Issuu on Google+

Anno XIII째 Numero 70 novembre dicembre 2011

del Picentino

Registro Stampa Tribunale Salerno n. 1062/2000


2 Il direttore

Anno XIII° - numero 70 novembre dicembre 2011 Registro Trib. Salerno 1062/2000 ©2009 - La riproduzione di testi o foto, deve essere autorizzata per iscritto dall’Editore Chiuso in redazione il 02 dicembre 2011 diffusione copie 2000 Per contributi volontari CCP 3257362 intestato a VISTOCCO PIERO IBAN 0760115200000003257362 Redazione e amministrazione: Via Giulietta Masina,12-tel. 089 865 709 Giffoni Valle Piana (SA) Direttore responsabile: Piero Vistocco e-mail: vistocco@libero.it direttore@ilgrifonedelpicentino.it Stampa: GRAFICHE LETIZIA snc Capaccio Scalo (SA) e-mail: info@graficheletizia.it

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Con il nostro progetto editoriale siamo riusciti ad arrivare, con affanno alla fine dell’anno. Anche il 2011, che presto lasceremo alle spalle segna il negativo e di fronte le prospettive che ci apprestiamo ad affrontare non sono per niente incoraggianti, ed è inutile stare qui a raccontarci tra noi lettori il perché e magari provare ad attribuire qua e la le colpe di questa lunga crisi economica. L’unico dato certo è che ci siamo dentro fino al collo, ed anche noi della redazione dè Il Grifone non siamo stati risparmiati. Non abbiamo chiuso finora, grazie al sostegno economico, di pochi, in primi il comune di Giffoni Valle Piana che da lunghi anni attraverso il Bollettino Ufficiale Comunale inserito all’interno del giornale, informa, spedendo la rivista a moltissimi cittadini giffonesi sia in Italia che all’estero, C’è poi, il banchiere, Generoso Andria, nostro grande sostenitore dalla nascita. Fu lui che ci spronò nel progetto editoriale. Ci sono, inoltre, grandi e piccoli sponsor, nostri affezionati “clienti”. Mentre, si possono contare purtroppo, sulle dita di una mano, i lettori che attraverso il nostro conto corrente postale ci hanno onorato di un piccolo sostegno economico. E’ davvero difficile andare avanti così. Per fare fronte alle difficoltà, e per ridurre le spese, siamo stati costretti a diminuire le pagine. Avevamo anche pensato di volere stampare in bianco e nero. E non è escluso, che se persistono queste condizioni di disagio, saremo costretti a valutare, anche la più drammatica delle ipotesi: fermare le rotative, nonostante la grande ed ampia disponibilità dimostrata, da parte dei fratelli, Antonio e Pietro Letizia, titolari dell’omonima Industria Tipografica. Disponibilità, riconfermata, anche per il 2012 dall’amico Carmine Mugavero, che cura a titolo gratuito tutta l’impaginazione grafica. Siamo alla fine dell’anno, Meglio non fare bilanci, sapendo che sono negativi, ci rovineremo le feste. Per adesso godiamoci questi giorni, spero felici, con la speranza che il numero 70 dè Il Grifone, che vi trovate tra le mani, non sia davvero l’ultimo. Buon 2012 a tutti voi, vicini e lontani.

Il giornale viene spedito ai nostri concittadini nel mondo: Stati Uniti e Sud America, Stati dell’Unione Europea e città italiane. I lettori Picentini interessati a riceverlo a casa, si possono rivolgere alla segreteria del Comune di Giffoni Valle Piana.


3

Numero 70 novembre - dicembre 2011


4 Giffoni Day

Numero 70 novembre - dicembre 2011

La Pro Loco ha premiato i cittadini che si sono distinti nel tempo Angelo D’Angelo

Angelo Romano

Giffoni Valle Piana. Presso la sala “Carmine Sica” del Complesso Monumentale San Francesco, si è tenuta la IV edizione del “Giffoni Day”. La manifestazione, patrocinata dal Comune, organizzata dalla Pro Loco, presieduta da Claudio Mancino. L’evento ha per protagonisti le cosiddette “eccellenze” locali: concittadini che si sono distinti nei vari settori professionali, artistici e culturali, dando lustro alla città sia in Italia che all’estero, grazie al loro impegno e talento. Quest’anno la manifestazione, coordinata dal parroco Don Generoso Bacco, ha premiato anche gli studenti meritevoli: quelli che hanno ottenuto votazioni alte all’Università e alla scuo-

Antonio Scarpone

Gaetano D’Ambrosio

Franco Sica

la secondaria di primo e secondo grado. Basso, Virginia Della Corte, Leoncaria Nel corso del Giffoni Day, presentato da Disceopolo, Matteo Giordano, Mafalda Giovanna Vassallo e Mattia Carpinelli, Lamberti, Roberta Sisinni. si è tenuto anche uno spettacolo sportivo con “il Galà di Scherma”, presentato dal Club di Fisciano che ha proposto un’esibizione realizzata dai propri allievi, tra questi il “campioncino” locale Carmine Di Martino. Nell’ambito musicale si è esibita la giovane cantante giffonese, Federica Boccalupo. Ecco tutti i nomi dei premiati: Angelo Romano, Angelo D’Angelo, Francesco Sica, Luigi Fortunato, Antonio Vassallo, Sabino Basso, Carmine De Martino, Carlo Sica, Gregorio Linguiti, Gaetano D’Ambrosio, Antonio Scarpone. Per le scuole premiati: Giusy Cesaro, Vito D’Angelo, Federico De Mattia, Ilenia Di Feo, Giovanna Maria Ferrara, Amedeo Frasca, Zlatoslava Kruchko, Antonio Moscatiello, Francesco Troisi, Gerardina Novaco, Concetta Maria Troisi, Rosa

La Ditta Tedesco, nata nel 1983 come laboratorio di produzione di Pasta Fresca, da anni si propone per portare sulle nostre tavole i sapori buoni di un tempo. Nata a carattere familiare con un piccolo laboratorio e poche attrezzature, man mano è cresciuta, aggiornandosi con nuovi macchinari e nuove tecnologie nel rispetto delle norme vigenti per garantire sempre il meglio ai propri clienti. Cercando sempre il meglio nelle scelte delle materie prime, dalle varie miscele di semola e farina si cerca di tirare fuori il meglio della gastronomia. Così nascono alcune specialità come: RAVIOLI ALLE NOCCIOLE (Tonda di Giffoni) Igp), RAVIOLI AL LIMONE. Con tanta fantasia ed un po’ di buona volontà si creano piatti unici rispettando sempre la TRADIZIONE.


5

Numero 70 novembre - dicembre 2011


6

Numero 70 novembre - dicembre 2011

La Backer Group Consulting è una società di consulenza nata nel 2002 dalla comprovata esperienza del dottor Generoso Andria in campo bancario ed economico-finanziario La Backer Group Consulting ha la risposta ai tuoi problemi ed ai tuoi interrogativi. Ha lo scopo di intervenire in tutte quelle attività in cui si possono ottenere vantaggi in termini di riduzione dei costi ed in quelli di aumento dei profitti. · Area contabile-legale: risposte qualificate ed efficaci alla domanda di servizidi natura economica e finanziaria. · “Basilea 2” ed il nuovo rapporto banca - impresa: dal gennaio 2006 le banche stanno adottando nuovi criteri di valutazione delle aziende. Con la nostra consulenza provvederemo alla sistemazione contabile-amministrativa in rispondenza alle nuove norme europee. · Servizi per affrontare problematiche al fine di agevolare il rapporto tra banca e impresa · Ristrutturazioni societarie


7 dai Picentini Giffoni Valle Piana. C’ è qualcosa di nuovo quest’anno alla Direzione Didattica “Don L. Milani”, un’aria frizzante, una brezza leggera che ha portato festosamente le nuove matricole sui banchi di scuola. Il Progetto Accoglienza “Insieme . . . è più bello” aveva l’obiettivo di rendere gioioso e meno traumatico l’ingresso dei nuovi alunni di classe prima. Tra la commozione e la partecipazione dei genitori, del Dirigente Scolastico dottoressa Daniela Ruffolo, autorità civili e religiose, gli alunni, insieme alle docenti dell’ultimo anno delle Scuole dell’Infanzia hanno donato i loro compagni ai docenti e alunni della Scuola Primaria ricevendo un diploma di benvenuto. Ogni nuova classe formata ha piantato un albero come augurio per la loro crescita che sarà certamente piena di buoni frutti. Successivamente, un altro momento importante è stato l’incontro che sua Eccellenza l’Arcivescovo Monsignor Luigi Moretti ha avuto con tutti gli alunni della Scuola Primaria. L’incontro, basato sulla conoscenza personale e sul ruolo di un Vescovo nella Diocesi, è risultato confidenziale e familiare. Gli alunni sono rimasti notevolmente colpiti da questa figura che sicuramente ha tracciato dei passi per arrivare a . . . Roma!

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Notevole interesse ha destato la VII Edizione dei “Comuni Ricicloni della Campania” promossa da Legambiente presso l’Hotel Ramada a Napoli. Alla presenza di autorevoli espressioni del mondo imprenditoriale e della realtà sociale della Regione, Legambiente ha rinnovato la riflessione sui temi più scottanti della perdurante emergenza ambientale e dei rifiuti. In tale contesto, si è registrata la performance dei territori più virtuosi, in particolare la Provincia di Salerno. Il Comune di Giffoni Sei Casali, anche in questa Edizione, confermando lo stile di una consolidata tradizione, ha espresso la sua straordinaria capacità di razionalizzazione e gestione del ciclo dei rifiuti, superando i pur significativi risultati conseguiti negli scorsi anni. In particolare, si sottolinea l’attestato di merito come “Vincitore assoluto Top Ten per la maggiore percentuale di raccolta differenziata in Campania” (90%), nonché l’attestato di merito per la “Miglior raccolta imballaggi in Acciaio”. Il Presidente del Consorzio Nazionale Riciclo Imballaggi Acciaio, Maurizio Amadei, ha premiato, con una targa, il Comune di Giffoni Sei Casali. Si tratta di un significativo riconoscimento che evidenzia l’affermarsi di una sempre più elevata consapevolezza della cultura del riciclo e del riuso che investe tutti gli aspetti della vita quotidiana. E’ questa la testimonianza dell’efficacia delle azioni culturali ed organizzative messe in campo dall’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Gerardo Marotta, che ha saputo motivare tutta la popolazione, confidando, altresì, nella qualificata collaborazione degli Uffici preposti e nell’efficienza quotidiana degli operatori.

Presso la Direzione Didattica “ Don Milani” presto sarà attivo un corso di disegno e pittura tenuto dal maestro Giovanni Tesauro e rivolto a tutti. Per informazioni telefonare al 338/5406391 o rivolgersi alla segreteria della “Don Milani” Il Dirigente Scolastico Dottoressa Daniela Ruffolo


8

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Stampa e grafica computerizzata Modulistica per Enti ed Uffici - Editoria - Depliantistica Studio del Marchio e Immagine Coordinata Strada Statale 18 - Km 90+800 - Capaccio Scalo (Sa) prestampa@graficheletizia.it preventivi@graficheletizia.it

Tel. e Fax 0828 725093


9

Numero 70 novembre - dicembre 2011

THE BIG Starring favorite

Box

E


10

Numero 70 novembre - dicembre 2011


11

BOLLETTINO UFFICIALE COMUNALE Ai sensi dell’art. 9, comma 4 dello Statuto Comunale a cura dell’addetto stampa Massimiliano Lanzotto

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Due secoli dopo la soppressione del Convento Trecentesco, l’annessa chiesa di San Francesco è stata restituita al culto. Il 4 ottobre, giorno di San Francesco d’Assisi, si è tenuta la solenne celebrazione presieduta da S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo metropolita di Salerno, Campagna e Acerno. La chiesa di San Francesco, di proprietà del Comune di Giffoni Valle Piana, è stata concessa in comodato d’uso gratuito alla parrocchia della Ss. Annunziata e San Giorgio Martire. La Giunta Municipale, presieduta dal Sindaco Paolo Russomando, ha rispettato la volontà sancita nell’atto notarile di acquisto dell’ex Convento di San Francesco, stipulato nel mese di aprile del 1984, di restituire al culto religioso cattolico uno dei luoghi sacri più cari ai fedeli giffonesi e della Valle del Picentino. La chiesa, restaurata nell’ultimo decennio scorso dal Comune grazie all’impiego di fondi dell’Unione Europea e dell’8 per mille IRPEF è posta alla sinistra del Convento ed è a una sola navata. L’altare maggiore era di marmo bianco. Ai lati esistevano altri due altari di stucco di gesso. In tutto la chiesa conteneva nove altari. La chiesa è ricca di dipinti di notevole valore storico e artistico di scuola giottesca. Sul lato sinistro della chiesa un tempo c’era l’altare che custodiva la reliquia della Spina Santa, giunta a Giffoni grazie al Cardinale Leonardo De Rossi. Nello scorso mese di maggio il Sindaco Paolo Russomando e il Parroco Don Vito Granozio, su delega vescovile, stipularono il contratto di comodato (Rep. n. 1135 del 9 maggio 2011) approvato con delibera di giunta municipale n. 87 del 2 maggio 2011. Ad ospitare per lunghi anni la statua del Santo è stata la famiglia Falivene all’interno della cappella di famiglia nella Villa Concetta. Subito dopo il terremoto del 1980 grazie alla tenacia di Michele Tedesco fu avviata una colletta tra i fedeli del rione per comprare la statua di San Francesco, rimasta fino a qualche settimana fa nella piccola cappella Falivene. Ora la scultura troneggia all’interno della nuova chiesa di San Francesco.

Il Cardinale Martino ha celebrato la prima Santa Messa domenicale nella chiesa di San Francesco

Sua Eminenza, Cardinal Renato Raffaele Martino, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, cittadino onorario di Giffoni Valle Piana, domenica 9 ottobre 2011, alle ore 11,30, ha celebrato la prima santa messa domenicale nella chiesa di San Francesco, riaperta al culto dopo due secoli. La chiesa, restaurata nell’ultimo decennio scorso grazie all’impiego di fondi dell’Unione Europea e dell’8 per mille IRPEF, posta alla sinistra dell’omonimo Convento, è stata concessa in comodato d’uso gratuito dal Comune di Giffoni Valle Piana alla parrocchia della SS. Annunziata e San Giorgio Martire. Il Comune l’aveva acquistata nel 1984 da privati, insieme all’intera struttura del convento, impegnandosi a restituirla al culto dei fedeli. Impegno mantenuto con la solenne ed emozionante cerimonia di benedizione del 4 ottobre scorso presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Luigi Moretti, Arcivescovo metropolita di Salerno, Campagna e Acerno, alla presenza del Sindaco Paolo Russomando e di oltre mille persone di Giffoni Valle Piana. Giffoni Valle Piana, 9 ottobre 2011

Giffoni Valle Piana. Restyling totale per la sede della delegazione locale della Croce Rossa Italiana. Dopo mesi di duro lavoro da parte dei volontari, domenica 13 novembre è stato il giorno dell’attesissima inaugurazione della nuova sede ubicata nei locali sottostanti l’istituto comprensivo "Fratelli Linguiti". Una grande festa per gli oltre 150 volontari della delegazione guidata dal commissario Armando Lombardi, che ogni giorno sono in prima linea per assistere le popolazioni dei Picentini. «Ogni anno - ha riferito il commissario - effettuiamo una media di 1600 interventi di 118, ai quali si aggiungono le presenze agli eventi organizzati sul territorio.

Grazie alle nostre due unità mobili riusciamo a coprire quasi tutti gli interventi su un territorio molto vasto che esce fuori dai confini locali». Entusiasta anche il commissario provinciale della Croce Rossa Italiana, Guido Turco, che ha esortato l’Asl e le istituzioni a restare vicine a queste realtà. «Serve - ha detto - l’impegno di tutti per continuare a garantire l’assistenza di livello su questo territorio». Un invito che è stato immediatamente raccolto dall’amministrazione comunale, per bocca del vice sindaco e assessore alla Sanità, Antonio Giuliano che, insieme al primo cittadino Paolo Russomando ha partecipato alla cerimonia del taglio del nastro.


12

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Carlo Sica, avvocato civilista di Giffoni Valle Piana, è il nuovo Presidente dell’Associazione Borgo di Terravecchia, giusta nomina del Comune di Giffoni Valle Piana. La scelta è stata ufficializzata in data odierna dal Sindaco Paolo Russomando. L’avvocato Sica succede al giornalista Luciano Pignataro, che ha ricoperto l’incarico dal 2005. Nel Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Borgo di Terravecchia ente no-profit di nomina pubblica, insieme al Presidente Sica, sono stati designati Maria Domenica Cafaro, Presidente dell’Associazione “Giffoni Teatro”, Gennaro Fiume, esperto di Fondi Europei, Antonio Nobile, dottore in legge, e Anna Tedesco, consulente in

marketing e comunicazione, “Nel ringraziare il giornalista Luciano Pignataro per l’impegno e la passione con cui si è dedicato al Borgo negli ultimi sei anni – ha dichiarato il Sindaco Paolo Russomando – colgo l’occasione per ringraziare tutti i componenti del Cda uscente. Ai neo nominati formulo i migliori auguri di buon lavoro, con l’auspicio che possano apportare idee e progetti per lo sviluppo delle attività del Borgo”. Il Borgo di Terravecchia, sorto attorno al castello costruito dai romani e ripreso da Federico II, è stato interamente ristrutturato per ospitare, negli antichi palazzi circondati da ulivi centenari, corsi di formazione professionale, convegni, mostre, spettacoli e concerti. Il Borgo ha una capacità ricettiva di 80 posti letto sempre disponibili durante tutto l’anno per ospitare turisti e coloro che frequentano i corsi di formazione organizzati dal Borgo in parnership con università italiane. Sono infatti già stati ospitati corsi di formazione universitaria post-lauream e interessanti spettacoli e mostre. Giffoni Valle Piana, 22 novembre 2011

L’Associazione Borgo di Terravecchia, il Comune di Giffoni Valle Piana e GAL Colline Salernitane hanno promosso un percorso guidato sui mestieri che si è svolto nell’antico fortino federiciano di Terravecchia, nei giorni 8 e 9 ottobre. La manifestazione culturale ha puntato i riflettori sulla categoria degli artigiani e sulle loro creazioni che, dalle 17.00 alle 19.00, hanno tenuto dei workshop mentre, dalle 15.30 alle 23.00, hanno espoto i loro lavori e mostrato le tecniche di lavorazione. Nel programma della manifestazione sono state stato inserite,

Venerdì 29 e sabato 30 si è svolta tra i vicoli di Terravecchia una festa dal tema “L’attesa mostruosa” per rievocare, in chiave atipica, la ricorrenza di Halloween. L’iniziativa, alla sua prima edizione, è stata patrocinata dal Comune di Giffoni Valle Piana – Politiche Giovanili – e proposta dall’Associazione Culturale “I Piccoli Grifoni”. Nell’antico

borgo federiciano, nel corso delle due serate, è stato realizzato un percorso fantastico con voci e figure indefinite appostate tra i cespugli. La “jella” sarà spiegata ai visitatori da Orazio Cerino, attore e regista teatrale, mentre Giulia Troisi, dell’Associazione Angelo Azzurro, ha interpretato la “Contessa di Carini” per illustrare ai presenti la finzione

Il Sindaco Paolo Russomando ha partecipato alla Terza edizione della Scuola per la Democrazia, seminario sulle pubbliche amministrazioni che si tenuto ad Aosta il 7 e l’8 ottobre. Il seminario è stato organizzato dall’Associazione “Italia Decide” insieme alla Presidenza del Consiglio Regionale della Val d’Aosta e ad Anci Giovane. L’obiettivo è stato esaminare le nuove forme di partecipazione dei cittadini al governo in ambito locale. Alla Terza Scuola per la Democrazia ha portato il suo altissimo contri-

inoltre, la mostra pittorica dell’artista Sabato Catapano, nella chiesa di Sant’Egidio, una collettiva di giovani artisti al Palazzo Federico II e la riproduzione di una scena tipicamente medievale grazie alla rappresentazione di un’antica erboristeria medievale da parte del professor Vito Senatore nel trappeto o antica macina di Terravecchia. Nel corso della manifestazione sono state offerte delle degustazioni enogastronomiche preparate da alcune piccole imprese locali legate ai prodotti tipici del territorio. Giffoni Valle Piana, 6 ottobre 2011

scenica. Le coreografie sono state curate dalla scuola di ballo Sabry Dance. La festa di Halloween è stato anche un momento culinario con la degustazione dei dolci preparati dalle aziende locali. Le decorazioni, invece, sono state confezionate dai ragazzi del Gruppo Scout Cngei Giffoni I°. Nelle botteghe che sono state allestite negli scorsi

buto anche il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che ha risposto ad alcune domane poste dai giovani amministratori presenti. Nella due giorni di incontri e confronti in Val D’Aosta sono state prese in considerazione le esperienze svolte in Italia e in altri stati democratici per favorire il coinvolgimento dei cittadini attraverso forme di comunicazione, consultazione e deliberazione nelle scelte di politica. Si è discusso come l’uso del web renda possibili forme innovative di partnership fra cittadini e ammi-

più significativi, è stato mostrato come, utilizzando pochi mezzi che si trovano in casa, si possono costruire strumenti e oggetti tipici di questa festa. Lo scopo dell’iniziativa è stato quello di prendersi gioco di Halloween, per sfatare tante false credenze e superstizioni. Giffoni Valle Piana 27 ottobre 2011

nistratori locali per migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi pubblici. Si è anilizzato soprattutto l’apporto offerto dai social network. Il Sindaco Russomando ha illustrato ai relatori l’esperienza amministrativa concreta svolta in questi cinque anni a Giffoni Valle Piana, dei risultati ottenuti nel settore della riqualificazione del territorio, dei servizi al cittadino, dell’ambiente e della cultura. Giffoni Valle Piana, 7 ottobre 2011

Popolazione residente al 31 ottobre 2011: n. 12.114 Maschi n. 5.965 Femmine n. 6149 Nati nel mese di ottobre 2011: n. 8 Maschi n. 4 Femmine n. 4 Morti nel mese di ottobre 2011: n. 5 Maschi n. 3 Femmine n. 2 Iscritti all’anagrafe nel mese di ottobre 2011 n. 32 Maschi n. 11 Femmine n. 21 A cura dell’Ufficio Anagrafe Dott. Romeo Capone


13

BOLLETTINO UFFICIALE COMUNALE Ai sensi dell’art. 9, comma 4 dello Statuto Comunale a cura dell’addetto stampa Massimiliano Lanzotto

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Presentazione del Piano Energetico Comunale

L’Amministrazione Comunale di Giffoni Valle Piana si è dotata di uno strumento per la gestione dell’energia all’interno della Pubblica Amministrazione e per ridurre i costi in un momento di crisi economica e di riduzioni di trasferimenti di fondi statali. Il Piano Energetico Comunale (P.E.C.), redatto da un pool di tecnici specializzati, è stato presentato sabato 22 ottobre, alle 10,30, in un incontro con la collettività che si terrà nella Sala Informagiovani di Via Paolo Scarpone. Al dibattito pubblico sul tema “Rifiorisce l’energia” sono intervenuti il Sindaco, Paolo Russomando, l’Assessore Comunale all’Ambiente Carmine Verace, il Presidente di Legambiente Campania Michele Buonuomo, l’autore del P.E.C., Attilio Palumbo e il responsabile commerciate della società Ge.S.A.T. Ciro Ziviello. “Una delle sfide per le pubbliche amministrazioni locali è quella di riuscire a razionalizzare l’uso dell’energia, cercando di coniugare l’efficienza dei servizi con l’economicità – ha dichiarato il Sindaco Paolo Russomando – L’Amministrazione di Giffoni Valle Piana, seguendo quello che è l’orientamento di molte grandi città italiane, si è dotata di un piano energetico comunale, un efficace strumento di governo del territorio, affidandosi alla collaborazione alla professionalità di un pool di tecnici esperti del settore. A dare l’esempio sarà per primo il Comune che si attiverà per realizzare moderni impianti di energia alternativa e pulita per l’autonomia degli edifici comunali, quali il palazzo municipale e le scuole”. Giffoni Valle Piana, 20 ottobre 2011

Una task force al lavoro su tutto il territorio di Giffoni

Una giornata ecologica per rimuovere i rifiuti abbandonati sulle strade di periferia Una giornata ecologica per rimuovere i liano – Non è giusto che per l’irrespon- varie frazioni della Città. “Bisogna comrifiuti abbandonati sul territorio, per colpa dell’inciviltà di alcuni cittadini, è stata organizzata dal Comune di Giffoni Valle Piana, assessorati alla Sanità e all’Ambiente sabato 19 novembre. L’iniziativa promossa dal Vice-Sindaco Antonio Giuliano puntava a rimuovere tutti quei rifiuti ingombranti, non pericolosi, abbandonati sui cigli delle strade, soprattutto lungo le arterie stradali. “I cittadini di Giffoni sono rispettosi dell’ambiente e del territorio in cui vivono – dice il Vice Sindaco Giu-

sabilità di alcuni, poco inclini al vivere comune e al rispetto delle regole civiche, ne debba pagare tutta la Città. Grazie alla disponibilità degli LSU, di volontari e di alcune aziende private di Giffoni, che hanno dato la disponibilità con i loro mezzi di trasporto, domani rimuoveremo i rifiuti abbandonati senza rispetto sui cigli delle strade”. Le attività di raccolta si sono svolte sabato 19 novembre, partendo dalla località Curti. Le operazioni di rimozione dei rifiuti sono proseguite nelle

battere questa riluttanza a fare la raccolta differenziata – aggiunge il Vice Sindaco Antonio Giuliano che ha organizzato la giornata ecologica in collaborazione con l’Assessore Carmine Verace – Per questo motivo il comando di polizia municipale intensificherà i controlli per cogliere sul fatto i trasgressori. Solo rispettando l’ambiente, possiamo vivere meglio e difendere la salute”. Giffoni Valle Piana, 18 novembre 2011

Giffoni aderisce al “Patto dei Sindaci d’Europa” Obiettivo: ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 20% entro il 2020 Il Comune di Giffoni Valle Piana aderisce alla campagna “Energia sostenibile per l’Europa”, coordinata dal Ministero dell’Ambiente, e delibera di sottoscrivere il “Patto dei Sindaci d’Europa”. Con la decisione assunta all’unanimità nella seduta consiliare monotematica tenutasi stasera, il Comune si è impegnato a rispettare gli obiettivi fissati dall’Unione Europea e dal protocollo di Kyoto di ridurre le emissioni di C02 (Anidride Carbonica) nell’ambiente. L’obiettivo, stabilito con l’adesione alla campagna energetica, è raggiungere una riduzione delle emissioni di anidride carbonica di almeno il 20% entro il 2020, adottando entro dodici mesi il Piano di Azione,

e favorendo una politica di sensibilizzazione ai cittadini per una maggiore conoscenza dei benefici derivati da un uso intelligente dell’energia. “L’adesione al Patto dei Sindaci Europa segue un’altra importante azione politica ambientale adottata nelle scorse settimane dall’amministrazione comunale: l’approvazione del Piano Energetico Comunale – ha dichiarato il Sindaco Paolo Russomando – Insieme ad importanti istituzioni, tra le quali Commissione Europea, il Ministero dell’Ambiente e l’Anci, saranno organizzate iniziative per informare i cittadini sui benefici per la salute e l’ambiente che derivano da un uso corretto dell’energia. Daremo, inoltre, costantemente i risultati ottenuti dalla campagna energetica, fino al raggiungimento dell’obiettivo della riduzione del 20% di CO2 nel territorio comunale. Giffoni, ancora una volta, si conferma città a dimensione europea che punta al miglioramento della qualità della vita”. Giffoni Valle Piana, 9 novembre 2011


14

Un corso di nuoto di sei mesi per 50 bambini, dai 7 ai 12 anni, è stato promosso dall’Amministrazione Comunale di Giffoni Valle Piana – Assessorato alle Politiche Sociali e allo Sport – in accordo con l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Virtus”: società che gestisce la piscina del Centro Sportivo Fiore Club, in località Sardone di Giffoni Valle Piana. Due volte la settimana, il mercoledì e il sabato, i bambini di Giffoni Valle Piana seguiranno le lezioni in piscina, imparare a superare la paura dell’acqua e, attraverso l’acqua, conquistare nuovi equilibri per migliorare la propria personalità. I bambini conosceranno le tecniche di nuoto e, attraverso la pratica in vasca, miglioreranno le proprie abilità acquatiche. La pratica del nuoto porterà soprattutto benefici alle attività motorie dei singoli partecipanti al corso. Giffoni Valle Piana, 14 novembre 2011

Numero 70 novembre - dicembre 2011

E’ stata istituita la Consulta Comunale Permanente “Sviluppo Economico, Lavoro e Attività Produttive”. Il nuovo organismo, istituito su proposta del Consigliere delegato Vincenzo Cavaliero, avrà funzioni propositive e consultive nei confronti dell'Amministrazione Comunale. Sono componenti della Consulta il Sindaco, i Consiglieri delegati alle attività produttive, alle politiche del lavoro e a quelle giovanili, un rappresentante della minoranza e i rappresentanti di categoria dei principali settori del lavoro. Della Consulta faranno parte anche esponenti della Scuola Superiore che ha il delicato compito di formare i giovani in cerca di una prima occupazione. “La consulta sarà un momento di confronto tra rappresentanze sindacali, datoriali ed economiche della nostra cittadina, che permetterà una positiva interazione con il pubblico per realizzare anche percorsi formativi professionali finalizzati all'inserimento lavorativo, o realizzare sinergie progettuali tra i soggetti coinvolti", ha dichiarato il Consigliere Vincenzo Cavaliero. L'Amministrazione Comunale riconosce alla Consulta piena autonomia nella regolamentazione del proprio funzionamento, nella scelta degli argomenti da affrontare e nell'organizzazione dei lavori. Il Sindaco – secondo il regolamento pubblicato in questi giorni e consultabile sul sito del Comune – redigerà un avviso pubblico per la presentazione delle candidature. La Consulta resterà in carica per l’intero mandato elettorale del Primo cittadino. “Monitorare il mondo occupazionale, studiando le esigenze delle aziende e dare un servizio alla popolazione, soprattutto quelle giovanile, offrendo un indirizzo dove raccogliere informazioni utili nel difficile mercato del lavoro, è questo lo spirito della consulta comunale permanente che dovrà tastare la situazione economica del territorio ed avanzare proposte per creare nuove forme di occupazione”, ha dichiarato il Sindaco Paolo Russomando. Giffoni Valle Piana, 25 ottobre 2011

Consiglio Comunale del 12 settembre 2011 21- Approvazione verbali seduta precedente; 22- Comunicazioni del Sindaco; 23- L. n. 244/07 – Art. 3 – comma 55. Approvazione programma 2011 per il conferimento incarichi di studio, ricerca e consulenza; 24- Art. 4 del Regolamento comunale per l’alienazione del patrimonio immobiliare. Approvazione programma anno 2011; 25- D.Lgs. n. 163/06 – art. 128 – comma 1. Approvazione programma triennale OO.PP. 2011/2013 e piano annuale 2011; 26- Bilancio annuale di previsione per l’esercizio 2011. Relazione revisionale e programmatica 2011/2013. Bilancio pluriennale per il triennio 2011/2013. Esame ed approvazione; 27- Piano Sociale di Zona – Triennio 2010/2012 – “Regolamento di gestione del Fondo Unico d’Ambito”. Esame ed approvazione; 28- Art. 22 – comma 1 – lett. a. Istituzione “Consulta per lo sviluppo economico, i problemi del lavoro e le attività produttive”. Esame ed approvazione regolamento; 29- Progetto di variante al P.R.G. di destinazione urbanistica da Z.T.O. “E” a Z.T.O. “D” per la “Sistemazione ed ampliamento di un impianto adibito ad attività commerciale (materiale per l’edilizia) sito alla Via V.Fortunato – loc. S.Maria a Vico” (art. 5 D.P.R. n. 447/98 e s.m.i.) e relativo schema di convenzione. Esame ed approvazione; 30- Proposta di P.U.A. in sanatoria alla lottizzazione in Loc. Serroni – Cellara. Provvedimenti; 31- L.R. n. 10/82 – Allegato 2. Designazione degli esperti della “Commissione Locale per il Paesaggio”; 32- Discussione di eventuali interpellanze e/o interrogazioni. Consiglio Comunale del 10 ottobre 2011 33- Approvazione verbali seduta precedente; 34- Comunicazioni del Sindaco; 35- D.Lgs. n. 267/2000 art. 193 – comma 2. Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e verifica degli equilibri di bilancio; 36- Progetto di variante in deroga al P.R.G. per i lavori “Restauro, consolidamento e valorizzazione del complesso monumentale di S.Maria a Vico” – art. 14 D.P.R. n. 380/01. Provvedimenti; 37- Progetto di ristrutturazione urbanistica in deroga al P.R.G. di un fabbricato danneggiato dal sisma del 1980 sito al Corso Garibaldi – art. 14 D.P.R. 380/01. Provvedimenti; 38- Progetto di ristrutturazione e riqualificazione urbanistica alla fraz. Sovvieco proposto dal sig. Rosa Federico – art. 14 D.P.R. 380/01. Provvedimenti; 39- Progetto di variante al P.R.G. di destinazione urbanistica da Z.T.O. “E” a Z.T.O. “D” per la “Realizzazione di un complesso turistico – ricettivo per la formazione professionale sito in località Sardone (art. 5 D.P.R. n. 447/98 e s.m.i.) e relativo schema di convenzione. Esame ed approvazione; 40- Discussione di eventuali interpellanze e/o interrogazioni. Consiglio Comunale del 09 novembre 2011 41- Approvazione verbali seduta precedente; 42- Adesione al Patto dei Sindaci per l’attuazione di un Piano di Azione per l’energia Sostenibile;


15

Numero 70 novembre - dicembre 2011


Presidente Gal Colline Salernitane

PAOLO RUSSOMANDO

Cari cittadini, la manifestazione “Natale a Giffoni” che si svolgerà tutti i fine settimana e festivi dall’8 dicembre al 6 gennaio rappresenta un grosso volano sia per le popolazioni dei Picentini sia per quelle dei comuni limitrofi. L’evento coinvolgerà direttamente le imprese e i piccoli artigiani locali attraverso la scoperta dei mercatini sull’artigianato e sull’enogastronomia. Inoltre, gli alunni delle scuole saranno i protagonisti dell’evento perchè parteciperanno direttamente ai concorsi natalizi mentre per i più piccoli ci saranno giochi ed animazioni organizzati dal teatro nazionale dei Burattini. L’obiettivo dell’evento è quello di creare nuove possibilità di sviluppo sia turistico che culturale e di dare l‘opportunità a tutti di vivere questi giorni di festa in un’atmosfera conviviale e serena.

I S I N ATA L IZ

A N IM A Z IO G IO C H I E

A M B IN I NE PER B

ATO ’A RT IG IA N L L E O M IA D O G A S T RO N O N M E RC AT IN ’E L L E E D

CONCOR

PIAZZA UMBERTO I GIFFONI VALLE PIANA


18

DOMENICA

17

SABATO

11

DOMENICA

10

SABATO

8

GIOVEDÌ

Convento San Francesco

21,00 | Giardino d’Armida / Associazione artisticoculturale pro infanzia “Angelo Azzuzzo”

Convento San Francesco

18,00 | Coro polifonico “San Martino” di Lancusi (diretto dal M. Loredana Polimeni)

Giardino degli aranci

17,00 | Spettacolo natalizio della direzione didattica “Don Milani”

11,30 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

Giardino degli aranci

18,00 | “Gesù è tornato sulla terra” tutti gli alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo F.lli Linguiti

17,00 | Gruppo scout Giffoni I attività con i bambini

Convento San Francesco

18,00 | Mercatino presepiale Proloco Giffoni Valle Piana

Giardino degli aranci

18,00 | “Only dance“

19,00 | ”Movimento danza” musica e balli popolari

18,00 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

17,00 | Gruppo scout Giffoni I attività con i bambini

11,30 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

Giardino degli aranci

19,00 | “Sabry Dance”

17,00 | Gruppo scout Giffoni I attività con i bambini

11,30 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

DICEMBRE

Apertura mercato 11,00 / 13,00 | 16,00 / 22,30

Piazza Umberto I Giffoni Valle Piana

1

DOMENICA

31

SABATO

29

28

30

VENERDÌ

Sala Truffaut

18,30 | Esibizione corpo bandistico “Lorenzo Rinaldi”

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

Mercatino dalle ore 16,00

GENNAIO

Mercatino fino alle ore 19,00

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

GIOVEDÌ

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

Convento san Francesco

Mostra fotografica e pittorica Proloco Giffoni Valle Piana

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

Convento San Francesco

18,00 | Mercatino presepiale Proloco Giffoni Valle Piana

17,00 | “Artisti di strada” a cura del Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

Giardino degli aranci

16,30 | Premiazione elaborati sul 150° anniversario dell’Unità d’Italia

p.zza Cittadella

p.zza Cittadella

12,00 | In volo con Babbo Natale

11,30 | Play house animazione

Mercatino fino alle ore 19,00

11,30 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

MERCOLEDÌ

27

MARTEDÌ

26

LUNEDÌ

25

DOMENICA

24

SABATO

8

DOMENICA

7

SABATO

6

VENERDÌ

5

GIOVEDÌ

DAL 3 DICEMBRE AL 8 GENNAIO “Il presepe a Giffoni” XVI Mostra Internazionale d’Arte Presepiale

OGNI SABATO MATTINA dalle ore 10,30 alle ore 12,30 visita guidata al Borgo Medievale di Terravecchia con servizio navetta / azienda del Cittadino multiservice

OGNI DOMENICA MATTINA dalle ore 11,00 alle ore 13,00 visita alla Congrega della Chiesa Madre della SS. Annunziata visita alla Chiesa del complesso monumentale di San Francesco

Visita ai i Templi di Ercole / Rione Campo Giffoni Valle Piana

...E ANCORA angolo “Play house” animazione per bambini

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

Giardino degli aranci

19,00 | La taranta dei Picentini

18,00 | Presepe vivente a Giffoni

18,00 | Gruppo Polifonico Armonia di Voci di Montecorvino Rovella

11,30 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

19,00 | ”Movimento danza” musica e balli popolari

Informagiovani.

18,00 | ”Prodotti tipici locali e artigianato di qualità: valore aggiunto per il territorio” Convegno Gal Colline Salernitane

17,00 | Narrazione di fiabe a cura del Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo

15,00 | Aspettando la Befana / servizio navetta per le frazioni

11,30 | Teatro Nazionale di Burattini dei F.lli Ferraiolo


18 dalla Provincia

Numero 70 novembre - dicembre 2011

La centrale del latte entra nell’Università di Salerno Una sfida su più livelli quella lanciata nella sede dell’Ateneo salernitano, dove l’eccellenza casearia è salita in cattedra, portando con sé la ricerca scientifica. Sembra una strana accoppiata, eppure la promozione di regimi alimentari gustosi e naturali, fondati sulla genuinitá dei prodotti locali, pare andare ben d’accordo con il settore della sperimentazione scientifica. Protagonisti della vicenda sono l’amministrazione comunale, la Centrale del Latte e l’Universitá di Salerno che hanno siglato un protocollo dalle molteplici prospettive operative. «In primo luogo, c’è la volontá di ottimizzare la qualitá del prodotto tramite le competenze dell’Universitá di Salerno - ha spiegato il presidente della Centrale del Latte di Salerno, Ugo Carpinelli - vogliamo, inoltre, diffondere tra la popolazione studentesca stili di vita sani, gustosi, coerenti con le tipicitá del territorio». Con un impegno che tocca anche la sfera meramente commerciale: «L’Ateneo potrá fungere da vetrina per l’azienda locale - ha chiarito il rettore, Raimondo Pasquino - i prodotti della Centrale del Latte, infatti, potrebbero essere inseriti in tutti i punti di ristoro dell’Ateneo, ivi compresa la mensa». C’è poi un aspetto scientifico di straordinaria importanza: i tre soggetti firmatari, infatti, si impegnano a sviluppare programmi di ricerca innovativi. «Sigilliamo questo rapporto di collaborazione tra l’Universitá e la Centrale del Latte di Salerno per garantire ulteriormente la qualitá delle nostre produzioni - ha affermato il sindaco, Vincenzo De Luca - l’obiettivo è integrare questo progetto con la ricerca scientifica riguardante la conservazione degli alimenti. C’è una grande sfida sul piano mondiale ed

L'investimento in titoli di Stato da parte dei cittadini può infatti essere un contributo importante per dimostrare la fiducia che gli italiani hanno nel proprio Paese. Investire in titoli di Stato italiani in questo momento potrebbe aiutare a migliorare l'attesa complessiva dei mercati nei confronti dell'Italia. Lunedì 28 novembre la Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia consentirà ai propri Soci e ai propri clienti di investire in titoli del debito pubblico rinunciando totalmente alle commissioni di negoziazione. Famiglie, imprenditori o imprese ne potranno tutti beneficiare (rimangono esclusi solo gli investitori istituzionali). Il 28 novembre l'iniziativa sarà riferita al mercato secondario, ovvero riguardante i titoli già emessi dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e in circolazione sul mercato tra risparmiatori, investitori ed intermediari. Sull'acquisto di questi titoli dunque i clienti non pagheranno le commissioni normalmente previste (fatto salvo quanto pattuito per l'eventuale accensione di un deposito titoli, qualora il cliente non dovesse già averne uno attivo). E il 12 dicembre 2011 l'iniziativa verrà replicata con focus sui titoli di nuova emissione. "Anche in questa occasione la nostra Banca ha deciso di dare un segnale concreto di condivisione in un'iniziativa importante e dal forte significato anche simbolico su come sia importante l'impegno di tutti per superare la crisi – ha dichiarato il presidente della Cassa Rurale ed Artigiana di Battipaglia, Silvio Petrone - In una situazione difficile come l'attuale – ha proseguito Petrone - anche piccoli ma significativi comportamenti come questa iniziativa, possono esprimere risultati positivi e, soprattutto, favorire la ripresa di fiducia di cui necessita l'intero nostro sistema economico".

distribuzione mozzarelle ed esclusivi prodotti per la ristorazione

è quella di individuare materiali per la salvaguardia degli alimenti che siano biodegradabili, se riuscissimo a vincere come Universitá di Salerno sarebbe una rivoluzione». Fonte: La città Rita Esposito


19

Numero 70 novembre - dicembre 2011


20 Giffoni Valle Piana

Numero 70 novembre - dicembre 2011

Picentini News, il magazine d’in- format. Per contattare la redazione e l’ufficio commerciale formazione, in onda ogni mercoledì si può inviare una mail a: picentininews@mamproduction. alle 15 e in replica il sabato alle 23 com oppure telefonare allo 089/866435. e la domenica alle 11 (canale 85 del digitale terrestre) - realizzato dalla Mam Production in collaborazione con l’emittente Telenuova - può considerarsi già un punto di riferimento per l’informazione del territorio. Il format, nato dall’esperienza Giffoni Valle Piana. della webtv www.picentini.tv (il Sia pur di mondi diversito adesso ospita la programmazio- si: il primo che ha cane di Picentini News), è un collau- valcato nel mondo del dato esempio di approfondimento giornalismo, il secondo dei principali fatti della settimana. che del calcio ne fece il Politica, attualità, cultura ma, soprattutto, inchiesta. La grande possibilità data dal suo amore e la sua profatto di poter avere tempi più dilatati, consente al lavoro giornalistico di scavare fessione. L’incontro, – o almeno cercare di farlo – anche dietro la piccola notizia che, spesso, si rivela trent’anni dopo, nella assumere contorni rilevanti per l’opinione pubblica. Un lavoro, reso possibile da piazza principale della una squadra che, seppur nuova, si è subito integrata riuscendo a dare un’impronta città del cinema. Gino al programma televisivo. Picentini News è realizzato dalla redazione composta da Liguori ha avuto maestri di grosso calibro a Il Mattino, da Mattia Antonio Carpinelli, Alessia Ciancio, Federica Di Feo, Vincenzo Di Marti- Gino Palumbo a Riccardo Cassero, avendo sempre come no, Giuseppe Novellino e Piero Vistocco. A tessere i fili di questa avventura – per primo riferimento professionale il compianto Nicola Frunoi ma crediamo anche per chi ci segue – è Marcello Gallo, direttore di produzio- scione, e concludendo al quotidiano napoletano sotto la ne e titolare, insieme con Marco Cesaro, dello studio associato Mam Production. guida di Sergio Zavoli. Felice Marano approda nella SaL’esperienza accumulata nel tempo grazie alla collaborazione di prestigio con Tm lernitana e trova nello scopritore Mario Saracino il suo News, agenzia di stampa del gruppo Telecom Italia, per la quale offre copertura maestro ed educatore. Siamo negli anni ’57-’58, Felice, informativa per i maggiori eventi della Campania, e con altre realtà nel settore del- attaccante dalla classe genuina, riscuote anche l’ammirala videocomunicazione, ha convinto la società di videocomunicazione a riprende- zione di altri due tecnici di grosso valore, Enrico Carpitelre il progetto della webtv Picentini.tv, nata nel marzo del 2009. Ma l’obiettivo si è li e Ninì Varglien. Gioca con Deotto, Massagrande, Fanin, allargato. L’accordo con l’emittente televisiva a carattere regionale, ha consentito Gigante, Ghersetich, avendo al suo fianco altri due saleral programma di entrare anche nelle case dei salernitani senza perdere di vista gli nitani di grosso spessore difensivo: Barone e Porpora. La utenti della Rete, tenendo saldo il collegamento con tutti gli abitanti del territorio sua carriera raggiunge l’apice quando Fulvio Bernardini che risiedono altrove. Un’esperienza esaltante che viene affrontata quotidiana- gli fa indossare la casacca del Bologna, maglia che Maramente tenendo presente l’unico comandamento necessario per svolgere al meglio no, per un lungo periodo si contese nientemeno che con un servizio di informazione: dire sempre la verità. Infine, non poteva mancare un Bulgarelli. Il particolare momento dell’incontro non poteringraziamento agli inserzionisti che, fin dal primo istante di vita, hanno creduto va sfuggire al nostro direttore, Piero Vistocco, che dei due nel progetto di Picentini News, decidendo di accostare la loro attività al nostro continua ad essere un profondo estimatore.

San Luca San Luca

Assume Assume

30 OPERATORI TELEFONICI PER SERVIZI INBOUND 50 OPERATORI PERSERVIZI SERVIZIINBOUND OUTBOUND 30 OPERATORI TELEFONICI TELEFONICI PER

nel settore delle telecomunicazioni. 50 OPERATORI TELEFONICI PER SERVIZI OUTBOUND Si richiede: Flessibilità oraria, disponibilità a lavorare su turnistica incluso festivi e nel settore delleper telecomunicazioni. weekend (solo l’inbound); Si richiede: Flessibilità oraria, disponibilità a lavorare su turnistica incluso Titolo di studio diploma/laurea; Ottimo utilizzo dei sistemi informatici; Età festivi e weekend (solo per compresa tra i 20l’inbound); ed i 35 anni; Capacità di problem solving, attitudine al Titolo Ottimo utilizzo dei sistemi informatici; Età lavorodiinstudio team ediploma/laurea; leadership; Esperienza pregressa nel campo di assistenza ai compresa tra i 20 ed i 35 anni;all’ascolto. Capacità di problem solving, attitudine al clienti e vendita, predisposizione lavoro in team e leadership; Esperienza pregressa nelgiovane campo edistimolante assistenzacon ai Si offrono formazione e supporto costante, ambiente clienti e vendita, predisposizione all’ascolto. possibilità di crescita professionale.Si prega di inviare il curriculum vitae Si offrono formazione e supporto costante, ambiente giovane eaistimolante dettagliato con autorizzazione al trattamento dei dati personali sensi del con D.Lgs. possibilità crescitatelefonico professionale.Si prega dientro inviare il curriculum 196/2003 edirecapito fisso e mobile e non oltre il 31 vitae Dicembre dettagliato con autorizzazione al trattamento dei mail dati personali ai sensi del D.Lgs. 2011 al numero di fax 0828/345514, all’indirizzo info@sanlucahotel.it, a 196/2003 e recapito e mobile non Luca oltre il– 31 Dicembre mano in busta chiusatelefonico presso lafisso reception dell’entro HoteleSan S.S. 18 Km 2011 al numero di fax 0828/345514, all’indirizzo mail info@sanlucahotel.it, a 76,500 Battipaglia (SA). mano in busta chiusa presso la reception dell’ Hotel San Luca – S.S. 18 Km 76,500 Battipaglia (SA).

1 CAMERIERE PER BAR 1 BANCONISTA PERBAR PASTICCERIA 1 CAMERIERE PER 2 BANCONISTA CAMERIERI PER RISTORANTE 1 PER PASTICCERIA 2 CAMERIERI AIUTO CUOCO 2 PER RISTORANTE

PER QUEST’ULTIMI SI RICHIEDE 3 ANNI DI ESPERIENZA CERTIFICATE ED 2 AIUTO CUOCO IL C.V. CON FOTO. PER QUEST’ULTIMI SI RICHIEDE ANNI DI ESPERIENZA CERTIFICATE ED Si prega di inviare il curriculum vitae3dettagliato con autorizzazione al trattamento IL FOTO. deiC.V. dati CON personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e recapito telefonico fisso e mobile Si prega di inviare il curriculum autorizzazione trattamento entro e non oltre il 31 Dicembrevitae 2011dettagliato al numerocon di fax 0828/345514,alall’indirizzo dei personali ai sensi del D.Lgs. e recapito fisso mobile maildati info@sanlucahotel.it, a mano in 196/2003 busta chiusa presso telefonico la reception dell’e Hotel entroLuca e non oltre 18 il 31Km Dicembre al numero San – S.S. 76,500 2011 Battipaglia (SA)di fax 0828/345514, all’indirizzo mail info@sanlucahotel.it, a mano in busta chiusa presso la reception dell’ Hotel San Luca – S.S. 18 Km 76,500 Battipaglia (SA)


21 Speciale San Mango Piemonte Numero 70 novembre - dicembre 2011

La “Festa della Mela Annurca” ha caratterizzato la promozione sociale durante il primo scorcio autunnale del 2011 con l’obiettivo di valorizzare la mela annurca, e le tipicità territoriali, favorirne la produttività, concretizzandola con la conoscenza di luoghi, tradizioni, produzioni e gastronomia. Il programma dell’evento, organizzato dalla Pro Loco di San Mango Piemonte, si è articolato tra ottobre e novembre con variegate iniziative tutte miranti a dare significativa forza penetrativa all’azione propositiva della manifestazione, salvaguardare la continuazione di una tipicità, tutelarne la produttività, sia in qualità che in redditività, delocalizzare una tipicità territoriale con l’affermazione del brand image attraverso la genuinità di un merchandising socioculturale ben strutturato all’interno di una già intensa progettazione finalizzata alla promozione e valorizzazione di un circuito turistico di “qualità” in senso lato, alla tutela di un’identità culturale e territoriale. In forza di queste finalità e sulla scorta di un inscindibile legame del territorio locale con la mela annurca, primaria tipicità di notevole interesse ed evoluzione socio economico, la festa della mela annurca, patrocinata dal Comune di San Mango Piemonte nell’ambito del progetto “L’antica cucina sanmaghese”, è stata suddivisa in: GustAnnurca, MelaDay, Melarenda, MelaGiro e MelArtè. L’avvio è stato dato da “GustAnnurca”, un concorso gastronomico tendente a dare risalto alle le proprietà culinarie dell’annurca, attraverso la preparazione e degu-

stazione di ricette avente la tipica mela tra gli ingredienti. La gara conclusiva, svoltasi il 14 ottobre presso la Tenuta D’Amore Resort, ha visto primeggiare tra le cinque ricette finaliste la portata preparata dallo chef de cousine Fabrizio Di Lisi, “Maialino porchettato al taurasi con sfoglie di zucca e mela annurca”, che ha riportato la maggiore valutazione complessiva espressa dalla giuria tecnica e dalla giuria dei Sindaci del picentino. Con “Melarenda” si è inteso favorire, soprattutto tra i giovani, una sana e corretta alimentazione consumando, in particolare a merenda, i frutti del paniere delle eccellenze produttive territoriali, come la mela annurca. MelaGiro è stata un’escursione turistica a melai e zone di produzione campane finalizzata alla conoscenza della filiera melicola e della tipicità dell’annurca, conosciuta ed apprezzata fin dai tempi dell’antica Roma. L’iniziativa MelArtè è una concorso artistico avente a tema la mela annurca ed il suo contesto che mira a mettere in mostra, attraverso ogni forma ed espressione dell’arte, le tipicità e le usanze rurali del territorio, assicurandone così continuità e memoria. Clou della festa della mela annurca è stato “MelaDay”, il giorno della mela, una manifestazione di conoscenza e degustazione della tipicità, cultura, storia, tradizioni e gastronomia locale, svoltasi sabato 22 ottobre scorso nel centro storico. Con la proposizione in degustazione della mela annurca, è stato proposto anche la prima dello spettacolo itinerante “La disfida de' Santomango ovvero come li due contendenti lottavano per amore de la bella Bianca da Procida”. Una performance scenica recitata, ballata e musicata in chiave medioevale tra slarghi, portoni, cortili, vicoli del caratteristico centro storico di San Mango di un fatto d’amore ed armi verificatosi tra il 1334 ed 1338 nell’antica Terra Sancti Magni et Pedemontis, oggi San Mango Piemonte, che sconvolse anche il principato di Salerno. La storia è stata rivissuta nei suoi punti salienti con gli attori Flavia D’Aiello, Francesco Petti e Carlo Rosselli, con le musiche medioevali eseguite dal vivo da Francesco Manna, Gerardo Oliva e Giuseppe Rola, Osvaldo Costabile, con i

San Mango Piemonte. Da tempo immemorabile, nella serata della vigilia dell’Immacolata a San Mango Piemonte si consuma il tradizionale rito del “vampalorio” nei rioni. Le contrade del piccolo centro picentino si animano col vociare dei ragazzi intenti alla raccolta di fascine e ceppi, dall’operosità degli adulti assorti nell’innalzare la pira di legna e dall’entusiasmo delle donne impegnate nella preparazione di alcuni dolci tipici locali. L’eccitazione per l’avvenimento folcloristico raggiunge il suo culmine con il crepitio dei rami ardenti e la sfavillante luce delle alte fiamme levantesi dalle pira di legno. Intorno al “vampalorio” bambini, ragazzi, adulti ed anziani si ritrovano accomunati da un rito che è storia, cultura e folclore. Mentre i più giovani si divertono giocando in modi ormai inconsueti, adulti ed anziani, tra ricordi e sospiri, improvvisano balli e canti popolari di antica memoria al ritmo di un vecchio tamburo, riscaldati esternamente dal calore della brace ardente ed internamente dall’immancabile buon bicchiere di vino locale ben sposato con patate, castagne, nocciole cotte nella brace dei falò. Fino a qualche decennio scorso si celebrava anche il rito del “mariandò e pizcandò” : intorno al falò si formavano due pile di giovani , cinque sotto e quattro sopra, che si contrapponevano ballando in circolo e indirizzandosi stornelli. Il “Vampalorio” è una atavica tradizione di San Mango Piemonte che unisce e riunisce la comunità di San Mango Piemonte la sera del 7 dicembre, vigilia dell’Immacolata, intorno al fuoco conciliatore e purificatore. Intorno ai roventi ceppi dei falò rionali si formano festosi cerchi

costumi de La casa del Gallo d’oro, ed i pupazzi di Flavia D’Aiello. Nei primi decenni del XIV secolo il Principato di Salerno fu scosso da sedizioni, sommosse ed episodi di violenza e di sangue che danneggiarono il commercio e le attività artigianali fiorenti soprattutto nel Picentino. Quella che più di tutte, sia per la durata sia per il numero delle persone coinvolte, fu certamente la guerra sociale che divampò fra due delle famiglie più nobili e potenti del tempo: i Santomango e i d’ Ajello. La scintilla fu accesa dall'abate e chierico Riccardo d'Ajello che, invaghitosi di Bianca di Procida, giovanetta di esimia bellezza e d'illustri natali, promessa sposa a Lanfolfo Santomango, la rapì il giorno stesso delle nozze. Ciò produsse una lunga guerra civile tra le due famiglie, cui presero parte oltre mille uomini. Re Roberto, informato dapprima del temerario atto, e scandalizzato da cotanta scelleratezza, emanò un bando contro d'Ajello il dì 1 di agosto 1334, col quale fulminò pene severe a chiunque desse ricetto a Riccardo d’Ajello milite di Salerno, homo sceleratus ... ob enorme delictum ab olim patratum; mandamus quod nemo potest eum receptare>. Impertanto, i Santomagni, accesi di rabbia ed ebbri di vendetta, giurarono di cancellare col sangue la macchia del torto ed affronto ricevuto. Seguirono quattro anni di guerre ed atti di violenza a cui presero parte ben 334 uomini della famiglia dei d’ Ajello ai quali si contrapponevano 355 armati della famiglia Santomango. La guerra si fece più aspra con l'uccisione di due dei fratelli Santomango per mano dello stesso Riccardo d'Ajello e di suo fratello Matteo, nel convento dei frati minori di Salerno, alla presenza dell'arcivescovo della città. La guerra fu così implacabile e travolse tanto la città di Salerno e della sua Foria che i mercanti furono costretti a domandare la moratoria. E sull'invito dei Sindaci di Salerno e delle vicine Università, il re Roberto dovette promulgare un indulto che venne nel 1338 e rappacificò la maggior parte dei contendenti, anche se non sedò la profonda inimicizia tra i Santomango e i d’Ajello, fino a quando, nel 1350, una mano ignota raggiunse ed uccise il responsabile Roberto d'Ajello.

di giovani ed adulti a testimonianza di una d’identità storica e folcloristica che mantiene le vive le sue radici grazie alla forza di un fuoco mai spento. Le varie iniziative messe in cartellone dalla Pro Loco di San Mango Piemonte oltre salvaguardare questa usanza che è intrisa di storia, cultura, tradizione, gastronomia e tipicità della comunità locale, completa ed esalta lo sforzo dei gruppi rionali che perpetuano il rito del vampalorio. Obiettivo prioritario della Pro Loco è la conoscenza, la tutela e la promozione delle tradizioni tra le giovani generazioni. tale finalità viene perseguita con l’organizzazione di attività antropologiche, culturali ed artistiche che mirano ad attrarre l’attenzione su un evento che ha grosse potenzialità attrattive. Difatti, l’accensione dei fuochi nei vari rioni coincide con tradizionali riti propiziatori intorno al “Vampalorio”, il fuoco che purifica e fertilizza, mentre le strade ed i rioni del paese risuonano di canti e balli tradizionali che invitano la gente a raccogliersi intorno al grande fuoco in una serata di invocazione e magia. Musicisti, cantori e ballerini portano allegria e vivacità intorno ai vampolori col ritmo delle tammorre e delle tarantelle. Quando calano le alte fiamme dei falò, per lasciare ardere i grossi ceppi, nella brace ardente vengono cotte castagne, patate e mele annurche. Ad ingrossare i gruppi di ballo ed i canti tradizionali ci penserà il frizzante vino novello paesano che tanto lustro e pene ha dato nei secoli ai nostri terrazzani. L’ospitalità dei sanmanghesi è sempre lieta di avere il sette dicembre quanti intendono trascorrere una giornata all’insegna delle tradizioni e del buon vivere. Nicola Vitolo


22

@uguri @...

Angela Verdolino ha compiuto 100 anni il 3 dicembre. La nonnina è stata festeggiata dai figli: Giuseppina, Luigi, Anna, nipoti e pronipoti.

qui ritratta in casa accanto alla Madonnina di Medjugorje alla quale recita ogni giorno con tanta devozione il Santo Rosario. Auguri dai suoi familiari e da quanti la conoscono.

Numero 70 novembre - dicembre 2011 80’anni di felicità per Michele Melillo. Raggianti i familiari per il prestigioso traguardo raggiunto. Esempio di serietà ed onestà che sempre ha saputo trasmettere. Tanti auguri da tua moglie Carmela, con i tuoi figli, Alfredo e Mariella, Gerardo e Pina, e i tuoi cari nipoti, Michele, Franco, Maurilia e Carmen.

Vorremmo fermare il tempo per te in questo giorno importante che segna con una data il trascorrere della vita… non Auguri a nonno Angelo si può, da tutti i tuoi cari tantissimi auguri per il tuo 80° D’Angelo e Antonietta Vicompleanno. stocco. Il giorno 16 ottobre Il 15 Novem- hanno festeggiato il loro otbre 2011 hai tantesimo compleanno in avuto la bel- compagnia di tutta la familissima sod- glia. Giornata singolare condisfazione di clusasi al Giffoni Day della conseguire la Pro.Loco dove il nonno AnLaurea con gelo è stato premiato in qualiil massimo tà di cittadino benemerito. dei voti e la lode sacrifiGiffoni Valle Piana. Magari l’impresa cata da anni non entrerà nel Guinness dei primati. di duro stuCerto è che quella compiuta da un cerdio, presso catore di funghi sulle montagne Picenl’Università tine resterà negli annali delle cronache. degli studi “G.d’Annunzio “ Chieti - Pescara, Facoltà di L’uomo, Roberto Cuomo, meglio noto Medicina e Chirurgia per il Corso di Laurea in Infermiecome “Accetta” (si è fatto così immorristica, discutendo la tesi “Aderenza alle linee guida per talare con il prelibato dono della natula corretta misurazione della pressione arteriosa studio-osra), ha infatti trovato un fungo commeservazionale.” Augurandoti una lunga e brillante carriera stibile del peso di circa chilogrammi. piena di successi da parte di papà Alfredo, mamma Mirella Roba da sfamarci moltissime persone. e tua sorella Teresa. Il fungo è un Langermannia gigantea, Con questo numero diciamo addio al 2011, un anno meglio noto come Vescia gigante, che pieno di gioia, amore, felicita’, tristezza e dolori per può raggiungere gli ottanta centimetri dare un bel benvenuto al 2012, augurandoci che sia di diametro e svariati chilogrammi di peso. un anno pieno di gioia, amore e felicita’...


23

18

@uguri @... Una scatola per te: piena di teneri, sinceri, preziosi baci e auguri, dal tuo boyfriend e da tutta la tua famiglia. Auguri anche da parte della redazione Il Grifone, a quella rosa che hai in mano diciamo: 10, 100, 1000 di voi non sareste bastate ad eguagliare la sua bellezza.

Tanti auguri a Tito e Carmela per l’importante traguardo di unione conuigale.

Numero 70 novembre - dicembre 2011 Con sacrificio, impegno e passione hai raggiunto il traguardo prefissato, riempito di orgoglio i tuoi cari e realizzato il tuo sogno. Tantissimi auguri a Concetta Tedesco che il 26 ottobre 2011 si è\ laureata dottoressa in MEDICINA VETERINARIA. Congratulazioni anche da parte della nostra redazione. La neo dottoressa Valentina Immediata figlia di Raffaele già comandante della Polizia Municipale di Giffoni Valle Piana e di Caruso Maria Angela insegnante , rispettando tutte le tabelle e il piano di studio , si è laureata lo scorso 18 ottobre presso l’Università cattolica di Roma, con il voto di 100/110 e lode – La struttura dell’università è collocata nello stesso policlinico Gemelli di Roma. La tesi discussa con il relatore dott. Prof. Antonio Landone dirigente Medico responsabile di struttura complessa è stata frutto di esperimenti di farmaci su 60 pazienti volontarie ai fini di verificare l’efficacia di due farmaci insieme, già esistenti sul mercato, ma mai usati insieme. Il tutto è stato programmato, ed eseguito seguendo pazienti ricoverate presso: L’Unità Operativa di Ginecologia Disfunzionale del policlinico Gemelli di Roma il quale si caratterizza per una particolare attenzione ai problemi delle disfunzioni ginecologiche e della patologia ginecologica benigna. Gli esperimenti sono stati effettuati su due disfunzioni. Il primo aspetto hanno afferito all’U.O. pazienti con amenorrea primaria e secondaria; disturbi del ritmo mestruale in eccesso o in difetto; disfunzioni ormonali connesse con gli stati iperandrogenici (irsutismo, acne, obesità), pubertà precoce, menometrorragie disfunzionali. [...] La tesi , nelle parti più salienti , sarà oggetto di intervento a un convegno internazionale che si terrà a Sofia sulle malattie disfunzionali delle donne obese. Alla neo dottoressa Valentina Immediata, ed alla sua famiglia, gli auguri da parte della nostra redazione.

Tantissimi auguri di buon compleanno a Mattia e agli zii Giovanni e Franco. il 4 ottobre 2011 Il passato che non muore hanno compiuto rispettivamente 1 Allontanatami dalle proprie radici, 40&50’anni. non voglio perdere il passato.

Stretto lo porto nel mio cuore dove nessuno lo può rubare per appagare i ricordi, la penna mi aiuta a ricordarli. Ogni sussulto lo scrivo nei versi e poesie. Per colorare la vita, continuo Raffaela Cerino le pennellate di colori sulla tela per far felice il mio cuore, pensando le mie radici dove sono nata.

A Ida Mugavero e Antonio Corrado che nel giorno del loro 45° di matrimonio festeggiano i 40’anni di Raffaella, una delle delizie del loro fruttuoso amore. AUGURI da Michele Enza e la folta schiera di nipoti. A Raffaella diciamo: ...dicono che la vita comincia a questa età, dunque ti auguriamo di godertela fino alla fine, buon compleanno bella 40enne

Nel teatro Bertoni di Battipaglia si è tenuta la cerimonia di Onorificenza dell´Associazione Cattolica Internazionale " Tu Es Petrus" preseduta dal Presidente Onorario Cardinale Jose´ Saraiva Martins. Alla cerimonia hanno preso parte il Cardinale Salvatore De Giorgi il Cardinale Kurt Koch e il Presidente del Consiglio Direttivo Dott. Gianluca Barile. Ad avere l´onore di essere premiato, anche il Giffonese Brigadiere Capo dell´Arma dei Carabinieri Mario Granese: interpretando i sentimenti di sincera ammirazione del consiglio direttivo e dell´assemblea dei soci gli è stata conferita l´ Onorificenza "Veritas In Charitate´ ", fulgido esempio di elevate virtù umane e professionali.



Novembre Dicembre 2011