Issuu on Google+

S e t t i m a n a l e g r a t u i t o d i i n f o r m a z i o n e e d i t o d a A l s a b a G r a f i c h e • A n n o I • n u m e r o 1 4 • R e g i s t r a z i o n e n . 7 d e l Tr i b u n a l e d i S i e n a d e l l ’ 8 a p r i l e 2 0 0 8 • w w w. a l s a b a . i t C h i u s o i n r e d a z i o n e i l 1 8 g i u g n o 2 0 0 8 • Ti ra t u ra 7 . 0 0 0 c o p i e • S t a m p a t o s u c a r t a 1 0 0 % r i c i c l a t a c o n m a r c h i o e c o l o g i c o “A n g e l o Bl u ”

TUTTE LE BANDE MUSICALI DELLA PROVINCIA ALLE PAGINE 8 E 9

Tacabanda! MENSANA IN FESTA DOPO LO SCUDETTO ALLE PAGINE 3, 4, 5 E 6


SPECIALE MENS SANA

3



a cura di Lello Ginanneschi



03

La Mens Sana-Mps conquista il suo terzo scudetto

I migliori anni del nostro basket Il piccolo “Borgo medioevale” è ancora sul tetto d’Italia per la terza volta in cinque anni, la seconda consecutiva. E’ un momento magico del nostro basket, i migliori anni cestistici della centenaria storia della gloriosa Mens Sana: oltre ai tre scudetti, ci sono anche tre Final Four di Euroleague, una Coppa Saporta, una marea di scudettini delle squadre giovanili, una finale di Coppa nazionale e due Mangia d’Oro, il primo a Ferdinando Minucci, l’altro che

sarà consegnato il prossimo ferragosto a Simone Pianigiani. La Montepaschi è campione d’Italia senza che nessuno le abbia regalato nulla, neppure un bicchiere d’acqua. Ogni risultato è arrivato grazie al certosino lavoro quotidiano, alla dedizione totale dello staff tecnico, della società, dei giocatori, con gran parte dell’Italia che tifava per Roma, dopo 25 anni tornata in finale scudetto. Tutto questo non è però bastato davanti al grande cuore dei nostri eroi, capaci di vincere a Roma, di resistere psicologicamente alla sconfitta di partita 4, quindi di mettere cuore, anima e tutte le rimanenti forze nella quinta magica partita della finale, che ha consegnato agli 8000 del PalaMensana, a tutta la città, lo storico terzo tricolore. Prima di Roma avevamo battuto Milano, prima ancora Bologna: tutta l’università del basket, tutta la nobiltà, è dovuta insomma venire a prendere lezioni di palla a spicchi a Siena. Per loro è stata una “dura lex, sed lex”, per noi un sogno che ha preso la forma di tre magici colori venerdì 12 giugno, alle 23 della notte o poco meno. Adesso dobbiamo guardare avanti, festeggiare in modo adeguato questo momento storico e magico, impensabile qualche anno fa, quando Minucci parlava di un progetto finalizzato a vincere lo scudetto. Per una città abituata a soffrire “cestisticamente” sembravano parole di un visionario. Di scudetti ne sono arrivati tre, con una firma grande sotto, quella dell’allora “sognatore” Ferdinando Minucci, adesso unanimemente riconosciuto miglior dirigente del basket italiano, il nostro taumaturgo di vittorie, l’architetto dei sogni degli 8000 tifosi, più i tantissimi alla tv e radio (il PalaMensana era esaurito), che venerdì 12 giugno hanno metaforicamente alzato il tricolore assieme a lui.

SQUADRA E SOCIETÀ VINCENTI Dal bellissimo sito internet della Mens Sana, ecco l’elenco di tutti i componenti della società Montepaschi Siena, tre volte campione d’Italia. Direttore generale e vice presidente vicario: Ferdinando Minucci; amministratore Delegato: Luca Anselmi; consiglieri: Luca Anselmi, Romano Rossi, Cesare Lazzeroni, Giorgio Maggiorelli, Paola Serpi; collegio Sindacale: Giorgio Moscatelli, Graziani Costantini, Roberto Lusini; responsabile sistemi informatici: Rosanna Mereu; presidente: Roberto Morrocchi. I° SQUADRA Allenatore: Simone Pianigiani; vice-Allenatore: Luca Banchi; consulente: Ezio Cardaioli; assistenti: Alessandro Magro, Giulio Griccioli. Giocatori: Shaun Andrew Stonerrok, Terrell Mc Intyre, Benjamin Eze, Marco Carraretto, Lebel Guessagba Romain Sato, Rimantas Kaukenas, Vlado Ilievski, Ksystof Lavrinovic, Tomas Ress, Marvis Bootsy Thornton, Simone Berti, Hector Romero, Drake Denier. Magazziniere: Marco Fuochi; segretario generale: Olga Finetti; direttore Sportivo: Jacopo Menghetti; team manager: Matteo Borsi; preparatore atletico: Maurizio Forconi, Sandro Bencardino; medico sociale: Giovanni Maria Vassallo, Gilberto Martelli, Jacopo Calciolari; Massaggiatori: Filippo Borghi; osteopata: Paolo Valacchi; addetto agli arbitri: Antonio Tasso; addetto stampa: Andrea Caliani, Paola Tomassoni, Ylenia Girolami; pubbliche relazioni: Cristiana Mastacchi, Fabrizio Stelo; segreteria: Serena Marchi, Marco Cubatoli; collaboratori: Bruno Sorbi, Joanna Martin; autisti: Nedo Ceccarelli; biglietteria: Oscar D'Agostino; marketing e pubblicità: Agenzia Best Solutions. Ufficio Immagine e Promozione: Federica Minucci, Pierluigi Zagni, Marco Fuochi, Erika Perugini, Vincenzo Federico, Manuel Conti, Annalisa Campolmi, Chiara Grossi. Responsabile statistiche: Rosanna Mereu Statistiche: Alberto Collet, Stefano Galli, Paolo Ridolfi, Andrea Galli, Francesco Berni, Roberto Benocci, Riccardo Gatti, Francesco Caratelli. Speaker: Alessandro Marchini; addetto al campo: Paolo Vettori


04

3 Mens Sana: una questione di stile 

a cura di Lello Ginanneschi



NOTIZIE MENS IN BREVE SPECIALE SANA

Una lunga conversazione con il direttore generale Ferdinando Minucci Mens Sana Basket modello di stile. I risultati ci sono e non solo quelli dei punti: alla società biancoverde quest’anno, oltre ai titoli conquistati sul parquet, vanno anche due riconoscimenti che avvalorano il lavoro di un’intera stagione e di un gruppo che fonda il suo impegno sulla professionalità e la correttezza. Ed ecco ‘Coppa Disciplina’ per la Prima squadra e premio ‘Fair play’ per la formazione Under 19 Eccellenza: due squadre che hanno concluso la stagione sullo scalino più alto in quanto a gioco e risultati, ma anche primeggiato per comportamento, disciplina, rigore, correttezza. “Questi riconoscimenti innegabilmente fanno piacere – commenta il Direttore generale Ferdinando Minucci - Lo ‘stile Mens Sana’ rispecchia in tutto la nostra filosofia, quella del lavoro sul parquet e sulla scrivania, delle poche parole e dei tanti fatti, delle mancate polemiche, sempre senza annunci ‘strillati’. E i nostri ragazzi in campo, dai Campioni della Prima squadra ai giovani sul trampolino di lancio, mettono in pratica quanto ‘respirano’ in società: lavoro e solo lavoro, rispetto dell’avversario, delle regole e del ver-

detto del campo, nel bene e nel male. Questo atteggiamento non è altro che la ciliegina sulla torta di una stagione straordinaria: i risultati arrivano con il sudore dell’impegno, ma anche la sportività e la disciplina. Nel rispetto di un progetto che va oltre il campo”. È molto sereno Ferdinando Minucci nel post terzo tricolore. Sorridente, sempre con sua calma razionalità ha fatto il punto della situazione, all’indomani dello storico terzo scudetto che arriva dopo tre Final 4 di Euroleague, una coppa Saporta e, perché no, il Mangia d’Oro. Non perde il suo stile neppure quando gli viene chiesto se abbia sassolini nelle scarpe da togliersi dopo tanti successi, negando di averne. Proprio da questo si riconosce lo “stile Mens Sana”, che è il medesimo anche quando il tabellone del punteggio finale non ci è benigno. Uno dei piccoli o grandi segreti di questa Montepaschi dei miracoli (o delle certezze) è proprio questo: mantenere un alto profilo nella gioia e nelle sconfitte, mai trascendere, rispettare gli avversari e chiedere loro il medesimo trattamento.

Gioia “La più grande è stata di sicuro il secondo scudetto, che arrivava dopo aver fatto tante scommesse in contemporanea, come Sato, Forte, McIntyre. Questa volta c’è stato tanto stress, ma la soddisfazione è sempre immensa”. La più grande scommessa è stata Pianigiani? “Lo scorso anno era debuttante, ma è uno dei figli del nostro progetto, uno di quelli che sento a me più vicino. Anni fa lo dissi: sarà lui un giorno il nostro capo allenatore. Oggi festeggiamo insieme il secondo scudetto consecutivo. Parlando di Simone voglio sottolineare tutto il grandissimo lavoro che ha fatto il resto dello staff e tutta la società in generale”. Quest’anno è stata una cavalcata entusiasmante. “Certo, abbiamo ottenuto risultati incredibili, dei record che difficilmente saranno eguagliati nei prossimi anni. Poi nei play off ci siamo rimessi in gioco. Sono stato felice di aver incontrato tutte le realtà più forti del basket italiano: Bologna, Milano, Roma. Nessuno ci ha regalato nulla, con tutti i palazzi pieni e quasi tutti con un bellissimo tifo, a parte qualche caso ed episodio sporadico, quando qualcuno accetta male le sconfitte. Il nostro palazzo è un esempio positivo: tante famiglie, giovani, tifo corretto”.

Giocatori “Abbiamo vinto una serie di scommesse, da Sato, passando per McIntyre ed il ritorno di Bootsy Thornton. Sapevamo che era un rischio, ma avevamo cal-

“È a Siena per la riabilitazione dopo un intervento fatto in Israele. È venuto qua per la fiducia nello staff e per la presenza ovvia del fratello. Nulla di più per il momento”.

Futuro

colato bene il tipo di uomo che era ed i suoi stimoli” Sarà complicato trattenerli adesso? “Decisamente si. Almeno tre, ma forse anche quattro giocatori hanno offerte grandissime dai top team di Euroleague. McIntyre, Lavrinovic e Sato, questi i tre super cercati. Faremo il possibile per trattenerli, ma i miracoli non si potranno fare”. Chi è in scadenza di contratto? “Wilkes, Romero e Thornton sono in scadenza. Vedremo nei prossimi giorni”. Fra i giovani mensanini in giro per l’Italia, come Datome? “Vedi sopra. Stiamo facendo il punto della situazione assieme a Simone Pianigiani, poi prebderemo le decisioni”. Si parla molto di Darjus Lavrinovic.

“Vorrei vedere sempre più famiglie dentro il palazzo dello sport, che con gioia si divertono a vedere il basket, tifando correttamente per la propria squadra. Spero a gennaio possano partire i lavori del nuovo palazzetto, che sarà pronto velocemente. Lo farà la Polisportiva Mens Sana, la nostra casa madre”. Anche questa una grande scommessa. “È l’Euroleague che lo richiede a chi vuole stare in Europa. Noi lo vogliamo, anzi vogliamo anche vincere la coppa campioni nei prossimi anni. Grazie a Luca Banchi abbiamo vicino a noi 300 società e 3500 ragazzi. Puntiamo ad essere sempre più un punto di riferimento in Toscana e regioni limitrofe per tutti” Sarà necessario un budget diverso? “Sarà necessario avere una cura ancora più ossessiva di ogni piccolo particolare, scegliere i giocatori nel modo migliore e così via. Non possiamo di certo fare la corsa con i top team sui soldi. Se lo avessimo fatto non saremo mai arrivati a tre Final 4”. Anche in Italia Roma e Milano annunciano grandi investimenti, al pari di Treviso e le Bolognesi. “Sono felice di questo. Sarà bello confrontarsi. Noi faremo ancora il passo lungo quanto la gamba e cercheremo di curare ancora di più i particolare. Siamo felici quando gli altri investono e fanno crescere il movimento del basket in generale”.


SPECIALE VITA DI CONTRADA MENS SANA

3



a cura di Lello Ginanneschi



05

Anche la comunicazione ha giocato una bella partita Un pubblico plauso, tanti complimenti e ringraziamenti devono essere fatti al termine della stagione a tutto lo staff dell’ufficio stampa della Mens Sana basket. Per tanti mesi hanno esaudito le richieste più strane e meno tempestive dei colleghi, mettendo sempre tutti i giornalisti nelle condizioni ideali di lavorare. Per diversi anni nel piccolo bunker del palazzo sono stati Cristiana Mastacchi e Matteo Tasso, entrambi bis-tricolori. In questa stagione l’ufficio stampa è stato mirabilmente guidato da Paola Tomassoni (adesso andrà a fare la mamma assieme a Jacopo Menghetti) e Ylenia Girolami. Negli ultimi mesi al duo rosa si è unito anche Riccardo Caliani. Dalle Final 4, fino a partita cinque della finale, passando attraverso 71 partite, sono stati perfetti, informando la stampa di ogni cosa che poteva interessare, dalle squadre giovanili a quant’altro utile. Una attenzione particolare è stata posta al sito ufficiale della società www.menssanabasket.it, di gran lunga il migliore d’Italia, sempre tempestivo con filmati, comunicati, chat e foto. Una fetta del merito di tutto ciò deve andare anche alle fenomenali produzioni di Federico Cappelli, che ha fatto vivere quasi in diretta tante trasferte come Madrid e alle bellissime foto di Paolo Lazzeroni, uno dei migliori fotografi di basket d’Italia, presente su ogni campo nazionale e d’Europa per immortalare i biancoverdi.

PREMIATI IN ROCCA Il giorno dopo la conquista del terzo scudetto i campioni della Mens Sana basket sono stati ricevuti e premiati a Rocca Salimbeni dal presidente di Banca Monte dei Paschi di Siena Giuseppe Mussari e dal direttore generale Antonio Vigni. ?L'occasione è stata preziosa per ribadire la vicinanza della Banca, sponsor ormai da otto anni della squadra, al progetto da tempo avviato da Ferdinando Minucci e da tutta la società bianco verde.

Shaun Stonerook, capitano bianco verde, riceve la medaglia dal presidente Giuseppe Mussari sotto la supervisione del direttore generale Antonio Vigni.


SPECIALE MENS SANA

Complimenti

Mps

TUTTA LA CITTÀ SI CONGRATULA PER QUESTO NUOVO SUCCESSO DELLA MENS SANA

MANCINI: “UN MOTIVO DI GRANDE ORGOGLIO”

TANTI «RAGAZZI» CRESCIUTI IN CASA

<Una serie impressionante di vittorie lungo tutto l’arco del campionato, non poteva che concludersi con quella che corona il sogno di una stagione, lo scudetto tricolore. Un traguardo esaltante arrivato quando ancora non si sono spenti gli echi di quello precedente. Due anni di successi strepitosi, che aggiungendosi al primo del 2004, pongono definitivamente La Montepaschi Mens Sana Basket fra le società che hanno fatto e stanno facendo la storia della pallacanestro italiana, assumendosi anche il ruolo di prestigiosa ambasciatrice in Europa. Merito di chi ha costruito tutto questo con impegno, sacrifici, passione: dai giocatori, all’allenatore e i suoi collaboratori, allo staff dirigenziale, al presidente, allo sponsor. Il frutto di un progetto ambizioso, ma estremamente realistico portato avanti con grande tenacia dal general manager Ferdinando Minucci, reso possibile dalla sua capacità di coinvolgere enti ed istituzioni, creando una serie di sinergie dall’impronta in gran parte tutta senese. A partire dall’allenatore Simone Pianigiani, che nei due anni dall’esordio ha centrato altrettanti tricolori. E la Mens Sana dei record porta anche un nome, Montepaschi, da secoli indissolubilmente legato alla città, alla comunità senese. Tutto questo non può che essere motivo di orgoglio, occasione per un grazie a tutti i protagonisti, augurio perché il cammino intrapreso prosegua con nuovi trionfi>.

Tante volte in questi anni abbiamo sentito Minucci parlare del “progetto Mens Sana”, che prevedeva una crescita complessiva di tutto il sistema basket a Siena, fino ad arrivare ad essere un unicum con la città. I risultati degli ultimi cinque anni testimoniano in modo chiaro ed incontrovertibile che questa scommessa è stata vinta. Siena adesso è un limpido esempio seguito, da altri scimmiottato, in ogni parte d’Italia ed ammirato in Europa. Molto si deve al creatore di questa meravigliosa creatura, Ferdinando Minucci, che ha fatto crescere quelli che un tempo erano ragazzi di Siena, adesso uomini e donne di basket di valore continentale, come Simone Pianigiani, Matteo Borsi, Jacopo Menghetti, senza dimenticare tutti gli altri, da Luca Banchi ad Alessandro Magro, Giulio Griccioli, poi ancora Olga Finetti (assieme a Serena Marchi e Marco Cubatoli, poi ancora Bruno Sorbi e Joanna Martin), i super preparatori Sandro Bencardino e Maurizio Forconi; gli altri dello staff medico come Giovanni Maria Vassallo, Gilberto Martelli, Jacopo Calciolari; il massaggiatore Filippo Borghi, l’osteopata: Paolo Valacchi, l’addetto agli arbitri: Antonio Tasso e ultimo, ma non per importanza, il caronte biancoverde del pullman Nedo Ceccarelli.

ANCHE GLI UNDER 19 NON SONO DA MENO Sono gli Under 19 Eccellenza della Montepaschi Siena a laurearsi Campioni d’Italia 2007/2008. Dopo un campionato di vertice, il team allenato da coach Giulio Griccioli ha conquistato il tricolore battendo la Benetton Treviso, detentrice del titolo, per 75-67, conquistando il suo quarto Scudetto in cinque anni. Un grande risultato che ripaga delle energie investite nel settore giovanile, in cui anche tutta la società biancoverde ed il Direttore generale Ferdinando Minucci hanno sempre creduto. “Complimenti a tutti – ha commentato coach Giulio Griccioli a fine gara – abbiamo giocato una grande partita, quella che serviva per conquistare il titolo. Abbiamo vinto lo scudetto, il mio terzo personale, e per questo ringrazio la società, in particolare Ferdinando Minucci, i miei assistenti, Federico Campanella e Michele Catalani, e tutto lo staff”.

IL CALOROSO ABBRACCIO DEL «SISTEMA SIENA» La Montepaschi Siena è campione d’Italia. Mai come in questi giorni giornali, tv, siti internet hanno parlato della banca. Una scelta forte quella del nostro istituto di legare il proprio nome al mondo del basket, iniziato con Fontanafredda e Ticino, arrivando poi al logo Mps sulle maglie. Spesso Minucci parla di un unicum fra città, istituzioni e squadra. Nella vittoria, nei festeggiamenti si è capito quanto sia vero tutto questo. Negli spogliatoi i primi complimenti alla squadra sono arrivati dal sindaco Maurizio Cenni, dal presidente della provincia Fabio Ceccherini ed ovviamente dal presidente della banca Giuseppe Mussari. Tutti e tre sono sinceramente appassionatissimi di basket e si è visto nelle fasi concitate del match di finale. Usciti dal palazzo con il pullman i giocatori sono subito andati in comune in Piazza del Campo. Il giorno successivo di buon ora subito al Monte dei Paschi a Rocca Salimbeni. Un “sistema Siena” perfetto dunque, una sinergia meravigliosa fra città, istituzioni, banca, che ha portato risultati unici e speciali, con stile, dignità, orgoglio e tanto senso di appartenenza a questo unicum speciale che si chiama Mens Sana basket.


BIANCONERO



venerdì 20 giugno 2008





07

Dopo le dimissioni clima di incertezza per la successione

Fabrizi lascia. Arriva Stronati? Si vive a Siena un clima di incertezza nell’attesa di conoscere il nome del successore di Pier Luigi Fabrizi. Nella rosa delle scelte possibili spiccano personalità da sempre legate al calcio senese come Alfredo Tanzi, ex assessore allo sport, Carlo Rossi, priore della Civetta e anche facente parte dell’attuale consiglio di amministrazione dell’A.C. Siena, e Gianni Castagnini, socio di minoranza. “Però sono tanti i dubbi sulla possibilità – scrive oggi il «Corriere dello Sport» – che si prosegua sulla strada del senese alla presidenza, così come si era scelto di fare nel marzo dell’anno scorso. Se Fabrizi ha lasciato, ritenendo esaurita la sua esperienza di presidente non proprietario, difficile che un altro rappresentante cittadino possa assolvere diversamente a questo stesso compito”. È quindi molto probabile – e questa voce circola ormai con insistenza negli ambienti del giornalismo sportivo - che il prossimo consiglio di amministrazione nomini presidente lo stesso Lombardi Stronati, in modo che, la prima carica della società – è ancora il corriere dello sporta fare queste considerazioni – coincida con quella di proprietario superando così l’anomalia di un presidente senza portafoglio al vertice dell’organigramma. La stampa locale riferisce anche del fatto che Alfredo Tanzi sarebbe stato contattato dal Sindaco di Siena il quale gli avrebbe chiesto una disponibilità a ricoprire la carica di presidente. “Ci sto pensando” - avrebbe risposto l’ex assessore, mostrando così una disponibilità a ricoprire la massima carica nel

Club Bianconero qualora si decidesse di praticare la via del presidente istituzionale. Le fonti riferiscono anche di altri movimenti che riguarderebbero l’intero assetto dirigenziale: dalla Lazio dovrebbe arrivare Walter Sabatini come direttore sportivo e, quindi, l’attuale ds Bianconero Gerolin andrebbe a ricoprire altri incarichi societari . D’altra parte l’asse Siena –Roma è di certo molto battuta, dal momento che nel ruolo di segretario entrerà in carica dal primo luglio Giampiero Persichetti, anche lui un ex del gruppo del presidente laziale Lotito. È evidente che i movimenti nei vertici societari porteranno a profili più definiti e a ruoli più identificabili con la nuova proprietà. Così come è altrettanto naturale che sia per questi motivi che per impegni internazionali di molti giocatori anche la campagna cessioni e acquisti subisca dei rallentamenti, sebbene alcune operazioni siano state nel frattempo portate a termine. Il difensore Rossettini è stato riscattato dal Padova al quale andranno 1,2 milioni di euro per l’intera proprietà. Per la difesa si pensa a Biava quale possibile sostituto di Loria sul quale insiste l’interessamento della Roma. Per quanto riguarda l’attacco, il Siena punterebbe su Calaiò o Castillo, mentre continuano a circolare le voci sul possibile ritorno a casa di Bernardo Corradi. Un’altra voce, in attesa di conferma, l’arrivo di Julio Cesar Leon, di Ghezzal e di Coppola sempre dal Genoa, in comproprietà.


08





venerdì 20 giugno 2008



BANDE

DOPO L’ALLARME LANCIATO DA RICCARDO MUTI SULLE BANDE MUSICALI CHE STANNO SCOMPARENDO, ANCHE GIAMPAOLO LAZZERI, PRESIDENTE REGIONALE DELL’ANBIMA (ASSOCIAZIONE NAZIONALE BANDE ITALIANE MUSICALI AUTONOME), SI È ESPRESSO DENUNCIANDO LEGGI TROPPO VECCHIE E CARENTI, ESIGUITÀ DI FONDI, SCARSA ATTENZIONE ANCHE DA PARTE DEGLI ENTI LOCALI E DIFFICOLTÀ A REPERIRE NUOVI SOGGETTI. LODEVOLE IL LAVORO DI ASSOCIAZIONI E VOLONTARI A CUI SI DEVE LA SOPRAVVIVENZA DELL’ESPERIENZA BANDISTICA. RIPORTIAMO UNA PANORAMICA DELLE BANDE PRESENTI NELLA NOSTRA PROVINCIA PER VERIFICARE LO STATO DI SALUTE DI UNA DELLE REALTÀ FINO AD OGGI PIÙ VIVE DELLA NOSTRA ZONA, PRIMO MOMENTO DI APPROCCIO ALLA MUSICA, PUNTO DI INCONTRO E DI SCAMBIO ANCHE TRA GENERAZIONI DIVERSE E, SPESSO, FUCINA DI VERI TALENTI.

Dall’accordo stridente di ance ed ottoni che invade la strada quando passa la banda, emerge il lamento soffiato dei clarinetti che sembra poter rinvivire sulla tavola della memoria il ritratto del suono del nostro passato. Pensiamo che la musica della banda sia quella che ci appartiene, e la sua sonorità sembra custodire le radici profonde della tradizione, la nostra vera identità musicale. In realtà le nostre bande civiche e militari, o quelle nate intorno a laboratori musicali popolari, quelle che oggi incontriamo dal vivo sulle piazze intente a colorire il volto dello Strapaese, eseguono repertori affatto antichi. Nel frattempo i timbri della banda imperversano fra le tracce dei dischi pop, danno la carica alle danze, si intrecciano ai suoni elettrici negli arrangiamenti dei cantautori, entrano nelle colonne sonore cinematografiche per rinverdire nel pubblico consolanti echi felliniani o per accendere la tragica emozione del tempo perduto con il fascino della loro carnalità un po’agé. Le bande invadono gli scaffali del jazz e della world music ed entrano in scena nei festival ogni volta che si parla di contaminazione. Tuttavia le bande che ci capita di ascoltare sono tutte diverse: alcune provengono da lontano come le fanfare africane con le loro cugine jamaicane o brasiliane; oppure le discendenti delle bande ottomane che dai Balcani scavalcano l’Adriatico e si innestano con apparente naturalità nel nostro universo musicale. Poi ci sono strumenti che sembrano incarnare la voce del passato contadino, e allora nascono orchestre di soli organetti, di chitarre, di mandolini, di fisarmoniche, di tamburelli che innestano un unico timbro in un linguaggio nuovo, riscrivendo la tradizione in un modo un po’ troppo spesso sciatto. Le grandi bande della tradizione pugliese, campana e siciliana erano le istituzioni musicali che nel secolo scorso permettevano alla musica di uscire dai teatri e raggiungere le piazze, divulgare in periferia la cultura musicale della borghesia urbana: fra le note dei flicorni solisti diretti da Mascagni a Cerignola (FG) si poteva intuire la voce di Cavaradossi, di Andrea Chenier, di Alfredo e Violetta o di Aida e Radames. Ma non erano sempre necessari grossi organici. La banda era l’istituzione che conservava la memoria musicale della comunità nel gesto della pratica strumentale. Ogni musicante si accostava ad uno strumento perché questo raccontasse qualcosa a lui e a quelli che lo avrebbero ascoltato. Ogni melodia riconosciuta segnava i tempi della comunità, le tappe della vita dei paesani dalla nascita alla morte, e faceva da sfondo ai racconti di ognuno. Ma ad un certo punto la band ha sostituito la banda, e i suoi accordi stridenti, le ance calanti, i tamburi rullanti sono divenuti fantasmi sonori sui palchi del teatro di ricerca: la loro voce registrata invade la platea per raccontare un martirio, il suo, da ricordare, come quello che tenta ancora di accompagnare il Venerdì Santo. Stefano Jacoviello

Tacaban Riccardo Muti lancia l’allarme: le bande stanno scomparendo. È un delitto culturale




MUSICALI



venerdì 20 giugno 2008



09

SULLA SITUAZIONE IN PROVINCIA DI SIENA ABBIAMO INTERVISTATO IL PRESIDENTE DELLA BANDA CITTÀ DEL PALIO PAOLO GIANNINI

da!

Come ha avuto origine l’idea di una banda cittadina e come si è evoluta la Banda Città del Palio storicamente? Già dal 1828 si costituiva una società bandistica formata da dilettanti con lo scopo di “accrescere il decoro nelle pubbliche feste, tanto sacre che profane”. Dalla seconda metà dell’ottocento, dall’esistenza di due formazioni bandistiche, si è arrivati, nel 1959 alla fusione della banda “Mascagni” con la banda “Filarmonica” da cui nacque l’Unione bandistica senese con l’appellativo ufficiale di “Banda Città del Palio”. Quali sono l’assetto e l’organizzazione attuale della banda? Quanti e quali strumenti la compongono? L’Associazione “Banda città del Palio” è attualmente formata da un Consiglio direttivo, da circa 50 soci musicisti e da una scuola di musica per la formazione di ragazzi e adulti che vogliano far parte della banda. Fornisce la “Fanfara” per il corteo storico del Palio e i Trombetti di Palazzo per le manifestazioni pubbliche del Comune di Siena. Gli strumenti, caratteristici di ogni banda, sono la cosiddetta “sezione dei legni”: flauti, clarinetti, saxofoni; gli “ottoni”: trombe, corni, flicorni, tromboni e le “percussioni”: tamburi, piatti, grancassa, timpani. Che valore può avere l’esperienza di suonare all’interno di una banda in un contesto sociale come quello attuale e in un panorama musicale in così rapida evoluzione e di così rapido consumo. Il mantenimento delle tradizioni, della coesistenza di più genera-

Ricognizione sulle bande musicali presenti nel territorio

zioni, caratteri e culture diverse e l’interesse per la musica in particolare rendono interessante prima ed esaltante poi dedicare molto del proprio tempo all’apprendimento dell’attività concertistica ricca e varia. Che cosa può rappresentare, nel 2008, aderire ad una banda musicale per un giovane? Un giovane trova nella banda una grande famiglia e può sviluppare, all’interno di essa, una cultura musicale che lo rende parte di un gruppo Riccardo Muti ha lanciato un allarme sulle bande che stanno scomparendo. Cosa pensate in proposito? E come reagisce la nostra provincia? C’è anche da noi un calo di adesioni e finanziamenti o sopravvive ancora una buona vitalità? Il poter mantenere attiva una banda richiede un’organizzazione complessa e la necessità dell’apporto di tanti strumentisti, tutto questo può essere agevolato con l’aiuto delle istituzioni senza le quali la banda perderebbe vitalità. Cosa ne pensate del fatto che artisti come Vinicio Capossela o Gianna Nannini hanno utilizzato le sonorità delle bande musicali per i loro ultimi lavori? Tutto quello che favorisce l’immagine della banda è senz’altro molto apprezzabile. Anche da parte nostra cerchiamo sempre di innovare, tanto che al prossimo concerto del 30 Giugno in Piazza del Campo parteciperà anche una formazione di balletto.

La provincia in musica ABBADIA SAN SALVATORE: PRIMA SE ADERIVI ALLA BANDA AVEVI IL PERMESSO DI NON ANDARE IN MINIERA

CHIUSI: L’IMPEGNO CHE RICHIEDE LA MUSICA SPAVENTA TANTI BAMBINI

• • • • • • • • • • • • • •

BETTOLE: ABBIAMO RICHIESTO UN FINANZIAMENTO AL MINISTERO 3 ANNI FA. NONOSTANTE UNA LETTERA DI SOLLECITAZIONE DEL 2007, ANCORA NON ABBIAMO VISTO UN SOLDO.

Abbadia San Salvatore, Filarmonica “G. Puccini” - Concert Band Asciano, Società Filarmonica “G. Verdi” Bettole, Società Filarmonica “La Folkloristica” Castellina in Chianti, Società Filarmonica Chianciano Terme, Banda Musicale “Bonaventura Somma” Chiusi, Filarmonica Città di Chiusi Piancastagnaio, Filarmonica “Egisto Cavallucci” Cetona, Banda Comunale “Arturo Toscanini” Pienza, Little Band San Casciano dei Bagni, Associazione Filarmonica “Gianpaolo Bisacchi” San Gimignano, Filarmonica “Giacomo Puccini” Siena, Banda “Città del Palio” Sinalunga, Filarmonica “Ciro Pinsuti” Torrita di Siena, Società Filarmonica Guido Monaco “La Samba”

Da alcune conversazioni avute con i rappresentanti delle principali bande provinciali si ritrae, in effetti, una situazione poco rosea per quella che è una delle esperienze storiche del nostro panorama musicale. Mancano i finanziamenti ministeriali, rimpiazzati, per lo più, da sponsorizzazioni e contributi di Enti locali. Ma il dato più sconcertante resta quello della scarsa partecipazione: . proprio i giovani, infatti, presi da mille diverse attività, non si interessano più alle bande, facendo mancare il necessario ricambio generazionale. La musica richiede, in effetti, un impegno costante e non una “toccata e fuga” come accade per altri tipi di interesse più facili da praticare.


10





venerdì 20 giugno 2008



PALIO

Bighino: non voglio essere una seconda scelta All’inizio dell’inverno aveva dichiarato che avrebbe corso tutta la stagione rischiando al massimo per potersi così guadagnare un posto al canape. Ha mantenuto la sua promessa, mostrando alle dirigenze che quest’anno è veramente in forma, soprattutto dopo l’ultimo centro a Castiglion Fiorentino. Un palio di certo non facile soprattutto per una partenza complicata e decisamente lunga. Quella buona è la quarta e appena va giù il canape Bighino con Fogosu per i colori del Cassero prende subito la posizione di battistrada. Subito tallonato da Gingillo su Igor de Mores, è riuscito a mantenere la prima posizione e a portare la vittoria al Cassero dopo i trionfi del 2004 e 2005. Adesso quindi le aspettative sono tante e la speranza è quella di essere montato in quanto si decide di credere in lui e non come seconda scelta. Certo che l’assegnazione dei cavalli rimarrà un tassello fondamentale anche perché Bighino vorrebbe poter scegliere non solo una contrada che crede in lui, ma anche un cavallo con cui possa avere sintonia, ricordando a tutti come questa sia determinante per un buon risultato.

I RECENTI BATTESIMI DEI GIOVANI TARTUCHINI E CIVETTINI


PALIO



venerdì 20 giugno 2008





11

GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA AQUILA Venerdì 20 Giugno cenino in Società. Da lunedì 23 Giugno verranno messe in vendita in Società: le Rostrocard, che comprendono le cene dal 27 al 30 giugno; le tessere per le singole cene; la tessera per la cena della Prova Generale. Le tessere saranno in vendita inderogabilmente fino alla mezzanotte del giorno precedente la cena stessa. BRUCO Venerdì 20 cenino del venerdì. Venerdì 27 cenino propiziatorio. Durante la cena il capitano comunicherà chi andrà a prendere il cavallo. Sabato 28 cena in contrada. Abbonamenti e tessere presso tabaccheria Ponci o edicola Bordini o le sere precedenti in società. Nei giorni 22, 23 e 24 giugno sarà possibile prenotare le tessere della prova generale in società dalle 21.30 alle 24. Nei giorni 27, 28, 29 e 30 sarà possibile acquistare le tessere per la cena della prova generale dalle 21.30 alle 24. Lunedì 23 giugno alle 21.30 assemblea generale del popolo. CHIOCCIOLA Corsi per alfieri e tamburini. Alfieri: mercoledì dalle 17.30, sabato dalle 16; tamburini: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17.30. CIVETTA DRAGO GIRAFFA Venerdì 20 giugno “Che pizza in Giraffa”. ISTRICE Le tessere prenotate per la cena della prova generale potranno essere ritirate mercoledì 25 e giovedì 26 giugno con orario 18-20 e 21.30-23 nei locali dell’ex Mercatino Rionale. Per partecipare ai cenini del 28, 29 e 30 giugno è necessario ritirare la tessera presso il Circolo "Il Leone" entro il 26 giugno dalle ore 17,30 alle 19,00 e dalle 21,30 alle 23,00. Martedì 24 giugno presso i locali dell’ex Mercatino Rionale cena “Giocando con il Palio… le so tutte”. Per partecipare ritirare entro il 23 giugno la tessera presso il circolo “Il Leone” dalle 21.30 alle 23.

LEOCORNO LUPA La commissione novizi organizza da sabato 21 a lunedì 23 il campo scuola al camping Le Soline di Casciano di Murlo. Per informazioni e prenotazioni telefonare a Michela Bucci o Elisabetta Saccone. Venerdì 27 giugno cena della commissione piccoli, nell’occasione si provvederà alla vendita delle tessere per la terrazza. Per le cene dal 27 giugno al 1 luglio le tessere saranno in vendita secondo i seguenti orari: giovedì 26 dalle 18 alle 19.30 e dalle 21.30 alle 23.30; venerdì 27 prima di cena dalle 18 e dopo cena fino alle 23.30; sabato 28 prima di cena dalle 18 e dopo cena fino alle 23.30; domenica 29 dalle 17 alle 18.30 e da dopo la prova dopo cena fino alle 23.30; lunedì 30 dalle 17 alle 18.30 e da dopo la prova dopo cena fino alle 23.30; martedì 1 luglio dalle 17 alle 18.30 e da dopo la prova dopo cena fino alle 23.30. venerdì 27 e sabato 28 giugno dalle 22.30 alle 23.30 verrà ritirato il saldo del palco donne per i Palii 2008. Nella stessa occasione verranno distribuite le tessere necessarie per salire sul palco. Per informazioni contattare Laura Boccucci al 333 6135545. NICCHIO Venerdì 20 giugno cena presentazione della 44° fiera gastronomica. Tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18 alle 19.30 corsi per alfieri e tamburini. OCA Le elezioni per il rinnovo di: sedia direttiva, deputazione di sedia, commissioni permanenti, avranno luogo nella sala delle Vittorie sabato 21 giugno dalle 17 alle 24 e domenica 22 giugno dalle 9 alle 12.30. Presso il giardino della società Trieste appuntamenti del venerdì con la pizza, del martedì con il braciere e giovedì cenini non stop. Per prenotazioni segnarsi entro le 16 in società. ONDA Caposcuola estivo per i Piccoli Delfini dal 29 al 31 Agosto presso la struttura di Campiglia Marittima.

Quota comprendente viaggio in treno a/r, pensione completa e gita al mare, di 115 euro a partecipante. Per iscriversi segnarsi in società o contattare Antonio S. al 339 2325813 o al 346 6148506. Presso il piazzale Santa Croce corsi per alfieri e tamburini: martedì e giovedì dalle 18, sabato dalle 16.30. PANTERA Venerdì 20 giugno cena siciliana, giovedì 26 e venerdì 27 giugno cena in società. Per prenotazioni segnarsi nei cartelli in società. Dal 23 giugno dalle 21.30 alle 23 presso la società saranno a disposizione le tessere per partecipare ai cenini del Palio di luglio. Per prenotazioni è obbligatorio segnarsi nei cartelli. Per informazioni telefonare al 0577 289055. SELVA Sabato 21 e domenica 22 giugno giro di onoranze ai protettori residenti extra moenia. Prenotare il saluto della Comparsa telefonando agli economi Gabriele B. 347 1606522 o Luca G. 347 1822386. Lunedì 23 giugno “Cena della Stalla”, prenotazioni obbligatorie entro il 21 giugno in società. Da mercoledì 25 giugno le tessere per la cena della prova generale di luglio saranno in vendita dopo cena in società. TARTUCA TORRE Martedì 24 giugno presso i locali della contrada, cena del capitano. Prenotarsi tramite email all’indirizzo info@contradadellatorre.it o telefonare in società. Le tessere possono essere acquistate la sera della cena. VALDIMONTONE Martedì 24 giugno alle 21.30 in società vendita tessere del palco per le prove dei cittini nati dal 1 gennaio 1995 al 31 dicembre 2002. Ricordiamo ai genitori che sarà possibile acquistare solo le tessere dei propri figli. Le tessere per i cenini del Palio del 29 e 30 giugno sono in vendita fino al giorno prima delle cene stesse. È possibile acquistare, entro venerdì 27 giugno, un abbonamento per le due cene ad un prezzo ridotto. Per informazioni rivolgersi alla segreteria.


12



venerdì 20 giugno 2008



CULTURA

L’estate dei festival PRENDENDO SPUNTO DA “APPUNTAMENTI NELLE TERRE DI SIENA 2008”, UNA PUBBLICAZIONE A CURA DI DONATELLA COCCOLI, REALIZZATA DALLA PROVINCIA E DALLE APT DI SIENA E DI CHIANCIANO TERME VAL DI CHIANA, VI OFFRIAMO UNA PANORAMICA SU ALCUNE DELLE PRINCIPALI OPPORTUNITÀ CULTURALI OFFERTE DAI CARTELLONI ESTIVI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA CHE CONTANO PER LA PROSSIMA ESTATE BEN 71 FESTIVAL. NON POTENDO ESSERE ESAUSTIVI, VI INVITIAMO A PRENDERE VISIONE DELL’OPUSCOLO, DISTRIBUITO IN TUTTE LE STRUTTURE RICETTIVE E PRESSO GLI UFFICI TURISTICI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA.

V FESTIVAL “VOCI DI FONTE” DAL 20 AL 27 GIUGNO Rassegna organizzata dal centro di ricerca e produzione LaLut, in collaborazione con il Comune di Siena, avrà per protagonisti artisti come Gianmaria Testa e Paolo Fresu. Proprio questi ultimi apriranno il festival delle Fonti di Pescaia con un omaggio a Leo Ferrè dal titolo “f. a Lèo”. Per tutta la durata si svolgeranno, fra un aperitivo e l’altro, laboratori e mostre. Per informazioni contattare il numero 3403724014 o consultare il sito internet www.vocidifonte.org.

MAESTRI CHIGIANI IN TERRA DI SIENA DAL 23 LUGLIO AL 14 AGOSTO I maestri dell’Accademia Musicale Chigiana si spostano, quest’anno per la prima volta, fuori dalle mura senesi e oltre i confini della provincia. Fra i tanti appuntamenti ricordiamo quello con il concerto di Salvatore Accardo, il 10 agosto, nella chiesa di Ponte allo Spino a Sovicille. Per informazioni contattare il numero 0577 22091 o consultare il sito www.chigiana.it.

FESTA EUROPEA DELLA MUSICA, 21 GIUGNO Giornata dedicata alla musica, organizzata dalla Fondazione Siena Jazz in collaborazione con il Comune di Siena. Una serie di concerti ad ingresso libero si svolgeranno in vari luoghi della città. Tanti stili e generi fra cui quello della Siena Big Band diretta Klaus Lessmann. Per informazioni contattare il numero 0577 292209 o consultare il sito www.comune.siena.it.

SIENA JAZZ DAL 24 LUGLIO AL 7 AGOSTO Iniziano anche quest’anno le attività estive del Siena Jazz. Seminari e corsi di perfezionamento saranno inaugurati con il concerto ad ingresso libero in collaborazione con “La città Aromatica”, che si terrà in Piazza del Campo il 24 luglio e che vede come protagonisti i Manhattan Transfer. Per informazioni contattare il numero 0577 271401 o consultare il sito internet www.sienajazz.it.

ALLA RICERCA DEL DIVINO DAL 23 AL 28 GIUGNO Quattro appuntamenti ad ingresso libero che danno vita alla prima edizione di una nuova rassegna musicale organizzata dall’Accademia Musicale Chigiana. Ad aprire l’iniziativa, che avrà per tema la musica come portatrice di un messaggio di fratellanza, sarà Gioacchino Rossi e Michele Campanella con la “Petit Messe Solenne” nella chiesa di Sant’Agostino. Per informazioni contattare il numero 0577 22091 o consultare il sito internet www.chigiana.it.

ENOTECA JAZZ CLUB DAL 25 AL 28 LUGLIO Sullo sfondo dei locali dell’Enoteca Italiana in Fortezza Medicea si svolgeranno quattro concerti, promossi dal Siena Jazz, e che avranno per protagonisti i maestri dei seminari estivi dell’associazione. Ad aprire le danze, il 25 luglio alle 21 e 30, Riccardo Zegna Trio e Pietro Tonolo-Joe Chambers Band. Per informazioni contattare il numero 0577 271401 o consultare il sito www.sienajazz.it.

65° SETTIMANA MUSICALE SENESE DAL 7 AL 14 LUGLIO Festival promosso dall’Accademia Musicale Chigiana ricco di appuntamenti fra cui quello dell’8 e 9 luglio con l’opera balletto “ y Borges cruenta que”, diretto da Giorgio Barberio Corsetti, e l’omaggio al compositore Maxwell Davies il 10 luglio. Per informazioni contattare il numero 0577 22091 o consultare il sito internet www.chigiana.it.

FESTIVAL JAZZ … IN TERRE DI SIENA DAL 30 LUGLIO AL 4 AGOSTO Concerti in provincia, organizzati dalla Fondazione Siena Jazz, ad ingresso libero dalle 21 e 45 in poi. Fra gli appuntamenti, quello di apertura si terrà a Buonconvento il 30 luglio con gli Open Frontiers Italian Project. Per informazioni contattare il numero 0577 271401 o consultare il sito www.sienajazz.it.

77a ESTATE MUSICALE CHIGIANA DALL’11 LUGLIO AL 27 AGOSTO Ritorna il consueto appuntamento con la stagione estiva dell’Accademia Musicale Chigiana che anche quest’anno presenterà concerti nelle abbazie e nelle chiese più suggestive di Siena e dintorni. Molte le esibizioni di grandi nomi della musica internazionale come Boris Belkin, Salvatore Accardo, Antonio Meneses. Per informazioni contattare il numero 0577 22091 o consultare il sito internet www.chigiana.it.

LA CITTÀ AROMATICA DAL 26 AL 29 AGOSTO Anche quest’anno la nostra città avrà il privilegio di ospitare artisti di fama internazionale grazie a questa rassegna diretta da Mauro Pagani. Da non perdere il concerto finale del 29 agosto in Piazza del Campo con i Big della canzone. Per informazioni contattare il numero 0577 292225 o consultare il sito www.comune.siena.it.


TORRITA BLUES DAL 26 AL 28 GIUGNO Attesissimo il concerto di Keith B. Brown (27 giugno) riconosciuto come uno tra i grandi interpreti afroamericani del country-blues della sua generazione. Ancor prima della chitarra il primo strumento di Keith Brown è la voce. Recentemente Brown è stato scelto da Martin Scorsese e Wim Wenders, produttore e regista, per recitare nel ruolo protagonista di Skip James nell'acclamato "The Soul of a Man" in proiezione a Torrita il 26. Per informazioni contattare il numero 0577 687572 o consultare il sito www.torritablues.it FESTIVAL DELLA VALDORCIA - XXIX EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MONTALCINO DAL 1 AL 23 AGOSTO (anteprima il 4 luglio) Tra i molti appuntamenti di alto valore culturale, ricordiamo l’unica data italiana di Paolo Conte (Montalcino, 23 agosto) e l’anteprima dello spettacolo teatrale di Paolo Poli (Montalcino, 4 luglio). Per la musica, appuntamento con i Baustelle (San Quirico d’Orcia, 8 agosto). Per informazioni contattare il numero 0577 391787 o consultare il sito internet www.agenziaimpress.it. SAN GALGANO OPERA FESTIVAL DAL 13 GIUGNO AL 3 AGOSTO Attesissimi, tra gli altri, gli appuntamenti con la lirica che vedono in scena, quest’anno, alcune repliche de “Il flauto magico” di Mozart e de “La traviata “ di Verdi. Per informazioni contattare il numero 055 5978309 o consultare il sito internet www.festivalopera.it. BRUSCELLO DI CASTELNUOVO BERARDENGA DAL 2 AL 22 GIUGNO Torna l’appuntamento con il teatro popolare in ottava rima. Quest’anno, in scena, “Dante all’inferno”. Per informazioni contattare il numero 0577 351340. CHIANTI FESTIVAL DAL 5 AL 26 LUGLIO Danza e musica si snodano tra i quattro comuni del Chianti senese. Attesi, tra gli ospiti, Raffaele Paganini e Grazia Galante con il loro “Omaggio a Bejart”. Per informazioni contattare il numero 0577 738494/738791 o consultare il sito internet www.chiantifestival.com. RASSEGNA “DENTRO E FUORI LE MURA” – SAN GIMIGNANO DA GIUGNO A SETTEMBRE Il cartellone ospita alcuni appuntamenti dell’Accademia Musicale Chigiana, tra i quali quello con Boris Belkin e l’Orchestra della Toscana (29 luglio – piazza delle erbe), appuntamenti con la lirica e concerti tra i quali citiamo quello di Fiorella Mannoia (2 agosto – piazza Duomo). Per informazioni contattare l’Ufficio Turistico al numero 0577 981298. ESTATE A RADICONDOLI DALL’1 AL 12 AGOSTO La ventiduesima edizione del festival quest’anno è dedicata, in maniera tematica, a Micha Van Hoeke. Per gli appassionati della danza e del grande coreografo, la rassegna ripercorrerà la sua carriera attraverso una scelta dei suoi principali spettacoli. Per informazioni contattare l’Ufficio Turistico al numero 0577 790800 o consultare il sito internet www.radicondoliarte.it. FESTIVAL DELLE CRETE SENESI DAL 9 AL 24 AGOSTO Appuntamento con la musica classica, lirica, popolare salentina e africana, ma anche con il circo e con le danze popolari. Tra gli spettacoli, ricordiamo quello di teatro viaggiante “Strada aCarrara” per la regia di Laura Curino (20 agosto) e “Feltrinelli: una storia contro” di e con Mauro Monni (21 agosto). Per informazioni contattare il numero 0577 718811.

TEATRO POVERO DI MONTICCHIELLO DAL 19 LUGLIO AL 10 AGOSTO Torna il tradizionale appuntamento con l’autodramma messo in scena dagli abitanti del borgo medievale di Monticchiello. Partendo dal racconto di un contesto locale chiuso e compatto, il tema dello spettacolo si apre, come sempre, ad una riflessione sui nostri giorni, quest’anno rivolta alla politica, all’economia e all’etica. Per informazioni contattare il numero 0578 755118 o consultare il sito internet www.teatropovero.it. CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE DI MONTEPULCIANO DAL 19 LUGLIO AL 2 AGOSTO La 33° edizione si allarga al territorio, con appuntamenti a Cetona, Sarteano e Acquaviva. Apertura dedicata alla prima italiana de “Il diario di Nijinsky”dell’autore tedesco Glanert. L’opera racconta il dramma della follia del grande danzatore russo. In chiusura del festival, l’Orchestra giovanile della Fondazione Catiere, formazione internazionale diretta da Alexander Lonquich. Per informazioni contattare il numero 0578 757089 o consultare il sito internet www.fondazionecantiere.it. BRUSCELLO POLIZIANO A MONTEPULCIANO DAL 14 AL 17 AGOSTO La compagnia del Bruscello Poliziano, che dal 1939 mette in scena il tradizionale spettacolo toscano in ottava rima, porta in piazza “Ugolino della Gherardesca”. Per informazioni contattare il numero 0578 758529 o consultare il sito internet www.bruscello.it. AMIATA FESTIVAL “LE DIMORE DI EUTERPE” DAL 26 LUGLIO AL 17 AGOSTO Festival musicale per i comuni di Abbadia San Salvatore, Piancastagnaio, Radicofani e Castiglione d’Orcia. Oltre ai numerosi concerti, tra i quali il “Requiem” di Mozart, la rassegna prevede raduni di bande e corali. Per informazioni contattare il numero 0577 778324 o consultare il sito internet www.comune.abbadia-sansalvadore.si.it.

Nel prossimo numero concluderemo il nostro servizio sugli appuntamenti del l’estate con due pagine dedicate alle oltre cento feste in provincia di Siena improntate alla tradizione


14





venerdì 20 giugno 2008



IL MAGO DI OZ

ARIETE Ci siamo, lo sentite nell’aria malgrado le piogge delle settimane passate, il palio è alle porte. Un weekend di abbronzatura da poter sfoggiare in piazza e sarà quasi fatta. La luna consiglia: riposatevi ora, dopo potreste non avere tempo per farlo… SPERANZOSI.

TORO La riunione di condominio fissata a tradimento per questa sera rischierà di rovinare un po’ i vostri piani ma cercate di prenderla con filosofia, dopo tutto sono le solite beghe di piazzale, niente di particolarmente preoccupante. Semmai, attenti alla parcella dell’amministratore. IMMOBILI.

GEMELLI Dice che sembra che pare che quella del quinto piano si sia lasciata con il fidanzato. Questo è il momento buono per entrare in azione, caro Gemelli: un mazzo di fiori, una spalla su cui piangere e una cena tra amici, poi non si sa mai. INTRAPRENDENTI.

CANCRO Avete già prenotato per tutti i concerti estivi della Chigiana e siete in lista anche per il Maggio fiorentino? Bene, la cultura non è acqua. Ma ricordatevi anche del vino: la festa di Lornano durerà una settimana in più, tenetene conto. CULTURISTI.

LEONE Il dilemma delle vacanze si fa sempre più pressante: avete già chiesto le ferie al capo? Avete dato un’occhiata ai listini di voli e pacchetti vacanza? Avete pensato a quale paradiso esotico potreste visitare? Coraggio, Leone, è il momento di osare. FELINI.

VERGINE Finalmente usciti dal tunnel delle serate al circolo con gli amici, l’estate vi consentirà di godervi un po’ l’aria aperta e di fare un po’ di sana attività sportiva. Ma non aspettate l’afa per poter dire che, come consigliano i tg, non è il caso di fare sport nelle ore più calde de giorno. PIGRI.

BILANCIA Iniziate ad avere dei sospetti sugli orari di vostro/a marito/moglie? Vi domandate cosa fa in ufficio sempre fino a tardi? Giove consiglia: niente improvvisate né indagini accurate, potreste scoprire cose che è preferibile non sapere. SOSPETTOSI.

SCORPIONE Complice il nuovo gatto di casa, è venuto il momento di cambiare il divano (c’è chi insinua che il gatto lo abbiate preso apposta per liberarvi di quell’orrendo canapè rosato). Una giro per mercatini è quello che fa per voi. Saturno consiglia: lasciate a casa la suocera. SPENDACCIONI.

SAGITTARIO Si avvicina il momento delle cene estive sotto il pergolato e degli aperitivi a bordo piscina. Ci arriverete in splendida forma, dopo le fatiche ginniche ed estetiche dell’inverno. La luna consiglia: non rovinate tutto con un look sbagliato. INTONATI.

CAPRICORNO La notizia del collega che è scappato in Brasile e ha aperto un agriturismo vi solleticherà non poco prossimamente: un’altra vita è possibile? E, sennò, almeno un’altra vacanza? Giove consiglia: dove sono quelle fatture che dovevate assolutamente consegnargli? AVVENTURIERI.

ACQUARIO Tra il prezzo della benzina, quello di frutta e verdura e quello dell’rca auto iniziate a non poterne più, lo so, caro Acquario. La soluzione, però, non è comprare un passamontagna (anche perché inizia a fare un po’ troppo caldo). TARTASSATI.

PESCI La festa di fine anno della scuola incombe sul vostro fine settimana. Cercate di non pensarci fino all’ultimo momento, sarà breve e, quasi, indolore. Giove consiglia: ricordatevi che le altalene non reggono più di un certo numero di chili. GIOCOSI .

È UTILE SAPERE NUMERI UTILI Prefettura 0577 201111 Questura 0577 201111 Comune di Siena 0577 292111 Polizia municipale 0577 292550 Ospedale Siena 0577 585111 CUP 0577 0577 382222 Pubblica Assistenza0577 46180 Misericordia 0577 280028 Train Siena 0577 204111 Stazione F.S. 0577 280115 Radiotaxi 0577 49222 MUSEI E BIBLIOTECHE Biblioteca Intronati 0577 280704 S. M. della Scala 0577 224811 Museo Civico 0577 41169 Archivio di Stato 0577 247145 Pinacoteca 0577 286143 Opera del Duomo 0577 283048

Fisiocritici 0577 47002 Chigiana 0577 22091 FARMACIE E BENZINAI DI TURNO domenica 22/06/2008 Farmacia del Campo, Il Campo, 26 Tel. 0577 280234 (diurno e notturno a chiamata) Farmacia Ravacciano, Via Lippo Memmi, 24 Tel. 0577 280515 (diurno) ESSO Via Cassia Sud n. 64 SHELL Via C. Cittadini n. 70 ERG S.da di Pescaia n. 76 AGIP V.le Bracci n. 6 ESSO SODIP (anche GPL) Via Fiorentina AGIP Sabia Via Pescaia n. 52

Inviate le vostre domande e le vostre proposte alla nostra redazione: gazzettinosenese@alsaba.it IL GAZZETTINO SENESE Editore Alsaba Grafiche, Siena Direttore responsabile Fabio Di Pietro Capo redattore Monica Granchi Hanno scritto: Sonia Boldrini, Anna Maria Di Battista, Claudia Gasparri, Lello Ginanneschi, Riccardo Greco, Stefano Jacoviello, Martina Rusconi. Fotografie Progetto grafico Pubblicità Stampa

Fabio Di Pietro Paolo Rubei RS Service, Siena Tel. 0577 531053/247533 AL.SA.BA. Grafiche, Siena

Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell’8 aprile 2008


PROPOSTE E CURIOSITÀ



venerdì 20 giugno 2008



Ricordare Chico Mendes e difendere l’Amazzonia Martedì 24 ore 18.30 a MondoMangione (via Cecco Angiolieri, 33) parleremo con Adriano Marzi della sua biografia su Chico Mendes, Una vita per l’Amazzonia edita da Terre di Mezzo. Venti anni fa, Chico Mendes veniva ucciso davanti a casa sua in Amazzonia: condannato a morte per aver difeso (come sindacalista e politico) la sua gente e la sua foresta dal disboscamento voluto da latifondisti e multinazionali del legname. Ancora oggi Chico è un esempio per chi crede che il “progresso” non si raggiunga a spese della natura. Al termine della presentazione sarà offerta una cena bioequosolidale all’Osteria del Gatto in via San Marco, 8. Il menù: panzanella di quinoa, malfatti con ragù di chianina, polpette alla salvia, insalata con noci dell’amazzonia, schiacciata fiorentina con cioccolato e pere. Per prenotarsi per la cena: 0577 226864 fino a sabato 21 giugno.

Barbarossastraße al FuoriOnda Il gruppo senese Barbarossastraße parteciperà ad un festival organizzato dai ragazzi di Foiano della Chiana. Il FuoriOnda – questo il nome della manifestazione – nasce dall’esigenza di creare uno spazio per la libera espressione giovanile e si terrà dal 27 al 29 giugno allo Stadio dei Pini di Foiano della Chiana con la chiara finalità di dar vita ad un evento che si collochi al di fuori dei soliti circuiti del fine settimana. I Barbarossastraße, date tali premesse, hanno così deciso di partecipare a tale iniziativa. Un gruppo senese che produce un rock ‘n roll ispirato ai maggiori artisti, dai Guns N’ Roses ai Led Zeppelin.

Gino cerca casa e tanto affetto Bellissimo cucciolone di 1 anno circa - pesa 10-12 Kg È stato abbandonato in campagna. È già abituato a fare i bisogni fuori casa. Già vaccinato. In foto sembra più grande ma in realtà è di taglia tipo breton. Per informazioni: Cecilia 349 4233885 oppure anpanasiena@gmail.com



15

NOTIZIE IN BREVE LO CHEF SENESE È MASCHIO L’Assessorato al Turismo di Siena e l’Ufficio Statistica del Comune hanno appena reso noti i risultati di un’indagine condotta in merito all’identikit dello chef dei nostri ristoranti. Sono 138 i locali del centro storico su cui è stata condotta la ricerca: lo chef nostrano è uomo (86%), sopra i 40 anni, e, nel 40% dei casi, senese doc. La giustificazione sembra essere legata alla gestione familiare dei locali, da noi molto frequente, che dà spesso alla nostra ristorazione un piglio del tutto particolare. Quasi tutti i ristoranti, infatti, sono di dimensioni medio-piccole. Una curiosità: i locali del centro prediligono la chiusura domenicale, al contrario delle gestioni fuori mura. Proprio grazie alla collaborazione del Comune con gli chef della nostra città, uscirà presto un ricettario di specialità senesi.

CINZANO SI DIMETTE: ARRIVA CENCIONI Cambio della guardia al vertice del Consorzio per la Tutela del Brunello di Montalcino. Dopo le dimissioni del conte Francesco Marone Cinzano, il 12 giugno è stato eletto presidente all’unanimità Patrizio Cencioni. Quest’ultimo è a capo del marchio storico di rosso di Montalcino “La capanna”, di proprietà della sua famiglia dal 1957. Cencioni inizia il suo percorso da presidente chiarendo alcuni punti sulla vicenda dell’inchiesta sul Brunello, dicendo un no secco al cambio di disciplinare e esortando a non cercare di sostituirsi alla magistratura. La giustizia farà il suo corso e chi ha sbagliato verrà punito.

GLI STORNELLI SENESI FINALMENTEIN IN CD Uscirà tra pochi giorni il cd, per altro già richiestissimo, dedicato a Siena e alla sue canzoni “Da mille serenate”. Il disco è il restyling dell’omonimo album, formato LP, del 1978 interpretato e arrangiato da Enzo Bini, detto “il gessaiolo” e da Giorgio Tancredi. Nella nuova versione saranno riproposti tutti i pezzi originali, serenate e stornelli, per dare modo ai nostalgici di ricordare sopite atmosfere e ai giovani di conoscere il loro recente passato. Tra le canzoni più celebri, ricordiamo “Ci son tre cose al mondo”, “Se ritornassi di anni diciotto”, “Da mille serenate”, “Tirati in là, m’arruffi” e “Costanza”.



Gazzettino 14 b