Issuu on Google+

MAGGIO 2014 - Redazionale di informazione motoristiche - Iscritto presso il tribunale di Torino.

F I AT D U C AT O COL VENTO IN POPPA


F I AT D U C AT O COL VENTO IN POPPA Balocco ( Vercelli). C’è molta gente al mercato dei commerciali. E compra. Contrariamente all’automobile, che dopo giorni nerissimi di crisi continua a zoppicare pur con qualche piccolo segno di ripresa, i furgoni tirano. Mentre l’auto non è sempre strettamente indispensabile – se mancano i soldi si rimanda l’acquisto o si sceglie un modello più economico o si predilige il mezzo pubblico – i veicoli da lavoro se la passano molto meglio. Come si potrebbe rinunciarvi, visto che fanno arrivare a tutti ciò che occorre per vivere, dai generi alimentari ai prodotti farmaceutici e agli utensili di ogni genere. Dunque, un settore che sente molto meno la crisi. Le cose vanno bene, in Europa ed ancor più in Italia, per Fiat, che


DUCATO

continua a detenere importanti quote di penetrazione nel comparto dei mezzi fino a 4,4 tonnellate di peso totale a terra. Il marchio Fiat Professional, creato nel 2007, ha finora prodotto e venduto 4,6 milioni di veicoli, dalla piccola Panda Van al Ducato. Quest’ultimo, già dal 1981 e fino ad oggi ha consolidato la sua posizione di leader, attraverso migliorie che hanno conquistato via via il favore dei clienti, siano essi padroncini oppure piccole, medie o grandi aziende. I motori ad iniezione diretta, il Diesel Common rail, la trazione integrale sono alcune, forse le principali tappe della sua continua


CITROEN DUCATO DS5

evoluzione, attraverso cinque generazioni. La sesta, presentata in questi giorni, brinda alla nascita di un mezzo ancora più ricco in fatto di capacità di carico, motorizzazioni, consumi, prestazioni, comfort, dotazioni di serie. Ed è migliorato anche esteticamente. Pur avendo conservato le sue linee maggiormente caratterizzanti – spiega Alessandro Silva, responsabile del centro stile – la carrozzeria a due volumi ben distinti presenta ora un design semplificato. Il cofano ha una griglia più ampia ed è stato facilitato l’accesso al vano motore. Nel complesso è migliorata pure l‘aerodinamica, con un CX di 0,31, simile pertanto a quella di un’autovettura.


DUCATO

Del resto è molto automobilistico anche l’ambiente interno che permette un rilassante stile di guida, leva del cambio sulla plancia porta-strumenti, start/ stop, radio e navigatore touchscreen, nuovi materiali di qualità, nuove funzioni di intrattenimento. Il tutto degno di un’automobile di medio-alta categoria. Non manca, in alternativa al manuale, il cambio automatizzato comfort-matic. I motori Diesel multijet vanno dal 2 litri da 115 cavalli al 2,3 da 130 CV (che sarà probabilmente il più richiesto), al 2,3 da 150 CV e al 3 litri da 180 CV. All’inizio del 2015 si aggiungerà quello a metano, primo Euro 6 della gamma. I consumi sono stati ridotti del 10%: oggi il più interessante è di 5 litri ogni 100 Km. Tenuto conto delle sei motorizzazioni (una per ogni tipo di missione) e delle seicento varianti di scocca – fa osservare Luca Marengo, della


DUCATO

direzione prodotto di Fiat Professional – la sesta generazione del Ducato, per la quale sono stati investiti 700 milioni di Euri, propone addirittura diecimila versioni. Perché così tante è presto spiegato. Con la sua versatilità e capacità di rispondere ad impieghi anche molto diversi fra loro, fa da base per ogni tipo di trasformazione: camper, autonegozio, refrigerato, trasporto vetture, blindato per trasferimento valori, ambulanza di soccorso avanzato, trasporto di persone disabili, scuolabus, “deluxe shuttle”, officina mobile.


DUCATO

Chi lo desidera può ordinarlo con trazione 4x4 con differenziale centrale per la ripartizione della coppia motrice e differenziale posteriore con funzione “lock”. Inoltre, per non far mancare proprio nulla al potenziale cliente, Fiat Professional ha previsto un cabinato ai vertici della categoria per dimensione carrozzabile: è il Cargo-Box gran volume da 20 metri cubi. Il rinnovato commerciale è prodotto in 6 stabilimenti di 5 Paesi e venduto in ogni parte del mondo. In Italia (prezzo base 22.000 Euri) viene costruito ad Atessa, in provincia di Chieti (133.000 lo scorso anno). Per Ducato, infaticabile lavoratore, è cominciata la sesta vita. Cesare Castellotti


REDAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE - Cesare Castellotti DIRETTORE EDITORIALE - Josè Citro REDATTORE GRAFICO - Simone Michele RESP. VIDEO e DIGITAL EDITING - Giorgio Angerame

www.ildossier.it


FIAT DUCATO