si apre l’abisso dell’oblio. Immagini un tempo familiari, ritratti, fotografie, divengono irriconoscibili: indicano il fallimento della narrazione perché non si riesce più a raccontarne la storia. Le tracce umane tendono a scomparire, mentre dentro all’immagine crescono fossili e materie inorganiche che mineralizzano il ricordo: il gesto dell’artista è quello di mostrare come il sentimento, un tempo opalescente, divenga residuale, mentre i soggetti di quelle che erano state fotografie svaporano, si accartocciano, segnano l’allontanamento dall’umano e la fine della storia. Zaelia Bishop è nato nel 1977 a Roma, la sua ricerca è volta a portare alla luce memorie sfigurate dal tempo. Orari di visita: lunedì- domenica 17 – 20, sabato anche 9.30 - 13.00. Chiuso martedì. Info: www.spaziomeme.org

carpi

Ritorna Carpi a tavola enogastronomia in piazza


TEATRO COMUNALE DI CARPI STAGIONE 2011/2012

PROSA

28-29 ottobre, ore 21/Turni A-B 30 ottobre, ore 16 e ore 21/Turni C-D

ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI

di Carlo Goldoni messa in scena Ferruccio Soleri, con la collaborazione di Stefano de Luca con Ferruccio Soleri regia GIORGIO STREHLER

PICCOLO TEATRO DI MILANO-TEATRO D’EUROPA

Più di 2700 recite in 40 paesi e oltre 300 città, l’Arlecchino dei record, simbolo della migliore tradizione italiana della Commedia dell’Arte. 11-12-13 novembre, ore 21/Turni A-B-C

ART

di Yasmina Reza con Alessandro Haber, Alessio Boni, Gigio Alberti regia GIAMPIERO SOLARI

3-4-5 febbraio, ore 21/Turni A-B-C

DUE DI NOI

di Michael Frayn con Lunetta Savino, Emilio Solfrizzi regia LEO MUSCATO ERRETITEATRO

Dall’autore di Rumori fuori scena, una commedia divertente che racconta tre emblematiche situazioni matrimoniali, al limite del paradosso, con due attori tra i più amati del piccolo schermo. 23-24-25-26 febbraio, ore 21/Turni A-B-C-D

COLAZIONE DA TIFFANY

di Truman Capote adattato da Samuel Adamson con Francesca Inaudi e Lorenzo Lavia regia PIERO MACCARINELLI GLI IPOCRITI – NUOVO TEATRO

NUOVO TEATRO - GLI IPOCRITI

Tutti sono un po’ innamorati di Holly - un’indimenticabile Audrey Hepburn al cinema-eccentrica, ingenua e mondana, ma nessuno la può catturare.

25-26-27 novembre, ore 21/Turni A-B-C

NOVITÀ!!! ULTIMO SPETTACOLO A SCELTA DELL’ABBONATO TRA:

Tre vecchi amici, uomini fatti, divertenti, simpatici, folgoranti nelle loro battute, mettono alla prova la loro amicizia.

SERVO DI SCENA

di Ronald Harwood con Franco Branciaroli, Tommaso Cardarelli, Lisa Galantini, Melania Giglio, Daniele Griggio, Giorgio Lanza regia FRANCO BRANCIAROLI

Lunedì 19 marzo, ore 21 Martedì 20 marzo, ore 21

Un omaggio appassionato al teatro e alla profonda importanza dei messaggi che veicola; la storia commovente e amara di un grande attore e del suo servo di scena, insieme fino all’ultimo.

uno spettacolo di ELIO DE CAPITANI e FERDINANDO BRUNI TEATRIDITHALIA

THE HISTORY BOYS

CTB TEATRO STABILE DI BRESCIA – TEATRO DE GLI INCAMMINATI

di Alan Bennett con Elio De Capitani, Ida Marinelli

9-10 dicembre, ore 21/Turni A-B 11 dicembre, ore 16 e ore 21/Turni C-D

Grande successo della scorsa stagione la pièce ha vinto 6 Tony Award. Giovane, anticonformista, toccante, narra di un gruppo di studenti all’ultimo anno di college alle prese con la vita.

ALADIN il musical

testo e liriche di Stefano D’Orazio musiche dei Pooh con la partecipazione straordinaria di Stefano Masciarelli nel ruolo del “Genio” regia e coreografie FABRIZIO ANGELINI NAUSICAA

Sulle ali del magico tappeto volante, viaggeremo nel mondo de “Le mille e una notte”, inebriati dai profumi d’oriente, incantati da elefanti, tesori e da una lampada magica che ci metterà di fronte ai nostri più profondi desideri.

DATE DA RICORDARE:

1-9 settembre PRELAZIONE ABBONATI (incluso Large) Sabato 10 settembre SPOSTAMENTI 11 settembre – 17 settembre NUOVI ABBONAMENTI 18 settembre – 24 settembre PRELAZIONE ABB. LIBERI

Sabato 24 marzo, ore 21 Domenica 25 marzo, ore 21

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE di Luigi Pirandello con Antonio Salines, Edoardo Siravo, Nora Fuser, Silvia Ferretti e Marina Bonfigli regia GIULIO BOSETTI COMPAGNIA DEL TEATRO CARCANO

Il capolavoro pirandelliano rivive in un’edizione fedele al testo e alla tradizione con l’elegante regia di Giulio Bosetti. 25 settembre – 30 settembre NUOVI ABB. LIBERI Da sabato 1 ottobre BIGLIETTI SPETTACOLI 2011 Da sabato 3 dicembre BIGLIETTI SPETTACOLI 2012

Teatro Comunale di Carpi - P.zza Martiri, 72 - Biglietteria 059/649.263 - Uffici 059/649.264 www.carpidiem.it/teatrocomunale/ - www.vivaticket.it - e-mail: teatro.comunale@carpidiem.it


DANZA

NONSOLOTEATRO

Mercoledì 9 novembre, ore 21

Martedì 25 ottobre, ore 21

balletto in due atti musiche Gioachino Rossini coreografia Giorgio Madia con Giulia Parisi, Martin Zanotti solisti e corpo di ballo del Balletto di Milano Una Cenerentola originale ed insolita, ambientata negli anni ‘50 con uno stile di danza dal classico al moderno fino all’acrobatico, sulle musiche più famose di Rossini.

di e con Alessandro Bergonzoni scene Alessandro Bergonzoni regia ALESSANDRO BERGONZONI e RICCARDO RODOLFI Maestro del neologismo e del doppio senso, acuto, comico, surreale osservatore dell’oggi e di questi tempi duri in cui parlare urge!

Balletto di Milano CENERENTOLA

Giovedì 22 dicembre, ore 21

Balletto Accademico di Stato di San Pietroburgo IL LAGO DEI CIGNI balletto in quattro atti musiche P.I. Ciaikovskij coreografia M. Petipa e . Ivanov Da San Pietroburgo, culla del balletto classico, una compagnia di altissimo livello interpreta un capolavoro immortale. Sabato 21 gennaio, ore 21

Balletto di Roma OTELLO

musiche Antonin Dvorák coreografia Fabrizio Monteverde scene Fabrizio Monteverde Una tra le migliori compagnie di danza contemporanea interpreta un Otello carico di passione e sensualità. Giovedì 16 febbraio, ore 21

BLAZE The street dance sensation

coreografie Chris Baldock, Ryan Chappell, Mike Song, Lyle Beniga, Kenny Warmald scenografia Es Devlin regia ANTHONY VAN LAAST I migliori B-boys e street-dancers al mondo in un mix unico di danza, teatro, musica pop e techno ad alta tensione. Giovedì 15 marzo, ore 21

Compaňia de Danza Miguel Ángel Berna MUDÉJAR ...bailando mi tierra !

di e con Miguel Ángel Berna musiche eseguite dal vivo da sei musicisti ed una cantante Miguel Ángel Berna ballerino di grande personalità e virtuoso delle nacchere ci trascinerà nella Spagna più appassionata.

CONCERTO DI FINE ANNO Sabato 31 dicembre, ore 20.30

ORCHESTRA SINFONICA DI VARNA Direttore Enrique Batiz Campbell programma di musiche tradizionali viennesi e arie da opere

ALESSANDRO BERGONZONI Urge

Venerdì 2 dicembre, ore 21

FRANCESCO RENGA Orchestraevoce

con Ensemble Symphony Orchestra diretta dal Maestro Giacomo Loprieno Una suggestiva interpretazione con orchestra dei brani di Orchestraevoce e dei maggiori successi dell’artista. Giovedì 15 dicembre, ore 21

HOWARD GOSPEL CHOIR

Coro gospel di 35 elementi L’immancabile appuntamento natalizio, quest’anno con un coro “storico” da una delle più prestigiose università americane. Giovedì 19 gennaio, ore 21 (fuori abbonamento)

NICOLA PIOVANI

In quintetto Associazione Culturale Progettarte TcomeTeatro Il premio Oscar Nicola Piovani accompagnato da quattro musicisti, presenta una serie di brani scritti per il cinema, per il teatro, per concerto. Mercoledì 1 febbraio, ore 21

ANTONIO ALBANESE Personaggi

testi di Michele Serra, Antonio Albanese regia GIAMPIERO SOLARI Epifanio, Alex Drastico, Cetto La Qualunque sono solo alcuni dei personaggi cui Albanese presta il suo volto e la sua simpatia: una galleria di ossessi nevrotici, alienati, buffi cui non manca, però, un pizzico di poesia. Martedì 6 marzo, ore 21

GIOBBE COVATTA ENZO IACCHETTI Niente progetti per il futuro

scritto e diretto da FRANCESCO BRANDI Due protagonisti d’eccezione in una commedia che alterna ilarità e malinconia e racconta in modo ironico una società in crisi.

PROMOZIONI GIOVANI E ABBONATI Carnet fisso 5 spettacoli

con Francesco Renga a € 2,00 se under 32

Abbonamento 3X2

in palco da 3 di 3° ordine se under 32

Formula + 1 per tutti gli abbonati Abbonamenti Concerti Aperitivo a € 38,00 se under 25


IL MESE MODENA 100  

Mensile di cultura e spettacoli del Comune di Modena

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you