Page 1

Gil AZZETTIsenese NO

Settimanale gratuito di informazione edito da Alsaba Grafiche • Anno I • numero 33 • Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell’8 aprile 2008 • www.alsaba.it Chiuso in redazione il 19 novembre 2008 • Tiratura 7.000 copie • Stampato su carta 100% riciclata con marchio ecologico “Angelo Blu”

Il cavallo da Palio al centro della scena LA PROSSIMA SETTIMANA UN GRANDE CONVEGNO ORGANIZZATO DAL COMUNE SUL PROTAGONISTA INDISCUSSO DELLA FESTA SENESE A PAGINA 6


CULTURA

 venerdì 21 novembre 2008 

Sulle ali della lettura È STATA INAUGURATA IERI LA TRADIZIONALE RASSEGNA DI LIBRI PER RAGAZZI Giunto ormai alla sua diciottesima edizione ritorna a Siena e in provincia la manifestazione “Leggere e Volare”. Sono circa 18mila i ragazzi coinvolti nell’iniziativa e oltre 10mila i titoli esposti che sono ospitati nella tendostruttura collocata in piazza Jacopo della Quercia, accanto al Palazzo del Governo, dal 20 novembre fino all’8 dicembre. Con la partecipazione di 32 comuni “Leggere e Volare” si presenta anche quest’anno come un appuntamento da non perdere. Sono molti gli appuntamenti che la manifestazione ha organizzato per questa edizione: tra i più attesi senza dubbio Stefano Bollani e i Marlene Kuntz. L’iniziativa parte dalla constatazione del fatto che dalle scuole medie superiori la percentuale dei lettori si abbassa nettamente. Con lo scopo, quindi, di stimolare l’approccio alla lettura, l’Amministrazione Provinciale di Siena, organizza annualmente dal 1991 “Leggere e Volare”. L’iniziativa prevede un grande spazio dedicato alla esposizione dei libri, utilizzando il cortile della provincia e piazza duomo, con tutte le ultime novità editoriali, divisi per materia e per fasce di età; visite guidate per scolaresche, con personale specializzato e bibliotecari. Presenti alla conferenza stampa dedicata all’illu-

strazione della manifestazione culturale che si è tenuta mercoledì 19 novembre, il presidente della Provincia Fabio Ceccherini, il vice presidente Alessandro Pinciani, il prefetto di Siena Giulio Cazzella e il dirigente alla Cultura della Provincia Antonio de Martinis. “Quest’anno la tendostruttura allestita in piazza Jacopo della Quercia sarà la libreria più grande di tutta la provincia – commenta Alessandro Pinciani, vice presidente della Provincia di Siena – in 20 giorni i ragazzi di Siena incontreranno gli autori dopo aver conosciuto i libri a scuola. In questo spazio dedicato ai libri ci saranno poi anche una serie di spettacoli, su letture e scritture creative. A disposizione dei partecipanti anche tavoli e sedie per leggere con calma e gustarsi magari un buon the. Gli appuntamenti da non perdere quest’anno sono davvero molti. Novità anche per quanto riguarda il manifesto 2008, disegnato dal disegnatore Walt Disney Bruno Bozzetto che terrà un incontro con i più piccini sui segreti dell’animazione”. L’ingresso alla manifestazione è gratuito e ulteriori informazioni sono reperibili sul sito dell’Amministrazione Provinciale di Siena www.provincia.siena.it.

Gil AZZETTIsenese NO



03

SARÀ PRESENTATO A MILANO IL VOLUME PROTAGON SUL RISPARMIO DEGLI ITALIANI Sarà presentato mercoledì 26 novembre, con un incontro con gli autori, presso il teatro Agorà della Triennale Design Museum, in via Alemagna, di Milano, il volume edito per i tipi della Protagon “Il Rentista e il Tanguero” scritto da Francesco Tutino e Fabio Boscherini. Un libro di riflessioni e suggerimenti per il risparmio degli italiani nel qaule vengono spiegate le due figure del rentista, il risparmiatore italiano, e del tanguero, ovvero il consulente finanziario che consiglia il rentista. Su entrambi incombe l’ombra delle banche, il terzo attore del sistema del risparmio in Italia, nonchè detentore della totalità del denaro degli italiani e incombe ancor più la crisi internazionale del sistema finanziario bancario. Il libro della Protagon è quindi un’ottima occasione per cercare di capire cosa sta avvenendo nell’economia globale e italiana e al contempo un manuale zeppo di utili consigli per sopravvivere a questa crisi.

GLI APPUNTAMENTI LETTURE ANIMATE AGLI INTRONATI Continuano gli appuntamenti ad ingresso libero promossi dalla biblioteca degli Intronati, in collaborazione con Giocolenuvole per avvicinare ragazzi e bambini alla cultura: sabato 22 dalle 10.30 ale 12, “Bambini in viaggio: storie con la valigia”. L’AVVENTURA NEL BOSCO PERDUTO Sabato 22 novembre alle 16 torna l’appuntamento con il teatro per bambini all’Orto de’ Pecci, dove la Cooperativa Camaleonte metterà in scena “L’avventura nel bosco perduto”. Per informazioni è possibile contattare La Proposta allo 0577 222201 o scrivere a info@laproposta.it.

ECO IN SCATOLA! DAL RIFIUTO ALL’ARTE Fino al 2 dicembre è possibile visitare, presso la galleria d’arte Didee in via del Poggio 2 a Siena, la mostra “Eco in scatola! Dal rifiuto all’arte”. La galleria è aperta dal martedì al venerdì dalle 16.45 alle 18.30. Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 392 9026373 e 339 500146 oppure scrivere all’indirizzo didee@arci.it. IL MAGO C’È MA NON SI VEDE Sabato 22 novembre alle ore 21 al Teatro Verdi di Poggibonsi, all’interno della stagione invernale, il divertente spettacolo “Il mago c’è ma non si vede” di e con Tino Fimiani. Lo spettaco-

lo fa parte della rassegna alla quale ci ha abituato, ormai da tempo, il teatro di Poggibonsi. I biglietti hanno un costo di 10 euro (8 euro per il ridotto). I SEGRETI DEL PALAZZO DEL GOVERNO Sabato 29 e domenica 30 il palazzo del Governo , sede di due istituzioni senesi, resterà aperto per permettere di effettuare, per la prima volta, una visita guidata che si arricchirà con una piccola degustazione. La visita, ad ingresso gratuito deve essere prenotata per posta elettronica all’indirizzo palazzo@provincia.siena.it oppure telefonando allo 0577 391787


04



Gil AZZETTIsenese NO

 venerdì 21 novembre 2008 

NOTIZIE IN CULTURA BREVE

Chigiana, è tempo di Micat SABATO 22 NOVEMBRE SI APRE IL SIPARIO SULLA STAGIONE CONCERTISTICA INVERNALE CON UN CONCERTO DEL QUARTETTO BERNINI NELLA CHIESA DI SANTISSIMA ANNUNZIATA Si inaugura la stagione concertistica invernale dell’Accademia Musicae Chigiana, l’86a Micat in Vertice. L’inaugurazione si terrà sabato 22 novembre, giorno di Santa Cecilia, la patrona dei musicisti. L’evento si colloca quindi nella linea della tradizione tanto perseguita dal fondatore dell’Accademia, il Conte Guido Chigi Saracini. Proprio in tale occasione, alle ore 11, nella Chiesa della Santissima Annunziata a Siena, verrà celebrata la Santa Messa in onore di Santa Cecilia, che vedrà la partecipazione del Quartetto di archi, Bernini: Marco Serino e Yoko Ichihara al violino, Gianluca Saggini alla viola e Valeriano Taddeo al violoncello eseguiranno per l’occasione il Quartetto in re minore K. 173 di Mozart, “Largo” dalla Sonata a quattro n. 1 in sol minore di Galuppi, “Introduzione” da Le ultime sette parole del Cristo Redentore di Haydn, “Allegro” dalla Sonata a quattro n. 2 in sol minore di Durante, “Lacrymosa” dal Requiem nella trascrizione per quartetto d’archi di P. Lichtental di Mozart e “Contrapunctus” n. 9 da L’Arte della fuga di J. S. Bach. Sempre nella giornata di sabato 22 novembre, alle ore 21 al teatro dei Rozzi di Siena, si terrà il concerto inaugurale con l’Orchestre des Champs Elysées, diretta da Philippe Herreweghe, in un programma interamente dedicato ad Haydn in occasione della ricorrenza del bicentenario della morte. Nella prima parte verranno eseguite la Sinfonia n. 86 in re magg. Hob.I:86 e il Concerto in mi bem. magg. Hob.VIIe:1 per tromba e orchestra, mentre nella seconda parte sarà la volta della Sinfonia n. 94 in sol magg. Hob.I:94 “La sorpresa”. L’Orchestre des Champs Elysées si de-

dica all’interpretazione di un repertorio che spazia dalla metà del XVIII agli inizi del XX secolo (da Haydn a Mahler), utilizzando strumenti dell’epoca del repertorio eseguito. La sua fondazione è avvenuta nel 1991 grazie all’iniziativa comune di Alain Durel, direttore del Teatro degli Champs Élysées e di Philippe Herreweghe ed è stata per molti anni “orchestra in residence” al Teatro

degli Champs Elysées a Parigi e al Palazzo delle Belle Arti di Bruxelles, esibendosi nelle più rinomate sale da concerto. L’Orchestra degli Champs Elysées è sostenuta dal Ministero della Cultura e dalla Regione Poitou-Charentes e fa parte della FEVIS (Fédération des Ensembles Vocaux et Instrumentaux Spécialisés). È stata inoltre uno tra i primi ensemble a fondare la propria “scuola” di formazione. La JOA (Jeune Orchestre Atlantique), fondata dieci anni fa proprio per questo scopo, è l’unica formazione in Europa che permette a giovani musicisti pre-professionali di cimentarsi nell’interpretazione di un repertorio classico e romantico su strumenti d’epoca.

Philippe Herreweghe, direttore artistico e direttore principale dell’Orchestra degli Champs Elysées, ha iniziato l’esperienza sul podio fondando nel 1970 l’ensemble Collegium Vocale Gent e ricevendo ben presto l’entusiasmo della critica per il suo modo vitale e autentico di dirigere la musica barocca. Nel 1977 ha creato a Parigi La Chapelle Royale con cui ha eseguito musica dell’Età d’Oro francese. Da allora ha fondato altri gruppi che dirige separatamente o insieme per raggiungere un’appropriata lettura di un repertorio che spazia dal Rinascimento alla musica contemporanea. Nel corso degli anni Philippe Herreweghe ha prodotto una vasta e varia discografia con tutti gli ensemble, registrando musiche da Josquin Desprez a Arnold Schönberg, e ha ottenuto molti premi e riconoscimenti in tutta Europa per la sua profonda “vision artistic” e l’instancabile approfondimento musicale. Nel 1990 la stampa musicale europea lo ha nominato “Personalità musicale dell’anno”, mentre nel 1993 Herreweghe ed il Collegium Vocale Gent sono stati nominati “Ambasciatori culturali delle Fiandre”. L’anno successivo ha ottenuto l’Ordine belga di Officier des Arts et Lettres e nel 1997 ha ricevuto la laurea “honoris causa” dall’Università di Lovanio. Nel 2003 il Governo francese gli ha attribuito la “Légion d’Honneur”. I biglietti per assistere al concerto (interi 20, 15 o 10 euro, ridotti 6 euro) saranno in vendita venerdì 21 novembre dalle ore 16 alle ore 18.30 a Palazzo Chigi Saracini e sabato 22 novembre a partire dalle ore 16 al teatro dei Rozzi. Per informazioni è possibile contattare l’Accademia Musicale Chigiana al numero 0577 22091 oppure consultare il sito www.chigiana.it


1

NOTIZIE IN BREVE

Il Campansi accoglie la città con “Campansi aperto”

Fino a sabato 22 novembre l’Istituto Campansi è tornato ad aprirsi alla città spalancando le proprie porte per “Campansi aperto”, consueto appuntamento autunnale che punta a creare occasioni di scambio e confronto con la cittadinanza e a sensibilizzarla sulle problematiche e le necessità degli anziani. Previsti tre giorni di incontri, musica e approfondimento che quest’anno sono serviti e serviranno anche a fare il punto sugli obiettivi raggiunri dall’Asp “Città di Siena” in termini di servizi e assistenza forniti ai propri utenti e alle loro famiglie: il “Campansi aperto” è infatti l’occasione per presentare il primo bilancio sociale dell’Asp , presentazione che avverrà venerdì 21 novembre alle ore 11 nella sala conferenze. “Un documento – spiega Donatella Buti – che simbolicamente abbiamo deciso di presentare nel corso di questa tre giorni di apertura alla città: proprio al supporto alla città, e in particolare alle sue componenti sociali più deboli, è infatti rivolto l’impegno dell’Asp, la cui missione principale è quella di contribuire a far crescere il benessere e la qualità della vita dei propri utenti e delle loro famiglie. Per questo abbiamo ritenuto importante illustrare i risultati di questo lavoro aprendo un confronto costruttivo con la città”. “Campansi aperto” ospiterà anche, venerdì pomeriggio a partire dalle 15.30 nella sala conferenze, un momento di riflessione sul contributo che il mondo del volontariato senese offre ogni giorno alle attività dell’Asp, donando il proprio tempo e le proprie energie per regalare agli anziani tanti momenti di serenità e spensieratezza.

23  venerdì 21 novembre 2008 

Gil AZZETTIsenese NO



05

Giornata solidale

Sportello Federconsumatori attivo alle Scotte

Lunedì 24 novembre si svolgerà la giornata solidale organizzata dalle Associazioni Sportive Senesi e dalla Fondazione Stefano Bellaveglia. La formula prevede la disputa di partite di calcio – campo di Taverne d’Arbia dalle 15.30 in poi – tiro con l’arco – impianti adiacenti al campo sportivo di Taverne d’Arbia – e basket, a cui parteciperà anche una rappresentativa della stampa senese. Giocheranno a calcio e basket anche rappresentanti della Provincia, Comune di Siena, Cral Mps, Carabinieri, Vigili Urbani e Cna. A fine manifestazione, intorno alle 20.30, ci sarà una cena il cui incasso sarà totalmente devolutpo all’Aism di Siena per l’allestimento della palestra di San Miniato per i disabili. Il costo sarà di 20 euro.

Grazie alla Federconsumatori il policlinico delle Scotte ha potuto attivare un punto informativo in ospedale in prossimità del servizio accoglienza, all’ingresso del poli-

clinico. “Abbiamo accolto volentieri la proposta di Federconsumatori – spiega Laura Radice, direttore sanitario – con l’obiettivo di percorrere un percorso comune che ponga il malato al centro di ogni attività”. Lo sportello della Federconsumatori è attivo il martedì e il mercoledì dalle 9.30 alle 12.30 ed è dedicato alla tutela dei diriitti del malato e alla promozione del diritto alla salute. “Investire nel servizio sanitario pubblico – aggiunge Rita Battaglia, responsabile nazionale Sanità Federconsumatori – vuol dire garantire democrazia. Aprire un nostro sportello in ospedale è un segnale importante perchè aiuta a mediare, se necessario, il rapporto tra ospedale e malato, in modo che sia pacifico e collaborativo”.


06



Gil AZZETTIsenese NO

PALIO

La scena è tutta per il cavallo da Palio Siena per due giorni sarà al centro del mondo del cavallo. Venerdì 28 ed il giorno successivo si svolgerà infatti il grande convegno organizzato dal Comune di Siena che vedrà la significativa e qualificata presenza di veterinari, tecnici e soprattutto del mondo delle contrade, ad iniziare dal rettore del Magistrato Roberto Martinelli e dal presidente del Consorzio per la Tutela del Palio Fabio Caselli, il tutto sotto la regia della giornalista di Rai 1 Susanna Petruni. Nella giornata di venerdì si intercaleranno numerosi interventi di delegati delle contrade e di tecnici veterinari a partire dalle 8,30 nella prestigiosa cornice del Santa Maria della Scala. Ovviamente uno spazio importante sarà riservato ai professionisti che collaborano con il Comune per il Palio, il percorso di addestramento ed il controllo dei farmaci nei giorni della Festa. Significativa la presenza di qualificati rappresentanti dell’Università di Milano e soprattutto della dottoressa Eleanor Green, presidente dell’Aaep, uno dei massimi organismi di rappresentanza dei veterinari degli Stati Uniti, oltre che docente di veterinaria presso l’University of Florida. In buona sostanza il lavoro fatto sui cavalli del Palio negli ultimi venti anni sta avendo dei significativi riconoscimenti anche fuori dalle mura cittadine. Il convegno sarà dunque il momento più adatto per raccogliere e fare il punto di tutte le esperienze positive, confrontarsi, facendo tesoro e mettendo a patrimonio i tanti particolari che nel tempo hanno portato positività alla Festa ed alla tutela dei cavalli. Il sabato saranno poi organizzati cinque tavoli di lavoro, fra i veterinari, i rappresentanti delegati dalle contrade oltre che proprietari di cavalli e fantini che faranno richiesta di partecipazione. Sarà un utile momento di integrazione e confronto, oltre che di chiarimento rispetto a quanto emerso nelle relazioni del venerdì. Nei giorni precedenti e fino al 1 dicembre, sarà aperta anche una mostra fotografica multimediale del fotografi senesi, che hanno immortalato i momenti più significativi del cavallo nel Palio. (a.c.)

Ippica, spiragli nella crisi Mentre a Siena l’universo del cavallo viene affrontato in un convegno, il mondo dell’ippica italiano è in crisi. Una crisi che sembra venire da lontano e da tempo si minacciavano misure drastiche per la risoluzione dei problemi. Il mondo dell’ippica, si sa, è strettamente collegato al mondo delle scommesse con cui intrattiene una relazione di vitale importanza per la propria sopravvivenza. La crisi dell’ippica è quindi direttamente collegato con il calo delle scommesse nel settore: dal 2000 il volume complessivo delle scommesse ha infatti registrato un calo costante senza mai un cenno di ripresa. Oggi siamo a 2,6 miliardi di euro contro i 9 della Francia, paese storicamente di riferimento. Il montepremi collegato alle giocate in una stagione è passato da 218 milioni a 190 in attesa della prossima limata a 170 milioni. Dopo il lungo stop delle corse negli ippodromi e conseguentemente ad esso, che probabilmente ha segnato uno dei momenti più neri dell’ippica, il Ministero delle Politiche Agricoli Alimentari e Fore-

stali è stato letteralmente assediato dagli operatori di settore che sono rimasti in “seduta permanente” per giorni. Ad oggi le corse sono riprese, dopo la presentazione dell’emendamento dell’on. Cota di Lega Nord per i sostegni all’ippica dai proventi delle vincite alle slot-machines e per l’istituzione di appositi fondi a sostegno del comparto. Inoltre il decreto legislativo approvato dalla Camera prevede che l’Unire – l’organo che sovrintende il mondo dell’ippica – riceverà un contributo straordinario di 25 milioni di euro per il 2008 oltre agli incassi, a partire da gennaio 2009, lo 0,7% del settore newslot, circa 150 milioni di euro. Tutto ciò è finalizzato a far ripartire con tempi brevi le scommesse ippiche: Agicoscommesse ha precisato che la raccolta di scommesse sportive ad ottobre è stata pari a 414 milioni di euro, rispetto ai 394 milioni precedentemente dichiarati. Un dato positivo che lascerebbe intravedere delle buone possibilità di ripresa per il settore.


VITA DI CONTRADA

 venerdì 21 novembre 2008 

Gil AZZETTIsenese NO



07

LE INIZIATIVE DEI RIONI AQUILA La commissione beni culturali organizza una gita a Mantova e Verona il 22 e 23 novembre con visite guidate alle due città e alla mostra du Matilde di Canossa. Possibilità di assistere alla partira Chievo-Siena. Per partecipare segnarsi in società o contattare Marco Brocchi, Francesca Cappelli o Alessandro Stelo. BRUCO Tutti i venerdì dalle 18 si svolgeranno gli allenamenti in contrada per alfieri e tamburini. CHIOCCIOLA Venerdì 21 novembre alle 20.30 si terrà la Cena d’Autunno. Per prenotazioni tessere rivolgersi ai segretari o al bar di società. La sezione piccoli chiocciolini comunica che i lavoretti di Santa Lucia proseguono tutti i sabati e mercoledì 3 e 10 dicembre dalle ore 17 nella stanzina dei piccoli. CIVETTA È in programma per i giorni 13 e 14 dicembre una gita a Innsbruck, Bressanone e Vipiteno con visite guidate alle tre cittadine e ai celebri mercatini di Natale. Per informazioni e prenotazioni: Michela La Marca, 339 5418674 DRAGO Il tradizionale Banchetto di chiu-

sura dell’anno contradaiolo, preceduto da un aperitivo, si terrà sabato 29 novembre presso la società di Camporegio. Le tessere potranno essere ritirate dai soci presso i signori del Brio, in società dalle 21.30 alle 22.30 mercoledì 19, giovedì 20, venerdì 21, mercoledì 26 e giovedì 27 novembre. GIRAFFA Il gruppo piccoli organizza per sabato 22 novembre una gita a Firenze per vedere il musical “Robin Hood”. Per prenotazioni contattare Angela al 320 7147033. ISTRICE Venerdì 21 novembre presso i locali dell’ex Mercatino Rionale si svolgerà alle 20 il “Buffet can can”, serata rievocazione dei festeggiamenti nel rione celebrati per la vittoria di luglio scorso. LEOCORNO LUPA Sabato 22 novembre Cena di pesce con gli amici di Castiglione. Dopo cena musica con Carlo & Mirko. Prenotarsi al 336 706208 o al 339 1635122. È possibile visualizzare e prenotarsi per le cene e gli eventi della società Romolo e Remo online sul sito della contrada. Riprende il corso per sarte e bandieraie tutti i mercoledì

pomeriggio alle 15.30. Su richiesta può essere fissato un ulteriore appuntamento serale. Per informazioni rivolgersi a Marisa Bertini 0577 314183 o Mariapia Venturini 0577 281730. NICCHIO Domenica 23 novembre presso i locali della società La Pania si terrà il consueto Banchetto di chiusura dell’anno contradaiolo. Tutte le domeniche mattina dalle 9 alle 12.30 colazione in società. OCA La Polisportiva Trieste organizza la settimana bianca nel periodo che va dal 24 al 31 gennaio 2009 a Folgarida presso l’Hotel Madonna delle Nevi. Per partecipare segnarsi alla Triste. Caparra di 50 euro. Referente Polisportiva: Leonardo Quattrini, 393 9583499. Sono ripresi presso il giardino della società Trieste gli appuntamenti del venerdì con la pizza, del martedì con il braciere e giovedì cenini non stop. Segnarsi entro le 16 in società. ONDA Chi fosse interessato ad usufrire degli ingressi omaggio Under 14 per le gare casalinghe di campionato e di eurolega della Mens Sana Basket si può mettere in contatto

con Eva al 333 4390353 - 0577 42637 ore pasti, 4 giorni prima della partita. È ripresa l’iniziativa del “Sabato alla Duprè”. PANTERA Banchetto annuale 2008 domenica 23 novembre ore 13 presso “Enoteca Italiana” Fortezza Medicea. Tutti i martedì cenino in società. Per partecipare alle attività è necessario segnarsi nei cartelli in bacheca. SELVA La commissione elettorale invita tutti i contradaioli a portare il loro contributo alla definizione del nuovo seggio; a tale scopo, presso i locali del museo di contrada, tutte le sere, dal lunedì al venerdì, con inizio alle 21,30, la commissione si rende disponibile a colloqui aperti con tutti i selvaioli interessati ad esporre le loro idee. TARTUCA Sono iniziate le prove del coro dei piccoli per la sera del 24 dicembre. I genitori interessati dovranno confermare l’adesione a Silvia Ciofi. Ogni martedì e venerdì cenino in società. TORRE Venerdì 21 novembre il Gruppo Piccoli organizza una cena per presentare il nuovo capitano. Sarà una cena ri-

servata unicamente ai bambini compresi tra il 1994 e il 2003. I genitori purtroppo non potranno partecipare. Il ritrovo è fissato alle 19 in contrada. Il costo della cena è di 5 euro. Potete confermare la vostra presenza tramite e-mail a gruppogiovani@ contradadellatorre.it, inviando un sms a Andrea Scali, 348 3140698, Alessandra Rosini, 338 1822217 o a Andrea Mancini, 335 1341019, oppure segnandovi in contrada. Tutti gli Under 14 che volessero andare a vedere la Mens Sana Basket dovranno inviare una e-mail all’indirizzo gruppogiovani@contradadellatorre.it entro le 12 di ogni mercoledì precedente con il nome, cognome, data di nascita. Il biglietto sarà ritirato direttamente al Palazzetto il giorno della partita entro le 13. Attenzione: la richiesta va rinnovata ogni partita. Per le partite del giovedì i dati dovranno pervenire entro il lunedì per le 12. Le richieste sono valide solo per le partite di campionato. Tutti i martedì cenino in società. VALDIMONTONE Sabato 22 novembre cena del servizio in società ore 20.30. Segnarsi nel cartello in società.


LE FESTE SI AVVICINANO IN UN CLIMA DI PREOCCUPAZIONE. INTANTO LE LUCI SI ACCENDONO MENTRE ISTITUZIONI E CATEGORIE PREPARANO LE MOSSE PER FRONTEGGIARE LA CRISI

C he N

Che Natale sarà, questo, per i senesi? I media di tutto il mondo ci inondano di notizie e immagini che parlano di una rilevante incidenza negativa della crisi sugli stessi consumi natalizi. A New York, ad esempio, si prevede un clima di austerità: mentre si innalza in Rockefeller Center l’abete natalizio (quello di quest’anno che si chiama non a caso Miracle, è alto 22 metri e pesa 8 tonnellate) già si pensa che sarà molto attenutata la corsa allo shopping che abitualmente si scatena quando, il 3 di dicembre, si accenderanno le luci del grande albero. E in Italia? E a Siena? Già le luci hanno fatto la loro comparsa in alcune vie della nostra città. Luci sobrie che illumineranno, per volontà del Consorzio

? à r atale sa

Siena Promuove, alcune tra le principali vie del centro: Banchi di Sopra, Cecco Angiolieri, Via Montanini, Via dei Pellegrini, Via dei Termini, Sasso di San Bernardino e altre che si sono aggiunte all’ultimo momento. L’illuminazione non sarà generalizzata e sarà, a detta degli stessi organizzatori, a “macchia di leopardo”; rappresenta comunque un passo avanti rispetto all’anno scorso. Ancora non sono molti i negozi che hanno allestito le vetrine con addobbi natalizi e il “clima” non è quello che si respira abitualmente in questa stagione. L’incertezza d’altra parte regna sovrana. Fino a qualche giorno addietro non si sapeva, ad esempio, se i dipendenti dell’Ateneo avrebbero riscosso stipendio e tredicesima mentre si allunga in tutta la provincia

l’elenco delle aziende che stanno andando in crisi, come successo già all’importante settore della camperistica. Già l’anno scorso, a dire il vero, il bilancio dei consumi e dei movimenti era stato “magro”, almeno stando al bilancio che fu fatto nel 2007 dalla Confesercenti. I dati salienti di quella ricerca ci dimostrarono che sempre più i consumi si erano concentrati nell’imminenza della festa. Pochi soldi, fugaci apparizioni nei negozi, scelta di regali in genere ritenuti molto utili. Sarà così anche quest’anno? Un capitolo a parte l’anno scorso fu quello dell’elettronica che continuò a registrare incrementi specie per quanto riguardava gli oggetti di interesse giovanile (IPod, Consolle, cuffie, ecc.) e i cellulari. Le prime statistiche


Il parere degli artigiani e dei commercianti SULLA SITUAZIONE CHE SI PROSPETTERÀ PER IL PROSSIMO NATALE ABBIAMO CHIESTO UN PARERE AL PRESIDENTE DI CONFESERCENTI E AL PRESIDENTE DELLA CNA DI SIENA PER CERCARE DI CAPIRE COME I COMMERCIANTI SENESI SI STIANO PREPARANDO ALLE PROSSIME FESTIVITÀ.

Becchetti: un’occasione per ingegnarsi Sarà un Natale povero. O forse, un Natale intelligente. Gli esercizi commerciali senesi non si fanno molte illusioni rispetto allo shopping natalizio, visto il periodo di crisi finanziaria che sta attraversando il nostro paese, “La tentazione sarebbe quella di fare una previsione controcorrente, quindi ottimistica - afferma il Presidente di Confesercenti Siena, Graziano Becchetti - ma in realtà è solo una speranza il calo progressivo di questi mesi nei consumi spese nelle famiglie italiane. E Siena non fa eccezione”. Aggiunge Becchetti: “è probabile che gli acquisti si concentreranno al ridosso dei giorni di Natale, tra il 10 e il 22 dicembre, e che vengano privilegiati i prodotti di uso quotidiano, a scapito di quelli più sfavillanti” . Ogni anno un buon impulso agli acquisti natalizi viene dato dalle tredicesime: “Quest’anno però, temo che una parte più consistente del solito verrà destinata a coprire le spese fisse delle famiglie - aggiunge Becchetti - a meno che ei prossimi giorni non venga introdotta la detassazione preannunciata dal Governo. Visti i tempi ristretti non c’è tanto da illudersi”. Cordoni della borsa delle feste ristretti, dunque. Ma potrebbe essere l’occasione per ingegnarsi. In Confesercenti auspicano un Natale di spesa intelligente: “il consumatore attende con sempre maggior ansia l’arrivo dei saldi – aggiunge il Presidente - eppure credo che, a ben guardare, proprio le vicende degli ultimi anni potranno far sì che le occasioni di acquisto a buon mercato arrivino già prima. Si tratterà di saper scegliere, e magari di vedere nel commerciante una persona toccata dal ‘mal comune’, e col quale quindi aiutarsi a vicenda”.

Guasconi: fare sistema contro la crisi Massimo Guasconi, presidente della Cna di Siena: “Non credo che potrà essere un Natale sereno per chi ha a cuore i problemi dell’economia locale. Il prossimo anno si annuncia molto difficile per le aziende e segnali di ottimismo per adesso non ce ne sono affatto. Confidiamo nel lavoro della nostra associazione, che assieme agli altri attori economici ed istituzionali del territorio dovrà lavorare in modo forte e deciso per trovare i giusti correttivi alle tante problematiche delle imprese che quasi giornalmente si presentano. Sono molti i punti di criticità, dal settore del camper, fino al terziario, nessuno è immune da questo momento di seria difficoltà economica. Con tutto ciò ribadiamo di essere pronti a recitare il nostro ruolo, come da 60 anni gli artigiani fanno. Le 4000 aziende che Cna rappresenta sono una forza economica e sociale e sarà vicino non solo agli artigiani, ma a tutte le imprese nel prossimo anno. Solo facendo sistema e quadrato tutti assieme potremo rendere meno dura la crisi e trovare una via di uscita, almeno per quello che riguarda Siena e la provincia”.

nazionali di quest’anno ci segnalano che potrebbe invece esserci un calo in questo settore, specie per quanto riguarda l’acquisto dei cellulari. Un altro capitolo importante è quello della spesa alimentare. L’anno scorso ci fu un aumento delle cene natalizie fatte in casa, in famiglia o comunque con gruppi di amici. Il pieno si registrò invece, nei ristoranti, in occasione del Capodanno e comunque in tutto il periodo festivo soprattutto in quelle località dove il programma di iniziative culturali e folkloriche è stato di interesse e condiviso dalle associazioni di categoria. È per questo forse che il comune di Siena ha deciso, nonostante la crisi, di approntare un cartellone per le festività natalizie e di puntare ancora una volta, per il Capodanno, sul

grande concerto in Piazza del Campo. Il cartellone, che sarà reso noto a giorni, prevede molte iniziative decentrate in più punti della città: si va dai classici mercatini alle esibizioni di piccoli gruppi nelle vie e nelle piazze storiche più conosciute. In Piazza ci sarà uno dei cantautori storici italiani, Antonello Venditti, con un concerto che prevede una carrellata sull’intero repertorio dell’artista romano: da Sara a Modena, da Notte prima degli esami agli ultimi successi. Forse, nonostante tutto, la stella cometa ci condurrà ad un Natale privo di sfarzi ma egualmente ricco di serenità e di shopping mirato. A volte la crisi non porta solo paure e problemi. Claudia Gasparri


10



Gil AZZETTIsenese NO

 venerdì 21 novembre 2008 

ECONOMIA

GIANNI BRUNELLI NEL RICORDO DEGLI AMICI SENESI E DI MONTALCINO

Protagonista del suo tempo

Un sogno realizzato

Il vuoto che Gianni Brunelli ha lasciato con la sua scomparsa non sarà semplice da colmare, sia a Siena che nel resto del mondo. E non vuole essere questa un’iperbole ma una realtà perché veramente tanti erano i luoghi dove Gianni era noto e tanto numerosa la gente che lo aveva conosciuto. Sarebbe semplice a questo momento fare i nomi di statisti, scrittori e giornalisti, rockstar e di molte altre personalità che lo hanno frequentato con affettuosa assiduità, ma si commetterebbe un gravissimo peccato di omissione perché il numero di persone che, dopo aver incontrato lui e Laura, sono rimasti a loro legati è effettivamente smisurato. Gianni è sempre stato protagonista del suo tempo, in prima fila nel corso di qualsiasi attività abbia intrapreso. Lungo tutta la sua vicenda umana e professionale, che lo ha portato a diventare un imprenditore di successo muovendo da un’esperienza spinta di sessantottino e contestatore globale del sistema, non ha mai fatto sconti a nessuno e nemmeno è sceso a compromessi, mantenendosi fedele a un’idea del lavoro che mettesse al primo posto sempre la persona e che mantenesse come principale prerogativa la qualità. Una ricetta semplicissima, se si vuole, ma verso obbiettivi così eletti che sono stati raggiunti di rado e solo dai pochi che, come riusciva a Gianni, sanno far apparire naturale e quasi scontato tutto ciò che agli altri costa sudore e affanni. Nella gestione e nella valorizzazione delle sue aziende, in primo luogo la meravigliosa creatura dell’Osteria Le Logge, ha sempre precorso i tempi riuscendo a capire prima degli altri quello che era meglio fare. Proprio a causa della sua acuta intelligenza e della sua determinazione incrollabile a raggiungere i traguardi che si era prefisso, era apprezzato dai più e poco amato da qualcuno, come ogni figura di riguardo. Del tanto tempo che in questi ultimi quarant’anni abbiamo trascorso insieme in semplicità e allegria, non voglio e non posso parlare ora. Sono ricordi con custodirò con grande e affettuosa attenzione. Il dolore di questo momento è vivo e può essere solo parzialmente mitigato dalla consapevolezza di quanto intensamente e pienamente Gianni Brunelli abbia trascorso la sua vita. Una vita, purtroppo, eccessivamente breve. Mauro Civai

Gianni era un montalcinese trapiantato a Siena, dove ha lavorato nel campo della ristorazione fino ad affermarsi come uno dei maggiori ristoratori con l’Osteria Le Logge, ma non ha resistito al richiamo del paese natio e ha messo su un’azienda, le Chiuse di Sotto, dove produce un ottimo Brunello, una delicata grappa e un saporito olio extravergine di oliva. La sua semplicità d’animo e la sua affabilità nei modi hanno conquistato personaggi dai natali ben più altisonanti: pur non facendo mistero delle sue idee di sinistra (notoria è la sua grande amicizia con Adriano Sofri, tanto che spesso andava a trovarlo nel carcere di Pisa), è stato amico di tante teste coronate, ultime – ma solo in ordine di tempo – il Principe di Casa Savoia Emanuele Filiberto e il Granduca di Toscana.......che hanno voluto onorarlo della loro presenza nella sua Osteria dove “si mangia e si beve per aspettare il Palio che logora chi non lo vince” diceva con un sorriso carico di ironia Gianni Brunelli, oste e contradaiolo della Tartuca tra i più noti a Siena, mentre distribuiva piatti di fettuccine e di coniglio coi pinoli alle decine di clienti che affollavano la sua Osteria. “La mia è una storia, come dire, antica. Parte da lontano e vuole andare vicino, nelle campagne di Montalcino. E’ lì che ho lasciato il mio cuore. Quando finisco il lavoro all’Osteria, vado lassù alla Chiusa, in mezzo alle colline marroni con i filari delle viti che sembrano tanti capelli radi e spettinati sulla grande testa del mondo. La terra di Montalcino è particolarmente generosa,non si accontenta di dare olio e vino squisiti, ma anche ortaggi dal sapore di una volta. E all’Osteria niente computer, ma un bel librone dove tenere la contabilità proprio come facevano gli antichi. A tutto pensa Laura, la mia compagna, che di contabilità aziendale se ne intende davvero. Laura è importante – amava dire Gianni – qualcuno l’ha definita a ragione ‘donna biblica, splendente di fatica’. D’altra parte, accanto ad un tipo immaginativo come me, ci vuole chi ne trasformi la fantasia in idee concrete”. E così nel 1987 Gianni riesce a realizzare il sogno della sua famiglia, quello di acquistare l’azienda Le Chiuse di Sotto, dove lavorava suo padre Dino. Roberto Cappelli

Noi, alloggiati per anni da Gianni, lo ricordiamo così. Sorridente e vitale, ironico perché autoironico. Franco Belli lo saluta per tutti noi. E noi saremo con lui, per ricordarlo insieme a Laura, sabato 22 novembre, la mattina, nell’Abbazia di Sant’Antimo.


ECONOMIA

 venerdì 21 novembre 2008 

Mps, risultati rassicuranti Presentato il bilancio dei primi nove mesi del 2008 Sono dei risultati molto rassicuranti quelli approvati dal Consiglio d’amministrazione del gruppo lo scorso venerdì 14. I primi nove mesi del 2008 lasciano in eredità dei valori positivi su quasi tutti i fronti. L’utile netto si attesta a 640,9 milioni di euro inclusi oneri di integrazione per 159,7 milioni (sebbene una flessione del 10 per cento: erano 718 i milioni un anno fa); avanzano i ricavi primari (+4,5 per cento anno su anno), scendono i costi (-2.2 per cento anno su anno); il margine della gestione finanziaria ed assicurativa al netto degli oneri operativi si attesta su un +1,8 per cento anno su anno; prosegue l’eccezionale afflusso di nuovi clienti, che conferma la percezione di affidabilità e appeal da parte del mercato ; infine, importanti segnali di turnaround di Banca Antonveneta (utile netto ricorrente a circa 165 milioni di euro). Questi i dati principali emersi dal cda che, in particolare, ribadiscono il posizionamento del gruppo Montepaschi nell’attuale contesto di mercato come terza forza commerciale e la solidità di un brand storico e vicente. In una fase di enorme crisi per i mercati finanziari, la banca ha ravvisato un elevato volume su fronte della raccolta diretta, pari a un + 14,6 per c ento anno su anno con un notevole 85 per cento della raccolta totale proveniente dalla clientela retail. Gli impieghi sono incrementati del 9,7 per cento, Ma il dato emblematico della consolidata posizione del gruppo emerge dal quasi un miliardo di euro fatto segnare dalla raccolta diretta nella cosiddetta “black week” (la settimana del crollo mondia-

le delle borse tra il 7 e il 15 ottobre), e cosa ancor più rilevante, dall’ingresso di 13mila nuovi clienti nel solo mese di ottobre. Nei primi nove mesi dell’anno il gruppo ha conseguito risultati commerciali di rilievo, proseguendo anzitutto il positivo trend di sviluppo del patrimonio che ha permesso di accrescere il proprio inserimento di mercato nei principali segmenti di business, considerata anche la fase di profonda ristrutturazione. Sotto il profilo operativo e reddituale, sono in crescita gli aggregati patrimoniali e c o m m e rciali, con significativi incrementi dei volumi intermediati con la clientela, sottolinea la nota. Ed è proprio da questa voce che emergono gli elementi più rassicuranti. E forse sorprendenti, agli occhi dei competitors. La cosiddetta “base di clientela” del gruppo è incrementata di molto, in completa controtendenza agli altri istituti di credito e alla infelice congiuntura economica. Sul fronte dell’utile netto, infine, si marcano le maggiori evidenze di positività. Confrontando i valori con gli altri operatori di mercato nello stesso periodo, si evince che se l’utile netto si è ristretto per tutti, con un valore medio negativo del 30,4 per cento, con Intesa San Paolo al meno 51,1 per cento e Popolare di Milano al meno 53 per cento, Montepaschi ha registrato un ridimensionamento molto minore, con un meno 18,2 per cento. La crisi persiste? Certo. Ma il Monte ha trovato modo per ribaltare in positività le sciagure finanziarie degli ultimi tempi. E agli occhi della “base di clientela” non c’è miglior biglietto da visita.

Gil AZZETTIsenese NO



DAL MONDO ECONOMICO MPS: UTILE POSITIVO A 18 MILIONI Nel terzo trimestre Mps Leasing & Factoring ha registrato un utile netto di 18 milioni, ovvero un +21%. La produzione commerciale di stipulato leasing sale del 20,7% pari a 1,362 miliardi e di 7.317 contratti (+19,7%). Sul fronte del factoring il tournover è di 4,429 miliardi pari a un +17,4%. 10 ANNI DI SUCCESSO PER BASSILICHI La Bassilichi, impresa fiorentina nata negli anni cinquanta per l’assistenza alle prime macchine da ufficio, ha festeggiato in questi anni la ricorrenza dell’entrata nel capitale sociale del Gruppo Monte dei Paschi. Oggi l’impresa registra oltre 600 addetti e dal 2003 al 2007 il fatturato è più che raddoppiato. Monetica – la gestione del denaro in gergo bancario – back office, facility management, ovvero quei servizi che permettono alla banca di concentrarsi sul cliente, e sicurezza sono i settori in cui opera Bassilichi INCONTRO CON MARTINI PER LA VALDELSA Incontro con la Regione Toscana per affrontare la situazione economica della Valdelsa. Si svolgerà il 4 dicembre a Poggibonsi un’iniziativa che vedrà la partecipazione del presidente della Regione Claudio Martini. “Un’iniziativa – dichiara il sindaco di Poggibonsi Luca Rugi – con cui prosegue l’impegno a promuovere e a sostenere con forza la ‘vertenza Valdelsa’ in merito alla questione economica che fa notare già i suoi effetti, come testimonia la mobilitazione in corso alla ditta Mabel. Una questione che deve assumere, proprio per l’importanza del settore, una rilevanza regionale”. da www.sienanews.it LA CONFINDUSTRIA E LA CRISI DEL 2008 Il Centro Studi Confindustra ha confermata la crisi del 2008 con un’analisi che stima una diminuzione della produzione industriale del 2,6% anche in ottobre dopo il negativo -5,7% di settembre. Ma la vera grande preoccupazione riguarda il 2009 secondo Luigi Scaperotta, capo della sezione Meccanici dell’Associazione Industriali della Provincia di Siena.

11


BIANCONERO

A PARER DI LEO C’È DA MORDERSI LE MANI

A Verona senza pandoro È una dolce trasferta, quella che attende il Siena. Ma nonostante le tentazioni sarà bene privarsi del classico pandoro. Il viaggio verso Verona, sponda Chievo, sarà arricchito dalle consuete manifestazioni d’amicizia tra tifoserie, che in serie A il Siena è riuscito a costruire in molti posti, dando l’esempio sul piano comportamentale e aggiungendo valore aggregante al semplice confronto sportivo. Ma non sarà una scampagnata: tra Chievo e Torino il Siena è chiamato a cambiare pelle e a mettere a segno colpi decisivi per costruire la sua sesta salvezza. Il primo terzo di campionato ha mostrato una squadra bella, che nel prosieguo dovrà dimostrare anche di essere possibile. La mancanza di concretezza mostrata dai bianconeri, infatti, è il rovescio negativo della medaglia, in questo scorcio di stagione. Si può prendere a esempio Maccarone, la cui evanescenza in zona gol sta diventando cronica. A guardare le sue prestazioni, non si può certo contestargli la mancanza d’impegno. Le sue doti tecniche restano intatte e sono indiscusse. Ma la casella dei gol segnati resta vuota,

e chi segue il Siena sa quanto sono stati importanti i gol dello scarsicrinito bomber, la cui scarsa vena realizzativa si unisce a quella di Calaiò e Frick. Ghezzal incomincia ora ad essere impegnato con continuità e sembra costituire una buona risorsa per il futuro: nel frattempo Giampaolo ha gestito la situazione curando la difesa, davvero ottima fino adesso, con tutti gli elementi utilizzati che si sono rivelati all’altezza della situazione. Anche Moti ha ben esordito contro il Bologna, mentre Zuniga fa vedere miglioramenti molto incoraggianti. E’ ora di trasformare in punti sonanti tutta questa ricchezza. La tradizione del calcio toscano è fatta di concretezza, senza disdegnare lo spettacolo: Giampaolo lo sa ed è pronto a lanciare la sfida. Cominciando da Verona. Intanto domenica scorsa si è rivisto per cinque minuti il piccolo Forestieri: un buon auspicio per il futuro. Il ragazzo ha stoffa e può diventare un’arma determinante per questo Siena. Purché non molli: tutti lo aspettano con fiducia e non vedono l’ora di vederlo fiorire. Pancrazio Anfuso

Più lucidi, occorre essere più lucidi e più concreti. Giocar bene é importante ma fare i punti lo è molto di più. Prendiamo la partita di domenica scorsa: gran primo tempo, con la palla che scorre fluida dalla difesa via centrocampo all’attacco – come prevedono i noti schemi di Giampaolo – ma che non entra con facilità nella rete avversaria.Infatti da quella gran mole di lavore ricaviamo solo un gol. Poco, troppo poco. Così il Bologna ne approfitta portandosi a casa un pareggio che sa molto di regalo pre natalizio. D’altra parte non abbiamo mai saputo approfittare nemmeno del regalo che l’arbitro ci aveva fatto. C’è da mordersi le mani, come sembra fare Maccarone nella foto sotto. Ma proprio sull’attaccante si appuntano gli occhi dei tifosi e dei commentatori. L’anno scorso le sue reti furono decisive per la salvezza del Siena. Quest’anno il digiuno si sta prolungando oltre misura e però… però sono sicuro che torneranno ad essere decisivi una volta che Mac sarà tornato ad inquadrare lo specchio della porta come lui sa fare. Intanto calma e gesso. La partita di domenica prossima e quella successiva sono tappe importantissime nel lungo cammino per la salvezza. E lo ripet: bando ai fronzoli e più concretezza. Leo Salvietti


Gil AZZETTIsenese NO

BIANCOVERDE

Mens Sana, che DNA! NEI DIECI GIORNI DI FUOCO UNA MONTEPASCHI STELLARE. IN ARRIVO LA PREMIATA MONTEGRANARO, SQUADRA FRIZZANTE

Gli ultimi dieci giorni ci hanno consegnato una Montepaschi a dir poco stellare, con quattro partite che definire entusiasmanti potrebbe essere, anzi lo è, limitativo. Prima la grande vittoria contro il Barcellona, poi la “scapaccionata” alla Fortitudo. In coppa abbiamo perso ad Atene, in un campo difficilissimo, contro la squadra più ricca d’Europa, ma abbiamo lottato fino in fondo, contenendo il distacco a solo 5 punti. Tutto ciò fa vedere il bicchiere greco di sicuro “mezzo pieno”, con il sirtaki che potrà essere nuovamente degustato nella gara di ritorno a Siena, che già si annuncia come una partita dal tasso di spettacolo altissimo. Con le gambe zeppe di fatica abbiamo poi strapazzato a domicilio la Lottomatica Roma, quella che da molti è considerata la nostra antagonista della stagione, assieme a Milano, Treviso e le due bolognesi. Con tutto ciò sarebbe facile pensare di essere forti, in Italia addirittura imbattibili. Niente di più sbagliato. Di certo adesso siamo più in forma e più amalgamati di Roma, non ci sono dubbi, così come dubbi non ce ne sono che a maggio quando conterà veramente, non troveremo questa Lottomatica, ma una squadra forte e coesa, così come la scorsa stagione. Guai dunque ad abbassare la guardia, guai a mettersi davanti allo specchio a guardarsi e rimirarsi. Tanto per essere chiari: la partita di Roma ci ha entusiasmato, ovviamente, ma a lato pratico ha assegnato solo due punti, anche se pesanti. Armiamoci allora di tanta umiltà, proseguendo a tifare come sempre, ammirando i nostri dodici alfieri che giocano e si allenano con grinta e determinazione esemplari. Seguiamo

Pianigiani, quando predica calma, non per scaramanzia, ma perché conosce il basket e sa che i destini della stagione si decideranno a maggio in campionato, non a novembre. Con tutte queste premesse domenica al PalaMensana arriverà la Premiata Montegranaro, squadra giovane e frizzantina, lo scorso anno vicina addirittura all’Euroleague. E’ cambiata molto rispetto al team dei miracoli di qualche mese fa, ma ha trovato giocatori che stanno avendo un rendimento bellissimo, come Garris, Minard e Hunter che costituiscono la spina dorsale del team. Dopo la toccata e fuga estiva del “regnante” Kemp, in molti avrebbero mollato. Così non ha fatto la Premiata, che ha già vinto ben 4 partite su 6 in questo inizio di stagione, togliendosi la soddisfazione di trionfare anche a Milano, al punto che adesso sono secondi in classifica. Un match da prendere con le molle, dunque, anche se il pronostico ci vede ovviamente favoriti. Stesso discorso per l’Euroleague. Mercoledì al PalaMensana arriverà il Nancy, recentemente rigenerato dalla vittoria contro lo Zalgiris. Anche in questo caso dovremo fare il nostro gioco, difendere come se di fronte avessimo il Barcellona, tifare come se fossimo alla Final Four. Questo è il nostro Dna, il nostro modo di essere, la semplice ricetta che ha portato il “Piccolo borgo medioevale” sul tetto d’Italia e d’Europa. Lello Ginanneschi



13


14



Gil AZZETTIsenese NO

 venerdì 07 novembre 2008 

IL MAGO DI OZ

TORO

ARIETE Nessuna detassazione per le tredicesime, così ha deciso il Governo, ma consolatevi c’è anche chi la tredicesima non la vedrà proprio (vero, Cancro?). In compenso, potrete, forse, volare ancora con una compagnia di bandiera italiana, debiti e multe UE permettendo. FORTUNATI.

Non ce la farete per molto ancora a resistere alla bella badante del nonno. D’altronde, la bellezza delle donne bulgare è rinomata in Europa. Ma attenti a non compiere passi falsi e soprattutto a non turbare con rumori molesti i sonni leggeri del non più arzillo vecchietto. ARDENTI

GEMELLI Vi sentite come Maccarone: non segnate mai. Tutti vi incoraggiano, vi stanno attorno mostrandovi fiducia ma l’autostima rischia di precipitare. Tentate il ribaltone, lanciatevi in una missione rivelatasi fin qui impossibile per tutti gli altri. Se non riuscite, invocate il rigore. IMBALLATI.

CANCRO Di tredicesima non si parla proprio e il rinnovo contrattuale è di là da venire. Ma in città compaiono le prime luci di Natale ed esplode il dibattito tra i commercianti restii all’autotassazione proposta da alcuni di loro. Dategli una mano: anticipate qualche acquisto e magari lasciate la mancia. GENEROSI.

VERGINE

LEONE Finché non andrete a vedere l’ultimo 007 non vi daranno pace, arrendetevi. Qualche scena è stata girata a Siena e ognuno dei vostri amici spera di rivedersi, anche solo di sfuggita, al cinema. Poco importa se a voi vengono in mente solo Sean Connery e Ursula Andress. ATTEMPATI.

Un bel tour enogastronomico in qualche inesplorata zona d’Italia è proprio quello che ci vuole. Le ridenti Marche, la verde Umbria, il ricco Veneto o la nebbiosa Lombardia: tutto andrà bene purché si parta alla ventura per lidi a voi fin qui sconosciuti. Magari in buona compagnia. CURIOSI.

BILANCIA Non è mai troppo tardi per, voi pensavate. E invece scoprirete di non potervi iscrivere al corso di arbitri di calcio perché avete superato i 35 anni. Ma nelle ultime gare podistiche siete stati sorpassati in tromba da stuoli di vecchietti. Finché c’è vita c’è speranza, insomma. ALLENATI.

SCORPIONE Tra “Un giorno in Pretura” e i vari talk show in giro per le tv state dedicando grande attenzione al caso Englaro e alla vicenda del terribile incidente della Thyssen. Informati e competenti, bravi. Del processo per i fatti di Genova, però, faticherete a trovare traccia in tv. OPINIONISTI.

SAGITTARIO Scoprirete presto il colpevole: vi hanno tagliato in rapida sequenza acqua e luce e adesso, sappia telo fin d’ora, sarà la volta del gas. La domiciliazione bancaria delle bollette è comoda, quando funziona. Ma con le banche di questi tempi non si sa mai... SOSPESI.

CAPRICORNO Iniziate a non poterne più delle confidenze di amici e parenti? Chi ha il mal di denti, chi litiga con il marito, chi con il capo, chi non ne può più dei pranzi domenicali dai suoceri, chi teme la recessione. E a voi chi ci pensa? Giove consiglia: un po’ di sano egoismo. ALTRUISTI.

PESCI

ACQUARIO Vostro marito, il mago dei fornelli, si è lanciato in questa nuova figura di cuoco e non intende smettere, anzi. È un continuo: risotti, quiches, sformati, fricassee, bolliti e stufati. Un po’ come voi. Le stelle consigliano: smetterla con le lodi e manifestare qualche malessere gastrico. INGRASSATI.

Se avevate dato retta a qualche oroscopo poco serio e vi aspettavate davvero una riduzione della vostra rata del mutuo, dovrete ricredervi. D’altronde, siete soliti abboccare facilmente. Giove conferma: la rata per ora non scende. Per ulteriori vaticini citofonare Trichet. RATEIZZATI.

È UTILE SAPERE NUMERI UTILI Prefettura 0577 201111 Questura 0577 201111 Comune di Siena 0577 292111 Polizia municipale 0577 292550 Ospedale Siena 0577 585111 CUP 0577 382222 Pubblica Assistenza 0577 46180 Misericordia 0577 280028 Train Siena 0577 204111 Stazione F.S. 0577 280115 Radiotaxi 0577 49222 Musei e biblioteche Biblioteca Intronati 0577 280704 S. M. della Scala 0577 224811 Museo Civico 0577 41169 Archivio di Stato 0577 247145 Pinacoteca 0577 286143 Opera del Duomo 0577 283048 Fisiocritici 0577 47002

Farmacie di Turno 23 novembre 2008: Farmacia Vigni Via Quinto Settano, 1, Tel. 0577 50552 Diurno e notturno a chiamata Farmacia Del Campo Il Campo, 26, Tel. 0577 280234 Continuato diurno Distributori di turno: ESSO Cassia Sud SHELL Via C. Cittadinii ERG S.da di Pescaia TAMOIL Cerchiaia AGIP Viale Bracci TAMOIL S.S. 73 Levante ESSO (GPL) Via Fiorentina AGIP S.da di Pescaia

Inviate le vostre domande e le vostre proposte alla nostra redazione: gazzettinosenese@alsaba.it

IL GAZZETTINO SENESE Editore Alsaba Grafiche, Siena Direttore responsabile Fabio Di Pietro Capo redattore Claudia Gasparri Hanno scritto: Pancrazio Anfuso, Franco Belli, Sonia Boldrini, Mauro Civai, Claudia Gasparri, Lello Ginanneschi, Riccardo Greco, Martina Rusconi, Leo Salvietti. Fotografie Progetto grafico Pubblicità Stampa

Fabio Di Pietro Paolo Rubei RS Service, Siena Tel. 0577 531053/247533 AL.SA.BA. Grafiche, Siena

Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell’8 aprile 2008


PROPOSTE

 venerdì 07 novembre 2008 

Gil AZZETTIsenese NO



CONFESERCENTI SIENA

SOCIETÀ E VOLONTARIATO

LICENZE&LAVORO

FONDAZIONE DANILO NANNINI

Cerco in gestione attività di bar situato in enti pubblici, scuole o centri commerciali in Siena e dintorni. Tel. 392 3847774.

Sabato 15 novembre, nelle sale dell’Hotel Garden, oltre 300 persone hanno potuto ascoltare la presentazione della nascita della Fondazione Danilo Nannini resa possibile da sette professionisti: Daniela Ceccarelli, Giovanni Centini, Maddalena Cioni, Marco Fedi, Felice Petraglia, Lucia Rappuoli e Beatrice Talluri.. L’intento della Fondazione è quello di creare un forte legame tra i reparti materno infanitili delle Scotte e la società civile. Una Fondazione che porta il nome, scelta scaturita dal bisogno di dare un nome “senese” ad una organizzazione con radici profonde nella senesità, di Danilo Nannini, senese che è riuscito a portare la nostra città nel mondo. La Fondazione intende occuparsi, come primo obiettivo, della realizzazione di una casa di accoglienza che sorgerà su un terreno donato dall’azienda ospedaliera senese all’nterno del Policlinico delle Scotte

Vendo o affitto posto al mercato di Siena che si svolge il mercoledi vero affare. Tel. 333 6366552. Vendesi fondo commerciale in Via Pantaneto di circa mq. 70 con cantina e bagno. Per informazioni contattre 338 3034017 Sig.ra Lucia. Cedesi, in Poggibonsi, locale con licenza di Bar-primi piatti e sala per rinfeschi. Affitto ragionevole e parzialmete già avviato con tutto nuovissimo e a norma. Reali possibilità di lavoro. Causa problemi familiari, prezzo vero affare! Tel. 347 6131890. Siena interno delle mura vendesi tabaccheria, edicola, cartoleria, lotto, articoli da regalo. Tel. 0577 281396.

15

Cercasi addetta/o pubbliche relazioni, marketing, ricevimento 30-50 anni, richiedesi ottima conoscenza parlata e scritta di almeno 2 lingue, ottime conoscenze informatiche. Tel. 0577 887150.

Adozione di Trilly

Coppia di professionisti, sala-cucina, cerca lavoro o valuta proposte di collaborazione in piccoli hotel’s e/o agriturismi nelle località del Chianti. Si richiedono aziende serie e la possibilità di un eventuale alloggio. Disponibilità immediata. Tel. 349 5763655.

È stata trovata legata davanti a un centro commericiale. Tremava per il freddo, la fame e la paura. È una cucciolona di 8 mesi, affettuosa e amante delle coccole. Cerca una famiglia che la salvi dal canile, dove altrimenti finirà.

(Inserimenti ed altri annunci su www.licenzelavoro.it)

Per informazioni Stefano 339 6989394 stefagreco@katamail.com http://adottaunpelosino.myblog.it/


Gazzettino 33 b  

Il cavallo da Palio al centro della scena senese il LA PROSSIMA SETTIMANA UN GRANDE CONVEGNO ORGANIZZATO DAL COMUNE SUL PROTAGONISTA INDISCU...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you