Page 1

ilGrilloParlante

ilGrilloParlante - XVII, 3

ICS via Tolstoj - Desio

Anno XVII, numero 3 - 14 dicembre 2013

pagina 1

Istituto Comprensivo Statale via Tolstoj scuola dell’Infanzia - Primaria - Secondaria di 1°g Desio

Anche a Desio arriva il

Natale

… NATALE STA ARRIVANDO “Ricorda se non riesci a trovare il Natale nel tuo cuore, non potrai trovarlo sicuramente sotto un albero”

I Attualità

Charlotte Carpenter

è un esempio Q uesto di come dovremmo vivere il Natale, con amore e generosità. Un tempo questi valori erano molto più considerati di oggi, in quanto ora si pensa solo al benessere materiale. Il consumismo ha fatto comparire le pubblicità natalizie molto prima degli anni scorsi, anche per distogliere il pensiero della crisi economica dalle menti delle persone e in modo da aumentare gli incassi. Anche i film influenzano il Natale in modo negativo, soprattutto fra i giovani, il cosiddetto “cinepanettone” contri(Continua a pagina 8)

Consiglio Comunale Ragazze & Ragazzi

A

nche quest'anno è ripartito il “Consiglio comunale delle Ragazze & dei Ragazzi” con molte novità! Innanzitutto se ne occuperanno due nuovi insegnanti: il professor Lauria e la professoressa D'Agostino. Della nostra scuola ci sono sei nuovi consiglieri: Ilardi Swami - 2^B, Diego Dessì 3^B, Giorgia Pizzol - 2^D, Francesco Benelle - 2^D, Ferdinando Pecora - 2^A, Luis Diego Durante - 2^C, i quali si uniscono a Valentina Romanato, già eletta il precedente anno. Tra i molti cambiamenti, c'è stata anche una modifica del regolamento per esempio, solo gli eletti di terza possono ricoprire la carica di Sindaco, inoltre ogni due mesi i consiglieri di ogni scuola devono fare un resoconto

degli incontri ed esporlo nella bacheca. Una delle cariche più importanti è stata affidata alla consigliera della Pertini Valentina Romanato, che è stata eletta vicesindaco, mentre sindaco è stato nominato Federico Pilastro della scuola Pirotta.

n questi giorni Desio si sta preparando al Natale, sono orami comparsi diversi addobbi! È arrivato davanti alla basilica un maxi pino ancora tutto da ornare e, come tutti gli anni, la zona del centro è stata decorata con le tradizionali luminarie. Si sta cercando di attirare l'attenzione degli abitanti, anche dei paesi vicini, nel tentativo di provare a far divertire grandi e piccini indossando l'abito festoso del Natale. Voletete respirare aria natalizia? Desio offre una giostrina riscaldata per bambini e per i più grandi, come lo scorso anno, una pista di pattinaggio în Piazza Don Giussani! (continua a pagina 6)

(continua a pagina 8)

ALL'INTERNO

2-3

Raccordo Primaria - Secondaria

4

Laboratorio di Canto

4

La Biblioterapia

5

Una morte inattesa

6-7

Natale per tutti i gusti (Continua a pagina 8)


pagina 2

ICS via Tolstoj - Desio

ilGrilloParlante - XVII, 3

scuola DALLA SCUOLA dalla scuola DALLA SCUOLA dalla scuola DALLA SCUOLA dalla scuola DALLA SCUOLA dalla

Raccordo 5^ primaria - 2^Media 2013

I

l 25 Novembre abbiamo accolto i bambini di 5 elementare di via Dolomiti. I bambini all'inizio sembravano spaventati ma poi, dopo aver svolto le varie attività ci sono sembrati più tranquilli. Durante gli spazi della mattina non abbiamo assistito alle solite spiegazioni dei proff ma abbiamo svolto giochi e lavori che hanno fatto capire ai bambini cosa faranno i prossimi anni: ad esempio in scienze motorie abbiamo giocato a pallamano, in inglese abbiamo colorato le bandiere delle regioni della Gran Bretagna, in musica abbiamo cantato, in scienze

bambini sono andati via eravamo molto dispiaciuti ma anche stanchi a causa della loro vivacità. Pensiamo che si siano divertiti e che l'anno prossimo li vedremo affrontare il loro primo anno di scuola media proprio nel nostro Istituto. Ci siamo divertiti molto anche noi (e non per aver saltato un giorno di lezione!!) e speriamo che abbiamo usato il limone come questa esperienza abbia inchiostro invisibile e a giochi di insegnato qualcosa sia a noi che a parole abbiamo fatto una scheda loro. con diversi giochi. Secondo noi Martina Gili - 2^A & siamo stati dei buoni tutor, al Alice Savio, Gabriele Ardia - 2^B contrario di quelli che ci avevano accolto 2 anni fa. Quando i

Laboratorio di Canto

C

ome tutti gli anni la professoressa Godino proporrà uno spettacolo di Natale preparato durante le ore del laboratorio di canto. Questa attività coinvolge i ragazzi e le ragazze che hanno voglia di esprimersi e di superare la paura di esibirsi davanti a tutti. Dai dati che abbiamo raccolto, risulta che questo è tra i laboratori maggiormente richiesti. Durante la prima lezione la professoressa ci ha fatto fare dei vocalizzi per capire il timbro di voce di ognuno e riuscire così a dividerci in tre gruppi. Per allenare la voce e migliorare

quanto avrete imparato e per il risultato finale. Quest'anno non sarà più come prima, al posto delle solite canzoni faremo uno spettacolo con vari brani di diversi musical. Non vi sveliamo tutto, dovrete aspettare il 14 dicembre per

GODERVI LO SPETTACOLO! l'esecuzione dei brani la nostra insegnante ci fa fare dei rientri extrascolastici, quindi, se vorrete partecipare in futuro a questo laboratorio, vi consigliamo di avere voglia di impegnarvi, ma siate certi che avrete tante soddisfazioni per

dalle ore 12,00 in auditorium

A. Monteforte & C. Romeo - 3^B


ilGrilloParlante - XVII, 3

ICS via Tolstoj - Desio

pagina 3

scuola DALLA SCUOLA dalla scuola DALLA SCUOLA dalla scuola DALLA SCUOLA dalla scuola DALLA SCUOLA dalla

raccordo

2^A xTni - 5^A via Dolomiti 25 novembre 2013

C

aro diario, oggi c’è stato il raccordo con le classi quinte della scuola primaria di via Dolomiti. La nostra classe è stata incaricata di “accudire” i bambini della 5^ A. Durante tutta la visita Sofia si è dimostrata curiosa e interessata alle varie attività. Lo rifarei tutti i giorni solo per saltare le lezioni (Alberto)

nonostante ciò abbiamo fatto subito amicizia. Durante la visita della scuola mi ha fatto un sacco di domande e mi ha fatto piacere rispondergli e spiegargli l’utilità dei laboratori (Davide G.) iamo scesi nel laboratorio di robotica, il più bello secondo me, ai ragazzi è piaciuto molto e io ho fotografato le loro facce stupite (Riccardo) opo il gemellaggio (ogni ragazzo di 5^ viene affidato a uno di 2^ media, che gli farà da tutor), abbiamo cominciato subito a visitare la scuola: man mano che visitavamo le aule, uno dei miei compagni ne descriveva l’uso (anch’io ho parlato: ho descritto il laboratorio di informatica). Secondo me è stata un’esperienza magnifica (Andrea N.) uando i bambini di 5^ sono andati a casa eravamo esausti ma contenti della bella giornata trascorsa. Mi sono divertita molto, penso di essere stata una buona tutor e di aver spiegato bene a Emanuele quello che voleva sapere (Martina G.) a “piccola” che mi è stata affidata si chiamava Emanuela (molto carina, ma non fa al caso mio!), nel torneo di figurine è riuscita a battere il cosiddetto campione in carica (il prof Como). Quella di oggi è stata un’esperienza fantastica, non la dimenticherò mai, mi ha segnato il cuore (Christian)

S

D

Q

O

ggi è stata una giornata faticosa, ma anche gioiosa e carina. Si vedeva benissimo che i bambini erano nervosissimi, sono riuscita a capirlo perché ho vissuto anch’io questa esperienza due anni fa. Il prof Como per tranquillizzarli ha fatto tante battute. In “Giochi di parole” con la prof Morandi non sono riuscita a suggerire molto a Francesco perché non mi venivano in mente tante parole, o quelle che gli dicevo non gli piacevano. Ho voluto dare il mio massimo: ho fatto tutto quello che avrei voluto vivere io quando ho fatto io il raccordo. Secondo me abbiamo trattato i bimbetti meglio di come eravamo stati trattati noi due anni fa (Mukarma) ogni ragazzo delle medie è stato abbinato uno delle elementari; al sottoscritto è toccato Edoardo, un ragazzo più piccolo di due anni, ma alto quanto me!) Durante la visita della scuola, era visibilmente teso e disorientato e quindi mi seguiva sempre (mi stava sempre dietro, ad aspettare qualche mia “perla di saggezza” sulla scuola e consigli sui prof). Si è impegnato particolarmente nell’ora di scrittura, anche se io avrei dovuto dargli consigli o suggerimenti, si è dimostrato indipendente e io ho fatto poco o niente (Raffaele) o ero il tutor di Lorenzo. All’inizio ero un po’ agitato, credo anche lui, ma

L

nervoso, non so perché, ma lo ero, però quando ho finito e sono tornato da Simone, mi ha fatto i complimenti e poi ha iniziato a farmi tantissime domande (soprattutto sul lab. di informatica) e io sapevo rispondergli: questo mi ha reso felice. Nell’ora di italiano, durante la quale abbiamo fatto “giochi di parole”, ha saputo trovare molte parole “dolci”, tra cui quella che ha fatto più contenta la prof Morandi: sorriso. Nell’ora di arte pretendeva di mangiare un panino e bere un succo di frutta mentre stavamo facendo il compito assegnato dalla prof.ssa Trabattoni. Nonostante questo, il nostro lavoro è venuto bene. Quando sono venuto io a fare il raccordo il mio tutor non mi parlava neanche. Spero di essere stato un buon tutor per Simone (Davide M.) uesta giornata mi è piaciuta molto perché mi è sembrato un po’ di fare il genitore e ora so che è davvero faticoso! (Francesca) In palestra il prof Figini ci ha fatto giocare a pallamano. Ovviamente hanno giocato di più i bambini di quinta. Quando ero in panchina incitavo Beatrice. Chissà se le ha fatto piacere! Io non volevo che se ne andassero. È stata una bella esperienza anche se la mia bambina stava sempre con la sua amica. Un’esperienza da rifare volentieri (Martina Z.) stata una giornata faticosa ma bellissima. Con Gaia ho parlato molto anche all’intervallo (Ferdinando) uando i bambini delle elementari se ne sono andati, tutti avevamo mal di testa (Luca) ggi con Clarissa mi sono divertita un sacco, era molto brava e simpatica. Non volevo che andasse via (Alina) stata molto bella questa giornata, anche se non ho parlato molto con Ashar, ma in aula di arte abbiamo chiacchierato e insieme ci siamo proprio molto divertiti (Areej) stata una bella giornata ... mi sono divertita molto (Giulia)

Q

È Q

A

I

ho dovuto dire la mia parte sul Q uando laboratorio di arte ero superextra

Q

uesta giornata mi è piaciuta molto (Sabtain) bbiamo mostrato le aule dei laboratori, il giardino e la mensa. Ognuno di noi a turno ha spiegato qualcosa. Questa giornata mi è piaciuta tanto. Quando sono venuta io due anni fa per il raccordo, la mia tutor non mi ha spiegato tante cose come ho fatto io con Mattia (Beatrice C)

A

O È È


pagina 4

ICS via Tolstoj - Desio

ilGrilloParlante - XVII, 3

& oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio

La Biblioterapia

L

a biblioterapia consiste nel leggere un libro per trarre dei benefici e diventare una persona migliore: infatti secondo uno studio leggere libri aumenta l'abilità di relazione con gli altri. È stato provato che dopo aver letto un libro che ha vinto un premio letterario una persona acquisisce la capacità di identificare le emozioni altrui solamente attraverso le espressioni degli occhi. Leggere, infatti, aiuta a conoscersi meglio e migliora il benessere psicofisico e facilita la ripresa dopo

malattie o traumi. La biblioterapia è nata agli inizi del '900 negli USA, quando lo psichiatra William Menninger iniziò a prescrivere libri ai suoi pazienti notando poi dei miglioramenti. Questo metodo di cura è più diffuso nei paesi anglosassoni che in Italia ma presso l'ospedale di Lucca si sta conducendo uno studio su una trentina di ricoverati per verificare se la lettura di poesie possa avere effetti positivi sulla salute dei malati.

Quanti libri hanno gli italiani in casa?

In Italia leggono di più le donne o gli uomini?

Un’idea per un regalo veramente utile a Natale?!? … naturalmente un buon libro! M. Gili - 2^A & A. Savio, G. Ardia, S. Ilardi - 2^B

Laboratorio del giallo A E I A O O T P A T R S

N M D T E S I

la prof. Morandi terrà il Q uest'anno laboratorio del giallo … che non

zioni abbiamo conosciuto i più importanti detective “nati” dalla penna di scrittori di tutto il mondo. Nel corso delle lezioni abbiamo anche risolto veri casi polizieschi. A ogni lezione la prof. ci dà degli indizi (come quello riprodotto qui sopra): noi dobbiamo capire (da soli!) che cosa vuol dire il messaggio cifrato. Mettetevi alla prova anche voi … Alla prossima:)

è solo un colore, è anche il nome dei libri polizieschi pieni di intrighi ed enigmi. Questo laboratorio si terrà il venerdì al 4° spazio. Il nome giallo deriva dal colore della copertina del primo libro poliziesco tradotto e stampato in Italia dalla casa M. Pesarin & A. Novati , 2^A editrice Mondadori. In questo laboratorio si impara a utilizzare la mente p.s. la soluzione dell’enigma nel prossimo come un vero detective, a risolvere i numero! casi polizieschi. In queste prime le-


ilGrilloParlante - XVII, 3

ICS via Tolstoj - Desio

pagina 5

& oltre DESIO &OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO &OLTRE desio

conquistare il titolo italiano professionisti e arriva secondo ai mondiali. Il Legionario, appena diciottenne, segue il consiglio di un amico: parte per il Brasile, dove disputa quattro match, realizza tre vittorie ed una sconfitta. Più avanti Sakara entra a far parte del noto campionato UFC (Ultimate Fighting Championship). Alessio per prepararsi ad ogni suo incontro si trasferisce per lunghi periodi in America dove è situata la sua palestra: l'American Top Team. Abbiamo voluto raccontare la storia di questo ragazzo per far capire che, a volte, con la forza di volontà dalla italiano, ma a causa di consistenti povertà si può arrivare ad essere un difficoltà economiche deve lasciare la grande campione conquistando la nobile arte e trovare lavoro. stima del pubblico Nonostante ciò, in una palestra vicino G. La Rosa, D. Puleri & A. Silva - 3^B a casa pratica il sanda, riesce a

Alessio the Legionarius Sakara

I

ragazzi della nostra scuola, oltre al calcio, praticano le arti marziali, tra cui la kick-boxing, MMA (Mixed Martial Arts) e boxe. Alcuni pensano che gli sport di questo genere siano solo pericolosi, ma non è così. Vi racconteremo la storia di un giovane lottatore italiano di MMA, Alessio Sakara detto “Legionario”, perché pensiamo sia interessante. Alessio nasce a Roma il 2 Settembre del 1981, all'età di cinque anni inizia a giocare a calcio, poi a undici anni, per vari motivi, cambia idea sul calcio e comincia a praticare la boxe. A tredici anni, dopo tre vittorie consecutive nel campionato pugilistico regionale, arriva al titolo

Una morte inattesa

B

rian muore nella sesta puntata della dodicesima stagione dei “Griffin” (serie televisiva americana), investito da un'auto in corsa. I fan hanno protestato perché tenevano molto a Brian, che era uno dei personaggi principali e molto amato. Il produttore esecutivo ha dichiarato: “Per quanto amiamo tutti Brian e per quanto tutti amano gli animali domestici, può capitare che nella realtà un cane possa essere investito da un'auto. Avevamo deciso per la morte di uno dei protagonisti, pensavamo che per la famiglia Griffin sarebbe stato meno traumatico perdere Brian.”

La maggior parte dei fan teneva molto a Brian per le sue citazioni, come ad esempio “Mondo cane”. Secondo noi la morte è stata ideata male, perché nelle precedenti puntate Stewie (padrone e grande amico di Brian) e il povero cane si pestavano a sangue, si bruciavano a vicenda con il lanciafiamme e a nessuno dei due succedeva praticamente niente, quindi secondo noi un personaggio con queste caratteristiche non poteva fare una morte del genere. Tra l'altro la famiglia ha acquistato subito un

nuovo stupido cane, e questo fa supporre che la famiglia, dopo tanti anni di vita in comune, non provasse vero affetto per il suo cucciolone, ma ciò non sembra coerente con quanto sappiamo. Brian venne allontanato da sua madre in tenera età, quando suo padre morì investito da un camion, in seguito venne ritrovato da Peter (papà Griffin) e accolto dalla famiglia con calore e affetto, tranne dal piccolo Stewie, con cui non mancherà mai di scontrarsi, anche se col passare del tempo, diventeranno due amici inseparabili. Noi, come tutti gli altri fan, ci auguriamo che Stewie, così come aveva fatto in una puntata precedente, ritorni indietro con la macchina del tempo per salvare Brian. R. Bramante & M. Fava 3^ B


pagina 6

ICS via Tolstoj - Desio

ilGrilloParlante - XVII, 3

& oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio

Regali di Natale - suggerimenti

B

entornati Sicuramente non sono i regali che rendono bello il Natale, ma stare con armonia insieme ad amici e parenti … Se però siete incerti e avete bisogno di suggerimenti … eccoci pronti a darvi qualche idea per i regali di Natale! Per noi, senza dubbio, il regalo migliore e utile è una bella felpa delle marche che in questo periodo sono alla moda, come Abercrombie, Hollister, New York Yankees ecc ... A chi desidera un nuovo paio di scarpe, suggeriamo le nuove Nike Lunar Force oppure un modello di

Nike Blazer di pelle, dal momento che il camoscio, con l' arrivo della pioggia, non va bene. Un successo di quest' anno e in particolare di questa estate, sono stati i cappelli della New Era ma per l' inverno non vanno bene … allora hanno prodotto dei cappelli di lana invernali che penso siano molto belli. Per i tipi tecnologici amanti di videogiochi la Play Station 4 e la X Box one fanno per loro ma costano parecchio … d’altronde sono appena state lanciate sul mercato.. Come gioco invece suggeriamo GTA V, PES o FIFA 14, Gran turismo 6, Forza Motosport 5, Call of duty

ghosts. Per chi ha bisogno di un nuovo cellulare, l'I phone 5, l'I phone 5 S e l'Iphone 5 C sono i migliori, oppure della Samsung è molto bello il Galaxy S 2 Plus, il Galaxy S 3 e il Galaxy S 4 (anche se un po' ingombrante) o meglio il Galaxy S 4 mini. Come cover per il cellulare vanno molto quelle colorate della Samsung e quelle con il pinguino (che sono però più per le ragazze!) P. Ambros & S. Scarfone - 2^B

al camino o, se questo non è presente, appese al letto. Questa usanza è ormai in uso anche in Italia e in diverse zone del mondo. Contrariamente a quanto succede a Natale, non si scrive una letterina e così si rimane più sorpresi e contenti la mattina del 6 Gennaio. Quando eravamo piccoli e arrivava il grande giorno ci emozionavamo ed eravamo stracontenti e andavamo a opo il Natale i bambini attendono un'altra bella fe- letto presto perché altrimenti la Befana non sarebbe arrista: l'Epifania. vata e così non avremmo ricevuto doni. Durante questa festività si ricorda l'arrivo dei Re Magi da Da grandi ma anche da piccoli è sempre bello aspettare Gesù bambino. l'Epifania ma è anche una festa per certi versi malinconi“La Befana” è una personificazione dei Re Magi; la tra- ca …“L'Epifania tutte le feste porta via”! dizione vuole che porti dei doni ai bambini buoni e del D. Monguzzi & R. Scorza - 2^A carbone ai bambini che si comportano male. F. Basili - 2^B In Inghilterra si usa mettere i doni dentro a calze attaccate

L’Epifania?

D

Anche a Desio arriva il Natale (Continua da pagina 1)

Sono state organizzate diverse iniziative per tutte le età: mostre di presepi, corsi di campane per i più piccoli, laboratori di arte per i più anziani e numerosi concerti di Natale. Tra questi vogliamo ricordarvi che lunedì 23 dicembre nell'auditorium della nostra scuola si terrà un concerto del coro ”SING a SONG” alle ore 21. Quindi, visto che vi saranno molte attività e spazi per bambini, genitori e nonni, siamo certi che vi divertirete. A noi non resta che augurarvi

Buon Natale!  S. Cannarozzi - 3^B & R. Scorza - 2^A.

Il Grillo Parlate sostiene progetti in Camerun


ilGrilloParlante - XVII, 3

ICS via Tolstoj - Desio

pagina 7

& oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio & oltre DESIO & OLTRE desio

Anche l’occhio vuole la sua parte!!!

D

opo una riflessione approfondita sul Natale ideale, siamo arrivate alla conclusione che, perché sia speciale servono: la famiglia, addobbi curati e buon cibo . Anche se la maggior parte dei ragazzi vede il Natale come occasione per ricevere dei regali, noi pensiamo che il Natale sia un'occasione per ritrovarsi con la propria famiglia in un ambiente accogliente nel quale gli addobbi creano l'atmosfera adeguata. Per gli addobbi abbiamo una serie di idee che possono esservi utili: innanzitutto l'albero e il presepe sono essenziali, non serve avere un albero grande, ne basta uno anche piccolo, l'importante è che sia ben ornato. Sono indispensabili le palline di Natale, magari fatte da voi riciclando quelle vecchie ormai rovinate, se

non ne avete comprate delle semplici palline di polistirolo a basso costo, ricopritele con della semplice carta colorata o del tessuto rosso o oro, che sono i colori del Natale, e poi decoratele con glitter, o pitturatelo con colori vivaci. Ricordatevi infine che non deve mai mancare il puntale oro o di qualsiasi altro colore. Il presepe invece realizzatelo con pochi ma importanti elementi e non dimenticate di inserirvi le palme, le pecore, il muschio e il laghetto con l'alluminio. Il resto della casa, invece, ad-

dobbatelo con candele profumate, ghirlande natalizie, decorate con nastri colorati e palline di piccole dimensioni. Per creare l'atmosfera giusta non dimenticate le luci. Il giorno di Natale sul tavolo potreste mettere dei segnaposti fatti da voi con carta colorata ritagliata e inserita in una semplice molletta da bucato colorata e decorata sempre con dei semplici glitter! Spero che i nostri consigli siano utili! A. Carlet & A. Mingotto - 3^B

Natale!

È O meglio, ci siamo quasi.

Noi del Grillo siamo più che felici di poter raccontare quali sono i piatti tipici e le tradizioni natalizie di altri Paesi. Particolarmente curioso ci sembra il Natale polacco: durante la vigilia i bambini guardano il cielo notturno e quando vedono una stella brillare, possono accomodarsi attorno al tavolo per la cena. La tavola è sempre festosamente apparecchiata, però sotto la tovaglia c'è sempre un sottile strato di paglia (come nella capanna), perché la tradizione vuole che i bambini prendano un filo di pagliuzza: chi troverà il filo più lungo avrà la vita più lunga. A tavola rimangono

MULTI NATALE azzimo augurandosi Buon Natale reciprocamente. I piatti tipici sono:  sarmale (involtini di carne trita avvolti in verza)  placinta (torta salata con dentro fiocchi di formaggio)  ciorba (zuppa acida con fagioli, verdure e spaghettini)  cosonac (panettone senza uvetta e canditi ma con sempre posti liberi per accogliere cioccolato e noci) Gesù e Maria nel caso arrivassero S. Moskwa & D. Marino - 3^A all'ultimo momento. Prima della cena però i presenti si scambiano il pane


pagina 8

ICS via Tolstoj - Desio

ilGrilloParlante - XVII, 3

relax RELAX relax RELAX relax RELAX relax RELAX relax RELAX relax RELAX relax RELAX relax RELAX relax … Natale sta arrivando ...

Consiglio Comunale Ragazze & Ragazzi

Abbiamo intervistato la neoeletta Ilardi Swami: Per maggiori informazioni visitate il sito Perché ti sei voluta candidare? Cosa ti del ccrr Desio: ha colpito? Mi sono voluta candidare perché mi è http://ccrrdesio.wordpress.com/ sembrato interessante e perché mi ha colpito il fatto che anche dei ragazzi possono contribuire a migliorare Desio. Che impressione ti ha dato finora? Inizialmente mi è sembrato un modo per stare con altri ragazzi di altre scuole e partecipare a manifestazioni per me importanti. (Continua da pagina 1)

(Continua da pagina 1)

buisce a far spendere soldi alle famiglie che, pur di passare un bel Natale passivo davanti allo schermo, dimenticano i problemi e i valori natalizi. D. Monguzzi, R. Scorza - 2^A & F. Basili - 2B

S. Cannarozzi - 3^B con la collaborazione di S. Ilardi - 2^B

Grazie di cuore

superati

xTni 2014

10.000 bollini

dodici mesi di sorprendenti classi

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE via Tolstoj – DESIO

Davide Puleri Francesco Basili

scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1° grado

Gabriele Ardia Giacomo La Rosa

IL GRILLO PARLANTE

Luca Marrone

anno XVII^ numero 3

Manuel Fava

redazione presso scuola secondaria di 1° grado - Sandro Pertini

2^ A - B & 3^ A - B

Martina Gili Michela Pesarin Petro Ambros Raffaele Scorza Riccardo Bramante

composta da

Riccardo Crespi Alessia Carlet

Arianna Silva

Alessio D'Alessandro Alice Monteforte Carmelo Romeo Alice Savio Andrea Novati Daniele Marino Arianna Mingotto

Simone Cannarozzi Beatrice Giussani

Simone Scarfone Stefano Moroni

Chiara Pollastri

Swami Ilardi Szymon Moskwa

Davide Monguzzi

numero 3, anno XVII - ilGrilloParlante  

Il giornale della scuola secondaria di primo grado "Sandro Pertini" - Istituto Comprensivo Statale via Tolstoj, Desio

Advertisement