Issuu on Google+

illustrazione www.illustrazione.ch

N.12

- 1 DICEMBRE 2012

RIVISTA FAMILIARE DELLA SVIZZERA ITALIANA

TICINESE

CONCORSO

Un tuffo nell’Oceano Indiano

OROSCOPO

Previsioni per il 2013

A TAVOLA

Il gusto con tutti i sensi


NOUVELLE CUISINE.

nuovo showroom cucine. Venite a scoprire il nuovo assortimento di cucine Delcò in uno spazio espositivo completamente rinnovato: solo modelli esclusivi, selezionati per qualità ed eccellenza. Delcò reinventa per voi le combinazioni più ricercate e i design più funzionali, per darvi tutto il piacere di una cucina essenziale, raffinata, nuova, da gustare giorno dopo giorno.

Orari d’apertura Lun./Ven. 09.30 - 18.30 Sabato 09.00 - 17.00

Sant’Antonino

delcomobili.ch


somm ario fondata nel 1931 12 edizioni annuali Tiratura 131.335 copie (REMP 2011) Redazione CP 418, 6908 Lugano Via Massagno 10 Tel. 091 972 26 20 Fax 091 972 45 65 www.illustrazione.ch info@illustrazione.ch Editore Editrice Tredicom SA 6908 Lugano Distribuzione AWZ - Lugano Amministrazione e produzione Marco Werder Editore Matthias Werder Grafica Tredicom SA Gabriele Campeggio Inserzioni Ticino e Italia: Tredicom SA Tel. 091 973 20 10 Fax 091 972 45 65 info@illustrazione.ch Edimen S.a.g.l. Tel. 091 970 24 36 edimen@edimen.ch Svizzera tedesca e romanda: Grütter-Werbung 4914 Roggwil - CP 176 Tel. 062 929 27 82 Fax 062 929 27 82 Natel 079 415 87 88 gruetter-werbung@besonet.ch Inserzioni moto: TuttoSprint Tel. 079 697 49 65 info@tuttosprint.ch Il materiale redazionale e fotografico non richiesto non viene restituito. In copertina: Romano Venziani Foto: Ti-Press/G. Putzu

12

4 Fuorionda

Telefonini o telefononi?

7 Sai che

Domande curiose e risposte sfiziose

9 Appunti

Spunti, idee e consigli in vetrina

11 In dialètt

Ala TSI la comedia dala fin da l’ann > ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

13

Romano Venziani e… dintorni

26

20 A tavola

Sei gusti per cinque sensi

26 Tendenze

te n d e n z e

un abete

di design Quando l’albero di Natale tradizionale lascia il posto a creazioni innovative, ecologiche e di recupero. testo Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

L

’albero di Natale è un simbolo così universale che deve per forza aver incuriosito anche i designer di arredamento. Ci devono pur essere delle versioni originali, riutilizzabili, ecologiche. Così, un’attenta ricerca ci ha fatto scoprire non solo diverse interessanti varianti al tradizionale abete, vero o artificiale, ma anche un nuovo modo di interpretare la tradizione. Con un occhio di

Un albero con certificato ecologico da decorare con bocce di legno realizzate con la stessa tecnica. Per ogni albero venduto, il produttore ne pianta tre veri. Tolta la decorazione natalizia, diventa un bellissimo decoro per la camera dei bimbi. h t t p : / / w w w. m a t t e r i ashop.com/product_info. php?products_id=175

Julmys di Ikea è un piccolo albero in specchio acrilico perfetto per esempio come decorazione sul tavolo delle feste. E finito il Natale, si smonta e sta in un cassetto.

Si chiama sempre Julmys ed è di Ikea, ma è di cartone ed è alto un metro. Bello così, ma anche decorato, con gli adesivi compresi nella confezione, ma anche con ghirlande o con la fantasia dei più piccoli.

26

Si chiama Superstar Tree ed è realizzato con sottili lastre di legno intagliato da incastrare per ottenere un albero tridimensionale. Gli aghi sono tante stelline che insieme diventano decorazione ed albero stesso. Esiste in legno naturale e verde e viene realizzato a mano a Los Angeles. http://modernica.net/super http://modernica.net/superstar-holiday-tree.html

PEFC/18-31-240

www.pefc.it

Questa rivista è certificata PEFC™. Non sono certificati PEFC™ gli inserti pubblicitari.

Gli incredibili Himba (parte quinta)

concorso

40

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

34 Sondaggio 36 In viaggio

“Mi delizio a Maurizio”. Potrebbe essere questo il motto che accompagnerà la tua prossima vacanza.

Questo prodotto Questa rivista è realizzato stampata con su materia prima da foreste gestite in maniera sostenibile e da fonti controllate

La ghianda morbida

Siete disposti a rinunce… energetiche?

40 A

28 Salute 33 Lavoretti

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

bbiamo preso una carta geografica del Pianeta Terra, chiuso gli occhi, mosso il dito indice che è andato ad… indicare un punto. Aperti gli occhi scopriamo che tale punto corrisponde a un’isola vulcanica principale lunga 58 km da nord a sud e larga 47 km da est a ovest che si erge nell’Oceano Indiano a circa 3860 chilometri a sud-ovest dell’India, 2000 chilometri dalla costa orientale dell’Africa e 800 chilometri a est del Madagascar. Queste coordinate hanno reso più chiaro il luogo che potrebbe diventare la meta delle tue prossime vacanze? Forse no. Ma proseguiamo, per dirti che - sulle… orme delle prime esplorazioni europee che risalgono al 1510, con i portoghesi di Domingo Fernandez prima e gli olandesi poi, che nel 1598 la colonizzarono e le diedero il nome attuale in onore del principe Maurice di Nassau - se la dea bendata vedrà proprio te, allora ti troverai catapultato in un Resort & SPA, il Trou aux Biches, situato sulla costa nord occidentale dell’isola di Mauritius, incastonato tra il verde smeraldo di palme lussureggianti, le mille sfumature del mare turchese e il bianco accecante della sua spiaggia di borotalco, comprendente 333 sistemazioni. Una struttura completamente rivista per poter rispondere adeguatamente ai più elevati standard ambientali a livello inter internazionale, con l’obiettivo di posizionarsi come il primo resort eco-friendly di Mauritius, grazie ad esempio all’impiego di energia solare, illuminazione LED e impianti in grado riciclare rifiuti e desalinizzare l’acqua marina per trasformarla in potabile. Per assumere energia, oltre al sole, alle

Un abete di design

La fisioterapia

riguardo alle tematiche ambientali, che spesso sono il motivo per il quale molti designer hanno studiato alternative al taglio dell’albero, ma anche economiche. Perché un albero di Natale alternativo, costa magari un pochino di più, ma poi rimane lo stesso per anni. Molte soluzioni proposte sono inoltre salvaspazio, poiché finite le feste, l’albero si smonta in piccoli pezzi o lastre sottili e sovrapponibili. v

unnell’oceano tuffoindiano

Certificato Certificato PEFC PEFC

12 Ritratto

palme e all’oceano indiano avrai sei ristoranti tra cui scegliere - tutti con un unico denominatore comune, l’eccellenza gastronomica, oltre a due bar, uno affacciato sul mare e l’altro direttamente nella spiaggia per gustare cocktail spettacolari come i tramonti. Se sei dinamico, di giorno potrai sbizzarrirti con la pratica di molteplici attività sportive di terra - pallavolo, bicicletta, bocce, ping pong - tennis (6 campi illuminati), yoga, in formato wellness - aerobica, body-building, cardio, fitness, spinning, personal training, due hammam, e in versione acquatica – aquagym, pesca d’altura, immersioni, escursioni in barca con fondo di vetro, iniziazione alle immersioni, kayak, pedalò, vela, snorkeling, sci d’acqua e windsurf. La sera invece, spettacoli e musica dal vivo con l’orchestra ti accompagneranno nella notte verso l’alba di un nuovo giorno. Compila subito il tagliando di partecipazione al concorso e spediscilo alla redazione di Illustrazione Ticinese. La sorte potrebbe indicare proprio te. v

si mer Im el n le a tot elax r

40 Concorso

Un tuffo nell’Oceano Indiano

42 Web

iPhone, meno telefono e piu app

44 Occhio a

Un’alleanza per la vita

46 Oroscopo

Le previsioni di Cloris per l’anno 2013

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

3


fuor i ond a

telefonini o

telefononi Il telefonino è lunica cosa per la quale anche i maschi fanno a gara a chi ce l’ha più piccolo. testo Roberto Rizzato - roberto.r@illustrazione.ch

Questa battuta risale alla prima era della telefonia mobile di massa, quando il cellulare serviva solo a telefonare o, al massimo, a inviare qualche messaggino; quindi la gara stava soprattutto nella miniaturizzazione degli apparecchi. Poi ci fu l’avvento dell’iPhone, nel 2007, a rivoluzionare completamente il mercato, con un cellulare privo di tastiera fisica ma interamente rivestito di un grande schermo tattile. Con l’iPhone si entrò anche ufficialmente nell’era delle “app”: applicazioni software da scaricare per aggiungere ulteriori funzioni multimediali. Con l’evoluzione tecnologica ormai i telefonini sono diventati dei veri computer tascabili; ma sono diventati, nel contempo, anche molto meno “ini”. Lo stesso iPhone, che per anni era riuscito a contenere il suo display nella misura dei 3.5” affinché si potesse manovrare con una mano sola, con l’ultimo modello ha dovuto raggiungere almeno i 4”, visto e considerato che ormai lo standard della concorrenza è intorno ai 4.5”. Una scelta obbligata dal fatto che, oggigiorno, i cosiddetti “smartphone” servono anche per giocare e per navigare su Internet e, con uno schermo troppo piccolo, l’esperienza può diventare piuttosto claustrofobica. Difatti il maggior rivale di Apple, la multinazionale sudcoreana Samsung, ha lanciato ancora l’anno scorso un telefonone a metà strada tra “phone” e “tablet”, che qualcuno ha definito

4

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

“phablet”. È come disporre di una superagenda digitale, perché con il “phablet”, oltreché con le dita, si può scrivere e persino disegnare a colori anche con la “s-pen” (un pennino evoluto il cui tratto è sensibile alla pressione), con cui si riesce addirittura a ritagliare al volo qualsiasi cosa appaia sullo schermo. Ma, soprattutto, il “phablet” ha un grande display per navigare su Internet e per interagire agevolmente con il telefonone, sfruttandone ogni potenzialità: dalla fotovideocamera ad alta definizione fino al navigatore satellitare integrato. Ma si tratta comunque di qualcosa di MOLTO più piccolo persino dell’ultimissimo iPad-mini. Nella più recente versione del Galaxy Note II, il “phablet” inventato da Samsung si presenta come un grande ma sottile e leggero cellulare, con lo schermo da ben 5.5” che ricorda i primi palmari; ma che - a differenza di tutti i tablet - si riesce comunque ancora a impugnare e a gestire con una mano sola, portandoselo sempre dietro, magari nella tasca posteriore dei jeans. Perché, oggigiorno, non basta avere un grande telefono; ci vuole un telefono grande! v

«Quando

il telefono diventa phablet»


BENIAMINO, DAVIDE & GOLIA TOP

SCORER

Tutti hanno la stoffa dei Top Scorer, grazie alla promozione delle giovani leve di PostFinance. In veste di partner principale dell’hockey su ghiaccio svizzero, da anni il nostro impegno va dalla promozione delle giovani leve con il programma PostFinance Top Scorer fino alla sponsorizzazione della Nazionale. Maggiori informazioni sul nostro impegno all’indirizzo www.postfinance.ch/hockey


Natale in piazza

LUGANO

Illustrazione Antoine Déprez

1 DICEMBRE – 6 GENNAIO

DA SECOLI


sa i che SAI

perché

leggiamo

DOLLARO SI ABBREVIA CON IL SIMBOLO S? È curioso come vi siano diverse ipotesi sull’origine di questo simbolo, probabilmente uno tra i più noti al mondo. La più accreditata la fa risalire alla casa reale spagnola, che aveva nel suo stemma le due colonne d’Ercole e la frase latina plus ultra. Questa immagine era riprodotta anche sul peso, la moneta corrente in tutte le colonie spagnole e quindi nelle colonie americane. Si suppone quindi che la doppia Un real coloniale spagnolo barra simboleggi le colonne, per la “s” invece del 1768. si tratterebbe della “s” plurale di pesos. Oggi tuttavia, per semplificare la scrittura, il simbolo viene sempre più spesso scritto con una sola barra.

SAI

perché si dice

1.

Milioni di milioni, di Marco Malvaldi

2. Il talento del cuoco, di Martin Suter 3. Una voce di notte, di Andrea Camilleri

ascoltiamo

FUMARE COME UN TURCO? L’origine è incerta, ma pare risalga al XVI secolo, quando in Turchia regnava il Sultano Murad IV, intransigente nei confronti dei consumatori di caffè e tabacco, che faceva punire duramente, anche con il taglio del naso o la morte. Dopo la morte del Sultano, il popolo tornò a bere caffè e a fumare, per reazione in modo smodato. Da qui quindi l’espressione.

SAI

1.

Apriti sesamo, di Franco Battiato

2. Violetta, colonna sonora 3. L’amore è una cosa semplice, di Tiziano Ferro

Il Sultano Murad IV.

guardiamo

da cosa deriva

BRINDISI? L’augurio per festeggiare qualcosa o qualcuno levando i bicchieri, e talvolta toccandoli reci-procamente, risale al Cinquecento ed è di origine tedesca. Il termine “brindisi”, non si riferisce al nome della città italiana, come taluni potrebbero pensare. Deriva invece dalla locuzione tedesca bring dir’s, “lo porto a te”, sottointendendo il bicchiere. Portare verso qualcuno il bicchiere è infatti un gesto che da sempre significa bere alla salute, in onore della persona indicata con il bicchiere.

1.

Skyfall - 007, di Sam Mendes

2. Il comandante e la cicogna, di Silvio Soldini

3. L’era glaciale 4, Continenti alla deriva, di Steve Martino e Mike Thurmeier

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

7


AFFITTASI

A partire dal 1 febbraio 2013 o data da convenire Prestigiosi uffici su due piani: Secondo piano: 3 locali 70 m2 + doppi servizi + balcone Piano mansardato: open space 70 m2 + servizi 3 posteggi esterni

5 minuti

a piedi dal centro di Lugano. Vicinanze stazione e autostrada

Posizione tranquilla

Per info: Tredicom SA, SocietĂ  editrice di Illustrazione Ticinese Tel. 091.973.20.10 - E-mail: info@tredicom.ch - www.illustrazione.ch/uffici


LE PINZETTE DELLE STAR

a ppunti

1

IL PUPAZZETTO FATTO A MANO Kenana Knitter Critter, www.kenanaknitters.com, interio Le donne rurali keniote che parte partecipano a questo progetto, grazie ai bellissimi lavori a maglia che realizzano con lana naturale prodotta nella loro regio regione, riescono a migliora migliorare la loro situazione, e quella dei loro bambini, in modo dignitoso e piacevole. I loro pupazzi ad esempio sono bellissimi e potrebbero essere un’ottima idea di regalo natalizio. A chi volete voi e a una di loro.

Tweezerman, www.tweezerman.ch, www.perfecthair.ch Tra tutte le armi di bellezza delle quali una donna non può fare a meno c’è sicuramente anche la pinzetta. Ma una pinzetta davvero precisa ed efficace. La migliore, quella scelta anche dalle star come Michelle Obama, Eva Longoria, Catherine Zeta-Jones, nonché i makeup artist più richiesti è questa: di ottima qualità, precisa, affilata e bella da vedere.

2

zo... z a p u p n U sociale

3

LA POLVERE ILLUMINANTE The Sparkler, The Body Shop

Una polvere impalpabile e scintillante contenuta in un flaconcino con pompetta come quello dei profumi di una volta. Un oggetto bello e un cosmetico perfetto per illuminare i capelli, la pelle del viso e del corpo durante i giorni di festa.

4

LO SPUMANTE SANZ’ALCOL Rimuss Secco, Rimuss Kellerei, Rimuss www.weinkellerei-rahm.ch Per tutti coloro che non amano l’alcol, che hanno deciso di rinunciarvi, per chi assume medicamenti, per le donne incinte, per chi deve guidare, spesso le festività rappresentano un problema, perché brindare con un vino spumante è comunque un’altra cosa. Finalmente ora c’è un prodotto per perfetto. Un vino spumante secco, del tutto simile a quello “vero”, ma senza alcol, e senza problemi. Salute!

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

9


I tre livelli di intervento cantonale

– Bollettino a cura del Dipartimento del Territorio: RSI-Rete1 il lunedì alle 12:55 – Pagine internet del GOSA: www.ti.ch/gosa – Osservatorio ambientale della Svizzera italiana: www.ti.ch/oasi – Applicazione per Smartphone « AirCHeck »

1

Soglia di informazione sanitaria Valori giornalieri medi superiori a 75 μg/m3 con previsione di stabilità della situazione meteorologica nei giorni susseguenti registrati in almeno 2 stazioni di misurazione.

2

Prima soglia di intervento Valori giornalieri medi superiori a 100 μg/m3 con previsione di stabilità della situazione meteorologica nei giorni susseguenti registrati in almeno 2 stazioni di misurazione. Provvedimenti previsti: • restrizione della circolazione stradale (80 km/h in autostrada) • divieto di fuochi all’aperto e raccomandazione a non utilizzare camini che non siano fonte primaria.

3

Seconda soglia di intervento Valori giornalieri medi superiori a 150 μg/m3 con previsione di stabilità della situazione meteorologica nei giorni susseguenti registrati in almeno 2 stazioni di misurazione. Oltre ai provvedimenti previsti per la prima soglia di intervento, si aggiungono: • divieto di utilizzare veicoli sprovvisti di filtro contro il particolato in edilizia e nei settori forestale e agricolo • divieto di utilizzare camini che non siano fonte di calore primario


in dialètt

ala tsi la comedia dala

fin da l’ann Cunt ul TEPSI, ul Yor Milano ga n’ha sémpar vüna növa: stavolta ul titol l’è: “Possibil che i ma capita tücc a mi”. testo Pier Baron - pier@illustrazione.ch

D

a sicür l’è na bèla roba, che ala fin da l’ann la TSI, la nossa television, la salüda ul püblic e la fà i augüri cunt una comedia dialetàl. L’è denta in dala tradizion. E ul TEPSI (Teatar Popolar dala Svizera Italiana) al ga mett la firma, cunt ul sò diretór. Ul Yor Milano. Se guàrdum i sò ültim lavór, a védum che l’è passat dal cinema (“Düü testimoni scomud” cunt la Marilyn Monroe e prima ammò “Se ta cati ta copi” cunt ul John Wayne) al teatar dialetàl, diséndum che “L’apetit l’è la salsa püssée bona che ga sia” e fasendo capì da lassà “Giò i man da l’om di caverni”. Cunt “Ul Batacc” e ul “sito internet” ul TEPSI al mantegn ul cuntatt föra e via. Dunca “Possibil che i ma capita tücc a mi” al guardarem ala television ul 31 da dicémbar. Ma già in otóbar a gh’è stai dò siràt al palazz di congress da Lügan. Da grand sücess. Intant ul Yor l’ha vingiüt, come as dis, diversi scomess, fasendo spazi a una mèza donzéna da atór giovin e “new entry” (ta chì ul dialètt inglesizzàt!) che iè stai bon da mövas e da cüntàla sü come se i avressan sémpar recitàt sül palco. Bisögna anca dì che l’eva mia facil, par ul Yor e par ul regista Vittorio Barino, fa la tradüzion dal francés in dialètt dal “Blaise” dal Claude Magnier. Una comedia da tanti ann fà. Parchè i personagg iè complicàt. E tanti volt al vàr mia tant quel che i disan, ma quel che i fann capì. Anca dumà mövendo la crapa, girando i man o tirando sü i öcc. Chì, alúra, a gh’è un mo-

ment straordinari, indua ul Yor al vèrd mia, ma gnanca un zichinin la boca. Ma da come l’è setàt giò e tiràt inséma, ga vör mia tant a capì che a ga piàs par nagott quel che sücéd in gir a lü. Vörum mia cüntàf sü la rava e la fava, mazzaressum ul piasé da nàg adré ai “colpi di scena”. E da scuprì ul personagg interpretàt dal Flavio Sala, ul “Bussenghi”, quel che cunt ul Paolo Güglielmon l’ha fai i “Frontaliers” in television. Praticament l’è lü ul “pivot”, ul protagonista che al tegn in pée tütt ul gir da personn (e da sitüazion che sa möv). Par cúrig adré ai progett che i g’han in ment, che i vöran “fa savé” in gir. Ma anca scund quel che i fann. E quel che i’han fai. Dala tusa mezza imbranada ala “escort” südamericana, ta chì, passan pòc moment e la storia l’è già sübit ribaltada, girada sota. A mett un po’ d’úrdin ga pensa ul personagg interpretàt dala Mileti Udabotti, ma l’è dumà question d’un boff. E ul casino l’è scià ammò. Ul dialètt l’è andré a ringiuvaniss e dunca salüdum ul “TEPSI giovane”, inscì che visinn a quii che cantan e sonan (in dialètt) anca ul teatar dialetàl al pò guardà innanz senza pagüra da perd i colpi. Una bocàda d’aria fresca, par tegnì viv ul noss dialètt in vari manér. Senza dismentegà la poesia, che l’è un grand pilaster dala manéra nostrana da comünicà. v

«Vörum mia

cüntàf sü la rava e la fava»

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

11


r i t r at t o

romano venziani

e dintorni Da anni si manifesta fugacemente nelle nostre case, per lo più il sabato sera, in una scatola o televisore; con una successione di immagini in movimento ci racconta in modo pacato e colloquiale della Svizzera italiana, dei personaggi e dei luoghi, poi… si dissolve. Esisterà veramente? Ci siamo chiesti. Lo abbiamo incontrato. testo Marco Ortelli - uti@illustrazione.ch foto Ti-Press/Gabriele Putzu

“N

ella lobbia solatia… lì era rimasta una cassetta, uno scrigno con vecchie carte… ma soprattutto lettere, molte lettere dall’Australia e dall’America: lettere degli emigranti…” (Piero Bianconi, Albero genealogico). Un baule collocato in una soffitta è quindi l’immagine che mi accompagna mentre col fotografo Gabriele raggiungiamo Lumino per incontrare Romano Venziani, volto e voce noti alle genti della Svizzera italiana per i suoi documentari televisivi che da anni tratteggiano in modo incisivo e pacato personaggi e luoghi con referente cantonale in Ticino, in Svizzera e nel mondo. È la prima volta che lo incontro in carne ed ossa, fino ad ora egli è stato una presenza… virtuale, come il leggendario Siro Küng ad esempio, presentatore storico del Regionale che mi chiedo se

12

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

sia mai esistito o non fosse uno dei primi effetti speciali realizzati dalla Radiotelevisione della Svizzera italiana negli anni Settanta. Nella parte a nord di Lumino, appoggiata alla montagna, incrociamo una vettura, alla guida della quale scopriamo proprio Romano Venziani, diretto verso il piano per comprare il pane da offrire agli ospiti, che siamo poi noi. Retromarcia. Entriamo in casa, facciamo conoscenza della moglie Tiziana e del gatto Pippo, un tigrato raccolto in una discarica nella quale era stato abbandonato. Quattro caffè per noi, qualche crocchetta per il gatto, e comincia l’incontro intervista, che inizio citando lo scrittore locarnese di origini verzaschesi Piero Bianconi e il suo “Albero genealogico”, con l’intento di evocare un’arrampicata sull’albero dei Venziani per scoprirne rami, foglie, fiori e frutti famigliari e individuali.


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

13


r itra tto

Il parente con l’occhio… mobile “Sono nato in un paese, a Lumino, nel 1954. Eravamo per così dire tutti uguali, a parte qualche eccezione, non avevamo niente. Ricordo che c’erano due automobili, la sera si giocava al pallone sulla cantonale, mentre le mucche che stavano all’interno del paese venivano portate a bere alla fontana presente nella piazza. Esco da quella civiltà contadina, alla quale sono legato senza peraltro provarne nostalgia, cerco di vivere il presente, guardando al futuro e tentando di gustare ogni momento il più intensamente possibile. Di solito, le poche volte che mi chiedono di parlare di me, ricordo sempre l’episodio di un nonno, che poi non era mio nonno ma un vecchio zio di mia madre, che abitava vicino a noi; avevo forse già iniziato la scuola elementare, e a me piaceva tantissimo andare da lui, al mattino presto, durante le vacanze, per assistere a quello che per me era una sorta di rito: la rasatura della barba. Viveva in una casa con una vecchia

14

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

cucina annerita dal fumo, si faceva la barba in un vecchio catino di zinco, con il rasoio, il pennello e il sapone, ricordo come fosse ora il rumore della schiuma sulla pelle ruvida e la barba dura; si metteva la schiuma, si faceva la barba, si lavava la faccia e in quel momento, con un gesto preciso, si levava l’occhio di vetro appoggiandolo sul tavolo per continuare a lavarsi il viso. Io ero curioso e impressionato perché mi sembrava che quest’occhio mi seguisse con lo sguardo, poi lo rimetteva a posto e si sedeva a far colazione raccontandomi storie di paese a volte anche truci. Forse è anche per questo che dedico parte del mio lavoro al recupero di certe tradizioni e di certi ricordi del passato che rimarranno negli archivi della televisione, personaggi sempre più rari, in luoghi completamente trasformati”. “Mio fratello è figlio unico” “Mia madre e mio padre sono nati qui, le origini - Venziani, Veneziani - sono probabilmente radicate nella bergamasca.

Compagni di viaggio.


Sono arrivato nel mondo quando mia mamma aveva 44 anni e mio padre 45, si può dire come un fulmine a ciel sereno, e sono cresciuto un po’ come un figlio unico, mia sorella essendosi sposata quando avevo quattro anni, e mio fratello, maggiore di me di 18 anni, che alla mia nascita era già partito per lavoro e che è sempre stato in viaggio tra l’Europa e gli Stati Uniti. Era una vita, un’infanzia, all’epoca spensierata, poi non tutto è stato così semplice, quando avevo 13 anni è morto mio padre, tre anni più tardi anche mia sorella, per cui sono rimasto con mia madre e un fratello lontano. Ora è rimasto mio fratello che vedo una volta all’anno. Anche a me è sempre piaciuto viaggiare, da bambino lo facevo con la fantasia leggendo libri soprattutto di storia o d’avventura, come il poema picaresco spagnolo El Cid Campeador o le imprese del generale Custer e il Settimo cavalleggeri; leggevo poi molto anche i romanzi di Emilio Salgari e Jules Verne. Più tardi sono riuscito a

ritrovare per lavoro o per me gli ambienti vissuti con la fantasia. Ora ci troviamo in questa casa che ho costruito qui non tanto perché sia molto legato alle radici, potrei vivere ovunque, ma perchè per me è importante vivere con le persone care accanto e circondato dagli amici”. Come mai siamo quello che siamo? Perché ci troviamo a fare quello che stiamo facendo e non il contrario? Quali incroci ci hanno condotto, ora, qui? Il seppellimento dell’archeologia “Dopo un’adolescenza tranquilla, nel periodo in cui si comincia a pensare a cosa fare da grande avrei voluto diventare archeologo. Attorno ai 14 anni però, una docente mi aveva dipinto il mestiere sotto una tale cattiva luce che ho riposto.. l’idea scegliendo poi la Scuola Magistrale. Ho quindi insegnato qui a Lumino per un anno in una pluriclasse, ma sentivo che non volevo fermarmi. La terza idea, dopo quella affossata

Con Luciano Paltenghi.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

15


r itra tto

16

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12


za n a rt gare o p L’imi allaro d opri e r il p izzont or

dell’archeologia e quella praticata della Magistrale, è stata allora quella di frequentare l’Accademia di belle arti di Brera per dare sfogo alla mia passione per la pittura, ma ho incontrato Tiziana - divenuta poi mia moglie - e l’ho seguita a Ginevra dove ho deciso di studiare storia - avrei potuto scegliere l’archeologia, che però non è più riuscita a rivedere la luce. Durante gli studi ho insegnato italiano al liceo Voltaire in una Ginevra dal respiro internazionale e nella quale non avevo molti rapporti con gli altri ticinesi ma piuttosto con romandi, americani, inglesi o arabi. Tornando in Ticino questo aspetto relativo all’apertura verso il mondo mi è mancato. Trovo importante per un giovane fare esperienze fuori dal Cantone. Ti accorgi come spesso e volentieri la nostra sia una mentalità ancora piuttosto chiusa, siamo molto concentrati sulle nostre piccole cose, manca l’orizzonte. Conclusa l’esperienza formativa ginevrina, alla fine degli anni ‘70 e all’inizio degli anni ’80 era difficile trovare in Ticino un posto di lavoro come docente di italiano o di storia al liceo, così ho fatto un po’ di tutto, ho insegnato italiano per stranieri in una scuola privata a Locarno, poi in tre classi delle medie, finché, come un colpo di fortuna, dopo aver scritto all’ufficio del personale della Radiotelevisione, sono stato invitato per

un colloquio dal quale era scaturita come unica possibilità quella di sostituire un giornalista del Regionale per quattro mesi. Ho cominciato lì e per finire lì sono rimasto”. On the road della Svizzera italiana e… dintorni “In Televisione ho cominciato dalla gavetta, dalla quale ho imparato una lezione che segnalo sempre ai giovani colleghi: sia che tu debba realizzare un servizio di un minuto o un documentario di cinquanta, lo devi curare, perché ogni lavoro deve avere la sua dignità. Di conseguenza ho sempre cercato di realizzare i miei lavori puntando sulla qualità, curando le immagini (grazie al cameraman Luciano Paltenghi con cui lavoro ormai da anni), i testi, la musica, il ritmo giusto, voglio che ci sia un passaggio di informazioni ma anche che sia un momento di riflessione, sullo stile dei documentari di una volta, per staccare dal bombardamento quotidiano di notizie e immagini martellanti. Dopo essermi fatto le ossa con la cronaca al Regionale, e lì lavoravo anche a scuola, nel 1986 vi è stata una svolta nella professione, quando ho ottenuto un contratto di 180 giorni che mi ha consentito di interrompere la mia attività di insegnante, potendo in questo modo realizzare altri servizi, formulare proposte, ritagliarmi

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

17


r itra tto spazi personali. Nel 1989 ho poi avuto il contratto fisso. Tra i lavori citerei la fascia serale curata nel 1988 con Alberto Chollet, in cui ci occupavamo dell’attualità ridotta in pillole e di “Rosso di sera”, un contenitore di cultura, spettacolo e tradizione. Per cinque anni sono stato anche capo edizione

SCHEDA

del Quotidiano, poi, nel 1993 mi è stato chiesto di realizzare una trasmissione settimanale per il sabato, “Paese che vai”, una specie di incursione antropologica nel territorio che ha avuto successo, e che ha per così dire incanalato i miei lavori nella realizzazione di documentari lunghi, fino ad arrivare all’attuale “Svizzera e dintorni”, sempre il sabato, il cui futuro rimane aperto”.

biografica

Nome: Romano Cognome: Venziani Data di nascita: 4 gennaio 1954 Domicilio: Lumino Stato civile: sposato da 33 anni con Tiziana Professione: scuola magistrale, formazione universitaria in storia, giornalista Hobby: “Mi piace cucinare, quando sono a casa e ho tempo, piatti un po’ etnici con variazioni alla Romano” - “Irripetibili”, come puntualizza Tiziana. Letture, viaggi, pittura, lunghe conversazioni con la moglie.

ON RISPARMIARE C

LA BANCA WIR

imento con Un conto invest s vantaggioso un sistema bonu

ch www.bancawir. 9 94 7 94 48 Tel. 08

18

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12


ch •

.il

w

Online un’incursione nei dintorni della Svizzera.

CAMI RI A

A D

SCARICAMI

• ww

Nel corso dell’incontro con Romano Venziani, tra una breve passeggiata nel bosco ai piedi dei Monti di Saurù, un buon bicchiere di vino bianco - anche due -, la seduta fotografica e la luce del sole che illumina il balcone nel quale stiamo concludendo l’intervista, il pensiero va per così dire su l’ali dorate…

Un elicottero sorvola il paese. Suono di campane in sottofondo. Tra poco è Natale. v

e.

Romano Venziani, piace “Cerco di colloquiare con chi è casa, infatti per gli anziani sono diventato “ul fiöö”. Quando ad esempio vado a comprare il pane impiego anche due ore, perché mi fermano per parlare, dandomi del tu. Mi fa piacere, vuol dire che chi è a casa si sente partecipe”.

Le passeggiate del sognatore solitario “Mi piace la natura, con preferenza per il mare, il rumore delle onde… e poi la montagna, che mi dà emozioni e sensazioni diverse, a me piacciono i vasti orizzonti e qui da noi, per trovarli, bisogna salire su una vetta, o ancora amo percorrere un sentiero illuminato dal sole, col calore che sale dal basso, il profumo dei fiori che ti circonda oppure passeggiare nel bosco, che ti carica di energia, quel castagno, ad esempio, è bellissimo, non è mai uguale, si muove, cambia colore”.

SC

Le sue apparizioni televisive serali evocano in me l’immagine di un camino, col fuoco acceso, le cui scintille scoppiettanti, se guardate col microscopio, ci presentano personaggi e luoghi raccontati in modo disincantato e incantato nello stesso tempo…

lu str azio

n

http://info.rsi.ch/it/home/networks/la1/svizzeraedintorniarchivio/2012/01/01/svizzeraedintorni12.html?selectedVideo=10#Video

Co Come me si si cu cuoc ocee la la pa pasta sta pe perfe rfetta tta?? Asco Ascolta lta ii cons consigli igli degli degli espe esperti rti ee parte partecipa cipa alla alla discu discussion ssionee su su www www.sele .selection ction.migr .migros.ch os.ch

Sulla Sulla preparazione preparazione sisi può può discutere, discutere, sulla sulla qualità qualità no! no!


a ta vola

sei gusti per cinque sensi A cena a Soresina a casa di Elisabeth e Alessandro Pawloswki per assaporare piatti della cucina ayurvedica. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

P

esco nella mia memoria e mi sembra di ricordare che la scienza ayurveda nasce in India, è vecchia di millenni e il suo scopo è quello di occuparsi dell’uomo nella sua integrità fisica, psichica e spirituale. Questo antica filosofia incentrata sulla prevenzione e la cura dell’individuo contempla anche l’alimentazione. Rémy ed io, come al solito, siamo curiosi di scoprire cosa ci verrà servito nel piatto. A maggior ragione questa volta, visto che la nostra ignoranza in materia di cucina ayurvedica è praticamente assoluta. Elisabeth e Alessandro Pawlowski, la coppia di infermieri che ci ha invitato a cena, abita a Soresina, frazione di Rivera. I due ci accolgono nel loro studio di terapie alternative “Namaste” (www.centro-namaste.ch) dove offrono massaggi, consulenza sulla salute e alimentare e corsi di cucina. Nel locale c’è profumo di incenso, un tepore avvolgente e un’atmosfera piacevole e rilassante che subito ci mette a nostro agio. Gli ingredienti che verranno utilizzati per la cena sono già tutti pronti: notiamo una preponderanza di verdure colorate, riso, semi e tante spezie. Mi chiedo se la cucina ayurvedica sia vegetariana. Elisabeth, come se mi leggesse nel pensiero,

20

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

mi spiega: “Nella cucina ayurvedica nessun cibo è proibito, l’importante è che sia ricco, colorato, generoso e preparato con tanto amore. Mangiare deve procurare gioia, serenità e garantire benessere individuale. Alla fine del pasto è importante sentirsi forti e soddisfatti e non appesantiti e sazi”. I SEI GUSTI Fino a qui, penso, nulla di particolarmente complicato ed esotico. Ma Elisabeth aggiunge: “Ogni pasto deve contemplare i sei gusti: il dolce (che stimola il pancreas e calma); l’acido (che stimola e fortifica le ghiandole gastriche, favorisce in maniera ottimale la secrezione salivale e il senso di soddisfazione); il salato (che stimola l’appetito, influisce sul bilancio idrico e stabilizza); il piccante (che stimola il metabolismo, riscalda, purifica e tonifica); l’amaro (che purifica e depura, stimola il fegato e la cistifellia) e l’aspro/acerbo (che è un sedativo delle mucose, prosciugante, stimolante)”. A questo punto mi rendo conto che le regole della cucina ayurvedica non sono così semplici. Ma Elisabeth mi tranquillizza spiegandomi che i sei gusti vengono racchiusi nel “chutney”, una


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

21


a ta vola salsa semplice da preparare che deve sempre far parte del pasto principale, vale a dire quello di mezzogiorno. La sera sarebbe meglio assumere solo cibi leggeri e, soprattutto, non cenare troppo tardi. Continuo ad essere incuriosita, ma allo stesso tempo un po’ più scettica. “Anch’io - sottolinea la padrona di casa - all’inizio ero un po’ in crisi. Le regole mi sembravano tante e complesse e non sapevo bene da che parte iniziare. Ma poi l’esperienza mi ha aiutata ed oggi cucinare in questo modo non è più un problema. L’impor L’importante è avere la voglia e l’entusiasmo di preparare sempre con ingredienti completi e naturali del cibo saporito, appetitoso e che sia una gioia per gli occhi. Insomma: un nutrimento per tutti e cinque i sensi!”. GUSTARE OGNI BOCCONE E PARLARE POCO La nostra interessante chiacchierata, che riflettendoci è una bella lezione su uno stile di vita sano, prosegue mentre Elisabeth e Alessandro si mettono ai fornelli. Quando i turni di lavoro lo consentono, i due cucinano insieme e si dividono i compiti. Questa sera a lui tocca la preparazione del dessert - mele cotte ripiene di noci - e del chutney al coriandolo, mentre lei si occuperà del curry alle verdure con latte di cocco, del riso “chilango” e del “mung dal” con spinaci. I profumi dei vari ingredienti e delle spezie si dif dif-

Vini del Tici Ticino ino Un regalo con Gusto 22

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12


Alessandro durante la preparazione del dolce.

Beruhigt die Haut Calma e rigenera la pelle

Cura speciale e innovativa per la pelle secca e pruriginosa di neonati e bambini. Excipial Kids® calma e rigenera la pelle grazie all’innovativa combinazione di tre componenti: SymCalmin® – calma la pelle arrossata e pruriginosa

fondono velocemente nell’aria e mi fanno venire l’acquolina in bocca. Non vedo l’ora di sedermi a tavola per godermi ogni boccone - come invita a fare la dottrina ayurvedica - in questo ambiente così rilassato. Scopro che un’altra regola è quella di parlare poco mentre si mangia: questo, penso, mi risulterà difficile, ma ci proverò. Perciò ne approfitto ora, che non siamo ancora seduti a tavola, per chiedere ad Elisabeth come si è avvicinata a questa cucina. “Devo premettere che lavorando come infermiera al Cardiocentro di Lugano, ad un certo punto ho sentito la necessità di avere un approccio integrale alla persona. L’ho trovato nell’ayurveda. Quindi nel 2004 ho iniziato a studiare questa scienza non dogmatica che, tra le al-

Dexpantenolo – protegge, idrata e rigenera Glicerina – ha un intenso effetto idratante Disponibile come schiuma, lozione e crema. www.excipial-kids.ch

Spirig Pharma SA CH-4622 Egerkingen www.spirig.ch

09/12

>


a ta vola Elisabetta durante la preparazione del curry con verdure.

tre cose, prevede un certo tipo di alimentazione individuale adeguata all’età, all’umore, allo stato di salute generale, alla stagione, ecc.”. SPEZIE Da anni, ormai, la famiglia Pawloswki mangia

24

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

ayurvedico. Anche i tre figli - due maschi e una femmina - di Elisabeth e Alessandro si sono abituati a questo approccio alimentare e ne sono golosi. I prodotti che finiscono nel piatto sono locali, stagionali e possibilmente bio. Per quel che concerne la verdura, la coppia attinge pre-


Online trovate le gustose ricette di Elisabeth e Alessandro Pawloswki.

ch •

e.

.il

w

SCARICAMI

CAMI RI A

A D

SC

in questo modo? La coppia risponde all’unisono: “Sono anni che non ci ammaliamo, ci sentiamo più equilibrati, sereni e con molta più energia”. Quello che è certo, osservandoli, è che tra marito e moglie regna armonia, serenità e gioia di vivere, stati d’animo che sanno trasmettere anche ai loro ospiti. Quando ci mettiamo a tavola e finalmente gustiamo i cibi preparati da Elisabeth e Alessandro - ognuno si serve a piacimento dai vari piatti di portata - ci appare chiara anche un’altra regola della cucina ayurvedica: se il cuoco è felice e soddisfatto lo sono anche gli invitati. E noi e le nostre papille lo siamo. Eccome! v

• ww

feribilmente all’orto di casa. E poi c’è l’uso di tante spezie, alcune dai nomi strani e mai sentiti come l’asafoetida, alla vista una specie di sasso scuro. Elisabeth mi spiega che questa spezia è ottima per evitare gonfiori ed aiutare l’intestino. Fantastico, penso: se l’asafoetida realizza ciò che promette, non mancherò di ordinarla ai “Sapori del mondo” di Lamone (www.saporidelmondo. ch). Nel frattempo ci viene servita la “pozione d’agni”, un coktail alle spezie che si beve tiepido prima dei pasti per rinforzare i succhi gastrici e favorire la digestione. Non ha, a mio avviso, un gusto particolarmente gradevole, ma visto che fa bene, lo mando giù senza tante storie. “Ecco è proprio questo l’approccio - spiega Elisabeth - il cibo nell’ayurveda è considerato una medicina che previene e cura”. Voglio precisare, tanto per evitare malintesi, che la cena è stata ottima, nulla a che vedere con l’assunzione di medicamenti “cattivi”. Una domanda mi sorge a questo punto spontanea: è migliorato il vostro stato di salute da quando mangiate

lu str azio

n

http://www.illustrazione.ch/atavola_12_12.pdf

Partecipate e vincete oro! Trovate il biglietto oro nelle vostre pastiglie Grether’s e vincete ...

Immagine simile

100 http://www.illustrazione.ch/atavola_11_12.pdf HAND MADE

volte volte un un lingotto lingotto d´oro d´oro del del valore valore di di CHF CHF 250 250 oo una una scatola scatola di di pastiglie pastiglie Grether’s Grether’s da da 440 440gg del del valore valore di di CHF CHF 34,20. 34,20. (prezzo (prezzodi divendita venditaconsigliato) consigliato)

Basta acquistare le pastiglie Grether´s nelle farmacie o drogherie aderenti al concorso e controllare se il biglietto vincente si trova nella vostra confezione oppure si può partecipare collegandosi al sito www.grethers-pastilles.ch. Potrete partecipare al concorso ancora più velocemente scannerizzando il codice QR riportato qui di fianco. Buona fortuna.

Doet sch Grether AG • CH- 4 0 02 Basel • www.grether s-pastilles .com


t end enze

un abete

di design Quando l’albero di Natale tradizionale lascia il posto a creazioni innovative, ecologiche e di recupero. testo Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

L

’albero di Natale è un simbolo così universale che deve per forza aver incuriosito anche i designer di arredamento. Ci devono pur essere delle versioni originali, riutilizzabili, ecologiche. Così, un’attenta ricerca ci ha fatto scoprire non solo diverse interessanti varianti al tradizionale abete, vero o artificiale, ma anche un nuovo modo di interpretare la tradizione. Con un occhio di

Christmas tree è un albero con certificato ecologico da decorare con bocce di legno realizzate con la stessa tecnica. Per ogni albero venduto, il produttore ne pianta tre veri. Tolta la decorazione natalizia, diventa un bellissimo decoro per la camera dei bimbi. h t t p : / / w w w. m a t t e r i ashop.com/product_info. php?products_id=175

Julmys di Ikea è un piccolo albero in specchio acrilico perfetto per esempio come decorazione sul tavolo delle feste. E finito il Natale, si smonta e sta in un cassetto.

Si chiama sempre Julmys ed è di Ikea, ma è di cartone ed è alto un metro. Bello così, ma anche decorato, con gli adesivi compresi nella confezione, ma anche con ghirlande o con la fantasia dei più piccoli.

26

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

riguardo alle tematiche ambientali, che spesso sono il motivo per il quale molti designer hanno studiato alternative al taglio dell’albero, ma anche economiche. Perché un albero di Natale alternativo, costa magari un pochino di più, ma poi rimane lo stesso per anni. Molte soluzioni proposte sono inoltre salvaspazio, poiché finite le feste, l’albero si smonta in piccoli pezzi o lastre sottili e sovrapponibili. v

Si chiama Superstar Tree ed è realizzato con sottili lastre di legno intagliato da incastrare per ottenere un albero tridimensionale. Gli aghi sono tante stelline che insieme diventano decorazione ed albero stesso. Esiste in legno naturale e verde e viene realizzato a mano a Los Angeles. http://modernica.net/superstar-holiday-tree.html


One two tree è composto da 26 asticelle di lunghezza crescente, sovrapsovrap poste e unite al centro. Si possono posizionare in modo geometrico, caca suale o a spirale, e l’aspetto dell’albedell’albe ro cambia completamente. Realizzato con legno australiano non trattato e coltivato in apposite piantagioni. http://onetwotree.com.au/?wpscproduct=one-two-tree

Eco responsabile, Moderno viene prodotto con 100% di materiale riciclato e riciclabile, è disponibile bianco, verde e stampato. Bello così, ma anche decorato. E perché no, magari anche dai bambini, che possono dar libero spazio alla fantasia. http://collectionreno.renodemedici.it/eu/it/catalog/alberi-dinatale/moderno/

Proposto dall’inglese design mumu seum e creato dal designer Giles Miller,, anche questo albero è composto da tante barrette di legno sovrapposte, da aprire a piacere. Sulla punta, al posto della stella un uccellino nero. http://designmuseumshop. com/catalogue/home/gilesmiller-christmas-tree-medium

Realizzato con un taglio laser su lamina di metallo sottilissima, bianca o rossa, Africa Tree è una simpatica alternativa africana al tradizionale abete natalizio. http://www.designmyworld.net/products-Africa-Tree_TINTAF.htm

Per fare l’albero ci vuole: la carta regalo. Regalate allegria! Con una carta regalo di Coop colpirete sempre nel centro. Decidete voi l’importo e la persona che la riceverà potrà decidere cosa comprare. La carta regalo Coop – presso ogni punto di vendita – basta sceglierla e regalarla!


s al ut e

la

fisioterapia Riduzione del dolore e recupero delle funzionalità motorie. Questi gli obiettivi della fisioterapia che, oggigiorno, si avvale di metodiche di trattamento sempre più innovative e personalizzate. testo Stéphanie Castiglioni Scatizza - stephanie@illustrazione.ch

D

opo aver parlato nelle scorse edizioni di chiropratica e osteopatia, non potevo certo trascurare una tecnica che mi ha sempre “rimessa in pista”, dopo traumi più o meno importanti, in tanti anni di attività agonistica. Forse un tempo più conosciuta e impiegata rispetto alle due precedenti discipline, la fisioterapia è una branca della medicina che cerca, grazie a strumenti diversi, la risoluzione di problemi che causano dolore, deficit motorio e/o funzionale (cardiorespiratorio e viscerale) e la prevenzione degli stessi. È praticata dal fisioterapista, professionista laureato appartenente alla classe delle professioni sanitarie della riabilitazione; in Ticino la formazione accademica è affidata alla SUPSI (www.SUPSI.ch). Su Wikipedia leggo che medici dell’antichità, come Ippocrate e in seguito Galeno, possono essere considerati i primi praticanti di fisioterapia. Essi proponevano trattamenti come massaggio, tecniche di terapia manuale e idroterapia già nel 480 a.C.. Con lo sviluppo dell’ortopedia durante il diciottesimo secolo, si iniziò a curare la gotta, e disturbi simili, sviluppando esercizi sistematici delle articolazioni, che

28

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

anticipavano i successivi sviluppi della fisioterapia. Le prime origini documentate dell’attuale fisioterapia risalgono allo svedese Pehr Henrik Ling, padre della “ginnastica svedese”, che fondò nel 1813 il “Royal Central Institute of Gymnastics” (RCIG) per massaggi, manipolazioni ed esercizi. La parola svedese per fisioterapista è “sjukgymnast” = “ginnasta dei malati”. Nel 1887, i fisioterapisti ottennero la registrazione ufficiale presso il Consiglio Nazionale Svedese per la salute e il Welfare. Da allora la fisioterapia ha percorso molta strada. E occorre subito sfatare un mito chiarendo che i fisioterapisti non sono massaggiatori, anche se questa tecnica può essere sicuramente utilizzata nella riabilitazione. La fisioterapia “moderna” è molto di più e di più evoluto. Sono finiti i tempi in cui, durante una seduta di fisioterapia, ti lasciavano appesi a delle macchine o in cui si passavano dozzine di minuti a farsi massaggiare. La sua evoluzione è segnata dall’ingresso di tecniche innovative (frutto di sviluppo di pratiche pre-esistenti o di nuova concezione) e da un continuo confronto per individuare quali siano le metodiche più appropriate nelle diverse situazioni. Esiste ormai una “Co-


te munità scientifica mondiale” che si scambia dati, n a rt e esperienze e quesiti che portano ad un progreso p m un miglioramento della disciplina. Alla figuÈ i ipeter izi so, ra del fisioterapista ci si rivolge normalmente in r erc seguito ad un trauma o un intervento chirurgico, es gli con a conseguentemente al quale le capacità funziovengono meno e abbiamo bisogno di qualnz nali a t cuno che ci guidi nel recupero, con tecniche ed cos

esercizi mirati che, una volta a casa, dobbiamo però avere la costanza di continuare a compiere. Mi sono recata presso uno studio di fisioterapia a Viganello per provare a risolvere un problema di lombalgia di cui soffro da anni in maniera altalenante ma, che da qualche settimana, disturba anche il mio sonno quando mi corico supina. Un disturbo non dolorosissimo ma fastidioso e ricor ricorrente, talvolta accompagnato da una sciatalgia alla gamba sinistra che scompare, fortunatamente, appena assumo una posizione diversa. Eh sì, ne ho sempre una!

Scambio due chiacchiere con il fisioterapista, inizia la fase di anamnesi in cui vengono appuntati tutti i miei dolorini, i vecchi traumi, gli interventi, insomma la mia storia clinica completa. Come d’abitudine, ormai, descrivo le mie sventure sportive e in particolare mi soffermo sulla schiena, molto sollecitata in passato dall’attività a cavallo e ora dai bimbi da spostare, sollevare, tenere in braccio. Spiego accuratamente il problema che da qualche tempo riscontro nella zona lombare. Il fisioterapista mi chiede di indicare esattamente la parte coinvolta, ma anche tipologia, intensità e durata del dolore. Gli spiego che la sofferenza a livello lombare non è nulla di nuovo, è un fastidio che si ripresenta sovente, a dipendenza di come e quanto sollecito la schiena. Mi rendo conto di non sollevare sempre i pesi, compresi i bambini, nel modo corretto e questo certamente non mi aiuta! Mi pone anche la fatidica domanda: “Quali sono i suoi livelli di

>

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

29


s al ut e

stress?”. Stress che certamente tendiamo tutti a somatizzare… ma chi non è stressato al giorno d’oggi... Terminata la fase descrittiva, il fisioterapista esamina la mia schiena. Dapprima in piedi, mi invita a eseguire alcuni movimenti durante i quali mi domanda se percepisco dolori. Ad un tratto, provo fastidio proprio nella zona lombare. Secondo il “processo di ragionamento clinico”, che si basa sulla raccolta d’informazioni e sui test propriamente fisici, il fisioterapista dice di trovare conferma alle sue ipotesi: la problematica, a suo parere, riguarda una struttura nervosa. Decide quindi di sottopormi al test del riflesso a caviglie e ginocchia per capire se ci sono problemi di conduzione ma, qui, sembra tutto a posto. L’esame procede con una valutazione neuro dinamica grazie alla quale capirà come scorrono le strutture nervose all’interno della gamba e una verifica della stabilità passiva della colonna lombare, per perché ha il sospetto che ci sia una parte che si muove più di quanto dovrebbe. Terminati gli ultimi test, la diagnosi fisioterapica è quella di un’instabilità funzionale con coinvolgimento del sistema nervoso. L’approccio terapeutico ha diverse possibilità in base all’esperienza del fisioterapista e della risposta che ha il paziente al trattamento. Nel mio caso le proposte terapeutiche sono due:

30

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

la prima si esegue con movimenti ripetitivi in una a direzione che, sovente, è il verso opposto a quello che evoca il sintomo (metodo McKenzie). In pratica, sdraiata sulla pancia, devo sollevare il busto tenendo le mani appoggiate sul lettino e distendendo i gomiti. Dieci ripetizioni che mi portano a inarcare la schiena all’indietro. Il sollievo, devo dire, è immediato! La seconda soluzione consiste in un esercizio di stabilizzazione della zona lombare. I muscoli interessati permettono di controllare i micromovimenti che ci sono tra le vertebre, ma sono talmente profondi che non si possono raggiungere con il massaggio. Se non controllati questi micromovimenti vanno a irritare, nel mio caso, la struttura nervosa provocandomi il dolore nella gamba (sciatalgia) e la sofferenza lombare ogni volta che eseguo un movimento non controllato. Appoggio l’indice e il medio di entrambe le mani sulle due creste iliache e le sposto di qualche centimetro scendendo verso l’ombelico. Per attivare e allenare questi muscoli profondi, inspiro dal naso, espello l’aria dalla bocca e contemporaneamente

Dalla fase descrittiva agli esercizi.

«L’approccio

terapeutico ha diverse possibilità»


faccio rientrare l’ombelico verso la schiena senza però muoverla. Sotto le dita si dovrebbe sentire una contrazione muscolare… in questa posizione, mantenendo la contrazione, continuo a respirare per una decina di secondi. E già che ci siamo, chiedo un “refresh” sulla posizione da assumere quando sollevo dei pesi: le braccia si protendono verso l’oggetto, le ginocchia si piegano ma la schiena rimane dritta… sembra elementare, peccato che la maggior parte delle volte ci si dimentichi di farlo correttamente! Questi sono solo alcuni esercizi che devo avere la costanza di ripetere quotidianamente per un mantenimento sano della mia colonna vertebrale. A differenza della chiropratica e dell’osteopatia, la fisioterapia si avvale solo in parte di terapie manuali, in alcuni casi di manipolazioni, di applicazioni di caldo e freddo, di fisioterapia strumentale (elettro/magnetoterapia, ultrasuoni…). La fisioterapia è un concetto diverso, lo scopo primario è quello di insegnare al paziente metodiche di base o tecniche speciali di esercizio terapeutico e di rieducazione funzionale, utili al miglioramento e al recupero definitivo del proprio disturbo. Il lavoro del fisioterapista è fondamentale, ma arriva fino ad un certo punto… poi diventa indispensabile la nostra volontà! Eh sì, bisogna fare “i compiti” a casa, continuando a praticare gli esercizi pre-

scritti. Quindi forza e coraggio, i risultati si ottengono, parola di una pigrona che, però, tiene molto al proprio benessere fisico. v

remotiv ® 250 può rimotivare in caso di • sbalzi d‘umore • stati d‘ansia • stato d’animo depresso

Max Zeller Söhne AG 8590 Romanshorn www.zellerag.ch

Disponibile in farmacia e in drogheria. Leggere il foglietto illustrativo.


la voretti

ch •

• ww

w

.il

e.

SC

http://www.illustrazione.ch/lavoretti_12_12.pdf A D

CAMI RI A

lu str azio

n

la ghianda

morbida Queste morbide ghiande pospos sono arricchire la decorazione dell’albero di Natale o completare i pacchetti regalo. idea, disegni e realizzazione Anto anto@illustrazione.ch

Cosa ti occorre: la parte superiore delle ghiande (cupola), piccoli pon pon, un trapano per bricolage, colla bianca, filo in tinta con il colore dei pon pon, forbici dalla punta arrotondata.

1. Fai una bella passeggiata in un bosco dove ci siano delle querce e raccogli un po’ di ghiande, che poi dovrai separare dalla loro cupola. 2. A casa, e facendoti aiutare da un adulto, con il trapano pratica un piccolo foro proprio al centro della cupola.

1

2

3. Taglia un pezzetto di filo, piegalo a metà e infilalo nel foro che hai praticato nella cupola. Annoda le due estremità. 4. Incolla il pon pon nella cupola.

3

4 ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

33


so nd aggi o

siete disposti a rinunce

energetiche Abbiamo costruito un mondo per il mantenimento del quale è necessario un incessante consumo di energia. Fino a quando tutto questo è sostenibile? Il mondo tornerà a brancolare nel buio o si troveranno soluzioni alternative? Abbiamo sondato il pensiero… energetico di alcuni di noi. testo Marco Ortelli e Ti-Press - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press

chi e r p s i gl bile i e s r s a o p t i è Lim

Mary Masia, 46 anni, mamma a tempo pieno, Sementina: “Sì, ho sostituito tutte le lampade normali con quelle a risparmio energetico e quando posso uso le candele”.

34

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

David Golay, 18 anni, studente, Tegna: “Tento di consumare il meno possibile cer cercando di limitare gli sprechi come la luce o la TV accese inutilmente”.

Piersaverio e Hanane Lumia, 40 - 37 anni, ristoratori, Gor Gorduno: “A casa e al ristorante siamo passati dal riscaldamento a nafta alla termopompa; nella cucina del ristorante dall’elettrico al gas”.


Valentina Salvi, 40 anni, segretaria, Locarno: “Spesso, la sera, invece di usare la luce elettrica mi rilasso con quella delle candele: si crea una bella atmosfera e si risparmia”.

Simone Magrino, 22 anni, giardiniere/paesaggista, Chiasso: “Sto attento al consumo di luce e acqua. Pagherei anche una tassa in più con l’obiettivo di uscire dal nucleare”.

Claudia Negroni, 30 anni, commerciante, Morbio: “È importante che tutti abbiano più consapevolezza dei propri consumi e agiscano a favore dell’ambiente”.

Paola Nicolardi, 48 anni, gerente, S. Pietro di Stabio: “La mia è una famiglia numerosa, cerco di far attenzione affinché tutti siano più consapevoli dei propri consumi”.

Guido Bernasconi, 62 anni, commerciante, Coldrerio: “In casa abbiamo solo lampadine LED. In famiglia cerco di educare i figli ad un consumo energetico più consapevole”.

Mascia Robbiani 38, impiegata di banca e Nora 3, Agno: “Rinuncerei alla tv, all’asciugatrice e alla lavastoviglie per un futuro senza nucleare e più rispettoso della natura”.

Antonio Baratta, 70 anni, pensionato, Lugano: “Certo! È importante fare attenzione ai propri consumi e sono consapevole che le risorse si stanno esaurendo”.

Francesco Biasci, 48 anni, gerente, Lugano: “Faccio già attenzione al risparmio energetico, anche se non abbastanza: si può sempre fare meglio”.

Sandra Milesi, 55 anni, assistente di farmacia, Tesserete: “Nel limite del possibile faccio attenzione ad esempio alla luce in casa oppure all’uso dell’auto”.

Chino Menghetti, 60 anni, impiegato comunale, Bigorio: “Personalmente faccio attenzione al riscaldamento in casa, all’uso della lavastoviglie e rinuncio all’auto quando posso”.

Francesca Garicchio, 33 anni, impiegata, Gordola: “Certo, ho già eliminato la lavastoviglie e la televisione in camera da letto”.

Anita Lepori, 27 anni, mamma a tempo pieno, Riazzino: “Sono molto attenta al rispar risparmio energetico in casa, specialmente all’illuminazione”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

35


i n vi aggi o

gli incredibili

himba Immaginate di fare la spesa in un piccolo shopping center stile americano e giunti alla cassa di trovarvi in fila tranquillamente con una donna indigena a seno nudo e vestita di pelli, questo può accadere a Opuwo nel remoto nord della Namibia. testo e foto Roberto Schneider - roberto.s@illustrazione.ch

PASTORI SEMINOMADI Dalla strada noto una giovane Himba, veste gli abiti tradizionali in pelle, è senza calzature e il seno è scoperto. Sta guardando con attenzione gli scaffali di un negozio di… biancheria intima. Vicino a lei altri clienti incuranti di quella strana e curiosa apparizione che per loro è probabilmente abituale. A Opuwo, nel remoto ed estremo nord della Namibia, tutto ciò è infatti assolutamente normale. Gli indigeni Himba, ma pure i Memba - altra etnia insediata in queste regioni -, noncuranti o quasi della modernizzazione che avanza, continuano a vivere come hanno fatto da secoli. Provengono da villaggi circostanti, spesso giungono a piedi, percorrendo per ore piste nella savana, a volte trovano passaggi su vecchie camionette. Rimangono nel capoluogo alcuni giorni, per fare acquisti, ma soprattutto per spendere i pochi spiccioli che hanno in birra e alcol di produzione locale. Trascorrono le ore sdraiati per terra tra le bancarelle del mercato o all’ombra dei grandi alberi lungo lo stradone che attraversa Opuwo. Tutte le donne vestono

36

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

gli abiti tradizionali, mentre gli uomini, dalla corporatura slanciata e muscolosa, a volte portano vecchi jeans e magliette occidentali. L’abito tradizionale per l’uomo è costituito da un gonnellino sotto il quale vi è un perizoma di pelli, caratteristico è pure un curioso copricapo che nasconde i capelli. Ma anche l’uomo mostra una certa vanità, portando collanine, braccialetti e cavigliere, inoltre non lascia mai il suo bastone personale. Nei loro villaggi gli Himba conducono ancora una vita selvaggia. Sono pastori seminomadi e vivono nei tipici “kraal”, piccole comunità famigliari di misere capanne di forma conica costruite di rami, fango e sterco bovino. Nelle vicinanze vi sono piccoli recinti di rami contorti dove custodiscono il bestiame. Gli Himba sono di stirpe Bantu, parlano la lingua herero e oggi pare ne siano rimasti poco più di 7’000 che, isolati per secoli, hanno dunque mantenuto le loro tradizioni. Né i missionari, né la televisione che scoprono oggi a Opuwo, sembra possa in qualche modo scalfire il loro attaccamento a usi e costumi ancestrali.


Muapa, Kavihitirue e Rihitina ammirano le loro foto A pagina 39: il marito di Muapa.

IL COLORE DELL’OCRA SULLA MIA PELLE Il pomeriggio attendo le giovani donne Himba che mi avevano incredibilmente chiesto il servizio fotografico poche ore prima. Chissà se ver verranno. Non sento il campanello, che così tanto le aveva incuriosite il mattino, ma è Sanita, la ragazza che aiuta al bancone della ricezione, a chiamarmi. Muapa, Kavihitirue e Rihitina sono ritornate e sono ancora più belle del mattino: la pelle spalmata di fresco di ocra, l’acconciatura perfetta, i ciondoli ben messi, i sorrisi radiosi e la timidezza del mattino sembra scomparsa. Come è possibile sbagliare le fotografie? Qualsiasi scat-

to mi apparirà in seguito stupendo. In precedenza avevo anche studiato su quale sfondo, con che luce e in quale posa fotografarle, ma ora, giunto il momento della verità sono molto eccitato. Loro mi appaiono altrettanto emozionate e ansiose. Ognuna si mette in posa non dimenticando un ultimo ritocco al gonnellino di pelle, alle trecce o al diadema che cade tra i seni. Ci divertiamo. Terminata la seduta fotografica le invito all’interno della piccola pensione, dove in uno stretto corridoio vi è un vecchio computer sul quale posso mostrare loro le immagini in anteprima. Appaiono soddisfatte e io ne sono sinceramente felice. Con eccitazione mi stanno letteralmente addosso mentre osservano attentamente le fotografie, ogni riserbo e ogni barriera sembrano essere cadute definitivamente. Scegliamo assieme gli scatti da stampare, mentre loro commentano divertite le diverse immagini. Poi ci lasciamo, dandoci appuntamento per il giorno successivo. Prendono le loro sacche di pelli che si pongono sulla testa e con un cenno della mano mi salutano e si allontanano. Continuerò a sentire il loro odore e gli aromi dei loro unguenti di ocra ancora per diverse ore. La sera lavandomi e guar guardandomi allo specchio mi accorgerò di avere non solo sulle braccia e sugli abiti, ma pure sul viso il loro colore. Non mi ero nemmeno accorto di quanto intimo era stato il contatto. IL MARITO DI MUAPA MI SCOPRE Non mi rimane ora che cercare il negozio ove stampare le immagini scelte dalle tre giovani Himba. Invero mi pare così incredibile che in quel luogo vi sia un tale servizio, ma Ursula, la proprietaria della pensione dove alloggio, mi dà le indicazioni sulla sua ubicazione. Trovo in effetti il piccolo negozio in un caseggiato di nuova costruzione all’entrata di Opuwo. Vi sono esposti negli scaffali diversi prodotti hi-tech, ma chi li comprerà mai? Il servizio più interessante sembra però essere proprio quello delle stampe di fotografie. Devo infatti attendere perché diverse altre persone si accalcano nei pressi di un computer per fotografie digitali. Una solerte inserviente aiuta i clienti, tutti muniti di piccoli apparecchi fotografici e desiderosi di imprimere

>

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

37


Sostituzione vasca da Fr. 900.– VASCA ECOLOGICA VASCA ACCIAIO VASCA PLASTT/GLASS PIATTI DOCCIA ARREDOBAGNO

Antica Saggezza per i nostri giorni scarica gratuitamente questo prezioso libretto www.eckankar.ch

Manutenzione sanitari e riscaldamenti

www.remail.ch

☎ 091 922 69 63

nuovo servizio online

.a www 3 annunci gratuiti all’anno per clienti privati

h ato.c c r e utom

il portale ticinese dell’automobile d’occasione

DISTRIBUZIONE DI STAMPATI PUBBLICITARI A TUTTE LE ECONOMIE DOMESTICHE La pubblicità che arriva direttamente al cuore delle famiglie. Direct Mail Company SA – Ufficio vendite Ticino, c/o AWIZETA SAGL Corso Elvezia 10 – CH-6901 Lugano – T +41 91 922 96 37 – F +41 91 921 36 50 info@direct-mail-company.com – www.direct-mail-company.com

Auguriamo ai nostri clienti buon Natale e un felice anno nuovo!

Mezzi ausiliari Carrozzelle – Montascale – Sollevatori Articoli per l’incontinenza Consulenze personalizzate Vendita e riparazioni – Noleggio e occasioni

6514 Sementina Via Pobbia Tel. 091 857 67 33 Fax 091 857 68 00 info@roll-star.ch www.roll-star.ch


le loro migliori fotografie. Vi è anche un giovane Himba con abiti tradizionali, il gonnellino di pelle, i capelli ingessati, il corpo color ocra e l’immancabile bastone. Anche lui sembra molto interessato al computer e il contrasto tra il tradizionale e il moderno non potrebbe essere più incredibile. Dato che l’attesa per il mio turno sembra essere ancora lunga tanto vale provarci. Chiedo dunque al giovane Himba di poterlo fotografare con la promessa di stampare in seguito le immagini e regalargliele. Acconsente e ne sono felice. Una mezz’ora più tardi sono finalmente io davanti all’apparecchio di riproduzione delle foto. Dietro di me si accalcano diversi curiosi così come naturalmente il giovane Himba, desideroso di vedere il risultato degli scatti che gli ho appena fatto. Scorro sullo schermo le foto, selezionando quelle che avevo scelte assieme alle ragazze. Poi all’improvviso il giovane Himba esclama “Muapa!”. Mi volto e lo vedo molto sorpreso. Mi dice con molta serietà qualche cosa nella sua lingua che naturalmente non capisco. Mi viene spiegato che lui è il mama rito della ragazza. Che coincidenza incredibile, ma spero non si arrabbi ora. Per un istante temo di aver fatto una terribile “gaffe”, ma poi gli spiego quello che era accaduto il giorno precedente e tutto si risolve. Lui è molto soddisfatto delle fotografie che gli ho scattato come pure di quelle fatte alla moglie. Addirittura concor concordiamo di fare una sorpresa e di consegnare la sua foto a Muapa assieme alle altre. Ma per un guaio evitato altri me ne riserveranno il giorni successivi. Continua. v

Secchezza e bruciore degli occhi?

Mepha-Tears 3612 3612

Idrata e protegge Leggere Leggere ilil foglietto foglietto illustrativo. illustrativo. Mepha Mepha Pharma Pharma SA SA Quelli con l’arcobaleno

®


co ncor s o

unnell’oceano tuffoindiano “Mi delizio a Maurizio”. Potrebbe essere questo il motto che accompagnerà la tua prossima vacanza.

A

bbiamo preso una carta geografica del Pianeta Terra, chiuso gli occhi, mosso il dito indice che è andato ad… indicare un punto. Aperti gli occhi scopriamo che tale punto corrisponde a un’isola vulcanica principale lunga 58 km da nord a sud e larga 47 km da est a ovest che si erge nell’Oceano Indiano a circa 3860 chilometri a sud-ovest dell’India, 2000 chilometri dalla costa orientale dell’Africa e 800 chilometri a est del Madagascar. Queste coordinate hanno reso più chiaro il luogo che potrebbe diventare la meta delle tue prossime vacanze? Forse no. Ma proseguiamo, per dirti che - sulle… orme delle prime esplorazioni europee che risalgono al 1510, con i portoghesi di Domingo Fernandez prima e gli olandesi poi, che nel 1598 la colonizzarono e le diedero il nome attuale in onore del principe Maurice di Nassau - se la dea bendata vedrà proprio te, allora ti troverai catapultato in un Resort & SPA, il Trou aux Biches, situato sulla costa nord occidentale dell’isola di Mauritius, incastonato tra il verde smeraldo di palme lussureggianti, le mille sfumature del mare turchese e il bianco accecante della sua spiaggia di borotalco, comprendente 333 sistemazioni. Una struttura completamente rivista per poter rispondere adeguatamente ai più elevati standard ambientali a livello inter internazionale, con l’obiettivo di posizionarsi come il primo resort eco-friendly di Mauritius, grazie ad esempio all’impiego di energia solare, illuminazione LED e impianti in grado riciclare rifiuti e desalinizzare l’acqua marina per trasformarla in potabile. Per assumere energia, oltre al sole, alle

40

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

palme e all’oceano indiano avrai sei ristoranti tra cui scegliere - tutti con un unico denominatore comune, l’eccellenza gastronomica, oltre a due bar, uno affacciato sul mare e l’altro direttamente nella spiaggia per gustare cocktail spettacolari come i tramonti. Se sei dinamico, di giorno potrai sbizzarrirti con la pratica di molteplici attività sportive di terra - pallavolo, bicicletta, bocce, ping pong, tennis (6 campi illuminati), yoga, in formato wellness - aerobica, body-building, cardio, fitness, spinning, personal training, due hammam, e in versione acquatica – aquagym, pesca d’altura, immersioni, escursioni in barca con fondo di vetro, iniziazione alle immersioni, kayak, pedalò, vela, snorkeling, sci d’acqua e windsurf. La sera invece, spettacoli e musica dal vivo con l’orchestra ti accompagneranno nella notte verso l’alba di un nuovo giorno. Compila subito il tagliando di partecipazione al concorso e spediscilo alla redazione di Illustrazione Ticinese. La sorte potrebbe indicare proprio te. v

rsi e m Im el n le a tot elax r


IL PREMIO

in palio

• Valido per due persone, per un soggiorno di 9 giorni/7 notti fino al 28 aprile compreso, periodo natalizio escluso, presso il TROU AUX BICHES RESORT & SPA***** in camera doppia, Junior Suite, trattamento di mezza pensione. • Il premio include il volo a bordo di aerei noleggiati Livingston in classe economica da Milano-Malpensa/Mauritius e ritorno, le tasse aeroportuali e di sicurezza, il soggiorno di 7 notti in hotel, i trasferimenti dall’aeroporto all’hotel e viceversa, l’assistenza in loco e la documentazione di viaggio. • Il premio è soggetto a disponibilità da parte dell’operatore, non è fruibile in contanti e non è cedibile.

VINCI

un viaggio

VINCI UN SOGGIORNO AL TROU AUX BICHES RESORT & SPA A MAURITIUS Partecipa al concorso e rispondendo a queste domande potresti aggiudicarti una splendida vacanza in questo paradiso terrestre.

#

Valore del premio: CHF 7’700.- ca.

1. Quanto è lunga l’isola di Mauritius? ........................................................................................................................................................................

2. Quante sistemazioni comprende il Trou aux Biches Resort & SPA? ........................................................................................................................................................................

V I A G G I

I N C O N F O N D I B I L I

3. Un’attività sportiva d’acqua praticabile nel resort del gruppo Beachbomber Hotels ........................................................................................................................................................................

MAURITIUS SEYCHELLES

ALL’INTERNO: VOLI DIRETTI PER MAURITIUS SOGGIORNI BALNEARI

Cognome: ..............................................................................................................................................

CROCIERE ALLE SEYCHELLES ESTENSIONI A RODRIGUES E LA RÉUNION ESTENSIONI A DUBAI

Nome: .......................................................................................................................................................

NOVEMBRE 2012 | APRILE 2013

MEMBER OF HOTELPLAN GROUP

I cataloghi di Hotelplan Italia sono disponibili nelle filiali Hotelplan e nelle migliori agenzie di viaggio del Cantone e della Mesolcina.

Regolamento Tutti i tagliandi e le mail che perverranno in redazione entro il 17.12.2012 parteciperanno all’estrazione a sorte per l’attribuzione del premio in palio. Il vincitore sarà avvisato personalmente. È escluso il ricorso a vie legali.

Età: .................................. Via e Nº: .................................................................................................... CAP/Località: ...................................................................................................................................... Telefono: ................................................................................................................................................. Compilare, ritagliare, incollare il tagliando su cartolina postale e spedirle entro il 17 dicembre 2012 a: Illustrazione Ticinese, “Concorso Hotelplan”, Via Massagno 10 - CP 418, 6908 Lugano-Massagno, oppure mandare un’e-mail all’indirizzo concorso@illustrazione.ch indicando in oggetto “concorso Hotelplan” e inserendo nel messaggio la soluzione e i vostri dati.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

41


web

iphone

meno telefono e più app Tempo fa, un articolo pubblicato sul giornale statunitense “Wall Street Journal” evidenziava come l’applicazione meno utilizzata sull’iPhone sarebbe quella del telefono, proprio l’App specifica che consente di chiamare tanto numeri fissi quanto mobili attraverso il proprio fornitore di servizi mobile. testo Elio Del Biaggio - elio@illustrazione.ch

A

prima vista, potrebbe anche sembrare bizzarro e paradossale, poiché un telefono dovrebbe soprattutto essere impiegato per fare telefonate, per comunicare e per restare in contatto con gli altri. E invece? Non ci abbiamo probabilmente prestato troppa attenzione, ma i felici possessori di un iPhone che, se da una parte ha saputo diventare oggetto di culto - costoso certo, ma che rappresenta ormai uno “status symbol” sociale d’altra parte lo utilizzano per fare di tutto tranne che per telefonare, mandando SMS, navigando in Internet, ascoltando musica, aggiornando il proprio profilo Facebook, divertendosi con gli innumerevoli giochini disponibili. Una situazione che non sorprende più di tanto, anche perché tanto l’iPhone quanto in generale tutti gli Smartphone sono oggi ricolmi di applicazioni e funzionalità di ogni genere, perlopiù del tutto estranee all’impiego principale che all’origine dovrebbe pur sempre essere telefonare. Ma com’è possibile pensare che siano utilizzati solo ed esclusivamente per ricevere e compiere

42

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

telefonate? Per comunicare con gli altri può anche bastare un semplice SMS o al limite anche una e-mail. Una realtà del mondo attuale in cui viviamo che potrebbe magari farci riflettere, anche se le cose sembrano scontate già in partenza e l’evoluzione futura, dettata da mode e abitudini, sembra ormai tracciata, soprattutto oggi, con la presenza sul mercato degli Smartphone di alcuni grandi e importanti competitori come iPhone, Samsung e Nokia. Solitamente parliamo di App, e ci ritorniamo. Se sono in molti a chiedersi se tante applicazioni iPhone siano davvero utili, la domanda sorge ancor più spontanea se consideriamo il prezzo esorbitante di alcune di esse. È indubbio come gli Smartphone abbiano spesso semplificato la vita di molti utenti, riducendo in un solo apparecchio svariati strumenti di lavoro e di svago. In questo modo alcune applicazioni sono entrate nella vita di utenti professionisti per il pratico e veloce disbrigo delle attività quotidiane, dai medici agli avvocati, dagli ingegneri ai giornalisti. v


VIENI SUBITO A TROVARCI PER UN

LE “APP”

più utilizzate

1. Agro Costo: 899,99 euro (gratuita la versione Lite, con minori funzionalità) Utilità: H H H H H Funzionalità: H H H H H Un’applicazione per agronomi, utile agli agricoltori più tecnologici che desiderano informazioni specifiche sulle condizioni della vegetazione e di altri indispensabili e pratici aspetti agricoli. Consente di tener traccia di tutte le attività effettuate nelle proprie coltivazioni, semplificando e facilitando i processi, rendendoli più puntuali ed efficienti.

2. Savant True Control II Costo: 4,99 dollari Utilità: H H H H H Funzionalità: H H H H H Applicazione che trasforma l’iPhone o anche l’iPod Touch in un pratico telecomando per sistemi audiovisivi, consentendo di controllarne non solo la parte audio e video di casa propria, ma anche l’illuminazione, la sicurezza e tanti altri servizi offerti da ROSIE (è necessario il sistema installato e concesso in licenza) attraverso iPhone.

CONTROLLO GRATUITO DELL’UDITO E PROVARE I NUOVI APPARECCHI ACUSTICI ADATTI AD OGNI STILE DI VITA

LE PIÙ PICCOLE

SOLUZIONI

AL TUO PROBLEMA

TI DAREMO LA POSSIBILITÀ, DI PROVARE PER 30 GIORNI I NOSTRI NUOVI PRODOTTI, POI DECIDI TU COSA FARE!

3. AutoCAD WS Costo: gratuita Utilità: H H H H H Funzionalità: H H H H I Con l’applicazione AutoCAD WS è possibile visualizzare su iPhone i disegni e i progetti in formato DWG. L’utente può quindi consultare e modificare tutti gli archivi DWG, lavorando direttamente tramite iPhone, modificando, inserendo appunti o rivedendo disegni in modo molto intuitivo e direttamente “sul campo”, senza doversi portare appresso ingombranti notebook o fogli di carta.

4. AnatomyLab Costo: 7,99 euro Utilità: H H H H H Funzionalità: H H H H I Applicazione per medici, in lingua inglese, sviluppata da ricercatori dell’Università dell’Utah negli Stati Uniti, usando per le immagini un cadavere umano reale. Molto utile per gli utenti che studiano anatomia, medicina o semplicemente per esplorare il corpo umano. Abbiamo la possibilità di esplorare fino a quaranta livelli del corpo, effettuare lo zoom e ruotare le immagini per ottenere prospettive visive diverse.

... E IN PIÙ VENENDOCI A TROVARE SCOPRIRAI DI PERSONA TUTTI I VANTAGGI DELLA M&MEMBER CARD

CONTATTACI OGGI STESSO AL NUMERO

091 760 06 46 NUMERO UNICO PER TUTTO IL TICINO


oc chi o a

un’alleanza

per la vita A dieci anni dalla terribile vicenda di Ponte Capriasca, con Flavia Bertozzi-Moroni vittima innocente di una vendetta ordita nei confronti delle dogane, l’Associazione nata in sua memoria ci parla di speranza.

U

n intervallo durante il quale parenti, amici, conoscenti e tutte le per persone rimaste toccate dalla dolorosa vicenda hanno maturato elaborazioni diverse dell’accaduto confluite nella fondazione, nata nel 2004, dell’ASSOCIAZIONE MEMORIAL FLAVIA (www.memorialflavia.ch) che ha quale intento quello di portare aiuto effettivo a molti bambini bisognosi di cure ed affetto seguendo diversi progetti sparsi nei tre continenti

di America Latina, Africa e Asia. L’associazione MEMORIAL FLAVIA, con i suoi 500 soci attuali, sull’arco di nove anni ha raccolto oltre 360’000 franchi, di cui 300’000 sono stati utilizzati per finanziare progetti su tre continenti: America latina, Africa e Asia, mentre il rimanente viene destinato a nuovi futuri aiuti. Gli specifici diversi settori sono: – salute (Nella Cordillera in Bolivia e Centro di salute di Busoro in Ruanda); Nel 2008 l’Associazione Memorial Flavia ha risanato il sistema di raccolta d’acqua piovana alla scuola di Sokpara, in Tailandia.

Alta Scuola per Fredy Knie jun. col nipote Ivan Frédéric.

44

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12


UNA CASA PER I BAMBINI

di sonflora in nicaragua

Un traguardo concreto e simbolico, l’acquisto in giugno da parte dell’Associazione MEMORIAL FLAVIA della casa “Las Penitas”, destinata a centro diurno per circa 50 bambini provenienti da famiglie molto povere, spesso costretti a lavorare fin da un’età giovanissima e a subire violenze all’interno della famiglia. Una casa, tanti cuori. Per diventare soci (Fr. 30.- annui) o contribuire liberamente: IBAN CH63 8028 3000 0043 9128 7 - Associazione Memorial Flavia (Flo), Banca Raiffeisen del Vedeggio - 6914 Lamone. L’Associazione Memorial Flavia sarà presente al Mercatino Natalizio di Bellinzona, domenica 23 dicembre 2012.

Bolivia: infanzia protetta nella Missione Villamontes. Michela, sorella di Flavia, incontra i bimbi in Nicaragua. Acqua e igiene nella scuola di Nzong in Camerun.

– acqua e igiene (Scuola di Nzong in Camerun e Scuola Sokpara in Tailandia); – povertà e nutrizione (Centro diurno Villamontes in Bolivia e Centro Sonflora in Nicaragua); – protezione dell’infanzia (Centro diurno Villamontes in Bolivia, Centro Sonflora in Nicaragua e Centro protetto Pajarito Azul in Nicaragua); – istruzione (sostegno a distanza di cinque bambini tramite ATKYE in Kenia e tramite Eco Himal in India). Finanziamenti indispensabili per aiutare concretamente donne, uomini e bambini, come testimoniano le parole di Michela, sorella di Flavia

che fu collaboratrice di Illustrazione Ticinese dall’aprile al novembre 1992, che lo scorso mese di giugno ha toccato con mano la dura realtà della vita quotidiana in Nicaragua: “Ho provato grande gioia nel conoscere i bambini, i ragazzi e Sandra Aguirre (Direttrice del Centro), con la quale da anni intrattenevo rapporti virtuali. Un cuore di donna latina, che con la sua energia e caparbietà lotta quotidianamente per i diritti dell’infanzia, per il diritto alla dignità e per tanti altri diritti negati alla maggior parte della gente”. Con un piccolo contributo potete mettere questi bambini nelle condizioni di sorridere. v

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

45


o r oscop o testo Cloris Sciaroni cloris@illustrazione.ch

verso una nuova era S

i accusano ingiustamente i Maya di profezie catastrofiche quando invece i danni al pianeta sono sotto gli occhi di tutti, obbligandoci a riflettere e porre rimedio quanto prima. Bisogna sapere che tra il 250 e il 900 a.C. la civiltà Maya era una delle più sviluppate nel mondo per l’architettura e la pianificazione delle città, il sistema di scrittura geroglifica, gli accurati calcoli matematici e l’astronomia. Dalla penisola dello Yucatan fino al Pacifico si snoda uno dei più affascinanti siti archeologici del mondo. I Maya diedero un importante contributo all’arte, alla scienza e alla letteratura. I loro discendenti conservano ancora oggi le loro lingue, tradizioni e usanze. Meriterebbero il premio Nobel. Che ci piaccia o no, la data del 21.12.2012 sta calamitando l’interesse mondiale per un motivo o l’altro e non sono pochi coloro che partiranno per il Messico o il Guatemala più per curiosità che altro, ma forse non tutti sanno che proprio in quelle regioni si terranno delle grandi celebrazioni per la pace e per il ritorno alla natura. Gli indigeni, grande popolo, si riuniranno in massa affinché venga loro riconosciuta e restituita la loro terra con le loro tradizioni e i loro diritti sacrosanti, ma non solo, essi pregheranno per il risveglio dell’umanità, perché gli uomini comprendano che non possiamo più continuare a distruggere, a inquinare, a consumare oltre ogni limite. È quindi innegabile che pagheremo un prezzo molto alto per tutti i danni causati alla Terra e

46

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

non già perché lo dicono i Maya, ma perché è la legge di causa-effetto. Calcolando i dati astrologici per l’alba del 21.12.2012, (ho scelto le ore 06.00 su Greenwich), è interessante vedere il Segno del Sagittario in evidenza, perché anche l’Ascendente cade in questo segno. Il Sole si trova a 29° gradi mentre i pianeti veloci, Venere e Mercurio, nello stesso segno, formano un ottimo trigono con Luna e Urano in Ariete. L’elemento fuoco è predominante e ci parla proprio dell’amore per madre Terra che quelle culture lontane continuano a coltivare con coraggio e abnegazione. L’Anno 2013 inizia con la dissonanza fra Marte in Aquario e Saturno in Scor Scorpione, mentre il Sole si trova congiunto a Plutone in Capricorno, in dissonante quadratura a Urano in Ariete, indicando una recrudescenza della ribellione globale contro il potere e la cor corruzione causando forti scontri un po’ ovunque. Siamo giunti alla fine di un lungo ciclo di 26’000 anni circa e prima di poter usufruire dei doni che la nuova Era dell’Aquario ci riserva, dovremo fare grandi sforzi per ripulire questo pianeta e non solo fisicamente, ma anche con i nostri pensieri e i nostri gesti. Ci sono leggi divine che non si possono eludere. Cambiamenti impor importanti stanno comunque già avvenendo in varie parti del mondo. Vedremo presto nuovi sistemi e nuovi personaggi operare per il bene dell’umanità. L’estate del 2013 ci aprirà nuove porte, dobbiamo avere fiducia perché si avvicina l’alba di un nuovo giorno!

012 2 . 21.12 l I e laofezia pr ya Ma i e d


PREVISIONI ZODIACALI PER IL 2013

g ARIETE 21/3 - 20/4

h TORO 21/4 - 20/5

Bello, intrigante, vantaggioso e spensierato il mese di dicembre grazie a passaggi planetari molto favorevoli, specialmente nella seconda metà. Potete contare su premi ed entrate extra, anche se un Marte critico fino al 26.12 vi invita ad essere meno calcolatori. Capodanno ideale per gli sport invernali, giusto per rigenerarvi, ma senza esaesa gerare. L’anno 2013 inizia per voi sotto i migliori auspici, sempre che siate pronti a rivoluzionare un po’ la vostra vita, sviluppare maggiore empatia e ascolto e fidarvi di più delle vostre intuizioni nelle scelte che contano. E questo perché per la magmag gior parte del nuovo anno Mercurio si trova in segni d’acqua. Ingegno, fantasia e creatività saranno le vostre carte vincenti. Giove rimane positivo ancora per i prossimi sei mesi, per cui approfittatene. Febbraio sarà all’insegna dell’avventura, delle scoperte. Single possono fare incontri interessanti, ma attenzione a non confondere l’amicizia con l’amore. Nei primi 20 giorni di Marzo qualcuno di voi dovrà invece chiarirsi a livello di coppia. Poi attenzione: aprile sarà un mese esplosivo dove tutto può accadere, sia nella vita privata come nel lavoro. E qui si apre un nuovo capitolo della vostra vita. È possibile fare anche un incontro del tipo “dejà-vu”. E fino a metà maggio potete concretizzare, mettere radici, aumentare il vostro budget. Da giugno a inizio agosto, con Mercurio critico vi sentirete più stanchi o quanto meno dovete rallentare i ritmi. Possibili contrattempi nei programmi di vacanze. Siccome Giove passerà in Cancro a fine giugno, l’attenzione sarà rivolta alla casa e alla famiglia. I cambiamenti del 2013 varranno sia per per i giovani che meno giovani..

i

La prima metà di dicembre risulta ancora un po’ faticosa, ma con la tenacia di Marte riuscirete a superare tutto. Ad alleggerirvi e a rallegrare le feste natalizie ci penseranno Mercurio e Venere positivi, che vi regalano belle sorprese. Vivete gli attimi più gioiosi senza pensare al domani. Per Capodanno state tranquilli ed evitate di esporvi al freddo, per perché rischiate di ammalarvi. Ma come sarà il vostro 2013? La presenza di Mercurio per la maggior parte dell’anno in segni d’acqua non potrà che favorirvi, stimolando la vostra sensibilità e creatività, anche se poi a tratti arreca delle note di malinconia e voglia di evadere dalla dura realtà. Già perché Saturno sarà nel vostro segno opposto ancora per tutto l’anno nuovo, disturbando parecchio la vita di coppia di voi nativi della 1. decade. La primavera sarà particolarmente agitata: non tenete dentro rabbia e frustrazione ma parlatene apertamente con il partner. Poi, da fine giugno 2013, avrete finalmente il sostegno del benefico Giove e questo per tutto il resto dell’anno, per cui vi sentirete più positivi e fiduciosi, amati e apprezzati sia nel lavoro sia in famiglia. Ovunque siate operativi darete il vostro contributo speciale, in particolare nel campo socio-educativo, ma anche a contatto con il pubblico. È possibile che qualcuno di voi riprenda gli studi interrotti, ottenga una promozione o avvii un nuovo progetto. Giugno sarà un mese magnifico grazie anche a una bella Venere positiva, che favorirà la serenità, progetti di nozze e di maternità. A darvi un’ulteriore carica ci penserà Marte dal 13.7 al 27.8.2013. Insomma sarà un’estate calda in tutti i sensi e voi vi sentirete come rinati.

j

GEMELLI 21/5 - 21/6

CANCRO 22/6 - 22/7

Godetevi ancora la presenza del benefico Giove fino al 25.6.2013, poi cambierà postazione. Intanto il mese di dicembre 2012 richiede ancora molto impegno da parte vostra perché possiate godervi poi le feste come piace a voi. Marte dal giorno 26.12, in ottimo aspetto a Giove, favorisce gli sport invernali. Un po’ di sano movimento all’aall’a perto aiuta ad alleggerire la vostra mente sempre troppo agitata. Cosa vi porterà poi il nuovo anno? Innanzitutto a voi della 1. decade, con Urano e Giove positivi, molta intraprendenza e voglia di rompere con gli schemi precostituiti. Tuttavia con Mercurio in Pesci dal 5.2 al 13.4, periodo che genera confusione, è bene evitare di cedere alla tentazione di promesse allettanti, che non hanno fondamenta. Attenzione anche ai furti. Dal 2.2 al 25.2 sarete catturati dagli affari di cuore, ma attenzione alle scenate di gelosia. La primavera 2013 sarà poi una vera esplosione di energia e l’amore infiammerà molti cuori solitari perché, si dice, non abbia età. Qualcuno di voi rivoluzionerà la propria vita e non solo nel privato. Siate creativi e inventivi, non importa quale attività facciate, purché possiate esprimere tutti i vostri potenziali. Potreste anche pensare a un lavoro in società. Maggio è un mese per consolidare, concretizzare, mettere su casa. I contatti si intensificano e gli affari saranno vantaggiosi. Non mancheranno neppure le novità in famiglia! Per quanto riguarda i viaggi la primavera è eccellente, evitateli solo durante l’eclissi del 25.5.2013. Da fine giugno Giove lascerà il vostro segno per passare nel Cancro. I temi principali saranno quelli dei beni familiari. Salute: ottima purché rispettiate il vostro bioritmo. Molto intensa e piuttosto stressante la prima metà di dicembre, con un Marte piuttosto critico. Poi però potete rilassarvi e godere pienamente delle feste in arrivo. Ma cosa vi attende nel 2013? L’anno che volge al termine può essere stato difficile per alcuni di voi, per motivi vari. Purtroppo ci sono ancora delle situazioni che si trascinano e logorano soprattutto le relazioni di coppia di lunga data, alcune delle quali sono arrivate al capolinea. Se vi trovate fra queste, sappiate che il periodo più critico va dal 12.3 al 15.4 dove l’atmosfera si farà molto tesa. Evitate ritorsioni pericolose. Piuttosto rivolgetevi a un mediatore neutro, poiché la vostra forte emotività non vi permette di ragionare lucidamente. Il passaggio di Mercurio nell’elemento acqua per buona parte del nuovo anno, indica proprio che potete contare su questi aiuti esterni. A maggio la situazione potrebbe già essersi risolta. Poi Mer Mercurio si sposterà nel vostro segno dal 31.5 al 7.8 ponendo l’accento sui bambini e donando momenti di grande magia a voi giovani innamorati. La notinoti zia più bella arriverà comunque da Giove, che alla fine di giugno 2013, farà il suo ingresso nel vostro segno, dove rimarrà a lungo, regalando più fiducia e ottimismo. E dato che formerà un ottimo trigono con Saturno, ciò che inizierete ora avrà basi solide. Vale soprattutto per voi giovani intenzionati a formare una famiglia. Doni in arrivo. Anche professionalmente ci saranno cambiamenti interessanti. Potreste essere proprio voi a dare il via a nuovi progetti. Bene i contatti con l’estero, con gli enti pubblici, con i media. Viaggio importante in vista, magari di ordine spirituale. Salute: rinascita.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

47


LUGACHANGE SA IL CAMBIA VALUTE

Lezioni private e semiprivate Soggiorni linguistici

FUNICOLARE

6500 Bellinzona 6600 Locarno Tel. 076 504 30 87 www.lingueepiu.ch

BUONO PER UNA LEZIONE DEL VALORE DI FR. 55.–

CREDITI PRIVATI

Fr.. Fr.. Fr.. Fr..

5'000.– 10'000.– 20'000.– 80'000.–

7.9% con possibilità di chiedere altri importi intermedi

pagabili pagabili pagabili pagabili

in in in in

72 72 72 72

mesi mesi mesi mesi

Piazza Cioccaro 12 - 6900 Lugano Tel. 091 923 98 94 - Fax 091 923 98 20

PER CITTADINI SVIZZERI O CON PERMESSO B, C, L, FRONTALIERI, INDIPENDENTI, PENSIONATI O INVALIDI

Esempi di calcolo al tasso del

PIAZZA CIOCCARO

= = = =

Fr. Fr 86.75 Fr. 173.50 Fr. 347.05 Fr. 1’388.15

RISTORANTE IL CANTINONE

nel centro di Lugano

Più semplice di quanto sembri !

LOCAZIONE APPARTAMENTI SUSSIDIATI IN TUTTO IL CANTONE

mensili mensili mensili mensili

L’importo del finanziamento da concedere e il tasso d’interesse verranno stabiliti dalla Banca in seguito all’esame dei documenti allegati alla richiesta. Anche se avete altri crediti, possiamo riprenderli e aumentarli a un tasso più basso. Avviso di legge: “La concessione dei crediti è vietata se conduce ad un indebitamento eccessivo” (Art. 3 LCSI)

CASSA MALATI - PREMI 2013

EDILIZIA CONVENZIONATA IN CANTON TICINO

Minorenni da 0 a 18 anni pagano al mese Fr. 40.95 Giovani da 19 a 25 anni pagano al mese Fr. 167.45 Adulti da 26 e oltre pagano al mese Fr. 188.25

Telefonate per una consulenza alla: CREDITFINANZ

SA

Tel. 091 921 36 90 – 091 835 42 02

www.creditiprivati.ch

Fino alle ore 21:00

Centro Nord-Sud 3 | Via Campagna 26 | 6934 Bioggio Tel. 091 600 18 45 | Fax 091 600 18 46 | at@alloggiticino.ch Orari da lunedì a venerdì: 9:00 -11:00 / 13:30 -15:30

Trovate gli appartamenti disponibili su www.alloggiticino.ch

CHI 230.– sconto 7%

CHF 214.–

VANITY FAIR 271.– sconto 10%

CHF 244.–

DI PIÙ 156.– sconto 3%

CHF 151.–

FOCUS 108.– sconto 10%

CHF 97.–

ELLE 144.– sconto 12%

CHF 127.–

CUCINA ITALIANA 110.– sconto 10%

CHF 99.–

GENTE 219.– sconto 7%

Visita il nostro sito www.bsms.ch

BUONO DI CHF 5.–

Riduzione sul prezzo netto, per la sottoscrizione alle riviste

CHI; DI PIÙ; ELLE, GENTE; VANITY FAIR; FOCUS; CUCINA ITALIANA; SETTIMANA ENIGMISTICA.

Da spedire allegato all’ordine valido fino al 07.01.2013

Vuoi sottoscrivere un abbonamento? Compila ed invia il tagliando! Bulldog Swiss Media Services SA CP 223 - CH 6963 Pregassona Ricordati di allegare il buono sconto!

CHF 204.–

SET. ENIGMISTICA 250.– sconto 15%

CHF 213.–

Promo Illustrazione Ticinese 12-2012

SOTTOSCRIZIONE INDIRIZZO DI FATTURAZIONE: Rivista ......................... Importo............. Signora ❍ Signore ❍ Nome ..................................................... Cognome ............................................... Vie e N°.................................................. CAP / Località ........................................ Tel. ......................................................... E-mail ..................................................... Data e firma ...........................................

SOTTOSCRIZIONE REGALO INDIRIZZO DI SPEDIZIONE: Rivista ......................... Importo............. Signora ❍ Signore ❍ Nome ..................................................... Cognome ............................................... Vie e N°.................................................. CAP / Località ........................................

Un abbonamento è un regalo che si rinnova tutto l'anno. DOMANDE?

Tel. 091 940 22 44

|

Fax 091 940 25 54

|

abo.bsms@gmail.com


oroscop o PREVISIONI ZODIACALI PER IL 2013

k LEONE 23/7 - 23/8

l VERGINE 24/8 - 22/9

La prima metà di dicembre è piuttosto faticosa e impegnativa con i pianeti in Scorpione, ma vi prepara ad affrontare le sfide del 2013, che non sono poche. È un vero campo di allenamento ma voi siete dei combattenti nati. E poi c’è ancora il benefico Giove a supportarvi fino a fine giugno. In ogni caso approfittate delle feste per riposare e rigenerarvi. Se siete giovani lavoratori dipendenti o apprendisti sarete confrontati con capi dispotici, inutile lottare contro, cercate conforto nell’amore e nel supporto di amici veri o ancora in un hobby piacevole. Potrei suggerirvi la lotta capoeira, che è un insieme di danza, forza e ritmo: insegna ad usare bene l’energia. Saturno, a lungo dissonante, parla di autoritarismo che facilmente sfocia in abuso di potere e c’è anche fra voi chi lo esercita. Per questo dovrete lavorare sul vostro orgoglio e imparare l’arte dell’umiltà. Anche ai figli bisogna saper chiedere perdono quando si sbaglia. Lo stesso vale per la vita di coppia, che a tratti sarà turbolenta specie se siete con uno Scorpione. E qui sarà messa sul banco di prova la profondità dei vostri sentimenti. Da metà marzo al 14 apriapri le i buoni influssi dall’Ariete potrebbero portare una ventata di novità e tanta passione. Sarà una nuova fiamma ad accendere il vostro cuore? PoPo trebbe essere il periodo adatto per un viaggio di piacere. Cambiare aria è vitale a volte. Maggio è il mese delle scelte importanti. Ci sono eventi a volte inevitabili. Il mese di giugno porta invece più leggerezza e la vita sociale acquisterà più intensità, cosa che a voi piace. L’estate sarà a tratti bollente. La salute richiede molta più attenzione nel 2013: trovate il modo di rilassarvi ogni tanto. Molto proficua e impegnativa sarà la prima metà di dicembre. Lavorerete sodo per chiudere in positivo i conti e poi godervi il meritato riposo. Già perché l’anno nuovo non inizia proprio in modo leggero. Mercurio porta parecchia tensione già dal 19.1.2013 e una grande confusione dal 5.2 al 13.4 quando si troverà in opposizione al vostro segno. Sarà nelle relazioni interpersonali che nasceranno le incomprensioni maggiori. Sistemate situazioni ancora in sospeso. Attenzione alle distrazioni e guidate con prudenza. Possibili notizie non troppo confortanti da lontano. La dissonanza di Giove fino a giugno non aiuta certo a dare serenità. Ciononostante avete il supporto di un solido Saturno e di un potente Plutone per tutto l’anno, che vi aiuteranno a superare le difficoltà grazie alla vostra sapiente analisi logica. La primavera sarà particolarmente vivace e porterà a svolte impor importanti sia nel lavoro come nella vita privata. E poi finalmente con il passaggio di Giove in Cancro, in posizione più favorevole al vostro segno, ritroverete la fiducia in voi stessi e guarderete alla vita con occhi diversi. Nasceranno nuovi interessi e anche la spiritualità acquisirà maggiore importanza. Inoltre vivrete i sentimenti e l’amore in modo diverso, più profondo. Anziché vedere i difetti negli altri saprete valorizzare ciò che di buono hanno da offrirvi. I single potrebbero finalmente incontrare l’anima gemella. Luglio è un ottimo mese per le vacanze. Buone prospettive professionali in autunno. Salute: assumete più sali minerali nella prima parte dell’anno.

a BILANCIA 23/9 - 22/10

b SCORPIONE 23/10 - 22/11

Il mese di dicembre, si sa, è il più oneroso da un profilo finanziario, ma questa fine d’anno può portare anche qualche entrata extra. Comunque usate con parsimonia il denaro, che a voi scivola facilmente dalle tasche. Questo non esclude che possiate comunque fare una piacevole vacanza per le feste. L’anno nuovo inizia in modo frizzante. Ricaricatevi perché il 2013 sarà movimentato e a tratti rivoluzionario. Già il mese di febbraio si rivela interessante per le relazioni pubbliche. Poi ecco arrivare le turbolenze tra il 12 marzo e il 19 aprile, quando i pianeti si troveranno nel vostro segno opposto, scompigliando la vita affettiva di molti di voi. E si sa quanto l’amore conti per una Bilancia. Lo tsunami sarà particolarmente intenso nelle relazioni già complicate e nonostante Giove provi a trovare degli assestamenti, qualche relazione scoppierà e questo indipendentemente se siete voi ad aver preso una bella sbandata o abbiate scoperto una tresca. Urano e Plutone, sempre dissonanti, saranno impietosi, hanno lo scopo di rivoluzionare la vita e portare salutari cambiamenti. Vale anche per il lavoro. Dal 20 aprile in poi l’atmosfera si calma e piano piano ritrovate il vostro equilibrio. Maggio e giugno saranno molto interessanti per gli affari e per stabilire collaborazioni vantaggiose. Il denaro arriva per vie diverse, siate creativi: leggete, scrivete, parlate, navigate. Internet è un buon mezzo. Bene anche i viaggi. Poi la musica cambia un po’ con il lungo transito di Mercurio in Cancro, dove arriverà anche Giove a fine giugno. Possibili cambi di casa o ambiente lavorativo. La famiglia e i bambini saranno i vostri interessi principali. Molto intensa si rivela la prima metà di dicembre con i pianeti nel vostro segno! Sarà un po’ stressante ma poi potete rilassarvi per le feste, anzi sarà doveroso perché dal giorno 26.12 Mar Marte dissonante vi espone a rischi. Quindi si consiglia un Capodanno tranquillo. Avete bisogno di economizzare le energie per affrontare un 2013 inizialmente piuttosto impegnativo. Il severo Saturno si trova nel vostro segno ancora per tutto l’anno nuovo e non concede sconti a nessuno. La bella notizia è che Mercurio per buona parte dell’anno sarà in segni d’acqua, formando un ottimo aspetto con Saturno e questo vi regala una grande capacità analitica che potete utilizzare per la ricerca, per scovare intrighi, per scrivere, per intuire quando fare la mossa giusta, quando giocare o rischiare. I buoni frutti li raccoglierete nella seconda parte dell’anno. La primavera si rivela piuttosto movimentata e rivoluzionaria sia nel lavoro sia nel privato. Se reggete allo stress, poi potete godervi un lungo periodo molto piacevole a partire dal 26.6.2013, quando Giove passerà in Cancro formando un bel trigono al vostro segno e a Saturno. Qui si mettono basi solide, in particolare per le coppie che intendono sposarsi, fare un figlio, investire nella casa. Bene anche i viaggi e i contatti con l’estero in genere. Luglio un po’ teso, ma per il resto l’estate e ancor di più l’autunno si riveleranno ricchi di sorprese. Salute: siate prudenti durante le due eclissi, la prima il 10.5 nel vostro segno opposto e la seconda il 3.11 nel vostro segno. Non esponetevi a rischi inutili.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

49


l av or et t i PREVISIONI ZODIACALI PER IL 2013

c SAGITTARIO 23/11 - 21/12

d CAPRICORNO 22/12 - 20/1

50

Fino alla metà di dicembre dovrete giocoforza affrontare un certo stress, ma ne vale la pena, perché poi potrete godervi le feste come si conviene a voi, grazie a una Venere molto gioiosa nel segno, in aspetto molto positivo a Marte dal 26.12.2012. Chiuderete l’anno in bellezza e poi via verso il 2013, che si prospetta molto movimentato, specie a primavera. Siccome Giove è in opposizione fino a fine giugno circa, dovrete essere particolarmente prudenti quando si troverà in dissonante aspetto a Mercurio, ossia dal 5.2 al 13.4, ma anche a Nettuno. Il periodo non è positivo per le baldorie e le distrazioni, evitate gli alcolici e guidate con prudenza. Non sono favoriti i viaggi all’estero dal 23.2 al 16.3. Tenete sotto controllo portamonete e documenti, non si sa mai. Difficoltà nella comunicazione e nelle relazioni in genere. I malintesi creano problemi. Possibile preoccupazione per un figlio. Poi, dal 20 marzo a metà aprile soffia un vento pazzo con i pianeti in Ariete. Le nuvole si diradano e voi vi sentirete energici, creativi e inventivi. Sarà comunque l’amore a tenervi su di giri. Bene le relazioni pubbliche. Attenzione alle spese pazze. Maggio sarà molto produttivo per il lavoro. A giugno avrete voglia di cambiare aria, ambiente e persone. Pare che tutto vi stia stretto. Dalla fine del mese Giove cambia postazione e si disporrà nell’8. campo, quello degli investimenti, dei lasciti, del fisco. È probabile che dobbiate regolare degli affari di famiglia. Possibile preoccupazione anche per un parente anziano. Interessante l’estate, in particolare agosto. Molto intensa la prima metà di dicembre. La presenza di Marte e Plutone nel segno vi dona una grinta eccezionale e una forte determinazione per raggiungere i vostri scopi. Inutile dire che nella veste del capo siete molto duri a volte. Se invece siete ancora dipendenti, farete di tutto per rendervi autonomi. Non vi scoraggerete certo se vi propongono posti di maggiore responsabilità purché ben retribuiti. Trascorrete le feste nella tranquillità, magari davanti a un bel camino con i vostri cari. L’anno nuovo inizia bene, in modo dinamico e con le migliori intenzioni. È come se voleste recuperare tempo e occasioni perdute. Saturno, il vostro astro-guida, sarà in ottiotti ma posizione per tutto il 2013, sostenendo positivamente il vostro Plutone. Qualcosa di profondo e intenso si muove dentro di voi. È come il serpente che cambia pelle ma non le sue caratteristiche. Sebbene siate dei combattenti solitari, nel 2013 dovrete anche cooperare con gli altri se volete raggiungere certi obiettivi ambiziosi, meglio ancora se a beneficio della collettività. Infatti tra febbraio e marzo un delicato Mercurio esalta il lato umanitario. Esso favorisce anche gli affari perché vi dona un fiuto eccezionale. Trovate il tempo anche per l’amore e le coccole, rilassano, perché poi dovrete affrontare un periodo stressante tra la metà di marzo e il 17 aprile. Non mancheranno le polemiche. Dal 20 aprile a metà maggio invece raccoglierete i frutti del vostro impegno, anche in termini di denaro. Bene anche l’amore. La notizia più importante arriva da Giove, che a fine giugno passerà in Cancro, vostro segno opposto, dove rimarrà a lungo. Svolte radicali in vista.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 12-12

e AQUARIO 21/1 - 19/2

f PESCI 20/2 - 20/3

Come sapete, Saturno ha lasciato la sua postazione positiva dallo scorso ottobre e si è disposto in moto dissonante rispetto al vostro segno, che manterrà anche nel 2013, chiedendovi un grande impegno! E cosi è ancora nella prima metà di dicembre 2012. Pazientate perché poi dal 16.12 Venere in transito positivo porterà leggerezza e momenti di grande piacere e convivialità. Capodanno strepitoso con Marte nel segno, ma non dimenticate la prudenza ovunque siate. Non mancheranno gli amoreggiamenti. I primi mesi del 2013 saranno sì dinamici e stimolanti ma è bene anche coltivare momenti di relax, magari in una stazione termale. Il mese di febbraio si presenta intrigante, specie per chi fra voi compie gli anni. Sarà un nuovo inizio, all’insegna dell’amore e della solidarietà. Invece di lavorare da soli o isolarvi, frequentate persone con gli stessi ideali, che vi aiutano a crescere. La bella notizia è che il benefico Giove sarà ancora positivo fino a giugno del 2013, alleggerendo un po’ il carico di Saturno. Questo non vuol dire che basta affidarsi alla buona sorte, anzi, ogni cosa dovrà essere conquistata. Attenzione alla primavera che si presenta esplosiva, in particolare dal 12 marzo a metà aprile, con i pianeti in Ariete. Ci sarà una bella rivoluzione in atto, sia nel lavoro sia nel privato. Dovete comunque contenere la voglia di buttare tutto all’aria solo perché siete stanchi di una situazione. Potrebbe essere invece utile allontanarsi un po’ dal luogo e dalle solite persone esplorando altre realtà. Maggio di nuovo faticoso, attenzione all’eclissi del 10.5. Molto bene giugno per le vacanze. Autunno di rinascita. Molto impegnativa la prima metà di dicembre, ma anche molto redditizia. È vero che con niente si ha niente. Probabilmente arriverete un po’ stanchi a Natale, ma poi potete rilassarvi. Per Capodanno è bene stare tranquilli, nel proprio focolare. Marte dall’Aquario potrebbe esporvi a rischio d’infor d’infortunio specialmente negli sport invernali! L’anno 2013 promette bene a partire da maggio. Prima dovrete affrontare le insidie di Mercurio e Nettuno nel vostro segno, in aspetto dissonante a Giove, in particolare dal 5.2 al 13.4 che vi rendono troppo indulgenti, confusi, ingenui e incapaci di assumere posizioni nette, scaricando sugli altri le responsabilità che competono a voi. Vale soprattutto per voi maschietti. Imparate ad esprimere le vostre emozioni. Evitate farmaci e alcol, affrontate invece le vostre paure, le vostre ansie parlando, scrivendo o facendo teatro. Se non è necessario evitate i viaggi all’estero in quel periodo, siate prudenti alla guida, tenete a bada portamonete e documenti. Le distrazioni possono costarvi care. La primaveprimave ra sarà particolarmente vivace ed è come se vi risvegliaste da un lungo letargo, pronti a salpare per nuovi lidi, ad afferrare le nuove opportunità al volo. Maggio sarà particolarmente vantaggioso! Datevi da fare. La novità più bella e che, dalla fine di giugno 2013, il benefico Giove passerà in Cancro, formando un bel trigono d’acqua e questo per lungo tempo. Ci sarà un’importante crescita per tutti voi, sia a livello morale, professionale, sia economico. Tante soddisfazioni anche in famiglia e a livello affettivo. Realizzerete sogni importanti.


P

w P

www.aurarium.com Piccola scelta dei nostri TOP consulenti

cartom

Daiana Daian aiana 0901 588 216 ’avvicinarsi della fine dell’anno, porta inevitabilmente a porsi le classiche domande sul futuro. Anche le persone più scettiche non mancheranno certamente di domandarsi o augurarsi un nuovo anno migliore del precedente. Sino dall’antichità le popolazioni si sono rivolte a profeti, saggi o personaggi con particolari capacità di vaticinare il futuro, per conoscere in anticipo quale sarebbe stata la loro sorte. I Regnanti chiedevano ai loro consulenti di fare predizioni per esempio sull’esito di eventuali guerre o se ci sarebbero state carestie. L’uso delle carte, carte ed in particolar modo dei Tarocchi è stato tramandato di generazione in generazione mantenendo invariato il loro ruolo all’interno della società. Ancora oggi infatti rivolgersi a persone esperte in cartomanzia, siano essi Tarocchi Tarocchi, Sibille, Sibille, o altri generi di carte da predizione è una pratica particolarmente diffusa. Chiedere ai Tarocchi di aiutarci a capire come affrontare il futuro non consiste solo in una lettura ma è un modo per affrontare le problematiche, le scelte o le difficoltà in modo attento e ragionato. Provate anche voi a consultare persone serie e preparate nel settore e vi accorgerete che i Tarocchi vi aprono la mente ponendovi davanti le diverse possibilità di scelta e alle diverse conseguenze, questo però non significa che avete la soluzione a portata di mano ma anzi vi costringono a capire, solo dopo aver ragionato, quale potrebbe essere la decisione più opportuna. La simbologia dei Tarocchi inoltre, agli occhi di persone inesperte può incutere un certo disagio; proprio per questo motivo è fondamentale che le carte vengano lette solo da persone esperte per evitare che venga data un’interpretazione errata al simbolo raffigurato. Per esempio il Matto non indica certamente follia ma piuttosto fantasia, apertura mentale, voglia di cambiamento, di libertà ecc… Questo è solo uno dei soggetti che compongono il mazzo dei Tarocchi, esso infatti è formato da 22 Arcani detti maggiori e da 56 detti minori. Provate anche voi a chiedere un consulto con i Tarocchi e vi accorgerete di quanto siano vicini alla vita di ciascuno di noi.

Medium sensitiva, opero nel campo della radioestesia e cartomanzia.

cartom

Sibille 0901 588 263 Ho sempre praticato con passione cartomanzia e divinazioni.

Angela l 0901 588 215 la

L'unica veram era ente in grado di fa eram far arvi conoscere in un modo meravigliosa avigliosam avigliosa vigliosamente semplice il nome del vostro Angelo Custode.

Siri 0901 588 252 Siria

Cartomante con esperienza riconosciuta e consolidata da diversi anni.

R

R a

Elena n 0901 588 251 na

Se cerchi professionalità, esperienza e Rino 0901 588 230 Ridono di serenità e felicità, rispondendo correttezza, se hai bisogno un’amica ad ogni interrogativo. io ci sono. Alle incertezze darò r

Rino 0901 588 230 Ridono serenità e felicità, rispondendo

A

P d

ad ogni interrogativo. Ambra 0901 588 292 Alle incertezze darò risposta.

Possiedo doti extrasensoriali, a disposizione di chi ne ha bisogno.

A ra Amb r 0901 588 292

Possiedo doti extrasensoriali, a disposizione di chi ne ha bisogno.

M

E ti

Melissa elis 0901 588 228 Esperta ta nella lettura di tarocchi e sibille, Melissa 0901 588228

Esperta nella lettura di tarocchi e sibille,graz

mio la mia grazietia offro loro, tiil offro fffro aiuto il mioeaiuto e lasensitività. mia sensitività.

Vesna sn 0901 588 267 sna Vi svelerò i segreti della numerologia e

V

V p

dei tarocchi; con meVesna ogni perche aavrà588267 la 0901 sua risposta.

Vi svelerò i segreti della numerologia e dei t perche avrà la sua risposta.

Irma Irm ma 0901 588 283

Desideri migliorare la tua vita, guardare al futuro positivamente, riconquistare chi ami o chi hai perso?

Ir

T RIF TA R FA F UNITA T Irma TA R A0901 RI PER 588 LA RETE FISSA 283 OGNI SINGOLODesideri NUMERO R RO FR. 2.73/MIN. migliorare la tua vita, guardare

D a a

al futuro positivamente, riconquistare chi ami o chi hai perso?

Tarif


Regali magici Venite a trovarci ora da Marionnaud per scoprire tante offerte interessanti e magiche idee regalo. PACO RABANNE 1 MILLION Set regalo (EdT 100 ml & Deo Vapo 150 ml) CHF 88.90

Disponibile in filiali selezionate. Fino a esaurimento scorte.

marionnaud.ch

ed down small, use the icon r composition.


Illustrazione Ticinese