Page 1

E’ TORNATA L’ORA LEGALE

La scorsa notte avete portato avanti di un’ora le lancette dell’orologio?

12 9

12 3

9

6

Domenica 29 Marzo 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 87

3 6

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 28 a pag. 36) COSENZA L’icona della new generation, Nicolas Vaporidis, sarà mercoledì 15 aprile al Cinema Citrigno

LAMEZIA Già venduta la metà dei biglietti disponibili per i due concerti

Primavera del cinema, Premio Federico II Morandi verso il sold out COSENZA — La primavera del cinema italiano, Premio Federico II. L’appuntamento è a Cosenza il 15,16, 17 e 18 aprile 2009. Nicolas Vaporidis sarà testimonial della III edizione. L’esordio del festival con la proiezione del film “Iago”. Sarà, dunque, l’icona della new generation del cinema italiano, Nicolas Vaporidis a tenere a battesimo, mercoledì 15 aprile, al Cinema Citrigno di Cosenza, la terza edizione della kermesse.

LAMEZIA — Ad un mese e mezzo di distanza già venduta la metà dei biglietti disponibili per assistere ai due concerti di Gianni Morandi, unici in Calabria, dei prossimi 8 e 9 maggio alle ore 21 presso l'imponente Teatro Tenda che sarà allestito nel parcheggio del Centro Commerciale Due Mari a Maida.

A PAGINA 28

A PAGINA 28

CATANZARO La città capoluogo si è risvegliata ancora una volta nel segno di un cruento fatto di sangue. Ma stavolta è giallo

Cadavere bruciato dentro l’auto La vittima è un incensurato, senza alcun precedente, ucciso con estrema barbarie CATANZARO — Un cadavere completamente bruciato con l’autovettura nella pineta di Siano di Catanzaro. E’ questa la scena che si è presentata ieri mattina, intorno alle 6,30, ad un uomo che stava facendo footing nella zona. Ed è stato lui a dare l’allarme alla sala operativa della polizia di Stato che ha avviato le indagini. Il corpo divorato dalle fiamme è quello di Domenico Donato, 54 anni, rappresentante di Catanzaro, anche se per la conferma bisognerà attendere gli esami del Dna. Un incensurato, senza alcun precedente, ucciso con estrema barbarie. A ricondurre alla sua identità è stata l’autovettura Volvo station wagon intestata ad una società di prodotti caseari e in uso al Donato, che ultimamente lavorava per un'azienda di prodotti ittici. Sono state decine le persone sentite dagli investigatori della squadra mobile di Catanzaro. Dagli accertamenti svolti dalla polizia è emerso che la vittima non aveva mai avuto problemi con la giustizia. Separato da alcuni anni dalla moglie, l’uomo aveva due figli, uno dei quali presta servizio in Sicilia nei carabinieri. Gli investigatori sperano dagli interrogatori di parenti, amici e conoscenti di trovare un elemento che possa aiutarli a capire in che contesto è maturato il delitto. Drammaticamente, la città capoluogo si è risvegliata ancora sotto l’incubo di un cruento fatto di sangue.

A PAGINA 23

ACRI

Dato alle fiamme dopo una rissa COSENZA — Il corpo di un giova-

ne di 25 anni, Fabrizio Greco, è stato rinvenuto ieri notte nel centro di Acri, grosso centro della Presila Cosentina. Il giovane era molto conosciuto nella cittadina. Sul fatto indagano i carabinieri di Acri e della compagnia di Rende. A PAGINA 16

BRANCALEONE

Esce di casa e gli sparano BRANCALEONE — Il titolare di

un ristorante di Brancaleone, nel reggino, Luciano Criseo di 50 anni, è stato ucciso ieri in un agguato. L'uomo era appena uscito di casa e stava per salire sulla sua auto quando è stato avvicinato da qualcuno che ha sparato diversi colpi d’arma da fuoco uccidendo Criseo all’istante. A PAGINA 17

I rilievi delle forze dell’ordine

Per l’ex As di Catanzaro dall’esercizio 2005 mancano 7 milioni

Sanità e buchi “nascosti” CATANZARO — Fuori, al ministero della Salute, i conti di una sanità sottoposta a lifting abbellente mentre in “casa”, nelle deliberazioni di approvazione dei bilanci, il sottopelle fatto da perdite più consistenti. Così, per l’ex As di Catanzaro è successo che l’esercizio per l’anno 2005 inserito nel sistema del Ministero è rappresentato da un buco di 13 milioni 333 mila euro mentre da deliberazioni aziendali risulta una perdita per 21 milioni 280 mila euro: una maschera coprente per oltre 7 milioni di cui i livelli ministeriali si sarebbero accorti solo ora.

CASINI A CATANZARO

«Bisogna costruire un nuovo Centro» A PAGINA 21

A PAGINA 13

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Vibonese-Lamezia Che vinca lo sport... di Maurizo Bonanno

arà un piacere salutare i cugini lametini. Abbracciare, in particolare, amici stimati come Silvio Zizza e Carmine Donnarumma. E’ questo lo spirito con il quale preparare sugli spalti il derby del “Luigi Razza”, anche se sarà, pure questa volta, monco per l’assenza forzata dei tifosi biancoverdi. Sul campo, insieme al fairplay coniugato al sano agonismo, ci vorrà quella determinazione che invoca Donnarumma, l’attenzione ed il rispetto dell’avversario come suggerisce Silvio Zizza, la voglia di riscatto che predica Angelo Galfano, la voglia di tornare a divertirsi vivendo una splendida giornata di calcio come sembra vogliano fare i vibonesi intenzionati a tornare allo stadio con il calore necessario per incitare i propri beniamini e spingerli alla vittoria. Ecco, proviamo a viverlo così il derby in calendario. Certo, calcisticamente sarà una partita di quelle al cardiopalma: entrambe le squadre sono chiamate ad una sfida dai toni forti, entrambe le squadre devono cercano necessariamente la vittoria per non vedere compromessa un’intera stagione. Però, per una volta, proviamo ad alleggerire l’uso delle nostre parole: freniamo la penna, ammorbidiamo i tasti dei nostri computer. Evitiamo di parlare di partita drammatica, di sfida delicata, di gara dell’ultima spiaggia: i giocatori che scendono in campo ben lo sanno quale posta in palio si stanno giocando, dunque…

S

CONTINUA A PAGINA 42


2 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Pezzi di aereo piovono dal cielo A Manaus precipita una turbina

L’Ora della Terra spegne le luci in ottanta Paesi

L’aereo che ha perduto il componente è riuscito comunque ad atterrare senza particolari problemi

Oltre 2mila città hanno aderito all’iniziativa In Guatemala 200 autisti uccisi

Compagnie di bus nel mirino delle gang Grattacieli di Hong Kong poco prima dello spegnimento delle luci. Il Wwf è riuscito a coinvolgere più di ottanta Paesi di tutti i continenti

Disperazione al funerale di una vittima di un attentato su un bus, a Guatemala City

La Dubai Word Cup è la riunione di galoppo più ricca del mondo. Si tiene a Nad al Sheba a fine marzo

L’ippica porta gli Emirati sotto i riflettori del mondo In palio 6 milioni di dollari

Ispettori dell’aviazione brasiliana esaminano la turbina “seminata” dal cargo DC-10 che, partito dall’aeroporto internazionale Eduardo Gomes, ha continuato il suo volo diretto in Colombia. “Vittime” dell’incidente, ventidue case e un’automobile

La primavera alza il sipario sui tesori d’arte grazie al Fai

Oggi si chiude la 17esima edizione della manifestazione del Fondo Ambiente Italiano

Numerosi turisti ammirano la statua di Pietro Canonica “L’Abisso”, all'interno di Palazzo Koch, a Roma. Si deve al Fai l’iniziativa a favore di arte e ambiente

Sale a 77 vittime il bilancio dell’inondazione a Giakarta

Katharina Dietrich davanti alla pista da corsa della Coppa Mondiale di Dubai con un ombrello “in tema”. Il premio è il più ricco del mondo

Protesta “oceanica” Gli ultimi ritocchi al costume contro recessione prima della gara in maschera e globalizzazione Nelle Filippine è tempo di competizione

A Berlino e Francoforte migliaia in piazza

Ancora 100 dispersi dopo lo tsunami a sud-est della città indonesiana causato dalla rottura di una diga

“Iron man” è una delle maschere che partecipano al concorso a Manila Domani secondo processo a Kaing Guek Eav, ex capo del carcere S-21, dove morirono 14mila persone

Si aggrava il bilancio delle vittime del disastro causato dal cedimento di una diga a Giakarta. Sono stati recuperati 77 corpi, ma sono circa 100 le persone ancora disperse. Venerdì un’onda terrificante di oltre sei metri si è abbattuta a sud-est della città

Nel distretto di Batey, 125 km da Phnom Penh, si prega al memoriale Killing Fields. Lunedì, processo a Kaing Guek Eav, torturatore dei Khmer Rossi

Neanche la ricetta anti-crisi di Obama convince: migliaia in piazza a Berlino

A giudizio uno dei carnefici del regime dei Khmer Rossi Contro di lui 40 testimoni


Lasagne all’Uovo Emiliane Barilla

Pasta di Semola Antonio Amato

500g

0

1

Olio di Oliva Belvedere

0

0

500g

,55

0

0

,59

2

0

2

,39

0

0

,62

Linea Pannolini Pacco Doppio Sole e Luna Pampers

conf. da 2x 1,5 Litri

,85

430g

1 Kg

Coca Cola

1 Litro

0

,55

Pancarrè Mulino Bianco

Farina tipo “00” Barilla

0

9

formati assortiti

,90

0 Parmigiano Reggiano Dalla Bona al Kg

8

,90

Pasqua GS. Convenienza sorprendente!

Prosciutto Crudo di Parma Negroni

La Gran Colomba Maina

16 al Kg

0

,90

0

Dal 2 all’ 11 aprile. loc. giordano, lamezia tterme (cz)

via del mare, s. eufemia l. (cz)

via P. nenni, lamezia tterme (cz)

,69

Per informazioni: Tel 0968 75 15 200 - Fax 0968 75 15 326

Prezzi validi fino ad esaurimento scorte. i Prezzi Possono subire variazioni in caso di eventuali errori tiPografici, ribassi o modifiche fiscali. le foto sono Puramente indicative.

via colelli, lamezia tterme (cz)

2

1 Kg

via del Progresso, lamezia tterme (cz)

c.da spanò, lamezia tterme (cz)

via tterina, erina, lamezia tterme (cz)

via iuliano, decollatura (cz)


4 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Bonanni: più incentivi a favore dei lavoratori

G8 Summit a Roma sulle conseguenze sociali della recessione

Prima le persone e il lavoro Poi tutto il resto L’Italia propone di andare a un Patto globale di protezione

Crisi pesantissima in particolare sul fronte occupazione

Contratti di solidarietà Più in 2 mesi che in un anno BARI - «Insisto con il governo: è stato abbondante l’intervento, come da noi richiesto, sulle integrazioni, ma vorremmo molta più forza per quanto riguarda i contratti di solidarietà. Bisogna alzare le incentivazioni verso le imprese e bisogna alzare anche la copertura per quelle ore a favore dei lavoratori. Sono preferibili i contratti di solidarietà anzichè la cassa integrazione a zero ore». Lo ha detto a Bari, parlando con i giornalisti, il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, commentando la notizia secondo la quale al ministero del Lavoro risulta che nei primi due mesi del 2009 sono stati fatti molti più contratti di solidarietà rispetto al 2008. «Tutto ciò - ha detto Bonanni - era prevedibile. Già quattro mesi fa noi della Cisl dicemmo che saremmo andati nel prossimo anno e mezzo verso almeno 800mila posti di lavoro da perdere ed ecco perchè da ottobre cominciammo ad insistere su sistemi di protezione attraverso

la cassa integrazione anche per coloro che non avevano i fondi e ci siamo riusciti, anche per i precari, e ci siamo riusciti». «Se si sviluppano i contratti di solidarietà nel momento difficile che stiamo vivendo - ha aggiunto - riusciremo ad attenuare il tutto». I contratti di solidarietà, secondo Bonanni, spingono «sia l’impresa che i lavoratori a prendersi le loro responsabilità per come meglio gestire in questi frangenti la produzione e il lavoro» ed è importante in questo momento «non disancorare i lavoratori dal lavoro stesso». Bonanni ha poi rivolto un appello alla Cgil: «È ora che Epifani torni al tavolo, discuta con tutti e lavori per far valere maggiormente le questioni. Non va bene il muro contro muro, comunque dal sapore politico». «È un invito - ha ripetuto ancora Bonanni - che faccio da mesi perchè con questo atteggiamento sta svalutando la sua organizzazione e tutti i sindacati».

ROMA - Politiche di occupazione e sostenibilità sociale, la protezione sociale e occupazionale, l’impatto della crisi e sistemi di assistenza e previdenziali. Sono i temi attorno ai quali si discuterà al ’Social Summit’ che si terrà a Roma, a partire da oggi, nell’ambito della riunione dei ministri del Lavoro del G8 che chiuderà il terzo mese della presidenza italiana. La prima assise internazionale dedicata alle conseguenze sociali della crisi economica, sarà l’occasione per definire possibili interventi dei singoli Stati e azioni coordinate a livello internazionale. Nelle intenzioni del governo italiano sarà un vero e proprio ’Social Summit’ che, ha detto il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, punterà l’attenzione sulle persone. «People first»: le persone innanzitutto. E l’Italia, che presiede il G8, proporrà di discutere di un vero e proprio ’Patto globale di protezione sociale’. Dialogo con parti sociali I lavori del ’Social Summit’ si apriranno con le consultazioni tra i ministri del G8, le organizzazioni internazionali e le parti sociali. Priorità lavoro I paesi del grup-

G8, al via la riunione DA OGGI A MARTEDÌ 31 MARZO Ministero degli Esteri Piazzale della Farnesina Roma

IL TAVOLO DEI PARTECIPANTI Ministri del Lavoro Canada G8 Regno Unito Germania Russia Usa

I TEMI IN AGENDA

Francia - Misure contro la disoccupazione

Giappone

Italia

- Sostegno ai redditi - Attenzione al rientro nel mercato del lavoro di chi è rimasto vittima della crisi

Altri Paesi Cina India Brasile

Messico Sud Africa Egitto

Organizzazioni Internazionali Ue Ocse

Fmi Oil ANSA-CENTIMETRI

po G8 illustreranno le conseguenze della crisi sui mercati del lavoro nazionali, in termini di perdite di posti, utilizzo dei sussidi di disoccupazione ma anche di misure adottate per tutelare posti e redditi. Si discuterà dei migliori sistemi di protezione sociale nella consapevolezza che una strategia che ponga il «lavoro come priorità as-

soluta» presuppone un equilibrio tra le azioni relative a domanda e offerta di lavoro. Temi che dovranno essere affrontati anche a livello globale e per questo con i ministri del Lavoro dei paesi del G8 (Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Canada, Russia) ci saranno anche i ministri di alcune delle altre princi-

pali economie mondiali: Cina, India, Brasile, Messico, Sud Africa ed Egitto. Globalizzazione L’integrazione dei mercati del lavoro ha prodotto una localizzazione della produzione sempre più ampia, un effetto negativo sulla distribuzione delle retribuzioni nei paesi progrediti, un aumento dei flussi migratori,

Ultimi ritocchi al piano di salvataggio dell’industria americana delle quattro ruote, domani l’annuncio di Obama

Chrysler-Fiat, con l’accordo prima auto nel 2011 La partnership con il Lingotto consente di salvare cinquemila posti ROMA - Conto alla rovescia per il piano di salvataggio dell’industria Usa dell’auto: domani sarà infatti lo stesso presidente Barack Obama a fornire i dettagli dell’intervento poco prima di partire per il G20 di Londra. Un intervento che la task force, nominata dallo stesso presidente, sta limando in queste ore e che dovrebbe puntare a raccomandare lo stanziamento di nuove risorse condizionate però al raggiungimento in tempi brevi di un accordo con i sindacati e i titolari di bond per una riduzione complessiva dei costi. Sia Gm, sia Chrysler non raggiungeranno infatti entro la fine del mese gli obiettivi fissati dall’accordo con la precedente amministrazione Bush. In vista della scadenza General Motors e Chrysler, che chiedono complessivamente altri 22 miliardi di dollari di aiuti, trattano così per ottenere ulteriori concessioni dai sindacati mostrando di essere in grado di rispettare gli impegni già sottoscritti con la precedente amministrazione. Non è comunque esclusa al momento neanche

Gli aiuti alle auto Usa

Trasporti in ginocchio, domani l’esame della Ue

La crisi lascia a terra passeggeri e merci

GENERAL MOTORS Prestiti già ottenuti dal Governo Usa

Aiuti chiesti in Europa Altri prestiti chiesti al Tesoro col nuovo piano

13,4

4

miliardi

miliardi

6 miliardi a Germania per Opel a Svezia per Saab a GB per Vauxhall

a costo zero la partnership con Fiat sembra l'"opzione migliore"

16,6

5

miliardi

miliardi

marchi su cui puntare negli States

Chevrolet, Cadillac, Buick e Gmc

Alfa La Giulia e Alfa Milano (se Fiat socia)

ulteriori esuberi di lavoratori

47.000

3.000

Cifre monetarie in dollari

la bancarotta anche se le due società hanno bocciato ripetutamente questa possibilità che però, secondo gli analisti, consentirebbe di spuntare un accordo migliore con il sindacato. Le due società automobilistiche, che hanno già incassato dall’ammi-

BRUXELLES - La crisi non risparmia il settore dei trasporti e colpisce, in modo indiscriminato, quello aereo, navale, ferroviario e perfino su strada. Gli effetti negativi del rallentamento dell’economia sul settore saranno domani sul tavolo dei ministri Ue dei Trasporto riuniti a Bruxelles. I responsabili dei 27 cercheranno di valutare le possibili forme di intervento. Le cifre all’esame della Commissione europea confermano una situazione sempre più difficile in tutta l’Ue: calo di più del 10% dei passeggeri nell’80% degli aeroporti e diminuzione annunciata del 25-30% per il settore cargo; crollo del movimento delle materie prime via mare - già il 10% delle navi porta container è sotto utilizzato -; contrazione del 10-20%, ma destinato ad arrivare fino al 50%, per il trasporto merci su ferrovia che non conosce crisi solo per il movimento dei passeggeri regionali e locali. Per il trasporto aereo, l’Aea, l’associazione europea dei vettori aerei, ha evidenziato che negli ultimi 25 anni dati così negativi si sono registrati solo in tre occasioni: nel 1986 quando l’incidente alla centrale nucleare di Chernobyl e i bombardamenti americani della Libia provocarono sconvolgimenti nelle abitudini di viaggio, nel 1991 per gli effetti della guerra del Golfo e infine nel 2001 dopo gli attentati terroristici alle Torri gemelle.

ANSA-CENTIMETRI

nistrazione oltre 17 miliardi di dollari dall’inizio dell’anno, dovrebbero rivedere i progetti presentati: il piano Gm con il quale vengono chiesti al Governo ulteriori 16,6 miliardi di dollari prevede al momento il taglio di 47.000 posti di lavoro e la chiusura o la cessione

di vari marchi. Chrysler ha invece sottoposto al Governo un progetto centrato sull’alleanza con Fiat il cui valore è stimato in 10 miliardi di dollari e uno come ’stand alone company’. Ipotesi, quest’ultima che molti esponenti del Congresso ritengo-

no non perseguibile. La partnership con Fiat ha un valore fra gli 8 e i 10 miliardi di dollari e consente il salvataggio in Nord America di 5.000 posti di lavoro. In base all’accordo preliminare raggiunto al Lingotto andrebbe il 35% di Chrysler in cambio dell’accesso alla sua tec-

Sia Gm, sia Chrysler non raggiungeranno entro la fine del mese gli obiettivi fissati dall’accordo con Bush

nologia e alle sue piattaforme. Secondo l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, la task force di Obama sta facendo un grande lavoro: «Faccio i complimenti per la qualità dell’impegno che la task force sta mettendo per risolvere i problemi dell’industria automobilistica americana, ha detto venerdì nel corso dell’assemblea degli azionisti. Mai visto niente del genere in Europa». Marchionne ha anche spiegato che la Fiat «è pronta. Se con Chrysler sarà tutto ok potremo vedere nel 2011 la prima macchina. È stato fatto tutto il possibile per assicurarci una buona opportunità di portare avanti l’accordo, la decisione tocca a loro». Intanto il Qatar vuole investire nell’ industria tedesca dell’auto. Lo ha detto lo sceicco Khalifa Al Thani a Der Spiegel a meno di una settimana dall’ingresso con il 9,1% del fondo Aabar di Abu Dhabi nel capitale di Daimler (casa madre della Mercedes) con la sottoscrizione di un aumento di capitale per 1,95 miliardi che ne ha fatto il primo azionista.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 5

Primo piano

Sindacati di base e studenti in piazza contro i “grandi”

Fiume pacifico a Londra aspettando il G20

Riforme all’insegna della giustizia sociale

Scarpe e fumogeni sono stati lanciati contro il ministero della Funzione pubblica al passaggio del corteo degli studenti che hanno partecipato alla manifestazione dei sindacati di base contro il G8 del lavoro a Roma Manifestanti a Londra contro il vertice anticrisi del G20

politiche che hanno sottostimato la dimensione umana.Ora è il momento di porre le «persone al centro». Per questo nel nuovo contesto della governance globale, le organizzazioni internazionali dovranno considerare la dimensione sociale, come uno dei fattori principali per la stabilità e la crescita. Al summit oltre a Unione Euro-

pea, presente con il Commissario europeo per l’occupazione, ci sarà l’Ocse, l’Organizzazione per la Cooperazione allo Sviluppo Economico, il Fondo Monetario Internazionale e le Nazioni Unite, con l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (Oil). Ad aprire oggi i lavori sarà un incontro con i rappresentanti delle

parti sociali e proseguiranno nei giorni seguenti in 3 sessioni plenarie: la prima, si concentrerà sugli effetti più immediati della crisi nei Paesi G8 e vedrà la presenza dell’Ocse. La seconda, con l’Ilo, rifletterà sulle conseguenze più durature della crisi a tutti i 14 Paesi partecipanti mentre nella terza sessione con l’ Fmi si farà il punto

Secondo la Cgia di Mestre porterà anche 745mila nuovi occupati

Il piano casa vale 79 miliardi

su politiche di welfare e globalizzazione. La protesta di Roma L'Onda degli studenti e i sindacati di base sono scesi in piazza a Roma contro la riunione dei ministri del lavoro del G8. «G14 con i responsabili della crisi; noi con i lavoratori, i disoccupati e i precari» si legegva nello striscione che apriva la manifestazione organizzata da Cub, Cobas e Sdl. In via Cavour alcuni studenti si sono staccati dal corteo per lanciare vernice rossa, uova, petardi e fumogeni contro la Banca Unipol e l'agenzia immobiliare Pirelli Re. Sui muri e sulle vetrine è stato scritto «case per tutti» e «ridatece i sordi». Distrutta la vetrata della banca. Lanciati due fumogeni anche dentro l'Altare della Patria. Battaglia di cuscini davanti al ministero dell'Istruzione. Scarpe e fumogeni sono stati lanciati contro il ministero della Funzione pubblica. Gli studenti, durante lancio, hanno urlato «scarpe per Brunetta dai guerriglieri dell'Onda anomala», emulando, hanno detto, il lancio della scarpa di un giornalista iracheno contro l'ex presidente degli Stati Uniti, George W Bush.

LONDRA - Un fiume colorato e pacifico di manifestanti ha invaso ieri il centro di Londra per la prima giornata di proteste che ambientalisti, pacifisti e Ong dagli scopi più disparati hanno organizzato nella capitale britannica in vista del vertice anti-crisi del G20. Secondo la polizia, oltre 35 mila persone sono sfilate per le principali arterie della metropoli inglese, con cartelli, striscioni e originali figure di cartapesta per chiedere ai leader mondiali di tutelare la gente prima dei banchieri corrotti e per sollecitare riforme all’insegna della giustizia sociale e non del profitto. Gli organizzatori avevano previsto una folla di centinaia di migliaia di persone e l’adesione è stata inferiore alle attese. Ma in questo forse ha influito il tempo come al solito imprevedibile di Londra: la giornata è iniziata con il freddo e la pioggia, poi è arrivato il sole e infine il cielo ha scaricato sui manifestanti acqua e grandine. C’erano anche giovani coppie con i bambini in carrozzina nel serpentone umano che si è snodato per le strade della città in una marcia festosa dal sapore carnevalesco.

L'impatto del Piano Casa 79 miliardi di euro in totale

20,9%

Nord Est

27%

Nord Ovest VENEZIA - Il piano-casa avvantag- di e la Sicilia con 6,2. Ci sono due mento e poi di ricostruzione. In segerà il Sud e le Isole, almeno in ordini di motivi che spingono la condo luogo, vista la situazione di 21,8% Centro linea teorica. È il risultato di una Cgia a ritenere che il Sud e le isole promiscuità e di bassa qualità abita- Le regioni analisi della Cgia di Mestre condot- sarebbero le più interessate dal- tiva presente, molti proprietari po- "più avvantaggiate" ta con una metodol’operazione di ri- trebbero essere interessati ad am- (giro d'affari in mld di euro) Sud e Isole logia che riprende lancio dell’edilizia pliare la propria abitazione fino al Lombardia la simulazione effetprivata: «In primo 20% . Ma con i livelli di reddito e 30,3% Sud 12,8 le aree del Paese tuata nei giorni luogo - spiega Borto- di risparmio presenti nel Sud, meLazio più interessate lussi - perchè al diamente più bassi di quelli nel re8,1 scorsi, dalla quale è emerso che il piano Sud c’è una maggiosto d’Italia, e la forte presenza di Veneto all’operazione 7,4 casa potrebbe avere diffusione di ca- abusivismo e lavoro nero, è molto Campania re un impatto economico a livello se mono e bifamiliari in cattivo sta- probabile che nella realtà il Piano 6,6 nazionale, spalmato in più anni, di to di conservazione che, in linea casa partorirà degli effetti più conSicilia 6,0 quasi 79 miliardi di euro. teorica, potrebbero essere interes- tenuti di quelli stimati». Ipotizzando che tutte le Regioni sate ad un intervento di abbatti- Con il piano casa ci saranno anche ANSA-CENTIMETRI adottino il piano edilizio in fase di definizione da parte del governo, la Cgia stima che il 30,3% del giro di Stabili i prezzi di colombe e uova, sale tutto il resto. I dati del Codacons affari a livello nazionale che l’operazione metterà in moto in più anni verrà dal Sud : 23,9 miliardi di euro. Il 27% proverrà dal Nordovest (21,3), il 21,8% dal Centro (17,2) e ’solò il 20,9% dal Nordest (16,5). glia spenderà per il dio (200-250 grammi) di marca a 9,70 euro, Stabili «Tuttavia - spiega il segretario Giupranzo di Pasqua circa mentre è aumentato del 2% quello non di i prezzi seppe Bortolussi - la forte concen195 euro, circa 20 euro marca da 4,50 a 4,60 euro; +1,8% del prezzo delle uova trazione di abusivismo e lavoro nein più rispetto al 2008. della colomba di marca da 5,30 a 5,40 euro, di Pasqua ro presente soprattutto nel Sud poDall’indagine compiuta mentre resta a 3,20 il prezzo di quella non di scondo trebbe ridimensionare queste stidal Codacons nei negozi marca. «La spesa per il pranzo di Pasqua si l’indagine me». della grande e piccola di- aggirerà attorno ai 195 euro a famiglia - afferfatta da Tra le regioni, comunque, quella stribuzione nelle princi- ma il presidente Codacons, Carlo Rienzi - e Codacons più investita dalla misura di rilanpali città d’Italia è emer- quantitativamente gli acquisti alimentari sacio economico potrebbe essere la ROMA - Prezzi stabili, quest’anno, per uova so un aumento dell’11% al chilo per la pizza ranno in linea con quelli dello scorso anno. Lombardia, con un giro d’affari di e colombe ma non per i piatti del menu della pasquale al formaggio, del 7,2% al chilo per Tuttavia, a causa degli aumenti che hanno 12,8 miliardi di euro in più anni. Pasqua che sono aumentati rispetto all’anno l’agnello, del 6,2% per i carciofi romani, del colpito l’intero settore alimentare, per il pranSeguono il Lazio, con 8,1 miliardi, scorso. Lo afferma l’associazione dei consu- 5,8% per il salame corallina, dell’11,2% per zo pasquale ogni famiglia spenderà circa 20 e il Veneto con 7,4. Subito fuori dal matori Codacons precedendo che ogni fami- la pastiera. Invariato il prezzo dell’uovo me- euro in più rispetto al 2008». podio, la Campania con 6,6 miliar-

Più caro il pranzo di Pasqua

Organizzato da oltre cento gruppi che si sono riuniti sotto lo slogan ’Put People First’ (la gente prima di tutto), l’appuntamento londinese ha dato il là a eventi paralleli avvenuti anche a Berlino, Francoforte, Parigi e, in margine al G8 del lavoro, anche a Roma. A Hyde Park, uno dei parchi simbolo di Londra dove il corteo è poi confluito, era stato segnalato con preoccupazione anche un raduno degli anarchici che intendevano raccogliere adesioni per i prossimi giorni. Ma nemmeno qui si sono segnalati incidenti. La polizia, sul cui comportamento il quotidiano progressista Guardian aveva manifestato le proprie perplessità, si è dimostrata all’altezza della situazione con una presenza vigile ma discreta. Un suo portavoce ha detto in serata non vi sono stati arresti. Gli slogan si sono sprecati e i messaggi lanciati ai leader del G20 sono stati di diversa natura. Altri se la sono presa con i banchieri corrotti e hanno inveito contro il premier britannico Gordon Brown, che farà gli onori di casa del vertice, quando il corteo è transitato nei pressi della sua residenza del numero 10 di Downing Street. Tra le regioni, comunque, quella più investita dalla misura di rilancio economico potrebbe essere la Lombardia

745.000 nuovi posti di lavoro, e di questi almeno un terzo sarà occupato da stranieri. Tra le professionalità richieste, spiega Giuseppe Bortolussi della Cgia, ci sono «muratori semplici, capi cantiere e progettisti nella misura complessiva di 350mila unità. Poi gli installatori di impianti elettrici per circa 104.000 unità e a seguire gli idraulici con altri 79.000 nuovi posti di lavoro. Altri 69.000 saranno figure generiche e 27.000 riguarderanno imbianchini, posatori di vetrate e installatori generici. Essendo il settore delle costruzioni ad alta concentrazione di lavoratori non italiani, - dice Bortolussi - ipotizziamo che almeno un terzo di questi 745.000 nuovi posti di lavoro saranno occupati da maestranze straniere. La stima di 79 miliardi di euro come giro di affari, spalmato chiaramente in più anni, deriverebbe da 33,1 mld dall’ipotesi che almeno l’1% dei proprietari di abitazioni mono e bifamiliari in stato di degrado abbattano e ricostruiscano l’immobile con l’ampliamento fino al 30%. In questo caso si è ipotizzato un costo al mq di 1.500 euro. A questi si aggiungono altri 45,9 mld dall’ipotesi che almeno il 10% dei proprietari di abitazioni mono e bifamiliari ad uso residenziale decidano di ampliare la propria unità abitativa fino al 20% con una ipotesi di costo al mq di 1.800 euro.


6 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Nola, due balordi infieriscono su 30enne ma finiscono in manette

Stuprato dopola rapina Filmano tutto e lo ricattano Chiesti mille euro per evitare che il video venisse diffuso NAPOLI - Costringono la vittima della loro rapina ad un rapporto sessuale e poi lo ricattano minacciando la diffusione di un filmato del fatto realizzato attraverso un telefonino. Due rapinatori sono stati fermati dai carabinieri del nucleo operativo di Nola (Napoli): sono accusati anche di un colpo anche ai danni di altre due persone. P.F., di 19 anni e S.C., di 36, residenti rispettivamente a Nola e Casamarciano, dopo aver aggredito un uomo di 30 anni di Saviano, sempre nel Nolano, mentre si trovava da solo fermo in auto in una zona isolata di piazza d’Armi, a Nola, lo hanno costretto a subire un rapporto sessuale riprendendo tutto con il videofonino. Dopo essersi portati via l’orologio, il telefo-

A sinistra, un telefonino dotato di videocamera come che i due aguzzini hanno utilizzato per filmare gli atti di violenza commessi ai danni del giovane. Sopra, pattuglie di carabinieri, subito intervenuti

nino, il portafogli e 50 euro gli hanno intimato di consegnare il giorno dopo mille euro in contanti, minacciando la diffusione delle

immagini registrate. I due si erano infine allontanati esplodendo in aria un colpo d’arma da fuoco. L’uomo ha denunciato tutto ai ca-

rabinieri, senza pagare dunque la cifra richiesta. Gli aggressori sono stati quindi arrestati. Nei confronti dei due anche l’accusa di aver

aggredito e rapinato, in un’altra circostanza, due uomini fermi in auto. Il fatto risalirebbe al 17 marzo. Armati di pistola, i due hanno

aggredito un 35enne di Cimitile ed un 18enne di Comiziano mentre sostavano a bordo di autovettura lungo via Trivio. I due pregiudicati avevano costretto i due malcapitati a consegnare i loro orologi da polso, due telefonini, un lettore divx portatile ed i portafogli, nonché la somma complessiva di 300 euro circa e allontanandosi, dopo la rapina, esplodendo in aria due colpi di arma da fuoco. Un finale, dunque, quasi come un ‘marchio di fabbrica’ per i due malviventi.

Teste vide Sollecito e Knox la notte del delitto Secondo i legali del giovane è un “atto di forza”. Famiglia dell’uccisa: ne prendiamo atto

Clochard indica i due imputati Colpo di scena nel processo per l’omicidio Poggi “Insieme vicino a casa di Mez” Alberto Stasi chiede il giudizio con rito abbreviato La prima udienza è fissata il 9 aprile La sentenza è prevista per il 18

Il teste Antonio Curatolo depone in aula

PERUGIA - Seduto su una panchina di piazza Grimana, non lontano dalla casa dove venne uccisa Meredith Kercher, Antonio Curatolo notò Raffaele Sollecito e Amanda Knox la notte del delitto. «Tra le 21.30-22 e le 23-23.30 - ha detto ieri alla Corte d’assise di Perugia -. Li ho visti per l’ultima volta poco prima di mezzanotte». Alla domanda del pm su chi fossero, Curatolo ha indicato Sollecito e la Knox. Secondo gli inquirenti il clochard avrebbe quindi visto gli imputati subito prima dell’omicidio. Dopo di lui Fabrizio Gioffredi ha riferito che il 30 ottobre vide uscire dalla casa di Mez Sollecito, la Knox, con indosso un cappotto rosso, la Kercher e «un ragazzo di colore, al 99% Rudy Guede». Una deposizione alla quale ha replicato Sollecito. «Non può avermi visto insieme a Rudy perchè non lo conosco». E’ stato quindi sentito l’albanese Hekuran Kokomani. Ha detto di avere visto davanti alla casa di Mez, Sollecito e la Knox, che avevano in mano ciascuno un coltello, ma anche Guede.

Poteva essere liberato per un cavillo sulla decorrenza dei termini

Il boss dei Casalesi resta in carcere Decreto di fermo blocca Zagaria CASERTA - Un decreto di fermo emesso dalla Dda della Procura della Repubblica di Napoli terrà in carcere Pasquale Zagaria, elemento di spicco del clan dei Casalesi, considerato mente imprenditoriale della cosca con interessi nel Nord e in particolare a Milano e Parma. Il provvedimento è stato disposto nelle ultime ore per evitare la scarcerazione di Zagaria provocata da un cavillo relativo alla decorrenza dei termini. Zagaria era soprannominato ‘Bin Laden’ per la sua capacità di sfuggire alla cattura da parte delle forze dell’or-

Per lui porte ancora chiuse

dine ma anche perchè molto temuto da parte degli altri esponenti della famiglia camorristica dei Casalesi.

VIGEVANO (PAVIA) - Svolta nel processo per l’omicidio di Chiara Poggi. Alberto Stasi, il giovane accusato dell’assassinio della sua fidanzata, uccisa il 13 agosto del 2007 nella sua villetta a Garlasco, ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato. Ieri mattina durante l’udienza preliminare, prima che parlassero l’avvocato di parte civile e i suoi difensori, Stasi si è alzato in piedi e rivolgendosi al Gup Stefano Vitelli ha detto: «Chiedo di essere ammesso al giudizio abbreviato». Richiesta che, invece, non è stata avanzata per l’altro procedimento in cui è imputato, quello per detenzione di materiale pedopornografico. La prima udienza si terrà il 9 aprile, la sentenza è attesa per il 18. Non si sa esattamente quali siano i motivi della scelta processuale di Stasi e dei suoi difensori. Si può supporre, però, che voglia evitare, nel caso di un rinvio a giudizio, il processo davanti alla Corte d’assise di Pavia, oppure che lui e i suoi legali ritengano che la procura non abbia raccolto elementi sufficienti per convincere il giudice a pronunciare una sentenza di condanna. E, comunque, in caso di condanna, Stasi beneficerebbe uno sconto di un terzo della pena, previsto dal rito alternativo. Con la richiesta di questa mattina, per il giallo di Garlasco comincia così un processo vero e proprio che dovrebbe concludersi, nel giro di due udienze, il 18 aprile. A meno che il giudice Vitelli non ritenga necessaria un supplemento d’indagine. L’avvocato di Stasi, Giuseppe Colli, ha così motivato la scelta: «Il nostro è un vero e proprio atto di forza, perchè non ci accontentiamo

A sinistra, Albero Stasi, unico imputato all'udienza preliminare per il delitto di Garlasco dell’agosto 2007

di un giudizio prognostico sulla sufficienza o meno degli elementi raccolti dal pm per un eventuale rinvio a giudizio ma vogliamo entrare nel

merito». Il legale ha tenuto bene a sottolineare: «La nostra opinione non è cambiata: riteniamo Stasi innocente. Ma a questo punto voglia-

mo chiudere entrando nel merito della vicenda». Secco il commento della famiglia Poggi. «Era un’eventualità che poteva verificarsi e che avevamo messo in conto. Chiedere il rito abbreviato era un suo diritto e quindi potevamo anche aspettarcelo», ha detto Rita Poggi, la mamma di Chiara. Mamma Rita ha aggiunto che nè lei, nè suo marito e neppure suo figlio «ne sapevamo niente. Non so sulla base di quali elementi è stata fatta questa richiesta ma ne prendiamo atto». La signora Poggi, che ieri mattina quando Alberto Stasi in aula ha preso la parola è rimasta un poco stupita, ha comunque ribadito che «i tempi c’erano ancora» per avanzare l’istanza e che erano «preparati al fatto che potesse verificarsi anche questa eventualità».

Gli avvocati: lettera di cordoglio alla famiglia Sandri, non è un “Rambo insensibile”

“ Spaccarotella poliziotto sereno e affidabile” I colleghi intervengono in difesa dell’accusato AREZZO - «Dalle testimonianze è emerso che l’agente non è un Rambo insensibile e che la sua prima preoccupazione è stata inviare il cordoglio alla famiglia. Ma la lettera non è mai arrivata». Lo ha detto ieri l’avvocato Federico Bagattini, difensore del poliziotto Luigi Spaccarotella, commentando le testimonianze di ieri in aula al processo per la morte di Gabriele Sandri. Ricostruendo l’iter delle lettere inviate attraverso la chiesa, Bagattini ha spiegato che «la prima fu mandata ai Sandri tramite il vescovo ma non è mai arrivata. Per chiedere

Spaccarotella ieri in aula

spiegazioni di cosa fosse successo ne fu spedita una seconda al Cardinale Bertone. La lettera a Bertone non ha avuto risposta». I colleghi descrivono Spaccarotella «come un poliziotto posato, che non era facile all’uso dell’arma, sereno e di totale affidabilità». La difesa punterà molto sulla deviazione ricevuta dallo sparo: «Se verrà confermata l’ipotesi del nostro consulente di una deviazione molto ampia, non è più il caso di parlare di accidentalità o volontarietà dello sparo, perchè significa che la direzione era tutt’altra rispetto alla macchina».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 7

Attualità

Acri, un 25enne viene cosparso di benzina da due amici che poi gli danno fuoco

Ridotto a una torcia umana muore dopo lite tra ubriachi Alessandro Sgherri

CATANZARO - Rosso come il sangue e come il fuoco: è stato il sabato della Calabria, sconvolta da tre omicidi che nel giro di poche ore hanno insanguinato le province di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria gettando nello sgomento tutta la regione. Ad Acri, nel cosentino, Fabrizio Greco, di 25 anni, è stato ridotto ad una torcia umana da due amici che sono stati fermati; a Catanzaro il cadavere carbonizzato di Domenico Donato, di 54 anni, è stato trovato in un’auto bruciata in una pineta alle porte della città; a Brancaleone, nel reggino, un ristoratore, Luciano Criseo, di 55 anni, è stato ucciso con quattro colpi di pistola alla testa in pieno centro. Storie diversi accomunate dal dolore che hanno provocato. Greco, ad Acri, era uscito a cena con due amici, Camillo De Maddis, di 19 anni, di Cosenza, e Pasquale Gaccione, di 20 anni, di Acri, disoccupati. Un’amicizia nata in un contesto sociale difficile, fatto di alcool e, ogni tanto, di qualche spinello. Verso le 2 i tre hanno cominciato a litigare. «Ti vrucio» avrebbe detto De Maddis. Prima è andato in un locale a farsi dare un recipiente e poi si è recato in un distributore di carburante riempiendolo con quattro litri di benzina. Quindi, tornato dagli altri due, ha gettato la benzina addosso a Greco, mentre Pasquale Gaccione lo teneva fermo per le spalle, e gli ha dato fuoco. Proprio per questo motivo Gaccione si è ustionato le braccia. Greco, che tra l’altro camminava con le stampelle per essersi rotto i piedi cadendo da un balcone durante un tentativo di furto, ridotto ad una torcia umana, ha corso per una cinquantina di metri poi è caduto a terra. È stato lo stesso De Maddis, come hanno accertato i carabinieri, a telefonare al 112. La stessa notte infatti, alle 2.30, un giovane ha telefonato al 112 per dire, con parole sconnesse, che aveva visto un uomo avvolto dalle fiamme correre per le strade di Acri. Poco dopo è giunta un’altra telefonata al 112 da parte di una donna che ha raccontato di sentire un uomo lamentarsi. I carabinieri hanno poi accertato che la prima telefonata era stata fatta dal cellulare di De Maddis. I due giovani inizialmente hanno cercato di negare, ma ciò non ha impedito alla Procura di emettere il provvedimento di fermo per omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla crudeltà. Lo ha reso noto ieri in giornata il comandante pro-

Altri due omicidi insanguinano la Calabria Indagini in corso Il corpo della vittima Fabrizio Greco (sx) coperto da un lenzuolo dai medici Una foto recente (dx) di Fabrizio Greco. Il giovane usavauna stampella per problemi a una gamba

vinciale di Cosenza dei carabinieri, col. Aldo Iacobelli, incontrando i giornalisti per illustrare i particolari dell’omicidio e del successivo fermo dei due firmato dal procuratore di Cosenza, Dario Granieri e dal sostituto Antonio Tridico. È un vero e proprio giallo, invece, la morte, a Catanzaro, di Domenico Donato, di 54 anni. Il suo cada-

vere, devastato dal fuoco, era in un’auto bruciata abbandonata nella pineta di Siano, il polmone verde della città, in una zona dove cercano intimità le coppiette. Poco distante una tanica. Solo dopo alcune ore, dal telaio dell’auto, gli investigatori sono risaliti al nome di Donato. L’uomo, rappresentante per una industria di prodotti ittici, era incensurato e non aveva

mai avuto problemi. Separato, aveva due figli, uno dei quali carabiniere in Sicilia. Per venire a capo del mistero, la polizia sta sentendo familiari, amici, conoscenti, nella speranza di trovare un elemento che possa aiutarli a capire in che contesto è maturato il delitto. E di non facile lettura, al momento, è anche l’omicidio di Luciano

Criseo, di 55 anni, titolare del ristorante «Venezia» a Brancaleone, nella Locride. L’uomo, verso le 8 è uscito di casa, ma appena entrato in auto è stato avvicinato da un uomo che ha sparato quattro colpi di pistola centrandolo alla testa. L’uomo era cognato di due collaboratori di giustizia, ma la circostanza non sembrerebbe particolarmente rilevante visto che la colla-

borazione risale ad una quindicina d’anni. La vittima, coinvolta una ventina d’anni fa in un’inchiesta di droga, ma prosciolta in istruttoria, nella sua attività non aveva subito minacce o intimidazioni. Per fare luce su questo omicidio i carabinieri di Bianco e Locri stanno battendo tutte le piste possibili, a cominciare dalla vita privata della vittima.

Processo Crepuscolo Il pm chiede nove ergastoli

Una momento della processione prima della cerimonia. Don Silvano era il loro parroco da neanche sei mesi.

In migliaia ai funerali di Don Silvano deceduto nella sua auto in fiamme dieci giorni fa

L’affetto di Giussano per il suo parroco GIUSSANO (MILANO) - Don Silvano era il loro parroco da neanche sei mesi, ma a migliaia hanno gremito la basilica dei Santissimi Filippo e Giacomo per i suoi funerali a Giussano, in Brianza. Centinaia di persone sono rimaste sul sagrato per mancanza di posto, nonostante il freddo e la pioggia, segno dell’affetto per questo prete di 55 anni morto in circostanze ancora da chiarire. Dieci giorni fa don Silvano Caccia venne trovato carbonizzato dentro la sua auto, andata a fuoco nell’area di servizio Brianza Nord sull’A4. Forse il sacerdote si era fermato per riposare. L’autopsia disposta dalla procura di Monza non ha evidenziato segni di violenza sul suo corpo. Resta da capire se la Punto alimenta-

ta a Gpl abbia preso fuoco mentre il sacerdote dormiva o se si sia trattato di un suicidio. Quest’ultima ipotesi è stata ancora una volta respinta con forza stamani da fonti della Curia di Milano. «Don Silvano è stato un prete contento di esserlo - ha sottolineato il cardinale Dionigi Tettamanzi nella sua omelia - grato al Signore per la missione affidatagli». L’arcivescovo di Milano ha celebrato la messa nella basilica di Giussano insieme con quattro vescovi e 200 sacerdoti. Tettamanzi ha letto alcuni passi di preghiere scritte da don Caccia. Davanti alla bara di legno con sopra i paramenti di don Silvano, nella prima fila dei banchi della chiesa sedevano la madre del prete scomparso, affiancata dai tre

fratelli e dalle due sorelle. Il feretro è stato accompagnato da un applauso all’uscita dalla basilica. Il sacerdote sarà seppellito nella cappella di famiglia a Trezzo, nel milanese. A Giussano ieri era lutto cittadino. Don Silvano Caccia era stato per sette anni alla guida dell’ufficio della Famiglia della diocesi di Milano, prima sotto il cardinale Carlo Maria Martini e poi con Tettamanzi. A ottobre era stato nominato responsabile della Comunità pastorale San Paolo, che comprende Giussano ed altre tre parrocchie. Secondo fonti della Curia, non era affatto deluso dal cambio di mansione - come ipotizzato da qualcuno - ed era stato lui stesso a indicare i suoi successori, una coppia di sposi.

L’investitrice è una donna con precedenti di tossicodipendenza

Sui monti della Val Soana dove si recava spesso per studiare le piante

ROMA - Una donna di 64 anni è stata investi- zione è ancora al vaglio degli investigatori ta e uccisa da un’auto a Roma in via Casetta L’auto che era lanciata a forte velocità, dopo Mattei, nella zona periferica Portuense. La l’impatto si è rovesciata su un lato. Sul luogo donna è stata travolta da una dell’incidente sono giunti i viCitroen guidata da una don- La vittima è una gili del fuoco che hanno rina A.C., 35 anni, che abita signora di 64 anni messo in sicurezza la macchinella zona di Bravetta la stes- Guidatrice sottoposta na, oltre a pattuglie della polisa dove è avvenuto l’incidenmunicipale e dei carabia narcotest e etilometro zia te ed è conosciuta come tossinieri. È l’ennesimo incidente codipendente. La donna è stata sottoposta stradale che accade in questa settimana a sia a narcotest sia all’esame dell’etilometro. Roma. Venerdì una suora, Rosa Salvato di 65 Nei suoi confronti potrebbe scattare la de- anni, è stata travolta e uccisa da un bus nuncia per omicidio colposo, ma la sua posi- dell’Atac nel quartiere Aurelio.

IVREA (TORINO) - È stato trovato nella donel, sul Pian dell’Azaria, a due ore di mattinata di ieri il corpo di Luigi Vernetti, cammino dalla borgata Campiglia di Valpradi 56 anni, l’erborista di Torino scomparso to Soana (Torino), che aveva affittato prodallo scorso 16 dicembre prio per coltivare la sua passui monti della Val Soana du- Una perturbazione sione, lo studio delle erbe di rante un’abbondante nevica- improvvisa l’aveva montagna. ta. Il 16 dicembre, giorno della sorpreso lo scorso Il corpo senza vita è stato sua scomparsa, si era recato 16 dicembre recuperato dai volontari del lì soltanto per recuperare del Soccorso Alpino di Piamprato (Torino). Era materiale. Poi l’arrivo della perturbazione sotto una slavina in fase di scioglimento piuttosto importante di quei giorni deve dalla quale affiorava parzialmente. averlo sorpreso durante il cammino. Le riL’uomo possedeva una baita in località Ron- cerche erano in corso da giorni.

Travolta dall’auto in corsa resta uccisa Ritrovato senza vita l’erborista scomparso

CATANIA - Nove ergastoli, quattro condanne a complessivi 76 anni di reclusione e un’assoluzione. Sono queste le richieste del pubblico ministero Francesco Puleio avanzate alla quarta sezione della Corte di assise di Catania a conclusione della requisitoria del processo Crepuscolo. Un procedimento che tratta di ben nove omicidi commessi da quattordici presunti appartenenti al clan Cappello negli anni compresi tra il 1980 e il 1997. La condanna a vita è stata sollecitata, tra gli altri, anche per il boss Salvatore Cappello, mentre l’assoluzione è stata sollecitata per Enrico Sapienza. La maggior parte degli agguati compiuti in quel frangente è da inquadrare nell’ambito della faida mafiosa che in quegli anni vide contrapposto il clan catanese Cappello alla struttura di Cosa nostra. Tra i delitti trattati anche quello del sicario Sebastiano Mazzei, 22 anni, nipote del boss Santo della cosca dei Carcagnusi, che fu ucciso nel 1989 dal pentito Salvatore Centorrino perchè stava valutando l’ipotesi di collaborare con la giustizia. A consegnarlo al suo assassino, secondo l’accusa, furono la sua stessa madre, Gaetana Conti, di 59 anni, e la sorella, Concetta Mazzeo. Per entrameb le donne il pubblico ministero Puleio ha chiesto la condanna, rispettivamente, a 25 e a 23 anni di reclusione.


8 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Muore Martinat Alla notizia la sala si commuove

Brunetta in trionfo “La rivoluzione la facciamo noi”

Vivace battibecco tra La Russa e un giornalista

ROMA - Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, nel suo intervento ricorda Ugo Martinat, sottosegretario ed esponente di An scomparso ieri mattina, e la platea del congresso del Pdl si unisce al cordoglio con un applauso. «Voglio rendere omaggio a un altro uomo che ha creduto nel Pdl quanto Pinuccio Tatarella e che questa mattina ci ha lasciato. Il sottosegretario Ugo Martinat era anche lui un uomo che amava l’Italia, un uomo del fare che credeva nella forza delle idee. Da lassù entrambi ci aiuteranno in questo cammino». Così il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha ricorda tra gli applausi del congresso del Pdl, Ugo Martinat.

ROMA - Almeno a giudicare dalla reazione della platea, è Renato Brunetta, il ministro che riscuote maggiori consensi nella seconda giornata del congresso del Pdl. Il ministro della Funzione pubblica, non appena è salito sul palco, è stato salutato da una vera e propria standing ovation, durata quasi un minuto, e dal coro ’Renato, Renato’. Lui, inquadrato sui maxi-schermi, è apparso visibilmente commosso, con gli occhi lucidi e arrossati. Ma se l’è cavata con una battuta autoironica: «Finalmente un podio della giusta altezza...». Più tardi ha espresso un concetto da molti condiviso: “Siamo noi, magari pieni di difetti, i veri rivoluzionari di cui l’Italia ha bisogno”.

ROMA - Battibecco tra il futuro coordinatore del Pdl Ignazio La Russa (a destra nella foto)e un giornalista di ’Annozero’. Il cronista, Luca Bertazzoni, incalza con domande sull’identità di An e i rischi che il partito corre nella fusione con Forza Italia. «Dentro Forza Italia - dice - non si muoveva niente senza che Berlusconi decidesse, ora...». «Guardi - replica secco La Russa questo partito è talmente libero che facciamo partecipare anche lei...». «Io so chi è: lei è del Pd...». «Non sono di nessun partito», replica il giornalista. Appurato, poi, che si tratta di un inviato di ’Annozero’, la trasmissione di Michele Santoro, il ministro dice disponibile a una intervista a parte, ma, attacca, «adesso non rovini tutto con domande sciocche e fuori luogo».

Al congresso istitutivo del Pdl il leader di An pronuncia un discorso a tutto campo Al termine Berlusconi lo abbraccia sul palco: “Con Gianfranco stop alle malignità”

Fini elogia la “lucida follia” del Cavaliere poi chiede leggi laiche e una nuova Carta Il nuovo partito

Il presidente della Camera parla 50 minuti con 60 applausi

CAMERA

271

SENATO

146

Angelo Preziotti

ROMA - Dalle “comiche finali” all’aperto riconoscimento della “lucida follia” che permette a Silvio Berlusconi di individuare progetti e soluzioni ad altri preclusi: nel secondo giorno del congresso istitutivo del Pdl Gianfranco Fini fa un intervento destinato a saldare fin nel profondo i rapporti tra le due anime del nuovo partito e, soprattutto, quelli tra se stesso e il Cavaliere, incrinatisi vistosamente non più tardi di due-tre giorni fa sulla questione del numero dei parlamentari. Il termine sarcastico con il quale, nel novembre 2007, Fini liquidò l’annuncio del Cavaliere che, dal predellino di una Mercedes, annunciava in un bagno di folla la nascita del Pdl, ha lasciato il campo ieri ad un franco, quasi stupito riconoscimento di quella “lucida follia” che consente all’alleato-rivale di individuare vie d’uscita impensabili anche nei

Prime schermaglie

COSÌ AN

82 48

COSÌ FORZA ITALIA + ALTRI

CAMERA

SENATO

Berlusconi si congratula con Fini dopo l’intervento

frangenti meno favorevoli. E così, sgombrato il campo da quelle scorie che potevano trasformarsi in macigni sulla strada della costituzione del nuovo partito, Fini ha poi spaziato a tutto campo come a voler rivendicare una propria, distinta visione dell’orizzonte politico. E quindi: l'importanza di «isti-

tuzioni laiche», la necessità di «rilanciare una grande stagione costituente», l'urgenza di «discutere su come orientare il proprio voto al referendum elettorale di giugno», l'appello a «non temere lo straniero» e il «no allo Stato etico». Al termine del discorso Berlusconi scatta sul palco, gli stringe la ma-

no, lo abbraccia e sorride. «Questo è per spazzare via tutte le malignità sul fatto che io e Gianfranco non ci vogliamo bene e non condividiamo gli stessi ideali». «Ho colto la spinta sulle riforme. Sono d'accordo con te, partiamo subito» ha detto poi il premier al presidente della Camera dietro le quinte.

Al Pd piacciono le obiezioni Ferrero e Diliberto battezzano sollevate dal leader di An una lista unitaria a sinistra ROMA - Rifondazione Comunista, Comunisti italiani, Socialismo 2000 e Consumatori si presenteranno uniti alle prossime elezioni Europee. Il loro simbolo sarà un tondo rosso con al centro una falce e un martello gialli sovrastati da una stella. Il logo è stato presentato ieri in una conferenza stampa. Le candidature non sono state ancora definite, anche se tre nomi sembrano già accreditati: Margherita Hack, Vittorio Agnoletto e il bertinottiano Giusto Catania. Tra i nodi da sciogliere nei prossimi giorni c’è quello della candidatura dei segretari Paolo Ferrero e Oliviero Diliberto in primo luogo. I quattro soggetti politici che si presentano sotto lo stesso simbolo hanno approvato un documento comune, una sorta di vademecum per uscire dalla crisi e per non ricadervi mai più. «Diamo vita -si legge nel documento- a una lista anticapitalista che unisce una pro-

189 98 ANSA-CENTIMETRI

Casini: con questa sinistra Pdl imbattibile Insieme Prc, Pdci, Consumatori e Socialismo 2000

ROMA - «Credo che il centrosinistra dovrebbe raccogliere la sfida lanciata oggi da Fini su una stagione costituente», dice Massimo D’Alema. Da Fini «un grande rispetto e una doverosa attenzione al tema delle riforme condivise», fa eco la senatrice del Pd Anna Finocchiaro. Dall’Udc, invece, attacco alla sinistra: se pensiamo che così com’è possa fare l’alternativa, allora Berlusconi governerà i prossimi cento anni», dice Pier Ferdinando Casini. Da parte sua il segretario del Pd Franceschini dal Cile, al vertice delle forze progressiste, lancia la sfida a Berlusconi: «Chiedo a Berlusconi che annunci la sua volontà di rinunciare a candidarsi e fare come i suoi 26 colleghi capi di governo europei, dedicandosi ad affrontare la crisi e a risolvere i problemi degli italiani, e non passare alcuni mesi a fare comizi». «Nessuno dei 27 capi di governi europei, si chiamino Sarkozy, Merkel, Zapatero o Brown, pensa minimamente - ha sottolineato Franceschini di fare il capolista alle europee per essere eletto in un posto in cui per legge non potrà stare nemmeno un minuto». «Berlusconi - incalza Franceschini - dice le stesse cose, usa gli stessi slogan dal 1994, quando avevano tre anni molti degli elettori che voteranno nelle prossime elezioni di giugno. Bisogna che si tolga dal linguaggio e dalla mente cose del passato e faccia uno sforzo di guardare avanti». Il leader democratico giudica positivo, comunque, che «oggi nasca un grande partito di destra, che sarà il nostro avversario, il nostro interlocutore, ma che semplifica il sistema politico italiano». «Vorrei però che Berlusconi guardasse un pò avanti», insiste Franceschini.

Il neo partito si divide sul fine vita

posta politica per l’Europa. Lo facciamo insieme a esponenti della Sinistra, del mondo del lavoro e sindacale, del mondo femminista, ambientalista e pacifista. La lista lavora per un’uscita dalla crisi fondata sulla democrazia economica, sulla giustizia sociale e sulla solidarietà». Il documento prospetta infine un saldo legame politico tra le quattro forze candidate con la prospettiva di farle un soggetto politico permanente. «Ci proponiamo l’obiettivo di costruire in Italia e in Europa una risposta alla crisi economica puntando all’intervento pubblico e all’aumento dei redditi dei lavoratori». Lo ha detto Paolo Ferrero, segretario del Prc. «Ci battiamo - ha aggiunto Ferrero - per l’uguaglianza e la libertà, mentre il Pdl al governo si batte per la disuguaglianza e il controllo dei corpi. Siamo contrari a questa destra e per questo siamo di sinistra e comunisti».

Un brindisi a base di champagne e un abbraccio. L’intervento Accompagnato da un lungo applauso della platea, Fini ha per prima cosa ringraziato il presidente del Consiglio per le parole «chiare e generose» rivoltegli venerdì. «In un colpo solo ha spazzato via luoghi comuni e interpretazioni maliziose o interessate, in alcuni casi legittime paure» ha detto Fini. Ancora un "grazie" poi per aver riconosciuto che «il Pdl non è una Forza Italia allargata, né un cartello elettorale». Poi, l’affondo, forse inaspettato dai più. Fini ha rivolto una domanda precisa ai seimila delegati presenti al padiglione 8: «Siamo proprio sicuri, amici del Pdl, che il ddl sul testamento biologico approvato al Senato sia davvero ispirato alla laicità? Perché una legge che impone un precetto è più da Stato etico che da Stato laico», ha detto il presidente della Camera, invitando il Pdl a discuterne e affermando che per le istituzioni «è un obbligo essere laiche».Fini ha poi parlato della Costituzione, scandendo che «la seconda parte si deve cambiare». Se questo non accade, ha aggiunto, non può essere completata la transizione e l'Italia, che qualcuno ha paragonato a una «crisalide», «non potrà mai passare da crisalide a farfalla». Sul referendum, Fini ha invitato il Pdl al dibattito e, riprendendo l'auspicio di Silvio Berlusconi per un sistema bipartitico, ha affermato che proprio il referendum consente una «accelerazione verso quel sistema».

ROMA - Gianfranco Fini va all’attacco del disegno di legge sul testamento biologico appena approvato dal Senato, scuotendo il Pdl al suo secondo giorno di congresso fondativo. «Siamo proprio sicuri scandisce di fronte alla platea dei delegati - amici del Pdl, che il ddl sul testamento biologico sia davvero ispirato alla laicità? Perchè una legge che impone un precetto è più da Stato etico che da Stato laico. So che questo è un tema che fa discutere, so che sono stato e mi capiterà ancora di essere in minoranza. Ma dobbiamo abituarci a questo». Parole che piombano sul congresso e provocano divisioni che attraversano i ’vecchi’ partiti, Fi e An. Non manca chi, come Maurizio Lupi o Ignazio La Russa, sottolinea che una posizione che si discosti da quella della maggioranza rappresenta un fattore di arricchimento per una forza che nasce dalla fusione di due partiti, ma lo sbandamento è innegabile. Tanto più che da sinistra arriva immediato il plauso a quel passaggio del discorso del primo inquilino di Montecitorio. A rispondere a Fini, quindi, scende in campo proprio il suo omologo del Senato. «La laicità dello Stato - dice Renato Schifani dallo stesso palco qualche ora dopo - non si trasformi mai in omissione di responsabilità. Abbiamo colmato un vuoto normativo». E la storia sarebbe finita lì se a fianco di Fini non si schierassero notabili del Pdl del calibro del ministro Renato Brunetta e se dall’altra parte non si registrasse l’agitazione dell’ala cattolica, da Gianfranco Rotondi a Roberto Formigoni. «L’intervento di Fini - dice il titolare della Funzione Pubblica - è stato quello di un grande modernizzatore e laico». E dall’altro lato il sindaco di Roma Gianni Alemanno, (ex) An, puntualizza: «Io mi ritrovo nel testo uscito dal Senato».


il Domani Domenica 29 Marzo 2009 9

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Arriva l’aranciata fatta senza arance ROMA - Rischiano di arrivare presto sul mercato bibite all’arancia che in realtà non contengono arancia. La novità, afferma Coldiretti, è prevista dal progetto di legge Ue che taglia l’obbligo del contenuto minimo del 12% di succo previsto finora per queste bevande. Il via libera alle bevande al gusto di arancia senza arance è, per Coldiretti, un inganno per i consumatori e un danno alle produzioni italiane.

Body art, trucco e vestiti all’ultima moda al Festival della bellezza in Siberia I giovani designer russi si danno battaglia a colpi di novità a Krasnoyarsk

Vale duemila euro il Diabolik n.1 MILANO - Entra nel vivo a Fieramilanocity il salone del fumetto Cartoomics. Numerosi le curiosità e i pezzi rari proposti dai circa 200 espositori. Tra quelli più costosi ci sono alcuni acquarelli e tavole originali di Hugo Pratt, in vendita a oltre 7.000 euro. Viaggia sui 2.000 euro, invece, il primo numero di Diabolik mentre l’albo ’L’alba dei morti viventi’ con cui Dylan Dog esordì nel 1986 si trova anche a 200 euro.

Un italiano reinventa il Museo del Prado MADRID - È un italiano l’uomo che sta reinventando El Prado di Madrid, uno dei più celebri musei del mondo: lo rileva il quotidiano El Pais, che dedica una intera pagina a Gabriele Finaldi, 43 anni, direttore aggiunto del museo e responsabile dell’attuale riordino e ampliamento della collezione. «Poche cose nella vita del museo del Prado sfuggono al controllo del suo direttore aggiunto», scrive il quotidiano spagnolo.

Si finge colonnello per non pagare l’hotel MILANO - Per non pagare il conto di un hotel di Arma di Taggia, in provincia di Imperia, un albanese ha tentato di convincere i carabinieri di essere «un colonnello della Dia sotto copertura». Ma i militari della cittadina ligure hanno solo finto di credergli, per poi denunciarlo.

Rapinava solo donne In manette a Napoli NAPOLI - Rapinava solo donne approfittando del buio nella zona dei parcheggi al centro direzionale, zona di uffici, a Napoli. I poliziotti hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Carmine Fusco, 20 anni, incensurato, con l’accusa di rapina continuata. Gli agenti lo hanno bloccato nella zona dei parcheggi in possesso di un coltello.

IRKUTSK - Una donna siberiana di 27 anni ha colpito a morte con una mannaia un’amica, ha cucinato parte del suo corpo e lo ha mangiato sotto gli occhi del proprio figlio di appena sette anni. Il fatto, scrive The Sun, è avvenuto a Irkutsk, in Siberia. Olesya Mostovschikova ha raccontato alla polizia di aver attaccato l’amica Tatiana Romanchuk, 32 anni, dopo un litigio mentre era sotto l’effetto di una sbornia. Olesya ha poi descritto a sangue freddo il delitto: «L’ho colpita diverse volte sulla testa con la mannaia. Poi le ho tagliato le orecchie, le ho strappato un occhio, un braccio e una mano e ho cucinato queste parti nel forno». Un’altra amica, indicata come testimone, ha detto di essere stata forzata a mangiare l’incredibile pasto. Alcuni abitanti di Irkutsk hanno detto di aver trovato le gambe della vittima in un bidone della spazzatura.

Solo l’1% dei romani si sposta in bicicletta ROMA - L`1% dei romani utilizza la bicicletta come mezzo non occasionale per gli spostamenti in città, corrispondente a circa 11mila ciclisti abituali. La maggioranza preferisce l`auto (il 47%) o il trasporto pubblico (il 35% tra un 21% che va in autobus e il 14% che usa la metro), mentre il 13% si sposta in moto e il 4% generalmente a piedi. É questa la fotografia della mobilità nella Capitale secondo un sondaggio condotto da Ipr marketing.

Tenta una rapina e ferisce edicolante PISA - Ha tentato di rapinare un edicolante a due passi da piazza dei Miracoli e lo ha anche ferito colpendolo alla guancia con la lama di un paio di forbici, prima di fuggire mimetizzandosi tra le centinaia di turisti presenti nella zona, ma una volante della polizia lo ha rintracciato e arrestato trovandogli ancora addosso le forbici nascoste nel giubbotto. In manette è finito un albanese già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Fa a pezzi l’amica e la cucina in forno

Fuoco, salvata anziana svenuta per il fumo Una modella siberiana truccata come la pantera rosa

Tutte le forme dell’arte

KRASNOYARSK - La Siberia, in questi giorni, ospita giovani stilisti e designer russi protagonisti del Festival della bellezza. Parrucchieri, truccatori e creativi di body art si sfidano nella manifestazione annuale. Ovviamente ad attirare l’attenzione dei curiosi è l’arte della pittura sul corpo. La body art si è diffusa negli Stati Uniti e in Europa a partire dal 1968. Il principio ispiratore di questa corrente era l’uso del corpo come massima espressione per la creazione di rappresentazio-

Nessun 6 né 5+

Maltratta i genitori Non gli davano soldi CANOSA DI PUGLIA (BARI) - Per mesi avrebbe maltrattato genitori e fratelli, pretendendo denaro per recarsi in discoteca o comunque trascorrere la serata con gli amici. È il motivo per il quale un giovane di 19 anni di Canosa di Puglia è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di estorsione, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, ingiurie, minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Scavano e portano via reperti e monete antiche ENNA - Agenti del corpo Forestale del nucleo provinciale di Enna hanno arrestato tre persone accusate di aver scavato in territorio di Capo d’Arso. Lo scavo è stato fatto nella riserva naturale dell’Imera, a Paternò. I tre sono stati scoperti in pieno giorno dopo aver effettuato uno scavo nella zona archeologica portando via monete antiche, punte di lancia, frammenti di una collana e altri ornamenti antichi. Gli agenti della Forestale hanno anche sequestrato un metal detector e attrezzi utilizzati per lo scavo.

ni artistiche. Secondo molti artisti che seguirono questo movimento il corpo riusciva a essere molto più espressivo di tutte le tecniche possibili, anzi, il corpo da solo doveva essere in grado di esternare il mondo interiore, le angosce, i dolori, i problemi di coloro che lo mostravano. In tempi più recenti, il corpo è diventato territorio di sperimentazioni: impianti, protesi, simbiosi fra corpo e nuove tecnologie, realtà virtuale. Anche in questo campo la body art ha sperimentato molto.

Estrazioni del 28/03/2009 BARI

77

51

56

5

11

CAGLIARI

55

34

73

64

45

FIRENZE

61

86

75

48

70

GENOVA

74

4

27

69

24

MILANO

1

18

73

8

33

NAPOLI

72

6

43

28

70

PALERMO

10

12

30

23

87

ROMA

55

88

52

65

47

TORINO

16

22

21

57

38

VENEZIA

30

76

48

40

60

NAZIONALE

75

14

67

2

50

Jolly

Super Star

61

72

77

30

75

1

10

55

ANSA-CENTIMETRI

Superenalotto: ai 5 (11) 63.058,20 euro. Ai 4 (2160) 321,12 euro. Ai 3 (86.381) 16,06 euro. Superstar Ai 4 (10) 32.112 euro Ai 3 (405) 1.606 euro. Ai 2 (5.827) 100,00 euro. Agli 1 (34.637) 10,00 euro. Agli 0 (72.664) 5,00 euro.

VILLAFRANCA (MASSA CARRARA) Una donna di 87 anni è stata salvata dai vigili del fuoco che l’hanno trovata svenuta nella sua casa, a Villafranca, a causa del fumo provocato da un incendio che si è sviluppato presumibilmente a causa di un corto circuito. L’anziana è stata portata all’ospedale di Pontremoli. Il fuoco si sarebbe sprigionato dal frigo, l’altra sera alle 22, secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco di Massa intervenuti per spegnere l’incendio. In poco tempo, l’appartamento all’ultimo piano di un edificio di tre piani è stato invaso dal fumo. L’intervento immediato dei pompieri ha consentito di trarre in salvo la donna che era priva di sensi.

Riceve maxi prestito senza chiederlo REGGELLO - Un sessantenne di Reggello si è ritrovato titolare di un finanziamento, mai richiesto, di 320 mila euro, per l’acquisto di una potente e costosa auto, una Mercedes Slr McLaren del 2005 di cui, probabilmente, non conosceva neppure l’esistenza. L’anziano si è accorto del raggiro nei giorni scorsi quando ha ricevuto una lettera da un importante istituto bancario. Il costo è di poco superiore ai 513 mila euro.

Fa salire due trans Derubato anziano PRATO - Un anziano di Prato è stato rapinato da due trans brasiliani che aveva fatto salire in auto, forse per appartarsi con loro. L’uomo ha dato immediatamente l’allarme e i due, di 31 e 36 anni, sono stati arrestati dai carabinieri. L’anziano avrebbe contattato i due e li ha fatti salire in auto per poi dirigersi verso un’altra zona della città, poi ci ha ripensato e ha chiesto ai due di scendere dall’auto. Ne è scaturita una discussione e una piccola colluttazione, e uno dei due brasiliani lo ha rapinato.


10 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

IL PERSONAGGIO

Librandi, il suo vino è nella storia di Cirò La sua azienda vinicola esporta in tutto il mondo 2008 di ottenere il prestigioso premio di “Miglior vignaiolo” per aver condotto insieme al fratello Antonio un’importante operazione di recupero di vitigni autoctoni calabresi a rischio di estinzione, organizzando in collaborazione con università e altri centri scientifici un’approfondita ricerca. Tutto questo lavoro ha contribuito a dare continuità anche a una storia che ha visto la Calabria, sin dai tempi dei Greci, e in particolare la Calabria orientale, al centro di una grande tradizione legata alla produzione del vino. Questa terra, infatti, anticamente era chiamata Enotria Tellus, ovvero terra del vino, e i vini di Cremissa (vecchio nome di Cirò), raggiunsero presto una grande validità commerciale e la loro notorietà era tale da vederli offrire persino agli atleti che tornavano vittoriosi dalle Olimpiadi. Il grande atleta Milone di Crotone, uno dei più famosi dell’antichità, si dice che nella sua dieta giornaliera includeva generose libagioni del vino di questa regione. Proprio per riportare in auge la gloriosa tradizione di una delle civiltà antiche che maggiormente ha contribuito a gettare le basi culturali, artistiche e filosofiche

di Alessandro Caruso ROMA – La produzione di vino in Calabria è una prerogativa di poche aziende vinicole, ma tutte di grande valore sotto i molti aspetti che qualificano un prodotto vinicolo di buon livello. Tra le aziende vinicole più conosciute in Calabria sicuramente quella dei Librandi è una delle più rinomate in tutto il Paese e anche al di fuori dei confini nazionali. L’azienda Librandi ha sede in Cirò ed è la principale produttrice del vino che prende il nome da questa bellissima località, situata sulla costa Ionica, posta in prossimità di Punta Alice, promontorio sud del Golfo di Taranto. Questa zona è particolarmente vocata per la coltivazione della vite, grazie alla naturale predisposizione del terreno e per la posizione geografica, a poca distanza dal mare e con le montagne della Sila alle spalle. Questa esposizione, infatti, garantisce un’ottima escursione termica tra il giorno e la notte. I Librandi hanno saputo intelligentemente sfruttare tutte queste qualità e sono riusciti a trasferire nel vino tutto il patrimonio naturale di questa fantastica zona. Sono produttori vinicoli da ben quat-

Le suggestive distese di viti che ricoprono i possedimenti dei Librandi accolgono otto diversi vitigni, tra cui il Gaglioppo, conosciuto anche come il Principe Nero rappresenta di certo la gloria delle terre cirotane tro generazioni. Ma è dagli anni Cinquanta che è iniziata la vera e propria attività di imbottigliamento. Antonio e Nicodemo Librandi sono i manager di questa importante realtà vinicola da ormai molti anni. Nicodemo dopo la laurea in matematica presso l’Università La Sapienza di Roma e una lunga attività d’insegnamento svolta dal 1971 al 1988, nel 1989 ha deci-

so di abbandonare la carriera di insegnante per affiancare il fratello Antonio Cataldo nella gestione dell’azienda vitivinicola di famiglia. Gli obiettivi costanti dei Librandi in questi anni sono stati molteplici: dalla valorizzazione delle enormi potenzialità, sfruttate solo parzialmente, del patrimonio ampelografico calabrese, anche attraverso il recupero di varietà autoctone restituite a nuova vita, alla ricerca di zone a forte vocazione dove introdurre la coltura della vite, l’applicazione dei risultati di un costante lavoro di ricerca e la sperimentazione, condotta con l’ausilio di alcuni tra i più importanti esperti in campo nazionale ed internazionale. Su tutti spicca la collaborazione tecnica di Donato Lanati, professore di tecnologia alle università di Torino e Firenze. Grazie a tutti questi ingredienti la notevole crescita del fatturato, anno dopo anno, la conquista di sempre nuovi mercati,

l’affermazione sempre più salda del marchio aziendale, in Italia e all’estero, prestigiosi riconoscimenti da parte dei maggiori opinion leader e delle più qualificate testate e guide enologiche internazionali, sono state la migliore testimonianza della validità delle scelte compiute e di un impegno costante nel segno della qualità senza compromessi. Le suggestive distese di viti che ricoprono i possedimenti dell’azienda Librandi accolgono attualmente otto diversi vitigni. Tra questi il Gaglioppo, conosciuto anche come il “Principe Nero”, rappresenta senz’altro la gloria delle terre cirotane. Questa straordinaria esperienza dei Librandi, divenuta un patrimonio di tutta la Calabria, ha avuto inizio dai vigneti di famiglia e dalla selezione dei vitigni migliori già esistenti e con successivi reimpianti effettuati seguendo rigorosamente i canoni della viticoltura locale. Così ha avuto inizio il cammino paralle-

lo della ricerca della qualità attraverso la sperimentazione e del successo commerciale dei prodotti della cantina. La fase successiva, e probabilmente quella più innovativa, che ha arricchito il marchio Librandi sotto il profilo qualitativo è stata quella in cui l’azienda si è cimentata con l’introduzione di vitigni inediti per la Calabria come Cabernet, Chardonnay, Sauvignon, dai quali si sono ottenuti vini di risonanza mondiale. Tra questi il più famoso è il Gravello, un uvaggio di Gaglioppo e di circa un terzo di Cabernet Sauvignon, che ha ottenuto vari premi e riconoscimenti anche all’estero. La sperimentazione costituisce, probabilmente, la principale peculiarità dei Librandi. L’esperienza e la passione per questa attività antica e di grande valore culturale hanno fatto il resto. Questa continua ricerca della qualità ha consentito a Nicodemo Librandi nel giugno del

Nicodemo Librandi ha ricevuto nel giugno 2008 il premio di Miglior vignaiolo grazie alla continua sperimentazione e alla passione e all’esperienza che dedica, insieme al fratello, a questa attività antica e di grande valore culturale delle moderne società, il Cirò è stato prescelto come vino ufficiale e simbolo delle Olimpiadi di Città del Messico del 1968. Non pùò sorprendere quindi come quell’angolo di terra che si estende oltre lo Ionio e la pianura dell’Alice sino a confondersi nel territorio di Cremissa, possa conservare ancora oggi, e a pieno diritto, l’antico appellativo di “terra dei vini”.

Le terre cirotane offrono una gamma variegata di prodotti

Olio e grappa, gli altri prodotti dell’azienda ROMA – I Librandi non si sono fermati alla sola produzione di un ottimo vino. Hanno utilizzato le loro terre per dedicarsi anche alla produzione di olio e grappa. Il frantoio, situato in una nuovissima palazzina adiacente alla cantina e funzionante a pieno regime dalla campagna 2005, è equipaggiato con i più moderni accorgimenti tecnologici. È dotato di un impianto Alfa Laval a

ciclo continuo per la spremitura a freddo, produce a partire dallo stesso anno circa 200 hl di olio, stoccati in locali completamente climatizzati. L’olio Librandi extravergine d’oliva, è ottenuto dalla molitura di olive di Carolea, Frantoio, Tonda Strongolese e Leccino, provenienti esclusivamente dagli uliveti dell’azienda. La grappa Torre Brezia, invece, è ottenuta da vi-

nacce freschissime di Gaglioppo trattate con sapienza da un maestro distillatore messinese. Nel corso dell’anno 2005 l’azienda ha commercializzato circa 2.200.000 bottiglie di vino e 25.000 di olio con una distribuzione rivolta a ristoranti e locali specializzati e non solo in Italia, ma anche all’estero. A.C


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 11

APPROFONDIMENTI

Pto, 290mila euro di contributi fino a giugno Il bando di gara, pubblicato dalla Regione Calabria, è aperto a tutti i comuni calabresi di Ludovico Casaburi ROMA - Sono quasi trecentomila gli euro messi a disposizione dalla Regione per tutti i comuni calabresi riguardo ai Piani territoriali degli orari. I Comuni interessati hanno tempo fino al prossimo 20 giugno per presentare le domande relative alla predisposizione dei Pto e all’ottenimento degli eventuali contributi. Il bando di gara è stato approvato e pubblicato dalla Regione Calabria ai sensi dell’art. 28 della Legge 8 marzo 2000, n. 53, e dell’art. 35, comma 5, della Legge regionale n. 9/2007. «I principi di gestione e coordinamento della città», si legge nella premessa del bando, «tendono sia ad agevolare l’accesso della cittadinanza ai servizi della pubblica amministrazione e agli esercizi commerciali, sia ad incentivare l’uso del tempo per fini di solidarietà sociale». È proprio partendo da tali premesse che entra in gioco lo strumento del Pto, che si propone di conciliare al meglio il sistema di orari cittadini. E sempre lo strumento del Pto è uno dei più preziosi per quanto riguarda le cosiddette politiche family friendly, «dirette a riconciliare lavoro e vita familiare». La somma messa a disposizione dei Comuni ammonta a quasi 290.000 euro. Si possono presentare domande per il finanziamento di un solo progetto, il contributo massimo concedibile è di 50mila euro e «le spese per le quali di presenta domanda di contributo non possono essere oggetto di ulteriori agevolazioni di natura comunitaria, statale o regionale». Sono ammissibili le seguenti voci di spesa, purché strettamente finalizzate al conseguimento degli obiettivi del progetto e a condizione che ciascuna di esse non superi il

30 per cento della spesa complessiva: in primo luogo, sono permesse le «azioni di indagine, ricerca e studio finalizzate all’elaborazione del Pto, purché strettamente attinenti alla realtà territoriale oggetto dell’intervento»; quindi, «la

La somma a disposizione dei Comuni è di quasi 290mila euro. Si possono presentare domande per un solo progetto, il contributo massimo sarà di 50mila euro formazione del personale comunale coinvolto direttamente nella predisposizione dei piani; successivamente è ammessa la «organizzazione e gestione dei tavoli di partenariato, degli incontri e consultazioni dei soggetti o associazioni coinvolti

Il palazzo della Regione Calabria

nel progetto; ancora, la «progettazione e gestione di servizi informatici e acquisizione di software specifici per l’acquisizione, la gestione e l’elaborazione di dati su tempi e orari del territorio; le «prestazioni consulenziali e professionali per la stesura del piano; e in ultimo la «progettazione e realizzazione di azioni di informazione e comunicazione connesse alla redazione del piano e/o alla diffusione dei risultati nel frattempo raggiunti». Per ciò che concerne la graduatoria, si terrà conto in modo prioritario delle associazioni di Comuni; dei progetti presentati da Comuni «che abbiano attivato forme di coordinamento e cooperazione con altri enti locali per l’attuazione di specifici piani di armonizzazione degli orari dei servizi con vasti ba-

Lo strumento del Pto, che si propone di conciliare al meglio il sistema di orari cittadini è uno dei più preziosi per le cosiddette politiche «family friendly» cini di utenza»; dei progetti che «prevedano l’impegno di promuovere accordi con i soggetti pubblici e privati indicati quali componenti del Tavolo di concertazione di cui al comma 1 dell’articolo 25 della Legge 2000/53»; dei «progetti gender

sensitive, elaborati secondo il modello Vispo e finalizzati al miglioramento delle pari opportunità e della partecipazione di uomini e donne a uno sviluppo equilibrato». Il contributo sarà erogato in due fasi: la prima, pari a circa la metà del disponibile, successivamente all’accettazione della domanda; la restante parte alla conclusione del progetto, «e comunque dopo l’approvazione del Pto da parte del Consiglio comunale, previa approvazione della relazione tecnica finale e della relativa rendicontazione da parte della Regione delle spese sostenute». Per maggiori informazioni, il bando di gara completo e tutta la documentazione sono disponibili sul sito della Regione Calabria alla sezione dedicata a "Bandi e gare".

L’acquisto della Regione: ecco i 67 comuni a “banda larga”, la trasmissione dati più rapida

In Calabria adesso si naviga veloce di Ludovico Casaburi ROMA - Il dipartimento Presidenza della Regione ha sottoscritto una convenzione con la società Telespazio Spa (Fucino) per l’acquisto di servizi di connessione a banda larga tramite satellite al fine di colmare il “digital divide” che penalizza alcuni Comuni della Calabria in materia di collegamenti di telefonia per l’utilizzo di Internet. Il dipartimento, in relazione agli obiettivi programmatici previsti nell’ambito dei progetti di e-government, ha stipulato la convenzione con Telespazio che è risultata aggiudicataria di analoga convenzione con la Consip, società dello Stato preposta alla stipula di contratti pubblici di acquisto e fornitura di servizi. I Comuni interessati alla realizzazione della banda larga satellitare sono in totale sessantasette, di cui 15 della provincia di Catanzaro (Ama-

I Comuni interessati alla banda larga satellitare sono in totale sessantasette, di cui 15 della provincia di Catanzaro, 27 di Cosenza, 7 di Vibo Valentia e 17 di Reggio Calabria to, Andali, Argusto, Centrache, Jacurso, Magisano, Marcedusa, Martirano, Martirano Lombardo, Miglierina, Montauro, Motta Santa Lucia, Olivadi, San Floro, Torre di Ruggiero); 27 della provincia di Cosenza (Albidona, Alessandria del Carretto, Amendolara, Aprigliano, Belmonte Calabro, Buonvicino, Caloveto, Carpan-

zano, Castroregio, Civita, Cleto, Cropalati, Domanico, Firmo, Mandatoriccio, Montegiordano, Mottafollone, Orsomarso, Papasidero, Pedivigliano, Plataci, Rota Greca, San Lorenzo Bellizzi, San Pietro in Amantea, San Vincenzo La Costa, Scalacoeli, Serra d’Aiello); uno della provincia di Crotone (Umbriatico); 7 della provincia di Vibo Valentia (Dinami, Francavilla Angitola, Gerocarne, Pizzoni, San Nicola da Crissa, Vallelonga, Bazzano); 17 della provincia di Reggio Calabria (Bagaladi, Bova, Casignana, Ciminà, Pazzano, Roccaforte del Greco, Roghudi, Samo, San Procopio, Sant’Ilario dello Jonio, Staiti, Stignano, Reggio Arasì, Reggio Casale, Reggio Terreti, San Luca e Varapodio). Mediante questa iniziativa si intensifica sempre di più il rapporto tra Regione e autonomie locali nel settore delle iniziative ICT (Information and Communication

Technology) volte a modernizzare le amministrazioni locali al fine di erogare servizi più efficienti e più efficaci ed economicamente più vantaggiosi per i cittadini. Con la dizione «banda larga» ci si riferisce in generale alla trasmissione dati dove più dati sono inviati simultaneamente per aumentare l’effettiva velocità di trasmis-

sione. Nell’ambito della teoria dei segnali questo termine è usato per indicare i metodi che consentono a due o più segnali di condividere la stessa linea trasmissiva. Nella legislazione italiana ed europea manca una definizione ufficiale di banda larga. Tuttavia la commissione Europea usa il termine Banda larga in un’altra accezione: come sinonimo, cioè di connessione più veloce di quella assicurata da un normale modem. In questo senso la più tipica banda larga sarebbe quella assicurata dalla connessione a fibre ottiche. La diffusione della banda larga è considerata un fattore di crescita economica e occupazionale di un Paese. Una velocità minima di connessione è un requisito tecnico irrinunciabile per la diffusione di alcuni servizi quali: telelavoro, telemedicina, teleconferenza, videochiamata, oppure l’avvio di un’attività a distanza.


12 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Speciale

Saviano proposto come esempio dal responsabile della Dda emiliana Lo difende indirettamente anche dalle critiche del prefetto di Parma Una mano dalla Provincia per riparare le auto dei cc

Il monologo anti-mafia in Tv di Roberto Saviano, autore di “Gomorra”, che gli ha dato notorietà mondiale ma anche una vita blindata, ha suscitato parecchie reazioni. La Dda emiliana: “Una luce nel buio della lotta alla mafia”

VICENZA - La Provincia di Vicenza ’paga’ il meccanico a polizia di Stato e carabinieri, che, per mancanza di fondi, a volte non possono far riparare le auto. Non solo, le forze dell’ordine sono costrette anche a risparmiare sulla benzina. Il presidente della Provincia Attilio Schneck (Fi) ha firmato un contributo di spesa di 100mila euro. Il prefetto aveva chiesto già da tempo - dice Schneck - la possibilità di avere anche l’aiuto della Provincia per far fronte ai problemi economici. In realtà saranno ’solo’ 40mila euro, sui 100mila stanziati, i soldi che costituiranno il ’tesoretto’ destinato a migliorare e incrementare «la dotazione di beni e strumenti» di polizia, carabinieri e Guardia di Finanza. Gli altri 60mila euro serviranno invece per incrementare i servizi ordinari di ordine pubblico, in particolare quelli per il controllo del territorio. La precisazione arriva dalla Prefettura di Vicenza, alla quale la Provincia ha delegato il compito di suddividere la somma, che rientra nel Patto per la sicurezza sottoscritto nel 2007 dal prefetto Piero Mattei, dal presidente della Provincia Schnek, dal sindaco di Vicenza e dai primi cittadini dei 20 comuni più popolosi. Il prefetto dice anzi che quei 40 mila non saranno usati per pagare pezzi di ricambio e le riparazioni delle auto: «Non abbiamo problemi di questo genere, anzi, abbiamo un parco macchine nuovo. Nel 2006 sono state acquistate 15 auto con tre anni di assistenza garantita». A cosa serviranno allora? «Per alcuni sistemi fissi e mobili - spiega Mattei - e le dotazioni tecnologiche della polizia scientifica e giudiziaria».

Lamafiaèbuio,luiluce Articolo21 critica la denuncia di un giornale casertano

Il procuratore reggente di Bologna ha spezzato una lancia a favore di Saviano, intervenendo indirettamente anche sul caso Parma sollevato dallo scrittore

BOLOGNA - Roberto Saviano è «una delle poche luci positive in un enorme buco di omertà sulla criminalità organizzata che riguarda tutta la Nazione». Non solo: «È una delle stelle che brillano nel buio della lotta alle grandi organizzazioni criminali». Il procuratore reggente di Bologna, Silverio Piro, responsabile della Direzione distrettuale antimafia emiliana, ha risposto così a chi gli ha chiesto un commento sulle dichiarazioni dello scrittore che nello speciale tv di Che tempo che fa, mercoledì sera, ha nominato Parma tra le città del Nord dove ci sono infiltrazioni della camorra nell’edilizia. Affermazioni che venerdì avevano suscitato la replica del prefetto della città emiliana, Paolo Scarpis. «In questa provincia esiste sicuramente la criminalità organizzata, che è quella che viene messa in opera da più di due persone, ma non mi risultano indagini di nessun tipo che riguardino mafia, camorra e ’ndrangheta», aveva detto, bollando quelle di Saviano come «’sparate’ di una persona che sta a 800 chilometri di distanza». «Mafia vuol dire controllo del territorio - ha anche sottolineato Scarpis -, infiltrazioni negli organi che dovrebbero governarlo, questa è mafia, e non altro. Bisogna soppesare le parole quando si parla». Il responsabile della Dda emiliana Piro ieri non ha fatto mai riferimento a Scarpis, ma ha spiegato come «sia fin troppo evidente che Parma è stata ed è

interessata da organizzazioni camorriste». «La Dda di Bologna e quella di Napoli - ha concluso hanno indagini aperte di cui, ovviamente, non si può parlare. Ma dire che Parma è fuori è una assurdità». Scarpis non è stato l’unico a esprimere un commento non esattamente positivo su Saviano. Prima della sua comparsa in Tv da Fazio, anche il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia, pur ammettendo che lo scrittore napoletano aveva «dimostrato di essere bravo e intelligente», gli augurava di liberarsi dall’etichetta di «professionista anti-camorra». L’Associazione Articolo21 ha invece criticato la denuncia sporta contro Saviano da un giornale del Casertano. In seguito alla puntata di 'Che tempo che fa', i giornalisti del foglio locale campano avevano annunciato la volontà di denunciarlo, ritenendo «inammissibili» le sue accuse generalizzate sulla stampa locale al soldo della camorra. Articolo21, afferma Giuseppe Giulietti, «non solo è solidale con Saviano e con i tanti che non intendono piegare la testa; se e quando questo processo si farà, la nostra associazione metterà a disposizione i suoi legali e chiederà alle associazioni professionali e sindacali dei giornalisti di far sentire la loro solidarietà non solo a Saviano ma anche a tutti i cronisti locali - e ce ne sono tanti anche nel Casertano da Capacchione a Palmesano - che hanno tenuto ben altro atteggiamento».

Riconduce a un’organizzazione con base in Francia ed è inteso come mezzo di lotta alla repressione

Blog “rosso” per schedare i poliziotti

Un sito attacca la “polizia politica”

BOLOGNA - «La polizia politica basa la sua forza anche sul fatto che i suoi agenti, infiltrati, spie e collaboratori non sono conosciuti alle masse popolari. Farli conoscere è un modo pratico per rendere il loro sporco lavoro se non

impossibile, almeno difficile. Facciamo circola- primo luglio 2008, mentre era in corso l’udienre le loro foto e i loro dati». È l’appello che za preliminare per un’inchiesta per associaziorivolgono gli autori del blog ’Caccia allo Sbir- ne sovversiva con finalità di terrorismo a carico ro’, che si definisce ’Sito di denuncia dei servi di 12 attivisti dei Comitati di appoggio alla della borghesia’. Dentro, le foto di poliziotti resistenza per il comunismo, poi prosciolti. Le ripresi durante servizi di ordiimmagini del blog per gli inquine pubblico a Bologna, Milano, Per gli inquirenti renti è riconducibile al (nuovo) Bergamo e Napoli. L’invito è a ha chiara natura Partito comunista italiano, con contribuire ad «arricchire e “intimidatoria” base in Francia. La prassi del completare questo sito», invianmovimento antagonista di imLa Digos indaga do «nuove foto e dati corrisponmortalare poliziotti e giornalidenti» oppure a completare «le foto già messe sti durante le manifestazioni è nota da decenni. sul sito con i dati anagrafici, il ruolo, la zona La Digos ha consegnato un’informativa alla Prooperativa e l’indirizzo degli sbirri e dei loro cura di Bologna. Il procuratore reggente Silveservitori». Il corpo più consistente di foto sono rio Piro parla di «fatti di una gravità straordinarealizzate in occasione del presidio a Bologna il ria» visto il «carattere intimidatorio» del blog.


Pag. 13

CALABRIA il Domani

www.ildomani.it

Domenica 29 Marzo 2009

SANITA’ Bilanci chiusi in perdita e “abbelliti” nel sistema informativo ministeriale. L’Asp di Catanzaro: «La validazione dei risultati spettava alla Regione»

Quei dati che “abbagliavano” il Ministero Nel 2005 all’ex As 7 un buco per oltre 21 milioni che per Roma è di 13 milioni CATANZARO — Fuori, al ministero

della Salute, i conti di una sanità sottoposta a lifting abbellente mentre in “casa”, nelle deliberazioni di approvazione dei bilanci, il sottopelle di perdite più consistenti. Così, per l’ex As di Catanzaro succede che il risultato di esercizio per l’anno 2005 inserito nel sistema informativo del Ministero è rappresentato da un buco di 13 milioni 333 mila euro mentre da deliberazioni aziendali risulta una perdita per 21 milioni 280 mila euro: una maschera coprente per oltre 7 milioni di euro di deficit di cui i livelli ministeriali si sarebbero accorti solo ora, in occasione della ricostruzione (ancora in itinere) del debito, oltre due miliardi, che affossa la sanità. Altri esempi non mancano. Dal versante tirrenico, per la ex As 6 di Lamezia Terme, sempre per il 2005 succede che l’esercizio di bilancio approvato chiude con meno 14 milioni 433mila euro, ma anche in www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

questo caso il dato finale che compare al NSIS (il Nuovo sistema informativo sanitario) del ministero della Salute è pari a meno 8 milioni 682 mila euro. Le metafore ispirate alla chirurgia estetica non sono casuali. Perché la vicenda tira in ballo l’immagine della Calabria, la sua credibilità gestionale: non a caso in questi giorni da Roma sono piovuti rimproveri alla luce di una situazione di deficit difficile da ricostruire anche per la Kpmg: l’advisor inviato dal Governo, che tiene sempre pronta la carta del commissariamento. Non è nemmeno un caso che, con la sua “operazione verità”, il presidente della Regione, Agazio Loiero, invochi un struttura ispettiva che prevenga le anomalie del disavanzo della sanità, dei conti che non tornano e dei debiti fuori bilancio. La questione riguarda anche i rapporti con lo Stato e l’affidabilità della Calabria, che in sede di riparto del fondo sanitario nazionale ha ottenuto risorse finanziarie sulla base di una virtù gestionale che, pare, non sia appieno aderente alla realtà delle cose. Le discordanze tra dati contabili aziendali e dati trasmessi al Ministero sono solo un aspetto, per quanto notevole, del nodo contabile della sanità “a perdere” e da sottoporre ad un piano di rientro a tutto campo. L’aspetto in questione è stato evidenziato dall’Assessorato regionale alla Sanità (Dipartimento Tutela della salute) alle aziende sanitarie e ospedaliere della Calabria per gli anni da 2001 al 2006. E infatti la Regione, per via dell’Assessorato, ha aperto una sorta di caccia alle responsabilità, “anche eventualmente da parte degli operatori abilitati all’inserimento dei

seriti nel Nsis sono trasmessi anche al Dipartimento della sanità, che a sua volta, tramite password, può accedere al sistema informativo. Ma veniamo alla ricostruzione fatta dall’Azienda per l’esercizio 2005 della ex As 7 di Catanzaro. Il modello del conto economico consuntivo inviato al sistema informativo da personale addetto (“che ha acquisito la ricevuta” dei modelli trasmessi) corrisponde - secondo quanto l’azienda scrive all’Assessorato - al consuntivo approvato con deliberazione del 4 ottobre 2006 e che ha riportato una perdita di (meno) 20 milioni 626 mila euro. Più tardi, con deliberazione del gennaio 2007, il bilancio d’esercizio del 2005 è stato riformulato: perdita di esercizio per 21 milioni 705 mila euro. E qui arriviamo al dunque. Logica vorrebbe che quella perdita la si ritrovi incamerata nel sistema informativo del Ministero. E invece no. Perché agli occhi di Roma la perdita d’esercizio per l’anno 2005 è stata di 13 milioni 333 mila euro. La domanda nasce spontanea. Chi ha provveduto al lifting? L’Azienda, con la sua nota, risponde così: “Non si ha contezza di chi abbia provveduto alle rettifiche del modello stesso sul Nsis in considerazione che l’importo di euro 13.333 mila non risulta (e qui la frase è rimarcata in neretto, ndr) da nessuna deliberazione dell’Azienda”. Il ragionamento sembra più o meno questo: come può l’Azienda rendersi artefice di una tale operazione estetica se poi le carte dicono altro e se quelle stesse carte potrebbero da un giorno all’altro inchiodarla al palo? Di più: “In ogni caso... la modifica dei dati precedentemente inseriti nel Nsis non può essere effettuato

dall’Azienda senza l’accordo con il settore gestione Fsr (Fondo sanitario regionale, ndr) del Dipartimento tutela della Salute della Regione Calabria” perché “un autonomo inserimento verrebbe a squadrare il modello riepilogativo regionale” riferito alla situazione contabile che la Regione ha sottomano. Morale della favola: il Dipartimento scrive alle aziende sanitarie e ospedaliere chiedendo l’individuazione di eventuali responsabili di manomissione mentre l’Azienda sanitaria di Catanzaro muove delle osservazioni su potenziali responsabilità in capo alla Regione. Alla fine, di fronte a questo gioco delle responsabilità una cosa è certa: il quadro contabile delle aziende mostrato al Ministero è stato alterato rispetto alla sua originaria fisionomia, e questo, specie in tempi di federalismo imperante, non giova alla Calabria. A questo punto non è da escludere l’intervento diretto di Roma. Del resto è la stessa Azienda sanitaria di Catanzaro che lancia l’invito: “... Sarebbe opportuno che il Dipartimento provveda a richiedere al Ministero di risalire alla password di accesso, con la quale sono state apportate le modifiche al modello Ce (del conto economico, ndr), ed al relativo utente della password stessa”. L’“operazione verità” da parte del Governo centrale è dunque una ipotesi da non escludere; l’altra ipotesi è la discesa in campo della struttura ispettiva auspicata da Loiero, una struttura che però dovrà essere animata dalla terzietà, affinché i controllori non siano i controllati.

Benedetto XVI ha ricevuto in Vaticano oltre cinquecento visitatori giunti dalla Calabria

sessore Maiolo che la dirigenza regionale competente in materia, torneranno nella Capitale per lottare, insieme alle rappresentanze delle altre Regioni e Province autonome, affinché non sia vanificato il percorso di crescita del servizio civile avviato nei vari territori. E soprattutto per far sì che a subire i tagli della finanza centrale, non sia ancora una volta un progetto di sviluppo della cittadinanza attiva.

L’assessorato alla Sanità

dati”. Ma - stando alla lettera di risposta che la direzione dell’Asp di Catanzaro (nata dall’accorpamento delle aziende numero 6 e numero 7) offre al Dipartimento - non è detto che responsabilità si annidino per forza in seno alle aziende. Nella missiva, la Direzione aziendale parte da una premessa: “Corre l’obbligo di sottolineare che in ordine ai bilanci di che trattasi non è stato mosso alcun rilievo, in merito alla problematica emersa nella nota che si riscontra, da parte della Regione Calabria, deputata al controllo di legittimità sul bilancio di esercizio ai sensi della legge 43/1996 e contemporaneamente alla validazione dei dati sul sistema informativo”. Insomma, se qualcuno per una ragione qualsiasi ha reso i dati più “gradevoli” di quanto non fossero sotto la maschera, la Regione, secondo l’Asp, era comunque chiamata a saperlo. Del resto, i dati in-

Servizio civile, volontari dal Papa CATANZARO — Nell’ambito dei fe-

steggiamenti dell’ottavo anniversario dell’istituzione del Servizio civile, il Santo Padre ha incontrato stamani nell'Aula Paolo VI del Vaticano i volontari del Servizio civile nazionale, i rappresentanti degli enti, i responsabili dei progetti, gli operatori e tutti coloro che seguono i giovani nell'esperienza di Servizio civile. La Calabria ha partecipato all’ evento con una rappresentanza di oltre 500 persone tra operatori e giovani volontari impegnati nei progetti e partiti alla volta di Roma grazie anche al contributo alle spese di viaggio concesso dalla Regione. I giovani - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale hanno vissuto questa giornata memorabile di festa con grande entusiamo e partecipazione, consapevoli dell’importanza del ruolo che svolgono nella società, testimoniando il valore di una scelta indirizzata verso una profonda utilità sociale, che punti a una una realtà più giusta, coesa e solidale. A guidare la rappresentanza calabrese è stato l’assessore regionale alle Politiche del Lavoro Mario Maiolo che ha partecipato, tra l’altro, rito del “baciamano” del Santo Padre Benedetto XVI Nato nel 2001 dall’esperienza del-

l’obiezione di coscienza e ispirato ai principi costituzionali della solidarietà sociale e della cooperazione, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona e alla educazione alla pace fra i popoli - tema cruciale ribadito oggi da Benedetto XVI nel suo discorso, nel corso degli anni il Servizio civile si è sviluppato e diffuso su tutto il territorio nazionale fino a rappresentare una insostituibile opportunità di crescita e di ingresso nella vita sociale per migliaia di giovani tra i 18 ed i 28 anni: basti pensare che dai circa 181 volontari totali del 2001 si è passati ai 40mila del 2008, per un totale complessivo di circa 200mila volontari nel corso di questi 8 anni. Pochi anni di attività - prosegue la nota - ci consegnano un Servizio civile regionale costituito al momento da 303 enti (tra cui 3 di prima classe), raddoppiati rispetto a quelli dell’anno scorso, 945 volontari avviati nel 2007 e 692 nel 2008. Un brusco stop, però - è detto ancora nel comunicato -, potrebbero ricevere sia i piani di miglioramento messi in cantiere dalla Regione, sia le aspettative degli enti e dei giovani. Purtroppo, anche il Servizio civile nazionale rischia di subire dei tagli finanziari notevoli. Infatti, oltre che

sul numero di volontari da avviare per il 2009, nei piani del Governo c’è la volontà di tagliare le rimesse alle Regioni per le spese di gestione delle competenze trasferite. Nei prossimi giorni, quindi, sia l’as-

Francesco Ciampa


14 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA La nomina a coordinatore del Pdl facilita la corsa del sindaco per le regionali. Qualcuno tra gli azzurri remava contro

Scopelliti, l’ultima sconfitta di Forza Italia Frange berlusconiane spingevano per Traversa, la cui mente è lontana dal voto 2010 COSENZA — Addio Forza Italia, la famiglia s’allarga e s’impasta. Tutto è sciolto in una pentola nuova ormai, con partita iva vergine nella carta intestata e nuovi compagni di banco ma gli azzurri di Calabria hanno trovato il tempo di incassare lo stesso l’ultima sconfitta. A tempo scaduto, magari. Ma è arrivata comunque almeno per una bella fetta degli ormai ex gendarmi forzisti di casa nostra. In extremis e prima del dissolvimento collettivo s’è tentata un’ultima manovra di potere sottobanco, giusto per ammorbidire il già pesante declassamento di rapporti di forza con quelli di An. Preso atto infatti che nelle mani del partito di Fini sarebbe andata la prima gestione del nuovo Pdl calabrese una cordata di azzurri ha tentato almeno di sceglierselo, il condottiero. Di selezionarsi quello che in prospettiva in qualche modo avrebbe potuto rispondere a “vecchie” esigenze. E così a pochi chilometri dalla Fiera di Roma, culla nazionale del nascituro Pdl, l’ossatura anchilosata del potere azzurro di Calabria ha tentato

di spostare su Michele Traversa le attenzioni per la nomination di primo coordinatore del Pdl regionale. Obiettivo, manco a dirlo, eclissare quel tanto che basta l’ascesa di Peppe Scopelliti il sindaco d’Italia, ritenuto da tutti e ben prima del congresso di Roma il candidato in pectore per il ruolo guida del partito calabrese. S’è tentato di tutto, pur di riuscirci. Perfino di trasformare la “vittoria” di Reggio, grazie a Scopelliti centro di smistamento di finanziamenti supplementari da parte del governo, in un punto a sfavore nell’ascesa carrieristica del sindaco. Di questi tempi e con l’aria che tira dirottare sullo Stretto fondi imprevisti equivale a un lusso concesso solo a pochi eppure, la “cordata” dell’ultima ora, ha provato lo stesso a ribaltare il tavolo. Ma invano. C’ha pensato infatti e in pochi minuti lo stesso Berlusconi a sciogliere le nebbie mediatiche tipiche delle nostre parti proclamando di fatto Scopelliti coordinatore regionale del Pdl calabrese. Ma il dato rimane comunque e non è da sottovalutare. Non po-

tendo gareggiare “in proprio” per la poltrona di leader del Pdl buona parte di Forza Italia ha tentato di convincere il gotha del partito nuovo che Michele Traversa era l’uomo giusto per tutti, ovviamente soprattutto per loro. Doppia la finalità della manovra dal colore anche torbido. Spostare su Traversa il coordinamento così da rendere più complesso il passaggio successivo, quello più atteso e che ha a che fare con la candidatura per la presidenza della Regione 2010. Impedire con ogni mezzo la scontata nomination di Peppe Scopelliti pure per quella sedia. Già, l’obiettivo quello rimane. Con Traversa a coordinare non sarebbe diventato un passaggio scontato passare il testimone al vecchio compagno di partito e sindaco di Reggio per la poltrona del dopo Loiero anche perché, e questo è un dato riconosciuto da tutti, mancano pochi mesi alla campagna elettorale per la Regione ed è del tutto evidente che chi coordina l’inizio della vita di partito si trova poi più avvantaggiato se deve esporsi per la candidatura a presidente. E

Traversa, anche questo lo sanno tutti lui per primo, ha per il momento altri obiettivi anche geograficamente più circoscritti per il futuro, a cominciare dalla “sua” Catanzaro che grazie al suo appoggio è stata tre anni fa consegnata nelle mani di Rosario Olivo. È stato del resto lo stesso Traversa, tra i più abili e compassati in circolazione, a togliersi dal trappolone e a fotografare la nomina di Scopelliti a coordinatore come la migliore scelta possibile che il Pdl nazionale potesse fare. Non venendo meno ad un assunto che oramai non è necessario usare più, dato che Forza Italia e An non ci sono, ma che è sempre utile tenere a mente lo stesso. In Calabria il partito di Fini, pur strattonato da interne correnti mai negate, quando è servito ha fatto squadra e l’ha saputa fare. Gli azzurri sono andati per contee invece, quando è andata bene. Quando è andata male, per bande. E i risultati oggi si vedono.

CATANZARO — L’ex parlamentare del Pd Marilina Intrieri ha annunciato le sue dimissioni “da membro della direzione nazionale del Pd e da iscritta del partito”. «Sin dalla nascita del Pd - ha scritto in una lettera al segretario, ai componenti la Direzione nazionale e ai parlamentari del Pd - siamo incorsi in una serie di errori che hanno pregiudicato, a mio parere, in modo irreversibile, la costruzione di quel “partito nuovo per un secolo nuovo” che si ponesse con grande forza nello scenario del Paese, che da 15 anni è andato, via via, mutando». «Forse - ha sostenuto la Intrieri avrei dovuto farlo prima, quando Ciriaco De Mita fu lasciato andare, inascoltato, da una direzione silenziosa, svolta frettolosamente, con un gruppo dirigente quasi infastidito, impegnato in una conta di divisione degli spazi per le candidature. Già, le candidature. Io, unica donna a prima legislatura a non essere stata ricandidata nel 2008 con la ridicola motivazione del segretario regionale Minniti di non essere voluta dal gruppo dirigente del mio territorio, Crotone. Che scoperta. Parliamo di un gruppo dirigente, quello di Crotone, in gran parte da me accusato di aver candidato, nel 2006, e fatto amministrare in questi anni i familiari della più pericolosa ’ndrangheta locale, quella di Papanice. Eppu-

L’ex parlamentare rinuncia alla tessera dei Democratici. Sempre vive le critiche a Minniti

delle regole che dovrebbero essere certe e comuni; l'autonomo e solitario andare avanti del nuovo segretario, più coinvolto dalla nuova appassionante esperienza che dal rischio di un fallimento incombente, mi inducono a non proseguire». «Con la presente, pertanto - conclude Marilina Intrieri - rassegno le mie dimissioni da membro della direzione nazionale del Pd e da iscritta del partito. Chiudo con una riflessione di Simone Weil: “Occorre sempre essere disposti a cambiare di parte per seguire i valori di giustizia e libertà”».

La Intrieri chiude con una citazione: “Simone Weil diceva: occorre essere disposti a cambiare di parte per la giustizia e la libertà”

Giuseppe Scopelliti

Il gruppo azzurro voleva ammorbidire il declassamento dei rapporti di forza con gli uomini di Alleanza nazionale

La Intrieri lascia il Pd: «Io, sola contro la mafia» re loro sono sempre lì ed io... Ricordo il senso di vuoto in quella terribile direzione, in cui mi si negò la riconferma a parlamentare, mentre chiedevo di non essere lasciata sola, senza copertura istituzionale perché vittima in tre anni di tre minacce di morte per le mie chiare e forti battaglie antimafia». «E la 'ndrangheta, quella 'ndrangheta di Europaradiso e non solo - ha proseguito Intrieri - che da più giorni a Crotone, abbondantemente anticipava, gongolando, che non avrei più disturbato con le mie denunce (come si sbagliavano) gli sporchi affari di quel territorio ed il patto nefasto tra mafia, impresa e politica». «I fatti - ha sostenuto Marilina Intrieri - sono tutti lì; i processi si stanno svolgendo; il tempo mi ha dato ragione. Ma nessuno, dico nessuno, a livello nazionale, neanche dopo, ha ritenuto di valutare cosa realmente stesse accadendo in quella terra. No, no. Mi sento lontana, sempre più distante da un modo di procedere che non appartiene alla mia cultura politica, alla mia formazione culturale, alla mia provenienza familiare che, al Sud, è, innazitutto, lotta alla mafia ed alla sua volontà di sopraffazione sui più deboli, per garantire veramente i diritti a tutti. E poi un partito regionale, quello calabrese, completamente silente, con un’azione politica del tutto abdicata ai livelli istituzionali, nel quale non si è mai, dico mai, potuto discutere dei tanti importanti fatti che sono sotto gli occhi di tutti». A livello nazionale, secondo l’ex parlamentare, «l’aver negato, nel primo banco di prova (politiche

niente fino alle dimissioni del primo segretario del partito; la sua frettolosa sostituzione senza lo strumento delle primarie (principio cardine del Pd); l'assenza di una reale applicazione

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALI

Domenico Martelli

IIS “U.S. MARESCA” VIA DELLA STAZIONE 88100 CATANZARO

(Ansa).

UNIONE EUROPEA FONDO SOCIALE EUROPEO “INVESTIAMO NEL NOSTRO FUTURO”

AVVISO Marilina Intrieri

2008) il collegamento e, quindi, la vita a diverse formazioni politiche (eccezion fatta per Di Pietro), ci ha fatto rinunciare, a priori, ad una larga aggregazione per la vittoria; l’aver fatto finta di

“Sin dall’inizio siamo incorsi in una serie di errori che hanno pregiudicato in un modo irreversibile la costruzione di un partito nuovo per un secolo nuovo”

Il Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale per gli affari Generali ed Internazionali

Ha autorizzato Nell’ambito dei PON Fondi Strutturali 2007/2013 “AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO” Finanziati con il FESR, l’attuazione, per l’annualità 2008/09, del seguente progetto “AULA MULTIMEDIALE MULTIFUNZIONE IN RETE” CODICE PROG: B-2-FESR-2007-114 IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Prof. Gesualdo Campese)


16 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA Il corpo di un giovane di 25 anni, Fabrizio Greco, è stato rinvenuto ieri notte nel centro montano di Acri

Dato alle fiamme dopo una lite Due i fermati per il grave fatto di sangue, che ha visto la vittima arsa viva COSENZA — Il corpo di un giovane di 25 anni, Fabrizio Greco, è stato rinvenuto ieri notte nel centro di Acri, grosso centro della Presila Cosentina. Il giovane, celibe era molto conosciuto nella cittadina. Sul fatto indagano i carabinieri della stazione di Acri e della compagnia di Rende (Cs). Secondo una prima ricostruzione Fabrizio Greco 25 anni, sarebbe stato dato alle fiamme da un altro giovane al culmine di una lite scaturita per futili motivi in un pub. I due, probabilmente anche in seguito ad un abuso di bevande alcoliche, avrebbero proseguito fuori dal locale la lite e nella notte Greco, in un vicolo della cittadi-

na di Acri, è stato bruciato. Una persona è stata successivamente fermata, dai carabinieri, nell’ambito delle indagini. La ricostruzione dei fatti è ancora da completare e, secondo quanto si è appreso, un’altra persona sarebbe rimasta ferita, riportando delle ustioni su diverse parti del corpo, ed ora si trova ricoverata nell'ospedale di Acri. Sarebbe stato lo stesso aggressore di Fabrizio Greco, il giovane deceduto nella notte per gravi ustioni ad Acri (Cosenza), a chiamare il 118. Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri, l’aggressore di Greco, piantonato nell'ospedale di Acri, è stato anche interrogato, avrebbe gettato della

benzina addosso alla vittima, dandogli poi fuoco. Questo a seguito di una lite, scaturita dai fumi dell'alcol. I due pare avessero infatti bevuto. Nel gesto, lui stesso si sarebbe bruciato le braccia. Impaurito, ha subito chiamato i sanitari. Greco avrebbe iniziato una corsa folle, a piedi, avvolto dalle fiamme. Poi si sarebbe accasciato nella centralissima via Roma, esanime. Nel fatto, secondo quanto si starebbe chiarendo, sarebbe coinvolta, oltre all’aggressore e alla sua vittima, almeno un'altra persona. In serata è stata del tutto chiarita la vicenda. Due i fermati per il grave fatto di sangue, che ha visto la vittima arsa viva.

COSENZA — Il centro storico di Co-

COSENZA Urge mettere mano ad un consolidamento radicale, che sia in grado di determinare una inversione di tendenza

guente direzioni, indicate in delibera: rifacimento dei sottoservizi presenti nel sottosuolo, anche con interventi di consolidamento, con particolare attenzione alla raccolta delle acque piovane. Il cattivo smaltimento delle acque meteoriche è proprio una delle principali cause del degrado degli spazi pubblici e degli edifici nonché di indebolimento generale della struttura urbana; -consolidamento di edifici pubblici e privati per mitigare il rischio sismico e ridurre così la vulnerabilità dell'intero centro storico. La manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio dovrà interessare anche le finiture e le facciate degli edifici in particolare di quelli più prestigiosi; -miglioramento della percorribilità carrabile e pedonale interna anche ai fini della sicurezza, creando nuovi accessi ed idonei spazi per mezzi di soccorso e la protezione civile; -avviamento di opere urgenti di consolidamento suo versanti instabili delle zone collinari di Guarassano, Tenimento, Pancrazio, Vetere, Mussano, Venneri, Gramazio, Triglio, Borgo Partenope, Sant'Ippolito e Donnici; -miglioramento delle condizioni dei fiumi Crati e Busento anche per mezzo di interventi strutturali ed ambientali idonei a mitigare il rischio idraulico. Ancora, sono previste opere di consolidamento sismico, di conservazione e recupero su aree ed edifici specifici come il Convento dei Cappuccini, l’ex Convento di S. Agostino, il complesso monumentale di San Domenico. «Le azioni individuate - si sottolinea - si configurano quale programma unitario e generale di tutela dei caratteri salienti del patrimonio e dell'ambiente, propedeutico a qualunque piano di sviluppo sociale ed economico del Centro storico».

senza, uno dei più belli del Mezzogiorno, soffre di degrado edilizio ed ambientale. Ai danni del trascorrere del tempo si sono aggiunti quelli dell’ultima stagione invernale che ha inferto ferite profonde in diverse zone della città vecchia. Urge mettere mano ad un consolidamento radicale, che sia in grado di determinare una inversione di tendenza e che ponga il centro storico in sicurezza. La Giunta municipale ha deliberato di richiedere alla Regione «un finanziamento straordinario per il centro storico di 30 milioni di euro per la realizzazione a breve termine delle opere di salvaguardia del patrimonio edilizio e della struttura urbana a più alta criticità». Viene inoltre chiesto «un adeguato finanziamento pluriennale per la realizzazione del programma complessivo di tutela dei caratteri salienti del patrimonio e dell'ambiente per consentire all’Amministrazione comunale di perseguire l’obiettivo di restituire al Centro storico funzionalità ed importanza». Il provvedimento è stato illustrato stamani alla stampa dal Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Franco Ambrogio e dal Sindaco Salvatore Perugini. «E’ importante evidenziare - ha detto Ambrogio - che la delibera approvata ieri non è incentrata genericamente sulla valorizzazione del centro storico, ma prevede interventi specifici, individuati dal Settore Lavori pubblici, nel centro storico e nelle aree collinari. Il maltempo ha inferto nuove ferite provocando frane, smottamenti, danni ad edifici. Per i casi più urgenti siamo già intervenuti. Ma questi eventi hanno fatto riemergere una situazione di fondo, che ci impone di operare affinché il centro storico di

Trenta milioni per il centro storico Cosenza non subisca danni di carattere irreversibile. Chiediamo perciò l'aiuto della Regione per una cifra abbastanza cospicua ma neppure impossibile, 30 milioni di euro, per iniziare interventi radicali. Il Presidente Loiero ha annunciato che ci saranno 1.200 milioni di euro per il consolidamento del territorio calabrese. Contiamo, dunque, di poter ottenere i finanziamenti che sono necessari per salvaguardare uno dei centri storici più belli del Mezzogior-

no. Non ci potrà essere futuro per il centro storico di Cosenza - ha detto il Sindaco Salvatore Perugini - se non si porrà mano ad opere di bonifica integrale. La Regione ha già dimostrato molta sensibilità nel rapporto con le istituzioni. Ci aspettiamo che sia pronta ad accogliere la nostra richiesta, che non è di maquillage, ma va alla radice e costituisce un investimento per tutta la Calabria». Gli interventi previsti ricomprendono la zona del centro storico e delle colline

che - è stato ancora sottolineato dal Sindaco - costituiscono il 67% del terreno comunale. Operare in tal senso significa creare sinergia con gli altri progetti che abbiamo già varato e creare le condizioni per una rinascita vera del centro storico. I tecnici del Settore Lavori Pubblici hanno analizzato le problematiche infrastrutturali ed edilizio ed avviato la progettazione delle opere da realizzare a breve e medio termine. In particolare, si dovrà intervenire nelle se-

COSENZA Convegno promosso nell’ambito del VII Congresso Provinciale del sindacato Sap

Sicurezza, territorio, analisi, prospettive COSENZA — «La sicurezza non è una questione né di de-

stra, né di centro e né di sinistra, ma un problema di tutti. E come tale non può essere utilizzato propagandisticamente, trasmettendo solo spots come si fa con la Coca Cola». E’ quanto ha dichiarato il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio nel corso del suo intervento al convegno su “Sicurezza e territorio-Analisi e prospettive” promosso dal Sap (Sindacato Autonomo di Polizia) nell’ambito del VII Congresso Provinciale del sindacato. «Fino ad oggi - ha aggiunto Oliverio - il Governo di centrodestra ha fatto solo annunci e promesse mai mantenute Aveva annunciato i poliziotti di quartiere, ma non si sono visti. Aveva parlato di 30 mila soldati che avrebbero dovuto presidiare le città, ma di essi non si è vista neanche l’ombra. Il problema della sicurezza non si risolve tagliando 3,5 miliardi di euro, togliendo un miliardo di euro alle forze dell’ordine e affidando la soluzione del problema ai privati e alle ronde padane. Così si crea solo la giungla e si instaura la legge del più forte. Deve essere lo Stato a vigilare sulla sicurezza dei i suoi cittadini e ad as-

sicurare la loro protezione. Per questo abbiamo chiesto e continuiamo a chiedere più fondi e mezzi da assegnare alle forze dell’ordine, a cui va il nostro plauso per i sacrifici che affrontano, rischiando quotidianamente la loro vita. Parlare di ronde significa solo ammettere che lo Stato ha abdicato alle proprie funzioni». «La Provincia di Cosenza, con le sue ristrette risorse - ha proseguito il Presidente della Provincia - anzichè fare proclami e annunci, ha mantenuto le promesse fatte ai cittadini e in questi anni si è dotata di un Corpo di Polizia Provinciale che ha dato un contributo notevole alle forze dell’ordine ben integrandosi con esse nei servizi sul territorio e svolgendo funzioni di polizia ambientale, ittico-venatoria, amministrativa, stradale, giudiziaria, demaniale e ausiliaria di pubblica sicurezza. Nei prossimi anni rafforzeremo ulteriormente il nostro Corpo. L’organico prevede 100 unità, un addetto per ogni 7500 abitanti. Attualmente il Corpo è costituito da solo 34 unità. Abbiamo già bandito un concorso per l’immediata assunzione di altri 25 agenti. Altri ne bandiremo per completare l’organico».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 17

CALABRIA BRANCALEONE L'uomo era appena uscito di casa e stava per salire sulla sua auto quando è stato avvicinato dai suoi killer

Ristoratore ucciso in un agguato Nonostante l’omicidio sia avvenuto in pieno centro, non ci sono testimoni BRANCALEONE — Il titolare di un ristorante di Brancaleone, nel reggino, Luciano Criseo di 50 anni, è stato ucciso ieri in un agguato. L'uomo era appena uscito di casa e stava per salire sulla sua auto quando è stato avvicinato da qualcuno (non è stato ancora accertato se una o più persone) che ha sparato diversi colpi d'arma da fuoco uccidendo Criseo all'istante. L'agguato è avvenuto in pieno centro, davanti al palazzo dove si trova il ristorante e dove Criseo abitava. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Criseo è stato ucciso con almeno quattro o cinque colpi di pistola calibro 380 auto che lo hanno raggiunto alla testa. L'agguato è scattato quando l'uomo, verso le 08.00, è uscito di casa. Appesa si è seduto nell'auto, una Toyota Yaris, una persona (forse due) si è avvicinata e da distanza ravvicinata ha sparato i colpi di pistola cen-

IN BREVE

trando la vittima. Nonostante l'omicidio sia avvenuto in pieno centro, non ci sono testimoni. Criseo, titolare del ristorante “Venezia”, secondo quanto si é appreso, era noto alle forze del-

l'ordine. I carabinieri del Gruppo di Locri e della Compagnia di Bianco, che conducono le indagini, al momento non escludono alcuna ipotesi circa il movente del delitto.

VIBO VALENTIA Un debutto all’insegna della determinazione a combattere le disuguaglianze e le disparità

La nuova Commissione Pari opportunità

VIBO VALENTIA “Fascisti! ”. Non ha gradito, il sindaco Franco Sammarco, l’attacco sferratogli da Confindustria. Non ha gradito e la sua reazione è secca, ma veemente. «Ma avete letto - sbotta - avete letto i toni ed i modi usati. Com’è possibile?». Il sindaco respinge decisamente le accuse, ma va oltre riflettendo sui passaggi finali delle dichiarazioni dei vertici di Confindustria Vibo Valentia. «Non è più un’analisi ed un’accusa - ragiona con lo stesso tono risentito - è una chiamata a raccolta, dai toni sediziosi. Mi fa ripensare ai tempi del regime fascista, quando i dissidenti venivano additati e segnalati alle camice nere. Ecco, mi sembra un metodo fascista quello adottato dal presidente vibonese di Confindustria!». Tra le cose che sembra non siano andate giù al sindaco, certamente vi è l’invito a “prendere atto dell’impossibilità di proseguire nel mandato”; ma soprattutto, quello che considera “sedizioso e fascista” è quando si afferma: «Crediamo che i cittadini ed i corpi intermedi, di qualunque estrazione, debbano far sentire ed esercitare chiaramente la loro ferma e totale condanna e sfiducia nei confronti dell’azione di una classe politica che ha disatteso interamente le legittime aspettative e le esigenze di un’intera comunità». Non l’accetta e risponde per le rime. Anzi, rilancia e sferra un contrattacco. «Cosa ha fatto lui - afferma rivolgendosi direttamente al presidente di Confindustria Vibo Valentia, Domenico Arena - cosa ha fatto lui nel corso del suo mandato, oltre alle tante parole? Ha preso qualche iniziativa concreta? Si è assunto la responsabilità di fare scelte forti? Ha cacciato i mafiosi dalla sua associazione? Ha fatto quello che ha fatto Confindustria in Sicilia? Li ha cacciati, li ha denunciati i mafiosi?». È un crescendo quello del sindaco, ma, quando si accorge che i toni del suo sfogo si sono alzati, si ferma: riprende respiro e ritrova il sorriso, senza aggiungere altro. (Maurizio Bonanno)

VIBO — Un debutto all’insegna della

determinazione a combattere le disuguaglianze e le disparità, in tutti gli ambiti in cui vi siano discriminazioni. È quanto promette la nuova Commissione provinciale per le Pari opportunità, insediatasi alla presenza del presidente dell’amministrazione Francesco De Nisi e dell’assessore, Maria Salvia. A fare parte della Commissione sono dieci donne, rappresentanti dei diversi settori professionali, dell’associazionismo e del volontariato: Maria Teresa Luciano, Romania Mazzitelli, Angela Di Rienzo, Caterina Macrì, Vincenzina Percivalle, Rosa Sabrina Caglioti, Concettina Schiariti, Vittoria Toscano, Concetta D’Amico e Domenica Ceniti. Inoltre, a norma di regolamento, ne fanno parte di diritto anche l’assessore provinciale alle Pari opportunità (Maria Salvia) e la Consigliera di parità (Teresa Blandino). Presidente e vice presidente della Commissione, invece, saranno nominati nel corso della prossima riunione. Scopo di questo organismo, così come ribadito dal regolamento approvato dal Consiglio provinciale, è realizzare “una rete di legami e di relazioni tra donne per lo sviluppo delle pari opportunità, nonché la promo-

CROTONE Sarà l’esame autoptico disposto dalla Procura della Repubblica di Crotone a chiarire le cause del decesso di un’anziana donna di Pallagorio, nel crotonese. Il corpo privo di vita di Teresina Ammirati, di 83 anni, è stato rinvenuto nella tarda mattinata di venerdì all'interno nell'abitazione in cui la donna, vedova, viveva da sola. Sono stati alcuni familiari dell'anziana, allarmati dal fatto che non rispondeva al telefono, a chiedere l'intervento dei carabinieri. Quando sono entrati nella casa i militari hanno trovato il cadavere riverso sul pavimento, ma nessuna traccia di effrazione sulla porta d'ingresso né su finestre e balconi. La casa, inoltre, si presentava in perfetto ordine mentre i vicini hanno riferito ai carabinieri di non aver sentito alcun rumore sospetto. Circostanze, queste, che inducono ad escludere una rapina. L'ipotesi più accreditata, dunque, è che la donna sia morta a causa di un improvviso malore, ma la presenza di un'ecchimosi sul collo - che potrebbe essersi formata in seguito alla caduta - ha spinto il sostituto procuratore Pier Paolo Bruni a disporre l'autopsia sul corpo dell'anziana, trasferito dopo una prima ricognizione del medico legale, nell'obitorio di Crotone. zione di progettualità delle politiche improntate all’ottica di genere, per la rimozione di comportamenti discriminatori e di ogni altro ostacolo che limiti di fatto l’uguaglianza e la parità nell’accesso al lavoro, nella vita politica, istituzionale e sociale”. Obiettivi che vanno stretti alla nuova Commissione, che ha già annunciato di voler operare per contrastare le disuguaglianze in ogni ambito, con particolare attenzione alle donne, certo, ma anche alle fasce sociali deboli, a cominciare da giovani, mino-

ri e anziani. Soddisfazione per l’insediamento della Commissione è stata espressa dal presidente De Nisi, che, nell’augurare buon lavoro, ha sottolineato l’importanza delle pari opportunità nella società moderna, dove le discriminazioni esistono ma sono spesso molto meno evidenti del passato e per questo più difficili da debellare. Soddisfazione anche da parte dell’assessore Salvia. Ma. Bo.

REGGIO CALABRIA Il gup di Reggio Calabria, Francesco Petrone, ha rinviato a giudizio, per omicidio colposo, un medico ed un'infermiera - M. V. e M. C. - in servizio presso il presidio ospedaliero di Scilla. Il procedimento è scaturito dopo una denuncia presentata dai familiari di Antonino Tripepi di 64 anni, deceduto la sera del 19 febbraio 2006. Il paziente, ch'era stato ricoverato, il giorno precedente, per un versamento pleurico, a seguito di un aggravamento della patologia, è stato trasferito nel reparto di Rianimazione del policlinico universitario di Messina, dove è poi morto. Il gup, ritenendo sufficienti gli elementi probatori raccolti nelle indagini preliminari e rilevando profili di responsabilità per i due indagati, ha disposto, quindi, il loro rinvio a giudizio.


18 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SCUOLA DI MAGISTRATURA Lo ha affermato il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero sull’esito favorevole della sentenza amministrativa

«Sono soddisfatto per la decisione del Tar» «Continueremo a batterci anche politicamente perché la localizzazione sia effettivamente istituita in Catanzaro» CATANZARO — «Mi compiaccio per la decisione del Tar del Lazio di restituire alla città di Catanzaro e alla Calabria la Scuola superiore della Magistratura. Un obiettivo per il quale io personalmente e la Regione ci siamo battuti con tenacia e continuiamo a batterci proprio per non vedere il capoluogo e l’intero territorio calabrese spogliati di un diritto già acquisito che una forzatura ingiustificabile voleva cancellare». E’ quanto ha affermato il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, conversando con i giornalisti, circa l’esito favorevole della sentenza amministrativa con la quale è stato annullato il provvedimento ministeriale che localizzava a Benevento la sede della Scuola. «Sono soddisfatto per tale risultato - ha aggiunto Loiero - anche se è riduttivo per la Regione e il Comune di Catanzaro che si sono visti negato dal collegio giudicante l’interesse a essere rappresentati in giudizio riconoscendo alla sola Provincia la legittimazione a proporre ricorso. La Regione vuole affermare il proprio diritto a partecipare al processo di appello le cui questioni, peraltro, allo stato si prospettano in maniera delicata considerato che la sentenza di primo grado, dopo aver diffusamente trattato questioni preliminari di diritto, quanto al merito appare estremamente laconica essendosi limitata a censurare l’apprezzamento del ministero per il solo fatto che lo stesso faceva riferimento a una asserita posizione baricentrica di Benevento rispetto al Catanzaro». Il presidente Loiero ha spiegato, poi, «che occor-

rerà riproporre in appello tutte le altre questioni già ampiamente sollevate dalla Regione in prima sede, attraverso l’assistenza dell’avvocato Giuseppe Iannello, non limitate al solo ed esclusivo elemento geografico accolto dal Tar, ma estese a ogni ulteriore profilo che faceva apparire il provvedimento di trasferimento a Benevento non solo illegittimo, ma addirittura passibile di illiceità anche per l’inammissibile discriminazione di Catanzaro a vantaggio ingiusto per un altra provincia». «La Regione, fermo restando l’appezzamento per la valida difesa della Provincia che ha avuto l’indubbio merito di ottenere un risultato positivo - ha sostenuto inoltre Loiero - ha interesse a partecipare al seguito del giudizio e per l’effetto si propone di proporre appello contro la decisione che ha negato la sua legittimazione che, invece, indubbiamente esiste in considerazione dell’interesse regionale alla localizzazione nel proprio territorio di uffici pubblici con effetti rilevanti su tutti i profili di interesse regionale. Ciò per come, nondimeno è riconosciuto da precedenti ampiamente richiamati dalla difesa della Regione, meritatamente affidata all’avvocato Giuseppe Iannello, ma che, purtroppo, sono stati ignorati senza alcuna motivazione dalla sentenza che non si è nemmeno preoccupata di menzionarli». Loiero, infine, ha ribadito che la Regione «continuerà a battersi anche politicamente perché la localizzazione sia effettivamente istituita in Catanzaro, nonché costituita e posta in condizione di produrre i suoi effetti».

CATANZARO Nella mattinata di ieri un primo sopralluogo sul posto effettuato dai consiglieri Eugenio Riccio e Carlo Nisticò

«Ripresi i lavori del Lungomare di Giovino» CATANZARO — «Ripresi ufficialmente, dopo una interruzione durata qualche mese per motivi tecnicogiuridici, i lavori di costruzione del Lungomare di Giovino che, se le condizioni climatiche lo permetteranno, dovranno concludersi per l’inizio della stagione estiva. Nella mattinata di ieri un sopralluogo sul posto effettuato dai consiglieri Eugenio Riccio e Carlo Nisticò rispettivamente presidenti delle commissioni Ambiente ed Urbanistica, con la presenza dell’ing. Giuseppe Cardamone, responsabile settore “Grandi Opere” del Comune capoluogo, e dei responsabili delle imprese che dovranno realizzare i lavori, è servito a fare il punto della situazione e verificare quindi che i la-

vori procedono regolarmente. Presenti all’incontro i consiglieri comunali Costanzo e Vavalà nonché i consiglieri circoscrizionali Antonio Franco e Massimo Scarfone unitamente a diversi rappresentanti degli operatori turistico balneari e delle associazioni cittadine ai quali, tra l’altro, è stata prospettata l’idea progettuale dell’amministrazione comunale che dovrà riguardare la sistemazione della sede stradale compresa tra la Pineta e la spiaggia. «L’iniziativa di questa mattina - hanno commentato i consiglieri comunali Eugenio Riccio e Carlo Nisticò - ci soddisfa perché abbiamo preso contezza della ripresa dei lavori e delle “rassicurazioni”, da parte degli imprenditori e tecnici comunali, che

Catanzaro, Capellupo della Pro Loco: pensare alla destinazione del cementificio CATANZARO — «Va sicuramente un plauso all'amministrazione comunale per aver inserito nella sua programmazione l'acquisizione di immobili importanti come il cementificio di Sala. Per anni il cementificio è stato al

centro di un lungo dibattito sulla destinazione d'uso». Lo afferma Filippo Capellupo, presidente della Pro-Loco di Catanzaro. «La riconversione degli immobili - aggiunge - è sicuramente uno dei punti fondamentali per un'am-

gli stessi saranno completati in tempi brevi e comunque contenuti. Aver contribuito a risolvere fattivamente e positivamente la vicenda del Lungomare di Giovino, in uno sforzo congiunto con i tecnici comunali e gli operatori turistico - balneari del quartiere marinaro, ci gratifica perché è l’ennesima dimostrazione che il lavoro, a volte oscuro e silenzioso, alla fine è sempre premiante. Ringraziamo - conlcudono -, pertanto, il Sindaco Olivo per aver tenacemente sostenuto la necessità di riprendere i lavori del Lungomare e per averci più volte sollecitato a seguire l’iter burocratico - amministrativo della complessa vicenda che ha trovato nell’ing. Cardamone un interlocutore valido e risolutivo». ministrazione e le opportunità date dai finanziamenti regionali ed europei consentono di fare un ragionamento a più ampio respiro. Ecco perché l'invito che ci sentiamo di rivolgere è quello di pensare a una destinazione per il cementificio, che serva a rivalutare l'area di Sala come la cerniera della città e soprattutto alla creazione di un centro di eccellenza. Questo consentirebbe di dar vita a un punto di riferimento importante e altamente innovativo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 19

CALABRIA CATANZARO L’uomo intorno alle ore 16.30 del 26 marzo si era fatto consegnare dal gestore di un distributore di benzina 400 euro in contanti

Arrestato il rapinatore armato di siringa A 24 ore dal reato la Polizia ha scovato il 35enne che è stato portato presso la casa circondariale di Siano CATANZARO — Una persona re-

sponsabile di rapina consumata e tentata rapina è stata arrestata dalla Polizia di Stato a Catanzaro a sole ventiquattrore da quanto si sono verificati i fatti nella zona sud del capoluogo. Infatti intorno alle ore 16.30 del 26 marzo una persona armata di siringa e camuffata da una calza maglia si era fatta consegnare dal gestore di un distributore di benzina la somma di 400 euro in contanti e subito dopo, all’interno di un centro commerciale aveva minacciato la titolare in un negozio di generi alimentari. Allertato il 113 sul posto si sono fatti confluire le volanti del Commissariato sezionale di Lido nonché quelle dell’ Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nonché personale della Squadra Mobile e della polizia scientifica che hanno raccolto elementi utili all’avvio delle indagini e una descrizione

sommaria dell’autore della rapina. Sono stati inoltre visionati i filmati di alcune telecamere sistemate nella zona. Nel pomeriggio di venerdì è stata così intercettata su Viale Magna Grecia una autovettura corrispondente a quella utilizzata per allontanarsi dal posto e alla guida tale Costa Michelangelo nato a Messina nel 74, domiciliato a Roccelletta di Borgia con pregiudizi penali a carico, anche specifici. Accompagnato negli uffici della Questura il giovane ha ammesso le responsabilità dei fatti contestati e una successiva perquisizione presso l’abitazione ha permesso il rinvenimento di elementi inconfutabili che hanno incastrato il Costa, comprese alcune siringhe, un cappuccio e dei soldi in contanti. Dopo le formalità necessarie il Costa è stato associato presso la casa circondariale di Siano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CATANZARO Oggi verranno scelti il presidente, il collegio dei revisori dei conti e il comitato di Garanzia

L’assemblea elettiva di Confersercenti CATANZARO — Oggi presso la sala

conferenze della Camera di Commercio di Catanzaro si terrà l’assemblea elettiva provinciale di Confersercenti. “Ripresa economica e sviluppo, le Pmi protagoniste” questo il tema dato all’incontro finalizzato alla costituzione del nuovo organismo dell’associazione di categoria. A partire dalle ore 9,30 in poi prenderanno inizio i lavori, che, oltre ad essere un momento di discussione sulla particolare situazione storica italiana e mondiale, serviranno anche alla nascita della “nuova” Confesercenti Catanzaro. Verrà, infatti, eletto il nuovo Presidente, il direttivo, il collegio dei revisori dei conti e il comitato di Garanzia. Confesercenti Catanzaro, insomma,

getta le basi per un percorso nuovo finalizzato alla crescita e allo sviluppo economico nel catanzarese e in Calabria. Fondata a Roma nel 1971, la Confesercenti è una delle principali associazioni delle imprese in Italia. Rappresenta oltre 270.000 imprese del commercio, turismo, servizi, dell'artigianato e delle pmi dell'industria, capaci di dare occupazione ad oltre 800.000 persone. La missione della Confesercenti è quella di rappresentare il mondo delle piccole e medie imprese che, con il loro dinamismo, assicurano crescita economica ed occupazionale in Italia e in Europa. Confesercenti si propone di contribuire alla crescita delle imprese e con esse dell'economia e allo sviluppo della de-

mocrazia, attraverso la collaborazione con le istituzioni, con le organizzazioni sociali, economiche, culturali ed umanitarie. Su questi obiettivi, la Confesercenti promuove proposte su cui coinvolge le Istituzioni e le forze sociali italiane ed europee. In quest’ottica Confersercenti Catanzaro vuole dare il suo contributo non solo a livello locale ma anche nazionale. All’Assemblea elettiva di oggi parteciperanno, tra gli altri, il Presidente uscente, Adriana Papaleo, il Sindaco di Catanzaro, On. le Rosario Olivo, il Presidente della Provincia, Wanda Ferro, il Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo Abramo e il Presidente Regionale Confesercenti Antonino Marcianò.

IL FATTO Fabio Lagonia sulle dichiarazioni dell’onorevole a favore di Reggio: «Da censurare» CATANZARO Martedì l’incontro alla Casa delle culture

«Bocchino chieda scusa ai catanzaresi» Il ruolo delle autorità locali CATANZARO — «Sono da censurare con sdegnato fastidio le recenti irresponsabili e scriteriate dichiarazioni dell’onorevole Italo Bocchino il quale, motivando la sua sponsorizzazione per Reggio città metropolitana, ha affermato che tale “riconoscimento compensa quanto è stato storicamente tolto ai reggini e che si restituisce a Reggio ciò che è stato tolto col capoluogo”» si legge in una nota di Fabio Lagonia Presidente Movimento Civico “CatanzaroNelCuore”. «Incredibile! L’ignoranza può essere persino tollerata - prosegue Lagonia -, ma non quando si accompagni all’imprudenza e quando provenga da un esponente di primo piano della politica nazionale. Italo Bocchino ha sbagliato clamorosamente e giacché la sua figuraccia non può essere circoscritta solo alla sua personale reputazione - che ne esce drasticamente impoverita ma fomenta campanili e odiose rivalità nel territorio dove noi viviamo quotidianamente, allora niente di quello che afferma il giovane onorevole napoletano è giustificabile. E più lo leggiamo, tanto più difficile è trovare qualcosa che possa redimerlo, specie quando ci rimbombano nella mente le sue frasi in cui insiste nel dire che il recente riconoscimento a Reggio compensa “la rabbia di un popolo e le mancate promesse che sono seguite a quei fatti, dopo quel fatidico 1970”. Ma il Bocchino nazionale sa di cosa parla? O fa il portavoce del rampante e fazioso sindaco Scopelliti? Quando ricorda il fatidico 1970, quando parla di mancate promesse, quando invoca compensazioni, è perfettamente in grado di intendere e di volere o - come a noi sembra - ripete come uno stonato parrocchetto le falsità che qualcuno gli ha dato da bere. Forse Italo Bocchino non conosce la storia. A Reggio non è stato tolto nulla col capoluogo per la semplice ragione che Reggio non ha mai esercitato questo ruolo in Calabria. Ubicare la capitale calabrese a Catanzaro al momento dell’istituzione degli enti regionali è stata la legittima ufficializzazione di uno status che Catanzaro riveste da un millennio nel contesto regionale. Di cosa parla allora Bocchino? Cosa gli hanno raccontato? Ma forse ad Italo Bocchino ignora colpevolmente tante altre cose: per esempio che Catanzaro è l’unico capoluogo del Paese ad essere tuttora - e

Bocchino ne è un esempio - umiliato e ostacolato nell’esercizio delle sue prerogative istituzionali. Vige in Calabria un’anomalia grave e dispendiosa - continua la nota - e di questa Bocchino dovrebbe preoccuparsi: cosa ci fa ancora il Consiglio Regionale nella periferica e decentrata città dello Stretto? Vogliamo parlarne? Non sarebbe il caso, finalmente, di restituire al capoluogo di regione la pienezza del suo status? E quando Bocchino parla di “compensazioni”, è sicuro di chi dovrebbe essere il legittimo destinatario delle medesime? Forse l’onorevole napoletano ignora che in riva allo Stretto sono affluiti e tuttora affluiscono centinaia di milioni di euro in virtù di un Decreto Reggio di cui gli italiani non comprendono le ragioni. E sa il caro Bocchino dove sono andati a finire molti di quei fondi? Quando poi il giovane deputato partenopeo dice che la benevolenza per Reggio “è un atto dovuto”, allora si scivola negli abissi dell’incomprensibile e del patetico. Le sue affermazioni so-

no grave perché innaffiano, nel nostro difficile territorio, rivalità di cui vorremmo invece disfarci per sempre. Le sue affermazioni sono assai imprudenti per essere dichiarate da un politico di primo piano, mentre riusciamo persino a riderci sopra se provengono da ambienti fanatici, faziosi e incolti. Siamo sicuri che il Pdl catanzarese, Traversa per primo (fra l’altro probabile coordinatore regionale) regalerà un libro di storia calabrese a Bocchino pretendendo da questi una rettifica e invocando ciò che spetta a Catanzaro. Nel frattempo chieda scusa a Catanzaro ed ai catanzaresi, Italo Bocchino. Lo faccia. Anche se questo non può garantirgli una totale redenzione. Ma faccia almeno il gesto. Comprenda - conclude - la perniciosa influenza che le sue gaffes possono determinare in Calabria. Comprenda di avere una responsabilità alta che non può piegarsi all’immondizia dei fanatismi e del falso storico. E l’immondizia, ancorché ben confezionata, è sempre immondizia».

CATANZARO — Il 31 marzo 2009, dalla ore 9,30 si svolgerà presso la Casa delle Culture il Convegno “Il ruolo delle autorità locali e delle istituzioni in materia energetico ambientale - come vengono recepite ed attuale le direttive comunitarie”. L’incontro, organizzato dalla Provincia di Catanzaro e dalla Aeec scarl - Agenzia per l’Energia della Provincia di Catanzaro in occasione del 3° Meeting transazionale tra le Agenzie per L’Energia di Catanzaro, Cosenza e Palmela (Portogallo), vuole rappresentare un momento di incontro e di confronto durante il quale gli amministratori locali rappresenteranno la propria esperienza sul campo in merito ai temi energetici e ambientali. L’Unione Europea sta investendo molto per migliorare la gestione dell’energia e per ridurre i potenziali impatti negativi sull’ambiente dall’inquinamento generati da un utilizzo non sostenibile delle risorse naturali. Le realtà urbane, attraverso i

propri amministratori, sono invitate ad intervenire in prima persona onde poter trovare risposta effettiva a tali esigenze. Anche la Corte dei Conti è recentemente intervenuta sul tema con la pubblicazione della relazione “Piano razionale per la riduzione delle emissioni dei gas responsabili dell’effetto serra” con la quale raccomanda alle amministrazioni di attivare più ampie iniziative di coordinamento e di applicare tempestivamente e pienamente la normativa di settore assicurando le procedure di cui alla delibera Cipe. Le Autorità Locali si trovano a dover individuare quotidianamente obiettivi e soluzioni che possano migliorare la qualità della vita nelle città, nelle aree metropolitane e nei piccoli centri rurali ed urbani. Il seminario vuole appunto approfondire queste ed altre tematiche ad esse connesse attraverso le esperienze dei rappresentanti locali - sia regionali che provinciali - e della Commissione Europea.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844

C@LL SERVICE SRL

Agenzia Telecom Italia SPA

RICERCA PERSONALE per attività di vendita prodotti e servizi Telecom Italia

Operatrici ed operatori call center outbound per sede di Catanzaro Lido (CZ) Agenti automuniti per le provincie di CZ, KR, CS

Gli interessati possono inviare il curriculum a: mail:

fax

selezioni@callservicesrl.it Specificare in oggetto

0961787623

“Nome + Cognome + posizione desiderata” Si offrono: • Formazione ed aggiornamenti costanti • Massima serietà e puntualità

Si richiedono: Predisposizione alla vendita • Capacità di lavorare per obiettivi • Massima serietà e puntualità •


20 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CASINI A CATANZARO Il leader dell’Udc ha partecipato al congresso cittadino che si è svolto ieri al teatro Masciari. Diversi i temi affrontati

«Siamo molto diversi da Berlusconi» «La crisi c’è e se non si evidenzia è perché abbiamo un grande ammortizzatore sociale: la famiglia» CATANZARO — I leader dell’Udc Pierferdinando Casini ha partecipato ieri al congresso cittadino dell’Udc che si è svolto nella mattinata al Teatro Masciari. «Non abbiamo detto no al federalismo nel nome di una parte del Paese contro un'altra, abbiamo detto no nel nome della serietà della politica e di un principio nazionale». Lo ha affermato il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini, intervenendo a Catanzaro al congresso cittadino del partito. Secondo Casini: «Questo federalismo è uno spot della Lega, è un non federalismo. La formula del rapporto tra la Lega e il Pdl - ha aggiunto - rende la Lega arbitro». In questa direzione Casini ha citato la situazione delle quote latte: «E' vergognoso. Il messaggio al Paese è che i furbi la fanno franca e gli onesti sono pellegrini, ma il messaggio deve essere all'opposto». «La crisi c'è e se non si evidenzia è perché abbiamo un grande ammortizzatore sociale: la famiglia». Ha detto ancora Pierferdinando Casini intervenendo a Catanzaro al congresso cittadino del partito. «Le famiglie - ha aggiunto il leader dell'Udc - stanno consumando il risparmio privato che è stato messo da parte in questi anni. La crisi sta toccando determinate fasce del Paese. Dobbiamo, infatti, constatare - ha dichiarato Casini - che una fascia del ceto medio sta sprofondando nella povertà. Oggi abbiamo il problema di queste famiglie, perché in Italia non si è mai fatto nulla». Secondo il leader dell'Udc, «questa crisi ha vittime designate: le famiglie, la piccola impresa, i giovani e i lavoratori che non hanno la copertura degli ammortizzatori sociali. Per questo, o l'Italia trae lo spunto per recuperare ritardi storici o non ce la farà». Tra gli interventi necessari secondo Casini la riduzione delle tariffe dei servizi e l'abolizione delle Province; «ai miei candidati alla Provincia - ha affermato - dico che dovranno far fare all'ente una bella cura dimagrante». «Abbiamo un parlamento di nominati, che è un Parlamento che ha il problema di non disturbare il manovratore». Ha affermato ieri il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini,

Il leader dell’Udc Casini ha partecipato ieri al congresso cittadino. Tra i temi affrontati il federalismo e la crisi. «Questo federalismo è uno spot della Lega, è un non federalismo. La formula del rapporto tra la Lega e il Pdl rende la Lega arbitro». «Le famiglie stanno consumando il risparmio privato che è stato messo da parte in questi anni. La crisi sta toccando determinate fasce del Paese».

parlando alla platea del terzo congresso cittadino del partito di Catanzaro, aggiungendo che «non possiamo pensare all'idea politica che coincide con quella di un uomo solo al comando». «La legge è sempre migliorabile ma certi principi non sono disponiibili. Il diritto alla vita per noi è un principio indisponibile», ha continuato Pierferdinando Casini. «In questo spirito - ha aggiunto Casini - abbia-

mo lavorato al Senato, poi se la legge è migliorabile la miglioreremo». «Direi che il congresso del Pdl dimostra più di ogni altra cosa l'idea che Berlusconi ha della politica e del Paese. E' un'idea che rispettiamo, ma la nostra è diversa». Ha concluso il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini, conversando con i giornalisti a Catanzaro, al termine del congresso cittadino del partito.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 21

CALABRIA CASINI A CATANZAROIl consigliere comunale Franco Cimino ha scritto una lettera al leader dell’Udc: «C’è sempre più la necessità di coniugare il pensiero al plurale»

«Bisogna costruire un nuovo centro» «Quel che è accaduto è la conseguenza di una crisi più vasta di quanto non si veda dai conti economici» CATANZARO — «Caro Pier Ferdi-

nando, benvenuto a Catanzaro, capoluogo della Calabria, che ha bisogno anche di te e dell’ Udc nazionale per vincere le dure battaglie che l’attendono» inizia così la lettera di Franco Cimino a Pier Ferdinando Casini, ieri a Catanzaro per prendere parte al congresso cittadino dello Scudocrociato. «Se non erro - prosegue Cimino nella sua lettera aperta - l’ultima tua visita è stata durante la campagna elettorale per il rinnovo delle cariche comunali. Me lo ricordo bene, perché non ci siamo incontrati. Parlavamo da due piazze diverse. Mi doleva il cuore. Ma mi duole più oggi, se penso che ad accoglierti nella nostra città avrebbe potuto essere un sindaco democristiano, dell’ Udc. Così non è, per cause a te note. Non faccio richiamo a quel fatto per rancore o dispetto o insanabile tormento personale. La memoria del mio cuore non conserva risentimenti e la ragione della politica cancella tutti gli aspetti di natura personale. Faccio ritorno a quel tempo per dirti che, nonostante limiti e contraddizioni, in quelle elezioni ho provato, con buoni amici, a dimostrare, con uno schieramento contrapposto al Polo delle Libertà e all’Ulivo, che vi è spazio al centro della politica attuale. Ed è spazio di governo, come quei risultati dimostrano. Nonostante sia passato tutto questo tempo - continua il consigliere comunale -, durante il quale Silvio Berlusconi è riuscito ad imporre in Italia una cultura politica fondata sul leaderismo invasivo, e uno schema politico fondato sul bipartitismo esclusivo, c’è ancora voglia di articolazione della vita politica. C’è sempre più il bisogno di coniugare il pensiero al plurale. Anche come antidoto ad un monolitismo culturale che sta diffondendo in tutto il mondo stili di vita, concezione delle relazioni umane, valutazione stessa dell’esistenza delle persone e dell’etica che l’accompagna, secondo un modello unico. Al quale conformarsi, pena l’esclusione dalla vita sociale. La politica è stata la prima vittima di questo autoritarismo strisciante. In Italia - sottolinea Cimino - ha fatto da apripista la caduta, per loro colpa esclusiva, dei partiti tradizionali, la fine delle ideolo-

Cimino e Casini davanti al teatro Masciari

Alcune giovani sostenitrici dell’Udc

gie e delle dottrine politiche più classiche. E la rottura di valori universali sotto i colpi di una questione morale che, per la lunghezza temporale e l’estensione sociale, si è via via trasformata in questione democratica. Quel che è accaduto nel Paese è la conseguenza di una crisi di proporzioni più vaste e profonde di quanto non si veda dagli stessi conti economici. L’uomo che fin’ora ha vinto tutto, Berlu-

«Siamo arrivati ad una democrazia plebiscitaria nella quale tra il principe e il popolo non ci sia più nulla»

sconi, si è rivelato grande perché ha saputo dare risposte allo smarrimento degli italiani, sedare le loro paure, rassicurarli sul futuro. Come credenziali ha messo la sua storia personale e una miriadi di sogni in confezioni disponibili per tutti. La sinistra, presuntuosamente convinta della sua grandezza e diversità, invece di ripensarsi si è fatta attrarre in questo schema nuovo. La conclusione cui si sta

pervenendo sembra essere quella di una democrazia plebiscitaria, nella quale tra il principe e il popolo non ci sia più nulla. Né le istituzioni, né la morale, né le leggi, né lo Stato. Strumenti, questi, fondamentali, da non intendersi quali forme di mediazione, ma come architravi di valori non negoziabili. Ovvero, quali luoghi di garanzia e di equilibrio dei poteri, oltre che di autentica partecipazione dei cittadini. Il bisogno di costruire una nuova e più forte realtà politica di centro, nasce dalla società italiana. E dalla sua condizione, non solo politica, si muove. Il Centro - tu mi insegni - non è però un punto geometrico, equidistante dalla destra e dalla sinistra. Non è neppure una nuova tecnica di interdizione per l’acquisizione di quote di potere inversamente proporzionali al consenso elettorale. Non è il luogo dove parcheggiare i delusi o i “cacciati” dai due grossi partiti, in modo da assicurar loro candidature perse altrove. E non può essere, il Centro, neppure la piccola nicchia dove conservare l’illusione di una perduta grandezza o la rendita vitalizia di carriere senza fine. Il Centro - spiega Cimino - è esattamente il bagaglio di ideali e di progetti, di valori e di culture che, prima Walter Veltroni e, ieri, Gianfranco Fini, hanno voluto rappresentare. Sono le nostre idee di sempre, che noi abbiamo il dovere di portare avanti con coerenza, sebbene quelle sincere conversioni possano piacevolmente essere salutate come la più grande vittoria della Democrazia Cristiana e il suo esaustivo appagamento. La nascita di un nuovo soggetto politico si impone proprio per dare più forza e completezza a quel progetto. E maggiore coerenza rispetto all’impalcatura democratica che lo deve contenere. Chi saprà farlo nascere - conclude Cimino nella sua lettera aperta a Casini -, aprendolo a tutti e in particolare alle forze nuove, avrà vinto non le prossime elezioni europee ma la sfida per il futuro. Se questa sfida la vincerai tu ne sarei molto contento. Anche per il ricordo dei tempi in cui, quando i nostri coetanei giocavano alla rivoluzione, noi ragazzi di allora studiavamo la Democrazia italiana. E guardavamo all’Europa».


22 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO In occasione dell’evento Sico 2009 su “Chirurgia adeguata nel carcinoma colorettale avanzato” si è rinnovato un rapporto mai interrotto

Importante incontro con i chirurghi tedeschi Sacco:«L’incidenza di carcinoma colo-rettale negli ultimi 15 anni ha registrato un corposo aumento» CATANZARO — Si è tenuto ieri matti-

na al Campus universitario di Germaneto l’incontro tra la delegazione di chirurghi tedeschi dell’Università di Erlangen e dell’Ospedale Civile di Worms e gli specialisti della Clinica chirurgica e Scuola di specializzazione in Chirurgia dell’apparato digerente dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, promosso in occasione dell’Evento Sico 2009 su “Chirurgia adeguata nel carcinoma colorettale avanzato”. L’incontro ha previsto tre sessioni di lavoro che hanno preso il via con la presentazione dell’evento da parte del Prof. Rosario Sacco, ordinario di Clinica chirurgica e direttore della Scuola di specializzazione in Chirurgia dell’Apparato digerente dell’Ateneo catanzarese, e comunque dopo gli interventi di Caterina De Filippo, neo direttore sanitario dell’Azienda Mater Domini e i Caterina Laria per conto dell’Ordine dei medici. La lettura magistrale sullo stato dell’arte della Chirurgia oncologica colo rettale è stata tenuta da Werner Hohenberger Clinico Chirurgo dell’Università di Erlangen e famoso esperto mondiale dell’argomento. Franz Zittel, Primario Chirurgo a Worms, ha confrontato i risultati della chirurgia aperta con quelli delle tecniche mini invasive. Marco Lirici, Primario chirurgo di Reggio Calabria, ha presentato la sua ricca esperienza di laparoscopia operativa. Claudio Coco, Professore al Gemelli di Roma altro riconosciuto esperto mondiale, ha parlato della Chirurgia adeguata dopo il trattamento chemio

I relatori: Sacco, Stipa e Hohenberger. A lato il pubblico

Il Professor Sacco

radioterapico preoperatorio e Bruno Nardo, Primario Chirurgo di Cosenza, ha affrontato il problema delle metastasi epatiche. Alfonso Barbarisi, ordinario di Chirurgia a Napoli, ha esposto la propria esperienza di ricerca traslazionale e Aidala, Stoppelli e Cloro hanno testimoniato la competenza delle chirurgie calabresi nell’affrontare il problema. «L’incidenza di carcinoma colo-rettale - ha messo in evidenza il Prof. Sacco - negli ultimi 15 anni ha registrato un corposo aumento. Tuttavia di fronte a questo dato negativo c’è evidenza di un miglioramento della sopravvivenza a cinque anni che è attribuibile sia alla diffusione di procedure diagnostiche sempre più aggiornate sia all’applicazione di programmi tera-

peutici ottimali anche per pazienti affetti da tumore in stadio avanzato. La qualità e il tipo della terapia chirurgica rimangono il cardine fondamentale per garantire questi risultati. E’ pertanto comprensibile l’esigenza di attenersi nella prassi chirurgica a quei principi unanimemente riconosciuti che guidano l’adeguatezza della scelta chirurgica. Nel primo incontro del 2009 (evento Sico regionale), ho ritenuto opportuno proporre una discussione su questo argomento e ascoltare il parere dei più illustri esperti europei in questo campo. Mi auguro che la cornice piacevole della Magna Græcia favorisca anche un rinnovato rapporto culturale con i Colleghi tedeschi, storicamente mai interrotto».

Pdl L'associazione "Per la Calabria", che ha partecipato alle ultime elezioni provinciali conseguendo un ottimo risultato e un seggio a Palazzo di Vetro si chiamerà "lista Calabria verso il Pdl. La risoluzione è stata presa nell'ultima seduta alla presenza degli aderenti, del Consigliere Provinciale Aragona e dell'Assessore all'Urbanistica e viabilità Salvatore Vescio. ante le ragioni, che hanno influito sulla decisione di individuare una direzione di marcia, ma l'approdo tutto sommato è da considerarsi scontato dal momento che la lista fin dal suo esordio si è schierata con il centro destra.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 23

CALABRIA CATANZARO Il corpo trovato in una Volvo station wagon nella pineta di Siano è probabilmente quello di Domenico Donato, rappresentante di 54 anni

Cadavere carbonizzato, è giallo L’omicidio è difficile da interpretare, sia per il passato dell'uomo, sia per le modalità che hanno cancellato ogni traccia CATANZARO — Un cadavere com-

pletamente bruciato con l'autovettura nella pineta di Siano di Catanzaro. E' questa la scena che si è presentata ieri mattina, intorno alle 6,30, ad un uomo che stava facendo footing nella zona. Ed è stato lui a dare l'allarme alla sala operativa della polizia di Stato che ha avviato le indagini. Il corpo divorato dalle fiamme è quello di Domenico Donato, 54 anni, rappresentante di Catanzaro, anche se per la conferma bisognerà attendere gli esami del Dna. Un incensurato, senza alcun precedente, ucciso con estrema barbarie. A ricondurre alla sua identità è stata l'autovettura Volvo station wagon intestata ad una società di prodotti caseari e in uso al Donato, che ultimamente lavorava per un'azienda di prodotti ittici. Un omicidio difficile da interpretare, sia per il passato dell'uomo, sia per le modalità che hanno cancellato ogni traccia. Poco lontano dall'autovettura, ritrovata nella zona della pineta destinata all'orto botanico, è stata rinvenuta una tanica di benzina, con la quale sarebbe stato cosparso sia l'interno che l'esterno della macchina. La polizia di Stato non esclude per ora alcuna ipotesi, e per questo sta verificando ogni aspetto della vita privata e lavorativa di Domenico Donato. L'uomo era divorziato da tempo dalla moglie, con la quale aveva avuto due figli, uno dei quali in servizio nei carabinieri in Sicilia. Dopo aver lavorato per conto dell'azienda casearia, poi fallita, il rappresentante era

L’auto carbonizzata all’interno della quale è stato trovato il cadavere

alle dipendenze di una nota azienda ittica del posto, anche se in questa direzione non sarebbero emersi particolari interessanti per le indagini. In Questura ieri si sono alternati i racconti dell'ex moglie, di familiari e amici del cinquantaquattrenne, anche nel tentativo di capire chi potrebbe essere stato l'ultimo ad avere sue notizie. L'omicidio, in ogni caso, dovrebbe risalire alla notte di venerdì, e nessuno avrebbe notato nulla per il fatto che la zona della pineta si trova fuori dalla città. Tra i particolari che stanno analizzando gli esperti della polizia scientifica, anche il fatto che il sedile lato guida, dove si trovava il corpo, era reclinato; un fatto che, però, potrebbe non avere alcun collegamento con l'o-

micidio, ma potrebbe essere l'effetto del rogo. Tra gli oggetti rinvenuti, infine, anche le chiavi di Donato e il relativo portachiavi. Decine le persone che ieri sono state sentite dagli investigatori della squadra mobile di Catanzaro per fare luce sulla morte di Domenico Donato. L’uomo di 54 anni che abitava a pochi chilometri dal luogo in cui è stato trovato il corpo, lavorava come rappresentante per una industria di prodotti ittici della città e dagli accertamenti svolti dalla polizia è emerso che non aveva mai avuto problemi con la giustizia. Gli investigatori sperano dagli interrogatori di parenti, amici e conoscenti di trovare un elemento che possa aiutarli a capire in che contesto è maturato il delitto.

L’intervento del leader del Movimento Diritti Civili dopo gli ultimi episodi di violenza

«Siamo di fronte al fallimento del nostro modello di società» CATANZARO — Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, interviene dopo i nuovi gravissimi episodi di violenza delle ultime ore in Calabria, parla di “barbarie inaudita, che colpisce, devasta e mina alle fondamenta della convivenza civile una intera regione. «Episodi di una brutalità tale che non possono essere etichettati solo come un fatto di recrudescenza del fenomeno criminale e mafioso, né come un problema di ordine pubblico, si tratta di un autentico massacro della dignità umana, della brutale cancellazione di ogni valore, principio cristiano di rispetto, solidarietà, umanità» scrive Corbelli. «Bisogna - prosegue il leader del Movimento Diritti Civili interrogarsi perchè si arrivi a uccidere e bruciare, per vendetta dopo una lite o un furto di un’auto, un giovane, ad Acri, nei mesi scorsi a Lamezia; e sempre ieri un altro cadavere carbonizzato è stato rinvenuto a Catanzaro. Perché questa ferocia? Perché i nostri giovani arrivano a tanto odio, a questi episodi di crudeltà inaudita? E’ solo responsabilità del disagio sociale, familiare, dell’alcool, della droga o, piuttosto, siamo di fronte al fallimento di un modello (scuola, famiglia, governo, detentori potere) di società mediatica,

I Carabinieri durante l’operazione del ritrovamento dell’auto con all’interno il cadavere carbonizzato. Sotto la Volvo station wagon intestata ad una società di prodotti caseari

violenta, insensibile, scevra da ogni sentimento, priva di idealità, valori, principi positivi, influenzata (negativamente) dal quotidiano e violento bombardamento dei grandi media, dal-

la violenza che ogni giorno ci raccontano i potenti mezzi d’informazione, dalle scene di crudeltà (e dagli approfondimenti di popolari talk show televisivi, esperti in dibattiti e

racconti dell’horror) che vengono trasmesse da tutte le grandi televisioni, in un mix, irreale e devastante, tra realtà e fiction, che non si riesce più a distinguere tra quello che è reale

e quello che è solo finzione televisiva e cinematografica. Tutti - continua Franco Corbelli -dovremmo interrogarci, capire le ragioni vere, per cercare di prevenire, educare (a partire dalla famiglia, dalla scuola, dal Governo, dal Parlamento, da chi detiene il controllo e il potere dei grandi media) alla non violenza, alla legalità, al rispetto, ai valori, ad iniziare da quelli sacri della dignità umana e della vita. Purtroppo invece ci si scaglia contro il Papa e la Chiesa quando denunciano il degrado morale e culturale e richiamano al valore e al rispetto dei principi cristiani; ci si limita ancora solo a raccontare la violenza e ad accettarla passivamente. Senza reagire. Quasi con rassegnazione come se uccidere e bruciare una persona - conclude Corbelli del Movimneto Diritti Civili -, dopo una lite, o dopo un furto di una macchina, fosse un fatto normale, uno dei tanti episodi di cronaca quotidiana e non invece un fatto orribile che dovrebbe scuotere tutte le coscienze e provocare una reazione forte e collettiva».


24 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Il bilancio è di 5 perquisizioni domiciliari, 20 personali, 35 mezzi controllati, 70 persone identificate e 12 contravvenzioni al codice della strada

Operazione di controllo dei Carabinieri L’attività è finalizzata alla prevenzione e alla repressione di reati in materia di armi, esplosivi e stupefacenti LAMEZIA TERME L’esponente cittadino dell’Udc: siamo una opposizione responsabile

Il segretario Giancarlo Nicotera: vi spiego il nostro ruolo politico LAMEZIA TERME — «Noto con ram-

LAMEZIA TERME — Cinque perquisizioni domiciliari eseguite, venti personali, trentacinque mezzi controllati, settanta persone identificate, dodici contravvenzioni al codice della strada elevate, tre libretti di circolazione ritirati e cinque esercizi pubblici controllati: è il bilancio di una operazione di controllo del territorio portata a termine nelle ultime 24 ore dai Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, con il concorso di rinforzi della Compagnia d'Intervento Operativo del XII Battaglione "Palermo", del Gruppo Operativo Calabria di Vibo Valentia e del Nas di Catanzaro, finalizzata alla preven-

zione e repressione di reati in materia di armi ed esplosivi, stupefacenti e controllo di esercizi pubblici. L'articolato servizio dei Carabinieri si è sviluppato con un vasto dispiegamento di uomini e mezzi, anche dei reparti speciali, con l'obiettivo di effettuare un capillare controllo del territorio attraverso il monitoraggio delle principali arterie stradali che attraversano il territorio (Ss. 18, SS 280, uscite svincoli autostradali della SaRc di Falerna e Lamezia Terme, nonché tutte le vie principali dei Comuni di Lamezia, Falerna, Pianopoli, Gizzeria e Nocera Terinese) attraverso l'esecuzionedi numerosi posti di blocco.

marico che nella fluttuante politica odierna, ad ogni piè sospinto, occorre specificare quale sia il ruolo del proprio partito come se, al soffiar del vento, siano le contingenze o le convenienze politiche a determinare l’esatta collocazione di uno schieramento politico» si legge in una nota del segretario cittadino dell’Udc di Lamezia Terme, Giancarlo Nicotera. «Chi come noi - prosegue - ha un patrimonio genetico, frutto di una convinzione politica forte e di valori immutati nel tempo, non può avere questa idea della politica. In Italia, come a Lamezia Terme, hanno scelto gli elettori: l’Udc è all’opposizione. E’ questo un punto fermo, pregnante, imprescindibile. E’ difficile far capire questo a chi ha fatto della transumanza utilitaristica il connotato essenziale della sua condotta politica. Un partito come il nostro non può permettersi di far prevalere interessi particolaristici o posizioni strumentali e

di parte. La visione deve essere globale: chi ci ha votato ci chiede di stare sempre, comunque, dalla parte del Paese e quindi della collettività. Lo abbiamo dimostrato a livello nazionale ove - continua -, essendo minoranza, abbiamo fatto e stiamo facendo un’opposizione responsabile, visibile e leale come quando, ad esempio, abbiamo votato “si” per il mantenimento delle missioni di pace all’estero. Ancora, è di questi giorni l’emendamento dell’Udc in tema di testamento biologico, votato dalla maggioranza del Senato a scrutinio segreto. Gli esempi si sprecherebbero. Anche a Lamezia Terme abbiamo avuto sempre un unico punto di riferimento: il cittadino. Non abbiamo una concezione settaria o manichea della politica secondo cui tutto il bene sta da una parte e tutto il male sta dall’altra. No, per noi non sarà mai così. Anche nelle idee dei nostri avversari politici può esservi qualcosa di importante e di utile per la città. A La-

mezia Terme siamo stati e saremo un’opposizione forte, vigile e determinata che ha perseguito e continuerà a perseguire due obiettivi fondamentali: verità e responsabilità. Infatti, ai cittadini abbiamo detto e diremo sempre ed esattamente come stanno le cose e, nel contempo, esprimeremo il nostro “si” sui provvedimenti che, secondo la nostra analisi, possono portare sviluppo economico, culturale e strutturale per la città. E’ questo il nostro modo di essere, non potrà mai essere diversamente. Non è facile essere e fare opposizione, alcune volte, però, può essere anche affascinante, ti permette di crescere e di osservare e vagliare le situazioni da una visuale diversa. Certo - conclude - l’augurio è di non restare sempre una forza di opposizione, per le prossime elezioni l’Udc, sia in Italia che a Lamezia Terme, si proporrà come partito di governo con un unico obiettivo: dare alla gente una speranza nuova».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 25

CALABRIA LAMEZIA TERME Questo il tema della tavola rotonda organizzata dal Centro riforme, democrazia e diritti a cui hanno partecipato Siniscalchi, Zaffina e Dominijanni

«Giustizia, renderla snella ed efficiente» Serve una magistratura più a misura d’uomo per riformare un settore che sta perdendo la sua vera identità LAMEZIA TERME — Riformare la giu-

stizia? E’ necessario purché ciò avvenga in modo organico e condiviso. Di questo si è parlato durante la tavola rotonda organizzata dal Centro riforme - democrazia - diritti di Lamezia Terme e che ha visto la qualificata partecipazione degli avvocati Vincenzo Siniscalchi del Consiglio superiore della magistratura, di Giancarlo Pittelli della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, del componente nazionale della Previdenza avvocati Nicolino Zaffina nonché del Pm della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro Gerardo Dominijanni. Ad aprire i lavori dell’interessante simposio, dopo introduzione del presidente del Centro Costantino Fittante, il suo vice Tullio Calfa che ha messo in evidenza come il sistema giudiziario italiano sia arretrato rispetto a tutti gli altri paesi del mondo. Su 181, infatti, l’Italia si posiziona, per lungaggini burocratiche, al 156° posto della graduatoria. Dati mortificanti che peggiorano l’intero settore oltre che rendere più difficile il compito degli avvocati che devono attenersi ormai “ai riti” della giustizia. Altra cosa, è poi la problematica dell’intercettazione e i cavilli ad essa legata. Tutte questioni importanti che vanno inevitabilmente ad appesantire e mortificare una categoria professionale che necessita di una riorganizzazione interna. E se è vero come è vero che la giustizia è un qualcosa che tutti inseguono, è anche vero che in questo settore, forte è stata la recessione negli ultimi anni. «Una crisi - ha affermato Pittelli - di uomini e di valori». «E’ inutile dire che le norme non funzionano - ha aggiunto il membro della Commissione Giustizia alla Camera - perché in circa il 90% dei casi dipende dall’onestà e dalla preparazione dell’uomo. Basterebbe che ognuno facesse il proprio lavoro con onestà e moralità e tanti problemi andrebbero risolti». Altra considerazione fatta, riguarda poi il tribunale che non è più il “luogo dove si tenta di rendere giustizia e si esercita il reclamo dei propri diritti”, ma semplicemente “un luogo d’incontro e un centro di volgare acquisizione dei poteri”. Anche in questo caso, tante sono le proposte “riproposte” ma che continuano a giacere nelle apposite Commissioni. Un meccanismo con-

Gli illustri relatori

torto insomma, che scoraggia gli addetti ai lavori perché non riesce a dare quelle risposte che la gente si aspetta. O quantomeno, non le riesce a dare in tempi brevi. Questo quanto affermato da Gerardo Dominijanni che ha parlato di “giustizia fallibile” sia in campo civile che in campo penale e di cosa la giustizia avrebbe realmente bisogno. «Renderla snella ed efficiente» tanto per iniziare, evitare iniziative tampone e lavorare per riforme condivise sui principi. altro elemento emerso, quello dello spreco di denaro per costi irrisori quali sono quelli per la carta utilizzata per gli atti che potrebbe essere sostituita da dati informatici e quelle per le intercettazioni degli esercenti. Pratica quest’ultima, parecchio invasiva ma che rispecchia anche la realtà in cui viviamo. Quella cioè, dell’epoca informatica. E se la giustizia è in crisi, in crisi lo è anche lo Stato secondo Nicolino Zaffina. Già presidente dell’ordine degli avvocati di Lamezia Terme, Zaffina ha evidenziato come il “legislatore sta perdendo la cultura della giustizia aiutando poco l’operato dei difensori, così come i governi che si susseguono, sviliscono le libere professioni”. Con l’ingresso in Europa si pensa alla concorrenza e al libero mercato e anche quella degli avvocati, come di tanti altri professionisti, è diventata una categoria di mercato per cui, si va sempre più perdendo il rapporto umano e di fiducia e questo è un fatto parecchio grave per la giustizia italiana che già pecca di suo. “Un pro-

Crimi sulla Polizia municipale «E’ sempre più importante, credere in alcune iniziative e battaglie e portarle avanti per raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati. Questo è quanto mi piace affermare all’indomani della chiusura del bilancio del Comune di Lamezia Terme ed in particolare della delibera, di cui ero stata assessore proponente, con la quale si sono destinate le somme provenienti dagli incassi da sanzioni amministrative» scrive in una nota l’avv. Giuseppina Crimi. «E’ sicuramente meno doloroso - prosegue -, pagare una multa, quando si sa che esse non servono solo a fare genericamente “cassa” ma soprattutto che verranno investite per migliorare le condizioni di sicurezza delle nostre strade e l'assunzione di vigili a tempo determinato. Una città come Lamezia, con le sue ambizioni e potenzialità, anche nel settore della viabilità e sicurezza urbana deve mirare a diventare il fiore all’occhiello dell’intera regione; in una città come la nostra si devono creare le condizioni per un traffico sostenibile ed una buona capacità di ridurre gli incidenti stradali. E’ quindi importante che, l’amministrazione adotti tutte le iniziative possibili, perché la carenza di organico della Polizia Municipale possa essere colmata. Il concorso indetto è certamente la migliore e definitiva strada da percorrere per impinguare l’organico della Pm, ma, siccome le risorse e le normative in vigore non consentono di aumentare al di sopra di una certa soglia la spesa per le assunzioni a tempo indeterminato, è giusto che si seguano anche strade alternative per garantire la sicurezza dei cittadini. Proprio per questo, anche l’assunzione dei vigili a tempo determinato, costituisce un ottimo strumento per prevenire e reprimere alcune violazioni al Codice della Strada senza dimenticare che, anche in questo modo, si creano occasioni di lavoro e di formazione per coloro i quali intendono percorrere questa lodevole carriera. Colgo l’occasione - conclude - per sollecitare, ancora una volta affinché, il Consiglio Comunale all’unanimità, approvi la delibera con cui si prevedeva la nascita della Scuola di Polizia. Si ricorda che così si creerebbero le condizioni per chiedere il riconoscimento della nostra scuola come scuola regionale».

Il pubblico presente all’incontro

blema grave che va superato anche con la chiarezza politica” secondo l’on. Vincenzo Siniscalco che rivendica “il diritto-dovere dell’interlocuzione”. «La giustizia è una necessità nel nostro Paese e non un fatto ac-

cessorio - ha detto - per cui c’è la necessità non più di un autogoverno della magistratura quanto di un governo del cittadino». Una magistratura più a misura d’uomo, insomma, per riformare un settore che, come

tanti altri, sta perdendo la sua vera identità e con esso, quello di tutti quelli che a più livelli praticano la delicata professione forense. Antonietta Bruno


26 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA MONTAURO — E’ morto a 57 anni

Salvatore Vatrella, medico e sindacalista, Calabrese d’origine, segretario regionale dei medici bianchi in Emilia Romagna. Medico e segretario Regionale del sindacato unitario Medici Ambulatoriali (Sumai), è scomparso all’età di 57 anni. Originario di Montauro Vatrella si era laureato in medicina e chirurgia a Bologna ed era stato allievo del Proff. Domenico Marrano nella prima

MONTAURO Si è spento a 57 anni Salvatore Vatrella segretario del sindacato unitario Sumai

Scomparso il medico sindacalista clinica chirurgica del Sant’Orsola di Bologna, conseguendo la specializzazione in chirurgia generale e d’urgenza. Dall’85 al 90 ha lavorato negli ospedali di Modena e Carpi; successivamente è

tornato a Bologna proseguendo la professione all’ambulatorio Tiarini d Bologna. Nel 1988 ha iniziato l’attività sindacale, diventando segretario P. le e dal 2006 segretario Regionale Emi-

lia Romagna del Sumai, e membro della segreteria Nazionale. Era anche consigliere dell’ordine dei medici d Bologna. Vatrella lascia la moglie Valeria e i due figli gemelli di 12 anni.

Salvatore Vatrella

AMARONI L’organismo è stato eletto dopo le consultazioni cui hanno partecipato gli alunni della scuola secondaria di I grado e la V classe della primaria

Si è insediato il “consiglio dei ragazzi” Il sindaco è Roberta De Giorgio che ha già chiesto agli amministratori più attenzione per i giovani AMARONI — Si è insediato ad Amaroni il “consiglio dei ragazzi”, risultato eletto dopo le consultazioni cui hanno partecipato, il 28 febbraio scorso, gli alunni frequentanti le tre classi della scuola secondaria di primo grado e la quinta classe della primaria. Sindaco dei ragazzi è stata eletta Roberta De Giorgio, alunna della seconda classe della secondaria. Nei prossimi giorni il baby sindaco conferirà le deleghe ai mini-assessori. Vice sindaco, intanto, è stata nominata Chiara Bruno. Gli altri consiglieri sono Antonio N. Marinaro, Martina Scicchitano, Raffaele Devito, Giuseppe Laugelli, Luigi Sorrentino, Giulia Cilurzo, Antonio Gullà (maggioranza); Tommaso Bova, Sharon Olivadoti, Francesco Iapello e Tommaso Caccamo (minoranza). Il consiglio dei ragazzi, contemplato dallo statuto comunale amaronese, rientra nell’ambito di un pro-

Il sindaco dei ragazzi Roberta De Giorgio

getto sull’educazione alla legalità curato in collaborazione con i docenti delle scuole locali. Nella seduta di insediamento, tenutasi nella sala consiliare del municipio, alla presenza del sindaco

Luigi Foderaro, dell’assessore all’Istruzione Barbara Olivadoti, del segretario comunale M. Gabriella Maida, degli altri amministratori, del dirigente scolastico Pietro Bongarzone, dei docen-

ti, dei genitori degli alunni e del parroco don Alessandro Iannuzzi, la giovane Roberta, prendendo la parola, ha espresso “soddisfazione e gratitudine per l’incarico di grande responsabilità che mi è stato conferito. Sono sicura che sarà un’esperienza positiva che ci aiuterà a crescere e a migliorare la nostra personalità. Certo, i timori e le preoccupazioni sono tante, data l’inesperienza e la giovane età, ma sono fiduciosa che l’amministrazione ci aiuterà nell’assolvere questo incarico”. La baby sindaco ha poi chiesto agli amministratori comunali maggiori interventi per i ragazzi, come il parco giochi, la palestra attrezzata e la biblioteca. L’assessore Olivadoti ha sottolineato la vicinanza dell’amministrazione ai problemi della scuola, annunciando anche l’avvio di un progetto che si occuperà di lotta contro tutti i tipi di dipendenza. L’assessore Rocco Devito

ha esortato i ragazzi a leggere la Costituzione e a potenziare il dialogo tra loro e con le istituzioni. Il preside Bongarzone ha elogiato i suggerimenti giunti dai ragazzi per l’intitolazione di scuole e strade a personaggi importanti (scuola media a Giovanni Falcone, scuola elementare a Maria Ricca, scuola materna ad Antonietta Levato e le vie da dedicare a Paolo Borsellino e Rino Gaetano). Il sindaco Foderaro, dopo avere illustrato le iniziative del Comune in favore dei ragazzi e dicendosi soddisfatto per la concretizzazione del progetto che avvicina i ragazzi all’attività politico-amministrativa del Comune, ha lodato l’entusiasmo del baby sindaco e dei suoi collaboratori ed ha affermato che la sua amministrazione cercherà di portare a compimento le richieste avanzate. Salvatore Taverniti

SELLIA MARINA Il coordinamento cittadino comunica: «Impossibile partecipare al progetto amministrativo» PETRONA’ Che combinano le Ferrovie della Calabria in provincia?

Rottura tra l’Udc e il sindaco Amelio L’autobus spesso non passa SELLIA MARINA — «Rottura tra l’Udc e il sindaco Giuseppe Amelio. L’Udc di Sellia Marina abbandona il progetto amministrativo “Giuseppe Amelio Sindaco”, avviando i lavori per una eventuale terza lista». È quanto ha dichiarato in un ultimo comunicato stampa, il coordinamento Udc selliese, dal momento che «la proposta auspicata, che doveva anche spronare le altre componenti il progetto, perché definissero la loro visibilità, il ruolo e la responsabilità da assumere, sposando il “Progetto Amministrativo”, è stata respinta». Sciolta, pertanto, la riserva datata 27 marzo 2009. «Il Coordinamento Udc di Sellia Marina - prosegue la nota - avendo partecipato, unitamente alle altre delegazioni partitiche o associative, a incontri

precedenti, in data 25 marzo aveva sottoposto all’attenzione del Progetto amministrativco “Giuseppe Amelio sindaco” i seguenti quattro punti: 1) la propria disponibilità a concorrere alla realizzazione del Progetto Amministrativo del 6 e 7 Giugno e per il periodo 2009-2014; 2) piena disponibilità e fiducia politica al candidato a Sindaco Giuseppe Amelio; 3) la convocazione di lavoro della Commissione Organizzativa designata nell’incontro del 20.03.2009 perché provveda agli adempimenti burocratici necessari; 4) l’auspicio che la stessa provveda alla stesura del Programma e alla composizione della lista nel numero di sedici candidati. Al fine di semplificare ed agevolare i lavori della già costituita Commissione, il

Coordinamento Udc, aveva ribadito pure di voler partecipare al Progetto con un proprio candidato (Antonio Cosentino), invitando le restanti componenti (che hanno manifestato la disponibilità a partecipare allo stesso Progetto) ad esplicitare le singole assunzioni di responsabilità». Guardando ad un altro e nuovo percorso politico, «preso atto del mancato accoglimento del nostro documento datato 25 marzo 2009, e teso a sciogliere la riserva espressa nell’incontro del 20 marzo 2009, il Coordinamento Udc di Sellia Marina comunica l’impossibilità a partecipare alla realizzazione del progetto amministrativo, essendone venute meno le condizioni. Ringrazia e augura buon proseguimento dei lavori».

PETRONA’ La società locale non accetta le cose dette e scritte dopo la partita contro lo Strongoli

Calcio, è polemica con la stampa PETRONÀ — Non una sola parola, non

una sola critica. Il Petronà calcio non accetta le cose dette e scritte dopo la partita tra l’undici presilano e la squadra dello Strongoli, gara valevole per il campionato di seconda categoria. E le confuta una per una. Si è scritto sui giornali locali: “Invasione dei supporters della squadra locale, troppa foga e episodi che nulla hanno a che fare con lo sport”. Il Petronà calcio respinge le asserite accuse di antisportività, svuota il sacco, il suo sacco, con più di una obiezione e parlando di disinformazione. Parla la società presilana con una lettera aperta: “Ci preme sottolineare che non c’è stata alcuna invasione di campo e le uniche persone che hanno varcato i cancelli per entrare nel rettangolo di gioco so-

no stati gli esponenti delle Forze dell’ordine al solo scopo di raggiungere quanto più velocemente possibile il lato del campo opposto alle gradinate verso il quale si erano riuniti (rimanendo sempre e comunque all’esterno) alcuni tifosi. L’intero staff dei locali è entrato in campo al solo scopo di soccorrere il giocatore ferito nonché di calmare i compagni di squadra dello stesso surriscaldatesi davanti al gesto dell’avversario. Sebbene la nostra sia una dirigenza giovane e ci riferiamo all’età anagrafica dei suoi componenti, è ben consapevole che gli scontri di gioco e i falli di reazione, seppur da condannare e sanzionare, sono accettabili nel contesto agonistico. Pertanto si è cercato di riportare la calma sia all’interno che all’esterno

del rettangolo di gioco riuscendoci anche grazie all’aiuto delle forze dell’ordine. Non è ammissibile che si dicano e scrivano cose che nessuno ha visto, forse accecati dalla troppa passione per propria squadra. Anche noi siamo di parte, ma ci sforziamo di essere non solo dalla parte del Petronà, ma anche della verità, della giustizia e delle sport. Non ce l’abbiamo con nessuno, men che meno con lo Strongoli, aborriamo la disinformazione”. Con i tre punti preziosissimi conquistati contro lo Strangoli, Il Petronà, allenato da Alfredo Galli e con Carmine Passafaro presidente, è da domenica matematicamente salvo con 33 punti in classifica. Vincenzo Bubbo

PETRONÀ — Un disservizio può capitare. E passi. Se però il problema si ripresenta sempre e da un po’ di anni, vuol dire che non c’è la volontà di risolverlo, che si fa finta di non vedere. Che combinano le Ferrovie della Calabria nella provincia di Catanzaro? Se lo chiedono esterrefatti trenta studenti e altri passeggeri saltuari che percorrono la tratta tra Petronà e Mesoraca. La scena è sempre la stessa: zaino in spalle e attesa vana sotto le pensiline. L’autobus non passa e non c’è nessuno che dia una minima spiegazione. Ci sta l’inconveniente, ma non spiegare, non motivare va contro la legge, la logica, le

buone maniere. La corriera non è passata giovedì e venerdi scorsi e neppure ieri: chi può si arrangi per tre giorni di seguito. Gira voce che gli autisti percorrono malvolentieri la tratta tra Catanzaro e Petilia perché tortuosa. Ci si assenta e non si viene sostituiti. Hai compito? Hai interrogazione? Sono affari tuoi. Io mi assento, l’azienda non sostituisce e gli studenti rimangono appediati. E’ accaduto cinque volte quest’anno e tante volte anche nel 2008 e nel 2007: la misura è colma e anche la pazienza è finita. Vincenzo Bubbo

Selli@mare Prosegue senza sosta l’attività del movimento Selli@mare, il comitato civico selliese guidato dall’ex Sindaco Nino Biamonte. Il movimento, infatti, ha varato la sua “carta costituzionale” e si è dotato di un nome che contiene in se la sintesi dei valori fondativi. Selli@mare nasce all’insegna di un mondo che cambia e della necessità per la comunità selliese di mettersi rapidamente al passo con i tempi. Un gioco di parole sul nome geografico che contiene anche un altro importante ed unificante ingrediente: “amare Sellia”, cioè l’amore per il proprio paese innanzitutto. Un appello, questo, che il movimento civico sta lanciando in tutti modi possibili, “facebook” compreso. Una strizzatina d’occhio al mare, volano di sviluppo perché bene collettivo e risorsa inespressa, e centralità del cittadino sottolineata, alla base del logo, dalla lunga fila delle chioccioline, miti animaletti operosi e prudenti. Il movimento sta registrando ogni giorno nuove adesioni e riconoscimenti di stima da parte di singoli cittadini che, convinti dalla bontà del manifesto dei valori, stanno mettendosi finalmente in gioco a titolo individuale, dichiarando di condividere i contenuti innovativi dell’iniziativa. Un successo che si regge proprio sul superamento della logica tradizionale delle contrattazioni preelettorali e su una proposta di lavoro sostenuta e condivisa da tanti cittadini, diversi anche per formazione politico-culturale. Una proposta diversa nei metodi e nei contenuti che ha riscosso tanto interesse, come dimostrano anche il crescente numero di contatti sul social network Facebook e sul sito web istituzionale del movimento www. selliamare. it. Nel corso dell’ultima riunione del coordinamento, tenutasi giovedì scorso, sono state programmate una serie di iniziative aperte al contributo di tutti i cittadini e finalizzate alla elaborazione di un progetto complessivo per l’intera comunità selliese.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 27

CALABRIA Sabato 14 marzo 2009, presso il “Casino Lenza” si è svolto un importante incontro dell’Associazione donatrici italiane sangue cordone ombelicale

La festa di solidarietà pro “Adisco” L’ospedale di Lamezia Terme è stato premiato per l’importante ruolo che svolge nel progetto LAMEZIA TERME — Sabato 14 marzo 2009, presso il "Casino Lenza" di Yoe Iannazzo con la partecipazionedi professionisti che fanno parte del fior fiore della cultura lametina, si è svolta una festa di solidarietà pro "Adisco" (associazione donatrici italiane sangue cordone ombelicale). L'associazione, sorta a Lamezia nel marzo del 2007, di cui è presidente la poetessa Ines Pugliese si sta affermando sempre più nella nostra città per la divulgazione della donazione del sangue del cordone ombelicale ricco di cellule staminali. Le cellule staminali sono cellule atipiche presenti in ogni organismo e possono riprodursi in maniera pressochè illimitata. Le cellule staminali rappresentano ora il futuro dei trapianti, della ricerca e nella cura dei tumori, che ora rappresentano al primo posto òe cause di morte. Le cellule staminali si differenziano in fetali, embrionali, cordonali ed adulte. L'Adisco è per la raccolta delle cellule staminali che si trovano nel sangue del cordone ombelicale, che al momento del parto, solitamente vengono buttate. La raccolta di queste cellule non reca danno nè al nascituro, nè alla madre. Mettendone a frutto l'utilità, come importante risorsa per la salute e la ricerca. Queste cellule sono utilizzate nel trapianto per leucemie e linfomi, malattie congenite e metaboliche. Ad oggi possono essere curate più di settanta malattie e in futuro questo numero

Ines Pugliese

è destinato a crescere. Il sangue viene raccolto in sacche monouso, dotate di dispositivi di sicurezza per assicurare la sterilità del prelievo nel reparto di Ostetricia dell'ospedale di Lamezia Terme e dopo attente analisi, dal Centro trasfusionale , viene spedito nella " Cord Blood Bank" di Reggio Calabria. Le unità dopo un ulteriore procedimento scientifico vengono conservate per dieci anni in contenitori di azoto liquido a 196 gradi, ed utilizzate a richiesta. Per donare il sangue del cordone ombelicale la giovane mamma deve prendere contatto con il suo ginecologo che le assegnerà le dovute analisi di controllo, per verificare l'assenza di malattie genetiche o infettive

trasmissibili col sangue. la donazione è volontaria e gratuita. La dottoressa Pucci del Centro unico regionale trapianti cellule staminali e terapie cellulari di Reggio Calabria, di cui è direttore il dottor Iacopino, presente in sala, in una sua ultima comunicazione, ha scritto che da due anni le donazioni di cordone che arrivano a Reggio Calabria, sono aumentate grazie anche all'Adisco di Lamezia Terme. L'ospedale di Lamezia è al secondo posto per donazioni unità cordonali ed è stato premiato dall' Adisco di Reggio Calabria. In Italia le banche sono 18 e in esse si conservano 23mila unità di cordoni. Si punta ad arrivare a 100mila per poter coprire il fabbisogno di

richieste nazionale. Per cui è necessario che i cordoni non vengano buttati nella spazzatura, eì necessario una maggiore informazione della cultura dell'utilizzo del cordone ombelicale, perciò oltre a queste manifestazioni e convegni l'Adisco si e rivolta ai medici di famiglia invitandoli ad informare le pazienti incinte della possibilita di utilizzare il cordone ombelicale, che talore, ove fosse necessario, puo essere utlizzato dalla stessa famiglia da cui proviene la paziente. La serata é stata allietata dalla "Gb band Orchestra" formata da professionisti di grande valore che si sono esibiti senza scopo di lucro e specificatamente per creare un momento di grande solidarietà, consapevoli che "Dalla vita può nascere una nuova vita". La manifestazione si è potuta realizzare con grande partecipazione grazie all'operatività di tutto il comitato dell' Adisco formato dalla vice presidente Ippolita Lo Russo Torchia, dalla segretaria generale Lucietta Sdanganelli Amendola, dalla tesoriera Isa Crupi Cerminara e dalla presidente Ines Pugliese, dei componenti del comitato scientifico presiduto dal Dr Miceli Domenico, medico di famiglia, con la collaborazione dell'associazione e dell'Amdo della Presidente Magistrato Gabriella Reillo. Lo scopo della manifestazione era la dimostrazione, come con un piccolo gesto , quando si e uniti si puo vincere.

Botricello, Rifondazione: non c’è nessun accordo tra Forza Italia ed il Prc BOTRICELLO — «Nell’apprendere

dai giornali di un presunto accordo elettorale tra Forza Italia ed il Circolo del Prc di Botricello, per il rinnovo del Consiglio Comunale, ribadiamo che nessun accordo ci può essere tra due forze politiche che stanno agli antipodi, per ideologia, linea politica e programmi» si legge in una nota di Rifondazione comunista. «Questo - prosegue - essere diametralmente opposti vale a Roma come a Botricello, sia per liste di partito che per cosiddette liste civiche. Qualsiasi posizione politica che si dovesse discostare minimamente da questa linea, colloca coloro che la sostengono al di fuori del partito. Queste posizioni, a livello locale, se sostenute arrecano un enorme danno alla credibilità dello stesso Prc, come forza di cambiamento nella nostra regione, e non contribuiscono a migliorare le condizioni materiali di vita dei cittadini di Botricello. In questa fase -si legge infine nella nota -, siamo impegnati nella costruzione di una prospettiva di alternativa che deve avvenire nel vivo delle lotte sociali, rafforzando, quindi, la sinistra sociale e politica, con le lotte e nell’opposizione sociale al governo, che ricordiamo vede il padrone di Forza Italia a Presidente del Consiglio».


Pag. 28

APPUNTAMENTI il Domani

Domenica 29 Marzo 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

COSENZA La terza edizione de “La Primavera del Cinema Italiano-Premio Federico II” si svolgerà il 15,16, 17 e 18 aprile

Nicolas Vaporidis al Cinema Citrigno Un festival fuori dagli schemi, giovane e che promuove le nuove tendenze del grande schermo COSENZA — La primavera del cinema italiano, Premio Federico II. L’appuntamento è a Cosenza il 15,16, 17 e 18 aprile 2009. Nicolas Vaporidis sarà testimonial della III edizione. L’esordio del festival con la proiezione del film “Iago”. Sarà, dunque, l’icona della new generation del cinema italiano, Nicolas Vaporidis a tenere a battesimo, mercoledì 15 aprile, al Cinema Citrigno di Cosenza, la terza edizione de “La Primavera del Cinema Italiano-Premio Federico II”. Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo Presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Tra i partner ufficiali che danno il loro prezioso contributo alla macchina organizzativa dell’evento: la Provincia di Cosenza, la Fondazione Carical, La BCC Mediocrati, Confindustria-Cosenza, Agis, la Società Kostner. Con loro anche l’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema) che collabora attivamente alla manifestazione, così come la 01 Distribution; affiancati da numerosi partner locali. Una serata, al Citrigno, mercoledì 15 aprile, alle ore 21, dedicata all’ultimo successo cinemotagrafico del giovane attore, “Iago”. Pellicola diretta da Volfango De Biasi (già regista del film “Come tu mi vuoi”) uscita proprio

venerdì 27 marzo, nelle sale italiane. A Nicolas Vaporidis, inoltre, sarà consegnato il Premio Federico II. Mercoledì 15 aprile, al Cinema Citrigno, alle ore 21, sarà proiettato dopo l’incontro- dibattito con l’attore Vaporidis, il film “Iago”. Un testimonial, Nicolas Vaporidis che incarna lo spirito de “La Primavera del cinema Italiano”. Un festival fuori dagli schemi, giovane e che promuove le nuove tendenze del grande schermo. Un sorriso capace di far sognare milioni di teen agers, Vaporidis è decisamente il nuovo fidanzatino d'Italia. Dopo aver ottenuto nel 2000 la maturità classica al Liceo Manara di Roma, si trasferisce a Londra, dove rimarrà più di un anno, lavorando come cameriere, e seguendo corsi di inglese. Tornato in Italia studia recitazione presso il Teatro dei Cocci nella scuola del Teatro Azione, diretta da Cristiano Censi e Isabella Del Bianco, esperienza che si rivelerà fondamentale per la sua crescita artistica. Protagonista di “Notte prima degli esami” (2006) diretto da Fausto Brizzi, film che sancisce il suo successo; ma anche del newquel “Notte prima degli esami Oggi” (2007). Diventato una delle star nostrane maggiormente ambite, Nicolas inanella una serie di successi

L’8 e 9 maggio alle ore 21 presso l’imponente Teatro Tenda del Due Mari

Gianni Morandi a Maida venduti tantissimi biglietti LAMEZIA — Ad un mese e mezzo di di-

stanza già venduta la metà dei biglietti disponibili per assistere ai due concerti di Gianni Morandi, unici in Calabria, dei prossimi 8 e 9 maggio alle ore 21 presso l'imponente Teatro Tenda che sarà allestito nel parcheggio del Centro Commerciale Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia-Catanzaro, unica area attrezzata di oltre diecimila metri quadrati baricentrica rispetto al resto della regione capace di ospitare l'evento. Come rende noto l'organizzatore Ruggero Pegna i posti, circa 3.000 a sera, sono tutti a sedere e numerati, suddivisi in due settori: poltrona euro 40.00 e tribuna euro 30.00. Anche la tribuna sarà dotata, comunque, di normali seggiolini. «Il palcoscenico - precisa Pegna - è sistemato al centro del Teatro, senza ostacoli per la visuale, per cui la visione e l’acustica sono perfetti da ogni posizione dei posti». L'organizzatore ha anche reso noto che, al momento, sono stati già confermati pullman da Siderno, Locri, Vibo Valentia, Amantea, Reggio Calabria e Cosenza. Nello spettacolo Gianni Morandi, solo con la sua chitarra, sarà a diretto contatto con il pubblico per oltre 2 ore e mezza, per cantare insieme con gli spettatori ogni sera 40 brani, molti dei

che fanno breccia nel cuore del pubblico più giovane: da “Come tu mi Vuoi”, a “Questa notte è ancora nostra”. Ma Nicolas non si ferma qui, lo ritroviamo in una rivisitazione moderna di un dramma shakespeariano, nei panni di un vendicativo Iago, alle prese con Desdemona e Otello. “Iago” è il riadattamento in chiave moderna - con ribaltamento: il cattivo è Otello -– della tragedia di Shakespeare, il film è una riscrittura pop del testo originario. L’inedita coppia Nicolas Vaporidis (Iago) e Laura Chiatti (Desdemona), affermati idoli dei teenagers, fa scintille e spruzza nuova energia sulle commedie per adolescenti. Iago è un’operazione diversa, un’originale variazione della tragedia di William Shakespeare Otello, trasformata in commedia. Modernizzando il tutto, il regista, Volfango De Biasi, immagina uno Iago (Vaporidis) studente d’architettura ai giorni nostri. Cocco del celebre Rettore, Iago è ad un passo dall’avere tutto quello che la vita gli ha sempre negato. Fama, soldi e la donna dei propri sogni, apparentemente irraggiungibile ma ad un nulla dal cadere ai suoi piedi. Una favola nera, la pellicola è stato ambientato a Venezia, location ideale. Una città congelata nel tempo, l’unica dove si può ambientare una storia del 1600 come nel 2000. quali contenuti nel triplo Cd “Grazie a tutti”, prima vera raccolta delle sue più importanti canzoni, che ha venduto oltre 300.000 copie, nonché alcune novità tratte dalla nuova tripla raccolta “Ancora … Grazie a tutti” uscita lo scorso 3 ottobre. Gianni Morandi si esibirà sul palcoscenico rotondo di 6 metri di diametro al centro del “Teatro Tenda”, imponente struttura che viaggia trasportata da circa 20 Tir e che richiede una settimana di montaggio, coinvolgendo oltre 100 persone. Il tour è prodotto e promosso da Mormora Music e da Ballandi Enterttainment. "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", la rassegna del miglior live d'autore diretta da Ruggero Pegna do-

po la trionfale apertura con Fiorella Mannoia, assegnerà a Gianni Morandi il secondo "Riccio d´Argento" di questa XXIII edizione. L’oscar della musica dal vivo italiana, creazione del celebre orafo Gerardo Sacco consegnato in questi anni ai più prestigiosi autori, tra cui Fabrizio De Andrè, Gino Paoli e Paolo Conte, sarà consegnato a Gianni Morandi con la seguente motivazione: “Per le incredibili emozioni trasmesse in oltre quarant´anni con le sue canzoni, il suo stile ed i suoi concerti. Uno straordinario successo popolare capace di trasformare ogni suo appuntamento dal vivo in un evento di straordinario impatto emotivo e coinvolgimento collettivo per un pubblico di tutte le età”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 29

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Bothanica”, l’ultimo capolavoro di Moses Pendleton in scena al Teatro Politeama

“I tre moschettieri e?” a Catanzaro IL CARTELLONE

Aperte le iscrizioni ai corsi di cucina in programma a Botricello

BADOLATO (Cz) - Processione dei Misteri Dolorosi La Confraternita dell’Immacolata di Badolato Superiore comunica che, come da tradizione secolare, sabato 11 aprile si svolgerà la Processione dei Misteri Dolorosi per le vie del Borgo. Vi prenderanno parte fanciulle vestite da “ Addoloratine” che seguono il Cristo sulla via del Calvario accompagnato da decine di Alabardieri, Centurioni, Giudei, Penitenti(disciplinari), oltre ai numerosi Confratelli dell’Immacolata ed a quelli di S. Caterina. Il tutto accompagnato da canti religiosi tradizionali, attraversando tutte le vie del Borgo. La processione inizierà alle ore 13,00 dalla Chiesa dell’Immacolata con tappa presso il Convento di S. Maria degli Angeli, la Chiesa di S. Caterina, la Chiesa di S. Domenico, la Chiesa Matrice, la Chiesa di S. Nicola, per far poi ritorno alla Chiesa dell’Immacolata dopo circa sette ore e otto chilometri di cammino.

una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it 3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto.

le 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.

BOTRICELLO (Cz) - Corsi di cucina Sono aperte le iscrizioni ai corsi di cucina dell’Agriturismo La Casa di Botro. Le lezioni avranno la durata di due ore per una volta alla settimana (sabato) per 5 settimane. Ogni corso sarà composto da 8 corsisti per gruppo. Costo euro 120.00.

CASTROVILLARI (Cs) - Giornata Fai

CATANZARO - Confesercenti, assemblea elettiva Oggi, presso la sala Confeserenze Camera di Commercio Via M. Ippolito 16 - Catanzaro, Confesercenti provinciale di Catanzaro terrà IV assemblea elettiva. Idee, progetti e valori. La Pmi del commercio, del turismo e dei servizi protagonista della ripresa. Ore 10.00, parte istituzionale, lavori riservati ai componenti l’assemblea elettiva; ore 11.00, parte pubblica, relazione Adriana Papaleo, presidente uscente; saluto presidente eletto; interventi: Rosario Olivo, sindaco della Città di Catanzaro; Wanda Ferro, presidente Amministrazione provinciale di Catanzaro; Paolo Abramo, presiCATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 dente Cciaa Catanzaro; conclusione Antonino Marcianò, Di seguito il programma al completo della stagione teatra- presidente regionale Confesercenti.

Oggi anche Castrovillari celebrerà la 17ª giornata Fai di primavera a sostegno dell’arte e della natura italiane. Lo ha reso noto il sindaco, Franco Blaiotta, grazie all’iniziativa “I beni aperti a cura del Gruppo Fai del Pollino”, sostenuta dall’Amministrazione comunale. CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta maCATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, gica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proche consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che porre il Marca come centro educativo permanente attraverso possano essere parte integrante della Sezione Provinciale laboratori creativi. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, 338/4216232, 347/5025375. ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma an- CATANZARO - Ammissione 1° anno di università che prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le Sono aperte le iscrizioni per l’ammissione al primo anno di sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, al- CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” l’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attra- Ogni venerdìpresso il Girasole Country Club, via Lucrezia delverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed la Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore 16:00) Segnala un appuntamento 0961.752545.

a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

15.00-19.00; presso il Centro di aggregazione giovanile in Via Fontana Vecchia Catanzaro. Per info: 340/7892975 - lulabianchi@hotmail.it.

CATANZARO - Stage di danza Stage di danza teatro tecnica del corpo-elastico di Maria Marta Ruiz (Adra Danza Bogotà - Colombia). Lo stage è rivolto a danzatori e attori, professionisti e non. Oggi, ore 9.30-13.00;

CATANZARO - “I tre moschettieri e?” Presso il Teatro Hercules – Trav. viale degli Angioini – Catanzaro Sala, oggi (sipario ore 18,30) la Compagnia teatrale “Il Gambero” di Catanzaro metterà in scena “I tre moschettieri e ?”. Testo e regia: Raffaele Magro. CATANZARO - “Aspettando la Pasqua” L'associazione Chiaridea con il contributo della Amministrazione provinciale di Catanzaro e promossa dal consigliere Nicola Armignacca organizza per oggi alle ore 17.30 una manifestazione denominata "Aspettando la Pasqua". Tale manifestazione si svolgerà presso il "Centro anziani Vinicio Caliò" gentilmente concessoci dall'assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Catanzaro. Nel corso della manifestazione i bambini potranno presentare un disegno sul tema della Pasqua, mentre gli adulti potranno partecipare ad una gara di dolci preparando un dolce.Saranno premiati i disegni più belli e il dolce più buono.

Ogni lunedì sul Domani

LA PIAZZA Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti Per chi compra e vende, chi è a caccia di occasioni, chi cerca e offre lavoro. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, moto, accessori, bricolage, dischi, computer, attrezzi, software, mobili, audio-video Per contatti con la Redazione via mail: lapiazza@ildomani.it via fax: 0961-903801


30 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Ciclo di seminari dal titolo “Approfondimenti penalistici” nella Città dei Tre Colli

Rassegna di arte contemporanea a Catanzaro IL CARTELLONE

Concerto di Franco Battiato il 31 marzo al Teatro Politeama

CATANZARO - Presentazione libro Lunedì 30 marzo alle ore 17:30 presso l’Aula Magna dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, il Rhegium Julii, in collaborazione con l'Associazione Culturale Angoli Corsari, presenta il volume "Io sono come Omero", biografia di Lawrence Ferlinghetti scritta da Giada Diano e pubblicata nel maggio 2008 da Feltrinelli. L'evento vedrà la presenza dell'illustre storico Lucio Villari e della scrittrice Giada Diano. CATANZARO - Esibizione della canadese Young Lunedì 30 marzo alle ore 18,30 nella sala concerti del palazzo De Nobili, la chitarrista canadese Laura Young terrà una esibizione. Verranno eseguiti brani dal periodo barocco a quello contemporaneo: Bach, Kellner, Reger, Bogadanovic, Domeniconi. La manifestazione fa parte del progetto intrapreso dal Conservatorio di musica "F.Torrafranca" di Vibo Valentia e dal Polo Didattico di Catanzaro nel piano dell'offerta formativa dell'anno accademico 2008-09. Il progetto approvato dal Direttore dello stesso Conservatorio, Antonella Barbarossa e presentato dai coordinatori responsabili maestri Ferdinando Lomanno e Marco Rossetti, docenti del Conservatorio, si realizzerà nel Polo didattico di Catanzaro (ex istituto Rossi). Tale progetto si svilupperà in una Masterclass che si svilupperà dal 31 marzo al 4 aprile. CATANZARO - Nuovo direttivo Pro loco Lunedì 30 marzo alle ore 17.00 presso la sala giunta della camera di commercio di Catanzaro si terrà la conferenza stampa di presentazione del nuovo direttivo della Proloco e il programma dell'ente. CATANZARO - Firma protocollo formativo Per garantire una migliore attuazione delle attività di controllo sulle operazioni cofinanziate dai fondi strutturali, la Regione Calabria ed il Comando regionale della Guardia di Finanza si apprestano a realizzare il primo progetto finanziato con il Fondo sociale europeo per l'allestimento dei centri di formazione della Guardia di Finanza nelle cinque sedi provinciali, che si interfacceranno con quella del comando regionale. A tal proposito, lunedì 30, alle ore 9,30, il presidente della Giunta regionale Agazio Loiero presenzierà a palazzo “Alemanni” alla firma del progetto formativo tra la dirigente generale del dipartimento “Lavoro e Formazione” Marinella Marino ed il Comando regionale della Guardia di Finanza, rappresentato dal Generale di Brigata Gaetano Giancane. CATANZARO - Presentazione libro Sarà presentato il prossimo martedì 31 marzo nella Chiesa “Madonna di Pompei” di Catanzaro, zona ovest della città, l’ultimo libro di don Giuseppe Silvestre dal titolo “Ordine e Matrimonio: sacramenti del servizio sponsale” (Editoriale Progetto 2000, novembre 2008). Dopo la Santa Messa delle ore 18, interverranno alle 18,30, oltre all’autore, S. E. Mons. Antonio Ciliberti, arcivescovo metropolita di CatanzaroSquillace, S. E. mons. Antonio Cantisani, arcivescovo emerito, l’avvocato Rosario Chiriano, presidente dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani e il dott. Demetrio Guzzardi, editore. A coronare il tutto, l’attore Pino Michienzi che leggerà alcuni brani del testo. CATANZARO - “Il piano territoriale degli orari” Martedì 31, alle ore undici, nella sede della Presidenza della Giunta di Pal. “Alemanni”, l’assessore regionale all’”Urbanistica e Governo del Territorio”, Michelangelo Tripodi, terrà una conferenza stampa per la presentazione del sando “Il Piano Territoriale degli Orari”. Saranno anche presenti i sindaci dei cinque capoluoghi di provincia. CATANZARO - Presentazione libro Il 31 marzo, alle ore 18, nella Sala del Pianoforte del Comune di Catanzaro, il sociologo italiano Pino Arlacchi presenterà la sua ultima fatica letteraria, pubblicata nel 2009 per i tipi del Saggiatore. CATANZARO - Eucarestia per Forze Armate Sarà celebrata martedì 31 marzo 2009, alle ore 11.00, la tradizionale Santa Messa Pasquale Interforze, in occasione della Santa Pasqua, presso la Basilica dell’Immacolata in Catanzaro. Alla presenza delle massime autorità civili e milita-

ri, mons. Smaldone, Capo Servizio Interforze per la Basilicata e la Calabria, celebrerà l’eucaristia destinata alle Forze Armate ed ai Corpi Armati dello Stato presenti nella città di Catanzaro. CATANZARO - Conversazione su Maria Angotti Martedì 31 marzo, il prof. Luigi La Rosa terrà una conversazione su Maria Angotti e la sua scrittura. L’attrice Adele Fulciniti e il dott. Eugenio Conforto si alterneranno nella lettura di poesie e racconti. Martedì 31 marzo, ore 17.00, aula magna dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Scalfaro” di Catanzaro – Piazza Matteotti. CATANZARO - Corse Club autostoriche, riunione E’ convocata l’assemblea ordinaria dei soci del Catanzaro Corse Club Autostoriche presso la sede sociale a Catanzaro, palazzo Aci , viale dei Normanni 99, per martedì 31 marzo 2009 alle ore 15 in prima convocazione ed alle ore 16 in seconda convocazione. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it. CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 31 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Katyn; 7 aprile, ore 18.00-20.0022.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.00-18.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - Circolo Placanica, attività Il Circolo di Cultura "Augusto Placanica" via Scalfaro, 15/bis Catanzaro, presenta il programma dell attività marzo-aprile 2009. Mercoledì 1 aprile, ore 17.30, (in sede) la studentessa Angela Federica De Fazio presenta il libro di Kierkegaard Diario del seduttore; venerdì 3 aprile, alle ore 18.30, dopo le letture dantesche assemblea e auguri di Pasqua presso la sede del circolo. CATANZARO - “In out quattro” Mercoledì 1 aprile, alle ore 18,30, quarto appuntamento con la rassegna di arte contemporanea “In-Out quattro”, ciclo di mostre, eventi, incontri, promossi ed organizzati, per la stagione artistica 2008/09, dal Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” di Catanzaro – avrà luogo l'inaugurazione della mostra “Il rumore dell’erba– Nuove presenze nell’arte contemporanea”. La mostra, curata dal prof. Angelo Delli Santi, critico d’arte e curatore indipendente, presenta tre giovani artisti: Danilo De Mitri, Maria Elena Diaco, Giovanni Felle, differenti per formazione, geografia e linguaggi espressivi (pittura, fotografia, installazione e opera plastica). CATANZARO - Spettacolo di cabaret Il Teatro del Carro diretto da AnnaMaria de Luca, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura di Catanzaro, presenta lo spettacolo-cabaret "Egreggio ‘Mportuni Catanzaro" presso Auditorium "Casalinuovo", giovedì 2 aprile, alle ore 21.00, libero ingresso, con Pino Michienzi e il gruppo Parafonè. Musicisti Sergio Schiavone, Bruno Tassone e Angelo Pisani; luci e fonica Nello Zangari; macchinista Antonio Vatrano; regia Pino Michienzi. CATANZARO - Presentazione antologia L’associazione culturale Salotto Letterario con sede a Catanzaro, in collaborazione con Il Musagete ed Aljon Editrice, con il patrocinio della Provincia di Catanzaro, presenta l’antologia "Lo sguardo della Sibilla", a cura di Maria Grazia Scarnecchia (Aljon Editrice). L’evento, coordinato dalla prof.ssa Franca Franco, si svolgerà a Catanzaro, venerdì 3 aprile, alle ore 17.30, nella sala consiliare della Provincia. Interverranno alla manifestazione Angela Lo Passo, Boni-

facio Vincenzi, Maria Grazia Scarnecchia direttore editoriale Aljon Editrice. Ospiti della kermesse letteraria saranno Rosa De Franco, Marisa Provenzano, Caterina De Nardi, Anna Maria Farabbi, Cristina Montalto, Sara Moricone, Maria Rosato, Claudia Russo, Marisol Vazquez, autrici della raccolta di racconti. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Fiamma Tricolore, incontri Il Dipartimento Cultura e Formazione della Segreteria Provinciale della Fiamma Tricolore, guidato dall’avv. Pino Napoleone, ha avviato un nuovo ciclo di incontri-convegno a datare da venerdì 3 aprileladdove, sempre con inizio alle ore 18.00 presso la sede di via Case Arse, si dibatterà sul tema “Dov’è la Destra?....Dov’è la Sinistra?....”. CATANZARO - “Abbasta ma è masculu” Presso il Teatro Hercules - Trav. viale degli Angioini – Rione Sala - venerdì 3 aprile ore 21,00 circa, l’associazione Hercules mette in scena la commedia “Abbasta ma è màsculu”, due atti in dialetto calabrese. Testo e regia Piero Procopio. Oltre al poliedrico Piero Procopio sulle tavole potremo rivedere Antonella Apa, Vanessa Curto, Tonino Angeletti, Stella Surace, Biagio Bianco e Gori Mirarchi. Trucchi e costumi Angela Rotella, Luci e fonica Francesco Iacopino, Direzione di scena Andrea Saccardi.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 31

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono le lezioni del seminario di formazione culturale e politica nella Città dei Tre Colli

“Cicciu u pacciu”, commedia a Catanzaro IL CARTELLONE

“La cena dei cretini” in scena sabato 4 aprile a Chiaravalle Centrale

CATANZARO - Diagonal Jazz L’associazione culturale Vivarium upc di Cz e la Regione Calabria - Agenzia al diritto allo studio (Ardis) - nel quadro delle attività culturali rivolte agli studenti universitari della città, presentano “Musiche del contemporaneo: la forma canzone, quale propaggine primaverile di Diagonal Jazz”. Il festival catanzarese - che giunge con questa ennesima produzione alla sua XVI edizione - in tale occasione si caratterizza artisticamente incentrando l’attenzione sulla cosiddetta forma Canzone. “Diagonal Jazz XVI ed. spring session, musiche del contemporaneo. La forma canzone”. Venerdì 3 aprile, Ivan Segreto trio, Walter Calloni, batteria; Daniele Camarda, basso; Ivan Segreto, tastiere e voce; venerdì 17 aprile, Sabina Meyer con la partecipazione di Marco Siniscalco in Cruelly Coy; Sabina Meyer, voce; Marco Siniscalco, basso elettrico; giovedì 30 aprile, Dave Burrell, Leena Conquest in Leena Conquest sings the songs of Dave Burrell; Dave Burrell, pianoforte e composizione; Leena Conquest, voce e danza; presso il complesso Monumentale del San Giovanni in P.za Garibaldi,1. Inizio concerti ore 21.30. Ingresso 10,00 euro. Abbonamento ai 3 concerti 25,00 euro. Info e prenotazioni: 360/985949. CATANZARO - Presentazione “Bothanica” "Bothanica", il nuovo spettacolo dei Momix in prima mondiale in Italia, sarà presentato il 3 e 4 aprile al Teatro Politeama, all'interno della stagione ufficiale 2008/2009 della Fondazione Politeama. CATANZARO - “Reflections”, mostra Il programma del Marca, il Museo delle Arti di Catanzaro, si arricchisce di un nuovo appuntamento espositivo che prende in esame l'opera di uno dei maggiori protagonisti della scena artistica americana. Sabato 4 aprile, alle ore 18.00, (prosegue sino al 27 settembre) s'inaugura la personale di Alex Katz dal titolo “Reflections” con una serie di grandi lavori inediti incentrati sui temi cardini della sua ricerca, i ritratti e i paesaggi. L'esposizione, curata dal direttore del Marca Alberto Fiz, è promossa dalla Provincia di Catanzaro assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per i beni e le attività culturali e della Parc, direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio l'architettura e l'arte contemporanea. L'esposizione è accompagnata da un ampio catalogo monografico in italiano e inglese edito da Electa con saggi di Alberto Fiz e Vincent Katz. Comprende anche un'intervista a Alex Katz curata da Alberto Fiz oltre a due colloqui di Katz ccon Francesco Clemente e Richard Prince. Accanto alla mostra di Alex Katz negli spazi progettuali del Marca prosegue, sino al 19 aprile, Sottovuoto, la personale dei due artisti napoletani Perino & Vele con una selezione di oltre 20 opere tra sculture, installazioni, disegni e progetti realizzati negli ultimi dieci anni con una serie di nuovi lavori del 2008 proposti in anteprima. Orario: da martedì a domenica 9.30-13.00; 16.00-20.30; chiuso lunedì. Ingresso: 3 euro. Info: 0961/746797 - info@museomarca.com - www.museomarca.com. CATANZARO - Seminario di formazione politica Il secondo ciclo di lezioni del seminario di formazione cul-

turale e politica, organizzato dalla associazione culturale “La ragione e il tempo”, prosegue sabato 4 aprile 2009, alle ore 17,00, nella Sala dei Concerti del palazzo municipale di Catanzaro. Il dott. Vincenzo Falcone, sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale, già Segretario Generale del Comitato delle Regioni della Unione Europea, terrà la lezione sul tema: “Dal Mec alla Ue. L’Europa nel mercato globale”. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. Per motivi indipendenti dall'organizzazione, la rappresentazione della commedia "Cicciu u pacciu" presso il Teatro Incanto sito in via G.Rito 11 (Parco dei principi) a Catanzaro Sala, è spostata dal 29 marzo al 5 aprile, rispettivamente alle ore 21,00 e 18,30. Per ulteriori informazioni e biglietti telefonare ai numeri 334833997 - 3202516302 o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto;19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - “Agenzia investigativa” Domenica 5 aprile 2009 (sipario ore 18,30), a Catanzaro – Trav, viale degli Angioini (rione Sala), presso il Teatro Hercules ritorna la Compagnia Teatrale Ma chi mo’ ffa’ fa’ di Napoli con “Agenzia investigativa” – Testo Marotta e Randone – Regia di C. Cirillo e A. Scarpato. Prenotarsi per tempo. Info 331/8652239. CATANZARO - Pizza-concerto Per conservare il gusto del bello e rist. Hemingway presentano una pizza - concerto. Soprano: Anna Maria Bagnato; tenore: Francesco Carmine Fera; vocalist: Brigitte Valentino; pianista: Salvatore Gallo; presso località Giovino ex Tibi Tabo, Catanzaro Lido, domenica 5 aprile, ore 20.30, ingresso 15,00 euro. Prenotazioni: 0961/769019. CATANZARO - Uovo di Pasqua ai bimbi ricoverati La dott.ssa Vanessa Aprile, presidente dell'Associazione di promozione sociale, asilo nido e servizi integrativi, sito in via Molise 11, Santa Maria di Catanzaro, in data 7 aprile 2009, alle ore 11.30, presso l'ospedale Pugliese di Catanzaro, reparto di Oncologia pediatrica. In occasione della Pasqua, con l'intento di regalare un sorriso ai bambini/ragazzi in degenza,con un piccolo gesto d'amore, dona loro un uovo di Pasqua. L'uovo sarà consegnato ad ogni singolo bambino/ragazzo dalle mascotte dell'Associazione Titty e Biricco.

CATANZARO - “Controllo degli animali” Il 15 aprile, alle ore 09.00, presso la struttura Polifunzionale della Polizia di Stato, sita in loc. Cavita di Catanzaro (presso sede Polizia Stradale), sarà tenuto il convegno sul tema "Controllo e benessere degli animali e dei prodotti d’origine animale durante il trasporto”, ove interverranno, oltre alle autorità locali, esperti del settore e della materia.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: aprile: 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: 8 maggio, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire.

CATANZARO - “Riabilitrazione della spalla” Venerdì 29 e sabato 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 4 aprile, "La cena dei cretini" di Francis Veber; regia di F.Calderoni e S. Douani con Simone Douani, Fulvio Calderoni, Riccardo Graziosi; sabato 18 aprile, "Goodnight Italia" di N. Leonzio, G.Giugliarelli, S.Marino; regia di Lamberto Dorigo con Salvatore Marino, Federica Innocenzi; sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. CICALA (Cz) - L’Opera Santa Cicala presenta, l' Opera Santa, Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo in Piazza San Giacomo, il 10 aprile 2009 ore 15.00. Ingresso libero.


32 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Ogni anno punto e a capo”, spettacolo con Tosca D’Aquino il 5 aprile in scena a Cosenza

Stage di hip hop a Cropani Marina IL CARTELLONE

Appuntamento con il “Progetto Gonxha” oggi a Crotone

CIRO’ (Kr) - Uova Ail, iniziativa Oggi tornano le Uova dell’Ail in 3.700 piazze italiane. Per tre giorni c'è un dolce appuntamento, con un contributo minimo di 12 euro si sostengono i progetti dell'Ail. Il 28 e il 29 marzo è possibile acquistare le Uova dell’Ail in Via San Leonardo, località Arenacchio, a Cirò, e in Piazza Diaz a Cirò Marina. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it. COSENZA - “Flowers”, mostra Vertigo arte presenta la mostra di Martina Roberts dal titolo "Flowers", presso la sede Vertigo centro internazionale per la cultura e le arti visive, fino al 30 marzo. Testi poetici di Francesca Serragnoli sui “Flowers” accompagnano la stampa di una grafica dell’artista. COSENZA - Falime, prima edizione Fino al 30 marzo il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la prima edizione di Falime. L’appuntamento, grazie alla collaborazione delle diverse associazioni di categoria Confartigianato, Cna, Camera di Commercio conta di organizzare a Cosenza diversi espositori del settore alimentare, provenienti da tutta la penisola, produttori di alimenti, attrezzature e tecnologie per la ristorazione.

to le: ni.it

COSENZA - “Pd Day” Oggi, in tutti i Comuni della provincia di Cosenza, si celebrerà il “Pd Day”. La manifestazione dei democratici cosentini si articolerà in tutte le piazze dei paesi e delle città della provincia intorno ad un unico tema: “Al Governo il Buon Governo”. Nella mattinata tutti i dirigenti e gli amministratori del Pd saranno mobilitati per incontrare i cittadini ed illustrare loro le proposte avanzate dal Partito in sede nazionale per affrontare la crisi e per spiegare le realizzazioni più significative compiute dalla Giunta-Oliverio nei cinque anni di mandato. A Castrovillari si terrà una “passeggiata democratica” con raduno alle ore 10.00 presso il Municipio. A Cerisano sarà effettuata la distribuzione del locale giornalino del Circolo. A Cosenza sono previsti tre momenti di incontro con i cittadini, due in mattinata ed uno nel pomeriggio: alle 11.00 in Piazza Spirito Santo, alle 12.00 in Piazza Loreto e alle 18.00 al Centro Anziani di Via Popilia con Perugini, Adamo, Maiolo, Marini, Covello ed altri dirigenti. A San Giovanni in Fiore si terrà una manifestazione alle 18 sulla sanità a cui prenderanno parte il Presidente Mario Oliverio e l’on. Franco Laratta. Ad Aprigliano, sempre alle 18.00, il Segretario provinciale del Pd, Senatore Franco Bruno, incontrerà i giovani democratici della Presila. COSENZA - Riflessione sull’omosessualità Il Collettivo "Filol8 - Azioni Manifeste", ha inteso organizzare in collaborazione con l'Eos Arcigay Calabria un incontro di riflessione sulle tematiche dell'omosessualità e delle identità, presso l'Università della Calabria, aula Filol8 Cubo 28/b piano terra, lunedì 30 marzo, alle ore 20.00. A seguire sarà promossa una serata di musica che avrà come tema l’Amore Libero. COSENZA - Povia in concerto Si terrà il 30 marzo presso il Cineteatro “Garden” di Rende (Cs) con inizio alle ore 21, l’atteso concerto di Povia. I ticket

di ingresso sono acquistabili presso i punti vendita “In prima fila”, o tramite il sito www.inprimafila.net.

COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile in programma il concerto di Franco Battiato. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: il 3 aprile al Teatro Rendano si esibirà la pianista romana Rita Marcotulli con una superband per un progetto-tributo ai Pink Floyd dal titolo “Us and Them”. Il 24 aprile, sempre al teatro Rendano, concerto dei Pan Atlantic, uno straordinario quintetto jazz composto da musicisti italiani, francesi, austriaci, danesi e americani, guidati da BOBBY PREVITE e GIANLUCA PETRELLA. Mercoledì 6 maggio in programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugnoal Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembreal teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembrearriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro. COSENZA - Edilmediterranea, quarta edizione Il 3-4-5 aprileil quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la quarta edizione di Edilmediterranea. L’ormai consolidato appuntamento conta di replicare il successo della precedente edizione che, forte dei suoi 100 espositori, provenienti da tutta la penisola, e grazie ad una mirata campagna di comunicazione, ha attirato oltre 8.000 visitatori, tra cui: ingegneri, architetti, imprese edili, rivenditori di materiale edile, attestandosi tra le manifestazioni più visitate in ambito regionale.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - “Cosenza-Serbia 2009” Conferenza Stampa “Cosenza-Serbia 2009” - Meeting di business opportunities alla presenza del vice Primo Ministro e Ministro dell’Economia della Repubblica di Serbia, Mladjan Dinkic, che si terrà presso l’Hotel Holiday Inn il 7 aprile 2009 alle ore 20,30. Seguirà una convention cui parteciperanno rappresentanti di categoria provinciali e regionali, durante una cena conviviale. La convention sarà preceduta da un incontro tra la delegazione serba ed il Consi-

glio Camerale della Camera di Commercio di Cosenza alle ore 19,30, presso la sede camerale in Via Calabria 33, aperta anche alla stampa.

COSENZA - Moda Movie, XIII edizione La XIII Edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fatale” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799. CROTONE - “Gioventù in orchestra”, concorso Nell’ambito delle azioni positive per la promozione delle pari opportunità, la consigliera di Parità della Provincia di Crotone e l’associazione Maggio Crotonese, indicono una selezione di giovani musicisti per la costituzione di un’orchestra giovanile della Provincia di Crotone. Il concorso è riservato a musicisti, residenti nella provincia di Crotone, di età compresa tra i 10 e 25 anni e riguarderà i seguenti strumenti: violino, viola, violoncello, contrabbasso, sassofono, clarinetto, flauto, oboe, fagotto, corno, tromba, trombone, sassofono, arpa, bassotuba, percussioni. La partecipazione al concorso è subordinata all’invio della domanda di ammissione redatta secondo il modello presente anche sul sito istituzionale dell’ente. Le audizioni si svolgeranno oggi, presso l’aula magna del liceo classico “Pitagora “di Crotone. CROTONE - Progetto Gonxha Si è svolto il terzo appuntamento del Progetto Gonxha, realizzato dall’associazione Meklaie al fine di consentire agli interessati un’esperienza di volontariato in terra di missione. I prossimi appuntamenti saranno oggi, alle ore 19.00, con l’assemblea generale Meklaie presso la sala Sant’Agostino della parrocchia Santa Rita di Crotone ed il 4 aprile, con il IV incontro del Progetto Gonxha presso sede Meklaie (via T. Campanella, 6, Crotone) alle ore 17.00. CROTONE - Giochi sportivi studenteschi La manifestazione d’apertura dei Giochi Sportivi Studenteschi 2009, che quest’anno si terranno dal 30 marzo al 4 aprile 2009, in Crotone, organizzata dall’Ufficio Scolastico Provinciale – Coordinamento per l’Educazione Motoria, Fisica e Sportiva, in collaborazione con il Coni Provinciale, la Provincia ed il Comune di Crotone, vedrà la presenza di una rappresentanza del Comando Militare Esercito “Calabria” di Catanzaro che accoglierà tutti gli atleti che parteciperanno sfilando con il tricolore Italiano. La manifestazione prenderà il via alle ore 15.30 del 30 marzo, con partenza da Piazza Delfi antistante il Tribunale ed arrivo alle ore 16.00 in Piazza Duomo. A Seguire la cerimonia di apertura con gli interventi delle Autorità presenti. La manifestazione dei Giochi Sportivi Studenteschi, 2009 Città di Crotone, si snoderà lungo un tracciato che attraversa il cuore del centro storico della città.

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone:giovedì 2 e venerdì 3 aprile,Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato 18 e domenica 19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 20.30.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 33

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione del libro di Salvatore De Biase sabato 4 aprile nella Città della Piana

“Il teatro che non c’era” a Lamezia IL CARTELLONE

Primo congresso cittadino dell’Udc oggi a Isola Capo Rizzuto

CROTONE - “Applicazione del trust” Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Crotone e l’Associazione “Il trust in Italia” organizzano, in collaborazione con il Consiglio Superiore della Magistratura- Ufficio dei Referenti per la Formazione Decentrata Distretto della Corte d’Appello di Catanzaro, e con il patrocinio del Consiglio Notarile di Catanzaro, Crotone, Lamezia Terme e Vibo Valentia, e dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e Degli Esperti Contabili della Provincia di Crotone, il Corso di approfondimento professionale “Inquadramento e applicazione del trust nella vita professionale” che si terrà a Crotone presso l’Auditorium dell’Istituto Sandro Pertini venerdì 3 aprile 2009 (15.00 – 19.00) e sabato 4 aprile 2009 (9.00 – 13.00). Il corso, rivolto a Magistrati, Avvocati, praticanti Avvocati, Notai e praticanti Notai, e a tutti gli altri operatori professionali del settore giuridico ed economico, mira a fornire una visione di insieme e pratica circa le molteplici soluzioni offerte dal trust, attraverso l’esperienza diretta di relatori che da anni studiano ed applicano questo strumento con particolare riferimento al diritto di famiglia e delle persone, al diritto societario, al fallimento e alle procedure concorsuali. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una tshirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. FEROLETO A. (Cz) - Assemblea provinciale Avis Assemblea provinciale di Cz dell’Avis- Donatori di sangueoggi, alle 15 presso il T-Hotel a Feroleto Antico. GUARDIA P. (Cs) - Passione Vivente Fervono i preparati per la Passione Vivente che si svolgerà Venerdì Santo, 10 aprile 2009, alle ore 22.00, nel suggestivo centro storico di Guardia Paese. ISOLA CAPO R. (Kr) - Congresso Udc Oggi alle ore 17.30 presso la sala Carnì di Isola Capo Rizzuto si terrà il primo congresso cittadino dell’Udc con l’elezione del segretario. Parteciperanno il candidato alla presidenza della Provincia di Crotone Benedetto Proto, Mario Tassone vice segretario nazionale, Michele Trematerra capogruppo del partito in consiglio regionale e Franco Talarico segretario regionale. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Il ristorante è aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso.Ulteriori info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - “A scuola di energia” Si comunica che il III Circolo didattico "Don L. Milani" organizza la XIX settimana della cultura scientifica e tecnologica dal titolo "A scuola di energia", fino a oggi, presso la sala Polivalente/Palestra Via Maggiordomo, Lamezia Terme. Programma: oggi, ore 10.00 - 12.00, mostra “A scuola di energia”.

LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. Programma: Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Wesker il 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lamezia-terme.cz.it,www.teatroalamezia.it.

periori e a giovani, nasce da un’idea del regista Pileggi, che ne è conduttore, fatta propria dal sindaco Gianni Speranza e dall'Amministrazione comunale nel 2006. Le iscrizioni si realizzeranno l’1 aprile dalle 18 alle 20 nella palestra del III Circolo didattico "Don Milani". Per maggiori informazioni telefonare al 338 3885877.

LAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, presenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Aprile, ore 17.00: 1 mercoledì: prof. Antonio Milano, letture: Omero, Iliade, vv 1-15; 3 venerdì: dott. Cesare Perri, Essere nonni oggi; 8 mercoledì: Luigino Longo, ‘U pisùalu, raccolta di poesie in dialetto sambiasino (conversazione con l’autore); 15 mercoledì: Giuliana De Fazio e Tonino Falvo: Futuri remoti, suoni e colori nell'intorno di un'avanguardia; 17 venerdì: prof. Italo Leone, Alcyone: il riposo del superuomo; 22 mercoledì: prof.ssa Costanza Falvo D’Urso, La Storia: il più celebre e discusso tra i romanzi di Elsa Morante; 24 venerdì: prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’antica Roma (con video proiezione); 29 mercoledì: Bruno Tassone, Il Cantastorie. Maggio, ore 17.00, mercoledì 6: prof. Antonio Bagnato, Lorenzo Milani: il prete, l’educatore, il sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13:don Pino Falvo, Chiesa locale e Chiesa Universale; venerdì 15: Francesco Longo, La poesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Mancini e Giovanna Muraca voce recitante: Caterina Menichini e Rosina Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Villella, Giovanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano e avversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566; venerdì 22: prof. GioLAMEZIA T. (Cz) - “Sicurezza nei luoghi di lavoro” vanni Cimino e altri, Genio e follia nella scienza e nell’arte; Aeit, Unae Calabria, e sede provinciale Aias di Catanzaro, in- mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il potere dello sguarvitano alla conferenza stampa su “Sicurezza elettrica e sicu- do; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine di marzo scade rezza antincendio nei luoghi di lavoro”, giorno 31 marzo, al- il termine ultimo per iscriversi all’Uniter. le ore 16.45, al Grand Hotel Lamezia, (di fronte stazione Fs Lamezia Terme). Programma: ore 16.45, registrazione dei partecipanti; ore 17.15, saluti: Fabio Giammanco, presiden- LAMEZIA T. (Cz) - Presentazione libro te Aeit sez. Calabra; Quintino Jirillo, presidente Unae Cala- Presentazione del libro di Salvatore De Biase dal titolo "Jubria; Riccardo Ambrosio, coordinatore sede provinciale Aias da fhu 'nnu tradituri o...o miagljiu amicu du Signuri?", sadi Catanzaro; Salvatore Saccà, presidente ordine degli inge- bato 4 aprile 2009 alle ore 17 presso l'ex sala consiliare di gneri della provincia di Catanzaro; ore 17.20, interventi: Ro- Sambiase a Lamezia Terme. berto Giampà, Unae Calabria, su aspetti di sicurezza elettrica legati al Tu (D.Lgs. 81/2008); Riccardo Ambrosio, Aias sede provinciale di Catanzaro su la prevenzione incendi e il LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii D.Lgs. 81/2008; Emilio Ochiuzzi, comandante provinciale Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 4 aprile, Vigili del Fuoco di Catanzaro su la sicurezza antincendio nei "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontaluoghi di lavoro; Roberto Longo, Ispesl dipartimento di Ca- na. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con initanzaro su integrazione tra la norma Cei 64-8/7 ed il Dm zio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenari18/09/2002 recante norme di prevenzione incendi nelle strut- visibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro ture sanitarie; Rocco Silvestro, responsabile unità sicurezza 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero ed ambiente Enel distribuzione Dtr Calabria su la sicurezza euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25. in Enel distribuzione; dibattito e conclusioni; ore 19.30, aperitivo; coordinatore: Quintino Jirillo, presidente Unae CalaLAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” bria. LAMEZIA T. (Cz) - Coldiretti Calabria, conferenza Martedì 31 marzo, alle ore 11,00 a Lamezia Terme (Sant’Eufemia) al Grand’Hotel Lamezia, la Coldiretti Calabria presenterà le misure previste nel documento predisposto “Politiche anticrisi: per l’agricoltura e l’agroalimentare made in Calabria”.

LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo pressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009. LAMEZIA T. (Cz) - “Il teatro che non c’era” Riprendono le iscrizioni per la quarta edizione del laboratorio teatrale comunale “Il teatro che non c'era” diretto da Francesco Pileggi e sostenuto dal Comune di Lamezia Terme. Il laboratorio teatrale, gratuito e aperto a studenti delle scuole su-

Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


34 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto del tenore Amerigo Marino in programma giovedì 2 aprile a Montepaone

Trofeo nazionale di ballo a Reggio IL CARTELLONE

Il Teatro Bellini di Napoli questa sera al Teatro Francesco Cilea

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 - 339/8309044; bequadro@bequadro.it. MAIDA (Cz) - “Giovedì Premiere” Warner Village Cinemas Due Mari rinnova l’appuntamento con l’iniziativa “Giovedì Premiere” e propone, sugli schermi del multiplex “Due Mari”, una speciale anteprima a scelta tra i migliori titoli in uscita nella settimana. Programma: il 2 aprile- “Io & Marley” film commedia che narra le vicende di un piccolo labrador adottato da una giovane coppia nell’attesa di avere un figlio, ed infine -il 9 aprile-, la proiezione del film “Duplicity”, spy story che vedrà il ritorno di Julia Roberts nei panni di un’affascinante spia industriale. Warner Village Cinemas Due Mari vuole così proporre l’opportunità a tutti i suoi spettatori di poter assistere in anteprima nazionale ed in esclusiva alla visione di tutte le principali pellicole dei grandi titoli in programmazione per il 2009. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. MONTAURO L. (Cz) - Finale Miss il Domani Sabato 18 aprile, alle ore 21.30, finale del concorso di bel-

lezza "Miss il Domani 2009" sesta edizione, presso la struttura dell'hotel Calalonga a Montauro Lido, organizzato dalla F&V di Franco e Veneranda Arena. Ingresso libero. MONTEPAONE (Cz) - Concerto del tenore Marino La Roma Touring di Francesco Corea comunica che in data 2 aprile alle ore 18.30 si svolgerà presso la chiesa di San Giovanni Battista il concerto del tenore Amerigo Marino. L'evento è patrocinato dall'Amm. comunale di Montepaone.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena". Il 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre,prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - “Giù le mani dai salari” La Camera del Lavoro “Pietro Bianco” di Petronà organizza, lunedì 30 marzo ore 17 palazzo Colosimo, convegno-dibattito sul tema “Giù le mani da salari, pensioni, libertà e diritti: futuro sì, indietro no”. Introduce il segretario locale Daniela Berardelli. Relazionano Franco Centola, membro segreteria provinciale Cgil e Santino Bubbo, sindaco di Petronà. Conclude il segretario regionale Cgil Sergio Genco. PLATANIA (Cz) - Pellegrinaggio a Rossano In preparazione alla celebrazione pasquale ormai imminente, oggi più di cento fedeli della Comunità di Platania, effettueranno un pellegrinaggio a Rossano Calabro, uno dei più significativi centri della civiltà bizantina in Calabria. A questa ennesima iniziativa, promossa dalla parrocchia San Michele Arcangelo dell'entroterra lametina, prenderanno parte rappresentanti dei Piccoli Frati e Sorelle V.V. di Gesù e Maria, provenienti dalla Chiesa di Santa Chiara di Lamezia Terme, che da qualche tempo stanno anche operando a Platania con gli esercizi spirituali quaresimali intitolati "Da zero all'Eucarestia". I numerosi pellegrini accompagnati dal parroco Don Pino Latelli e dalla responsabile dell'ufficio parrocchiale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport Maddalena Cimino, partiranno alla volta di Rossano a bordo di due pullman granturismo alle prime luci dell'alba. REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatrofino a oggi, Zattere, stagione teatrale 2009. Programma:oggi, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino

al 10 novembre: oggi, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato18 e lunedì 20 aprile,Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Teatro Primo, stagione teatrale Presentata a Palazzo San Giorgio una rassegna teatrale organizzata dall’Associazione Teatro Primo. Durante il mese di marzo sono previsti quattro spettacoli, tra i quali un musical, che coinvolgono note associazioni teatrali reggine quali “SpazioTeatro” e “The sparkling diamonds”. Programma: si chiude oggi con “Traditi”, atto unico di Paola Ponti. REGGIO C. - “Ci penza mammà”, spettacolo Ad un anno circa, dall’ultimo debutto sulla scena calabrese, la Compagnia Teatrale I Soliti Ignoti di Benevento, appartenente all’Anspi (Ass. Naz. San Paolo Italia) torna a Reggio Calabria al Teatro Loreto sede del Gruppo Blu Sky Cabaret in Via Sbarre Centrali, 151, oggi alle ore 19.30 con lo spettacolo dal titolo “Ci penza mammà”, commedia in due atti di Gaetano Di Maio per la regia di Maurizio De Matteo. REGGIO C. - Trofeo nazionale di ballo La città di Reggio Calabria ospiterà nei giorni 4 e 5 aprile 2009 il 9° Trofeo nazionale di ballo “Città dei Bronzi”. L’importante evento è organizzato dalla Associazione sportiva dilettantistica “Lady Francy” sul parquet del Palazzetto dello Sport di largo Botteghelle (spalle gradinata Stadio Comunale) a Reggio Calabria, con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria ed il supporto dell’Amministrazione provinciale e della Regione Calabria. Ulteriori dettagli, news, logistica, potranno essere reperiti sul sito calabria.fids.it, mentre per informazioni relative alle iscrizioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 339/3005065 339/2691767. Le iscrizioni dovranno pervenire, a mezzo fax 0965.893794, non oltre giorno 2 aprile 2009 (giovedì).

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La nona edizione del concorso “Miss & Mister Amaranto” dedicato alla bellezza e allo sport a Reggio

Ornella Vanoni in concerto al Cilea IL CARTELLONE

“De Andrè canta De Andrè” il 15 maggio al teatro Garden di Rende

REGGIO C. - “Miss e Mister Amaranto” Riparte con la nona edizione il concorso “Miss e Mister Amaranto” tour 2009 dedicato alla bellezza e allo sport . L’età per partecipare al concorso è compresa tra i 16 e 26 le caratteristiche valutate da parte delle giurie saranno: bellezza, portamento, fotogenia, personalità. I primi di aprile i inizieranno i casting per le selezioni. Info: 347 7644099 - segreteria@pantanelloclub.it. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23,ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri;giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa: 0965/312701- 0961- 761471 - 0965/5936441; o ancora consultare il sito www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: martedì 7 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione del-

la dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psicobar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 www.cooperativaimep.it - Prenotazioni: urp@cooperativaimep.it.

gogia della Comunicazione dell’Università della Calabria, presenterà il volume e l’autore, che trarrà le conclusioni, rispondendo anche alle domande dei giornalisti e del pubblico.

RENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cs), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione di "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinaREGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... ta alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di CatanL'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo cultura- zaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche le “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia dell'adulto).

“ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: il 21 aprile, martedì 9 giugno. REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria dal 22 al 25 aprileal Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto.

RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio: un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace.

ROCCA DI NETO (Kr) - “Una ragazza per il cinema” Sabato 4 aprile, alle ore 11.30, presso la sala consiliare del comune di Rocca di Neto (Kr) sarà presentata la XXI edizione del concorso nazionale "Una ragazza per il cinema" moda e fotogenia la cui finale nazionale quest'anno si terrà dal 8 al 13 settembre, nella provincia di Crotone. Oltre al concorso sarà presentata la 1^ edizione del premio Calabria Arte. SeREGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni guirà buffet presso la sede dell'accademia della moda "Maria “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali Antonietta". della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edi- ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma lizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagion 2009 tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. ProConvegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, intro- gramma: 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiadotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. ra Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ci- N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 clo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con asdi Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edili- sociazione internazionale operetta Trieste con gli allestizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urba- menti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al na del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reg- Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorigina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Se- ni;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in Calaguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 briaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamenottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nel- to speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonal’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillot- menti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o polta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la trona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un fiProf.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. glio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerGiuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà to l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 imperniata sul libro. aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti RENDE (Cs) - Presentazione libro poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per “L'inganno e la paura, il mito del caos globale”, è questo il ti- gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro tolo del nuovo libro di Pino Arlacchi, edito da “Il Saggiato- San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spetre”, che verrà presentato mercoledì 1 aprile alle ore 10.30, a tacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro Rende presso l'University Club dell'Università della Cala- 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni genebria. La manifestazione è stata promossa dal Dipartimento rali saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: di Scienze dell’Educazione dell’Università della Calabria e \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sidal “Limes Club” dell’ateneo calabrese, recentemente inau- barinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; e-mail: ufficio gurato da Lucio Caracciolo, direttore della rivista. Dopo i sa- stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; luti del Rettore dell’Università della Calabria Giovanni La- 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitorre, ci saranno gli interventi di Giuseppe Spadafora, Pre- tamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotasidente del Corso di Laurea di Scienze della Formazione Pri- zione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello maria, e di Viviana Burza Direttore del Dipartimento di spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranScienze dell’Educazione. Mario Caligiuri, Docente di Peda- no ritirati le poltrone verranno rivendute.


36 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La sesta edizione del premio letterario “Armando La Torre” in programma a Siderno

Festa della birra a Soverato IL CARTELLONE

Due nuove opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

S. MARCO A. (Cs) - “Unesco: patrimonio dell’umanità” Sabato 4 aprile alle ore 10.30, nella sala consiliare di palazzo santa Chiara di San Marco Argentano, si terrà un convegno sul tema “Unesco: patrimonio dell’umanità”. L’iniziativa è moderata da Pinotto Mollo, sindaco della città.

SIMERI CRICHI (Cz) - Maratona Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratona Stracrichiil 14 giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per info: 368/560945 - 333/9725089.

SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito.

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandlo con tesy voice superkaraoke. Sabato 4 le rivoltele; giovedì 9 Gray in concerto; domenica 12 brillant diguise; lunedì 13 mimmo cavallaro tarantapower; martedì 14 i jumbo sul palazzo cover band rino Gaetano; 1, 2, 3 maggio festa della birra.

SAN PIETRO MAGISANO (Cz) - “L’Opera Santa” Il 5 aprile 2009, presentazione de "L'Opera Santa" Passione e morte di Nostro Signore Gesù Cristo in 9 atti, alle ore 15.00, Piazza V. Emanuele III. Ingresso libero. S. ANDREA J. (Cz) - 3° Trofeo Drago di primavera Oggi si svolgerà a S. Andrea Jonio, presso il Palazzetto dello Sport, il 3° Trofeo Drago di primavera. 21 società sportive provenienti da tutto il Sud Italia, oltre 300 atleti praticanti la disciplina del wushu kungfu e circa 500 accompagnatori al seguito. Una grande giornata di sport organizzata dal Centro Studi Interdisciplinari Arti Marziali Cinesi di Soverato in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di S. Andrea Jonio. SANTA CATERINA (Cz) - “Chi c’è, alzi una mano” La Pro-Loco Santa Caterina e Anlaids onlus organizza “Chi c'è, alzi una mano” giorno 11 aprile, c'è un bonsai per te, a Santa Caterina centro capoluogo villa comunale ore 9.30 12.30, Santa Caterina Marina piazza Giovanni XXIII. Per info: 0967/84091 - prolocoscj@libero.it.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio Calabria, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando.

SOVERATO (Cz) - “L’arte musicale in Calabria” Continua l’attività concertistica dell’associazione Centro Studi Musica Sud con “L’Arte musicale in Calabria” in collaborazione con Ardis di Catanzaro. Protagonista dell’evento l’Orchestra Sinfonica Poltava dell’Ucraina e due giovani violinisti soveratesi, Greta Varlese e Gabriel Giannotti. L’orchestra sarà diretta dal maestro Giovanni Froio. Il programma, prevede musiche di Mozart, Vivaldi e Pachebel. . La manifestazione si svolge oggi alle ore 18:45 c/o l’Oratorio Don Bosco della parrocchia Maria Ausiliatrice di Soverato. Ingresso gratuito.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma:concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SOVERATO (Cz) - Festa della birra Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione del programma che si terrà in occasioe della seconda Festa della birra- Città di Soverato nei giorni 1-2-3 maggio 2009.All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, cabaretisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'assegnazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria del giovane soveratese deceduto tragicamente più di vent'anni fa. Il premio è riservato agli artisti che vorranno esibirsi nei giorni 1-2-3 maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in una somma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dall'organizzazione. Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 3280715176 oppure inviare mail a barmario.vs@libero.it.

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. VIBO V. - “La riforma urbanistica calabrese” La commissione "Sviluppo operativo piani" Inu Calabria organizza il seminario “La riforma urbanistica calabrese, metodologie, problematiche, proposte operative”, il 31 marzo, ore 16.30, biblioteca comunale via Jan Palach. Introduce: Maria Adele Teti, vice-presidente Inu Calabria; intervengono: ass. reg. M. Tripodi; ass. prov. P. Barbieri; 1 sessione, ore 16.30: relazioni: Le nuove metodologie sono il motore per un nuovo modello di sviluppo?, D. Santoro: la Calabria riformata? - Modalità costruttive del nuovo Psc, il "Documento preliminare"; B. Tenuta: la Calabria frana: sono solo catastrofi naturali?; M. Gigliotti: il territorio agricolo come risorsa; F. Chirico: la questione energetica; 2^ sessione, ore 18.00: tavola rotonda e dibattito: le forze economiche e sociali di fronte alla gestione del territorio; avv. A. Calzone direttivo reg. wwf; arch. F. Foti ordine architetti Vv; ordine ing. Vv; dott. Garzulli Roberto presidente Csv Vibo; ordine agronomi; ordine geologi; ordine geometri, associazione industriali; sindacati; conclusioni: F. Rossi presidente Inu Cal. VIBO V. - Turismo nel Sud, conferenza Il consolato generale degli Stati Uniti a Napoli, in collaborazione con la Camera di Commercio di Vibo Valentia, organizza una conferenza dedicata al turismo nel Sud Italia il 2 aprile, all’albergo 501 di Vibo Valentia. Parteciperanno alla conferenza rappresentanti del settore pubblico (responsabili al livello regionale, provinciale e comunale per la promozione e la politica turistica) e del settore privato (l’industria turistica nel Sud Italia), compresi esperti responsabili per la promozione e la protezione dei beni culturali e dei siti archeologici, provenienti dalle sei regioni del Sud Italia. CALABRIA - Settimana prevenzione oncologica Parte l’ottava edizione della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori che si svolgeràfino a oggi. Simbolo della manifestazione, ancora una volta, l’olio extra vergine di oliva testimonial della sana alimentazione e considerato alimento anti-cancro. I volontari della Lilt saranno presenti nelle piazze su tutto il territorio nazionale pronti a consegnare in cambio di un contributo, la bottiglia di olio e gli opuscoli per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita. Per conoscere i dettagli sui vari appuntamenti visitare il sito: www.liltcz.it o chiamare il numero verde 800998877. CALABRIA - “Apri gli occhi”” “Apri gli occhi!” sbarca in Calabria. La campagna di prevenzione – che nella Regione coinvolge oltre quattromilatrecento alunni delle scuole elementari – sarà a Vibo e provincia (fino al 31 marzo). L’iniziativa mira alla prevenzione: è incentrata su 27 spettacoli didattici gratuiti che intendono insegnare ai bambini come proteggere la vista, il senso che ci fornisce più informazioni sul mondo. “Apri gli Occhi!” è stata ideata e realizzata dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-Iapb Italia Onlus in collaborazione col Ministero del Welfare e le sezioni provinciali dell’Unione italiana ciechi ed ipovedenti (Uici): ha come protagonisti una serie di animali del mondo dei cartoni animati disegnati appositamente per spiegare le parti dell’occhio e le loro funzioni (la mascotte di “Apri gli Occhi!” è Bat, un piccolo pipistrello miope). L’iniziativa sollecita la fantasia e l’intelletto dei bambini grazie a due attori professionisti; ma si avvale anche di un dvd che viene regalato a tutti gli allievi e di opuscoli informativi pensati per le famiglie.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 37

Sport

AMICHEVOLE IN OLANDA

UBRIACO AL VOLANTE

Martedì debutto in azzurro con l’Under 21 per Davide Santon

Positivo all’alcol Ritirata la patente al difensore del Napoli Fabiano Santacroce

Il vantaggio arriva a inizio partita con un rigore del centrocampista Il centravanti della Sampdoria sigla lo 0-2 finale nel secondo tempo Il suo procuratore smentisce contatti con Manchester United e Giappone

Ieri il record con l’Inghilterra Nuovo festino hard per Adriano

Mancini con Simona Ventura a Genova

Beckham abbraccia Lampard

Mancini torna ma non farà il vice Ferguson

Immenso Beckham Con 109 presenze supera Bobby Moore

MILANO - «A luglio tornerò su una panchina, la nostalgia inizia a farsi sentire». Roberto Mancini annuncia il rientro dopo un anno sabbatico. E 24 ore dopo il suo procuratore, Giorgio De Giorgis, conferma: «Credo proprio che il prossimo anno - ha detto - tornerà ad allenare una società importante». Si dice che sia in pole position per il Chelsea, per prendere il posto di Guus Hiddink, anche se l’olandese potrebbe comunque restare in società con un ruolo diverso. E questo potrebbe anche non piacere a Mancini... De Giorgis smentisce alcune frasi circolate su internet. «Non ho mai detto che Mancini è stato contattato dalla nazionale giapponese, nè dal Manchester United per fare l’allenatore in seconda di Alex Ferguson. Non è vero».

LONDRA - L’Inghilterra ha stravinto l’amichevole di lusso giocata a Wembley contro la Slovacchia, terminata con un netto 4-0. David Beckham, entrato in sostituzione di Lennon, è diventato il giocatore inglese - portieri esclusi - con più presenze in Nazionale, avendo raggiunto quota 109. Il milanista ha battuto il record che condivideva con Sir Bobby Moore e ora punta alle 125 presenze del portiere Shilton. Per un milanista al top, un interista al centro delle polemiche. Adriano avrebbe organizzato nei giorni scorsi un party nella sua abitazione a Rio de Janeiro. Secondo la stampa, alla festa, durata 12 ore, avrebbero partecipato anche modelle, transessuali, prostitute e il calciatore Robinho. Adriano si è difeso: “Era solo una festa tra amici”.

Italia vola con Pirlo-Pazzini Tegola Di Natale L’attaccante si fa male a un ginocchio Montenegro (4-3-2-1): Poleksic 6; Pavicevic 6, Basa 5, Batak 4,5, V. Bozovic 6; Drincic 6, Pekovic 6,5 (34’ st Vujovic sv), Boskovic 6; Jovetic 6,5, Vukcevic 5,5 (44’ st Zverotic sv); Djalovic 5,5 (27’ st Beciraj sv). A disp. M. Bozovic, Dzudovic, Tanasaijevic, Novakovic. Ct Filipovic 5,5 Italia (4-3-3): Buffon 7; Zambrotta 6, Cannavaro 6, Chiellini 6, Grosso 6; Palombo 5,5, De Rossi 6, Pirlo 7 (36’ st Brighi sv); Quagliarella 5,5, Iaquinta 5 (14’ st Pazzini 7), Di Natale sv (9’ pt Pepe 6,5). A disp. Amelia, Motta, Gamberini, G. Rossi. Ct Lippi 6 Arbitro: Atkinson (Ing) 5 Reti: 10’ pt rig. Pirlo, 28’ st Pazzini Ammoniti: Palombo, Batak, Cannavaro e Pekovic PODGORICA (MONTENEGRO) - Un rigore di Pirlo e un’inzuccata di Pazzini lanciano gli azzurri in Montenegro. Pronti via e subito

Un contrasto tra Fabio Quagliarella e Radoslav Batak

Passo falso dell’Irlanda Pareggia 1-1 con la Bulgaria

Il ct può allenare in Inghilterra anche l’anno prossimo

Hiddink tra Russia e Chelsea C’è il permesso della federazione LONDRA - La Federcalcio russa accetterebbe che nella prossima stagione il Ct della Nazionale Guus Hiddink rimanesse anche allenatore del Chelsea. Lo ha affermato il suo segretario generale, Aleksiei Sorokin, in un’intervista pubblicata dal Daily Mail. «Se il Chelsea dice di voler andare avanti (nella situazione attuale, in cui Hiddink si occupa sia della Russia sia, provvisoriamente, della squadra inglese), noi siamo pronti a discutere con i suoi proprietari», ha dichiarato Sorokin. Il proprietario del Chelsea, il ricchissimo uomo d’affari russo Roman Abramovich, è parimenti un importante sostenitore, anche dal punto di vista finanziario, della Federcalcio russa. «La situazione ci conviene. Non sarebbe così se si trattasse di un club russo, in quanto l’allenatore di una squadra russa tende a rivolgersi più ai suoi giocatori che a quelli di altre società. Ma non c’è una simile contraddizione», ha aggiunto Sorokin. In base all’accordo attuale, Hiddink allenerà il Chelsea - che di recente ha eliminato la Juventus in Champions League - solo sino alla fine della stagione. Ma il club londinese gli ha offerto per l’anno prossimo un incarico di «consulente». Intanto ieri la Russia ha battuto 2-0 l’Azerbaijan nell’incontro del gruppo 4 per le qualificazioni al Mondiale. una tegola per la formazione di Lippi. Di Natale si fa male al ginocchio destro (distorsione), tradito dalle irregolarità del terreno, e costringe il ct al primo cambio già dopo 9’. Entra Pepe. Ma dopo il ‘fattaccio’, ecco subito la ‘consolazione’. A regalarcela è uno

sciagurato intervento con le mani in piena area di rigore del difensore Batak, che stoppa così un cross dalla destra di Andrea Pirlo. L’arbitro decreta il penalty, realizzato, con tanto di cucchiaio, dallo stesso centrocampista del Milan. Ma il gol galvanizza il Montenegro, oltre-

Il ct ha ottenuto il via libera per restare al Chelsea

tutto gasato da un pubblico assordante e caloroso. E così gli azzurri iniziano a soffrire la corsa e la dinamicità degli avversari. Palombo accusa il peso della prima da titolare in Nazionale. Il centrocampista, al 18’, fa un passaggio corto a Cannavaro che, anticipato dal vivace Jo-

vetic, è costretto a stenderlo da ultimo uomo. Il capitano viene graziato dall’arbitro, che si limita all’ammonizione. Cinque minuti e Batak quasi ci fa il secondo favore: un suo tocco su lancio di De Rossi mette Pepe a tu per tu con il portiere del Montenegro, ma l’ala del-

l’Udinese calcia fuori. Per il resto, il primo tempo è ben gestito dall’Italia, che si limita a controllare le sfuriate avversarie. Nella ripresa gli azzurri sono più intraprendenti. Al 5’ Iaquinta sbaglia incredibilmente il raddoppio, sbucciando la palla su un assist rasoterra di Pepe. Pochi minuti e il centravanti, toccato duro, viene sostituito da Pazzini, all’esordio in Nazionale. Al 21’ miracolo di Buffon che, in controtempo, riesce a cacciare fuori dalla porta una palla sporca di Djalovic. Dopo due minuti Pazzini, da buona posizione, si fa respingere il diagonale da Poleksic. Ma la punta della Samp ci mette poco a scrivere il nome sul tabellino. Lancio millimetrico di Pirlo su Pepe, che pesca il “Pazzo” in area: colpo di testa e 2-0. Gli azzurri tirano un bel sospiro di sollievo, e Lippi butta nella mischia Brighi per Pirlo. A Dublino Irlanda e Bulgaria pareggiano 1-1.


38 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Il tecnico approva i campi di allenamento

I giallorossi invitano a donare il sangue

LOS ANGELES - Josè Mourinho è volato negli Usa insieme ai suoi collaboratori per visionare le strutture che ospiteranno il ritiro di questa estate dell’Inter. Dopo la tappa di Los Angeles, il tecnico portoghese si è spostato a Boston dove ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa: «Sono felice di essere venuto negli Stati Uniti per verificare di persona le condizioni che troveremo quest’estate, quando verremo con la squadra per la prima fase della preparazione. Affronteremo - ha aggiunto - tre squadre molto competitive (Milan, Chelsea e Club America), perchè credo sia meglio prepararsi alle difficoltà del campionato affrontando squadre forti». L’allenatore nerazzurro nell’occasione si è espresso anche sul calcio statunitense affermando che «non basta un giocatore importante a rendere una competizione altrettanto importante».

ROMA - Allenamento per pochi ieri a Trigoria. Si è rivisto Juan, tornato dal Brasile dopo alcuni giorni di riabilitazione. Per il difensore giallorosso solo un leggero lavoro in palestra. E’ tornato in gruppo Menez. Totti, invece, ha svolto differenziato sul campo e ripetute da 300 metri. Lavoro a parte anche per Taddei (gradoni). Cassetti ha ripreso ad allenarsi col pallone, mentre Aquilani ha fatto solo sedute di fisioterapia. Oggi all’Olimpico i giallorossi, esclusi i giocatori impegnati con le rispettive Nazionali, parteciperanno alla quarta edizione di ’Insieme alla Roma per donare la vita’. Dalle 8 alle 12 sarà possibile donare il sangue, mentre alle 10.30 la squadra sosterrà una partita di esibizione con le ’Glorie giallorosse’. «Il messagio è semplice- ha detto Luciano Spalletti - venite a donare il sangue. Io ci sarò e sono molto fiducioso».

Ritiro negli Stati Uniti Mourinho ha detto sì

Amichevole e solidarietà La Roma si fa in due

L’allenatore nerazzurro è già proiettato alla prossima stagione

Anche ieri il centrocampista Alberto Aquilani ha svolto solo fisioterapia

L’associazione Contribuenti.it denuncia il caso Maradona “Deve al fisco italiano 37 milioni di euro, ha pagato solo lo 0,10%”

Fuoriclasse anche nell’evasione L’ex calciatore del Napoli resta sempre sorvegliato speciale

In Argentina è un idolo La sua faccia in una banconota

ROMA - Diego Armando Maradona deve ancora al fisco italiano 37 milioni di euro, mentre il ’già versato’ ammonta ad appena 42.000 euro, cioè - denuncia l’associazione Contribuenti.it - lo 0,10% di quanto dovuto. Ma dalla sede napoletana di Equitalia, il dirigente, Francesco D’Errico, spiega che i suoi uffici, quelli attivi per competenza sul ’caso-Maradona’, non hanno ’mollato l’osso’ e, pur con le difficoltà del caso, si muovono ogni volta che l’ex calciatore del Napoli, e attuale commissario tecnico dell’Argentina, si riaffaccia in Italia. Comunque - tiene a sottolineare D’Errico - grazie all’attività contro i ’grandi morosi’ (con debiti oltre 500.000 euro) Equitalia è riuscita l’anno scorso a riportare in cassa ben 162 milioni di euro. «Maradona - spiega il presidente di Contribuenti.it, Vittorio Carloma-

abbiamo attivato una serie di ’stragiudiziali’ chiedendo a questi soggetti se avessero somme da corrispondere a Maradona verso le quali avremmo proceduto con un nuovo pignoramento. Ma abbiamo avuto solo risposte negative. Maradona è comunque in continua osservazione: l’ultima volta avevamo saputo che sarebbe andato a Roma per vedere la partita Lazio-Juve. Ci siamo attivati tramite l’agenzia su Roma per notificare a Maradona, personalmente, degli avvisi di intimazione. Ma Maradona non si è più visto a Roma ed è tornato in Argentina. Noi continuiamo a sorvegliarlo». In Argentina Maradona continua a essere un idolo assoluto, tanto che il Banco Central, intenzionato a sostituire le immagini dei personaggi presenti sulle banconote, ha proposto che il volto di Diego sostituisca quello dei padri fondatori.

Diego Armando Maradona deve ancora al fisco italiano circa 37 milioni di euro Finora ha versato solo lo 0,10% di quanto dovuto

gno - deve ancora all’erario italiano oltre 37 milioni di euro, di cui 23,5 milioni di euro per interessi di mora. Equitalia Polis spa, Agente della riscossione per la provincia di Napoli, ha ottenuto, fino ad oggi, da Maradona solo 42 mila euro (con

Serie B Cinque assenze per Guidolin

Parma contro Piacenza Derby dal profumo di A

Cristiano Lucarelli potrebbe partire dalla panchina nel derby di questo pomeriggio

PARMA - C’è già chi la chiama ’Sindrome del Tardini’. E’ il male oscuro che sembra colpire quest’anno il Parma quando gioca in casa. Sino a oggi, anche sotto la gestione Cagni, il Parma ha raccolto le vittorie più rotonde lontano dal Tardini e la ’sindrome’ è il pericolo in più alla vigilia del match con il Piacenza, il derby del Ducato. Guidolin dovrà fare a meno dei nazionali Mariga e Leon, degli infortunati D’Agostino, Falcone e Pisanu. A centrocampo Lunardini dovrebbe spuntarla su Budel per il posto di Mariga, mentre in attacco a Cristiano Lucarelli dovrebbe essere preferito Alberto Paloschi, forte del tifo di Pippo Inzaghi che sarà al Tardini.

esattezza 42.051,05 euro) oltre a 2 preziosi orologi». Questo dimostra secondo Carlomagno - «che la riscossione in Italia non funziona per colpa dei politici che hanno occupato tutti i posti nei consigli di amministrazione. Si mostra forte con i

deboli e debole con i forti». Ma da Equitalia Napoli D’Errico ribatte: «Per tutto il 2008 abbiamo posto una grande attenzione nei confronti dei ’grandi morosi’. Da questa attività, che ha riguardato circa 120 contribuenti, abbiamo in-

cassato 162 milioni di euro. Per quanto riguarda Maradona abbiamo proceduto nel 2006 al primo pignoramento: 1 orologio Rolex che fruttò 11.000 euro. Poi, avendo saputo che Maradona intratteneva rapporti economici con vari soggetti

Serie B I pugliesi alle 20,45 sul campo dei toscani. Conte: “Non sarà una gara facile”

Il Bari difende il primato nella trasferta di Pisa PISA - Il tecnico del Bari, Antonio Conte, considera la trasferta di Pisa «una gara ad alto tasso di difficoltà», aggiungendo che «sarà più facile contro il Parma che con i toscani», in riferimento alla partita casalinga di sabato prossimo contro l’attuale seconda in classifica. Così l’allenatore salentino ha spiegato ai giornalisti il suo pensiero alla vigilia del posticipo di serie B in Toscana. «Contro di noi ha detto - avremo una delle squadre più organizzate della categoria con un tecnico come Ventura, tra i più preparati in circolazione. Ci vorrà un grande Bari». Sul campo Conte ritroverà un ex compagno della Juventus stellare nella quale ha militato da calciatore, Alessandro Birindelli. «Birindelli è stato sempre - ha dichiarato - un atleta molto attento e professionale negli allenamenti. Con lui in squadra ho trascorso anni bellissimi nella Juve e abbiamo vinto molto. Non mi stupisce di vederlo ancora in campo». I pugliesi sono intanto a un passo dall’eguagliare il record di risultati positivi del

Bari raggiunto anni fa quando in panchina c’era Gaetano Salvemini (16 di fila). «I record - ha commentato Conte - sono fatti per essere abbattuti. Da Pisa bisogna tornare con un risultato utile a tutti i costi». Sulla formazione da mandare in campo Conte sembra avere solo un dubbio a centrocampo, ma non ha rivelato la scelta. «Donda ha recuperato, ma anche Bianco sta bene. Vedremo». Con la squadra capolista è obbligatorio rivolgere uno sguardo al calendario: «Non pensiamo - ha sottolineato però subito Conte - alle sfide delle nostre concorrenti. Noi dobbiamo fare la nostra corsa, ci sono ancora 30 punti in palio». Il Bari si schiererà con il classico 4-4-2, cioè con Gillet tra i pali, Masiello e Parisi terzini, Stellini ed Esposito centrali, Guberti e Rivas esterni di centrocampo, Donda e Gazzi in regia e il tandem Caputo-Barreto in attacco. Saranno assenti De Vezze, squalificato, e Kutuzov, impegnato con la Nazionale bielorussa.

Serie B: la 33ª giornata PARTITE

ARBITRI

OGGI ore 15.00 Albinoleffe-Treviso

Scoditti

Ancona-Empoli

Marelli

Brescia-Livorno

Tagliavento

Cittadella-Modena

Banti

Frosinone-Triestina

Romeo

Grosseto-Mantova

Brighi

Parma-Piacenza

Giannoccaro

Vicenza-Salernitana

Ciampi

Pisa-Bari (ore 20.45)

Saccani

DOMANI Rimini-Ascoli (ore 20.45)

Cavarretta

Sassuolo-Avellino è stata rinviata al 14/04 Treviso -1 punti, Ascoli e Avellino -2 punti

CLASSIFICA Bari Parma Livorno Sassuolo Brescia Triestina AlbinoLeffe Empoli Grosseto Piacenza Pisa Ancona Rimini Ascoli Vicenza Mantova Frosinone Salernitana Cittadella Modena Treviso Avellino

60 58 53 50 50 48 48 47 45 43 42 41 40 40 39 37 37 36 35 32 30 28

ANSA-CENTIMETRI


il Domani Domenica 29 Marzo 2009 39

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Formula1 Hamilton parte dall’ultimo posto, sanzionata la Toyota Williams contro i deflettori di Ferrari e Red Bull, poi ritira tutto

Pattinaggio ghiaccio Nella danza trionfo russo

Circus nella bufera tra ricorsi e squalifiche

LOS ANGELES - I russi Oksana Domnina e Maxim Shabalin hanno vinto la medaglia d’oro nella danza ai Mondiali di pattinaggio sul ghiaccio di Los Angeles. Secondo posto per gli statunitensi Tanith BelbinBenjamin Agosto, terzi i canadesi Tessa Virtue-Scott Moir. Ottavo posto per gli italiani Federica Faiella e Massimo Scali. Decima l’altra coppia azzurra Anna Cappellini e Luca Lanotte. Carolina Kostner è quinta dopo il programma corto ai Mondiali di pattinaggio artistico in corso allo Staple Center di Los Angeles. L’azzurra ha eseguito un programma con alcune impercettibili imperfezioni che hanno però inficiato il risultato finale: 63,18 il suo punteggio. In testa alla classifica c’è la sudcoreana Yu-Na Kim con 76,12. Seconda piazza per la canadese Joannie Rochette (67,90) che ha preceduto la giapponese Mao Asada (66,06).

Briatore non ci sta: “Ci costerà 10 milioni mettere i diffusori sulle nostre auto” MELBOURNE (AUSTRALIA) - Ricorsi, contro-ricorsi e squalifiche. Dopo la storia sui diffusori di Brawn Gp, Toyota e Williams che scaraventano sub judice i primi due Gp della stagione, ieri è stata la volta dell’alettone posteriore (della Toyota) troppo flessibile e delle pance di Ferrari e Red Bull, prima irregolari e poi misteriosamente tornate a posto a giudizio del team di Frank Williams che ha protestato in sede Fia per poi ripensarci a tarda notte «nell’interesse dello sport». Al termine di una giornata, ieri, che ha visto protagonista la scuderia nata dalle ceneri della Honda dell’ex ferrarista Ross Brawn con Button in pole e Barrichello al suo fianco, la prima griglia del 2009 ha cominciato a cambiare forma con la retrocessione del campione del mondo Lewis Hamilton dal 15/o all’ultimo posto per la obbligata sostituzione del cambio (a norma di regolamento la trasmissione deve durare quattro Gp consecutivi pena la perdita di cinque posizioni). Poco dopo a stravolgere l’ordine di partenza la notizia dell’irregolarità delle due Toyota di Trulli e Glock che prenderanno il via in fondo alla graduatoria oppure direttamente dai box. Il motivo?

Rammarico Kostner Carolina è quinta

Sci Giornata finale degli Assoluti 2009

Slalom, Moelgg e Gius sono i campioni italiani Jenson Button impegnato a Melbourne

Una parte dell’alettone posteriore giudicata dalla federazione «troppo flessibile» e che i meccanici della scuderia giapponese dovranno modificare in tempo per la gara di domani. Ma a rendere ancora più caotico il primo Gp dell’anno, ci ha pensato una delle tre scuderie, la Williams, a giudizio il prossimo 14 aprile davanti alla Corte di Appello Fia per l’ormai nota vicen-

Raikkonen: peccato per le qualifiche

Massa crede all’impresa “Gara diversa da prove”

Felipe Massa alla guida della sua Rossa

MELBOURNE (AUSTRALIA) - Prime qualifiche della stagione non proprio in linea con le attese, ma la gara per la Ferrari potrebbe essere un’altro giorno. Nonostante la delusione per non essere riusciti ad andare oltre la sesta e settima posizione in griglia nel Gp d’Australia, grazie anche alla squalifica delle due Toyota, i piloti della Rossa puntano a a far meglio in gara. «Secondo me - ha dichiarato Felipe Massa potevamo lottare per una buona posizione. Il settimo posto (tramutatosi in sesto dopo la squalifica delle due Toyota per l’alettone posteriore irregolare, ndr) non è quello che ci aspettavamo, ma neanche troppo lontano dalle nostre attese. Il primo appuntamento della stagione qui in Australia è sempre un’incognita, anche perchè la pista è scivolosa ed è facile che ci siano degli incidenti. Spero - aggiunge Massa - che sulla distanza sarà diverso». Ottimista anche Kimi Raikkonen: «La macchina non era certo ideale per le qualifiche ma credo che siamo messi abbastanza bene per la gara. Un piazzamento in zona punti è possibile anche se avremmo potuto essere più avanti sulla griglia di partenza».

da degli estrattori d’aria sul posteriore, ritenuti irregolari da Ferrari, Red Bull e Renault. La squadra inglese ha prima presentato ricorso contro due dei tre team ’accusatori’ per poi ripensarci e spiegare «d’aver ritirato la protesta (sulla forma dei deflettori delle pance di Ferrari e Red Bull) nell’interesse dello sport, ma ritenendo che ci sia più di una interpretazione sulla questione».

Una mossa questa che farà discutere tutto il Circus e della quale, il responsabile della gestione sportiva della Ferrari, Stefano Domenicali, mostrando un sorriso sarcastico, ha detto che «non ci sono commenti da fare». Il n.1 della Renault Flavio Briatore, intanto, sottolinea che «se i diffusori saranno ritenuti regolari potrebbe costarci dai 5 ai 10 milioni metterli sulle nostre vetture».

E ora la sponsorizzazione della Virgin dà ulteriori garanzie

Il “miracolo” della BrawnGp Prima l’addio, poi la prima fila

MELBOURNE - Dall’inizio dei test invernali alla prova delle qualifiche, la rivoluzione in Formula 1 è ufficialmente cominciata. Ed è targata Brawn Gp, il team per mesi ad un passo dall’addio e poi sorto dalle ceneri della Honda. Oggi, nel Gp d’Australia, la stagione è cominciata dalla prima fila con l’inglese Jenson Button in pole e il compagno di squadra Rubens Barrichello al suo fianco. Per la squadra dell’ex ferrarista Ross Brawn, passata in poco tempo dall’incubo dell’addio alle corse ad una prima fila da sogno, è stato invece proprio un sabato da incorniciare quello vissuto all’Albert Park di Melbourne. A maggior ragione se si pensa che è coinciso con l’importante annuncio in termini di finanziamenti freschi del nuovo sponsor Virgin, capitanata dal magnate inglese Richard Branson che, sbarcato ieri nel paddock di Melbourne, non ha escluso un maggiore impegno nel Circus e la possibilità di modificare il nome della scuderia Brawn Gp. Ad ammettere che si è trattato di una giornata fantastica entrambi i piloti della ex Honda: «Negli ultimi mesi abbiamo lavorato tanto, è stata dura: passare dalla possibilità di scomparire alla pole, è una sensazione incredibile - ammette Button. A Button fa eco il compagno di squadra ed ex Ferrari ai tempi di trionfi targati Schumacher, il brasiliano Rubens Barrichello, che oggi è partito secondo in griglia: «La mia vettura è stata fantastica, è un grande giorno».

Così al via in Australia Diretta TV: ore 7.55 Rai 1 - Sky 202 Replica: ore 17 Rai 2 1 Jenson Button Brawn Gp

1ª FILA

2 Rubens Barrichello Brawn Gp

3 Sebastian Vettel Red Bull

2ª FILA

4 Robert Kubica BMW-Sauber

5 Nico Rosberg Williams

3ª FILA

6 Felipe Massa Ferrari

7 Kimi Raikkonen Ferrari

4ª FILA

8 Mark Webber Red Bull

9 Nick Heidfeld Bmw-Sauber

5ª FILA

10 Fernando Alonso Renault

11 Kazuki Nakajima Williams

6ª FILA

12 Heikki Kovalainen McLaren

13 Sebastien Buemi Toro Rosso

7ª FILA

14 Nelson Piquet Jr. Renault

15 Giancarlo Fisichella Force India

8ª FILA

16 Adrian Sutil Force India

9ª FILA

18 Lewis Hamilton McLaren

10ª FILA

20 Jarno Trulli Toyota

17 Sebastien Bourdais Toro Rosso 19 Timo Glock Toyota

ANSA-CENTIMETRI

TRENTO - Manfred Moelgg (Fiamme Gialle) e Nicole Gius (Esercito, nella foto) sono i nuovi campioni italiani di slalom speciale. Hanno conquistato il titolo nella giornata conclusiva dei Assoluti 2009 di sci alpino, che ha anche visto Daniela Merighetti (Fiamme Gialle) e Peter Fill (Carabinieri) aggiudicarsi il titolo di combinata. L’azzurra aveva già vinto libera e superG. Diventa così la protagonista dei Tricolori con tre titoli femminili. A Pampeago Moelgg ha avuto la meglio su Giuliano Razzoli (Esercito), attardato di 26 centesimi, e su Patrick Thaler (Carabinieri), bronzo a 1’’34.

E’ successo in Repubblica Ceca: gara sospesa

Dramma durante il rally Auto uccide tre persone PRAGA - Tre spettatori che assistevano a un rally nella Repubblica Ceca sono stati investiti e uccisi da un’auto uscita di strada in curva. Secondo la televisione ceca, nell’incidente, avvenuto nella città di Stramberk, sono rimasti feriti il pilota della vettura, lo slovacco Lukas Lapdavsky, e un altro spettatore. Entrambi sono stati ricoverati in ospedale. Dopo l’incidente, il Rally di Valasska è stato sospeso.

Ciclismo L’italiano ha respinto Evans

Cunego vince ancora La Coppi-Bartali è sua SASSUOLO - Dopo la vittoria nel 2006, il veronese Damiano Cunego scrive per la seconda volta il proprio nome nell’albo d’oro della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali-Trofeo UniCredit Banca. Il portacolori della Lampre-Ngc ha costruito il successo nelle frazioni più impegnative della gara; primo sui traguardi di Faenza e Serramazzoni, Cunego ha mantenuto il primato, resistendo agli attacchi di uno scatenato Evans, nell’ultima frazione che si è corsa con partenza da Scandiano e conclusione a Sassuolo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 41

SPORT Due giorni di riposo per gli amaranto in vista della ripresa del campionato. Intanto Lanzaro guarda ai prossimi impegni

S E R I E

A

«Dobbiamo raccogliere il massimo» REGGINA

“In questi anni di esperienza in amaranto abbiamo sempre dato il meglio nel finale di stagione”

REGGIO CALABRIA — Una seduta

di scarico, poi tutti a casa. Nevio Orlandi ha concesso alla Reggina qualche giorno di riposo. E’ stata una settimana di duro ed intenso lavoro, quella appena trascorsa, in cui gli amaranto, agli ordini del prof Mondilla, sono stati impegnati in un richiamo della preparazione. Ma è stato dato anche ampio spazio alla fase tattica. La pausa del campionato, dovuta al doppio impegno della nazionale di Lippi, ha permesso anche ai giocatori di smaltire non solo le fatiche delle ultime settimane ma anche qualche acciacco. Al momento gli unici indisponibili sono Campagnolo, Hallfredsson e Corradi. Il portiere prosegue ancora con le terapie, ciò significa che i suoi tempi di recupero sono ancora lunghi. Il centrocampista islandese invece continua ad allenarsi a parte. Preoccupano invece le condizioni dell’attaccante senese, che ha un fastidioso problema muscolare alla coscia, conseguenza di una contusione. Lo staff medico spera di poterlo recuperare quanto prima e nel corso della prossima settimana si esprimerà

2ª D I V I S I O N E

COSENZA

COSENZA — Come dicevamo nei giorni oggi parliamo della probabile formazione che scenderà in campo per la sfida di Scafati. La presenza di Ramora o di Musacco dal primo minuto, era l’unico dubbio che affollava la mente di Mimmo Toscano. Il tecnico silano (che vedrà la partita dalla tribuna a causa della squalifica inflittagli per l’espulsione nel corso della vittoriosa gara contro il Gela), ha preferito la duttilità tattica del ragazzo campano che è anche un

su un suo possibile recupero - difficile - per la gara di domenica prossima con il Genoa. La ripresa degli allenamenti in vista del primo dei due incontri che la squadra giocherà al Granillo per Pasqua è fissata per martedì pomeriggio. Non ci saranno ancora i nazionali Carmona, Barreto, Valdez e di Gennaro che rientreranno nei giorni successivi. «Abbiamo lavorato bene questa settimana -spiega Maurizio Lanzaro -. Adesso abbiamo due giorni di riposo per ricaricare le batterie. Ci aspettano gare importantissime e decisive per il nostro torneo. Nei sette pareggi ottenuti sarebbe bastato poco per raggiungere almeno quattro vittorie. Significa che siamo in grado di poter compiere un finale di torneo di altissimo livello». La squadra da martedì sarà proiettata esclusivamente al Genoa, gara che presenta qualche difficoltà. «E’ una squadra fortissima - afferma il difensore campano - e la classifica rende giustizia al gioco brillante che sta esprimendo. I liguri sono tra i migliori del torneo. All’andata mi ricordo però che per tutto il primo tempo riuscimmo a giocare alla pari e solo

dopo l’espulsione di Costa cedemmo il passo». Contro la squadra di Gasperini ci sarà qualche assenza di troppo: «Non ci saranno per squalifica Barillà, Valdez e probabilmente Corradi per infortunio, ma in questo momento conta la grinta, la voglia e la determinazione di chiunque per raggiungere una vittoria da troppo tempo lontana dal Granillo. Il pubblico sta rispondendo ai nostri richiami e sono convinto che insieme si può dare uno scossone al campionato». Lanzaro infine sottolinea l’importanza della conquista dell’intera posta in palio nelle prossime due gare casalinghe, che potrebbero dare una svolta significativa al campionato della sua squadra. «E’ fondamentale riuscire a raccogliere il massimo dei punti per alimentare le nostre speranze di salvezza. In questi anni di esperienza in amaranto - conclude abbiamo sempre dato il meglio di noi stessi nei finali di stagione e sono convinto che potremo essere protagonisti anche quest’anno».

La capolista impegnata in Campania. Ramora in campo dal primo minuto

Battisti e faccia una grande gara come quella che Raffaele ha giocato domenica contro il Gela». La formazione che scenderà in campo dovrebbe schierarsi con il solito modulo tattico ossia il 4-2-3-1 con Mortelliti che potrebbe essere schierato però qualche metro più avanti a formare un vero e proprio 4-4-2. Ambrosi difenderà la porta, Bernardi e Chianello saranno i terzini con Moschella e Braca al centro della difesa. A centrocampo giostreranno De Rose e Battisti con Ramora, Mortelliti e Catania a formare la linea dei trequartisti. Galantucci unica punta con tanta voglia di fare di nuovo gol dopo mesi di digiuno. A sorpresa fra i convocati ci sono sia Occhiuzzi che Parisi ma solo per il primo ci sono possibilità di scendere in campo. Probabile che il “Principe” si accomodi in panca mentre il capitano vedrà la partita dalla tribuna a fianco dei dirigenti.

Il difensore amaranto, Maurizio Lanzaro

Per mister Toscano Scafati «sarà un crocevia importante» ex. Il buon Paolo può giocare sia sulla fascia destra che sulla sinistra e chi sa che partendo dalla zona di campo di solito di competenza di Occhiuzzi, non possa poi essere spostato sulla sinistra per creare una variante tattica che possa impensierire la formazione di Maurizi. I “canarini” dovrebbero schierarsi con una difesa a cinque ed ecco il motivo per cui “Mimmo One” ha tenuto a specificare l’importanza dei movimenti degli uomini di attacco. C’è il rischio di «mettersi muro con-

tro muro se non si farà in modo di allargare il gioco sulle fasce laterali». Nel corso della conferenza stampa prima della partenza per Scafati, Toscano ha tenuto a mettere in chiaro che il campionato non è chiuso affatto anzi se si fa qualche passo falso la corsa e bella e riaperta, ecco perché sta predicando umiltà e concentrazione ai suoi uomini. «E’ vero che basta tenere una media di poco più di un punto e mezzo a partita per avere la matematica certezza di essere promossi

ma ciò non toglie che non si deve abbassare la guardia. Per noi la gara di Scafati è un momento cruciale e ho visto i ragazzi concentrati sull’obiettivo. Quando giochi match come quello contro il Gela è chiaro che le motivazioni siano presenti ma proprio in partite come quella che ci aspetta oggi si devono trovare le giuste motivazioni per arrivare in fondo». Chiusura su Paolo Ramora: «Ha grandi motivazioni per via del modo in cui è andato via da Scafati: spero prenda esempio da

Angela Latella

Carmelo Grandinetti


42 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA Il centrocampista giallorosso, Pasquale Berardi, parla della gara di domani contro l’Andria

«Indispensabile battere i pugliesi» CATANZARO

CATANZARO — «Andremo ad affrontare quella che considero in questo momento una delle migliori squadre». Questo il pensiero, a proposito dell’Andria, del centrocampista centrale del Catanzaro, Pasquale Berardi, alla vigilia del posticipo di domani sera, in programma al “Ceravolo”. «Una formazione davvero in salute – ha quindi proseguito - che nelle ultime quattro giornate di campionato ha vinto altrettanti partite, di cui due addirittura in trasferta. Una gara, quindi, abbastanza ostica, ricordando che nel match d’andata, proprio l’Andria è stata una di quelle compagini che ci ha messo in difficoltà, anche se alla fine, con la forza, la grinta e la determinazione, tutti requisiti che caratterizzano la nostra squadra, siamo riusciti a centrare l’obiettivo della vittoria. Speriamo, allora, anche domani sera di bissare il successo». Da dove riparte il Catanzaro? «Proprio dalla sconfitta di Avezzano contro il Pescina, che, nel complesso, poteva anche starci, pur rimanendo il rammarico per come è maturata, tenuto conto di quanto accaduto nei minuti finali dell’incontro. Superfluo ripetere che il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, utile, tra l’altro, a permetterci di agganciare il Gela al secondo posto. Purtroppo contro gli abruzzesi abbiamo commesso degli errori, dai quali bisognerà ripartire nell’immediatezza, con una più intensa determinazione ed una maggiore cattiveria». Come affronterete allora domaCATANZARO — Soltanto la rifi-

nitura in programma nel tardo pomeriggio di oggi (probabilmente sul rettangolo verde del “Curto”) contribuirà a dare qualche indicazioni in più sull’undici anti-Andria. Il tecnico giallorosso, negli ultimi giorni, ha provato diverse soluzioni e, al momento, sbilanciarsi sulla formazione sembra un azzardo. Per esempio, Falomi non è sicuro di una maglia da titolare così come il ballottaggio Corapi-Tomi non è stato ancora sciolto. Gli unici sicuri di giocare sin dal primo minuto sono i due centrali difensivi (Gimmelli e Di Maio), a centrocampo il rientrante Zaminga e Berardi, e in avanti il Conte Max. Il nodo-Mancinelli, poi, verrà sciolto solo oggi o addirittura domani prima del match. In occasione della rifinitura, infatti, il portiere aumenterà i carichi di lavoro. Se il provino darà esito positivo, allora, Mancinelli sarà regolarmente tra i pali contro l’Andria. Ieri mattina, le Aquile hanno disputato una seduta tecnico-tattico. Mister Provenza ha provato schemi e diverse situazioni su palla inattiva, facendo concludere l’allenamento con una partitella e con delle conclusioni in porta. Pippa ha lavorato a parte, come del resto Mancinelli. Come si legge in un comunicato stampa diramato dall’Fc “s’è trattato di un incontro costruttivo e pacato nei toni, quello tra i fedelissimi giallorossi e i ragazzi di mister Provenza. Un incontro, nel corso del quale, gli “Ultras” hanno ribadito il lo-

“Affronteremo una delle migliori squadre del momento. Occorrerà segnare subito...”

L’esperto centrocampista giallorosso, Pasquale Berardi

ni sera l’undici pugliese? «Cercando innanzitutto di dare sin dall’inizio una precisa impronta, ovvero alzare i ritmi della gara, sbloccando, se possibile, il risultato nei primi venti mi-

nuti. Di certo sarà indispensabile battere i pugliesi, poco importa, poi, se la squadra giochi bene o male; ripeto, quello che è importante, a questo punto aggiungerei basilare, è che il Ca-

tanzaro centri l’obiettivo dei tre punti, che ci consentirebbero di portare a quattro lunghezze il distacco proprio dall’Andria, tenendo anche in debito conto come si comporterà oggi il Gela». Andria, la prima delle otto gare finali... «Tutti impegni di una certa rilevanza, perché andremo ad affrontare formazioni che hanno diversi obiettivi in questo campionato, sia per quel che concerne la zona alta della classifica, che quella bassa, in questo caso per evitare di essere coinvolte nelle compagini che andranno a conquistare la permanenza nella categoria attraverso i play-out. Diciamolo francamente, senza mezzi termini: ogni squadra, in questo rush finale, vorrà fare la propria bella figura; indipendentemente dalla posizione occupata in classifica, per cui ce la metteranno tutta per conseguire risultati positivi, in particolare se l’avversario si chiama Catanzaro. Diciamo anche che la sosta del campionato, giunta proprio nel momento propizio, ha dato l’opportunità di prendere fiato, sia dal punto di vista fisico, che mentale, consentendo anche di riorganizzare le idee, pronti quindi a buttarci nella mischia finale, consci di quelle che sono le reali possibilità della squadra. Otto gare, quelle che rimangono da disputare sino al termine del campionato, non fanno, in ogni caso, cambiare le nostre prerogative, ovvero quelle che, ogni qualvolta scendiamo in campo, in casa o in trasferta poco importa, il solo obiettivo è quello di vincere. Chiaramente nell’arco

di una gara, dovremmo essere bravi, oltre che intelligenti, a valutare se conviene spingere ulteriormente o accontentarsi, tra virgolette». Nessun dubbio allora: battere i pugliesi e andare avanti per la propria strada.? «Assolutamente sì! Ripeto, dovremmo essere bravi nello sbloccare il risultato nella prima mezzora, anche perché, se non ricordo male, ogni qualvolta si è verificato, spesso e volentieri abbiamo conseguito la vittoria. Caso contrario, diventa tutto più difficoltoso, alla luce che l’avversario, con il passare dei minuti, si chiude, concedendo poco spazio, stringendo quindi il campo. Ecco allora la necessità, non solo domani contro l’Andria, ma in tutti gli altri impegni che il calendario ci riserva fino al termine di questa regular season, che la squadra premi sull’acceleratore sin dal fischio d’inizio, nel tentativo di mettere a segno la rete del vantaggio. Mi auguro anche che la tifoseria catanzarese, all’unisono, colga l’occasione dell’evento di domani sera per riempire finalmente gli spalti del Ceravolo, considerato che, essendo il match visto in tutta Italia, si possa dimostrare ancora una volta che Catanzaro ha una tifoseria molto calorosa, in grado di sostenere la propria squadra, non dimenticando che, in un incontro decisivo, come quello contro l’Andria, il pubblico potrà essere veramente, e non è affatto nell’occasione una frase fatta, il dodicesimo uomo in campo». Mario Mirabello

NOTIZIARIO Oggi pomeriggio seduta di rifinitura. Rimane il nodo Mancinelli. Falomi in panchina?

Ancora tanti dubbi per Provenza ro incondizionato sostegno allo staff tecnico e dirigenziale in questa parte finale della stagione, che potrebbe regalare al Catanzaro le soddisfazioni che tutti auspicano”. “La squadra, dal canto suo – prosegue il comunicato -, ha sottolineato la coesione che regna nello spogliatoio e la volontà di perseguire obiettivi più importanti. Unione di intenti, quindi, tra squadra, società e i fedelissimi

della “Massimo Capraro” che ci si augura possa essere premiata da un successo nel difficile incontro che attende il Catanzaro calcio nel posticipo serale del 30 marzo contro l’Andria che rappresenta una diretta concorrente per la conquista di un posto al sole”. “In occasione dell’incontro di stamattina (ieri per chi legge, ndc), tutti, all’unisono, hanno sottolineato la necessità che in questo finale di

stagione, a cominciare dall’incontro con l’Andria, il pubblico giallorosso possa dare quel supporto che, storicamente, è stato sempre capace di fornire alla propria squadra del cuore con una massiccia e rumorosa presenza sugli spalti”. Sempre per quanto concerne la partita di domani sera, è confermata la riapertura della tribuna “est”. Vittorio Ranieri

Mister, Nicola Provenza

L’INIZIATIVA Lo ha reso noto la società: incontro costruttivo per ribadire il sostegno incondizionato alla squadra

Ieri a Giovino una delegazione degli ultras CATANZARO — «La società Fc Catanzaro rende noto che, ieri mattina, al termine dell’allenamento, una delegazione degli “ultras” ha fatto visita alla squadra ed ai dirigenti presso il campo sportivo del PoliGiovino. S’è trattato di un incontro costruttivo e pacato nei toni, quello tra i fedelissimi giallorossi e i ragazzi di mister Provenza. Un incontro, nel corso del quale, gli “ultras” hanno ribadito il loro incondizionato sostegno allo staff tecnico e dirigenziale in questa parte finale della stagione, che potrebbe regalare al Catanzarolesoddisfazionichetuttiauspicano. La squadra, dal canto suo, ha sottolineato la coesione che regna nello spogliatoio e la volontà di perseguire obiettivi più importanti. Unione di intenti, quindi, tra squadra, società e i fedelissi-

mi della “Massimo Capraro” che ci si augura possa essere premiata da un successo nel difficile incontro che attende il Catanzaro calcio nel posticipo serale del 30 marzo contro l’Andria che rappresenta una diretta concorrente per la

conquista di un posto al sole. In occasione dell’incontro, tutti, all’unisono, hanno sottolineato la necessità che in questo finale di stagione, a cominciare dall’incontro con l’Andria, il pubblico giallorosso possa dare quel supporto che, sto-

ricamente, è stato sempre capace di fornire alla propria squadra del cuore con una massiccia e rumorosa presenza sugli spalti». Ufficio stampa Fc Catanzaro

BONANNO dalla prima Sarà un derby, con le attese, le tensioni e le emozioni di ogni derby: che vinca il calcio! Quello giocato, con agonismo e rispetto dell’avversario, non quello parlato, degli epiteti e delle offese. Per il resto, il Cosenza va a Scafati, in una piazza sempre impegnativa e difficile e dovrà fare la sua partita come al solito, senza lasciarsi prendere dall’ansia del risultato ad ogni costo, per chiudere con troppo anticipo

un campionato che ha comunque già fatto suo. Il Catanzaro, invece, può sfruttare al meglio la giornata in più concessagli dal meccanismo dei posticipi. Ed allora, tutta la Calabria sarà concentrata sul derby del “Luigi Razza”, con l’auspicio che giunga il messaggio di come vivere intensamente una splendida giornata di sport! Maurizio Bonanno


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 43

SPORT 2ª D I V I S I O N E

IL DERBY DEL TIRRENO/1 Ancora in dubbio la presenza di Pirrone

VIBONESE

VI BO VALE NTIA — Solo pochi minuti prima dell’inizio della gara Angelo Galfano scioglierà tutti i dubbi e scriverà la formazione che scenderà in campo per affrontare la Vigor Lamezia. La scelta non è solo questione di pretattica, ma soprattutto la volontà di non avere incertezze sugli uomini da distribuire tra campo, panchina e tribuna. Due dubbi di natura sanitaria – Pirrone e Genesio – aprono scenari diversi nella disposizione tattica della squadra a seconda della loro disponibilità. Che Galfano sia intenzionato a schierare una Vibonese a trazione anteriore è ormai cosa certa. Dunque, in attacco il rientrante Taua dovrà fare coppia con il giovane Oudira, considerata la squalifica di Iadaresta. Sulle fasce Polito e Melis (in allerta Di Franco, se Melis non dovesse essere ancora al cento per cento) saranno chiamati a fare da ufficiali di collegamento tra la coppia d’attacco ed i centrali di centrocampo, Ruscio e Di Mauro; dietro, con Amabile in porta, i centrali di difesa Bianciardi e Ranellucci, cono Orefice a

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA — Ultimo derby calabrese per la Vigor Lamezia che oggi pomeriggio scende sul rettangolo del “Luigi Razza” di Vibo Valentia per affrontare i cugini rossoblù di mister Galfano. Un match, come più volte ribadito in settimana, “drammatico” per le sorti della compagine biancoverde, ultima in graduatoria e con un piede e mezzo in serie D. E’ inutile, dunque, fare calcoli: occorre vincere a tutti i costi per non lasciare nulla di intentato e sperare di acciuffare un posto utile per disputare i play-out. Mancano otto gare (compresa quella odierna) e di punti bisogna farne parecchi. Oltre alla gara del “Razza”, orecchie naturalmente puntati anche sul campo di Mandredonia dove i sipontini ospitano l’Isola Liri. A una eventuale vittoria dei pugliesi, dovrà corrispondere la conquista dei tre punti da parte della Vigor Lamezia. Anche se alcuni addetti ai lavori ipotizzano che la corsa potrebbe in quel caso farsi sull’Isola Liri. In questo scenario, probabilmente, anche un pareggio nel derby di oggi pomeriggio potrebbe ritenersi “ancora” utile nel caso in cui, appunto, il Manfredonia dovesse allungare. Certo, sono solo ipotesi LAMEZIA TERME

La Vibonese cerca il riscatto. Galfano punta alla vittoria VIBONESE 4-4-2

AMABILE

OREFICE

BIANCIARDI

RANELLUCCI

SGAMBATO

POLITO

RUSCIO

DI MAURO

MELIS

TAUA

OUDIRA

All: Galfano Mister, Angelo Galfano

Gaetano Di Mauro

destra e, a sinistra, rimangono in ballottaggio per un posto Sgambato e Santonocito, ammesso che non sia della partita sin dal primo minuto Genesio. Tutto questo immaginando che non sia della partita Pirrone, che in settimana ha ripreso ad allenarsi con tutta la squadra, ma ancora accusa qualche dolore di troppo.

Se, invece, Ciccio Pirrone dovesse farcela, come spera Galfano, si rimescolano le carte ed l’ipotizzato 4-42 si trasformerebbe in un 43-2-1, con Oudira unica punta avanzata, supportato da Taua e Polito ed il centrocampo a tre con Pirrone, Ruscio e Di Mauro; in questo caso, Genesio rimarrebbe in panchina non solo per scelta tattica, ma

anche in via precauzionale, dovesse essere necessaria la sua presenza in caso in cui il riacutizzarsi di certi problemi dovesse fare capolino. Insomma, tutto fluido nella mente di Galfano, con una sola certezza: cercare la vittoria sin dal primo istante. Maurizio Bonanno

IL DERBY DEL TIRRENO/2 In campo la formazione provata nel test di giovedì

E la Vigor Lamezia di Pierini si gioca forse l’ultima chance VIGOR LAMEZIA 4-4-2

PANICO

CIMINARI

CASCONE

FILIPPI

MARINELLI

CIOTTI

CARRARO

LOPETRONE

RICCOBONO

SERGI

RAGATZU

All: Pierini Mister, Danilo Pierini

Mauro Ragatzu

e “fantasie”, poiché la vittoria sarebbe il miglior viatico per iniziare a tirarsi fuori dal baratro dall’ultima posizione. Detto ciò, come è noto, anche oggi per l’ennesimo derby calabrese, trasferta vietata ai tifosi lametini. Per quanto concerne gli aspetti squisitamente tecnici, mister Danilo Pierini anche dopo la rifinitura sembra non avere più dubbi. Pertanto, la formazione

che scenderà in campo vede tra i pali l’ex rossoblù, Panìco. Linea difensiva da destra e sinistra formata da Ciminari, Cascone, Filippi e Marinelli. Centrocampo con Ciotti, Carraro, Lopetrone e Riccobono. Coppia d’attacco, Sergi-Ragatzu. Il tecnico lametino, quindi, punta sul 4-4-2 che nel corso del match potrebbe trasformarsi in un 4-2-3-1 con il solo

Ragatzu in avanti. A meno di ripensamenti dell’ultima ora, la formazione anti-Vibonese dovrebbe essere quella provata durante il test infrasettimanale di giovedì scorso. Arbitrerà l’incontro il signor, Andrea Faveri di San Donà di Piave. Collaboratori, Calogero Drago di Caltanissetta e Salvatore Fazio di Messina. r. s.


AsteInfoappalti

44 il Domani

Domenica 29 Marzo 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI Proc. n° 312/95 R.E. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Andricciola RENDE NOTO che il giorno 27.05.2009 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale avanti al Giudice delle Esecuzioni, si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce di proprietà del debitore alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 25.920,00 ogni concorrente per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella cancelleria di questo Tribunale entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché un Assegno Circolare “non trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N… di importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando l’offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Maggiori informazioni in Cancelleria. DESCRIZIONE BENE IMMOBILE: LOTTO UNICO: Immobile in Sersale, Via Monte Crozze (foglio 26, p.lla 520, sub 3 e 4) Lamezia Terme 25.03.2009 IL CANCELLIERE (C/1) Miriamo Ficchì °°°°°°°°°° Cancelleria esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.43/2004 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n.1 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di terreno in Gagliato in catasto al foglio 14 mapp.4,9 - prezzo base euro 455,00. Lotto n.2 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di terreno in Gagliato in catasto al foglio 17 mapp. 40,39 - prezzo base euro 225,00. Lotto n.3 - Quota ideale di 1/7 della proprietà di terreno in Gagliato in catasto al foglio 3 mapp. 182 - prezzo base euro 367,00. Lotto n.4 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di locale magazzino in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 239 sub 1 - prezzo base euro 1.140,00. Lotto n.5 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di appartamento in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 239 sub 2 - prezzo base euro 2.919,00. Lotto n.6 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di appartamento in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp.238 prezzo base euro 4.568,00. Lotto n.7 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di locale magazzino in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 173 - prezzo base euro 585,00. Lotto n.9 - Quota ideale di 1/5 della proprietà di locale magazzino in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 248 sub 1000 - prezzo base euro 798,00. Lotto n.10 - Quota ideale di 1/7 della proprietà di appartamento in Gagliato in catasto al foglio 8 mapp. 653 sub 6 - prezzo base euro 3.487,00. Lotto n.11 - Piena proprietà di terreno con sovrastante fabbricato sito in Gagliato in catasto al foglio 8 particella 714 - prezzo base euro 73.864,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 3/6/2009 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N.43/2004” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato degli immobili. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in euro 3.000,00 per tutti i lotti. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 26 marzo 2009 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERùE N. 55/2004 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da “SVILUPPO ITALIA S.p.A.” Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 07/05/2007 nella procedura n. 55/04 R.E.; Visto che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base d’asta giusta autorizzazione del G.E.; Visto l’art. 569 c.p.c.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

AVVISA che in data 21 maggio 2009 alle ore 12,00, palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto della piena proprietà del seguente immobile: LOTTO UNICO: In territorio del Comune di Maida alla località “Piano delle Forche”: a) capannone industriale con annessa corte su tre lati, comprendente due locali per una superficie interna totale di mq.830, con servizi igienici e sala mensa-operai; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Maida al foglio n. 20, particella 405/subalterno 2, località Piano delle Forche, P.T., cat.D/7, rendita catastale euro 4.823,71; b) locale ad uso commerciale della superficie interna di mq. 165, comprendente una sala espositiva, due uffici, un vano wc e un ripostiglio; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Maida al foglio di mappa n. 20, particella 405/subalterno 3, località Piano delle Forche, P.T., cat.C/1, cl.1°, consistenza mq.165, superficie catastale n.146, rendita catastale euro 1.184,49. Prezzo base: euro 233.015,62 (euro duecentotrentatremilazeroquindici virgola sessantadue). AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 12 giugno 2009 alle ore 12,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile. LOTTO UNICO Prezzo base: euro 233.015,62 (euro duecentotrentatremilazeroquindici virgola sessantadue). Cauzione euro 23.301,57 (euro ventitremilatrecentouno virgola cinquantasette) Aumento Minimo euro 11.650,79 (euro undicimilaseicentocinquanta virgola settantanove) - In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - Il bene di cui sopra è meglio descritto nella relazione di stima a firma dell’esperto architetto Beatrice Cardinali, che può essere consultata dall’offerente, ed alle quali si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e su “Il Domani” della Calabria. Custode giudiziario è il Dott. Paolo Cosentino con studio in Lamezia Terme, via Garibaldi, cui tutti gli interessati potranno rivolgersi per visionare il bene. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 25 marzo 2009 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 18 maggio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura esecutiva. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro - deve essere apposta sulla busta; il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione, mediante assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione. l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possi-

A CURA DELLA

MEDIATAG

bile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; L’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata, di persona o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura della procedura; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. L’aggiudicazione in sede di gara sarà di regola definitiva non essendo ammesso l’aumento di quinto nelle vendite senza incanto. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 9 giugno 2009, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e de codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato al sottoscritto professionista delegato Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 32/2001 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da INTESA GESTIONE CREDITI S.P.A. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 27/04/2007 nella procedura n. 32/01 R.E.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base d’asta giusta autorizzazione del G.E.; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 21 maggio 2009 alle ore 11,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto della piena proprietà del seguente immobile: LOTTO UNICO: Porzione immobiliare facente parte del fabbricato posto in Lamezia Terme, sezione Sambiase alla via Rossini (già località “Savutano”), e precisamente il locale magazzino adibito ad attività commerciale sito al piano terra, della consistenza catastale di mq.130 (metri quadrati centotrenta): riportato nel Catasto Fabbricati del medesimo Comune al foglio di mappa n. 85, particella 1076/subalterno 3, via Savutano, P.T., Categoria C1, classe 2, piano terra, consistenza mq.130, rendita catastale euro 812,39. Il fabbricato è munito di regolare concessione edilizia e di certificato di abitabilità, mentre per l’immobile posto in vendita sono state riscontrate delle difformità interne, sanabili entro 120 giorni dal decreto di trasferimento, di cui è stato tenuto conto nella valutazione del bene. Prezzo base: euro 84.375,00 (euro ottantaquattromilatrecentosettantacinque virgola zero zero). AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 12 giugno 2009 ore 11,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile. LOTTO UNICO: Prezzo base: euro 84.375,00 (euro ottantaquattromilatrecentosettantacinque virgola zero zero). Cauzione euro 8.437,50 (euro ottomilaquattrocentotrentasette virgola cinquanta) Aumento Minimo euro 4.218,75 (euro quattromiladuecentodiciotto virgola settantacinque) - In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto arch. Carla Isabella, che possono essere consultate dall’offerente, ed alle quali si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e su “Il Domani” della Calabria. Custode giudiziario del bene è l’avv. Emanuela Vitalone da Lamezia Terme, cui le parti possono rivolgersi per visitare l’immobile. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita,, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 25 marzo 2009


AsteInfoappalti

45 il Domani

Domenica 29 Marzo 2009 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 18 maggio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura esecutiva. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione, mediante assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione. l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; l’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto onto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura della procedura; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c.. L’aggiudicazione in sede di gara sarà di regola definitiva non essendo ammesso l’aumento di quinto nelle vendite senza incanto. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 9 giugno 2009, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato al sottoscritto professionista delegato Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 21/1999 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECECUTIVE Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da CARISAL S.P.A.(INTESA GESTIONE CREDITI S.P.A.) Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 16/04/2007 nella procedura n. 21/99 R.E.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base su richiesta del creditore procedente; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 21 maggio 2009 alle ore 10,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto della piena proprietà dei seguenti immobili tutti posti nel territorio del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) alla località “Marignano”, e precisamente: LOTTO n. 1: fabbricato a solo piano terra avente le caratteristiche non di lusso composto da vani catastali sei e mezzo, distribuiti su di un unico piano fuori terra, con annessi: locale di sgombero; corte di esclusiva pertinenza adibita a parcheggio all’aperto ed orto-giardino e terreno agricolo circostante di estensione totale pari a mq. 2.788 (metri quadrati duemilasettecentoottantotto); il fabbricato è censito nel Catasto Fabbricati del predetto Comune di Motta Santa Lucia, al foglio di mappa n. 27, particella 304, Contrada Marignano, P.T.,cat. A/4, classe 2, vani 6,5, Rendita Catastale euro 224,92; il terreno circostante è censito nel Catasto Terreni del predetto Comune di Motta Santa Lucia, al foglio di mappa n. 27, particella n. 303, seminativo classe 1°, superficie are 27 ca 88, r.d. euro 10,80 e r.a. euro 4,32. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona E-AGRICOLA; Prezzo base: euro 33.750,00 (euro trentatremilasettecentocinquanta virgola zero zero) LOTTO n. 2: appezzamento di terreno agricolo, destinato alla produzione di ortaggi, della superficie catastale di are 8.00 (are otto e centiare zero); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27, particella 259, seminativo classe 2, superficie are 08.00, r.d. euro 2,48 e r.a. euro 0,74. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona E-AGRICOLA; Prezzo base: euro 2.025,00 (euro duemilazeroventicinque virgola zero zero). LOTTO n. 3: appezzamento di terreno agricolo, destinato alla produzione di ortaggi, della superficie catastale di complessive are 6.04 (are sei e centiare quattro); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27, particelle: - 278, sem. cl. 1°, are 0.54, r.d. euro 0,21 e r.a. euro 0,08. - 289, pascolo cl. 1°, are 05.50, r.d. euro 0,45 e r.a. euro 0,26. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona E-AGRICOLA; Prezzo base: euro 1.518,75 (euro millecinquecentodiciotto virgola settantacinque). LOTTO n. 4: appezzamento di terreno agricolo, coltivato a castagneto, della superficie catastale complessiva di are 8.20 (are otto e centiare venti); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27, particelle: - 279, sem.cl. 1°, are 0.60, r.d. euro 0,23 e r.a. euro 0,09; - 296, sem.arb. c.1°, are 07.60 r.d. euro 2,94 e r.a. euro 1,18. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona E-AGRICOLA; Prezzo base: euro 3.093,75 (euro tremilazeronovantatre virgola settantacinque) LOTTO n. 5: appezzamento di terreno agricolo, coltivato a castagneto, della superficie catastale complessiva di are 5.10 (are cinque e centiare dieci); riportato nel Catasto Terreni del Comune di Motta Santa Lucia (Catanzaro) al foglio di mappa n. 27 particella - 286, sem., cl. 2°, are 5.10, r.d. euro 1,58 e r.a. euro 0,47. Dal punto di vista urbanistico, secondo il Piano Regolatore generale del comune di Motta Santa Lucia l’area ha la seguente destinazione urbanistica: Zona E-AGRICOLA; Prezzo base: euro 1.856,25 (euro milleottocentocinquantasei virgola venticinque).

A CURA DELLA

MEDIATAG

AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 12 giugno 2009 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, presso i locali dell’Associazione. LOTTO N.1 Prezzo base: euro 33.750,00 (euro trentatremilasettecentocinquanta virgola zero zero) Cauzione: euro 3.375,00 (euro tremilatrecentosettantacinque virgola zero zero) Aumento minimo euro 1.687,50 (euro milleseicentoottantasette virgola cinquanta) LOTTO N.2 Prezzo base: euro 2.025,00 (euro duemilazeroventicinque virgola zero zero) Cauzione: euro 202,50 (euro duecentodue virgola cinquanta) Aumento minimo euro 101,25 (euro centouno virgola venticinque) LOTTO N.3 Prezzo base: euro 1.518,75 (euro millecinquecentodiciotto virgola settantacinque) Cauzione: euro 151,88 (euro centocinquantuno virgola ottanta otto) Aumento minimo euro 75,94 (euro settantacinque virgola novantaquattro) LOTTO N.4 Prezzo base: euro 3.093,75 (euro tremilazeronovantatre virgola settantacinque) Cauzione: euro 309,38 (euro trecentonove virgola trentotto) Aumento minimo euro 154,69 (euro centocinquantaquattro virgola sessantanove) LOTTO N.5 Prezzo base: euro 1.856,25 (euro milleottocentocinquantasei virgola venticinque) Cauzione: euro 185,63 (euro centoottantacinque virgola sessantatre) Aumento minimo euro 92,82 (euro novantadue virgola ottantadue) - In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui ognuno si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto ing. Ottaviano Ferrieri, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime S.p.A., San Paolo IMI-Banco di Napoli S.p.A., Banca Popolare di Crotone, Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sugli stessi immobili posti in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 25 marzo 2009 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale, entro le ore 12,00 del giorno 18 maggio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro - deve essere apposta sulla busta; il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri;

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

- i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 9 giugno 2009, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato al sottoscritto professionista delegato. Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versta nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione.


46 Domenica 29 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO

Miss Domani Ilaria n. 20

CATANZARO — E venti! Ecco l’ultima delle aspiranti reginette del concorso di bellezza “Miss Domani 2009”, giunto oramai alla sua sesta edizione e organizzato da Franco e Veneranda Arena. La mo-

Miss Universo 2009 sarà ospitata alle Isole Bahamas ROMA — Donald J. Trump Nbc Uni-

versal e Paula M. Shugart, Presidente di Miss Universe Organization, hanno annunciato che Miss Universo 2009 sarà ospitata quest’anno dalle Isole Bahamas. E chi meglio dell’idilliaca Isola di Paradise Island poteva ospitare nella sua fantastica cornice le donne più belle del mondo? E quest’anno tutti le potranno ammirare attraverso una diretta che andrà in onda su Nbc e Telemundo il prossimo 30 agosto 2009. «Paradiso. Non c’è nome più adatto per esprimere tutta la bellezza delle Isole Bahamas - commenta Paula M. Schugart - e la diretta mondiale farà entrare in tutte le case tutta la magnificenza, il calore, e la straordinaria atmosfera di questo splendido angolo di paradiso. Dopo un magnifico lavoro di relationship con le Isole Bahamas e l’Atlantis Resort, che ospiterà la manifestazione, sono molto soddisfatta della nuova kermesse che insieme stiamo preparando». Sarà la venezuelana Dayana Mendoza, Miss Universo 2008 (vedi foto), ad incoronare il suo successore che porterà avanti il suo impegno a sostegno della campagna mondiale contro l’Aids. Nelle ultime edizioni questa celebre manifestazione ha visto la partecipazione di oltre 170 Paesi.

della si chiama Ilaria Paone, è alta un metro e 70 ed ha gli occhi ed i capelli castani. Al momento studia per diventare una brava parrucchiera. Tutti la descrivono come una ragazza molto matura, auto-

noma e dalla grande personalità. «Partecipo a Miss Domani - ha spiegato Ilaria - su spinta dei miei amici. Ma conoscevo già, dalla stampa, Franco e Veneranda Arena. Ho sempre seguito le loro originali iniziative». I due chiaravallesi adesso sono concentrati sulla data del 18 aprile, momento della serata finale nel corso della quale sarà eletta la reginetta della sesta edizione. Molto presto ci sarà una conferenza stampa con tutte le ragazze concorrenti per iniziare a fare conoscenza e spiegare le modalità di partecipazione al gran galà di Montauro. Un particolare ringraziamento va a Franco e Paola Giorla che, come ogni anno, sono vicini al concorso. Stanno, infatti,

allestendo una scenografia bellissima per fare da cornice alla sala dell’Hotel Calalonga che ospiterà lo spettacolo. Presentatori d’eccezione Maria Rosaria Juli e Werner Altomare. Una sicurezza per il team di “Miss Domani” che ha affidato le redini del palcoscenico ad un binomio perfetto per professionalità e simpatia. Cresce, a questo punto, l’entusiasmo e tutti i fans sono pronti a mobilitarsi. Franco e Veneranda Arena hanno assicurato la presenza di tanti ospiti per far divertire tutti. Quindi, appuntamento ad ingresso libero per sabato 18 aprile alle 21.30 all’Hotel Calalonga di Montauro. Un evento per il quale si ringrazia la disponibilità del sindaco, Leo Procopio.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 RUBRICA Quello Che 06:20 SOAP OPERA Incantesimo 10 07:00 Raisport Automobilismo 07:01 RUBRICA Pole Position 07:55 Gara Automobilismo 10:00 RUBRICA Pole Position 10:30 RUBRICA A Sua immagine 10:55 Santa Messa 12:00 Recita dell'Angelus da Piazza San Pietro 12:20 RUBRICA Linea verde 13:30 Telegiornale 14:00 TALK SHOW Domenica In L'Arena 15:15 SPETTACOLO Domenica In...sieme 16:30 Tg 1 L.I.S. 18:00 VARIETÀ Domenica In 7 giorni 20:00 Telegiornale 20:35 NEWS Rai Tg Sport 20:40 GIOCO Affari tuoi 21:30 MINISERIE Lo smemorato di Collegno 23:30 TG 1 23:35 Speciale Tg 1 00:35 RUBRICA Oltremoda 01:10 Tg 1 Notte Benjamin 01:25 Che tempo fa 01:30 RUBRICA Cinematografo 02:30 RUBRICA Così è la mia vita... Sottovoce 03:30 FILM Le donne vere hanno le curve 04:55 VIDEOFRAMMENTI Homo ridens 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 RUBRICA L'avvocato risponde 06:15 RUBRICA Inconscio e magia psiche 06:45 VARIETÀ Mattina in famiglia 07:00 Tg 2 Mattina 08:00 Tg 2 Mattina 09:00 Tg 2 Mattina 09:30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10:00 Tg 2 Mattina 10:05 RUBRICA Ragazzi c'è Voyager! 10:30 RUBRICA Cartoon Flakes 10:45 RUBRICA Art Attack 11:00 RUBRICA RaiSport Numero Uno 11:30 VARIETÀ Mezzogiorno in famiglia 13:00 Tg 2 Giorno 13:25 Tg 2 Motori 13:35 Tg 2 Eat Parade 13:45 VARIETÀ Quelli che... aspettano 15:30 SHOW Quelli che il calcio e... 17:00 RaiSport Automobilismo 18:00 Tg 2 18:05 FILM TV Un caso difficile per Matthew Hope Drammatico 19:35 TELEFILM Squadra Speciale Lipsia 20:30 Tg 2 20.30 21:00 TELEFILM Numb3rs 21:50 TELEFILM Law & Order 23:15 RUBRICA La domenica sportiva 01:00 Tg 2 01:20 RUBRICA Sorgente di vita 01:50 REALITY SHOW X Factor La settimana 02:20 RUBRICA Almanacco 02:25 Meteo 2 02:30 EVENTO Salto in altro Congresso Pdl 02:45 RUBRICA Inconscio e Magia Psiche 03:15 RUBRICA Scanzonatissima 03:35 VARIETÀ Speciale Cochi e Renato 03:55 VIDEOFRAMMENTI Faccedaridere 04:10 RUBRICA I nostri problemi 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Psicologia della personalità 05:45 Tg 2 Costume e società

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

(mai) viste 07:00 RUBRICA Aspettando E' do07:35 RUBRICA Mamme in blog

07:00 RUBRICA Super partes

07:55 NEWS Traffico

07:45 CARTONI ANIMATI Il laboratorio

08:10 SERIE TV Amita della giungla 08:30 CARTONI ANIMATI Taratabong 09:00 EVENTO Speciale TGR Gior-

pa

sogni di magia 09:40 Tgcom

12:25 RUBRICA TeleCamere 12:55 RUBRICA Racconti di vita 14:00 Tg Regione

14:10 REAL TV Grande Fratello 9

14:15 Tg 3 14:30 RUBRICA In 1/2 h.

mangiaro

10:00 CARTONI ANIMATI Yu-Gi-Oh

no a Capri

18:55 Meteo 3

13:30 Tg 4 Telegiornale

12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto

13:55 Meteo

13:00 TELEFILM Mr. Bean 20:00 Tg 5

14:00 Moto Gp Test Motociclismo

20:40 SHOW Paperissima Sprint

15:10 FILM Invasion Il giorno delle locu-

21:30 REALITY SHOW La Fattoria

22:30 Tg 3

16:55 FILM Asterix conquista l'America 18:20 CORTOMETRAGGIO Bernard

del villaggio 00:35 Tg 3 00:45 RUBRICA TeleCamere 01:35 RUBRICA Appuntamento al ci-

Animazione

01:45 RUBRICA Fuori orario. Cose

18:55 Tg 4 Telegiornale

21:30 TELEFILM Siska

01:59 Meteo 5

21:15 SHOW Colorado

23:30 FILM Rollerball

00:00 SHOW Le Iene

01:10 Tg 4 Rassegna stampa

02:00 SHOW Paperissima Sprint

01:45 NEWS Studio Sport

01:25 FILM Drum, l'ultimo Mandin-

02:50 TELEVENDITA Media Shopping

02:15 TELEVENDITA Media shopping

03:05 FILM Una notte per decidere 05:15 TELEVENDITA Media Shopping 05:30 Tg 5 Notte

03:10 TELEFILM Blue murder

04:15 TELEVENDITA Media shopping

21:00 TALK SHOW Very Victoria Best Of 22:00 MINISERIE So NoTORIous 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 RUBRICA Nobile Mobile 23:30 MUSICALE MTV the Most 00:00 CARTONI ANIMATI Death Note 00:30 CARTONI ANIMATI Full Metal Alchemist 01:00 MUSICALE Superock 02:00 MUSICALE Insomnia 05:40 TELEGIORNALE News

IL FILM DI OGGI

03:50 SOAP OPERA Febbre d'amore

04:30 TELEFILM Highlander

MTV 06:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:00 MUSICA Love Test 12:00 RUBRICA Europe Top 20 14:00 SITUATION COMEDY Kebab For Breakfast 15:00 SHOW Paris Hilton's My New BFF 16:00 MUSICALE Hitlist Italia 18:00 TELEGIORNALE Flash 18:05 MUSICALE Into the Music 19:00 MUSICALE Mtv 10 of the Best 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SPETTACOLO Made

go

02:35 MINISERIE Ho sposato un calciatore

nema

zana

19:35 TELEFILM Colombo

19:00 FILM Io me & Irene

01:30 Tg 5 Notte

23:35 TALK SHOW Glob, l'osceno

14:05 FILM Il giorno dello sciacallo

18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto

Show

23:30 Tg Regione

13:58 Tg 4 Telegiornale

16:55 FILM Nessuna pietà per Ul-

ste

00:20 TALK SHOW Maurizio Costanzo

21:30 REPORTAGE Report

11:40 RUBRICA Pianeta mare

e Sonnacchia 11:50 RUBRICA Grand Prix

19:30 Tg Regione

fa

11:38 NEWS Vie d'Italia Traffico

16:30 TALK SHOW Questa Domenica

20:39 Meteo 5

20:10 TALK SHOW Che tempo che

10:50 CARTONI ANIMATI Tornado Kid

12:10 RUBRICA Melaverde

19:00 Tg 3 20:00 ATTUALITÀ Blob

11:30 Tg 4 Telegiornale

10:25 CARTONI ANIMATI Idaten Jump

10:55 TELEFILM Robin Hood

18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario?

18:10 RUBRICA 90° Minuto Serie B

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

nia Dalla certosa di S. Marti-

14:30 TELEFILM Anna e i cinque

15:00 Tg 3 Flash LIS 15:05 RUBRICA Alle falde del Kili-

09:20 Santa Messa

09:45 CARTONI ANIMATI Cattivik GX

13:40 REAL TV La Fattoria

da strega

11:20 DOCUMENTARIO Campa-

rati

13:00 Tg 5

13:25 RUBRICA Passepartout

16:00 FILM Shiloh, un cucciolo per amico 18:00 RUBRICA Movie Flash 18:05 FILM Uragano 20:00 Tg La7 20:30 RUBRICA Chef per un giorno di gastronomia 21:30 SHOW Grazie al cielo sei qui 23:30 NEWS Sport 7 23:35 REPORTAGE Reality 00:30 NEWS Sport 7 01:00 Tg La7 01:20 RUBRICA Movie Flash 01:25 FILM Il grido 03:30 ATTUALITÀ CNN News

Melody Principesse sirene 09:25 CARTONI ANIMATI Mostri e pi-

colori della cronaca

07:25 NEWS Super Partes 08:55 SITUATION COMEDY Vita

09:00 CARTONI ANIMATI Mermaid

09:45 RUBRICA Squadra antimafia

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus Week End 09:15 RUBRICA Omnibus Life 10:05 RUBRICA Movie Flash 10:10 RUBRICA La settimana 10:25 TELEFILM F/X The Illusion 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 NEWS Speciale Tg La 7 P.D.L. e venne il giorno 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 14:00 SERIE TV New Tricks

08:35 CARTONI ANIMATI My melody

rito

07:05 TELEVENDITA Media Shopping

di Piggley Winks

08:50 RUBRICA Le frontiere dello spi-

09:46 ROTOCALCO Verissimo Tutti i

12:00 NEWS Rai Sport Notizie

06:55 TG4 rassegna stampa

08:15 CARTONI ANIMATI Le avventure

Dietro le quinte

11:45 NEWS TGR RegionEuropa

gli uomini del Presidente

08:00 CARTONI ANIMATI I puffi

nata FAI di primavera 11:15 NEWS TGR Buongiorno Euro-

06:10 TELEFILM West wing tutti

di Dexter

08:00 Tg 5 Mattina

07:40 RUBRICA E' domenica papà

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

07:57 Meteo 5

menica papà

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 RUBRICA Fuori orario. Cose

(mai) viste

il Domani Domenica 29 Marzo 2009 47

OGGI IN TV REALITY SHOW - La Fattoria Canale 5 ore 21,30 La fattoria è un reality show andato in onda su Italia 1 nella prima edizione e su Canale 5 nelle due edizioni successive, basato su un format televisivo svedese. Continua ad andare in onda su Canale 5 da domenica 8 marzo 2009 con la quarta edizione, condotta da Paola Perego. Il regolamento prevede che un gruppo di "vip" abbandoni le comodità della vita abituale per vivere in una fattoria con solo gli oggetti essenziali. Ogni settimana si svolgono le nomination e i concorrenti vengono progressivamente eliminati mediante il "televoto". In finale i tre o quattro concorrenti rimasti si contenderanno il premio in denaro. Ogni settimana si svolgono delle prove che riguardano la vita quotidiana in una fattoria, o almeno ciò che l'immaginario collettivo ritiene tali. Se vincono la prova i concorrenti avranno in premio cibo oppure l'immunità dalla nomination. La quarta edizione del reality si svolge in Brasile; le puntate si susseguono ogni domenica alle ore 21,30 per una durata totale di 8 settimane più un 'meglio di'; gli opinionisti sono Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, il giornalista Giancarlo Dotto e la speaker radiofonica Anna Pettinelli.

Io me & Irene Italia 1 ore 19.00

Regia: Bobby Farrelly, Peter Farrelly. Cast: Jim Carrey, Robert Forster, Chris Cooper, Richard Jenkins, Renée Zellweger, Rob Moran, Anthony Anderson, Ezra Buzzington Genere: Commedia Produzione: USA 2000. In questo film esplosivo e divertente, firmato dai fratelli Farrelly, ritorna il celebre volto di gomma di Jim Carrey. Reduce dal successo di Truman Show, questa volta l'attore interpreta il doppio ruolo di Charlie e di Hank. Non si tratta di due persone diverse, bensì di uno sdoppiamento di identità del

117’

protagonista, malato di schizofrenia. Charlie è un poliziotto gentile, mansueto, buon padre di famiglia che accetta di buon grado non solo l'abbandono della moglie che lo tradisce con un nano di colore, ma anche i tanti altri soprusi che gli vengono fatti; Hank è la parte cattiva di Charlie, irriverente, violenta, e sessualmente sfrenata. A Charlie - Hank, viene affidato l'incarico di scortare la bella Irene, coinvolta in una storia di corruzione, ad un comando di polizia nei pressi del Canada. Durante il viaggio entrambe le personalità del protagonista si innamorano della ragazza.


e

4,49

/kg

Provola Brizzi

e

9

68 ,

/kg

Parmigiano reggiano Dalla Bona

3

e

2,15

e

0,69

Passata di pomodoro Mutti 700 g

e

7,90

e

Vecchio Amaro del Capo Caffo 70 cl

0,79

e

Birra Peroni 66 cl

4,99

Caffè espresso classico Guglielmo conf. 4 pezzi da 250 g cad

Olio Extra Vergine di Oliva Desantis 100% Italiano 1 lt

Piselli Novelli Findus 1 kg

e

59 , 1 Kg

9,90

e

Detersivo in polvere per lavatrice Ace 90 misurini

w w w.iper mercatoduemari.it C/o Centro Comm erciale Du e M ari, Lo c. Comuni Condomini, M aid a (CZ ) P e r i n f o r m a z i o n i: Te l 0 9 6 8 7 5 15 2 0 0 - F a x 0 9 6 8 7 5 15 3 2 6

0,79

e

Bibite San Pellegrino gusti assortiti 1,25 lt

il domani  

Edizione del 29 Marzo 2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you