Page 1

I.I.S. EUROPA UNITA

Il Maggiolino A cura del Gruppo Integrazione

Numero 2

Maggio 2011

PROGETTO COMENIUS

Redazione: Abir Alberto Daniele Elisa Eugenio Francesco M. Francesco R. Paolo Ramona

Spettacolo del 10 Marzo. Il Musical, organizzato dalle proff.sse Tozzi e Ventura, è stata una delle varie attività progettate in occasione della visita di alunni e insegnanti provenienti da vari Paesi stranieri.

IN QUESTO NUMERO DEL MAGGIOLINO:

Progetto Comenius.

p1

Intervista al prof. G. Guglielmi

p2

Viaggio della Memoria Batik

p2

PAGINA SPORTIVA Giornata sulla neve Progetto fitness Tutti in sella

p3 p3 p3

p3

Voci di corridorio A ruota libera L’inglese con i Beatles

p4 p4 p4

Courmayeur. Gli ospiti stranieri con la Dirigente scolastica e alcuni docenti del nostro Istituto.

1


I.I.S. EUROPA UNITA INTERVISTA AL REFERENTE DEL PROGETTO COMENIUS PROF. GIORGIO GUGLIELMI A cura di Elisa M. e Francesco R. Francesco M. In cosa consiste il progetto COMENIUS ? Il progetto COMENIUS è promosso dall’Unione Europea e serve per mettere in contatto e far lavorare insieme, attraverso le visite presso le scuole, studenti, insegnanti e dirigenti. Da quali paesi sono arrivate le delegazioni di studenti? Sono arrivate delegazioni di studenti, insegnanti, dirigenti e personale di segreteria dalla Grecia, Spagna, Turchia e Svezia. Quanti insegnanti della scuola sono stati coinvolti? Circa una decina di docenti con compiti diversi, ognuno dei quali si è impegnato in diversa misura con molta attenzione ed entusiasmo. Quali attività sono state organizzate? Le attività sono state varie: incontri fra docenti per lo sviluppo di documenti comuni relativi al progetto, visite culturali sul territorio (Alpi e monte Bianco, Museo egizio, Istituto alberghiero, canale Cavour), attività corali e teatrali. Anche gli alunni del nostro Istituto che hanno svolto delle attività con i ragazzi stranieri, sono stati contenti di poter respirare, per qualche giorno, un’atmosfera internazionale e inusuale.

PROGETTO BATIK Il Batik è una tecnica artigianale di decorazione del tessuto.che chiunque, con un po’ di pazienza e dei buoni maestri, può imparare. Un gruppo di alunni dell’ Europa Unita di Chivasso ha partecipato al progetto della scuola in collaborazione con il C.I.S.S.( Consorzio intercomunale dei servizi sociali), finalizzato ad imparare la tecnica del Batik. PER FARE UN BATIK OCCORRE : 1. 2. 3. 4.

VIAGGIO DELLA MEMORIA

5. 6.

“È avvenuto quindi può accadere di nuovo” (Primo Levi). ll treno della memoria è un progetto realizzato dall’ ”Associazione Terra del Fuoco” che dal 2005 si occupa di informare migliaia di ragazzi di età compresa tra i quindici e ventisette anni, di diverse regioni italiane, sulle tematiche storico-sociali relative al periodo della Seconda Guerra Mondiale, attraverso viaggi commemorativi. Il viaggio che abbiamo fatto noi ha lo scopo di non far dimenticare lo sterminio di un numero inimmaginabile di persone avvenuto nei campi di concentramento tedeschi. Questo pezzo di storia contemporanea, a distanza di 66 anni dalla liberazione dei deportati, deve essere conosciuta e vista da vicino, per evitare che un giorno possano ripetersi fatti analoghi. I campi di Auschwitz e Birkenau sono luoghi che hanno scritto la storia, tuttavia è difficile pensare che le cose terribili che oggi conosciamo siano realmente avvenute. Nel nostro viaggio ci siamo resi conto della vita che facevano i deportati all’interno dei campi. Essi non erano considerati come persone, erano solo numeri; anche nei freddi mesi invernali, avevano ai piedi zoccoli di legno e addosso pigiami di cotone estivi. Per potersi lavare dovevano correre nudi, all’aperto, sotto getti d’acqua gelida, anche quando la temperatura scendeva a meno di 20 gradi sotto zero. Lavoravano dalle 5 del mattino fino alle 21 di sera e mangiavano una brodaglia e, se andava bene, un pezzo di pane vecchio. Grazie al “ Treno della memoria” abbiamo vissuto un’esperienza indimenticabile. È un viaggio che suscita emozioni molto forti. Le riflessioni arrivano dopo, quando, arrivati a casa o, ancora prima sul treno del ritorno, iniziamo a fissare le immagini e le sensazioni che ci hanno colpito maggiormente. Tra i gruppi che hanno partecipato a questo viaggio c’erano ragazzi di Brandizzo, Borgaro, e Caselle; sono nate anche amicizie che sono servite ad ammortizzare il duro impatto con i campi di Auschwitz e Birkenau. Cristina F. Roberta -4A/S

7. 8. 9.

Prendere un pezzo di stoffa di cotone bianco (lenzuolo) Fissarlo con delle puntine da disegno sul telaio. Con una matita, riportare sulla stoffa il disegno che si è scelto. Mettere una pastiglia di cera a sciogliere in un pentolino e mantenerla liquida. Stendere col pennello la cera sulle parti del disegno che devono rimanere bianche. Sciogliere il colore in polvere in una bacinella d’ acqua tiepida e mettere il Batik a bagno per un giorno. Quando il tessuto si è asciugato bisogna togliere le cera con un ferro da stiro caldo. Per eliminare tutte le tracce di cera bisogna portare il proprio batik in lavanderia. Fare l’ orlo.

Francesco M.

Andreea , Chiara , Simona , Elisa con gli assistenti di laboratorio artistico “Re Mida”

2


I.I.S. EUROPA UNITA LA PAGINA SPORTIVA PROGETTO FITNESS:

GIORNATA SULLA NEVE

Benessere e movimento Durante il mese di febbraio, abbiamo frequentato una palestra cittadina che ci ha permesso di utilizzare delle macchine per potenziare la muscolatura e per stimolare la resistenza cardio – vascolare. Abbiamo sperimentato: tapis roulant, cyclette, legextention, pulley, vogatore… e altre attrezzature che servono per migliorare l’aspetto fisico. Ci è anche piaciuto conoscere nuove persone e sarebbe bello continuare queste faticose ma divertenti lezioni anche in futuro. Elisa M. Francesco M. Francesco R. Eugenio T.

TUTTI IN SELLA Percorso educativo/culturale sul mondo equestre

Il giorno 2 marzo 2011 sono andata in montagna insieme ai miei amici, Paolo, Elisa, Eugenio, Ramona e Alberto, a trascorrere una giornata sulla neve a Pila, in Valle d’Aosta. Oltre a noi c’erano anche gli alunni delle classi 5 A/sc , e 5 C/mm, i prof. Gaudina, Borio, Benassi, Pala e Pellegrino. Siamo partiti molto presto perché dovevamo fare un bel tragitto di strada con la neve. Quello che ci importava era arrivare prima, per iniziare a giocare prima: ma le cose non sono andate proprio così … Purtroppo non tutte le strutture sciistiche erano aperte. A qualcuno è venuto in mente di improvvisare una battaglia con le palle di neve, così abbiamo giocato a rincorrerci e ad attaccare i professori che erano con noi. Chiaramente abbiamo vinto noi alunni, perché siamo i “più forti”. Anche l’esperienza della seggiovia è stata molto divertente: rimanere penzoloni in aria all’inizio ci ha fatto paura, poi, però, un altro giro ce lo saremmo fatto volentieri per ammirare lo splendido paesaggio innevato. Se l’anno prossimo la scuola organizzerà una giornata simile, spero solo che potremo utilizzare tutto quello che gli impianti sciistici mettono a disposizione, così da poter vivere la neve in modo diverso. Abir Mercoledì 13 aprile ho iniziato insieme ad altri miei compagni di scuola, le lezioni di equitazione presso un maneggio di S. Genesio. Per prima cosa l’esperto ha parlato della cura e dell’alimentazione dei cavalli, poi ci siamo avvicinati per dare loro del fieno. Io non avevo paura ma altri miei compagni si. La cavalla più bella era Lady, una puledra bianca e marrone e sarebbe toccato proprio a me montarla. All’inizio in sella mi sentivo in equilibrio precario, poi gradatamente mi sono abituata ai movimenti del cavallo anche grazie ai consigli dell’ esperto. Anche se ero a due metri d’altezza mi sentivo sicura e felice. Elisa M.

3


I.I.S. EUROPA UNITA “A ruota libera”: l’Europa Unita in RAI La nostra scuola sarà protagonista in una serie di puntate del format “A ruota libera” trasmesse su Rai Educational, che tratta le problematiche dell’educazione stradale e del nuovo codice stradale. Il nostro istituto è stato scelto su segnalazione dell’USP (Ufficio Scolastico Provinciale) in quanto da anni attivo nella prevenzione degli incidenti stradali. Almeno 150 alunni, coordinati dai professori Borio e Tozzi, sono stati coinvolti in lezioni frontali sulle regole del nuovo codice stradale, incontri con la Polizia per valutare e dibattere sui principali rischi che si corrono sulla strada, come l’uso di sostanze stupefacenti o di alcool.

RUBRICA: VOCI DI CORRIDOIO ( Spazio dedicato a tutti coloro che desiderano comunicare il proprio messaggio attraverso il Maggiolino )

Memorie di un sospeso Sto per entrare nell’aula di sostegno e ho un po’ di timore, anche perché non ho mai avuto l’opportunità di stare con questi ragazzi. All’inizio pensavo di trovarmi male perché non sapevo come comportarmi, ma quando li ho conosciuti ho capito che sono persone stupende. Spesso esistono pregiudizi nei confronti di questi ragazzi e ragazze che hanno un programma scolastico differenziato, e si ha paura del “diverso” soltanto perché non lo si conosce. Dico che prima di dire qualsiasi tipo di cosa, bisognerebbe trascorrere del tempo con loro per rendersi conto che queste persone hanno capacità originali e creative. Christian

L’ INGLESE CON I BEATLES (Organizzatrice dell’uscita didattica: Prof.ssa Pinton) Il 6 maggio 2011 la mia classe, 2°C/s con altre cinque classi ha partecipato all’uscita didattica a Torino, al Teatro Don Bosco per vedere il musical in lingua inglese “THE BEATLES”. Io conoscevo i Beatles perchè erano amati da mio padre e quindi avevo già ascoltato quasi tutte le canzoni. I miei compagni si sono divertiti perché gli attori hanno suonato, cantato e ballato i pezzi più famosi. Ci siamo tutti emozionati nel finale durante l’ esecuzione di “immagine” dopo l’ uccisione di John Lennon. FRANCESCO .M

Frasi Folli ( Pronunciate in classe da professori e alunni ) E’ una cosa scandalizzosa Mi raccomando divertisciti Vogliete che interrompiamo qui? Mi stai discocciando Sgarbato = privo di sgarbi Debora, dimmi tutti i continenti – I continenti dell’ Europa? Quando la temperatura è alta vuol dire che fa freddo Non si mangia con la bocca piena Ho molto compito Fammi l’ analisi fisica della seguente frase… Non siete mica i principessi sui piselli Pietro non babbare

La redazione ringrazia la Dirigente Scolastica per lo spazio concesso sul sito della scuola, il web master, il tecnico Venditti, i lettori e tutti coloro che hanno collaborato alla stesura dei testi . Vi aspettiamo il prossimo anno e …. Buone vacanze a tutti!

4

Il Maggiolino 1  

Giornalino scolastico n.2 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you