Page 1

ANNO 3 NUMERO 2 - 16 Gennaio 2014 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com :::::::::::::: DISTRIBUITO A SESTO, CINISELLO E BRESSO ::::::::::::::

CULTURA: SALTANO I FONDI DELLA PROVINCIA, SI PENSA AI CONTRIBUTI DEGLI UTENTI

Biblioteche: dibattito sui pagamenti

:: SESTO

Tessere a pagamento per accedere ai servizi bibliotecari. L’ipotesi è nell’aria: il Consorzio che gestisce i poli culturali del Nord Ovest di Milano perde i contributi della Provincia di Milano e così si pensa a un modo per pareggiare i bilanci. L’idea non va giù ai cinisellesi di Rifondazione Comunista A pagina 3 Trent’anni, cintura nera di karate, siciliana e appassionata di moto. Cynthia Graci è il primo pompiere donna di Sesto

Chiara Beretta, ‘barwoman’ d’Italia: è lei a vincere il contest di Campari dedicato ai bartender A pagina 5

:: CINISELLO

A pagina 2

Comune e fiamme gialle stanano i ‘finti poveri’ che chiedevano il contributo per il sostegno all’affitto A pagina 7

:: BRESSO

VI PROTEGGO IO

Al via i lavori per la tranvia che collegherà Milano alla Brianza. Ma le polemiche non si placano A pagina 10

CAMPANILISMO :: PROVOCAZIONE DEL PATRON DEL BRESSO CALCIO IN RISPOSTA ALLA TROVATA DELLA PRO SESTO

Discriminazione territoriale, ma al botteghino L’idea della Pro Sesto di aprire gratuitamente le porte del Breda ai ‘terroni’ ha lasciato uno strascico di polemiche. In quell’occasione, in coda all’ingresso dello stadio, c’era anche il numero uno del Bresso Calcio, Fabrizio Marcandalli. Che non ha mandato giù l’affronto: e da buon settentrionale (nonché leghista) ha deciso di ribaltare la provocazione. «Quello per me fu un atto razzista», ha detto il presidente bressese. Che ha promesso uno sconto del 50 per cento sul biglietto d’ingresso per tutti i nati dall’Emilia Romagna in su in occasione di una delle prossime gare della squadra del club che milita nel campionato di Promozione. «Sarà a sorpresa. Mi metterò io stesso al botteghino a chiedere le carte d’identità». Non nasconde il suo attivismo politico: «Sono sta-

to candidato per la Lega in Comune e in Regione. E sono tutt’oggi militante convinto. Ma questo non c’entra con la politica». Querelle a distanza. Salvo Zangari, presidente della Pro Sesto, che si fece venire in mente la proposta del biglietto omaggio ai meridionali dopo la squalifica della ‘sua’ curva per cori e striscioni contro i napoletani, non ci sta: «Non vorrei che dietro questa trovata ci siano scopi politici. Io non mi occupo di politica, parlo solo di sport e di calcio», ribadisce schiettamente Zangari che poi si lascia andare a una risata: «Quando ho saputo della reazione del mio collega bressese ho anche pensato di chiamarlo e proporgli un’amichevole. Noi avremmo fatto entrare gratis i meridionali, loro i settentrionali. Tutti omaggio, tutti contenti».


2

|

Attualità

16 gennaio 2014

Dillo con un click

Parcheggiare all’ospedale Un lusso di cattivo gusto

EDITORIALE

C’è bisogno di creatività Qualche giorno fa, chiacchierando con il neo assessore sestese ai Lavori pubblici in merito all’esigenza di ristrutturare la caserma dei carabinieri di Sesto San Giovanni, il discorso è inesorabilmente scivolato sui limiti economici del Comune di Sesto, come tutti legato mani e piedi a vincoli di stabilità e alle improvvise ondate di ‘spending review’. Ci siamo trovati d’accordo su un concetto che può essere sintetizzato con una parolina: creatività. Già: un amministratore pubblico locale, per poter essere un buon amministratore, deve saper essere creativo. Non serve più a nulla essere un politico di vecchia maniera. Non serve a niente avere alle spalle la corrente più potente del proprio partito. Se non si è creativi e manageriali, non si potrà che vivacchiare, senza offrire nessun miglioramento alla propria comunità. Per l’assessore, giusto o sbagliato che sia, creatività significa in questo caso poter finanziare le ùristrutturazioni della caserma installando pannelli solari sul tetto dell’edificio e vendendo l’energia prodotta. Per carità, sicuramente qualcuno obietterà che la ‘creatività’ nel nostro Paese è vista in ben altri modi. Ma sono convinto che l’unico modo di uscire da quel pantano di malcostume e malapolitica in cui siamo finiti, sia quello di sfidare anche i pregiudizi, vincendo con i fatti. Creatività significa anche elasticità mentale e decisionale per intervenire rapidamente là dove la burocrazia e le vecchie ideologie bloccano lo sviluppo. Significa smettere di pensare all’amministrazione del Comune come ad un esercizio di potere, mettendosi in gioco sfruttando ogni giorno le mille opportunità che vengono dal tessuto economico e sociale circostante.

C

LA STORIA ::

Lo si potrebbe definire un regalo di cattivo gusto, visto che è arrivato inaspettato durante le vacanze di Natale. Il parcheggio dell’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo, ogni giorno frequentato da migliaia di pazienti di tutto il Nordmilano, ha rincarato i suoi prezzi del 50%. Per accedervi, si devono pagare 3 euro (erano 2 fino al 31 dicembre) . E’ l’effetto della nuova convenzione stipulata dall’azienda ospedaliera Icp con una cooperativa vincitrice di una gara d’appalto. Potrebbe apparire inutile sottolineare che i pazienti sono spesso pensionati e che 3 euro per 2 ore di sosta sono esagerati per chiunque.

SICILIANA, È IL PRIMO VIGILE DEL FUOCO DONNA DI SESTO

, volto rosa nei pompieri

«Mentre soccorro, molti si girano a guardarmi due o tre volte perché non credono ai loro occhi» di Giacomo Mombelli Se il pompiere è giudicato il lavoro più macho in assoluto, almeno secondo una recente ricerca britannica, è forse anche per il fatto di essere prettamente maschile. Quanti del resto possono dire di aver visto un vigile del fuoco donna al lavoro? Nel Nordmilano questo sarà ora all’ordine del giorno. Da gennaio, nella caserma di via Rovani, a fare il mestiere più ‘virile’, ma soprattutto quello che è considerato il lavoro più eroico, ci sarà anche una ‘lady’. Si chiama Cynthia Graci, ha 30 anni ed è originaria di San Cataldo di Sicilia. E’ lei il simbolo di una piccola rivoluzione che sta avvenendo anche sotto l’elmetto. Cynthia è una dei quattro vigili del fuoco donna nella provincia di Milano, la prima della storia a Sesto. «Quando mi vedono, molti si girano due o tre volte, senza quasi crederci - scherza la neoarrivata . Ho ragionato sul fatto se sia giusto o no che le donne facciano questo

lavoro. E dopo due anni e mezzo in altre caserme, posso dire che, anche se rispetto agli uomini mi manca un pochino di forza, non è un limite: quello che conta è usare il cervello e fare gioco di squadra». Certo anche Cynthia, che è cintura nera di karate e appassionata motociclista, ha dovuto dimostrare qualità fisiche non indifferenti. Si è preparata duramente per superare le prove pratiche previste dal concorso: fare trazioni sulle braccia, salire la fune, trasportare un manichino di 30kg, nuotare e persino costruire una mensola. «Non sai quante mensole ho costruito per allenarmi - dice sorridendo -. Molti ragazzi hanno fallito in queste prove perché non si erano preparati prima». Per Cynthia indossare la tuta ignifuga non è stato il sogno coltivato fin da bambina, ma un’occasione arrivata per caso, dopo l'anno di militare. «E’ stato uno dei concorsi che ho provato - racconta -: sapevo che fare il vigi-

le del fuoco era un bellissimo lavoro, che ti permette di aiutare gli altri tutti i giorni. Ma solo una volta entrata ho sentito questa passione fortissima». Una passione che l’ha portata a Sesto proprio per imparare di più. Qui, rispetto a Milano, essendo inferiore il numero di personale, le uscite per intervento sono più frequenti e l’esperienza si moltiplica. Tanto che nei suoi primi due giorni ha fatto soccorsi impegnativi, salvando insieme ai colleghi del turno D quattro persone imprigionate in casa durante un incendio. Nel nuovo distaccamento, la siciliana ha trovato un gruppo affiatato che l’ha accolta con curiosità e disponibilità. Per le notti in caserma le è stata dedicata una camera singola e un bagno, anche se in cantiere c’è l’idea di costruire una camerata ad hoc per le donne, che in futuro potrebbero diventare sempre più presenti, con buona pace delle statistiche sui mestieri più sexy. «Se non avessi fatto il pompiere - confessa Cythia senza rimpianti -, forse sarei diventata educatrice, seguendo i miei studi. Ma ora sono felice di questa scelta: faccio quello che mi piace, e mi sveglio con il sorriso tutte le mattine».

Cintura nera di karate Cynthia Graci, 30 anni, originaria di San Cataldo, è una dei quattro vigili del fuoco donna nella provincia di Milano, Il primo pompiere in rosa della storia a Sesto. Sportiva, Cynthia pratica da 20 anni il karate.


Focus

16 gennaio 2014

|

3

BIBLIOTECHE :: DIBATTITO ACCESO SULL’IPOTESI DEL CSBNO DI INTRODURRE UN ‘CONTRIBUTO VOLONTARIO’

Cultura, lo spettro dei servizi a pagamento Prc Cinisello: «No a utenti di Serie A e B» re il maltolto. Poi, prevedere l’aumento della quota versata dai Comuni al Consorzio. Se dopo una sfoltita ad eventuali sprechi si rendesse proprio necessario chiedere il contributo degli utenti, almeno che sia veramente e esclusivamente volontario, senza introdurre privilegi o discrepanze nell’accesso ai servizi. E’ fondamentale il principio di uguaglianza all’accesso ai servizi culturali. La cultura, come ha dichiarato il Ministro Bray, è un diritto e un bene comune».

La Biblioteca dei ragazzi è già nel cuore dei sestesi

Svolta green al centro Pertini Cinisello diventa tre volte più ecosostenibile. Tre edifici saranno ammodernati con l’installazione di pannelli fotovoltaici. La svolta ‘green’ più importante è proprio quella del centro culturale Il Pertini: la biblioteca è sprovvista di sistemi di risparmio energetico, ma entro la primavera avrà un suo impianto fotovoltaico. Sessantacinque moduli da 300 watt che permetteranno una riduzione delle emissioni di anidride carbonica di 8,2 tonnellate all’anno e di emissioni di ossido di azoto (Nox) di 28,75 chili/anno.

LETTURE

Saltano i contributi della Provincia di Milano per il Consorzio che gestisce le 50 biblioteche del Nord Ovest Milano (Csbno). E così da qualche mese si sta facendo avanti l’ipotesi dell’introduzione di servizi a pagamento. O, quanto meno, della possibilità di una tessera a pagamento per ‘sostenitori volontari’. L’argomento sta tenendo banco. Soprattutto a Cinisello Balsamo, ‘culla’ del nuovo centro Il Pertini e azionista di maggioranza del consorzio meneghino. A Cinisello la levata di scudi più sonora è quella del circolo locale di Rifondazione Comunista: che da qualche mese sta puntando il dito contro l’ipotesi del ‘pagamento’ e sta cercando di fare chiarezza sull’argomento. Dal Prc di Cinisello si scagliano contro le ‘tessere Vip’ e contro l’istituzione di utenti di Serie A e Serie B. «I nostri dubbi sul fatto che a fronte del contributo si forniscano servizi supplemen-

tari instaurando un regime con utenti di Serie A e B, li abbiamo comunicati anche all’amministrazione cinisellese», spiega il segretario Massimiliano Lio. Nel bilancio del Csbno la cifra da coprire con queste ‘tessere sostenitore’ sarebbe di 20mila euro: in cambio, una serie di servizi ‘dedicati’. «Che fare? - si chiedono i ‘compagni’ cinisellesi -. E’ prioritaria un’azione di lobbying da parte di Csbno e Comuni nei confronti di Provincia e Regione per reclama-

ENERGIA

di Niccolò Villa

Inaugurata a metà novembre, la nuova Biblioteca dei Ragazzi di Sesto San Giovanni è stata sicuramente una delle opere più attese da grandi e piccini. La sala di lettura raccoglie circa 7.800 frequentatori. Nella struttura dal design in vetro e acciaio di piazza Oldrini, è stato ricavato uno spazio ad hoc per la fascia 0-3 anni e un soppalco per i ragazzi delle medie, oltre a una postazione internet.

Gli studenti promuovono il nuovo centro Pertini

Sesto o Cinisello? Dall’inaugurazione, ormai un anno e mezzo fa, del Pertini, il nuovo centro culturale di Cinisello, gli studenti sestesi si sono divisi tra i fedelissimi della biblioteca centrale di via Dante e i sostenitori dello sfavillante centro cinisellese. Tre piani di cultura, efficienza e modernità, frutto di ingenti investimenti comunali, hanno oscurato in breve tempo tutto l’appeal della mode-

postazione, per non parlare della nuova area ristoro con bar. Non c’è dubbio, Sesto ha perso il passo: lo dicono gli utenti. Anche gli orari di apertura non depongono a favore della biblioteca sestese che non apre la domenica e in settimana chiude i battenti alle 19, quando la sua ‘collega’ cinisellese lavora ben quattro ore in sta e riservata civica di più. Non manca qualche irriduSesto. «Gli spazi sono enormi, cibile giovane seguace a tec’è l’imbarazzo della scel- nere alta la bandiera della ta tra i luoghi in cui poter cultura a Sesto. Sara, per studiare e poter far pausa esempio, preferisce la cal- dice Marta, giovane uni- da atmosfera della piccoversitaria -. La struttura è la civica sestese: «La biblionuova e ai piani alti puoi stu- teca di Sesto è molto più diare davanti alle vetrate che raccolta, più accogliente danno sulla piazza ed è e silenziosa. L’unica pecca sono gli orari, chiude tropveramente bello». E-book, un’incredibile po presto la sera. Se fosse scelta di giornali e rivi- aperta quanto lo è il Pertiste, ampie aule studio con ni sarebbe meglio». Marco Malgrati prese elettriche ad ogni

“il pubbliredazionale”

A CONFRONTO :: LE BIBLIOTECHE DI SESTO E CINISELLO

A Sesto San Giovanni una nuova realtà nell'ambito educativo-preventivo e riabilitativo di bambini e adolescenti per la fascia d'età 0-18 AGAPE è un'Associazione di promozione sociale nata nel 2010 da una convergenza di intenti di professionisti a vario titolo coinvolti nel mondo educativo, sociale e sanitario che hanno deciso di unire le proprie competenze per raccogliere e dare risposta ai bisogni delle famiglie attraverso servizi di qualità. I professionisti specializzati coinvolti sono: pediatra, neuropsichiatra infantile, allergologo pediatrico, terapista della neuro-psicomotricità infantile, logopedista, psicologa dell'età evolutiva, psicomotricista in ambito educativo-preventivo, consulente legale. Tutte queste figure oltre a fornire un servizio ambulatoriale per le loro specifiche competenze concorrono, singolarmente e sinergicamente, nell'individuare, adottare e praticare in piena sintonia con le rispettive famiglie un percorso educativo-preventivo e terapeutico calibrato "su misura" per il singolo bambino. Questa scelta si è rivelata vincente per poter intervenire con grande tempismo su problematiche che col tempo finirebbero per ingigantirsi e complicarsi.

A tal proposito, all'interno dell'Associazione, è stato istituito un servizio di valutazione, diagnosi e trattamento dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA). L'equipe è formata dalla neuropsichiatra infantile, dalla psicologa e dalla logopedista dell'Associazione e segue le più recenti indicazioni delle linee guida dell'Istituto Superiore di Sanità. AGAPE non opera solo sul territorio di Sesto San Giovanni ma, grazie alla convenzione con ICP (Istituti Clinici di Perfezionamento) e alla collaborazione con il Centro Medico Polispecialistico Bellegotti, offrirà questi servizi anche sul territorio di Cinisello Balsamo. Per maggiori informazioni: Sede di Sesto San Giovanni: AGAPE via Cavallotti 164 Sesto San Giovanni tel. 3478813808 mail: info@associazioneagape.info; sito web: www.associazioneagape.info Sede di Cinisello Balsamo: CMP Bellegotti via Frova 34 Cinisello Balsamo tel. 02.66012960 mail: richieste@cmpbellegotti.com; sito web: www.cmpbellegotti.com

Tel: 347.8813808 - info@associazioneagape.info www.associazioneagape.info


4

|

16 gennaio 2014

PubblicitĂ


Sesto San Giovanni

FARMACIE ::

16 gennaio 2014

|

5

I DIPENDENTI SCRIVONO A MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE: «RENDETECI PARTECIPI»

Lettera aperta dei lavoratori ai consiglieri Sabato inaugurazione in Pelucca

di Laura Lana Nella lunga lettera inviata a tutti i consiglieri comunali, i dipendenti delle Farmacie pongono una sola domanda: «Perché tanta fretta di trasformare l’azienda in una Srl?». E fanno poi una richiesta. «Rendeteci partecipi». Di un percorso più ampio per salvare una realtà di 59 anni e non solo per «chiederci ulteriori sacrifici economici, vale a dire rinunciare alle eventuali premialità per 4 anni e la donazione di 2 ore in più a settimana per 2 anni. Come se non bastasse, ricordiamo che il nostro contratto nazionale è bloccato all’ultimo rinnovo del 2008/2009». Dopo l’accordo sulle modifiche contrattuali - passato anche dietro il ricatto di applicare, in maniera unilaterale, un contratto molto più penalizzante e meno garantista, quello di Assofarm - le Rsu lanciano l’appello ai consiglieri di votare contro il cambio giuridico dell’azienda speciale. «Con lo sciopero del 10 dicembre ci siamo espressi in maniera inequivocabile e abbiamo ribadito che l’azienda è e deve restare pubblica a tutti gli effetti al 100% - si legge nel documento -. Non abbiate fretta di fare le cose in maniera avventata, su-

perficiale e poco chiara». La richiesta è di andare avanti nel risanamento ma anche nell’accertamento delle responsabilità. «Chiediamo che venga fatta chiarezza prima di intraprendere qualsiasi decisione. Chiediamo che si parta da una situazione di chiarezza politica ed economica, che sia fatta piena luce sulle vicende che hanno portato Asfc a un passo dal fallimento economico: chi ha sbagliato è giusto che paghi. Una Srl non è altro che l’anticamera della completa privatizzazione. In realtà, a chi e a cosa serve? A coprire qualche disattenzione precedente sulla gestione di un bene pubblico? A spalmare le perdite (non dovute a nostra negligenza) per chissà quanti anni con qualche ardito artifizio contabile?». Che l’azienda resti pubblica. «Votando contro la trasformazione in Srl non metterete a repentaglio i posti di lavoro, continuando a garantire il naturale ruolo delle farmacie comunali per tutti i cittadini». Le tappe per il cambio giuridico non sono ancora state illustrate ai consiglieri né ai dipendenti. Intanto, sabato alle 10.30 sarà inaugurata la nuova farmacia Pelucca che si sposterà in via Campanella. Martedì, invece, si saprà l’esito della gara per dare in affitto il magazzino all’ingrosso.

GIOVANI :: ELETTA DA CAMPARI IN UN CONCORSO NAZIONALE

Chiara,‘barman’ d’Italia

Con il suo cocktail ha vinto tra 500 concorrenti Zucchero di canna, mandarino e finocchietto selvatico per la soda, Campari, Cynar, amaro e tequila. E’ la ricetta vincitrice della prova di improvvisazione, valsa a Chiara Beretta, 26 anni, il titolo di ‘Barman - pardon, Barlady - of the year’ al concorso per bartender organizzato dalla Campari di Sesto. Gara dopo gara, dalla prova di invenzione al testa a testa, fino alle serata conclusiva di qualche giorno fa con la prova di rivisitazione della tradizionale ricetta del Negroni,

Chiara ha sbaragliato la concorrenza di 500 colleghi di tutta Italia. La giovane milanese, che lavora al locale Rita sui Navigli, si è aggiudicata così un master di specializzazione e la possibilità di diventare Campari Ambassador in eventi esclusivi. Il Concorso ha regalato a Sesto una serata in cui l’arte alchemica dei cocktail è diventata spettacolo, nel più elegante stile Campari.

Nell’auditorium sestese c’era a presentare Alessandro Cattelan, di X-Factor, mentre in giuria ha fatto da madrina la showgirl Martina Colombari, affiancata da “Il maestro” Salvatore Calabrese, il Maradona dei barman, arrivato direttamente dal Playboy Club di Londra, e dal general manager di Campari Italia Jean Jacques Dubau. Per la Campari è stata un’occasione per coinvolgere molti giovani professionisti del settore, tenendo alta la magia che si cela dietro ai drink più classici, ma anche per far conoscere la sua Academy di via Campari, dove vengono organizzati i corsi più svariati. Dal bartending di base agli aperitivi, dal management al whiskey.

AMBIENTE

Via sottocorno Si cercano i finanziamenti

«I tecnici comunali hanno già preso in mano i due progetti, depositati settimana scorsa dalla società Terna, per l’interramento delle linee ad alta tensione che passano in via Sottocorno». E’ questo il messaggio tranquillizzante che l’amministrazione comunale di Sesto ha inviato agli abitanti di via Sottocorno per mettere fine alle polemiche degli ultimi giorni. Nei prossimi giorni il sindaco Chittò incontrerà il comitato che da anni ha intrapreso la battaglia per chiedere l’interramento dell’elettrodotto. La questione sul tavolo è una sola: chi pagherà i lavori? L’ipotesi più onerosa prevede 4,5 milioni (Iva e possibili bonifiche escluse) per interrare 1.300 metri di linee. L’assessore all’Ambiente Elena Iannizzi ha annunciato che incontrerà il Comune di Milano per definire un piano congiunto, visto che Terna non pagherà gli interventi.

CITTÀ DELLA SALUTE

Da Roma via libera alle bonifiche Il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando ha siglato il decreto d’urgenza che dà il via libera alle bonifiche sulle ex Falck, nell’area della Città della Salute. Il decreto era atteso dai primi di dicembre. Per febbraio è prevista la conclusione della gara per l’individuazione dell’impresa che dovrà eseguire i lavori. In lizza ci sono 3 raggruppamenti di impresa tra cui la società Sesto Immobiliare sta individuando il concorrente in grado di dare garanzie tecniche su modalità e tempi d’esecuzione.

SICUREZZA

Banconote da 50 euro Partita di soldi falsi

Attenzione alle banconote che mettete nel borsellino. Da giorni, a Sesto è attiva una banda di truffatori, pare tutti di origine marocchina, che sta smerciando decine di banconote false da 50 euro. Sono già tre i casi segnalati dalla polizia, che ha già arrestato un cittadino marocchino con 13 banconote false. A rischio sono prima di tutto i commercianti che hanno ricevuto le banconote per il pagamento di servizi anche di costo ridotto, come un caffè al bar. In tre si sono accorti della truffa, ma troppo tardi. Altre decine di banconote potrebbero essere già in giro. Nella rete dei truffatori, anche un giovane che aveva venduto il suo telefonino a un marocchino pagandolo con 8 banconote da 50 euro.


6

|

Sesto San Giovanni

16 gennaio 2014

Notizia

IL CASO :: CASERME A RISCHIO PER I TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA; CINISELLO PROTESTA

FLASH ::

Mense: nuove battaglie

Da 5,50 a 5,30 euro a pasto per le famiglie dell’ultima fascia Isee. Modifiche irrisorie quelle proposte per le mense scolastiche dall’amministrazione, secondo i comitati genitori che già annunciano nuove battaglie. «Nei giorni di vacanza abbiamo riflettuto e siamo giunti a una conclusione: prendiamo atto della decisione della giunta. Uno sforzo che tuttavia non risolve il problema mensa - spiega il Gruppo genitori attivi -. Pensiamo sia necessaria un’alternativa a una mensa troppo cara: il pasto da casa o il ritiro da scuola per alcuni giorni alla settimana». Nei prossimi giorni i cambiamenti delle tariffe e delle fasce Isee, studiati dagli uffici, dovranno arrivare in commissione consiliare e poi in aula per il voto, così da essere adottate con sistema retroattivo per le famiglie sestesi.

La sicurezza in balia della spending review

Idee creative per rinnovare la caserma a Sesto Il caso è esploso a cavallo di capodanno nella vicina Cusano Milanino: l’affitto per la caserma è troppo alto e se non si troverà un nuovo accordo tra la Prefettura e la proprietà (un costruttore privato del territorio), a fine anno i carabinieri saranno sfrattati. Di città in città, le condizioni di carabinieri e polizia non sembrano essere molto differenti tra

loro. Mentre a Roma i parlamentari fanno carte false per salvare gli affitti d’oro pagati per immobili sottoutilizzati dalle istituzioni, nel Nordmilano la spending review (i tagli ai costi imposti dal Governo) rischia di mettere a serio rischio il sistema della sicurezza. Una situazione simile la sta vivendo anche Cinisello Balsamo dove la Prefettura nell’ulti-

mo anno ha già richiesto due tagli: il primo, del 10%, è stato accordato dal Comune che è proprietario della caserma di via Pecchenini. Il secondo, di un ulteriore 15% è stato contestato. Di fatto la Prefettura vorrebbe che il prezzo del canone annuo per la caserma passasse dagli attuali 170mila euro a 130mila. A rimetterci sarebbe l’istituzione più debole, il Comu-

ne. A Sesto San Giovanni, dove i carabinieri vantano il comando della Compagnia con una caserma che sovrintende la gestione di altre 6 caserme più piccole, il problema non sono i canoni, ma la necessità di provvedere al più presto a un massiccio piano di ristrutturazione dell’immobile. Il Comune (proprietario) ha stanziato poco più di 100mila euro nel piano triennale delle Opere pubbliche. Ben poca cosa rispetto all’immane esigenza di riqualificare il tetto e gli interni di buona parte dell’edificio. L’amministrazione comunale sta studiando alcune alternative che sono state definite «creative». Il rifacimento del tetto potrebbe essere appaltato ad una società che si occupa di energie rinnovabili. Eseguirebbe i lavori in cambio dell’opportunità di sfruttare il tetto per produrre energia elettrica attraverso i pannelli solari. Si sta valutando anche la possibilità di ridurre il canone d’affitto per un numero limitato di anni, in cambio dell’esecuzione dei lavori più importanti a carico del Ministero. Sistemi creativi per aggirare i vincoli del Patto di Stabilità che impediscono di spendere soldi anche per opere importanti. Stefano Bini

SCUOLA :: TRE TELEFONATE IN MENO DI 48 ORE. LA POLIZIA HA DENUNCIATO LA RESPONSABILE

Allarme bomba nelle scuole, opera di una mitomane

LAVORI PUBBLICI ::

Il primo allarme era scattato giovedì pomeriggio alla scuola media Don Milani di via Cavallotti. Pochi minuti prima delle 13 una donna aveva telefonato dicendo: «C’è una bomba, evacuate la scuola». Per i circa 400 allievi è scattato un piano di emergenza che si è concluso ordinatamente un paio di ore più tardi. Sul posto tutte le forze dell’ordine e anche una squadra di poliziotti con i cani molecolari. La mattina successiva, la mitomane è tornata a telefonare alla scuola, questa volta per

denunciare la presenza di un nuovo armato nel piazzale dell’istituto. Forze dell’ordine avvertite, ma allarme subito rientrato. Ci ha riprovato nel pomeriggio alle 15.30 con un allarme bomba alla scuola materna Fante d’Italia, in centro a Sesto. I piccoli allievi sono stati trasferiti nel vicino giardino di villa Mylius. Intanto la polizia ha confrontato i tabulati telefonici, riuscendo a individuare la responsabile. Una donna di 50 anni, da tempo affetta da turbe psichiche. E’ stata denunciata.

REPLICA AL LETTORE CHE AVEVA CHIESTO «CHI PAGA?»

Buche nelle strade, risponde l’assessore In viale Casiraghi bloccati i pagamenti per opere ‘non a regola d’arte’ Caro Direttore, le scrivo in risposta alla lettera pubblicata sul suo giornale lo scorso 9 gennaio e lo faccio per rassicurare il lettore e i cittadini su come vengono spesi i soldi pubblici nell’interesse della nostra città. Gli uffici tecnici sono attenti a come vengono realizzate le opere manutentive ed hanno cura di investire con attenzione le risorse a disposizione. Certamente le risorse oggi disponibili ci costringono a tirare la cinghia, e ciò è dovuto al fatto che i tagli alla finanza locale ricadono inevitabilmente anche sulle manutenzioni. Oggi l’amministratore pubblico deve scegliere tra più priorità e deve adottare nelle scelte, anche di carattere manutentivo, la diligenza del buon padre di famiglia.

Non sono d’accordo con l’autore della lettera quando afferma che abbiamo dimenticato di occuparci della manutenzione. Anche noi, come lui, vorremmo fare di più ed è per questo che stiamo lavorando. Ogni anno pianifichiamo e realizziamo interventi nelle scuole, negli edifici comunali, nelle strade e nei giardini. Siamo attenti agli interventi che riguardano la pubblica illuminazione e alla manutenzione del verde pubblico. Quando le opere vengono realizzate male, le contestiamo e non procediamo a dar corso ai pagamenti. Ci mancherebbe altro! I lavori di asfaltatura eseguiti in viale Casiraghi nella stagione estiva 2013, non sono stati realizzati a regola d’arte. I vizi riscontrati nella esecuzione delle opere

sono stati tempestivamente segnalati all’impresa appaltatrice dai nostri uffici comunali. Le opere sono state quindi contestate e per questa ragione non è stato liquidato il corrispettivo. L’impresa ha tuttavia riconosciuto i vizi ed ha provveduto ad un tamponamento provvisorio del manto stradale, perché le temperature autunnali non ne avrebbero garantito un rifacimento ottimale. Tenuto conto che questi lavori si eseguono quando si alzano le temperature, abbiamo ritenuto opportuno rimandarne il rifacimento integrale alla prossima stagione estiva. Nel corso del nuovo intervento, saranno adottate, come di consueto, le necessarie cautele per verifica-

re la corretta esecuzione del rifacimento del manto stradale e il corrispettivo sarà erogato all’impresa solo dopo che gli uffici, i nostri uffici, avranno verificato la corretta esecuzione dei lavori. Approfitto dell’occasione per scusarmi con i cittadini per il disagio arrecato ma non potevamo fare diversamente. Cordialmente Avv. Alessandro Piano Assessore alle Opere Pubbliche della Città di Sesto San Giovanni


Cinisello Balsamo

CRONACA ::

16 gennaio 2014

|

7

POSIZIONATI I LIMITATORI DI SAGOMA PER IMPEDIRE L’ARRIVO DI CAROVANE DI ROM

Sbarre anti nomadi al parcheggio Sony

Ascoltate le richieste dei dipendenti di Niccolò Villa

“il caso”

Si può dire che sono state ascoltate le richieste dei cittadini. Soprattutto dei dipendenti della Sony che per anni avevano chiesto una soluzione contro gli accampamenti di nomadi che occupavano il parcheggio di via Galilei. E che prima di Natale, quando a Cinisello è riscoppiato il caso delle carovane dei rom che stanziano sul territo-

rio (dibattito acceso dall’arrivo di un gruppo di sinti sempre nel rione Bettola), avevano scritto al Sindaco per un intervento risolutivo. Che è arrivato in settimana, quando cioè gli addetti dell’ufficio Tecnico di Cinisello hanno posato i limitatori di sagoma nell’area del parcheggio di via Galilei e in vicolo

FINTI POVERI, LA GDF RECUPERA 36MILA EURO

Anomalie nelle richieste per il fondo di sostegno all’affitto

Nell’ambito delle attività di controllo della guardia di finanza relativamente alla correttezza delle richieste di sostegno all’affitto erogate ai cittadini dall’amministrazione cinisellese sono emerse delle anomalie. Tra i richiedenti si nascondevano infatti i cittadini privi di requisiti. Così il Comune, in accordo con le fiamme gialle, ha effettuato una serie di controlli incrociati consultando le banche dati del fisco per smascherare chi imbroglia e chi sem-

plicemente omette di dichiarare elementi utili per dimenticanza. Esaminando le richieste di rimborso relative all’anno 2011 sono emersi i seguenti dati: 620 i richiedenti per una somma complessiva di 532 mila euro; 48 le anomalie riscontrate. Un impegnativo lavoro di verifica che ha permesso all’amministrazione comunale di recuperare oltre 36mila euro

Valtellina. Un deterrente alla sosta dei caravan e dei camioncini dei nomadi che permangono da tempo nella zona. L’intervento è stato effettuato con l’aiuto degli agenti della polizia locale e dei carabinieri che hanno provveduto ad allontanare i camper presenti, tenendo per tutta la giornata monitorata l’area per evitare il trasferimento dei mezzi in altre zone limitrofe. Nei prossimi giorni saranno posate altre sbarre in via Valtellina (dietro l’edificio della Sony) e in via Lombardia. «Siamo riusciti a perfezionare l’accordo con le proprietà degli stabili e siamo quindi riusciti a trovare una soluzione al problema della sosta dei mezzi - ha detto il primo cittadino di Cinisello, Siria Trezzi -. E’ chiaro che a questa azione si devono aggiungere controlli continui per tenere monitorata la situazione».


8

|

Cinisello Balsamo

16 gennaio 2014

Roadhouse Grill apre a Cinisello

Una cena per padre Mario Ghezzi Padre Mario Ghezzi farà tappa a casa. Il missionario cinisellese del Pime, in Cambogia dal 2000, ha terminato il suo mandato come parroco nella chiesa del Bambin Gesù. Prima di iniziare un nuovo servizio a Phnom Penh, sarà prima in Europa poi in Terra Santa per studiare. Sabato 25 l’Officina di Enrico organizza una cena per incontrare padre Mario. Per info: giagi5@hotmail.it.

Ha aperto questa settimana il nuovo locale della catena Roadhouse Grill del Gruppo Cremonini. Il ristorante è in via Padre Ronchi 21, di fronte al centro Auchan. Bistecche di ottima qualità e tecnologia: c’è anche uno Smart Corner dove ordinare il menù da un tablet.

VISITA :: IL SINDACO HA RISPOSTO ALL’APPELLO DEI CITTADINI

Tour nel degrado di via Casignolo

Un capannone usato come covo per sbandati

di Niccolò Villa Prima uno sguardo al capannone abbandonato di via Casignolo, diventato alcova di senza tetto e balordi (e segnalato alle forze dell’ordine dai cittadini del rione). Poi un giro in via Poma. Il primo cittadino di Cinisello, Siria Trezzi, ha risposto al grido d’aiuto e di rabbia lanciato dagli abitanti del quartiere Casignolo. E ha visitato le strade e i luoghi segnalati dai residenti accompagnata dall’assessore Ivano Ruffa e dal comandante dei vigili, Fabio Crippa. Un tour

nel quartiere per toccare con mano e osservare da vicino il degrado di via Casignolo. A cominciare proprio da quei locali abbandonati diventati rifugio per drogati. «E’ solo un esempio dei tanti segnali del degrado del rione», hanno detto i cittadini al loro sindaco. Strade sporche, terreni incolti e abbandonati e il sottopasso dove, nonostante il divieto, transitano anche i Tir con rimorchio che superano i 6 metri di lunghezza. Sul piatto delle richieste anche parcheggi e un adeguato trasporto pubblico. «Interverremo immediatamente per mette-

re in sicurezza il capannone abbandonato e per cercare soluzioni ai problemi che ci sono stati segnalati», la risposta della Trezzi. Pace fatta tra i residenti di via Casignolo e i cittadini del Comitato Robecco: «Non è vero che ci siamo dimenticati dei disagi del quartiere. Abbiamo fatto numerose segnalazioni a luglio e abbiamo anche sollecitato il Comune sulla situazione di Casignolo in novembre e dicembre». «Dobbiamo tornare nei quartieri ad ascoltare i cittadini. La giunta è disponibile e vicina ai cinisellesi», ha chiuso il sindaco.

Notizie FLASH ::

::

Chiude la passerella Chiude fino a fine mese, per permettere la realizzazione di alcuni interventi di sistemazione dell’illuminazione, la passerella del Parco Nord che scavalca viale Fulvio Testi. Il ‘ponte’ pedonale e ciclabile che congiunge Cinisello e Sesto sarà chiuso fino al 31 gennaio, dalle 7.30 del mattino alle 17. Ulteriori ed eventuali aggiornamenti sul sito www.parconord.milano.it.

L’Ambrosiana torna al Pax

La Compagnia Ambrosiana torna in scena al Cineteatro Pax di via Fiume con lo spettacolo di Capodanno ‘I danè di pret van in ciel’. Appuntamento al Pax sabato 18 gennaio alle 21 e domenica 19 gennaio alle 15.

SANT’ANTONIO

Il falò e la benedizione

Il gruppo cinisellese di Legambiente ripropone l’annuale e tradizionale appuntamento con il Falò di Sant’Antonio. L’evento si svolgerà nel Parco del Grugnotorto (ingresso via Giolitti angolo via Cilea) sabato 18 gennaio a partire dalle 20.30. Non solo fuoco ma anche musica, dolci e giochi per i più piccoli. Altro appuntamento con la natura: domenica 19 dalle 14.30 al Parco Nord va in scena, proprio in occasione della festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali, la ‘Benedizione dei pani e degli animali’. La manifestazione è organizzata, come consuetudine, dalla Polizia di Stato e dal Servizio Gev. Tutti i cittadini sono invitati a portare al parco il proprio animale domestico. Per info: www.parconord.milano.it.

ORATORI :: IL CAMMINO INIZIA IN SECONDA ELEMENTARE. PARTE LA SPERIMENTAZIONE

Catechismo, rivoluzione in decanato Da qualche tempo se ne parlava, ora diventerà realtà: nella Diocesi di Milano il catechismo comincerà in seconda elementare e non più in terza. L’idea della Curia meneghina, non ancora confermata, è quella di circoscrivere l’esperienza della iniziazione cristiana alle elementari con la Cresima che verrà dunque anticipata alla fine della quinta elementare o, al più tardi, all’inizio della prima media. Nonostante, dunque, non tutto sia ancora chiaro il decanato di Cinisello comincia a muovere i primi passi e a partire da questo mese di gennaio organizzerà alcuni incontri dedicati proprio ai bambini di seconda elementare. «L’obbiettivo che ci poniamo è quello di far si che i bambi-

ni di seconda possano cominciare a respirare l’aria dell’oratorio e possano iniziare a conoscere, attraverso attività ludiche, la figura di Gesù», dice suor Enrica Molteni, una delle responsabili decanali del cammino di iniziazione cristiana. Gli incontri cominceranno in questi giorni, con calendario diverso da parrocchia a parrocchia, e si protrarranno fino a maggio. Nei prossimi mesi il decanato è intenzionato a lavorare anche con i genitori di questi bambini e infatti ogni parrocchia ha organizzato tre incontri a loro dedicati. L’obiettivo è educare i genitori al cammino di fede dei propri figli cercando di renderli partecipi. «E’ in famiglia che tutto deve cominciare - sottolinea suor Enrica -. Il catechista deve integrare un lavoro che già si fa tra le mura domestiche». Il prossimo anno si darà poi piena attuazione alla ‘riforma’ con il catechismo per i bambini di seconda elementare che dovrebbe cominciare già dal mese di settembre. Pietro Tampieri


PubblicitĂ

16 gennaio 2014

|

9


10

Bresso | 16 gennaio 2014 PROGETTI :: I VERTICI DELLA PROVINCIA HANNO ANNUNCIATO L’AVVIO DEI CANTIERI A FEBBRAIO

La tranvia non piace ma i lavori partono Opera osteggiata da più parti ma non dal Sindaco: «Cogliere opportunità» :::::::::

di Giacomo Mombelli

arriverà mai», ha detto il primo cittadino, rispondendo alle proposte di quanti avevano suggerito di far arrivare la M5 lilla a Bresso. «Ha senso realizzare un’opera economica che poi non servirà a nulla?», si chiedono in molti ricordando l’esperienza fallimentare del tram cinisellese. «Noi la consideriamo un’opera sbagliata e vorremmo che il progetto fosse bloccato, per liberare i fondi a favore dell’interramento della Rho-Monza - ha detto il consigliere regionale del Movimento 5 Stel-

le Stefano Buffagni, bressese, dopo aver illustrato tutti i parcheggi che si perderebbero su via Vittorio Veneto -. Poi con calma ripensare a un progetto diverso, più adeguato per Bresso. Un filobus, ad esempio». A opporsi ai binari anche i negozianti: «Faccio fatica a vedere opportunità - ha detto il presidente dei commercianti Roberto De Santis -. Siamo stati contrari fin dall’inizio, è un’opera inutile. Crediamo sia meglio fare un collegamento con delle navette elettriche fino alle metropolitane».

Transenne anti abusivi per salvaguardare il giardino

Un padiglione sferico ospiterà la sede della Zambon Natura e biotecnologie. Questo il binomio che caratterizzerà l’area di 55mila metri quadrati pronta a trasformarsi nei prossimi mesi. Sono iniziati i lavori di realizzazione del ‘Parco Tecnologico’, tra le vie Ariosto e Campestre, vicino al fiume Seveso. Al centro ci sarà un laghetto artificiale con un’isoletta, sulla quale sarà collocato un padiglione sferico, alto una decina di metri: ospiterà i laboratori della ditta farmaceutica Zambon, che in via Campestre ha una sua sede. Attorno, il prato diventerà un’area dedicata al tempo libero e al divertimento con vialetti pedonali, piste ciclabili e spazi attrezzati. Ceduti quest’estate dal Comune, questi ‘Giardini della Scienza’ sono ora di proprietà dell’Ente Regionale Parco Nord. Il costo dei lavori, che continueranno fino all’estate, è di 1milione e 500mila euro: 270mila messi dalla Regione, 50mila dal Rotary Club, 620mila dalla Zambon e 800mila dal Comune come scomputo di oneri di urbanizzazione.

POLIZIA LOCALE

PARTITI I LAVORI PER I GIARDINI DELLA SCIENZA

Un lago e un’isola nel nuovo parco

L’area verde davanti ai capannoni Iso Rivolta è stata transennata per contrastare il parcheggio selvaggio. In via Vittorio Veneto le macchine stavano rovinando i mille metri quadrati destinati a diventare un vero e proprio giardino, così l’area è stata nuovamente cantierizzata. Entro la primavera saranno realizzate aiuole fiorite e vialetti, mentre la volta del capannone centrale sarà insonorizzata e verrà posato all’interno un palco per concerti.

Cartelli nei parchi e sui marciapiedi per combattere il degrado Una nuova campagna di sensibilizzazione contro marciapiedi e aiuole sporche. La polizia locale sistemerà una trentina di cartelli per ricordare il rispetto del decoro urbano. Saranno posizionati in luoghi ‘strategici’, vicino alle scuole, nel centro, nelle piazze e nei parchi. La campagna inviterà soprattutto i padroni a usare palette e sacchetti di plastica per raccogliere le deiezioni dei loro animali. Le multe per i trasgressori sono di 50 euro.

Meno semafori in città In arrivo una nuova rotonda

VIABILITÀ

NATURA ::

«Per la prima volta in Italia è stato istituito un fondo per risarcire i commercianti che subiranno una riduzione documentata dei loro guadagni». Lo ha assicurato l’assessore De Nicola: 3,5 milioni di euro da integrare sono stati dedicati a questo scopo. In totale i lavori della Metrotranvia costeranno circa 240 milioni di euro, finanziati per il 60% dallo Stato, per il 30% da Provincia di Milano e di Monza e Brianza, dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia, e per il 10% dai Comuni interessati dalla tratta. Il cantiere durerà 28 mesi: i binari saranno lunghi 14,2 km e percorribili dal settembre 2016.

PARCHEGGI

Fugati i dubbi sui finanziamenti che l’avevano fatta ritenere a rischio, non solo la Metrotranvia Milano-Desio-Seregno si farà. Ma i lavori, a Bresso, stanno anche per iniziare. A febbraio si darà il via alla rimozione dei vecchi binari, mentre a maggio 2014 il cantiere entrerà nel vivo. E’ quanto hanno assicurato il presidente della Provincia Guido Podestà e l’assessore provinciale alla Viabilità e trasporti Giovanni De Nicola durante una serata di fuoco organizzata pochi giorni fa dalla neonata associazione ‘Bresso è’. Ma come è risultato evidente dalle contestazioni provenienti dal pubblico della sala consiliare gremita, l’opera è osteggiata da più parti. La si ritiene troppo impattante e poco utile, se non addirittura dannosa. Oltre ai dubbi sull’effettiva modernità di un progetto di cui si parla da vent’anni, i binari appaiono come una rinuncia a sognare qualcosa di veramente innovativo. Il sindaco Ugo Vecchiarelli, tuttavia, ha ribadito senza dubbi la sua posizione a favore dell’opera, soprattutto per la riqualificazione urbana ad essa connessa: «Bisogna essere pragmatici e cogliere le opportunità che ci vengono date. Non bisogna attaccarsi alle chimere: la metropolitana da queste parti non

Una nuova rotatoria sarà costruita tra le vie Bologna, Corridoni e Borromeo, al confine con Cormano. La decisione è stata presa dal consiglio comunale per limitare la velocità delle auto che si dirigono verso il centro cittadino. Con questa, le rotonde cittadine salgono a quattro. La prima è quella tra via Ariosto e via Papa Giovanni XXIII, vicino al centro Pertini, mentre le altre due si trovano lungo la pista dell’aeroporto.


PubblicitĂ

16 gennaio 2014

| 11


12

|

16 gennaio 2014

Cultura & tempo libero

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

INIZIATIVA :: ‘CINEMAMME A SESTO’ PROPOSTA DAL RONDINELLA INSIEME A COMUNE E BABY BAZAR

Mamme e bebé vanno al cinema Luce tenue, scalda biberon e fasciatoi nella sala di viale Matteotti

di Aurora Dupin Mamme appassionate di cinema che, dopo la gravidanza, alle prese con biberon, poppate e pianti, non riescono più a dedicarsi qualche ora comodamente sedute davanti al grande schermo. Ad accontentare la loro voglia di relax e cinema, ci ha pensato il Cgs Rondinella di viale Matteotti che a partire da martedì 4 febbraio inaugura quattro appuntamenti tutti dedicati alle neo mamme. Con l’iniziativa ‘Cinemamme a Sesto’ il Rondinella di Sesto vuole infatti dare la possibilità alle donne con bebé al seguito di essere accolte in un cinema a misura di mamma: luce tenue e soffusa, volume del film più basso, fasciatoio e scalda biberon in sala. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Baby Bazar e il Comune di Sesto San Giovanni e prevede la proiezione di prime visioni nella sala di viale Matteotti attrezzata per l’occasione

nelle mattinate di martedì 4 febbraio, 4 marzo, 1 aprile e 6 maggio sempre alle ore 11.00. «Arriva anche nella nostra città un’esperienza già attiva in altre realtà, come Milano - spiega soddisfatta l’assessore ai Servizi alla persona Roberta Perego -. Si tratta di una proposta che sposa in pieno la nostra volontà di costruire una città sempre più a misura di famiglie, con un’attenzione particolare alle neomamme

che dopo la gravidanza si trovano a vivere un momento di adattamento, dove le relazioni sono una risorsa per trasformare questa fase in un’esperienza unica e indimenticabile. Grazie dunque al Rondinella per aver proposto, con la consueta sensibilità, questi quattro appuntamenti». Il programma completo è pubblicato sul sito www.cinemarondinella.it

Torna Pending Lips Festival Si vince il palco del Carroponte

Alunni e artisti insieme in scena con ‘That’s my Job’

Dopo due edizioni da grido, torna il Pending Lips Festival, il contest dedicato ai gruppi emergenti organizzato dalla Costello’s booking & management del sestese Simone Castello. Il ristorante Il Maglio di via Granelli ospiterà la fase del contest: eliminatorie (24 febbraio, 10 marzo, 17 marzo, 24 marzo e 7 aprile) e le semifinali (14 aprile, 28 aprile e 5 maggio). Finale il 12 maggio. Premio: registrazione gratuita di un singolo agli HM Studios di Cornaredo, messa in onda su Radio Popolare e ospitata al Carroponte.

Più di trecento ragazzi delle scuole cittadine protagonisti, insieme ad artisti professionisti, sul palco dello spazio Mil. Giovedì 16 alle 20.30 e tutte le sere fino a sabato 18 gennaio in scena lo spettacolo ‘That’s my job’ realizzato da No parking company coinvolgendo con laboratori e prove gli alunni delle scuole medie Forlanini, Breda e Falck di Sesto San Giovanni. La direzione artistica è di Daniele Ziglioli, la regia di Germano Lanzoni, ingresso 10 euro.

SPETTACOLI ::

NUOVI APPUNTAMENTI AL CINETEATRO PAX DI CINISELLO BALSAMO

Eventi IN BREVE Riflessioni sulla storia

:: Si apre sabato 18 in Vil-

la Visconti con l’inaugurazione della mostra ‘Ecce Homo, Mauthausen’ alle 17 l’ampio calendario di appuntamenti che il comune di Sesto in collaborazione con le associazioni propone per celebrare il Giorno della Memoria. Programma completo su www.sestosg.net.

::

Anpi in festa a SpazioArte

Teatro per grandi e piccini Due rassegne per un unico palcoscenico

Grande teatro, per grandi e piccini, al Pax di Cinisello Balsamo. Dopo una fine d’anno con grande risposta di pubblico, l’inizio del 2014 vede ripartire la stagione teatrale del teatro di via Fiume. Due le rassegne che, in alternanza, sono ospitate dal centro culturale cinisellese tutto dedicato al teatro: ‘Ragazzi e teatro’, con spettacoli pensati per bambini, ragazzi e famiglie in scena sia al Pax che al Centro Pertini, e il calendario di

spettacoli di grandi registi. Il prossimo appuntamento è per i più piccoli: domenica 2 febbraio alle 15 e lunedì 3 febbraio alle 10 per le scolaresche, sul palco lo spettacolo ‘Il pinguino senza Frac’ (dai 5 ai 10 anni; biglietto 5,504,50 euro). Martedì 11 e mercoledì 12 febbraio alle 21 poltrone riservate agli adulti per lo spettacolo ‘Boeing Boeing’ di Mark Camoletti con Gianluca Guidi, Gianluca Ramazzotti e Ariella Reggio per la regia di Mark Schneider. Info e programma completo:www.cineteatropax.com.

Sabato 18 e domenica 19 al via la campagna di tesseramento dell’Anpi di Sesto. Per l’occasione, a SpazioArte sono in programma dalle 14 alle 22 di sabato e dalle 15 alle 17 di domenica incontri, musica e convegni.


16 gennaio 2014

SABATO 18 GENNAIO PICCOLO PASSO - STORIA DI UN’ OCARINA PIGRA UN TEATRO PER AMICO

Cinema Rondinella "" ""

"

!"

% info@cinemarondinella.it www.cinemarondinella.it

$

CINEFESTIVAL RONDINELLA Regia: Matteo Oleotto con Giuseppe Battiston, Teco Celio - Alle ore 20.30 DEGUSTAZIONE ENOGASTRONOMICA FRIULANA ORE: 21.15 proiezione unica PREZZI: biglietto x 1 film 4,00 euro - tessera valida per 4 film 12 euro - tessera valida x 10 film 25 euro - tessera valida x 20 film 40 euro

VENERDÌ 17 GENNAIO IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE

Kosmocomico Teatro - Età consigliata: dai 4 anni - ORE: 15.30 PREZZI: intero euro 6,00 - ridotto euro 4,50 IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 17.30 - 20.15 - 22.20 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 15.30* - 21.15 - PREZZI: *alle 15.30 prezzo speciale 4,00 euro - intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

LUNEDÌ 20 GENNAIO ZORAN - IL MIO NIPOTE SCEMO

ZORAN - IL MIO NIPOTE SCEMO POMERIGGI AL CINEMA Regia: Matteo Oleotto con Giuseppe Battiston, Teco Celio - ORE: 15.30 proiezione unica - PREZZI: biglietto unico euro 3,00 IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: intero euro 5,00 - ridotto euro 4,00

DIESEL

SABATO 18 E DOMENICA 19 GENNAIO

MARTEDÌ 21 GENNAIO IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: intero euro 5,00 - ridotto euro 4,00

COMPAGNIA AMBROSIANA: ‘I DANÈ DI PRET VAN IN CIEL’ Spettacolo teatrale ORARI: sabato 21.00 domenica 15.00

Q8 v.le Matteotti

Eni Oilone Te Agip Shell ex Tamoil v.le F. Testi via Saint Denis v.le F. Testi via Gramsci via Partigiani v.le F. Testi (Cinisello)

1.664

1.705

1.654

1.663

1.685

1.699

1.659

1.589

1.627

1.579

1.588 1.617

1.629

1.589

CULTURA/MOSTRE

FINO AL 7 FEBBRAIO 2014 IL MITO DI STAR WARS

Han Solo, Luke, Leila, Darth Vader, C1-P8: le appassionanti avventure dei personaggi di Star Wars rivivono negli spazi di Fermo Immagine. In esposizione manifesti, modellini, statue, costumi di scena, diorami in Lego, action figure e rarità dedicate alla saga cinematografica creata da George Lucas nel 1977. - Orario: da martedì a domenica dalle 14 alle 19; lunedì chiuso - Ingresso: 5,00 euro Milano - Fermo Immagine - Museo del Manifesto Cinematografico di Milano - Via Cristoforo Gluck, 45

Muffin cipolla e pancetta

# ! ! " eventi@cineteatropax.it iniziative@cineteatropax.it http://www.cineteatropax.com

Prezzi aggiornati a mercoledì 15/1/2014. I gestori di stazioni di servizio e i lettori possono comunicarci i prezzi più convenienti scrivendo a redazione@ilgazzettinodisesto.it

BENZINA

13

MERCOLEDÌ 22 GENNAIO

Cinema Teatro Pax

DOMENICA 19 GENNAIO IL CAPITALE UMANO PRIMA VISIONE Regia: Paolo Virzì con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino - ORE: 15.20 - 17.30 - 20.15 - 22.20 PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

|

FESTE/SAGRE

CONCERTI/SPETTACOLI

FINO AL 2 MARZO 2014

FINO AL 13 APRILE 2014

WUNDERKAMMER. ARTE, NATURA, MERAVIGLIA IERI E OGGI Gallerie d’Italia e Museo Poldi Pezzoli ospitano un percorso espositivo tra arte, scienza e filosofia, un viaggio affascinante dal Cinquecento ai giorni nostri. Un doppio percorso che esplora le cosiddette ‘stanze delle meraviglie’, nate in epoca tardo rinascimentale e poi evolutesi e trasformatesi nel corso del tempo. Data la differente e complementare natura differente dei due poli, nella Casa Museo le opere dialogano serratamente con la storia del collezionismo, mentre in Piazza Scala prevalgono pezzi d’Arte contemporanea. - Orario: Museo Poldi Pezzoli da mercoledì a lunedì dalle 10 alle 18; martedì chiuso. Gallerie d’Italia: da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30; giovedì dalle 9.30 alle 22.30 - Ingresso: 9,00 euro Milano - Museo Poldi Pezzoli, Gallerie d’Italia

BRAIN. IL CERVELLO, ISTRUZIONI PER L’USO Dopo aver affascinato i visitatori dell’American Museum of Natural History di New York, approda a Milano Brain, la mostra interattiva e multimediale interamente dedicata al cervello. Il pubblico parte alla scoperta di questo complesso e sorprendente organo attraverso un coinvolgente allestimento sensoriale tra installazioni, giochi e filmati. - Orario: lunedì dalle 9.30 alle 13.30; da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30; giovedì aperto fino alle 22.30 - Ingresso: 10,00 euro Milano - Museo Civico di Storia Naturale - Corso Venezia, 55

FINO AL 16 APRILE 2014 IZIS. IL POETA DELLA FOTOGRAFIA Allo Spazio Oberdan, gli emozionanti scatti in bianco e nero dell’autore di origine lituana «Si dice spesso che le mie fotogra-

TEMPO LIBERO

fie non sono realiste. Non sono realiste, ma è la mia realtà». Così diceva Izis Bidermanas, celebre ritrattista e reporter del secolo scorso, vero e proprio ‘poeta dell’immagine’. I suoi scatti, raccontano scorci cittadini densi di emozione e umanità. L’autore si sofferma soprattutto sull’amata Parigi, onirica, atemporale e sognante, cogliendo tutto il fascino e l’atmosfera dei quartieri popolari, delle rive della Senna e delle fiere. - Orario: mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 19.30; martedì e giovedì aperto fino alle 22; lunedì chiuso - Ingresso: 8,00 euro Milano - Spazio Oberdan Cineteca Italiana - Viale Vittorio Veneto, 2

INGREDIENTI (10 muffin): 260g di farina 00; 85g di burro morbido; 160ml latte; 3g di sale; 2 uova; 1 bustina di lievito; 1 cipolla; 80g pancetta affumicata cubetti; 1 spolverata di grana; olio evo qb PREPARAZIONE: Tagliare a fettine sottili la cipolla. In una padella, aggiungere un filo d’olio e farla soffriggere a fuoco medio. Quando sarà dorata aggiungere la pancetta affumicata e far rosolare il tutto qualche secondo. Mischiare insieme, in ordine, la farina, il lievito, il sale, il latte, il grana, un uovo alla volta (ognuno deve assorbirsi completamente) e infine il burro, continuando ad impastare finché non avrete ottenuto un composto omogeneo. Al l’impasto, aggiungere cipolla e pancetta e mischiare bene. Mettere nei pirottini e infornare a 180° per circa 20 minuti.

Una nuova rubrica. Scriveteci, inviateci le vostre ricette e le vostre foto ai fornelli da condividere con i nostri lettori


14 |

16 gennaio 2014

Sport

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

ARTI MARZIALI :: LUCA TAGLIARINO, CINISELLESE, CAMPIONE DI MUAY THAI

Notizie in

Cutter sfida la Thailandia

A Ring War affronterà il maestro Nopparat Chumwong

BREVE ::

di Niccolò Villa

“la partita”

Nell’Olimpo della Muay Thai c’è spazio anche per il Nordmilano. Non solo perché il Ring War, l’evento che va in scena al Mediolanum Forum di Assago il prossimo 25 gennaio, è organizzato dal sestese Diego Calzolari (pluricampione di Muay Thai, ct della nazionale e maestro della palestra De Gym di via Fiorani). Ma anche perché uno dei combattimenti più importanti di serata vede sul ring Luca Tagliarino, cinisellese, classe 1984. Una vita dedicata alla Muay Thai, Luca detto ‘cutter’ (non solo per tradurre il cognome ma per via dei tagli che lascia sul corpo degli avversari) combatterà il terzultimo match della serata internazionale. E lo farà proprio contro uno dei massimi campioni thailandesi, Nopparat Chumwong. «Tagliarino è di fatto uno dei migliori in Europa, uno dei pochissimi italiani che può permettersi di sfidare un thailandese», lo incoraggia l’amico e maestro Diego Calzolari. Due volte campione italiano dilettanti, una volta campione italiano professionisti, attualmente è campione intercontinentale della Wako Pro.

a Sesto avrà un ruolo da prota-

«Il 25 sarà il cogonista in Ring War. La città non ronamento di un sogno, calcasolo ha concesso il patrocinio ma ospire uno dei ring più importanti al terà i ‘mostri sacri’ della disciplina. mondo contro un campionissimo. Sa- Domenica 26 gennaio, dalle 10 alle 12, rà durissima, ma io ce la metterò tuti campioni thailandesi daranno vita ta», ha commentato il cinisellese a un workshop nella palestra di Tagliarino che in uno dei suoi viagvia Marconi. Prenotando entro gi-studio in Thailandia, qualche anno il 20 gennaio, il costo scende fa, chiese proprio di partecipare a un sein via promozionale a minario e agli allenamenti del maestro Nop20 euro. parat che ora diventa il suo rivale. Tutte le info su www.ringwar.it.

LA PRO SESTO NON PUNGE: PARI SENZA GOL A CARAVAGGIO La Pro Sesto di mister Di Gioia si ferma ancora una volta sulla X. Reti inviolate nella sfida contro il Caravaggio: il campo pesante ha regalato poche emozioni nella gara che si è disputata domenica 12 gennaio. Non è bastato il rientro in rosa di Spampatti, che era rimasto fermo ai box per influenza all’inizio del 2014: i biancocelesti di Sesto San Giovanni non sono riusciti a pungere e a lasciare il segno (nonostante abbiano giocato l’ultimo quarto d’ora in superiorità numerica per l’espulsione di Rampinini del Caravaggio). La Pro Sesto quindi rimane seconda in classifica con 35 punti. La Pro Piacenza, in testa, si trova a quota 42 punti. Prossima partita, per la squadra di Sesto San Giovanni, il 19 gennaio 2014 contro il Borgomanero.

Con la Libertas sulla Martesana Ricominciano le gite proposte dal gruppo Escursionismo dello Sci Club Libertas di Sesto. Domenica 26 gennaio la sezione sestese propone una camminata lungo la Martesana, da Cassano a Trezzo, un itinerario che risale il corso del canale della Martesana da Cassano d’Adda sino a Trezzo d’Adda. Info e iscrizioni: www.libertassesto.org.

I canarini battono l’Ippogrifo Milano ::

La Seleçao Libertas si rimette in riga. I canarini cominciano il nuovo anno con una vittoria in Serie D. Il match contro l’Ippogrifo Milano finisce 5-2 e Selecao resta al terzo posto solitario. Giovedì 16 gara contro il Borgorosso.

::

Rondinella Basket vittoria in trasferta La Rondinella inizia bene il 2014. Le Rondini di Sesto San Giovanni hanno vinto nella gara in trasferta contro il CBBA Brugherio. I sestesi hanno cominciato forte e sono rimasti sempre al comando durante il match (solo in un’occasione il Brugherio riesce a mettere la freccia). Finisce 54-66 per la Rondinella Basket.

BASKET :: LE PADDY POWER GIRLS VINCONO ANCORA

Geas, dieci e lode Annientata Torino

Dieci come le vittorie consecutive dell’unica squadra ancora imbattuta fra serie A1, A2 e A3. Dieci come i punti che le rossonere porteranno in dote alla seconda fase. Dieci come le ragazze in roster. Dieci come il voto, con lode, che si merita questo Geas Basket che sabato ha demolito anche la PallaCanestro Torino. Sotto gli occhi del ct della Nazionale italiana Roberto Ricchini, il Paddy Power

si è disfatto della pratica Torino battendo le piemontesi per 78-52. Record su record: per la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia sarà sufficiente superare sabato prossimo in casa le giovanissime di Biassono. Niccolò Villa

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazionegazzettino@gmail.com Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


PubblicitĂ

16 gennaio 2014

| 15


16 |

16 gennaio 2014

PubblicitĂ

Il Gazzettino di Sesto S.G. - Anno III - Ed. 2 del 16-01-14  

Settimanale d'informazione di Sesto S.G., Cinisello B., Bresso

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you