Page 1

JC6<:CI:G:6A: ÝH:BEG:8DCI:# 8]^ZY^\a^XdbZegdiZ\\ZgZ^aijdbdcYd#

7][dp_WZ_LWije 7dad\cZhZ6ccVa^hV!8g^hid[VcdBVg^V! 7dad\cZhZ6\dhi^cdKZcVco^dH#V#h# 8dghdBVoo^c^(&$6"^ci#*"++%*)KVhid8= iZa#%-,((+'('("[Vm%-,((+)*'-

REALE_istitVASTO_5_5x6_5.indd 1 3-03-2008 Anno 04 ‐ numero 22  ‐ 4000 copie in distribuzione gratuita  ‐  web: www.periodicoilgrillo.com   ‐   mail: redazione@periodicoilgrillo.com  ‐   19 giugno 2010   S. Gervasio

La pesista Pepe ai campionati nazionali juniores

18-20 giugno: S. Onofrio in Festa

Un progetto cinematografico ideato da giovani vastesi

Michele Del Piano a pagina 4

articolo a pagina 2

articolo a pagina 3

Regione: ok alle recinzioni per gli stabilimenti L’emendamento approvato porta la firma di Menna (UdC) Prospero (PdL) e Tagliente (Rialzati Abruzzo) di Tiziana Lalla

La politica per gli amici di Giuseppe La Rana Batti un colpo se ci sei! Questa la nota frase che si pronuncia all’indirizzo di chi è assente, di chi non fa sentire la sua presenza. Dei fantasmi, in poche parole; di quei politici che li vedi e li senti solo quando devono chiederti il voto. Quelli, come i nostri, che hanno condannato Vasto ad essere la Cenerentola della politica regionale e nazionale. E dopo tanti mesi di completa latitanza politica, per intenderci di lontananza da qualsiasi contributo alla soluzione concreta dei tanti problemi che affliggono il nostro territo-

Tre i firmatari vastesi, in consiglio Regionale dell’emendamento che va ad integrare la “Legge sul demanio marittimo con finalità turistiche e ricreative sulla recinzione degli stabilimenti balneari”: Tagliente, Prospero e Menna. “Il centro-destra in Regione ha approvato la “legge vergogna”, una legge contro la legalità e chi l’ha rispettata, pensata contro Vasto, contro gli stabilimenti balneari

Maurizio Acerbo (RC) : «Questa legge è una porcata»

15:03:58

A Pomigliano

la partita piu’ difficile di Giovanni Uselli Sul grande tavolo della politica nazionale, ci sono tre pietanze, pesanti e dunque di non facile digestione per i cittadini: intercettazioni, manovra economica e Fiat Pomigliano. Partiamo da quest’ ultima. Al momento è una trattativa fra datore di lavoro e lavoratori. Anzi per essere ancora più precisi fra Fiat e sindacato. Non è ancora diventata questione politica e l’augurio è che non lo diventi. E’ anche una questione che non ci riguarda da vicino. Almeno fino ad ora. Ma se diventasse una questione politica….. Il fatto è questo: la Fiat vuole riportare in Italia, e per la precisione a Pomigliano d’Arco, la produzione della Panda, attualmente prodotta in Polonia. Non solo, ma considera questo primo passo

segue in seconda

Pista ciclabile bene a Vasto Marina, problemi in c.da Lebba ________________ a pagina 4

segue in terza

Sono state accolte con favore le prime telecamere installate su viale Dalmazia, a Vasto Marina. Questo sarà il primo fine settimana con l’occhio vigile di uno strumento meccanico che monitorerà la zona rivierasca maggiormente frequentata dai giovani, specie nelle ore notturne. L’esclalation di episodi criminosi ha fatto sì che un impianto del genere divenisse una vera e propria esigenza per restituire ai residenti, ma anche ai tanti giovani ed alle loro famiglie, un po’ di meritata

Parte la videosorveglianza segue in seconda

segue in terza


www.periodicoilgrillo.com

2

Gran finale di stagione per le "farfalline" del Centro Ritmica di Vasto

SEGUE DALLA PRIMA

Parte la videosorveglianza

di Michele Del Piano Gran finale di stagione per le “farfalline” del Centro Ritmica Vasto che si sono esibite a Riccione, in occasione delle Finali Nazionali C.S.A.IN. Le ginnaste vastesi, seguite dall’insegnante Daniela Valentinetti, responsabile tecnico del sodalizio vastese, sono salite sul podio in tutte le categorie in gara. La trasferta in terra romagnola è stata l’apoteosi del lungo e silente cammino affrontato con disciplina ed entusiasmo dalle agguerrite “farfalline”, vanto anche del Centro Benessere, diretto dal dott. Andrea Ledda, che le ospita per gli allenamenti settimanali. In pedana senza indugio, le piccole si sono esibite nelle coreografie programmate e provate per tanti mesi. Di seguito, riportiamo i nomi delle artefici del successo finale: Chiara Di Foglio, Claudia Ranieri, Giulia Camoni, Angelique Marciano, Mara Pischetola, Stefania D’Ercole, Cristiana Piccirilli, Valeria Lombardi, Valeria Micucci, Viviana Iacovitti, Eugenia Di Rosso e Aurora Piedigrossi.

“Aspetto sportivo a parte - dice Nando Miscione, direttore tecnico del Centro Benessere, - va sottolineato il nuovo palpabile senso di appartenenza al gruppo e solidarietà reciproca che, grazie al nuovo “taglio” gestionale, quest’anno ha ulteriormente contribuito alla crescita del gruppo. Un ringraziamento particolare va ai genitori, in primis alle mamme, alcune delle quali provenienti da fuori città e, loro malgrado, pendolari per lo sport, che si sono sobbarcate l’onere di sostenere, accompagnare e attendere, per ore, con pazienza e amore la fine degli allenamenti delle loro bimbe”. Archiviata la pratica di Riccione, le “farfalline” sono già al lavoro in vista dei prossimi impegni, il primo dei quali è il saggio di fine anno che si terrà il 25giugno presso il PalaBCC di Vasto, a seguire, dal 5 al 10 luglio, saranno impegnate in uno stage full immersion che si terrà, a completamento del percorso didattico sportivo fin qui svolto con i tecnici, presso la palestra del quartiere San Paolo.

“Prendi la pecora” il nuovo Cd di Gianni Drudi

tranquillità. La telecamera è senz’altro un deterrente ma resta, comunque, uno strumento di difesa passiva. Aiuta ad identificare gli autori di gesti criminosi e potrebbe essere uno strumento di dissuasione, ma non è sufficiente, da sola, a fare una adeguata opera di prevenzione. Ci auguriamo che dopo i proiettili sparati alcune sere fa nella zona rivierasca, non ci saranno altri episodi di violenza e confidiamo davvero nella utilità di un buon sistema di videosorveglianza. Ma non possiamo trascurare che molti reati sono commessi “d’impeto” (reazioni violente, risse, etc.). Su questo tipo di crimini, l’effetto dissuasore delle telecamere è sostanzialmente nullo, ma la registrazione potrebbe fornire elementi per risalire ai responsabili. In sostanza, da sole le telecamere potrebbero non limitare i crimini, ma contribuire all’individuazione dei criminali, solo dopo che hanno commesso il fatto. Una maggiore presenza delle forze dell’ordine senz’altro riempirebbe il vuoto incolmabile di uno strumento utile, ma pur sempre meccanico. E questa volta non ci sono scuse. Per nessuno. (S.L.R.)

Nell’album anche un brano del vastese Di Giacomo RASSEGNA ‘SCRITTORI IN PIAZZA’ A VASTO: FABIO CIMINIERA PRESENTA ‘LE ROTTE DELLA MUSICA’ Oggi, sabato 19 giugno, alle ore 19.30, Marco Taddei intervista Fabio Ciminiera, nell'ambito della rassegna 'Scrittori in Piazza', organizzata dalla Nuova Libreria di piazza Barbacani in collaborazione con l'associazione culturale 'Liber'. 'Le rotte della musica', il libro di Ciminiera, sarà il punto di partenza dell'incontro. Il libro è stato pubblicato da Ianieri Edizioni ed è illustrato dalle fotografie di Andrea Buccella.

S E G U E D A L L A P R I M A

18-20 giugno: S. Onofrio in Festa

E’ uscito da qualche settimana, il nuovo cd dell’artista Gianni Drudi. Il cd (distribuito dalla It-Why) contiene sei inediti e dodici successi del passato. Fa spicco il nuovo tormentone estivo “PRENDI LA PECORA” , con un videoclip girato tra la campagna ed il mare che sta ottenendo un buon successo di pubblico (oltre 55.000 le visite su You Tube). Nell’album spicca il brano “LA GATTA CHE CHATTA” un merengue sfrenato il cui testo è del paroliere vastese Leano Di Giacomo, autore di diversi lavori discografici di Drudi. Tra i suoi successi “Il ballo del Pinguino” , la mitica “Fiky Fiky “, “Garbino” ; “Macaregna che Carogna” interpretata con il cantore sardo Benito Urgu! …e tanti altri ! Le canzoni di Drudi si possono acquistare anche sui canali digitali: Mondadori.it , Tv Sorrisi & Canzoni shop.

Da venerdì 18 a domenica 20: tre giorni di festa per la comunità vastese del quartiere S. Onofrio che, in onore del Santo, ha predisposto un ricco programma di eventi che vi proponiamo di seguito:

Regione: ok alle recinzioni per gli stabilimenti in regola, una sanatoria per i furbi”: ad affermarlo Camillo D’Alessandro Capogruppo del PD in Regione. Ancora, Maurizio Acerbo: “Il trio di consiglieri regionali vastesi ha così sanato la situazione di quegli stabilimenti che hanno rifiutato di adempiere alle ordinanze comunali”ha tuonato durante la seduta regionale di del 15 giugno, così il Centro del 16 giugno, apostrofando duramente Tagliente al punto che questi stavano per addivenire ad una rissa. Ma vediamo di comprendere le ragioni dell’una e dell’altra parte, tanto per intenderci se queste recinzioni sono un bene o un male per i Vastesi. Qualcuno ha parlato di mini- condono a vantaggio di quei pochi imprenditori balneari che hanno innalzato, e non demolito, come

richiesto, le recinzioni dei propri stabilimenti. Certamente pesa duramente su quanti, in ottemperanza alla legge, le avevano demolite. Questa è una prima disparità che possiamo cogliere. Una seconda, la intravvediamo nell’uso di un bene comune che viene “riservato” a pochi beneficianti:la spiaggia, il mare, il sole di Vasto, diventano un privilegio di pochi paganti. Ma che prezzo hanno la bellezza, la natura, la salute pubblica? Il prezzo di un posto al sole! L’emendamento in questione permette agli stabilimenti balneari di tornare a recintarsi fino ad una altezza di 1.80 metri e per un perimetro avente un raggio di dieci metri a partire dalle pareti degli stabilimenti.

Si parla di legge che premia i furbi: a me sembra solo che si facciano dei torti a tutti, persino agli stessi che in apparenza ne sono i più diretti fruitori, poichè è un grandissimo boomerang etico, sociale, politico che ritorna su chi l’ha lanciato. Lasciamo perdere le spartizioni di partito o le logiche di lobby, pensiamo un po’ al bene comune dei cittadini vastesi tutti! Abbassiamo i toni della polemica che sono divenuti troppo aspri e cauteliamoci “tutti” il nostro bene comune:Vasto, con le sue spiagge e il suo mare, dai troppi predatori alla ricerca di privilegi da tutelare, di fortezze da custodire! Mi viene da pensare che non tutti conoscono la terra su cui camminano.

Sabato 19 h. 17,45: apertura festa; 18,15 accoglienza di s.e. Mons. Bruno Forte in visita pastorale; 19,00 S. Messa celebrata da s.e. mons. Bruno Forte padre arcivescovo. Alle 20,45 ballo in piazza con gli “ audio follia”. Domenica 20 ore 08,45: apertura festa; alle 09,00 la S. messa celebrata da don Massimo d’Angelo, segue alle 16,30 la gara al palo della cucagna che precede la Sagra della porchetta del comitato prevista alle 17.45. Alle 19,30 S. messa celebrata da don Massimo d’Angelo con la partecipazione della confraternita della Sacra Spina e del Gonfalone; 20,30 Animazione musicale con i giovani del quartiere; 21,00 Ballo in piazza con “l’orchestra lara e pierino d’orazio ”; 22,45 Estrazione dei premi della lotteria; 23,00 Spettacolo dei fuochi e giochi pirotecnici. Alle 23,15 si balla ancora con “l’orchestra lara e pierino d’orazio” ed alle 24 è prevista la chiusura della festa. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno nel piazzale privato antistante la chiesa di S.Onofrio ed e’ autogestita con stand gastronomico.. Nell’ambito della festa ci sara’ la classica pesca di beneficenza. Gli ospiti della casa di riposo, gli organizzatori ed il quartiere ringraziano quanti hanno contribuito e vorranno contribuire per la realizzazione della festa.

ANNUNCIO CERCO RAGAZZA PER DIVIDERE AFFITTO A VASTO. APPARTAMENTO IN ZONA CENTRALE. PREZZO 200 EURO MENSILI. TELEFONO 3208650424 (RENATA)

Direttore responsabile: Giuseppe La Rana Autorizzazione del Tribunale di Vasto n. 115 del 17.04.2007 web: www.periodicoilgrillo.com mail: redazione@periodicoilgrillo.com tel: 0873. 670388 - 393.1239090 Editore: Il Grillo s.r.l Stampa: Offset Point Via Tito Livio, 9 - Vasto (CH)

Contatti: redazione@periodicoilgrillo.com - Tel: 0873.670388 - 393.1239090


www.periodicoilgrillo.com

3

Un progetto cinematografico ideato da giovani vastesi Regia e casting di spicco; l'uscita è prevista in concomitanza con il Vasto Film Festival E’ ufficialmente in pre-produzione un progetto cinematografico che di grandi aspettative ne merita già tante ed è l’unico a potersi vantare di avere imitazioni. Ideato e sceneggiato dal 18enne vastese Simone La Rana, trattasi di un cortometraggio che vedrà le riprese durante il mese di luglio a Vasto. La giovane età di Simone è un importante punto di forza che ha già trovato tanti pareri favorevoli da parte di gente locale e non, ma soprattutto da attori di spicco del mondo cinematografico e teatrale di livello nazionale, come Mehdi Mahdloo e Giuseppe De Filippi, che parteciperanno in prima persona alle riprese. Membro importante della troupe è Armando De Vincentis che si occuperà della regia.Quest’ultimo è stato assistente alla regia per le due stagioni della serie televisiva “Tutti pazzi per Amore”, prodotta da Rai Fiction-Publispei e diretta da Riccardo Milani. Inoltre ha realizzato differenti sceneggiature, girato documentari e cortometraggi in ambito accademico, e per il film “Billo, il Grand Daakar“, regia di Laura Muscardin, ha creato il backstage inserito nei contenuti extra del Dvd del film distribuito in America. Protagonista del cortometraggio di Simone La Rana sarà Mehdi Mahdloo, non nuovo a questa esperienza cinematografica. E’ stato, infatti, il protagonista del cortometraggio “La Lettera di Compleanno”, prodotto dal regista Luca Annovi.

SEGUE DALLA PRIMA

La politica per gli amici rio, ecco che i nostri tre rappresentanti in seno al Consiglio regionale hanno ‘battuto un colpo’. Avremmo gradito che la loro esistenza politica l’avessero manifestata con qualche iniziativa a favore della nostra amata cittadina, a vantaggio di tutta la nostra comunità. Ma non è stato così, hanno preferito uscire allo scoperto firmando un emendamento a tutela del privilegio di pochi. Il trio Prospero, Menna, Tagliente, porta la responsabilità dell’approvazione, con legge regionale, di una norma che consente la recinzione degli stabilimenti balneari. Recinzione vietata in tutta Italia da una legge nazionale. Recinzione già ritenuta illegittima dalla magistratura amministrativa abruzzese, che ha più volte respinto i ricorsi di numerosi operatori turistici vastesi che avevano impugnato l’ordine di demolizione delle recinzioni emesso dal sindaco Lapenna. Un intervento a gamba tesa, quello dei nostri tre consiglieri regionali, che ha determinato anche l’invasione della regione in un campo riservato alla competenza dello Stato e del Comune. Insomma, la solita politica al servizio degli amici, che premia e agevola i furbi in danno degli onesti e dei più deboli. In danno di tutta la collettività. E pensare che i consiglieri Menna, Prospero e Tagliente, si manifestano ai cittadini come politici in conflitto tra loro; i primi due sono venuti alle mani e nemmeno si parlano. Il secondo e il terzo si contendono la leadership locale del Pdl, si litigano le nomine negli enti strumentali della regione e si contrastano sotterraneamente per la scelta del prossimo candidato a sindaco di Vasto. Si sono ritrovati tutti insieme, però, in splendida comunione di intenti, quando si è trattato di prestare attenzione all’interesse ‘particulare’ di alcuni privilegiati vastesi. Che maldestri attori nel teatrino della nostra politica!! E si sentono forti e furbi. Ma noi vastesi abbiamo imparato a conoscerli. Non a caso Tagliente, dopo aver perso le elezioni a sindaco contro Lapenna, non si è più sottoposto al giudizio degli elettori ed è in Consiglio regionale solo grazie al salvagente del ‘listino’. Menna e Prospero, invece, sono stati eletti di misura in partiti nei quali non occorrevano numerosi consensi popolari. Questo modo di fare politica ci mortifica, ci umilia. A volte ci fa provare vergogna. Ma non ci deve mai far rassegnare, perché abbiamo il diritto di sperare in un futuro migliore e il dovere di contrastare chiunque voglia rubarcelo.

Uscito nel marzo 2010 e in onda su SKY, il film è attualmente in gara presso l’Acquedolci Independet Film Festival. A seguito del corso di recitazione con “Metodo Stanislavskji–Strasberg” (Actor’s Studios New York), diretto da Francesca De Sapio, ha partecipato nel film “La Città Invisibile”, regia di Giuseppe Tandoi, uscito nei cinema italiani nel mese di aprile 2010. Lo vedremo prossimamente nel ruolo del coprotagonista affianco a Checco Zalone nel suo ultimo film “Una bella giornata”. Cinema, teatro e televisione sono invece tutti i campi su cui si è affacciato Giuseppe De Filippi, infatti, dopo essersi diplomato con il ”Metodo Actor Studio” di Anna D’Abbraccio a Roma.E’ attualmente impegnato nel ruolo di Ricciotto nella commedia “Il marchese del grillo” di M. Monicelli sotto la regia di Elisabetta Villaggio, figlia del noto Paolo. Le sue esperienze teatrali lo hanno visto impegnato in diversi ruoli: in quello di Federico II nel musical “Federico II, L’ulti-

ma danza” (2004-2005), scritto e diretto da Antonio Maiello; nel ruolo di Aglietiello nella commedia “Non ti pago” (2005) di Eduardo De Filippo, con la regia di Patrizia Martinelli; In ambito cinematografico ha partecipato nel 2008 al mediometraggio “Dall’altra parte dell’orizzonte” di Riccardo Maffioli nel ruolo de “il manager”, e nel 2009 al cortometraggio “Untruth” scritto e diretto da M. Nardulli e G. Saffioti nel ruolo di “Luca”. La televisione l’ha visto presente quest’anno come concorrente (prova canto) nella trasmissione condotta da Paolo Bonolis “Ciao Darwin” e nel 2008 come corteggiatore di “Uomini e Donne”. Gli ingredienti sono molti:professionalità e determinazione prima di tutti, quindi i resuposti per una buona riuscita ci sono tutti! L’uscita del cortometraggio è prevista ad agosto, quando verrà presentato presso i festival regionali e nazionali.

A Pomigliano la partita piu’ difficile come asset strategico, pietra miliare per successivi e impegnativi investimenti sul settore, circa settecento milioni di euro. Ovviamente tutto questo a determinate condizioni. Sulla bontà o malvagità delle quali si sono già espresse tutte le sigle sindacali, chi a favore e chi contro, in rappresentanza dei propri iscritti. I quali poi saranno chiamati direttamente a esprimersi pro o contro in un referendum in programma fra qualche giorno. Non ho dubbi che prevarranno i favorevoli all’ accettazione della proposta. Perché se così non fosse, a perderci saranno non solo i lavoratori interessati ma tutti i cittadini, chiamati a ulteriori sacrifici per alimentare la cassa integrazione che inevitabilmente verrà attivata. Vediamo di contestualizzare. Per la nostra finanza, ma non solo per la nostra, questo è un momento molto pericoloso: basta lo starnuto di uno speculatore qualsiasi per bruciare miliardi di euro di capitale. Per fortuna però la nostra economia dà confortanti segnali di ripresa, meglio e più di altre. In questo contesto, la più grande azienda automobilistica italiana decide di riportare in patria la produzione di un’auto simbolo come la Panda, pur consapevole di consuntivare margini di contribuzione sicuramente inferiori agli attuali, causa il minor

costo della manodopera. Una sfida al mercato mondiale e un atto di fiducia verso l’operosità degli italiani. Ma anche un invito agli operatori stranieri a investire in Italia. Questo sta facendo la Fiat. Marchionne e il management non stanno de-localizzando né chiudendo fabbriche. Stanno mettendo in campo risorse e offrono occupazione. Certo dovranno ricavarne degli utili per reinvestire e per gratificare gli azionisti. Ma i lavoratori non saranno più poveri. Dicono i duri e puri: l’accordo contiene condizioni inaccettabili. Si possono sempre migliorare. Accettando di lavorare e lavorando con onestà, senza furberie e atteggiamenti dannosi per entrambi. Questo dovrà essere e questo mi auguro che avvenga. Perché rifiutare l’accordo comporterebbe dirottare gli investimenti verso la Polonia, depauperando, di fatto, l’apparato produttivo nostrano. E se in Italia non investono gli italiani, come possiamo sperare che investano gli stranieri? Senza contare il conseguente ricorso alla cassa integrazione. E non è detto che tutto fili liscio. Solidali si, fessi no!

Via Argentieri, 88 Montenero di Bisaccia (CB) www.indexsrl.it

Il Grillo è a Vasto, San Salvo, Cupello, Casalbordino, Pollutri, Scerni, T. di Sangro, Monteodorisio, Gissi, Castiglione M.M., Schiavi d’Abruzzo, Torrebruna e Celenza sul Trigno

S E G U E D A L L A P R I M A


www.periodicoilgrillo.com

Rescissione consensuale, Di Meo non è più allenatore della Pro Vasto Mister Pino Di Meo lascia la panchina della Pro Vasto. Il giovane tecnico pugliese non siederà più sulla panchina della squadra biancorossa, che ha guidato negli ultimi due campionati, di serie D e Seconda Divisione. Giovedì mattina ha rescisso il contratto che lo legava fino al giugno del 2011. "Giusto il tempo di mettere nero su bianco - si legge in una nota pubblicata sul sito www. provasto.it - un saluto agli amici ed ai collaboratori ed è ripartito. Con il presidente Mimmo Crisci era già d'accordo su tutto, disponendo i reciproci impegni si è giunti a questa soluzione. Di Meo è in pole position per la sostituzione di

Dino Pagliari che dovrebbe a sua volta rescindere con il Lanciano, ma ad oggi, almeno ascoltando Di Meo, non v'è certezza". “Il condottiero pugliese” – così lo definisce Gabriele Cerulli nella nota pubblicata sul sito ufficiale della Pro Vasto; colui che – continua la nota – “riusciva a regalare alla società biancorossa anche lo scudetto tricolore nell'infausta finale di Aprilia (gara sospesa per incidenti e vinta a tavolino) contro il fortissimo Siracusa, praticamente fermo, mentre i ragazzi di Di Meo volavano, volavano, volavano. Con il tricolore sul petto il presidente Crisci non poteva che confermare Pino sulla panchina e ten-

tare un'altra impresa. Zitti zitti, quatti quatti, ma stavolta, in Seconda Divisione, le cose cominciano male e finiscono benino. Con una salvezza rimediata dopo qualche spavento di troppo. Sono successe troppe cose quest'anno, in cui ognuno avrebbe da dirne. E' la legge dei risultati, la dura legge del calcio. Tutto quello che abbiamo detto prima, che avete letto, è storia. Caro Pino, grazie. Penso, dall'intero pubblico biancorosso. Buona fortuna e arrivederci, senza dubbio alcuno da tutti coloro che hanno in qualche modo condiviso con te questi due anni in prima linea".

Pista ciclabile bene a Vasto Marina, problemi in c.da Lebba Sarà inaugurato il prossimo 19 giugno il tratto ciclabile di Vasto Marina, già pronto all'uso: sono circa 4 i chilometri di pista che collegano Vasto a San Salvo con 100 punti luce ed un breve passaggio rivestito in legno, all'altezza dell'Oasi dell'Anziano. Sulla tratta in contrada Lebba, invece, muove alcune critiche il consigliere comunale dell'UdC, Massimiliano Montemurro. “Anche se la pista ciclabile è già ultimata da oltre un anno – commenta - non è stata mai riconsegnata all’amministrazione e quindi

non è stata resa fruibile alla collettività; e non essendo utilizzata è stata lasciata ad un lento ma inesorabile degrado ad opera di erbe infestanti, vandali che la usano come discarica abusiva divenendo ritrovo di tossicodipendenti”.Sulla vicenda, Montemurro - capogruppo dell'UdC in consiglio comunale – ha presentato un'interrogazione nella quale chiede al sindaco Lapenna come intende bonificare e mettere in sicurezza la zona e come mai i lavori non sono mai stati consegnati al Comune.

La pesista Pepe impegnata nei campionati nazionali juniores di Michele Del Piano VASTO - Fine settimana di conferme per la giovane atleta vastese Roberta Pepe, tesserata con la Ca.Ri.Rieti, che sarà di scena nella “sua” Pescara in occasione dei Campionati Nazionali Juniores di atletica leggera, nella specialità del Getto del Peso. Roberta Pepe si presenta all’importante appuntamento forte delle ultime belle prestazioni, a cominciare dalla vittoria del titolo di Campionessa Regionale del Lazio, categoria Juniores, arrivato al termine dei Campionati Individuali di atletica leggera svoltisi a Roma. A Firenze, in Coppa Italia, invece, si è classificata tra le prime otto. L’atleta vastese, dunque, torna in pedana a Pescara e allo stadio Adriatico che diede il via alla sua carriera sportiva nel Getto del Peso, con la società Aterno Pescara, raccogliendo i primi di una lunga serie di riconoscimenti e soddisfazioni. Con la maglia rossoblù della Ca.Ri.Rieti, Roberta è chiamata a confrontarsi con le migliori undici atlete provenienti da tutta Italia, occasione per aumentare anche il proprio bagaglio d’esperienza. Nella classifica “outdoor” nazionale della Fidal, l’atleta vastese è terza con la misura di metri 12,05.

Periodico Il Grillo - anno 4 - numero 22 - 19 giugno 2010  

Periodico Il Grillo - anno 4 - numero 22 - 19 giugno 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you