__MAIN_TEXT__

Page 1

IN MUGELLO

THE HEART OF TUSCANY

ITINERARI MUSEI ORARI TRENI E BUS EVENTI MAPPA ITINERARIES TRAIN & BUS TIMETABLES MUSEUMS EVENTS MAP FREE COPY

1

2018


Leggi In Mugello su smartphone e tablet. Clicca sui link degli inserzionisti. Read on smartphone e tablets. Click on our advertisers’ websites https://issuu.com/ilgallettogiornale/docs/in_mugello_2018

2


Mugello terra di storia e arte Origini antiche, cuore medievale, biglietto da visita della famosa e potente famiglia dei Medici

La storia della valle del Mugello ha origini antichissime. Si sa infatti che i primi insediamenti umani nella zona risalgono addirittura al paleolitico. Il nome “Mugello” è da attribuire alla tribù Ligure dei Magelli, già citati in scritti del VI secolo d.C. A questa popolazione nomade seguirono gli Etruschi, di cui sono rimaste tracce importanti nei siti archeologici di Poggio Colla (Vicchio), Frascole a Dicomano. Agli Etruschi dobbiamo anche la costruzione delle prime vie di comunicazione, come la strada che collega Fiesole a Bologna. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, nel 476 d.C, Firenze e il Mugello entrarono a far parte della dominazione Longobarda Questa situazione muterà con l’avvento di Carlo Magno, che nell’801 d.C conferì ai duchi Ubaldini il titolo di “Signori del gioioso paese del Mugello”. Con il passaggio sotto il dominio delle signorie, tra le quali gli Ubaldini, gli Alberti e i Conti Guidi, il Mugello vide l’affermarsi del potere territoriale, garantito anche dalla costruzione di imponenti roccaforti in posizioni strategiche. Questi anni, che vanno dalla metà del ‘200 fino ai primi del ‘300, sono di significativa importanza per il Mugello. Infatti, dopo l’ascesa incontrastata di Firenze e la seguente campagna militare della stessa, al fine di conquistare il Mugello, centro nevralgico del commercio dell’Italia centro-settentrionale, vennero fondati tre importanti centri abitati. I primi due, costruiti per motivi strategici durante la battaglia secolare contro gli Ubaldini, sono il castello di San Barnaba (oggi Scarperia) e la rocca di Firenzuola. Le forze alleate di Firenze, e anche quelle nemiche, si trasferirono proprio in questi due paesi, dopo

la promessa di agevolazioni e la completa esenzione dalle tasse per dieci anni. La storia mugellana passa anche attraverso quella della famiglia Medici, originaria proprio di queste terre. Una leggenda narra che un loro primo antenato faceva il carbonaio e questi ebbe un figlio che diventò medico. Un’altra narra che in Mugello, al tempo di Carlo Magno, imperversava un gigante chiamato Mugello. Questi fu affrontato e ucciso da un coraggioso cavaliere di nome Averardo dei Medici che prima di morire scagliò sul suo avversario la mazza ferrata da cui pendevano le palle di ferro imprimendo sullo scudo di Averardo le famose palle che compongono lo stemma dei Medici. Questa è la leggenda. Nella realtà, bisogna risalire al 1201 per trovare Medici di nome Chiarissimo figlio di un certo Giambuono, membro del Consiglio del Comune. Sempre nell’ambito della buona borghesia troviamo, nel 1251, un altro Medici, Giovanni che partecipa alla guerra contro i Longobardi. Nel 1291 un Ardingo dei Medici diventa priore. Con Giovanni di Bicci, figlio di Averardo (morto di peste nel 1363) i Medici iniziano quella ascesa economica e politica che li porterà a essere una delle famiglie più ricche e influenti di Firenze. Uomini d’affari, ricchi banchieri, ma anche uomini di cultura, amanti dell’arte e delle lettere. Vollero fare del Mugello il loro biglietto da visita, il segno tangibile ed immortale della loro potenza politica. Così nei luoghi, dove si formerà il genio artistico del Giotto e del Cimabue, sopravvivono ancora oggi testimonianze importanti come il Castello di Cafaggiolo e il Castello del Trebbio, splendide dimore medicee oggi riconosciute dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”.

3


4


Mugello A Land of History and Art Paleolithic Roots, A Medieval Heart and Calling Card to the Powerful Medici Family

Mugello’s origins are ancient. Traces of its first human inhabitants go back to the Paleolithic whereas the name “Mugello” comes from the Ligurian Magellan tribe, the word found in documents dating back to 4 B.C. These nomads were followed by the Etruscans whose archeological remains can be still found throughout the valley today; the archeological sites at Poggio Colla, Vicchio and Frascole, Dicomano. Thanks to the Etruscans the first roads of communication were built such as the road from Fiesole to Bologna. After the Romans conquered the valley, it took on a secondary role in the Imperial Era due to its topography; considered neither adapt for commerce nor for the extensive type of agriculture practiced at the time. After the fall of the Roman Empire around 476 A.D., Florence and Mugello fell under the power of the barbaric Lombards. This dark period changed in 801 A.D. when Charlemagne conferred the title of “Lords of the joyous town of Mugello” on the Ubaldini Dukes. As the noble Ubaldini, Alberti and Conti Guidi families came to dominate the valley, Mugello gained power also thanks to the building of strategic forts. This period spanning from the mid 1200’s to the beginning of the 1300’s is of great importance for Mugello. After Florence’s rise to power and its conquest of Mugello, it became the center of commerce of Northern central Italy and three important towns were

founded. The first two, built for strategic reasons during the century long war against the Ubaldini, are the Castle of Saint Barnabas, today Scarperia, and the Fort of Firenzuola. Both Florence’s allies, as well as their enemies, moved to these towns after having been exempted partially or completely from paying taxes for ten years. So this is why the Ubaldini’s allies, bewitched by these promises, deserted them causing the decline and demise of this ancient feudal family. The Medici family also has its origins in Mugello. Legend has it that one of their ancestors was a coal merchant who had a child that became a doctor. Another legend has it that, at the time of Charlemagne, there raged a giant by the name of Mugello who was challenged and killed by the courageous knight Averardo dei Medici. Before he died, he threw his club from which hung five iron balls against Averardo, imprinting his shield with the five balls that make up the Medici crest. These however are all legends. Businessmen, rich bankers, but also men of culture, lovers of the arts and literature, the Medici desired to make Mugello their personal calling card, a tangible sign of their political power. Here where the artistic geniuses Giotto and Cimabue were born still exist important testimonies of the Medici’s influence. The Castle of Cafaggiolo and the Castle of Trebbio, both splendid Medici homes, are UNESCO Heritage Sites.

5


MUGELLO.indd 1

6

15/05/18 19:13


Mugello,terra di sapori

Un’antica tradizione enogastronomica ed un amore per la cucina. Qui i buongustai si sentono a casa scelta e la qualità di formaggi: il pecorino prodotto in Mugello è sicuramente uno dei migliori della Toscana. Fresco o stagionato si accompagna benissimo con le pere, i baccelli o con il miele. Buonissime anche le ricotte, fatte con latte di pecora o di mucca, le caciotte ed il raveggiolo. A Scarperia nella Storica Fattoria Il Palagiaccio in località Senni a Scarperia, si producono carne, latte e formaggi di altissima qualità da mucche allevate direttamente in fattoria. Per gli amanti della carne, quella mugellana, è senz’altro una garanzia per il consumatore. Presso il Punto Vendita della Cooperativa Agricola di Firenzuola (Loc. Rabatta - Borgo San Lorenzo), si possono acquistare “Le Mugellane”, carni rosse provenienti solo da questa zona. Tre le linee di prodotti: la linea Bio, carne biologica allevata in zona e certificata, la linea normale dedicata alla produzione convenzionale, e la linea IGP, Indicazione Geografica Protetta. Il Mugello è anche terra della vera bistecca alla fiorentina. Dal sottobosco una delle principali ricchezze del Mugello: i funghi. Nascono spontaneamente nei boschi e nei castagneti secolari dell’Appennino. Gallinelle, vesce, steccherini e soprattutto porcini e prugnoli le varietà tipiche utilizzate per gustosissimi piatti della cucina tradizionale, prime fra tutte le tagliatelle sui prugnoli. Pregiato anche il tartufo bianco del Mugello, sicuramente uno dei migliori d’Italia. Si consuma fresco e mai cotto. Signori del bosco anche i marroni, la varietà più grossa della comune castagna che arrostita è co-

Terra di sapori e di ottimi prodotti dell’agricoltura e della pastorizia, il Mugello non deluderà certo i buongustai. La tradizione enogastronomica ed il senso dell’ospitalità fanno ormai parte integrante di questa zona che ha dato i natali a Giovanni Della Casa, l’ideatore e autore del “Galateo”, che ha visto passare, nei suoi viaggi tra Toscana e Romagna, uno dei più grandi esperti di gastronomia, Pellegrino Artusi, vissuto a metà del 1800 e autore di una grande opera “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”. Artusi si trovò più volte a valicare il Muraglione nei suoi viaggi tra Forlimpopoli, luogo di nascita, e Firenze. Su questa strada incontrò osterie, locande, trattorie e alberghi in un periodo in cui la cucina mugellana giungeva alla sua completa evoluzione, fondendo in un mix unico tipicità toscane, primi piatti di origine romagnola e la cucina delle case mugellane. Ancora oggi questa cucina vive e rivive nell’offerta dei tanti ristoranti, locande e osterie della zona la cui cucina utilizza al meglio i tanti prodotti di questa terra. Forte di una vocazione all’allevamento, cominciata nel ‘400 ad opera della Famiglia Medici che nella loro tenuta di Panna impiantarono un allevamento di mucche di razza “svizzera”, il Mugello è sempre più punto di riferimento per la produzione di latte e di carne di tutta la Toscana. Il latte bovino è destinato in gran parte al commercio tramite la Centrale del Latte di Firenze che produce un latte di alta qualità denominato Mukki Mugello. In alcune fattorie del Mugello è possibile acquistare latte direttamente dal produttore. Ottima la

7


8


nosciuta come “caldarrosta”. In Mugello, invece, prende il nome di “bruciata”. Palazzuolo, Firenzuola e Marradi sono ancora oggi conosciuti in tutta Italia e anche oltre i confini nazionali per la loro produzione. A Marradi, in particolare, si produce il “Marron Buono”, uno tra i migliori d’Italia, con ogni probabilità del mondo, esportato in Oriente e amatissimo dagli inglesi che lo conoscono come “Chestnuts of Marradi”. Nel 1996 il Marrone del Mugello, raccolto nei castagneti di Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Londa, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Rufina, San Godenzo, Scarperia e Vicchio, ha ottenuto dalla Comunità Europea il marchio I.G.P., Indicazione Geografica Protetta. Nella cucina mugellana e altomugellana i marroni vengono usati molto ancora oggi, a partire dalla farina che spesso sostituisce quella di frumento e di mais. La polenta, che a Marradi chiamano “Pattona”, viene fatta con la farina dolce di marroni, in passato veniva cucinata ogni 10-15 giorni e la si mangiava con latte, ricotta, abbrustolita o fritta. Persa nella tradizione, la coltivazione dello zafferano è tornata recentemente a rifiorire nelle colline del Mugello e della Montagna fiorentina. Pochi stigmi rossi estratti con cura dai fiori della pianta e successivamente essiccati, sono sufficienti per la preparazione di piatti prelibati. Adatto per arricchire sia primi che secondi piatti, si contraddistingue sia per l’inconfondibile gusto che per il caratteristico colore giallo rilasciato. Tra gli ingredienti principali della cucina mugellana le patate, materia prima dei famosi tortelli mugellani; quelle coltivate in Mugello sono di ottima qualità e sono apprezzate in tutta Italia. Accompagnano numerosi piatti e possono essere cucinate in tanti modi diversi. Il vino è sicuramente il simbolo della Valdisieve ma anche la produzione mugellana, ultimamente, sta dando risultati importanti. Tra le colline di Pontassieve, Rufina, Pelago, Londa e Dicomano si raccoglie l’uva che serve per uno dei vini più pregiati d’Italia il Chianti Rufina DOCG ed il Pomino DOC. Nel 1997 qui nasce la prima strada del vino in Italia. A Dicomano consigliamo un assaggio degli ottimi vini della pluripremiata Azienda agricola “Frascole”, dove si producono anche olio ed uno squisito vinsanto; degustazioni gratuite per i visitatori della cantina. A San Piero segnaliamo i vini prodotti dal Podere Fortuna, in quelli che furono i vigneti di Lorenzo il Magnifico. A Vicchio “La Matteraia”, vino rosso dell’azienda agricola della famiglia Malpaga, trapiantato in Mugello, dal Trentino, con ottimi risultati. Da qualche anno il Mugello ha scoperto anche una nuova vocazione, quella per la birra. Sono nati alcuni birrifici artigianali che hanno raggiunto notevoli risultati. Oggi molte fattorie, specialmente in Valdisieve, conservano i tipici frantoi dove, con

9


macine in pietra e presse, le olive vengono spremute per dar vita ad un olio extravergine d’oliva veramente di qualità. Da novembre fino a metà dicembre i frantoi sono aperti per la frangitura a freddo e, in alcuni casi, sono visitabili ed accessibili al pubblico. A Vicchio, nelle splendide cantine di Villa Campestri, segnaliamo la prima Oleoteca d’Italia: tra orci e pregevoli pezzi d’arte, si possono trovare oltre 100 volumi sul tema dell’olio: la sua storia, la produzione, l’utilizzo in cucina e le proprietà terapeutiche. L’olio si sposa a meraviglia con il pane e nasce la bruschetta. Il pane del Mugello, toscano cotto con poco sale e la caratteristica forma detta “filone”, è prodotto ancora in modo artigianale; è un pane fresco, buono anche dopo cinque giorni e anche se raffermo ottimo in ricette della tradizione come la ribollita, la panzanella o la pappa al pomodoro. E’ tutelato dal consorzio di promozione “Pane del Mugello”. Dolce e delicato, il miele prodotto in Mugello è molto buono e deriva da fioriture di tigli e frutti, acacie e trifoglio, castagno e timo. E’ usato in cucina (nella preparazione di dolci e biscotti, gustosissimo l’abbinamento con il formaggio pecorino) ma anche in cosmetica. Uno dei fondatori dell’apicoltura moderna è proprio un mugellano, Don Giotto Ulivi parroco di Borgo San Lorenzo, vissuto tra il 1820 ed il 1892. Tra la frutta la famosa Pesca “Regina” di Londa, una varietà a maturazione tardiva scoperta casualmente negli anni ‘50 da Alfredo Leoni che ne capì l’importanza commerciale. Una fioritura abbondante accompagnata da un’eccellente fruttificazione e una buona resistenza all’oidio (fungo patogeno del pesco) le permisero di diventare eccellente per la collina mugellana. La sua maturazione avviene nella seconda decade di settembre. Ottima fatta a pezzetti e inzuppata nel vino rosso. I dolci seguono molto l’andamento delle stagioni: Castagnaccio e Schiacciata con l’uva in autunno, frittelle e cenci in periodo di Carnevale, crostate, ciambelline biscotti tutto l’anno. Il Castagnaccio è un dolce a base di farina di castagne, acqua, rosmarino, arricchito di uvetta, pinoli, gherigli di noci. In Alto Mugello gustosa è anche la torta di marroni, un dolce impasto di marroni avvolto in una leggera sfoglia. Notevoli gli Zuccherini di Piancaldoli, biscotti dolci, secchi di forma tonda con un buco al centro, gli zuccherini sono di colore bianco perché dopo la cottura vengono immersi nello zucchero fuso e profumati con l’anice. Infine la Gemma d’Abeto, liquore a base di erbe, prodotto dai monaci del convento di Montesenario (Bivigliano), secondo un’antica ricetta custodita solo dai padri del convento. Questo liquore, da sempre, ha effetti medicamentosi; cura tra l’altro il raffreddore se preso con il caffè o tè caldi.

10


Le carni dei verdi pascoli del Mugello

L'avventura della Cooperativa Agricola di Firenzuola ha inizio, nel 1972, con un'idea. Alcuni agricoltori dell'Alto Mugello uniscono le loro forze per creare nuove prospettive di lavoro. Un progetto che il tempo e l'entusiasmo hanno confermato vincente, nonostante il mondo abbia continuato a cambiare, coinvolgendo conoscenze, tecniche e strumenti; trasformando i gusti e le esigenze dei consumatori. La Cooperativa si è così rivelata un prototipo, pensato, costruito e modificato; sempre legato al saper fare della tradizione, ma pronto a considerare ogni novità . Ecco l'abbandono delle stalle chiuse del vecchio mondo contadino e l'apertura ad un sistema di allevamento in linea vacca vitello, un modello "a difetti zero". Assicura il benessere di animali che vivono allo stato semibrado e si alimentano in modo naturale insieme ai loro piccoli. Garantisce un prodotto sicuro al 100%. CAF ha anticipato i tempi e le mode: con allevamenti biologici e convenzionali, che seguono ferrei disciplinari di produzione e di etichettatura creati ben prima degli obblighi di legge. Le carni ottenuti dai nostri animali vengono lavorate presso il Centro Carni Mugello gestito dalla stessa CAF che segue anche questa delicata fase di trasformazione. La filiera è corta, anzi, cortissima! Il vero incontro con i consumatori è nei luoghi di vendita diretta, che propongono uno standard di alta qualità per i prodotti classici e per le nuove allettanti proposte, come gli Hamburger Mugello o la Salsiccia e i wurstel di carne bovina. Grazie a questa struttura portante, che garantisce il giusto mix di tradizione e innovazione, di gusto e alta qualità , CAF collabora con ristoranti, mense, grandi e piccole aziende, e fornisce i suoi prodotti "firmati" alla grande distribuzione. Tutto ha avuto inizio con un'idea: era il 1972. Oggi la CAF è una grande realtà che mette insieme tante piccole aziende agricole impegnate a mantenere viva la tradizione nelle produzioni di eccellenza legate alla zootecnia di montagna.

Mugello’s Green Pastures, Home to Caf breeders

The adventure of the Firenzuola Agricultural Cooperative began back in 1972 with an idea. A few breeders from north Mugello decided to put their forces together to create new work prospects. Time and enthusiasm have proven it to be extremely successful, even in a world in which knowledge, techniques, and consumer tastes are constantly changing. CAF has actually become a model today; conceived, created, yet, in constant evolution. Always maintaining its roots in tradition while going forward with new ideas. The old stalls, the old breeding methods were abandoned and a new way of breeding began, a model with “Zero Defects” aiming at the wellbeing of the animals grazing naturally together with their offspring. All of this guaranteeing 100% safe meat. CAF anticipated the times and trends: with organic as well as traditional breeding with highly disciplined production standards and labeling all before required by law. The meat produced by our breeders is all processed at the Mugello Meat Center also run by the CAF. From the farm to the table, it‘s all local! Our shops are found throughout Mugello where you can discover our high quality meat from traditional cuts to the latest Mugello Hamburger or all beef sausages and hot dogs. Thanks to this important organization that balances tradition with innovation, taste with high quality, CAF distributes its products in restaurants, cafeterias, from small to large businesses to supermarket chains. All this began with an idea back in 1972. And today CAF, nationally known, has succeeded in joining together over one hundred small breeders all dedicated to keeping the mountain traditions of excellent breeding techniques alive.

Cooperativa Agricola Firenzuola

VENDITA DIRETTA CARNI E PRODOTTI DEL MUGELLO WHERE TO FIND OUR PRODUCTS Firenzuola - Piazza Agnolo, 2 - Tel. 055 8199786 Vicchio - Loc. Rabatta - V.le del Progresso, 15 - Tel. 055 8490367 Lastra a Signa - Via Livornese, 165 - Tel. 055 8720902

www.centrocarnimugello.it

11


Antichi sapori mugellani

Definirla Fattoria può sembrare riduttivo. “Il Palagiaccio” di Senni (Scarperia) è un crogiuolo di storia, tradizione, genuinità, qualità e innovazione. Antico baluardo degli Ubaldini, la potente famiglia feudataria ricordata da Dante nella Divina Commedia, la Fattoria “Il Palagiaccio”, dal XIII secolo, rappresenta la storia e la tradizione dell’allevamento per la produzione del latte in Toscana. Questa bella realtà fiorentina è uno dei pochi esempi di filiera corta, dove il KM 0 si può toccare veramente con mano: tutto il processo naturale che parte dal foraggio ed arriva alla produzione del latte e di tutti i suoi derivati. Latte che arriva direttamente dalla sala mungitura, fresco e genuino, prodotto principe della fattoria insieme allo squisito raveggiolo, formaggio tipico del Mugello, che qui vede la luce ancora secondo tradizione. Latte e carne, dunque, quest’ultima di alta qualità, frollata secondo il metodo tradizionale, tenera, gustosa e saporita. E poi i formaggi lavorati secondo le vecchie tradizioni casearie e quindi esclusivamente artigianali: tenerone, ricotta, casatella, fior di latte, stracciatella, treccia, scamorza, cipollino, caprì, tra i freschi Fiordimugello, Biancomugello, cremino e Granmugello; o riguarda i formaggi tra i semistagionati. Tra i formaggi eleganti e di nicchia gli erborinati che si producono al Palagiaccio: Galaverna, Blumugello e Mugellonoir. Questi ultimi sono il frutto della passione dei casari dell’azienda che con maestria e competenza lavorano assecondando la formazione delle “muffe nobili” che conferiscono al formaggio raffinate fragranze. Infine gli stagionati che godono di un trattamento esclusivo e terminano l’affinamento ad alcuni metri di profondità all’interno della grotta della duecentesca torre Ubaldina, eccellente sito di stagionatura e luogo suggestivo. I palato non è ancora soddisfatto? Al Palagiaccio si può gustare anche un ottimo gelato: lo Spumone Mediceo è uno dei gusti principali, fatto con la ricotta della fattoria seguendo un’antica ricetta rinascimentale di Caterina De Medici. La stessa ricotta con cui si producono ottimi ravioli con gli spinaci e la pasta fresca fatta con la farina di farro ed altre varietà di grano rigorosamente prodotte in fattoria.

Ancient Mugello Flavours

To call it a “Farm” doesn’t do it justice. “Il Palagiaccio” at Senni, Scarperia is a mix of history, authenticity, quality and innovation. An ancient outpost of the Ubaldini, a strong feudal family mentioned by Dante in the Divine Comedy, “Il Palagiaccio” Farm, has represented the history and tradition of milk production in Tuscany since the 18th century. This Florentine farm is one of the few examples of a zero KM short production line beginning with the forage and culminating in the production of milk and various dairy products: fresh and genuine milk that comes directly from the milking stalls, the farm’s principle product together with raveggiolo, an extra fresh delicious soft cheese. Typical of Mugello, it is still made today with traditional methods. Milk and meat of the highest quality is hung according to traditional methods making it even more tender and tasty. Cheese that is still handmade using old cheese making traditions; tenerone, ricotta, casatella, fior di latte, stracciatella, treccia, scamorza, cipollino, caprì are all fresh cheeses, Fiordimugello, Biancomugello, cremino and Granmugello are semi-aged cheeses. The exclusive blue cheeses produced here are Galaverna, Blumugello and Mugellonoir. These are results of the passion of the farm’s cheese makers, with their expertise, work the “noble moulds” that give these cheeses an exquisite flavor. The harder cheeses, though, are those that receive an exclusive treatment concluding the aging process several meters underground inside the cellar of the 12th century Ubaldini Tower; a perfect place for aging cheeses and quite evocative. If your palate is still not yet satisfied, you can try Palagiaccio’s exquisite ice cream. Lo Spumone Mediceo is one of the favorite flavors, made with Palagiaccio’s own ricotta using an old Renaissance recipe of Catherine De Medici’s. With the same ricotta, spinach and ricotta ravioli are made, using home-made pasta made with flour from home-grown spelt or other wheat varieties.

Storica Fattoria il Palagiaccio Via Senni, 40 int. 6 - Scarperia e San Piero (Firenze) Tel/Fax 0558494418 commercialepalagiaccio@gmail.com - www.palagiaccio.com

12


MUGELLO, A FOOD LOVERS’S DELIGHT

Land of flavours and excellent agricultural produce, Mugello will not delude food lovers. The wine and gastronomic tradition and the hospitality of the area are well-known. Giovanni della Casa, author of “Galateo,” the guide to good manners, was born here. Pellegrino Artusi, one of the greatest cooking experts of the 1800’s and author of “The Science in the Kitchen and the Art of Good Eating” travelled through Mugello on his way between Tuscany and Romagna. Artusi crossed the Muraglione many times during his travels between Forimpopoli and Florence, eating at inns

13

and taverns, when cooking in Mugello reached its culinary apex, a unique blending of traditional Tuscan dishes, Romagna pasta and traditional Mugello home-cooking. Today many restaurants and osterias in Mugello proudly offer these dishes using the best of many local products. With a strong vocation to livestock breeding, started in the 1400’s when the Medici family introduced onto the Panna estate “Swiss” cattle, Mugello is now a reference point for milk and meat production for the whole of Tuscany. Cow’s milk is mostly used by the Centrale del Latte to make a high quality milk - Mukki Mugello. In some farms it is possible to buy non pasteurized milk. An excellent choice of quality cheeses is available; pecorino, sheep’s cheese, produced in Mugello is definitely one of the best in Tuscany, perfect with pears, fresh broad beans or honey. Ricotta cheese is made either from cow’s or sheep’s milk, caciotte and Raveggiolo are both delicious. At the Storica Fattoria Il Palagiaccio in Senni, Scarperia meat is bred, milk and cheese are produced all from high quality cows directly on the farm. For meat lovers, local Mugello meat is a guarantee. At the Cooperativa Agricola di Firenzuola store in Rabatta, Borgo San Lorenzo, it is possible to buy “Le Mugellane,” beef that only comes from this area. There are also the Bio Line, certified local organic meat, traditional meat, the IGP Line, (protected geographical indication). Mugello is the home to the traditional Florentine Steak. From the woods comes one of Mugello’s riches: wild mushrooms. They grow in the forests and chestnut groves of the Apennines; gallinelle, vesce, steccherini and above all porcini and prugnoli, used in traditional cooking such as tagliatelle with prugnoli. The white truffle of Mugello, one of the best in Italy, must always be consumed raw, never cooked. Chestnuts are the lords of the forest. “Marroni,” a larger variety of the normal chestnut, when roasted are commonly known as “caldarrosto” but in Mugello are called “bruciate”. Palazzuolo, Firenzuola and Marradi are recognized all over Italy and abroad for their chestnut production. At Marradi, the “Marron Buono” grows, one of the best in Italy, if not the world, exported to the Far East, much loved by the English, known as the “Chestnuts of Marradi.” In 1996 the “Marrone di Mugello,” from Borgo San Lorenzo, Dicomano,


14


Firenzuola, Londa, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Rufina, San Godenzo, Scarperia and Vicchio obtained the IGP certification from the EEC. In the kitchens in Mugello and Alto Mugello, chestnut flour is still widely used often substituting wheat or corn flour. Polenta, called Pattona at Marradi, is made with chestnut flour; in the past it was made every 10-15 days then toasted or fried and eaten with milk or ricotta. Lost over time, the cultivation of saffron has recently flourished in the hills of Mugello and Valdisieve. A few pistils, extracted with care from the flower, then dried, are enough to prepare delicious dishes. Perfect for enhancing first and second course dishes, it has an unmistakable deep yellow color. The potato, the main ingredient of Mugello cooking and the famous Mugello tortello, is cultivated here and, appreciated all over Italy for its excellent quality. Wine is definitely the symbol of the Valdisieve, but even Mugello has had excellent results lately. From the vineyards of Pontassieve, Rufina, Pelago, Londa and Dicomano grapes are cultivated for some of the most important wines of Italy, Chianti Rufina DOCG and Pomino DOC. Here the first Wine Road in Italy was inaugurated in 1997. At Dicomano we suggest the excellent wines of the prized Azienda “Frascole” which also produces

15

olive oil and Vin Santo; free wine tastings are possible by reservation. Podere Fortuna in San Piero is where wine is produced from the vineyards belonging to Lorenzo the Magnificent. At Vicchio “La Matteraia,” a red wine from the Malpaga family farm, has also had excellent results. Olive cultivation goes back to Etruscan times. Today many farms, especially in Valdisieve, still have the traditional stone olive presses and grinding stones. These olives produce an high quality extra-virgin oil. From November to December the presses are open for cold-pressing, some open to the public. In the splendid cellars of Villa Campestri, Vicchio, there is the first Oil Library in Italy: amongst jars and pitchers, valuable art pieces it is possible to consult over 100 volumes on olive oil: its history, production, use in the kitchen and therapeutic properties. Olive oil and bread are a perfect combination: bruschetta , toasted bread and olive oil. Bread in Mugello, with little salt and a characteristic shape is still produced traditionally; bread that is still delicious after a few days and even stale can be used in traditional dishes such as panzanella, ribollita or pappa al pomodoro. It is protected by the “Pane del Mugello” producers association. It can be found in San Piero a Sieve at Forno Conti. Sweet and delicate, honey produced in Mugello is delicious, made from the flowering of linden, fruit, acacia and chestnut trees as well as thyme and clover. It is used in the kitchen (for cookies, cakes and delicious with cheese) and in cosmetics. One of the founders of modern apiculture was a priest from Borgo San Lorenzo, Don Giotto Ulivi (1820-1892). The famous peach “Regina di Londa” is a late peach variety discovered in the 1950’s by Alfredo Leoni, who understood its commercial importance. An abundant flowering with excellent fruit-bearing and a natural resistance to oidium (a pathogenic fungus of peach trees) has made it become an outstanding peach for the Mugello hills. It ripens from mid September, and is delicious cut into pieces soaked in red wine. Cake making tends to follow the seasons: Castagnaccio, chestnut cake, Schiaccata with grapes in autumn, frittelle or fried rice cakes, and cenci at Carnival, jam tarts and biscuits all year round. The Zuccherini di Piancaldoli are a sweet, round shaped dry cookie dipped in melted anise flavoured sugar just out of the oven. Made by the monks at the Montesenario Monastery in Bivigliano, Gemma d’Abeto, is a herb based liqueur made from a secret traditional recipe. The liqueur also has medicinal uses; it’s a good cold remedy when taken with hot tea or coffee.


Marco Ottaviano Maestro Gelatiere Buono, Sano, Made in MUGELLO

Mi chiamo Marco Ottaviano e conosco, per tradizione familiare, l’arte di fare il gelato. Il mio gelato è fatto con passione e competenza e con materie prime ed ingredienti solo di alta qualità, per offrire un prodotto di eccellenza ai miei clienti, grandi o piccoli che siano. Pensato anche per coloro che normalmente non possono mangiarlo. Nel mio gelato ci sono solo ingredienti indispensabili selezionati con cura e passione, senza additivi, coloranti o conservanti. Le mie materie prime sono tutte di eccellente qualità e spesso provengono da piccole pro-

duzioni biologiche. La mia preferenza va a prodotti del territorio; il più importante, il latte biologico del Mugello. Per quasi tutto il resto uso ingredienti sempre provenienti da piccole aziende agricole italiane a carattere familiare che ho personalmente trovato in giro per l’Italia. Per me offrire un gelato buono vuol dire creare un prodotto artigianale sano dal sapore autentico, dal gusto semplice e tradizionale come lo faceva mio nonno. Preparo inoltre gusti specifici per celiaci, diabetici e per chiunque voglia seguire un regime alimentare controllato. Nella gelateria di Marco Ottaviano, troverete ad accogliervi con un sorriso mia moglie Cinzia e me, Marco, nel laboratorio.

Marco Ottaviano Master Gelato Maker Delicious, Genuine, Made in MUGELLO

My name is Marco Ottaviano and the art of making gelato for me is a family tradition. My gelato is made with passion, expertise and only with high quality, natural raw ingredients so that I may offer all my clients, whether they are 2 or 120, the best gelato. And not only. Everyone can eat my gelato; even those who normally can’t. The ingredients that go into my gelato are a selected few, all fresh and natural, chosen with care and passion; there are no additives, preservatives or artificial coloring. Only excellent quality ingredients that come from local organic farms in Mugello, the most important on the list, organic milk. All other ingredients

come from small Italian family farms that I have discovered in my travels throughout Italy. A good gelato means to me crafting a product that is truly artisanal, healthy, simple and completely natural just as my grandfather did. There are also flavors specifically for celiacs, diabetics, and whoever is on a diet. When you enter my gelateria you will always be welcomed with a warm smile from my wife Cinzia and from me in my laboratory!

Piazza Antonio Gramsci, 23 Borgo San Lorenzo

Tel. +39 3924397321

info@marcoottaviano.it - www.marcoottaviano.it

16


Il Mugello delle Botteghe Lavorazioni artigianali che si tramandano di generazione in generazione e produzioni d’eccellenza famose nel mondo

In Mugello sopravvivono molte produzioni artigianali la cui lavorazione si tramanda di generazione in generazione. Fin dal 1300 in tutta la zona erano presenti, sotto la Repubblica Fiorentina, attività economiche ed importanti mercati che hanno forgiato piazze e strade dei centri storici. Quella dei ferri taglienti, ad esempio, è una lavorazione vecchia di almeno cinque secoli: è del 1538 lo “Statuto dei coltellinai”, una sorta di ordine professionale al quale facevano riferimento i numerosi artigiani dell’epoca. Nel 1906, solo a Scarperia, esistevano ancora 46 botteghe artigiane. Ancora oggi, seppur ridotta, la produzione è molto varia e ricercata: si va dai coltelli da caccia a quelli per la cucina, dalle forbici ai coltelli per macellerie al piccolo gioiello dell’arte dei ferri taglienti: il coltello dell’amore della Coltellerie Conaz, da generazioni produttrici di coltelli di ottima qualità. Tra le coltellerie più antiche quella della Famiglia Berti, in produzione dal 1895, quando il capostipite David creò la “Mozzetta con manico in corno”. Sempre a Scarperia si possono trovare coltelli artigianali alla Coltellerie Giglio, Coltellerie Saladini, Coltelleria Fontani, I Coltelli dell’Artigiano. Nell’Alto Mugello, grazie all’abbondante presenza di pietra arenaria, resiste da secoli l’attività degli

17

artigiani scalpellini di pietra serena. Nelle piccole frazioni di Palazzuolo sul Senio, Firenzuola, Marradi (Scheggianico, Tirli, Piancaldoli, Coniale) e a San Godenzo, la pietra serena è parte integrante dell’ambiente, usata per lastricare piazze e strade, per gli arredi urbani o inserita nelle facciate dei palazzi più antichi sotto forma di scale, architravi, motivi ornamentali. Oggi la pietra serena è usata nell’arredamento da esterni (fontane, panchine, colonne) o da interni, felicemente abbinata al vetro, al cristallo, al cotto o al ferro battuto. Sono ancora diversi gli scalpellini che lavorano artisticamente e manualmente la pietra. Anche il ferro battuto trova largo impiego nell’arredamento di interni ed esterni: lampadari, sedie, tavoli, complementi d’arredo sono i prodotti principali di numerosi artigiani a Firenzuola, Marradi, Scarperia, San Godenzo, Sant’Agata e Londa. Un’altra tradizione del Mugello è quella del ricamo. Si chiamavano “Barulli” quegli ambulanti che con una gerla sulle spalle o con un asino al seguito giravano le case dei contadini e consegnavano alle massaie stoffe e tessuti che le donne ricamavano e riconsegnavano al barullo come tovaglie, lenzuoli, asciugamani che entravano poi nei corredi delle signore di città. Spesso il barullo ricompensava questo lavoro con scampoli di pezze o tessuti grezzi che nelle mani delle donne


18


mugellane diventavano preziosi capi di biancheria per le figlie da maritare. In Mugello erano famosi i ricami e le trine della Cavallina e di Galliano. A Borgo San Lorenzo, da quaranta anni, esiste anche una scuola che organizza corsi di ricamo (per info 055 8458358 o 320 0769071 Sig.ra Maria Margheri). Borgo San Lorenzo è patria della famosa Manifattura Chini dove Vieri, Cosimo e Mattia, discendenti di Galileo Chini, famoso artista del

19

Liberty italiano, usano ancora i colori particolari e i metodi segreti di cottura per produrre pavimenti e rivestimenti di pregio oltre ai oggetti per la casa che sono piccoli capolavori che si possono trovare nel loro showroom in Via Faentina a Borgo San Lorenzo. Anche l’arte dell’impagliatura ha origini antiche. In genere erano i contadini stessi che, per necessità, si costruivano cesti in vimini o fatti di giunchi che servivano per il lavoro nei campi o che venivano portati al mercato paesano per essere venduti. Ancora oggi, specialmente nelle fiere, si trovano cesti di tutte le forme, panieri, usati in cucina e per trasportare frutta e verdura. In Mugello esistono ancora impagliatori di sedie, che realizzano a mano le classiche sedie toscane con la struttura in legno ed il sedile in paglia. Caratteristica della Valdisieve, invece, la figura della fiascaia. Generalmente erano proprio le donne che, per arrotondare lo stipendio, rivestivano con la paglia i fiaschi di vino destinati ad essere riempiti con del buon Chianti Rufina. Per gli amanti della pelle non mancano in Mugello e nella Valdisieve gli oggetti di qualità, prodotti da una esperienza consolidata nel settore. Il pellame veniva lavorato in Mugello fin dai tempi dei Medici. In quel periodo Barberino era rinomato per la fabbricazione di scarpe. Oggi sono numerosi i piccoli laboratori artigianali di piccola pelletteria, borse e accessori, e le piccole imprese che lavorano anche per le grandi griffe della moda.


Discovering Artisans and Crafts

Artisan trades that are passed down from generation to generation, also famous internationally

There are many different local traditional crafts alive in Mugello that continue to be carried down from generation to generation. Scarperia has been famous for cutlery for over five-hundred years: in 1538 the “Statute of Cutlers” was drawn up and is still renowned worldwide. In 1906, in Scarperia alone there were still 46 artisan shops. Today a variety of knives continue to be made all by hand; table, hunting and butcher’s knives, including the famous coltello d’amore (lover’s knife) of the Coltellerie Conaz, that has produced knives for generations. Coltellerie Berti, one of the oldest artisans, is famous for its ox horn pocket knife created by David Berti in 1895. Other artisan knife shops in Scarperia are: Coltellerie Giglio, Coltellerie Saladini, Coltelleria Fontani, I Coltelli dell’Artigiano. In Upper Mugello, thanks to the great abundance of pietra serena, artisan masons continue to work the local sandstone, a centuries old tradition. Sandstone is an integral part of the environment used to pave streets and squares, build staircases and embellish building exteriors in many villages around Palazzuolo, Firenzuola and Marradi (Scheg-

20

gianico, Tirli, Piancaldoli, Coniale) and San Godenzo. Nowadays it is generally used in interiors often combined beautifully with terracotta, tiles, glass, crystal or wrought iron, or for exterior fittings such as fountains, benches or columns. Many workshops can be found throughout Upper Mugello where masons work sandstone. Wrought iron is still widely used in interior decorations: mainly light fixtures, chairs and tables produced by numerous artisans in Firenzuola, Marradi, Scarperia, San Godenzo, Sant’Agata and Londa. Another local tradition is embroidery. In the past, peddlers called “barulli,” travelled by mule with cloths and fabrics leaving them with peasant wives, skilled seamstresses and embroiderers who transformed them into beautiful tablecloths, sheets and towels for gentlewomen’s trousseaux, receiving in payment remnants of cloth that they embroidered for their own daughters’ dowries. Both Cavallina and Galliano were renowned for their laceworks. For the past forty years the embroidery school in Borgo San Lorenzo also organizes classes (for info 055 8458358 or 320 0769071 Sig.ra Maria Margheri). Borgo San Lorenzo is home to the internationally famous Manifattura Chini ceramics where Vieri, Cosimo and Mattia, descendants of the distinguished Galileo Chini, famous artist of the Italian Art Nouveau movement, still use the particular iridescent colors and their family’s secret firing methods for producing unique tiles and a range of objects for the home. All works of art, they can be found at their showroom in Via Faentina in Borgo San Lorenzo. Even the art of basket making has antique origins. Usually the baskets were made by peasants out of wicker or reeds and used in the fields or sold at market. Baskets for fruit, vegetables or bread can still be found today, especially at the local fairs, in all shapes and sizes. In Mugello it is still possible to find traditional Tuscan chairs made with a wooden frame and a straw seat. The figure of the female flask-coverer is characteristic of Valdisieve where women would cover glass flasks with straw before being filled with good Chianti Rufina wine. Leather was worked in Mugello since the time of the Medici’s when Barberino was famous for shoe making. Today there are many small artisans throughout Mugello and Valdisieve that create bags and accessories as well as producing for famous fashion designers.


DQWLTXHIXUQLWXUH

9HFFKLPRELOLGHOODFDPSDJQDWRVFDQD DQWLTXHIXUQLWXUHIURPWKHWXVFDQFRXQWU\VLGH

/DERUDWRULRGLUHVWDXUR

DQWLTXHUHVWRUDWLRQ 21


Mugello da scoprire Discovering Mugello

San Piero a Sieve il trebbio aveva una funzione agricola, in quanto al centro di una vasta proprietà, e di residenza, soprattutto in occasione delle battute di caccia. Vi dimorò Giovanni dalle Bande Nere con la moglie Maria Salviati, Cosimo Duca di Firenze e vi soggiornò anche Amerigo Vespucci. Il massiccio corpo quadrato, sovrastato da un’alta torre merlata con base a scarpa, è circondato da cipressi secolari ed un bel giardino all’italiana con ampie terrazzature ad orto ed un bel pergolato. Tracce della potenza medicea si trovano anche nell’antico Convento di Bosco ai Frati, donato dalla nobile famiglia degli Ubaldini a San Francesco d’Assisi nel 1206 e acquistato nel 1420da Cosimo de’ Medici. Al suo interno conserva il famosissimo Crocifisso di Donatello.

Il fiume Sieve scorre placido incontro all’Arno. Si uniranno a Pontassieve. Ma prima attraversa i borghi della sua valle. Come San Piero a Sieve, che la storia ci dice essere stato centro di enorme importanza strategica come lo dimostrano la Fortezza di San Martino ed il Castello del Trebbio. La Fortezza, disegnata dall’architetto Bernardo Buontalenti per volere del Granduca Cosimo I de’ Medici, risale 1569. Al suo interno vi furono realizzate cisterne, sotterranei abitabili, magazzini, fucine, mulini a vento, armerie e forni per fondere cannoni visto lo scopo militare. (Visitabile dall’esterno). Il Trebbio, situato sul poggio omonimo, sede del trivio romano voluto dal console Caio Flamino, fu ristrutturato in abituro fortificato fra il 1427 e 1431 dal Michelozzo, su commissione di Cosimo dei Medici. Nella sua veste di villa-castello

The River Sieve flows gently through the villages of Mugello towards the Arno where they meet at Pontassieve. Starting in San Piero a Sieve, historically of strategic importance, there are the Fort of San Martino and Trebbio Castle. The fortress, designed by Bernardo Buontalenti and commissioned by Granduke Cosimo I de’ Medici, dates back to 1569. Inside were cisterns, underground living quarters, forges, warehouses, windmills, arsenals, kilns all for military purposes. (Outside visits only). The Trebbio Castle, perched high up, was the Roman headquarters built by Consul Caio Flaminio. Reconstructed into a fortified villa between 1427-1431 by Michelozzo, the villa-castle doubled as a farm and a residence especially for hunting parties. Giovanni dalle Bande Nere and his wife Maria Salviati lived here, as did Cosimo de’ Medici and Amerigo Vesspucci. Its solid square body and high tower is surrounded by secular cypress trees, an Italian Garden, terraced kitchen gardens and a 17th century pergola. Traces of Medici power can be found at Bosco dei Frati Convent, donated by the Ubaldini family in 1206 to Saint Francis, then bought by Cosimo de’ Medici in 1420. Inside Donatello’s famous wooden Crucifix can be seen.

22


Scarperia glie sulla facciata le tracce del potere mediceo. Costituito da un massiccio ed allungato corpo centrale, l’edificio è sede di un prezioso archivio storico e ospita il Museo dei Ferri Taglienti. Custodisce un orologio progettato dal Brunelleschi, forse il più antico d’Italia. Non lontano “Il Torrino” torrione d’angolo di sud-ovest della cinta muraria eretta dal 1305 al 1370 dalla Repubblica Fiorentina per difendere il Castello di Scarperia. Recenti scavi hanno permesso il ritrovamento di un camminamento medievale. (Informazioni tel. 055846253). La Propositura dei SS Jacopo e Filippo con al suo interno un Crocifisso ligneo attribuito a Sansovino ed un tondo marmoreo raffigurante la Madonna col bambino opera del XV sec. di Benedetto da Maiano. Poco fuori dal centro Villa Il Palagio, di origine settecentesca, ha ospitato personaggi illustri come Giacomo Stuart re d’Inghilterra, Augusto II re di Polonia e Francesco Lorena con la moglie Maria Teresa d’Austria. Notevoli anche i dintorni con la Pieve di Sant’Agata il più importante edificio sacro del Mugello, interamente realizzata in bozze di alberese con elementi in arenaria e serpentino verde.

Scarperia oggi è unito con San Piero a Sieve, cuore storico e artistico del Mugello che vanta numerevoli gioielli. Come il Palazzo de’ Vicari con il suo impianto trecentesco, racco-

23

Scarperia, now unified with San Piero, is the historical and artistic heart of Mugello boasting several jewels. Such as Palazzo de’ Vicari dating from the 1300’s where traces of Medici power are found on the facade. It is also home to precious historical archives, the Cutlery Museum as well as a clock designed by Brunelleschi, estimated to be the oldest in Italy. Torrino, an ancient corner tower on the south-western wall, was built by the Florentine Republic between 1305 and 1370 to defend the castle. Recently, a medieval walkway has also been brought to light. In the Propositura of SS Jacopo and Filippo is a wooden cross attributed to Sansovino and a 15th century Madonna with Child by Benedetto da Maiano. Notable is the Pieve of Sant’Agata, the most important Romanic church in Mugello, built entirely from limestone with touches of sandstone and green serpentine.


24


Borgo San Lorenzo da Borgo per paura del contagio della peste. Proprio in quell’occasione la pestilenza cessò e da allora il Crocifisso è stato ritenuto miracoloso. Ed ancora Villa Pecori-Giraldi, sede del Museo della Manifattura Chini, tappa dell’itinerario Liberty, stile artistico che proprio a Borgo San Lorenzo ha trovato uno dei massimi rappresentanti in Galileo Chini. Nei dintorni meritano una visita la Pieve di San Cresci in Valcava, sorta nel luogo del martirio di San Cresci, la cui decapitazione, avvenuta nel 250, è considerata l’albore della fede cristiana in Mugello, la Villa Frescobaldi a Corte, la Villa di Striano (in direzione Ronta).

L’itinerario prosegue verso Borgo San Lorenzo, la “capitale” del Mugello, il cui centro storico si sviluppa intorno la caratteristica Via Malacoda e racchiude tracce delle mura trecentesce (Via San Martino, Porta Fiorentina, Torre dell’Orologio). La Pieve di San Lorenzo, antecedente al 1000, conserva all’interno la “Madonna col Bambino”, unica opera di Giotto presente in Mugello, e gli affreschi dell’abside opera di Galileo Chini. Quasi difronte il Palazzo dei Podestà, XIII secolo, decorato con stemmi in pietra e ceramica oggi sede della ricca biblioteca comunale. All’ingresso est del paese l’Oratorio del SS Crocifisso dei Miracoli, costruito nel 1714 per ospitare un Crocifisso ancora oggi molto venerato. Tradizione vuole che questo Crocifisso ligneo sia stato lasciato intorno al 1400 alla Compagnia de’ Battuti da una compagni di pellegrini tedeschi fuggiti in fretta

26

Onto Borgo San Lorenzo, the “capital” of Mugello. Its historical centre is in Via Mazzini, known as “Malacoda.” Here are traces of 13th century walls (Via San Martino, Porta Fiorentina, the clock tower). The Church of San Lorenzo, built before 1000 AD, boasts the only work of Giotto in Mugello, “Madonna with Child,” and frescos in the apse by Galileo Chini. Diagonally across is the 13th century Palazzo dei Podestà with its facade embellished with stone and ceramic coats of arms. On the east side of Borgo is the SS Crocifisso dei Miracoli Oratory built in 1714 to house a Crucifix. Legend has it that the wooden Crucifix was left to the Compagnia de’ Battuti around 1400 by German pilgrims fleeing from Borgo terrorized by the plague. Immediately after the plague ended. The Crucifix has been since venerated as miraculous. Villa Pecori-Giraldi, home to the Museum of Chini Ceramics and part of the Liberty Itinerary, an artistic style which found its full expression in Galileo Chini’s work. In the nearby countryside it’s worth a visit to the Church of San Cresci in Valcava, built where Saint Cresci was martyred around 250 AD marking the beginning of the Christian faith in Mugello, Villa Frescobaldi at Corte and Villa Striano (near Ronta), an 18th century home with beautiful loggias, winding staircases, grottos and lemon house.


Vicchio Da Borgo la statale “Traversa del Mugello” conduce a Vicchio, terra di arte e di artisti, luogo natale del grande pittore Giotto, la cui casa, in località Vespignano, è sede museale. Non lontano da questa il Ponte di Cimabue sul torrente Ensa dove, secondo la tradizione, il Maestro ebbe modo di apprezzare le doti pittoriche del giovane Giotto. Caratteristico il Ponte a Vicchio oltre il quale si raggiunge facilmente la piccola chiesa di Barbiana; la località e la chiesa sono ormai famose per esser state la parrocchia di Don Lorenzo Milani che qui fondò la sua scuola. La chiesa, consacrata nel 1568, conserva un affresco di scuola giottesca raffigurante la “Madonna col Bambino e S. Caterina”. Don Milani, che proprio da Barbiana, diffuse il suo messag gio di educatore, è sepolto nel cimitero accanto alla chiesa. Nel centro storico, piazza Giotto con il monumento al grande pittore voluto dal poeta Giosuè Carducci. Poco distante la casa di Benvenuto Cellini maestro orafo che vi soggiornò dal 1559 al 1571. Resti dell’antica cinta muraria nell’antica porta e nella Torre dei Cerchiai. From Borgo the “Traversa del Mugello” leads to Vicchio, town of art and artists, birthplace of Giotto, whose house at Vespignano is now a museum. Not far away is the Cimabue Bridge, where tradition has it that Cimabue discovered young Giotto. The “Ponte a Vicchio” Bridge is an idyllic spot. From here it is easy to reach the church at Barbiana where Don Lorenzo Milani founded his famous school. The church, dating from 1568, has a fresco by the Giotto school depicting “Madonna with Child and Saint Catherine.” Don Milani, who diffused his message on alternative education, is buried in the cemetery here. In Vicchio’s historical centre is the “Don Milani Centre.” Not to be missed, Palazzo de Podestà and Piazza Giotto with a monument dedicated to the artist, commissioned by the poet Giosuè Carducci. Nearby is the house where the goldsmith Benvenuto Cellini lived from 1559 to 1571. Traces of the ancient town walls are found at the old door and the Cerchiai Tower.

27


Dicomano elementi architettonici, come sedici colonne con capitelli corinzi. La Pieve di Santa Maria domina l’abitato; ha mantenuto quasi integra l’originale struttura romanica e conserva numerosi dipinti di scuola fiorentina tra ‘550 e ‘600. Notevole il bassorilievo robbiano raffigurante le “Nozze di S. Anna con S. Gioacchino”. A Frascole gli scavi archeologici hanno riportato in luce resti di un grande tempio etrusco e vari reperti. Gli ultimi scavi hanno reso possibile un nuovo percorso di visita.

Superato Vicchio verso Dicomano si arriva a “Le Balze”: qui il paesaggio dolce passa ad un terreno più asciutto e sassoso, una testimonianza concreta della storia geologica del Mugello e dalla Valdisieve. Quaranta milioni di anni fa, il mare si sollevò trascinato da movimenti vulcanici, creando così il Mugello e le condizioni per dar vita futura. Emersero colline e montagne che prima si trovavano a migliaia di metri di profondità. Gli agenti atmosferici modificarono la terra emersa, salvo in qualche caso. “Le balze” sono una di queste eccezioni: per tradizione rappresenta il confine naturale tra Mugello e Valdisieve, dove affiorano i fossili di conchiglie marine “Tridacna”. Gli abitanti le hanno sempre chiamate “lucine”, per la somiglianza ai lumi ad oli portatili, usati fino all’avvento dell’energia elettrica. Il centro storico di Dicomano si sviluppa intorno ai portici della centrale via Alighieri e al vecchio borgo di Valfonda con il Ponte Vecchio. Sulla strada per S. Godenzo, l’Oratorio di Sant’Onofrio è un esempio importante di architettura neoclassica in Toscana. Sorto nel 1796 per volere della famiglia Dalle Pozze, conserva una “Madonna dell’Ospedale” attribuita ad Andrea del Castagno e vari

28

A long the road to Dicomano there are “Le Balze” the crags. Here the gentle landscape changes into a rocky, barren landscape testimony to Mugello’s and Valdisieve’s geological history. Forty million years ago the seabed rose due to volcanic activity creating the valley and the conditions for future life. Hills and mountains emerged that were originally underwater. In time this landscape eroded except for a few rare cases. The Crags is one of these exceptions; traditionally the natural boundary between Mugello and Valdisieve, fossils of ancient marine shells can still be found. The locals called these shells “lucine,” - lights, for their similarity to the oil lamps used before the advent of electricity. The centre of historical Dicomano is found in Valfonda, Ponte Vecchio and Via Alighieri with its characteristic arcades. On the road to San Godenzo is Sant’Onofrio Oratory, an important example of Neoclassical architecture in Tuscany. Founded in 1796 by the Dalle Pozze family, inside is a “Madonna dell’Ospedale” attributed to Andrea del Castagno and several architectural elements such as sixteen columns with Corinthian capitals. Nearby is the Church of Santa Maria, with most of its original Romanic structure intact and several Florentine school paintings from the 1550’s and 1600’s. Noteworthy, a Della Robbian school bas-relief depicting the “Marriage of Saint Ann to Saint Joachim.” At Frascole the remains of an Etruscan Temple can be visited while its artifacts are found in the Archeological Museum in Dicomano.


CALENDARIO SPORTIVO 2018 1 Luglio - Coppa Italia di Velocità 2017 - Round 4 Trofeo Italiano Amatori - Pirelli Cup - Dunlop Cup - R3 Cup Yamaha Racing 15 Luglio - ACI Racing Weekend - Campionati Italiani Automobilistici C.I. Gran Turismo - C.I. Turismo TCR - Trofeo Leon ST Porsche Carrera Cup - Mini Challenge 26 Agosto - Coppa FMI Velocità 2018 Trofeo Italiano Amatori - Pirelli Cup - Dunlop Cup Di.Di. Bridgestone Cup - Trofeo250 Gp - 300 Italian Cup 23 Sett. - Campionato It. Velocità Motociclismo - CIV Round 5 Moto 3 - Premoto 3 - Superbike - Superspor t 600 - Superspor t 300 29 Settembre - Porsche Sport Club Suisse Porsche Spor t Cup Suisse - Porsche GT3 Cup Challen ge Suisse - Porsche Drivers Challenge 28 Ottobre - ACI Racing Weekend - Campionati Italiani Automobilistici C.I. Gran Turismo - F.4 Italian Championship powered by Abarth - C.I. Turismo TCR - C.I. Sport Prototipi - T. Abarth Italia 4 Novembre - 200 Miglia del Mugello - Endurance

CALENDARIO SPORTIVO 2018 1 Luglio - Coppa Italia di Velocità 2017 - Round 4 Trofeo Italiano Amatori - Pirelli Cup - Dunlop Cup - R3 Cup Yamaha Racing 15 Luglio - ACI Racing Weekend - Campionati Italiani Automobilistici C.I. Gran Turismo - C.I. Turismo TCR - Trofeo Leon ST Porsche Carrera Cup - Mini Challenge 26 Agosto - Coppa FMI Velocità 2018 Trofeo Italiano Amatori - Pirelli Cup - Dunlop Cup Di.Di. Bridgestone Cup - Trofeo250 Gp - 300 Italian Cup 23 Sett. - Campionato It. Velocità Motociclismo - CIV Round 5 Moto 3 - Premoto 3 - Superbike - Superspor t 600 - Superspor t 300 29 Settembre - Porsche Sport Club Suisse Porsche Spor t Cup Suisse - Porsche GT3 Cup Challen ge Suisse - Porsche Drivers Challenge 28 Ottobre - ACI Racing Weekend - Campionati Italiani Automobilistici C.I. Gran Turismo - F.4 Italian Championship powered by Abarth - C.I. Turismo TCR - C.I. Sport Prototipi - T. Abarth Italia 4 Novembre - 200 Miglia del Mugello - Endurance

Via Senni, 15 Scarperia e San Piero – Firenze

Tel. 055-8499111

www.mugellocircuit.com - info@mugellocircuit.com

Mugello Circuit official page @MugelloCircuit


LA VIA DEGLI DEI THE WAY OF THE GODS La Via degli Dei è la traversata appenninica da Bologna a Firenze percorsa da numerosi appassionati di trekking e di mountain bike. L’itinerario è lungo circa 130 km ripercorre un’antica viabilità storica utilizzata fin da epoche romane per unire la città di Felsina (Bologna) con Fiesole (Firenze). Il nome "via degli Dei" deriva dalla presenza sull'itinerario di toponimi legati a Dei dell' antica Grecia come Monte Adone, Venere, Giunone, Lua. L'itinerario attraversa per un lungo tratto il Mugello: qui si trovano parti di pavimentazioni della strada romana battezzata “Flaminia Militare”, si dice fatta costruire dal console Flaminio nel 187 a.C. L’intera traversata suddivisa in 5/6 tappe, è percorribile in 4-6 giorni.

Today the “Via degli Dei” (Way of Gods) has become one of the main tourist attractions of the Tuscan-Emilian Apennines: it is walked by many lovers of trekking and mountain biking. The itinerary is 130 km and it is an ancient path full of history which connects the historical center of Felsina (Bologna) with Fiesole (Florence).The way of gods takes its name from the toponyms encountered along the journey: Mount Adone, Venus, Juno, Lua (atonement's Roman Goddess). the Etruscans walked this path, then the Romans built, along the Etruscan trail, a real road, the so called “Flaminia Military Road”. In Mugello we can find retracing parts of the ancient Flaminia Military Roman Road built in 187 B.C. By Flaminio consul. The itinerary can be divided into 5/6 stretches, and can be walked in 4-6 days.

LE TAPPE - THE STRETCHES OF THE WAY 1ª Tappa - Bologna - Sasso Marconi - Badolo 2ª Tappa - Badolo - Monzuno - Madonna dei Fornelli 3ª Tappa - Madonna dei Foprnelli - Passo della Futa - Monte di Fò 4ª Tappa - Monte di Fò - Passo Osteria Bruciata - Sant’Agata - San Piero a Sieve 5ª Tappa - San Piero a Sieve - Bivigliano 6ª Tappa - Bivigliano - Fiesole - Firenze

www.mugellotoscana.it - www.laviadeglidei.it

30


Trekking alle cascate di Dante

Un bel percorso alla scoperta dell’Acquacheta cantata nella Divina Commedia

Percorrendo la Statale n.67 e superato San Godenzo, si sale verso il passo del Muraglione dove, passato Cavallino sulla sinistra si segue una strada sterrata fino alla Colla della Maestà. Giunti in località Crocione (979 m) si prosegue dritti fino al bivio di Monte Sinaia dove si sale a destra. Passato un piccolo poggio (1009 m) si deve svoltare nettamente a sinistra. Qui si imbocca un sentiero leggermente in discesa per poi proseguire a sinistra inoltrandosi in un bosco di faggi. Il sentiero, che scende gradualmente, porta ad un rudere denominato Sodaccio (765 m) dove si scende rapidamente fino a trovarsi ai Romiti (720 m), poco sopra la Cascata dell’Acquacheta.Tempo di percorrenza: 2 ore (andata)Dislivello: 130 m Difficoltà: Percorso facile molto suggestivo. Richiede attenzione ai segnavia in alcuni tratti

Hiking with Dante Discovering the Waterfalls of the Divine Commedy, Acquacheta

Following the state road SS n. 67, go pass the town of San Godenzo up towards the Muraglione Pass. After Cavallino take the unpaved road towards the left until reaching Colla della Maestà. Proceed until Crocione (979 m) then continue straight until the intersection for Monte Sinaia where the road goes uphill to the right. After passing a small hill (1009 m) take a sharp left. Here the trail descends slightly then goes to the left ending up in a woods of beech trees. There is a gradual descent until arriving at an old farmhouse called Sodaccio (765 m). At this point the trail descends quickly until reaching Romiti (720 m) just a little above the waterfalls of Acquacheta.Time: 2 hours (one way) Drop: 130 m Difficulty: Easy. Beautiful views. Requires attention to the signs along the trail.

31


Bagni di freschezza in Mugello

Alto Mugello, fiume Santerno. Nel tratto vicino alla Pieve di Camaggiore fare un bagno è praticamente d’obbligo. Il fiume Santerno nasce nei pressi del Passo della Futa e confluisce dopo un percorso di 99 Km nel fiume Reno, a sud della Statale 16 (Ravenna – Ferrara). Nel tratto che da Firenzuola costeggia la Via Montanara, in direzione di Imola, superato l’abitato di San Pellegrino, si incontrano una serie di luoghi ideali per la balneazione, con piscine naturali, cascate, rocce bianche e lisce, perfette come “solarium”. Il tratto all’altezza della Pieve di Camaggiore, sovrastato da un bellissimo ponte in pietra, è ricco di angoli ideali per la balneazione e il relax. Poco prima della Pieve, dove il fiume Diaterna confluisce nel Santerno, vi è un antico ponte in pietra, voluto nel Settecento dal Granduca Leopoldo per contrastare il numero di incidenti e annegamenti verificatisi nel guadare il fiume in piena. In quel tratto il Diaterna, per il contesto selvaggio e appartato in cui è inserito, è tradizionalmente frequentato da nudisti. Non lontano da Palazzuolo sul Senio esiste anche un sentiero detto delle cascate proprio per la quantità di cascate e laghetti che si incontrano e che sono il frutto dell’andamento brioso e frizzante del torrente Rovigo e che inizia alla Colla di Casaglia. Nei pressi dell’antico Molino dei Diacci, tra boschi di faggi, alcune delle cascate più suggestive. Sempre in comune di San Godenzo, in località Castagneto, è possibile rinfrescarsi nelle acque della bella cascata del Doccione. Spiagge attrezzate e atmosfera da mare al Lago di Bilancino che di sera si trasforma nel cuore della movida mugellana. Ci sono spiagge attrezzate in località Moriano ed in località Nebbiaia dove ci sono anche spazi di spiaggia libera. Nelle spiaggie attrezzate si possono noleggiare pedalò e canoe, ombrelloni, lettini e sdraie.

MUGELLO’S BEST SPOTS FOR A COOL DIP

The Santerno River, Upper Mugello. Taking a dip here is a must, especially along the banks near the Church at Camaggiore. The river begins in the hills of the Futa Pass and 99 km later flows into the Reno River, south of State Highway 16 between Ravenna and Ferrara. After Firenzuola going towards Imola take Via Montanara; after San Pellegrino there are several places ideal for a dip, natural pools, small cascades and smooth, white river rocks perfect for sunbathing. This stretch also has a view of a beautiful stone bridge. Just before the church where the Diaterna River flows into the Santerno is a 17th century stone bridge built by the Granduke Leopold in order to limit the number of drownings of curious onlookers when the river flooded. Very woody and secluded, it’s a favorite spot with nudists. Not far from Palazzuolo sul Senio is a hiking path known as the “waterfalls,” full of cascades and small lakes, thanks to the fast moving, bubbly Rovigo Creek which begins at Colla di Casaglia. Near the old Diacci Mill, hidden amongst beech trees are some of the most suggestive waterfalls. Another cool dip can be had at the Doccione waterfalls in Castagneto, S.Godenzo. Lakeside at Bilancino is like being at the beach; when the sun goes down it’s the heart of Mugello nightlife. At Moriano and Nebbiaia there are beaches where umbrellas, chairs, canoes can be rented as well as free beaches.

32


33


EVENTI IN MUGELLO FABRICA32 Borgo San Lorenzo Centro Storico Dal 29 Giugno al 1 Luglio MUSICA E DANZA SULLA VIA DEGLI DEI San Piero Area Feste 28 - 29 Giugno ESTATE SENZA FRONTIERE Barberino di Mugello 4-11-18-25 Luglio PALAZZUOLO WINE 2018 Palazzuolo sul Senio Venerdì 6 Luglio INGORGO SONORO Scarperia e San Piero Sabato 7 Luglio ESTATE FRASCOLANA Dicomano, località Frascole 7-21-28 Luglio,11 e 25 Agosto HOBBY SENIO Palazzuolo sul Senio Domenica 8 Luglio FESTE MEDIEVALI ALLA CORTE DEGLI UBALDINI Palazzuolo sul Senio Dal 20 al 22 Luglio FESTA DELLA BIRRA Palazzuolo sul Senio Dal 27 al 29 Luglio FESTA GASTRONOMICA Firenzuola 1 Agosto FIERA AGRICOLA DELL’ALTO MUGELLO Palazzuolo sul Senio 4 Agosto - 5 Agosto APERITIVO SUI MERLI Palazzo dei Vicari di Scarperia 5 e 24 agosto, 16 settembre FIERA DI MERCI Palazzuolo Sul Senio 7 e 28 Agosto FESTA DEL CACCIATORE Palazzuolo sul Senio Dall11 al15 Agosto NOTTE DELLE STREGHE Marradi, centro storico

Sabato 18 Agosto FESTA DI FINE ESTATE Campomigliaio Scarperia e San Piero Dal 24 al 26 Agosto W LA PATATA Firenzuola, centro storico 25 Agosto LA FIERA CALDA Vicchio, centro storico Dal 29 Agosto al 2 Settembre GIORNATE RINASCIMENTALI Scarperia, centro storico 1 e 2 Settembre RIFICOLONA Dicomano 7 Settembre PALIO DEL DIOTTO Scarperia 8 Settembre FIORINFIERA Dicomano 8 - 9 Settembre VIE DEL GUSTO Borgo San Lorenzo 14-15-16 Settembre BACCO ARTIGIANO Rufina Dal 22 al 30 settembre IN FIERA-C’ERA UNA VOLTA BARBERINO Barberino di Mugello 22 - 23 Settembre FIERA DI SETTEMBRE Barberino di Mugello 25 Settembre MUGELLO COMICS Barberino di Mugello 29 -30 Settembre 55° SAGRA DELLE CASTAGNE Marradi, centro storico 7-14-21-28 Ottobre SAGRA DEL MARRONE E DEI FRUTTI DEL SOTTOBOSCO Palazzuolo 7-14-21-28 Ottobre FESTA DEL MARRONE E DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI San Piero, Area feste 7-14-21-28 Ottobre DAL BOSCO E DALLA PIETRA XXI EDIZIONE Firenzuola, centro storico

34

14 e 21 Ottobre MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO BIANCO E NERO Barberino di Mugello 27-28 Ottobre NATALE IN CORSO A BARBERINO Barberino di Mugello 8, 9, 16, 23 Dicembre FESTE NATALIZIE San Piero a Sieve 8 e 9 Dicembre

EVENTI IN MUGELLO Fabrica32 ceramic fair Borgo San Lorenzo Centro Storico June 29 thru July 1 MUSIC E DANCE ON THE WAY OF THE GODS San Piero Antonio Berti Park June 28-29 summer without boundaries Barberino di Mugello July 4-11-18-25 PALAZZUOLO WINE 2018 Palazzuolo sul Senio Friday July 6 INGORGO SONORO all night music fest Scarperia e San Piero Saturday July 7 Estate Frascolana summer in frascole Frascole, Dicomano July 7-21-28, August 11 & 25 HOBBY SENIO Palazzuolo sul Senio Sunday July 8 the UBALDINI at COuRT medieval festival Palazzuolo sul Senio July 20 thrul 22 beer fest Palazzuolo sul Senio July 27 thru 29


GASTRONOMIC festival Firenzuola - August 1 ALTO MUGELLO Agricultural FaIR Palazzuolo sul Senio August 4 - 5 cocktails on the castle battlements Palazzo dei Vicari di Scarperia August 5 & 24 – September 16 traditionale trade FaIR Palazzuolo Sul Senio August 7 & 28 hunters festival Palazzuolo sul Senio August 11 thru 15 Witches’ Eve Festival Marradi Saturday August 18 end of summer festival Campomigliaio, San Piero August 24 thru 26 long live the potato festival Firenzuola August 25 End of Summer Festival Vicchio August 29 thru September 2 Renaissance festival Scarperia September 1 - 2 Rificolona Dicomano September 7 Diotto celebrations Scarperia September 8 Flower faIR Dicomano

September 8 - 9 Vie del Gusto food & wine festival Borgo San Lorenzo September 14 thru 16 Bacco Artigiano 2018 wine festival Rufina September 27 thru 30 fair: once upon a time was Barberino September 22 - 23 september FaiR Barberino September 25 MUGELLO COMICS Barberino September 29 -30 55th chestnut festival Marradi October 7-14-21-28 chestnut festival Palazzuolo October 7-14-21-28 chestnut festival San Piero, Antonio Berti Park October 7-14-21-28 from the forest and from sandstone fair Firenzuola October 14 & 21 white and black truffle fair Barberino October 27-28 white and black truffle fair Borgo San Lorenzo November 17-18 Christmas IN BARBERINO Barberino December 8, 9, 16, 23 christmas FESTival San Piero a Sieve December 8 - 9

info EVENTS http://www.mugellotoscana.it/it/eventi.html


Musei Museums

Il sistema museale Mugello Montagna Fiorentina

MUSEUMS IN MUGELLO AND MONTAGNA FIORENTINA Per tutti i musei possibilità di aperture straordinarie, visite guidate e laboratori Didattici per adulti e bambini solo su prenotazione For every museum extra opening times, guided visits, and workshops For adults and children can be booked on request

MUSEO CIVICO DELLA MANIFATTURA CHINI e piccolo museo dei bambini

Presso Villa Pecori Giraldi Piazzale Lavacchini, 1 – Borgo San Lorenzo tel. 055 8456230 www.museochini.it MUSEO CHINI: Da Aprile a Ottobre: da giovedì a domenica 9-13/15-19. Da Novembre a Marzo: sabato e domenica 10-13/15-19. Chiuso: 1° gennaio, Pasqua, 1° Maggio, 15 Agosto, 25 e 26 Dicembre. PICCOLO MUSEO DEI BAMBINI: Tutto l’anno sabato e domenica 10-12,30 / 15-18,30. Chiuso: 1° gennaio, Pasqua, 1° Maggio, tutto Agosto, 25 e 26 Dicembre. In Villa Pecori Giraldi si trova Il Museo Chini dedicato alla poliedrica attività della famiglia Chini risalente al periodo Liberty (complementi per l’architettura e oggetti per l’arredo in ceramica, grès e vetrate) e Il Piccolo Museo dei Bambini, uno spazio dove i più piccoli possono dar libero sfogo alla loro fantasia attraverso percorsi e laboratori visivi e sensoriali. In Villa Pecori Giraldi are The ceramics Chini Museum, which is dedicated to the vast array of activities of the Chini family during the Liberty period (architectural furnishings and various fittings for the home in ceramic, stoneware and glass in Art Nouveau style), and the Children’s Museum where the little ones can let their imaginations run wild and its visual and sensory labs.

MUSEO DELLA CIVILTÀ CONTADINA DI CASA D’ERCI

Loc. Grezzano - Borgo San Lorenzo tel. 055 8492519 (in orario di apertura) - 338 6880647 www.casaderci.it Inverno - ora solare: Domenica e festivi 14.30 -18. Estate - ora legale: Domenica e festivi 15 – 19; inoltre dal 15 Giugno al 15 Settembre anche sabato 15-19. Il museo ospita, all’interno di una colonica attrezzi e arredi di vita contadina, una prestigiosa collezione di oggetti e documenti della cultura mugellana rurale. The Museum of farm life and customs is housed in a farmhouse, and hosts farm tools and furniture, a prestigious collection of objects and documents on the culture of rural Mugello.

MULINO FAINI

Loc. Grezzano - Borgo San Lorenzo tel. 338 9837105 – 055 8492594 r.santoni.rs@gmail.com da 30 Aprile a 29 Ottobre: Domenica e festivi 15 – 19 da 30 Ottobre a 29 Aprile: Domenica e festivi 14.30 – 19 Documentato dal 1400, di proprietà dell’omonima famiglia dal 1780. Documented since 1400, the windmill has been owned by the Faini family since 1780.

36


Il sistema museale Mugello Montagna Fiorentina MUSEUMS IN MUGELLO AND MONTAGNA FIORENTINA MUSEO ARCHEOLOGICO COMPRENSORIALE DEL MUGELLO, ALTO MUGELLO E VAL DI SIEVE Piazza della Repubblica, 3 - Dicomano tel. 055 8385428 - www.comune.dicomano.fi.it Giovedì 9-14; venerdì 9-12; sabato e domenica 10-14 e 15-19 Aperto a Pasquetta, 25 Aprile e 1° Maggio. Chiuso: Pasqua

Il museo offre un laboratorio didattico e un percorso espositivo di forte suggestione: sono presenti reperti archeologici riferibili ad un arco cronologico che va dalla Preistoria al periodo rinascimentale. Al museo si lega l’area archeologica di Frascole, aperta alle visite dal lunedì di Pasqua a Ottobre. The museum hosts an innovative exhibition bringing together archaeological and historical evidence from the whole area. From Easter Mondey till October it is possible to visit the archeological area called Frascole.

MUSEO DELLA VITE E DEL VINO VILLA POGGIO REALE Viale Duca della Vittoria, 7- Rufina tel. 335 5423735 - 335 367672 - 340 5968369 - 345 2216361 Da Ottobre a Marzo: da Giovedì a Domenica 9 – 12.30 Da Aprile a Settembre: Giovedì e Venerdì 14.30-19 / Sabato e Domenica 8.30-12.30. Su prenotazione visite guidate in italiano e in inglese e laboratori didattici e tour in Fattoria Chianti Rufina: winelabrufina@gmail.com - 346 4716904 Il museo offre la possibilità di comprendere il “vino” nei suoi vari aspetti: dalla produzione alla raccolta, dalla vinificazione all’invecchiamento e infine al commercio. The museum offers the possibility to learn about “wine” and the various aspects of it: production and harvesting, vinification and ageing, and finally sales.

MUSEO DEL PAESAGGIO STORICO DELL’APPENNINO DI MOSCHETA

Loc. Moscheta – Firenzuola tel. 055 8144900 - 055 8144304 - 335 7549072 Dal 10 Giugno al 30 Ottobre: da Venerdì a Domenica 10.30-18.30. Dal 12 al 20 Agosto: aperto tutti i giorni 10.30-18.30 Il museo si trova negli storici locali dell’Abbazia vallombrosiana di Moscheta e illustra le principali fasi di trasformazione del paesaggio dell’Appennino mugellano dal Medioevo ad oggi. The museum is located in the historic Vallombrosa abbey of Moscheta and illustrates the main phases in the transformation of the local landscape from the Middle Ages to the present day.

MUSEO DELLA PIETRA SERENA

Presso La Rocca - Piazza Don Stefano Casini, 5 – Firenzuola tel. 055 8199477 - www.comune.firenzuola.fi.it Lunedì 15.30-17.30; Venerdì 15.30-18.30; Sabato, Domenica e festivi 10.30-12.30 Aperto per Pasquetta e 25 Aprile: 15.30-17.30 e 1° Maggio: 10.30-12.30 Chiuso: Natale, Capodanno, Pasqua. Il museo illustra le antiche tecniche di estrazione e di lavorazione della pietra serena, racconta il legame della pietra serena presenza tangibile nel paesaggio e nella vita quotidiana degli abitanti di Firenzuola. The museum illustrates the techniques for the extraction and processing of the pietra serena stone. It tells of the stone’s links with everyday life of the inhabitants of Firenzuola.

37


MUSEO DELLE GENTI DI MONTAGNA e MUSEO ARCHEOLOGICO ALTO MUGELLO

Presso il Palazzo dei Capitani - Piazza Ettore Alpi, 1 - Palazzuolo sul Senio tel. 055 8046008 – 055 8046154 – 055 8046283 www.comune.palazzuolo-sul-senio.fi.it Aperto dal Sabato precedente Pasqua fino al 30 Giugno: Sabato, Domenica e festivi 15-18 (chiuso a Pasqua ma aperto a Pasquetta) Luglio e Agosto: Martedì 20.30-23; Giovedì, Sabato, Domenica e festivi 16-19 Da Settembre all’Epifania: Sabato, Domenica e festivi 15-18 Chiuso: Pasqua, Natale, 1° Gennaio e dal 7 Gennaio fino al Sabato di Pasqua. Il Palazzo dei Capitani ospita il Museo delle Genti di Montagna, collezione di più di mille oggetti che raccontano la storia di una comunità montana di confine ormai estinta. All’ultimo piano dell’edificio si trova il Museo Archeologico Alto Mugello. Palazzo dei Capitani houses the Mountain Peoples’ Museum with its collection of over one thousand objects that tell the story of mountain community, recalling a rural world that is no more. The top floor of the building hosts the Alto Mugello Archaeological Museum.

CENTRO DOCUMENTAZIONE RICERCHE STORICHE DI GOTICA TOSCANA

Località Ponzalla, 47 – Scarperia e San Piero tel. 335 763 2983 - 328 826 1785 www.museogotica.it - Mercoledì e Venerdì 09-13.30 - Sabato e Domenica 09.30-12.30 /14-18.30 Chiuso a Capodanno, Pasqua e Natale. Il Centro Documentazione e Ricerche Storiche di Gotica Toscana è nato per salvaguardare la memoria del passaggio della Seconda Guerra Mondiale in Toscana, con particolare attenzione agli eventi che nel Settembre 1944 videro protagonisti gli Appennini a Nord di Firenze. The Centre for Historical Research and Documentation called “Gotica Toscana” was created to preserve the memory of the Second World War in Tuscany, with particular attention to the events in September 1944 when the Apennines north of Florence were a focal point.

MUSEO DEI FERRI TAGLIENTI PALAZZO DEI VICARI

Piazza dei Vicari - Scarperia (Scarperia e San Piero) tel: 055 8468165 - fax 055 8468862 www.prolocoscarperia.it- www.museoferritaglientiscarperia.it Dal 1° Novembre al 30 aprile: Mercoledì, Giovedì e Venerdì: 10 -13 - Sabato, Domenica e festivi: 10 - 13 / 14.30-18 Dal 1° Maggio al 31 Ottobre: da Mercoledì a Domenica: 10 -13/ 14.30-18.30 (festivi compresi) Aperto tutte le festività, eccetto il giorno di Natale. La Bottega del Coltellinaio è aperta solo su prenotazione. Il percorso museale è costituto dagli appartamenti arredati ed affrescati del Vicario, oggi anche sede di mostre temporanee, e dalla collezione permanente di lame del Museo che ripercorrono la storia locale della tradizionale lavorazione artigianale dei coltelli di Scarperia. The museum trail consists of the furnished and frescoed apartments of the Vicario building, which today also hosts temporary exhibitions, and the museum’s permanent collection of blades tracing the local history of traditional knife craft in Scarperia.

MUSEO DI VITA ARTIGIANA E CONTADINA CON PERSONAGGI IN MOVIMENTO di Leprino

presso Centro Polivalente – Sant’Agata (Scarperia e San Piero) tel. 055 8406850 - 327 223698 Da Maggio a Ottobre: Domenica e festivi 15.30 - 18.30 Da Novembre ad Aprile: Domenica e festivi 15 –18 Ambientazioni e personaggi in movimento ideati e realizzati da Faliero Lepri, detto Leprino, che ha ricreato il paese della propria infanzia con scene e gesti della vita e del lavoro quotidiano del piccolo centro di Sant’Agata. Ambiences and moving figures designed and created by Faliero Lepri, known as Leprino, who has recreated the village of his childhood with scenes and activities of everyday life and work in the small village of Sant’Agata.

38


CENTRO DI DOCUMENTAZIONE ARCHEOLOGICA DI SANT’AGATA

Esposizione e Laboratorio didattico - presso Chiostro della Pieve di Sant’Agata Via della Pieve, 3 - Sant’Agata (Scarperia e San Piero) tel. 055 8406853 – 328 8262781 - www.museisantagata.it. Da Aprile a Ottobre: domenica e festivi 16-19 - Novembre, Febbraio e Marzo Domenica e festivi 15-18, Dicembre e Gennaio: aperto solo su prenotazione per gruppi di minimo 10 persone. Chiuso per Pasqua, 15 Agosto e Natale. L’esposizione documenta i principali rinvenimenti archeologici del Mugello occidentale nel lunghissimo periodo che va dalla preistoria attraverso i secoli. The exhibition documents the main archaeological finds from the western Mugello spanning many centuries from prehistory onwards.

RACCOLTA DI ARTE SACRA S. AGATA

Via della Pieve, 3 - Sant’Agata (Scarperia e San Piero) tel. 055 8406853 - 328 8262781 – www.museisantagata.it Aprile a Ottobre: domenica e festivi 16-19 - Novembre, Febbraio e Marzo Domenica e festivi 15-18, Dicembre e Gennaio: aperto solo su prenotazione per gruppi di minimo 10 persone. Chiuso per Pasqua, 15 Agosto e Natale. L’esposizione è nata dalla necessità di tutelare e valorizzare le numerose opere provenienti da tabernacoli e chiese abbandonate del territorio santagatese nonché preziose testimonianze della vita artistica della Pieve. The exhibition comes about from the need to protect and value the numerous works from tabernacles and abandoned churches in the Sant’Agata area, as well as precious works of art from the pieve.

MUSEO DI ARTE SACRA E RELIGIOSITà POPOLARE BEATO ANGELICO

Piazza Don Milani,6 – Vicchio tel. 055 8448251 - 055 8439225 – Da Maggio al 16 Settembre: giovedì e venerdì 15.30-19.30; sabato e domenica 10-13 / 15.30-19.30. Dal 22 Settembre al 28 Ottobre: sabato e domenica 10-13 e 15.30-19.30. Da Novembre 2018 ad Aprile 2019: domenica 10-13 e 14-18. Epifania, Pasqua, Lunedì di Pasqua, 25 Aprile, 2 e 24 Giugno, 15 Agosto, 8 e 26 Dicembre 15-19. Il museo raccoglie non solo opere d’arte come le tele, gli arredi ed i paramenti liturgici delle pievi non più in esercizio ma anche piccoli oggetti di culto locale. The museum hosts not only works of art such as canvases, furnishings and religious items from the divested pievi, but also small local cult objects.

CASA DI GIOTTO

Colle di Vespignano – Vicchio 328 5990920 - 348 9172065 - 328 7634798 Da Maggio al 16 Settembre: giovedì e venerdì 15.30-19.30; sabato e domenica 10-13 / 15.30-19.30. Dal 22 Settembre al 28 Ottobre: sabato e domenica 10-13 e 15.30-19.30. Da Novembre 2018 ad Aprile 2019: domenica 10-13 e 14-18. Nei giorni festivi: Epifania, Pasqua, Lunedì di Pasqua, 25 Aprile, 2 - 24 Giugno, 15 Agosto, 8 e 26 Dicembre 15-19. Gli ambienti del museo, al piano terra, sono dedicati a Giotto: il visitatore può fruire sia di un video sulla figura dell’artista, sia di postazioni multimediali interattive. Il piano superiore è laboratorio con due stanze per le mostre e la stanza dei colori. The first rooms in the museum, on the ground floor, are devoted to Giotto: visitors can enjoy both a video on the artist and interactive multi-media stations. The upper floor is a workshop with two rooms for exhibitions and a “colour room”.

39


La Ferrovia Faentina: un viaggio turistico a bassa velocità La prima transappenninica d’Italia costruita alla fine dell’800

Il 1893 fu un anno indimenticabile per la Toscana e per la Romagna: finalmente la ferrovia aveva domato la montagna e permesso il collegamento di due mari e due porti: il Tirreno con Livorno e l’Adriatico con Ravenna. La ferrovia di 101 km partiva dalla stazione di S. Maria Novella in Firenze e dopo 16 stazioni intermedie (tra cui Vaglia, S. Piero, Borgo S. Lorenzo, Ronta, Marradi, Brisighella) giungeva a Faenza. La ferrovia era ricca di opere d’arte: il magnifico ponte sul Rio Trillero (tra Panicaglia e Ronta) tutto in pietra serena con spallette a sesto ribassato di 36 metri e con altre otto piccole luci, i viadotti sul Buggiano, sul Rio Morto e del Poggio e il bellissimo ponte-viadotto sul Lamone e sulla statale faentina a Marradi di 199 mt. sono monumenti eccezionali dell’ingegneria ferroviaria italiana. Il 30 giugno 1913 veniva aperto il tratto di 32 km Borgo S. Lorenzo-Pontassieve per creare un collegamento più pratico della Faentina con la Firenze-Roma e l’Italia Centrale. Lungo il percorso furono dislocate le stazioni di Vicchio, Dicomano, Contea-Londa e Rufina. La linea rasentava a tratti la riva sinistra e destra del fiume Sieve. Nell’anno 1944-45 i tedeschi in ritirata distrussero sistematicamente il tratto Firenze-Borgo San Lorenzo: ponti, viadotti e gallerie furono fatti saltare con mine, cariche di tritolo ed altri esplosivi. I tratti Borgo-Faenza e Borgo-Pontassieve furono ripristinati all’esercizio negli anni successivi alla guerra mentre la ricostruzione della faentina nel tratto Borgo S. Lorenzo-Firenze è iniziata solo negli anni ‘80 e il 14 gennaio 1999 la ferrovia è stata riattivata ufficialmente.

The Faentina railway: a tourist trip at low speed The first trans-Apennine of Italy built in the late 800

The year 1893 was an unforgettable year for Tuscany and Romagna: finally the railway had tamed the mountain and permited the connection of the two seas and the two ports: the Tyrrhenian Sea with Leghorn and the Adriatic Sea with Ravenna. The 101 kilometre long railway strarted from S.Maria Novella Station in Florence and after sixteen intermediate stations (among which Vaglia, S. Piero, Borgo S. Lorenzo, Ronta, Marradi, Brisighella), it reached Faenza. The railway was rich of works of art: the splendid bridge on the stream Trillero (between Panicaglia and Ronta) all in “pietra serena” (a grey stone from Firenzuola) with splays in arches lowered by 36 metres and with other eight small lights; the road bridges on the Buggiano, on the Rio Morto and of the Poggio and the very beautiful rail bridges on the Lamone and on the Faentina main road at Marradi which is 199 metres long, are extraordinary monuments of the Italian railway engineering. On the 30th June 1913, the 32 kilometre long stretch Borgo S. Lorenzo-Pontassieve was opened to create a more practical connection of the Faentina to the Florence-Rome line and to central Italy. The stations of Vicchio, Dicomano, Contea-Londa and Rufina had been placed on the way: every now and then the line passed very close to the left and right banks of the river Sieve. In 1944-45, the Germans in a withdrawal, systematically destroyed the stretch Florence-Borgo S. Lorenzo; bridges, rail bridges and tunnels were blown up by mines charged with TNT and other explosives. The lines Borgo S. Lorenzo-Faenza and Borgo S. Lorenzo-Pontassieve were brought back to move in the years following the war while the reconstruction of the Faentina section Borgo S. Lorenzo-Florence was started only in the 80s and on the 14th January 1999 the railway was officially put back into service.

Con il treno alla scoperta di ricchezze ambientali e storico artistiche

Sulla ferrovia “Faentina” non corrono i treni a vapore – se non in alcuni periodi dell’anno in occasione ad esempio delle sagre dei marroni a Marradi – e neppure l’Orient-Express, ma vale davvero la pena di fare il viaggio per godersi panorami stupendi in pieno relax. A bordo del treno a “bassa velocità” si attraversano i boschi di castagno e faggio dell’Appennino tosco-romagnolo, le colline delle Valli del Lamone, del Mugello e della Sieve con la possibilità di scendere alle stazioni e di visitare città e paesi ricchi di pievi, palazzi signorili e musei. Ricordiamo Faenza, Brisighella, Marradi, Borgo San Lorenzo, San Piero a Sieve, Vicchio e Dicomano. La Faentina è chiamata anche il “Treno di Dante” per la possibilità che offre di penetrare due città d’arte legate al sommo poeta quali Firenze e Ravenna. Sui treni della linea faentina è anche ammesso il trasporto di biciclette al seguito del viaggiatore.

Discovering environmental, historical and artistic treasures by train

On the Faentina railway neither the steam trains nor the Orient-Express use to run - except on special occasions as the chestnut festival in Marradi - but it is worth to enjoy the trip and the amazing landscape. Aboard a “low speed” train, along the Mugello, Sieve and Lamone Valleys, we cross wild woods of chestnut and beech passing through the Tuscan-Romagna Apennine. Along the way, there are many stops to historical towns rich of churches, noble palaces and museums, including Faenza, Brisighella, Marradi, Borgo San Lorenzo, San Piero a Sieve, Vicchio and Dicomano. The Faentina is also known as the “Dante train” because it allows the visit to two important cities where the great poet lived, Florence and Ravenna. On the Faentina trains it is allowed to carry on bicycles.

40


OraRi treni - Train Schedules anche festivo holidays included

MARRADI - BORGO - FIRENZE VIA VAGLIA (Ferrovia Faentina) Marradi - Palazzuolo sul Senio

05.29

06.36

Crespino sul Lamone

05.42

06.51

Ronta

05.54

07.04

Borgo San Lorenzo

06.13

06.30

06.48

07.23 07.28

San Piero a Sieve

06.18

06.36

06.53

Campomigliaio

06.22

06.40

06.58

07.54

solo festivo holidays only

08.57

10.57

09.09

11.09

12.57 13.09

08.14

09.21

11.21

13.21

08.01

08.32

09.32

11.32

12.32

12.50

13.32

08.09

08.37

09.37

11.37

12.37

12.55

13.37

08.14

13.00

Vaglia

06.27

06.45

07.02

07.36

08.20

08.44

09.44

11.44

12.44

13.06

13.44

Fiesole – Caldine

06.39

06.57

07.17

07.47

08.33

08.56

09.56

11.56

12.56

13.26

13.56

Firenze S.M.Vecchio

06.46

07.23

07.53

08.41

09.04

10.04

12.04

13.04

14.04

Le Cure

07.07

08.43

13.35

Firenze Campo Marte

07.10

08.48

13.38

Firenze S.M.N.

07.33

08.01

09.11

Marradi - Palazzuolo sul Senio

14.14

14.57

Crespino sul Lamone

14.45

15.09

Ronta

14.57

15.21

15.08

15.32

16.32

17.32

18.32

18.51

19.36

20.32

21.32

15.37

16.37

17.37

18.37

18.57

19.43

20.37

21.37

Borgo San Lorenzo

06.52

13.50

14.32

San Piero a Sieve

13.55

14.37

Campomigliaio

14.00

10.11

12.11

13.11

14.11

16.57

19.00

20.57

17.09

19.12

21.09

17.21

19.24

21.21

Vaglia

14.06

14.44

15.44

16.44

17.44

18.44

19.06

19.53

20.44

21.44

Fiesole - Caldine

14.26

14.56

15.56

16.56

17.56

18.56

19.23

20.08

20.56

21.56

15.04

16.04

17.04

18.04

19.04

20.16

21.04

22.04

20.22

21.10

22.11

Firenze S.M.Vecchio Le Cure

14.33

Firenze Campo Marte

14.36

Firenze S.M.N.

19.33 19.36 14.11

16.11

17.11

18.11

19.11

FIRENZE - BORGO – MARRADI VIA VAGLIA (Ferrovia Faentina) Firenze S.M.N.

05:24

07.29

09.40

11.40

13.40

14.40

15.40

14.10

Firenze Campo Marte

14.14

Le Cure Firenze S.M.Vecchio

05:29

07.37

09.46

11.46

13.46

Fiesole - Caldine

05:36

07.44

09.53

11.53

13.53

10.09

12 09

14.09

Vaglia

05:47

08.02

Campomigliaio

05:52

08.07

San Piero a Sieve

05:56

08.11

12.16

17.18 15.46

17.20

17.46

19.46

14.23

14.53

15.53

17.28

17.53

19.53

14.41

15.09

16.09

17.41

18.09

20.09

18.16

20.16

14.16

14.54 14.58

Borgo San Lorenzo

06:03

08.22

09.33

10.22

12.22

14.22

Ronta

06:12

08.32

09.43

10.32

12.32

14.32

19.40

14.46

14.48 10.16

17.40 17.15

17.48 15.16

16.16

17.54

15.22*

16.22

17.59

15.42

16.32

18.22

20.22

18.34

20.32

Crespino sul Lamone

06:23

08.44

09.55

10.44

12.44

14.44

15.54

16.44

18.46

20.44

Marradi - Palazzuolo sul Senio

06:34

08.55

10.06

10.55

12.55

14.55

16.06

16.55

18.58

20.55

41


OraRi treni - Train Schedules BORGO SAN LORENZO - FIRENZE VIA PONTASSIEVE NOTE Borgo San Lorenzo

RB2F

R2GF

RB2GF

R2GBF

RB2FG

RB2F

RB2F

RB2Fh

RB2F

RB2Fh

5.05

5.37

6.08

6:32

7:24

7:52

8:43

10:47

12:47

13:47

5.40

6.11

6:35

7:28

7:55

8:46

10:50

12:50

13:50

B. S. Lorenzo Rimorelli Vicchio

5.12

5.46

6.18

6:42

7:34

8:01

8:53

10:56

12:56

13:56

Dicomano

5.19

5.54

6.26

6:51

7:46

8:09

9:05

11:05

13:05

14:05

Contea - Londa

5.23

6.00

6.32

6:57

7:51

8:14

9:11

11:11

13:11

14:11

6.05

6.37

7:03

7:57

9:17

11:17

13:17

14:21

Scopeti Rufina

5.30

6.08

6.41

7:08

8:02

8:26

9:24

11:24

13:24

14:28

Pontassieve

5.38

6.16

6.54

7:22

8:12

8:40

9:37

11:37

13:37

14:37

6.21

7.00

8:17

8:45

9:42

11:42

13:42

14:42

Sieci

7.05

Compiobbbi Firenze Campo di Marte

5.55

Firenze S. M. Novella

6.03

6.31

8:22

7.14

7:37

8:33

8:58

9:54

11:54

13:54

14:54

7.24

7:45

8:42

9:05

10:02

12:02

14:02

15:02

NOTE

RB2F

RB2Fh

RB2F

RB2Fh

RB2FG

Borgo San Lorenzo

14:43

15:47

16:47

17:47

18:48

B. S. Lorenzo Rimorelli

14:46

15:50

16:50

17:50

Vicchio

14:52

15:56

16:56

17:56

Dicomano

15:01

16:05

17:05

Contea - Londa

15:07

16:11

17:11

Scopeti

15:17

16:17

Rufina

15:24

Pontassieve

15:37

Sieci

RB2FG

RB2Fh

19:47

20:47

19:50

20:50

18:56

19:56

20:56

18:05

19:04

20:05

21:05

18:11

19:09

20:11

21:11

17:17

18:17

19:19

20:17

21:17

16:24

17:24

18:24

19:23

20:24

21:24

16:37

17:37

18:37

19:37

20:37

21:37

15:42

16:42

17:42

18:42

19:42

20:42

21:42

Firenze Campo di Marte

15:54

16:54

17:54

18:54

19:54

20:54

21:54

Firenze S. M. Novella

16:02

17:02

18:02

19:02

20:02

21:02

22:02

Compiobbbi

42


OraRi treni - Train Schedules FIRENZE - BORGO SAN LORENZO VIA PONTASSIEVE NOTE

RB2FGh

RB2FG

R2F5

RB2GF7h

RB2Fh

RB2Fh

RB2F

RB2F

RB2 Fh

Firenze S.M.N

5.17

6.32

7.25

7.55

8.55

9.52

10.52

11.55

12.55

Firenze Campo di Marte

5.23

6.39

7.31

8.01

9.01

9.59

10.59

12.01

13.01

Compiobbi

5.30

6.47

Sieci

5.34

6.53

8.12

9.13

10.11

11.11

12.13

13.13

Pontassieve

5.39

7.00

7.51

8.18

9.19

10.19

11.19

12.19

13.19

Rufina

5.47

7.12

8.04

8.30

9.28

10.28

11.28

12.28

13.28

Scopeti

5.51

7.17

8.10

8.35

9.33

10.33

11.33

12.33

13.33

Contea - Londa

6.02

7.23

8.18

8.41

9.39

10.39

11.39

12.39

13.39

Dicomano

6.06

7.27

8.22

8.46

9.44

10.44

11.44

12.44

13.44

Vicchio

6.20

7.38

8.29

8.57

9.58

10.58

11.54

12.58

13.58

9.04

10.04

11.04

12.01

13.04

14.04

9.08

10.08

11.08

12.08

13.08

14.08

B. S. Lorenzo Rimorelli Borgo San Lorenzo

7.44 6.30

7.50

8.36

NOTE

RB2F

RB2F

RB2 Fh

Firenze S.M.N

14.19

14:55

15:55

Firenze Campo di Marte

14.26

15:01

16:01

Compiobbi

14.35

Sieci

14.41

15:13

Pontassieve

14.47

15:19

Rufina

14.57

Scopeti Contea - Londa

RB2Fh

RB2FG

RB2FGh

RB2h

RB2F G9

RB2 Fh

RB2

17:55

18:55

19:55

19:55

20:55

20:55

17:01

18:01

19:01

20:01

20:01

21:01

21:01

16:13

17:13

18:13

19:13

20:13

20:13

21:13

21:13

16:19

17:19

18:19

19:19

20:19

20:19

21:19

21:19

15:28

16:28

17:28

18:28

19:28

20:28

20:28

21:28

21:28

15.02

15:33

16:33

17:33

18:33

19:33

20:33

20:33

21:33

21:33

15.11

15:39

16:39

17:39

18:39

19:39

20:39

20:39

21:39

21:39

Dicomano

15.16

15:44

16:44

17:44

18:44

19:44

20:44

20:44

21:44

21:44

Vicchio

15.24

15:58

16:58

17:58

18:58

19:58

20:58

20:58

21:52

21:58

B. S. Lorenzo Rimorelli

15.30

16:04

17:04

18:04

19:04

20:04

21:04

21:04

21:57

22:04

Borgo San Lorenzo

15.37

16:08

17:08

18:08

19:08

20:08

21:08

21:08

22:02

22:08

NOTE R Treno “Regionale” B Servizio di trasporto bici a seguito 2 Servizio di seconda classe h Treno con carrozza attrezzata per il trasporto di passeggeri su sedia a rotelle G Treno garantito in caso di sciopero nei giorni feriali. L’orario effettivo di arrivo e partenza nelle singole stazioni e la tratta garantita possono essere diversi da quanto indicato F Non circola nei giorni festivi 3 Non circola nei giorni festivi dal 8 Giugno al 29 Agosto 4 Non circola nei giorni festivi dal 1 Settembre al 14 Dicembre 5 Circola dal 10 Giugno al 29 Agosto 6 Circola dal 1 Dicembre a 7 Giugno e dal 26 Agosto a 14 Dicembre 7 Circola dal 9 Giugno al 29 Agosto e dal 26 Agosto al 14 Dicembre 8 Circola dal 9 Dicembre al 27 Luglio nei giorni festivi dal 28 Luglio al 25 Agosto ogni giorno dal 26 Agosto al 14 Dicembre 9 Non circola nei giorni festivi il 24 Dicembre e il 31 Dicembre S Sabato * Cambio R Regional Train B Bicycle service transportation 2 Second class service h Train equipped for passengers in wheelchairs G Train guaranteed in case of a weekday strike. Arrival and departure schedules can be found at each train station and the guaranteed stops can be different from those indicated on the schedule F No service on Sundays and holidays 3 No service on Sundays and holidays from 8/6 to 29/8 4 No service on Sundays and holidays from 1/9 to 14/12 5 Service from 10/6 to 29/8 6 Service from 1/12 to 7/6 and from 26/8 to 14/12 7 Service from 9/6 to 29/8 and from 26/8 to 14/12 8 Service from 9/12 to 27/7 on Sundays and holidays, from 28/7 to 25/8 everyday and from 26/8 to 14/12 9 No service on 24/12 and 31/12 S Saturday * Train change

43


OraRi BUS - BUS Schedules

BORGO SAN LORENZO - FIRENZE VIA VAGLIA NOTE

LUNSAB F

LUNVEN 80

LUNVEN 40

SAB

LUNSAB 40

LUNSAB30

LUNVEN C

LUNVEN C

LUNVEN

SAB C

LUNVEN 40

Borgo San Lorenzo

4:35

5:30

5:30

5:30

6:00

6:00

6:10

6:30

6:30

6:30

La Torre

4:39

5:35

5:35

5:35

6:05

6:05

6:15

6:35

6:35

6:35

San Piero A Sieve

4:43

5:40

5:40

5:40

6:10

6:10

6:20

6:40

6:40

Campomigliaio

4:48

5:42

5:45

5:45

6:15

6:15

6:25

6:45

Vaglia

4:55

5:45

5:50

5:50

6:20

6:20

6:30

Fontebuona

5:01

5:52

5:55

5:57

6:25

6:25

Pratolino

5:04

5:55

6:00

6:00

6:30

6:30

Montorsoli

5:07

5:58

6:03

6:04

6:33

Trespiano

5:10

6:01

6:06

6:08

Firenze P.za Libertà

5:18

6.15

6:18

Firenze Largo Alinari

5:20 6:25

6:25

LUNVEN C

LUNSAB C

Firenze Autostaz. SITA NOTE

FEST. C

LUNVEN 30

SAB

LUNVEN 28

6:40

7:00

7:00

7:00

6:45

7:05

7:05

7:05

6:40

6:50

7:10

7:10

7:10

6:45

6:45

6:55

6:53

7:15

7:15

7:15

6:50

6:50

6:50

7:00

7:00

7:20

7:20

7:25

6:35

6:55

6:55

6:55

7:07

7:07

7:25

7:25

7:30

6:36

7:00

7:00

7:00

7:10

7:10

7:30

7:30

7:35

6:33

6:38

7:06

7:06

7:06

7:13

7:13

7:34

7:36

7:38

6:36

6:36

6:41

7:11

7:11

7:11

7:16

7:16

7:38

7:41

7:41

6:23

6:50

6:50

6:50

7:25

7:20

7:32

7:30

7:50

7:50

7:50

6:30

6:55

7:00

7:40

7:40

8:00

7:15

LUNSAB

LUNSAB C

LUNSAB

LUNSAB 26/30

7:30

SAB 40

7:30

LUNSAB 26/30 C

LUNVEN 26

LUNVEN C

LUNVEN 40

LUNVEN 27

LUNVEN C

SAB 80 C

Borgo San Lorenzo

7:00

7:25

8:00

9:15

10:00

11:00

12:00

13:05

15:00

15:05

15:05

15:10

15:45

15:45

La Torre

7:05

7:30

8:05

9:20

10:05

11:05

12:05

13:10

15:05

15:15

15:15

15:15

15:50

15:50

San Piero A Sieve

7:10

7:35

8:10

9:24

10:10

11:10

12:10

13:15

15:10

15:19

15:19

15:20

15:55

15:55

Campomigliaio

7:15

7:40

8:15

9:28

10:15

11:15

12:15

13:20

15:15

15:25

15:25

15:25

16:00

16:00

Vaglia

7:20

7:45

8:20

9:35

10:20

11:20

12:20

13:25

15:20

15:30

15:30

15:30

16:05

16:05

Fontebuona

7:25

7:50

8:25

9:40

10:25

11:25

12:27

13:30

15:27

15:35

15:35

15:37

16:10

16:10

Pratolino

7:30

7:55

8:30

9:45

10:30

11:30

12:30

13:35

15:30

15:37

15:37

15:40

16:15

16:15

Montorsoli

7:36

7:58

8:36

9:49

10:36

11:34

12:34

13:41

15:34

15:42

15:42

15:44

16:21

16:21

Trespiano

7:41

8:01

8:41

9:53

10:41

11:38

12:38

13:46

15:38

15:46

15:46

15:48

16:26

16:26

10:08

10:55

11:53

12:53

14:00

15:53

16:00

16:00

16:03

Firenze P.za Libertà

7:55

8:20

8:55

Firenze Largo Alinari

8:00

8:25

9:00

11:00 10:15

Firenze Autostaz. SITA

14:05 12:00

13:00

16:00

16:05

16:40

16:40

16:45

16:45

16:10

NOTE

LUN-VEN 40

SAB

SAB

LUN-VEN

FEST.

LUN-VEN 30

SAB

LUN-VEN

SAB

LUN-SAB

Borgo San Lorenzo

16:00

16:00

16:40

17:15

17:15

18:10

18:10

18:50

19:00

19:45

La Torre

16:05

16:05

16:45

17:20

17:20

18:15

18:15

18:55

19:05

19:50

San Piero A Sieve

16:10

16:10

16:50

17:24

17:25

18:20

18:20

19:00

19:10

19:55

Campomigliaio

16:15

16:15

16:55

17:30

17:30

18:23

18:23

19:03

19:15

20:00

Vaglia

16:20

16:20

17:00

17:35

17:35

18:30

18:30

19:10

19:20

20:05

Fontebuona

16:27

16:27

17:07

17:40

17:42

18:35

18:35

19:17

19:27

20:12

Pratolino

16:30

16:30

17:10

17:45

17:45

18:40

18:40

19:20

19:30

20:15

Montorsoli

16:33

16:34

17:14

17:49

17:49

18:44

18:44

19:24

19:34

20:19

Trespiano

16:36

16:38

17:18

17:53

17:53

18:48

18:48

19:28

19:38

20:23

Firenze P.za Libertà

16:52

16:53

17:33

18:08

18:08

19:03

19:03

19:43

19:53

20:38

17:00

17:00

17:40

18:15

18:15

19:10

19:10

19:50

20:00

20:45

Firenze Largo Alinari Firenze Autostaz. SITA

NOTE 26 Si effettua nei giorni di chiusura scuole e nelle vacanze di Natale e Pasqua 27 Si effettua nei giorni di scuola 28 Si effettua dall 15/09 al 10/06 30 Si effettua dal 11/06 al 14/09 40 Si effettua dal 28/07 al 31/08 80 Sospesa dal 28/07 al 31/08 118 parte da Guidoni CRF 26 Runs only on days when school is closed and during Christmas and Easter holidays 27 Runs on school days 28 Runs from 15/09 to 10/06 30 Runs from 11/06 to 11/09 40 Runs from 29/06 to 1 August 80 Suspended from 28/07 to 31/08 118 Departs from Guidoni CRF.

44


OraRi BUS - BUS Schedules FIRENZE - BORGO SAN LORENZO VIA VAGLIA NOTE

LUNSAB

LUNSAB

LUNVEN

SAB 30

Firenze Autost. Busitalia

6:00

6:30

7:00

7:00

LUNVEN

6:08

6:40

7:10

7:10

LUNSAB C

8:20 7:50

Firenze Largo Alinari Firenze P.za Libertà

LUNSAB C

7:55

SAB 30

LUNVEN 40

10:30

11:00

10:40

11:08

9:00 8:25

9:05

LUN-VEN 80

LUNSAB C

LUN-SAB C

11:35

12:25

13:10

11.40

12:30

13:15

Trespiano

6:22

6:49

7:19

7:19

8:04

8:39

9:14

10:49

11:22

11.49

12:39

13:24

Montorsoli

6:25

6:54

7:24

7:24

8:09

8:44

9:19

10:54

11:25

11.54

12:44

13:29

Pratolino

6:30

7:00

7:30

7:30

8:15

8:50

9:25

11:00

11:30

12:00

12:50

13:35

Fontebuona

6:35

7:05

7:35

7:35

8:20

8:53

9:30

11:05

11:35

12.05

12:55

13:40

Vaglia

6:40

7:10

7:40

7:40

8:30

9:00

9:40

11:10

11:40

12.15

13:05

13:50

Campomigliaio

6:45

7:17

7:47

7:47

8:37

9:07

9:47

11:17

11:47

12.22

13:12

13:57

San Piero A Sieve

6:50

7:20

7:50

7:50

8:40

9:10

9:50

11:20

11:50

12.25

13:15

14:00

La Torre

6:55

7:25

7:55

7:55

8:45

9:15

9:55

11:25

11:55

12.30

13:20

14:05

Borgo San Lorenzo

7:00

7:30

8:00

8:00

8:50

9:20

10:00

11:30

12:00

12.35

13:25

14:10

NOTE

LUNVEN

SAB

LUNVEN 40

LUNSAB

FEST.

SAB

FEST. C

LUN-VEN C

LUN-VEN 40/118

SAB 30

Firenze Autost. Busitalia

13:35

13:35

14:00

14:30

14:45

15:30

17:30

17:30

15:30

15:35

Firenze P.za Libertà

13:43

13:45

14:10

14:40

14:55

15:40

15:35

15:40

16:20

16:35

17:40

17:40

Trespiano

13:53

13:54

14:19

14:49

15:04

15:49

15:44

15:49

16:29

16:44

17:49

17:49

Montorsoli

13:57

13:59

14:24

14:54

15:09

15:54

15:49

15:54

16:34

16:49

17:54

17:54

Firenze Largo Alinari

LUNVEN C

LUNVEN 30/80 16:10

16:30

Pratolino

14:05

14:05

14:30

15:00

15:15

16:00

15:55

16:00

16:40

16:55

18:00

18:00

Fontebuona

14:08

14:10

14:35

15:05

15:20

16:05

16:00

16:05

16:45

17:00

18:05

18:05

Vaglia

14:15

14:15

14:40

15:10

15:25

16:10

16:10

16:15

16:50

17:10

18:10

18:10

Campomigliaio

14:22

14:22

14:47

15:17

15:31

16:17

16:17

16:22

16:57

17:17

18:15

18:17

San Piero A Sieve

14:25

14:25

14:50

15:20

15:35

16:20

16:20

16:25

17:00

17:20

18:20

18:20

La Torre

14:30

14:30

14:55

15:25

15:40

16:25

16:25

16:30

17:05

17:25

18:25

18:25

Borgo San Lorenzo

14:35

14:35

15:00

15:30

15:45

16:30

16:30

16:35

17:10

17:30

18:30

18:30

NOTE

LUNVEN C

LUNVEN

SAB

FEST.

LUNVEN

18:05

18:05

18:20

18:25

Firenze Autost. Busitalia Firenze Largo Alinari

17:50

LUNSAB C

LUNVEN

FEST.

LUNVEN 40

SAB

LUNVEN F

19:20

19:30

20:20

20:20

22:35

19:00

Firenze P.za Libertà

17:55

18:13

18:15

18:30

18:35

19:05

19:30

19:40

20:30

20:30

22:40

Trespiano

18:04

18:26

18:24

18:39

18:44

19:14

19:39

19:49

20:39

20:39

22:49

Montorsoli

18:09

18:30

18:29

18:44

18:49

19:19

19:44

19:54

20:44

20:44

22:53

Pratolino

18:15

18:35

18:35

18:50

18:55

19:25

19:50

20:00

20:50

20:50

22:59

Fontebuona

18:20

18:38

18:40

18:55

19:00

19:30

19:55

20:05

20:55

20:55

23:01

Vaglia

18:30

18:45

18:45

19:00

19:05

19:40

20:00

20:10

21:00

21:00

23:06

Campomigliaio

18:37

18:52

18:52

19:07

19:11

19:47

20:07

20:17

21:07

21:07

23:11

San Piero A Sieve

18:40

18:55

18:55

19:10

19:16

19:50

20:10

20:20

21:10

21:10

23:15

La Torre

18:45

19:00

19:00

19:15

19:20

19:55

20:15

20:25

21:15

21:15

23:19

Borgo San Lorenzo

18:50

19:05

19:05

19:20

19:25

20:00

20:20

20:30

21:20

21:20

23:20

45


STRUTTURE RICETTIVE - WHERE TO STAY

BARBERINO DI MUGELLO

Tel. 0558496003 Villa Ebe Tel. 055848019

B&B La Locanda Tel. 055 8420733 - B&B Linda Tel. 055 8423036 B&B Bellavista Tel. 349 5815861 B&B Belvedere Tel. 055 8423095 B&B Il Vignolino Tel. 335 428455 B&B Locanda Poggio agli Ulivi Tel. 055 8420461 B&B Villa Erbaia Tel. 0558423220 Hotel Barberino Tel. 055 8420051 Camping Il Sergente Tel. 055 8423018 B&B Casa colonica La Tramontana Tel. 055 8418204 Agriturismo Casa Degli Ulivi Tel. 055 8420302 B&B Casale Di Santamettole Tel. 055 8420772 Agriturismo Casanuova Degli Oleandri Tel. 055 8420670 Agriturismo Corzano Tel. 055 841403 Agriturismo Giratola Tel. 055 8417791 Hotel Gualtieri Tel. 055 8423163 Hotel Il Cavallo Tel. 055 8417899 B&B Il Castelluccio Tel. 055 8420772 Agriturismo Il Palazzaccio Tel. 055 8428110 Hotel Il Sergente Tel. 055 8423127 Hotel Inn Tel. 055 8420199 B&B La Casa Di Campagna Il Pruno Tel. 055 8416526 Hotel La Cavallina Tel. 055 8420086 Agriturismo La Chiusuraccia Tel. 055 8428672 Villa San Martino Tel. 0558417643 Villa la Maschere Resort Tel. 055847432 Residence Il Poggiolino Tel. 3285624267

Agriturismo Abeto Tel. 055 8387400 Agriturismo La Vacchietta Tel. 055 8351587 Agriturismo Pignano Tel. 055 8386905 Agriturismo Casa Al Campo Tel. 055 8389876 B&B Casa Pantano Tel. 055 8386234 Agriturismo Casa Verragoli Tel. 055 8387589 Agriturismo Fattoria Il Lago Tel. 055 838047 Fattoria Il Gheppio Tel. 0558387754 Agriturismo Francini Tel. 055 8385037 Agriturismo Frascole Tel. 055 8386340 B&B Gallicchio Pamela Tel. 055 8386182 Agriturismo I Nidi Di Bel Forte Tel. 055 8385163 Agriturismo Il Baco Tel. 055 8385181 B&B Il pino Del Capitano Tel. 055 8385038 B&B La Spiga Tel. 055 838208 Agriturismo Le Pozze Tel. 055 8387719 B&B L’Olmo Tel. 055 8389722 Agriturismo Orticaia Chiesa Tel. 055 8385141 Agriturismo Podere Vecci Tel. 055 8386866 Residence Park Valdisieve Tel. 055844256 Agriturismo Trebbiolo Tel. 055 8385140 Agriturismo Vigna La Corte Tel. 055 8397027

BORGO SAN LORENZO

SCARPERIA E SAN PIERO A SIEVE

Agriturismo Le Buche Tel. 0571 657033 Agriturismo San Vitale Tel. 055 8401158 Agritusmo L’orto Sull’Uscio Tel. 0552401197 Albergo Marrani Tel. 0558403005 Albergo Tre Fiumi Tel. 0558403015 Agriturismo Le Selve Tel. 0558408989 B&B Al Giardino Di Rosi Tel. 340 2393512 B&B Alla Corte Di Carla Tel. 055 8430205 B&B Alle Canicce Tel. 055 8456428 B&B Calamandrei Tel. 377 1897834 B&B L’Orto Sull’Uscio Tel. 055 8401197 B&B La Morella Tel. 055 8495623 B&B Podere Badia Tel. 055 8401126 B&B Casa Palmira Tel. 055 8409749 Agriturismo Collina Tel. 3387703815 B&B I Morelli Tel. 055 8495320 B&B I Sette Gatti Tel. 347 3088635 B&B Il Casale Di Aldo e Paola Tel. 055 8403529 Agriturismo Il Poggio Alle Ville Tel. 055 8408752 Monsignor Della Casa Tel. 055840821 Agriturismo Il Poggiolo Tel. 055 8495545 Albergo La Colla Tel. 055 8405013 B&B La Colombaia Tel. 055 8456183 Albergo La Rosa Tel. 055 8403010 Agriturismo La Topaia Tel. 055 8408741 B&B La Torretta Tel. 055 473965 Albergo La Locanda Degli Artisti Tel. 055 8455359 Agriturismo Palazzo Vecchio Tel. 333/9978977 Park Hotel Ripaverde-

In Mugello e Montagna Fiorentina

Tourist Magazine Anno XVIII - 2018 Tribunale FI del 15.04.2003 N. 5263 Publisher / Editore: STUDIO AD.ES di Elissa Spidalieri Via F. Niccolai, 16 - 50032 Borgo S. Lorenzo tel. +39 055/8494274 galletto@newnet.it Direttore responsabile / Editor in Chief: Pietro Mercatali Traduzioni inglese:Elissa Spidalieri Concessionaria esclusiva pubblicità / Advertising: STUDIO AD.ES di Elissa Spidalieri Via Niccolai, 16 Borgo San Lorenzo Tel. 390558494274 spidalieri.galletto@timenet.it Testi: Serena Pinzani, Andrea Bambi, Giuseppe Fammoni, Sara Pecorini, Alessio Castellani, Foto: Alessandro Cassigoli, Paolo Campidori, Antonio Barletti, Duccio Berzi, Corrado Perrone, Massimo Certini, Archivio “Il galletto”, Archivio Unione Montana dei Comuni del Mugello, Archivio Oste Ghibellina, Maurizo Ceseri, Fabiano Capirossi, Valentina Dainelli, Andrea Romiti, Studio Fotografico Paolo Menchetti (Barberino M.llo) - Studio Fotografico Francesco Noferini (B.S.Lorenzo) - Studio Fotografico Adriano Buccoliero (B.S.Lorenzo), Paolo Gucci, Carlo Marchi, Ilaria Arrighini, Claudia Fiorelli, Francesco Cosi, Andrea Lapi, Umberto Banchi. La riproduzione, anche parziale, solo dietro autorizzazione dell’editore. La redazione non risponde di eventuali variazioni ai programmi pubblicati. In collaborazione con l’Ufficio Unione dei Comuni, l’APT di Firenze. Si ringraziano particolarmente la Pro-Loco di Scarperia, il Photoclub Mugello. In copertina /Cover Photo Stemma dei Medici The Medici coat of arms

DICOMANO

Agriturismo Podere Fortuna Tel. 335 6124020 B&B Aura Tel. 348 5862377 B&B Intorno Firenze Tel. 055 8498212 B&B La Gabbianella e i gatti Tel. 055 846491 Albergo EBE Tel. 055 8498333 B&B La Cuccia Del Mugello Tel. 333 5241608 Albergo La Felicina Tel. 055 8498181 B&B La Pieve Tel. 055 8487182 Campeggio Mugello Verde Tel. 055 848511 Agriturismo Trebbio & Co Tel. 055 8498777 B&B Ranch Tel. 055 9050016 B&B Villa Sorripa Tel. 055 8406785 B&B Villino Alba Chiara Tel. 339 4342986 Albergo Il Giogo Tel. 055 8468320 B&B Della Donna Punto G Tel. 055 8430624 B&B Casanovasavelli Tel. 366 6090672 B&B Cinquecento Tel. 055 8430679 B&B Ferrone Tel. 055 846247 B&B I Praticini Tel. 055 846791 B&B Il Fienile Di Scarperia Tel. 055 8430578 B&B La Piazza Tel. 339 7618658 B&B Silvana Tel. 055 8406931 B&B Villa Manini Tel. 329 2216700 B&B Villa Medicea Lo Sprocco Tel. 055 8406012 B&B Carpineta Tel. 347 7511397 Agriturismo Catelaccio Tel. 055 8406624 B&B Fattoria Il Palagio Tel. 055 846376 Hotel Dei Vicari Tel. 055 846860 B&B Il Bronco Tel. 055 8430207 B&B Il

Colle Tel. 055 8406752 B&B Il Nido Di Gabbiano Tel. 340 5473750 Agriturismo La Castellana Tel. 055 8406752 B&B La Corte Di Ronzano Tel. 329 0530688 Residence Le Isole Tel. 055 8406119 Albergo Locanda San Barnaba Tel. 055 8431125 Agriturismo Lutiano Tel. 3332089143 Agriturismo Podere Il Colle Tel. 055 8406989 Residenza I Giardini Tel. 0558468096 Golf Club Poggio Dei Medici Tel. 05584350 Residence Mugello Resort Tel. 0558468204

VICCHIO B&B La Carbonaia Tel. 055 8493110 B&B Residenza Uliveta Tel. 335 7370070 Agriturismo Il Mugello Tel. 055 8493562 Albergo Montelleri Tel. 0558448638 B&B Kinga Tel. 0554554257 Poggio a Sieve Tel. 05584579881 Hotel Villa CampestriTel. 0558490107 Villa Medicea Poggio Bartoli Tel. 0558407912 B&B Al Codirosso Tel. 349 5130192 Agriturismo Attulaio Tel. 055 8493125 B&B La Due Volpi Tel. 055 8407874 B&B Mamma Serena Tel. 347 6265106 B&B Mugello Tel. 055 8407898 Agriturismo Bonciani Tel. 055 8449983 Agriturismo Farnetino Tel. 055 8497372 Agriturismo Fattoria Di Casole Tel. 055 8497383 Agriturismo Fattoria I Ricci Tel. 055 844784 Agriturismo Fattoria Le Case Tel. 055 844090 B&B Frutti Di Bosco Tel. 055 8493568 Agriturismo Il Chiuso Tel. 055 844646 Agriturismo Il Lauro Tel. 055 8407886 Agriturismo Il Muretto Tel. 055 8493536 Agriturismo Il Ponte Tel. 055 8407690 Agriturismo Il Villino Tel. 055 8408734 Agriturismo La Colombaia Tel. 055 8448028 Agriturismo La Commenda Tel. 055 8407924 Agriturismo La Stazione Di Monta Tel. 055 8497007 Agriturismo Muccianello Tel. 055 8448017 Agriturismo La Matteraia Tel. 055844688 Campeggio Vecchio Ponte Tel. 0558448306 Locanda Antica Porta Di Levante Tel. 055 844050

FIRENZUOLA Agriturismo I Confienti Tel. 348 7633669 Agr. Agrimagia della Fattoria Il Palazzo Tel. 055 818262 Agriturismo La Villa Tel. 055 812039 Albergo Ristorante Jolanda Tel. 055 819659 B&B Antico Borgo Tel. 051 9522024 B&B Il Confine Tel. 339 4832495 B&B La Vecchia Scuola Tel. 055 812251 B&B Le Vigne Tel. 055 8144207 Agriturismo Ba-

dia Di Moscheta Tel. 055 8144015 Albergo Berti Tel. 055 815265 Agriturismo Brenzone Tel. 055 819330 Campeggio La Futa Tel. 328 9248746 Albergo Gli Orzali Tel. 055 819761 Agriturismo Il Molinuccio Tel. 055 8144169 Agriturismo Il Passeggere Tel. 055 818188 Agriturismo La Fine Tel. 055 8173307 B&B La Cascata Tel. 055 816198 Agriturismo La Casetta Tel. 055 812038 B&B La Rocca Tel. 055 8109009 Agriturismo La Selva Di Frena Tel. 055 8199305 Agriturismo Le Tarelle Tel. 055 813523 Albergo Passo Della Futa Dal 1980 Tel. 055 815255 Agriturismo Rovignale Tel. 055 8149297 Albergo I Cacciatori Tel. 0558109009

MARRADI Agriturismo Al Volo Del Nibbio Tel. 055 8044225 Agriturismo Gamberaldi Tel. 338 4098157 B&B La Ginestra Tel. 333 8931093 B&B Val Stefano Tel. 055 8045961 Agriturismo Badia Della Valle Tel. 055 804849 B&B Campodavanti Tel. 055 8042248 B&B Casa Fabbri Tel. 055 8044204 B&B Casa Scheda Tel. 055 8044147 Agriturismo Casaluccio Di Gamogna Tel. 055 804820 Albergo Il Lago Tel. 055 8045035 B&B La Casine Delle Fate nel Castellaccio Tel. 055 684334 B&B La Colombaia Tel. 055 8045290 Agriturismo La Serra e Le Colombaie Tel. 055 804836 Albergo Le Scalelle Tel. 055 8045106 B&B Maretti Marco Tel. 333 7245461 Agriturismo Mazzino Tel. 335 393255 Agriturismo Monte Di Sotto Tel. 055 8045061 Palazzo Torriani Residenza d’Epoca Tel. 055 8042363 Agriturismo Pian Rosso Tel. 055 8045345 B&B Podere Casone Tel. 055 8049914 Agriturismo Popolano Di Sotto Tel. 055 8042411 Agriturismo Querceto Tel. 331 4335366

PALAZZUOLO SUL SENIO Albergo Antica Locanda e Country Chic Tel. 055 8046064 Residence Antico Borgo I Cancelli Tel. 055 8043100 B&B Ca’Scheta Tel. 348 9002622 B&B Il Borgo Sul Fiume Tel. 055 8046628 B&B La Fontana Tel. 334 3470095 Agriturismo Badia Di Susinana Tel. 055 8046630 Camping e Sorgenti Tel. 055 8046106 B&B Ca’Maranghi Tel. 339 5037865 Agriturismo Ca’Nova Tel. 055 8046569 Agriturismo Fantino Tel. 055 8046708 Hotel Europa Tel. 055 8046011 Agriturismo I Monti Tel. 055 8046850 B&B Le Spiagge Tel. 055 812281 Albergo Locanda Senio Tel. 055 8046019

Numeri utili Useful telephone numbers Aereoporti Airports Firenze: “A.Vespucci” (35 km): Tel 055 30615 / 055 3061300Bologna:“G.Marconi” (80 km): Tel. 0516479615 Pisa: “G.Galilei” (130 km): Tel. 050 849404 / 050 849400

Carabinieri I 112 State Police

Barberino: V.le della Repubblica, 50 Tel. 055841004 Borgo S. Lorenzo: Piazza Curtatone e Montanara, 42 Tel. 0558453900 Ronta: Via Faentina, 61 Tel. 0558403004 Dicomano: Via V. Veneto Tel. 055838017 Firenzuola: Viale Giovanni XXIII, 4 Tel. 055819004 Londa: Via S. D’Acquisto 3 Tel. 0558351512 Marradi: Via S. Rocco, 2 Tel. 0558045004 Palazzuolo sul Senio: Via Faggiola, 8 Tel. e fax 0558046977 Pontassieve: V. Algeri, 13 Tel. 0558304500 S. Godenzo: Via del Parco, 2 Tel. 0558374426 S.Piero a Sieve: P.zza Colonna, 6 Tel. 055848002 Scarperia: Via Buozzi, 5 Tel. 055846016 Vaglia: V.le della Stazione, 2 Tel. 055407915 Vicchio: Via della Repubblica, 17 Tel. 055844005

W

Comuni Town Hall

Borgo San Lorenzo: Tel. 055849661fax 0558456782 Dicomano: Tel. 055838541

fax 0558385423 Firenzuola: Tel. 055819941 fax 055819366 Londa: Tel. 055835251 fax 0558351163 Marradi: Tel. 0558045005 Fax 0558045803 Palazzuolo S. Senio: Tel. 0558046008 Fax 0558046461 Pontassieve: Tel. 05583601 Fax 0558360285 Rufina: Tel. 0558398190 Fax 0558397082 S. Godenzo: Tel. 055837381 Fax 0558374118 S. Piero: Tel. 055848751 Fax 055848432 Scarperia: Tel. 055843161 fax 055846509 Vaglia: Tel. 055500241 fax 0554075545 Vicchio: Tel. 055843921 fax 055844275

c

Emergenza ambientale Environmental 1515 Emergencies

Y

Emergenza sanitaria

Barberino: Pubblica Assistenza M. Bourtulin, C.so B. Corsini, 109 Tel. 055841088 Bivigliano Misericordia Via Roma, 202 Tel. 055 406406 Borgo S. Lorenzo Misericordia Via Giotto, 34 Tel. 0558459030 - Centro Radio Soccorso Via Don L. Sturzo, 57 Tel. 0558458585 Dicomano Misericordia P.zza della Repubblica, 24 Tel. 055838084 Firenzuola Misericordia p.zza della Misericordia, 1 Tel. 055819752 Galliano Pubblica Assistenza “M. Bourturlin”via I maggio, 21/B Tel. 0558428289 Marradi Misericordia

46

via D.Campana, 1 Tel. 0558042328/ 0558045163 Palazzuolo sul Senio Misericordia Piazza Strigelli, 3 Tel. 0558046646 Pontassieve - Misericordia via V. Veneto, 2/a tel 0558316868 centralino 0558368222m - Croce Azzurra via di Rosano, 17 Tel 800001834 Centralino 055832441 Rufina Misericordia P.zza Umberto I, 42 Tel. 0558397089 San Piero a Sieve Misericordia Via Provinciale, 17 Tel. 0558486613 Scarperia Misericordia Via S. Martino, 4 Tel. 055846055 Vaglia Misericordia Via delle Scuole, 3 Tel. 055407575 Vicchio Misericordia C. del Popolo, 55 Tel. 0558449980

H

Ospedale Hospital

V.le della Resistenza, 52 Borgo San Lorenzo Tel. 05584511

I Police

Polizia municipale

Barberino Via Repubblica, 24 Tel. 055841010 Borgo S. Lorenzo Via degli Argini Tel. 0558457086 Londa P.zza Umberto I, Tel. 0558352538 Marradi P.zza Scalelle, 1/a Tel. 0558042585 Palazzuolo sul Senio P.zza E. Alpi,1 Tel. 0558046463 Pelago Via Bettini, 9 Tel. 0558313860 Rufina Via Piave, 5 Tel. 0558396530 Pontassieve Via Tanzini, 31 Tel. 0558368888 San Godenzo P.zza Municipio, 1 Tel. 0558373826 S.Piero P. Co-

lonna, 16 Tel. 0558487152 Scarperia Viale Matteotti, 54 Tel. 0558468324 Vaglia Viale della Stazione, 278 Tel. 0555002403 Vicchio P.zza VI Marzo, 19 Tel. 0558439226

8 Trasporti Bus Train Taxi Servizio pubblico SITA Informazioni: Tel. 800373760 Borgo San Lorenzo: Tel. 0558495932 CAP Uffici di Firenze: Tel. 055214637 Borgo S.Lorenzo: Tel. 0558494420 Autolinee Toscane Uffici di Borgo S.Lorenzo: Tel. 0558490505 0558490493 Servizio Taxi: Fiesoli Angiolo Cell. 333 8393380 Biglietterie Tickets Stazione di Borgo San Lorenzo: Tel. 0558457408. I biglietti si possono trovare anche presso Bar Corallina, Bar Zannoni, Edicola viale della Resistenza (davanti al Caffè 90), Edicola via Leonardo da Vinci. Uffici di Firenze / Office: Ufficio informazioni nazionale (rispondono gli operatori di Firenze): Tel. 147888088 - Ufficio assistenza alla clientela (davanti al binario 5 Stazione ferroviaria di S.M.Novella): Tel. 0552356120

Soccorso stradale Roadside Assistance Vigili del fuoco Fire department 115

Borgo S. Lorenzo: Via Giovanni XXIII Tel. 0558456666 Marradi: Loc. Filetto Tel.0558044407


The widest high rope course in Tuscany at only 10 km from Florence

100% Security

Prices Adults (over 13)

18€

Young (6-12 years old)

15€

Children (3-5 years old) 12€

Where we are Pratolino / Vaglia / Firenze Coordinates: 43.859960, 11.297902

ZAZA

16 courses for all ages and skills

Website www.parcoavventurailgigante.it

Opening hours

How to get there

day 10 AM till sunset. April and from September 15th through

By Bus: line 25A ATAF departing from Via la Pira near San Marco Square

November 1st - open on weekends and holidays. We advise

By car - Coordinates: 43.859960, 11.297902

May - June - July - August - until September 15th, open every

you to arrive at least 3 hours before closing time and to

In case of rain the park may close.

wear sports clothing.

THE ADVENTURE IS AGELESS.

Stay and eat with us, there is a bar and plenty of room for picnicking

47


ACQUA PANNA: IL GUSTO DELLA TOSCANA

Acqua Panna è una delle acque oligominerali italiane più ricche di storia e tradizione, apprezzata in oltre 150 paesi del mondo per le sue caratteristiche e per il suo profondo legame con il territorio di origine. La fonte si trova a nord di Firenze, tra i comuni di Scarperia e Barberino del Mugello, nel cuore di un’area protetta che in passato fu riserva di caccia della famiglia De’ Medici. Perfettamente bilanciata, Acqua Panna si distingue per il gusto morbido e vellutato e la rara capacità di esaltare anche i sapori più delicati e raffinati. Nel 2014 - anno in cui si è celebrato il 450° anniversario della tenuta di Acqua Panna - la Regione Toscana ha concesso l’utilizzo del brand “Tuscan Taste” creato dalla Regione stessa per valorizzare i prodotti di origine Toscana. Acqua Panna, la cui etichetta è un autentico omaggio al paesaggio toscano, è orgogliosa di contribuire a diffondere in Italia e nel mondo la cultura della buona tavola insieme a S.Pellegrino. 48

Profile for Il Galletto Giornale

In mugello 2018  

In mugello 2018  

Advertisement