Page 1

PERIODICO DI POLITICA ECONOMIA E INFORMAZIONE

Giugno 2015 • Anno 4 • n. 12

www.ilgazzettinodiroma.it

Autorizzazione N° 40/2012 del 13/02/2012 • Copia gratuita

BUFERA SULLA GIUNTA MARINO RENZI NOMINA GABRIELLI CAPO DELLA REGIA DEL GIUBILEO Marino: “Inflessibili con chi delinque, ma senza sentimenti di vendetta” di Laura Solari

N

on esistono anni, momenti o estati passate che si ricordi una città ridotta così: in fi f n di vita. Roma si presenta oggi una capitale europea in tutto il suo indecente decadimento, invece che splendore, senza una classe politica in grado di governare e tenere la barra dritta per questa barca che ondeggia in alto mare. Gli scandali della così chiamata “mafi f a capitale” hanno lasciato stremata a terra una città eterna agonizzante; sono stati scoperchiati e scoperti scandali che, da destra a sinistra, hanno coinvolto quasi tutti i partiti più importanti della città, a iniziare dal PD, oggi lacerato dagli scandali, portato allo sfi f nimento da decenni di continue fa f ide interne che non hanno f tto altro che indebolire quello che, sulla carta, dovrebbe essere il fa partito più importante e più fo f rte. E, invece, secondo un sondaggio delle scorse settimane, commissionato da aff ffariitaliani.it, il PD romano si fe f rma al 17%, quasi la metà rispetto al M5S che, secondo le intenzioni di voto, potrebbe attestarsi attorno al 30%. Dopo il commissariamento del Municipio X di Ostia, dopo l’arresto di personaggi di spicco del PD e dell’assemblea capitolina è chiaro che ormai debba aprirsi una rifl f essione seria all’interno del partito e nella stessa maggioranza di Roma Capitale, senza che la paura di perdere privilegi e poltrone immobilizzi dal lasciare il passo e fa f re scelte, fo f rse anche dolorose. C’è bisogno di un rinnovamento che non sia solo un maquillage o l’imposizione inutile di nomi “nuovi” usciti fu f ori dal nulla che poco masticano di politica, poco sanno del territorio e niente di amministrazione pubblica. Il PD non può più permettersi di mostrarsi per quello che non è: la trasparenza deve invadere ogni campo e il rapporto sfi f lacciato, se non addirittura rotto, con i propri elettori va ricucito su basi completamente nuove. E Marino adesso deve lasciare, senza scuse, senza capricci, visto che poi, la nomina del prefe f tto Franco Gabrielli per coordinare la regia del Giubileo straordinario sembra un chiaro invito, neanche troppo velato, nei confr f onti del sindaco e lascia poco spazio alle interpretazioni, nonostante tutti, a iniziare da Orfi f ni, si aff ffannino a dichiarare sostegno pieno al sindaco. Eppure un passo, una prima mossa, qualcosa andrà pure fa f tto. Quanti altri scandali devono uscire fu f ori, quanti altri arresti o indagati? Quanto altro ancora prima di dichiarare fi f nita questa esperienza e voltare pagina? Roma deve ritrovare un controllo e un ordine che ha perso da tempo: oggi è una città in cui degrado, desolazione e arretratezza vanno a braccetto in un mare di malessere dilagante che se innescato, stavolta, potrebbe avere eff ffetti devastanti sulla città ma anche sul resto del paese perché la Capitale è in piccolo l’immagine perfe f tta di questa Italia, a Girlfr f iend in a Coma, cui non potrà bastare un uomo della svolta.

LA VOCE DI PA S Q U I N O LETTERA CON PROIETTILE PER MARINO L’intimidazione: “Lascia stare l’antiabusivismo” Una lettera minatoria e un proiettile come avverti­ mento al sindaco di Roma, Ignazio Marino. “Caro Sin­ daco, lascia stare l’antiabu­ sivismo che la gente ha fame. Pensa ai corrotti che hai intorno. Questo è un av­ vertimento. Noi sappiamo tutto di te e della tua fami­ glia. Funziona bene sennò questo è per te”. Il messaggio, tuttavia, è stata intercettato prima di essere consegnata al desti­ natario. Arrivata al Centro di Meccanizzazione Postale dell’aeroporto di Fiumi­ cino, mercoledì 24 giugno, la busta è stata subito indi­ cato come sospetta. Imme­ diata la disposizione della Procura di Civitavecchia ad ispezionare il contenuto del plico che, di fatto, con­ teneva la minaccia accom­ pagnata ad un proiettile inesploso. Sul caso inda­ gano gli investigatori della Polaria diretti dal dott. An­ tonio Del Greco. Intanto, vi­ ste le intimidazioni personali al sindaco e ai propri familiari, gli investi­ gatori hanno disposto la vi­ gilanza all’appartamento del primo cittadino.

N. 12 • giugno 2015

Impaginazione e stampa Miligraf S.r.l. Via deg V e li Olmetti, 36 - 00060 Fo F rmello (R ( m) m T l. 069075 Te 7 142 - Fa Fax 0690400189 inf nfo@milig i raf af.it - www.milig i raf af.it

Direttore Responsabile Maria Chiara Mingiacchi Hanno collaborato Cristina Allegra, Sergio Allegra, Paolo Coscione, Roberto Di Carlo, Francesco Falvo D’Urso, Daniela Gentile, Federica Motta, Daria Onofr f i, Tito Lucrezio Rizzo, Laura Solari, Ernesto Vetrano Editore Pasquino Editrice Srl V a Sabotino n° 46 - 00195 Roma Vi T l. 06. Te 6 372 7 8693 redazione@ilg l azz z ettinodiroma.it C d. Fi Co F sc. e P. P Iv I a 1174 7 9291008 N REA N. E : RM R 13252 5 99 C iuso in redazione il 30 giug Ch u no 2015


giugno

Periodico di politica, economia e informazione

GARANZIA GIOVANI UN FALLIMENTO PER ASSOCONSUM   V di A. D.V.

I

Il progetto Garanzia Giovani voluto dalla Comunità Europea per combattere la disoccupazione giovanile è partito il 1 aprile 2014 e nonostante 1,5 miliardi di fi fnanziamento si sta dimostrando un autentico f llimento. Secondo dati del report del Minifa stero del Lavoro, sui 617.000 iscritti solo 107.859 ovvero il 17,48% hanno ricevuto una fferta, e secondo dichiarazioni raccolte, in off molti casi il lavoro se lo sono trovati da soli. Forte la diatriba in atto in questi giorni sui giornali ma anche in televisione e nonostante le dichiarazioni del ministro Giuliano Poletti, ieri 16 giugno a Ballarò, il progetto Garanzia Giovani per i ragazzi dai 21 ai 29 anni, non f nziona, come aff fu fferma il presidente di AssoConsum, Aldo Perrotta: “Il ministro Poletti dice delle inesattezze, perché la norma non è conciliabile con le esigenze dei lavoratori che dovrebbero essere pagati dopo due mesi dall’avvio del progetto, mentre in realtà i ragazzi ricevono i soldi dopo 5 o addirittura 6 mesi dall’avvio della procedura, e questo è chiaramente inconciliabile con le esigenze di un qualunque lavoratore, fi f guriamoci per un giovane, e quindi molti sono gli abbandoni. La domanda di pagamento vieni fa f tta dal lavoratore dopo due mesi, l’INPS entro 30 giorni deve inviare il fa f scicolo alla regione, se questa procedura non viene chiusa entro i tempi, il lavoratore deve verifi f care e fa f re una altra domanda e si ricomincia da capo. Tutto questo a danno dei giovani lavoratori, già tanto discriminati in questo periodo di crisi economica”. Che cosa chiede AssoConsum, Associazione Nazionale Consumatori ed Utenti? Chiediamo a nome dei lavoratori che rappresentiamo che non si perda tutto questo tempo e una volta avviata la procedura, proponiamo che i giovani siamo pagati dalla Regione, senza ulteriori attese da parte dell’ INPS, dietro presentazione di una domanda controfi f rmata dal datore di lavoro. Ci rendiamo disponibili anche a dif nderli gratuitamente, con una azione collettiva verso il Ministero e la Regione, per i fe pagamenti dovuti semplicemente scrivendoci a assoconsumgaranziagi g ovani@ i gmail.com. Questo per la Garanzia dei nostri Giovani, proprio come dice il progetto.


Periodico di politica, economia e informazione

giugno L’ E L Z E V I RO

XII EDIZIONE DI VINÒFORUM DEGUSTAZIONE DI VINI E PRODOTTI DI QUALITÀ di Antonietta Di Vizia

A

l via la dodicesima edizione di Vinòfo f rum, dal 12 al 21 giugno sul lungotevere Maresciallo Diaz (Farnesina) a Roma. Oltre 2.500 etichette, 500 cantine, 15 chef stellati, 25 cucine a vista con menù gourmet, 11 maestri pizzaioli, questi sono solo alcuni numeri di quello che è da anni uno degli appuntamenti più graditi nella Capitale. Novità di quest'anno è lo "Spazio pizzaioli" con i maestri dell'arte della fa f rina che ogni sera si esibiranno mentre il pubblico assaggia le pizze di rango: Gino Sorbillo da Napoli, Stefa f no Callegari del Trapizzino di Roma, Antonino Esposito da Sorrento della pizzeria Acqu'e Sale, nonché Giancarlo Casa della Gatta Mangiona nella capitale e Corrado Scaglione di Enosteria Lipen a Monza, sono alcuni dei nomi più attesi. I grandi vini e gli champagne invece sono i protagonisti dell'evento con "Cantine da chef" f dove profe f ssionisti stellati proporranno un menu unito a speciali cantine vitivinicole. Il vino, come recita il titolo, sarà comunque il grande protagonista della kermesse e di vino e grande distribuzione parliamo con Alessio Macoratti, responsabile commerciale del Team’s Agenzia Macoratti, una delle più longeve agenzie sul territorio. La Team’s Agenzia Macoratti ha fe f steggiato quest’anno trenta anni di attività, un bel traguardo? Si la nostra è un agenzia classica, esclusivista di molti mandati sul territorio, con grandi marchi come Fiasconaro, Astoria, Cecchi, etichette che si aff ffidano a noi per la distribuzione su Roma e provincia da sempre. Siamo in dodici rappresentanti e copriamo mille e cento clienti solo su Roma, tra ristoranti, bar, enoteche più la grande distribuzione, una bella mole di lavoro. Che cosa pensa di Vinòfo f rum? E’ una bella manife f stazione che noi seguiamo da anni, ci off ffre la grande possibilità di fa f re delle buone pubbliche relazioni con la clientela, a noi non interessano tanto i visitatori, puntiamo a coccolarci i nostri clienti e ospitarli nello stand che è uno dei più grandi e confo f rtevoli. fa f r assaggiare loro cose nuove in un ambiente piacevole e amichevole, per noi è una importante occasione e una vera fe f sta. La crisi economica che stiamo vivendo in che modo si ripercuote sul vostro lavoro? Molte sono le attività che aprono nella Capitale, ma tante altre sono quelle che chiudono e fa f lliscono, la diff fficoltà in questi casi è recuperare i crediti, nonostante questo noi come agenzia cresciamo ogni anno e questo ovvio ci gratifi f ca molto. Come comunicate le novità dei prodotti che off ffrite? Organizziamo molti eventi e siamo anche molto attivi nella comunicazione sui social network, questo per fa f r conoscere al maggior numero possibile di utenti i nostri prodotti, nel fu f turo abbiamo in mente di essere più trasversali ovvero proporre oltre ai vini anche prodotti dolciari o alimentari, arricchendo la proposta di prodotti di qualità tutti del territorio. In questa dieci giorni avete pensato a qualche proposta commerciale? A biamo ottenuto dalle aziende che rappresentiamo degli sconti speciali, per i clienti Ab che fa f ranno ordini, un modo per ringraziare il cliente e per invogliarlo a comprare. Sempre più spazio al cibo, agli chef, f allo Street fo f od, in questa manife f stazione, ma non si perde un pò il senso del vino? Io sono contento della maggior presenza del cibo, penso che sia necessario mangiare per poter degustare del buon vino. Serve anche a non ubriacarsi con troppa fa f cilità e questo è un vero peccato per chi vuole passare una bella serata e degustare le eccellenze del territorio in una occasione davvero speciale come Vinòfo f rum.

SGOMINATA

BANDA DI LADRI SERIALI AD OSTIA Rubavano auto e svaligiavano case

Individuata e fermata una banda di ladri, tutti cileni, specializzati nel saccheg­ gio appartamenti e nel furto di automobili ad Ostia. A seguire l’opera­ zione sono stati gli agenti del commissariato locale, diretto dal dottor Antonio Franco, e quelli del Re­ parto Prevenzione Crimi­ ne. Cinque gli uomini fer­ mati mentre si trovavano a bordo di un’automobile rubata, grazie all’antifurto satellitae che ha consen­ tito alla polizia di seguirli nei loro spostamenti, fino al loro quartier generale ­ un appartamento di Ostia ­ dove hanno tro­ vato gran parte della re­ furtiva, sei auto rubate. Ma anche dei passamon­ tagna, una pistola in re­ plica ed una ricetrasmit­ tente in grado di captare le conversazioni della Po­ lizia di Stato.


230 SHOPS AND MUCH MORE www.euroma2.it www.euroma2 w 2.it

ROMA - EUR - Via Via i Cristoforo Cristofor Crist o Colombo, angolo Oceano Pacifico

Gazzettino n 12 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you