Issuu on Google+

A

Gallo

il

In

per RESTARCI

Anno 15, n. 14 (428) - 12/25 giugno 2010 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

I

MONDIAL 2010 DI INSERTO E 16 PAGIN

Gigi De Canio:

“Punteremo ancora sui giovani da valorizzare”

Trova i galletti: per te cinema e cena gratis TELEFONA LUNEDÌ 14 DALLE ORE 9

Biomasse: Guelfi & Ghibellini

regolamento pag. 46

pag ine 4/ 5

Si va dal “sì” perché se ne ricaverebbero decine di posti di lavoro, al “no” perché le Centrali avvelenerebbero l’ambiente

Lecce: due nuove scuole

Localizzazione finanziaria e due nuovi progetti della Provincia di Lecce in via San Pietro in Lama pagina 6

foto: www.uslecce.it

Nardò cinque vele

Vaglio “svela” in anticipo la conferma del conferimento

pag ina 7


2

ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


ora parlo io

Sud Est: e la Novoli-Gagliano? 12/25 GIUGNO 2010

chiamo Luigi, sono di Lecce e sono un pendolare. Tutti i giorni mi reco a Casarano per lavoro ed uso il treno. Sono amareggiato e con me tanti e tanti altri pendolari, che tutti i giorni per raggiungere il sud Salento da questa linea devono trasbordare minimo tre volte da treno a bus e viceversa con conseguenti disagi e ritardi. Non parliamo poi dei poveri turisti e persone anziane che devono scendere e risalire con valige e suppellettili diverse volte… una tragedia! Circa 5 anni fa la linea ferroviaria Novoli-Gagliano del Capo fu interrotta in abitato di Novoli per la realizzazione di un

Mi

tunnel ferroviario che consentiva di sopprimere tre passaggi a livello nel suddetto Comune. Fatto sta che i soldi, da un progetto POP europeo, arrivarono a chi di competenza… I lavori iniziarono il 3 novembre 2005 ma dopo pochi giorni furono interrotti per problemi tecnici… Perciò continuiamo tutti i santi giorni a partire da Lecce in treno, arriviamo a Novoli e prendiamo un bus che ci porta a Carmiano dove troviamo il treno fermo per poi proseguire. Ora di questi lavori non se ne sa più niente, nessuno ne parla e se qualcuno ha scritto qualcosa su dei quotidiani locali, si sono rivelate vere e proprie bufale. Chi di

solo degli imprenditori Filanto, Adelchi, ecc., ecc. Io non credo che questa gente, dalla sera alla mattina, abbia deciso di mettere in crisi un intero territorio e non credo che abbiano deciso solo per il fatto di dover guadagnare di più, distruggendo tutto quello per cui hanno lavorato per una vita intera. Tutto questo è frutto anche di una politica sbagliata nel momento in cui gli altri hanno deciso di voler costituire questa famosa Europa e hanno aperto le porte al mondo intero, perché prima di farlo non hanno pensato bene di dover tutelare gli interessi dei propri cittadini. Come possiamo pretendere che noi, che per una vita abbiamo fatto le scarpe a tutto il mondo, possiamo combattere nazioni come la Cina, l’India, ecc., dove un lavoratore costa la decima parte di quello che costiamo noi e di conseguenza le varie aziende non italiane possono fare prezzi che noi non possiamo più permetterci? Con questa offerta di prezzi così bassa, come possiamo far cambiare idea ai vari compratori internazionali ed italiani affinché acquistino le scarpe made in Salento? Noi purtroppo non abbiamo mai fatto scarpe di fascia alta, ma per la gente comune, per noi stessi e per quelli come noi in tutto il

3

Disabili penalizzati: “Questa manovra mi fa schifo!”

In questo numero Doppia Zeta ospita volentieri quanto pubblicato sul suo blog da Franca Rame in merito alla manovra economica presentata dal Governo.

competenza una volta intervistato ha sempre detto la stessa e medesima frase: “I lavori riprenderanno a breve…”. Ma sono passati quasi 5 anni e sentiamo e leggiamo sempre la stessa frase, eppure i 90 milioni di euro sono arrivati! Che fine hanno fatto?

Solo colpa di Filanto e Adelchi? ome mai ve la prendete sempre con C i soliti? Non possiamo addossare la colpa che tutto questo casino sia frutto

ilgallo.it

mondo. Frutto anche del nostro menefreghismo rispetto al posto di lavoro: quanti di noi hanno creduto che dalla fabbrica si potesse entrare ed uscire a piacimento per settimane intere, senza lavorare e presentando un semplice certificato medico? Ogni tanto mettiamoci nei panni di questi imprenditori, anche perché, in fondo, ognuno di noi è un imprenditore. A noi, però, è solo permesso chiedere: nel momento in cui dovevamo dare, abbiamo storto il naso e fatto controvoglia. Come lottare contro tutto ciò? E’ questo che mi chiedo da quando sono a casa come tanti di voi ed è a questo che dobbiamo pensare. Ricordiamoci una cosa: non ci può essere un imprenditore se non c’è un lavoratore e viceversa. Quindi non sono d’accordo quando leggo che gli unici che devono essere licenziati sono gli imprenditori: chi, dopo di loro, svolgerà questo mestiere? E’ arrivato dunque il momento di dover insieme, lavoratori, imprenditori, parti sociali, politici, costruire e non distruggerci a vicenda, perché andando avanti così non approderemo a nulla se non alla disperazione di tante famiglie ed alla creazione di un futuro che farà soffrire, più di tutti, i nostri figli e le prossime generazioni. Un lavoratore

Noi non ci stiamo più è il grido di 12 mamme a rappresentanza di tante altre che hanno un figlio con varia disabilità. L’attuale manovra economica prevista dal Governo non fa altro che penalizzare questa parte della popolazione che le ultime stime calcolano in circa 2 milioni e 600 mila persone. Parlare di spesa improduttiva riferendosi allo stato sociale non è accettabile soprattutto quando l’Italia stessa ha sottoscritto la Convenzione ONU del 2006 che sancisce i diritti dei disabili in quanto Persone. Non si può parlare di improduttività quando la disabilità dà lavoro a tanti operatori sanitari, insegnanti, educatori, per non parlare di tutte le aziende produttrici di ausili, nonché le stesse case farmaceutiche. Queste mamme non ci stanno più a continuare a sacrificarsi per rendere la vita del proprio figlio la più dignitosa possibile e per salvaguardare il bene psicologico ed affettivo della famiglia. Per questo hanno scritto una lettera al Presidente Napolitano, quale rappresentante di tutti i cittadini italiani e quindi anche del loro figlio. La speranza è di avere un segnale a dimostrazione che non tutta la politica è sorda alle esigenze dei più fragili, proiettata solo sulla redditività standard dei normodotati e non sullo sviluppo e promozione di tutte le risorse disponibili presenti nella comunità. TELEFONA LUNEDÌ 14 GIUGNO DALLE ORE 9

Trova i galletti e mangi gratis 328/1063910 348/7145839


4

ilgallo.it

il futuro

12/25 GIUGNO 2010

Casarano: i guelfi e i gh Gli schieramenti. Si va dal “sì” perché se ne ricaverebbero decine e decine di posti di lavoro, al “no” perché le Centrali avvelenerebbero l’ambiente dice che chi è capace di pensare, pensa anche in mezzo alle contraddizioni. Ebbene, qualora a Casarano ci fosse ancora qualcuno in grado di pensare (intendo cercando di elaborare un pensiero tutto suo) si troverebbe a doversi confrontare con tante e tali contraddizioni da mettere a dura prova tale capacità. Ovviamente l’argomento che in questo periodo appassiona proprio tutti è biomasse sì oppure no e le contraddizioni sono naturalmente tutte quelle che la gente, dalla più comune alla più istruita, mette in luce quando decide di prendere una posizione; quando decide cioè se stare con i guelfi o con i ghibellini. Le motivazioni che portano dall’una parte anziché dall’altra sono le più disparate e vanno dal “sì” perché se ne ricaverebbero decine e decine di posti di lavoro, al “no” perché queste Centrali avvelenerebbero l’ambiente con agenti altamente cancerogeni; nel mezzo tute le altre sfumature che però hanno un unico denominatore comune: la cattiva informazione. Ma questo sarebbe in fondo l’ultimo dei mali; basterebbe ben informare (magari senza pregiudizi) ed il problema non ci sarebbe più. A Casarano, invece, da sempre terra di antinomie, il vero problema sono appunto le contraddizioni. Leggendo infatti i programmi pre-elettorali di qualunque partito politico a livello nazionale, al capitolo energie c’è sempre l’auspicio ad un passaggio, il più celere possibile, a forme di energia rinnovabili come quella derivante dalle biomasse perché “sostenibili” e soprattutto perché non inquinanti. La prima contraddizione è quindi quella di vedere a Casarano gli stessi simboli apertamente e decisamente schierati con il fronte del no (eccezion fatta per i Verdi del Sole che ride). Un’altra contraddizione è poi quella dell’esponente primo della coalizione del “no”: proprio il prof. Giuseppe Serravezza che, dopo aver contraddetto alcuni suoi colleghi sulla dannosità delle biomasse (disquisizione nella quale

Si

mai entreremo), si contraddice nel momento in cui non leva alta la sua voce su altri progetti tutti casaranesi e (sicuramente) pericolosi come il sansificio o la conceria. A dire il vero un partito c’è che non si è contraddetto: è il PD, ma ciò non è accaduto per coerenza, bensì solo perché una posizione non è stato in grado di prenderla, o meglio ci ha provato l’ex sindaco Remigio Venuti schierandosi con il “no” (lui, che del sansificio, delle biomasse, dei radio farmaci e della conceria è stato il fautore), salvo poi essere smentito dal Direttivo stesso del partito. Di contraddizione in contraddizione, ci sono poi quelle di De Masi (Ivan) che si dimette da tutti gli incarichi societari per “incompatibilità istituzionale” ma che poi (e la cosa non dovrebbe meravigliare) cerca di “aiutare” il fronte del “sì”; così come quelle di De Masi (Paride) che parla di un’alimentazione della Centrale garantita al 40% da filiera corta (cioè da olio prodotto nel Salento) ma che poi viene contraddetto dai numeri che, impietosi, gli danno torto (soprattutto se nello stesso Salento di Centrale dovesse essercene qualche altra) così come quando il discorso si sposta sui posti di lavoro, che da svariate decine diventano solo 15 per poi assestarsi a 35. Per non parlare poi dei medici (o almeno alcuni di essi) che prima firmano un documento contro e poi lo sconfessano perché indotti a firmare

senza aver avuto la possibilità di riflettere a sufficienza e con essi anche tanti comuni cittadini che, per non far torto ad un amico o ad un conoscente, si sono schierati contro o a favore, divenendo quindi guelfi o ghibellini loro malgrado. Ed il problema è proprio questo. A Casarano la discussione sulla Centrale non è uno scontro di idee (come sarebbe stato auspicabile) ma è uno scontro politico: tutti quelli che stanno con il Sindaco favorevoli, le opposizioni contrarie! E mentre ci si accapiglia sulle nano particelle di cui tutti parlano ma di cui pochi sanno cosa


in piazza

12/25 GIUGNO 2010

ilgallo.it

5

ibellini delle biomasse Confagricoltura. “Con le biomasse a rischio la filiera dell’olio salentino”

L’

idea di Centrale a biomasse a Casarano preoccupa Confagricoltura. L’eventuale realizzazione di tale insediamento può danneggiare la filiera pura dell’olio vergine di oliva. “Antonio Stea, rappresenta e dirige nel Sud Salento l’Associazione di categoria e spiega: “Confagricoltura pone all’attenzione dell’ intera comunità agricola locale, l’eventuale e non auspicabile possibilità che le ingenti quantità di oli vegetali provenienti da Stati extra Ue per alimentare tali impianti di produzione energetica possano determinare fenomeni distorsivi in un quadro di equilibrio tutt’oggi non semplice nell’ambito olivicolo-oleario salentino. La grande importazione e successiva disponibilità nel Salento di oli vegetali importati per migliaia e migliaia di tonnellate all’anno può provocare di fatto nel prossimo futuro nel settore agricolo ed in imprenditori agroindustriali poco etici e dal facile guadagno, un aumento dell’ “agro pirateria” nel Salento nella filiera dell’ olio vergine di oliva, andando a procurare mediante circuiti produttivi agroalimentari illegali e seri danni nei confronti delle migliaia di operatori olivicoli salentini”. Stea rivolge un invito pressante al Sindaco di Casarano “affinché possa rigettare questo progetto industriale e riflettere sulle serie conseguenze negative che una simile Centrale alimentata ad oli vegetali importati potrebbe determinare nei confronti dei produttori olivicoli”.

cavolo siano veramente, nessuno ha ancora sollevato problemi quali ad esempio quello che l’autorizzazione all’impianto, una volta concessa, permette anche la costruzione di un inceneritore; nessuno ha ancora chiesto ai politici una riduzione delle attività di “Ceranobill” a fronte dell’eventuale costruzione della Centrale a Casarano; nessuno ha chiesto all’azienda una contropartita per i cittadini che potrebbe ad esempio essere quella di fare il “pieno” gratis alle auto alimentate elettricamente (compensando quindi l’equivalente dell’inquinamento delle 400 auto che produrrebbe la Centrale) o ad esempio lo sfruttamento gratuito del calore prodotto per creare magari il freddo nei capannoni tristemente vuoti della zona industriale, facendola quindi diventare un centro di smistamento per i surgelati per tutto il sud Italia. E mentre sui blog si parla di Jatropha Curcas… qualcun altro, pur di evitare le biomasse, pondera che il nucleare sia, a pensarci bene, il male minore. Intanto l’estate incombe, il mare è invitante e quindi… tutti in montagna! Antonio Memmi

Cavallino stoppata. Il Comitato intercomunale fa festa e rilancia

La posizione dei Comitati di Cavallino, San Donato, San Cesario e Lizzanello (Comitato Intercomunale) a proposito delle ultime notizie sull’iter amministrativo. “Apprendiamo del parere negativo rilasciato da Arpa, Asl e Provincia in merito all’autorizzazione integrata ambientale (AIA) della Centrale a biomasse di Cavallino. La notizia ci rende molto felici anche perché sembra che i suddetti enti abbiano acquisito alcune delle nostre osservazioni tecniche. Tutto questo dimostra che non siamo, come qualcuno ci appella, i soliti “paladini del no” a tutti i costi e soprattutto rende giustizia al lungo lavoro fatto in un anno e mezzo di attività del Comitato. Questa vittoria ha una grande valenza sociale perché dimostra come la gente può e deve in-

teragire con le istituzioni, soprattutto per quei temi fondamentali come la salute e l’ambiente. In questa impresa abbiamo visto nascere intorno a noi un movimento politicamente trasversale in grado di farsi portavoce delle esigenze del territorio e delle istanze dei singoli cittadini, associazioni e sindacati e siamo sicuri che questa esperienza può essere un punto di partenza e soprattutto una lezione per l’elaborazione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile. Confidiamo vivamente affinché l’autorizzazione unica rilasciata dalla Regione, sia negativa e soprattutto si riesca a giungere ad un’analoga conclusione anche per i procedimenti che interessano altre Centrali a biomassa disseminate lungo la nostra Penisola”. Il Direttivo del Comitato


Due nuovi edifici scolastici a Lecce

6

ilgallo.it

dai Comuni

12/25 GIUGNO 2010

Locazione finanziaria. Il primo progetto della Provincia

presso la sede centrale dell’Istituto “Columella”. L’altro sarà realizzato in via S. Pietro in Lama o altrove

D

ue nuovi edifici scolastici da realizzare a Lecce attraverso lo strumento della locazione finanziaria. A deciderlo è stata la Giunta provinciale, che ha approvato una delibera con cui dà indirizzo agli Uffici competenti di avviare i procedimenti per l’affidamento dei contratti di locazione finanziaria immobiliare. Con questo provvedimento l’esecutivo provinciale dà indirizzo al dirigente del Servizio Appalti e Contratti di predisporre il bando di gara per la costruzione di un edificio scolastico, mediante un contratto di locazione finanziaria, da realizzare sull’area di proprietà della Provincia, ponendo a base di gara la progettazione già agli atti dell’Ente. Difatti la Provincia ha in corso la progettazione di un nuovo edificio scolastico da realizzare su di un’area di proprietà alla via S. Pietro in Lama, presso la sede centrale dell’Istituto “Columella” (progetto preliminare, generale e definitivo primo lotto funzionale), intervento già inserito nel Programma Triennale dei Lavori

80mila euro all’Ato Le/1 La Giunta provinciale di Lecce ha destinato un finanziamento all’Ato Le/1 per interventi al sistema viario del Comune di San Donato. In particolare, si tratta di 80mila euro che rivengono dal tributo per il deposito in discarica dei rifiuti, spettanti alla stessa Ato, e sono destinati ad interventi strettamente connessi al corretto funzionamento degli impianti a servizio dell’Ato Le/1. Si tratta di un investimento di rilievo per la viabilità della zona di San Donato, bisognosa di un adeguamento del sistema viario, interessato dall’accesso agli impianti a servizio dell’Ato Le/1, oltre che dal transito di diversi mezzi della raccolta Rsu provenienti dal Nord Salento. La somma che la Giunta ha destinato a questo intervento è quota parte di quella complessiva spettante all’Ato Le/1 (deliberazione 163 del 2009), vale a dire circa 276mila euro, dei quali ne sono già stati utilizzati 60mila per la realizzazione del progetto di incremento della raccolta differenziata durante le festività di Sant’Oronzo a Lecce nell’agosto 2009 e 41mila per l’adeguamento del sistema viario del Comune di Cavallino, necessario a garantire l’accesso in sicurezza agli impianti del bacino Le/1. “Concludiamo con tempestività”, ha spiegato il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, “un percorso istituzionale che ha visto la Provincia di Lecce attenta e rapida nel percepire e raccogliere le esigenze del territorio, in modo da tamponare subito l’emergenza rifiuti e il loro trasferimento e conferimento, contenendo i disagi per la popolazione”.

Pubblici. Contestualmente si è dato mandato al dirigente del Servizio Edilizia e Patrimonio di predisporre un progetto preliminare di un secondo edificio scolastico, definendo i requisiti minimi, le caratteristiche tecniche ed estetiche dell’opera, i costi e i tempi dell’operazione, da realizzare sull’area di proprietà provinciale alla via S. Pietro in Lama o su altra area di Lecce, possibilmente nei pressi di altri edifici scolastici di istruzione superiore in maniera da perseguire, per quanto possibile, la creazione di un polo scolastico tale da consentire la flessibilità di utilizzo di più edifici. Con lo strumento della locazione finanziaria, la Provincia intende perseguire il raggiungimento di una serie di vantaggi: il reperimento delle risorse finanziarie da un soggetto privato; la realizzazione “chiavi in mano” dell’opera, cioè completa in ogni sua parte, agibile, funzionante e munita di tutti i permessi ed autorizzazioni; la possibilità di eliminare i rischi finanziari legati alle perizie suppletive, errori progettuali, slit-

La sede centrale del “Columella” in via San Pietro in Lama

tamento dei tempi di esecuzione; lo snellimento di tutte le attività tecniche e burocratiche connesse all’intervento, con conseguente riduzione di tempi rispetto alla procedura dell’appalto di costruzione; la realizzazione dell’opera ad un costo certo e definito sin dal momento dell’aggiudicazione e con una rata di leasing fissa, invariabile da iniziare a corrispondere solo dopo il collaudo dell’opera; la realizzazione e consegna dell’opera nei tempi prefissati, in quanto l’aggiudicatario comincerà ad incassare i canoni solo dopo il collaudo dell’opera.

Monteroni: un milione per la Zona Industriale

Finanziamento regionale.

Saranno realizzate importanti opere di urbanizzazione: strade, acqua, luce,

rete fognaria...

Regione Puglia ha finanziato, per un La importo pari a un milione e 100mila euro, i progetti presentati dall’Amministrazione Comunale di Monteroni per la realizzazione della Zona Industriale. La richiesta del Comune era finalizzata all’attivazione di importanti opere di urbanizzazione quali strade, acqua, luce, rete fognaria. “Grazie all’utilizzo di questi finanziamenti, la nostra Zona Industriale sarà moderna, efficiente e realizzata secondo i più moderni dettami urbanistici”, hanno spiegato con soddisfazione il sindaco Lino Guido e l’assessore alle Attività Produttive, Luigi Cosma, “e da questo momento si metterà a disposizione delle imprese del territorio

un polo industriale al passo con le aspettative degli imprenditori e del Salento”. L’Amministrazione ha inoltre espresso il doveroso riconoscimento alla professionalità dei dirigenti responsabili di settore di Via Capruzzi a Bari “per la professionalità con cui hanno collaborato nella fase preparatoria alla predisposizione delle richieste, alla Regione Puglia e, in particolare, all’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Loredana Capone. Questo importante finanziamento giunge in un momento particolare nel quale si è appena conclusa una manifestazione di interesse grazie alla quale 60 aziende del territorio hanno deciso di essere interessate ad acquisire un lotto della nostra Zona Industriale al punto che difficilmente riusciremmo a soddisfare tutte le richieste. A tal proposito”, hanno concluso Sindaco ed Assessore, “ci stiamo già attivando per richiedere alla Regione una seconda tranche di finanziamenti”.


12/25 GIUGNO 2010

dalle marine

ilgallo.it

7

Le 5 vele spingono Nardò

Nuovo piano commerciale. Spostato il mercato domenicale dalle Quattro Colonne all’area appositamente realizzata nei pressi della Chiesa di S. Maria al Bagno e ridotta la presenza di fast-food a S. Caterina e sul litorale

C

ome anticipato dal sindaco Antonio Vaglio, svelando anzitempo e pubblicamente una comunicazione che doveva restare ancora riservata, anche questa estate 2010 sarà a 5 Vele per Nardò. Legambiente e Touring Club Italiano, che pubblicano ogni anno la Guida Blu, si apprestano ad ufficializzare l’ambito riconoscimento, rendendo note, durante la cerimonia di consegna prevista a Roma e, in simultanea, a Bari, le best practices che hanno portato a questa riconferma. In attesa di conoscere le motivazioni, proviamo ad anticipare le novità, che fin qui ci è dato sapere, della calda stagione. Innanzitutto, nell’ultimo Consiglio Comunale è stato dato il via libera al nuovo piano commerciale, con il quale si è deliberato di spostare il mercato domenicale dal piazzale antistante le Quattro Colonne all’area appositamente realizzata nei pressi della Chiesa di S. Maria al Bagno e di ridurre drasticamente la presenza dei fast-food, i cosiddetti “paninari”, presenti a Santa Caterina e lungo tutto il litorale. “Adegueremo alla normativa vigente”, ha detto l’assessore alle Attività Produttive, Antonio Cavallo, “tutte quelle attività di commercio ambulante e a posto fisso che rappresentano sì una fonte di primario sostentamento per tanti concittadini, ma che necessariamente devono risultare

compatibili con le leggi e con il più comune senso del decoro”. La minoranza, però, ha già avanzato dubbi sull’attuabilità di questo piano definito “un provvedimento senza anima e vuoto sotto l’aspetto politico, che non incide, se non negativamente, sulla quantità e sulla qualità del commercio”. Altra novità importante è la costituzione di un Comitato delle strutture turistico-ricettive, che riunisce proprietari e gestori di bar, ristoranti, pub e locali pubblici neretini, posti sia in città che nelle ma-

La critica della minoranza

Un provvedimento senza anima e vuoto sotto l’aspetto politico, che non incide sulla quantità e sulla qualità del commercio

rine. Questo Comitato, che a giorni nominerà i propri referenti, nasce con lo scopo di interagire a nome di tutti con l’Amministrazione Comunale, per arrivare alla soluzione di alcuni annosi problemi. Fra questi, uno che da tempo mette in difficoltà gli esercenti è il divieto di diffusione della musica dopo mezzanotte, che preclude ogni tipo di intrattenimento nell’orario di maggior affluenza della clientela. Pare che il Comitato stia dialogando, nello specifico, con il vice sindaco Salvatore De Vitis per arrivare ad una soluzione condivisa, che possa coniugare le esigenze dei commercianti e quelle dei residenti. Impresa tentata più volte: che sia quella buona? Infine, ancora in alto mare il cartellone degli eventi estivi per via delle ristrette disponibilità economiche. Qualcosa, comunque, si dovrebbe fare: ad esempio, il collaudato “Rosalento”, rassegna dedicata al Rosato del Salento promossa dal Comune con il patrocinio della Regione Puglia e la collaborazione di Slow Food. Ma per il resto, niente è ancora dato sapere, a parte poche indiscrezioni che parlano della volontà di organizzare qualche manifestazione musicale e culturale soprattutto nel centro storico, che ha bisogno di essere rivitalizzato dopo ben tre stagioni estive in sofferenza per via dei lavori di rifacimento del basolato. Le marine dovrebbero essere per lo più esentate. E c’è chi non se ne dispiace, visto che il problema parcheggi, acutizzato dalla sospensione del servizio navetta, andrebbe affrontato al più presto.

Generazione... Nardò. In città il Circolo del movimento vicino a Gianfranco Fini

Ilaria Marinaci

Anche a Nardò Generazione Italia. L’Associazione politico-culturale, vicina alle posizioni del presidente della Camera Gianfranco Fini, avrà il suo Circolo nel centro neretino, il primo nella provincia di Lecce, tra i primi 122 in Italia come ricorda il sito nazionale di GI. A guidarlo sarà Gabriele Corradino, 30 anni, un passato prossimo da militante di Azione Giovani. E in effetti la componente giovanile all’interno di GI è di tutto rilievo. Accanto a Corradino siederanno nel direttivo Emanuele Ciarfera, Michele Marra e Mino Donadei, tutti giovanissimi, affiancati da tre anime storiche della Destra neretina, Sabino Cacciapaglia, Antonio Dell’Anna e Tonino De Paola. L’Associazione nasce all’interno del Popolo della Libertà e si propone di passare dalla fase del “predellino” a quella di un partito che ha le sue parole d’ordine in “Militanza” e “Territorio”, dando spazio e voce a quanti si sono allontanati dalla politica dopo lo scioglimento di Alleanza Nazionale. “Siamo stanchi”, osserva Corradino, “dei trasformismi e delle lotte per la poltrona. Vogliamo un partito fatto di sezioni, tessere e tanta militanza. Se questa è una concezione vecchia dei partiti, contrapposta a quella nuova di un popolo senza regole, allora noi siamo vecchi! La nostra gente ha bisogno di luoghi di confronto, dibattito e democrazia interna. Faremo della legalità”, conclude Corradino, “la nostra bandiera. Basta con plurinquisiti e condannati. Le nostre icone saranno Paolo Borsellino e Peppino Impastato. Perché non è chi si cala fermamente nella trincea della legalità ad allontanarsi dai valori della Destra, ma esattamente il contrario”. Gabriele i.m. Corradino


8

ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


Gallipoli differenzia la sua estate 12/25 GIUGNO 2010

dalle Marine

ilgallo.it

9

Il Sindaco. “Sono convinto che quella della differenziata sia una scelta obbligata per la gestione della raccolta dei rifiuti, per garantire un servizio moderno, efficiente e rispettoso dell’ambiente.

di Federico Scarascia feder@ilgallo.it

obiettivo, come ogni anno, è quello di preparare un cartellone estivo in grado di intercettare i consensi delle diverse fasce di pubblico, puntando su un elemento che per noi è imprescindibile: la valorizzazione delle nostre risorse a livello storico, culturale, enogastronomico ed anche umano, visto che disponiamo di molteplici talenti, cui la stagione estiva garantisce la giusta ed importante vetrina per mettere in mostra le proprie capacità”. Parte determinato il sindaco Giuseppe Venneri nell’illustrare quanto attende la sua Gallipoli in vista della bella stagione ormai alle porte. Nelle parole e nell’espressione del primo cittadino tutta la voglia di imporre ancora una volta la “Perla dello Ionio” all’attenzione delle migliaia di turisti che si apprestano a popolarla e, naturalmente, dei residenti. Cosa bolle in pentola, dunque? Venneri ricorda che “le varie manifestazioni organizzate con cadenza quotidiana puntano proprio su tale obiettivo” e poi si affretta ad annunciare che “nel solco di tale valorizzazione, per quest’anno proporremo una novità assoluta, ossia il “Carnevale estivo”, che si terrà a fine luglio e che consentirà a turisti e visitatori di ammirare la bravura dei nostri maestri cartapestai e di capire i motivi per cui la nostra kermesse, grazie anche all’impegno dell’Amministrazione Comunale, è riuscita nell’impresa di rientrare per ben quattro volte negli ultimi sette anni nel circuito delle Lotterie Nazionali”. Alla richiesta se il budget a disposizione è stato inferiore all’anno scorso, il

“ L’

Sindaco non può far altro che ammettere che “con la congiuntura economica sfavorevole a livello direi planetario, la risposta direi che è quasi automatica. È un periodo di profondi sacrifici per tutti ed anche gli enti locali, di conseguenza, sono costretti a razionalizzare le spese in ogni settore dell’attività amministrativa. Tuttavia, nonostante tale limite oggettivo, credo che anche quest’anno il risultato finale sarà particolarmente apprezzato da tutti”. L’estate ovviamente non è solo il cartellone degli spettacoli: quale sarà, allora, l’abito completo che indosserà Gallipoli? Immediata la risposta di Giuseppe Venneri: “Lo stesso abito che negli ultimi anni ha consentito a Gallipoli di veder aumentare, in modo progressivo, il trend di presenze e visitatori! Come? Facendo breccia su una fascia di turismo, quella giovanile, particolarmente difficile da conquistare in quanto particolarmente e giustamente esigente. Gallipoli ha un ventaglio di offerte, dalla movida serale e notturna al fascino del suo centro storico, dalla bellezza naturalistica delle sue coste alla generosità ed accoglienza della sua gente, che riesce ad andare ben oltre lo stantio e riduttivo binomio sole-mare”.

Giuseppe Venneri

Gallipoli ha un ventaglio di offerte, dalla movida al fascino del centro storico alla bellezza delle coste...

Da Osaka a Leuca con i fenomeni del volley

Ottava edizione dei camp internazionali NuzzoSanvolleycamp, dal 20 giugno a S.M. di Leuca, promossa dall’Associazione Sport e Vacanze, che ha come obiettivo la promozione dello sport e del Salento attraverso lo sport. Vacanze e divertimento assicurati anche quest’anno per i ragazzi (e molti genitori) provenienti da ogni parte d’Italia, allo stesso tempo allenandosi sotto i consigli e le lezioni di campioni del calibro di Andrea Giani e Leonell Marshall e di coach Vincenzo Di Pinto. Insieme a loro ci saranno anche Camillo Placi (per qualche giorno), Gianluca Durante, Michele De Giorgi e naturalmente Nuzzosan Gianluca Nuzzo ed altri personaggi sportivi. I periodi dei camp: 1° turno dal 20 al 26 giugno; 2° turno dal 27 giugno al 3 luglio; 3° turno dal 4 al 10 luglio. Info: 338/7912170; 340/4132779; www.nuzzosanvolleycamp.it

Differenziata opportunità di marketing territoriale

Q

uanto influirà l’arrivo della raccolta differenziata? Un anno fa di questi tempi ci furono molte polemiche per i rifiuti per strada. Oggi c’è stata la svolta legata alla raccolta differenziata ed il Sindaco è assai ottimista: “Sono convinto che sia una scelta obbligata per la gestione della raccolta dei rifiuti, per garantire un servizio moderno, efficiente e realmente rispettoso dell’ambiente. Detto questo, la differenziata rappresenta anche un ottimo strumento di marketing territoriale, che contribuisce ad accrescere l’immagine della città. Per il resto, l’augurio è che Gallipoli, città-faro per il turismo salentino e non solo, possa smettere di pagare, come lo scorso anno, il prezzo altissimo rappresentato da cumuli di rifiuti lungo le strade e causato da inefficienze e responsabilità altrui”. Lo scorso 7 giugno si è svolto il 41° “Premio Barocco”, non al Porto ma al Cinema Italia. Se sia stata più la gioia per il ritorno a Gallipoli o l’amarezza per le infinite polemiche, Venneri taglia corto: “Le polemiche sarebbe opportuno sempre tenerle da parte. Quindi guardiamo al lato positivo: ci fa piacere che il Premio sia tornato a Gallipoli”. Sarà un’estate anche di passione calcistica, con l’Amministrazione in campo nella difficile partita per cercare di ripartire dalla Prima Divisione Lega Pro. Il Sindaco fa sapere che “abbiamo già avuto un incontro, che ho giudicato particolarmente cordiale e proficuo, con i referenti della costituenda Associazione “Il mio Gallipoli”, che ha il difficile compito di traghettare la squadra verso un futuro societario più sereno e soprattutto più certo, dopo i travagli degli ultimi mesi. Come Amministrazione ci sono state avanzate alcune richieste per adeguare lo stadio “Bianco”, tra cui la realizzazione di una sala stampa e il rifacimento del manto erboso, che abbiamo ritenuto fattibili e per le quali abbiamo garantito il nostro impegno, nella speranza di vedere la squadra mantenere la Prima Divisione, senza subire ulteriori retrocessioni”.


10 ilgallo.it

energia alternativa

12/25 GIUGNO 2010

Ugento esalta il suo mare Il vice sindaco Lecci. “La presenza della Posidonia, erroneamente scambiata per alga, è una garanzia perchè cresce in mari che godono di ottima salute” gento e le sue marine, mete tra le preferite in Puglia da turisti italiani e stranieri, si preparano alla stagione estiva. Il vice sindaco ed assessore all’Ambiente, Massimo Lecci, ha rassicurato innanzitutto in merito alla qualità delle acque: “Ad oggi non esistono riscontri da parte di Arpa che evidenzino situazioni di criticità per la qualità delle acque. Pertanto si può ritenere che siano perfettamente balneabili”. E le “alghe” che ogni anno si depositano sui fondali e sulle spiagge? Lecci tiene a precisare che “si tratta di comuni foglie di una pianta marina. Anzi, la loro presenza rappresenta un ottimo indicatore di qualità delle acque, in quanto la “Posidonia” oceanica (così si chiama la pianta, erroneamente scambiata per alga, ndc) cresce in mari che godono di ottima salute”. Proprio le foglie di questa pianta, che possono generare fastidio ma che in realtà occupano un importante ruolo nell’ecosistema, in quanto liberano grandi quantità di ossigeno nell’ambiente acquatico e sono indispensabili per la sopravvivenza di numerose specie marine, prevengono l’erosione costiera, agendo da barriera che smorza la forza delle correnti. “Per la futura stagione estiva”, continua Lecci, “proseguiranno gli interventi di ricostituzione dunale mediante l’uso delle foglie di Posidonia, al fine di valorizzarne al massimo

U

il suo ruolo ecologico”. Altro problema, di cui peraltro “il Gallo” ha scritto qualche mese fa, riguarda il canale che raccoglie le acque in uscita dal depuratore di Ugento, caratterizzate, nei mesi passati, da cattivo odore e presenza di melma e detriti. Un gruppo di quattrocento persone, insieme al “Comitato per Torre San Giovanni”, aveva presentato un esposto a varie autorità. L’assessore Lecci assicura che in più occasioni il Comune ha richiesto interventi al fine di rendere l’impianto di depurazione, gestito dall’Acquedotto Pugliese, in linea con le normative vigenti e idoneo a sostenere il carico dovuto ai periodi di massima presenza turistica: “Continueremo a sollecitare i diversi enti aventi competenze nella gestione e nel controllo, affinché tutto possa funzionare perfettamente”. Il mare non è l’unica risorsa sulla quale Ugento punta per incrementare le presenze turistiche (che, secondo Lecci, anche in questo 2010 saranno in gran numero): da diversi anni, infatti, si cerca con molteplici ini-

Massimo Lecci

“Proseguiranno gli interventi di ricostituzione dunale valorizzando al massimo il suo ruolo

ziative di far conoscere ai villeggianti la parte antica della città. “Sono previste manifestazioni ed eventi nel centro storico ed in particolare nell’atrio del Castello, nel Museo Civico ed in Piazza San Vincenzo; il calendario dettagliato è in via di stesura”. In preparazione anche attività volte alla conoscenza ed alla valorizzazione del territorio del Parco Naturale “Litorale di Ugento”: 1600 ettari di bellezze naturali e paesaggistiche, litorali sabbiosi e rocciosi, ambienti umidi e palustri, zone boscate, macchia mediterranea e uliveti secolari che fanno di questa zona una delle più interessanti di tutto il Salento. “Sono in programma”, conclude Massimo Lecci, “escursioni con guida gratuite, rappresentazioni teatrali, eventi di presentazione delle attività che a breve verranno portate a compimento, quali il nuovo ed innovativo sistema antincendio, la realizzazione di passerelle e staccionate per regolare l’accesso, la dotazione di sedie job ad associazioni Pro Loco e stabilimenti per garantire l’accesso e la fruizione del mare ai diversamente abili”. Pierangelo Tempesta


12/25 GIUGNO 2010

estate salentina

ilgallo.it

11

Autori... al mare

Grandi firme. Sorseggiando un cocktail o gustando un gelato, potrà capitare di incontrare Luis Sepùlveda o Erri De Luca, Tonino Guerra, Corrado Augias o Stefano Benni...

ll’imbrunire, su un’incantevole spiaggia barese, garganica, jonica o salentina, davanti al mare cristallino, sorseggiando un cocktail o gustando un gelato, potrà capitare di incontrare Luis Sepùlveda o Erri De Luca, Tonino Guerra, Corrado Augias o Stefano Benni. E potrà capitare di ritrovarsi a chiacchierare con loro dei temi più intimi della letteratura, dei segreti della scienza, dell’emozione di una poesia. Si chiama “Spiagge d’Autore” il Festival itinerante della letteratura, presentato al Salone del Libro di Torino, che fino a settembre coinvolgerà oltre quaranta scrittori di fama nazionale e internazionale e un’ottantina di stabilimenti balneari della costa pugliese. Un grande evento che mira a fare della nostra terra la più grande piattaforma culturale della stagione. Finanziato dalla Regione nell’ambito del progetto “Spiagge aperte alla cultura 2010”, coordinato dall’Apt di Lecce e promosso da Confcommercio Puglia con il sindacato balneatori e l’Associazione dei librai, il Festival vanta un testimonial d’eccezione, Arnoldo Foà. Le spiagge

A

dunque si trasformeranno in agorà della cultura, faranno da cornice a reading letterari; dialoghi e rappresentazioni sceniche regaleranno un’occasione unica per interagire con gli autori, carpendone emozioni e sensazioni. Tra i magnifici quaranta che hanno già aderito (altri si

d’autore, Giancarlo De Cataldo. aggiungeranno al cartellone) mostri Un omaggio alla Puglia “terra di insacri della poesia come Franco Loi, 80 anni gagliardamente portati, precroci di culture” arriverà con Famio Librex Montale. E poi scrittori tima Mernissi, Jack Hirschman, il di razza come Luis Sepùlveda che più importante poeta americano vivente, Michael McClure, Abdulah presenterà “L’ombra di quel che eraSidran e Bjorn Larson, mentre la vamo” insieme alla moglie poetessa letteratura al femminile sarà rappreCarmen Yanez; Vincenzo Cerami, sentata da Isabella Santacroce, Premio Oscar per “La vita è bella”; Anna Pavignano ed Elvira SemiErri De Luca, autore del best seller Luis nara. Il vice direttore del quotidiano “Il peso della farfalla”, Stefano Sepulveda La Stampa, il torinese Massimo Benni, divertente e visionario Gramellini, autore del prezioso ma“Lupo” per i fan; Alain Elkann, che ha appena pubblicato “Nonna Carla”. E ancora nuale “Cuori allo specchio”: imperdibile il suo scrittori, ma anche registi di rango, quali Silvano corsivo sulla prima pagina in taglio basso, intitoAgosti e Federico Moccia, e autori che attraverso lato “Buongiorno”, nel quale, in poche righe, commusica e poesia testimoniano il proprio impegno menta con ironia uno dei fatti principali della civile: Moni Ovadia, David Riondino e Shel giornata; il giornalista, scrittore e conduttore PierShapiro su tutti. La letteratura non è però solo luigi Battista con il suo ultimo lavoro dal titolo “I poesia e prosa, ma anche scienza, rappresentata conformisti. L’estinzione degli intellettuali d’Itaqui da Piergiorgio Odifreddi e Alessandro Cec- lia”. Dario Bressanini per svelare le verità su ciò chi Paone, e naturalmente saggistica, con Cor- che mangiamo; e ancora le attrici Xena Zupanic, rado Augias, Massimo Gramellini, Gianni musa nella trasmissione Markette di Chiambretti, Minà, Pierluigi Battista fra gli ospiti. “Spiagge e Anna Kanakis, che ha rivelato la dote segreta di d’Autore” non poteva non riservare una sezione scrittrice con il romanzo “Sei così mia quando agli autori del Mezzogiorno: fra le stelle del Sud, dormi”, l’ultimo scandaloso amore di George il romanziere Premio Campiello Raffaele Nigro, Sand. Un’autentica parata di stelle, dunque, per il saggista Marcello Veneziani e il padre del noir l’estate pugliese.


12 ilgallo.it

salute & benessere

12/25 GIUGNO 2010

Cleopatra, ora anche a Corsano

Vi aspettiamo nella nostra nuova sede, domenica 13 alle 19, in via Don Minzoni Praticheremo i rivoluzionari trattamenti che hanno reso famoso il nostro Istituto

“G

rande novità è la nuova apertura domenica 13 giugno (inaugurazione ore 19) dell’Istituto di Bellezza Cleopatra a Corsano, in via Don Minzoni, 51, tel. 0833.531171 (in fase di allaccio) e 339/1292657. Anche nella nuova sede saranno particati gli stessi rivoluzionari trattamenti per avere un fisico scolpito, perfetto e da mettere in mostra”. Dunque, signora Antonella (DIRETTRICE DELL’ISTITUTO DI BELLEZZA CLEOPATRA IN VIA OSPEDALE, 30, A MAGLIE), oltre alla sede di Maglie, d’ora in poi, per servire al meglio il basso Salento, ci sarà anche la sede di Corsano? “Certo! Vi aspettiamo numerosi all’apertura, chiamateci e vi daremo i dettagli. Ma vorrei anche parlare dei tanti trattamenti uomodonna per dimagrire o restare in forma: Body Age Evo, ad esempio, è un obiettivo alla portata di tutti, un ritrovato definito da tutti un portento. Lavora a 360 gradi perché abbatte la microcellula del grasso ed ha incorporati alcuni trattamenti come i raggi infrarossi e l’ultracavitazione; legge, durante la seduta, il grasso e i liquidi adiposi, senza traccia di effetti collaterali. Il tutto con effetti immediati e garantiti: Dimagrimento; Rassodamento; Sviluppo Addome; Rimodel-

lamento; Anti Cellulite; Drenaggio Avanzato; Tonificazione. L’ideale per avere un addome super scolpito, la famosa “tartaruga" per gli uomini ed una pancia piatta e creste iliache in evidenza per le donne. Re-Oxy, invece, è un potente sistema che, grazie all’ossigeno puro concentrato, combinato con l’ozono, dà una risposta risolutiva ad ogni tipologia di trattameno della pelle. L’ossigeno è fondamentale per il corpo umano, è in grado di rallentare i processi di invecchiamento cutaneo, di combattere stress e stanchezza, di aumentare i livelli di energia e rafforzare il sistema immunitario. Per questo rappresenta un’alternativa estetica ai trattamenti medici con utilizzo di aghi (botox e mesoterapia). Il viso diventa più luminoso, il derma più forte, più tonificato e rimodellato. Se utilizzato sul corpo, svolge un’azione anticellulite e modellante: elimina le tossine, stimola la circolazione venosa e linfatica e riduce le smagliature. Grazie all’ozono si attiva la circolazione sanguinea e prepara la pelle a ricevere qualsiasi trattamento cosmetico. Scioglie i grassi presenti nelle cellule adipose e le riduce. Ha un’azione battericida, funghicida e viruscida, ideale per trattamenti antiacne e an-

tisebo; infine ha un’azione disinfiammante e cicatrizzante. Con l’Omeoenergetica, la bellezza esteriore è il frutto del benessere interno, studia come intervenire sulla cellulite senza fermarsi sulla superficie. Con l’Omeoenergetica è possibile riattivare il metabolismo delle cellule; nel corso di piacevoli sedute si stimolano i meccanismi che generano ritenzione di liquidi, gambe pesanti e cellulite fibro-edematosa. Cellutrim, altro ritrovato unico nel suo genere, rende questa impresa non solo possibile, ma anche rapida e duratura. L’azione che permette questo risultato va attribuita alla stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica che rimette in moto il metabolismo dei tessuti, stimolando lo stesso organismo a ripristinare il corretto funzionamento dei suoi meccanismi naturali (autoguarigione). Non c’è Istituto migliore per dimagrire per uomo o donna, non c’è Istituto migliore per restare giovani, per prepararsì all’estate, al mare e all’abbronzatura. Cleopatra vi dà garanzie di risultati e certezze nei trattamanenti! Ora siamo anche a Corsano, in via Minzoni. Veniteci a trovare, basta una telefonata. Ricordate, solo Cleopatra è l’Istituto per Regine, Principesse e Fate”.

Cleopatra

Istituto di Bellezza invita clienti e lettori tutti alla

Nuova Apertura in via Don Minzoni, 51 a

CLEOPATRA COSMESI MAGLIE,

VIA

Corsano

Tel. 0833.531171 - 339.1292657

OSPEDALE, 30. INFO: 0836/484740 - 339/1292657


dai Comuni

Galatina punta forte sui PIRP 12/25 GIUGNO 2010

Grandi novità. Prevista la realizzazione di veri e propri nuovi quartieri sulle aree più degradate della città

La

firma a Bari da parte del sindaco di Galatina, Giancarlo Coluccia, e del presidente della Regione, Nichi Vendola, alla presenza dell’assessore regionale all’Assetto del Territorio, Angela Barbanente, all’assessore all’Urbanistica di Galatina, Carmine Spoti, ed al Dirigente del Settore, Guglielmo Stasi. Il programma PIRP (Programmi integrati di riqualificazione delle periferie) prevede la realizzazione di veri e propri nuovi quartieri sulle aree più degradate. Saranno privilegiati interventi di carattere sociale (il diritto alla casa), dell’efficienza Giancarlo energetica, del verde e in Coluccia generale della qualità del

vivere. Nell’ambito dei PIRP, il cui iter è stato avviato dalla precedente Amministrazione Antonica, sono previste opere per: il recupero e la dotazione di servizi delle Palazzine IACP del Quartiere Nachi; la realizzazione di 24 alloggi-parcheggio e le relative opere urbanizzative ai comparti 18 – 19 del PUG; la realizzazione di una palestra, verde e parcheggi in zona 167; la costruzione di una struttura polivalente al Comparto 19 PUG; la realizzazione di un asilo nido in viale Don Bosco; la realizzazione di una circonvallazione Sud-Ovest della città; la sistemazione dell’area Mercatale e la realizzazione di un centro commerciale; il generale potenziamento del verde e delle urbanizzazioni ai Quartiere Nachi e S. Antonio. “Un passaggio importante”, ha dichiarato il sindaco Coluccia, “che ci permetterà di procedere al restyling delle periferie e di mutarne l’immagine. Si tratta di interventi che hanno un forte impatto sociale in quanto, oltre a coinvolgere la popolazione, trovano investimenti da parte di partner privati. Per ogni euro stanziato dalla Regione, ce ne saranno cinque-sei di provenienza privata. I PIRP sono un esempio di pianificazione orizzontale, proprio perché coinvolge i residenti in un rapporto di costruttiva collaborazione”.

Giuggianello: 20 anni di Sagra

A Giuggianello la XX Sagra di San Giovanni. Sono passati, appunto, vent’anni da quando il Centro di Cultura, con un gruppo di soci e cittadini, avviò una interessante attività tesa al recupero e alla valorizzazione della grotta e di tutta la tradizione popolare religiosa ad essa legata in merito al culto e devozione di San Giovanni Battista. La Sagra si terrà dal 24 al 27 giugno sulla Serra di Giuggianello (120 m. sul livello del mare) tra olivi e macchia mediterranea, con un incantevole panorama. Giovedì 24, alle 19,30, la Messa sul piazzale antistante la Grotta; alle 20 l’inaugurazione della Mostra sull’attività svolta per il recupero della Grotta con la scoperta di una targa in ricordo della significativa data; successivamente si terrà, come antica tradizione, la distribuzione di formaggio e vino così come vuole un’antica tradizione popolare; alle 21 musica dal vivo e balli sull’aia (anche venerdì 25 e domenica 27). Sabato 26, alle 20,30, il concerto del Gruppo Folk 2000. Tanti gli stand gastronomici nelle quattro serate, con piatto forte l’agnellone con patate al forno. Gli utili saranno devoluti per l’allestimento del “Museo della Civiltà Contadina” di Giuggianello.

ilgallo.it

13

Carmiano: a Centonze il “Premio Montalcini”

Assegnato al neurologo carmianese Diego Centonze il Premio Rita Levi Montalcini. Scelto tra una rosa di candidati proposti dal Comitato scientifico FIM, il dott. Centonze, laureato in Medicina e specialista in Neurologia e Psicoterapia, ricercatore presso il Policlinico universitario di Tor Vergata a Roma, ha ricevuto l’importante riconoscimento per i suoi studi sulla correlazione fra sclerosi multipla e sistema immunitario. Il premio, giunto all’undicesima edizione, è stato consegnato alla presenza del Ministro della Sanità in occasione della seconda Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla, con oltre 60 Paesi coinvolti per sensibilizzare sulla malattia e sostenere la ricerca scientifica. Tra le altre gratificazioni, Centonze vanta nel 2005 un’intervista e un editoriale sulla rivista scientifica americana “Science”, che lo ha incluso in un gruppo di 6 neuroscienziati di fama internazionale distintisi per contributi scientifici particolarmente significativi. Andrea Tafuro

Festa di S. Antonio a Tricase

I festeggiamenti in onore di Sant’Antonio a Tricase prevedono per venerdì 11 giugno, dalle 21, una serata musicale in Piazza Cappuccini con “Celentanoide e i ribelli del Sud”: i migliori successi di Celentano. Nell’intervallo si esibiranno i comici “Valdo e Cino”. Sabato 12 la Messa alle 7,30 nella Chiesa dei Cappuccini ed alle 18,30 nella Chiesa Parrocchiale, al termine della quale ci sarà la Processione accompagnata dalla Banda Città di Specchia. In Piazza Cappuccini, presso la Chiesa antica, spettacolo pirotecnico con cascata. Dalle 21,30 spazio al complesso musicale “Gruppo Mediterraneo”. Infine domenica 13, Messa sul sagrato della Chiesa dei Cappuccini alle 6; nella Chiesa Parrocchiale alle 7,30, 9, 10,30 e 18,30. Nel corso della giornata suonerà la Banda Città di Montauro (Cz). Alle 23,45, presso l’area mercato nella Zona 167, “Fuochi d’artificio in concerto”.


14 ilgallo.it

La Corrida di Ruffano

Dopo il successo dello scorso anno, seconda edizione de “La Corrida, dilettanti allo sbaraglio”, sabato 26 giugno, alle 20,45, a Ruffano, presso i parcheggi dell’Oleificio Cooperativo (provinciale per Montesano), organizzata dalla locale Associazione Musicale A.Do.Vo.S. (presieduta da Pasquale Toma), con la partecipazione straordinaria di Alvaro Vitali, nelle vesti di “Pierino”, e dell’irresistibile Stefania Corona. I 10 concorrenti selezionati si esibiranno accompagnati rigorosamente dal vivo da una “Big Band” di 15 musicisti. Condurranno Antonellina De Matteis e Gino Nuzzo, coadiuvati da un valletta scelta dal pubblico. Tante le sorprese, oltre al corpo di ballo ed al balletto che verrà preparato con alcuni amici del pubblico. Gli organizzatori invitano già il pubblico a premunirsi di tutti gli oggetti necessari (fischietti, tamburelli, coperchi, nacchere, ecc.) per assolvere al delicato compito di giuria popolare. Ricchi premi ai primi tre classificati ed al concorrente più divertente. Per informazioni: 339/3884020 333/3433086.

I quadri della Murella a Borgo Cardigliano

Borgo Cardigliano (Specchia) ha aperto la stagione culturale con la personale di pittura di “Rami” Mirella Raganato, dal titolo “Sulla scia dell’anima”, che è possibile ammirare nella “Sala dei melograni” fino al 15 luglio, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 22 (l’ingresso è gratuito). Per info: 0833/539599. Ecco una breve recensione del prof. Nicola Cesari: “Nei quadri di Rami il colore diventa musica, espressione di quel suo intimo sentire che si rivela attraverso la struttura dei volumi, il movimento dei corpi, il simbolo. Nascono così figure femminili costruite attraverso ponderato gusto cromatico ed elegante segno grafico, essenziali a infondere il giusto ritmo compositivo che le affina nella loro eleganza; immagini pregnanti di citazioni autobiografiche, espediente idoneo a mettere in luce l’aspetto poetico del suo essere donna”.

Taviano: 9 mesi per partorire il Sindaco dai Comuni

12/25 GIUGNO 2010

Amministrative. Trattative, strategie

ed indiscrezioni per maggio 2011

Q

uando mancano ancora nove mesi al voto per il rinnovo del Consiglio comunale, a Taviano gli ambienti della politica sembrano già surriscaldarsi su eventuali nomi, ipotesi o clamorose conferme. Facendo un passo indietro, ricordiamo che nel 2006 fu eletto sindaco Salvatore D’Argento, candidato da una lista di centrosinistra che vinse per un manciata di voti sul candidato del centrodestra Giuseppe Tanisi, allora primo cittadino uscente. In meno di quattro anni, con vari processi di tipo camaleontico, i partiti che sostenevamo il sindaco (DS, Margherita, Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista, Socialisti e Verdi) hanno cambiato nome e collocazione politica tanto da mettere più di una volta in forte crisi l’attuale maggioranza. DS e Margherita, prima fusi nel Partito Democratico, oggi

sono separati in casa, dove i vecchi DS sono nel nuovo partito di Bersani mentre gli ex Margherita quasi in blocco hanno aderito all’UdC, seguendo le orme del leader locale Lorenzo Ria, trasformatosi da qualche giorno in Partito della Nazione. I Comunisti ItalianiRifondazione Comunista e i Socialisti sono oggi sotto la bandiera di Sinistra Ecologia e Libertà. I Verdi, in forte dissapore con il Sindaco, sono fuori da questa maggioranza già dai suoi albori. Questi accadimenti hanno provocato non pochi scossoni e di conseguenza abbandoni clamorosi come quelli degli assessori Francesco Pellegrino (Lavori Pubblici), molto stimato in città, Francesco Borrega (Attività Produttive) e, in parte, Rocco D’Argento (Sport e Turismo). Da quanto emerge dai corridoi della casa comunale, tutti per forti tensioni con la linea politica dell’attuale Sindaco, che di fronte ai dati confermati dai fatti si ferma in un semplice “no comment”. Infatti la crisi di vedute all’interno della maggioranza si è totalmente mostrata proprio nelle ultime due campagne elettorali, provinciale e regionale, in cui esponenti eletti nella lista di centrosinistra hanno sponsorizzato nel primo caso la can-

didatura di Antonio Gabellone, oggi presidente della Provincia con il centrodestra, e nel secondo caso le candidature di Adriana Poli Bortone e Rocco Palese. Si aspetta comunque in questi giorni di conoscere la volontà dell’attuale primo cittadino di ricandidarsi o meno dopo aver fatto chiarezza al suo interno. Nel centrodestra appare molto forte la candidatura a sindaco dell’avvocato Carlo Portaccio, alla luce anche della nomina dell’ex sindaco Tanisi a revisore dei conti di Palazzo dei Celestini. “Sono molto felice del grande entusiasmo che noto verso la mia persona”, dichiara Portaccio, “se la gente di Taviano mi chiederà di mettermi a disposizione certamente, questa volta, non farò un passo indietro”. Se non si tratta di una investitura… poco ci manca. Della partita dovrebbero fare parte i nomi forti del centrodestra locale, Teresa Sabato, Leonardo Tunno, Enzo Casto, Luigi Corvino e Angelo Donno. Proprio in queste ultime ore si parla molto negli ambienti che contano di una sorpresa ancora alla sua genesi, una lista civica di tipo tecnico, con alcuni fuoriusciti del centrosinistra capeggiata dall’ex sindaco Francesco Longo. Giuseppe Aquila


Salve: tre personaggi in cerca d’autore 12/25 GIUGNO 2010

dai Comuni

ilgallo.it

L’intervento. San Giovanni, “sir” Nico, Don Francesco e

Lo Zecchino d’oro a Tricase in cerca di nuove voci

15

lo strano caso del prof. Nicola: le riflessioni di un cittadino

Ha

sfiorato la santità il consigliere di maggioranza Giovanni Siciliano nell’intervento pubblico dello scorso 16 maggio. Troppo tosto e navigato per sentirsi vittima di presunte, anche se probabili, maldicenze sul proprio conto. Era riuscito a rispondere alle accuse di malagestione della piscina, solito argomento che una parte di opposizione mette sul tavolo. Perché Giovanni, che quella piscina l’ha fatta, sa come rispondere e, carte alla mano, ha articolato una mezza spiegazione. E la folla si è messa l’anima in pace. Allora lui s’è fatto prendere dall’entusiasmo, s’è fatto trasportare dagli applausi ed ha concluso con un commovente ed accorato discorso. Ha parlato di falsità, della famiglia, del rispetto e dell’onore, che se non sapevamo che è persona per bene poco ci mancava che intendevamo altre cose. Perché per primo aveva parlato il consigliere di minoranza Francesco Villanova. Un uomo tutto d’un pezzo, un uomo d’altri valori, d’altri tempi... forse un po’ troppo d’altri tempi a giudicare dal modo in cui ha esordito: “Cit-ta-di-ni!”. Un tono imperioso, in crescendo, deciso, cadenzato come da anni ed anni non si sentiva. Francesco ha parlato e riparlato, detto e ridetto per un’ora di come questa amministrazione sia assente, di quanto sia distratta, o fintamente distratta, e poi ha riaperto il problema della piscina. Tema a lui caro ma che ha permesso al “beato” Giovanni di far bella figura, almeno coi suoi. E questa è una constatazione e non un giudizio. Ci saremmo aspettati una critica puntuale sulle tante mancanze reali e non su atteggiamenti, ancorché fastidiosi, dell’Amministrazione. Bene l’impegno, bene l’esposizione… ma può e deve fare di più. Con lo stile di un “sir” inglese s’è presentato Nicola Giaccari, consigliere sempre della minoranza. Io lo conosco bene. Ciao Nico. Sarebbe potuto diventare Sindaco ma poi non se l’è potuta giocare. Un buon intervento il suo, a metà tra quello di Nanni e quello di Cicciuzzo. A metà quindi tra le rotatorie e la piscina (ancora lei!). A metà tra la politica internazionale e la politica lo-

cale. A metà tra le critiche alla maggioranza e la contemporanea espressa voglia di cooperare con essa. A metà. Nicola ha lo stile del “sir” inglese e l’animo vibrante ma nella piazza qualcuno gli ha ricordato che non sempre è questione di stile. Che mica basta. Caro Nico, le opere di ingegneria e gli stili architettonici non sono roba tua, così t’han detto. Come il “Corridoio 8” non è roba della piazza. Tu sai cos’è, ma una buona parte della piazza non lo sapeva e non gliene importava proprio nulla di saperlo. E tu l’hai sottolineato. Lo strano caso del professor Nicola Grecuccio è ancora più avvincente. Lo avevamo lasciato due anni fa poco incisivo e ultimo della compagnia, lo abbiamo ritrovato domenica 30 maggio libero di mente e di lingua. Prima ha ricordato a “sir” Nico, suo compagno di coalizione, che l’opposizione deve fare l’opposizione e basta. Poi, tra le righe, ha sottolineato che i ruoli sono ruoli, rivendicando ancora per sé quello di leader della sinistra. Un intervento critico, semplice e preciso. Un discorso politico che solo in un caso è sforato in digressioni liturgiche, facendo riferimento alla presunta convinzione di onnipotenza di Giovanni Siciliano. In effetti un potere sempre maggiore porta a credere di poter, chissà, camminare sulle acque. Ma credo che in Italia solo un tale sia arrivato a convincersi di ciò. E siamo in molti ad attendere che affoghi. Resta il fatto, Nicola, che adesso dovresti passare ai fatti. Un autore, se volete, lo avete trovato. Eccomi qua. Solo chiacchiere e distintivo. Luca Borrello

Arriva anche a Tricase (unica tappa pugliese insieme a Bisceglie) il tour nazionale 2010 di selezioni per la 53ª edizione dello Zecchino d’oro, in onda a novembre su Rai Uno. L’appuntamento è per venerdì 18 giugno, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, a Palazzo Gallone, riservate ai bambini dai 3 ai 10 anni (più precisamente che non abbiano compiuto gli 11 anni al 30 novembre 2010). La Commissione è formata da rappresentanti dell’Antoniano di Bologna. L’iscrizione alle audizioni è gratuita: basta compilare l’apposito form sul sito www.selezionizecchinodoro.it. Info: 051/3940206 051/3940216 dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 17. Le audizioni coinvolgeranno grandi e piccini anche con una serie di iniziative gratuite che lo staff dello Zecchino organizzerà a Tricase per il giorno dopo, sabato 19. Alle 19,30 il “Pomeriggio d’oro… Zecchino”: animatori esperti coinvolgeranno i bambini in giochi ed esperienze entusiasmanti. Alle 21,30 la “Serata d’oro... Zecchino”: i giovani cantanti selezionati si esibiranno davanti al grande pubblico disputandosi la possibilità di accedere direttamente alla finale nazionale di settembre all’Antoniano di Bologna. A condurre sarà l’attore Paolo Conticini, già al timone dello Zecchino d’oro lo scorso anno. Ospite d’eccezione Zio Potter, il mago-illusionista che si ispira ad Harry Potter. Entusiasta Nunzio Dell’Abate, assessore comunale alla Cultura: “È straordinario consentire ai bambini della nostra città e dell’intera provincia di partecipare alle Selezioni Nazionali dello Zecchino d’Oro. Sarà senz’altro una grande festa”.


16 ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


World Cup

I ta l i a

RIPRENDIAMOCELA! Anno 15, n. 14 (428) - 12/25 giugno 2010 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

Nelle mani di Supergigi

La carica e il coraggio del numero uno dei numeri 1 per ripetere l’impresa del 2006

La spedizione italiana

"Po-po-poo..."

L’Italia in Sud Africa da Campione uscente sfida di nuovo il Mondo del pallone

Tutti gli azzurri di Sud Africa 2010

Il Calendario dei Mondiali

Date, orari e TV delle 48 gare della prima fase, gli incroci ed il tabellone dagli Ottavi fino a Johannesburg


II

World Cup

ilgallo.it

12/25 GIUGNO 2010

Leo Messi Argentina

David Villa Barcellona

Cristiano Ronaldo Portogallo

Waine Rooney Inghilterra

Kakà Brasile

D

Ariel Robben Olanda

SUPERGIGI e una parata... di Stelle

iciamocelo con franchezza: dovesse dipendere solo da qualità tecniche e atletiche, quest’Italia avrebbe davvero poche chances di sollevare ancora quella coppa. Per fortuna, in una competizione come quella dei Campionati del Mondo risultano fondamentali anche carattere, coraggio e coesione del gruppo. Ed in questo Marcello Li ppi è un maestro e per il “noi soli contro tutti”, l’allenatore neocampione d’Europa con il suo club, Josè Mourinho, dovrebbe pagare i diritti d’autore al nostro CT perché il copyright è palesemente suo. E poi c’è Buf fon: il numero uno dei “Numero 1”, che in quanto a coraggio, spirito di sacrificio e classe non ha davvero da invidiare niente a nessuno. E allora noi davanti a Messi, Kakà, David Villa, Rooney, ecc. ci aggrappiamo a lui. E se riuscisse il miracolo, il portierone potrebbe arrivare anche a quel pallone d’oro sfuggitogli di un soffio 4 anni fa a beneficio del compagno (di Nazionale e di club) Fabio Cannavaro. E Supergigi sa come si vince, lo ha detto di recente in conferenza stampa riferendosi alla Juve che verrà: “Bisogna sputare sangue per questa maglia”. Siamo certi che nessuno dei 23 di Lippi risparmierà una sola goccia di sudore per realizzare l’impresa riuscita solo all’Italia di Pozzo (1934

Bastian Schweinsteiger Germania

e 1938) e al Brasile (1958 e 1962): alzare al cielo per due competizioni di seguito la coppa più bella.

La nostre favorite BRASILE

ARGENTINA

INGHILTERRA ITALIA

SPAGNA

GERMANIA

Ma

OLANDA

LE 7 SORELLE

chi si presenta favorito ai nastri di partenza di Sud Africa 2010? Tra i candidati alla vittoria finale ci entra di diritto il solito Brasile “europeizzato” dal CT Carlos Dunga. Il muro in difesa con gli interisti Julio Cesar, Maicon e Lucio; centrocampo tosto con Melo, Gilberto Silva e la classe di Kakà; l’attacco, non proprio degno delle stelle del passato, propone Robinho, Luis Fabiano e il “tedesco” Grafite. Se bastasse la tecnica, la Seleccion sta

molto meglio della Selecao: Messi e Higuain in avanti, Di Maria e Mascherano al centro, Samuel e Burdisso a protezione dell’area di Argent ina non manca proprio rigore. All’A nulla ma in panca siede un certo Diego Armando Maradona: è lui la vera incognita. Se l’ex pibe de oro riuscirà a non fare danni, Messi e compagni a luglio finiranno tra i primi quattro. Poi ci sono le europee: perchè campioni uscenti, per il blasone, la concretezza e la capacità di inventarsi grandi ogni 4 anni, c’è anche l’IItalia. Ma crescono le pretendenti del vecchio continente: la Spagna campione d’Europa di Villa, Torres, Xavi, Iniesta; l���Inghilterra finalmente competitiva grazie alla sapiente mano di Fabio Capello (e Rooney ha tutto per diventare la stella di questo Mondiale) e l’immarcescibile Ger mania, come il Bruce Willis della saga “Die hard”, dura a morire: arriva (quasi) sempre in fondo. Tra le outsider seOlanda che punta su Wesley gnaliamo l’O Snejder fresco di Champions League e Ariel Robben, sconfitto nella finale di Madrid. In tanti sono convinti che nel primo Mondiale giocato nel Continente nero potrebbe esserci la sorpresa africana: in tutta sincerità solo un exploit potrebbe permettere ad una di loro (la Costa d’Avorio?) di giungere (al massimo) ai quarti. Giuseppe Cerfeda


12/25 GIUGNO 2010

pubblicitĂ 

ilgallo.it

III


IV ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


World Cup

12/25 GIUGNO 2010

ilgallo.it

V

La spedizione azzurra 1

5

2

3

4

Giorgio Chiellini Difensore - Juventus

Gianluigi Buffon Portiere - Juventus

Christian Maggio Difensore - Napoli

Domenico Criscito Difensore - Genoa

6

7

8

Fabio Cannavaro Difensore - Juventus

Daniele De Rossi Centr. - Roma

10

11

12

13

Antonio Di Natale Att. - Udinese

Alberto Gilardino Att. - Fiorentina

Federico Marchetti Portiere - Cagliari

Salvatore Bocchetti Difensore - Genoa

Morgan De Sanctis Portiere - Napoli

15

16

17

18

19

Claudio Marchisio Mauro Camoranesi Centr. - Juventus Centr. - Juventus

20

Giampaolo Pazzini Att. - Sampdoria

21

Andrea Pirlo centr. - Milan

Simone Pepe Centr. - Udinese

Angelo Palombo Centr. - Sampdoria

22

Rino Gattuso Centr. - Milan

9

Vincenzo Iaquinta Attaccante - Juventus

14

Fabio Quagliarella Gianluca Zambrotta Att. - Napoli Difensore - Milan Marcello Lippi C.T.

23

Riccardo Montolivo Leonardo Bonucci Centr. - Fiorentina Difensore - Bari


VI ilgallo.it

World Cup

12/25 GIUGNO 2010

Il Calendario degli Girone A

Francia

Messico

Sudafrica

DATA

ORA

MATCH

11/6

16

Sud Africa - Messico

11/6

20,30

Uruguay - Francia

16/6

20,30

Sud Africa - Uruguay

17/6

20,30

Francia - Messico

22/6

16

Messico - Uruguay

22/6

16

Francia - Sud Africa

Girone B

Uruguay RISULTATO

-

argentina

grecia

DATA

ORA

MATCH

12/6

16

Argentina - Nigeria

12/6

13,30

Sud Corea - Grecia

17/6

16

Grecia - Nigeria

17/6

13,30 Argentina - Sud Corea

22/6

20,30

Nigeria - Sud Corea

22/6

20,30

Grecia - Argentina

Girone E

CAmerun

Danimarca giappone

DATA

ORA

MATCH

14/6

13,30

Olanda - Danimarca

14/6

16

Giappone - Camerun

19/6

13,30

Olanda - Giappone

19/6

20,30

Camerun - Danimarca

24/6

20,30 Danimarca - Giappone

24/6

20,30

Camerun - Olanda

nigeria

sud corea RISULTATO

-

Girone F

olanda RISULTATO

-

italia

N. Zelanda paraguay slovacchia

DATA

ORA

MATCH

14/6

20,30

Italia - Paraguay

15/6

13,30 N. Zelanda - Slovacchia

20/6

13,30

Slovacchia - Paraguay

20/6

16

Italia - N. Zelanda

24/6

16

Slovacchia - Italia

24/6

16

Paraguay - N. Zelanda

RISULTATO

-


South Africa 2010

12/25 GIUGNO 2010

ilgallo.it

8 Gironi eliminatori Girone C

algeria DATA

inghilterra ORA

slovenia

Girone D

stati uniti

MATCH

12/6

20,30 Inghilterra - Stati Uniti

13/6

13,30

Algeria - Slovenia

18/6

16

Slovenia - Stati Uniti

18/6

20,30

Inghilterra - Algeria

23/6

16

Slovenia - Inghilterra

23/6

16

Stati Uniti - Algeria

RISULTATO

-

australia germania DATA

ORA

MATCH

13/6

20,30

Germania - Australia

13/6

16

Serbia - Ghana

18/6

13,30

Germania - Serbia

19/6

16

Ghana - Australia

23/6

20,30

Ghana - Germania

23/6

20,30

Australia - Serbia

Girone G

Brasile

ORA

MATCH

15/6

16

C. d’Avorio - Portogallo

15/6

20,30

Brasile - Nord Corea

20/6

20,30

Brasile - C. d’Avorio

21/6

13,30

Portogallo - Nord Corea

25/6

16

Portogallo - Brasile

25/6

16

Nord Corea - C. d’Avorio

serbia RISULTATO

-

Girone H

c. d’Avorio Nord Corea Portogallo

DATA

ghana

RISULTATO

-

Cile

honduras

Spagna

DATA

ORA

MATCH

16/6

13,30

Honduras - Cile

16/6

16

Spagna - Svizzera

21/6

16

Cile - Svizzera

21/6

20,30

Spagna - Honduras

25/6

20,30

Cile - Spagna

25/6

20,30

Svizzera - Honduras

svizzera RISULTATO

-

VII


VIII ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


12/25 GIUGNO 2010

World Cup

IX

Il cammino verso Johannesburg ilgallo.it

Dagli Ottavi di finale eliminazione diretta Ottavi di finale O1 O2 O3 O4 O5 O6 O7 O8

Jabulani, il pallone del Mondiale: non piace A

lamentarsi di un pallone nuovo, tendenzialmente, sono i portieri, ma il Jabulani, la sfera ufficiale dei Mondiali di Sudafrica, sembra non piacere proprio a nessuno, né agli allenatori e nemmeno (strano a udirsi) agli attaccanti. Tecnicamente il pallone griffato Adidas, il più rotondo mai creato, dovrebbe incrementare l’aerodinamicità con il nuovo sistema "GripnGroove", ma stando ai giudizi di chi lo utilizza come attrezzo da lavoro sarebbe da bocciare. da Buffon a JulioCaesar, da Capello a Maradona, da Pazzini a Kakà.

Zakumi, la mascotte del Mondiale: piace È

il simpatico leopardo Zakumi la mascotte per i mondiali in Sud Africa, i primi a giocarsi nel continente africano che diviene per un mese il pirotecnico palcoscenico di un evento mediatico oltre che sportivo di livello planetario. Nato da un’idea di Andries Odendaal, Zakumi è l’icona della manifestazione, porta vivacità ed allegria coi suoi colori sgargianti; un concetto confermato anche dal segretario generale della FIFA, Jerome Valcke: “Zakumi è la gente, la geografia e lo spirito del Sudafrica. La mascotte impersona l’essenza della Coppa del mondo. Siamo sicuri che porterà grande allegria a tutte le popolazioni del mondo”. Ma cosa significa Zakumi? Il nome del leopardo è composto da ‘Za’, sigla appunto del Sud Africa, e ‘kumi’ che nel continente africano viene spesso tradotto con ‘dieci’, proprio l’anno dei mondiali; i suoi colori poi, con gli originali capelli verdi, sono proprio quelli della bandiera sudafricana gialloverde.

Q1 Q2 Q3 Q4

DATA

ORA

26/6

16

26/6

20,30

27/6

16

27/6

20,30

28/6

16

28/6

20,30

29/6

16

29/6

20,30

DATA

2/7

A1..................- B2....................

C1..................- D2.................... D1..................- C2.................... B1..................- A2.................... E1..................- F2....................

G1..................- H2.................... F1..................- E2....................

H1..................- G2....................

quarti di finale

ORA

MATCH

16

O5..................- O6....................

16

O3..................- O4....................

2/7

20,30

3/7

20,30

3/7

MATCH

O1..................- O2.................... O7..................- O8....................

RISULTATO

RISULTATO

-

semifinali S1 S2

DATA

ORA

MATCH

RISULTATO

6/7

20,30

-

7/7

20,30

Q1..................- Q2....................

10 LUGLIO

20,30

Q3..................- Q4....................

Finale 3° POSTO PORT ELIZABETH

Perdente S1..................... - Perdente S2.....................

11 LUGLIO

-

20,30

-

Finale

JOHANNESBURG

Vincente 1.................................................................... Vincente 2....................................................................

CAMPIONE DEL MONDO:

RISULTATO

RISULTATO


X

ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


World Cup

12/25 GIUGNO 2010

ilgallo.it

XI

Un girone da vincere Paraguay (Ranking FIFA: 30) Dopo la Fase di qualificazione della Zona Latinoamericana, chiusa al secondo posto alle spalle del Brasile, il Paraguay si appresta ad affrontare la quarta partecipazione consecutiva alla Fase finale della Coppa del Mondo. Sotto la guida del tecnico argentino Gerardo Martino, la “albirroja”, tradizionalmente solida in difesa, ha migliorato il proprio profilo tecnico sul piano offensivo. Nelson Valdez e Oscar Cardoso sono gli elementi di spicco. La Nazionale giocherà anche per lo sfortunato Salvador Cabañas, costretto al ritiro a seguito di una terribile aggressione a mano armata subita a gennaio in Messico.

Slovacchia (Ranking FIFA: 38)

La Slovacchia ha conquistato per la prima volta nella sua breve storia sportiva la qualificazione alla Fase finale. Il CT Vladimir Weiss, ex difensore della Cecoslovacchia a Italia ’90, in due anni è riuscito ad assemblare attorno al talento di Marek Hamšík un gruppo compatto e con margini di miglioramento. Oltre al gioiello del Napoli, Weiss potrà contare sul difensore del Liverpool Martin Skrtel, sul centrocampista Stanislav Sestak, sugli attaccanti Robert Vittek e Vladimir Weiss Jr, suo figlio. Unico precedente con l’Italia, l’amichevole disputata a Catania nel 1998 e persa con un netto 3-0.

Nuova Zelanda (Ranking FIFA: 78) I Campioni di Oceania tornano ad una Fase finale dopo la storica partecipazione a Spagna ’82 finita al primo turno con tre sconfitte. Espressione di un movimento calcistico semi-professionistico, gli “All Whites” puntano sull’ossatura dei Wellington Phoenix, unica squadra “pro” dell’Australian League sotto la guida del CT Riki Herbert. Compagine solida e prestante sotto il profilo atletico, la Nuova Zelanda ha nel capitano Ryan Nelsen, centrale difensivo del Blackburn, nell’ala Leo Bertos, protagonista contro il Bahrein, e nell’attaccante Chris Killen (doppietta contro l’Italia) i suoi punti di forza.

L’albo d’Oro 1930

Uruguay

1934

Italia

1938

Italia

1950

Uruguay

1954

Germania O.

1958

Brasile

1962

Brasile

1966

Inghilterra

1970

Brasile

1974

Germania O.

1978

Argentina

1982

Italia

1986

Argentina

1990

Germania

1994

Brasile

1998

Francia

2002

Brasile

2006

Italia

I mondiali in T

La Rai non ci sta a passare per cenerentola televisiva, ma di fatto lo è. Il paragone con Sky è davvero impietoso. Sky ha acquistato in esclusiva i diritti di trasmissione di tutto il campionato (64 partite, 64 dirette), il primo in alta definizione. Ilaria D'Amico condurrà Sky Mondiale Show dalle 12.30 su Sky Mondiale1. Le altre rubriche sono 'Calciomercato Speciale Mondiali' alle 23.30 e 'Mondiale Remix' dalle 00.30, sempre su Sky Mondiale1. La tv satellitare ha preparato 8 canali dedicati a Sudafrica2010: Sky Mondiale da 1 a 4, Sport24 e le novità Azzurri 24 (sull'Italia), Panchine (schermo diviso a metà tra le immagini della gara e una telecamera fissa sul tecnico) e Highlights24. Tra i commentatori, Bergomi, Crespo, Paolo Rossi, Vialli e Zico. E poi il servizio mosaico con 6 finestre con partite live, gli highlights in tempo reale, le repliche e un archivio di dati. Sky trasmette in esclusiva 33 dei 48 incontri della prima fase, 4 degli Ottavi e 2 dei Quarti. Le partite dell'Italia saranno raccontate da Fabio Caressa e Beppe Bergomi. Il servizio pubblico, invece, trasmette 25 partite (tutte quelle dell'Italia) e gli highlights delle altre 39. Jacopo Volpi e Bruno Gentili guidano i 15 inviati, 4 sono i commentatori tecnici (Bagni, Collovati, D'Amico, Righetti) e 5 gli opinionisti (Bartoletti, Cucci, Galeazzi, Mazzola, Zazzaroni). Oltre alle dirette delle 25 partite (per l'Italia telecronaca di Marco Civoli e Salvatore Bagni), Raisport offre 4 rubriche: 'Dribbling Mondiali' su Rai2 alle 14 (il sabato alle 13.30); 'Mondiale Sprint' dal 12 giugno alle 17.15 su Rai1 e 'Mondiale Sera' dall'11 giugno alle 19 su Rai2; 'Notti Mondiali' dall'11 giugno, alle 23 su Rai1. Dallo studio di Roma, allestito in Piazza di Siena, Paola Ferrari con Gianpiero Galeazzi e Maurizio Costanzo.


XII ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


World Cup

12/25 GIUGNO 2010

ilgallo.it

XIII

L’angolo dei tecnici Aggrappati al Condottiero

Il

suo destino è stato sempre quello di dividere. Motivo per cui oggi, in molti, non l’avrebbero più voluto su questa panchina. La sua Juve vincente lo fece ben presto diventare il più amato e odiato d’Italia. Marcello Lippi continuò ad esserlo fino alla magica notte di Berlino, quando anche lui, soprattutto lui, venne glorificato dall’intera nazione italica. Poi, permalosetto qual è, si abbandonò ai capricci, impuntandosi nel dare le dimissioni e successivamente smaniando per riprendersi la scena azzurra. Così, con il trascorrere del tempo a sbiadire il trionfo tedesco, Marcello tornò ben presto a spaccare in due la Penisola pallonara, ovviamente inviso alla metà antibianconera. In Sudafrica, dunque, ci va rischiando tantissimo e, purtroppo per noi, anche il suo gruppo. Che non ha la personalità, la classe, la brillantezza atletica e l’esperienza del 2006 (fra veterani spremuti e giovani acerbi), né la spinta morale allora dettata da “Calciopoli” (o “Farsopoli”) per cementificarsi e gridare al mondo che il nostro calcio è più forte di tutto. Lui, però, con quella sana presunzione e quel

pizzico di “giusta” arroganza che da sempre lo contraddistinguono, ha continuato sin dal suo ritorno a Coverciano a professare fiducia ed ottimismo, tirando dritto per la propria strada, fregandosene dei tanti “cittì” pronti a consigliarlo ogni giorno su questo o quel presunto campione dell’ultim’ora. Ed allora, nonostante tutto, è forse proprio Lippi l’uomo in cui credere di più anche in questa occasione. Caro Marcello, che la buona sorte possa tornare ad assistere le tue indiscutibili doti di motivatore e di stratega e che il campo ti dia ragione ancora una volta. Nessuno ti chiede di ripetere l’impresa di Vittorio Pozzo (bis mondiale nel ’34 e ’38), ma almeno, questo sì, di farci di nuovo provare il brivido, per qualche notte, di essere davvero “Fratelli d’Italia”. Federico Scarascia

Antonio Conte: “Troppe incognite e modulo dispendioso” calcio mai dare nulla scontato, ma par“tiamo N elper per il Sud Africa con qualche incognita di troppo”. Parola di Antonio Conte, allenatore leccese classe 1969, che ha appena firmato per il Siena. 21 presenze ufficiali e 2 gol in Nazionale per Conte, che ai colori azzurri associa le cocenti delusioni del Mondiale ‘94 e dell’Europeo del

2000, quando in entrambe le occasioni venne sconfitto in finale. L’ex calciatore del Lecce e della Juventus appare scettico circa le possibilità di Cannavaro e compagni, campioni del Mondo in carica ma che, a suo dire, difficilmente potranno spuntarla nell’agguerrita concorrenza per riportare la coppa in Italia. “La spedizione azzurra non mi convince del tutto”, esordisce Conte, “da qualche giocatore di troppo ormai spremuto, a giovani che non sono ancora pronti per un torneo del genere e mi riferisco

anche a Marchisio, a cui Lippi ha dato grandi responsabilità, ma che non ha ancora completato la crescita a livello calcistico. Va approfondito anche il discorso sul modulo, che in fase di ripiegamento mi pare diventi un 4-3-3 che non sarà semplice sostenere a livello fisico”. Questi i suoi pronostici: “Spagna favorita numero uno, perché ha proprio tutto il necessario per fare un grande torneo. Farà tanta strada anche l’Inghilterra di Capello e poi occhio agli africani della Costa d’Avorio, che hanno individualità veramente temibili (ma il k.o. di Droga appare decisivo, Ndr). Il Brasile? Onestamente non mi fa impazzire, magari mi sto sbagliando ma secondo me alla fine non vincerà”. Giorgio Coluccia


XIV ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


12/25 GIUGNO 2010

World Cup

ilgallo.it

XV

Brio: “Non siamo più quelli del 2006” Difficile riuscire a convincere Sergio Brio a puntare un solo euro sulla nostra Nazionale. E’ alquanto pessimista l’ex stopper della Juventus, nato a Lecce nel 1956 e cresciuto nelle giovanili giallorosse prima di diventare lo stopper della Vecchia Signora a cavallo fra gli anni ‘70 e ‘80. E non le manda certo a dire: “Portiamo al torneo una squadra troppo avanti con gli anni e, sulla carta, ci sono compagini più forti e meglio attrezzate. Non siamo certo all’altezza, sotto tutti i punti di vista, della squadra che trionfò in Germania nel 2006”. A Brio non si riesce proprio a strappare una scommessa sugli azzurri, ma almeno una… promessa sì: “Se Cannavaro alzerà di nuovo la Coppa l’11 luglio prossimo, andrò direttamente io in Sud Africa

per stringere di persona la mano a Lippi. Sarebbe un evento eccezionale! Come vedo il nuovo modulo? Mi attendo delle conferme, alcuni giocatori sono molto duttili ed avere Lippi in panchina è una solidissima garanzia. Ha l’esperienza giusta per scegliere il miglior modulo possibile”. Sulle favorite, Brio non si sbilancia e mette un poker sullo stesso piano: “Argentina, Spagna, Brasile e Inghilterra partono tutte in pole position. Nessuna ha dei vantaggi particolari, sarà il campo ad eleggere la migliore”. Giorgio Coluccia

Materazzi: “Grande fiducia in Lippi” “Non siamo più quelli del 2006, gli anni passano e pesano per tutti, ma possiamo fare strada con l’innesto di alcuni giovani interessanti, considerato che la competizione sarà difficile per tutti”. Illustra i pro e i contro di questa Italia Beppe Materazzi, che ha giocato nel Lecce per sette stagioni (dal 1968 al 1975), collezionando oltre 200 presenze. Trapela una certa fiducia dalle sue percentuali: “Abbiamo un buon 70% di possibilità d’arrivare sino in fondo e, a tal proposito, sarà subito decisivo l’esordio del 14 giugno contro il Paraguay. L’ “Albiroja” è

squadra solida, non ti fa giocare e davanti ha ottimi attaccanti, quindi gli azzurri dovranno affrontarla con la concentrazione giusta e molto dipenderà dall’impatto iniziale”. Materazzi si fida del suo collega Lippi: “Merita fiducia,

ha già dimostrato di cosa sia capace tatticamente e nel rapporto con i singoli giocatori. Rispetto le sue scelte per quelle che sono state le convocazioni, tenendo presente che in un Mondiale più che dai moduli la differenza viene fatta dagli interpreti. Le mie favorite? Due in particolare: Spagna e Brasile. Però le africane, avendo fatto ampi progressi nell’ultimo decennio, saranno un osso duro per tutti. E infine, come detto, fiducia nei nostri azzurri: uscire subito, da campioni in carica, sarebbe un dramma sportivo”. gio.col.

Giannini:“Il gruppo ha grandi motivazioni” Beppe Giannini ripone buone speranze nell’Italia. L’ex allenatore del Gallipoli è nella schiera di chi si fida degli uomini di Lippi, pur sapendo che servirà un’autentica impresa per poter bissare il successo di Germania 2006. “Non sarà facile riconfermarsi”, commenta il Principe, “ma nessuno parte per una manifestazione del genere sentendosi perdente, o senza la voglia di arrivare il più avanti possibile. Ci sono grandi motivazioni nel gruppo azzurro e, a parte il capocannoniere Di Natale, tutti hanno avuto una stagione poco esaltante, per cui avranno un motivo in più per far ricredere molti

e riscattare la brutta annata a livello di Club”. L’ex calciatore di Lecce e Roma, che con la Nazionale di Azeglio Vicini disputò il Mondiale ‘90 chiudendo al terzo posto, non è tanto d’accordo con Lippi sull’esclusione, all’ultima scrematura, di Giuseppe Rossi: “L’attaccante del Villareal è un giocatore interessante, che ha grandi qualità ed a me piace molto. Anche Quagliarella sa farsi valere, ma “Pepito” avrebbe portato con sé pure quell’esperienza a livello internazionale maturata in Spagna e nelle coppe. Marchisio uomo chiave nel nuovo modulo? Non è un trequartista puro, non vuole la palla addosso ma è uno che sa muoversi molto bene fra le linee: è una scommessa, anche se sono sicuro che Lippi avrà già preparato altri “vestiti” tattici, da adottare nelle situazioni che di volta in volta verranno a crearsi”. gio.col.


XVI ilgallo.it

pubblicitĂ 

12/25 GIUGNO 2010


12/25 GIUGNO 2010

attualità

ilgallo.it

La giornata ecologica di Miggiano

All’insegna dell’amore per l’ambiente, nel rispetto della natura. Si tiene domenica 13 giugno la 2a Giornata Ecologica, organizzata dalla sezione locale dell’Associazione Nazionale Sottoufficiali d’Italia, con il patrocinio del Comune. Una giornata dedicata alla cura ambientale per rendere il paese, e alcune delle aree verdi che lo circondano, libero da rifiuti ed immondizie. Ritrovo alle 9 in Piazza Municipio e dalle 9,30 le squadre si divideranno secondo itinerari già asse-

gnati, per ripulire le strade cittadine ed anche le aree di confine. Alle 12 il rientro in Piazza Giovanni Paolo II per fare il punto sul lavoro svolto, con gli interventi del Presidente ANSI e del Sindaco. Intanto, l’Amministrazione comunica che sono aperte le iscrizioni gratuite per la partecipazione alla 16a edizione del concorso di moda “L’Arte e la Fantasia della sarta in passerella”, che si svolgerà il 1° agosto. Info: 320/0707327.

Net4Sud, l’Europa si avvicina Miggiano. Gemellaggio per 4 per aprirsi ad altre realtà, promuovere il territorio e creare nuove iniziative ed opportunità

Il

Progetto di Gemellaggio denominato “Net4Sud” (Network 4 Twinning, Network 4 Sustainable Development), cofinanziato dalla UE nell’ambito del programma “Europa per i Cittadini” e che vede il Comune di Miggiano quale capofila, è giunto al secondo appuntamento. Dopo l’evento inaugurale svoltosi proprio a Miggiano, si sono ritrovate nella città polacca di Trzemeszno le delegazioni delle città partner di progetto: Suhindol (Bulgaria) e Homeroupolis (Grecia), Miggiano (Italia) e Trzemeszno (Polonia). L’Amministrazione comunale miggianese, aderendo al progetto di gemellaggio “Net4Sud”, ha inteso aprirsi ad altre realtà, promuovere il proprio territorio e arricchirsi di sempre nuove iniziative ed opportunità. Quattro giorni di intense attività ed un gemellaggio all’insegna di una sentita ospitalità e vera amicizia. La delegazione italiana, guidata dall’assessore comunale Cesare Calò e dall’asses-

sore dell’Unione dei Comuni, Donato Coluccia, era composta dai rappresentanti di aziende di Miggiano e da Luana Cacciatore, Giada Riso e Alessia Cosi che formavano il gruppo studenti ospitato da famiglie polacche. Presenti anche la dipendente comunale Antonia Carbone e l’euro-project manager in qualità di coordinatore, Evangelista Leuzzi. “Aderire al programma “l’Europa per i Cittadini” significa contribuire ad accrescere la partecipazione dei cittadini alle politiche comunitarie e la consapevolezza di appartenere alla nuova grande realtà europea”, ha commentato l’assessore Calò. “Siamo certi che tali visite contribuiscano a rinsaldare i rapporti tra i popoli e ad accorciare le distanze geografiche, promuovendo sempre più dialogo ed interscambio e proiettandoci verso un futuro comune”. Prossimo meeting a Suhindol (Bulgaria), nel febbraio 2011, in occasione delle solenni festività locali.

E

la nobile arte tipografica. Come non è assolutamente vero che… “Il Tallone d’Italia, primo periodico locale…”. Il primo periodico nella nostra cittadina non è stato “Il Tallone d’Italia”, bensì “Il Collegio di Tricase”, nato il 22 novembre 1896 e morto il 3 novembre 1898. A conforto di queste mie precisazioni è sufficiente controllare l’editoriale e la pagina 10 de “il Gallo”, Anno II, n.11 del 1997, in occasione del primo anniversario di nascita del giornale da Lei diretto. In quella circostanza Le esprimevo i migliori auguri, facendo esplicito riferimento a “Il Collegio di Tricase” (1896), primo periodico locale e notando come, dopo un secolo preciso (1996), il destino aveva fatto nascere un’altra testata giornalistica autenticamente popolare a Tricase.

33

Anche il Polo 3 di Tricase in Brasile

La Conferenza internazionale della Gioventù “Prendiamoci cura del pianeta” è un’iniziativa promossa dal governo brasiliano affinché giovani di tutto il mondo possano trovarsi in Brasile per discutere sulle alternative per la costruzione di una società ambientalmente sostenibile e socialmente giusta. Il progetto, che vede coinvolti oltre 60 Paesi, rientra nel Decennio ONU dell’istruzione per lo Sviluppo Sostenibile (2005-2014) ed è patrocinato dall’UNESCO, dal Governo dal movimento giovanile UNICEF - Younicef for unicef, dall’Associazione Viracao, dalla Fondazione Charles Lèopold Mayer pour le progrès de l’homme e coordinato in Italia dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Bologna. Anche il Polo 3 di Tricase ha partecipato alla Conferenza giovanile di Brasilia, dal 5 al 10 giugno, rappresentato da due suoi alunni: Maddalena Atzori e Antonio Carlucci. I due giovanissimi studenti, sponsorizzati da Younicef for Unicef, si sono confrontati con altri 900 delegati di ogni parte del mondo con la possibilità di far ascoltare la propria voce e proporre la loro azione per tentare risoluzioni che riguardano il loro futuro. I risultati della Conferenza verranno, ora, sottoposti all’attenzione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. Vincenzo Ruberto Presidente Cons. d’Ist. Polo 3

Raeli a Tricase: precisazioni... storiche

gr. Direttore, in riferimento all’articolo dal titolo “Tricase saluta un pezzo di storia”, a firma di Guido Sparasci, pubblicato a pagina 13 dell’ultimo numero de “il Gallo” (Anno 15, n. 13, 29 maggio/11 giugno 2010), mi permetta di farLe notare che vi sono due inesattezze di carattere storico che non possono proprio passare inosservate per amore della verità e della storia di Tricase. Non è assolutamente vero che… “Fondata sul finire dell’ottocento, la Tipografia - Legatoria - Cartoleria Raeli fu la prima del nostro paese…”. La prima Tipografia di Tricase fu quella dei “Fratelli Luciani”, proprietario Adolfo Luciani, primo laboratorio tipografico sorto in Tricase nel 1895 e chiuso intorno al 1910. E’ proprio in questo laboratorio che Luigi Raeli, papà di Mimma e Emma Raeli, ebbe modo di imparare

Francesco Accogli

ingrazio Francesco Accogli per le precisazioni. Benché si sia prodotto in una autocitazione non ho difficoltà a ritenere che egli abbia a sua volta attinto a fonti inoppugnabili gli elementi delle quali consistono. Purtroppo, mi dolgo di essere incorso in almeno un’altra inesattezza, evidentemente generata dalla fallibilità della mia fonte che, negligentemente, non mi son curato di verificare ulteriormente e dei cui errori mi assumo, pertanto, tutta la responsabilità. Difatti, contrariamente a quanto da me riportato, risulta il signor Gaetano Minerva esser titolare di una rivendita di giornali ancor prima di Raeli (Ettore Bambi - Stampa e società nel Salento Fascista, Lacaita editore, 1981). Una inesattezza, tuttavia, mi sembra possa cogliersi anche nelle precisazioni di Francesco e attiene alla composizione della famiglia Raeli. Precisato che Mimma ed Emma sono la stessa persona, Luigi era il padre di “Mimma”, Anna Maria e Gianni. Le inesattezze sono davvero alla portata di tutti. Chiedo scusa per quelle che mi sono addebitabili.

R

Guido Sparasci


Calimera: festa La Campionaria dei Lampioni di Galatina 34 ilgallo.it

attualità

Storica rassegna cittadina. Dedicata all’indu-

La

Festa dei Lampioni, di origini pagane, era la festa del solstizio d’estate; oggi invece è dedicata a San Luigi. Inoltre, in occasione della festa, è abitudine mangiare “lu cuturùsciu”, antico tarallo morbido, da forno, che veniva realizzato dalle nostre nonne impastando tutti i resti che avanzavano dalla lavorazione del pane o delle focacce, aggiungendo una goccia di olio d’oliva, un po’ di peperoncino e dell’origano per insaporire il tutto. Oggigiorno la festa dei lampioni è un’occasione per valorizzare le tradizioni delle generazioni passate e, contemporaneamente, divertirsi in compagnia di tanta musica popolare, gastronomia tipica e mostre di vario genere (ad esempio, quella degli antichi ricami). Inoltre, in esclusiva, quest’anno la Pro Loco organizza, in concomitanza con il secondo giorno di festa, il

12/25 GIUGNO 2010

stria, all’artigianato, alla tecnologia, all’agricoltura, al commercio e ai servizi

resso il Quartiere Fieristico di Galatina, da sabato 26 a mercoledì 30 giugno, la 61ª Fiera Campionaria, storica rassegna cittadina da sempre dedicata all’industria, all’artigianato, alla tecnologia, all’agricoltura, al commercio e ai servizi, tornata nelle sapienti mani della gestione Pubblivela, dopo l’ultima edizione poco felice, legata ad un’organizzazione lontana dal territorio e incapace di comprenderne le necessità socio-economiche. “Ci hanno affidato l’organizzazione dell’edizione 2010 in extremis”, afferma l’amministratore unico della “Pubblivela”, Gaetano Portoghese, “e ci stiamo impegnando al massimo per cercare di riportare questa rassegna, di cui ci siamo occupati per ben tre anni, ai livelli d’eccellenza che eravamo riusciti a raggiungere due anni fa. Lavoreremo per rinnovare i fasti di questa rassegna, concentrandoci sulle energie alternative, il vero fulcro dello sviluppo pugliese degli ultimi tempi, senza tralasciare comunque gli altri settori come l’agricoltura, l’industria, l’artigianato, il commercio, l’enogastronomia”. Nella “cinque giorni” fieristica, che coincide come sempre con i festeggiamenti in onore dei Santi Pietro e Paolo, patroni di Galatina, l’esposizione sarà caratterizzata dai prodotti tecnologici e dalle fonti rinnovabili (fotovoltaico ed eolico in primis), dal mercatino del gusto, con i prodotti enogastronomici locali e non, ma anche dall’oggettistica, dall’arredamento (per interni e per esterni), dai servizi informatici, dalla biancheria per la casa, dai veicoli industriali, dalle macchine agricole, dall’abbigliamento, dall’edilizia, dalle piscine, ecc. Di notevole importanza il coinvolgimento della Provincia: saranno presenti le aziende che fanno parte del circuito “Salento d’amare”. Inoltre, la rassegna ospiterà il marchio “Salento d.o.c.”. Tra i vari eventi, domenica 27 la presentazione del volume “Economia del bisogno ed etica del desiderio” del prof. Mario Signore, ordinario di Filosofia Morale presso l’Università del Salento. Infine, su ogni biglietto emesso al botteghino saranno devoluti 50 centesimi all’Associazione “Amahoro Onlus” di Ruffano, che si occupa di adozioni a distanza dei bambini del Ruanda. La Campionaria resterà aperta dalle 17,30 alle 23,30 (info: 0836/528503; info@pubblivela.it).

P

“Primo raduno nazionale dei Madonnari” dal tema “San Luigi e i Lampioni”, che domenica 20 giugno vedrà numerosi madonnari esibirsi ed esporre le loro opere d’arte (con premio in denaro ai primi tre classificati). Il programma prevede anche tanta musica: sabato 19 “I Scianari” in tour 2010; domenica 20, alle 20 il Liscio ed alle 22 “Skyboard rock and blues”; lunedì 21, Antonio Amato Ensemble in concerto.


12/25 GIUGNO 2010

Passeggiata gastronomica tra le vie di Corigliano

Il centro storico di Corigliano d’Otranto porterà, per due sere, giovedì 24 e venerdì 25 giugno, alla riscoperta dei sapori della tradizione culinaria salentina. Pitta di patate, grano “stumpato”, mavalda, spumone, il pregiato tartufo e tante altre specialità potranno essere gustate in un percorso che si snoderà tra i vari ristoranti, pasticcerie e gelaterie del paese. Con l’acquisto del ticket di 15,00 euro, l’Associazione Commercianti invita tutti a questa passeggiata gastronomica. Non solo cibo, ma anche il vino della nostra terra sarà protagonista di questo viaggio nei profumi salentini: le cantine “Il Torchio”, “Erario”, “Palamà” e “R. Venneri”, con i loro vini, esalteranno i piatti abilmente preparati. Il percorso sarà arricchito dai canti di tradizione, dai lavori degli artisti dell’associazione “Uniti nell’arte”, dal mercatino dell’antiquariato e da tanti altri espositori. Per i più piccini il divertimento sarà assicurato: un angolo del paese li accoglierà per mangiare con un menù baby e per giocare e cantare. L’evento nasce dalla collaborazione tra l’Asscomm, Associazione Commercianti e Artigiani, e l’Amministrazione comunale. Ticket anche in prevendita presso tutti gli esercizi commerciali di Corigliano.

Sant’Antonio a Ruffano: da Padova le Reliquie l’appuntamento

La

festa per Sant’Antonio a Ruffano è caratterizzata quest’anno da una novità eccezionale: l’arrivo in paese, giovedì 10 giugno, alle 17, presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi delle reliquie del cuore e del costato di Sant’Antonio, direttamente da Padova. Poi, in processione, l’accompagnamento in Chiesa Madre (nei giorni successivi, visita agli ammalati con il reliquiario del Santo). “Abbiamo il privilegio di queste reliquie”, dice don Nicola Santoro, parroco della Chiesa Natività di B.M.V., “che, dalla Basilica, sono accompagnate dal predicatore Padre Luciano Marini: un evento storico della particolare presenza del Santo più amato dalla cristianità, che in Ruffano continua la sua missione di testimone”. E proprio Padre Luciano spiega che “il valore devozionale delle reliquie sta nel fatto che non sono un’immagine, una statua del Santo, ma una parte, seppur piccola, del suo corpo che risorgerà glorioso. Venerare le reliquie significa proclamare la nostra fede nella resurrezione del corpo e, per S. Antonio, il fatto che alcune parti del suo corpo siano conservate incorrotte, è ancora un annuncio della risurrezione”. Il ricco ed articolato programma pre-

ilgallo.it

35

vede, sempre giovedì 10, alle 21, in Piazza S. Francesco, la commedia in vernacolo ruffanese dal titolo “La pizzoca fausa” del gruppo teatrale “L’Antoniano”. Si proseguirà venerdì 11, dalle 17, in Piazza IV Novembre, con la festa dedicata ai bambini grazie all’esibizione di artisti di strada e de “Il Circo Rodege”. Alle 21,30, in Piazza S. Francesco, serata di cabaret con il gruppo teatrale “I Malfattori”. Sabato 12, alle 21,30, in Piazza della Libertà, concerto di Silvia Mezzanotte, ex vocalist dei Matia Bazar. Domenica 13, alle 17, in Piazza del Popolo, Messa pontificale presieduta dal Cardinale Salvatore De Giorgi. Alle 18 la Processione, con le reliquie e il simulacro argenteo del Santo, per le strade di Ruffano e Torrepaduli, e con la partecipazione dei bambini che indosseranno la maglietta votiva “Un Santo per amico”. Poi, davanti al Municipio, si terrà cerimonia della consegna delle chiavi della città al Santo Patrono da parte del Sindaco e successivamente si potrà ammirare lo spettacolo pirotecnico con cascata e fuochi d’artificio. Al rientro della Processione, il tradizionale bacio della reliquia. Per tutta la giornata presteranno servizio i Concerti Bandistici Città di Lecce “Schipa D’Ascoli” e Città di Rutigliano (Ba). Stefano Tanisi


36 ilgallo.it

un giorno in Consiglio

12/25 GIUGNO 2010

Tricase: il Bilancio pas cosa si discute durante un Consiglio comunale? Una volta le sedute consiliari nei nostri paesi erano un appuntamento quasi imperdibile per molti cittadini; oggi le sedie destinate al pubblico per tanti motivi sono spesso desolatamente vuote. Ma riteniamo sia giusto essere informati (ed informare) su quello che viene discusso. Perciò abbiamo deciso di dedicare di volta in volta spazio alle questioni dei nostri Comuni che vengono sollevate nei rispettivi Consigli. Iniziamo il giro da Tricase, dove una riunione

Di

Sindaco Antonio Musarò: “Niente personalismi” Il Sindaco: “Sento profondamente il peso di una politica che a livello locale è arte ancor più difficile perché, negli spazi dialettici, è talmente poco edificante nelle sue manifestazioni: ci sono i volti dei nostri concittadini, le nostre aspettative, i bisogni delle famiglie in difficoltà, la crisi lavorativa degli operai Adelchi e non solo. Di questo siamo tutti responsabili: maggioranza, minoranza, singoli cittadini. A sentire qualche esternazione, tutte le colpe sono da attribuirsi al Sindaco, che ha solo fatto interessi di questo o di quello. Ma sappiamo che esistono idee e personaggi che individuano solo nell´interesse personale ogni fatto amministrativo. Per natura mi riconosco pronto a ripartire a qualche mio errore e a comprendere continuamente le ragioni degli altri, anche dei miei detrattori, purché abbiano la compiacenza di dimostrare dapprima la loro volontà pratica e fattiva a collaborare e lavorare per l´interesse della città, senza personalismi e nel rispetto del lavoro di tutti”. Dopo la relazione dell’Assessore Antonio Scarcella sul Bilancio di Previsione 2010 e il Bilancio Pluriennale 2010/2012, gli interventi dei Consiglieri

del Consiglio comunale è diventato avvenimento raro, quasi straordinario e merita un approfondimento. Tanto più se arriva dopo la scissione decretata da quattro consiglieri di maggioranza e se prevede l’approvazione del Bilancio di previsione, punto cruciale per il futuro dell’Amministrazione. Il Bilancio alla fine è passato… di misura con 11 voti favorevoli e 10 contrari. Ma da quanto è emerso nel corso della seduta la situazione resta fluida. L’assise è stata aperta dal Sindaco che ha richiamato tutti alla massima responsabilità. g.c.

Antonio Coppola: “Tasse spropositate” Antonio Coppola (PD): “Stiamo vessando i cittadini di Tricase con un incremento del 27,5% sulla tassa per la spazzatura. L´aumento della raccolta differenziata avrebbe dovuto comportare un corposo risparmio… un incremento così grosso, così alto, avrebbe forse meritato un´opposizione molto più ferma, netta, dura nei luoghi di decisione dell´ambito territoriale ottimale. Il Sindaco è da una settimana componente del Consiglio di Amministrazione dell’ATO e mi sarei aspettato una posizione più ferma in quell´ambito. E poi in un periodo di particolare crisi, di sofferenza dell’edilizia, sottoporre a un incremento da 100 euro circa a 600 euro il costo di costruzione...”. Sindaco: “Abbiamo applicato l´aggiornamento ISTAT”. Coppola: “Ma non è stato applicato né l´anno scorso né due anni fa. Allora siete in difetto per due anni. Ma non c’è solo questo... La cosa che fa sorridere è il fatto che i vecchietti che vengono presi per essere portati al cimitero, debbano pagare 2 - 3 euro. Infierire su quattro vecchietti mi sembra una cosa assolutamente priva di gusto. Evitiamo di fare queste figure! C´è stato un incremento generalizzato di tutte le tariffe. Le rette sono aumentate tutte. Alcune voci ci lasciano piuttosto perplessi.

Come quella che prevede un recupero di 35 mila euro proveniente da servizi di vigilanza sul territorio da parte del comando di polizia municipale. Ogni volta che vado a Tricase Porto e vedo un tabellone pubblicitario in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, nella completa inosservanza del Regolamento sulla cartellonistica pubblicitaria, senza che sia stato ottenuto il parere della sovrintendenza, mi ribolle il sangue. Stessa cosa per il tabellone che c´è vicino alla Pretura. Zona vincolata paesaggisticamente e simbolo della giustizia e della legalità a Tricase. Signor Sindaco lei ha deciso di trasformare la sede dell’ex Tribunale in nuova caserma della Guardia di Finanza, prevedendo 250 mila euro per ristrutturare quell´immobile”. Sindaco: “È una perizia dell´Ufficio Tecnico”. Coppola: “Avevamo la possibilità di assegnare un immobile che l’ASL avrebbe ristrutturato, invece abbiamo rinunciato per andare a spendere delle somme… il voto non può che essere contrario: l´incuria di questa amministrazione nella gestione del patrimonio è evidente. Il porto è stato affidato a ditta esterna, nel Comune non entra un euro. Non c´è uno straccio di rendiconto di queste spese che vengono sostenute, che dovrebbero coprire gli affitti. Non c´è un euro. Si paga un affitto per il Giudice di Pace, quando stabilimmo con il Presidente del Tribunale che andasse al Nuovo Tribunale. Inoltre cosa succederà della sede del Gal? Sta scadendo la

11 voti a favore di previsione app le questioni in ba

convenzione decennale. Che intenzione abbiamo? Di lasciarla in lascito gratuito a qualcuno? Dovrà essere revocata o data in affitto?”. Andrea Sodero (PDL): “Il consigliere Coppola ha segnalato un po’ di cose che non avrebbe fatto: non avrebbe aumentato i trasporti, non avrebbe aumentato l´Ici, non avrebbe... Poi, allo stesso tempo dice che viviamo in un momento particolare, che non ci sono soldi, che bisogna aumentare i servizi sociali. E non fa proposte. Come al solito non si fanno delle proposte per come andare a recuperare queste somme. Tra l´altro, oltre a essere Consigliere comunale, è in aspettativa da lungo tempo, e quindi ha anche il ruolo di dipendente comunale e dovrebbe avere una sensibilità maggiore nel momento in cui solleva problemi inerenti controlli effettuati o non effettuati, l´operato dei Vigili Urbani, l´operato del tecnico X, del tecnico Y, lo stipendio di un dipendente comunale. Ha fatto il Sindaco


12/25 GIUGNO 2010

un giorno in Consiglio

ilgallo.it

37

sa, i problemi restano

e e 10 contrari: Bilancio provato. Ma restano tante allo e le polemiche aperte

per cinque anni, sa benissimo, o per lo meno dovrebbe sapere benissimo che nel momento in cui si accorge che c´è qualche cosa che non è legale... Come Consigliere comunale e come tecnico in aspettativa quanti esposti e denunce ha fatto?”. Alfredo De Giuseppe (PES): “Nell´Ato, siamo assenti, non contiamo. E questo lo paghiamo. La Monteco, sostanzialmente, ha chiesto l´aumento di un milione di euro. Questa è una cosa che pochi sanno. Non è una richiesta di 100 mila, come è stato accertato adesso, è una richiesta di un milione. È stata forzata a 100 mila. E io ricordo che la Monteco ha molti mezzi, molti operatori ecologici ma ha anche un esercito di avvocati. E dopo uno - due anni (vedi Casarano) quel costo graverà sulle nostre spalle. E poi faccio anche notare che l´ennesimo ente religioso, che guarda caso, però, funge quasi da albergo, sostanzialmente, viene esentato dal pagare l´Ici e la Tarsu. Penso ci siano anche dei cittadini che hanno grandi difficoltà. E non si parla più di Piano Regolatore. Evidentemente si portano molti più voti in cascina andando a accontentare ogni singola richiesta”.

SS 275: “Si tenga un Consiglio comunale monotematico” Coppola: “In una dichiarazione apparsa sulla stampa il Sindaco dice: “Sono d´accordo sulla 275 fino a Leuca”. Perfetto, è una sua opinione. Qualcuno dei componenti della maggioranza, quando ero Sindaco, fece dei capannelli, dando vita alle stanze “No alla 275”. Allora Sindaco se lei vuole che la Statale 275 si faccia fino a Leuca, attraversando Tricase, lo porti in Consiglio, non sia sempre e solo una sua decisione, come quando lei è andato in Conferenza dei servizi e, insieme al Responsabile dell´Ufficio Tecnico, ha dato parere favorevole alla realizzazione del parco eolico. Questa città è espropriata del suo organo più importante: il Consiglio comunale”. Mario Turco (UdC): “Il Sindaco ha detto che la 275 deve arrivare a Leuca, non ha detto come, per cui... Anche io sono d´accordo. Non chiedo che la 275 si fermi a Tricase, solo che si colleghi alla Cosimina. Poi, utilizzando i progetti di circonvallazione che la Provincia già da anni ha fatto, si arrivi tranquillamente a Leuca, senza che Tricase venga ulteriormente danneggiata”. De Giuseppe : “Dobbiamo sapere cosa pensa la cittadinanza sul progetto definitivo della SS 275”. Maria Assunta Panico (I Democratici): “Non si può approvare un Bilancio che fa l´elenco di lavori pubblici che non si faranno mai. Perché ho letto le schede degli interventi, si contraggono mutui per una somma da capogiro, che il Comune non sarebbe in grado di affrontare. Lo sviluppo del turismo, lavoro ai giovani, servizi ai cittadini, sono problematiche che non possono essere limitate a un piano di opere pubbliche che nella realtà sarà molto meno consistente dell´elenco illusorio del documento di programmazione. A proposito della SS 275, sarebbe opportuno un Consiglio comunale ad hoc”. Carmine Zocco (PD): “Il Consiglio comunale è il luogo dove bisogna dire, trattare, proporre, scontrarsi, ma alla fine qualcosa emerge. Noi siamo fermi da tre mesi. La gestione dell´Ato richiede tanto di occhi aperti da parte di tutti

gli amministratori, perché quella ditta è stata capace di chiedere al Comune di Casarano 2 milioni di euro a fine contratto. Abbiamo avuto l´assegnazione definitiva dei PIRP, e il Sindaco li ha firmati. PIRP significa due milioni di euro più altri due milioni e mezzo di interventi che i privati pagano alla 167. La Regione, dopo aver pubblicato il decreto, concede 60 giorni per produrre i progetti esecutivi. Scadenza il 7 giugno. Non c´è traccia neanche di un affidamento di incarico. L´Ufficio Tecnico non ha potuto fare nessun atto di assegnazione, di attribuzione di incarichi. Sindaco, lei è il responsabile del settore urbanistica, lei è l´assessore all´urbanistica anche. Allora chiedo: mi dica perché nonostante i 25 mila euro che la Regione ha dato a noi per l´attuazione del PUG, questo non è stato fatto? Come mai ci sono gruppi di acquisto che acquistano terreni in Tricase? Stanno completando il lavoro di acquisizione e di rastrellamento per poi pensare a un Piano Regolatore ad hoc? Mi dicono queste cose, ed io le registro. Infine, come minoranza chiederemo la convocazione ufficiale di un Consiglio monotematico sulla 275”.

Rocco Martella: “Fallito progetto politico della maggioranza” Rocco Martella (PDL): “Fallito un progetto politico che vedeva il Sindaco come principale attore e noi come principali sostenitori. Abbiamo promesso di stravolgere Tricase, di rivoltarla come un calzino. A distanza di due anni tutte le aspettative sono cadute. Come l’anno scorso, è stato un Bilancio studiato in camera caritatis, non so da chi, e poi calato nelle maggioranze o pseudo tali. Un Bilancio che è solo un aumento dell´imposizione fiscale in tutto e per tutto, partendo da quei piccoli balzelli che riguardano il trasporto pubblico, i buoni pasto, il trasporto scolastico. 17 - 18 mila euro che potevano essere benissimo recuperati facendo qualche sfilata di moda estiva in meno. Per non parlare poi del discorso Tarsu. Nella delibera n. 118 del 4 aprile 2010 si va nel dettaglio, bisogna attuare un aumento del 25%. In questa delibera qualcosa non quadra. Si parla di 100 mila euro di adeguamento richiesti dalla Ditta Monteco per lavori svolti fuori capitolato. Non possiamo prendere per buono tutto quello che ci viene detto. Nell´elezione del Consiglio di Amministrazione dell’Ato, Tricase era assente: perché? Il Comune di Castrignano ha lo stesso contratto che abbiamo noi, eppure non ha attuato nessun aumento della Tarsu”. continua


Dov’è (e chi è) il centrodestra?

38 ilgallo.it

“Mai una riunione per problemi seri”

Pasquale De Marco(PDL): “Le parole dette dal sindaco su “il Gallo” non mi hanno fatto dormire la notte: “Ognuno di noi deve ascoltare la propria coscienza ed avere senso di responsabilità nei confronti del patto stipulato con gli elettori al momento del voto sul Bilancio e quindi sulla permanenza o no di questa amministrazione”. Che cosa è la coscienza per un povero ma onesto contadino come me? È quella cosa che ti mette sull’attenti quando stai per fare una cosa cattiva. In questo caso la mia coscienza mi dice che non sto rispettando i patti. Qual è il patto più importante? Quello con gli elettori? O quello con il Sindaco e la Giunta? Vediamo quello che abbiamo detto in campagna elettorale agli elettori e quello che abbiamo fatto in due anni: niente di niente, solo chiacchiere. Nessun problema serio è stato affrontato e risolto. Anzi, se ne sono aggiunti dei nuovi: l´Asilo T. Caputo che non sappiamo più di chi è; l´aumento scandaloso della tassa sulla spazzatura; gli operai dell´Adelchi che tra poco non avranno più soldi per mangiare. Quindi la mia coscienza mi dice che è meglio che ce ne andiamo a casa, perché il patto con gli elettori non lo abbiamo rispettato. Sono stati nominati gli assessori e dal giorno dopo sono stati sputtanati perché si diceva che non gli andava di lavorare o non erano capaci o peggio. O no, signor Sindaco? O no, assessore Piceci, che hai promesso sui giornali fuoco e fiamme e poi ti sei stato quieto quieto per un pezzo di sedia assessorile anche senza portafoglio? Poi sono stati cambiati, nominati e risputtanati e poi rinominati. E le riunioni di maggioranza? Quelle poche volte che si sono fatte siamo stati presi per il culo, che i signori chiamano fondelli, come quella volta del direttore generale. Caro signor Sindaco, quando si dice una bugia la coscienza dove sta? Dicesti a noi tutti: il direttore generale per adesso non si nomina e, invece, era già pronta la delibera di Giunta. Non abbiamo mai fatto riunioni per parlare di problemi seri. Ed allora chi non ha ri-

Tricase in Consiglio

spettato i patti e quindi la propria coscienza? Rimanere a fare il teatrino o andarvene a casa? Decidete voi, ma se volete rimanere lo fate senza il mio voto, tanto non vi serve. Vista l´aria che tira, di crisi seria per tutti, non ci possiamo permettere di ingaggiare il fuoriclasse. Se per sbaglio lo abbiamo già ingaggiato sarebbe bene dirgli: caro il mio direttore generale, sarai pure bravo ma se per pagare il tuo stipendio devo aumentare le tasse ai cittadini, è meglio che da buoni amici fai un sacrificio e resti a fare solo il Segretario”.

“I panni sporchi non si lavano... sui giornali!”

Sodero: “Ritengo grave andare sugli organi di stampa a attribuirsi la paternità del centrodestra, e parlare di avvicinamento di altri Consiglieri comunali di questa maggioranza al centrosinistra... Storicamente fittiano, berlusconiano, candidato per Forza Italia a Sindaco nel 2001, mi sono chiesto: vuoi vedere che mi sono avvicinato alla sinistra e non me ne sono accorto? Delle mie posizioni ne ho discusso più volte nella maggioranza, senza prendere cinque pagine di giornale per esprimere il mio concetto. L´ho segnalato nelle sedi opportune. E chi ritiene di rappresentare il centrodestra, in tempi non sospetti è venuto in questi banchi a segnalare a tutti la bontà del progetto del porto. Ora mi sembra molto riduttivo segnalare la mancanza della discesa a mare per bocciare la validità di un progetto. È molto singolare in questo Consiglio comunale vedere che amici, prendano posizioni completamente diverse rispetto al partito, al gruppo consiliare che rappresentano e non hanno la sensibilità di dimettersi. Se un capogruppo non ha il gruppo, non è più capogruppo. A livello giornalistico, parlo del giornale “il Gallo”, non si ha l´accortezza di andare a chiedere, nel momento in cui ci sono posizioni differenti nell´ambito di un partito, sia la posizione di chi nell´ambito del PDL era in minoranza che quella di chi è maggioranza. La linea politica è quella che decide la maggioranza e chi non è d´accordo va fuori dal PDL. Mi sembra abbastanza scontato”.

12/25 GIUGNO 2010

“Sodero è in stato confusionale”

Francesco Cito (Lista Musarò): “È evidente lo stato confusionale di Sodero. Oltre che sul piano politico, ha delle difficoltà anche nel leggere quello che è scritto sui giornali. Per quanto riguarda la visibilità sui giornali, tutti hanno il diritto di parlare, ma è evidente che se qualcuno parla più degli altri, forse ha delle cose più interessanti da dire. Sodero ha detto che su “il Gallo” non c´era controparte. Non è assolutamente vero. C’era la mia opinione e l´opinione del Sindaco, che penso possa rappresentare ampiamente la controparte. Per quanto riguarda il discorso del porto, portare una grossa ditta e farle gestire il tutto penso non sia la maniera giusta per spalmare una ricchezza che deve essere di tutto il territorio. Bisognerebbe correlarsi con tutto il territorio, con tutte le piccole aziende per poter poi creare ricchezza vera nel paese, quella di cui tutti possono beneficiare. Questo era scritto sull´articolo a cui si faceva riferimento”.

Gianluigi Forte (PES): “Un calvario di Amministrazione!”

Gianluigi Forte (PES): “Non dimentico i problemi che seguirono alla prima Giunta, il primo azzeramento, poi la rinomina della Giunta azzerata precedentemente. E questa sera, con rammarico, bisogna dirlo: noto un ulteriore distaccamento di quattro pezzi di quella maggioranza, della maggioranza, appunto, di due anni fa, che adesso non ci sono più. Sarebbe anche il caso di fermarsi e valutare. Credo che sia un vero e proprio calvario: contarsi per vedere se si riesce a trovare i numeretti necessari per poterla spuntare ancora una volta e tirare avanti un altro anno, sei mesi. A volte bisogna avere anche il coraggio di assumersi le responsabilità e di dimettersi”.


Parco giochi a Tricase: Tutino aspetta da più di mille giorni l’attesa

12/25 GIUGNO 2010

ilgallo.it

39

La rabbia. “Non abbiamo avuto uno straccio di riscontro formale alle nostre richieste! E da tre anni raccogliamo fondi proprio per il parco giochi”

C

ome si può definire una promessa rimasta inattesa per oltre 1000 giorni? Se lo chiedono all’Associazione La Culonna di Tutino, ancora in attesa della concessione di un terreno, appena fuori l’abitato di Tutino, posto lungo la via che conduce all’antica Cappella della Madonna della Pietà, su cui installare un parco giochi per bambini. “Per tale suolo”, si legge sulla prima richiesta di concessione, “era già stata fatta una richiesta dall’ormai sciolta “Associazione calcio - Tutino” nel1996 e dalla Parrocchia di Tutino nel 1998, per farne un campo di calcetto. L’Amministrazione, con deliberazione di Consiglio, entrambe le volte aveva risposto favorevolmente mettendo a disposizione il terreno. Alla disponibilità dell’Amministrazione, tuttavia, non sono seguiti altri atti (convenzione, contratto di fitto, ecc.) che ne convalidassero l’attribuzione, tantomeno si è mai realizzato alcunchè sul quel terreno che ancora oggi è lì incolto ed abbandonato a se stesso. Lo spazio in questione ha bisogno di essere sistemato e curato. Se concesso, saranno impiantati degli alberi, l’intero suolo sarà ripulito e, sullo stesso, preparato un terreno adatto ad accogliere i bimbi che vorranno scorazzare liberamente, verranno sistemate delle panchine e giochi all’aria aperta. Altri spazi saranno messi a disposizione di chi vorrà rappresentare spettacoli per bimbi (marionette, rappresentazioni teatrali, musica, ecc.), il tutto nel rispetto delle norme vigenti per la sicurezza e attenendosi a quelle indicazioni che gli uffici addetti prescriveranno. L’intero lavoro e la sua realizzazione saranno chiaramente ad esclusivo carico dell’Associazione “La Culonna-Tutino”. Ripercorre la (auto) strada fin qui senza trovare un casello d’uscita, il presidente dell’Associazione, Antonio Valente: “La data della nostra prima richiesta

Si, ma quando? Nel settembre del 2009 i membri dell’Associazione, saputo di altri affidamenti in altre zone, mostrarono la proIl Menhir pria indignazione su di Tutino quella piazza virtuale che si chiama Facebook e “subito dopo fummo contattati dalla Segreteria del Sindaco e fu fissato un appuntamento. Ci fu chiesto di riformulare la richiesta per evitare di… cercarla (?) e accelerare così la pratica. Anche l’assessore Claudio Pispero ci contattò garantendo la buona riuscita così come altri amministratori avevano fatto durante incontri informali”. Invece? “Invece siamo a giugno 2010 e dopo oltre 1.000 giorni di attesa non abbiamo avuto uno straccio di riscontro formale alle nostre richieste! E dire che sono tre anni che organizziamo la sagra “Riti e sapori intorno al Menhir”, raccogliendo fondi proprio per il parco giochi. Soldi che sono lì, inutilizzati, perché nessuno sembra fregarsene”.

L’assessore Cazzato: “Ce ne occupiamo subito”

Sulla vicenda abbiamo interpellato l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Cazzato, il quale ha dimostrato subito di conoscerla bene ed ha ammesso: “Le tante vicissitudini che hanno caratterizzato questa Amministrazione hanno rallentato questa ed

altre vicende. Ora che l’empasse politica sembra finalmente superata, ce occuperemo con immediatezza: per quanto mi riguarda, prometto di interessarmene al più presto. Ne ho già parlato con il Sindaco ed anche per lui non ci sono problemi: da parte dell’Amministrazione esiste tutta la volontà perché si giunga ad un lieto fine. Chiediamo solo un po’ di

CORRISPONDENTI

La collaborazione sotto qualsiasi forma Mauro Bortone è Gratuita. La Direzione si riserva di Antonella Corvino rifiutare insindacabilmente qualsiasi Vito Lecci testo e qualsiasi inserzione. PERIODICO Coordinatore di Redazione Vincenzo Longo Foto e manoscritti, anche se non pubbliINDIPENDENTE DI Unione Stampa G IUSEPPE C ERFEDA _ gicer@ilgallo.it CULTURA, SERVIZIO Ilaria Marinaci cati, non si restituiscono. Periodici Italiani ED INFORMAZIONE Fiorella Mastria TESSERA N. 14582 DEL SALENTO Redazione & Internet: Riproduzione vietata. Antonio Memmi F EDERICO S CARASCIA _ feder@ilgallo.it Serena Mendrano REDAZIONE TRICASE Stampa: MASTER PRINTING Srl Tonio Monastero In Redazione 080/5857439 via Aldo Moro, 7 Cristina Pacella via delle Margherite 22 Tel. 0833/545 777 M ARIA C ONSIGLIA P ODO Vito Palanga fax 0833/545 800 FRANCESCA CAPARROTTI _ francesca@ilgallo.it Attilio Palma 70026 Zona Industriale Modugno - Bari REDAZIONE LECCE Iscritto al N° 648 E LISA B RAMATO _ elisa@ilgallo.it Sandra Papa via Fazzi Registro Nazionale Stampa Carlo Quaranta Responsabile Distribuzione Andrea Tafuro Tel. 0832/307 369 Autorizzazione Tribunale Lecce PASQUALE Z ITO Stefano Tanisi del 9.12.1996 www.ilgallo.it/info@ilgallo.it

Ga l l o

Associati

Direttore Responsabile L UIGI Z ITO _ liz@ilgallo.it

tempo ancora. È un progetto al quale tengo anch’io, valuteremo subito la pratica e quanto prima daremo una risposta. L’idea, come convenuto con il Sindaco, è quella di effettuare subito un sopralluogo e decidere in maniera organica anche rispetto ad altre richieste similari e non solo in relazione al progetto dell’Associazione La Culonna”.

DISTRIBUZIONE GRATUITA PORTA A PORTA IN TUTTA LA PROVINCIA DI LECCE

il

era quella del 5 luglio 2007. Allora il Comune era commissariato e noi sbrigammo tutte le pratiche avendo già incassato il parere favorevole dell’Ufficio Tecnico e l’assenso verbale dell’allora responsabile Luisella Guerrieri. Nel gennaio del 2008, a cose praticamente fatte, il Commissario prefettizio, Maria Rosaria Simone, ci chiese di pazientare un po’ in attesa del nuovo Sindaco che a suo dire non avrebbe avuto problemi a concedere quell’area pubblica”. E siamo così alla primavera del 2008 con l’elezione in pompa magna di Antonio Musarò. E a questo punto l’Associazione di Tutino è tornata alla carica: “Ricordo che si stava svolgendo il “Bimbimbici” ed incontrammo Musarò, informandolo della questione. Il neo Sindaco si dimostrò entusiasta dell’idea e ci chiese di produrre tutta la documentazione necessaria. Così subito dopo contattammo l’assessore Giuseppe Cazzato che, viste le carte, ci disse, testuale, “Ok, si farà!”.

MARKETING E PUBBLICITÀ Tel 0833/545 777 Fax 0833/545 800 e-mail: info@ilgallo.it

DIRETTORE PUBBLICITÀ Luigi G. Zito tel. 328/2329515 Savio Accoto 349/1430334 Ada Meraglia 348/1044753


40 ilgallo.it

estate salentina

12/25 GIUGNO 2010

Aspettando Sabato 12 giugno ARADEO: Teatro Domenico Modugno, ore 21, Gli intrighi del ragno, piece teatrale musicale di Mirko Gabellone e Michele Bovino della Libera Compagnia Teatrale Onlus, in collaborazione con la Lega Tumori Ilma a cui andrà parte del ricavato CALIMERA: Festa Sant’Antonio da Padova, dopo la Messa delle 20, benedizione e distribuzione Pane Sant’Antonio e musica popolare CANNOLE: Piazza San Vincenzo, ore 21, Dieci – Tutto è relativo di Antonio Orlando, danzatore, coreografo e direttore artistico della scuola Degas. Ospite d’eccezione Anna Maria Prina. Presenta Monia Palmieri CASARANO: Festa Cuore Immacolato di Maria, presso la Parrocchia, Sagra dei piatti tipici e I calanti in concerto GALLIPOLI: Lungomare Galilei, Festa Sant’Antonio da Padova (dall’11 e fino al 13), P.le chiesa Sant’Antonio, ore 20, Sagra del pane… e non solo CUTROFIANO: Festa Sant’Antonio da Padova (fino al 14), LECCE: Quartiere San Sabino, Sagra dei Sapori e liscio con i Riviera Salentina. Officine Cantelmo, Viale De Pietro 12, Interni, bipersonale di pittura di Antonio Leo ed Alessandro Mangione (fino al 29 giugno, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20) MAGLIE: Piazza Madonna delle Grazie, 20,30, Sagra delle Orecchiette MARTIGNANO: Nel corso della mattinata, Festa del Donatore, organizzata dal Gruppo Donatori di Sangue MONTERONI: Rione delle Anime, Festa Sacro Cuore di Gesù, Sagra della Fraternità e Palasport (Coverband dei Pooh) in concerto PALMARIGGI: Puteche aperte PARABITA: Festa Sant’Antonio da Padova (dall’11 e fino al 13) SOLETO: Zona 167, Festa Sant’Antonio da Padova SPECCHIA: Castello Risolo, ore 19,30, presentazione libro Andata e ritorno. Storia di ordinaria emigrazione dal Capo di Leuca di Giancarlo Colella in collaborazione con il Crsec di Tricase e l’Associazione Italiani nel Mondo di Specchia

RUFFANO: Festa Sant’Antonio da Padova (dal 10 e fino al 13), ore 21,30, Silvia Mezzanotte in concerto (ingresso libero) TRICASE: Festa Sant’Antonio da Padova (dall’11 e fino al 13), Ore 19,30, Processione, a seguire musica folk e liscio con il Gruppo Mediterraneo UGENTO: Scalinata Chiesa San Giovanni Bosco, ore 20,30, Lavori in corso in concerto VERNOLE: Quartieri in gioco (anche domenica 13)

Domenica 13 ARADEO: Teatro Domenico Modugno, ore 21, Gaudii Cantores di Villa Castelli CasaCALIMERA: museo del Comune, Commemorazione tabacchine, mostra fotografica e proiezione video GEMINI (Ugento): Festa Sant’Antonio da Padova, Piazza Regina Elena, ore 21, si balla con il Gruppo Mediterraneo LECCE: Piazzale chiesa San Massimiliano Kobe, dalle 18, Kantieri Sociali: ricerca e innovazione: inaugurazione mostra fotografica La mia periferia con foto anche del reporter di Alessano, Kesh Gabriele Torsello; Tavola rotonda sul tema Periferia urbana; proiezione di 167 racconti di periferie suburbane. Quartiere San Sabino, Sagra dei Sapori e folk con i Duo Sound. Teatro Politeama, ore 21, il M° Riccardo Muti dirige l’Orchestra giovanile Luigi Cherubini in un concerto in onore dell’antica Abbazia di Santa Maria di Cerrate. (Ingresso: dai 40 € per il loggione ai 135 per le poltronissime) MIGGIANO: Piazza Municipio, ore 9,30, ritrovo per Giornata Ecologica

SURBO: Presso il Centro Molgolfiera, Swap Party, festa del baratto, shopping a costo zero


appuntamenti

12/25 GIUGNO 2010

il solleone domenica 13

mercoledì 16

MONTERONI: Rione delle Anime, Festa Sacro Cuore di Gesù, Sagra della Fraternità e I Scianari (pizzica e musica popolare) in concerto NARDÒ: Festa S. Antonio da Padova PALMARIGGI: Puteche aperte SECLÌ: Festa Sant’Antonio da Padova SQUINZANO: Villa Cleopazzo, ore 20,45, teatro, Compagnia La Busacca e Laboratorio Teatrale del Nord Salento, Piantala Casimiro TUGLIE: Festa S. Antonio delle Grazie UGENTO: Festa S. Antonio da Padova

ARADEO: Kalispera, rassegna della cioccolateria Stardust, ore 20, il disegnatore Sergio Algozzino presenta la sua prima graphic novel Ballata per Fabrizio De Andrè. Modera Maddalena Castegnaro. Degustazione bibitolciaria

lunedì 14 MARTIGNANO: Parco Palmieri, Summer school di fisica rivolta a studenti, ricercatori e scienziati, approfondimento tematiche legate alla Fisica ad Lhc, macchina capace di concentrare molta energia in pochissimo spazio (fino al 19)

giovedì 17 COPERTINO: Atrio Castello, ore 20, i Cantori di Ippocrate in concerto LECCE: Cortile ateneo, ore 22,15, Pre Summer Night, serata da ballare con la musica dei Shake Down Babylon, degli Skanderground e dei The Gecols (ingresso gratuito) SAN DONATO: Campo Delta, ore 22, Beenie Man in concerto. Pre-concerto con i salentini Boom da bash e Rootz Band (Ingresso € 15, prevendita € 13) SQUINZANO: Villa Cleopazzo, ore 20,45, teatro, Laboratorio Teatrale del Nord Salento, Sogno di una notte di mezza estate CASAMASSELLA (Uggiano): Nei pressi della Biblioteca comunale, ore 21, La Strada delle arti di strada

martedì 15 LECCE: Politeama, ore 20,30, Compagnia Il Saraceno, Il Conte di Montesardo TRICASE: Piazza Don Tonino Bello, 19,30, San Vito e i fanciulli, festa con: Le stelle (majorettes Vittoria Dance); Squadra Regionale Puglia Taekwondo (1a classificata campionati italinai demo e vicecampioni italiani forme della Taekwondo D’Amico); il Complesso musicale della Scuola Media I Polo; i Flash Caraibici (Latin Project); l’Animazione per fanciulli (Magicolandia), Giampiero Ruffino (tenore leggero accompagnato dal M° Marco Ciardo). Conduce Lino Peluso. Nel corso della serata Festa della Cucuzzedda e Cadduzzeddhu, degustazione prodotti paesani SAN CASSIANO: Pub L’insonne, ore 21,30, il disegnatore Sergio Algozzino presenta la sua prima graphic novel Ballata per Fabrizio De Andrè. A cura dell’Associazione il Baco

venerdì 18 CORIGLIANO: Alla ricerca di Lucignolo, interminabile viaggio alla scoperta dell’eterno bambino tra gioco e passione: laboratori, tornei di scacchi, giochi da tavolo, mercatino dell’usato e dell’antichità, animano le strade e le corti del paese trasformandole nel paese dei balocchi DEPRESSA (Tricase): Festa Sant’Antonio (fino al 20), Sagra della grigliata paesana e musica con il violinista Armando Ciardo LECCE: Cortile del Rettorato, Orchestra Ico T. Schipa, America & America MURO LECCESE: Area Concerti, ore 21,30, Festa della Musica, esibizioni di Pietro Verna, Progetto Orb, Manifattura Clandestina e The Gecols (Ingresso libero) OTRANTO: Piazzetta della Torre Matta, ore 22,30, Antonio Candido Jr, fisarmonica e chitarra acustica VERNOLE: Quartieri in gioco (anche domenica 20)

ilgallo.it

41


42 ilgallo.it

estate salentina

sabato 19 giugno

domenica 20

mercoledì 23

ARADEO: Teatro Domenico Modugno, ore 21, La buona novella (di Fabrizio De Andrè), regia e voce di Michele Bovino CALIMERA: Festa dei Lampioni e de lu caturùsciu (fino al 21), si balla con la musica de I Scianari CORIGLIANO: Alla ricerca di Lucignolo, laboratori, tornei di scacchi, giochi da tavolo, mercatino dell’usato e dell’antichità. Ore 21,30, Cada Die Teatro, Chisciotte Fenicottero LECCE: Presso Associazione Transito, Cantine d’arte e Musica, ore 22,30, Alfredo Ronzino in concerto (Ingresso libero) MELISSANO: Festa di San Luigi Gonzaga (fino al 21), in mattinata Fiera Mercato MURO LECCESE: Area Concerti, ore 21,30, Festa della Musica, esibizioni di P40, Amarock, City Weisse e il concerto dei Crifiu (Ingresso libero) NARDÒ: Festa Sacro Cuore di Gesù (anche domenica 20) OTRANTO: Notte Rosa, itinerario “in rosa” che, attraverso musica, letteratura, teatro, arte e moda, popolerà le strade della città rendendo ogni luogo vivo di spettacolo (anche domenica 20) SQUINZANO: Festa della Madonna del Pozzo (fino al 21): Piazza Vittoria, Sagra della Frisella

TRICASE: Piazza Cappuccini, 3a edizione Torneo di Calcetto dell’ASD Gestioni Sportive. Aperto a tutti dai 10 ai 40 anni. Info e iscrizioni (entro il 19/6): 340/9118545

LECCE: Museo Castromediano, ore 20,30, Musica al Museo: Francesca Cavallo (arpa) e Marco Schiavone (violoncello) MORIGINO (Maglie): Festa San Giovanni Battista (anche giovedì 24), Piazzale Parrocchia, Frisellata di San Giovanni PATÙ: Festa San Giovanni Battista (anche giovedì 24), in mattinata tradizionale Fiera - Mercato VEGLIE: Festa San Giovanni Battista, White Queen in concerto

domenica 20 CALIMERA: Festa dei Lampioni e de lu caturùsciu (fino al 21), dalle 20, liscio e Skyboard in concerto NARDÒ: Festa Sacro Cuore di Gesù, Sagra della Frisa NOVOLI: Festa San Luigi Gonzaga (fino al 22), in serata si balla con la musica dei Riviera Salentina PRESICCE: Festa San Luigi Gonzaga (anche lunedì 21), centro storico, ore 21,30, I Calanti in concerto

SQUINZANO: Festa della Madonna del Pozzo: Piazza Vittoria, Salento Talento, madrina della serata la conduttrice Rai, Lorena Bianchetti, sul palco anche il re degli imitatori (Quelli che… il calcio, Rai 2) David Pratelli. Serata a sostegno di Congo Brazzaville, Missione africana dei Frati Minori Francescani del Salento

lunedì 21 CALIMERA: Festa dei Lampioni e de lu caturùsciu, Antonio Amato Ensemble in concerto GEMINI (Ugento): Ore 22, Alessandra Surano in concerto; preconcerto con Orchestra del Mare PRESICCE: Festa San Luigi Gonzaga, in mattinata tradizionale Fiera SANARICA: Piazza Martini, Sagra per San Luigi SQUINZANO: Festa della Madonna del Pozzo, teatro, Compagnia Santa Maria delle Grazie, L’aria del settentrione UGGIANO: Giardinetti Zona 167, I Traballanti, Trampuglia (al secolo Dario Cadei) svela i segreti dei trampolieri (fino a merc. 23)

12/25 GIUGNO 2010

giovedì 24 LECCE: Ex Convento dei Teatini, Associazione Terraecultura, Cibosal, stand gastronomici, convegni, mostre di artigianato ed utensili da cucina (fino al 29) VEGLIE: Festa San Giovanni Battista, Largo Osanna, ore 22, Pizzicarusi in concerto ZOLLINO: Festa e Fiera San Giovanni (fino al 27), fiera-mercato, tornei di giochi di gruppo

giovedì 24

venerdì 25

CORIGLIANO: Passeggiata gastronomica tra le vie di Corigliano (anche venerdì 25) GIUGGIANELLO: Festa e Sagra San Giovanni (fino al 27) MORIGINO (Maglie): Festa San Giovanni, cabaret, Uccio De Santis (Mudù) SQUINZANO: Villa Cleopazzo, ore 20,45, teatro, Laboratorio Teatrale del Nord Salento e Teatro La Busacca: La Patente; La giara; Bellavita

ARADEO: Teatro Domenico Modugno, ore 21, Morning in Iowa, esibizione di Massimo Felici, uno dei migliori chitarristi europei CAPRARICA DI LECCE: Festa San Nicola e Sant’Oronzo (anche sabato 26) LECCE: Cortile del Rettorato, Orchestra Ico Tito Schipa, Concerto chiusura stagione primaverile

OTRANTO: Fossato del castello, ore 20,45, esibizione corpo di ballo Centro Studi Danza di Emanuela Ferrari. Piazzetta della Torre Matta, ore 22,30, World & Music, esibizione di Cesare dell’Anna SURBO: Rione Le Rene, Festa dei Sapori Antichi VEGLIE: Festa San Giovanni, ore 21,30, Alla Bua in concerto


In giro per feste

appuntamenti e folklore

12/25 GIUGNO 2010

Il Sacro Cuore a Monteroni

na “tre giorni” dedicata al Sacro Cuore presso la Parrocchia del rione delle Anime: il via venerdì 11 giugno, con la Messa alle 19 e subito dopo la Processione per le vie del quartiere, “scortata” dalla Banda “Maria Santissima Ausiliatrice”. Al rientro, l’inno del Sacro Cuore e cascate pirotecniche. Sabato 12 e domenica 13 saranno all’insegna della tradizionale “Sagra della fraternità” (carne alla brace, pittule, patatine, vino e birra) a cura della locale Caritas, il tutto allietata dalla musica: sabato quella della cover band “Palasport” con repertorio dei Pooh; domenica la pizzica de “I Scianari”.

La

festa si animerà sabato 19 giugno, con la Processione che prenderà il via alle 20,30 e sarà accompagnata dal Concerto Neretino. Domenica 20 si aprirà con la terza edizione della mini maratona “Sacro Cuore di Gesù” (ritrovo alle 7,30). In serata, a partire dalle 20,30, nei pressi del campetto adiacente la Parrocchia, tutti invitati alla 18^ edizione della Sagra della Frisa, con degustazioni di ogni tipo al ritmo della musica del gruppo H2O di Rosario ed Emidio Marrone.

Quartieri in gioco a Vernole

I

quattro rioni (Sulicari, Trappisti, Montefuggiaru, Campu) protagonisti della settima edizione dei “QuartierInGioco”, organizzata dalla Pro Loco. Fra sabato 12, venerdì 18 e domenica 20 giugno, tra Piazza Vittorio Veneto ed il campo sportivo, concorrenti di tutte le età si cimenteranno in ben 26 discipline, dal podismo alla pallavolo, dal burraco alla scopa, dalle bocce al ping pong, ecc.

43

Squinzano onora la Madonna del Pozzo

U

Il Sacro Cuore a Nardò

ilgallo.it

I

tre giorni di festa saranno preceduti da alcuni importanti appuntamenti di stretto carattere religioso. Lunedì 14 giugno, alle 21, la veglia di preghiera “Si chiamava Maria”, di mons. Nicola Macculi, nel Giardino di San Nicola; mercoledì 16, alle 21, “Maria, donna colma di spirito”, a cura di Padre Pompilio Damiano, in Largo Maria Regina; venerdì 18, sempre alle 21, “Maria, donna del pane”, di fra’ Antonio Salinaio e con i ragazzi della Gioventù Francescana sul sagrato della Chiesa di S. Maria delle Grazie. Poi il clou: sabato 19 la Messa alle 18,30 e subito dopo la Processione; in serata la manifestazione “A tutto birra” e l’attesissima Sagra della frisella in Piazza Vittoria. Domenica 20, alle 19,30, la Messa celebrata da mons. Domenico D’Ambrosio, Arcivescovo di Lecce, ed a seguire, dalle 21, il concorso canoro “Salento Talento” in Piazza Vittoria, che avrà la nobile finalità di sostenere la missione africana (in Congo) dei Frati minori francescani del Salento. Presenteranno due volti noti della Rai: la conduttrice Lorena Bianchetti ed il comicoimitatore David Pratelli (ospite fisso di “Quelli che…il calcio”). Infine, lunedì 21, risate assicurate con la commedia in vernacolo “L’aria del settentrione”, di William Fiorentino con la Compagnia “Santa Maria delle Grazie”.

San Luigi a Novoli

S

arà la locale Banda a suonare durante la Processione di San Luigi, domenica 20 giugno, dalle 20; la stessa Banda accompagnerà la soprano Barbara Dell’Atti nell’esecuzione dell’Inno a San Luigi, al rientro del corteo religioso, in Piazza Aldo Moro, mentre in cielo si leveranno i palloni aerostatici ed esploderà lo spettacolo pirotecnico. Poi tutti in Piazza Margherita con i “Riviera Salentina”. Lunedì 21 a prestare servizio per l’intera giornata sarà la Banda di Sogliano. Alle 19,30 la Messa celebrata dall’Arcivescovo di Lecce, mons. Domenico D’Ambrosio. Martedì 22, alle 19,30, la statua di S. Luigi sarà riportata dalla Chiesa Madre (dove arriverà mercoledì 16, alle 20) nella sua Cappella. Da non perdere l’appuntamento di lunedì 14, alle 20, con l’inaugurazione del “Solstizio di vino” (profumi e degustazioni), in Piazza Regina Margherita, presso l’ex mercato coperto.

Motoraduno a Campi

Domenica 20 giugno, a Campi Salentina, Motoraduno interregionale con esposizione di auto e moto d’epoca - Mostra scambio. Possono partecipare tutti gli appassionati e simpatizzanti di auto e moto. Ricchi premi a sorteggio, premiazione con coppe e trofeo e carosello in piazza, con la partecipazione della Fondazione dei Cavalieri di Roca (Melendugno).

Aradeo: i luoghi e gli intrighi del ragno Tornano al Teatro comunale “Domenico Modugno” di Aradeo, nella serata di sabato 12 giugno, alle 21, le vicende del ragno Nino. Dopo “I luoghi del ragno” e “Gli intrighi del ragno”, il nostro personaggio torna indietro nel tempo a rivivere i panni di un suo antenato famoso, un certo rugantino… Piece teatrale musicale di Mirko Gabellone e Michele Bovino, alias Libera Compagnia Teatrale Onlus Aradeo, in collaborazione con il progetto della Lega Tumori “Ilma” del dott. Giuseppe Serravezza, a cui andrà una parte del ricavato.

La festa di San Giovanni a Veglie

F

esteggiamenti per il patrono San Giovanni a Veglie, a cura dell’Assessorato a Turismo e Spettacolo, del Comitato Feste e della Parrocchia SS. Giovanni Battista e Irene. Il programma religioso prevede mercoledì 23 giugno, alle 18,30, la Messa e poi la Processione; al rientro, in Piazza Umberto I, la Banda Città di Veglie, diretta dal M° Cosimo Costa, eseguirà l’inno a San Giovanni e subito dopo avverrà la consegna delle chiavi della città al Santo. Giovedì 24, le Messe alle 7,30, 9, 10,30 e 19,30. Venerdì 25, alle 18, la celebrazione dell’Eucaristia tra i viali del Cimitero in suffragio di tutti i concittadini vegliesi defunti. Il programma civile prenderà il via domenica 20, alle 9,30, in Largo Osanna, raduno di Auto d’epoca a cura dell’Associazione Arneo Vei-

coli Storici, con la partecipazione di Piero Ciakki; alle 12, in Piazza Umberto I, la benedizione delle auto. Mercoledì 23, in Largo Osanna, la prima edizione de “La Notte di San Giovanni”, con ospiti della serata i “White Quenn”. Giovedì 24, in Piazza Umberto I, suoneranno i Concerti Bandistici Città di Racale e Città di Squinzano, mentre dalle 22 ci sarà in Largo Osanna il concerto dei “Pizzicarusi”. Venerdì 25, sempre in Largo Osanna, serata di musica e ballo; in Piazza Umberto I, dalle 21,30, il concerto degli “Alla Bua”. A mezzanotte la grande chiusura con lo spettacolo dei fuochi pirotecnici. Da ricordare, infine, che da mercoledì 23 a venerdì 25, in via Dante, si terrà la prima Fiera Agroalimentare e la Sagra dei Sapori di Veglie.


Sport

Gigi De Canio:

12/25 giugno 2010 - www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

44

“Saremo DEGNI

DELLA Serie A”

L’allenatore manager. “Le risorse economiche non sono tantissime ma abbiamo già intravisto qualche strada da poter imboccare”

LA STRATEGIA promozione in carriera serie A, il “Continueremo mettendo in piedi una primo posto, a fidarci dei giovani. squadra sulle ceneri di la coppa. Dal Rivestono un ruolo quella che appena un anno pallido sogno di mezza importantissimo fa retrocedeva fra i cadetti, estate, dopo una retrocesnel nostro dandogli bel gioco, personasione cocente, alla splendida progetto” lità, carattere ed una fondamencavalcata che ha riportato il tale continuità di risultati, che ha Lecce nel gotha del calcio italiano. permesso a capitan Giacomazzi e compagni Il merito è soprattutto suo: la piazza giallorossa si ritrova ai piedi del “Sir”, dell’allena- di prendere il largo nella seconda parte della tore-manager Gigi De Canio. Il bel giro di stagione. campo, fra gli applausi scroscianti della sua Mai come stavolta, dunque, è stato il successo gente, è la significativa cartolina del 30 maggio di quell’atipico allenatore che ha inculcato il scorso, fatta recapitare da chi una grande mis- suo credo tattico ai giocatori, ma prima di tutto sione (tutt’altro che preventivata) l’ha appena ha avuto un ruolo rilevante in chiave manageportata a termine, regalando al Club salentino riale, indirizzando le mosse dirigenziali: una la promozione numero 8, guidando nella mas- novità assoluta per il calcio italiano. Sulla tasima serie il Lecce per la 5a volta nella ge- bella di marcia del progetto, la serie A è in anstione dei Semeraro (famiglia al timone da ticipo, ma ora viene il bello perché tutto il circa 16 anni). Avvincente, sudata, meritata, ma Salento vuole finalmente conservarla e non anche per molti versi differente da tutte le altre, solo assaporarla come troppo spesso è avveinnanzitutto perché arrivata grazie al primo nuto nelle ultime annate. “Puntiamo naturalposto finale in classifica, evento che mai s’era mente ad una salvezza tranquilla”, spiega De verificato nella centenaria storia della Società Canio, “ed intanto con la Società abbiamo sugiallorossa. L’autografo finale è quello del tec- bito iniziato a tracciare le prime linee guida. nico di Matera, bravo a regalarsi la sua prima La serie A è molto difficile, così come non

La

sarà facile muoversi sul mercato e sapere in anticipo quanto, e come, cambierà questa squadra. Ci stiamo ragionando, le risorse economiche non sono tantissime ma abbiamo già intravisto qualche strada da poter imboccare”. Molte situazioni andranno discusse una per una e a tal proposito l’allenatore lucano non si sbilancia: “Per Angelo e Giacomazzi dovremo sederci attorno ad un tavolo per analizzare le loro richieste di prolungamento del contratto. Poi si annuncia spinosa la questione Marilungo, mentre è nostra dichiarata intenzione quella di provare a puntare su esperienza e gioventù, ossia Di Michele e Bertolacci. Se continueremo a fidarci dei giovani? Certo! Rivestono un ruolo importantissimo nel progetto che caratterizza questo Club, così come imposteremo molte trattative su prestiti o comproprietà. Ci inventeremo qualcosa, insomma”. Per De Canio, dunque, è l’ora di ri-vestire i panni del manager e lavorare fuori dal campo per far scendere finalmente il Lecce dall’ascensore e consentirgli di restare su quel piano più alto chiamato serie A! Giorgio Coluccia


12/25 GIUGNO 2010

sport

ilgallo.it

45

44° Rally del Salento con Kubica

È

I bolidi sul percorso più bello

in programma dal 17 al 19 giugno il 44° Rally del Salento, terza prova del Campionato Italiano Rally 2010 e gara che si preannuncia particolarmente ricca di novità. Quest’anno la gara, indetta come tradizione dall’Aci Lecce, è organizzata dal “Ciocco Centro Motori”, collaudato staff toscano con alle spalle un notevole know-how nella realizzazione di eventi motoristici, con la collaborazione della “Scuderia Piloti Salentini”. Dunque il Rally del Salento ritorna nel C.I.R. (Campionato Italiano Rally) dopo la scelta del 2009 di prendere parte al Trofeo Rally Asfalto per “snellire” il calendario della massima serie tricolore dando il via, di fatto, alla rotazione che coinvolge tutte le gare. Novità anche per il percorso, ad iniziare dalla sede di partenza ed arrivo che torna ad essere, dopo alcuni anni, Piazza Mazzini a Lecce. La gara prenderà il via giovedì 17 da Piazza Mazzini a Lecce alle 19, alla volta del Kartodromo “La Conca” di Muro Leccese dove i concorrenti, a partire dalle 20,05, disputeranno la Prova Speciale n. 1, quella spettacolo allestita lungo la pista dell’impianto salentino. Sono sei le Prove Speciali di venerdì 18, primo dei due giorni di gara. I concorrenti transiteranno tre

Robert Kubica corre con noi Novità straordinaria la partecipazione del pilota polacco di Formula 1 della Renault, Robert Kubica, che correrà su una Renault Clio Super 1600 della Scuderia “Casarano Rally Team”.

volte su ognuna delle due P.S. “Santa Cesarea” di 10,55 Km (ore 9.56; 12.44; 15.32) e “Miggiano” di 12,54 Km (ore 10.43; 13.31; 16.19). Il “Giorno 1” di gara si concluderà a Lecce alle 18,30. Sabato 19 si ripartirà alle 8 per il “Giorno

2” di gara, che prevede lo svolgimento di cinque Prove Speciali. Le P.S. “Specchia” di Km 14,87 (ore 9.05; 13.45) e “Palombara” di km. 23,44 (ore 9.45; 14.25) verranno ripetute due volte. E’ previsto invece un solo passaggio sulla prova “Mare del Salento” di Km. 2,04 che verrà “utilizzata”, dalle 13 alle 14, per la diretta televisiva realizzata da Rai Sport, che con le sue telecamere non mancherà di esaltare lo splendido tratto di litoranea tra Porto Badisco e Santa Cesarea Terme (lo stesso utilizzato anche dalla P.S. “Santa Cesarea” di “Giorno 1”). Tutti i Parchi Assistenza ed i Riordini si svolgeranno all’interno del Kartodromo “La Conca” di Muro Leccese. L’arrivo a Lecce è fissato per le 17,15. Da segnalare la presenza di numerosi piloti di altissimo livello e delle “Case” Ufficiali, da Abarth a Peugeot e Skoda, oltre ai più accreditati team satelliti, primo fra tutti Ford Motus. Da non perdere, poi, lo spettacolo dei numerosi trofei: dal Renault New Clio R3 al Trofeo Abarth 500 R3T Rally, al Trofeo Clio R3 Top fino ad arrivare al Challenge di 7a Zona. Anche quest’anno l’emittente radiofonica tricasina MondoRadio trasmetterà in diretta tutte le fasi del Rally. Gianluca Eremita


46 ilgallo.it

tempo libero

12/25 GIUGNO 2010

mazione m a r g o r in p gno dall’11 giu LECCE - MULTISALA MASSIMO TEL. 0832/307433 Sala 1

18,15 - 21

SURBO - MULTICINEMA MEDUSA TEL. 0832/254411 Sala 1

17,30 - 20,30 - 22,45

sex and the city 2

saw VI

Sala 2

Sala 2

18,10 - 20,20 - 22,30

Al cinema

Sala 3

18 - 20

20,05 - 22,30

Sala 3

20,20 - 22,40

the hole (3D)

Sala 4

Sala 4

17,15 - 19,55 - 22,35

prince of Persia

Sala 5

Sala 5

18,30 - 20,30 - 22,30

17,35 - 20 - 22,25

l’acchiappadenti Sala 6

16,35 - 19,30 - 22,25

Robin Hood Sala 7 16,25 - 18,25 - 20,25 - 22,35

LECCE - CITY PLEX SANTA LUCIA TEL. 0832/343479

final destination Sala 8

16,25 - 19,25 - 22,20

sex and the city 2

non pervenuto

Sala 9

non pervenuto non pervenuto

GALATINA - CINEMA TARTARO TEL. 0836/568653

non pervenuto

chiusura estiva

il Gallo consiglia “ Ti insegnerò a volare, dialogo con un maestro” di Daniela Cretì Luca Pensa Editore pagg. 208 - € 12,00

18,30 - 20,30 - 22,30

Sala 3

18 - 20,15 - 22,30

GALLIPOLI - CINEMA SCHIPA TEL. 0833/568653 17,30 - 20 - 22,30

sex and the city 2 TRICASE - CINEMA MODERNO TEL. 0833/568653 18,15 (sab e dom) - 20 - 22

the hole (3D) TRICASE - CINEMA AURORA TEL. 0833/568653

17,15 - 19,45 - 22,15

tata Matilda e il grande botto

o Il libr

Sala 2

tata Matilda e il grande botto

la nostra vita the hole (3D)

18 - 20,15 - 22,30

Draquila

tata Matilda e il grande botto 19 - 20,45 - 22,30

Sala 1

Manolete

the road

bright star

GALLIPOLI - CINEMA ITALIA TEL. 0833/568653

19 - 21,30

sex and the city 2 TRICASE - CINEMA PARADISO TEL. 0833/568653 18 (domenica) - 20 - 22

la nostra vita

“Un uomo, una persona, un’anima alla ricerca di se stessa, ma che soprattutto ama insegnare a farlo, che ama essere libero e insegnare ad esserlo”. Così Daniela Cretì, insegnante di Lecce, narra di Alberto, alunno e poi maestro come non se ne trovano più, maestro ed alunno insieme, come spesso dovrebbe accadere… Un racconto che esplora l’interiorità, la spiritualità di un uomo in ricerca percorsa nei magnifici scenari di un Sud, tra gli odori e i profumi di campagne, la gioia nel cuore delle semplici cose. Daniela Cretì ha già pubblicato “Salvataggio attimi in corso” (2004) e “Le ragnatele dell’anima” (2006).

TROVA I GALLETTI,

IL REGOLAMENTO

Tra i primi 50 che prenderanno la linea saranno sorteggiati PRANZO o CENA PER DUE presso ANTICA PIETRA a PRESICCE ed UNA CENA presso Ristorante L A TERRAZZA a SAN CATALDO. Cerca tra le pubblicità e individua i 3 galletti “mimetizzati”. Telefona lunedì 14 giugno dalle ore 9. In palio anche: i BIGLIETTI per i CINEMA di GALATINA, GALLIPOLI e TRICASE; due consumazioni di 5 CONI GELATO presso ROXY BAr di LECCE; una MANICURE, una PEDICURE ed una SEDUTA TRUCCO presso l’ISTITUTO DI BELLEZZA CLEOPATRA a MAGLIE; una CREMA CORPO IDRATANTE ALL’ALOE VERA offerta da ACCOTO COSMESI ad Andrano; 5 SORBETTI SU STECCO ALLA FRUTTA da DOLCE ARTE a CUTROFIANO; due aperitivi al BAR MAL GLEF a MIGGIANO; Pizza e bevanda da BORGO VECCHIO a MIGGIANO; un PUPAZZO DI PALLONCINI da BALLON SHOP a RUFFANO; un paio di occhiali per presbite offerti da Ottica Moderna di Tricase; DUE APERITIVI presso DOLCI FANTASIE di SAN CASSIANO; BUONO SCONTO DI EURO 50 da applicare sull’acquisto di occhiali da sole o da vista presso OTTICA MORCIANO TRICASE, TIGGIANO E CASTRO; 2 PIZZE offerte da CROC a Tricase; una BOTTIGLIA DI VINO offerta da LE VIGNE DEL SALENTO di SALVE; una PIZZA presso RISTORANTE PIZZERIA L A BELLA VITA di CARMIANO; una CAFFETTIERA offerta da VECCHI MAGAZZINI DEL COCO a LECCE, un TELO MARE offerto da COLORIFICIO BELFIORE a SALVE

NON SONO AMMESSI GLI STESSI VINCITORI PER ALMENO 3 CONCORSI CONSECUTIVI. NON SI ACCETTANO NOMINATIVI DELLA STESSA FAMIGLIA TELEFONA

LUNEDÌ

14

GIUGNO DALLE ORE

9: 328/1063910 e 348/7145839


tempo libero

12/25 GIUGNO 2010

sù la cresta - il personaggio NOME E COGNOME: LA POLITICA: Danila Caccioppola “Sinistra” NATA A: Torino L’UOMO: “Che mi tenga testa” VIVI A: Alessano SEGNO ZOD.: Gemelli LA PRIMA VOLTA: la prima cosa che “A 18 anni” A LETTO: ti salta in mente “Semplice...” se parliamo di... MATRIMONIO: “La studentessa” IN CUCINA: “Impegno” “Non uso il sale...” DIO: “Non l’ho mai visto” ALLO STADIO: “Tifo Lecce” ALCOL: “Da evitare” IN UN INCUBO: “Perdere mio SIGARETTA: “Non fumo” padre” IL LAVORO: “Da realizzarsi” IN UN SOGNO: “Essere felice” VUOI ESSERE IL PERSONAGGIO DEL PROSSIMO NUMERO? CHIAMACI:

lo dicono le stelle di Eugenio Musarò (www.myspace.com/eugeniomusaro)

ETE

ARI

La prima decade si prepari ad un’estate con alti e bassi, con Urano e Giove nel segno ma con Saturno opposto e Plutone in quadratura. Via libera per gli altri. CRO

CAN

O

TOR

Mercurio congiunto vi rende più ragionevoli e ironici, ma la terza decade subisce ancora la quadratura di Nettuno che stanca la mente. NE

LEO

0833/545777

dal 12 al 25 giugno LLI

E GEM

Si prospetta ottima l’estate per molti della prima decade con Urano e Giove in sestile: date il via ai progetti. Anche per gli altri il cielo è sereno. E

GIN

VER

Estate di fuoco per la prima decade baciata da Urano e Giove: datevi da fare con i progetti e con l’amore. Molti altri, invece, saranno più demotivati a causa di Nettuno.

Ottimo per voi il trigono del vostro pianeta guida (Mercurio) che vi aiuterà a prendere le decisioni giuste in caso di bisogno.

CIA

NE PIO R O SC

RIO ITTA G A S

Plutone picchia sempre sulla prima decade: occhio alle questioni legali. Per gli altri, la quadratura di Venere può rendervi intolleranti nei confronti del partner.

L’opposizione di Mercurio e la quadratura di Nettuno può stancarvi mentalmente e rendervi meno lucidi nei ragionamenti e nelle scelte.

Grande estate per la prima decade con Giove e Urano in trigono: non pensate solo a divertirvi, è anche il momento di agire. Tutti gli altri non hanno transiti negativi.

RNO ICO R P CA Per tutta l’estate Saturno vi dà un po’ di tregua. Plutone rivoluziona la prima decade, ma neanche gli altri sono messi male data l’assenza di pianeti negativi.

IO UAR ACQ Saturno per tutta l’estate non vi favorirà, ma in autunno si. In compenso non ci sono particolari transiti frenanti, quindi siete liberi di muovervi.

Per la prima decade l’estate non si prospetta buona: ci sono molti transiti frenanti e stancanti. Gli altri sono ben messi grazie a Saturno e Urano. N BILA

CI

PES

Nel vostro caso, per tutta l’estate Urano e Giove usciranno dal vostro segno. Poco male perchè solo la terza decade subirà il transito negativo di Saturno.

ilgallo.it

47


48 ilgallo.it

ultima

12/25 GIUGNO 2010


il Gallo - Num 14 - Ediz Nord Salento