Issuu on Google+

Abr uzzothebest - © 2003 - 2013 Gaetano Di Giovanni Editore

A BREVE EDIZIONI MARCHE & mOLISE !!!

Mistero, sensualità e magia della danza del ventre spopola in Abruzzo con Le Sirene del Nilo RIVISTA A DISTRIBUZIONE GRATUITA - ANNO XI - 2/2013

Vuoi fare un regalo ad un amico o parente che gestisce un’ attivita’??? Regalagli uno spazio pubblicitario su questa rivista a partire da € 35,00 + Iva Per la tua pubblicità: Tel. 085.8541034 - 393.4830598 - email: bestagency@email.it


ai direttori

Tempo di lettura: 80 secondi

2

Il male minore a cura del Direttore Responsabile

In questo numero: 4. Siviglia, che meraviglia!

Sommario

la parola

5. Dal Nilo a Martinsicuro

6. Un buon caffè ti aiuta a dimagrire

7. La Riserva Integrale della Camosciara 9. Quante coccole con il cioccolato 10. L’autenticità dell’Abruzzo 11. I nomi delle pizze

12. Personaggi d’Abruzzo - Pietro Cascella 13. Filosofia - La Scolastica

14. Star bene - Caduta dei Capelli

15. Arrabbiatura, problema o opportunità?

Anita C.

Rosanna Di Giosaffatte

Simona Di Francesco

Nancy Aiello

Augusta D’Andrea

Sostieni Abruzzothebest carta PostePay 4023 6005 9848 6209 intestato a Di Giovanni Gaetano Tempo di lettura: 15 secondi

Buona lettura!

a cura del Direttore Editoriale

Ringraziando tutti i lettori e sostenitori che, come sempre, non ci fanno mai mancare il loro affetto ed il loro cotributo costruttivo, abbiavo voluto anche in questo numero non deluderli. Dalla copertina che accontenta gli occhi, agli inserti che si occupano di migliorare la nostra salute e, di conseguenza, il nostro aspetto come, ad esmpio, arginare la caduta dei capelli. E’ doveroso, innanzitutto, fare un grande in bocca al lupo alla nostra “inviata speciale” a Siviglia. La nostra amica Nancy Aiello che, con grande temerarietà ed un pizzico di fortuna, è riuscita a portare avanti il suo progetto che la vedrà nei prossimi mesi impegnata a Siviglia e ci rende partecipe dei primi momenti vissuti in questa meravigliosa città europea. In questa edizione di Abruzzothebest abbiamo dedicato anche un ampio spazio al gusto, passando dal buon cioccolato alle saporite pizze e concludendo con le proprietà curative di un buon caffè. Cos’altro aggiungere?... Rimanendo in attesa del prossimo numero vi consiglio di approfondire sul campo i meravigliosi sconci del nostro Abruzzo, come le facce di un diamante che brillano in modo diverso colpiti da un raggio di sole. A tal proposito vi consigliamo la Camosciara di Civitella Alfedena (AQ) che sa accontentare i gusti di tutti componenti della famiglia. Vi lascio continuare a sfogliare questa nostra rivista con l’auspicio che possiate trovarla sempre interessante. Buona vita! Gaetano Di Giovanni

Inoltre collaborano alla realizzazione: Claudio M., Francesco Frattaroli, Angelo Di Giovanni, Marco M., Diana Di Benedetto, dott.ssa Rosanna Giosaffatte, Alessandro Mastroddi.

- Tutte le collaborazioni sono da considerarsi gratuite e non retribuite” - Gli autori si assumono la piena responsabilità morale e penale di quanto scrivono e nulla possono rivendicare. - Gli inserzionisti si assumono la piena responsabilità per i testi, le foto ed i marchi utilizzati.

Abruzzothebest “Mensile a distribuzione gratuita” Autorizzazione tribunale di Sulmona nr. 134 del 17/11/2004 Direttore Responsabile: MARIO DI FRANCESCO Direttore Editoriale: GAETANO DI GIOVANNI Redazione di Sulmona - L’Aquila - Avezzano: Strada Statale Sannitica, 479 - 67030 Introdacqua (AQ) Tel. 085.8541034 - Fax 06.233219205 Redazione di Pescara - Chieti: S.S 5 Tiburtina Valeria, 9 - 65020 Bolognano (PE) Tel. 085.8541034 - Fax 06.233219205 bestagency@email.it Progetto grafico: Gaetano Di Giovanni Impaginazione Grafica: G. Di Giovanni - Anita C. Distribuzione: Abruzzothebest Staf Stampa: Abruzzothebest Grafica


Dal 2004 a Sulmona

. E' IL “ COMPRO ORO ” PREFERITO NEL CENTRO ABRUZZO GRAZIE ALLE MIGLIAIA DI CLIENTI SODDISFATTI. L' AGENZIA 1

è a 50 metri dall' Arco di Porta Napoli, OVIESSE direzione Parcheggio Santa Chiara;

L' AGENZIA 2

è all' angolo di Viale Stazione Centrale con il Ponte di San Panfilo;

L' AGENZIA 3

è in Viale della Repubblica di fronte l' ENI AGIP Vicino al Centro Commerciale “ IL BORGO”

le Agenzie sono aperte dal lunedì al sabato compreso Telefono del Titolare: 339.6078373

Il “Compro Oro” Gold Planet ha sempre avuto come obiettivo quello di far considerare quest'attività commerciale come l'opportunità di trasformare in contanti gli oggetti preziosi che non piacciono più a chi li possiede, fuori moda, rotti, oppure ormai inutilizzati. Da parte nostra abbiamo sempre fatto le migliori valutazioni possibili dal punto di vista della reciproca convenienza e affidabilità. Vendere oggi tra l'altro, visto il prezzo dell'oro quadruplicato rispetto al valore dell'inizio degli anni 2000, è, per chi a quel tempo già lo possedeva, una presa di profitto che nessun investimento diverso ha prodotto e comunque si può vendere un oggetto che si è indossato, magari anche rotto, guadagnandoci lo stesso perché, nel nostro caso per tutti gli oggetti di oreficeria e argenteria ritirati è considerato solo il peso del metallo,sia esso oro o argento. Nel caso di gioielleria con pietre preziose, orologi di marche importanti e argenti antichi, viene fatta una valutazione con parametri diversi. Operando dall'inizio esclusivamente nell'ambito della massima legalità e correttezza commerciale, oggi Gold Planet può a buon diritto ritenersi il Compro Oro preferito nel bacino di utenza in cui opera, il Centro Abruzzo, ma anche oltre, grazie al passaparola; ricevendo dalla propria Clientela il riconoscimento delle qualità che ci contraddistinguono. A dimostrazione della profonda conoscenza della materia, maturata in una vita dedicata al settore dei preziosi, l'Imprenditore del settore Valter Cacchioni, oltre che titolare di Gold Planet, nel 2012 ha fondato e ne è il Presidente Nazionale, il Sindacato dei Compro Oro ( www.sindacatocomprooro.it ).


Siviglia che Meraviglia Tempo di lettura: 150 secondi

4

Appunti di viaggio di un’italiana all’estero

Dopo aver aspettato per mesi questo momento, dopo aver passato settimane a parlarne con parenti, colleghi e conoscenti e dopo giorni di saluti strappalacrime in puro stile italiano, eccomi finalmente giunta a Siviglia, ed è proprio il caso di dire che la realtà ha superato di gran lunga le mie aspettative! Raccontarvi in poche righe le meraviglie di Siviglia è assolutamente impossibile, per questo ho scelto di fare solo un piccolo resoconto di questi primi venti giorni di erasmus, per invogliarvi a scoprire di più sulla capitale andalusa. Dopo aver trovato un'ottima sistemazione inizio a girare la città con la calma di una cittadina e con la curiosità di una turista, come prima tappa il Rectorado dell'Università. L'edificio, sede della mia facoltà, risale al XVIII secolo, e fu la sede dell'ex Fabbrica Reale di Tabacco di grandezza inferiore (in Spagna) solo all'Escorial di Madrid; potete dunque immaginare la facilità con la quale una studentessa della d'Annunzio come me riesca a perdersi cercando le aule delle lezioni! Dal rettorato giungo in centro e mi ritrovo nel famoso Barrio di Santa Cruz, il quartiere più visitato della città; si tratta di un vero e proprio labirinto di piccole vie e stradine, dove era anticamente situata la Juderia della città, ovvero il quartiere ebraico. E così attraversando questo labirinto, tra una cerveza e una tapa, arrivo finalmente alla Cattedrale e resto indubbiamente senza fiato. Si tratta della più grande cattedrale gotica del mondo e la sua architettura riassume la storia della città; infatti fu costruita sul sito dove precedentemente sorgeva la più importante moschea di Siviglia, Aljama, della quale resta traccia nella Giralda, antico minareto della moschea e ora torre e simbolo universale della città. Ma il sincretismo architettonico e culturale non è prerogativa della Cattedrale , in ogni angolo infatti si possono trovare monumenti di

è INDISPENSABILE la prenotazione

RUSTICI su ordinazione per ogni tipo di cerimonia

stampo cristiano, decori rinascimentali e architetture islamiche, perfettamente incuneate tra loro, una gioia per gli occhi dei turisti e un rischio per chi soffre di sindrome di Stendhal! Lo spazio architettonico più spettacolare di Siviglia è sicuramente Plaza di España: 50.000 metri quadrati di superficie, a forma semicircolare a simboleggiare l'abbraccio delle Spagna. Progettata per l'esposizione Iberoamericana del 1929, la piazza è ricca di marmi, mattoni a vista e ceramiche sivigliane, e vi si alternano decori in stile rinascimentale e barocco; il canale che l'attraversa è sormontato da quattro ponti che rappresentano i quattro antichi regni di Spagna e sulle pareti vi sono delle panche dove sono rappresentate, in ordine alfabetico, tutte le province spagnole. Se la parte storico-artistica non vi ha incuriositi abbastanza sono sicura che sapere qualcosa sul costo della vita, i servizi e il cibo vi convincerà decisamente a passare le ferie qui. Vivere a Siviglia è assolutamente più economico che vivere a Chieti, e probabilmente in qualsiasi altra città italiana, vi faccio qualche esempio:un biglietto dell'autobus costa 0,69 centesimi, con una carta ricaricabile che può essere ricaricata praticamente ovunque; inoltre se non si possiede la carta su ogni autobus è possibile fare il biglietto a bordo. Inoltre che c'è la possibilità, grazie ad una nuova app gratuita, di sapere in tempo reale tra quanti minuti passerà il vostro autobus, le fermate più vicine e i tragitti di ogni linea. Ah, dimenticavo, il servizio copre anche le ore notturne. Una cosa simile è pura utopia per gli studenti di Chieti- Pescara! L'autobus non è il vostro mezzo preferito? Nessun problema la città è dotata di piste ciclabili che la percorrono per chilometri, vi basterà affittare una bicicletta con il comodo sistema Sevici , per soli undici euro a settimana, o trenta euro all'anno se per caso decideste di stabilirvi qui più a lungo. Ora non mi resta che parlarvi del cibo e dello shopping. Le donne saranno felici di sapere che in tempi di saldi, e non, si possono letteralmente svaligiare i negozi d'abbigliamento per pochi euro; abiti di linee spagnole, apprezzate e con prezzi accessibili anche in Italia, qui si possono comprare a meno di dieci euro. Mentre gli uomini saranno molto più felici di sapere che qui la birra costa meno dell'acqua e possono trovare birre alle spina ottime a meno di 1 euro (anche a 0,40 centesimi, per la precisione!). Birre da accompagnare rigorosamente con le tipiche tapas andaluse, o con dei montaditos, ovvero piccoli panini, principalmente farciti con Jamon, cioè prosciutto il crudo spagnolo. Devo ammettere che l'aspetto che più mi ha stupito è proprio quello gastronomico, perché a differenza degli altri paesi esteri, qui non si sente quasi per nulla la mancanza della cucina italiana. La cucina andalusa è il riflesso della sua storia, e in tavola si possono incontrare i nostri sapori mediterranei alternati a piatti orientali e ricchi di spezie. E' difficile spiegarvi in breve cosa sono i giri di tapas, ma per farvi venire l'acquolina in bocca, vi dirò solo che si tratta di piccoli assaggi di tutte le specialità del luogo, passando dalla carne al pesce, ai piatti vegetariani, compresa la famosa paella. E così assaggio dopo assaggio e locale dopo locale si può cenare e bere di gusto con pochissimo e godere della magica atmosfera che si respira nelle notti sivigliane. Chiudo qui il mio “quaderno” di viaggio...non voglio svelarvi troppo, anzi lascio a voi il piacere della scoperta! Nancy Aiello


5

TENDE INTERNE - TENDE SOLE - TENDE TECNICHE ZANZARIERE - TENDE PERSONALIZZATE

OFFERTA SPOSI Richiedi il coupon per avere lo sconto 20% su tutti i prodotti o partecipa all' estrazione di una fantastica crocera.

AL MERCATISSIMO SAN SALVO (CH) - Via dello Sport, 2 - Tel. 0873 540301 Fax. 0873 343394 - 347 5333125 - info@talialuigi.com -

talia arreda

Dal Febbraio del 2004 Giuseppe ed Eliana propongono il loro progetto ambizioso, un ristorante nell’entroterra pesarere, dove proporre pietanze a base di pesce dal gusto e presentazione unici. Propongono nel loro locale (si effettua anche la vendita one line alle attivita' che volessero inserire un prodotto innovativo) pesce lavorato “SALUMI DI PESCE”, carpaci delicatissimi, di gusto e presentazione unici. Le loro specialità sono apprezzate da una clientela che sempre più è alla ricerca di novità, genuinità e bontà del pesce fresco dell'Adriatico.

RIO SALSO DI TAVULLIA (PU) - Via Ofanto, 4/A Tel. 0721.491750 - www.brezzadimare.it brezzadimare.pu@libero.it


sana Alimentazione Tempo di lettura: 80 secondi

6

Un buon caffè ti aiuta a dimagrire

in collaborazione con la

- prenotazione obbligatoria -

cercasi

consulenti commerciali per questa rivista.

Contattaci solo se sei maggiorenne, dinamico e dotato di buona volontĂ . Tel. 393.4830598 - bestagency@email.it


natura e Dintorni

7

La Riserva Integrale della Camosciara 16

La Riserva Integrale della Camosciara emerge e si distingue per il suo aspetto e per la struttura dolomitica e per il pregio di racchiudere in pochi ettari gli elementi principali della fauna e della flora del Parco Nazionale d’Abruzzo: lungo il simbolico del Parco, affascinante e ricco in ogni stagione. Dalla Strada Provinciale ci si incammina verso il punto di partenza dei sentieri accompagnati dallo scorrere dello Scerto, piccolo rivo che confluisce nel primo corso del Sangro. Lungo la strada che porta al piazzale si possono ammirare i cerri, varietà di querce, e gli aceri assieme alla vegetazione tipica che costeggia le rive dei fiumi. Se si è più fortunati si possono ammirare i rapaci cha abitano le rocce più ripide del Parco, come la Poiana e l’Aquila. Arrivati al piazzale ci ritroviamo ad

osservare la varietà della vegetazione che queste rocce ospitano da millenni: la faggeta che ci accompagna nella prima parte dei sentieri, alla fascia sovrastante popolata dalla specie endemica di Pino Nero, fino ad arrivare alle balze più ripide dove i soli arbusti che possono sopravvivere sono il Ginepro Nano ed il pino mugo, relitto delle ultime glaciazioni. Si tratta della prima riserva integrale istituita in Italia il cui scopo è strettamente legato alla salvaguardia di quello che può essere definito il “cuore del Parco”, dall’afflusso di masse di turisti. L’accesso ai sentieri è consentito solo a piedi, in bici o a cavallo. Il baricentro d’interesse del pubblico si è, quindi, spostato ai Prati del Molino, così come le aree di parcheggio e le aree picnic. L’asfalto della strada provinciale che porta fino al piazzale della Camosciara è l’ultimo segno lasciato dall’abusivismo edilizio dei primi anni ‘60. La particolare bellezza e sontuosità della struttura geomorfologica della Camosciara è unita al notevole valore naturalistico delle formazioni vegetali quali: il pino nero, l’acero, il faggio, il tiglio, il frassino, e fiori, come la scarpetta di venere, la genziana, il ranubcolo, l’aquilegia. La Riserva è abitata, inoltre, dalla fauna più importante del parco: l’orso marsicano, il lupo appenninico, il cervo, la lontra, l’aquila reale e, naturalmente, il Camoscio d’Abruzzo.

Trekking Escursioni Servizi al Turismo nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise Appostamenti alla fauna selvatica

Trenino Turistico

Momenti di Natura

Mountain bike

Trekking, escursioni, visite di istruzione

Cooperativa Camosciara Civitella Alfedena AQ 329 2947809 349 3938773 www.camosciara.com info@camosciara.com Escursioni nel Parco Nazionale d’Abruzzo

Area pic.nic attrezzata con punti fuoco


riflessioni e Curiosità 9

Quante coccole con il cioccolato

Per parlare di uno degli alimenti più amati da sempre, “il CIOCCOLATO”, dobbiamo tirare in ballo i Maya, questa antica civiltà di cui, negli ultimi tempi, si è parlato e sparlato molto a proposito della fantomatica fine del mondo! Il seme del cioccolato, infatti, era apprezzato dai Maya più dell’oro! Per loro era “cibo degli dei”, destinato pertanto solo alle classi più nobili e ai guerrieri. Conosciuta anche dagli Aztechi, questa prelibatezza costituì dunque, per lungo tempo, un prodotto di lusso per tutte le civiltà pre-colombiane dell’America Centrale. In Europa si diffuse prima in Spagna per Colombo e per il condottiero Hernán Cortés e solo nel XVI secolo penetrò anche in Italia. La ‘sostanza misteriosa’ da allora in poi ha viaggiato ovunque, divenendo presto alla portata di tutti. È stata modellata e rimodellata, ha provocato piacere e altrettante controversie , è stata lodata da re, bandita da papi, scolpita da artisti, plasmata da chef, demonizzata nelle diete ipocaloriche, ma spesso deificata da diversi nutrizionisti. Il cioccolato sembra sortire su di noi strani poteri. Svariati sono stati i libri e i film sul cioccolato, basta citare: “Chocolat” della scrittrice inglese: Joanne Harris e l’ancor più celebre film omonimo con Juliette Binoche e Johnny Depp che si è reso interprete anche di un altro film sempre sul medesimo tema: “La Fabbrica di Cioccolato” di Tim Burton o ancora: “Lezioni di cioccolato”, film del 2007, diretto da Claudio Cupellini ed interpretato da Luca Argentero, Violante Placido e Neri Marcorè. Se pensiamo alla Ferrero e al grande stabilimento situato ad Alba, in provincia di Cuneo, possiamo ben dire che l’Italia è diventata maestra nell’arte della golosità, apprezzata, per questo, anche all’estero. Pietro Ferrero, il fondatore, è padre non solo del Ferrero Rocher, ma anche della Nutella, del Kinder, del Mon Chéri ecc. ecc. Da visitare senz’altro, per i più golosi, è il famoso ‘Eurochocolate’; senza dubbio l'evento dedicato al cioccolato più importante dell'Umbria, se non d'Italia. Si svolge ogni anno in Ottobre a Perugia. Le origini di questa manifestazione risalgono al 1994 ed all'intuizione creativa dell'architetto Eugenio Guarducci. È stato persino pensato un

B A R

Moderno

massaggio al cioccolato, chiamato “ massaggio del sorriso”, teso ad idratare e addolcire la pelle del corpo e ritenuto come un’esperienza unica in grado di coinvolgere tutti e cinque i sensi. Il buonumore e il rilassamento sono garantiti. Da poter realizzare in casa, invece, è lo scrub al cacao, ottenuto da una miscela di zucchero semolato e cacao amaro in parti uguali, da un cucchiaino di bicarbonato e da una piccola quantità di olio di mandorle, o di cocco o di jojoba. Si otterrà una pasta granulosa da poter massaggiare sul corpo inumidito per poi risciacquare con acqua calda. L’effetto sarà la propria pelle tonica per il cacao e nutrita dagli oli. Comunque, pareri a parte, è oramai confermato che il cioccolato, quello fondente, se assunto ‘in dosi moderate’ influenza positivamente il metabolismo delle calorie. Grazie ad una sostanza chiamata epicatechina contribuisce a rafforzare la massa muscolare e a ridurre quella grassa. Di conseguenza, i vantaggi per la salute non mancano: proprietà antiossidanti di flavonoidi e polifenoli, benefici per l’intero sistema cardiovascolare e, come già detto precedentemente, influenza positiva sull’umore, grazie al magnesio, a serotonina, endorfina, anandamide e feniletilamina che contribuiscono a regolare i livelli di stress e a indurre sensazioni di energia e piacere. Gli esperti raccomandano però la qualità che resta un ingrediente importante e bisogna, dunque, fare attenzione. Certo una grande consolazione per i piccini e gli adulti è che: “Ogni tanto un piccolo peccato di gola si può!!!” Augusta D’Andrea

mototeate s.r.l.

NUOVA GESTIONE

CHIETI SCALO (CH) V.le Unità d’Italia, 5 - Tel./Fax 0871.561866 e-mail: info@mototeate.it

-

SCAFA Corso I Maggio, 155 Tel. 085.8542372 IL BAR MODERNO - SCAFA Https://www.facebook.com/home.php?ref=tn_tnmn#!/groups/102830216513511/

Tutto per la E Nn oto Vespa dal o m 1946 ad up IO co lle o u Zt s oggi Odo ques %segnascorte. Accessori an M 20con ento nt l e Ricambi Opres de nta urim Veicoli

-

PR

O SC

o

r TOin p ad N o fin

l ne ni io az l o . io ric te ar at ren licit a es r imme corpubb o e p al pe es o o m ggi sco ion a a oz l id s a V es om M pr


l’autenticità dell’Abruzzo Tempo di lettura: 15 secondi

10

La Vecchia Trattoria Ristorante tipico

Nel centro storico di Popoli, in un ambiente rustico potrai degustare piatti tipici locali di carne e pesce di fiume, tra cui gamberi e trote, rispettando la freschezza delle materia prime; il tutto accompagnato da ottimi vini. Realizziamo piatti d’asporto. Locale climatizzato. Aperto a pranzo e cena. Chiuso il martedì.

LA VECCHIA TRATTORIA POPOLI (PE) - Via Papa Giovanni XXIII, 20 Tel. 085.986866

Tempo di lettura: 20 secondi

Il Quadrifoglio Relax nel verde teatino L’inverno è ancora qui..approfittiamone per passare delle belle serate davanti al caminetto degustando un'aperitivo cenato. All'agriturismo il Quadrifoglio vi aspetta una sorpresa straodinaria! Aperitivo cenato seguito da una lezione privata di tango argentino. Euro 30 a persona oppure euro 50 a coppia oppure, per chi semplicemente accompagna, solo euro 10 per l'aperitivo cenato. Ricordatevi di prenotare.

AGRITURISMO IL QUADRIFOGLIO CHIETI - Strada Licini, 22 (Loc. Colle Marcone) Tel. 0871.63400 Aperto - Aperto pren tuttotutto l’annol’annosu su prenotazione


pizza e Dintorni Tempo di lettura: 95 secondi

11

I nomi delle pizze

Negli anni si è avuto un modo sempre diverso di insaporire questo piatto per avvicinare tutti i gusti della clientela sempre più affamata di Pizza e della sua gran digeribilità e utilizzo come piatto unico. La Pizza Marinara è la prima pizza nata per insaporire la Pizza in modo diverso per dare agli abitanti di Napoli che lavorando nei porti marittimi volevano qualcosa di saporito non spendendo di più di una Pizza classica, da cui il nome Pizza Marinara (aglio, pomodoro e un filino d'olio). La Pizza Margherita è la tipica Pizza che viene consumata in tutto il mondo ed è formata da una base di pasta condita con salsa pomodoro fresco, mozzarella fior di latte, basilico ed olio extravergine. La pizza Margherita è nata nel giugno 1889 in onore della regina d'Italia, Margherita di Savoia. Portando a tavola i colori della bandiera Italiana (pomodoro, mozzarella, basilico), il pizzaiolo Raffaele Esposito inserì per primo il formaggio sopra la pizza. Molte pizzerie aggiungono alla Pizza Margherita, l'origano per assaporare di più la pizza o degli spicchi d'aglio o del formaggio grattugiato o più comunemente del basilico fresco. Ancora una volta l'inventiva Italiana ha dato al consumatore finale un prodotto che rimarrà per secoli e il nome Italia è da tempo fondamento del mangiar sano come solo la cucina mediterranea sa fare. La Pizza Capricciosa è nata dopo le Pizze principali quali la Pizza Marinara e Pizza Margherita per utilizzare altri prodotti della terra che potevano sposarsi bene con il pomodoro e la mozzarella. Ma secondo la storia l'aggiunta di prosciutto, carciofi, funghi e olive avrebbe dato all'immagine della Pizza l'aspetto di confusione perciò da qui il nome di Capricciosa. La Pizza Napoletana è stata realizzata senza l’aggiunta di mozzarella ma è molto saporita per la presenza di acciughe e capperi, che vengono cosparsi su di un letto di pomodoro passato condito con olio extravergine di oliva, poco sale e origano. La Pizza Caprese viene cotta in forno cosparsa solo di passata di pomodoro. Una volta cotta di aggiungono a freddo i pomodorini freschi tagliati a metà (o pomodori a insalata

tagliati a fette), mozzarella a fette e foglie di basilico fresche. Questa pizza viene catalogata generalmente tra le pizze fredde, cioè che vengono finite di condite dopo la cottura. E, come tutte le pizze, andrebbe consumata subito dopo essere stata condita per evitare che il pomodoro e la mozzarella bagnino eccessivamente la base. La Pizza 4 Stagioni prende il nome dalla suddivisione del condimento.Ha una base rossa con mozzarella e 4 ingredienti disposti a spicchi: funghi olive, carciofi e prosciutto cotto.

La Pizza Contadina vede l’utulizzo dei prodotti che nella dispensa di una casa rurale non mancavano mai. Ecco perché ogni pizzaiolo ha una sua personale versione che la rende unica in sapori e colori. Gaetano Di Giovanni

SPEEDY PIZZA cello Ma r

PIZZA AL PIATTO MARGHERITA

a soli € 2,50

fino ad esaurimento pizzaiolo escluso sabato e domenica -consegna a domicilio gratuitaCOPPITO (AQ) Piazza Rustici - Tel. 0862.362442 www.marcelloilmagodellapizza.it cercaci su facebook


personaggi d’ Abruzzo 12

Pietro Cascella Ben novantadue anni fa nasceva a Pescara Pietro Cascella. Mi sembra doveroso ricordarlo nell’anniversario della sua nascita, i primi vagiti ed i primi pensieri sono stati pescaresi. Quella città a cui lui ha voluto lasciare un suo segno indelebile. Ogni volta che passo di fianco alla sua “Nave” diventato il simbolo di Pescara lo ricordo sempre con profondo rispetto, chiedendogli perdono per quanti vendono in quel monumento uno smorzacicche. Pietro Cascella, scultore, pittore, ceramista, è erede artistico del nonno Basilio Cascella e del padre Tommaso Cascella (pittore ceramista 1890 - 1968) e dello zio Michele Cascella. Inizia da giovanissimo a interessarsi alla pittura seguendo gli insegnamenti del padre Tommaso nella scuola d’arte ereditata dalla famiglia Cascella, dove si dipingeva, si scolpiva, si incideva, si stampava. Un grande stabilimento che accoglieva, oltre alla numerosa famiglia di Basilio - la moglie, i tre figli maschi To m m a s o , M i c h e l e e Gioacchino e le quattro figlie femmine - artisti di varia estrazione e tendenza, tanto da trasformarsi in una sorta di circolo artistico. A 22 anni, nel 1943, prende parte alla IV edizione del Quadriennale di Roma e nel 1948 alla prima edizione della Biennale di Venezia post-bellica. Trasferitosi a Roma nel 1938 inizia a seguire i corsi dell'Accademia delle Belle Arti e successivamente si impegna con il fratello Andrea (anche lui scultore e pittore) e altri amici, presso l a f o r n a c e d i Va l l e dell'Inferno, nella realizzazione di opere in ceramica di tutti i tagli. Frequenta l'Osteria Fratelli

Menghi, noto punto di ritrovo per pittori, registi, sceneggiatori, scrittori e poeti tra gli anni '40 e '70. Nel 1956 partecipa ancora alla Biennale Veneziana. Ed è più o meno nello stesso periodo che conosce l'artista Sebastian Matta. Nel 1958, con il fratello Andrea e l'architetto Lafuente, crea il progetto per il "monumento di Auschwitz" che Pietro Cascella realizzerà nel 1967. Sempre negli anni sessanta lavora a quadri-scultura le cui tematiche surreali si approfondiscono con l'amicizia di Sebastian Matta. A metà anni sessanta conosce la scultrice svizzera di Basilea Cordelia von den Steinen, con cui successivamente convolerà a nozze. Nel 1966 allestisce una sala personale alla Biennale di Venezia. Nel 1970, a Milano, inizia a lavorare al "monumento a Mazzini". È il vero inizio di una lunga serie di opere monumentali. Sempre più gran parte delle sue opere vedono l'utilizzo del marmo del travertino e della pietra che chiamava «l’ossatura della terra». Materia dura e difficile che impone all’artista un singolare corpo a corpo, una titanica fatica per imporre alla massa grandiosa ma inerte la propria volontà estetica. Le sue sculture sono solitamente composte da masse pietrificate levigate, aspre o corrose con accenni di base cubista e elementi di purismo geometrico. Pietro Cascella riposa in pace dal 18 maggio 2008 a Pietrasanta in provincia di Lucca. Anita C.

Impresari per professione!


Abruzzothebest.it

Filosofia

La Scolastica “Quando avrai visto la bellezza e la magnificenza dell’univero in tutte le sue cose spirituali e temporali troverai indubbiamente che tutte le cose e ognuna gridano, anzi cantano - il che significa che concordemente al di sopra di ogni musicale dolcezza risuonano della gloria e delle lodi del Creatore- che tutto l’universo è come un canto bellissimo ”. (...) “Ti apparirà che le più nobili e sublimi creature cantano come voci del tutto alte ed acute e che le cose sensibili e inanimate accompagnano il canto come voci profondissime e bassissime e che tutte le altre creature per varietà, alcume più gravemente, altre più acutamente risonanti agli estremi con meravigliosa concordia realizzano un concerto di straordinaria letizia, un concerto non udibile da orecchie corporee, ma capace di dilettare con ineffabile soavità le orecchie spirituali”. Guglielmo d’Alvernia

Con il termina Filosofia Scolastica ci si riferisce a quella tradizione di pensiero che si è sviluppata tra i pensatori medievali. Questi studiosi che per secoli insegnarono nelle scuole medievali erano insegnanti che avevano l’obiettivo di formare i “quadri” della Chiesa, degli ordini monastici, della società civile e politica. I pensatori che maggiormente si sono distinti sono stati dei monaci, o comunque uomini legati all’apparato ecclesiastico. Il

pag. 13

loro pensiero era dominato dalla convinzione che la verità fosse già stata data all’uomo attraverso la rivelazione. La filosofia non se ne occupa per ricercarla, perché la verità è nota; se ne occupa per chiarirla, per esaminarla alla luce della ragione. I testi a cui questi studiosi si appoggiano per costruire il loro pensiero sono, oltre alle Scritture e ai grandi componimenti dei Padri della Chiesa, anche i testi di Platone (di cui si conosceva quasi esclusivamente i Timeo e diversi testi neoplatonici che ben si accostavano alle Scritture) ed Aristotele. L’insieme di questi testi prende il nome di auctoritas (da augere che vuol dire aumentare, accrescere). Dunque, dall’etimologia possiamo notare come questo termine fosse positivo, non un costringere, ma un promuovere la ricerca della verità, impedendo all’incerto intelletto dell’uomo di commettere errori, di perdersi. Chi cerca la verità deve sottomettersi umilmente all’autorità -autorità, innanzitutto, di Dio e della Scrittura, poi della Chiesa e dei Padri- che lo guiderà nella faticosa strada verso l’intelligere, dopo un’indispensabile conoscenza delle arti del trivio e del quadrivio (che nel loro insieme costituiscono la filosofia) . Una corrente della Scolastica, che fa capo ad Alberto Magno e a To m m a s o d ’ A q u i n o , n e l X I I I s e c o l o d i d i s t a c c a dall’interpretazione neoplatonica della natura e propone una complessa filosofia cristiana fondata sull’adesione ai princìpi filosofici aristotelici. Con la grande opera di Tommaso d’Aquino la Scolastica raggiunge, probabilmente, il più alto vertice. Però, nel XIII secolo, alle correnti che si richiamano ad Aristotele si oppongono le correnti neoplatoniche, con una rinnovata ricerca filosofica e teologica, orientata soprattutto in senso mistico. Nel XIV secolo le ultime correnti della Scolastica mandano in crisi l’intero impianto del pensiero medievale. Nelle opere di questi filosofi si annuncia una nuova stagione nella ricerca filosofica e scientifica, che preannuncia l’età moderna. Anita C.

Questo spazio può LA LOCANDA da Luna e Shamir essere tuo con abbonamento a ANTIPASTI DELLA CASA CALDI E FREDDI partire da PIZZA - ARROSTICINI FATTI A MANO PRIMI E SECONDI DELLA CUCINA 35,00 al mese € €60,00 TIPICA ABRUZZESE Non il solito spazietto invisibile in mezzo a decine di altri MANOPPELLO SCALO (PE) spazietti, ma una pubblicità via Majella angolo via Tiburtina che siTel. vede. 320.1870714 Tel. 085.8541034 393.4830598 bestagency@email.it

SU PRENOTAZIONE CAPRETTO AL FORNO E CINGHIALE

BAR BED & BREAKFAST C.da San Giuliano, 5 65019 Pianella (PE) 085.973250 - 331.5773445 Chiuso il Lunedì

e.pierdomenico@alice.it


star Bene Tempo di lettura: 125 secondi

14

Caduta dei capelli

della normale e funzionale flora batterica intestinale.

800.188.924 PESCARA - Via Genova, 7 Tel. 085.4156729 - Cell. 336.600790

BARI - Corso A. De Gasperi 376/8 Tel. 080.5340048 - Fax 080.5344385


conosci te Stesso Tempo di lettura: 110 secondi

15

Arrabbiatura

L’angolo della Poesia

Problema o opportunità?

È l’ideale per festeggiare anche le occasioni più importanti (matrimoni e anniversari, compleanni, cene di lavoro,...)

con menù personalizzati, musica e intrattenimento a richiesta (capienza circa 80 persone)

Vi aspettiamo con l’aperitivo di cortesia per festeggiare in armonia con la natura i vostri momenti più belli!!! Disponiamo di camere confortevoli per brevi o lunghi pernottamenti

Menù di Pasqua € 35 Menù di Pasquetta € 25

AGRIVERDE L’ANFORA (Struttura Turistica Recettiva) PIANELLA (PE) - C.da Colleciafardone - Tel. 085.972368 Mob. 347.6942863 - ddivalerio@yahoo.it Aperti dal martedì al sabato a pranzo e cena Domenica aperti solo a pranzo - www.agriverdelanfora.it


Abruzzothebest GRAFICA & STAMPA

Consegne in tutta Italia GRANDI OFFERTE PREZZI CON GRAFICA BASE DA NOI REALIZZATA* IN CASO DI GRAFICA DA VOI FORNITA** SCONTO DEL 15% *fino ad esaurimento scorte di materia prima

TES O N K C O L B E L A SPECI IA ’ BASSI D’ITAL AI PREZZI PIU

BIGLIETTI DA V ISITA PLASTIFICATI S TAMPA FR/RE A C OLORI

mano gr. 90 - 1000 BIG so u c si as cl a rt ca u s LI E T T I € 71 Stampa a colori su za copertina n + Iva se a st te in i at ll co in i gl fo 0 5 a d i h cc Blo - 3000 BIGLIE o bianco da 300 gr TTI € 100 + Iv Cartone di support a a -5 Iv + 0 8 € 5 A 000 BIGLIETT I € 150 + Iva - 40 BLOCCHI a Iv € 90 + 5 A I H C C O L B 0 0 -1 05 + Iva 1 € 4 A I H C C O L IMPORTANTE: - 40 B P e r g r a 145 + Iva -fotocopfoicsiaziboasnee ddiannr.o1i rseoalizzata si intende la € 4 A I H C C O L B luzioni d la realizza - 100

5 115 A I N I ANT patinata gr

L e a colori su VO a Fr/R

stamp

va

+I 5 7 € 5 A 0 + Iva 9 - 100 2 €1 5 A 0 + Iva 0 - 500 0 2 € 5 A 0 0 - 100

el z con foto, ca ione inizierà solo ad ord prodotto scelto comprende:ratteri e testi da Voi for ine eseguito, comprende successive soluzioni eniti, l’offerta non eventualme la realizzazione di logh modifiche, non nte si pagan i o a parte. e scontorno che ** Per file fo ESCLUSIVA rnito dal cliente si inten senza possi MENTE un file già pron de nostra, con bilità di supporto graficto per la stampa cmyk, i file duna risoluzione minima o da parte e pdf blocca a noi accettati sono in di 300 dpi in diversi da q ti, non sono considera formato tif – jpg Microsoft Wuelli elencati come ad eti validi file 3mm per latoord i file devono avere sempio in un abbonda . nza di Tempi di co sabato, domnsegna: 5/6 Giorni Lavo enica e festi rativi. “esclu vi”. si La consegn a d e ll a m erce avverrà supplement co e di 11,00 peo di € 16,00 per pagamenn un r p peso.) – pos agamento anticipato ti alla consegna sibilità di riti fi sede. ro gratuito p no a 30 kg di resso la nos tra

085.8541034 - 393.4830598 www.abruzzothebest.it - stampaconvenienza@email.it


IL GIORNALE GRATUITO D'ABRUZZO E MARCHE 2013