Page 1

Gallo

Abusivi in casa propria! Anno XXII, numero 17 (619) - dal 2 al 15 settembre 2017- www.ilgallo.it - info@ilgallo.it

Siamo nell’aprile del 2006 ed una coppia di giovani di Casarano, pressoché trentenni, alla vigilia delle nozze, cerca una casetta per iniziare una vita insieme. Un’immobiliare propone quella che potrebbe essere la casetta dei sogni: al terzo piano di un bel condominio piccolo e ben fatto, quasi 80 metri quadri, una bella terrazzina ed un box auto, per un totale di 80mila euro. Contraggono un mutuo nella sede della BNL, davanti ad un notaio, e coronano il loro sogno. Passati 7 anni, decidono di vendere e scoprono che la loro casa non esiste. Quello che avevano pagato e rogitato è una misera lavanderia di 25 metri quadri... 5

SERE DI SETTEMBRE: L’AGENDA Tutti gli appuntamenti dell’estate salentina 20/21

TROVA I GALLETTI E VINCI TANTI PREMI

Lunedì 4, dalle 9,30, trova i galletti nelle pubblicità e telefona allo 0833/545777. In palio i biglietti per i cinema di Galatina, Gallipoli, Maglie e Tricase; due ingressi per Fantasy Park; 2 aperitivi a Tricase; 2 a San Cassiano; tre colazioni; un lavaggio di un piumone; un antipasto con bevanda in trattoria; mezzo kg di mignon; un aperitivo con calice di vino; buono sconto di € 50 sull’acquisto di un paio di occhiali di vista. a pagina 23

CAPPILLI CALCESTRUZZI DA 50 ANNI

7

Cutrofiano, prima Gualazzi e poi Li Ucci

L’edizione “0” del Festival Terre di Kutra: domenica 3 settembre, in piazza Municipio, Raphael Gualazzi. Dal 10 al 16 settembre, il Festival per ricordare i cantori de Li Ucci, lo storico gruppo cutrofianese custode degli “stornelli”, dei canti d’amore e di lavoro, spesso improvvisati al ritmo del tamburello

L’inserto centrale con il Calendario del Campionato di calcio

15

Rocco Cappilli: “Iniziò nonno Luigi insieme al mio papà Antonio che, nonostante fosse giovanissimo, dovette in pratica portare avanti la baracca perché il nonno, classe 1899, era in guerra ed è stato anche prigioniero in Africa. Ha iniziato con un compressore a scavare pozzi e cisterne, poi ha comprato un camion e, come un moderno autotrasportatore, caricava tufi, meloni e quant’altro gli venisse richiesto. Quando il nonno è tornato dalla guerra, insieme hanno individuato la cava sulla via di Acquarica del Capo dove èiniziata e prosegue la storia della Cappilli Calcestruzzi”. Oggi azienda leader nel settore

10

Otranto al centro del Mediterraneo

Il Festival Giornalisti del Mediterraneo è un appuntamento di assoluto prestigio per la Puglia, grazie alla nutrita partecipazione dei giornalisti che interverranno, e una grande occasione di visibilità per una terra di accoglienza dove, oltre al patrimonio di beni culturali e bellezze naturalistiche, si può apprezzare la capacità di sostenere, incoraggiare e favorire processi positivi di cooperazione internazionale. Sarà anche l’occasione per puntare ancora una volta i riflettori sui temi del Mediterraneo


2

ilgallo.it

pubblicitĂ

eurospin

5 ago/1° sett 2017


attualità

2/15 settembre 2017

C’è un campanile incompiuto!

ilgallo.it

3

ora parlo io

Mi

accorgevo, ma non mi rendevo conto del tutto, ma mi chiedevo: come mai quel campanile è rimasto incompiuto, penso, da secoli! Le risposte più strane mi son venute in soccorso. Come in altri siti salentini si dice che l’abbiano costruito i diavoli, ma come ogni leggenda si scioglie al torrido sole di agosto. Perché è rimasto incompiuto? Nessuno storico ci ha dato una risposta. Potrebbe essere stata l’invidia e il relativo alto là del feudatario locale, invidioso che si erigesse un campanile più alto della torre del suo palazzo. Sappiamo che i signorotti feudali e rinascimentali dimostravano la loro potenza economica facendosi erigere i propri palazzi o la propria roccaforte, la propria torre, più alta di quella dell’altro signorotto locale. Le cause sono tantissime: che siano fi-

nite le disponibilità finanziarie, che l’impresa sia fallita, ma c’erano altre imprese altrettanto dotate tecnicamente per erigere il campanile. I cittadini si siano stancati di versare l’obolo per l’erezione del campanile. Per ovviare ad un confronto molto molto perdente con i paesini più vicini che sono dotati di campanili molto più alti, ma essenzialmente sono stati condotti a compimento. Le stranezze della storia di una comunità. Per ovviare comunque, pur su un tozzo di campanile, sono state montate delle campane, obbligatorie per la chiesa cattolica. Il campanile sembra un uomo tozzo con un cappello in testa, un cappello di paglia. Ironia della sorte! Qualche cittadino si risveglia un mattino e pensa lanciando l’idea di voler, poter completare l’opera. Il bando rimane vox clamantis in de-

serto. Un genio potrebbe risolvere il caso, anzi no un imperatore. Percorre le strade del Salento un imperatore che come tale possiede il potere di risolvere ogni problematica di ogni comunità. Specialmente se si tratta di energia geotermica, fotovoltaica o eolica; tali energie sono tanto singolari e potenti che stanno facendo maturare anche i fichi. Qui sta la potenza dell’imperatore che percorre le strade del Salento per far maturare i fichi. La comunità del campanile incompiuto potrebbe rivolgersi all’imperatore per risolvere il caso, il quale adoperando il fotovoltaico, l’energia geotermica o l’energia eolica risolverebbe il problema a piè pari. Se da secoli il campanile è rimasto incompiuto, l’imperatore in un battibaleno risolverebbe il problema, come fa maturare i fichi con le energie, più volte citate! generale1946@libero.it

T. S. Giovanni: “Mare Verde” o “Pazze”?

Il racconto. In zona vi era un locale in cui decine di villeggianti iniziarono a ritrovarsi per trascorrere, tra amici, la serata con una distensiva partita a scopa o a briscola. Si chiamava “Mare Verde”...

R

iguardo all’articolo “Mare Verde non esiste, via quel cartello”, pubblicato di recente sul Quotidiano di Puglia, riterrei utile utile aggiungere per pura informazione qualche dettaglio (senza alcun tono polemico o di smentita nei confronti dei provvedimenti di rimozione, richiesti dall’ex consigliere comunale ed esperta guida turistica Angelo Minenna, al vaglio del primo cittadino di Ugento). Motivo principale di tale decisione sarebbe che la denominazione indesiderata non è mai esistita in nessuna mappa storica o cartina nautica; sarebbe, dunque, unicamente “Pazze” il giusto nome della località. Si garantisce, comunque, che la denominazione “Mare Verde”, ben visibile ai due ingressi presso la marina ugentina di Torre San Giovanni, non scaturisce da alcun pensiero di indipendentismo, né tantomeno dalla “colorata volontà di qualche idealista”. Il tutto si è evoluto in maniera spontanea, non pianificata e soprattutto imprevedibile. Verso la metà degli anni ’60,

proprio nel luogo in cui la litoranea Gallipoli – S.M. di Leuca si incrocia con Via Eroi del Mare, la famiglia Manco, di Melissano pensò di aprire un modesto chioschetto di bevande. È qui che durante l’estate decine e decine di villeggianti iniziarono a ritrovarsi per trascorrere, tra amici, la serata con una distensiva partita a scopa o a briscola. I frequentatori erano in gran parte di Felline, Melissano, Ugento, Casarano, Ruffano e Taurisano, ai quali si andava ad aggiungere di volta in volta qualche turista extrasalentino. Con gli anni, visto che le cose andavano benino (grazie alla

garbatezza e alla grande umanità di questa famiglia ) i Manco pensarono di ampliare quell’attività commerciale, realizzando in luogo dell’originaria e precaria struttura in legno uno stabile vero e proprio, da adibire a bar e generi alimentari. È solo e semplicemente questa l’origine della famigerata (si fa per dire ) denominazione: “Mare Verde” non era altro che la comunissima insegna di quell’accogliente esercizio commerciale a carattere stagionale. Quel nome era quasi stata un’ispirazione dei titolari, per via della particolare tonalità di verde delle acque cristalline del posto, complice

la sabbia depositata sul fondale. Una situazione analoga, d’altro canto, si era già verificata ad un chilometro di distanza dove alla marina di Alliste, in località “Posto Rosso”, era sorta l’abitudine, per le medesime motivazioni di Mare Verde, di chiamare il luogo anche “Stella Marina”. Oggi dell’originale locale pubblico di “Contrada Pazze” non è visibile più nulla dato che, nel tempo, è stato trasformato in una normalissima abitazione estiva e venduto ad altre persone. È necessario evidenziare, comunque, che in quello stesso preciso punto, oggi, un’indicazione turistica segnala a poca distanza, un po’ più all’interno dalla costa, “Piazza della Madonnina di Mare Verde”, un suggestivo luogo di preghiera molto amato e curato dai villeggianti del posto, a cui ogni fine estate vengono invitate alte cariche locali, civili, militari e religiose. Proprio il 25 agosto c’è stata la celebrazione della santa messa da parte del Vescovo di Ugento, Mons. Vito Angiuli, in collaborazione degli

altri sacerdoti rappresentativi delle diverse comunità dei villeggianti presenti. Il sindaco di Ugento, Massimo Lecci, ospite insieme agli altri sindaci ed amministratori dei comuni limitrofi, ha particolarmente ringraziato l’Associazione culturale “Mare Verde” per la capacità organizzativa del riuscitissimo evento, evidenziandone l’encomiabile caparbietà. Sull’argomento, infine, un simpatico aneddoto. Notando una mattina, sul bancone del bar, un’ampolla di vetro colma di acqua verdina e con alcune monetine depositate sul fondo, provai a chiedere al mio amico Rosario, il figlio più piccolo dei proprietari, qualche spiegazione in merito. Il mio compagno di giochi mi rivelò candidamente che non si trattava di vera acqua marina. Grazie ad un’originalissima trovata di uno dei suoi fratelli, si era pensato di regalare a clienti e turisti l’illusione di un campione di mare realmente verde, semplicemente aggiungendo nell’acqua qualche goccia di sciroppo di menta. Tonio Scanderebech


4

ilgallo.it

in agenda

appuntamenti

5 ago/1° sett 2017

Casarano fa festa con la pizza è

arrivata alla terza edizione la Festa della Pizza di Casarano organizzata dall’Associazione Italiana Pizzaioli del Salento, presieduta da Andrea Stefàno. “Quest’anno”, esordisce Stefàno, “si svolgerà nei giorni 1, 2 e 3 settembre; la location sarà sempre la stessa, la bellissima piazza dei giardini William Ingrosso di Casarano. La buona riuscita delle scorse edizioni, ed i suoi tantissimi visitatori, hanno reso la villa comunale un vero laboratorio a cielo aperto della pizza artigianale. Scopo principale dell’evento è quello di poter degustare le diverse tipologie di farine alternative oltre alla classica pizza realizzata con farina tipo “0”. Quali sono le novità di quest’anno? “Sa-

ranno tante le novità. Ci saranno quattro forni a legna che sforneranno in diretta tante prelibatezze, come la pizza Margherita e tante altre, che soddisferanno i palati dei visitatori più esigenti e permetteranno anche di conoscere le nuove farine cosiddette “della salute”, il tutto preparato e condito con ingredienti naturali di alta qualità”. Cosa sono le “farine della salute”? “Sono quelle preparate con i nuovi impasti naturali a base di Curcuma, Riso Venere, Grano Arso, Canapa. Le proprietà nutritive, l’alta digeribilità, senza additivi alimentari né conservanti, di queste farine, sono indicate per tante intolleranze alimentari e aiutano in particolari problemi di salute. Saranno tre le serate della

festa”, conclude il presidente Andrea Stefano, “ricche di spettacoli e musica di ogni genere, senza far mancare la nostra bellissima pizzica salentina. Inoltre, arricchirà l’area Expo uno spazio dedicato a vari settori dedicati allo spinoso tema del lavoro. L’ingresso alla manifestazione sarà gratuito. Un sentito grazie ai membri dell’ Associazione Nazionale Pizzaioli ed all’ospite d’onore Luigi Stamerra, presidente dell’APP (associazione pizzaioli professionisti), al vice Giuseppe Petruzzelli, agli istruttori Luigi Romano e Raffaele Penga ed Arturo de Matteis, che mi hanno accompagnato in questo percorso ed a tutti i nostri collaboratori che hanno permesso che si svolgesse l’evento”.

La Notte dei Balocchi, Caprarica a misura di bambino

La

Notte dei Balocchi è l’occasione per l’Amministrazione Comunale di Caprarica di Lecce, assieme alle Associazioni ed agli Enti che si occupano di infanzia, per presentare il progetto di un Paese a misura di bambino, in cui i più piccoli diventano il principale centro di attenzione per l’intera comunità. L’evento si svolgerà sabato 2 settembre nei Giardini della Scuola dell’Infanzia A. Montinaro, nel mezzo del verde dove i bambini possono giocare tutto l’anno. La serata sarà curata dalla Cooperativa Tartallegra che gestisce l’asilo nido comunale che, per l’occasione, sarà aperto e visitabile da grandi e piccini, anche per dare indicazioni sulle attività che vengono svolte nel corso dell’anno. La Cooperativa Allegra Officina, che gestisce il Laboratorio Urbano di Caprarica, si occuperà di intrattenere i piccoli protagonisti con attività manuali e ricreative. Sarà aperto anche lo spazio per il postscuola gestito dall’ associazione A Piccoli Passi, che cura il trasporto dei bambini a scuola su un allegro scuolabus e organizza pomeriggi di gioco e laboratori vari e che, in occasione della serata, proporrà giochi di gruppo e di socializzazione. E poi ancora, l’associazione Vulcanicamente con i suoi Funny Games in English, che anticipano un progetto avviato con l’amministrazione comunale di corsi di in-

glese intensivi con madrelingua a costi ridotti per dare a tutti l’opportunità di essere cittadini del mondo. I bambini potranno fare un giro a bordo dei carretti trainati da cavalli messi a disposizione dall’associazione Terra Mia e sfidarsi tra i percorsi di calcio dell’ASD Levante, di recente affiliata Milan Academy. Dulcis in fundo, gonfiabili, zucchero filato, pop corn, truccabimbi, piscina con le palline e tanto altro.

L’intero percorso proposto in occasione della festa mette in luce l’insieme delle offerte per l’infanzia che le associazioni e gli enti presenti sul territorio offrono durante tutto l’anno ai bambini di Caprarica e non solo. Nel corso della serata i bambini potranno gustare una cena offerta dalla Mensa della Scuola dell’Infanzia, curata dallo chef Simone Delle Donne, con l’utilizzo di prodotti biologici ed a km 0. In particolare viene usato l’olio Evo Nachiro (prodotto a Caprarica) e la carne della Chiusura di Sotto da animali allevati in libertà ed alimentati con foraggi biologici prodotti dalla stessa azienda. La musica allegra di Dr. Jazz e Mr. Funk intratterrà i genitori, che potranno provare i panini del Bar Marvel rigorosamente fatti con la carne (buona) della Masseria Chiusura di Sotto! Il sindaco Paolo Greco sottolinea come la Notte dei Balocchi non sia un format acquistato per l’occasione, ma “la vetrina adatta per mostrare l’impegno costante che l’amministrazione comunale assieme ad Associazioni ed Enti pongono nella cura delle attività per i più piccoli, nell’idea dell’importanza del progetto ‘Paese a misura di bambino’, perché sono proprio i bambini i germogli da nutrire per avere un futuro più fecondo”.

LA MADONNA DI SANARICA

S

anarica è un paese piccolo, con poco più di mille abitanti, dedito all’agricoltura tanto che il significato del nome è “Aria Sana”. Nella cultura popolare dei salentini il nome del paesino è da sempre associato alla festa della Madonna delle Grazie, che si svolge dal 6 al 9 di settembre. Infatti, per i devoti salentini Sanarica significa “ricevere una grazia della Madonna”. Si tratta di una tradizione decennale di pellegrinaggi di migliaia di persone che, in passato, raggiungevano il piccolo centro a piedi o con i traini. Il pellegrinaggio a piedi è rimasto ancora radicato nei fedeli dei paesi limitrofi e anche da lontano arrivano con decine di pullman. La Madonna delle Grazie, secondo le leggende tramandate, pare abbia fatto dei miracoli che l’hanno resa poi così rinomata in tutto il Salento. Il più grande risale alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando la statua della Vergine, con le sue lacrime e le campane a festa che suonarono da sole in un orario insolito, anticipò la fine della grande guerra. Nel frattempo, nel mare di Taranto, la Madonna salvò una nave di pescatori che stavano per naufragare. Una storia che ancora risuona e si tramanda per bocca delle voci di quegli anziani che hanno vissuto gli eventi dell’epoca. I festeggiamenti iniziano nove giorni prima con le novene, i nove rosari seguiti dalle messe dedi-

cate alla Vergine. Mercoledì 6 settembre si svolge la tradizionale Sagra del lu lacciu. Giovedì 7, giorno della vigilia, alle 19,30 la solenne Processione, alle 22 Alla Bua in concerto. Venerdì 8 settembre è il giorno della festa, la celebrazione comincerà  la mattina alle 10,30 con la processione, a cui seguirà la Santa Messa Solenne alle 11,30. In chiusura, sabato 9, alle 21, si svolgerà lo spettacolo di cabaret dei Malfattori; alle 22,30, spettacolo musicale con il gruppo Nessuna Pretesa.


la denuncia

5 ago/1° sett 2017

ilgallo.it

5

Pagano casa e trovano una lavanderia Casarano

Era un deposito! Coppia acquista abitazione di 90 mq dopo aver stipulato un mutuo nella sede della BNL davanti al Notaio. Dopo qualche anno decide di venderla e scopre che non tutto è come sembrava

Q

uesta volta vi raccontiamo una storia. Una “normale” storia di cui è piena la quotidianità, una storia che già mentre raccoglievo gli elementi per scriverla, mi ha fatto pensare e soprattutto riflettere amaramente su come si possa dormire la notte se ci si sente, anche solo parzialmente, responsabili di ciò. Vi racconterò di come una coppia di malcapitati (di cui non farò il nome) abbia denunciato alle autorità personaggi noti della quotidianità casaranese (di cui invece posso fare i nomi in quanto scritti negli atti giuridici) e a cui viene lasciata piena facoltà eventualmente di smentire o rettificare quanto sto per raccontarvi. Siamo nell’aprile del 2006 ed una coppia di ragazzi pressoché trentenni, alla vigilia delle nozze, si attiva per cercare una piccola casetta per cominciare la propria vita insieme. Lui ha un discreto lavoro dipendente, lei invece ha aperto da qualche mese un piccolo negozio per cui, senza molti euro, non hanno eccessive speranze di riuscire a trovare un’abitazione da poter acquistare ma, comunque, ci provano. Si rivolgono a Salvatore Colazzo, sedicente responsabile dell’immobiliare Eurodomus s.r.l. che invece li invita ad esser fiduciosi perché ha sotto mano una soluzione abitativa che fa certamente al caso loro e, detto questo, li accompagna, insieme ad altri loro parenti, a visionarla. La casetta sembra davvero essere quella dei loro sogni: al terzo piano di un bel condominio piccolo e ben fatto, quasi 80 metri quadri, una bella terrazzina ed un box auto per un totale di 80mila euro. I nostri ragazzi però mettono subito in chiaro di non aver alcun capitale da dare come anticipo e che possono solo sperare che la banca conceda loro un mutuo in grado di coprire l’intero importo necessario all’operazione. Nessun problema! Il signor Colazzo non solo tranquillizza sulla buona riuscita dell’operazione ma, in segno di massima stima e fiducia, autorizza i nostri ragazzi ad usufruire dell’abitazione sin da subito assumendosi l’incombenza di assolvere lui a tutti gli impicci burocratici relativi. Detto, fatto. I ragazzi si sposano il 31 agosto e vanno ad abitare nel loro nido il 1° settembre. Passa qualche tempo e (badate bene) senza che vi siano contatti fra loro e la banca o che qualsiasi tecnico effettuasse il benché minimo sopralluogo, il signor Colazzo comunica ai ragazzi che l’operazione è andata a buon fine e quindi possono farsi trovare il 14 dicembre presso gli uffici della filiale BNL di Casarano dove, in presenza ovviamente del Notaio, avrebbero firmato tutte le scartoffie relative sia all’accensione del mutuo, sia alla compravendita dell’immobile. E ciò accade. Gli sposini, emozionati e con la soggezione tipica del contesto, entrano nell’ovattata sala della filiale BNL e vi trovano il già conosciuto signor Colazzo, il Notaio Andrea Tavassi ed il funzionario delegato della stessa banca, pronti per assolvere a tutte le formalità del caso.

Sogno che si avvera o incubo che inizia?

ora in poi, però, attenzione a ciò Da che accade! Il Notaio legge il contratto di mutuo (che nel frattempo era di-

venuto di 90 mila euro per spese varie), ma stranamente non il contratto di compravendita dell’immobile e, siccome i

Davanti al notaio coppia stipula mutuo e acqusita abitazione. Salvo poi scoprire che è totalmente abusiva!

nostri protagonisti sono in regime di separazione dei beni, comincia per entrambi l’interminabile sequela di firme su fogli di tutti i tipi. Fra tutte queste firme, al solo ragazzo viene fatto però anche firmare un assegno già compilato di 36mila euro. Qualcuno di voi, in quel contesto, assolutamente ignorante in materia, fra professionisti di tale levatura e dopo che uno di essi si è dimostrato così disponibile per realizzare il vostro sogno, avrebbe mai avanzato qualche perplessità? Loro no. Passano 7 anni, la crisi generale è diventata sempre più impietosa, il nostro ragazzo perde anche il lavoro fisso e si arrangia come può; il piccolo negozio non basta per far campare l’intera famiglia. Che tristezza, non c’è altra soluzione: bisogna vender casa; si risparmiano le 600 euro della rata del mutuo e magari si prende un po’ di liquidità che serve come l’ossigeno. Questa volta i nostri ragazzi, che nel frattempo sono diventati genitori di una bellissima bimba, si rivolgono ad un’altra agenzia immobiliare che, come prima cosa, chiede loro i documenti dell’abitazione

che però, stranamente, non erano stati mai acquisiti da quel giorno del rogito nell’ufficio ovattato. Chiedono tali documenti alla banca (contratto di mutuo e soprattutto perizia tecnica di stima) ma senza riuscirci, fino ad esser costretti a chiederli addirittura con una lettera di un avvocato. A questo punto la banca li concede ma, appena consegnati all’immobiliarista, già da una rapida e sommaria lettura delle carte, appare evidente che ci sono delle grosse incongruenze fra mutuo e atto di acquisto dell’immobile. Risulta infatti che in data 27 novembre 2006 (e quindi 17 giorni prima dell’appuntamento in banca) i nostri ragazzi abbiano acquistato, alla presenza dello stesso Notaio Tavassi (oltretutto in un giorno in cui la nostra amica era ricoverata in ospedale per una gravidanza a rischio) un immobile “uso deposito” di 58 mq, pagandolo interamente con un assegno di conto corrente di 36mila euro (proprio quello “stranamente” firmato il 14 dicembre). A questo punto i malcapitati vogliono capirne di più e danno mandato ad un consulente tecnico di ac-

Uova al Fipronil anche nel Salento!

L’

allarme destato dallo scandalo delle uova e ovoderivati al Fipronil arriva in provincia di Lecce. La catena di distribuzione MAC ha comunicato alla clientela con un avviso affisso nei negozi il “richiamo e ritiro di prodotto non conforme” dal chiaro tenore letterale: “Se ha acquistato il seguente prodotto uova “Agricola La Vegliese” con n° lotto dal 12.09.2017 al 21.09.2017 è invitato a non consumarle e/o restituire a questo punto vendita”. Motivo della non conformità: Presenza di Fipronil. Comunicazione ai sensi dell’Art. 19 par. 1 Reg. CE 178/02E Linee Guida Ministero Salute e SARAM Puglia. Il Ministero della Salute ha diffuso un comunicato nel quale ha fatto conoscere le determinazioni della Commissione Europea in relazione a quello che ormai è un vero e proprio scandalo globale dell’alimentare. Il testo del comunicato illustra strategia che verrà adottata dall’UE, e dagli stati membri per tutelare la salute dei consumatori: “ (…) Sono state assunte decisioni miranti a garantire una maggiore omogeneità nell’approccio al problema e nelle iniziative assunte dagli Stati Membri. In particolare sono stati precisati i termini per la notifica delle allerte nel sistema europeo e il conseguente avvio delle procedure di ritiro e richiamo, le modalità di gestione degli animali e delle uova negli allevamenti interessati dalla contaminazione, sono

stati stabiliti i fattori di concentrazione da applicare per la valutazione di conformità degli ovoprodotti. Inoltre, la Commissione europea ha chiesto agli Stati Membri di raccogliere dati nell’ambito di un piano di monitoraggio ad hoc per il settore delle ovaiole in allevamento, sulle uova e sulle carni di ovaiole al mattatoio, per la ricerca anche di altri potenziali antiparassitari contaminanti. Infine è stato richiamato l’obbligo degli operatori del settore alimentare di adottare, alla luce delle comunicazioni sin qui diffuse, misure idonee ad assicurare l’immissione sul mercato di prodotti sani e sicuri. Il Ministero della salute italiano  ha attivamente partecipato alla discussione, descrivendo le iniziative già assunte, esprimendo la propria posizione favorevole alla più ampia armonizzazione dell’approccio alla crisi e assicurando la piena disponibilità a proseguire nell’attività, in collaborazione con le altre strutture del sistema di sicurezza alimentare nazionale e comunitario, anche sulla base di quanto deciso”.

certare cosa diavolo sia in realtà accaduto e soprattutto di appurare le condizioni urbanistiche dell’immobile. Al termine del proprio lavoro di verifica, il perito trova solo una copia di planimetria catastale senza indicazione di protocollo e di data di presentazione e una variazione di destinazione d’uso da deposito ad abitazione che ha data 7 dicembre (quindi 7 giorni prima della firma del rogito e 10 giorni dopo lo pseudo acquisto del deposito). Null’altro! Non c’è alcuna documentazione amministrativa né è mai stata presentata pratica di condono. Ciò che formalmente quindi esiste è solo una misera lavanderia di 25 mq. Avete capito bene: i nostri amici, sono solo proprietari di un box e di una lavanderia di 5m x 5m ed inoltre, al prezzo di 90mila euro, hanno acquistato ed occupano una casa totalmente abusiva che ha quindi un valore di mercato pari a zero.

Presentati denuncia alla GdF ed esposto al Tribunale

in qui i fatti, che come detto sono F compresi in una denuncia alla Guardia di Finanza ed in un esposto al tribu-

nale civile di Lecce. Non siamo dei giudici e non spetta a noi stabilire la verità ma abbiamo il diritto di ragionare e di porci delle domande. Perché il nostro amico avrebbe dovuto acquistare un locale uso deposito, pagarlo con 36mila euro, e poi chiedere anche un mutuo di 90mila per lo stesso motivo? Come può l’Ing. Vincenzo Ozza, perito incaricato dalla BNL, dichiarare l’immobile “regolare e conforme sotto il profilo delle prescrizioni normative ed urbanistiche” e valutarlo addirittura 120mila euro? Come può il notaio Tavassi formalizzare la vendita di un deposito da 58mq pagato con il famoso assegno e poi, 17 giorni dopo, formalizzare l’accensione di un mutuo da 90mila euro per acquistare presumibilmente lo stesso immobile? E inoltre: la banca si difende asserendo che il mutuo concesso è stato acceso dopo l’acquisto del cosiddetto deposito e che quindi nulla ha a che vedere con l’immobile di cui stiamo parlando, anche perché i soldi sono stati versati sul conto corrente e non direttamente all’agenzia immobiliare come invece sarebbe stato giusto fare. Noi tutti sappiamo quante garanzie chiedono le banche prima di prestare anche solo mille euro: dando anche per vero che i nostri ragazzi abbiano deciso di comprare un deposito invece di una casa e di averlo quindi pagato con quell’assegno, quante banche, secondo voi, sarebbero disposte a concedere un mutuo fondiario di 90mila euro senza, a questo punto, alcuna garanzia? Come detto non sta a noi stabilire la verità e ripetiamo che qualora chiunque dei nominati volesse, potrà replicare e dire la propria sulla vicenda; chi scrive penso solo a quei ragazzi che hanno ora una bella famiglia ma che, ogni volta che entrano dentro casa, vivono quella bruttissima sensazione di aver fatto sacrifici per essere proprietari di nulla (perché una casa abusiva vale nulla) e soprattutto con l’angoscia che un giorno la giustizia possa fare il proprio inesorabile corso solo nei loro confronti ed abbattere quella loro casetta che, a tutti gli effetti, è abusiva. Antonio Memmi


6

ilgallo.it

pubblicitĂ

2/15 settembre 2017


l’intervista

2/15 settembre 2017

Cappilli, 50 anni di Calcestruzzi

ilgallo.it

7

dal 1967

Anniversario d’oro. Per la “A. Cappilli Calcestruzzi” di Taurisano che dal 1967, da quando Antonio iniziò la sua attività, opera con eccellenti risultati sul territorio divenendo azienda leader nel settore

L’

azienda ora commercializza anche manufatti per l’edilizia conformi alle normative vigenti, per garantire durevolezza nel tempo e alta resistenza ai carichi statici. Alla ditta è stata conferita la certificazione FPC ovvero il Sistema di Controllo del Processo Produttivo, come riconoscimento della notevole professionalità con cui da sempre opera e sempre con grande attenzione nell’ambito della sicurezza. Vasta è la gamma di articoli che l’impresa propone, tra cui: il calcestruzzo

Antonio Cappilli con la moglie Carolina Settembrini, scomparsa nel 2013

preconfezionato a resistenza e inerti di cava. La ricca offerta comprende, altresì, i manufatti in fibrocemento, le forniture per i lavori pubblici, i pavimenti in calcestruzzo di tipo industriale e i prodotti chimici per migliorare la qualità e la resistenza del calcestruzzo. Un’equipe aziendale esperta e qualificata si pone a completa disposizione dei clienti per accogliere le loro richieste e per suggerire le soluzioni che meglio soddisfano le loro esigenze. A settembre l’azienda si occuperà anche Rocco Cappilli, oggi detiene il 90% del’azienda

della distribuzione di materiali ferrosi, mattoni incremento, travi per poter offrire ai clienti il prodotto completo per la costruzione di una casa. L’azienda è un importante punto di riferimento non solo per i privati, ma anche per le società operanti nel settore edilizio che cercano un interlocutore serio, affidabile e in grado di fornire materiali di elevata qualità. Alla A. Cappilli Calcestruzzi ci si può rivolgere, inoltre, per richiedere servizi di betonaggio e di pompaggio di calcestruzzo in cantiere. Rocco, Antonio Sr e Fiorenzo Cappilli

“Quando si scavava a mani nude, solo con mazzette e piccone” Da Antonio ad Antonio Jr, tre generazioni di Cappilli

Un’

azienda capace di restare competitiva per cinquant’anni e di segnare indelebilmente, nel suo settore, la storia del territorio in cui opera. Questo è la A. Cappilli Calcestruzzi di Taurisano che dal 1967, da quando cioè Antonio Cappilli, iniziò praticamente dal nulla la sua attività opera con eccellenti risultati diventando leader della lavorazione del calcestruzzo. “L’attività”, ripercorre la storia Rocco Cappilli, “è nata ufficialmente nel 1967. Prima, come si usava fare all’epoca, si individuava un sito e si iniziava a lavorare. Poi quando arrivava la “guardia” ti dava i famosi sessanta giorni di tempo per mettersi a posto”. Una burocrazia quasi fai da te ben diversa da quello che impone oggi. “L’avvio ufficiale dell’attività però”, ribadisce Cappilli, “è quello del 1967. Iniziò mio nonno Luigi insieme al mio papà Antonio che, nonostante fosse giovanissimo, dovette in pratica portare avanti la baracca perché il nonno, classe 1899, era in guerra ed è stato anche prigioniero in Africa. Ha iniziato con un compressore a scavare pozzi e cisterne, poi ha comprato un camion e, come un moderno autotrasportatore, caricava tufi meloni e quant’altro gli venisse richiesto. Quando mio nonno è tornato dalla guerra, insieme hanno individuato la cava (oggi di circa 30 ettari) sulla via di Acquarica del Capo dove è iniziata e prosegue la storia della Cappilli Calcestruzzi”. Ovviamente a quei tempi non vi erano tutti gli strumenti a disposizione oggi e “quando incontro alcuni dei vecchi dipendenti”, sorride Rocco, “mi raccontano come da ragazzini avessero scavato

con le mani, la mazzetta e il piccone. All’inizio erano 4-5 dipendenti per una produzione di due-tre traini di sabbia e breccia al giorno (oggi la produzione media è di circa 900 metri cubi al giorno). Anche le pietre venivano macinate manualmente. Nel corso degli anni papà ha iniziato ad investire e, poiché, è molto tenace ha sempre raggiunto gli obiettivi che si è prefissato”. L’azienda ha proseguito a crescere con la nuova generazione: “Siamo quattro figli”, racconta Rocco, “io sono il primogenito, poi ci sono i miei fratelli Ippazia, Fiorenzo e Lucia. Papà ha voluto che a noi maschi, finito il ciclo di studi, toccasse portare avanti le sorti dell’azienda, mentre Ippazia e Lucia hanno proseguito gli studi universitari e proseguito per una via diversa”. Sino al 2004 l’azienda era ancora una ditta individuale “poco consona alle dimensioni raggiunte è così ab-

biamo deciso di trasformarla in una Srl, con un capitale di tre milioni di euro interamente versato. In quell’occasione papà ha ritenuto di affidare il 45% dell’azienda al sottoscritto, un altro 45% a mio fratello e tenere per se il 10% e il ruolo di amministratore”. Nerl 2014 l’ulteriore svolta con la nascita della Cal Service, “un nuovo ramo dell’azienda che si occupa esclusivamente del trasporto del materiale. Ora in pratica sotto la Cappilli Calcestruzzi ci sono la Cal Service e la Cappilli Cave, tutte facenti capo dello stesso gruppo ma ognuna con delle specifiche responsabilità ed una vita propria”. Nello scorso mese di maggio si è registrata anche una scissione: “Nel gruppo vi era anche la Cappilli Immobiliare. Ritenevamo difficile da gestire insieme le due cose. Così, tre mesi fa, anche su indicazione di mio padre, si è deciso che il

sottoscritto rilevasse la Cappilli Calcestruzzi lasciando a mio fratello tutte le quote dell’immobiliare (“tramite uno scambio di quote e un esborso a compensare”). Da quel momento detengo il 90% della Cappilli Calcestruzzi, il restante 10% è invece in carico a mio figlio Antonio Junior”. Antonio Junior, 29 anni, insieme alla sorella minore Carolina, sono già pronti a continuare la tradizione di famiglia: entrambi, infatti, sono impegnati con profitto nella parte commerciale dell’azienda insieme agli altri collaboratori. Chiara, la figlia più piccola è ancora impegnata negli studi. Anche la Cappilli Calcestruzzi ha risentito di quella che è stata la crisi economica che ha messo in ginocchio tante aziende nell’ultimo decennio. Senza però farsi fiaccare: “Fino al 2006/2007 il fatturato globale era di dieci milioni di euro circa, oggi è più o meno la metà. I dipendenti erano 45, oggi sono 25”. Comunque numeri importanti. Papà Antonio oggi ha 86 anni ed ha chiaramente gran parte del merito nella costruzione della cinquantenaria azienda. Rocco però prima di congedarsi vuole ricordare la figura di mamma Carolina Settembrini, originaria di Ruffano e scomparsa da cinque anni: “Una donna forte, colonna portante della famiglia e vera e propria economa. Oltre ad occuparsi della casa e dei figli aveva in mano il “portafogli”. Papà pensava a lavorare e lei a far quadrare i conti. Ricordo ancora come la domenica io e papà andassimo comunque alla cava e all’ora di pranzo arrivava lei con il resto della famiglia, portava da mangiare e il nostro pranzo si consumava lì tutti insieme prima di riprendere a lavorare”.


8

a km 0

ilgallo.it

2/15 settembre 2017

Il Salento resiste alle multinazionali del grano no alle importazioni selvagge

La rete dei custodi di cereali antichi. Dalla Notte Verde di Castiglione: sono 11 le realtà leccesi legate nella Rete di Salento Km0 e che hanno fatto del ritorno alla cerealicoltura autoctona la propria bandiera

N

on seminano più solo per se stessi, ma sono diventati i custodi dei cereali antichi nel Salento, la risposta del territorio al dominio assoluto delle multinazionali del grano. Baluardo di biodiversità, sono undici le realtà leccesi che hanno fatto del ritorno alla cerealicoltura autoctona la propria bandiera: non è questione di produzione e vendita spicciola, ma di impegno comune nel recupero della biodiversità locale, nello studio di nuove strade sostenibili e nella chiusura del ciclo produttivo dei cereali. Sono legate tra loro nella Rete di Salentokm0, collaborando nella promozione comune delle coltivazioni e nella distribuzione dei prodotti. Punto di riferimento per tutti resta l’esperienza di “Simenza, cumpagnìa siciliana di sementi contadini”, associazione culturale che raggruppa 120 aziende che custodiscono le varietà di grani locali, la cui produzione bio è estesa su 1.500 ettari. Proprio questa realtà è statat tra le protagoniste della terza e ultima giornata di Preludi alla Notte Verde a Castiglione d’Otranto. Speculazioni sui prezzi e importazioni selvagge: come si sta organizzando il Salento I grandi gruppi industriali lavorano ai fianchi dei piccoli contadini, continuando ad acquistare terre soprattutto in Puglia e Sicilia e tenendo basso il prezzo dei cereali pagato agli agricoltori, specie nel Mezzogiorno. Un quintale di grano duro non vale più di due pizze: la Borsa del grano di Foggia, quest’estate, lo ha fissato a 23,75

euro a quintale, molto meno che a Bologna, mercato di riferimento per il centro Italia (24,25 euro/q), e di Milano, che per il nord lo fissa a 24,5 euro/q. Nel 2016 andò anche peggio: Foggia lo fissò in 19 euro. Le conseguenze sono importanti: abbandono delle coltivazioni, corrispondente aumento delle importazioni, speculazioni sui prezzi. Il gioco è semplice: il grano si può stoccare anche per tre anni, immettendolo sui mercati a seconda delle quotazioni. È quello che si ritiene che facciano le «5 sorelle» dei cereali (Adm, colosso a stelle e strisce; Cargill di Minneapolis; i franco-statunitensi della Louis Dreyfus; gli argentini della Bunge Y Borne e gli svizzeri della Glencore), mettendo in ginocchio i piccoli, gli agricoltori reali. L’arrivo di immense navi cariche di grano proveniente da Ucraina, Sud America e Australia nei porti di Taranto e Bari è la fotografia più immediata di questa premessa. Non è un caso che lo scorso anno la forbice tra prezzo del grano e della pasta sia stata del 400 per cento e tra grano e pane del 1.450 per cento. E si parla quasi sempre di grano creso, cultivar di frumento duro irradiato, prodotto in laboratorio negli anni ’70 e responsabile di molte intolleranze alimentari. Il Salento, però, non sta a guardare. E per questo sta organizzando la rete che, da un lato, serve a reintrodurre cereali autoctoni e dall’altro tenta di strappare fette di mercato locale alle multinazionali, vendendo la propria farina, facendo nascere appositi gruppi di acquisto e chiudendo la filiera attra-

verso la creazione di forni sociali e mulini di comunità, come quello che sta per sorgere a Castiglione d’Otranto. Chi sono i custodi dei cereali antichi nel Salento? I custodi sono undici realtà sparse in tutti gli angoli del Salento: Casa delle Agriculture Tullia e Gino (Castiglione d’Otranto); Karadrà (Aradeo); Az. Agricola Merico (Miggiano); Mulino Maggio (Poggiardo); azienda agricola Melusina (San Donaci); Casina dei Mori (Nardò); PresentèFuturo (Spongano); Ass.Marina Serra (Tricase); agriturismo Piccapane (Cutrofiano); agriturismo Fontanelle (Otranto); agriturismo Salos (Otranto). A censirle è la Rete Salentokm0. “Tra le varietà recuperate”, spiega la coordinatrice Francesca Casaluci, che è anche presidente onoraria della Notte Verde 2017, “quella più apprezzata resta il grano duro Senatore Cappelli, che molte famiglie, piccoli agricoltori e aziende che vogliono diversificare la produzione sono tornare a coltivare. Ci sono, però, molte altre varietà dimenticate interessanti, reintrodotte nel Salento in maniera più puntiforme: Russarda, San Pasquale, Marzuolo, Maiorca, Saragolla, Gentil Rosso, Carosella, farro, orzo. Passo avanti fondamentale è stata la sperimentazione del “miscuglio di semi”, sulla scorta dell’insegnamento del genetista Salvatore Ceccarelli, che proprio grazie alla Notte Verde la Puglia ha potuto conoscere. In ogni caso, recuperare antiche varietà serve a poco se la produzione non è sostenibile, abbandonando l’uso della chimica”.


2/15 settembre 2017

estate salentina

Maru, peperoncino in festa a Ruffano

ilgallo.it

9

in agenda

sabato dome 2 e nic settem a 3 bre

Da sabato 2. Convegni, peperoncini dal mondo, gare di resistenza al piccante, albero della cuccagna, musica, teatro ed enogastronomia

R

itorna Maru – Il peperoncino in festa l’appuntamento più piccante dell’estate salentina, che coinvolgerà il centro storico di Ruffano, nel cuore del Salento, dove il rosso del peperoncino, Re dell’arte culinaria salentina, la farà da padrone. Due le date di festa previste per questa V edizione, sabato 2 e domenica 3 settembre, precedute da un convegno del 30 agosto. In una splendida atmosfera con dettagli d’altri tempi, luminarie e decorazioni a tema, all’interno di frantoi ipogei e casette di uno dei più bei centri storici del Salento, si potrà ammirare una ricca esposizione di piante di peperoncini provenienti da tutto il mondo, assistere a spettacoli musicali e teatrali per le vie e le corti del paese, assaggiare specialità locali dal gelato al pasticciotto leccese, dalle creme ai sottolii, presso gli stand “ infuocati “ del mercatino. L’evento è organizzato da Made in Soap in collaborazione con l’Associazione Idee in Movimento, con il patrocinio e la partecipazione di: Accademia Nazionale del Peperoncino, Comune di Ruffano, Provincia di Lecce, Associazione La Scatola di Latta, Unione dei Comuni Terra di Leuca Bis, Orto Botanico del Salento, Distretto Biodiversità delle Specie Orticole della Puglia, Università del Salento, Coldiretti, Confagricoltura,

Slow Food Sud Salento, Città del Gusto di Lecce – Food and Wine Accademy Gambero Rosso. Sarà presente inoltre il Centro di Accoglienza Straordinaria di Castiglione D’Otranto, ARCI Lecce, con piatti e musica tipici ei paesi di provenienza dei rifugiati ospiti. Ricco il programma eventi delle due serate: sabato 2 settembre, i Portatori sani di sorrisi, saranno protagonisti dell’animazione per i più piccoli. E poi spettacolo di musica e danza a cura de La Fabbrica dello Spettacolo, teatro con Fabrizio Saccomanno e

Mino De Santis e il loro amatissimo Trapule, Manus Band di Lucio Margiotta e a concludere la serata il gruppo Musicamanovella. Torna poi un attesissimo gioco d’altri tempi che l’anno scorso ha divertito grandi e piccini: l’albero della cuccagna. Domenica 3 settembre, si potrà assistere a uno show cooking organizzato da Città del Gusto di Lecce, Gambero Rosso, allo spettacolo di musica e teatro Donna Lucia, con Lucia Minutello e P40, allo spettacolo di teatro del Clown Lacoste, la musica itinerante della Maisto Street Band. Nel corso della serata sarà presentato il volume Varietà frutticole tradizionali del Salento, Biodiversità, Conservazione, Valorizzazione di Francesco Minonne. Saluteremo gli amici di Maru con la musica di Simone Perrone e Futura. Come sempre, il clou della festa è l’attesissima gara di resistenza al piccante, che ha avuto enorme successo negli anni precedenti e i temerari non sono mai mancati. Si dovranno “assaggiare”, in ordine di piccantezza, i peperoncini più piccanti del mondo: dal locale Varda’ncelu alle varietà più esotiche e “ indiavolate” della scala Scoville. Saranno inoltre organizzate visite guidate dei principali beni culturali del centro storico, mostre, reading letterari, pizzica pizzica e workshop di pittura e fotografia.

Erika, da Alessano al Teatro dell’Opera

E

rika Melcarne allieva del Laboratorio di Danza ASD Giselle di Specchia diretto da Maria Luisa e Loreta Indino ha brillantemente superato le selezioni per l’accesso al Teatro all’Opera di Roma. La dodicenne salentina di Alessano, già vincitrice di numerosi e prestigiosi premi in concorsi nazionali, ha affrontato e superato l’impegnativa selezione tenutasi lo scorso giugno a Roma affermandosi su 60 partecipanti giunte da tutta l’Italia. Da settembre si aprirà una nuova e faticosa stagione artistica per Erika che si trasferirà nella capitale per affrontare il primo dei sette anni previsti presso la Scuola di danza del Teatro all’Opera di Roma, istituzione di prim’ordine per la formazione nella danza classica, diretta dalla prima ballerina étoile all’Opera di Parigi, Eleonora Abbagnato. Grande soddisfazione per la famiglia e le insegnanti di danza e quanti hanno seguito con passione il percorso artistico finora svolto da Erika Melcarne per la quale tutti auspicano un futuro di prestigio nel mondo della danza professionale.


10

dal 5 al 9 settembre

ilgallo.it

2/15 settembre 2017

Giornalisti del Mediterraneo ad Otranto l’evento

9 edizione. Vincono Floriana Bulfon e Cristina Mastrandrea (Espresso). La Caravella a Shelly Kittleson (freelance, inviata di guerra); Francesco Confuorti (ilsussidiario.net) e Sergio Luciano (Panorama)

La

giuria ha decretato il vincitore assoluto dell’omonimo Premio: Floriana Bulfon e Cristina Mastrandrea de L’Espresso, autrici de “Noi ragazzi dello zoo di Roma”, si aggiudicano la 9° edizione del concorso indetto nell’ambito della manifestazione settembrina. Il Festival nella Città dei Martiri sarà l’occasione per premiare anche i vincitori delle varie sezioni tematiche del concorso “Giornalisti del Mediterraneo”. Per la sezione “Terroriinternazionale” il smo riconoscimento va a Sara Lucaroni  (L’Espresso) autrice di “Rapite dall’Isis”, mentre quello per la sezione “Tutela dei minori”  a Giuliana De Vivo (Pagina 99) con “Il ratto di Vivian”. Per la sezione “Marketing territoriale” la vincitrice è Michaela Namuth (Taz) con “Puglia Aperta”. Premio Giuria a Paolo Fantauzzi (L’Espresso) con “I nuovi jihadisti”. La Medaglia di Bronzo del Presidente del Senato attribuita, invece, a  David Lerner (L’Espresso) con “Noi le madri dei terroristi”, mentre la Medaglia di Bronzo del Presidente della Camera dei Deputati è andata a  Vincenzo Chiumarulo (Ansa) con il reportage “Ho visto amici morire”. Il Premio “Città di Otranto”, invece, sarà consegnato a Milena Fu-

Il Festival e il suo concorso rappresentano una straordinaria occasione attraverso la quale avviare un confronto ed un dibattito critico sui temi legati al Mediterraneo. Apriremo un focus sui fatti di cronaca che toccano la nostra quotidianità e che inevitabilmente ci spingono a una presa di coscienza sugli scenari che si aprono nel nostro futuro. Tutto ciò in un momento storico in cui il ruolo dell’informazione ricopre una funzione strategica, favorendo la conoscenza degli avvenimenti

marola (La Gazzetta del Mezzogiorno) con “Il Paese dove si va in vacanza”. I premi “Caravella” sono stati assegnati a Shelly Kittleson (giornalista freelance, inviata di guerra); Francesco Confuorti (editore de ilsussidiario.net) e Sergio Luciano (Panorama). La premiazione si terrà sabato 9 settembre, ore 20, in Largo Porta Alfonsina. Il Festival rappresenta un appuntamento di assoluto prestigio per la Puglia, grazie alla

nutrita partecipazione dei giornalisti che interverranno, e una grande occasione di visibilità per una regione intesa come terra di accoglienza nella sua accezione più ampia, dove, oltre al grande patrimonio di beni culturali e bellezze naturalistiche, si può apprezzare la capacità di sostenere, incoraggiare e favorire processi positivi di cooperazione internazionale. Come spiega Tommaso Forte, giornalista e autore della manifestazione: “Il Festival e il suo

concorso rappresentano una straordinaria occasione attraverso la quale avviare un momento di confronto e di dibattito critico sui principali temi legati al Mediterraneo. I lavori dei candidati ci permetteranno di aprire un focus sui fatti di cronaca che toccano la nostra quotidianità e che inevitabilmente ci spingono a una presa di coscienza sugli scenari che si aprono nel nostro futuro. Tutto ciò in un momento storico in cui il ruolo dell’informazione ricopre

una funzione strategica, favorendo la conoscenza degli avvenimenti”. Ad Otranto da martedì 5 a sabato 9 settembre, si approfondiranno dunque le questioni legate al Mediterraneo, Medio Oriente, Isis e Terrorismo.

I mass media nelle zone di guerra

Si terrà, inoltre, il forum Euro Mediterraneo: il ruolo dei mass media nelle zone di guerra. Parteciperanno giornalisti provenienti dalla Libia, Giordania, Marocco, Malta, Cipro, Francia, Spagna, Algeria, Tunisia. Il progetto e il programma del Festival saranno illustrati in una conferenza stampa a Bari lunedì 4 settembre, alle ore 11, presso la sala stampa della Presidenza della Regione Puglia. Interverranno:  Loredana Capone, Assessore al Turismo della Regione Puglia; Pierpaolo Cariddi, Sindaco di Otranto; Tommaso Forte, autore del Festival Giornalisti del Mediterraneo; Antonio Uricchio, Magnifico Rettore Università degli Studi di Bari; Felice Blasi, Presidente Corecom Puglia; Lino Patruno, Presidente Giuria del Festival e Massimo Salomone, Segretario Generale del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise.


nell’anno del Mondiale

2/15 settembre 2017

ilgallo.it

11

Serie A 2017/18 GRIGLIA DI PARTENZA

Paulo Dybala, el dies

Lorenzo Insigne, l’oro di Napoli

Mauro Icardi, bomber di razza

Leonardo Bonucci, al Milan dopo 7 anni di Juve

1a FILA

2a FILA

3a FILA

Solito refrain: chi fermerà la Juve? 4a FILA

Da

sei anni a questa parte il tema è sempre lo stesso: qualcuno riuscirà a spodestare la Juventus? Mai come quest’anno a dire il vero pare che le avversarie mostrino i denti all’ingorda squadra bianconera. Napoli, Inter e Milan soprattutto promettono di dare battaglia. La squadra del confermato Max Allegri ha perso uno dei pezzi fondamentali che hanno caratterizzato la cavalcata vincente degli ultimi sei scudetti. Come al solito (e giustamente) da quelle parti antepongono l’interesse della squadra a quello dei singoli, così Leonardo Bonucci ha fatto le valigie in direzione Milano rossonera. Dal punto di vista tecnico la squadra perde tantissimo ma dopo le ruggini note e meno note tra il difensore, l’allenatore e alcuni compagni, in-

sieme non si poteva proprio proseguire. Ora resta da vedere se i bianconeri confermeranno una difesa pressocchè imperforabile o pagheranno dazio. Intanto oltre agli acquisti “sicuri” di Douglas Costa, Howedes e Matuidi si è scommesso molto sul futuro con gli arrivi di Bernardeschi e Betancourt. L’ossatura resta quella della squadra finalista di Champions con un Dybala sempre più ispirato dalla maglia numero 10 e il desiderio/ossessione di calciatori, società e tifosi della Coppa dalle grandi orecchie. Si cercherà l’impresa dei “mai visti” sette scudetti di fila ma si punterà molto su Kiev per giocarsi un’altra finale nella speranza di un esito diverso da quello di Cardiff. In campionato l’avversaria più insidiosa sarà il Napoli che ha cambiato poco ed esprime forse il miglior calcio d’Europa. Per

vincere però bisogna imparare a fare tre punti anche quando non si è al massimo e questa resta l’unica incognita per la splendida creatura di Sarri. Seconda fila della griglia di partenza occupata interamente dalle milanesi. Sulla sponda rossonera si è giocato d’azzardo con tanti soldi spesi per il già citato Bonucci, Kessie, Calhanoglu, Musacchio, Andrè Silva, Conti, Biglia, Rodriguez, Kalinic e Borini. Montella ha in mano la squadra dei sogni ma se non arriva in Champions potrebbe diventare un incubo. Nel malaugurato caso la proprietà Ufo (nel senso di non identificata) investirà ancora o smantellerà il giocattolo? Il dubbio resta. Mercato diverso invece per i cugini cino-meneghini dell’Inter. In casa neroazzurra tanto buon senso e gli acquisti mirati di Borja Valero e Vecino, Skri-

niar, Dalbert e Cancelo. Della serie basta acquisti esotici buoni solo a gettare fumo negli occhi dei tifosi e dopo un allenatore serio ben vengano anche calciatori seri. Difficile si possa puntare al bersaglio grosso subito ma Spalletti è bravo, basta lasciarlo lavorare. Bello il colpo Shick ma ci pare complessivamente indebolita, soprattutto in difesa, la Roma. Di Francesco, bravo ma ancora all’asciutto di grandi panchine, avrà bisogno di tempo. In terza fila anche i cugini della Lazio con Simone Inzaghi che si è già dimostrato bravo e intelligente in panchina ed una squadra di tutto rispetto che promette di avere tra le sua fila il nuovo crack del campionato, quel Milinkovic Savic già nel mirino delle grandi. Tra le possibili sorprese, la Sampdoria di Giampaolo e il Torino di Mihailovic e di “mi-

ster 100 milioni” Belotti. L’Atalanta, giocoforza, soffrirà il doppio impegno Campionato-Europa League. Le altre lotteranno per conservare un posto in Serie A. Tra queste benvenuto al Benevento, per la prima volta nella massima serie, e alla SPAL, di nuovo nel massimo campionato dopo 50 anni. Abbiamo intanto avuto un assaggio della VAR (Video Assistant Referee). In linea di massima riteniamo sia utile e che riduca in maniera sensibile le solite polemiche da bar dello sport. Come ogni novità va tarata e siamo daccordo con il capitano della Nazionale Gigi Buffon quando ricorda contatto contatto non debba per forza voler dire rigore e che replay o fermo immagine e percezione dal campo siano due cose diverse. La strada, però, pare quella giusta.


12

un anno di calcio

ilgallo.it

2/15 settembre 2017

il calendario

2017-18

20/8/17

0-1 1-1 0-3 1-3 3-0 3-0 0-0 2-1 0-0 1-2

29/10/17

-

I GIORNATA

6/1/18

Udinese-Chievo

-

XI GIORNATA

31/3/18

Atalanta-Roma

Bologna-Torino Crotone-Milan

Verona-Napoli

Inter-Fiorentina

Juventus-Cagliari Lazio-Spal

Samp-Benevento Sassuolo-Genoa

Benevento-Lazio

Crotone-Fiorentina Verona-Inter

Milan-Juventus

Napoli-Sassuolo Roma-Bologna

Sampdoria-Chievo Spal-Genoa

Torino-Cagliari

Udinese-Atalanta

-

27/8/17

II GIORNATA

0-1 Benevento-Bologna 1-2Chievo-Lazio 0-0 Crotone-Verona 1-2 Fiorentina-Sampdoria 2-4 Genoa-Juventus 2-1 Milan-Cagliari 3-1 Napoli-Atalanta 1-3 Roma-Inter 3-2 Spal-Udinese 3-0 Torino-Sassuolo 5/11/17

-

XII GIORNATA Atalanta-Spal

Bologna-Crotone Cagliari-Verona Chievo-Napoli

Fiorentina-Roma

Genoa-Sampdoria Inter-Torino

Juventus-Benevento Lazio-Udinese

Sassuolo-Milan

21/10/18

-

8/4/18

-

10/9/17

-

19/11/17

-

III GIORNATA

28/1/18

Udinese-Genoa

-

XIII GIORNATA

15/4/18

Atalanta-Sassuolo Benevento-Torino Bologna-Napoli

Cagliari-Crotone

Verona-Fiorentina Inter-Spal

Juventus-Chievo Lazio-Milan

Sampdoria-Roma

Benevento-Sassuolo Crotone-Genoa

Verona-Bologna Inter-Atalanta Napoli-Milan Roma-Lazio

Sampdoria-Juventus Spal-Fiorentina Torino-Chievo

Udinese-Cagliari

-

17/9/17

-

26/11/17

-

IV GIORNATA

4/2/18

Torino-Sampdoria

-

XIV GIORNATA

18/4/18

Chievo-Atalanta Crotone-Inter

Fiorentina-Bologna Genoa-Lazio

Milan-Udinese

Napoli-Benevento Roma-Verona

Sassuolo-Juventus Spal-Cagliari

Atalanta-Benevento

Bologna-Sampdoria Cagliari-Inter Chievo-Spal

Genoa-Roma

Juventus-Crotone Lazio-Fiorentina Milan-Torino

Sassuolo-Verona Udinese-Napoli

-

20/9/17

-

3/12/17

-

V GIORNATA

11/2/18

Udinese-Torino

-

24/

XV GIORNATA

22/4/18

10/

Atalanta-Crotone

Benevento-Roma Bologna-Inter

Cagliari-Sassuolo Genoa-Chievo

Verona-Sampdoria

Juventus-Fiorentina Lazio-Napoli Milan-Spal

Benevento-Milan Bologna-Cagliari

Crotone-Udinese

Fiorentina-Sassuolo Verona-Genoa Inter-Chievo

Napoli-Juventus Roma-Spal

Sampdoria-Lazio Torino-Atalanta

-


18

18

Serie A 2017/18

2/15 settembre 2017

24/09/17

-

10/12/17

-

VI GIORNATA

18/2/18

Spal-Napoli

-

XVI GIORNATA

29/4/18

Cagliari-Chievo

Crotone-Benevento Fiorentina-Atalanta Verona-Lazio Inter-Genoa

Juventus-Torino Roma-Udinese

Sampdoria-Milan

Sassuolo-Bologna

Cagliari-Sampdoria Chievo-Roma

Genoa-Atalanta Juventus-Inter Lazio-Torino

Milan-Bologna

Napoli-Fiorentina

Sassuolo-Crotone Spal-Verona

Udinese-Benevento

-

1/10/17

VII GIORNATA

25/2/18

-

Udinese-Sampdoria

-

17/12/17

XVII GIORNATA

6/5/18

-

Atalanta-Juventus Benevento-Inter

Chievo-Fiorentina Genoa-Bologna Lazio-Sassuolo Milan-Roma

Napoli-Cagliari Spal-Crotone

Torino-Verona

Atalanta-Lazio

Benevento-Spal

Bologna-Juventus Crotone-Chievo

Fiorentina-Genoa Verona-Milan

Inter-Udinese

Roma-Cagliari

Sampdoria-Sassuolo Torino-Napoli

-

15/10/17

-

VIII GIORNATA Bologna-Spal

Cagliari-Genoa Crotone-Torino

Fiorentina-Udinese Verona-Benevento Inter-Milan

Juventus-Lazio Roma-Napoli

Sampdoria-Atalanta Sassuolo-Chievo

4/3/18

-

Si gioca a Natale e Capodanno

Queste tutte le date della Serie A: partita il 20 agosto, finisce il 20 maggio. La grande novità è che si giocherà alla vigilia di Natale e Capodanno: tutti in campo infatti il 23 e 30 dicembre. Ci saranno tre turni infrasettimanali (mercoledì 20 settembre, mercoledì 25 ottobre e mercoledì 18 aprile). Saranno invece cinque le soste: quattro per gli impegni delle nazionali (3 settembre, 8 ottobre, 12 novembre e 25 marzo) e una quinta il 14 gennaio.

ilgallo.it

22/10/17

-

23/12/17

-

IX GIORNATA

11/3/18

Udinese-Juventus

-

XVIII GIORNATA

13/5/18

Atalanta-Bologna

Benevento-Fiorentina Chievo-Verona Lazio-Cagliari Milan-Genoa Napoli-Inter

Sampdoria-Crotone Spal-Sassuolo Torino-Roma

Cagliari-Fiorentina Chievo-Bologna

Genoa-Benevento Juventus-Roma Lazio-Crotone

Milan-Atalanta

Napoli-Sampdoria Sassuolo-Inter Spal-Torino

Udinese-Verona

-

25/10/17

-

30/12/17

-

X GIORNATA

13

18/3/18

Sassuolo-Udinese

-

IXX GIORNATA

20/5/18

Atalanta-Verona Bologna-Lazio

Cagliari-Benevento Chievo-Milan

Fiorentina-Torino Genoa-Napoli

Inter-Sampdoria Juventus-Spal

Roma-Crotone

Atalanta-Cagliari

Benevento-Chievo Bologna-Udinese Crotone-Napoli

Fiorentina-Milan

Verona-Juventus Inter-Lazio

Roma-Sassuolo

Sampdoria-Spal Torino-Genoa

-


VERONA

UDINESE

TORINO

SPAL

ilgallo.it

SASSUOLO

SAMPDORIA

ROMA

NAPOLI

MILAN

LAZIO

JUVENTUS

INTER

GENOA

FIORENTINA

CROTONE

CHIEVO

CAGLIARI

BOLOGNA

BENEVENTO

ATALANTA

1 2 3 4 5 6 7 8 9 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99

14 Serie A 2017/18

la classifica

2/15 settembre 2017


sere d’estate

2/15 settembre 2017

ilgallo.it

Da Raphael Gualazzi agli Ucci Festival che musica a Cutrofiano!

15

riti & foclore

nica dome bre m e 3 sett

FESTIVAL TERRE DI KUTRA

C

utrofiano, terra della della Grecìa Salentina, cittadina dal patrimonio architettonicostorico di immenso valore, è il luogo dove Carta Bianca organizza e promuove l’edizione “0” del Festival Terre di Kutra, ospitando, a partire dalle ore 21 di domenica 3 settembre, in piazza Municipio, uno tra i più creativi artisti italiani degli ultimi anni. Capace di coniugare la migliore vena poetica cantautoriale con la tradizione jazz, che il trentacinquenne musicista e cantante di Urbino padroneggia con decisa competenza, Raphael Gualazzi, reduce dal grande successo del concertone della Notte della Taranta, è divenuto la punta di diamante di diversi festival internazionali di musica in giro per il mondo e sarà protagonista anche di questa serata che si annuncia ricca di sorprese e di altri importanti ospiti. Gualazzi è il giusto emblema dell’evento, perché

Il maestro concertatore dell’ultima edizione della Notte della Taranta, portavoce del sound Made in Italy portavoce del sound Made in Italy nel mondo, così come il festival Terre di Kutra si candida a essere la rassegna artistica idonea a dare voce al patrimonio culturale cutrofianese. Il background del cantautore è di quelli importanti: parte dalla musica classica approfondita con gli studi accademici presso il conservatorio Rossini di Pesaro, fino alla scoperta della sua passione per il jazz e il blues, che si concretizza con il disco Piano Jazz pubblicato con sincera fortuna in Francia, dove ha riscosso successo di pubblico e di critica. Il resto è storia ben nota: dalla Sugar di Caterina Caselli alla sua presenza in numerosi programmi televisivi, non solo nazionali, fino a giungere al suo ultimo e fresco lavoro discografico Love Life Peace, il cui successo era già prescritto. L’evento sarà presentato da Alceste Ayroldi, musicologo, docente e critico musicale.

Bandello, Aloisi, Narduccio. Nel ricordo dello storico gruppo, custode di stornelli e canti d’amore e di lavoro

G

iunto alla settima edizione, Li Ucci Festival ha come obiettivo quello di ricordare prima di tutti i cantori de “Li Ucci“, lo storico gruppo cutrofianese custode degli “stornelli”, dei canti d’amore e di lavoro, spesso improvvisati al ritmo del tamburello.il trio, originariamente formato da Uccio Bandello, Uccio Aloisi e Narduccio Vergaro, è stato depositario e interprete di una tradizione raccolta e coltivata da una nuova generazione di musicisti e ricercatori. Nel corso degli anni, il gruppo ha coinvolto anche altri cantori salentini capaci di tramandare il patrimonio popolare. Il programma, svolto in sei giorni, prevede per domenica 10 settembre, alle ore 8,30, il Bike Tour con partenza da Piazza Municipio, organizzato in collaborazione con Pro-Loco di Cutrofiano, Comitato Idee Sviluppo del Territorio, Confesercenti Lecce, Biosteria Piccapane. Alle ore 20, nella Villa Santa Barbara, ci sarà la presentazione del libro “Odino nelle Terre del Rimorso” di Vincenzo Santoro, che narra il viaggio di Eugenio Barba e l’Odin Teatret tra il Salento e la Sardegna negli anni a cavallo tra il 1973 e il 1975. A seguire, La Famiglia Giovanni Avantaggiato, che porta in scena la tradizione musicale grika – salentina, e gli Zimba ca te passa, l’eredità musicale di Pino Zimba tra tradizione e innovazione. Nel Laboratorio Urbano Sottomondo (Ex Mercato Coperto), lunedì 11, alle ore 20, ci sarà l’inaugurazione delle mostre artistiche Li Ucci tra musica e colore, mentre nella serata di martedì 12 avrà luogo un’estemporanea di comunità e, a seguire, Lu nonnu me cantava in collaborazione con Officine Culturali e la Ronda spontanea di suonatori e danzatori. Mercoledì 13, alle 21, la lingua grika sarà protagonista nell’atrio di Palazzo Ducale con

Rocco De Santis e Co. Allo stesso orario, nella serata di giovedì 14, Piazza Cavallotti “suona e vive” con Luigi Palumbo & Acquarata, i vincitori del Premio Speciale Nazionale Uccifolkontest. Successivamente, alle 22, andrà in scena l’Antonio Castrignanò Acoustic Live Show, la tradizione salentina racchiusa in canti e storie popolari. Venerdì 15, dalle ore 20, la Masseria L’Astore offrirà la possibilità di visitare il Frantoio Ipogeo del ‘600. Alle 22, Nandu Popu dei Sud Sound System e autore di Salento Fuoco e Fumo diventerà protagonista di un monologo per trattare tematiche importanti come salute pubblica, ambiente, natura, enogastronomia e mountain-biking. Lo spettacolo prevede l’esecuzione di brani estratti dalla playlist del libro. Chiudono la serata I Cardisanti con la loro musica popolare. Sabato 16, in Piazza Municipio, dalle ore 21: P40, menestrello e cantattore salentino; Menamenamò, omaggio a Pippina Guida; Mi Linda Dama, vincitori padovani del Premio Nazionale Folk&World Nuove Generazioni; Li Ucci Orkestra. Nel corso del Festival La Terra di Puglia con sapori e prodotti a km 0.


16

ilgallo.it

appuntamenti

2/15 settembre 2017

Surano: viaggio nelle Terre di Mezzo estate salentina

Fino al 17 settembre. Festival estivo multidisciplinare di teatro, musica, danza e poesia, ideato ed organizzato dalla Compagnia Salvatore Della Villa

è

in corso e durerà fino al 17 settembre nel piccolo borgo di Surano, il Terre di Mezzo Festival, festival estivo multidisciplinare di teatro musica danza e poesia alla sua prima edizione, ideato ed organizzato dalla Compagnia Salvatore Della Villa con il supporto e il sostegno del Comune di Surano, in collaborazione con la locale Pro Loco. Anticipato dal concerto del pianista canadese Jimmy Brière dello scorso 3 agosto, il programma artistico sarà coadiuvato da una programmazione di atticulturali collaterali, che vità proseguiranno in parallelo al festival: presentazioni di libri, incontri tematici, visite guidate con aperture di luoghi abitualmente chiusi. Terre di Mezzo è il luogo di convergenza del Paese. Il Paese terra di nascita e di partenza che converge nella Città. La Provincia madre di una Città figlia. Terre di Mezzo è l’incrocio delle regioni di partenza che si fondono nel Festival. Il cartellone prevede ancora cinque appuntamenti. Sabato 9 settembre alle ore 21,30, in Piazza Santi Martiri, Salvatore Della Villa sarà in scena con Il Grigio di Giorgio Gaber e Sandro Luporini e le musiche di Gianluigi Antonaci, una delle opere più significative del teatro italiano contemporaneo, con un testo attualissimo per linguaggio, contenuti e ritmi narrativi, definito dallo stesso Gaber “il più musicale” dei suoi spettacoli, sebbene non vi avesse inserito nessuna delle sue canzoni. Domenica 10 alle ore 21,30 in Piazza Santi Martiri spazio alla musica e alla poesia con Vox Poetica concerto poetico con Salvatore Della Villa vox poetica, Valeria Vetruccio al pianoforte e le architetture sonore di Gianluigi Antonaci. Venerdì 15 settembre, giornata dedicata interamente alla religiosità: alle ore 20,45 in Largo Ugo Foscolo andrà in scena Sangue Nostro i martiri d’Otranto di Salvatore Arena con Massimo Zaccaria, spettacolo che nasce da una storia vera, nasce a Otranto, dal sangue sparso sul monte della Minerva, sangue di ottocentotredici uomini. Nasce nel 1480, con una guerra di invasione ad opera dei turchi. Nasce dalla fede di questi otrantini che non si convertirono all’islam e accettarono la morte. Sabato 16 si comincia alle ore 20 in Piazza Santi Martiri con uno spettacolo che incanterà insieme bambini e grandi

“che bambini hanno dimenticato di essere stati”: Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, in un nuovo allestimento e con un nuovo piccolo protagonista. Una galleria di figure attualissime, metafore della condizione umana. A seguire alle ore 21, in Largo Ugo Foscolo, ancora spazio ad atmosfere magiche con il concerto La Luna Dietro Gli Ulivi con Benedetta Lusito e Giuseppe Petrella. Attraverso la lirica, la musica, il canto, il teatro questo nostro Potente Sud ci ha da sempre deliziato e continua a deliziarci con una magia dal sapore ancestrale di una bellezza incantevole che ci viene donata costantemente da un territorio meraviglioso, in cui si sono avvicendate storie e dove uomini e donne hanno cantato alla luna, hanno suonato in mezzo agli ulivi, hanno recitato dinanzi al mare. Questo patrimonio musicale e lirico sarà riproposto in modo originale e romantico, rivisitandolo con l’utilizzo di strumenti musicali antichi che creano atmosfere magiche rese sapientemente da sonorità sconosciute. Per concludere domenica 17 settembre, alle ore 20,45 in Piazza Santi Martiri, Armamaxa Teatro e Casarmonica in La Storia Di Taborre E Maddalena del raccontar mangiando con Enrico Messina e Mirko Lodedo. Lo spettacolo narra la storia di due giovani che la sorte ha destinato a vite diverse. Fuggono dal loro impossibile amore e trovano rifugio in una radura del Gargano, presso la casa di un vecchio pastore costruita “intorno” al suo letto, scavato dentro un albero di pere. Nell’incontro silenzioso dei tre, l’uomo offre ai due ragazzi un frutto poi, piantati i semi raccolti per tutta la sua vita, comincia la narrazione. Il lavoro nasce dall’incontro di un attore e un musicista che, ritrovatisi intorno ad una tavola imbandita, hanno cominciato a raccontarsi. Perché così nascono le storie: con i suoni e le parole semplici di chi si ritrova a condividere un pasto. Numerosi anche gli appuntamenti collaterali che anticipano gli spettacoli. Sabato 9 settembre, a partire dalle ore 18, il centro storico di Surano sarà animato da un Live Painting con artisti salentini che proseguirà fino a sera; in contemporanea dalle ore 19 saranno le composizioni sonore del M° Gianluigi Antonaci, composer and live digital sound engineer, ad accompagnare gli artisti nel loro live painting con Architetture e Dipinti Sonori, lezione/performance sulle diverse possibilità dell’interazione della musica con la pittura.

Domenica 10, nel corso della mattina, visita guidata nel borgo e nelle campagne di Surano, con partenza da Piazza Santi Martiri ore 10, con apertura e visita di luoghi e beni abitualmente chiusi; al termine della visita guidata, sarà condotto dall’agronomo Michele Sabato un incontro- laboratorio sullo zafferano. Alle ore 20 sulla suggestiva terrazza della Trattoria La Bersaglia, sarà presentato il libro Musica e Cervello Mito e Scienza, di Antonio Montinaro; dialogherà con l’autore la pianista Valeria Vetruccio. Venerdì 15, giornata dedicata alla religiosità vista con occhi sacri e profani: alle 18 il M° Antonio Papa, presso il suo Laboratorio d’arte in Via Ugo Foscolo, sarà protagonista di un incontro pratico su La cartapesta nell’arte sacra; alle ore 19, in Largo Ugo Foscolo, In mezzo ai Santi, conversazione performance sui Santi con Ciccio Danieli; alle 20, Il Miracolo della Madonna del Carmine con

Antonio Papa. Sabato 16 e domenica 17 settembre due incontri tematici dedicati ai profumi condotti dall’esperta Rossana Liguori e moderati dalla filologa M. Domenica Muci: I profumi: famiglie olfattive e tendenza genderless (sabato 16), un incontro sul mondo del profumo per conoscere le famiglie olfattive, i profumi più famosi che hanno fatto la storia del costume, fino alle contemporanee profumazioni genderless; Vita come Acqua. Vita come Fico (domenica 17), un incontro dedicato all’Acqua e al Fico, da sempre naturali nutrienti dell’uomo: l’Acqua è uno dei principali elementi costitutivi dell’universo e occupa un posto di primo piano nell’arte profumiera così come nella ritualità, che ne esaltano le qualità vitali purificatrici e pacificatrici, il Fico è l’albero della conoscenza del bene e del male e il suo è il frutto della prosperità. Entrambi gli incontri avranno luogo alle ore 19 a Palazzo Galati. Il festival coinvolgerà tutto il patrimonio storico, architettonico, naturale e culturale del Comune di Surano, valorizzando location incantevoli come Piazza Santi Martiri, nucleo centrale della vita cittadina; il centro storico di Surano e il Laboratorio d’Arte del M° cartapestaio Antonio Papa, rinomato in tutta Italia; la suggestiva terrazza La Bersagliera, adiacente al campanile della chiesa Maria SS. Assunta, con la sua vista panoramica su tutto il borgo cittadino; Palazzo Galati, dimora signorile ottocentesca finemente decorata con affreschi neoclassici. L’ingresso agli spettacoli e alle attività culturali è gratuito.


2/15 settembre 2017

pubblicitĂ

ilgallo.it

17


18

il festival

ilgallo.it

Oltre i confini! Siff in continuo rinnovamento

il grande schermo

Si

rinnova il tradizionale appuntamento con la grande festa del cinema indipendente internazionale giunta quest’anno alla sua XIV edizione, con un progetto che conferma la crescita di prestigio internazionale e che si caratterizza per l’alta qualità dei contenuti e un attento lavoro di ricerca sulle espressioni culturali contemporanee, Il SIFF si riconferma uno degli appuntamenti più attesi nonchè prestigiosi del Salento. IL SIFF è diventato un evento internazionale per il suo concetto di “Festival Itinerante” cominciato nel 2010 a Londra presso il Prince Charles Cinema, l’unico cinema indipendente nel centro di Londra. Da allora il “Siff World” ha presentato molti film in varie destinazioni internazionali tra cui Zurigo, Mosca, San Pietroburgo, Hong Kong, Santiago del Cile, Yerevan e altre ancora. Il SIFF nasce nel 2004 a Tricase, nel Salento “Porta d’Oriente” e centrifuga di culture e tradizioni d’Oriente e d’Occidente

grazie alla storia di tutte le civiltà che sono vissute e hanno influenzato questa regione d’Italia fino a pochi secoli fa. La storia e la bellezza naturale di Tricase e del Salento, fanno splendidamente da cornice ad un evento che ci parla di mondi lontani. Le proiezioni si svolgono fino al 10 settembre presso la Sala del Trono e nell’atrio di Palazzo dei Principi Gallone, il più suntuoso monumento della città di Tricase e suo centro culturale. Il SIFF è un festival intimo, intenso e appassionato che mira a rendere il mondo più compassionevole attraverso il cinema di storie provenienti da tutto il mondo consapevoli del fatto che il cinema è una delle forme più potenti di comunicazione culturale e di legame tra culture e popoli. In questa edizione due sezioni speciali; la prima dedicata al Nuovo Cinema Iraniano, uno dei più innovativi ed esaltanti nel mondo. Dopo la rivoluzione iraniana del 1979 e l’inizio della Repubblica Islamica, molti ave-

2/15 settembre 2017

A Tricase fino al 10 settembre. In concorso 10 lungometraggi, 7 documentari, 29 corti e 8 music video provenienti da 29 paesi del mondo: giovedì 7 serata dedicata ad Hong Kong vano previsto che nuove restrizioni avrebbero ucciso il cinema iraniano, che invece è sopravvissuto pur sottoposto a notevoli trasformazioni in concomitanza con i cambiamenti della cultura e della società iraniana.

Heidi Li, dall’opera cantonese ai dialetti italiani

In collaborazione con l’Hong Kong Economic and Trade Office di Brussel, la seconda sezione speciale è dedicata al Cinema di Hong Kong caratterizzato da una produzione di film d’azione energici e surreali è diventata una cinematografia di cult ammirata ed imitata in occidente.

Giovedì 7 settembre dopo la proiezione di Kunfu Jungle di Teddy Chan. Nella serata dedicata proprio all’Hong Kong Cinema Panorama in collaborazione con l’Hong Kong Economic and Trade Office di Brussel dalle 22,30 Piazza Pisanelli ospiterà Heidi Li e Manuel Magrini (dall’opera canotnese ai dialetti italiani) il duo in concerto Voce & Piano. Heidi è una cantautrice soul/jazz nata a Hong Kong, cresciuta ascoltando l’opera cantonese, una musica tradizionale cinese. Dopo aver vissuto in Canada, Inghilterra e Francia, vive attualmente in Italia, dove studia il Jazz e si esibisce in numerosi concerti in piazze, locali, radio e TV in diverse formazioni musicali. Molto attiva anche su Youtube dove pubblica i video in cui canta le canzoni popolari in vari dialetti italiani. Nell’ottobre 2016, è stata invitata dal Ministero degli Affariper cantare agli Stati Generali della Lingua Italiana nel Mondo presso Palazzo Vecchio di Firenze.

A chiudere la quattordicesima edizione del SIFF, sabato 9 settembre, il film Pakistano, Saawan diretto da Farhan Alam. Un film tratto da una storia vera di un bambino disabile, innocente, generoso e, sopratutto coraggioso. Un messaggio di speranza per tutti i bambini colpiti da disabilità.

Tutte le proiezioni sono a ingresso gratuito e si terranno presso il Palazzo dei Principi Gallone in Piazza Pisanelli a Tricase.Tutti i film non in lingua inglese sono sottotitolati in italiano e in inglese.

Alla XIV edizione del Siff sono in concorso dieci i lungometraggi, sette documentari, 29 cortometraggi e otto music video provenienti da 29 paesi del mondo. Domenica 10 settembre la cerimonia di premiazione nella Sala del Trono di Palazzo Gallone.

Il programma completo su www.salentofilmfestival.com. Info 0833771 821 e 328 708 7503

FELLINE: GETTA MATERASSI IN CAMPAGNA E APPICCA FUOCO ASSESSORE FILMA E LO DENUNCIA

Marilù Rega: “Non ho perso un solo secondo, ho filmato la scena e presentato regolare denuncia presso l’Ufficio di Polizia Municipale”. Il sindaco Renato Rizzo, intanto, comunica che il Comune si costituirà parte civile nel procedimento

Su

ccede nella frazione Felline in contrada “Tajate”, una zona nota a tutta la comunità, perché nei giorni scorsi si sono verificati diversi episodi del genere, tanto che un mese fa, un gruppo di 300 cittadini hanno raccolto firme e presentato un esposto alla prefettura ed indirizzato anche ai sindaci dei comuni di Alliste e limitrofi, chiedendo maggiori controlli e sanzioni per evitare e prevenire reati ambientali. L’assessore Marilù Rega: “Nelle scorse settimane mi sono spesso stati segnalati episodi di fuochi in campagna con materiali inquinanti, in seguito ai quali diverse famiglie sono state costrette a chiudersi in casa con porte e finestre sbarrate per evitare di inalare i fumi tossici causati causati da alcuni balordi, che disprezzano il diritto alla sa-

lute altrui, per non parlare dei danni causati al nostro ambiente e alle nostre campagne. Per questo non ho perso un solo secondo, ho filmato la scena appena ho visto che il soggetto in questione scaricava materassi in campagna e vi appiccava fuoco ed ho presentato regolare denuncia firmata presso l’ufficio di Polizia Municipale”.

Risultato, denuncia penale per il reato ambientale; il sindaco Renato Rizzo ha già comunicato che il Comune si costituirà parte civile nel procedimento a carico del malcapitato. “Nelle scorse settimane”, continua l’assessore, “abbiamo provveduto ad installare in diversi punti del territorio comunale, delle fototrappole ad infrarossi per prevenire e sanzionare eventuali abusi ambientali, che in altri comuni stanno dando degli ottimi risultati; ma non è sufficiente, è importante la collaborazione da parte di tutti i cittadini, ai quali chiedo di denunciare senza timore chi danneggia il nostro ambiente e la nostra salute senza alcun senso civico. Per non parlare degli ingenti costi che ogni anno il comune sopporta per la raccolta degli ingombranti gettati indebitamente nelle campagne”.


2/15 settembre 2017

spettacolo

LA VITA IN COMUNE

Disperata a Venezia ed al Cinema E

19

PREMIO CARRATTA AD UGENTO: IL FESTIVAL DELLA CANZONE D’AUTORE

Il nuovo film di Winspeare

sce anche in dieci sale pugliesi La vita in comune, il nuovo, poetico, visionario film del regista salentino Edoardo Winspeare. Prodotto dallo stesso Winspeare con Gustavo Caputo e Alessandro Contessa  per  Saietta Film e  Rai Cinema e distribuito da Altre Storie, il film è in concorso nella sezione Orizzonti alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia. Dopo una doppia proiezione riservata alla stampa (il 1° settembre), quella ufficiale dedicata al pubblico si terrà sabato 2 settembre alle 17 nella Sala Darsena. Contemporaneamente il film sarà nei cinema italiani. In Puglia a Gallipoli (Cinema Italia), Tricase (Cinema Aurora), Nardò (Pianeta Cinema), Lecce (Db D’Essai), Bari (Cinema Splendor),  Andria(Cinema Roma),  Barletta (Cinema Opera), Brindisi (Cinema Andromeda), Cerignola (Cinema Roma) e Foggia (Città del Cinema).  “La vita in comune” è una storia poetica e fiabesca che si svolge nel Comune immaginario di Disperata, un piccolo paese del sud Italia dimenticato da Dio, dove il malinconico sindaco Filippo Pisanelli si sente

ilgallo.it

C

terribilmente inadeguato al proprio compito. Solo l’amore per la poesia e la passione per le sue lezioni di letteratura ai detenuti gli fanno intravedere un po’ di luce nella depressione generale. In carcere conosce Pati, un criminale di basso calibro del suo stesso paese, che con il fratello Angiolino sognava di diventare boss del Capo di Leuca. Ma l’incontro con l’arte cambia tutti, e così un’inconsueta amicizia tra i tre porterà ciascuno a compiere delle scelte coraggiose: i due ormai ex banditi subiranno una vera e propria conversione alla poesia e alla bellezza del Creato, mentre il sindaco troverà il coraggio per difendere delle idee, forse folli, ma per cui vale la pena battersi. La ricomparsa della foca monaca sarà il segno che qualcosa è cambiato. La vita del timido Filippo è ormai capovolta e lui ci si butta dentro con un tuffo, finalmente circondato non da paure ma da un silenzio pacifico. Questa inconsueta relazione non cambierà solo i tre amici bensì sarà anche foriera di una rinascita civile per la piccola comunità di Disperata. Nelle parole del regista Edoardo Winspeare: “Pati, Angiolino, Eufemia, Biagetto e Filippo esistono veramente:

sono proprio così o forse, meglio, potrebbero essere così come descritti nella sceneggiatura. Le loro ambizioni, i loro sogni, come diventare i mammasantissima del più povero e depresso paesino di Puglia, aspettare la foca monaca, iniziare alla poesia alcuni detenuti, desiderare di fare il bidello, attendere con ansia una telefonata del Papa, costruire lo zoo di Disperata, hanno il sapore di una visionarietà quotidiana senza la retorica che spesso accompagna tali gesta quando compiute da eroi riconosciuti dal mondo intero”. Il cast è composto da Gustavo Caputo,  Antonio Carluccio,  Claudio Giangreco, Celeste Casciaro, Davide Riso, Alessandra de Luca, Francesco Ferrante, Antonio Pennarella, Tommasina Cacciatore, Marco Antonio Romano, Salvatore Della Villa, Ippolito Chiarello,  Fabrizio Saccomanno, Fabrizio Pugliese, Domenico Mazzotta, Giorgio Casciaro. Il film è una produzione Saietta Film con Rai Cinema in associazione con Banca Popolare Pugliese  ai sensi delle norme sul tax credit, in associazione con Charles e Diane Adriaenssen e Tea Time Film con il contributo di Apulia Film Commission.

onto alla rovescia per la chiusura delle iscrizioni per il PMC17, il Festival della Canzone d’Autore “Premio Mauro Carratta”, giunto alla decimaedizione. Sei un giovane talento nella musica? Sei un autore? Le iscrizioni scadono lunedì 11 settembre. Si possono scaricare il regolamento e la scheda d’iscrizione presenti nell’apposita sezione su www.maurocarratta.it e partecipare al concorso canoro per giovani talenti emergenti. L’evento è organizzato dall’associazione di promozione sociale “Mauro Carratta”, in partnership con il Comune di Ugento e con il patrocinio del Comune Poggiardo nell’ambito del progetto Ugento Città della Musica finanziato dalla Presidenza dal Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Giovani per il Sociale”. Per info visita i siti www.maurocarratta.it e www.ugentocittadellamusica.it oppure invia una mail a segreteria@maurocarratta.it oppure info@ugentocittadellamusica.it


20

ilgallo.it

l’agenda

estate salentina

sabato 2

2/15 settembre 2017

Appuntamenti di

ANDRANO – Piazza Castello, ore 20,30, M3D Fest, Festival delle Culture Visive, Mapping CARPIGNANO – Festa te lu Mieru CAPRARICA – Giardni della Scuola dell’Infanzia A. Montinaro, La Notte dei Balocchi, un paese a misura di bambino CASARANO – Giardini Ingrosso, Festa della Pizza (dal 1° e fino al 3/9) MIGGIANO – Piazza G. Paolo II, ore 21, Compagnia teatrale la Livella, Saverio Pennellessa RUFFANO – Centro storico, Maru, il peperoncino in festa (anche il 3): Portatori sani di sorrisi, animazione per i più piccoli; albero della cuccagna; musica e danza de La Fabbrica dello Spettacolo; teatro, Fabrizio Saccomanno e Mino De Santis, Trapule; Manus Band di Lucio Margiotta; Musicamanovella TRICASE – Salento International Film Festival (fino al 10)

domenica 3 CUTROFIANO – Piazza Municipio, ore 21, Festival di Kutra, Raphael Gualazzi in concerto GIULIANO (Castrignano del Capo) – Locali ex scuola materna, ore 19, Presentazione del volume La controriforma nel Salento Meridionale di Mauro Ciardo GUAGNANO – Villa Baldassarri, Festa Madonna del Carmelo RUFFANO – Centro storico, Maru, il peperoncino in festa: show cooking organizzato da Città del Gusto di Lecce, Gambero Rosso; spettacolo di musica e teatro Donna Lucia, con Lucia Minutello e P40; Clown Lacoste; Maisto Street Band; presentazione volume Varietà frutticole tradizionali del Salento, Biodiversità, Conservazione, Valorizzazione di Francesco Minonne; la musica di Simone Perrone e Futura; gara di resistenza al piccante

martedì 5 SALVE – Chiesa Madre, Francesco Cera in concerto

mercoledì 6

ACAYA (Vernole) – Festa di Sant’Oronzo, concerti bandieristici e fuochi pirotecnici COLLEPASSO – Festa della Madonna delle Grazie GALATONE – Festa di Maria Madre della Grazia, processione LEUCA – Scalinata Monumentale, ore 2, Rassegna Parlami di Jazz, Note di luna piena-fascinazioni musicali di Massimo Fedeli in concerto OTRANTO – Festival dei Giornalisti del Mediterraneo (fino al 9/9 - vedi a pag. 10). Festa Madonna dell’Altomare. SANARICA – Festa Madonna delle Grazie (fino al 9/9): Sagra del lu lacciu

giovedì 7

MAGLIANO (Carmiano) – Festa Madonna di Magliano e San Vito Martire: Sagra delle Frise ‘ncapunati COLLEPASSO – Festa della Madonna delle Grazie GALATONE – Festa di Maria Madre della Grazia: Sagra della Pagnotta e del Vino GUAGNANO – Villa Baldassarri, Sagra del Maiale LEUCA – Lungomare, Rassegna Sipari, Saperi, Sapori, gastronomia e arte in piazza, ore 22,30, Funny Mood in concerto MELISSANO – Festa Sant’Antonio, processione, concerti bandieristici e fuochi pirotecnici SANARICA – Festa Madonna delle Grazie (fino al 9/9): alle 19,30, processione; alle 22 Alla Bua in concerto SPECCHIA –Festa Madonna del Passo (fino al 10/9): Piazza del Popolo, Con voi, cover band di Claudio Baglioni TAURISANO – Festa Santa Maria della Strada TAVIANO – Fiera della Cappeddha, esposizione e vendita di prodotti locali e di bestiame TRICASE – Salento International Film Festival: Piazza Pisanelli, ore 22,30, Hong Kong Night, Heidi Li Duo in concerto Giovedì 7: Heidi Li canta in tutti i dialetti: in piazza Pisanelli a Tricase per l’Hong Kong Night nel corso del Salento International Film Festival

venerdì 8 ANDRANO – Castello, ore 18, Andrano Geologica, incontro teorico COLLEPASSO – Festa della Madonna delle Grazie GAGLIANO – Piazza Caduti di Nassiriya, Festa Madonna di Costantinopoli SANARICA – Festa Madonna delle Grazie (fino al 9/9): alle 10,30, processione SANNICOLA – Festa Madonna delle Grazie SPECCHIA –Festa Madonna del Passo (fino al 10/9): Fiera Mercato, processione, accensione piromusicale delle luminarie; Antonio Castrignanò in concerto TAVIANO – Fiera della Cappeddha, esposizione e vendita di prodotti locali e di bestiame TAURISANO – Festa Santa Maria della Strada, concerti bandistici TRICASE – Festa della Madonna di Loreto. Salento International Film Festival: Piazza Pisanelli, ore 22,30, La Terza Classe Blu Grass Band in concerto

sabato 9

ANDRANO – Castello, ore 20, Gino Pisanò, L’uomo che guardava il mare BOTRUGNO – Ore 21, teatro, La Ginestra, L’importanza di essere Ernest MIGGIANO – Grotta dell’abbraccio, ore 21, concerto di clavicembalo del maestro Francesco Scarsella SANARICA – Festa della Madonna delle Grazie: alle 21 cabaret con i Malfattori; alle 22,30, Nessuna Pretesa in concerto SURANO – Festival Terre di Mezzo (fino al 17/9): Piazza Santi Martiri, ore 21,30, Salvatore Della Villa, Il Grigio di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, musiche di Gianluigi Antonaci SPECCHIA – Festa Madonna del Passo (fino al 10/9): Festival Bar Italia TRICASE – Salento International Film Festival: Piazza Pisanelli, Farmacia Balboa, ore 22,30, presentazione libro, Come me non c’e’ nessuno, di Anton Emilio Krogh

domenica 10 ANDRANO – Piazza Castello, ore 8, Passeggiata Geologica BOTRUGNO – Festa della Famiglia, Gruppo Damiano Colella COLLEPASSO – Piazza Dante, ore 21,30, Sergio Sylvestre in concerto CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): Piazza Municipio, ore 8,30, partenza Bike Tour; Villa Santa Barbara, ore 20, presentazione del libro “Odino nelle Terre del Rimorso” di Vincenzo Santoro; a seguire, La Famiglia Giovanni Avantaggiato, porta in scena la tradizione musicale grika – salentina, e gli Zimba ca te passa, l’eredità musicale di Pino Zimba tra tradizione e innovazione DISO – Festa Madonna dell’Uragano, processione MIGGIANO – Piazza G. Paolo II, ore 9, 5° raduno auto e moto d’epoca della USALentu Historic Motor Club SPECCHIA –Festa Madonna del Passo: Piazza del Popolo, 21, Storico Pluripremiato Gran Concerto Bandistico Città di Ailano (Ce) SURANO – Festival Terre di Mezzo (fino al 17/9): Piazza Santi Martiri, ore 21,30, Vox Poetica concerto poetico con Salvatore Della Villa vox poetica, Valeria Vetruccio al pianoforte e le architetture sonore di Gianluigi Antonaci

lunedì 11 CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): Laboratorio Urbano Sottomondo (Ex Mercato Coperto), ore 20, l’inaugurazione mostre artistiche Li Ucci tra musica e colore SANTA CESAREA TERME – Festa di Santa Cesarea, processione


2/15 settembre 2017

settembre lunedì 11

giovedì 14

CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): Laboratorio Urbano Sottomondo (Ex Mercato Coperto), ore 20, l’inaugurazione mostre artistiche Li Ucci tra musica e colore SANTA CESAREA – Festa Santa Cesarea, processione

CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): dalle 21, Piazza Cavallotti “suona e vive” con Luigi Palumbo & Acquarata, i vincitori del Premio Speciale Nazionale Uccifolkontest; alle 22, Antonio Castrignanò Acoustic Live Show GALATONE – Festa del Cristo di Tabelle COCUMOLA (Minervino) – Sagra della Puccia SALVE – Teatro delle trappite, Compagnia Teatrale Salvo in Scona, Do fili pennennu TAVIANO – Piazzetta Don Luigi Antonazzo, Festa Addolorata: cabaret, Pippo Franco

martedì 12 CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): estemporanea di comunità e, a seguire, Lu nonnu me cantava in collaborazione con Officine Culturali e la Ronda spontanea di suonatori e danzatori NARDO’– Santa Maria al Bagno, Festa di Santa Maria, processione SANTA CESAREA – Festa Santa Cesarea, concerto bandistico e fuochi artificiali in mare

mercoledì 13 CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): Atrio Palazzo Ducale, ore 21, lingua grika protagonista con Rocco De Santis e Co. COCUMOLA (Minervino) – Fiera Madonna dell’Uragano VERNOLE – Festa della Trippa, degustazione prodotti della tradizione salentina, musica e balli tipici

venerdì 15

CUTROFIANO – Li Ucci Festival (fino al 16/9): dalle 20, Masseria L’Astore, visite al Frantoio Ipogeo del ‘600; alle 22, Nandu Popu, autore di Salento Fuoco e Fumo, monologo su salute pubblica, ambiente, natura, enogastronomia... MELENDUGNO – Chiesa Assunta, Festa di San Niceta MIGGIANO – Piazza G. Paolo II, ore 21, Nuovo Teatro e Vita, Corna, Fisime e Miraculi SURANO – Festival Terre di Mezzo (fino al 17/9): Largo Ugo Foscolo, ore 20,45 Sangue Nostro i martiri d’Otranto di Salvatore Arena con Massimo Zaccaria TAVIANO – Piazzetta Don Luigi Antonazzo, Festa Addolorata: dalle 20, processione, concerto lirico sinfonico, spettacolo piromusicale

appuntamenti

Festa della Madonna del Passo a Specchia S uperate agevolmente le difficoltà burocratiche e organizzative, dovute all’applicazione della normativa sulla sicurezza in occasione di eventi pubblici, saranno in molti a Specchia tra il 7 e 10 settembre, per la Festa della Madonna del Passo, organizzata dalla Parrocchia “Presentazione della Vergine Maria” e dal Comitato Festeggiamenti. Chiamata così per la cripta (Laura Basiliana) a lei dedicata, ubicata poco fuori il paese, probabilmente, dove vi era un “passo”: una volta punto di notevole importanza strategica militare e commerciale del Capo di Leuca. Essa entrò nella devozione degli specchiesi nei momenti particolarmente drammatici della loro vita, soprattutto, durante l’ultima guerra si ricordano ancora le donne più devote recarsi sulle ginocchia alla cripta, implorando la Madonna di far tornare incolumi i figli e i mariti dalla trincea. La festa avrà inizio nella serata di giovedì 7 settembre, in Piazza del Popolo, con lo spettacolo musicale dei “Con voi”, la Cover Band di Claudio Baglioni. Nella giornata di venerdì 8, oltre all’esibizione del Gran

Concerto Bandistico “Rocco Zippo” Città di Specchia, nei pressi della Laura Basiliana, si svolgerà la Fiera Mercato d’istituzione secolare. Durante la serata, dallo stesso luogo, prenderà avvio la solenne processione che attraverserà le principali strade della cittadina, con la statua della Madonna risalente al ‘700, in legno policromo di scuola veneziana, accompagnata da due carabinieri in alta uniforme, sarà accolta in Piazza del Popolo dal lancio di petali di fiori, dal canto dell’Ave Maria e il suono di un violino. Si proseguirà, per la prima volta a Specchia, con l’accensione piromusicale delle luminarie, a cura delle Ditte: Angelo Mega da Scorrano, per i fuochi pirotecnici, e Santoro da Ales-

ilgallo.it

21

sano, per le luminarie, nelle serate del 9 e 10 settembre saranno ripetute le sole accensioni musicali. A conclusione della serata, spettacolo di pizzica con Antonio Castrignanò e il suo gruppo in una tappa del Fomenta Tour. La sera di sabato 9, grande spettacolo con il divertentissimo Festival Bar Italia, evento dedicato alla musica italiana da ballare. Per tutta la giornata di domenica 10 settembre e dalle ore 21 in Piazza del Popolo, si potrà ascoltare la musica sinfonica dello Storico Pluripremiato Gran Concerto Bandistico “Città di Ailano”, dalla provincia di Caserta, diretto dal Maestro Concertatore Nicola Hansalik Samale. Maurizio Antonazzo


22

appuntamenti

ilgallo.it

motori RIPARTE DA TRICASE IL RALLY DEI 5 COMUNI

Si

lavora alacremente presso la sede ruffanese della “Scuderia SalentoMotorsport” per completare i preparativi in vista dell’ 8° Rally dei 5 Comuni in programma il 23 e 24 settembre prossimi. Dai primi dettagli trapelati l’organizzazione ha scelto di ripetere la positiva esperienza dello scorso anno confermando Tricase come base della manifestazione. Anche il percorso dovrebbe essere simile allo scorso anno e sono tante le richieste degli appassionati per rivedere le tre Prove Speciali del sabato in notturna. La gara sarà valida quale ultima prova del Campionato Regionale (Puglia, Molise, Basilicata e Abruzzo) ACI Sport 2017 e per la Rally Piston Cup, serie composta da diciotto gare che si corrono in sette regioni italiane che conta su un montepremi di 20mila euro. Anche per il “5 Comuni”, come per tutte le prove della serie, verrà realizzato uno speciale che andrà in onda, all’interno della trasmissione televisiva Rally Dreamer, su Sportitalia (canale 60 del Digitale Terrestre e 225 di Sky). Sul prossimo numero de “Il Gallo” tutti i dettagli della gara ed il programma completo. g.e.

2/15 settembre 2017

Auto e moto d’epoca a Miggiano

5° Raduno. Al quartiere fieristico ritrovo delle due e quattro ruote vintage Tornano i modellini radiocomandati di aerei, auto, droni ed elicotteri

C

ome da tradizione si svolgerà a Miggiano la seconda domenica di settembre,  il 5° Raduno Auto e Moto d’Epoca USAlentu organizzato dalla A.s.d. USAlentu Historic Motor club di Miggiano. Il ritrovo per gli appassionati delle due e delle quattro ruote “vintage” è fissato per le ore 08,30 di domenica 10 settembre in Piazza Giovanni Paolo II, nei pressi del Quartiere Fieristico Expo 2000. “Anche per questa edizione”, spiega il Presidente della USAlentu, Adamo Cosi, “abbiamo deciso di confermare, in linea di massima, il programma delle edizioni precedenti. Ed abbiamo anche introdotto delle novità. Quella più rilevante e che il raduno numero 5 sarà statico e, a differenza del passato, non ci sarà la classica “parata” conclusiva per le vie cittadine. L’altra, importante, novità riguarda l’iniziativa collaterale che accompagna il Raduno. Quest’anno abbiamo puntato sul ritorno del S.A.E.M.S.-Squadrone Aereo Eli Modellistico Salentino già protagonista nel 2014. La scelta è stata quasi obbligata viste le tante richieste degli spettatori che, proprio in quell’occasione, avevano particolarmente apprezzato le loro evoluzioni effettuate con vari modelli radiocomandati di aerei, auto, droni ed elicotteri”. Per la prima volta, poi, “USAlentu” ha indetto il concorso di disegno per bambini dal titolo: “Come vedo le auto e le moto del passato?”. La partecipazione al concorso è rivolta ai bambini dai 6 ai 10 anni di età ed

ogni bambino può partecipare con un solo disegno che dovrà attenersi al tema del concorso. I disegni verranno giudicati per la creatività, per come attengono al tema del concorso e per la qualità tecnica ed estetica. Al 1° classificato, che verrà premiato durante lo svolgimento del Raduno, andrà un fantastico Drone Two Dots offerto dalla A.s.d. “USAlentu Historic Motor club” di Miggiano. Media partner dell’evento, così come accade fin dalla prima edizione, saranno “Il Gallo” e “MondoRadio”. Gianluca Eremita

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 10

A

lle 8,30 apertura delle iscrizioni al Raduno e consegna del gadget ricordo. Alle 8,45, colazione offerta dalla A.s.d. “USAlentu Historic Motor Club”. Alle 9 il via all’esposizione di auto e moto d’epoca. Alle 10, dimostrazione di modellismo (aerei, auto, droni, elicotteri) a cura del “S.A.E.M.S.-Squadrone Aereo Eli Modellistico Salentino” di Galatina. Alle 11 premiazione di Auto, Moto e Lambretta più fortunati. Alle 11,45 premiazione del primo Concorso di disegno per bambini. Alle 12 buffet offerto dalla A.s.d. “USAlentu Historic Motor Club”.


tempo libero

2/15 settembre 2017

in programmazione al cinema

LECCE - MULTISALA MASSIMO TEL. 0832/307433 Sala 1

18,30 - 20,30 - 22,30

Sala 1

17,50 - 20,15 - 22,35

Sala 2

18,45 - 20,10 - 22,15

Sala 2

21,30

Sala 3

21,30

Sala 3

17,45 - 19,55 - 22,25

un profilo per due

Sala 4

17,30 - 20 - 22,30

open water 3 - cage dive

Sala 5

19,40

Sala 6

17,15 - 20,20 - 22,40

cattivissimo me 3

astomica bionda Sala 4

dunkirk

19 - 20,30 - 22

MAGLIE - MULTISALA MODERNO TEL. 0836/484100 Sala 1

18 - 20 - 22

Sala 2

18 - 20 - 22

Sala 3

18 - 20 - 22

la vita in comune

dunkirk

Amytiville - il risveglio

atomica bionda

Sala 9

17,20 - 19,50 - 22,10

dunkirk overdrive

cattivissimo me 3

TRICASE - CINEMA AURORA TEL. 0833/545855

18,30 - 20,30 - 22,30

17,30 (dom e merc) - 19,30 - 21,30

18,30 - 20,30 - 22,30

dunkirk

la vita in comune

cattivissimo me 3

17 - 19,10 - 22

17,30 - 19,30 - 21,30

18,30 - 20,30 - 22,30

Annabelle 2 - creation

19 - 21,30

TRICASE - CINEMA MODERNO TEL. 0833/545855

GALLIPOLI - CINEMA ITALIA TEL. 0833/568653

cattivissimo me 3

Sala 8

cattivissimo me 3

chiusura estiva

Sala 7 17,30 - 19,45(3D) - 21,55

cattivissimo me 3

CASARANO - CINEMA MANZONI TEL. 0833/505270

CALIMERA - CINEMA ELIO TEL. 0832/875283

open water 3 - cage dive

18,30 - 20,20 - 22,10

Sala 5

17,30 - 19,30 - 21,30

cattivissimo me 3

TRICASE - CINEMA PARADISO TEL. 0833/545386

GALLIPOLI - CINEMA SCHIPA TEL. 0833/568653

18: cattivissimo me 3 (3D) 19,30 - 21,45: la vita in comune

18,30 -20,30 - 22,30

Amytiville - il risveglio

Cerca tra le pubblicità, individua i 3 galletti “mimetizzati” e telefona lunedì4 settembre dalle 9,30 allo 0833/545777. In palio: i BIGLIETTI per i CINEMA; due ingressi gratuiti al nuovo FANTASY PARK di SURANO; 1/2 kg di MIGNON offerti dalla pasticceria DOLCEMENTE di Tricase; COLAZIONE PER DUE offerta da GOLOSA a TRICASE; APERITIVO SALENTINO con calice di vino a scelta con prodotti tipici salentini offerto dall’ENOTECA LE VIGNE DEL SALENTO ad ALESSANO; un ANTIPASTO CON BEVANDA offerti da LA CANTINA DE LU CEDDHRU a DISO; un LAVAGGIO PIUMONE MATRIMONIALE CON DETERGENTI E BUSTA (asciugatura esclusa) offerta dalla LAVANDERIA BLU TIFFANY a MARITTIMA; CORNETTO e CAPPUCCINO offerto dal CAFFÈ PISANELLI DI TRICASE; CORNETTO e CAPPUCCINO offerto dal BAR LEVANTE di TRICASE; DUE APERITIVI al Bar MENAMÈ di TRICASE PORTO; DUE APERITIVI presso DOLCI FANTASIE di SAN CASSIANO; BUONO SCONTO di EURO 50 da applicare sull’acquisto di occhiali da sole o da vista presso OTTICA MORCIANO di TRICASE, ANDRANO, TIGGIANO e CASTRO. NON SONO AMMESSI GLI STESSI VINCITORI PER ALMENO 3 CONCORSI CONSECUTIVI.

NON SI ACCETTANO NOMINATIVI DELLA STESSA FAMIGLIA

Telefona lunedì 4 settembre dalle ore 9,30: 0833/545 777

le pagelle dello Zodiaco Ariete 7,5

In arrivo novità e progetti interessanti per l’autunno. L’amore è favorito: Venere promette di rinsaldare il rapporto di coppia e garantisce nuovi incontri per i single.

Bilancia

7

Se tu e il partner siete riusciti a passare indenni la bufera estiva vi aspetta un bell’autunno felice insieme! Se invece sei single, non mancheranno le occasioni.

Rischi di trascinarti ancora le tensioni delle ultime settimane. La situazione è però destinata a migliorare e i primi miglioramenti arriveranno in ambito lavorativo.

Scorpione

La tua vita sentimentale si è trasformata in un campo di battaglia. Approfittane per chiederti se ami davvero la persona che hai al tuo fianco…

Gallo

PERIODICO

INDIPENDENTE

DI CULTURA, SERVIZIO ED

INFORMAZIONE DEL

REDAZIONE TRICASE

via L. Spallanzani, 6 Tel. 0833/545 777 391/3532279

www.ilgallo.it info@ilgallo.it

5

SALENTO A ssoc ia ti

Unione Stampa Periodici Italiani TESSERA N. 14582

dal 2 al 14 settembre

Gemelli 6,5

In arrivo conferme importanti per chi ha cominciato da poco una storia e vuol sapere se continuerà; le coppie di vecchia data, invece, si sentono più forti che mai.

Sagittario 7,5

Quella che sembrava essere una semplice avventura potrebbe diventare qualcosa in più… se sei in coppia da tempo, vivrai una complicità intensa e grande passione.

Direttore Responsabile

L UIGI Z ITO _ liz@ilgallo.it

Coordinatore di Redazione

G IUSEPPE C ERFEDA _ gicer@ilgallo.it In Redazione

D ANIELA C RUDO

amministrazioneilgallo@gmail.com

Il Gallo su Facebook: redazione.ilgallo

Il Gallo su Twitter: ilgallosalento

Cancro

7

La tua vita sentimentale procederà senza troppi scossoni: Venere è in aspetto positivo e anche i piccoli battibecchi lasceranno spazio a tenerezza e comprensione.

Capricorno 7,5

ti aspetta davvero un autunno importante, ricco di eventi e di belle sorprese. Non aver paura del cambiamento. L’amore torna a illuminare la tua vita.

CORRISPONDENTI Massimo Alligri Giuseppe Aquila Gianluca Eremita Vito Lecci Valerio Martella Antonio Memmi Luana Prontera Carlo Quaranta Donatella Valente Stefano Verri Lorenzo Zito

Leone 7,5

Periodo importantissimo in amore: i single hanno ottime possibilità di trovare il partner giusto; chi è già in coppia potrebbe decidere di compiere un passo avanti.

Acquario

7

Potrai recuperare lentamente energie e sul lavoro riuscirai a fare incontri interessanti e a stringere relazioni che potrebbero prima o poi tornarti utili.

La collaborazione sotto qualsiasi forma è Gratuita. La Direzione si riserva di rifiutare insindacabilmente qualsiasi testo e qualsiasi inserzione. Foto e manoscritti, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Riproduzione vietata. Stampa: SE.STA. srl via delle Magnolie 23 Zona Industriale - Bari

Iscritto al N° 648 Registro Nazionale Stampa Autorizzazione Tribunale Lecce del 9.12.1996

Vergine

8

Pesci

6

Stanno per arrivare nel segno i pianeti Venere, Marte e Mercurio: vedrai che festa! avrai una carica e un’energia senza pari e ti sentirai pronta per qualsiasi avventura.

Dal punto di vista sentimentale,vivrete una certa stabilità. Attenti a non alimentare tensioni col partner, potrebbero nascere conflitti e incomprensioni.

distribuzione gratuita porta a porta in tutta la provincia di Lecce

il

6

Toro

23

telefona lunedì 4 settembre

GALATINA - CINEMA TARTARO TEL. 0836/568653

cattivissimo me 3 dunkirk

Trova i Galletti

dal 31 agosto

SURBO - THE SPACE CINEMA TEL. 0832/812111

dunkirk (4K)

ilgallo.it

via L. Spallanzani, 6 Tel. 0833/545 777 WhatsApp

MARKETING E PUBBLICITÀ Tel 0833/545 777 e-mail: grafica@ilgallo.it numero whatsapp

348/1582764


24

ilgallo.it

ultima

2/15 settembre 2017

Ilgallo17 2017  

Il primo free press del Salento

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you