5_Gazzettino_11_3_21

Page 1

ANNO 10 NUMERO 5 - 11 Marzo 2021 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazione@ilgazzettinodisesto.it :::::: DISTRIBUITO a SESTO, CINISELLO, BRESSO e CUSANO :::::

SONO PARTITE LE SOMMINISTRAZIONI PER IL PERSONALE SCOLASTICO

Vaccini ai docenti Lombardia alla prova A pagina 3

SestoSanGiovanni

CiniselloBalsamo

Bresso

Le prenotazioni si effettuano sul portale della Regione Cusano Milanino

Motori Da pagina 5 a 7

Fermata la banda che ha colpito diversi Comuni lombardi

Una striscione offende l’impegno dei medici del Bassini

A tu per tu con la cooperativa sociale Mirabilia Dei

Inaugurata l’aiuola in memoria delle vittime del covid

A pagina 11

A pagina 12

A pagina 16

A pagina 18

Pagine 20 e 21

PORT S È il punto più basso

A tutto

di questa Pro Sesto? La gara di mercoledì al Breda si è conclusa con la sconfitta biancoceleste, per 2 reti a 0. Pesante il bilancio delle ultime partite. Da 4 mesi gli uomini di mister Parravicini non raggiungono la vittoria in casa. Pagina 23


2

*

Attualità

11 marzo 2021

Editoriale

Il termometro NAZIONALE di Marco Fabriani La grande confusione dei vaccini non si ferma. ‘Era già tutto previsto’, cantava il grande Riccardo Cocciante o, se preferite, un film già visto. Accordi fatti dall’Unione Europea con le aziende produttrici, ma non rispettati da quest’ultime. In campo anche l’azienda italiana di Caponago, in provincia di Monza e Brianza pronta a produrre il vaccino russo Sputnik, ‘satellite’ o compagno di viaggio. Ma torniamo al presente, alla realtà. Al momento le dosi sono dimezzate, consegnate con il contagocce, ma nonostante questo non riusciamo in molte Regioni d’Italia ad inoculare i sieri a disposizione. Così facendo, ci vorranno anni prima di vaccinare tutti gli abitanti dell’intera Nazione. Basta con le chiacchiere e gli annunci, si facciano i fatti. Abbiamo già perso troppo tempo, non sapendo fare un piano vaccinale adeguato. Ogni giorno si cambia e la colpa è sempre degli altri. Addirittura in mezza Italia mancano i vaccinatori, coloro che fanno l’iniezione al braccio. Medici di famiglia sì, medici di famiglia no. Farmacisti sì, farmacisti no. Questi ultimi, poi, sono bloccati da una legge del 1934 secondo la quale dovrebbero essere affiancati dai medici per le vaccinazioni. Ma questo non si poteva programmare a maggio? Non ci rimane altro che fare una battuta, augurarci quanto prima, la creazione di un vaccino per vie orali, una sorta di sciroppo. Mai dire mai!

FOCUS || I dati raccolti dal territorio sulla violenza e la disparità di genere

Donne, siate libere

Nel 2020 in Lombardia sono raddoppiate le chiamate ai centri di supporto di Margherita Abis ‘Siate libere. Qualsiasi cosa questo significhi per voi’. Il messaggio più accorato del Nordmilano, in occasione della festa della donna, è stato quello arrivato da Cormano da parte di ‘nonna Lucia’. Così si è firmata la donna di 86 anni che, in tempo di covid e di distanziamento sociale, ha voluto lanciare un appello a tutte le donne del suo quartiere. Con l’invito a cogliere le mimose da un cesto, lasciato a disposizione delle passanti. Forte e chiaro è arrivato il messaggio della signora Lucia: un messaggio di libertà. «Siate libere di essere ciò che credete possa essere giusto per la vostra felicità. Che sia essa con un buon lavoro, casalinga, con un figlio, senza figli, con un cane, senza cane, con un gatto, senza gatto, con un marito, senza marito, che ogni ‘con’ e che ogni ‘senza’ non delineino mai la vostra essenza». Ed è proprio la libertà il fil rouge da riavvolgere e seguire in queste occasioni, perché alcune date (certo, non solo) devono essere l’occasione per ragionare sulla violenza f isica, psicologica, economica e professionale subìta dalle donne, analizzando il tema della disuguaglianza di genere. E i numeri non sono certo incoraggianti. In Lombardia, al 15 ottobre 2020, secondo i dati registrati dall’Osservatorio

Regionale Antiviolenza, complessivamente le donne prese in carico dai centri antiviolenza delle reti territoriali sono state 6.527, di cui 1.913 hanno avviato il percorso nel 2020. Le chiamate effettuate al 1522 sono raddoppiate rispetto all’anno scorso (+118,8%), 2.055 in totale, ossia il 13,4% delle chiamate a livello nazionale. Se si considera la situazione dello Stivale, dall’inizio del 2021 a oggi sono state 12 le vittime di femminicidio, secondo i dati di Femminicidio Italia. I loro nomi sono stati ricordati uno a uno dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la cerimonia del Quirinale dell’8 marzo. Una vittima di violenza su 3 ha tra i 15 e i 70 anni: a confermarlo è l’Istat. Epicentro Iss ha codotto invece alcuni studi sulla relazione che esiste tra il genere e i disturbi depressivi.

Le donne, rispetto agli uomini, sono risultate essere più a rischio di soffrire di un disturbo d’ansia e dell’umore. Le giovanissime fino a 18 anni sono il 7%, mentre le donne over 65 che riportano disturbi depressivi sono il 17%. Si riflette anche sulla depressione post partum: sono a rischio il 20% delle neo mamme. E non aiuta il fatto che il 10% delle donne in gravidanza subiscano violenza domestica. Non meno signif icativi i dati che riguardano il mondo del lavoro. Come rivela Mamachat, sportello online di aiuto psicologico rivolto alle donne, il 74% del lavoro di cura non pagato ricade sulle donne. E il divario di genere si è allargato ulteriormente con l’emergenza sanitaria in corso. Nel 2020, con la pandemia, sono 312mila le donne italiane rimaste senza lavoro: secondo l’Istat rappresentano il 70% dei licenziamenti.

WELFARE || La Rete Salute e Sanità Pubblica ha incontrato le direzioni di Ats e Asst Nord Milano Direttore responsabile: Marco Fabriani Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazione@ilgazzettinodisesto.it Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza

Le ‘10 richieste’ giungono al vertice

Dopo aver organizzato un presidio davanti all’Ospedale di Sesto e uno davanti al Bassini, la Rete Salute e Sanità Pubblica (Rssp) ha incontrato le direzioni di Ats e Asst Nord Milano. Il comitato cittadino aveva richiesto un incontro già a novembre,

con 10 richieste per migliorare l’assistenza sanitaria pubblica ai cittadini. «I punti più urgenti rimangono: il numero dei medici di base, le attese troppo lunghe per ottenere visite specialistiche, le code inaccettabili per le prenotazioni e le ac-

cettazioni ai Cup e per scegliere o cambiare il medico di base - sostengono i rappresentanti di Rssp -. Nel mese di maggio ci sarà un nuovo incontro con i responsabili Ats e Asst per verificare che gli impegni presi abbiano dato qualche frutto».


Attualità

11 marzo 2021

SANITÀ || Lunedì mattina in Lombardia sono state avviate le prime somministrazioni per insegnanti e amministrativi

Covid, i vaccini al personale scolastico

Le prenotazioni per AstraZeneca sul portale della Regione di Margherita Abis Sono partite lunedì mattina, tra rallentamenti e qualche intoppo, le vaccinazioni per il personale scolastico dei 200mila istituti lombardi. La chiamata questa volta coinvolge i migliaia di insegnanti, assistenti e amministrativi, che la settimana scorsa avevano prenotato sul portale dedicato. Ad annunciarlo con soddisfazione è Uil Scuola Lombardia. «Ci verranno consegnati i dati che evidenziano che la variante inglese è presente ormai in Lombardia nel 64% del campione, con incremento dell’incidenza nella fascia di età 0-18 anni spiegano i referenti Uil -. Ciò non significa che il contagio e l’aumento è determinato dalla scuola in presenza,

si evidenzia che la variante inglese (e le altre che sono state individuate) colpisce una fascia di età più bassa. Come organizzazioni sindacali regionali siamo soddisfatti del risultato raggiunto e di aver portato alla Regione il dato che il personale scolastico, con o senza gli alunni e studenti in presenza, è sempre stato a scuola e ha svolto il proprio lavoro con passione e fatica data la situazione emergenziale. La priorità ora deve essere incentrata su tutto il personale scolastico, che invitiamo ad aderire alla campagna di vaccinazione». Il vaccino utilizzato è AstraZeneca e la Regione intende chiudere la campagna nel giro di un mese. Per quanto riguarda le università, l’accordo prevede la fornitura del

vaccino da parte della Regione direttamente agli atenei, che effettueranno le vaccinazioni in autonomia. Nelle prime giornate di iniezioni tutto è filato liscio, anche se ci sono state segnalazioni di persone che avevano ricevuto regolarmente l’sms dal sistema, ma che poi non figuravano negli elenchi dei pazienti da vaccinare. All’ospedale in Fiera a Milano, i primi insegnanti sono stati vaccinati dal personale del Policlinico, che nella prima giornata ha somministrato circa 1.100 dosi. Secondo quanto riportato dall’Ansa, al Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo Da Vinci, lunedì una ventina tra medici e infermieri dell’ospedale Multimedica San Giuseppe sono stati chiamati a vaccinare 500 insegnanti.

IL CASO || Arriva la sentenza sulla contesa tra la giunta di Cusano e Città Metropolitana

Il Tar: i fondi non erano vincolati Il Tar della Lombardia ha pubblicato il 26 febbraio la sentenza della contesa tra la giunta e Città Metropolitana. L’amministrazione aveva infatti svincolato l’anno scorso i due milioni congelati nel 2018 per la realizzazione della linea tranviaria Milano-DesioSeregno, decisione in seguito alla quale Città Metropolitana aveva presentato ricorso chiedendo l’annullamento della delibera. Ma l’amministrazione cusanese aveva fatto questa scelta in quanto riteneva che l’accordo di programma presentato nel 2010, non ratificato in consiglio comunale, non

fosse vincolante. «Una piena vittoria per il Comune di Cusano Milanino. Male aveva fatto la giunta Gaiani a impegnare quei 2 milioni di euro, non essendovi alcun atto giuridico che giustificasse quel vincolo. E bene ha fatto la giunta a svincolare quella somma, con un atto giuridicamente ineccepibile, rendendola finalmente disponibile per Cusano Milanino», ha dichiarato il sindaco Valeria Lesma. La sentenza del Tar ha dimostrato che quei fondi potevano quindi essere svincolati e riutilizzati, andando ad aiutare la città in questo

difficile anno, e ha allo stesso tempo respinto la richiesta di Città Metropolitana di rimborso. Nell’attesa di conoscere i tempi e i costi dell’effettiva realizzazione della metrotranvia, e quelli del prolungamento della metropolitana, che molti preferiscono alla linea tranviaria e che altri invece ritengono utile in combinazione con la tranvia, a Cusano i fondi sono liberi. Monica Lanzi

Il dibattito sulla tranvia anima il Nordmilano Si continua a parlare di metrotranvia, una linea di trasporto che dovrebbe collegare i Comuni del Nordmilano arrivando fino a Desio e Seregno e di cui si è molto discusso come sostituto o come supporto al prolungamento della metropolitana. Dopo la decisione del Tar sui fondi cusanesi, 2 milioni di euro svincolati dalla giunta Lesma, il primo cittadino bressese Simone Cairo è tornato a parlare di numeri e costi per Bresso. Se la leva che ha permesso a Cusano di vincere il ricorso era la mancata ratifica dell’accordo del 2010, questo non vale a Bresso. Infatti in quello stesso periodo la giunta ratificò l’accordo imponendo al bilancio cittadino la quota di 3 milioni per la realizzazione della tranvia. Il sindaco Simone Cairo, spiegando il risultato ottenuto dalla giunta cusanese, ha infatti ricordato che la situazione è diversa per il suo Comune: «Nel 2010 a Cusano la giunta Ghisellini decise di non far ratificare l’accordo perché ritennero che l’opera avrebbe danneggiato il loro territorio e con la garanzia che lo loro quota sarebbe stata coperta dall’allora provincia. Anticipo che a Bresso nello stesso periodo ratificarono l’accordo e pende sul nostro bilancio l’intera quota di 3 milioni di euro da pagare». Il sindaco bressese ha aggiunto che le decisioni prese 10 anni fa «ci obbligano a finanziare un’operazione che non ci avvantaggia per la velocità di trasporto e ci danneggia per il commercio». Gaia Caracciolo

3


4

11 marzo 2021

Pubblicità


11 marzo 2021

5

Motori MotoriMotori Al volante Le regole da seguire

Così il motore dura più a lungo di Martina Lucente

ar durare il motore dell’auto più a lungo è possibile. Esistono una serie di trucchi e accorgimenti da mettere in pratica. Prima regola la manutenzione, senza dimenticare di procedere regolarmente al cambio dell’olio lubrificante: la cadenza da rispettare sarebbe ogni 15mila (massimo 20mila) chilometri, impiegando ovviamente olio di buona qualità. Sembrerà banale, ma è sempre bene ricordare di non tirare le marce. Particolare attenzione va prestata nel momento della ripartenza. Sulla ripresa bisogna evitare di accelerare

F

e tirare il motore a freddo, ma è sempre opportuno farlo riscaldare. Schiacciando tutto il gas si rischia di compromettere componenti e materiali come cilindri, pistoni e bronzine. Accorgimento valido soprattutto per le city car, che tipicamente hanno una ripresa meno sprintosa. È consigliabile poi evitare di percorrere molti chilometri con una scarsa quantità di benzina, perché il motore viene sottoposto a uno stress maggiore. Infine, da non sottovalutare il controllo dei liquidi: oltre all’olio motore vanno controllati periodicamente il liquido refrigerante e quello dei freni.

Pubbliredazionale

Agenzia Marinoni a Sesto da 70 anni

genzia storica, presente sul territorio dal 1950, Marinoni continua a essere un punto di riferimento per il mondo dell’automobile e delle consulenze. L’agenzia Marinoni, che continua a ricevere i clienti nella storica sede di via Roma 35 a Sesto San Giovanni, offre ai suoi clienti una vasta gamma di servizi: la consulenza e l’emissione di certificati, immatricolazioni e nazionalizzazioni. Rinnovare la patente, immatricolare ed effettuare passaggi di proprietà di ogni tipologia di veicolo, richiedere targhe sostitutive e ottenere servizi dedicati è molto semplice grazie alla preparazione dei

A

consulenti dell’agenzia Marinoni. «Offriamo molti servizi, tuteliamo i clienti e lavoriamo in modo accurato e attento per evitare qualsiasi complicazione futura - raccontano i gestori dello studio - Inoltre siamo attente all’innovazione informatica e alla digitalizzazione, siamo al passo con le richieste della pubblica amministrazione». Dopo due generazioni di Marinoni, le con-

sulenti sono rimaste le stesse da tempo immemore e dalle precedenti gestioni. L’obiettivo è portare avanti l’agenzia con la qualità e le competenze che hanno sempre contraddistinto Marinoni. «La presenza dei Marinoni è sempre stata molto particolare e attenta e noi continuiamo così, perché ci siamo sempre sentiti una famiglia», aggiungono.


6

11 marzo 2021

Motori MotoriMotori Pubbliredazionale Ecco la Wallbox Ford presentata da Ambrostore

Come ricaricare l’auto elettrica Grazie alle sue dimensioni ridotte l’apparecchio può essere installato ovunque: a casa, al lavoro, nel box i chiama Wallbox EVBox Elvi Ford ed è il nuovo sistema di ricarica per le vetture elettriche Ford. Grazie alle sue dimensioni ridotte, può essere installata ovunque: al lavoro, a casa, nel proprio posto auto privato o nel box. È sufficiente essere in possesso di una presa ad alta tensione: la Wallbox Ford può raggiungere i 7,4 kWh di potenza massima, e consente così di ricaricare l’auto in circa 3 ore e mezza. Può anche essere collegata a una normale presa di corrente da 2,3 kWh, con conseguente allungamento dei tempi di ricarica a circa 5 ore. I consulenti di Ambrostore potranno proporvi la Wallbox più adatta alle vostre esigenze (a partire da €625). Potrà essere ritirata presso il magazzino ricambi Ambrostore. Nel

S

kit di acquisto si trova anche il cavo di alimentazione che permette di collegare la Wallbox direttamente alla vettura Ford, mediante un connettore Mekkennes. Cosa bisogna fare? Scaricare e installare l’applicazione Ford Pass, collegare il veicolo e programmare l’attività di ricarica, definendo i tempi e l’orario di inizio. Questa pianificazione consentirà un notevole risparmio sulla bolletta dell’elettricità. Lo stato di ricarica può essere verificato direttamente dalla vettura, mediante i led di avvertimento oppure, in qualsiasi momento, mediante l’app Ford Pass. Fino al 31 dicembre 2021, la Wallbox Ford rientra negli acquisti che beneficiano della detrazione fiscale. Per info è possibile scrivere a info@ambrostore.it.

Pagamenti Le regole per la tassa da versare sul proprio veicolo

Il bollo: come calcolarlo l bollo è il tributo da pagare con cadenza annuale a seconda del mese di immatricolazione del mezzo di proprietà. Auto o motoveicoli con più di venti o trenta anni di età che abbiano un qualche interesse storico o da

I

collezione possono beneficiare del cosiddetto bollo ridotto. L’importo da versare per il bollo auto dipende dalla Regione di residenza e da altri fattori: potenza del mezzo espressa in chilowatt, decimali esclusi; classe d’inquinamento

di appartenenza: minore è la classe, maggiore sarà il costo applicato; per potenze superiori ai 185 kW, si va a pagare il cosiddetto ‘superbollo’: per questi motori è previsto un incremento per kW eccedenti i 185 di 20 euro l’uno.


11 marzo 2021

Motori

Motori

Motori Pubbliredazionale

King Smart

L’officina specializzata a 360 gradi

sperienza decennale e una specializzazione che la differenzia da tutti i concorrenti: sono i punti di forza dell’officina King Smart di Sesto. La sede, da circa un anno, è in via Cadore, dopo che il fondatore Angelo Alberga ha lasciato via Casiraghi dove aveva aperto la sua attività nel 2015. «Lavoro in questo settore da quarant’anni e dopo aver lavorato per 15 anni in Mercedes ho deciso di aprire questa mia officina» racconta Alberga. Da King Smart le protagoniste principali

E

sono le macchine Smart, anche se approfittando dello spazio più ampio l’officina ora si dedica anche ad altre vetture. «Ci occupiamo dell’auto in ogni modo, dalla meccanica, al cambio gomme, agli interventi sull’aria condizionata, prestando attenzione anche all’igienizzazione, sia in entrata che in uscita», aggiunge il proprietario. Non sono molti i meccanici che si dedicano alle Smart con tanta competenza: «Ho deciso di fare io questa pazzia e di specializzarmi nel trattare queste

Consigli Guida all’acquisto per le due ruote

Scegliere la prima moto senza sbagliare

uando si passa dall’auto (o dallo scooter) alla prima moto, bisogna tenere conto che la comodità non sarà la prima caratteristica da ricercare. Spesso ciò che cerca il motociclista è il piacere della guida. In molti consigliano come potenza ideale per una prima moto facile ma non eccessivamente è tra 40

Q

e 50 Cv, (tra l’altro il limite per i neopatentati). Se si vuole salire di livello, è meglio farlo con la seconda o la terza moto, quando ci si sarà abituati alle due ruote. Una buona risorsa sono anche le moto depotenziate, che dopo un breve apprendistato possono essere riportate ai loro

90-95 Cv. va comunque sempre considerato che motori di cilindrata e potenza maggiori, porteranno costi di gestione più alti. Per quanto riguarda i cilindri, va tenuto presente che il mono è il meno potente, ma il più aggressivo, mentre il 4 è il più potente, ma ha bisogno di salire di giri.

7

automobili, che sappiamo gestire per tutte le problematiche. Ora ci occupiamo in parte anche di altre marche, ma le Smart sono il nostro protagonista principale», dichiara Alberga, ormai conosciuto come il Re delle Smart. Essendo l’unico in zona ad avere questa specializzazione, Alberga accoglie nella sua officina clienti da tutto il Nordmilano, e a volte rigenera completamente delle vecchie Smart così da rimetterle a nuovo e venderle agli interessati.


8

Sesto San Giovanni

11 marzo 2021

Sesto San Giovanni

Lunga vita allo studio del dottor Trezzi La famiglia ha voluto proseguire la sua attività

il Punto il Punto il Punto

DAL TERRITORIO || Il medico di base era scomparso lo scorso dicembre

di Viola Bai Che lo studio del dottor Roberto Trezzi continui a funzionare, anche dopo la sua morte. A volerlo è la famiglia del medico di base, scomparso lo scorso 23 dicembre dopo essersi ammalato a causa del covid. Da quel giorno i suoi assistiti sono rimasti senza un servizio di prossimità: sono infatti stati assegnati a un ambulatorio che si trova al confine con Cologno, in via Fratelli di Dio. Da settimane i residenti hanno manifestato la necessità di avere un medico nel quartiere, soprattutto in un momento di emergenza sanitaria. Così, la famiglia Trezzi ha scritto al Comune mettendo a disposizione lo studio di via Monte San Michele, perché rimanga un

presidio socio-sanitario. «In questo modo potremo avere più possibilità di avere assegnato un nuovo medico proprio nel rione - spiega l’assessore ai Servizi sociali Roberta Pizzochera -. Questo mese è in programma un bando di Ats per reperire nuove figure professionali da inserire negli ambiti rimasti sguarniti. Ats ci ha indicato che, se il Comune indica un luogo dove inserire il servizio, chi accetta l'incarico accetta anche di restare in quella

O SAN GIOVANNI Punti distribuzione SEST • C.C.Vulcano - Viale Italia 555 • Milano senza glutine - Viale Gramsci 538 • Distributore Q8 - Via Grandi • Biblioteca civica Sesto S. G. - Via Dante • I love Shopping - Via Cesare da Sesto 134 • Palestra spazio fitness Via Pisa 134 • Paninoteca Bass - Piazza Trento Trieste 32 • Shell - Viale dei Partigiani 83 • Bar tabacchi Maria Viale Italia 1010 • Total Erg - Viale Fulvio Testi 196 • Palestra Fit - Galleria Dante 49 • Bonta' più - Via Picardi 4/16 • Baby Bazar - Viale Marelli angolo 24 Maggio 1

• Centro sportivo il Cigno - Via Domenico Fiorani 74 • G&G - Via Fratelli Picardi 28 • Panificio pasticceria San Mina - Via Giovanna d'Arco 176 • Buon pane di S. Giorgio - Via per Crescenzago 176 • Bar Chez Toi - Via Grandi 31 • Bar latteria Rogliano Salvatore - Via Pisa 190 • Agip - Viale Gramsci angolo via Montenero • Bar Break Point di Lamboglia Giuseppe & C. - Via Pisacane 1 • Kebab Magdy 2 - Via Rovani 102 • Studio Foto Express - Via Roma 23 • Piccolo Bar - Via XX Settembre 93 • Splash

- Via Firenze 52 • Ospedale di Sesto San Giovanni Istituti Clinici di Perfezionamento - Via Matteotti 83 • Parrucchiera Vanità di Genchi Donatella - Via Migliorini 22 • Palasesto - Piazza 1° Maggio • Bottega del Caffè - Via General Cantore 206 • Pasticceria artigianale Croissant D'Or - Viale Rimembranze 93 • Centro Carni Sestese - Via Boccaccio 192 • Vestri Dolce Risparmio - Via Montegrappa 32 • Il Forno di Arianna di Vento Arianna - Via Rovani 234 • Anna Abbigliamento - Via Don Minzoni 100 • C'era una volta il pane - Viale Casiraghi 223 • Copy & Print di Tura De Marco Valentino - Via C. Battisti 16 • Sestocopy Snc - Via Giuseppe di Vittorio 167 • Farmacia Lamiranda - Via F. Petrarca 111 • Associazione AVIS

Via Campestre 250 Può partire la riqualificazione È uno dei cantieri più attesi, annunciato più volte e mai partito anche a causa di un appalto - quello sulla gestione dell’edilizia residenziale pubblica - risolto in via anticipata tra la società Nagest e il Comune. In questi giorni, finalmente, sarà consegnato l’edificio di via Campestre 250 all’impresa che dovrà eseguire i lavori di riqualificazione, che consistono per lo più nell’efficientamento energetico. Il progetto porta la data del 2015, ma a oggi gli interventi avevano interessato soltanto pochissime unità abitative. Nei mesi scorsi si era conclusa la procedura per affidare i lavori, ma la pandemia ha causato l’ennesimo stop. Il cantiere, infatti, avrebbe dovuto aprire tre mesi fa, ma la ditta ha avuto le squadre di operai continuamente in quarantena e, così, si è fermato tutto per i contagi. «La ripartenza delle opere pubbliche è davvero delicata. Alcune imprese hanno attivato le casse integrazioni. Altre sono entrate in crisi e hanno deciso di abbandonare - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Lamiranda -. Altre ancora sono rimaste bloccate dai contagi tra le maestranze, come in questo caso». All’orizzonte ci sono 2 anni di lavori per una partita da 2 milioni di euro. L.L.

zona, senza andare in un’altra come accaduto in passato». Tutti i passi, insomma, sono stati fatti. «Abbiamo già approvato, in giunta, un atto di indirizzo e lo abbiamo presentato ad Ats. Non possiamo che ringraziare la famiglia Trezzi, che ha mostrato una grandissima sensibilità e attenzione ai bisogni della città». Di recente il consiglio comunale all’unanimità aveva voluto una targa in suo onore fuori dallo studio al rione Vittoria.

- Via Giardini 32 • Piscina Olimpia - Via Marzabotto 179 • Ortopedia Roll Star Italia (S. R. L.) Ausili Ortopedici - Via Carlo Marx 593 • Piscina Comunale De Gregorio - Via Saint Denis 101 • Panetteria Pasticceria Enzo E Daniela Snc - Via Saint Denis 185 • Bar Civico 44 - Via Padre Ravasi 44 • Mio Cafe' - Via Puricelli Guerra 14 • Farmacia Comunale - Via Saint Denis 85 • Farmacia Comunale n° 10 Marx - Via C. Marx 495 • Il giardino dei tigli - Via Risorgimento angolo F.lli Bandiera • Tabaccheria riv. 15 di Recalcati Enrico - Via Risorgimento 39/41 • Esso di Gobbi Paolo - V.le Rimembranze angolo via F.lli Di Dio • Farmacia Padre Pio - Via Fratelli Di Dio 79 • Bar Mela Verde

di Carluccio Domenico - Via Fratelli Di Dio 77 • M.D.B. sas di A. Mura & C. - Viale Rimembranze 175 • Biglietteria e tabaccheria Sergio - Via Cesare Battisti 47 • Bar Marzini - Viale Gramsci 42 • Cartofollia di Brambilla Orietta - Via F.lli Bandiera 65 • Ristorante Pentola d'oro - Via F.lli Bandiera 25 • Bar Decio Snc di Agati Davide e Fontanini Matteo - Via F.lli Bandiera 8 • CAF - UCI - Centro Assistenza Fiscale - Via Puricelli Guerra 21 • Lu Rong - Via Puccini 60 • Farmacia 777 - Viale Marelli 79 • Tabaccheria De Palma Margherita - Viale Marelli 22 • Bread And Coffee - Viale Marelli 138 • Marelli 79 Bar Ristorante - Viale Marelli 138 • Bar Barico di Borsa Alessio - Viale Marelli 79

• Farmacia Giannice snc Viale Matteotti 382 • Paradise Cafe' - Via Corridoni 159 • Cartoleria il Pellicano - Viale Matteotti 302 • Non solo pane - Via Cavallotti 127 • Bar tabacchi True Blood - Via Cavallotti 297 • Torti Pasticceria - Via XX Settembre 45 • Bar Farina - Via Oslavia 29 • Sesto Fitness - Via Po 26 • Il Forno Di Penati - Via Rovani 143 • Ambrostore - Via Carducci angolo via S. Francesco D'Assisi • La Trattoria - Via Di Vittorio 43 angolo Via dei Partigiani • D & B Cars carrozzeria - Via Pisa 198 • Centro Revisioni Romolo - Via F.lli Casiraghi 393 • Il forno sas di Roberto Cappelluti - Via Petrarca 123 • Elle pasticceria - Viale G.Matteotti 184

• Pasticceria Farina - Via Puricelli Guerra 131 • Biblioteca Marx - Via Curie 18 • Pratiche CAF - Via Rovani 171 • Al Boccaccio Sport and Food - Via Boccaccio 285 • Farmacia Metrò - Viale Marelli 348 • Centro Tenabiaco - Via XX Settembre 90 • Tennis Club - Via XX Settembre 162 • CRU Lounge Bar - Piazza Don Mapelli 2 • Distributore Q8 - Via Giuseppe Di Vittorio angolo via Manin • Elettronica Sestese - Via Petrarca 111 • Bar Elite Cafè - Via Marzabotto 243 • Bar Olimpia - Via Marzabotto 199 • L’Angolo del Gelato - Via Corridoni angolo via Sicilia • Il Sesto Regno - Via Giuseppe Mazzini 33 • Bau Wash di Vittoria Russo - Via Crescenzago 172


Pubblicità

11 marzo 2021

9


10

Sesto San Giovanni

11 marzo 2021

SOLIDARIETÀ || Caritas Salesiana lancia la raccolta intitolata al parroco

Un fondo in memoria di Don Ago Le risorse saranno destinate alle famiglie in difficoltà di Laura Lana Un fondo solidale dedicato a don Agostino Sosio, il parroco della chiesa di Maria Ausiliatrice, scomparso all’età di 66 anni a causa del covid, il 25 marzo dell’anno scorso. ‘Don Ago’, come lo chiamavano i fedeli della Rondinella, era stato tra le prime vittime sestesi del virus. A istituire il fondo è stata la Caritas Salesiana, che ha già raccolto 9mila euro: le risorse saranno destinate ad aiutare le famiglie che si trovano in una situazione di difficoltà a causa della crisi legata alla pandemia. Perché, anche dall’osservatorio dei volontari, la crisi si fa sentire in modo pesante. Basti pensare che in soli 9 mesi lo scorso anno si sono registrati 772 primi accessi ai servizi di sostegno. L’associazione vede 100 volontari, di cui 70 attivi, che con il loro impegno e le loro competenze hanno accolto 1.263 persone nell’arco del 2020. «Purtroppo sono numeri notevoli che, se da una parte fanno capire l’importanza del lavoro quotidianamente

svolto dai volontari, dall’altra registrano la dimensione della crisi sanitaria, economica e sociale in atto - sottolinea la Caritas . Prendersi cura di questa emergenza si manifesta attraverso un’ampia tipologia di servizi: dal trasporto per esigenze personali e sanitarie all’assistenza medica e infermie-

ristica, dal supporto psicologico all’orientamento lavorativo e sociale, senza scordare la fornitura di preziosi quanto essenziali pacchi viveri. E in questo c’è anche il contributo attivo degli studenti, che con la Caritas svolgono anche percorsi di alternanza scuola/lavoro».

BreviBreviBrevi Emergenza covid Riattivato il Coc

Le donne festeggiate con il teatro online

Verso le elezioni Foggetta candidato ‘popolare’

È stato riattivato lunedì 8 marzo il numero emergenza covid del Comune di Sesto San Giovanni. I contagi aumentano e la popolazione ha bisogno di supporto. I sestesi che vogliono richiedere informazioni generiche oppure farmaci a domicilio o ancora consegna di pasti caldi a casa, possono chiamare lo 02.24.96.922 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17. Con il numero di emergenza torna di fatto attivo il Coc (Centro operativo comunale), che vede il coordinamento di associazioni e amministrazione comunale per la gestione dell’emergenza covid.

La Giornata internazionale della donna non si esaurisce l’8 marzo. A Sesto San Giovanni due appuntamenti per celebrare le donne anche nel weekend, con una formula curiosa: l’esibizione di teatro online. Sabato 13, alle 18, una lettura scenica basata sui racconti di tredici donne scritti durante la pandemia. Lo spettacolo si può seguire in diretta attraverso il link sul sito del Comune. Sempre sabato 13 marzo Mirko Lanfredini, presidente del Teatro della Verità, legge e interpreta alcuni celebri brani della musica italiana dedicati alle donne. Le letture si possono ascoltare e vedere sul canale YouTube personale di Lanfredini.

Le elezioni a Sesto San Giovanni si terranno nel giugno 2022 (covid permettendo) ma intanto compare il primo nome in corsa per la carica di sindaco. Si tratta di Michele Foggetta, già consigliere comunale con la Federazione della Sinistra, che è stato candidato dal ‘volere popolare’: oltre 100 cittadini hanno firmato una lettera per sostenere la sua candidatura alle prossime amministrative.E Foggetta stesso ha risposto: «È arrivato il momento di far partire un percorso di ‘Cantiere politico’ che crei un programma e una coalizione. Dopodiché auspichiamo delle primarie di coalizione».


Sesto San Giovanni

11 marzo 2021

CRONACA || Fermato l’uomo responsabile di diversi furti in Lombardia

Le telecamere inchiodano la ‘Banda dei cimiteri’ di Margherita Abis È stata sgominata la ‘banda dei cimiteri’, responsabile di diversi colpi in tutta la Lombardia. La lunga indagine è stata compiuta dal Nucleo operativo di polizia giudiziaria della polizia locale di Sesto San Giovanni. Le ricerche sono state avviate in seguito a un furto avvenuto a novembre, all’interno del magazzino del Cimitero Nuovo; e hanno portato a individuare il leader della banda: si tratta di M.H., un 27enne dedito a nomadismo. L’uomo, che ha agito insieme ad altri quattro individui, è stato deferito all’autorità giudiziaria e denunciato a piede libero: ora nei suoi confronti è stato richiesto un provvedimento restrittivo. Curioso il modus operandi, utilizzato non soltanto a Sesto ma anche in altri territori lombardi: Lecco, Milano e Bergamo. La banda ha atteso la chiusura serale del cimitero. Dopo aver tranciato con un flessibile il cancello, l’uomo si è introdotto nell’area forzando la porta del magazzino, insieme a un complice, rubando utensili per un valore totale di 4mila euro. A inchiodare il 27enne sono stati i dispositivi

di videosorveglianza installati nell’area del Cimitero Nuovo. Dalle immagini, gli investigatori sono riusciti a isolare un frame che evidenziava un particolare tatuaggio dell’uomo, con il nome della sua compagna (e proprietaria del veicolo utilizzato per il furto). La stessa banda ha messo a segno almeno altri quattro colpi simili in Lombardia. A dicembre, in seguito agli alert emanati dalla polizia locale di Sesto, lo stesso veicolo è stato intercettato nel territorio di Liscate dalla polizia locale dell’Unione dei Comuni dell’Adda Martesana. Ma dopo un inseguimento tra strade statali e viabilità urbana, la pattuglia era stata speronata e buttata fuori strada,

e del veicolo si erano momentaneamente perse le tracce. Il leader della banda è risultato irrintracciabile fino a qualche giorno fa finché, probabilmente ignaro dell’individuazione, si è presentato a una caserma di Milano per denunciare lo smarrimento dei documenti. Una volta identificato, l’uomo è finito nel registro degli indagati. «Ringrazio gli agenti che hanno condotto queste indagini - commenta il sindaco Roberto Di Stefano e sottolineo l’importanza di avere sul territorio uno specifico nucleo operativo di polizia giudiziaria, che sta dando grandissimi risultati. L’uso delle tecnologie, come in questo caso, si rivela fondamentale». «Complimenti agli uomini diretti dal comandante Brighel - dichiara l’assessore alla Sicurezza, Claudio D’Amico - per l’ottima operazione portata a termine. A dimostrazione della professionalità e della preparazione dei nostri agenti, sempre presenti sul territorio per garantire sicurezza e rispetto delle regole». Ora proseguono le indagini finalizzate a individuare gli altri componenti della banda: si ritiene che il gruppo possa essersi reso responsabile di altri colpi.

11

Restyling

Piscina De Gregorio Avanti con i lavori di ristrutturazione Procede il restyling della piscina De Gregorio, che prende sempre più forma. Sono state completate tutte le demolizioni, i muri, la soletta del piano interrato e quella del piano terra, sono in corso la realizzazione dei solai del primo piano, dei muri interni a piano terra e al primo piano e della struttura della nuova vasca da 25 metri. Oltre a questa, verranno realizzate altre due vasche: una per bambini e l’altra per le riabilitazioni attraverso l’idroterapia. Sul lato corto delle vasche, al primo piano, ci sarà una palestra con una vetrata che darà proprio sulle piscine. «Un nuovo impianto moderno, sicuro ed efficiente», ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano, presente nel cantiere di via Saint Denis per un sopralluogo insieme ai tecnici del Comune e ai responsabili dei lavori.

Pubbliredazionale

PAPÀ:

festeggiamoli con ELLE Spesso sono quelli che in famiglia fanno la voce grossa, che si fanno capire solo con uno sguardo e che mettono soggezione. Ma alla fine altrettanto spesso sono quelli che ‘si rompono con un grissino’, perché dietro ad una corazza, nemmeno tanto spessa a dire la verità, si nasconde un mondo di bontà, tenerezza, di comprensione, che traspaiono da occhi pieni di amore e orgoglio quando guardano le loro ‘creature’. E quindi giusto far loro sapere quanto sono importanti, o quanto lo saranno i futuri papà, all’interno della famiglia, dove il ruolo è talvolta quello di mitigare le litigate mamma-figlio. Un ruolo, quello del papà, spesso offuscato da quello delle mamme, un po’ per tradizione e un po’ per consuetudine, ma complementare e mai secondario. Cosa dite, li vogliamo celebrare questi papà? Anche se burberi un regalo se lo strameritano!

Panificio Pasticceria ELLE •

Per rimanere aggiornati seguiteci sulle pagine Facebook Panificio Pasticceria ELLE V.le Matteotti tel 0291477900 Via F.lli Bandiera tel 0294924675

Come sempre, non rimarrete delusi!

Via F.lli Bandiera 194 e V.le Matteotti 184 • 20099 Sesto San Giovanni


12

11 marzo 2021

Cinisello Balsamo VANDALI || Imbrattato il cartello che era stato esposto lo scorso anno per ringraziare il personale sanitario dell’ospedale

«Complici» Offeso l’impegno del Bassini Ghilardi: «Ci troviamo di fronte a un gesto ignobile» di Nicolò Gelao Fin dalle prime settimane dell’emergenza sanitaria, fuori dall’Ospedale Bassini di Cinisello Balsamo campeggiava un cartello di ringraziamento a medici e infermieri impegnati nella lotta al covid. «Gli eroi indossano il camice. Grazie!», si leggeva sul cartello. Almeno fino alla mattina di giovedì 4 marzo, quando il cartello è stato brutalmente imbrattato. Cancellate le parole di ringraziamento, è comparsa la scritta: «Complici». Un messaggio chiaro, da parte di ignoti negazionisti, che hanno così offeso il lavoro di medici e infermieri

del Ricordo e, infine, quanto accaduto davanti al Bassini. «Ancora una volta ci troviamo di fronte a gesti ignobili e privi di ogni ragionevolezza nei confronti di chi ha contribuito, con professionalità, impegno e abnegazione, a salvare tante vite umane mettendo a rischio ogni giorno la propria. Le forze dell’ordine sono già al lavoro per visionare i filmati provenienti dalle telecamere di Atm poste lungo il tracciato della metrotranvia alla ricerca dei responsabili del vile atto», ha concluso Ghilardi.

del Bassini che da mesi lottano in corsia e che per tale impegno solo qualche mese fa avevano ricevuto la Spiga d’Oro, il massimo riconoscimento del Comune di Cinisello Balsamo. «Una grave offesa a tutti coloro che sono stati gli eroi nel corso di questo lungo e drammatico anno di pandemia», ha commentato il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi. Si tratta del terzo episodio di intolleranza in poche settimane: il primo durante un incontro online dedicato alla Memoria, il secondo legato al Giorno

SALUTE || Il gruppo riunisce cittadine di Cinisello che chiedono la riapertura dei punti sanitari

Donne in campo per i consultori Le donne di Cinisello Balsamo, riunite nel gruppo ‘Donne libere di scegliere’, hanno organizzato nel pomeriggio di sabato 6 marzo un presidio per la riapertura e l’ampliamento dei consultori in città. L’appuntamento era davanti al consultorio di via Alberto Da Giussano 3, nel quartiere Sant’Eusebio, chiuso con la pandemia e ora riaperto ma solo con i servizi di supporto psicologico. «Il consultorio deve garantire questi servizi: visite ostetriche ginecologiche e pap test, certificazioni di interruzioni di gravidanza, colloqui psicologi e sociali,

SELLO BALSAMO Punti distribuzione CINI • Oil one - Via San Denis 1 • Pasticceria Pan Bar Andrea - Via XX Settembre • Sala Assicurazioni - Piazza Gramsci 31 • Tabaccheria De' Tre Pozzi - Piazza Costa 43 • Pasticceria Costa - Piazza Costa 20 • Bar Gelateria Crema &

Cioccolato - Via Frova 34 • Panificio Colombo - Via Libertà 13 • Caffè I Portici - Piazza Gramsci 19 • Colors Solarium Estetica Tatoo - Via Dante 40 • Independent Smoke - Piazza Italia • Parrucchiera Nadia e Lorena

- Via Baracca 11 • Studio Musto Caf e Amministrazioni condominiali - Via Monte Santo 3/5 • Bar Milanino - Via I° Maggio, 25 • Think Independent per la tua casa - Via Liberta' 68 ang. Via Dante • Sara Assicurazioni - Via Aurora 9 • Bar Tabacchi Ribot - Via Risorgimento 6 • Bar Garibaldi - Via Garibaldi 39 • Bar Tabacchi - Via Garibaldi 20 • Colo's Cafè

Medicina

Il nuovo direttore di Ortopedia e Traumatologia Il dottor Roberto Vanelli è il nuovo direttore di Ortopedia e Traumatologia dell’Asst Nord Milano. «L’arrivo del dottor Vanelli qualifica ulteriormente l’offerta sanitaria dedicata ai pazienti che si rivolgono all’Ospedale di Cinisello Balsamo, all’Ospedale di Sesto San Giovanni e alla rete dei poliambulatori di Milano e Nordmilano», dichiarano dall’Asst Nord Milano. Durante la sua carriera il dottor Vanelli ha effettuato oltre 3.500 interventi di chirurgia ortopedica come primo operatore e altrettanti come secondo.

educazione alla sessualità e all’affettività, consulenze allattamento e, controllo della crescita del bambino, corsi di accompagnamento alla nascita, massaggio infantile», scrivono in una nota le donne del gruppo Donne libere di scegliere, che durante l’appuntamento hanno fatto firmare la richiesta di audizione alla Regione Lombardia per la riapertura e l’ampliamento dei servizi alle donne e alla famiglia. Sul nostro sito www.ilgazzettinometropolitano.it, nella sezione ‘Video e gallery’ è disponibile una raccolta di foto realizzate nella giornata.

- Via XXV Aprile 20 • Bottega del Gelato - Via XXV Aprile 38 • Da Vito - Via Risorgimento 90 • Nuovo Forno sas - Via Risorgimento 6 • Farmacia Risorgimento - Via Risorgimento 90 • Bar Marilyn - Via Risorgimento 51 • Automobile Club D'Italia - Via Appiani 2 ang. Via Risorgimento • Farmacia - Via Libertà 71 • Bar Gioia sas - Via Libertà 45

• Tropical Cafe' - Via Libertà 86 • Il Caffè della Piazza - Piazza Gramsci 42 • Cpiace - Via Frova 24 • 45 Studio Arch. Daniele Digiuni - Via Frova 5 • Cooperativa la Nostra Casa - Via Garibaldi 21 • RM Gomme - Via Abramo Lincoln 129 • AMF Farmacia Comunale 4 - Via Gran Sasso 30 • Planet Bar Pizzeria - Via Gran Sasso 21

• AMF Farmacia Comunale 3 - Via Guglielmo Marconi 121 • Bar Tre Stelle - Via per Robecco 94 • Airone 2 Bar e Caffe - Viale Fulvio Testi 140 • Cafè Carducci Virzi Salvatore - Via Carducci 2 • Bar Freddi - Via Beato Carino 5 • Centro Ortopedico Rinascita - Via Lincoln 1 • La bottega del vino Enoteca - Via per Bresso 236 • VG Estetica

- Via XXV Aprile 51 • Ristorante Fratelli d'Italia - Via G. Matteotti 72 • Pizzeria Odissea 21 - Piazza Andrea Costa 37 • Gran Brianza s.n.c. - Via Monte Grappa 129 • Unipolsai Assicurazione - Via Frova 1 • Matteotti ristorazione pizzeria-self service - Via Matteotti 27/29 • Piscina Costa - Via Meroni Pietro, 32 • Panetteria Moro - Via Garibaldi 75 • Centro Polisalute - Via E. de Amicis 67


Cinisello Balsamo

INCENDIO ALL’ORATORIO DELLA SAN PIO X Un incendio divampato nella notte tra il 3 e il 4 marzo all’oratorio della San Pio X di Cinisello Balsamo, al confine con Cusano Milanino, ha danneggiato parte degli spogliatoi della società di calcio ‘Serenissima’, che proprio nell’oratorio da anni porta avanti un prezioso lavoro nei confronti dei giovani. Dai primi accertamenti, le origini dell’incendio sarebbero da ricondurre a un cortocircuito generato dalla batteria di un tagliaerba lasciata in carica. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco di Sesto San Giovanni e Monza: fortunatamente, non si sono registrati feriti.

MUSICA || Il cinisellese a Sanremo con Aiello

Vegas sbanca l’Ariston ‘Gianna’ cantata in versione rap

BOOM DI RICHIESTE PER IL SERVIZIO CIVILE Complice forse la crisi economica data dalla pandemia, il Comune di Cinisello Balsamo ha raccolto tantissime richieste per il servizio civile. Sono arrivate infatti 100 domande per 35 posti disponibili nel bando. «È motivo di orgoglio per noi essere il Comune di riferimento per così tanti giovani perché significa che la nostra offerta è ritenuta valida – ha commentato l’assessore alle Politiche Giovanili, Daniela Maggi -. Anche quest’anno il bando per il servizio civile ha riscontrato un grande successo di partecipazione proprio perché ci proponiamo di dare ai giovani la possibilità di fare un percorso di crescita capace di valorizzare le loro competenze».

di Elia Fabio Silvestri Gli ultimi cantanti in gara nella serata delle cover, giovedì 4 marzo, ma alla fine è arrivato anche il loro momento, intorno alle 2 del mattino: Aiello e Vegas Jones sono saliti sul palco dell’Ariston di Sanremo con la loro versione di ‘Gianna’. Un omaggio al mitico pezzo di Rino Gaetano, che si classificò al terzo posto alla 28esima edizione del Festival di Sanremo, nel 1978. Quarantatré anni dopo, ‘Gianna’ è tornata sul palco dell’Ariston in chiave più ‘moderna’, con il cinisellese Vegas Jones che

ha proposto alcune strofe in chiave rap, ottenendo un grande effetto e un ottimo apprezzamento da parte del pubblico. «Chi l’avrebbe mai detto, dal quartiere all’Ariston - ha commentato il cantante di Cinisello Balsamo al termine dell’esibizione -. Sul palco mi sento a casa, è stato ‘crazy’. Grazie ad Aiello per avermi coinvolto e a tutti voi per il supporto». Il Festival di Aiello, il cantante che era in gara tra i big, non è però andato come si augurava: la sua canzone ‘Ora’ si è classificata al penultimo posto.

11 marzo 2021

13

Lieto fine

Una 14enne riportata a casa dai volontari Una storia a lieto fine quella che ha visto come protagonista una quattordicenne di Cinisello Balsamo che nel tardo pomeriggio di domenica 7 marzo si era volontariamente allontanata da casa. I volontari della protezione civile, allertati dalla famiglia, sono scesi in campo con ben 32 uomini per cercarla e riportarla a casa. E così è stato. Dopo l’allerta del padre, preoccupato per il mancato rientro della ragazzina, i volontari hanno dispiegato i loro mezzi per la ricerca che, fortunatamente, ha avuto esito positivo. La giovane è stata infatti ritrovata su un vagone della tranvia dove si era nascosta, accompagnata prima in caserma e poi riportata a casa. Un’attività di ricerca delle persone scomparse quella della protezione civile sviluppata da qualche anno grazie a diversi corsi di formazione.


14

Cinisello Balsamo

11 marzo 2021

CULTURA || Al via il concorso letterario legato alla manifestazione

‘Una Ghirlanda di libri’, parte 2

L’evento sarà il 25 e 26 settembre in Villa Casati Stampa di Nicolò Gelao Sono ripartiti i lavori per l’organizzazione della seconda edizione di Una Ghirlanda di Libri che si terrà il 25 e 26 settembre 2021 sempre nella prestigiosa location di Villa Casati Stampa di Soncino a Cinisello Balsamo. Il primo step è la raccolta degli elaborati che parteciperanno alla nuova edizione del concorso letterario ‘Qulture ti Pubblica@Una Ghirlanda di Libri’. L’iniziativa, che nel 2020 ha visto la partecipazione di numerosi autori provenienti da tutta Italia con novantacinque opere suddivise in quarantacinque poesie, trenta romanzi e venti racconti brevi, vedrà quest’anno la concretizzazione della sua mission con la presentazione dei quattro titoli vincitori pubblicati da Felici Editore. Alla cerimonia di premiazione dell’edizione 2021, che dovrebbe tenersi sabato 25 settembre a Villa Casati Stampa, verranno inoltre presentati i libri degli autori che sono stati

selezionati l’anno scorso. Le tre commissioni chiamate a selezionare le opere saranno coordinate anche quest’anno dalla dottoressa Michela Rossi, presidente di Associazione Qulture, e saranno composte da importanti figure della cultura contemporanea di tutta Italia. Associazione Le-

Misura anti assembramento Chiude lo spazio davanti al Pertini «A distanza di due giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza regionale che ha portato la Lombardia in zona arancione rafforzato e dopo un intenso weekend trascorso dagli uomini della polizia locale a informare e sensibilizzare la cittadinanza sulle disposizioni introdotte, l’amministrazione comunale ha stabilito di introdurre ulteriori misure di contenimento per evitare che si verifichino assembramenti nei punti più critici della città». Con queste parole il Comune di Cinisello Balsamo ha annunciato la chiusura dello spazio davanti al Pertini, dove nel fine settimana si sono verificati diversi assembramenti. «Entra in vigore l’ordinanza firmata dal sindaco che prevede la chiusura al pubblico dello spazio circostante il Centro culturale Pertini, compreso l’accesso a vicolo Stretto, tutti i giorni, dalle 16.30 alle 22». Una stretta prevista dalla normativa che i primi cittadini possono applicare per limitare i contagi. «Durante il fine settimana, complice anche il bel tempo, si sono verificati alcuni assembramenti nei parchi e in alcune aree della città dove le forze dell’ordine sono prontamente intervenute per far comprendere la necessità di rispettare le restrizioni. Anche alla luce dei numeri dei contagi, per salvaguardare la sicurezza di tutti e prevenire la diffusione del virus che corre ancora veloce, oggi abbiamo deciso di fare ricorso all’ordinanza per intervenire nei punti più critici che sappiamo essere abitualmente più frequentati», hanno spiegato il sindaco Giacomo Ghilardi e l’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Bernardo Aiello. E.F.S.

Ghirlande assegnerà anche quest’anno il Premio Ghirlanda’s Choice al miglior elaborato della sezione D (romanzo o raccolta di racconti): anche in questo caso il premio sarà la pubblicazione da parte di Felici Editore in una delle collane di Associazione Qulture. Pubbliredazionale

IL GIUSTO PROFESSIONISTA PER OGNI ESIGENZA

Nel centro odontoiatrico Dental Milano a Cinisello Balsamo il punto di forza è il lavoro di squadra Il centro odontoiatrico Dental Milano è una garanzia per la salute della bocca, grazie ad un approccio multidisciplinare e professionale, sotto la direzione sanitaria della dottoressa Denisa Dervishi. Ma quali sono i punti di forza di questo centro odontoiatrico? “Sicuramente la presenza di più medici dentisti e odontoiatri che vanno a formare una vera e propria equipe assistendo il paziente in toto: ci sono protesisti, chirurghi, esperti di conservativa, endodonzia e l’ortodontista” spiega la dott.ssa Dervishi. Non solo. Dental Milano può contare su una diagnostica di precisione grazie alla disponibilità di tecnologie digitali di ultima generazione come l’ortopanoramico e la TAC 3D. Per tutti i pazienti, di qualsiasi età, sono quindi a disposizione cure personalizzate e trattamenti specifici” prosegue. Un esempio? “Abbiamo maturato una significativa esperienza nelle più moderne tecniche di implantologia dentale, in particolar modo nel c.d. “carico immediato”.

zie a tale tecnica nella stessa giornata in cui vengono inseriti gli impianti in titanio viene anche posizionata la protesi fissa. Così facendo il paziente può recuperare il suo sorriso in un giorno, senza dover attendere i tempi necessari alla osteointegrazione (con i fastidi che comportano le riabilitazioni a carico differito).

In che cosa consiste la tecnica di implantologia a carico immediato? L’implantologia a carico immediato è una particolare tecnica chirurgica che viene applicata per riabilitare sia i singoli elementi dentali, sia l’intera arcata (inferiore e/o superiore), e la cui peculiarità è la celerità con cui il paziente può riprendere la normale funzione masticatoria (ed estetica). Ove le condizioni lo consentano, gra-

La tecnica di implantologia a carico immediato e dolorosa? L’intervento ha una durata breve e viene eseguito in anestesia locale supportato eventualmente dalla sedazione cosciente effettuata da equipe di anestesisti qualificati. Durante l’operazione il paziente quindi non prova dolore, ciò che può avvertire è tutto al più un lieve fastidio nel post intervento.

È una tecnica che si può applicare a tutti i pazienti? L’applicabilità della tecnica di implantologia a carico immediato è soggetta ad accurata valutazione del paziente da parte dell’odontoiatra, il quale, avvalendosi dei necessari esami radiografici, effettuati direttamente nel centro, terrà conto di diversi fattori, come quantità e qualità dell’osso. Tutti gli interventi svolti nel centro sono progettati meticolosamente sin dal principio.

Per maggiori informazioni o per prenotare una visita di controllo lo staff Dental Milano ti aspetta a Cinisello Balsamo in viale Fulvio Testi, 111. Oppure chiama il numero 02 359 550 88 o ancora visita il sito dentalmilano.it. Piani di pagamento personalizzati


Pubblicità

11 marzo 2021

15


16

11 marzo 2021

Bresso L’ASSOCIAZIONE || Una cooperativa sociale nata con l’obiettivo di supportare le persone con disabilità

Ecco a voi la Mirabilia Focus principali sono inserimento lavorativo e inclusione

di Gaia Caracciolo A Bresso, in via Don Minzoni, ha sede il Centro Socio Educativo Francesco Mariani, una realtà importante che si dedica ad accogliere e ad aiutare nell’inserimento lavorativo le persone disabili. Il Cse di Bresso fa parte della cooperativa sociale Mirabilia Dei, nata nel 2006 grazie all’impegno di persone che già da decenni si occupavano di disabilità e di accoglienza. Grazie alla possibilità di vivere nelle case delle famiglie della Cooperativa e con le diverse attività occupazionali creative proposte dagli educatori, gli ospiti vengono aiutati a potenziare la propria autonomia e a rendersi in-

dipendenti. Obiettivo principale è quello dell’inserimento lavorativo e dell’inclusione nelle realtà del territorio o presso le strutture della Cooperativa. «A ciascuno, secondo le proprie capacità, è chiesto di svolgere il proprio compito anche con fatica, condizione imprescindibile e fondamentale poiché possibilità di crescita» spiegano da Mirabilia Dei. Nel Cse di Bresso, i ragazzi si dedicano a diverse attività, come l’artigianato con laboratori per realizzare gioielli, bomboniere e manufatti in creta, la cucina e anche il giornalismo. Da qualche anno il Cse realizza grazie

Il Comune celebra la Festa della Donna

Vaccini: gli over 80 accompagnati dai volontari bressesi

Il Comune di Bresso, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, ha pensato a un dono culturale per tutte le cittadine bressesi. L’assessorato alle Pari Opportunità ha deciso di festeggiare tutte le donne con un buono sconto, del valore di 5 euro, da utilizzare nella settimana della Festa della Donna e fino al 13 marzo nelle librerie cittadine: lo sconto potrà essere utilizzato nella Libreria Al Girasole di via Roma 16 e nella Sartoria letteraria di via Villa 32.

ESSO Punti distribuzione BR • CAF Bresso - Via Roma 55 - Via Volontari del Sangue 2 • Cafe' Portici • Pescheria Catanese - Via XXV Aprile 41

all’impegno dei suoi ospiti un giornale in cui racconta attività e risultati. I temi sono tanti: gli ospiti del centro raccontano le città d’Italia che hanno visitato, i piatti che hanno cucinato, le passeggiate migliori nella zona e offrono ai lettori la possibilità di giocare con percorsi e cruciverba. Per scoprire tutte le belle attività del centro e la voglia di condivisione e di collaborazione degli ospiti, il Cse è presente su Facebook, che mostra bene come, come spiegano gli educatori, ciascuno partecipa alla realizzazione del bello e del bene comune e realizza sé stesso.

Sono già stati vaccinati a Bresso gli over 80 segnalati dai medici di famiglia come non autosufficienti e per i quali è stata predisposta la vaccinazione in città. Per non far spostare queste persone fino a Sesto San Giovanni, il personale sanitario di Asst Nord Milano e i volontari di Croce Rossa e Protezione Civile hanno accompagnato i cittadini nei locali dell’ex biblioteca, che il personale del Comune ha reso disponibili. Il sindaco Cairo ha dichiarato la piena disponibilità di utilizzare questo e altri spazi per le prossime fasi della campagna vaccinale.

• Antigua Caffe' - Via A. Villa 10 • Bar Madama cafe' di Roda snc - Via dalla Chiesa 1 angolo V. Veneto • Panificio pasticceria caffetteria Mana - Via Vittorio Veneto 24

• Lav@sciuga - Via Manzoni 17 • Il pane per tradizione - Via Manzoni 19 • Fratelli Li - La fabbrica dei sapori - Via Vittorio Veneto 109 • Panificio Villoresi di Turturro Francesco

- Via Villoresi 8 • Panetteria Mariani - Via De Amicis 8 • Supercarni - Via Roma 16 (Fronte Comune) • Bresso Tabacchi - Via Papa Giovanni XXIII,14 • Wang bar ristorante italo cinese

Sotto i riflettori

L’ex assessore Antonella Ferrari ospite al Festival di Sanremo Tra i numerosi ospiti di questa particolare edizione del Festival di Sanremo, molti hanno riconosciuto un volto noto non solo ai bressesi ma a tutto il pubblico italiano. Nella terza serata del festival infatti l’attrice ed ex assessore alla Cultura del Comune di Bresso ha portato in scena un incisivo monologo sulla sclerosi multipla, malattia contro cui lotta da anni, tratta dal suo spettacolo teatrale. «Io non sono la sclerosi multipla, io sono Antonella Ferrari, un’attrice. Questo palco è ossigeno puro», ha gridato con forza Ferrari, che proprio quest’anno festeggia 20 anni di carriera. Molti gli apprezzamenti giunti dalla sua città, tra cui quello dell’attuale sindaco Cairo: «Una bressese a Sanremo, brava Antonella» , e quello dell’ex primo cittadino Ugo Vecchiarelli.

- Via Ambrogio Strada 56 • Lavanderia Dacor - Via L. Da Vinci 21 • Aero Club Milano Lounge Coffe & Restaurant - Via A. Gramsci 1 • Piscina Gestisport - Via Luigi Strada

• Pasticceria Dolce Mania - Via San Giacomo 10 • Square Lounge Bar - Via Vittorio Veneto 18/F • Centro Anziani Bresso - Viale Lurani 14 • Studio Dentistico Dental 2 Eerre - Via XXV Aprile 4


Bresso

AMBIENTE || I tecnici di Cap stanno valutando lo stato della conduttura

L’acqua come futuro della città Cairo: «Dalle prime indagini risultati positivi» di Monica Lanzi Mentre si continua a discutere in città sulle problematiche legate alla costruzione delle vasche di laminazione, con proteste sul posizionamento nel Parco Nord e sotto le case del quartiere Papa Giovanni, il sindaco Simone Cairo ha ricordato un’altra proposta, che viene da lontano, e che potrebbe essere il futuro della città. Il primo cittadino ha infatti focalizzato l’attenzione sul canale che scorreva anni fa in via Villoresi nei campi e che arrivava f ino a Milano, poi ricoperto dalle costruzioni cittadine. Alcuni bressesi hanno però notato nelle ultime settimane alcuni tecnici di Cap impegnati in un’ispezione. «L’abbiamo richiesta per valutare lo stato di conservazione di questa conduttura e la possibilità che sia usabile per nuovi progetti di utilità pubblica. L’idea in valutazione è quella di immaginare in futuro che per circa il 30 per cento del nostro Comune possa esserci una

fognatura di acque bianche che non porti nel Seveso i temporali ma li disperda nel Parco in una zona lontana dalle case», ha spiegato Cairo. Il sindaco ha annunciato che le indagini hanno dato dei primi risultati positivi e che ora il prossimo passo spetta

ai tecnici, che dovranno elaborare idee per un progetto da realizzarsi negli anni futuri, nel momento del rinnovo delle opere pubbliche e private. «È il futuro, diverso dalle vasche di laminazione del Comune di Milano», ha concluso il sindaco.

11 marzo 2021

17

Bresso ricorda le ‘sue’ vittime: la cerimonia al circolo Libertas Il 28 febbraio 2020 uno degli anziani che frequentava il circolo bressese Libertas era risultato positivo al coronavirus. Davanti a questo virus ancora sconosciuto si era presa la decisione di chiudere il circolo ricreativo in cui molti bressesi trascorrevano ore serene giocando a carte. Da quel momento si venne a conoscenza del focolaio bressese e a distanza di un anno, con circa 90 cittadini attualmente positivi al covid, come risulta dall’aggiornamento dei dati del 6 marzo, in città si è tenuta una celebrazione in memoria delle vittime proprio davanti al circolo Libertas, luogo simbolico delle difficoltà e dei decessi di questa terribile pandemia. Il 28 febbraio 2021 le forze politiche di centro sinistra hanno organizzato questo momento di commemorazione in piazzetta Cavour, per ricordare tutte le vittime del virus. Tanti i cittadini intervenuti e anche alcuni rappresentanti politici. L’ex sindaco Ugo Vecchiarelli ha dichiarato: «Questa mattina tanti concittadini hanno voluto rendere omaggio alle tante vittime della pandemia a Bresso. E lo hanno fatto, raccogliendo l’invito delle forze politiche del centrosinistra, proprio davanti il Circolo Libertas dove un anno fa si sviluppò il focolaio che tanto ha colpito le famiglie bressesi. Una cerimonia semplice e toccante». Fondamentale è stato anche l’aiuto di protezione civile e dell’associazione ‘Mi prendo cura di Bresso’, i cui volontari hanno fornito e piantumato alcuni vasi di fiori. G.C.


18

11 marzo 2021

Cusano Milanino SOCIALE || Comune e associazioni inaugurano il ‘Monumento alla vita’

Un’aiuola per le vittime del covid

di Margherita Abis Sessantatré primule, una per ogni vittima cusanese del covid 19. Due file di colori: giallo e blu, bianco e rosso, a rappresentare le due associazioni che hanno fatto da traino in questo periodo di emergenza sanitaria, Croce Rossa e Protezione Civile. La piccola aiuola ‘spuntata’ un po’ a sorpresa davanti al palazzo comunale di Cusano Milanino è stata inaugurata venerdì scorso in occasione del primo anniversario del Coc, il centro operativo comunale aperto proprio il 5 marzo 2020 per fronteggiare l’emergenza. Data che coincide anche con il primo caso positivo in città. Oltre alle primule, in mezzo all’erba sorge anche una paulonia donata al Comune, la pianta del respiro, che ha la caratteristica di rilasciare nell’atmosfera una grande quantità di ossigeno ed è così diventata il simbolo della lotta al covid. Poi una targa, che porta gli stemmi degli enti alla guida del Coc e che recita ‘Monumento alla vita’. «Perché nonostante l’occasione sia triste, volevamo lanciare un messaggio di vita e di speranza», spiega il sindaco Valeria Lesma. Per l’anniversario, è stato dedicato

alle vittime del covid un breve momento di raccoglimento. Una cerimonia ‘in piccolo’ e non annunciata, per evitare assembramenti tra i cittadini, che ha visto la partecipazione del sindaco, dei rappresentanti delle associazioni, delle forze dell’ordine e del parroco. «Vogliamo ringraziare le forze dell’ordine e i volontari di Protezione civile e Croce Rossa - il commento del primo cittadino -. Con questo momento di commemorazione, abbiamo voluto ricordare le vittime del covid, ma anche rendere omaggio in generale a tutti i cusanesi deceduti in questo anno, perché a causa della pandemia non hanno avuto un ‘normale’ funerale e non hanno potuto avere vicini i propri cari». I momenti più significativi in questo anno di lotta al virus? «Sono stati parecchi gli attimi di tensione - afferma Loris Munizza, coordinatore della protezione civile -. Ma l’immagine più forte che porteremo nel cuore sarà forse questo momento di raccoglimento. Da oggi, quando passeremo davanti al Comune, ricorderemo la parte più triste della pandemia e l’immenso valore dei nostri volontari; nessuno si è mai

SANO MILANINO Punti distribuzione CU • Bar Cristallo - Via Matteotti 7/B • Size Cafe' - Viale Matteotti 43 • Mondo Gelato

- Via D'azeglio 4 • Bar 28 - Via Cooperazione 2 • Ristorante Il Gabbiano - Via M. D'Azeglio 4

• Senza Fondo Cafe' - Via Sormani 57 • Civico 41 - Via Alessandrina 41 • Barissimo - Via Mazzini 17 • Sale e Zucchero - V.le Matteotti, 39/C • Prestige - V.le Matteotti 18 • Bar Brothers - Via Sormani 24

Lite sfocia in accoltellamento Una lite è degenerata in un accoltellamento a Cusano. Un uomo di 51 anni, in seguito a una discussione nata per motivi economici legati all’eredità, ha ferito due ragazzi di 27 e 30 anni con un coltello. L’aggressore è lo zio dei due giovani, che si erano rivolti a lui per alcuni chiarimenti. Le ferite riportate erano di lieve entità e i due giovani sono stati dimessi con un paio di settimane di prognosi, mentre lo zio è stato denunciato in stato di libertà dopo l’intervento immediato dei carabinieri sul luogo della lite.

tirato indietro nonostante l’età, i rischi e la consapevolezza che potevamo finirci dentro tutti». Dal 5 marzo 2020 tanto è cambiato, lo raccontano Luca Vatalaro, referente del Coc per la Croce Rossa ed Emilio Ghiringhelli, presidente Cri Area Nord Milanese: «Siamo più consapevoli, conosciamo meglio il nemico che abbiamo di fronte. È vero, si tratta della stessa malattia invisibile, ma con un po’ di esperienza fatta sul campo di battaglia possiamo agire in modo diverso, con meno paura. Ma anche noi volontari i timori li abbiamo, ognuno di noi ha una famiglia a casa da cui spera di tornare. Ma continuiamo a svolgere un grandissimo lavoro». Anche i numeri delle emergenze gestite al Coc, oggi, sono differenti. Ma esattamente un anno dopo, il cambiamento maggiore anche nella Città Giardino è l’arrivo dei vaccini. «Garantiremo massimo supporto ad Ats e da sabato scorso stiamo accompagnando gli ultra 80enni non autosufficienti nel centro di via Lauro, per la prima dose di Pfizer - aggiungono i volontari -. Ecco com’è cambiato e continua a cambiare il lavoro del Coc».

• Fotodigital Discount - Via Sormani 24 • Gran Cafe' Gi.L.Gi.Sas - Via Mazzini 11 • Punto Simply - Viale Buffoli, 35 • Q8 - Via Seveso • Locanda Caffe' - Via Zucchi, 20 • Milu' Caffe' - V.Le Marconi, 2 • Tintoria Arcadi Giuseppe

F

NOTIZIE

Virus: i dati su positivi e decessi Secondo i dati forniti da Ats, le persone attualmente positive a Cusano Milanino sono 57, mentre i decessi dall’inizio della pandemia sono 63. L’età media delle persone decedute è 83 anni. «Alle famiglie delle vittime possa giungere l’abbraccio di tutta la comunità di Cusano Milanino», fa sapere l’amministrazione. I cittadini in quarantena possono telefonare al Coc (333.61.15.632 oppure 02.61.90.33.52) per attivare la consegna a domicilio di medicinali, spesa, pasti caldi e sacchi blu per la raccolta indifferenziata.

- V.le Cooperazione, 43 • Panificio Oliva - Via Matteotti, 27/D • Farmacia Paltrinieri - Viale Cooperazione, 20 • Colo's Restaurant - Via Sormani, 119 • Ambulatorio medici associati - Viale Matteotti 28/a • Bar Motta di Mazzoran A. & C.

- Viale Cooperazione 3 • Studio Roentgen - Via Sormani, 67 • Mino Bistrot - Via Sacco e Vanzetti (Stazione Nord Cusano) • Panificio la briciola - Via Manzoni, 5 • Ghezzi cicli - Via Marconi, 68 • Il Cafferino - Via Omodei, 5

SANITÀ ||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Il piano vaccinale: volontari in campo La fase di vaccinazione per gli over 80 è iniziata a marzo e anche in tutta l’area di Asst Nord Milano sono iniziate le somministrazioni dei vaccini per i cittadini over 80 non autosufficienti e non allettati. Sono 476 i cittadini dei 6 Comuni della zona, tra cui Cusano Milanino, che sono stati segnalati come non autosufficienti e per i quali sono partite le verifiche per valutare la necessità della vaccinazione a domicilio o la possibilità di recarsi, dopo essere stati prelevati dai volontari direttamente a casa, nei centri temporanei allestiti nei comuni. A Bresso, Cusano, Cormano, Cologno e Sesto sono stati allestiti dei centri temporanei che nei giorni scorsi sono stati utilizzati per le vaccinazioni dei cittadini non allettati ma che hanno difficoltà a raggiungere altri centri vaccinali e in particolare quello di Sesto San Giovanni. Gli 11 cittadini individuati sul territorio di Cusano sono stati accompagnati dai volontari della Croce Rossa. In città la struttura scelta per questo interventi è il Vax Point di via Lauro, che già da qualche settimana ospita gli studenti che devono effettuare i tamponi. La sede, ospitata nell’oratorio di Milanino, resta quindi aperta il martedì e il giovedì per i tamponi a studenti, insegnanti e personale scolastico, e dallo scorso sabato è aperta anche per le vaccinazioni. G.C.

• Centro estetico Donna Chic - Via Isonzo, 8 • Beauty Lu - Via Marconi,16 • Fattoria degli Animali - Viale Cooperazione, 54 • Agenzia Mazzini 17 Re - Via Mazzini 17 • Signorelli Flowers & Coffee - Via Adda 2


Cusano Milanino

11 marzo 2021

19

MANIFESTAZIONE || Lunedì mattina si è svolto il presidio dei genitori contro la didattica a distanza

Questa casa non è una scuola «Non possono essere sempre i ragazzi e le famiglie a rimetterci»

di Noemi Tediosi Un presidio colorato e pacifico, per dire ‘no’ alla didattica a distanza. Lunedì mattina i genitori di Cusano Milanino si sono ritrovati in piazza Cavour, per manifestare contro la decisione del Governo di chiudere le scuole. «Riteniamo assurdo che, a distanza esatta di un anno dalla prima chiusura delle scuole, non siano stati fatti interventi necessari per garantire il diritto allo studio e al lavoro in sicurezza. Non ci crediamo perché noi genitori conosciamo i protocolli utilizzati a scuola e vedo i bambini all’ingresso, tutti con mascherina e tutti ormai ligi alle nuove regole. Non possono rimetterci sempre loro e con loro noi genitori che da un giorno all’altro dobbiamo riorganizzare le nostre vite. È tutto aperto tranne la scuola e noi lavoriamo», dicono i genitori. La mobilitazione è partita dalla scuola materna Codazzi, per poi coinvolgere genitori, ma anche nonni, delle altre scuole del Comune. Lunedì mattina erano infatti un centinaio i partecipanti, sostenuti anche dal sindaco Valeria Lesma. I genitori stringevano fra le mani palloncini bianchi con l’hashtag: ‘questacasanonèunascuola’ e hanno attaccato alla cancellata diversi cartelli colorati con slogan di protesta. «Qui non si parla di voler parcheggiare i figli a scuola, ma di finirla con questo accanimento, ormai ingiustificato ai nostri

Green

Legambiente chiede lumi sul verde cittadino

occhi, contro le scuole, contro la socialità e la crescita dei nostri figli. La Dad non è scuola e la scuola non serve solo a immagazzinare informazioni. I bambini hanno bisogno di confronto, di socialità, di sperimentarsi, per crescere didatticamente

ma soprattutto a livello personale. Non si tratta di pazientare una settimana, sperando che sia solo una, ma di dire basta dopo un anno dove a questi bambini e ragazzi sono state tolte esperienze e tempo», chiosano mamme e papà.

Il circolo Legambiente di Cusano Milanino ha rivolto al sindaco Valeria Lesma alcune domande sulla situazione degli alberi in città, dopo aver notato un intervento sul verde cittadino. Nelle scorse settimane è stato tagliato un tiglio presente in via Tagliabue dal 1948, rimozione causata, secondo il Circolo, dalla vicinanza all’accesso di scarico merci al supermercato, per cui rappresentava un problema. Molti cittadini hanno fatto notare alcune altre rimozioni sul suolo di Cusano, causate probabilmente dal cattivo stato di salute degli alberi o da rischi e pericoli, ma i cusanesi e il circolo Legambiente chiedono di comprendere le motivazioni di questi tagli e invocano nuove piantumazioni.


20

11 marzo 2021

A BITA RE nel Nordmilano Pubbliredazionale Le idee di Coincasa

Design italiano per una nuova primavera Le forme creano la bellezza della casa l design è lo strumento intellettuale che ci consente di creare forme nuove, moderne e funzionali che aiutano a vivere nello spazio di casa. La filosofia di Coincasa è quella di offrire elementi di design per migliorare la qualità della vita, con prezzi sostenibili perché la parola ‘design’ non deve essere accostata a ‘esclusività’ ma a ingegno che trova la modalità di diffusione per tutti. Il design è frutto di studio, impegno e genialità tramite l’utilizzo di nuove

I

forme, di colori e la ritrovata funzionalità. Coincasa continua la sua ricerca dando spazio alla creatività per prodotti innovativi da portare nelle case degli italiani per una nuova stagione di freschezza e positività per il futuro. Con la nuova collezione si possono vedere la fluidità delle forme delle sculture, i colori delle poltrone e del tessile bagno e letto. Insomma un trionfo di novità e di qualità per tutti i clienti che vorranno visitarci presso il Centro Commerciale Vulcano.

Consigli Scegliere in base alle necessità

La zanzariera ideale Le tipologie più usate: rullo, battente o magnetica rullo, battente o magnetica. Ci sono diversi tipi di zanzariere. Ma ne esiste una migliore di un’altra? Difficile da dire. Sicuro, invece, che sia possibile scegliere a seconda delle esigenze della casa. La zanzariera a rullo è una delle tipologie di prodotto più utilizzate. Il sistema consente il ricambio d’aria ed è molto pratica: quando non viene utilizzata può essere agevolmente chiusa. Valutando invece a un modello a battente, è preferibile sceglierlo per quei punti di fitto passaggio. Può essere l’ideale, per esempio, per le finestre che portano al balcone. Le zanzariere magnetiche sono economiche e di facile installazione, oltre che durevoli nel tempo. Questa tipologia è particolarmente consigliata per chi ha un animale in casa: presenta infatti un’apertura centrale che consente il passaggio, richiudendosi immediatamente per lasciare fuori gli insetti.

A


11 marzo 2021

21

Tutto sull’abitare. Una rubrica del nostro Gazzettino Metropolitano per parlare di vivibilità, ambiente, innovazione e architettura nel Nordmilano. Con i consigli degli esperti del settore.

Antichità

Far rivivere i nostri mobili L’unico limite temporale che ha un mobile della casa è la nostra fantasia. Quando il segno del tempo presenta il conto, infatti, non è detto che i mobili siano per forza da buttare. Con un piccolo restauro e, appunto, un pizzico di fantasia è possibile risparmiare dando nuova vita agli oggetti dell’arredamento. Praticamente tutto si può rinnovare, senza dover eliminare. Armadi, cassapanche e comodini possono rinascere con un tocco di novità che, uniti a qualche altro oggetto di design specifico, rendono l’ambiente domestico completamente rinnovato e, soprattutto, moderno. Attenzione, però, a non commettere errori. Una volta restaurato un mobile, infatti, non sarà di fatto possibile tornare sui propri passi, quindi è sempre meglio affidarsi a un professionista.


22

11 marzo 2021

Pubblicità


11 marzo 2021

S

23

A tutto PORT

SERIE C || Sprofondo biancoceleste: la squadra di Parravicini naufraga in casa contro la Pergolettese. Adesso è crisi

È il punto più basso di questa Pro Sesto? Dopo il ko a Como arriva anche una sconfitta pesante al Breda

di Nicolò Gelao Adesso è davvero crisi nera. Anzi, biancoceleste. È pesantissimo il bilancio delle ultime quattro gare della Pro Sesto: 2 punti, 3 gol subiti, ma soprattutto 0 fatti. Che, se aggiunti al pesante ko di Olbia, portano a 5 gare consecutive senza gol per la Pro Sesto. È racchiuso tutto in questi numeri il momento complicatissimo che sta vivendo la squadra, nella parte cruciale della stagione. Da 450 minuti la formazione di Sesto

San Giovanni non va a segno e, a queste condizioni, è davvero difficile pensare a una salvezza tranquilla. Quella che si era data per certa il 29 novembre, dopo il successo (il settimo di fila) contro il Lecco, per 1-0. Da allora, incredibilmente, qualcosa si è spento: da quella data la Pro Sesto non vince al Breda. Quasi 4 mesi senza i 3 punti in casa, ma il bilancio è ancora più

pesante se guardato nel suo complesso: nelle ultime 9 gare giocate a Sesto San Giovanni i biancocelesti hanno raccolto appena 5 punti dei 27 disponibili. Quello che doveva essere un ‘fortino’ si è trasformato in una barchetta di carta in balia della corrente. E il fiume in piena della Pergolettese si è abbattuto a Sesto, rovesciando la fragile imbarcazione: 0-2 pesantissimo, sugli sviluppi di due calci piazzati. Una sentenza per Parravicini e giocatori, che appena tre giorni prima avevano perso 1-0, con onore e una svista arbitrale, sul campo del Como. Ma adesso non basta più guardare alle prestazioni, adesso contano solo i punti. Perché il campionato volge verso la sua fase finale e la distanza nei confronti della zona playout si è praticamente annullata: 3 punti di vantaggio (con una gara in meno) sul Piacenza, che arriverà al Breda il 28 marzo. È questo il punto più basso della stagione? Sì. Ma resta ancora la speranza che la barchetta torni a essere quantomeno un motoscafo che naviga verso la salvezza.

BreviBreviBrevi Matilde D'Andretta medaglia d’argento al ‘Trofeo Skate’ di Pescara

Somaschini al via del Rally del Ciocco «Tanta voglia di fare un buon lavoro»

Medaglia d'argento ai campionati italiani indoor, ‘Trofeo Skate 2021’ per Matilde D’Andretta. La cinisellese portacolori dell’Itk Skate ha partecipato alla manifestazione che si è tenuta a Pescara lo scorso fine settimana. L’argento arriva nella prova sui 2.000 metri, mentre nella finale dei 3.000 D’Andretta sfiora il bis: una caduta le ha impedito però di concludere la gara, negandole la seconda medaglia. Quinto posto nella categoria ‘Ragazzi’ per l’atleta dell’Itk Skating Riccardo Trovato: nella gara 3.000 metri a punti il cinisellese taglia per terzo il traguardo, ma vede sfumare il podio per un solo punto. La società cinisellese ha voluto dedicare la medaglia all’assessore Daniela Maggi «per aver concesso loro di allenarsi al pattinodromo comunale».

Nuovo appuntamento della stagione di Rachele Somaschini, che nelle scorse settimane ha annunciato il suo impegno anche su terra. Dopo la partecipazione al Rally Terra Valle del Tevere, Somaschini e Giulia Zanchetta torneranno ad allenarsi anche su asfalto. «Un fuori programma - ha annunciato Somaschini -. Saremo al via del Rally del Ciocco con la Citroen C3 R5, con il numero 36 sulle fiancate e tanta voglia di far un buon lavoro. Siamo qui per fare un po’ di allenamento sull’asfalto, un tipo di fondo dove non corro da un pezzo e con cui sento di avere ancora troppo poca confidenza. Un elenco iscritti importante, è una grande opportunità esserci». La manifestazione si terrà dall’11 al 13 marzo.

Basket

Il covid cancella la Coppa Italia del Geas Questa volta, ha vinto il covid. Nonostante il diritto acquisito sul campo di partecipare alla Coppa Italia di basket femminile, il Geas Basket non ha potuto prendere parte alla manifestazione a causa di un caso di positività al virus. «L’Allianz Geas comunica che al rientro dalla trasferta di Ragusa un membro dello staff ha evidenziato alcuni sintomi riconducibili al Covid-19 ed è stato sottoposto sia a un tampone rapido antigenico che a un tampone molecolare: entrambi hanno dato risultato positivo», hanno spiegato dalla società rossonera. Atlete in isolamento fiduciario per decisione della società e, di conseguenza, un passo indietro rispetto al torneo: «A seguito di questo risultato, e tenuto conto che questa persona ha trascorso tre giorni costantemente in contatto con tutto il team, la società ha deciso di mettere in isolamento fiduciario la squadra e lo staff fino a nuovi test. L’Allianz Geas è di conseguenza costretta a rinunciare con grande dispiacere ai quarti di finale di coppa Italia, manifestazione cui ha sempre dato un particolare rilievo nel corso degli anni, ritenendo prioritaria la salute dei propri tesserati».


24

11 marzo 2021

Pubblicità