Page 1

illustrazione www.illustrazione.ch

N.12

- 1 DICEMBRE 2013

RIVISTA FAMILIARE DELLA SVIZZERA ITALIANA

TICINESE

TENDENZE

CONCORSO

Un mondo in un’isola

SONDAGGIO

Come migliorare il mondo

Caro Babbo Natale


LAURA & HARDY E S P E R T I

D I

C O M M E D I E

Tutti hanno la stoffa del fan sfegatato. DAS ZELT – Chapiteau PostFinance porta i migliori spettacoli a due passi da casa vostra. DAS ZELT – Chapiteau PostFinance arriva a due passi da casa vostra: il programma della tournée che si svolgerà in 21 località, propone spettacoli, musica, commedie e intrattenimento per tutta la famiglia. Lasciatevi entusiasmare anche voi!

à Ora in 21 localit ra ze iz Sv la in tutta

www.postfinance.ch/daszelt


somm ario fondata nel 1931 12 edizioni annuali Tiratura 131.470 copie (REMP 2013) Redazione CP 418, 6908 Lugano Via Massagno 10 Tel. 091 972 26 20 Fax 091 972 45 65 www.illustrazione.ch info@illustrazione.ch

14

4 Fuorionda La carta vincente

6 Appunti

Spunti, idee e consigli in vetrina

10 In dialètt

Aé, (che al vör dì sì) ta’l disi mi!

12 Sai che

Editore Editrice Tredicom SA 6908 Lugano

Domande curiose e risposte sfiziose

Distribuzione Direct Mail Company SA

14 Ritratto

Amministrazione e produzione Marco Werder Editore Matthias Werder Grafica Tredicom SA Gabriele Campeggio Inserzioni Ticino e Italia: Tredicom SA Tel. 091 973 20 10 Fax 091 972 45 65 info@illustrazione.ch Edimen S.a.g.l. Tel. 091 970 24 36 edimen@edimen.ch

Svizzera tedesca e romanda: Grütter Media Mumenthalstrasse 50A 4912 Aarwangen Tel./Fax 062 929 00 74 marion.grtter@bluewin.ch gruetter-werbung@besonet.ch Inserzioni moto: TuttoSprint Tel. 079 697 49 65 info@tuttosprint.ch Il materiale redazionale e fotografico non richiesto non viene restituito. In copertina: Caterina Righenzi Foto: Gabriele Campeggio

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

15

23 Archivio

Un Natale di ottant’anni fa

tendenze

caro babbo natale … quest’anno sarei felice di ricevere… a cura Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

UNA CASETTA PROFUMATA

Un originalissimo bruciaincensi in legno, a forma di casetta. L’incenso va messo nella casetta e il fumo profumato esce dal comignolo. Design Shop D’Eco, Lugano

DELLE CANDELE TELECOMANDABILI

Sono in vera cera, ma la fiammella non lo è, perché a illuminarla è una lucina led, regolabile con un telecomando. Ideale soprattutto per chi rischia di scordare le candele accese, trasformandole in un potenziale pericolo. Art of Living, Manor

42

UNA GOLOSITÀ SORPRENDENTE

Un formaggio a pasta dura, aromatizzato con sale dell’Himalaya, pepe macinato e aglio, da grattugiare come un tartufo su pasta ma anche su una bella tagliata di manzo. Delicious, Belper Knolle, Manor

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

52 oroscopo testo Cloris Sciaroni cloris@illustrazione.ch

saturno porta

rigore e disciplina “Se riusciamo a guardare profondamente dentro la nostra sofferenza e abbracciarla teneramente, una grande compassione può nascere…”, parole del venerabile monaco vietnamita Thich Nhat Hanh.

P

otrebbe essere il motto di Saturno ancora in Scorpione in questo 2014. Esso ci costringe, volenti o nolenti, ad affrontare ciò che la realtà mo-

Certificato Certificato PEFC PEFC

30 Sondaggio

stra e non ciò che i media ci vogliono occultare. Saturno (Karma) ci parla della grossa dif difficoltà degli uomini a sopportare le prove e le crisi particolarmente difficili in questi tempi,

32 Salute

Se il bimbo balbetta…

36 In viaggio

Saigon, perché partire? (quinta e ultima parte)

42 Tendenze Caro Babbo Natale…

44 Multimedia Un gaming oltre i limiti

46 Sport

Il Ticino che gioca a Unihockey

50 Concorso Un mondo in un’isola

Le previsioni di Cloris per il 2014

58 Cruciverba

www.pefc.it

Questa rivista è certificata PEFC™. Non sono certificati PEFC™ gli inserti pubblicitari.

Cosa butto in pentola? Cazzöla e stinchi

52 Oroscopo

Questo prodotto Questa rivista è realizzato stampata con su materia prima da foreste gestite in maniera sostenibile e da fonti controllate PEFC/18-31-240

24 A tavola

Come migliorare il mondo

UNA APP DA TAVOLA

Uno dei giochi più scaricati e giocati è diventato un gioco da tavola da fare tutti insieme. Un idea geniale che per una volta trasforma il virtuale in concreto. Doodle jump, Ravensburger.

UNA PELLE DA SOGNO

22 Lavoretti

Il Babbo Natale seduto

42 Un fluido eccezionale e innovativo in grado di correggere rughe, pori, macchie, arrossamenti e pelle opaca. Un vero elisir di bellezza da usare giorno dopo giorno, solo o come base per il trucco. Dream Skin, Capture Totale, Dior

Copioni, microfoni e pennelli

52

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

Chi fu detto…

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

3


fuor i ond a

la carta

vincente Nell’era dei tablet computerizzati chi è nato e cresciuto con i libri fa fatica a staccarsi dalla vecchia carta stampata. testo Roberto Rizzato - roberto.r@illustrazione.ch

A

vrete visto anche voi quella gag: il marito che per leggere, per disegnare, per ogni cosa... propone di continuo alla moglie il proprio tablet elettronico, snobbando la vecchia carta. Poi però va in bagno, trova il rotolo finito, chiede alla moglie di passargli la carta igienica e lei, prontamente, gli porge il suo amatissimo tablet! La carta, ancor prima della stampa, è stata un’invenzione fondamentale per la civiltà umana. A inventarla furono i cinesi, oltre mezzo millennio prima degli altri; perché fino all’inizio del II secolo d.C. i cinesi erano ancora privi di un supporto materiale su cui immortalare i propri scritti. Nella Valle del Nilo, il fusto del papiro forniva un midollo, che si poteva allineare in tante strisce da unire per formare dei fogli. Ma il papiro non cresceva in Cina. D’altra parte, i pur ingegnosi cinesi non avevano neppure scoperto l’uso mediterraneo di servirsi di pergamene, fatte con pelli disseccate di animali: la cosiddetta “cartapecora”. Anzi, fino ad allora, erano stati costretti a scrivere su strette strisce di bambù. Ma ogni striscia poteva contenere appena una riga di testo e, di conseguenza, libri e documenti erano formati di voluminosi fasci di strisce di bambù: non solo erano pesanti e difficili da maneggiare; ma bastava che si spezzasse il filo che le teneva insieme per perdere tragicamente la giusta sequenza delle “pagine”

4

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

del libro. Senza contare che, per farci un libro, bisognava tagliare un intero boschetto di bambù! L’unica alternativa era la seta, che però all’epoca aveva lo stesso costo dell’oro. Sennonché un eunuco cinese, Ts’ai-Lun, trovò la soluzione proprio nell’interno fibroso della corteccia del gelso bianco, pianta delle cui foglie si cibano i bachi da seta, e inventò il processo di fabbricazione della carta. Tuttavia questa sostanza meravigliosamente leggera e pratica trovò la strada per l’Occidente solo 600 anni dopo, quando le forze musulmane, nel 751 d.C., sconfissero l’esercito cinese in una battaglia nel Turkestan. Fortuna volle che tra i prigionieri cinesi ci fossero degli esperti nella fabbricazione della carta. Fu così che gli artigiani arabi, non avendo a disposizione il gelso cinese, cominciarono a produrre carta con gli stracci, arrivando persino a strappare le bende delle mummie! Fu così che anche in Occidente arrivò la carta; sebbene ancora oggi venga detta in francese e tedesco “papier”, in spagnolo “papel” e in inglese “paper”, con riferimento etimologico ancora all’antico papiro egizio. v

«Cominciarono

a produrre carta con gli stracci»


L’APPETITO VIEN MANGIANDO.

Fine Food è sinonimo di pregiate specialità culinarie provenienti da tutto il mondo, come per esempio lo Shortloin eye of irish lamb, una lombata d’agnello

Per momenti speciali.

irlandese che deve il suo gusto inconfondibile ai metodi di allevamento tradizionali. Consultate le nostre ricette su www.coop.ch/finefood


Borsa a tracolla di pelle

99.–

Loremipsum

69.90

manor.ch


MANOR SOSTIENE Fate un regalo che vale doppio. Per ogni carta regalo venduta, Manor devolve 1 franco alla Fondazione Cerebral.*

La Fondazione svizzera per il bambino affetto da paralisi cerebrale si adopera affinchĂŠ le persone affette da paralisi cerebrale trovino liberamente il loro posto nella societĂ . *Ulteriori informazioni su manor.ch


a p p unt i LO SPUNTINO DI CARNE GRIGIONESE Power Beef, Metzgerei Mark, Manor In un praticissimo imballaggio dal design innovativo, uno spuntino di pura carne secca grigionese. Non va tenuto in frigorifero e sta in ogni tasca. Perfetto da avere sottomano quando, nello sport e nel tempo libero, occorre una carica di energia.

1 2

IL REGALO DA SFERRUZZARE

Pret-a-faire, http://www.pret-a-faire.ch/, Interio Una scatola che contiene tutto l’occorrente per farsi da sé una sciarpa, una presina, una cuffia e diversi altri morbidi accessori. Lana, ferri, istruzioni per l’uso li regalate voi, il tempo e la passione ce li deve mettere chi riceve questo regalo. Una sorta di collaborazione che fa nascere qualcosa di nuovo.

C

M

rere r o c e i r d e man o sé l e r i t n e S dentr

4

LA COLLANA INFINITA

LA MATITA PERPETUA

3

Napkin 4.Ever, Manor Non è una penna e neppure una matita. Non va temperata e non necessita di inchiostro, non sporca e non macchia e funziona all’infinito. È un nuovo sistema di scrittura che, grazie alla punta in una lega di metallo brevettata, scrive su carta con un tratto simile alla matita. Non può però essere cancellato, come una biro. La forma particolarissima poi è perfetta per raccogliere i capelli in uno chignon…

8

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

Infinity Scarf Necklace, Alon Lugano, www.alon 23.com Un po’ collane, un po’ sciarpe, entrambe le cose. Create da Stephano Diaz e Troy Mattison Hicks e vendute in prestigiosi musei d’arte contemporanea dei principali stati americani, sono un nuovo accessorio molto contemporaneo, ma con dei richiami all’arte tribale. Rendono speciale anche l’abbigliamento più basico e le versioni nei colori più scuri stanno benissimo anche agli uomini!

Y

CM

MY

CY

CMY

K


i n d i al èt t

aé ta’l disi mi

(che al vör dì sì) “Un modo di annuire” che ul Mimo Rissone al dòpra come títol par ul sò belissim líbar da poesí e disegn. testo Pier Baron - pier@illustrazione.ch

A

é? Sa pò dì anca “Ahé”, par fa savé che tütt dovress nà bén. Ma al var ammò püssée par finì ul discúrs. E dàg na “mezza resón” a quell che ta ga pàrlat inséma. Par mia tirà lúngh, come quand che sa diis, a quii che stüfiss la gloria: “Ecco! Tì, orco cagnaccio, a go da nà. Teléfonum pö!”. In dala prefazión al líbar dal Mimo Rissone intitolàt “Aé, ta’l disi mi!” ul prufessúr Ottavio Lurati al tira föra di espressión come “Ta sétt un vaiù!”, un fiöö da strada. Una manéra da parlà “traslocàda” dal francés. Al scriv, ul Lurati, che la vús l’è scomenzàda a circulà in dal 1890, quand che italiàn e ticinés i lavoràvan là da lì par la Francia. Ul Rissone l’è nassüt a Lügan in dal 1933, l’ha stüdiàt a Lücerna, Londra e Milan. Cunt ul Pietro Salati a l’ha inviàt via ul CSIA (Centro scolastico per le industrie artistiche). La sò espressión artistica l’è stàia vista anca in Mérica, cunt i quadritt sül giöch di bócc. “Par mì la poesia l’è un viziett, ga bürli denta da spéss!” al scriv ul Rissone. E la prima poesia, che la riprend ul títol dal líbar, ta trövat denta che “l’è pö mia impurtant/da rumpas ul cò/aé al vör mia dì nò!”. Süla Capriasca-Valcolla, ta chì i “öcc négar, gris e celèst/traversaa da mar e da tempèst/ Mérica. Australia, Argentina,/cui parént da l’Al-

10

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

fonsina/dénta un’unda tròpp luntana/d’una nòtt sénza matina”. Ul riciamm par l’Alfonsina Storni, nassüda a Sala Capriasca. Cunt i sò poesì la vola alt, come ul condor “sulle Ande”, in dala cultüra südamericana. Belissim ul quadrett sül “Occhio solo”, ul puliziott da Bèss (in dala zona alta da Lügan) “che ‘l picava mült al vólo./Se quaidün al bruntulava/ al cambiava sübit tòno:/ ¨Par sta volta sèri un öcc...¨ /L’ann ciamaa ul ¨occhio solo¨.” E quand che “d’agost, giò ‘l suu l’è fosch” ta chì che “pai praa/pòss da l’estaa/(...) La nòtt l’è bèll/ stà lì a scultà i ciócch (ubriachi)/che cantan cui urócch...”. A ghè pòst anca par ul Schwytzerdütsch un po’ italianizzàt, cunt “Banoffe”, la stazion d’indenta, indúa sa nàva cunt i terón (ma scrivüt cunt ul rispètt che sa ga dév a quii che lavura) a vedé passà i treni, la duméniga. “Gh’è chi che va e che végn,/chi che vusa e chi fa ségn:/ ¨Istigabitte¨, ¨Uf disesitte... ¨/Sa capiss pòch o nagótt,/ma intant, sa tira i vòtt...”. v

«Istigabitte

Uf disesitte Sa capiss pòch»


Verdura di stagione: per le feste noi ci siamo! Con ti.or portiamo sulla vostra tavola tutto il patrimonio di valori, tradizioni, passione, sapori, profumi, genuinità e freschezza, che rende unico e prezioso l’orto ticinese. ti.or è il marchio commerciale della FOFT con il quale è distribuita la verdura ticinese di qualità.

FOFT – Al Pian – CH-6593 Cadenazzo T +41 (0)91 850 29 06 – F +41 (0)91 850 29 00 info@tior.ch – www.tior.ch


s ai che DAL

leggiamo

nostro profilo

Immagini, idee e spunti condivisi tra la redazione e i lettori, dal nostro profilo di Facebook alle pagine di Illustrazione Ticinese.

Illustrazione Ticinese Come chiamate in dialetto i porcini, o boleti, e i funghi in generale? in di al étt

1.

La mano, di Henning Mankell

2.

Asterix e i Pitti, di Jean-Yves Ferri e Didier Conrad

3. Il desiderio di essere come tutti, di Francesco Piccolo

49 “Mi piace”

57 commenti

Mi piace

Commenta

3 condivisioni Condividi

ascoltiamo

Illustrazione Ticinese Cupin o cupitt, pupit o pupott e comunque func o fonc sono i nomi più comuni usati dai ticinesi!

Illustrazione Ticinese Sapete dove si trova questa bellissima chiesetta in cima ad una collinetta coltivata a vigna?

1.

The Marshall Mathers LP 2, di Eminem

2. Loved Me Back to Life, di Céline Dion

3. Con voi, di Claudio Baglioni

guardiamo

107 “Mi piace”

63 commenti

Mi piace

Commenta

2 condivisioni Condividi

Illustrazione Ticinese Si tratta della chiesa di San Sebastiano ad Artore, anticamente conosciuta come Madonna della Salute. Di origine medievale, è stata completamente ristrutturata nel 1858.

1.

Sole a catinelle, di Gennaro Nunziante

2.

La vita di Adele, di Abdellatif Kechiche

3. Io e te, di Bernardo Bertolucci

12

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13


I tre livelli di intervento cantonale

– Bollettino a cura del Dipartimento dell T Ter ritorio: RSI-Rete1 il lunedì alle 12:55 – Pagine internet del GOSA: www.ti.ch/go h/ sa h/go – Osservatorio ambientale della Svizzera italiana: www.ti.ch/oasi – Applicazione per Smartphone « AirCHeckk »

1

Soglia di informazione sanitaria Valori giornalieri medi superiori a 75 μg/m3 con previsione di stabilità della situazione meteorologica nei giorni susseguenti registrati in almeno 2 stazioni di misurazione.

2

Prima soglia di intervento Valori giornalieri medi superiori a 100 μg/m3 con previsione di stabilità della situazione meteorologica nei giorni susseguenti registrati in almeno 2 stazioni di misurazione. Provvedimenti previsti: • restrizione della circolazione stradale (80 km/h in autostrada) • divieto di fuochi all’aperto e raccomandazione a non utilizzare camini che non siano fonte primaria.

3

Seconda soglia di intervento Valori giornalieri medi superiori a 150 μg/m3 con previsione di stabilità della situazione meteorologica nei giorni susseguenti registrati in almeno 2 stazioni di misurazione. Oltre ai provvedimenti previsti per la prima soglia di intervento, si aggiungono: • divieto di utilizzare veicoli sprovvisti di filtro contro il particolato in edilizia e nei settori forestale e agricolo • divieto di utilizzare camini che non siano fonte di calore primario


r i t r at t o

copioni,

microfoni e pennelli In molti la conoscono come Sara Britti, il personaggio che interpreta nella fortunata serie televisiva ticinese Affari di Famiglia. A colloquio con Caterina Righenzi, giovane volto e voce fresca della RSI. testo Luca Bortone - luca@illustrazione.ch foto Gabriele Campeggio

I

l primo aspetto a colpire è il sorriso genuino con il quale ci accoglie e che ci accompagnerà per l’intera intervista. Spontanea e sempre allegra, a tratti lascia intravvedere una lieve e simpatica timidezza, che nemmeno un decennio di carriera teatrale, televisiva e radiofonica ha saputo cancellare. Torniamo alle origini. Quando ti sei avvicinata al mondo della recitazione? “Ero molto giovane. Quando sono entrata nella compagnia di ragazzi diretta da Pietro Aiani, avevo solo quindici anni. Come capita con molte prime esperienze, ho iniziato un po’ per gioco, salvo poi realizzare quanto il palcoscenico fosse assolutamente la mia dimensione. Ogni volta che salivo sul palco, mi sentivo nel posto giusto. Era molto divertente, anche perché Pietro costruiva i laboratori attorno a una spassosa serie di esercizi d’improvvisazione. Per chiudere l’anno, mettevamo in scena una piccola produzione: ognuno doveva studiare una parte del copione e inter interpretare il proprio personaggio”.

14

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

Quali sono stati i passi successivi? “Una volta diventata maggiorenne, ho dovuto passare alla “categoria degli adulti”. Ho così cominciato a lavorare con la compagnia teatrale “e. s. teatro” sotto la direzione artistica di Emanuele Santoro, allo spazio Il Cortile di Viganello. In quegli anni ho avuto la fortuna di lavorare in diverse produzioni: Il quadro, Le notti bianche, Otello, Amleto. Un periodo bellissimo e di forte crescita”. Come sei arrivata in televisione? “Un giorno, mentre eravamo in teatro, Pietro ci ha radunato per annunciare che alla allora TSI stavano cercando un’adolescente per un ruolo nella nuova fiction Affari di Famiglia. Era il 2003. Assieme ad altre due ragazze della compagnia, mi sono presentata ai provini. Sono piaciuta e mi hanno scelto. La puntata pilota ha riscosso un ottimo successo, che si è mantenuto nel tempo. Tant’è che in questo fantastico decennio siamo arrivati alla sesta stagione. Credo che Affari di famiglia sia un prodotto d’orgoglio della RSI”.


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

15


r i t r at t o Le telecamere, tuttavia, non sono l’unico mezzo di comunicazione con il quale hai dimestichezza… “È così. Da diversi anni ormai collaboro con Rete Due nell’ambito della produzione di radiodrammi. Rispetto alla televisione e al teatro, è un compito più impegnativo. Per esprimersi e trasmettere emozioni si ha a disposizione un unico strumento: la voce. Bisogna impersonare un ruolo, far vivere un personaggio e arrivare all’orecchio dell’ascoltatore solo attraverso le parole. Al momento mi sto confrontando con un modo ancora diverso di fare radio, con Radio s-quot, la trasmissione per ragazzi in onda ogni mercoledì sera alle 20 su Rete Tre”. In Affari di Famiglia interpreti Sara Britti. Cosa ci racconti di lei? “Sara è un personaggio che mi è entrato sottopelle. In questi dieci anni, siamo cresciute insieme e dunque, inevitabilmente, ora c’è molto di Sara in Caterina e viceversa. Anche lei ha vissuto

16

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

un importante percorso di crescita, che da adolescente l’ha portata a diventare una donna adulta e matura. A ogni nuova stagione è un po’ come incontrare una vecchia amica alla quale sono molto legata”. Com’è stato il vostro primo incontro? “Devo ammettere che all’inizio non la sentivo mia. Nella prima serie, Sara era giovanissima e viveva un rapporto tormentato con la famiglia. Era ribelle, fumava di nascosto, usciva con i teppisti… Questo comportamento indisciplinato la portava spesso a scontrarsi con il padre, con la madre o con i nonni. Di stagione in stagione, anche lei è cresciuta e siamo diventate più simili, fondendoci man mano l’una nell’altra. Tanto che, talvolta, quanto sono sovrappensiero e sento chiamare il suo nome, mi giro…” (ride, ndr). Gli sceneggiatori hanno adattato il personaggio su di te? “Nelle prime stagioni ovviamente no. Con il

La lettura: un passatempo utile per rilassarsi.


Caterina e Sara, cresciute insieme, sono molto legate.

tempo sono però cambiate alcune condizioni. Ora posso dire: “Questo mi va, questo invece no; questo lo dico e questo non lo dico”. Non si tratta di capricci da star, sia chiaro. È più una questione di conoscenza intima del personaggio. Interpreto Sara da tanto tempo e sono arrivata a comprenderla nel profondo. Nell’ultima serie, ad esempio, mi ricordo una scena in cui secondo copione lei aveva determinate battute. Leggendole, mi sono accorta di quanto poco le appartenessero, perché mai si sarebbe espressa in quel modo. Con il mio input, la sceneggiatrice le ha modificate, in modo che fossero più coerenti con il personaggio e con il suo vissuto”.

SCHEDA

biografica

Nome: Caterina Cognome: Righenzi Data di nascita: 5 marzo 1988 Professione: attrice e presentatrice Passatempo: pittura, lettura, passeggiate, viaggi

Com’è la vita sul set? “È bellissima, anche se le giornate sono molto lunghe. Il ritrovo è fissato alle prime luci e si finisce solo alla sera. Gli attori devono essere sul set un’ora e mezza prima del ciack iniziale. Di solito si passa un’oretta al trucco, poi s’indossano i costumi e si parte. Dopo la cosiddetta “memoria”, si curano le inquadrature, le luci e il suono. È un lavoro di squadra, in cui ciascuna delle 3040 persone della troupe è indispensabile. Spesso il lavoro è rallentato da guasti tecnici ed errori vari. Alcune scene vengono girate anche molte volte: è anche un lavoro di pazienza. L’ambiente fantastico, le risate e l’allegria aiutano a non perdere il sorriso. I mesi necessari al tournage sono impegnativi, ma del tutto soddisfacenti”. Quali emozioni si provano? “Sono tantissime e indescrivibili. E bisogna imparare a gestirle, perché un conto è emozionarsi perché si deve recitare una parte commovente, e un altro è farlo perché si ha qualche pensiero per la testa o perché quella stessa scena richiama qual-

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

17


r i t r at t o che avvenimento della propria vita. Occorre anche saper separare il personaggio dalla persona”. Senti la responsabilità che deriva dall’entrare nelle case delle persone? “Sì. È una grande responsabilità della quale sto prendendo coscienza negli ultimi anni. Con Affari di Famiglia entriamo non solo nei salotti, bensì anche negli ospedali, nelle case di cura e negli ospizi. Noi attori abbiamo il compito di trasmettere delle emozioni a tutti i telespettatori che vogliono trascorrere mezz’ora in spensiera-

A

brucia pelo...

Il film preferito? Colazione da Tiffany di Blake Edwards Il libro? Il buio oltre la siepe di Harper Lee Il piatto da leccarsi i baffi? Le lasagne della mamma Cosa non sopporti? Le bugie

tezza, a volte anche per dimenticare i problemi della giornata. È un lato del mestiere che non si può e non si deve sottovalutare”. Che effetto fa essere riconosciuti e fermati per strada? “Firmare autografi, chiacchierare con la gente, ricevere complimenti per il proprio lavoro è ancora un po’ strano, anche perché in realtà sono piuttosto timida; ma l’applauso del pubblico è la soddisfazione più grande per un attore. Sono attenzioni genuine che fanno un immenso piacere e che cerco di riportare anche alle persone che lavorano dietro le quinte. È giusto che i complimenti arrivino anche a loro”. Quali sono i punti di forza di Affari di Famiglia? “Credo che il successo della serie sia legato alla storia e al territorio. È una fiction ambientata in Ticino e interpretata da personaggi caratteristici delle nostre zone, che spesso si esprimono in dialetto. Inoltre, racconta vicende e vicissitudini che tutti potremmo un giorno vivere. I Britti Dipingere le emozioni la aiuta a staccare la spina dello stress.

18

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13


are i g g e Pass natura a nelluna mia è one! i pass

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

19


r i t r at t o sono una famiglia allargata molto realistica. Penso che lo spettatore si riconosca e identifichi in loro”. Cosa dobbiamo aspettarci da Sara nella sesta stagione, in onda dal 2 dicembre? “Posso solo dire che la troverete cresciuta e maturata in seguito a un avvenimento molto impor importante, che ha stravolto del tutto la sua vita…”. Ti mancherà? “Sicuramente. A lei devo tantissimo e le sarò sempre grata per il percorso compiuto insieme. Sono però convinta che alla fine sia giusto separarsi. Anche perché ho voglia di cimentarmi con altri personaggi e altre storie. Magari interpretando la parte di una cattiva, ruolo che non ho ancora esplorato”. Alle pareti ho notato parecchi quadri con la tua firma. Da quanto tempo dipingi? “La vena artistica mi accompagna sin da bam-

CREDITO

15.60 PER MESE

Set

599.–

1249.–

Risparmiate 650.– Robot da cucina Chef Premier KMC570 Art. 896541 • Robot resistente e polivalente • Sistema miscelatore planetario • Contenuto 4,6 l • Grattuggia e caraffa graduata in vetro Credito: 48x15.60/Prezzo totale 748.80/TRA/Tasso d'interesse annuale 11.9% incl., tassa amministr. Fr. 25.- in più KENWOOD Tritacarne AT955 Art. 898187 129.–

20

Con grattuggia e caraffa graduata in vetro

Offerte valide fino al 25.12.2013 o fino ad esaurimento scorte. ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

Per superpunti e superpremi. www.supercard.ch

Per un regalo sempre azzeccato: le carte regalo di Interdiscount.


SCARICAMI

.il

w

Online le puntate delle scorse stagioni di “Affari di Famiglia”.

lu str azio

n

http://la1.rsi.ch/affaridifamiglia/index.cfm?sezid=3583

28

®

% 20

rr à te ti . ot ot o od il ria on pr tro he bu i i en rog to tt ile d es tu ib o qu su ot cia o to cu a nd on Ris farm na sc ® . 3 eg di fe in 2/1 ns % -li 14 Tic 1 C o 20 E G A o 20 I l l u i il O M b br a fe

OMEGA-life : 1✕ al giorno per la vita.

• ww

Da cosa trai l’ispirazione? “Dallo stato d’animo del momento. Come detto, trasferisco le mie emozioni sulla tela. Di solito creo quadri abbastanza allegri e colorati, tuttavia

A

A D

SC

che amo, dal quale traggo utili insegnamenti»

Se potessi tornare indietro, cosa rifaresti e cosa invece no? “Tutto, nel bene e nel male. Vorrei rivivere anche gli errori, perché grazie a quelli sono cresciuta, maturata, diventando la persona che sono adesso. Mi ritengo molto fortuna, ho la possibilità di fare un lavoro che amo e dal quale, in positivo e in negativo, trarrò ogni insegnamento possibile. Anche nella sfera privata sto vivendo un periodo molto bello e ricco di soddisfazioni, circondata da persone importanti cui CAMI voglio molto bene”. v RI ch •

«Faccio un lavoro

mi è capitato di dipingere in un momento nel quale ero un po’ stranita… E, in effetti, chi ha visto la tela, mi ha chiesto se ci fosse qualcosa che non andasse…”.

e.

bina. Adoravo passare ore impugnando matite e pennelli o dedicandomi ai lavoretti manuali. Qualche anno fa ho frequentato un corso di pittura a olio, scoprendo quanto mi piacesse. Dopo aver appreso le basi, mi sono lanciata in questa nuova avventura. È terapeutico. Quando ne avverto il bisogno, mi prendo il mio tempo e il mio spazio ed elaboro determinate emozioni attraverso i colori. Amici e parenti mi spingono a esporre le mie opere, convinti che potrei vender venderle, ma per ora resta un hobby che mi appassiona molto e mi aiuta a staccare la spina dello stress”.

00 mg Con 5 HA – eD di EPA era giornli e s la do . ideale

Vitalità naturale dal mare. OMEGA-life® contiene gli acidi grassi omega 3 EPA e DHA, d’importanza vitale, che influenzano la regolazione dei lipidi nel sangue e contribuiscono a mantenere la sua salute. Una capsula copre il fabbisogno giornaliero. In vendita nelle farmacie e nelle drogherie. www.omega-life.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

21


http://www.illustrazione.ch/lavoretti_12_13.pdf

e.

• ww

il babbo natale

ch •

CAMI RI A

A D

SC

l av or et t i

seduto w

.il

lu str azio

n

Può stare seduto con le gambette a ciondoloni, ma basta aggiungere un cordino sulla punta del cappello e diventa una decorazione per l’albero di Natale. idea, disegni e realizzazione Anto antonella@illustrazione.ch

Cosa ti occorre: carta colorata per bricolage rossa, rosa e bianca, forbici dalla punta arrotondata, colla stick e colla bianca, un piccolo pon pon bianco, pennarello nero, filo di ferro, nastro adesivo.

1

1. Prendi un piatto da dessert e apap poggialo sul foglio rosso. Tracciane il contorno e dividi a metà il cerchio. Ritaglialo, otterrai due mezzi cerchi. Per realizzare un Babbo Natale te ne occorre solo uno. Avvolgilo su sé stesso formando un cono. FissaFissa lo con la colla stick e un pezzetto di nastro adesivo all’interno del cono. 2. Ritaglia 2 braccia dal foglio rosso; 2 mani e un rettangolo di ca. 3x2 cm dal foglio rosa; 4 stivaletti dal nero e la barba dal bianco. 3. Incolla tutte le parti sul cono: pripri ma il rettangolino rosa, poi sopra la barba. Le manine alle estremità delle braccia, poi le braccia al cono con un punto di colla stick solo sulla spalla. Con la colla bianca fissa il pon pon sulla punta del cono. 4. Taglia un pezzo di fil di ferro lungo ca. 15 cm. Alle due estremità incolla due stivaletti per lato tenendo il fil di ferro in mezzo. Piega il fil di ferro a metà e fissalo all’inter all’interno del cono con un pezzetto di nastro adesivo.

2 x2

x1

22

3

x2

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

x1

x4

4


a rc hivio

un natale di ottant’anni fa Siamo nel mese più magico dell’anno. Luci e colori rendono più intime le vie, mentre dalle bancarelle si leva il profumo del vin brulé. Il 23 dicembre 1933 Illustrazione Ticinese celebrava il Natale con una dolce novella… a cura Luca Bortone - luca@illustrazione.ch

B

eppe e Rosina già da una settimana non si guardavano più. Tutto per quel maledetto torcicollo. (…) Quando, dopo la messa si ritrovarono all’aperto nella fredda notte stellata, entrambi avevano qualcosa da dirsi ma nessuno dei due

sapeva come cominciare. Fu lei che si fermò per prima. Gli si strinse appresso e cingendogli il collo con le braccia disse piano: “È Natale. Facciamo la pace?” La domanda non ottenne risposta, perché con le bocche si unirono in un lungo bacio. v

Adesso gli animali del bosco vi aspettano alla Posta. Questo motivo e tanti altri francobolli adatti ad ogni occasione si trovano su posta.ch/philashop

ILLUSTRAZIONE TICINESE 08-13

23


a t avol a

cosa butto

in pentola A cena sui Monti di Gorduno nel rustico di Donata e Tazio Cippà-Del Don. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

C

hi conosce Donata del Don - “la Doni” per gli amici - sa che una delle sue grandi passioni è la cucina. Essere ospiti a casa sua, a quanto si dice, significa “mangiare divinamente, farsi un sacco di risate e andarsene sicuramente sazi”. Donata condivide la sua passione su Facebook con un nutrito gruppo dal nome “Cosa butto in pentola”, dove i 200 membri si scambiano opinioni su cibi, ricette e piatti e pubblicano le foto delle varie vivande che hanno cucinato. Doni ne ha postate tante di immagini delle sue prelibatezze e, su richiesta, fornisce volentieri quasi tutte le sue ricette. Dico quasi perché di alcune è particolarmente gelosa, come la “mousse Doni”, che io ho avuto la fortuna di gustare una serata di novembre al “Sirt beach”, la cascina che lei e suo marito Tazio Cippà possiedono sui Monti di Gorduno. È qui che la coppia ha spesso amici a cena ed è anche qui che gli amici - quasi sempre gli stessi - si autoinvitano. Se la padrona di casa non è sui monti, può essere che sia al mercato di Bellinzona o tra le bancarelle di altre fiere ticinesi ad acquistare prodotti locali e nostrani “perché a km zero è meglio”, oppure in compagnia della

24

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

sua amica Daniela, con la quale condivide la passione per la cucina e gran parte del suo tempo libero. Ma può anche essere che la incontriate dietro il banco di una delle buvette del Magic Blues di Maggia durante l’estate o a passeggio per i boschi alla ricerca di pigne per preparare il suo famoso ed efficace sciroppo contro la tosse. Se per caso non dovesse rispondere al telefono, sta probabilmente cucinando marmellate, preparando il concentrato di brodo vegetale in vasetti, tirando la pasta fresca, facendo il pane o sperimentando una dolce idea nata lì per lì. Tutto questo rigorosamente da sola o, al massimo, insieme all’amica Daniela. Perché trascorrere del tempo in sua compagnia in cucina è un privilegio che concede a pochi. Io l’ho ottenuto e senza nemmeno dover scomodare i Fiori di Bach, che lei si era già preparata per calmare l’ansia da “prestazione culinaria in presenza di una giornalista e un fotografo”. PASSIONE NEL DNA Il piatto forte, annunciato per questa sera, è “la cazzöla”, una tipica vivanda autunnale-invernale molto ricca e decisamente poco light. “La ricet-


ta - mi racconta la padrona di casa - è quella di mia mamma. È da lei che ho imparato tutto”. Un tempo la mamma di Doni gestiva il grotto Sant’Anna a Galbisio, un locale che gli anziani ancora ricordano vantando le virtù della cuoca, capace di allestire anche banchetti in grande stile per matrimoni ed eventi festosi. Donata evoca il fascino che subiva in cucina, il piacere di guar guardare e imparare i segreti dei fornelli che per sua mamma segreti non erano più. “Credo che mi abbia trasmesso la sua passione nel DNA, tanto che cucinare è sempre stato il mio hobby”. Negli armadi di casa sono stipati libri di ricette che, però, Donata non è capace di seguire alla lettera: “Tolgo o aggiungo sempre qualcosa, vado molto a invenzione e a intuito”. Doni è una cuoca a tutto tondo in grado di cucinare antipasti, primi, secondi, dolci e piatti etnici della cucina messicana, asiatica o spagnola come la paella che, a detta degli amici, è un’assoluta prelibatezza. Adora cucinare per più persone e non lesina nelle dosi perché sua mamma le ha sempre ricordato “che se a tavola non avanza nulla, vuol dire che non ce n’era abbastanza”. Sui monti Tazio ha costruito anche un bellissimo forno per il pane. “Quando decidiamo di accenderlo - mi spiega Donata - allora preparo la pizza, il pane, la carne, le torte, ecc.”. I cibi pronti, come si può ben capire, sono assolutamente banditi. “Mia moglie cucina così bene che andare al

>

Vini del Tici Ticino ino Un regalo con Gusto ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

25


a t avol a Tra gli ingredienti: il sorriso.

La polenta è quasi pronta.

26

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13


ristorante è sempre un problema”, commenta Tazio mentre cura la polenta che sta cucinando al camino. Polenta rigorosamente preparata con farina di mais nostrana. Donata, intanto, si divide in cucina tra la cazzöla che sta cuocendo in una meravigliosa padella di rame sulla stufa a legna, gli stinchi di maiale che sfrigolano nel forno e un tris di dessert, due mousse a base di castagne e una composta di mele. Il menù tipitipi camente invernale e stagionale, ma soprattutto della tradizione ticinese, sarà servito questa sera a undici persone. Tutti amici e buongustai che amano spesso ritrovarsi attorno a un tavolo a casa di uno o dell’altro per assaporare gustosi manicaretti. Ed è proprio in queste occasioni che nascono idee nuove, come quella lanciata da Vreni di sperimentare una “cena dislocata”, vale a dire dall’aperitivo al digestivo ma cambiando casa a ogni portata grazie ad un taxi-bus.

15.90

«In cucina

Prosecco Superiore Millesimato DOCG Dal Bo, extra dry,75 cl

mi rilasso, stacco la spina, mi diverto»

Coop non vende bevande alcoliche ai minori di 18 anni. In vendita nei grandi supermercati Coop o sul sito www.coopathome.ch

IN CUCINA LA MATTINA PRESTO Per l’occasione Doni ha voluto anche organizzare un piccolo pensiero per i suoi ospiti: ognuno di loro troverà sul piatto un vasetto contenente una miscela di sale e rosmarino da lei preparata. Un bel gesto che l’amica Sandra interpreta come un augurio di buona fortuna. Sembra, infatti, che regalare sale sia simbolo di ricchezza e di buon auspicio, mentre il rosmarino, secondo i Romani, simboleggiava l’immortalità dell’anima. Non ho chiesto a Doni se conoscesse il significato del suo piccolo omaggio, ma mi è ormai chiaro che la sua generosità in cucina e l’amore e l’entusiasmo che ci mette sono davvero rari. “La cucina è il mio mondo, qui mi rilasso, stacco la spina, mi diverto e provo un grande entusiasmo. Soprattutto se il meteo non promette nulla di buono,

>

Tutto l’aroma di un Prosecco fruttato. Questo Prosecco veneto, variegato e fruttato, presenta un aroma intenso di mela cotogna e fiori bianchi, con note di brioche e lievito: uno vino frizzante dal gusto complesso, delicatamente dolce al palato e dal perlage fine. A esaltarne il sapore, un marcato sentore di frutti che permane fino al finale prolungato. Un Prosecco nobile, perfetto come aperitivo o per accompagnare squisiti piatti di pesce.

Per ogni occasione il vino adatto.


a t avol a È il momento di assaporare.

Online trovate le gustose ricette di Donata del Don.

.il

e.

ch •

SC

A D

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

SCARICAMI

w

28

commensali, notoriamente rumorosi e ciarlieri, cala il silenzio. È tutto troppo buono per parlare. È il momento di assaporare. Un applauso spontaneo e fragoroso e un brindisi sono il nostro modo per ringraziare l’impegno e la generosità di Doni che, ancora una volta, ha confermato le sue doti culinarie soddisfacendo anCAMI RI che i palati più esigenti. v A • ww

indosso il grembiule e mi dedico al mio hobby”. Un hobby che non ha orari: quando Donata si sveglia presto la mattina, e capita spesso che sia anche prima delle sei, non di rado si mette ai for fornelli. “È bello cucinare a quell’ora, è silenzioso e rilassante. Inoltre, siccome io ho bisogno dei miei tempi perché non amo fare le cose di corsa e sotto stress, la mattina presto ho tutto il tempo che desidero, per esempio, per preparare le tor torte salate che amo molto”. Ma ora basta chiacchiere. È giunta l’ora di seder sedersi a tavola e gustare ciò che la cuoca ha preparato, come al solito in grande quantità. Tra gli undici

lu str azio

n

http://www.illustrazione.ch/atavola_12_13.pdf


o t a s s e in conf

io r e d i s e e. Il d l a t a N r e p i n i m o u d egli


so nd aggi o

come migliorare

il mondo Il mondo in cui viviamo è già perfetto e non richiede interventi oppure è il peggiore dei mondi possibili? Abbiamo percorso le strade del Cantone per sondare la vostra opinione. testo Marco Ortelli e Ti-Press - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press

di... o c o p llola n i p u a a l t s Ba za e z e c l o d .. va giù.

Claudia Rossi, 28 anni, gior giornalista, Melide: “Ci vorrebbe più solidarietà tra la gente; vorrei che l’umanità diventasse più importante degli interessi economici”.

30

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

Anita Banfi, commerciante, 60 anni, Bellinzona: “Vorrei poter dare a tutti una pillola di tranquillità”.

Michela Orelli, 33 anni, assistente di cura, Bedretto: “Cambierei la maggior parte delle cose, ma principalmente vorrei cambiare la mentalità della gente”.


Grazia Bianchi, 59 anni, insegnante scuola media, Besazio: “La qualità della vita dipende da quella del luogo, quindi mi impegno molto a difesa dell’ambiente e del territorio”.

Bluette Kobler, 69 anni, pensionata, Bellinzona: “Se ne avessi i poteri, distribuirei tanta bontà e tanta saggezza”.

Claudia Campana, 47 anni, casalinga, Mulini di Piandera: “Bisognerebbe semplicemente ridare il giusto valore alla parola rispetto”.

Sara Lodi, 46 anni, venditrice, Claro: “Molto importante per aiutare è saper ascoltare. Nel mio piccolo faccio volontariato nella biblioteca della scuola”.

Silvano Meneghini, 80 anni, edicolante, Balerna: “Credo che bisognerebbe creare delle condizioni per abbassare la nostra moneta ed essere competitivi”.

Manuel Morard, 35 anni, consulente, Davesco: “Cibo per tutti! Sia preso alla lettera, sia metaforicamente”.

Leonardo Iampietro, 34 anni, cuoco, Ascona: “Distribuire in modo uguale a tutti le ricchezze, soprattutto ai paesi bisognosi”.

Marco Agorri, 52 anni, fotografo e collezionista, Losone: “Trasformerei i Paesi che minacciano con armi nucleari in parcheggi pubblici gratuiti, così la smetterebbero”.

Greta Garbati, 7 anni, Rivera: “Invece di costruire nuove case bisognerebbe ristrutturare quelle vecchie per lasciare più spazio alla natura”.

Désirée Arrigoni, 20 anni, studentessa, Cadempino: “Contribuirei alla crescita dei paesi sottosviluppati attraver attraverso un progetto di agricoltura ecosostenibile”.

Alessia Baruffaldi, 21 anni, studentessa, Cadempino: “Mi concentrerei su piccole cose come il riciclaggio, il risparmio energetico e il rispetto della natura, cercando di influenzare anche gli altri”.

Carlo Solcà, 53 anni, impiegato comunale, Ponte Capriasca: “Farei in modo di ridurre i contrasti tra le religioni e i divari tra i ceti sociali”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

31


s al ut e

se il bimbo

balbetta Nei secoli scorsi si sono diffusi molti pregiudizi sulla balbuzie e, ancora oggi, non sono poche le persone che hanno delle convinzioni errate in merito. Vediamo quindi di fare un po’ di chiarezza. testo Stéphanie Castiglioni Scatizza - stephanie@illustrazione.ch

F

alse convinzioni, che spesso hanno fatto percepire la persona che balbetta come disturbata sul piano personale, hanno lasciato spazio a nuove interpretazioni sulle cause del fenomeno della balbuzie e sui conseguenti aiuti e terapie praticabili. Per saperne di più abbiamo interpellato la presidente dell’Associazione Logopedisti della Svizzera Italiana (ALOSI) Emanuela di Campli Marzari. “La balbuzie è un disturbo di natura biologica e neurofisiologica, alla base del quale è stata proprio recentemente accertata una predisposizione a livello genetico (il 50% delle persone balbuzienti ha un parente con lo stesso disturbo). Nel febbraio di quest’anno è stato pubblicato un articolo sulla rivista “New England Journal of Medicine”, che rivela la scoperta di tre mutazioni genetiche nelle cellule cerebrali di chi soffre di balbuzie, localizzate nelle zone che regolano il linguaggio e che influenzano quindi il modo in cui il cervello elabora il discorso”. Quali sono le cause del disturbo? “Oltre agli aspetti genetici giocano un ruolo im-

32

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

portante altri fattori di rischio, classificabili in tre categorie: - fattori legati al bambino: fragilità verbale (altri disturbi del linguaggio associati o ritardo dello sviluppo del linguaggio), carattere (particolarmente sensibile ed emotivo); - fattori interpersonali: eventi familiari (arrivo di fratellini, traslochi) o situazioni traumatiche (separazioni, lutti, grossi cambiamenti), stati di stress dovuti a pressioni educative esagerate o a ritmi di vita troppo incalzanti; - fattori comunicativi: conflitti tra pari (fratelli, compagni), gestione difficile dei turni di parola, abitudine nella famiglia di impiegare una fluenza troppo rapida di parola, tendenza a interrompere continuamente il bambino”. A quale età si manifesta maggiormente questo disturbo? “Più frequentemente i primi segnali di disfluenze si manifestano nella fascia d’età tra due e quattro anni, ma è in questa fascia che si hanno anche ampie possibilità di regressione del disturbo e fino al 75% dei bambini supera il problema. L’insorgenza dopo i sei anni è meno


frequente, ma diviene anche meno favorevole l’evoluzione del disturbo”. Esistono varie forme di balbuzie? “Sì, si hanno diverse forme di balbuzie, secondo il tipo di meccanismo che si produce a livello muscolare e respiratorio. La balbuzie tonica, quando si ha uno spasmo improvviso e di durata variabile ai muscoli respiratori o a quelli coinvolti nella

produzione del linguaggio, che impedisce di produrre il suono voluto. In genere la persona può percepire i blocchi contrattivi come localizzati in diverse zone: alle labbra, alla lingua, alla mascella, al velo del palato, alla gola, allo sterno, alla gabbia toracica. La balbuzie clonica, quando si ripetono due o più volte sillabe o parole, soprattutto all’inizio delle parole o delle frasi. In alcune fasi del manifestarsi del disturbo la persona può

>

Può permettersi il lusso di un’influenza durante la pensione? Si faccia vaccinare. Troverà tutte le informazioni sulla vaccinazione contro l’influenza consultando il sito www.vaccinarsicontrolinfluenza.ch, telefonando alla Infoline vaccinazioni 0844 448 448 oppure presso il Suo medico.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

33


s al ut e avere l’impressione che alcune parole siano par particolarmente difficili da pronunciare e cerca di evitarle, usando sinonimi o circonlocuzioni. Nella maggioranza dei casi si ha una balbuzie mista, con la presenza di entrambe le caratteristiche”.

soffrire il bambino, perché non capisce cosa gli succede, s’innervosisce e s’arrabbia. Ripeto però, non ci sono finestre temporali rigide, come del resto per tutti gli altri aspetti evolutivi, e bisogna valutare con attenzione e rispetto caso per caso”.

Il bambino piccolo si rende conto di balbettare? “Rispetto a questo non si hanno punti di vista uniformi, ma in linea di massima è ragionevole dire che dipende dall’età, dalla maturità e dal livello di percezione di sé e del proprio corpo raggiunto dal bambino. A mio parere è corretto pensare che, fino a tre anni, se l’ambiente non è in ansia rispetto alle sue prime disfluenze e le persone accanto a lui non reagiscono in modo preoccupato, con correzioni verbali o sanzioni di qualsivoglia tipo, il bambino stesso resta sereno e non dà peso a ciò che gli capita. Dopo i tre anni, invece, la situazione può essere già molto diversa ed è necessario dare delle spiegazioni e aiutare ad affrontare in modo chiaro e trasparente i momenti verbali critici, che possono far

La balbuzie può regredire spontaneamente? “Se si tratta di una situazione fisiologica evolutiva, e fino a cinque/sei anni, è possibile che ciò avvenga, ma non essendocene purtroppo la cer certezza, se la situazione perdura oltre i sei mesi è consigliabile rivolgersi a un logopedista. L’aiuto potrà essere indiretto e rivolto alla famiglia per i bambini più piccoli, ma in seguito diretto, ef effettuato con il bambino stesso. Fermo restando la necessità di considerare le variabili personali”. Quali sono le terapie? “Sostanzialmente l’intervento privilegiato, trattandosi di un disturbo della produzione e della fluenza verbale, è quello logopedico, ma per alcuni bambini, in cui la componente emotiva se legata ad un’eccessiva sensibilità o a particolari

PULIZIADELICATAPERUNAPELLERAGGIANTE

Risveglia la tua bellezza.

34

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13


stati di ansia è preponderante, è eventualmente indicato aprire una collaborazione anche con uno psicologo per l’infanzia. I metodi a disposizione del logopedista sono svariati, ma è impor importante sapere che, lavorando con queste fasce d’età, il contesto ludico è indispensabile, come pure la collaborazione con la famiglia”.

«È importante

rispettare i turni di parola»

Consigli per un genitore che ha un bambino “che parla male”… “Come detto è molto importante che, se il bambino è ancora molto piccolo, non ci si allarmi subito, perché la disfluenza fisiologica si presenta frequentemente nelle prime fasi dello sviluppo del linguaggio ed è dovuta alla discrepanza esistente tra la foga di esprimere molte idee e l’inadeguatezza degli strumenti verbali a disposizione. Nei bambini in età prescolare i casi di balbuzie sono in una percentuale del 5%, e di questi

circa il 70% si risolve più o meno spontaneamente. Volendo fornire alcuni suggerimenti pratici, è bene dire che è fondamentale cercare di mantenere sempre un ambiente domestico favorevole alla comunicazione, nel quale non siano presenti continui rumori di fondo a ostacolare l’ascolto reciproco e in cui il bambino possa esprimersi con tutta calma e senza pressioni. È pure impor importantissimo rispettare i turni di parola, in modo che egli, quando parla, sia sicuro di essere ascoltato senza venir interrotto. Solo se il bambino si sente rispettato nel suo diritto a esprimersi, può elaborare le mille idee che vuole trasmetterci e dar loro la magica e complicata veste verbale con la quale sta imparando a familiarizzare, in un percorso che è lento e molto articolato e che richiede grande sensibilità da parte di chi gli sta accanto”. v Per saperne di più: www.alosi.ch Associazione italiana balbuzie Association parole-bégaiement

ORAINUNACONFEZIONEANCORAPIÙATTRAENTE

Nuovo look, medesima efficacia: il docciacrema, il bagnoschiuma e il sapone cremoso della linea I am Milk & Honey curano la pelle rendendola piacevolmente vellutata.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

35


i n vi aggi o

saigon perché partire “Il Vietnam è un bel paese ma tutti cercano di fregarti” mi aveva detto un viaggiatore. A me non è accaduto nulla, non so se sia stato fortunato o se mi abbiano imbrogliato tutti così bene da non essermene nemmeno accorto. testo e foto Roberto Schneider - roberto.s@illustrazione.ch

IN QUEL VICOLO OSCURO Saigon - ribattezzata ufficialmente Ho Chi Minh City dopo la guerra, sebbene tutti continuino a chiamarla col vecchio nome -, appare come una metropoli in fermento e caotica. Giungo verso sera, con molto ritardo sull’orario previsto. È l’ultima tappa di un viaggio nel sud del Vietnam nel corso del quale invero quasi nulla è andato come mi ero atteso. E così, manco a dirlo, sarà anche i prossimi giorni. Alla stazione dei bus di Saigon - una delle tante - situata fuori città, solo poche motorette-taxi sono in attesa sul piazzale. Molti sono ancora in vacanza e quelli rimasti ne approfittano per chiedere prezzi decisamente esagerati. Le contrattazioni sono inevitabilmente molto ardue, ma riesco comunque a raggiungere il centro città e il quartiere di Pan Ngu Lao, uno dei più caratteristici, qui le case sono vecchie e risalgono quasi tutte al periodo coloniale francese. Trovare un alloggio non è difficile, anche se mi ci vorranno comunque un paio d’ore. Le pensioni si suddividono in “dentro” e “fuori”. “Fuori” sono le offerte di pensioni e alberghi sulle strade principali, mentre “dentro” è detta

36

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

la miriade di piccole pensioni - alcune offrono solo un paio di camere -, spesso familiari, delle viuzze laterali, sovente strettoie e cunicoli un poco tetri e dall’aria poco rassicurante. Ma non è proprio così. Mi chiama una signora di mezza età, un bel sorriso, un vestito ben curato. Dice di gestire un piccolo ristoro poco lontano e mi prega di seguirla almeno per vedere le sue camere. Percorriamo una via stretta nella quale i raggi del sole non riescono a giungere. Mi domando dove mi stia portando. Vi sono famiglie di vietnamite che mangiano sugli usci delle case, donne che lavano i panni, giovani che in vetuste stanze, che appaiono quasi dei ripostigli, guardano incantati la televisione. Sopra di noi, sui davanzali delle finestre, noto alcuni vasi di fiori e piante verdi, così come bucati appesi. Ci fermiamo davanti a un piccolo portale contraddistinto da una grande inferriata. Poco oltre vi

«Famiglie

mangiano sugli usci delle case»


è il locale di ricezione, angusto, ma vi sono due computer con collegamento gratuito a internet. Le scale sono così strette che fatico non poco a percorrerle con lo zaino, ma al secondo piano mi viene offerta una stanza che appare una suggestiva reminiscenza della vecchia Saigon. È arredata con vecchi ma ben conservati mobili, un grande letto in stile coloniale, uno specchio sbiadito, un bagno da godere solo in piedi, tanto è minuto, e una finestra che dà su un lucernario nel quale è appeso un bel vaso di fiori che riescono a vivere con pochissima luce. È il posto che cercavo!

Una via centrale di Saigon: l’elettricità funziona!

KIM MI SFIDA Nei giorni successivi, la piccola pensione e la strettoia che inizialmente mi era parsa così lugubre mi diverranno familiari. Conoscerò man mano tutti i “vicini” di casa. Il simpatico vecchietto della porta accanto che mai mi farà mancare un saluto e un sorriso. L’accesso alla sua abitazione è una sorta di corridoio strettissimo, nel quale posso passare solo mettendomi di traverso. Gli irriducibili giocatori di carte poco più avanti,

che inevitabilmente devo dribblare ogni qual volta transito nel vicolo. L’anziana invalida che abita un misero locale in faccia alla pensione, alla quale permetto un giorno di uscire da casa. La poverina era infatti rimasta intrappolata da un’insegna di legno che le era caduta proprio davanti all’entrata. Per terminare con lei, la terribile Kim, l’unica di tutto il piccolo quartiere vietnamita che parli inglese. Una giovane tanto carina quanto cocciuta, per non dire addirittura machiavellica. I discorsi con lei sono costantemente piccole sfide, lotte verbali senza fine, dalle quali spesso esco sconfitto, anche perché ha la capacità di parlare come una radio, velocemente, sciorinando una parola dopo l’altra senza mai fermarsi. Mi ci vorranno due giorni solo per sapere il nome, ore per patteggiare l’acquisto di una delle sue buone angurie, mai riuscirò a scattarle una foto. Con lei ho però avuto modo di penetrare la mentalità vietnamita, anche se forse solo quella delle grandi città. Kim mi presenta la filosofia commerciale dei suoi compatrioti, basata sulla sfiducia reciproca, “io non mi fido mai di nessuno, nemmeno di

>

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

37


l i e r p Da sem tto! e f r e p o regal d di r a c ft La gi ia Markt Med

Non aspettate l’ultimo minuto!


in via ggio Uno dei tanti ristori di strada in cui posso mangiare.

te, ed è per questo che possiamo discutere e io posso venderti le mie angurie al giusto prezzo, perché io non credo a quello che tu dici e tu fai lo stesso”. Riassumendo, mi invita a mai fidarmi di nessuno; quello che conta è unicamente il denaro. Rimarremo però sempre cocciutamente ognuno sulla propria opinione e ancora al momento della partenza, salutandola dicendole “ar “arrivederci a presto”, lei mi osserva e guardandomi negli occhi mi dice “buona fortuna e… addio”. Nemmeno al mio arrivederci aveva creduto!

MOTORETTE E CURIOSITÀ Non so se sia stato grazie ai consigli di Kim che mi invitavano a essere costantemente vigile e malfidente nei confronti del prossimo, ma i gior giorni trascorsi a Saigon sono stati decisamente belli e privi di problemi. Nel quartiere assaporo una vita di viaggiatore d’altri tempi, curiosando in vicoli e incontrando persone spesso strane, vietnamiti ed espatriati. Mi sono immerso nel traffico caotico delle vie maggiori dove scorrono fiumi di motorette, dicono siano tre milioni, ma ogni vol-

>

fino al 31 dicembre

SCOPRI SUBITO LE INNOVATIVE SOLUZIONI UDITIVE 100% INVISIBILI* CONTROLLO GRATUITO DELL’UDITO

QUESTO MESE

PROVA GRATUITA

FINO AL

DI UNA

SOLUZIONE UDITIVA

20%

DI SCONTO**

Pregassona:

Agno:

Bellinzona:

Via alla Bozzoreda 37 091 940 30 30

Piazza Vicari 4 091 857 41 41

Viale Stazione 27 091 825 23 69

* nei limiti della possibilità di protesizzazione ** vedere le condizioni nel centro

www.centroacusticoticinese.ch info@centroacusticoticinese.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

39


Sostituzione vasca da Fr. 900.– VASCA ECOLOGICA VASCA ACCIAIO VASCA PLASTT/GLASS PIATTI DOCCIA ARREDOBAGNO Via alla Foce 4 | 6933 Muzzano | Tel. 091 994 11 75 / 76 Fax 091 994 87 29 | info@isellafoletti.ch www.isellafoletti.ch

Manutenzione sanitari e riscaldamenti

www.remail.ch

☎ 091 922 69 63

Un solarium adeguato alle norme europee che ti dà un’intensa abbronzatura unita alla produzione di vitamina D. Il pericolo di scottature è scongiurato grazie al sensore integrato che regola la potenza in base alla tua pelle. Se invece non desideri l’abbronzatura, puoi scegliere la seduta speciale che, mediante i raggi UV-B, ti procura l’importante vitamina D. Puoi provare SUNANGEL DUO unicamente presso il centro BLUE LIGHT di Cassarate.

Paradiso via Cattori, 3 · 6900 Lugano

Cassarate viale dei Faggi, 20 · 6900 Lugano

T. +41 878 801 808 info@bluelight.ch

bluelight.ch

Auguriamo ai nostri clienti buon Natale e un felice anno nuovo!

Mezzi ausiliari Carrozzelle – Montascale – Sollevatori Articoli per l’incontinenza Consulenze personalizzate Vendita e riparazioni – Noleggio e occasioni

6514 Sementina Via Pobbia Tel. 091 857 67 33 Fax 091 857 68 00 info@roll-star.ch www.roll-star.ch


in via ggio Piccole vie oscure s’incuneano all’interno del quartiere.

ta mi sorge veramente il dubbio che siano ben di più. Ce ne sono ovunque: nelle strade, sugli usci delle case, ma anche dentro ogni stanza, tra vasi di fiori e cibi sui tavoli. Nel vortice caotico deldel la vita di Saigon appaiono quasi surreali i diversi tempietti che si trovano a ogni angolo di strada e davanti a ogni casa. Sempre ben curati, i bastonbaston

cini di incenso accesi, le donazioni rituali recenti. È l’aspetto mistico che appartiene a ogni vietnamita e che forse si scontra con la dura realtà della grande città, in cui chi ha i soldi può comprare di tutto. Ma quello che io mi riporto a casa non l’ho comprato. Sono esperienze di vita irripetibili, conoscenze estemporanee, forse - ma Kim ne dubiterebbe - anche amicizie. Quando lascio la pensione, la proprietaria mi saluta con affetto e l’inserviente tuttofare delle ricezione mi sor sorprende chiedendomi una foto ricordo. Non parla nemmeno una parola di inglese, ma vi è simpatia tra di noi e mi ha pure molto aiutato nel corso del soggiorno. Mi fermo ancora per un ultimo piatto di riso fritto cantonese al ristorantino dell’angolo. Il cameriere è dichiaratamente gay, sempre cordiale. A lui chiedo cosa sia quella musica tradizionale che nel bel mezzo del movimento cittadino, tra bancarelle di venditori ambulanti e piccoli bar, giunge da una tenda bianca. “È un funerale - mi dice -. Deve essere una famiglia benestante perché proseguiranno per giorni con la cerimonia, tra musiche e banchetti. Ma non tutti fanno festa quando vi è un decesso, da noi in famiglia siamo tristi”. Intanto la musica prosegue e si mescola col frastuono costante delle motorette, col vociare delle persone, i clacson delle automobili, gli altoparlanti dei bar dove presto giovani donne a pochi passi dal funerale propor proporranno le proprie bellezze ai passanti. Fine v

www.radioticino.com

RFT AUGURA AUGURA R BUON NA NAT TALE TALE E BUON 2014! variante.ch

È SE SEMPRE TEMPO DI RFT. ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

41


t end enze

caro babbo natale … quest’anno sarei felice di ricevere… a cura Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

UNA APP DA TAVOLA

Uno dei giochi più scaricati e giocati è diventato un gioco da tavola da fare tutti insieme. Un idea geniale che per una volta trasforma il virtuale in concreto. Doodle jump, Ravensburger.

UNA CASETTA PROFUMATA UNA PELLE DA SOGNO

Un fluido eccezionale e innovativo in grado di correggere rughe, pori, macchie, arrossamenti e pelle opaca. Un vero elisir di bellezza da usare giorno dopo giorno, solo o come base per il trucco. Dream Skin, Capture Totale, Dior

Un originalissimo bruciaincensi in legno, a forma di casetta. L’incenso va messo nella casetta e il fumo profumato esce dal comignolo. Design Shop D’Eco, Lugano

DELLE CANDELE TELECOMANDABILI

Sono in vera cera, ma la fiammella non lo è, perché a illuminarla è una lucina led, regolabile con un telecomando. Ideale soprattutto per chi rischia di scordare le candele accese, trasformandole in un potenziale pericolo. Art of Living, Manor

42

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

UNA GOLOSITÀ SORPRENDENTE

Un formaggio a pasta dura, aromatizzato con sale dell’Himalaya, pepe macinato e aglio, da grattugiare come un tartufo su pasta ma anche su una bella tagliata di manzo. Delicious, Belper Knolle, Manor


UN APPARECCHIO ACUSTICO UN MINI SOUVENIR

Assomigliano ai Lego, ma i blocchetti sono piccolissimi e i soggetti da costruire riproducono edifici leggendari di tutto il mondo, dalla Torre di Pisa al Taj Mahal alla Sfinge. Nanoblok, www.nanoblock.ch

LE RICETTE DELLA NONNA

Una raccolta di ricette di una nonna ticinese, di nonna Pierina, che sua nipote Giuliana ha raccolto in questo volume, insieme a molti rimedi ed elisir di salute a base di erbe medicinali. Le ricette di mia nonna, Giuliana Campana, Armando Dadò editore.

PUÒ ESSERE COMPLETAMENTE

INVISIBILE? Lyric, il primo apparecchio acustico al mondo invisibile al 100% e indossabile ininterrottamente per diversi mesi*. Resistente al sudore e alla doccia**.

PUÒ. INVISIBILE E INCREDIBILMENTE CONFORTEVOLE RESISTENTE ALLA DOCCIA

UN KIT PER GENTLEMEN

In una scatoletta di latta dal design nostalgico c’è tutto l’occorrente per riparare una gomma di bicicletta. On your Bike, Gentlemen’s Hardware, Manor

Dimensioni reali UN SUONO CHIARO E NATURALE

* Il bisogno di sostituire l’apparecchio dipende dalla perdita di udito e dalla struttura dell’orecchio individuali. ** Lyric resiste all’acqua ma non è impermeabile e non deve essere immerso nell’acqua.

BELLINZONA Piazza Indipendenza 2 BIASCA Via Pini 8 CHIASSO C.so San Gottardo 25 LOCARNO Via Castelrotto 15 LUGANO Via Pessina 8 MENDRISIO Via Industria 5

PRENOTA LA TUA PROVA DELL’UDITO UNO SLITTINO COMODO

Molto più comodo della tradizionale slitta in legno Davoser, grazie al sedile in tessuto intrecciato, ma anche più manovrabile e leggero. Rodel, Interio

CONTATTACI OGGI STESSO AL NUMERO

091 760 06 46 NUMERO UNICO PER TUTTO IL TICINO


multimedia

un gaming

oltre i limiti

Condivisione, interconnessione, personalizzazione ed esperienze di gioco uniche e del tutto coinvolgenti. Le console di ultima generazione catapultano i gamer in una nuova dimensione. testo Luca Bortone – luca@illustrazione.ch

I

l progresso tecnologico degli ultimi anni ha permesso anche ai videogiochi di compiere un incredibile salto di qualità. Così quelle prime schermate con personaggi squadrati e dalle limitate possibilità di movimento si sono trasformate in piccoli capolavori di raffinata bellezza. Grazie a una sofisticata intelligenza artificiale, a processori più evoluti, a schede grafiche più potenti e a schermi in alta definizione, i piccoli eroi digitali assomigliano sempre più a persone in carne e ossa. La cura dei dettagli è impressionante: gli sviluppatori sono addirittura riusciti a riprodurre in modo minuzioso le micro-espressioni tipiche della nostra complessa mimica facciale e i personaggi si muovono nell’area di gioco con naturalezza e disinvoltura. Il mondo dei giochi prende vita e regala esperienze molto fedeli alla realtà. STORYBOARD AVVINCENTI Di pari passo con la grafica e la giocabilità, è cresciuto anche il lavoro sulle storie e sulla loro evoluzione. Il mondo dei videogiochi, soprattutto d’azione e avventura, si fonde con quello cinematografico. Sempre più spesso, le principali

44

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

case produttrici affidano l’ideazione e lo sviluppo delle storyboard ad affermati registi e sceneggiatori. Lo scopo è chiaro: creare una trama appassionante e imprevedibile, che possa incollare i giocatori allo schermo e alle manopole. Le emoemo zioni e i colpi di scena si susseguono come nei migliori film hollywoodiani, mentre le colonne sonore curate alimentano la tensione e la suspense. Per avvicinarsi ancor più alla realtà, alcualcu ne storie evolvono in direzioni diverse in seguito alle scelte compiute durante le sessioni di gioco.

LE

novità PlayStation 4, Media Markt

Xbox One, Media Markt


Un personaggio può così diventare cattivo o redimersi attraverso gli episodi e i comportamenti che ne caratterizzano l’avanzamento di livello in livello. L’immedesimazione, l’immersione totale e il coinvolgimento sono garantiti. CONDIVISIONE E SOCIALITÀ Le console di nuova generazione sposano la filosofia della condivisione e dell’appartenenza alle community. Il controller della nuova PlayStation 4, ad esempio, sfoggia l’inedito tasto “Share”, mediante il quale diventa possibile condividere in pochi secondi video e immagini di gioco. Le partite possono essere trasmesse in diretta streaming, registrate e pubblicate sui social network. Grazie ai microfoni integrati e alla telecamera è inoltre possibile chattare con gli amici e dare loro consigli su come migliorare le proprie abilità o su come superare un dato livello. E, perché no, vantarsi con loro dei successi e dei traguar traguardi raggiunti. Anche la nuova Xbox One, tramite

gli oltre 300’000 server dell’infrastruttura Xbox Live, permette di condividere con la comunità i momenti di gioco più epici. I tempi delle competizioni uno contro uno davanti allo stesso scher schermo sono finiti. Oggigiorno è possibile lanciare un guanto di sfida al mondo intero. PERSONALIZZAZIONE I nuovi sistemi sono in grado di acquisire le preferenze dei giocatori. La PlayStation 4, ad esempio, può letteralmente imparare a capire i gusti del possessore, consentendogli di scoprire contenuti e informazioni relative ai suoi videogiochi o designer e sviluppatori preferiti. Dal canto suo, la Xbox One, permette di personalizzare la schermata iniziale, in modo da poter accedere subito ai titoli e ai programmi d’intrattenimento preferiti. L’esperienza di gioco è così cucita sulla pelle di ogni singolo giocatore. Non resta che farsi assorbire e gustare appieno i traguardi raggiunti dal progresso tecnologico. v

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

45


s p or t

il ticino che gioca

a unihockey Tecnica, condizione fisica, comportamento esemplare e diver divertimento: l’unihockey secondo Giona Crivelli. testo Marco Ortelli - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press/Gabriele Putzu

FORMAZIONE DELLE SQUADRE Squadra Locale. In porta: Crivelli; primo blocco di difesa: Crivelli, Crivelli; primo blocco d’attacco: Crivelli, Crivelli, Crivelli. Ospiti. In porta: Crivelli; primo blocco di difesa: Crivelli, Crivelli; primo blocco d’attacco: Crivelli, Crivelli, Crivelli. Arbitri: Crivelli, Crivelli. Spettatori: Crivelli, … Immaginatevi una casa a Morbio Inferiore, un locale della quale venga impiegato sia per cene e pranzi di famiglia, sia come sala giochi. Se un padre di famiglia ha 11 fratelli e un figlio di 7 anni inizia a coltivare la passione per l’unihockey, la probabilità che un pranzo famigliare si trasformi in una sfida con bastoni e pallina aumenta ver vertiginosamente. Meno probabile, invece, è che a partecipare a questi giochi vi sia anche una signora e nonna di 77 anni, e che tutti si divertano… Questo è quanto abbiamo appreso in occasione dell’incontro con Giona Crivelli, capitano della Selezione Ticino U15 di unihockey e giocatore nella locale Sportiva Unihockey Mendrisiotto, col quale ci siamo intrattenuti per sondare la sua passione per questa disciplina sportiva, i suoi sogni e gli obiettivi immediati e più lontani. MOLTEPLICI ATTIVITÀ E UNA Un’infanzia tra giochi - guardie e ladri, arrampicate sugli alberi, … -, sport come il calcio o il

46

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

tennis, escursioni in montagna col padre, finché la scelta di provare con l’unihockey, disciplina sviluppatasi in Svezia, Finlandia e… Svizzera negli anni Settanta e giunta in Ticino verso la fine degli anni Ottanta, introdotta da un manipolo di studenti universitari di rientro nella Svizzera italiana. ““Avevo circa sette anni quando con i genitori ci siamo guardati attorno per trovare uno sport da praticare in una società sportiva; ci siamo orientati sull’unihockey, pensando che la pratica di questo sport mi avrebbe comunque consentito di avere spazio per fare anche altro, come ad esempio suonare l’eufonio presso la Civica filarmonica di Morbio Inferiore”. Dopo una prima fase esplorativa, durante la quale il fatto di “segnare molte reti e che tutti i bambini devono giocare in modo regolare, senza titolari e riserve, mi ha fatto sempre più appassionare al gioco”, attualmente l’impegno sportivo di Giona si compone di tre allenamenti settimanali cui si aggiungono le partite di campionato con doppi turni una volta ogni tre settimane. Di ruolo centro o ala, nonché, come detto, capitano della Selezione Ticino: “Un’esperienza, quella con la Selezione, arricchente che mi ha permesso di crescere e di scoprire che i miei avversari di campionato possono essere anche soci e amici”, alla domanda su quali ritenga siano i suoi punti di forza e quelli meno, pronta è la risposta: “Tra le qualità direi la tecnica, la


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

47


s p or t

condizione fisica e la visione di gioco. Il ruolo di capitano implica invece il fatto di essere da esempio e da riferimento. Tra i punti deboli, for for-

se la tendenza dei centri o degli attaccanti in genere di puntare diretti alla porta escludendo dal gioco i compagni di difesa”.

Per fare l’albero ci vuole: la carta regalo.

48

Regalate allegria! Con una carta regalo di Coop colpirete sempre nel centro. Decidete voi l’importo e la persona che la riceverà potrà decidere cosa comprare. La carta regalo Coop – presso ogni punto di vendita – basta sceglierla e regalarla!

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13


PRESENTE E FUTURO Tra gli obiettivi sportivi a breve e medio termine di Giona si possono annoverare: ““Aiutare la mia squadra a risalire in classifica, riuscire a esordire in prima squadra a partire dal prossimo anno, essere selezionato in Nazionale U17 e magari fare un’esperienza sportiva fuori cantone o all’estero”. Nel frattempo il presente è anche… prima liceo a Mendrisio con propensione per le materie linguistiche e l’ipotesi di orientarsi all’attività di giornalista sportivo: “Per il momento riesco a gestire bene sia il tempo da dedicare allo studio sia quello da occupare con lo sport, e vorrei continuare a portare avanti entrambi con profitto, ma è musica del futuro”. Tra scuola, eufonio e sport, Giona Crivelli sta praticando l’unihockey con sempre più passione, quella che ha preso avvio in un locale della casa paterna, giocando con la nonna, il padre, la madre, la sorella Giulia - anche lei giocatrice - gli zii e gli amici, con gioia e divertimento. v

SCHEDA

biografica

Nome: Giona Cognome: Crivelli Data di nascita: 31 maggio 1998 Nazionalità: svizzera Domicilio: Morbio Inferiore Club di appartenenza: SUM (Sportiva Unihockey Mendrisiotto) Categoria: U16 Scuola: prima liceo a Mendrisio Per informazioni: www.sum.ch, www.auht.ch, www.swissunihockey.ch

Si scioglie in bocca, senza acqua. Favorisce la funzione muscolare Il nuovo granulato diretto con citrato di magnesio, proprio come quello presente nell’organismo sotto forma di elemento strutturale. • Rapido. Forte. Diretto. • Senza zucchero e senza dolcificanti sintetici • Solo 1 volta al giorno In vendita nelle farmacie e nelle drogherie.

www.diasporal.ch

Disponibile in compresse effervescenti e ora anche come granulato da bere. ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

49


co ncor s o

un mondo

in un’isola Immaginate tutto il Kenya in un pezzetto di terra tutto per voi. Esiste e si chiama The Sands at Chale. Ora immaginate di poterci andare gratuitamente.

A

frica, Kenya, a 60 km da Mombasa c’è il The Sands at Chale, una piccola struttura alberghiera situata su un’isoletta davvero sorprendente. Un fazzoletto di terra rigogliosissima, separata dal continente solo da un tratto di mare. Non sempre però. Le forti maree coprono e scoprono il fondale marino collegando e scollegando l’isola dalla costa. Una caratteristica particolare di questa parte di Africa sorprendente e affascinante. Quando il mare c’è, ci si può immergere nelle sue acque e nuotare, quando si ritira, si può passeggiare sul suo fondale scoperto alla ricerca dei suoi tesori, anche accompagnati dal biologo marino a disposizione degli ospiti, oppure godersi le pozze che diventano delle meravigliose vasche di acqua caldissima. Le scimmiette che vivono sul continente, approfittano della bassa marea per correre sull’isola, ma succede che qualcuna, più inesperta o distratta, perda il buon momento e rimanga sull’isola fino alla prossima marea. The Sands at Chale non è un’hotel convenzionale e non è neppure un villaggio turistico. È piuttosto un piccolissimo borgo immerso nel verde, popolato dai suoi ospiti e da chi vi lavora, un luogo di pace e tranquillità, dove godere della natura e delle sue meraviglie. In punta di piedi però. Questo albergo infatti offre tutto ciò che rende perfetta una vacanza, nel rispetto dell’ambiente e con discrezione. La SPA, la grande Jacuz-

50

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

IL PREMIO

in palio

• Soggiorno per 2 persone in Kenya, al The Sands at Chale****Superior, 9 giorni/7 notti, incluso volo in classe economica da Milano-Malpensa a Mombasa e ritorno, camera doppia Cottage, trattamento in pensione completa, trasferimenti da e per l’aeroporto e in barca a motore (alta marea), o con simpatico trattore (bassa marea); assistenza in loco, tasse aeroportuali/di sicurezza, ev. adeguamenti carburante, documentazione di viaggio e quote d’iscrizione. • Il premio è fruibile per tutto il periodo della programmazione charter, alta stagione esclusa, ed è soggetto a disponibilità da parte dell’operatore. Non è cedibile e non è convertibile in contanti. Validità: 31.12.2014 Il valore del premio è di Fr 5’200.-

I cataloghi di Hotelplan Italia sono disponibili nelle filiali Hotelplan e nelle migliori agenzie di viaggio del Cantone e della Mesolcina.

Regolamento Tutti i tagliandi e le mail che perverranno in redazione entro il 20.12.2013 parteciperanno all’estrazione a sorte per l’attribuzione del premio in palio. Il vincitore sarà avvisato personalmente. È escluso il ricorso a vie legali.


VINCI

da bungalow distribuiti su questo incredibile laghetto salato che, durante le maree, si riempie e si svuota ciclicamente, lasciando scoperte le radici delle mangrovie e trasformando continuamente il panorama. Una caratteristica di questo piccolo mondo che non può lasciare indifferenti. Al The Sands at Chale ci si dimentica completamente dello stress di casa e ci si lascia cullare dalla natura e dalle sue meraviglie. v

un viaggio

VINCI UN SOGGIORNO AL THE SANDS AT CHALE IN KENYA Partecipa al concorso e rispondendo a questa domanda potresti aggiudicarti una splendida vacanza in questa meravigliosa isola.

#

zi, il ristorante e le 61 camere stesse sono infatti arredate con materiali locali lavorati a mano e, sebbene dotate di ogni comfort, gestite in modo da evitare sprechi. Sull’isola vi è un ristorante principale affacciato sul mare, ma anche un piccolissimo ristorantino sul laghetto interno, appollaiato tra le fronde della foresta tropicale dove gustare una cena romantica e davvero affascinante. Anche il centro benessere è costituito

1. Chi rischia di rimanere isolato perdendosi la marea? .................................................................................................................................................................... Cognome: ............................................................................................................................................ Nome: .............................................................................................................. Età: .................................... Via e Nº: ................................................................................................... CAP/Località: ............................................................................................. Telefono: ................................................................................................................................................................................................................................................................................. Compilare, ritagliare, incollare il tagliando su cartolina postale e spedirle entro il 20 dicembre 2013 a: Illustrazione Ticinese, “Concorso Hotelplan”, Via Massagno 10 - CP 418, 6908 Lugano-Massagno, oppure mandare un’e-mail all’indirizzo concorso@illustrazione.ch indicando in oggetto “concorso Hotelplan” e inserendo nel messaggio la soluzione e i vostri dati. http://www.illustrazione.ch/concorso_12_13.pdf

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

51


o r oscop o testo Cloris Sciaroni cloris@illustrazione.ch

saturno porta

rigore e disciplina “Se riusciamo a guardare profondamente dentro la nostra sofferenza e abbracciarla teneramente, una grande compassione può nascere…”, parole del venerabile monaco vietnamita Thich Nhat Hanh.

P

52

otrebbe essere il motto di Saturno ancora in Scorpione in questo 2014. Esso ci costringe, volenti o nolenti, ad affrontare ciò che la realtà mo-

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

stra e non ciò che i media ci vogliono occultare. Saturno (Karma) ci parla della grossa dif difficoltà degli uomini a sopportare le prove e le crisi particolarmente difficili in questi tempi,


ma grazie ai nostri sforzi, ci porteranno verso una grande trasformazione (Plutone in Capricorno). La nostra Terra verrà ripulita drasticamente da tutta la “spazzatura” creata dagli uomini nel corso dei secoli! Essa è un organismo vivente e ci deve nutrire, non distruggere, ma i danni che le abbiamo causato ha fatto ammalare tutti i regni della Natura. Saturno indica anche il metallo, il piombo, mentre Plutone ci parla di petrolio (oro nero). Non c’è vaccino che tenga per curare questo “Sistema malato” (fisico, psichico, politico e sociale), bensì una ferrea volontà personale e collettiva di autoresponsabilità, questa è la lezione di Saturno! Esso obbliga a far “morire” l’Ego della personalità per far nascere lo Spirito, che accadrà quando Saturno passerà in Sagittario.

«Superare

i nostri istinti animali»

Abbiamo dunque ancora un’ultima opportunità per ripulire i nostri “hard-disk” cerebrali, prima che vadano in tilt, liberandoci dai virus che bloccano i nostri “sistemi organici” che ci rendono malati. Cerchiamo di superare i nostri istinti animali (Marte come reggente dello Scorpione) facendo spazio all’amore, alla compassione (Nettuno). È un grande sforzo che ci viene richiesto, perché non lo impariamo né in famiglia, né a scuola, né altrove. E qui entra in gioco Marte con il suo lungo transito in Bilancia, dal 7.12.2013 al 26.7.2014 che, formando opposizione con Urano in Ariete, da una parte aumenta le crisi di coppia, dall’altra acuisce l’insurrezione collettiva verso le ingiustizie sociali. Non saremo più così remissivi e sottomessi al potere. Ma grazie al passaggio di Giove in Leone, dal 16 luglio 2014, possiamo sperare nell’aiuto dall’Alto affinché illumini molte più menti politiche e apra i cuori degli uomini ver verso l’Amore di tutti gli Esseri, l’unica medicina, l’unica religione che ci salverà. v

illustrazione

Per la vostra

www.illustrazio

ne.ch

N.4

-1

RIVISTA FAMILIA MAGGIO 2013 RE DELLA SVIZZER

A ITALIAN A

TICINESE

A TAVOLA

Il tim llo della noba nna

pubblicità su Illustrazione

MOTOR

I

SALUTE

Quando manca l’a

ria

Nella fabbrica dei sogn i

Ticinese

www.illustrazione.ch CREDITI PRIVATI

PER CITTADINI SVIZZERI O CON PERMESSO B, C, L, FRONTALIERI, INDIPENDENTI, PENSIONATI O INVALIDI

Esempi di calcolo al tasso del

Fr. Fr. Fr. Fr.

5'000.– 10'000.– 20'000.– 80'000.–

7.9% con possibilità di chiedere altri importi intermedi

pagabili pagabili pagabili pagabili

in in in in

72 72 72 72

mesi mesi mesi mesi

= = = =

Fr. 86.75 Fr. 173.50 Fr. 347.05 Fr. 1’388.15

mensili mensili mensili mensili

ON LA RISPARMIARE C

BANCA WIR s:

a bonu ento con sistem Conto investim l’1,6% interessi fino al

L’importo del finanziamento da concedere e il tasso d’interesse verranno stabiliti dalla Banca in seguito all’esame dei documenti allegati alla richiesta. Anche se avete altri crediti, possiamo riprenderli e aumentarli a un tasso più basso. Avviso di legge: “La concessione dei crediti è vietata se conduce ad un indebitamento eccessivo” (Art. 3 LCSI)

CASSA MALATI - PREMI 2014 Minorenni da 0 a 18 anni pagano al mese Fr. 40.25 Giovani da 19 a 25 anni pagano al mese Fr. 169.05 Adulti da 26 e oltre pagano al mese Fr. 184.15

Telefonate per una consulenza alla:

CREDITFINANZ SA

Tel. 091 921 36 90 – 091 835 42 02

Fino alle ore 21:00

www.creditiprivati.ch

ch www.bancawir. 9 94 7 94 Tel. 0848

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

53


oroscop o PREVISIONI ZODIACALI PER IL 2014

g ARIETE 21/3 - 20/4

h TORO 21/4 - 20/5

Approfittate del mese di dicembre per ricaricarvi mentalmente e fisicamente, perché vi attendono sei mesi piuttosto frenetici, tanto da mettere il vostro sistema nervoso sotto pressione. Il settore finanziario si presenta piuttosto austero, con Venere dissonante già dal novembre scorso, aspetto che si protrarrà fino a inizio marzo 2014. Pertanto vi suggeriamo di economizzare energie e soldi per non trovarvi poi in difficoltà. Dovete sapere che l’anno 2014 verrà retto da Saturno, il pianeta del rigore, della disciplina e della perseveranza. Esso non ammette trasgressioni o sprechi e non regala niente a nessuno. Tutto va conquistato con l’impegno e la pazienza, ingredienti non proprio connaturati a voi. Il grande “quadrato astrale” che tocca i segni cardinali come il vostro, vi esorta a curarvi meglio anche della vostra salute, invitandovi a uno stile di vita più sano e semplice. Inoltre è bene ricordare il lungo transito di Marte nel vostro segno opposto, ossia dal 7.12.2013 al 25.7.2014, che inciderà soprattutto sulle relazioni interpersonali. Inutile scalpitare e peggio ancora prendere decisioni impulsive. Vita amorosa movimentata. Il clicli ma di coppia potrà a tratti essere assai turbolento, non date niente per scontato e siate onesti con i sentimenti. Poi finalmente dal 16.7.2014 potrete trarre un grande sospiro di sollievo perché il buon Giove passando in Leone, formerà un bellissimo trigono al vostro Urano liberandovi da ogni costrizione. E l’estate sarà calda e passionale. Ma il meglio arriverà a fine anno, quando Saturno passerà in Sagittario! L’attesa sarà ampiamente premiata. Salvo qualche imprevisto, sperando che abbiate superato bene l’eclissi del 3.11.2013, i conti alla fine dell’anno dovrebbero chiudere in positivo. E grazie alle belle energie fra Venere-Plutone e Nettuno, sarete circondati da affetto e calore. Con quel sottile fascino magnetico che emanate, siete molto corteggiate donne. Cari Tori, nononono stante siate “perseguitati” da Saturno, che per tutto il 2014 si troverà ancora in Scorpione, nel vostro segno opposto, che procura malinconia e solitudine, dovrete sforzarvi a uscire dal guscio, frequentare persone positive. Giove sarà ancora in posizione più che favorevole fino a metà luglio 2014, per cui non vi sarà difficile trovare l’ambiente giusto nel quale sentirvi a vostro agio. Qualche difficoltà di relazione sussiste tuttavia con persone dello Scorpione e dell’Aquario, in parte anche con i Leone! E con l’Ascendente o pianeti nei primi due segni, rischierete di rimanere intrappolati in situazioni complicate. Attenzione a non irrigidirvi sulle vostre posizioni, visto che per natura non siete di mente elastica. Febbraio e aprile potrebbero essere mesi difficili, muovetevi dunque con prudenza. In effetti è proprio la vita di coppia che verrà messa sul banco di prova e l’apice della crisi arriverà tra il 26.7 e il 12.9 con Marte in opposizione. Non aspettate di arrivare a questo punto, ma fatevi aiutare prima. Questo non sarà neppure il periodo ideale per iniziare un’altra relazione o fare un bebè. Rischio di aborti. Per mantenere un buon equilibrio psicofisico circondatevi di colori caldi e passeggiate nella natura. Bene anche il canto e la danza.

i GEMELLI 21/5 - 21/6

j CANCRO 22/6 - 22/7

Dicembre vi vede più agitati del solito, forse sentite già gli effetti di Marte che, a partire dal 7.12.2013 e per oltre sette mesi (evento unico), si disporrà in una fantastica posizione per voi, facendovi dimenticare gli impegni e i doveri. Spira aria di libertà con una gran voglia di cambiare ambiente e persone! Avrete una vita sociale intensa, con tanti incontri interessanti, ma non fatevi abbagliare troppo dalle apparenze o dall’impulso a spendere. Favorite le attività a contatto con il pubblico e l’insegnamento. Attenzione al turbolento UraUra no, sempre in XI. campo, che vi rende inquieti e trasgressivi, trascinandovi di qua e di là, per cui avrete qualche difficoltà a trovare terra ferma. Questo succederà anche e soprattutto in amore e, visto che non siete dei campioni di fedeltà, vi piace flirtare ed essere corteggiati/e, magari per allontanare le preoccupazioni che pure a voi non mancheranno nell’anno di Saturno, anche se sarete i meno colpiti dello zodiaco. Già con la prima luna Nuova del 30.1.2014 avvertirete la necessità di rivoluzionare qualcosa. Ma questo potrebbe accadere anche senza il vostro intervento. Periodi in cui dovrete muovervi con più prudenza sono: i primi dieci giorni di febbraio, poi dal 17.3 al 6.4 e dal 7.5 al 12.7, quando Mercurio sarà un po’ più critico. Se riuscirete a contenere la vostra impulsività e a non farvi troppo influenzare da situazioni esterne, da metà luglio 2014, quando il buon Giove passerà in Leone, potrete esultare perché vi attende un periodo superlativo e potrete realizzare anche un sogno importante. Salute: ricaricatevi nei boschi e fate della bicicletta il vostro sport. Il mese di dicembre vi invita allo svago e a cercare il modo per ricaricarvi perché poi dovrete affrontare un periodo particolarmente stressante. In effetti già dal 7.12.2013 Marte si disporrà in aspetto disarmonico e questo per sette lunghi mesi, for formando dissonanza con Venere, Urano e Plutone, accentuando la vostra natura ansiosa, che mina la salute dei vostri reni e dello stomaco. La vostra estrema sensibilità probabilmente è dovuta alle vostre percezioni sensitive che dovreste imparare a incanalare con esercizi di respiro e yoga. Non avete comunque tutti i torti poiché ciò che accade a livello astrale è di notevole importanza: si parla di un “grande quadrato” che si formerà di nuovo in cielo a Capodanno e che culminerà in aprile con due Eclissi, interessando soprattutto i segni car cardinali, tra cui il vostro e questo non lascia certo tranquillo nessuno. Tanta energia si muove a livello cosmico. Il buon Giove è comunque ancora nel vostro segno e in qualche modo vi proteggerà fino a metà luglio 2014. L’aspetto più interessante è dato proprio dal bellissimo triangolo d’acqua, che vi collega ai vostri antenati, ai ricordi del passato e avrete dei sogni di tipo “déjà-vu”, che vi rivelerivele ranno alcuni misteri. Anche i libri di Melchizedek possono illuminarvi. E per risolvere alcuni problemi vecchi potrebbero esservi utili le costellazioni familiari. Poi il clima cambierà nella seconda metà dell’anno, quando Giove passerà in Leone. Vi accorgerete che avrete un grande ascendente sul pubblico e potreste anche fungere da guida o da “coach” per gli altri. E l’estate scalderà i vostri cuori. Salute: siete vicini a una bella rinascita.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

55


o r oscop o PREVISIONI ZODIACALI PER IL 2014

k LEONE 23/7 - 23/8

l VERGINE 24/8 - 22/9

56

Avete superato indenni i primi 21 giorni di novembre 2013? Bene, per dicembre potete contare su un ottimo recupero grazie alle buone energie di Sole (fino al 21.12) e di Mercurio (5.12-23.12) in Sagittario che infondono nuovo vigore ed entusiasmo. La bella notizia arriva poi da Marte che, dal 7.12.2013 si disporrà in ottimo aspetto per voi e questo per ben sette lunghi mesi, che saranno ricchi di eventi, ma anche in parte stressanti per via dell’opposizione che formerà con Urano. AttenAtten zione alle decisioni impulsive e contenete le spese. Niente transazioni finanziarie nei primi quattro mesi. Invece di nuovi acquisti riciclate come indica Venere dal Capricorno. E l’amore come sarà? Per certi versi avaro di coccole e tenerezze fino a metà marzo, poi più turbolento per le coppie già in crisi. Relazioni difficili con Toro e Scorpione, una bella sfida con l’Aquario. Vale anche per il settore lavorativo. Dovete sapere che l’anno 2014 sarà retto da Saturno, che rimarrà fermo in Scorpione e non è certo un pianeta allegro - anzi a volte vi deprimerà e metterà il bastone fra le ruote -, o vi porrà dei limiti. Ma non tutto il male viene per nuocere, si dice. Le soddisfazioni più grandi le avrete verso fine anno quando passerà in Sagittario. Tuttavia la buona notizia arriva da Giove che, dal 16.7.2014, entrerà nel vostro segno, dove rimarrà per un anno intero. Inizialmente formerà un fantastico aspetto con Urano, tanto che in qualcuno di voi porterà radicali cambiamenti oltre a incontri interessanti con l’estero. Non è escluso che vi impegniate per una buona causa o intraprendiate nuovi studi. Salute: molta attenzione a cuore e or organi genitali nel 2014. A dicembre potreste sentirvi più svogliati del solito a causa di qualche preoccupazione domestica che riguarda il parentado. Probabili visite o notizie da lontano. In ogni caso passerete le feste in buona compagnia, attorniati dall’affetto dei vostri cari. Ricaricatevi di buone energie per preparar prepararvi ad affrontare anche qualche evento imprevisto tra l’11.1 e il 31.1.2014. A vostro favore avrete una bella Venere che, già dal 5.11.2013 e fino al 4.3.2014, si troverà in perfetto trigono al vostro segno e ancora dal 29.5 al 22.6. A sostenerla un ottimo Plutone, anch’esso nella stessa posizione. Sembra un paradosso, ma se da una parte potreste sentirvi privati di qualcosa o qualcuno (Urano in VIII. campo), dall’altra avrete anche delle grandi soddisfazioni. Potrebbe aumentare il patrimonio economico oppure nascere una storia d’amore importante o un progetto a cui tenete molto. Voi non esibite facilmente i vostri sentimenti, ma la passione vi travolgerà. Evitate comunque di prendere decisioni impulsive o firmare contratti impor importanti tra la metà di gennaio e fine febbraio e dal 7.5 al 30.6.2014. In quei periodi dovrete anche prestare più attenzione alla salute. Giove rimane comunque sempre positivo fino al 15.7.2014, per cui sarete protetti. Inoltre favorisce le cure alternative e chi fra voi lavora in ambito medico-sanitario. E sotto la spinta di Saturno e Plutone, aumenterà l’interesse per l’investigazione, la psicoanalisi, l’astrologia. Voi avete lo spirito giusto per indagare oltre. Il 2014 porta grandi cambiamenti. Saturno spinge per liberarsi dalle scorie del passato per entrare in un ciclo di vita nuovo.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

a BILANCIA 23/9 - 22/10

b SCORPIONE 23/10 - 22/11

Preparatevi a veri fuochi d’artificio amici della Bilancia, perché il 2014 non si presenta per niente tranquillo. Intanto a Capodanno ci sarà una conficonfi gurazione astrale difficile e il nuovo anno sarà retto dal severo e freddo Saturno. Il clima sarà tutt’altro che allegro e caloroso, per cui bisogna abituarsi ad affrontare le intemperie, fatte di sfide che a volte appaiono insostenibili, ma non è così. Saturno è il saggio che ci guida verso la direzione giusta e ci sostiene quando stiamo per crollare. Ciò che di certo cambierà è la vostra immagine di persone passive, accomodanti, indecise e brave. Infatti già dal 7.12.2013 Marte farà il suo ingresso nel vostro segno, dove rimarrà, udite bene, fino al 27.7.2014! Inoltre formerà opposizione con Urano. Altroché se vi sveglierete! Diverrete sempre più combattivi e determinati nel perseguire i vostri obiettivi sia sul lavoro sia nel privato, anche se spesso sarà faticoso, perché avrete l’impressione di essere soli nella lotta. Forse cambierete anche lavoro. Il settore sociale è quello a voi più congeniale. Aiutare gli altri e difendere una buona causa è ciò che vi gratifica maggiormente. Purtroppo nei primi sei mesi dovrete affrontare diversi momenti critici anche in famiglia, ma avrete sempre il sostegno degli altri. Influssi esterni negativi incidono anche sulla vostra salute. Abbiate molta cura di voi. Il resto lo farà l’amore di chi vi stima e ama davvero. Il clima cambierà radicalmente quando il buon Giove passerà in Leone il 16.7.2014. Sarà come la quiete dopo la tempesta. L’estate riscalderà i vostri cuori e vi regalerà un incontro speciale. Sbocceranno diversi fiori d’arancio. Tenere duro e non mollare mai, questo è il motto che vi accompagna sempre. Voi siete come l’araba fenice che risorge sempre dalle ceneri. Impegnatevi a dicembre a risolvere contenziosi aperti, così potrete festeggiare con una bella vacanza. Per voi non ci sono difficoltà che non riuscite a superare e questo anche nel 2014 che, in alcuni momenti, sarà molto stressante con Urano in 6. campo e Marte nel XII. La vita riserva sempre delle sorpresorpre se. Questi i periodi critici: dall’11.1 al 31.1.2014, dal 13.2 al 16.3, dal 23.4 al 6.5.2014, per cui limitate i vostri impegni, siate più riservati con le parole e gli scritti e muovetevi con prudenza sulle strade. Se non siete più giovanissimi, abbiate cura della vostra salute e curatevi con metodi alternativi. Il grande trigono nell’elemento acqua indica che sarà all’interno del calore familiare, attorniati dai vostri cari, che ritroverete la gioia. Non è neppure escluso che alcuni di voi avvertano un maggiore coinvolgimento a livello sociale, magari sostenendo qualche buona iniziativa. Professionalmente siete molto apprezzati per cui non mancheranno le gratifiche, le promozioni e se siete liberi professionisti, il consolidamento di un progetto cui tenete molto. Possibile un investimento immobiliare. Voi donne rivestirete ruoli di primaria importanza, ma sappiate conservare la vostra magica femminilità. Giove dal Cancro, sempre in bel trigono fino a metà luglio, parla anche di famiglia, dell’arrivo di un bebè, di un nipotino. I bambini vivacizzano sempre l’ambiente ma cambiano anche i ritmi della vita. Salute: ottime le cure termali, specie per voi donne.


PREVISIONI ZODIACALI PER IL 2014

c SAGITTARIO 23/11 - 21/12

d CAPRICORNO 22/12 - 20/1

Dicembre vi esorta a sistemare i conti in sospeso e a scegliere un po’ di relax perché il 2014 sarà assai movimentato. La prima novità è che, dal 7.12.2013 e fino a metà luglio 2014, un energico e positivo Marte vi accompagnerà per nuove avventure. Amori che finiscono, amori che nascono. La partenza potrebbe già aver luogo nella seconda metà di gennaio. Ma attenzione, perché Urano contrasterà Marte, dunque fate bene i vostri conti e valutate anche eventuali rischi. Questo non deve tuttavia frenarvi. Nessuno comunque fra voi si annoierà nel 2014. Date spazio alla vostra creatività e non temete di proporre iniziative o idee anche originali. Attivatevi se siete in cerca di un nuovo lavoro o un’attività più congeniale alla vostra vera natura. Bene anche lo sport. È importante che riusciate a equilibrare un’attività mentale con momenti di movimento, meglio se all’aria aperta. I luoghi chiusi come i centri fitness sono un contenitore di energie dense. Nel 2014 nasceranno nuove amicizie o nuove collaborazioni stimolanti. Ottimo feeling con giovani e bambini. Periodi in cui dovrete essere più cauti e previdenti sono: dal 6.2 al 12.2 e dal 17.3 al 6.4. Inoltre il mese di aprile presenta due eclissi, il 15.4 e il 29.4, meglio non spostarsi in quei giorni. State anche attenti ai cibi esotici, all’acqua e all’alcol se siete in viaggio. In ogni caso la prudenza è d’obbligo nei primi sei mesi. Poi dal 16.7 il clima si farà più caldo e generoso, quando Giove passerà in Leone e suoneranno le trombe. Importanti svolte nel settore professionale e amoroso purché vi si lasci molta indipendenza. Vacanze speciali in agosto. Benché voi siate resistenti come rocce, dovrete gestire salute e relazioni con maggiore cura nel 2014, anno di Saturno, vostro astro governatore, che sarà in moto retrogrado dal 3.3 al 18.7.2013. Imparate a delegare e a suddividere le responsabilità. Non potete fare tutto da soli. Già il Capodanno sarà faticoso con uno “stellium” di ben cinque pianeti nel vostro segno. Plutone e Saturno sono sempre forti e stimolano la vostra smania di potere e ambizione, per cui qualcuno di voi raggiungerà posizioni elevate, riceverà una promozione o comunque migliorerà la sua situazione economica, probabilmente solo nella seconda parte del 2014. Molti di voi saranno stimolati anche verso attività sociali o politiche. Del resto il ruolo di leader vi è connaturato. Anche in famiglia sarete voi a dovervi assumere il ruolo più importante. Tuttavia c’è un problema: la forte dissonanza che si crea fra Marte e Urano, che inizierà già il 7.12.2013 e si protrarrà fino a luglio 2014, segnala momenti di grande tensione nelle relazioni interper interpersonali, perché sarete spesso su posizioni divergenti, che faticano a trovare un punto d’incontro. Possibili rotture con un socio o partner. Per non rischiare di rompere definitivamente i delicati equilibri affettivi, prendetevi un periodo di pausa se necessario. Siete ancora single? Nella seconda parte dell’anno potreste incontrare una persona che fa per voi. Se non siete più giovanissimi, coltivate le amicizie sinsin cere e dedicate del tempo alla spiritualità. Salute: attenzione a ossa, denti e articolazioni. Evitate di mangiare cibi acidificanti.

e AQUARIO 21/1 - 19/2

f PESCI 20/2 - 20/3

Se il 2013 è stato un anno faticoso, il 2014 si presenta più arioso, frizzante, ricco di nuovi stimoli come piace a voi. E danza e sport vi manterranno in forma. Approfittate comunque di didi cembre per ricaricarvi nella natura, perché poi vi attendono nuovi e impellenti impegni. Infatti, già dal 7.12.2013, Marte passerà in Bilancia, dove rimarrà per oltre sette mesi, formando un fantastico trigono al vostro segno, che parla di una vita sociale intensa, con tanti contatti e incontri intriganti. Possibilità di una nuova attività lavorativa, meglio se a contatto con il pubblico. Idee e iniziative si susseguiranno a ritmo incessante. Nasceranno nuove collaborazioni e vi sposterete molto, sia per lavoro sia per piacere o ancora per motivi di studio. I periodi più produttivi saranno: 11.1-31.1.2014, 13.2-16.3, 7.4-22.4, 7.5-6.6, 1.7-12.7. Insomma saranno tante le novità in ar arrivo, anche dalla parentela. Ottimo il contatto con giovani e bambini che vi manterranno allegri. Tenete comunque presente che il 2014 sarà governato dal severo Saturno, pianeta che richiede qualche sacrificio e dispensa premi solo a chi s’impegna a fondo. Inoltre vi esorta all’ordine, alla pazienza e alla perseveranza, quindi se ogni tanto ci saranno degli ostacoli o dei ritardi, non irritatevi. Tutto ha un senso. È lui il maestro che decide i tempi e i modi per i cambiamenti giusti. Lo stesso dicasi per l’amore: chiedervi di impegnarvi definitivamente in una storia vi inquieta perché temete che vi si tolga la libertà. Vedremo cosa combinerete con il passaggio di Giove in opposizione dal 16.7.2014. Coltivate le amicizie sincere, che saranno sempre con voi. Salute: cautela a primavera. Mese di dicembre svogliato. Si sa che l’atmosfera natalizia può non essere eccitante per molti di voi dal temperamento melanconico. Altri invece saranno impegnati tra cene di lavoro, sport e shopping, meglio contenersi e arrivare a Natale ancora con qualche energia di riserva. Capodanno con il suo “stellium planetario” in Capricorno, potrebbe segnare una vera svolta per molti di voi, specie se non più giovanissimi. Alcuni si ritroveranno così nel ruolo di nonno/a a tempo parziale, altri si occuperanno di tematiche sociali, altri ancora si innainna moreranno di nuovo. È importante non ripiegarsi su sé stessi ma agire. A questo ci pensa il lungo transito di Marte in Bilancia, dal 7.12.2013 a metà luglio 2014 che stimola gli incontri e l’avventura e sappiamo bene come voi non amate stare da soli. Se la vita vi pare noiosa, non preoccupatevi perché i primi sei mesi del nuovo anno saranno molto movimentati per tutti voi e non sempre di facile gestione. Comunque il 1. plenilunio del 16.1 riguarda l’ambiente domestico, con eventuali raduni familiari. L’anno 2014 è retto da Saturno, che è di per sé un pianeta freddo e rende piuttosto introversi, ma aiuta a ricercare il senso della vita, in un mondo superficiale e materialistico. Ben venga chi riflette un po’. Riscoprite la fede. Salute: evitate cibi esotici, alcol e surrogati vari per stordirvi. Poi il clima cambierà dal 16.7, con il passaggio di Giove in Leone che regala maggiore gioia e benessere.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

57


c ru ci ver b a

chi fu

detto ... Il Papa? Lo scoprirete risolvendo il cruciverba e riportando le lettere contrassegnate dai numeri in rosso. testo Daniela Sandrini - daniela@illustrazione.ch

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

5 11

12

13

14

15

2 16

17 19

23

18

20

21

22

24

25

3 26

27

28

29 32

33

35 39

40

30 34

36 41

37 43

44

4 44

1

58

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-13

45

31

38

ORIZZONTALI: 1. La meta prefissa 11. La Bella danzatrice 12. Loi, noto regista 13. Il frutto del rovo 14. Ingresso principale, portale 16. Pena nel cuore 17. Uno detto a Zurigo 18. Antica città della Mesopotamia 19. Simulati, falsificati 22. Pedina coronata 23. Era detta la farfalla d’acciaio 26. Costosi 27. Giorgio, indimenticato cantautore 28. Il leggendario Robin 29. Sta per “orecchio” 30. Si vendemmia 32. Cuor di balena 33. Bagnata di rugiada 35. Strumento a corde 37. Vitellini 39. Gola centrale 41. Spagna e Uruguay 43. Il nome della Rodrigues 44. La quarta nota 45. Vocabolo equivalente. VERTICALI: 1. Il pittore detto il “Bue” 2. Noto collegio inglese 3. Riserva centrale 4. Preposizione semplice 5. Il pronome dell’egoista 6. Lo mantiene chi non vuol farsi riconoscere 7. Imperava in Russia 8. Avvertire, percepire 9. C’è quel del vero 10. La Anaïs, scrittrice 14. Era detto il filosofo femminista 15. Divulgata, emanata 17. Fine inglese 19. Era detto il re della sceneggiata 20. Cancellare, rimuovere 21. Il monte della trasfigurazione di Cristo 22. I confini di Rovio 24. Il noto Tse Tung 25. Feroci, inumani 31. Roger, noto regista 34. Ha per capitale Teheran 36. Purulenza 38. Vocali in chiasso 40. Lussemburgo e Francia 43. Pari in panna 44. I confini di Mogno. La soluzione del numero precedente era: Oroveso.


0901 597.112

SFR. 2.50 2.50/MIN. /MIN. PER LA RETE FFISS ISSA

V

ivere in armonia con la propria casa e l’ambiente che ci circonda, secondo l’arte del Feng Shui è una ricerca costante di elementi che portino un legame tra il mondo materiale e le energie che ci circondano. L’antica arte del Feng Shui prevede un studio accurato dell’ambiente attorno, sopra e anche sotto di noi; cosa significa? Vuol dire che prima di costruire o di posizionare mobili o altro, è importante sapere cosa ci circonda, per esempio, se sotto quella che noi vorremmo destinare a camera da letto, scorre una sorgente d’acqua, facilmente rilevabile dalle piante geologiche del territorio, è consigliabile posizionare uno specchio sul pavimento con la parte riflettente verso l’alto in modo tale che le energie dell’acqua non possano passare e attraversare il nostro corpo durante il sonno. Inoltre è meglio evitare di creare angoli soprattutto all’interno della casa sempre per evitare che le energie negative possano essere canalizzate dentro gli ambienti in cui viviamo, se invece gli angoli vengono creati all’esterno, aiutano al contrario a spingere fuori casa quelle che si creano con i nostri pensieri o quelle che portiamo in casa con noi. In giardino si consiglia di creare zone con acqua e forme tondeggianti per creare armonia e benessere. Scegliete anche piante con foglie tondeggianti per l’interno e a foglie lanceolate per l’esterno, sempre per creare armonia dentro casa e mantenere fuori negatività e tensione con le punte delle foglie collocate all’esterno. Anche i colori hanno una loro importanza, importanza per esempio, in camera da letto sono preferibili colori dolci e tenui, come azzurro chiaro o verde chiaro, da evitare quelli più accesi come rosso, marrone o verde scuro, causa di ansie e senso di oppressione. I colori più accesi come arancio, giallo o violetto sono indicati per sale da pranzo, cucine o ambienti in cui la vivacità e le personalità possono emergere favorendo dialogo e comunicazione. Avete mai notato, in molti locali pubblici come negozi, ristoranti o luoghi dove comunque si svolge una qualsiasi forma di commercio, la presenza di acquari, grandi o piccoli che siano? Ebbene non è un caso, la presenza di pesciolini, è nella filosofia Feng Shui un modo per favorire l’entrata di denaro e i buoni affari. Provate ora a contattare persone esperte in quest’arte e scoprirete che esiste un mondo molto spesso sconosciuto che ci può aprire nuove porte permettendoci di vivere meglio creando armonia tra noi stessi e l’ambiente in cui viviamo.

0901 588.253

SFR. 2.50/MIN. PER LA RETE FISSA

0901 588.201

FR. 2.50/MIN. PER LA RETE FISSA

Dadi I king Tarocchi Oroscopo Numerologia Cartomanzia INTERPRETAZIONE DEI SOGNI NEI NOSTRI STUDI IL GRANDE MAESTRO

CHIAMA! LA A NOSTRA NOSTRA SAGGEZZA SAGGEZZA A NON HA LIMITI

angel pubbl. 24-03-2010 8:38 Pagina PER1 CHIMAMARE DALL’ LL ITALIA LL’

899.00.413 € Amore - Fortuna - Denaro C

M

Y

CM MY CY CMY 1.50/min.

STUDIO-EMETH.COM

FR. 2.50/MIN. PER LA RETE FISSA

K


Festeggiate all’insegna del buon gusto con le specialità per grigliate da tavola di Bell

www.bell.ch

o

v Nuo

Mini Swizzzler

Partygrill

Mini Partygrill

Seafood Fondue & Grill

Illustrazione Ticinese n. 12 - 2013  

Illustrazione Ticinese n. 12 - 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you