Page 1

Martedì 29 Dicembre 2009 Anno XII - Numero 357

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

Euro 1,00

Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

A3

GIUSTIZIA

REGIONE

L’Anas ha pubblicato tre gare d’appalto per interventi di manutenzione straordinaria nelle province di Cosenza e Salerno da terminare in sei mesi.

A lanciarlo è il presidente del Consiglio provinciale Benedetto Proto: «Si vive una situazione di estremo disagio nonostante il decreto legge del Governo».

Lo dice Egidio Chiarella, presidente del "Comitato per la qualità e fattibilità delle leggi" in Regione. Sono 58 le leggi approvate a tutto il 21 dicembre 2009.

Accorato appello da Crotone per le carenze d’organico nelle procure

Tre nuovi bandi di gara e quattro milioni di euro

a pag » 11

di Ludovico Casaburi a pag » 5

Cresce l’attività legislativa, lo testimonia il consuntivo di fine anno

di Ettore Zonno a pag » 4

È nata ieri "L’Unione regionale delle Camere di commercio Nord-Sud della Calabria", le nozze fra Cosenza e Reggio

Camere di commercio: è clamorosa rottura

Le due entità erano in tempi e modi diversi fuoriuscite da Unioncamere Calabria per "giusta causa" IL COMMENTO

Tante pensioni da fame ferme da anni

Le Camere di Cosenza e Reggio Calabria si portano via qualcosa come il 67 per cento dei "piatti" apparecchiati nel mondo del commercio calabrese mentre Cosenza contribuisce per oltre il 37 per cento alla cassa contributiva di Domenico Martelli a pag » 13

IN BREVE

Com’è difficile andarsene...

Carlo Fatuzzo segretario Partito dei Pensionati Più che dimezzati i trattamenti pensionistici di anzianità nel 2009 e l’Inps si appresta a chiudere l’anno con 6-7 miliardi di euro di avanzo finanziario.Chi ha la fortuna di avere un posto di lavoro, cerca di tenerselo il più a lungo possibile, ben conscio del trattamento che viene riservato ai pensionati e questo,unitamenteall’inasprimento delle regole per la pensione anticipata, ha portato al crollo delle pensioni di anzianità. I fatti dimostrano che il sistema pensionistico italiano è stato messo in sicurezza dalle tante riforme fatte nell’ultimo ventennio ed i continui allarmismi in materia pensionistica non trovano alcuna giustificazione nella realtà. Il Paese non ha bisogno di “terrorismo pensionistico” ma di un aumento di pensioni ferme da 20 anni e che hanno fatto precipitare milioni di pensionati nel bisogno e nella povertà talora assoluta.

Piovono 600 milioni dal fondo di Kyoto Aiuti del ministero dell’Ambiente per la microcogenerazione, le rinnovabili e l’efficienza energetica. Al Sud andranno non meno di 60 milionisolo per il primo anno. di Adelmo Greco pag »6

Emanato il bando per il recupero dei centri storici

Suzanne Mubarak

Solo le nozze liberano i bamboccioni È di oltre il 57 per cento la percentuale di chi al Sud lascia la famiglia di papà solo perché si sposa. Ma al Nord la percentuale scende al 29,4: lassù si riesce ad andarsene anche solo per star soli. di Carlo Bassi a pag » 24

Emanato per i centri storici dei comuni calabresi ad alta tensione abitativa per redditi inferiori a 40mila euro. Ne potranno usufruire gli abitanti di Acri, Cassano Ionio, Castrovillari, Corigliano Calabro, Cosenza, Montalto Uffugo, Rende, Rossano, San Giovanni in Fiore, Lamezia Terme, Crotone, Reggio Calabria, Catanzaro, Gioia Tauro, Palmi e Vibo Valentia.

L’INTERVENTO

Decreto Scajola: 12,5 milioni alle Pmi per l’innovazione di Alessio De Grano

Uno stanziamento di 12,5 milioni di euro per finanziare progetti per il trasferimento tecnologico e per la creazione di nuove imprese hi-tech nelle aree sottoutilizzate. È quanto prevede un decreto firmato ieri dal ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola. "Con questa iniziativa", ha detto il ministro Scajola, secondo quanto informa una nota, "il Governo intende porre un altro tassello a favore del tessuto delle piccole e medie imprese al fine di favorire processi e progetti ad alto contenuto di innovazione tecnologica in aree del Paese più svantaggiate. segue a pag » 2

di Luana Rocca a pag » 7

«La mia Crotone è prima in tutto» Il sindaco della città di Pitagora, Peppino Vallone, non ha dubbi sui successi della sua amministrazione, fra i quali indica in particolare l’istituzione della Zona franca urbana derivata dall’accordo firmato lo scorso ottobre. Il Sindaco ha fatto un bilancio di fine anno nel corso di una conferenza stampa. a pag » 9

Per gli ospedali calabresi 443 milioni di euro «Un investimento nel settore sanitario che non si era mai visto. Abbiamo 443 milioni di euro pronta cassa per costruire i quattro nuovi ospedali e per il programma di potenziamento funzionale e di innovazione tecnologica negli altri presidi sanitari». È un Agazio Loiero battagliero a fare il punto sulla nostra sanità. di Carmela Mirarchi a pag » 19


2

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI L’INTERVENTO Decreto Scajola: 12,5 alle Pmi per l’innovazione E dunque creando in tal modo non solo un significativo volano imprenditoriale con contenuti avanzati, ma stimolando anche la formazione di nuova occupazione qualificata. «A tal fine, ha aggiunto Scajola, riteniamo particolarmente efficace il coinvolgimento, oltre che delle Università e dei centri di ricerca specializzati sulle tecnologie da trasferire, anche delle Associazioni imprenditoriali che hanno forti legami con il territorio e sono in grado di intercettare al meglio i bisogni di innovazione delle filiere produttive». Al bando del Ministero dello Sviluppo economico potranno partecipare cordate composte da Università, Centri di ricerca pubblici, associazioni imprenditoriali ed altre strutture no-profit attive nel settore della promozione dell’innovazione e della creazione di impresa hi-tech. Per ciascun progetto selezionato saranno messe a disposizione risorsefinanziarie nella misura massima del 50 per cento delle spese ammissibili vale a dire finalizzate alla realizza-

zione di attività di marketing, diffusione e dimostrazione delle tecnologie da trasferire alle piccole e medie imprese. I progetti dovranno avere un importo complessivo compreso tra uno e due milioni di euro e una durata massima di 24 mesi.

Inoltre, con l’obiettivo di specializzare l’offerta dei servizi nell’innovazione e nel trasferimento tecnologico, i progetti dovranno essere focalizzati sulle seguenti dieci aree tecnologiche: materiali avanzati, micro e nanotecnologie; tecnologie chimiche

e separative; biotecnologie; tecnologie meccaniche e della produzione industriale; tecnologie per l’automazione e sensoristica; tecnologie elettriche, elettroniche ed elettro-ottiche; tecnologie per l’informatica e le telecomunicazioni; tecnologie organizzativo-gestionali; tecnologie ambientali; tecnologie energetiche. Alesio De Grano

«A tal fine, ha aggiunto Scajola, riteniamo particolarmente efficace il coinvolgimento, oltre che delle Università e dei centri di ricerca anche delle Associazioni imprenditoriali con forti legami con il territorio»

QUARTO POTERE

COSE DELL’ALTROMONDO

di Antonio Cannone

Una legge sulla protezione delle fonti

Speriamo di trovare carbone nella calza

Nei giorni scorsi dalla Francia è rimbalzata una notizia importante per ciò che attiene alla protezione delle fonti giornalistiche. Ovvero, il Parlamento Transalpino, ha dato il via libera definitivo al disegno di legge sulla protezione delle fonti dei giornalisti, che era rimasta ferma da un anno. Favorevole l’Ump (il Partito di centrodestra del presidente Nicolas Sarkozy) e il Nouveau Centre, contrario il partito socialista. Secondo la norma approvata in via definitiva con il voto dell’Assemblea nazionale francesce, «il segreto delle fonti dei giornalisti è protetto nell’esercizio della loro missione di informazione del pubblico». Perché sia messo in discussione il segreto sulle fonti nell’ambito di una procedura penale, è necessario tenere conto «della gravità del crimine o del reato» e «dell’importanza dell’informazione cercata». Per il deputato dell’Ump, Jacques-AlainBenisti, si tratta di un «testo equilibrato», perché non esiste «libertà senza responsabilità » e non potrebbe esserci una «immunità totale». Secondo i Socialisti invece il testo contiene troppe deroghe che ne riducono la portata. Comunque sia, Ora, si attende un’analoga decisione del nostro Paese. L’Italia saparà adeguarsi?

Con la fine dell’anno alle porte, e la Befana che si riscalda a bordo campo, è assolutamente necessario che tutti, a cominciare dai bambini, sappiano la verità: se volete fare un buon investimento, dovete augurarvi di trovare del carbone nella calza. Tutti si scagliano contro il vecchio carbone, per i verdi la causa di tutti i mali (ovvero del 40 per cento delle emissioni di Co2), gli analisti ci spiegano che se trovate 70 dollari di carbone nella calza (una tonnellata sul mercato delle commodities) è meglio che ve li teniate stretti. Entro la fine del 2010 potete essere certi che varranno almeno 85 dollari. Si parla del carbone termico usato nelle centrali elettriche tanto biasimate. Ma sempre popolari (se ne apre una in Calabria fra poco), tanto che gli stock (40 milioni di tonnellate nel 2009) scenderanno a 22,7 milioni nel 2010. La domanda sarà così alta che gli analisti prevedono aumenti anche tra il 28 e il 38%. Secondo la International Energy Agency, il carbone arriverà fino al 29% come fonte di energia globale nel 2030, contro il 26 del 2006. Abbastanza da far diventare neri anche i verdi.

di Carlo Bassi

:: www.ildomani.it ::

il Domani Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio) ::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

Recapiti telefonici-fax-email - Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 - Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312

roma@ildomani.it redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it

Editore

T&P Editori srl Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Pubblicità

Centro Stampa

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

PRIMO PIANO

Bilancio di fine anno del Comitato per la qualità e fattibilità delle leggi

Chiarella: «È in corso un significativo incremento dell’attività legislativa» di Ettore Zonno REGGIO CALABRIA - Il Comitato per la qualità e fattibilità delle leggi presieduto dal consigliere regionale Egidio Chiarella, e del quale fanno parte anche i consiglieri regionali Maurizio Feraudo, Giulio Serra, Francescantonio Stillitani e Gesuele Vilasi, con il supporto dell’Ufficio legislativo

58

Sono le leggi approvate sino al 21 dicembre 2009, data dell’ultima seduta del Consiglio regionale

del Consiglio regionale della Calabria ha attuato un primo parziale rapporto relativo alla produzione legislativa regionale riferita all’anno in corso. Per l’anno 2009 i dati infatti sono da considerarsi parziali, in quanto il Consiglio regionale tornerà a riunirsi il prossimo 30 dicembre. «Con le 58 leggi approvate sino alla data del 21 dicembre 2009, ultima seduta di Consiglio, viene confermato in modo evidente fanno sapere dal Comitato - che è in corso un significativo incremento dell’attività legislativa già registrata negli anni precedenti di questa VIII legislatura». Nell’ultimo quinquennio infatti, sono state 18 le leggi approvate nel 2005 e altrettante nel 2006, quindi 30 nel 2007 e infine 46 nel 2008. Delle cinquantotto leggi sino ad oggi approvate, il Comitato tiene a sottolineare in particolare l’approvazione della legge n. 25 «con cui si disciplinano le modalità di svolgimento delle elezioni primarie volte a selezionare le candidature alla presidenza della Regione», e della n. 28, «che contiene la nuova disciplina sulla cooperazione sociale e abroga la normativa regionale precedente. Per quest’ultima - fa notare Chiarella - che è stata oggetto di impugnativa da parte del Governo, il Consiglio ha già provveduto ad apportare le dovute modifiche. Va, inoltre, ricordata la legge n. 34, in materia di inquinamento

acustico e tutela dell’ambiente in Calabria. La legge dispone misure volte alla prevenzione, alla tutela, alla pianificazione e al risanamento dell’ambiente esterno edabitativodamodificazioniconseguenti all’inquinamento acustico derivante da attività antropiche, riordinando, al contempo, le competenze amministrative in materia». Quanto ai numeri emersi dallo studio in analisi, i dati relativi alla produzione legislativa del 2009, anche se parziali, risultano in controtendenza rispetto allo scorso anno, periodo in cui si era registrata una netta prevalenza dell’iniziativa di Giunta rispetto a quella del Consiglio (27 leggi pari al 59% del totale per la Giunta contro il 33% fatto registrare dal Consiglio per le sue 15 leggi approvate). Quest’anno, le leggi approvate su iniziativa dei consi-

13

Anche se in calo del 3% rispetto al 2008, le leggi più numerose sono quelle riconducibili al macrosettore “Ordinamento istituzionale” (13 approvate, 23%) glieri (38 leggi pari al 65% del totale) prevalgono su quelle di Giunta (20 leggi pari al 35% del totale). Anche nel 2009 si è registrata la presenza di leggi frutto di iniziativa mista. Sono, infatti, dodici le leggi riconducibili a tale tipo di iniziativa, mentre due sono le leggi approvate (la n. 14 “Disciplina attività agrituristica” e la n. 47 “Tutela e valorizzazione degli alberi monumentali e della flora spontanea autocna della Calabria”) frutto dell’abbinamento di più progetti di legge. Nel 2009 la distribuzione delle leggi tra i diversi macrosettori ha dato il seguente risultato: pur registrando un decremento del 3% rispetto allo scorso anno, le leggi più numerose sono quelle riconducibili al macrosettore “Ordinamento istituzionale” con tredici leggi attualmente approvate (pari al 23%). Fanno invece registrare un incre-

le leggi “Provvedimento” con 12 leggi pari al 21% del totale quelle di “Settore” con 9 leggi pari al 16% del totale e quelle di “Bilancio” 6 leggi pari al 10%. Mentre, come lo scorso anno, anche quest’anno ritroviamo una sola legge di tipo “Istituzionale”. Relativamente alla tecnica di redazione dei testi di legge, quest’anno si è potuta riscontrare

30

Quest’anno si è registrata una netta prevalenza delle leggi di “Manutenzione” che con le attuali 30 coprono il 51% della produzione normativa totale Egidio Chiarella

mento percentuale rispetto al 2008 quelle riferite ai macrosettori “Servizi alla persona e alla comunità” che con 12 leggi pari al 20% ha fatto registrare un aumento del 3% e quello riconducibile a “Sviluppo economico ed attività produttive” che con 9 leggi approvate pari al 16% ha fatto registrare un incremento del 5% rispetto al precedente anno. Non subisce alcuna variazione percentuale l’approvazione di leggi riconducibili al macrosettore “Finanza regionale”: con 13 leggi approvate viene confermata

Il Consiglio regionale della Calabria

la percentuale fatta registrare nel 2008, cioè quella del 22%. Va segnalato il decremento rispetto al 2008 di 8 punti percentuali che quest’anno hanno fatto registrare le sette leggi approvate riconducibili al macrosettore “Territorio, ambiente e infrastrutture”. Riguardo alla “tipologia normativa” va segnalato che anche quest’anno è stata fatta registrare una netta prevalenzadelle leggi di “Manutenzione”che con le attuali 30 coprono il 51% della produzione normativa totale. Seguono

la tendenza ad utilizzare in modo prevalente la tecnica della “Novella” ( 29 leggi approvate pari al 50%). Segue con 26 leggi, pari al 45%, la tecnica del “Testo nuovo”, mentre quella della tecnica mista, con 3 leggi ha fatto registrare una percentuale pari al 5%. Per quanto riguarda la produzione normativa di secondo grado, cioè quella relativa ai regolamenti, va evidenziato che l’anno in corso ha fatto registrare un aumento significativo rispetto agli anni precedenti sono stati infatti approvati ben 18 regolamenti, 16 in più rispetto al 2008, 2006, 2005 e 12 in più rispetto al 2007. Riguardo al contenzioso costituzionale tra Governo e Regione Calabria, i dati parziali dell’anno in corso fanno registrare un incremento della conflittualità rispetto al 2008. Delle 58 leggi ad oggi approvate, 9 di esse sono state oggetto di impugnativa da parte del Governo. L’incidenza percentuale (rapporto leggi approvate e leggi impugnate), che nel 2008 aveva fatto registrare un dato pari all’8% quest’annosi è assestatoal 15,5%, con un incremento in negativo pari al 7,5%. «Va comunque sottolineato - conclude la nota del Comitato per la qualità e fattibilità delle leggi - che il Consiglio regionale ha già proceduto ad apportare le dovute modifiche a ben sette delle nove leggi impugnate».


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani

5

PRIMO PIANO

Gli interventi, da ultimare in sei mesi, riguardano la manutenzione straordinaria di tratti autostradali delle province di Cosenza e Salerno

Tre nuovi bandi di gara e quattro milioni di euro per l’A3 reggiate - prevedono rispettivamente il rifacimento della pavimentazione in tratti saltuari per un importo di un milione di euro, e il rifacimento di giunti e solette danneggiati per un importo di 500 mila euro. Il tertzobando di gara pubblicato, invece, prevede la sistemazione delle strutture danneggiate dei viadotti ricadenti nei primi 2,5 km dell’autostrada, a Salerno dunque, per un investimento complessivo di 2 milioni e 200 mila euro. «L’importo, di quasi 4 milioni di

di Ludovico Casaburi ROMA - Neanche il tempo di rientrare dalle vacanze natalizie, ed ecco che l’Anas mette subito mano al "portafogli" per proseguire con gli interventi di sistemazione della principale via d’accesso stradale alla Calabria. Il gestore della rete stradale e autostradale italiana ha infatti pubblicato giusto ieri sulla Gazzetta ufficiale

«L’importo destinato a queste tre gare per l’A3 - ha detto il presidente Ciucci testimonia che Anas persegue l’obiettivo di garantire standard di sicurezza adeguati lungo tutto il tracciato della nostra più grande opera in corso nel Meridione d’Italia»

tre bandi di gara relativi alla manutenzione straordinaria di tratti saltuari dell’A3 Salerno-Reggio Calabria, che si concentreranno principalmente nelle zone circostanti Cosenza (dei tre bandi solo uno interessa

infatti Salerno) e per un importo complessivo pari a 3,7 milioni di euro. Le prime due gare, entrambe come detto relative al tratto cosentino - precisamentedal km 148,442 al km 304,000 in entrambe le car-

euro, destinato a queste tre gare per l’autostrada Salerno-Reggio Calabria - ha dichiarato il presidente dell’Anas Pietro Ciucci - testimonia che Anas, oltre all’impegno di portare a termine l’ammodernamentodell’autostradaentro il 2012-2013, persegue anche l’obiettivo di garantire standard di sicurezza adeguati lungo tutto il tracciato di quella che è la nostra più grande opera in corso nel meridione d’Italia». Come a più riprese promesso dallo stesso presidente Pietro Ciucci, l’obiettivo finale dell’Anas resta quello di vedere terminata la più importante autostrada del Meridione entro e non oltre l’anno 2013: a tal proposito anche i lavori che interesseranno i tre succitati bandi di gara, finanziati con mezzi correnti del bilancio Anas, dovranno rispettare tempi relativamentebrevi ed essere portati a termine in centottanta giorni - sei mesi dunque - dalla data di consegna.

180

I giorni entro i quali dovranno essere portati a termine i lavori che interessano i tre bandi di gara pubblicati Pietro Ciucci, presidente Anas


6

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

PRIMO PIANO

Aiuti del ministero dell’Ambiente per la microcogenerazione, le rinnovabili e l’efficienza energetica. Al Sud 60 milioni in un anno

Fondo di Kyoto: piovono 600 milioni di Adelmo Greco ROMA - Per chi voglia investire sull’energia pulita, sono in arrivo gli aiuti del Fondo Kyoto. Stanno infatti per essere rese pubbliche, con una circolare del Ministero dell’Ambiente, le modalità di erogazione e l’ammontare delle agevolazionidelle risorse destinate a microcogenerazione, rinnovabili e usi finali. La circolare prende le mosse dal decreto ministeriale 25/11/2008 pubblicato sul supplemento ordinario n. 58 alla Gazzetta ufficiale n. 92 del 21 aprile, che, con 2 anni di ritardo sui tempi previsti, ha esplicitato le modalità di erogazione dei finanziamenti stabiliti dalla Finanziaria 2007 (Fondo rotativo) per l’attuazione del Protocollo di Kyoto. Il provvedimento stanzia risorse per 200 milioni di euro l’anno per gli anni dal 2007 al 2009. Per la prima tranche del budget (200 milioni di euro) sono sette i campi d’azione cui sono assegnati i finanziamenti: microgenerazione diffusa, rinnovabili, motori elettrici, usi finali, protos-

66

I milioni di euro destinati alle regioni del Sud dell’Italia (Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna) per la prima annualità sido di azoto, ricerca, gestione forestale sostenibile. La Cassa depositi e prestiti sarà l’organismo tecnico deputato alla gestione del fondo rotativo per il finanziamento delle misure di riduzione delle immissioni dei gas a effetto serra. La ripartizione Per la prima annualità, le risorse sono assegnate secondo un riparto per misura e territorio che prevede 25 milioni di euro per la “misura microcogenerazione diffusa”, di cui il 40% al Nord (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, province autonome di Trento e Bolzano), il 25% al Centro (Toscana, Umbria, Lazio, Marche, Abruzzo) e il 35% al Sud

(Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna). Alla “misura rinnovabili” vanno 10 milioni di euro, di cui il 35% al Nord, il 25% al Centro e il 40% al Sud. Stanziati per la “misura motori elettrici” 15 milioni per l’intero territorio nazionale. Per la “misura usi finali” sono stati destinati 130 milioni, di cui al Nord il 40%, al Centro il 20% e al Sud il 40%. Alla “misura protossido di azoto” vanno 5 milioni di euro per l’intero territorio nazionale, come anche alla ricerca. Altri 10 milioni, per l’intero territorio nazionale, sono destinati alla “misura gestione forestale sostenibile”. Di seguito riportiamo i requisiti degli investimenti agevolabili per microcogenerazione diffusa, rinnovabili e usi finali. Misura microcogenerazione diffusa Sono ammessi investimenti per singolo intervento, in impianti di nuova costruzione, con potenza nominale fino a 50 kWe che utilizzano quali fonti energetiche le seguenti: gas naturale, biomassa vegetalesolida,biocombustibililiquidi di origine vegetale, biogas e in co-combustione gas naturale-biomassa. Misura rinnovabili Sono ammessi investimenti per singolo intervento, in impianti di nuova costruzione di piccola taglia per l’utilizzo di singola fonte rinnovabile: 1. impianti eolici con una potenza nominale installata compresa tra 1 kWp e 200 kWp;

2. impianti idroelettrici con una potenza nominale installata compresa tra 1kWp e 200 kWp; 3. impianti solari termici con superficie d’apertura non superiore a 200 m2; 4. impianti termici a biomassa vegetale solida (pellets o

Destinatari sono imprese, privati, fondazioni, associazioni, enti pubblici e condomìni. Per trasmettere le richieste gli aventi diritto dovranno attendere una circolare applicativa del ministero dell’Ambiente, e avranno 5 mesi per richiedere informazioni, predisporre le domande e ottenere i finanziamenti agevolati

cippato) di potenza nominale termica (kWt) compresa tra 50 kWt e 450kWt; 5. impianti fotovoltaici integrati o parzialmente integrati negli edifici con una potenza nominale compresa tra 1 kWp e 40 kWp. Misura usi finali Sono ammessi investimenti per singolo intervento: 1. sull’involucro di edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unita’ immobiliari esistenti, riguardanti strutture opache verticali, orizzontali o inclinate,chiusuretrasparenticomprensive di infissi e vetri, chiusure apribili e assimilabili quali porte e vetrine anche se non apribili, delimitantiilvolumeriscaldato,verso l’esterno e verso vani non riscaldati; 2. I) per la climatizzazione diretta tramite teleriscaldamento da impianti di cogenerazione di potenza nominale fino a 500 kWe alimentati da gas naturale, bio-

massa vegetale solida, biocombustibili vegetali liquidi, biogas e in co-combustione gas naturale-biomassa. Tale intervento è ammissibile solo se contempla sia la realizzazione dell’impianto di cogenerazione che la realizzazione della rete di teleriscaldamento ad esso abbinata, inclusi gli allacciamenti agli edifici; II) per la climatizzazione degli edifici da impianti geotermici a bassa entalpia fino a 1 MWt; III) impianti di co-

7

I campi d’azione cui sono assegnati i finanziamenti: microcogenerazione diffusa, rinnovabili, motori elettrici, usi finali, protossido di azoto, ricerca, gestione forestale sostenibile generazione di potenza nominale fino a 5 Mwe alimentati da gas naturale, biomassa vegetale solida, biocombustibili vegetali liquidi, biogas e in co-combustione gas naturale-biomassa. I beneficiari Destinatari dei finanziamenti sono le imprese, i privati, le fondazioni, le associazioni, gli enti pubblici ed i condominii. Per trasmettere le richieste i soggetti aventi diritto dovranno attendere una circolare applicativa da parte del ministero dell’Ambiente; i candidati potranno disporre di 5 mesi di tempo per richiedere informazioni, predisporre le domande e ottenere i finanziamenti agevolati, che avranno la forma di prestiti di scopo.


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani

7

PRIMO PIANO

Pubblicato il bando per il recupero degli alloggi privati Emanato per i centri storici dei comuni calabresi ad alta tensione abitativa per redditi inferiori a 40mila euro

Luana Rocca Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Calabria (Burc) il bando per recuperare gli alloggi di proprietà privata nei centri storici dei comuni ad alta tensione abitativa individuati dalla delibera Cipe delo 13 novembre 2003 n. 87.

Il suddetto bando è stato emanato in applicazione della legge regionale n. 19 del 12 giugno 2009 presentata dall’Onorevole Nicola Adamo. Nella trattazione dell’argomento in oggetto hanno partecipato l’assessore regionale Pietro Rosario Amato; l’assessore regionale Silvestro Greco; l’onorevole Luigi Incarnato; l’assessore Mario Maiolo, l’assessore Demetrio Naccari Carlizzi e l’assessore regionale Francesco Sulla. Per essere ammessi ai benefici della legge si ricorda che occorre

non avere un reddito superiore ai 40mila euro e non avere mai ricevuto un altro contributo, finanziamento o agevolazione in qualsiasi forma assegnato o concesso da parte dello Stato o altri enti pubblici per la stessa finalità ad eccezione di eventuali agevolazioni legate alla produzione di energie alternative. Inoltre bisogna essere cittadini italiani o cittadini comunitari svolgendo un’attività lavorativa stabile, cioè un’attività attestata da un regolare contratto di lavoro subordinato, pubblico o privato a tempo indeterminato e avviata da almeno un anno dalla data di pubblicazione del presente programma. I cittadini comunitari inoltre devono avere acquisito soprattutto, dopo cinque anni di residenza legale e continuativa in Italia, il diritto di soggiorno permanente garantendo in questo modo la totale parità con i cittadini italiani. Gli interessati che in-

I comuni interessati dovranno emanare il bando entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente provvedimento sul Bura pena l’esclusione dal programma

talto Uffugo, Rende, Rossano, San Giovanni in Fiore, Lamezia Terme,Crotone,ReggioCalabria, Catanzaro, Gioia Tauro, Palmi e Vibo Valentia. I Comuni interessati dovranno emanare il bando entro 30 giorni dalla pubblicazionedelpresenteprovvedimento sul BURC ed entro 90 giorni, dovranno presentare alla Regione Calabria,DipartimentoLL.PP.ed

Nicola Adamo

tendono personalmente abitare nell’alloggio, non devono essere titolari (sia di proprietà o uso-usufrutto) di altro alloggioidoneo alle esigenzedel nucleofamiliarestesso per il quale è richiesto il beneficio. Infine si deve avere la disponibilità dell’immobile da recuperare, intesa come proprietà oppure preliminare di compravendita dell’immobile, sottoscritto e registrato alla data di pubblicazione del programma sul Burc. Gli alloggi recuperati quindi, potranno essere abitati direttamente dai richiedenti in possesso di tali requisiti oppure possono essere ceduti in locazione per un periodo mini-

mo di dieci anni, ad un canone concordato e comunque sempre a soggetti con un reddito non superiore ai 40mila euro. Qualche notifica anche nel reddito da considerare ai fini del programma del bando ricordando che è il redddito imponibile del nucleo familiare desumibile dalla dichiarazione dei redditi riferita all’anno zero di imposta 2008 e sommando gli imponibili fiscali dei redditi percepiti da tutti i componenti del nucleo familiare. Infine si ricorda che al Piano possono accedere i residenti di Acri, Cassano Ionio, Castrovillari, Corigliano Calabro, Cosenza, Mon-

Consiglio regionale calabrese

Acque- U.O.A. ERP Via Crispi 33-88100 Catanzaro, la copia del suddetto bando allegando gli atti di approvazione con gli estremi della pubblicazione; la graduatoria dei soggetti dichiarati idonei e infine la delibera con la quale l’Amministrazione si impegna a rendere disponibile la somma necessaria per l’abbattimento del tasso di interesse dell’ 1,5%. Il programma verrà escluso se non si rispettono i tempi e le modalità individuate.

Decisione presa dai capigruppo consiliari per l’assenza di Paolo Naccarato

Rinviata la discussione sulla legge elettorale La prossima seduta del Consiglio, convocata per mercoledì 30 dicembre, esaminerà l’esercizio provvisorio del Bilancio

L.R. Reggio Calabria- Sospesa e rinviata dallla Conferenza dei capigruppo consiliari, la discussione sulla nuova legge elettorale. La ConferenzaalPalazzoCampanella era stata convocata dal presidente Giuseppe Bova e tale decisone è stata presa in merito all’assenza del rappresentante delegato della Giunta per le riforme istituzionali Paolo Naccarato, a causa di uno stato influenzale dello stesso. È stata inoltre stabilita all’unanimità dagli stessi capigruppo dell’Assemblea che la prossima seduta del Consiglio convocata per mercoledì 30

dicembre, esaminerà l’esercizio provvisorio del Bilancio, mentre il Bilancio di Previsione 2010 saràportatoal vagliodell’Aulaentro fine gennaio o entro la scandenza di questa legislatura. Il presidente ha inoltre informato per la dotazione finanziaria dell’Assemblea, che « il Bilancio di previsione 2010 è stato licenziato dall’Ufficio di Presidenza per una cifra uguale a quella dello scorso anno nonostante l’ingresso di 170 nuovi dipendenti, vincitori del primo concorso pubblico indetto dall’Assemblea calabrese». Il documento contabile infine è stato approvato nella sua interezza da tutti i presidenti dei capigruppo. Anche per le Primarie previste

per il 10 gennaio 2010 sull’elezione dei candidati alla Presidenza della Regione, Bova ha ricordato che bisognerà eleggere nella prossima seduta consiliare, il Colleggio regionale di garanzia elettorale composto da tre membri dotati, secondo l’articolo 13 della Legge 7 agosto 2009 n. 25, di esperienze e competenze nel campo del Diritto pubblicoo delle Scienze Sociali. Infine un ultimo passo assunto dai capigruppo è stato quello di impegnarsi a reperire le risorse per i pagamenti previsti ai dipendenti delle Comunità montane a seguito del provvedimento del Governo nel tagliare i fondi destinati a tali enti.

Il Bilancio di previsione 2010 invece, sarà portato al vaglio dell’Aula entro fine gennaio o entro la scadenza di questa legislatura


8

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Dietro la candidatura di Gabriella Reillo il mancato sostegno all’attuale sindaco Gianni Speranza? Appello dei Socialisti uniti. Crescono i consensi per Ida D’Ippolito: Udc vicina al candidato del Pdl

Comunali a Lamezia, le primarie indeboliscono il centrosinistra... LAMEZIA TERME - A Lamezia cresce l’attesa per le primarie. Nel Partito democratico lametino si fa sempre più strada la candidatura di Grabriella Reillo che il Pd intende presentare in antitesi all’attuale sindaco, Gianni Speranza. Anche se quest’ultimo non dispera di correre da solo con Sinistra e Libertà. Insomma, sull’operatodell’attualeprimocittadino,evidentemenonc’èunanimità e questo, sicuramente, non è un buon segnale in vista del voto di fine marzo. Sull’altro versante, la candidatura di Ida D’Ippolito del Pdl, acquista via via sempre

maggiori consensi grazie anche al sostegno dell’Udc. Intanto, a proposito di primarie si registra una nota di Renato Borelli, della segreteria del Psi-Socialisti uniti. «Le primarie, in linea generale, costituiscono un’utile occasione per stimolare la partecipazione democratica e mettere a verifica, nel rapporto diretto con i cittadini elettori, programmi ed obiettivi futuri. Il Psi-Socialisti uniti - afferma Borelli - avrebbe partecipato alle primarie anche in sede comunale se queste fossero state primarie libere e non di coalizione . Infatti il partito partecipa alle pri-

marie regionali, regolate da legge, mettendo in campo squadra e programma.Tutto ciò per perseguire l’obiettivo di aprire un confronto libero con i cittadini calabresi indicando la squadra più idonea per far uscire dalla crisi la regione che cinque anni di governo Loiero hanno messo in ginocchio. Il candidato a sindaco di una città importante come Lamezia non può essere espressione né di accordi salottieri né di conte interne, bensì deve scaturire dall’individuazione di un progetto politico e di precisi contenuti programmatici in grado di ri-

Lamezia, amministratori minacciati La solidarietà di Luzzo a Speranza LAMEZIA TERME - «La lettera intimidatoria di cui è stato oggetto il Sindaco Gianni Speranza, il vicesindaco Giuseppe Vitale e l’Assessoreall’UrbanisticaAndreaIoveneè sicuramente un gesto da condannare aspramente in quanto non rientra nelle regole civili di una comunità che vuole elevarsi e rendersi protagonista di un futuro sempre migliore». Ad esprimersi così, è il Presidente del Consiglio Comunale di Lamezia, Gianfranco Luzzo il quale pone le sue riflessioni sul recente atto intimidatorio perpetrato ai danni dei tre esponenti dell’esecutivolametino. «Tutta la comunità lametina non può che manifestare la sua ripugnanza verso simili episodi che non hanno alcun effetto se non quello di tentare inutilmente di minare il libero esercizio della democrazia e di lanciare sterili messaggi alle istituzioni politiche. Le battaglie per risolvere i problemi, oltre al contributo importante di idee che possono dare i cittadini,devonofarsiall’internodellamassima

assise cittadina, dove di recente sono state votate all’unanimità le delibere dell’amministrazione comunale riguardanti l’acquisizione al patrimonio comunale di due immobili oggetto del noto ordine di demolizione della Procura della Repubblica. Ci troviamo, infatti, - afferma Luzzo - in presenza di un ordine di demolizione della procura della Repubblica verso la quale è indispensabile avere il massimo rispetto, ed in questo contesto la politica deve mettere in atto tutte le misure consentite le quali, nel rispetto della legge, possano trovare una soluzione nei casi in cui sia possibile intervenire. Il compito della classe politica - conclude Luzzo - è quello di venire incontro alle esigenze della collettività, ruolo per la quale è stata chiamata ad adempiere il suo mandato, ma, nello stesso tempo, è necessario, oltre che doveroso, agire sempre nel rispetto della legalità e dei principi che stanno alla base della vita democratica».

lanciare il ruolo della città nel contesto nazionale e regionale. L’attività della Giunta attualmente in carica è stata caratterizzata da tentativi funzionali tesi e coesi più a suggestionare l’immaginario collettivo che a segnare punti concreti a vantaggio della comunità lametina: sanità, edilizia abitativa, ambiente, turismo, efficienza amministrativa, ruolo della città sono rimasti fermi al palo o addirittura hanno segnato un pesante arretramento. Non uno dei grandi problemi della città ha trovato soluzione, anzi in mare aperto e senza bussola si era ieri e a vista si naviga oggi! Enfatici proclami, passerelle politiche , accordi dei violini di spalla, non bastano a schiodare la città dall’impasse in cui si trova. Così come non basta dar fiato alle trombe della propaganda sbandierando documenti di programmazione territoriale ancora solo sulla carta perché essi rischiano di assumere la dimensione di una promessa elettorale come, per esempio, il patto di sviluppo per la città, pubblicizzato con i tempi scaduti , in prossimità della campagna elettorale ed incardinato con il 50% di fondi privati (450milioni di euro) che risultano pressochè proibitivi per una realtà territoriale posta in cima alle classifiche della negatività. Bisogna prendere atto - prosegue il dirigente socialista - che la coalizione è andata snaturandosi cammin facendo ed è risultata prevalente la linea della cooptazione dei singoli piuttosto che quello dell’allargamento e del coinvolgimento delle forze politiche. I cambi di casacca, all’inter-

Ida D'Ippolito

no del Consiglio comunale hanno configurato l’esistenza di una autentica questione morale che ha finito per allentare il rapporto di fiducia dei cittadini nei riguardi delle istituzioni consiliari. E’ veramente singolare che i protagonisti del trasformismo di ieri immaginino di potere addirittura riproporre con enfasi innovativa un modello che ha dato sinistri segnali di cedimento a piè sospinto. Le forze politiche,per la prossima campagna elettorale, dovranno farsi carico di proporre uomini e donnecredibilicheabbianocome caratteristica principale l’impegno per la tutela degli interessi

Renato Borelli del Psi: con questa Giunta non uno dei grandi problemi della città ha trovato soluzione collettivi e non quelli di caste ben individuate. Il comitato cittadino - conclude Borelli - ha previsto per dopodomani un incontro per raccogliere le disponibilità alle candidature e fissare una iniziativa pubblica in cui illustrerà il programma per il prossimo quinquennio da mettere a confronto con le forze politiche disponibili e su cui costruire future alleanze di coalizione per dare a Lamezia un governo cittadino adeguato al ruolo che dovrà assumere». r.c.


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani

9

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA'

Calabria che vogliamo sostiene alle primarie i candidati socialisti

Il primo cittadino parla della città di Pitagora e dei risultati raggiunti dall’Amministrazione comunale Di rilievo l’obiettivo dell’istituzione della Zona franca urbana e l’accordo firmato lo scorso ottobre

Il bilancio del sindaco Vallone: «La mia Crotone? Prima in tutto» CROTONE - Bilancio positivo quello dell’Amminitrazione comunal di Crotone. Lo ha detto, durante un’apposita conferenza stampa, il sindaco della città di Pitagora, Peppino Vallone. «L’attenzione dell’Amministrazione - ha dichiarato Vallone in apertura dell’incontro con la stampa - è stata rivolta verso questioni più rilevanti, che vanno dall’ambiente, con una presenza del Comune mai registrata in precedenza sui problemi della bonifica dell’ex sito industriale che ormai non appare lontana in quanto le ruspe sono già al lavoro, allo sviluppo economico con una adeguata politica per mettere a disposizione del territorio agevolazioni che possono considerarsi un vero e proprio "Pacchetto Crotone". Accanto a questa attività - ha continuato Vallone - non si è perso di vista l’attenzione alla problematiche del “quotidiano” con una particolare attenzione al sociale con il varo del piano del distretto di cui Crotone è capofila, una parti-

colare cura del verde pubblico, il potenziamentodei trasportiin zone mai prima raggiunte dal servizio pubblico, la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria in quartieri che non avevano mai avuto servizi essenziali quali fogne, illuminazione, marciapiedi». Nel corso della conferenza stampa, alla quale hanno partecipato tutti gli assessori della Giunta Vallone, Arturo Pantisano (Qualità della Vita), Silvano Cavarrettà (Identità), Antonella Rizzo (Vivibilità), Giovanni Carnè (Economia), Antonio Romanò (Europa), Rosa Maria Romano (Pace e Futuro), Ettore Perziano (Tempi), Mario Megna (Partecipazione), Danilo Arcuri (Normalità), Domenico Mazza (Produzione) e numerosi consiglieri comunali tra cui il presidente del Consiglio Giancarlo Sitra e i consiglieri delegati al Turismo Francesco Pesce e alle politiche sociali Filippo Esposito, è stato mostrato un filmato realizzato dal gruppo dei professionisti del marketing terri-

toriale che hanno riassunto, per immagini, un anno di attività dell’amministrazione comunale. Vallone ha poi illustrato alcune delle azioni che maggiormente qualificano l’azione amministrativa del Comune. Crotone è zona franca urbana. Lo scorso ottobre è stato firmato l’accordo con il ministero dello Sviluppo economico, arrivato al termine di un percorso seguito con fiducia dal Comune di Crotone, che ha creduto fin da subito nell’opportunità che l’istituzione di una zona franca urbana avrebbe potuto rappresentare per lo sviluppo della città. Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha approvato la ripartizione del fondo, assegnando alla zona franca di Crotone oltre 5.000.000 di euro per le prima due annualità.In particolare, le agevolazioni previste per le imprese consistono nell’esenzione dalle imposte sui redditi, dall’Irap e dall’Ici e nell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali. "Crotone città amica dei

bambini". «Due anni fa risultavamo ultimi in classifica in Italia nella rilevazione di Ecosistema Bambino.Nel 2009 Crotone è stata inserita da Legambiente tra le città che hanno sviluppato buone pratiche rispetto ai temi dell’infanzia, che vedono i bambini protagonisti del territorio. Progetti che nello specifico sono "Un albero per ogni bambino" che ha riguardato l’adozione di un albero da parte di ogni neonato. Il Comune di Crotoneha piantatooltre quattrocento alberi in tutte le zone della città e tantissimi oggi hanno il nome di un bambino crotonese. Ed ancora "Stessi parchi, stessi sorrisi". Sei nuovi parchi con giochi la cui fruizione è destinata ai ragazzi diversamente abili per favorire la loro integrazione. L’azione dell’amministrazione comunale, sinergica ad altri enti, è stata diretta alla salvaguardia di una infrastruttura fondamentale per il territorio. Tra i progetti realizzati, da segnalare, infine, il Piano comunaleper fronteggiare il problema rifiuti.

COSENZA - Il nuovo movimento, "La Calabria che vogliamo", nato a Cosenza, alle primarie sosterrà i candidati dei socialisti di Zavettieri. In una nota si legge che «il movimento sosterrà alle primarie le posizioni e le tesi del partito socialista guidato in Calabria da Saverio Zavettieri». Il presidente, Giuditta De Santis e i calabresi che in questi mesi hanno aderito al movimento «si sono dichiarati stanchi di una classe politica regionale che da tanto, troppo tempo, non riesce più a dare risposte fruttuose alle forti istanze sociali che animano la regione, generando in tanti sfiducia e perdita d’identità, oltre che uno stato di diffuso sottosviluppo. Per questa ragione il movimento intende contribuire a dare una spallata a questo stato di cose, offrendo il suo apporto di idee e impegnandosi concretamente affinché finalmente le cose cambino in Calabria. Con la sua azione il movimento intende, infatti, contribuire a risanare il sistema, a ristabilire la legalità e lo stato di diritto, a dare spazio alla meritocrazia, a puntare decisamente su turismo, cultura e produzioni tipiche locali per fare finalmente ripartire in maniera sana l’economia regionale. Siamo fuori afferma De Santis - da tutto ciò che è Europa e ci presentiamo ad affrontare le prossime sfide con un divario enorme». Alla luce di tutto, conclude De Santis «saranno in tanti i calabresi che intendono riscattarsi».


10

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Pino Tassi parla delle scelte per le primarie e delle contrapposizioni nei confronti di alcuni candidati calabresi come il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza. J’accuse contro i veti nei suoi confronti

Sinistra e Libertà attacca il Pd: «Partito dalle tante contraddizioni» LAMEZIA TERME - Dibattito animato in vista delle primarie regionali e comunali, soprattutto nei centri più importanti della regione dove si voterà nella prossima primavera. Pino Tassi, dirigente di Sinistra e Libertà,esprimeseverecriticheal Partito democratico in tema di scelte e di alleanze. «Il Pd in Puglia - esordisce Tasi non vuole concedere a Niki Vendola la possibilità di misurarsi nelle primarie di coalizione. La motivazione ufficiale è che l’Udc è contraria, così come l’Idv, alla ricandidatura di Vendola e per

La sede del Consiglio regionale della Calabria

Pdl, Morelli: «Le polemiche interne potrebbero inficiare la nostra immagine» REGGIO CALABRIA - «La politica delle sterili questioni interne ai coordinamenti provinciali e regionali rischia di inficiare seriamente l’immagine positiva che il Pdl dovrebbe continuare a costruire in vista di più larghi scenari che si profilano all’orizzonte». Questo quanto afferma il consigliere regionale del Pdl, Franco Morelli. «Il Pdl in Calabria - continua Morelli - ha un unico obiettivo: vincere la prossima competizione elettorale di primavera e governare il cambiamento che i cittadini calabresi si aspettano. Ai calabresi non interessano le diatribe interne al Pdl, vere o presunte, il rischio vero e reale è che continuando di questo passo si rischia di perdere solo il consenso alimentando ulteriore disinteresse dei cittadinicontinua a ribadire Morelli - costretti a leggere sui quotidiani notizie prive di quei contenuti politici che racchiudonoprogetti,programmi e risposte alle varie emergenze della nostra regione in materia di politiche attive del lavoro, sanità e solidarietà sociale.

Negli ultimi tempi la politica ha lasciato il posto a questioni salottiere che nulla entusiasmano l’opinione pubblica, sempre più annoiata della cronaca ridondante di notizie inutili. Accade che, mentre in campo nazionale si sta cercando di ridimensionare la spirale velenosa che ha soffocato gli ultimi mesi di questo 2009, in Calabria, invece, ancora una volta si registra una media in controtendenza,ovverol’eserciziocontinuodella litigiosità e del rancore. Occorre far leva conclude il consigliere regionale del Pdl - su un forte senso di responsabilità da parte di tutte le persone di buona volontà, che si ritrovano nelle idee fondanti del Popolo della libertà, per portare a compimento il progetto politico con una forte determinazione anche quando la fatalità e le azioni degli uomini rischiano di compromettere e spazzare via l’opera intrapresa». r.c.

vincere le elezioni regionali serve un candidato gradito a questi due partiti. Il Partito democratico in Calabria, invece, il 10 gennaio va alle primarie dove si candidano ben 4 esponenti: il presidente uscente Agazio Loiero, il presidente del Consiglio regionale Peppe Bova, la parlamentare Doris Lo Moro già assessore alla sanità regionale, il consigliere regionale Brunello Censore. Tutti candidati del Pd e per essere più precisi tutti di area Bersani. Qui, ad oggi, le primarie vengono accettate dai vertici nazionali del Pd senza che nessuno sollevi l’obiezione che l’Udc e l’Idv hanno già espresso la loro contrarietà alla ricandidatura di Loiero, presidente uscente e di chi ha governato in questa legislatura. La tenacia con cui il Pd sta difendendo il proprio gruppo di potere sta portando l’Udc ad allearsi con il centro-destra, mentre l’Idv ha già scelto di appoggiare la candidatura di Pippo Callido che sta costruendo un terzo polo alternativo. Ma rimaniamo ai fatti. Nello stesso tempo per le elezioni del Comune di Lamezia Terme - fa notare altresì Pino Tassi - terza città per abitanti della Calabria e centro commerciale e industriale importante,il Pd decidedi andare alle primarie per la scelta del candidato a sindaco contro il parere dell’intera sinistra che invece chiede la ricandidatura di Gianni Speranza. Eppure su Gianni Speranza non si sono espressi contro né l’Udc né tanto meno l’Idv che invece sostiene la sua riconferma. Non ci troviamo in un comune qualsiasi, siamo a Lamezia Terme, Comune sciolto per mafia la scorsa legislatura, e che in questi

anni ha visto Gianni Speranza portare avanti una battaglia contro l’illegalità e la mafia che ha assunto rilievo nazionale. Questi sono i fatti che spesso parlano più delle analisi politiche. Allora ci sarebbe da porre alcune domande al Pd nazionale. Perché - prosegue Pino Tassi - per situazioni simili si compiono scelte diverse? Perché in Calabria è possibile fare le primarie, qui addirittura solo con candidati del Pd, mentre in Puglia non è possibile fare le primarie di coalizione? Perché un sindaco come Gianni Speranza che ha assunto il simbolo del buon governo contro il potere mafioso viene messo in discussione proprio dal Pd? La motivazione delle alleanze non regge perché sia in Puglia che in Calabria la situazione è simile, e non regge ancor di più a Lamezia Terme dove l’Udc e l’Idv non sono contrari alla riconferma di Gianni Speranza. Non si capisce qual è la strategia del Pd che porta a sacrificare gli amministratori più capaci e che hanno dato il senso di un modo nuovo di governare e invece porta a promuovere chi di certo non è stato esempio di buon governo. Perché di certo tra il modo di governare di Niki Vendola e quello di Agazio Loiero c’è unadifferenzasiderale,cosìcome l’esperienza di Gianni Speranza è diventata sinonimo di buona amministrazione e di trasparenza. Non è per caso - conclude il dirigente calabrese di Sinistra e Libertà - che il Pd vuole riservare alle forze di sinistra e ai suoi esponenti più in vista un ruolo sì di alleato ma in posizionesubalternae secondaria? Il Pd nazionale una risposta la deve dare a un popolo non solo di sinistra che guarda con attenzione ai fatti e alle scelte concrete compiute nell’azione di governo. Il Pd dovrebbe riflettere per non compiere gli stessi errori che portarono alla fine della stagione dei sindaci e alla riconsegna di amministrazioni importanti del mezzogiorno alle forze più retrive e conservatrici».

r.c.


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 11

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' A lanciarlo è il presidente del Consiglio provinciale, Benedetto Proto: si vive una situazione di estremo disagio nonostante il decreto legge del Governo

Procure, da Crotone accorato appello sulle carenze d’organico CROTONE - Arriva da Crotone un accorato appello, misto a profonda preoccupazione, per ciò che attiene la carenza di organico nella procura crotonese e, in generale, in tutte le procure della Calabria e del Sud. A farlo è Benedetto Proto, presidente del Consiglio provinciale di Crotone che interviene sulla cronica mancanza di personale in seno alle procure del Mezzogiorno e in particolare in quella di Crotone che nonostante le molte difficoltà sta espletando in maniera ottime le proprie funzioni. «La procura della Repubblica di Crotone esordisce Proto - rientra tra le sedi giudiziarie più disagiate, la carenza di magistrati raggiunge percentuali tra le più alte d’Italia, sono solo poche altre procure del Sud che vivono situazioni peggiori. Il problema - prosegue il presidente del Consiglio provinciale - è noto da tempo alle forze politiche nazionali e lo stesso mio partito, l’Udc, attraverso l’onorevole Michele Vietti, si sta impegnando in un disegno di legge per consentire l’accesso alle funzioni requirenti anche ai magistrati di prima nomina. Lo stesso Governo nazionale attraverso un decreto legge ha affrontato il problema della carenza di organico in molte procure del Sud d’Italia e ci si augura che dallo stesso possano seguire effetti positivi e risolutivi». Proto inoltre chiarisce: «Il decreto prevede la possibilità da parte del Consiglio superiore della magistratura di trasferire d’ufficio magistrati tra

«Urgono provvedimenti che possano risolvere la situazione di crisi e ripristinare le condizioni affinché procure come quelle di Crotone, maggiormente impegnate nella lotta alla criminalità organizzata, possano lavorare con la tranquillità e la serenità necessarie...»

sedi vicine in cambio di benefici economici e non solo. Anche se sono sorte già le prime polemiche, soprattutto in merito alla eventuale incostituzionalità del provvedimento, è necessario comprendere la gravità della situazione reale in cui versano alcuni uffici giudiziari e che in attesa di una riforma organica della giustizia urgono provvedimenti che possano, anche se non in maniera definitiva, risolvere la situazione di crisi e ripristinare le condizioniaffinchéprocurecome quelle di Crotone, maggiormente impegnate nella lotta alla criminalità organizzata, possano lavorare con la tranquillità e la serenità necessaria».Infine, conclu-

de Proto: «Per comprendere la crucialità del provvedimento basta analizzare l´attuale situazione della procura di Crotone. Costituita da un procuratore capo e da un unico sostituto, tradotta in un numeri si legge una carenza di organico pari all’83%. Nonostante la criticità perduri da tempo, l’operato dei magistrati crotonesi non ne ha mai risentito, ottenendo negli ultimi anni risultatieccellenti». La carenza d’organico per Proto - così come d’altronde appare evidente anche per altre realtà della nostra regione, compromette una efficace lotta alla criminalità in una terra che purtroppo continua a inseguire le emergenze.

Tenta suicidio, salvato dalle... telecamere

CATANZARO - Singolare episodio a Catanzaro per fortuna senza gravi conseguenze. Gli agenti di una volante della questura catanzarese, infatti, hanno salvato un uomo di 54 anni che stava tentando di scavalcare la ringhiera del viadotto Morandi per gettarsi nel vuoto.Un luogo, purtroppo, tristemente noto per tragici casi di morte. Sono stati gli agenti in servizio alla centrale operativa, visionando le immagini delle telecamere di sicurezza, ad accorgersi della presenza sul viadotto dell’uomo che tentava appunto di suicidarsi. E così, i poliziotti della Volante sono intervenutie lo hanno fatto desistere. L’uomo è stato poi ricoverato nel reparto psichiatrico dell’ospedale cittadino dove rinmarrà sotto stretta osservazione per alcuni giorni. Il Tribunale di Crotone

r.c.


12

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

ECONOMIA, COMMERCIO, IMPRESE

Numerose le offerte che hanno caratterizzato questi ultimi mesi del 2009. Ecco gli accorgimenti che possono aiutare prima, durante e dopo l’acquisto

Il prossimo 2 gennaio partiranno i saldi Il decalogo dell’Aduc per evitare fregature di Carmela Mirarchi ROMA - Inizia tra pochi giorni la stagione dei saldi. Certamente nelle numerose offerte che hanno caratterizzato questi mesi, gli sconti non sono un novità. Per fortuna e meno male. Perché vuol dire che i consumatori, con il comportamento del non-acquisto, hanno cominciato a far valer il loro potere, convincendo i commercianti che, se vogliono vendere, devono, prima di tutto, avere prezzi concorrenziali. Lo sottolinea l’Aduc (Associazione diritti utenti e consumatori) aggiungendo che i saldi comunque rappresentano un appuntamento, in

Non fermarsi al primo negozio che pratica sconti, ma visitarne diversi e confrontare i prezzi esposti e la qualità della merce modo particolare per l’abbigliamento. Il decalogo che segue, evidenzia l’associazione, elenca una serie di accorgimenti prima, durante e dopo l’acquisto che possono aiutare, vista la frenesia che spesso attanaglia il consumatore desideroso di fare l’affare, a non prendere la tradizionale

fregatura: Prima di scegliere l’acquisto. Non fare acquisti, se non indispensabili, prima dell’avvio dei saldi. Nei giorni pre-saldi sarebbe opportuno fare un giro per i negozi e individuare i prodotti che potrebbero interessare, segnando i prezzi a cui vengono venduti, per poi verificare che nel periodo dei saldi il prezzo sia realmentecalato. Durante l’acquisto prezzi. Non fermarsi al primo negozio che pratica sconti, ma visitarne diversi e confrontare i prezzi esposti e la qualità della merce di riferimento (dopo non si potrà rivendicare il cambio di un prodotto perché il negozio a cento metri più in là vende lo stesso ad un prezzo dimezzato).Non lasciarsi ingannare da sconti che superano il 50% del costo iniziale. Nessuno regala niente. Difficilmente un commerciante ha ricarichi superiori al 50% a meno che non si tratti di un artigiano che produca da sè e che nella determinazione del prezzo ha margini e logiche più ampie. Ricordarsi che prezzi tipo "49,90" euro vuole dire "50,00" e non "49,00". Durante l’acquisto - pagamenti. Le forme di pagamento non differiscono da quelle abituali, perché siamo in presenza di transazioni commerciali e il prezzo di acquisto non modifica le regole. Quindi diffidare dachi impone il pagamento in contanti pur avendo esposta la segnalazione della convenzione con un istituto di carte di credito o bancomat. Si può chiedere di usufruire di ques-

ta forma di pagamento, e in caso di diniego segnalarlo all’istituto di credito, che potrebbe anche annullare la convenzione con quel commerciante. Durante l’acquisto - qualità. Guardare le etichette che riportano la composizione dei tessuti: i prodotti naturali costano di più, quelli sinteticimeno. La percentuale di composizione può variare notevolmentee incidere sul costo finale. I capi d’abbigliamento riportano l’etichetta con le modalità di lavaggio e conviene sempre chiedere conferma al commerciante di ciò che è indicato: la sua esperienza può servire a prevenire spiacevoli sorprese dopo che si è portatoil capo d’abbigliamento in lavanderia.Essere pignoli. Di un capo verificare se è di pura lanavergine o di lana. La seconda lana può essere riciclata, la prima no. Di un capo di cotone chiederelaprovenienza:iprodotti provenienti dai Paesi asiatici possono essere trattati con pesticidi o antimuffe che al contatto con la pelle possonoprovocare allergie. Diffidare dei capi d’abbigliamento disponibili in tutte letaglie e/o colori: è molto probabile che non sia merce asaldo, ma immessa sul mercato solo per l’occasione e quindi conun finto prezzo scontato. Durante e dopo l’acquisto. Diffidare dei negozi che espongono cartelli tipo "la merce venduta non si cambia": esistono regole precise del commercio che impongono il cambio della merce non corrispondentea quanto propagandato o perchè difettosa.

Osservatorio Nazionale Federconsumatori «Sconti, denunciare bufale ai vigili urbani» di C.M. ROMA - Solo il 45% delle famiglie italiane sarà interessato dai saldi che, oltretutto, vedranno una riduzione di circa il 5%. E’ quanto prevede l’ Osservatorio Nazionale Federconsumatori secondo cui «sarebbe stato più sensato anticiparli, vista la grave situazione economica in cuiversa il nostro Paese e la drastica riduzione del potere diacquisto delle famiglie». La raccomandazione più importante da parte delle associazioni dei consumatori è quella di verificare oggi, prima della partenza dei saldi, il prezzo pieno del prodotto che si intende comperare, se possibile, anche fotografandolo con il telefono cellulare per avere una testimonianza certa. Solo in questomodo sarà possibile valutarne la reale convenienza. Necessario diffidare dalle vetrine tappezzate dai manifesti (che non vi consentono di vedere la merce) o che reclamizzano sconti eccessivi, pari o superiori al 60%; i prodotti venduti a saldo devono essere sì di fine stagione, ma di questa stagione, non di quel-

le passate! La merce di risulta o di magazzino non può essere mescolata con i prodotti in saldo, ma dovrà essere venduta separatamente; occhio al cartellino! Su ogni prodotto deve essere indicato,obbligatoriamenteed inmodo chiaro e leggibile, il vecchio prezzo, quello nuovo e ilvalore in percentuale dello sconto; non esiste l’obbligo di far provare i capi, ciò è a discrezione del negoziante. Il consiglio è, comunque, quello di diffidare nel caso di capi di abbigliamento che si possono solo guardare ma non provare; i commercianti in possesso del Pos hanno l’obbligo di accettare il pagamento con carte di credito o bancomat; conservate semprelo scontrino quale prova di acquisto. Sarà prezioso in caso di merce fallata o non "conforme", in quanto obbligail commerciantealla sostituzione o al rimborso di quanto pagato; problemi o "bufale" devono essere subito denunciate ai vigili urbani, all’ufficio comunale per il commercio o ad una associazione dei consumatori.


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 13

ECONOMIA, COMMERCIO, IMPRESE

Unione Camere di commercio Cosenza e Reggio si separano Costituita “L’Unione regionale Nord-Sud della Calabria”. Clamorosa frattura nel mondo dei colletti bianchi della regione

di Domenico Martelli

simbolico i due leader ci sono arrivati dopo le medesime prese per i fondelli. Le stesse fregature, le stesse incazzature. Il movente è identico, l’alibi, quello buono, poi non manca mai. Cosenza e le sue imprese portano alla cassa regionale della contribuzione camerale il 37% del totale. Reggio, con le sue partite Iva, ne aggiunge un altro 30%. Quando si

COSENZA - È come se i due "capi" seduti ai vertici opposti della tavola decidessero di alzarsi e di portarsi appresso il 67% delle prelibatezze servite. Di più. Perché i "due", andando via piuttosto risentiti ma dopo una decisione consolidata e non istintiva, deci-

67

La percentuale delle prelibatezze che le Camere di commercio di Cosenza e Reggio si portano via dono di rifarla daccapo un’altra "tavola" e questa volta senza dover dar conto (quasi) a nessuno. Benvenuti nel mondo anche scivoloso delle fatture di Calabria, materia prima delle Camere di commer-

cio da che mondo è mondo. È qui che si consuma con tanto di firma dal notaio e a due passi dal Capodanno la più clamorosa delle fratture telluriche nel regno dei colletti bianchi. Niente fulmini a ciel sereno e solo una lunga somma da tirare ma il rumore c’è tutto, eccome se c’è. Anche, e soprattutto, politico. La Camera di commercio di Cosenza e quella di Reggio, in tempi e modi diversi fuoriusciteentrambedaUnioncamere Calabria per "giusta causa", da ieri mattina hanno costituito "L’UnioneregionaledelleCamere ci commercio Nord-Sud della Calabria". E già, avete letto bene.

La provincia più grande, quella cosentina, e quella che gli sta geograficamente più lontana ma economicamente più ai fianchi, quella reggina appunto, ora decidono di camminare a braccetto per quello che riguarda il sistema camerale. Una sorta di blocco, di rivoluzione al contrario, di prova di forza e di muscoli al tavolo delle fatture che si vestono tutti i giorni in giacca e cravatta al cospetto della "regnanza" politica. E la partita è tutta lì. Giuseppe Gaglioti del resto l’aveva promesso a denti stretti sin dal suo insediamento al vertice della Camera di commercio di Cosenza. Col

piatto in mano le imprese non circoleranno più tanto facilmente e se il potere "centrale" della politica non risponde perché non sente utilizzeremo strumenti con decibel più efficaci. E le soluzioni non si sono fatte attendere. Lucio Dattola, dall’altro capo della Calabria, si arma di auto e coraggio per raggiungere Cosenza lungo l’A3. Anche lui aveva già portato la Camera di commercio di Reggio fuori da Unioncamere e anche lui non vede l’ora che arrivi nella sala della giunta della Camera di commercio di Cosenza il notaio Lanzillotti per firmare il "blocco". Al gesto forte ma niente affatto

Firmato l’accordo tra il Presidente della provincia di Crotone e Confindustria

Mobilità per i lavoratori delle aziende in crisi Assunto l’impegno di accompagnare a ricollocazione occupazionale il maggior numero possibile dei percettori in deroga nelle aziende che parteciperanno alla bonifica di Carmela Mirarchi

CROTONE - E’ stato firmato a Crotone l’accordo territoriale per la concessione dei trattamenti di mobilità per l’anno 2010 a favore dei lavoratori delle aziende del territorio che versano in stato di crisi. Lo rende noto l’amministrazione provinciale di Crotone. L’intesa è stata sottoscritta dal presidente della Provincia, Stanislao Zurlo, dall’assessore provinciale Pietro Durante, dall’assessore del Comune di Crotone Dome-

nico Mazza, dal direttore generalediConfindustriaDaniela Ruperti e dai segretari provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Con l’accordo unanimemente é stato assunto l’impegno di voler accompagnare alla ricollocazione occupazionale, attraverso le strutture ed i Centri per l’Impiego competentiallarealizzazionedei percorsi di politica attiva, il maggior numero possibile dei percettori in deroga nelle aziende che parteci-

peranno ai lavori di bonifica del sito industriale, del porto turistico, dell’area archeologica, alla cura, manutenzione e promozione dei beni culturali, dei sistemi turistici locali mediante sottoscrizionedi un protocollod’intesa che regolamenti le modalità operative ed impegni reciproci. «C’é l’impegno - ha sostenuto Durante - a voler proseguire, attraverso l’unità di crisi provinciale, ad attuare tutte le iniziative necessarie alla gestione delle crisi occupazionali della nostra provincia. A tal proposito ritengo necessaria la redazione del Patto per il Lavoro, ossia quel documento politico-istituzionale di programmazione e sviluppo che va costruito facendo riferimento al Piano regionale per le risorse umane 2010, al Fesr ed ai Fas 2007-2013, al fine di affrontare con maggiore organicità la grave crisi che attanaglia il nostro territorio».

37%

Il contributo di Cosenza e le sue imprese alla cassa regionale della contribuzione camerale tratta di versare siamo tutti calabresi, lasciano intendere i due ma è quando si danno e si ricevono gli auguri di Natale con i dipartimenti della Regione Calabria che si nota la differenza.A cominciare da uno stand fieristico che le imprese consentine pagano 9mila euro e quelle vibonesi, per esempio, 2.500. Per quanto "pesano" sul terreno di gioco le Camere di commercio di Cosenza e Reggio ricevono briciole dall’interlocuzione con il potere centrale politico regionale e la frattura diventa d’acciaio. Ci sono assi dei fondi comunitari da "disegnare" e altri da spalmare portando all’incasso vecchi residui ma chissà perché, lasciano intendere i "due" senza dirlo mai apertamente, le tre province più piccole fanno il pieno. E allora si rigioca la partita, dice Gaglioti. Da ieri è lui il presidente dell’"Unione regionale delle Camere di commercio Nord-Sud della Calabria". Per statuto l’Unione è chiamata ad avere interlocuzione politica con la Regione altro è capire quando e come verrà "pesata" poi questa interlocuzione. Con la Regione che c’è adesso. E con quella che verrà, ovviamente. E a pochi mesi da un voto che sa di platino non sarà facile far finta di non sentire il boato che due enormi "placche" sotterranee, quella cosentina e quella reggina, hanno emesso sciogliendosi una nell’altra. Chi sta in mezzo rischia di rimanerne schiacciato.


14

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

AMBIENTE E AGRICOLTURA Il progetto ha l’obiettivo di raccogliere tutti i dati ambientali e sanitari per avere la fotografia dell’evoluzione del rapporto tra le patologie riscontrate e le cause da ascrivere a fenomeni di inquinamento ambientale

L’approvazione arriva dal Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie. Si tratta del piano: "Raccolta studio ed elaborazione di dati epidemiologici ambientali"

Il Ministero della Salute Finanzia progetto Arpacal

Il progetto dell’Arpacal durerà due anni e avrà un finanziamento di oltre duecentomila euro

di Carmela Mirarchi CATANZARO- Il Ministero della Salute, attraverso il suo Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie, ha comunicato l’approvazione del progetto esecutivo dell’Arpacal(Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria) per la "Raccolta studio ed elaborazione di dati epidemiologici ambientali per la valutazione delle interazioni tra ambiente e salute". Il progetto, della durata di due anni e con un finanziamento di oltre duecentomila euro, ha l’obiettivo di raccogliere tutti i dati ambientali e sanitari provenienti dai diversi attori del territorio calabrese - aziende sanitarie in primis per avere una fotografia in tempo reale dell’evoluzione del rapporto tra le patologie riscontrate e le

Eletti i delegati del Consorzio Basso Ionio Reggino. Successo per la Coldiretti di car.mir.

eventuali cause da ascrivere a fenomenidi inquinamentoambientale. Si tratta, quindi, di un importante progetto che coinvolge l’Arpacal ma anche altri attori qualificati, come il Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria e le Unità Operative di Epidemiologia delle Aziende sanitarie calabresi. «Il nostro Centro di Epidemiologia Regionale Ambientale (Cera) - ha affermato il Direttore generale dell’Arpacal, Prof. Vincenzo Mollace - oltre che rappresentare la naturale interfaccia della Regione per quanto riguarda la ricerca nel settore, avrà il compito di connettere questo progetto esecutivo anche agli altri studi, che ci vedono partner di primo piano, come quello sulla cancerogenesi ambientale, partito nel 2008, nonché i lavori della task-force costituita per fronteggiare l’emergenza ambientale a Crotone». Il progetto - che avrà come referente dell’Arpacal il dott. Michelangelo Iannone, dirigente nel Cera - ha come obiettivi finali anche la corretta informazione da dare al pubblico, soprattutto nei casi di emergenze ambientali con

ripercussioni sulla salute collettiva, e la migliore conoscenza di tali fenomeni da parte dei decisori politici, per una più efficace programmazione. Intanto oggi alle ore 12, nella sede centrale dell’Arpacal (c.da Mosca - località Giovino Porto - Catanzaro Lido) il Direttore Generale dell’Arpacal, Prof. Vincenzo Mollace, terrà una conferenza stampa per illustrare i risultati e le attività che l’Agenzia ambientale calabrese ha realizzato nel 2009.

REGGIO CALABRIA - La lista "Coldiretti.Unionberg -Territorio" ha conquistato i 15 componenti del consiglio dei delegati al termine delle elezioni per il rinnovo del consiglio del Consorzio di Bonifica "Basso Ionio Reggino". Lo rende noto la Coldiretti. Il presidente della Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro, ha commentato con soddisfazione che «le elezioni di domenica scorsa nella città dello stretto, hanno ancora una volta confermato l’interesse per questi Enti e riconosciuto la validità del progetto messo in campo da Coldiretti Calabria. Le espressioni di voto che hanno caratterizzato il rinnovo degli organi di governo del consorzio di bonifica riformato Basso Ionio Reggino, attestano in modo inequivocabile qualora

ce ne fosse bisogno, che sotto l’aspetto sociale ed economico vi è una forte necessità di una nuova politica a difesa del suolo e questa, è una esigenza molto avvertita nella provincia di Reggio Calabria. Un gruppo dirigente coeso ha proseguito Molinaro - ha decli-

nato il progetto, che sarà portato avanti, perché a guidare e orientare l’azione vi è la consapevolezza di dover realizzare servizi importanti per le imprese agricole ed agroalimentari e per il territorio che, messo in sicurezza, deve fare coesistere gli interessi legitti-

mi delle imprese e delle popolazioni. Per la Coldiretti, la costruzione di una filiera tutta agricola e tutta italiana firmata degli agricoltori, trae nei consorzi di bonifica un insostituibile alleato per la realizzazione della qualità delle produzioni e per la piena legittimazione di una agricoltura al servizio del territorio e dei cittadini». Molinaro ha quindi auspicato che adesso «anche negli altri due Consorzi della provincia reggina, è giunto il tempo di andare al voto».


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 15

UNIVERSITA' E SCUOLA

Latorre incontra la stampa Buoni i risultati dell’Unical

di C.M.

Corso di aggiornamento “Chirurgia ricostruttiva e funzionale del pavimento pelvico”

COSENZA - Il 2009 è stato un anno intenso e ricco di attività e ha visto l’Università della Calabria confermare l’importanza del proprio ruolo all’interno del sistema universitario italiano. I risultati ottenuti hanno spaziato dal riconoscimentodellaqualitàdeiservizi, nella tradizionale rilevazione del Censis e del quotidiano "la Repubblica",all’assegnazionedelle risorse, da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca, che ha visto l’UniCal attestarsi nel gruppo delle migliori Università per didattica e ricerca. Non sono mancati, inoltre, com’è ormai nella tradizione dell’Ateneo, una serie di eventi, a partire dalla partecipazione del Capo dello Stato alla cerimonia dell’Anno Accademico, che hanno portato l’Università della Calabria alla ribalta nazionale. Il rettore, Prof. Giovanni Latorre, a consuntivo del lavoro svolto e delle attività promosse nel corso dell’anno, incontrerà domani la stampa nella Sala del Consiglio, al terzo piano del rettorato.

CATANZARO - Martedì e mercoledì 12 e 13 gennaio 2010 presso l’Aula Magna B - Corpo H - del Campus Universitario di Germaneto si terrà il Corso di Aggiornamento in Chirurgia Ricostruttiva e Funzionale del Pavimento Pelvico, organizzato dalla Cattedra di Ostetricia e Ginecologia dell’Università Magna Graecia in collaborazione con le Cattedre di Chirurgia Generale e di Urologia. Il corso, coordinato dal dott. Stefano Palomba, sarà articolato in due sessioni, la prima di tipo teorico, la seconda di tipo pratico con video delle più moderne procedure chirurgiche, nel corso delle quali verrà dato ampio spazio all’esperienza diretta dei Docenti. La frequenza dell’intero Corso darà diritto all’attestato di partecipazione ed il conseguimento dei relativicreditiformatividiEducazione Continua in Medicina (Ecm). L’iscrizione al Corso di Aggiornamento è gratuita e limitata alle prime 200 domande.

La cultura del ricordo L’Editore Guido Talarico, Alessio De Grano, la Redazione de il Domani e la Mediatag Spa sono particolarmente vicini alla famiglia in questo momento di tremendo dolore ed esprimono tutto il proprio cordoglio per la scomparsa del commendatore SANTO LICO In occasione del Trigesimo della morte della Signora ANGELINA TROVATO sarà celebrata una santa messa in suffragio martedi 29 dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa della Pietà, Lamezia Terme.

In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora PASQUALINA MAZZA sarà celebrata una santa messa in suffragio martedì 29 dicembre alle ore 17.30 nella Chiesa di Mater Domini a Catanzaro.

In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora DORA ANNA ROCCA sarà celebrata una santa messa in suffragio martedi 29 dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa di San Domenico, Lamezia Terme

In occasione del Trigesimo della morte del Signor GIACINTO FOLINO sarà celebrata una santa messa in suffragio mercoledì 30 dicembre 2009 alle ore 17.00 nella Chiesa S. Maria Assunta in Cropani, Cz.

In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora ANTONELLA NERBINI sarà celebrata una santa messa in suffragio martedì 29 dicembre alle ore 9.00 nella Chiesa di S. Teresa dell’Osservanza a Catanzaro.

In occasione del Trigesimo della morte del Signor GIUSEPPE CRITELLI sarà celebrata una santa messa in suffragio mercoledì 30 dicembre 2009 alle ore 17.00 nella Chiesa di S. Elia, Catanzaro.

In occasione del 1° Anniversario della morte del Signor LIBORIO CASCIO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 29 dicembre alle 17.30 nella Chiesa S.S. Salvatore in viale de Filippis a Catanzaro.

In occasione del 1° Anniversario della morte del Signor LUIGI COSTANTINO sarà celebrata una messa in suffragio giovedì 31 dicembre alle ore 9.00 nella Parrocchia Maria SS Immacolata in Soverato, Cz.

La cultura del ricordo

Accettazione telefono

0961 996.802 ORARIO: 9,00-13,00 | 15,00-18,00

L’avvocato Mario Casalinuovo, presidente onorario della Camera penale "Alfredo Cantafora" di Catanzaro, partecipa con profondo dolore al lutto della famiglia per la scomparsa dell’ AVV. NINO GIMIGLIANO che fu penalista di grande prestigio, per lunghi anni

Sarà celebrata una Messa in suffragio martedì 15 dicembre alle ore 17,30 nella chiesa S. Croce rione Pontepiccolo a Catanzaro In occasione del trigesimo della morte della Signora VITTORIA TRIPODI


18

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

LAVORO E SINDACATI Il 30 dicembre prossimo i dipendenti manifestaranno con le proprie famiglie

Assemblea lavoratori Comunità Montane Chiesto incontro con la Giunta regionale di Car.Mir. LAMEZIA TERME - Si è svolta a Lamezia Terme, l’Assemblea dei lavoratori delle Comunità Montane calabresi, indetta dalle federazioni regionali unitarie Fp Cgil Cisl Fp Uil Fpl per affrontare le problematiche collegate al taglio dei trasferimenti operato dal Governo nazionale nella finanziaria 2010. L’Assemblea, udita la relazione del segretario generale della Cisl Fpl Natale Pace, l’intervento del segretarioregionaledella Uil Fpl Francesco Caparello, i numerosiinterventideilavoratori

ad altissimo tasso di disoccupazione e degrado economico e sociale; ha confermato l’interesse prioritario del sindacato e dei e dei lavoratori ad un progetto regionale che rilanci le funzioni montane quale volano di sviluppo del territorio e dei cittadini ed a salvaguardia del ricco patrimonio di cultura, tradizioni etniche, opportunità turistiche, ecc. ha denunciato lo stato di disagio in cui già versano centinaia di lavoratori con le loro famiglia per il mancato pagamento degli stipendi da molti mesi, significando che in assenza di interventi saranno co-

stretti ad attivare ulteriori e più incisive azioni di lotta a difesa del posto di lavoro e della dignità delle proprie famiglie. L’assemblea dei lavoratori, alla luce delle esposte considerazioni, ha deciso di: autoconvocarsi con le proprie famiglie e sotto la guida del sindacato confederale, il giorno 30 dicembre davanti alla sede del Consiglio Regionale a Reggio Calabria, in occasione della riunione dello stesso organismo per l’approvazione della delibera di bilancio regionale 2010. Di inviare il presente documento ai Presidenti del Consiglio e della

L’Assemblea ha stigmatizzato la mancanza di un progetto politico da parte della Giunta regionale che non ha previsto nella proposta di legge di bilancio 2010 per la regione alcun tipo di intervento

Giunta regionale e ai capigruppo consiliari, chiedendo per quella data un incontro propedeutico ai lavori, e impegnando gli stessi ad affrontare con concretezza le problematiche da tempo denunciate.

Al primo posto delle richieste ci sono la garanzia del posto di lavoro per i 420 dipendenti di ruolo e i 109 lsu e lpu e la tutela delle professionalità maturate in 30 anni di esperienza e le conclusioni di Alfredo Iorno, segretario generale della Fp Cgil, ha stigmatizzato la mancanza di un progetto politico da parte della Giunta Regionale, che, nonostante le rassicurazioni fornite al sindacato unitario nell’incontro del 21 dal Capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta, a nome del Presidente Loiero, non ha ancora fatto sapere come intende risolvere il problema e, soprattutto, non ha previsto nella proposta di legge di bilancio regionale 2010 alcun tipo di intervento. L’assemblea: ha ribadito che sindacato e lavoratorimettono al primo posto delle loro richieste la garanzia del posto di lavoro per i 420 dipendenti di ruolo e i 109 lsu e lpu e la tutela delle professionalità maturate in 30 anni di esperienza, in una realtà come quella calabrese

NELLA NOTIZIA Attivate le procedure per il pagamento degli ex Why Not addetti al monitoraggio idrico CATANZARO - L’AFoR ha reso noto che ieri sono state attivate le procedureperilpagamentodiretto dei dipendenti ex Why Not, addetti al servizio di monitoraggio della rete idrografica regionale, che ne hanno fatto richiesta e che non hanno percepito il loro salario da parte della ditta appaltatrice del suddetto servizio. Nel giro di qualche giorno le somme, corrispondenti ad un acconto sul dovuto, potranno essere ritirate presso gli uffici dell’ex Azienda. Inriferimentoall’applicazionedella Legge regionale numero 31 del 2009 e successivemodifiche ed integrazioni "Norme per il reclutamento del personale - Presidi idraulici", che dispone l’assunzione a tempo indeterminato e part-time di personale da adibire all’organizzazione del suddetto servizio essenziale, l’AFoR ha attivato già in data 21 u.s. la procedura di avvio a selezione del persona-

le necessario per tramite degli uffici provinciali per l’impiego. Ieri a seguito dell’intervenuta modifica della legge regionale del 31/09 e dell’Ordine del Giorno approvato dal Consiglio Regionale, l’AFoR ha rettificato la richiesta di avvio a selezione ai centri per l’impiego provinciali per come necessario.


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 19

SANITA' E WELFARE

Per gli ospedali calabresi Pronti 443 milioni di euro

di Carmela Mirarchi CATANZARO - «Un investimento così nel settore sanitario non si era mai visto. Abbiamo 443 milioni di euro pronta cassa per costruire i quattro nuovi ospedali e per il programma di potenziamento funzionale e di innovazione tecnologica negli altri presidi sanitari. La parola d’ordine ora é una sola: accelerare. Dopo i ritardi accumulati dal Commissa-

riato per l’emergenza sanitaria, stiamo lavorando per cantierare le opere e acquistare le apparecchiature necessarie al più presto possibile. Si lavorerà senza più pause». E’ un Loiero più battagliero che mai quello che oggi ha convocato ieri a Palazzo Alemanni, in veste di nuovo commissario per l’emergenzain Sanità, una serie di riunioni tecniche, durante per l’intera giornata, per fare il punto ed elaborare una "road map" che consenta rilanciare la

Sanità calabrese, dopo l’accordo sottoscritto con il governo per il Piano di rientro al termine di una lunga ed estenuante trattativa. Le nuove strutture ospedaliere, saranno costruite con una ordinanza di protezione civile e sorgeranno a Vibo Valentia, Catanzaro, nella Piana di Gioia Tauro e nella Sibaritide. Il presidente - commissario non si é concesso una sosta neppure nei giorni di festa e con i più stretti collaboratori ha messo a punto le cose da fare da

IN BREVE

Loiero ha incontrato anche il Comitato di Corbelli: Osp. Annunziata garanzia di cui fanno reinternalizzare i servizi parte parenti di COSENZA- Il leader del movimenalcune vittime to Diritti Civili, Franco Corbelli ha rivolto «un appello al presidente delper incidenti la Regionee responsabiledellasanità calabrese, Agazio Loiero - è sanitari detto in una nota - a favore dei qui a giorni. Al primo incontro, oltre al presidente Loiero, hanno partecipato il segretario generale della Giunta Nicola Durante, il dirigente generale vicario del Dipartimento Tutela della Salute Antonino Bonura, il prefetto Silvana Riccio (soggetto attuatore per la struttura di Vibo Valentia), l’ingegnere Fabrizio Colcerasa (soggetto attuatore per Catanzaro), l’onorevole Giuseppe Aloise (soggetto attuatore per la Sibaritide) e il dottor Marco Repellino (soggetto attuatore per il superamento del rischio clinico). «Abbiamo accumulato grossi ritardi - ha detto Loiero - durante la passata gestione commissariale. Ora, tutti assieme, faremo il possibile per recuperare il tempo perduto, facendo ripartire speditamente le procedure ». Il presidente ha inoltre illustrato al Cts i progetti relativi ai quattro nuovi ospedali.

lavoratori della Dussmann, che operano, da diversi anni, nell’appalto di pulizia ed inservierato presso l’ospedale Annunziata, che questa mattina manifesteranno a Cosenza davanti alla direzione dell’Azienda Ospedaliera cosentina. Questi lavoratori continua - qualificati grazie anche ad un corso finanziato dalla Regione, che rischiano adesso di perdere il posto di lavoro perché l’azienda vuole appaltare i servizi dipuliziahannochiestol’intervento del leader di Diritti Civili». Corbelli ha chiesto a Loiero «di tutelare i dirittidi questilavoratorie di evitare che,appaltandoi lavoridi pulizia,si sprechino queste risorse, si consumi un’ingiustizia e si realizzi un nuovo spreco di denaro pubblico. L’Azienda ospedaliera si appresta, per la grave carenza di personale con qualifica di operatore socio sanitario, ad effettuare assunzioni di operatori in possesso di questo titolo.Procedereconlareinternalizzazione dei servizi».


il Domani MartedĂŹ 29 Dicembre 2009 21

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

23.682,38 23.302,56 24.673,40 23.844,16 23.001,60 11.197,29

0,84 0,84 1,11 0,52 1,56 0,50

METALLI

VAL. ACQUIST

VAL. VENDITA

Euro/Dollaro

1,4388

1,4393

ORO

Euro/Sterlina

0,899

0,8996

ARGENTO

131,75

131,81

1,488

1,49

Euro/Yen Euro/Franco Sv.

USD/on

EURO/gr

1105,90

24,65

17,62

0,395

PLATINO

1495,50

33,69

PALLADIO

396,00

9,1

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bouty Healthcare Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour

Prezzo ultimo contr. Var %

Max

Apertura

0,838 1,461 7,325 4,0025 66,76 1,86 1,028 3,80 0,2023 0,516 4,6075 13,79 8,81 0,31 2,29 0,488 87,93 3,0025 13,07 0,777 0,421 0,037 0,663 99,25 1,507 5,865 17,99 8,615 9,965 15,60 16,63 8,935 87,50 2,475 8,345 7,31 3,07 0,7185 5,28 11,56 43,80 1,953 2,09 56,08 50,11 1,841 2,93 118,60 0,602 1,231 4,68 10,35 3,90 5,00 6,78 0,655 3,98 4,315 10,16 0,4935 0,6855 6,14 97,51 0,573 1,44 0,4885 1,495 5,24 1,51

0,8545 1,475 7,43 4,125 68,50 1,97 1,055 3,91 0,206 0,523 4,62 14,41 8,82 0,321 2,3175 0,499 88,51 3,0575 13,22 0,799 0,429 0,0382 0,69 100,00 1,531 5,96 18,13 8,725 10,21 15,90 16,75 9,125 87,50 2,575 8,42 7,435 3,15 0,734 5,36 11,65 44,05 2,0175 2,2175 56,31 50,73 1,879 2,93 119,49 0,615 1,239 4,92 10,51 3,98 5,07 6,965 0,67 4,1225 4,41 10,35 0,51 0,7015 6,26 98,00 0,579 1,48 0,5075 1,52 5,645 1,654

0,838 1,461 7,385 4,0025 67,76 1,918

56,37

+1,75 17.30.29 55,70

56,40

55,81

1,369 35,35 1,399

+0,37 9.59.16 1,369 +1,87 16.30.34 34,99 +1,75 11.00.54 1,399

1,37 35,64 1,399

1,37 35,20 1,399

0,842 1,47 7,395 4,12 68,50 1,938 1,04 3,80 0,2036 0,521 4,615 14,27 8,81 0,31 2,29 0,494 88,30 3,01 13,22 0,787 0,421 0,0371 0,67 99,99 1,52 5,865 18,06 8,63 10,00 15,80 16,75 9,115 87,50 2,50 8,395 7,40 3,10 0,719 5,31 11,58 43,92 1,978 2,14 56,25 50,70 1,869 2,93 119,49 0,611 1,235 4,68 10,50 3,9475 5,045 6,96 0,665 4,1225 4,40 10,33 0,504 0,6865 6,26 97,80 0,5785 1,48 0,50 1,507 5,50 1,654

1,192 101,40 105,00 5,185 0,2048 5,81 1,142 11,43 7,395 5,30 2,9975 1,057 2,42 1,739 0,305 7,31 0,329 90,20 2,21 33,50

+0,24 +0,96 +0,96 +3,00 +1,38 +3,58 -1,42 -2,25 +1,14 -0,57 +1,43 +0,35 -2,00 +0,81 +0,22 +0,31 +1,46 -0,58 +1,38 -0,19 -2,88 -2,37 +3,80 +0,54 +0,66 -0,93 +0,45 +0,06 -0,69 +2,13 +0,90 +1,11 +0,34 -3,29 +0,42 +0,68 +1,64 -2,24 +0,86 +0,26 +0,55 -0,65 -2,06 +1,26 -0,06 +1,58 -1,68 +0,41 +0,41 +0,57 +1,08 +0,67 +0,00 +1,25 +1,98 +0,76 +2,30 +0,46 +0,78 +1,61 +0,51 +2,29 -0,50 +0,61 +1,58 +0,91 -0,53 +5,47 +1,47

+1,02 +0,09 +0,48 -0,19 +0,20 +0,69 +2,15 +1,42 +1,23 -0,38 +5,55 +1,34 -0,41 -0,06 +2,87 +0,21 -0,30 +0,00 +0,57 +0,00

Ora

16.24.37 17.30.32 17.30.27 16.30.30 17.30.34 16.30.37 16.09.23 17.30.53 16.30.59 16.22.40 16.48.47 16.30.12 16.14.22 16.13.06 16.37.04 16.30.37 17.22.03 17.30.39 17.30.56 16.30.11 16.30.09 16.30.43 16.30.07 16.20.14 17.30.55 17.30.24 17.30.44 17.30.23 17.30.51 16.21.35 17.16.48 17.30.09 16.20.04 16.30.53 17.24.52 17.30.13 16.30.46 17.30.50 17.30.22 15.32.00 17.18.25 16.30.51 16.30.10 17.24.34 17.12.56 17.30.10 9.18.42 17.20.45 12.35.56 17.30.21 14.50.32 17.30.54 17.30.19 17.30.23 17.30.10 16.30.02 16.22.53 16.30.39 16.20.40 16.30.43 15.51.27 17.30.20 17.30.34 17.30.13 16.17.53 16.24.51 16.30.01 17.30.59 16.30.35

16.30.46 13.25.30 16.38.20 17.30.07 16.30.49 17.30.30 17.30.31 17.30.02 17.30.16 16.27.33 17.30.41 16.30.54 16.22.09 16.30.49 16.30.18 17.30.53 16.04.58 14.34.02 16.30.10 14.44.09

Min

1,185 101,31 104,60 5,185 0,2011 5,77 1,103 11,34 7,28 5,285 2,89 1,029 2,40 1,702 0,2955 7,29 0,3235 90,20 2,20 33,50

3,9025 0,205

0,317 0,4975 3,0575 13,16 0,429 0,0382 0,6785 5,92 18,10 8,68 10,02

87,50 2,575 8,385 0,726 5,315 11,56 1,981 2,20 1,843 0,609 1,234 4,92 10,35 5,02 6,96 0,668 4,37 0,50 0,69 6,16 97,65 0,573 1,51 5,30

1,192 101,49 105,10 5,25 5,25 0,2055 0,2038 5,835 5,785 1,152 1,121 11,49 11,37 7,40 5,38 3,00 2,91 1,06 1,06 2,44 1,739 0,31 0,2955 7,355 7,315 0,33 90,20 2,2375 2,21 33,50

AZIONI

Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fmr Art'E' Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera I Grandi Viaggi

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

23,42 2,0375 0,8155 4,74 3,27 2,44 0,4995 0,1865 0,3225 0,891 1,79 0,67 2,00 0,6455 0,95 104,90 1,16 23,05 5,35 12,25 1,863 5,73 0,208 0,779 1,095 5,835 37,52 1,096 17,54 9,10 42,70 4,07 3,20 1,235 50,82 10,43 24,64 2,3125 5,25 15,95 29,20 1,061 1,293 1,255 11,88 1,917 3,3925 4,065 1,38 27,87 17,85 5,27 9,65 0,65 0,467 9,175 0,1539 2,8975 0,3565

+1,17 +4,49 +2,26 -0,37 +1,40 +2,74 +0,91 +0,32 +1,58 +0,00 +1,02 -3,74 +0,76 +0,08 -0,05 +0,38 -0,26 +1,36 +0,75 +0,25 -2,15 +3,80 -0,33 +2,70 +1,39 -0,09 +2,91 +1,86 +1,45 +0,89 +0,59 -0,12 -2,59 +0,08 +0,99 +0,39 +2,11 +3,70 +0,48 +0,19 +2,53 +0,66 -0,46 +0,88 +0,76 -1,13 +2,03 -0,24 +0,00 +1,75 +0,68 +1,54 +0,89 +1,09 +1,52 +1,33 -0,71 +3,58 -2,19

17.30.30 15.52.34 16.30.37 15.21.05 17.30.34 15.53.27 13.15.09 16.23.10 16.30.37 15.08.52 17.30.12 16.30.55 16.23.13 16.30.52 16.30.54 12.21.11 16.30.24 11.45.10 17.30.45 16.43.11 16.30.17 17.30.54 16.30.17 15.57.50 17.30.35 17.30.22 17.24.04 16.54.52 16.30.22 16.30.16 15.10.17 17.30.48 16.30.05 17.12.13 17.30.22 17.00.03 17.30.35 17.30.19 17.01.51 17.30.43 15.30.05 17.30.39 17.08.27 17.30.30 16.14.31 17.30.10 16.52.13 17.30.15 15.19.26 17.30.15 17.30.00 17.30.30 17.30.11 16.13.58 16.30.40 17.30.00 16.30.50 17.20.35 16.19.17

23,19 1,911 0,812 4,74 3,1975 2,31 0,4995 0,1846 0,3225 0,889 1,77 0,6685 1,99 0,6455 0,9215 104,50 1,146 22,00 5,295 12,24 1,85 5,575 0,1981 0,757 1,071 5,835 36,45 1,07 17,30 9,02 42,44 4,04 3,20 1,218 50,51 10,41 24,02 2,24 5,21 15,85 28,85 1,052 1,293 1,238 11,65 1,915 3,32 4,0525 1,379 27,39 17,77 5,21 9,60 0,646 0,462 9,13 0,1525 2,7975 0,353

23,55 2,0375 0,8285 4,7575 3,27 2,44 0,50 0,1878 0,3225 0,9065 1,792 0,70 2,0575 0,655 0,9675 104,90 1,175 23,05 5,35 12,33 1,905 5,775 0,2099 0,779 1,097 5,91 37,52 1,104 17,58 9,14 42,70 4,07 3,25 1,237 50,82 10,48 24,64 2,3175 5,25 16,10 29,27 1,07 1,31 1,329 11,90 2,02 3,395 4,1075 1,38 27,87 17,93 5,27 9,70 0,6575 0,48 9,25 0,1571 2,90 0,3645

13,36 7,34 9,91 1,227 19,12 10,32 6,02 6,37 4,56 4,49 0,40 0,196 11,00 4,8775 0,595 11,09 7,965 2,6375 17,60 1,223 0,567 5,90 29,90 2,225 0,562 1,76 18,76 4,9725 2,735 2,24 3,29 6,33 4,90 4,50 1,62 0,982

+1,99 +1,17 +1,12 +0,57 +0,11 +0,78 +0,25 -0,16 +1,17 +0,00 -2,20 -1,90 -0,27 +8,39 +0,42 +2,02 +3,51 +1,54 +1,27 +0,00 +1,07 +0,00 +0,03 +1,48 -0,71 +1,73 +1,41 +3,33 +1,77 +0,22 -0,30 +5,50 +1,34 +1,58 +1,89 -0,25

17.30.16 17.30.42 17.00.39 17.30.04 17.30.45 17.30.35 17.30.09 17.30.23 17.30.05 17.16.38 12.08.12 16.30.40 17.30.20 16.30.15 15.47.12 17.30.32 17.30.13 17.30.54 11.22.12 11.01.10 16.18.55 16.06.35 17.23.39 17.30.41 17.30.00 13.53.58 17.30.16 17.30.52 16.30.54 17.30.13 17.11.13 16.22.43 16.30.29 16.30.05 17.30.11 16.21.15

13,13 7,25 9,91 1,214 19,01 10,28 6,02 6,32 4,415 4,47 0,394 0,192 10,97 4,50 0,583 10,91 7,75 2,5875 17,50 1,223 0,563 5,84 29,80 2,18 0,562 1,67 18,64 4,83 2,70 2,205 3,2875 6,15 4,6775 4,37 1,59 0,971

13,36 13,20 7,39 7,315 10,10 1,234 1,214 19,30 19,13 10,39 10,37 6,04 6,075 6,46 6,435 4,565 4,5125 0,4095 0,4095 0,1999 11,08 11,06 4,8775 4,50 0,595 11,10 10,98 7,97 7,80 2,6375 17,60 1,223 0,575 0,5715 5,90 5,90 29,90 2,225 0,574 0,57 1,79 1,67 18,85 18,67 4,99 4,8525 2,7875 2,2825 2,25 3,36 3,36 6,45 6,23 4,9475 4,51 4,47 1,629 1,59 0,982

1,94 0,825

0,50 0,1878 0,889 1,792 0,6995 2,05 0,655 0,955 104,50 23,00 5,35 1,904 5,60 0,208 0,757

1,085 17,39 9,11

1,218 24,34 16,10 28,94 1,066 1,31 1,28 11,65 1,958 4,095 27,40 17,83 9,65 0,6535 0,48 9,13 0,1565 2,7975 0,3645

AZIONI

I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mirato Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Permasteelisa Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prima Industrie Axa+W Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp

Prezzo ultimo contr. Var %

12,85 1,581 0,959 1,949 0,825 2,5075 8,20 7,875 7,835 7,045 0,30 0,607 3,71 3,17 2,3125 0,0672 1,564 1,31 3,175 Sosp. 3,60 9,61 5,125 30,47 22,41 1,95 0,889 0,1576 8,73 2,195 0,46 0,86

Ora

Min

12,80 1,57 0,958 1,933 0,82 2,49 8,20 7,82 7,465 6,97 0,299 0,5895 3,6675 3,1425 2,31 0,0667 1,564 1,288 3,12

Max

Apertura

12,88 1,595 0,997 1,965 0,8315 2,545 8,61 7,94 7,85 7,095 0,3045 0,607 3,7525 3,17 2,3275 0,0682 1,57 1,31 3,19

12,80

+0,39 +0,57 -4,10 -0,05 +0,86 +0,40 -5,69 +1,22 +1,95 +2,55 -1,32 +1,17 -0,40 +1,68 +1,09 -0,44 +1,23 +2,50 +0,63

16.22.37 17.30.15 17.30.17 16.30.56 16.30.51 17.30.38 17.30.33 17.30.08 15.55.21 17.24.49 15.09.12 11.01.26 17.30.48 17.30.39 17.30.03 16.30.00 9.51.08 17.30.52 15.49.47

+1,27 +1,64 +1,59 +0,89 +1,96 +0,00 +0,45 +7,28 +0,98 +0,34 +2,79 +2,38

16.54.23 17.30.40 17.30.10 17.30.25 17.30.20 14.32.05 16.45.11 16.30.34 17.30.01 16.30.02 16.30.29 14.59.50

3,56 3,61 9,50 9,63 9,59 5,065 5,20 5,065 30,45 30,90 30,50 22,00 22,48 22,15 1,95 1,95 0,875 0,897 0,896 0,146 0,1615 0,1469 8,70 8,885 8,885 2,155 2,1975 2,1875 0,447 0,46 0,83 0,86

-0,69 -1,80 -0,07 +0,89 -0,37 +2,92 -1,64 -2,16

17.30.55 17.30.05 17.30.13 17.30.20 15.54.54 17.30.05 16.30.17 16.30.50

2,125 2,185 3,395 3,485 3,485 13,64 13,83 13,77 18,01 18,19 18,01 79,69 79,69 2,42 2,475 2,43 0,1436 0,1468 0,1436 1,489 1,536

2,16 3,405 13,67 18,18 79,69 2,47 0,1441 1,492 Sosp. 5,93 3,36 5,78 8,385 4,4075 2,7475 0,60 15,30 2,00 2,135 Sosp. 3,92 1,72 3,0725 0,1689 7,38 0,46 0,139 0,275 1,395

-0,25 +1,82 +0,26 +1,09 +1,03 -0,09 +0,00 +0,07 +3,41 +2,15

17.30.27 12.04.28 17.30.14 17.30.39 17.30.50 16.30.59 16.30.42 16.30.46 17.30.23 17.24.01

5,915 5,99 3,3575 3,365 5,725 5,84 8,45 8,35 4,39 4,44 2,7175 2,83 0,60 0,60 15,30 15,30 1,966 2,0125 2,09 2,16

+2,89 +5,01 -0,24 +1,14 -0,94 +2,00 -0,64 +4,96 +2,50

16.30.26 16.30.47 17.30.32 16.30.46 17.30.57 16.30.55 16.22.52 16.23.59 16.30.42

3,94 3,85 1,691 1,786 3,06 3,13 0,1688 0,1746 7,325 7,57 0,427 0,4605 0,139 0,145 0,275 0,275 1,37 1,425

5,375 2,64 2,96 5,365 8,78

+1,42 -1,86 -1,33 -1,56 -1,07

17.30.23 5,25 14.22.37 2,58 17.30.45 2,9525 16.30.32 5,30 17.12.53 8,72

5,375 2,685 3,02 5,45 8,97

1,95 0,82 2,5225 8,205 7,86 7,70 0,30 0,5895 3,7525 3,1425 2,3275 0,067 1,298

5,80 8,40 4,415 2,78 1,97 2,15 3,85 1,77 3,10 0,17 7,57 0,444

5,30

0,50 Sosp. 1,87 1,952 12,95 20,65 1,98 4,22 2,93 1,153 0,425 0,4515 0,496 11,59 0,4505 0,85

+0,00 15.11.15 0,4905 0,5145 0,4905 +1,69 +0,62 +0,00 +0,24 +0,51 -2,20 +3,53 -2,29 +0,71 -1,42 +1,95 +0,00 +1,69 +0,00

17.30.13 17.30.29 16.30.57 16.42.35 16.30.52 16.30.12 16.30.23 16.18.02 17.30.04 17.30.57 17.30.54 17.20.04 16.13.36 17.30.13

1,87 1,80 1,935 1,96 1,944 12,95 12,97 12,95 20,48 20,65 1,969 1,99 1,98 4,1525 4,3425 4,18 2,8425 3,09 2,9475 1,151 1,189 1,161 0,4225 0,428 0,427 0,4515 0,458 0,4565 0,488 0,4985 0,49 11,50 11,78 0,45 0,4505 0,84 0,855 0,855

0,9835 1,044 0,998 8,10 0,64 12,00 0,356 0,95 1,264 0,78

+5,75 -0,38 +0,30 +2,14 -39,96 +0,17 -3,78 +0,85 +1,53 -0,38

16.30.26 16.30.00 12.36.01 17.30.24 17.30.19 17.30.30 16.30.28 15.31.49 17.30.41 16.18.44

0,97 1,036 0,998 8,00 0,60 12,00 0,3495 0,93 1,252 0,764

0,998 0,97 1,045 1,038 0,998 8,685 8,35 0,88 0,70 12,06 12,00 0,363 0,3505 0,95 0,95 1,269 1,269 0,785


22 Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Rdb Realty Vailog Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

2,15 2,3625 5,25 36,50 0,2481 16,04 0,44 0,1023 0,435 1,242 68,80 0,335 16,35 0,498 6,10 5,445 0,582 24,16

+0,12 -1,56 -0,47 +2,82 +0,41 +0,63 +0,23 +0,69 +1,28 -0,24 +2,08 -1,76 +0,31 +4,40 +0,00 +0,83 +0,61 +0,21

17.30.50 16.30.29 17.30.27 17.18.18 17.16.45 17.30.27 16.09.46 16.21.46 16.30.31 16.24.37 15.16.33 16.30.05 16.57.31 16.30.23 17.30.03 17.30.45 16.30.04 17.30.26

2,1225 2,15 2,3425 2,4975 2,4975 5,225 5,30 5,275 36,50 36,99 0,247 0,254 0,249 15,89 16,15 15,90 0,44 0,453 0,444 0,1017 0,103 0,1025 0,427 0,445 0,44 1,241 1,243 68,30 68,81 0,33 0,343 0,34 16,15 16,40 0,4875 0,498 0,4875 6,06 6,195 5,345 5,455 5,40 0,57 0,585 0,5785 24,10 24,41 24,38

55,99 32,82 2,195 10,65 5,70 0,68 0,1637 1,01 5,18 6,275 91,80 64,84 2,95 3,465 0,1175 91,81 0,1152

-0,62 +3,86 +1,86 +5,34 -0,35 -1,02 -1,74 +0,00 +0,58 +0,72 +0,21 +1,19 +0,51 -0,14 -0,84 +1,98 -0,69

16.21.55 14.59.16 17.30.08 12.20.35 16.20.37 16.30.52 17.30.00 17.30.05 17.30.50 17.30.58 16.17.41 16.54.31 16.30.30 17.30.43 16.19.46 14.14.38 16.30.45

55,95 56,06 31,60 32,82 2,10 2,1975 10,24 10,65 5,55 5,80 0,68 0,691 0,161 0,1655 1,01 1,01 5,105 5,25 6,17 6,30 91,45 91,80 64,64 64,84 2,9125 2,97 3,4525 3,505 0,1165 0,119 90,46 91,81 0,1142 0,1172

2,17 0,691 0,164 5,25

2,97 3,485 0,119

AZIONI

Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

49,03 Sosp. 2,09 3,97 64,80 1,267 0,34

-1,65 +1,80 +1,65 +2,18 +3,03

6,355

+0,32 17.30.55

13,70 3,03 0,0999 1,095 0,0997 0,7765 19,60 15,04 2,9875 1,685 0,1668 51,52 1,253 45,35 11,11 Sosp. 6,85 10,05 110,76 0,8945 2,35 2,8675 23,00 0,94 0,6045

Min

+1,83 16.53.28 48,73

Max

17.23.06 2,06 2,1425 16.30.45 3,855 3,9725 15.14.55 63,65 64,80 16.30.30 1,225 1,27 15.25.31 0,33 0,34 6,30

Apertura

49,05

6,43

2,14 3,90 1,23 6,365

-2,14 +0,66 -0,10 +1,20 -0,30 +0,58 +2,03 +1,83 +0,08 +1,94 +0,12 +0,37 +1,05 +1,27 +1,46

16.30.43 17.30.07 15.50.15 17.30.00 16.30.17 17.30.18 14.15.30 17.30.58 17.30.38 16.30.21 17.30.38 17.30.24 11.06.58 17.22.59 16.30.47

13,68 13,71 2,99 3,40 3,09 0,099 0,10 0,0991 1,086 1,098 1,095 0,099 0,1019 0,1019 0,7705 0,781 0,779 18,80 19,60 14,91 15,13 14,95 2,975 3,005 2,995 1,66 1,73 1,699 0,1665 0,1684 0,1682 51,25 51,73 51,50 1,253 1,253 45,29 45,53 11,00 11,16 11,03

-0,51 +1,11 -0,20 +0,51 +0,97 +0,44 -2,71 +1,90 +2,28

17.14.03 17.30.58 16.23.19 17.30.45 17.30.17 17.30.42 17.21.47 17.30.15 17.30.11

6,785 6,95 9,97 10,05 9,98 110,75 110,97 0,868 0,896 0,886 2,3425 2,3575 2,35 2,845 2,91 2,8525 22,66 23,70 0,933 0,94 0,937 0,597 0,605 0,6005

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Retelit 08-11 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Sosp. 1,382 4,64 3,8775

Ora

Min

+0,15 16.30.42 1,382 +0,87 16.23.11 4,57 -1,08 17.08.31 3,84

20,50 +1,69 11.35.13 9,53 -2,85 17.16.52 0,0599 +0,67 16.30.31 0,061 -1,45 16.17.45 4,65 +4,97 17.23.54 0,0507 +6,74 16.12.00 0,093 +13,83 16.03.25 0,139 +2,96 16.30.13

+1,40 +1,23 +4,65 -0,19 -5,36 +2,04 +0,62 -0,15 -1,97 +1,54 +0,90 -1,94

16.30.32 17.08.11 13.35.16 13.27.32 15.49.15 17.30.42 17.30.00 17.30.45 16.22.21 16.33.31 16.02.42 15.23.36

Apertura

1,382 4,65 3,93

4,60 3,93

20,50 20,50 9,53 9,82 0,059 0,0629 0,0609 0,06 0,064 0,062 4,3925 4,72 0,0477 0,0529 0,0527 0,0825 0,0948 0,093 0,135 0,139

0,0283 -10,44 13.23.18 0,0278 0,2469 -1,04 15.35.00 0,236 0,0099 -2,94 16.19.34 0,0099 0,089 +11,39 16.30.21 0,082 0,0292 -2,01 13.25.35 0,0292 0,1048 +2,54 17.30.24 0,103 0,145 0,948 0,225 0,103 0,0053 0,005 0,0484 4,87 0,1887 3,95 0,4495 0,605

Max

0,03 0,03 0,2495 0,2469 0,0099 0,0898 0,089 0,0292 0,1054 0,103

0,1002 0,145 0,932 0,955 0,932 0,225 0,265 0,225 0,0991 0,103 0,0991 0,0053 0,0054 0,0048 0,005 0,005 0,048 0,05 0,0499 4,83 4,8725 0,1887 0,1949 0,1948 3,88 3,97 0,441 0,45 0,448 0,5835 0,61

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Az. Italia Cl. L Allianz Az. Italia Cl. T Allianz Azioni Italia All Stars Arca Azioni Italia Bim Az. Italia Bim Az. Small Cap Italia Bipiemme Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Az. Italia Carige Az. Italia Cl. A Carige Az. Italia Cl. B Carismi Dynamic Italia Cl. A Carismi Dynamic Italia Cl. B Ducato Geo Italia Cl. A Ducato Geo Italia Cl. Y Eurizon Azioni Italia 130/30 Eurizon Azioni Pmi Italia Eurizon Focus Azioni Italia Eurom. Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel Pmi Fondit. Eq. Italy Cl. R Fondit. Eq. Italy Cl. T Gestielle Italia Cl. A Gestielle Italia Cl. B Gestnord Azioni Italia Imi Italy Interf. Eq. Italy Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam Partners Az. Italia Optima Az. Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Az. Crescita Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia C.To Az. Italia Symphonia C.To Az. Italia Small Cap Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pramerica Azioni Italia Vegagest Az. Italia Cl. A Vegagest Az. Italia Cl. B Zenit Azionario Cl. I Zenit Azionario Cl. R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Bancoposta Az. Euro Bipiemme Euroland Caam Azioni Qeuro Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. A Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. Y Epsilon Qeq. Eurizon Azioni Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Azioni Euro Fondo Alto Az. Intra Az. Area Euro Leonardo Euro Symphonia C.To Az. Euro Ubi Pramerica Azionario Etico Ubi Pramerica Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro Cl. A Vegagest Az. Area Euro Cl. B Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. I Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Az. Europa Cl. L

+0,76 +0,43 +0,85 +0,85 +0,34 +0,83 +0,92 +0,45 +0,46 +0,80 +0,06 +0,77 +0,82 +0,82 +0,44 +0,51 +0,77 +0,77 +0,40 +0,04 +0,44 +0,69 +0,77 +0,13 +0,41 +0,41 +0,94 +0,92 +0,83 +0,38 +0,39 +0,71 +0,75 +0,54 +0,82 +0,18 +0,86 +0,88 +0,00 +0,81 +0,44 +0,83 +0,39 +0,87 +0,85 +0,76 +0,77 +0,78

+0,33 +1,18 +0,41 +0,27 +0,64 +0,61 +0,61 +0,27 +0,29 +0,23 +0,64 +0,81 +0,69 +0,82 +0,66 +0,89 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06 +0,42 +0,52

14,696 6,089 20,892 20,564 4,141 19,901 7,164 6,97 15,773 17,741 5,237 4,846 5,38 5,434 3,621 3,324 13,768 14,079 17,17 4,635 12,214 20,128 19,027 14,756 11,305 11,384 13,167 13,445 10,504 22,342 8,80 8,927 16,768 4,661 5,623 5,515 13,28 17,761 5,00 11,297 3,631 6,166 5,69 5,01 6,297 6,347 9,417 9,323

4,538 4,042 4,374 4,438 12,493 6,284 6,445 4,484 26,552 13,771 14,773 5,722 5,405 5,683 5,017 5,541 7,055 7,055 4,672 4,648 5,297 15,366

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

+0,52 15,17 Fondit. Euro Defen. Cl. T Allianz Az. Europa Cl. T +1,22 +0,91 6,906 Fondit. Euro Tmt Cl. R Allianz Multieuropa +1,43 +0,45 3,831 Fondit. Euro Tmt Cl. T Anima Europa +1,45 9,126 Fondit. U.S. Tmt Cl. R +0,61 Arca Azioni Europa -0,04 Bim Az. Europa +0,79 9,678 Fondit. U.S. Tmt Cl. T -0,04 Bipiemme Europa +0,24 12,479 Interf. Inter. Securities New Economy +0,64 Bipiemme Iniziativa Europa +0,33 6,359 Optima Tecnologia +0,72 Bnl Azioni Europa Crescita +0,63 11,10 Vegagest Mobiliare Re Cl. A +0,40 Bnl Azioni Europa Dividendo +0,72 2,924 Vegagest Mobiliare Re Cl. B +0,40 +0,56 3,76 AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Bpvi Az. Europa +0,90 4,025 Ducato Etico Geo Cl. A Caam Europe Eq. +0,71 +0,41 5,359 Ducato Etico Geo Cl. Y Carige Az. Europa Cl. A +0,69 +0,51 5,561 Eurizon Azionario Internazionale Etico +0,05 Carige Az. Europa Cl. B 4,189 Pioneer C.I.M. - Global Gold And Mining -1,77 Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. A +0,19 Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. B +0,43 3,96 BIL. AZIONARI Consultinvest Azione +0,32 8,357 Aureo Primaclasse Crescita +0,49 Ducato Geo Europa Cl. A +0,51 10,455 Bipiemme&Co - Comp. 70 -0,07 Ducato Geo Europa Cl. Y +0,52 10,73 Ducato Mix 50-100 Cl. A +0,25 Ducato Geo Europa Pmi Cl. A +0,35 17,897 Ducato Mix 50-100 Cl. Y +0,27 Ducato Geo Europa Pmi Cl. Y +0,36 18,348 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. A +0,67 Epsilon Qvalue +0,22 5,075 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. Y +0,69 Eurizon Azioni Europa Multimanager +0,32 5,383 Eurom. Dinamico +0,41 +0,15 7,329 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. A Eurizon Azioni Pmi Europa +0,34 +0,21 8,008 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. B Eurizon Focus Azioni Europa +0,34 Eurom. Europe Eq. F. +0,52 13,624 Imindustria +0,03 Fms - Equity Europe +0,34 8,554 Ubi Pramerica Portafoglio Aggressivo +0,52 Fondaco Eu Sri Eq. Beta +0,57 85,883 Ubi Pramerica Privilege 4 +0,78 Fondersel Europa +0,57 12,667 BIL. BILANCIATI Fondit. Eq. Europe Cl. R +0,28 8,89 Abn Amro Master Bilanciato +0,02 Fondit. Eq. Europe Cl. T +0,28 8,952 Allianz Multi50 +0,30 Gestielle Europa Cl. A +0,58 6,799 Arca Bb +0,52 Gestielle Europa Cl. B +0,55 6,929 Arcacinquestelle Comp. C 50 +0,34 Gestnord Azioni Europa +0,61 8,22 Aureo Primaclasse Dinamico +0,44 Imi Europe +0,26 17,768 Azimut Bilanciato +0,23 Interf. Eq. Europe +0,18 5,64 Bancoposta Mix 2 +0,05 Investitori Europa +0,57 4,902 Bim Bilanciato +0,33 Laurin Eurostock +0,58 3,673 Bipiemme Inter. -0,13 Mc Fdf Europa Cl. A +0,44 6,326 Bipiemme&Co - Comp. 50 -0,02 Mc Fdf Europa Cl. B +0,45 3,591 Carige Bilanciato 50 Cl. A +0,26 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,62 5,549 Carige Bilanciato 50 Cl. B +0,24 +0,62 14,449 Consultinvest Bilanciato +0,40 Mediolanum Europa 2000 +0,53 4,768 Ducato Mix 30-70 Cl. A Nextam Partners Az. Europa +0,17 +0,63 2,856 Ducato Mix 30-70 Cl. Y Optima Az. Europa +0,19 +0,55 14,321 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. A +0,47 Pioneer Az. Europa Pioneer Az. Valore Europa A Dist. +0,71 6,561 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. Y +0,47 Ras Lux Eq. Europe +0,55 38,917 Epsilon Dlongrun +0,11 Sai Europa +0,64 10,117 Eurizon Bilanciato Euro Multimanager +0,15 +0,30 3,956 Eurizon Soluzione 40 Soprarno Dj Euro Stoxx 50 -0,08 +0,51 5,159 Eurizon Soluzione 60 Symphonia Multi S. Europa -0,05 +0,55 6,019 Eurom. Bilanciato +0,32 Synergia Az. Europa +0,91 114,034 Fideuram Performance -0,23 Talento Comp. Europa +0,30 5,432 Fondersel +0,42 Ubi Pramerica Az. Europa +0,26 5,832 Fondit. Core 1 Cl. R +0,21 Unibanca Az. Europa +0,64 4,527 Fondit. Core 1 Cl. T +0,21 Vegagest Az. Europa Cl. A Vegagest Az. Europa Cl. B +0,68 4,561 Fondit. Core 2 Cl. R +0,30 Fondit. Core 2 Cl. T +0,30 AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME +0,33 Eurizon Azioni Energia E Materie Prime +0,24 8,824 Fondit. Core 3 Cl. R Fondit. Core 3 Cl. T +0,33 AZ. SALUTE +0,35 -0,50 14,349 Fondo Alto Bilanciato Eurizon Azioni Salute E Ambiente Gestielle Global Asset 2 +0,34 AZ. FINANZA +0,23 Eurizon Azioni Finanza -0,06 16,826 Gestnord Bilanciato Euro +0,07 +0,53 6,081 Imi Capital Fondit. Euro Finan. Cl. R +0,07 +0,53 6,108 Mc Fdf Bilanciato Cl. A Fondit. Euro Finan. Cl. T +0,04 Mc Fdf Bilanciato Cl. B AZ. INFORMATICA +0,61 Eurizon Azioni Tecnologie Avanzate -0,05 3,726 Mediolanum Elite 60 L +0,59 Mediolanum Elite 60 S AZ. ALTRI SETTORI +0,44 +0,16 5,727 Nextam Partners Bilanciato Alpi Risorse Naturali +0,41 8,29 Sai Bilanciato -0,54 Ducato Immobiliare Cl. A +0,24 -0,54 8,513 Sai M. L. Din. Ducato Immobiliare Cl. Y +0,32 -0,01 10,209 Symphonia C.To Patrim. Globale Fms - Equity Gl. Resources +0,41 +1,30 10,429 Symphonia Multi S. Largo Fondit. Euro Cycl. Cl. R +0,23 Fondit. Euro Cycl. Cl. T +1,31 10,512 Synergia Bilanciato 50 +1,22 11,45 Ubi Pramerica Portafoglio Dinamico +0,30 Fondit. Euro Defen. Cl. R

11,54 5,373 5,40 2,424 2,442 31,084 2,533 4,004 4,004 2,843 2,91 5,505 8,196

3,659 4,182 3,647 3,699 3,888 3,941 32,653 4,447 4,488 12,113 5,07 5,071

17,47 4,665 30,573 4,456 3,891 23,571 5,898 21,871 11,819 4,817 5,878 5,964 4,998 4,116 4,178 4,26 4,315 6,19 34,565 6,014 23,465 26,529 11,314 44,397 10,218 10,276 9,799 9,858 9,677 9,748 15,456 12,073 14,899 30,075 6,022 4,477 4,954 9,489 5,92 3,441 4,261 5,078 5,416 5,61 5,346

VARIAZ. QUOT.

+0,65 5,289 Ubi Pramerica Privilege 3 -0,08 6,388 Val. Resp. Bilanciato +0,22 5,483 Vegagest Sintesi Dinamico BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilanciato Obbl. -0,05 9,333 Allianz Multi20 -0,05 5,683 Arca Te - Titoli Esteri +0,27 15,832 Arcacinquestelle Comp. A/B 25 +0,13 5,297 Aureo Primaclasse Valore +0,23 4,89 +0,04 7,493 Azimut Scudo -0,07 5,435 Bancoposta Inv. Protetto 90 5,75 +0,12 Bipiemme Mix +0,10 4,973 Bipiemme Pià Bilanciato 30 +0,01 33,842 Bipiemme Visconteo Bipiemme&Co - Comp. 30 -0,10 5,096 Bnl Protezione +0,18 22,846 Caam Qbalanced +0,24 8,621 Carige Bilanciato 30 +0,17 5,164 Carismi Dynamic Mix 15 +0,08 3,976 Carismi Dynamic Mix 30 +0,15 3,98 Ducato Mix 10-50 Cl. A +0,06 4,804 Ducato Mix 10-50 Cl. Y +0,06 4,873 +0,09 4,565 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. A +0,09 4,606 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. Y Eurom. Moderato +0,02 6,471 Gestielle Global Asset 1 +0,13 8,739 Mediolanum Elite 30 L +0,28 5,076 Mediolanum Elite 30 S +0,28 9,783 Symphonia C.To Bilanciato Equilibrato Italia+0,26 5,433 Symphonia Multi S. Adagio +0,17 5,728 Synergia Bilanciato 30 +0,11 5,413 Ubi Pramerica Bilanciato Euro A Rischio Contr.+0,22 5,871 Ubi Pramerica Portafoglio Moderato +0,10 5,73 Ubi Pramerica Privilege 1 +0,16 5,476 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,42 5,438 Vegagest Sintesi Audace +0,09 5,409 OB. EURO GOVERNATIVI BT Abn Amro Master Monetario +0,03 10,142 Allianz Monetario -0,01 15,79 Arca Mm - Monetario +0,05 14,743 -0,02 6,177 Bancoposta Monetario -0,01 16,264 Bg Focus Monetario 6,512 +0,00 Bim Obbl. Bt +0,02 12,118 Bipiemme Monetario Bipiemme Tesoreria Fondo Per Le Imprese+0,01 6,888 Bnl Obbl. Euro Bt -0,08 7,444 Bpvi Bt +0,03 6,284 +0,00 7,452 Caam Breve Termine -0,04 11,534 Carige Monetario Euro Cl. A -0,05 11,29 Carige Monetario Euro Cl. B +0,02 5,472 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. A +0,02 5,514 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. B +0,00 4,989 Consultinvest Bt -0,02 5,765 Cr Cento Monetario Plus Credit Suisse Monetario Cl. B -0,01 7,743 Credit Suisse Monetario Cl. I -0,01 7,795 Ducato Fix Euro Bt Cl. A +0,02 6,291 Ducato Fix Euro Bt Cl. Y +0,02 6,333 +0,01 15,313 Eurizon Focus Obbl. Euro Bt Eurom. Prudente +0,00 8,454 Fideuram Security +0,01 9,558 +0,02 14,158 Fondersel Reddito +0,00 7,839 Fondit. Euro Bond St Cl. R +0,00 7,868 Fondit. Euro Bond St Cl. T +0,00 7,863 Fondit. Euro Currency Cl. R 7,888 +0,01 Fondit. Euro Currency Cl. T +0,01 7,06 Fondo Alto Monetario 7,553 -0,04 Gestielle Bt Euro Cl. A -0,03 7,60 Gestielle Bt Euro Cl. B -0,02 6,589 Gestielle Cedola 16,89 +0,01 Imi 2000 Interf. Euro Currency +0,01 6,679 +0,00 5,644 Intra Obbl. Euro Bt

VARIAZ. QUOT.

-0,03 Laurin Money +0,07 Leonardo Monetario +0,01 Mediolanum Risparmio Corrente +0,00 Nordfondo Obbl. Euro Bt Optima Reddito B.T. +0,06 Optima Riserva Euro +0,00 Passadore Monetario +0,00 Pioneer Monetario Euro -0,01 Soprarno Pronti Termine -0,02 Synergia Obbl. Euro Breve Termine +0,00 +0,00 Teodorico Monetario -0,01 Ubi Pramerica Euro Bt -0,02 Unibanca Monetario +0,00 Val. Resp. Monetario Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. A +0,02 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. B +0,00 Zenit Monetario Cl. I +0,01 Zenit Monetario Cl. R +0,01 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Abn Amro Master Obbl. Euro M-Lt -0,07 Allianz Reddito Euro Cl. L -0,22 Allianz Reddito Euro Cl. T -0,23 -0,04 Anima Obbl. Euro -0,01 Arca Rr Azimut Reddito Euro -0,03 Bancoposta Obbl. Euro -0,19 Bim Obbl. Euro -0,12 Bipiemme Europe Bond -0,03 Bipiemme Pià Obbligazionario -0,02 Bnl Obbligazioni Euro M-L T -0,16 Bpvi Obbl. Euro -0,05 Carige Obbl. Euro Cl. A -0,14 Carige Obbl. Euro Cl. B -0,14 Carige Obbl. Euro Lt Cl. A -0,31 Carige Obbl. Euro Lt Cl. B -0,31 Carismi Bond Euro Cl. A -0,14 Carismi Bond Euro Cl. B -0,13 Ducato Fix Euro Mt Cl. A +0,01 Ducato Fix Euro Mt Cl. Y +0,03 Epsilon Qincome -0,12 -0,12 Eurizon Focus Obbl. Euro -0,14 Eurom. Reddito -0,09 Fondaco Euro Gov Beta -0,08 Fondersel Euro Fondit. Euro Bond Lt Cl. R -0,39 Fondit. Euro Bond Lt Cl. T -0,39 Fondit. Euro Bond Mt Cl. R -0,14 -0,14 Fondit. Euro Bond Mt Cl. T -0,21 Gestielle Lt Euro Cl. A -0,21 Gestielle Lt Euro Cl. B -0,03 Gestielle Mt Euro Cl. A -0,04 Gestielle Mt Euro Cl. B +0,03 Imi Rend -0,38 Interf. Euro Bond Lt Interf. Euro Bond Mt -0,15 Interf. Euro Bond St 1-3 +0,03 Interf. Euro Bond St 3-5 -0,04 Intra Obbl. Euro -0,15 +0,00 Italfortune Euro Bond Leonardo Obbl. +0,01 Mediolanum Euromoney -0,12 -0,08 Mediolanum Italmoney -0,12 Nordfondo Obbl. Euro Mt +0,00 Optima Obbl. Euro -0,29 Pioneer C.I.M. - Euro Fixed Income -0,28 Ras Lux Bond Europe +0,01 Sai Eurobbligazionario -0,12 Synergia Obbl. Euro Medio Termine -0,13 Ubi Pramerica Euro M-Lt -0,12 Unibanca Obbl. Euro -0,11 Vegagest Obbl. Euro Cl. A Vegagest Obbl. Euro Cl. B -0,11 -0,10 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. A

6,919 6,045 13,789 8,982 6,658 5,285 7,139 13,109 5,162 5,045 7,473 6,707 5,74 5,843 5,835 5,868 7,527 7,493

5,803 32,068 31,455 7,058 8,919 15,681 6,813 6,793 7,375 5,396 6,716 6,644 10,605 10,699 5,469 5,547 5,527 5,584 7,625 7,708 7,371 14,017 15,298 118,709 7,96 7,145 7,193 10,769 10,822 8,131 8,201 14,99 15,108 9,478 8,072 8,101 6,915 11,387 5,887 8,45 7,514 6,437 6,573 17,292 6,929 14,989 56,261 12,735 5,11 6,832 5,797 6,451 6,51 6,252

VARIAZ. QUOT.

-0,10 6,252 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. B -0,09 5,578 Vgr Coro Obiettivo Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE 6,912 -0,17 Arca Bond Corporate Bipiemme Corporate Bond -0,01 7,194 Caam Corporate 3 Anni +0,11 104,054 Caam Corporate Giugno 2012 +0,10 5,167 Carige Corporate Euro Cl. A -0,13 6,312 Carige Corporate Euro Cl. B -0,13 6,358 -0,15 5,277 Ducato Etico Fix Cl. A -0,13 5,331 Ducato Etico Fix Cl. Y -0,17 6,391 Ducato Fix Imprese Cl. A -0,17 6,457 Ducato Fix Imprese Cl. Y 5,519 Eurizon Focus Obbl. Euro Corporate -0,07 Eurizon Obbl. Euro Corporate Bt +0,00 7,424 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. R -0,08 8,254 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. T -0,07 8,288 Interf. Euro Corporate Bond -0,08 4,906 Nordfondo Obbl. Euro Corporate -0,16 7,497 Pioneer Obbl. Euro Corporate Etico A Dist. -0,12 4,938 Sai Obbl. Corporate -0,17 6,473 Synergia Obbl. Corporate -0,09 5,333 -0,09 7,642 Ubi Pramerica Euro Corporate OB. EURO HIGH YIELD Ducato Fix High Yield Cl. A +0,07 7,383 Ducato Fix High Yield Cl. Y +0,08 7,498 Eurizon Focus Obbl. Euro High Yield +0,15 6,874 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. R +0,16 13,389 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. T +0,16 13,434 Interf. Bond Euro High Yield +0,16 7,366 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari +0,20 8,319 Azimut Reddito Usa +0,20 5,563 Bnl Obbl. Dollaro M-L T +0,17 5,751 Ducato Fix Dollaro Cl. A +0,17 7,043 Ducato Fix Dollaro Cl. Y +0,17 7,112 Fondit. Bond Usa Cl. R -0,62 7,746 Fondit. Bond Usa Cl. T -0,63 7,789 Gestielle Bond Dollars Cl. A +0,14 8,374 Gestielle Bond Dollars Cl. B +0,15 8,466 -0,64 6,724 Interf. Bond Usa 13,14 +0,20 Nordfondo Obbl. Dollari OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI 8,574 -0,08 Abn Amro Master Obbl. Inter. Allianz Redd. Gl. Cl. L -0,21 14,948 Allianz Redd. Gl. Cl. T -0,22 14,675 Alpi Obbl. Inter. -0,14 7,155 -0,09 12,03 Arca Bond - Obbl. Estere -0,23 7,963 Aureo Obbligazioni Globale -0,11 5,607 Bim Obbl. Globale -0,31 9,087 Bipiemme Pianeta -0,14 5,634 Bpvi Obbl. Inter. -0,25 5,524 Carige Obbl. Inter. Cl. A -0,32 5,626 Carige Obbl. Inter. Cl. B Carismi Bond Internaz. Cl. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. Cl. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale Cl. A -0,13 8,22 Ducato Fix Globale Cl. Y -0,13 8,291 -0,18 5,077 Ducato Mm Global Bond Cl. A Ducato Mm Global Bond Cl. Y -0,18 5,103 Eurizon Obbl. Internazionali -0,29 8,117 -0,14 8,352 Eurom. Inter. Bond -0,09 13,369 Fondersel Inter. -0,12 5,93 Fondo Alto Inter. Obbl. -0,18 6,174 Gestielle Obbl. Inter. Cl. A -0,18 6,248 Gestielle Obbl. Inter. Cl. B -0,35 15,131 Imi Bond -0,08 5,248 Mc Fdf Global Bond Cl. A 5,20 -0,08 Mc Fdf Global Bond Cl. B 6,194 -0,24 Mediolanum Intermoney -0,12 6,89 Optima Obbl. Euro Glob. Sai Obbl. Inter. +0,01 7,717 -0,16 5,496 Ubi Pramerica Obbl. Globali


il Domani Martedì 29 Dicembre 2009 23

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Vegagest Obbl. Inter. Cl. A -0,20 5,542 Vegagest Obbl. Inter. Cl. B -0,18 5,589 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Global Bond +0,02 5,681 Ubi Pramerica Obbl. Globali Corporate -0,17 6,572 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pramerica Obbl. Globali Alto Rend. +0,13 8,228 OB. YEN Ducato Fix Yen Cl. A -1,36 4,564 Ducato Fix Yen Cl. Y -1,52 4,60 Fondit. Bond Japan Cl. R -0,29 8,874 Fondit. Bond Japan Cl. T -0,28 8,92 Interf. Bond Japan -0,30 5,339 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emerg. -0,06 12,85 Bipiemme Em. Markets Bond -0,09 5,829 Bnl Obbl. Emerg. +0,35 20,607 Ducato Fix Emerg. Cl. A -0,11 12,524 Ducato Fix Emerg. Cl. Y -0,12 12,743 Eurizon Focus Obbl. Emergenti +0,05 10,822 Eurom. Emerg. Mkts Bond +0,18 6,548 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. R +0,02 9,928 9,96 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. T +0,03 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. A -0,05 9,792 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. B -0,05 9,928 Interf. Bond Global Emerg. Mkts +0,02 10,232 -0,30 6,892 Mc Fdf High Yield Cl. A Mc Fdf High Yield Cl. B -0,30 4,99 Nordfondo Obbl. Paesi Emerg. +0,26 8,153 Optima Obbl. Emerg. Mkts +0,32 6,886 Pioneer Obbl. Paesi Emerg. A Dist. +0,29 9,216 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. A +0,17 6,953 7,029 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. B +0,17 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Anima Conv. -0,02 6,194 Azimut Trend Tassi -0,02 8,961 Caam Obbligazionario Euro -0,09 5,507 Consultinvest Obbl. +0,00 5,175 Consultinvest Obbl. Mt +0,02 5,071 Ducato Fix Conv. Cl. A -0,09 8,727 Ducato Fix Conv. Cl. Y -0,08 8,844 Eurizon Focus Obbl. Cedola -0,02 6,135 Eurizon Obbligazionario Etico -0,16 5,461 Fondit. Inflation Link. Cl. R -0,21 13,524 Fondit. Inflation Link. Cl. T -0,21 13,584 Gestielle Obbl. Corporate Cl. A -0,07 6,906 Gestielle Obbl. Corporate Cl. B -0,07 6,988 Groupama Italia Bond Sel. Fund -0,12 5,703 -0,21 13,352 Interf. Inflation Linked Mediolanum Risparmio Reddito -0,03 11,225 Mediolanum Vasco De Gama -0,10 10,114 +0,04 5,306 Nordfondo Obbl. Conv. Pioneer C.I.M. - Euro Conv. Bonds -0,38 5,837 Pioneer Obbl. Euro A Dist. -0,17 6,552 Ras Lux St Dollar +0,07 144,887 +0,05 66,114 Ras Lux St Europe -0,14 9,285 Symphonia C.To Obbl. Area Europa +0,32 4,645 Ubi Pramerica Obbl. Dollari OB. MISTI Anima Fondimpiego +0,01 19,459 Arca Obbl. Europa +0,00 8,24 Azimut Contofondo +0,04 5,212 7,827 +0,06 Azimut Solidity Bancoposta Mix 1 -0,09 5,792 Bim Corporate Mix -0,09 5,431 +0,02 5,207 Bipiemme Pià Bilanciato 15 Bipiemme Sforzesco -0,05 9,709 Bnl Per Telethon -0,09 5,763 Ca Multimanager Difensiva +0,00 5,00 Carige Bilanciato 10 -0,02 5,434 +0,09 5,46 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. A +0,11 5,563 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. B Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 Eurizon Diversificato Etico -0,06 7,872 +0,07 6,026 Eurizon Rendita Eurizon Soluzione 10 +0,00 6,925 Fondo Alleanza Obbl. +0,13 5,564 Fondo Alto Obbl. +0,10 8,794 Fucino Dynamic -0,09 4,476 +0,06 6,343 Gestielle Etico Per Ail Cl. A Gestielle Etico Per Ail Cl. B +0,06 6,383 Intesa Casse Del Centro Prot. Din. +0,02 5,666 Leonardo 80/20 -0,02 6,057 Nextam Partners Obbl. Misto +0,00 5,951 6,618 Nordfondo Etico Obbl. Misto Max 20% Az.-0,02 8,22 -0,01 Pioneer Obbl. Pià A Dist. Sai M. L. Prud. -0,04 4,752 Sai Performance -0,03 16,903 7,051 Symphonia C.To Patrim. Glob. Reddito +0,06 Synergia Bilanciato 15 +0,02 5,242 Total Return Obbl. -0,27 4,378 Ubi Pramerica Portafoglio Prudente -0,03 5,986 Val. Resp. Obbl. Misto -0,03 5,969 +0,06 5,414 Vegagest Sintesi Moderato -0,01 8,145 Zenit Obbligazionario Cl. I Zenit Obbligazionario Cl. R +0,00 8,112 OB. FLESSIBILI Arca Cedola Corporate Bond -0,11 5,32 +0,02 4,997 Arca Cedola Corporate Bond Ii Arca Cedola Governativo Euro Bond +0,10 5,153 Arca Cedola Governativo Euro Bond Ii +0,22 4,973 Aureo Cash Dynamic -0,04 5,223 +0,04 6,709 Bg Focus Obbligazionario Bipiemme Premium +0,02 6,491 Bipiemme Risparmio -0,03 7,839 Bnl Target Return Liquidità -0,01 9,929 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. A +0,13 5,45 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. B +0,11 5,54 Consultinvest High Yield +0,26 5,329 +0,06 5,412 Consultinvest Monetario Consultinvest Reddito +0,10 7,209 Ducato Fix Rendita Cl. A -0,01 18,314 Ducato Fix Rendita Cl. Y -0,01 18,582 Eurom. Total Return Flex 2 -0,03 6,534 Ritorni Reali -0,07 5,883 -0,06 5,041 Symphonia C.To Bond Flessibile -0,04 5,642 Ubi Pramerica Active Duration

VARIAZ. QUOT.

Ubi Pramerica Total Ret. Prudente -0,04 Vegagest Obbl. Flessibile +0,02 Volterra Total Return Obbl. +0,14 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,02 Allianz Liquidità Cl. A +0,00 Allianz Liquidità Cl. At +0,00 Allianz Liquidità Cl. B +0,00 Anima Liquidità -0,02 Arca Anfiteatro Tesoreria +0,02 Arca Bt - Breve Termine +0,01 Arca Bt - Tesoreria +0,00 Aureo Liquidità +0,00 Azimut Garanzia -0,02 Bnl Cash +0,00 Caam Eonia +0,00 Caam Liquidità +0,01 Carige Liquidita' Euro Cl. B +0,00 Carige Liquidità Euro Cl. A +0,00 Carismi Liquidita' Cl. A -0,02 Carismi Liquidita' Cl. B -0,02 +0,00 Ducato Fix Monetario Cl. A +0,00 Ducato Fix Monetario Cl. I Ducato Fix Monetario Cl. Y +0,00 Epsilon Cash +0,02 Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. A +0,03 +0,01 Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. B Eurizon Liquidità Cl. A +0,04 Eurizon Liquidità Cl. B +0,04 Eurom. Conservativo -0,01 Eurom. Contovivo +0,00 Fideuram Moneta +0,01 +0,00 Fondaco Euro Cash Fondo Liquidità +0,00 Gestielle Cash Euro Cl. A +0,00 Gestielle Cash Euro Cl. B +0,00 Mediolanum Risparmio Monetario +0,02 Nextam Partners Liquidità +0,02 Nordfondo Liquidità +0,02 Optima Money +0,00 Pensplan Invest Cash +0,03 Pioneer Liquidità Euro +0,00 Sai Liquidità +0,03 Symphonia C.To Monetario +0,00 Synergia Monetario +0,02 Synergia Tesoreria +0,00 Ubi Pramerica Euro Cash +0,00 Vegagest Monetario Cl. A -0,02 -0,02 Vegagest Monetario Cl. B Vgr Coro Tesoreria +0,00 LIQUIDITA' AREA DOLLARO -0,59 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro Eurizon Focus Tesoreria Dollaro ($) -0,11 FLESSIBILI 8a+ Latemar +0,10 +0,26 8a+ Monviso +0,00 Abis Flessibile -0,06 Abn Amro Expert A-Rt100 Abn Amro Expert A-Rt200 +0,00 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,00 Abn Amro Expert A-Rt50 +0,00 Adb Globale Quantitativo -0,02 +0,36 Agora Selection Agora Valore Protetto +0,05 Agoraflex +0,09 +0,28 Alarico Re Allianz F100 Cl. L +0,74 Allianz F100 Cl. T +0,73 Allianz F15 Cl. L -0,02 Allianz F15 Cl. T -0,02 +0,10 Allianz F30 Cl. L +0,10 Allianz F30 Cl. T Allianz F70 Cl. L +0,49 Allianz F70 Cl. T +0,49 +0,44 Anima Fondattivo Aqqua +0,00 Arca Anfiteatro Bond Corporate +0,00 Arca Anfiteatro Bond Plus +0,02 Arca Anfiteatro Conservative Flex +0,00 Arca Anfiteatro Corporate Absolute Return+0,04 Arca Anfiteatro Corporate Breve Termine +0,00 Arca Anfiteatro Total Return +0,00 Arca Capitale Gar. Dicembre 2013 +0,06 Arca Capitale Gar. Giugno 2013 +0,22 +0,00 Arca Corporate Bt +0,18 Arca Rendimento Assol T3 Arca Rendimento Assol T5 +0,00 Aureo Defensive +0,02 +0,02 Aureo Finanza Etica Aureo Flex Euro +0,34 Aureo Flex Italia +0,50 +0,04 Aureo Flex Opportunity Aureo Plus -0,03 +0,04 Aureo Primaclasse Flessibile +0,04 Aureo Rendimento Assoluto Azimut Strategic Trend +0,30 Azimut Trend +0,72 Azimut Trend America +0,62 +0,52 Azimut Trend Europa Azimut Trend Italia +0,87 Azimut Trend Pacific +0,56 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,00 +0,04 Bancoposta Centopià Bancoposta Extra -0,02 Bg Focus Azionario +0,39 Bim Flessibile +0,08 Bipiemme Flessibile +0,04 Bipiemme Obiettivo Rendimento +0,07 Bnl Target Return Conservativo +0,02 +0,31 Bnl Target Return Dinamico Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Asia +0,18 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Europa -0,06 Bnp Pa. Equipe Attacco +0,34 Bnp Pa. Equipe Centrocampo +0,17 Bnp Pa. Equipe Difesa -0,02 +0,13 Caam Absolute +0,12 Caam Dynamic Allocation

VARIAZ. QUOT.

+0,02 10,478 Caam Equipe 1 +0,04 5,268 Caam Equipe 2 +0,26 5,131 Caam Equipe 3 Caam Equipe 4 +0,47 +0,04 5,54 Caam Eureka China Double Win +0,48 5,593 Caam Eureka Double Call +0,88 5,071 Caam Eureka Double Win +0,83 5,708 Caam Eureka Double Win 2013 -0,85 6,595 Caam Eureka Dragon +0,75 5,677 Caam Eureka Ripresa 2014 8,759 Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,78 5,769 Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,71 +0,16 5,713 Caam Formula Gar. 2012 +0,08 12,319 Caam Formula Gar. 2013 +0,25 22,154 Caam Formula Gar. Due 2013 101,904 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2013 +0,32 8,956 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2014 -0,10 6,351 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2013 +0,43 6,299 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2014 +0,59 5,28 Caam Formula Gar. Eq. Recall Due 2013 +0,37 5,297 Caam Formula Gar. High Diversification 2014 +0,29 -0,14 8,511 Caam Formula Gar. Mercati Emerg. 8,601 Caam Formula Private Dividend Opp. +0,14 +0,02 8,581 Caam Pià +0,14 6,253 Caam Premium Power +0,13 7,657 Caam Private Alfa +0,27 7,689 Caam Qreturn +0,39 7,305 Caam Soluzione Azioni +0,08 7,472 Caam Soluzione Tassi +0,06 11,09 Caam Strategia 95 -0,06 11,838 Carige Flessibile Cl. A -0,06 14,619 Carige Flessibile Cl. B -0,02 115,952 Carige Flessibile Piu' Cl. B -0,02 7,582 Carige Flessibile Pià Cl. A -0,02 7,043 Carismi Absolute Perf. Cl. A -0,02 7,075 Carismi Absolute Perf. Cl. B +0,00 5,497 Carismi Pratico Cl. A +0,00 5,83 Carismi Pratico Cl. B +0,53 6,205 Consultinvest Alto Dividendo +0,25 6,156 Consultinvest Mercati Emergenti +0,19 5,919 Consultinvest Multimanager Flex -0,04 5,06 Consultinvest Plus +0,00 11,518 Cr Cento Premium -0,07 7,417 Ducato Etico Flex Civita Cl .A -0,07 5,024 Ducato Etico Flex Civita Cl. Y +0,14 5,043 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. A +0,18 7,289 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. Y 5,859 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. A +0,09 5,89 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. Y +0,08 +0,30 5,632 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. A Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. Y +0,32 -0,04 11,728 Ducato Mm Cash Premium Cl. A -0,02 16,79 Ducato Mm Cash Premium Cl. Y Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. A -0,02 5,072 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. Y -0,02 5,023 Ed. De Roth. Multigestion - Trend Global +0,37 +0,16 5,588 Epsilon Qreturn +0,06 5,14 Eurizon Focus Gar. Dicembre 2012 +0,06 4,919 Eurizon Focus Gar. Giugno 2012 -0,04 4,655 Eurizon Focus Gar. I Sem. 2006 +0,04 16,373 Eurizon Focus Gar. I Trim. 2007 +0,04 4,111 Eurizon Focus Gar. Ii Sem. 2006 +0,06 4,784 Eurizon Focus Gar. Ii Trim. 2007 +0,08 6,32 Eurizon Focus Gar. Iii Trim. 2007 +0,04 6,857 Eurizon Focus Gar. Iv Trim. 2007 +0,06 4,316 Eurizon Focus Gar. Marzo 2013 3,957 Eurizon Focus Gar. Settembre 2012 +0,06 +0,10 3,89 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,00 5,328 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,02 5,258 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,02 5,098 Eurizon Focus Rend. Ass. 2 Anni +0,00 5,03 Eurizon Focus Rend. Ass. 3 Anni +0,00 26,734 Eurizon Focus Rend. Ass. 5 Anni +0,00 26,218 Eurizon Obiettivo Rendimento -0,02 13,291 Eurizon Team 1 Cl. A -0,02 5,007 Eurizon Team 1 Cl. G +0,04 4,99 Eurizon Team 2 Cl. A +0,04 5,93 Eurizon Team 2 Cl. G +0,06 5,691 Eurizon Team 3 Cl. A +0,09 5,613 Eurizon Team 3 Cl. G +0,16 5,136 Eurizon Team 4 Cl. A +0,16 3,263 Eurizon Team 4 Cl. G +0,16 5,147 Eurizon Team 5 Cl. A +0,14 5,085 Eurizon Team 5 Cl. G +0,10 5,502 Eurom. Flex Dividend -0,05 5,116 Eurom. Real Assets +0,22 4,821 Eurom. Strategic +0,11 5,058 Eurom. Total Return Flex 3 +0,15 6,06 Eurom. Total Return Flex 4 +0,00 9,875 Federico Re +0,03 17,439 Fms - Absolute Return +0,21 4,843 Fondaco Absolute Return +0,27 5,969 Fondersel Duemila +0,25 5,355 Fondit. Flexible Dynamic Cl. R +0,25 5,602 Fondit. Flexible Dynamic Cl. T +0,09 4,973 Fondit. Flexible Growth Cl. R +0,10 18,566 Fondit. Flexible Growth Cl. T +0,01 8,28 Fondit. Flexible Income Cl. R +0,01 11,969 Fondit. Flexible Income Cl. T 15,73 Fondit. Flexible Multimanager Cl. R +0,00 5,905 Fondit. Flexible Multimanager Cl. T +0,01 +0,01 5,236 Fondit. Flexible Opportunity Cl. R +0,01 5,289 Fondit. Flexible Opportunity Cl. T +0,15 5,219 Formula 1 Balanced +0,14 22,924 Formula 1 Conserv. +0,47 3,875 Formula 1 High Risk +0,06 2,778 Formula 1 Low Risk +0,36 5,749 Formula 1 Risk +0,00 4,984 Gestielle Global Asset Plus +0,06 12,439 Gestielle Harmonia Dinamico +0,06 5,499 Gestielle Harmonia Moderato +0,08 5,067 Gestielle Harmonia Vivace +0,17 4,442 Gestielle Total Return +0,30 4,765 Gestnord Asset Allocation +0,05 5,41 Igm Fdf Flessibile Cl. A +0,05 5,199 Igm Fdf Flessibile Cl. B +0,18 5,197 Interf. System 100

5,221 5,144 5,065 4,677 5,321 5,412 5,527 4,999 5,611 5,116 4,51 4,559 5,032 4,896 4,896 4,968 4,982 4,896 5,246 4,929 4,839 5,651 4,96 5,573 5,075 4,781 5,643 4,913 4,977 4,968 5,16 5,154 4,56 4,527 4,819 4,897 6,075 6,122 3,204 4,863 4,785 5,196 3,805 4,232 4,32 2,189 2,199 13,22 13,245 4,692 4,728 4,731 4,791 4,176 4,249 4,857 6,414 5,111 5,124 5,246 5,154 5,242 5,114 5,031 5,175 5,151 5,099 5,046 5,213 5,433 5,218 5,477 4,878 8,026 5,969 5,969 5,621 5,621 4,659 4,67 3,849 3,86 3,688 3,699 13,202 4,119 3,182 4,561 6,866 5,172 9,23 93,226 92,904 6,335 6,337 8,889 8,948 8,513 8,538 9,504 9,564 7,854 7,884 6,568 6,557 6,995 6,722 6,642 5,264 5,274 5,243 5,324 14,091 4,746 4,018 4,047 9,392

VARIAZ. QUOT.

Interf. System 40 +0,02 Interf. System Flex -0,09 Intra Assoluto +0,16 Intra Flessibile -0,02 Investitori Flessibile +0,21 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. A +0,36 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. B +0,34 Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. A -0,10 Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. B -0,10 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. A +0,11 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. B +0,08 Nextam Partners Flessibile +0,21 Obiettivo Nordest Sicav +0,48 Open Fund Ritorno Assoluto Var 2 -0,04 Open Fund Ritorno Assoluto Var 4 +0,19 Paritalia Orchestra +0,00 Pioneer Target Controllo -0,02 Pioneer Target Equilibrio -0,08 Pioneer Target Sviluppo -0,02 Profilo Best Funds +0,05 Profilo Elite Flessibile +0,00 +0,15 Sofia Flex -0,02 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. A Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. B -0,08 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. A -0,02 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. B -0,04 +0,19 Soprarno Contrarian Cl. A Soprarno Contrarian Cl. B +0,19 Soprarno Global Macro Cl. A +0,00 Soprarno Global Macro Cl. B +0,00 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. A +0,04 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. B +0,02 +0,06 Soprarno Relative Value Cl. A Soprarno Relative Value Cl. B +0,06 Symphonia C.To Asia Flessibile +0,82 Symphonia C.To Fortissimo +0,48 Symphonia C.To Italia Flessibile +0,24 Synergia Total Return -0,10 Total Return +0,21 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. A -0,02 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. B -0,02 Ubi Pramerica Active Beta +0,17 Ubi Pramerica Alpha Equity +0,08 Ubi Pramerica Total Ret. Dinamico +0,12 Unibanca Plus +0,08 Vegagest Flessibile +0,16 Vegagest Mb Absolut -0,06 Vegagest Mb Strategic -0,10 -0,13 Vegagest Rendimento Vgr Coro Obiettivo Rendimento +0,06 Volterra Dinamico +0,04 +0,22 Volterra Total Return Globale Zenit Absolute Return Cl. I +0,22 Zenit Absolute Return Cl. R +0,24 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 +0,15 Zenit Zerocento Fdf ASSICURATIVI ANTONVENETA VITA Armonico 2007 +1,43 Attivo 2007 +2,14 Azionario Globale +0,97 Azionario Specializzato +2,01 +0,18 Bilanciato Euro Bilanciato Globale +0,60 Dinamico +1,42 +2,61 Elios Gestione Attiva Azionario Elios Gestione Attiva Euromoneta +0,00 Elios Gestione Attiva Obbligazionario +0,06 Elios Gestione Attiva Trend +2,19 Elios Gestione Attiva Trend Dinamico +1,41 Elios Gestione Attiva Trend Equilibrato +0,28 +2,20 Elios Gestione Attiva Trend Plus Elios Gestione Attiva Trend Protetto +0,12 Elios Previdenza Armonico +1,40 +2,22 Elios Previdenza Attivo Elios Previdenza Protetto +0,07 Elios Previdenza Sicuro +0,08 Equilibrato +0,29 Monetario +0,00 +0,19 Obbligazionario Euro Obbligazionario Misto -0,14 Protetto 2007 +0,17 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Meieaurora Balanced +0,58 +0,27 Meieaurora Bond +0,69 Meieaurora Unit Share New Balanced +0,63 New Bond +0,17 +1,27 New Share Unietic -0,12 Winvest Linea Bilanciata +1,02 +1,31 Winvest Linea Dinamica Winvest Linea Prudente +0,69 AXA MPS FINANCIAL +0,62 Aggressivo Azionario Europa +0,42 Azionario Giappone -0,07 Azionario Pacifico -0,08 +0,02 Azionario Paesi Emergenti Azionario Sector +0,41 Azionario Top Ten +0,16 Azionario Usa +0,15 -0,01 Carattere Attento Carattere Dinamico +0,30 Carattere Equilibrato +0,07 Carattere Forte +0,18 Carattere Sereno +0,07 Conservativo +0,07 Dinamico +0,18 +0,04 Linea Forte Shield Linea Forte Shield 8 +0,04 Linea Forte Shield Crescente -0,89 Linea Forte Shield Double -0,02 Linea Forte Shield Sviluppo -0,33 Mplife 100/1 +0,02 -0,01 Mplife 100/2 +0,04 Mplife 90/1

11,098 10,274 5,719 6,057 6,329 4,207 3,581 5,208 5,199 5,528 3,668 4,691 4,19 4,502 3,756 72,851 5,301 5,257 22,254 5,767 5,364 0,688 5,019 5,092 5,07 5,077 3,635 3,637 4,731 4,776 5,405 5,429 5,227 5,272 5,622 2,532 5,038 5,192 2,389 5,202 5,217 4,757 5,046 5,01 5,218 7,349 3,177 3,132 5,236 5,342 5,241 5,493 5,581 5,524 1,245 4,636 9,783 9,397 7,844 9,267 11,181 10,503 13,455 14,581 11,406 11,632 11,446 8,547 9,978 7,076 10,498 11,407 12,353 12,47 12,76 14,408 11,854 13,254 12,291 10,621

9,706 8,67 8,621 10,028 9,865 10,515 10,507 11,168 9,677 12,31

9,638 8,15 7,205 15,86 18,888 6,603 10,117 5,189 10,754 10,961 10,40 8,999 10,755 11,785 10,168 11,139 11,139 10,998 11,755 9,112 10,003 9,957 9,58

VARIAZ. QUOT.

Obbligazionario Europa -0,08 Obbligazionario Opportunita -0,10 Protetto -0,02 BNL VITA S.P.A. Bnl Vita Capital Unit 30 +0,27 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,66 Bnl Vita Capital Unit 90 +1,09 B.P.V. VITA S.P.A. Bpm Az 30 +0,52 Bpm Az 50 +0,73 Bpm Az 80 +0,78 Bpm Az Flex +0,70 Bpm Financial Audace +1,08 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,37 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,18 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,00 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,18 Bpm Financial Equilibrato +0,91 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 Bpm Financial Geographic Areas +1,33 Bpm Financial Global Bond +0,50 +1,62 Bpm Financial Industrial Sectors +0,59 Bpm Financial Prudente Bpm Financial Riserva Euro +0,00 Bpm Financial Vita Azionario +1,13 Bpm Financial Vita Bilanciato +0,74 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,29 CARDIF Assicurazioni S.P.A. Azionario Rimini 2 -1,58 Bds Valore Azionario +0,48 Bds Valore Bilanciato +0,58 Bds Valore Obbligazionario +0,69 -1,62 Cardif Azionario Cl. A Cardif Azionario Cl. B +0,48 Cardif Bilanciato Cl. A -0,89 Cardif Bilanciato Cl. B +0,60 Cardif Obbligazionario Cl. A +0,07 Cardif Obbligazionario Cl. B +0,68 Flexible Profilo Cl. A -1,59 Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 Pargest Globale 60 Cl. A +0,39 Spazio Effervescente +0,47 Spazio Naturale +0,66 CARIGE VITA NUOVA Carige Unit Dinamicamente Protetta +0,19 Carige Unit Protezione Attiva +0,29 Carige Unit Tre Garanzie - 3g -0,02 Gestilink Arancio Dinamica +2,01 +1,16 Gestilink Blu Moderata Gestilink Verde Prudente +0,33 Cattolica Assicurazioni -0,47 Bpbari Freeway Country Bpbari Freeway Desert +0,34 Bpbari Freeway Jungle +0,39 Cattolica Azionario +0,93 +0,67 Cattolica Bilanciato -0,31 Cattolica Fondo Protetto +0,28 Cattolica Obbligazionario Cividale Percorso Azionario +1,63 Cividale Percorso Obbligazionario -0,12 Creberg Sim Formula Life Azionario +1,52 Creberg Sim Formula Life Bilanciato +1,43 +0,60 Ferrara Investire Azionario Ferrara Investire Obbligazionario -0,07 Fuoriclasse Balanced +0,57 +0,38 Fuoriclasse Bond Fuoriclasse Equity +0,80 Fuoriclasse High Tech +0,07 Nuove Rotte +0,00 Progetto Attivo Bond +0,27 +0,93 Progetto Attivo Equity +0,65 Progetto Attivo Mix Soluzione Dinamica +0,54 Soluzione Prudente +0,36 +0,81 Soluzione Vivace CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita Anni 40 -0,02 Centrovita Anni 50 +0,46 Centrovita Anni 60 +0,82 +0,77 Centrovita Anni 70 Centrovita Anni 80 +0,65 Centrovita Azionario +1,69 Centrovita Azionario Blue +0,45 Centrovita Azionario Green +1,72 +1,76 Centrovita Azionario Plus +1,15 Centrovita Bilanciato Centrovita Bilanciato Plus +1,18 Centrovita Eag 2005 +0,00 +0,00 Centrovita Eag 2006 Centrovita Obbligazionario +0,48 Centrovita Obbligazionario Blue +0,66 +0,50 Centrovita Obbligazionario Plus Orchestra +0,31 -0,09 Regina DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Duomo Unit Dynamic +0,34 Duomo Unit Moderate -0,31 GENERTELLIFE S.P.A. +0,91 Adria Equilibrio Aptus I +0,52 Aptus Ii +0,82 Aptus Iii +1,01 +0,86 Bg 2005- 2015 Bg 2005- 2020 +1,12 Bg 2005- 2025 +1,85 Bg 2005- 2030 +2,28 Bg Azionario I +1,07 Bg Azionario Ii +0,97 Bg Bilanciato I +0,70 +0,41 Bg Bilanciato Ii Bg Dinamico +2,11 Espansione +0,61 Espansione 2000 +0,63 Sviluppo +0,56 Sviluppo 2000 +0,42 +0,60 Tirreno Unit Equilibrio +0,42 Tirreno Unit Protezione

VARIAZ. QUOT.

11,938 Tirreno Unit Sviluppo +0,70 4,886 9,975 Valore +0,18 6,172 12,779 INA ASSITAILA Fondo Ina Valore Attivo -0,05 4,08 10,257 Fondo Valute Estere -0,18 1,092 8,188 Nuovo Fondo Ina -0,15 7,762 6,192 INTESA VITA S.P.A. Accumulazione +0,80 5,139 5,82 Crescita +0,47 5,961 5,55 Dinamica +1,02 4,547 5,15 Eurounit Azionario +0,07 2,935 4,33 Eurounit Dinamico +0,04 4,859 3,76 Eurounit Equilibrato +0,00 5,449 5,45 Eurounit Prudente +0,00 6,326 5,52 Gpa Accordo +0,07 677,96 5,46 Gpa Accordo 2 +0,07 652,12 5,43 Gpa Acuto +2,59 379,07 4,45 Gpa Acuto 2 +2,59 322,92 5,52 Gpa Armonia +1,62 498,30 3,05 Gpa Armonia 2 +1,61 438,31 6,01 Gpa Motivo +0,56 620,04 3,13 Gpa Motivo 2 +0,55 582,93 5,08 Gpa Private Bond +0,57 716,52 6,44 Gpa Private Global Guaranteed +0,51 576,45 4,46 Gpa Private Global High -0,37 310,28 5,41 Gpa Private Global Low +0,51 655,00 6,87 Gpa Private Global Medium +0,42 522,81 Intesa Vita Azionario America Growth +2,98 8,194 63,297 Intesa Vita Azionario America Value +2,85 8,92 95,733 Intesa Vita Azionario Cina -1,25 20,368 135,527 Intesa Vita Azionario Europa Growth +1,73 9,80 178,626 Intesa Vita Azionario Europa Value +1,14 10,919 86,135 Intesa Vita Monetario Dollaro +1,81 8,704 134,455 Intesa Vita Monetario Euro -0,01 10,863 123,124 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,17 11,084 188,333 MEDIOLANUM VITA S.P.A. 165,472 Az. Dinamismo +0,60 3,375 216,13 Az. Dinamismo Bis +0,60 3,875 75,203 Az. Fedeltà +0,00 2,248 107,912 Az. Intraprendenza +0,55 3,101 180,602 Az. Intraprendenza Bis +0,55 3,811 107,676 Az. Protezione +0,09 5,828 173,017 Balanced +0,24 4,538 Balanced Bis +0,22 4,61 5,16 Country +0,65 3,259 101,78 Country Bis +0,66 3,809 5,196 Dinamic +0,33 3,957 3,558 Dynamic Bis +0,30 4,343 4,959 Eurobond Breve Termine -0,03 6,736 6,612 Eurobond Opportunità -0,19 6,711 Eurobond Sviluppo -0,13 6,671 3,421 Euroequity Opportunità +0,57 4,031 3,514 Euroequity Protezione +0,09 6,421 0,256 Euroequity Sviluppo +0,60 4,327 3,901 Moderate +0,06 4,998 4,178 Moderate Bis +0,02 4,996 5,226 Obbligazionario Breve Termine Bis -0,04 5,526 4,733 Obbligazionario Crescita -0,21 6,595 10,659 Obbligazionario Crescita Bis -0,21 5,298 11,186 Obbligazionario Evoluzione Bis +0,08 5,184 4,213 -0,05 6,646 4,607 Obbligazionario Liquidità -0,15 6,571 3,173 Obbligazionario Moderazione 5,43 -0,18 5,497 Obbligazionario Moderazione Bis +0,50 3,604 4,415 Opportunity +0,53 3,947 5,496 Opportunity Bis -0,05 6,193 3,011 Prudent -0,05 5,494 1,36 Prudent Bis +0,66 3,203 5,491 Sector +0,66 3,986 4,486 Sector Bis 3,59 MILANO ASSICURAZIONI +0,70 2,894 4,198 Previlink Azionario +0,28 4,231 5,023 Previlink Bilanciato +0,00 6,172 6,142 Previlink Monetario -0,11 5,498 3,494 Previlink Obbligazionario RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. +0,32 3,423 150,99 Crfc Gentile Dinamico +0,40 5,808 163,798 Crfc Gentile Equilibrato +1,08 12,614 117,087 Eurolink - C.V. Dinamico +0,80 12,878 118,00 Eurolink - C.V. Equilibrato +0,67 11,929 94,20 Eurolink - C.V. Risparmio +1,11 10,453 107,254 Formula Link In Prima +1,18 9,099 56,905 Formula Link In Seconda +1,16 7,431 57,311 Formula Link In Terza +1,11 8,224 131,041 Gestivita Azionario +1,05 9,901 147,866 Gestivita Bilanciato +0,89 11,745 174,385 Gestivita Obbligazionario 7,548 +1,03 1.038,80 U.L. Patavium Dinamico +0,51 9,09 1.049,92 U.L. Patavium Equilibrato 188,388 SARA VITA S.P.A. +2,20 7,425 122,856 Multistrategy Az. Intern. +1,90 7,758 209,595 Multistrategy Az. Intern. G.A. +0,03 9,226 72,851 Multistrategy Obbl. Europeo -1,08 9,505 105,47 Multistrategy Obbl. Globale -0,10 9,92 Profilo Guardian 2,038 UNIPOL ASSICURAZIONI +0,18 119,40 4,848 Uninvest Arcosereno Uninvest Azioni Pià +0,52 106,46 +0,56 13,394 6,012 Uninvest Crescita +0,87 12,147 5,008 Uninvest Equilibrio +1,07 6,607 4,571 Uninvest Flessibile +0,52 106,577 3,816 Uninvest Grande 7 +0,61 102,116 10,311 Uninvest Grande Vita +0,34 111,129 9,636 Uninvest Mach 7 +0,34 103,851 8,823 Uninvest Otto&Mezzo +1,18 7,458 8,39 Uninvest Performance Europa +0,07 13,383 2,171 Uninvest Risparmio +1,43 11,90 2,49 Uninvest Valore 3,907 ZURICH LIFE AND PENSION +0,00 5,203 5,125 Dws Controllo +0,68 6,253 7,932 Dws Crescita +0,21 7,27 2,803 Dws Equilibrio +0,35 4,621 2,854 Dws Evoluzione -0,16 7,674 4,273 Dws Protezione +0,00 5,538 3,785 Dws Prudenza -0,13 5,375 5,656 Dws Sicurezza +0,77 3,553 5,73 Dws Sviluppo


24

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE

Anche nella tecnologia c’è un abisso fra Nord e Sud Non avevamo molti dubbi ma gli ultimi dati Istat confermano il divario soprattutto per computer e accesso a internet

di Carlo Bassi ROMA - In Italia i beni e i servizi tecnologici più diffusi sono il televisore, presente nel 96,1 per cento delle famiglie e il cellulare (90,7 per cento). Seguono il lettore Dvd (63,3 per cento), il videoregistratore (55,7 per cento), il personal computer (54,3 per cento) e l’ac-

55%

e più il possesso di Pc al Centro-nord, solo il 49,7 al Sud E la quota più alta di accesso a internet: oltre il 48 per cento cesso a Internet (47,3 per cento). Tra i beni tecnologici presenti nelle famiglie hanno un certo rilievo anche l’antenna parabolica (33,1 per cento), la videocamera (28,3 per cento) e la consolle per vi-

deogiochi (20,1 per cento).Lasciano dunque pochi dubbi sulle propensioni degli italiani gli ultimi dati Istat che dimostrano anche ampiamente la forte differenza tra i consumi informatici fra Nord e Sud con quest’ultimo nettamente distanziato perr quanto riguardapossesso di computer, collegamento a bandalarga e uso di internet. Rispetto al 2008 cresce la quota di famiglie che possiede il personal computer, passando dal 50,1 per cento al 54,3, così come la percentuale di quelle che ha accesso ad internet (dal 42 al 47,3 per cento). Secondo i dati Istat, inoltre, migliora anche la qualità della connessione usata per accedere alla rete da casa: diminuiscedrasticamente,infatti, la quota di connessioni a banda stretta (tramite linea telefonica tradizionale o linea telefonica Isdn),che passa dal 9,1 al 6,6 per centp e aumenta invece la quota di famiglie con connessione a banda larga (linea telefonica Adsl o altro tipo di connessione a banda larga), aumentata dal 27,6 al 34,5 per cento.Aumenta inoltre il possesso del lettore Dvd (dal 59,7 al 63,3 per cento) a discapito del videoregistratore (dal 58,1 al 55,7 per cento). Tra lefamiglie si osserva un forte divariotecnologicoda ricondurre

beni tecnologici. Il personal computer è diffuso in uguale misura nel Centro e nel Nord (oltre il 55 per cento) e meno nel Sud (49,7 per cento). Inoltre, nel Centro-nord si trova la quota più alta di famiglie con accesso a internet (oltre il 48 per cento) e la connessione a banda larga (circa il 36 per cento), mentre nel Sud e nelle Isole le quote scendono al 42,3 e al 29 per cento circa. a fattori di tipo generazionale, culturale ed economico. Le famiglie costituite da sole persone di 65 anni e più continuano ad essere escluse dal possesso di beni tecnologici: appena il 7,7 per cento di esse possiede il personal computer e soltanto il 5,9 per cento ha l’accesso ad internet.Inoltre, in queste famiglie è più limitato il possesso delle nuove tecnologie collegate alla tv, come l’antenna parabolica (15,1 per cento). L’unico bene diffuso (a parte il tv color) è il cellulare (64,7 per cento), il cui possesso è comunque molto inferiore alla media nazionale (90,7). All’estremo op-

posto si collocano le famiglie con almeno un minorenne, che possiedono il personal computer e l’accesso ad Internet rispettivamente nel 79 per cento e nel 68,1% dei casi. Sono queste famiglie ad avere il più alto tasso di possesso di connessione a banda larga (51,6 per cento) e di telefono cellulare (99,8 per cento), che ha raggiunto e superato i livelli di diffusione della televisione. Molto diffusi sono anche il lettore Dvd (87,1), il videoregistratore (70,9), lavideocamera(50,9)e la consolle per videogiochi (46,1). Sono le famiglie del Centro e del Nord ad avere le quote più alte di

Rapporto Istat dice che lasciano casa solo per sposarsi ma è sempre più difficile

Bamboccioni loro malgrado, caro ex ministro «I 18-39enni rimasti in famiglia tra il 2003 e il 2007, al 47,8% l’han fatto per motivi economici, il 44,8% perché sta bene così il 23,8% perché sta ancora studiando» di Roberto Carli

ROMA - Coloro che un celebre ex ministro dell’Economia definì bamboccioni provocando un terremoto (per molti giusto) sono sempre lì e trovano sempre più difficilelasciarela casa dei genitori. Esattamente come mezzo secolo addietro lo fanno solo per sposarci, quando ce la fanno con i costi degli affitti e tutte le altre difficoltà che conosciamo benissimo. Lo conferma l’Istat che pubblica i risultati di un’indagine svolta nel 2007 su Famiglia e soggetti sociali che verifica l’intenzione e i cambiamenti rispetto ad unaprecedenteindaginedel2003 che si basava su un campione di 10mila persone intervistate. Nel rapporto si evidenzia soprattutto come la permanenza dei giovani in famiglia è uno dei principali problemi del Paese. «I dati dell’indagine di ritorno - si legge nel rapporto - hanno evidenziato che tra il 2003 e il 2007 pochi uomini e poche donne - il 20,8% nel complesso - hanno lasciato la casa dei genitori. Su 100 che nel 2003

avevano dichiarato di essere certi di uscire dalla famiglia di origine, ne sono usciti poco più della metà (53,4%). Tra coloro che invece avevano dichiarato che probabilmente avrebbero lasciato la casa dei genitori, solo il 24,2% l’ha fatto. Dunque, nonostante l’intenzione (certa o probabile), molti sono i giovani che poi non sono usciti dalla famiglia di origine». «Si esce dalla famiglia di origine si spiega nell’indagine - in primo luogo per matrimonio (43,7%), poi per esigenze di autonomia/indipendenza (28,1%) e per andare

a convivere (11,8%). Motivi di lavoro sono segnalati dall’8,8% dei giovani e motivi di studio dal 5,5%. La graduatoria dei motivi di uscita cambia a livello territoriale. Soprattutto nel Mezzogiorno (57,5%), ma anche nel Centro (39,3%), è il matrimonio il primo motivo di uscita. Nel Nord, invece, tale motivo è al secondo posto (29,4%), preceduto dalle esigenze di autonomia/indipendenza (38,4%). L’uscita per convivenza, che nel Mezzogiorno è quasi nul-

57,5 la percentuale di chi lascia la famiglia solo perché si sposa ma al Nord scende al 29,4: si lascia per star soli

la, è più elevata nel Nord e nel Centro (rispettivamente, 20% e 17,7%)». Da segnalare inoltre che possedere un titolo di studio elevato aumenta la probabilità dell’uscita da casa: il 43,7% dei giovani laureati del campione ha lasciato la famiglia d’origine a fronte solo del 15,6% di quelli con la licenza media. Ma perché i giovani non lasciano la famiglia d’origine? La risposta sta in fattori, in parte economici, in parte culturali, in parte legati all’età. «Tra le persone di 18-39 anni al 2003 che sono rimaste in famiglia tra il 2003 e il 2007, - sottolinea l’Istat - il 47,8% dichiara che il motivo per cui vive con la famiglia di origine è la presenza di problemi economici, il 44,8% sta bene così mantenendo comunque la sua libertà e il 23,8% sta ancora studiando. I dati dell’indagine di ritorno hanno evidenziato, però, che le ragioni addotte per motivare la permanenza cambiano al variare sia dell’età sia del genere. I più giovani dichiarano di vivere ancora con i genitori perché devono completare l’iter formativo, soprattutto le donne (il 39,1% tra quelle con meno di 25 anni).


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 25

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE

Un ruolo importante nell’aumento sul 2008: quello dei saldi ufficiosi anticipati dai commercianti

Come previsto: si è speso di più ma non è stato un Natale di sciali Carlo Bassi ROMA - Confesercenti ci ha azzeccato in pieno: non è stato certo un Natale entusiasmantedal punto di vista dei negozianti e solo in leggero miglioramento (intorno al punto percentuale) rispetto al 2008, che d’altra parte resterà a lungo nella memoria dei commercianti come un anno disastroso.È questo il bilancio delle vendite natalizie della seconda metà di dicembre, in cui si sono concentrati gli acquisti di abbigliamento e accessori. Durante le prime due settimane, infatti, le temperature miti avevano frenato la vendita di

capi invernali, poi è arrivato il gelo - e forse un po’ di fiducia e voglia di spendere e di vedere i pacchetti sotto l’albero - e i negozi hanno iniziato a riempirsi (nevicate e paralisi del traffico permettendo soprattutto al nord). Ma la novità vera di questo Natale 2009 ancoraall’insegnadellaprudenza nelle spese è stata la tecnica del "saldo anticipato". Un ruolo importante nel piccolo boom registrato rispetto all’anno prima lo hanno avuto proprio i saldi di fatto vale a dire quegli sconti, in genere dal 10 al 30 per cento, introdotti per invogliare la gente, pubblicizzati in modo molto di-

screto (visto che quasi dappertutto i saldi veri cominciano il 2 gennaio). Quindi nessun cartello in vetrina, bensì telefonate, sms ed e-mail ai clienti più affezionati, perché le vendite di fine stagione - lo dice il nome stesso - sono fuori legge se iniziano prima di Natale. A Santo Stefano era impossibile trovare negozi aperti e persino le luci della Rinascente di Milano, che da qualche anno non si ferma neppure a Ferragosto, sono rimaste spente. Da ieri poi il fenomeno dei saldi anticipati è parso intensificarsi, anche perché in quasi tutta Italia

Al Qaeda dice di aver rapito i due italiani: "punizione" contro il Paese ROMA - Al Qaeda ha rivendicato il rapimento della coppia italiana scomparsa dieci giorni fa nel sud-est della Mauritania. e il nostro ministro degli Esteri ha detto di ritenere credibile la rivendicazione e di non voler comunque trattare. In un messaggio audio datato 27 dicembre Salah Abu Mohammed, che si è presentato come il responsabile media dell’organizzazione di Al Qaeda nella terra del Maghreb islamico, ha spiegato che il sequestro degli italiani è Il sequestro degli stata fatto «contro i crimini compiuti dal italiani è stato fatto governo italiano in Af«contro i crimini ghanistan e nell’Iraq». Sul sito di Al Arabiya è compiuti dal governo pubblicata una fotograitaliano in Afghanistan fia dove si vede la coppia seduta per terra in e nell’Iraq» una zona desertica con il volto della donna oscurato, e alla spalle cinque uomini armati di mitragliatricecol volto coperto. Sergio Cicala appare con la barba bianca incolta, indossa una tuta e sembra stringere nelle mani un documento di identità, forse il passaporto. La moglie, Philomene Kabouree, ha il volto oscurato come richiede la sharia che vieta di mostrare immagini femminili. I due sono seduti a terra in una zona desertica. FRATTINI: «NO TRATTATIVE» - Il mini-

la data ufficiale di inizio degli sconti è comunque molto vicina. Ma quanto spenderanno gli italiani durante i saldi veri? Secondo le previsioni dell’associazione Telefono Blu, nei 50-60 giorni che i consumatori avranno a disposizione per effettuare gli acquisti, non dovrebbero entrare nelle casse dei negozi più di 3 miliardi di euro, con una riduzione del 20% circa rispetto allo stesso periodo del 2009.Ma c’è anche chi è più ottimista, tra i commercianti, e spera in un buon periodo di saldi. Anche perché se il freddo - arrivato a dicembre inoltrato - aveva spinto i capi invernali, le nevicate che hanno paralizzato le grandi città del Nord nei giorni prima di Natale, hanno poi fortemente rallentatolo shopping,in Italiacome nel resto del mondo. Secondo le stime di Telefono Blu, l’intenzione media di spesa è di poco superiore ai 280 euro: al Nord sarà di 350, nel sud di 250, e nel centro di 300 ma si potranno registrare anche qui fenomeni a macchia di leopardo in base agli

sconti e al pregio delle merci. Diverse le stime di Confcommercio che prevede una spesa media a persona di 174 euro, di 400 euro quella per la famiglia, per un totale di 6,1 miliardi di euro che va ad incidere per il 21% sul fatturato del settore abbigliamento. Ma è atteso anche un boom di vendite negli outlet, che vendono marchi di moda e lusso con sconti dal 30 al 70%. Nel 2009 hanno registrato crescite record a due cifre. Dei due principali gruppi presenti in Italia, McArthurGlen, con i suoi outlet di Barberino del Mugello (Firenze), Castel Romano, Noventa di Piave (Venezia) e Serravalle (Alessandria), chiude il 2009

con un fatturato di 545 milioni di euro (+6%) e 12,5 milioni di visitatori (+8%). Del pari, i tre outlet del gruppo Fashion District (Mantova, Molfetta e Valmontone): circa 12 milioni i visitatori per un giro d’affari di 350 milioni.

Lieve aumento della produzione industriale stro degli Esteri Frattini si è detto «contrario a qualsiasi trattativa con i terroristi» e ha consigliato ai cittadini italiani di evitare di andare in zone considerate a rischio: «Se una volta sola dicessimo "trattiamo", avremmo legittimato delle organizzazioni terroristiche». Per il ministro la rivendicazione di Al Qaeda «è verosimile», anche se sono in corso approfondite verifiche delle intelligence dei vari Paesi coinvolti. «Se fosse vero sarebbe una ragione in più per mantenere il silenzio - ha ribadito -. Sono gruppi organizzati ben addestrati, ogni notizia può essere molto pericolosa per l’incolumità dei nostri ostaggi». Frattini sarà in Mauritania l’11 e 12 gennaio nell’ambito di un viaggio in Africa già programmato ma che gli permetterà di seguire personalmente la vicenda dei due connazionali rapiti. A lui si è rivolta la figlia di Cicala, Alexia, che gli ha fatto un appello affinché

Cab ROMA - Il Centro studi di Confindustria stima per il mese di dicembre un aumento della produzione industriale in termini destagionalizzati pari allo 0,2 per cento su novembre, quando si era avuto un rimbalzo dell’1,4 per cento su ottobre. «Il livello di attività si colloca in dicembre di oltre un quinto (-21,0 per cento) sotto il massimo pre-crisi toccato nell’aprile 2008 e segna un recupero del 5,8 per cento dal minimo di marzo 2009», si legge in una nota del Centro studi di viale dell’Astronomia. Al netto delle differenze di

calendario, la produzione diminuisce del 2,1 per cento sul dicembre del 2008, a fronte del -6,2 per cento annuo in novembre. «Il Csc stima una sostanziale stagnazione dell’attività industriale nel quarto trimestre: -0,1 per cento sul terzo, che aveva registrato un rimbalzo del 4,3 per cento sul precedente. Si attenua dal -15,9 per cento al -6,1 per cento la caduta rispetto a un anno prima», continua il rapporto. Nella media del 2009 la produzione si attesta su livelli inferiori del 17,1 per cento a quelli del 2008, quando si era avuto un calo del 3,1 per cento sul 2007 (dati grezzi).


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 27

CULTURA E ASSOCIAZIONI Proseguono gli spettacoli organizzati in occasione di queste feste natalizie: domani al Teatro Comunale di Soverato si terrà uno speciale concerto dei Neri per caso

Arrivano oggi a Lamezia Terme i “The Harlem Messengers” A Lamezia il 5 gennaio sul Corso Numistrano ci sarà l’anteprima "Pazza Piazza 2010", con la celebre compagnia Atmo

I The Harlem Messengers

CATANZARO - Con il concerto di Ludovico Einaudi nel ristrutturato Teatro Grandinetti di Lamezia Terme, ha avuto inizio il programma delle manifestazioni organizzate dalla Provincia di Catanzaro per le festività natalizie 2009/2010. L’atmosfera natalizia è entrata nel vivo il 23 dicembre, con The Black Gospel Choir a Soverato, presso il Teatro Comunale. Il concerto, organizzato dalla Provincia con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, è stata l’unica data in Calabria della formazione newyorkese, formata da 8 elementi provenienti e che propone i più grandi classici della musica Gospel, Spirituals e R&B. Di grande impatto live, il Black Gospel Choir offrirà un repertorio che comprende Oh Happy Day, Amazing Grace, Glory Glory Allelujah, When The Saints Go Marching in, Amen etc.

La lista dei desideri di “Save the Children” per la tutela dei bambini del mondo

Sempre Gospel a Catanzaro con The Anthony Morgan’s Inspirational Choir of Harlem gruppo di 11 elementi dal sound versatile, che spazia dal Jazz, al Pop ed al R&B, elementi che lo stesso Morgan ha pazientemente ed accuratamente selezionato tra alcune delle voci uniche di New York. E’ il coro gospel più famoso d´America e uno dei più celebri in tutto il mondo ed ha condiviso il suo messaggio d´amore, pace e armonia con migliaia di persone di tutte le nazioni e le culture diverse. A Lamezia Terme oggi arriveranno The Harlem Messengers, gruppo internazionale i cui musicisti, individualmente e collettivamente, suonano da oltre 20 anni. Il loro genere spazia dal gospel al R&B rappresentando un eccezionale accostamento di voci e timbri dalle sfumature vellutate e

Con l’avvicinarsi del Natale, Save the Children, la più importante organizzazioneinternazionaleindipendente per la tutela e la promozione dei diritti dei bambini di tutto il mondo, torna a proporre la Lista dei Desideri: questa innovativa soluzione di regalo virtuale e solidale, grazie alla generosità di migliaia di italiani, negli ultimi due anni ha consentito a Save the Children di dare un importante contributo per garantire educazione di qualità a 5.500 bambini in Sud Sudan, nonché costruire asili comunitari per 300 bambini in Etiopia e migliorare la salute e la nutrizione di altri 2.100. La Lista dei Desideri è un modo per offrire e farsi offrire regali originali, seppur virtuali, ma di grande valore. Per farlo è sufficiente an-

profonde. La loro unicità deriva dalla gioia che esprimono, dalla spiritualità dei testi e dalla musica che contagia immediatamente gli spettatori. Ancora gospel oggi, questa volta a Catanzaro Lido nella Chiesa dalla Madonna di Portosalvo, dove si terrà l’unico concerto in Calabria di Nate Brown con il gruppodi tredicielementi,in arrivo direttamente da Washington. Si tratta di uno dei più celebri ed apprezzati gruppi americani, vincitori quest’anno della National Pathman Competition, nel meravigliososcenariodelWinter-

Garden di New York. Nate Brown ha frequentato il Duke Ellington College of Music in Washington e ha contribuito al successo della Duke Ellington Jazz Band, con la quale si è spesso esibito in Europa. Successo garantito anche per il giorno successivo quando al Teatro Comunale di Soverato si terrà lo speciale concerto natalizio dei Neri per caso dal titolo "Natale per caso". Arriviamo così al nuovo anno e si rinnova la tradizione spettacolare della Befana con Pazza Piazza 2010, che quest’anno presenterà a Catanzaro e Lamezia Terme lo spettacolo "La Befana e la Danza del Fuoco". A Lamezia il 5 gennaio sul Corso Numistrano ci sarà l’Anteprima Pazza Piazza 2010", con una Parata in Maschera e Carretto della Compagnia ATMO al quale farà seguito un intrattenimento conclusivo con la Befana che offrirà doni ai bambini. Il 6 gennaio il grande show di musica e fuochi in Piazza Prefettura a Catanzaro, chiuderà la stagione natalizia degli spettacoli organizzati dalla

Numerose iniziative anche in occasione dell'epifania

dare sul sito www.savethechildren.it, scegliere uno tra i 22 regali messi a disposizione ed effettuare on-line la donazione corrispondente. La persona cui si desidera offrirlo sarà gratificata ricevendo una cartolina (cartacea o elettronica) quale simbolo di un regalo che

migliora la vita di un bambino nel mondo. Concretamente si farà una donazione a beneficio dei bambini delle aree in cui Save the Children lavora. Nella Lista dei Desideri ci sono regali per tutte le tasche, da 10 a oltre 1.000 euro, ma soprattutto regali utili. Quest’anno, l’intera campagna di

Provincia. La Befana e la Danza del Fuoco sarà presentata nei prossimi giorni in conferenza stampa dal Presidente della Provincia Wanda Ferro. Nell’ambito delle manifestazioni natalizie ci sarà anche l’esibizione delle Statue viventi, il 27 dicembre a Soverato, il 28 a Catanzaro, il 29 a Lamezia Terme ed il 30 a Catanzaro Lido. Tra gli artisti presenti la celebre coppia Henry White & Betty Miotto diventati Statua Vivente coniugando la passione per la scrittura e il cinema, la storia del costume e l’epopea barocca, la meditazione spirituale e il Tai Chi Chuan, ed ancora il mimo inglese Chris Channing, attore e regista venticinquenneche lavora molto in Italia nei festival di teatro, di arte e di strada, ed infine Parola Bianca che da molti anni coltiva attraverso le arti del teatro e della danza il bisogno di ascolto e di apprendimento di tutto quello che riguarda l’espressione umana. In altre località della Provincia si esibirà anche Natala Fanfara con un repertorio natalizio con Cornamusa, Ciaramella, Flauti, Fisarmonica, Tromba, Basso Tuba e Percussioni. Il Presidente Wanda Ferro, con delega alla cultura ed allo spettacolo, afferma: "Oltre agli eventi che avranno luogo a Catanzaro, Lamezia e Soverato abbiamo fatto uno sforzo notevole per coprire la maggior parte del territorio con spettacoli tutti ad ingresso gratuito e di varia natura, dalle esibizioni della nostra orchestra La Grecìa ad altri momenti di buon livello per consentire ad una utenza ampia ed importante momenti di svago nell’ambito delle festività natalizie. Ludovico Einaudi non ha bisogno di presentazioni, così come i Neri per Caso, ma anche il cast internazionale è di ottimo livello. La Stella Cometa che abbiamo esposto davanti al Palazzo della Provincia sarà da sfondo alla grande chiusura della Befana 2010, una festa che intendiamo potenziare nel tempo quale tradizione che ci appartiene".

comunicazione ideata propone di trasformare i regali futili in regali utili. Molti personaggi del mondo dello spettacolo hanno aderito all’iniziativa, come ad esempio Caterina Balivo, Paola Cortellesi, Giobbe Covatta, Barbara d’Urso, Christiane Filangieri, i Neri per Caso, Giovanni Soldini, e Nicolas Vaporidis, che hanno voluto anche creare la lista dei regali che vorrebbero ricevere a Natale e che si può consultare sul sito della Lista dei Desideri. Per informazioni: www.savethechildren.it


28

il Domani Martedì 29 Dicembre 2009

CULTURA E ASSOCIAZIONI Anche quest’anno avrà corso l’edizione invernale del "Kaulonia Tarantella Festival" Mimmo Cavallaro ed Eugenio Bennato saluteranno l’arrivo del nuovo anno

Caulonia Marina, un benvenuto al 2010 a suon di tarantella CAULONIA - Mantenendo fede agli impegni assunti al termine della magnifica 11esima edizione , anche quest’anno avrà corso l’edizione invernale del Kaulonia Tarantella Festival. Le festività natalizie saranno scandite dai ritmi della tarantella calabrese con un evento finale che vedranno sul palcoscenico di Caulonia Marina Mimmo Cavallaro ed Eugenio Bennato per salutare l’arrivo del nuovo anno. Sarà un’ulterioreoccasione per fare emergere le potenzialità culturali e creative della gioventù locridea, e non solo. Un evento etno-musicale per lanciare una immagine positiva della identità, della cultura e della creatività calabrese. Il popolo della tarantella potrà ritrovarsi nel vecchio centro storico di Caulonia per apprendere o perfezionare gli elementi base della danza etnica e del suono degli strumenti musicali della tradizione popolare, con i corsi curati dai maestri della manifestazione. Il centro storico sarà un armonioso palcoscenico con le sue vie,

CATANZARO - Debutta in prima nazionale a Catanzaro per due date, 29 e il 30 dicembre, il nuovo spettacolo della Compagnia del Teatro di Mù - Compagnia di Attori e Tecnici Calabresi per la produzione Edizione Straordinaria. In scena, nell’originale e suggestiva ambientazione della Cappella Maggiore del Seminario S. Pio X, la rivisitazione di un capolavoro della tragedia moderna, Assassinio nella cattedrale, di T. S. Eliot. L’adattamento di Franco Corapi per la regia di Salvatore Emilio Corea, affronta il tema centrale dell’opera di Eliot, il martirio dell’Arcivescovo Thomas Becket, in un’ottica che mette in secondo piano la struttura drammatica classica per enfatizzare gli snodi narrativi di una vicenda medievale con la mente rivolta al presente. Questioni antiche, dispute arcaiche, come quelle che oppongono la Chiesa alla Corona dei Plantageneti, in un’epoca controversa e fosca come la fine del XII secolo, agitano conflitti che paradossalmente sembrano riproporsi ai tempi nostri. Più attuale che mai è infatti la polemica sulla laicità dello Stato, sull’autonomia del potere temporale da quello spirituale, proprio ciò che spinge il carismatico Arcivescovo di Canterbury a disconoscere l’antica alleanza col re e ad intraprendere un cammino che porta al martirio: quanto questa parola sia figlia del nostro presen-

Eugenio Bennato

Mimmo Cavallaro

Il popolo della tarantella potrà ritrovarsi nel centro storico per apprendere gli elementi base di danza etnica e i suoni della tradizione popolare

Il centro storico sarà un armonioso palco con le sue vie, le sue piazze, i suoi larghi animati dai suonatori

Debutta nella suggestiva ambientazione del seminario S. Pio X il nuovo spettacolo della Compagnia del Teatro di Mù

“Assassinio nella cattedrale” Prima nazionale a Catanzaro te è persino superfluo sottolinearlo. Sopra la storia e la politica emerge nell’elaborazione teatrale del regista Corea la vicenda umana, l’individuo e la psicologia sopra la collettività e l’epica, il sacrificio di un uomo che trasfigura in simbolo e smarrisce la sua umanità, in un delirio di santità che non sconfigge fino in fondo le passioni terrene. Non meno significativo è il tributo che si vuole rendere ai martiri di una Chiesa che promuove la libertà e la dignità umana contro l’aspetto oppressivo del potere.

L’adattamento è di Franco Corapi, la regia è curata da Salvatore Emilio Corea. Lo spettacolo affronta il tema centrale dell’opera di Eliot

Un'immagine della città di Catanzaro

Uomini che non appartengono all’iconografia ma alla cronaca, uomini come l’Arcivescovo Romero, o Padre Popieluszko, o Don Pino Puglisi, tre esempi di

martirio figlio dell’ansia di giustizia, non della superbia. Significativa la scelta di una chiesa come scenografia minimalista, un po’ perché ciò appartiene alla

le sue piazze, i suoi larghi animati da suonatori e visitatori che daranno vita ad uno spettacolo unico emeraviglioso. Queste festività natalizie saranno un’ulteriore momento per manifestare le peculiarità di una comunità votata all’accoglienza e alla fratellanza con genti e popoli arrivati in Calabria in cerca di asilo. Una problematica, questa, nuova e complessa. Fatta di antiche e nuove povertà, di bisogni. Kaulonia Tarantella Festival è legato in modo inscindibile ai temi ed ai valori della pace, della solidarietà, dei diritti umani. Per salutare l’anno che volge al termine ed introdurre l’anno che verrà, abbiamo pensato un concerto unico ed esaltante. I protagonisti del "paese che balla" potranno ritrovarsi in Piazza Bottari con i ritmi e le sonorità di Mimmo Cavallaro; con le musiche e le cantate di Eugenio Bennato, direttoreartisticodellamanifestazione. Programma 31 dicembre: ore 23,45, Piazza Bottari, concerto di Capodanno con Mimmo Cavallaro - TaranProjectSpecial guest Eugenio Bennato. 28 - 29 -30 dicembre 2009 corsi di danza e Tamburello caulonia centro storico ore 17:00-19:00 Corso di Tamburello. Ore 19:00-21:00 corso di danza direttoreMimmoCavallaro:Maestro: Ciccio Nucera in collaborazione con l’Associazione Tarantellmania.

storia di Assassinionella cattedrale, un po’ per omaggio al protagonista (il 29 dicembre è il giorno di San Thomas Becket). Importante infine sottolineare la valenza culturale dell’iniziativa, la cura di un progetto che, forse per la prima volta, cerca davvero di riunire le eccellenze dell’arte recitativa della provincia, per dimostrare alle istituzioni più miopi che talento ed estro non vannonecessariamenteimportati in chiave neocoloniale, ma vanno valorizzati e coltivati sul territorio. La pratica di una buona politica culturale che in Calabria non manca e non ha colore partitico, come dimostra il sostegno che l’Assessorato alla P.I. del Comune di Catanzaro e l’assessorato alla CulturadellaProvinciahannodato all’iniziativa. Appuntamento dunque al 29 e al 30 dicembre per il debutto a Catanzaro, ai primi di gennaio per la replica prevista a Soverato.

Dopo il debutto a Catanzaro, si attende nei primi giorni del mese di gennaio la replica dell’opera anche a Soverato


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 29

APPUNTAMENTI Esposizione dell’artista Nunzio Ardiri nel quadro delle manifestazioni legate alle feste natalizie

Mostra di pittura a Catanzaro Prosegue la stagione 2009/2010 dell’Adol nella Città dei Tre Colli • CATANZARO Premio Vivarium L’Associazioneculturale“Accademiadei Bronzi”, in collaborazione con le Edizioni Ursini di Catanzaro e Radio Squillace, promuove e organizza la 2ª edizione del premio “Vivarium”di poesia, saggisticae narrativa. La partecipazione è gratuita e il montepremi totale è di 6.000 euro. Alla sezione A, dedicata a S.S. Giovanni Paolo II, si partecipa inviando tre poesie inedite in lingua italiana, contenute nei 35 versi, di cui almeno una a tema religioso o ispirata ad argomenti di carattere sociale.Alla sezione B, dedicata a Flavio Magno Aurelio Cassiodoro (Squillace, 490 circa – Monastero di Vivarium 583 circa), si partecipa con un saggio inedito di argomentoreligioso,storicoosociale,oppure con un testo inedito di narrativa (romanzo o racconti). I lavori non dovranno superare le 200 cartelledattiloscritteformato A4.. Gli elaborati dovranno essere spediti in duplice copia, con firma ed indirizzo dell’autore, entro il 31 marzo 2010, unitamente alla scheda di partecipazione che potrà essere scaricata dal sito www.ursiniedizioni.it o richiesta via fax al n. 0961.782980.L’invio dei testi dovrà avvenire solo con posta prioritaria, intestando il plico a “Nuova Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia 26 – 88100 Catanzaro. Per eventuali informazioni scrivere a premiovivarium@gmail.com.

• CATANZARO Mostra di pittura Nel quadro delle manifestazioni legate alle prossime feste natalizie, fino al 6 gennaio 2010, Nunzio Ardiri esporrà a Catanzaro, nei locali della Parrocchia "Madonna di Pompei", una mostra personale di pittura. Le opere oggetto della mostra avranno per tema il paesaggio calabrese (boschi, laghi,cascate,marine)epoi...,fiori,naturemorte,miniquadrie"falsid’autore".In una sala adiacente, in un connubio tra

arteescienza,saranno,inoltre,presentati 14 dipintitutti ispiratial "SistemaSolare", (una galassia, la via lattea, i vari pianeti, una cometa, alcune nebulose, le eclissi di sole e di luna, nonché l’origine del SistemaSolare, ecc.). La mostra, il cui ingresso è gratuito, potrà essere visitata tutti i giorni festivi dalle ore 9.00 alle 13.00, e dalle 17.00 alle 20.00, e tutti i giorni feriali dalle 17.00 alle 20.00. Nellamattinatadeigiorni21e22dicembre, gli alunni di alcune classi della scuola media statale "Todaro", accompagnati dai rispettivi docenti, visiteranno la mostra, nel quadro delle manifestazioni culturali organizzate dalla locale direzionedidattica.

• CATANZARO Mostra di Antoni Tapies A una settimana dall’inaugurazione, al Museo Marca è stata inaugurata nella giornatalamostradiAntoniTapies,figura centrale nella storia dell’arte contemporanea internazionale. Cinquanta le opere esposte negli spazi del Marca, un gruppo di lavori monumentali, in gran partemaivistiinItalia,focalizzatisull’indagine degli ultimi tre decenni: dipinti, sculture, muri, disegni, composizioni grafiche e libri illustrati provenienti da importanticollezionipubblicheeprivate italiane e straniere, a testimoniare la straordinaria vitalità dell’artista e l’attualità di una ricerca che ha attraversato tuttal’artedeldopoguerraponendosicome elemento di costante autocoscienza. All’inaugurazione ha partecipato, tra gli altri, Juan Manuel Bonet uno dei maggiori esperti internazionali di Antoni Tàpies, storico e critico d’arte che ha ricoperto importanti incarichi come la direzionedell’Ivam di Valencia e del Reina Sofia di Madrid. Numerosi sono stati i segnali di un interessamento e di un forte consenso a questa nuova iniziativa del Marca. Dagli articoli già apparsi su diverse riviste nazionali come Dove e Inside ai ripetuti contatti già avviati dalle

Una scena del primo spettacolo in programma a Chiaravalle

maggiori testate italiane.

• CATANZARO Mostra di pittura La mostra dal titolo “Diario inconscio” , dal 3 al 6 gennaio a Palazzo Fazzari di Catanzaro. Trattasi di disegni eseguiti istintivamente durante conversazioni telefoniche, e quindi “inconsciamente”, ai quali in seguito l’autore ha attribuito un valore di racconto. Questo racconto si può pertanto considerare un diario in quanto è costituito da annotazioni grafiche di temi specifici ed attuali, così come sono stati acquisiti ed archiviati nella mente dell’autore. Ci sono determinati momenti della vita in cui si sente il bisogno di confessarsi con se stessi per chiedersi in che cosa si è sbagliato, e perché si è imboccata la strada che si sta percorrendo.Iltuttoovviamentenascedalfatto chenonsièsoddisfattidiquellochesista facendo o, più probabilmente, dal fatto

Nei locali della parrocchia "Madonna di Pompei" di Catanzaro (nella foto, un'immagine) la mostra di Nunzio Ardiri

che si è finalmente intravista la possibilità di realizzare ciò che si è sempre sognato fino a quel momento e che, per ragioni diverse, non si è concretizzato. In alcuni casi il “momento della verità” arriva quando meno ce lo aspettiamo e ci sembra perciò di essere stati colti di sorpresa. Manonècosì:“quelmomento”èilfrutto di una lenta maturazione (forse inconscia forse no) che si è manifestata attraverso uno stato di insoddisfazione che giorno dopo giorno ha demolito quella poca voglia di fare un determinato lavoro, accettato e sopportato per necessità di vita e non per scelta.

• CATANZARO Adol, stagione 2009/2010 Adol, Amici Dell’Opera Lirica "Jussi Bjorling" presenta il programma 2009/2010: 13 febbraio 2010, introduzione alla "Lucia di Lammermoor",presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 febbraio2010,concertoinricordodelMaestro Florida Cilurzo, pressoCircolo Unione,ore17.30;27marzo2010,dadefinire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" pressoCircolo Unione ore 17.30; 22 maggio 2010, 2°incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30.

• CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. Venerdì 15 gennaio , "Un ispettore in casa birling" di Jonn Boynton Priestley; regia di Giancarlo Sepe, con Paolo Ferrari, Andrea Giordana; sabato 6 febbraio , "Rumori fuori scena" di Michael Frayn; regia di Claudio Rombolà con la

Compagnia del Grillo; sabato 27 febbraio , "Prova d’attore" da Cechov e Pirandello; regia di Remo Girone con Remo Girone; sabato 13 marzo , "La guerra spiegata ai poveri" di Ennio Flaiano; regia di Francesco Frangipane con Massimiliano Benvenuto, Vanessa Scalera; venerdì 19 marzo, "Vogliamoci tanto bene" testo e regia di Carlo Buccirosso, con Carlo Buccirosso, Maria del Monte; domenica 28 marzo, "Roma ore 11" di Elio Petri; regia di Anna Damiani conManuelaMandracchia,Mariàngeles Torres; sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la CompagniaTempo Nuovo.

• LAMEZIA TERME Programma Uniter Uniter università della terza età e del tempo libero presenta il programma del XXI anno accademico novembre 2009, dicembre-gennaio 2010. Programma: Gennaio 2010 , ore 17.00: mercoledì 13: prof. Giovanni Cimino, "La scelte dellanatura: la chiralità"; venerdì 15 : prof.ssa Costanza Falvo D’Urso, Storia e sentimenti nelsaggio di Marcello Sorge "Edda Ciano e il comunista" mercoledì 20 : prof. GiovanniTorchia,"Genesidi vulcani e terremoti"; venerdì 22 : dott. Paolo Macrì (Fondazione Tommaso Campanella per la ricerca e lacura dei tumori Campus Universitario "Salvatore Venuta" di GermanetoUniversità Magna Graecia), "Terapia chirurgica e insufficienza respiratoriacronica: che impatto sulla qualità di vita?"; mercoledì 27 : dott. Salvatore Canneto, "Tra letteratura e politica:"tiranno" e"tirannide" nell’opera di Vittorio Alfieri"; venerdì 29 : prof.ssa Maria Josè De Santis, "Simone Weil, umanista europea che ha difeso i bisognidell’anima, nel centenario della morte".


Martedì 29 Dicembre 2009 il Domani 31

APPUNTAMENTI Proseguono oggi pomeriggio gli appuntamenti curati dall’associazione culturale Anassilaos

“Pensieri e parole” a Reggio “Col piede giusto”, commedia di Angelo Longoni a Lamezia Terme • LAMEZIA T. (Cz) Stagione di prosa ProgrammaTeatrocomunalePoliteama di Lamezia Terme, stagione di prosa 2009/2010, direzione artistica Angela Dal Piaz: sabato 16, domenica 17 gennaio2010, produzione Indie Occidentali srl, Col piede giusto, una commedia di Angelo Longoni, con Amanda Sandrelli, Blas Roca Rey, Eleonora Ivone, Simone Colombari, scene Alessandra Panconi e Leonardo Conte, costumi Marco Maria della Vecchia, disegno luci Stefano Stacchini, regia Angelo Longoni; mercoledì 27, giovedì 28 gennaio 2010 , in esclusiva per la Calabria, produzioni teatrali Paolo Poli culturale con il contributo di RegioneToscanasistemaregionaledello spettacolo - Ministero per i beni e le attività culturali - direzione generale per lo spettacolo dal vivo, Sillabari, due tempi di Paolo Poli, liberamente tratti da Goffredo Parise con Paolo Poli, e con Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco, scene Emanuele Luzzati, costumi Santuzza CalÏ, consulenza musicale Jazqueline Perrotin, coreografie Alfonso De Filippis, regia Paolo Poli; sabato 6, domenica 7 febbraio 201 0, artisti riuniti, Il

giuoco delle parti, di Luigi Pirandello con Geppy Gleijeses, Marianella Bargigli, e con Leandro Amato, Massimo Cimaglia, Antonio Ferrante, Franco Ravera, Ferruccio Ferrante, Antonella Familiari, Francesco Pupa, Francesco Sgrò, regia Elisabetta Courir. giovedì 18, venerdì 19 febbraio 2010, il teatro Eliseo - Arca Azzurrateatro-Ministerodeibeniedelleattività culturali Regione Toscana - teatro comunaleNiccolini-ComunediSanCascianoValdiPesa,LeconversazionidiAnnaK,liberamenteispiratoaLametamorfosi di Franz Kafka, con Giuliana Lojodice, e con Massimo Salvianti, Giuliana Colzi, Lucia Socci, Dimitri Frosali, Andrea Costagli, Alessio Venturini, scene DanieleSpisa,costumiGiulianaColzi,luci Marco Messeri, musica originale e adattamento Vanni Cassori e Jonathan Chiti, testo e regia Ugo Chiti; sabato 27, domenica 28 febbraio , nuovo allestimento, produzione teatroe società, La strana coppia, di Neil Simon, con mariangela D’Abbraccio,Elisabetta Pozzi, e con Silvana De Santis e altri 4 attori, scene Alessandro Chiti, musiche Daniele D’Angelo, luci Luigi Ascione, costumi Maria Rosaria Donadio, regia Francesco Tavassi.

Spettacolo con Francesco Paolantoni a Soverato

• REGGIO C. Programma Anassilaos L’associazione Anassilaos presenta il programmadicembre 2009. martedì 29 dicembre , ore 18.00, presso la sala San Giorgio, fatti e protagonisti dello sport del XX secolo. "Omaggio a FaustoCoppi"(15 settembre1919/2gennaio 1960) nel 50° anniversario della morte. Interviene Biagio D’Agostino; mercoledì30dicembre,ore16.45,presso la sala Vitriolo della biblioteca comunale l’associazione Anassilaos e Cis Calabria presentano "Pensieri e parole. Versi e riflessioni sull’anno che è andato e sull’anno che verrà". Incontro con gli amici dell’associazione Anassilaos e del Cis Calabria.Scambio di auguri. In dono una speciale cartolina per il nuovo anno. • REGGIO CALABRIA Il Reggio Calabria Film Fest aprirà mercoledì 3 febbraio 2010, con l’anteprima mondiale del nuovo film di Kevin Spacey, la commedia "Father of invention" con la regia di Trent Cooper. La sesta edizione del festival voluto dal Comune di Reggio Calabria ed organizzato dalla Minerva Pictures, diretta da Gianluca Curti, si terrà dal 3 al 6 febbraio 2010 . • SOVERATO(Cz) "Incontriamocia teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programma completo delle due rassegne: il 5 gennaio, spettacoloconFrancescoPolantoni; 11 gennaio , “Tradimenti” con Nicoletta Braschi, ore 21.00; 5 febbraio , “L’ebreo” con Ornella Muti e Pino Quartullo, ore 21.00; 11 febbraio, “Fiore di catus” con Eleonora Giorgi, ore 21.00; 22 febbraio , “Vogliamoci tanto bene” con Carlo Buccirosso, ore 21.00; 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con Teo

Mostra fotografica a Taverna

Teocoli, ore 21.00; 12 marzo , “Le Nozze di Figaro” di Gregorio Calabretta, ore 21.00; 19 marzo , “Ciak si suona” del Classic Movies Quartet con Katia Ricciarelli , ore 21.00. Primi passi a teatro: 21 novembre , Pinocchio, ore 18.30; 12 dicembre , Peter Pan ore 18.30; 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13 marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il mago di OZ, ore 18.30. • TAVERNA (Cz) Mostra di pittura Sarà visitabile fino all’11 aprile 2010 la grandemostra“Cavalieri,daiTemplaria Napoleone”, allestita a cura di Alessandro Barberio e Andrea Merlotti, nella monumentale reggia di Venaria Reale (Torino), alla quale è stato prestato dal MuseoCivicodiTaverna,inaccordocon l’Amministrazione Comunale e la competenteSoprintendenzadellaCalabria,il capolavoro di Mattia Preti raffigurante

“La Predica di San Giovanni Battista con l’Autoritrattodell’Artista”. Ilprestito,curatodaldirettoredelmuseo prof.Giuseppe Valentino che ha inoltre redatto la scheda per il catalogo pubblicato da Electa, pone il Cavalier Calabrese, assieme ad autori quali Rubens, Tiziano e Goya, tra i più importanti protagonisti della storia dell’arteeuropea. Lamostraraccontalevicendedegliordini cavallereschi, dai Templari e Teutonici,finoagliordinidimerito,inunviaggio chedalmedioevoall’illuminismoèripercorribile nelle nuove Sale delle Arti, appositamente allestite ai piani alti della fastosa Reggia piemontese.E’ questo un prezioso riconoscimento internazionale per l’arte di Mattia Preti, per la Calabria e la ventennale attività di valorizzazione dell’operapretianadiTaverna,svoltadal Museo Civico di Taverna. Perinformazioniulteriorièpossibilevisitare il seguente sito internet : www.lavenaria.it.


il domani  

Edizione del 29 Dicembre 2009