Issuu on Google+

illustrazione www.illustrazione.ch

N.3

- 1 APRILE 2011

RIVISTA FAMILIARE DELLA SVIZZERA ITALIANA

TICINESE

MODA

A tutto denim MOTORI

I bolidi di Ginevra REPORTAGE

Sulle tracce della storia


Penélope Cruz

CAMICETTA BIAGGINI

49.95


sommario

14 fondata nel 1931 12 edizioni annuali Tiratura 131.082 copie (REMP 2010) Redazione CP 418, 6908 Lugano Via Massagno 10 Tel. 091 972 26 20 Fax 091 972 45 65 www.illustrazione.ch info@illustrazione.ch Editore Editrice Tredicom SA 6908 Lugano Distribuzione AWZ - Lugano Amministrazione e produzione Marco Werder Editore Matthias Werder Grafica Tredicom SA Gabriele Campeggio

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

45

15

a tavola

viaggio

culinario A cena dalla famiglia Colombo di Chiasso, tra cucina asiatica, finlandese e ticinese. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

“S

iamo giovani, ci piace tanto cucinare e mangiare e quindi mi sono detta, perché no?”. E così Micaela Colombo ha ritagliato e spedito il tagliando per partecipare alla nostra iniziativa, ben sapendo che, se la cosa avesse avuto un seguito, avrebbe cucinato il marito Dave.

Già, perché il vero appassionato è lui: armato di un divertente grembiule … ”bovino” è già pronto ai fornelli per preparare due piatti a base di pesce, cibo molto amato in casa Colombo. Olli, 3 anni e Soila, 1 e mezzo, sono impazienti di sedersi a tavola. Hanno fame e sono golosissimi della tartare di tonno che preparerà il loro papà.

Inserzioni

Ticino e Italia: Tredicom SA Tel. 091 973 20 10 Fax 091 972 45 65 info@illustrazione.ch Edimen S.a.g.l. Tel. 091 970 24 36 edimen@edimen.ch Svizzera tedesca e romanda: Grütter-Werbung 4914 Roggwil - CP 176 Tel. 062 929 27 82 Fax 062 929 27 82 Natel 079 415 87 88 gruetter-werbung@besonet.ch

>

45

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

54

Inserzioni moto: TuttoSprint Tel. 079 697 49 65 info@tuttosprint.ch

Armonia tecnologica e racing for fun Supercar: ingresso autorizzato

Il materiale redazionale e fotografico non richiesto non viene restituito.

In copertina: Simone Bianchi Foto: Rémy Steinegger

4 Fuorionda Questione di stile 6 Sai che Domande curiose e risposte sfiziose 9 In dialètt I machinista i pàrlan Schwyzerdütsch 10 Ricordi Frammenti di cronaca dal passato 12 Appunti Spunti, idee e consigli in vetrina 14 Ritratto Uno psicologo in cucina 23 Animali Anti-noia per gatti “indoor” 25 Web Alla scoperta del web invisibile 28 Bellezza Parola d’ordine idratazione 30 Moda A tutto Denim 32 Salute Bellezza in un “Pic” 36 In viaggio Ospite del capo villaggio (terza parte) 42 Escursioni Immagini come un Haiku 45 A tavola Viaggio culinario 51 Sondaggio Pro o contro il raddoppio del Gottardo? 54 Reportage Sulle tracce della storia 62 Sport Scambio di battute 66 In classe Scrivere bigliettini è divertente 68 Occhio a Nel magico mondo di Giocolandia 71 Lavoretti I coniglietti copri uova 72 Motori

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

55

79 Oroscopo Uno sguardo tra stelle e pianeti 82 Cruciverba Ciac si… rinfresca

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

3


f uor i ond a

questione

di stile

Lo stile non è altro che l’ordine e il movimento che si mette nei propri pensieri. testo Roberto Rizzato - roberto.r@illustrazione.ch

P

er stile in letteratura s’intende la qualità dell’espressione risultante dalla scelta degli elementi linguistici da parte di chi scrive. Se il “Dolce stil novo” dantesco fu il modello dominante della tradizione lirica italiana ed europea fino ad almeno il XVII secolo, ciascun poeta o scrittore ha cercato di elaborare un suo proprio stile che lo rendesse inconfondibile. Per stesure e correzioni successive, il Manzoni impiegò una ventina d’anni per arrivare alla versione definitiva de I Promessi Sposi; mentre Flaubert ne impiegò comunque cinque per ultimare il suo capolavoro, Madame Bovary. A proposito della costante preoccupazione per lo stile perfetto, Alexandre Dumas figlio (autore della pièce teatrale da cui Verdi trasse la Traviata) ebbe a dire: “Flaubert è un gigante che abbatte un’intera foresta per ricavarne una scatola di fiammiferi”. Si racconta, ad esempio, di un’interminabile disputa tra lui e l’accademico di Francia, Maxime du Camp, sull’uso del congiuntivo imperfetto. Discussero fino a tarda ora, ma senza persuadersi a vicenda. Alla fine andarono a coricarsi ma, nel bel mezzo della notte, Flaubert si alzò e andò a bussare alla porta dell’amico: “Maxime, vorrei che tu ti alzi”. E quello, ancora nel dormiveglia, gli rispose: “Vorresti che io mi alzi o che mi alzassi?”. Nel 1947 lo scrittore fran-

4

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

cese Raymond Queneau diede alle stampe un libro (tradotto in italiano nell’83 da Umberto Eco) dal titolo Esercizi di stile, in cui lo stesso aneddoto viene raccontato in 99 modi diversi, utilizzando le infinite risorse del linguaggio e dell’arte del narrare. Ma già nel 1939 uno scrittore americano aveva pubblicato un ancor più curioso volume, Gadsby: nel testo di 50’000 parole non ce n’è nemmeno una contenente la vocale e. In passato erano stati scritti libri omettendo alcune lettere dell’alfabeto, tant’è che esiste persino un termine specifico per definire questo artificio: lipogramma. Ma ciò che Ernest Vincent Wright seppe realizzare è, a dir poco, sorprendente: il suo romanzo sfiora le 300 pagine e la e è senz’altro la lettera più diffusa nella lingua inglese! Wright impiegò 165 giorni per mettere a punto questo suo esercizio di stile, ricorrendo ad un astuto espediente: rese inutilizzabile il tasto della e della sua macchina da scrivere. Però lo sforzo gli fu fatale ed egli morì il giorno stesso della pubblicazione. Probabilmente anche per questo le copie di Gadsby andarono a ruba tra i collezionisti, raggiungendo quotazioni di oltre mille dollari l’una. Y

«Ogni scrittore

cerca di elaborare un proprio stile»


Bella invenzione: lisciatura a vapore anzichĂŠ stirare.

Adora con la prima mondiale lisciatura a vapore. Come prima lavatrice, Adora SLQ liscia con il vapore la biancheria, e lo fa cosÏ bene che nella maggior parte dei casi non serve stirare. Maggiori informazioni sulle nostre straordinarie innovazioni all’indirizzo vzug.ch


s ai che

leggiamo

SAI

perché

ELEGGIAMO I CANDIDATI?

1.

La legge del deserto, di Wilbur Smith

2. Vieni via con me, di Roberto Saviano 3. E disse, di Erri de Luca

Gli uomini si riuniscono in comunità, all’interno delle quali vengono prese decisioni volte a preservarla. La decisione sul come prendere decisioni dà luogo a differenti tipi di comunità. Uno di questi è detto democrazia, che ha origini risalenti all’antica Nell’immagine tratta da The Economist, nelle sfumaGrecia e che etimologica- ture in verde gli stati considerati democrazie più o meno complete, in quelle in rosso gli stati considerati mente vuol dire “governo del in grado differente autoritari. popolo”. In Ticino, ogni quattro anni il popolo decide direttamente a quali rappresentanti del popolo affidare il compito di prendere decisioni sui diversi problemi che il vivere in comune comporta.

ascoltiamo SAI

perché si dice

ECCO FATTO IL BECCO ALL’OCA E LE CORNA AL PODESTÀ?

1.

The afterlife, di Paul Simon

2. Come on get it, di Lenny Kravitz 3. Lotus flower, di Radiohead

guardiamo

Questa curioso modo di dire è in realtà un proverbio fiorentino ormai quasi in disuso. È nato nella Firenze medievale per motteggiare il podestà, gabbato dai suoi debitori. L’oca rappresenta in modo spregiativo l’aquila in pietra affissa sulla facciata di Palazzo del Bargello, sede dell’allora massima autorità. Le corna al podestà vanno a rafforzare il significato, motteggiando un’altra autorità. Questo proverbio è stato poi utilizzato per indicare un lavoro compiuto e completato.

SAI

da cosa deriva

PASQUA?

1.

Maschi contro femmine, di Fausto Brizzi

2. Che bella giornata, di Checco Zalone

3. Parto col folle, di Todd Phillips

6

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

L’origine di questo termine è l’aramaico pasha, che significa passaggio, perché la pasqua ebraica era stata istituita per commemorare il passaggio degli ebrei dall’Egitto. Il termine fu deformato in seguito e trasformato nel latino pascua, ossia pascoli.

Palazzo del Bargello, Firenze, 1260 in un’immagine di Giacomo Brogi.


FCM www.migros.ch

c e s o r p r e s a. Un a d o l c o nig l i e t t i mul t i c o l o r i I tene r i di Chocolat Fre y.

MAGICA SENSAZIONE.

Con un po’ di fortuna, nel tuo nido di Pasqua troverai tre dolci coniglietti di ďŹ nissimo cioccolato al latte svizzero, avvolti in carta stagnola dai colori primaverili. www.chocolatfrey.ch


PER ALLIEVI dai 12 ai 18 ANNI CORSI ESTIVI DI LINGUE E SPORT OBERLAND BERNESE ‡ TEDESCO ‡INGLESE ‡ FRANCESE 3 lezioni giornaliere & conversazione in combinazione con pallacanestro, mountainbiking, escursioni ecc. ARIANA Sprachkurse AG | Monika A. Schmid | Patricia D. Bühler Höhenweg 60 | 9000 San Gallo | Tel. 071 277 92 91 Fax 071 277 72 53 | www.ariana.ch

RIMINI MARINA CENTRO

FERRETTI BEACH HOTEL ★★★★ Sul mare, annuale, ogni confort, parcheggio. Palestra. centro benessere “Fisiosphere” completamente ristrutturato: ❍ ampia piscina idromassaggio con cromoterapia ❍ sauna finlandese ❍ bagno turco ❍ doccia emozionale con cromoterapia ❍ doccia aromatica ❍ percorso kneipp ❍ cabina per massaggi ❍ trattamenti estetici ❍ pacchetti estetici, relax, curativi personalizzati Tel. 0039-0541/381555 www.ferrettibeach.it

La pubblicità che arriva direttamente al cuore delle famiglie. Siamo organizzati per la distribuzione di stampati pubblicitari a tutti i fuochi della Svizzera. L‘AWZ è leader nel campo dei mailing indirizzati: 450‘000 indirizzi aziendali e più di 5,6 milioni di indirizzi privati. La banca dati più completa della Svizzera. Corso Elvezia 10, 6901 Lugano, 091 922 96 37, www.awz-ticino.ch

CATTOLICA

HOTEL MAJOR ★★★ Centrale, sull’esclusiva isola pedonale e a 2 passi dal mare. L’ideale per le vostre vacanze all’insegna del relax. Recentemente ristrutturato e interamente climatizzato, l’Hotel dispone di 64 camere di diverse tipologie per soddisfare ogni diversa esigenza. Acqua minerale ai pasti compresa. Utilizzo sauna e palestra. Piscina, palestra in spiaggia, miniclub e animazione tutto il giorno. biciclette. Posto auto. Pensione completa da € 45,00. Speciale 2011: fino al 12.06 e dal 03.09 tutti i bambini fino 10 anni in camera con i due genitori sono gratuti. Tel. 0039-0541/961757 www.majorhotel.com

Amm. e Consulenza - Schoffelgasse 3, 8001 Zurigo - www.polstermoebelklinik.com

Purezza naturale

previene infiammazioni gengive sane contro l’alito cattivo sapore fresco contro la raucedine da 100 anni

CONDIZIONI A E R IA M R A P IS R ECCEZIONALI a WIR: ento della Banc al 2% interessi fino

Il conto investim

contro le afte altamente efficace ricaricabile Prodotto di qualità; nelle farmacie e drogherie

ch www.bancawir. 9 94 7 94 Tel. 0848


in dialètt

i machinista i pàrlan

schwyzerdütsch Par i cors da formazion, FFS-SBB i dòpran domà ul dialètt svizzer tudesch: ticinés e svizzer francés i dévan savell. testo Pier Baron - pier@illustrazione.ch

O

hibò! L’informazion l’ha daia domà la “NZZ am Sonntag”, ma poc o nissün i l’ha catàda sü. Ai cors da formazion di machinista di férovì sa comünica domà in schwyzerdütsch (présümom ul dialètt zürighés) e chi che manovra in cabina, ticinés e svizzer francés (ma anca chi che parla domà bon tudesch e romansch) i dévan savell. Parché? Ma gh’è mia l’obblig, par tücc quii che lavora par la Confederela, da doprà la lingua üfficial? Pararess da no, parché quii che fann l’istrüzion i dísan che senza ul dialètt svizzer tudesch sa riscia da fa sü casott. Intant i ma fann savé che anca ul “bon tudesch” al serviss a ben poc par chi che a gh’è sü in cabina, a fermà o a möv ul tren: “Ul Bahnsteig l’è ul Perron, ul Lichtsignal l’è l’Hauptsignal e la Oberleitung l’è la Fahrleitung”. Donca ta dévat savé l’”allemand fédéral” e anca ul scior Goethe o ul scior Schiller i pòdan nà a scóndas in un prat ségàt. Pararess che a vün di sti cors da formazion un machinista, giò in fond ala sala, l’abbia dii inscì, a mezza vos: “Entschuldigung, könnten Sie bitte Hochdeutsch sprechen?”. La risposta l’è rivàda come una füsilada: “Nein!”. Quaidün disaress che anca nümm ticinés dovressum organizà i cors da formazion e preténd che tücc i sàppian ul noss “dialètt dala férovia” Inscì che par fa viagià ul treno anca ul machinista Steinegger da Voegelinsegg al sia ben in ciar che ul “semafor l’è ross”. E donca l’è méi che,

da repeton, al tira ul freno. E che quand l’è fermo, ul treno, sa “vèrdan i pòrt” che l’è pöö “tür ufmacha”. Cara la mè gent, inütil fass vegnì ul mà da panza o métass a reclamà. Ti ta guàrdat la television e ta scóltat la radio da quii d’indenta, i statistic i ma dísan che almen par dü terz dal temp sa parla schwytzerdüsch. I ma dísan anca che ai réclut svizzer tudesch i gha fai léng un librét in bon tudesch e che ul 60 par cent i’è mia stai bon da capì cosa i’évan lengiüt. Ogni tant, come è capitàt a San Gall, riessum a fa capì che anca la nossa, che l’italian l’è una lingua nazional. Un grand soci, che pürtropp al gh’è pü, ul Dario Robbian al diséva che “già a scöla magior i gha insegnavan che par viv in Svizzera bisögna imparà almen ul francés, par fa afàri ul tudesch l’è indispensabil, ma che par diventà sciori ta dévat savé ul schwytzerdütsch”. Una bela pedalàda in salida i la fasévan i politic dal Giüra bernés, quand che i nàvan a Berna par i lavor dal Gran Consili: lì i parlavan ul “Berndütsch” e gh’eva mia verso da discüt in bon tudesch. Adess che sü da là par Delémont ià fài ul canton, i “francofoni” che vann ammò a Berna i dévan sempar cagnà la ghisa. “Aber nüt verunguet”, ciapevasala mia! Y

«La risposta

l’è rivàda come una füsilada»

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

9


ri cor d i

frammenti di cronaca

dal passato testo Pigi

LA GARANZIA Nel 1895, un “professionista di origine ticinese” cercava moglie, precisando di avere un “impiego onorifico”. AUTORIZZATE Fu dichiarata libera, nel 1908, la circolazione, sulle strade ticinesi, delle “auto ad acetilene”. 1888

IL FRAGORE In Francia, a 63 chilometri da Clermont-Ferrant, vengono fatti saltare, nel maggio del 1924, 10’000 chili di esplosivo; il fragore dello scoppio impiegò - si scrisse - “25 minuti a giungere a Bellinzona”. MESTIERI Si cercava, nel Ticino, nel 1870, un “fabbricatore di gelati”. L’ANNUNCIO Sisto Seeli annunciò, nel 1871, la scomparsa del suo “cane da tasso rubicondo”.

L’AGGETTIVO Fra gli annunci pubblicitari cantonali, spiccò, nel 1920, questo: “Uomo dabbene cerca occupazione agricola”.

IL CAGLIOSTRO Nell’ottobre del 1924 si esibì a Bellinzona il professor Jrionè, detto il “Cagliostro moderno”, che era in grado di “fermare gli orologi”.

1942

IL PESO MASSIMO All’inizio del 1919, Giuseppe Guscio vende ad un macellaio di Giubiasco un maiale che pesa 300 chilogrammi. L’ETÀ Di Matteo Scettrini, nato a Quartino e residente a Corippo, un giornalista scrisse, nel 1903, che aveva “lucidezza di mente straordinaria per la sua età decrepita”.

10

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


www.peugeot.ch

Le decisioni migliori si prendono spesso fra due appuntamenti.

DA CHF 33 500.–

INCL. PREMIO WELCOME.*

*Peugeot 508 ACCESS 1.6 VTi 120 CV BMP6, CHF 34 500.–, premio Welcome CHF 1 000.–, prezzo finale CHF 33 500.–. Vettura illustrata: Peugeot 508 GT 2.2 HDi FAP 204 CV cambio automatico, con assistenza al parcheggio anteriore, vernice metallizzata e cerchi in alluminio 19" opzionali, CHF 55 200.–, premio Welcome CHF 1 000.–, prezzo fi nale CHF 54 200.–. Offerte valide per vetture ordinate entro il 31.5.2011. Non cumulabili. Valide solo per clienti privati presso i partner Peugeot che aderiscono all’iniziativa. Con riserva di modifi ca dei prezzi.

PIÙ TEMPO PER UN PIACERE DI GUIDA INCOMPARABILE. Un’oasi di ispirazione nel frenetico viavai del lavoro quotidiano. Rigenerate il vostro serbatoio di idee e, tra un appuntamento e l’altro, lasciate correre pensieri e fantasia a bordo della nuova Peugeot 508. Ora dal vostro partner Peugeot.


a p p unt i VIENI IN VIAGGIO LA NUTELLA NOSTRANA La Bonella, 200 g, Fr. 6.90, Migros Dalla Valle Onsernone giunge sulle tavole del Cantone questo barattolo contenente una delizia. Prodotta settimanalmente in modo artigianale, composta da cinque ingredienti, tra cui la farina bóna, ricavata nel restaurato mulino di Loco, è il risultato di un’idea di Thomas Lucas all’interno del progetto Farina Bóna diretto da Ilario Garbani. Ideale da spalmare sul pane, meglio ancora se si tratta della treccia, la si può gustare a colazione o a merenda, e impiegare anche nelle torte, nello jogurt o sulla selvaggina. Energia della Valle in un barattolo.

Itinerari e (dis)avventure anomale di un viaggiatore, di Roberto Schneider, Fontana edizioni Raccolta di racconti inediti o pubblicati in passato su Illustrazione Ticinese, con molte nuove fotografie e informazioni supplementari. 350 pagine, oltre 190 fotografie a colori, 8 racconti di itinerari in ben 11 paesi di tutto il globo: Indonesia, Madagascar, Kenia, Tanzania, Honduras, Nicaragua, Vanuatu, Nepal, India, Micronesia e Palau. Dopo poche pagine di lettura hai l’impressione di partire per mondi lontani e continui senza più smettere, di racconto in racconto, accogliendo con entusiasmo l’invito dell’autore: “Vieni in viaggio”.

2 1 3 4

I COMPLEANNI IMPORTANTI

www.facebook.com, Illustrazione Ticinese, info@illustrazione.ch Come probabilmente già sapete, quest’anno Illustrazione Ticinese compie ottant’anni! Un traguardo importante che ci riempie di gioia, e anche di un pizzico di orgoglio. Ma naturalmente non siamo gli unici a festeggiare quest’anno. Siccome è solo grazie a tutti i ticinesi, di oggi e di allora, che abbiamo raggiunto questa… veneranda età, vorremmo festeggiare insieme a tutte le ditte, associazioni e imprese che in Ticino festeggiano quest’anno un giubileo. Mandateci le vostre foto in redazione, per posta tradizionale o elettronica. Le raggrupperemo tutte sul nostro profilo di facebook!

12

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

IL BALSAMO NOSTALGICO Smith’s Lip Balm, Rosebud Perfume Co., Marionnaud Nato nel 1892, è sempre stato un piccolo marchio di culto, e la sua fama è pienamente meritata, perché la piccola scatoletta di latta contiene un balsamo leggermente rosato e profumato di rose che sa fare di tutto. È un balsamo per le labbra prima di tutto, ma lo si può utilizzare per ammorbidire le pellicine attorno alle unghie o per definire e “pettinare” le sopracciglia. Cura piccole escoriazioni e pelle secca, le doppie punte dei capelli e dà luce alle palpebre. Cosa chiedere di più a un solo prodotto?


Per un bio sostenibile in pianta stabile. Diventare un abile giardiniere dal pollice verde, anzi bio, sarà un gioco da ragazzi. Ad esempio nell’assortimento di terricci Oecoplan di Bio Suisse potrete trovare eccellenti prodotti naturali, assolutamente privi di torba, per contribuire alla salvaguardia delle zone palustri. Scoprite di persona l’ampia gamma di prodotti Oecoplan in vendita nel vostro centro Coop Edile+Hobby e toccate con mano la loro qualità. www.coop.ch/oecoplan

Terriccio per erbe aromatiche, pomodori e ortaggi Coop Oecoplan 15 l, fr. 7.50

Set S et d di 6 piantine di ve verdura bio Coop Oecoplan, fr. 2 2.70

Erbe aromatiche bio Coop Oecoplan con vaso da 13 cm di Ø, fr. 4.90


r i t r at t o

uno psicologo

in cucina

Una portata per volta, alla scoperta del cuoco tanto amato dai ticinesi, che ogni sera entra nelle nostre case con squisiti piatti accompagnati dal sorriso. testo Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

L

a vita di un cuoco non potevamo che presentarvela sotto forma di menu. Una portata per ogni periodo della vita, per assaporare insieme una vita ricchissima, quella di Simone Bianchi, composta da mille ingredienti e profumata da esotiche spezie. ANTIPASTO PANE CROCCANTE CON VERDURA E CRESCENZA Che bambino era Simone? “Simone era un bambino entusiasta della vita, molto ingenuo, nel senso buono del termine, cioè che pensava che fossero tutti buoni, come ero io. Non ho mai dato problemi ai miei genitori, neppure durante il periodo dell’adolescenza. Ero molto solare e amico di tutti. La vita era un continuo scoprire. Amavo la montagna e gli sport. Il periodo più bello della mia vita è stato proprio l’infanzia”. Chi cucinava in casa Bianchi? “Vengo da una famiglia di grandi cucinatori. Ho avuto una nonna materna che era un gioiello in

14

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

cucina. Faceva degli gnocchi di patate che si scioglievano in bocca per la poca farina che contenevano… Faceva tutto con minuzia e garbo. Ho avuto la fortuna di avere un padre chimico farmaceutico nel campo dell’alimentazione, che è sempre stato un appassionato di cucina e che mi ha spiegato i principi chimici che avvengono durante i processi di trasformazione del cibo. Una madre anche lei appassionatissima di cucina. Ho ricevuto un imprinting culinario, per cui i sapori e i profumi base della cucina li ho… nel DNA”. E tu aiutavi in cucina? “Quando mi chiedevano che cosa avrei voluto fare da grande, rispondevo “il cuoco”. Cucinare per me era un’esperienza fantastica e inventavo i miei piatti già da piccolo, ogni tanto anche delle schifezze! Quando ero un po’ più grandicello invitavo spesso i miei amici a cena e cucinavo gli spaghetti con una salsa che preparavo cuocendo patate bollite con tonno in scatola, yogurt e olio. Mi piaceva il sapore acidulo dello yogurt con il tonno. Anzi, potrei proporre questa ricetta a Piattoforte!”.


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

15


r i t r at t o

Qual è stato il tuo percorso di formazione? “Mia madre è psicologa, per cui sono stato influenzato dalle sue letture di psicologia. Ho frequentato l’Università a Padova e mi sono laureato in psicologia. Fare il cuoco però è rimasta la mia passione e a 26 anni ho deciso di intraprendere questa strada”. Cosa non mangiava Simone da piccolo? “Mangiavo di tutto, anche le pietanze che in genere i bambini non mangiano. Mio padre mi portava nei ristoranti più diversi e mi faceva provare gli accostamenti più strani, come ad esempio il caffè con il pepe… L’unica cosa che non mi è mai piaciuta, né allora né oggi, è la liquirizia”. I bambini di oggi sembrano avere un rapporto piuttosto conflittuale con l’alimentazione… “Secondo me i genitori non propongono ai loro figli una gamma sufficientemente ampia di sapori e pietanze. Variare molto, quando i bambini sono piccoli, li aiuta a formare un bagaglio di sapori più ricco e ad essere più aperti alle novità. Se si offrono loro sempre le solite cose, le patatine fritte, gli spaghetti, la scaloppina e il risotto,

16

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

loro pensano che la cucina sia tutta lì, e sono diffidenti rispetto alle novità”.

PRIMO CREMA TIEPIDA DI ZUCCHINE NOVELLE CON FORMAGGIO FRESCO AL LIMONE E GAMBERONI SCOTTATI La tua prima formazione non è stata quella di cuoco… “No. Mi sono diplomato alle magistrali come maestro di scuola elementare, ma ero molto appassionato di psicologia, e desideravo fare l’esperienza di vivere da solo. Allora si poteva studiare psicologia solo a Padova e a Roma, e quindi sono partito per Padova. Siccome alle superiori ero uno studente un po’… imbranato, e avevo tanti altri interessi, ho affrontato l’università come una sorta di rivalsa per dimostrare le mie capacità, e mi sono laureato nei cinque anni previsti con 110 su 110”. Come mai poi hai scelto di cambiare rotta così radicalmente? “L’università ti dà una formazione molto teori-


ca e soprattutto in psicologia, dove lo strumento sei tu, sai se davvero puoi fare questo lavoro solo quando cominci a farlo e a rapportarti con i pazienti. Ho quindi lavorato un anno con tossicodipendenti e detenuti e mi sono reso conto di non essere fatto per questo lavoro. Ho un approccio piuttosto narcisista e ho bisogno di soddisfazioni immediate. Fare lo psicologo significa che forse il tuo paziente mostrerà dei miglioramenti dopo mesi o anni. Ecco che allora il cuoco in un’ora ha la sua gratificazione narcisistica… Grazie a un’amica cuoca molto brava e molto severa che mi disse “Simone, vuoi provare davvero a diventare cuoco a 26 anni, quando gli altri a questa età sono già affermati?”, e mi ha fatto lavorare per una settimana di fuoco cercando di dissuadermi. Ero entusiasta! Così è iniziata la mia nuova formazione”. Ami viaggiare… “Ho sempre avuto la passione di viaggiare. Il primo grande viaggio è stata l’attraversata del deserto del Sahara, avevo sedici anni. Mia madre è sempre stata molto intraprendente e mi ha portato con lei a fare questo viaggio di un mese e mezzo, a bordo di due Land Rover che dovevamo portare dalla Toscana al Senegal. Ci siamo imbarcati in Sicilia verso l’Algeria. Passando dalla Tunisia, dal Mali e dalla Mauritania siamo infine giunti a Dakar in Senegal. Una vacanza in viaggio quindi, e di notte piantavamo le tende

SCHEDA

biografica

Nome: Simone Cognome: Bianchi Soprannome: Momo. “Così pronunciavo il mio nome quando ero piccolissimo” Nato: Milano, il 29 agosto 1967 Domicilio: Pregassona Professione: “Cuoco per passione” Segno zodiacale: vergine Hobby: scacchi, immersioni, viaggi, arrampicata e aperitivi con gli amici Cosa non manca mai nel suo frigorifero: “manca tutto! Ma una buona bottiglia di vino e delle verdure ci sono sempre” Non mangerebbe mai: “non so… carne umana!”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

17


r i t r at t o

18

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


nel deserto. Un’esperienza fantastica. Da allora sono seguiti tanti altri viaggi”. Come sei arrivato invece in Svizzera? “Nel 1997 ho lavorato a Milano da Pietro Lehmann, al Gioia. Lui mi propose di andare per lui al Monte Verità dove aprivano un ristorante vegetariano. Ho lavorato lì per un anno e mezzo, poi però il ristorante non ha funzionato e sono tornato a Milano, da Giannino, con Davide Oldani. Quando stava per nascere mia figlia, sua mamma ed io abbiamo deciso di venire a vivere in Ticino, un luogo molto più a misura di bambino rispetto a Milano. Ho ripreso i contatti che avevo in Ticino e sono tornato ad Ascona, all’Osteria San Pietro da Gino prima, poi ho avuto un ristorante mio, il Bistrò Latino di Locarno, e infine sono stato all’Otello di Ascona. Stufo, nell’aprile del 2010 ho deciso di partire per il cammino di Santiago de Compostela, 820 chilometri a piedi, e lì ho ritrovato l’entusiasmo. Al ritorno sono passato a Comano a salutare i miei amici de I Cucintori e così è nata l’avventura di Piattoforte”. Cosa ami della cucina di casa nostra? “Le cose semplici. La cucina ticinese non è evolu-

ta in alta gastronomia, ma sai che le cose che mangi, dal coniglio alla polenta, dai risotti ai brasati, sono buoni. La materia prima è buona ed è inutile complicarla con lavorazioni troppo estrose”. Come descriveresti la cucina ticinese? “Una cucina essenziale, semplice e di grande gusto”.

PIATTO PRINCIPALE VITELLO E ZUCCA TONNATA Incontri tanti ticinesi nella tua cucina televisiva. Che rapporto hanno, in generale, con l’alimentazione? “Hanno un rapporto abbastanza sano. I ticinesi cercano di curare la materia prima. Tanti hanno la fortuna di avere un pezzetto di terra sul quale coltivare le proprie verdure ed erbette, che usano per farci di tutto: insalate, marmellate, conserve e condimenti”. Come mai la cucina è un tema femminile, ma gli chef in genere sono uomini? “La cucina è femminile perché per tradizione e

Gli scacchi sono una delle passioni di Simone.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

19


r i t r at t o

cultura la donna ha sempre cucinato in casa, per la famiglia. Quasi un dovere e una costrizione, piuttosto che un piacere. Devo dire che il lavoro di cuoco è un lavoro estremamente impegnativo, con orari davvero proibitivi, che mal si conciliano con la famiglia e con i figli. Le donne che ci riescono hanno probabilmente una passione per questo lavoro ancora maggiore degli uomini, proprio perché devono fare i salti mortali per riuscire a conciliare privato e lavoro”. SIMONE CUOCO

a domicilio

e-mail: momo.bianchi@hotmail.com Simone è disponibile per cucinare a casa vostra, per voi e i vostri ospiti. Basta contattarlo con un ragionevole anticipo per poter pianificare con lui il menu, e per dargli le indicazioni importanti come il numero di ospiti, l’attrezzatura esistente e i dettagli sulla spesa da fare. Lui verrà a casa vostra e si metterà in cucina. Solo, oppure insieme a voi, per trasformare una cena in una lezione di cucina in compagnia.

Qual è l’ingrediente irrinunciabile per un cuoco? “Il sapore o la cultura che si porta dall’infanzia. Io ad esempio vengo da una famiglia piemontese, per la quale latticini e burro sono sempre stati fondamentali. Le mie merende erano pane, un dito di burro e sale. Questo imprinting ti condiziona tutta la vita, anche nella creazione di nuove ricette”.

DOLCE TORTA ALLE PERE E AMARETTI Cosa c’è nel futuro di Simone? “Nella vita non ho mai seguito un binario dritto. Ho sempre desiderato raggiungere dei traguardi e una volta fatto, cercavo già il prossimo obiettivo. Non faccio mai programmi a lunga scadenza. Per ora sono a Piattoforte, ma sto già lavorando a una nuova idea: Simone il cuoco a domicilio. Un gruppo di amici si incontra per cena e non vuole uscire, ma neppure passare la serata die-

254 notti di mancato sonno. E molte ancora in futuro. È il momento di Dynamisan® forte.

Ridona la vostra energia, quando ce n’è più bisogno. In caso di stanchezza o esaurimento, Dynamisan® forte aiuta con un complesso ad elevata concentrazione di due aminoacidi. Questi ultimi sono sostanze naturali, già presenti nell’organismo o provenienti dall’alimentazione. Dynamisan® forte ridona le capacità mentali e fisiche, proprio quando se ne ha più bisogno.

Efficiente. Concentrato. Fortificato. Leggere il foglietto illustrativo.

20

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


tro i fornelli? Chiama Simone che viene a casa e cucina per tutti. Il grande costo dei catering tradizionali sta nel fatto che portano tutto, dalla tovaglia alle pietanze. Io invece vado a casa e uso quello che c’è. Ma posso anche organizzare delle serate con corso di cucina a domicilio. Si cucina e poi si mangia tutti insieme”. Un viaggio da fare? “Il Giappone, per la cucina, ma anche per il rigore e la meticolosità dei suoi abitanti. Poi magari il Madagascar”.

SC

A D

Un sogno nel cassetto? “Stare bene, crescere bene mia figlia, essere sereno. E nel limite del possibile, RICAMI A fare ciò che mi piace”. Y

w

.il

e.

ch •

• ww

SCARICAMI

lu str azio

n

Meno male che c’è la Mobiliare, anche per le assicurazioni sulla vita.

Una soluzione di previdenza per ogni fase della vostra vita. www.mobi.ch ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

W

Nell’edizione online troverete le ricette del menu di Simone Bianchi. http://la1.rsi.ch/cucinatori/cibo_ricetta.cfm?ricetta=59 http://la1.rsi.ch/cucinatori/cibo_ricetta.cfm?ricetta=49 http://la1.rsi.ch/cucinatori/cibo_ricetta.cfm?ricetta=312 http://la1.rsi.ch/cucinatori/cibo_ricetta.cfm?ricetta=381

21


MIN RAZZLILUN E ZZPH[\Y 3H:\P TPUPH[\YL :^P[aIAT I LYS PU U HU K SV PU4

+ PL :J

CALENDARIO MANIFESTAZIONI 2011

LPa O^

‹

PU T

A R PUPH[\YL

LA

‹

FESTA DELLA MAMMA 8 maggio SERATA INDIANA 14 maggio GIORNATA AMICI DEGLI ANIMALI 5 giugno SERATA BOOGIE WOOGIE CON SILVAN ZINGG 7 luglio SERATA RUSSA 6 agosto ESIBIZIONE CADETTI SUVOROV 22 settembre SERATA CINESE 2 ottobre

Aperto tutti i giorni da metĂ  marzo a fine ottobre 9.00-18.00 Aperture serali: 1 luglio - 27 agosto 2011, da martedĂŹ a sabato fino alle 22.30

E tanti altri eventi che verranno definiti durante la stagione. Le date indicate potrebbero essere modificate. Troverete tutti gli aggiornamenti sul nostro sito. ABBONAMENTO ANNUALE Individuale / Famiglia (12 mesi) CHF 80.–

www.swissminiatur.ch 3<.(564,30+,[LS PUMV'Z^PZZTPUPH[\YJO


a nim ali

anti-noia per gatti indoor Come soddisfare in modo ottimale la necessità di occupazione dei gatti d’appartamento? Consigli utili per arricchire le loro giornate… testo Elena Stern-Balestra - elena@illustrazione.ch

I

gatti vengono tenuti sempre più spesso esclusivamente in appartamento. Queste condizioni di tenuta non sono naturali e, per rispettare i loro bisogni, è necessario soddisfare alcune condizioni essenziali. Il gatto è un piccolo felino, attivo e bisognoso di contatti sociali. Per sua natura è un predatore e consuma numerosi piccoli pasti nel corso della giornata. In appartamento ha bisogno di svolgere attività simili per prevenire l’insorgere della noia, della sedentarietà e del sovrappeso. Anche un gatto d’appartamento deve muoversi! Se non ne ha la possibilità e non deve fare esercizio fisico per ottenere il cibo, ciò si ripercuote sulla sua salute. Nutrire il micio due volte al giorno e pulirgli quotidianamente la cassetta igienica non basta. È necessario tenere conto anche della sua grande necessità di cacciare offrendogli giochi interattivi e variati. In alternativa alle prede vere, gli si possono proporre attività che lo tengano in movimento, p.es. con palline da ping-pong, pallottole di carta, turaccioli, eccetera. Le “similprede” devono essere piccole, devono muoversi o rotolare, possono essere dotate di peli o piume ed emettere rumori. A volte è difficile riaccendere

l’interesse per il gioco nei mici impigriti che ne hanno persa l’abitudine: in questi casi si possono preparare delle palline di stoffa imbevute di tintura di valeriana o farcite di “catnip”. Recentemente sono anche stati messi sul mercato degli ingegnosi distributori automatici di cibo secco (www.pipolino.ch) che compensano almeno parzialmente il bisogno di cacciare. Con un po’ di fantasia e creatività si possono anche mettere a punto utili piattaforme di gioco fatte in casa (www.katzenfummelbrett.ch). Più lo spazio a disposizione del micio è piccolo e monotono, più è necessario dedicarsi a lui interagendo attivamente. Chi sceglie di tenere un gatto in appartamento ha il dovere di compensare l’assenza della possibilità di cacciare, ciò può essere impegnativo e richiedere molto tempo! Y Per saperne di più: www.pipolino.ch www.katzenfummelbrett.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

23


zaz enti latto permeabilizzaz ne lattoniere edile risc one tetti sanitari lattonier damenti riscaldamenti sanitari ti sanitari ventilazione imperme amenti climatizzazione lattoni ne tetti lattoniere edile riscald impermeabilizzazione tetti caldamenti lattoniere edile climati corteglia-chiasso-balerna

Tel. +41 91 646 50 44 Fax +41 91 646 13 45

www.conconi.com info @ conconi.com

messi gioielli since 1949 via pretorio 5 primo piano 6900 lugano 091 923 51 37 messi@luganet.ch

Migliaia di reparti del personale svizzeri pianificano con noi Tanja Marbacher è una degli oltre duecento collaboratori che lavorano per Sage, l’azienda di software svizzera che si è specializzata nello sviluppo di soluzioni gestionali complete. OƉriamo ad ogni PMI svizzera i programmi software adatti per un’amministrazione aziendale professionale. Diverse migliaia di responsabili del personale in tutta la Svizzera si aƊdano alle nostre soluzioni per una gestione moderna del personale.

Sage Business-Software. www.sagesvizzera.ch


w eb

alla scoperta

del web invisibile

Secondo recenti studi e alcune analisi di esperti del settore, addirittura il 90% delle informazioni disponibili attraverso Internet non sarebbe indicizzato dai motori di ricerca, diventando così inaccessibile. testo Elio Del Biaggio - elio@illustrazione.ch

U

n mito da sfatare, quello che Google sia l’immenso pozzo senza fondo che tutti conosciamo, che riesce a indicarci la strada per trovare tutti i contenuti presenti sul web. Siamo ben lontani da questa realtà e oggi si considera che Google riesca a indicizzare solo il 10% del contenuto immagazzinato e diffuso attraverso la rete web. Il restante 90% è stato battezzato “web invisibile” - conosciuto anche come “Deep Web”, il web profondo - che si caratterizza per la sua immensità. Il problema di questa situazione paradossale è da imputare ai motori di ricerca medesimi, ai “robot” d’indicizzazione (sistemi e algoritmi segreti impiegati dai singoli motori), ma anche all’architettura stessa di Internet, che non consente di trattare e gestire tutti i contenuti in maniera identica.

ficate e male programmate, così come tutte quelle pagine estremamente pesanti e cariche, difficili da digerire da parte dei motori di ricerca. Il “web privato” raggruppa da parte sua tutte le pagine volontariamente codificate e sbarrate agli occhi indiscreti, facendo in modo che i loro contenuti non vengano in nessun modo visti e

CONTENUTI MASCHERATI E NON INDICIZZATI Parlando di “web invisibile”, troviamo quattro differenti tipologie di contenuti, con il “web opaco” che maggiormente si avvicina al web che tutti conosciamo e utilizziamo, concentrando tutte quelle pagine poco o mal referenziate, mal codi-

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

25


Ă  e t r i a v i r t Lavo la collet per Candidato al Gran Consiglio

LISTA PLR 7 CANDIDATO 18

www.robertobadaracco.ch


w eb

he c n a Vi è zo oz un p do n profo quale dal re pescamazioni inforziose pre

“aspirati” dai motori di ricerca. Così, questi siti risultano privi di ogni riferimento, relegandoli nelle profondità del web. Il “web proprietario”, invece, è una ulteriore categoria che raggruppa tutti i siti protetti mediante password e in ogni caso protetti mediante sistemi di sicurezza. Da ultimo, troviamo quello che viene veramente definito come “web invisibile”, contraddistinto da contenuti il cui formato non ne permette nessuna indicizzazione, da pagine web dinamiche il cui indirizzo è variabile, così come tutte le più grandi banche di dati, dalle biblioteche agli shop online. A COSA SERVE IL WEB INVISIBILE? Basandoci sulle opinioni di ricercatori e di specialisti, il “web invisibile” altro non sarebbe che un immenso pozzo contenente risorse di prima mano, con le aziende che vi dovrebbero così trovare un certo interesse, soprattutto riguardo tutte le notizie in circolazione sui propri concorrenti, sull’andamento dei mercati, le tendenze, gli scambi e gli interscambi. In questo caso - sempre secondo il parere dei più esperti del settore - il livello qualitativo dei dati contenuti sarebbe addirittura e di gran lunga superiore a quanto presente nel web visibile, con elementi e informazioni introvabili altrove, come una quantità di articoli scientifici, di pubblicazioni, di dati statistici, di notizie riservate. Tutte informazioni e contenuti orientati agli specialisti e agli addetti ai lavori dei più svariati settori economici, commerciali e

industriali, certamente, ma di indubbio interesse anche per tutti noi comuni esseri umani, facilmente a nostra portata di mano solo grazie all’impiego di qualche strumento del mestiere. LA SCATOLA DEGLI ATTREZZI Numerosi “attrezzi” permettono di scrutare gli angoli più nascosti e reconditi della rete web alla scoperta delle informazioni più rare e preziose. Certo, soluzioni non sempre di facile impiego e se poi ne consideriamo la vastità dei contenuti... – i server di banche dati, in genere giganteschi portali dalla presentazione antiquata, che raggruppano numerose banche dati catalogate per temi, come www.abyznewslinks.com e www.documentarium.info – i motori di ricerca specializzati e i metamotori, specializzati in campi e settori specifici e particolari, come scienze e siti commerciali, mentre i metamotori fanno capo a più motori contemporaneamente, come www.turbo10. com, www.freepint.com/gary/direct.htm e www.surfwax.com – le banche dati, che consentono l’accesso all’informazione “grezza”, gigantesche pile di dati e informazioni di ogni genere, come www.lexisnexis.com e www.myunion.edu/library/dbtitle.asp RETI ALTERNATIVE: NON SOLO WEB Esistono anche reti alternative, vere e proprie reti parallele a quelle sulle quali abitualmente navighiamo, sconosciute ai più, ma che possono anche essere esplorate dai più temerari. Dalle reti più buone, basate sulla filosofia del libero scambio e della libera espressione, come Freenet [http://freenetproject.org], Netsukuku [http://netsukuku.freaknet.org], i2P [www.i2p2. de] a quelle più brutali, derivanti soprattutto da sperimentazioni dell’esercito o anche di ricerche in campo di sicurezza informatica e di anonimato, come Tor [www.torproject.org] o anche OneSwarm [http://oneswarm.cs.washington.edu], fino ad arrivare alle reti più cattive, chiamate “Darknet” (reti davvero invisibili), da manipolare con cautela e da utilizzare solo dai più esperti, come Darknet [www.darknet.me] e anoNet [http://anonet.org]. Y

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

27


bel l ezza

parola d’ordine

idratazione

Prima di affrontare l’estate, i raggi del sole e il caldo, è bene preparare la pelle nutrendola e idratandola. testo Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

L

a pelle non è soltanto l’involucro del nostro corpo. È anche e soprattutto il nostro principale organo sensoriale e il nostro primo biglietto da visita. Una pelle sana e idratata ci dona un aspetto curato e giovanile, ma è anche in grado di difendersi meglio dagli agenti atmosferici, come l’inquinamento, il vento, il sole. L’estate è una stagione meravigliosa, ma mette a dura prova la nostra pelle, che ha bisogno più che mai di cure e protezione. Se provvediamo a nutrirla e idratarla prima di esporla ai raggi del sole, alla salsedine e al cloro, riuscirà a difendersi meglio, oltre che ad abbronzarsi in modo più uniforme. Ecco quindi alcuni nuovi prodotti, in grado di nutrire la pelle del viso e del corpo. Ricordatevi però che le migliori creme non bastano. Un’alimentazione sana e variata, ricca di frutta e verdure, e tanta acqua, sono alla base di una pelle sana. Y

Queste piccole ampolle contengono nettare di aloe vera, dal potere leggermente antinfiammatorio. Riducono le macchie di pigmentazione, rassodano e distendono sensibilmente la pelle non più giovanissima. Santa Verde, Marionnaud.

28

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


La sua formulazione ricca è particolarmente adatta alle pelli molto secche e sciupate e ne ha fatto un vero prodotto di culto in tutto il mondo. Ora è disponibile anche in Svizzera. Skin Food, Weleda. La nuova linea Zoé è stata concepita per idratare e proteggere dagli agenti climatici. Idrata a fondo e protegge l’epidermide dai radicali liberi. Una linea ad un prezzo conveniente, ma dalle virtù dei prodotti più costosi. Zoé HydraProtect, Migros. I prodotti di questa linea hanno il marchio NaTrue applicato ai cosmetici che contengono esclusivamente sostanze naturali. I preziosi oli essenziali di gelsomino e argan donano alla pelle morbidezza, nutrimento e un delicato profumo. Naturkosmetik Jasmin & Huile d’argan, Kneipp, Migros.

Dalle profondità del mare polinesiano nasce questa linea di prodotti per la cura del viso. Quest’acqua purissima, ricca di minerali essenziali e oligoelementi, filtrata e trattata, diventa il cuore di questi prodotti in grado di idratare e ritardare gli effetti dell’invecchiamento. Ideal Hydratation, Carita.

La migliore esperta per una bellezza senza età: la natura. CURA RIGENERANTE PER LA PELLE A PARTIRE DAI 40 ANNI. Il Trattamento Viso Rassodante al Melograno riduce le rughe e attiva la rigenerazione cutanea. Il suo effetto antiossidante rassoda la pelle e ne migliora l’elasticità. Provate anche il trattamento corpo rigenerante che stimola il rinnovamento cellulare, prevenendo l’invecchiamento precoce della pelle. Maggiori informazioni su www.weleda-grenade.ch SIERO RASSODANTE AL MELOGRANO: RIDUZIONE RUGHE RIGENERAZIONE CELULARE

+29 %* +23 %*

IDRATAZIONE CUTANEA

Efficacia confermata da un istituto indipendente * Dopo 4 set timane. ** Dopo 30 minuti.

+39 %**

Festeggiate con noi e vincete su weleda.ch


m od a

a tutto

denim

Un po’ rock, un po’ figli dei fiori, molto dagli Anni ’80. Il protagonista assoluto per la stagione estiva sarà il jeans. testo Antonella Broggi - antonella@illustrazione.ch

D

a decenni ormai il jeans è il capo per eccellenza, indossato indifferentemente da donne o uomini, giovani e meno giovani. Anzi è curioso come lo stesso capo, con poche variazioni di forma, lo si veda su bimbi di pochi mesi, scolari, donne o uomini, nonne e nonni. Abbinato a colorate snickers, sofisticati sandali col tacco, sportive scarpe da ginnastica, eleganti scarpe stringate. Un materiale versatile davvero il denim, che per questa stagione estiva sarà nella sua versione più leggera, trasformato in aderenti camicette, frivole gonnellone a balze, morbidi pantaloni dal cavallo ultra basso, ma anche salopette e gilet. Lo vedremo anche in versioni inedite, a trasformare costumi da bagno, borse, addirittura scarpe, in pezzi davvero di tendenza. Con cosa abbinarlo? Con altro denim, in tinta a contrasto, oppure con tessuti fiorati o con colori neutri, come il sabbia e il beige, e naturalmente con il bianco. Y

30

© Jessica e Angelo Litrico C&A. ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

© Code of casual Coop.


2

1 5

3

6

4

7 1. Pantalone Vรถgele Casablanca. 2. Camicia Vรถgele Biaggini Violett. 3. Pantalone Vรถgele Casablanca. 4. Salopette Clockhouse C&A. 5. Short Vรถgele Xasablanca Man. 6. Costume intero C&A. 7. Zoccolo Yessica C&A.

2UDRPDLSLยปFRQ&5(',7QRZLYRVWULVRJQLGLYHQWDQRVXELWRUHDOWยข 1XPHURJUDWXLWRRSSXUHFRQFOXGHWHGLUHWWDPHQWHVXZZZFUHGLWQRZFK 8QFUHGLWRGL&+)ล’ลDXQWDVVRDQQXRHIIHWWLYRWUDLOHLOULPERUVDELOHLQUDWHPHQVLOLFRPSRUWDXQFRVWRFRPSOHVVLYRFRPSUHVRWUD&+)ลH&+) $YYLVRVHFRQGRODOHJJHODFRQFHVVLRQHGLFUHGLWLยชYLHWDWDVHFRQGXFHDGXQLQGHELWDPHQWRHFFHVVLYR DUW/&6, &5(',7QRZยชXQPDUFKLRGLSURGRWWRGL%$1.QRZ6$+RUJHQ


s al ut e

bellezza in un pic Non sono interventi invasivi e rappresentano le ultime frontiere della bellezza. Grazie a microiniezioni indolori regalano al viso freschezza e giovinezza e, in alcuni casi, possono essere una buona alternativa alla chirurgia plastica. testo Stéphanie Castiglioni Scatizza - stephanie@illustrazione.ch

S

i praticano ambulatorialmente, senza ricorrere ad anestesia, non lasciano segni e soprattutto donano al viso un’aria riposata, levigando rughe e irregolarità. Attraverso l’esperienza del Dr. Philipp Fallscheer, specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica a Lugano, andremo a scoprire queste sostanze, per alcuni versi miracolose. “Gli interventi estetici puntano, come un po’ tutta la chirurgia ormai, a ridurre l’invasività della procedura e questo ha fatto si che si arrivasse alla messa a punto di nuovi ritrovati per spianare rughe, rimpolpare guance e inturgidire labbra. Si tratta di sostanze genericamente chiamate filler (riempitivi), che vengono iniettate nelle aree in cui la struttura della pelle si è assottigliata creando rughe, grinze o depressioni. La più utilizzata oggi è sicuramente l’acido ialuronico: anallergico, riassorbibile e già presente (sebbene in diminuzione con l’avanzare dell’età), nel nostro organismo”. Quanto dura l’effetto visivo di queste sostanze? “L’effetto dei filler riassorbibili permane per

32

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

circa 6-24 mesi, a dipendenza anche dal tipo di metabolismo del paziente, dopodiché il materiale viene riassorbito dall’organismo e la ruga inizia progressivamente a riapparire. Può essere fastidioso dover intervenire regolarmente, ma le sostanze riassorbibili sono indubbiamente quelle più sicure anche perché, essendo reversibili, permettono di decidere, di volta in volta col paziente, se e dove aumentarne (o ridurne) la dose”. Su quali parti del corpo si possono utilizzare i filler? “Si interviene principalmente sul viso, la zona dove i difetti vengono maggiormente percepiti dai pazienti, in particolare nella zona media e inferiore del viso: labbra, solchi nasolabiali, “marionette lines” (a livello degli angoli della bocca). Molto richiesto è il trattamento delle occhiaie, così come l’aumento di zigomi e mento: oggigiorno, infatti, è addirittura possibile aumentare il seno o altre parti del corpo utilizzando prodotti riassorbibili della medesima categoria, da iniettare però a vari livelli e in anestesia locale. Si tratta di interventi veloci e indolori, che stanno


riscuotendo notevole successo in quanto hanno effetto su volume e proporzioni di viso e corpo. Nonostante quelli eseguiti con i filler siano tutti interventi poco invasivi, l’informazione da parte del chirurgo sui potenziali rischi e sulle aspettative è cruciale”. In alcune zone del volto però, come la fronte, non si utilizzano… “In queste zone i filler oggi non vengono praticamente più utilizzati se non in maniera combinata con il botox. Per le zampe di gallina attorno agli occhi, le rughe tra le sopracciglia, per innalzare l’arcata sopraccigliare e sulle rughe frontali generalmente si interviene con il botulino. Molti pazienti esitano ancora di fronte a questa sostanza conosciuta come uno dei veleni più potenti in assoluto, ma nell’ambito curativo le concentrazioni sono ridottissime e controllate, quindi sicure. L’azione diretta e precisa della neurotossina, riassorbibile in circa sei mesi, non è quella di correggere volumetricamente la ruga con un

riempimento, bensì di provocare il blocco delle contrazioni involontarie di quei muscoli facciali che determinano la formazione delle rughe di espressione”. Cosa ci dice delle tanto pubblicizzate creme “miracolose” a base di tossina botulinica… “Sono promesse da prendere con le pinze. Onestamente non capisco il senso di questi cosmetici visto che non è l’effetto sulla pelle quello desiderato, bensì quello muscolare. Sono estremamente scettico. Numerosi studi hanno dimostrato che, attraverso una crema, il botulino non può venire assorbito dalla cute e comunque le concentrazioni minime utilizzate non potrebbero portare l’effetto tanto pubblicizzato. Non credo esistano, né esisteranno in un prossimo futuro, prodotti miracolo in questo senso”. Esistono rischi nei trattamenti con i filler? “Possiamo riscontrare un’insoddisfazione estetica per un risultato esagerato, troppo poco im-

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

33


CAMPONOVO PROMETTO RESPONSABILITÀ E IMPEGNO Candidato al Gran Consiglio

5 Candidato Lista 7

Edy Rosselli Municipale a Savosa Dicastero:  Anziani e socialità  Ambiente ed energie rinnovabili Commissario nel gruppo di lavoro:  Nuova Casa anziani  Centro sportivo Valgersa  Giuria concorso progetto Centro scolastico

esperienza competenza determinazione

JVUMPK\JPHLKLULYNPH

Elezioni cantonali 2011 Candidato nº 46 al Gran Consiglio per la Lega dei ticinesi, Lista nº 2

Un voto in difesa dei nostri diritti e tradizioni

Se dici sedici... Uberto Valsangiacomo www.ubertovalsangiacomo.info

)UDQFHVFD%RUGRQL%URRNV &DQGLGDWDDO*UDQ&RQVLJOLR1R

Candidato al Gran Consiglio Candidato n. 16 - Lista PLR

gam

ma

eta p

rodo

edimen.ch

pl co m

^^^IVYKVUPIYVVRZJO PUMV'IVYKVUPIYVVRZJO

t ti

Piscine Spa Saune

Sagl 6986 Curio - Tel. 091 606 53 86 - Fax 091 606 87 20 www.casapool.ch - info@casapool.ch Orari: lunedì - sabato 08:00 -12:00 o su appuntamento 6512 Giubiasco - Negozio/esposizione - Via Olgiati 9c - Tel. 076 366 53 86 Orari dal 01.10 al 31.03: giovedì 16:00-19:00 - sabato 09:00-12:00 Orari dal 01.04 al 30.09: lu-sa 09:00-12:00 - giovedì 16:00-19:00


sa lu te

ne o i z L’a evole ap ia consgaranz to è sulta ri si l e d che era d i s de

portante o per un’asimmetria, comunque facilmente rimediabile. Come per ogni iniezione può esserci, in casi eccezionali, un rischio d’infezione. I prodotti di nuova generazione sono generalmente anallergici. A seconda della profondità dell’iniezione e della zona trattata sono riscontrabili gonfiori, reversibili in breve tempo”. Con il botox invece? “Se si utilizzano prodotti autorizzati e l’applicazione è fatta in modo corretto, non esistono rischi. Il trattamento può provocare qualche rossore localizzato che scompare in pochi minuti. L’unico problema che potrebbe sorgere è la ptosi

(abbassamento) della palpebra superiore, laddove l’iniezione fosse mal effettuata, ma si risolve con il riassorbimento della sostanza. Ovviamente, per ottenere il risultato desiderato, occorre conoscere bene l’anatomia del viso e anche avere una discreta abilità nell’individuare le piccole variazioni nella disposizione degli elementi anatomici che fanno la differenza tra un viso e un altro. Insomma, è un lavoro da medici e non da salone di cosmetica o, peggio, da botox-party”. Il limite del botox è forse la perdita della mimica facciale… “Se applicato in maniera e quantità esagerate, l’effetto del botox limita sicuramente l’espressività di un volto. Le sopracciglia diventano statiche così come lo sguardo, dando al viso una sorta di aria stupita dovuta all’eccessivo innalzamento del centro del sopracciglio. Tanti pazienti, pur di veder cancellate tutte le rughe, finiscono per dare meno importanza all’espressione del proprio volto. Eppure, secondo il mio parere, alcune rughe vanno mantenute, poiché costituiscono un elemento caratterizzante: l’espressività, nel fascino di una persona, è un elemento fondamentale. Come dicevano i romani “In medio est virtus”: il trucco è cercare sempre di mantenere un equilibrio, evitando eccessi e quindi risultati di cui ci si potrebbe pentire”. Y Per saperne di più: www.chirurgiaplastica.ch www.plastic-surgery.ch www.macrolane.ch

Guida per i pazienti

Meglio informa ti sull’ipertensione arteriosa

Guide Mepha per i pazienti sul tema cuore/circolazione y Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue y Meglio informati sull’ipertensione arteriosa Troverà altri opuscoli sulla pagina internet di Mepha

0711

Quelli con l’arcob aleno

Disponibili gratuitamente nella vostra farmacia o al sito www.mepha.ch

Fino ad esaurimento scorte

Quelli con l’arcobaleno

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

35


in vi aggi o

ospite del capo villaggio Nei villaggi Akha del nord del Laos i galli cantano alle cinque del mattino. A colazione mi attende la consueta minestra di nudeln ben speziata e un bicchiere di tè verde. Se giungerà qualcuno in visita verrà offerto anche del “laolao”, l’alcol locale. testo e foto Roberto Schneider - roberto.s@illustrazione.ch

LE NOTTI AKHA Il sonno non è stato un granché, complice il duro suolo della capanna e forse anche l’alcol di riso, detto “laolao”, che ha copiosamente accompagnato la cena. Nella notte, i giovani del villaggio hanno inoltre festeggiato l’imminente raccolto - uno dei due che annualmente i fertili campi di riso riescono a regalare a queste genti. Per lunghe ore allegri cortei si sono snodati tra le abitazioni cantando nenie al ritmo dei battiti di sordi tamburi. Quando poi a notte fonda il silenzio è calato sul villaggio, è stata la promiscuità della vita tradizionale delle genti Akha a contribuire al mio cattivo sonno. La capanna di assi e stuoie è infatti costituita da due locali, una cucina dal soffitto annerito dal fumo del fuoco ed un grande spazio per la notte, dove i giacigli degli uomini sono separati da quelli delle donne da una parete sottile che non arriva nemmeno fino al soffitto. La famiglia nella quale vivo è composta da una dozzina di persone, ma vi è sempre chi va e chi viene, sorelle, cugini, nipoti. Il numero di coloro che si fermano per la notte varia dunque costantemente. Il concetto

36

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

di intimità nelle case Akha è molto diverso dal nostro. Nel buio si percepiscono movimenti e sussurri. Vi è chi russa, ma pure bimbi che piangono perché chiedono il latte materno, chi esce per i vari bisogni e bisognini aprendo e chiudendo la pesante e rumorosa porta in legno e chi accende una sigaretta perché non riesce a prender sonno. Scopro inoltre che le donne Akha non si tolgono il tradizionale copricapo, ricco di ciondoli e monili, nemmeno la notte. Ogni cambiamento di posizione o movimento è quindi puntualmente segnalato dal loro tintinnio. La foresta è vicina, coi suoi suoni misteriosi ed il fruscio delle piante che si oppongono alle folate di vento. Lì, mi viene detto si rifugiano uomini e donne Akha per restare un poco soli, ma solo quando non piove, altrimenti ci si arrangia nella capanna, dimenticando la parete separatoria che invero nulla separa. Per quanto mi concerne mi reco nel bosco solo per fare la pipì, la qual cosa non è sempre facile, in particolare quando fa buio e si ha l’impressione che una moltitudine di piccole e meno piccole bestiole ti facciano compagnia.


Un lungo cammino fino al villaggio Akha.

IL MASSAGGIO DELLA GIOVINETTA! Sono ospite del capo villaggio e della sua famiglia. È un uomo tranquillo, minuto, dal carattere molto dolce. Quando sono giunto nel pomeriggio dormiva tranquillamente all’ombra di un albero sdraiato su di un carretto. Lo hanno svegliato in modo che potesse accogliere lo straniero e dargli il permesso di rimanere. È stato sufficiente un saluto e una stretta di mano. Più tardi è seguito il consueto brindisi a base di “laolao”, l’alcol “bruciastomaco”, decisamente di cattiva qualità, conservato in bidoni di plastica e servito

in piccoli calici di metallo, da bere in un sorso. Quest’ultimo rituale è stata l’unica imposizione del capo villaggio, che per il resto mi lascia fare quello che desideravo, senza preoccuparsi troppo della mia presenza. Gli Akha sono fatti così, sembrano condurre la propria vita senza porsi troppe domande, salvo che per i rapporti con i loro spiriti, ma questa è un’altra storia, e me ne renderò conto più tardi. La comprensione con gli Akha avviene quasi sempre a segni o con l’aiuto di Peng, la mia guida. Ma anche lui non ha vita facile, perché qui non molti parlano laotiano, in particolare le donne, la cui frequenza scolastica

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

37


 

              !!     "  "    # $ %   !!& '    "   % (   "

    )        )*  &      "         + ,    %+ - $   "   % ( .      "(+"     

%/   $    '   

  (*      ".      

#   8  '       '   "   % 9"   # $ % 

   /#69/))$)/4) $ %  4 0    : # $ % 0   ;:

      

$ "   # $ % (   "  *   +   %    $   "  0 1 0"       1  2  .  1 3    14%  2    1$         15 674 A chi vorrĂ  accordarmi il suo sostegno ricordo di votarmi per il Consiglio di Stato, ma anche per il Gran Consiglio.



voi . Nuove idee in Gran Consiglio

FILIPPO MARTINOLI CANDIDATO N°

LISTA N°

41

5

WWW.FILIPPOMARTINOLI.CH INFO@FILIPPOMARTINOLI.CH

Roberta

PASSARDI

Per il Ticino

Buongiorno, sono Roberta Sono cresciuta e vivo a Torricella, mio Comune dâ&#x20AC;&#x2122;origine. Ho 50 anni, sono imprenditrice da oltre 22 anni, economista aziendale e dirigo due aziende. Gli amici mi definiscono un vulcano: unâ&#x20AC;&#x2122;immagine che riassume con simpatia lâ&#x20AC;&#x2122;entusiasmo, il dinamismo e lâ&#x20AC;&#x2122;energia che metto in ogni attivitĂ  ma anche il desiderio di divertirmi e stare con la gente. Aiutatemi ad essere la vostra voce; grazie per la fiducia.

Con il vostro sostegno mi impegno per:

www robertapas www.robertapassardi.ch ssardi ch mail@robertapassardi.ch

Candidata n.

Lista n. 7 Candidata al Gran Consiglio

45

... Guardiamo oltre

$ difendere e sostenere la piazza finanziaria $ sostenere il turismo e le offerte culturali $ aiutare idee e progetti innovativi nelle regioni periferiche e nei centri urbani $ agevolare le aziende che formano apprendisti ed assumono i giovani $ migliorare la qualitĂ  dellâ&#x20AC;&#x2122;ambiente e dellâ&#x20AC;&#x2122;aria che respiriamo $ proporre un potenziamento del trasporto pubblico $ incentivare i servizi per conciliare casa e lavoro $ promuovere efficaci piani di mobilitĂ  aziendale sui tragitti pendolari del mattino e sera (frontalieri) $ riformare le direzioni scolastiche in modo che possano sostenere al meglio docenti, allievi e famiglie $ aiutare le famiglie a tenere a casa i propri anziani $ difendere i bambini da ogni forma di abuso $ sostenere le donne che subiscono e denunciano violenze, disparitĂ  ed ingiustizie

Per un Ticino piĂš attrattivo


in viaggio

è alquanto bassa. Donne, uomini, grandi e piccini, ci si ritrova comunque tutti la sera nei pressi dell’unica fontana del villaggio, dove ci si lava e rinfresca. Vi è uno sbocco in basso ed uno in alto, quindi con un poco di collaborazione, due persone al massimo possono lavarsi contemporaneamente, le altre attendono tutte attorno, magari già insaponate e nel frattempo osservano la tua toeletta. E sì, di nuovo il concetto di intimità locale. La vita è però dura, gli sforzi fisici non indifferenti. I campi distano spesso una o due ore dal villaggio ed il lavoro nelle risaie costa fatica. Si comincia da giovani e spesso non si fa tempo a diventare anziani. Comprendo perfettamente quanta forza comporti questo genere di vita una sera, quando a sorpresa il figlio del capo villaggio mi propone un massaggio, lo fanno le ragazze più giovani mi dice. Acconsento con entusiasmo. Non lo avessi mai fatto! Mi trovo letteralmente in balia di una giovinetta dalle mani che paiono tenaglie e dalle braccia come arieti. Il massaggio è un susseguirsi di pressioni e strappi, ti tirano gambe e braccia e tritano la schiena… almeno però dopo si dorme bene.

MI È PROIBITO LASCIARE IL VILLAGGIO Il giorno successivo, nel tardo pomeriggio, per caso ritrovo il capo nei pressi dell’uscita del villaggio. Mi sorride e mi fa capire che non posso proseguire. Mi viene spiegato in seguito che degli spiriti maligni sono la causa, nel villaggio vicino, di alcune morti di maiali e che per proteggersi viene eretto una sorta di portale che impedisce loro di entrare. Ma non solo gli spiriti vengono così bloccati, anche tutte le persone! Chi è dentro rimane dentro, chi è fuori dal villaggio rimane fuori. Per quanto tempo chiedo? Per un giorno mi rispondono. Prendo quindi atto che non potrò ripartire. Che non sia uno scherzo lo dimostra subito dopo l’arrivo del maestro del villaggio. Anche lui viene bloccato a pochi metri dal segnale di tabù, oggi non vi saranno dunque lezioni ed è costretto a ritornare sui suoi passi, potrà dormire in un altro villaggio, a poco più di un’ora di marcia! Gli Akha sono formalmente buddisti, ma qui non vi è nessun monastero, né tanto meno un tempio. Molto più frequenti sono però amuleti e piccoli segnali di

La mia nuova casa.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

39


Ascolto

Trasformo

Me ne occupo

www.nicolettamariolini.ch

Nicoletta Mariolini in Consiglio di Stato Lista 3 Candidata 3

Cinzia Marini Candidata al Gran Consiglio 2011

Lista Per il Ticino

Lista 5 Candidata NÂş 40  Ufficio Presidenziale Donne PPD  Presidente Sezione PPD Comano  Vicepresidente Circolo PPD Vezia cinziam@donne-ppd.ch

Candidato no. 1 Lista PLRT al Gran Consiglio

25 anni, il piĂš giovane in lista PLRT Laureato in Economia Revisore Bancario Consigliere Comunale a Balerna Membro di Direttiva PLR Membro della Commissione della Gestione Membro della Commissione Culturale Primo Subentrante in Municipio Membro GLRT e GLRM Membro di Comitato Cantonale PLRT Delegato ticinese al PLR Svizzero


in viaggio Nell’intimità della mia famiglia.

riti animisti - piume, foglie intrecciate, ecc. -, legati al culto di dei, di spiriti e dei defunti. Al contrario degli dei, gli spiriti maligni o benigni i Phi - vivono con gli uomini e con essi ci si deve confrontare costantemente. Mi viene inizialmente concesso di assistere al rito. La vittima sacrificale è una gallina bianca che viene lette-

ralmente fatta a pezzi per poi essere ricomposta sopra il portale di rami ivi costruito. La testa in alto, le ali di fianco, due zampe in basso, alcune piume completano l’opera. Il resto viene cotto e mangiato sul posto nella notte, ma io a quel momento vengo gentilmente invitato ad allontanarmi. Continua. Y

“Tabù”: ora mi è proibito partire.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

41


e sc ur s i oni

immagini come

un haiku Sci-escursionismo: Piano di Peccia - Rifugio Poncione di Braga. Ogni escursione ha le sue immagini simboliche, riflesso di una trasformazione del vissuto. E ogni storia di escursione riflette l’atmosfera di una giornata. testo e foto Giosanna Crivelli - giosanna@illustrazione.ch

I

l Ticino è un piccolo grande territorio, con ambienti molto diversificati dal sud al nord. Ogni valle ha le sue caratteristiche. E, nonostante l’uniformarsi del linguaggio e delle abitudini, le società alpinistiche di valle sono un mondo a sé. Lo spirito di gruppo è sopravvissuto, per tradizione ancestrale, e trova nuova espressione nella valorizzazione del proprio territorio nel presente. 2 marzo 2010, escursione al Rifugio Poncione di Braga da Piano di Peccia, organizzata dalla SAV, Società Alpinistica Valmaggese, una quarantina di partecipanti nel mezzo della settimana: giovani, pensionati, donne che hanno saputo organizzarsi. È una gita di comunità. Luce blu del primo mattino, ambiente spettrale. In auto si arriva in zona Ghiéiba. La sorpresa è di trovare la stradina nel ripido versante del Motto dei Rampan perfettamente battuta, fino alla Galleria Frodalta. L’Associazione Lavizzara da diversi anni, con l’intento di valorizzare anche d’inverno la regione del Poncione di Braga, offre questo servizio. Salita facile dunque, fino al ponte a quota 1’452 m. Da lì si segue il tracciato del

42

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

sentiero estivo, tra bosco rado e radure. Salendo, a poco a poco si rivela l’essenza di questo luogo. Il primo tratto è caratterizzato dall’attrazione del cono di ghiaccio creato dalla cascata del Ri della Cròsa, che cattura lo sguardo con la sua forma perfettamente arrotondata. L’occhio vi si perde, e perde il senso delle dimensioni. Gli strati so-

Solo perché esisto sono qui tra neve che cade.


vrapposti hanno creato un microcosmo patagonico. Ma è più in alto, al limite vegetativo, che si percepisce il passaggio a qualcos’altro. Il disegno degli ultimi giovani larici spogli, curvi come virgole nel mezzo di un bianco nulla appena tratteggiato dal vento, porta a capire l’universo in un attimo fuggente. Come è ammirevole Colui che non pensa: “La vita è effimera” Vedendo un lampo.

Cartografia: Basodino 1:25’000 Dislivello: 806 m Tempo: 21/2 - 3 ore

Con questa citazione del poeta giapponese Bashô, Roland Barthes nel libro “L’impero dei segni” conclude il capitolo sullo haiku, quella forma di poesia che, non pretendendo di spiegare nulla, avvolge tutto. Non c’è niente come la neve che può far percepire la fugacità. E allo stesso tempo è lì, reale, solida materia in trasformazione.

L’anfiteatro tra l’Alpe Sròdan, l’Alpe di Masnee e il Filo della Tanèda è uno spazio ampio, modulato da ondulazioni di neve che, entrandovi si trasformano in rotondità avvolgenti. È poco ripido e invita a percorrerlo in lungo e in largo. Al centro, la vetta del Poncione di Braga appare come un miraggio. Più in basso, l’armonioso rifugio e il gruppo di cascine di Grassa del Piatto sembrano farle da contrappunto. Un momento di convivialità, foto di gruppo, e giù, gustando la discesa ad ogni curva. Per qualche attimo resta il segno del nostro passaggio, come uno scritto calligrafico, pennellate tra luce ed ombra. Y

Corsi di fotografia con Giosanna Crivelli Informazioni e programma: tel. 091 994 85 17 info@fotolife.ch - www.fotolife.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

43


Gli esclusivi prodotti gourmet Sélection sono in vendita nelle maggiori filiali Migros e su www.leshop.ch www.migros.ch / selection

ta dopo essensibilità nelle dita», spiega Adriana Fores «Con i guanti di gomma non avrei sufficiente lavorazione nella te esper vere sono he colleg tre sue le na e sersi disinfettata con cura le mani. Adria si incontrano nei ne hanno creati tantissimi! Ogni giovedì degli amaretti tradizionali : nella loro vita sempre e solo in ndo lavora a Savoi della dolci i tradizionali locali della pasticceria per dar vita a quest ici!» aggiunident ssibile trovare due amaretti Sélection modo artigianale. «Per questo motivo è impo tto. ge Adriana dando forma ad un ulteriore bisco


a ta v ola

viaggio

culinario A cena dalla famiglia Colombo di Chiasso, tra cucina asiatica, finlandese e ticinese. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

“S

iamo giovani, ci piace tanto cucinare e mangiare e quindi mi sono detta, perché no?”. E così Micaela Colombo ha ritagliato e spedito il tagliando per partecipare alla nostra iniziativa, ben sapendo che, se la cosa avesse avuto un seguito, avrebbe cucinato il marito Dave.

Già, perché il vero appassionato è lui: armato di un divertente grembiule … “bovino” è già pronto ai fornelli per preparare due piatti a base di pesce, cibo molto amato in casa Colombo. Olli, 3 anni e Soila, 1 e mezzo, sono impazienti di sedersi a tavola. Hanno fame e sono golosissimi della tartare di tonno che preparerà il loro papà.

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

45


a t avol a

perché siamo convinti che è anche attraverso questo, che i bambini imparino ad apprezzare il cibo. RICETTE INDONESIANE Mamma Micaela è felice di avere un marito che ama stare ai fornelli. Ammette senza vergogna che “con due figli così piccoli che mi assorbono tutta la giornata, non ho più la voglia e il tempo di stare molto in cucina. Mi limito, per il momento,

EDUCAZIONE ALIMENTARE Il momento del pasto per la famiglia Colombo è molto importante. Si sta a tavola, si mangia, si chiacchiera e si impara ad apprezzare anche nuovi cibi e gusti. “Per me - ammette Micaela non è sempre facile educare i miei figli in questo senso, perché io non mangio frutta né verdura”. Michela racconta di essere stata la disperazione dei suoi genitori ed ancora oggi, non riesce ad assaporare alcun frutto. Per contro qualche verdurina a mo’ di condimento di una pasta, non è più un ostacolo insormontabile. Fortunatamente i suoi figli sono molto meno difficili! Anche il marito, ad eccezione di un’avversione per la stragrande maggioranza dei formaggi, mangia di tutto e si definisce un buongustaio. Dave dichiara di aver decisamente ampliato nel corso degli anni le sue conoscenze su gusti e cibi, introducendo nella sua alimentazione numerose nuove pietanze. Il buon vecchio risotto resta ad ogni modo uno dei cibi preferiti di tutta la famiglia, anche perché il piccolo Olli si diverte sempre molto ad aiutare l’uno o l’altro genitore a rimestare. “Lo coinvolgiamo volentieri in cucina”, dice Dave

46

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

Il giro del mondo nella cucina della famiglia Colombo.


a preparare dei piatti veloci. Ma non vedo l’ora che Olli e Soila siano un po’ più grandicelli per riprendere a fare alcune cose che in passato mi divertivano molto, come realizzare dolci”. E sul capitolo dolci si apre una breve parentesi: in casa Colombo, non deve mai mancare il gelato: tutti ne vanno ghiottissimi. Dave, inoltre, dichiara di non essere assolutamente capace di concludere un pasto senza qualcosa di dolce, ad esempio un pezzetto di cioccolato se pranza fuori casa, il gelato se è a casa. Sia Michela, sia Dave ritengono che trascorrere del tempo ai fornelli sia un bel passatempo. Un passatempo con il quale Dave si cimenta soprattutto nel weekend. “Mi diverte preparare, ad esempio piatti della cucina indonesiana. Bali è stata la meta del nostro viaggio di nozze. Lì abbiamo gustato piatti deliziosi e scoperto nuovi gusti. Così abbiamo acquistato un ricettario - tra l’altro scritto da un cuoco svizzero che a Bali gestisce un ottimo ristorante - e spesso lo

12.90

Salice Salentino DOC Riserva Vecchia Torre, 75 cl Coop non vende bevande alcoliche ai minori di 18 anni. In vendita nei grandi supermercati Coop o sul sito www.coopathome.ch.

Per un rosso in carne. Il Salice Salentino DOC Riserva Vecchia Torre si distingue per il suo rosso granato intenso e il suo piacevole bouquet di frutta scura matura tipo more. Un vino pieno al palato con tannini maturi, che rilascia un aroma intenso e una buona persistenza nel finale. Eccellente con piatti di carne e selvaggina.

Per ogni occasione il vino adatto.

>


a t avol a

consultiamo per realizzare l’una o l’altra specialità. A volte non è facile trovare qui tutti gli ingredienti necessari, soprattutto certe spezie, ma si riesce comunque ad ottenere un buon risultato anche con qualche piccola modifica alla ricetta originale”.

TA G L I A N D O

CUCINA FINLANDESE Chiacchierando scopriamo che Dave è per metà ticinese, per metà finlandese. La sua mamma, infatti, è scandinava. Cosa si mangia in Finlandia? “Si mangiano patate lesse 365 volte all’anno, accompagnate da polpette di carne o salmone o trota salmonata”, risponde ironicamente Dave,

A TAVOLA… CON VOI Voi ci invitate da… voi quando a casa c’è tutta la famiglia. Una nostra redattrice e un fotografo verranno a casa vostra per scattarvi qualche fotografia e per chiacchierare di ricette, cibo, ricordi e alimentazione. Vi chiederanno la ricetta di una pietanza, magari quella della vostra “specialità”, nel limite del possibile, sarebbe bello poter fotografare anche il piatto pronto. Per partecipare basta inviare in redazione il tagliando-invito che trovate su questa pagina. Prenderemo contatto con voi direttamente. Grazie e a presto!

ammettendo che in Finlandia non esisteva e forse non esiste ancora una vera cultura alimentare ma, semplicemente, “si mangia per vivere”. Dave è dunque cresciuto con la cucina meno strutturata della sua mamma e ricorda che anche durante le numerose vacanze trascorse da bambino in Finlandia i menu non variavano di molto. “Fin da piccolo ho notato la differenza tra la cucina ticinese della mia nonna paterna e quella finlandese della nonna materna. La prima cucinava anche per passione, l’altra per nutrire la sua famiglia”. Le abitudini alimentari dei finlandesi hanno sorpreso anche Micaela: “Loro nel piatto ci mettono di tutto, lo riempiono all’inverosimile e poi me-

Gentile redattrice, caro fotografo, desideriamo invitarvi a casa nostra per raccontarvi cosa significa per noi il cibo, per svelarvi una ricetta di famiglia e per farvi assaggiare il nostro piatto preferito. Famiglia (nome e cognome): Numero componenti: Via: Località: Tel.: Tra tutti i tagliandi pervenuti in redazione ne estrarremo uno per edizione. È quindi possibile che la vostra candidatura venga conservata per un’altra edizione e che veniate contattati in un secondo tempo.

http://www.illustrazione.ch/tagliando_atavola_03_11.pdf

48

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


Il Programma Dietetico e Nutrizionale

“La mia vita è cambiata moltissimo – grazie a BCM.“

Raggiungere con successo il peso desiderato!

* Nome modificato

Consulenza e ordinazione direttamente su www.precon.ch o chiama il Numero Verde gratuito 00800 2500 3500.

Ê

Comincia adesso: con il Pacchetto Iniziale plus Scopri al prezzo di 284,- CHF tutta la varietà dei nostri prodotti BCM. Il Pacchetto Iniziale plus per 32 giorni contiene: • 1 x BCM Start • 1 x BCM Basic Verdure – NUOVO: con 4 porzioni in più • 1 x BCM Basic Vaniglia • 1 x Special Erbe • 1 BCM Shaker • 3 barrette BCM Basic ChocoBar • 3 barrette BCM Basic CranberryCrisp • 3 barrette BCM Basic ChocoCrisp e gratis 1 BCM TestSet dolce & salato con 10 porzioni, di questi 1 di ogni gusto dolce e salato.

Nome

E-Mail

Via, N°

CAP, Luogo

e.

ch •

A D

.il

w

Online trovate le gustose ricette della famiglia Colombo.

CAMI RI A

• ww

SCARICAMI

SC

scolano. E mangiano a qualsiasi ora. Cenano alle 16 del pomeriggio e poi, più tardi, si concedono ancora del tè con biscotti e torte…”. E allora, chiediamo a Dave, da dove nasce questa passione per la cucina? “Mia mamma mi ha sempre permesso di stare in cucina con lei fin da bambino e di ‘pasticciare’ mentre mio papà, nonostante non sappia cuocere nemmeno un uovo, ama mangiare bene. Ad ogni modo fa parte dei miei interessi personali, di qualcosa che mi piace coltivare”. Micaela, aggiunge: “Mio marito in cucina ha quel tocco in più: è fantasioso, riesce a creare dei piatti anche con poco, unendo degli ingredienti che io non avrei mai pensato di abbinare”. Insomma, secondo Dave basta essere curiosi, volonterosi e anche un po’ coraggiosi. Noi pensiamo che ci voglia anche un pizzico di talento: solo così si può riuscire a preparare un’ottima tartare di tonno e degli squisiti gamberoni al curry - una ricetta indiana - che abbiamo decisamente gustato in casa Colombo. E che bel viaggio: Ticino, Finlandia, Indonesia e India. Tutto in una sera, attorno ad un tavolo. Y

Sandra Häuser* ha raggiunto il suo peso desiderato. Ce la fai anche tu, con il Programma BCM della PreCon: • Il sistema 2+1: due pasti BCM e un pasto equilibrato preparato da te. • Nutrizione ottima: il pratico pasto sostitutivo contiene tutte le vitamine e sostanze nutritive essenziali. • Successo massimo: il Programma BCM puoi applicare facilmente indipendente o puoi andare in uno dei nostri 400 studi medici.

lu str azio

n

http://www.illustrazione.ch/atavola_03_11.pdf Telefono Data, Firma Indica il codice promozionale 000417 per non pagare le spese di spedizione (Valido solo una volta fino al: 30.06.2011). PreCon AG, Firststrasse 15, 8835 Feusisberg ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

49


n. 79 Michele Guerra

Candidato al Gran Consiglio Per il futuro del nostro Cantone Molto è stato fatto: molto rimane da fare! > Responsabile giovanile della Lega per il Sopraceneri > PiĂš di 60 articoli politici ed economici pubblicati sulla stampa nellâ&#x20AC;&#x2122;ultimo anno

Grazie Ticino

PER ALLIEVI dai 6 ai 16 ANNI

CORSI ESTIVI DI LINGUE Â&#x2021; TEDESCO Â&#x2021;INGLESE Â&#x2021;SPORT & ATTIVITĂ&#x20AC;

Â&#x2021;FRANCESE

gite, escursioni, tennis ecc.

ARIANA Sprachkurse AG | Monika A. Schmid | Patricia D. BĂźhler HĂśhenweg 60 | 9000 San Gallo | Tel. 071 277 92 91 Fax 071 277 72 53 | www.ariana.ch

Grazie. 

IL 10 APRILE 2011 UNA PER LAURA RINNOVA LA FIDUCIA ALLA CONSIGLIERA DI STATO DEL PLR Laura Sadis Candidata 4 Lista 7 Partito Liberale Radicale

www.laurasadis.ch

www.micheleguerra.ch


sondaggio

pro oilcontro raddoppio

del gottardo L’età della mobilità, dove con macchine veloci spesso viaggiamo incolonnati a passo d’uomo, richiede nuovi pensieri e soluzioni. Pensate sia una strada da percorrere quella di raddoppiare la galleria autostradale del Gottardo? testo Marco Ortelli - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press

omobile t u a ’ l l e d Nell’era siero n anche il pe‘raddoppiare’ deve cità o l e v a u s a l

Jone Galli, 27 anni, docente, Miglieglia: “La mia preoccupazione da un lato è di livello ambientale, dall’altro è legata al rischio di rimanere isolati”.

Mark Rissi, 62 anni, giornalista televisivo, Brione: “Sono contro il raddoppio e a favore di una maggior promozione dei mezzi pubblici, ossia più disponibilità a prezzi più vantaggiosi”.

Jacob Brem, 74 anni, scrittore, Peccia: “Contrario. La gente dovrebbe usare la macchina solo se veramente necessario e per chi passa dalla galleria bisognerebbe far pagare una tassa di 20 franchi”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

51


Lista 7

nr.

50

www.emanueleverda.ch

Dr. med. ORLANDO DEL DON Candidato UDC al Gran Consiglio

Lista n. 9 UDC-UDF

“La svolta verso un nuovo Canton Ticino. Un Ticino nuovo, promosso da persone che amano il loro Paese e le sue Istituzioni. Per un Ticino dell’impegno, del lavoro, della responsabilità, della famiglia, delle piccole e medie imprese, della sicurezza, dell’indipendenza, della libertà e della centralità dell’individuo rispetto allo Stato.”

IL SEGNO DEI TEMPI

IL TICINO CHE CAMBIA

Candidato n. 61

Elezioni cantonali del 10 aprile 2011

Per il Ticino

l’esperienza per progredire Lista 5 candidata Elezioni Cantonali 2011 per il Gran Consiglio

www.augustoairaldi.ch

nº 44

Linda Müller Lic. Oec. Publ. Esperto Fiscale Dipl. Fed. Alto Malcantone

PERCHÉ NON SI PUÒ SOLO STARE A GUARDARE


sondaggio

Tamara Fuchs, 20 anni, Taverne e Laura Gnädinger Balou, 23 anni, studentesse, Lodrino: “Non vediamo l’utilità del raddoppio, ci stanno a cuore l’ambiente e la bellezza del Ticino”.

Miguel Rozalen, 18 anni, studente, Chiasso: “Sono favorevole, penso sia la soluzione migliore, anche perché spostare tutto su rotaia non credo sia possibile”.

Loretta Mazzi, 68 anni, casalinga, Locarno: “No assolutamente no, per favorire i tedeschi no, lo adoperano come corridoio per venire a inquinare e fare rumore”.

Elisabetta Carrara, 19 anni, impiegata di albergo, Gordola: “Non lo farei perché sono claustrofobica e una è già di troppo”.

Marinella Branca Galliciotti, 40 anni, casalinga, Locarno: “Pro, assolutamente, così non si può andare avanti, se non il raddoppio, almeno una soluzione alternativa”.

Giancarlo Cubeddu, 27 anni, cameriere e Yvonne Iacobelli, assistente di farmacia, Locarno: “Favorevoli; è il traforo più grande d’Europa e c’è una sola corsia, assurdo”.

Valentina Zimmermann, 21 anni, ricezionista di albergo, Contone: “Favorevole, per evitare colonne e incidenti frontali. Mi sentirei più sicura con il raddoppio”.

Simone Facchin, 34 anni, elettricista, Bellinzona: “Sono favorevole, a condizione che si sistemino anche le altre gallerie, specialmente quelle oltre confine”.

Natascha Sakota, 41 anni, mamma, Lugano: “Sono a favore; ricordo i disagi durante il raddoppio dell’autostrada a Bologna, ma ora che è stata costruita, tutto è più scorrevole”.

Matteo Lafranchi, 32 anni, Camignolo: “Sono favorevole. I disagi che puntualmente si verificano sono la dimostrazione che il traffico sull’asse del Gottardo necessita di un ampliamento”.

Danielle Varone, 49 anni, edicolante, Colla: “Sono a favore, basta essere intossicati! Si sarebbero dovute trovare altre soluzioni già in passato”.

Alessandro Stampanoni, 30 anni, segretario, Vaglio: “Serve il raddoppio oppure trasferire il traffico pesante obbligatoriamente su rotaia”.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

53


rep or t age

sulle tracce

della storia

Costumi d’epoca e salita al Monte Bar per celebrare il 125.mo del CAS Ticino. testo Piergiorgio Baroni - pier@illustrazione.ch foto Ti-Press/Francesca Agosta

I

l Club Alpino Svizzero (CAS) venne fondato nel 1863 al Bahnhofbuffet di Olten. Attualmente conta 120 mila aderenti distribuiti in 112 sezioni. Tre di queste sono posizionate in Ticino: il CAS Ticino (con sede a Lugano), il CAS Bellinzona e il CAS Locarno. Il Club Alpino Ticinese (CAT) venne fondato l’11 aprile 1886 nella Birreria Gambrinus di Bellinzona: il 20 marzo 1887 decideva di aderire al Club Alpino Svizzero (CAS) come CAS Ticino. Era la 23.ma sezione che entrava nella grande famiglia del CAS, dunque dell’organizzazione alpinistica mantello per tutta la Confederazione. Quest’anno il CAS Ticino festeggia dunque il 125.mo di attività con una serie di manifestazioni. Quella di apertura, di sicuro emblematica per una connessione con il passato, si è tenuta a fine gennaio 2011 con una salita al Monte Bar (dove si trova anche l’omonima capanna del CAS Ticino) da parte di alcuni aderenti alla sezione, che hanno vestito i costumi d’epoca. Ovvero degli anni dell’anteguerra, quando gli sciatori del Luganese potevano addirittura contare sulle donne di Bidogno, che trasportavano a spalla (mediante la gerla, detta “cargansch”)

54

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

tre o quattro paia di sci, ricevendo in compenso 50 centesimi. Il biglietto Lugano-Bidogno e ritorno, compreso il trasporto degli sci (senza bastoni) fino alla capanna, costava tre franchi. Quattro franchi con la cena e il pernottamento. Erano gli anni in cui andava in scena, sui pendii della montagna, lo slalom gigante del Monte Bar. Eugenio Filippini (83 anni, già guida alpina e già presidente della Federsci regionale, già partecipante alle edizioni storiche dello slalom), Angelo Valsecchi (storiografo di montagna), Claudia Fumasoli (membro di comitato) e Maria Jannuzzi, anche loro in costume d’epoca, hanno animato la rievocazione, un po’ condizionata dalla situazione di innevamento, non ottimale, del Monte Bar. All’epoca (scrive ancora Angelo Valsecchi) “il programma della giornata prevedeva il ritrovo alle 6 in piazza Dante a Lugano e il trasferimento con bus fino a Corticiasca. Alle 9 i concorrenti dovevano materializzarsi davanti alla capanna per ritirare i numeri. Il percorso era di due chilometri, con dislivello di 360 metri. Presentava trenta porte, segnate con bandierine. Gli juniores e le giovani partivano a metà percorso, per le altre categorie la partenza era fissata sulla


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

55


rep or t age Maria Jannuzzi. Angelo Valsecchi.

Eugenio Filippini. Claudia Fumasoli.

56

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


Collegamento illimitato con le flatrates di Sunrise Ovviamente. Visitate subito il Sunrise center o il sito sunrise.ch

1.– CHF

invece di CHF 748.– senza abbonnamento

Nokia E7-00 24 mesi con Sunrise flat relax surf

cima del Bar. La direzione tecnica era affidata alla guida Tita Calvi. Il servizio sanitario era assicurato da Aldo Cattaneo, grande alpinista ed esploratore delle nostre montagne”. Certo che non doveva mancare il coraggio per lanciarsi sui pendii con sci di legno, ovvero attrezzi rudimentali. E gli attacchi? Un laccio per trattenere scarponi di montagna (magari chiodati) e due ganasce anteriori. All’epoca si sciava anche ai monti di Condra, a Cioascio e sotto i Denti della Vecchia. Impianti di risalita? Neanche parlarne: e inoltre bisognava battere la pista, con risultati non sempre brillanti, per assicurarne un minimo di scorrevolezza. Il libro “Cent’anni in montagna 1886-1986 CAS sezione Ticino”, firmato da Teresio Valesia e da altri autori, è una fonte preziosa di informazioni. L’alpinismo e l’escursionismo sono sport con “valore aggiunto”, nel senso che le conoscenze geologiche, botaniche, ambientali e quant’altro fanno parte di un patrimonio che non può essere disgiunto dalle imprese sulla verticalità o cronometrate, ai fini di redigere una classifica. Ancora oggi, quando ad esempio Ueli Steck è in grado di salire la nord dell’Eiger (che per le prime ascensioni richiedeva tre o più giorni in parete) in meno di tre ore, lo

>

Excl. carta SIM CHF 40.– – Fotocamera da 8,0 megapixel incl. autofocus e flash a LED – Display touchscreen da 4,0" con AMOLED e risoluzione 360 x 640 pixel – Tastiera QWERTZ con apertura a scorrimento – Quadband, HSPA, A-GPS, WLAN – Porta HDMI, 16 GB di memoria interna

1.– CHF

invece di CHF 448.– senza abbonnamento

Nokia C6-01 24 mesi con Sunrise flat basic surf Excl. carta SIM CHF 40.– – Fotocamera da 8,0 megapixel e flash a LED – Display touchscreen da 3,2" con AMOLED e risoluzione 360 x 640 pixel – Quadband, HSPA, A-GPS, WLAN

Solo nei Sunrise center e su sunrise.ch Alla nuova stipula di Sunrise flat relax surf (CHF 125.–/mese) ossia Sunrise flat basic surf (CHF 35.–/mese). Dettagli sulla tariffazione su sunrise.ch, con riserva di modifiche. Fino ad esaurimento scorte.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

57


Maristella

Una volta deciso che la cosa può e deve essere fatta, bisogna solo trovare il modo.

POLLI

Candidata al Gran Consiglio

Lista no 7 â&#x20AC;&#x201C; Candidata no 46

Abraham Lincoln

Elezione del GRAN CONSIGLIO - 10/4/2011 Cristina Zanini Barzaghi

PELLANDA GIORGIO

Lista no.7 Candidato no. 62

io ho

Candidato uscente, sempre con la gente con il cuore e con la mente

RIFLETTUTO

e voto PLR!

ingegnere civile Lugano-Carabbia www.cristinazanini.ch www.ps-ticino.ch

Lista n. 3 Candidata n. 50 per il Gran Consiglio

Per il Ticino. Con te!


re portage

Discesa dalla vetta del monte Bar in costumi d’epoca e non.

spirito “ottocentesco” mantiene ancora una sua valenza. Per percepire il territorio o la parete, in tutte le sue componenti. Questo spirito è stato sempre coltivato e attivato nei 125 anni di attività del CAS, ora presieduto da Giovanni Galli: e nelle capanne del sodalizio (Cristallina, 2’575 m; Monte Bar, 1’620 m; Campo Tencia, 2’140 m; Motterascio-Michela, 2’172 m; Adula, 2’012 m; Baita del Luca, 1’060 m) si possono reperire libri e informazioni che trattano i vari Foto di gruppo in attesa dell’ascesa.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

59


Dimagrire senza soffrire con Se siete tra coloro che, dopo aver provato tanti metodi per dimagrire, non hanno ottenuto il risultato voluto o hanno ripreso i chili persi, da ora potrete trovare al centro Linea Sana l’ambiente giusto che potrà soddisfare ogni vostra esigenza e che vi aiuterà a riconquistare la vostra linea. In un ambiente raffinato e un’atmosfera di assoluto relax potrete godervi il piacere di modellare il vostro corpo senza sottostare a diete impossibili o a faticose ginnastiche. La metodologia di intervento è basata su un insieme di trattamenti, piacevoli e rilassanti, collaudati con pieno successo, in grado di contrastare gli inestetismi della cellulite, le adiposità localizzate, e la lassità cutanea. Alla sensazione di benessere seguirà una pelle morbida e vellutata. Cavitazione ultrasonica, elettroporazione, radiofrequenza e qage sono solo alcune delle tecniche innovative che vengono introdotte in un programma personalizzato dopo aver valutato attentamente ogni caratteristica ed esigenza del cliente. Un biologo nutrizionista sarà a vostra disposizione per i suggerimenti di una corretta alimentazione. Con questa metodologia, unica nel suo genere, Linea Sana permette ad ognuno di constatare i risultati positivi dopo ogni trattamento e di perdere centimetri senza perdere il buon umore. Riservatezza e cortesia verso i propri ospiti sono gli ingredienti che fanno del centro Linea Sana il leader del settore estetico, un vero incontro tra l’utile e il dilettevole.

Cavitazione ultrasonica, l’alternativa ideale alla liposuzione. Tramite il passaggio di un manipolo sull'area sottoposta a trattamento gli ultrasuoni a bassa frequenza producono un effetto di cavitazione, in grado di causare la rottura meccanica delle membrane cellulari degli adipociti e il rilascio nel liquido intercellulare dei trigliceridi in esse contenuti, che sono rapidamente metabolizzati. La tecnica è in grado di dare, senza fastidi e senza tempi di convalescenza, risultati immediati e misurabili, capace di stimolare il naturale processo del metabolismo dei lipidi evidenziando una visibile diminuzione del volume in seguito a ciascun singolo trattamento. É utilizzata come rimedio per accumuli di adipe su pancia, addome, cosce, glutei, schiena, braccia sia per uomini che per donne e ovviamente per combattere la cellulite e la buccia d’arancia della pelle. Un trattamento innovativo, non invasivo, piacevole e rilassante, ideale per chi intende modellare il proprio corpo ma non vede di buon occhio il bisturi.

Qage Qage é un'apparecchiatura polifunzionale che offre una gamma di metodiche estetiche mirate a risolvere i principali inestetismi del corpo con una particolare attenzione al raggiungimento del benessere psico-fisico. Con una rilassante seduta di un’ora si possono avere tanti trattamenti e tanti benefici contemporaneamente: massaggio, idroterapia, aromaterapia, sauna ad infrarosso, le cui azioni sono rivolte a riossigenare i tessuti, aumentare la sintesi del collagene e produrre l’effetto anti-ageing. Inoltre si presta come il trattamento ideale e coadiuvante per combattere gli inestetismi della cellulite e le adiposità localizzate. Prenotate subito una consultazione gratuita e senza impegno. Dopo un’attenta analisi della vostra figura riceverete una proposta adeguata alle vostre caratteristiche ed esigenze.

www.lineasana.ch - info@lineasana.ch

ESTETICA – DIMAGRIMENTO – DEPILAZIONE LASER – FOTO-RINGIOVANIMENTO – CURA DEI CAPELLI LUGANO Via Pretorio, 11 Telefono 091 923.20.90

BELLINZONA Viale Portone, 5 Telefono 091 825.65.06

CHIASSO Corso S. Gottardo, 54 Telefono 091 682.77.09

LOCARNO Viale Verbano, 3 Telefono 091 743.92.18


re portage

ch •

e.

.il

w

Online un video inedito con interviste ai protagonisti della giornata al Monte Bar in costumi d’epoca.

CAMI RI A

A D

SCARICAMI

SC

scoprendo il ricchissimo e variegato ventaglio della natura e della cultura. Ossia i segni del creato e quelli lasciati dall’uomo. La natura è una grande madre e una maestra dispensatrice di insegnamenti. Non tradisce mai”. Y

• ww

c

. www o.com icin t s a

aspetti dell’“andare in montagna”, per tornare spiritualmente arricchiti. Infatti, scrive ancora Teresio Valsesia, dopo la rivisitazione della storia centenaria del CAS Ticino: “emerge attualissimo l’impegno ecologico del sodalizio, un impegno che viene da lontano. Non per moda. Ma con un’opera educativa e istruttiva. Escursioni naturalistiche, pubblicazione di articoli negli annuari, con l’acuirsi progressivo del problema. L’alpinista deve frequentare la montagna con “intelletto d’amore”,

lu str azio

n

http://www.illustrazione.ch/repo_cas_03_11.mp4

APPUNTAMENTI Per il 125.mo il CAS Ticino ha predisposto diversi appuntamenti, con l’obiettivo di ripercorrere le tracce della storia del sodalizio. Dopo la salita al Bar con i costumi d’epoca, ecco quanto riserva l’anno 2011. Camoghè - 21 maggio. Escursione storico-naturalistica dal versante meridionale. Sulle tracce dell’ascesa effettuata il 25 giugno 1887 da un gruppo di soci del CAS, partiti da Bellinzona. Pernottamento in cascina, il giorno seguente in vetta per ammirare un panorama grandioso. Discesa verso la Valcolla. Il 1. agosto dell’anno seguente l’ascesa veniva ripetuta con un naturalista e un botanico. Durante gli anni di presidenza di Silvio Calloni, naturalista e botanico all’università di Pavia, l’escursione al Camoghè era obbligatoria. Il programma della gita del 16 giugno 1891 prevedeva la partenza da Lugano, salita dall’alpe di Pietra Rossa e dei Lagoni, discesa in Valle Morobbia. Monte Generoso - 19 giugno. Seguendo tre itinerari: uno dalla via normale (con o senza trenino), uno da Rovio (seguendo una variante) e uno per i rampichinisti. Nel maggio 1886, anno della fondazione, una delle prime gite sociali ebbe come meta il Generoso, con pernottamento nell’albergo costruito vicino alla vetta nel 1886 dal dott. Pasta di Mendrisio. Discesa a Lanzo d’Intelvi. Adula - 2-3 luglio. Pernottamento alla capanna CAS e salita in vetta con accompagnamento di un esperto, che informerà sul ritiro dei ghiacciai. Sulle tracce del monaco Placidus a Spescha, primo salitore del “tetto del Ticino“ nel 1789. Nessun altro tentativo fu portato a termine nei successivi 70 anni. Tencia/Piz Prèvat - 30 luglio-1.agosto. Partenza da Broglio, pernottamento alla capanna Soveltra. Il giorno seguente salita al Campo Tencia, pernottamento nell’omonima capanna. Lunedì 1. agosto arrampicata al Piz Prèvat per la via normale. La “prima“ al Pizzo del Prete venne effettuata nel 1932 da tre salitori. Greina - 24-25 settembre. Gita naturalistica, pernottamento nella capanna Michela. “Questa regione - scrive Angelo Valsecchi - è una preziosa reliquia. Ecco come era il nostro cantone 20 mila anni or sono, quando le enormi masse dell’ultima glaciazione si stavano ritirando”. Denti della Vecchia - 22-23 ottobre. Arrampicate storiche e moderne sulla palestra di “casa nostra”. All’epoca si partiva in bicicletta da Lugano, che si abbandonavano a Sonvico, sotto una tettoia. Poi a piedi, passando da Villa Luganese, si raggiungevano le rocce calcaree dei Denti della Vecchia. Si arrampicherà sulle tracce dei Chiesa, Bernasconi, Magistri, Primi (il Bruno, detto Stüa) e André Roch, fortissimo alpinista ginevrino che scoprì i Denti della Vecchia perché si era innamorato di una luganese, poi diventata sua moglie.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

61


sp or t

scambio

di battute Forza esplosiva, scatto, resistenza, agilità mentale. Questi alcuni ingredienti indispensabili per praticare il gioco del tennis. Abbiamo incontrato Gabriele Moghini, giovane talento nel panorama tennistico cantonale e nazionale, che realisticamente sogna di intraprendere una carriera sportiva. testo Marco Ortelli - marco.o@illustrazione.ch foto Ti-Press/Gabriele Putzu

“L’

entusiasmo di Gabriele, il suo impegno, la sua voglia di fare, sono il motore del nostro sforzo quotidiano. Come genitori cerchiamo di dargli adesso la possibilità di esprimersi, nessuno però sa quale potrà essere la strada di Gabriele”. Gabriele Moghini, quindici anni a giugno, dall’età di sei anni si muove tra racchette, palline, e campi da tennis. Una famiglia di sportivi, la sua, dal padre già calciatore alla sorella e al fratello a loro volta tennisti, mentre la madre, è l’impressione che ho colto durante l’incontro, sembra fungere da coordinatrice e… autista del “Team Moghini”. Per molti anni, infatti, ha ‘infilato’ figli, borse e racchette sull’automobile per portarli ad allenare, dapprima a Como e poi a Saronno… Come mai questo percorso? “Ho preso in mano la prima racchetta a sei anni, e fino a sette ho giocato al Tennis Club Cadro, seguito dal maestro Massimo Bramati; poi, sulle orme di mia sorella e mio fratello, ho comincia-

62

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

to ad andare a Como, presso la scuola di tennis dell’allenatore Giacomo Paleni, che in seguito si è trasferito a Saronno, dove ora mi alleno per tre giorni alla settimana, seguendo una formazione attenta allo sviluppo fisico e a quello mentale, mentre gli altri due giorni mi alleno al Tennis Club Lido a Lugano. Se inizialmente i continui spostamenti in Italia erano faticosi, ora per me è normale fare circa un’ora e mezza di viaggio per andare ad allenarmi”. Gabriele, studente di quarta media a Pregassona, accenna il cosiddetto “Piano B”, ossia la ‘carriera’ professionale che gli piacerebbe intraprendere. “Vorrei fare il Liceo, poi mi piacerebbe diventare giornalista sportivo oppure prendere una laurea in economia”. Il “Piano A” consiste nel provare a scalare le classifiche internazionali del mondo del tennis... “Certo, mi piacerebbe entrare nel grande cir-


> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

63


edimen.ch

Sostituzione vasca da Fr. 900.– VASCA ECOLOGICA VASCA ACCIAIO VASCA PLAST/GLASS PIATTI DOCCIA ARREDOBAGNO Manutenzione sanitari e riscaldamenti

www.remail.ch

Serre Ser rre

 091 922 69 63

CREDITI PRIVATI

per tutte le persone che lavorano in Svizzera, anche se pensionati o in AI, con permesso B, C, L, frontalieri e svizzeri. TASSO D’INTERESSE ANNUO A PARTIRE DALL’

8.4%

Fr. 10'000.– pagabili in 60 mesi = Fr. 210.30 mensili Fr. 20'000.– pagabili in 60 mesi = Fr. 406.40 mensili Fr. 40'000.– pagabili in 60 mesi = Fr. 812.85 mensili CON POSSIBILITÀ DI CHIEDERE ALTRI IMPORTI La nostra consulenza è gratuita e sarà trattata con la massima competenza e discrezione. Anche se avete altri crediti, possiamo riprenderli e aumentarli a un tasso più basso.

o A rred

giard

ino

Pensi

line

VVivi ivi la tua casa... casaaa... fuori casa casa. a.

Avviso di legge: “La concessione dei crediti è vietata se conduce ad un indebitamento eccessivo” (Art. 3 LCSI)

CASSA MALATI - PREMI 2011

Minorenni da 0 a 18 anni pagano al mese Fr. 45.70 Giovani da 19 a 25 anni pagano al mese Fr. 191.10 Adulti da 26 e oltre pagano al mese Fr. 195.70 Telefonate subito per una consulenza alla: CREDITFINANZ SA Agenzia generale di Consulenze Assicurative e Crediti privati

Tel. 091 835 42 02 - 091 921 36 90

www.creditiprivati.ch

orari esposizione: gio-ve-sa 9:00-17:00

www.frubau.ch design: photographica

anche la sera fino alle ore 21:00

Via San Michele 64 - CH-6987 Caslano - Tel. 091 600 99 10

contenerla è facile, darle forma è un’arte Piscine · Prodotti · Servizi Artepool Sagl · 6930 Bedano · T +41 91 966 37 07

www.artepool.ch


spo rt

ort p s o L le a u d i indiv e presto rend onsabili resp

SCHEDA

biografica

Nome: Gabriele Cognome: Moghini Anno di nascita: 26 giugno 1996 Domicilio: Pregassona Occupazione: studente quarta media a Pregassona Disciplina Sportiva: tennis Società sportiva di appartenenza: Tennis Club Cadro / Sporting Club Saronno Ore di allenamento: ca. 15 ore settimanali Risultati: Campione svizzero a 12 anni, argento a 14, medaglia di bronzo campionati Svizzeri U16; Campione ticinese Under 10, U12, U14; 1. rango Torneo internazionale di Davos.

cuito, ma la strada è durissima. Da quest’anno, seguito dal mio allenatore e su richiesta degli allenatori della Federazione svizzera, sto cominciando a mettermi alla prova anche con i tornei Under 18 ITF (Federazione Internazionale Tennis (ITF), è il corpo dirigente del mondo del tennis, a cui aderiscono 203 associazioni tennistiche nazionali, ndr), per capire qual è il mio livello di gioco, se ho il potenziale per avanzare in questa direzione. Fra due, tre anni potrei quindi partecipare anche ai Tornei Challenger, per provare a ottenere punti nella classifica ATP (Association of Tennis Professionals (ATP), è l’associazione che riunisce i giocatori professionisti di tennis di tutto il mondo, ndr)”.

Nel frattempo, è necessario allenarsi ogni giorno, visualizzando e praticando colpi e strategie, che vengono poi messi in pratica in occasione dei tornei, contro gli avversari di turno. Cosa fai, come agisci per sconfiggere il tuo antagonista? “Se sai come gioca, imposti la partita in modo tale da infastidirlo. Già nei cinque minuti di palleggio che precedono l’incontro provi i diversi colpi per studiare i suoi movimenti; in partita, nei primi game, si diversifica un po’ il gioco per capire le sue mosse e poi, sulla base di quello che vedi, cerchi di giocare in modo da irritare la sua azione. Se ad esempio uno scambio è fatto di tiri tutti veloci, per cambiare la palla all’avversario gli fai uno slice, in questo modo lui deve modificare il suo approccio alla palla, i suoi movimenti, e perde un po’ della sua solidità”. L’incontro con Gabriele Moghini, fatto di scambi verbali incrociati si conclude con una… smorzata. Cosa ti piace dello sport che stai praticando, e cosa hai appreso finora? “Del tennis mi piace il fatto che è uno sport individuale, in campo sei solo, se vinci è merito tuo, se perdi è colpa tua. In questi anni ho imparato che bisogna impegnarsi e sudare in ogni allenamento, perché questo ti dà sicurezza per affrontare le partite. E poi bisogna stare con i piedi per terra, non gasarti subito appena vinci qualcosa”. Y

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

65


i n cl ass e

scrivere bigliettini

è divertente

La maestra Ivana Mora ci ha accolti nella sua classe, la V elementare di Tesserete, per parlare di scrittura. testo Lorenza Storni - lorenza@illustrazione.ch foto Rémy Steinegger

Cos’è la scrittura? Nelson: è qualcosa che ti aiuta ad imparare cose nuove. Michel, Nathan: è un modo di dire le cose per chi non sa parlare. Alessia: è quello che c’è scritto sui giornali e libri. Mattia: è un modo per ricordarsi le cose. Filippo C.: è un insieme di simboli che fanno parole che tu con la vista puoi capire. Luca: è una cosa da leggere. Elisa, Fabienne: è un modo di comunicare. Per quali motivi si scrive? Cloè: io ho un quaderno a casa dove invento delle storie. Elisa: per comunicare ai parenti lontani. Luca: mio papà scrive al computer per lavoro. Fabienne: per comunicare con i bigliettini come facciamo in classe. Nelson: per poter leggere. Michel: per mandare un fax o un telegramma. Bryan: io scrivo sul diario le cose da ricordare per scuola. Alessia: io scrivo un po’ dappertutto per distinguere le mie cose da quelle della mia sorellina.

66

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

Filippo F.: scrivo in messenger con Ludovico. Jessica: io uso la scrittura per fare ricerche sul computer e per il mio diario segreto. Mattia: per studiare, ad esempio scrivendo alla lavagna. Filippo C.: per trasmettere agli altri il proprio sapere. Dylan: per inviare sms con l’iPhone. Sara: per fare i bigini alle scuole medie. Nathan: per mandare e-mail. Zoè: per fare la lista della spesa o per ricordare un appuntamento. Ludovico: per raccontare le cose sul mio diario. Scrivere è bello o brutto perché… Nelson, Bryan, Filippo F., Nathan: a me non piace scrivere perché fa male la mano quando si scrive tanto. Michel: a me piace scrivere perché una volta sono stato incoronato “re dei dettati”. Alessia: a me piace tanto, tanto. Quando mi annoio mi scrivo e mi rispondo da sola. Zoè: per me è bellissimo scrivere e scrivo anche quando non sono obbligata. Fabienne: a me piace tantissimo perché da grande voglio fare la giornalista.


Dylan

Fabienne

Cloè

Alessia

Ludovico Lu

Filippo C.

Filippo F.

Elisa

el

Luca

Jessica

Nelson

Mich

Mattia

Ryan Zoè

Sara

Vorrei scrivere a… Alessia: al Michel per continuare a parlare di una cosa sciocca divertente. Jessica: alla mia amica Giorgia che abita a Canobbio. Ludovico: al Dylan per ridere insieme. Mattia: a tutti i miei amici perché sono miei amici. Filippo C.: alla mia madrina che abita a Insiedeln. Luca: al Ludovico i bigliettini. Elisa: ai miei parenti che abitano ad Orvieto. Dylan: a mio zio che abita a Roma scriverei una e-mail. Cloè: alla mia mamma e al mio papà per dire vi voglio bene, visto che sono un po’ timida. Nathan: alla mia zia che abita ad Airolo e che non vedo da un anno. Sara: a mia zia che è anziana e che non sta bene. Fabienne: al mio gatto perché gli sono tanto affezionata. Zoè: ai miei cugini che sono in Svizzera interna. Nelson: alla mia nonna in Portogallo. Michel: al Nelson e all’Alessia perché ci divertiamo con i bigliettini.

Nathan

Jessica: a me piace e sono fortunata perché la mia maestra Ivana non mi fa scrivere tantissimo. Sara: anche a me piace tantissimo scrivere, ma non so dirti perché. Mattia: a me piace scrivere calcoli. Filippo C.: scrivere, secondo me, è meraviglioso perché mi piacciono le storie. Luca: alcune volte è bello scrivere, anche se ogni tanto scrivo cose non sensate. Elisa: mi piace scrivere e disegnare. Dylan: a me non piace tanto perché scrivo piccolo e non tanto bene. Cloè: a me piace molto scrivere, anche se il mio diario non lo aggiorno sempre.

Le classi elementari del Cantone interessate a collaborare alla realizzazione di uno di questi servizi possono contattare la nostra redazione: info@illustrazione.ch.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

67


oc chi o a

nel magico mondo di

giocolandia “Udite, udite!”, la primavera ticinese è allietata da un evento straordinario giunto alla sua terza edizione: Giocolandia, un villaggio itinerante, che con forme di intrattenimento varie, diffonde nell’aria allegria e divertimento. testo Marco Ortelli - marco.o@illustrazione.ch

T

ra realtà e finzione si situa l’attività ludica, il gioco, espressione della gioia di vivere e campo di allenamento per la vita. È in questo contesto che si sviluppa l’iniziativa “Giocolandia, il Paese dei balocchi”, un evento che da febbraio a maggio ha percorso e percorrerà diverse regioni del Cantone, coinvolgendo bambine e bambini fino ai 12 anni e le loro famiglie, trasmettendo ovunque un’atmosfera intrisa di allegria, buonumore e un pizzico di sana follia. “Ed una flotta di bambini festosi si mise a suonare come fa la banda” Con i vostri bimbi potrete dismettere per qualche ora le azioni quotidiane, varcare la soglia che conduce in un mondo magico e trovarvi immersi in uno spazio in cui l’immaginazione ha il sopravvento e bambini come coriandoli volano in aria con i trampolini, diventano protagonisti in spettacoli teatrali e circensi, si confrontano con i trucchi dei maghi, assistono a bocca aperta alle storie messe in scena da burattini, colorano con

68

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

disegni le loro sensazioni, in castelli gonfiabili giocano a fare i principi e le principesse cavalcando pony… Crocevia di incontri Giocolandia è anche una formidabile occasione d’incontro per le famiglie, che in questo am-


biente hanno l’occasione di scambiarsi informazioni relative alla loro esperienza di genitori di bambini che frequentano scuole dell’infanzia e scuole elementari. In un’atmosfera caratterizzata dall’allegria, lo scambio, essenziale per la vita, viene facilitato e consente a tutti i partecipanti, grandi e piccoli, di respirare boccate di umanità. Y

UN VILLAGGIO

itinerante

Il gioioso carozzone di Giocolandia, dopo la prima tappa avvenuta in febbraio a Mendrisio, allieterà le contrade di: – Biasca, (pista del ghiaccio comunale) 16 e 17 aprile 2011 – Locarno (zona Lido) 30 aprile e 1° maggio 2011 – Lugano (pista Reseghina) 7 e 8 maggio 2011 – Bellinzona, Piazza del Sole 14 e 15 maggio 2011 Orari: sabato dalle ore 13 alle ore 19 e la domenica dalle ore 13 alle ore 18. Ingresso gratuito. Per info: www.giocolandia.ch

Intrattenimentosi infantile Una malattia che abbiamo anche noi.

La nostra assicurazione malattie sponsorizza «Rivella Giocolandia». www.oekk.ch ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

69


Immolife Ticino SA Viale Baldassarre Longhena - 6817 Maroggia (Svizzera) Tel. 091 649 88 88 - Fax 091 649 33 66 - info@immolifeticino.ch www.immolifeticino.ch

Vendiamo appartamenti di nuova costruzione e di varie metrature a:

T EC I AT TA CONT IMPEGNO A SENZ AGGIORI PER M M A ZIONI INFOR

Breganzona | Sorengo | Melano | Vico Morcote ACQUISTO DIRETTAMENTE DAL PROMOTORE

Società svizzera

acquista al miglior prezzo di mercato

oro e argento di qualsiasi forma e titolo

pagamento immediato Oro Trading | Via Cantonale 54 | Caslano Tel. 0041 91 606 27 10 | Mobile 0041 76 564 27 20

key-design.net

Via alla Foce 4 - 6933 Muzzano - Tel. 091 994 11 75 Viale Portone 12 - 6500 Bellinzona - Tel. 091 994 11 76 Fax 091 994 87 29 - info@isellafoletti.ch - www.isellafoletti.ch

Coltiviamo e valorizziamo i gioielli dell’orto ticinese

FOFT – Al Pian – CH-6593 Cadenazzo T +41 (0)91 850 29 06 – F +41 (0)91 850 29 00 info@tior.ch – www.tior.ch


la voretti CAMI RI A

• ww w

.il

e.

ch •

A D

SC

http://www.illustrazione.ch/lavoretti_03_11.pdf

lu str azio

n

i coniglietti

copri uova



Trasforma dei calzini spaiati o ormai piccoli, in divertenti coniglietti per tenere al caldo le uova sulla tavola pasquale. idea, disegni e realizzazione Anto anto@illustrazione.ch

Cosa ti occorre: calzini (anche fantasmini), pezzettini di pannolenci marrone, bottoni, ago, forbici dalla punta arrotondata, colla bianca, filo di cotone grosso.

1

1. Taglia la punta del calzino e mettila da parte. Ritaglia la sagoma che trovi su questa pagina e usala per ritagliare due orecchie dal pezzo di calzino rimasto. 2. Utilizzando la colla bianca, incolla le orecchie unendo i due bordi del taglio a triangolo che hai praticato sulla base. Quando saranno asciutte, incollale sulla sommità del calzino. 3. Ritaglia un cerchietto di pannolenci e un triangolino. Cuci il cerchietto al posto di un occhio

facendo dei punti lunghi e usando un colore a contrasto. Cuci due bottoni per fare gli occhi. 4. Taglia tre pezzetti di filo lunghi ca. 4 cm. Appoggiali al centro del musetto e fissali incollandoci sopra il triangolino che formerà così il naso del coniglietto.

4 2

3 ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

71


m ot or i

armonia tecnologica

e racing for fun

Acciaio, alluminio, materie plastiche, e sempre più hi tech. Il mondo delle due ruote evolve costantemente e grazie a materiali sempre più resistenti diventa più sicuro. O più pericoloso. testo Graziano Guerra - graziano@illustrazione.ch

T

utto dipende dall’armonia che si riesce a dare alla propria convivenza con la tecnologia e le emozioni. Ai costruttori è tornata la voglia delle prestazioni, ma non solo in termini di potenza erogata, anche di comfort e lifestyle. L’affacciarsi sempre più prepotente dell’elettronica ha allargato i confini. Ecco la navigazione satellitare con collegamento inter-caschi, anche via cellulare. Il

controllo di trazione, dell’erogazione di potenza, della frenata. L’ABS in Svizzera è ormai standard per la maggior parte dei modelli. La strumentazione, sempre più spesso digitale, riporta, oltre ai tradizionali dati di servizio, il tempo del giro su pista oppure la distanza raggiungibile con il carburante che resta, la tipologia di trazione in atto, la marcia innestata. Le nuove frontiere dell’elettronica consentono limiti impensabili Yamaha XTZ 1200 Superténéré bianca.

72

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


fino a qualche anno fa, in termini prestazionali e di sicurezza, ma è bene tener presente che al centro di tutto rimane sempre la testa di chi va in motocicletta. O in scooter. La velocità non corre più… che frase strana, ma se si presta attenzione si noterà come gli “smanettoni” di un tempo siano vieppiù mosche bianche. Da un lato, l’allargata possibilità rispetto a una volta di correre in circuito porta tantissima gente a rivolgersi a quelle agenzie che si sono specializzate nell’organizzazione di vacanze in moto per vivere la suggestione della corsa su pista. Purtroppo i circuiti da GP si trovano solo all’estero. Dall’altro lato, sempre più femmine e sempre più maschi si appassionano a quel veleggiare turistico in sella a una moto grossa che solo le chopper, le enduro e i big scooter sanno regalare, via dallo stress della velocità a tutti i costi, e su strade lontane dalla circolazione caotica. I costruttori hanno capito che per imporsi, sui mercati più raffinati ed esigenti come quello svizzero, le code di fuoco devono avere alta tecnologia e personalità, ma soprattutto devono essere comode e facili da manovrare. Ottimismo per il 2011 da parte degli esperti, i quali non escludono che le mancate immatricolazioni nel

2010, dovute al brutto tempo di maggio e giugno al nord delle Alpi, generino una forte domanda in questa nuova stagione. CERCASI IL PIÙ ABILE MOTOCICLISTA SVIZZERO Se siete esperti di teoria, tecnica motociclistica, dosaggio del gas, dei freni, della frizione, e intendete dimostrare la vostra bravura, in sella a una motocicletta o a uno scooter, assicuratevi un posto alla manifestazione in programma nel weekend 15-16 maggio 2011, alla fine della quale sarà consegnata la corona di Motociclista dell’anno. Le prove molto selettive per la conquista del titolo si svolgeranno nel weekend 14-15 maggio 2011 sulla pista del Centro di sicurezza DrivingGraubünden a Cazis. Iscrizioni sul sito www. biker-praevi-days.ch. BUONE NUOVE DA YAMAHA Oltre all’annuncio dell’arrivo della XT1200Z Super Ténéré tutta bianca a maggio (consegne in numero limitato), l’importatore ufficiale del marchio dai tre diapason, Hostettler SA di Sursee, ha reso nota una riduzione media dei prezzi di listino 2011 dell’8,7% circa. Y

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

73


m ot or i

supercar ingresso autorizzato In una mobilità che si trasforma, le sportivissime rimangono il sogno che ci proietta in un’emozionante realtà sempre piacevole da scoprire. testo Stefano Pescia - stefano@illustrazione.ch

S

ulla strada, in un’esposizione, in fotografia o ferme e silenziose in un parcheggio, le supercar attirano sempre l’attenzione anche di chi non è un appassionato di quattro ruote. Per loro è proprio l’abito che fa il monaco e si sa che le belle affascinano tutti. Sono la concretizzazione di un ricercato design che esalta l’esagerazione, di una tecnologia che trasforma i limiti della fisica in ricercata adrenalina, del fascino e della loro capacità di porre sui piatti della bilancia delle emozioni la paura e il desidero di provare e soprattutto il fatto che possono essere acquistate solo da pochi intimi. Potenti e grintose, nascono numerate e spesso sono già vendute prima di lasciare la catena di montaggio, pronte per entrare subito nel mondo del collezionismo. Per le supersportive il futuro continuerà a vivere senza compromessi e ogni marca cercherà di caratterizzarsi in modo che il proprio modello sia sempre inconfondibilmente riconoscibile. Se fino a qualche anno fa le prestazioni erano determinate nell’ordine dalle priorità - velocità massima, accelerazione e handling, oggi la velocità ha perso il suo ruolo dominate a favore di design, handling e accelerazione. Visioni che cambiano l’evoluzione di queste vetture da sogno che cercheranno di privilegiare sempre

74

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

di più il rapporto peso/potenza con l’obiettivo prioritario di diminuire soprattutto il peso della vettura. Un compito impegnativo anche perché i


numerosi dispositivi di sicurezza che valorizzano le vetture e le necessità di ridurre le emissioni di CO2 richiedono un’impegnativa ricerca di nuovi materiali spesso molto costosi. Anche al recente Salone dell’automobile di Ginevra, che si è ricaricato di interesse per le numerose novità a motorizzazioni alternative, confermando che il pianeta automobile si appresta ad una nuova era, “le cattive” non hanno perso la loro attrattiva ma, forse, solo una piccola parte della loro giustificata esistenza. Automobili che vivono in un mondo tutto loro e che sfidano qualsiasi tendenza per la gioia di chi le progetta e di chi le acquista. Tra le più ammirate la nuovissima FF, la prima Ferrari a trazione integrale, 4 posti, spinta da poderoso propulsore V12 da 6,2 litri in grado di erogare 660 cavalli a 8’000 giri/minuto, con una

«Bolidi che

esaltano tecnologia e design»

Lamborghini Aventador LP 700-4.

coppia massima di 683 Nm a 6’000 giri/minuto. In questo 2011 la casa di Maranello ne ha previste 800 unità che, come sempre, hanno già trovato un fortunato acquirente. Grazie a questa riserva di potenza, raggiunge i 335 chilometri orari e scatta da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi. Sullo stand Pagani debutta l’erede delle Zonda, la Huayra, supercar con un V12 da 700 CV in grado di raggiungere i 370 km/h. Un’altra vettura mozzafiato sarà anche la prima McLaren da strada, la MP4-12C. Chassis in carbonio, concezione da auto di F1, motore 8 cilindri biturbo di 3,8 litri da 600 CV, da 0 a 200 km/h in 8,9 secondi con pneumatici da corsa e una velocità massima di 330 km/h. Nuova tra le supersportive l’anteprima Lamborghini Aventador LP 700-4 che debutterà con un nuovissimo sistema di sospensioni altamente sofisticato ispirato al mondo della Formula 1. Il telaio è ultraleggero, insieme alle sospensioni a doppio triangolo in alluminio e all’impianto frenante carboceramico e all’impiego di numero-

> ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

75


m ot or i Koenigsegg Agera R: motore 5.0 V8 biturbo di oltre 1.100 CV. Spano firmata GTA Motor: V10 da 830 CV e da 0-100 km/h in meno di 3 secondi.

Huayra, la nuova supercar di Zonda da 700 CV. 700 CV in prima mondiale: la Gumpert Tornante disegnata da Touring Superleggera.

Ferrari propone con la FF per la prima volta una 4x4.

76

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11


La nuova Mazda Shinari potrebbe rimanere un semplice esercizio di stile?

se componenti in fibra di carbonio. Grazie alla potenza erogata dai suoi 700 CV e al suo peso ridotto, la nuova Lamborghini con motore V12 è pronta a garantire prestazioni elevatissime. Per la prima volta al Salone la GTA Motor presenta un concept ricco di contenuti tecnologici, frutto dell’esperienza dell’azienda spagnola nella realizzazione di automobili da competizione. Nella costruzione di telaio e carrozzeria abbondano i materiali compositi come fibra di carbonio, klevar e metalli pregiati come il titanio. Una proposta supersportiva con un motore V10 da 780 cavalli che assicura una velocità massima di 340 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi. La Aston Martin V8 Vantage S diventa più graffiante aggiungendo qualche cavallo al suo motore: 430 cavalli a 7’300 giri al minuto per una coppia massima di 490 Nm. Per soddisfare maggiore

«Ai limiti

della fisica su quattro ruote»

potenza e coppia, l’elegante vettura si è pure dotata di un nuovo cambio a sette rapporti. Anche Jaguar stuzzica gli appassionati con la XKR-S II, il modello di serie che si distinguerà per essere il più potente della gamma. Il motore V8 da 5 litri sviluppa 550 cavalli che permettono alla prossima novità del giaguaro di scattare da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi e raggiungere una velocità massima di 300 km/h. Design affascinante e prestazioni di riferimento nel settore delle raffinate sportive le assicura anche Mercedes con la CLS AMG. Motore V8 Biturbo AMG V8 di nuova concezione con potenza massima fino a 557 CV con un’eccellente coppia massima di 800 Nm e cambio sportivo a 7 marce Speed Shift MCT AMG. Anche Alfa Romeo non ha voluto nascondere la sua storica grinta sportiva, più nella forma che nella motorizzazione centrale turbo 1750 da 200 cavalli. La 4C, a trazione posteriore, è attesa per il 2012, tutta in carbonio e alluminio con un cambio automatico a doppia frizione. Y

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

77


Nei centri estetici una tecnica rivoluzionaria per eliminare l’inestetismo dei peli superflui La presenza di peli in eccesso sul viso e sul corpo è per molte persone un inestetismo insopportabile. Oggi, sia gli uomini che le donne, amano sempre piú una pelle liscia e capiscono che un corpo senza peli acquista fascino e appeal. Esistono diversi sistemi per rimuovere i peli superflui: con i rasoi e le creme depilatorie viene rimosso solo il fusto del pelo che si trova fuori dall’epidermide, con le tecniche a strappo, come le cerette, le pinzette, si cerca di togliere il pelo in profondità, ma in ogni caso il bulbo pilifero continua a rimanere attivo. Con la luce pulsata invece, il bersaglio è proprio la matrice del pelo, che viene resa inattiva con il risultato di una pelle liscia e priva di peli. Si tratta di un sistema non invasivo, progettato specificatamente per eliminare i peli superflui in modo progressivamente permanente. Il sistema agisce generando una luce a forte intensità che si converte in calore. Questa energia termica viene attirata dalla melanina presente nel bulbo pilifero che viene raggiunto e distrutto, lasciando integri i tessuti circostanti. Il tutto senza causare dolore e nella piú totale sicurezza e confort. La luce pulsata può essere applicata su qualsiasi parte del corpo, anche la più delicata, come il viso femminile, lo spazio interciliare, il bikini. A richiedere il trattamento sono anche molti uomini, desiderosi di liberarsi dei peli particolarmente fastidiosi, come quelli che spuntano dal bordo del colletto, sul naso o dalle orecchie, oppure presenti in zone ampie, come schiena e spalle. Per non parlare degli sportivi che estendono l’epilazione su tutto il corpo. Linea Sana utilizza una tecnologia che per la sua flessibilità vi offre la possibilità di personalizzare i trattamenti a seconda del colore della pelle, del colore dei peli e della loro struttura. La nuova tecnologia permette di trattare velocemente ampie superfici cutanee e la conseguente riduzione dei tempi ha permesso di ridurre notevolmente i costi di epilazione. Per l'uomo e per la donna la tecnica si dimostra quindi efficiente, veloce ed economica.

Fotoringiovanimento con luce pulsata Linea Sana vi invita presso i propri centri estetici per una consultazione gratuita e per proporvi la soluzione piú adeguata in base alle vostre caratteristiche ed esigenze.

www.lineasana.ch - info@lineasana.ch

Per eliminare i segni di invecchiamento la luce pulsata ha aperto una nuova esaltante possibilità. La luce trasformata in calore innalza la temperatura nello strato superiore del derma, stimola quindi la neoformazione di collagene causando un aumento di tensione della cute sovrastante. Il risultato è una pelle più chiara, più elastica, più liscia e con una trama più sottile. Ideale per il trattamento delle rughe più sottili, le macchie, i capillari e migliorando l'aspetto generale della cute.

ESTETICA – DIMAGRIMENTO – DEPILAZIONE LASER – FOTO-RINGIOVANIMENTO – CURA DEI CAPELLI LUGANO Via Pretorio, 11 Telefono 091 923.20.90

BELLINZONA Viale Portone, 5 Telefono 091 825.65.06

CHIASSO Corso S. Gottardo, 54 Telefono 091 682.77.09

LOCARNO Viale Verbano, 3 Telefono 091 743.92.18


oroscopo testo Cloris Sciaroni cloris@illustrazione.ch

d ARIETE 21/3 - 20/4

h TORO 21/4 - 20/5

i GEMELLI 21/5 - 21/6

j CANCRO 22/6 - 22/7

Aprile è una vera danza delle stelle per voi, con Sole, Mercurio, Giove, Urano e Marte nel segno, a cui si aggiunge anche Venere dal giorno 21.4. Questo potente “stellium” astrale nell’elemento fuoco, che non capita sovente, ci mostra quanto sta accadendo nel mondo e non solo nella vita personale di ciascuno di noi. Per voi si tratta di qualcosa di esaltante dove tutto può accadere: un amore travolgente, un matrimonio veloce, una nascita imprevista e insperata, un acquisto, una promozione, un cambio di residenza, un investimento e tanto altro. Che regali vi offre la Pasqua! Salute: controllate gli eccessi, anche nelle spese.

Interessante passaggio di Nettuno in Pesci, dove c’è ancora Venere (fino al 20.4) che regala grande tenerezza e romanticismo a voi innamorati, per vivere momenti magici. Se da una parte potete farvi cullare dal sogno e dalla fantasia, dall’altra sarete risvegliati bruscamente da un potente mix planetario di fuoco, che vi vuole presenti, efficienti e pronti a cambiamenti repentini. Per qualcuno potrebbe trattarsi di un nuovo ruolo professionale, un cambio di residenza, spese per la casa o i figli, nuovi studi o il desiderio di manifestare anche il vostro lato creativo e artistico con buon profitto. Salute: fate dello sport per mantenervi in forma.

k LEONE 23/7 - 23/8

l VERGINE 24/8 - 22/9

Aprile è un mese di grande fermento per voi, specialmente a livello mondano e sociale. Tra impegni vari, party, riunioni, viaggi di studio o di piacere, vivrete tante emozioni e chissà che, proprio in uno di questi incontri, nasca anche un amore importante se siete ancora single o comunque soli. Non tiratevi indietro e aprite il vostro cuore. Nuovi orientamenti filosofici si delineano invece per voi meno giovani. È un mese da ricordare questo, perché state rinascendo. Datevi allo sport o impegnatevi in progetti sociali o umanitari perché sarete di grande aiuto con il vostro genio creativo. Anche l’amicizia rivestirà un ruolo importante.

a

Un mese davvero non facile da gestire questo per voi, con un “bombardamento di pianeti” che tende a destabilizzarvi. Gli impegni di famiglia, di studio o di lavoro saranno piuttosto gravosi, per cui sarete spesso irritabili e poco disponibili, ma soprattutto non sopporterete alcuna critica e questo farà nascere inevitabilmente qualche conflitto. Possibili separazioni amorose e nuovi incontri non esclusi. A favore avete però una bella Venere, almeno fino al giorno 20, ma anche Nettuno che passa nel segno dei Pesci dal giorno 4, un vero balsamo per il vostro cuore. Troverete conforto nell’arte, nella musica o nella spiritualità.

b

BILANCIA 23/9 - 22/10

SCORPIONE 23/10 - 22/11

Che mese elettrizzante, un vero fuoco d’artificio con quello stellium di pianeti in Ariete! E chi vi tiene fermi? Sarete particolarmente intraprendenti e forti, passionali e vincenti in diversi campi. Questo è sicuramente il momento per lanciarvi in qualcosa di nuovo o vendere una vostra idea, con la possibilità di incontrare lo sponsor giusto che potrebbe finanziarvi. Partecipate dunque a concorsi e iniziative varie. Arte, moda, sport, politica o medicina sono settori in cui potrete emergere. L’unico problema che potrebbe sorgere è che vi sentirete onnipotenti, attenzione agli eccessi e date spazio anche agli altri. Salute: troppo eccitamento fa male al cuore!

Con un ammasso di pianeti nell’elemento fuoco non vi sentirete troppo a vostro agio. Aprile è un mese frenetico e tutto corre velocissimamente lasciandovi quasi senza fiato. Qui bisogna sviluppare tempismo e fare appello al proprio istinto di sopravvivenza. Ammesso che questo stellium astrale cada nella vostra 8. casa di nascita, non si può escludere un colpo di fortuna che vi aiuti a liberarvi per esempio di un lavoro insoddisfacente, o di una situazione affettiva costrittiva. D’altro canto potreste fare un incontro molto significativo che ha il sapore di un “dejà-vu”. Salute: per Pasqua una bella vacanza salutare ci vuole.

Questo purtroppo sarà un mese di turbolenze per molti di voi, specialmente a livello affettivo e di coppia: troppi pianeti nel vostro segno opposto minano l’equilibrio psicofisico di voi, che abitualmente rifuggite da ogni conflitto e mostrate un grande autocontrollo sulle emozioni. E invece è giunto il momento per esternare, possibilmente con garbo, ciò che non va e liberarvi da ricordi e situazioni che vi hanno arrecato dolore. Pasqua è sinonimo di rinascita, accogliete questo evento come qualcosa di necessario e salutare. Anche a livello professionale si prospettano cambiamenti importanti. Salute: fate qualcosa che fa piacere a voi. Aprile porta grandi novità un po’ a tutti, dovute soprattutto a un potente mix planetario nell’elemento fuoco. Non c’è tempo per dormire sugli allori, siate pronti ad assumervi nuovi ruoli, a sostituire un collega, a dare seguito a offerte inaspettate, a spostarvi più del solito per motivi di lavoro o di studio. Qualcuno di voi si sentirà spinto ad approfondire una lingua straniera, studiare un’altra cultura o filosofia. E l’amore? Se siete felicemente in coppia vivrete momenti magici grazie a una bella Venere che, unita a Nettuno, dal giorno 4 vi farà volare in regni misteriosi. Novità anche per i single. Salute: praticate attività sportive all’aperto.

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

79


2011

Og gn nii an nn n no o in inevit eevvitita itaab bililm mente me ntte ci n cias asc as scuno uno o di no noi si noi si do domaand nda cco ome me sar saarrà ilil nu nuo uovo uov vo ann anno, o, ccos o, ossa po osa p rte rtteerrràà, à, se sarà sa ràà più iù fel elicce o pi più seere ren no o di d deel preced p ecceden pr ed deen nte te. te e. I pi più s eettti sc ttiticccii si lilimi m tan taan no o ceerrtameen ntte a fa fare re pro ropo ropo posi sititi di si magg ma ggi giio o orr iim mpe pegn peg gno no e se s ririet etàà fa et face cend ndo do rriififeri feririm meent me nto nt esscl clus usiv iva vamen amen am ente te alllle te lle pr propri opririe ie for forz fo rze fis fisic fisi iche ich he e men entali ta alili,, m ment ntre re tu utttii col olor lor oro o ch che he cr credon cred ed do on no (e ( son ono no la la magg ma agg ggiio iora raanz ranz n a) a) all allll’l’a ’art rte te divi vin ina nato nat toria riria sii af affid ffidano dano no all allle carte ca rte te o ag aglili oroscop oroscopi, opii, naturalmente natural alment nte te fatt ffatti att ttii ad dh hoc oc da persone altamente preparate e serie. La carrtto oma man nzzia ia co om me ssii sa è tr me tra le forrme di divinazione più diffusa e forse conossccciu iiu utaa. SSiia es uta essa ssa sa effffe feetttu tuata tuat ata attravverso i Tarocchi, le Sibille, o altri tipi di carte at cco ome me que uelllle lle de deg glli A An ng ng geelili, li, lo sco opo della divinazione cartomantica e non, è qu q uel ello lo di iin nd ndi diicare care ca re al cco onsu nsultantee quali saranno gli eventi che dovrà affronns tare ta re sug ugge ugge gere ereend ndo an ndo anch che ilil modo o migliore per superare ostacoli e difficoltà. Un det Un etta tagl tagl glio io molto ollto o to imp imp mp po orta or tante da sottolineare è che qualsiasi sia il tipo di divi di divi vina nazi na zio zi one sc one scel elto to, o no non n ci ci viiene ie ffatto un elenco di episodi futuri come fosse una sorta di lista della spesa dove noi possiamo togliere o aggiungere a piacimento i i t quello ll che h più iù cii piace. i La divinazione è solamente una guida che ci indica se e quando dovremo affrontare dei periodi ricchi di difficoltà o di momentiti propizi; i i iin questo t modo d potremo t cosìì prepararci,i seguendo d anche gli eventuali suggerimenti, dati sempre dalle carte o dal metodo prescelto per conoscere il futuro. Suggerimenti che tra l’altro si riferiscono al nostro mondo interiore, alla nostra sensibilità e alla nostra perspicacia per usare al meglio le energie di cui disponiamo. Molto spesso per non dire quasi sempre, l’uomo agisce in modo impulsivo in preda ai sentimenti del momento senza prima cercare di capire se esistono altre strade da seguire che potrebbero portare a risultati diversi. In sintesi la divinazione, più che un racconto sul futuro è una forma di stimolo all’introspezione che spinge ciascuno di noi a fare delle scelte facendoci intravedere quali strade potremmo scegliere. Provate anche voi a chiedere un consulto rivolgendovi a persone altamente l qualificate lifi iin materia i e vii stupirete i di come potrete affrontare il vostro futuro in modo diverso.

www.aurarium.com Piccola scelta dei nostri TOP consulenti

Asia 0901 588 248 Cartomanzia con passione e professionalità, specializzata in sentimenti e rapporto di coppia

Irma 0901 588 283

Desideri migliorare la tua vita, guardare al futuro positivamente, riconquistare chi ami o chi hai perso?

Siria 0901 588 252 Cartomante con esperienza riconosciuta e consolidata da diversi anni.

Elena 0901 588 251 Se cerchi professionalità, esperienza e correttezza, se hai bisogno di un’amica io ci sono.

Rino 0901 588 230

Ridono serenità e felicità, rispondendo ad ogni interrogativo. Alle incertezze darò risposta.

Sibille 0901 588 263 Ho sempre praticato con passione cartomanzia e divinazioni.

Giada 0901 588 218 Dall’amore per l’esoterico l’esperienza nelle carte delle Sibille

AMORE: questo periodo vi trova piuttosto nervosi e irritabili verso il partner, sarete pronti a mettere in discussione ogni cosa. Approfittatene quindi per migliorare il vostro rapporto chiarendo ogni situazione. I single invece saranno fortemente attratti da nuove relazioni che potrebbero anche rivelarsi durature anche se iniziate in modo superficiale. LAVORO: vi sarà richiesto particolare impegno per riuscire a migliorare la vostra posizione, nulla potrà essere lasciato al caso e ogni risultato sarà solo merito del vostro sacrificio e della vostra responsabilità. Fate attenzione a come vi ponete con eventuali colleghi o superiori; sia la fiducia che la rivalità dovranno essere attentamente ponderate. DENARO: fate attenzione alle spese impreviste e agli investimenti importanti, potrebbero incidere sulle vostre finanze anche se non in modo preoccupante. Naturalmente il vostro innato buonsenso vi aiuterà a distribuire in modo equilibrato tutte le uscite facendo si che i bilanci siano sempre in attivo. SALUTE: evitate gli stravizi e cercate di mantenere uno stile di vita equilibrato alimentandovi in modo corretto facendo un po’ di moto per tenervi in forma. Date la giusta attenzione ai piccoli malanni senza sottovalutarli oppure preoccupandovi in modo eccessivo. Periodicamente si consiglia un controllo medico.

Ambra 0901 588 292 Possiedo doti extrasensoriali, a disposizione di chi ne ha bisogno.

Simona 0901 588 279 Ti senti incompreso? Devi decidere su amore, lavoro e affari?

Sara 0901 588 226 Sensitiva e astrologa, pronta ad accompagnarti verso un futuro più sereno.

TARIFFA UNITARIA PER LA RETE FISSA OGNI SINGOLO NUMERO FR. 2.73/MIN.


oroscopo

c SAGITTARIO 23/11 - 21/12

g CAPRICORNO 22/12 - 20/1

Questo sì che è un mese da ricordare! Un potente mix planetario nell’elemento fuoco non solo vi regala una forma fisica eccezionale, ma anche grande coraggio e intraprendenza, giusto per iniziare una nuova attività, più consona al vostro estro creativo, mettervi con un socio che ha però un ottimo senso pratico ed esperienza nell’economia, darvi a nuovi studi o riprendere da dove avete interrotto, partecipare a concorsi artistici o letterari, non si sa mai che vinciate un premio. Nello sport sarete addirittura insuperabili. Unico neo l’amore, dove sarete più vulnerabili. Beh, bisogna pure che qualcuno vi freni! Per Pasqua regalatevi un bel viaggio.

Mese davvero non facile da gestire con molti pianeti ostili. Voi non siete tipi da “colpi di testa” ma ora sarete spesso presi da emozioni contrastanti, che vi renderanno molto vulnerabili, tanto che i vostri cari tenderanno a sentirsi spiazzati più di una volta. Anche sul lavoro rischiate di perdere il vostro abituale autocontrollo. È importante fare un po’ di sana autocritica ogni tanto! Spesso famiglia e carriera non si abbinano molto bene e qualcuno potrebbe giustamente lamentarsi di trascuratezza. Attenzione alla guida e nei viaggi. Venere e Nettuno positivi addolciscono i vostri tratti spigolosi e vi aprono all’amore. Per Pasqua rigenerate mente e corpo.

e AQUARIO 21/1 - 19/2

f PESCI 20/2 - 20/3

Che mese interessante questo per voi! La Pasqua vi regala emozioni importanti con tante soddisfazioni un po’ in ogni campo. Lavoro e studio vanno a gonfie vele, anzi si prospettano promozioni e nuovi ruoli e se non siete soddisfatti di quel che state facendo, cambiate. Eclettici, intraprendenti e comunicativi potreste eccellere nei settori a contatto con il pubblico, ma anche nell’educazione, nel giornalismo e persino in politica. Interessante pure il settore delle terapie alternative. Bene anche le finanze. E cosi l’amore, che pure riserva grandi sorprese, ma tenete i piedi per terra. E per Pasqua regalatevi una bella vacanza.

Marte lascerà il vostro segno il giorno 2 mentre Venere vi sosta ancora fino al giorno 20, ma la novità è che Nettuno entra nel vostro segno il giorno 4 per restarvi a lungo. Voi siete dei grandi sognatori ma questo è il mese del risveglio, per cui dovrete essere pronti a saltare sul “treno della fortuna” perché non vi attenderà un’altra volta. Grazie alla curiosità e a un’insolita energia che vi pervade, sarete spinti a tentare nuove imprese, a studiare nuove strategie per migliorare la vostra immagine e l’economia, che riceverà un input positivo. Novità anche in amore. Salute: per un vero benessere curatevi in modo olistico. Pasqua rigenerante.

Grandi settimane per l’anniversario – 45 anni FUST! Cucine Risparmiate ora fino a fr. 1450.– per ogni cucina ordinata!* *Buono «Steamer & induzione»

fr.

Solo fr.

15 600.– prima fr.18 300.– Risparmio fr. 2700.–

500.–

in caso di ordinazione di una cucina con steamer e vetroceramica ad induzione

*Buono «Direzione dei lavori» fr.

500.–

In caso di delibera dei lavori al nostro perito edile FUST novacasa

*Buono «Pianificatore online» Pianificate autonomamente ‹online› la vostra cucina: www.fust.ch/pianificatorecucine per la vostra progettazione (come da nota fr. evidenziata su Internet)

250.–

*Buono «Acquisto di una cucina con lavastoviglie»

200.–

all’acquisto di una cucina con una lavastoviglie della . Buono d’acquisto riscuotibile presso ogni negozio Fust o Coop. Non cumulabile.

fr.

CUCINA / BAGNO RINNOVAMENTO

Ing. dipl.

*Per ordini a partire da fr. 10 000.– entro il 15 giugno 2011

Cucine da fr. 8 000.– a fr. 80 000.– progettate individualmente in base alle vostre esigenze. www.cucina.fust.ch E funziona. 40 studici cucine e bagni nelle vostre vicinanze: Giubiasco, Fust Supercenter, Via Campagna 1, 091 850 10 24 • Grancia, Fust Supercenter, Centro Grancia, 091 960 53 90 • Ulteriori studi modello tel. 0848 559 111 oppure al sito www.fust.ch

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

81


c ru ci v er b a

ciack si...

rinfresca testo Daniela Sandrini - daniela@illustrazione.ch

S

iete degli amanti delelola settima arte? Allocira, risolvete il crucire verba e con le lettere nelle caselle contrassegnate dai anumeri in rosso potrete formata, re il nome di un noto regista, uo che vi inviterà a seguire un suo ala film nella vostra personale sala ta cinematografica, climatizzata N da uno dei 2 ventilatori “FAN 8.ONE” del valore di Fr. 198.ciascuno, messi in palio da Stadler Form SA.

1

LA SOLUZIONE È 2 3 4 5 6

5

6

7

8

9

12 15

10

13 16

17

2

1 18

3

7

Cognome: ................................................. Età: ........................................................... Via: ........................................................... Località: .................................................... Tel.: ...........................................................

http://www.illustrazione.ch/cruciverba_03_11.pdf

La soluzione del numero precedente era: Londra.

19

Nome: .......................................................

ILLUSTRAZIONE TICINESE 03-11

4

14

………...............................….....................

82

3

11

Compila, ritaglia e spedisci su cartolina postale il tagliando all’indirizzo seguente: Illustrazione Ticinese, CP 418, 6908 Lugano-Massagno, o inviaci una e-mail a cruciverba@illustrazione.ch entro il 29.04.2011. In palio 2 splendidi ventilatori “FAN ONE”, del valore di Fr. 198.ciascuno, offerti da Stadler Form SA. Tutti i tagliandi che perverranno in redazione parteciperanno all’estrazione a sorte per l’attribuzione dei premi in palio. I vincitori saranno avvisati personalmente. È escluso il ricorso a vie legali. 1

2

20 21

25

22

26

27

23

24

28

29

5 30

31

32

33

4 34

35

36

37 40

41

38 42

39

43

44

6 45

46

7 ORIZZONTALI: 1. Inventati al momento 11. I numi del focolare 12. Economista tedesco 13. In mezzo al mare 14. È abile ai fornelli 16. Aureo 18. Il ladro gentiluomo 19. Cordonature 20. Poco fitte 21. Illustrazione Ticinese 23. La bevanda che si filtra 24. I confini di Tegna 25. Noto film di Wilder 30. Dei nordici 31. Gigaro 32. Iran e Portogallo 34. Il transatlantico di Di Caprio 36. Un gioco con le pedine 37. Più che antichi 39. Articolo maschile 40. Il dio egizio del sole 42. Assicurazione Invalidità 43. La perla del Ceresio 45. Imitare 46. Il dio greco della guerra. VERTICALI: 1. Il film di Cimino, premio Oscar nel 1979 2. Il nome del regista Bolognini 3. Vicinanza 4. La compila il medico 5. Consonanti in viale 6. Il regista di “Guerra e Pace” 7. Messo in quarantena 8. Un dolce di mele 9. Jacques, regista francese 10. Satira 15. Uno a Londra 17. Insetto laborioso 22. Il nome della Callas 24. Fine 26. Radio Svizzera Italiana 27. Arma da taglio 28. Mansueto 29. Pari in schiva 33. Vi salpò Colombo 35. Lago asiatico 36. C’è anche quella del Luzzone 38. Cuba e Uruguay 41. Le iniziali della Magnani 44. Andata e ritorno.


Esposizioni a Basel, Biel/Bienne, Carouge, Chur, Contone, Crissier, Develier, Jona, KĂśniz, Kriens, Lugano, Olten, Sierre, St. Gallen, Thun, Winterthur e ZĂźrich. www.sanitastroesch.ch

Chiarezza fin dalla prima ora: il bagno Sanitas Troesch.

Ruf Lanz


Illustrazione Ticinese n. 3 - 2011