Issuu on Google+

ANNO 2 NUMERO 36 - 24 Ottobre 2013 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com :::::::::::::: DISTRIBUITO A SESTO, CINISELLO E BRESSO ::::::::::::::

IO, CAPO DI ME STESSO

Disoccupati diventano imprenditori. Ex dipendenti si mettono in proprio. Sesto brilla per nuove attività. Abbiamo raccolto le loro storie, fatte di coraggio e speranza nel futuro

A pagina 8

Il Gazzettino di Sesto San Giovanni è anche online

www.ilgazzettinodisesto.it

:: ECONOMIA

:: CULTURA

:: SPORT

Crolla il mercato dell’auto. A Sesto il record negativo: in un anno perse 554 immatricolazioni

Il film-concerto dei Muse in cartellone al Pax. Una prima assoluta per il cinema di Cinisello

Il solito Spampatti firma il sigillo con cui la Pro Sesto passa sull’Inveruno e allunga in classifica

Alle pagine 4 e 5

A pagina 16

A pagina 18


2

|

Attualità

24 ottobre 2013

Dillo con un click

Milan e Barça: terzo tempo alla Pentola d’Oro Il Breda non ha portato bene, questa volta, al Milan di Pippo Inzaghi. La Primavera rossonera martedì pomeriggio ha affrontato a Sesto i rivali del Barcellona. Il verdetto finale del campo ha visto i catalani imporsi con un secco 2-6. E’ andata decisamente meglio nel post partita: il ristorante La Pentola d’Oro ha offerto uno speciale ‘terzo tempo’ ai giocatori, ai dirigenti e agli amici delle società che si sono ritrovati insieme per festeggiare questo match che, risultato a parte, resta nella storia del calcio moderno.

EDITORIALE

Felici di essere inquinati Rieccoci a parlare di inquinamento e di emergenze ambientali. Come ogni anno, con l’arrivo della stagione fredda l’area milanese ripiomba in piena emergenza smog. Se non bastasse, la pianura padana ha recentemente ‘vinto’ il poco confortante titolo di Regione più inquinata d’Europa. Cosa è cambiato rispetto allo scorso anno? Praticamente nulla. Le politiche delle istituzioni verso questi temi continuano a essere intangibili, per non dire nulle. E le parole dei politici e degli amministratori pubblici appaiono come le fotocopie di quanto detto negli anni precedenti. «Bisogna agire oltre l’emergenza». Qualcuno si spinge anche a dire «bisogna agire subito», poi l’unico effetto visibile è l’aumento del costo dei trasporti, una politica della mobilità che fa acqua da tutte le parti, senza contare, a Cinisello, gli ‘scandali’ tariffari del teleriscaldamento che continuano senza che il Comune intervenga a tutela dei cittadini. Unica nota positiva, proprio a Cinisello, l’introduzione di uno sconto per chi si abbona ai mezzi pubblici. Ci sono voluti 3 anni per vararlo. Mentre, a causa della crisi, continua a calare il numero di auto vendute (ne parliamo a pagina 4). Dai Comuni non arriva alcuna proposta convincente sullo sviluppo di una politica di mobilità ‘leggera’. In tanti Paesi spostarsi in bici è normale, da noi è un incubo: ciclabili finte o malconce, parcheggi per bici squallidi, senza contare l’emergenza furti. Siamo ancora all’anno zero.

Racconti ‘europei’ in Villa Villa Arconati, a Cinisello, domenica ha ospitato l’evento ‘Europe Gate’. I ragazzi e le ragazze che hanno partecipato a uno ‘scambio internazionale’ hanno raccontato la propria esperienza.

NUOVE TECNOLOGIE :: INIZIATIVA DEL COMUNE DI MILANO PER L’EXPO

Isole digitali a due passi

Entro febbraio saranno 30 anche alle porte di Sesto e Cinisello di Aurora Dupin Isole felici per i cittadini che vogliono essere sempre connessi e, allo stesso tempo, hanno a cuore l’ambiente. E’ una piccola rivoluzione quella che il comune di Milano sta mettendo in atto in vista dell’Expo 2015. Una rivoluzione che piacerà anche ai cittadini del Nordmilano che spesso passano le loro giornate nel capoluogo lombardo per studiare e lavorare. E che si spera possa essere contagiosa per i nostri amministratori locali. La novità ha un nome: ‘Isola digitale’. Per ora ce ne sono 15 sparse nel centro città, ma presto raddoppieranno e arriveranno anche al confine con Sesto San Giovanni (viale Monza) e Cinisello Balsamo (Niguarda). Nelle isole si potrà ricaricare il cellulare o il proprio iPad, alimentare auto elettriche, navigare in internet gratis grazie alla connessione wi-fi e consultare informazioni turistiche ed eventi. Ma il vero punto forte delle nuove oasi tecnologiche sarà la mobilità sostenibile grazie al servizio di EQsharing,

a metà tra il car sharing e il bike sharing. Il sistema funzionerà con un abbonamento settimanale di 10 euro oppure annuale di 30 euro: con 13 centesimi al minuto ci si potrà spostare da una parte all’altra della città su dei quadricicli elettrici che raggiungeranno una velocità massima di 45 chilometri orari. Al momen-

to la flotta è di sessanta automobiline, ma tra novembre e febbraio 2013 si dovrebbe arrivare a contarne 120. Il tutto a costo zero per Palazzo Marino: l’intero progetto, del valore di circa 4 milioni di euro, è stato sostenuto da sponsor privati e da finanziamenti della Comunità Europea.

Lettere alla redazione Pubblichiamo la lettera inviata via mail da un lettore. Non siamo in grado di verificare le accuse mosse. Abbiamo omesso alcune affermazioni ritenute offensive, ma soprattutto non dimostrabili. Pubblichiamo il testo perché crediamo importante parlare della traRaccontateci il vostro scuratezza delle aree cani, e del lapunto di vista e le voro importante che la polizia lodenunce su quanto cale, al di là del caso specifico, sta non funziona in città. compiendo per il rispetto delle Scrivete messaggi brevi a: regole. Naturalmente questo sparedazionegazzettino@gmail.com zio è a disposizione della polizia locale per una replica. Oppure all’indirizzo: piazza F. Caltagirone 75. Gentile redazione, venerdì 18 ottobre mi trovavo in un giardino recintato di Sesto San Giovanni,

dove all’interno c’ero solo io e una ragazza con i relativi cani. E’ entrato un vigile che con modo arrogante mi ha chiesto i documenti senza fornire spiegazione alla mia richiesta di delucidazioni. Dopo aver fornito le mie generalità, voleva che lo seguissi al comando senza cane perché non poteva salire in macchina. Davanti al mio rifiuto, mi ha minacciato dicendo che l’avrebbero preso e mandato in canile. (...) Quando tutto sembrava finito e me ne stavo andando, mi ha fermato (...), dicendo che non sarebbe finita ma che ci sarebbe stata una denuncia nei miei confronti. Con un altro vi-

gile mi sono recato al comando a piedi in modo che anche il cane potesse seguirmi. Senza contestare la motivazione della multa (...), mi sembra eccessivo trattare come un delinquente un cittadino che in vita sua non ha mai preso neanche una multa. Bastava porsi in maniera diversa e dare la motivazione per un eventuale verbale. Sono arrabbiato per quanto avvenuto, anche perché non si sa dove portare i cani in quanto tutte le aree a loro adibite vengono usate da parte di alcuni padroni in modo incivile senza che il Comune si occupi della pulizia. (lettera firmata)


Attualità

24 ottobre 2013

|

3

SVILUPPO :: NASCE IL NUOVO STABILIMENTO ALSTOM GRID, ECCELLENZA MONDIALE NEL CAMPO DELL’ENERGIA

A Caltacity la prima pietra della Sesto del futuro Il gruppo Caltagirone prosegue la riqualificazione delle aree

Sesto riparte dalle aree Caltacity (ex Vulcano). Giovedì 17 ottobre è stata posata la prima pietra del nuovo stabilimento Alstom Grid che porterà a Sesto San Giovanni il suo polo mondiale di ricerca e produzione delle nuove tecnologie per la trasmissione di energia. Sesto torna dunque a parlare di produzione e di industria. L’area Caltacity, che fu la prima delle acciaierie sestesi (Vulcano) a chiudere i battenti, oggi è la prima a tornare al lavoro. Fu già la prima a vedere la riqualificazione con la nascita del Centro Commerciale Vulcano. Oggi lancia implicitamente un segnale di rinnovata fiducia ad un tessuto economico afflitto dalla deindustrializzazione molto prima che dalla crisi. Un investimento da 34 milioni di euro, di cui 11 nel campo della ricerca, che consentirà alla multinazionale francese di spostare da Milano - e di ampliare e ammodernare - questo settore giudicato strategico nella sviluppo di Alstom. La sua realizzazione a Sesto è stata possibile grazie ad un accodo tra il Gruppo Caltagirone, proprietario delle aree Caltacity, e la Alstom che ha acquisito un vasto fazzoletto di terra a Sud Ovet, ai margini della ferrovia Milano-Monza. Il Gruppo Caltagirone realizzerà le opere di urbanizzazione che serviranno a definire la zona produttiva e i quartieri residenziali che stanno sorgendo, affacciati su viale Italia e via Trento. Produzione e ricerca in chiave moderna, tecnologica e sostenibile.

Questo stabilimento non avrà alcun impatto ambientale sulla città, in quanto al suo interno si svilupperanno nuove tecnologie dedicate alla costruzione di impianti per l’alta tensione. Anche la costruzione degli edifici sarà completamente eco-compatibile e a risparmio energetico. Tre i settori in progetto: un primo capannone in cemento dedicato alla produzione; un secondo edificio adibito ad uffici; un ‘cubo’ che ospiterà il laboratorio per i test. Un edificio alto 40 metri, che sarà realizzato in materiali metallici leggeri. L’intero comparto sarà certificato Leed, ossia sarà costruito secondo stringenti criteri internazionali di eco sostenibilità. Dal punto di vista occupazionale, il nuovo impianto occuperà 130 dipendenti, 30 dedicati alla ricerca e progettazione. Si tratta dei lavoratori già impegnati nell’attuale sede di Milano (ex Passoni & Villa), cui si aggiungeranno nuovi assunti nel corso dello sviluppo dell’azienda. «Non c’è dubbio che nei prossimi anni l’energia prodotta da fonti rinnovabili la farà da padrona - ha spiegato il presidente di Alstom Italia, Antonino Turicchi, in occasione della cerimonia di posa della prima pietra -. L’Africa, per sua natura, sarà strategica in questo settore e l’Italia sarà il corridoio privilegiato per sviluppo delle SuperGrid che porteranno in Europa l’energia prodotta in Africa. Per questo noi vogliamo esserci e vogliamo essere qui a Sesto».

Sesto progetterà la tecnologia per l’alta tensione che verrà esportata in Cina. «Il cuore del laboratorio - spiega Zohir Benhammou, direttore dell’unità Grid di Milano - sarà la sala prove, un’enorme gabbia di Faraday, dove Alstom testerà sia i propri prodotti che quelli dei produttori di materiale di alta tensione di tutto il mondo». Il Test Lab sestese sarà il più importante in Italia e uno dei più grandi al mondo. La sala sarà attrezzata con generatori di impulsi da 2,8 milioni di Volt per testare la resistenza ai fulmini e con generatore di corrente continua per effettuare prove elettriche in tensione fino a 2,2 milioni di Volt.

Qui si studieranno i fulmini e le tensioni più alte al mondo Nei prossimi 20 anni il consumo di energia elettrica mondiale crescerà almeno del 50%. La ricerca è concentrata sullo studio e lo sviluppo di nuovi sistemi per la produzione di energie rinnovabili, che non inquinano. Ma è necessario innovare anche le tecniche di trasporto dell’energia dai luoghi in cui è più conveniente produrla, a quelli in cui viene utilizzata. Alstom Grid studia proprio questo processo. Nello stabilimento sestese si studieranno e si realizzeranno i sistemi HVDC, enormi stazioni in grado di trasformare l’energia elettrica da alternata in continua e viceversa. Nelle nostre case consumiamo energia in corrente alternata, ma si è verificato che per trasportare l’energia su lunghe distanze (si pensi ad Africa ed Europa) è più conveniente trasformarla in corrente continua, limitando le dispersioni.

IN CITTÀ CRESCE LA CAPITALE ITALIANA DI ALSTOM Con la nuova apertura il gruppo conterà oltre mille dipendenti Tredici sedi presenti in Italia, oltre 3500 dipendenti. Alstom candida Sesto San Giovanni a diventare la capitale del suo gruppo. I 130 lavoratori Alstom Grid andranno ad aggiungersi a quelli già al lavoro negli stabilimenti di via Fosse Ardeatine e viale Edison, dove operano: Alstom Transport (380 dipendenti), centro di eccellenza mondiale del gruppo per i sistemi di trazione per treni, tram e metropo-

litane; Alstom Power (540 dipendenti), centro di eccellenza per la produzione di barre statoriche per generatori; l’unità Alstom Grid (35 dipendenti) dedicata alle attività di protezione e controllo. Il polo sestese sarà secondo solamente a quello di Savignano (1.200 lavoratori). A Sesto si producono parti importanti per i sistemi di trasmissione dei treni ad alta velocità venduti in tutto il mondo. Tanta tecnologia che negli anni ha forgiato una moltitudine di operai e tecnici tra i più specializzati al mondo.


4

|

24 ottobre 2013

Focus

-924

Muoversi nel Nordmilano

il calo di autovetture immatricolate nel 2012 rispetto all’anno precedente

DATI :: NEI TRE COMUNI DE IL GAZZETTINO UN CALO DI QUASI MILLE UNITÀ

Automobili: vendite e immatricolazioni 20,25% colano a picco

EURO 4

38,61%

EURO 3

L’Autoritratto dell’Aci sul 2012 è sintomatico Sesto è il Comune con il trend peggiore di Stefano Bini E’ uno dei volti della crisi. Forse il più inquietante, se si pensa che le strade affollate di automobili sono da sempre considerate, a torto o a ragione, un sintomo del benessere della nazione. Nell’ultimo anno sulle strade del Nordmilano è calato il numero delle auto in circolazione. Le percentuali sono minime, ma sono comunque da considerarsi impressionanti, visto che negli ultimi 60 anni e fino ad oggi il numero aveva continuato a crescere. Nei tre Comuni in cui si legge Il Gazzettino, nel 2012 il numero di vetture immatricolate al registro automobilistico del Pra, sono calate di ben 924 unità (Fonte: Aci, Autoritratto 2012). Al contrario, va costantemente riducendosi il numero di vetture molto inquinanti e, con più lentezza, si fa starda la nuova generazione di mezzi di trasporto più ecologici: bene l’incremento delle Euro5, più lenta l’ascesa dei cosiddetti Euro6 che, insieme alle ibride, rappresentano la nuova frontiera della mobilità sostenibile. Il crollo più significativo si è registrato a Sesto San Giovanni, dove il numero di vetture è calato di 554 unità su circa 42mila immatricolate.

Praticamente la vendita di auto nuove viaggia a ritmi bassissimi, mentre chi rottama l’auto lo fa per liberarsi di spese e costi di gestione. Un trend che accomuna un po’ tutte le realtà del Nordmilano. A Cinisello, dove le vetture immatricolate sono poco più di 40mila, il calo è stato molto più ridotto rispetto a Sesto. Il Pra ne ha registrate 215 in meno. A Bresso il calo di immatricolazioni è stato di 155 unità su un totale di 14mila. Se lo scorso anno si celebrava il sorpasso della vendita di biciclette su quella di auto, oggi si deve parlare senz’altro di stallo del mercato automobilistico. Una condizione di crisi che sta investendo le concessionarie d’auto e che nell’area nordmilanese ha prodotto la chiusura di diverse concessionarie e il licenziamento del personale anche nei punti vendita più blasonati. Si sta riducendo sempre di più il numero di mezzi di trasporto inquinanti ancora in circolazione. Il calo delle vetture da euro 0 a euro 3 è nell’ordine dell’11%, con un riduzione importante delle euro 3 e un aumento del 45% delle euro 5. Lo standard euro 6 sarà invece in vigore dal primo settembre 2014, ma già i primi mezzi che rispondono alle norme ambientali più restrittive sono in circolazione. Si parla di poche unità, in tutto 19 mezzi in questi Comuni.

IL DECANO ::

EURO 2

15,75%

EURO 5

13,46%

EURO 0

8,48% EURO 1

3,41% non identificato

0,02%

COMUNE 2012

EURO 6

0,02%

EURO 0

EURO 1

BRESSO

1.059

409

CINISELLO BALSAMO

3.299

1.434

SESTO SAN GIOVANNI

3.755

1.423

8.113

3.266

T O TA L E

GIUSEPPE VILLA, STORICO IMPRENDITORE DEL MERCATO AUTO

«Crisi e cantieri ci soffocano»

Contrazione delle vendite confermata soprattutto a Sesto Da una parte c’è la crisi economica generale, che a Sesto San Giovanni nel comparto auto si fa sentire più che altrove. Dall’altro ci sono i lavori per la realizzazione della metropolitana, che hanno fatto il resto. E’ un quadro generale dalle tinte fosche quello che dipinge Giuseppe Villa, decano delle concessionarie d’auto del Nordmilano. «I dati sulla diminuzione delle vendite di auto nel territorio non fanno che confermare quello che andiamo dicendo noi commercianti da mesi - spiega Villa -. A Sesto in particolare il calo si è sentito più che altrove. Se prima su dieci contratti di vendita, la metà erano stipulati a Sesto, ora siamo arrivati a uno. Un calo drastico che deve far riflettere anche le istituzioni». Perché se l’economia locale è bloc-

cata, per Villa il problema non è soltanto degli addetti del settore. «Come imprenditore sestese, sono contento che in questi mesi si parli di Città della Salute e dei tanti altri progetti futuri per la nostra città, ma chiederei al Sindaco e alla giunta di non dimenticarsi del presente e della situazione economica attuale». Sono proprio i lavori che preparano Sesto per il futuro, a creare disagio a imprenditori come Villa: «Da quando sono iniziati i lavori della metropolitana in viale Gramsci, la nostra concessionaria, come molti altri esercizi commerciali della via, è rimasta ingabbiata dai cantieri e quindi poco visibile dai clienti. Cinque anni fa abbiamo fatto un importante investimento per rendere quella struttura la migliore. Sforzi vanificati dai lavori del metrò: anche di questo credo che le istituzioni abbiano il dovere di interessarsi».


Focus

8,4%

120€

delle vetture immatricolate nella zona sono ancora EURO 0, ossia altamente inquinanti.

24 ottobre 2013

19

il contributo che il Comune di Cinisello garantisce ai pendolari per l’abbonamento annuale ai mezzi pubblici

|

5

il numero di auto che rispettano i limiti inquinanti dello standard EURO6

CINISELLO :: VARATO UN CORPOSO CONTRIBUTO PER INCENTIVARE L’USO QUOTIDIANO DEI TRASPORTI

I pendolari viaggiano con lo sconto

Assegno da 120 euro per studenti e lavoratori che si abbonano ai mezzi ci con abbonamenti annuali, e quanti vorranno stipularne uno d’ora in avanti. Sono compresi tutti i mezzi di superficie e sotterranei inquadrati nella tariffazione Sitam (bus, tram, metrò e treni locali). Una volta effettuato l’acquisto dell’abbonamento agli sportelli milanesi di Atm ci si dovrà recare allo sportello Polifunzionale del Comune di Cinisello, in via XXV Aprile e compilare un modulo. Sono esclusi dall’iniziativa i cittadini che già usufruiscono di agevolazioni sugli abbonamenti annuali. L’idea di promuovere una politica di incentivo era approdata in consiglio comunale tre anni fa, quando fu proposta con un ordine del giorno dal consigliere comunale Ciro Cesarano. Il consiglio l’aveva fatta propria impegnando la giunta ad applicarla, ma è stato necessario molto tempo per trovare le modalità attuative. Il sindaco Siria Trezzi e l’assessore ai Trasporti Ivano Ruffa ritengono questo servizio un valido e concreto incentivo all’utilizzo dei mezzi pubblici. «L’amministrazione comunale ha

Ci sono voluti quasi tre anni di gestazione. Ma alla fine lo sconto per gli abbonamenti dei pendolari è diventato realtà. Tutti i cinisellesi che utilizzano abitualmente i mezzi pubblici possono usufruire di un contributo di 120 euro che consentirà di scontare il costo dell’abbonamento annuale fino al 25 per cento. L’iniziativa è stata varata nei giorni scorsi e riguarderà circa 600 pendolari che già attualmente utilizzano i mezzi pubbli-

destinato un contributo di 100 mila euro da mettere a disposizione dei cittadini - ha aggiunto l’assessore ai Trasporti e mobilità Ivano Ruffa -. Una cifra che riteniamo di dover investire per incentivare la mobilità pubblica». Il sindaco Trezzi lancia un messaggio al Comune di Milano: «Anche con questo servizio dimostriamo una

reale volontà di incentivare l’uso dei mezzi pubblici. Ci aspettiamo che Milano faccia altrettanto applicando una politica tariffaria più attenta ai comuni dell’hinterland». Parole pesanti, soprattutto perché dal 2015 Cinisello inaugurerà il capolinea della M1 di Bettola, dove il biglietto costerà più di due euro. Un vero salasso rispetto a chi utilizzerà lo stesso mezzo dalle fermate della vicina Sesto.

Autovetture NORD MILANO distinte per Comune - Anno 2012 EURO 2

EURO 3

EURO 4

EURO 5

Non identificato

EURO 6

TOTALE 2012

TOTALE 2011

DIFFERENZA

1.851

4

6

13.931

14.086

-155

6.620

8.481

15.360

4.871

7

9

40.081

40.296

-215

6.384

8.015

15.961

6.159

8

7

41.712

42.266

-554

15.079

19.387

36.957

12.881

19

22

95.724

96.648

-924

Davide Campochiaro

LAMBROCAR SESTO In attesa di tempi migliori si cerca di tenere duro. Lo sanno bene gli imprenditori del nostro territorio che hanno un obiettivo comune: raggiungere più o meno illesi la luce in fondo al tunnel. E per falo, servono fantasia e le loro capacità. «Le vendite sono oggi il 40 per cento rispetto a quelle del 2011», racconta Davide Campochiaro della concessionaria sestese Lambrocar di via Cardinal Ferrari 6. «Davanti a dati come questi l’unica soluzione è esprimere al massimo la nostra professionalità e conoscenza del mestiere in modo che il cliente ci premi». Pietro Tampieri

Salvatore Parisi

PARISI 2000 Sulla stessa linea d’onda, d’accordo con il suo collega sestese, troviamo il titolare dello storico punto vendita cinisellese Parisi 2000: «E’ un periodo difficile, ma si cerca di andare avanti - dice Salvatore Parisi -. Essere una azienda a conduzione famigliare ci aiuta nel rapporto con i clienti e nel fornire servizi che altri non riescono a dare». E anche l’usato, che oggi va molto più che il nuovo, non sembra avere un futuro roseo: «L’usato sta per terminare - continua Salvatore -, tra un po’ si dovrà tornare ad acquistare il nuovo». Pietro Tampieri

“il commento/3”

5.636

“il commento/2”

2.891

“il commento/1”

2.075

Antonio Gabetta

AUTOGABETTA Leggermente più ottimista rispetto ai rivenditori Parisi e Lambrocar, Antonio Gabetta, di Autogabetta (concessionaria di Sesto San Giovanni, in viale Fratelli Casiraghi 196) per il quale «le vendite vanno più o meno come l’anno passato con risultati modesti, ma non drastici». Per il concessionario sestese il segreto si trova essenzialmente nel dopo-vendita: «La nostra struttura offre una serie di importanti servizi - chiosa Antonio Gabetta -. Questi servizi accompagnano il cliente anche dopo l’acquisto dell’automobile». Pietro Tampieri


6

|

24 ottobre 2013

Notizie

Sesto San Giovanni

APPALTI :: POLEMICHE PER L’ASSEGNAZIONE DEL CENTO SPORTIVO ALL’ASD SESTO 2012

FLASH Congressi nel Pd

:: Sabato 26 ottobre nel-

le sedi dei quattro circoli sestesi del Pd si svolgeranno i congressi di circolo per eleggere il segretario provinciale e gli organi dirigenti dei circoli. Dalle 9.30 alle 12.30 dibattito congressuale. Dalle 12.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 18 le votazioni.

::

Le tariffe delle piscine Continua il dibattito sui costi delle piscine del Nordmilano. Dopo il servizio pubblicato il 26 settembre in molti ci hanno scritto per commentare i costi e soprattuto la qualità degli impianti. E’ doveroso segnalare che per un errore grafico abbiamo riferito le tariffe quadrimestrali della piscina Foglia di Bresso nella colonna dei costi stagionali. Il costo da 107 ai 136 euro si riferisce a 4 mesi.

Centro Boccaccio Appalto ‘agrodolce’

Pesanti accuse: Il Comune svende un patrimonio Doveva essere il centro sportivo più all’avanguardia di Sesto San Giovanni, con tutti i mega progetti annunciati in questi anni. Invece, con tutta probabilità, l’impianto di via Boccaccio diventerà la nuova casa dell’Asd Sesto 2012, la società di calcio fondata e presieduta da Rong Yi Ru e nata da una costola del Città di Sesto, di cui l’imprenditore cinese era main sponsor. Delle tre proproste presentate al

bando pubblico emesso dal Comune, la sua sarebbe l’unica ammissibile. Dagli uffici fanno sapere che il campo non è ancora stato assegnato, ma che sono in corso approfondimenti. L’offerta del club cittadino è chiara: investimenti per circa 93mila euro, spalmati negli anni, e l’uso quasi esclusivo della struttura. Via libera alle manifestazioni dell’amministrazione o di altre associazioni, ma l’utilizzo degli

spazi da parte di altre realtà sportive è da concordare in questi giorni di verifiche con il settore. La concessione vale per 15 anni e il canone da versare al Comune è del tutto simbolico: mille euro all’anno, poco più di 80 euro al mese facendo i conti. Per il primo triennio sono previsti interventi per 27mila euro, poi altri 31.500 euro e dal settimo anno altri 35mila. E qui iniziano le polemiche, per-

ché l’importo sarebbe troppo basso per tutto l’elenco di migliorie e riqualificazioni annunciate nella proposta tecnica: campi sintetici da calcio e tennis, bocce per anziani, prato nuovo per il campo di calcio a 11, nuovi spogliatoi, ristrutturazione delle tribune. A puntare il dito sono i Giovani Sestesi. «Non abbiamo capito realmente come è stato articolato il bando - confessa il segretario Paolo Vino . Per creare il campo da calcio di via XX Settembre servivano 250mila euro, mentre qualche anno fa per rifare il tappeto dell’oratorio di via Monte San Michele 80mila. Allora, come mai si ritiene interessante questa proposta al ribasso». Gianpaolo Caponi, della lista Sesto nel Cuore domanda al sindaco: «Che fine hanno fatto i progetti di rilancio sportivo della città? Questo bando è stato portato avanti senza nemmeno informare la Consulta della Sport - afferma Caponi -. Da mesi si diceva a chi lo avrebbero assegnato, e questo suona quanto meno curioso. Si regala un’area strategica per le attività sportive della città, privando per molti anni Sesto dell’opportunità di sviluppare iniziative più ambiziose». Già specificate da Sesto 2012 le tariffe per accedere ai campi sportivi: 20 euro all’ora per il tennis, 70 per il calcio a 5, aumenti di 5 e 15 euro per usufruire dei campi al coperto.


Sesto San Giovanni

24 ottobre 2013

|

7

VIA SOTTOCORNO :: L’ALTA TENSIONE FRA I PALAZZI FA PAURA: 36 CASI DI TUMORE SU 150 RESIDENTI

Appello dei residenti: interrare subito

Radio e televisioni si accendono e spengono da sole. Su 150 residenti si contano 36 casi di tumore. Gli abitanti da anni accusano: tutto questo accade perché fuori dalle loro finestre, dove prima c’era un bel prato, c’è l’elettrodotto da 220 kilovolt. «Interramento» chiedono da anni gli abitanti di via Sottocorno, al confine tra Sesto e Milano. Si sono costituiti in un comitato, hanno continuato la loro battaglia spesso soli e senza riflettori puntati. «L’elettrosmog fa male», spiegano da tempo. Sembra una banalità, invece Asl e Arpa hanno sempre sentenziato che le onde emesse sono nei parametri di legge. Lunedì e martedì nel quartiere sono arrivate le telecamere della Rai per raccontare la vita di chi abita

COMUNE ::

a pochi metri dai tralicci. «Siamo preoccupati. Non vogliamo contare altri morti. Andarcene? E dove? E, soprattutto, come? Chi comprerebbe le nostre case?». Finalmente i Comuni di Sesto e Milano hanno trovato un accordo per realizzare uno studio di fattibilità dell’operazione di interramento dei cavi. Il costo è di 15mila euro, da dividere equamente tra le due amministrazioni. Se Sesto è disponibile a mettere sul piatto la sua cifra, Milano ha dichiarato di voler prima aspettare la redazione del bilancio. «Non si perda altro tempo», chiedono i residenti. Una mozione presentata in consiglio comunale dalla lista Sesto nel Cuore per chiedere di agire è rimasta in un cassetto per 364 giorni. Nel quartiere ad alta tensione martedì sono arrivate le telecamere

“in ospedale”

Davanti alle telecamere Rai la bagarre tra l’assessore e il segretario Pdl

della Rai e la politica si è messa in mostra, al punto che l’assessore all’Ambiente Elena Iannizzi ha avuto un duro scambio di battute con il segretario Pdl Silvia Sardone. Il sindaco Chittò ha stigmatizzato l’aggressività del Pdl. Il partito ha chiesto le dimissioni dell’assessore.

LE STRATEGIE PER RIDURRE IL DEBITO AGITANO I DIPENDENTI

Farmacie, il nodo dei contratti Si preannuncia una vertenza dura quella che vede da una parte i dipendenti delle Farmacie comunali e dall’altra amministrazione e direzione commissariale, per tentare il salvataggio dell’azienda pubblica gravata da 2 milioni di euro di debiti. La direzione vuole applicare ai lavoratori un cambio del contratto a partire dal primo dicembre, per razionalizzare i costi del personale. I lavoratori dell’azienda speciale, però, non ci stan-

no. Lo hanno detto forte e chiaro alla prima riunione con il sindaco Monica Chittò lunedì pomeriggio. «Siamo gli unici che pagheranno colpe di altri. Ci rifiutiamo. Dobbiamo salvare l’azienda? Va bene, vorrà dire che lavoreremo di più, ci rimboccheremo le maniche». Ma senza rinunciare a un contratto che non solo tutela il futuro dei 38 lavoratori ma anche il loro passato. Questa settimana si apre la contrattazione tra le parti.

IL SORRISO DEI VOLONTARI

Sabato 26 e domenica 27 la Giornata Nazionale Avo Due giorni all’insegna del sorriso. E’ il regalo che l’Associazione Volontari Ospedalieri (AVO) farà alla città. Un weekend di festa e cultura, quello di sabato 26 e domenica 27 ottobre, in occasione della Giornata Nazionale dell’associazione. Alle 15 di sabato, a mettersi in gioco saranno i volontari giovani: SpazioArte aprirà le porte ai bambini per laboratori creativi e artistici, audizione di letture animate e per lo spettacolo di Mago Polpetta. Il tutto accompagnato da una buona merenda. Domenica 27 è in programma il ‘Pomeriggio danzante’. In concomitanza, nel Municipio si svolgerà l’evento clou del weekend: la Tavola Rotonda ‘Sesto raccontata dai sestesi’. «Abbiamo cercato di organizzare iniziative per coinvolgere tutte le fasce della cittadinanza», spiega Fabio Buciol. Del resto, i 240 volontari sestesi rischiano di ‘non bastare’ più. Sono all’ospedale di Sesto e alle case di riposo Pelucca e Luigi Olgiati, ma ora cresce il bisogno anche alla Multimedica, all’Hospice annesso alla Pelucca e nei reparti oncologici e psichiatrici dell’ospedale.

Sesto San Giovanni (MI) Via Don Minzoni, 37 - Tel: 02/22477439

www.teslaelettrica.it - info@teslaelettrica.it Progettazione, realizzazione e manutenzione impianti elettrici Installazione e manutenzione impianti di climatizzazione (residenziali e commerciali) Dichiarazioni di conformità (DICO) e di rispondenza (DIRI) Certificazioni energetiche Installazione impianti anti intrusione Adeguamento parti comuni negli stabili Dimensionamento e misurazioni impianti di terra


8

Sesto San Giovanni | 24 ottobre 2013 STORIE :: IMPRENDITORI E COMMERCIANTI CHE TORNANO A INVESTIRE CON FIDUCIA NEL FUTURO

L’economia locale rinasce dai piccoli

C’è chi sfida la crisi e chi invece crede nel domani Da inizio estate in città hanno aperto 35 nuove attività di Giacomo Mombelli Il periodo è ancora nero per le tasche delle famiglie e per l’economia italiana. Ma girando per Sesto negli ultimi tempi ci si sorprende di fronte a vetrine che prima non c’erano. Segni di una vitalità che, confidiamo, sia il seme di un nuovo ottimismo. L’esordio di quella ripresa tanto auspicata e ancora invisibile ai più. Nuovi negozi, nuove vetrine e attività che prima d’oggi nel cuore di Sesto non si erano mai viste. Anche le statistiche dell’ufficio Commercio comunale confermano che qualcosa si muove: trentacinque le nuove attività registrate in città da inizio estate. Tra queste c’è, ad esempio, il centro estetico aperto a giugno in piazza della Resistenza. E’ il piccolo sogno dell’ex dirigente di una casa farmaceutica che nel 2008, da un giorno all’altro, si è ritrovato senza lavoro. «Ho trovato un altro impiego ma in una posizione ben diversa - racconta Sergio Valsecchi, 55 anni -. Così, come paracadute se dovesse succedere qualcosa, ho pensato di creare un centro all’avanguardia in un settore in crescita, dove anche mia moglie ed eventualmente le mie figlie possano lavorare».

Nasce così Body Care: tre cabine per massaggi e trattamenti, una sala pedicure e una doccia solare. Spazi grandi e curati nei dettagli, con decine di monitor che raccontano la storia ‘estetica’ di ogni cliente e uno spazio gioco per i bambini al piano inferiore. «Ci vuole coraggio, però quando si dice che le situazioni di crisi stimolano l’inventiva, è vero: nel mio piccolo ho trovato la forza di tirare fuori qualcosa che avevo dentro». Per Marinella Manunta, 37 anni, e suo marito Luigi Voccio, 48, è stata la forza della sopravvivenza a fornire idee: a luglio hanno aperto un alimentari in via Luini, in una zona quasi deserta di attività. «Ci sono tanti anziani in questo quartiere e hanno bisogno di un negozio da raggiungere a piedi, in autonomia - dice Marinella -. Abbiamo 300 prodotti da tutti i giorni e ci riteniamo quasi di pubblica utilità. Non ci siamo fermati a guardare i rischi, bisogna sempre cadere in piedi e rialzarsi pensando a quello che si può fare». Ben diversa per certi versi la storia di Marco Binda, titolare del nuovo Burger Club di viale Casiraghi, aperto

il 30 agosto con 13 dipendenti. Aria da ragazzone che non ha ancora messo la testa a posto, per il 31enne di Seregno la nuova attività non è un gioco, ma una grande avventura ponderata: «Il settore dei fast food in Italia crescerà del 30% per raggiungere gli standard europei - assicura l’ex agente immobiliare ora direttore marketing di questa catena di panini fondata da un suo amico -. La risposta è stata ottima, il pubblico è soddisfatto: bisogna fare quello che piace al meglio ed essere fiduciosi. E poi, io confido tanto in Expo, che porterà a Milano 160mila persone in più al giorno. Sì, sono ottimista».

In alto lo staff del Burger Club di viale Casiraghi. A sinistra Sergio Valsecchi di Body Care di piazza della Resistenza; sotto Luigi Voccio, nel suo negozio di alimentari di via Luini.


PubblicitĂ 

24 ottobre 2013

|

9


10

Wifi libero: centro città 2.0 Svelato il segreto che nascondeva la campagna ‘Cosa c’è nell’aria’

“la proposta”

Cinisello Balsamo | 24 ottobre 2013 NOVITÀ :: IL COMUNE LANCIA LA RETE FREE LUNA: ACCESSO LIBERO E ILLIMITATO

di Niccolò Villa

perché il Comune copre per due anni le spese come incentivo: l’attività commerciale mette a disposizione parte della propria connettività in cambio di un ritorno di immagine ‘digitale’. Cinisello entra così in una rete nazionale: il network di Free Luna vanta già 2900 hot spot in tutto lo Stivale con oltre 400mila utenti registrati e 800mila ore di navigazione ogni mese. Gli utenti che si registreranno a Cinisello potranno poi sfruttare la rete Free Luna in tutta Italia.

Prendono a sassate la scuola Colti sul fatto dai carabinieri

CRONACA

Il segreto è svelato: la campagna di comunicazione ‘Cosa c’è nell’aria’, lanciata circa un mese fa dal Comune di Cinisello Balsamo (e pensata da Monica Brolis, tirocinante presso l’ufficio Comunicazione) nascondeva il lancio di un servizio tecnologico per i cittadini. A Cinisello nasce infatti la prima rete wifi gratuita senza limiti di tempo per navigare liberamente con il proprio pc, smartphone o tablet. Il servizio è frutto di un progetto curato dal settore informatico del Comune in partnership con Rete Civica di Milano e Free Luna. I cinisellesi hanno a disposizione 2 hotspot installati in piazza Gramsci direttamente dall’amministrazione e 5 punti rete offerti dai negozianti che hanno già aderito al progetto: Buba Cafè (via Garibaldi), Erboristeria La Radice e Cartoleria del Centro (piazza Gramsci), Tre Campane (via Libertà) e La Floreale (via Carducci). In questo modo il centro città può dirsi ampiamente coperto dalla linea. Accedere e usare la rete è molto semplice e soprattutto gratis, senza vincoli di tempo sulla connessione. Due anni di sperimentazione, ai negozianti non è chiesto alcun costo

Sono stati fermati dai carabinieri e portati in caserma i 3 ragazzi (2 minorenni) che la scorsa settimana, intorno alle 3 di notte, sono stati sorpresi mentre prendevano a sassate la facciata della scuola Garcia Villas (in via Risorgimento). Più che una bravata, un vero atto di vandalismo. Per fortuna i sassi non si sono infranti contro le finestre dell’edificio. Il motivo sembra futile: colpire la ‘vecchia e odiata’ scuola.

UN MATTONE IN CAMBOGIA

Si chiama ‘Un mattone per la Cambogia’ l’iniziativa solidale che l’Officina di Enrico, onlus cinisellese che opera per diffusione della cultura della missionarietà, presenta venerdì sera (25 ottobre) in Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo. Il progetto si colloca nell’ambito del microcredito e del social housing. L’associazione cinisellese punta a raccogliere un gruppo di investitori che sosterranno nove giovani coppie cambogiane nell’acquisto della loro prima casa. «Il progetto nasce dalla conoscenza della realtà cambogiana: nel 2012 abbiamo fatto un viaggio in Cambogia nella missione di padre Mario Ghezzi (nella foto, ndr) e tornando abbiamo pensato a un modo per aiutare le persone che abbiamo incontrato - dicono gli organizzatori -. E’ una proposta rivoluzionaria: non chiediamo una donazione ma un versamento». Tutti i dettagli saranno presentati venerdì sera alle 21.


PubblicitĂ 

24 ottobre 2013

| 11


12

|

24 ottobre 2013

Cinisello Balsamo

CRONACA :: IL PROBLEMA DEGLI ACCAMPAMENTI NEL RIONE BETTOLA

Rom: i dipendenti Sony scrivono al sindaco

La carovana Sinti è ripartita, ma i problemi restano di Niccolò Villa Una lettera con 100 firme. L’hanno consegnata direttamente nelle mani del primo cittadino di Cinisello Balsamo i dipendenti della Sony che hanno chiesto al sindaco Siria Trezzi un intervento diretto sul tema degli accampamenti nomadi nel rione Bettola. Che sta diventando un vero caso in città. L’arrivo della carovana Sinti in via Galilei ha fatto scoppiare una polemica che si è riversata anche nel mondo della politica. Oggi i

camper e le roulottes che affollavano l’area nei pressi dello svincolo della A4 non ci sono più: dopo alcuni controlli delle forze dell’ordine i nomadi hanno deciso di ‘fare i bagagli’ e di abbandonare il campo. Il problema però resta: tra l’Auchan e la Sony sono decine i camper che stazionano, anche da anni, e creano disagi a residenti e lavoratori. Come nel caso dei dipendenti Sony che già nel 2007 si erano rivolti alla giunta senza però avere risposta. Ora il nuovo ‘attacco’: «Chiediamo al sindaco un intervento concre-

to». I nomadi che stazionano nel parcheggio del colosso tecnologico stendono i panni sulle auto, si lavano tra le macchine e utilizzano le aiuole come bagno. Ma c’è una soluzione in vista: «Abbiamo prenotato delle barre limitatrici per l’altezza - ha detto in risposta il sindaco Siria Trezzi . In questo modo camper e roulottes non potranno accedere al parcheggio». Una soluzione che piace, ma solo in parte: il rione Bettola offre già rifugio e riparo e numerosi accampamenti nomadi, non solo nel parcheggio Sony.

Notizia FLASH ::

Non è spreco Bonus dovuto

Non siede più tra i banchi del consiglio comunale ma non smette di fare il ‘controllore’. Riccardo Malavolta ha sollevato un nuovo caso e nuove polemiche: sul suo profilo Facebook ha postato una determina dirigenziale del Comune che prevede lo stanziamento di 428mila euro come bonus per 7 dirigenti comunali. La sua bacheca si è trasformata presto in una raccolta di sfoghi, più o meno ironici, dei cittadini cinisellesi. «L’ironia - ha detto Malavolta sta nel fatto che chi firma la delibera è uno dei dirigenti premiati». Pronta la risposta del sindaco Trezzi: «Non si tratta di sprechi: Ma di retribuzione di posizione dovuta. Integra, per contratto e non per scelta dell’Ente, la retribuzione tabellare».

POLITICA

Pgt tra voto e ricorso

Ultime ore prima dell’approvazione del Pgt. Il consiglio comunale di Cinisello Balsamo si è dato un ‘ultimatum’: approvare il piano, con osservazioni e controdeduzioni, entro giovedì 24 ottobre. Ultime discussioni e ultime votazioni in consiglio comunale. Nel frattempo sul Pgt cinisellese resta la spada di Damocle del ricorso al Tar presentato dal consigliere di minoranza Ciro Cesarano (che è anche vice presidente del consiglio comunale cinisellese). Cesarano ha presentato un ricorso alla delibera dell’ufficio di presidenza, che è stata votata dal consiglio e che ha modificato il regolamento per la votazione del Pgt. In sostanza la modifica elimina i ‘subemendamenti’ dei consiglieri. «E’ lo strumento con cui possiamo cercare di modificare i punti del Pgt - ha detto Cesarano -. E’ una forzatura, viene tolto ai consiglieri uno strumento democratico». Il Tar non ha ritenuto urgente la segnalazione di Cesarano e non ha sospeso la discussione: la camera di consiglio si riunirà il prossimo 7 novembre.


PubblicitĂ 

24 ottobre 2013

|

13


Bresso 14 | 24 ottobre 2013 PROGETTI :: ENTRO FINE ANNO DOVREBBERO PARTIRE I LAVORI

Metrotranvia 28 mesi di cantieri

Il Movimento 5 Stelle continua a criticare il progetto di Giacomo Mombelli A settembre c’è stata l’apertura ufficiale del cantiere. E nel giro di tre mesi, con la stesura del progetto esecutivo entro fine anno, i lavori per realizzare la Metrotranvia MilanoSeregno dovrebbero iniziare. Un’opera da 233 milioni di euro volta a modificare la mobilità di sette comuni, tra i quali Bresso, che verrà attraversata dai nuovi binari per 2 km. «E’ un’occasione di riqualificazione urbana incredibile - sottolinea il sindaco Ugo Vecchiarelli . Quello che altrimenti ci costerebbe anche 10 milioni di euro, in que-

sto modo riusciamo a farlo per poco più di 2,5 milioni. Via Vittorio Veneto sarà rifatta completamente, adeguate le fognature, l’illuminazione e l’arredo urbano, con la creazione di micropiazze e attraversamenti». Non mancheranno però i disagi legati a un cantiere che durerà in tutto 28 mesi. «Guai a noi se non avremo attenzione alle difficoltà che ci saranno - dice il primo cittadino -. Avvieremo una commissione per discutere con residenti e commercianti, imprenditori e forze politiche, e come detto in campagna elettorale, apriremo un ufficio dedicato solo alla metrotranvia». La nuova tratta renderà sicuramente la città più

sostenibile, ma non mancano le posizioni scettiche. Il Movimento 5 Stelle di Bresso, ad esempio, ha avanzato due perplessità. La prima riguarda la collocazione dei binari in mezzo alla strada e non più su un lato, come il dismesso percorso del tram. La seconda è legata alla riduzione dei binari da due a uno in prossimità del ponte verso Cusano, cosa che renderebbe il passaggio alternato del mezzo e quindi molto più lento. A questi due problemi si aggiunge il tema dei parcheggi, che saranno ridotti. «La chiamerei sistemazione - precisa Vecchiarelli -. Visto il caos attuale sarà una buona occasione per organizzati meglio».

NOVITÀ :: L’ASSOCIAZIONE

Gio.Co.Re pensa alla festa di quartiere

«Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme un progresso, lavorare insieme un successo». Questa massima di Henry Ford è stata fatta propria da Gio.Co.Re., l’associazione di via Papa Giovanni XXIII (Gio.) che unisce commercianti (Co.) e residenti (Re.) per aggregare e far vivere un quartiere periferico di Bresso al confine con Milano. Presente con un banchetto alla scorsa Sagra del Pilastrello, l’associazione è nata nel 1999 e conta 65 iscritti, organizza eventi e manifestazioni per promuovere il territorio, come ‘Barattando’ o il ‘Concorso dei presepi’, e si fa portavoce delle tematiche che toccano più da vicino i cittadini. Il rione ha subìto negli ultimi 5 anni la scomparsa di molte attività commerciali, incominciando dalla storica edicola, un autentico punto di riferimento. L’altra questione molto sentita dai residenti riguarda i rifiuti, la sporcizia e la presenza di sacchi neri domestici abbandonati nei cestini pubblici. Al rischio che la delusione e la negatività prendano il sopravvento, Gio.Co.Re. cerca di opporre la voglia di fare, soprattutto per avvicinare le persone di questo angolo di Bresso che un agglomerato di capannoni industriali separa dal resto della città. L’obiettivo dell’anno è riportare in auge la tradizionale festa del quartiere, dopo l’annullamento per pioggia di due anni fa e l’impossibilità economica dell’anno scorso. Servono infatti 250 euro solo per deviare il percorso del tram 4. «La festa di giugno è il momento in cui si rinnova lo spirito di appartenenza di questo quartiere - dice l’ex commerciante Carmela La Salandra, che insieme ad altre 6 persone fa parte del direttivo -. Noi portiamo l’onere e l’onore di vivere in una zona di confine, ma credo che nonostante le difficoltà bisogna crederci e impegnarci per far fiorire le nostre vie: tutti insieme».


Bresso

24 ottobre 2013

| 15

CANTIERI :: RIPARTITI I LAVORI ANCHE SE NON SI CONOSCE LA DATA DI CHIUSURA

Ex Rivolta, tempi incerti Vecchiarelli: «La riqualificazione è una nostra priorità» Fai da te per aggiustare la città

L’appuntamento è domenica 27 alle 9 davanti al centro civico Sandro Pertini in via Bologna 38. Il Comune organizza ‘Puliamo, aggiustiamo, amiamo la nostra Bresso’, una mattinata dedicata ai parchi, alle panchine, alle aree giochi, per rendere più belli e vivibili gli spazi pubblici e promuovere un senso di appartenenza e responsabilità. E’ il primo passo di un percorso che prevederà diverse giornate durante l’anno. di Giacomo Mombelli Dopo l’inaugurazione in occasione della festa del Pilastrello, torna il cantiere sulla ex Rivolta. L’allestimento dell’area per la manifestazione cittadina, è stata non solo un successo ma anche una scelta azzeccata visto il brutto tempo di quei giorni. Ora, però, rischia di essere solo un buon antipasto di una cena che non arriva mai sulla tavola. Di preciso, infatti, non è possibile sapere quali saranno i tempi per ultimare i lavori sui tre capannoni ex Iso. Fino ai primi mesi dell’anno prossimo gli operai saranno impegnati nella realizzazione di cam-

minamenti nell’area antistante, percorsi ciclopedonali e nell’ampliare l’ingresso della piazza. Sarà anche aggiunta l’insonorizzazione acustica con i colori di Bresso e installato un palco fisso in fondo alla struttura centrale, il cannocchiale. Per quanto riguarda il capannone Nord, entro la fine dell’anno apriranno le nuove poste. Per la parte restante, sono stati previsti a bilancio 250mila euro per la realizzazione dello spazio di aggregazione culturale e giovanile, sempre nel capannone Nord, e per la messa in sicurezza del capannone Sud, dove entrerà il museo. Nel bilancio figura un ulteriore stanziamento di 250mila euro per costruire un parcheggio da 150 po-

sti auto in via Madonnina. Nel caso quest’opera dovesse rientrare nel progetto della Metrotranvia, il Comune risparmierebbe quei soldi per investirli sempre nei capannoni. «La riqualificazione dell’area ex Ram - assicura il primo cittadino bressese Ugo Vecchiarelli - è una priorità dell’amministrazione comunale di Bresso. Ma dobbiamo ancora capire quali sono le risorse a disposizione per il completamento». L’idea, soprattutto per quanto riguarda il piccolo bar che dà sul parco e il ristorante dalla parte opposta, potrebbe essere quella di un bando per l’assegnazione a un gestore che dovrà però occuparsi dell’ultimazione di fino degli spazi.

Bilancio contestato Le opposizioni escono dall’aula «Sono incompetenti o lo fanno apposta?». Se lo chiede il consigliere Massimo Marcianò, al termine del consiglio comunale infuocato in cui la maggioranza, da sola, ha approvato il bilancio di previsione 2013. Senza minoranza. Uno ad uno, i consiglieri di opposizione hanno lasciato l’aula in segno di protesta per il metodo di lavoro adottato dall’amministrazione. Oltre al bilancio comunale, all’ordine del giorno era stata aggiunta all’ultimo l’approvazione del bilancio delle farmacie comunali e la ridefinizione dell’aliquota Imu. Ma i documenti inerenti e corretti sono arrivati ai consiglieri solo il giorno stesso della discussione in aula. «Come possiamo fare opposizione in questo modo?», denuncia il consigliere Lega Nord Adriano Radaelli. Unico mattatore di minoranza della serata, il consigliere Roberto Cassamagnaghi, che ha presentato 10 emendamenti e 25 domande sui contenuti del Bilancio ma è uscito dalla sala durante la votazione su Imu e farmacie. La giunta ha ammesso di poter fare di meglio nel fornire in tempo utile i documenti, ma ha detto di aver rispettato comunque tutte le regole.


16 |

24 ottobre 2013

Cultura & tempo libero

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

SPETTACOLO :: DIRETTA NAZIONALE (E DIGITALE) DEL CONCERTO DI ROMA

Eventi

I Muse live dal ‘palco’ del Pax Proposta culturale nuova: il film-evento girato in 4k di Niccolò Villa

“la rassegna”

La svolta tecnologica del Cineteatro Pax di Cinisello Balsamo è una svolta anche di contenuti. Il nuovo proiettore digitale di cui la sala di via Fiume si è dotata offre nuove opportunità dal punto di vista della proposta culturale: ecco allora che il prossimo 12 novembre il cinema del centro città sarà una delle 200 sale in Italia in cui sarà proiettato, in diretta nazionale, il film-concerto dei Muse che ritrae la band duran-

CORI SUL PALCO PER SOLIDARIETÀ Serata dedicata al canto popolare e alla musica quella in programma sabato 26 alle 20.45 al teatro Manzoni di Sesto. A salire sul palco di piazza Petazzi sarà il Coro Rondinella in occasione della XXIII Rassegna a scopo benefico organizzata dallo stesso gruppo corale con il patrocinio del Comune e la collaborazione dell’associazione nazionale Alpini. Ad esibirsi ci sarà anche un coro ospite: il ‘Concordia’ di Merano (Bolzano). Il ricavato della serata sarà devoluto alla Caritas Rondinella e alla missionaria Maria Teresa Reale.

te il suo live a Roma 2013. Effetti speciali grandiosi e memorabili: dalle ciminiere montate, alla ballerina volteggiante sino all’esplosiva carica di Bellamy e colleghi. In questa serie di live, compreso quello di Roma, la band ha percorso tutti i suoi più grandi successi che si potranno ascoltare e vedere (ma anche seguire come un concerto) nel film, come Resistance, Madness, Time is Runnin’out e molti altri. Il film è girato in 4K, una qualità ancora più superiore dell’HD. La pellicola sarà rilasciata a novembre e girare molti cinema del mondo solo per quel giorno. Una proposta nuova, dal volto giovane. Il Pax per l’occasione (è la prima volta che la sala di via Fiume si cimenta in imprese di questo tipo) propone tariffe alla portata di tutti: 12 euro il costo del biglietto intero, 10 euro per il ridotto. Per saperne di più si può consultare la pagina Facebook del Cineteatro Pax o visitare il sito www.cineteatropax.com.

IN BREVE La diversità a scuola

:: Sabato 26 alle 17 lo Spa-

zio Bresso, in piazzetta Cavour, ospita la presentazione del libro ‘Tutti diversi per essere uguali’. Il testo firmato da Mariacristina Ferrario è rivolto a bambini, educatori e genitori e affronta il tema della disabilità nelle scuole.

::

Due giorni per scegliere

Venerdì 25 e sabato 26 il centro Pertini di Cinisello ospita il Campus Orienta Scuola, rivolto a tutti i ragazzi delle scuole medie che dovranno scegliere il loro percorso futuro.


24 ottobre 2013

VENERDÌ 25 OTTOBRE

Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI) tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09 info@cinemarondinella.it www.cinemarondinella.it

GLORIA PRIMA VISIONE Regia: Sebastian Lelio con Paulina García, Sergio Hernández. ORSO D'ARGENTO PER MIGLIOR ATTRICE (PAULINA GARCÍA) - ORE: 15.30* - 20.15 - PREZZI: *alle 15.30 prezzo speciale euro 4,00 - intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE

SABATO 26 OTTOBRE

Cinema Rondinella

L'ULTIMA CIMA CINEMA E SACRO Regia: Juan Manuel Cotelo, film documentario, PER UN SOLO GIORNO AL CINEMA - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: intero euro 5,00 - ridotto euro 4,00

I CROODS UN CINEMA PER AMICO

GLORIA PRIMA VISIONE Regia: Sebastian Lelio con Paulina García, Sergio Hernández. ORSO D'ARGENTO PER MIGLIOR ATTRICE (PAULINA GARCÍA) - ORE: 17.30 - 20.15 - 22.15 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

DOMENICA 27 OTTOBRE GLORIA PRIMA VISIONE Regia: Sebastian Lelio con Paulina García, Sergio Hernández. ORSO D'ARGENTO PER MIGLIOR ATTRICE (PAULINA GARCÍA) - ORE: 15.30 - 17.30 - 20.15 - 22.15 PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

Regia: Gianfranco Rosi. LEONE D'ORO ALLA 70. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA - ORE: 21.15 - PREZZI: biglietto x 1 film 4,00 euro - tessera valida per 4 film 12 euro - tessera valida x 10 film 25 euro - tessera valida x 20 film 40 euro

MARTEDÌ 29 OTTOBRE THE AUDIENCE NATIONAL THEATRE LIVE

LUNEDÌ 28 OTTOBRE

|

17

Ricette da Sesto ...ricette dal mondo

Ciambella della nonna

SACRO GRA CINEFESTIVAL RONDINELLA

Dal prestigioso palcoscenico di Londra al cinema, in lingua originale sottotitolato in italiano. PER UN SOLO GIORNO AL CINEMA - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: intero euro 10,00 - ridotto euro 8,00

Regia: Chris Sanders, Kirk De Micco. Età consigliata: dai 6 anni ORE: 15.30 proiezione unica PREZZI: biglietto unico euro 3,50

Prezzi aggiornati a mercoledì 23/10/2013. I gestori di stazioni di servizio e i lettori possono comunicarci i prezzi più convenienti scrivendo a redazione@ilgazzettinodisesto.it

BENZINA DIESEL

Q8 v.le Matteotti

Eni Oilone Te Q8 Shell ex Tamoil v.le F. Testi via Saint Denis v.le F. Testi via Grandi via Partigiani v.le F. Testi (Cinisello)

1.709

1.710

1.644

1.643

1.636

1.637

1.579

1.578 1.620

CULTURA/MOSTRE

SABATO 26 OTTOBRE IL CABARET DI CHIODAROLI AL VULCANO Sabato 26 ottobre, dalle ore 16.30, inaugurazione del nuovo punto vendita ‘Il boss della pizza’, nel centro comemrciale Vulcano. Direttamente da Colorado Café, sarà presente Stefano Chiodaroli che presenterà in esclusiva ‘Qui Pane Chiodaroli Style Party’. Sesto San Giovanni - Centro commerciale Il Vulcano - Viale Italia, 555

SABATO 26 OTTOBRE L'ARTE A CUSANO MILANINO La Mostra Collettiva di Pittura ‘L?arte a Cusano Milanino’ organizzata da Canovi Arte di Donatella Canovi. Vernissage: alle ore 16. Entrata libera - La mostra reste-

FESTE/SAGRE

rà aperta fino a 3 novembre. Orario dalle 10 alle 12 - dalle 15 alle 18. Gli artisti che espongono le loro opere sono nostri concittadini.. Cusano Milanino (MI) - Villa Bigatti - Viale Buffoli n. 12

MERCOLEDÌ 30 OTTOBRE 8 SETTEMBRE SCELTA DI VITA L’8 settembre che ha combito le sorti dell’Italia. In occasione del 70° anniversario dell resistenza, l’Anpi di Sesto ha organizzato una giornta di iniziative dal titolo ‘8 Settembre, Una scelta di vita’. L’appuntamento è per mercoledì 30 ottobre, dalle ore 10 Sesto San Giovanni - SpazioArte -via Maestri del Lavoro

MERCOLEDÌ 30 OTTOBRE DOLCETTO O SCHERZETTO Halloween è la festa delle streghe

1.677

1.679 1.619

CONCERTI/SPETTACOLI

e dei mostri soprattutto dei bambini che travestiti da bellissimi diavoletti chiedono dolcetti e caramelle a parenti ed amici! Perché allora non imparare a preparare mostruosi dolcetti per farli divertire ancora di più? Con l’aiuto delle mani esperte di Deborah e Liliana del laboratorio De.li.cake - le nostre Easymamme esperte in dolci - sarà facilissimo preparare biscotti a forma di fantasmi, ragni, cappelli da strega e zucche colorate e molti altri dolcetti da vere cake designer. Il tutto sarà condito con tanta fantasia e con tanta allegria… il divertimento con noi è assicurato! Ore: 20.30 - Costo: euro 20 (comprensive di materiali da utilizzare) - Per prenotazioni chiamare: 02.36539035 Sesto San Giovanni - Easymamma -viale F.lli Casiraghi 50

FINO AL 26 GENNAIO 2014

1.689 1.599

TEMPO LIBERO

RODIN. IL MARMO, LA VITA A Palazzo Reale, le sculture in marmo del maestro parigino Rodin. Il marmo, la vita: un’esposizione di 60 opere in marmo firmate dal maestro francese. Il percorso espositivo, allestito nella suggestiva Sala delle Cariatidi, va dalle prime esecuzioni realizzate nella bottega di Carriere-Belleuse alla fase del ‘non-finito’. Rodin, autore geniale capace di infondere vita e sentimento nella materia inanimata, ha anticipato i tempi occupandosi personalmente della progettazione concettuale delle sculture e affidandone la realizzazione ai suoi aiutanti. Orari: Lunedì: dalle 14.30 alle 19.30; da martedì a domenica: dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato aperto fino alle 22.30 (ultimo ingresso un'ora prima della chiusura) - Ingresso: Euro 11,00 Milano - Palazzo Reale Piazza del Duomo, 12

Patrizia, nostra fedelissima lettrice, ci invia una nuova ‘dolce’ ricetta

INGREDIENTI: 300 grammi farina 00, 100 grammi di zucchero, 50 grammi di mandorle, 5 grammi di lievito per dolci, 2 uova, 40 grammi di burro, mezzo limone, mezza bustina di zucchero vanigliato, latte (qb), un pizzico di sale, mandorle, ciliegine rosse. FAR DA MANGIARE: Versiamo la farina sulla spianatoia, uniamo il lievito, lo zucchero, il sale. Mescoliamo. Disponiamo ora la farina a fontana, aggiungiamo un uovo intero e un tuorlo (non buttiamo l’albume), meno di una noce di burro, qualche cucchiaio di latte e la scorza grattugiata di un limone, oppure una fialetta di limone. Lavoriamo il tutto fino ad ottenere una pasta liscia: formiamo un rotolo e congiungiamone le estremità. Sistemiamo in una tortiera o su una placca da forno imburrata, pennelliamo con il rimanente albume battuto e cospargiamo di mandorle mescolate con lo zucchero vanigliato. Cuociamo in forno caldo fino a quando la superficie del dolce si sarà dorata.

Una nuova rubrica. Scriveteci, inviateci le vostre ricette e le vostre foto ai fornelli da condividere con i nostri lettori


18 | 24 ottobre 2013

Sport Notizia FLASH ::

Posal Basket ancora ko

SERIE D ::

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

I BIANCOCELESTI AL BREDA BATTONO L’INVERUNO PER

1-0

Solito ‘Spampa’. Pro a quota 20 Pansera ‘pigliatutto’ compie un mezzo miracolo nella ripresa

di Niccolò Villa

Due sconfitte e un pareggio. Questo il bilancio del fine settimana per le formazioni di pallacanestro del nostro territorio. La sconfitta più dolorosa arriva dalla Posal Basket che nel campionato di C2 non ha ancora smosso la classifica: nelle prime tre giornate sono arrivate infatti altrettante sconfitte. L’ultima della serie è stata inflitta ai sestesi dal Lesmo. Non migliore fortuna ha accompagnato la Rondinella nella sua uscita sul campo del Docbuster Bocconi Milano: la formazione sestese è stata battuta per 68 a 57. Troppo forti gli avversari che dopo 4 giornate sono ancora a punteggio pieno. Dallo stesso girone del campionato di serie D arriva l’unica vittoria della settimana: quella dell’Asa Basket. La vittoria casalinga sul Mojazza vale ai cinisellesi il terzo successo in quattro gare. Grazie a questo risultato l’Asa si trova ora a soli due punti dalla vetta. Ferma a 4 punti in classifica rimane invece la Rondinella.

Domato anche l’Inveruno. La Pro Sesto è sempre più sola in classifica, nel girone B del campionato di Serie D. Al Breda, contro gli inseguitori, segna il solito Spampatti. E il ‘solito’ Pansera custodisce la porta biancoceleste e resta imbattuto. Sono questi due i nomi del 2013 della società sestese: uno segna, l’altro para. Para tutto. E la squadra allunga in classifica inseguita solo dalle rivali piacentine. Quella con l’Inveruno poteva e doveva essere una partita ‘esame’ per la squadra di mister Di Gioia: che ha passato a pieni voti la prova. Il gol arriva nella prima frazione di gioco: Pelucchi pennella, Spampatti, sempre più bomber, sempre più re del gol, insacca di testa alle spalle del portiere avversario. Il goleador sestese potrebbe raddoppiare, prima a fine del primo tempo e poi a fine ripresa: ma il match finisce 1-0. La squadra controlla, Pansera compie un mezzo miracolo e lascia immolata la porta del Breda.

I padroni di casa che si godono i 20 punti in classifica e i 3 di vantaggio sul Pro Piacenza. Domenica prossima in calendario c’è la trasferta contro il Lecco.

Defibrillatore allo stadio Breda

Le Libertas Girls battono il Bresso

Dalla Rondinella al Milan

Nel segno e nella memoria di Piermario Morosini. Lunedì pomeriggio alla Pro Sesto è stato donato un defibrillatore che resterà a disposizione della società allo stadio Breda. Alla cerimonia era presente Alessandro Lambrughi, ex della Pro Sesto e difensore del Livorno. E’ stato lui il testimonial dell’associazione ‘Live’ che con questo gesto vuole ricordare (e anche sconguirare altre disgrazie sui campi da gioco) la memoria dell’azzurro Piermario Morosini.

Le ragazze della Libertas Volley hanno ‘domato’ le rivali del Pcg Bresso nella gara del campionato di Prima Divisione: la gara giocata la scorsa settimana (venerdì al PalaErasmo) è finita 3-1 per le sestesi di coach Pierdomenico Marchese.

E’ stato un debutto che profuma anche di ‘Sesto’ quello di Davide Di Molfetta che ha esordito con la maglia rossonera in prima squadra nella sfida della scorsa settimana contro il Caen. Primi calci con la maglia della Rondinella: Davide, sestese, ha poi ‘studiato’ nelle giovanili del Milan fino alla Primavera. Entrato al 15esimo del secondo tempo, ha giocato la mezz’ora finale della parita, purtroppo già compromessa (è finita 3 a 0 per il Caen, ma si trattava di una amichevole).

CALCIO A 5 :: CANARINI PRIMI NEL GIRONE DI SERIE D

Campionato e Coppa La Seleçao fa il bis

Due risultati importantissimi per la Libertas Selecao di calcio a 5, targata L’Abbruzzi Gruppo Immobiliare. I canarini di mister Bianchi la scorsa settimana hanno vinto la gara di Coppa Lombardia contro la Fortitudo Busnago (5-2 dopo un primo tempo finito in pareggio sul 22): e si sono ripetuti anche nella partita di

campionato contro il Basiglio Milano 3, formazione giovane e atletica che per certi versi è riuscita a mettere alle corde i padroni di casa sestesi. Che però non demordono e nella ripresa riescono a trovare la via del gol, sfruttando anche la superiorità numerica. Finisce 4-3 per i canarini. Selecao in testa con 10 punti e prossima giornata che vede la sfida al vertice contro i Galacticos, secondi a 9 punti.

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazionegazzettino@gmail.com Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


| 19 BASKET DONNE :: IL PADDY POWER SCONFIGGE LA VIRTUS CAGLIARI IN TRASFERTA PER 41-54 Sport

24 ottobre 2013

Geas ancora vincente E sabato c’è il derby Bacchini elogia il gruppo e la Burani Prossima sfida contro il Sanga Milano di Niccolò Villa

Cagliari, per il momento, è un capitolo chiuso. Dopo aver vinto, con grande sofferenza, il match di apertura del campionato di A2 contro l’Astro, il Geas Basket di Sesto San Giovanni bissa il successo in terra sarda contro la Virtus. Personalità e spessore agonisti-

BOXE ::

IL CINISELLESE È ANCORA CAMPIONE REGIONALE

Donatello Perrulli fa il tris “il pubbliredazionale”

co: sono questi i termini con cui la dirigenza della compagine firmata Paddy Power definisce la vittoria in Sardegna. La chiave della gara è stata la reazione

Ancora un titolo regionale, il terzo in tre anni; e un pass per i campionati italiani in tasca. Donatello Perrulli, campioncino della boxe di Cinisello Balsamo, è sempre più ‘erede’ di Roberto Cammarelle. Con il campionissimo iridato Donatello condivide, oltre alla passione per il ring, la palestra (quella Rocky Marciano dove Roberto è ‘nato alla boxe’) e gli insegnamenti del maestro Biagio Pierri che a entrambi ha insegnato a ‘tirare’ come veri campioni.

Donatello Perrulli per il terzo anno di fila si conferma campione regionale. Il titolo è stato vinto nelle scorse settimane: Donatello ha dapprima battuto Mario De Nicola, avversario di Seregno, e poi Cristian Eligio della Bergamo Boxe. Ora Donatello combatterà per il titolo italiano: i campionati nazionali si terranno dal 3 al 10 dicembre a Trevi.

dopo la rimonta di Cagliari; con la Virtus in piena corsa, Burani ha fatto due canestri e preso due falli che ci hanno dato respiro e concesso di rimetterci a posto e ricostruire il vantaggio. Questo successo è una conferma e allo stesso tempo una bella iniezione di fiducia per il futuro: stasera ci sono stati pochissimi alti e bassi: è quello che vorrei dalla mia squadra», sono le parole, a caldo, di coach Bacchini. Il match si è chiuso sul punteggio di 41-54 per le rossonere di Sesto San Giovanni. Che sabato sono attese a una sfida davvero difficile: alle 20.30 al PalaNat di Sesto San Giovanni andrà infatti in scena il derby contro le avversarie meneghine del Sanga Milano, temibile compagine che ha già militato in A2 lo scorso anno.

SERVIZI ALL’AVANGUARDIA E CORSI PER TUTTI I GUSTI IL CLUB BENEFIT È PRONTO AD APRIRE I BATTENTI La palestra di via De Amicis 67, a Cinisello Balsamo sarà un punto di riferimento per tutto il Nordmilano Mille e 600 metri quadri. Un parcheggio di proprietà, a due passi dall’ingresso, che può ospitare circa 300 vetture. Tre ampie sale per i corsi e una Spa, che sarà realizzata e completata nei prossimi mesi, di circa 500 metri quadrati. Sono questi i segni particolari della Palestra Benefit, il nuovo club per sportivi che sta per aprire a Cinisello Balsamo in via De Amicis 67. Un vero e proprio tempio dello sport all’avanguardia che offre servizi innovativi. La Palestra Benefit si sta preparando ad accogliere i suoi utenti: amanti dello sport, del fitness e anche della danza. La ricetta che il nuovo club propone è semplice: prendete una bella manciata di benessere, aggiungete un pizzico di relax e una buona dose di movimento e divertimento. La palestra offre una sala fitness di ultimissima generazione, fornita di attrezzature e macchinari Technogym sofisticati e studiati per proporre i programmi più innovativi; e poi istruttori laureati e qualificati che sono sempre a disposizione di tutti gli utenti. «Il nostro è un club come quelli di una volta - spiegano gli imprenditori che hanno dato vita a questo nuovo progetto

che si propone non solo per il bacino cittadino di Cinisello Balsamo ma anche per tutta l’area del Nordmilano e della Brianza -. Per questo scegliamo di mettere sempre a disposizione i nostri istruttori che assistono gli utenti dal primo all’ultimo minuto. Il personal trainer è un servizio aggiuntivo, per chi

cerca qualche stimolo in più». Tecnologia e tradizione, dunque. Ma anche un ricco programma di corsi: dalla zumba, alla nuovissima piloxing (un corso coreografato), passando per i corsi extra che sono acquistabili fuori dal pacchetto tradizionale come yoga, pilates e thai boxe. A cui si aggiungono tutte le proposte per gli amanti della danza offerte da Primo Piano Dance Studio. «Un servizio come il nostro su questo territorio manca - dicono i gestori, forti dell’esperienza del club di Capriate -. Offriamo una proposta innovativa e di tendenza per un pubblico medio. Con circa 50 euro al mese mettiamo a disposizione degli sportivi una gamma completa di servizi fitness».


20 |

24 ottobre 2013

PubblicitĂ 


Il Gazzettino di Sesto S.G. - Ed. 36 del 24-10-2013