Issuu on Google+

Gallo

A far l’amore comincia tu il

Anno 16, numero 26 (470) - 10/16 dicembre 2011 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

Che domenica bestiale. Otto cani prendono possesso della hall dell’ospedale

di Casarano e due di essi scelgono l’angolo del caffè come loro... nido d’amore

IN VACANZA COI GALLETTI

IL VALZER DEGLI UMANI

La guardia giurata: “Non è mia competenza”. Stessa risposta dai Carabinieri che rimandano alla Polizia Municipale, ma questa non ha i mezzi e rimanda all’Asl: di domenica, però, non c’è nessuno e bisogna aspettare lunedì. Ma i simpatici cagnoni, “sistemate” le loro cose, vanno via da soli...

Il vessillo

Tricase ha la sua bandiera verde

La città si è distinta nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita. Premiazione a Roma il 19 dicembre

Innovazione

Eccellenze salentine

7

Ideato dai nostri ricercatori CNR, “Taggalo” propone l’installazione di particolari sensori sugli schermi televisivi pubblicitari in grado di monitorare la corretta diffusione degli spot e acquisire informazioni sul gradimento dl pubblico

17 20

Una bella vacanza premio per chi sarà sorteggiato tra i primi 50 che parteciperanno al concorso “Trova i galletti” di lunedì 12 dicembre. Si potrà vincere un soggiorno, offerto da Chateau D’Ax Maglie, per due adulti più eventualmente un bambino, di una settimana in uno degli oltre 300 tra hotel e residence affiliati Iperclub. REGOLAMENTO A PAGINA 23 IN

LA ICO D E

IL TUO REGALO DI

NATALE


2 ilgallo.it

pubblicitĂ 

10/16 DICEMBRE 2011


Galatina: giù le mani dal Punto Nascita 10/16 DICEMBRE 2011

ora parlo io

ilgallo.it

3

Sanità. Promossa raccolta firme contro la paventata

Il

chiusura del Reparto di Ostetricia e Ginecologia comitato difesa del P.O. di Galatina, allarmato dalle notizie apparse su organi di stampa che paventano la chiusura del Punto Nascita dell’Ospedale “S.C. Novella”, ha avviato una petizione finalizzata alla raccolta firme da inoltrare all’Assessorato alla Salute della Regione Puglia, al Direttore Generale della Asl leccese, al Sindaco di Galatina. Il comitato manifesta la propria contrarietà a tale evenienza considerato che il Reparto di Ostetricia e Ginecologia rappresenta un punto di riferimento dell’utenza non solo del distretto di Galatina ma dell’intera provincia. Basta visionare i dati di reparto. Ricoveri: in regime di Day Hospital e ordinari, nei primi nove mesi del 2011, circa 850. Parti: nei primi 9 mesi del 2011, circa 500. Ecografie: nei primi nove mesi del 2011 circa 1.700. Visite e altre prestazioni nei primi nove mesi, circa 2.200. Tale attività viene svolta con un alto livello di assistenza medico-infermieristica, in un’area di degenza interamente ristrutturata. La stretta vicinanza e collaborazione tra la U.O. di Ostetricia e Ginecologia e la U.O. di Nefrologia e Dialisi, nel presidio ospedaliero di Galatina, consente una puntuale e completa assistenza alle pazienti che presentano problemi di gestosi; lo spostamento del Punto Nascita all’Ospedale di Copertino, poiché non dispone di reparto di Nefrologia, determinerebbe la perdita di tale attività. Inoltre quello di Galatina è tra i pochi ospedali della provincia ad essere dotato di una nuova sezione di nido, interamente ristrutturata, che è in grado di offrire un alto livello

C

D oppi a

Zeta

Banche aiutate: e noi?

standard alberghiero-assistenziale. In ragione di quanto su esposto e da un’analisi epidemiologica nonché logistica del territorio salentino, questo comitato ritiene incomprensibile ed irricevibile la eventuale decisione di sopprimere il punto nascita dell’Ospedale di Galatina. D’altra parte non è chiaro in questa ipotetica programmazione il ruolo dei punti nascita delle strutture private allocate nel Distretto di Galatina. Di contro il comitato è convinto che la conferma del Punto Nascita a Galatina consentirebbe, sotto l’aspetto dell’assistenza materno - infantile, una uniforme distribuzione su tutto il territorio della Asl di Lecce di Punti Nascita di 1° e 2° livello. Pertanto, oltre alla raccolta firme, si adotteranno altre iniziative tendenti a tutelare il Punto Nascita del P.O. di Galatina. Pietro Masciullo (Coordinatore Comitato)

ome recuperare soldi sicuri per sanare i conti della malandata Italia? Ci avremmo scommesso: con una bella tassa sulla prima casa. Ici, Emu o chiamatela come vi pare, chi ha lavorato duramente per tanti anni pagando regolarmente le tasse, risparmiando duramente e si è costruito una modesta casetta… pagherà altre tasse!!! Una gabella dunque doppiamente ingiusta. L’imposta municipale unica che il federalismo fiscale riserva ai Comuni, sarà anticipata al gennaio 2012 e ad essere tassate saranno anche le prime case di abitazione. Insieme all'Imu arriverà anche la nuova Res, cioè l'imposta sui rifiuti ed i servizi, con un'aliquota dello 0,2 per mille, per sostituire Tarsu e Tia. Intanto la decisione di stabilire la soglia dei mille euro per la tracciabilità, di fatto, porterà ad un tetto all'uso del contante. A questo punto la centralità del sistema dei pagamenti, dalle carte di credito al portafoglio elettronico, gestito in prima fila proprio dalle banche, godrà in tempi rapidi di una forte accelerazione. Detto in linguaggio contabile, più ricavi e quindi più utili. Perché dietro l'utilizzo della moneta di plastica, come per ogni servizio offerto, è previsto il pagamento di una commissione. Che arriva per i negozi fino a punte del 3-4%. Forse troppo, se una legge dello Stato impone di utilizzare le carte. llllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllll


Corigliano fa la focara per Santa Lucia 4

attualità

ilgallo.it

C

origliano d’Otranto ha sempre mostrato una particolare devozione nei confronti di Santa Lucia; in suo onore, infatti, il 12 dicembre, giorno della vigilia, ogni rione organizzava un piccolo falò, un’antichissima tradizione locale mista tra sacro e profano. Con il passare del tempo, però, come purtroppo la maggior parte delle tradizioni, anche questa è andata sempre più affievolendosi, fino ad essere quasi del tutto dimenticata. Da un paio d’anni, tuttavia, un gruppo di giovani coriglianesi, chiamati “‘Gli amici della focara”, ha deciso di riportare alla luce questa tradizione, impegnandosi nella realizzazione di un’unica grande

10/16 DICEMBRE 2011

focara che riunisca tutta la comunità non solo coriglianese ma anche proveniente dai paesi limitrofi. La focara è stata realizzata con i rami ricavati dalla potatura degli ulivi e ha visto gli organizzatori impegnati fin dalla metà di ottobre. Con il patrocinio del Comune, la collaborazione della Pro Loco e di tutti gli sponsor, l’accensione avverrà domenica 11 dicembre, alle 19. Il programma prevede dapprima la benedizione della focara e successivamente una grandiosa e spettacolare accensione con fuochi d’artificio. La serata sarà poi allietata dal gruppo “Vasco live tribute band”. (In caso di pioggia la manifestazione si terrà domenica 18 dicembre).

Galatina: mille idee per i regali

Si

Natale in Fiera. Quattro giorni letteralmente da scartare al Quartiere fieristico

S’

She’s me(scismi)

inaugura domenica 11 dicembre, alle 19, presso la Art and Ars Gallery di Galatina (via Orsini, 10), la mostra “She’s me(scismi)”, nuova personale dell’artista Alessandro Passaro a cura di Francesca De Filippi. Le opere esposte in questa mostra segnano un passo importante nell’evoluzione di Passaro, mettendo in evidenza una ricerca che naturalmente si indirizza verso l’identificazione tra visione personale e memoria collettiva, in un continuo alternarsi di materia, forma e colore. In un flusso continuo di coscienza e in-coscienza prosegue l’evoluzione pittorica di Alessandro Passaro, in cui il linguaggio si afferma attraverso un’autonomia gestuale capace di estrarre la forma dal colore, l’informazione dalla materia. Un’esplosione istintiva e misurata ad un tempo in cui le tinte trovano il loro naturale equilibrio attraverso pennellate ricche e abbondanti che alternano un “segno” contenuto e controllato all’impulso quasi violento del colore “lanciato” sulla tela. La mostra rimarrà aperta presso fino al 20 gennaio, dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 20.

svolge dall’8 all’11 dicembre, presso il quartiere fieristico di Galatina, la manifestazione “Natale in fiera, mille idee per un regalo”, completamente dedicata ai regali di Natale, alla sua atmosfera e alle produzioni pugliesi. Grande spazio all’artigianato tipico regionale, oltre che a tutti gli altri settori merceologici in esposizione. “Natale in fiera” è uno dei momenti più attesi dell’anno, quello dedicato ai doni da mettere. Si tratta di un contenitore importante per dare risalto al territorio e alle sue produzioni e per creare un indotto economico rilevante, dato il dinamismo che una fiera del genere pone in essere, con tutte le strutture ricettive coinvolte e la promozione turistica dei luoghi in un periodo di ferie. Soprattutto in un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, confezionare i doni di “Natale in fiera” è ancora più conveniente e piacevole! L’offerta espositiva (con ben 100 espositori) spazia, come sempre, tra vari settori merceologici: articoli

da regalo in genere, oggettistica, tutto per il Natale, abbigliamento, pelletteria e calzature, arredo e complementi, informatica e telefonia, libri, biancheria per la casa, sistemi di riposo, giocattoli e modellismo, agenzie viaggi, enogastronomia tipica regionale con i suoi squisiti assaggi, pasticceria, cosmetici, artigianato e tanto altro ancora. Atmosfera accogliente, presepi, luci e giochi per i più piccoli, tutto per il Natale e per i doni, in una “quattro giorni” letteralmente da scartare! Il mondo di Babbo Natale incontrerà i bimbi, che potranno fare delle splendide foto proprio come se fossero in Lapponia! Una suggestiva natività, poi, affascinerà i visitatori, che si preannunciano in tanti, considerando che lo scorso anno sono state raggiunte le 50mila presenze. Questi gli orari: venerdì 9 e sabato 10 solo il pomeriggio dalle 16 alle 21,30; giovedì 8 e domenica 11 la mattina dalle 9,30 alle 12,30 ed il pomeriggio dalle 15,30 alle 21,30 (www.nataleinfiera.com).


Siamo tutti incompetenti! 10/16 DICEMBRE 2011

rifiuti

S

ilgallo.it

5

di Antonio Memmi

Ato Le 3. Sono passati 5 anni ed un nuovo bando di gara non è stato fatto, son passati i sei

mesi di proroga e nulla, è passato (figuriamoci) il mese di mini contratto e ancora niente... iamo tutti incompetenti! Può sembrare un’offesa eppure, se ci pensate, è la ovvia verità. Ognuno di noi infatti è competente in una o al massimo due materie: quella che si fa per mestiere e quella che si fa per hobby. La differenza sostanziale però fra noi ed un politico, a parte gli innumerevoli benefici, sta nel fatto che un incompetente generalizzato, com’è un politico prima di assumere un incarico, come per magia diviene competente in uno specifico settore. Ed il più delle volte fa pure danni. Come quelli successi a Casarano con la monnezza. Siamo nel 2006 e, dopo una regolare gara d’appalto, viene sottoscritto con la ditta Geotec il contratto quinquennale per il servizio di raccolta e smaltimento della spazzatura. Se ad un bimbo delle elementari chiedete quanto fa 6 + 5, quello vi risponde e quindi non serviva poi una particolare competenza per capire che nel 2011 quel contratto sarebbe scaduto e che un po’ di tempo prima ci si sarebbe dovuti ricordare di fare un bando nuovo, magari copiando il capitolato tecnico di quello in vigore se proprio non ci si voleva affaticare troppo. Invece Francesco Ferraro (PdL), sindaco di Acquarica del Capo e presidente dell’Ato Lecce 3 (competente in materia), era evidentemente impegnato in altre faccende così come in altro erano dediti gli amministratori di Casarano, impegnati a loro volta forse ad ascoltare gli scricchiolii della Giunta, piuttosto che dare una svegliata ai burocrati dell’Ato. Questo sino ad aprile, quando la Geotec dice appunto all’Ato: io ho finito, domani che faccio? A quel punto ci si accorge di come il tempo passi in fretta e, non potendo ovviamente lasciare Casarano senza servizio, il contratto (così come consentito dalla legge) viene prorogato per ulteriori 6 mesi. Durante questo periodo, avranno pensato all’Ato, dobbiamo scrivere un bando di gara nuovo e far partire un nuovo contratto ma, si sa… aprile dolce dormire, non c’è fretta, c’è tanto tempo… e così, di giorno in giorno, il tempo passa inesorabile e la Geotec dice nuovamente all’Ato: i 6 mesi stanno per scadere, siccome non è possibile dare ulteriori proroghe, che faccio dopo il 30 ottobre? A quel punto all’Ato ci si sveglia dal torpore un po’ come capita dopo il suono della radiosveglia il lunedì mattina, e ci si rende conto che l’unica strada è quella di impastare alla bell’e meglio un contratto nuovo, fosse anche della

In realtà, in mezzo a tutti quei politicanti, uno che ne capiva c’era ed era il Commissario Prefettizio di Casarano, Giovanni D’Onofrio, che, vuoi perché ha un bel po’ di anni sulle spalle da prefetto, vuoi soprattutto perché lui politico non è, a quel deliberato ha votato contro e lo avrebbe anche impugnato al Tar se non fosse che (forse per caso o forse furbescamente) la notifica del medesimo è giunta l’ultimo giovedì di novembre e fare un’azione simile avrebbe comportato lasciare Casarano in balia dei sacchetti della spazzatura. Per venir fuori dalla crisi, dopo aver comunque diffidato l’Ato dall’applicare la discutibile decisione, ha emesso un’ordinanza con la quale estende per 3 mesi il contratto precedente sempre con la Geotec.

durata di un solo mese. Il fatto che sia stato piuttosto “improvvisato” lo si capisce ad esempio dal piccolo dettaglio che alle parti sono concessi 40 giorni di tempo per sottoscrivere un contratto che entra invece subito in vigore e che dura solo 30 giorni. Come dire… non lo hanno nemmeno letto! L’unico fatto che sembra (ripetiamo: sembra) non affidato al caso è proprio la durata di un solo mese e non certo perché in soli 30 giorni quei furetti dell’Ato avessero intenzione di fare ciò che non sono stati in grado di fare in 5 anni e mezzo, ma probabilmente perché l’importo di “soli” 165mila euro è tale da non imporre procedure allargate e più complesse per l’aggiudicazione della gara. Lo abbiamo detto in apertura: un politico è un incompetente generico che viene di colpo chiamato ad esser competente in una determinata materia. Pensate allora cosa è potuto venir fuori da una riunione all’Ato composta dai soli Sindaci dei Comuni facenti parte dell’Ato stessa; tutti ovviamente politici e tutti ovviamente incompetenti (nel senso buono di cui prima). Quello che è venuto fuori è una furbata degna di Machiavelli e cioè un deliberato che, prendendo spunto dal fatto che il 31 dicembre prossimo per le Ato verrà avviata la procedura di chiusura, anticipano i tempi e passano la patata bollente in mano ai singoli Sindaci. Riassumiamo: sono passati 5 anni ed un nuovo bando di gara non è stato fatto, son passati i 6 mesi di proroga e nulla, è passato (figuriamoci) il mese di mini contratto e... ancora niente; quando bisognava quantomeno ammettere di aver forse commesso qualche leggerezza, si scappa via dicendo ai Sindaci: e mo so’ fatti vostri!

AIUTO!

Ma un’ulteriore perplessità viene avanzata da Giampiero Marrella (PdL), ex consigliere, che di Ferraro ha chiesto le dimissioni: siccome il nuovo contratto non prevede (per questioni di economie) la raccolta nel giorno di sabato, il lunedì successivo gli operatori sono costretti a raccattare una quantità maggiore di spazzatura e non ce la fanno a terminare il giro nelle poco più di 6 ore a loro disposizione. La Geotec ha quindi detto loro di effettuare un’ora di straordinario che, tirando le somme, fa qualcosa come 6.500 euro ogni lunedì. “Noi non sappiamo ancora se la rendicontazione fatta settimanalmente dalla ditta abbia o meno lo scopo di chiedere al Comune ulteriori soldi per coprire la maggiorazione di spesa”, dichiara Marrella, “ma qualora così fosse, saremmo di fronte alla paradossale situazione di dover pagare lo stesso prezzo per avere un servizio molto più carente e senza la tutela di un contratto cristallino”.

«

FRA NOI E UN POLITICO

La differenza sostanziale, a parte gli innumerevoli benefici, sta nel fatto che un incompetente generalizzato, com’è un politico prima di assumere un incarico, come per magia diviene competente in uno specifico settore. Ed il più delle volte fa pure danni...

Noi, invece, per limitare al massimo gli incompetenti impatti con i politicanti e con il loro modo di operare, vorremmo fare un appello al Prefetto D’Onofrio: la legge le consente di prorogare di 3 mesi in 3 mesi sino all’arrivo della nuova Giunta; la preghiamo, lo scriva lei il nuovo bando di gara, ci pensi lei a farci stare tranquilli che sarà effettivamente cristallino, lo scriva bene e per i prossimi 5 anni staremmo sereni, tanto poi, i prossimi, copierebbero da lei…


6

ilgallo.it

pubblicitĂ 

10/16 DICEMBRE 2011


Una domenica proprio da cani! 10/16 DICEMBRE 2011

da non crederci!

C’

ilgallo.it

7

In Ospedale a Casarano. Otto grossi cani si intrufolano nel Nosocomio e due di loro

si accoppiano vicino alla macchina del caffè! E via all’inutile balletto degli umani...

Certo alcuni rompiscatole cercavano di interrompere quel congresso amoroso (molto timidamente viste le dimensioni degli attori) ma i vari “sciò” ed i vari “pussa via” non scalfivano la determinazione degli amanti. Ad onor del vero c’è anche da dire che non tutti i cani sono stati così irrispettosi perchè altri membri del clan, approfittando probabilmente del fatto che fosse domenica, hanno deciso di entrare in Chiesa e di salire sull’altare forse anche per provare la stessa emozione che da lì prova il sacerdote o forse, come detto in apertura, per provare a pregare di far piovere ossi dal cielo. Testimoni riferiscono che almeno in quel luogo sacro abbiano desistito dall’accoppiarsi nuovamente e forse, non trovando

«

fare curioso tutto questo darsi da fare da parte degli umani, ma, voi capite, avevano ben altro a cui pensare. Intanto, dopo un certo numero di squilli, anche i Vigili Urbani rispondono al telefono e, alla luce del fatto che sono come organico meno della metà di quanto sarebbe previsto, quel poveretto che ha avuto l’ardire di rispondere ha “parzialmente” ammesso la propria competenza in materia ma, non avendo mezzi per poter far nulla, ha risposto che ancora più competenti sono quelli dell’Asl. Ma dove erano, secondo voi, quelli dell’Asl la domenica mattina? Sicuramente a casa e forse anche loro a portare a spasso il cane.

particolari stimoli, dopo un po’ lo hanno abbandonato. Il bello in tutta questa storiella è che, mentre i cagnoni mettevano in fondo in pratica il loro istinto, erano gli umani a mettere su uno di quei teatrini degni della nostra società. La prima ad essere interpellata dagli astanti è stata la guardia giurata lì di servizio quella mattina, quella messa apposta per dirimere eventuali problematiche di ordine pubblico. Siccome però viene pagata per tutelare i sanitari del pronto soccorso dalle “tipiche” intemperanze dei pazienti salentini, ha utilizzato una frase che sentirete ripetere spesso in questa storia (e che chissà quante volte avete sentito ripetere): “Non è competenza mia”. Allora, come tutte le volte in cui in Italia non si sa che fare, vengono chiamati i Carabinieri. Ora, mettetevi nei panni del piantone di turno, che già la domenica mattina invece che portare a spasso il proprio di cane è costretto a stare lì di servizio, cosa pensate abbia potuto rispondere… “Non è nostra competenza”. Ma in più, a titolo collaborativo, ha aggiunto: “Rivolgetevi ai Vigili Urbani”. Certo i cagnoni, ogni tanto, guardavano con

IL TEATRINO DEGLI UMANI

Il bello in tutta questa storiella è che, mentre i cagnoni mettevano in fondo in pratica il loro istinto, erano gli umani a mettere su uno di quei teatrini degni della nostra società

«

è un detto che dice che se le preghiere dei cani fossero ascoltate, pioverebbero ossi dal cielo. In realtà non sappiamo da dove questo modo di dire possa derivare ma forse gli astuti cani randagi di Casarano devono averlo sentito ed hanno deciso di organizzarsi. È domenica mattina e l’aria del sole più che lo spirito di santità risveglia evidentemente gli ormoni dei cani randagi che, dopo aver probabilmente sentito dire che loro sono competenza dell’Asl, decidono di darsi appuntamento proprio nei pressi dell’ospedale civile “Francesco Ferrari”. Si sa, le porte scorrevoli elettroniche sono una comodità dataci dalla tecnologia ma hanno purtroppo il limite di non saper distinguere e quindi selezionare chi far entrare e chi no e così 8 cani randagi (alcuni di grosse dimensioni) fanno irruzione nella hall dell’ospedale fra l’incredulità dei presenti. Ovviamente, superato il primo imbarazzante incontro con gli umani, i cagnoni trovano confortevole il tepore dell’edificio e, probabilmente attratti dal romanticismo creato dalle lucine delle macchinette automatiche del caffè, decidono proprio in quei pressi di cominciare senza pudore un lungo accoppiamento.

Il problema sarebbe stato risolto, dopo un frenetico e risolutivo giro di fax, lunedì mattina. Peccato però che, dopo un po’, i cagnoni si sono scocciati del teatrino messo su dagli umani e, ormai stufi di quel posto sì caldo ma così mal frequentato, hanno deciso di andar via. Però, chi lo sa, adesso che hanno capito che di domenica possono fare indisturbati tutto ciò che vogliono… magari ritornano. Antonio Memmi


8

ilgallo.it

L’

Tricase: arriva la Luce della Pace

dai Comuni

arrivo della “Luce della Pace”, proveniente direttamente da Betlemme, è il primo passo ufficiale nell’ambito delle iniziative del Presepe Vivente di Tricase, come sempre particolarmente atteso nell’intero Salento e non solo, quest’anno giunto alla XXXII edizione. E come vuole la tradizione, ad accogliere alle 9 la “Luce della Pace” alla stazione ferroviaria di Lecce ci sarà una delegazione del Comitato Presepe Vivente Tricase Onlus (fra cui rappresentanti dell’Associazione Ippica Palio San Vito), che si recherà nel capoluogo nella mattinata di domenica 11 dicembre. Poi, alle 10,30, l’arrivo a Tricase per recarsi nella Parrocchia della Natività BMV. L’inaugurazione del Presepe Vivente si terrà sabato 17, quando sarà celebrata la Santa Messa da mons. Vito Angiuli, Vescovo della Diocesi di UgentoSanta Maria di Leuca, a cui seguirà la fiaccolata per accompagnare la “Luce della Pace” sulla collinetta di Monte Orco, dove ci sarà la consegna delle chiavi della “città” al personaggio più anziano. Ricordiamo che la suggestiva e spettacolare rappresentazione tricasina resterà aperto nelle serate del 25, 26, 28 e 30 dicembre e 1°, 3 e 6 gennaio, dalle 17 alle 21,30.

Otranto: tre nuovi parchi ricreativi V ia ai lavori per la realizzazione di alcuni parchi ricreativi sul territorio cittadino. Cantierizzati i lavori per la realizzazione di un parco naturalistico-ricreativo nell’area pinetata di proprietà comunale, sita in località Alimini, compresa fra la strada provinciale Otranto-San Cataldo e la pineta di proprietà del Comprensorio Alimini. Si avrà, così, la possibilità di fruire di uno spazio bello e suggestivo, con un percorso che consentirà una lunga passeggiata negli oltre 30 ettari di pineta e macchia mediterranea, lungo la quale si posizioneranno alcune piazzole dotate di attrezzi per poter praticare sport a proprio piacimento. Tale intervento si è reso possibile grazie ad un contributo ottenuto, di circa 250mila euro. Nel frattempo si è dato avvio anche ai lavori del nuovo parco cittadino previsto all’ingresso di Otranto, Statale 16. Qui si realizzerà, oltre all’utile nuovo

L’

Ruffano: assolto Nicola Fiorito

Zona Fanghi

parcheggio di circa 270 posti auto, un’area a verde con pista podistica e ciclabile, con piazzole attrezzate per l’attività sportiva, un’area giochi per i più piccoli e una zona anfiteatro. Previsto, inoltre, anche un edificio che potrà ospitare un punto ristoro e i servizi igienici. Tale opera viene realizzata direttamente dai privati lottizzanti del comparto in costruzione, a scomputo di parte degli oneri di urbanizzazione dovuti. Nel frattempo, in questi giorni riprenderanno i lavori di completamento del parco giochi urbano in zona Fanghi.

ex sindaco di Ruffano, Nicola Fiorito, è stato assolto in secondo grado dalla Corte di Appello di Lecce dall’accusa di minacce e abuso d’ufficio, dopo essere stato condannato, in primo grado, a 6 mesi di reclusione. “Questa sentenza ristabilisce la giustizia”, ha dichiarato Fiorito, “e soprattutto rende onore alla mia persona dopo le accuse infamanti che mi sono state rivolte”. L’ex primo cittadino ruffanese ha espresso grande soddisfazione soprattutto in considerazione del fatto che quella condanna era stata una delle motivazioni alla base della traumatica sua rimozione dalla

10/16 DICEMBRE 2011

carica di Sindaco, avvenuta con decreto del Presidente della Repubblica nel maggio 2009. Fiorito ha rivolto un particolare ringraziamento a quanti gli sono stati vicini in questi anni e ai suoi legali, avv. Luigi Suez ed avv. Alvaro Storella, “per le loro capacità professionali e per la caparbietà con cui mi hanno incoraggiato a presentare appello e a non arrendersi”.

Operai Adelchi: strigliata Bellanova

“N

on ci sto e lo voglio dire chiaramente!”. E’ perentoria l’On. Teresa Bellanova, deputata del PD facente parte della Commissione Lavoro, in merito alla dolorosa e drammatica vicenda che riguarda i numerosi operai dell’Adelchi ad un passo dal licenziamento. “I 720 lavoratori del territorio salentino non possono essere sbattuti fuori dal mercato del lavoro nel silenzio generale”, accusa la Bellanova, “perché queste persone rappresentano una risorsa per il nostro tessuto produttivo ed economico. Come ho avuto già modo di dire sin dall’inizio, questa è una vertenza che avrebbe meritato di rimanere sui tavoli ministeriali proprio in virtù dell’ampia platea che coinvolge e delle enormi ripercussioni economico-occupazionali che avrebbe potuto avere sul territorio salentino già ampiamente martoriato dalla crisi economica. Il silenzio che aleggia intorno alla disperazione di questi lavoratori è impressionante; più volte si è parlato di convocazione di tavoli, riunioni, ma allo stato attuale un solo dato emerge: 720 famiglie sono, purtroppo, alla disperazione. Non si può più vendere fumo intorno a questa vicenda, ritengo che ognuno debba assumersi le proprie responsabilità nei confronti di questi lavoratori, che vale la pena ricordare non sono lavoratori di serie B. Personalmente scriverò una lettera al Ministro competente per chiedere un immediato interessamento e congiuntamente presenterò un’altra interrogazione parlamentare, perché deve essere chiaro che i riflettori non vanno accesi ad intermittenza, ma la luce su questi lavoratori deve rimanere abbagliante sino ad una effettiva risoluzione del problema”.


Un Centro Servizi Mobilità per Lecce 10/16 DICEMBRE 2011

dai Comuni

ilgallo.it

9

Per turisti e pendolari. Via libera anche all’accordo di programma al Piano di gestione

A

della mobilità nel Sud Est europeo. Obiettivo finale la costituzione di 7 Centri di mobilità

perto ufficialmente il Centro Servizi Mobilità di Lecce, sportello che ha sede nel Bus Terminal in viale Porta d’Europa e che completa l’offerta sulla mobilità indirizzata ai cittadini e pendolari e non soltanto ai turisti. Presentato anche il Piano di gestione della mobilità nel sud est europeo. “L’obiettivo”, ha spiegato l’assessore alle Politiche Comunitarie del Comune di Lecce, Gaetano Messuti, “è quello di creare una rete a livello europeo di centro per la mobilità per lo sviluppo di una nuova cultural sulla mobilità nel sud est europeo. E questa è la prima rete europea di centri per la mobilità”. Le città del sud est europeo evidenziano, infatti, problemi di accessibilità e connessione nella mobilità, sia all’interno delle singole regioni che all’esterno. Inoltre lo sviluppo delle attività economiche, la crescita del turismo e quella del movimento dei beni e delle persone mettono grande pressione alle aree del SEE e nei corridoi dei tra-

sporti principali che richiedono una necessità crescente di soluzioni efficaci per affrontare i bisogni della mobilità. Le principali attività includono: analisi delle migliori pratiche sulla Gestione della mobilità; costituzione e il funzionamento di Centri di Mobilità; sviluppo della rete dei centri di mobilità SEE. Il progetto mira a creare una strategia di sviluppo che garantisca una crescita economica continua e incontri la domanda di trasporto mitigando gli impatti negativi del traffico sull’accessibilità, sull’ambiente e su gruppi sociali specifici. Il progetto contribuirà a raggiungere un equilibrio tra crescita economica e i processi della crescente mobilità tenendo in considerazione gli aspetti ambientali così come i bisogni degli abitanti e dei turisti dell’area del sud est europeo. L’obiettivo finale è la costituzione di 7 Centri di mobilità come risultato concreto dei 7 Piani di gestione della mobilità (uno per partner di progetto).

Cavallino sta con gli animali

Protocollo d’intesa. Tra Amministrazione, Associazione “Nuova Lara” e Asl leccese

S

tipulato un protocollo d’intesa attraverso il quale operare una serie di interventi, tutti di notevole importanza, per contrastare un fenomeno che, purtroppo, ha superato ogni livello di tollerabilità. La situazione attuale, infatti, vede la presenza di circa 50 randagi sul territorio comunale. Un numero che, malgrado le numerose sterilizzazioni già operate, non tende a diminuire a causa soprattutto dell’incivile atto dell’abbandono. A ciò si aggiunge che in aumento sono anche i casi registrati di maltrattamenti. Da non sottovalutare è poi il fatto che i Comuni pagano ai canili convenzionati somme crescenti e rilevanti per il mantenimento a vita dei cani accalappiati, facendo così gravare sui bilanci comunali i costi relativi agli interventi di pronto soccorso dovuti a morsicature e incidenti stradali causati da cani vaganti, incluse le spese legali per contenziosi. Alla luce di ciò, ed in considerazione che sul territorio comunale è presente e opera attivamente da diverso tempo in questo settore l’Associazione “Nuova Lara”, l’Amministrazione ha inteso stipulare con essa, e di concerto con la Asl Le/1, un protocollo d’intesa per portare a compimento un programma di ridimensionamento del problema del randagismo, della salvaguardia degli animali e in particolare dei cani. Tra gli interventi da operare di concerto ci

sono la rilevazione della stima della popolazione canina randagia e vagante sul territorio, una campagna di educazione ambientale nelle scuole di ogni ordine e grado, l’attivazione dell’anagrafe canina informatizzata, mediante identificazione con i microchip, l’attivazione di una campagna di sterilizzazione definitiva (chirurgica) dei cani randagi, dei cani collettivi, dei cani detenuti nei canili convenzionati, operazioni di cattura, custodia e controllo pre e post-operatorio, operazione di sterilizzazione dei cani. Tra i compiti della Asl Le/1 ci sono la fornitura gratuita dei microchip (fino ad esaurimento scorte) e le operazioni di anagrafe. Tra gli impegni di “Nuova Lara”: il controllo che ogni intervento sui cani del territorio venga valutato di concerto tra Sindaco, Associazione e Asl; pianificare il controllo della nascite a favore di categorie identificate; la verifica delle sterilizzazioni di tutte le femmine date in adozione nei canili; garantire la sterilizzazione gratuita delle femmine adottate, sia da cuccioli, sia dai canili, sia dall’Associazione, organizzare corsi d’informazione e di aggiornamento relativamente alla tematica degli animali e dei problemi ad essi connessi e mettere a disposizione il ricovero dei cani nei giorni successivi ad interventi chirurgici.

Carmiano amplia la Zona Industriale La

Toponomastica al cimitero Giunta di Carmiano ha approvato il progetto di nuova toponomastica del cimitero, con l’obiettivo di migliorarne la viabilità pedonale e veicolare. Attraverso uno studio particolareggiato, il sindaco Giancarlo Mazzotta, di concerto con l’organo politico ed amministrativo dell’Ente, ha provveduto ad individuare i toponimi nel rispetto della specifica destinazione dei luoghi ed in particolar modo del culto religioso della collettività di Carminao e della frazione di Magliano. Questi i nomi di alcuni viali, corsi, larghi e piazzali del Campo Santo carmianese, tutti legati ed intitolati ai Santi protagonisti della storia dalla religione cristiana: si va dal Viale della Resurrezione a Viale Primo Novembre, e poi vie intitolate alla Protettrice e al Compatrono della comunità nord salentina, rispettivamente Maria Santissima Assunta e San Vito Martire. Presenti in toponomastica tra gli altri anche Piazzale San Pio da Pietralcina, Piazza Cristo Risorto, Viale Madonna Immacolata, Viale Santi Apostoli di Cristo ed i viali intitolati a tutti gli evangelisti. “L’attuale progetto definitivo di ampliamento del nostro Cimitero Comunale”, ha dichiara il primo cittadino, “conosce la sua prima fase di sviluppo con l’approvazione della delibera di individuazione della toponomastica, individuando in maniera chiara sia la struttura che migliorando il decoro. A stretto giro provvederemo a continuare l’opera di riqualificazione ed urbanizzazione di nuove aree sia di espansione che di circolazione puntando di seguito a migliorare anche i servizi di pubblica utilità esistenti come acqua, luce ed edicole votive pubbliche”.

I numeri. Impegnati circa 9 ettari e 60 are, corrispondenti

C’

a 95.000 metri quadrati di terreno tipizzato, oltre ad una ex fabbrica tabacchi già convertita in complesso produttivo è la crisi ed il Comune di Carmiano decide di puntare sulle piccole e medie imprese, scommettendo sul loro futuro e fornendogli i mezzi necessari per puntare allo sviluppo e soprattutto alla crescita. E’ stata l’assise cittadina infatti, nell’ultimo Consiglio comunale, ad approvare, grazie ad una variante al vigente strumento urbanistico, l’ampliamento della già esistente zona industriale ed artigianale. L’estendimento della zona riservata ai piani di insediamenti produttivi impegnerà circa 9 ettari e 60 are, corrispondenti a 95.000 metri quadrati di terreno tipizzato, oltre ad una ex fabbrica tabacchi oggi già convertita in complesso produttivo, caratterizzando e allargando un’intera zona sufficiente al soddisfacimento, nel medio periodo, della domanda insediativa lungo gli assi viari già urbanizzati. Soddisfatto il sindaco Giancarlo Mazzotta: “Abbiamo approvato un piano che, attraverso l’ampliamento della zona Pip, sia capace di ridare fiato e vigore alla piccola e media impresa, da sempre fiore all’occhiello del territorio carmianese. Abbiamo fatto una veloce ricerca di

mercato, interna ed esterna, e partendo dalle ben 40 istanze di assegnazioni suoli o di convocazioni di Conferenza dei servizi in variante giacenti sul palazzo comunale, abbiamo ritenuto opportuno e non più rimandabile, optare per l’ampliamento. Nel nostro Comune l’iniziativa privata si è incrementata progressivamente, soprattutto nel recente passato, grazie soprattutto al progressivo sviluppo di attività imprenditoriali, dapprima organizzate in aziende familiari, poi col tempo accresciutesi. Abbiamo un’economia vitale che in periodi difficili come quello che stiamo vivendo, ha urgente bisogno di avere supporti e forme di incentivazione dello sviluppo e del lavoro. Rilanciare l’economia per noi è creare opportunità ed occasioni di crescita reali. Affiancheremo tutte le aziende che decideranno di investire a Carmiano, ed a tal proposito stiamo già studiando ed approntando di forme di supporto tecnico-operativo per tutte le startup aziendali che decideranno di investire nella nostra comunità, offrendo supporti organizzativi, programmatici e gestionali”.


10 ilgallo.it

pubblicitĂ 

10/16 DICEMBRE 2011


Convegno di studi storici a Cerfignano 10/16 DICEMBRE 2011

cenni di storia

L’appuntamento. Sabato 17, presso l’Aula Magna “Torquato

A

Cursano”, con la partecipazione dei relatori prof. Filippo Giacomo Cerfeda e dott. Giovanni Giangreco ppuntamento sabato 17 dicembre, alle 18, presso l’Aula Magna “Torquato Cursano” di Cerfignano (frazione di Santa Cesarea Terme”, promosso dall’Amministrazione Comunale di Santa Cesarea, con la partecipazione dei relatori prof. Filippo Giacomo Cerfeda e dott. Giovanni Giangreco, che illustreranno due importanti moduli di storia ecclesiastica e civile partendo dal più ampio contesto storico generale per arrivare nello specifico, alla storia della nostra terra. Strettamente collegate alle tematiche del convegno sono le eccellenti pubblicazioni di Sergio Frangilo, “Prostràti al real trono. Vicende storiche della Confraternita dell’Immacolata Concezione in Cerfignano”, prezioso volume dedicato alla memoria del priore Nicola Cretì, riproposto al pubblico in seconda edizione integrata ed aggiornata. Successivamente all’istituzione dell’archivio confraternale, avvenuta nel 2008 e al nuovo riordinamento dell’Archivio storico diocesano, nuovissime fonti documentarie hanno permesso di integrare i contenuti, allargando la visuale storica, sulla nascita e sull’evoluzione delle vicende che hanno interessato la celebre associazione. Pagine di storia collegate con l’altro volume (stesso autore) “Per non dimenticare”, presentato lo scorso marzo, il quale si pone perfettamente in continuità ideale ed editoriale. Vengono illustrati i processi storici che hanno portato il popolo di Cerfignano a fondare, nell’anno 1789, per mezzo del Beneplacito Regio, lo storico Pio Sodalizio. All’interno del testo riemergono, prepotentemente, le biografie di quattro figure della storia ecclesiastica di Cerfignano a nome degli Arcipreti: Frate Ferdinando da Francavilla (al secolo Francesco Favilla originario di Francavilla

Fontana), Donato Nicolazzo, Ernesto Salvatore Filieri (originario di Galatone) e Ignazio Bello. Chi era l’Arciprete ed in che modo una parrocchia dichiarata vacante per “obitum illius ultimi possessori seu Parochi” (per la morte del suo ultimo possessore e Parroco) veniva successivamente “provvista” di nuovo titolare del beneficio verrà spiegato nella relazione di Filippo Giacomo Cerfeda dal titolo “La provvisione dell’Arcipretura”. La bellissima pubblicazione traccia un percorso che, indipendentemente dalle vicende storiche che hanno prettamente interessato la Congregazione dell’Immacolata, parla anche della comunità, dal ‘600 sino all’anno 2009. “Silenti testimoni. Le torri civiche di Cerfignano, 1911 – 2011, centesimo anno di storia” è il grazioso opuscolo dedicato alla memoria del sindaco Torquato Cursano e parla della storia delle torri dell’orologio, dalla primordiale torre civica tutt’uno con il campanile della chiesa parrocchiale e fino alla realizzazione ed edificazione dei nuovi ambienti comunali con successivo spostamento dell’orologio in Piazza Vittorio Emanuele II. Legata alla presentazione del volume è la relazione di Giovanni Giangreco “Le torri civiche nel Salento”.

ilgallo.it

11

Natale a S. Cesarea Cesarea Terme

A

nche in questo 2011 il Comune aderisce all’iniziativa del Comune di Lecce denominata “La Città dei Presepi”, che si pone l’obiettivo di veicolare i turisti che da Lecce, con appositi autobus, effettueranno visite guidate presso i presepi salentini dei paesi aderenti all’iniziativa. La Parrocchia del Sacro Cuore di S. Cesarea proporrà, nell’atrio di Palazzo Rizzelli, il Presepe Vivente. A Vitigliano Agostino Guida realizzerà nell’Oratorio Parrocchiale la Natività mentre i giovani realizzeranno nell’atrio di Palazzo Gargasole e nella Caletta del Rione Pozzo due spettacolari presepi statici. A Cerfignano la quinta edizione della mostra illustrativa dei Presepi in miniatura e nel borgo antico il presepe vivente che rievocherà anche i mestieri di una volta. E poi gli altri eventi natalizi: il concerto di lunedì 26 nella Chiesa di S. Cesarea con gli “Xmas Quartet” e i più famosi canti natalizi. A Vitigliano l’evento enologico “Le cantine aperte”, mercoledì 28, dalle 19,30, in Piazza Principe Umberto. L’iniziativa è nata nell’ottica di mantenere sempre viva la tradizione di produrre vino per uso domestico e pertanto nel corso della manifestazione sarà premiato il miglior vino prodotto a Santa Cesarea; la serata sarà allietata da buona musica e sarà accompagnata dalla degustazione di piatti tipici natalizi. L’evento è realizzato grazie alla collaborazione della Pro Loco, dell’Istituto Alberghiero di Santa Cesarea e dell’Associazione Sommelier di Maglie. “Proporremo”, dichiara con soddisfazione l’assessore a Turismo, Spettacolo e Commercio, Fedele Corsano, “una variegata offerta a tutti i visitatori e turisti che anche nel periodo natalizio apprezzano la bellezza del nostro territorio. La nostra adesione alla “Città dei Presepi” ci consentirà di avere un flusso importante soprattutto nelle giornate del 1° e 6 gennaio presso i sei presepi realizzati con il coinvolgimento delle associazioni del territorio e la fondamentale collaborazione della Pro Loco”.


12 ilgallo.it

A

Il Presepe di Acquarica del Capo

nche quest’anno il Presepe realizzato dall’Associazione “Terra Franca devoti di San Donato” di Acquarica del Capo (presieduta da Antonio Occhilupo) ha la peculiarità di presentare il paese ricostruito minuziosamente, con tutti palazzi esistenti dal 500/700 fino ai giorni nostri. All’ingresso del presepe è rappresentato il vecchio palazzo della famiglia Grezio del 500, ora della famiglia Maggio: in quei cortili semplici di contadini, la sera, soprattutto in estate, si ballava con il tamburello e la musica ora tanto conosciuta della pizzica. La Natività è collocata sotto la maestosa masseria di Celso Rizzo, luogo ora conosciuto anche per la festa del grano, dove adiacente la torre vi è un trappeto. E proprio tutto questo è rappresentato. Ancora, le famose Lame di Acquarica dove tutte le piogge autunnali formavano dei veri corsi d’acqua e vi erano dei poni che servivano agli acquaricesi per passare da un punto all’altro del paese. L’inaugurazione avverrà giovedì 15 dicembre, alle 18,30, ad opera del parroco don Beniamino Nuzzo, alla presenza delle autorità. Le date e gli orari di apertura del presepe: dal 15 dicembre all’8 gennaio, nei giorni feriali dalle 17,30 alle 19,30; in quelli festivi dalle 16 alle 22.

Un

Alessano contro le discriminazioni

Centro contro le discriminazioni aprirà i battenti ad Alessano. Il Centro di Alessano farà parte di una rete regionale di 77 Centri e mira alla costruzione della cittadinanza solidale e per la reale promozione della dignità e del benessere dei cittadini e delle cittadine nella valorizzazione delle differenze, nel rispetto del principio della parità di trattamento tra le persone indipendentemente dalla loro identità di genere, orientamento sessuale, razza o origine etnica o geografica o nazionalità, condizioni di disabilità, età, religione. Alessano è l’unico Centro da Galatina in giù ad essere rientrato nei 13 della provincia, ed avrà la funzione di contrasto e assistenza alle vittime di discriminazione con l’obiettivo prioritario di monitorare il fenomeno e di attuare azioni di prevenzione e contrasto condivise sul territorio, di gestione dei casi di discriminazione, in collaborazione con le istituzioni, gli organismi regionali di parità e le autonomie locali.

ANNUNCI IN BACHECA TRICASE - Affitto appartamento indipendente, 1 piano, ben soleggiato e panoramico, dotato di ogni comfort, zona living, soggiorno, due cucine, tre bagni, lavanderia, mq 220, box per due auto, terrazza e giardino. 348/5658228 Tricase. Doposcuola per alunni di elementare e media. Esperienza e risultati garantiti. 328/0261098

Autista effettua viaggi su prenotazione con macchina di lusso estremamente sicura, verso aeroporti, strutture sanitarie, concerti ed eventi, sia di giorno che di notte. Pluriennale esperienza e serietà, prezzi modici. Per gruppi fino a 4 persone. Anche studenti fuori sede su Lecca e Bari. 380/7715483

verso Natale

Specchia: la Natività è nel borgo antico

10/16 DICEMBRE 2011

Il

“Presepe Vivente nel Borgo antico”, organizzato dall’Associazione Culturale Sportiva e dal Gruppo Giovanile “Eugenia Ravasco”, dal Comune, insieme alla Parrocchia della “Presentazione della Vergine Maria” con altre associazioni attive nella cittadina, nato pochi anni fa come momento di vita comune, in grado di animare la locale comunità in occasione delle festività natalizie, è diventato un evento che catalizza l’attenzione di migliaia di visitatori che ogni anno sempre più numerosi accorrono per ammirare l’affascinante paesaggio dell’antico borgo, trasformato in un immenso teatro, dove gli abitanti diventano abilissimi attori perfettamente calati nel ruolo, trasformando per qualche ora la cittadina del Capo di Leuca nella novella Betlemme, culla del Redentore. Per la quarta volta, il 25, 26 e 30 dicembre ed il 1° e 6 gennaio, il “Presepe Vivente nel Borgo” (apertura dalle 17,30 alle 21), sarà realizzato tra i vicoli, le corti e le vecchie case del centro storico medievale che torneranno ad animarsi della magica atmosfera del Natale, nelle numerose scene di vita quotidiana e nella rappresentazione delle più importanti scene bibliche legate alla nascita di Gesù Bambino. La peculiarità del Presepe Vivente sarà nella scenografia naturale del medievale borgo antico, che si fonderà con costumi e tradizioni dell’epoca, con momenti musicali e artistici e una concezione delle singole scene quasi teatrale, con monologhi e dialoghi tra avventori dell’osteria, artigiani e donne, in un percorso che attraverserà antiche case, riaperte per l’occasione, ed anche vicoli e corti, illuminati da originali fiaccole. Un percorso da questa edizione rinnovato e più lungo. Circa 250 i figuranti che daranno vita alle varie botteghe, per un evento che permetterà la valorizzazione delle diverse forme di artigianato,

da quella del maniscalco al cestaio, dal fabbro al muratore, dall’artigiano della pietra leccese al laboratorio degli artisti, dalle massaie che prepareranno la pasta fatta in casa della tradizione salentina, ai mastri casari che produrranno il formaggio in tempo reale, con i metodi e gli strumenti di una volta, al falegname che realmente lavora il legno; e poi ancora angioletti, colorate bancarelle di frutta e ortaggi e numerosi altri personaggi. Diverse le novità dell’iniziativa natalizia specchiese, passeggiando nelle viuzze sarà possibile ammirare la tenda con i soldati e i centurioni dell’antica Roma, una scena curata dall’Associazione culturale “Legio II Augusta” di Lizzanello ed un gruppo di pastori percorrerà l’itinerario accompagnato lungo il percorso dal suono delle zampogne e da gruppi che intoneranno canti natalizi. I maestosi palazzi del borgo antico faranno da palcoscenico a momenti suggestivi della “novella Betlemme”, come la corte di Erode nel cortile di Palazzo Coluccia e la Natività in un locale trasformato in stalla nell’interno del Castello Risolo. Scene uniche e di originale bellezza che saranno immortalate negli scatti dei fotografi dell’Associazione Culturale “Photosintesi” di Casarano.


Tricase, Acait: ma quale partecipazione! 10/16 DICEMBRE 2011

P

remetto che come libero professionista, esercitante liberamente la libera professione da oltre venti anni, non ho né riserve nè pregiudizi nei confronti di alcuno, nè tanto meno sono soggetto strumentalizzato da persone e/o gruppi di interesse. Questo mio intervento vuole esser una puntuale precisazione per le cose che si sono dette e non dette durante la serata di presentazione dell’idea progettuale sull’Acait che, cosi come presentata, passava come un’autonoma e volontaria proposta di idea progettuale formulata da un gruppo di interesse. Ovvero che l’idea presentata scaturiva da una volontaria e preliminare elaborazione di progetto che lasciava spazio ad ulteriori proposte e idee da integrare e arricchire senza impegnare niente e nessuno. Tutto questo a mio giudizio non corrispondeva al vero perché non veniva fatto nessun cenno né dell’avviso pubblico di sponsorizzazione che l’Amministrazione comunale aveva fatto, nè delle Delibere di Giunta che la stessa Amministrazione aveva prodotto sulla questione, quindi a mio modesto parere comunicazione priva di trasparenza con dubbiosa legittimità sugli atti prodotti dall’Amministrazione stessa. Infatti l’Amministrazione Comunale, “sfiduciata da undici Consiglieri”, nel mese di giugno con una sola Delibera di Giunta, la n. 192 del 23.06.2011, e su semplice richiesta (nota n. 12278/2010) del Gal, deliberava la volontà di concedere in uso porzione dell’immobile Acait al fine di utilizzarlo come nuova sede del Gal. Il Commissario, con Determina n. 16 del 25.08.2011, nel segno della continuità amministrativa, formalizzava la concessione dell’immobile, approvando contestualmente stralcio planimetrico con l’indicazione della porzione di fabbricato da assegnare (lato fronte strada principale dell’immobile) e schema di contratto con indicazione di regolamento e canone annuale pari a € 36.708,00 da scomputare in parte con il costo dei lavori necessari. L’immobile Acait è stato inserito nella programmazione triennale delle opere pubbliche del Comune con la previsione di una duplice destinazione d’uso previo con-

l’intervento

ilgallo.it

13

LA LETTERA. Assegnare, con semplice Delibera di Giunta e Determina del Commissario, su semplice richiesta e sia pur per una piccola porzione, l’immobile al Gal senza aver fatto un bando aperto a tutti, oltre a compromettere un uso integrato e unitario dell’immobile, determinerebbe un’azione discriminatoria nei confronti di tutti i soggetti interessati, che di conseguenza avrebbero scarso interesse per il resto dell’immobile

seguimento di finanziamento. Infatti, a firma del dirigente dell’U.T., si prevedeva: 1) lavori di restauro, risanamento conservativo, valorizzazione e fruizione dell’Acait e dell’area di pertinenza per complessivi 12.000 mq. più due capannoni per un importo di euro 3.050.000,00 con l’obiettivo di attrezzarlo a Parco cittadino. 2) recupero funzionale del complesso Acait con l’obiettivo di destinarlo a centro culturale e congressuale per un importo di € 4.500.000,00. Assegnare, con una semplice D.G. ed una Determina del Commissario, su semplice richiesta e sia pur per una piccola porzione, la migliore a mio giudizio, l’immobile al Gal senza aver fatto un bando aperto a tutti quei soggetti del settore sociale, economico e culturale, (imprese, terzo settore, università e associazioni), potenzialmente interessati, oltre a compromettere un uso integrato e unitario dell’immobile, determinerebbe un’azione discriminatoria nei confronti di tutti questi soggetti potenzialmente interessati, che di conseguenza avrebbero poi uno scarso interesse per la parte retrostante dell’immobile.

Solo a conclusione del dibattito, dopo aver consentito tre soli interventi dal pubblico e su esplicita richiesta degli stessi sulle modalità adottate per la formulazione dell’idea progettuale complessiva del complesso Acait, veniva precisato che tale proposta scaturiva da un avviso di evidenza pubblica e che a tale avviso non aveva aderito nessuno di Tricase. Anche qui la presentazione ha manifestato poca trasparenza nell’evidenziare il contenuto del citato avviso ad evidenza pubblica. Infatti, l’Amministrazione (sempre quella sfiduciata) in un contesto di ristrettezza di risorse economiche, con D.G. n. 26 del 21.01.2010 e con Determina di settore n. 431 del 19.04.2010 e Determina di settore n. 490 del 11.05.2010, approvava e pubblicava per 15+15 giorni l’Avviso pubblico di Sponsorizzazione chiedendo ad imprese, operatori economici e privati semplicemente il pagamento e/o fornitura di servizi sotto forma di sponsor, ottenendo

in cambio solo pubblicità. Inoltre il bando precisava che il contributo o le prestazioni per i suddetti punti offerti all’Ente non comportava nessun obbligo economico e/o di tipo contrattuale per il Comune di Tricase nei confronti dei soggetti sponsor interessati né tanto meno la concessione di parti di edificio! Ma solo pubblicità! Da istallarsi nella sede dell’intervento, nell’ambito del palazzetto dello sport, nel campo sportivo o in altri spazi pubblici. La domanda viene spontanea, (specie se è vero, come affermato, che a partecipare sia stato solo un concorrente sponsor): può un’impresa, operatore economico o privato “professionista” in un contesto di ristrettezze economiche, offrire in cambio di sola pubblicità un servizio di progettazione dell’importo stimato pari a 10.00,00 euro? Poteva un privato “libero professionista” di Tricase offrire gratuitamente la sua prestazione intellettuale per avere in cambio solo pubblicità, consapevole che per norma deontologica l’esercizio della libera professione impone di non fornire prestazioni gratuite nè tanto meno ricambiate da pubblicità in quanto la pubblicità diretta costituisce infrazione di norma deontologica per concorrenza sleale tra professionisti? Può infine il cittadino di Tricase dubitare per le modalità di formulazione dell’avviso pubblico, soprattutto perche a parteciparvi, come affermato, c’è stato solo uno sponsor? In quell’occasione, dopo una dubbiosa valutazione dell’avviso pubblico, proposi ad alcune di imprese di aderire al bando, ma ahimè, appena informate del solo ritorno in pubblicità, mi risposero con un secco “no, grazie!”. Le conclusioni le lascio al cittadino di Tricase intelligente, che certamente comprenderà la mia reazione in quel contesto, riflettendo sulle modalità con cui si è agito, ovvero operando con la volontà di pochi che, dopo aver sistemato il piatto, hanno presentato l’idea già bella e fatta, senza coinvolgere seriamente ed in maniera trasparente e condivisa tutti i cittadini e tutti quei soggetti portatori sani di interessi diffusi. Fernando Zocco (Architetto)


14 ilgallo.it

pubblicitĂ 

10/16 DICEMBRE 2011


Giornata del Censimento a Gallipoli Si attualità

10/16 DICEMBRE 2011

terrà domenica 11 dicembre la “Giornata del Censimento”, singolare evento promosso dal Comune di Gallipoli per agevolare i cittadini nella consegna del questionario relativo al 15° Censimento Istat. Per l’occasione gli uffici comunali di via Pavia, grazie alla proposta lanciata dall’Area Politiche e Servizi alla Persona, saranno aperti con orario continuato, dalle 10 alle 20. I cittadini che in tale circostanza si recheranno presso il Comune per consegnare il questionario, riceveranno in omaggio

un gadget. L’iniziativa rientra tra le attività collaterali al Censimento della Popolazione e delle Abitazioni che prevede il termine ultimo per la consegna dei moduli fissato per il 31 gennaio del prossimo anno. Dal 21 novembre, infatti, anche a Gallipoli sono partite le operazioni di rilevazione a domicilio effettuate da rilevatori autorizzati, muniti di tesserino di riconoscimento. Per venire incontro alle necessità dei cittadini in condizioni di oggettiva dif-

Stalking? No, grazie

Un

Presentato il vademecum. L’iniziativa editoriale contro lo stalking della Provincia di Lecce

vero e proprio vademecum per aiutare le donne a prevenire e contrastare lo stalking, l’insieme di comportamenti indesiderati, molesti e persistenti con i quali una persona, lo stalker, ne perseguita un’altra. E’ la guida intitolata “Stalking? No, grazie!”, realizzata dall’Assessorato alle Politiche sociali e alle Pari opportunità della Provincia di Lecce, a cura di Filomena D’Antini Solero. Il fenomeno dello stalking, come quello più generale della violenza sulle donne, resta preoccupante: secondo i dati di una ricerca condotta nel 2010 dall’Osservatorio nazionale sullo stalking, un italiano su cinque è vittima di molestie insistenti. Un dato allarmante che riguarda anche il Salento, come evidenziato dai numeri contenuti nella guida. Nel 2010, secondo i dati rilasciati dalla Questura di Lecce e aggiornati al 5 novembre 2011, in provincia di Lecce ci sono stati 9 ammonimenti, 2 arresti e 20 denunce per stalking. Nel 2011 sono stati registrati 10 ammonimenti, 7 arresti e 49 denunce per questo reato. Un aumento generale del fenomeno determinato, verosimilmente, dalla conoscenza e dalla diffusione delle norme. Una curiosità: tra chi commette stalking ci sono anche 9 donne. Il vademecum, allora, è stato pensato dalla Provincia di Lecce come uno strumento importante per tutte le donne e gli uomini della provincia di Lecce, attraverso il quale riflettere sui comportamenti più sicuri da adottare in situazioni di rischio ed essere sempre informati su cosa fare o chi contattare in caso di pericolo, a chi rivolgersi per aiuto o assistenza. La guida mette bene in evidenza come, dall’aprile 2009, gli “atti persecutori”, tra cui sono pre-

Ga l l o

PERIODICO

INDIPENDENTE

DI CULTURA, SERVIZIO ED INFORMAZIONE DEL

SALENTO

REDAZIONE TRICASE

Associati

via Aldo Moro, 7

viste telefonate insistenti, minacce, pedinamenti e insulti da parte di uno sconosciuto o di una persona nota che vuole ristabilire un rapporto impossibile, costituiscono un reato perseguibile per legge. Tuttavia, nonostante la nuova normativa abbia migliorato le possibilità di protezione e di difesa delle vittime, spesso non si sa ancora come muoversi, non si conosce il significato del termine “stalking” o, ancora, non si è al corrente delle novità legislative introdotte contro gli atti persecutori. All’interno c’è una dettagliata definizione di cosa è lo stalking e come è messo in atto, quali conseguenze ha sulla salute fisica e psichica delle vittime; inoltre, vengono forniti consigli pratici sulle precauzioni e sulle possibili strategie da attuare per difendersi in modo efficace. La pubblicazione scende anche nel dettaglio delle novità normative e delle nuove misure per allontanare lo stalker: dall’istanza di ammonimento, alla querela, alle misure cautelari. Le vittime sono invitate a non affrontare da sole il problema, ma a rivolgersi ai servizi che, con competenza e discrezione, possono guidare e sostenere il loro percorso di uscita dalla violenza. Direttore Responsabile

CORRISPONDENTI

L UIGI Z ITO _ liz@ilgallo.it

Massimo Alligri Giuseppe Aquila Giorgio Coluccia Antonella Corvino Vito Lecci Ilaria Marinaci Fiorella Mastria Antonio Memmi Carlo Quaranta Stefano Tanisi Stefano Verri Pierangelo Tempesta

Coordinatore di Redazione G IUSEPPE C ERFEDA _ gicer@ilgallo.it Redazione & Internet: F EDERICO S CARASCIA _ feder@ilgallo.it In Redazione

Tel. 0833/545 777

M ARIA C ONSIGLIA P ODO

fax 0833/545 800

FRANCESCA CAPARROTTI _ francesca@ilgallo.it

328/1063910 www.ilgallo.it info@ilgallo.it

Unione Stampa Periodici Italiani TESSERA N. 14582

E LISA B RAMATO _ elisa@ilgallo.it Responsabile Distribuzione PASQUALE Z ITO

La

15

ficoltà, il Comune di Gallipoli offre inoltre la possibilità di prenotare l’appuntamento con il rilevatore, presso il proprio domicilio, telefonando al numero 0833/275576. Il tutto senza trascurare il servizio giornaliero di assistenza alla compilazione, presso la sede municipale di via Pavia (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e martedì e giovedì anche nel pomeriggio, dalle 15 alle 18). Si fa presente, per i cittadini che ancora non hanno provveduto alla consegna del questionario Istat, che la mancata consegna dello stesso comporta una sanzione amministrativa fino a 2.065 euro e la cancellazione anagrafica dagli elenchi comunali.

Tricase, teatro: Incontriamoci in Paradiso

rassegna teatrale “Incontriamoci al Paradiso“ è la parte fondamentale del progetto che mira a restituire alla città di Tricase un piccolo luogo, un piccolo teatro di 100 posti. Gli obiettivi principali sono due: favorire un ritorno della gente alla piacevole abitudine di frequentare periodicamente un teatro e far crescere gli allievi dei laboratori rendendoli organici ad un progetto di diffusione e promozione della cultura teatrale. La rassegna aprirà giovedì 15 dicembre con la commedia più famosa di Luigi Pirandello “Pensaci, Giacomino!”. Alla prima replica, prevista per lunedì 19 dicembre, se ne è aggiunta un’altra per martedì 20. Al di là di ogni più rosea previsione, tutte le serate hanno fatto registrare un sold out inaspettato. Considerate le richieste, è stata fissata un’ulteriore replica per giovedì 12 gennaio 2012. L’esordio della nuova compagnia teatrale Piccolo Teatro Paradiso si configura come un piccolo miracolo di affetto e stima da parte della gente. Curiosità ed attesa per l’esordio di Riccardo Nesca che interpreterà la piccola ma significativa parte di Ninì. Riccardo è l’emblema di tutti i piccoli attori del laboratorio teatrale della Bottega, precocissimo allievo del Club dei Piccoli Lettori, bambino responsabile ed appassionato di teatro è la mascotte della compagnia. La rassegna proseguirà con “Sipario Salentino” (9 febbraio 2012), una seconda serata tutta dedicata al teatro in vernacolo (si replicherà il 10 febbraio). Il terzo appuntamento “Il destino delle Donne” (8 marzo) sarà dedicato ad alcune delle principali figure femminili che hanno caratterizzato la storia di tutti i tempi. Un omaggio al coraggio delle donne che hanno fortemente voluto determinare il proprio destino. La chiusura della rassegna sarà affidata alla “Compagnia Backstage”, il laboratorio degli adolescenti, che porterà in scena “Novecento: il secolo breve dei giovani”. La compagnia Backstage è, di fatto, una compagnia di liceali che sta selezionando, nel percorso laboratoriale, le figure storiche, politiche, scientifiche ed artistiche che hanno caratterizzato il Novecento, secolo breve per antonomasia. Interessante lo scambio dei testi, dei monologhi, che sta avvenendo fra gli allievi, scambio che sta arricchendo il loro bagaglio culturale, con un confronto di idee e di scelte che dimostra, ancora una volta, che la generazione attuale degli adolescenti non si esaurisce nei totem dei motorini e dei cellulari. Il progetto Piccolo Teatro Paradiso è per me la realizzazione di un sogno, un’area libera e serena dove poter fare cultura, sostenere la crescita culturale di bambini, adolescenti ed anziani. Grazie a tutte le persone che mi hanno dato fiducia, a tutti coloro che hanno scelto di iscriversi ai laboratori teatrali, a tutti coloro che, con le loro prenotazioni, hanno di fatto sancito che, anche se con modestia di mezzi e consapevolezza dei nostri limiti, il progetto “Piccolo Teatro Paradiso” è una realtà. Pasquale Santoro

La collaborazione sotto qualsiasi forma è Gratuita. La Direzione si riserva di rifiutare insindacabilmente qualsiasi testo e qualsiasi inserzione. Foto e manoscritti, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Riproduzione vietata. Stampa: MASTER PRINTING Srl 080/5857439 via delle Margherite 22 70026 Zona Ind. Modugno - Bari Iscritto al N° 648 Registro Nazionale Stampa Autorizzazione Tribunale Lecce del 9.12.1996

D I S T R I B U Z I O N E G R A T U I T A P O R TA A P O R T A I N TU T TA L A P R OV I N C I A D I L E C C E

il

ilgallo.it

MARKETING E PUBBLICITÀ Tel 0833/545 777 Fax 0833/545 800 e-mail: info@ilgallo.it DIRETTORE PUBBLICITÀ Luigi G. Zito tel. 328/2329515 Savio Accoto 349/1430334 Ada Meraglia 0833/545 777


16

dai Comuni

Soleto e il Presepe: benvenuto caro Natale ilgallo.it

N

10/16 DICEMBRE 2011

La Natività. Nel fantastico scenario del giardino del Convento dei Frati Minori atale si avvicina e con i suoi colori e i suoi sapori mette in tavola un po’ di serenità. Luci per le vie, piazze briose e calde, pronte ad avvolgerci con il loro mantello policromatico. Tradizione e fede si fondono in un periodo in cui tutti meritiamo di essere felici. Soleto, per il terzo anno consecutivo, inaugura il suo grande Presepe, una rappresentazione che vuole rifarsi alla prima della storia, quella di San Francesco a Greccio nel 1223. Nel fantastico scenario del giardino del Convento dei Frati Minori, dove le rocce e il paesaggio ben si adattano al sobrio scenario della natività di Cristo, martedì 13 dicembre, alle 19, inizierà una nuova stagione del Presepe soletano, molto sentito dalla comunità locale e dagli abitanti dei paesi limitrofi. Grazie alla sua pregevole organizzazione si è guadagnato con gli anni gli apprezzamenti da parte dei molti visitatori. Come sempre non può mancare il grande apporto degli “Amici del Presepe”, veri autori di un’opera “che richiede impegno, stress e… tante soddisfazioni!”, come loro stessi ci rivelano. “Il nostro Presepe sorge in una struttura settecentesca veramente unica, quella del Convento di

Santa Maria delle Grazie, una delle tante bellezze di Soleto. Un motivo in più per venire a visitarlo, un invito sentito per trascorrere momenti di pura armonia”. È notevole il grande contributo del cartapestaio salentino Antonio Papa, da Surano, realizzatore di molti dei pupi e delle statue che figurano sulla scena: un grande artista che ben rappresenta la categoria degli artigiani leccesi, veri maestri del mestiere. Ma la grande mente del progetto del Presepe è Padre Giancarlo, che ogni anno si batte per la realizzazione dell’opera: “Il nostro desiderio è quello di riprodurre fedelmente il presepio di San Francesco d’Assisi, che indicò, con la semplicità di una mangiatoia dentro una stalla, la venuta del tanto atteso ed annunciato Messia. La povertà in cui Cristo è nato forse dovrebbe farci riflettere…”. Sarà possibile omaggiare la produzione degli “Amici del Presepe”, oltre all’inaugurazione il giorno di Santa Lucia, dalle 16,30 alle 21 del 24 (con la nascita di Gesù), 25, 26 e 31 dicembre e l’1, 5 e 6 gennaio, con l’arrivo dei Magi che chiuderà la manifestazione… e (ahinoi) le amate festività! Stefano Verri

La Maratona della Grecìa Salentina

E

dizione numero 13 dell’Half Marathon della Grecìa Salentina, come sempre organizzata dall’A.S.D. Atletica Amatori Corigliano. L’evento si svolgerà domenica 11 dicembre e comprenderà passaggi a Corigliano (partenza ed arrivo), Melpignano, Castrignano dei Greci, Martano e Zollino (in ordine di attraversamento), su di un percorso già collaudato e che, a detta di molti, è uno dei più belli a livello nazionale. Proprio la bellezza del percorso insieme alla perfetta organizzazione hanno permesso che questa manifestazione sia onorata dalla presenza di un elevato numero di partecipanti (oltre 900 gli iscritti). La gara, prevista sulla classica distanza della mezza maratona di 21,097km, ha assunto da alcuni anni carattere na-

zionale, acquisendo sempre più importanza, tanto da risultare ai primi posti delle classifiche delle mezze maratone nazionali come numero di partecipanti e come numero di atleti giunti al traguardo. Rispetto le scorse edizioni, il Comitato Organizzatore ha deciso di privilegiare le squadre partecipanti inserendo dei premi in denaro alle Società in relazione al numero di iscritti, al numero di arrivi ed ai piazzamenti raggiunti dai rispettivi atleti. Anche quest’anno le premesse e le aspettative si stanno proponendo a livello degli anni scorsi, con un Comitato Organizzatore ed una Società compatti nel rendere il tutto quanto perfetto e porre gli atleti ed i loro accompagnatori nelle migliori condizioni, sia a livello sportivo che di accoglienza.


Tricase sventola la Bandiera Verde 10/16 DICEMBRE 2011

IL RICONOSCIMENTO. Conferito a quei

Comuni che si sono particolarmente distinti nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio. Tricase è il primo paese in provincia di Lecce a ricevere il conferimento della BandieraVerde

E

A proposito del Parroco di Leuca

gregio Direttore, ho letto l’articolo sull’ultimo numero de “il Gallo” (pag. 3). Sono stupito che un gruppo di fedeli di S. M. di Leuca, piuttosto agguerriti, voglia impedire un normale e salutare avvicendamento peraltro stabilito dalla Curia. La giustificazione consisterebbe in un lungo elenco di iniziative attuate da mons. Giuseppe Stendardo. E allora? Onore, innanzitutto, al merito ma poi non vedo perchè non consentire ad un giovane di coprirsi di gloria. A questo sedicente comitato di fedeli suggerirei di mutuare il motto dall’Arma dei Carabinieri, “usi obbedir tacendo”, e organizzare un degno commiato per chi alla soglia degli 80 anni è giusto che si ritiri in buon ordine come tanti più illustri personaggi (ad esempio il Card. Martini), con sentita e dovuta standing ovation. Gerardo Cazzato

AUGURI SPECIALI. Anche quest’anno passato in missione faccio i mei migliori auguri di buon Natale a mia moglie Anna Maria e ai miei due gioielli Marco e simone. Papà vi è sempre vicino, vi voglio un sacco di bene. Angelo Amodio

attualità

Il

Comune di Tricase è stato insignito da parte della C.I.A. (Confederazione Italiana Agricoltori) del riconoscimento Bandiera Verde Agricoltura, destinato a Enti pubblici ed aziende agricole “che si sono particolarmente distinti nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio anche a fini turistici, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita ed economiche degli operatori agricoli e più in generale dei cittadini”. Il premio sarà consegnato alla Città di Tricase lunedì 19 dicembre dal presidente nazionale della C.I.A., Giuseppe Politi, durante la cerimonia di premiazione che si terrà a Roma, al Campidoglio. Molto soddisfatto il Commissario Straordinario, dott. Guido Aprea: “Tricase ha ricevuto un riconoscimento quanto mai gradito”, afferma, “e bisogna essere grati a chi,

A

ilgallo.it

17

in questi anni caratterizzati da tendenze ben diverse, ha continuato la propria attività agricola mantenendo vivi i prodotti e i sapori tradizionali. Nell’arco del breve mandato concessomi, è mia intenzione cercare di rafforzare il turismo inteso non solo come scoperta delle bellezze naturalistiche ma anche di quelle agro-alimentari. Per questo cercheremo di favorire azioni che permettano l’insediamento a fianco delle attività turistiche, delle attività agricole, ed in particolare delle attività caratteristiche del territorio. Pensiamo in particolare ai giovani residenti a Tricase e nelle frazioni. Sono convinto che potrebbero aprirsi anche nuove opportunità di lavoro”. Il riconoscimento al Comune di Tricase è motivato dalle capacità produttive e dalle azioni a difesa del territorio. Tricase è il primo Comune a ricevere il riconoscimento in provincia di Lecce. Il Comune potrà d’ora in poi fregiarsi del marchio Bandiera Verde Agricoltura per la promozione e valorizzazione del territorio.

Corsano: la Fidas incontra i giovani

Corsano la Fidas “Incontra i giovani!”. Appuntamento mercoledì 21 dicembre, alle 19, presso l’Auditorium comunale nell’ambito della “Campagna di sensibilizzazione alla donazione del sangue”. Interverranno: Emanuele Gatto, ex coordinatore giovani della Fidas leccese provinciale; Valerio Augusto Marrocco, attuale coordinatore giovani Fidas leccese provinciale; Claudio Mele, presidente dell’Unione salentina thalassemici.

E

Eleonora De Giuseppe: “E nel settimo giorno Dio si riposò”

leonora De Giuseppe, la giovane pittrice salentina nota ormai in molte importanti capitali europee, partecipa con le sue opere alla collettiva Arte al Museo organizzata dalla Galleria d’Arte Stomeo in collaborazione con L’officina delle parole. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 15 dicembre nel prestigioso spazio espositivo del Museo Archeologico Faggiano di Lecce, in via Ascanio Grandi, 56 (Porta San Biagio), e avrà come titolo “E nel settimo giorno Dio si riposò”, viaggio nella creazione biblica. Eleonora, nota anche come “La Pupazza”, espone in questo spazio due sue opere dal sapore onirico-psichedelico, dove la figura dell’universo si propana nei colori e nelle luci che partono dall’infinetesimo fino a giungere all’immenso. Al contempo la sua opera continua con la sempre maggiore affermazione della sua creatura “La pupazza con l’occhio”, che sta diventando un cult presso i giovanissimi.


Parabita “Borgo Incantato”

18 ilgallo.it

verso Natale

L’evento. Fino al 24 dicembre tutto il centro storico

Un

sarà reso magico dalle calde atmosfere natalizie

piccolo mondo reso magico dalle calde atmosfere natalizie, dedicato ai bambini e a chi ama il Natale. È così che si svelerà il centro storico di Parabita trasformandosi nel “Borgo Incantato”. Un paesaggio magico, fatto di suggestive atmosfere che stregheranno il visitatore nel corso di tutte le domeniche di dicembre. Il centro antico di Parabita e la centralissima Piazza Umberto I saranno, quindi, la “sede permanente” della casetta di legno di Babbo Natale, oltre che luoghi di incontri, di laboratori, di giochi e mille sorprese. Grazie alla collaborazione tra la nuova Associazione Commercianti, l’Associazione Artigiani, la Pro Loco, l’Adovos, Laliberamente, l’agenzia di comunicazione Ideazione e il patrocinio del Comune, il Natale a Parabita sarà tutto da vivere. Tra gli appuntamenti più attesi, il particolarissimo “Luna Park sotto la neve”, vero e proprio mini parco giochi che sarà “imbiancato” da effetti speciali che porteranno la neve anche nelle giornate di sole. Appuntamenti musicali (domenica 11 e domenica 18 dicembre con orchestre e cori composti interamente da bambini), oltre al particolarissimo evento de “L’ospedale dei pupazzi”, organizzato d’intesa con la Croce Rossa Italiana, Comitato locale di Casarano, e l’associazione “Cuore e mani aperte onlus” di Lecce. L’originale “clinica” sarà dedicata a tutti quei bambini che vorranno far “curare” le proprie bambole e i propri pupazzi dagli allegri medici della Clownterapia. L’iniziativa mira a sfatare, nei più piccoli, la comune “paura del medico” oltre a sensibilizzare gli adulti in merito a sodalizi di volontariato che tanto fanno sul territorio. L’accesso alla manifestazione è gratuito. Vale la pena ricordare che, in tutte le domeniche di dicembre, gli esercizi commerciali del territorio comunale di Parabita rimarranno aperti per offrire a tutti la possibilità di effettuare i propri acquisti natalizi in piena tranquillità. Iniziata il 4 dicembre, la manifestazione prosegue domenica 11, dalle 10, con “A casa di Babbo

Natale” in collaborazione con Adovos “F. Greco”. Dalle 17 alle 18, “Il Natale in una fiaba”, lettura di brevi racconti per bambini e ragazzi sul Natale e dintorni a cura de “Laliberamente”. Dalle 18 alle 19, “Girodigiochi”, giochi per creare e premiare la simpatia e la voglia di stare insieme. Alle 19,30, presso la Chiesa San Giovanni Battista, “Incanto”, rassegna musicale e il coro di voci bianche “Cinciallegre” in “Vi raccontiamo il Natale”. Domenica 18, dalle 10, “A casa di Babbo Natale” e “L’ospedale dei pupazzi”; dalle 17 alle 18, “Il Natale in una fiaba”; dalle 18 alle 19, “La Tombola dei bambini”, con in palio numerosi premi e tanto divertimento; dalle 19,30, presso la Chiesa San Giovanni Battista per la rassegna musicale, “Incanto”, il concerto della “CST - Orchestra”. Sabato 24 dalle 17 alle 18, “Il Natale in una fiaba”; dalle 18 “Doni ai bimbi buoni…”, distribuzione dei regali da parte di Babbo Natale a cura dell’Adovos “F. Greco”. Tutti i giorni dalle 10 il “Luna park sotto la neve”: i bambini potranno usufruire di biglietti omaggio distribuiti presso gli esercizi commerciali di Parabita.

10/16 DICEMBRE 2011

Anche Taviano ha il suo Mercatino di Natale

In

un periodo di “vacche magre” per la grave crisi economica che attanaglia il nostro Paese, Taviano ha voluto dare una grande risposta, organizzando per la prima volta nella sua storia, sul suo corso centrale, Corso Vittorio Emanuele II, cuore pulsante della sua economia, il primo mercatino natalizio. Questa iniziativa, voluta dall’Assessorato alle Attività produttive del Comune, vuole rilanciare l’arte del presepe con il coinvolgimento di diversi artigiani specializzati nella lavorazione della cartapesta, della terracotta, del legno e dei prodotti tipici dolciari. Gli artigiani che venderanno i loro prodotti saranno collocati in tantissime pagode che faranno da luminoso corollario al mercatino, dove non mancherà, ai tanti curiosi, la possibilità di ammirare tutto ciò che serve per addobbare al meglio il proprio albero di Natale (palline di ogni colore e grandezza, filanti, stelle di Natale), il presepe con statuette in legno, in cartapesta e terracotta, ecc. Il mercatino si chiuderà il 6 gennaio e resterà aperto al pubblico, dal lunedì al giovedì dalle 16 alle 20; venerdì, sabato domenica e i giorni festivi (compresi il 24 ed il 31 dicembre) ed il 6 gennaio il mercatino sarà aperto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21. Il giorno di Natale e quello di Capodanno dalle 16 alle 20. L’area interessata è stata individuata sulla piazzetta di Corso Vittorio Emanuele II tra la sede della Protezione civile e Piazza Don Luigi Antonazzo. Proprio perché si tratta di una iniziativa nuova e diretta alla promozione del territorio, la tassa di occupazione del suolo pubblico e l’allaccio alla rete pubblica saranno completamente esentati. Così l’assessore alla Attività produttive, Leonardo Tunno: “È nostro preciso obiettivo creare una tradizione che nel tempo diventi sempre più importante. Ringrazio di cuore i tanti artigiani che con grande partecipazione mi hanno affiancato nella realizzazione dell’iniziativa”. Parole di apprezzamento anche dall’opposizione con Francesco Pellegrino: “Noi vediamo in questa iniziativa i parametri ideali attraverso i quali si può tentare il rilancio definitivo del nostro amato corso, soprattutto in questo periodo di grave crisi economica. Quando la maggioranza mette in campo buone azioni noi siamo i primi ad appoggiarle”. Giuseppe Aquila


attualità

10/16 DICEMBRE 2011

Taviano ospita il Festival dei talenti

S

elezioni l’11 dicembre presso gli studi The Best; il 15 dicembre la finalissima al Teatro Multiplex Fasano. La manifestazione “Talento Festival”, prodotta da Best Production sotto la direzione artistica di Nando Mancarella, giunge alla terza edizione. Il concorso è aperto a tutti i generi musicali e a tutti i cantanti solisti o associati in gruppi musicali, di età compresa tra i 13 ed i 35 anni. Il nuovo progetto è stato da subito sposato e condiviso sia dal Comune di Taviano che da quello di Gallipoli, che ne sono diventati i principali attori istituzionali, con il patrocinio della Provincia e della Regione. L’evento si caratterizza come una vera e propria produzione artistica, che punta ad impreziosire il nostro meraviglioso terri-

ilgallo.it

19

torio. Un forte richiamo in cui il contesto socio-culturale dovrebbe manifestare ciò che è talento, ciò che diventa capacità umana, che ha pertanto bisogno di estrinsecarsi per creare nuove opportunità di crescita e di formazione con particolare attenzione verso il mondo giovanile. Il “Talento Festival” diventa quindi un importante trampolino di lancio e di cura e sviluppo formativo delle potenzialità giovanili che in tal contesto si evidenziano. Anche in questa terza edizione i vincitori avranno delle opportunità concrete ovvero il passaggio in una serie di radio del loro brano inedito, la produzione di un video musicale e l’accesso diretto alle selezioni finali del Festival Show. Info e regolamento: www.bestproduction.it.

L’artigianato e la sua evoluzione Si

Concorso fotografico. Per far emergere una categoria poco valorizzata e considerata è concluso il 2° Concorso Fotografico “L’artigianato e la sua evoluzione” organizzato dal CNA Casarano e dal CNA Lecce Comunicazioni. Il Concorso Fotografico nasce con lo scopo di far emergere, attraverso le immagini, la vita lavorativa dell’artigiano nella sua evoluzione, una categoria poco valorizzata e poco considerata dal mondo politico su cui si basa, comunque, gran parte dell’economia del nostro Paese, portando così in evidenza realtà apparentemente semplici ed umili ma molto significative per il futuro dei nostri giovani. Per il concorso sono pervenuti oltre 70 elaborati da tutta Italia. La giuria era composta da Alessandra Tornese per il CNA Lecce, Paolo De Vergilio, grafico pubblicitario, e il giornalista barese Massimo Longo. Grazie alla qualità delle immagini, la scelta non è stata facile e la giuria si è espressa basandosi non tanto sull’aspetto artistico della foto quanto sul messaggio che l’immagine, attinente al tema del Concorso, è riuscita a trasmettere. Alcune foto, particolarmente belle, hanno messo in seria difficoltà i giurati, in particolare quando si è giunti all’assegnazione del secondo e del terzo posto. Il primo posto è stato assegnato a Marcello Rossetti di Galatina che ha ottenuto il punteggio più alto da parte della giuria, proprio perché dalla foto si evince come l’arte della costruzione delle luminarie si sia evoluta con il tempo: dai semplici disegni eseguiti a mano si è passati alla pro-

gettazione di scenari luminosi complessi utilizzando software informatici evoluti, inoltre ne evidenzia il moderno sviluppo con la sostituzione delle vecchie lampadine ad incandescenza per i modernissimi Led a basso consumo ed alta luminescenza. Il secondo posto è stato assegnato alla foto di Giovanni De Micheli di Casarano che mostra come per la progettazione delle calzature si ricorra, ormai, all’utilizzo del computer e di attrezzature tecnologicamente avanzate. Per il terzo posto, invece, è stata scelta la foto n. 10 di Emanuele Rizzello di Taurisano, di 15 anni, che con il suo elaborato ha voluto mostrare l’evoluzione e la trasformazione di un prodotto offerto dalla terra in un oggetto artisticamente unico. Un attestato speciale per l’originalità è stato assegnato, ex aequo, alla foto di Beatrice Quartone di Floridia (SR) e alla foto dell’Associazione Nova Vita di Casarano; alla foto di Giulia Maria De Giorgi di Brindisi e alla foto n. 19 di Nico Pedaci di Parabita sono stati assegnati due riconoscimenti particolari per le foto più artistiche. Tutte le foto del Concorso sono esposte in una Mostra fotografica appositamente organizzata presso il quartiere fieristico di Galatina, Padiglione Blu Stand 1, in occasione di Natale in Fiera dall’8 all’11 dicembre 2011. La premiazione si svolgerà il 5 gennaio 2012 in occasione dell’inaugurazione della nuova sede zonale della CNA Casarano in viale Francesco Ferrari, 58, dove verrà consegnato a tutti i partecipanti un attestato.


20 ilgallo.it

L’innovazione arriva dal Salento attualità

10/16 DICEMBRE 2011

Progetto salentino. “Taggalo” riceve il Premio nazionale dell’innovazione

Cosimo Distante

Luca Nestola

N

Una tecnologia per monitorare la corretta diffusione degli spot pubblicitari

ell’ambito della finale di “Working Capital - Premio nazionale innovazione”, il giro d’Italia nel mondo dell’innovazione promosso da Telecom Italia e Pni Cube, la cui finale si è svolta a Torino, il Consiglio nazionale delle ricerche si è aggiudicato il primo premio per il settore Ict con il progetto “Taggalo”. Presentato da un team dell’Istituto nazionale di ottica (Ino-Cnr) di Arnesano e già vincitore del premio speciale per la migliore comunicazione nell’ambito della Start Cup Cnr – il Sole 24 Ore 2011, il progetto propone l’installazione di particolari sensori sugli schermi televisivi pubblicitari presso aeroporti, stazioni e centri commerciali in grado di monitorare la corretta diffusione degli spot e acquisire informazioni sul gradimento da parte del pubblico. “Si tratta di una tecnologia che attualmente non esiste sul mercato: fondamentale quindi è ora il fattore tempo, per arrivare entro un anno alla definizione di un prodotto”, afferma Cosimo Distante, il ricercatore Ino-Cnr a capo del progetto, che ha ricevuto un premio del valore di 100mila euro.

“Il sistema taggalo”, spiegano i ricercatori dell’Ino-Cnr Cosimo Distante e Luca Nestola (coadiuvati dall’imprenditore leccese e ingegnere elettronico, Pierluigi Carcagnì) “è in grado non solo di capire quale spot va in onda in ogni momento attraverso una microcamera che osserva la scena prospiciente lo schermo Lcd, ma è anche in grado di contare il numero dei volti che osservano lo spot. Questo è possibile grazie alle tecniche di elaborazione dell’immagine che abbiamo derivato da altri settori come quello della sicurezza (la videosorveglianza intelligente) in cui l’Ino lavora da anni”. In pratica il sistema studiato dal gruppo di ricerca salentino, di pratica e semplice fruizione, effettua un conteggio dei volti e calcola il tempo medio di osservazione, garantendo in toto la privacy degli utenti. Il sistema consente all’agenzia pubblicitaria che gestisce gli schermi, attraverso ad un semplice collegamento internet, di capire se gli investimenti in pubblicità siano stati utili o meno, consultando la statistica circa la diffusione degli spot ed il relativo livello di gradimento per area geografica o per tipologia di settore commerciale.

Le strade del Natale a Tricase Pierluigi Carcagnì

T

Domenica 11. Negozi aperti fino a tardi e, dalle 17, centro aperto solo ai

pedoni. Luci, addobbi, artisti di strada e giochi gonfiabili per i più piccini

ricase si prepara al Natale con un evento che coinvolgerà tutto il centro cittadino. Seconda edizione de “Le strade del Natale”, che lo scorso anno ha riscosso un grande successo di pubblico. Domenica 11 dicembre, a partire dalle 17, il centro di Tricase diventerà di nuovo una zona esclusivamente pedonale, dove luci e addobbi faranno da cornice agli artisti di strada, ai giochi gonfiabili per i più piccoli, alle degustazioni di prodotti tipici e alle esposizioni dell’artigianato locale. L’evento, organizzato dalla locale Associazione Commercianti, con il patrocinio del Comune di Tricase, punterà sul successo della prima edizione portando qualche novità e coinvolgendo l’intero centro cittadino, snodo di piccole e grandi attività commerciali, le più importanti vie della città, da via Roma, passando da Piazza Cappuccini, per finire in Piazza Pisanelli e fino a via Stella d’Italia attraverso il centro storico, cuore dell’artigianato artistico locale, con tutte le attività commerciali aperte fino a tardi. In arrivo quest’anno anche la casa di Babbo Natale, per la gioia dei più piccini, e uno zampognaro in costume tipico che allieterà la serata con le musiche natalizie. Nuovo passo avanti verso l’obiettivo primario di far riconquistare alla

città di Tricase il ruolo di capofila dei Comuni del Capo di Leuca, puntando sul commercio, l’accoglienza, la disponibilità, l’intrattenimento, la coesione delle attività commerciali coinvolte, che da mesi lavorano per l’ottima riuscita della manifestazione. Saranno allestiti punti con musica dal vivo e con l’animazione dei Dj. E ancora musica con gli allievi del corso “Strumento musicale” dell’Istituto Comprensivo I Polo e quelli della scuola ad indirizzo musicale del II Polo. Si punterà anche sulla solidarietà: accanto alla casa di Babbo Natale in Piazza Cappuccini, verrà allestito un gazebo da Smile per raccogliere fondi per Camilla, bambina affetta da una rara malattia. I donatori riceveranno in omaggio un ticket da spendere nei punti distribuzione del panettone. “Le Strade del Natale”, fortemente voluto dalla presidente dell’Associazione Commercianti Tricase, Sabina Legari, e dal vice presidente Saverio Turco, è un evento che godrà della collaborazione di Cooperativa Smile Club e Allegramente, per la sezione dedicata ai bambini; di Salento Gold Service per la comunicazione e il marketing. Sponsor ufficiale della manifestazione Rosa Blu. (In caso di pioggia l’evento sarà posticipato al 15 dicembre).


A Calimera la lettura ti fa grande 10/16 DICEMBRE 2011

T

appuntamenti

ilgallo.it

21

Festival dei Piccoli Lettori. Quattro giorni di incontri, spettacoli, letture, laboratori e una grande mostra mercato con i libri delle Case editrici specializzate in letteratura per ragazzi orna a Calimera, da giovedì 15 a domenica 18 dicembre, “La lettura ti fa grande”, festival dei Piccoli Lettori, giunto alla 12^ edizione, organizzato da Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, Comune di Calimera, Istituto Comprensivo di Calimera, Associazione Presidi del libro, Libreria il Giardino delle Nuvole, in collaborazione con Cooperativa Kama e con il patrocinio dell’Istituto scolastico regionale. Il festival è realizzato grazie al lavoro e all’impegno delle insegnanti dell’Istituto Comprensivo di Calimera, alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale e in particolare dell’assessore alla Cultura, Leo Palumbo, e alla curiosità di tutti i piccoli lettori che, come ogni anno, leggeranno e valuteranno i libri in concorso. Quattro giorni di incontri, spettacoli, letture e laboratori dedicati al mondo dei piccoli lettori e una grande mostra mercato con i libri delle Case editrici italiane specializzate in letteratura per ragazzi. Gli autori presenti al festival e in concorso in questa edizione sono Guido Sgardoli, Laura Walter, Emanuela da Ros, Angela Nanetti, Chiara Carminati. La manifestazione prenderà il via giovedì 15, alle 17,30, presso il Nuovo Cinema Elio con la consegna del Premio Città di Calimera che sarà conferito a Massimo Polidoro, l’autore più votato dai piccoli lettori tra quelli presenti in concorso nella scorsa edizione: il suo libro, “La squadra dell’impossibile - Il complotto di Frankenstein” (edizioni Piemme), ha conquistato la giuria dei ragazzi del festival. Venerdì 16, dalle 9,30, aprirà le porte la mostra mercato dell’editoria per ragazzi, allestita presso la sala polifunzionale dell’Isti-

tuto Comprensivo nella quale saranno presenti oltre quaranta Case editrici nazionali e locali tra le più importanti nell’ambito della letteratura per ragazzi: Salani, Piemme, Mondadori, Giunti, Nuove Edizioni Romane, Motta, Coccinella, Fabbri, ecc.. Sempre alle 9,30 appuntamento con gli autori presenti quest’anno al festival che presenteranno ai piccoli lettori i loro nuovi lavori: Guido Sgardoli (Due per uno, Nuove edizioni Romane), Laura Walter (Dietro con chi c’è, Emme edizioni), Emanuela da Ros (Odio la matematica, Nuove Edizioni Romane) Angela Nanetti (Morte a Garibaldi) e Chiara Carminati (A Z nella buccia dell’astuccio). Alle 10,30 il Nuovo Cinema Elio ospiterà lo spettacolo di animazione di Geronimo Stilton, l’amato topo-giornalista protagonista delle avventure dei libri di Elisabetta Dam tradotti in 35 lingue diverse, che dal 2010 hanno venduto 45 milioni di copie in 150 Paesi, di cui 20 milioni nella sola Italia. Alle 17 appuntamento in Bibliomediateca per il workshop di Chiara Carminati dal titolo Perladiparole, percorso sulla poesia per insegnanti e addetti ai lavori. Sabato 17, alle 9,30, al Nuovo Cinema Elio tornerà “A colpi di libri”, con gli autori ospiti del festival che, tutti insieme, incontreranno i piccoli lettori e poi alle 11 ognuno presenterà il proprio libro. Sempre nella mattinata l’ospite d’onore Geronimo Stilton firmerà autografi ai ragazzi presenti. Domenica 18 il festival si concluderà con una grande festa e un altro appuntamento con Geronimo Stilton (alle 16,30 al Cinema Elio). Anche quest’anno, infine, durante tutto il corso del festival si terranno laboratori di animazione a tema: scrittura creativa, costruzione di libri, letture animate a cura della Coop. Sociale “Il Dado Gira”.

L’

Ladri di emozioni a Lecce

Associazione Centro di Relazioni Umane Teseo organizza a Lecce, con il patrocinio del Comune di Lecce (Assessorato Cultura Turismo Spettacolo), un ciclo di seminari dal titolo “Ladri di emozioni: soggettività violate e memoria negata”. Gli incontri affrontano alcuni aspetti della vita psichica, partendo dalla nascita dell’idea di follia, passando per la sua istituzionalizzazione, per arrivare a stabilire l’importanza degli affetti e delle emozioni nelle relazioni umane. Ogni incontro prevede, oltre agli interventi dei relatori, documenti filmati, testimonianze, performance teatrali di Simone Franco, attore e regista, e l’esposizione di alcune opere dell’artista Mario Catalano. Il calendario prevede appuntamenti mercoledì 14 dicembre (alle 18, Spazio Sociale Zei) e poi 21 gennaio, 25 febbraio, 31 marzo e 21 aprile (sempre alle 18 a Palazzo Turrisi). Info: 338/1692809; mail: teseo.centrodirelazioniumane@gmail.com.

S

Il libro di Villani a Cannole

abato 17 dicembre, dalle 18, presso la sede della Pro Loco Cerceto di Cannole, verrà presentato il libro dal titolo “Cannole, dal villaggio bizantino alla terra rinascimentale”, lavoro dell’archeologo e storico cannolese Cristiano Villani. Si tratta di una ricerca storica archeo-topografica sul territorio cannolese per comprendere le varie fasi evolutive dell’abitato di Cannole, dall’antico insediamento bizantino alla formazione del borgo murato rinascimentale detto “terra”. Presenterà l’iniziativa il presidente della Pro Loco, Giuseppe Russo; interverrà, oltre all’autore del libro, anche il prof. Paul Arthur, docente di Archeologia e Topografia medievale all’Università del Salento.


Turismo: nasce “Living Specchia” 22 ilgallo.it

attualità

10/16 DICEMBRE 2011

Si

Associazione tra operatori turistici. Ha l’obiettivo di favorire la qualità e la promozione

della città collaborando con tutte le Istituzioni. Maurizio Antonazzo nominato direttore visto dallo Statuto, acquisendo il diritto a parè costituita l’Associazione “Living tecipare effettivamente alla vita del sodaliSpecchia”, sodalizio composto da 15 zio. Lo Statuto prevede anche la figura di soci fondatori, titolari di attività opesocio sostenitore per coloro che intendano ranti a Specchia nei servizi di allogconcretamente appoggiare le iniziagio, ristorazione e al turismo. L’Associazione tive e le attività di “Living Specha come obiettivo di creare una rete tra i chia”. Come previsto dallo Statuto, soggetti, individuali e organizzati, intel’Assemblea dei Soci ha nomiressati a favorire la qualità e la promonato un Direttore, scegliendo il zione turistica di Specchia. Il sodalizio Maurizio Antonazzo, boccosi propone di cooperare e interfacciarsi niano, giornalista ed esperto di con tutte le istituzioni pubbliche e priMaurizio comunicazione turistica, il vate. I soci fondatori hanno eletto FeAntonazzo quale avrà il compito di rapprederica Francesca Ricchiuto alla carica di sentare il sodalizio presso tutte le presidente e Assunta Scarcia a quella di vice istituzioni pubbliche e private, operando con la maspresidente. All’Associazione possono iscriversi, in sima autonomia, ma a stretto contatto con l’Assemqualità di Soci Ordinari, tutte le persone fisiche e/o blea dei Soci. “Ringrazio i soci fondatori per la giuridiche che siano proprietarie e/o che gestiscono fiducia nei miei confronti. Ritengo di fondamenattività dei servizi di alloggio, attività dei servizi di tale importanza che il sodalizio sia nato con ristorazione e servizi al turismo, operanti nel terril’obiettivo di “fare rete”, promuovendo la località torio comunale di Specchia, accettando quanto pre-

A

Taekwondo D’Amico: quanti primati

ncora una grande prova di carattere della Scuola Taekwondo D’Amico di Tricase, che si riconferma per il secondo anno consecutivo prima classificata al Campionato Interregionale di Forme del Lazio che si è svolto a Fondi (Latina). Altissimo il livello della gara e numerosi gli atleti che vi hanno preso parte: 656 per 55 Società sportive provenienti da tutta Italia. La Taekwondo D’Amico e i suoi atleti hanno tenuto testa agli avversari conquistando il bottino più corposo: 18 ori, 15 argenti e 15 bronzi e il primo posto tra le Società sportive. Dunque la squadra da battere anche nel Lazio dopo che in Puglia domina incontrastata la scena da cinque anni consecutivi. La storica Scuola di Tricase ha preso parte al Campionato con 81 atleti in una gara che è durata ben 13 ore prima di dare il verdetto finale. Due sono le soddisfazioni del Maestro Luca D’Amico: il ritorno sul podio di Maria Marra, 15 anni, e le tre medaglie nella classe over 35 di Roberto Figini, Tiziana De Santis e Annalisa Luna, tre genitori che hanno iniziato a praticare il Taekwondo per divertimento e che per questa occasione hanno voluto dare un grande contributo di presenza e di medaglie alla squadra.

E

e ricercando nuovi vantaggi competitivi, per affrontare il mercato turistico in modo innovativo, rapido e con dimensioni molto più ampie, grazie alla notorietà acquisita da Specchia negli ultimi anni. La nostra cittadina registra decine di migliaia di presenze nella stagione estiva e “Living Specchia” vuole contribuire ad aumentare le presenze nei periodi di destagionalizzazione, rivolgendosi anche al mercato del turismo estero. Il sodalizio ha predisposto degli interessanti pacchetti turistici per le prossime festività natalizie e, nei giorni scorsi, il Presidente dell’Associazione ha partecipato a Bari all’ “Italy Symposium USA 2011”, dove ha incontrato ed avviato dei contatti con alcuni Tour Operator statunitensi e tra qualche settimana i soci ospiteranno a Specchia una tappa di un Educational Tour di giornalisti della stampa nazionale, con la finalità di far conoscere le peculiarità della nostra località anche nel periodo natalizio ed invernale”.

La magia nei colori di Salvatore Brigante

cco Salvatore Brigante nella sua nuova evoluzione artistica. Ci aveva impressionato favorevolmente come scrittore, poeta delle pietre, cantautore, non meno delle sue abituali occupazioni di restauratore edile e abile orchestratore di piante nella creazione di giardini, belli e rispettosi della natura di ciascun ramo. Adesso è il colore che ha catturatola sua attenzione, quel colore che, al pari di alcuni suoi canti, esprime in maniera violenta nei quadri in questa sua nuova produzione. Pittura primitiva, ricca di simboli, dove le tonalità restituiscono appieno i suoi stati d’animo, che sentiamo nostri, e che crescono rigogliosi in questo inizio di millennio: paura, rabbia, confusione, speranza. Prospettive profonde e barriere architettoniche riflettono in maniera fedele l’essenza del nostro sentire. La mutazione, nel passare del tempo e dei nostri stati, la ritroviamo nelle sue “tavole in sequenza”, fotogrammi del come eravamo, come siamo e come diventeremo. Ci sorprende Salvatore, nella capacità di esprimere le nostre angosce, i nostri sogni, foglia sensibile capace di captare e resistere ad aliti di vento o bore tempestose. Fluttua tra le diverse arti forte della sua creatività e del suo sentire nel nuovo mondo, sganciato da logiche baronali di ambienti accademici autoreferenziali, dove si può esporre su internet o in un mercato di fiori. Nuovo mondo dove Brigante veleggia egregiamente ed è visibile sul suo sito personale o su youtube. Luigi Leone


tempo libero

10/16 DICEMBRE 2011

mazione m a r g o i n pr cembre dal 9 di

LECCE - MULTISALA MASSIMO TEL. 0832/307433 Sala 1

16,45 (festivi e pre) 18,35 - 20,30 - 22,25

midnight in Paris Sala 2

16,30 (festivi e pre) 18,30 - 20,30 - 22,30

il giorno in più Sala 3

ilgallo.it

20,50 - 22,35

scialla!

Al cinema

SURBO - THE SPACE CINEMA TEL. 0832/812111

GALLIPOLI - CINEMA ITALIA TEL. 0833/568653

Sala 1 15,10 - 17,40 - 20,10 - 22,40

Sala 1 16 (dom.) - 18 - 20,15 - 22,30

Il giorno in più

Ligabue - campovolo2.0 (3D)

Sala 2

Sala 2 16 (dom.) - 18 - 20,15 - 22,30

15,20 - 17,40 - 20 - 22,20

midnight in Paris

il giorno in più

Sala 3

Sala 3 16,30 (dom.)-18,30-20,30-22,30

15,10 - 17,30 - 19,50

midnight in Paris

happy feet 2

Sala 4

16,45 (festivi e pre) 18,35 - 20,30 - 22,25

Sala 4 15,35 - 17,55 - 20,15 - 22,35

anche se è amore non si vede

anche se è amore non si vede

Sala 5

20,10 - 22,20

Ligabue - campovolo2.0 (3D)

Sala 5

15,15 - 17,40 - 20,10

lo schiaccianoci (3D) Sala 6

15,55 - 18,45

real steel

Saturno opposto e plutone in quadratura frenano ancora i progetti di molti arieti. Solo i nati all’inizio del segno sono stimolati da urano.

Cancro

Toro

Giove congiunto e plutone in splendido trigono sono una garanzia di successo per la prima decade. Gli altri invece devono per ora pedalare da soli.

Leone

Il vostro cielo è ancora nuvoloso, pieno di transiti frenanti, come urano, saturno e plutone. Rimandate le vostre conquiste a tempi migliori.

Per voi il cielo è splendente, grazie al bellissimo trigono di urano e al sestile di saturno. Datevi da fare e non resterete delusi.

Bilancia

Scorpione

Urano e plutone bloccano sempre la prima decade sul piano pratico. Gli altri, invece, sono stimolati da nettuno e saturno e sono più liberi di agire.

Marte e plutone sono favorevoli alla prima decade e vi conviene approfittare di questi transiti rari. Gli altri non sono messi male, ma solo meno favoriti.

Capricorno

Acquario

Marte in trigono vi darà un bel po’ di energia fisica, che vi è stata tolta dalla doppia quadratura di saturno e urano che subite da tempo.

A parte la quadratura di giove alla prima decade, che può incrementare le uscite di denaro, il cielo è sempre meraviglioso, grazie a saturno, urano e nettuno.

Gemelli

Urano in sestile, nettuno e saturno in trigono sono transiti rivoluzionari. Portate avanti con fiducia i vostri progetti e non dite, poi, che è stato solo merito vostro.

Vergine

La prima decade viaggia sempre a gonfie vele, grazie a plutone e giove in trigono. Gli altri devono camminare da soli, ma senza ostacoli per ora.

Sagittario

Saturno in sestile e urano in trigono continuano l’azione rivoluzionaria. Transiti potenti, che lasciano il segno: proseguite per la vostra strada tranquillamente.

Pesci

Plutone e giove sono sempre favorevoli alla prima decade, che col tempo potrà realizzare grandi cose. Gli altri devono ancora pedalare da soli, senza manne dal cielo.

Sala 1

16, 15 (sab. e festivi) 18,20 - 20,20 - 22,20

15 - 17,30 - 20,05 - 22,40

Ligabue - campovolo2.0 (3D) Sala 8

17,25 - 20 - 22,35

twilight saga: breaking dawn

GALLIPOLI - CINEMA SCHIPA TEL. 0833/568653 16 (dom.) - 18 - 20,15 - 22,30

real steel TRICASE - CINEMA MODERNO TEL. 0833/545855 17,15 - 19,30 - 21,45

Ligabue - campovolo2.0 (3D) TRICASE - CINEMA AURORA TEL. 0833/544113

napoletans Sala 2

16, 15 (sab. e festivi) 18,15 - 20,20 - 22,20

17,30 - 19,30 - 21,30

Sala 9 15,10 - 17,40 - 20,10 - 22,40

midnight in Paris

1921 il mistero di Rockford

miracolo a Le Havre Sala 3

20,20 - 22,20

le nevi del Kilimangiaro Sala 4

16, 15 (sab. e festivi) 18,15 - 20,15 - 22,15

GALATINA - CINEMA TARTARO TEL. 0836/568653

TRICASE - CINEMA PARADISO TEL. 0833/545386

17,30 (sab. e dom.) - 19,30 - 21,30

17,30: happy feet (3D) 19,30 - 21,30: il giorno in più

anche se è amore non si vede

1932 il mistero di Roockford

sabato 10 domenica 11 lunedì 12 mattina

Ariete

16 dal 10 al dicembre

pomeriggio

di Eugenio Musarò (www.eugeniomusa.com)

sera

lo dic ono l e ste l le

Sala 7

LECCE - CITY PLEX SANTA LUCIA TEL. 0832/343479

23

- settegiorni

martedì 13 mercoledì 14 giovedì 15

venerdì 16

15°

16°

16°

15°

15°

15°

14°

18°

18°

18°

16°

16°

16°

16°

16°

16°

16°

15°

15°

15°

14°

TROVA I GALLETTI,

IL REGOLAMENTO

Cerca tra le pubblicità e individua i 3 galletti “mimetizzati”. Telefona lunedì 12 dicembre dalle ore 9. Tra i primi 50 che prenderanno la linea sarà estratta una vacanza per 2 persone (due adulti più eventualmente un bambino gratis) offerta da CHATEAU D’AX a MAGLIE. In palio anche: i BIGLIETTI per i CINEMA di GALLIPOLI, GALATINA e TRICASE; una CONFEZIONE DI VINI offerta da ENOTECA VANTAGGIATO a TRICASE; PIZZA E BIRRA presso il MAGNA MAGNA di ALESSANO; due aperitivi al BAR MAL GLEF a MIGGIANO; Pizza e bevanda da BORGO VECCHIO a MIGGIANO; un PUPAZZO DI PALLONCINI da BALLOON SHOP a RUFFANO; un paio di occhiali per presbite offerti da OTTICA MODERNA di TRICASE e PRESICCE; DUE APERITIVI presso DOLCI FANTASIE di SAN CASSIANO; BUONO SCONTO DI EURO 50 da applicare sull’acquisto di occhiali da sole o da vista presso OTTICA MORCIANO di TRICASE, ANDRANO, TIGGIANO e CASTRO; una BOTTIGLIA DI VINO offerta da LE VIGNE DEL SALENTO di SALVE; UNA PIZZA presso LA BELLA VITA di CARMIANO; DUE LAMPADE ABBRON ZANTI al CENTRO BIOS di TRICASE; 2 PIZZETTE presso LA PIZZETTERIA di Piazza Pisanelli a TRICASE.

NON SONO AMMESSI GLI STESSI VINCITORI PER ALMENO 3 CONCORSI CONSECUTIVI. NON SI ACCETTANO NOMINATIVI DELLA STESSA FAMIGLIA TELEFONA LUNEDÌ 12 DICEMBRE DALLE ORE 9: 0833/545 777


24 ilgallo.it

ultima

10/16 DICEMBRE 2011


Il Gallo nr. 26 del 10 dicembre 2011