Issuu on Google+

il Grillo Parlante

il Grillo Parlante

Scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1°

Anno XV, numero 2 - 7 febbraio 2012

pagina 1

Istituto Comprensivo Statale via Tolstoj scuola dell’Infanzia - Primaria - Secondaria di 1°g Desio

CCR&R gli eletti L’avventura si ripete!!

I magnifici sette: complimenti!!!!

C

arissimi lettori, non avrei mai immaginato ma, pur con qualche piccola fatica, eccoci con il secondo numero di quest’annata. È un numero un po’ particolare nel quale troverete articoli su un aspetto caratterizzante il nostro Istituto: il laboratorio. Verrà raccontata l’esperienza di una vostra compagna della scuola secondaria e una particolare attività svolta alla scuola primaria di via Dolomiti. Inoltre troverete informazioni dedicate agli studenti di terza media che … dovranno presto lasciarci (lacrime sono in arrivo ). Non dimenticate di leggere e far leggere ai vostri genitori la scheda “Dote scuola” preparata per Voi. Coraggio, avventuratevi nelle pagine e, mi raccomando, pensate a nuovi articoli per raccontarci le vostre esperienze. Mai come in questo caso è fondamentale … partecipare!!! A presto  ilGrilloParlante

Attualità

Laboratori, che passione! inceramente, non credo che tutte le scuola abbiano dei laboratori. O, se li hanno, non sono di certo belli come i nostri. Nei tre anni di scuola media si partecipa a laboratori utili e diversi fra loro. Certo, alcuni potrebbero sembrare più ripetitivi e altri intriganti, certi un po’ noiosi e altri ancora bellissimi. Mi ritengo fortunata: le mie scelte sono sempre state accontentate. In prima media i laboratori ci venivano presentati come un’ attività nuovissima e straordinaria, dato che alle elementari purtroppo non c’erano. Quelli che in prima mi erano piaciuti di più sono stati “Cineforum” con la prof. Morandi e “Fotografia” con il prof. Como: nel primo mi sembrava di essere un critico

S

cinematografico, perché il nostro compito era quello di guardare e osservare attentamente un film e poi esprimere liberamente le nostre opinioni dando un giudizio da una a cinque stelline; nel secondo , invece, era tutto divertentissimo: “scattavamo” e sviluppavamo foto in camera oscura, con i vari liquidi,

C

ari ragazze/i si sono tenute per la prima volta nella nostra scuola le elezioni per il Consiglio Comunale delle Ragazze & dei Ragazzi. L’affluenza è stata elevatissima: hanno votato ben 207 studenti sui 242 registrati nelle classi (85,5%). I più votati sono stati: MINNITI Nicholas, 2^C con 35 voti; CASATI Sofia, 3^A con 28 RAGANATO Michela, 3^A con 28 voti; GUARINO Vincenzo, 3^C con 21 voti; BRAGHETTO Giada, 2^B con 20 voti; ANGELINI Noemi, 3^B con 13 voti; CATTAZZO Giulia, 2^E con 12 voti. Un grandissimo ringraziamento a tutti quelli che hanno partecipato con l’augurio per gli eletti di ben … lavorare.

(continua a pagina 12

ALL'INTERNO

2

V^A Dolomiti, riflessioni personali

4

V^B Dolomiti - Macchie, gocce ...

6

Matemagica

7

Una giornata al Liceo

8

Dote Scuola

(Continua a pagina 12)


pagina 2

Istituto Comprensivo Statale v ia Tol stoj - Desio

il Grillo Parlante

scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA PRIMARIA VIA DOLOMITI dalla scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA

Macchie gocce e un po’ di luce Riflessioni personali L’esperienza nel laboratorio di fotografia è stata molto positiva per tutti i partecipanti . Ecco alcune impressioni e considerazioni tratte dai testi degli alunni di V^ A della scuola primaria di via Dolomiti.

C

ari lettori, gli incontri con il professor theLake sono stati molto interattivi. Sono rimasto soddisfatto e non mi sono affatto annoiato. Spero di averlo come insegnante, se frequenterò la scuola “Pertini”. Dal primo al terzo incontro pendevamo tutti (o quasi) dalle sue labbra, perché trovava sempre il modo di catturare la nostra attenzione e di insegnarci e divertirci nel medesimo istante. P.s.: è un prof. eccezionale!!! Matteo

C

ari studenti e insegnanti, il laboratorio con il prof. theLake è stato molto divertente e interessante. Non pensavo che si potesse scrivere con la luce. Pensavo che si prendesse la macchina fotografica digitale e … via con le foto. È stata un’esperienza indimenticabile dal primo incontro all’ultimo. Siete molto fortunati ad avere un professore o collega così simpatico. Alberto

C

aro prof. theLake, tu sei molto bravo a insegnare e disegnare senza penne, pastelli, matite, ma solo con un foglio (che contiene sali d’argento) e tre vasche con il liquido di sviluppo, il liquido di fissaggio e l’acqua. Simone P.

(Continua a pagina 3)


il Grillo Parlante

Scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1°

pagina 3

scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA PRIMARIA VIA DOLOMITI dalla scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA (Continua da pagina 2)

stato un onore per me, dato che sei un “maestro” delle

È medie (sei un maestro per ragazzini, non per i bambini)! Ho

provato grande felicità; è stata una esperienza unica e molto interessante: è stato un lavoro degno di una scuola secondaria di primo grado. Ferdinando

A

ppena il professor theLake è arrivato, io sono rimasto scioccato: non me lo aspettavo così!!! Era molto simpatico e io ero molto entusiasta della sua presenza. L’avventura è incominciata al secondo incontro, quando con cotton fiock e liquidi speciali è “uscita fuori” la felicità. Poi c’è stata la cosa più bella: “la discoteca” (la camera oscura, illuminata solo da luci rosse). Il prof theLake con noi era una persona semplice, ma nello stesso tempo complessa, scherzosa e efficace nel far capire le cose. Mi sono divertito molto a fare questa esperienza e spero che il prof. theLake continui a spiegare e insegnare benissimo ai nuovi e ai “vecchi alunni”. Riccardo

Grazie prof. theLake! Gli alunni della classe V^A


pagina 4

Istituto Comprensivo Statale v ia Tol stoj - Desio

il Grillo Parlante

scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA PRIMARIA VIA DOLOMITI dalla scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA

Macchie gocce e un po’ di luce Raccontiamo un’esperienza vissuta

N

el mese di Ottobre il prof. theLake è venuto nelle classi quinte, della scuola primaria di via Dolomiti, proponendoci il progetto “Macchie, gocce e … un po’ di luce”. Nel primo incontro facendoci ragionare il professore ci ha portati a scoprire il significato della parola “fotografare” cioè scrivere con la luce. In modo giocoso abbiamo sperimentato che appoggiando degli oggetti sulla carta sensibile, lasciandole esposte alla luce su di esse rimaneva la loro impronta. Dopo poco tempo però la carta si scuriva e tutto scompariva. Perciò abbiamo intuito che era necessario trovare un modo per fissare l’immagine scritta con la luce cioè “fotografata”. Il secondo incontro quindi abbiamo compreso l’esigenza di utilizzare il liquido di sviluppo ed il liquido di fissaggio. Nel primo caso l'immagine che ciascuno di noi ha disegnato con il liquido di sviluppo è diventata nera quando abbiamo disegnato, sempre sulla carta sensibile ma intingendo il cotton-fioc nel liquido di fissaggio con molta pazienza, abbiamo ottenuto un’immagine bianca su sfondo grigio.

Il terzo incontro è stato quello più entusiasmante: abbiamo infatti lavorato in una vera e propria camera oscura!

(Continua a pagina 5)


il Grillo Parlante

Scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1°

pagina 5

scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA PRIMARIA VIA DOLOMITI dalla scuola primaria via dolomiti DALLA SCUOLA (Continua da pagina 4)

Una tenue luce rossa illuminava a fatica le vaschette contenenti rispettivamente liquido di sviluppo, di fissaggio, acqua. Vedere le nostre semplici storie inventate e rappresentate con sagome di cartoncino, prendere magicamente forma è stato sbalorditivo. In realtà non si è trattato di una magia ma di un processo chimico che ha richiesto attenzione e precisione. Questa esperienza è stata bellissima perché ho visto un prof. di mio fratello. Gli alunni della classe V^B

Tutti i nostri lavori li trovi in http://issuu.com/ilgrilloparlante


pagina 6

Istituto Comprensivo Statale v ia Tol stoj - Desio

il Grillo Parlante

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni

MATEMAGICA - il laboratorio Le opinioni di alcuni matemagici, ragazzi di 2^ D/E

I

un laboratorio originale e abbastanza divertente an-

È che se i diari di bordo non mi piacciono. o frequento il laboratorio di Matemagica, il mercoledì

alla V ora. Come prima impressione, alla presentazione, mi è sembrato noioso e quindi l’ho messo come terza scelta. Quando ho saputo che ero in questo laboratorio non ero per niente contenta. Mi sbagliavo! Dopo aver svolto le prime lezioni mi è sembrato carino, e infatti lo è. La cosa che però non mi piace è fare il diario di bordo; è davvero noioso.

Ho apprezzato invece l’idea di approfondire in gruppo gli argomenti trattati perché ti fa collaborare con i compagni e migliorare l’esposizione orale degli argomenti. Aurora Z.

In questo laboratorio non si fa la solita matematica di scuola, si fa quella curiosa e interessante e ogni tanto mi stupisco di ciò che hanno scoperto e applicato con i nuChiara A. meri; per esempio il triangolo di Tartaglia sembrava complicato e invece, dopo aver curiosato con la prof. e i comel laboratorio di Matemagica puoi conoscere gli pagni nelle sue caratteristiche, mi sono appassionata e ho aspetti più divertenti della matematica; puoi giocare contribuito attivamente al cartellone su di esso. con essa nel senso che puoi giocare con i quadrati magici Elisa C. oppure con le spirali oppure scoprire curiosità numeriche, facendo cartelloni che poi esponi. Alle volte mi annoio Questo laboratorio ha uno svantaggio per me: è noioso ma poi quando dobbiamo risolvere alcuni problemi o gio- perché a me non piace la matematica. La mia esperienza è stata quella di conoscere le ragazze e i ragazzi di altre chi mi diverto con i miei amici a trovare il risultato. Eleonora C. classi e fare amicizia con altre persone: questo è divertente. l laboratorio di Matemagica è un modo per farsi affasciNicolò G. nare dalla matematica e giocare con essa, è un laboratorio molto divertente però siamo a scuola, e bisogna co- Questo laboratorio non è stato il più gettonato ma comunmunque studiare. Si imparano molte cose nuove e alcune que devo dire che è stato piacevole; pur non essendo tropvolte anche insospettabili, poi si fanno piccoli giochi e po impegnativo abbiamo sempre lavorato soprattutto indovinelli, in gruppo o a coppie e si preparano cartelloni quando abbiamo costruito i cartelloni. Non utilizziamo libri ma solo un quaderno dove scriviamo il diario di borsu quello che si fa durante il quadrimestre. Stefano G. do e gli appunti.

N

I

Lorenzo D.

Matematica...mente NOTIZIE DAI LABORATORI DEL MARTEDÍ

uongiorno a tutti!  Il laboratorio chiamato "Matematica … mente" è molto bello: ti aiuta a superare la paura nella matematica e anche a pensare che gli errori che fai possono essere utili; nel negativo puoi trovare un aspetto positivo! In questo laboratorio si discute molto con schede che ti fanno riflettere tantissimo sulla matematica.

B

Questo laboratorio ve lo consiglio perché vi aiuta molto e ricordatevi che non si fanno tante operazioni ma si riflette!  Simone C.

Buon riciclo non mente

Ogni volta si deve fare il DIARIO DI BORDO che sembra una cosa noiosa e faticosa ma alla fine è molto divertente e serve per riflettere! Inoltre la professoressa vi dà della valutazioni: se intervieni in classe in base a come ti comporti in classe in base all'ordine del tuo quaderno! Non è molto difficile prendere dei bei voti!

se lo fai salvi l'ambiente!


il Grillo Parlante

Scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1°

pagina 7

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni

Una giornata al Liceo

M

artedì 8 e mercoledì 9 dicembre le terze A, B e C della scuola media Pertini hanno vissuto un esperienza particolare: lo stage alla scuola superiore. Io ho passato le due giornate al liceo linguistico Parini, a Lissone. La mattina di martedì 8, un po’ in ritardo, io ed alcuni miei compagni ci troviamo davanti alla scuola. Qui arriva anche la prof che è incaricata di sorvegliarci. Dopo un attimo di smarrimento riusciamo ad arrivare, dopo aver girato per mezza scuola, alla biblioteca. Qui ad aspettarci ci sono, oltre ad altri ragazzi di due scuole di Meda, una professoressa ed alcuni ragazzi di quarta superiore. Sono veramente molto gentili! Il programma della giornata consiste nel fare il giro della scuola a gruppi guidati da un tutor di quarta superiore e, successivamente, nel fare degli esercizi riguardanti le lingue aiutati dai ragazzi del liceo. La prima giornata è passata, ed è andata molto bene! Mercoledì ci troviamo sempre davanti alla scuola superiore ma, raggiunta velocemente la biblioteca, non

troviamo più i ragazzi di quarta superiore ma una professoressa che ci divide in gruppi che saranno smistati in varie classi per assistere alle lezioni. La prima a cui ho assistito è stata quella di Latino, nonostante la prof abbia interrotto la sua lezione per discutere con noi. Tutto il mio gruppo in un primo momento è intimidito e non osiamo fare domande, poi nella seconda ora, in cui abbiamo ascoltato una canzone in tedesco, io ho fatto molte domande, conoscendo meglio anche i ragazzi. Durante l’ultima ora assistiamo alla lezione di francese, ascoltiamo la relazione di alcuni ragazzi dopo la loro gita in Inghilterra. Dopo aver compilato vari questionari è giunta l’ora di andare a casa. Spero che il liceo che ho visitato sia buono come la sua organizzazione nello stage. Nonostante però io abbia deciso di non frequentare questa scuola questa esperienza mi è stata molto utile per chiarirmi le idee sul futuro ma anche per evadere, per due giorni, dalla mia scuola, e quindi per frequentare gente nuova. Ginevra, 3^ A

Cullati la mente: leggi un libro

INFORMAZIONI UTILI Sul sito www.provincia.mb.it è possibile consultare la guida alla scelta delle scuole superiori:

LA BUSSOLA a.s. 2012/2013

sullo stesso sito si accede all'offerta formativa della provincia. Si consiglia di consultare il sito www.istruzione.lombardia.it (oppure www.formalavoro.regione.lomardia.it) per cercare informazioni sui corsi regionali (3 anni con possibilità di continuare ancora due anni) e sulla DOTE SCUOLA per ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE.


pagina 8

Istituto Comprensivo Statale v ia Tol stoj - Desio

il Grillo Parlante

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni

Dote scuola: per saperne di più Che cos’è la Dote Scuola

accreditate in regione; pertanto conviene iscriversi a un corso professionale appena si rende possibile per essere sicuri di La Dote Scuola è un contributo messo a disposizione dalla rientrare nel numero di studenti che potranno usufruire di tale Regione Lombardia. Dote scuola. È destinata agli studenti dai 6 ai 18 anni che frequentano le scuole statali, paritarie (elementari, medie e superiori) o i corsi di istruzione e formazione professionale regionali. A seconda del percorso scolastico scelto e delle loro caratteristiche, gli studenti lombardi possono richiederne una o più componenti. La Dote scuola, infatti, ha diverse componenti: Buono Scuola, introdotto per permettere la libertà di scelta educativa, all’Integrazione al Buono Scuola, un sostegno aggiuntivo per le famiglie più bisognose; Contributo per la Disabilità, un aiuto per consentire una formazione personalizzata ai ragazzi portatori di handicap; Sostegno al reddito, pensato per la permanenza dei ragazzi meno abbienti nel sistema dell’Istruzione statale o dell’Ifp regionale; Merito, creata per premiare gli allievi più brillanti; Dote Scuola per l’Istruzione e Formazione Professionale: è un contributo che copre le spese di frequenza dei ragazzi iscritti ai corsi regionali di istruzione e formazione professionale.

La denominazione Istruzione e Formazione Professionale (I.f.p.) indica i corsi triennali di formazione professionale (CFP) che, molto spesso, permettono di proseguire gli studi per altri due anni, acquisendo un titolo di studio analogo a quello

degli Istituti professionali statali. Componenti della Dote Scuola per studenti delle scuole statali La Dote scuola per gli studenti delle scuole statali elementari, medie e superiori è formata da due componenti cumulabili: “Sostegno al reddito” e “Merito”. Sostegno ai reddito È un contributo per libri, mensa, trasporti, materiale scolastico, assegnato agli studenti lombardi che frequentano le scuole statali. Requisiti per richiedere i1 “Sostegno al reddito”: la famiglia dello studente deve risiedere in Lombardia; lo studente deve frequentare una scuola statale che si trova in Lombardia oppure in una regione confinante (a condizione che rientri quotidianamente nella propria residenza); la famiglia deve avere un ISEE inferiore o uguale a 15.458 euro. Valore dei contributo: 120 euro per gli studenti delle elementari; 220 euro per gli studenti delle medie inferiori; 320 euro per gli studenti delle medie superiori. Minori affidati a una persona giuridica: la dote viene riconosciuta per tutti i minori affidati a persona giuridica, indipendentemente dal reddito ISEE.

Chi può richiedere la Dote Scuola Coloro che hanno figli che frequentano le scuole statali primarie (ex elementari), secondarie 1° (ex medie), secondarie 2° (ex superiori) ubicate nel territorio regionale e che hanno un ISEE non superiore a € 15.458 per la dote sostegno al reddito Coloro che hanno figli che frequentano scuole primarie (ex elementari), secondarie di 1° (ex medie) e di 2° (ex superiori) paritarie ubicate in Lombardia e che hanno dichiarazione reddituale e ISEE entro limiti prefissati Coloro che frequentano un Centro di Formazione ProfessioMerito nale e che hanno un ISEE non superiore a € 15.458 È un contributo destinato agi allievi meritevoli delle scuole Coloro che hanno un ISEE non superiore a € 20.000 per la statali, che conseguiranno risultati brillanti nell’anno scolastico dote sostegno al merito 2011/2012. Requisiti per richiedere la componente "Merito'' Quando richiedere la Dote Scuola dal 1 marzo al 30 aprile 2012 per la dote Sostegno ai reddito la famiglia dello studente deve risiedere in Lombardia; (scuole statali e paritarie) lo studente deve frequentare una scuola statale che si dal 1 marzo al 30 aprile 2012 per la Dote Sostegno al redditrova in Lombardia oppure in una regione confinante (a to (Centri istruzione e Formazione Professionale) condizione che rientri quotidianamente nella propria settembre 2012 per la dote sostegno al Merito (scuole statali residenza); e paritarie) la famiglia deve avere un ISEE inferiore o uguale a L’iscrizione di un ragazzo in un corso di Istruzione e Forma20.000 euro. Non c’è limite di ISEE per gli studenti zione Professionale è contemporanea alla richiesta di Dote che conseguono 100 e lode all’esame di maturità. Scuola per l’Istruzione e Formazione Professionale, fino (Continua a pagina 9) all’esaurimento dei fondi destinati alle scuole professionali


il Grillo Parlante

Scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1°

pagina 9

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni (Continua da pagina 8)

Componenti della dote scuola per studenti iscritti a Scuole Paritarie La Dote scuola per gli studenti delle scuole paritarie elementari, medie e superiori è formata da due componenti cumulabili: “Buono scuola” (che comprende “Integrazione al Buono scuola” e “Contributo per disabilità”) e “Merito”. Buono Scuola È un aiuto alla libertà di scelta nel settore educativo, attraverso un contributo economico per la frequenza di una scuola paritaria. Requisiti per richiedere i1 “Buono Scuola”: la famiglia dello studente deve risiedere in Lombardia; lo studente deve frequentare una scuola paritaria che si trova in Lombardia oppure in una regione confinante (a condizione che rientri quotidianamente nella propria residenza); la famiglia deve avere un Indicatore reddituale inferiore o uguale a 46.597 euro. Valore dei contributo: 50% di copertura della retta, fino a un tetto massimo di 1.050 euro, per le famiglie con un indicatore di reddito inferiore o uguale a 8.384,75 euro; il 25% di copertura della retta, fino a un tetto massimo di 1.050 euro, pel le famiglie con un indicatore di reddito compreso tra 8.384,75 e 46.597 euro. Integrazione È un sostegno in più per le famiglie meno abbienti che hanno uno o più figli iscritti a una scuola paritaria. Requisiti per richiedere l’integrazione: La famiglia deve avere un ISEE inferiore o uguale a 15.458 euro. Valore dei contributo: 500 euro per gli studenti delle elementari; 700 euro per gli studenti delle medie inferiori; 1.000 euro per gli studenti delle medie superiori. Contributo per la disabilità Rientra nel “Buono Scuola” e consiste in un sostegno per favorire una formazione personalizzata per i ragazzi portatori di handicap che frequentano le scuole paritarie. Per ottenere questo contributo non ci sono limiti di reddito. Requisiti per richiedere l’integrazione: handicap certificato dell’Asl Valore dei contributo: 3.000 euro per le spese riguardanti l’insegnante di sostegno. Minori affidati ad una persona giuridica: a tutti i minori affidati a persona giuridica, indipendentemente dai reddito, viene riconosciuta una dote di € 1.050, oltre alla componente “Integrazione” ed al “Contributo per la disabilità” se ne hanno i requisiti. Merito È un contributo destinato agli allievi meritevoli delle scuole paritarie per i risultati conseguiti nell’anno scolastico 2010-11. Requisiti per richiedere la componente “Merito”' la famiglia dello studente deve risiedere in Lombardia; lo studente deve frequentare una scuola paritaria che si trova in Lombardia oppure in una regione confinante (a

condizione che rientri quotidianamente nella propria residenza); la famiglia deve avere un ISEE inferiore o uguale a 20.000 euro. Non c’è limite di ISEE per gli studenti che conseguono 100 e lode all’esame di maturità.

Componenti della Dote Scuola per studenti di corsi di Istruzione e Formazione Professionale Gli allievi dei corsi di istruzione e formazione professionale possono richiedere la “Dote scuola per Istruzione e Formazione Professionale”, il “Contributo per disabilità” e il “Sostegno al reddito”. Dote Istruzione Formazione Professionale È un contributo che copre interamente i costi di frequenza. Requisiti per richiedere il contributo: l’allievo deve essere residente o domiciliato in Lombardia deve essere iscritto presso un centro di formazione accreditato da Regione Lombardia Valore dei contributo: 4.500 euro per l’allievo iscritto a un centro di formazione accreditato 2.500 euro per l’allievo iscritto a un centro di formazione accreditato pubblico. Dote disabilità Consiste in un sostegno per favorire la formazione personalizzata dei ragazzi portatori di handicap. Requisiti per richiedere il contributo: handicap dell’allievo certificato dall’Asl Valore del contributo: 3.000 euro per le spese riguardanti l'insegnante di sostegno Sostegno al reddito È un contributo per libri, mensa, trasporti, materiale scolastico, assegnato ai ragazzi lombardi iscritti a un corso di istruzione e formazione professionale. Requisiti per richiedere il “Sostegno al Reddito”: l’allievo deve essere residente in Lombardia deve essere iscritto presso un percorso di istruzione e formazione presso un centro accreditato da Regione Lombardia la famiglia deve avere un ISEE inferiore o uguale a 15.458 euro. Valore dei contributo: 160 euro. a cura della Funzione Strumentale “Orientamento”

Il Grillo Parlante sostiene progetti in Camerun

Il Grillo Parlante sostiene progetti in Camerun


pagina 10

Istituto Comprensivo Statale v ia Tol stoj - Desio

il Grillo Parlante

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni

Life skills: una cosa inaspettata! orse non tutti sanno che in prima B stiamo partecipando a un progetto completamente nuovo, mai fatto. Ecco alcune nostre considerazioni e ricordi.

F

C

aro diario,

10-10-11

ti voglio raccontare una cosa inaspettata: abbiamo iniziato la nuova attività “Life skills”. Per prima cosa abbiamo conosciuto la professoressa Paola che ci accompagnerà in questa avventura poi ci siamo presentati tutti dicendo a quale personaggio dei cartoni animati ci sarebbe piaciuto assomigliare … È stato molto … divertente!!!!! Chiara

C

aro diario,

oggi ci siamo divisi in gruppo io ero con la prof Corti: abbiamo fatto una cartellone riguardante il nostro fumetto. Quando siamo ritornati in classe e abbiamo confrontato i diversi lavori, il mio gruppo mi ha scelto per esporre il cartellone! Anche oggi ho alzato la paletta verde! Ciao diario, alla prossima! Simone

Io la mia classe … la vedo così …

C

aro diario,

29-1-12

sai domani ho “Life Skills” e sono molto contenta perché comunque è da due mesi che non facciamo questo progetto, sono sicura che ci divertiremo; a me questo progetto piace tantissimo

e sono, anzi mi sento fortunata ad essere capitata in questa classe sia per i miei compagni, sia perché siamo l’unica classe che fa questo progetto. Domani ho saputo che non ci sarà Paola (la nostra insegnante per questa attività) e mi dispiace tanto perché lei è simpaticissima, ma sono sicura che ci divertiremo anche se saremo soli con la professoressa Corti e il professor Como … Questo progetto è bellissimo e sono superfelice perché lo faremo per tre anni. Elisa


il Grillo Parlante

Scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1°

pagina 11

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni

AAA amore per la lettura cercasi ...

N

oi alunni di 1°B abbiamo avuto l'idea di rispondere a un questionario riguardante la lettura, che disastro!!! Abbiamo elaborato le risposte e ci siamo accorti che la lettura non è il nostro forte. In ogni caso questi sono i risultati

La 1^B non ha la passione della lettura, un terzo di noi preferisce non leggere, gli altri sono disponibili a farlo se trovano un libro adatto. La metà di noi legge ogni volta che ha un po' di tempo libero, un quarto lo fa prima di addormentarsi, il restante quarto solo quando ci viene richiesto. I due terzi di noi preferiscono leggere in camera propria, a nessuno piace farlo a scuola. Circa un terzo preferisce i racconti e romanzi con ragazzi protagonisti, per identificarsi, un quarto ama le storie di paura. Un terzo di noi pensa che leggere sia un'attività utile, ma faticosa; meno di un terzo ritiene che scateni la fantasia, l'inventiva e l'immaginazione, circa un quarto crede che serva a imparare e conoscere. Solo in due leggono più di quattro libri all'anno, quasi un terzo legge solo un libro, gli altri ne leggono dai due ai quattro.

Ti piace leggere?

per niente

non molto

abbastanza, se trovo un libro adatto

sì, è la mia passione

0

2

4

6

8

10

12

14

In quali occasioni leggi di solito?

in coppia o in gruppo con amici

ogni volta che ho un po' di tempo

quando mi viene richiesto

la sera prima di addormentarmi

0

2

4

6

8

10

12

Dove preferisci leggere?

altro

sigh, ci piacerebbe leggere facile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

in biblioteca

a scuola

Leggere per te significa:

In cucina o in salotto

imparare qualcosa di nuovo e aprire gli occhi sul mondo

in camera mia 0

2

4

6

8

10

12

14

16

scatenare la fantasia, l'inventiva, l'immaginazione

Quali letture preferisci? annoiarmi, pensando continuamente a cosa farò "dopo”

altro fumetti dedicare un po' di tempo a un'attività utile, ma faticosa

romanzi e racconti d'attualità romanzi di genere fantasy 0

1

2

3

4

5

6

7

8

fiabe e favole storie di paura

Quanti libri leggi di norma nell'arco di un anno?

racconti e romanzi di genere giallo o poliziesco racconti e romanzi con ragazzi della mia età, per identificarmi

più di quattro

giornali e riviste che trattano vari argomenti d'attualità giornali e riviste su argomento specifico (sport, cucina ecc.)

quattro

0

1

2

3

4

5

6

7

tre due uno nessuno 0

1

2

3

4

5

6

7

Il Grillo Parlante sostiene progetti in Camerun

Il Grillo Parlante sostiene progetti in Camerun


pagina 12

Istituto Comprensivo Statale v ia Tol stoj - Desio

il Grillo Parlante

scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni DALLA SCUOLA XTNI dalla scuola xTni

Laboratori, che passione! attrezzi e procedure dei veri fotografi! Alla fine dell’anno, poi, abbiamo inventato la nostra storia! In seconda, diversamente, avevamo già conosciuto i laboratori ma abbiamo avuto la possibilità di sceglierne di nuovi: i miei preferiti sono stati “ Teatro” con la prof. Felice e “Canto” con la prof. Godino. A teatro ci divertivamo un sacco a recitare, provando per la commedia di fine anno “Sonia sogna un’altra Storia”; che con un po’ di impegno è proprio riuscita bene. Il laboratorio di canto, più serio, è stato un po’ faticoso per via delle numerose prove in orario extrascolastico, ma a me piaceva così tanto che non ci facevo neanche

più caso! Ma è proprio grazie alle prove che il risultato degli spettacoli è stato fantastico e mi ha regalato emozioni indescrivibili. In terza devo dire che la scelta dei laboratori è stata un pochino più ristretta ma ugualmente soddisfacente. Con i laboratori di “Lettura” con la prof. Morandi, “K.E.T.” con la prof. Orsenigo, “ Giochi di Logica” con il prof. Maroni e di nuovo “Canto” con la prof. Godino sono lo stesso contenta e soddisfatta delle mie scelte! “Lettura” è rilassante”, “K.E.T.” impegnativo ma molto utile, “Giochi di Logica” è uno svago e “Canto”, ancora una volta, emozionante (e faticoso!). Insomma, direi che ce n’è un po’ per tutti i gusti e, finora, nessun laboratorio mi ha mai delusa! Rebecca, 3^A

Consiglio Comunale delle Ragazze & dei Ragazzi

ISTITUTO COMPRENSIVO via

Tolstoj – DESIO

scuola dell’Infanzia, Primaria & Secondaria 1° grado

IL GRILLO PARLANTE anno XV^ numero 2

per inviare i tuoi articoli

icviatolstoj.desio@katamail.com per ammirare i tuoi articoli

http://issuu.com/ilgrilloparlante per raccontare la “tua scuola”

http://blog.edidablog.it/edidablog/grillo/ redazione presso scuola secondaria di 1° grado - Sandro Pertini

e per conoscere il nostro Istituto

http://www.scuoletolstoj.it


numero 2, anno XV, ilGrillo Parlante