Page 1

ANNO 2 NUMERO 22 - 6 Giugno 2013 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srl Piazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com Tel. 02.83.41.32.90 www.ilgazzettinodisesto.it

:: CRONACA

:: CULTURA

:: SPORT

La notizia dello ‘sprangatore’ di Cascina de’ Gatti è infondata. Un falso allarme che è diventato un caso

Il 17 giugno villa Visconti d’Aragona ospiterà la nuova edizione del Premio Bancarella

Le ginnaste del Geas fanno incetta di medaglie alla finale nazionale Acrobat di Civitavecchia

A pagina 2

A pagina 12

A pagina 14

:: EDITORIALE

La Città della Salute prevista

L’ultima campana per Sesto

nelle ex Falck, rischia lo stop.

Gli americani direbbero ‘quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare’. E sembra proprio arrivato il momento in cui i duri devono scendere in campo per il bene della città. Non possiamo nasconderci che il progetto di portare nelle aree ex Falck l’Istituto dei Tumori e il Neurologico Besta dando vita alla cosiddetta Città della Salute (di cui parliamo alle pagine 4 e 5), rappresenti l’idea più vincente che si potesse trovare in questo enorme deserto economico e sociale. Una ricetta che non si può declassare al solo ruolo di ‘proposta immobiliare’, e che invece per una città come Sesto San Giovanni potrebbe rappresentare il volano intorno al quale costruire la città nuova. Proprio per questo non è tollerabile che i protagonisti di questa vicenda, siano essi operatori o istituzioni, rimangano in ‘strategico’ silenzio, o peggio continuino a seminare confusione, dando una mano a quei ‘poteri forti’ che, qualsiasi volto abbiano, esistono e stanno lavorando a soluzioni diverse. Continua a pagina 2

Pesano i dubbi del governatore Maroni e la ‘minaccia’ di abbandono da parte di Sesto Immobiliare. Per Sesto è arrivata l’ora di reagire Alle pagine 4 e 5

SALUTE AI RAGGI X

Il Gazzettino di Sesto San Giovanni è anche online

www.ilgazzettinodisesto.it


2

|

Attualità

6 giugno 2013

Dillo con un click

Sesto Senza Frontiere Festa al Carroponte Spilla e attestato, al Carroponte una delegazione di bambini e ragazzi ha ricevuto la cittadinanza onoraria dal sindaco Monica Chittò. In tutto sono 2382 i minori (1115 femmine e 1267 maschi), per 62 nazionalità rappresentate, che abitano a Sesto e sono nati in Italia da genitori stranieri. Una festa lunga una giornata, intitolata ‘Sesto senza frontiere’, che è stata organizzata dal Comune con Radio Popolare e sponsorizzata da Coop Lombardia, UniAbita, Arci Milano, CentroSarca e Comitato genitori e docenti per la scuola pubblica.

EDITORIALE

IL CASO :: PAURA PER LA MINACCIA DI UNO ‘SPRANGATORE’ CHE NESSUNO HA VISTO

L’ultima campana per Sesto

La smentita di Comune e forze dell’ordine evita l’allarme

dalla prima pagina Nessuno può rimanere fermo a guardare, e in questo momento non possono esistere avversari politici, perché l’obiettivo di tutti è uno solo: salvare la città dall’inedia. Per il Comune di Sesto sta suonando la campanella dell’ultimo giro. E’ arrivato il momento di tirare fuori tutte le energie e le capacità per difendere con i denti un progetto che ha tutte le carte in regola per essere fatto a Sesto. Deve pretendere la massima chiarezza dall’imprenditore cui fino ad ora ha fornito gli strumenti che chiedeva per realizzare la riqualificazione delle aree ex Falck e deve avere l’autorevolezza e la forza di imporre alla Regione che gli impegni assunti appena un anno fa non siano disattesi. Del resto la vicenda della Città della Salute rischia di diventare l’ennesimo paradosso di una Sesto San Giovanni che da 20 anni continua a smentire se stessa, rifiutandosi di trovare una identità nuova e un percorso logico e lineare di sviluppo e per molti versi di rinascita. Per continuare a usare vecchi detti, potremmo dire che Sesto ha il pane, ma non i denti. Ha le aree per sviluppare una città nuova, ma senza la Città della salute, oggi non avrebbe altre idee per realizzarla in modo sostenibile.

Vittime dei nostri fantasmi di Stefano Bini E’ stata una escalation di paura, preoccupazione, ma anche di curiosità. Un vortice di quelli che fanno sentire la città più piccola e indifesa. Nei giorni scorsi a Sesto San Giovanni si è diffusa la notizia dell’esistenza di un bandito armato di una mazza da baseball e nascosto dietro un casco scuro che si aggirava per le vie del quartiere Cascina de Gatti bastonando i passanti (il collegamento all’uomo con il piccone che qualche giorno prima aveva provocato una vera tragedia a Milano, è stato immediato). Nel giro di pochi giorni la storia dello ‘sprangatore’ di Sesto ha fatto il giro della città. Genitori preoccupati hanno cominciato a chiamare le forze dell’ordine, affermando che temevano per l’incolumità dei loro figli che uscivano per recarsi a scuola. I centralini di polizia, carabinieri e del Comune sono stati letteralmente presi d’assalto dalle telefonate di anziani, giovani e mamme in apprensione. I racconti si sono moltiplicati, in un vortice di informazione e di fantasia che alla fine ha creato il ‘mostro’. Tutti in città sapevano della presenza dello sprangatore. Molti dicevano di ave-

re un parente o un conoscente che si era imbattuto in questo incubo. La verità è emersa col tempo, quando le forze dell’ordine hanno cominciato a ricomporre i racconti e le testimonianze, scoprendo che il ‘mostro’ in realtà era stato segnalato da una sola persona, una donna, che aveva denunciato di essere stata aggredita da lui. Tutto il resto è stato frutto di racconti distorti e amplificati che

hanno moltiplicato le storie. Tanto che la scorsa settimana il Comune è stato costretto a smentire, affermando che le indagini delle forze dell’ordine non hanno dato evidenze positive. Praticamente si è trattato di un enorme vortice di comunicazione informale, animata attraverso i social network e il passaparola, a costruire una storia capace di coinvolgere e di spaventare l’intera città.

Lettere alla redazione

Raccontateci il vostro punto di vista, i vostri dubbi sul futuro della città e i ricordi della Sesto che fu. Scrivete messaggi brevi a: redazionegazzettino@gmail.com Oppure all’indirizzo: piazza F. Caltagirone 75.

Il tema dei trasporti e le recenti modifiche alla rete di autobus sestese, continuano a tenere banco tra i cittadini che lamentano disservizi e anomalie nei percorsi. Pubblichiamo questa lettera invita da una nostra lettrice per denunciare l’ennesima decisione incomprensibile. L’autobus 700 pur passando davanti a una fermata che potrebbe essere utile agli utenti dell’ospeda-

le, non si ferma. Gentile redazione, oltre ai noti guai che ci sta provocando il cambiamento di linea 700 se ne aggiunge un altro, incomprensibile. Andando verso l’ospedale esiste una fermata per un altro autobus molto più vicina all’ingresso pedonale dell’ospedale. Ma la fermata non viene effettuata perché non ‘indicata’ per la 700, nonostante sia stata richiesta da

passeggeri e autisti. Perché persone anche con problemi di deambulazione devono compiere tratti di strada a piedi? E non basta: mi avevano detto che la 700 prosegue la sua corsa per via Saint Denis per lavori stradali in viale Matteotti, ma i lavori sono presenti anche in via Saint Denis e rendono difficoltoso il transito dell’autobus. Qualcuno può spiegare ai cittadini queste anomalie?


Attualità

CRONACA ::

CALANO I SINISTRI, ANCHE SE IL

6 giugno 2013

|

3

2012 È STATO L’ANNO NERO PER LE MORTI IN STRADA

Le strade sestesi sono più sicure

La Polizia Locale: «Le cattive condotte sono la causa principale degli incidenti» I DATI DI SESTO SAN GIOVANNI anno

2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012

incidenti mortali incidenti con feriti

4

2

3

2

0

2

2

0

5

449 497 475 426 420 372 313 356 344

incidenti senza feriti 444 493 383 430 335 375 360 321 251 Totale

897 992 861 858 755 749 675 677 595

di Monica De Astis Pagine di giornale e servizi di tutti notiziari del pianeta, ogni giorno tinti di nero da tragici incidenti stradali. Anche Sesto San Giovanni nel corso del 2012 ha registrato un doloroso tributo di sangue che non ha precedenti: 5 morti sulle strade. L’Onu, in occasione della Settimana sulla Sicurezza Globale Stradale, fra il 6 e il 12 maggio, ha lavorato su strategie comuni, per orientare gli Stati alle pratiche, alle politiche e alle legislazioni, volte a ridurre l’allarmante cifra delle vittime della strada: un milione e 250mila ogni anno. Le popolazioni maggiormente colpite da questo disastro, sono quelle dei Paesi in cui le regolamentazioni per la sicurezza stradale sono inesistenti, o solo pura retorica. Purtroppo però, questi rappresentano la maggioranza: solo 28 Paesi su 204 (compresi i non membri Onu) hanno una legislazione che sanziona i cinque pericoli principali per la sicurezza stradale, quali la guida sotto effetto di alcolici, l’eccesso di velocità, il non utilizzo di caschi per motocicli, il non utilizzo di

INCIDENTE ::

cinture di sicurezza, e l’assenza di regolamentazione sull’età per mettersi alla guida. Fortunatamente, l’Italia rispetta tutti questi parametri. Secondo le stime Istat e Aci, il numero di incidenti stradali nell’ultimo decennio è calato in modo sensibile: se nel 2001 gli incidenti sono stati 263.100, con 7.096 morti e 373.286 feriti, nel 2011 si è arrivati a 205.638 incidenti complessivi, con 3.860 morti e 292.019 feriti. Anche a Sesto, questa tendenza è confermata. Con uno sguardo ai dati raccolti dalla Polizia Locale, emerge una netta diminuzione degli scontri stradali, anche se nel 2012 il numero di morti, frutto di fatalità e imprudenza, è stato impressionante.Tra il 2004 e il 2012 gli incidenti sono passati da 897 a 595, con un calo di circa il 35%. Il calo è stato costante e inesorabile negli anni. «E’ un fenomeno positivo - sostiene il Capo Commissario del comando di via Volontari del Sangue, Fabio Brighel , frutto di efficaci interventi sia da parte del legislatore e dell’amministrazione comunale, che da parte nostra».

Di grande sostegno sono stati, secondo Brighel, gli interventi di prevenzione attuati dal Comune negli ultimi anni, non solo sul piano strutturale, ma anche su quello educativo, rendendo più sicure le strade e, accrescendo nei cittadini una maggior consapevolezza sui rischi della guida. Su consapevolezza e responsabilizzazione individuale, però, bisogna ancora lavorare molto. Nonostante il 2012, sia stato per Sesto l’anno più povero d’incidenti dal 2004, è stato anche l’anno nero per le morti. «Non si può non tener conto che in tutti i 5 incidenti mortali, le cattive condotte siano state decisive - spiega Brighel -. Purtroppo il nostro intervento, di fronte ai comportamenti trasgressivi e di pericolo, incontra una battuta d’arresto, pur cercando di essere sempre presenti e visibili per la cittadinanza, specialmente nelle zone e negli orari di maggiore rischio».

CONVOGLIO IN MANOVRA ALLA STAZIONE UCCIDE OPERAIO RFI

La lunga scia di sangue sui binari

La vittima aveva rinviato la pensione a causa della riforma Fornero I binari di Sesto San Giovanni hanno fatto una nuova vittima. Questa volta non si è trattato di un suicidio o di un incidente legato alla presenza di abusivi, come tanti purtroppo accadono lungo la linea ferroviaria che attraversa la città, ma di un incidente mortale che ha coinvolto un operaio della RFI (Rete Ferroviaria Italiana) che stava lavorando lungo la linea. L’incidente è avvenuto poco dopo le 13. A quanto riferito dall’azienda, l’uomo si trovava in pau-

sa pranzo. Inspiegabilmente è stato investito sul binario numero 5 dal convoglio Trenord numero 10623 diretto da

Sesto San Giovanni a Brescia, che stava eseguendo la manovra per l’ingresso in stazione. L’uomo, 61 anni, origina-

rio della Calabria ma residente nel pavese, è morto sul colpo. Un operaio che lavorava da 42 anni per le Ferrovie, occupandosi delle manutenzioni della linea tra Sesto San Giovanni e Greco. Dal gennaio scorso sarebbe dovuto essere pensionato, ma la riforma approvata da poco glielo ha impedito. Il Comune di Sesto e il Gruppo Ferrovie dello Stato hanno espresso cordoglio alla famiglia. L’azienda ha comunicato che farà tutti i passi per stabilire la dinamica dell’incidente.

La sicurezza si impara a scuola

I primi mesi del 2013 hanno rappresentato un momento molto positivo per le attività di formazione sulla sicurezza stradale, proposte dal comando di via Volontari del Sangue: grazie allo sblocco di risorse economiche da parte dell’amministrazione infatti, i vigili di Sesto potranno continuare a estendere la loro offerta formativa a tutte le scuole del territorio che ne fanno richiesta. Sono molti i professori che, ogni anno, contattano la Polizia Locale per organizzare delle iniziative in classe e spesso anche una visita al comando. Le lezioni variano in base all’età degli studenti: segnali stradali e regole di base della strada per i bimbi delle scuole dell’infanzia e delle elementari, condotte per la salvaguardia della sicurezza per quelli delle medie, e infine, per i ragazzi delle scuole superiori, il tema delle responsabilità personali (civili, morali e penali) e i pericoli legati alle cattive condotte. «I ragazzi sono il nostro futuro dichiara con decisione il Capo Commissario Brighel e, continua –, noi investiamo su di loro, perché crediamo che una formazione adeguata possa aiutare a renderli cittadini responsabili del domani». M.D.A.


4

|

6 giugno 2013

Salute ai raggi x

400

milioni il costo stimato per portare a Sesto l’Istituto dei Tumori e il Neurologico Besta

EX FALCK :: TORNA L’INCERTEZZA SULLA COLLOCAZIONE DEL POLO SANITARIO CON BESTA E ISTITUTO TUMORI

Città della Salute I dubbi della Regione, le mosse di Bizzi

Milano cerca di evitare il trasloco degli ospedali E’ calato un nuovo velo di incertezza sul progetto Città della Salute (il polo sanitario che porterebbe a Sesto le nuove sedi dell’Istituto dei Tumori e del Basta), il cui approdo a Sesto San Giovanni sembrava ormai cosa fatta. Nell’ultima settimana sull’intervento sestese, fortemente voluto dal Comune e approvato non più tardi di 10 mesi fa dalla Giunta regionale dell’ex presidente Roberto Formigoni, è tornata a infuriare una bufera politico-finanziaria che pare rimescolare le carte. Da un lato viene messa in discussione la fattibilità del progetto sestese, dall’altra tornano a crescere le voci dei sostenitori di un’alternativa milanese, che molto più semplicemente prevederebbe lo spostamento del Besta nelle aree del Sud milnese, accanto al Cerba del professor Veronesi. La si potrebbe definire una tempesta perfetta quella che si è abbattuta sul progetto sestese. Per pura coincidenza, o per strategia, a rimettere in discussione progetti e decisioni politiche, sono arrivate una serie di circostanze che sembrano porre al margine le scelte di investi-

re su Sesto. A cominciare dalle perplessità espresse dal governatore lombardo Roberto Maroni rispetto all’operazione da oltre 400 milioni di euro che il predecessore Formigoni si era impegnato a realizzare a Sesto. In questo scenario la decisione di Sesto Immobiliare di chiedere l’annullamento della compravendita dei terreni a Risanamento Spa (da cui ha comprato le aree Falck nel 2010 per 405 milioni di euro), suona un po’ come la ciliegina sulla torta. Dopo aver annunciato la rottura, l’immobiliare dell’imprenditore Davide Bizzi, ha fatto un parziale passo indietro, affermando dinanzi al sindaco Monica Chittò che gli impegni sulla Città della Salute saranno mantenuti. La decisione di Bizzi, pare sia legata anche alla lievitazione dei costi delle bonifiche sulle aree ex industriali in seguito a nuove prescrizioni del Ministero dell’Ambiente non riportate nel contratto. Martedì sera, a margine dell’incontro straordinario tra Maroni e Bizzi, il governatore ha detto solamente che Sesto Immobiliare ha tempo fino a fine giugno per dimostrare

BIZZI :: DOPO LA RICHIESTA DI RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

«Rispetteremo gli impegni» L’imprenditore ha incontrato Chittò e Maroni

«Rispetteremo gli impegni presi per la realizzazione della Città della Salute. E non è nostra intenzione lasciare il progetto di riqualificazione delle aree ex Falck». A dirlo con chiarezza, per tutta la settimana, è direttamente la società Sesto Immobiliare, proprietaria delle aree ex Falck. Per Davide Bizzi e per il suo amministratore delegato Maurizio Monteverdi è stata una settimana intensa di incontri in Comune e in Regione, con l’obiettivo di rassicurare gli enti pubblici: loro sono ancora nella partita. Tutto ciò nonostante Sesto Immobiliare la scorsa settimana abbia fatto scalpore chiedendo l’annullamento del contratto di compravendita delle aree ex Falck per dolo. Bonifiche che costerebbero il

doppio e la non approvazione del centro commerciale, tra le motivazioni portate dalla società di Bizzi. Nonostante tutto la proprietà rassicura gli animi e sembra voler andare avanti, dritta come un treno. «Per le bonifiche relative alla Città della Salute, il progetto è stato approvato dal ministero dell’Ambiente e le prescrizioni sono state da noi recepite. Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica non rischia di rallentare l’iter», ha spiegato l’amministratore delegato Maurizio Monteverdi. Il percorso rimane tracciato: entro l’estate il bando di gara europeo, che ha già visto una sorta di pre-selezione di aziende idonee. Il risanamento di quella porzione di suoli dovrebbe essere ultimato nel 2014: a quel punto partiranno i cantieri, che resteranno aperti fino al 2018, data dei collaudi. E, ancora un anno per vedere i camici bianchi. Tutte ‘bugie strumentali’ i dubbi sollevati proprio sulle bonifiche dalla Regione, secondo Monteverdi: «Le autorizzazioni ministeriali sono già state ottenute e stiamo seguendo i percorsi insieme a Infrastrutture Lombarde, che è la società appaltante della Regione».

di voler rispettare gli impegni. Sullo sfondo di questa ‘crisi’ sestese, rispunta l’ipotesi Milano, scartata nel luglio del 2012, quando Regione Lombardia aveva assegnato il polo ospedaliero a Sesto San Giovanni. Il vicesindaco milanese Ada Lucia De Cesaris intravede la possibilità di riaprire la partita a favore di una collocazione più gradita a Palazzo Marino. Si torna a parlare del Cerba, il Centro europeo di ricerca biomedica destinato a sorgere sui terreni del Parco Sud di proprietà di Salvatore Ligresti, che secondo Palazzo Marino, potrebbe ospitare il centro Neurologico Besta e l’Istituto Tumori. Su questa ipotesi si aprono scenari politico-finaziari nuovi e in parte non ancora esplici. C’è chi ipotizza che lo spostamento dell’attenzione sul Cerba, sarebbe in realtà una strategia per tirare fuori dalle grane Unicredit invischiata nei guai di Ligresti.


405

milioni il prezzo pattuito per le aree ex Falck che oggi Sesto Immobiliare contesta in virtù del presunto mancato rispetto di alcune condizioni contrattuali

2018

6 giugno 2013 L’anno in cui il nuovo polo sanitario dovrà essere completato e operativo

OK!

|

5

Bizzi ha confermato che da settembre dovrebbero prendere il via le bonifiche delle aree dedicate alla Città della Salute

IL SINDACO

Chittò: «Per il bene del Paese mi aspetto che tutti rispettino gli impegni assunti» Lo ha definito ‘balletto surreale della politica’. Ma fino ad ora il sindaco Monica Chittò ha resistito alle polemiche decidendo di tenere un atteggiamento che definisce ‘realista’. «Non sono né pessimista né ottimista, guardo solamente agli eventi, certa che il Comune ha fatto tutto quanto era necessario per rispettare gli impegni assunti. Ora mi attendo che siano gli altri a rispettarli». Il sindaco ha chiesto un incontro urgente con il governatore lombardo Roberto Maroni. Ma prima ancora ha incontrato l’imprenditore Davide Bizzi. «Mi è stata confermata la volontà dell’impresa di portare a termine gli impegni assunti», ha detto a margine dell’incontro la Chittò.

LE REAZIONI :: IL PDL EVIDENZIA IL RISCHIO DI FRAZIONAMENTO DELLE AREE DISMESSE

Il Besta

eccellenza mondiale Mentre infuria la polemica, l’Istituto Neurologico Besta continua a dimostrare al mondo la sua eccellenza in campo scientifico. Il 5 giugno a Parigi, il professor Massimo Zeviani è stato premiato dall’Institut de France per le sue ricerche in campo neurogenetico. Un motivo in più per difendere la Città della Salute.

La politica è divisa e disorientata Il male peggiore per Sesto in questo momento è la divisione dei partiti e il disorientamento dei rappresentanti comunali. Tutto ciò sta avvenendo con la ridda di dichiarazioni e di comunicati stampa che quasi quotidianamente fanno seguito alle posizioni ufficiali di Regione e Comune. Dal Pdl, il capogruppo in consiglio comunale Antonio Lamiranda afferma che la richie-

sta di annullamento del contratto di compravendita da parte di Bizzi non soltanto farà fallire il progetto Città della Salute, ma provocherà anche il frazionamento delle aree dismesse. I partiti della maggioranza attaccano compatti le banche e prima di tutto Unicredit, che starebbero tentando «di salvare dal fallimento le holding di Ligresti spostando l’Istituto Besta sull’area Cerba, di proprietà appunto del gruppo Ligresti», scrivono in un comunicato. E poi lanciano un appello alla città: «Chiediamo quindi alle associazioni e ai cittadini di Sesto e dell’area

metropolitana di Milano di unirsi per difendere una scelta che ha un valore regionale e nazionale di enorme rilevanza». Anche il M5S prende posizione attaccando il sindaco: «invece di difendere il dio mattone, dovrebbe trovare altre soluzioni per le aree Falck. La maggioranza che lo sostiene dovrebbe avanzare proposte che non siano in nome e per conto del PC (Partito del Cemento) - e po proseguono - Noi ci vediamo orti condivisi, verde attrezzato per i bambini, percorsi benessere e verdi, i giardini del mondo, spazi per le associazioni».


6

|

6 giugno 2013

Attualità

L’EVENTO :: LA TAPPA SESTESE DELLE SELEZIONI DI MISS ITALIA

Valentina e le altre Miss Vulcano è bruna

Hanno sfilato in 25, solo 3 alla finale regionale Capelli castani, occhi marroni: questi i segni particolari delle tre aspiranti miss che hanno vinto la selezione sestese della tappa provinciale di Miss Italia. Il Centro Commerciale Vulcano si è trasformato, domenica 2 giugno, in una vera e propria passerella: 25 le concorrenti che hanno sfidato la fortuna alla ricerca di un pass per la finale regionale, con la speranza poi di trovare un posto al concorso di bellezza più famoso dello Stivale. Nessuna bionda sul podio dunque: a vincere la fascia di Miss Centro Commerciale Vulcano è stata Valentina Zambon, 18 anni, lodigiana di Montanaso Lombardo. Al secondo posto, Sara Valsecchi, 22enne, comasca

di Cabiate, e terza la pavese Eleonora Prigioni, 24enne, di Belgioioso. La tappa sestese non ha portato bene alle milanesi: in maggioLe ragazze hanno sfilato in passeranza alla partenza, le rella indossando gli abiti messi a dimiss nate ‘sotto la Masposizione dai negozi del Centro Vuldonnina’ non sono riuscite a imporsi con- cano che hanno scelto di aderire all’iniziativa. Un modo certamente nuovo e tro le rivali venute dalvincente per mettere in mostra i cale altre città della Regione. «Dedico la vittopi in vendita che si possono ora riria al mio fidanzato - ha trovare all’interno delle vetridichiarato Valentina -. ne nelle diverse gallerie Trionfare alle porte di Milacommerciali. no è una bella soddisfazione». Tra un mese Valentina sosterrà gli esami di maturità all’istituto agrario.

La passerella coi capi del Centro


PubblicitĂ

6 giugno 2013

|

7


8

|

Attualità

6 giugno 2013

CANTIERI ::

PARTITI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DEL CAMPO CENTRALE PER LA PALLA OVALE

Il Manin sarà il tempio del rugby

E la Ginnastica avrà la tensostruttura Un restyling complessivo da 300mila euro Trecentomila euro, che potrebbero diventare seicento. Due progetti, un unico centro sportivo da rilanciare: quello di via Manin, dove hanno trovato casa il rugby e, tra poco, la ginnastica artistica del Geas. E’ un impegno poderoso, affidato a un mutuo e a un bando ministeriale, quello messo in piedi dalla polisportiva rossonera. Sulla pista centrale di atletica nascerà lo stadio della palla ovale. L’ambizione è farne il tempio del rugby a livello provinciale. Investimento da oltre 30mila euro, per le porte ad H e i pali, oltre ad altri lavori per il campo, che sarà intitolato a Roberto Beretta, fondatore del club scomparso qualche anno fa. «Per noi si tratta di un grande sforzo in termini umani ed economici, ma è una scommessa in cui crediamo da quel 2008 che

ci portò da Cologno a Sesto racconta Alfio Lusuardi, presidente della sezione -. Volevamo iniziare con i bambini e, per miracolo, ci siamo ritrovati un gruppo di 40 adulti che volevano giocare e che ora militano nel campionato di serie C da due stagioni». La società ha lanciato l’appello a sponsor e privati: magliette, costi del torneo, ma anche la campagna ‘Adotta un palo’. I lavori sono già cominciati e dureranno 90 giorni. E, all’orizzonte, potrebbe esserci anche la copertura delle tribune, che hanno una capienza di oltre 2mila spettatori. Pannelli solari per energia e acqua calda, il progetto firmato da Geas e Comune che volerà a Roma per partecipare a un bando del ministero allo Sport. C’è poi la tensostruttura che dovrà ospitare 300 ginnaste su quello che era il campo di tamburello del Manin. L’opera costa 250mila euro e, in questi giorni, il Geas dovrebbe definire un

mutuo con una banca con cui sono già state avviate le trattative. «E’ significativo che un centro sportivo rinasca con due progetti contemporanei - commenta il presidente della polisportiva Giorgio Oldrini -. Per il Geas significa un bagno di sangue, ma in un momento di crisi economica come questo siamo contenti di poter dare il nostro contributo, seppur in piccolo, alla ripresa con due cantieri che apriranno a breve nella nostra città».

“soccorso pediatrico”

di Viola Bai

A LEZIONE CON LA TASK FORCE DELLA CRI Ogni anno in Italia ci sono 50 bambini che perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo e spesso la loro morte è provocata da manovre sbagliate messe in atto dagli adulti nel tentativo di liberarli. Una giornata di studio per imparare ad intervenire in caso di incidente domestico con i bambini. Domenica 16 giugno, nel Centro di Formazione della Croce Rossa di Bresso (via Giancarlo Clerici, 5) la Task Force pediatrica regionale della Croce Rossa Italiana terrà il corso di ‘Rianimazione cardio-polmonare pediatrica e manovre di disostruzione’. Il corso ha un costo di 50 euro. Per iscrizioni scrivere a: segreteriacorsi.bresso@cri.it


PubblicitĂ

6 giugno 2013

|

9


10

|

Attualità

6 giugno 2013

CONCORSO :: LE BORSE DI STUDIO ASSEGNATE DAL CLUB ‘SESTO MILIUM’

Sla, l’impegno del Rotary Consegnati 20 premi a giovani talenti di tutta Italia

CONTRO LE MAFIE ::

Un pezzetto di Sesto sulla Nave della Legalità

di Stefano Bini E’ un impegno piccolo e discreto, ma ha un valore enorme per il futuro della ricerca italiana in un campo davvero delicato: quello della ricerca per le cure della Sla. E’ la borsa di studio ‘Tesi di Laurea sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica-SLA’ che per il terzo anno viene finanziata dal Rotary Club Sesto Milium Centenario, con la collaborazione di altri Rotary, dedicata agli studenti universitari e che quest’anno ha visto la partecipazione di 20 giovani ricercatori. «Lo spirito dell’iniziativa è stimolare e riconoscere chi, tra i giovani di talento, ha dedicato parte del proprio tempo allo studio di una malattia così difficile - spiegano gli organizzatori -. Sono state premiate tesi di tutti i livelli: magistrale, specialistica e di dottorato». Quest’anno il concorso ha visto la partecipazione di 20 neo laureati a vari livelli con 20 tesi da tutte le principali università italiane che hanno ricevuto pareri molto lusinghieri da parte della prestigiosissima giuria. La commissione ha deciso di assegnare 11 premi in denaro e sei menzioni speciali. Tutti i partecipanti sono stati presenti a Sesto per la premiazione che si

è tenuta il 28 maggio. «La ricerca è la nostra speranza», sono state le parole del dottor Giovanni Longoni, malato di Sla, che grazie al collegamento in videoconferenza ha potuto partecipare alla cerimonia. «Lo scopo è di permettere loro di incontrarsi, conoscersi e parlare con specialisti del settore sia in campo medico sia in campo professionale - spiegano ancora i rotariani -. Erano presenti infatti tutti i principali ricercatori italiani del settore e i rappresentanti dell’associazionismo, tra cui Chantal Borgonovo, moglie del famoso calciatore e membro del consiglio direttivo di

Aisla». Sono stati assegnati premi da 500 euro a: Stefania Cammarosano, Cecilia Croce, Eleni Georgolopoulous, Raffaele Iennaco, Serena Lattante, Jessica Lenzi, Francesca Trojsi. Sono stati assegnati premi ex-aequo di 250 euro a: Federica Bianchi, Marianna Castelli, Diletta Edifizi, Aurora Tagliaferri. E’ stata poi assegnata una menzione speciale della commissione a: Eleonora Cellura, Daniela Drigo, Valeria Cappellato. Le menzioni speciali ‘Giovanni Longoni’ sono state consegnate a Anna Bonfadini, Miriam Chinellato e Cecilia Croce.

Anche un pezzetto di Sesto era presente sulla Nave della Legalità che ha solcato il mare Tirreno in direzione di Palermo per essere presente alla commemorazione della Strage di Capaci. C’era una rappresentanza di Libera e degli studenti dell’Università di Milano. La nave ha ospitato i dibattiti con il presidente del Senato Pietro Grasso, il Ministro all’Istruzione Maria Chiara Carrozza, la presidente della Rai Anna Maria Tarantola, Daniele Marannano di Addio Pizzo e il professor Nando Dalla Chiesa che hanno offerto momenti di confronto tra istituzioni e studenti. Il 23 maggio a Palermo più di 7000 studenti, assieme a don Luigi Ciotti, hanno accolto la fiumana di manifestanti provenienti da tutta Italia, conducendoli nei vari luoghi della memoria fino alle 17.58 di quel giorno. Dopo il suono del Silenzio, sotto l’Albero di Falcone di via Notarbartolo, sono stati letti da Pietro Grasso, i nomi di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, degli agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, e di Paolo Borsellino. ‘Palermo è nostra e non di Cosa Nostra’ è stato il grido del corteo antimafia, formato da bambini, giovani, adulti e anziani. Monica De Astis


PubblicitĂ

6 giugno 2013

| 11


12

|

6 giugno 2013

Cultura & tempo libero LIBRI :: APPUNTAMENTO IL 17 GIUGNO NEL CORTILE DI VILLA VISCONTI D’ARAGONA

Libri d’autore protagonisti Il Premio Bancarella torna a Sesto con i suoi finalisti di Aurora Dupin Per chi pensa che il libro, quello fatto di carta e inchiostro, sia pronto per andare in pensione, dovrà ricredersi. Almeno a Sesto San Giovanni, dove l’editoria e gli scrittori, quelli in carne e ossa con antenati grandi autori che hanno fatto la Storia con la lettera maiuscola, troveranno ancora ospitalità. Torna per il terzo anno consecutivo a fare tappa in città il Premio Bancarella. L’appuntamento per gli appassionati di letteratura, è fissato per lunedì 17 giugno alle 21 nella suggestiva cornice del Cortile di Villa Visconti d’Aragona. Qui sfileranno i sei autori finalisti del premio, che si presenteranno al pubblico con le loro opere. «Una importante tradizione per la nostra città - fanno sapere Comune e Biblioteca, tra i promotori dell’iniziativa insieme al comitato organizzatore - che ritroviamo nella storia di Sesto, a partire dal secondo dopoguerra, da sempre impegnata a promuovere tantissimi eventi e ser-

SUL PODIO ::

Segnalateci gli appuntamenti e le iniziative sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

Brevi EVENTI Dipinti in mostra

:: Mostra di fine anno

per gli artisti del Centro Tenebiaco. Sabato 8 giugno dalle 15 in via XX settembre inaugurazione della mostra di pittura con le opere realizzate nel corso del laboratorio a cui hanno partecipato durante l’anno i frequentatori del centro. Esposizione aperta fino al 16 giugno.

Alla scoperta del cinema sulle orme di Zavattini vizi culturali accessibili a tutti». Tradizione confermata da illustri nomi sestesi, come quello della famiglia Tarantola, tra i fondatori del premio e tutt’oggi promotori e sostenitori dell’evento, ancora oggi presenti in città con la loro libreria che da 150 anni offre cultura, sapere e attenzione ai lettori sestesi.

Una settimana immersi nelle opere di Cesare Zavattini, da Milano al Parco Nord. Si apre martedì 10 giugno il Campus estivo organizzato per ragazzi dagli 8 ai 14 anni dal Museo Interattivo del cinema, che farà tappa anche nel polmone verde del nord Milano. Dopo aver fatto visita al Mic e ad altri luoghi di interesse milanese, i ragazzi potranno partecipare a un percorso sensoriale nel Parco Nord. Info e date: 02.87242114 oppure info@cinetecamilano.it.

IL CONCORSO ERA RIVOLTO AGLI STUDENTI DI MILANO E PROVINCIA

Giovani e futuro: un premio della Bcc Studenti sul palco d’onore: la Bcc di Sesto premia gli studenti del concorso ‘I giovani e il futuro’ promosso dall’Atelier Economico che ha coinvolto le scuole primarie e secondarie del territorio. «Il Concorso vuole essere l’occasione per una riflessione comune sul cammino da percorrere per uscire dal labirinto di questi tempi apparentemente oscuri, e mettere

in luce risorse e capacita idonee a rendere i giovani capaci di progettare il proprio futuro e rafforzare in loro la determinazione per realizzarlo» fanno sapere dalla Bcc, che ha messo a disposizione premi in denaro per dare una mano agli studenti nei loro progetti culturali. Al primo posto per le Scuole Superiori si sono classificati la 1H, 1I, 2E, 3C e 4E del liceo artisti-

co Caravaggio di Milano, al secondo posto si è classificata la classe 5° della Scuola elementare Bauer, al terzo posto parimerito la 2C della Scuola elementare Paganelli e la seconda della scuola primaria Bauer. I ragazzi hanno interpretato il tema del concorso realizzando poesie, temi e progetti utilizzando ogni forma espressiva che sia considerata come arte.

Ultima campanella

:: Festa di chiusura an-

no scolastico alla scuola Rovani-Forlanini. Sabato 8 giugno dalle 9 alle 18 nella sede dell’istituo di via Marconi e nel Giardino dei Tigli giochi, saggi dei ragazzi, partite di calcetto e musica.

Week end Carroponte

:: Fine settimana ricco di

appuntamenti quello che andrà in scena al Carroponte di via Granelli. Si parte sabato 8 alle 21 con i suoni dei Matrioska, domenica spettacolo tra musica e teatro ‘Nostra madre africa’ (ore 21.30) per chiudere lunedì sera con i suoni della pizzica. Info: www.carroponte.org.


6 giugno 2013

SABATO 8 GIUGNO

Cinema Rondinella

DOMENICA 9 GIUGNO LA GRANDE BELLEZZA PRIMA VISIONE Regia: Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Carlo Verdone - ORARI: 18.15 - 21.15 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

LA GRANDE BELLEZZA

Viale Matteotti 425 Sesto San Giovanni (MI) tel 02.22.47.81.83 fax 02.24.41.07.09 info@cinemarondinella.it www.cinemarondinella.it

LUNEDÌ 10 GIUGNO VIVA LA LIBERTÁ

GIOVEDÌ 6 GIUGNO LA GRANDE BELLEZZA PRIMA VISIONE Regia: Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Carlo Verdone - ORE: 21.15 proiezione unica PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

VENERDÌ 7 GIUGNO SALA RISERVATA

CINEFESTIVAL RONDINELLA Regia: Roberto Andò con Toni Servillo, Valerio Mastandrea - ORE: 21.15 proiezione unica - PREZZI: biglietto x 1 film euro 4,00 - tessera valida per 4 film euro 12 - tessera valida x 10 film euro 27 tessera valida x 20 film euro 48

|

13

Grafici e comunicatori si confrontano al Mil

MARTEDÌ 11 GIUGNO LA GRANDE BELLEZZA PRIMA VISIONE Regia: Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Carlo Verdone - ORE: 21.15 proiezione unica PREZZI: intero euro 5,00 - ridotto euro 4,00

PRIMA VISIONE Regia: Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Carlo Verdone - ORARI: 15.30 - 18.15 - 21.15 - PREZZI: intero euro 7,00 - ridotto euro 5,00/4,50

MERCOLEDÌ 12 GIUGNO SALA RISERVATA

Grafici e operatori della comunicazione chiamati a raccolta all’Archivio Sacchi per una due giorni di confronto sulla professione. A organizzare l’evento, l’Aiap, Associazione italiana design della comunicazione visiva, che venerdì 7 e sabato 8 giugno invita allo spazio Mil di via Granelli i professionisti del settore della comunicazione in un confronto attivo in cui potranno presentare anche i loro lavori. A giudicare i progetti, non solo ‘colleghi’ che come loro lavorano nel campo della grafica, ma anche un pubblico non esperto. Info e orari: 02.36682271 oppure www.aiap.it/notizie/14194.

Prezzi aggiornati a mercoledì 5/06/2013. I gestori di stazioni di servizio e i lettori possono comunicarci i prezzi più convenienti scrivendo a redazione@ilgazzettinodisesto.it

BENZINA DIESEL

Eni Q8 Agip Shell v.le Matteotti v.le F. Testi v.le F. Testi v.le Gramsci

FESTIVAL MI AMI Musica Importante a Milano. Questo il significato di MI Ami, kermesse dallo spirito tipico dei festival europei che porterà a suonare su tre palchi più di sessanta artisti: dal rap di Noyz Narcoz e Dargen D’amico al pop di Selton, Amari e Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus) qui con la Honolulu Orchestra, la psichedelia dei Jennifer Gentle e il dark di Spiritual Front, il rock duro di Linea 77 e il cantautorato di Di Martino, l’elettronica di Stylophonic e Crono o le nuove linee indie Cosmo e Brothers In Law. Non basta? Ecco il postrock dei Giardini di Mirò e le percussioni di Hardcore Tamburo. Il 9 giugno Patty Pravo festeggia a MI Ami i quarant’anni di Pazza Idea. www.circolomagnolia.it - www.rockit.it/miami Segrate (MI) - Circolo Magnolia - Via Circonvallazione Idroscalo, 41

SABATO 8 GIUGNO IRON MAIDEN Gli Iron Maiden approdano alla Fiera di Rho in occasione del Sonisphere Festival, una rassegna itinerante che tocca diversi Paesi eu-

Shell Q8 ex Tamoil via Grandi via Partigiani v.le F. Testi (Cinisello)

1.719

1.699

1.718

1.698

1.664

1.718

1.718

1.679

1.599

1.599

1.601

1.591

1.574

1.615

1.615

1.579

CULTURA/MOSTRE

DAL 7 AL 9 GIUGNO

Te v.le F. Testi

FESTE/SAGRE

ropei. La storica band heavy metal si esibisce con il suo Maiden England Tour, e ripropone tutti i grandi successi. Ore 14.00, ingresso: da 69 a 92 euro - www.ironmaiden.com Rho (MI) - Fiera Milano - Rho Pero Strada Statale del Sempione, 28

DAL 8 AL 9 GIUGNO VIMERCATE E VINO 2013 ‘Vimercate e vino’ organizzata dall’associazione Circolo Culturale Vimercatese, nelle vie del centro storico ospiteranno eventi e manifestazioni che avranno come protagonista il vino: stand enologigi, visite guidate, laboratori, spettacoli di intrattenimento e mostre. Con l’importante partecipazione di associazioni vimercatesi. www.circoloculturalevimercatese.it Sabato 8 - Mercatini di artigianato - Ore 15.30: Danza Etnica Orientale con

CONCERTI/SPETTACOLI

TEMPO LIBERO

Belly Dream Dancers e Shangri-La - Ore 17: Degustazione vini d’ Italia 10 vini scelti tra i migliori d’Italia - Costo Pass: 10 euro - Ore 18: Ristoro con gli Alpini di Vimercate - Ore 21: Pjs Music Academy in concerto - Ore 23: Desideri Volanti, lancio di palloncini Domenica 9 - Mercatini di artigianato - Ore 14.30-15.30-16.30-17.30: visite guidate a Palazzo Trotti a cura di Art-U e Must - Costo: 6 euro (4 euro ridotto 6-11 anni) - Ore 16: Laboratorio Musicale con Shangri-La - Ore 16.30: Clerici Vagantes (spettacolo comico) - Ore 17: Degustazione vini d’ Italia - Ore 18: Ristoro con gli Alpini di Vimercate - Ore 19: musica corale con i C.R.C. della Brian Vimercate (MB) - Centro storico

tante Nate Ruess, ex leader dei The Format, Jack Antonoff ex frontman degli Steel Train e Andrew Dost degli Anathallo. Ore 21.00 - www.ournameisfun.com Milano Ippodromo del Galoppo - Piazzale dello Sport, 6 (Zona San Siro)

MARTEDÌ 11 GIUGNO

Paesaggi onirici, composizioni ipnotiche e ricami astratti: attraverso il digitale, Lucio Casaroli trasforma le sue fotografie in tele suggestive e affascinanti, che invitano lo spettatore a molteplici interpretazioni. L’artista milanese presenta una selezione di queste opere nella storica cornice del Chiostro della Società Umanitaria. Orari: dalle 10 alle19 - Ingresso: libero Milano - Società Umanitaria - Via Daverio, 7 (Zona Porta Vittoria)

FUN We Are Young, primo, energico singolo dei FUN ha riscosso un successo clamoroso in tutto il mondo. In Italia, doppio platino, è uno dei maggiori successi radiofonici del 2012. L’album Some Nights, lodato da pubblico e critica per l’unione di melodie orecchiabili, a testi originali e validi. I FUN sono nati dall’incontro tra il can-

FINO AL 18 GIUGNO TUBI & SFERE E ALTRI SCATTI MODIFICATI


14 |

6 giugno 2013

Sport

Segnalateci gli avvenimenti sportivi e le storie delle associazioni sestesi all’indirizzo mail redazionegazzettino@gmail.com

GINNASTICA ARTISTICA :: BOTTINO DI MEDAGLIE E PREMI ALLA FINALE NAZIONALE ACROBAT

Geas d’oro e d’argento a Civitavecchia Le ginnaste rossonere chiudono una stagione al top di Laura Lana

“la promozione”

Due medaglie d’oro, due d’argento, una coppa per il terzo posto. E’ questo l’ultimo bottino, portato a casa dal Geas Ginnastica Artistica dalla finale nazionale Acrobat, che si è tenuta sulla pedana di Civitavecchia. Una stagione sempre al vertice per le ginnaste rossonere, grandi e piccine, che in questi mesi hanno raggiunto importan-

ti risultati al volteggio, alla trave, alle parallele e al trampolino. Già a inizio mese, alle tre prove di Csen Cup, il club sestese aveva infatti conquistato tre podi. Un contingente di successo, che sta crescendo competizione dopo competizione, regalando soddisfazioni alle allenatrici rossonere e alle mamme e papà che seguono ogni gara. La stagione da favola, però, non è ancora finita.

L’EVENTO

Le ragazze sestesi dovranno tornare ancora in pedana per prepararsi per una nuova sfida, che potrebbe andare a incoronare un’annata sempre al top.

:::::::::::: Le atlete di Sesto San Giovanni

LA RONDINELLA BASKET ACCIUFFA LA D Salto di categoria al termine dei playoff La Rondinella vince due partite su tre nel girone dei playoff e strappa il pass per giocare il prossimo campionato di serie D. I sestesi avevano chiuso al primo posto il campionato regolare ma le finali playoff erano cominciate nel peggiore dei modi: una sconfitta in casa contro la Canottieri Milano. Le due successive vittorie contro il Pioltello e la Polisportiva Garegnano sono state però sufficienti per ribaltare la situazio-

ne e portare le rondini di viale Matteotti alla promozione nella categoria superiore. Nulla però cambierà nella mentalità della Rondinella che continuerà a costruire la propria prima squadra attingendo esclusivamente dal ricco settore giovanile che ha fornito i talenti che hanno fatto grande la società sestese fino a portarla alla tanto sperata promozione in serie D. Pietro Tampieri

Festa al Breda La Pro punta al tutto esaurito E’ tutto pronto per la festa dei cento anni della Pro Sesto che si terrà sabato allo stadio Breda. I big di turno hanno confermato la loro partecipazione: anche se a dare lustro al momento non saranno solo i grandi nomi del calcio moderno, ma anche tutti i calciatori e i dirigenti che hanno contribuito a rendere grande la società sestese in questo primo secolo di vita. E così Massimo Carrera, Christian Brocchi e Filippo Galli non saranno le uniche star della giornata. L’appuntamento resta fissato per sabato 8 giugno alle 17. Il programma prevede alcuni incontri amichevoli intervallati da premiazioni, foto e discorsi di rito. La dirigenza chiede ai tifosi di portare la sciarpa della società al collo.

RUNNING :: IL 16 GIUGNO UNA GARA CRONOMETRATA E UNA NON COMPETITIVA

Di corsa con la Libertas al Parco Nord Il Parco Nord si prepara a ospitare la prima edizione della gara podistica lunga 10 chilometri organizzata dallo Sport Club Libertas Sesto. L’evento avrà luogo il 16 giugno e comprenderà sia una gara competitiva che una non agonistica cronometrata. Il ritrovo è previsto per le ore 7. 30 presso il Centro scolastico Parco Nord di via Gorki 100. Gli atleti che intendono sfidarsi nella gara competitiva partiranno alle ore 9.00, per gli altri, invece, il via è in programma alle 9. Entrambe le batterie si confronteranno su un tracciato veloce e pianeggiante all’interno dell'area verde. La premiazione è fissata per le 11 nella Cascina del Parco Nord. Le iscrizioni si possono effettuare attraverso due modalità: o andando sul sito www.otcsrl.it, oppure registrandosi nei punti vendita Decathlon autorizzati. Per chi parteciperà alla competizione, il termine ultimo per iscriversi è venerdì 14 giugno, mentre chi vuole aderire all’amichevole ha tempo fino a domenica 16 giugno. Per maggiori informazioni www.libertassesto.org.

Direttore responsabile: Rosario Palazzolo Società Editrice: Il Gazzettino di Sesto San Giovanni s.r.l. R.E.A. 1980638 Tiratura: 30.000 copie Redazione: Piazza F. Caltagirone, 75 20099 Sesto San Giovanni Tel. 02.83413290 fax. 02.83413292 e-mail: redazionegazzettino@gmail.com Registrazione n° 6 del 26.03.2012 al Tribunale di Monza Stampa: Monza Stampa s.r.l. via Buonarroti, 153 - 20052 Monza


PubblicitĂ

6 giugno 2013

| 15


16 |

6 giugno 2013

PubblicitĂ

Il Gazzettino di Sesto S.G. - Anno II - Ed. 22  

Settimanale d'informazione di Sesto S.G.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you