Issuu on Google+

ANNO 2 NUMERO 34 - 10 Ottobre 2013 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com :::::::::::::: DISTRIBUITO A SESTO, CINISELLO E BRESSO ::::::::::::::

:: SESTO Le ex Falck puntano alla Borsa

In arrivo l’influenza a stelle e strisce

Il gruppo Bizzi, proprietario della aree dismesse, si appresta allo sbarco a Piazza Affari con l’ingresso in ‘Sorgente Res’ A pagina 3

:: SALUTE Intervista al virologo Fabrizio Pregliasco I virus influenzali metteranno a letto oltre 4 milioni di italiani. Nel 2012 però la campagna vaccinale ha registrato un calo del 25 per cento a causa delle incertezze provocate dal ritiro dei farmaci dal mercato. All’interno tutte le informazioni utili per immunizzarsi Alle pagine 4 e 5

La nuova Tares, la tassa che sostituisce la vecchia tariffa rifiuti, sta scatenando le ire dei contribuenti di Cinisello. Intanto a Sesto le famiglie costringono il Comune a rivedere

:: CINISELLO

le rette per le mense scolastiche

Il Pgt in aula E’ subito bagarre

Alle pagine 8 e 10

I grillini si scagliano contro i ‘conflitti di interesse’ dei colleghi in consiglio. Il piano va approvato entro il 24 ottobre A pagina 9

:: BRESSO Rifiuti: nuove regole, ‘vecchie’ polemiche

Amsa cambia i turni. Il Comune ripristina il divieto di sosta e fioccano le polemiche degli automobilisti multati A pagina 12

:: SPORT La Pro in vetta con Spampatti

Dopo la vittoria contro il Gozzano la Pro Sesto è in cima al campionato di Serie D. La società si culla il ‘re del gol’ A pagina 18

TARTASSATI

Il Gazzettino di Sesto San Giovanni è anche online

www.ilgazzettinodisesto.it

DIBATTITO ::

TIFOSERIE IN POLEMICA CONTRO LE CHIUSURE DEGLI STADI ITALIANI

Parte da Sesto lo sfogo degli ultras rossoneri Cori razzisti, insulti ‘territoriali’, squalifiche, stadi blindati, partite a porte chiuse. Con la pausa della Nazionale il tema del tifo negli stadi sta tenendo banco. E nell’acceso dibattito c’è uno spazio anche per Sesto San Giovanni. E’ da qui che è partito lo ‘sfogo’ della Curva Sud Milano, dopo la decisione del giudice sportivo di chiudere il Meazza in occasione della prossima sfida di Serie A con l’Udinese: la tifoseria del Diavolo da qualche anno trova casa infatti al Clan 1899, circolo che sorge in via Sacco e Vanzetti dove gli ultras si ritrovano settimanalmente per organizzare cori, coreografie e trasferte. Proprio da Sesto i tifosi re-

spingono l’accusa di razzismo: «Benvenuti nel Paese dove la goliardia e lo sfottò sono motivi di sanzioni che limitano la libertà. In Italia si assiste in questi giorni alla messa in atto di una ridicola interpretazione della legge che ci rende i protagonisti di un attacco insensato e ingiustificabile», sono le parole con cui si apre il comunicato della tifoseria milanista. «Sia chiaro che nessuno considera la legge contro il razzismo una legge inutile o sbagliata - continuano gli ultrà che poi chiudono così -. Saremo ben felici di scoprire quanto un campionato giocato a porte chiuse sarà interessante per i mercati esteri».


2

|

Attualità

10 ottobre 2013

Dillo con un click

Michela festeggia: è suo il logo dell’Osl Creare il logo dell’oratorio. In questo consisteva il concorso indetto da don Gabriele Lovati, ‘novello’ coadiutore dell’oratorio San Luigi di Cinisello. E in tanti hanno risposto all’invito: in poco tempo sono giunti alla segreteria dell’oratorio una quindicina di opere create non solo dai ragazzi, ma anche da alcuni adulti che hanno voluto cimentarsi in questa sfida. Il compito di giudicare è stato poi lasciato alla comunità che ha votato il logo migliore. E a vincere, anzi a stravincere, è stata Michela Soldati: una quattordicenne che frequenta il gruppo adolescenti. Il logo, composto dalla sigla dell’oratorio San Luigi e da un arcobaleno che racchiude tre persone sorridenti di diversa nazionalità, mostra l’oratorio come un posto felice dove la porta è aperta per tutti. La vittoria di Michela è stata annunciata durante la messa della festa dell’oratorio e ora il suo disegno campeggia in oratorio su di un grosso cartellone. (P. T.)

EDITORIALE

NUOVE TENDENZE :: COME FAR DIVENTARE L’EDUCAZIONE CONTAGIOSA

Le buone regole dimenticate

Da Nord a Sud, invece delle multe i Comuni scelgono i premi

La scorsa settimana mi è capitato per ben tre volte di vedere un automobilista gettare rifiuti dal finestrino. Una sigaretta, un fazzoletto e poi un pacchetto di sigarette. Parte di quella montagna di rifiuti che ogni giorno colora e lercia le nostre strade. Di primo acchito ho dato ragione a quei sindaci e assessori che definiscono una battaglia persa, o quanto meno difficile, quella per la pulizia della città. «I cittadini non collaborano», dicono. E a giudicare da quanto vediamo quotidianamente, come gli si può dare torto? Riflettendoci meglio mi sono convinto che sindaci e amministratori pubblici non fanno tutto quanto è necessario per invertire questa tendenza. Anzi, spesso fanno poco o nulla, pensando che in fondo non sia loro compito quello di educare. Ho pensato a quegli automobilisti che, magari, avevano con sé a bordo i propri figli. A questi ultimi il messaggio che è passato è che per liberarsi dei rifiuti in auto è sufficiente aprire un finestrino e gettarli. Come invertire questa tendenza? Forse provando a educare i più piccoli con messaggi e campagne serie. Ma soprattutto provare a punire gli adulti. Mi risulta che nei bilanci delle polizie locali non vi sia nemmeno una contravvenzione per i rifiuti gettati dai finestrini. Perché le forze dell’ordine non prendono in considerazione questa violazione. Nemmeno quando un pedone schiaccia il mozzicone della sigaretta sul marciapiedi col tacco della sua scarpa. Ci ha provato il Comune di Sesto, con le ‘deiezioni’ dei cani. Sedici multe in pochi giorni. Ma per invertire la tendenza occorre più severità e dedizione.

Un premio ai cittadini educati

di Aurora Dupin Città a misura d’uomo, con servizi che funzionano e spazi fruibili, puliti e accoglienti. Vicini di casa, colleghi di lavoro, compagni di viaggio sui mezzi pubblici rispettosi ed educati. Un’utopia, viene da pensare, soprattutto sentendo i racconti dei sestesi e non solo, che ogni giorno non mancano di sottolineare quanto in questi anni Sesto appaia sempre di più una città in stato di abbandono. Anche attraverso le pagine del nostro giornale, a cui inviano spesso segnalazioni e critiche. Se ci si ferma all’apparenza, l’equazione sembra scontata: se le cose non funzionano, la colpa è delle istituzioni. Fin troppo semplicistico, forse. A far riflettere e andare oltre, un articolo apparso nei giorni scorsi su un noto quotidiano dal titolo ‘Premi invece che multe, la svolta delle città’. Nel testo è tutta racchiusa un’Italia che non ti aspetti. Un Paese, da nord a sud, che si

impegna ad applicare un principio che ricorda quello elaborato e dimostrato dallo scienziato russo Ivan Pavlov nei primi del ‘900: quello del riflesso condizionato, secondo cui a uno stimolo ‘guidato’ e ripetuto, l’animale associa una reazione, quella voluta dallo studioso, che poi ripeterà sempre davanti allo stesso stimolo. Qualcosa di simile l’hanno fatto alcuni Comuni: contribuisci alla raccolta differenziata? Per te un sconto sulla Tarsu. Diventi un ‘nonno amico’ e aiuti i vigili a regolare il traffico all’uscia delle scuole? Ti premio con una medaglia che ti riempirà d’orgoglio. Sei un’impresa che ha deciso di farsi carico della cura del verde in un giardino della città contribuendo a risparmiare sul bilancio comunale? La tua pubblicità sarà esposta gratuitamente proprio in quel luogo. E così

succede che in un piccolo comune come Arzignano (25mila anime in provincia di Vicenza) i cittadini che dimostrano di scegliere le due ruote invece che la macchina per andare a scuola o in ufficio, ricevono buoni gratuiti per frequentare la palestra del paese. Oppure che a Milano nei bar dove i titolari decidono di eliminare le slot machine e contribuire alla lotta contro il gioco d’azzardo, il Comune regala stampe preziose d’epoca. Anche nel nord Milano qualche timido esempio c’è: da tempo

a Sesto alcune aree verdi sono state ‘adottate’ da imprenditori privati che in cambio espongono il loro logo gratuitamente. Insomma: visto che punizioni e multe sembrano non funzionare per mettere in riga gli italiani e rendere il Paese più bello e vivibile, una strada nuova non è poi così impossibile da percorrere: incentivi per i cittadini virtuosi. Le cui azioni rischiano (si spera) di diventare contagiose. A questo punto alle amministrazioni comunali non resta che provare a percorrerla, questa strada. Come si dice in questi casi: tentar non nuoce.

Lettere alla redazione

Raccontateci il vostro punto di vista, i vostri dubbi sul futuro della città e i ricordi della Sesto che fu. Scrivete messaggi brevi a: redazionegazzettino@gmail.com Oppure all’indirizzo: piazza F. Caltagirone 75.

Pubblichiamo alcuni passaggi di una lettera giunta alla nostra redazione insieme ad una foto. Una cittadina sestese ‘denuncia’ un fatto strano. Ogni tanto in giro per la città compaiono questi cartelli di divieto di sosta per imminenti lavori

stradali. Ebbene, questo della foto in allegato è in via Leonardo da Vinci di fronte al civico 5 dal 25 di settembre. Occupa ben due posti auto, e fino a oggi nessun lavoro è stato effettuato. Trattasi di occupazione indebita di suolo pubblico. La società che li ha messi si presume

sia di Lecco, visto il nome scritto dietro. Si saranno dimenticati? Inutile avvisare i vigili urbani (hanno altro a cui pensare), inutile avvisare il Comune. Intanto per fortuna che qualche automobilista ci parcheggia, almeno la sera. Ma non è un abuso?


Attualità

10 ottobre 2013

|

3

ECONOMIA :: IL GRUPPO BIZZI SI PREPARA AD ENTRARE IN ‘SORGENTE RES’

Ora anche la Borsa cerca le aree ex Falck La quotazione a Piazza Affari darà solidità internazionale ai progetti di Renzo Piano

di Rosario Palazzolo Le aree ex Falck puntano alla Borsa per consolidare la capacità finanziaria e assumere un ruolo internazionale più consono allo sviluppo che le attende, dopo il via libera alla nascita della Città della Salute. La notizia, pubblicata dalla rivista economica Il Mondo, circola con insistenza in questi giorni: l’ingresso del Gruppo Bizzi in Sorgente Res, società che sta per nascere da uno spin off del gruppo Sorgente di Valter Mainetti e che vedrà come socio rilevante proprio l’immobiliarista (ormai diventato sestese d’adozione) Davide Bizzi. Sorgente Res punterebbe senza tentennamenti a portare le aree ex Falck che oggi sono nelle mani di Bizzi, alla quotazione in Borsa entro la prima metà del 2014. Gli advisor dell’operazione sono stati già individuati in Banca Imi e Barclays. La nuova società metterà al centro dell’operazione alcuni dei patrimoni del gruppo immobiliare romano oltre che parte delle ex aree Falck che portano in dote anche la prestigiosa progettazione affidata a Renzo Piano. Grazie a questo allargamento della società e soprattutto alla quotazione in Borsa, la riqualificazione delle aree ex Falck esce finalmente dalle sabbie mobili ‘nostrane’, per candidarsi a diventare una delle maggiori operazioni di riqualificazione immobiliare europee. L’obbiettivo è di costituire in poco più un decennio un patrimonio di 5 miliardi. A questi progetti vanno aggiunti

quelli che sta portando avanti il Gruppo Caltagirone nelle aree ex Falck Vulcano e Decapaggio, dove sono già a buon punto i lavori per la costruzione di un nuovo quartiere residenziale con servizi, impianti sportivi e parchi, e dove sta nascendo il nuovo centro ricerche mondiale della francese Alstom. Dopo quasi 20 anni di incertezze, ‘fal-

Il Parco del Lambro cresce sul suolo di Monza e Milano Il Parco della Media Valle del Lambro è finalmente più grande. Un corridoio verde che corre da Monza fin dentro Milano, abbracciando da Est l’intera area metropolitana milanese. Mercoledì mattina è stato siglato dai sindaci soci del Parco della Media Valle del Lambro il protocollo che consente l’ampliamento delle aree soggette a vincolo ecologico che fanno parte dei territori di Monza e di Milano. Grazie al conferimento delle aree verdi messe a disposizione dai capoluogo di provincia, il parco raggiungerà una dimensione di 6,6 milioni di metri quadrati, superiore a quella del Parco Nord. Il parco corre lungo il tracciato del fiume Lambro e costeggia la città di Sesto San Giovanni costituendo una delle isole ambientali che in futuro avranno grande fruibilità per i sestesi. Per sottoscrivere l’atto si è scelta una cerimonia simbolica: tre guardie ecologiche volontarie hanno raggiunto tutti i comuni firmatari in sella a delle biciclette. Sono stati ricevuti dai sindaci che hanno firmato l’atto del Protocollo d’Intesa. L’ultimo passo sarà quello della sottoscrizione della nuova Convenzione per la gestione del PMVL, la cui bozza è già stata inoltrata dal Parco ai cinque Comuni. La sottoscrizione potrà avvenire dopo l’approvazione del testo della Convenzione da parte dei Consigli Comunali.

limenti’ e dolorose inchieste, la riqualificazione delle Aree ex Falck si appresta quindi a diventare realtà. Il recente via libera al progetto Città della Salute, che consenitrà la costruzione di un polo per la diagnosi e la ricerca sanitaria con la fusione degli istituti dei Tumori e il Besta, è il fulcro intorno al quale si svilupperà la nuova Sesto San Giovanni.

Tour tra le imprese locali per ascoltare critiche e consigli Bussano alla porta delle piccole imprese locali e si presentano. Il presidente dell’associazione Imprenditori Nordmilano, Salvatore Belcastro, e l’assessore alle attività produttive di Cinisello, Andrea Catania, hanno scelto di incontrare personalmente gli imprenditori di Cinisello per confrontarsi sulle problematiche più impellenti e per ascoltare consigli e riflessioni. Il tour tra le imprese cinisellesi è cominciato l’altro pomeriggio nel quartiere artigianale ‘dei compositori’, tra via Beethoven e via Albinoni, a Nord della città. «Ci interessa ascoltare critiche e suggerimenti per poter migliorare l’accoglienza delle imprese sul nostro territorio - spiega l’assessore Catania -. A Cinisello abbiamo trovato grande collaborazione nell’associazione imprenditori che ha mostrato grande sensibilità su questo tema».


4

| 10 ottobre 2013 IL VIROLOGO ::

Salute PREGLIASCO: «TRE DIVERSI VIRUS MA SINTOMI UGUALI»

I vaccini passano di moda L’influenza invece rimane Anziani e operatori sanitari disertano il richiamo Colpa del ritiro dal mercato di alcuni farmaci INFLUENZA 201

di Aurora Dupin Tre virus, come sempre dai nomi incomprensibili, che si faranno però ben riconoscere da oltre 4 milioni di italiani. Puntuale come il cambio di stagione, anche quest’anno l’influenza è pronta per bussare alla porta. Già in questi giorni molti sono stati costretti a letto, ma il vero picco di contagio si avrà tra il mese di dicembre e l’inizio dell’anno. Che cosa ci aspetta, lo spiega Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento di Sanità Pubblica, microbiologia e virologia dell’Università degli Studi di Milano. «Sono tre i virus che colpiranno quest’anno: H1N1 California, AH3N2 Victoria e il B Massachusetts - spiega il virologo -. Rispetto agli anni passati, non ci aspettiamo un’epidemia aggressiva ma comunque estesa che si propagherà, come quasi sempre accade, in modo importante nel periodo tra Natale e Capodanno, veicolata anche dalle feste in famiglia». Ma già in questi giorni molti sono stati costretti a letto da una prima ondata influenzale. «Per capire se si tratta di un virus influenzale, basta che ci siano tre sintomi, comuni a tutti i tipi di ceppi virali - spiega Pregliasco , quali febbre, in alcuni casi alta ma non sempre, dolore muscolare e almeno un sintomo a carico del sistema respiratorio (mal di gola, tosse, raffreddore). Per curarsi, non è necessario l’antibio-

4 milioni gli italiani che saranno colpiti

3 i ceppi di virus previsti

163.291 i milanesi vaccinati nel 2012

- 25% il numero di vaccini somministrati rispetto al 2011

3

tico che contro i virus non può far nulla: antipiretici, coperte e riposo saranno utili alleati. Sempre meglio prevenirla, con il vaccino che sarà in distribuzione dalle prossime settimane». Per combattere l’influenza ancor prima di riconoscerla, come ogni anno il Ministerto della Salute e le Asl locali sono infatti pronti a lanciare la campagna di vaccinazione 2013. Ogni Anzienda sanitaria avrà le sue date di somministrazione dei vaccini. A Sesto San Giovanni le porte degli ambulatori di via Oslavia si apriranno a partire dal 4 novembre, ma fra qualche giorno sarà già possibile prenotarsi. In questo modo i medici avranno anche un’idea di quanti vaccini richiedere. Visto come sono andati gli ultimi anni, però, non si pensa grandi numeri. Il dato milanese sul calo considervole del numero delle vaccinazioni (in base alle rilevazioni del 2012), è confermato infatti dai quelli locali. «Rispetto ai primi anni, il numero di richieste è calato in modo importante, in particolare negli ultimi tempi - fanno sapere dall’Asl sestese di via Oslavia, dove è presente l’ufficio vaccinazioni -. Effetto del caso scoppiato proprio lo scorso anno, quando vennero ritirati dal mercato i vaccini di una nota casa farmaceutica». Per sapere se quest’anno andrà meglio, bisognerà attendere almeno il momento delle prenotazioni. L’appello dei medici e degli specialisti rimane lo stesso: le categorie a rischio, nelle quali rientrano anziani, malati cronici e operatori sanitari, faranno bene a vaccinarsi così da evitare spiacevoli complicazioni in caso di contagio.

I NUMERI :: PICCO DI CONTAGIO TRA DICEMBRE E GENNAIO

Saranno 4 milioni gli italiani a letto

Molti preferiscono però evitare il vaccino

Nella foto: il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco

Vaccino sì, vaccino no. Un vero dilemma per molti, che negli ultimi tempi è diventato paura dopo il ritiro dal mercato nel 2012 di alcune dosi considerate potenzialmente nocive per l’uomo. L’effetto lo si legge nei dati diffusi dall’Asl di Milano nei giorni scorsi analizzando i risultati della campagna vaccinale 2012: meno 25% rispetto al 2011, con gli anziani in particolare che hanno disertato i centri (si sono vaccinati il 41,6% degli over 65 milanesi rispetto al 47% dell’anno precedente), seguiti a ruota da medici e infermieri. Per quest’anno si spera che le cose possano migliorare così da

evitare un ampio contagio, soprattutto nel mese di dicembre, quando i virus saranno maggiormente diffusi. A Sesto San Giovanni la campagna vaccinale 2013 avrà inizio il 4 novembre. Per prenotare un appuntamento, basterà rivolgersi all’ufficio di via Oslavia (02.85784743). Il vaccino è gratuito per le categorie a rischio (come anziani over 65, bambini, malati cronici, operatori sanitari), mentre per gli altri è previsto il pagamento del ticket. Si potrà chiedere la vaccinazione anche al proprio medico di base. Lo stesso vale per Cinisello Balsamo, dove l’ufficio Asl a cui rivolgersi si trova in via Terenghi (02.85783344).


Salute

10 ottobre 2013

|

5

ALIMENTAZIONE :: IL CENTRO SANITARIO SI PRESENTA Ottobre eletto mese della prevenzione

La salute nel piatto arriva l’Obesity Day

Non solo cura e interventi d’emergenza: l’ospedale di Sesto San Giovanni apre le sue porte per fare prevenzione. Nel mese di ottobre il nosocomio di viale Matteotti sarà impegnato in una serie di iniziative per la tutela della salute e sui corretti stili di vita. Giovedì 10 ottobre, oltre all’Obesity Day, l’appuntamento è con la Giornata mondiale sulla salute mentale: ‘Non avere timore, chiedi aiuto’ il nome dell’iniziativa che prevede dalle 9 alle 14 incontri collettivi e individuali con i medici dell’ospedale (padiglione 4, piano rialzato) per parlare di ansia, depressione, disturbi dell’umore e del sonno. DomeniMangiare in ca 20 ottobre, invece, l’ospedale si tinge di rosa con modo sano e senza esagerare l’adesione alla Giornata Mondiale dell’Osteopocon i cibi definirosi promosso dall’Osservatorio nazionale sulti ‘cattivi’ è ormai la salute della Donna. Dalle 10 alle 13 sarisaputo essere la curà possibile avere consigli e informara più efficace per assizioni ai medici dell’ospedacurarsi una lunga vita in le sestese.

Giovedì 10 esperti sestesi a disposizione dei pazienti

salute. Anche per questo informare diventa fondamentale così da prevenire malattie croniche e non. Lo sanno bene all’ospedale di Sesto San Giovanni, dove ormai da anni è attivo il Centro delle patologie della Nutrizione. Giovedì 10 ottobre dalle 10 alle 14 il centro ospitato nel padiglione 3 dell’ospedale (piano primo) aprirà le sue porte alla città proprio per centrare l’obiettivo di rendere i cittadini più consapevoli. In occasione dell’‘Obesity day’, questo il nome dell’iniziativa, medici e specialisti saranno quindi a disposizione degli utenti dell’ospedale di via Matteotti per capire insieme quali sono i rischi che corrono i soggetti in sovrappeso. «Il nostro Centro segue un media circa 1200 pazienti obesi - fanno sapere i medici dell’ospedale di Sesto -. Tra loro circa 250 sono considerati ‘grandi obesi’. Un dato che sorprende riguarda il sesso dei pazienti: il 75% sono donne, solo il 25% sono uomini. Una volta che gli utenti vengono seguiti dal nostro centro, nel 60% dei casi raggiungono risultati soddisfacenti e migliorano il loro stato di salute».

LA FESTA ::

IL

Gli obesi in Italia sono infatti il 10,1% della popolazione (secondo i dati Istat del 2009) cioè quasi 6 milioni di persone. C’è una percentuale di obesità lievemente maggiore negli uomini che nelle donne (11,1 % vs 9,2%). Una persona si considera obesa se il suo peso corporeo eccede del 60% il suo peso ideale, obesa in maniera severa se il suo peso eccede del 100% il suo peso ideale. C’è unanime accordo nella comunità scientifica sul fatto che l’aumento eccessivo di peso sia proporzionale ad un peggioramento della qualità di vita della persona, e sul fatto che la condizione di obesità sia legata in maniera indissolubile a serie complicazioni in fatto di salute. Ma anche sul fatto che grande influenza ce l’ha la condizione psicologica che il soggetto vive, come spiega lo psicoterapeuta Giovanni Porta, esperto di problemi legati all’alimentazione: «L’aumento di peso eccessivo peggiora la qualità della vita e la stima di noi stessi, oltre a darci complicazioni a livello di salute - spiega Porta -. Per uscirne, occorre capire che la soddisfazione dei propri bisogni emotivi non passa solo dalla tavola. Non è facile, ma riconoscere il problema è il primo passo per iniziare a stare meglio». Il primo passo per rompere

questo circolo vizioso è aiutare la persona obesa a entrare in contatto con le proprie emozioni e sensazioni, e aiutarla a riscoprire che la soddisfazione dei suoi bisogni non passa necessariamente attraverso il cibo. Ecco perché a Sesto San Giovanni il Centro che si occupa delle patologie legate all’alimentazione, lavora da sempre in stretto contatto con specialisti non solo nel campo della medicina ma anche e soprattutto con psicologi e psicoterapeuti che, passo dopo passo, supportano i pazienti che si trovano a fare i conti con l’obesità come con altre malattie quali l’anoressia e la bulimia.

19 OTTOBRE SI TIENE LA TERZA EDIZIONE DI ‘BASSINI A BRACCIA APERTE’

A Cinisello l’ospedale apre le porte Per un giorno analisi gratuite, spettacoli, convegni e mostre in corsia Per un giorno l’ospedale Bassini di Cinisello si presenta alla città in una veste diversa. Non più solamente ospedale, dove si soffre e si guarisce, ma anche luogo di incontro e di dibattito su tanti temi, sia medici che di attualità. Si tiene sabato 19 ottobre la terza edizione di ‘Ospedale Bassini a Braccia Aperte’. Per tutta la giornata si susseguiranno iniziative di ogni tipo. L’apertura alle ore 9, con un momento solenne e con il saluto del direttore generale Alessandro Visconti, dedicato alle autorità della città. Dalle 9 alle 10.30 il laboratorio Analisi eseguirà gratuitamente, prelievi ematici per il controllo della funzionalità epatica o lipidica, in collaborazione con il dottor Claudio Fara e l’ Ambulatorio di ATR (Centro Studio Aterosclerosi), per gli uomini PSA (Prevenzione Tumore Prostatico), in colla-

borazione con il professor Strada (Urologia) (per accedere ai servizi, è necessaria la tessera sanitaria). E poi ambulatori aperti per la Cardiologia, Diabetologia, Pediatria, Neurologia. Dalle 10.30 ci sarà un’esibizione di Monta Western all’esterno dell’ospedale con il battesimo della sella. Dalle 9.30 si parlerà di Diabete nell’aula didattica, mentre alle ore 12 è in programma l’inaugurazione del nuovo reparto di Fisiatria diretto dalla dottoressa Elena Parolo, con le nuove palestre. L’Avo (Associazione Volontari Ospedalieri) organizzerà dei momenti di animazione, mentre dalle ore 15 sarà presente la Guardia di Finanza con un’esibizione delle unità cinofile. E’ previsto anche un servizio di ristorazione al prezzo di 5 euro nella mensa dell’ospedale.


6

Sesto San Giovanni | 10 ottobre 2013 COMMERCIO :: LA RONDINELLA CHIEDE IL RILANCIO

Vogliamo un ‘portale’ come Piccadilly Cagliani: «Pronti gli stanziamenti per via Picardi» gozianti c’è stata durante il Tavolo del commercio. «Ci è stato comunicato che la riqualificazione avverrà, anche se non sappiamo i tempi - commenta Roberto Tentori dell’associazione di via Picardi -. Certo, ci piacerebbe essere coinvolti fin dalla progettazione e non a cantiere avviato. Altrimenti, il rischio è di spendere soldi per opere non risolutive». Come accadde, insomma, durante il famoso restyling dell’amministrazione Penati, con i marciapiedi larghi il doppio, il taglio dei posteggi e il ridimensionamento dell’area verde. «Il piano approvato l’anno scorso prevedeva una spesa di 58mila euro. Se si useranno le risorse riscosse come risarcimento dagli operatori del piano Carmine, la cifra potrebbe arrivare a 80mila euro - spiega Tentori -. A quel punto, auspico che ci metteremo attorno a un tavolo per decidere insieme cosa fare». Perché, con quasi 20mila euro in più, «si potrebbe pensare di mettere mano al giardinetto, sempre più

degradato e abbandonato a se stesso». Guido Camozzi dell’omonima pasticceria, da anni chiede una caratterizzazione forte della via. «Vogliamo un portale di ingresso in ferro battuto come quello di Piccadilly. Abbiamo proposto marciapiedi con un asfalto colorato e un’aiuola di benvenuto. Basta poco per ridare anima a un pezzo importante della città».

“il progetto”

Durante la tappa al quartiere Rondinella del ‘tour’ compiuto qualche mese fa dal sindaco Monica Chittò e dai suoi assessori, domande e post-it sulla riqualificazione di via Picardi l’avevano fatta da padrone. Dalla necessità di interventi più semplici (l’attraversamento pedonale Picardi/Alfieri quando piove si allaga totalmente per cedimento della pavimentazione. E’ urgente sistemarlo) fino al restyling dell’asse principale del rione (l’associazione di via Picardi ha presentato un progetto di caratterizzazione della via con la realizzazione di un portale). Recentemente è arrivata la risposta dell’amministrazione. A scrivere è l’assessore ai Lavori pubblici Felice Cagliani: «Abbiamo stanziato risorse economiche per la riqualificazione di tutta la via Picardi. Prevediamo di incontrare quanto prima i cittadini che avevano presentato il progetto per meglio definire il tipo di intervento e poter di conseguenza iniziare i lavori». Una prima riunione con qualche rappresentante dei ne-

AIUOLE E POSTEGGI: UNA PROPOSTA ESISTE GIÀ Per via Picardi un progetto preliminare esiste già ed è stato approvato nel marzo 2012 dalla passata giunta. Il piano era stato realizzato dagli uffici comunali, dopo un paio di riunioni organizzate con i commercianti della zona. Budget previsto: meno di 60mila euro. La proposta era infatti di quelle minimal: non potendo esaudire tutte le richieste di negozianti e residenti, si sarebbe proceduto per fasi, partendo dalla priorità di realizzare nuovi posti auto. L’intervento era stato concentrato nel tratto di via compreso tra via Giusti e via Foscolo per ‘risolvere il problema della sosta selvaggia e valorizzare la vocazione commerciale della strada’, come si legge nella delibera. I lavori consistono nello spostamento di sei alberi e tre pali della luce per creare sei nuovi posteggi a disco orario. Nella proposta degli uffici anche la realizzazione di una maxi aiuola sul lato sinistro e l’allargamento del marciapiede all’angolo con via Foscolo per aumentare la sicurezza dei pedoni. Infine, si era cercata una soluzione di ‘conciliazione’ con la richiesta dei commercianti per un elemento di arredo e caratterizzazione: non il portale ma un totem in corten (lamiera di acciaio ossidata) da posizionare all’incrocio con viale Matteotti.


Sesto San Giovanni

10 ottobre 2013

|

7

IL CASO :: I SINDACATI MINACCIANO DI RENDERE PUBBLICO UN ‘LIBRO BIANCO’ SULLA MALAGESTIONE

‘Malefatte politiche’ sulle farmacie Il Comune smentisce il rischio default e prepara il piano per ripianare i debiti

Farmacie comunali, nuovo atto d’accusa: a lanciarlo questa volta sono i dipendenti dell’Azienda Speciale di proprietà del Comune, i cui contratti sono minacciati dall’enorme passivo di bilancio. Gli oltre 60 dipendenti dovranno rinunciare ai premi annuali e su tutti aleggia lo spettro del rischio del posto di lavoro. Nei giorni scorsi, al termine di un incontro, i sindacati hanno diffuso un volantino nel quale hanno ufficializzato la loro contrarietà alla trasformazione dei contratti che passerebbero dal settore pubblico a quello della Federfarm (per le aziende farmaceutiche comunali) con una riduzione dei costi per l’azienda. Quel che colpisce è che i dipendenti per la prima volta parlano apertamente di ‘mala gestione politica’ e addirittura minacciano di rendere pubblico un ‘libro bianco’ con le malefatte delle gestioni politiche precedenti. Un’affermazione che ha subito riaperto le polemiche in sede politica con il consigliere comunale Antonio Lamiranda che ha annunciato la volontà di consegnare gli atti alla Procura di Monza, ritenendo queste affermazioni un indizio di reato. L’azienda che gestisce le 10 farmacie comunali di Sesto è stata commissariata la scorsa primavera dal sindaco Monica Chittò. Da una verifica dei conti sono emersi debiti per 2 milioni di euro e bilanci falsati. Per salvarla il Comune deve intervenire con un massiccio piano di riorganizzazione.

Cercasi ‘ricchi’ per gestire il nuovo bar comunale Un bando che fa discutere quello aperto dall’amministrazione comunale che cerca un gestore per il nuovo bar costruito al centro di piazza Oldrini. Il candidato perfetto che se lo aggiudicherà deve avere in tasca un assegno da 2.153.000 euro da versare in unica soluzione entro 60 giorni dall’assegnazione dell’appalto. Il Comune, infatti, chiede all’aspirante barista di versare per intero l’affitto previsto in 30 anni di gestione. Inutile dire che questo bando ha scatenato sospetti e accuse da parte dei partiti di opposizione che hanno contestato la formula.

POLITICA :: AI GAZEBO INSODDISFAZIONE PER LA PULIZIA E LA QUALITÀ DELLE STRADE

La lista civica torna nelle piazze e interroga i cittadini

Una città sporca, alle prese con strade dissestate e con trasporti che sono meno efficienti del passato. Questo il giudizio che emerge dai cittadini sestesi interrogati nei giorni scorsi dai volontari della lista Civica Sesto nel Cuore. In un sabato e una domenica la lista civica ha occupato strade e piazze con i gazebo che si sono trasformati in punti di ascolto e di confronto con i cittadini. A dialogare, il presidente della lista Maurizio Torresani e i tre consiglieri comunali Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Piero Pavan. «Abbiamo raccolto nu-

merose segnalazioni che mettono in luce molta disattenzione verso la nostra città - spiegano i protagonisti -. L’amarezza per una politica poco attenta è concreta e molto diffusa tra i cittadini. Ci siamo presi l’impegno di portare le istanze, i suggerimenti e i consigli, raccolti, all’attenzione dell���amministrazione e della maggioranza».

Sesto San Giovanni (MI) Via Don Minzoni, 37 - Tel: 02/22477439

www.teslaelettrica.it - info@teslaelettrica.it Progettazione, realizzazione e manutenzione impianti elettrici Installazione e manutenzione impianti di climatizzazione (residenziali e commerciali) Dichiarazioni di conformità (DICO) e di rispondenza (DIRI) Certificazioni energetiche Installazione impianti anti intrusione Adeguamento parti comuni negli stabili Dimensionamento e misurazioni impianti di terra


8

|

Sesto San Giovanni

10 ottobre 2013

‘La città che sarà’ secondo Sel

Conoscere i funghi a Sesto

La protesta della carta igienica

Si intitola ‘La Città che sarà’ l’incontro pubblico organizzato da Sel, con la partecipazione della lista Verso Sesto, e dedicato ai progetti futuri per la città. Appuntamento alle ore 21 di giovedì 10 ottobre nella Sala del Camino di via Puricelli Guerra.

Al via la battaglia dei Giovani Sestesi contro la decisione di alcune scuole di far portare la carta igienica alle famiglie perché, come scrivono, il Comune non la prevede.

Il gruppo micologico Bresadola di Sesto organizza ogni lunedì sera dalle ore 21 degli incontri pubblici per conoscere il mondo dei funghi. Appuntamento nella sede (presso il Centro Acat) di via Tonale 40.

SCUOLA :: SUL TAVOLO DEL COMITATO I TANTI PROBLEMI CHE STANNO VIVENDO GLI STUDENTI SESTESI

Un coordinamento per i genitori sestesi L’assessore: «Da gennaio nuove tariffe mensa» di Monica De Astis

Infiltrazioni d’acqua nelle aule, strutture vecchie, servizi per la disabilità e, soprattutto, caro mense. Un autunno caldo per Comune e comitati genitori, alle prese con i tanti problemi della scuola pubblica sestese. Problemi, che le famiglie degli scolari hanno deciso di superare insieme, dando vita nei giorni scorsi al Coordinamento Comitati Genitori. Ancora una volta, al centro dell’attenzione ci sono gli aumenti che molte famiglie quest’anno subiscono per i pasti degli sco-

lari, a causa delle nuove tariffe della refezione scolastica. Sotto accusa il nuovo sistema di calcolo delle tariffe che il Comune ha introdotto cercando in realtà di incentivare le famiglie con minor reddito, ma che, a giudizio dei comitati, ha finito per colpire tutte o quasi le famiglie. Al momento, non sono pochi i padri e le madri che stanno pensando a vie di protesta poco diplomatiche, come il ritiro definitivo dei figli dalla mensa oppure all’organizzazione di giornate di ‘sciopero del pranzo’. Centrale però la riflessione del Coordinamento che considera

il pranzo a scuola come importante momento di condivisione per i bambini. Il comitato punta dritto al dialogo e al costante confronto con l’amministrazione: «Negli ultimi mesi il dissenso è stato ampiamente mostrato - spiega Paola Girani, presidente del Comitato Genitori Galli -. Il Coordinamento ora vuole collaborare e dialogare col Comune e in particolare con l’assessore Perego, sempre aperta al dialogo e pronta da gennaio, a rivedere l’attuale sistema di pagamento». Ma la vera essenza del Coordinamento, formato dai presidenti dei vari istituti comprensivi della città, è la lungimi-

ranza. Infatti, così come per le problematiche attuali, i genitori dei vari istituti cercheranno nei prossimi mesi di lavorare col Comune, per preparare il nuovo appalto per la refezione scolastica, e quello per i servizi di pre e post scuola e di supporto agli alunni diversamente abili. Proprio mercoledì l’assessore Roberta Perego ha annun-

ciato una prima modifica delle tariffe per la refezione. «Avevamo promesso la massima attenzione e disponibilità al confronto - ha detto la Perego -, e le prime analisi ci dicono che è possibile suddividere la fascia massima in più fasce, rimodulando di conseguenza le tariffe». Tutto questo potrà avvenire già da gennaio.


Cinisello Balsamo

POLITICA ::

10 ottobre 2013

|

9

IN AULA SI DISCUTONO LE OSSERVAZIONI AL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

Pgt, il tempo stringe e i grillini attaccano Il Movimento 5 Stelle urla: «Fuori tutti» Il Pgt va approvato entro il 24 ottobre: è questa, per il momento, l’unica certezza per il comune di Cinisello Balsamo il cui consiglio comunale è impegnato a votare le osservazioni e le relative controdeduzioni della giunta al Piano di governo del territorio. La discussione si è aperta in settimana con una seduta ‘tecnica’ durante la quale i consiglieri hanno approvato, modificandola, una delibera proposta dall’ufficio di presidenza che modifica il regolamento comunale per agevolare e velocizzare il dibattito in aula. Così i gruppi consiliari avranno a

disposizione un’ora all’inizio della discussione generale (per le considerazioni politiche ) e tre minuti per ogni punto da votare (per le dichiarazioni di voto). Otto gruppi consiliari, per un’ora; a cui sommare otto gruppi consiliari per 3 minuti per 250 (circa) osservazioni. Il dibattito si preannuncia lungo, il cammino minato dalle controversie e dalle schermaglie politiche. «Non sappiamo cosa potrebbe succedere se si dovesse sforare il termine del 24 ottobre - ha spiegato il presidente del consiglio comunale, Andrea Ronchi -. Mi auguro che i lavori proseguano in modo proficuo, con responsabilità e intelligenza da parte dei gruppi politici per il bene del-

I NOMADI VANNO VIA, ANZI NO. PIOGGIA DI POLEMICHE “il caso”

Si lavora a un provvedimento per allontanarli

Promessa non mantenuta; e il Comune prepara lo sgombero. Una carovana di nomadi Sinti, di origine spagnola, si è accampata a Cinisello, tra il centro Auchan e il colosso della Sony: è successo settimana scorsa. Il caso, oltre a riaccendere le polemiche in città sulla presenza di accampamenti di Rom e nomadi sul territorio cittadino, dovrebbe anche finire sulla scrivania del Prefetto a cui l’amministrazione comunale avrebbe fatto ricorso per

ottenere aiuto. Una dozzina di camper e roulottes hanno fatto la loro comparsa a ridosso degli uffici Sony e della A4: la loro presenza ha subito attirato l’attenzione di cittadini, forze dell’ordine e amministratori comunali. Dopo i controlli i Sinti avevano fatto la loro promessa: entro domenica avrebbero dovuto lasciare Cinisello dove stavano soggiornando temporaneamente perché un minore era in cura presso un ospedale della zona. Lune-

dì mattina però la carovana, dopo essersi messa in marcia, si è prima posizionata in un’altra area di Cinisello per poi fare ritorno sempre in via Galilei, al confine con Sesto. Il comune , pur non volendo passare alle maniere forti, è ora costretto a prendere provvedimenti: fino a mercoledì mattina i camper e le roulottes erano ancora al loro posto. Il sindaco Siria Trezzi sta concordando delle iniziative con il sindaco di Sesto e con il prefetto.

ECONOMIA :: STORIE DI SUCCESSO CONTRO LA CRISI

la città e dei cittadini». I grillini hanno proposto la mozione ‘Fuori Tutti’: consiglieri e assessori che potrebbero avere ‘strane aderenze’ con soggetti che hanno interessi urbanistici in città dovrebbero lasciare l’aula consiliare senza partecipare alla discussione del Pgt. Questione di democrazia, contro possibili ‘ conflitti d’interesse’: la proposta sarà votata nelle prossime sedute ma ovviamente ha già ricevuto il ‘no’ della maggioranza. I consiglieri hanno tempo fino al 14 ottobre per consegnare alla segreteria tutti gli emendamenti. Il panorama politico cinisellese si completa con il congresso del Pd locale convocato per fine ottobre.

SPIGA D’ORO A BOBO POZZOLI, CONCORDIA E RS COMPONENTS Si terrà domenica 13 ottobre alle 16.30 in Vil-

“il premio”

di Niccolò Villa

la Ghirlanda la cerimonia di assegnazione della Spiga d’Oro, l’onorificenza cinisellese che quest’anno sarà attribuita a un’associazione, un artista e un’azienda della città. I premiati: Roberto ‘Bobo’ Pozzoli, menestrello milanese, inventore dell’inno di Cinisello; il Circolo Ricreativo Ordine e Concordia che proprio quest’anno spegne le sue prime 100 candeline; ultima della lista, la Rs Components, caso di successo imprenditoriale del territorio. Alle 17.30, al termine della cerimonia, nel parco si potrà assistere ad un’esibizione musicale a cui seguirà un buffet.

ARTE :: INAUGURATO IL MURALES DELLE AULE STUDIO

Geico cresce ancora Graffiti sui muri del Pertini Accordo con Ford in Brasile Acquisito un impianto da 60 milioni di euro

Geico, l’azienda cinisellese che negli ultimi anni si è guadagnata gli onori della cronaca andando controcorrente rispetto al trend che vede le imprese italiane chiudere e soffrire, si espande ancora. E lo fa ‘in barba’ alla recessione. La società (leader tecnologico mondiale negli impianti di verniciatura auto) del patron Ali Reza Arabnia, dopo l’acquisizione lo scorso gennaio del nuovo mega impianto Fiat a Pernambuco, ha annunciato di essersi aggiudicata il nuovo impianto Ford a Camacarì, nello Stato di Bahia, del valore di 60 milioni di euro, sbaragliando la concorrenza internazionale grazie alla sua flessibilità tecnologica. Il Presidente e Ceo Ali Reza Arabnia, non

nasconde la sua soddisfazione per questa importante vittoria: «Ci onora il fatto che un nuovo cliente, con il quale abbiamo precedentemente collaborato in Cina in occasione della commessa con il partner locale Jmc, conferma la sua fiducia e giudica la nostra tecnologia determinante per lo sviluppo del proprio business futuro. La ‘carta vincente’ è proprio l’alto contenuto tecnologico e strategico della nostra proposta, che offre un risparmio e una riduzione di emissioni di CO2». Nell’anno in corso Geico SpA raggiungerà un fatturato consolidato di circa 130 milioni di euro (+34%) a fronte di un deciso aumento dei dipendenti, dagli attuali 120 a 170.

E’ stato inaugurato con una festa il ‘murales’ realizzato sui muri delle aule studio del nuovo polo culturale Il Pertini. Si tratta del risultato di un progetto partecipato che ha visto protagonisti il Collettivo F84, Hubout, gli studenti e gli utenti del Centro culturale. Gli autori hanno scelto di chiamare il murale Dromomania, ad indicare un modo per liberare la mente da tutti i pensieri rappresentato nel movimento dei personaggi presenti nella composizione.


10

Cinisello Balsamo | 10 ottobre 2013 ECONOMIA :: I PRIMI BOLLETTINI DELLA NUOVA TASSA

Notizie IN BREVE ::

Tares, un salasso Aumenti del 90%

Una pizzeria d’asporto pagherà quasi il doppio di Niccolò Villa Quasi il doppio. Tanto dovrà sborsare una pizzeria d’asporto di Cinisello Balsamo per saldare la Tares rispetto a quanto il gestore doveva pagare con la vecchia Tia. Circa 790 euro a fronte dei 450 pagati nel 2012; per 25 metri quadri di locale. E’ solo un esempio, uno dei tanti, che servono per descrivere l’arrivo tanto repentino quanto pesante della nuova tassa voluta dall’ormai ex Governo Monti.

A Cinisello Balsamo quelli che hanno accusato il colpo sono soprattutto i commercianti: le lettere sono arrivate alla fine del mese di settembre, forse troppo a ridosso della scadenza, utile per saldare il pagamento, fissata per il giorno 30. L’amministrazione comunale ha fatto le sue precisazioni: «Per quanto riguarda l’impatto sulle famiglie, l’aumento oscilla tra importi che mediamente vanno dai 3,50 euro (per un nucleo di 3 componenti), ai 5 euro (per un nucleo di 4 persone) fino ai 12/15

euro (per i nuclei con 5 o 6 componenti). Anche per quanto concerne i box, l’aumento è contenuto in circa 1,40 euro all’anno», ha spiegato l’assessore al Bilancio, Luca Ghezzi, in una nota ufficiale. Ma a guardare i bollettini dei negozianti, che si sono sfogati su Facebook, si capisce bene che alcune categorie sono state colpite più di altre. Quella di settembre rappresenta solo la prima rata della Tares: la seconda, pari al 50 per cento, arriverà a fine novembre con eventuali conguagli.

::

Scuola Civica, stop agli aumenti Il consiglio comunale ha approvato a larga maggioranza un ordine del giorno (promosso da Silvio Mandelli della lista Cinisello Balsamo Civica) che impegna la giunta ad annullare gli aumenti delle tariffe per la Scuola Civica di Musica. Sarà anche restituito quanto le famiglie hanno pagato in eccesso.

Inaugurata piazza Costa

E’ stato un battesimo ‘partecipato’ quello organizzato dall’amministrazione, dalle associazioni e dai commercianti per la ‘nuova’ piazza Costa. La festa si è svolta sabato scorso alla presenza del sindaco Trezzi.

VIDEOPOKER

Ludopatia: sequestri e firme Sette videopoker sequestrati e una sanzione da oltre 10.000 euro. I vigili di Cinisello Balsamo, su segnalazione dell’Agenzia Monopoli e Dogane, ha eseguito una verifica in una sala giochi della città riscontrando alcune irregolarità nell’utilizzo di apparecchi per il gioco elettronico. Sette videopoker sono stati posti sotto sequestro e sigillati dalla Agenzia dei Monopoli. Il titolare della sala giochi è stato denunciato all’autorità giudiziaria e multato per più di 10.000 euro. A proposito di slot machine e video poker, l’amministrazione comunale ha preso parte alla manifestazione organizzata a Palazzo Marino per firmare simbolicamente per la legge contro il gioco d’azzardo. A rappresentare il Comune di Cinisello era presente l’assessore alle Politiche Sociali Gianfranca Duca.


PubblicitĂ 

10 ottobre 2013

| 11


12

Bresso | 10 ottobre 2013 CRONACA :: L’AMSA E IL COMUNE MODIFICANO ANCHE I TURNI PER LA RACCOLTA DI CARTA E SECCO

Rivoluzione rifiuti Una montagna di polemiche Torna senza preavviso il divieto di sosta Record di contravvenzioni e malumori di Giacomo Mombelli

Raccolta rifiuti e pulizia delle strade, a Bresso è tempo di riorganizzazioni. Non senza qualche polemica e molto disorientamento. A destare proteste, nell’ultima settimana è stata la decisione del Comune e dell’Amsa di ripristinare il divieto di sosta per il lavaggio delle strade, dopo che nei mesi scorsi si era sperimentato un sistema meno ‘invasivo’ che non prevedeva lo spostamento delle auto nei giorni di pulizia. Così alcuni cittadini si sono ritrovati la classica contravvenzione sul parabrezza senza essere stati prima avvertiti dal Comune, dall’Amsa o dalla stessa polizia locale. Da un giorno all’altro i cartelli di divieto di sosta, che in precedenza erano stati coperti da sacchi neri, sono stati riportati alla luce e gli automobilisti multati. Il problema riscontrato dall’Amsa è stato tecni-

co. In alcune vie - precisamente via Simone De Gatti (nel tratto tra via Roma e via Marconi), via Garibaldi, via San Francesco (solo per il tratto tra piazza De Gasperi e via Villa), via Toselli, via Galvani - era complicato eseguire la pulizia dei marciapiedi con le auto ferme in sosta. Ma questa è solo una delle novità del nuovo accordo siglato tra Comune e Amsa, l’azienda che gestisce i servizi di igiene. L’altro grosso cambiamento è la diminuzione da due a uno dei giorni di ritiro del sacco indifferenziato. Un provvedimento che punta a migliorare la quantità di differenziazione dei rifiuti domestici. Per stimolarne la raccolta, raddoppia invece il ritiro della carta, che i bressesi riciclano solo per l’8% quando nella media lombarda può arrivare al 35% dei rifiuti totali. A Bresso la differenziata incide per il 62%, contro, ad esempio, il 44% di Sesto e il 58 di Cinisello.

NOVITÀ

Piattaforma aperta anche la domenica Nella riorganizzazione, che farà risparmiare 400mila euro al Comune a fronte di una razionalizzazione, sono stati soppressi il servizio di raccolta a domicilio del verde e quello di raccolta degli olii di cottura, mentre sono stati introdotti l’apertura della piattaforma ecologica anche la domenica mattina e un servizio di spazzamento delle foglie cadute, specifico per i mesi autunnali.

CULTURA

Il Caffè Letterario di piazzetta Cavour Caffè letterario dal sapore autunnale, nella piazzetta Cavour, nel pomeriggio di sabato 26 ottobre. Dalle ore 17, la rassegna ‘Tutti diversi per essere uguali’, propone all’autrice Mariacristina Ferrario. Il libro raccoglie sia un racconto rivolto ai bambini sull’incontro tra un bambino e un coetaneo affetto da disabilità, sia una riflessione rivolta agli adulti sulla diversità.


PubblicitĂ 

10 ottobre 2013

|

13


Bresso 14 | 10 ottobre 2013 IL CASO :: DECISIONE PARADOSSALE DELL’UFFICIO COMMERCIO

Il papà li aiuta, il Comune li caccia

Notizie IN BREVE Seconda rata per la Tares

:: Scade il 31 ottobre il pa-

gamento della seconda rata della Tares. E’ possibile pagare sia in banca che alle poste o con l’home banking, mentre non sarà più possibile con il bancomat presso l’ufficio Tributi o con bonifici alla Tesoreria Comunale. Per info: martedì e venerdì, dalle ore 10 alle 12 tel. 02.61455230.

::

Graduatoria case popolari

Ambulanti costretti a fare causa per riavere il lavoro di Giacomo Mombelli Sono ambulanti di professione, ma non possono più esercitare al mercato di Bresso perché il papà pensionato è stato sorpreso a vendere frutta alla loro bancarella. E’ una vicenda paradossale quella avvenuta al mercato Nord di Bresso, che è costata tre mesi di stop a una coppia di ambulanti, fratello e sorella. Quel banco di frutta e verdura, presente a Bresso dal 1967, Cristina e Massimo Lo Vasco l’hanno ricevuto in ‘eredità’ dal padre Antonio, 72 anni di cui 45 dietro alle bancarelle, che ogni tanto, dopo aver accompagnato la nipotina all’asilo, va a trovarli al lavoro. Il 12 giugno scorso, però, vedendo la figlia indaffarata, prende il sacchetto e serve cinque pesche a una cliente. Ma

ecco che viene visto dai carabinieri in borghese. Questi decidono di controllare i permessi, per poi farne relazione al Comune, dato che «la titolare si avvaleva della collaborazione senza aver provveduto alla preventiva regolarizzazione sotto il profilo previdenziale e assistenziale». Conseguenza? Il Comune ha adottato il provvedimento più severo, ossia la revoca della concessione. I titolari hanno avuto trenta giorni per difendersi in municipio: hanno spiegato che non si trattava di un estraneo o di un amico, ma del loro papà, nonché fondatore dell’impresa ceduta regolarmente, e che stava dando una mano senza riceverne alcun compenso. A loro favore giocava anche una circolare del 2013 firmata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in base alla quale la figura di un

familiare pensionato che partecipa all’attività in via del tutto occasionale e gratuita sarebbe esclusa da obblighi. Niente da fare: il Comune ha rigettato le rimostranze, dicendo che la circolare era valida solo in caso di coabitazione sotto lo stesso tetto. Così fratello e sorella hanno perso la piazzola di una vita. «Quando abbiamo ricevuto la lettera di revoca, siamo rimasti allibiti, non ci credevamo - si sfoga Cristina -. Già c’è crisi, in più ci succede anche questo. Siamo persone corrette, che hanno sempre pagato tutto, e non abbiamo fatto nulla di male». I ragazzi non si sono dati per vinti e hanno fatto ricorso al Tar, che ha sospeso il procedimento in attesa della sentenza definitiva. Da mercoledì scorso, quindi, i due sono potuti tornare ad occupare la loro piazzola di frutta e verdura.

LA SAGRA :: EDIZIONE TOCCANTE PER LA TRADIZIONALE FESTA

Bresso riscopre le sue radici ‘Inaugurato’ il nuovo Centro Civico nell’ex Iso Rivolta

Il pellegrinaggio degli anziani nella piccola chiesetta dedicata alla Madonna e poi, a pochi metri, quell’immenso capannone che torna alla vita. A Bresso, non poteva esserci momento migliore della Sagra del Pilastrello per far prendere confidenza con il nuovo Centro Civico, anche se ancora in gran parte da ultimare. La copertura dell’ex stabilimento Iso Rivolta è stata provvidenziale, data la pioggia. Alla messa, al riparo nel nuovo ‘cannocchiale’, c’erano almeno 1500 persone. Molto seguiti anche gli spettacoli serali, da quello dedicato a Iannacci alle band giovanili. Sono state invece 40 le associazioni presenti con il loro stand, e non sono mancate nemmeno le auto d’epoca, con la mitica Iset-

ta parcheggiata proprio all’entrata. Senza dimenticare, poi, la cinquantina di volontari che per tutto il giorno si sono dati da fare ai fornelli, tra panini, wurstel e frittelle. «Tutta la comunità bressese ha dimostrato ancora una volta un grande attaccamento a questa tradizione. - sottolinea Piergiorgio Vianello, presidente del Comitato Sagra -. Avevamo paura che cambiando il luogo di svolgimento qualcuno non venisse». Unico rammarico, rimane la processione che non si è potuta tenere a causa della pioggia. Toccante, invece, venerdì sera, la fiaccolata in memoria delle vittime di Lampedusa.

E’ stata pubblicata sul sito del Comune la graduatoria provvisoria per l’assegnazione degli alloggi in edilizia popolare con affitto a canone sociale. Entro il 19 ottobre è possibile presentare ricorso in caso di variazioni sopraggiunte dopo la data di presentazione della domanda e prima della chiusura del bando.

::

Ubriaco al Pilastrello Ha rischiato di rovinare la festa, il romeno di 48 anni che domenica guidava ubriaco e con un furgone ha abbattuto le transenne che delimitavano l’area pedonale della festa del Pilastrello. I vigili gli hanno ritirato la patente e lo hanno denunciato.

ENAC

Aeroporto: nessun bando per la gestione fino al 2014

Non si è sbloccata la situazione dell’aeroporto di Bresso, animato da una lunga serie di problemi ‘interni’ per le diatribe tra i club che vivono all’interno del piccolo scalo del Nordmilano. Il 25 settembre scorso il Tar della Lombardia ha sospeso l’ordinanza della direzione aeroportuale di Linate che imponeva il trasloco immediato degli aerei a causa delle concessioni scadute. I giudici hanno accolto il ricorso dell’Aeroclub Milano e bloccato lo sgombero dall’hangar. E così, tutto sarà rimandato al 21 ottobre. Ma del 2014. «Questa sentenza ha bloccato ogni ulteriore attività per i due hangar - ha dichiarato dalle colonne del quotidiano Il Giorno il dirigente Enac, Riccardo Perrone -. E’ vero, le concessioni sono scadute, avremmo dovuto fare un nuovo bando, ma a questo punto per un altro anno non se ne parla». Un anno di attesa quindi, per quanti avrebbero voluto concorrere per aggiudicarsi una concessione: non solo l’aeroclub rivale di Bresso, nato un anno fa proprio da una scissione interna a quello di Milano, ma anche per la Fedeir, piccola società il cui unico aereo è stato distrutto nel blitz notturno della scorsa primavera. Un atto vandalico rimasto ancora senza colpevoli.


PubblicitĂ 

10 ottobre 2013

| 15


16 |

10 ottobre 2013

Cultura & tempo libero MUSICA ::

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

A GENNAIO RIPARTE LA RASSEGNA SVILUPPATA IN COLLABORAZIONE CON ‘LA VERDI’

‘A tutta banda’ con la Paganelli

La Filarmonica aprirà la rassegna all’Auditorium di largo Mahler di Niccolò Villa La Filarmonica Paganelli ‘79 bussa nuovamente alle porte di Milano e si ritaglia un posto in proscenio tra i protagonisti della scena musicale e culturale meneghina e lombarda. Il gruppo musicale cinisellese che ha riavviato le attività e che da settembre si è ‘ufficialmente’ trasferito nella nuova sede cinisellese di via Giussano, ripropone per il secondo anno consecutivo, dopo il successo della passata edizione, ‘A tutta banda’, una rassegna musicale che coinvolge le migliori formazioni ‘bandistiche’ della Provincia. Nell’organizzazione la Filarmonica si avvale ancora una volta della preziosa collaborazione della Fondazione La Verdi di Milano che metterà a disposizione per i concerti l’Auditorium di

largo Mahler, una delle più prestigiose sale milanesi dedicate alla musica d’arte. Dal 18 gennaio fino a giugno 10 bande, che solitamente consumano le loro suole sulle strade dei paesi e delle città dello Stivale, saliranno sul palcoscenico meneghino per portare un ‘assaggio’ del loro repertorio. L’apertura della rassegna spetterà proprio alla Paganelli di Cinisello (guidata dal maestro Donatella Azzarelli) che è già al lavoro per regalare un programma speciale che unisca tradizione (i cavalli di battaglia del gruppo di Cinisello) e innovazione. Per l’inizio del 2014 è prevista inoltre la presentazione, in anteprima, della mostra ‘Sinfonie’, per la quale la Filarmonica ha ottenuto il patrocinio dell’Ambasciata Argentina e del Touring Club: un’esposizione che, attraverso le tavole di Joaquín

Cena vintage a Villa Campari Appuntamento con gli anni ‘70 nella suggestiva cornice di Villa Campari. Serata a tema a base di musica e buon cibo quella organizzata nella nuova location di via Campari. Venerdì 11 ottobre all’ora di cena si apre così la stagione di eventi che accompagnerà per tutto l’inverno i sestesi. Per informazioni e per prenotazioni basta scrivere a info@villacampariristorante.it oppure chiamare il numero 02.22471108.

HUBOUT ::

Salvador Lavado (in arte Quino), avvicina il pubblico al lato ironico ed umoristico dell’esperienza musicale. L’allestimento, ospitato dal centro civico ‘Il Pertini’ di Cinisello, sarà corredato da una serie di eventi musicali d’approfondimento, che si terranno presso la sede di Sant’Eusebio. Per tutte le informazioni sui corsi e sulle iniziative della Filarmonica Paganelli ‘79 è possibile visitare e consultare il sito ufficiale all’indirizzo www.filarmonicapaganelli79.it.

Fondi al Museo di Fotografia Un impegno concreto per il Museo di Fotografia Contemporanea. Nell’ambito della discussione del Decreto Cultura la Camera ha approvato un ordine del giorno presentato dall’ex sindaco Daniela Gasparini, oggi Deputata del Pd, che impegna il Governo a stanziare nuovi fondi a sostegno del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo per il 2014.

LA PROPOSTA PIÙ VOTATA È STATA QUELLA DI LARGO MILANO

Progetto Zac, trionfa Orizzontale Sono gli artisti creativi del collettivo Orizzontale i vincitori del progetto Zac, Zone Artistiche Condivise. Il progetto, che si inserisce a sua volta all’interno di HubOut, è giunto a conclusione: i progetti degli artisti sono stati votati dai cittadini di Cinisello. E proprio i cinisellesi hanno scelto ‘Largo Milano’, il progetto ideato da Orizzontale che punta proprio alla riqualificazione della piazzetta che si trova alle porte del rione Crocetta. Con 590 voti su 1187 i cinisellesi hanno scelto: il secondo classificato è stato invece il progetto ‘Sparc’ di Exyzt con 439 voti; terzo posto per ‘Radiolaboratorio X1’ di Blauer Hase con 155 voti. In primavera sarà realizzato il progetto vincitore: per rifare Largo Milano, lo spiazzo del quartiere Casati, il progetto Zac ha messo a bilancio circa 13mila euro. La premiazione è andata in scena sabato durante una festa al centro Il Pertini.

NOVITÀ

‘Marelli 79’ si presenta nel week end Colazione, pranzo o cena. Il tutto condito da arte, cultura e musica. Si presenta come uno spazio aperto, in parte ancora da inventare grazie al contributo di chi vorrà renderlo vivo, la nuova Osteria Metropolitana di via Marelli 79, nello stesso luogo che per molto è stato del Circolo Cooperativo Nuovo Sesto. A gestirlo ci penserà il Bloom di Mezzago, esperto in materia di successi e di gestione di locali nella provincia di Milano e non solo. Il prossimo fine settimana si presenterà alla città: sabato 12 dalle 17 Banda città Babilonia e Ta Yung sistema sonoro in concerto, a seguire Balkan Grill Dj Set; domenica 13 ottobre dalle 18 Los Picios e Trio Radiomarelli. «La società per la gestione dei circoli cooperativi, si è da sempre proposta a valorizzare la ricchezza sociale di questi spazi - fanno sapere gli organizzatori -. Con queste finalità si è giunti al progetto di rinnovamento. La scelta del nome è stata spontanea nel richiamare la realtà storica dove sorgeva la mitica Fabbrica Magneti Marelli. Un bar con cucina che ospiterà appuntamenti musicali softlive e dj set ad ingresso libero, corsi, esposizioni ed incontri». Info e programma: 02.36584590, www.marelli79.it.


10 ottobre 2013

Regia: Oliver Hirschbiegel con Naomi Watts, Naveen Andrews ORE: 22.15 proiezione unica PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

Cinema Rondinella Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI) tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09 info@cinemarondinella.it www.cinemarondinella.it

GIOVEDÌ 10 OTTOBRE LABOUR FILM FESTIVAL

SABATO 12 OTTOBRE IL GRANDE E POTENTE OZ UN CINEMA PER AMICO Regia: Sam Raimi - Età consigliata: dagli 8 anni - ORE: 15.30 proiezione unica - PREZZI: biglietto unico euro 3,50

LABOUR.SONG MARCO ROVELLI PRESENTA: VIAGGIO AL TERMINE DEL LAVORO Concerto di chiusura del Labour Film Festival 2013. Canti di lavoro tradizionali e d’autore. MARCO ROVELLI (chitarra e voce); GUIDO BALDONI (fisarmonica) - ORE: 21.15 PREZZI: biglietto unico euro 5,00

17.45 - 20.15 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50 DIANA - LA STORIA SEGRETA DI LADY D PRIMA VISIONE Regia: Oliver Hirschbiegel con Naomi Watts, Naveen Andrews ORE: 22.15 proiezione unica PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

DOMENICA 13 OTTOBRE

DIANA - LA STORIA SEGRETA DI LADY D PRIMA VISIONE

Per il programma completo www.cinemarondinella.it

ANNI FELICI - PRIMA VISIONE Regia: Daniele Luchetti con kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti - ORE: 15.30 - 17.30 - 20.15 PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

Cinema Teatro Pax

DIESEL

RUSH Regia: Ron Howard con Chris Hemsworth, Olivia Wilde, Natalie Dormer, Lee Asquith-Coe ORARI: sabato 21.15 - domenica 17.00 - 21.15 - PREZZO: 5,50 euro intero e 3,50 ridotto (under 11 e over 60)

ANNI FELICI PRIMA VISIONE Regia: Daniele Luchetti con kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti - ORE:

Q8 v.le Matteotti

Eni Oilone Te Q8 Shell ex Tamoil v.le F. Testi via Saint Denis v.le F. Testi via Grandi via Partigiani v.le F. Testi (Cinisello)

1.714

1.715

1.654

1.659

1.639

1.642

1.579

1.585 1.625

CULTURA/MOSTRE

11-12-13 OTTOBRE MORBEGNO IN CANTINA In Valtellina, tornano protagonisti tra le mura delle più antiche cantine del centro storico di Morbegno e Traona, i prestigiosi vini DOC e DOCG, le Riserve e gli Sforzati. Un’offerta ineguagliabile di vini, accompagnati dai più conosciuti prodotti tipici locali. Basta scegliere tra i percorsi Verde, Giallo, Rosso, Bianco e Azzurro che si snodano tra le oltre 50 cantine aperte. Nella città del Bitto si incontreranno le caratteristiche casette in legno dove sarà possibile acquistare il pass e la piantina - Per il programma completo: www.valtellina.it www.portedivaltellina.it Morbegno (So) - Luoghi vari

Ricette da Sesto ...ricette dal mondo

La torta di mele di Patrizia

SABATO 12 e DOMENICA 13 OTTOBRE

Prezzi aggiornati a mercoledì 9/10/2013. I gestori di stazioni di servizio e i lettori possono comunicarci i prezzi più convenienti scrivendo a redazione@ilgazzettinodisesto.it

BENZINA

17

Vicolo Fiume, 4 - Cinisello Balsamo (MI) - tel 02 6600102 eventi@cineteatropax.it iniziative@cineteatropax.it http://www.cineteatropax.com

VENERDÌ 11 OTTOBRE ANNI FELICI PRIMA VISIONE Regia: Daniele Luchetti con kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti - ORE: 15.30* - 20.15 - PREZZI: *alle 15.30 prezzo speciale euro 4,00 - intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

DIANA - LA STORIA SEGRETA DI LADY D PRIMA VISIONE Regia: Oliver Hirschbiegel con Naomi Watts, Naveen Andrews ORE: 22.15 proiezione unica PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

|

FESTE/SAGRE

DOMENICA 13 OTTOBRE MACY GRAY E DAVID MURRAY

Ritorna la suggestiva stagione di Aperitivo in Concerto, nella cornice del Teatro Manzoni, in compagnia delle note e dei suoni internazionali più sof isticati, jazz&soul. Infinity Quartet inaugura l’edizione 2014 con due ospiti d’eccezione. Il sassofonista David Murray, uno fra gli indiscussi protagonisti della musica improvvisata degli ultimi tre decenni, con il suo quartetto. Al loro fianco, la stella Macy Gray, strepitoso fenomeno internazionale di un raffinato neo-soul Orario: 11 - Ingresso: Euro 13,00 Milano - Teatro Manzoni Via Manzoni, 42

1.691

1.699 1.629

CONCERTI/SPETTACOLI

1.689 1.599

TEMPO LIBERO

FINO AL 9 FEBBRAIO 2014

FINO AL 20 FEBBRAIO 2014

IL VOLTO DEL '900. DA MATISSE A BACON A Palazzo Reale, i capolavori del Centre Pompidou ‘Il volto del ‘900. Da Matisse a Bacon’, una collettiva di artisti che nel corso del Secolo breve si sono cimentati con il tema della raffigurazione umana e con lo studio del viso e delle forme. 80 i capolavori in esposizione, provenienti dal parigino Centre Pompidou: tra gli autori, Picasso, Modigliani e Brancusi, per una panoramica eterogenea e sorprendente degli stili e dei movimenti che hanno caratterizzato il XX secolo Orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30; da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato aperto fino alle 22.30 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura) - Ingresso: Euro 11,00 Milano - Palazzo Reale - Piazza del Duomo, 12

SOUND & MOTION PICTURES Volete recuperare o rivedere i migliori successi della stagione in lingua originale? Sound & Motion Pictures è la rassegna che Anteo (lunedì), Arcobaleno (martedì) e Mexico (giovedì) propongono ai cinefili allergici al doppiaggio. In programma titoli di grido e film d'autore, come Behind the Candelabra di Steven Soderbergh, The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese e The Bling Ring di Sofia Coppola - Per maggiori informazioni www.spaziocinema.info Milano - Anteo - Via Milazzo, 9 Arcobaleno - Viale Tunisia, 11 Mexico - Via Savona, 57

Patrizia Rossi ci ha inviato alcune delle sue ricette più gustose da condividere con gli altri lettori de Il Gazzettino. Seguite le istruzioni e inviateci i vostri succulenti suggerimenti.

INGREDIENTI: Farina 00 200 grammi, zucchero 100 grammi, 2 uova, 1 bustina di lievito per dolci, 2 cucchiai di olio d’oliva, cannella in polvere, latte, 4 o 5 mele golden gialle, 1 fialetta di vaiglia e 1 di essenza di limone. PREPARAZIONE: sbattere le uova con lo zucchero semolato e aggiungere la farina, il lievito per dolci, la cannella (quanto basta), la fialetta di vaniglia e quella di essenza di limone e anche il latte (qb). Aggiungere in seguito i pezzi di mela (precedentemente tagliata e sbucciata in piccole parti) e mescolare il composto. Posizionare sopra una mela disposta a raggera per decorare la parte superiore del dolce. Spolverare con zucchero a velo e cannella; infornare e cuocere a 180 gradi per 40 o 50 minuti.

Una nuova rubrica. Scriveteci, inviateci le vostre ricette e le vostre foto ai fornelli da condividere con i nostri lettori


18 | 10 ottobre 2013

Sport

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

CALCIO :: IL RE DEL GOL ABBATTE IL GOZZANO E PORTA I SESTESI IN CIMA AL GIRONE DI SERIE D

Pro e Spampatti in pole position I primi tre punti al Breda Domenica trasferta a Legnano di Niccolò Villa Ha il volto, o forse i piedi, di Spampatti la vittoria della Pro Sesto contro il Gozzano. La prima della nuova stagione in casa che, oltre ad assegnare così i primi tre punti ai biancocelesti al Breda, porta anche la società sestese in vetta alla classifica del campionato di Serie D. Quattordici punti: prima piazza da condividere con l’Inveruno. Ma comunque ci sono motivi d’orgoglio e di festa in casa Pro Sesto. Spampatti, dicevamo. Il ‘re del gol’ della passata stagione (come lui nessun altro ha segnato così tanto, nemmeno in Serie A, durante lo scorso campionato) si conferma vero bomber e vero colpo

di mercato della dirigenza guidata da Salvo Zangari. Sua la punizione, velenosa, che ha regolato i piemontesi del Gozzano: sue le cinque marcature fatte sin qui in sei giornate di campionato che sono anche le uniche che la Pro Sesto ha messo a segno in una gara ufficiale. Cavallo di razza, agile e scaltro in area, preciso e potente da lontano. La dirigenza si culla il gioiellino, e sogna: «Siamo ancora all’inizio quindi evitiamo facili entusiasmi - sono proprio le parole di Spampatti pubblicate sul sito della società -. Certo, abbiamo cominciato il campionato nel migliore dei modi e le cose stanno andando bene, speriamo di continuare così». Ovviamente e giustamente soddisfatto

MEMORIAL

mister Stefano Di Gioia: «La squadra ha giocato un buon calcio, pressando e disegnando buone trame. Certo, abbiamo sofferto in alcuni tratti contro una compagine esperta e che non merita la posizione attuale in classifica, ma sono contento di come i ragazzi hanno affrontato il match. Godiamoci il momento. Già domenica prossima andremo a Legnago ad affrontare una squadra tenace e di buon livello. L’importante è mantenere alta la concentrazione».

:::::::::::: Bomber Spampatti in azione con la maglia della Pro Sesto davanti al pubblico del Breda

HOCKEY GHIACCIO :: I DIAVOLI ROSSONERI REPLICANO ALLE BLACK WIDOWS

«La nostra offerta resta sempre ampia» Dibattito scatenato dalla ‘fuga’ delle Vedove Nere da Sesto

La Selecao continua a vincere Positiva anche la prima uscita casalinga per la Selecao Libertas Calcetto targata. I sestesi hanno regolato il Borgorosso per 6-5, dopo aver vinto anche la gara di andata di Coppa Lombardia contro la Fortitudo Busnago (gara fuori casa vinta per 5-4 con la doppietta di Rocca, e i gol di Matteo Manico,Grotti e Cambiaghi). Prossimo impegno pr i canarini nel campionato di calcio a 5 di Serie D, a Milano, giovedì 10 ottobre, quando andrà in scena la terza partita di campionato contro il Five to Seven.

«Quest’anno, in seguito alla non apertura di due impianti di ghiaccio in Lombardia, molti atleti delle province limitrofe sono confluiti nelle società presenti al Palasesto che, per rispondere alle numerose iscrizioni, hanno dovuto richiedere un aumento delle ore di allenamento. Anche in considerazione di queste richieste, nell’organizzazione degli impegni delle due piste di ghiaccio, la dirigenza HC Diavoli Rossoneri ha ritenuto di non apportare modifiche al planning degli orari». Con queste parole la società che gestisce il PalaSesto di piazza Primo Maggio, l’HC Diavoli Rossoneri, si inserisce nel dibattito sportivo sestese a proposito della ‘fuga’ delle Vedove Nere dell’hockey femminile dalla struttura cittadina. «La non revisione degli orari ha indotto il coordinatore tecnico-organizzativo della squadra di hockey femminile a cercare disponibilità di ghiaccio presso altre strutture, per consentire alle atlete di allenarsi in orari differenti, indossando però i colori sociali di un’altra società. A questo proposito sottolineiamo che alcune atlete sono rimaste tesserate con noi: in questa stagione agonistica infatti l’HC Diavoli Rossoneri parteciperà al campionato di serie C, organizzato dal Crl-Fisg, e a quello GHL (con la presenza delle nostre atlete) nonché a tornei nazionali ed internazionali». Niccolò Villa

La Stella Azzurra ricorda l’amico Angelino Recalcati Il ricordo di un amico, un torneo per bambini, un momento di festa. Questo è in sintesi il primo Memorial Angelino Recalcati, il torneo dedicato allo storico allenatore della Stella Azzurra ’56, scomparso pochi anni fa, che nel 1991 inventò e diede vita alle attività del Giocasport. Saranno proprio i bambini del Giocasport della Stella, nati nel 2006 e nel 2007, ad animare questo torneo a cui sono state invitate anche altre squadre degli oratori della città di Cinisello: Sds, Speranza e San Marco. Il memorial si svolgerà sabato 12 ottobre dalle ore 14 sul campo a 11 dell’oratorio San Luigi. Quello stesso campo su cui per molti anni Angelino ha insegnato il calcio ai più piccoli. Pietro Tampieri

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazionegazzettino@gmail.com Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


Sport

10 ottobre 2013

| 19

BASKET :: SABATO 12 OTTOBRE IL BATTESIMO NEL CAMPIONATO DI A2 IN SARDEGNA CONTRO L’ASTRO

Il Geas a Cagliari a caccia di punti Bacchini fiducioso: «Le ragazze imparano in fretta» di Niccolò Villa Le amichevoli hanno detto qualcosa ma non tutto. Il Geas Basket è pronto a dire la sua in campo; sabato 12 ottobre comincia il campionato di Serie A2 e le geassine di coach Bacchini non vedono l’ora di confermare ancora una volta il loro prezioso valore tecnico. I test precampionato contro le compagini di Serie A3 e contro le dirette rivali di Serie A2 sono servite per prendere le misure: adesso però ‘il gioco si fa duro’, e le rossonere dovranno cominciare a fare sul serio. «L’obiettivo è arrivare in forma perfetta e con un gioco definito e fluido in meno di 15 giorni, l’impresa è ardua

RICORDO :: IL RUNNER COLPITO DA UN MALORE

CORSA

Addio caro Riccardo

I master della CBA all’esordio a Cinisello

Ha commosso moltissimi cinisellesi la morte di Riccardo Violini, l’inventore tuttofare di Cinisello che aveva una passione innata per la corsa. Riccardo è morto per colpa di un malore che lo ha colto di sorpresa proprio durante un’uscita al Parco Nord. Settimana scorsa, nella chiesa di Cinisello, in centinaia si sono riuniti per dare a Riccardo l’ultimo saluto. Commossi anche i parenti abruzzesi che hanno voluto ringraziare i presenti e quanti hanno accompagnato Riccardo in quel tratto di vita vissuto a Cinisello.

ma queste ragazze hanno già dimostrato di aver voglia e capacità di apprendere», aveva detto a inizio ottobre il tecnico del Paddy Power. Da allora Bacchini ha avuto infatti a disposizione tutte le sue atlete, compresa l’argentina Burani e comprese le giovani italiane convocate in nazionale. Sabato 12 ottobre a Cagliari, contro l’Astro, si apre una nuova stagione di questo Geas Basket. Una nuova avventura nel segno della tradizione e della continuità: e perché no, scherzano in casa Geas, anche nel segno delle vittorie che hanno contraddistinto la passata stagione.

Esordio sulle strade di Cinisello per il nuovo gruppo master della società sportiva Cba Atletica. In quattro hanno preso parte alla ‘Corsa per l’Africa’ organizzata domenica scorsa dall’Atletica Cinisello. Il gruppo Master della Cba è una realtà nuova che conta già oltre 30 iscritti tra atleti che amano la pista e tanti runners di ogni età che si dilettano nelle corse amatoriali, per divertirsi. Info www.cinisellobalsamoatletica.it mail: beppe@cinisellobalsamoatletica.it


20 |

10 ottobre 2013

PubblicitĂ 


Il Gazzettino di Sesto S.G. - Ed. 34 del 10-10-2013