Page 1

Gallo

il

Anno 15, n. 10 - 17/30 aprile 2010 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it


2

ilgallo.it

pubblicitĂ

17/30 APRILE 2010


Gallo

il

VENTO in poppa

Anno 15, n. 10 - 17/30 aprile 2010 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

Strade sicure

Massimo Como: “Priorità” Nonostante lo sforzo della Provincia, tanti i cantieri aperti dopo anni...

6

Dopo De Grisantis

11

Aspettando il nuovo Vescovo “Celebra una Messa e ricordati del Vescovo che ti ha ordinato”

Rally di Casarano La stagione dei motori La classica primo dei 3 appuntamenti 29 in provincia

Con i galletti vinci il telefonino

TELEFONA Elidia LUNEDÌ 19 Corvaglia DALLE ORE 9 di solo ai numeri Giuggianello 328/1063910 ha già vinto 348/7145839 regolamento a pagina 28

10

Col

Il Salento va in porto con 40 milioni di euro I progetti. Tutto sui nuovi porti

di Gallipoli, Porto Cesareo, S. Cesarea, Tricase e Racale-Taviano


4

Casa riscaldata, noi in... mutande

Noi italiani paghiamo il gasolio da riscaldamento molto di più che in tutto il resto d’Europa: addirittura il 51% in più della media dell’Unione europea. Questo al lordo delle tasse, ma al netto scendiamo appena dal primo al terzo posto in Europa nella classifica dei più cari. In Italia il gasolio per riscaldamento costa ben 1,164 euro al litro, contro 0,768 della media europea: più del doppio che in Lussemburgo e quasi il doppio di Belgio e Gran Betragna. Con una media di mille litri di gasolio per il riscaldamento domestico, la famiglia italiana paga quasi 1.200 euro, contro i nemmeno 600 di una lussemburghese. Se anziché il gasolio usa il metano, la stessa famiglia italiana media spende circa mille euro fra riscaldamento e cucina. TELEFONA LUNEDÌ 19 APRILE DALLE ORE 9

Incentivi... incentivanti? giro d’opinioni

ilgallo.it

Trova i galletti e vinci un telefonino 328/1063910 348/7145839

17/30 APRILE 2010

Alfredo Prete. Il Presidente della Camera del

Commercio: “Piuttosto la Regione attivi i POR” presidente della CaIl mera di Commercio Alfredo Prete ritiene che

“tutti gli incentivi sono comunque positivi perché in ogni caso fanno ripartire alcune economie che sono ferme. Resta da vedere questi incentivi decisi dal Governo che effetto avranno anche perché mi pare che gli sconti siano tutt’altro che eccessivi, oltre che a termine, perché esauriti i 300 milioni destinati non ce ne saranno altri”. Ma Prete sottolinea anche come gli incentivi riguardino mercati che “poco hanno a che fare con il Mezzogiorno. Non Alfredo Prete

mi pare che ci siano aziende particolarmente coinvolte nella produzione dei beni che usufruiscono degli incentivi. L’unico settore che potrebbe giovarvisi è quello commerciale, per quanto riguarda la produzione non cambierà nulla”. Quale settore dell’economia salentina avrebbe maggiormente bisogno di una spinta? “Non vorrei essere disfattista ma, con questa crisi trasversale, mi verrebbe da dire tutti. Piuttosto sarebbe ora che la Regione desse il via a questi benedetti POR 2007-2013 che sono l’ultima occasione per il Salento e per la Puglia di far ripartire l’economia. Ci sono centinaia di milioni di euro che sono fermi ed in questo momento è davvero un peccato non poterne usufruire”.

Mario Vadrucci. Il Segretario provinciale della

Confartigianato: “Importante che gli incentivi non riguardino più solo le auto e la Fiat”

econdo Mario VaS drucci, segretario della Confartigianato, “ogni incentivo non può che essere accolto positivamente. Meglio quelli delle tasse… È importante che sia finito il tempo in cui si pensava che andassero incentivati solo gli ac-

quisti delle auto e delle Fiat in particolare. È evidente come sia un grande passo aver diversificato il discorso degli incentivi. E i benefici, oltre che sui consumatori e sui commercianti, avranno una ricaduta anche su tutti gli altri”. Anche a Vadrucci

è molto caro il tema dei POR 2007-2013: “È quello il vero snodo della nostra economia. Quello che proprio non ci manca sono le risorse economiche ma è chiaro che la Regione dovrà dimostrare in fretta capacità progettuale e di gestione di

Mario Vadrucci

quei fondi che potrebbero essere il nostro ultimo treno verso lo sviluppo”. Speciale incetivi da pag. 19


17/30 APRILE 2010

pubblicitĂ

ilgallo.it

5


6

Sulle strade dei ritardi ilgallo.it

Federico Scarascia feder@ilgallo.it

A

neppure un anno dal suo insediamento, abbiamo fatto il punto della situazione con Massimo Como, assessore all’Edilizia stradale (oltre ad Edilizia scolastica, Impiantistica sportiva e Sport) della Provincia di Lecce. Strade salentine che ogni giorno finiscono sotto accusa, anche se è doveroso premettere che non sempre rappresentano la principale causa dei tanti sinistri mortali che purtroppo quasi quotidianamente registriamo. Così come è doveroso premettere che in questi pochi mesi a capo dell’importante Assessorato, il dott. Como (“la sicurezza straMarina di Andrano - Tricase Porto: da 18 mesi è così...

lavori in corso

Massimo Como

L’Assessore provinciale all’Edilizia stradale: “La sicurezza è stata sin dal primo giorno una delle nostre priorità assolute!” dale è stata sin dal primo giorno una delle nostre priorità assolute!”) non poteva certo avere la bacchetta magica per affrontare quanto di notevole ereditato dalle precedenti Amministrazioni, pertanto molto è stato fatto ma moltissimo resta da fare. E con l’estate alle porte, spuntano ovviamente le impellenze. Ad esempio, la strada che da Tricase Porto conduce alla Marina di Andrano, sulla quale, proprio nei pressi dell’arrivo alla località andranese, c’è (ancora) un tratto di muretto da ricostruire e crollato in seguito alla mareggiata dell’inverno 2008. “La questione è ormai in via di risoluzione”, spiega l’assessore Como, “in quanto abbiamo già appaltato i lavori, peraltro ad una Ditta del posto, ed il tutto verrà risistemato prima dell’estate. Il progetto non comporta

grosse somme, diciamo che si aggirano sui 100mila euro. Questa vicenda l’Ente Provincia se la porta dietro da un paio d’anni ed è inutile sottolineare come anche questa si sarebbe potuta risolvere prima; invece ce la siamo ritrovata noi come un’emergenza…”. A proposito di problemi annosi, un altro è relativo all’interruzione della Lucugnano-Specchia. Per la quale però l’Assessore tiene subito a precisare che la responsabilità non è della Provincia: “All’origine ci sono i frequenti allagamenti causati dal cattivo funzionamento della struttura fognaria, con tombini che “saltano” facilmente. Prova ne sia che abbiamo in corso un contenzioso con l’Acquedotto Pugliese e con il Comune proprio perché, se siamo stati costretti a chiuderla, non è stato per colpa

17/30 APRILE 2010

La Specchia-Lucugnano interrotta da più di un anno

nostra. Anzi, appena cinque anni fa la Provincia aveva già effettuato opere di miglioria. Ed è chiaro che non possiamo ogni volta intervenire se prima non si risolve il problema delle acque fognarie che invadono la strada…”. Di strettissima attualità, poi, la TaurisanoMiggiano, dopo la morte di un centauro alla vigilia di Pasqua e l’intervento di Antonio Montonato, segretario cittadino di Taurisano del movimento politico “La Città - Progetto per il Salento” (“ancora oggi lamentiamo l’inerzia delle istituzioni provinciali”, ha accusato Montonato, “dinanzi alle tante vite spezzate su questa strada. Esiste un progetto per am-

p s è s c C d q a e e n l c o s r r e

E

s o s s d

o f c c è t s

c

d s

c S

c


17/30 APRILE 2010

parla l’assessore Situazioni ataviche. La strada tra Marina di Andrano e Tricase Porto transennata dall’inverno 2008, la Specchia-Lucugnano bloccata da anni, l’ingresso alla tangenziale di Tricase ancora da adeguare...

pliarla, tuttavia, nonostante sia stato più volte modificato, non è stato ancora avviato e forse è stato dimenticato in qualche cassetto. Perché?”). L’assessore Como ribadisce “la complessità del progetto d’intervento e quindi la necessità di valutarlo al meglio per non commettere errori. E’ una delle peggiori eredità accollatesi dall’Amministrazione Gabellone. Il rettilineo presenta dossi che compromettono la visibilità, oltre a numerose e pericolose stradine laterali. Un intervento radicale richiederebbe il totale rispetto della normativa vigente e cioè che sulle nuove strade la

larghezza non può essere inferiore a 10,50 mt., in alcuni 9,50 mt. Inoltre occorrerebbe creare delle complanari e considerata la lunghezza di questa strada, circa 8 km., non sarebbe una cosa semplice. Perciò nessun disimpegno da parte nostra, bensì la capillare analisi di un progetto davvero vasto e complesso”. Un accenno anche ai lavori inerenti la Rotatoria posta all’ingresso della Tangenziale “Cosimina” a Tricase: “Si devono fare il tracciamento e subito dopo l’immissione in possesso. Poi si procederà e,

massimo tre mesi, l’opera sarà definitiva”. Infine, in merito a quanto realizzato in questi pochi mesi, l’assessore Como ricorda che “abbiamo sbloccato opere ferme da anni” e cita “la Tangenziale Est di Galatina, inspiegabilmente chiusa al traffico da circa tre anni; la Galatina-Lecce; la LecceTorre Chianca; la Tangenziale di Leverano; la Lecce-Porto Cesareo, itinerario particolarmente affollato nel periodo estivo. Inoltre, ci stiamo occupando della Tangenziale di Maglie”.

la rotatoria d’ingresso della Tangenziale di Tricase

ilgallo.it

7

Neviano Canora L’Associazione “Sogni Musicali” di Neviano organizza, con il patrocinio del Comune, il Festival “Neviano canora” nelle serate di giovedì 15, venerdì 16 e sabato 17 aprile (dalle 20,30), presso l’Aula Polifunzionale. Il concorso è aperto a tutti i generi musicali, musica italiana ed internazionale, e i concorrenti (dai 17 anni in su) possono essere solisti, duo, trio e gruppi. I 18 cantanti in gara, accompagnati dal gruppo musicale organizzatore dell’evento, Adriano Mastore (tastiere), Ettore Mastria (chiatarra), Fernando Martalò (batteria) e Rocco Calò (basso), si esibiranno in gruppi di 9 nelle prime due serate e saranno riuniti nella terza. La competizione sarà seguita da una giuria di esperti che decreterà i vincitori. Nel corso delle serate interverrà il cabarettista Lino Prete e ci saranno le esibizioni di danza classica a cura di Cinzia Ria. Lo spettacolo sarà presentato da Annalisa Greco e Gianfranco Ascalone “Con questa edizione”, spiega il presidente Fernando Martalò, “vogliamo anche ricordare un nostro caro amico di Neviano, Mimino Risi, amante della musica, che partecipava a tutte le competizioni ed eventi del genere. L’ultima serata sarà dedicata a lui”. Fiorella Mastria

Noi contro la SS 275? Dis-informati! gregio Direttore, la petizione per il raddoppio della Statale 275 (così come previsto dall’ottimo e più che sostenibile progetto dell’ANAS) contro il ricorso della Regione, è stata già sottoscritta (con firme autentiche e “certificate”) da oltre 1500 cittadini residenti nel Capo di Leuca. Duole constatare che il Suo giornale non ha ancora pubblicato nessuno dei comunicati stampa diramati nelle scorse settimane dai sottoscritti al fine di arginare il fiume delle menzogne riportate durante tutta la campagna elettorale sui principali organi di dis-informazione locale, più propensi ad ospitare le fesserie di un Riccardo Scamarcio e di altri artisti prezzolati, che a dare voce alle istanze reali del territorio. Nei nostri comunicati non si tesse l’elogio della velocità. Tutt’altro, si è inteso stigmatizzare chi continua strumentalmente a contrapporre le ragioni della sicurezza a quelle dell’ambiente. E si è dimostrato come le 4 corsie, oltre a mettere in sicurezza la viabilità e a far guadagnare dai 20 ai 25 minuti (non 3-4 come ha scritto qualche politico da osteria), servirà a tutelare la salute di chi abita lungo l’attuale tracciato e paradossalmente a preservare due ampie fasce di rispetto stradale dalla proliferazione selvaggia di opifici e pannelli solari e a valorizzare il paesaggio circostante (così come è accaduto con la Statale 274 Leuca-Gallipoli). Perché anche sul Suo giornale non trovano spazio anche queste valide argomentazioni? Ci rifiutiamo di credere che il pensiero “dominante” negli ovattati salotti dell’élite ambientalista possa condizionare anche la Vostra linea editoriale.

E

Pro Loco Leuca, Sistema Locale Operatori Turistici e Gruppo Operatori Economici Capo di Leuca; Confcommercio; Comitato 4 Corsie; Gruppo calcistico “De Finibus Terrae” e Progetto PdL Castrignano del Capo

La lunga battaglia. Da sempre attenti solo a dar voce alla vera gente del Salento ed ai suoi problemi regiatissimi, duole più a me constatare che la battaglia che “il Gallo” ha sposato sin dal 1996 (!), che più volte ha trattato con titoli a nove e sei colonne in “prima” e con tanti approfondimenti, che in diverse occasioni ha dato sfogo alla presidente dell’Associazione familiari e Vittime della Strada, Eva Ruggeri; che il 5 aprile 2007 ha ospitato un Forum incentrato sulla “275” (con ospiti di riguardo fra cui Sindaci, Assessori provinciali, tecnici qualificati come l’ing. Francesco Sticchi Damiani); che ha dato la stura alla lotta del presidente del “Comitato 4 Corsie per la vita”, Biagio Ciardo; che ha preso ferme posizioni con miei editoriali, più e più volte, in questi 14 anni di vita del nostro Periodico; che tutto il lavoro svolto dalla nostra Redazione, non abbia causato in Voi quel “prurito critico” che, come una pustola, Vi è scoppiato fra le dita in questi giorni. Quel fiume di menzogne a cui fate cenno, che a puntate abbiamo pubblicato sul nostro Periodico senza generare effetto alcuno, ha prodotto in me (noi)

P

un’unica certezza: da 20 anni gli attori sulla scena di questo teatro dell’assurdo cambiano, ma invariabilmente producono un unico risultato, il nulla! Non so se imputare la débacle ai politici, alla società civile, ai Comitati che durano il tempo di un’Ave Maria; ai giornali che come avvoltoi piegano il loro dovere alla puzza di carogna; alla martoriata gente del Salento, senza schiena dorsale, che non sa disfarsi di personaggi blandi, insulsi e inconcludenti che fanno la tara fra gli interessi personali e quelli della collettività. So per certo, però, che quella che Voi chiamate dis-informazione locale, da sempre attenta solo a dar voce alla “vera” gente del Salento ed ai suoi problemi, non è più disposta ad asservire l’ennesimo figuro che fa il pari a quell’elite ambientalista a cui si contrappone, quell’elite ciarliera, zotica ed inconcludente, che non riuscendo a cambiare nulla nella sua vita, crede con gli editti di poterla cambiare agli altri. Luigi Zito


8

ilgallo.it

pubblicitĂ

17/30 APRILE 2010


Dal Coro della chiesa al Choeur de Radio France

17/30 APRILE 2010

C

on grande gioia don Luigi Mele, parroco della Chiesa di San Nicola di Tricase Porto, mi partecipava, alcuni giorni fa, la notizia che la nostra amica e componente solista del Coro di San Nicola di Tricase Porto, Alessandra Rizzello, si era esibita come soprano solista del Coro di “Radio France”, nello “Stabat Mater” di Antonin Dvorak, tenuto nella Eglise de SaintEustache di Parigi sotto la direzione del Maestro e Direttore musicale Matthias Brauer il 5 marzo scorso. L’usignolo del Coro di Tricase Porto ha spiccato il volo. Alessandra Rizzello è figlia di Cosimino e di Loreta Esposito. Ha trascorso infanzia ed adolescenza tra Taurisano e Tricase. Si è diplomata in pianoforte e canto al Conservatorio Musicale di Taranto. Ha seguito un corso per cantanti d’opera organizzato dalla Regione Veneto col partenariato del Gran Teatro “La Fenice” di Venezia. Successivamente ha proseguito gli studi per artisti del Coro Lirico-Sinfonico all’Accademia delleArti e Mestieri dello Spettacolo al Teatro “La Scala” di Milano, dove ha ottenuto il Diploma di Merito rilasciato agli studenti più meritevoli dell’Accademia. Grazie a questi successi professionali, Alessandra ha potuto partecipare ai concerti e alle produzioni d’opera de “La Scala” e del Teatro Strehler di Milano. Nello stesso teatro ha frequentato, con grande successo, il Master “La tecnica e l’interpretazione del lied e della voce d’opera” cantando le “Quattro ultime sinfonie” di Strauss sotto la direzione del Maestro Lior Shambadal e debuttando nella “Bohème” di Puccini nel ruolo di Mimì. Numerosi sono stati i suoi successivi concerti, che hanno spaziato dall’opera lirica alla musica sacra e barocca e molto apprezzato dalla critica è stato il

attualità

Alessandra Rizzello.

Successo all’estero per la soprano salentina

ilgallo.it

Documentario in piazza a Tricase

9

Il Centro “A. Bertelli” di Alessano organizza per domenica 25 aprile alle 20, presso il gazebo di Piazza Pisanelli a Tricase (presidio permanente degli operai Adelchi) la proiezione del film documentario “Dittatura” di Enzo Antonio Cicchino.

Nozze d’oro per Enrico ed Anna

suo debutto nella “Messa di Santa Cecilia” di Gounod, tenuto recentemente al Teatro Marlacchi di Perugia sotto la direzione del Maestro Michel Tabachnik. Poi il concorso per un solo posto al Coro di “Radio France”, nel novembre 2009, dove Alessandra si è piazzata al primo posto su 72 concorrenti. I successi che la nostra amica Alessandra sta mietendo con “Radio France” e nei maggiori teatri italiani ed esteri riempiono di orgoglio i suoi amici del Coro di S. Nicola di Tricase Porto, che per tanti anni hanno goduto, insieme ai tanti fedeli che hanno frequentato la Chiesa, della sua melodiosa voce. Grati ad Alessandra per ciò che ha dato a noi e alla comunità di Tricase Porto, noi componenti del Coro di San Nicola, insieme al parroco don Luigi, al Maestro del Coro, Carlo Errico, e alla Direttrice Gianna De Blasi, le rivolgiamo i nostri migliori auguri per sempre più grandi successi e le assicuriamo il suo gradito ricordo nelle nostre preghiere. Romeo Erminio

Martedì 27 aprile Enrico ed Anna Toma di Minervino festeggiano le Nozze d’Oro

Avete vissuto 50 anni insieme, avete cresciuto ed educato i vostri figli, avete goduto delle gioie e senz’altro avrete incontrato e superato molte difficoltà; ma quel che più conta è che siete sempre insieme e insieme vi auguriamo possiate trascorrere ancora tantissimi anni. Cari mamma e papà, vi abbracciamo con particolare affetto in questa vostra festa, che in fondo è anche un po’ la nostra, per la meravigliosa famiglia che avete costruito in tutti questi anni.


Cleopatra: tutti in forma per l’estate

10 ilgallo.it

salute & benessere

17/30 APRILE 2010

Tanti i trattamenti all’avanguardia per mantenersi in forma ed avere un corpo perfetto. Non c’è Istituto migliore per dimagrire e restare giovani

“F

isico scolpito, perfetto e da mettere in mostra? Per molti può sembrare solo un’utopia, ma con Body Age Evo è ormai un obiettivo alla portata di tutti”. Con la solita professionalità Antonella Greco, direttrice dell’Istituto di Bellezza Cleopatra (con sede a Maglie, via Ospedale, 30), ci parla di questo ritrovato trattamento, da molti definito un portento. “Questo nuovo attrezzo riduce i trattamenti in pochi passaggi ben organizzati e triplica i risultati per ritrovarsi con un corpo scolpito tutto da esibire. Lavora a 360 gradi perché abbatte la microcellula del grasso ed ha incorporati alcuni trattamenti come i raggi infrarossi e l’ultracavitazione; legge, durante la seduta, il grasso e i liquidi adiposi, senza traccia di effetti collaterali. Il tutto con effetti immediati e garantiti”. Quali sono, nello specifico, i risultati? “Ve li elenco: Dimagrimento; Rassodamento; Sviluppo Addome; Rimodellamento; Anti Cellulite; Drenaggio Avanzato; Tonificazione. Tutto questo in poche sedute”. E’ l’ideale per avere un addome super scolpito, la famosa “tartaruga” per l’uomo, ed una pancia piatta e creste iliache in evidenza per la donna. Altro trattamento sulla bocca di tutti è Re-Age e Re Oxy. Ce ne vuole parlare? “Re-Oxy un potente sistema che, grazie all’ossigeno puro concentrato, combinato con l’ozono, dà una risposta risolutiva ad ogni tipologia di trattameno della pelle. L’ossigeno è fondamentale per il corpo umano, è in grado di rallentare i processi di invecchiamento cutaneo, di combattere stress e stanchezza, di aumentare i livelli di energia e rafforzare il sistema immunitario. Per questo rappresenta un’alternativa estetica ai trattamenti medici con utilizzo di aghi (botox e mesoterapia)”. Ci descriva il trattamento. “Il viso diventa più luminoso, il derma più forte, più tonificato e rimodellato. Se utilizzato sul corpo, svolge un’azione anticellulite e modellante: elimina le tossine, stimola la circolazione venosa e linfatica e riduce le smagliature, perchè dà vitalità alle cellule responsabili della produzione degli elementi plastici della pelle: fibrina, elastina, collagene, glicosaminoglicani.

l’Omeoenergetica è possibile riattivare il metabolismo delle cellule; nel corso di piacevoli sedute si stimolano i meccanismi che generano ritenzione di liquidi, gambe pesanti e cellulite fibro-edematosa. Cellutrim, altro ritrovato unico nel suo genere, rende questa impresa non solo possibile, ma anche rapida e duratura. L’azione che permette questo risultato va attribuita alla stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica che rimette in moto il metabolismo dei tessuti, stimolando lo stesso organismo a ripristinare il corretto funzionamento dei suoi meccanismi naturali (autoguarigione). Non c’è Istituto migliore per dimagrire e restare giovani, per prepararsì alla bella stagione, al mare e all’abbronzatura. Cleopatra vi dà garanzie di risultati e certezze nei trattamanenti! Metteteci alla prova, basta una telefonata. Solo noi siamo l’Istituto per Regine, Principesse e Fate”.

Grazie all’ozono si attiva la circolazione sanguigna e prepara la pelle a ricevere qualsiasi trattamento cosmetico. Scioglie i grassi presenti nelle cellule adipose e le riduce. Ha un’azione battericida, funghicida e viruscida, ideale per trattamenti antiacne e antisebo; infine ha un’azione disinfiammante e cicatrizzante. La bellezza esteriore è il frutto del benessere interno. Omeoenergetica, assoluta novità da Cleopatra, studia come intervenire sulla cellulite senza fermarsi sulla superficie. Con

In Omaggio un trattamento viso per chi sceglie un “pacchetto corpo” -------------------In Omaggio un prodotto fra i solari per chi opta per un trattamento viso

La magia del lettino benessere

Il

lettino ad acqua e cromoterapia per dimagrimento e forma perfetta senza sforzo alcuno. Il lettino è composto da un materassino trasparente ad acqua riscaldata, è illuminato a led per un effetto cromorelax: questa combinazione di colori dona armonia, energia, vitalità e... relax. Si scelgono tre temperature che con un avvolgente tepore rigenerano corpo e spirito. Possono variare in base al trattamento che si sceglie: tonificante, con temperatura a 26°, ideale per tonificare i muscoli del corpo; rilassante, con temperatura a 32°, per farsi coccolare dal piacere dell’acqua; snellente, con temperatura a 36°, ideale per armonizzare e snellire il corpo. L’acqua, nelle sue mille forme, vi regala emozioni e benessere con la sua gioiosa danza. L’acqua è vita, purezza e bellezza. Istituto Cleopatra, Maglie - 0836.484740


Ugento: la Diocesi aspetta il nuovo Vescovo il ricordo

17/30 APRILE 2010

Pierangelo Tempesta info@ilgallo.it

C

hi ha un po’ di “dimestichezza” con le celebrazioni liturgiche del Triduo Pasquale, sa che il Giovedì Santo, durante la mattinata, ad Ugento non si svolge nessuna cerimonia. Il suono delle campane a distesa, alle 8,30, è quindi del tutto inusuale e annuncia qualcosa di straordinario. Il 1° aprile scorso quelle campane hanno annunciato ad Ugento, e simbolicamente a tutta la Diocesi, la morte del Vescovo mons. Vito De Grisantis, da qualche tempo malato a causa di un linfoma. Don Vito, come in molti ancora lo chiamavano, ha chiuso gli occhi alle 5,30 all’Ospedale di Tricase. Era nato a Lecce il 20 agosto 1941 ed era stato nominato Vescovo di Ugento il 13 maggio 2000, facendo il suo ingresso in Diocesi il successivo 29 luglio, nella stessa piazza dove il suo popolo gli ha dato l’estremo saluto, lo scorso 3 aprile, durante la benedizione esequiale celebrata dall’Arcivescovo di Bari, mons. Francesco Cacucci; il 5 aprile la Messa di suffragio celebrata dal Cardinale Salvatore De Giorgi, Arcivescovo Emerito di Palermo e grande amico di De Grisantis. Mons. Gerardo Antonazzo, parroco di Presicce e già Vicario Generale, è stato eletto dal Collegio dei Consultori alla carica di Amministratore Diocesano, in attesa del nuovo Vescovo (si suppone debbano passare ancora sette/otto mesi prima della decisione della Santa Sede).

ilgallo.it

11

“Ricordati di me quando non ci sarò più” L’abbraccio di Pace tra don Marco e il Vescovo durante l’ordinazione del sacerdote

Don Marco Annesi. Il commosso ri-

cordo dell’ultimo sacerdote ordinato da mons. Vito De Grisantis

Ospedale, andai a casa sua a trovarlo. Era seduto, non stava bene, aveva la mascherina e mi disse: “Finalmente sei venuto a trovarmi, pensavo ti Era un fossi dimenaffetto, al di là ticato!”. del rapporto tra Gli risposi: me e lui, che lui “Ecceluando lenza, come aveva per ogni non ci posso fare a sarò più, persona venire? C’è un celebra una Messa e ricordone di sicurezza cordati del Vescovo che ti ha prima di arrivare da lei! ordinato”: con queste parole mons. (tutti i familiari e le persone che gli Vito De Grisantis dava gli auguri a don Marco Annesi, ultimo semi- stavano accanto cercavano, giustanarista a ricevere, il 4 settembre mente, di cautelarlo, Ndc). Spero 2009, l’ordinazione sacerdotale dal però che lei si ricordi di me e che Vescovo appena scomparso. “Ri- mi voglia bene!”. Lui mi rispose: leggendo e ripensando ora a que- “Come no, io ti voglio tanto ste sue parole, esse suscitano in bene!”. Quel “ti voglio tanto me un’emozione e un significato bene” penso fosse qualcosa che totalmente diversi rispetto a quelli lui provava veramente per me, e che potevano essere il giorno della che io provavo per lui. Era un afmia ordinazione; lui era solito, fetto, al di là del rapporto tra me e molto spesso, durante le ordinazioni dire al prete che ordinava: “Ricordati di me quando non ci sarò più”. A me lo disse proprio durante l’abbraccio di pace, dopo avermi ordinato sacerdote. Il Giovedì Santo scorso, nel pomeriggio, celebravo l’Eucarestia a San Dana (frazione di Gagliano, Ndc) ed ho ricordato il Vescovo che mi ha ordinato, proprio come lui mi aveva chiesto”. Ma don Marco ha anche un altro ricordo che porterà sempre con sé: “Qualche giorno prima che lui fosse ricoverato in

“Q

lui, che lui aveva per ogni persona. Queste parole hanno coronato il nostro rapporto padre-figlio”. Un rapporto cominciato dieci anni fa, quando don Marco era seminarista: “Quando Mons. De Grisantis venne nominato Vescovo, nel 2000, io ero un giovane studente seminarista a Lecce e andavo a scuola nel Liceo Classico del Seminario. Era una scuola abbastanza dura, dove non si usciva mai prima… Quel giorno anticiparono l’uscita e noi studenti ci dicemmo che sicuramente doveva essere successo qualcosa di eccezionale… Ci fecero subito andare in Cappella, dove c’era l’Arcivescovo Cosmo Francesco Ruppi insieme a don Vito De Grisantis. Proprio lì, alla presenza di tutti i sacerdoti di Lecce, venne letta la nomina a Vescovo di Ugento di don Vito, quindi io fui uno fra i primi ad abbracciarlo come nuovo pastore”.


12 ilgallo.it

pubblicitĂ

17/30 APRILE 2010


nuovi porti

17/30 APRILE 2010

ilgallo.it

13

Il Salento va in porto con 40 milioni di Giuseppe Cerfeda gicer@ilgallo.it

C

inque nuovi porti fra Gallipoli (progetto già esecutivo), Porto Cesareo, Santa Cesarea, Tricase e Racale-Taviano, per un investimento di quasi 40 milioni di Euro che frutterà in totale quasi 2mila posti in barca in più solo nella nostra provincia. Un ruolo da protagonista lo ricopre Italia Navigando, Società (quasi completamente pubblica, con una piccola percentuale in mano ai privati e comunque in via di estinzione) controllata da Invitalia, l’Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’Impresa S.p.A., che fa quindi capo allo Stato, Ministero dell’Economia e Ministero dello Sviluppo Economico. Costituita nel 2002 con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di una rete nazionale di porti turistici, opera in partnership con Enti territoriali ed imprenditori privati; contribuisce allo sviluppo economico del Paese e delle infrastrutture; valorizza le potenzialità turistiche nei siti portuali e nei territori limitrofi. Da un paio d’anni ne è presidente Ernesto Abaterusso, di Patù, che spiega: “Abbiamo il compito di creare in Italia, soprattutto nel centro sud, una rete di 50 porti turistici”. Cosa vuol dire rete? “Avere dei porti tutti di un livello qualitativo standard di eccellenza, con un’uniformità di gestione. Se il diportista, pur stando nell’altra parte del mondo, ha bisogno di notizie su un porto della provincia di Lecce, gli basta pigiare un pulsante per sapere quale posto di un determinato porto appartenente alla rete di Italia Navigando è libero ed in quale data. E non sembri una

Ernesto Abaterusso

Italia Navigando ha il compito di creare, soprattutto nel centro sud, una rete di 50 porti turistici con servizi di qualità

cosa da poco, perché nella stragrande maggioranza dei porti italiani oggi non solo è difficile reperire un posto barca in assoluto, ma è anche praticamente impossibile avere la garanzia che una volta nel porto ci sia il posto con annessi tutti i servizi di qualità”. Poi Abaterusso, con malcelato orgoglio, racconta come “con l’amministrazione da me presieduta, Italia Navigando è riuscita a sbloccare un contributo CIPE di 48 milioni di euro da suddividere fra 5 regioni. L’85% va a Sardegna, Campania, Sicilia e Puglia, quindi centro sud, il restante 15% al Friuli Venezia Giulia, dove stiamo curando due investimenti a Trieste e Monfalcone. I fondi sono stati sbloccati con la condizione che Italia Navigando, che è il soggetto attuatore, riuscisse ad elaborare accordi di programma tra la Regione interessata, il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Italia Navigando ed Invitalia”. Dei fondi CIPE, però, alla Puglia vanno solo 5 milioni... “Nella nostra regione abbiamo realizzato il primo accordo di programma per uno stanziamento di 18,8 milioni complessivi, di cui 5 dai fondi CIPE, altri 7,4 da fondi regionali mentre Italia Navigando, da sola, mette 6,4 milioni. Tutti soldi che serviranno alla realizzazione dei tre porti immediatamente cantierabili, vale a dire Trani, Brindisi e Gallipoli”. continua a pag. 14

CORRISPONDENTI

La collaborazione sotto qualsiasi forma Mauro Bortone è Gratuita. La Direzione si riserva di Antonella Corvino rifiutare insindacabilmente qualsiasi Vito Lecci testo e qualsiasi inserzione. PERIODICO Coordinatore di Redazione Vincenzo Longo Foto e manoscritti, anche se non pubbliINDIPENDENTE DI Unione Stampa G IUSEPPE C ERFEDA _ gicer@ilgallo.it CULTURA, SERVIZIO Ilaria Marinaci cati, non si restituiscono. Periodici Italiani ED INFORMAZIONE Fiorella Mastria TESSERA N. 14582 DEL SALENTO Redazione & Internet: Riproduzione vietata. Antonio Memmi F EDERICO S CARASCIA _ feder@ilgallo.it Serena Mendrano REDAZIONE TRICASE Stampa: MASTER PRINTING Srl Tonio Monastero In Redazione 080/5857439 via Aldo Moro, 7 Cristina Pacella via delle Margherite 22 Tel. 0833/545 777 M ARIA C ONSIGLIA P ODO Vito Palanga fax 0833/545 800 FRANCESCA CAPARROTTI _ francesca@ilgallo.it Attilio Palma 70026 Zona Industriale Modugno - Bari REDAZIONE LECCE Iscritto al N° 648 E LISA B RAMATO _ elisa@ilgallo.it Sandra Papa via Fazzi Registro Nazionale Stampa Carlo Quaranta Responsabile Distribuzione Andrea Tafuro Tel. 0832/307 369 Autorizzazione Tribunale Lecce PASQUALE Z ITO Stefano Tanisi del 9.12.1996 www.ilgallo.it/info@ilgallo.it

Ga l l o

Associati

Direttore Responsabile L UIGI Z ITO _ liz@ilgallo.it

DISTRIBUZIONE GRATUITA PORTA A PORTA IN TUTTA LA PROVINCIA DI LECCE

il

2mila posti barca in più. Subito il nuovo porto turistico a Gallipoli, poi interventi a Porto Cesareo, Santa Cesarea, Tricase e a Racale-Taviano

MARKETING E PUBBLICITÀ Tel 0833/545 777 Fax 0833/545 800 e-mail: info@ilgallo.it

DIRETTORE PUBBLICITÀ Luigi G. Zito tel. 328/2329515 Savio Accoto 349/1430334 Ada Meraglia 348/1044753 Antonio Scarcella 0833/545777 AGENZIA DI LECCE Marco Rollo 393/9280318


14 ilgallo.it

Al Molo Foraneo

Gallipoli: 12 milioni per 400 posti barca

er le strutture portuali di Trani, Brindisi e Gallipoli come fa notare P Abaterusso, “siamo già in fase avanzata con le gare d’appalto perché la condizione necessaria e indispensabile è che noi facciamo le gare d’appalto e quindi impegniamo i soldi entro il 31 dicembre 2010. Nel dettaglio, andranno 4 mln di euro al porto di Trani, 2,8 a quello di Brindisi e 12 milioni a quello di Gallipoli” A che punto siamo nella città ionica? “Stiamo procedendo con le gare d’appalto. Una volta assegnati i lavori si potrà iniziare perché abbiamo già avuto già dal Sindaco l’autorizzazione all’anticipata occupazione in attesa della conclusione delle procedure previste dal Codice della Navigazione”. Cosa ne verrà fuori? “Useremo una parte del Molo Foraneo e realizzeremo lo spazio oggi inutilizzato per la realizzazione di circa 400 posti barca con locali per la guardiania, uffici, bar e servizi ai diportisti”.

Soluzione da 5 mln per Santa Cesarea

nuovi porti

G

allipoli per l’immediato, o per dirla come il presidente Abaterusso per “la parte esecutiva”. C’è poi la parte programmatica, che prevede una serie di interventi in tutta la Puglia con l’investimento di complessivi 73 mln di euro. Ed all’interno di questi progetti sono previsti, per la provincia di Lecce, interventi a Porto Cesareo, Santa Cesarea Terme, Tricase e Racale-Taviano. A S. Cesarea realizzato uno studio di massima per un intervento di minimo 5 milioni di euro nella zona di Porto Miggiano che dovrebbe portare ad una struttura in grado di ospitare circa 200 posti barca. “Un intervento”, dice il

17/30 APRILE 2010

Occhio all’ambiente

Un intervento che non sia altamente impattante per quell’area

presidente di Italia Navigando, “che non sia altamente impattante per la conformazione di quell’area. Ed è un po’ lo stile che contraddistingue i nostri interventi: più che costruire nuovi porti, cioè, tendiamo a riqualificare le strutture esistenti aumentando, dove possibile, i posti barca senza però alterare l’ambiente con colate di cemento e quant’altro”.

200 posti barca a Porto Miggiano


nuovi porti

Un porto per Racale e Taviano 17/30 APRILE 2010

A

ncora in fase di studio invece quel che riguarda la struttura portuale per la marina di Racale e per quella di Taviano. “Stiamo studiando una soluzione su sollecitazione dell’Amministrazione regionale, che evidentemente ha ricevuto richieste in tal senso da quella comu-

nale. Siamo sinceramente ancora in alto mare”, ammette Abaterusso, “perché solo adesso abbiamo potuto cominciare a studiare la realtà tra Racale e Mancaversa. Penso che alla fine, senza avere un impatto ambientale significativo, potremo realizzare una struttura che ospiti 200-250 posti barca”.

Il Lungomare di Mancaversa

ilgallo.it

15

Porto Cesareo: 17 mln e 650 nuovi posti

P

284 posti al Porto Ovest (in alto) e altri 358 al Porto Est

er Porto Cesareo già presentato il progetto per complessivi 17 milioni di Euro che prevede 650 posti barca. “La struttura”, spiega Abaterusso, “è stata prevista nell’unica area che al momento della redazione del progetto non era sottoposta a vincolo. Di recente, però, la locale Amministrazione ha sottoposto a vincolo tutta la fascia costiera ricadente nel territorio di Porto Cesareo. Siamo in perfetta sintonia con l’Amministrazione, dalla quale tra l’altro siamo stati contattati per la realizzazione della nuova

Sul vincolo

In perfetta sintonia con il Comune: se riterranno di voler cambiare il progetto...

struttura portuale. Noi intanto abbiamo presentato l’istanza con il relativo progetto e le somme sono già stanziate. Se ci diranno che alla luce del nuovo Regolamento Comunale non si potrà procedere, valuteremo le opportune modifiche”.

continua a pag. 17


16 ilgallo.it

il progetto

pavimentazione in basole di calcare

17/30 APRILE 2010

pavimentazione in basole di calcare

banchina attrezzata con parabordi

Il nuovo braccio. Evidenziato in rosso il molo foraneo (compreso delle parti, con i bordi sempre rossi, che vanno in profondità) che, una volta realizzato, consentirà l’ampliamento della capienza del porto fino a 450 posti barca, garantendo al contempo maggiore protezione alla struttura

Che fine hanno fatto i basoli?

Prima i basoli, poi le intemperie, infine strisce di cemento. A quanto ci risulta i basoli sarebbero tenuti in custodia in attesa di essere utilizzati sopra una colata di cemento. La striscia visibile nella foto sarebbe momentanea in attesa dell’appalto che i lavori siano appaltati

Tricase: il nuovo porto da 5 mln di euro

S

ono già a disposizione 5,5 milioni di euro per la realizzazione di un progetto che prevede un allargamento dell’attuale braccio e quindi dello specchio d’acqua; la messa in sicurezza del porto; l’intervento sui servizi per cui alcuni lavori sono già iniziati “Italia Navigando in questo caso”, illustra Abaterusso, “ha un ruolo di coordinamento e si è resa promotrice del progetto presentato dal Comune. Alla fine dei lavori ci sarà una bellissima realtà di 450 posti barca, peraltro in sicurezza a differenza di come è stato fino ad oggi”. A Tricase il progetto è già stato presentato al pubblico (e si era in campagna elettorale…) e non sono certo mancate le polemiche. “Qualcuno”, svela Abaterusso, “ha addirittura già preannunciato in proposito un’interrogazione parlamentare. Io

Dopo l’allargamento

Alla fine dei lavori Tricase godrà di una bellissima realtà con 450 posti barca in piena sicurezza

posso dire che in quell’occasione il sottoscritto era stato invitato ad un dibattito sulla portualità turistica. Sapevo che ci sarebbero stati sia il sindaco di Tricase, Antonio Musarò, che l’allora vice presidente della Regione, Loredana Capone. Quindi un’iniziativa assolutamente bipartisan. Una volta lì, però, ho trovato solo la Capone; in mancanza del Sindaco ho chiesto agli Assessori presenti di partecipare comunque alla riunione, ma hanno rifiutato…”.

Ogni posto barca 4 posti di lavoro

In soldoni cosa porteranno questi quasi 2mila nuovi posti barca all’economia salentina? “Comprese anche le altre regioni, avremo realizzato quasi 6mila posti barca in più, la maggior parte al centro sud, dando linfa all’industria della nautica, frenata proprio per la carenza dei posti barca, e creando nuovi posti di lavoro. Cito una frase del Ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, che all’inaugurazione del porto di Fiumicino (“del quale Italia Navigando è socia al 30%”) ha detto che per ogni posto barca in più ci sono quattro nuovi posti di lavoro. Il conto è presto fatto: 6mila posti barca, 34mila nuovi occupati…”.


Ugento: quelle torri giganti non piacciono neanche a Casarano

17/30 APRILE 2010

dai Comuni

ilgallo.it

17

Alte come un palazzo di 55 piani! Il progetto prevede

l’installazione di ben 21 torri eoliche che, se si considera la sporgenza delle pale, dovrebbero esser alte 150 metri

M

antenere sempre vive le contraddizioni, leghi del Tar ed autorizzano la ERG a realizzare oppure rendere sacro anche ciò che è alla periferia di Ugento (ma così tanto periferia insensato, è forse una delle tante forme da essere praticamente già Casarano) il parco eodella saggezza umana. In una società in cui in- lico che produrrà finalmente energia “pulita”. fatti non passa giorno senza che si legga o si Narrate sin qui le avventure “legali” di questo ascolti quanto importante sia non ingrandire sto progetto, è bene ora però cercare anche di “mibenedetto buco dell’ozono e quanto importanti surare” quanto effettivamente ecologico esso sia. siano di conseguenza le fonti di energia cosid- Il progetto prevede l’installazione di ben 21 torri detta rinnovabile, appare sempre “politicamente eoliche che, se si considera la sporgenza delle scorretto” non essere pienamente in accordo con pale, dovrebbero esser alte 150 metri. Alcune chi, a mo’ di giaculatoria, pronuncia parole tipo volte i numeri non danno la giusta misura delle biologico, eolico o fotovoltaico. Altrettanto cose ed allora diciamo subito che una sola di esse ovvio quindi, oltre che encomiabile, che ci siano è alta 3 volte il faro di Leuca oppure come un paanche delle Amministrazioni Comunali virtuose lazzo da 55 piani! Immaginiamo allora di salire sulla collina della campana con l’intenche vi pensino in maniera concreta. Cazione di goderci il panorama che va pita così che ad Ugento, cittadina caverso il mare ed immaginiamo ratterizzata da una vastissima Una sola quanto possa essere eco-comestensione territoriale e da di esse è alta 3 patibile vedere 21 ventilatori un’altrettanto vasta “sensibilità” volte il faro di che si frappongono fra noi e ambientale, ci si sia attivati affinLeuca l’orizzonte. Eppure i “verdi” giuché ben 757 ettari del proprio terdici supremi hanno scritto nella propria ritorio fossero dichiarati “Parco Naturale Regionale” dalla Regione appunto, con motivazione che, dopo aver “attentamente” vala legge n. 13 del 28 maggio 2007. La “sensibi- lutato il risvolto ambientale, si è ritenuto che la lità” ecologica dell’Amministrazione ugentina planimetria definitiva presentata sia rispettosa però va oltre e nel 2007 autorizza infatti “ERG dei vincoli ambientali, dell’eco-sistema ed addiCesa Eolica S.r.l.” a costruire nel proprio territo- rittura della naturale vocazione paesaggistica, turio un parco per la produzione di energia elet- ristica ed archeologica del territorio.Ma i trica. Certo non tutte le Amministrazioni hanno “vantaggi” ambientali non finiscono certo qui. la stessa sensibilità ecologica e così la vicina Ca- Per piantare una sola delle torri, occorrerebbe lisarano si oppone facendo ricorso al Tar, non berare un’area di 700 metri quadri ed il termine tanto perché si produrrebbe energia elettrica liberare in realtà vuol dire sradicare almeno 35 “ecologica” quanto piuttosto perché i ventilatori alberi d’ulivo secolari, che moltiplicato per le 21 che la produrrebbero verrebbero piazzati proprio torri, fa un totale di quasi 750; nessuno poi ne ha di fronte ad una delle Serre più belle e panora- mai parlato ma tecnicamente, oltre alle torri, è miche del Salento. I Giudici del Tar di Lecce ac- prevista anche una “sottostazione” di alta tencolgono il ricorso e bloccano il progetto. sione che occupa in media un ettaro di terreno e Fortunatamente però a salvare le sorti dell’am- quindi altri 70 alberi che fanno quindi un totale biente ci sono i giudici della Suprema Corte, che di circa 820 alberi in meno, senza poi contare la invece, lo scorso 17 febbraio, sconfessano i col- costruzione di 3 km. di strade di collegamento. I

bravi contadini poi già lo sanno: quanto più è alto il fusto di una pianta, tanto più deve essere profonda la sua penetrazione nel terreno. Ebbene, per mantenere in piedi uno solo di questi “fusti”, bisogna andare giù almeno 20 metri e fare una “colatina” di cemento di almeno 600 metri cubi! Basta quindi fare un rapido conticino per ottenere come risultato 2.520 betoniere, tutte pronte a versare il proprio carico di cemento… ecologico. Considerando ora che di torri per produrre la stessa energia che produce una sola centrale convenzionale ne occorrerebbero 15mila e qui ne vorremmo costruire “solo” 21, considerando che il Salento produce già il 300% dell’energia che gli serve e considerando infine che vi sarebbero pure problemi per tutte le specie migratorie che attraversano la nostra terra, anche la più distratta delle casalinghe si chiederebbe: ma ne vale proprio la pena…? Antonio Memmi


Presicce: i commercianti si associano

18 ilgallo.it

attualità

Si

è costituita lo scorso 22 febbraio a Presicce, con sede in Piazza del Popolo, l’Associazione dei Commercianti, Artigiani e Professionisti denominata “A.C.A.P. Presicce”, le cui finalità sono lo sviluppo del territorio e la tutela di tutte le categorie che operano nel commercio, nel-

l’artigianato e nel turismo. L’Associazione intende collaborare con l’Amministrazione comunale per dare una spinta alle nuove idee per realizzare forme innovative di sviluppo del territorio presiccese. Le iscrizioni, che sono sempre aperte a tutti, sono già oltre 50. Il Direttivo è com-

Tricase ai Giochi Matematici

Polo 4 grandi numeri

Anche quest’anno alcuni alunni dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” Polo 4 di Tricase hanno superato le semifinali dei Campionati Internazionali di Giochi Matematici, organizzati dall’Università Bocconi di Milano. Lo scorso 20 marzo, infatti, in occasione della 24a edizione, si sono classificati ai primi posti, per la classifica C1, gli alunni di 1a e 2a Media Diletta Maria Sparascio, Paride Maria Piscopiello, Maria Lucia Ferramosca, Cesare Pepe, Rita Agosto e Sara De Paola. Per la classifica C2 (alunni di 3a Media) hanno superato la prova Francesco De Masi, Andrea Wrona, Chiara Musarò e Michela Perrone. Grande la soddisfazione del dirigente scolastico Vincenzo

Cazzato, che ha ringraziato i docenti di Scienze Matematiche “per l’impegno con il quale hanno seguito gli alunni e li hanno accompagnati in questa esperienza e soprattutto si è complimentato con gli allievi per la brillante affermazione raggiunta. Il risultato conseguito”, ha aggiunto il Dirigente Scolastico, “frutto di quanto preventivato nel POF Piano dell’Offerta Formativa è stato reso possibile anche per la collaborazione efficace e proficua tra Scuola e Famiglia, indispensabile per il successo formativo degli alunni. Ed ora un grande “In bocca al lupo” per la selezione finale del prossimo 15 maggio presso la Bocconi di Milano”.

17/30 APRILE 2010

posto da: Fabio Coppolino (presidente), Luigi Scarcia (vice presidente), Silvia Faiulo (segretaria), Fabio Frivoli (cassiere), Fernanda Ventruto, Ennio Suriano, Luigi Sancesario, Sergio Giunca e Luigi Ratano.

4 calci per “Libera”

Gli studenti di Tricase, Alessano, Nardò “Don Tonino Bello” di Tricase ed Alessano, L’ Istituto nell’ambito del progetto “I giochi di Sallentia”, inserito nel POF a.s. 2009/2010, ha previsto varie

attività ludiche e sportive per una raccolta fondi da devolvere all’Associazione “Libera - Nomi e numeri contro le mafie”. Il primo incontro sportivo previsto sarà una partita di calcio nella mattinata di sabato 24 aprile, allo stadio “San Vito” di Tricase, fra la squadra mista di allievi dell’IISS “N. Moccia” di Nardò e dell’IISS “Don Tonino Bello” di Tricase-Alessano e la squadra composta da docenti ed esponenti di istituzioni ed enti pubblici di Nardò e Tricase. “Riteniamo che tale gemellaggio”, commenta la prof..ssa Anna Lena Manca, dirigente scolastico dell’IISS di Tricase-Alessano, “sia un momento di crescita umana, con l’intento di creare un forte raccordo tra scuole e territori al fine di costruire rapporti che guardino alle persone al di là dell’appartenenza, visti anche i trascorsi non sempre sereni fra le tifoserie calcistiche di Nardò e Tricase”. Chi volesse contribuire alla raccolta fondi può utilizzare il CCP n. 19346857 intestato a Istituto Polo Professionale “Don Tonino Bello” Tricase-Alessano con la causale “Pro-Libera”.

Scuole poco sicure

Tricase, incendio in Corso Apulia

T

ante polemiche, altrettante preoccupazioni, immediate promesse di interventi ed ora l’attesa per una soluzione che risulti finalmente definitiva. Ha lasciato in eredità tutto questo l’incendio verificatosi nella tarda serata dello scorso 8 aprile a Tricase, ai danni dell’edificio scolastico di Corso Apulia, sede del Polo 1, forse frutto di qualche banale disattenzione (la scuola è stata frequentata fino alle 19,30 di quel giorno e perdippiù vi era materiale, fra cui materassi, accatastato ed da poco usato in occasione della tornata elettorale) anche se ovviamente i Carabinieri della Compagnia di Tricase, diretti dal Capitano Andrea Bettini, non escludono alcuna pista. Le fiamme hanno provocato notevoli danni a parte del soffitto e delle pareti. Dopo essere rimasta chiusa per 4 giorni, durante i quali c’è stata la solerte azione degli operai del Comune, la scuola ha riaperto il 14 aprile, una volta che i tecnici della MB Salento di Surbo, incaricati dal Comune, hanno accertato la stabilità e dunque l’agibilità dell’immobile e dopo che sono state trovate alcune soluzioni tampone, come l’utilizzo di aule riservate ad altre funzioni,

lo spostamento di alcune classi in via Pertini e lo slittamento al pomeriggio dell’orario scolastico per altre. Al di là delle cause del gravissimo episodio, deve comunque far riflettere l’allarme, rimasto sempre inascoltato, del personale didattico e dei rappresentanti del Consiglio d’Istituto, secondo i quali l’episodio “era nell’aria”. Da anni, infatti, l’immobile di Corso Apulia ha bisogno di importanti interventi di messa in sicurezza ed ogni volta la scuola e le stesse famiglie li ha segnalati alle Amministrazioni succedutesi. Soprattutto le finestre sono ritenute facilmente “forzabili” dall’esterno (e nell’altro immobile che fa parte del 1° Polo, ossia la Materna di via Pertini, si verificano frequenti atti vandalici di notte). Il sindaco Antonio Musarò ha assicurato che “il progetto riguardante gli interventi presso il 1° Polo è pronto. In tutto sono previsti oltre 150mila. Abbiamo deciso di intervenire per settori ed avevamo programmato, come prima cosa, di cambiare la caldaia termica da gasolio a metano. Ma è chiaro che dopo quanto accaduto cambieremo in corsa gli obiettivi per far diventare prioritari i lavori riguardanti la messa

in sicurezza dell’edificio, specie a livello esterno, ossia finestre, infissi, ecc. E questo è purtroppo un problema inerente tutte le scuole di Tricase”. Al Sindaco abbiamo anche questo qual è la situazione dell’Asilo comunale, per la cui indisponibilità sono tante le lamentele delle famiglie: “I lavori sono stati già appaltati e se li è aggiudicati la Ditta Cazzato Saverio di Tricase. Inizieranno al più presto e mi auguro con tutto il cuore che il prossimo settembre l’Asilo sia usufruibile”. Federico Scarascia


Gallo

il

Scongelati i fondi per gli ecoincentivi

Anno 15, n. 10 - 17/30 aprile 2010 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

Boccata d’ossigeno?

Dal 15 aprile sono in vigore i nuovi incentivi varati dal Governo e che riguardano almeno 600mila prodotti


20 ilgallo.it

Boccata d’ossigeno

eco incentivi

17/30 APRILE 2010

300 milioni di euro. È il tetto massimo dei fondi messi a disposizione per gli incentivi che riguarderanno case ecologiche, cucine, elettrodomestici, gru a torre per l’edilizia, ciclomotori, motori fuoribordo per imbarcazione e... la banda larga per Internet!

incentivi per tutto… o quasi

D

P

motocicli

al 15 aprile sono in vigore i nuovi incentivi varati dal Governo e che riguardano almeno 600mila prodotti. Inoltre, mossa a sorpresa per agevolare Internet veloce con la concessione agli under 30 di contributi fino a 50 euro, per attivare 400mila connessioni a banda larga. Secondo un calcolo de Il Sole 24 Ore, il tetto massimo dei fondi messi a disposizione per gli incentivi è pari a 300 milioni di euro e riguarderanno case ecologiche, cucine, elettrodomestici, gru a torre per l’edilizia, ciclomotori, motori fuoribordo per imbarcazione e, come

i 5 elettrodomestici

er il settore motocicli destinati 12 milioni di euro di incentivi, cioè si potranno acquistare più di 16mila motocicli normali (con uno sconto fino a 750 euro) oppure 8mila ibridi o elettrici (sconto fino a 1500 euro). Ovviamente permane l’obbligo di rottamare un Euro 0 o Euro 1 (vedi a pag.25).

cucine componibili

C

ifra pari a 60 milioni di euro, invece, per le cucine componibili: in questo modo si potrà godere di un incentivo fino a 1000 euro a cucina per l’acquisto di 60mila cucine. Il bonus scatterà solo se la nuova cucina sarà corredata da almeno due elettrodomestici ad alta efficienza, scelti fra frigorifero/congelatore in classe A+ e A++, forno in classe A, piano cot-

detto, la banda larga per Internet. Si tratta di un “calcolo teorico, basato sul presupposto che ogni acquirente riesca ad utilizzare l’intero sconto previsto per la categoria merceologica in questione. Nel caso di acquisti il cui sconto è inferiore al tetto massimo previsto per quel prodotto, la cifra residua resta comunque nell’importo globale e a disposizione degli altri acquirenti”. Sarà possibile usufruire degli incentivi fino al 31 dicembre 2010 ma gli stessi sono “a esaurimento”: vale a dire che finiti i 300 milioni di euro, termineranno anche gli incentivi.

In tura a gas (se inserito) con dispositivo di sorveglianza fiamma, lavastoviglie (se inserita) in classe tripla A. Attenzione: se gli elettrodomestici non rientrano nelle classi energetiche ad alta efficienza, il prezzo di acquisto comunque non concorre a formare il valore in base al quale viene calcolato il contributo. I nuovi mobili devono rispettare le norme sull’emissione di aldeide formica e devono essere predisposti per la raccolta differenziata.

questo settore vanno divisi equamente i 50 milioni di bonus stanziati per 5 prodotti: 77mila lavastoviglie (fino a 130 euro di sconto), 125mila forni elettrici e piani cottura (bonus fino a 80 euro), 100mila cucine a gas (fino a 100 euro), 20mila cappe climatizzate (fino a 500 euro) e 25mila pompe di calore per acqua calda (fino a 400 euro). continua a pag. 23


17/30 APRILE 2010

pubblicitĂ

ilgallo.it

21


22 ilgallo.it

pubblicitĂ

17/30 APRILE 2010


17/30 APRILE 2010

Dalla casa ecologica alle macchine agricole eco incentivi

ilgallo.it

rimorichi e semirimorchi

A

case ecologiche

A

ltri 60 milioni di euro di incentivi per le cosiddette case ecologiche. Sarà dunque agevolato l’acquisto di almeno 12mila immobili di classe energetica B (incentivi fino a 5mila euro) oppure 8571 immobili di classe A (sconto fino a 7mila euro).

ltri 8 mil i o n i sono destinati a rimorchi e semirimorchi: si potranno acquistare 2666 rimorchi di categoria 04, con Abs, con uno sconto fino a 1500 euro, e 1333 semirimorchi, sempre di categoria 04 e ugualmente con Abs, agevolati da un bonus di massimo 3mila euro. A chi acquista un nuovo rimorchio a timone o ad assi centrali, categoria 04, spetta un bonus di 1500 euro, se si rottama un rimorchio con più di 15 anni e senza Abs. Si arriva a 2mila euro di sconto se oltre all’Abs, il nuovo rimorchio ha anche sistemi di controllo elettronico della stabilità. Lo sconto è, invece, di 3mila (senza Esp) o

G

4mila euro (se il nuovo ha anche l’Esp) per l’acquisto di un semirimorchio di categoria 04 con Abs e contestuale radiazione di un semirimorchio con più di 15 anni di vita e senza Abs.

gru per l’edilizia

A

questo p a r t i c olare settore destinati 40 milioni di euro: l’acquirente di ognuna delle 1333 gru a torre per l’edilizia potrà godere di uno sconto fino a 30mila euro.

23

efficienza energetica

li ultimi 10 milioni sono invece stati dirottati su prodotti destinati a migliorare l’efficienza energetica industriale: come minimo 62500 inverter (con sconto fino a 40 euro), 50mila motori ad alta efficienza (fino a 50 euro di bonus), 25mila Ups (fino a 100 euro) e 12500 batterie di condensatori (fino a 200 euro di sconto).

macchine agricole

P

er le macchine agricole non è previsto un tetto massimo per il bonus, ma uno sconto del 10% sul costo di listino.

continua a pag. 25


24 ilgallo.it

pubblicitĂ

17/30 APRILE 2010


Nautica si, biomassa no eco incentivi

17/30 APRILE 2010

N

motori fuoribordo

ovità assoluta negli incentivi varati dal Governo i 20 milioni di euro destinati alla nautica. Potranno essere acquistati con l’agevolazione almeno 20mila motori fuoribordo con sconti fino a 1000 euro ciascuno. L’acquisto di 100mila stampi per scafi da diporto sarà agevolato fino a 200mila euro per ogni azienda. La norma prevede per il 50% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 200mila euro per azienda, un incentivo per l’acquisto di stampi per la laminazione sottovuoto degli scafi da diporto dotati di flangia perimetrale.

12 milioni per i motocicli

B

banda larga

ilgallo.it

25

Procedure semplici

basta un click

onus per Internet veloce ai più giovani. Un contributo fino a 50 euro per i giovani fra i 18 e i 30 anni per una nuova attivazione di banda larga.

P

no alla Biomassa

rima che il provvedimento degli incentivi per il 2010 fosse reso noto, si era molto parlato anche di un incentivo per apparecchi a biomassa. Sarebbe dovuto essere pari al 20% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 380 euro per chi sostituiva apparecchi a biomassa privi di marcatura CE o con rendimento al di sotto del 63% con caminetti e stufe a legna con rendimento certificato pari o maggiore al 75% e/o caminetti e stufe a pellets con rendimento certificato pari o superiore al 90%. Nessuna somma invece è stata destinata a questo settore

Con il bel tempo e il ritorno della primavera, raggi di sole anche sul mercato dei motocicli. Ammontano a 12 milioni di euro gli incentivi destinati dal Governo all’acquisto agevolato di eco-scooter. L’unico vincolo resta la rottamazione di un vecchio Euro 0 o un Euro 1. Si stimano 30mila pezzi acquistati con uno sconto medio di 400 euro ciascuno. Per tutti i motocicli (le moto targate) Euro 3, max 70 kw (94 cavalli, senza limiti di cilindrata) si potrà godere di uno sconto del 10%, massimo 750 euro; per gli ibridi o gli elettrici si potrà invece usufruire del 20% di sconto per un massimo di 1500 euro. Per l’acquisto di motocicli elettrici o ibridi non è richiesta la rottamazione. Esclusi dal provvedimento i ciclomotori, di cilindrata inferiore ai 50 cc per i quali restano attivi i fondi attivati ad ottobre dal Ministero dell’Ambiente.

direttamente il negoziante ad applicare al cliente uno sconto pari all’incentivo previsto, a meno che, come già detto, i fondi destinati non siano già andati esauriti. Lo sconto è al netto da eventuali sconti commerciali. Accedere allo sconto sarà semplicissimo: basterà una telefonata o un click sul suo computer da parte del rivenditore (che nel frattempo avrà già provveduto a registrarsi presso un call center istituito da Poste Italiane) che avrà informazioni in tempo reale sul residuo dell’incentivo nel momento della richiesta da parte del cliente.

È


Da nord a sud della provincia, q

26 ilgallo.it

Trascorsa la Santa Pasqua ed arrivando ai giorni della piena primavera, tornano le numerose ricorrenze che caratterizzano questo periodo.

Il suono e la fantasia dei fischietti a Lecce

fischietti in terracotta degli artiILecce giani salentini in esposizione a per tre giorni, da venerdì 23 a domenica 25 aprile. Davvero tanti, rumorosi e coloratissimi, a rappresentare ogni specie, umana ed animale, e numerosissimi personaggi. E’ la decima edizione della Fiera dei Fischietti, nell’atrio dell’ex Convento dei Teatini, in Corso Vittorio Emanuele, organizzata dall’Associazione Accademia Lupiaensis. Ed alla fine saranno premiate le interpretazioni più spiritose e maggiormente artistiche.

L’Infiorata abbellisce Santa Caterina

T

orna a Santa Caterina, splendida marina di Nardò, l’appuntamento con “L’Infiorata”, evento che si snoderà nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 aprile, curato dalla parrocchia “Santa

riti & folklore

Caterina d’Alessandria” e realizzato grazie al grande lavoro dei ragazzi delle parrocchie, delle scuole, dei gruppi scout, che con fantasia e pazienza comporranno meravigliosi quadri di fiori, riguardanti soprattutto il tema della famiglia, lungo via Pietro Micca. Sarà possibile ammirarli dalla mattinata di sabato 24 fino alle 19 di domenica 25, quando avranno luogo le premiazioni nella piazza di Santa Caterina.

Giorgilorio e la Madonna Nera

antico cenobio, fra Lecce e L’ Surbo, meta dei festeggiamenti per la Madonna Nera. A Giorgilorio, frazione di Surbo, la comunità parrocchiale della Madonna della Fiducia organizza la ricorrenza nei pressi del luogo sacro dove sorgeva l’antica Chiesa abitata dai monaci bizantini e dove, appunto, ancora oggi si rende onore alla Madonna Nera. Nel pomeriggio di sabato 24 aprile la Processione con le donne che, a piedi nudi per devozione (come vuole la tradizione), sorreggono il simulacro. Al rientro, Santa Messa e poi degustazione di prelibati piatti tipici del Sa-

lento e della Grecìa preparati dalle famiglie della parrocchia. Domenica 25, Chiesa aperta per l’intera giornata per permettere la visita dei fedeli alla Madonna Nera. In mattinata, “Family in bici”, passeggiata in bicicletta con partenza da Giorgilorio ed arrivo presso la suddetta Chiesa, e poi tanti giochi di squadra.

La Madonna della Luce a Galatina

antica Chiesa situata nei pressi della storica Porta Luce a Galatina si veste a festa per celebrare la Madonna della Luce, compatrona della città e protettrice delle gestanti. Alle 19,30 di mercoledì 28 aprile prenderà il via la Processione. Giovedì 29 la Fiera, con la tradizione che vuole i galatinesi (e quanti giungeranno dai paesi limitrofi) regalare ai bambini i fischietti e le campanelle di terracotta.

L’

A Parabita la Madonna dei contadini

abato 17 aprile, si renderà onore S alla Madonna della Coltura (venerata dai contadini per un ricco rac-

Il raduno dei Bolidi Rossi

La

17/30 APRILE 2010

terza edizione del “Raduno Bolidi Rossi” si svolgerà nel penultimo weekend di aprile, che dunque sarà “colorato” dal rosso fiammante delle prestigiose Ferrari. In scaletta da La lunga venerdì 23 a domenica 25, scia rosso Ferrari l’evento non mancherà di polarizzare la curiosità generale tra Gallipoli, perché non è da tutti i giorni Casarano, Ugento vedere in un colpo solo sfrecla “Pista Salentina” di Torre San e Parabita ciare tante Ferrari, dai più svariati Giovanni di Ugento sarà teatro di una modelli e cilindrata. La lunga scia gara di velocità che metterà a dura prova rossa si potrà ammirare in tutta la sua spetl’abilità al volante dei partecipanti. In serata si tortacolarità tra Gallipoli, Casarano, Ugento e Pa- nerà a Gallipoli per ammirare le prestigiose auto rabita. Articolato il programma preparato sul Lungomare Galilei. Uno dei momenti princidall’Associazione di Parabita “Bolidi Rossi”, pre- pali del Raduno sarà nella mattinata di domenica sieduta da Elisa Giannelli. Si partirà nella serata di 25 a Parabita, quando è previsto l’incontro con i venerdì 23: dopo il primo atto delle iscrizioni, la ragazzi del Progetto Solidarietà, a partire dalle 9,30 comitiva dei ferraristi si sposterà in Corso Roma a vicino alla Basilica della Madonna della Coltura. Gallipoli, dove dalle 20,30 potranno essere visti in Un’esperienza dal grande valore umanitario, che ogni loro particolare i lussuosi “prodotti” della sto- verrà ripetuta dopo il grande successo dello scorso rica Casa di Maranello. Il raduno entrerà nel vivo anno. E l’Ass. “Bolidi Rossi” devolverà fondi, nelnella mattinata di sabato 24 quando i partecipanti l’intento di fornire un aiuto agli sfortunati ragazzi. raggiungeranno Casarano, dove si terrà l’esposi- La manifestazione culminerà al Grand Hotel Costa zione delle auto e si effettuerà la visita guidata al Brada di Gallipoli, con le premiazioni. centro storico. Nel pomeriggio via alla fase tecnica: b.g.

colto): alle 12, in contrada Pane, la supplica alla Vergine; nel pomeriggio, alle 18, la Processione (con i bambini vestiti da contadinelli) verso la Basilica e la Messa all’aperto. Nel corso della giornata suonerà il Concerto Bandistico Città di Scorrano.

Gallipoli di corsa

In programma domenica 18 la 10a edizione del “Gran Premio Città di Gallipoli - Mezza Maratona dello Ionio”, manifestazione inserita nel circuito delle gare nazionali ed organizzata dall’Atletica Gallipoli in collaborazione con il Comune. Patrocinato anche da Provincia e Regione, l’evento convoglierà in riva allo Ionio centinaia di atleti. Partenza alle 9 da Piazza Tellini, il periplo del centro storico, via Gramsci, lungomare Galilei per la litoranea Gallipoli-Leuca fino al Canale dei Samari e ritorno per via Cavalieri di Rodi, prima di un nuovo giro, che escluderà tuttavia il centro storico.

La Croce di Nuzzo

Ennesima, splendida, opera in ferro battuto del maestro taurisanese Giacinto Nuzzo. Ha realizzato una notevole Croce, una composizione di undici ferri di cavallo, consumati e dispersi, raccolti negli ultimi anni e riutilizzati in una prospettiva artistica dalle molte indicazioni e tematiche: lavoro, cammino, sacrificio, animazione dell’oggetto, ecc.

M

A n

sn a c


, quanti paesi fanno festa

la o, ni iso to

riti & folklore

17/30 APRILE 2010

anche quella della Madonna del Carmine) che porterà in aperta campagna per la benedizione dei campi. Presteranno servizio i Concerti Bandistici “G. Puccini” Città di Noicattaro (Ba) e “F. Perazzetti” Città di Ailano (Ce). Alle 21 la musica popolare degli “Alla Bua”. Sabato 24 si esibirà il “Città di Francavilla Fontana (Br)”, mentre in serata, dalle 21, risate assicurate con Pino Campagna e Fabrizio Fontana, direttamente da Zelig. Si chiuderà alla grande domenica 25, con lo spettacolo pirotecnico alle 21 e con il concerto di Luca Carboni.

Castro onora l’Annunziata

N

Matino fa festa per San Giorgio Matino, festa per il protettore San Giorgio, si A comincerà domenica 18 con la Fiera campionaria e si proseguirà giovedì 22, quando alle 20 si snoderà la Processione, e venerdì 23, con la Messa all’aperto in Piazza alle 10,30 e subito dopo la Processione (insieme alla statua di San Giorgio ci sarà

ella splendida perla salentina, venerdì 23 il via agli eventi in onore della Madonna Annunziata. E sarà un inizio col botto: alle 20 la straripante comicità di Uccio De Santis del Mudù; alle 22 il concerto dei “Blue Alma”. La serata del giorno dopo, sabato 24, si aprirà alle 20,30 con l’imperdibile gara che vedrà sfidarsi ben sei maestri dell’arte pirica (tre napoletani, un salernitano, un beneventano ed un barese) per aggiudicarsi il primo “Trofeo Città di Castro”. Poi spazio all’attesissima Sagra del “Pesce a sarsa”, allietata dalla musica dell’Orchestra “Conturband”. Domenica 25, alle 10, la Processione per le vie di Castro, accompagnata dai Concerti Bandistici Città di Racale e Città di Conversano (Ba); al rientro, fuochi d’artificio. L’ultimo giorno, lunedì 26, un doppio appuntamento coi fiocchi: alle 21 lo spettacolo piromusicale “Notte di Fuoco”, a cura di una Ditta austriaca, e poi (dalle 22) il concerto del cantautore romano Max Gazzè.

ilgallo.it

27

Ruffano: San Marco e... Buon Consiglio

aranno come sempre in migliaia i visitatori per S la tradizionale Fiera di San Marco, domenica 25 (dalle prime ore della mattina fino al tardo pomeriggio) a Ruffano. Poi il passaggio del testimone ai festeggiamenti per la Madonna del Buon Consiglio: intrattenimento musicale in Piazza Nazario Sauro e dalle 21, in Piazza San Francesco, la cover band dei Nomadi, “Alta Tensione”. Lunedì 26 si svolgerà la Processione con la statua della Vergine in giro per le strade della cittadina, scortata dalle note del Concerto Bandistico Città di Racale.

San Vitale a Marittima di Diso

arittima (frazione di Diso) è l’unica comuM nità pugliese a vantare San Vitale come protettore. Per ricordare il Santo cavaliere, martedì 27 si terrà, alle 16, la sesta edizione dell’omonimo Palio, con la partecipazione di tutti i rioni. Fra gli ospiti, i cavalieri dell’Associazione Ippica “Sud Salento” di Tricase, il corteo storicomedievale “Giostra dei Rioni” di Avetrana (Ta) ed una rappresentanza militare della Scuola di Cavalleria di Lecce (in divisa). In serata la sempre coinvolgente musica popolare di Uccio Aloisi. La giornata di mercoledì 28 si aprirà con la Fiera e con l’esibizione dei Concerti Bandistici Città di Squinzano e Città di Racale. Nel pomeriggio la Processione con i simulacri della Vergine e del santo a cavallo.


Tuglie: una festa lunga 260 anni

28 ilgallo.it

riti 6 folklore

Sempre

Si celebra la Madonna Annunziata. Tra gli appuntamenti, domenica 18, la 260ma edizione della Fera te la Nunziata

cessione, una delle più belle e abato 17 aprile avrà domenica 18 suggestive di tutto il Salento: luogo l’inaugurazione, “Arte in Strada”, dai balconi degli antichi paalle 10, dell’antica mercatino di lazzi verranno lanciati biglietfesta con il corteo per le vie antiquariato, tini votivi, mentre i ragazzi del della città delle autorità comuartigianato ed catechismo faranno volare palnali, del Comitato festa e di enogastronomia loncini bianchi e azzurri. A far da tutta la cittadinanza. Il corteo si cornice, il lancio di palloni aerostafermerà in Piazza Garibaldi, dove tici. Al suo rientro, previsto in tarda serata, la una squadra dei Vigili del Fuoco salirà con la scala mobile lungo la facciata di un palazzo ri- Madonna verrà accolta in Piazza Garibaldi da un coperto da luminarie sulla quale verranno posi- emozionante canto dell’Ave Maria, mentre il Sinzionate, sul punto più alto, la bandiera italiana e daco leggerà la preghiera di affidamento consequella europea, mentre i gruppi bandistici Città gnando le chiavi della città. di Scorrano e Città di Aradeo intoneranno l’Inno Domenica 18, all’alba, i fuochi pirotecnici andi Mameli. Lo sparo di fragorosi fuochi pirotec- nunceranno il giorno di festa. Dalle 7 in tutte le nici darà ufficialmente inizio alla festa. Contem- Chiese verranno celebrate le Messe, mentre in poraneamente, in via Schipa, la 5a Gara podistica mattinata avrà luogo la “260a Fera te la Nunper ragazzi. Dalle 19 la funzione religiosa nella ziata”. Dalla 8 fino a sera, in via Principe di PieChiesa Matrice, con la recita del Santo Rosario, la monte, a cura dell’Associazione Ekagra, “Arte in preghiera alla Madonna Annunziata, la solenne Strada”, mercatino dell’antiquariato, artigianato celebrazione eucaristica e l’offerta dell’olio per ed enogastronomia salentina con l’animazione la lampada votiva. Seguirà l’atto di affidamento dei gruppi bandistici. Contemporaneamente si della comunità tugliese ed il canto del Magnificat. svolgeranno “Interior”, mostra-concorso fotograAlle 20, dalla Chiesa Matrice, si snoderà la Pro- fico, e l’Itinerario dei Sensi, gustoso percorso nel

S

17/30 APRILE 2010

circuito della festa. Alle 9 prenderà il via il raduno d’auto e moto d’epoca con esposizione fino a tarda serata ed annesso mercatino di scambio. Presteranno servizio i Concerti Bandistici Città di Racale e Città di Francavilla Fontana (Br). Alle 11 presso la Chiesa Matrice la Messa per tutti gli emigranti tugliesi mentre alle 12, come antichissima tradizione vuole, la Processione per le vie del centro storico con il simulacro della Madonna e subito dopo la benedizione dei campi in aperta campagna. Alle 13,30 la grandiosa gara pirotecnica. Alle 19 la solenne celebrazione eucaristia ed in Piazza Garibaldi l’esibizione dei Concerti Bandistici. Lunedì 19, dalle prime ore della giornata (allietata dal concerto bandistico Città di Aradeo), in Piazza Garibaldi, via Risorgimento, via Trieste e via Plebiscito, il tradizionale mercato della “Nunziateddhra”. Alle 19, nella Chiesa Matrice, la Messa presieduta dal Vescovo della Diocesi di Nardò-Gallipoli, mons. Domenico Caliandro. Alle 20,30 l’atteso spettacolo di Uccio De Santis ed il suo Mudù. Piazza Matteotti ospiterà un grandioso Luna Park. Gianpiero Pisanello


2010 APRILE

17/30 Laganà sulla sua Peugeot durante il Rally di Casarano 2009

Casarano apre la stagione dei Rally

29

La novità. Sabato 17 in Contrada “Mon-

foto Pierpaolo Meraglia

al 16 al 18 aprile il 16° Rally Città di Casarano, primo dei tre in programma in provincia di Lecce nella stagione agonistica 2010. La “classica” casaranese è organizzata dalla Scuderia “Casarano Rally Team” e dalla leccese “Scuderia Piloti Salentini”. C’è molta attenzione per il “Città di Casarano” visto che, oltre ad essere valido quale seconda Prova del Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona con Coefficiente 1,5, è valido anche per diversi Trofei monomarca: dai Renault “Corri con Clio” e Rally Clio R3 di zona, al “Peugeot Competition”, al 20° Challenge Internazionale delle Polizie, al 21° Campionato Interregionale Rallies & Velocità di Puglia, Basilicata, Molise e Calabria, fino ad arrivare al 3° “Memorial Gigi Tommasi”,

D

ticelli”, lo “ShakeDown” (il test con le vetture in configurazione “gara”), che precederà la gara vera e propria

intitolato al compianto pilota salentino. Il Rally Città di Casarano inizierà già venerdì 16 con lo svolgimento delle ricognizioni autorizzate del percorso per poi proseguire, nella mattinata di sabato 17, con le verifiche tecnico-sportive presso la Concessionaria Renault di Casarano. Una novità interessante riguarda lo svolgimento, in Contrada “Monticelli”, di uno “ShakeDown” (il test con le vetture in configurazione “gara”), che precederà la gara vera e propria, dalle 13 alle 16. E’ invece rimasta quella abituale la conformazione della gara con partenza da Piazza San Domenico alle 18,31 di sabato 17, alla volta della Pista Salentina di Torre San Giovanni, dove si svolgerà la Prova-Spettacolo: la P.S. 1 “Pista Salentina di 2,70 km. , con inizio alle 19,24. Pressocchè in-

variate le due Prove Speciali da percorrere tre volte domenica 18: “Madonna del Casale” di 8,03 km. (ore 10:09; 12:25; 14:13) e “Marina di Alliste” (qualche modifica nel tratto iniziale) di 12,97 km. (ore 10:47; 13:03; 14:42). Arrivo in Piazza San Domenico a Casarano alle 17,24. MondoRadio seguirà in diretta tutte le fasi della gara, anche in streaming tramite il sito www.mondoradio.net. I prossimi appuntamenti saranno il 43° Rally del Salento a giugno ed il 2° Rally dei 5 Comuni ad agosto. Gianluca Eremita

INCONTRI. 39 anni, bello, atletico, cerca bella ragazza o donna per storia seria e duratura. Tel. 327/2174885


30 ilgallo.it

tempo libero

e mmazion in progra rile dal 16 ap LECCE - MULTISALA MASSIMO TEL. 0832/307433 18 - 20,20- 22,35

Sala 1

18 - 20,20 - 22,35

Sala 2

l’uomo nell’ombra Sala 3

18,35 - 20,35 - 22,35

green zone Sala 4

SURBO - MULTICINEMA MEDUSA TEL. 0832/254411 Sala 1

15,30-18-20,25-22,50

Sala 2

18,20 - 20,30 - 22,35 18,20 - 20,30 - 22,35

mine vaganti

15,35 - 20,20

Sala 2

18 - 20,15 - 22,30

l’uomo nell’ombra

Sala 3

Sala 3

15,50-18,05-20,20-22,40

Sala 4

15,30-17,50-20,15-22,45

la vita è una cosa meravigliosa Sala 5

16,30 - 19,20 - 22,10

15,30-17,45-20,10-22,30

from Paris with love Sala 8

GALLIPOLI - CINEMA SCHIPA TEL. 0833/568653 18,30 - 20,30 - 22,30

Basilicata coast to coast

l’uomo nell’ombra Sala 7

18 - 20,15 - 22,30

green zone

15,45-17,55-20,05-22,15

Sala 6

Sala 1 (da lun. 19) 18,20-20,20-22,20

Sala 1 (da sab.17) 18 - 20,15 - 22,30

colpo di fulmine

fantastic Mr Fox

LECCE - CITY PLEX SANTA LUCIA TEL. 0832/343479

GALLIPOLI - CINEMA ITALIA TEL. 0833/568653

scontro tra titani

scontro tra titani (3D)

la vita è una cosa meravigliosa Sala 5

A l c i n e m a sù la cresta - il personaggio

green zone

scontro tra titani (3D)

15,25 - 17,35 - 20- 22,25

cella 211

TRICASE - CINEMA MODERNO TEL. 0833/568653

Sala 9

20 - 22,40

gamer (VM 14)

il cacciatore di ex

TRICASE - CINEMA AURORA TEL. 0833/568653

colpo di fulmine Sala 4 (da lun. 19) 18,15-20,20-22,20

17,15 (sab. e dom.) - 19,30 - 21,45

remember me

Basilicata coast to coast

17,30 (sab. e dom.) - 19,45 - 22

TRICASE - CINEMA PARADISO TEL. 0833/568653 19,30 - 22

l’uomo nell’ombra

Malgrado sia un magistrato, Antonio Ingroia scrive in italiano comprensibile anche ai non addetti ai lavori. E lo dimostra in questo pamphlet agile e spigliato, a tratti ironico, colto ma mai supponente. “C’era una volta l’intercettazione” è molto più “ C’era una volta l’intercettazione: la di un bignami divulgativo sul tema. giustizia e le bufale È anche, anzi soprattutto, un prezioso trattatello sull’uso politico della menzogna e sull’ansia disperata della politica” d’impunità della nostra classe politica, o meglio di Antonio Ingroia, della nostra classe dirigente. Che è la più comproCollana Senza Finzione messa e infetta del mondo libero, o semilibero.

o Il libr

il Gallo consiglia

pagg 180 - € 14,00

TROVA I GALLETTI,

IL REGOLAMENTO

Tra i primi 50 che prenderanno la linea saranno sorteggiati un telefonino ed una CENA presso Ristorante L A TERRAZZA a SAN CATALDO. Cerca tra le pubblicità e individua i 3 galletti “mimetizzati”. Telefona lunedì 19 aprile dalle ore 9. In palio anche: i BIGLIETTI per i CINEMA di GALATINA, GALLIPOLI e TRICASE; due consumazioni di 5 CONI GELATO presso ROXY BAr di LECCE; una MANICURE, una PEDICURE ed una SEDUTA TRUCCO presso l’ISTITUTO DI BELLEZZA CLEOPATRA a MAGLIE; una CREMA CORPO IDRATANTE ALL’ALOE VERA offerta da ACCOTO COSMESI ad Andrano; 5 CONI DI GELATO ARTIGIANALE da DOLCE ARTE a CUTROFIANO; due aperitivi al BAR MAL GLEF a MIGGIANO; Pizza e bevanda da BORGO VECCHIO a MIGGIANO; un PUPAZZO DI PALLONCINI da BALLON SHOP a RUFFANO; DUE APERITIVI presso DOLCI FANTASIE di SAN CASSIANO; BUONO SCONTO DI EURO 50 da applicare sull’acquisto di occhiali da sole o da vista presso OTTICA MORCIANO TRICASE, TIGGIANO E CASTRO; 2 PIZZE offerte da CROC a Tricase; una BOTTIGLIA DI VINO offerta da LE VIGNE DEL SALENTO di SALVE; un KG DI MIGNON presso PASTICCERIA PIAZZA VITTORIA a SQUINZANO; una PIZZA presso RISTORANTE PIZZERIA L A BELLA VITA di CARMIANO; UNA CAFFETTIERA OFFERTA DA VECCHI MAGAZZINI DEL COCO A LECCE

NON SONO AMMESSI GLI STESSI VINCITORI PER ALMENO 3 CONCORSI CONSECUTIVI. NON SI ACCETTANO NOMINATIVI DELLA STESSA FAMIGLIA TELEFONA

LUNEDÌ

19

APRILE DALLE ORE

VUOI ESSERE IL PERSONAGGIO DEL PROSSIMO NUMERO? CHIAMACI:

lo dicono le stelle di Eugenio Musarò (www.myspace.com/eugeniomusaro)

0833/545777

dal 17 al 30 aprile

mine vaganti

GALATINA - CINEMA TARTARO TEL. 0836/568653

Sala 3 (da lun. 19) 18,20-20,20-22,20

IL LAVORO: “Passione” NOME E COGNOME: LA DONNA: “Concreta Alfredo Capone NATO A: Gallipoli e con uno spiccato VIVI A: Taviano senso dell’ironia” LA PRIMA VOLTA: SEGNO ZODIACALE: Leone (ascendente “Curiosa...” Leone!) A LETTO: “... in boxer...” la prima cosa che IN CUCINA: “Instancal’internauta ti salta in mente se bile forchetta” parliamo di... ALLO STADIO: “Con mio padre MATRIMONIO: “Tardi e con e la sciarpa giallorossa” la persona giusta” LA VACANZA: “Irlanda” DIO: “Ritrovarlo quotidianaIN UN INCUBO: “Personalissimo mente” e ricorrente” ALCOL: “... e amici” IN UN SOGNO: “Semplice SIGARETTA: “Subdola tentatrice” e realizzabile”

17,30 (sab. e dom.) - 19,30 - 22

scontro tra titani (3D)

mine vaganti Sala 2 (da lun. 19) 18-20,15-22,20

17/30 APRILE 2010

9: 328/1063910 e 348/7145839

ETE

ARI

O

TOR

I

ELL

GEM

L A PRIMA DECADE SEMPRE ALLE IL VOSTRO È UN SEGNO UN PO’ SATURNO RILANCIA ALLA GRANDE PRESE CON SATURNO CONTRO, PIGRO E CON LA QUADRATURA DI SOLO LA PRIMA DECADE PER ORA: TUTTI GLI ALTRI GODONO ANCORA MARTE ATTIVA GIÀ DA TEMPO È IL MOMENTO DI OSARE. GLI DELL’ENERGICO TRIGONO DI QUESTE CARATTERISTICHE SI PO- ALTRI BENEFICIANO DELL’ENERGICO MARTE, CHE PUÒ RENDERVI PIÙ TREBBERO ACCENTUARE: NON CE- MARTE, CHE REGALA IN GENERE DETE ALLA PIGRIZIA . DETERMINATI E VOLENTEROSI. UNA BUONA FORMA FISICA .

CRO

N CA

NE

LEO

INE

G VER

LA PRIMA DECADE MESSA MALUC- LA PRIMA DECADE È LANCIATA DA ANCORA OSTACOLI PER LA TERZA CIO (PLUTONE OPPOSTO E SASATURNO IN SESTILE, PERTANTO È DECADE CON L’OPPOSIZIONE DI TURNO IN QUADRATURA): OPPORTUNO APPROFITTARNE. URANO: PAZIENTATE. GLI ALTRI PAZIENTATE ED EVITATE PROGETTI. GLI ALTRI GODONO ANCORA DEL PO- MOLTI ALTRI SONO ANCORA CON- USUFRUISCONO DEL TRIGONO DI TENTE TRIGONO DI URANO. OSATE FUSI E DEMOTIVATI A CAUSA DEL- MERCURIO, CHE AIUTA NELLE SCELTE RENDENDOVI PIÙ LUCIDI. L’OPPOSIZIONE DI NETTUNO. E PROGETTATE.

CIA

AN BIL

E ION P R SCO

POSSIBILI PROBLEMI LEGALI PER I VENERE, MERCURIO

RIO ITTA G A S

URANO IL VOSTRO SEGNO, OTTIMISTA PER NATURA, DOPO I TRANSITI PLANESATURNO E PLUTONE. MOLTI REGALANDOVI FORMA FISICA E TARI UN PO’ DURI DEGLI ULTIMI ALTRI, INVECE, SONO PIÙ LUCIDI, MENTALE. L A TERZA DECADE, POI, MESI SI STA RIPRENDENDO, GRACREATIVI E VOLENTEROSI GRAZIE È LA PIÙ FAVORITA DAL TRIGONO ZIE AL SESTILE CONCRETO DI SAPOTENTE DI URANO: OTTIMO. AL BEL TRIGONO DI NETTUNO. TURNO ED AL TRIGONO DI MARTE. NATI IN SETTEMBRE A CAUSA DI

RNO ICO R P CA

E

SONO FAVOREVOLI A MOLTI DI VOI,

RIO

UA

Q AC

CI

PES

MERCURIO IN CONGIUNZIONE VI A PARTE L’OPPOSIZIONE DI OTTIMO IL PROLUNGATO SESTILE DI RENDE PIÙ RAZIONALI, MA SA- MARTE, CHE POTREBBE RENDERVI MERCURIO PER VOI CHE DI QUETURNO (PIANETA GUIDA) HA IN- PIÙ PIGRI E MENO DETERMINATI, STO PIANETA NE AVETE SEMPRE BICOMINCIATO LA SUA CORSA IN AVETE OTTIMI TRANSITI DA SFRUT- SOGNO, IN QUANTO VI AIUTA NELLE QUADRATURA , QUINDI NON INGI- TARE, COME GIOVE CONGIUNTO E SCELTE CON LA DOVUTA RAZIONASATURNO IN TRIGONO. GANTITE EVENTUALI PROBLEMI. LITÀ CHE SPESSO A VOI MANCA .


17/30 APRILE 2010

pubblicitĂ

ilgallo.it

31


32 ilgallo.it

ultima

17/30 APRILE 2010

Profile for Giornale ilGallo

il Gallo - Numero 10/2010 Sud Salento  

magazine, freepress

il Gallo - Numero 10/2010 Sud Salento  

magazine, freepress

Profile for ilgalloo