Page 1

L’Ortolano e il Pastore Un menu vegetariano

Silvia Baracchi

IL FALCONIERE EDITORE


L’Ortolano e il Pastore Un menu vegetariano Menco e Decio amano la campagna, il sole e stare all’aria aperta. Il primo gode del contatto primitivo con la terra e il secondo alleva da sempre pecore e capre La terra è bassa, dura e difficile da coltivare ma alla fine che soddisfazione raccoglierne i frutti! In inverno non ci sono tante varietà di verdure, ma le poche verdure cotte dal gelo sono saporite e forti, insieme a qualche germoglio che fa capolino tra la neve.

L

e pecore mangiano erba secca e il latte è ottimo per formaggi da

degustare freschi, ma anche da stagionare Millefoglie di pane toscano con pecorino mantecato, puntarelle crude e cotte ed emulsione di olio e colatura di alici

Anche le caprette di Decio fanno ciao! Producono latte ottimo per fare tanti formaggi speciali tra cui un erborinato che, abbinato al farro coltivato da Menco, daranno vita ad un piatto semplice ma saporitissimo Farro mantecato all’erborinato di capra e ristretto di vino rosso Lo zafferano è una piantina dall’aria esotica ma da tanti anni ha trovato in Toscana un clima ideale Cannellone di pasta allo zafferano farcito di ricotta stagionata e broccoletti con salsa di cavolfiore e olio al peperoncino. I carciofi di Menco sono una leccornia invernale e con l’orgoglio di un padre li guarda crescere giorno per giorno, raccogliendoli con amore e noi li prepareremo in tanti modi diversi

Il carciofo: in piedi, il tramezzino, lo sformato e il fritto Il frutteto è il fiore all’occhiello di Menco, dà tanti buoni frutti e decora il territorio in modo spettacolare …. Macedonia invernale con spuma di pompelmo rosa


L'ortolano in festa!  

Food telling Stories

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you