Page 1

PERIODICO DI POLITICA ECONOMIA E INFORMAZIONE

Marzo 2015 • Anno 4 • n. 5

www.ilgazzettinodiroma.it

Autorizzazione N° 40/2012 del 13/02/2012 • Copia gratuita

EX MERCATI GENERALI AD OSTIENSE L'immobiliarista De Balkany sblocca i cantieri di Redazione

U

n nuovo volto per il quartiere di Ostiense. E’ l’obiettiv i o del sindaco Ignazio Marino che ai microfo f ni di Radio Radio annuncia la rimessa in moto l’ambizioso progetto “CittĂ dei gi g ovaniâ€? i , partito dieci anni fa f f rma di Rem Ko K olhaas - ma arena- a fi tosi presto per mancanza di fo f ndi. A fi fnanziare il rilancio del Ex Mercati Generali di Roma sarebbe l’accordo fa f tto con fi f nanzierefr f anco-romeno Robert De Balkany, uno dei piĂš importanti immobiliaristi d’Europa ed esperto nel recupero di siti urb r ani da rigenerare". L’incontro tra De Balkany e il sindaco capitolino è avvenuto mercoledĂŹ 11 Marzo. L’immobiliarista â€œĂ¨ venuto a Roma perchĂŠ vuole, in tempi brevissimi, risanare quella fe f rita urbana aperta nel cuore della cittĂ , che sono gli ex Mercati generali sull'Ostienseâ€?, ha dichiarato Marino. Dove per anni è stato solo un cantiere dismesso, ora “ci sarĂ  una meravigliosa nuova centralitĂ  con una piazza pedonale che, addirittura, sarĂ  piĂš grande di piazza del Popolo. E tutto questo entro il 2017â€?, ha aggiunto. I lavori ripartiranno entro l'autunno in partnership tra De Balkany e la concessionaria partecipata della Lamaro Appalti dei f atelli Toti. Intanto l’amministrafr

L’ammodernamento del progetto iniziale, a cura del laboratorio di Progettazione di Roma Tre, prevede la realizzazione di una struttura in stile centro commerciale. Nella “CittĂ dei giovaniâ€? ci saranno negozi, uff ffici e ristoranti ma anche degli spazi ad hoc per i ragazzi. Cinquemila metri quadrati del progetto verranno riservati per accogliere i fu f orisede. Un vero e proprio studentato a tariff ffa agevolata rispetto a quelle del mercato. Ma nasceranno anche una biblioteca, una mediateca, un cinema multisala e parcheggi sotterranei. zione capitolina si è subito attivata per dare il via alle autorizzazioni necessarie. Ăˆ arrivato questa mattina, infa f tti, il “sĂŹâ€? della Giunta che approva il preliminare del progetto con l'ultima variante che “risistema il progetto def nitivo di tutta l'area - che dovrĂ  esfi sere consegnato entro 90 giorni - e f ssa le condizioni con cui verranno fi scanditi i tempi per la presentazione del progettoâ€?, ha detto l’assessore all'Urbanistica di Roma Capitale, Giovanni Caudo. “A “Abbiamo lavorato diversi mesi dopo che l'area ĂŠ stata data in concessione da 10 anni e non si era ancora fa f tto nullaÂť a.







  REGOLAMENTO 2014/15

 















 









LA VOCE DI PASQ U I NO PAPA FRANCESCO ANNUNCIA UN GIUBILEO STRAORDINARIO MARINO: NO A GRANDI OPERE MA URGE BUONA ORGANIZZAZIONE Giubileo straordinario de­ dicato alla misericordia. L’annuncio, sabato 14 Marzo, di Papa Francesco. L’Anno Santo avrĂ  inizio l’8 dicembre prossimo, a 50 anni dalla ďŹ ne del Con­ cilio Vaticano II, con l’aper­ tura della Porta Santa in San Pietro. Un momento di preghiera, riessione e ricchezza spirituale che si concluderĂ  il 20 novembre 2016. Un momento di riorganiz­ zazione anche per la cittĂ . Roma si prepara ad acco­ gliere le iniziative del Vati­ cano e i fedeli che convergeranno nella capi­ tale. Il sindaco, Ignazio Marino, prevede l’arrivo di decine di milioni di pelle­ grini e ­ ai microfoni di ra­ dio Vaticana ­ dichiara: “Sicuramente bisognerĂ  prendere delle misure per quello che riguarda lo spo­ stamento dei grandi pul­ lman turistici. Io lo collegherei diretta­ mente ad una visione di­ versa dello spostamento su rotaia nella cittĂ . Cioè la possibilitĂ  di lasciare i grandi pullman turistici al di fuori del centro storico della cittĂ  dove io imma­ gino ci si possa spostare molto meglio su rotaiaâ€?. In­ tanto l’assessore capito­ lino ai lavori pubblici annuncia: Via dei Fori Im­ periali sarĂ  interamente pedonale con percorsi a piedi di accesso al Vati­ cano. E a chi teme il rischio caos per la mancanza di strutture adeguate ad ac­ cogliere i fedeli, Marino ri­ sponde: “Rispetto al passato piĂš che a grandi opere dobbiamo pensare ad una grande organizza­ zione. Un piano richiede soprattutto cervello , quindi piĂš cervello che soldiâ€?.

         

N. 5 • Marzo 2015

Impaginazione e stampa Miligraf S.r.l. Via deg V e li Olmetti, 36 - 00060 Fo F rmello (R ( m) m T l. 069075 Te 7 142 - Fa Fax 0690400189 inf nfo@milig i raf af.it - www.milig i raf af.it

Direttore Responsabile Maria Chiara Mingiacchi Hanno collaborato Cristina Allegra, Sergio Allegra, Paolo Coscione, Roberto Di Carlo, Francesco Falvo D’Urso, Daniela Gentile, Federica Motta, Daria Onofr f i, Tito Lucrezio Rizzo, Laura Solari, Ernesto Vetrano

La borsa di studio chiama gli studenti delle scuole superiori di Roma Capitale a redigere una tesina che riporti progetti e/o ipotesi e/o proposte per il rilancio economico e sociale del proprio territorio passando attraverso lo studio della sinergia                    

              

   Premio Commercio Roma

mediocreditocentroitalia.com/premiocommercioroma/ @: premiocommercioroma@mediocreditocentroitalia.com Tel: 06 37519464 Fax: 06 37352861 Indirizzo: via Sabotino, 46 00195 - Roma

Editore Pasquino Editrice Srl V a Sabotino n° 46 - 00195 Roma Vi T l. 06. Te 6 372 7 8693 redazione@ilg l azz z ettinodiroma.it C d. Fi Co F sc. e P. P Iv I a 1174 7 9291008 N REA N. E : RM R 13252 5 99 C iuso in redazione il 17 marz Ch r o 2015


marzo

Periodico di politica, economia e informazione

FONDO EUROPEO AGRICOLO PROGRAMMAZIONE 2014-2020 V leria Bordoni di Va

N

lla sede del Parlamento Europeo a Roma si è tenuto l'incontro con Antonio Taj a ani e Mario Abruzzese per parlare di programmazione del Fondo Europeo Agricolo 2014-2020: "vogliamo stimolare la competitività del settore agricolo con programmi di sviluppo rurale nazionale e regionale". Queste le volontà dell' Europa verso il Lazio. Il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Lazio (PSR) può contare su 80 milioni di euro in più. Apre i lavori dell'incontro Verso una programmazione del FEASR 2014-2020 - il vicepresidente della commissione Attività produttive e Agricoltura del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese che ringrazia i presenti: "Intendiamo sfr f uttare tutte le risorse provenienti da Bruxelles”. Aff ffronta temi come lo sviluppo solidale ed ecosostenibile e l'occupazione verso un mercato unico digitale. Accenna ai programmi di Horizon 2020, le possibilità che con FEA f ndo europeo di garanzia si possono ottenere per gafo rantire un tenore di vita decente, per la sicurezza alimentare e la tracciabilità di ogni prodotto. In Italia il 2% del PIL proviene dall’ agricoltura, si contano un milione e 600 mila aziende. Fra i punti deboli della passata programmazione, l'eccessiva burocrazia e le diff fficoltà riscontrate nella capacità di credito, il presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale del Lazio Mario Ciarla e l'assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio Sonia Ricci che illustra le linee guida del PSR 2014-2020, basato su tre direttrici. Le fi f liere organizzate in agricoltura come in altri settori produttivi “hanno bisogno di fa f re rete”. L’obiettivo che il nuovo PSR intende centrare è l'avviamento di gruppi e organizzazioni nel settore agricolo e f restale attuando azioni volte a promuovere la costifo tuzione di associazioni e organizzazioni di produttori. La seconda direttrice riguarda i giovani imprenditori agricoli: “abbiamo pensato alle aziende di questo settore” per l'economia italiana e regionale “come a delle startup”. Fra le novità della nuova programmazione, l’aumento del premio agevolativo peri giovani imprenditori nella conduzione d’ imprese agricole, “che passerà da 40mila a 70mila euro”. La terza direttrice è legata allo sviluppo del territorio regionale: “una parte della Regione soff ffre le conseguenze di una condizione di arretratezza culturale e sociale. Dobbiamo ripartire dal rinnovamento di quelle aree per guadagnare competitività”, conclude l'assessore, ricordando che ci sarà una grande occasione per l’Italia in vista dell’ Expo, dove l’Italia fa f rà conoscere i prodotti tipici locali nel Padiglione Italia. “Il cibo è vita”. Un occasione unica per fa f r ripartire l’economia di quel settore. Conclude l' incontro, il vicepresidente del Parlamento europeo AntonioTaj a ani: "Si esce dalla crisi puntando sull'economia reale e sull'interconnessione dei settori produttivi: i fo f ndi destinati alla Politica agricola comune per il 2014-2020 sono stati ridotti e riorientati - dichiara il vicepresidente dell'Europarlamento - l'agricoltura non può essere disconnessa da altre realtà imprenditoriali del territorio, ogni settore è strettamente interconnesso con l'altro e va pensato come un grande mosaico. Ogni settore deve benefi f ciare dei fo f ndi che devono essere indirizzati al meglio, oltre alla PAC vanno considerati anche altri programmi europei: da Horizon 2020 che riguarda soprattutto la ricerca e l' innovazione, al programma Erasmus per giovani imprenditori, al quale possono accedere tutti quelli che operano nel settore agricolo. Le tecnologie permettono di sviluppare migliori risultati, l' Italia deve puntare sulla qualità e questo è il primo obiettivo da perseguire. Dife f ndere i nostri prodotti agricoli. In Italia siamo 60 milioni di persone che contribuiscono all' Europa ed è giusto che i nostri contributi ci vengano restituiti per migliorare i tanti aspetti del territorio." L'impegno della Commissione Agricoltura dell' Euparlamento sarà di rivisitare le disposizioni sulla componente ecologica e Bruxelles che si prepara a stravolgere la lista degli obblighi cui è subordinata l’erogazione del 30% dell’intero plafo f nd destinato ai pagamenti diretti, che per l’Italia ammontano a circa 4 miliardi l’anno.


Periodico di politica, economia e informazione

marzo L’ELZEVIRO

SISAL WINCITY L’INTRATTENIMENTO A 360°

RIFUGIATI TRASFERITI IN UN’ALTRA STRUTTURA

di Antonietta Di Vizia

I

n fo f rte aumento su tutto il territorio nazionale il numero delle sale Sisal Wincity, un esempio di attività commerciale e ricreativa in fo f rte crescita nonostante la crisi. Inaugurata il 27 fe f bbraio la seconda sede romana in Vi Va Vespasiano, un nuovo luogo di aggregazione in grado di soddisfa f re le molteplici e diversifi f cate esigenze del pubblico, per rispondere al meglio alle necessità di svago e di tempo libero sia maschile che fe f mminile. Sisal Wincity Vespasiano, inf tti, grazie ai suoi 800 mefa tri quadrati disposti su due piani ospita un lounge-ristorante con una proposta

culinaria attenta alla stagionalità della materia prima e con una particolare attenzione ai piatti della capitolina; tradizione un’area riservata ad eventi ed esibizioni; un’area dedicata ai prodotti e servizi Sisal (dal SuperEnalotto a VinciCasa, alle scommesse Sisal Matchpoint; ai servizi di ricevitoria come i pagamenti e le ricariche telefo f niche) e un’area in cui è possibile giocare con la più ampia off fferta del mercato Slot machine e Videolotteries. Un fo f rmat d’intrattenimento che rappresenta un’eccellenza del retail gaming nel panorama nazionale ed europeo e che oggi

TENSIONE A TOR SAPIENZA, ANCORA DISORDINI

Ancora disordini a Tor Sapienza. Dopo l’incen­ dio di alcuni cassonetti nei pressi del centro di accoglienza alla peri­ conta ben 19 punti vendita in tutta Italia, come ci racconta Marco Bedendo il responsabile Business VLT e Sisal Wincity. Un secondo punto vendita nella capitale, un traguardo importante? Bedendo: “Sono molto orgo-

glioso di aver inaugurato a Roma il nostro secondo punto vendita. Un’avventura partita nel settembre 2010, con l’apertura della prima sala a Milano, che ha rappresentato il desiderio del Gruppo di proporre un concept innovativo che ha

anticipato le tendenze del retail gaming in Italia posizionando Sisal Wincity come un ambiente polifu f nzionale e un punto di aggregazione dove la dimensione del gioco sposa l’intrattenimento e la socializzazione.” Nuovi spazi dedicati al gioco e non solo? edendo: “Ancora una volta, siamo partiti dall’idea che più di tutte abbiamo a cuore ovv v ero quella di integrarci con la città in maniera armonica e costruttiva cogliendone gli elementi più caratterizzanti. Claudio Amendola e Emanuela Aureli, insieme allo chef stellato Angelo Troiani, con la loro naturale simpatia ed esperienza, ci hanno aiutato in questo percorso romano indirizzando gli sfo f rzi al comune desiderio di soddisfa f re allegria e palato, ingredienti indispensabili per garantire lo spirito di leggerezza e divertimento che è proprio delle nostre sale. Come avete pensato di tutelare i giocatori? Bedendo: “Il gioco e l’intrattenimento per Sisal non possono prescindere dalla sicurezza e tutela dei giocatori. Per questo, grazie al supporto dei Personal Player presenti in sala è possibile, in modo sano e divertente, intrattenersi con i giochi proposti. I Personal Player sono fi f gure chiave degli spazi Sisal Wincity, profe f ssionisti selezionati e f rmati per assistere i fo clienti, per spiegare le procedure e modalità di gioco e guidare gli ospiti in sala verso un gioco responsabile, sano e divertente”. Che cosa si augura per il futuro di questa attività? Bedendo: “Sono certo che Sisal Wincity diventerà uno spazio a disposizione dei romani, dove saranno proposte manife f stazioni e spettacoli di grande interesse”.

feria di Roma, è inter­ venuto anche l’asses­ sore capitolino alle Po­ litiche sociali, Francesca Danese. “Escludo as­ solutamente una qual­ che responsabilità dei comitati di quartiere per quanto accaduto. Molto probabilmente chi ha compiuto questi gesti è gente estranea alla zona” ha detto. Gli scontri tra gli abitanti del quartiere e i mi­ granti ospiti del centro di accoglienza, infatti, non sono una novità. Diverse guerriglie – più volte sedate dalle forze dell’ordine – avevano portato all’allontana­ mento di una parte de­ gli stranieri presenti nella struttura. Non è chiaro quanto siano coinvolti i rifugiati. In­ tanto, nonostante gli autori dell’atto vanda­ lico non fossero stati identificati, i 40 ospiti del centro di accoglien­ za sono stati trasferiti tutti presso un’altra struttura in zona Au­ relia.


Gazzettino di roma n 5 2015  
Advertisement