Page 1

ANNO 3 NUMERO 3 - 23 Gennaio 2014 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com Tel. 02.83.41.32.90 www.ilgazzettinodisesto.it

:: TRASPORTI Nuovi rincari Atm contro i ‘furbetti’

Nuove antenne: boom di richieste in Comune

Ancora aumenti per i pendolari, ma questa volta solo per chi viaggia senza biglietto. Pugno di ferro di Atm contro i portoghesi A pagina 2

:: TENDENZA Quindici le domande presentate Operatori telefonici pronti a espandersi sul territorio cittadino. Sulla carta sono almeno 15 le richieste per il potenziamento e la posa di nuovi impianti A pagina 3

Ingrid Altomare, manager sestese 34enne, è una delle concorrenti del talent show di Flavio Briatore ‘The Apprentice’ in onda su Sky

:: MOSCHEA A pagina 8

Residenti scontenti al Restellone

Incontro chiarificatore tra cittadini e Comune sul centro islamico. Ma i residenti sono preoccupati: «A rischio la nostra identità» A pagina 5

:: CELEBRAZIONI Calendario ricco per il 27 gennaio

Spettacoli al Rondinella e una visita ai bunker del Parco Nord. Programma denso di eventi per il Giorno della Memoria A pagina 12

:: SPORT

LA DONNA DEL BOSS

Il Gazzettino di Sesto San Giovanni è anche online

www.ilgazzettinodisesto.it

La Libertas Volley regna imbattuta

CRONACA :: L’OPERAIO

Tredici vittorie nel girone di andata di Prima Divisione per le pallavoliste sestesi, che ora si preparano per il ritorno A pagina 14

Ha lasciato senza parole l’intera città il fatale incidente che mercoledì mattina ha coinvolto Agnese Scozzaro, 44 anni, mamma di tre gemellini, investita e uccisa da un furgone sotto casa, in via Cesare Da Sesto. La donna stava slegando la bicicletta dalla ringhiera del cortile quando è stata travolta da un furgone che si stava muo-

EGIZIANO ALLA GUIDA DEL FURGONE È SENZA PATENTE

Tragico incidente in centro Muore mamma di tre bimbi vendo in retromarcia e che è precipitato nel vuoto, trascinandola. Il mezzo, guidato da un egiziano regolare ma senza patente è di proprietà di una ditta che stava eseguendo dei lavori nel condominio. A nulla è servito l’intervento dei medici del 118: la donna è morta sul colpo. Il guidatore è accusato di omicidio colposo.


2

|

23 gennaio 2014

Attualità Dillo con un click

‘Nun te pago’, in metrò va in scena la protesta Un blitz in piena regola. Un centinaio di attivisti dei gruppi antagonisti lunedì pomeriggio hanno invaso la stazione del metrò di Sesto Rondò. Al motto di ‘Nun te pago’ hanno tappezzato le pareti e i tornelli di cartelli nei quali incitato i passeggeri a non pagare più il biglietto. Per essere più espliciti, hanno sigillato le obliteratrici dei biglietti con del silicone. La protesta, messa a segno da persone mascherate e irriconoscibili, ha lasciato dietro di sé una scia di danni e polemiche.

EDITORIALE

Le municipalizzate finite nell’immondizia E’ paradossale. Per anni le aziende municipalizzate sono state il simbolo e l’orgoglio della sinistra sestese. Oggi, improvvisamente (o quasi), si sono trasformate nel peggior fardello che l’amministrazione comunale possa portare con sé e che la politica possa sopportare. Il caso delle Farmacie Comunali che dopo anni di malagestione politica si sono scoperte gravate da un debito di oltre 2 milioni e mezzo di euro, e ridotte ad un passo dal fallimento, è noto ormai a tutti con il suo strascico di querelle politiche e sindacali. Molti hanno già dimenticato, invece, un’altra avventura scellerata della politica sestese, quella di Milano Metropoli/Bic, la società sovracomunale nata per produrre opportunità di lavoro e finita con un fallimento da circa 3 milioni di euro e la perdita del posto per quasi una trentina di dipendenti. Un fallimento bipartisan quello, visto che a governare il pomposo ente si sono alternati personaggi del centrosinistra e del centrodestra sestese, animati da stipendi mozzafiato. Oggi quella società è in parte gestita da un curatore fallimentare che fin dal primo giorno di attività è riuscito a produrne utili e che ora, a dispetto di partiti e amministrazioni comunali, si appresta a cedere tutto a una cordata di privati che nei loro piani hanno l’obiettivo di creare nuovi posti di lavoro e guadagnare. La parola Ctp forse a molti non dice più nulla. Invece, si tratta dell’ennesima società sovracomunale che per oltre un decennio ha gestito il trasporto pubblico locale. Anche questa realtà pubblica è stata liquidata tra le polemiche nel 2010. Eppure continua a costare ai comuni soci oltre 300mila euro l’anno a causa di contenziosi e cause che ne impediscono la definitiva chiusura. In tutto questo scenario, la vicenda di presunte irregolarità, di cui parliamo più diffusamente a pagina 3, compiute al Core (Consorzio Recuperi) non sono che la mesta conferma dell’incapacità delle amministrazioni comunali precedenti a gestire le aziende municipali. Il Core gestisce il termovalorizzatore di via Manin, e da solo svolge l’attività di raccolta e smaltimento rifiuti per alcuni comuni tra cui Sesto. A Sesto è da due anni in regime di proroga. L’azienda avrebbe dovuto cedere il passo già nella passata legislatura quando scadde l’ultimo contratto che la legava al Comune di Sesto. I suoi servizi di igiene urbana sono inefficaci, come ogni cittadino sestese verifica sulla sua pelle ogni giorno osservando strade sporche e cestini stracolmi. Il forno di via Manin è vecchio e una seria politica di recupero dei rifiuti potrebbe renderlo praticamente inutile. Eppure tra proroghe tecniche e ritardi della macchina amministrativa, continua a gestire i servizi più onerosi per la comunità di Sesto. Continua a pagare onerosi amministratori, l’ultimo dei quali è stato paracadutato da Milano grazie ad un accordo squisitamente politico tra Pd e Sel.

IL CASO :: PUGNO DI FERRO DELL’AZIENDA CONTRO I PORTOGHESI

Atm, contro i furbetti multe più salate

Sanzioni più care Se si paga entro 5 giorni si sborsano 50 euro di Niccolò Villa Pugno di ferro contro i portoghesi. Atm passa alle maniere forti e vara una serie di rincari per i ‘furbetti’ che viaggiano sui mezzi pubblici senza timbrare il biglietto. Le nuove ‘tariffe’ delle multe sono entrate in vigore lunedì 20 gennaio. I rincari sono significativi: sulla rete interna e sulle linee interurbane, il valore della multa standard per chi viaggia senza biglietto e decide di pagare nel momento in cui viene ‘pizzicato’ senza documento di viaggio, passa da 25 a 35 euro. Gli aumenti toccano anche lo schema delle contravvenzioni. Per chi paga entro cinque giorni dall’infrazione l’esborso è di 50 euro, mentre entro due mesi si sale a 65 euro. Chi non rispetta le scadenze riceve una multa da 120 a 150 euro. Il rincaro è in realtà un ritorno al

Posti riservati in rosa

Entro la fine di gennaio Atm completerà l’Operazione Cortesia. L’iniziativa ha come scopo quello di sensibilizzare l’utenza di metro, tram, bus e filobus a lasciare il posto a sedere a chi è più in difficoltà: ma non solo ad anziani o persone con problemi di deambulazione, anche a donne incinte e persone con bambini. Il personale dell’Azienda dei trasporti milanesi in questi giorni sta posizionando su tutti i mezzi i nuovi pittogrammi per segnalare i posti riservati che raffigurano un uomo con il bastone, una donna incinta e una persona con un bimbo. Sulle vetture l’adesivo sarà popassato, sizionato nello spazio tra il sedile e il finestrichiesto con no e la sua dimensione è stata ampliata forza da Atm fino a 22 cm per permetterne una duplice e ordinato daladeguata visibilità. la Regione con la delibera del dicembre scorso. Si tratta di una sorta di passo indietro perché la società di trasporto milanese aveva applicato una riduzione delle multe nell’aprile 2012. La multa standard era stata dimezzata da 50 a 25 euro. Ma in questo modo non tornavano i conti nei bilanci dell’azienda di trasporti e quindi anche nelle casse del Comune di Milano: si spendeva più nei controlli di quanto si riusciva a incassare coi verbali. Gli introiti erano crollati del 25-30 per cento. Ecco allora il più tradizionale ‘giro di vite’: arriva così la nuova manovra di rincari, con il

obiettivo di riequilibrare le entrate in rapporto ai costi e spaventare i furbetti. Anche perché i ‘furbetti’ del trasporto pubblico non sono pochi. Le ultime statistiche di Atm stimano per autobus e tram una quota di abusivi attorno al 10 per cento, mentre per il metrò la soglia cala al 3 per cento (cifra probabilmente dovuta alla chiusura dei tornelli anche in uscita). Le pratiche più diffuse sono il ‘salto della sbarra’ e il ‘trenino’ al varco. In un anno i controllori eseguono più di un milione e 600mila accertamenti e staccano 183mila verbali per titolo di viaggio non valido o non posseduto.


Attualità

23 gennaio 2014

|

3

NOVITÀ :: I PRINCIPALI OPERATORI TELEFONICI HANNO PRESENTATO I LORO PIANI DI SVILUPPO LOCALE

Guerra di onde elettromagnetiche Al Comune sono giunte richieste per almeno 15 nuove antenne ‘radio’

di Stefano Bini Con i segnali radio e Tv ci conviviamo ormai da decenni. Ma negli ultimi tempi è sempre più chiaro ed evidente che l’etere, ossia il mondo che ci circonda, è solcato ogni istante da centinaia di segnali radio e onde elettromagnetiche che, invisibili, ci attraversano, per fornirci alcuni dei servizi più all’avanguardia. Basti pensare al segnale che ci consente di telefonare e collegarci a internet con i moderni telefonini, per proseguire con le onde Wi-Fi presenti in ogni casa, in ogni palazzo per collegare computer, tablet e tv a internet. Onde che, ormai se ne parla sempre più spesso, in qualche caso possono avere effetti negativi sulla salute umana. E’ il caso dei ponti radio per la telefonia, sempre più spesso considerati il simbolo di questa guerra dell’etere e temuti come una moderna peste da chiunque sia costretto a convivere con ‘un’antenna telefonica’ vicino a casa. Ebbene: su Sesto San Giovani sta per abbattersi una vera pioggia di nuovi impianti per la telefonia mobile. Dopo anni di relativa calma, l’innovazione tecnologica (con l’introduzione dei nuovi sistemi Lte che garantiscono la navigazione veloce dagli smartphone) impon-

gono un nuovo massiccio aggiornamento degli impianti. Nei giorni scorsi i principali operatori telefonici hanno dovuto comunicare al Comune di Sesto i loro piani di espansione, in ottemperanza alle norme in materia. Sulla carta, sono ben 15 le richieste di potenziamenti e nuovi impianti. In particolare, Wind sembra essere particolarmente interessata a sviluppare l’attività sul territorio di Sesto con un piano che sulla carta identifica ben 15 nuove postazioni ‘radio’. Alcuni dei ponti telefonici sono già in costruzione, per altri si tratta al momento solamente di una dichiarazione di intenti. Si tenga conto che a Sesto San Giovanni nell’ultimo ventennio, ossia dalla diffusione delle prime reti Gsm, sono già sorti ben 23 ponti radio, diffusi su tutto il territorio, ammodernati e potenziati ad ogni rivoluzione tecnologica.

H3G (TRE) 0 Potenziamento dei ponti radio già esistenti VODAFONE 1 via Trento-Cavalcavia

WIND 10 Numero di impianti non ancora autorizzati o in costruzione (Stadio, Marelli, Rondò Rondinella, Parpagliona, Manin, Edison, Pelucca, Boccaccio, Casiraghi-Testi) TELECOM ITALIA 4 Stadio, Campari, Cavour, Picardi * Gli operatori telefonici hanno indicato solamente le aree di interesse e non vie o collocazioni esatte, in quanto generalmente sono in corso trattative con proprietà pubbliche o private

IL CASO :: PRESUNTE IRREGOLARITÀ DENUNCIATE DA UN EX FORNITORE: CIPRIANO SI PRESENTA IN PROCURA

Anomalie al Core Parte la denuncia

«Presunte anomalie e irregolarità nella gestione del rapporto professionale tra un ex fornitore e il Core». E’ questa l’ipotesi, supportata da una lettera firmata e recapitata nella sede di via Manini al Consorzio di recuperi energetici, che ha spinto l’amministratore unico Marco Cipriano a presentarsi alla Procura di Monza. Obiettivo: fare chiarezza. E spazzare via la nube che in questi giorni sta tingendo il cielo sopra il Core, il Consorzio i cui soci sono, insieme al comune di Sesto, anche quelli di Cologno, Pioltello, Segrate e Cormano. Quali siano le ‘anomalie e irregolarità’ al momento non è dato saperlo. Ma l’ipotesi che possano esserci stati casi di ‘mazzette’ è tra quelle che in questi giorni si sussurrano in città. Per il momento i fatti resi pubblici e i documenti sono gli unici a raccontare i passaggi certi della vicenda, sulla quale toccherà ora alla Magistratura fare maggiore chiarezza. «Alcune settimane fa è stata recapitata alla sede della società una missiva indirizzata all’allora direttore generale (Carlo Plenda, ndr), scompar-

so a novembre, a firma di un vecchio fornitore della società con il quale il Core non collabora più da oltre un anno - spiega in una nota diffusa nei giorni scorsi l’amministratore unico di Core Marco Cipriano -. Quest’ultimo segnalava talune presunte anomalie e irregolarità nella gestione del rapporto professionale che sarebbero state perpetrate negli anni scorsi e sino al 2011». La stessa lettera è stata nuovamente recapitata proprio a Cipriano nel mese di dicembre 2013. Fatto che ha quindi spinto l’amministratore unico a convocare i sindaci dei Comuni soci per informarli di quanto stava accadendo e, con loro, concordare la denuncia alla Procura. A loro volta, i primi cittadini, compreso il sindaco Monica Chittò, hanno informato i capigruppo in consiglio. Su chi sia l’ex fornitore che ha deciso di inviare le missiva in via Manin, vige il massimo riserbo. Ma sia la parte politica che i vertici aziendali sanno di chi si tratta. Nessun commento ufficiale arriva da palazzo, se non un sentimento comune di sconcerto e richiesta di chiarezza.


4

|

23 gennaio 2014

PubblicitĂ


Attualità

23 gennaio 2014

|

5

MOSCHEA :: NEL PRIMO INCONTRO COL COMUNE GLI ABITANTI DI VIA LUINI RACCONTANO TIMORI E INSODDISFAZIONI

«Il Restellone perderà l’identità»

L’amministrazione promette la completa riqualificazione urbana del quartiere Il maxi centro islamico si farà in via Luini, lungo la ferrovia. Non un centimetro più in là (nell’area recintata dal muro anti-rom) come richiedevano i residenti. Si è concluso sostanzialmente con un muro contro muro il primo incontro del comitato dei cittadini del Restellone con il Comune. Assente il sindaco Monica Chittò, impegnata a Roma per la direzione nazionale del Pd, a ribadire la bontà delle scelte dell’amministrazione ci hanno pensato il vicesindaco Felice Cagliani e l’assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Piano. «Ci prendiamo l’impegno di iniziare un percorso insieme agli abitanti del quartiere. L’idea è di organizzare una riunione al mese con i rappresentanti del rione per affrontare tutti i temi. Si partirà con l’illustrazione del progetto architettoni-

co, perché molto è stato detto e scritto su questo piano e non sempre corrisponde a verità». Una promessa che non consola i residenti. «Il dialogo doveva essere aperto prima e non dopo, quando ormai tutto è stato deciso e la convenzione con la comunità islamica è stata sottoscritta - hanno commentato amareggiati -. Anni fa quell’area era destinata a diventare un parco giochi. Invece ora ci troveremo la moschea. Oltre a tutti i problemi che già dobbiamo affrontare». Non solo la presenza dei rom, che negli anni scorsi aveva raggiunto soglie preoccupanti di occupazione abusiva, ma anche degrado e abbandono in un rione a confine con Cinisello e Monza. «Ci sentiamo discriminati - hanno spiegato Walter Turati e Tullio Attanasio, rappresentanti del comitato -. Abbiamo protocollato progetti e raccolte firme e non abbiamo mai ricevuto risposte. Siamo preoc-

cupati che un quartiere dove abitano 400 persone, con un solo accesso, venga stravolto». Viabilità, parcheggi, perdita di identità i timori indicati in un documento dal comitato. Beneficio collettivo, riqualificazione ambientale e urbanistica, presidio sociale i vantaggi elencati invece dall’amministrazione. La comunità musulmana nel giro di tre anni verserà al Comune 650mila euro, facendosi carico del 70 per cento delle bonifiche (il Municipio realizzerà quelle sulle aree pubbliche ‘collettive’) e di parte delle spese per la strada che collegherà le altre aree libere nella zona (dove sorgerà un quartiere artigianale). «Vogliamo essere dei buoni vicini di casa - ha risposto Boubakeur Gueddouda, presidente del centro islamico -. Proprio per questo investiremo oltre 500mila euro per un parcheggio interrato di un piano».

Farmacia Pelucca Apertura affollata Deserta la gara per ‘cedere’ il magazzino I conti si faranno alla fine, dopo l’analisi dei trend settimanali, per carità. Ma i primi due giorni della nuova farmacia Pelucca fanno intendere che l’operazione di trasloco e ristrutturazione commerciale potrebbe funzionare. Incassi da record in quel quartiere e in quel punto vendita, che settimana scorsa è stato spostato da viale Italia a via Campanella, nel portico riqualificato della Fondazione che gestisce casa di riposo e hospice. Solo la mattina dell'inaugurazione gli scontrini sono arrivati a 2.400 euro totali, oltre 800 euro solo nell’ora centrale della cerimonia. Numeri che potranno incrementarsi tra un paio di settimane, quando sarà al-

lestito l’ambulatorio con estetista, podologo, autoanalisi e altre prestazioni sanitarie. Rilancio, marketing, punto cosmesi, razionalizzazione dei costi di canone e utenze, ma soprattutto presidio sociale, apertura al quartiere e integrazione dei servizi di assistenza: ecco cosa è la nuova farmacia Pelucca. Sul fronte del rilancio del-

l’attività della municipalizzata il Comune segna anche un passo negativo: è andata infatti deserta la gara per dare in affitto il magazzino all’ingrosso. Nessuna offerta per il ramo d’azienda, che rappresenta da anni la vera zavorra delle farmacie sestesi. Si procederà ora con una trattativa negoziata. La legge prevede infatti che, dopo l’esito negativo del bando si possa trattare direttamente con soggetti che saranno ricercati in queste settimane. L’obiettivo è chiudere la partita entro la fine del commissariamento dell’azienda, previsto per il 5 aprile. Mantenere il magazzino rappresenta, infatti, per Asfc un costo non più sostenibile.

“la solidarietà”

INAUGURAZIONE :: AL VIA NUOVI SERVIZI AMBULATORIALI

Intanto i musulmani trattano per vendere l’edificio di via Veneto

IL PROGETTO

di Laura Lana

Messo in vendita il capannone di via Vittorio Veneto, al centro delle polemiche per almeno tre anni e destinato in un primo momento a diventare la nuova moschea di Sesto. La comunità islamica lo aveva acquistato proprio per questo motivo per 1,5 milioni di euro. «Il settore immobiliare è in crisi per tutti, non solo per i residenti di via Luini che devono svendere le loro villette. A oggi abbiamo ricevuto una sola offerta per il capannone di 500mila euro», fa sapere il presidente Gueddouda. Eppure l’operazione futura sembrerebbe già decisa da tempo: palazzine al posto dell’ex officina.

10.000 GRAZIE DALLA CONFRATERNITA Il sodalizio festeggia il terzo anniversario con la beneficenza «Diecimila buoni motivi per essere orgogliosamente soddisfatti». Parte da questa considerazione Achille Cerri, gran priore della Confraternita della Cappella, per commentare il raggiungimento del primo traguardo del sodalizio sestese, nato circa tre anni fa, per volontà di una trentina di professionisti, commercianti, artigiani, imprenditori e impiegati, che si sono dati come obiettivo quello di affermare e valorizzare la tradizione sestese cercando, allo stesso tempo, di offrire un piccolo contributo di beneficenza, a realtà locali che operano sul territorio per il bene comune. «Nella conviviale celebrata lunedì sera al ristorante ‘Caffè degli Artisti’ di Villa Zorn - spiega Achille Cerri -, con la donazione destinata all’associazione sestese onlus ‘Il Sorriso nel Cuore’, che sostiene malati colpiti da tumore, abbiamo raggiunto complessivamente quota

10mila euro come totale dei fondi fin qui raccolti e destinati a differenti realtà della nostra città». «Definirei la Confraternita della Capella come una realtà anomala spiega il giornalista sestese Pierfrancesco Gallizzi, tra i fondatori del sodalizio -. Nel senso che tutto viene fatto spontaneamente da un gruppo di amici sestesi, senza secondi fini e con un minimo comune denominatore: divertirsi cercando di garantire un piccolo sostegno a chi fa del bene per Sesto e i sestesi. Un ringraziamento particolare a Enrico, Lorenzo, Maurizio e Roberto, titolari del ‘Caffè degli Artisti’ e di ‘Villa Campari’ che, con grande sensibilità e passione, ospitano le conviviali».


6

|

23 gennaio 2014

PubblicitĂ


Attualità

23 gennaio 2014

|

7

EMERGENZA :: LE PIOGGE DEGLI ULTIMI GIORNI HANNO MESSO IN ALLARME LA PROTEZIONE CIVILE

Il Lambro ora fa paura anche a Sesto

Viste le previsioni meteo avverse, rimandati i lavori sulla Diga di Pusiano CONCORSO

Gdf, nuovo bando per allievi ufficiali

di Aurora Dupin

“il maltempo”

Piogge incessanti per giorni e nubi nere all’orizzonte: il Lambro torna a fare paura. Quelli appena trascorsi sono stati giorni difficili un po’ in tutto il Nord Italia, che si è trovato a fare i conti con un’ondata di maltempo straordinaria e violenta. Anche a Sesto San Giovanni e a Cologno Monzese i residenti sono stati con il fiato sospeso per l’ipotesi di esondazione del fiume Lambro. Il livello dell’acqua è salito vertiginosamente alla fine della scorsa settimana, fino a raggiungere la soglia di allerta tra sabato e domenica. Il tratto più a rischio, rimane sempre lo stesso: quel-

lo che passa sotto il sovrappasso della tangenziale, lungo via per San Maurizio, al confine tra Sesto e Cologno. E’ lì che per giorni volontari della protezione civile e polizia locale si sono dati il cambio per tenere sotto stretto controllo il livello del corso d’acqua. L’esondazione alla fine c’è stata, ma solo nei campi vicini alla strada, che hanno permesso di ‘attutire il colpo’ e non far arrivare il fiume fino a lambire le abitazioni. A evitarlo, anche la decisione di rimandare i lavori tanto temuti sulla Diga di Pusiano. Le previsioni meteo che già alla fine dell’anno

PARCO NORD, CORRIDOI E SPOGLIATOI ALLAGATI

Studenti arrabbiati postano le foto «Non possiamo accettare che la scuola crolli letteralmente a pezzi». Le piogge della scorsa settimana hanno lasciato il segno: buche nelle strade, ma non solo. Al Liceo Casiraghi del Parco Nord gli acquazzoni hanno messo a dura prova la struttura dell’istituto. Che in alcuni punti ha ceduto facendo scattare la rabbia degli allievi che hanno postato una serie di foto su Facebook. «Nonostante non abbia piovuto molto, al Liceo Casiraghi abbiamo potuto vedere, come in altre occasio-

ni, pezzi di soffitto crollati e l’acqua cadere da esso raccolta in secchi di plastica. Questo è successo in più parti della scuola, come in alcuni nuclei e in uno spogliatoio delle palestre. Non possiamo accettare che la Scuola crolli letteralmente a pezzi». Problemi anche all’esterno. L’asfalto dissestato dei vialetti ha permesso la creazione di una maxi pozzanghera all’ingresso del Montale: un vero e proprio lago che ha costretto studenti e docenti a passare in mezzo ai prati per andare a lezione.

non facevano ben sperare per questo mese di gennaio, hanno infatti convinto i tecnici a rimandare l’inizio dei cantieri che interesseranno per un anno il Cavo Diotti, questo il nome della diga che regola il livello dell’acqua del lago di Pusiano e, di conseguenza, il flusso verso il fiume Lambro. «L’inizio dei lavori era fissato per l’inizio di gennaio - spiega Daniele Giuffrè, ingegnere responsabile della diga -. Visto l’arrivo di importanti perturbazioni, abbiamo deciso di rimandare i cantieri almeno fino a metà febbraio. In questo modo saremo in grado di regolare le paratie e, di conseguenza, non creare problemi ulteriori ai territori bagnati dal Lambro, a valle». In caso di apertura dei cantieri e di paratie fuori uso il rischio, concreto in questi giorni di abbondanti piogge, sarebbe stato quello di vedere ingrossare ancor di più il corso d’acqua e di dover fare i conti con una esondazione di certo più importante. Per ora il rischio è scampato, anche se nei prossimi giorni le previsioni meteo annunciano nuove precipitazioni.

Sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale n. 1 del 3 gennaio 2014 è stato pubblicato il bando di concorso, per esami, per l’ammissione di 53 allievi ufficiali del ‘ruolo normale’ al 1° anno del 114° corso dell’Accademia della Guardia di Finanza, per l’anno accademico 2014-2015. Al concorso possono partecipare i cittadini italiani che abbiano compiuto, alla data del 1° gennaio 2014, il diciassettesimo anno di età e non superato il ventiduesimo (siano nati, cioè, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 1992 ed il 1° gennaio 1997 - estremi inclusi) e siano in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea specialistica o magistrale, ma anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2013/2014. La domanda di partecipazione va compilata esclusivamente mediante la procedura informatica disponibile sul sito www.gdf.gov.it - area ‘Concorsi Online’ entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale, con scadenza 3 febbraio 2014.


4

| 23 gennaio 2014 IN TV :: LA MANAGER

Attualità DI

34

ANNI È TRA I CONCORRENTI DEL TALENT IN ONDA SU SKY UNO

Ingrid Altomare Una sestese sfida il Boss Briatore «Esperienza che fa crescere anche a livello personale» di Niccolò Villa Superata la prim a puntata C’è anche una manager sestese tra i prota-

ta una bellissima esperienza». gonisti della seconda edizione di The ApNella prima puntata, a Milano, i 14 candidati soQuale obiettivo ti eri prentice, il talent show di casa Sky ‘cano stati convocati in Boardroom per conoscere il ‘Boss’ posta? pitanato’ dal ‘Boss’ Flavio Briatore. Flavio Briatore, i Tutor, ma soprattutto i dettagli di quel«Non quello di vinQuattordici candidati alla corte del lo che stanno per affrontare. La prima prova riguardava il cere. Volevo che ‘manager dei manager’ per diventare funzionamento di un’attività commerciale nel circuito di Forquesta esperiencome lui: tra questi, appunto, anche mula 1 di Monza. za fosse utile Ingrid Altomare. Trentaquattro an«La prima prova a The Apprentice è stata dura sia a livello di straper crescere, ni, una laurea in Sociologia, a inditegia di team sia fisicamente. Il team leader della squadra femper lavorare sulrizzo Comunicazione e un master in minile non ha tenuto in considerazione più di tanto l’opinione dele relazioni, per Brand Comunication, Ingrid oggi lagli altri membri. Data la mia professione, mi sono occupata, inimparare e anche vora come manager in una nota agensieme ad Anais, dello sviluppo della parte grafica: dall’allestiper divertirmi». zia pubblicitaria di Milano. Ma vive a mento del furgoncino al volantino. Noi ragazze, a fine seraIl boss? Com’è? Sesto e ama la sua città: «Sesto è veta, eravamo molto soddisfatte soprattutto del fatto che «Lui è tosto. Un ramente a misura d’uomo. E’ comoda, fossimo riuscite a fare squadra e a lavorare tutte insiefinto cattivo, ma ha è bella. Ho sempre vissuto in Rondinelme, senza risparmiarci, per un unico obiettivo ovautorità. Credo di esla, anche quando sono andata a vivere da vero vincere». La rima eliminazione è toccata sergli piaciuta. Spesso mi sola ho scelto ancora il ‘mio’ quartiere». Il a Fulvio Mugno. Ingrid resta in gara. è parso che abbia apprezprogramma ha preso il via venerdì scorso su La vedremo ancora su Sky Uno zato le mie qualità e il mio moSky Uno Hd: le puntate sono state registrate do di affrontare le sfide». e Ingrid ha superato la prima serata. Non può E Hd venerdì alle 21.10. Cosa ti ha portato questa esperienza? svelarci il ‘finale’, ma può parlaci di sé e di que- poi? «A livello economico nulla. A livello sta avventura. «Più che un personale e professionale molto, inveCome è cominciato tutto? provino è stato un vero «L’anno scorso insieme al mio fidanzato non e proprio colloquio di lavoro. Ho subito avu- ce. Credo che un’esperienza di questo perdevo una puntata di The Apprentice. Com- to l’impressione di essere piaciuta agli auto- genere aiuti a consolidare le proprie mentavo tutte le puntate, immaginando come ri. E così è stato: sono stata scelta tra oltre 5mi- capacità lavorative. Ti insegna a lavorare in team, ma anche ad accresceavrei reagito io in quella situazione. Il mio com- la candidati». re la propria autostima: ho preso anpagno mi ha sempre detto di provare a parte- È un reality? cipare. Io non ci avevo pensato granché. Poi «Sì. Siamo stati chiamati per andare in un cora più sicurezza in me stessa. Non posnel momento del rinnovo del contratto Sky è loft a Milano. Ci sono stati tolti i cellulari, i com- so svelarvi nulla sul programma, ma sono sodarrivata a casa la pubblicità della nuova serie puter e non abbiamo potuto comunicare con disfatta. Paradossalmente il talent potrebbe an2014 con le indicazioni dei provini. Mi sono i nostri familiari. Temevo particolarmente la che non andare in onda perché io comunque buttata». convivenza con le altre persone, invece è sta- ho vinto la mia sfida».

EVENTO :: L’URNA DEL SANTO CHE HA INVENTATO GLI ORATORI IN CITTÀ PER UN GIORNO

La reliquia di Don Bosco passa dalla parrocchia di via Saint Denis La festa comincia lunedì 3 febbraio alle 20.30 Passerà anche da Sesto San Giovanni la reliquia di San Giovanni Bosco. La mano destra benedicente, ‘reliquia insigne’ inserita in un’urna dove è stato ricostruito tutto il corpo del Santo, farà tappa a Sesto il 3 febbraio, a conclusione di un pellegrinaggio inziato nel 2009, che l’ha vista toccare tutti e 5 i continenti, 130 paesi in tutto il mondo. Il tour si chiama ‘Don Bosco è qui’ ed è il modo con cui si è celebrato il bicentenario della nascita del santo inventore degli ora-

tori e fondatore dei salesiani, nato il 16 agosto 1815. L'urna arriverà in città lunedì 3 febbraio alla chiesa sestese a lui dedicata: la don Bosco di via Saint Denis 215. Il programma delle celebrazioni e dei momenti di preghiera che accompagneranno questa ‘tappa’ è denso. Alle 20.30 ci sarà un momento di festa con la banda e la presenza del vicario episcopale monsignor Pietro Cresseri, mentre dalle 21.30 inizierà il pellegrinaggio davanti al-

l’urna: per tutta la notte, fino all’alba, i fedeli potranno fargli visita liberamente. Dalle 24 ci sarà anche l’adorazione eucaristica e alle 5,45 si svolgerà la messa animata dai giovani del decanato. Poi la reliquia riprenderà il suo viaggio: alle 6.30 è attesa in Duomo a Milano, dove martedì 4 febbraio ci sarà una fiaccolata di saluto. Dal Duomo si sposterà a Sant’Ambrogio per la messa presieduta dal cardinale Scola, per poi riprendere il suo viaggio.


PubblicitĂ

23 gennaio 2014

|

9


10

|

Attualità

23 gennaio 2014

Notizie

EMERGENZE :: IL BILANCIO DELLA STORICA ASSOCIAZIONE DI SOCCORSO SESTESE

IN BREVE ::

::

Iscrizioni a scuola Dal 3 al 28 febbraio è possibile iscrivere, i propri figli alle scuole. Per le elementari e le medie le iscrizioni sono solo on line sul sito del Ministero dell’Istruzione. Per la materna, invece, il modulo va consegnato alla segreteria della scuola. I moduli non sono ancora tutti disponibili. Saranno presto on line sul sito www.sestosg.net

Il saluto a Vasco Taldo

“amici animali”

Sesto ha salutato Vasco Taldo, accademico del Cai, scomparso all’età di 81 anni in seguito ad un malore mentre era in bicicletta nei pressi di Calco. Vasco Taldo è stato uno dei grandi dell’alpinismo mondiale degli anni ’50 e ’60: nella storia è rimasta la spedizione alla Torre Centrale delle Torri del Paine in Patagonia nel 1963; ma di lui si ricordano anche altre imprese, come l’apertura della via del Picco Luigi Amedeo sui monti del Masino o quella del Monte Disgrazia.

Sos, volontari 365 giorni l’anno Quest’anno sono attese 10 nuove ‘reclute’ ‘Siamo ovunque serve’ è il loro motto. Questo ‘ovunque’ ha fatto percorrere alle loro ambulanze 58.111 km solo durante i servizi in emergenza svolti nell’ultimo anno: 9 volte la distanza Milano - New York. Un tragitto macinato intervenendo su

incidenti stradali, malori, cadute, nei fatti di cronaca e in tutte le volte che c’era bisogno. Per l’associazione Sos di Sesto è stato un anno di grande impegno, il primo in convenzione continuativa per il 118: questo significa dover mettere a di-

sposizione un mezzo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno. Un servizio che l’associazione è riuscita a garantire grazie al lavoro dei 9 soccorritori professionisti e di circa un centinaio di volontari. In tutto, gli interventi svolti nel 2013 sono stati 6.207, un nu-

mero che racchiude tutte le attività svolte dall’associazione: 5.456 servizi di soccorso in urgenza (nel 2012, prima del passaggio alla convenzione, erano stati 3.879) 227 quelli aggiuntivi che hanno richiesto l’impiego di un altro mezzo, 50 assistenze durante le gare sportive, infine 476 servizi di accompagnamento di anziani o disabili, con altri 13.400 km percorsi. Proprio quest’ultimo servizio ha registrato, rispetto al 2012, un incremento del 42,2%. «E’ stato un anno molto impegnativo per riuscire a garantire una presenza costante tutti i giorni nei diversi ambiti - dice la presidente Ada Garatti, volontaria da quando l’associazione di via Marx è nata, 37 anni fa . Ma quando le persone ci ringraziano per quello che facciamo e per il modo in cui ci prendiamo cura di loro, questo ripaga tutti gli sforzi». Legati alla Sos ci sono quasi 240 soci sostenitori, che contribuiscono con piccole offerte. Ma quello che riesce dare fiato all’impegno quotidiano sono i nuovi volontari. Quest’anno sono 10 gli aspiranti soccorritori che a marzo sosterranno l’esame. «Saranno loro a portare nuova linfa alle squadre di intervento», spiega la vice presidente Fabrizia Foschi.

VOLONTARI :: SARANNO L’OSSATURA DEL NUOVO SISTEMA DI INTERVENTO COMUNALE

Nasce la Protezione Civile L’associazione carabinieri fonda il nucleo Da sette anni sono le ‘sentinelle’ di Sesto. Dall’inizio del 2014 sono diventati anche il primo gruppo di protezione civile dell’Associazione nazionale carabinieri a nascere in città. Buona volontà, senso del dovere e grande professionalità e cuore in quello che fanno: ecco le caratteristiche degli oltre trenta volontari dell’Anc (formata da carabinieri in pensione e simpatizzanti) che hanno deciso da quest’anno di fondare il nuovo gruppo. «Dal 2006 ci occupiamo di dare una mano a Comune e polizia locale

segnalando le cose che non vanno, supervisionando l’uscita dei ragazzi da scuola e, negli ultimi tempi, impegnandoci in un servizio anti bullismo - spiega Franco Rota, coordinate del nucleo di Protezione civile». Una ventina di loro hanno seguito il corso e ora sono riconosciuti anche dalla regione come volontari di protezione civile. A coordinarli, il presidente Dino Gigli, che fa un appello: «Abbiamo bisogno di nuovi volontari per crescere». Per candidarsi: info@ancsesto.it oppure 338.7247799

AL PARCO NORD L’ANNUALE BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI E’ uno di quegli appuntamenti che riportano alle tradizioni del mondo rurale. Anche quest’anno, a cura delle Guardie Ecolo-

giche Volontarie, al Paco Nord si è tenuto il consueto appuntamento di benedizione degli animali domestici, in occasione della festa di Sant’Antonio Abate. Nonostante la pioggia, nella Cascina di via Clerici si è radunato un gruppo di padroni e amici a quattro zampe, che hanno ricevuto la benedizione da parte del cappellano della Polizia don Fabio, e un tozzo di pane benedetto. Presenti al rituale anche le squadre cinofile, con i cani antidroga e antibomba, e quelli della Croce Ros-

sa addestrati per la ricerca dei dispersi sotto le macerie, oltre a una rappresentanza delle squadre a cavallo di Carabinieri, Polizia, Esercito e Rangers. Dopo un breve ricordo di Sant’Antonio e del suo ordine, il vicequestore aggiunto Maria Lomartire ha sottolineato l’importanza degli animali «sia come migliori amici dell’uomo sia come fondamentali aiutanti nelle operazioni di soccorso, indagine e repressione». Dopo la cerimonia, tutti a brindare con il vin brulé offerto dagli Alpini.


PubblicitĂ

23 gennaio 2014

| 11


12

|

23 gennaio 2014

Cultura & tempo libero Eventi IN BREVE ::

::

La scienza protagonista Una settimana intera dedicata alla cultura. Da lunedì 27 a venerdì 31 gennaio l’aula del consiglio ospita incontri per il ciclo ‘La Scienza che cambia la vita’ organizzati da Università della Terza età, Comune e biblioteca. Tutti i giorni alle 15.30 appuntamento in Municipio con esperti e professionisti del mondo della scienza.

Arte e sapori in piazza

Tornano i banchetti con prodotti artigianali, etnici ed enogastronomici. Dal 27 al 30 gennaio dalle 9 alle 21 piazza IV Novembre si colorerà e animerà grazie alle bancarelle di ‘Arte e sapori’.

::

Laboratori per i piccoli Tutti i venerdì un laboratorio di manipolazione diverso per imparare a stare con gli altri divertendosi. Lo organizzano le maestre dell’asilo nido Al Villaggio di via Felice Cavallotti per i bambini dagli 0 ai 3 anni. L’appuntamento è fino al 30 marzo ogni venerdì alle 17. Per prenotazioni e info: 02.26224111 (4 euro).

CELEBRAZIONI ::

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

NEL FINE SETTIMANA VISITE AI BUNKER DEL PARCO NORD

Un viaggio nella storia

Ricco calendario di eventi per il Giorno della Memoria di Aurora Dupin Da gennaio fino a maggio, una lunga maratona del racconto e della memoria, con decine di appuntamenti, spettacoli teatrali ed eventi dedicati al ricordo. Anche quest’anno il comune di Sesto, in collaborazione con le associazioni cittadine e le scuole, ha realizzato, in occasione del Giorno della Memoria che si celebra il 27 gennaio, un ricco calendario di eventi. Dopo l’inaugurazione della mostra aperta lo scorso 18 gennaio in Villa Visconti d’Aragona, questa settimana saranno diversi gli eventi in programma. Fino al 29 gennaio al Teatro Rondinella sono in programma proiezioni e spettacoli teatrali dedica-

ti agli alunni delle scuole. Venerdì 24 alle 17.30 Spazioarte ospiterà l’inaugurazione della mostra ‘Maus. Racconto di un sopravvissuto’ mentre nella stessa giornata ma alle 19 al Circolo Marelli 79 in programma l’incontro ‘Racconti e immagini Paragraph 175: l’omosessualità ai tempi del nazismo’. Sabato e domenica esperienza da non perdere per piccoli e grandi: la visita dei bunker antiaerei presenti ancora oggi sotto i prati del Parco Nord. Le visite si svolgeranno alle 11 e alle 15 di sabato e domenica e alle 13 di lunedì. Info e prenotazioni: ecomuseo@eumm-nord.it, tel. 338.89.24.777.

Domenica al museo per grandi e piccoli

‘Il segreto dell’Assunta’ presentazione del libro

Sul palco del Pax la storia di Antonella

Domenica 26 doppio appuntamento per grandi e piccini al Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello. Alle 11 visita guidata alla mostra ‘Roberto Salbitani. Storia di un viaggiatore’ (5 euro). Alle 15.30 il laboratorio per i più piccoli ‘Viaggio in un minimondo’ con giochi di collage e fotografia (6 euro bambini, 4 euro adulti). Prenotazione obbligatoria chiamando il numero 02.66056622 oppure scrivendo un mail all’indirizzo servizioeducativo.mfc@gmail.com.

Martedì 28 gennaio alle 18.15 la libreria Tarantola di Sesto ospita la presentazione del libro ‘Il Segreto dell’Assunta’. All’evento sarà presente l’autore Vicenzo Amato insieme a Giorgio Oldrini, autore della prefazione, Giancarlo Marzorati, che ha disegnato la copertina, e l’editore Giorgio Tarantola.

Teatro e beneficenza sul palco del Pax di Cinisello Balsamo. Ha ottenuto il patrocinio delle amministrazioni di Sesto, Bresso e Cinisello lo spettacolo ‘Più forte del destino - Tra camici e paillette la mia lotta alla sclerosi multipla’ con Antonella Ferrari che andrà in scena venerdì 24 gennaio alle 21 in via Fiume. Liberamente tratto dall’omonimo libro autobiografico scritto proprio dalla protagonista, tratta del delicato tema della lotta contro la malattia. Il ricavato della serata sarà interamente devoluto ad Anfass Lombardia.

SPETTACOLI :: TESTI DI GARINEI E GIOVANNINI, COREOGRAFIA DI SARA CAMPANA, REGIA DI ANTONIO RICCHIUTI

Musica e teatro al Manzoni

Sabato e domenica in scena ‘Se il tempo fosse un gambero’ ‘Se il tempo fosse un gambero’ approda al Teatro Manzoni di Sesto San Giovanni. Una delle più belle commedie musicali più note della ditta di Garinei e Giovannini con le musiche originali del Maestro Armando Trovajoli, debutterà sul palcoscenico del Teatro Manzoni di Piazza Petazzi, 18 sabato 25 gennaio alle 20.45 e domenica 26 alle 16. Ecco la trama: Adelina, una dolce creatura molto sola, la sera del suo ottantesimo compleanno viene presa dalla nostalgia della giovinezza perduta ma soprattutto dalla curiosità di sapere come sarebbe stata la sua vita se, in un

giorno lontano, avesse accettato la corte di un certo principe. Tanto basta per risvegliare l’interesse del Re delle Tenebre, grande collezionista di anime buone, il quale invia sulla Terra un suo emissario allo scopo di far commettere alla candida Adele quel peccato che non commise in gioventù. Una miscela di musiche, recitazione e coreografie dirette da Sara Campana per la regia di Antonio Ricchiuti, noto attore e regista teatrale da anni ormai nel mondo del musical. Per informazioni e prenotazioni contattare i seguenti numeri: 3474190962 - 3288926546 o inviare una mail a: tutti-allopera@libero.it. Il sito dell’iniziativa: www.tuttiallopera.com.


23 gennaio 2014

VENERDÌ 24 GENNAIO

Cinema Rondinella Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI) tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09 info@cinemarondinella.it www.cinemarondinella.it

GIOVEDÌ 23 GENNAIO ANIT B. IL GIORNO DELLA MEMORIA Regia: Roberta Faenza con Eline Powell, Robert Sheehan - ORE: 15.30 - 21.15 - PREZZI: biglietto x 1 film 5,00 euro

LUNEDÌ 27 GENNAIO

IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 15.30* - 21.15 - PREZZI: *alle 15.30 prezzo speciale euro 4,00 - intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

VENERE IN PELLICCIA CINEFESTIVAL RONDINELLA

MERCOLEDÌ 29 GENNAIO VENERE IN PELLICCIA POMERIGGI AL CINEMA Regia: Roman Polanski con Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric - ORE: 15.30 proiezione unica PREZZI: biglietto unico 3,00 euro

SABATO 25 GENNAIO FREE BIRDS - TACCHINI IN FUGA UN CINEMA PER AMICO Regia: Ash Brannon - Età consigliata: dai 6 anni - ORE: 15.30 PREZZI: biglietto unico euro 3,50 IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 17.30 - 20.15 - 22.20 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

DOMENICA 26 GENNAIO IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 15.20 - 17.30 - 20.15 - 22.20 PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

MA SOLO PER UNA NOTTE ORE: 20.30 - PREZZI: intero euro 10,00 - ridotto euro 8,00

NEBRASKA PRIMA VISIONE Regia: Alexander Payne con Bruce Dern, Will Forte - ORE: 21.15 PREZZI: intero euro 5,00 - ridotto euro 4,00

DIESEL

MARTEDÌ 28 GENNAIO HAMLET NATIONAL THEATRE LIVE Regia:di Nicholas Hytner. AL CINE-

Q8 v.le Matteotti

Eni Oilone Te Agip Shell ex Tamoil v.le F. Testi via Saint Denis v.le F. Testi via Gramsci via Partigiani v.le F. Testi (Cinisello)

1.654

1.695

1.654

1.654

1.685

1.709

1.659

1.579

1.617

1.579

1.579 1.617

1.629

1.589

CULTURA/MOSTRE

27 AL 28 GENNAIO MICHAEL BUBLÉ

FESTE/SAGRE

successi, da Moondance alla sua versione di Spiderman Theme. Ore 21.00 - Ingresso: da Euro 43 più prevendita a Euro 100 più prevendita Assago - Mediolanum Forum Via Giuseppe Di Vittorio

MERCOLEDÌ 29 GENNAIO ANTONELLA RUGGIERO Voce di velluto, vincitore di prestigiosi premi come il Grammy Award, artista amato da pubblico e critica, la superstar canadese ha una carriera decennale che si accompagna a successi mondiali, palcoscenici sempre sold out e record di vendite. To be loved è il quarto album consecutivo di Bublè. Live al Mediolanum Forum, le sue ultime fatiche discografiche e i suoi più grandi

CONCERTI/SPETTACOLI

musica sensuale del tango. Musiche di Piazzolla, Gardel, Ramirez, Cobian, Piana, Demare e, inoltre, di altri autori contemporanei. Un appuntamento pieno di mistero, tra la luminosa voce di Antonella il mix di oscurità e passione dei suoni dell’Ensemble Hyperion sul palco con l'ex leader dei matia Bazar, tra voce, chitarra e armonica - Ore: 21.00 Milano - Blue Note - Via Pietro Borsieri, 37

FINO AL 31 GENNAIO

Il concerto di Antonella Ruggiero è una rilettura di alcuni brani del suo percorso musicale, con passaggi attraverso la

13

Ricette da Sesto ...ricette dal mondo

La crostata di San Valentino

Regia: Roman Polanski con Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric - CINEFESTIVAL CORTO alle ore 20.45 - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: biglietto x 1 film 4,00 euro - tessera valida per 4 film 12 euro - tessera valida x 10 film 25 euro - tessera valida x 20 film 40 euro

Prezzi aggiornati a mercoledì 22/01/2014. I gestori di stazioni di servizio e i lettori possono comunicarci i prezzi più convenienti scrivendo a redazione@ilgazzettinodisesto.it

BENZINA

|

BOZZETTO & CO. Al Museo Interattivo del Cinema, una rassegna celebra il poliedrico animatore, fumettista, regista e produttore Bruno Bozzetto. In programma i lungometraggi animati West and soda (1965), parodia dei western a

TEMPO LIBERO

stelle e strisce e Vip mio fratello superuomo (1968), sull’alienazione dell’uomo nella società, oltre alla versione final cut di Allegro non troppo, originale risposta a Fantasia di Walt Disney. Ampio spazio anche al Signor Rossi (1960), simbolo dell’italiano medio, oltre a una selezione di corti inediti. Programmazione variegata - Ingresso: 5,50 euro Milano - MIC - Museo Interattivo del Cinema - Viale Fulvio Testi, 121

Una semplice crostata a forma di cuore. Un dolce pensiero per un’occasione speciale. Ringraziamo la nostra lettrice Patrizia.

INGREDIENTI: Farina 00 300 gr, 2 tuorli, burro 125 gr, zucchero a velo 100 gr, lievito per dolci 1 cucchiaino, 1 fialetta aroma limone, 1 fialetta aroma vaniglia, brandy qb PREPARAZIONE: Fare la fontana con la farina 00 sulla spianatoia di legno, mettere i 2 tuorli, il burro tagliato a dadini e a temperatura ambiente, lo zucchero a velo e il lievito per dolci e le fialette degli aromi e il brandy. Impastare e lasciare in frigorifero per 1 ora. Stendere l’impasto e poi riportlo nella tortiera a forma di cuore. Cuocere in forno già caldo a 180° per 35 minuti.Per la crema pasticcera al cioccolato prendete 1 uovo intero e un tuorlo, 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di farina 00, 1/2 litro di latte, del cioccolato fondente e 1 fialetta alla vaniglia. Bollire tutto insieme e poi stendere la crema sulla pasta.

Una nuova rubrica. Scriveteci, inviateci le vostre ricette e le vostre foto ai fornelli da condividere con i nostri lettori


14 |

23 gennaio 2014

Sport VOLLEY ::

Notizia

SESTESI IMBATTUTE NEL GIRONE DI ANDATA DI PRIMA DIVISIONE

La Libertas detta legge

FLASH ::

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

Seleçao battuta

Tredici vittorie. Chiesurin: «Contenti, ma aspettiamo il ritorno» di Pietro Tampieri

La Seleçao Libertas Calcetto targata L’Abbruzzi Gruppo Immobiliare, impegnata sul campo del Borgorosso nella quindicesima giornata del campionato di Serie D di calcio a 5, va incontro al primo stop del 2014 con un pesante 4-1. Una vittoria avrebbe permesso ai ragazzi di mister Bianchi di staccare il Borgorosso di 7 punti e viaggiare a braccetto con il duo di testa FiveToSeven e Basiglio, mentre con questa sconfitta il terzo posto viene ora condiviso con i Galacticos. Prossimo appuntamento, giovedì 23 gennaio ore 21.30 alla Palestra Ferraris di via Marx 553 per il ‘big match’ contro i milanesi del FiveToSeven.

BASKET ::

Tredici partite giocate, tredici vittorie. Questo l’incredibile ruolino di marcia della Libertas Volley che sta letteralmente dominando il suo girone del campionato di Prima Divisione. Al termine del girone d’andata le sestesi hanno infatti conquistato 38 punti e hanno un divario sulla seconda di 11 punti. Insomma quella delle Libertas sembra davvero la stagione perfetta, ma il presidente, Alberto Chiesurin, non canta ancora vittoria: «Siamo molto felici di quanto ottenuto finora. Ma davanti a noi c’è ancora tutto il girone di ritorno. Tra un mese forse sapremo davvero ciò a cui possiamo ambire». Intanto però le ragazze sestesi continuano a macinare punti su punti e sembrano non volersi fermare. L’ultima partita ha visto la Libertas battere le ragazze del Don Bosco, quinte in classifica, con un secco 3 a 0 che non ha lasciato scampo alle avversarie. E questa fantastica prima parte di stagione assume ancora più valore se si tiene conto dell’anno passato. «Quella scorsa è stata una stagione difficile, soprattutto a causa dei molti infortuni - continua Chiesurin -. Quest’estate abbiamo quindi

deciso di rivedere l’organico». Otto ragazze sono rimaste, altre otto ne sono arrivate. E la rivoluzione estiva ha dato i frutti sperati. Oggi la Libertas vola altissimo grazie alla perfetta amalgama che si è venuta a creare tra le giocatrici ed è una squadra che «si completa reciprocamente in ogni ruolo e in ogni fondamentale». Il girone di ritorno ci dirà se veramente questa Libertas è imbattibile.

SERIE D ::

ALTRA X COL BORGOMANERO

La Pro malata di ‘pareggite’

Qualcuno l’ha ribattezzata ‘pareggite’. Sarebbe questa la malattia che affligge la Pro Sesto, protagonista del terzo pareggio consecutivo. Nell’anticipo della terza giornata di ritorno, infatti, il Borgomanero dell’ex Giuliano Melosi, sistemato nella zona playout, ha fermato i biancocelesti sull’11. Campo pesante, partita dura. Il Borgomanero è andato in vantaggio con l’ex sestese Simone Maugeri. Il pareggio della Pro porta la firma di Baresi che spinge in porta una ribattuta. I sestesi si fermano al terzo posto in classifica a 36 punti.

Il Geas Nuoto punta alla massima serie Terzo posto regionale e undicesimo piazzamento nella graduatoria nazionale nella gare alla piscina Samuele di Milano. E così 6 atleti del Geas Nuoto di Sesto centrano la Serie A: il club infatti potrà partecipare alla finale nazionale di Serie A2 il prossimo 13 aprile, al termine dei campionati assoluti primaverili, che si svolgeranno invece dall’8 al 12 aprile. Gli atleti in gara erano: Matteo Greselin (capitano), Federico Castagno, Filippo Franceschi, Martino Lucatello, Marco Migliorni, Luca Sinigaglia. Da segnalare il record sociale stabilito da Filippo Franceschi nei 100 metri rana, con il tempo di 1’00’’52.

VITTORIA IN CASA CONTRO BIASSONO

Il Geas passa in testa alla fase 2

E’ ufficiale: grazie al successo contro Biassono (gara giocata il 18 gennaio e vinta per 84-57) il Paddy Power Geas ha vinto con un turno di anticipo il proprio girone di A2 conquistando contestualmente anche la qualificazione aritmetica alle Final Four di Coppa Italia. Ennesimo record? Sì. Una prima parte d’annata perfetta, senza macchie e con pochissime ombre. Ora tutte le attenzioni sono proiettate sull’ultima giornata del girone, che vedrà opposte le geassine alla forte Genova, con le rossonere vogliose di conquistare altri 2 punti da portare in dote alla seconda fase e soprattutto di chiudere una prima parte di annata davvero memorabile come unica compagine imbattuta tra A1 e A2.

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazionegazzettino@gmail.com Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


Sport

ARTI MARZIALI ::

23 gennaio 2014

| 15

SABATO AL FORUM UN EVENTO DI MUAY THAI UNICO NEL SUO GENERE

I big thailandesi in lotta a Ring War

Torneo inventato dal sestese Calzolari Sul ring anche la dea Juliana Moreira di Niccolò Villa Il cuore di Sesto San Giovanni batte in Ring War, il grande evento di Muay Thai che va in scena sabato sera, 25 gennaio, al Mediolanum Forum di Assago. Mercoledì è andata in scena a Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, la conferenza stampa di lancio dell’evento che porterà per la

STAGE ::

prima volta in Italia i migliori fighter di Muay Thai di tutto il mondo. A patrocinare l’evento il Comune di Milano, la Provincia, la Regione e anche il Comune di Sesto, casa della palestra De Gym (via Fiorani) di Diego

IL COMUNE DI SESTO HA CONCESSO IL PATROCINIO

E domenica l’allenamento alla Forlanini

«Siamo orgogliosi di ospitare la palestra del maestro Calzolari». L’assessore allo Sport di Sesto, Felice Cagliani, ha presenziato alla conferenza stampa di lancio di Ring War. Il Comune del Nordmilano non ha solo concesso il suo patrocinio all’evento ma ha messo a disposizione la palestra della scuola Forlanini per lo stage che andrà in scena domenica 26, dalle 10 alle 12, quando i campioni thailandesi faranno un allenamen-

to aperto a tifosi e appassionati. «E’ uno sport che sto imparando a scoprire - ha detto il vice sindaco Cagliani -. Ne sto apprezzando la cordialità e la pregnanza di valori. Lo sport è un ottimo veicolo anche per diffondere la cultura dell’incontro e della conoscenza del diverso, dello straniero».

Calzolari, campione mondiale, ct della nazionale italiana e promoter della manifestazione. Ospiti d’eccezione saranno l’inviato di ‘Striscia La Notizia’ Edoardo Stoppa e la showgirl Juliana Moreira, allieva di Muay Thai e madrina della manifestazione, che salirà sul ring contro la campionessa Elisa Giovannelli per un combattimento d’esibizione. A presentare la serata è Mc Tony Dean, arrivato direttamente da Birmingham: il numero uno degli annunciatori del mondo del ring. Il momento clou della serata sarà il match valido per il titolo mondiale di Wbc Muay Thai (World Boxing Council) tra il detentore, il francese Raphael Llodra, e lo sfidante, il campione thailandese Sayok Punpangnuang. Inizio alle 18 al Forum.


16 |

23 gennaio 2014

PubblicitĂ

Il Gazzettino di Sesto S.G. - Anno III - Ed. 3 del 23-01-2014  

Settimanale d'informazione di Sesto S.G.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you