Page 1

il

Domani dello Sport Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

Venerdì 29 Giugno 2012 > *euro 1,00 > Anno XV - Nr. 157

REGIONE Al seminario “Italy for the Mediterranean Region” partecipa il Governatore Giuseppe Scopelliti

a pag. 2

www.ildomanidellosport.it

CULTURA

TRASPORTI

L’Assessore Caligiuri loda l’istituzione di un museo sui 150 anni dell’Unità d’Italia

L’Assessore Fedele ha moderato un incontro con i sindacati e con i rappresentanti di Anav e Asstra

a pag. 3

a pag. 4

*IN ABB OBBLIG INATA ATO CON RIA LA GAZ DELLO ZETTA SPORT A € 1,20

Il prolifico bomber, l’anno scorso al Gavorrano, è un giocatore giallorosso

FIORETTI AL CATANZARO CATANZARO

Il romano è stato l’attaccante più prolifico di tutti i campionati con 33 gol in 39 partite

DUNDALK-SLIGO

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 29/6/2012

1

Consiglia

7.50

7.50

X

4.00

4.00

REGGINA

PUGILATO

Comi è sempre più vicino agli amaranto. Il 20enne viene sullo Stretto dal Milan in prestito secco

Domani sera a Tropea grande riunione con 7/8 combattimenti dilettanti tra pugili provenienti da tutto il Sud

a pag. 7

a pag. 11

2

1.40

1.40


2 il Domani dello Sport

Venerdì 29 Giugno 2012

CRONACA CALABRIA

«CHANCES DA SVILUPPARE» REGIONE L’intervento di Scopelliti al seminario “Italy for the Mediterranean Region”

I

Daria Ciotti l Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ha preso parte ieri mattina a Roma al seminario organizzato dall’Ansa “Italy for the Mediterranean Region Information and Development”, nell’ambito della 21ª Assemblea Generale dell’AMAN, l’alleanza delle agenzie di stampa del Mediterraneo. «Noi stiamo lavorando verso un indirizzo che avevamo assunto negli anni passati quando, da sindaco di Reggio Calabria, organizzai un evento a cui parteciparono quindici sindaci dell’area mediterranea cercando di stimolare e ipotizzare un percorso differente. L’Unione per il Mediterraneo è stato uno dei grandi limiti messi in campo dalle nazioni, non ha prodotto gli effetti sperati perché non si è concretizzata la centralità dei grandi a rappresentare le istanze del Mediterraneo. Anche nella scelta della sede si è riflettuto questo fallimento, non sono scesi più a sud della Francia. L’Unione doveva stimolare paesi e mercati per realizzare alcuni obiettivi, oggi io propongo di lasciare alle nazioni le grandi problematiche quali la risoluzione delle questioni relative all'immigrazione dai paesi meridionali verso quelli settentrionali, la lotta al terrorismo e il conflitto israelopalestinese mentre passerei alle Regioni la promozione della cooperazione tra le due sponde del mare interno, la tutela del patrimonio ecologico mediterraneo, le autostrade del mare e terrestri per migliorare le fluidità del

commercio fra le due sponde, il rafforzamento della protezione civile, la creazione di un partenariato per l’energia nel Mediterraneo, lo sviluppo dell’università Euromediterranea, l'iniziativa di sostegno alle piccole e medie imprese e la promozione della cultura e dei mestieri di cui il bacino è ricco. Argomenti di una fascia di

«Il Governo deve stimolare le Regioni a diventare dei ponti verso gli altri Stati con una ricaduta positiva per i territori»

FITTASI

livello intermedio che possono essere delegati a un organismo differente dall’UpM ma interno all’Ue come il Comitato delle Regioni». «Questo può - ha continuato Scopelliti - diventare l’organismo di confronto e d’interesse che può stimolare rapporti interessanti, affidare queste competenze a noi realtà locali può essere utile per superare quelle gelosie interne che frenano lo slancio di un progetto valido. Non possiamo più tentennare, il nostro futuro è verso Sud, un territorio verso cui la Calabria è molto più attratta. Per noi il Mediterraneo è una nuova prospettiva. Mi ricordo che il ministro Frattini, dopo aver letto la mia prima intervista da Presidente di Regione, convocò una riunione di tutti i governatori alla Farnesina proprio per discutere di questo argomento. Io da subito capii l’importanza dell’incontro tra i popoli del bacino mediterraneo. Oggi immagino anche la realizzazione di un giornale, magari on-line, che possa essere un patrimonio comune dell’informazione di tutte le comunità del Mediterraneo. Noi siamo consapevoli della partita che stiamo giocando. Noi siamo pronti a diventare il riferimento importante nel Mediterraneo e mi piacerebbe che i Bronzi di Riace diventassero i guerrieri per la pace e lo sviluppo dei popoli, un sim-

bolo della nostra capacità di creare dialogo con altri paesi. Siamo tutti sotto grandi pressioni, sembra che il nostro paese soffra della sindrome del Mezzogiorno. Abbiamo un’emergenza, ce ne sono tante, ma la politica deve guardare oltre, noi non dobbiamo avere un paese che si chiude in una fase come questa ma che si apre, che trovi fuori i confini nuove alternative, e noi abbiamo tutto l'interesse a guardare fuori dei nostri confini nazionali. In questo ambito il ruolo dei nostri ambasciatori è fondamentale, da parte dei nostri diplomatici c’è la voglia di dare risposte. In queste ultime settimane ho

«Abbiamo tutto l’interesse a guardare fuori dai confini nazionali, il nostro ruolo di ambasciatori è fondamentale» vissuto alcune parentesi all’estero, per noi Regioni ci sono grandi opportunità da sviluppare. Credo che il Governo - ha concluso il Presidente della Regione Calabria - debba stimolare le Regioni a diventare dei ponti verso gli altri stati portando una ricaduta positiva per i territori».

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile FRANCESCO ARCIDIACO Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 - Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 FRANCESCO ARCIDIACO


Venerdì 29 Giugno 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

«POSSIAMO VALORIZZARE LA CREATIVITÀ REGIONALE»

CULTURA Caligiuri loda l’istituzione di un Museo sui 150 anni dell’Unità d’Italia

L’

Maria Gallo Assessore della Regione Calabria preposto alla Cultura Mario Caligiuri, nel commentare l’istituzione di un Museo dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, che è stata recentemente deliberata dalla Giunta Regionale, ha tenuto a dichiarare in merito che è necessario «non disperdere

e valorizzare le energie, gli studi, la creatività, i materiali multimediali realizzati dall’intera società calabrese nei 150 dell’Unità d’Italia». La lodevole iniziativa di istituire un Museo sui 150 anni dell’Unità d’Italia nasce dalla preziosa collaborazione tra la Regione Calabria, che coordinerà l’attività, la Provincia di Crotone che ne curerà la

gestione e dal Comune di Melissa che metterà a disposizione un immobile comunale, possibilmente sottratto alla ’ndrangheta: le tre realtà hanno l’assoluta volontà di collaborare per

realizzare il miglior prodotto possibile. L’Assessore alla Cultura Mario Caligiuri ha voluto inoltre informare la stampa che il Presidente della Regione Calabria Giuseppe

Scopelliti ha immediatamente informato dell’iniziativa sia il Capo dello Stato Giorgio Napolitano che il Presidente del Comitato per le celebrazioni dei 150 anni Giuliano Amato.


4 il Domani dello Sport

Venerdì 29 Giugno 2012

CRONACA CALABRIA

NUOVA DELIBERA IN VISTA

TRASPORTO PUBBLICO Incontro con l’Assessore Fedele sulla riorganizzazione locale

L’

Carlo Liguori

Assessore Regionale ai Trasporti Luigi Fedele ha presieduto un incontro, che si è svolto nella sede del Consiglio Regionale, con i sindacati di categoria del settore dei trasporti e con i rappresentanti di Anav e Asstra per illustrare una nuova Misura Por che rientra nella fase di riorganizzazione che sta investendo il Trasporto pubblico locale calabrese. La riunione, alla quale hanno preso parte anche il dirigente generale del dipartimento regionale ai lavori pubblici

All’incontro con Luigi Fedele hanno preso parte i sindacati del settore trasporti e i rappresentanti di Anav e Asstra Giovanni Laganà e il dirigente del settore trasporti Giuseppe Pavone, è servita esclusivamente per mettere in chiaro i contenuti di quella che rappresenta una nuova delibera relativa all’individuazione dei bacini di traffico territoriali della Regione. L’assessore Fedele ha infatti

informato i rappresentanti delle sigle sindacali del comparto dei trasporti, di Anav e Asstra su alcune modifiche che la Giunta guidata dal presidente Scopelliti e, in particolare, l’Assessorato ai Trasporti, intende realizzare per mettere in campo interventi decisivi che mirano a risollevare

il trasporto pubblico locale calabrese a fronte di un momento, come quello attuale, segnato da forti criticità economiche. Sono stati individuati, quindi, due grandi bacini territoriali di traffico a scala regionale e tre bacini territoriali di traffico a scala urbanasuburbana.

«Abbiamo cercato - ha dichiarato l’assessore Fedele - di omogenizzare al meglio la distribuzione dei bacini per rendere il servizio di trasporto più efficiente possibile. Siamo arrivati a queste determinazioni a seguito dei risultati ottenuti da un grosso lavoro di ricerca effettuato e compiuto, in questi mesi, da un team di esperti e di studiosi calabresi del Tpl regionale che hanno avviato uno studio approfondito sull’intero comparto della mobilità nella nostra regione. Risultati che sono stati raggiunti anche dopo un'attenta analisi dell’aspetto orografico dei nostri territori». Nello specifico, lo scenario che disegna i due bacini regionali comprendono: un bacino Nord (provincia di Catanzaro, provincia di Crotone, comuni della provincia di Catanzaro a nord della SS 280) e un bacino Sud (provincia di Reggio Calabria, provincia di Vibo Valentia, comuni della provincia di Catanzaro a sud della SS 280). Mentre i tre bacini territoriali a scala urbana sono determinati da tre grandi aree: area di Cosenza-Rende; area di Catanzaro e area di Reggio Calabria-Villa San Giovanni. «Siamo convinti - ha concluso l’assessore Fedele - che in questa fase diventa necessario l’aiuto e la collaborazione di

«Necessario l’aiuto di tutte le parti coinvolte per una riorganizzazione reale del settore trasportistico calabrese» tutte le parti coinvolte perché attraverso il contributo fattivo di ognuno si può rendere concreta l’intenzione che appartiene, in primis al presidente Scopelliti, e che fa capo all’attuazione di una reale riorganizzazione del settore trasportistico calabrese che, mai come adesso, rappresenta una priorità assoluta per l’attuale Governo regionale».


Venerdì 29 Giugno 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

AL VIA CORSI DI FORMAZIONE PER “BADANTI CERTIFICATE”

POLITICA DEL LAVORO Nuova programmazione regionale sui servizi alla persona

S

Andrea Splendore

i è svolto a Vibo Marina, all’hotel “Cala del Porto”, il seminario organizzativo-informativo sul tema: “Servizi alla Persona e occupazione nel welfare calabrese”, organizzato dall’Assessorato regionale al Lavoro e Politiche sociali in collaborazione con Italia Lavoro ed al quale ha preso parte l’Assessore Stillitani. Nell’ambito del programma nazionale Assap, promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali - Direzione generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione, è stata presentata ai partecipanti la “programmazione regionale dei servizi domiciliari di cura alla persona” che comprende l’avvio di corsi di formazione per 550 badanti e successivamente l’istituzione di un registro regionale delle badanti qualificate a cui potranno accedere le famiglie per il reperimento di personale esperto per l'assistenza dei propri cari. Al seminario, oltre all’Assessore Stillitani, hanno preso parte Natale Forlani, direttore generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione Ministero del lavoro, Mario Conclave, responsabile progetto Assap e Mauro Tringali, coordinatore di gestione Italia Lavoro. Per l’occasione i relatori hanno incontrato i responsabili degli sportelli territoriali

Il programma si rivolge in particolare alle badanti straniere che hanno monopolizzato il mercato

L’Assessore Stillitani ha tenuto un seminario a Vibo Marina sul tema “Servizi alla persona e occupazione nel welfare calabrese” delle agenzie di intermediazione aderenti al programma, tra cui: patronati, sindacati e associazioni. Nello specifico è stata presentata l’azione di programma Assap che consiste in un percorso di formazione, finalizza-

to alla qualificazione dei servizi di cura e di assistenza forniti alla persona e alla famiglie dalle badanti. Con un cofinanziamento pari a un milione duecento mila euro, 57 agenzie di intermediazione potranno avviare i corsi di formazione per 550 badanti. Per ogni soggetto da formare attraverso dei corsi della durata di 64-80 ore, le agenzie riceveranno un voucher che andrà dai 2.000 ai 2.500 euro. Alla fine dei suddetti corsi, ogni partecipante sarà collocato all’interno di una famiglia dove sia necessaria un’adeguata assistenza alla persona. Al termine della programma di formazione, la Regione

Calabria, procederà all’istituzione di un registro regionale delle badanti a cui potranno avere accesso le famiglie per il reperimento di personale qualificato. L’iniziativa rappresenta una vera e propria garanzia per le famiglie calabresi, all’interno delle quali la figura delle badanti diventa sempre più fondamentale per l’assistenza di un proprio caro, nel momento in cui devono assumere persone con compiti così delicati. Grazie a questi specifici corsi di formazione, le badanti “formate” potranno vantare le conoscenze adeguate e necessarie per la cura domiciliare dei propri cari. Il programma Assap in pratica, promuove la creazione di una rete di sportelli pubblici e privati di incrocio domanda/offerta di assistenza, che informi, orienti e assista le famiglie e le persone nella loro ricerca di assistenza qualificata o di occupazione, anche temporanea. La rete territoriale, oltre il matching domanda/offerta, offre servizi di consulenza nella gestione del rapporto del lavoro e di formazione e qualificazione degli addetti ai servizi di cura, anche attraverso sistemi di riconoscimento delle competenze informali. Questa azione di programma inoltre, avrà una triplice valenza, oltre alla formazione garantirà un incremento occupazionale, inclusione sociale ed emersione del lavoro nero.

Il programma infatti, si rivolge prevalentemente alle badanti straniere, le quali ormai da tempo, hanno monopolizzato il mercato e si inserisce in un’azione più ampia, avviata dall'assessorato regionale alle politiche sociali di concerto con l’ufficio scolastico regionale, a favore dell’immigrazione che ha già avviato dei corsi di alfabetizzazione per stranieri. «Abbiamo deciso di avviare questo tipo di programma - ha affermato Natale Forlani - sia perché il mercato dei servizi alla persona è in grande espansione e soprattutto perchè sono proprio gli immigrati a portare avanti questo tipo di lavoro in Italia. Da qui quindi, l’esigenza di qualificare il sistema di domanda/offerta e di migliorare con la formazione, la qualità dell’assistenza familiare dando anche alle famiglia una facilitazione nella ricerca di colf e badanti all’altezza del proprio compito». «Il mondo delle badanti soprattutto in Calabria - ha sottolineato l’Assessore Stillitani - necessita sempre più di essere regolamentato. Molte volte le famiglie non sanno a chi rivolgersi quando hanno bisogno di reperire una persona a cui affidare il proprio caro e molto spesso sbagliano rivolgendosi magari a persone non qualificate che possono addirittura danneggiare la persona assistita. Questo progetto che di fatto regolamenterà questo settore lavorativo e che ci permetterà di controllare maggiormente la domanda e l’offerta in questo ambito, è il preludio ad un’azione di sistema che in autunno vedrà la pubblicazione di un bando, attraverso il quale con una dotazione di circa 4 milioni di euro - sarà possibile fornire degli incentivi economici alle famiglie per l'assunzione delle badanti».


6 il Domani dello Sport

Venerdì 29 Giugno 2012

CRONACA CALABRIA

ITER ANDATO A BUON FINE BILANCIO Stipulato il mutuo per finanziare le spese di Ferrovie della Calabria

G

Andrea Splendore

iunge a conclusione l’iter amministrativo avviato con l’approvazione della Legge Regionale n. 20/2011, con la quale era stato autorizzato il ricorso all’indebitamento per garantire gli interventi di riqualificazione delle infrastrutture ferroviarie della Regione gestite da Ferrovie della Calabria e che ha impegnato in questi mesi gli uffici del Dipartimento Bilancio e del Dipartimento Trasporti per assicurare il rispetto degli adempimenti che hanno permesso alla Cassa Depositi e Prestiti di deliberare il finanziamento richiesto. Con la sottoscrizione del contratto, firmato dal Dirigente Generale del Dipartimento Bilancio Pietro Manna, e dal Dirigente di CDP, Fabio Maisto, viene dato il via libera all’erogazione di risorse finanziarie per oltre 16 milioni di euro, finalizzati alla realizzazione di un programma di interventi approvato dalla Giunta Regionale. Le risorse, assicurate dalla Cassa Depositi e Prestiti con la formula del prestito ad erogazioni multiple differenziate per tasso e d’interesse e durata, saranno trasferite a FDC per interventi riguardanti il risanamento ed il consolidamento di importanti linee ferroviarie sul territorio calabrese, la cui realizzazione o completamento era stato pregiudicato dalle gravi difficoltà finanziarie di Ferrovie della Calabria Srl. «Attraverso un gioco di squadra corale - hanno commentato gli assessori ai trasporti Luigi Fedele e al Bilancio Giacomo Mancini - l’amministrazione guidata dal

Censore (PD): «Abolire le Province più piccole potrebbe avere effetti devastanti per tutta la Calabria»

«L

a riorganizzazione dell’assetto istituzionale italiano non può e non deve assolutamente scaturire da una mera, ragionieristica e peraltro ancora tutta da verificare necessità di ridurre i costi. (...). Sarebbe auspicabile che dell’abolizione delle Province non si faccia un punto di propaganda, un drappo da sventagliare come prova di un risparmio che, ripeto, è ancora tutto da verificare».

Lo afferma il Consigliere Regionale PD Bruno Censore, commentando il taglio delle piccole Province (resteranno solo quelle in grado di soddisfare due dei seguenti requisiti: superficie di almeno 3.000 km2, popolazione superiore a 350 mila abitanti e oltre 50 Comuni nel territorio) che il Governo dovrebbe inserire nel decreto sulla spending review. Con la cancellazione delle Province verrebbero soppressi tutti gli organismi che

fanno riferimento alla struttura provinciale, con un depauperamento facilmente intuibile, che nel caso specifico di Vibo Valentia comporterebbe la perdita di oltre 2mila posti di lavoro. «Un provvedimento inaccettabile, che va fermamente ostacolato in sede locale e soprattutto nelle sedi competenti, attraverso una battaglia parlamentare a favore dei territori più deboli. Convinto che in Calabria, e in particolar modo in un territo-

Via libera all’erogazione di risorse finanziarie per oltre 16 milioni di euro per un programma di interventi regionale Governatore Scopelliti ha portato a casa un risultato sul quale costruire il rilancio di Ferrovie della Calabria. In un contesto di crisi, grazie anche al definitivo passaggio alla Regione dei beni del patrimonio di FDC perfezionato lo scorso dicembre, siamo riusciti a reperire risorse che potranno essere investite per dare ai cittadini migliori servizi e ai lavoratori del comparti maggiore serenità».

rio difficile quale quello Vibonese, lo Stato debba rafforzare la sua presenza e non ritirarsi, il mio appello lo lo rivolgo alla deputazione calabrese, anche e soprattutto alla luce della posizione assunta dal Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri che ha più volte manifestato delle perplessità rispetto alla razionalizzazione degli uffici periferici, che a queste latitudini potrebbe avere risvolti drammatici». (as)


Venerdì 29 Giugno 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT CALABRIA

I TIFOSI ANCORA SCETTICI

REGGINA A giorni dovrebbe arrivare l’annuncio di Comi, i sostenitori dicono la loro

G

ianmario Comi e la Reggina, un matrimonio che si farà, già domani? Paolo Ficara, su ildispaccio.it, ha rivelato che Milan e club amaranto si inconteranno per definire le ultime formalità per il trasferimento dell'attaccante 20enne: mancano solo gli accordi sull'entità del premio di valorizzazione, dato che si tratta di un prestito secco. Sempre Paolo Ficara, tiene aperta la pista Sasha Aneff, di cui vi abbiamo parlato nella serata di ieri. L'attaccante uruguaiano, di passaporto bulgaro, potrebbe essere un'affare per la Reggina. Se son fiori fioriranno, ma la prossima settimana potrebbe essere importante per determinare un'accellerata o meno. Intanto continuano a dire l loro i tifosi amaranto, che commentano il mercato della Reggina. Potete inviarci le vostre considerazioni scrivendo alla mail supporters@tuttoreggina.com Buongiorno, è la prima volta che scrivo ma è da molto che leggo le opinioni dei tifosi, quindi Vi ringrazio per la possibilità. Sono molto rammaricato per come il campionato è finito, ma soprattutto per la sonnolenza che la squadra ha suscitato. Un gruppo senza anima, senza gioco e senza motivazioni. Svolgendo una professione di alta direzione ritengo che quando un azienda non raggiunge

un obiettivo il 70% della colpa è della dirigenza. Per la società Reggina calcio invece la dirigenza continua a trovare alibi, a volta grotteschi, per giustificare una politica manageriale di bassisimo livello. Il Sig.Foti ( che non chiamo dottore perchè credo non abbia nemmeno un diploma di maturità ) ha un ottimo fiuto per gli affari, ma solo in uscita, infatti la sua indole di commerciate di abiti lo porta ad effettuare costantemente una politica di risparmio vendendo i pezzi migliori a prezzi concorrenziali senza però reinvestire il capitale. La classica politica dell'italiano medio, dedito al risparmio degli introiti. Il Sig. Giacchetta, ottimo calciatore e bandiera della Reggina degli anni d'oro, purtroppo pecca di inesperienza e di sudditanza psicologica del padre padrone Foti. Adesso ad anni di distanza capisco il perchè Martino e Iacopino hanno trovato fortune lontano da Foti. Tuttavia non voglio fare critica spicciola e far parte di coloro che sbuffano ad ogni occasione, ma consentitemi di fare una riflessione: Negli ultimi anni di serie B, il NOSTRO PRESIDENTE ha allontanato gente come Tedesco, Valdez, Stuani, ecc ecc fino a BONAZZOLI, senza mai riuscire a pescare anche nelle serie minori validi sostituti. Non credo nella sfortuna nel mondo del calcio, credo nella incapacità da parte di Foti, di

ricoprire il ruolo anche di Direttore sportivo. Come in tutte le società che si rispettino bisogna costruire un organico dirigenziale che sia all'altezza della situazione e che abbia le conoscenze tecniche per poter gestire e scegliere gli investimenti. Questa politica del " faccio tutto io " ci ha portato ad un livello tecnico talmente basso che, a mio avviso, siamo paragonabili ad una squadretta di serie C. Ancora ricordo le parole del duo tragicomico FOTI/GIACCHETTA - il N.S. organico è alla pari del Torino .......peccato solo per i 33 punti di differenza di fine campionato. Adesso non mi aspetto miracoli dalla pseudodirigenza reggina, auspico però un po di chiarezza e lealtà, verso quel pubblico che per anni ha riempito gli spalti. Se il Granillo è vuoto, non lo è per i risultati deludenti, lo è per le continue prese in giro. Grazie per l'opportunità P.S. ATTENZIONE FOTI, la TUA AZIENDA non è più l'unica a Reggio....la legge di mercato dovresti conoscerla e sai benissimo che se nel tuo negozio non entra nessuno perchè non hai il vestito di livello prima o poi abbassi la saracinesca!!! .....io per esempio ho già acquistato la bandira Bianco azzurra....( Hinterreggio ) Un saluto, Giovanni Ripepi

HINTERREGGIO

Consegnata la domanda di iscrizione

N

el corso di un'intervista al portale TuttoLegaPro, il direttore generale dell'Hinterreggio, Carmelo Rappoccio, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul mercato della società biancoazzurra, ma non solo. Inatnto, Davide Taverniti e Emiliano Impallari non faranno parte della squadra che ha conquistato la Lega Pro. Sull'attaccante, ci sono alcune squadre siciliane interessate, tra cui il Ragusa e il Nissa. Il dg ha ammesso l'interesse per un nome fino ad ora non venuto fuori, il difensore Nigro: «Si, devo ammettere che c'è stato un contatto con il difensore, è un calciatore che ci piace molto....» Domani è comunque una giornata importante per l'Hinterreggio, che consegnerà la domanda d'iscrizione al campionato di Lega Pro: «Domani, intanto, andremo a Firenze per consegnare le pratiche per l'iscrizione ed iniziare ufficialmente il nostro campionato di Seconda Divisione». Infine, Rappoccio ammette l'interesse dell'Hinterreggio per alcuni giovani di Chievo e Genoa. Daniele Ancione potrebbe giocare ancora con la maglia dell'Hinterreggio. Il trequartista, pupillo del tecnico Gaetano Di Maria, uno dei protagonisti della promozione in Lega Pro, dovrebbe essere riconfermato dal club dello Stretto e costituire uno dei punti di forza per la nuova annata. La settimana prossima, anche per avere qualche novità sugli altri riconfermati, potrebbe essere quella giusta per avere novità circa le riconferme dei protagonisti della scorsa stagione.


8

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA Procedura esecutiva immobiliare n. 68/2006 R. E. (nominativi omessi ex art. 174 del D. Lgs. n. 196/2003) II professionista delegato avv. Francesca Misuraca, con studio in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, nella procedura esecutiva indicata in epigrafe visto il provvedimento di delega, ex art. 591 bis c.p.c., delle operazioni di vendita, emesso dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 7.3.2008 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 11.6.2009 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 30.5.2010 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 17.5.2010 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 30.3.2011 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 3.2.2011 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 30.1.2012 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 9.2.2012 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 31.12.2012 visto il provvedimento del 26.1.2009 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato nel provvedimento di delega visto il provvedimento del 19.10.2009 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato precedentemente visto il provvedimento del 3.8.2010 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato precedentemente visto il provvedimento del 3.2.2011 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato precedentemente sciolta la riserva presa in data 25.5.2012 ritenuto necessario fissare la vendita con incanto del bene pignorato visti gli artt. 569, 576 e 591 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita con incanto del seguente bene immobile: LOTTO UNICO Complesso immobiliare con destinazione agrituristica alberghiera, di recente costruzione, realizzata in strutture portanti in cemento armato, solai in laterocemento, muratura esterna ed interna in mattoni forati. Rifiniture esterne ed interne in materiale di ottima qualità e manifattura, con giardino esterno arredato e corredato di piscina, posti auto e piantumazione a verde. Il complesso espone targa pubblicitaria con 4 stelle, ha una superficie complessiva di mq. 2.080 e si sviluppa su 4 livelli. Al piano seminterrato, su una superficie lorda di mq. 530, sono allocati i servizi principali (centrale termica, celle frigorifere, gruppo elettrogeno, lavanderia, cucina, spogliatoi, servizi igienici del personale, centrale aria condizionata) ed un locale tavernetta. Al piano terra, su una superficie lorda di mq. 730, trovasi la hall con angolo bar, una sala di attesa, la reception, l’ufficio, due sale ristorante, disimpegni e servizi vari nonché un portico di circa mq. 70. Al primo piano, su una superficie lorda coperta di mq. 400, sono allocate 10 camere, ciascuna con bagno e balcone, spogliatoi e servizi per il personale, nonché un terrazzo di circa mq. 40. Al piano secondo-sottotetto, su una superficie di mq. 270, sono allocati i locali di sgombero e di alloggio del personale nonché un terrazzo aperto di mq. 40 circa. Il complesso immobiliare gode di una magnifica vista panoramica di tipo collinare ed è situata nel verde, sopra ad una collinetta, a pochi km dal centro abitato, facilmente raggiungibile. È posta in Curinga (CZ), Località Croce Cappello o Iencarello ed è censita al Catasto di siffatto Comune al foglio di mappa 56, particella 332, sub 5, piano S1 – T – 1° - 2°, categoria D2. L’opera risulta realizzata secondo i vari progetti allegati sia alla concessione edilizia che alle successive varianti e non ci sono da segnalare irregolarità di natura edilizia-urbanistica. Il Comune di Curinga, verificata la conformità dell’opera realizzata, ha rilasciato, in data 15.11.2005, il certificato di agibilità per attività agrituristica alberghiera. Il bene di cui sopra risulta meglio descritto nella relazione di stima a firma del geom. Francesco Sgrò che deve essere consultata dall’acquirente ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri, pesi nonché difformità edilizie ed urbanistiche a qualsiasi titolo gravanti sul bene stesso.

Venerdì 29 Giugno 2012

La relazione è consultabile presso lo studio del professionista delegato, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00, previo appuntamento da concordarsi telefonicamente ed altresì sui siti internet www.aste.immobili.it, www.portaleaste.com e www.aste.eugenius.it. Prezzo base € 1.118.812,50 (Euro unmilione centodiciottomila ottocentododici /50). Rilancio minimo € 56.000,00 (Euro cinquantaseimila/00). Data dell’incanto 28 settembre 2012, ore 15,00 e segg. Luogo dell’incanto: studio del professionista delegato avv. Francesca Misuraca sito in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, telefono 0968.24353, fax 0968.441516, cellulare 338.4020968, e-mail avv.francescamisurac@tiscali.it In tale data, per aggiudicarsi il bene, sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo base, in misura non inferiore al minimo sopra indicato, a pena di inammissibilità. Si avvisa che: la vendita del bene avviene nello stato di fatto e di diritto in cui il bene medesimo si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori, con tutte le pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive eventualmente esistenti. la vendita è a corpo e non a misura ed eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. L’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità e/o difformità della cosa venduta nonché oneri di qualsiasi genere (ivi inclusi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla necessità di adeguamento degli impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore) per qualunque motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione del bene. gli interessati potranno esaminare l’immobile posto in vendita facendone richiesta al custode giudiziario avv. Francesca Misuraca, con studio sito in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, telefono 0968.24353, fax 0968.441516, cellulare 338.4020968, e-mail avv.francescamisurac@tiscali.it che, previo appuntamento da concordarsi telefonicamente, provvederà ad accompagnare gli interessati medesimi presso l’immobile suddetto. È possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI per la concessione di mutui agli aggiudicatari. È possibile conseguire, presso lo studio del professionista delegato o presso il sito ABI, l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme: si invitano gli offerenti a contattare direttamente le sedi delle agenzie o filiali incaricate dalle banche stesse, delle quali sarà disponibile anche il recapito telefonico, presso lo studio del professionista delegato o presso il sito ABI. Il termine di versamento del saldo del prezzo nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita come quantificati dal professionista delegato è di 60 giorni dalla data della vendita, mediante deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, già acceso presso un istituto di credito a cura del professionista delegato. Qualora il procedimento si basi su credito fondiario, al versamento su libretto sarà sostituito, ai sensi e per gli effetti dell’art. 41, comma IV, del D. Lgs. 1.9.1993 n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato, entro il termine suindicato e detratto un eventuale accantonamento per spese di procedura a carico della massa, nella misura che sarà quantificata dal professionista delegato. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. Solo all’esito degli adempimenti succitati nonché della produzione di aggiornati certificati sia catastali che relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene verrà emesso il decreto di trasferimento ex art. 586 c.p.c.. Le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario e devono essere versate al momento del deposito della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura pari al 20% di quest’ultimo. All’aggiudicatario restano riservati, altresì, i costi e le attività per la cancellazione delle formalità nonché i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G. E.. In aggiunta al prezzo di aggiudicazione, è a carico dell’aggiudicatario il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli eventuali abusi (e, quindi, quelle somme dovute a ti-

tolo di oblazione, di canoni concessori, etc.). L’aggiudicatario dovrà dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme od eleggere domicilio in Lamezia Terme (CZ). La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni di vendita sono regolate come segue: VENDITA CON INCANTO A norma dell’art. 579 c.p.c., ognuno, tranne il debitore, è ammesso a fare offerte all’incanto, personalmente od a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, c.p.c.. Le domande di partecipazione all’incanto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del giorno 27 settembre 2012. Le stesse dovranno essere presentate presso lo studio del professionista delegato, dal lunedì al venerdì, negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla busta medesima dovranno essere annotate, a cura del professionista delegato ricevente o di suo delegato, il nome, previa identificazione, di colui che materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per la vendita all’incanto. L’assegno per la cauzione dovrà essere inserito nella busta, che il professionista delegato od il proprio delegato ad hoc sigillerà idoneamente al momento del deposito. Le buste saranno aperte alla data, ora e luogo fissati per l’incanto, alla presenza degli offerenti, ove comparsi. L’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia: l’indicazione del numero di R.G.E. della procedura. il prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo a base d’asta indicato nell’avviso di vendita a pena di inefficacia. l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’istanza di partecipazione. le generalità del concorrente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, recapito telefonico, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi e, se in comunione legale dei beni, altresì nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale e residenza del coniuge), oltre a copia di valido documento di identità proprio ed anche del coniuge se è in comunione legale. Non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza di partecipazione ed inoltre l’offerente dovrà presentarsi all’udienza fissata per la vendita all’incanto. Se l’offerente è minorenne, la domanda di partecipazione dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare. Qualora la persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata anche la partita IVA ed alla domanda dovrà allegarsi una recente visura camerale della ditta stessa. Se società oppure ente, occorre specificarne i dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, il recapito telefonico nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere, inoltre, allegati, sia una recente visura camerale della società o ente dalla quale risulti lo stato della società o ente medesimo ed i poteri conferiti all’offerente in udienza, sia copia fotostatica di un valido documento di identità dell’offerente medesimo e, se necessario, valida documentazione comprovante i relativi poteri e/o la relativa legittimazione (ad es., procura speciale). In caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All’istanza dovrà essere allegato un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avv. Francesca Misuraca, a titolo di cauzione, di importo pari ad un decimo del prezzo posto a base d’asta, a pena di inefficacia ed in conto prezzo di aggiudicazione. Per offrire all’incanto, è necessario avere prestato la predetta cauzione. Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare all’incanto medesimo personalmente od a mezzo di procuratore speciale senza documentato e giustificato motivo. In tal caso, la cauzione é restituita solo nella misura di 9/10 dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. L’offerta non è efficace se non supera il prezzo base o l’offerta precedente nella misura minima sopra indicata. Le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e segg. c.p.c.. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO A norma dell’art. 584 c.p.c, avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dall’incanto, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di un quinto quello raggiunto

Info - 0961.023931

nell’incanto medesimo. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni dall’incanto senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte in aumento, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma III, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata, a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo sarà trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’esecuzione. Si specifica che tutte le attività che, ai sensi dell’art 571 c.p.c. e segg. c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell’esecuzione oppure dal cancelliere o dal Giudice dell’esecuzione, sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all’Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sui siti internet www.aste.immobili.it, www.portaleaste.com e www.aste.eugenius.it, sul quotidiano locale II Domani della Calabria e sui periodici AsteInfoappalti e QuiEconomia. Tra l’avvenuta pubblicità di cui sopra e la data dell’incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a 45 giorni. Il più diligente dei creditori, munito di titolo esecutivo, potrà rendere noto il presente avviso, a sua cura e spese, mediante affissione muraria, da effettuarsi nei comuni di Lamezia Terme ed in quello di ubicazione dell’immobile, almeno 45 giorni prima della data dell’incanto. Inoltre, ciascuno dei creditori muniti di titolo esecutivo è autorizzato, a sue spese, non rimborsabili neppure ex art. 2770 c. c., all’ulteriore forma di pubblicità da lui eventualmente richiesta, da eseguirsi almeno 45 giorni prima della data dell’incanto. Tali forme ulteriori di pubblicità sono state dichiarate dal G. E. non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita. Maggiori informazioni verranno fornite dal professionista delegato, presso il proprio studio, all’indirizzo sopra indicato. Lamezia Terme, 1.6.2012 il professionista delegato avv. Francesca Misuraca ***** AVVISO DI VENDITA Procedura esecutiva immobiliare n. 87/2009 R. E. (nominativi omessi ex art. 174 del D. Lgs. n. 196/2003) II professionista delegato avv. Francesca Misuraca, con studio in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, nella procedura esecutiva indicata in epigrafe visto il provvedimento di delega, ex art. 591 bis c.p.c., delle operazioni di vendita, emesso dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 15.7.2010 visto il provvedimento reso dal G. E. in data 28.10.2011 con il quale è stata concessa la proroga del termine finale di compimento delle attività delegate alla scrivente sino al 30.9.2012 visto l’avviso di vendita redatto in data 31.1.2011, nel quale si è ritenuto necessario fissare le nuove vendite al prezzo ribassato di ¼ rispetto a quello fissato nel provvedimento di delega del 15.7.2010, giusta l’autorizzazione di cui al punto n. 23 di siffatto provvedimento visto il provvedimento del 14.2.2012 con il quale il G. E. ha autorizzato il professionista delegato a fissare le nuove vendite ad un prezzo base inferiore di ¼ rispetto al prezzo fissato precedentemente sciolta la riserva presa in data 8.6.2012 ritenuto necessario fissare la vendita con incanto dei beni pignorati visti gli artt. 569, 576 e 591 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita con incanto dei seguenti beni immobili: LOTTO 1 - Piena proprietà di un capannone industriale con annessi uffici ed area pertinenziale esterna destinata a piazzale manovra e parcheggio, recintato con muretto in calcestruzzo armato e sovrastante ringhiera in pannelli prefabbricati su tre lati, sito in Lamezia Terme (CZ), Zona Industriale Strada Statale 18 Bivio per San Pietro Lametino. Tale complesso immobiliare ha una superficie lorda di mq. 631,16, mentre la corte è di mq. 2.685,00. Si compone di n. 2 corpi posti in aderenza e comunicanti, dei quali la zona destinata ad industria è di mq. 498,48, mentre la zona adibita ad uffici si sviluppa su due piani fuori terra con superficie totale di mq. 265,36 v.p.p. composta da 5 uffici, 2 archivi e 4 bagni. Il tutto è riportato al N.C.E.U. del Comune di Sant’Eufemia al foglio 51, particella 321, sub 1 b.c.n.c. (corte), sub 2


9 ctg. D/7 di mq. 498,48 (capannone industriale) e sub 3 ctg. A/10 di mq. 269,64 p. T 1 (uffici). Manca il certificato di agibilità e, pertanto, l’aggiudicatario dovrà provvedere alla richiesta di tale certificato, ai sensi dell’art. 24 del D.P.R. 6.6.2001 n. 380 e s.m.ei.. LOTTO 2 - Piena proprietà di un capannone industriale con annessi uffici ed area pertinenziale esterna destinata a piazzale manovra e parcheggio, recintato con muretto in calcestruzzo armato e sovrastante ringhiera in pannelli prefabbricati su tre lati, sito in Lamezia Terme (CZ), Zona Industriale Strada Statale 18 Bivio per San Pietro Lametino. L’ingresso avviene tramite accesso carrabile con cancello scorrevole automatizzato sulla via provinciale. Tale complesso immobiliare ha una superficie lorda di mq. 1.003,30, mentre la corte è di mq. 2.110,00. Si compone di un unico corpo di fabbrica al cui interno trovano alloggio gli uffici con due WC. Il tutto è riportato al N.C.E.U. del Comune di Sant’Eufemia al foglio 51, particella 76, sub 2 ctg. D/7, di mq. 1.003,30 (capannone industriale). I beni di cui sopra risultano meglio descritti nella consulenza tecnica a firma dell’ing. Vincenzo Torcasio che deve essere consultata dall’acquirente ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri, pesi nonché difformità edilizie ed urbanistiche a qualsiasi titolo gravanti sui beni stessi. La relazione è consultabile presso lo studio del professionista delegato, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00, previo appuntamento telefonico ed altresì sui siti internet www.aste.immobili.it, www.portaleaste.com e www.aste.eugenius.it. LOTTO 1 come sopradescritto Prezzo base € 582.504,75 (Euro cinquecentottantaduemila cinquecentoquattro/75) Rilancio minimo € 30.000,00 (Euro trentamila/00). LOTTO 2 come sopradescritto Prezzo base € 583.110,00 (Euro cinquecentottantatremila centodieci/00) Rilancio minimo € 30.000,00 (Euro trentamila/00). Data dell’incanto 28 settembre 2012, ore 16,00 e segg. Luogo dell’incanto: studio del professionista delegato avv. Francesca Misuraca, sito in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, telefono 0968.24353, fax 0968.441516, cellulare 338.4020968, e-mail avv.francescamisurac@tiscali.it, pec francesca.misuraca@avvlamezia.legalmail.it All’incanto, per aggiudicarsi i beni, sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo base, in misura non inferiore al minimo sopra indicato, a pena di inammissibilità. Si avvisa in ogni caso che: la vendita dei beni avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni medesimi si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori, con tutte le pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive eventualmente esistenti. la vendita è a corpo e non a misura ed eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. L’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità e/o difformità della cosa venduta nonché oneri di qualsiasi genere (ivi inclusi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla necessità di adeguamento degli impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore) per qualunque motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. gli interessati potranno esaminare gli immobili posti in vendita facendone richiesta scritta al custode giudiziario avv. Francesca Misuraca, con studio sito in Lamezia Terme (CZ), Via Garibaldi n. 3, telefono 0968.24353, telefax 0968.441516, cellulare 338.4020968, e-mail avv.francescamisurac@tiscali.it che, previo appuntamento da concordarsi telefonicamente, provvederà ad accompagnare gli interessati medesimi presso gli immobili suddetti. È possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI per la concessione di mutui agli aggiudicatari. È possibile conseguire, presso lo studio del professionista delegato o presso il sito ABI, l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme: si invitano gli offerenti a contattare direttamente le sedi delle agenzie o filiali incaricate dalle banche stesse, delle quali sarà disponibile anche il recapito telefonico, presso lo studio del professionista dele-

Venerdì 29 Giugno 2012

gato o presso il sito ABI. Il termine di versamento del saldo del prezzo nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita, come quantificati dal professionista delegato, è di 60 giorni dalla data della vendita, mediante deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, già acceso presso un istituto di credito a cura del professionista delegato. Qualora il procedimento si basi su credito fondiario, al versamento su libretto sarà sostituito, ai sensi e per gli effetti dell’art. 41, comma IV, del D. Lgs. 1.9.1993 n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato in via ipotecaria e previa precisazione del medesimo, entro il termine suindicato, detratto un eventuale accantonamento per spese di procedura a carico della massa, nella misura che sarà quantificata dal professionista delegato. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. Solo all’esito degli adempimenti succitati nonché della produzione di aggiornati certificati sia catastali che relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene, verrà emesso il decreto di trasferimento ex art. 586 c.p.c.. Le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario e devono essere versati al momento del deposito della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura pari al 20% di quest’ultimo. All’aggiudicatario restano riservati, altresì, i costi e le attività per la cancellazione delle formalità nonché i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G. E.. In aggiunta al prezzo di aggiudicazione, è a carico dell’aggiudicatario il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli eventuali abusi (e, quindi, quelle somme dovute a titolo di oblazione, di canoni concessori, etc.). L’aggiudicatario dovrà dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme od eleggere domicilio in Lamezia Terme (CZ). La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni di vendita sono regolate come segue: VENDITA CON INCANTO A norma dell’art. 579 c.p.c., ognuno, tranne il debitore, è ammesso a fare offerte all’incanto, personalmente od a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, c.p.c.. Il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti. Nell’ipotesi di cui al succitato art. 579, comma III, c.p.c., il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma I, c.p.c.. Le domande di partecipazione all’incanto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del giorno 27 settembre 2012. Le stesse dovranno essere presentate presso lo studio del professionista delegato, dal lunedì al venerdì, negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla busta medesima dovranno essere annotate, a cura del professionista delegato ricevente o di suo delegato, il nome, previa identificazione, di colui che materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione dott. Adele Foresta, quello del professionista delegato e la data fissata per la vendita all’incanto. L’assegno per la cauzione dovrà essere inserito nella busta, che il professionista delegato od il proprio delegato ad hoc sigillerà idoneamente al momento del deposito. Le buste saranno aperte alla data, ora e luogo fissati per l’incanto, alla presenza degli offerenti, ove comparsi. L’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia: l’indicazione del numero di R.G.E. della procedura. il prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo a base d’asta indicato nell’avviso di vendita a pena di inefficacia. l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’istanza di partecipazione. le generalità del concorrente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, recapito telefonico, stato civile) e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi e, se in comunione legale dei beni, altresì nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale e residenza del coniuge (al fine di potere trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione), oltre a copia di valido documento di identità proprio (ed anche del coniuge, se è in comunione legale). Non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza di partecipazione ed inoltre l’offerente dovrà presentarsi all’udienza fissata per la vendita all’incanto. Se l’offerente è minorenne, la domanda di parteci-

pazione dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare. Qualora la persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata anche la partita IVA ed alla domanda dovrà allegarsi una recente visura camerale della ditta stessa. Se società oppure ente, occorre specificarne i dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, il recapito telefonico nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere, inoltre, allegati, sia una recente visura camerale della società o ente dalla quale risulti lo stato della società o ente medesimo ed i poteri conferiti all’offerente in udienza, sia copia fotostatica di un valido documento di identità dell’offerente medesimo e, se necessario, valida documentazione comprovante i relativi poteri e/o la relativa legittimazione (ad es., procura speciale). In caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All’istanza dovrà essere allegato un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avv. Francesca Misuraca, a titolo di cauzione, di importo pari ad un decimo del prezzo posto a base d’asta, a pena di inefficacia ed in conto prezzo di aggiudicazione. Per offrire all’incanto, è necessario avere prestato la predetta cauzione. Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare all’incanto medesimo personalmente od a mezzo di procuratore speciale senza documentato e giustificato motivo. In tal caso, la cauzione é restituita solo nella misura di 9/10 dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. L’offerta non è efficace se non supera il prezzo base o l’offerta precedente nella misura minima sopra indicata. Le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e segg. c.p.c.. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO A norma dell’art. 584 c.p.c, avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dall’incanto stesso, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di un quinto quello raggiunto nell’incanto medesimo. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni dall’incanto senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte in aumento, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma III, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata, a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo sarà trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’esecuzione. Si specifica che tutte le attività che, ai sensi dell’art 571 c.p.c. e segg. c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell’esecuzione oppure dal cancelliere o dal Giudice dell’esecuzione, sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all’Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sui siti internet www.aste.immobili.it, www.portaleaste.com e www.aste.eugenius.it, sul quotidiano locale II Domani della Calabria e sui periodici AsteInfoappalti e QuiEconomia. Tra l’avvenuta pubblicità di cui sopra e la vendita senza incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a 45 giorni. Il più diligente dei creditori, munito di titolo esecutivo, potrà rendere noto il presente avviso, a sua cura e spese, mediante affissione muraria, da effettuarsi nei comuni di Lamezia Terme ed in quello di ubicazione dell’immobile, almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto. Inoltre, ciascuno dei creditori muniti di titolo esecutivo è autorizzato, a sue spese, non rimborsabili neppure ex art. 2770 c. c., all’ulteriore forma di pubblicità da lui eventualmente richiesta, da eseguirsi almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto. Tali forme ulteriori di pubblicità sono state dichiarate dal G. E. non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita. Si avverte, infine, che il professionista delegato è già stato autorizzato dal G. E., ove la celebrazione dell’incanto non abbia luogo, per qualunque motivo, alla data sopra stabilita, ad applicare immediatamente, ossia a tale stessa data, l’art. 591 c.p.c., senza alcun rinvio intermedio e/o ulteriore ed in quello stesso contesto

Info - 0961.023931

potendo provvedere, se del caso, a disporre l’amministrazione giudiziaria. Maggiori informazioni verranno fornite dal professionista delegato, presso il proprio studio, all’indirizzo sopra indicato. Lamezia Terme, 11.6.2012 il professionista delegato avv. Francesca Misuraca

TRIBUNALE DI LOCRI - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. MALGERI SERGIO, nella procedura Esecutiva n. 13/98 R. Es. promossa da BANCO DI NAPOLI all’udienza del 23.09.2011 ha disposto procedersi alla vendita dei seguenti beni immobili DESCRIZIONE IMMOBILI LOTTO N. 1: Terreno in località Giannella, in S. Ilario dello Jonio, identificato nel catasto terreni al foglio di mappa 12, particella n.50, are 5.00 Prezzo base del lotto: Euro 1.678,48; Cauzione 10% del prezzo. LOTTO N. 2: Terreno in località Giannella, in S. Ilario dello Jonio, identificato nel catasto terreni al foglio di mappa 12, particelle n. 250 e 253, di complessive are 19.70. Prezzo base del lotto: Euro 6.1044,52; Vendita che avverrà alle seguenti principali condizioni: La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 28/09/2012 entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente dovrà presentare nella cancelleria delle esecuzioni domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto con l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non potrà essere inferiore al prezzo indicato poc’anzi); l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare alcun elemento che possa condurre ad identificare il bene oggetto dell’offerta; l’offerta dovrà essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, da versare con assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente, da inserirsi, a cura dell’offerente, nella medesima busta contenente l’offerta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13 dell’ordinanza di vendita (ovvero deposito entro 60 gg dall’aggiudicazione del residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato e dell’importo complessivo per le spese collegate alla vendita all’uopo comunicato dalla cancelleria e necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento); il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 c. II cpc (richiamato dall’art. 574, III c., cpc); Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, con il pubblico incanto avverrà all’udienza del 26/10/2012, con il prezzo sopra riportato nella DESCRIZIONE IMMOBILI UDIENZA DI SENZA INCANTO ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, ENTRO LE ORE 12 DEL GIORNO ANTECEDENTE LA VENDITA, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta: unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria – Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non divenga aggiudicatario, la cauzione sarà restituita nei termini di cui all’art. 580 cpc; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza e la perdita della cauzione di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Siti internet sui quali sono pubblicate l’ordinanza di vendita e la relazione di stima: www.asteimmobili.it, www.portaleaste.it, www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: AVV. GIUSEPPE GRILLO Comuni per l’affissione è SIDERNO Si avvisa che maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Pagati Euro 14,62 + 10,62 copia conforme all’originale. Locri, 09/05/2012 Il Cancelliere


10 il Domani dello Sport

Venerdì 29 Giugno 2012

SPORT CALABRIA

LETICIA BOSCACCI RIMANE

VOLLEY L’argentina ha raggiunto l’accordo con il Soverato per un’altra stagione

U

avventura a Soverato: «Resto a Soverato perché mi sono trovata veramente bene, sia con la società che con lo staff tecnico; già a fine campionato avevamo quasi raggiunto l’accordo per continuare a restare in Calabria. Sono sicura, e le voci che sento in giro lo testimoniano, che il presidente allestirà una squadra più forte dello scorso anno. Dopo la fine del campionato sono subito partita per raggiungere le mie compagne in nazionale e siamo impegnate. Spero che anche altre ragazze della scorsa stagione restino in squadra e comunque chi arriverà sarà certamente gente esperta e di categoria. Colgo l'occasione per salutare tutti tifosi del Soverato sperando, come sempre, che siano numerosi anche nel prossimo campionato». Ufficializzata la permanenza della Boscacci anche per la prossima stagione, la società calabrese continua a lavorare in maniera soda sul mercato per chiudere altre operazioni attualmente in corso e per trovare qualche altra giocatrice interessante sul palcoscenico nazionale e internazionale.

Luigi Enrico

n giorno importante per il presente e per il futuro. Mercoledì 27 giugno, la società sportiva Volley Soverato ha ottenuto il sì da parte di Leticia Boscacci. La 26enne schiacciatrice nata a Colonia Caroya, pedina fondamentale della nazionale argentina, ha raggiunto finalmente l’accordo con la società calabrese e quindi rimarrà nella città e nella squadra di Soverato anche nella prossima stagione, quella 2012/2013. Prima riconferma ufficiale, dunque, in riva allo Ionio e, se ve ne saranno altre del roster dello scorso campionato, lo si saprà solamente nei prossimi giorni. La riconferma della Boscacci (nella foto, mentre schiaccia durante una sfida della sua nazionale), si apprende da fonti vicine alla società, è stata voluta da entrambe le parti. Infatti, sia la giocatrice argentina che la società calabrese sin dalla fine dello scorso campionato avevano già trovato un accordo di massima per la per-

Già alla fine dello scorso campionato giocatrice e società avevano trovato un accordo di massima per la conferma

manenza dell’atleta in Calabria. Scelta pienamente condivisa anche dall’allenatore Marco Breviglieri e dal suo staff tecnico. Nel corso dell’ultimo campionato, Leticia Boscacci si è ben comportata e, dopo una partenza che l’ha vista fare la riserva della serba Ivana Nesovic, e

dopo la fuga della stessa compagna di squadra in Corea del Sud, ha dimostrato tutto il suo valore giocando delle gran belle partite soprattutto nella parte finale della stagione, quella decisiva per le sorti della sua squadra e, a questo punto, anche per il suo futuro con la maglia biancorossa. Certamente alla Boscacci nel

ruolo di opposto o fuorimano sarà affiancata anche un’altra giocatrice di spessore e solamente il campo dirà allora chi delle due sarà titolare della compagine calabrese. Raggiunta telefonicamente, la stessa giocatrice argentina, impegnata tutt’oggi con la sua nazionale, si è dichiarata molto contenta di proseguire l’

«Spero che anche altre ragazze della scorsa stagione restino, comunque chi arriverà sarà gente esperta e di categoria»

Il Catanzaro Lido trionfa nel “Giovani Giurranda” T

re week-end all’insegna dello sport, ma soprattutto del divertimento, hanno coinvolto nei giorni scorsi, presso la struttura sportiva Giurranda di Platania, tanti giovani ragazzi che hanno preso parte ai tornei per le categorie Piccoli Amici, Esordienti e Pulcini. In tutte le competizioni previste dal programma, le formazioni del Football Club Catanzaro Lido 2004 si sono classificate sempre sul gradino più alto del podio. Davvero notevole è stato il numero di squadre partecipanti: Vigor Lamezia, Football Club Catanzaro Lido 2004, Oratorio Frassati, Nuova Curinga, Priolo Calcio, Boys

Marinate e Junior Pizzo. Considerando le prestazioni individuali, è stato premiato come miglior calciatore della manifestazione Antonio Nisticò del Football Club Catanzaro Lido 2004 e come migliore calciatrice una ragazzina che ha giocato nella formazione Boys Marinate di Vibo Marina. I ragazzi hanno così trascorso tre domeniche di puro divertimento e allegria, uniti dallo spirito sportivo sano che solo in queste categorie viene esaltato con maggiore intensità. Grande, come prevedibile, il contributo offerto da mister Maurizio Caglioti a cui va il ringraziamento di tutti. (le)


Venerdì 29 Giugno 2012

il Domani dello Sport

11

ALTRI SPORT

LA MAGIC CONFERMA BRUNO FUTSAL La squadra di Cosenza è al lavoro: farà parte del gruppo anche Garofalo

I

Daria Ciotti nizia a chiudersi il cerchio per la Magic Games Cosenza con il direttore generale Paolo Barbarossa che ha quasi completato le consultazioni con la rosa della passata stagione ,portando a casa la riconferma ad oggi del 90% del parco giocatori in forza alla società rossoblù. Ottime notizie, in attesa di sapere se magari ci potrà essere anche un salto di qualità. C’è tempo.

LA RIUNIONE DECISIVA Negli ultimi giorni - si legge su futsalcalabria.it - in un incontro avvenuto presso la sede sociale di via Botticelli a Rende, il d.g insieme al presidente Reda ha incontrato il capitano della squadra Gerry Garofalo ed il calciatore Lido Bruno ottenendo il benestare da entrambi per la prossima stagione di serie C1.

Il direttore generale Barbarossa mette il punto e comincia ad impostare la prossima stagione: mister Abate può contare sul capitano Garofalo che riveste la carica di capitano da tre anni è stato subito ben lieto di accettare la riconferma e di poter contribuire per questa ennesima stagione alla causa della squadra per la quale sin dall'inizio a vestito i colori sociali. «Spero - ha detto il capitano - di poter rispettare anche quest’anno il mio importante compito di capitano e di poter insieme ai miei compagni di squadra divertirci ed ottenere nuove importanti soddisfazioni».

Per Lido Bruno, invece, si tratterà del secondo anno consecutivo alla corte di mister Abate, Bruno che ha vestito le maglie del Cosenza Calcio a 5, del Citrarum, della Rappresentati-

PUGILATO

Tropea: domani sera evento speciale. Sul ring anche Versaci

G

razie all’impegno della Shanti Vibo Valentia, della Palestra Evolution Tropea e dell'Amaranto Boxe Reggio Calabria, domani alle ore 21.00 nella centralissima Piazza Vittorio Veneto di Tropea centro, viene organizzata - per la prima volta in assoluto - un’interessantissima Riunione Interregionale di pugilato con la disputa di 7/8 combattimenti dilettanti tra pugili provenienti dalla Sicilia, dalla Puglia e dalla Calabria. Il tutto reso fattibile anche grazie, alla disponibilità e collaborazione dell’Amministrazione della città di Tropea. Preziosa anche l’appoggio dell’ASI regionale e del Comitato provinciale ASI di Vibo Valentia. Saranno impegnati i pugili di ben sette società: le siciliane Kepos e Golden Fighter, entrambe di Messina; la pugliese Asd Nuova Evergreen 2 di San Donaci (BR); le calabresi Puglistica Eagles di Catanzaro, l’As Boxe Popolare Cosenza, l’As Reggio Boxe e l’Amaranto Boxe Reggio Calabria. Per quanto concerne i pugili dell'Amaranto boxe, saliranno sul ring il pugile Elite 1° serie Angelo Trimboli, categoria Super Massimo, alto 1 metro e .90 per 124 kg. di

peso. E ancora lo youth Rocco Calabrò, categoria Super Massimo, 1.80 per 118 kg., l’Elite 1° serie Mario Argento, categoria pesi Medi, 1.83 per 75 Kg., l’Elite 3ª serie Antonino Vazzana, peso Welter, 1,68 per 70 Kg. (in caso di vittoria sarà promosso Elite 2° serie), Stanistlav Brahutsa, youth, 1,75 per 64 Kg., Emanuele Manglaviti, junior, 1,65 per 62 Kg. A questi pugili se ne aggiungeranno altri 10/12 provenienti dalle succitate società per cui tra qualche giorno saranno diramati gli

accoppiamenti ufficiali con le relative categorie di peso. Ospite d’onore della serata il pugile professionista di Reggio Calabria Francesco Versaci, Campione Universitario, Campione Italiano Professionista, Campione del Mediterraneo W.B.C., Campione Mondiale Giovanile IBF. Versaci, a primi di agosto ritornerà sul Ring disputando un match a Melito Porto Salvo (RC), che gli servirà per testare lo stato di forma ed utile quale tappa di avvicinamento al Titolo Europeo.

va Calabra per cinque anni consecutivi, ha sugellato nella passata stagione con entusiasmanti prestazioni agonistiche una carriera sportiva ricca di soddisfazioni e traguardi importanti e non pago di questo ha dichiarato che spera fortemente di ritornare in B con la Magic Games. Intanto il Barbarossa che per domani conta di completare il giro degli ex sta già pensando di accontentare le richieste avanzate da mister Abate che insiste fortemente sull'arrivo di un pivot di spessore, un laterale ed un altro portiere. Mentre per il pivot pare già conclusa la trattativa con un giocatore di indubbio spessore e di categoria del quale si mantiene il riservo per rispettare le norme federali che stabiliscono i trasferimenti a partire dal 1° luglio, sul portiere Barbarossa temporeggia in attesa di valutare e decidere di omune accordo con il giocatore Rotundo se utilizzare l'eventuale opportunità di giocare in B col Mirto se eventualmente ripescato o restare in rossoblù. E' questo un nodo che però il D.G. intende sciogliere non più tardi del fine settimana perché di portieri in giro ve ne sono veramente pochi. Intanto lavorano anche altre squadre. Lo aveva annunciato

Nel frattempo la Sport Village di Peppe Laganà mette a segno il primo colpo: arriva l’esperienza di Zucco (‘77)

Garofalo: «Spero di dare il meglio insieme ai miei compagni di squadra divertendoci e togliendoci tante soddisfazioni» lo Sport Village Catona, che questo sarebbe stato, un anno davvero importante, per il neonato club di calcio a cinque catonese. E così nel rispetto di quanto dichiarato, ecco che arriva il primo super colpo di mercato per la squadra presieduta da Peppe Laganà, che per la stagione 2012-2013 del campionato di serie D, si è assicurato le prestazioni sportive di Michele Zucco, laterale classe '77. Zucco si porta con se un palmeres di tutto rispetto, a partire dalla conquista del titolo di campione d'Italia, quando nel 1998-99 militava tra le fila del Torino calcio a cinque. Una carriera dunque tra serie A, serie B e serie C, quella vissuta dal calciatore di origine piemontese, passando dal Torino, al Rosta fino ad arrivare all'Alba nella stagione 2009-2010. Adesso Zucco, anche per l'amicizia che lo lega al tecnico Michele Cotroneo, ha deciso di lanciarsi in questa nuova avventura con il serio obiettivo di raggiungere la serie B nel giro di tre anni. Il laterale ascoltato telefonicamente si è detto molto contento di fare parte di un progetto cosi ambizioso, assicurandoa tutti massimo impegno e massima serietà. Ora sotto con il lavoro.


12 il Domani dello Sport Venerdì 29 Giugno 2012

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

BRASILE Brasileiro

Cruzeiro, arriva l’incubo Sao Paulo: «Under»

Il pronostico di TS Nautico-Fluminense 2 Vasco-Ponte Preta 1 Gremio-Atl. Mineiro X/Under Cruzeiro-Sao Paulo Under

Le possibili sorprese Corinthians-Botafogo Palmeiras-Figueirense

2 1

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(6ª GIORNATA)

(7ª GIORNATA)

Portuguesa PauloAL 24-06 1-0 PARTITE DAL- Sao 23-06 Sport Rec. - Internacional 0-2 Vasco da Gama - Cruzeiro 1-3 Atletico Goi. - Fluminense 1-4 Atletico Min. - Nautico 5-1 Botafogo - Ponte Preta 1-2 Corinthians - Palmeiras 2-1 Figueirense - Bahia 1-1 Gremio - Flamengo 2-0 Santos - Coritiba 2-2

Corinthians - Botafogo 30-06 Cruzeiro - Sao Paulo “ “ Bahia - Internacional 01-07 Coritiba - Sport Rec. “ “ Nautico - Fluminense “ “ Portuguesa - Santos “ “ Vasco da Gama - Ponte Preta “ “ Flamengo - Atletico Goi. 02-07 Gremio - Atletico Min. “ “ Palmeiras - Figueirense “ “

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

8 GARE 7540.08 Euro

Derry City-Drogheda Malmoe-AIK Brann-Stabaek Stjarnan-Fram Nautico-Fluminense Cruzeiro-Sao Paulo Columbus-Salt Lake Atvidaberg-Elfsborg

4

SESTINE

Correzione di 0-1 errori sulle 8 partite 0 errori=4 sestine; 1 errore=1 sestina

X 1

3.40 1.70 No Goal 1.95 1 1.63 2 2.25 Un 2,5 1.70 1 2.70 X 3.35

Derry City-Drogheda X 3.40 Brann-Stabaek No Goal 1.95 Malmoe-AIK 1 1.70 Stjarnan-Fram 1 1.63 Brann-Stabaek No Goal 1.95 Nautico-Fluminense 2 2.25 Stjarnan-Fram 1 1.63 Cruzeiro-Sao Paulo Un 2,51.70 Nautico-Fluminense 2 2.25 Columbus-Salt Lake 1 2.70 Cruzeiro-Sao Paulo Un 2,5 1.70 Atvidaberg-Elfsborg X 3.35 Con 12 euro puntati la vincita è di Con 12 euro puntati la vincita è di

969.75 Euro

1517.54 Euro

Derry City-Drogheda X 3.40 Derry City-Drogheda X 3.40 Malmoe-AIK 1 1.70 Malmoe-AIK 1 1.70 Brann-Stabaek No Goal 1.95 Nautico-Fluminense 2 2.25 Stjarnan-Fram 1 1.63 Cruzeiro-Sao Paulo Un 2,51.70 Columbus-Salt Lake 1 2.70 Columbus-Salt Lake 1 2.70 Atvidaberg-Elfsborg X 3.35 Atvidaberg-Elfsborg X 3.35 Con 12 euro puntati la vincita è di Con 12 euro puntati la vincita è di

2293.18 Euro

2759.61 Euro

Classifica

PT G

CRUZEIRO ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA FLUMINENSE GREMIO INTERNACIONAL FLAMENGO PONTE PRETA BOTAFOGO SAO PAULO FIGUEIRENSE CORITIBA PORTUGUESA NAUTICO BAHIA SPORT REC. SANTOS CORINTHIANS PALMEIRAS ATLETICO GOI.

14 13 13 12 12 11 9 9 9 9 7 7 7 7 6 5 4 4 2 2

CORINTHIANS FLUMINENSE ATLETICO MIN. FIGUEIRENSE GREMIO PONTE PRETA PALMEIRAS BOTAFOGO SPORT REC. NAUTICO

BAHIA SANTOS SAO PAULO ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA SPORT REC. FIGUEIRENSE INTERNACIONAL BOTAFOGO FLAMENGO

NAUTICO FIGUEIRENSE CRUZEIRO VASCO DA GAMA BOTAFOGO GREMIO ATLETICO MIN. FLUMINENSE ATLETICO GOI. CORINTHIANS

6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6

PARTITE V N P 4 4 4 3 4 3 2 2 3 3 1 2 2 2 1 1 0 1 0 0

2 1 1 3 0 2 3 3 0 0 4 1 1 1 3 2 4 1 2 2

0 1 1 0 2 1 1 1 3 3 1 3 3 3 2 3 2 4 4 4

4 BOTAFOGO 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ . . .

SAO PAULO CORITIBA CRUZEIRO NAUTICO INTERNACIONAL PONTE PRETA CORINTHIANS BAHIA FLUMINENSE

GREMIO VASCO DA GAMA PALMEIRAS ATLETICO GOI. CORINTHIANS NAUTICO FLAMENGO ATLETICO MIN. SANTOS CRUZEIRO

8 9 11 12 7 9 10 6 14 5 6 10 5 8 5 4 3 3 4 2

IN CASA V N P

3 3 8 5 3 5 9 5 13 6 6 10 8 13 6 7 5 7 8 11

2 2 2 1 3 2 2 1 1 3 1 2 2 2 1 1 0 1 0 0

9 4-2 ▲ 3-2 ▲ 2-3 ▼ 2-3 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

6 INTERNACIONAL 11 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = . . .

CORITIBA FLAMENGO SAO PAULO FLUMINENSE BOTAFOGO SPORT REC. BAHIA CRUZEIRO SANTOS

7 FLUMINENSE 1-2 ▼ 0-0 = 2-4 ▼ 3-2 ▲ 1-0 ▲ 1-5 ▼ . . .

CORINTHIANS FIGUEIRENSE SANTOS INTERNACIONAL PORTUGUESA ATLETICO GOI. NAUTICO FLAMENGO BOTAFOGO

VASCO DA GAMA 13 PONTE PRETA GREMIO PORTUGUESA NAUTICO BAHIA PALMEIRAS CRUZEIRO PONTE PRETA FIGUEIRENSE ATLETICO GOI.

RETI F S

2-1 ▲ 1-0 ▲ 4-2 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 1-3 ▼ . . .

ATLETICO MIN. ATLETICO GOI. FLAMENGO FIGUEIRENSE CORINTHIANS BOTAFOGO VASCO DA GAMA PALMEIRAS CORITIBA

2-0 ▲ 3-3 = 1-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

PONTE PRETA CORINTHIANS BAHIA PALMEIRAS SAO PAULO NAUTICO GREMIO PORTUGUESA FIGUEIRENSE

0 0 1 0 0 1 0 1 2 0 0 1 1 0 1 1 0 1 1 2

2 7 7 6 5 4 7 3 7 3 3 7 3 4 3 3 3 3 2 2

0 2 6 3 0 2 4 3 7 0 2 3 1 2 3 4 3 3 3 6

CRUZEIRO ATLETICO GOI. NAUTICO BOTAFOGO SPORT REC. FIGUEIRENSE VASCO DA GAMA SAO PAULO INTERNACIONAL GREMIO

CORITIBA INTERNACIONAL BOTAFOGO PORTUGUESA FLAMENGO ATLETICO GOI. SANTOS SPORT REC. SAO PAULO PONTE PRETA

12

PORTUGUESA

1-0 ▲ 2-2 = 1-1 = 0-0 = 4-1 ▲ 4-1 ▲ . . .

PALMEIRAS VASCO DA GAMA CORITIBA ATLETICO GOI. FLUMINENSE SAO PAULO SANTOS ATLETICO MIN. SPORT REC.

9 0-1 ▼ 1-1 = 2-2 = 0-0 = 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

12 ATLETICO MIN. 13 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . .

1 1 0 2 0 0 1 1 0 0 2 0 0 1 1 1 3 1 2 1

RETI F S

1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 0-1 ▼ 5-1 ▲ . . .

FLAMENGO SPORT REC. INTERNACIONAL PONTE PRETA CORITIBA SANTOS GREMIO ATLETICO GOI. FLUMINENSE BAHIA

PALMEIRAS PORTUGUESA GREMIO SPORT REC. ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA CORINTHIANS FIGUEIRENSE PONTE PRETA SAO PAULO

V

FUORI N P

2 2 2 2 1 1 0 1 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

1 0 1 1 0 2 2 2 0 0 2 1 1 0 2 1 1 0 0 1

0 1 0 0 2 0 1 0 1 3 1 2 2 3 1 2 2 3 3 2

RETI F S 6 3 2 1 4 2 6 2 2 3 5 3 3 5 3 2 7 6 2 6 3 4 3 7 2 7 4 11 2 3 1 3 0 2 0 4 2 5 0 5

REGOLAMENTO In Libertadores le prime 4 più la vincente della Coppa del Brasile. In Sudamericana le squadre dal 5° al 12° posto. Retrocedono le ultime 4. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del numero di vittorie.

14 SAO PAULO 0-0 = 0-0 = 3-2 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

BOTAFOGO BAHIA INTERNACIONAL SANTOS ATLETICO MIN. PORTUGUESA CRUZEIRO CORITIBA PALMEIRAS

7 SPORT REC. 0-2 ▼ 2-3 ▼ 2-0 ▲ 1-3 ▼ 3-0 ▲ 2-2 = . . .

FLAMENGO SANTOS PALMEIRAS CRUZEIRO BAHIA INTERNACIONAL CORITIBA CORINTHIANS PORTUGUESA

7 SANTOS 1-1 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ 2-0 ▲ 1-4 ▼ 1-0 ▲ . . .

BAHIA SPORT REC. FLUMINENSE SAO PAULO FLAMENGO CORITIBA PORTUGUESA GREMIO INTERNACIONAL

9 2-4 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

5 1-1 = 0-0 = 2-1 ▲ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ . . .

4 0-0 = 0-0 = 1-1 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-2 = . . .

9 ATLETICO GOI.

2

CRUZEIRO PONTE PRETA GREMIO PORTUGUESA CORITIBA FLUMINENSE FLAMENGO NAUTICO VASCO DA GAMA

0-0 = 1-1 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-3 ▼ 1-4 ▼ . . .

1-1 = 3-3 = 2-2 = 3-1 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ . . .

2 FIGUEIRENSE

7

NAUTICO FLUMINENSE CORINTHIANS PONTE PRETA CRUZEIRO BAHIA PALMEIRAS VASCO DA GAMA ATLETICO MIN.

2-1 ▲ 2-2 = 1-1 = 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = . . .

1-1 = 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

Statistiche «UNDER» Atletico Min. Corinthians Gremio Portuguesa Santos Sao Paulo Atletico Goi. Bahia Cruzeiro Figueirense Internacional Palmeiras Ponte Preta Sport Rec. Flamengo Fluminense Coritiba Nautico Vasco da Gama Botafogo

5 5 5 5 5 5 4 4 4 4 4 4 4 4 3 3 2 2 2 0

(2-3) (2-3) (3-2) (3-2) (2-3) (3-2) (2-2) (1-3) (3-1) (2-2) (2-2) (3-1) (2-2) (2-2) (1-2) (1-2) (1-1) (2-0) (0-2) (0-0)

«OVER» Botafogo Coritiba Nautico Vasco da Gama Flamengo Fluminense Atletico Goi. Bahia Cruzeiro Figueirense Internacional Palmeiras Ponte Preta Sport Rec. Atletico Min. Corinthians Gremio Portuguesa Santos Sao Paulo

6 4 4 4 3 3 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1

(3-3) (2-2) (1-3) (3-1) (2-1) (2-1) (1-1) (2-0) (0-2) (1-1) (1-1) (0-2) (1-1) (1-1) (1-0) (1-0) (0-1) (0-1) (1-0) (0-1)

«GOAL» Botafogo Vasco da Gama Bahia Figueirense Flamengo Fluminense Nautico Palmeiras Coritiba Ponte Preta Sport Rec. Atletico Goi. Atletico Min. Corinthians Cruzeiro Internacional Portuguesa Santos Gremio Sao Paulo

6 5 4 4 4 4 4 4 3 3 3 2 2 2 2 2 2 2 1 1

(3-3) (3-2) (2-2) (2-2) (2-2) (2-2) (1-3) (2-2) (1-2) (1-2) (2-1) (2-0) (2-0) (2-0) (0-2) (1-1) (0-2) (2-0) (0-1) (0-1)

«NO GOAL» Gremio Sao Paulo Atletico Goi. Atletico Min. Corinthians Cruzeiro Internacional Portuguesa Santos Coritiba Ponte Preta Sport Rec. Bahia Figueirense Flamengo Fluminense Nautico Palmeiras Vasco da Gama Botafogo

5 5 4 4 4 4 4 4 4 3 3 3 2 2 2 2 2 2 1 0

(3-2) (3-2) (1-3) (1-3) (1-3) (3-1) (2-2) (3-1) (1-3) (2-1) (2-1) (1-2) (1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (2-0) (1-1) (0-1) (0-0)


Venerdi 29 Giugno 2012 il Domani dello Sport 13

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

NORVEGIA Eliteserien

Molde, settimo sigillo: «1/Over»

Haugesund-Tromsø 1 o X/h Stromsgodset-Honefoss 1 Molde-Odd Grenland 1/Over

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(12ª GIORNATA)

(13ª GIORNATA) Sogndal - Fredrikstad 29-06 Brann - Stabaek 30-06 Haugesund - Tromsø “ “ Lillestrøm - Sandnes “ “ Molde - Odd Grenland “ “ Stromsgodset - Honefoss “ “ Viking - Rosenborg “ “ Vålerenga - Aalesund 02-07

Il pronostico di TS

Le possibili sorprese Sogndal-Fredrikstad

Honefoss - Molde 1-1 PARTITE DAL 28-05 AL 11-07 Sandnes - Haugesund 0-2 Stabaek - Lillestrøm 4-1 Tromsø - Brann 2-0 Fredrikstad - Viking 3-0 Aalesund - Sogndal 2-2 Rosenborg - Stromsgodset 3-3 Odd Grenland - Vålerenga Rin.

LILLESTRØM FREDRIKSTAD AALESUND STABAEK HONEFOSS SANDNES TROMSØ ODD GRENLAND ROSENBORG

21

23 TROMSØ

HAUGESUND

1-1 = 0-0 = 4-2 ▲ 2-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ . . .

ODD GRENLAND VÅLERENGA STROMSGODSET VIKING MOLDE BRANN HAUGESUND SOGNDAL LILLESTRØM

1

Classifica

PT G

STROMSGODSET MOLDE HAUGESUND TROMSØ ROSENBORG HONEFOSS AALESUND SOGNDAL VÅLERENGA SANDNES VIKING ODD GRENLAND BRANN LILLESTRØM FREDRIKSTAD STABAEK

26 25 23 21 19 18 15 14 14 14 14 13 13 11 9 7

0-3 ▼ 1-2 ▼ 0-5 ▼ 0-1 ▼ 0-0 = 2-2 = . . .

HAUGESUND BRANN VIKING SOGNDAL AALESUND STABAEK SANDNES FREDRIKSTAD TROMSØ

2 1 5 3 7 6 6 5 2 5 2 4 1 5 3 1

2 3 1 3 1 2 3 4 5 4 6 4 7 5 7 9

24 23 21 21 19 11 16 12 13 15 9 14 19 13 18 9

VÅLERENGA HAUGESUND MOLDE STROMSGODSET BRANN VIKING SOGNDAL LILLESTRØM AALESUND

HONEFOSS ROSENBORG ODD GRENLAND MOLDE SOGNDAL HAUGESUND LILLESTRØM VÅLERENGA STROMSGODSET

1-1 = 3-4 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = 1-4 ▼ . . .

IN CASA V N P

16 13 11 13 12 9 16 15 16 20 17 14 19 19 20 27

5 6 3 6 3 2 3 1 3 2 3 1 3 1 2 1

1 0 2 1 3 3 3 3 1 3 0 3 1 3 1 1

9

1-0 1-1 2-2 0-2 0-0 0-2

0 0 0 0 1 1 0 1 2 2 2 1 2 2 3 4

RETI F S

V

13 5 14 7 10 5 17 3 12 6 7 7 11 6 4 4 7 7 7 9 4 4 7 9 12 5 7 8 14 10 4 12

3 2 3 0 1 2 0 2 1 1 1 2 1 1 0 1

VIKING LILLESTRØM SOGNDAL AALESUND FREDRIKSTAD TROMSØ STABAEK HONEFOSS ODD GRENLAND

14

MOLDE

▲ =

AALESUND STABAEK FREDRIKSTAD SANDNES TROMSØ HONEFOSS ODD GRENLAND ROSENBORG VÅLERENGA

= ▼ = ▼ . . .

FUORI N P 1 1 3 2 4 3 3 2 1 2 2 1 0 2 2 0

RETI F S

2 11 11 3 9 6 1 11 6 3 4 10 0 7 6 1 4 2 3 5 10 3 8 11 3 6 9 2 8 11 4 5 13 3 7 5 5 7 14 3 6 11 4 4 10 5 5 15

REGOLAMENTO La vincente va direttamente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League con la vincente della Coppa di Norvegia 2011 (Aalesund). Retrocedono direttamente le ultime 2. Terz’ultima ai playout con la 3ª classificata di Adeccoligaen

7

13 STABAEK

BRANN

2-3 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 2-3 ▼ 0-2 ▼ 3-0 ▲ . . .

11 SANDNES

LILLESTRØM

2-2 = 3-1 ▲ 0-2 ▼ 5-1 ▲ 2-3 ▼ 2-0 ▲ . . .

8 8 6 6 4 4 3 3 4 3 4 3 4 2 2 2

RETI F S

14 FREDRIKSTAD

SOGNDAL STROMSGODSET VIKING BRANN LILLESTRØM SANDNES AALESUND FREDRIKSTAD TROMSØ STABAEK

12 12 12 12 12 12 12 12 11 12 12 11 12 12 12 12

PARTITE V N P

0-0 = 4-3 ▲ 5-0 ▲ 0-2 ▼ 2-0 ▲ 0-2 ▼ . . .

ROSENBORG MOLDE HAUGESUND VIKING LILLESTRØM VÅLERENGA BRANN STROMSGODSET SOGNDAL

1-3 ▼ 0-5 ▼ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 4-1 ▲ 2-1 ▲ . . .

25 ODD GRENLAND 13 2-1 ▲ 5-0 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 3-2 ▲ 1-1 = . . .

TROMSØ HONEFOSS SANDNES ROSENBORG STROMSGODSET MOLDE HAUGESUND VÅLERENGA BRANN

2-2 = 4-1 ▲ 2-2 = 0-0 = 0-1 ▼ . . Rin. . .

«UNDER» Honefoss Haugesund Lillestrøm Viking Fredrikstad Odd Grenland Sandnes Sogndal Aalesund Molde Rosenborg Stabaek Tromsø

10 8 7 7 6 6 6 6 5 5 5 5 5

(4-6) (3-5) (4-3) (4-3) (1-5) (2-4) (5-1) (3-3) (2-3) (1-4) (3-2) (4-1) (3-2)

«OVER» Brann Stromsgodset Aalesund Molde Rosenborg Stabaek Tromsø Fredrikstad Sandnes Sogndal Vålerenga Lillestrøm Odd Grenland

8 8 7 7 7 7 7 6 6 6 6 5 5

(4-4) (3-5) (4-3) (5-2) (4-3) (2-5) (4-3) (5-1) (2-4) (2-4) (3-3) (2-3) (3-2)

«GOAL» Aalesund Sandnes Brann Fredrikstad Haugesund Lillestrøm Molde Rosenborg Stromsgodset Vålerenga Honefoss Odd Grenland Stabaek

8 8 7 7 7 7 7 7 7 7 5 5 5

(4-4) (4-4) (3-4) (4-3) (4-3) (3-4) (5-2) (3-4) (2-5) (3-4) (4-1) (3-2) (1-4)

«NO GOAL»

18

STROMSGODSET 26 HONEFOSS SOGNDAL AALESUND TROMSØ FREDRIKSTAD ODD GRENLAND ROSENBORG HONEFOSS STABAEK SANDNES

3-0 ▲ 1-3 ▼ 2-0 ▲ 3-2 ▲ 1-0 ▲ 3-3 = . . .

SANDNES ODD GRENLAND ROSENBORG VÅLERENGA HAUGESUND MOLDE STROMSGODSET BRANN VIKING

14 ROSENBORG

VIKING

0-1 ▼ 1-4 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = 1-1 = . . .

BRANN SOGNDAL LILLESTRØM TROMSØ STABAEK FREDRIKSTAD ROSENBORG AALESUND HONEFOSS

ISLANDA (9ª GIORNATA) Vestman - Valur IA Akranes - Hafnarfjor KR Reykjavik - Grindavik Fylkir - Breidablik Keflavik - Selfoss Stjarnan - Fram R.

VESTMAN KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES GRINDAVIK VALUR HAFNARFJOR FRAM R.

FYLKIR IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK GRINDAVIK

Il pronostico di TS KR Reykjavik-Grindavik

1

29-06 Stjarnan - Fram 1 30-06 01-07 02-07 La possibile sorpresa “ “ IA Akranes - Hafnarfjordur X “ “

12

11 VALUR 2-3 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 4-1 ▲ 4-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN GRINDAVIK HAFNARFJOR

0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-3 ▼ 4-0 ▲ 2-3 ▼ 2-1 ▲ . . .

12 BREIDABLIK 0-1 ▼ 1-1 = 3-1 ▲ 0-8 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS GRINDAVIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN

3-1 1-1 0-1 0-0 0-0 3-3

19

VÅLERENGA

FREDRIKSTAD TROMSØ HONEFOSS ROSENBORG STABAEK AALESUND SANDNES ODD GRENLAND MOLDE

= ▼ = = = . . .

15

14 AALESUND 3-2 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ . . Rin. . .

MOLDE STROMSGODSET HAUGESUND BRANN LILLESTRØM SOGNDAL VÅLERENGA VIKING FREDRIKSTAD

1-2 ▼ 3-1 ▲ 2-4 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 2-2 = . . .

8 8 7 7 7 6 5 5 5 5 5 5 5

(2-6) (4-4) (2-5) (5-2) (4-3) (2-4) (3-2) (2-3) (1-4) (3-2) (1-4) (4-1) (4-1)

«UNDER»

Urvalsdeild IL TURNO SUCCESSIVO

STABAEK SANDNES HONEFOSS ODD GRENLAND VÅLERENGA STROMSGODSET VIKING MOLDE HAUGESUND

0-0 = 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-5 ▼ 1-0 ▲ 0-3 ▼ . . .

Sogndal Viking Honefoss Stabaek Tromsø Odd Grenland Brann Fredrikstad Haugesund Lillestrøm Molde Rosenborg Stromsgodset

1-0 0-3 0-2 2-0 2-0 2-1

Classifica

PT

HAFNARFJOR KR REYKJAVIK IA AKRANES STJARNAN BREIDABLIK VALUR FYLKIR VESTMAN KEFLAVIK SELFOSS FRAM R. GRINDAVIK

17 16 14 13 13 12 12 11 10 7 6 3

IA AKRANES FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN GRINDAVIK VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS

13

KEFLAVIK

STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK

▼ ▼ ▲ ▲ ▲ . . .

PARTITE G V N P 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8

5 5 4 3 4 4 3 3 3 2 2 0

2 1 2 4 1 0 3 2 1 1 0 3

1 2 2 1 3 4 2 3 4 5 6 5

RETI F S 20 16 12 16 7 13 10 15 12 10 7 11

7 11 13 14 7 10 15 9 13 15 12 23

SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR

HAFNARFJOR FRAM R. GRINDAVIK BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES

2 1 0 2 0 0 1 2 0 1 0 1

RETI F S

0 15 3 0 10 5 1 6 8 0 6 5 2 5 4 1 9 3 1 5 3 0 5 2 2 3 5 3 6 9 4 5 10 3 4 13

KR REYKJAVIK

1-0 ▲ 3-0 ▲ 0-2 ▼ 8-0 ▲ 4-2 ▲ 2-2 = . . .

VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK GRINDAVIK FYLKIR KEFLAVIK

7

STJARNAN

10 SELFOSS 0-1 ▼ 2-3 ▼ 1-0 ▲ 0-4 ▼ 2-4 ▼ 2-0 ▲ . . .

3 3 2 1 3 3 2 1 1 1 1 0

17

14 HAFNARFJOR 1-0 ▲ 3-2 ▲ 1-1 = 2-2 = 0-4 ▼ 1-2 ▼ . . .

IN CASA V N P

0-1 2-0 3-3 0-2 1-3 1-2

▼ ▲ = ▼ ▼ ▼ . . .

KEFLAVIK GRINDAVIK IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK

FUORI V N P 2 2 2 2 1 1 1 2 2 1 1 0

0 0 2 2 1 0 2 0 1 0 0 2

RETI F S

REGOLAMENTO La vincente in Cham-

1 5 4 pions League. 2 6 6 La 2ª e la 3ª in Europa League 1 6 5 insieme alla vincen1 10 9 te della Coppa di 1 2 3 Finlandia (l’HJK 3 4 7 lascia il posto alla 1 5 12 finalista KuPS). 3 10 7 Retrocede diretta2 9 8 mente l’ultima. In 2 4 6 caso di arrivo a pari 2 2 2 punti si tiene conto 2 7 10 della differenza reti.

3

16 GRINDAVIK 3-2 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 2-1 ▲ 3-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

FRAM R. STJARNAN SELFOSS IA AKRANES BREIDABLIK VESTMAN KR REYKJAVIK VALUR FYLKIR

3-4 ▼ 1-4 ▼ 3-3 = 2-2 = 0-2 ▼ 1-3 ▼ . . .

GRINDAVIK SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN

6 6 4 4 4 3 3 3 3

(4-2) (3-3) (3-1) (2-2) (2-2) (0-3) (2-1) (1-2) (2-1)

«OVER» Grindavik KR Reykjavik Stjarnan IA Akranes Selfoss Valur Vestman Fylkir Hafnarfjor

6 6 6 5 5 5 5 4 4

(4-2) (3-3) (2-4) (3-2) (3-2) (3-2) (1-4) (1-3) (3-1)

«GOAL» Stjarnan Grindavik KR Reykjavik Fylkir IA Akranes Selfoss Vestman Valur Hafnarfjor

7 6 6 5 5 5 5 4 3

(3-4) (3-3) (3-3) (2-3) (2-3) (3-2) (2-3) (2-2) (2-1)

6

13 FRAM R. 1-0 ▲ 4-1 ▲ 1-1 = 1-4 ▼ 3-2 ▲ 2-2 = . . .

Breidablik Fram R. Fylkir Hafnarfjor Keflavik IA Akranes Selfoss Valur Vestman

4-3 0-2 2-0 1-2 0-1 0-2

«NO GOAL»

▲ ▼ ▲ ▼ ▼ ▼ . . .

Breidablik Fram R. Hafnarfjor Keflavik Valur Fylkir IA Akranes Selfoss Vestman

7 6 5 5 4 3 3 3 3

(4-3) (3-3) (3-2) (2-3) (2-2) (2-1) (1-2) (2-1) (1-2)


Venerdi 29 Giugno 2012 il Domani dello Sport 15

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

SUD COREA K-League

Il Gangwon potrebbe strappare il pareggio al Seongnam IL TURNO PRECEDENTE (18ª GIORNATA) Daejeon Daegu 2-2 PARTITE- DAL 27-06 AL 28-06 Gangwon - Gyeongnam 0-3 Gwangju - Jeonbuk 0-3 Incheon Utd - Seongnam 0-0 Jeju Utd - Busan I’Park 5-2 Suwon - Chunnam 3-2 Ulsan - Pohang 3-1 Sangju Sangmu - Seoul 0-1

2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 3-2 ▲ 3-5 ▼ 3-0 ▲ . .

2 1 2 1

La possibile sorpresa Seongnam-Gangwon

X

IL TURNO SUCCESSIVO (19ª GIORNATA) Busan I’Park - Daejeon 30-06 Daegu - Jeju Utd “ “ Gyeongnam - Incheon Utd “ “ Seongnam - Gangwon “ “ Chunnam - Ulsan 01-07 Jeonbuk - Sangju Sangmu “ “ Pohang - Suwon “ “ Seoul - Gwangju “ “

14

23 INCHEON UTD

GYEONGNAM SEONGNAM POHANG SEONGNAM GWANGJU ULSAN JEONBUK GANGWON INCHEON UTD SUWON

Il pronostico di TS Busan I’Park-Daejeon Jeonbuk-Sangju S. Chunnam-Ulsan Seoul-Gwangju

BUSAN I’PARK SEOUL POHANG GWANGJU SANGJU SANGMU SEONGNAM GYEONGNAM BUSAN I’PARK SEOUL

0-0 1-3 1-1 0-0 1-0 0-0

Classifica

PT G

JEONBUK SUWON SEOUL JEJU UTD ULSAN BUSAN I’PARK DAEGU POHANG GYEONGNAM SEONGNAM CHUNNAM GWANGJU DAEJEON INCHEON UTD SANGJU SANGMU GANGWON

39 39 38 32 31 27 26 25 23 22 21 18 18 14 14 14

0-0 = 0-0 = 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-5 ▼ . . .

GYEONGNAM DAEGU GYEONGNAM SEOUL BUSAN I’PARK DAEJEON INCHEON UTD GANGWON CHUNNAM

▼ = = ▲ = . . .

3 3 5 5 4 6 5 4 2 4 6 6 3 8 2 2

3 3 2 4 5 5 6 7 10 9 7 8 10 8 12 12

43 33 25 34 26 17 22 18 24 16 16 26 16 11 18 16

DAEGU GWANGJU GANGWON CHUNNAM SEONGNAM DAEGU BUSAN I’PARK GANGWON JEJU UTD

0-2 ▼ 0-0 = 2-0 ▲ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 0-3 ▼ 0-0 = . .

POHANG ULSAN DAEJEON SANGJU SANGMU SUWON GYEONGNAM SEONGNAM DAEJEON ULSAN

IN CASA V N P

20 15 13 22 18 16 25 19 28 23 24 32 25 20 29 32

5 9 7 7 6 4 5 3 3 3 3 2 2 2 2 2

2 1 2 1 2 3 2 2 1 3 4 4 1 6 0 0

18

1-2 2-1 0-2 1-2 1-4 0-3

1 0 0 2 1 1 2 3 4 3 2 4 5 2 8 8

RETI F S 21 21 16 22 18 7 12 7 10 9 10 14 6 8 7 8

12 6 5 12 9 3 12 7 10 10 9 13 11 9 17 20

V

FUORI N P

7 3 4 2 3 3 2 4 4 3 2 2 3 0 2 2

1 2 3 4 2 3 3 2 1 1 2 2 2 2 2 2

DAEJEON SEONGNAM CHUNNAM JEONBUK BUSAN I’PARK DAEJEON JEJU UTD GWANGJU SANGJU SANGMU

14

CHUNNAM

JEJU UTD BUSAN I’PARK DAEGU DAEJEON GWANGJU SUWON ULSAN SEONGNAM BUSAN I’PARK

▲ ▼ ▼ ▼ ▼ . . .

2 3 2 2 4 4 4 4 6 6 5 4 5 6 4 4

RETI F S 22 12 9 12 8 10 10 11 14 7 6 12 10 3 11 8

8 9 8 10 9 13 13 12 18 13 15 19 14 11 12 12

REGOLAMENTO Le prime 3 in Champions League asiatica, a cui non può prendere comunque parte il Sangju Sangmu per mancanza di licenza. Retrocedono le ultime 2. A pari punti vale la differenza reti.

32

CHUNNAM SANGJU SANGMU JEONBUK SUWON POHANG BUSAN I’PARK DAEGU ULSAN DAEJEON

1-1 = 0-0 = 3-0 ▲ 1-5 ▼ 2-1 ▲ 2-2 = . . .

0-1 2-1 1-3 1-1 0-1 5-2

▼ ▲ ▼ = ▼ ▲ . .

13 13 12 12 12 11 10 10 9 8 8 8 7

(8-5) (7-6) (7-5) (6-6) (6-6) (5-6) (5-5) (5-5) (4-5) (3-5) (5-3) (2-6) (3-4)

31

SUWON GANGWON BUSAN I’PARK GYEONGNAM SEOUL POHANG CHUNNAM JEJU UTD GANGWON

Jeonbuk Sangju Sangmu Gangwon Gwangju Jeju Utd Suwon Ulsan Daejeon Gyeongnam Daegu Chunnam Busan I’Park Pohang

12 12 11 11 10 10 10 9 9 8 7 6 6

(6-6) (7-5) (7-4) (5-6) (7-3) (5-5) (7-3) (4-5) (3-6) (4-4) (4-3) (1-5) (2-4)

«GOAL»

.

21 ULSAN 1-0 ▲ 0-0 = 0-3 ▼ 1-0 ▲ 0-6 ▼ 2-3 ▼ . . .

«UNDER» Incheon Utd Seongnam Busan I’Park Pohang Seoul Chunnam Daegu Gyeongnam Daejeon Jeju Utd Suwon Ulsan Gangwon

«OVER»

26 JEJU UTD

DAEGU

1-1 = 2-1 ▲ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 2-2 = . . .

22 GANGWON

SEONGNAM

=

18 12 18 12 18 11 18 9 18 9 18 7 18 7 18 7 19 7 19 6 18 5 18 4 18 5 18 2 18 4 18 4

RETI F S

27 DAEJEON

BUSAN I’PARK INCHEON UTD CHUNNAM ULSAN SEONGNAM DAEGU JEJU UTD DAEJEON INCHEON UTD CHUNNAM

PARTITE V N P

1-2 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-3 ▼ 1-1 = 3-1 ▲ . . .

Jeju Utd Gwangju Jeonbuk Sangju Sangmu Ulsan Daegu Gangwon Seoul Suwon Pohang Busan I’Park Chunnam Daejeon

13 12 10 10 10 9 9 9 9 8 7 7 7

(7-6) (5-7) (6-4) (5-5) (6-4) (6-3) (5-4) (5-4) (5-4) (2-6) (2-5) (4-3) (3-4)

«NO GOAL»

39 SANGJU SANGMU 14

JEONBUK SANGJU SANGMU SUWON JEJU UTD DAEGU GYEONGNAM GWANGJU SANGJU SANGMU SEOUL SUWON

3-0 ▲ 3-0 ▲ 3-1 ▲ 5-1 ▲ 5-3 ▲ 3-0 ▲ . . .

JEONBUK JEJU UTD SUWON GANGWON INCHEON UTD SEOUL JEONBUK POHANG DAEGU

0-3 1-2 0-3 2-1 0-1 0-1

GANGWON GYEONGNAM INCHEON UTD SEOUL JEJU UTD ULSAN SUWON SANGJU SANGMU GYEONGNAM

▼ ▼ ▲ ▼ ▼ . . .

GIAPPONE J-League IL TURNO SUCCESSIVO (16ª GIORNATA) C. Osaka - Urawa G. Osaka - Kashiwa Iwata - Tokyo Kawasaki F. - Kobe Niigata - Kashima Omiya - Shimizu Sendai - Hiroshima Tosu - Sapporo Yokohama FM - Nagoya

C. OSAKA KOBE SHIMIZU KASHIWA NAGOYA HIROSHIMA TOKYO URAWA YOKOHAMA FM KASHIMA

KAWASAKI F. NAGOYA KASHIWA OMIYA SENDAI TOSU YOKOHAMA FM KOBE SHIMIZU HIROSHIMA

SENDAI SHIMIZU G. OSAKA NAGOYA KAWASAKI F. SAPPORO URAWA HIROSHIMA KOBE NAGOYA

30-06 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “

Il pronostico di TS Niigata - Kashima

1

Omiya - Shimizu

2

Tosu - Sapporo

1

Le possibili sorprese C. Osaka - Urawa

X

Sendai - Hiroshima

2

17 URAWA 1-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-4 ▼ 0-2 ▼ . . .

IWATA NIIGATA SHIMIZU TOKYO G. OSAKA SENDAI C. OSAKA TOSU NIIGATA

26 KOBE 3-2 ▲ 0-2 ▼ 2-0 ▲ 3-2 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = . . .

C. OSAKA NAGOYA HIROSHIMA KASHIMA IWATA NIIGATA KAWASAKI F. SENDAI OMIYA

31 HIROSHIMA 0-1 ▼ 1-1 = 4-0 ▲ 2-3 ▼ 4-1 ▲ 0-0 = . . .

KASHIWA YOKOHAMA FM KOBE SAPPORO C. OSAKA OMIYA SENDAI IWATA KAWASAKI F.

26 2-2 = 1-1 = 1-0 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ 0-0 = . . .

PT G

SENDAI HIROSHIMA URAWA KAWASAKI F. TOKYO IWATA KASHIWA SHIMIZU NAGOYA YOKOHAMA FM TOSU KOBE KASHIMA C. OSAKA OMIYA G. OSAKA NIIGATA SAPPORO

31 29 26 26 25 24 24 24 24 22 21 21 18 17 16 13 12 4

21

NIIGATA TOKYO URAWA IWATA KASHIWA SHIMIZU KOBE KASHIMA SAPPORO URAWA

5-2 ▲ 1-3 ▼ 3-2 ▲ 3-1 ▲ 4-1 ▲ 0-0 = . . .

TOSU KASHIMA OMIYA TOKYO G. OSAKA KAWASAKI F. SHIMIZU SAPPORO URAWA TOKYO

15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15

ULSAN JEONBUK SANGJU SANGMU JEJU UTD GANGWON CHUNNAM POHANG GYEONGNAM JEONBUK

PARTITE V N P 9 9 7 8 8 7 7 7 7 5 5 7 5 5 4 3 3 1

4 2 2 4 5 3 2 5 1 6 3 5 3 5 3 5 3 5 7 3 6 4 0 8 3 7 2 8 4 7 4 8 3 9 1 13

13 KASHIWA

G. OSAKA

2-1 ▲ 0-1 ▼ 2-3 ▼ 1-2 ▼ 3-1 ▲ 1-0 ▲ . . .

29

2-1 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-3 ▼ . . .

Classifica

SENDAI YOKOHAMA FM TOSU URAWA SAPPORO NAGOYA KASHIWA TOKYO YOKOHAMA FM

39

25 SUWON

POHANG

1-1 0-0 2-3 1-2 4-0 2-2

= = ▼ ▼ ▲ = . . .

KAWASAKI F. C. OSAKA NIIGATA OMIYA KASHIMA TOKYO G. OSAKA NAGOYA SHIMIZU

12 KASHIMA 0-2 ▼ 1-1 = 1-6 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

TOSU IWATA SAPPORO KOBE NAGOYA KASHIWA NIIGATA OMIYA C. OSAKA

21 SAPPORO 0-0 = 1-1 = 2-3 ▼ 3-2 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = . . .

YOKOHAMA FM TOKYO KASHIMA HIROSHIMA SENDAI G. OSAKA TOSU NIIGATA IWATA

GWANGJU INCHEON UTD SEONGNAM POHANG ULSAN SANGJU SANGMU GWANGJU JEONBUK INCHEON UTD

2-1 ▲ 0-3 ▼ 3-0 ▲ 1-1 = 4-1 ▲ 3-2 ▲ . . .

RETI F S 31 30 19 22 17 31 25 16 22 15 16 21 23 17 13 22 8 10

IN CASA V N P

13 16 14 21 15 22 22 13 21 12 13 23 21 21 26 29 20 36

5 4 3 3 3 5 2 4 5 3 4 4 3 2 3 2 1 1

24 2-0 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ 4-2 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ . . .

18 0-0 = 0-3 ▼ 7-0 ▲ 2-1 ▲ 2-3 ▼ 1-1 = . . .

4 1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-7 ▼ 1-3 ▼ 1-4 ▼ 0-4 ▼ . . .

1 2 3 1 1 1 3 3 0 3 3 0 1 0 1 2 2 1

1 2 1 4 4 1 2 0 3 1 1 4 3 5 4 4 4 6

RETI F S 19 12 7 9 10 14 13 11 12 7 8 10 18 9 8 15 4 5

18

38 GWANGJU

SEOUL

5 8 4 13 10 6 14 5 8 5 3 8 9 14 12 16 12 15

V

2-1 ▲ 3-1 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ . . .

SEOUL DAEJEON GYEONGNAM INCHEON UTD CHUNNAM JEONBUK SEOUL DAEGU SEONGNAM

FUORI N P

RETI F S

4 5 4 5 5 2 5 3 2 2 1 3 2 3 1 1 2 0

OMIYA G. OSAKA TOSU KAWASAKI F. IWATA KASHIWA HIROSHIMA SHIMIZU KASHIMA KOBE

1 2 2 1 2 4 3 5 2 2 3 4 4 3 3 4 5 7

12 18 12 13 7 17 12 5 10 8 8 11 5 8 5 7 4 5

8 8 10 8 5 16 8 8 13 7 10 15 12 7 14 13 8 21

2-2 3-0 6-1 4-0 1-3 0-2

= ▲ ▲ ▲ ▼ ▼ . . .

SAPPORO TOSU URAWA YOKOHAMA FM C. OSAKA KASHIWA IWATA G. OSAKA TOSU

SENDAI C. OSAKA URAWA YOKOHAMA FM NIIGATA TOSU OMIYA KAWASAKI F. KASHIWA

YOKOHAMA FM 22 NAGOYA SAPPORO HIROSHIMA G. OSAKA SHIMIZU TOKYO KAWASAKI F. NAGOYA C. OSAKA G. OSAKA

2-1 ▲ 3-1 ▲ 0-0 = 0-0 = 1-0 ▲ 0-0 = . . .

▼ ▼ = ▲ ▼ .

REGOLAMENTO Le prime 3 classificate alla Champions League asiatica. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

16 SHIMIZU 1-0 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 0-4 ▼ 2-4 ▼ 0-0 = . . .

. .

KOBE SENDAI C. OSAKA KASHIMA IWATA G. OSAKA YOKOHAMA FM KASHIWA SENDAI

13 12 11 11 11 11 10 9 9 9 9 8 8

(6-7) (6-6) (6-5) (5-6) (5-6) (6-5) (6-4) (3-6) (5-4) (4-5) (5-4) (2-6) (5-3)

«UNDER» Niigata Tokyo Tosu Shimizu Yokohama FM Kawasaki F. Urawa Kashiwa Omiya C. Osaka Hiroshima Nagoya Sendai

12 11 11 10 10 9 9 8 8 7 7 7 7

(5-7) (5-6) (7-4) (4-6) (5-5) (5-4) (6-3) (3-5) (5-3) (1-6) (5-2) (4-3) (2-5)

«OVER»

25

24 TOKYO

IWATA URAWA KASHIMA NIIGATA OMIYA KOBE NAGOYA TOKYO HIROSHIMA SAPPORO

3 0 2 1 0 2 0 0 3 4 3 0 2 2 3 2 1 0

1-2 1-2 0-1 0-0 6-0 0-3

Seongnam Gyeongnam Busan I’Park Chunnam Daejeon Incheon Utd Pohang Daegu Gangwon Seoul Suwon Jeonbuk Sangju Sangmu

1-0 3-2 1-1 0-1 2-0 0-1

▲ ▲ = ▼ ▲ ▼ . . .

24 1-0 ▲ 1-1 = 0-1 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = . . .

24 1-0 ▲ 0-4 ▼ 0-1 ▼ 3-2 ▲ 2-0 ▲ 2-2 = . . .

G. Osaka Iwata Kobe Sapporo Kashima C. Osaka Hiroshima Nagoya Sendai Kashiwa Omiya Kawasaki F. Urawa

11 11 10 10 9 8 8 8 8 7 7 6 6

(7-4) (5-6) (4-6) (4-6) (5-4) (6-2) (3-5) (4-4) (5-3) (4-3) (3-4) (3-3) (1-5)

«GOAL» G. Osaka Hiroshima Iwata Kashiwa Nagoya Urawa C. Osaka Kobe Sapporo Sendai Kawasaki F. Omiya Tosu

11 9 9 9 9 9 8 8 8 8 7 7 7

(8-3) (4-5) (3-6) (6-3) (4-5) (3-6) (6-2) (3-5) (3-5) (3-5) (3-4) (3-4) (2-5)

«NO GOAL» Tokyo Niigata Kashima Shimizu Yokohama FM Kawasaki F. Omiya Tosu C. Osaka Kobe Sapporo Sendai Hiroshima

11 10 9 9 9 8 8 8 7 7 7 7 6

(4-7) (4-6) (4-5) (3-6) (4-5) (5-3) (5-3) (6-2) (1-6) (5-2) (5-2) (4-3) (4-2)


Via Conti Falluc snc - Catanzaro tel. 0961.759659/367062 r.a. - ruga.hyundai@tin.it

il domani  

Edizione del 29 Giugno 2012