Page 1

uN AGENTE REALE È SEMPRE CON TE. Chiedigli come proteggere il tuo mondo.

Agenzia di Vasto Bolognese Annalisa, Cristofano Maria, Bolognese Agostino Venanzio S.a.s. Corso Mazzini 31/A - int. 5 - 66054 Vasto (CH) tel. 0873 362323 - fax 0873 364528

REALE_istitVASTO_5_5x6_5.indd Anno 03 - numero 36 - 4000 copie in distribuzione gratuita - web: www.periodicoilgrillo.com - mail: redazione@periodicoilgrillo.com - 28 novembre12009 S.3-03-2008 Fausta15:03:58

Università, l’intervento di un lettore Il Comitato: «Privilegiamo il coinvolgimento del Comune, ma non escludiamo un’Università Privata»

Egregio direttore, ho appreso con grande interesse e entusiasmo della costituzione del Comitato Pro Università. L'iniziativa mi sembra meritevole di grande attenzione e sostegno, perchè il ritorno dell'Università a Vasto porterebbe solo grandi vantaggi per tutti: per i nostri giovani, per il turismo e per l'intera economia cittadina. Credo, però, che il Comitato del quale Ella è stato designato Presidente, troverà difficoltà economiche, visto che l' Università D'Annunzio ci ha tolto i suoi corsi proprio perchè precedenti amministrazioni avevano assunto impegni economici che

non hanno poi mantenuto. Temo, inoltre, che sarete ostacolati, perchè nessun partito, di destra o di sinistra che sia, gradirà che un problema così sentito e importante sia gestito fuori dalle solite logiche di schieramento politico. Lettera firmata. Gentile lettore, la ringrazio della sua lettera, perchè mi offre l'oc-

casione per rassicurarLa e, allo stesso tempo, di chiarire alcuni aspetti del Comitato. Siamo un gruppo, ormai numeroso, di persone che vogliono riportare l'Università a Vasto, perchè riteniamo che la nostra città abbia tutte le carte in regola per recuperare una centralità, anche culturale, che i nostri politici le hanno fatto perdere. Siamo aperti all'adesio-

ne e al sostegno di chiunque sia interessato al nostro progetto, indipendentemente dalle sue idee o appartenenze politiche. Siamo consapevoli dei limiti economici del nostro Comune ed è per questo che lavoreremo per cercare il sostegno e la collaborazione di altre istituzioni e di imprenditori privati. Privilegiamo una soluzione che segue in seconda

L’INCONTRO CON IL MAGISTRATO COLOMBO

Persona, Regole, Felicità. La strada, il percorso, il cammino verso i diritti umani

SAN SALVO

PD: scontro al vertice di Orazio Di Stefano Sarà uno scontro all’ultimo voto quello che si profila domani, ventinove novembre nella sezione democratica di San Salvo. Ad insediare la segreteria politica attualmente occupata da Vania Perrucci, il trentacinquenne Tony Mariotti. La prima è una lavoratrice autonoma, il secondo è un operaio. Entrambi provengono dai Democratici di sinistra e fanno sul serio. Il gruppo dirigente del partito è praticamente spaccato in due, come una mela. Si sa che al momento ad appoggiare il segretario uscente sono l’ex vicesindaco Luciano Cilli, l’ex assessore regionale Antonio Boschetti e l’ex deputato Arnaldo Mariotti. L’aspirante è invece appoggiato dal consigliere comunale Agostino Monteferrante e dagli assessori in

segue in terza

di Tiziana Lalla Organizzata da Amnesty International e l’Università delle Tre Età, si è tenuta giovedì scorso, al Palazzo di Giustizia, una conferenza sul tema “Persona, Regole, Felicità. La strada, il percorso, il cammino …verso i diritti umani” con relatori di prestigio e grande carisma, l’ex magistrato di “mani pulite”, Gherardo Colombo e per Amnesty International, Riccardo Noury. La sala era gremita di pub-

In foto: il magistrato Gherardo Colombo

segue in terza

Hanno forzato il parcometro sottraendone le monete contenute al suo interno: è successo giorni fa in via Giulio Cesare, a Vasto, all’indomani dell’incontro tra i commercianti della zona ed il Sindaco Luciano Lapenna. In quella circostanza si chiedeva all’amministrazione comunale più sicurezza e maggiore attenzione ai segue in seconda

Via G. Cesare, forzato il parcometro

LA REPLICA

Termovalorizzatore a Furci, l’assessore provinciale Caporella: «Il coordinatore della Lega Nord farnetica» «Il coordinatore della Lega Nord, Stefano Moretti, ha rilasciato dichiarazioni farneticanti, del tutto contrarie alla verità dei fatti ed anche tendenziose»: così l'assessore all'Ambiente, Eugenio Caporrella, replica all'articolo della settimana scorsa, apparso su queste colonne, in merito alla ipotizzata costruzione di un termovalorizzatore a Furci. «L'impegno dell'intera giunta provinciale – ha spiegato Caporrella – e mio personale per la risoluzione dell'annoso e grave problema del Civeta già da solo smentisce le incaute affermazioni di Moretti che non può insinuare un interesse privato in atti pubblici che, tra l'altro, non sono neppure di competenza della Provincia: l'iter per l'eventuale approvazione della costruzione di una discarica con termovalorizzatore a Furci infatti deve ottenere l'imprimatur della Regione. Tra l'altro personalmente non conosco alcun imprenditore di Vasto né gli ex presidenti della Saga. Il coordinatore della Lega Nord farebbe bene ad informarsi prima di infangare l'onorabilità delle persone e delle istituzioni. A tal proposito, lo invito a leggere il Piano provinciale dei Rifiuti che non prevede alcun'altra discarica nei pressi di Valle Cena e tanto meno termovalorizzatori. Sto valutando, insieme al legale dell'ente, se sia il caso di proporre querela nei confronti di Moretti». «Il Comune di Furci – ha spiegato Angelo Argentieri, sindaco di Furci e capogruppo di maggioranza al Consiglio provinciale – si è sempre opposto alla costruzione di un sito di una tale pericolosità e ci sono atti ufficiali che lo confermano: delibere di Consiglio, che sono state appoggiate e assunte anche dai Comuni limitrofi».


2 VASTO

L’asso di bastoni Il bastone come metafora, metafora di una politica e di un giornalismo un po’ provincialotti e isteriliti, impantanati tra elogi funebri vergati da luttuose signore in vena di calendari e polemiche miserevoli di basso profilo. Dal fascistico manganello al democratico bastone. Currenti calamo, la replica reclama libertà assoluta per la satira, pur in presenza di un fatto di cronaca che avrebbe dovuto richiamare tutti ad un maggiore equilibrio. Che dire? Soprattutto, che fare? Non resta altro che riflettere su una bella e condivisibile chiosa: “istigare i lettori a prendere a bastonate il Sindaco e gli Assessori sarà pure una metafora, ma rimane una metafora di cattivo gusto”. G. Z.

Bando Fondazione Mileno: prorogato al 12/12 il termine La Fondazione Padre Alberto Mileno – onlus Centro di Formazione Professionale “Padre Massimiliano Kolbe”, in collaborazione con Centro Studi “Polo Informatico” ed “Expression language Studio” entrambi di Vasto, ed ulteriori partner del progetto “Fidelio”, assegnerà delle borse per tirocini professionali all’estero da realizzarsi in Inghilterra presso la Tellus Group Ltd di Plymouth e il Wallsal College di Wallsal. Numero borse per tirocini: 40 Requisiti di ammissibilità: età compresa tra i 18 ed i 35 anni, possesso di qualifica professionale in “Addetto all’accoglienza ed al ricevimento alberghiero” od affine conseguita a seguito della frequenza di un corso di formazione di almeno 400 ore. Tipologia generale dei tirocini: Le borse avranno una durata complessiva di 20 settimane oltre un periodo di formazione linguistica e altre attività propedeutiche al tirocinio e saranno centrate nel Settore turistico. Per partecipare: Un curriculum vitae in italiano e uno in inglese; la domanda di partecipazione su apposito modulo reperibile sul sito www.cpfondazionemileno.it; due foto formato tessera. La documentazione va inoltrata esclusivamente tramite raccomandata A/R entro il 12.12.2009 (farà fede il timbro postale) alla Fondazione Padre Alberto Mileno – Onlus Centro di Formazione Professionale “Padre Massimiliano Kolbe”, Contrada Lebba n°69, Vasto. Per chiarimenti rivolgersi al recapito sopra riportato, al tel.: 0873.310524, al fax: 0873.310524 oppure al Referente, Giorgio Maggio, cell.: 349-2227410, e-mail: direzione@cpfondazionemileno.it

Idv in crescita nel territorio Continua a crescere l'IdV nel Vastese. Dopo la recente inaugurazione del nuovo circolo cittadino a Cupello, con l'ingresso nel partito della consigliere comunale Mariangela Antenucci, altre adesioni arrivano dai comuni montani, da Schiavi di Abruzzo e da Torrebruna. Tre consiglieri di minoranza di Schiavi della lista Liberi, il capogruppo Massimo Di Carlo, Franco Cirulli e Marco Pinti hanno ufficializzato l'ingresso nel partito di Palomba. Proprio nel corso dell'ultima campagna elettorale per il rinnovo dell'amministrazione comunale il consigliere regionale Palomba ha appoggiato e sostenuto la lista Liberi. Oggi quell'accordo pre-elettorale trova il suo naturale sbocco

nell'adesione all'IdV da parte dei tre consiglieri comunali (ne resta fuori solo Giorgio Pinnella, ex missino ora vicino al PdL, ndr). E anche a Torrebruna, comune notoriamente di centrosinisra, ma orientato verso le posizioni dei Verdi, il consigliere regionale Palomba riesce a fare proseliti. E' entrato infatti nell'IdV il consigliere di maggioranza Michele Desiderio, già assessore della precedente giunta Colella. I nuovi acquisti vanno così a rafforzare la squadra dell'Alto Vastese, già composta dai consiglieri comunali Enzo Fangio di Castiglione Messer Marino e Gabriele Di Paolo di Castelguidone.

SEGUE DALLA PRIMA

Università, l’intervento di un lettore veda comunque coinvolto anche il Comune di Vasto nella realizzazione della nuova sede universitaria ma, qualora fosse necessario, non escludiamo l'ipotesi di una università privata, sostenuta da imprenditori, associazioni e banche. A tal riguardo posso anticiparLe che già abbiamo contatti con imprenditori privati interessati alla nostra iniziativa. Per quanto riguarda l'Università D'Annunzio, cercheremo sicuramente di riaprire un dialogo; non sarà facile, ma certamente ci proveremo con grande volontà. Posso assicuraLe, però, che ci sono Università di altre regioni, una anche privata, che sono concretamente interessate al nostro progetto. Insomma, per realizzare

la nostra università ci impegneremo a 360 gradi, nella piena consapevolezza degli ostacoli che troveremo e che ci faranno trovare. Li supereremo grazie alla forza delle nostre idee, al nostro entusiasmo e alla nostra determinazione nonché al sostegno che ci daranno tutti coloro che condividono che il ritorno dell'Università a Vasto è una grande opportunità per tutti. Colgo l'occasione per tornare a precisare che per ogni opportuna informazione o per aderire al nostro 'Comitato Pro Università', si può inviare una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: universitapervasto@gmail.com Giuseppe La Rana

SEGUE DALLA PRIMA

Via G. Cesare, forzato il parcometro problemi della zona che attanagliano da molto tempo il quartier generale economico della città. A raccogliere le istanze di alcuni commercianti locali è stato Luca D’Annunzio (Lega Nord), che torna ad accendere i riflettori sulla questione dei parcheggi selvaggi e dei piccoli episodi di microcriminalità di cui quello del parcometro è l’ultimo esempio. “Il problema sicurezza, c’è ed è

evidente. Per quanto concerne le aree di sosta, è mai possibile – si domanda D’Annunzio - che a Vasto ci siano solo due ragazze incaricate di controllare tutte le aree parcheggio a pagamento?” Intanto, il Sindaco Lapenna, ha raccolto le istanze, e come primo risultato, già dalle prossime festività natalizie, gli addobbi urbani interesseranno anche via Giulio Cesare. (D.C.)

Annunci Economici Laureato in Giurisprudenza con maturità classica impartisce ripetizioni in italiano, storia, geografia e diritto ad alunni di elementari, medie e superiori. Tel. 338 3793654. Vendesi attrezzatura da parrucchiere, 5 posti lavoro più 1 poltrona da barbiere, poltrone per la sala d’attesa, specchi a muro e accessori vari. Per informazioni: Gianfranco tel. 340.3501490

SAN SALVO “Echi”: è questo il titolo della poesia composta dal pugno della giovane sansalvese Raffaella Ciervo che è stata selezionata nella rubrica ‘Poetando’ del programma radiofonico di Maurizio Costanzo, “L’uomo della notte”. «Ho inviato i versi dietro l’invito incalzante di un amico. – ci confida Raffaella – Successivamente ho saputo che la poesia era stata selezionata per essere letta in trasmissione ed inserita nella raccolta». La composizione in versi è inserita alla pagina 68 di ‘Poetando’, volume che raccoglie le poesie declamate nella omonima rubrica radiofonica di Maurizio Costanzo. Tra gli obiettivi futuri di Raffaella, quello di concludere i suoi studi, continuando a coltivare l’interesse relativo alla scrittura. (S.L.R.)

“Echi”, i versi di Raffaella Ciervo nella raccolta di Maurizio Costanzo

Direttore responsabile: Giuseppe La Rana Autorizzazione del Tribunale di Vasto n. 115 del 17.04.2007 web: www.periodicoilgrillo.com mail: redazione@periodicoilgrillo.com tel: 0873. 670388 - 393.1239090 Editore: Il Grillo s.r.l Stampa: Offset Point Via Tito Livio, 9 - Vasto (CH)

Contatti: redazione@periodicoilgrillo.com - Tel: 0873.670388 - 393.1239090


3 L‘ANGOLO DEGLI AUGURI

Buon compleanno Angela!! 26 Novembre: questo è un giorno da ricordare perchè è nata una persona speciale, e per questo ti volevo fare un augurio particolare! Auguroni Angela per i tuoi 19 anni, dal tuo ragazzo e da tutti i tuoi amici. SEGUE DALLA PRIMA

PD: scontro al vertice carica Nicola Sannino e Domenico Di Stefano. Questi ultimi hanno animato la mozione Franceschini al contrario dei competitor che invece avevano sostenuto (e dichiarato di sostenere) Bersani. Ma non si può dire che lo scontro congressuale sansalvese sia tra bersaniani e franceschiniani, anche perché Mariotti (Tony) nella sua prima intervista da candidato (rilasciata a sansalvomare.it) ha dichiarato di essere “appoggiato da ex sostenitori di tutte e tre le mozioni congressuali”. Né si può dire che la divisione sia tra ex margheritini ed ex diessini, perché attorno ai due contendenti si sono giustamente aggregati dirigenti di varia provenienza (e non poteva che essere così in un partito che ha l’ardire di definirsi plurale). Né si tratta di uno scontro generazionale, visto che i candidati hanno quasi la stessa età (più o meno quarant’anni). Ma allora quali sono le dinamiche che hanno determinato le candidature e le rispettive endorsement interne? Ovviamente chi segue la politica un’idea se la sarà fatta, ma sarebbe giusto che a dirlo siano i segretari designati, i candidati delle liste a sostegno e i capi elettori. Il Pd non è più il Pci. I congressi non si decidono per cooptazione e né a tavolino. I 365 iscritti saranno probabilmente avvicinati uno per uno, come in una classica elezione comunale, che annovera tifosi e indecisi, coraggiosi ed opportunisti. Le diverse posizioni congressuali in quanto assunte da personaggi politici diventeranno posizioni pubbliche ed oltrepasseranno le pareti sezionali non per morbosa curiosità gossipara, ma perché sono destinate a determinare gli equilibri amministrativi della città, le successive candidature, i destini e le carriere di manager e dipendenti pubblici e di imprenditori e professionisti privati, sia pure a livello locale. Fossero anche animati dalle migliori intenzioni unitarie, i due candidati (e loro sostenitori) non possono non sapere che questo congresso arriva appena dopo il rimpasto di Giunta, i cui defenestrati si raccolgono attorno al segretario uscente, mentre i premiati si raccolgono attorno all’aspirante. E’ un caso ? Aspettiamo di saperlo ed aspettiamo anche di vedere quanto la vicenda amministrativa in corso (con i sentimenti ed i risentimenti che suscita) inciderà nel risultato del congresso. Comunque vada a finire, è chiaro che il Partito democratico può dirsi veramente tale se avrà la forza di proiettare ovunque governa, e senza troppi traumi, entrambe le proprie componenti interne…sia la vincente che la perdente.

Digital Divide: arriverà il cambiamento? di Diana Morasca Digital Divide significa “divario digitale” e consiste in un disequilibrio in atto tra chi può accedere alle nuove tecnologie informatiche e chi non ne ha la possibilità: il digital divide è un gap digitale, che si è venuto a creare e si manifesta con sempre maggiore evidenza, tra coloro che possiedono il “dominio tecnologico” e che quindi hanno la possibilità di influenzare l’economia globale con le proprie decisioni e coloro che, invece, non avendo tali mezzi a disposizione, ne subiscono passivamente le conseguenze, senza poter influire sui cambiamenti economici e sociali. Il digital divide sottolinea che viviamo in un’epoca in cui le innovazioni arrivano ritmate dalla velocità della luce e per riuscire a stare dietro ad esse bisogna essere “always on”: sempre presenti, sempre attenti ed attivi, sia nel settore della new technology, che in quello della new economy, per permettere (soprattutto per quanto riguarda la new economy) di ampliare la domanda e l’offerta del mercato mondiale e di concorrere con coloro che, cogliendo le potenzialità e la forza innovatrice delle ICT (Information Technology Comunication), tendono a sconfinare nell’esaltazione acritica di tali strumenti, rischiando di trasformarne i concorrenti in oggetti di pericolose strumentalizzazioni. Dal punto di vista economico, infatti, il digital divide crea ed amplifica i fortissimi dislivelli tra i cosidetti “paesi ricchi” ed i “paesi poveri” rispetto alle tecnologie informatiche: internet è parte integrante dell’economia statunitense, impiegando, attualmente, miliardi di lavoratori. La crescita smisurata, sia di persone che di industrie, che, grazie all’uso degli strumenti tecnologicamente avanzati, rafforzano la propria posizione e la propria competitività sul mercato, si attua con discapito e grave danno di quei Paesi che purtroppo sono

ancora “poveri”, cioè sono privi di tecnologie innovative e, per questo, sono costantemente penalizzati, perchè considerati “inferiori” sia dal punto di vista socio-culturale, che nell’ambito dello sviluppo della new economy mondiale. Ma è possibile colmare questo gap digitale presente tra alcuni Paesi ed alcune Nazioni? In fondo, bisognerebbe rifornire di tecnologie informatiche i Paesi attualmente “poveri”, in modo da permettere loro di competere con chi ne è già fornito, garantendo al mercato la parità tecnologica, che consente di velocizzare i tempi di produzione, di risparmiare sui costi ed accedere ai mercati. Lo sviluppo dell’economia mondiale è basata sulle nuove tecnologie ed è necessario che tutti, sia i “paesi ricchi” che i “paesi poveri”, partecipino attivamente allo sviluppo ed all’evoluzione dell’economia mondiale, colmando, nel minor tempo possibile, il gap esistente. Qualcosa è stato fatto e molto si sta cominciando a fare, tuttavia quanto è stato realizzato finora non è ancora sufficiente per un effettivo e completo sviluppo. Colmare il gap creerà vantaggi per tutti, perché il tenore, lo stile e le condizioni di vita miglioreranno per i cittadini di tutto il mondo e non esisteranno più, dal punto di vista tecnologico, “paesi ricchi” e “paesi poveri” perché anche questi ultimi decolleranno con il pianeta intero. Colmare il gap significa gettare un ponte tra “paesi ricchi” e “paesi poveri”: un ponte che, attraversando i popoli, deve abbattere la fame e la povertà nel mondo, lo sfruttamento sociale, lo sfruttamento dei bambini, il maltrattamento delle donne e di chi è malato o indifeso. Nessun Paese o Nazione si può definire “ricco” fino a quando un fratello soffre e muore di miseria e di fame.

SEGUE DALLA PRIMA

Persona, Regole, Felicità. La strada, il percorso, il cammino verso i diritti umani blico. Presenti il Sindaco Luciano Lapenna ed alcuni assessori. I relatori, con fare interlocutorio, hanno incontrato le scuole medie superiori, che hanno accolto e vissuto con entusiasmo l’iniziativa. Gherardo Colombo parla di sé, del suo rapporto con gli studenti amabilmente e del perché è importante dar voce ai ragazzi, incontrarli e dialogare con loro aprendosi alle loro esigenze. Dopo aver trascorso 33 anni in magistratura, si era reso conto che esisteva una costante: il malfunzionamento della giustizia e che occorreva ristabilire un ponte di comunicazione con la gente, sulla relazione che esiste tra i cittadini e le regole e la nostra possibilità di essere felici. Cito il suo ultimo libro, edito dalla Feltrinelli, “Sulle Regole”, un libro accattivante che si lascia leggere in qualche ora, ma offre spunti di riflessione e di dibattito molto ampi. “A proposito della verticalizzazione sociale, sostiene che l’organizzazione piramidale va di pari passo con l’opacità e la scarsa diffusione delle informazioni. Parla di gestione occulta delle notizie, di istituzione di complesse macchine burocratiche che disperdono responsabilità e conoscenze. Il quadro che configura è preoccupante. Quanto è libera l’informazione oggi? Da chi o da che cosa si deve liberare? Perché si possa parlare di informazione rispettosa della dignità umana e dei diritti della persona quali sono i passi che la nostra società può compiere?” “Penso che la risposta sia abbastanza semplice. Ritengo che chi oggi vuole informarsi correttamente, può farlo, perché le fonti di informazione sono innumerevoli ed estremamente diversificate. Basta conoscere un po’ di inglese e si va su internet, poi occorre verificare le notizie. E, dunque, per chi vuole impegnarsi a trovare l’informazione non si presentano grandi difficoltà. Ma non sempre le persone hanno voglia, tempo e costanza di ricercare le notizie. Allora mi chiedo se non sarebbe il caso di fare quel che è stato fatto con i poteri tradizionali.

Esiste un Parlamento che fa le leggi, un Governo che amministra, una Magistratura che verifica l’applicazione delle leggi. Quando Montesquieu ha pensato ai poteri, non esisteva ancora l’informazione così com’è strutturata oggi. Si potrebbe pensare ad un quarto potere..” Concludo con una frase granitica del libro “Sulle Regole”. “La giustizia non può funzionare se il rapporto tra i cittadini e le regole è malato, sofferto, segnato dall’incomunicabilità. La giustizia non può funzionare se i cittadini non comprendono il perché delle regole.”

In foto: il magistrato Colombo con la nostra corrispondente Tiziana Lalla

Il Grillo è a Vasto, San Salvo, Cupello, Casalbordino, Pollutri, Scerni, T. di Sangro, Monteodorisio, Gissi, Castiglione M.M., Schiavi d’Abruzzo, Torrebruna e Celenza sul Trigno


Via Argentieri, 88 Montenero di Bisaccia (CB) www.indexsrl.it

Contatti: redazione@periodicoilgrillo.com - Tel: 0873.670388 - 393.1239090

Periodico Il Grillo - anno 3 - numero 36 - 28 novembre 2009  

Periodico Il Grillo - anno 3 - numero 36 - 28 novembre 2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you