Issuu on Google+

uN AGENTE REALE È SEMPRE CON TE. Chiedigli come proteggere il tuo mondo.

Agenzia di Vasto Bolognese Annalisa, Cristofano Maria, Bolognese Agostino Venanzio S.a.s. Corso Mazzini 31/A - int. 5 - 66054 Vasto (CH) tel. 0873 362323 - fax 0873 364528

1 3-03-2008 Anno 03 - numero 35 - 4000 copie in distribuzione gratuita - web: www.periodicoilgrillo.com - mail: redazione@periodicoilgrillo.com - 21 REALE_istitVASTO_5_5x6_5.indd novembre 2009 Presentazione B.V.M.15:03:58

Riportiamo l’Università a Vasto Nasce il Comitato: «Indispensabile la sinergia tra pubblico e privati»

Ripartiamo dai giovani per dare un impulso nuovo e fresco alla nostra società. Un impul-

so che sa di cultura, di rilancio economico, di crescita, di maggiore prestigio per il territorio tutto. Lavoriamo per recuperare e ricostruire ciò che altri hanno abbandonato. Parliamo dell’università, della nostra università, le cui potenzialità, proprio quando volevamo gustarle fino in fondo, già erano finite. Cestinate nei Palazzi del Municipio, come i debiti mai pagati nei confronti della D’Annunzio. Nelle scorse settimane si è costituito il Comitato “Pro Università”, le cui finalità sono legate allo sviluppo di un progetto atto a riportare l’università nella nostra città, sul nostro territorio. nella foto: il Presidente del Comitato, Giuseppe La Rana Per raggiungere lo scopo saranno av-

viati tavoli di trattativa tra gli enti interessati e gli atenei italiani ed europei. Tra le iniziative per conseguire lo scopo, inoltre, la promozione di dibattiti e convegni volti alla sensibilizzazione della cooperazione tra enti pubblici e privati. Il comitato, al suo atto costitutivo, conta già alcune decine di adesioni e vanta un direttivo composto da otto membri elettivi. Nella prima riunione il direttivo ha eletto all’unanimità, alla carica di presidente del Comitato, Giuseppe La Rana, direttore di questo giornale e del relativo portale web. “E’ un progetto ben definito, aperto a tutti e certamente condiviso da molti – ha commentato La Rana - che spero troverà sostegno nei vari substrati sociali. Si tratta di un segue in seconda

VASTO - POLITICA

Pulchra: Alinovi contro Tilli Spunta il conflitto d’interessi: «Ha una società che vende materiale al Comune» La trasparenza dell'azione amministrativa e i possibili conflitti di interesse tra pubblico e privato, sono i temi posti al centro di un'interrogazione firmata e depositata, lo scorso 19 novembre, da Riccardo Alinovi, V. Presidente del Consiglio Comunale di Vasto. Nell'interpellanza, indirizzata al Sindaco Luciano Lapenna e, per conoscenza, anche alla Procura della Repubblica di Vasto, al Comando provinciale della Guardia di Finanza e al segretario nazionale del PD Bersani, si accendono i riflettori sulla posizione di Tilli Enrico, attuale Presidente della Pulchra S.p.a., società a pubblica partecipazione da parte del Comune di Vasto per il 51%. L'Alinovi, dopo aver evidenziato che il sig, Tilli, da una recen-

segue in seconda

CASALBORDINO - PIANO COMMERCIO

La Confesercenti ricorre al Tar

di Tiziana Lalla La Confesercenti provinciale ha richiesto al Comune di Casalborbino di revocare, in autotutela, la delibera con la quale oltre a recepire i parametri urbanistici, autorizza formalmente insediamenti di media e grande distribuzione senza alcuna

segue in terza

LUTTO Il 17 novembre si è spenta la cara esistenza di Concetta Mammarella, madre e moglie esemplare, che ha dedicato la vita esclusivamente alla famiglia e al lavoro. Era la nonna materna del nostro direttore Giuseppe La Rana, nonchè madre dell’editrice, sig.ra Paola Di Nisio, ai quali vanno, unitamente ai familiari, le più sentite condoglianze dalla redazione de ‘Il Grillo’.

L’ALLARME DELLA LEGA NORD

Un termovalorizzatore a Furci? Dopo la problematica del conflitto d’interesse segnalato dal segretario provinciale dell’Udeur, Riccardo Alinovi, nei confronti del Presidente della Pulchra spa, Enrico Tilli, registriamo l’allarme lanciato dal coordinatore della Lega Nord, Stefano Moretti, sugli interessi in gioco in ordine alla possibile realizzazione di un termovalorizzatore nella vicina Furci. “Il Sindaco - scrive Moretti - dovrebbe far luce sul presumibile conflitto di interessi generato dal rapporto tenuto da una società di Enrico Tilli e l’Ente Comune di Vasto. La Lega, inoltre - avverte il coordinatore della Lega Nord - lancia l’allarme sul tentativo dell’attuale Giunta Provinciale, nella persona dell’Assessore all’ambiente, e del Sindaco di Furci di concedere le autorizzazioni all’apertura di una nuova discarica nel territorio di Furci che dovrebbe essere realizzata da un imprenditore di Vasto e da un ex presidente della SAGA Abruzzo. Questo è il chiaro tentativo - spiega Moretti - di una manovra politico-imprenditoriale volta a svalorizzare il CIVETA per regalarlo a privati già precedentemente individuati e per costruire nelle vicinanze del consorzio un termovalorizzatore tale da catalizzare in zona una speculazione economica di decine di milioni di euro a danno dell’ambiente, della popolazione, del turismo e dei prodotti agricoli. Una simile manovra, tanto desiderata dagli esponenti locali del centrodestra, porterebbe solo problemi al nostro territorio senza avere nessun risvolto positivo neanche in termini occupazionali. La Lega Nord - conclude - impedirà che simili porcate vengano realizzate a danno dei cittadini di Vasto e del suo comprensorio. S.M.


2

XV edizione della Festa dell’Albero

Iniziativa del circolo di Legambiente Vasto Oggi, sabato 21 novembre alle 10.30 si terrà presso il cortile dell’Istituto Figlie della Croce, la XV esima edizione della Festa dell’Albero, organizzata dal circolo di Legambiente di Vasto, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e il Corpo Forestale. L’iniziativa intitolata”Pennelliamo di verde la nostra città”, si svolgerà in contemporanea su tutto il territorio nazionale, a significare che siamo tutti cittadini del mondo e riprende le radici antichissime di questa festa che risale all’epoca romana. Entriamo nel vivo del programma:i bambini della scuola primaria introdurranno la festa con un canto sull’albero,ed esporranno i propri elaborati didattici(poesie e temi) nonché artistici(disegni, collage e vari manufatti) attinenti alla campagna in esame e realizzati nelle settimane antecedenti l’iniziativa. Veri protagonisti dell’iniziativa saranno i bambini che aiuteranno gli operatori comunali nella messa a dimora di cinque specie di alberi da frutto: due melograni, due ciliegi e un nocciolo. Ognuno di questi alberi sarà adottato e battezzato con un nome di fantasia scelto dagli stessi alunni e verrà adottato da una classe e seguito in tutte le fasi del suo sviluppo,fino al compimento del corso di studi “L’appuntamento punta alla sensibilizzazione dei giovanissimi che adottano e curano aree verdi anche nei mesi a seguire e richiama l’attenzione sull’importanza e la piacevolezza del”verde” nei luoghi che grandi e bambini abitano quotidianamente”, evidenzia La Biologa Fausta Nucciarone , Presidente del Circolo di Vasto, “altresì,oggi questa iniziativa assume un significato fondamentale in vista del vertice mondiale di Copenaghen che si terrà il prossimo dicembre,nel corso del quale saranno ridefiniti i termini nella lotta ai mutamenti climatici”. Soprattutto a queste tematiche gli alunni delle ultime classi sono stati avvicinati e coinvolti attraverso un incontro didattico, svolto il 7 novembre dai volontari del Circolo Legambiente di Vasto, presso i locali della scuola. Attraverso la proiezione di immagini animate e fotografie,si è catturata la loro attenzione. Si è visto tutto il ciclo dell’albero, si è parlato di fotosintesi clorofilliana, di effetto serra , di scioglimento dei ghiacciai, di innalzamento delle temperature ma anche di che cosa possiamo fare , ciascuno nel proprio ambito, piantando queste belle piantine! Ricominciamo da cinque! Tiziana Lalla

Studenti a scuola di Volley L’iniziativa di Panathlon International Vasto in collaborazione con l’A.D. San Gabriele

SEGUE DALLA PRIMA

VASTO

Riportiamo l’Università a Vasto impegno che portiamo avanti silenziosamente da quest’estate. Dopo l’elaborazione di alcuni dati riteniamo che per superare lo scalino più grande, che è quello economico, il nostro progetto ha necessariamente bisogno della sinergia tra pubblico e privati. Sono attualmente in corso - spiega il Presidente - tavoli di trattativa con alcune Università, Enti Pubblici, Associazioni di categoria e grandi Aziende, che

ci vedono impegnati, come Comitato, sul triplice fronte della promozione del territorio, della cultura universitaria e della ricerca di risorse economiche.” Per tutti coloro che sono interessati ad aderire al Comitato ‘Pro Università’ o comunque a sostenerlo, basta inviare una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: universitapervasto@gmail.com. D.C.

SEGUE DALLA PRIMA

Pulchra: Alinovi contro Tilli te visura camerale, risulta essere stato più volte protestato per cambiali non pagate e dopo aver premesso che il medesimo Tilli è titolare della ditta Sanet, esercente il commercio di prodotti ecodisinfettanti, con la quale il Comune di Vasto è entrato più volte in rapporti commerciali, sollecita un pronto intervento dell' Amministrazione di Vasto. In particolare, Riccardo Alinovi chiede che nel prossimo Consiglio Comunale il Sindaco riferisca: a) se sia corretto che il presidente di una società a partecipazione maggioritaria comunale operante nel settore dello smaltimento dei rifiuti, per giunta investito di tale carica dallo stesso ente comunale maggioritario, possa, in qualità di titolare di altra società commerciale operante nel settore della vendita di prodotti eco-disinfettanti ambientali, vendere al medesimo ente pubblico prodotti eco-disinfettanti ambientali; b) se possa, un ente come la P.u.l.c.h.r.a. S.p.a., responsabile di un servizio così importante per la collettività, che gestisce milioni di euro di soldi pubblici, essere presieduto da persona pubblicamente protestata. L'Alinovi conclude la sua interrogazione con una richiesta di immediata revoca della nomina del Sig. Tilli Enrico a Presidente della P.u.l.c.h.r.a. S.p.a. G.L.R.

Panathlon International Vasto in collaborazione con la A.D. Polisportiva S. Gabriele ha avviato un progetto per avvicinare alla pallavolo gli alunni delle prime classi della scuola media. La prima fase di questo esperimento è rivolto agli adolescenti della scuola media Paolucci. Proprio perché si tratta di un progetto di grande spessore, la sezione locale di Panathlon ha deciso di servirsi della collaborazione di due bravissime ed esperte istruttrici quali Maria Luisa Checchia, premiata il mese scorso a Chieti come migliore preparatrice giovanile provinciale, e Caterina De Marinis, indimenticabile bandiera dell’avventura Biomedis e campionessa italiana di beach volley. Il Progetto prevede 8 lezioni per classe. “Panathlon – afferma il Presidente del Club vastese, Daniela Marrollo - si adopera per l'affermazione dell'ideale sportivo e dei suoi valori morali e della solidarietà tra gli uomini. Per questi scopi promuove l'amicizia tra i soci; stimola la conoscenza, lo studio e la divulgazione dei problemi sportivi; adotta ed affianca ogni iniziativa al servizio dello sport. Il motto dell’associazione e “Ludis Jungit", ovvero "uniti dallo sport, per lo sport", un motto che ben spiega la filosofia alla base delle nostre attività”. S.L.R.

Le Giacche Verdi salvano un Tasso Nella giornata di mercoledì 18, su richiesta della locale caserma del Corpo forestale dello Stato, le Giacche Verdi sono intervenute per il recupero di un tasso caduto in una pozza tra Vasto e San Salvo. “Abbiamo subito organizzato la nostra squadra di recupero animali che in un'oretta circa si è recata sul posto - ha affermato Eustachio Frangione delle Giacche Verdi - e abbiamo rinvenuto un bellissimo esemplare di Tasso adulto di sesso maschile che è stato prontamente trasportato nella nostra sede e curato dal nostro veterinario interno. Lo stesso è tutt'ora in sede e si è completamente ripreso, verrà liberato al più presto in un luogo concordato con il Corpo Forestale dello Stato che sarà presente al momento del rilascio.”

Concorso Nazionale Aibes 2009: altri successi per la squadra vastese Ancora soddisfazioni per la squadra vastese dell’Associazione Italiana Barman e sostenitori (AIBES), capitanata dal delegato William Menna. Al concorso nazionale AIBES 2009 di Sorrento si classifica, infatti, al secondo posto Flavio Galante nella categoria “Emergenti” con un cocktail a base di caffè. Oltre al prestigioso risultato del giovane Flavio, barman del Caffè del Mar di Vasto Marina, la sezione AIBES di Marche Abruzzo e Molise si impone a Sorrento nella categoria “Aspiranti” con Domenico Meroni. La squadra vastese, nel ringraziare il fiduciario Rudi Rinaldi ed il suo gruppo di lavoro, ricorda agli interessati che sono in programma nuovi corsi AIBES. Info al 329.0157114

Annunci Economici Laureato in Giurisprudenza con maturità classica impartisce ripetizioni in italiano, storia, geografia e diritto ad alunni di elementari, medie e superiori. Tel. 338 3793654. Vendesi attrezzatura da parrucchiere, 5 posti lavoro più 1 poltrona da barbiere, poltrone per la sala d’attesa, specchi a muro e accessori vari. Per informazioni: Gianfranco tel. 340.3501490

Direttore responsabile: Giuseppe La Rana Autorizzazione del Tribunale di Vasto n. 115 del 17.04.2007 web: www.periodicoilgrillo.com mail: redazione@periodicoilgrillo.com tel: 0873. 670388 - 393.1239090 Editore: Il Grillo s.r.l Stampa: Offset Point Via Tito Livio, 9 - Vasto (CH)

Contatti: redazione@periodicoilgrillo.com - Tel: 0873.670388 - 393.1239090


3 L‘ANGOLO DEGLI AUGURI

Auguri dalla tua Princy Il 21-11-1977 sei nato tu angelo mio... sceso dal cielo, con le tue ali dorate su di me. Il giorno più bello per me è stato quando 3 anni fa ti vidi per la prima volta, ci siamo guardati negli occhi e ci siamo dati il primo bacio e grazie a te ho scoperto cosa vuol dire amare ed essere amata. Tempo fa ti dissi: urlerò al mondo intero che TI AMO e finalmente questo giorno è arrivato. Grazie di esistere amore mio. TANTISSIMI AUGURI dalla tua PRINCY

Centro Oli, il gioco non vale la candela di Alessandro Olivieri Nelle antiche osterie, i giocatori di carte, usavano le candele, all’epoca assai care, come fonte di illuminazione, per tanto se il gioco non valeva nulla o valeva poco non conveniva neanche giocare. Da qui deriva la saggia locuzione popolare “il gioco non vale la candela”, la quale si presta perfettamente per un riflessione finale su una pratica valutazione oggettiva, da parte di chi scrive, del progetto denominato “centro oli”. Trattasi della richiesta avanzata dalla società ENI al comune di Ortona per la realizzazione di una raffineria nei pressi del litorale marino. Inoltre, in base al progetto presentato, il petrolio dovrebbe essere estratto mediante nuovi centri dislocati su una vasta area di territorio abruzzese. I nuovi punti di estrazione dovrebbero essere collegati tra loro e con i punti di estrazione già esistenti nel versante marino fino a Vasto, per mezzo di una fitta rete di tubature, per poi confluire nel centro oli. C’è da dire che l’economia abruzzese si basa prevalentemente sull’agricoltura e sul turismo. I nostri vini e i prodotti tipici sono famosi in tutto il mondo, il nostro mare è tra i piu’ belli e puliti d’Italia. Qui siamo in Abruzzo, il petrolio, quel poco che c’è, è di pessima qualità, tra i piu’ scadenti al mondo, mica siamo in Texas o in Brasile, dove il petrolio è puro al quarantacinque per cento e la morfologia del territorio si adatta particolarmente all’attività di estrazione del greggio. E pensare che gli impianti di estrazione dovrebbero comprendere anche una zona del Parco Nazionale della Majella. Lasciamo la nostra terra cosi com’è o scegliamo il petrolio? Dato che le due cose non possono convivere, delle due l’una. Cosa potrebbe dare in piu’ all’Abruzzo la realizzazione del progetto ENI? Forse una cinquantina di posti di lavoro e pochi introiti fiscali per la Regione. Ovviamente la quasi totalità della torta andrà ai petrolieri, i quali certo non si risparmiano quando si tratta di speculare sugli alti e bassi del mercato dei carburanti. Di contro avremo il rischio di mettere in ginocchio l’intera economia della regione, gli agricoltori e gli operatori del comparto turistico. Ne vale la pena? Forte è l’opposizione degli enti nati appositamente per impedire la realizzazione del centro oli, ma l’ultima parola spetta al presidente Chiodi, che fin’ora non si è pronunciato sulla vicenda. Confidiamo nel suo buon senso.

Comunità Montana “Alto Vastese”: e così Venosini tornò indietro “con una mano avanti e l’altra dietro” L’inossidabile Piluso, sindaco di centrosinistra di Schiavi d’Abruzzo, politico navigato di lungo corso, con un’abile mossa, alleandosi con il sindaco di centrodestra di Castiglione M. Marino dott. Mastrangelo, ha trionfato ancora riconfermandosi alla guida della Comunità Montana Alto Vastese e garantendo una maggioranza di governo che appare stabile e sicura. La logica politica che, da che mondo è mondo e nonostante la profonda rivoluzione ideologica ed innovativa di cui il nostro novello don Chisciotte si fa paladino, esiste sempre ed ancora, avrebbe consigliato un accordo programmatico nell’area del centrosinistra che, di fatto, non è stato raggiunto. Il sindaco Venosini, che ha trovato da sempre nei sindaci di Torrebruna degli alleati potenti, ha gridato all’“INCIUCIO” ed invece di proporre una alternativa programmatica e convincente, è partito sparato a cavallo del suo ronzino claudicante e spelacchiato, armato di lancia spuntata, con elmo calato sugli occhi così tanto da non vedere alcun ostacolo, per eliminare dalla scena politica l’inossidabile Piluso. In che modo? Ricercando a tutti i costi un’alleanza con il sindaco Mastrangelo, il cui rifiuto è stato giustamente motivato dal fatto che tale alleanza non avrebbe goduto di una maggioranza di governo ed avrebbe portato di fatto la Comunità Montana Alto Vastese al commissariamento. In più occasioni il nostro don Chisciotte ha attaccato l’inossidabile Piluso con l’intento autorevole di esportare quanto di “nuovo” ha realizzato a Celenza, non avendo capito ancora che il suo “nuovo” non è esportabile, in quanto non condiviso dai sindaci della Comunità Montana e soprattutto non supportato da alcuna logica politica degna di rispetto. Il “nuovo” di Venosini, fatto di mentalità e fantasiosi metodi “democratici”, è di contenuto zero; è già noto nell’Alto Vastese tanto che molti di noi stanno dando il massimo impegno, sudando le sette camicie, per farlo conoscere ed apprezzare in tutto il Vastese in modo che anche i politici

di Vasto e dintorni ne possano venire illuminati e quindi folgorati. Il “nuovo” di Venosini, come spesso dichiara, è la “purezza”. Se l’alleanza, dunque, tra Piluso e Mastrangelo, è un inciucio, è solo perché Piluso è un impuro. Il suo “nuovo” è fatto di “obbedienza alla legge”, “summum ius, summa iniuria”, così come nel caso dello scippo dei terreni gravati da uso civico, dei suoi ricorsi alla magistratura per eliminare gli avversari politici, dei danni economici e d’immagine arrecati alla RSA, dei fondi di denaro destinati ad altri progetti e da lui dirottati per il risanamento di una frana che, tanto per semplificare l’identificazione del posto, si trova sotto la masseria di un suo assessore. E questo “nuovo” è il frutto della sua apolitica o antipolitica? La politica, a nostro avviso, è innanzitutto mediazione intelligente tra forze divergenti e avverse per individuare la soluzione dei problemi e conseguire il bene pubblico. È fatta di proposte serie e convincenti e risulta chiaro, dunque, come Mastrangelo abbia scelto sì un “inciucio”, ma operativo, atto a salvare la Comunità Montana Alto Vastese dal commissariamento. Da qui l’ira funesta di don Chisciotte che, per nulla triste e malinconico, come il caso avrebbe richiesto, vista la totale esclusione del Comune che egli rappresenta dalla Comunità Montana Alto Vastese, su un ronzino sempre più claudicante e spelacchiato, con la lancia sempre più spuntata, l’elmo calato talmente sugli occhi tanto da non vedere assolutamente nulla, ridiscende il colle e fa ritorno al paesello natio, come si suol dire, “con una mano davanti e l’altra di dietro”, pronto a parare i prossimi probabili colpi, ma già disposto nell’animo e nello spirito alla ripartenza verso nuove e affascinanti crociate. Celenza sul Trigno, 19 novembre 2009 Maria Novella Amicarelli

LA SEGNALAZIONE

S.O.S. in via Madonna dell’Asilo Questa è una comunicazione di servizio rivolta agli automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni. Prestare la massima attenzione in via Conti Ricci, a Vasto, in prossimità dell’incrocio con via Madonna dell’Asilo: tra il ciglio della strada e il margine del marciapiede, non facilmente individuabile, e proprio per questo più pericolasa, fa bella mostra di sè una buca, probabilmente creata, all’epoca, per il deflusso dell’acqua piovana, ma così ampia da costituire un pericolo. G.Z.

SEGUE DALLA PRIMA

La Confesercenti ricorre al Tar limitazione, poiché detta Amministrazione Comunale ha approvato la delibera che recepisce la Legge Regionale sulla programmazione commerciale(L. n. 11/2008), senza preventivamente consultare le Associazioni di Categoria, così come prevede la legge. A tale richiesta il Comune di Casalbordino non ha risposto, per cui la Confesercenti ha ritenuto di proporre ricorso al TAR di Pesca-

ra, assieme ad imprenditori locali, da un lato perché sono state violate le norme nazionali e regionali sulla partecipazione ai procedimenti amministrativi e dall’altro, per evitare il rischio di uno stravolgimento dell’attuale assetto della rete distributiva, che riguarderebbe non solo l’area di Casalbordino, ma anche di Vasto e San Salvo, così come previsto dal Quadro di Riferimento

Regionale(QRR). Le motivazioni sottese a questa azione legale e politico-sindacale, spiega Simone Lembo, mirano a salvaguardare la nostra rete distributiva da assalti meramente speculativi, provenienti da fuori regione, convinti che ogni processo di ammodernamento della rete distributiva debba coinvolgere e riguardare, in primis, gli imprenditori locali.

Il Grillo è a Vasto, San Salvo, Cupello, Casalbordino, Pollutri, Scerni, T. di Sangro, Monteodorisio, Gissi, Castiglione M.M., Schiavi d’Abruzzo, Torrebruna e Celenza sul Trigno


Via Argentieri, 88 Montenero di Bisaccia (CB) www.indexsrl.it

Contatti: redazione@periodicoilgrillo.com - Tel: 0873.670388 - 393.1239090


Periodico Il Grillo - anno 3 - numero 35 - 21 novembre 2009