8_Gazzettino_22_4_21

Page 1

ANNO 10 NUMERO 8 - 22 Aprile 2021 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazione@ilgazzettinodisesto.it :::::: DISTRIBUITO a SESTO, CINISELLO, BRESSO e CUSANO :::::

Sesto

San Giovanni

Botta e risposta tra Comune e Pd sul verde pubblico A pagina 6

Cinisello

Balsamo

LA LOMBARDIA SI PREPARA ALLA RIAPERTURA

Luce gialla in fondo al tunnel La strada verso la normalità Il calo dei contagi spinge il governatore Fontana ad annunciare graduali ripartenze

Attualità A spasso con gli alpaca Nel Nordmilano un’oasi naturale con alpaca, agnelli, oche e pavoni. La nostra intervista a tu per tu con Sara Barbieri. A pagina 4

Salute

La giunta annuncia: cala l’addizionale Irpef

Pagine 20 a 21

Fido cerca casa

A pagina 10

Pagina 22

Bresso

S PORT

A tutto

Nessun alibi tanta rabbia L’assessore milanese Granelli interviene sul caso vasche A pagina 15

Cusano

Milanino

In arrivo nuove telecamere per la sicurezza della città A pagina 18

A pagina 3

A due partite dalla fine del campionato, la Pro Sesto spera nella salvezza ma si accende la protesta per i tanti rigori a sfavore. A pagina 23


2

Attualità

22 aprile 2021

* Editoriale Il termometro NAZIONALE di Marco Fabriani

Covid, riaperture, recovery fund, Superlega e campionato. Di tutto e di più. È l’Italia del momento. Anche se il piatto ‘forte’ per una certa opinione pubblica, come sempre, è il calcio, il football. Ma i problemi in questa fase, non me ne vogliano i tifosi, sono ben altri. In primis, far ripartire l’economia, salvaguardare i tanti commercianti e artigiani e le tante famiglie che vi lavorano. Il semaforo verde per le Regioni gialle (dovrebbe esserci anche la Lombardia), scusate il gioco di parole e colori, è alle porte, ma questo non significa una sorta di ‘tana libera tutti’ e non fare più attenzione al virus. Gli errori della scorsa estate insegnano, li abbiamo pagati cari, anche per colpe non nostre. Tornare a vivere è possibile, ma sempre rispettando certe regole. Poi, infine, ci sono gli investimenti sul territorio nazionale, 191,5 miliardi di fondi europei. Qui occorre un’ottima programmazione della politica con progetti seri, innovativi e soprattutto capaci di funzionare nel tempo. Una visione futuristica, speriamo!

Direttore responsabile: Marco Fabriani Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazione@ilgazzettinodisesto.it Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza

LA DATA || Il Comitato per la Difesa della Salute organizza il corteo ‘statico’

Nell’ex Stalingrado si ricordano le vittime del lavoro L’amianto fa ancora paura ma oggi si parla anche di covid di Margherita Abis Sesto San Giovanni non dimentica, e celebra il 25 aprile anche nell’emergenza, nel rispetto delle regole anti covid. Nell’ex Stalingrado d’Italia andrà in scena (anche se in una forma ridotta) il tradizionale corteo organizzato in occasione della giornata della Liberazione, dedicato alle vittime del lavoro. L’iniziativa è organizzata dal Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di lavoro e nel Territorio che, nel rispetto delle norme di sicurezza, ricorderà tutte le vittime del lavoro con una manifestazione ‘statica’. L’incontro è fissato il 24 aprile alle 16 in via Carducci a Sesto (nel terreno ex Breda). Verrà deposta una corona di fiori alla lapide inaugurata dagli operai delle fabbriche sestesi nel 1997. «Non possiamo più tollerare che l’Italia continui a essere il Paese delle stragi operaie e ambientali impunite - spiegano dal comitato -. Oggi, accanto alle stragi dovute alla malasanità, ai tumori professionali e ambientali, a tutte le patologie dovute all’inquinamento, si aggiungono le decine di migliaia di vittime del covid e di una sanità pubblica smantellata negli ultimi anni. Ad esse vanno aggiunte altre vittime del lavoro: infermieri, medici, personale sanitario in genere, che hanno perso la vita per aver dovuto lavorare senza le adeguate protezioni». Il gruppo sorto nel cuore della Città delle Fabbriche e che da anni conduce una

battaglia contro l’amianto ricorda inoltre che «sono passati 29 anni da quando l’Italia ha messo al bando l’amianto, ma siamo ancora uno dei paesi al mondo maggiormente colpiti dall’epidemia di malattie amiantocorrelate». Le vittime dell’amianto come sottolinea il comitato - sono circa 6mila: 3.600 i morti per tumore polmonare, 600 per asbestosi, 1.800 per mesotelioma, un tipo di cancro molto aggressivo che colpisce la pleura e altre membrane. «L’amianto ha ucciso, uccide e continuerà a uccidere ancora, perché i tumori che causa ci mettono decenni a ma-

nifestarsi, e il loro picco è previsto tra il 2025 e il 2030», prosegue il gruppo. In Italia sono circa 370mila le strutture che contengono eternit: per lo più edifici privati ma anche industriali e pubblici, comprese 2.400 scuole, 1.000 biblioteche e 250 ospedali. «Per non parlare della rete idrica: sarebbero 300mila i chilometri di tubature in cui è presente l’asbesto. Si tratta, però, di stime: il censimento dei siti inquinati non è stato completato in tutte le Regioni. L’amianto è responsabile di una strage che avviene nell’indifferenza», chiosano dal comitato.

* Lettera alla redazione Raccontateci il vostro punto di vista, i vostri dubbi sul futuro della città e i ricordi del territorio. Scrivete messaggi brevi a: redazione@ilgazzettinodisesto.it Oppure all’indirizzo: piazza F. Caltagirone 75 Sesto San Giovanni

Buongiorno A proposito di raccolta differenziata. Al cimitero nuovo di Sesto San Giovanni (piazzale HiroshimaNagasaky) sono stati posizionati contenitori ‘Verde - raccolta plastica secco’. È giusto differenziare la raccolta, ma l’utente deve sollevare il coperchio per gettare il rifiuto e i contenitori non sono provvisti né di pedale né di igienizzatore, per l’ot-

timizzazione della manovra - molto poco igienica! - di apertura e chiusura dello stesso. Oltre che facilitare la raccolta dei rifiuti, non sarebbe giusto anche tutelare maggiormente la salute del pubblico, visto e considerando anche il momento critico attuale? Certa di esprimere il pensiero di molti ringrazio per l’attenzione. Lettera firmata


Attualità

22 aprile 2021

3

LOTTA AL VIRUS || Si programma la ripartenza per le attività commerciali nelle fasce meno a rischio

Lombardia verso la riapertura Si comincia a osservare un allentamento della stretta di Margherita Abis

Avvocatura La data del 26 aprile appare come una luce in fondo al tunnel. Dal rientro dell’emergenza covid siamo ancora lontani, ma il virus corre di meno e si comincia a pensare alle riaperture. A livello nazionale, si è osservato un calo del 30 per cento dei contagi, rispetto a un mese fa: si è passati dai 22mila casi giornalieri a 14mila circa e l’indice Rt è sceso allo 0,82. Anche in Lombardia l’idea di riaprire si fa sempre più concreta. Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha annunciato che nelle prossime settimane si procederà alle riaperture graduali. «I dati - dice Fontana - indicano un significativo miglioramento. È arrivato il momento di programmare in tempi brevi un piano per le riaperture seguendo il criterio della progressività e del buonsenso». Analizzando i dati regionali, Fontana ritiene che si possa osservare in Lombardia «Un miglioramento della situazione epidemiologica, con un Rt pari allo 0,78 e un’incidenza di 162 su 100mila abitanti. Dati che evidenziano un trend positivo e che ci portano a guardare a un ritorno graduale alla libertà di cui tutti abbiamo bisogno». Venerdì dovrebbero essere ufficializzati i colori delle Regioni e la Lombardia punta al giallo. Un giallo che in termini di ripartenza significherebbe moltissimo. Il calendario delle riaperture prevede che dal 26 aprile, nelle Regioni gialle, bar e ristoranti possano riaprire sia a pranzo che a cena, ma soltanto all’aperto. Si potrà fare sport all’aperto (anche calcetto)

Approvato il protocollo milanese per i Dsa nei concorsi

e ripartiranno teatri, cinema e spettacoli all’aperto. «Personalmente - spiega Fontana - sono dell’opinione che gradualmente, già dalla prossima settimana, si possano stabilire procedure per riaperture, dando a tutti la possibilità di riacquistare un po’ di libertà e soprattutto alle attività commerciale di programmare la ripresa del lavoro». Dal 1° maggio saranno con ogni probabilità aperti al pubblico stadi e palazzetti dello sport (con un limite di capienza). Dal 15

maggio toccherà alle piscine, mentre dal 1° giugno alle palestre e ai ristoranti al chiuso (ma solo a pranzo). Dal 1° luglio invece dovrebbe essere la volta di fiere e congressi, parchi tematici e stabilimenti termali. «Fondamentale è che tutti noi proseguiamo a comportarci con grande senso di responsabilità affinché ogni allentamento non sia vissuto come un ‘liberi tutti’, ma come una grande opportunità da non sprecare», sottolinea Fontana.

BONUS || Arriva la prima parte del finanziamento Conai per la campagna ‘Al Proprio Posto: Riduco, Riuso, Riciclo’

20mila euro per il progetto di Nord Milano Ambiente L’idea è stata riconosciuta come innovativa per la sensibilizzazione dei cittadini La campagna ‘Al Proprio Posto: Riduco, Riuso, Riciclo’ lanciata a ottobre 2019 da Nord Milano Ambiente con il Comune di Cinisello Balsamo, ottiene la prima parte di finanziamento da Conai. Il Consorzio Nazionale Imballaggi, all’interno dell’accordo quadro di programma Anci-Conai, prevede il riconoscimento economico a supporto di attività di comunicazione a sostegno per le campagne di comunicazione effettuate per sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata informandoli dei servizi a disposizione. La prima parte, pari a 20 mila euro, è stata riconosciuta alla società in house del Comune di Cinisello Balsamo per le attività finora svolte e rendicontate. La campagna è stata riconosciuta come iniziativa innovativa per la sensibilizzazione ed educazione di tutta la cittadinanza verso il riciclo, il riuso e la riduzione della produzione dei rifiuti. N.G.

Gli studenti che soffrono di disturbi specifici dell’apprendimento sono tutelati dalla Legge 170/2010, che riconosce l’impatto sulla vita scolastica di dislessia, disgrafia, discalculia e disortografia e richiede quindi specifiche misure compensative e dispensative. Purtroppo lo stesso non vale in ambito lavorativo, ma grazie alla battaglia portata avanti anche da Antonio Caterino, avvocato dello Studio Legale Lca di Milano, le cose stanno per cambiare. Mentre è al vaglio del Senato il ddl Rossomando, dal nome della prima firmataria, la vice-presidente del Senato, che vuole colmare le lacune per i candidati Dsa nel mondo del lavoro e dei concorsi ed esami di abilitazione, in Lombardia esiste una Legge per tutti i concorsi degli enti pubblici che permette ai candidati con Dsa di partecipare con condizioni che li equiparano nelle possibilità agli altri partecipanti. Questa Legge regionale non ha effetto sui privati, che possono quindi autonomamente scegliere come comportarsi. Ma è da poco stato approvato un protocollo che interviene nell’ambito dei concorsi di avvocatura. «Io mi batto per l’avvocatura che è il mio lavoro - spiega Caterino, l’avvocato che ha ispirato questa battaglia -, ma una Legge così sarebbe necessaria in molti ambiti». «La Legge serve perché nel mercato del lavoro i candidati con Dsa sono penalizzati nelle selezioni, anche se è riconosciuto che i disturbi interferiscono con la velocità di esecuzione dei test, e solo con un’istanza possono ottenere selezioni adeguate», spiega Caterino. Grazie a questa battaglia ora l’Ordine degli Avvocati di Milano e la Corte d’Appello di Milano hanno approvato un protocollo sui disturbi specifici dell’apprendimento che contiene anche i metodi da proporre ai candidati con Dsa. «L’obiettivo ora è quello di farlo dotare a tutte le Corti d’Appello d’Italia», continua Caterino «perché come ha giustamente detto il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano Vinicio Nardo questo è un atto di civiltà». Considerando che ogni anno 12mila giovani con Dsa si affacciano al mondo del lavoro, questo protocollo di Milano e il ddl Rossomando sono di grande importanza. Gaia Caracciolo


4

Attualità

22 aprile 2021

ANIMALI || Una ‘passeggiata’ a Cusano e sul web si scatena la curiosità: il nostro pomeriggio all’Alpacamp

Il progetto

Tante idee per l’immediato futuro

A spasso con gli alpaca L’oasi del Nordmilano dove la natura valorizza la città di Nicolò Gelao Vi è mai capitato, in un territorio urbano come il Nordmilano, di vedere due alpaca a passeggio? Se la risposta è no, c’è tempo per recuperare. Esiste, infatti, a Paderno Dugnano una bellissima realtà, gestita in tutto e per tutto dalla giovane Sara Barbieri: l’Alpacamp - Il Campo degli Angeli. È da qui, che nelle scorse settimane, sono partiti due dei cinque alpaca di Sara, che sono stati avvistati per le vie di Cusano Milanino. Un avvistamento molto particolare, che aveva immediatamente scatenato la curiosità del web. «Con la Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente - spiega Sara - organizziamo spesso raccolte alimentari per canili e gattili. Ho pensato, dato che questa iniziativa era vicina al nostro campo, di raggiungere il posto a piedi, così da sensibilizzare le persone in maniera più attiva». E così è stato. L’Alpacamp - Il Campo degli Angeli è un progetto che nasce nel settembre del 2019, portato avanti da Sara alla morte del papà Angelo, grande appassionato di animali. «È così

che ho deciso che questo luogo sarebbe diventato il posto in cui avrei passato la maggior parte del mio tempo. Qui sento mio papà molto vicino, più che al cimitero». Con il passare del tempo il campo ha iniziato a popolarsi, arrivando a contare 4 cani, 2 agnelli, oche, galli, galline, papere, anatre, una quaglia, un pavone e diversi piccioni, trovati in sofferenza per strada e aiutati a rimettersi in sesto. Il tutto, ovviamente, in aggiunta ai 5 alpaca, i veri protagonisti dell’Alpacamp. «Ringrazio - conclude Sara - tutte le persone che mi stanno aiutando anche con piccole donazioni o con dei semplici gesti, come venire qui ad aiutarmi».

Sono tanti i progetti futuri che riguarderanno l’Alpacamp. Su tutti, quello della realizzazione di una fattoria didattica. «Per far venire le scolaresche e le famiglie - spiega Sara Barbieri -, a far conoscere gli alpaca e la loro lana. Così si potrà mettere in relazione il tessuto animale (la lana degli alpaca) e quello vegetale (con la coltivazione della seta)». Sara, che dopo aver studiato Benessere e Allevamento Animale dal 2016 è anche addestratrice cinofila Enci, assicura: «Continuerò anche qui il lavoro di addestratrice cinofila, ma all’Alpacamp verranno organizzate anche feste e meeting, oltre alla creazione di un allevamento amatoriale e la vendita di uova fresche». L’Alpacamp - Il Campo degli Angeli si trova a Paderno Dugnano in via Ferdinando Sani. La visita al campo è gratuita, ma è gradita una donazione libera per contribuire ai bisogni degli animali e alle iniziative della Leidaa. Per prenotazioni si può contattare il numero 392.87.73.814.

Scansiona il QR code e guarda su Facebook la nostra video intervista


Attualità

22 aprile 2021

TELEVISIONE || Ambientazione meneghina per la serie Netflix

Zero, a Milano i supereroi

di Margherita Abis Un mondo variegato di culture sottorappresentate, a cui si mescolano contributi della scena rap e influenze fumettistiche. Su Netflix è da ora disponibile ‘Zero’, la serie tv italiana ambientata a Milano, che in otto episodi esplora diversi quartieri della città e li racconta da un punto di vista nuovo. Lo scenario è la Milano di strada e delle periferie. Lo show è nato da un’idea di Antonio Dikele Distefano, ed è liberamente ispirato al suo romanzo ‘Non ho mai avuto la mia età’. È prodotto da Fabula Pictures con la partecipazione di Red Joint Film. ‘Zero’, creata da Menotti, è firmata da Antonio Dikele Distefano insieme a Stefano Voltaggio, Massimo Vavassori, Lisandro Monaco e Carolina Cavalli. Alla regia Paola Randi, Ivan Silvestrini, Margherita Ferri e Mohamed Hossameldin. Si tratta della prima serie italiana che ha come protagonisti ragazzi italiani di colore. Ma la vera notizia non è (o non dovrebbe) essere questa. «Nelle serie italiane teen non ci sono ragazzi neri - commenta Antonio Dikele Distefano -. Ma da ora saremo costretti a raccontare anche le loro storie. Penso che ‘Zero’ sia l’inizio di un processo di cambiamento. Ma il termine ‘diversità’ non mi piace, preferisco parlare di ‘normalità’». «Quando si sottolinea così tanto il termine diversità non fa mai l’effetto sperato aggiunge Giuseppe Dave Seke, che nello show interpreta Zero -. Dobbiamo metterci in testa che deve diventare la normalità». Il plot ruota intorno a Omar (per tutti Zero), un timido ragazzo con uno straordinario

E superpotere, diventare invisibile. Omar fa il rider, vive nel Barrio (il quartiere ispirato alla Barona delle periferie) e ogni giorno si sente non visto, non capito. Ma riesce poi a trasformare questo aspetto in un punto di forza: diventerà davvero invisibile e per farlo dovrà riuscire a mettersi in contatto con le sue emozioni. L’obiettivo: salvare il suo quartiere, insieme a un nuovo affiatato gruppo di amici. Distefano descrive il suo personaggio come «un eroe moderno, non un supereroe, che impara a conoscere i suoi poteri quando il Barrio, il quartiere della periferia milanese da dove voleva scappare, si trova in pericolo. Zero dovrà indossare gli scomodi panni di eroe, suo malgrado e, nella sua avventura, scoprirà l’amicizia di Sharif, Inno, Momo e Sara, e forse anche l’amore». Le musiche sono composte da Yakamoto Kotzuga. A farla da padrone sono le tracce rap di artisti italiani e internazionali contemporanei, che scandiscono il ritmo di una storia ‘di strada’. Tra i brani della colonna sonora, l’inedito di Mahmood dal titolo ‘Zero’ e il brano di Marracash ‘64 barre di Paura’.

Le location

milanesi

in cui è stato girato lo show

O

Piazza Duomo Galleria Vittorio Emanuele Piazzale delle donne partigiane (Barona) Piazza degli Affari Corso Como Zona Brera Navigli Mediolanum Forum (esterno) Ospedale Niguarda (esterno) Via Sarpi Piazza Gae Aulenti

5


6

22 aprile 2021

VERDE || Abbattuti gli alberi malati, il Comune accusa la giunta precedente

Rimosse centinaia di piante di Martina Lucente A Sesto San Giovanni sono state rimosse centinaia di piante morte e malate. In totale gli alberi rimossi sono stati 661, poi compensati con nuove piantumazioni. Secondo quando riporta l’amministrazione, 387 alberi erano in pessime condizioni. Tra questi 215 sono stati abbattuti a seguito di valutazione tecnica agronomica, 151 erano secchi, 11 platani avevano il cancro colorato, 10 erano morti già a terra. Del totale, altri 112 sono stati rimossi nell’ambito delle riqualificazioni in città, presso il Villaggio Falck e via Picardi; 74 sono stati abbattuti interamente o parzialmente dalla straordinaria nevicata dello scorso dicembre, altri 65 abbattuti dalla forte perturbazione del 2018; infine, 23 rimossi perché troppo vicini a edifici, col rischio che potessero danneggiare proprietà altrui. Queste azioni rientrano nel piano di potature attuato

dal Municipio, con interventi mirati nei giardini delle scuole, nei parchi pubblici e sui viali alberati. Da inizio mandato sono stati eseguiti 4.273 interventi di potatura. Interventi resi necessari attacca il sindaco - «a causa della situazione di incuria del verde ereditata dalla sinistra» «Al nostro insediamento nel 2017 - spiega il sindaco Roberto Di Stefano - abbiamo trovato una situazione davvero disastrosa anche per quanto riguarda la cura e la tutela del patrimonio verde. La sinistra ci ha lasciato in eredità 387 alberi già morti o gravemente malati a causa della totale mancanza di manutenzione che ci ha costretto a procedere con gli abbattimenti. I numeri, certificati dagli uffici, sono chiari: le rimozioni di alberi in condizioni pessime sono figlie della mala gestione di chi ci ha preceduto che non ha contemplato un ade-

O SAN GIOVANNI Punti distribuzione SEST • C.C.Vulcano - Viale Italia 555 • Milano senza glutine - Viale Gramsci 538 • Distributore Q8 - Via Grandi • Biblioteca civica Sesto S. G. - Via Dante • I love Shopping - Via Cesare da Sesto 134 • Palestra spazio fitness Via Pisa 134 • Paninoteca Bass - Piazza Trento Trieste 32 • Shell - Viale dei Partigiani 83 • Bar tabacchi Maria Viale Italia 1010 • Total Erg - Viale Fulvio Testi 196 • Palestra Fit - Galleria Dante 49 • Bonta' più - Via Picardi 4/16 • Baby Bazar - Viale Marelli angolo 24 Maggio 1

• Centro sportivo il Cigno - Via Domenico Fiorani 74 • G&G - Via Fratelli Picardi 28 • Panificio pasticceria San Mina - Via Giovanna d'Arco 176 • Buon pane di S. Giorgio - Via per Crescenzago 176 • Bar Chez Toi - Via Grandi 31 • Bar latteria Rogliano Salvatore - Via Pisa 190 • Agip - Viale Gramsci angolo via Montenero • Bar Break Point di Lamboglia Giuseppe & C. - Via Pisacane 1 • Kebab Magdy 2 - Via Rovani 102 • Studio Foto Express - Via Roma 23 • Piccolo Bar - Via XX Settembre 93 • Splash

guato stanziamento di risorse per un appalto pluriennale. Noi, che abbiamo davvero a cuore il nostro verde, abbiamo introdotto la valutazione tecnica agronomica, obbligatoria per legge ma che chissà per quale motivo mai stata fatta prima: si tratta di interventi necessari per controllare e monitorare lo stato di salute delle piante». «Ricordiamo - aggiunge l’assessore al Verde, Alessandra Magro - che una delle prime azioni di questa amministrazione è stata la

- Via Firenze 52 • Ospedale di Sesto San Giovanni Istituti Clinici di Perfezionamento - Via Matteotti 83 • Parrucchiera Vanità di Genchi Donatella - Via Migliorini 22 • PalaSesto - Piazza 1° Maggio • Bottega del Caffè - Via General Cantore 206 • Pasticceria artigianale Croissant D'Or - Viale Rimembranze 93 • Centro Carni Sestese - Via Boccaccio 192 • Vestri Dolce Risparmio - Via Montegrappa 32 • Il Forno di Arianna di Vento Arianna - Via Rovani 234 • Anna Abbigliamento - Via Don Minzoni 100 • C'era una volta il pane - Viale Casiraghi 223 • Copy & Print di Tura De Marco Valentino - Via C. Battisti 16 • Sestocopy Snc - Via Giuseppe di Vittorio 167 • Farmacia Lamiranda - Via F. Petrarca 111 • Associazione AVIS

piantumazione di 3mila nuovi alberi al Parco Bergamella. Abbiamo inoltre piantato 421 alberi di varie essenze come compensazioni per gli abbattimenti. Il nostro lavoro prosegue e con la partecipazione al terzo progetto Forestami piantumeremo centinaia di altre piante nei parchi pubblici e in diversi quartieri di Sesto per completare le compensazioni e andare anche oltre. Rispetto al nulla di prima, noi eseguiamo lavori di manutenzione del verde per 800mila euro all’anno».

- Via Giardini 32 • Piscina Olimpia - Via Marzabotto 179 • Ortopedia Roll Star Italia (S. R. L.) Ausili Ortopedici - Via Carlo Marx 593 • Piscina Comunale De Gregorio - Via Saint Denis 101 • Panetteria Pasticceria Enzo E Daniela Snc - Via Saint Denis 185 • Bar Civico 44 - Via Padre Ravasi 44 • Mio Cafe' - Via Puricelli Guerra 14 • Farmacia Comunale - Via Saint Denis 85 • Farmacia Comunale n° 10 Marx - Via C. Marx 495 • Il giardino dei tigli - Via Risorgimento angolo F.lli Bandiera • Tabaccheria riv. 15 di Recalcati Enrico - Via Risorgimento 39/41 • Esso di Gobbi Paolo - V.le Rimembranze angolo via F.lli Di Dio • Farmacia Padre Pio - Via Fratelli Di Dio 79 • Bar Mela Verde

di Carluccio Domenico - Via Fratelli Di Dio 77 • M.D.B. sas di A. Mura & C. - Viale Rimembranze 175 • Biglietteria e tabaccheria Sergio - Via Cesare Battisti 47 • Bar Marzini - Viale Gramsci 42 • Cartofollia di Brambilla Orietta - Via F.lli Bandiera 65 • Ristorante Pentola d'oro - Via F.lli Bandiera 25 • Bar Decio Snc di Agati Davide e Fontanini Matteo - Via F.lli Bandiera 8 • CAF - UCI - Centro Assistenza Fiscale - Via Puricelli Guerra 21 • Lu Rong - Via Puccini 60 • Farmacia 777 - Viale Marelli 79 • Tabaccheria De Palma Margherita - Viale Marelli 22 • Bread And Coffee - Viale Marelli 138 • Marelli 79 Bar Ristorante - Viale Marelli 138 • Bar Barico di Borsa Alessio - Viale Marelli 79

il Punto il Punto il Punto

Sesto San Giovanni La replica del Pd: «La solita cantilena scaricabarile» Non si è fatta attendere la replica del Pd di Sesto San Giovanni alle dichiarazioni del sindaco Roberto Di Stefano. «Dopo 4 anni siamo ancora davanti alla cantilena di ‘è colpa di chi c’era prima’ - dichiarano dal Pd -, sintomo di una maggioranza inadeguata e che non è in grado di risolvere i problemi prima che sia necessario dare un ‘taglio netto’, un’espressione più che mai calzante in questo caso». A replicare alle parole del sindaco è Marco Tremolada, segretario cittadino del Pd di Sesto San Giovanni: «Questo è l’ennesimo comunicato copia-incolla che arriva dopo settimane di colpevole silenzio e dopo che l’assessore Magro si è nascosta dietro le continue violazioni del regolamento da parte del presidente della seconda commissione pur di sottrarsi al confronto con le opposizioni e le associazioni. Per quanto riguarda le nuove piantumazioni è chiaro a tutti i sestesi come il progetto in Bergamella, che costituisce quasi la totalità degli alberi piantati in 4 anni, non sia figlio dell’attuale amministrazione ma di quella di centrosinistra a guida Pd. Così come il Progetto Forestami, voluto dalla amministrazione milanese sempre a guida Pd». Dal Pd concludono: «Fa piacere scoprire che le uniche cose di cui Di Stefano può fregiarsi dopo 4 anni di governo siano volute o ereditate da amministrazioni del Partito Democratico, forse avrebbe qualcosa in più da comunicare se avesse dedicato più tempo a governare la città che a fare comunicati scaricabarile».

• Farmacia Giannice snc Viale Matteotti 382 • Paradise Cafe' - Via Corridoni 159 • Cartoleria il Pellicano - Viale Matteotti 302 • Non solo pane - Via Cavallotti 127 • Bar tabacchi True Blood - Via Cavallotti 297 • Torti Pasticceria - Via XX Settembre 45 • Bar Farina - Via Oslavia 29 • Sesto Fitness - Via Po 26 • Il Forno Di Penati - Via Rovani 143 • Ambrostore - Via Carducci angolo via S. Francesco D'Assisi • La Trattoria - Via Di Vittorio 43 angolo Via dei Partigiani • D & B Cars carrozzeria - Via Pisa 198 • Centro Revisioni Romolo - Via F.lli Casiraghi 393 • Il forno sas di Roberto Cappelluti - Via Petrarca 123 • Elle pasticceria - Viale G.Matteotti 184

• Pasticceria Farina - Via Puricelli Guerra 131 • Biblioteca Marx - Via Curie 18 • Pratiche CAF - Via Rovani 171 • Al Boccaccio Sport and Food - Via Boccaccio 285 • Farmacia Metrò - Viale Marelli 348 • Centro Tenabiaco - Via XX Settembre 90 • Tennis Club - Via XX Settembre 162 • CRU Lounge Bar - Piazza Don Mapelli 2 • Distributore Q8 - Via Giuseppe Di Vittorio angolo via Manin • Elettronica Sestese - Via Petrarca 111 • Bar Elite Cafè - Via Marzabotto 243 • Bar Olimpia - Via Marzabotto 199 • L’Angolo del Gelato - Via Corridoni angolo via Sicilia • Il Sesto Regno - Via Giuseppe Mazzini 33 • Bau Wash di Vittoria Russo - Via Crescenzago 172


Pubblicità

22 aprile 2021

7


8

Sesto San Giovanni

22 aprile 2021

OPERE || Gli interventi per migliorare l’accessibilità e la sicurezza del quartiere

Il Villaggio Falck si rifà il trucco

La biblioteca organizza il videoincontro con De Giovanni

di Elia Fabio Silvestri

Previsti nuovi percorsi pedonali e l’abbattimento delle barriere architettoniche

Proseguono gli interventi nel Villaggio Falck di Sesto San Giovanni. I lavori si concentreranno ora nelle vie Lorenzi, Canducci, Migliorini e De Candia e riguarderanno la realizzazione di nuovi marciapiedi, la riasfaltatura delle strade, l’abbattimento delle barriere architettoniche, nuovi percorsi pedonali e nuovi attraversamenti per collegarli alle abitazioni, percorsi tattili per ipovedenti, nuove piantumazioni e un nuovo impianto di irrigazione, oltre all’installazione di telecamere di video sorveglianza ‘Smart City’, alla riqualificazione dell’illuminazione pubblica e alla posa di nuovo arredo urbano. «Miglioreremo l’accessibilità, la fruibilità e la sicurezza del quartiere soprattutto per anziani, bambini e persone con

disabilità. Avanti così, per far rinascere i nostri quartieri», spiegano il sindaco Roberto Di Stefano e l’assessore all’Urbanistica, Antonio Lamiranda. Secondo quanto spiegato dal Comune, nel quartiere del Villaggio Falck sono già stati realizzati recentemente interventi nelle vie Migliorini e De Candia, dove è stata rialzata la sede stradale e istituita una ‘zona 30’ che ha come perimetro i limiti del quartiere stesso. «Inoltre - aggiungono dal Municipio -, la riqualificazione dello slargo su via Migliorini, oggi ‘piazzetta Villaggio

Cultura

Falck’, ha permesso di restituire ai residenti uno spazio nuovo e più godibile. Il progetto dell’amministrazione, che ha coinvolto i residenti del quartiere, punta a una ‘zona a traffico limitato privilegiata’, garantendo maggiore sicurezza a chi si sposta a piedi senza tuttavia compromettere l’accesso ai veicoli. L’idea è quella di realizzare un’isola, dove i percorsi pedonali e le aree di sosta vengano valorizzati e conferiscano al quartiere un elevato livello di vivibilità».

Il celebre giallista italiano Maurizio De Giovanni parteciperà in diretta streaming all’incontro organizzato dalla biblioteca Cadioli di Sesto San Giovanni. L’appuntamento è venerdì 23 aprile alle 21. Lo scrittore è stato più volte ospite a Sesto San Giovanni. Dalle sue opere sono state tratte le serie televisive ‘I bastardi di Pizzofalcone’, ‘Mina Settembre’, ‘Il commissario Ricciardi’. La carriera di scrittore di De Giovanni inizia quasi per caso in età tardiva, a 47 anni, con la partecipazione a un concorso letterario. Dal racconto in concorso trae un romanzo, ‘Le lacrime del pagliaccio’ che viene pubblicato nel 2006 da Graus Editore, per poi essere edito di nuovo nel 2007 come ‘Il senso del dolore’: ha così inizio la serie di inchieste del commissario Ricciardi. ‘Il metodo del coccodrillo’ e ‘I bastardi di Pizzofalcone’ hanno inaugurato un nuovo ciclo con protagonista la squadra investigativa del commissario Giuseppe Lojacono, ambientata in una Napoli contemporanea. Con il racconto ‘Un giorno di Settembre’ a Natale si apre il ciclo di racconti aventi per protagonista l’assistente sociale Mina Settembre. Nel 2018 prende l’avvio il ciclo di romanzi sull’ex agente segreto Sara Morozzi, di cui è appena uscito un nuovo romanzo nel 2021, ‘Gli occhi di Sara’. Per partecipare alla diretta streaming su YouTube: Comune di Sesto San Giovanni.


Pubblicità

22 aprile 2021

9


10

22 aprile 2021

Cinisello Balsamo POLITICA || Ghilardi annuncia anche l’arrivo di 15 milioni per le strategie di sviluppo urbano sostenibile

La giunta sceglie di ridurre l’Irpef «Nel 2021 importanti interventi strutturali orientati alla manutenzione» di Elia Fabio Silvestri Il Comune di Cinisello Balsamo ha annunciato, nei giorni scorsi, la riduzione dell’addizionale Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche. Nell’ottica dell’amministrazione cinisellese, si tratta di un passo volto a migliorare i servizi offerti ai cittadini. «Un traguardo raggiunto - sottolinea il gruppo di maggioranza del consiglio comunale di Cinisello Balsamo -, nonostante la crisi pandemica e, perciò, la riduzione dell’entrate prevista anche nel 2021». Due grandi difficoltà hanno messo

in difficoltà il Comune di Cinisello nel corso del 2020 secondo la maggioranza del Comune: in primo luogo, la pandemia e in seconda istanza, il debito fuori bilancio ereditato di oltre 5 milioni. Inoltre la maggioranza afferma: «Nel 2021 sono previsti importanti investimenti strutturali, orientati su opere di manutenzione da troppi anni dimenticate. La scelta ‘obbligata’ è una riduzione dell’addizionale Irpef dall’8 al 7 per mille spalmandolo su due annualità, lo 0,5 per il 2021 e un altro 0,5 per il 2022. Qualora le condizioni generali

migliorassero, si potrà procedere anche ad un ulteriore abbassamento, nell’ottica di una riduzione della pressione fiscale». A proposito di soldi, il sindaco Giacomo Ghilardi ha annunciato l’arrivo di 15 milioni di euro: Cinisello è infatti risultato il primo Comune in Lombardia, con il massimo punteggio, nella graduatoria per la selezione dei Comuni lombardi dove attuare strategie di sviluppo urbano sostenibile, attraverso i fondi strutturali e di investimento europei per il periodo 2021-2027.

LA REPLICA || Immediata la risposta della minoranza del consiglio comunale dopo la decisione

«Più o meno il prezzo di una pizza»

Le proposte

Le modifiche presentate dall’opposizione «Le forze di minoranza hanno presentato alcune proposte di modifica - dichiarano dall’opposizione a riguardo del tema Irpef -, nel tentativo in primis di riportare l’addizionale ai valori del 2019 e, in secondo luogo, di ripristinare almeno la soglia di esenzione. Tutte proposte che sono state rifiutate. Dopo non aver mantenuto quanto promesso nel 2020, la giunta Ghilardi dimostra ancora una volta di essere lontana dai bisogni dei cinisellesi e di spendere in modo completamente inefficiente i loro soldi».

Si contesta l’aumento dell’imposta avvenuto nel 2020 «Il 2020 era stato l’anno dell’aumento dell’addizionale Irpef fino alla soglia massima dello 0,8% - dichiarano da Pd, Cinisello Balsamo Civica e M5S -. Una scelta, in particolare quest’ultima, molto dolorosa, che era stata motivata dal centrodestra come un intervento eccezionale. L’amministrazione ora ha portato una proposta quasi simbolica, con una riduzione di 0,05 punti, che per il reddito medio di un cinisellese (circa 20mila euro) corrisponde a 10 euro l’anno, più o meno al prezzo di una pizza».

SELLO BALSAMO Punti distribuzione CINI • Oil one - Via San Denis 1 • Pasticceria Pan Bar Andrea - Via XX Settembre • Sala Assicurazioni - Piazza Gramsci 31 • Tabaccheria De' Tre Pozzi - Piazza Costa 43 • Pasticceria Costa - Piazza Costa 20 • Bar Gelateria Crema &

Cioccolato - Via Frova 34 • Panificio Colombo - Via Libertà 13 • Caffè I Portici - Piazza Gramsci 19 • Colors Solarium Estetica Tatoo - Via Dante 40 • Independent Smoke - Piazza Italia • Parrucchiera Nadia e Lorena

- Via Baracca 11 • Studio Musto Caf e Amministrazioni condominiali - Via Monte Santo 3/5 • Bar Milanino - Via I° Maggio, 25 • Think Independent per la tua casa - Via Liberta' 68 ang. Via Dante • Sara Assicurazioni - Via Aurora 9 • Bar Tabacchi Ribot - Via Risorgimento 6 • Bar Garibaldi - Via Garibaldi 39 • Bar Tabacchi - Via Garibaldi 20 • Colo's Cafè

- Via XXV Aprile 20 • Bottega del Gelato - Via XXV Aprile 38 • Da Vito - Via Risorgimento 90 • Nuovo Forno sas - Via Risorgimento 6 • Farmacia Risorgimento - Via Risorgimento 90 • Bar Marilyn - Via Risorgimento 51 • Automobile Club D'Italia - Via Appiani 2 ang. Via Risorgimento • Farmacia - Via Libertà 71 • Bar Gioia sas - Via Libertà 45

• Tropical Cafe' - Via Libertà 86 • Il Caffè della Piazza - Piazza Gramsci 42 • Cpiace - Via Frova 24 • 45 Studio Arch. Daniele Digiuni - Via Frova 5 • Cooperativa la Nostra Casa - Via Garibaldi 21 • RM Gomme - Via Abramo Lincoln 129 • AMF Farmacia Comunale 4 - Via Gran Sasso 30 • Planet Bar Pizzeria - Via Gran Sasso 21

• AMF Farmacia Comunale 3 - Via Guglielmo Marconi 121 • Bar Tre Stelle - Via per Robecco 94 • Airone 2 Bar e Caffe - Viale Fulvio Testi 140 • Cafè Carducci Virzi Salvatore - Via Carducci 2 • Bar Freddi - Via Beato Carino 5 • Centro Ortopedico Rinascita - Via Lincoln 1 • La bottega del vino Enoteca - Via per Bresso 236 • VG Estetica

- Via XXV Aprile 51 • Ristorante Fratelli d'Italia - Via G. Matteotti 72 • Pizzeria Odissea 21 - Piazza Andrea Costa 37 • Gran Brianza s.n.c. - Via Monte Grappa 129 • Unipolsai Assicurazione - Via Frova 1 • Matteotti ristorazione pizzeria-self service - Via Matteotti 27/29 • Piscina Costa - Via Meroni Pietro, 32 • Panetteria Moro - Via Garibaldi 75 • Centro Polisalute - Via E. de Amicis 67


Pubblicità

22 aprile 2021

11


12

22 aprile 2021

Cinisello Balsamo

LUTTO || Il sacerdote nato a Lissone è morto all’età di 91 anni

L’ultimo saluto a monsignor Sala Dal 1974 al 1982 era stato il parroco della Sant’Ambrogio

di Nicolò Gelao È morto all’età di 91 anni, nella giornata di martedì 13 aprile, monsignor Angelo Sala, che dal 1974 al 1982 aveva ricoperto il ruolo di parroco nella centralissima chiesa di Sant’Ambrogio. Nato a Lissone il 29 aprile 1929 e ordinato sacerdote nel Duomo di Milano il 7 giugno 1952, dall’8 ottobre del 1991 era Cappellano di Sua Santità. Prima di Cinisello aveva prestato il suo ministero a Tradate e Oggiono, mentre dopo il 1982 aveva ricevuto l’incarico di Responsabile diocesano dell’Ufficio per la Vita sociale e il Lavoro. Nella sua lunga esperienza, ha ricoperto anche i ruoli di Delegato per la Pastorale del Lavoro della Conferenza Episcopale Lombarda. La Chiesa di Milano ha ricordato monsignor Angelo Sala proprio per questo suo ruolo, negli anni in cui diventò uno stretto collaboratore del cardinale Carlo Maria Martini.

«Era una persona molta preparata - ha ricordato Francesco Brugnatelli, oggi avvocato, all’epoca collaboratore laico di monsignor Sala in Curia -, capace di stare fra gli operai e di dialogare con tutti. Ma il tratto che lo distingueva era la sua bontà. Sorrideva molto, scherzava, amava rilassarsi con un sigaro, si faceva bonariamente prendere in giro per la sua Inter. Ironia della sorte, quest’anno che lo scudetto è ormai vicino, i festeggiamenti li dovrai fare dal cielo. Carissimo don Angelo, ti ricordiamo tutti con molto affetto e gratitudine per il tuo impegno per i lavoratori, i più poveri e per la diffusione del Vangelo».

Pubbliredazionale

Notizie da ANFFAS NORDMILANO

È ar rivato lo

‘STUDIO

Conosciamo tutti il ‘caffè sospeso’, il ‘panino sospeso’ e il ‘carrello sospeso’, che cercano di alleviare dei bisogni ‘materiali’ immediati pagando in anticipo o regalando qualche articolo della spesa per chi ne ha più bisogno. Adesso vi chiediamo di darci una mano sullo ‘studio sospeso’. Il tema della didattica e della scuola per i ragazzi è importante e quest’anno abbiamo vissuto la difficoltà di questa situazione a causa delle lezioni a distanza alle quali non tutti sono abituati e che spesso hanno aumentato le difficoltà di chi, a scuola, già non otteneva grandi risultati. Questa situazione ha spesso creato alle famiglie ulteriori problemi in quanto o non disponevano di strumenti tecnologici adeguati e per tutti i componenti della famiglia, a causa dell’utilizzo significativo dello smartworking; ad esempio molti ragazzi, non disponendo di un computer, si sono collegati alle lezioni con il cellulare con maggiori difficoltà a seguire le lezioni e a mantenere costante e attiva l’attenzione. Da tempo Anffas Nordmilano, insieme a Prima - Società Cooperativa Sociale, hanno creato e sostenuto un centro di aiuto allo

SOSPESO’ studio, organizzato in base alle specificità degli studenti sia in piccoli gruppi che con un rapporto 1 a 1 (un servizio a pagamento con un piccolo contributo). In questi mesi abbiamo ricevuto un maggior numero di richieste di supporto da parte delle famiglie, preoccupate degli scarsi risultati scolastici ottenuti e sempre di più le richieste di aiuto da parte di famiglie che non sono in grado di sostenere questa spesa ma, capendo l’importanza dello studio e della formazione in generale, chiedono comunque di poter usufruire di questo supporto per i loro ragazzi. Proprio per rispondere a questa esigenza Anffas Nordmilano e Prima Soc. Cooperativa Sociale hanno pensato allo ‘studio sospeso’, attivando il fondo ‘Investiamo sul futuro’ per poter rispondere alle numerose richieste di supporto gratuito provenienti da studenti con fragilità economica. Chiunque volesse partecipare a questa iniziativa può fare una donazione libera utilizzando iban: IT16X0845332930000000170603 specificando nella causale del bonifico ‘donazione INVESTIAMO SUL FUTURO’.

Anffas NordMilano

via Monte Gran Sasso 56, Cinisello B. - Tel. 02.6185899 http://www.anffasnordmilano.it - info@anffasnordmilano.it anffas.onlusnordmilano


Pubblicità

22 aprile 2021

13


14

22 aprile 2021

Bresso CRONACA || Il ragazzo ha battuto la testa mentre percorreva una strada sterrata del Parco Nord

Un 15enne cade in bici: è grave Dopo l’incidente è stato trasportato d’urgenza al Niguarda di Elia Fabio Silvestri Grave incidente al Parco Nord intorno alle 19 di domenica 18 aprile. Un ragazzo è caduto e ha picchiato violentemente la testa mentre stava percorrendo in bicicletta un vialetto sterrato all’altezza di via Clerici. Due passanti hanno assistito alla scena e hanno immediatamente allertato i soccorsi che, arrivati sul posto in codice rosso, hanno rianimato il 15enne. Il giovane è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Niguarda. Sul luogo dell’incidente anche i carabinieri, chiamati per condurre i rilievi. In un primo momento non si è riusciti a identificare il ragazzo poiché non aveva con sé né i documenti né un cellulare. Secondo una prima ricostruzione, il giovane stava praticando il downhill: una pratica che consiste nello scendere a tutta velocità le collinette, anche del Parco Nord. Il ragazzino stava percorrendo la montagnetta del Parco Nord, quando qualcosa è andato storto ed è caduto a terra,

picchiando violentemente la testa. Il giovane è stato identificato soltanto nella tarda serata di domenica: si tratta di un 15enne di Cinisello Balsamo di origine moldava. L’identificazione è stata possibile solo attraverso una telefonata dei familiari

Arredo urbano Interventi sul verde

‘Scuola Forestami’ La nuova iniziativa per i giovani

Sono iniziati a Bresso piccoli interventi di sistemazione dell’arredo urbano. Mentre si rifanno i campi da bocce, nel Parco delle Rimembranze l’amministrazione sta anche sostituendo le panchine in legno, in condizioni precarie, con nuove strutture in plastica riciclata. «Verranno sostituite oltre 50 panchine nell’ambito di questa scelta green. Continueremo con questi interventi per cambiarle in tutti i parchi nei prossimi 3 anni» , ha annunciato il sindaco Simone Cairo. Le panchine, prodotte da un’azienda lombarda, sono le stesse già presenti nel Parco Nord. Tra i prossimi interventi in città anche quelli nelle aree cani.

ESSO Punti distribuzione BR • CAF Bresso - Via Roma 55 - Via Volontari del Sangue 2 • Cafe' Portici • Pescheria Catanese - Via XXV Aprile 41

alla stazione di Cinisello Balsamo: i parenti chiedevano informazioni del ragazzo, che non era tornato a casa. I militari di Cinisello, informati dell’accaduto, hanno quindi girato la chiamata a Bresso, dove è stato possibile identificarlo.

Tra le iniziative del Parco Nord nell’ambito di Forestami, il progetto di forestazione urbana che mira a piantare 3 milioni di alberi nella Città Metropolitana entro il 2030, c’è anche ‘Scuola Forestami’, pensata per la formazione che si rivolge ai giovani e a tutti coloro che vogliono saperne di più della natura, con l’obiettivo di promuovere comportamenti consapevoli e di salvaguardia. Il progetto è sostenuto anche da Axa Italia, che ha già donato 750 alberi. «Siamo felici del coinvolgimento diretto di Parco Nord Milano nel progetto di ‘Scuola Forestami’, un’iniziativa che va oltre l’attività tecnica del Parco legata alle piantagioni di Forestami», ha dichiarato Riccardo Gini, Direttore del Parco.

• Antigua Caffe' - Via A. Villa 10 • Bar Madama cafe' di Roda snc - Via dalla Chiesa 1 angolo V. Veneto • Panificio pasticceria caffetteria Mana - Via Vittorio Veneto 24

• Lav@sciuga - Via Manzoni 17 • Il pane per tradizione - Via Manzoni 19 • Fratelli Li - La fabbrica dei sapori - Via Vittorio Veneto 109 • Panificio Villoresi di Turturro Francesco

- Via Villoresi 8 • Panetteria Mariani - Via De Amicis 8 • Supercarni - Via Roma 16 (Fronte Comune) • Bresso Tabacchi - Via Papa Giovanni XXIII,14 • Wang bar ristorante italo cinese

Infanzia

Aperte le iscrizioni agli asili nido e agli eventi online per le famiglie A Bresso si lavora con attenzione alle famiglie e ai bambini, per aiutare i genitori nella ripartenza dopo questo anno difficile. Dopo gli open day della scorsa settimana, sono aperte fino al 14 maggio le iscrizioni per le graduatorie dei nidi comunali per i nati dal 1 gennaio 2019 al 30 aprile 2021. L’amministrazione comunale ha anche dato vita a una rete di supporto per i genitori con alcune figure professionali che, grazie alla collaborazione tra il Comune e il Centro della Famiglia, potranno partecipare ad alcuni eventi online. Gli appuntamenti, pensati in orario pomeridiano, che partiranno il 23 aprile e proseguiranno fino a fine giugno, si rivolgono a genitori con bambini nella fascia 0-1 anno e saranno dedicati a diversi temi, dall’allattamento, al sonno, alla lettura e alla musica. Le famiglia interessate possono rivolgersi all’ufficio Prima infanzia e alla mail paola.fabrizio@bresso.net.

- Via Ambrogio Strada 56 • Lavanderia Dacor - Via L. Da Vinci 21 • Aero Club Milano Lounge Coffe & Restaurant - Via A. Gramsci 1 • Piscina Gestisport - Via Luigi Strada

• Pasticceria Dolce Mania - Via San Giacomo 10 • Square Lounge Bar - Via Vittorio Veneto 18/F • Centro Anziani Bresso - Viale Lurani 14 • Studio Dentistico Dental 2 Erre - Via XXV Aprile 4


Bresso

22 aprile 2021

15

AMBIENTE || L’assessore del Comune di Milano ha spiegato lo stato di avanzamento di vasche e depurazione

«Questa è la fine dell’incubo Seveso» Marco Granelli ha fatto il punto sul progetto del Parco Nord di Gaia Caracciolo La realizzazione della vasca di laminazione procede e l’assessore alla Mobilità e all’Ambiente del Comune di Milano Marco Granelli è intervenuto per aggiornare i cittadini. «Dopo 45 anni con 116 esondazioni la fine dell’incubo Seveso è a portata di mano e la pulizia e controllo delle acque non sono più un sogno», ha dichiarato l’assessore dal Comune di Milano Granelli, analizzando la situazione dei 6 cantieri attivi lungo il corso del fiume. «Il cantiere di Milano procede alacremente con lo scavo della vasca, la costruzione del manufatto di ingresso e uscita dell’acqua e la sistemazione delle sponde del Seveso», ha continuato. Lavorando su tre fronti in contemporanea, gli interventi sono continui: «Questo è un momento di particolare intensità del cantiere e si cerca di diminuire i disagi per chi abita vicino: si bagnano le piste percorse dagli autocarri, verranno posti alcuni teli sulla terra pulita accatastata in cantiere che servirà per modellare le sponde della vasca, si lavano le ruote degli autocarri, si gestisce ingresso e uscita degli autocarri solo su via Aldo Moro a Milano, in un tratto di viabilità lontano dalle case», ha continuato l’assessore. Granelli ha ricordato come l’idea di un progetto integrato di vasche, pulizia e diminuzione degli scarichi sia stata sostenuta dal Comune sin dal 2012: «Solo lavorando con un pacchetto integrato si può cambiare

Ricorrenza

Conferenza online per la Festa della Liberazione

I cittadini

Nuovo presidio a Niguarda

una realtà incancrenita da decenni». Sulla questione degli scarichi, Granelli ha spiegato il nuovo sistema che utilizza i droni, presentato dall’unione Mentre i lavori procedono, comitati e cittadini continuano di Regione, Comune ed enti nella loro iniziativa per bloccare la realizzazione della vasca coinvolti e che è partito a marzo: all’interno del Parco Nord, che ritengono un pericolo per la salute «La sperimentazione realizzata degli abitanti del quartiere, oltre che un brutale intervento nei in Brianza ha permesso di censire confronti del verde della zona. Lo scorso lunedì in via Ornato, 680 scarichi in 15 chilometri, e nell’area del Lago di Niguarda, si è tenuto un presidio contro le da marzo 2021 con 100mila euro vasche di laminazione proposto dal Coordinamento Torrente di Regione Lombardia è estesa a Seveso. «Siamo presenti per parlare delle sentenze imminenti tutto il tratto del Seveso da Como e per spiegare la situazione anche ai cittadini di Niguarda a Milano. Un’attività importante per e di Bruzzano», hanno spiegato gli organizzatori. Un la lotta all’inquinamento, ma anche altro episodio che ha coinvolto molti cittadini per prevenire e gestire il rischio idraulico, e che sarà seguito da nuove manifestazioni diminuendo il carico di acqua sul fiume», degli enti coinvolti. ha concluso Granelli.

In occasione della ricorrenza del 25 aprile, l’amministrazione comunale bressese, insieme all’Anpi di Bresso, sezione ‘Giulio Grassi’, ha organizzato un appuntamento online sul canale YouTube del Comune. ‘La guerra, la resistenza, la liberazione’ è il titolo della conferenza che si terrà venerdì 23 aprile alle 20.30. A condurre l’incontro saranno Marta Busani, ricercatrice di storia contemporanea dell’Università Cattolica di Milano, e l’ex sindaco bressese Fortunato Zinni, autore del libro ‘I giorni del riscatto’. L’assessore alla Cultura Adriano Radaelli modererà l’evento, che sarà in diretta streaming sul canale YouTube Comune di Bresso. Il link è disponibile sul sito del Comune e la conferenza è gratuita e aperta a tutti.


16

22 aprile 2021

Cusano Milanino

F

CRONACA || Bomba carta contro la testimone a un processo

Ordigno esploso davanti a un negozio

Parrucchieri aperti domeniche e festivi Anche Cusano si prepara alla riapertura. Il sindaco Valeria Lesma ha firmato un’ordinanza per concedere la deroga sull’obbligo di chiusura nelle domeniche e nei festivi per parrucchieri, barbieri, toelettatori per animali, estetiste e tatuatori. Una decisione presa per aiutare queste attività, dopo una lunga chiusura, ad accogliere in sicurezza più clienti. «Con l’assessore al Commercio Elena Maggi e al Bilancio Silvio Rossini stiamo studiando anche altre possibilità per agevolare i negozi di vicinato e le piccole realtà produttive e artigianali del nostro Comune», ha annunciato Lesma.

Sono stati arrestati due ragazzi, ritenuti responsabili di reati di minaccia e danneggiamento

di Nicolò Gelao Una bomba carta esplosa, nella notte del 15 maggio 2020, all’interno della galleria di via Mazzini a Cusano. Da qui sono partite le indagini dei carabinieri che nella mattinata di venerdì 16 aprile a Cormano hanno dato esecuzione a un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emesso dal Gip di Monza, nei confronti di 2 indagati: un italiano, classe 1997, e un moldavo, classe 2000, ritenuti responsabili dei reati di minaccia, danneggiamento e porto di materiale esplodente. Le indagini sono state condotte dai carabinieri di Cusano Milanino: la deflagrazione dell’ordigno artigianale, posizionato in corrispondenza della vetrina

di un salone di parrucchiere e innescato sul posto dagli autori, aveva danneggiato gravemente la vetrina dell’esercizio. Nel corso dell’attività investigativa, i militari sono riusciti a identificare entrambi i responsabili, individuando anche l’auto utilizzata per gli spostamenti, riuscendo a mappare il percorso attraverso lo studio e l’analisi dei tabulati telefonici. Dalle perquisizioni domiciliari è stato inoltre possibile trovare gli abiti indossati durante l’azione e di riscontrare, anche attraverso l’esame dei telefoni cellulari agli stessi in uso, ulteriori ed importanti elementi a carico dei due. Tra questi, il movente del gesto, che è da ricercarsi in una deposizione che, nel mese di giugno, la titolare del negozio

SANO MILANINO Punti distribuzione CU • Bar Cristallo - Via Matteotti 7/B • Size Cafe' - Viale Matteotti 43 • Mondo Gelato

- Via D'azeglio 4 • Bar 28 - Via Cooperazione 2 • Ristorante Il Gabbiano - Via M. D'Azeglio 4

avrebbe dovuto fornire in qualità di testimone nell’ambito di un processo in cui entrambi gli arrestati erano imputati per il reato di lesioni personali aggravate ai danni di due coetanei, per fatti accaduti nel 2018 a Milano. La svolta nelle indagini è arrivata grazie all’intuizione del comandante della stazione di Cusano Milanino, che, ricordando la notifica fatta tempo addietro alla donna proprio in merito alla convocazione in Tribunale, è riuscito a indirizzare i primi accertamenti investigativi sui due giovani, ipotizzando che potessero aver agito con il chiaro intento di far desistere la donna dal testimoniare contro di loro. Per i due ragazzi sono scattati gli arresti domiciliari.

• Senza Fondo Cafe' - Via Sormani 57 • Civico 41 - Via Alessandrina 41 • Barissimo - Via Mazzini 17 • Sale e Zucchero - V.le Matteotti, 39/C • Prestige - V.le Matteotti 18 • Bar Brothers - Via Sormani 24

• Fotodigital Discount - Via Sormani 24 • Gran Cafe' Gi.L.Gi.Sas - Via Mazzini 11 • Punto Simply - Viale Buffoli, 35 • Q8 - Via Seveso • Locanda Caffe' - Via Zucchi, 20 • Milu' Caffe' - V.Le Marconi, 2 • Tintoria Arcadi Giuseppe

NOTIZIE

Vandali nella Torre dell’Acquedotto Teatri chiusi, artisti fermi: è la difficile situazione del mondo dell’arte nell’ultimo anno. A Cusano, una delle realtà più forti dell’arte cittadina, Aia Taumastica, ha anche subìto un attacco vandalico da parte di ignoti. Nella struttura della Torre dell’Acquedotto sono infatti entrate alcune persone che hanno distrutto l’interno della sede. I fondatori di Aia Taumastica hanno ringraziato la comunità per la vicinanza e ora attendono novità assicurative, in quanto l’edificio è di proprietà comunale.

- V.le Cooperazione, 43 • Panificio Oliva - Via Matteotti, 27/D • Farmacia Paltrinieri - Viale Cooperazione, 20 • Colo's Restaurant - Via Sormani, 119 • Ambulatorio medici associati - Viale Matteotti 28/a • Bar Motta di Mazzoran A. & C.

- Viale Cooperazione 3 • Studio Roentgen - Via Sormani, 67 • Mino Bistrot - Via Sacco e Vanzetti (Stazione Nord Cusano) • Panificio la briciola - Via Manzoni, 5 • Ghezzi cicli - Via Marconi, 68 • Il Cafferino - Via Omodei, 5

POLITICA |||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Fratelli d’Italia si allontana dalla maggioranza La giunta Lesma perde il sostegno del partito cittadino Fratelli d’Italia. «Sono passati due anni dalle elezioni e non abbiamo visto alcun miglioramento nella qualità della vita degli abitanti di questo Comune. Per questo il partito prende le distanze dalla giunta di Valeria Lesma, in quanto coerenza e pari dignità non sono i valori che la giunta sostiene», hanno dichiarato da Fratelli d’Italia. Il partito ha sottolineato di non aver mai chiesto incarichi in giunta ma che «abbiamo contribuito al successo elettorale con un fondamentale 7%». La reale percentuale dei voti di Fratelli d’Italia è in realtà di 6,66 e l’attuale sindaco avrebbe raggiunto ugualmente la percentuale necessaria del 50%+1 voto (venne eletta con il 56,84% dei voti). Questione di numeri risicati, che però possono spiegare l’assenza del partito tra i membri dell’attuale giunta. La decisione di Fratelli d’Italia di allontanarsi dalla maggioranza arriva qualche settimana dopo la nomina del nuovo assessore Federica Gorini, scelta dal sindaco senza modificare gli equilibri in giunta. Da Fratelli d’Italia quindi la disponibilità a lavorare per il bene comune resta, ma senza la fiducia al sindaco.

• Centro estetico Donna Chic - Via Isonzo, 8 • Beauty Lu - Via Marconi,16 • Fattoria degli Animali - Viale Cooperazione, 54 • Agenzia Mazzini 17 Re - Via Mazzini 17 • Signorelli Flowers & Coffee - Via Adda 2


Pubblicità

22 aprile 2021

17


18

Cusano Milanino

22 aprile 2021

LE CELEBRAZIONI PER IL 25 APRILE La cerimonia civile organizzata per la Festa della Liberazione dall’amministrazione e da Anpi, si terrà domenica 25 aprile e partirà alle 9.15 da piazza XXV Aprile con la deposizione della corona al Monumento ai Caduti di tutte le guerre. La Messa verrà celebrata alle 9.30 al Santuario Madonna della Cintura, e alle 10.30 verrà invece deposta la corona al monumento che

ricorda il sacrificio dei Combattenti per la libertà con l’accompagnamento musicale del Santa Cecilia e di Anpi. Per l’occasione l’assessorato alla Cultura ha organizzato la mostra fotografica e documentaria ‘Sulla strada della memoria’, visitabile il 22 aprile davanti al Municipio grazie alla collaborazione del Gruppo Fotoamatori, e lo spettacolo teatrale online ‘Chiedetelo al mio Cappello’, sulla storia degli alpini e curata da Pandemonium Teatro, disponibile gratuitamente su YouTube dal 25 aprile.

SICUREZZA || Il sindaco Valeria Lesma annuncia i prossimi passi per i controlli in città

Una città ipertecnologica

In due anni aggiunte 23 telecamere

Interventi all’asilo Codazzi Il giardino dell’asilo cusanese Codazzi è stato rimesso a nuovo. Gli interventi comprendono la potatura degli alberi, il rinnovo del fondo, il rifacimento delle pendenze e la rimozione dei vecchi giochi. La nuova area è stata attrezzata con una pavimentazione antitrauma e un castello per i bambini. Nell’attesa di vedere ricrescere l’erba, i piccoli utilizzeranno in via riservata, durante le mattine, il parco Tirelli. Le prossime manutenzioni riguarderanno i giardini degli asili Bigatti e Montessori.

Giornata Mondiale della Terra

di Monica Lanzi Costante attenzione alla sicurezza. Così ha descritto gli interventi sul tema del controllo del territorio il sindaco Valeria Lesma. «Al momento dell’insediamento vi era un’unica telecamera funzionante. È stato necessario riprendere in mano tutto», ha dichiarato il sindaco riferendosi a un progetto che ad oggi vede 24 telecamere attive e che non è ancora concluso. «Abbiamo stipulato una convenzione con la Cooperativa Edificatrice per creare in via Adda un nuovo punto di raccolta e veicolazione dei segnali video verso

F

NOTIZIE

In 8 mesi di attività, i volontari del gruppo cittadino Cammino & Raccolgo hanno aiutato a tenere pulita Cusano, sensibilizzando e coinvolgendo la comunità. Tra le ultime iniziative c’è quella organizzata in occasione della Giornata Mondiale della Terra, giovedì 22 aprile. Il gruppo ha chiesto ai cusanesi di approfittare dell’occasione per dedicarsi alla pulizia di un tratto delle vie di residenza, e ha ricordato l’importanza di una corretta differenziazione dei rifiuti e dell’utilizzo dei cestini nei luoghi privati e pubblici.

la centrale operativa della polizia locale», continua Lesma. Il punto si aggiunge a quello del Campanile di San Martino, appena sottoposto a manutenzione straordinaria, e sarà seguito da un terzo che verrà installato presso la Torre dell’Acquedotto. L’altro progetto comunale è quello del controllo dei varchi della città, in parte finanziato dal Ministero dell’Interno, per monitorare i veicoli in transito e rilevare informazioni utili. «Piccoli passi verso una città sempre più sicura», ha concluso Lesma.

Pubbliredazionale

Panificio Pasticceria ELLE

un bagno di salute Siamo aperti anche la domenica dalle 7 alle 13 in entrambi i negozi

Le esigenze della clientela ormai sono le più disparate, da chi sceglie pani alternativi per puro gusto a chi ne ha bisogno per motivi di salute. Non ne abbiamo mai fatto un discorso di mode alimentari, piuttosto ci è sempre piaciuto proporre tante varianti per dare la possibilità di scegliere e cambiare. L’ultima proposta, che sta riscuotendo un successo notevole, è il nostro pane alla propoli, realizzato con una farina di segale integrale e farina di grano tenero integrale di tipo 2, arricchita con propoli, yogurt greco e miele di tiglio, dove la funzione del miele non è quella di addolcire bensì di mitigare il gusto deciso della farina di segale integrale. Un pane che lievita per 12 ore grazie alla minima quantità di lievito di birra che contiene e che lo rende più facilmente digeribile. E per chi vuole fare un vero bagno di salute e vitamine, in vista della famigerata prova costume, nel negozio di via F.lli Bandiera ci stiamo sbizzarrendo con le centrifughe di frutta e verdura. Gli ingredienti li scegliete voi, noi ci limitiamo a lavorarveli e servirvi dei vivaci concentrati di gusto, sapore e salute!

Per rimanere aggiornati seguiteci sulle pagine Facebook Panificio Pasticceria ELLE V.le Matteotti - tel 0291477900 • Via F.lli Bandiera - tel 0294924675

SPECIALI I N A P I R T S O N I tici ane per diabe

P ro) rina di grano tene i integrali, senza fa al re ce li so n co (fatto a curcuma

Pane all ali Pane ai 5 cere avero a e semi di pap ap n ca i d a n ri Pane alla fa mut biologico Pane 100% ka integrale Pane toscano sole e mais di gira Pane con semi segale d Pane i Pane nero Pane giallo e) - su prenotazion a lt vo a n u i d lo (quel a Pane alla zucc rt gu o y e Pane propoli raceno sa o n gra Pane di farro e

Come sempre, non rimarrete delusi!

Panificio Pasticceria ELLE •

Via F.lli Bandiera 194 e V.le Matteotti 184 • 20099 Sesto San Giovanni


Pubblicità

22 aprile 2021

19


20

22 aprile 2021

SaluteSaluteSalute Avis

24 studenti dei Salesiani nuovi donatori artedì 13 aprile i Salesiani di Sesto San Giovanni hanno aperto le porte all’Avis. Con il passaggio della Regione Lombardia in zona arancione, gli studenti sono tornati tra i banchi di scuola, abbandonando, seppur in modo contingentato, la didattica a distanza. «Che bella la scuola con gli studenti», commenta il gruppo Avis di Sesto San Giovanni in un post su Facebook. Infatti nei giorni scorsi Avis ha fatto visita alla scuola dei Salesiani e 24 ragazzi hanno iniziato il loro percorso di donatori di sangue. Sono state raccolte 21 sacche raccolte, 3 idoneità e 1 visita di controllo. «Tanti sorrisi sotto le mascherine, battute e tanto calore come messaggi di speranza verso un futuro di generosa normalità», conclude l’Avis di Sesto, esprimendo tutta la gioia per la giornata trascorsa.

M

Benessere In cosa consiste la pratica

Mindfulness Ecco cos’è

Si tratta della meditazione occidentale legata ai precetti del buddismo di Martina Lucente

i chiama ‘mindfulness’ ed è una particolare pratica di meditazione occidentale, legata allo yoga. Il termine tradotto letteralmente dall’inglese significa ‘consapevolezza’. L’approccio si basa infatti sulla meditazione di consapevolezza (che deriva dal buddhismo classico) e consiste nel proporre un livello introduttivo di base di pratica di meditazione. Si deve però adattare a contesti quotidiani, all’esperienza di vita normale che sperimentiamo tutti i giorni. È un approccio quindi che può aiutarci a metterci in una diversa relazione col disagio. È un atto che parte dall’accettazione di sé e dalla semplicità. L’idea è quella di liberare la mente dai pensieri negativi, ma non è una ‘semplice’ tecnica di rilassamento.

S

Non è una religione o una filosofia, ma consiste nel liberare la mente dai pensieri negativi. Alla base dei princìpi di meditazione. Il primo ad aver descritto questa forma di meditazione occidentale è stato nel 1979 il biologo Jon KabatZinn dell’Università del Massachussets. La mindfulness si basa su 7 pilastri: astensione dal giudizio, pazienza, mente fanciulla o del principiante, fiducia, non pretendere risultati, accettazione e lasciare andare. Facendosi guidare da un professionista, si può scegliere di praticare la meditazione occidentale per superare traumi, ansie o momenti di stress. Questa pratica è stata considerata adatta anche ai bambini.


22 aprile 2021

Salute

Denti Garantire una corretta igiene orale

Come evitare le carie

nostro benessere è indubbiamente legato a quello della bocca. -Per proteggere i nostri denti e le nostre gengive è fondamentale scegliere un’alimentazione sana, equilibrata e povera di zuccheri: ogni pasto potrebbe mettere a rischio i denti ed è bene perciò scegliere con attenzione ciò che si mangia. È importante inoltre garantire il giusto apporto di vitamine e sali minerali, necessari a proteggere il cavo orale. Indispensabile inoltre curare l’igiene, spazzolando accuratamente i denti, e meglio inoltre evitare di fumare e consultare il dentista con assiduità, almeno una volta l’anno.

Il

Salute

21

Salute


22

22 aprile 2021

F i d o cerca

casa

In collaborazione con la Lega nazionale per la difesa del Cane Milano e con Codine alla Riscossa, sul Gazzettino trovate gli annunci sugli animali in cerca di una famiglia Bob: Sono nato l’1 marzo 2019. Sono piccolino, dolcissimo, molto buono e gentile. Cerco una famiglia per sempre. È adottabile anche a distanza. Per maggiori informazioni Lega Nazionale per la Difesa del Cane Milano - Via Martiri di Cefalonia 18 - Segrate (Mi). Tel. 02.21.37.864 cell 334.85.85.297.

Volga: dolcissima setter inglese nata l’1 marzo 2012, taglia medio/grande. È buona e affettuosa con tutti. È adottabile anche a distanza. Per maggiori informazioni Lega Nazionale per la Difesa del Cane Milano - Via Martiri di Cefalonia 18 - Segrate (Mi). Tel. 02.21.37.864 cell 334.85.85.297.

Nerone: Cane dolcissimo, è nato l’1 gennaio 2014, taglia media. Bellissimo e buono e affettuoso. È adottabile anche a distanza. Per maggiori informazioni Lega Nazionale per la Difesa del Cane Milano - Via Martiri di Cefalonia 18 - Segrate (Mi). Tel. 02.21.37.864 cell 334.85.85.297.

Laila: Questo è il musetto dolcissimo di Laila, bellissima cagnolina nata il 26 novembre 2018. Laila è di taglia media, molto buona e affettuosa, docile e gentile. Cerca una casa per sempre. È adottabile anche a distanza. Per maggiori informazioni Lega Nazionale per la Difesa del Cane Milano - Via Martiri di Cefalonia 18 - Segrate (Mi). Tel. 02.21.37.864 cell 334.85.85.297.

Pannolino: Mi chiamo Pannolino e capirete subito perché. Sono un micino tigratino di 1 anno e qualche mese, abbandonato quando ero piccolo piccolo. Una macchina mi ha investito causando la paralisi delle mie zampette posteriori. Ora cammino trascinandole e corro anche come un matto infatti sono molto vispo. Ma sempre per l’incidente non ho più il controllo dei miei bisogni quindi devo portare sempre il pannolino. Sono un micio buonissimo, un concerto di fusa continue. Mi hanno trovato e portato in stallo dalla proprietaria del canile, ma non posso restare. Se mi adotti, prometto che sarò un bravo micino, sempre buono e pronto alle coccole. Mi trovo in Puglia ma con una staffetta arrivo ovunque. Si affida non castrato con modulo di adozione e visita preaffido. Gradita mail di presentazione. Solo maggiorenni, no perditempo. Info Adottami col cuore Odv Cell 349.63.25.688 dopo le 16.

Un selfie con...

√√

Il Gazzettino

Il Gazzettino è dalla parte degli animali. Mandateci le foto dei vostri amici a quattro zampe e le pubblicheremo sulle pagine del giornale

Tutte le associazioni che si occupano di cura e difesa degli animali, i canili e i gattili del territorio milanese possono scriverci alla mail redazione@ilgazzettinodisesto.it per segnalarci amici a 4 zampe in cerca di una nuova casa


22 aprile 2021

S

23

A tutto PORT

SERIE C || Mancano 180 minuti alla fine del campionato della Pro Sesto: resta ancora viva la fiamma della speranza

Nessun alibi, tanta rabbia

Nelle ultime sei giornate sono stati fischiati cinque rigori contro i biancocelesti di Nicolò Gelao Sei rigori contro nelle ultime cinque giornate. Dietro a questi numeri bisogna leggere il secco post, pubblicato sulla pagina Facebook della società, con cui la Pro Sesto domenica scorsa annunciava la sconfitta contro il Grosseto. «Padroni di casa in vantaggio su rigore di Galligani, ennesimo penalty concesso contro i biancocelesti». Poche parole, un messaggio nascosto? Forse da ricercare con un po’ di malizia. O forse no. Perché se in questo caso il malcontento è corso via social, non era stato lo stesso sette giorni prima, al Breda, contro l’Alessandria. Di fronte, la seconda forza del campionato, corsara a Sesto per 1-0. Un gol non su rigore, ma in quell’occasione furono diverse scelte arbitrali a far discutere. In ultimo l’espulsione al 90’ assai generosa di Mutton, per aver fermato una ripartenza a metà campo. Provvedimento eccessivo (a gara conclusa) che è costato all’attaccante la trasferta in Toscana. Nessun alibi (alcuni dei rigori c’erano, altri no), ma tanta rabbia. Come quella che il patron Ferrero

ha espresso in prima persona al Breda nell’ultima in casa. Protesta rimasta inascoltata, dato che sempre a Grosseto sullo 0-0 non è stato assegnato un gol alla Pro Sesto, con il pallone che sembrava aver superato la linea. Quella degli errori arbitrali non può comunque essere una giustificazione totale: mancano 180 minuti alla fine della stagione. Renate prima, Livorno poi per centrare una salvezza diretta che i biancocelesti meritano, visto quanto dimostrato nella prima parte di stagione. Solo così i problemi saranno dimenticati. O, forse, rimandati alla prossima stagione. Al tempo (si spera in Serie C) l’ardua sentenza.

Geas Basket

Sarà decisiva gara 3 a Bologna

Una trasferta amarissima (in tutti i sensi) a Bologna per il Geas Basket, che in gara 2 della serie perde contro la Virtus. Un ko (6957 il risultato finale) che arriva dopo la splendida prestazione in gara 1 giocata a Sesto, chiusa con un +28 finale (87-59). A decidere le sorti della serie sarà dunque gara 3, che si disputerà ancora a Bologna, giovedì 22 aprile alle 19. La vincente della serie affronterà la Reyer Venezia nelle semifinali dei playoff che assegneranno lo scudetto 2020-2021. ««Abbiamo perso un’occasione e questo è un peccato – ha commentato al termine della gara il coach delle rossonere Cinzia Zanotti -. Bologna ha praticamente tenuto la partita in mano per 40 minuti. Ora dobbiamo solo pensare alla prossima».

Brevi

Brevi

Brevi

L’Ares Ginnastica stacca il pass per le Final Six di maggio

Il sestese Edoardo De Rosa convocato agli Europei

Bottino pieno di medaglie per il Cigno Danza agli Assoluti

Arrivano ottime notizie da Napoli per l’Ares Ginnastica di Cinisello Balsamo. La società, infatti, è riuscita a centrare la qualificazione alle Final Six della Serie A. Per l’Ares la regular season del campionato di Serie A1 di artistica maschile e femminile si è conclusa con uno splendido podio ottenuto al Pala Vesuvio di Napoli. «I nostri magnifici 6 – dichiarano dall’Ares Ginnastica – si sono qualificati per la Final Six posizionandosi al secondo posto nella classifica generale della Regular Season; sul podio con Ares sono salite la Virtus Pasqualetti e la Pro Patria Bustese, premiati dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris». L’appuntamento è in programma dal prossimo 16 maggio.

I direttori tecnici della Nazionale Enrico Casella e Giuseppe Cocciaro hanno scelto i ginnasti che rappresenteranno l’Italia al nono Campionato Europeo: tra loro figura anche il sestese Edoardo De Rosa, dell’Ares Ginnastica di Cinisello Balsamo. «Edoardo nel 2018 è diventato campione europeo nella disciplina del cavallo con maniglie - ha ricordato il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano -. Un risultato importantissimo che gli è valso la medaglia di bronzo al valore atletico del Coni. Grande Edoardo, orgoglio sestese». Gli Europei di ginnastica artistica si disputeranno in Svizzera, a Basilea, dal 21 al 25 aprile.

Grandi successi ai Campionati Assoluti 2021 della Federazione Italiana di Danza Sportiva, svolti a Riccione, per le atlete sestesi del Cigno Danza, che portano a casa podi e successi. Asia Orlando si è classificata al primo posto nella Show Dance 15/16; Emma Orlando al secondo e terzo posto nella Show Dance e Modern Contemporary 8/12; è arrivato un secondo posto per Matilda Romita nella Jazz Dance 8/12. «Le difficoltà di questo delicato periodo ci hanno fatto ancor di più amare il nostro stupendo lavoro e comprendere quanto sia importante e prezioso avere una passione e la possibilità di coltivarla», dichiara Barbara Melica, direttrice della Scuola Cigno Danza, coach e coreografa della giovane squadra.


24

22 aprile 2021

Pubblicità