Issuu on Google+

LibraioGiu_cop IP

29-05-2009

12:19

Pagina 1

IL GRANDE SUCCESSO

DELL’ESTATE 2009

Giugno 2009 / COPIA OMAGGIO

Andy McDermott, brividi ed emozioni alla ricerca del Tesoro di Ercole Steve Berry ci conduce sulle tracce di un intrigante mistero nascosto nella Tomba di ghiaccio

3 edizioni in una settimana

Mary Jane Clark, Va in scena il delitto, un thriller ambientato nell’elegante mondo della televisione Il terrore serpeggia nel College delle brave ragazze, di Ruth Newman

Hellgate: l’Apocalisse secondo Alan D. Altieri Italia anno zero: quello che gli altri non dicono lo denunciano Marco Travaglio e Vauro C’erano bei cani ma molto seri: Alberto Spampinato racconta la storia di suo fratello Giovanni, ucciso dalla Mafia a 25 anni

Grazie a Dio ho le corna:

“Una idea narrativa di grandissima suggestione... Glenn Cooper merita di avere più successo di Dan Brown.” Antonio D’Orrico, Corriere della Sera - Magazine

il tradimento può aiutare l’amore secondo Rosita Celentano

I.P.

Una delicata storia di sentimenti nella Bussola di Noè di Anne

Tyler

Quest’uomo è lo scrittore più venduto al mondo. Speciale James Patterson alle pagine 8-9


01_sommario new

29-05-2009

10:15

Pagina 1

Sommario Lezioni di bestseller

AVVENTURA, AZIONE, THRILLER

Con l’estate è tempo di libri di evasione. E James Patterson è il maestro indiscusso. I suoi libri sono come i telefilm di oggi. Capitoli brevi, ritmi rapidi, colpi di scena. Non cerca premi o gloria letteraria, vuole solo intrattenere il pubblico. Non a caso è lo scrittore più letto al mondo. Nell’ultimo anno ha venduto più di J.K. Rowling, Dan Brown e John Grisham messi assieme. Ogni 15 copie acquistate negli USA una è sua. Nella sontuosa Palm Beach dei miliardari ai bordi della Intracoastal Waterway, un’autostrada d’acqua che percorre la costa Est degli USA dal Texas al New Jersey, in una villa appartata, il suo studio potrebbe essere la cella di un amanuense medievale. Distesi su un lungo tavolo ci sono 20 manoscritti in lavorazione, più tre sceneggiature. Libri rigorosamente scritti a quattro mani. Eppure, qui sta l’abilità dello scrittore, hanno tutti lo stesso stile. Come è possibile? Lui inventa una storia con un altro autore. Poi stende la sceneggiatura, capitolo per capitolo, scena per scena. L’altro autore scrive. Alla fine James Patterson elimina le contraddizioni, sforbicia le descrizioni troppo pedanti. È così che trame complesse si sbrogliano in meno di trecento pagine dense di sorprese. Il resto delle sue energie lo spende per promuovere la lettura tra i ragazzi, un tema che gli sta molto a cuore. Forse ci vogliono proprio le lunghe notti polari, invece, per creare romanzi originali come quelli che di tanto in tanto arrivano dalla Scandinavia. È il caso di Tesi sull’esistenza dell’amore, dell’esordiente Torben Guldberg, un romanzo che esplora il significato dell’amore attraverso i secoli. Un assaggio al centro del Libraio. Quali libri ci portiamo in vacanza? Oltre alle nuove proposte, controllate se avete letto quelli alle pagine 24 e 25, i più amati da sempre, e poi alle pagine 34 e 35, le novità più premiate dal pubblico quest’anno. È bene infine, per risparmiare denaro e spazio, aggiungere un libro che si è sempre voluto leggere, pescandolo dalla provvidenziale campagna TEA. Stefano Mauri

2 McDermott 4 Gross 4 DiMercurio 5 Pears 5 Pargeter 6 Robinson 8 Speciale Patterson 16 Berry 18 Graham

18 Young 19 Patterson 19 Peters 20 Newman 22 Eisler 23 Wan 29 Clark 31 Guillou 41 Altieri

BIOGRAFIE ED ESPERIENZE 6 Un’esperienza nel servizio segreto israeliano 26 Una lettera per l’amore più difficile 33 Autobiografia di uno scalatore eccezionale 39 Una grande donna racconta il Novecento 39 L’avventura del viaggiare

NARRATIVA 10 Tyler 12 Leviant 13 Vichi 13 Mastrocola 14 Doyle 14 McCall Smith, Rankin, Welsh 15 Osorio

15 Dovalpage 22 Roncagliolo 23 Long 23 Fouchet 30 Hore 30 Greggio 31 Gortner 42 Sutcliffe

SAGGI E TESTIMONIANZE 7 Laudati, Veltri 7 Carnimeo 15 Roy 26 Pasini, Natili 26 Simoni, Turone 27 Critchley 27 Jones 28 Benini 28 Rossi

36 Travaglio, Vauro 36 Camilleri, Lodato 37 Petrini 37 Cremona, De Cecco v v 38 Zizek 38 Spampinato

VARIA E RAGAZZI 32 La poesia e la profondità di ognuno di noi 32 Nove principi per ritrovare l’equilibrio 33 L’ultimo mistero maya sta per essere svelato 40 Imparare dall’orso a non perdere mai il controllo 40 Nuovi, irresistibili facts di Chuck Norris 41 La vita (e le donne) secondo Tucker Max 42 I lati positivi del tradimento 43 La forza e il divertimento della puzzetta 43 Le ragazze forti di Jacqueline Wilson 45 Audiolibri: il piacere dell’ascolto 46 La storia in musica 46 DVD tutti da ridere 47 Viaggiare informati


02-07_Longanesi3

2

18-05-2009

18:26

Pagina 2

LONGANESI

Fatti da parte, Indiana Jones: è arrivata Nina Wilde! Ambientazioni esotiche, avventure incredibili, ritmo da cardiopalma e un tesoro che supera ogni immaginazione per il nuovo romanzo dell’autore di In cerca di Atlantide Per la giovane archeologa Nina Wilde è l’occasione di una vita. Dai suoi studi su antichi testi ha tratto la convinzione che esista una tomba in cui sono sepolti i resti del leggendario semidio Ercole. Se riuscisse a localizzarla, si tratterebbe del ritrovamento archeologico più importante di tutti i tempi. Insieme a Eddie Chase – ex SAS ed ex guardia del corpo, ora suo compagno di avventure e di vita – Nina parte alla ricerca della tomba. Ma è subito chiaro che non è l’unica sulle tracce dei resti di Ercole e delle favolose ricchezze che la tomba potrebbe contenere. E come se non bastasse, Chase deve fare i conti con una figura del suo passato, che rischia di mettere in pericolo non solo la relazione con Nina, ma anche la sua stessa vita. Nina e Chase si trovano ben presto al centro di un’oscura cospirazione, che ha seminato tracce di violenza e corruzione in tutto il mondo: dalla Svizzera a Shanghai, dal Botswana a Londra. Inizia per loro una drammatica fuga che è anche una frenetica ricerca per individuare la tomba di Ercole prima che i suoi segreti cadano nelle mani sbagliate…

“Il nuovo maestro dell’avventura.” Le Figaro

“L’azione esplode in ogni pagina, con tutti gli effetti speciali del caso… E i dialoghi? Spettacolari!” Daily Express

Andy McDermott è nato a Halifax, nello Yorkshire, e vive a Bournemouth. Ha lavorato a lungo come giornalista, e oggi è uno scrittore a tempo pieno. Longanesi ha già pubblicato In cerca di Atlantide, il suo primo romanzo.

“Nina finì lo champagne, poi accennò con il bicchiere a un cameriere vicino che arrivò in un soffio a riempirglielo di nuovo. «Come ha detto bene Sophia, a molte figure della mitologia greca sono state dedicate delle tombe. Ercole, o Eracle, che è il nome greco dell’eroe, in effetti è decisamente fuori dal comune proprio per il fatto che non ha una tomba. O, almeno», aggiunse con un’intonazione un po’ teatrale, «finora non è stata scoperta.» «E lei pensa di averla trovata?» le domandò Yuen. Di colpo l’arroganza un po’ burlesca era sparita e lui aveva posto la domanda in maniera sentita. «Be’... per quanto desideri rispondere di sì, temo di non averla scoperta, non ancora. Per diversi mesi ho messo assieme indizi, ma finora non sono riuscita a individuare un sito. Se tutto va bene, però, le cose cambieranno presto!» «E dove ha reperito questi indizi?» Anche se un po’ annebbiata dai fumi dello champagne, Nina rammentò a se stessa di essere il più riservata possibile. «Ho trovato alcuni riferimenti in certe antiche pergamene greche che si trovano negli archivi di... un collezionista privato.» Che tali archivi contenessero l’Ermocrate, opera perduta su Atlantide scritta dal filosofo Platone, e che il «collezionista privato» in realtà altro non fosse che una società segreta disposta a uccidere per impedire a chiunque di ritrovare l’antica civiltà erano dettagli che avrebbe fatto bene a tenere per sé.” Da Il tesoro di Ercole


02-07_Longanesi3

18-05-2009

18:26

Pagina 3


02-07_Longanesi3

4

25-05-2009

10:50

Pagina 4

LONGANESI

Sola contro tutti… e una verità sconvolgente con cui fare i conti Suspense e passione per un thriller dal meccanismo perfetto, capace di concedere spazio anche ai sentimenti Charles Friedman è un uomo realizzato, a capo di una piccola società d’investimenti, quando una terribile esplosione alla Grand Central Station di New York pone fine in maniera drammatica alla sua vita. Una tragica fatalità: quel treno saltato per aria Charles non doveva nemmeno prenderlo. Così come pare un triste incidente la morte di un ragazzo investito da un pirata della strada, avvenuta poche ore dopo. Eppure, quando il detective Hausch indaga sull’incidente stradale, un biglietto da visita lo conduce fin da Karen, la vedova di Charles, la quale a sua volta riceve continue minacce. Pare che il marito, prima di morire, abbia fatto sparire diversi milioni di dollari, e ora i suoi sconosciuti creditori li rivogliono, e sono convinti che li abbia lei. Ma Saul Lennick, amico e socio di Charles, difende a spada tratta l’innocenza di Charles, e la rassicura sull’assoluta trasparenza dei loro affari. Ma allora chi mente? Mentre il rapporto tra Hausch e Karen si fa sempre più stretto, una sconcertante rivelazione fa precipitare gli avvenimenti… Andrew Gross ha esordito con il romanzo Zona blu dopo aver partecipato all’ideazione della famosissima serie di thriller “Le Donne del Club Omicidi” di James Patterson. Gross vive con la famiglia nello Stato di New York.

“Gross è un ottimo allievo del grande maestro James Patterson.” Los Angeles Times

Duello all’ultimo sangue negli abissi Un tecnothriller adrenalinico dall’autore che ha ridefinito il genere Nel corso di un’esercitazione Nato, la Marina francese impiega Le Vigilant, un sottomarino nucleare avanzatissimo, che è in grado di eludere i sonar. Ma questa meraviglia della tecnica diventerà per i francesi il loro incubo più terribile. Un gruppo di terroristi algerini riesce infatti a impossessarsi del sottomarino, tenendo in ostaggio e torturando le famiglie dei comandanti in capo. Il loro scopo è colpire Parigi e quindi New York. È necessario un intervento forte, e, nonostante le proteste dei francesi, due sottomarini Nato, appartenenti agli Usa, vengono messi alla ricerca del Vigilant. Si tratta dell’Hampton, capitanato da Burke Dillinger, e del Texas, ai comandi di Peter Vornado. Comincia così una caccia sotto i mari giocata sul filo della tecnologia più avanzata e delle manovre più ardite, mentre i due uomini fanno sfoggio di tutto il loro coraggio, la loro esperienza e la loro determinazione a uscirne vincitori. Mentre Parigi viene evacuata, lo scontro politico internazionale raggiunge vertici di altissima tensione. Michael DiMercurio è stato un sommergibilista e conosce quindi molto bene ciò di cui scrive. Diplomatosi con il massimo dei voti all’Accademia navale di Annapolis, ha prestato servizio con il grado di tenente di vascello dell’USS Hammerhead. I suoi romanzi che raccontano avventure belliche sottomarine hanno riscosso un enorme successo in tutto il mondo. Longanesi ha pubblicato: Mosca cieca, L’ultima missione, Piranha. Posizione di tiro, Vettore d’attacco e Attacco suicida.

“Un talento che sfida quella di Tom Clancy.” Publishers Weekly


02-07_Longanesi3

18-05-2009

18:26

Pagina 5

LONGANESI

Indagine tra misteri artistici e religiosi Una nuova avventura dell’affascinante (e divertente) coppia di investigatori nati dalla fantasia del grande Iain Pears La chiesa di San Giovanni, annessa all’omonimo monastero sull’Aventino, non contiene certo grandi tesori d’arte: solo un quadro di dubbia attribuzione al Caravaggio. Logico quindi che quando Flavia Di Stefano riceve una soffiata su un probabile furto che dovrebbe avvenire nella chiesa, rimanga piuttosto perplessa. Perplessità che si trasforma in stupore quando i ladri rubano il quadro sbagliato, un’icona della Madonna, il cui unico valore sembra risiedere nella devozione e nell’affetto che le riservano i fedeli. Ma forse non c’è stato alcun errore, forse la leggenda che vuole che questa icona abbia dei poteri miracolosi potrebbe rappresentare una traccia in un’indagine che si rivela molto più intricata del previsto, soprattutto quando, nei giorni immediatamente seguenti al furto, viene ripescato dal Tevere il cadavere di un mercante d’arte francese. Meno male che Flavia è affiancata anche questa volta da Jonathan Argyll, suo compagno di vita e di investigazioni: insieme dovranno sbrogliare una matassa molto più fosca e complessa del previsto. Iain Pears è nato nel 1955 e vive a Oxford. Ha lavorato come giornalista, storico dell’arte e consulente televisivo. Ha raggiunto il successo internazionale di pubblico e di critica con il romanzo La quarta verità. È inoltre autore della serie di romanzi polizieschi ambientati nel mondo dell’arte che hanno come protagonisti Taddeo Bottardi, Flavia Di Stefano e Jonathan Argyll.

Un giovane principe in lotta per il suo popolo Un racconto storico epico e drammatico, avvincente come un film, che ci fa rivivere il Medioevo in presa diretta Si concludono le eroiche vicende che portarono dapprima all’unione di tutti i piccoli feudi gallesi sotto il principato della casata di Llewelyn, e poi alle divisioni che lacerarono il principato, facendolo confluire nei possedimenti della corona britannica. Voce narrante è quella del giovane Samson, nato da una dama al servizio di Lady Serena, la madre dei quattro fratelli Llewelyn, destinato al sacerdozio ma reclamato al suo servizio dal principe Llewelyn II. La storia ruota intorno a quest’ultimo, re di Gwynedd dal 1246 al 1282, fiero oppositore dell’ingordigia inglese. Nel 1256, stanco delle continue vessazioni, Llewelyn II dichiara guerra a Enrico II, sconfiggendolo, e conquistandosi la carica di principe di Galles. Ma per lui la situazione è difficile, e il potere traballante: combattuto dai fratelli, Llewelyn viene posto di fronte a un aut aut quando in Inghilterra sale al trono l’ambizioso e spietato figlio di Enrico, Edoardo. Per il giovane principe c’è solo una possibilità: mettersi a capo dell’insurrezione di tutto il Galles contro il comune nemico. Edith Pargeter è il vero nome di Ellis Peters (1913-1995), creatrice del personaggio di fratello Cadfael e della fortunatissima serie di gialli medioevali a lui ispirati. Per i suoi lettori, le avventure del principe del Galles Llewelyn di Gwynedd rappresentano l’occasione di scoprire i romanzi più cari all’autrice, dove il Medioevo di Cadfael acquista il respiro più ampio di un’appassionante saga storica.

5


02-07_Longanesi3

6

18-05-2009

18:26

Pagina 6

LONGANESI

Obiettivo: uccidere l’ammiraglio Morgan Da un autore che ha venduto oltre 600.000 copie in Italia, un avvincente romanzo bellico d’azione L’ammiraglio Arnold Morgan si trova ancora una volta a fronteggiare il suo più acerrimo nemico, la sua nemesi: Ravi Rashood, un alto comandante di Hamas, l’élite terroristica palestinese. Tutto ha inizio con un attentato: una bomba esplode all’aeroporto di Boston. Morgan scatena le sue forze e riesce a rintracciare e catturare in brevissimo tempo la cellula terroristica responsabile dell’attentato, per poi spedire i prigionieri a Guantanamo. La rappresaglia di Hamas non si fa attendere e stavolta minaccia di essere definitiva. Su decisione di Rashood, i terroristi decidono infatti di scatenare una vera e propria caccia all’uomo internazionale, senza confini, per uccidere Morgan. Una caccia che si susseguirà in mosse implacabili come una partita a scacchi, dagli Stati Uniti all’Irlanda e poi in Scozia e a Londra. Ma il presidente degli Stati Uniti intanto è deciso a proteggere il suo consigliere più prezioso a ogni costo, e per questo arruola la squadra di Navy Seal più agguerrita e pericolosa della nazione. Patrick Robinson è nato nel Kent, in Inghilterra. Le sue storie di sottomarini, perfettamente ambientate in più vaste trame di fantapolitica e intrighi spionistici, hanno milioni di lettori in tutto il mondo. Longanesi ha pubblicato: Classe Nimitz, Classe Kilo, Invisibile, Seawolf, Uss Shark, Barracuda 945, Scimitar SL-2, Hunter Killer e Ghost Force.

Una vita al centro del mirino Un memoir avvincente: un protagonista diretto racconta dall’interno la più selezionata unità antiterrorismo israeliana All’età di diciott’anni Aaron Cohen, inquieto adolescente ebreo-canadese, lascia Beverly Hills per realizzare il suo sogno: intraprendere la carriera militare in Israele. Dopo un periodo di tempo in un kibbutz per abituarsi allo stile di vita israeliano, il giovane Aaron capisce quello che vuole veramente diventare: non un militare qualunque, ma un membro dell’élite militare. Riesce a entrare nel Sayaret Duvdevan, la più selezionata unità antiterrorismo israeliana, quella che compie missioni nei territori occupati. Ai membri di questa unità, che si caratterizza già dal nome (Duvdevan è una ciliegia apparentemente identica a quelle commestibili, ma velenosa: non può sfuggire l’umorismo nero legato alla scelta del nome per agenti che operano sotto copertura), viene chiesto di pagare un duro prezzo psicologico. L’addestramento infatti, oltre alle marce nel deserto e al combattimento a mani nude e con ogni tipo di arma da fuoco, comprende anche la trasformazione in palestinese e lo studio dei modi di vita degli storici nemici di Israele. Il racconto di Cohen ci permette di ripercorrere in presa diretta la storia di Israele attraverso i suoi protagonisti militari, raccontandoci dall’interno una realtà politica e territoriale di cruciale importanza nello scacchiere internazionale. Aaron Cohen (1976) dopo aver passato tre anni nel Sayaret Duvdevan, in Israele, è tornato in America, dove ha fondato una società di security che si occupa di uomini politici, attori, rockstar.

Douglas Century vive a New York ed è autore di Barney Ross; ha collaborato a due volumi che sono entrati nella classifica del New York Times.


02-07_Longanesi3

25-05-2009

10:54

Pagina 7

LONGANESI

7

Mafia S.p.A. Finalmente un saggio che svela e spiega come le organizzazioni criminali stanno inquinando l’economia legale La Mafia S.p.A. è la più grande azienda italiana per fatturato. Oggi non ha più bisogno di uccidere: compra. Il suo patrimonio potrebbe da solo colmare il debito pubblico italiano. È una multinazionale del crimine da mille miliardi di dollari, un grande gruppo finanziario con dirigenti e quadri, un universo in cui si coniugano arcaicità e modernità, localismo e globalizzazione. Cinque i personaggi simbolo della Mafia pulita qui raccontati da Elio Veltri. Storie vere tratte dai materiali inediti dei processi che li riguardano: affiliati della ’ndrangheta, organici di Cosa Nostra e camorristi insospettabili. Una mafia invisibile che frequenta i salotti dell’alta finanza e parla più lingue, con donne che dal carcere gestiscono il mercato del falso, avvocati che hanno fatto delle discariche un affare miliardario, broker che trattano con i narcotrafficanti e fattorini che viaggiano in Ferrari organizzando traffici illegali alla luce del sole. A ogni storia nel testo fa da contrappunto la riflessione di Antonio Laudati, tra i massimi esperti di organizzazioni criminali in ambito transnazionale. La mafia si è irradiata come un golpe strisciante nel Nord Italia, si è infiltrata nelle banche, in ampi settori della vita pubblica, e utilizza a suo vantaggio il flusso di denaro sporco proveniente da attività illegali, reinvestendolo poi in economia legale. Penetra così dentro imprese sane, impone i propri metodi e cambia per sempre le regole del gioco. Elio Veltri, medico chirurgo, è stato sindaco di Pavia, consigliere della Regione Lombardia, deputato dell’Ulivo, membro delle commissioni Affari Costituzionali, Anticorruzione, Giustizia e Antimafia. Ha pubblicato, tra l’altro: L’odore dei soldi (con Marco Travaglio), 2001; Le toghe rosse, 2002; La legge dell’impunità, 2003; e, per Longanesi, Il governo dei conflitti (con Francesco Paola), 2006, e Il topino intrappolato, 2008.

Antonio Laudati, magistrato (Consigliere di Cassazione), è Direttore generale della giustizia penale presso il ministero della Giustizia. È stato per molti anni Pubblico ministero alla Procura nazionale antimafia e prima alla Direzione distrettuale antimafia di Napoli. È esperto di cooperazione internazionale e ha pubblicato studi sul contrasto patrimoniale alla criminalità organizzata. Ha presieduto, presso il Consiglio dell’Unione europea, il Gruppo multidisciplinare per il contrasto al crimine organizzato.

I predoni del terzo millennio Sulle rotte dei nuovi bucanieri l’appassionante racconto di un fenomeno di drammatica attualità Lo dimostrano le cronache più recenti: i pirati sono sempre esistiti e sono ancora fra noi, ma questa volta non siamo in un romanzo d’avventura, e men che meno al cinema. La pirateria è una guerra silenziosa: si stima che negli ultimi venticinque anni nelle sole acque del Sudest asiatico siano state attaccate più di diciassettemila navi. Nel seguire le tracce della pirateria moderna dal mar Rosso ai Caraibi, questo appassionante reportage, scritto da un esperto di “cose di mare”, ci porta in luoghi lontani ed esotici, ci fa conoscere i nuovi spietati bucanieri e chi ogni giorno li combatte. La guerra ai pirati del terzo millennio è appena iniziata e nessuno può sentirsi al sicuro: oggi anche una tranquilla vacanza in barca a vela può diventare un incubo. Nicolò Carnimeo (Bari, 1968) insegna Diritto della navigazione e dei trasporti nella facoltà di Economia dell’Università di Bari. Collabora con la rivista di geopolitica Limes, La Gazzetta del Mezzogiorno, Fare vela e altre pubblicazioni del settore nautico. È presidente della Fondazione Vedetta sul Mediterraneo, che si occupa di promuovere la cultura e la letteratura del mare.


08-09_longanesi4.qxp

25-05-2009

9:51

Pagina 8

James Patterson, la f “Patterson è l’autore di bestseller numero uno al mondo. È ben 35 volte. E vende più di JK Rowling, John Grisham e D James Patterson ha vinto il prestigioso premio Edgar a soli ventisette anni e da allora si è imposto come uno dei migliori autori di thriller, conquistando un pubblico di lettori sempre più vasto in tutto il mondo, arrivando a vendere 150 milioni di copie (2 milioni di copie solo in Italia). Ma James Patterson non vuol dire solo thriller: ha firmato anche alcuni romanzi romantici, caratterizzati, come è suo tratto distintivo, da capitoli brevi e veloci e da un’ottima qualità di scrittura, oltre che da trame interessanti e ben congegnate. Tra i suoi successi in questo ambito: Il diario di Suzanne, Il giullare, A Jennifer con amore, Domeniche da Tiffany, pubblicati in Italia da Corbaccio. In queste pagine presentiamo le sue serie più famose.

Il suo ultimo successo, uscito all’inizio di giugno in contemporanea mondiale, è Bikini: un thriller senza respiro nel quale un giornalista si trova coinvolto in un gioco mortale con un assassino che uccide per piacere e per lavoro…

Alex Cross

Libri pubblicati in Italia da Longanesi

Alex Cross vive a Washington con la famiglia e ha lavorato alla Omicidi e all’FBI, prima di tornare a fare il consulente… Ma il suo coinvolgimento con le forze dell’ordine è tutt’altro che esaurito. Nella sua carriera, Cross ha incontrato e sconfitto i “mostri” più spietati. E ne ha pagato il prezzo. Ma un prezzo ancora più grande l’hanno pagato alcune delle donne della sua vita. Spesso, il male ha invaso la sua sfera privata… Ma né la Donnola, né il Lupo, né il lucido e machiavellico Gary Soneji sono riusciti ad avere la meglio. Finora.


08-09_longanesi4.qxp

26-05-2009

11:07

Pagina 9

a fabbrica dei bestseller È stato in cima alle classifiche del New York Times Dan Brown messi assieme. Ma come fa?” The Observer

Le Donne del Club Omicidi

Libri pubblicati in Italia da Longanesi

SEX & THE CITY incontra C.S.I. Quattro protagoniste, che per professione hanno a che fare con il mondo del crimine, diventano amiche e, anzi, di più… diventano un club. Quattro donne moderne combattute tra problemi di lavoro, vita privata e sentimentale, che insieme affrontano e risolvono intricati casi polizieschi e i non meno difficili problemi di tutti i giorni.

Maximum Ride 98 per cento uomini, 2 per cento uccelli: ecco ciò che caratterizza Max, Fang, Iggy, Nudge, Gasman e Angel, vittime di un esperimento che ha mutato per sempre il loro DNA. Cresciuti in un laboratorio e, una volta fuggiti, costantemente braccati dai loro stessi creatori, i ragazzi sono costretti a combattere non solo per se stessi, ma per la salvezza del mondo intero… Una saga che nel 2010 diventerà un film, con la stessa regista di Twilight.

Libri pubblicati in Italia da Nord

. e


10_15_Guanda3

10

27-05-2009

14:41

Pagina 10

GUANDA

Beato tra le donne Il nuovo, intenso romanzo di un’autrice che sa dar voce ai sentimenti A sessant’anni Liam Pennywell – un uomo “in tono minore” con due matrimoni falliti alle spalle, tre figlie, e un unico amico – è costretto a lasciare il suo lavoro da insegnante. Di fronte alla necessità di reinventarsi una vita, decide di iniziare dalla casa e trasloca da una palazzina in centro a un triste appartamento di periferia. Dopo la prima notte, però, aggredito da un ladro, si risveglia in un letto d’ospedale. Ossessionato dalla propria incapacità di ricostruire gli eventi e il volto dell’intruso, nello studio di un neurologo incontra Eunice, una donna ingenua e spontanea, non particolarmente femminile ma dolce e paziente, molto più giovane di lui, che lo colpisce per il suo ruolo di “ricordatrice di professione”: fa da assistente a un anziano signore fungendo per lui da “memoria esterna”. Attratto da quella donna e dal suo mistero, Liam comincia a frequentarla e scopre con incredulità che le giornate che aveva immaginato di dedicare a letture solitarie, sprofondato nella sua sedia a dondolo, possono riempirsi di sentimenti dimenticati, e della presenza a volte ingombrante di una famiglia chiassosa, con diciottenni iperattivi e un nipotino curioso di vedere il mondo con occhi diversi da quelli dei suoi genitori bigotti. Alternando impietose punte di ironia a osservazioni illuminanti, Anne Tyler ritorna ai suoi affezionati lettori con un romanzo intenso e delicato, in cui racconta la rinascita di un uomo che si accorge di avere ancora una vita davanti da passare con le persone che ama. “Liam Pennywell aveva sessant’anni, quando perse il lavoro. Del resto, non era granché come lavoro. Insegnava ai ragazzi di quinta in una scuola privata maschile di qualità scadente. Lui non aveva la qualifica per insegnare in quinta, in realtà non aveva proprio nessuna qualifica per insegnare. Era laureato in filosofia. Va be’. Le cose avevano cominciato a non andare per il verso giusto già molto, molto tempo prima, e forse era stato un bene liberarsi finalmente dei corridoi polverosi e consunti della St Dyfrig e di quelle interminabili riunioni pomeridiane, oltre che delle assillanti montagne di compiti da correggere. Forse era stato un segnale, l’incoraggiamento di cui aveva bisogno per passare alla fase successiva, quella finale, in cui uno tira le somme. La fase in cui starsene sulla sua sedia a dondolo a riflettere sul significato profondo delle cose. Aveva un discreto gruzzoletto da parte, e la prospettiva di ricevere la pensione, quindi la sua situazione finanziaria non era certo disperata. Comunque avrebbe dovuto fare un po’ di economia, e quella prospettiva lo incuriosiva.” Da La bussola di Noè

Anne Tyler è nata nel 1941, ha studiato letteratura russa alla Columbia University di New York e vive a Baltimora, nel Maryland. Tra i suoi libri: Il turista involontario, Ristorante Nostalgia, Lezioni di respiro, Possessi terreni, Quasi un santo, Per puro caso, La moglie dell’attore, Il tuo posto è vuoto, Se mai verrà il mattino, Le storie degli altri, Quando eravamo grandi, L’amore paziente, Un matrimonio da dilettanti, Una donna diversa, La figlia perfetta e Ragazza in un giardino, tutti pubblicati in Italia da Guanda.

“La mia scrittrice preferita.” Nick Hornby

“Anne Tyler è straordinariamente brava.” John Updike


10_15_Guanda3

27-05-2009

14:41

Pagina 11


10_15_Guanda3

12

27-05-2009

14:42

Pagina 12

GUANDA

Pene d’amor perdute… Dopo il grande successo di Diario di un’adultera, il nuovo romanzo di Curt Leviant: erotico ed erudito A ottantadue anni il premio Nobel per la letteratura Yehiel Bar-Nun, il più grande scrittore israeliano vivente, è all’apice della fama. Elusivo e sfuggente come una bella donna, come la bruna ragazza yemenita di un suo racconto giovanile, ama confondere e sconcertare i suoi ammiratori, concedendosi loro con il contagocce; e forse proprio questa reticenza contribuisce al suo fascino. Ezra Shultish, professore di letteratura ebraica in un college newyorkese e scrittore di belle speranze, si è trasferito a Haifa per un anno di congedo sabbatico proprio per passare quanto più tempo possibile con quell’uomo leggendario, che ammira fin dalla giovinezza, ma Bar-Nun sembra continuamente sfuggirgli: la delusione è tale che Shultish, mortificato, finisce per ammalarsi. Nel corso della convalescenza conosce Miriam, “una regina Esther yemenita”, che gli appare come l’incarnazione vivente dell’eroina del suo racconto prediletto. E proprio grazie a Miriam, forse, Shultish riuscirà ad acquistare una nuova consapevolezza di sé e del suo rapporto con il maestro. Sullo sfondo di un’Israele solare e luminosa, La ragazza yemenita è una storia di amicizie asimmetriche in cui la vera protagonista è la letteratura. Curt Leviant racconta con prosa ironica e grande profondità psicologica la difficile ricerca della fama e del successo, le piccole invidie che affollano il mondo letterario, i misteri della bellezza femminile e di quel raro privilegio che è il talento.

“Una scrittura ricca e sontuosa. Godibile come quella di Borges.” Boston Globe

Curt Leviant si è imposto negli Stati Uniti con i romanzi Passion in the Desert (finalista al National Jewish Book Award), The Man Who Thought He Was Messiah, Partita in Venice, oltre che con La ragazza yemenita. I suoi racconti sono stati pubblicati su varie riviste e inseriti in Best American Short Stories e in Prize Stories: The O. Henry Awards. Vincitore dell’Edward Lewis Wallant Award e di molti riconoscimenti nazionali e internazionali, Leviant ha ricevuto elogi da due scrittori come Saul Bellow e Elie Wiesel. Guanda ha pubblicato nel 2008 Diario di un’adultera.


10_15_Guanda3

27-05-2009

14:42

Pagina 13

GUANDA

13

Una sporca storia Nella Firenze dell’alluvione Bordelli affronta il caso più difficile della sua carriera Firenze, ottobre 1966. Un delitto orribile sconvolge la città, flagellata da una pioggia incessante, che sembra non voler finire mai. Dopo giorni di indagini a vuoto, Bordelli individua un piccolo indizio al quale si attacca con tenacia, un indizio che porta a un appartamento. Bisognerebbe perquisirlo, ma nessun magistrato darà mai un mandato su elementi così vaghi. E mentre Bordelli prosegue a cercare, a chiedere, a indagare, arriva l’alluvione a cancellare ogni traccia in quell’appartamento. Bordelli resta con un pugno di mosche, l’omicidio sembra destinato a rimanere impunito. Ma sarà un altro caso a riportare Bordelli sulla pista giusta: bisogna mettere sotto sorveglianza quattro sospetti, anche se gli indizi sono sempre labili e intorno a lui si infittisce la trama di omertà e mistero che circonda tutta la storia. E quando finalmente il commissario arriva a individuare l’anello debole della catena nel più giovane dei sospettati, un colpo di scena ribalta di nuovo la situazione.

“C’è un nuovo sceriffo in città. Il commissario Bordelli, con la sua sanguigna umanità tutta italiana e tutta toscana, si inserisce oggi nella grande tradizione dei De Vincenzi e dei Duca Lamberti: poliziotti complessi e tormentati che raccontano un’Italia ingenua e cattiva che ancora non sapeva di essere così noir.” Carlo Lucarelli

Marco Vichi è nato nel 1957 a Firenze e vive nel Chianti. Ha pubblicato presso Guanda i romanzi: L’inquilino, Donne donne, Il brigante, Nero di luna e la fortunata serie del commissario Bordelli: Il commissario Bordelli, Una brutta faccenda e Il nuovo venuto. Sempre per Guanda ha curato le antologie di racconti Città in nero e Delitti in provincia.

Una deliziosa storia breve dell’autrice di Una barca nel bosco Barbara Lope è una donna nel pieno della vita, ha un’attraente frangetta bionda, vestiti eleganti, un bel lavoro. Eppure ogni tanto sente come un peso: a scuola era il compagno che voleva fare il primo della classe, al lavoro la collega carrierista, e poi le scarpe con il tacco a spillo, le serate di gala, i discorsi ufficiali… E quando le situazioni si fanno insopportabili, quando le sembra che le persone e i luoghi abbiano perso il senso di quello che sono realmente (se mai l’hanno posseduto), in Barbara scatta qualcosa, una sottile ribellione, un gesto minimo… Irriverente? Scherzoso? Provocatorio? Non si può dire. Quel che è certo è che si tratta di un impulso irresistibile. È il suo modo di reagire alle assurdità, alle distorsioni. Chissà, forse il desiderio di trovare qualcuno che le somigli. Insomma fa quel gesto, e d’improvviso ciò che appariva così serio perde consistenza, diventa aria, si dissolve. Paola Mastrocola è nata nel 1956 a Torino. Insegna lettere in un liceo scientifico. Ha pubblicato presso Guanda quattro romanzi: La gallina volante (Premio Italo Calvino per l’inedito 1999, Premio Selezione Campiello 2000, Premio Rapallo-Carige per la Donna Scrittrice 2001), Palline di pane (finalista al Premio Strega 2001), Una barca nel bosco (Premio Campiello 2004, Premio Alassio Centolibri - Un autore per l’Europa 2004); il pampleth-narrativo La scuola raccontata al mio cane, e i romanzi-favola Che animale sei? e E se covano i lupi.


10_15_Guanda3

14

27-05-2009

14:42

Pagina 14

GUANDA

I Commitments sono tornati! Le vicende sempre esilaranti di un’Irlanda che è profondamente cambiata In una divertente parodia tutta irlandese di Indovina chi viene a cena, un padre di ampie vedute entra in crisi quando scopre che la figlia frequenta un ragazzo di colore. E, peggio ancora, l’ha invitato a cena. Jimmy Rabbitte, già protagonista dei Commitments, ha messo su famiglia, ha qualche etto in più sulla pancia e non ha perso gli ideali giovanili. Decide di fondare una nuova band, ma stavolta i membri saranno stranieri, possibilmente non bianchi. In un sequel corale, ritmato e multietnico, si alternano le vicende drammatiche e insieme esilaranti della nuova formazione: i Deportees. Ray, un ragazzo senza qualità, inventa un nuovo sistema audiovisivo per misurare l’effettiva “irlandesità” di una persona. Il suo programma Fáilte serve a un ministro senza scrupoli per arginare l’afflusso di stranieri. Ma nessun irlandese doc supera il poco brillante punteggio del 57%, mentre un candidato del Ghana raggiunge il 97%. Questi sono alcuni dei racconti di Roddy Doyle, che ci mostrano un’Irlanda in rapido mutamento. A oltre vent’anni da I Commitments, gli irlandesi non sono più i “neri d’Europa” ma si ritrovano a vivere in uno dei paesi più prosperi del continente. E a fare i conti con una geografia umana molto cambiata, che a tratti si scontra con la loro forte identità nazionale. Tra amore e curiosità, sfruttamento e incomprensione, amicizia o diffidenza si dipanano storie che, nella loro varietà, sono accomunate da un elemento: l’incontro con l’“altro”. Roddy Doyle è nato a Dublino nel 1958. I suoi libri nel catalogo Guanda: I Commitments, Bella famiglia! (The Snapper), Due sulla strada (The Van), Paddy Clarke ah ah ah!, La donna che sbatteva nelle porte, La trilogia di Barrytown, Rory & Ita, Una stella di nome Henry, Una faccia già vista, Paula Spencer e Dentro la foresta. Presso Salani sono usciti Il trattamento Ridarelli, Rover salva il Natale e Le avventure nel frattempo.

Canto a quattro voci per una città Tre grandi scrittori si trovano per raccontare la loro comune città d’origine Edimburgo gode di una immenso prestigio internazionale per la sua eccellenza culturale e artistica, ma è anche una città di duri contrasti. In questa raccolta la capitale della Scozia è fonte di ispirazione per tre grandi scrittori contemporanei, che lì sono nati e vivono. Alexander McCall Smith, Ian Rankin e Irvine Welsh offrono tre punti di vista diversi sulla città. Un nostalgico biologo di Nuova Delhi giunge a una sconvolgente conclusione; due giocatori della Homeless World Cup vengono trascinati in un magico mondo di illusioni… E per finire Welsh ci immerge nel mondo pulp che ben ci ha fatto conoscere nei suoi romanzi, raccontandoci la storia di un animale da compagnia molto particolare, la tigre di un boss della malavita, e dello sventurato che deve occuparsene… J.K. Rowling introduce questi tre originali racconti con una riflessione sul suo trasferimento a Edimburgo e la sua vita in questa città. Alexander McCall Smith, Ian Rankin, Irvine Welsh sono tre grandi scrittori nati a Edimburgo, le cui opere sono pubblicate in Italia da Guanda (McCall Smith, Welsh) e Longanesi (Rankin). J.K Rowling è autrice della saga di Harry Potter.


10_15_Guanda3

27-05-2009

14:43

Pagina 15

GUANDA

15

Storie dall’Argentina e dalla sua dittatura Il nuovo libro dell’autrice di I vent’anni di Luz Tredici racconti brevi e compatti, caratterizzati da un’impronta cortazariana, con quel loro mescolare realtà e fantastico quotidiano, tragedie della storia e interiorità inquietanti. Il fil rouge però, sebbene non presente in tutti i racconti, è quello della dittatura argentina, di coloro che ne subirono le conseguenze visti per lo più a trent’anni di distanza, con eventi che sembrano precipitare dal passato a distorcere e turbare il presente. Così accade nel primo racconto, dove il protagonista incontra per caso in treno l’uomo a cui, durante la dittatura, aveva dato senza conoscerlo il proprio passaporto per farlo espatriare e salvarlo. Con il suo nome, quell’uomo ha vissuto e amato, e ora il protagonista vorrebbe anche lui cambiar vita… Accanto a queste storie più legate alla realtà politica, se ne affiancano altre più “fantastiche”, a volte perfino allegoriche, che indagano nella parte oscura della quotidianità, tra i sogni e gli incubi, i desideri e l’irrealtà della realtà. Elsa Osorio è nata a Buenos Aires nel 1953, risiede attualmente a Madrid dove insegna lettere. Ha scritto sceneggiature cinematografiche e televisive. Ha ottenuto in Argentina il Premio Nazionale di Letteratura. Guanda ha pubblicato: I vent’anni di Luz e Lezione di tango.

Noir in salsa cubana Una sorprendente scoperta della letteratura latinoamericana Pío, sessantenne spagnolo, viene mandato dall’impresa per cui lavora a mettere ordine nella caotica filiale di Cuba. E qui, nella tipica confusione delle strade dell'Avana, conosce la bella e conturbante Maricari. La ragazza, affascinante nella sua semplicità, si rifiuta di seguire i consigli della sua terribile madre, che vorrebbe spingerla a qualunque costo tra le braccia di un ricco straniero. Eppure in qualche modo Pío l’affascina, e la ragazza si fa tentare dalla sua corte. Proprio per sapere come andrà a finire questa relazione Maricari decide di rivolgersi a Mercedes, alias Teófilo, sedicente travestito, che si guadagna da vivere come santona e convive con il Toro, un muscoloso gay mulatto. Ma quando conosce Maricari, Mercedes-Teófilo non è più così convinto del fascino irresistibile del suo fidanzato, e il triangolo spagnolo-ingenua-travestitomanontroppo diventa qualcosa di molto più vicino alla fisica atomica che alle complicate geometrie sessuali e sentimentali avanere… Teresa Dovalpage è nata nel 1966 all’Avana e si è laureata con una tesi in Letteratura inglese. Nel 1996 ha sposato un americano e si è trasferita negli Stati Uniti, dove ha pubblicato il suo primo romanzo, in inglese. Morte di uno spagnolo all’Avana, che è arrivato secondo al Premio Herralde, è stato scritto invece in spagnolo.

Le nuove battaglie civili e politiche dell’autrice del Dio delle piccole cose In questa nuova raccolta di saggi Arundhati Roy ci aggiorna con acume e coraggio sull’evolversi di alcune vicende indiane, e non solo, già affrontate in Guida all’impero per gente comune e in La strana storia del parlamento indiano, ma prende anche in esame avvenimenti di strettissima attualità, come gli attentati a Mumbai del novembre 2008. Con il consueto stile preciso, documentato, impeccabilmente logico e venato di un humour preciso ed equilibrato, Arundhati Roy ancora una volta cerca di aiutarci a districarci nel complesso intreccio di politica, religione, economia e comunicazione di massa della “più grande democrazia del mondo”. Arundhati Roy, nata nel Kerala, si è laureata alla Delhi School of Architecture e vive a New Delhi. Ha scritto alcune sceneggiature e collabora a varie testate, fra cui Internazionale. Il dio delle piccole cose, suo romanzo d’esordio, è stato un caso letterario e un best seller in tutto il mondo. Guanda ha in catalogo anche i saggi: La fine delle illusioni, Guerra è pace, Guida all’impero per la gente comune, L’impero e il vuoto e La strana storia dell’assalto al parlamento indiano.


16-19_Nord.qxp

16

27-05-2009

14:52

Pagina 16

NORD

Un continente, un segreto, una sfida Da Washington a Copenaghen, dalla Germania all’Antartide, la nuova avventura di un autore da 8 milioni di copie Cotton Malone è sempre stato convinto che suo padre, il capitano Forrest Malone, fosse scomparso in un incidente avvenuto nel 1971, a bordo di un sottomarino nucleare di pattuglia nel Nord Atlantico. Ma quando il suo ex capo, Stephanie Nelle, gli procura il dossier dell’incidente, la verità che emerge è assai più sconcertante: il sottomarino del padre era infatti impegnato in una missione top secret al di sotto dei ghiacci antartici e la morte dell’uomo è avvolta nel mistero. Un mistero che Malone non è l’unico a voler risolvere. A bordo di quel sottomarino, infatti, c’era un documento di enorme rilevanza storica: un enigmatico diario che allude alla scoperta di strani simboli, incisi sulla tomba di Carlo Magno, che avevano spinto alcuni ufficiali nazisti a mettersi sulle tracce di una civiltà perduta. Ma cosa stavano cercando davvero i nazisti? E perché l’ambizioso ammiraglio Langford Ramsey vuole impedire con ogni mezzo – lecito e illecito – che quella ricerca riprenda? Inseguendo indizi che lo porteranno da un’antica cattedrale tedesca a un’inespugnabile fortezza francese, dal Pentagono sino all’Antartide, Malone dovrà giocare la sua partita più pericolosa, destreggiandosi fra traditori, bugiardi e assassini. Perché stavolta non rischia soltanto la sua incolumità, ma anche l’onore di suo padre.

Steve Berry è da oltre vent’anni uno stimato avvocato nella Camden County. Spinto da due grandi passioni, la Storia e la narrativa, agli inizi degli anni ’90 comincia a dedicare gran parte del suo tempo e delle sue conoscenze alla stesura di romanzi e racconti. Dopo aver venduto i diritti del Terzo segreto (Nord, 2005) e della Profezia dei Romanov (Nord, 2007) in tutto il mondo, Berry si è confermato un autore di bestseller internazionali grazie al clamoroso successo di L’ultima cospirazione (Nord, 2006), Le ceneri di Alessandria (Nord, 2007) e L’ombra del leone (Nord, 2008), che raccontano le avventure di Cotton Malone, un ex agente operativo del dipartimento di Giustizia americano che si è trasferito a Copenhagen per gestire una libreria antiquaria.

“Missioni segrete, civiltà scomparse, enigmi storici, avventura… La tomba di ghiaccio è il massimo.” USA Today

“Un puzzle storico e scientifico sorprendente: Berry è un maestro dei thriller di nuova generazione.” Publishers Weekly

“Steve Berry ha uno stile e una sicurezza invidiabili.” Dan Brown


16-19_Nord.qxp

27-05-2009

14:53

Pagina 17


16-19_Nord.qxp

18

27-05-2009

14:53

Pagina 18

NORD

L’apocalisse è già iniziata… Dopo il grande successo del Vangelo secondo Satana, Patrick Graham inaugura l’ultima frontiera del thriller L’eco dell’inferno assedia la mente di Marie Parks, profiler dell’FBI: le inquietanti esperienze vissute durante l’ultima indagine – la più difficile della sua vita, la prima a toccare il nucleo pulsante delle sue angosce – hanno infranto ogni speranza di normalità, lasciandola in balia di ricordi che le consumano l’anima e il corpo. E di una visione ossessiva, incancellabile: una bambina, sperduta in mezzo a una folla sgomenta, che sembra invocare il suo aiuto. Mentre Marie si chiude nella disperazione, nel mondo si aprono nuove ferite: una serie di decessi, causati da un’inspiegabile accelerazione del processo d’invecchiamento, sembra preludere a una spaventosa epidemia. Poi un uragano devasta la costa meridionale degli Stati Uniti, gettando nel caos altri innocenti. E, a unire le due sciagure, la presenza di alcuni uomini vestiti di nero, che stavano accanto ai malati pochi istanti prima della loro morte e che adesso si aggirano tra case distrutte ed esistenze spezzate. D’un tratto, Marie capisce: la sua visione è la chiave di tutto e quella bambina smarrita incarna la paura che sta divorando il mondo. Ma è in pericolo e deve essere salvata. Perché è l’unica in grado di fermare gli uomini che hanno dato inizio all’Apocalisse. Patrick Graham è un autorevole e stimato consulente d’azienda, che però non ha mai abbandonato le sue grandi passioni, la Storia e lo studio delle religioni. Attualmente vive tra Parigi, Roma e New York. Il suo primo romanzo, Il vangelo secondo Satana (Nord, 2008), dopo aver conquistato i lettori di tutta Europa, è stato accolto con entusiasmo anche in Italia, dove è subito diventato un bestseller.

L’ultima battaglia dei Templari Tra storia e leggenda si conclude l’avventura del giovane templare Will Campbell che combatte per la pace in un mondo di intrighi e tradimenti Le crociate sono ormai finite e del regno cristiano non sono rimaste che rovine. Di ritorno dalla Terra Santa, il cavaliere templare Will Campbell spera finalmente di poter deporre le armi e seguire i dettami dell’Anima Templi, la società segreta nata all’interno dell’Ordine con lo scopo di perseguire la pace. Ma, in un mondo fatto di intrighi e tradimenti, la pace è un sogno impossibile. I templari, infatti, hanno stretto un’alleanza con Edoardo, re d’Inghilterra e nemico giurato di Will, che intende avvalersi del loro aiuto per marciare alla conquista della Scozia. Will è dilaniato dai dubbi: ha giurato fedeltà ai cavalieri templari, ma ciò significa essere coinvolto in un complotto ai danni della sua terra natia. Combatterà per una causa nella quale non crede, tradendo la propria patria, oppure prenderà le armi in difesa della Scozia e tradirà il voto fatto all’Ordine? Nel frattempo, il nuovo re di Francia, accecato dalla bramosia di potere, sta segretamente tramando per distruggere l’Ordine templare: se la lotta per la conquista della Terra Santa si è conclusa, la battaglia per la sopravvivenza dei cavalieri è appena cominciata. Robyn Young ha conseguito un Master in Scrittura Creativa all’University of Sussex e insegna a Brighton. Autrice di poesie e racconti apparsi su varie riviste e in diverse antologie, attualmente vive a Hove. Dopo Anima Templi e Crociata, pubblicati da Nord, si conclude con Requiem la trilogia che ricostruisce il periodo dell’ultima crociata.


16-19_Nord.qxp

27-05-2009

14:53

Pagina 19

NORD

19

In volo per salvare il mondo Nuovi pericoli e nuove sfide per i ragazzi mutanti nati dalla fantasia del grande James Patterson Proseguono le avventure di Max, Nudge, Angel, Gasman, Fang e Iggy. Nati da un misterioso esperimento genetico, che li ha resi al novantotto per cento umani e al due per cento uccelli, i sei ragazzi sono dotati di poteri incredibili, ma si trovano anche a fronteggiare nemici disposti a tutto pur di catturarli. Dopo aver sconfitto Omega, terribile mutante creato dai Camici Bianchi – il gruppo di scienziati che li ha usati come cavie al fine di creare una razza superiore –, i ragazzi sono stati condotti a Washington dalla fidata dottoressa Martinez, che Max ormai chiama mamma. Nonostante la protezione della donna e quella del misterioso Jeb, però, lo stormo è costretto di nuovo a fuggire: il governo infatti vorrebbe servirsi di loro, offrendo in cambio una casa sicura e la possibilità di frequentare una scuola speciale. Max tuttavia fiuta la trappola e porta lo stormo in salvo in Antartide, dove si unisce a un gruppo di ricercatori che sta studiando gli effetti del riscaldamento globale. Ma neppure il continente più inospitale della Terra si rivela un nascondiglio adeguato: mentre il potere di ogni ragazzo si evolve ulteriormente, nuove, più potenti creature sono sulle loro tracce, con il preciso ordine di fermarli per sempre. James Patterson è uno dei più grandi fenomeni editoriali dei giorni nostri. È il creatore di personaggi famosissimi come il profiler Alex Cross, le “donne del Club Omicidi” e i ragazzi della serie di Maximum Ride (pubblicata da Nord). È l’autore più venduto al mondo, con 160 milioni di copie (più di 2 milioni in Italia): negli Stati Uniti, ogni 15 libri venduti, uno è firmato James Patterson, per un totale di 16 milioni di copie all’anno.

Amelia Peabody: l’archeologia è un mestiere pericoloso! “Dopo aver letto Il papiro insanguinato, viene voglia di scoprire tutti i romanzi della serie.” Los Angeles Times La campagna archeologica in Egitto del 1907 nasce sotto una cattiva stella per Amelia Peabody. A causa dell’orgoglio, dell’irascibilità e della totale mancanza di diplomazia del marito Radcliffe, la famiglia è confinata in una zona della Valle dei Re povera di reperti e di tombe da scavare. Tuttavia Amelia non si dà per vinta, anche perché il deserto custodisce non soltanto manufatti antichi, ma anche segreti inviolati da millenni. Quando Ramses, il giovane e brillante figlio di Amelia, compra un antico papiro, consunto dai secoli, nessuno può immaginare che quel bizzarro reperto contenga una parte del Libro dei Morti, una raccolta di formule magiche e preghiere arcane che, secondo la leggenda, hanno il potere di resuscitare i morti e guidare le anime nell’oltretomba. E, soprattutto, sono una straordinaria fonte di informazioni archeologiche, che possono aprire le porte di nuove scoperte al gruppo guidato da Amelia e da Radcliffe. Ma un reperto così importante non può che attirare l’attenzione di predatori, collezionisti senza scrupoli e, in particolare, del geniale Maestro del Crimine, l’uomo che più volte ha sfidato l’acume e il coraggio di Amelia. Ecco perché una campagna nata sotto una cattiva stella rischia di diventare l’ultima spedizione della famiglia Emerson. Elizabeth Peters si è laureata in Egittologia all’Università di Chicago, presso il celebre Oriental Institute, ed è un’apprezzata archeologa. È stata proprio la passione per l’archeologia, insieme con quella per la scrittura, a spingerla a creare la serie che vede come protagonista Amelia Peabody, una serie tradotta in sedici lingue e che ha riscosso un enorme successo, vendendo milioni di copie.


20-28_Garzanti 3

20

27-05-2009

14:58

Pagina 20

GARZANTI LIBRI

Anche le brave ragazze finiscono all’Inferno Erano giovani, belle e simpatiche. Hanno incontrato l’orrore. Uno straordinario esordio Cambridge, Ariel College. Olivia giace rannicchiata in posizione fetale, il cadavere della sua amica June ancora caldo accanto a lei. Mezza nuda, gli occhi sbarrati, completamente ricoperta di sangue, è incapace di riferire quello che ha visto. Non era certo così che la ragazza immaginava di finire i suoi giorni a Cambridge. Olivia è dolce e timida, ma ha lottato duramente per studiare nel prestigioso college, decisa a lasciarsi alle spalle le proprie origini modeste e la difficile vita della grigia periferia di Londra. All’Ariel College ha trovato la sua dimensione, nuovi amici e Nick, il grande amore. Adesso la brillante studentessa giace in un letto di ospedale, in stato catatonico, ed è l’unica che possa far luce, con la sua testimonianza, sulla lunga catena di omicidi che stanno sconvolgendo la tranquilla atmosfera universitaria del college. Il Macellaio di Cambridge, un serial killer sorprendentemente meticoloso, ha colpito di nuovo. Tutte ragazze. Tutte belle, popolari e sicure di sé. Gli studenti vivono nel terrore e nel sospetto, continuamente accerchiati dagli agenti che indagano sul caso e da giornalisti d’assalto in cerca di scoop. Nessuno è al sicuro, e Matthew Denison, lo psichiatra che da tre anni collabora con la polizia nel tentativo di smascherare l’assassino, lo sa bene. È per questo che deve riuscire a conquistare la fiducia di Olivia e valicare le sue barriere psichiche per giungere il prima possibile alla verità. Ma la lotta fra le due menti si trasformerà in un duello senza esclusione di colpi.

Ruth Newman è nata a Reading e cresciuta a Hackney, Londra. Scrive narrativa dall’età di sei anni. Verso la metà degli anni Novanta si è trasferita a Cambridge per studiare psicologia e criminologia al King’s College, le è piaciuto, e non se n’è più andata. Attualmente lavora all’università. Il college delle brave ragazze è il suo primo romanzo.

©Ben Watkins

“«Si è completamente ritirata in sé stessa», disse Denison al cellulare. La voce dell’ispettore capo Weathers suonava frustrata. «Che vuol dire? È ancora catatonica?» «Be’, tecnicamente no. Mostra un grave rallentamento psicomotorio, ma suppongo che per un profano il termine possa essere catatonia. Le ho prescritto degli antidepressivi, ma ci vuole un po’ prima che facciano effetto. Fra non molto potrebbe essere necessario ricorrere all’elettroshock, per scongiurare il rischio che muoia di inedia.» Denison osservava la camera di Olivia Corscadden attraverso una finestra. La ragazza era distesa su un letto d’ospedale, le lenzuola bianche ben rimboccate. Una flebo nel braccio le forniva i liquidi necessari per prevenire la disidratazione, ma per farla mangiare le infermiere dovevano imboccarla come una bambina piccola, con cucchiaiate di cibo ridotto in pappa. Una metà finiva sul tovagliolo di carta che aveva sul petto; l’altra metà pareva riuscisse a ingoiarlo, come un automa, lo sguardo assente. Era una bella ragazza, pensò Denison, persino con l’occhio nero e il labbro spaccato. Per l’ennesima volta si chiese cosa poteva aver provocato una reazione così estrema. Aveva assistito all’omicidio? Aveva dovuto lottare lei stessa contro l’assassino? L’identità del Macellaio di Cambridge era forse custodita in quella mente devastata?” Da Il college delle brave ragazze


20-28_Garzanti 3

27-05-2009

14:58

Pagina 21


20-28_Garzanti 3

22

27-05-2009

14:58

Pagina 22

GARZANTI LIBRI

Due fratelli, un odio antico, un segreto mortale Dal creatore dell’indimenticabile John Rain, un nuovo thriller dal ritmo implacabile. Alex e Ben sono fratelli, ma non potrebbero essere più diversi. Alex è un avvocato rampante specializzato in tecnologia informatica e vive nella Silicon Valley, mentre Ben, veterano di guerra cinico e sprezzante, lavora a Istanbul come agente segreto per il governo americano. A unirli è solo una cosa, l’odio che provano l’uno per l’altro, da quando la sorella è rimasta uccisa in circostanze misteriose. Una morte di cui Alex ha sempre attribuito la responsabilità a Ben. Ma adesso è venuto il momento di dimenticare il passato. Perché, come anni prima, c’è di nuovo in gioco la vita, quella di Alex questa volta. L’affare in cui è rimasto invischiato sta diventando maledettemente pericoloso. Si tratta del brevetto di un software, Obisdian, che potrebbe rivoluzionare il mondo della rete, rendendo obsoleti gli altri programmi di protezione informatica. Tutti quelli che hanno avuto a che fare con quel dannato software sono stati uccisi. E ora è il turno di Alex. C’è un’unica persona al mondo in grado di aiutarlo, l’ultima persona a cui vorrebbe chiederlo: suo fratello. Ma il sangue non è acqua e, nonostante gli antichi rancori, Ben non può fare a meno di correre in suo aiuto. Solo decifrando cosa si nasconde dietro il codice segreto alla base di Obsidian Alex e Ben avranno qualche possibilità di salvarsi. Barry Eisler (Newark 1964), avvocato, esperto di arti marziali, di lingua e cultura giapponesi, ha lavorato tre anni per la CIA. Presso Garzanti ha pubblicato anche la serie che vede come protagonista John Rain: Pioggia nera su Tokyo, Alba nera su Tokyo, Rain Storm-Pagato per uccidere, La via del samurai e La furia del samurai, tradotti in venti lingue.

“Il degno erede di Vargas Llosa.” The New York Times Dall’autore dei Delitti della settimana santa, un romanzo in perfetto equilibrio tra humour e suspense, solitudine e tristezza Quando qualcosa cambia nell’aria, il gatto di casa è il primo ad accorgersene. Intorno al tavolo della cena la tensione si taglia con il coltello. Lucy, la madre, cucina e finge di avere tutto sotto controllo, come al solito, ma è turbata dai biglietti erotici che riceve da un ammiratore misterioso. Alfredo, il marito, è in silenzio: gli sono stati pronosticati sei mesi di vita e lui, che non trova il coraggio di parlarne, si è rifugiato in una squallida relazione clandestina con la segretaria. Il nonno, invece, è immerso nei suoi pensieri: vorrebbe di nuovo vivere una storia d’amore, dopo la morte di sua moglie. Anche i ragazzi sono in un momento difficile della loro esistenza: Mariana è in piena pubertà e fa i conti con la propria identità sessuale, mentre Sergio, il più piccolo, vede i fantasmi. Vivono insieme, ogni sera siedono uno di fronte all’altro. Si guardano negli occhi, ma nessuno di loro dice la verità. Segreti inconfessabili aleggiano nell’aria. Sembrano uniti, eppure in fondo sono profondamente soli. Nel vuoto generazionale, queste relazioni sono come linee rette che non si incontrano mai. Santiago Roncagliolo è nato nel 1975 a Lima. Sceneggiatore, commediografo, traduttore, giornalista di El País, vive a Barcellona. Pudore, da cui è stato tratto un film, è il suo secondo romanzo. I delitti della settimana santa, pubblicato in tutto il mondo, gli ha valso a soli trent’anni la vittoria del prestigioso Premio Alfaguara de Novela, consacrandolo come il nuovo fenomeno della narrativa sudamericana.


20-28_Garzanti 3

27-05-2009

14:59

Pagina 23

GARZANTI LIBRI

23

Una Francia dolce e insanguinata L’inebriante profumo delle orchidee per un giallo di grande classe Dordogna, sud-ovest della Francia, una placida mattina di primavera. Il corpo senza vita dell’artista di strada Véronique Rignon giace nel suo appartamento. L’autopsia non lascia dubbi: la donna è morta a causa di due colpi alla nuca ben assestati. I sospetti della polizia si concentrano su Julian Wood, ex marito della vittima, esperto di orchidee, e Mara Dunn, designer d’interni e sua attuale compagna. A Julian e Mara, circondati dai pettegolezzi del paese ma determinati a scagionarsi, non rimane altra scelta che indagare nel passato della vittima. Un passato oscuro, trascorso prima come infermiera in una clinica per disturbi del sonno e poi con un luna park itinerante, celata dietro una maschera di Pulcinella. Perché Veronique si stava nascondendo, e soprattutto da chi? Michelle Wan è nata nella Cina meridionale, è cresciuta negli Stati Uniti e vive in Canada. Con il marito, un botanico esperto di orticoltura tropicale, frequenta ogni anno la Dordogna francese per lunghi periodi. Presso Garzanti ha pubblicato: Il mistero dell’orchidea selvatica, La maledizione dell’orchidea e Morte in Dordogna.

Dall’autrice del Manuale della cattiva madre Un’insegnante in crisi, una studentessa ribelle, un’amicizia travolgente e pericolosa Kali non è un’allieva come le altre. Anna lo capisce subito appena la vede entrare in classe per la prima volta: capelli rossi, camicetta troppo attillata, e uno sguardo bellicoso, proprio come la divinità indiana a cui è ispirato il suo nome. Ma Anna non si fa intimidire così facilmente. Sì, la sua vita privata è un disastro, il suo matrimonio arranca, ma come insegnante è davvero in gamba: lavora sodo e ottiene ottimi risultati, anche con gli elementi più difficili. Anna instaura da subito un rapporto speciale con Kali, un rapporto che dovrebbe colmare il vuoto nella sua vita di quarantenne senza figli. Un’amicizia che potrebbe salvare entrambe, ma che invece trascina la vita professionale e privata di Anna in una spirale pericolosa... Kate Long per dieci anni ha fatto l’insegnante, lavoro che amava molto, ma che ha abbandonato per dedicarsi alla scrittura. Il manuale della cattiva madre, il suo primo romanzo, è stato un bestseller in Gran Bretagna. Per Garzanti ha pubblicato anche Come mandare giù la nonna e Quasi quasi cambio mamma.

Ma la vita può davvero cambiare? Quattro amiche un tempo inseparabili, un terribile segreto, un incontro decisivo Al liceo Sainte-Agathe erano le più popolari. Belle, piene di vita. E soprattutto inseparabili. Olivia la sognatrice, Jenny l’appassionata, Axelle l’aristocratica, Gwénola la bretone. “I quattro elementi”, così tutti le chiamavano. Eppure, vent’anni più tardi, ognuna di loro ha costruito la propria vita lontano dalle altre. Tutte hanno dimenticato la loro amicizia, o hanno preferito dimenticarla. Gwénola conduce una vita solitaria su un’isola bretone, scrivendo per il giornale locale; Olivia è una famosa scrittrice con un inconfessabile segreto; Axelle vive in un castello nel Sudovest, perfetta moglie di un nobile uomo politico; Jenny si è trasferita a Roma ed è l’amante di un barone italiano. Ma in un mattino di settembre, un invito a una festa di ex allieve torna a scombinare i giochi. E le quattro donne, con un misto di paura e di gioia si ritrovano al loro solito caffè. Gli anni non le hanno cambiate così tanto. Ma è proprio così? Lorraine Fouchet è un medico con la passione, di raccontare storie. I suoi romanzi hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti. Con Garzanti ha pubblicato: Cambio vita e Il battello del mattino.


24-25_ok.qxp

24

27-05-2009

14:38

Pagina 24

Un clamoroso romanzo d’esordio, che ha conquistato tutti, pubblico, critica e storici del Medioevo. Nella Barcellona del XVI secolo il piccolo Arnau assiste con occhi curiosi alla costruzione della maestosa cattedrale di Santa Maria del Mar, che sarò il cardine delle vicende della sua travagliata esistenza.

Uno straordinario romanzo-parabola sul significato e il destino della vita dell’uomo, che narra di un antico e lacunoso manoscritto peruviano, contenente nove chiavi per interpretare l’esistenza, e che diventa oggetto di studi e ricerche… Perché ognuno può fare la differenza nella propria vita e nel mondo intero.

Una gabbianella neonata, un gatto, una promessa… Ma come può un gatto insegnare a volare? In una storia che ha la grazia di una fiaba e la forza di una parabola, il grande scrittore cileno tocca i temi a lui più cari: l’amore per la natura, la generosità disinteressata e la solidarietà, anche fra “diversi”.

Un ragazzo legge la lunga lettera che il padre gli ha lasciato prima della sua prematura scomparsa, una lettera che racconta un incontro fortuito con una ragazza sull’autobus… Una storia tenera e appassionata, che riflette sul significato dell’amore e della vita.

Nel 1976 un indovino cinese avverte Tiziano Terzani: “Attento. Nel 1993 corri un gran rischio di morire. In quell’anno non volare mai”. Nel 1992 a Terzani, torna in mente quella profezia e la vede come un’occasione per guardare il mondo con occhi nuovi.

Colonia, 1260. Chi ha ucciso Gerhard Morart, l’architetto che stava lavorando alla realizzazione della cattedrale? Un testimone, il ladruncolo Jacob, che raccoglie le ultime parole dell’architetto, ha visto solo un’ombra. Ma ora quell’ombra lo perseguita…

Disponibile anche in edizione TEA

Disponibile anche negli Elefanti

Disponibile anche nelle Fenici Tascabili

Scelti da voi. I libri


24-25_ok.qxp

27-05-2009

14:38

Pagina 25

più amati di sempre

Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Il primo romanzo di una saga che è diventata un classico.

La notte di Capodanno, in cima a un palazzo di Londra, si incontrano per caso quattro sconosciuti. Non hanno nulla in comune, tranne l’intenzione di buttarsi giù, ognuno per i suoi buoni motivi. Ma forse, insieme, potranno trovare la forza di ricominciare…

Un romanzo che ha l’emozionante semplicità e l’immediatezza di una storia vera. Il racconto in prima persona di una geisha, Sayuri, ci guida attraverso le affascinanti tradizioni giapponesi e ci permette di comprenderne l’intima essenza, nel bene e nel male.

Paesaggi, umori, incontri, riflessioni, racconti di un viaggiatore sterniano che scende con pietas e con humour lungo il vecchio fiume, dalle sorgenti al Mar Nero, ripercorrendo insieme la propria vita e le stagioni della cultura contemporanea, le sue fedi e le sue inquietudini.

In un incalzare di colpi di scena e di invenzioni sorprendenti, Stato di paura affronta temi controversi, dal timore per l’effetto serra al ruolo dell’informazione, ma soprattutto s’interroga sulle cose in cui crediamo, e sul perché ci crediamo.

È martedì grasso quando nel villaggio di Lansquenet arrivano Vianne Rocher e la sua giovane figlia Anouk, per aprire una pasticceria. Un romanzo frizzante e divertente, ricco di personaggi indimenticabili e ricette paradisiache.

25


20-28_Garzanti 3

26

27-05-2009

15:00

Pagina 26

GARZANTI LIBRI

L’“X-factor” del potere Un fenomeno affascinante e misterioso, che ha segnato la storia, la religione, la politica dell’Occidente Quando lo incontriamo, ne percepiamo il fascino e spesso anche i lati oscuri. Perché il carisma dà senso e visibilità a emozioni profonde, sotterranee e diffuse. Ed è il carisma a trasformare un individuo di talento in un autentico leader. E infatti lo incontriamo assai spesso, in ambiti apparentemente lontanissimi. L’etimologia rimanda alla sfera religiosa: il carisma è la “grazia”, il dono divino che elegge. Ma incontriamo leader carismatici in politica, nello spettacolo e nelle arti, nell’industria e nei mass media. Proprio per questa sua trasversalità, il fenomeno sembra sfuggire a definizioni troppo rigide. Elisabetta Pasini e Franco Natili hanno esplorato le diverse sfaccettature e le radici storiche e psicologiche raccogliendo anche le testimonianze di personalità in vario modo carismatiche. Elisabetta Pasini dal 1998 collabora con Future Concept Lab, laboratorio per l’analisi delle tendenze di consumo e l’innovazione.

Franco Natili è consulente di Sviluppo delle risorse umane e tiene corsi di Psicologia delle risorse umane presso la Facoltà di Scienze della Formazione all’Università Cattolica di Milano.

Un mistero che ha avvelenato la storia d’Italia Tra mafia e Vaticano, Italia e USA, P2 e paradisi fiscali: l’incredibile destino di un grande burattinaio Uno dei tanti “misteri italiani”, uno di quelli più ambigui e intricati, riguarda la morte di Michele Sindona nel carcere di Voghera, dopo aver bevuto un caffè al cianuro. Omicidio? E allora chi è il colpevole? Oppure suicidio? Ma perché? Quel “giallo”ha dato inizio alla sequenza delle morti misteriose e violente dei “banchieri di Dio”: dopo di lui Roberto Calvi e più di recente Gian Mario Roveraro, morti in circostanze “sensibili”. Gli autori ripercorrono la carriera di Sindona ed esplorano una personalità per certi versi affascinante: gran mitomane e megalomane spregiudicato, e per certi aspetti straordinario regista del proprio personaggio, fino all’atto finale. Giuliano Turone, ex magistrato, insieme con Gherardo Colombo scoprì gli elenchi della Loggia massonica P2. Il suo libro più recente è Il delitto di associazione mafiosa.

Gianni Simoni, ex magistrato, ha seguito tra gli altri il processo d’appello per l’omicidio Ambrosoli e l’inchiesta sulla morte di Michele Sindona nel carcere di Voghera.

Una figlia alla madre: da donna a donna “Quello di Waris Dirie è un coraggio straordinario… un esempio illuminante per tutti.” Elton John Durante la malattia della madre, Waris Dirie, che la assiste, inizia un colloquio con lei attraverso una lunga lettera, perché tra loro il dialogo è difficoltoso e ostacolato da tutto ciò che le divide, a partire dalla fuga che ha portato Waris dal deserto somalo ai grattacieli di New York. Tra il racconto degli eventi che accompagnano la cura della madre e le parole che Waris le scrive, udiamo la voce accorata di una figlia che cerca il conforto nell’amore della madre, che chiede aiuto e solidarietà per ritrovare la pace interiore che non ha trovato nella vita piena di successo, fama e denaro che ora conduce. Waris Dirie è nata in Somalia, in mezzo al deserto. Dopo aver subito bambina la terribile mutilazione genitale femminile, si è ribellata. È fuggita di casa, si è trasferita a Londra ed è diventata una delle modelle più richieste del mondo. Ha due figli e vive a New York. È il portavoce ufficiale di Face to Face, la campagna internazionale dell’ONU contro le mutilazioni genitali femminili. Con Garzanti ha pubblicato: Fiore del deserto, Alba nel deserto e Figlie del dolore.


20-28_Garzanti 3

27-05-2009

15:00

Pagina 27

GARZANTI LIBRI

Il filosofo è morto, viva la filosofia! Dall’antica Grecia a oggi, la vita (e soprattutto la morte) dei più grandi pensatori Secondo alcuni, una “buona morte” dà significato alla vita intera. Un significato ancora più profondo dovrebbe dunque arrivarci dai momenti estremi e dalle parole ultime - dei filosofi, che hanno dedicato le loro energie alla ricerca della “buona vita”. Il libro dei filosofi morti racconta gli istanti finali della vita di quasi duecento filosofi, dall’antica Grecia e dai maestri Zen ai santi cristiani, dai razionalisti ai mistici, fino ad arrivare ai giorni nostri: una panoramica in cui non mancano storie di follia, di omicidi e suicidi, ricca di episodi bizzarri e aneddoti edificanti - da leggere magari con il filtro dell’humour noir. Ne esce una brillante contro-storia della filosofia: in un istante irripetibile, la teoria ingaggia l’ultimo scontro con la prassi, con risultati a volte commoventi, a volte illuminanti, a volte tragici, a volte irresistibilmente comici. Simon Critchley insegna filosofia alla New School for Social Research di New York. È autore di molti libri, e cura per la rivista Granta la collana “How to Read”. Suoi articoli sono apparsi sulla London Review of Books e sull’Independent. Il libro dei filosofi morti è stato scritto su una collina che sovrasta Los Angeles, presso il Getty Research Institute, dove Critchley ha soggiornato per le sue ricerche.

La storia dell’umanità in undici banchetti Dall’età della pietra al microonde, come e perché è cambiata la nostra dieta Trentamila anni fa, quando ancora vivevano i mammuth e le tigri dai denti a sciabola, i nostri antenati già condividevano il cibo. Perché da sempre noi umani, una o più volte al giorno, consumiamo pacificamente i nostri pasti in comune, obbedendo a precisi rituali, anche nella vita quotidiana: dalla preparazione e cottura degli alimenti alla gerarchia dei posti, dal modo in cui i cibi vengono presentati, spartiti e consumati alle conversazioni con cui s’intrattengono i commensali. Attraverso undici banchetti, Il pranzo della festa ripercorre la storia dell’alimentazione umana: si parte dalla differenza tra la nostra alimentazione e quella delle scimmie e si arriva ai pranzi consumati davanti alla tv. Martin Jones segue in primo luogo la trasformazione della nostra dieta, partendo dai primi cacciatori e raccoglitori fino ai fast food e al forno a microonde: sono annotazioni illuminanti, che possono aiutare a comprendere l’evoluzione della società e l’impatto ambientale del consumo globale di cibo. Attraverso questo excursus che spazia dal rapporto dell’alimentazione con lo sviluppo del cervello alla spettacolarità del cibo, dalla nomenclatura degli alimenti alle esigenze igieniche, Il pranzo della festa illustra anche i diversi significati che assume la condivisione del cibo: riflette per esempio l’ordinamento e i rapporti tra i sessi e le generazioni, è occasione di scambio e di incontro, può marcare la differenza tra tempo feriale e festivo. Martin Jones è docente di Scienze archeologiche all’Università di Cambridge, e specializzato nello studio di frammenti archeologici di resti di cibo. Negli anni Novanta ha coordinato la Ancient Biomolecule Initiative che ha inaugurato numerosi metodi innovativi nella ricerca delle scienze archeologiche.

27


20-28_Garzanti 3

28

27-05-2009

15:01

Pagina 28

GARZANTI LIBRI

Tutto quello che sappiamo della nostra mente Le più recenti scoperte delle neuroscienze, gli eterni enigmi della filosofia: il nostro cervello può davvero “conoscere sé stesso”? “Conosci te stesso”: è questa forse l’essenza dell’umano. Per rispondere all’imperativo inciso sul tempio di Delfi, l’umanità usa da sempre gli strumenti dell’introspezione, delle scienze e della filosofia. Di recente, gli sviluppi delle neuroscienze ci hanno fornito molte informazioni sul funzionamento del nostro cervello. Per alcuni, questa ricerca ci porterà rapidamente a sciogliere uno dei grandi enigmi della natura: quello della coscienza. L’autocoscienza è il frutto di un intrico di cellule, molecole e impulsi elettrici? La nostra mente è un prodotto elettrochimico dell’evoluzione? Il cervello umano può comprendere sé stesso, senza scontrarsi con i limiti invalicabili dell’autoreferenzialità? Attingendo alle più recenti ricerche scientifiche – ma appoggiandosi anche a una vasta cultura umanistica – Arnaldo Benini coglie con chiarezza i punti d’incontro e le distanze tra le scienze dure, a cominciare dalle varie branche della medicina e le scienze umane, dalla psicologia alla filosofia. Raccogliendo una grande mole di informazioni, ci guida alla scoperta di noi stessi. Che cosa sono io parla il linguaggio della scienza e cerca di coglierne i limiti, sempre restando lontano dalle fumisterie di chi relega l’autocoscienza in una sostanza inafferrabile. Arnaldo Benini (Ravenna, 1938) è docente di neurochirurgia e neurologia all’Università di Zurigo. Ha pubblicato, tra gli altri, saggi su Mieczyslaw Minkowski, su Vesalio, sulla fisiologia del dolore di Cartesio, sul medico napoletano D. Cotugno, che per primo ha descritto la sciatica, su Oliver Sacks. Ha curato l’edizione italiana di due libri di Karl R. Popper.

“Uno dei poeti più noti e seri del panorama italiano.” L’indice Oltre l’indifferenza: gli sguardi e le parole che illuminano le nostre vite Una bussola per orientarsi nel caos contemporaneo, con tutti i suoi orrori e cinismi, ma anche illuminato da lampi di bellezza e sentimento. Quella che esplora magistralmente Tiziano Rossi in Faccende laterali è una geografia del mondo – la realtà e l’incubo – in cui siamo immersi. Il suo è uno sguardo apparentemente distaccato e freddo, ma in trasparenza partecipe e illuminato dalla compassione: osserva le persone i loro gesti, annota episodi in apparenza minimi (“laterali”, appunto), che possono però illuminare l’esperienza e darle senso. In Tiziano Rossi, la scrittura, con la sua precisione e la sua bellezza cristallina, diventa strumento di conoscenza, l’occasione per superare la barriera dell’indifferenza e per denunciare lo scandalo: perché quelle che addita con lucida indignazione sono l’ingiustizia e la violenza del mondo. Tiziano Rossi (Milano, 1935), uno dei maggiori poeti italiani viventi, nella sua poesia racconta in modo disincantato le vicende del quotidiano e tratteggia umili personaggi metropolitani. Con Garzanti ha pubblicato l’intera raccolta della sua opera in Tutte le poesie (1963-2000). Nel 1997 ha vinto il Premio Montaigne.


29_33_Corbaccio3

26-05-2009

14:27

Pagina 29

CORBACCIO

29

Nel mondo dell’informazione televisiva si perde la testa… o la vita Da una grande autrice, un thriller brillante, ambientato nel patinato (e pericolosissimo) mondo della televisione Constance Young è una star indiscussa della televisione, ma il suo progetto di passare a un altro network (portandosi dietro il suo pubblico fedelissimo) viene fermato quando viene trovata morta sul fondo della sua piscina. L’unicorno d’avorio che aveva sempre indossato negli ultimi giorni è sparito. Le persone che la odiavano sono molte, a partire dalla sorella Faith, che si è dovuta sobbarcare tutto il peso della madre malata; poi ci sono il suo assistente, Boyd, sempre pronto a chiacchierare con i giornali scandalistici; e Lauren Adams, l’affascinante presentatrice che avrebbe presto preso il suo posto a Key News. Mentre la polizia indaga, l’amica Eliza Blake vuole saperne di più. Anch’essa volto di successo della rete e madre single, è decisa a capire chi voleva sbarazzarsi di Constance. Per farlo si avvale dei suoi sorprendenti colleghi: Annabelle, produttrice, capace di qualsiasi macchinazione, legale e non; B.J., impavido e affascinante cameraman, dotato di cervello e muscoli; Margo, psichiatra, abile nell’immergersi nei complessi meandri della mente umana. Insieme, cercano di risolvere il delitto e più vanno a fondo, più la trama si fa complicata e la lista dei sospetti e dei moventi si allunga. Mary Jane Clark è autrice e produttrice presso la CBS News. Lì ha cominciato la sua carriera televisiva come assistente dopo una laurea in giornalismo e scienze politiche all’università di Rhode Island nel 1976. Il suo lavoro televisivo completa e integra quello di scrittrice fornendole spunti e idee per i suoi romanzi che hanno sempre, come sfondo, il mondo del giornalismo televisivo. È autrice di nove romanzi. I suoi libri, tutti bestseller, sono scritti in uno stile veloce e immediato dove ogni parola conta. In Italia Corbaccio ha pubblicato Detective per amore e Danzando nel buio.

“Mary Jane Clark ha perfezionato il giallo in cui, come nella migliore tradizione di Agatha Christie, tutti sono sospettati.” Booklist


29_33_Corbaccio3

30

9-05-2009

10:06

Pagina 30

CORBACCIO

Cornovaglia, terra di tempeste e d’amore “Il minuscolo paese di Lamorna Cove è lo sfondo di due storie di amore contrastato e di aspirazioni tradite… un libro geniale!” Daily Mirror Lamorna Cove, una piccola, incontaminata baia in Cornovaglia, nel secolo scorso era il ritrovo di una colonia di artisti. Oggi, Mel spera che possa essere il luogo per sfuggire al dolore della morte della madre e per riprendersi dalla fine della sua storia d’amore. Affitta un cottage nella suggestiva tenuta di Merryn Hall, dove dopo qualche giorno arriva Patrick, il nipote del vecchio proprietario, anche lui reduce dal fallimento di una relazione sentimentale. I due iniziano insieme una lunga opera di ricostruzione del giardino della villa per riportarlo all’antico splendore e, contemporaneamente, indagano sull’identità dell’artista di alcuni quadri ritrovati da Mel. Scopriranno così a poco a poco la vicenda di Pearl, una delle cameriere di Merryn Hall all’inizio del Novecento, divenuta l’amante del nipote del proprietario ma allontanata una volta rimasta incinta. Mel e Patrick si avvicinano sempre più fino a innamorarsi, ma la completa felicità sembra irraggiungibile… Responsabile editoriale per la narrativa di una casa editrice londinese, Rachel Hore collabora con il Guardian, l’Independent on Sunday e Literary Reviews, e insegna Editoria presso l’University of East Anglia. Vive a Norwich, nel Norfolk, con il marito, lo scrittore D.J. Taylor, e i loro tre figli. Il suo primo romanzo, Una casa da sogno, è stato pubblicato con successo da Corbaccio.

Ricette per il cuore Dall’autrice della Dolcezza degli uomini, una deliziosa favola moderna ambientata sotto il sole della Provenza “A Stella piaceva da impazzire quando Gaspard faceva sciogliere lentamente nel gaspacho dei cubetti di ghiaccio aromatizzati alle foglie di basilico. Quando poi lei aveva veramente fame, Gaspard le preparava dei cibi più nutrienti, giocando sulle associazioni di sapori semplici: fettine di patate tiepide sulle quali aveva poggiato con amore dei petali di tartufo, carpaccio di capesante e di ricci di mare su un letto di rucola, condito con tre gocce d’olio d’oliva…” Il celebre cuoco Gaspard Coimbra è nauseato dal lavoro, dalla fama, dalla moglie e fugge in un paese sperduto vicino ad Avignone, facendo perdere ogni traccia di sè. Qui si imbatte in un casolare abitato da Stella, una bella ragazza terribilmente magra… E trova la vita che aveva sempre sognato. Simonetta Greggio è nata a Padova, ma risiede in Francia da più di venticinque anni. Scrive in francese perché è la lingua del paese dove ha scelto di vivere. Corbaccio ha pubblicato La dolcezza degli uomini e Passo dell’Angelo.


29_33_Corbaccio3

9-05-2009

10:07

Pagina 31

CORBACCIO

Stato di paura Da un grande scrittore, best seller in tutto il mondo, un thriller che tocca un argomento di grande attualità: il terrorismo internazionale Stoccolma 2008: in una retata notturna vengono arrestati nove presunti terroristi sospettati di progettare attentati contro la regina. Nonostante mesi di indagini non si raggiunge però alcun risultato definitivo; sembra infatti che ci siano grosse accuse ma prove insufficienti a giustificare la detenzione prolungata degli accusati. Il clima peggiora quando i servizi di sicurezza arrestano l’intera redazione di una rivista culturale curda, con l’accusa di voler pubblicare materiale riservato: secondo le fonti filogovernative il terrorismo è riuscito a infiltrarsi e a strumentalizzare il mondo dei media, mentre secondo i giornali di sinistra ci si trova di fronte a un enorme attacco alla libertà di stampa e di parola. Il giorno della chiusura del processo dei primi arrestati, conclusosi con condanne severissime nonostante l’esiguità delle prove, quattro veri terroristi entrano in un teatro e uccidono oltre cinquanta spettatori per vendicare la condanna dei “fratelli” innocenti… Ma fra gli agenti dei servizi di sicurezza c’è la bella agente Ewa Johnsén, determinata a scoprire la verità e timorosa che il vero nemico, in realtà, sia quello creato dai comportamenti razzisti e antidemocratici dei governi e dei media occidentali. Jan Guillou, nato nel 1944, vive a Stoccolma. Dal 1971 è autore di bestseller (oltre 5 milioni di copie nel mondo). Oltre alla tetralogia ribattezzata Il Romanzo delle Crociate (Il Templare, Il Saladino, La Badessa e L’erede del Templare), pubblicata con successo da Corbaccio, è autore della Fabbrica del male, un romanzo di formazione autobiografico, del noir Il mercato dei ladri e di Madame Terror, che fa parte della fortunatissima serie poliziesca che ha come protagonista l’ispettore Coq Rouge, sempre pubblicati da Corbaccio.

Coraggiosa e ribelle, Giovanna la Pazza “Accurato, appassionato, estremamente godibile, un romanzo storico perfetto.” Library Journal Provate a immaginare una donna giovanissima, di soli sedici anni, data in sposa per motivi politici. Provate a immaginare che abbia un padre re e una madre regina, ciascuno di un regno distinto, e che lei a sua volta diventi moglie di un re e madre di un futuro imperatore. Provate a immaginare che sia lei a raccontare la sua storia fatta di corti e di battaglie. Che sia lei a mostrarci attraverso il suo sguardo di bambina prima e di donna poi un mondo allo stesso tempo crudele e sfarzoso, devoto e pagano. E che le capiti l’incredibile fortuna di innamorarsi dell’uomo scelto per lei. Una breve parentesi di felicità e di calore che precede il più orribile dei tradimenti perpetrato proprio dalle persone che ama di più: suo padre e suo marito disposti a dichiararla pazza pur di sottrarle il trono di Castiglia ereditato dalla madre in linea diretta. Giovanna di Castiglia, ultima regina di sangue iberico a salire sul trono di Spagna è una figura leggendaria. Coraggiosa, ribelle alle imposizioni religiose, figlia, moglie e madre costretta a negare la sua essenza di donna nel tentativo di difendere il suo trono. Verrà imprigionata e costretta a vivere per quarantasei anni in condizioni durissime, fino alla morte, avvenuta nel 1555. Ma non si piegherà mai. C.W. Gortner è nato a Malaga, in Spagna, e vive in California. Ha studiato al New College of California, dove ha conseguito un Master in Fine Arts. Da sempre appassionato al Rinascimento, ha tenuto seminari universitari sulla storia del XVI secolo in Europa. Collabora con l’Historical Novels Review.

31


29_33_Corbaccio3

32

9-05-2009

10:07

Pagina 32

CORBACCIO

Viaggio al centro dell’universo: noi stessi Dall’autore di Una sedia per l’anima, un libro saggio e poetico, un vademecum indispensabile per migliorare la nostra vita In questo libro Gary Zukav pone domande fondamentali quali “Come posso amare senza timore?” “Come posso imparare a fidarmi?” “Come posso realmente cambiare?” fornendo risposte dal valore universale: 365 brani, uno per ogni giorno dell’anno, che ci offrono riflessioni e spunti per migliorare e arricchire la nostra vita. Il libro è diviso in due parti: la prima “Soggetti dell’anima” è composta da brevi capitoli che ci incoraggiano a esaminare le nostre esperienze sotto una luce nuova che possa cambiare la nostra vita; “Le domande dell’anima”, nella seconda parte, riguardano la ricerca di senso e di realizzazione, e hanno alla base il desiderio di una vita più profonda, con più soddisfazione e più amore. Ogni capitolo si chiude con una sfida al lettore a sperimentare ciò che è stato detto e a farlo proprio. Gary Zukav, cresciuto nel Midwest, si è laureato ad Harvard ed è stato ufficiale delle Forze Speciali dell’esercito degli Stati Uniti con servizio in Vietnam. I suoi libri sono arrivati tutti ai primi posti della classifica del New York Times. Corbaccio ha pubblicato: Storie dell’anima, Una sedia per l’anima, La danza dei maestri Wu Li, vincitore dell’American Book Award for Science, e, scritti con Linda Francis, Il cuore dell’anima e La mente dell’anima.

“Se potete sognarlo, potete anche conquistarlo.” Uno psicoterapeuta di fama mondiale, che ha venduto in Italia oltre 150 mila copie, ci spiega come realizzare la vita che vogliamo “Si ottiene ciò cui si pensa, che lo si voglia o meno: concentrate quindi i vostri pensieri su ciò che desiderate, piuttosto che sugli ostacoli che vi impediscono di realizzare i vostri desideri.” In questo libro, Dyer propone nove principi di comportamento, seguendo i quali riusciremo ad attrarre a noi quelle opportunità che ci aiuteranno a correggere il nostro eventuale stato di squilibrio. Siamo noi gli unici responsabili dello scarto tra i nostri desideri e ciò che realmente possediamo. E proprio per questo è possibile creare un nuovo equilibrio che ci consenta di ottenere ciò che desideriamo profondamente, dobbiamo soltanto far sì che i nostri pensieri concordino perfettamente con i nostri desideri: Dyer ci spiega in che modo. Wayne W. Dyer, psicoterapeuta e scrittore, è autore di numerosi libri di enorme successo in tutto il mondo. È stato professore associato alla St. John’s University di New York e insegna alla Wayne State University. Vive con la famiglia in Florida. Corbaccio ha pubblicato: C’è una soluzione spirituale a ogni problema, Che cosa volete davvero per i vostri figli?, Dieci segreti per il successo e l’armonia, Come fare miracoli nella vita di tutti i giorni, Credere per vedere, Inventarsi la vita, Il tuo sacro io, La voce dell’ispirazione e La saggezza del Tao.


29_33_Corbaccio3

9-05-2009

10:07

Pagina 33

CORBACCIO

33

L’uomo della roccia L’appassionante autobiografia di uno scalatore eccezionale, arricchita da splendide fotografie In queste avvincenti pagine, Alexander Huber copre tutti gli aspetti della sua vita: i suoi più grandi successi, i suoi obiettivi, le sue paure e contraddizioni, gli ostacoli e le avversita, e il rapporto ambivalente con il fratello: compagno di cordata, amico e grande antagonista al tempo stesso. Huber racconta di come è nata la passione per la montagna e l’arrampicata, dei conflitti che lo spingono a ricercare sempre nuovi limiti. E descrive, ovviamente, le sue spettacolari imprese, le molte vie che ha aperto su roccia, correndo rischi pazzeschi ma con risultati strabilianti. Il libro è arricchito da fotografie mozzafiato e da interviste della giornalista di montagna Karin Steinback ad Andreas Kubin (redattore capo della rivista di alpinismo Bergsteiger), al fratello di Alexander, Thomas, alla mamma Maria che parla delle sue paure e a Pepe Danquart, regista di Am Limit, il film documentario sui fratelli Huber.

“Alexander Huber è al momento il migliore tra tutti gli arrampicatori su roccia: ha scalato in solitaria la direttissima della Cima Grande senza alcuna assicurazione e senza possibilità di tornare indietro. Cinquecento metri di parete assolutamente esposta: un’impresa brillante compiuta con ineguagliabile eleganza. Così Huber ha dimostrato non di essere un giocatore d’azzardo, ma un maestro. La sicurezza proviene solo dall’abilità.” Reinhold Messner

Alexander Huber è nato nel 1968 a Trostberg, in Baviera. Introdotto alla montagna dal padre, fin da ragazzino ha cominciato ad arrampicare con il fratello Thomas, maggiore di due anni, con il quale ha costituito una cordata ormai divenuta leggendaria: gli Huberbuam. Alpinista, rocciatore e free-climber, uomo di montagna a trecentosessanta gradi, è diventato famoso soprattutto per le sue spettacolari prime e prime ripetizioni delle pareti più proibitive in tutto il mondo.

21 dicembre 2012: l’ultimo giorno della Terra? Il coautore del bestseller Le profezie dei Maya è tornato in America centrale e ha fatto nuove, inquietanti scoperte… Secondo gli antichi maya, l’attuale “Era del Giaguaro”, iniziata il 13 agosto dell’anno 3114 a.C., giungerà a compimento il 21 dicembre del 2012. Da oltre cento anni, quando cioè fu scoperto il sistema di calcolo del tempo dei maya, questa data stuzzica la curiosità degli studiosi. Nelle Profezie dei maya il fulcro delle teorie di Gilbert era la possibile conoscenza dei cicli delle macchie solari da parte dei maya, ma allora furono maggiori le domande suscitate delle risposte ai misteri indagati. Oggi, a distanza di oltre dieci anni, molte cose sono cambiate e molti progressi sono stati fatti. Alla luce di queste nuove informazioni l’antica profezia può essere, oggi, svelata. Autore delle Profezie dei Maya, Adrian Gilbert è uno dei più importanti studiosi nel campo dei misteri antichi. Con Robert Bauval ha scritto il Mistero di Orione, Segni celesti e Re pellegrini, pubblicati in Italia con successo da Corbaccio. Assieme a Maurice Cotterell aveva già affrontato, oltre dieci anni fa, il mistero delle profezie dei maya nel loro bestseller omonimo.


34-35_ok2

27-05-2009

15:10

Pagina 34

I maggiori successi dei Se non li avete letti non possono La fanfara di Bellano è nei guai: Evelindo Nasazzi, suonatore di bombardino, è bloccato in casa a suon di sberle dalla novella sposa Noemi, stanca di vederlo tornare a casa ubriaco… Equivoci e musica in un brillante romanzo di uno scrittore da oltre un milione e mezzo di copie vendute.

Il mondo in cui vive la sedicenne Zoey è molto simile al nostro, tranne che per un piccolo particolare: i vampiri sono sempre esistiti e convivono con gli umani. Il Marchio è il simbolo che li contraddistingue, e chi lo riceve deve frequentare la Scuola della Notte, per imparare a controllare i propri poteri.

Il racconto esilarante e feroce di un rapporto difficile: quello dell’autore con Dio. Sulla scia di Groucho Marx e Philip Roth, un memoir dissacrante, il ritratto irresistibile di una famiglia e di una comunità, la storia di una ribellione (quasi) impossibile.

Un thriller italiano che ha il passo e la forza dei migliori thriller americani. Una storia che non dà tregua, che esplora la zona grigia tra il bene e il male fino a cogliere l’ultimo segreto, il minimo sussurro. Un gioco di incubi celati, una continua sfida per la squadra investigativa guidata dal criminologo Goran Gavila…


34-35_ok2

27-05-2009

15:10

Pagina 35

primi mesi del 2009 * o mancare nella vostra estate

Un segreto tra due gemelle, un testamento inatteso, il destino che sta per compiersi: una storia che fa venire i brividi, emoziona, avvince e stupisce fino all’ultimo.

L’indiscusso maestro dell’avventura torna ai temi, ai luoghi e ai personaggi più amati dai suoi lettori con un romanzo travolgente, che celebra il trionfo della terra africana, le grandi passioni e, soprattutto, l’amore per l’avventura.

Dario Fo e Franca Rame raccontano a quattro mani la storia di Franca. Dal teatro girovago fino all’esperienza in Senato, la vita eccezionale di una grande italiana. Una meravigliosa storia con dentro tante storie.

Una storia d’amore struggente, emozionante, ricca di colpi di scena. Nell’inseguire un segreto che non può essere tradito, Bernhard Schlink ci regala un romanzo pervaso di passione e sensualità, e offre una riflessione di forte presa poetica sulla storia del nostro secolo.

* DAI TITOLI DEL LIBRAIO PIÙ VENDUTI DEI PRIMI MESI DEL 2009


36-37_Chiarelettere3

36

18-05-2009

18:11

Pagina 36

CHIARELETTERE

Le voci fuori dal coro “Gli italiani si dividono in due categorie: quelli che lavorano per Berlusconi e quelli che lo faranno.” The New York Times Dal 2006 al 2009, la storia in presa diretta di quello che siamo stati, e siamo, attraverso gli interventi di Marco Travaglio, le vignette di Vauro e le testimonianze dei giovani intervistati da Beatrice Borromeo nel programma Annozero di Michele Santoro, che ha avuto uno straordinario successo (5 milioni di spettatori a puntata). Dalla stagione del governo Prodi al nuovo governo Berlusconi, con crisi economica (e non solo). Una finestra aperta e libera, che questo libro propone a futura memoria. “Stasera parliamo di mafia, o meglio: di lotta alla lotta alla mafia.” “Viene un’inguaribile nostalgia per la mitica Tribuna politica: domanda, risposta, replica, risposta. Oggi sarebbe eversivo.” “Barbara Berlusconi: ‘Sono contraria al falso in bilancio’. Tutta suo padre, anche lui contrarissimo al falso in bilancio, al punto che l’ha abolito per legge.” “Bernard Madoff, ex bagnino ed ex presidente del Nasdaq: ‘Ringrazio la Corte perché mi dà la possibilità di raccontare i crimini che ho commesso e di cui mi vergogno’. Rischia fino a 150 anni di prigione. Il pm Francesco Greco ha spiegato che in Italia non sarebbe finito in galera.” In appendice: “Casa Rutelli” di Vauro. Tra i più recenti libri di Marco Travaglio, pubblicati da Chiarelettere: Mani sporche (con Peter Gomez e Gianni Barbacetto), Se li conosci li eviti (con Peter Gomez), Il bavaglio (con Peter Gomez e Marco Lillo); presso Garzanti: Per chi suona la banana e Montanelli e il cavaliere (riedizione aggiornata). Di grande successo il suo spettacolo teatrale Promemoria. Vauro è scrittore e vignettista. Tra i suoi romanzi più recenti: Kualid che non riusciva a sognare e Il mago del vento. Beatrice Borromeo è laureanda in giurisprudenza ed economia all’Università Bocconi. Tra il 2006 e il 2008 ha collaborato ad Annozero. Nel 2009 ha condotto un programma su Radio 105.

Andrea Camilleri: il racconto di un paese a rovescio Chi meglio del più popolare romanziere italiano può spiegarci che cosa sta accadendo? Questo libro propone i testi della rubrica “Lo chef consiglia” apparsa su l’Unità dal novembre 2008 fino agli ultimi giorni del maggio 2009: un commento appassionato e tagliente della cronaca quotidiana da parte di Andrea Camilleri in risposta alle sollecitazioni di Saverio Lodato. La prospettiva spesso rovesciata di Camilleri aiuta a dare una nuova profondità agli eventi che abbiamo letto e ci hanno accompagnato in questi mesi: la Chiesa di Tettamanzi e quella del Papa, l’infinita emergenza umanitaria, la tragedia del terremoto e la passerella elettorale, la censura e la cacciata di Vauro, il caso Englaro, la vergogna del biotestamento, la crisi economica e gli stipendi dei banchieri, le furbate del piccolo grande dittatore Berlusconi, il divorzio dalla moglie, le mafie che non finiscono mai... Andrea Camilleri è autore di moltissimi bestseller e della fortunata serie del commissario Montalbano. Molte le sue prese di posizione sulla realtà italiana. In questo libro affiora il paesaggio esistenziale, morale, storico da cui prendono spunto i personaggi dei suoi romanzi. Saverio Lodato è giornalista de l’Unità e autore di importanti libri sulla mafia. Presso Chiarelettere ha pubblicato Il ritorno del principe (con Roberto Scarpinato).


36-37_Chiarelettere3

18-05-2009

18:11

Pagina 37

CHIARELETTERE

37

Padroni del nostro futuro Un duro atto di accusa contro una categoria sempre in cattedra, che dovrebbe avere il coraggio di riformarsi Negli ultimi vent’anni gli economisti sono diventati una delle categorie più ascoltate e potenti. Dai loro ranghi sono emersi presidenti del consiglio, ministri, consiglieri dei governi, eminenti editorialisti e autori di bestseller. Ma veramente gli economisti hanno la sfera di cristallo? È a questa categoria che dovremmo affidarci per affrontare le sfide che ci pone il futuro? La crisi dell’economia mondiale del 2008, che gli economisti di tutto il globo, tranne alcune sporadiche eccezioni, hanno mancato di prevedere, ha aperto una crepa nella credibilità di questa categoria. Che ora passa sul banco degli imputati. A carico degli economisti si moltiplicano le accuse: si sono chiusi nelle loro astratte formule matematiche e hanno perso il contatto con la realtà. Si sono fatti affascinare dal Dio mercato senza curarsi delle regole necessarie per farlo funzionare. Hanno acquisito troppo potere. Parlano un linguaggio troppo tecnico e non sono stati in grado di farsi capire dalla gente. Con interviste, sondaggi e uno scrupoloso lavoro di ricerca, Roberto Petrini, giornalista de la Repubblica e autore di numerosi libri, mette alla sbarra una delle categorie più temute, rispettate e potenti. Roberto Petrini, giornalista de la Repubblica, segue quotidianamente i fatti di politica economica del paese. Ha denunciato in numerosi libri lo stato di crisi dell’economia italiana e la cattiva gestione che ne è stata fatta nel corso degli anni.

La Lunga Marcia verso il Belpaese Un viaggio fatto di storie e di testimonianze dirette alla scoperta dei cinesi e di come siamo diventati noi italiani Da lontano i cinesi sembrano solo schiene piegate sulle macchine da cucire e parole incomprensibili pronunciate mentre offrono l’ennesimo involtino primavera. Questo film-documentario racconta invece la loro quotidianità, e la straordinaria disciplina per farsi strada in Italia. Il viaggio parte da un concorso di bellezza, molto italiano ma per sole cinesi: Miss Little China, che ogni anno a luglio raccoglie a Venezia decine di ragazze provenienti da varie città italiane. Dalle storie che raccontano si arriva alle loro famiglie. A come e quando sono arrivati nel nostro paese, carichi di debiti e senza conoscere una parola d’italiano. Soprattutto, questo film-documentario fa vedere e sentire l’Italia di oggi. Da nord a sud: le voci di chi è convinto che i cinesi siano da cacciare via. E le “lezioni d’Italia” che un mediatore culturale cinese impartisce ai suoi connazionali appena arrivati, che mettono a nudo i veri costumi dell’italiano medio. Si dice che gli italiani hanno trovato sempre una via d’uscita quando tutti li davano per spacciati, dopo la guerra, negli anni bui del terrorismo e in quelli di tangentopoli. È l’arte di arrangiarsi e rimboccarsi le maniche. Oggi pare che quella forza sia andata perduta, e ce la troviamo invece fortissima negli altri, negli stranieri, in particolare nei cinesi. Più simili a noi, sebbene schiacciati da una quantità industriale di luoghi comuni. Riccardo Cremona ha frequentato la Scuola nazionale di cinema di Roma e ha lavorato come montatore per il cinema e per la tv.

Vincenzo de Cecco si è diplomato alla London Film School, ha diretto vari videoclip e cortometraggi prima di specializzarsi nel documentario.


38-39_Ponte2

38

27-05-2009

15:30

Pagina 38

PONTE ALLE GRAZIE

È ancora possibile la rivoluzione? Un saggio provocatorio di uno dei più controversi e interessanti filosofi europei La rivoluzione globale è una causa persa? I valori universali sono reliquie di un’età perduta o di un’epoca superata? Per paura dell’orrore totalitario che abbiamo alle spalle, siamo costretti a rassegnarci a una misera terza via fatta di liberismo in economia e di pura amministrazione dell’esistente in politica? Nella sua opera maggiore degli ultimi anni, che ha acceso feroci controversie nel mondo inglese e ne ha consacrato il successo presso un vasto pubblico, il cecchino filosofico Slavoj Zizek mira all’ideologia regnante, sostenendo che dobbiamo invece riappropriarci di numerose “cause perse” e cercare un nocciolo di verità nelle politiche totalitarie della modernità. Perché se è vero che i Terrori di Robespierre, di Mao e dei bolscevichi si sono rivelati catastrofici fallimenti, questo giudizio non racconta tuttavia l’intera storia: in ciascuno di essi è presente un’aspirazione di “redenzione”, che va del tutto persa nelle società liberaldemocratiche, con il loro (proclamato) rifiuto dell’autoritarismo e la loro (ipocrita) esaltazione di una politica soft, consensuale e decentralizzata. Le ricette? Zizek non lesina massimalismi e ripropone in declinazioni contemporanee, ma senza attenuazioni le categorie di giustizia rivoluzionaria e uguaglianza universale. Il risultato è una salutare staffilata d’utopia, un balsamo di rara forza per i nostri giorni angusti e le nostre menti rese asfittiche dal pensiero unico, un libro capace di guardare con occhi nuovi ai più vari fenomeni culturali e politici del mondo d’oggi e di farci “pensare l’impensabile” con strumenti impensati. Un libro che rischia molto, certo, e che sfida la possibilità della disfatta, in nome di quanto scriveva Samuel Beckett in Worstward Ho: “Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio”. V

V

V

V

V

V

Slavoi Zizèk oggi fra i più noti e discussi filosofi al mondo. Insegna all’università di Lubiana e in molti atenei americani ed europei. Tra le sue opere recentemente pubblicate in Italia: Il cuore perverso del cristianesimo, Contro i diritti umani, La violenza invisibile, La fragilità dell’assoluto.

Pagare con la vita la ricerca della verità La storia vera di Giovanni Spampinato, ucciso barbaramente a soli venticinque anni: un racconto toccante e personale che appartiene a tutti noi “C’era un campo di girasoli, e mangiavamo i semi ancora verdi. C’erano le mucche, e la sera facevano la ricotta... Il padrone di casa, o un suo figlio, era cacciatore. C’erano bei cani, ma molto seri. Un giorno legarono un cane in cortile, e stette lì forse per due giorni. Il cane ululava, si lamentava, era straziante. Ci dissero di non avvicinarci, aveva la rabbia. Poi lo abbatterono a fucilate. Ricordo l’odore della terra bagnata dagli acquazzoni estivi. Quell’odore mi inebriava.” Così, ricordando la propria infanzia, scriveva nel 1971 il giovane giornalista ragusano Giovanni Spampinato, in una tragica e involontaria profezia: fu ucciso poco tempo dopo in circostanze ancora non chiarite. Come corrispondente dell’Ora di Palermo indagava su un omicidio e aveva cominciato a rivelare un inquietante intreccio fra mafia, eversione nera e servizi segreti. Il fratello minore Alberto, anche lui giornalista, affida oggi a queste pagine un toccante e inquieto ritratto della sua famiglia di origine e un’inchiesta sulle vere cause della morte di Giovanni; ma al contempo vi raccoglie un’indagine personale e profonda sulla storia culturale e sociale della sua terra, la Sicilia, e del nostro Paese. Alberto Spampinato, mosso dal dolore ancora vivo e da un’inesauribile richiesta di verità, dà voce in questo libro commovente e lucidissimo a un dramma privato che appartiene a noi tutti. Alberto Spampinato è da dieci anni il quirinalista dell’ANSA. Ha iniziato l’attività giornalistica nel 1973 al giornale L’Ora di Palermo, di cui è stato capo della redazione romana.


38-39_Ponte2

27-05-2009

15:31

Pagina 39

PONTE ALLE GRAZIE

La forza di una piccola grande artista Una voce dimenticata del Novecento, una vita unica, intensa, al centro dei grandi avvenimenti che hanno segnato il secolo scorso, un memoir straordinario Un destino atipico, un’odissea che attraversa tutto il Novecento. Nata nel 1929, rimasta orfana e in balia della pubblica assistenza, la piccola Yvette Thomas passa di famiglia in famiglia nella dura Borgogna rurale fino al giorno in cui, nel 1942, viene notata da una coppia di parigini. I due, colpiti dal talento nel disegno della ragazzina, decidono di adottarla e la portano a Parigi. Si tratta di Yvonne e Christian Zervos, proprietari di gallerie, mecenati ricchi di amici più che di denaro e fondatori del Cahiers d’Art, rivista intorno a cui si raccolgono i più grandi artisti dell’epoca. Per la giovane Yvette comincia una nuova avventura in un nuovo mondo. La testimonianza di Yvette sul turbolento mondo artistico degli anni Cinquanta a Parigi è un documento di prim’ordine. Ma è l’itinerario spirituale quello che interessa alla bambina di Vézelay diventata la narratrice della propria vita, itinerario affidato a un testo forte che è a sua volta un diamante grezzo. Yvette Szczupak-Thomas è nata in Borgogna nel 1929. Artista, pittrice e scrittrice, è morta a Gerusalemme nel 2003.

“Un autoritratto sorprendente. La consacrazione di una scrittrice.” Le Figaro

Viaggio, dunque sono Dopo il grande successo di Vagabonding, una lettura avvincente per gli aspiranti travel writers e per i vagabondi, pantofolai e non Un libro che documenta i più audaci, divertenti e rivelatori viaggi del ‘Kerouac dell’Internet age’. Tra gli altri racconti, quello della volta in cui è rimasto senz’acqua nel deserto libico, di quando è precipitato nel set del film The Beach (che si stava girando in Thailandia, con Leonardo DiCaprio) e di come ha imparato i segreti del sesso tantrico in un improbabile ashram indiano. Marco Polo non ci è mai stato è più di un libro di intrattenimento che parla dei più meravigliosi angoli del mondo e delle più varie avventure: è anche una finestra sul modo in cui si viaggia e si scrive di viaggi. Alla fine di ogni capitolo un commento breve ma dettagliato spiega come vanno presentate le proprie esperienze e rivela i dettagli curiosi che si celano dietro ogni racconto di viaggio. Rolf Potts è nato a Wichita, Kansas, 32 anni fa. Dal 1994 gira il mondo con lo zaino sulle spalle e racconta le sue esperienze a New Yok Times Magazine, Salon.com, The Believer, Condé Nast Traveller, National Geographic Adventure, National Geographic Traveler. Ha un seguitissimo sito: http://www.rolfpotts.com/

“Il Jack Kerouac dell’Internet age.” USA Today

39


40-41_Tea4

40

27-05-2009

15:32

Pagina 40

TEA

Più forti di ogni crisi Un libro per rimanere padroni della propria vita nonostante le avversità In psicologia il concetto di “resilienza” si applica alle persone capaci di condurre una vita serena, nonostante i colpi avversi del destino o un’infanzia difficile. Gli individui dotati di resilienza non crollano dinanzi a una crisi, ma ne escono arricchiti interiormente. Sono ottimisti e realisti, si assumono le proprie responsabilità, confidano nelle loro capacità e sanno cercare appoggio quando serve. Soprattutto: la resilienza si può imparare, anche da adulti. Come fare è Moritz Huber a insegnarcelo, grazie a questo libro, a metà tra favola e manuale, che racconta la storia del libraio Friedrich Spät, che invita i proprio collaboratori a una giornata allo zoo. La storia del piccolo orso bianco (liberamente ispirata all’orso Knut dello zoo di Berlino) che affronta con successo il suo difficile ingresso nel mondo, darà il via a una discussione tra i partecipanti della gita sulle possibilità di gestire le situazioni critiche, sia personali che lavorative, e dimostra come utilizzare una serie di strategie concrete per superare i periodi di crisi, e uscirne più forti. Il dottor Moritz Huber, nato nel 1960 in Germania, è consulente aziendale nell’ambito delle risorse umane. Terminati gli studi di psicologia ed economia, ha lavorato in diverse multinazionali prima di mettersi in proprio come coach. La strategia dell’orso bianco è il suo primo libro.

Un fenomeno inarrestabile: dopo aver ucciso i fermenti lattici e aver aperto quella porta, Chuck Norris si prepara a nuove imprese impossibili… I facts di Chuck Norris ormai sono un genere letterario: ecco un estratto dal terzo libro della saga. Il ministro Gelmini ha trovato il modo di far accettare il maestro unico: sarà Chuck Norris. Gene Kelly cantava sotto la pioggia perché Chuck Norris lo aveva chiuso fuori. Quando dipinge, la tecnica preferita di Chuck Norris è odio su tela. Un giorno, andando al cinema, Chuck Norris ha vinto l’Oscar come miglior spettatore. La banda ADSL di Chuck Norris è composta da 36 musicisti di fama internazionale. Nel prossimo film da Sex and the City, avrà un ruolo importante anche Chuck Norris. Interpreterà il sesso. Mist & Dietnam (al secolo Riccardo Bidoia e Massimo Fiorio) sono gli ideatori di www.welovechucknorris.com, visitatissimo blog italiano con oltre cinque milioni di visitatori singoli, che ha portato in Italia i facts di Chuck Norris, uno dei più incredibili fenomeni comici globali delle Rete.


40-41_Tea4

27-05-2009

15:32

Pagina 41

TEA

41

Estremi, visionari, fulminanti: i nuovi racconti del maestro italiano dell’Apocalisse Dopo Armageddon, il secondo volume di racconti di uno degli eroi solitari della nostra scena letteraria Potere delle istituzioni e dominio della criminalità: abbraccio mortale ormai consumato. Politica-spettacolo a base di sangue & budella: un dilagare in prime time dagli schermi televisivi alle strade delle città. Devastazione delle coscienze e giustizia fai-da-te insanguinata dalla follia e dalla vendetta: fatto compiuto. Ansia di redenzione collettiva: ennesimo show che si distorce nelle fiamme del rogo. Benvenuti nel mondo alla rovescia: il mondo in cui viviamo facendo finta di guardare dall’altra parte, il mondo che ci sbattono in faccia le storie di Hellgate, la nuova antologia di racconti di Alan D. Altieri. Guida in questo in questo viaggio “al confine dell’inferno” è un personaggio molto scomodo, Andrea Calarno. Già commissario capo della Omicidi, ora comandante del Dipartimento speciale investigativo, eroe solitario sull’orlo del baratro che non esita a guardare in basso, diventando un consapevole “scrutatore della morte. Forse la sola cosa che abbia mai conosciuto. Assieme a tutte le strutture della distruzione”. Accanto ai primi cinque racconti, interamente riscritti dall’autore, torreggia il potente inedito finale, Tutti al rogo!, scritto espressamente per questo volume. Come ci avverte Altieri, un “non-luogo da binario morto, dove la politica è un manicomio criminale, la religione è un delirio perverso, l’etica è un reality tossico”. Benvenuti quindi oltre il confine dell’inferno! Alan D. Altieri, milanese, ingegnere, è vissuto a lungo a Los Angeles, lavorando per il cinema come sceneggiatore. Nelle edizioni TEA sono apparsi, tra gli altri, Città oscura, Città di ombre, Ultima luce, Kondor (Premio Scerbanenco 1997), L’uomo esterno, i tre romanzi della saga storica di Magdeburg, i romanzi dedicati al personaggio dello “Sniper” Russell Kane e il primo volume di racconti Armageddon.

Sconsigliato ai minorenni Pazzesco e spudorato, un vero fenomeno editoriale, da tre anni nella classifica del New York Times Le avventure di Tucker Max cominciano tutte allo stesso modo: alticcio! Ma è impossibile sapere come finiscono, perché tra la prima e l’ultima birra può succedere di tutto. E quando Tucker e i suoi amici raggiungono l’ultimo stadio della famosa “Scala di Tucker Max ubriaco” si salvi chi può. Tucker, arrivato a quel punto, non riuscirà più a mettere a fuoco nemmeno le maniglie delle porte, figuriamoci trovare le chiavi della macchina, e nel frattempo avrà di certo rimorchiato qualche tipa (più è ubriaco, più sarà brutta o grassa), avrà vomitato un paio di volte in modo incontrollabile e si sarà incazzato con tutti, anche con oggetti inanimati (generalmente insultandoli ad alta voce). Poi si sveglierà in qualche posto che non ha mai visto prima e che non riconosce e magari a fianco di una di cui non ricorda nulla… Ma una cosa è certa: il divertimento è totale, anche e soprattutto per i suoi lettori. Tucker Max, americano, laureato in legge all’Università di Chicago, ha passato gran parte del periodo di studente scrivendo sul suo blog tuckermax.com, guadagnandosi la celebrità raccontando le sue avventure esagerate e assurde. Attualmente vive a New York e quando non sta bevendo o fornicando, continua a scrivere. Questo libro presto sarà un film.


42-46_salani def

42

27-05-2009

15:27

Pagina 42

SALANI

“Un’allegra (ma non solo) e scanzonata confessione… dove si parla di tradimento e dintorni”. Corriere della Sera Magazine Come sopravvivere alle corna ed essere gratificati da una relazione: uno straordinario punto di vista Le corna sono la ricchezza della casa, dice un antico proverbio. Siamo tutte d’accordo? Parrebbe di sì, dal momento che, secondo alcune recenti statistiche, nella corsa al tradimento le donne hanno ormai raggiunto gli uomini. Ma cosa succede se si fa parte della maggioranza silenziosa (e cornuta)? Con il suo humour irresistibile e la sua personalità spumeggiante, Rosita Celentano racconta la sua esperienza di donna amata e innamorata, sempre alla ricerca di un rapporto non perfetto ma vivo e vitale, accidentato e profondo, costellato di cambiamenti vissuti però con l’ottimismo e la tenacia di chi nei sentimenti ci crede ancora. Una riflessione sul tradimento che diventa così lo spunto per un’analisi della vita di coppia, sempre più insidiata dal cinismo e dall’ipocrisia, che mette in competizione uomini e donne e li spinge ad abbandonare il sogno di vivere un giorno l’amore vero, quello fatto di passione e abitudini, di tenerezze e di scenate, di errori e di perdono. Ma soprattutto, fatto da uomini e donne in carne e ossa, che non si fanno condizionare dalle mode e che cercano onestamente il meglio per l’altro e per se stessi. Rosita Celentano, classe 1965, milanese, inizia la sua carriera di attrice nel 1974, recitando in Yuppi Du al fianco del padre Adriano. Da allora alterna la scrittura di programmi e sceneggiature con l’attività nel cinema e in televisione, presentando tra l’altro il Festival di Sanremo del 1989 insieme a Paola Dominguin, Gian Marco Tognazzi e Danny Quinn e tre edizioni del Sabato del villaggio su Rete4; dal 2000 al 2001 fa parte del cast di Domenica In su RaiUno e nel settembre del 2001 esordisce nel suo primo talk-show su La7, Tema, interamente scritto e condotto da lei. Del 2006 è la partecipazione a Reality Circus, mentre dal 2007 al 2008 scrive e conduce il programma Senza vergogna su RTL 102.5.

Tre uomini e… tre mamme! Matt ha un prestigioso lavoro presso un’altrettanto prestigiosa rivista (che si chiama Bocce!) ed esce con ragazze che hanno la metà dei suoi anni. Paul vive in una misteriosa comune, ed è terribilmente elusivo con la madre sulla propria vita privata. Daniel passa i sabato sera rintanato nel suo appartamento a leggere romanzi e chiedersi piagnucolando cosa non abbia funzionato con la sua ex. Secondo Carol, Helen e Gillian, le rispettive madri, questo non è esattamente i massimo della vita, e decidono di passare all’attacco: faranno irruzione nelle cose dei rispettivi figli e si fermeranno – rigorosamente non invitate – da loro per una settimana… William Sutcliffe è nato a Londra nel 1971 ha raggiunto il successo con L’esperienza (Salani), nato da un lungo soggiorno in India e in Nepal, tradotto in dieci lingue. Per Salani ha pubblicato anche L’esagono no.

“Una toccante e divertentissima riflessione sull’incomprensione tra i sessi, tra le generazioni e intorno al tavolo della cucina”. Financial Times


42-46_salani def

27-05-2009

15:28

Pagina 43

SALANI

BANG! Una storia esplosiva e bizzarra come le invenzioni del dottor Prottor! “Un modo imprevedibile e irresistibile di affrontare il mondo come finora ha fatto soltanto Dahl”. Roberto Denti Il dottor Prottor è uno scienziato pazzo. O quasi. Da tempo sta cercando l’invenzione del secolo e dopo l’incontro con Tina e Bulle, due ragazzini suoi vicini di casa, sembra che il suo sogno si stia per realizzare: insieme hanno scoperto una polvere per fare puzzette esplosive, assolutamente non puzzolenti, così potenti da rompere i pantaloni, spalancare le porte e, a volte, far finire la gente sugli alberi. Ma non hanno fatto i conti con i due grassi e truci gemelli Tronz, per non parlare del Buco della Morte, dell’intricato sistema fognario di Oslo e soprattutto dell’affamato anaconda che vi abita. Personaggi assurdi e indimenticabili, una folle corsa dell’immaginazione degna di Roald Dahl, un conto alla rovescia verso un finale col botto. Jo Nesbø è un giallista norvegese famoso in tutto il mondo. Ispirato dai suggerimenti della figlia di otto anni, con Il dottor Prottor e la Superpolvere per Petonauti fa il suo ingresso nella letteratura per ragazzi, dove viene subito paragonato ad Astrid Lindgren e a Roald Dahl e selezionato per i più prestigiosi premi letterari norvegesi. I diritti del Dottor Prottor sono stati già venduti in 18 Paesi.

“Jacqueline Wilson, una superstar della letteratura”. Independent Ancora una volta la mamma di Tracy non ce l’ha fatta. Qualche impegno improrogabile l’ha trattenuta a Hollywood. D’altra parte Tracy la capisce benissimo: essere una diva del cinema è un lavoro a tempo pieno, non si può saltare sul primo volo per l’Inghilterra solo per vedere lei! Ma se ci fosse un’occasione speciale… per esempio la recita della scuola in cui Tracy impersonerà niente meno che Scrooge, il protagonista del Canto di Natale di Dickens! Ce la farà la sua bellissima mamma ad arrivare in tempo per vederla recitare? E lei riuscirà a calarsi completamente nella parte di quel vecchietto scontroso e brontolone? Se conoscete quella rompiscatole di Tracy sapete già la risposta… Non perdetevi lo spettacolo! Jacqueline Wilson è l’autrice che più è riuscita ad avvicinarsi a quel mondo meraviglioso e terribile che è l’adolescenza, descrivendola con magistrale sapienza carica di humor e lucida comprensione. I suoi libri, venduti in milioni di copie in tutto il mondo, sono stabilmente ai primi posti delle classifiche internazionali.

Bambine che saltano gli ostacoli: in edizione tascabile i grandi successi di Jacqueline Wilson

43


44_salani

44

27-05-2009

15:21

Pagina 44

SALANI

Il mondo di Sofia della pittura Un libro che arriva dal Nord, un’avventura entusiasmante attraverso i secoli, un tuffo nella vita dei grandi pittori che hanno scritto la storia dell’arte Se è proibito toccare i quadri nei musei, un motivo c’è. Forse Lydia non avrebbe allungato la mano oltre il cordone di sicurezza, se avesse saputo in quali guai sarebbe finita. Ma non avrebbe incontrato né Rembrandt, né Leonardo da Vinci, né Dalí; non avrebbe appreso i segreti della loro arte passando letteralmente di quadro in quadro; e non avrebbe assaporato la vita nella Firenze del Rinascimento, nella corte spagnola del Seicento, o nella Parigi di fine Ottocento. Fortunatamente, però, certi divieti sono fatti per essere infranti, certe cose devono accadere. Lydia era destinata a toccare quel dipinto e questo libro doveva essere scritto. Finn Zetterholm è nato in Svezia nel 1945. È scrittore, paroliere e cantante. Dotato di un talento multiforme, ha scritto molti libri, tra cui alcune raccolte di canzoni e filastrocche. Il segreto di Lydia è stato pubblicato per la prima volta nel 2004 ed è stato tradotto in diverse lingue.

“Un piccolo gioiello… Finn Zetterholm riesce a infondere nella sua storia la stessa vitalità di Tracy Chevalier nella Ragazza con l’orecchino di perla”. Dagens Nyheter

Mistero e avventura nell’età vittoriana Dal grande Philip Pullman, uno straordinario romanzo arricchito da disegni e fumetti, con uno sgangherato supereroe Tre fratellini chiusi in un orribile orfanatrofio decidono di fuggire e imbarcarsi per l’America. Ma uno di loro viene rapito da un losco malvivente, che chiede come riscatto un prezioso medaglione, l’unico ricordo che i tre hanno dei loro genitori. Per fortuna in loro aiuto accorre un supereroe strampalato, Jack dai tacchi a molla, che non solo salverà loro, ma anche tutti gli orfani dell’orfanatrofio dai crudeli gestori e troverà anche i genitori dei tre fratellini: più supereroe di così! Philip Pullman è uno dei più grandi scrittori inglesi viventi. Con La bussola d’oro ha vinto la Carnegie Medal e il Guardian Children’s Fiction Prize. Nel 2005 ha vinto il Premio Astrid Lindgren Memorial, considerato il Nobel della letteratura per ragazzi. La bussola d’oro, da cui è stato tratto il film di Chris Weitz con Nicole Kidman e Daniel Craig, è stato nominato il migliore tra i libri vincitori della Carnegie Medal negli ultimi settant’anni. Tutti i suoi libri sono pubblicati in Italia da Salani.

“Philip Pullman è indiscutibilmente uno dei più grandi autori per ragazzi dei nostri tempi”. The Times


42-46_salani def

27-05-2009

15:29

Pagina 45

SALANI

45

Da oggi i libri della tua vita hanno una doppia vita… perché leggere un libro è un piacere, farselo leggere ancora di più Sofia Amundsen è una ragazzina dalla vita per niente straordinaria. Tutto cambia quando cominciano a spuntare strane domande dalla sua cassetta delle lettere… La più divertente storia dell’uomo e del suo pensiero che sia mai stata scritta: un “thriller filosofico” che conduce il lettore, come per gioco, dai presocratici a Sartre. solo in formato MP3

Solo Antonio José Bolívar, che vive ai margini della foresta amazzonica ecuadoriana, potrà uccidere il tigrillo, il felino che, accecato dal dolore per l’inutile sterminio dei suoi cuccioli, si aggira minaccioso a vendicarsi sull’uomo. Un canto d’amore per l’ultimo luogo in cui la terra preserva intatta la sua verginità.

Il libro che raccoglie gli insegnamenti all'origine del fenomeno The Secret. Tutto ciò che vi serve sapere sulla vita e su come farla funzionare. Tutti gli strumenti che vi servono per creare le esperienze che avete sempre voluto.

Nel secondo libro delle avventure di Harry Potter, J.K. Rowling supera se stessa, arricchendo il suo universo fantastico di personaggi indimenticabili e di trovate esilaranti. Harry e i suoi amici sfidano oscure magie e terribili mostri, parlano con i gufi e viaggiano in automobili volanti, in un percorso magico dal ritmo incalzante e dalla sequenza infinita.

Tre romanzi brevi nati dalla tragedia di chi, disperatamente innamorato della Germania e della sua cultura, nel 1933 se ne vide improvvisamente allontanato in nome di una motivazione aberrante come quella razziale. Tre gioielli di prosa che si illuminano vicendevolmente riuscendo a trarre una musica semplice e malinconica dalla tragedia di un’intera civiltà. anche in formato MP3


42-46_salani def

46

27-05-2009

15:29

Pagina 46

SALANI

Per non dimenticare mai Un libro e un cd per ripercorrere le grandi tragedie dell’umanità Grandi nomi del panorama musicale e letterario della scena italiana si sono uniti per dar vita a un grandioso progetto che intende utilizzare l’arma della musica, l’emozione, per tradurre in canzoni le più terribili tragedie dell’umanità. Le canzoni sono nate dai testi di Marco Vichi, musicate da Nicola Pecci. Il nome del gruppo è Dago, dal termine dispregiativo che indicava gli emigranti negli Stati Uniti all’inizio del Novecento. Tra gli altri artisti che hanno partecipato al progetto: Stefano Bollani, Ginevra Di Marco, Arturo Stalteri, AmbraMarie di XFactor, Cisco e Piero Pelù, che è anche l’editore musicale e uno dei promotori del

progetto. Le dieci canzoni illustrano aspetti della storia dall’Ottocento a oggi, e vanno da Grande Spirito, sullo sterminio dei pellirossa, a Addio amore, sull’emigrazione africana, passando per In mezzo al mare, sui drammi vissuti dai bambini, comunque vittime dei conflitti. Il libro è un percorso di approfondimento che con poesie, saggi, racconti affronta i temi trattati dalle canzoni; riporta, tra gli altri, scritti di Massimo Carlotto, Bernardine Evaristo, Joy Harjo, Luca Scartini, Ingiaba Scego, Hamid Ziarati. L’introduzione è di Carlo Lucarelli. Parte del ricavato delle vendite sarà devoluto a

La coppia più comica del mondo Chi non li conosce? Chi non ha riso alle loro gag, non ha cantato il motivetto dei loro film, non ha ripetuto l’indimenticabile “arrivedòrci”? Vere e proprie icone della comicità, Stanlio e Ollio continuano a far ridere le nuove generazioni come le vecchie. Dalla trasmissione loro dedicata, ideata e condotta da Giancarlo Governi e andata in onda sulla Rai, finalmente arriva in libreria il cofanetto con libro e DVD. Oltre quattro ore di trasmissione (anche in versione inglese), due DVD per ripercorrere la vita e il successo di Stanlio e Ollio, con filmati originali, spezzoni dei film, e le testimonianze di John McCabe, il loro biografo, Hal Roach, il loro produttore e Martin Hatley, il compositore di tutte le musiche. Il libro riporta brani, citazioni e lettere tratti dalla biografia ufficiale di John McCabe, e numerose testimonianze esclusive raccolte da Governi, tra cui quella di Alberto Sordi. Giancarlo Governi lavora in Rai dal 1967, con incarichi come caposervizio programmi speciali e dirigente coordinatore di Rai 2, di cui è uno dei fondatori. È coautore, tra l’altro, dell’indimenticabile Supergulp.


47_vallardi

27-05-2009

15:12

Pagina 38


48_Anticipazioni2

48

29-05-2009

15:00

Pagina 48

NEWS

E NEL PROSSIMO NUMERO... Vikas Swarup, Sei sospetti Chi ha ucciso Vicky Rai, odioso figlio del potente primo ministro dell’Uttar Pradesh, colpito a morte durante uno sfarzoso party dato per festeggiare la sua assoluzione dopo un processo farsa? Sei dei suoi ospiti avrebbero tutti un ottimo motivo: sei sospetti, sei moventi; ma come sempre la verità non è così semplice da trovare. Il nuovo romanzo dell’autore di Le dodici domande, da cui è stato tratto il film dell’anno: The Millionaire. Torben Guldberg, Tesi sull’esistenza dell’amore Troppo vecchio e stanco per amare, ma impossibilitato a morire: per secoli la voce narrante di questo straordinario romanzo ha girovagato per l’Europa, raccontando le forme dell’amore. Ma ora, alle soglie del Cinquecento e della “rinascita”, ha deciso di fermarsi. Non è più tempo di narrare, ma di ascoltare. Così, per cinque secoli, raccoglie le storie d’amore più significative. Quelle capaci di cogliere l’essenza stessa dell’amore e, al contempo, l’essenza del secolo in cui si svolgono.

Luis Sepúlveda, L’ombra di quel che eravamo In un vecchio magazzino di Santiago, tre sessantenni aspettano impazienti l’arrivo di un uomo. Sono ex militanti di sinistra che hanno fatto parte della guardia personale di Allende, costretti all’esilio o alla clandestinità dopo il golpe di Pinochet. Nell’attesa si raccontano, con nostalgia e ironia, le fughe, le sconfitte, le lotte e le ragioni dei loro anni giovanili. Il ritorno al romanzo del grande Sepúlveda. Marco Buticchi, Il respiro del deserto Una nave in disuso è ormeggiata in un porto italiano, dimenticata da tutti. Eppure si tratta di un’imbarcazione importante, che è stata la “Casa Bianca galleggiante” del trentatreesimo presidente degli Stati Uniti, Harry Truman, un uomo che ha custodito molti segreti del suo tempo. L’acquista Oswald Breil, interessato a scoprire se tra le sue paratie si celino ancora alcuni di quei segreti. Non rimarrà deluso, e l’avventura che si apre lo porterà sulle tracce di Gengis Khan…

Il Libraio, pubblicazione periodica gratuita del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, è pensato per informare, intrattenere e divertire gli amanti del libro. La rivista viene distribuita in tutte le librerie italiane e viene consegnata a casa, senza alcun costo, a quanti sottoscrivono l’abbonamento on-line sul sito www.illibraio.it/abbonamento o ritagliano, compilano ed inviano il coupon sotto riportato al seguente indirizzo: Ufficio Marketing - Abbonamento Libraio - Gruppo editoriale Mauri Spagnol Via Gherardini 10, 20145 Milano

a Desidero ricevere gratuitamente a casa IL LIBRAIO (scrivere in stampatello; spedire entro il 15-7-2009. Offerta valida solo in Italia)

STRAPPARE LUNGO IL TRATTEGGIO

Nome

Cognome

Via C.A.P.

Località

Nato il

Sesso

Ho trovato IL LIBRAIO

Provincia ( M

Fiii

)

E-Mail

In libreria Allegato a Altrove (Specificare)

Desidero ricevere a casa anche altre informazioni editoriali

SI

NO

FIRMA LEGGIBILE Ai sensi dell’art.13 del D.Lgs 196/2003 i dati rilasciati saranno utilizzati ai soli fini statistici nonché per promuovere le iniziative editoriali del Gruppo. Titolare del trattamento dei dati è il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol Spa - Via Gherardini, 10 - 20145 Milano - Tel. +390234597650 a cui l’interessato potrà rivolgersi per esercitare tutti i diritti previsti dall’art. 7 del D.Lgs e richiedere la sospensione dell’invio di materiale informativo.

Da gennaio è disponibile anche una versione on-line del periodico. Nel corso del 2009 il sito www.illibraio.it si trasformerà e amplierà dando la possibilità a quanti amano la lettura di partecipare attivamente alla realizzazione del magazine attraverso recensioni, segnalazioni e suggerimenti. VISITA IL SITO: WWW.ILLIBRAIO.IT SIAMO IN ATTESA DEL TUO CONTRIBUTO.

#


Il Libraio - Giugno 2009