Issuu on Google+

Chi cerca qualità e servizio prima o poi ci incontra

Gi-tre

Corso Mazzini, 627/9 - 66054 VASTO (Ch) -

Tel. 0873.391378-43 Anno 05 - numero 33 - 4000 copie in distribuzione gratuita - web: www.periodicoilgrillo.com - mail: redazione@periodicoilgrillo.com - 15 ottobre 2011 S. Teresa

5 Stelle: «Lapenna rispetti almeno gli slogan elettorali»

I 100 dolcevita neri nell’armadio di Steve Jobs

VASTO - A pagina 2

APPLE - A pagina 3

SeL: «Qualcuno vuole diventare maggioranza» VASTO - A pagina 4

Impianto Biomasse, Porta Nuova: «La procedura è stata perfezionata» VASTO. “La procedura amministrativa si è conclusa senza colpo ferire e chi sapeva se ne è guardato bene dal riferirne in Consiglio”. Torna

SAN SALVO

sulla questione biomasse l’associazione civica Porta Nuova di Vasto. segue in seconda

Fiat: «La Sevel è fuori da Confindustria» Sindacati sul piede di guerra, Fiom: «l’azienda estromessa senza motivo» ATESSA. E’ Paolo Rebaudengo, responsabile delle relazioni industriali della Fiat, che attraverso una scarna nota conferma l’uscita definitiva della Sevel da Confindustria. «Facciamo seguito alla nostra lettera del 30 giugno 2011 per confermarvi la revoca dell’iscrizione alla Vostra Associazione a far data dal 1º gennaio 2012, e per richiederVi la cancellazione dall’anagrafica per le società di cui all’elenco in calce». “La fuoriuscita dall’Associazione degli industriali – si legge segue in quarta

Lions Club, un monumento a Luigi Ciavatta Il 22 ottobre 2011, nell’ambito del 150° anniversario dell’ Unità d’Italia, il Lions Club di San Salvo, presieduto dal presidente Agostino Venanzio Bolo-

segue in terza

VETRINA

SPORT

Endas: Corso per Preparatore Atletico

Scegli il nuoto “Imparare si può a qualsiasi età” E’ uno sport senza confini d’età,che abbraccia qualsivoglia tipo di esigenza, purché ci siano insegnanti qualificati ed in un segue in seconda

di Michele Del Piano

Corso per preparatore atletico di sport di squadra: è quanto organizza a Vasto la Delegazione segue in quarta

vatura o nuper a

Corso Mazzini, 10 Tel. 0873/362712 - 66054 Vasto (Ch) -


www.periodicoilgrillo.com

2 VASTO - POLITICA

M5S: «Lapenna rispetti almeno gli slogan elettorali» VASTO. “Alla falsità e doppiezza della politica non siamo sicuramente sprovveduti, la cosa che stupisce però è la tempistica.” Inizia così una nota del Movimento 5 stelle di Vasto, duramente critico nei confronti dell’amministrazione Lapenna. “Da cattiva prassi consolidata - si legge nel comunicato - una giunta appena insediatasi comunque si adopera per dare un segnale forte di cambiamento, di conferma del saper ben fare, dopodichè, a distanza di un anno o due, iniziano i concorsi ad personam, le parentopoli e nella peggiore degenerazione le tangentopoli.” 5 STELLE: «IL MODUS E’ SEMPRE LO STESSO, ANCHE A VASTO» “Solito schema: si spendono tante

belle parole, promesse se non imperativi e poi è la bassa politica a gestire la cosa pubblica. Di questo - prosegue la nota - sconcerta soprattutto la totale “disinvoltura”, per non dire sfrontatezza, con cui ha deglutito i suoi proclami enunciati a caratteri cubitali appena tre mesi addietro, mettendo in atto comportamenti e provvedimenti pubblici che dei postulati avevano solo la corrispondenza al limite della legalità.” «IL SINDACO RISPETTI ALMENO GLI SLOGAN ELETTORALI» “La cittadinanza tutta - è l’appello che il Movimento 5 stelle rivolge al sindaco - si aspetta dalla sua giunta un percorso virtuoso, non per altro per l’enorme battage pubblicitario con cui ha tappezzato la città in campagna elettorale; lei ci

ha messo la faccia su quei punti signor sindaco. Con tutti i problemi che i tempi ci buttano addosso, l’aspettativa dei cittadini vastesi è di una guida per la nostra città che cerca di trovare soluzioni e progetti almeno per tamponarli.” “Gli ultimi atti da lei compiuti conclude con amarezza il comunicato del Movimento 5 Stelle di Vasto - portano invece il cittadino a pensare che il suo primo pensiero sia stato assolvere ad un obbligo “morale” dietro ricompensa verso alcuni dei suoi fedeli elettori. Però sindaco, lei ha sbagliato completamente la tempistica: l’immagine che ha consegnato della sua giunta è quella di una scolaresca in vacanza già nella gestione dell’emergenza salmonella di quest’estate.”

VASTO - SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

Impianto Biomasse, Porta Nuova: «La procedura è stata perfezionata» «L’autorizzazione - scrive il presidente Michele Celenza - è stata pubblicata sul BURA n° 57 del 16/09/2011 ma nessuno sembra essersene accorto. Eppure si tratta della stessa centrale a biomasse (da 4 MW) della società Istonia Energy, di cui (a seguito di un nostro comunicato) tanto si parlò tra la fine di settembre e i primi di novembre dello scorso anno.» Della vicenda se ne occuparono anche ben due Consigli comunali, approvando –all’unanimità - due distinte delibere. “Nessuno degli obiettivi contenuti nelle due delibere - critica Celenza - è stato raggiunto. Chi sapeva si è ben guardato dal riferirne in Consiglio comunale. La procedura amministrativa di autorizzazione si è conclusa senza colpo ferire. La città è stata tenuta all’oscuro di tutto.” PROBABILIE RICORSO AL TAR “C’è tempo - ricorda l’associazione Porta Nuova - fino a metà novembre per presentare ricorso al TAR. E ci sono probabilmente dei buoni argomenti per farlo, a cominciare dalla mancanza della Valutazione di Incidenza e dalla estrema vicinanza al Parco Nazionale (quale che ne sia la futura perimetrazione).” (S.L.R.)

VETRINA - SEGUE DALLA PRIMA

Scegli il nuoto “Imparare si può a qualsiasi età” ambiente altamente confortevole e pulito. Presso la Piscina Comunale di San Salvo “Tano Croce”, gestita dalla società ASD San Francesco- Mille Sport Nuoto, con insegnanti appartenenti alla Scuola Nuoto Federale, puoi incontrare tutto ciò che cerchi a prezzi davvero competitivi. Ci sono importanti sconti famiglia. Vengono gestiti dalla stessa cooperativa oltre la piscina di San Salvo, anche le strutture di Gissi, Scerni, nel periodo estivo la piscina Poseidon e il Calipso a Petacciato. Ricordiamo che le attività natatorie sono già iniziate , ma si fa ancora in tempo ad iscriversi. Eccellente la proposta del Nuoto Libero praticabile dalle 6.30 del mattino fino alle 14.00 ed il pomeriggio dalle 19.00 alle 22.00 tutti i giorni. Da sottolineare la durata delle lezioni nella Scuola Nuoto anche per i bambini che è di ben 60 minuti.

GISSI

Scassinato bancomat: bottino da 6 mila euro Ammonta a 6000 euro il bottino del furto compiuto la notte scorsa al bancomat della filiale Carichieti a Gissi. I ladri hanno scassinato l’apparato dall’esterno, sollevato il coperchio e svuotato le cassette. Ad accorgersi del colpo e’ stato un cliente, recatosi allo sportello automatico per prelevare del denaro alle 7, ha trovato i segni del passaggio dei ladri. Ha immediatamente allertato i carabinieri di Gissi, intervenuti sul posto. Sull’accaduto indagano i carabinieri della Compagnia di Vasto.

Direttore responsabile: Giuseppe La Rana Autorizzazione del Tribunale di Vasto n. 115 del 17.04.2007 web: www.periodicoilgrillo.com mail: redazione@periodicoilgrillo.com tel: 0873. 670388 - 393.1239090

Via Argentieri, 88 Montenero di Bisaccia (CB) www.indexsrl.it

Editore: Il Grillo s.r.l Stampa: Offset Point Via Tito Livio, 9 - Vasto (CH)

Contatti: redazione@periodicoilgrillo.com - Tel: 0873.670388 - 393.1239090


www.periodicoilgrillo.com

IL MONDO DELL’INFORMATICA PIANGE STEVE JOBS

I 100 dolcevita neri nell’armadio di Steve Jobs: «Volevo una divisa anche per i miei dipendenti». Che si opposero PALO ALTO - Steve Jobs è sepolto qui da una settimana: un parco di 35 ettari a 10 minuti da casa, un grande prato punteggiato da alberi e boschetti, in maggioranza piccole lapidi di pietra grigia adagiate nell'erba come quella di David Packard, co-fondatore dell'Hewlett-Packard. Qui doveva riposare anche Bill Hewlett, che un giorno rimase al telefono 20 minuti a parlare di elettronica con un dodicenne sconosciuto chiamato Steve Jobs, ma quando Bill morì nel 2001 il cimitero era in sciopero e la famiglia andò altrove. Alta Mesa Memorial Park, unico cimitero di Palo Alto. Fondato nel 1904, privato, non confessionale.

Nessuna uniforme. Think different. Pochi anni dopo Jobs viene costretto a lasciare l'azienda (tornerà nel 1997). Nel frattempo con Miyake (nato a Hiroshima nel 1938), genio dei nuovi materiali e dei colori cupi, era nata un'amicizia. Nella biografia Jobs racconta che si vedevano regolarmente. L'idea di una divisa (anche se non aziendale) che fosse al tempo stesso un marchio personale e un fatto di

I morti devono essere grati a questo luogo e sarà piaciuta a Steve Jobs l'idea che per metà è un cimitero e per metà un frutteto di albicocchi, lui che per la nuova sede di Apple aveva pensato a una gigantesca astronave di cristallo tra migliaia di albicocchi in fiore. L'avrebbe annunciata, c'è da scommetterci, in una di quelle presentazioni dove l'unica nonsorpresa era il suo abbigliamento (altro che gli abiti da «mafioso» e i farfallini di una volta): sempre vestito di nero, dolcevita, Levi's e New Balance grigie. Una specie di divisa il cui «segreto» è raccontato nella biografia autorizzata che uscirà il 24 ottobre a firma di Walter Isaacson. Tutto comincia con un viaggio in Giappone nei primi anni 80: Jobs chiese al boss della Sony Akio Morita perché tutti i dipendenti indossassero la stessa uniforme. Morita gli raccontò che dopo la guerra i giapponesi non avevano vestiti e che le aziende davano ai lavoratori qualcosa da mettersi. Nel corso degli anni l'uniforme diventò uno stile, un modo per legare i dipendenti. «Decisi che volevo anch'io quel tipo di legame per Apple» racconta Jobs nel libro. Steve «copia» e si rivolge allo stesso stilista che ha disegnato l'uniforme Sony. Va a trovare Issey Miyake, torna a casa con una serie di campioni. Ne parla ai suoi. Sei matto? Sollevazione generale.

3 SAN SALVO - SEGUE DALLA PRIMA

Lions Club, un monumento a Luigi Ciavatta gnese (nella foto) terrà la manifestazione inaugurale del monumento a Luigi Ciavatta, capitano della guardia nazionale assassinato dai briganti il 15 settembre 1868 nella via della Disgrazia. L’ imponente opera realizzata dallo scultore Nicola Farina, sarà collocata nell’ aiuola della rotonda limitrofa alla statua di San Pio di Pietrelcina. Il programma della cerimonia commemorativa prevede. ore 10,00: ritrovo dei partecipanti in Piazza Giovanni 23°; ore 10,30: trasferimento in corteo attraverso Corso Umberto, Via Fontana Vecchia, Via Trignina; arrivo alla rotonda di Via Montegrappa; ore 11,00: saluti del presidente del Lions Club e del Commissario Prefettizio del Comune di San Salvo; ore 11,30: scopertura del monumento e benedizione dello stesso; deposizione corona.

praticità non l'aveva abbandonato. «Così chiesi a Issey di farmi un po' di quei suoi dolcevita neri che mi piacevano e lui me ne ha fatti un centinaio», ha raccontato Jobs al suo intervistatore. Un centinaio? Di fronte allo stupore di Isaacson ha aperto l'armadio e glieli ha fatti vedere tutti impilati: «Ecco cosa indosso - ha detto - ne ho abbastanza per il resto della mia vita». Avrà fatto in tempo a metterli tutti? Steve Jobs è sepolto qui (anche se all'Alta Mesa Memorial Park non vogliono dire il punto esatto). Nel prato c'è una fossa scavata di fresco. Senza fiori, senza un segno. Solo il marrone della terra nell'erba verdissima. E sullo sfondo gli albicocchi. Michele Farina foto: Steve Jobs (fonte: ilcorriere.it)

In caso di pioggia la manifestazione sarà trasferita nella Palestra comunale di Via Verdi. Il territorio sansalvese dopo l’Unita d’Italia è stato tormentato dalle orde brigantesche. Le bande che tenevano in scacco la zona del vastese erano quelle dei fratelli Giuseppe e Michelangelo Pomponio di Liscia. Esse spadroneggiavano nei territori di San Salvo, Lentella, Furci e Fresagrandinaria. Il bosco di San Salvo con le sue fittissime e intricate selve, era il luogo preferito dai briganti. Uno dei primi sansalvesi a cadere sotto le armi dei famigerati fratelli Pomponio, fu Luigi Ciavatta, capitano della guardia nazionale e fratello del sindaco di San Salvo Giuseppe Ciavatta. L’uccisione avvenne il 15 settembre 1868. Dopo quel fatto di sangue, la strada prese il nome di via della Disgrazia. Il Lions distribuirà per l’occasione una monografia sul brigantaggio realizzata da Michele Molino. Parteciperanno autorità Lionistiche, civili, militari e religiose.

Via Adua, 6 - Vasto (CH) 66054 (Angolo Farmacia Savelli) Tel. 0873.368020 - Fax 0873.363049 chiuso il mercoledì eccetto luglio e agosto

Il Grillo è a Vasto, San Salvo, Cupello, Casalbordino, Pollutri, Scerni, T. di Sangro, Monteodorisio, Gissi, Castiglione M.M., Schiavi d’Abruzzo, Torrebruna e Celenza sul Trigno


www.periodicoilgrillo.com

CAMPIONATO NAZIONALE FIPOL

VASTO - POLITICA

Poker On Line, Comparelli guida la classifica

SeL: «Chi vuole diventare maggioranza dovrà attendere 5 anni»

Parte alla grande il vastese Tony Comparelli che ha cominciato bene la sua seconda avventura nella massima serie di” poker on line”. Infatti dopo due giornate è in testa alla massima divisione del campionato nazionale indetto dalla Federazione Italiana di Poker On Line . Il campionato, dopo ben 24 giornate, dovrà eleggere il campione Italiano assoluto che rappresenterà la Federazione a Las Vegas per le WSOP, la vetrina mondiale più importante per gli appassionati di questo gioco. Già lo scorso anno Comparelli si è ben comportato piazzandosi al diciannovesimo posto tra i sessantaquattro sfidanti ammessi a partecipare alla “serie A”, acquisendo così il diritto a permanere

nel Campionato di maggior prestigio. A contendersi il titolo quest’anno sono gli 86 migliori giocatori italiani che si sfideranno sulla piattaforma SISAL che quest’anno è stata scelta dalla FIPOL al posto di “GD Gioco Digitale” che è stato il “campo di disputa” dello scorso anno. Piattaforma che è risultata alquanto congeniale per l’ottimo giocatore vastese che nelle due prime giornate è riuscito ad arrivare entrambe le volte al tavolo finale conquistandosi un “terzo” ed un “ottavo” posto che gli hanno permesso di guidare la classifica con ben quaranta punti di distacco dal secondo. La strada è ancora lunga chiaramente, ma sicuramente Comparelli se la sta “giocando”.

SPORT - SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

Endas: Corso per Preparatore Atletico Provinciale Endas, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni. “Il corso - si legge in una nota - ha l’intento di fornire tutte le competenze pratiche utili allo svolgimento di tale mansione e l’iscrizione è consigliata alle persone che hanno già un discreto bagaglio tecnico di esperienza nel settore. Il corso è a numero chiuso, pertanto i candidati saranno selezionati in base all’ordine di arrivo delle domande. L’Endas offre la possibilità di scegliere fra due diverse tipologie d’incontri: tre week-end (sabato

e domenica) oppure quattro giornate consecutive ‘full immersion’; in entrambi i casi, la durata complessiva delle lezioni è di trenta ore. Il corso si articolerà in lezioni teoriche e pratiche dirette da docenti qualificati e, al termine, sarà rilasciato l’attestato ufficiale di partecipazione Endas e il tesserino per la stagione sportiva 2011-2012”. Per altre informazioni e iscrizioni, contattare la segreteria dell’Endas al numero telefonico 389.6448248, oppure inviare una mail a endaschieti@virgilio.it.

Il circolo SEL di Vasto esprime “la più convinta solidarietà politica e umana all’Assessore Marco Marra per gli inauditi attacchi subiti per il voucher assegnato dal settore Urbanistica ad un suo familiare.” “Invece di esercitare il proprio ruolo verificando la regolarità della procedura – si legge in una nota del circolo di Sinistra Ecologia e Libertà - in tanti si sono preventivamente scagliati contro Marco Marra per presunti favori o pressioni che l’assessore ha decisamente negato chiarendo di non essere a conoscenza di quanto accaduto. Si sono chieste addirittura le dimisssioni di Marra da Assessore” “Se qualcuno - attacca il circolo di SEL - pensa di poter approfittare di questo fatto (su cui tutti siamo chiamati a riflettere in particolare per quanto attiene la discrezionalità nell’assegnazione dei voucher) per rimettere in discussione il risultato delle recenti elezioni amministrative si sbaglia di grosso! Se qualcuno – che negli anni precedenti si è caratterizzato per insinuazioni, malignità, offese personali nei confronti del sindaco, assessori, consiglieri e forze politiche del centro sinistra (e su questa linea politica è stato sonoramente bocciato dagli elettori vastesi) - aspira a diventare maggioranza dovrà avere la pazienza di aspettare …cinque anni.” Ma intanto il Partito socialista presenta un’interrogazione per chiedere chiarimenti sulla concessione di un voucher comunale, cioè un buono lavoro che si assegna senza concorso, al fratello ingegnere dell’assessore Marco Marra, di cui i socialisti hanno chiesto le dimissioni con un comunicato stampa. L’interpellanza è stata protocollata in municipio da Gabriele Barisano, consigliere comunale del Psi.

Auguri a Michele Cianci Auguri a Michele Cianci che festeggia i suoi 97 anni. Buon compleanno dai figli Elio, Grazia, dalle nuore Valeria e Rosy, dagli adorati nipoti Paola, Roberta, Claudia, Marco, Antonio, Mary e Clara. Si associa Lucio Ritucci e la nostra redazione.

AREA INDUSTRIALE - SEGUE DALLA PRIMA

Fiat: «La Sevel è fuori da Confindustria»

nella foto: Sergio Marchionne

in una nota di Silvio Di Primio, segretario provinciale dell’Unione Sindacale di Base - e’ avvenuta dopo aver ottenuto la possibilita’ non piu’ remota di licenziamenti individuali mediante accordi sindacali come previsto dall’articolo n. 8 della recente manovra finanziaria. Il ritiro preannunciato da Confindustria e’ conseguenza della mancata concessione della retroattivita’ di tale articolo nella stesura definitiva dell’accordo interconfederale del 28 giugno scorso - spiega Di Primio - Le varie forme di flessibilita’ di assunzioni,oraria,degli straordinari etc. evidentemente non soddisfano le fameliche ambizioni del metalmeccanico milionario che in nome della competitivita’ e del dio mercato equipara i lavoratori ad un qualsiasi costo aziendale e come tale va contenuto o all’occorrenza dimezzato, lasciando inalterati i ritmi produttivi con l’introduzione del sistema ergo-uas, non risorse umane da valorizzare e premiare”. Ma se da un lato già da tempo si aspettava lo strappo definitivo di Marchionne nei confronti di Confindustria, dall’altro la Val di Sangro trema. E il motivo è che a novembre può profilarsi la sostituzione del contratto nazionale con un accordo aziendale di primo

livello, stile Pomigliano e Mirafiori. «Staremo a vedere», dice Marco Di Rocco, segretario provinciale della Fiom, «se Ergo Uas parte a novembre vorrà dire che Fiat ha in mente una contrattazione separata». «Non si capisce qual è il motivo di questa uscita», continua Di Rocco, «in Sevel il lavoro c’è, così come la produzione. Inoltre se Fiat applicherà un contratto aziendale si andrà incontro all’assurdo che le piccole aziende che lavorano nella galassia del furgone Ducato applicheranno il contratto nazionale, mentre Sevel farà un discorso a parte per i suoi oltre 6mila dipendenti». Di certo, assicura Fiom, novembre sarà un mese caldo. «Non accetteremo il contratto aziendale», promette Di Rocco, «difenderemo con le unghie e con i denti il contratto nazionale». «Sevel è un’isola felice», chiosa Roberto Salvatore, segretario provinciale della Fismic, «finché possiamo mantenere questi livelli di produttività e di occupazione il contratto separato non ci preoccupa. Del resto abbiamo votato sì anche a Pomigliano e Mirafiori». Intanto la Fiom ha aderito allo sciopero del 21 di 8 ore per tutti i lavoratori Fiat.


Periodico Il Grillo - anno 5 - numero 33 - 15 ottobre 2011