Page 1

Domenica 28 Dicembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 358

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 29 a pag. 39) Uno spettacolo di beneficenza per la raccolta dei fondi per la costruzione di Villa della Gioia a Paravati

LAMEZIA All’Auditorium dell’Istituto Magistrale il 2 gennaio

A Catanzaro “Ricomincio da te” Concerto di Capodanno CATANZARO — A Catanzaro “Ricomincio

da te”. Domani all’Auditorium G. Casalinuovo di via V. Pugliese, alle ore 20.30, si terrà lo spettacolo di beneficenza per la raccolta dei fondi per la costruzione di Villa della Gioia di Paravati. Ospite tra gli altri Ernestino Schinella (nella foto).

CALABRIA

Teatro, musica e danza fino al 2 gennaio A PAGINA 30

A PAGINA 31

LAMEZIA TERME — Alla fine il con-

sueto concerto di Capodanno si farà. Venerdì 2 gennaio presso l’Auditorium dell’Istituto Magistrale sarà protagonista l’Orchestra Filarmonica di Donetsk diretta dal Maestro Alexander Dolinsky. A PAGINA 29

LAMEZIA TERME

La mostra “Nei tratti del sogno” A PAGINA 30

SERRASTRETTA Ieri mattina nelle campagne di località Sovereto la tragica fine di Mauro Scalise, 41 anni, sposato e padre di due figli

Trovato cadavere bruciato in auto Non si esclude alcuna ipotesi mentre si attendono i rilievi della scientifica e del medico legale SERRASTRETTA — Il corpo di un uomo, bruciato, è stato rinvenuto ieri mattina nelle campagne di località Sovereto, nel territorio del comune di Serrastretta, nel Catanzarese. Il cadavere di Mauro Scalise, 41 anni, era all'interno di una Fiat Uno, completamente distrutta dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed anche una squadra dei vigili del fuoco. L'auto si trovava ai bordi della strada provinciale che collega i centri abitati di Pianopoli e Cancello. Sul posto hanno lavorato carabinieri e vigili del fuoco ed è giunto anche il sindaco del centro del Catanzarese.

A PAGINA 19

LAMEZIA TERME La rappresentazione ideata dall’Associazione “P. Ardito”

Il presepe di S. Teodoro

Il luogo del ritrovamento del cadavere e, nel riquadro, la vettura bruciata

Marco Minniti affronta da Cosenza i temi caldi che ruotano attorno al Partito democratico

«Nessuna questione morale nel Pd» COSENZA — «Nessuna questione morale nel Pd». Il segretario regionale del Partito democratico, Marco Minniti (nella foto), lo dice a chiare lettere dal palazzo della Provincia di Cosenza, dove è stato presentato il sondaggio dell’Irp Marketing: l’indagine che, come anticipato dalle nostre colonne, dà il Pd calabrese al 33 per cento, oltre il dato meridionale attorno al 28 per cento.

POSEIDONE

Pittelli sottopone a Fini le sue dimissioni A PAGINA 16

A PAGINA 16

REGGIO CALABRIA

CATANZARO

La città dello Stretto ricorda il terremoto di un secolo fa

“Regaliamoci un sorriso” nel quartiere Santa Maria

A PAGINA 17

LAMEZIA TERME

Per la “discarica della discordia” richiesti 250 mila euro di risarcimento danni

CATANZARO — Ha avuto il via ieri mattina la manifestazione “Regaliamoci un sorriso” che animerà in questi giorni il quartiere Santa Maria, in piazza Procopio.

A PAGINA 26

A PAGINA 26

Un momento della caratteristica rappresentazione del presepe vivente LAMEZIA TERME — Ritorna in tutta la sua straordinaria bellezza, fi-

glio anche di un sito che bene si sposa all’evento, il presepe vivente nell’antico rione di San Teodoro. La tradizionale rappresentazione ideata e portata avanti ormai da qualche anno, dall’Associazione socio-culturale “P. Ardito” di San Teodoro. A PAGINA 24


2 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Più “attenzione” alle donne sfruttate nei campi in Kenya

La piccola Natalia nuova “mascotte” del Taman Safari

E’ quello che i coltivatori hanno chiesto ai rappresentanti politici per il prossimo anno

Il cucciolo di orango è nato a Natale Nell’arena anche Perlaza

Toreri in gran forma per la fiera di Calì La piccola Natalia in braccio alla mamma al Safari Taman a Pasuruan a est di Giava in Indonesia Il cucciolo di orango è nato il giorno di Natale

Il torero Paco Perlaza alla sua prima esibizione a Calì in Colombia

In Pakistan il ricordo del primo ministro ucciso un anno fa diventa manifestazione politica

Benazir Bhutto è ancora nel cuore del popolo Ressa attorno alla sua tomba

Anche l’agricoltura Kenyana è stata toccata dalla crisi alimentare mondiale e l’importanza del lavoro al femminile torna di scottante attualità in considerazione del crescente numero di donne impegnate nei campi dell’intera nazione

Il Babbo Natale “made in Russia” è nonno e lavora a Capodanno

A Mosca Santa Claus porta i doni la notte del 31 e ha una splendida nipote sempre al suo fianco

La versione russa di Babbo Natale chiamato “Nonno gelo” insieme alla nipote Snegurochka sorride durante una cerimonia ufficiale a San Pietroburgo

Il Sahara mostra il meglio di sè al festival internazionale di Douz

I seguaci del primo ministro Benazir Bhutto si stringono attorno al suo mausoleo in occasione del primo anniversario del suo assassinio

L’Indonesia non dimentica la tragedia

A Manado si fanno sentire le “ferite” dello tsunami

Autobus e traghetto I mezzi anfibi debuttano in Giappone

Una manifestazione in ricordo dello tsunami del 26 dicembre 2004

Un bus anfibio a Ginowan, nell’isola di Okinawa, in Giappone

Nell’isola di Okinawa esperimento fino a marzo

Centinaia di turisti sono volati in Tunisia per assistere a spettacoli e manifestazioni culturali

Le forze dell’ordine di recente hanno assestato un duro colpo al narcotraffico arrestando un boss proprio in quell’area

Una coppia di cammelli lotta durante l’apertura del 41esimo festival internazionale del Sahara organizzato a Douz, in Tunisia. Hanno preso parte all’evento centinaia di turisti e curiosi accorsi per assistere alla celebrazione del patrimonio della regione

Un medico legale accanto al corpo di una delle quattro persone che hanno perso la vita nelle ultime 24 ore a Cancun in Messico Rafforzati i controlli delle coste

Quattro morti a Cancun in un sol giorno Il Messico in stato d’allarme


4 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

L’aumento medio annuale registrato dalle retribuzioni mangiato dal caro vita, la Cgil lancia l’allarme

Buste paga al palo nel 2008 E verrà peggio ROMA - La crisi avanza e le retribuzioni restano al palo: a fine 2008, denuncia uno studio dell’Ires-Cgil, le busta paga risulteranno aver avuto una crescita pari allo zero. L’aumento medio annuale che viene registrato delle statistiche sulle retribuzioni, e che probabilmente farà registrare un +3,4%/+3,5% a fine anno, risulterà infatti interamente bruciato dall’inflazione che, nonostante la frenata degli ultimi mesi, nel bilancio 2008 risulterà avere avuto la stessa dinamica di crescita delle buste paga. Non solo. L’Ires-Cgil, che ha anticipato all’Ansa i contenuti di un rapporto che presenterà a gennaio, ha calcolato che l’andamento dei redditi negli ultimi anni sta penalizzando in maniera sempre più evidente le buste paga degli impiegati e degli operai. Tra il 2002 e il 2008 le famiglie con a capo un dipendente hanno, infatti, perso circa 1.600 euro, a cui vanno aggiunti altri 360 euro di mancato recupero del fi-

scal drag per il solo 2008. Nello stesso periodo i nuclei che hanno avuto per capofamiglia un imprenditore hanno goduto di un aumento di reddito di oltre 9 mila euro. «Le retribuzioni nel 2008 chiuderanno sostanzialmente alla pari con il tasso di inflazione: entrambi saranno probabilmente tra il 3,4% e il 3,5%. Questo significa che le retribuzioni saranno più alte solo nominalmente rispetto al 2007, ma più basse in termini di disponibilità reale. Nella sostanza ciò significa: retribuzioni ferme» dice il segretario confederale della Cgil e presidente dell’Ires, Agostino Megale ricordando che, nel 2007, i redditi erano invece al 2,3% e l’inflazione al 2%. Per il dirigente sindacale questa stagnazione delle buste paga non potrà non avere effetti sulla congiuntura: «Secondo i nostri dati il calo dei consumi è un fatto reale e, purtroppo, destinato a peggiorare nel 2009 in assenza di interventi fiscali del governo a sostegno dei redditi e delle pensioni»

Per l’abitazione, acqua, luce e gas c’è stato un incremento del 47,4%

Inflazione schizzata di oltre il 32% negli ultimi 10 anni Così l'inflazione Capitoli di spesa

Var. % 1995-2007

+27,9

Alimentari e analcolici

+67,5

Alcolici e tabacchi Abbigliamento e calzature Abitazione

+47,4

Mobili, articoli per la casa Servizi sanitari

+27,6 +21,5

Trasporti Comunicazioni

+32,7

+37,7 -28,3

Ricreazione, spettacoli Istruzione Alberghi e ristoranti Altri beni e servizi

+21,5 +36,6 +46,2 +40,3

INDICE GENERALE CON TABACCHI

+32,2

INDICE GENERALE SENZA TABACCHI

+31,7

Fonte: Istat

ANSA-CENTIMETRI

ROMA - È cresciuta di oltre il 32% l’inflazione negli ultimi dieci anni in Italia. A pesare di più sull’andamento dei prezzi al consumo, che comunque evidenzia comportamenti diversificati tra i vari capitoli di spesa, sono le spese per l’abitazione, acqua, luce e gas che hanno messo a segno un incremento del 47,4%. Al contrario, si registra un crollo del comparto delle comunicazioni, con un calo che sfiora il 30% (-28,3%), sempre nel periodo considerato. L’incremento dei prezzi più elevato dei 12 capitoli di spesa analizzati spetta così alle spese riferibili all’abitazione, escludendo però le bevande alcoliche ed i tabacchi su cui, viene sottolineato, ha pesato essenzialmente l’aumento dell’imposizione fiscale e che di conseguenza hanno segnato un +67,5%.

Si allarga il divario tra l’operaio e il capo dice, sostenendo inoltre che «il segno dell’impatto della crisi sulle retribuzioni è evidenziato anche dalla forbice che si è prodotta nell’aumento delle disuguaglianze reali» tra i redditi delle diverse categorie di dipendenti e liberi professionisti. «Se a questa riduzione di disponibilità reale per i redditi medio bassi si aggiunge la mancata restituzione del fiscal drag, che solo nel 2008 vale 360 euro, si capisce la difficoltà reale di questi redditi. Calo a cui corrisponde un calo dei consumi, registrato anche in questi giorni.

Ecco perchè - continua il segretario confederale della Cgil - continueremo ad insistere affinchè ciò che il governo non ha fatto fin qui, lo faccia a partire dal nuovo anno, riducendo le tasse sui redditi da

lavoro e pensione in modo tale da poter rilanciare i consumi». Le previsioni della Cgil sembrano al momento confermate dai dati Istat, le cui ultime rilevazioni sono riferite a novembre. A quella data

il tasso di inflazione ’acquisito’ per il 2008 risulta infatti pari al 3,4%, nonostante il dato mensile evidenzi un calo tendenziale della crescita dei prezzi sceso dal 3,5% al 2,7%. Allo stesso modo il dato

Arrivata l’onda lunga della crisi partita dall’America. Si moltiplicano gli appelli a spendere ma a

L’Italia un po’ meglio deg Ma cala la fiducia dei co

ROMA - L’onda lunga della crisi mondiale non si è fatta attendere anche in Italia e il 2008 passerà alla storia come l’anno delle turbolenze finanziarie globali più profonde. L’Italia, dicono le autorità nazionali, è meno esposta, perchè meno raffinata negli investimenti. È anche il paese con la maggior tendenza al risparmio. Quindi i danni saranno più contenuti. E il paese è più stabile, come ripete più volte il Comitato per la Stabilità finanziaria (Tesoro, Bankitalia, Consob, Isvap e Abi). Ma la crisi finanziaria anche nel Belpaese si allarga rapidamente e lambisce dopo i mercati finanziari e monetari anche l’economia reale. Tanto da costringere il governo prima ad intervenire sulle banche per garantire il flusso monetario, poi a mettere mano alle famiglie e imprese con misure di sostegno, nonostante la difficile situazione dei conti pubblici (il decreto anticrisi all’esame ora delle commissioni Bilancio e Finanze di Montecitorio). Nata in Usa la scorsa estate con i mutui subprime, la crisi precipita rapidamente dopo la pausa estiva e travolge una delle maggiori banche di investimenti Usa: la Lehman Brother’s innescando una reazione sistemica di tutte le banche. Gli effetti pratici sull’Italia del crack Lehman sono limitati (poco più di 100 persone restano senza lavoro in Ita-

Piazza Affari in 11 mesi ha accumulato perdite per il 53,4% lia ma vengono subito riassorbite, in parte, da Nomura) ma gli effetti psicologici sono devastanti. E ancora si sentono: ad esempio sul mercato azionario. La Borsa di Milano, ad esempio, all’inizio di questo mese aveva già accumulato perdite del 53,4% rispetto all’inizio dell’anno. Tra i titoli la crisi si traduce in una debacle soprattutto per gli immobiliari, con, ad esempio, Risanamento in calo del 90,2% da inizio anno e Aedes dell’85,3%. In controtendenza invece l’andamento delle società energetiche, non a caso nell’anno in cui il petrolio ha raggiunto picchi verso i 147 dollari al barile, prima della recente, brusca frenata. Un’alternativa valida agli investimenti azionari tornano così ad essere i titoli di Stato. Aumenta la domanda, i rendimenti iniziano a calare, a volte appena poco sopra l’inflazione, ma gli investitori tengono così i capitali al sicuro. Ma la fuga dal rischio spinge gli investitori a fuggire verso i Bund tedeschi facendo volare a livelli record il differenziale

tra i nostri titoli e quelli tedeschi. Da qui l’invito più volte pronunziato dallo stesso premier, Silvio Berlusconi, ad avere fiducia e comprare italiano. Però è proprio la fiducia a scarseggiare tra i consumatori, non solo italiani: secondo l’Isae, ad esempio, cala la fiducia dei consumatori a novembre, ma anche quella delle imprese che è ai minimi dal

’93. Un segnale inequivocabile della minor fiducia è, come noto, la propensione all’acquisto. E quindi i consumi calano. Un termometro della situazione reale è il consuntivo di Natale ma già, ad esempio Confcommercio, segnala un calo, anche se non ancora un crollo vero e proprio. Ma certo i segnali non sono ancora


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 5

Primo piano

Istat sull’andamento delle retribuzioni mostra che tra gennaio e novembre l’aumento è stato del 3,4%. Almeno fino a novembre, quindi, la crescita delle retribuzioni è stata interamente ’mangiata’

dall’inflazione. Brutte notizie in arrivo pure dal fronte saldi, al via dal 2 gennaio, e dove si stima un crollo del 30%. Lo prevede la Federconsumatori in base alle vendite natalizie. Poichè i

Una busta paga fotografata ieri: retribuzioni al palo nel 2008 secondo le stime Ires Cgil che anticipa i dati del rapporto sui salari

L’anno orribile delle famiglie, per prezzi e tariffe + 6%

regali di Natale hanno subito un crollo di oltre due miliardi di euro, la spesa per saldi - prevede l’Osservatorio - si attesterà a circa 3 miliardi e 428 milioni di euro rispetto ai 4 miliardi e 932 milioni del 2008, il 30% in meno. La spesa per famiglia sarà di 317 euro e solo 10 milioni e 800 mila famiglie saranno interessate (45%). Intanto, il presidente del Consiglio lancia un nuovo appello all’ottimismo e chiede più fiducia per superare la crisi: il tanto temuto crollo dei consumi, dice Silvio Berlusconi, non c’è stato. «Dobbiamo avere fiducia e continuare con il nostro stile di vita, aiutando chi si trova in difficoltà» ha aggiunto il premier commentando così la mole di dati sui consumi e spese natalizie diffusa in questi ultimi giorni. L’esortazione alla fiducia da parte del premier viene intanto contestata dall’opposizione. Per il vice ministro del Lavoro del governo ombra del Pd, Cesare Damiano,«l’ottimismo a buon mercato del presidente del Consiglio, l’unico di questi tempi, si scontra con i dati della realtà». «In una crisi come quella che stiamo attraversando diventa essenziale ridurre le tasse a chi guadagna meno, ed è possibile se si tiene a un livello decoroso la fedeltà fiscale» commenta infine il ministro dell’Economia del governo ombra del Pd, Pier Luigi Bersani. Critiche arrivando anche dall’Udc: «Negare la grave crisi in cui versano le famiglie è da irresponsabili, così come lo sarebbe attribuire al Governo la colpa della difficile situazione» dice Gian Luca Galletti.

ROMA - Il 2008 verrà archiviato come anno «orribile» per le famiglie italiane che solo sul fronte prezzi e tariffe hanno subito aumenti pari a quasi il 6%. Vale a dire una spesa di oltre 1.700 euro in più - a quota 32mila euro rispetto al 2007. Con la voce ’nettezza urbana’ che è volata, registrando un +14,6% rispetto all’anno precedente e mettendo a segno il maggior rincaro. Più alto di quelli delle bollette energetiche - gas e luce in primis - che, complice la corsa dell’oro nero, hanno registrato aumenti fino oltre il 13%. A fare il bilancio del caro-tariffe 2008 sono i consumatori di Adusbef e Federconsumatori ricordando che «solo nell’ultima fase dell’anno vi è stato un abbassamento dell’inflazione per la forte contrazione dei consumi». I capitoli che più hanno inciso sul potere di acquisto sono stati essenzialmente due: i costi per l’abitazione derivanti dagli aumenti «spropositati nel corso dell’anno dei prezzi del petrolio (luce,gas,acqua,rifiuti urbani) e per l’agroalimentare. Il 2008 si è poi caratterizzato, come il 2007, «per un aumento notevole delle rate di mutui a tasso variabile (contratti da oltre 3 milioni di famiglie): l’aumento della rata, dal 2006 ad oggi è stato «mediamente di circa 200 euro mese e solo da novembre è iniziato un calo lento per i tagli Bce». Adusbef e Federconsumatori ritengono «azzardato fare

Una spesa di 1700 euro in più solo per far fronte ai rincari La spesa delle famiglie L'andamento per tariffe e prezzi (dati in euro) VOCE DI SPESA

SPESA 2008 486

+45

VESTITI

1.998

+65

TEMPO LIBERO

2.441

+101

795

+47

+6,3

1.793

+88

+5,2

965

-17

7.585

+337

255

+25

1.115

+134

+13,1

Luce

475

+53

+12,6

SCUOLA

275

+35

RC AUTO

693

+62

4.869

+365

641

-43

ALBERGHI-BAR

1.902

+107

ALIMENTARI

6.569

+565

31.694

+1.720

BEVANDE MOBILI-CASA SALUTE ABITAZIONE Acqua Gas

TRASPORTI TELEFONO

TOTALE

Fonti: Adusbef e Federconsumatori

previsioni su prezzi e tariffe 2009 vista la gravità della crisi, la volatilità del petrolio, del cambio euro-dollaro e la variabile Borsa». Ma se la recessione continuasse - dicono le associazioni

incoraggianti e nonostante i continui appelli a consumare di più, sono pochi gli italiani che aprono il portafoglio con serenità. E c’è anche da tener conto dell’allarme licenziamenti arrivato di recente dai sindacati che infatti chiedono, ascoltati dal Governo, più risorse per gli ammortizzatori sociali. Non a caso si moltiplicano i casi di cassa inte-

Cenone a costo stracciato per scacciare la paura

Un termometro della situazione reale è il consuntivo di Natale ma già Confcommercio, segnala un calo negli acquisti

I 5,4 milioni di clienti attesi a San Silvestro pagheranno circa 83 euro a persona

grazione. E non solo alla Fiat. Le imprese che, sotto Natale, hanno fatto ricorso alla cassa integrazione sono moltissime e sparse su tutto il territorio nazionale. Una situazione di allarme che non può non riverberarsi sui conti pubblici: l’Italia è ufficialmente in recessione tecnica (due trimestri consecutivi in calo) e il prodotto interno lordo italiano spiega l’Istat - nel terzo trimestre dell’anno è diminuito dello 0,5% rispetto al trimestre precedente, e dello 0,9% nei confronti del terzo trimestre del 2007. E anche per il futuro le previsioni sono preoccupanti: il Pil registrerà nel quarto trimestre dell’anno - secondo Confindustria una contrazione dello 0,8%. Ne risente anche il deficit e l’Italia si impegna infatti a non superare il tetto del 3% in rapporto al Pil. Tetto che secondo alcuni sarebbe invece già sfondato. Unico dato positivo è intanto il taglio del costo del denaro deciso in più mandate dalla Bce che almeno farà contrarre la spesa per pagare gli interessi sul debito pubblico.

ROMA - La crisi c’è e fa paura. Ma non si rinuncerà a festeggiare il nuovo anno fuori casa. Grazie anche a cenone e veglioni di Capodanno che non solo non dovrebbero registrare aumenti rispetto alla notte di San Silvestro dell’ anno passato ma saranno proposti, in molti casi, a ’saldo’. La Fipe, la federazione dei pubblici esercizi di Confcommercio, prevede infatti nel 30% dei ristoranti prezzi scontati, «inferiori a quelli del 2007» con una spesa media di 83,50 euro a persona. Vale a dire quasi il 7% in meno del Capodanno 2007. E se la maggior parte degli intervistati - il 56% per l’esattezza, secondo l’indagine Fipe - si dice condizionata dalla crisi nelle scelte sulla notte dell’ultimo dell’anno, sono 5,4 milioni gli italiani attesi nei ristoranti. Un dato in linea con quello dell’anno passato (si registra solo un lieve -0,6% nelle stime). Si spenderanno così per il pacchetto cenone + veglione - formula praticata dalla maggior parte dei ristoranti (oltre il 70%) - complessivamente

Saranno in molti a festeggiare il nuovo anno fuori casa

451,5 milioni di euro, il 7,4% in meno di un anno fa. Un calo non legato alla minor affluenza nei ristoranti ma al «significativo contenimento dei prezzi», rileva la Fipe. Le idee sembrano già ben chiare: il 93% del campione ha infatti già deciso come trascorrere la festa mentre solo per il 7% si profila una decisione ’last minute’. Aumenti

+10,2

BANCHE

anche chi può ci pensa prima di aprire il portafoglio La Fipe, federazione dei pubblici esercizi di Confcommercio, assicura che il 30% dei ristoranti ridurrà il conto rispetto al 2007

gli altri Paesi onsumatori

VARIAZIONE VARIAZIONE SU 2007 2008-2007 (%)

del costo del cenone e veglione sono previsti solo per il 9,5% del campione mentre il 61,9% prevede prezzi stabili ed il 28,6% in «calo». Nonostante questo, comunque, il 36% dei ristoratori prevede un capodanno peggiore di quello dell’anno scorso, in termini di attività, mentre un 8% degli intervistati è ottimista e prevede risultati «migliori».

+3,4 +4,3

-1,7 +4,6 +10,9

+14,6 +9,8 +8,1 -6,3 +6,0 +9,4 +5,9 ANSA-CENTIMETRI

dei consumatori - ci sarà «un forte peggioramento del potere di acquisto delle famiglie per minori entrate (cassa integrazione e licenziamenti) pari a 492 euro annui».

Dati confortanti: più 16% a ottobre

Edilizia: agevolazioni fiscali a gonfie vele

ROMA - Si conferma il gradimento degli italiani per le agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazioni, tanto che il ricorso al ’bonus’ del 36% registra ad ottobre un incremento sia rispetto al mese precedente (+16%) sia rispetto allo stesso mese dello scorso anno (+1,3%). L’andamento, si legge su FiscoOggi.it, è tale da far pensare ad un recupero sui dati del 2007, anno che ha fatto registrare il record delle dichiarazioni di inizio lavori. Ad ottobre risultano infatti 42.192 le ristrutturazioni avviate facendo ricorso alla detrazione fiscale del 36% delle spese sostenute, fino a un massimo di 48mila euro. Con il successo registrato ad ottobre, diminuisce così il gap che ha distanziato 2007 e 2008 da gennaio a ottobre. Il 2008 è infatti iniziato in sordina e si pensava che, complice anche la proroga della disposizione agevolativa a tutto il 2010 e l’ulteriore slittamento al 2011 approvato con la Finanziaria 2009 e annunciato anticipatamente, il rallentamento dell’apertura di nuovi cantieri edili fosse dovuto al venir meno della paura di perdere il bonus fiscale con la scadenza di fine anno, così come è stato per tutto il decennio dal 1998 al 2007. Ma, con il passare dei mesi, e in particolare in estate, si è ricominciato a ristrutturare.


6 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

La Polfer ha trovato il corpo senza vita di un 41enne alla stazione di Napoli. Aveva indosso solo gli slip

Picchiato e ucciso sul vagone di un treno Per gli inquirenti potrebbe trattarsi di un omicidio a sfondo sessuale

Dalle immagini del sistema di videosorveglianza della stazione di Napoli potrebbero emergere elementi per fare luce sulla morte dell’uomo trovato in un vagone fermo

NAPOLI - Un uomo di 41 anni, Giovanni Airaudo, è stato ucciso su un vagone ferroviario fermo nella Stazione centrale di Napoli. L’ omicidio, probabilmente a sfondo sessuale, è avvenuto la notte tra il 23 dicembre e la vigilia di Natale, ma le forze dell’ordine lo hanno reso noto solo ieri. Airaudo, originario di Angri, in provincia di Salerno - secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Polizia ferroviaria - sarebbe salito nella tarda serata di martedì sulla carrozza di un treno fermo in Stazione e destinato a ripartire solo il giorno dopo. Probabilmente era in compagnia di alcuni sconosciuti. L’uomo, forse omosessuale, è stato trovato con indosso solo lo slip e con segni di strangolamento, provocati, forse, dalla cintura dei pantaloni che è stata ritrovata a fianco al cadavere. Sul volto dell’uomo c’erano evidenti segni di percosse e sfregi. Ora gli inquirenti sono al lavoro nel tentativo di trovare elementi utili a ricostruire quanto accaduto quella notte e a comprendere il movente del delitto oltre che a rintracciare gli assassini. Elementi utili potrebbero arrivare dai video registrati dalle telecamere di sorveglianza dello scalo ferroviario partenopeo. Proprio dalle immagini del sistema di videosorveglianza della sta-

gli investigatori sperano di rilevare elementi importanti per le indagini e per capire a chi si accompagnasse Airaudo. L’assassinio potrebbe ricollegarsi a un altro avvenuto qualche giorno fa poco lontano. Domenica notte, infatti, il cadavere di un uomo, Francesco Lamboglia del 1960, muratore incensurato, era stato trovato in strada verso la mezzanotte in corso Arnaldo Lucci, angolo via Pica, nei pressi della stazione Garibaldi: il corpo presentava ferite da taglio e da punta al torace (all’altezza del cuore), al gluteo sinistro e al fianco sinistro. È stata la polizia ha fare la scoperta: grazie ad un’agendina telefonica dell’uomo è stato possibile contattare il figlio e appurare così le generalità. Il figlio ha anche spiegato che attendeva il padre di ritorno da Firenze, dove lavorava come muratore. Sulla vicenda indaga la Squadra mobile del commissariato Vicaria Mercato. Al momento del ritrovamento, l’uomo non aveva addosso non aveva il portafogli nè il cellulare. Una delle ipotesi degli investigatori è quella che Lamboglia possa essere stato ucciso per rapina. La Squadra Mobile della Questura partenopea sta cercando di comprendere, tra l’altro, i motivi per i quali l’uomo si trovava a Napoli mentre il figlio lo attendeva nel paese della Basilicata.

zione centrale di Napoli potrebbero emergere elementi per fare luce sulla morte di Airaudo. Gli agenti della Polizia ferroviaria, che indagano sull’omicidio, stanno visionando i filmati relativi alla giornata del 23 dicembre, quando - secondo quanto rivelato dagli stessi agenti - sarebbe avvenuto l’omicidio. Al momento nessuna ipotesi vie-

ne esclusa e si va dall’omicidio a sfondo sessuale - in considerazione delle condizioni in cui il corpo dell’uomo è stato trovato all’interno del vagone - al collegamento con un altro omicidio avvenuto, però, all’esterno dello scalo ferroviario napoletano domenica notte, quando un uomo è stato ucciso, forse per rapina, con tre coltellate. Dall’esame delle immagini

Il giovane italiano aveva travolto e ucciso uno sciatore in pista con la figlia Il pirata delle nevi si è costituito ieri alle forze dell’ordine dopo giorni di “fuga”

La confessione dopo la diffusione del suo identikit

Il pirata delle nevi ha 16 anni Si è costituito ai carabinieri

BOLZANO - Si è costituito ai Carabinieri lo sciatore pirata che la mattina di Natale aveva travolto ed ucciso un uomo di 51 anni sulle piste di Obereggen. Si tratta di un ragazzo di appena 16 anni, che ora dovrà rispondere i omicidio colposo. I carabinieri erano ormai sulle sue tracce dopo due giorni di serrate indagini e avevano persino diffuso un suo dettagliato identikit invitando chiunque l’avesso visto a contattare le forze dell’ordine per eventuali segnalazioni. Secondo quanto si è appreso, è stato il legale dell’uomo ad annunciare ai carabinieri che si sarebbe costituito al Comando provinciale di Bolzano. La sua esatta individuazione era, comunque, ormai imminente grazie, in particolare, alle tracce elettroniche lasciate dallo skipass dello sciatore pirata.

Tunisino arrestato in base alla descrizione delle sue vittime

Violentatore “seriale” incastrato da un neo descritto da due delle sue giovani vittime

Un neo “tradisce” il violentatore

LIVORNO - Violentatore “seriale” incastrato da un neo finisce in manette. La squadra mobile di Livorno ha arrestato un giovane tunisino di 32 anni, Walid Fersi, con l’accusa di violenza sessuale ai danni di due giovani donne livornesi. Le aggressioni risalgono a due momenti diversi - il 18 ottobre e il 17 dicembre scorsi - mentre una terza violenza è stata sventata proprio il giorno della vigilia di Natale grazie alle descrizioni, precise e corrispondenti, date dalle due precedenti vittime. Il 24 dicembre, dunque, la polizia ha fermato il tunisino grazie a una ragazza che ha prontamente chiamato il 113 segnalando un uomo che, secondo lei, la stava insistentemente fissando in strada. Subito è scattato il controllo del personale delle volanti che hanno bloccato il magrebino, corrispondente alla descrizione che le due giovani donne ne avevano fatto al momento della denuncia alle forze dell’ordine. Quindi il nordafricano è stato arrestato: è stato un neo sul volto a tradirlo. Ora l’uomo è accusato di aver aggredito le due donne, entrambe trentenni e di Livorno, che lo hanno riconosciuto. Il particolare del neo è stato notato dalle due vittime di altrettanti tentativi di violenza che così lo hanno descritto nelle loro denun-

Il giovane aveva tentato di molestare due trentenni ce alla polizia. Le indagini della polizia erano scattate già dopo il primo episodio di violenza, quando, il 18 ottobre scorso, una trentenne livornese è stata aggredita in strada mentre stava rincasando dopo una serata passata con gli amici in discoteca. Il tunisino, che è anche accu-

sato di sequestro di persona, l’ha immobilizzata a pochi passi da casa e l’ha costretta a salire in auto per poi spostarsi in una zona scarsamente frequentata dove ha cercato di abusare di lei. La donna, però, ha opposto resistenza ed è riuscita a fuggire sfilando dal cruscotto le chiavi dell’auto e ha trovato riparo in un condominio. Nel tentativo di violenza è stata anche ferita alla schiena con la lama di un coltello. Quasi due mesi dopo, il 17 dicembre, il tunisino è tornato in azione. La vittima un’altra trentenne, sem-

pre a Livorno,inseguita dall’assalitore fin dentro il portone di casa e sulle scale. Questa volta la violen-

za è stata - fortunatamente per la vittima - sventata dall’arrivo della madre di lei, che stava rincasan-

Il pensionato è morto davanti alla moglie. Una coltellata gli ha reciso l’arteria femorale

Rapinatore ammazza un anziano in casa

La villetta dove è avvenuto il delitto

SIRACUSA - È morto dissanguato in pochi minuti, davanti agli occhi terrorizzati della moglie, Giuseppe Amenta, 75 anni, un bracciante agricolo in pensione di Cassibi-

le, una frazione a pochi chilometri da Sira- chiedere aiuto, si è fatto aprire. Appena ha cusa, assassinato nella sua abitazione du- messo piede nell’appartamento - i due corante un tentativo di rapina finito in trage- niugi, che hanno due figlie, vivevano da dia. La donna, Concetta Di Domenico, an- soli - il bandito ha tirato fuori un coltello da che lei pensionata, 76 anni, ha cercato di macellaio e ha gridato ad entrambi di conaiutarlo e ha chiamato i carasegnargli il denaro che teneDisposta per oggi binieri, ma quando sono vano in casa. Amenta, però, l’autopsia giunti i soccorsi, per l’anziaha reagito e ha cercato di dino non c’era già più nulla da sarmare il rapinatore. La trasul cadavere fare. È stata lei, ancora sotto gedia si è consumata in podell’uomo shock e lievemente ferita, a chi istanti. Il pensionato è raccontare agli investigatori dell’aggressio- stato colpito da una coltellata che, secondo ne. Un uomo ha bussato all’appartamento il medico legale Francesco Coco, avrebbe della coppia, che si trova in una strada reciso l’arteria femorale. Il bandito è poi isolata, e fingendo di avere avuto un guasto fuggito via senza portare via nulla. L’autopall’auto e di dovere fare una telefonata per sia è fissata per oggi.

do. Nel secondo tentativo di violenza, la ragazza trentenne, sentendo rumore di passi dietro di sè mentre saliva le scale, ha pensato che si trattasse dei genitori, che potevano essersi attardati, e perciò ha lasciato la porta d’ingresso della casa socchiusa. Malauguratamente si trattava dei passi del tunisino, che, trovando la porta accostata, l’ha seguita nell’abitazione, l’ha immobilizzata e picchiata, tentando di violentarla finchè non è stato messo in fuga dall’arrivo della mamma. Anche in questo caso, tuttavia, è stata preziosa la dettagliata descrizione fornita dalla vittima alla polizia del suo assalitore. E l’identikit fornito al momento della denuncia corrispondeva in ogni particolare a quello fatta dalla ragazza vittima del precedente episodio di ottobre. Lo straniero, successivamente, si è reso irreperibile per giorni e giorni e le ricerche sono proseguite senza esito fino all’alba della vigilia di Natale. Il 24 dicembre, finalmente, il tunisino è stato individuato dagli agenti di una volante della polizia allertata da un’altra giovane che stava per diventare la terza vittima. La ragazza ha fatto intervenire gli agenti del 113 raccontando di essere stata spaventata da un nordafricano che l’aveva fissata a lungo in strada.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 7

Attualità

Monsignor Attilio Bianchi di Bergamo toglie la statuina di Gesù

Fedeliostiliagliimmigrati? NienteBambinellonelpresepe BERGAMO - Mentre a Lampedusa continuano gli sbarchi di clandestini, fa discutere a Bergamo la provocatoria iniziativa del parroco della chiesa di Santa Lucia, monsignor Attilio Bianchi, che la notte di Natale si è rifiutato di porre al centro del presepe la statuetta di Gesù Bambino per invitare i suoi parrocchiani a prendersi cura dei tanti immigrati che, anche a Bergamo, vengono spesso considerati come un pericolo. «Questa notte non è Natale - ha detto il parroco nell’omelia della messa di Mezzanotte -. Non siete pronti. Se non sapete accogliere lo straniero, il diverso, non potete accogliere il Bambin Gesù. Perciò Gesù non nasce». La tradizione così è stata infranta e il bambinello è rimasto fuori dalla grotta: «Gesù non ha paura di avvicinarsi agli emarginati, agli ultimi - ha osservato il parroco -. È ora che chi si dice cattolico metta in pratica gli insegnamenti di Cristo». «Gesù Bambino è stato posto dove vuole la liturgia, e cioè sull’altare». Ma monsignor Attilio Bianchi, parroco della chiesa di Santa Lucia, a Bergamo, quest’anno non lo ha messo nel presepe. Una decisione che ha fatto discutere in città. Allora monsignor Bianchi vuole spiegare il significato della sua iniziativa. «Il presepe è una rappresentazione, ha un significato anche pedagogico. Per questo ho lasciato la culla vuota, per richiamarci tutti, preti compresi, alla necessità dell’accoglienza continua di quelli che abbiamo accanto». Non solo degli immigrati, dunque. Nell’omelia della notte di Natale, ai fedeli riuniti in chiesa, monsignor Bianchi aveva detto: «È la strada dell’amore quella che Dio che si fa carne indica a ogni uomo e a ogni donna; e l’amore non lascia mai fuori nessuno - anche se sceglie - non emargina, non rifiuta di accogliere... La culla rimane vuota quest’anno nel nostro presepio perchè ciascuno di noi impari ad amare». Sbarchi a Lampedusa. Continua l’ondata di arrivi nell’isola delle Pelagie. Salgono a 1500 i clandestini sbarcati negli ultimi giorni. Oltre 300 gli stranieri arrivati ieri. Un gommone con 65 migranti a bordo che rischiava di affondare al largo di Lampedusa è stato soccorso da un pattugliatore della Marina. Gli extracomunitari - tra i quali dieci donne, due incinte - sono già stati trasbordati sull’unità, che sta facendo rotta verso l’isola. È il secondo sbarco di ieri. Sempre nella

E intanto a Lampedusa continuano gli sbarchi Il presepe con la culla vuota. Monsignor Attilio Bianchi non ha messo Gesù Bambino La motivazione del religioso: concittadini troppo ostili nei confronti degli stranieri

mattinata, infatti, un barcone con 247 immigrati era approdato in porto dopo essere stato intercettato a mezzo miglio dalla costa. Il centro di accoglienza Il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha telefonato ieri mattina al collega degli Esteri Franco Frattini chiedendogli di «intervenire ufficialmente nei confronti delle autorità libiche in relazione all’on-

data di sbarchi che si sono susseguiti negli ultimi giorni a Lampedusa». «È del tutto evidente che i massicci sbarchi di clandestini provenienti dai porti libici fanno parte di una trattativa negoziale tra l’Italia e la Libia che non funziona. Bene fa il ministro Frattini a compiere un passo ufficiale nei confronti del governo di Tripoli, ma

non basta» ha detto l’onorevole Margherita Boniver, deputata del PDL e Presidente del Comitato Schengen. E Sergio D’Elia, dei radicali aggiunge: «Al di là dei non meglio precisati ’problemi tecnici’ che secondo Frattini avrebbero ritardato la ratifica del Trattato Italia-Libia e degli appelli al regime libico che lasciano il tempo che trovano, rimane il fatto che il Co-

lonnello Gheddafi non ha mai tenuto fede agli accordi internazionali sottoscritti». Il trattato Italia-Libia. È stato firmato a Bengasi il 30 agosto scorso, dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e dal colonnello Muammar Gheddafi, l’Accordo di amicizia e cooperazione che chiude il contenzioso sull’avventura coloniale italiana in

Tripolitania e Cirenaica e apre le porte alla cooperazione tra Roma e Tripoli soprattutto nei settori dell’energia e del contrasto all’immigrazione clandestina. L’Italia verserà alla Libia 5 miliardi di dollari in 20 anni con finanziamenti annui di 250 milioni di dollari. Il Consiglio dei ministri ha già approvato l’accordo che però deve avere la ratifica del Parlamento.

Barbone rischia di morire di freddo

Una panoramica di Sauris (Udine), il paese isolato dalla frana sulla strada provinciale del 'Lumiei'

Mentre il nord batte ancora i denti, il maltempo si abbatte sulle regioni meridionali

Neve e gelo si dirigono verso sud

ROMA - Mentre il Nord Italia ancora batte i denti per le temperature polari portate dalla perturbazione di Natale, l’ondata di gelo ha raggiunto ieri anche le regioni centro-meridionali. Soltanto da domani si dovrebbe registrare qualche miglioramento. In Valle d’Aosta il termometro ieri non è salito sopra lo zero. Alle 10 di ieri ad Aosta la temperatura era di -5 gradi, a Courmayeur di -10 gradi e a Gressoney -16 gradi. Temperature in picchiata anche in Carnia e nella Val Canale (-12 a Tarvisio). Sempre in Friuli i tecnici della Protezione civile hanno proceduto alla bonifica dell’area interessata alla frana sulla strada provinciale del ’Lumiei’ che da Natale isola

l’abitato di Sauris (Udine), in Carnia. Ancora spazzata dal vento la Liguria dove sull’autostrada A10 Genova-Ventimiglia è rimasto il divieto di transito per i furgonati e i telonati. Pericolo valanghe, invece, in Piemonte dove, dalla giornata di venerdì, sono stati chiusi due tratti della strada statale 21 ’della Maddalena’ e della statale 25 ’del Moncenisio’. Ma la morsa di freddo attanaglia anche il centro-sud. La Protezione Civile dell’Emilia-Romagna ha diramato l’allerta meteo fino a domani a causa della neve. In Toscana, sono saltati anche ieri i collegamenti da Livorno con l’isola di Capraia a causa del mare mosso: da ieri sulla costa soffia un vento gelido di grecale che

ieri ha attenuato leggermente la sua forza anche se ha fatto registrare raffiche che hanno sfiorato i 50 chilometri orari. Deboli nevicate nelle Marche, anche a quote di due-trecento metri, per tutta la giornata di oggi. Colonnina di mercurio sotto lo zero in Molise: la coltre bianca ha raggiunto livelli significativi a Prato Gentile e a Campitello Matese. Freddo intenso sul Gran Sasso: a Campo Imperatore (L’Aquila) -14 nel tardo pomeriggio, e le previsioni per la notte segnalano una temperatura vicina al -17. Neve anche in Calabria, sulla Sila cosentina, dove la temperatura è di due gradi sopra lo zero, e sul tratto calabrese dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria.

Sfiorata a Roma una seconda tragedia della povertà dopo Castelfusano Sono 337 i senzatetto che hanno perso la vita nel 2008, quasi uno al giorno

Un altro rogo nelle baracche, tre feriti Francia sotto choc, è strage di clochard ROMA - Hanno rischiato di morire carbo- Ieri quando è arrivato il presidente del XII nizzati come la mamma e il bambino rome- Municipio Pasquale Calzetta, insieme alle ni nella pineta di Castelfusano. Sette nuclei forze dell’ordine e al personale della sala familiari romeni, circa 30 operativa sociale del Campipersone, vivevano nelle ba- Sette famiglie doglio, erano rimasti solo racche sorte in una ex cava vivevano tra gli stenti quattro nuclei familiari, 16 di pietra, nella Riserva di sul luogo persone, che sono stati trasfeDecima-Malafede, in via Alnei centri di accoglienza. di un ex cava di pietra riti varo del Portillo a Trigoria, Trasferiti anche tutti gli abidove venerdì sera una candela caduta sulle tanti delle baracche della pineta di Castelfucoperte ha fatto divampare un incendio nel sano, circa 400 persone che hanno abbandoquale una donna romena con i suoi due nato i loro ricoveri di fortuna per paura dei figli sono rimasti feriti. controlli delle forze dell’ordine.

PARIGI - Al 21 dicembre scorso erano 337 i passare la notte, le associazioni dicono no, senzatetto morti in Francia nel 2008, quasi perchè andrebbero a impedire di ristabilire uno al giorno, dopo una vita quotidiana un «rapporto di fiducia» dei senzatetto con fatta di precarietà assoluta, la società. aggravata dall’ondata di fred- E arriva altro Il ministro dell’ interno, Mido polare che da oggi - e per maltempo: il governo chele Alliot-Marie, ha chiequalche giorno -colpirà il pa- potenzia i centri sto di rafforzare e di aumenese. Negli ultimi giorni, poi, tare i centri per ospitare i di assistenza altri due cadaveri sono stati senzatetto. Venerdì a Parigi, raccolti in strada, l’ ultimo a Saint-Ouen, 150 posti supplementari sono stati attrezzanella banlieue di Parigi. Ma di fronte alla ti in una palestra. Altri mille sono stati ricavolontà del governo di procedere ad acco- vati in diverse strutture militari della regioglienze forzate dei barboni in centri per ne parigina.

MILANO - Un uomo steso per la strada nella notte gelida. Una coppia che cerca aiuto. Il rimpallo delle competenze. La coppia rientra nella propria casa riscaldata. Il barbone è lasciato al suo destino. Poteva morire, se fosse stato per i servizi di soccorso. Ecco cosa è successo a Milano nella notte tra il 24 e il 25 dicembre. È da poco passata mezzanotte. Il termometro della macchina segna appena un grado. Marito e moglie, due professionisti, rientrano a casa dopo il cenone della vigilia di Natale. Sotto una tettoia è disteso un senza tetto, coperto di stracci. Lei è un medico. È preoccupata. le previsioni meteorologiche indicano peggioramento, abbassamento delle temperature. Allora telefona al 113 e spiega la situazione: «Fa molto freddo, non vorrei che quell’uomo morisse assiderato, potete fare qualcosa?». La risposta è gentile ma senza speranza: «Non è compito nostro. Chiami il 112». La signora ripete la richiesta di soccorso al 112, «Il 113 mi ha detto di chiamare voi...». «No, telefoni al 118», è la risposta dispiaciuta «sono loro che contattano le strutture di accoglienza, la Caritas». Al 118 la signora dà le coordinate del luogo. «Un’ambulanza per un barbone che dorme non la possiamo mandare. Se mi dice che sta male, la mandiamo» le viene spiegato». »Sono preoccupata, fa molto freddo« insiste la signora. Niente da fare. Al mattino, sotto la tettoia, nessuno. Il barbone se n’è andato.


8 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Circa 200 morti e 400 feriti è l’apocalittico bilancio dei raid aerei scatenati da Israele in ritorsione ai missili lanciati da Hamas La Striscia di Gaza GAZA

Il mondo condanna “Strage inaccettabile”

Jabalya

Nusseirat Deir al Balah

Gush Katif

ISRAELE

Khan Yunis

EGITTO

Rafah CAMPI PROFUGHI

1967

Nel 1967, con la Guerra dei Sei giorni, Israele invade la Striscia di Gaza, fino ad allora sotto controllo egiziano

2005

Dopo il ritiro unilaterale dei coloni israeliani , la Striscia passa sotto il controllo dell'Autorità nazionale palestinese (Anp)

2006

Il rapimento del soldato israeliano, Ghilad Shalit scatena la rappresaglia di Israele che compie raid aerei su Gaza e sulle infrastrutture della Striscia

2007

A giugno, la tensione tra il movimento fondamentalista Hamas e il partito Al Fatah sfocia in un confronto armato che porta Hamas a conquistare il controllo della Striscia

2008

Il 19 giugno, Hamas e Israele firmano una tregua di sei mesi. Tel Aviv si era impegnata a riaprire i valichi e Hamas a riconsegnare Shalit. Il 18 dicembre Hamas annuncia la fine della tregua: ricominciano i lanci di razzi Qassam su Israele e i raid israeliani sulla Palestina

I miliziani di hamas non hanno perso tempo nell’invocare una pronta mobilitazione da parte di tutti i palesinesi

NEW YORK - Le reazioni internazionali all’offensiva israeliana sono un coro unanime che chiede a Tel Aviv di fermare l’attacco. Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha chiesto «la fine immeditata di tutte le violenze a Gaza e nel sud di Israele». «Gravemente allarmato per le violenze e il sangue sparso a Gaza e per il proseguimento delle violenze nel sud di Israele», Ban ha chiesto la fine «immediata» di tutte le violenze. Ban ha d’altra parte condannato »gli attacchi da parte dei militanti palestinesi« e si è detto «profondamente turbato che i ripetuti appelli a Hamas per farli cessare siano andati inascoltati». Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha definito "criminale" la campagna aerea israeliana e chiesto alla comunità internazionale di intervenire. Gli Usa hanno invitato Israele ad evitare di colpire civili nei suoi attacchi contro obbiettivi di Hamas a Gaza, chiedendo al gruppo militante islamico di porre fine al lancio di missili e alle sue attività terroriste se vuole che i raid israeliani si fermino. Il capo della politica estera dell’Ue Javier Solana ha intimato un immediato cessate il fuoco. I ministri degli Esteri della Lega Araba terranno un incontro di emergenza sulla situazione oggi al Cairo per assumere una posizione comune su quanto sta avvenendo. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi chiede in una nota l’immediato stop alle ostilità. "Solo attraverso il dialogo, e non certo con le provocazioni e il ricorso alle armi, potrà essere trovata -- afferma il premier - una soluzione stabile e duratura al conflitto in atto".

Mattatoio Gaza ANSA-CENTIMETRI

Per Tel Aviv “è solo l’inizio” I palestinesi pronti a colpire

Uno degli obiettivi principali dell’operazione israeliana era la stazione di polizia di Hamas dove c’è stata un’autentica strage di uomini in uniforme

GAZA - Un attacco fulmineo che in pochi minuti ha provocato decine e decine di morti a Gaza City e in tutta la Striscia. È’ la rapidità impressionante del primo raid israeliano l’immagine ricorrente che emerge dalle testimonianze di chi ha vissuto ieri l’attacco israeliano. Pochi minuti con i quali, poco prima di mezzogiorno, una sessantina di aerei f-16 ed elicotteri Apache israeliani hanno dato il via all’operazione «Piombo fuso». A fare il bilancio complessivo degli attacchi che in serata ancora proseguivano nel sud della Striscia, è stato Mùawia Hassanien, funzionario dei servizi di emergenza palestinesi. Nel primo pomeriggio aveva parlato di 140 vittime nel primo attacco di pochi minuti, ma in serata ha dovuto portare la cifra a 195 morti e 300 feriti. Tra i morti, ha detto il funzionario, la maggior parte sono agenti di polizia, ma si teme che ci siano anche donne e bambini. Fonti mediche di Gaza hanno più tardi parlato di almeno 205 morti. Obiettivo dei missili israeliani decine di installazioni e uffici dell’amministrazione di Hamas ed in particolare il quartier generale della polizia di Gaza City dove si stava svolgendo la cerimonia per la consegna dei diplomi alle reclute. E stato proprio lì che si è avuto il maggior numero di vittime, lì che giacciono a terra decine di corpi con ancora indosso le uniformi. Tra questi anche quello di Tawfiq

Jaber, capo della polizia di Hamas. Subito dopo il primo attacco è cominciata la corsa delle ambulanze, ma anche di tanti veicoli privati, verso gli ospedali che hanno subito mostrato di non poter reggere ad un’emergenza di tali proporzioni. Davanti agli ospedali si è subito radunata tanta gente che cercava notizie dei propri cari. Proprio per contribuire a fronteggiare l’emergenza l’Egitto ha aperto il valico di Rafah, per consentire l’ingresso di palestinesi feriti e l’invio di materiale sanitario. A fornire un’altra testimonianza di quanto avvenuto è stato padre Manule Musallam, parroco della Santa Famiglia a Gaza, all’agenzia di stampa ’Misna’.«Quello in corso a Gaza - ha detto - è un massacro, non un bombardamento, è un crimine di guerra e ancora una volta nessuno lo dice». L’agenzia missionaria riferisce inoltre di notizie relative a un alto numero di civili innocenti, incluse donne e bambini. Il presidente palestinese Mahmud Abbas (Abu Mazen), con un comunicato reso pubblico in Cisgiordania, ha chiesto al governo israeliano di porre immediatamente fine all’aggressione e alla comunità internazionale di intervenire. Ma i gruppi palestinesi, che hanno subito invitato i militanti a vendicarsi dell’attacco subito, hanno ripreso con maggiore frequenza i lanci di razzi contro Israele, dove è stato annunciata la morte di una persona.

L’Iran e persino i Paesi arabi moderati potrebbero decidere di intervenire militarmente

Ora il rischio è di incendiare la regione

Il premier Olmert e il ministro Livni (s)

GERUSALEMME - L’attacco israeliano non è stato una sorpresa giacchè da giorni tutti gli esponenti israeliani, davanti alla pioggia di razzi sul sud di Israele, avevano chiaramente indicato che la pazienza dello stato ebraico si

era esaurita. Uno stato d’animo questo che modo inconcludente; ciò che per Israele saportebbe aver incoraggiato ad agire il governo rebbe comunque un serio insuccesso. Rischiodi Ehud Olmert e la coalizione di partiti che se inoltre le ripercussioni regionali dell’offenlo sostiene, malgrado l’imminenza delle elezio- siva: una possibilità che non può essere escluni. Se l’operazione israeliana avrà il risultato sa è che il regime islamico a Teheran - nemico sperato di costringere Hamas giurato di Israele - possa ritenea ristabilire una tregua incondi- Ma se gli attacchi re conveniente giungere in soczionata, le conseguenze non piegheranno corso di Hamas tramite gli potranno che essere benefiche i terroristi per Olmert Hezbollah in sud Libano. Malin termini di immagine per il grado la loro chiara avversione sarà un trionfo premier uscente Olmert e puper Hamas governi arabi more paganti in termini elettorali, per i ministri derati, come in Egitto, Giordania e Arabia della difesa Ehud Barak, leader del partito Saudita, davanti a un’opinione pubblica araba laburista, e degli esteri, Tzipi Livni, leader del infuriata e a temute manifestazioni di piazza, partito Kadima. Opposti effetti avrà ovviamen- potrebbero trovarsi costretti a indurire il loro te se dovesse durare troppo a lungo e finire in atteggiamento nei confronti di Israele.


il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 9

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve La scala si rompe Vola giù dal tetto MARCIANA MARINA - Un uomo di 73 anni è rimasto seriamente ferito precipitando da circa due metri di altezza mentre, terminata una riparazione, scendeva dal tetto della sua abitazione con una scala a pioli. L’incidente domestico è accaduto a Marciana Marina, all’isola d’Elba. L’uomo è stato trasferito con l’elisoccorso all’ospedale di Livorno con fratture multiple al costato. Non corre pericolo di vita.

Dopo aver rifiutato le avances di Leonardo Di Caprio, la top model Bundchen si è fidanzata con Brady, giovane quarterback dei New England Patriots

Lady Zapatero soprano a Napoli NAPOLI - Soggiorno napoletano per Sonsoles Espinosa (sinistra), moglie del premier spagnolo Josè Luis Rodriguez Zapatero. Dopo la visita ufficiale dello scorso anno, in occasione del vertice tra Italia e Spagna, la ’primera damà ritorna nel capoluogo partenopeo come soprano del coro della ’Capilla Real de Madrid’, che si è esibito ieri sera nella chiesa di Donnaregina, nell’ambito della rassegna ’Note d’inverno’.

PERUGIA - «Psicologicamente sto male ma se penso alla sofferenza dei genitori di Meredith rimango in silenzio», ha detto Rudy Guede. L’ivoriano, condannato a 30 anni per l’omicidio di Meredith Kercher, ha parlato ieri con i suoi difensori nel carcere di Viterbo. Dopo essere stato per un periodo nel carcere di Perugia, è stato trasferito in quello laziale dove occupa una delle celle del settore riservato a chi è accusato di reati sessuali.

ROMA - Grande successo di pubblico per la mostra della Camera «Michelangelo giovane, il crocefisso ritrovato». Dal 23 dicembre, quando è stata inaugurata dal presidente della Camera Gianfranco Finialla presenza del capo dello Stato Giorgio Napolitano, la mostra è stata visitata da circa mille persone al giorno. L’opera sarà in mostra a Montecitorio fino al 23 gennaio 2009 (chiusura il primo gennaio) con ingresso libero.

Spacciava cocaina col figlio di 6 anni CATANIA - Per nascondere la sua attività di spacciatore di cocaina durante le consegne ai clienti portava con sè in auto il figlio di 6 anni. Sorpreso in compagnia del figlioletto a bordo di un’auto a rubata e con la coca pronta per lo spaccio un uomo di 28 anni di Sant’Anastasia, è stato arrestato.

Latte contaminato Famiglie risarcite PECHINO - Verranno risarcite le famiglie dei circa 300 mila bambini cinesi che sono morti o si sono ammalati dopo aver bevuto il latte alla melamina. Secondo l’agenzia Xinhua, 22 produttori risarciranno presto le famiglie anche se non è ancora noto l’ammontare. Creato pure un fondo per risarcire in futuro potenziali nuove vittime.

Raccoglie un petardo Perde la mano a 14 anni La top brasiliana Gisele Bundchen diventerà la signora Brady, la proposta di matrimonio alla vigilia di Natale

Gisele nella capanna di Tom Dopo aver 'scartato' Leonardo Di Caprio, la super top brasiliana Gisele Bundchen diventerà la signora Brady. Secondo quanto riportato da TMZ, sito losangelino di gossip, la proposta di Tom, quarterback dei New England Patriots, è arrivata alla vigilia di Natale, a bordo di un jet privato che viaggiava da New York a Boston e la top model ha accettato. A bordo dell'aereo, che Brady aveva fatto addobbare con quattro dozzine di rose bianche, erano presenti anche i genito-

Morta Silvia Doria sorella di Marina ROMA - È morta Silvia Ricolfi Doria, sorella della moglie di Vittorio Emanuele di Savoia, Marina Doria. Lo rende noto la Convenzione monarchica italiana che riunisce le organizzazioni monarchiche e risorgimentali fedeli a Casa Savoia. Il coordinatore della Convenzione Alberto Claut esprime le condoglianze al Gran cancelliere degli Ordini dinastici di Casa Savoia Johannes Niederhauser», marito di Silvia Doria.

Sorano: addio al 2008 con un giorno d’anticipo SORANO (GROSSETO)- Saluteranno il 2008 con un giorno di anticipo gli abitanti di Sorano, piccolo centro in provincia di Grosseto. “La notte della luce”, diventata ormai una tradizione consolidata, prenderà il via la sera del 30 dicembre con l’accensione di una grande pira alta 10 metri attorno alla quale si svilupperà la festa con musica e con un suggestivo spettacolo pirotecnico. L’iniziativa, organizzata dal Comune e dalla pro loco, concluderà le iniziative inaugurali del nuovo centro satellite «Le terre del tufo».

ri di Gisele. L'evento è stato celebrato con l'opportuna dose di champagne. Gisele Caroline Bündchen (Horizontina, 20 luglio 1980) è una modella brasiliana. Fu scoperta nel 1994 dal manager dell'agenzia Elite in un McDonalds di São Paulo, e pochi mesi dopo vinse a Parigi il concorso per modelle emergenti Elite Model Look. Nel 1997 fu protagonista del calendario Pirelli e nel 1999 fu dichiarata modella dell'anno. Gisele è alta 180 cm, pesa 58 kg, ha i capelli biondi e gli occhi azzurri.

Ai 5 quasi 16mila euro Estrazioni

del 27/12/2008 Bari 31

62

6

46

7

Cagliari

86

88

45

30

69

Firenze

65

73

89

74

45

Genova

79

81

67

12

74

Milano

8

3

11

79

21

Napoli

25

58

10

24

84

Palermo

90

29

20

88

77

Roma

87

3

9

12

59

Torino

2

19

24

17

86

28

47

70

11

55

1

76

87

22

58

Venezia

RUOTA NAZ.

8

25

31

65

87

90

Jolly

Super Star

28

1

ANSA-CENTIMETRI

Crocifisso Michelangelo mille persone al giorno

PARMA - Un feto lacerato è stato ritrovato tra i rifiuti di un cassonetto in via Berlinguer, a Parma. Il corpicino straziato è stato individuato dai carabinieri su segnalazione delle autorità sanitarie dell’ospedale Maggiore, dopo che una ragazza minorenne si era presentata al pronto soccorso in stato di choc e con un’evidente emorragia. Il fatto è avvenuto venerdì sera, verso le 20. La ragazza, italiana, è stata operata d’urgenza e i medici le hanno estratto dal corpo una parte del feto di cinque mesi che, forse nel corso di un aborto spontaneo, era stato lacerato. Sembra che sia stata la stessa giovane a confessare ai sanitari di aver gettato, o fatto gettare da un conoscente, i resti nel cassonetto. La magistratura ha aperto un’inchiesta e disposto l’ autopsia sul feto, per determinare se la tragedia sia dovuta a cause dolose.

Rudy addolorato per i genitori di Mez

Oscurati 10 siti web pedofili internazionali CATANIA - ’Sono stati bloccati e resi inaccessibili dall’Italia tutti i siti che rivendicano l’orgoglio pedofilo’. Lo rende noto l’associazione ’Meter’ che ha segnalato i siti al centro nazionale per il contrasto alla pedofilia e pedopornografia della Polizia Postale. Sono 10 i portali oscurati. Un significativo risultato di stretta collaborazione tra le forze dell’ordine - dice don Fortunato Di Noto, presidente di Meter.

Feto in un cassonetto Giallo su una minorenne

Superenalotto: nessun 6 e 5+. Ai 5: 15.918,19 euro. Ai 4: 194,40 euro. Ai 3: 13,24 euro. Superstar Ai 4: 19.440,00 euro. Ai 3: 1.324 euro Ai 2: 100 euro Agli 1: 10 euro. Agli 0: 5 euro.

NAPOLI - Un ragazzo di 14 anni, nell’Avellinese, a Baiano, ha perso la mano sinistra a causa dell’esplosione di un botto. Il 14enne era insieme al suo fratellino di 10 anni quando, nella tarda mattinata, dopo aver raccolto un petardo da strada, lo ha fatto esplodere davanti al portone di casa, nel centro storico di Baiano. L’urto, violentissimo, tanto da mandare in frantumi la vetrina di un negozio, ha provocato il grave incidente: il bimbo di 10 anni è stato sbalzato a qualche metro di distanza, il 14enne, M. A., è rimasto ferito. Trasportato prima all’ospedale di Nola e poi al reparto di chirurgia d’urgenza del Vecchio Pellegrini di Napoli, ha perso la mano sinistra.

Aggredisce il legale durante il processo ROMA - Era in corso un processo per tentato omicidio ai danni del proprietario di un bar di Albano che, incalzato dalle domande del difensore degli indagati, ha perso il controllo iniziando a gridare e a dare pugni sul tavolo rompendo l’asta del microfono e arrivando anche ad aggredire il legale. È accaduto nel pomeriggio del 23 dicembre, ma se ne è avuto notizia solo ieri. Il processo è poi proseguito.

Vende copie cd per pagare l’università, a giudizio ROMA - Per non gravare sul bilancio familiare e poter proseguire gli studi universitari, un laureando di 29 anni in ingegneria informatica aveva pensato di fare un po’ di soldi con la vendita di prodotti scaricati da internet e poi duplicati. Purtroppo per lui, si trattava di «opere tutelate dal diritto di autore, abusivamente riprodotte e prive del prescritto timbro Siae di cui è vietata la vendita», come è scritto nel capo di imputazione formulato dal pm della procura di Roma Claudia Terracina.


10 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Tenta di suicidarsi il giorno di Natale ad appena 25 anni

Si riabbracciano dietro le sbarre Olindo e Rosa

ROMA - In preda alla depressione perchè solo a Natale, un giovane di 25 anni, la mattina del 25 dicembre, ha tentato il suicidio cercando di gettarsi nel vuoto, in uno strapiombo di circa 15 metri, ma è stato salvato da passanti che, avvertito il 113, lo hanno fatto mettere in salvo da due poliziotti. La coppia di passanti, capita la situazione, ha convinto il giovane a dare loro il numero del cellulare e ha chiamato il 113. Mentre un poliziotto intratteneva al telefono l’aspirante suicida, due agenti gli si sono avvicinati alle spalle e senza farsi notare sono riusciti ad afferrarlo portandolo in salvo. Il ragazzo, che in passato aveva già tentato il suicidio, era in evidente stato confusionale dovuto forse all’ assunzione di stupefacenti.

MILANO - Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati all’ergastolo per la strage di Erba, si sono rivisti per la prima volta per due ore, alla vigilia di Natale, dopo il loro trasferimento in due carceri diversi, decisa nei giorni scorsi dal Dap. L’incontro si è tenuto nel carcere di Piacenza, dove è detenuto Olindo Romano, e sarebbe stato caratterizzato da chiacchiere e gesti d’affetto. Gli stessi che i coniugi si scambiavano nella gabbia dell’aula della Corte d’assise di Como durante il processo. Gli avvocati dei due hanno già presentato istanza perchè la coppia possa tornare nello stesso carcere. Rosa Bazzi è detenuta da una decina di giorni nel carcere di Vercelli, dove è stata trasferita in seguito alla condanna all’ergastolo.

Ucciso in mare da uno squalo vicino alla riva SYDNEY - Un uomo di 51 anni è stato ucciso in mare da uno squalo. L’uomo si trovava di primo mattino a Port Kennedy, sulla costa dell’Oceano Indiano a sud di Perth, quando improvvisamente è scomparso. Al momento della scomparsa si trovava a pochi metri dalla riva insieme al figlio di 24 anni, che aveva in precedenza intravisto uno squalo nell’area dove si stavano bagnando. Un altro testimone ha detto di aver visto l’uomo mentre cercava di divincolarsi in acqua. La televisione australiana ha detto che l’uomo disperso si chiama Brian Guest, è un banchiere, e che si era immerso in mare a caccia di granchi.

In manette il ragazzo che a Giaveno ha dato alle fiamme 13 auto e il portone di un’azienda in appena una manciata di giorni

Diventa un piromane per disperazione dopo aver subito il trauma di un incendio TORINO - «Se non mi aveste fermato voi, la notte di Natale avrei dato fuoco a tutta la mia città; non so che cosa mi ha preso, so solo che volevo incendiare più cose possibili, mi sentivo solo, disperato». È quanto ha detto ai carabinieri della compagnia di Rivoli (Torino) Alessandro Ughetto, 35 anni, di Giaveno (Torino), arrestato nella notte del 23 dicembre, in flagranza, mentre stava incendiando una catasta di legna. I carabinieri lo stavano pedinando da alcuni minuti, dopo averlo già interrogato in caserma, convinti che fosse lui l’autore dei numerosi incendi appiccati negli ultimi quattro o cinque giorni a Giaveno. Erano, infatti, state distrutte ben 13 automobili e il grosso portone di un cantiere edile. Ma i militari non avevano gli estremi per arrestarlo, così lo hanno lasciato andare. Ma appena uscito dalla caserma, pochi minuti dopo, di nuovo il raptus: ha tirato fuori uno dei suoi numerosi accendini e ha cercato di incendiare un mucchio di legna, ma i militari lo hanno bloccato. In un primo momento ha ancora continuato a negare tutto, poi, come un fiume in piena, ha comin-

Altri due focolai nella notte

Ha detto: “Avrei dato fuoco a tutta la città, mi sentivo solo”

Il monastero di Pomaia brucia ancora

Alessandro Ughetto il piromane arrestato dai Carabinieri nella notte tra il 23 e il 24 dicembre

ciato ad ammettere le sue colpe: «Si è vero, sono stato io, ho incendiato le auto con un semplice accendino cominciando a scaldare con la fiamma la mascherina antistante, e sarei andato avanti ancora nei giorni scorsi, nella notte di Natale avrei voluto vedere fiamme dappertutto nel paese».

Poi ai carabinieri ha ricordato la sua tragedia, di quando, non più tardi di tre anni fa, un terribile incendio, probabilmente causato da una fuga di gas, gli ha distrutto la casa a Vigevano (Pavia) dove viveva con la fidanzata che lo ha poi lasciato poco dopo. Quel giorno Ughetto ha aperto la

porta di casa e un’esplosione lo ha investito in pieno mandandolo all’ospedale in stato di coma. Dopo due mesi è uscito, segnato per sempre da quel terribile incidente con cicatrici ovunque, senza casa e senza donna. Da quel momento il fuoco per lui è diventato una vera e propria

Il tribunale gli aveva tolto la custodia della piccola di 3 anni, che vive con la madre

Padre divorziato rapisce la figlia e scappa Rintracciato in un albergo dopo dieci giorni

L’uomo, un 45enne, è stato subito sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio SIENA - Era ricercato da dieci giorni, da quando, cioè, si era allontanato di casa, in Piemonte, portando con sè la figlia di tre anni, senza il consenso della ex moglie. Finalmente venerdì l’uomo, un 45enne di Torino, è stato rintracciato dalla polizia a Querce al Pino, nel comune di Chiusi, e denunciato alle autorità per il reato di sottrazione di minore. Una volta entrati nell’albergo dove l’uomo e la piccola alloggiavano da qualche giorno, gli agenti, anche con il sostegno di un medi-

Un’auto della polizia Gli agenti hanno cercato l’uomo e la figlioletta per dieci giorni e l’hanno trovato nella zona di Chiusi

co, per più di quattro ore hanno parlato con l’uomo, tentando di convincerlo a restituire la figlia alla sua ex moglie, così come previsto da una sentenza

del tribunale di Torino in seguito alla separazione della coppia. I sanitari, intanto, hanno accertato che la piccola godeva di un buono stato di salute. No-

nostante il tentativo di dialogo degli agenti, però, l’uomo, in precarie condizioni psichiche, ha più volte tentato di andarsene, stringendo a sè la bambina; per questo è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio. La piccola è stata poi affidata di nuovo alla madre, arrivata da Torino per seguire la vicenda: nell’attesa che la donna raggiungesse la Toscana, gli agenti avevano rinviato l’ingresso nell’albergo, controllando, durante la notte, che l’uomo non si allontanasse.

ossessione. Una volta dimesso dall’ospedale è tornato a vivere con l’anziano padre a Giaveno e ha cercato per diverso tempo di impegnarsi in qualche lavoretto, ma non è mai più stato lo stesso ragazzo di prima. In passato era anche stato arrestato per una rapina ad un antiquario di Torino, ma non aveva poi più avuto guai con la giustizia. Fino al 23 dicembre. I carabinieri sono arrivati a lui grazie ad alcune testimonianze: sembra che qualcuno lo avesse visto arrivare sul luogo di più di un incendio. «I piromani tornano spesso sul luogo del delitto - ha detto il capitano di Rivoli, Massimo Pesa - e infatti così ha fatto Ughetto. Veniva a vedere come si concludevano i suoi interventi». Le ricerche sono state molto serrate da subito; in un primo momento gli inquirenti avevano pensato a bande giovanili, ma ben presto le attenzioni si sono concentrate su Ughetto. «Stava diventando un problema di ordine sociale - ha detto il capitano Pesa - anche perchè molti proprietari di auto non erano assicurati in quanto le loro macchine erano troppo vecchie, così hanno subito danni consistenti». Quando, alla fine, Ughetto ha ammesso le sue colpe, i carabinieri gli hanno anche offerto il loro aiuto: «Se ti sentivi solo perchè non ti sei rivolto a noi piuttosto che andare in giro ad appiccare incendi?».

POMAIA (PISA) - Altri due focolai dell’incendio che ha distrutto parte dell’istituto buddista tibetano Lama Tzong Khapa di Pomaia (Pisa), si sono sviluppati e poi sono stati spenti l’altra notte. Il primo si è verificato quando monaci, volontari e responsabili del monastero si sono accorti che qualcosa, nella sala meditazione, stava tornando a bruciare. Immediatamente sono stati chiamati i vigili del fuoco, intervenuti gettando una botte d’acqua sui cumuli da cui stava uscendo ancora fumo. Qualche ora più tardi le fiamme hanno obbligato di nuovo i vigili del fuoco a raggiungere Pomaia per riprendere il controllo della situazione. «Siamo rimasti tutta la notte a presidiare l’istituto - ha detto Raffaello Longo, presidente del La Tzong Khapa - perchè avevamo paura che il forte vento riaccendesse l’incendio». Le comunità locali di Pomaia e Santa Luce si sono strette attorno al monastero offrendo aiuto concreto e grandi gesti di solidarietà. Il sindaco di Santa Luce, Federico Pennesi, ha messo a disposizione un ostello della gioventù, di proprietà del Comune, e situato a Santa Luce, per sistemare parte degli ospiti in arrivo da tutta Italia per seguire un corso di una settimana proprio a Pomaia. Lo stesso hanno fatto molte strutture ricettive della zona. «Siamo tutti mobilitati - ha detto Pennesi - perchè il rapporto che lega alla gente del posto i responsabili e i frequentatori dell’istituto buddista è molto forte». Il sindaco ha assicurato che l’amministrazione offrirà un contributo tecnico, per i primi interventi di carattere strutturale, e anche un piccolo aiuto economico. Intanto il consigliere regionale dei Verdi in Toscana, Fabio Roggiolani, ha aperto una sottoscrizione a nome dell’Associazione Ben-essere Olistico.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 11

Attualità

Berlusconi preme per la riforma e trova un fronte più morbido nel partito dell’opposizione dopo la vicenda del sindaco di Pescara

Giustizia, Pdl e Pd si avvicinano Entusiasmo della Lega con Calderoli

Il premier incalza: “Il federalismo subito”

Il premier Berlusconi alla conferenza di fine anno

ROMA - Lo avevano già messo nero su bianco i suoi uomini, ma in serata è lo stesso presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a chiarire l’agenda del governo, distendendo i rapporti con gli alleati, Carroccio in primis: l’anno deve iniziare e perchè inizi bene «c’è il federalismo da fare» e solo dopo «la giustizia», le «tante altre riforme» che servono al Paese. Giustizia e intercettazioni quindi verranno dopo, e non saranno il primo provvedimento come lo stesso premier aveva annunciato soltanto ieri. «Bene Berlusconi: la strada delle riforme è tracciata», commenta a stretto giro di posta il ministro leghista Roberto Calderoli accoglie l’agenda delle riforme indicata ieri dal presidente del Consiglio: il federalismo - spiega - è pronto per andare in Aula, a gennaio andrà in Consiglio dei ministri la riforma della giustizia, «un testo equilibrato», e a febbraio si passa alla revisione della seconda parte della Costituzione. L’auspicio è che l’opposizione partecipi.

Luciano Violante: “Trovare il coraggio per toccare il santuario dei giudici” ROMA - Mentre Silvio Berlusconi promette che ci sarà dopo il federalismo il tempo di discutere sulla riforma della giustizia , maggioranza e opposizione provano a parlarsi proprio sul tema delle nuove regole del sistema giudiziario italiano. Nel Pd, dopo la brutta avventura passata dal sindaco di Pescara Luciano D’Alfonso, la critica ai magistrati che esagerano con gli arresti facili non è più un tabù. Capofila della nuova linea anti-giustizialista, che pone il Pd in rotta di collisione con Di Pietro, è l’ex presidente della Camera Luciano Violante, che di fronte alle traversie del sindaco di Pescara, prima messo agli arresti domiciliari e poi liberato, dice che bisogna avere il coraggio di «toccare anche il santuario dei giudici». Ma anche il sindaco di Venezia Massimo Cacciari scende in campo per chiedere «ordine nell’uso indiscriminato delle intercettazioni». E così, anche se resta la contrarietà sulla separazione delle carriere di giudici e pm e sulle indagini affidate solo alla polizia giudiziaria, si fa strada tra i democratici l’idea che sarà necessario sedersi allo stesso tavolo con i rappresentanti della maggioranza per provare a scrivere una riforma condivisa della giustizia italiana. A spingere per una convergenza parlamentare è il parlamentare democrati-

L’ex sindaco di Pescara D’Alfonso messo prima agliarresti domiciliarie poi liberato

co Giorgio Merlo, vicepresidente della commissione di Vigilanza Rai, che auspica «un atto di responsabilità della maggioranza di governo e una non chiusura aprioristica della opposizione, in particolare del Partito democratico». «Il muro contro muro - sottolinea segnerebbe la sconfitta della democrazia italiana» Anche nel Pdl il partito del dialogo guadagna nuovo spazio. Persino un «falco» come Maurizio Gasparri lascia da parte le polemiche e tende un ramoscello d’ulivo: «Anche il Pd - osserva - si è

reso conto che i tempi sono maturi per una riforma della giustizia che ponga un freno allo strapotere di alcuni magistrati». Ora , secondo il capogruppo del Pdl, un’intesa è possibile « con una opposizione non più schiava di Di Pietro». L’unica preoccupazione nel centrodestra è su quale linea stia prevalendo nel partito democratico. Tra chi si pone il problema c’è il vice presidente del Pdl al Senato Gaetano Quagliariello: «Bisogna comprendere - dice l’esponente del centrodestra - se il passo avanti del pd è stato fatto nella linea Vel-

troni-Brutti, che tende a ricondurre i magistrati al vecchio accordo e a richiamarli per aver rotto l’antico sodalizio, ovvero, come noi auspichiamo, se prevalga la linea di Luciano Violante, con il quale esistono senz’altro differenze, ma non tali da impedire che il dialogo sia nei fatti». Un netto no alle riforme proposte dal centrodestra viene dall’Idv. Massimo Donadi, capogruppo dei dipietristi alla Camera, accusa il centrodestra di voler «soggiogare» i giudici e sostiene che ormai «siamo all’Ok Corral tra Pdl e magistratura».

Intercettazioni, separazione dei giudici e il decreto anti-crisi che scade a fine gennaio e che deve essere approvato al Senato

Montecitorio al lavoro nel 2009 su leggi “calde” Alla ripresa anche le norme contro i “fannulloni” del ministro Brunetta ROMA - Dal decreto anti-crisi al federalismo fiscale, dalla riforma della giustizia alle intercettazioni. È ricco il carniere dei provvedimenti che il governo giudica strategici e che saranno al centro dei lavori parlamentari non appena le Camere saranno riaperte, ad anno nuovo. Gli argomenti all’ordine del giorno, per la loro importanza e delicatezza, fanno presagire un rientro movimentato. Si comincia subito con il federalismo: il disegno di legge che la Lega Nord voleva approvare a ogni costo prima della fine dell’anno, ha avuto finora solo il via libera in commissione. Si riprende il 13 gennaio, nell’aula del Senato, con l’impegno di arrivare all’approvazione entro la fine del mese. Per la Lega Nord, si tratta di una scadenza tassativa: il primo sì al federalismo fiscale è la condizione che il Carroccio pone per cominciare a discutere degli altri punti in agenda. Tra questi, la Lega ha di fatto tolto l’elezione diretta del presidente della Repubblica, che piace molto

Il sindaco di Napoli dopo il ciclone di “Appaltopoli”

La Iervolino vuole stringere Nuova squadra entro il 31 NAPOLI - Crede di farcela Rosa Russo Iervolino, e torna a lavoro di sabato, durante le festività di Natale, con l’obiettivo di definire la nuova squadra di governo entro il 31 dicembre. Incalzata dalla segreteria nazionale del Pd dopo la bufera che ha colpito il Comune per l’inchiesta giudiziaria sugli appalti, il sindaco stringe i tempi. Ieri l’incontro a palazzo San Giacomo con i consiglieri comunali della Sinistra Arcobaleno: Prc, Pdci, Verdi, Sd e al presidente del consiglio Silvio Berlusconi, anche se non intende calendarizzarla a breve. Il secco no di Umberto Bossi ha tolto vento alle vele della riforma: difficile che il tema possa trovare spazio in Parlamento, almeno al momento. La riforma della Giustizia, invece,

sarà ai blocchi di partenza in occasione del primo consiglio di ministri dell’anno. In quell’occasione il governo conta di approvare un disegno di legge da portare in discussione in Parlamento. Due i punti centrali del provvedi-

mento: la separazione dei giudici e dei pm e l’affidamento delle indagini alla sola polizia giudiziaria, con una limitazione dei poteri dei pubblici ministeri. Berlusconi ha annunciato che la maggioranza cercherà il consenso dell’opposizione, divisa però tra il

Gruppo misto hanno suggerito al sindaco di ridurre la sua squadra di un terzo, ribadendo l’esigenza di un rinnovamento coraggioso. Domani toccherà invece al segretario provinciale del Pd di Napoli Luigi Nicolais, che la incontrerà nel pomeriggio. Sul fronte giudiziario, è stato sentito ieri il vicepresidente della Provincia di Napoli Antonio Pugliese, che si era autosospeso nei giorni scorsi perchè indagato nell’inchiesta sul Global Service. Pd , che vorrebbe raccogliere l’invito, e l’Italia dei Valori, nettamente contraria. Altro tema caldo, quello delle intercettazioni. Alla Camera , in commissione, c’è il disegno di legge fermo ormai da qualche mese. Berlusconi ha pre-

Il ministro Tremonti dovrà far fronte agli emendamenti presentati da Lega Nord e Pd su famiglie e imprese

annunciato un emendamento contenente un giro di vite per ridimensionare il ricorso a questo strumento di indagine ai reati di terrorismo e di mafia. Anche in questo caso, l’Idv minaccia fuoco e fiamme. Sempre in primo piano gli interventi per fronteggiare la crisi economica. A Montecitorio, in commissione, c’è da completare l’esame del decreto anti-crisi, che scade a fine gennaio e deve essere approvato anche dal Senato. Il Pd e la Lega nord hanno già presentato un pacchetto di emendamenti per aumentare la portata degli interventi a sostegno delle famiglie e delle imprese. Il governo dovrà barcamenarsi tra richieste degli alleati, dell’opposizione e i vincoli di bilancio. Alla ripresa dei lavori di Montecitorio, i deputati dovranno occuparsi anche del decreto «antifannulloni» di Brunetta nonchè del decreto «taglia-leggi» di Calderoli, che manda al macero la bellezza di 29mila leggi inutili che però devono essere vagliate attentamente per non correre in errori.


12 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

IL PERSONAGGIO

"Tornare in Calabria? Non lo escludo" Giuseppe Profiti, presidente dell'Ospedale Bambino Gesù di Nadine Solano ROMA - Tenacia, voglia di lavorare, intelligenza riflessiva, orgoglio: sono queste, secondo Giuseppe Profiti, le doti del calabrese autentico. E sono queste le doti che gli hanno permesso di costruirsi una carriera ricca di soddisfazioni. Tappa dopo tappa, ma assai velocemente. Nato nel 1961 a Catanzaro, in tasca una laurea in Scienze politiche, dallo scorso gennaio Giuseppe Profiti è presidente dell'Ospedale pediatrico "Bambino Gesù" di Roma. E basta dare un rapido sguardo al suo curriculum vitae per comprendere come questo traguardo sia il frutto di una versatilità fuori da comune. Appena conclusa - nel migliore dei modi - l'esperienza universitaria, Profiti ha indossato l'uniforme di ufficiale della Guardia di Finanza. Successivamente è stato consigliere presso la Ragioneria generale dello Stato al Ministero dell'Economia, dal 1987 al '94; vice commissario straordinario dell'Istituto nazionale per la Ricerca sul cancro di Genova dal '94 al '97; direttore amministrativo del Gaslini dal '97 al 2001; direttore generale della Regione Liguria dal 2001 al 2007; vi-

dal Sud". Nonostante la distanza, il legame con le proprie radici non si è mai spezzato. Piuttosto, ha assunto una forma particolare: "Soffro della sindrome dell'emigrante. Che quando è lontano non vede l'ora di tornare; e quando torna, dopo una settimana scalpita, perché si accorge che quello non è più il suo ambiente". Ai tormenti della Calabria, Profiti guarda con un misto di dispiacere e rabbia: "Quando succede qualcosa di brutto, quando ammazzano qualcuno non specificano mai la provenienza dei poliziotti o dei carabinieri che intervengono sul posto. Perché? Sono convinto che si scoprirebbero tante cose interessanti. I calabresi non sono solo i 'cattivi', gli assassini, i mafiosi". Come salvare la Calabria? Un'idea, sebbene utopica, Profiti ce l'ha: "Bisognerebbe raggruppare almeno cento persone di origini calabresi, sparsi lungo lo Stivale e appartenenti alla classe dirigente. Poi mandarli in Calabria con un mandato di cinque anni. E lasciarli amministrare, evitando qualsiasi tipo di verifica prima di questa scadenza. Anche questo è federalismo, no? Limitarsi a stanziare fondi non servirebbe; restituire i calabresi alla Cala-

"I calabresi non sono solo i 'cattivi', gli assassini, i mafiosi. Sono anche i magistrati, i carabinieri e i poliziotti che combattono il crimine"

"Ho seguito i miei genitori e sono cresciuto in Liguria. Ma se mi chiedono da dove vengo, non ho dubbi nel rispondere: vengo dal Sud"

ce presidente dell'Ospedale Galliera di Genova dal 2001 al 2007. Oltre a ciò, dal 1992 è docente (ora in aspettativa) di Contabilità pubblica nell'ateneo del capoluogo ligure: "Al di là delle varie esperienze - dice, con tono chiaro e pacato - sento di appartenere al mondo accademico. E spero sia sempre così". Il ruolo di presidente del "Bam-

bino Gesù" lo entusiasma: "ci sono molte cose da fare, molti obiettivi da raggiungere, primi fra tutti lo sviluppo della ricerca, l'innovazione tecnologica e la creazione di nuovi spazi. Ma dispongo del capitale umano necessario, e questa è una cosa fondamentale". Il "Bambino Gesù" è una struttura che funziona. E' una sorta di isola felice, e Profiti ne ha piena consapevolezza. Spostando il discorso sulla sanità in generale, il suo giudizio cambia. Senza tuttavia diventare categorico, né troppo severo: "Da un lato ci sono le realtà negative, inutile negarlo. Ma, dall'altro, non mancano quelle positive". Esistono due Italie, dice Profiti,

nella sanità come in tutti gli altri campi: "Nel nostro Paese le risorse non mancano, però non vengono valorizzate. Il problema non è la flessibilità. Le cose non stanno come nel passato. Cambiare più volte ruolo, nell'arco della propria vita, oggi è una cosa normale. Però bisognerebbe essere salvaguardati nelle fasi di passaggio, magari con un reddito di sussistenza. Il nostro mercato è regolato da processi ormai vecchi e, di conseguenza, non efficaci. Non è il lavoro precario che bisogna combattere, ma l'occupazione precaria". Profiti ne è convinto: il tempo è scaduto. "si deve uscire da questa situazione. Il nuovo Governo ha ereditato gli stessi

problemi di prima. Ma ora non esistono più alibi". Ricette pronte per mettere tutto a posto non ce ne stanno, così come non si possono fare miracoli e nessuno ha la bacchetta magica. Ma, qualsiasi strada si scelga di percorrere, un ingrediente rimane fondamentale: la volontà. Il desiderio di reagire che, se forte e condiviso, potrebbe risolvere anche i mali più gravi. Compresi quelli che affliggono la Calabria. Quando parla della sua terra, Profiti fa una faccia strana, colorata di affetto un po' nostalgico: "I miei genitori sono emigrati nel '77 e io li ho seguiti. Sono cresciuto in Liguria, quindi. Ma se mi chiedono da dove vengo, non ho dubbi nel rispondere:

bria, sì". Lui, però, a tornare non ci pensa. Almeno per ora: "non potrei accettare le condizioni che sicuramente accompagnerebbero ogni eventuale proposta". Dice così. Poi ci pensa un po' su. E cambia idea: "Vabbè, se si riesce a mettere insieme quel gruppo di cui parlavo prima, io ci sto. Quindi bisogna cercarne 99, di persone, e non 100".

Il 'Bambino Gesù' ha realizzato il nuovo portale www.timshel.it

In campo contro i disturbi alimentari

L'ospedale pediatrico "Bambino Gesù", presieduto da Giuseppe Profiti

ROMA - E' stato presentato qualche giorno fa, a Palazzo Chigi, il portale internet www.timshel.it (dall'ebraico "Tu puoi"), costruito dai medici dell'Ospedale "Bambino Gesù" in collaborazione con il ministero del Welfare e della Gioventù. L'obiettivo è quello di dare un aiuto concreto nella lotta ai disturbi alimentari. E, d'altra parte, diventare una voce di contrasto nei confronti degli oltre trecentomila siti

‘pro - ana', ovvero che esaltano malattie gravi come l'anoressia e la bulimia. I responsabili del progetto, ha spiegato Giuseppe Profiti, si avvarranno "dell'aiuto di alcuni adolescenti per ‘tradurre' in linguaggio giovanile le informazioni che intendiamo diffondere e per creare quel senso di empatia tipico anche dei siti di istigazione all'anoressia". Il nuovo portale, ha sottolineato Profiti, è "uno spazio di con-

fronto per gli adolescenti e anche per i loro familiari, con il supporto e la consulenza degli specialisti del Bambino Gesù. Si usano gli strumenti di comunicazione dei giovani, come e-mail, forum e chat. E un linguaggio come il loro, visto che gli stessi adolescenti che sono stati malati e ne sono venuti fuori raccontano la loro esperienza". N.S.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 13

IL PERSONAGGIO

Un successo in bianconero Vincenzo Iaquinta ha costruito la sua fama con le maglie di Udinese e Juventus di Alessandro Caruso ROMA - La sua esultanza ad aeroplanino ormai ha sorvolato moltissimi campi italiani, tutti quelli delle squadre che hanno subito i suoi innumerevoli gol, e anche quelli delle varie squadre in cui ha giocato. Vincenzo Iaquinta è da tempo uno degli attaccanti più prolifici del campionato di serie A e proprio per questo è diventato anche, negli ultimi anni, uno dei veterani della selezione nazionale italiana. Come alcuni dei più bravi calciatori che militano nelle nostre squadre, anche lui è calabrese. E' nato a Crotone nel 1979, ma la sua famiglia è originaria di Cutro, un paese della provincia. La sua carriera calcistica, nonostante sia iniziata nella regione calabra, lo ha inevitabilmente portato a giocare in squadre del nord, che lo hanno poi fatto affermare come campione internazionale. I suoi calci al pallone, infatti, sono stati dati all'età di diciassette anni nelle file del Ruggiolo,

Nel 2000 è arrivata finalmente la sua grande occasione: la maglia bianconera dell'Udinese, società che ancora oggi si distingue per la sua abilità nella scoperta di giovani promesse. una squadra dilettantistica, dove è rimasto per due stagioni fino all'età di diciannove anni. Le porte del calcio professionistico gli sono state aperte, invece, dal Padova, nel 1998, che in quel momento giocava in serie B. La sua classe e la sua incisività in attacco lo hanno contraddistinto anche in questa fase e ha terminato la sua esperienza padovana con un bottino interes-

sante di reti, che lo hanno collocato immediatamente nella categoria dei giovani attaccanti più promettenti del panorama vivaistico italiano. Le successive due stagioni le ha giocate nel Castel di Sangro, che giocava in serie C1, ma nel 2000, è arrivata finalmente la sua grande occasione: la maglia bianconera dell'Udinese, società che ancora oggi si distingue per la sua particolare abilità nella scoperta di giovani promesse. Qui Iaquinta si è presto affermato come titolare, affiancato da giocatori di spessore come Muzzi, Margiotta e Sosa. Con il passare del tempo è arrivato a regalare prestazioni di assoluto valore che hanno certamente riqualificato la città di Udine, dal punto di vista calcistico, facendola diventare una piazza molto interessante e particolarmente ostica per tutte le squadre che vi venivano a giocare. Il massimo risultato raggiunto con la squadra friulana è stata la qualificazione alla fase preliminare della Champion's League al termine della stagione

Dopo la vittoria mondiale grandi festeggiamenti nella sua Cutro

Il campione calabrese ha le chiavi della città del Puttino ROMA - "Vorrei dedicare il gol a mia moglie Arianna, ai miei figli Edoardo e Giuseppe e a tutta la gente di Cutro. Ho visto qui tanti calabresi, e mi ha fatto piacere. Anzi, vi anticipo che dopo il mondiale vorrei andare in Calabria a festeggiare con loro", queste sono state le parole di Iaquinta a margine della partita contro il Ghana. Non sapeva che quei festeggiamenti sarebbero stati molto più fastosi perchè, oltre oltre al suo gol, si sarebbe celebrata la vittoria del mondiale. Il primo

pensiero del giocatore è stato subito alla sua famiglia e alla sua terra d'origine, cui Iaquinta è molto legato. In quella nazionale c'era una rappresentativa calabrese di tutto rispetto, anche se si considerano i ruoli ricoperti in campo. Perrotta e Gattuso a fare le colonne portanti del centrocampo e Vincenzo Iaquinta in attacco ad alternarsi con gli altri convocati. La comunità di Cutro al termine della competizione mondiale ha voluto poi regalare al compaesano divenuto celebre un

tributo particolare: le chiavi della città del Puttino, detta così per via dell'epiteto con cui veniva chiamato un altro cutrese celebre, ma nel 1500: Giovanni leonardo di Bona, celebre scacchista, che fu incoronato "campione di scacchi d'Europa e del Nuovo Mondo", alla Corte del Re Filippo II di Spagna nel 1575. In quell'occasione le autorità locali e tutta la cittadinanza vollero abbracciare il loro campione. A.C

Con l'arrivo alla Juve Iaquinta si è anche fatto apprezzare a livello internazionale con prestazioni di grande rilievo e che hanno messo in evidenza la sua grinta e le sue straordinarie capacità fisiche. 2004/05. Ormai Iaquinta si era lanciato in un cammino che lo avrebbe, in breve tempo, portato molto in alto. Nell'estate del 2006 è stato scelto da Marcello Lippi per indossare la maglia azzurra nel mondiale di Germania. Iaquinta ha contrinuito in modo significativo a quel trionfo azzurro ed è stato anche tra i marcatori della partita d'esordio contro il Ghana. Tornato in

Italia da campione del mondo ha coronato i suoi risultati raggiunti fino a quel momento con l'arrivo nella più prestigiosa squadra italiana di sempre: la Juventus. Nel 2007 l'Udinese lo cede alla vecchia Signora per poco più di undici milioni di euro e Iaquinta si è fatto subito gradire dal pubblico dell'Olimpico di Torino andando a segno nella partita d'esordio contro il Livorno per ben due volte. Con l'arrivo alla Juve Iaquinta si è anche fatto apprezzare a livello internazionale con prestazioni di grande rilievo e che hanno messo in evidenza la sua grinta e le sue straordinarie capacità fisiche. In questa fase della sua carriera sta raccogliendo i frutti di una gavetta pericolarmente impegnativa e piena di sacrifici. Sta continuando a regalare momenti di esultanza e di entusiasmo ai tifosi juventini, ma gli occhi di molti osservatori internazionali sono puntati su di lui. Il futuro sicuramente gli riserverà sempre maggiori soddisfazioni.


14 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Speciale

L’anniversario

La rivolta dei “barbudos” tra storia e turismo L’ultima sessione dei lavori del Parlamento alla presenza di Raul

Il ministro dell’Economia mette in guardia: “Tempi duri” L’AVANA - Per Cuba si avvicinano tempi duri, ha ammonito ieri il ministro dell’economia, Josè Luis Rodriguez, invitando i cubani a «combattere senza tregua» contro i nostri «errori e carenze». Rodriguez ha aperto i lavori dell’ultima sessione dell’anno del Parlamento alla presenza del presidente Raul Castro e di 566 deputati, mentre il posto riservato a Fidel Castro è rimasto vuoto: è dal luglio del 2006, dopo gli interventi chirurgici ai quali è stato sottoposto, che il ’lider maximo’ non appare in pubblico. Nel suo discorso, il ministro ha ammesso «la lentezza ed inefficacia ancora esistenti nella gestione economica dello Stato». Quello che sta per finire è stato «uno degli anni più difficili dall’inizio del periodo speciale», ha detto Rodriguez, riferendosi alla lunga crisi sofferta dall’isola dopo il crollo dell’Urss nel 1991.

Due immagini di poster attaccati davanti a negozi di L’Avana per ricordare l’anniversario della Rivoluzione I cubani sono alle prese con una grave crisi economica

Il 28 dicembre 1958 Fidel Castro mosse l’attacco finale alle truppe del dittatore Batista che se ne andò dall’isola il 1˚ gennaio 1959

Cuba,50annidirivoluzione Una foto del 1959 mostra il leader cubano Fidel Castro (al centro in piedi sulla jeep) con il leader rivoluzionario Camilo Cienfuegos (sulla jeep in piedi sinistra)

La storia degli uomini e dei luoghi a partire da Sierra Maestra SIERRA MAESTRA (CUBA) - La caserma La Plata, nel cuore della Sierra Maestra cubana, da dove Fidel Castro fece scattare il 28 dicembre 1958 l’assalto finale contro il dittatore Fulgencio Batista, dopo 50 anni resta intatta e si apre ai turisti. Il Lider Maximo scelse per il suo ultimo e decisivo quartier generale la più grande cordigliera del paese, perchè era molto difficile arrivarci, una caratteristica che resta vera ancora oggi. In questo posto idilliaco i contadini negli anni 20 cercavano di vivere cacciando maiali selvatici e i fuggitivi della giustizia vi si nascondevano. Incoronato dal Pico Turquino, di 1.974 metri, che da il nome al Parco Nazionale, il bosco è fitto e umido. È questo paesaggio, con il mare caraibico a tre chilometri di distanza, quello che Fidel vedeva dalla caserma generale, dove abitava e che ancora oggi conserva il suo letto in legno di mogano regalatogli da un contadino, la libreria e un tavolo su cui scriveva. C’è anche un frigorifero che su un lato porta il segno di un colpo sparato dagli aerei di Batista mentre veniva trasportato alla caserma, a 3 chilometri dall’Alto Naranjo, dove comincia la gita turistica per un sentiero fangoso. Non molto lontano dalla casa di Fidel un albero porta sul tronco i fori di diversi proiettili sparati dal Lider Maximo quando provava le armi. L’accampamento, che dal maggio al dicembre 1958 accolse fino a 350 uomini, non fu mai scoperto dai servizi di sicurezza di Batista. La cucina funzionava solo di notte per non far vedere il fumo, così

Il Movimento nasce nel 1955, nello stesso anno il Lider Maximo conosce il “Che”

Dal 1953 la lotta di Fidel e compagni

Uomini e donnne armati nel ‘59

Ecco le date della rivoluzione. - 26 luglio 1953: assalto alla caserma Moncada a Santiago de Cuba da parte di Castro e 160 uomini, prima azione armata contro Batista che si risolve in una sconfitta militare,

l’inizio della rivoluzione. - 1955: viene fondato all’Avana, in segreto, il Movimento rivoluzionario 26 luglio (M-26). - Fidel Castro e alcuni dei prigionieri politici si esiliano quello stesso anno in Messico dove Fidel conosce Ernesto Guevara. - 2 dicembre 1956: Castro si mette alla guida di un gruppo di 81 rivoluzionari che arrivano a bordo del battello Granma sulla parte orientale dell’isola. Alcuni sono uccisi, altri arrestati, altri ancora scappano. I rimanenti 21, fra cui Fidel, Raul e il ’Che’, cominciano la lotta nella Sierra Maestra. - 17 gennaio 1957: l’Esercito Ribelle, braccio armato dell’M-26, ottiene la prima vittoria prendendo la caserma La Plata.

- marzo 1957: Fidel Castro comincia a strutturare quattro fronti guerriglieri in diverse parti del paese. - luglio: il Movimiento 26 luglio firma un patto con i partiti dell’opposizione. - 1958: Si succedono le battaglie. Una colonna comandata dal Che arriva nella città di Santa Clara e combatte dal 28 dicembre al primo gennaio nello scontro decisivo. - 1 gennaio 1959: Batista, al governo dal 1952, cede il potere ad una giunta e fugge nella Repubblica Dominicana. Fidel Castro proclama a Santiago de Cuba la vittoria della Rivoluzione. - 8 gennaio 1959: Fidel Castro prende il controllo del governo.

come solo con il buio veniva montata l’antenna di Radio Rebelde, nel punto più alto, a 1.180 metri, per due ore di trasmissione dei bollettini di guerra. Tredici donne, fra cui Celia Sanchez, inseparabile da Fidel, e Vilma Espin, moglie del presidente Raul Castro e deceduta l’anno scorso, quando non erano in combattimento stavano nella Casa de Las Marianas, dove si conservano le macchine da cucire utilizzate per fare le divise. Si calcola che con i guerriglieri ci fossero almeno 300 donne che lavoravano come infermiere, messaggere, mentre alcune di loro combattevano. Il Che, medico di professione, lavorava nella Sierra Maestra come dentista. Nell’agosto Fidel assegnò al Che la missione di andare a Santa Clara, dove si svolse la battaglia poi divenuta decisiva per arrivare alla fuga di Batista, il primo gennaio 1959. Circa 400 uomini vinsero contro 3.000 dopo quattro giorni di combattimenti. «Loro combattevano per uno stipendio e noi lo facevamo con il cuore, per conquistare la libertà del Paese. L’esercito di Batista non aveva più morale ne l’appoggio del popolo», dice all’Ansa l’ex combattente Juan Carlos Artilez, 75 anni, che è stato agli ordini del Che. Santa Clara, la terza città di Cuba, è da allora legata al Che, che riposa qui dal 1997, quando i suoi resti sono stati portati dalla Bolivia. Fidel scese dalla Sierra Maestra e il primo gennaio 1959 proclamò al mondo il trionfo della Rivoluzione da Santiago de Cuba e partì per L’Avana dove arrivò una settimana dopo in mezzo ad ali di folla festanti.


Pag. 16

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Domenica 28 Dicembre 2008

Marco Minniti affronta da Cosenza i temi caldi del momento. La linea è tracciata: più duri sull’etica ma senza piegarsi ai magistrati

«Nessuna questione morale nel Pd» Nel palazzo della Provincia viene presentato il sondaggio Ipr che dà il partito al 33 per cento COSENZA — C’è una battuta e un

Sandro Principe in grande forma che circolano prima dell’arrivo di Marco Minniti nel salone degli Specchi della Provincia di Cosenza. La battuta è quella che l’Ipr, la società che “confeziona” i sondaggi su commissione, ha sede a Pozzuoli, tra le curve di Napoli e si fa presto a dedurne le risatine ironiche sul popolo più fantasioso e geniale del Mediterraneo. La seconda immagine è quella di Principe, tagliente e attento come non mai, che chiede a un compagno socialista di darsi da fare per organizzare una “cordata” di Garofani nel Pd di Calabria. Ma sono voci, impastate agli auguri di Natale e alle pacche sulle spalle che si scambia mezza classe dirigente del partito in trasferta a Cosenza. Padrone di casa è Mario Oliverio, nella “sua” Provincia. E’ qui del resto, e non a caso, che Marco Minniti ha scelto di calare sul tavolo il complesso sondaggio del professor Noto e www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

dell’Ipr marketing, incaricato di analizzare al microscopio ogni sospiro, anche il più maligno, del Pd di Calabria. Un malloppo di grafici dallo spessore sottile e dal significato tutto da interpretare, buoni per l’occasione e per ogni latitudine, ottima materia per convegni di qualità anche elevata. Ma non c’era una sedia libera nel Salone di Oliverio e della Provincia che la Corte dei Conti vuole senza debiti e ci deve pure essere una ragione per questo. E’ il fuoriprogramma, e il fuori sondaggio, che il pubblico attende e ci pensa una domanda chissà fino a che punto ingenua a dare un senso più completo alla serata. Il sondaggio non è incaricato di testare le intenzioni di voto, sarebbe rischioso di questi tempi. Ma l’Ipr lo ha fatto lo stesso e non vedeva l’ora di rivelarlo sotto il tavolo di Minniti, commissionato da “Repubblica” e per le elezioni europee. Come anticipato da noi ieri il Pd di Calabria sarebbe sopra la media delle altre regioni del Sud, che si attestano intorno al 28%. Una Calabria da 33%, come scritto ieri da noi. Un dato che non a caso Minniti ci tiene a portare come colonna sonora per l’introduzione del suo intervento, naturalmente dopo i grafici innumerevoli dell’Ipr. Prende atto dei problemi, il segretario, ma i passaggi salienti sono altri, tutti politici e tutti da interpretare, con un po’ di distacco dall’Idv che chiede Maria

di un millimetro e tiene duro, nonostante tutto. Ma è in “attacco” che le cose non vanno. Non si sfonda dall’altra parte, non c’è incremento di consensi tra l’elettorato “altro”, che sia indifferente o di centrodestra. E il motivo, per Minniti, è soprattutto quello di parlarsi troppo addosso, di torturare la gente con le diatribe sulle regole da scrivere, di occupare pagine e pagine di giornali sulla cariche interne al Pd e non su come il partito deve piuttosto occuparsi delle grandi sfide. Ma non per molto, giura Marco. Dopo il 25 gennaio e a cariche sedute finalmente sulle sedie giuste il Pd parlerà alla gente. Si occuperà di loro, una volta per tutte. Minniti dei grafici del professor Noto ne conserva qualcuno nel suo cranio lucido. La sanità disprezzata da tutti, vista come icona di morte e non di salute da difendere. La sicurezza, un tema caldo a queste latitudini. Minniti vorrebbe che il Pd desse un’immagine più “dura” all’esterno. Più severa, meno associazionista, meno volontariato, meno recupero al Sert, più forza invece nel combattere il crimine. Versione double face che si conferma quando è Minniti stesso a toccare la questione morale nel Pd. Minniti è duro con l’esterno, un po’ più morbido in casa. E da qui nasce il passaggio più delicato ma anche più atteso della serata concepita con la scusa dell’Ipr marketing. La questione morale

nel Pd di Calabria non esiste, dice Minniti con decibel anche sopra la media. Il Pd non fabbrica farabutti, questo il concetto. E non ha un numero di “coinvolti” tale da far paragoni con il ’92. Certo, dice Minniti, con l’etica applicata alla politica noi del Pd dobbiamo stare più attenti di altri. Ma ci sono casi e casi e sia detto una volta per tutte, tuona. Non ci piegheremo ai magistrati. Si valuteranno i casi singolarmente, nel merito. E dove c’è da punire, puniremo. Dove c’è da opporsi alla magistratura (sia pure in un contesto riferito all’attività parlamentare) ci opporremo. Senza prendere per buono per forza quello che arriva dalla magistratura. E’ questa la coccarda rossa che scarta come quella che ha scartato appena arrivato nel Salone. E’ questo il dono di Minniti al Pd di Calabria versione cosentina, il che è tutto dire. E che siamo a Cosenza te ne accorgi dal silenzio che cala quando il segretario tocca il tasto della magistratura che “insegue” il Pd. Teso, quel silenzio. Ma ci pensa Minniti, con il suo tono, a dare coraggio. Si è qui per questo, e per il 33% che l’Ipr fa scivolare sotto-sondaggio. Ci sono gli altri dati, certo. Sono tanti e pure a colori. Ma sono anche quelli che a quest’ora hanno dimenticato tutti. Non è periodo questo per i grafici. C’è altro di cui parlare.

POSEIDONE Il parlamentare invia un telegramma a Gianfranco Fini

cio parte di alcuna casta e non intendo avvalermi, per dimostrare la mia illibatezza morale, peraltro già sancita dalla giurisdizione penale nel provvedimento di immediata archiviazione della mia posizione in Poseidone, di alcuna prerogativa parlamentare che possa costituire un diaframma rispetto al completo accertamento della verità. Nell’Aula di Montecitorio mi sarà così consentito, per la prima volta, di difendermi in maniera articolata e documentale rispetto agli impressionanti falsi elaborati ai miei danni da un magistrato e dai suoi consulenti». (Ansa)

Marco Minniti

Francesca Corigliano in apertura di serata. Per Minniti il Pd non sta bene ma neanche malissimo. In Calabria c’è uno zoccolo duro che tiene, tiene forte. E’ in difesa che se la gioca bene, il Pd. Non arretra

Per il segretario il Pd non sta male e i “farabutti” non riportano agli anni bui di Tangentopoli

Pittelli richiede alla Camera la presa d’atto delle dimissioni CATANZARO — L’avvocato Gian-

carlo Pittelli ha inviato un telegramma al presidente della Camera Gianfranco Fini ed al segretario generale della Camera chiedendo di «voler porre all'ordine del giorno dell'aula con cortese urgenza la presa d'atto delle mie dimissioni dalla carica di deputato». Pittelli, parlamentare del Pdl, aveva presentato nei giorni scorsi le proprie dimissioni «in ragione della violenta e inaudita campagna diffamatoria, altamente lesiva del mio onore, orchestrata da un soggetto appartenente alle istituzioni di questo Paese e dai suoi degni sodali». Il riferimento di Pittelli è a

quanto pubblicato da organi di stampa in relazione all'inchiesta Poseidone. «Non ho mai posto in essere - aveva aggiunto Pittelli - atti o comportamenti illeciti di alcun genere. Non fac-

Giancarlo Pittelli

Autonomia e sviluppo, iniziativa dell’Mpa “Autonomia e sviluppo: la Calabria si interroga sul futuro”. E' il tema di un incontro-dibattito promosso dal Movimento per l'Autonomia (Mpa), in programma domani nella frazione Tritanti di Maropati. All'iniziativa, promossa dal parlamentare e coordinatore regionale dell'Mpa, Elio Belcastro, parteciperanno gli altri coordinatori regionali Nicodemo Filippelli, Orlandino Greco e Iole Figliomeni, i vertici del movimento delle cinque province. «Intendiamo raccogliere le istanze che provengono dalla base - afferma Belcastro - per poi definire i nostri obiettivi che sul territorio saranno oggetto di confronto all'interno della coalizione di centrodestra e di dibattito con il centrosinistra. Ribadendo sempre l'autonomia nelle scelte come fondamento del movimento, ma soprattutto il rispetto degli impegni che andremo ad assumere». (Ansa).

Domenico Martelli


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 17

CALABRIA Oggi ricorre il centenario dal cataclisma che nel 1908 distrusse Reggio e Messina. Russi, inglesi, tedeschi e americani protagonisti dei soccorsi

Il terremoto che unì l’Europa Il Governo fu al centro delle polemiche. Giolitti si recò a Messina solo nel 1911 di Maria Gabriella Giannice* ROMA — Cento anni fa, alle 5,25

del 28 dicembre 1908, le città di Messina e Reggio Calabria vennero distrutte dal più devastante terremoto che l’Europa ricordi, una tragedia destinata ad occupare nell’immaginario della Belle Epoque un posto pari a quello del Titanic e che trovò l’Europa unita in una corsa di solidarietà mai vista prima. Per trentasette secondi sotto Messina, la città dove Giovanni d’Austria, il vincitore dei Turchi a Lepanto, apprese “la felicità del vivere”, dove Shakespeare ambientò il suo “Molto rumore per nulla” e dove solo poche ore prima si assisteva all’Aida, la terra trema con una violenza inaudita (11 gradi della scala Mercalli). Poco dopo nel silenzio spettrale si ode un rombo che viene dal profondo del mare: onde alte fino a 13 metri si scagliano sulla città e divorano gli imponenti palazzi del lungomare. Così muoiono molti dei sopravvissuti del sisma, scesi in strada e corsi verso la riva in cerca di scampo. Alla fine i morti saranno 80.000 a Messina e 15.000 a Reggio. In quei trentasette secondi di apocalisse edifici, ferrovie, strade e anche la stazione radio sono distrutte o gravemente danneggiate. Svaniscono come fantasmi gli edifici neoclassici della monumentale Palazzata del lungomare, scompaiono le chiese barocche dove Filippo Juvara aveva mostrato il suo primo talento e la strada dei Monasteri. Quando la furia si placa, Messina e Reggio si trovano in un buco nero dal quale non si può lanciare nemmeno un Sos. In questo luogo inesistente resteranno per tutta la mattina e tutto il pomeriggio del 28 dicembre fino a quando - come ricostruisce Giorgio Boatti nel suo libro “La Terra Trema” - alle 17,25 arriva sulla scrivania di Giolitti, Presidente del Consiglio e mi-

Immagini del terremoto del 1908 che distrusse Reggio e Messina

nistro dell’Interno, il telegramma che finalmente fa rompere gli indugi. Ma un’intera giornata preziosa è andata perduta. I primi aiuti arrivano dalle navi ancorate al porto di Messina. In giornata il piroscafo Usa Washington e poi la nave Montebello portano a Catania i primi feriti messinesi, mentre il mercantile inglese Afonwen fa rotta verso il porto di Siracusa. Da queste due città partono i primi aiuti e viene lanciato l’Sos che raggiungerà le squadre navali russa e inglese che si addestravano al largo delle coste siciliane. Sul finire della prima terribile notte dopo il cataclisma arrivano i primi aiuti organizzati. Nell’alba livida, sotto gli occhi spiritati dei superstiti ancora sotto shock, dalle corazzate Cesarevic e Slava e dagli incrociatori Makarov e Bogatyr scendono circa tremila marinai che salveranno migliaia di persone. Più tardi arriva l'incrociatore inglese Sutley con i suoi 170 allievi marinai, al quale seguirà il giorno dopo l’incrociatore Minerva partito da Malta, e poi alcune navi tedesche. Sempre il 29 arriveranno le corazzate italiane Regina Margherita e Regina Elena mentre la Napoli si dirige verso Reggio Calabria. Una quarta corazzata italiana, il Vittorio Emanuele, arriva il 30 dicembre

con a bordo il Re e la Regina. Poi per Messina giungono giorni forse ancora più terribili: viene deciso lo stato di assedio e si arriva persino a pensare di cannoneggiare la città semidistrutta, raderla al suolo per ricostruirla altrove. Il timore di un complotto ribassista sui titoli della Banca d’Italia induce poi il generale Mazza a usare troppo zelo nella difesa di banche e caveau. In realtà il 7 gennaio 1909, alla riapertura della Borsa, le azioni della Banca d’Italia perdono solo 13 punti (e non i 100 temuti). Ma accanto a tanti errori e polemiche che investirono anche il Governo (Giolitti si recherà a Messina solo nel 1911 dove, scrive un suo biografo, “fu accolto a fischi”) brilla ancora oggi il ricordo della solidarietà arrivata da tanti Paesi. Dopo le squadre navali russa e inglese da tutto il mondo arriveranno aiuti per le sfortunate Messina e Reggio: dalla Germania all’Austria-Ungheria, dalla Francia agli Stati Uniti, dalla Danimarca alla Grecia alla Spagna al Portogallo. Uomini che pochi anni dopo si sarebbero trovati su opposte trincee sui fronti della Grande Guerra, accorsero per restituire alle due città la speranza di una nuova vita. La scheda Cento anni fa, il 28 dicembre

1908, Messina fu devastata da quello che viene considerato il peggior terremoto che abbia mai colpito l’Europa. Ecco i numeri del devastante sisma: - Evento: alle 5,25 e per oltre mezzo minuto la città fu colpita da un terremoto di magnitudo 7,1 gradi Richter, con epicentro nello Stretto. Dieci minuti dopo Messina fu colpita anche da un maremoto. - Maremoto: secondo alcuni studiosi dell’Università Roma Tre, sarebbe stato causato da una frana sottomarina al largo di Taormina e non dal terremoto stesso. Secondo alcuni ricercatori dell’Istituto nazionale di Geofisica, inoltre, i danni a Messina furono amplificati dai paleofiumi e furono infatti maggiori nei punti dove gli edifici erano stati costruiti sulle antiche fiumare. - Vittime: un bilancio preciso delle vittime non è mai stato possibile, ma si parla di almeno 80 mila morti a Messina, su una popolazione di 130 mila, e di 15 mila a Reggio Calabria, sconvolta anch'essa dal sisma, su 45 mila abitanti. - Polemiche e solidarietà: molte le polemiche che seguirono alla catastrofe, soprattutto sui ritardi del Governo, ma il terremoto di Messina fu anche il primo caso di solidarietà internazionale, con soccorritori giunti da tutta Europa e dagli Usa. - Non è escluso un nuovo terremoto: a cento anni dal sisma, comunque, non se ne esclude uno nuovo. Ne è convinto Annibale Montana, membro dell’Accademia dei Lincei, che ha dedicato a Messina una giornata di studi di recente. Secondo Montana - e altri studiosi il terremoto si inquadra in un ciclo di eventi sismici che ricorrono in tutta l’area a causa dello spostamento della Sicilia verso NordEst, e il prossimo sisma ci potrebbe essere entro i prossimi 25 anni. Ansa*

Reggio ricorda «A distanza di un secolo dal terremoto, domenica (oggi per chi legge, ndr) celebriamo la Giornata della Memoria per riportare le coscienze a riflettere sulla grande ferita inferta dal sisma alla storia del nostro territorio». E’ quanto afferma l’assessore ai grandi eventi del comune di Reggio Calabria e presidente della commissione “Centenario Terremoto del 1908”, Antonella Freno. La “Giornata della Memoria” si aprirà con la preghiera, con la Messa Solenne in Cattedrale officiata da monsignor Vittorio Mondello presidente della Conferenza episcopale calabra e arcivescovo di Reggio-Bova. A conclusione del sacro rito, alle ore 12, si attuerà lo scampanio di tutte le campane delle chiese della diocesi per ridestare il senso della memoria civica dei cittadini. Alle 12,30 a Villa Genoese Zerbi, anteprima della Mostra “Cent’anni dal Terremoto di Reggio e Messina” alla presenza di Guido Bertolaso, Capo della Protezione Civile italiana e sottosegretario della Presidenza del consiglio dei ministri. Alle 17, nel Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, sarà presentata la ristampa del volume “Nel Venticinquennio - 28 dicembre 1933 - La Ricostruzione di Reggio”, scritto da Giuseppe Valentino, sindaco di Reggio Calabria dal 1916 al 1923 e ispiratore dello schema urbanistico della città ricostruita che nel mondo ha fatto scuola nel campo della prevenzione antisismica. Alle 18,30, a Villa Genoese Zerbi, il sindaco Giuseppe Scopelliti inaugurerà la mostra “Cent'anni dal Terremoto di Reggio e Messina”, organizzata con la collaborazione dei ministeri per i Beni Culturali e dello Sviluppo Economico, della facoltà di architettura dell’università Mediterranea. Alle ore 21, organizzato dal Comune e dalla Provincia, al teatro Francesco Cilea, avrà luogo il concerto “Requiem” di Giuseppe Verdi sotto la direzione del maestro Carlo Palleschi.


18 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA VIBO VALENTIA Finisce in manette dopo una perquisizione dei Carabinieri Vincenzo Riggio, classe ’86 di Briatico

Una pistola “truccata” a S. Stefano I militari hanno rinvenuto un’arma concepita per sparare solo cartucce a salve ma modificata per veri proiettili VIBO VALENTIA — Forse aveva deciso di farsi un regalo di Natale un po’ diverso dal solito, oppure pensava che nessuno la notte di S. Stefano si sarebbe preoccupato di controllare le strade della provincia e potesse così dare sfoggio delle proprie abilità di tiratore. Sicuramente però Vincenzo Riggio, classe ’86 di Briatico, deve aver capito che queste feste se le sarebbe ricordate a lungo quando, intorno alla mezzanotte del 26 dicembre, mentre transitava con il suo Mercedes per le strade di S. Costantino di Briatico, ha visto una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia che gli intimava l’alt. Il giovane, disoccupato e ben noto alle forze dell’ordine, ha visto infrangersi anche le sue speranze di un ultimo colpo di fortuna quando i militari della Stazione di Briatico hanno avviato un minuziosa perquisizione della sua macchina in cui hanno rinvenu-

La pistola con il caricatore e il proiettile sequestrati

L’accusa è di detenzione illegale di arma da fuoco modificata, l’arma è stata sequestrata in attesa delle perizie balistiche necessarie

SOVERATO Cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda

Operazione Vigilia, arresti in Calabria e Puglia CATANZARO — Si è svolta lo scorso 24 dicembre in Calabria e Puglia un'operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro contro una banda di spacciatori di droga che sarebbe stata collegata, secondo l'accusa, alla cosca della 'ndrangheta dei Costa di Siderno (Reggio Calabria). I militari hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda. Due delle persone contro le quali sono stati emessi i provvedimenti restrittivi sono già detenute. L'accusa nei confronti delle persone coinvolte nell'operazione, eseguita dai militari della Compagnia di Soverato (Catanzaro), è di avere svolto un'intensa attività di spaccio di cocaina ed eroina tra Siderno, Locri e la fascia jonica della provincia di Catanzaro. L'operazione antidroga fatta dai carabinieri della Compagnia di Soverato e del Comando provinciale di Catanzaro ha consentito di smantellare un'organizzazione specializzata nello spaccio di droga che operava sull'asse Puglia-Calabria. Cinque le persone arrestate. Si tratta di Khaled Bayan, libanese, di 48 anni, indicato come il capo dell'organizzazione; i calabresi Francesco Costa (39) e Cosimo Panaia (39) e i pugliesi Valentino Di Santo (33) e Michele Di Corso (45). A Di Santo e Di Corso sono stati concessi i domiciliari. L'indagine che ha portato all'operazione, denominata Vigilia, é scaturita da un filone dell'indagine Mithos, risalente al 2004, e ha messo in luce un canale di approvvigionamento di sostanze stupefacenti tra la Locride e il foggiano. Elemento chiave dell'attività illecita sarebbe stato Bayan, da anni residente a Lucera, attualmente detenuto nel carcere dell'Aquila. A Bayan, coinvolto anche nelle indagini sull'omicidio, avvenuto nel 1992 a Soverato, di Luciano Tropea, si è giunti ricostruendo i legami con esponenti del clan Costa di Siderno. Il libanese, secondo quanto riferito dai carabinieri, non avendo possibilità di rifornirsi di droga in Puglia, aveva stabilito contatti con i Costa, attraverso Panaia, e soprattutto con Francesco Costa, nipote di Tommaso e

Vincenzo Riggio

to, nascosta sotto un sedile, una pistola con il caricatore inserito. Gli uomini della Benemerita hanno così scoperto come l’arma, originariamente concepita per sparare solo cartucce a salve,

fosse stata modificata per poter sparare normali e letali cartucce cal. 7,65, una delle quali il Riggio aveva già messo in canna, in modo da rendere l’arma immediatamente capace di sparare. Per l’uomo sono così immediatamente scattate le manette con l’accusa di detenzione illegale di arma da fuoco modificata, mentre l’arma è stata sequestrata in attesa delle perizie balistiche necessarie. Il Riggio, ora rinchiuso nel carcere del Capoluogo, dovrà comparire davanti al giudice del Tribunale di Vibo Valentia per rispondere dei propri reati. Continua anche nel periodo di festa quindi l’attività di minuzioso controllo del territorio degli uomini della Benemerita che, grazie alla loro costante e visibile presenza sulle strade di tutta la provincia, stanno assicurando il sereno trascorrere di queste festività natalizie.

Cronaca in breve... Reggio, scoperto deposito di fuochi I carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno individuato, a Molochio, un deposito illegale di materiale pirotecnico e sequestrato oltre 106 chili di materiale classificato come pericoloso e altri 32 chili di materiale non classificato. Tutti i botti erano detenuti illegalmente. Il deposito, definito dagli investigatori una vera e propria "santabarbara", era stato creato in uno stabile adibito a civile abitazione, con conseguente pericolo per l'incolumità delle altre famiglie. A custodire il materiale erano due cittadini di nazionalità romena di cui sono state fornite le iniziali del nome, Daf, di 24 anni e S. M. B., di 32, che, insieme ad un altro uomo di origini napoletane, C. S. di 29 anni, sono stati denunciati in stato di libertà per commercio illegale di materiale esplodente ai fini del commercio. Nessuno di loro possedeva titolo per tenere o mettere in commercio i botti. (Ansa) Maltempo, temperature in calo in calabria, neve sull’A3 Dalle prime ore di ieri mattina si registra un brusco calo delle temperature in Calabria. Il cielo è coperto ovunque ed in molte zone piove, anche se con scarsa intensità. Ha nevicato in Sila ed anche sul Pollino, e da alcune ore i fiocchi scendo anche sull'autostrada A3, Salerno-Reggio Calabria, nella zona di Mormanno, nel Cosentino. Comunque, non si sono registrati problemi per la circolazione. Situazione tranquilla, secondo quanto reso noto dal compartimento della polizia stradale, anche sull'intera rete viaria regionale. (Agi)

Bayan Khaled

Francesco Costa

CATANZARO CENTRO

FITTASI PRESTIGIOSO IMMOBILE loft indipendente, arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. ANCHE USO FORESTERIA

INFO Michele Di Corso

Valentino Di Santo

Cosimo Panaia

Giuseppe Costa, indicati come i capi della cosca di Siderno. Di Santo e Di Corso, quest'ultimo cognato di Bayan, avrebbero fatto i corrieri della droga tra la Puglia e la Calabria. Nell'ambito dell'operazione è stato disposto, inoltre, l'obbligo della firma nei confronti di altre due persone, entrambe calabresi, residenti ad Imola e Verona. Nel corso delle indagini, basate anche su intercettazioni e pedinamenti, i carabinieri hanno sequestrato sull'autostrada SalernoReggio Calabria circa mezzo chilo di cocaina. Per portare a buon fine la compravendita di droga veniva usato anche un promemoria, con alcune frasi in codice riferite a capi di abbigliamento. (Ansa).

334 1875277

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI

ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 19

CALABRIA SERRASTRETTA Ieri mattina nelle campagne di località Sovereto la tragica fine di Mauro Scalise, 41 anni, sposato e padre di due figli

Trovato cadavere bruciato in auto Non si esclude alcuna ipotesi mentre si attendono i rilievi della scientifica e del medico legale SERRASTRETTA — Il corpo di

un uomo, bruciato, è stato rinvenuto ieri mattina nelle campagne di località Sovereto, nel territorio del comune di Serrastretta, nel Catanzarese. Il cadavere era all'interno di una Fiat Uno, completamente distrutta dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed anche una squadra dei vigili del fuoco. L'auto si trovava ai bordi della strada provinciale che collega i centri abitati di Pianopoli e Cancello. Da quanto si è appreso l'uomo si era recato nella zona per eseguire alcuni lavori su terreni di sua proprietà. L'uomo si chiamava Mauro Scalise, 41 anni, sposato e padre di due figli, impiegato nei lavori socialmente utili per conto del Comune di Serrastretta, dove era residente. E’ morto carbonizzato all'interno della sua autovettura, una Fiat Uno, incendiatasi per cause ancora in corso di accertamento. Sul posto hanno lavorato carabinieri e vigili del fuoco ed è giunto anche il sindaco del centro del Catanzarese. Si presentano, dunque, difficili e complesse le indagini sul ritrovamento del corpo carbonizzato all'interno di una Fiat Punto di colore verde. Gli uomini dell'Arma, dovranno stabilire se la morte di Mauro Scalise, 41 anni, sposato e padre di due figli, impiegato nei lavori socialmente utili per conto del Comune di Serrastretta, dove era residente, è stata causata dalle fiamme sprigionate all'interno della sua vettura in modo accidentale o se all'auto è stato dato fuoco dopo che l'uomo è stato stordito da qualcuno con qualche corpo contundente. Ipotesi sulle quali stanno, appunto, indagando gli uomini della compagnia di Soveria Manneli, che insieme ai colleghi di Serrastretta hanno radiografato il posto del ritrovamento, nella speranza di potere trovare qualche utile elemento per stabilire la causa della morte dell'uomo, che si trovava sul lato passeggeri e non alla guida della sua auto. Ad avvisare i carabinieri sono stati alcuni cittadini che abitavano nella zona, richiamati dalle fiamme. Giunti sul posto si sono trovati di fronte ad una scena allucinante e drammatica. Immediatamente hanno atCOSENZA — L’attività di controllo del territorio effettuata dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Cosenza, diretto dal Vice Questore Aggiunto dr. Pietro Gerace, rafforzata in questo periodo natalizio per volontà del Questore di Cosenza, dr. Raffaele Salerno, ha prodotto un ulteriore risultato in quanto nel tardo pomeriggio del 26 dicembre è stato tratto in arresto tale Dhifalli Mohamed, di anni 30, pregiudicato, resosi responsabile del reato di rapina aggravata. Nel pomeriggio del 26 dicembre, alle ore 18 circa, personale della Squadra Volante si portava in via delle Medaglie d’Oro, a seguito di segnalazione pervenuta presso la Sala Operativa della Questura, con la quale si riferiva che una donna era stata appena rapinata da un giovane di nazionalità straniera che subito dopo si dava al-

SERRASTRETTAL’uomo era seduto al posto del viaggiatore con i piedi sul cruscotto

Un fatto che lascia perplessi

Alcune immagini del luogo del delitto

Ora bisogna stabilire se la morte è stata causata dalle fiamme sprigionate all'interno della vettura o se all'auto è stato dato fuoco dopo che l'uomo è stato stordito da qualcuno con qualche corpo contundente tivati i vigili del fuoco, che nulla hanno potuto fare per salvare l'uomo. Scalise, che abitava in località Migliuso, stava percorrendo una strada interpoderale per raggiungere Pianopoli, dove doveva effettuare della compere, quando la sua auto, per causa in corso di accertamento, si è fermata sul ciglio sinistro della strada ed ha preso fuoco, improvvisamente. Per alcuni è difficile che l'auto pos-

sa essersi incendiata da sola. Da qui l'ipotesi investigativa sulla quale stanno lavorando gli uomini dell'Arma, e cioè che l'auto possa essere stata affiancata da qualcuno che che poi potrebbe aver inferto allo Scalise qualche colpo alla testa stordendolo per poi dare fuoco all'auto. Una ipotesi questa che potrebbe trovare una conferma dal fatto che la vittima è stata trovata sul lato passeggeri in un posizione che lascia pensare che stesse tentando di uscire dal mezzo. Non è escluso che l'uomo possa essere uscito dalla fase di stordimento ed una volta accortosi che il suo corpo era avvolto dalle fiamme abbia tentato di salvarsi e che la sua morte sia stata causata da un infarto e da soffocamento. Aspetti tecnici che saranno chiariti dall'autopsia. Sul posto si è recato anche il comandate provinciale dei Carabinieri. (Agi)

SERRASTRETTA — Lascia qualche perplessità il ritrovamento di un cadavere carbonizzato in località Sovereto di Migliuso, frazione del comune di Serrastretta (Cz). Ieri mattina, intono alle 9, un giovane del luogo attirato dal fumo e dal suono insistente di un claxson si è inoltrato nella campagna e sul ciglio di una stradina secondaria ha fatto la macabra scoperta. Mauro Scalise, incensurato, 41 anni il prossimo 15 gennaio, di Migliuso, dipendente Lsu del comune di Serrastretta, giaceva all’interno della propria vettura, seduto al posto del viaggiatore con i piedi sul cruscotto e all’interno dell’auto pare che vi fosse una tanica di benzina. Da una prima ricostruzione dei fatti, non risulterebbero esserci segni di colpi di pistola all’esterno ne, tanto meno, all’interno della Fiat punto in cui è stato rinvenuto il cadavere. Mauro Scalise, che lascia la moglie e due figlioletti, nella mattinata di ieri stava recandosi a fare acquisti nel vicino paese di Pianopoli, così come egli stesso aveva riferito al cognato incontrato poco prima dell’accaduto sulla stessa strada. Inspiegabili per ora le ragioni della morte, rimane da stabilire perché il corpo non fosse al posto di guida, come mai gli sportelli della vettura fossero aperti e il freno a mano non era tirato. La vettura che si trovava sul bordo della strada era completamente carbonizzata e ricostruendo gli avvenimenti dal momento in cui l’uomo è stato visto dal cognato, la distanza percorsa e l’ora del ritrovamento quando l’auto era ancora fumente, si presume che tutto si sia svolto in breve tempo. L’accaduto ha sconvolto le comunità dei dintorni poco abituate

COSENZA Finisce in manette per rapina aggravata Dhifalli Mohamed che ha aggredito una donna in via delle Medaglie d’Oro

Deruba 65enne e si dà alla fuga, arrestato la fuga in direzione Via Isnardi. Appena giunti sul posto ed acquisite le primissime informazioni, il personale in servizio di Volante si dava alla ricerca del fuggitivo ed all’imbocco del Viale Mancini veniva subito intercettato e fermato. Lo stesso risultava esattamente corrispondente alla descrizione fornita da un testimone ossìa alto di statura, indossante un giubbotto di colore nero e con scarpe di colore bianco. Il Dhifalli, pertanto, veniva subito bloccato e sottoposto a perquisizione personale che dava esito positivo in quanto veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico e di un telefono cellulare

del quale non era in grado di giustificarne il possesso. Inchiodato alle proprie responsabilità dal personale delle Volanti e su richiesta di quest’ultimo, il Dhifalli indicava agli operatori intervenuti il luogo in cui aveva momentaneamente occultato la refurtiva, precisamente in Via Isnardi nascosta tra alcuni rami di un albero, costituita da una borsa contenente la Carta d’identità, il codice fiscale, la tessera sanitaria, un carta Bancomat ed una carta Visa, tutte intestate alla vittima ed a quest’ultima successivamente restituite. La signora, dell’età di 65 anni circa, contattata subito dopo la rapina ed in evidente stato di

shock, confermava l’accaduto riferendo che mentre stava passeggiando su Via delle Medaglie d’Oro veniva avvicinata da un giovane di nazionalità straniera, la cui descrizione somatica ed il vestiario indossato corrispondevano esattamente a quelle del Dhifalli, il quale dopo aver estratto un coltello lo puntava al suo indirizzo e minacciandola si faceva consegnare la borsa con il suo contenuto. Il Dhifalli, pertanto, veniva tratto in arresto per il reato di rapina aggravata e dopo averne data notizia all’A. G., nella persona del P. M. di turno, dr. Minisci, veniva accompagnato presso la locale Casa Circondariale.

Altri particolari del luogo

ad avvenimenti così drammatici. Sta ora alle indagini in corso far luce sulla vicenda per comprendere se la causa della morte è dovuta ad un incidente meccanico che ha fatto incendiare la vettura, ad un malore che ha stroncato Mauro Scalise, senza dargli il tempo di lasciare l’auto mentre bruciava o se bisogna seguire la pista criminale. A conferma di ciò, al termine delle prime operazioni, il comandante De Vico del nucleo operativo di Catanzaro ha sottolineato che per il momento non si esclude nessun ipotesi. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri della caserma di Pianopoli, con il maresciallo Carchidi, la compagnia di Soveria Mannelli, competente per territorio, guidata dal comandante Ferrise e in mattinata è giunto anche il comandante provinciale, colonnello D’Angelo. Le indagini sono di pertinenza della procura di Lamezia Terme e sul posto era presente il dottor Petrolo. Dopo i rilievi della scientifica e del Medico legale, dottor Di Mizio, il cadavere è stato rimosso nel pomeriggio. Settimio News

Fucilate su officina Alcuni colpi di fucile caricato a pallettoni sono stati sparati la notte del 26 dicembre all'indirizzo della serranda di una autocarrozzeria di proprietà di L. M., 40 anni. Il fatto è avvenuto in località "Uliveto" di Pernocari, una frazione del comune di Rombiolo. (Agi)

Crotone, immigrati La Prefettura di Agrigento ha predisposto un piano per svuotare il centro di prim accoglienza di Lampedusa che dopo la serie di sbarchi delle ultime 24 ore ospita attualmente 1.507 persone, quasi il doppio rispetto alla capienza massima di circa 800, 1507 persone. Nel pomeriggio sono previsti due voli, uno su Brindisi e uno su Crotone, con a bordo in totale 190 stranieri. (Agi)


20 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA VIBO VALENTIA Il prefetto Silvana Riccio ha convocato la Conferenza dei servizi chiamata a discutere del progetto preliminare

Nuovo ospedale, Curia: «Adesso si parte» «Entriamo in piena fase operativa. Tutto pronto per accorciare i tempi» VIBO VALENTIA — Il prefetto Silva-

na Riccio, soggetto attuatore per la realizzazione del nuovo presidio ospedaliero di Vibo Valentia, di concerto con Vincenzo Spaziante, commissario delegato per fronteggiare l’emergenza socio-economica e sanitaria della Calabria e Rubens Curia, commissario straordinario dell’Asp di Vibo Valentia, ha convocato per domani, alle ore 12, negli uffici della direzione generale dell’Asp, la “conferenza dei servizi” degli enti locali e delle amministrazioni statali interessate. Sono stati chiamati a far parte del tavolo operativo anche il sindaco di Vibo Valentia, il presidente della Provincia, i rappresentanti della Sovrintendenza regionale per i beVIBO VALENTIA — In occasione

delle festività natalizie il sindaco di Vibo Valentia, Franco Sammarco, ha inteso rendere pubblico il seguente messaggio di auguri alla cittadinanza. Nel suo discorso il sindaco invita all’unità: «La posta in gioco è molto alta e la sfida per cimentarsi nel prossimo futuro si sostiene - avverte Sammarco soltanto se riusciremo a mostrare compattezza». Di seguito il messaggio di auguri del sindaco: «Carissimi concittadini, nel momento in cui ci apprestiamo a celebrare soprattutto nell’intimità delle nostre famiglie queste festività, avverto la necessità di formularvi i più sinceri auguri di Buon Natale. Questa ricorrenza è sempre un’occasione di riflessione sui valori autentici della vita, oltre che costituire importante cir-

Il vecchio ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia

ni ambientali e per i beni archeologici, dell’assessorato regionale al-

l’Urbanistica, le Autorità di bacino della Regione Calabria, Enel, Anas,

Telecom e il comando provinciale dei Vigili del fuoco. Obiettivo dei lavori: acquisire il parere favorevole sul progetto preliminare per la costruzione del nuovo ospedale elaborato dall’ingegnere Paolo D’Aprile, nuovo responsabile unico per il procedimento e dall’architetto Luigi Matarese. A dare il via alla nuova procedura è intervenuta la relazione sanitaria stilata dallo stesso commissario straordinario dell’Asp, Curia, che a poco più di tre mesi dal suo insediamento alla guida del sistema sanitario vibonese ha attivato tutti gli adempimenti per far sì che anche il pacchetto “ospedale nuovo” entrasse nel vivo della sua attività, rassicurando in tal senso anche il pre-

VIBO VALENTIA Nel suo messaggio di auguri il sindaco invita alla compattezza per rilanciare la città

Sammarco insiste sul dialogo costanza per rinsaldare i vincoli di una comunità. Ecco perché, nella trepidante attesa, lo scambio augurale assume un significato profondo; ed il Comune, che tra le istituzioni è senz'altro quella più vicina, non può esimersi dal compito di rendere un doveroso segnale di solidarietà e incoraggiamento ai cittadini. Ognuno di noi deve sentirsi fortemente vincolato a dispiegare energia ed entusiasmo, perseveranza ed impegno al servizio della dignità di ogni uomo e del bene comune. Ma in questo particolare frangente, il mio primo pensiero è rivolto ai giovani: sono loro che

vanno indirizzati e sollecitati a continuare con determinazione e costanza nella difficile missione dell’apprendimento scolastico con il fine prevalente di creare significative risorse utili ad affrontare un percorso di crescita civile, economica e sociale della nostra comunità. La posta in gioco è molto alta e la sfida per cimentarsi nel prossimo futuro si sostiene soltanto se riusciremo a mostrare compattezza e se saremo in grado di investire nelle fiorenti intelligenze dei nostri ragazzi. Natale è ricominciare a credere in un mondo migliore dove vi siano pace e serenità per perse-

Una immagine di Vibo

sidente della Regione, Agazio Loiero, che segue molto da vicino l’evolversi del progetto. «Dopo quattro anni dall’aggiudicazione della gara per costruire il nuovo ospedale di Vibo Valentia, peraltro revocata in seguito ad una inchiesta giudiziaria - ha spiegato il massimo responsabile della sanità vibonese - lunedì prossimo (oggi per chi legge, ndr) si riavviano le procedure per dotare, finalmente, la provincia di Vibo Valentia del moderno ed atteso ospedale. Da lunedì entriamo in piena fase operativa assicurando concrete speranze ai cittadini. Adesso si parte davvero. Tutto è, infatti, pronto per accorciare i tempi verso la sua realizzazione». (Agi) guire sul solco della modernizzazione e dello sviluppo. La Natività è rinnovato impegno delle virtù civili della tolleranza, del dialogo e della convivenza; sostegno ai più bisognosi, ai più deboli, a quanti stanno vivendo situazioni di difficoltà e sofferenza: proprio a costoro intendo rivolgere il mio più sentito conforto, auspicando per essi un avvenire più lieto. L’impegno che sento di sancire con tutti voi alla vigilia del nuovo anno è che continuerò a profondere ogni sforzo e tentativo con l’unico scopo di ridare slancio e dignità a questo capoluogo. Auguri a tutte le donne, agli anziani ed ai ragazzi, a quanti dimorano in questa città, perché questo Natale sia veramente felice, ed il Nuovo Anno, costellato di maggiori successi e inesauribile tranquillità».

A Dasà la magia del presepe vivente

Vibo, a Potenzoni aperta la grotta dei tanti presepi

VIBO VALENTIA — Realizzato per la pri-

VIBO VALENTIA — A Potenzoni, una fra-

VIBO VALENTIA Da anno in anno si rinnova il tradizionale evento natalizio. Oggi la nuova edizione

ma volta otto anni fa, il presepe vivente a Dasà ogni anno crea una atmosfera magica, surreale. L’Associazione Culturale Dasaese, continua a promuovere questa tradizione come evento culturale dell’anno, che sarà presentato oggi dalle ore 16 in poi, mettendo come centralità all’interno della rappresentazione vivente, la figura di Gesù Bambino, di Maria, Giuseppe con il bue e l’asinello e altre figure di notevole importanza. In questo contesto creato per l’occasione

dagli interpreti (uomini donne e bambini) presi direttamente tra la gente, si rievocano alcuni antichi mestieri oramai quasi scomparsi, quali: il calzolaio, il fabbro, il ricottaro, il vasaio ed altri ancora. Inoltre vengono realizzati piatti dell’antica cucina orientale, preparati rigorosamente sul fuoco. Ed ancora, all’interno del presepe vivente ci saranno i mercatini allestiti come le bancarelle dell’epoca: quelle delle spezie, dei tessuti e tante altre ancora. «Gli obiettivi e le finalità del presepe vivente, che nono-

stante tutto richiede impegno, partecipazione, sacrificio e spese varie - ricorda il critico d’arte Franco Luzza - diventano per tutti un momento storico-religioso importante, carico di emozioni per celebrare con l’umanità la venuta di Gesù Bambino come uomo sulla terra». Da sottolineare che l’Associazione culturale dasaese ha deciso che tutte le offerte raccolte nella manifestazione saranno devolute in beneficienza. Ma. Bo.

zione di Briatico, presso il giardino della famiglia Calzone, è stata aperta al pubblico la grotta che ospita centinaia di presepi tradizionali costruiti con occhi di canne. Sono presepi costruiti in modo artigianale da Antonella, Franca e Daniela Calzone, Caterina e Concetta Anile, con una tecnica che è diventata, in questi anni, un vero e proprio inconfondibile stile presepistico. Sono davvero tanti, ogni anno, coloro i quali, da tutta la provincia ma anche dal re-

sto della regione, arrivano a Potenzoni non solo per visitare la mostra ma anche per cercare di portare a casa un presepe firmato Calzone. I presepi di Potenzoni rappresentano i paesi del Sud, paesi aggrappati, paesi conchiglia, case e chiese abbracciate alla montagna. In questi scenari magici, a Potenzoni, si apre “la grotta dei mille presepi” e le pergamene istoriate guideranno il visitatore dalla strada principale del paese all’ipogeo decorato con arbusti di corbezzoli e paglia. (m. b.)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 21

CALABRIA Il sindaco della Città pitagorica, Peppino Vallone, presenta ai giornalisti l’attività amministrativa svolta nel corso del 2008

«Per Crotone un anno di cose concrete» Lotta all’abusivismo, riqualificazione del centro storico, politiche giovanili e turismo CROTONE — Nel tradizionale incon-

tro di fine anno con la stampa che si è tenuto, ieri, presso il Lido degli Scogli, il sindaco Peppino Vallone e la giunta comunale di Crotone hanno presentato l’attività amministrativa del 2008. «Oggi presentiamo il lavoro di un anno», ha esordito il Sindaco, «un lavoro fatto di cose concrete, non presentiamo progetti che sono ancora in itinere o che sono ancora esclusivamente sulla carta. Presentiamo il consuntivo di una attività amministrativa che i cittadini possono già vedere e toccare con mano». Per il secondo anno consecutivo viene sottolineato -, dopo il disastro economico ereditato, il Comune di Crotone si distingue per la sua gestione virtuosa. Non a caso il Sole 24 Ore ha posto Crotone tra i comuni più virtuosi d’Italia in un panorama che vede migliaia di comuni e decine di province in Italia contrassegnati con il bollino rosso. Lotta all’abusivismo: un mostro di cemento e lamiere abbattuto dopo trent’anni ed una azione contro le occupazioni abusive che non ha precedenti. Per quanto riguarda i lavori pubblici sono state presentate una serie di attività relative ad opere pubbliche che hanno sottolineato la grande attività in questo settore. Il cuore storico della città ha aggiunto quest’anno altri suggestivi luoghi a quelli che il Comune ha già restiVIBO VALENTIA — Si affida all’arma, in verità sempre pungente, dell’ironia il coordinatore di Sinistra Democratica, Pino Tassi, per denunciare un’altra delle iniziative dell’amministrazione comunale guidata da Franco Sammarco. L’intervento di Pino Tassi, tra l’altro, arriva a ventiquattrore da un’altra presa di posizione, non certo tenera, assunta dai gruppi della sinistra (Verdi, Rifondazione e la stessa Sinistra Democratica) sempre nei confronti dello stesso primo cittadino vibonese, a conferma che ormai l’unica opposizione al sindaco arriva da sinistra, mentre il centrodestra, privo di leader e punti di riferimento (unica eccezione il parlamentare europeo Basile, che non a caso ha subito gli strali di Sammarco), si distingue per il silenzio infranto solo da prese di posizione di mera apparenza, ma prive di sostanza e di consistenza politica. D’altronde, se la situazione politica a Vibo Valentia è giunta a questo punto, la spiegazione non può che essere legata al livello della sua classe politica.

tuito alla sua antica dignità. I più attraenti punti della città, che erano originariamente in una situazione di degrado aggravata da una anonima colata di cemento, distribuita senza riguardo per i luoghi, oggi dopo che i cantieri disposti dal Comune hanno alzato il sipario, si rivelano come luoghi completamente rinnovati. La nuova illuminazione pubblica studiata è stata predisposta dall’amministrazione comunale per la valorizzazione dei principali siti cittadini. Inoltre, progetti importanti come la strada Tufolo - Farina e la strada del Mare e la riqualificazione di Piazza Pitagora. Nel settore delle politiche ambientali il Comune di Crotone è stato individuato quale soggetto attuatore per l’intervento di bonifica della discarica Tufolo - Farina. In questi giorni è stata assegnata la gara per la caratterizzazione dell’area per procedere poi successivamente alla bonifica. Questa amministrazione - è stato sottolineato -sta per scacciare un incubo che durava da decenni. Con un’attività continua e costante di riqualificazione del verde che ha visto oltre 134.000 metri di strade e 110.000 metri quadrati di aree riqualificate, decine di sedi stradali interessate ad interventi di riqualificazione con fresatura, bitumatura e messa in sicurezza. Complessivamente ristrutturata una superficie di oltre 90.000

predisposto il piano locale per l’edilizia residenziale sociale che prevede la realizzazione di 288 alloggi da concedere in locazione agevolata con patto di futura cessione/vendita, dando così una significativa risposta, unitamente agli altri progetti riguardanti le politiche abitative, alla domanda di alloggi di edilizia sociale. Messo in evidenza, inoltre, il progetto preliminare definitivo ed esecutivo per la realizzazione di 24 alloggi attraverso l’ottenimento di co-finanziamento di euro 1.084.559,49. Ed ancora il finanziamento di euro 10.000.000 per la realizzazione del contratto di quartiere 2. Riferimenti anche alla Pubblica istruzione con l’ottimizzazione del piano trasporti, il piano di mobilità delle scuole con costi molto contenuti ed il servizio di refezione scolastica che ha dato ottimi risultati. Innovazione tecnologica. Crotone è la prima città del Meridione che avrà la prima rete WI Max, il web gratuito per gli uffici pubblici e per le scuole ed a basso costo per l’intera cittadinanza. Nuova videosorveglianza. La città ha nuovi occhi elettronici, che 24 ore su 24, registrano ciò che avviene. I dati sono disponibili per sei giorni dalla centrali operative che sono installate presso la Questura ed il Comando dei Vigili urbani.

Turismo e spettacolo. The World. Lo scorso settembre è stato abbattuto un tabù. La prima nave da crociera è entrata nel porto di Crotone. Il Comune di Crotone, inoltre, ha avviato il percorso per portare il turismo crocieristico a consolidarsi come filone produttivo del nostro territorio. Dunque, «una stagione estiva che non ha precedenti, con spettacoli ai quali hanno partecipato migliaia di persone». Politiche Sociali. Sei parchi cittadini sono le sedi delle nuove attrazioni dedicate ai bambini. I giochi sono stati progettati per essere fruibili dai bambini diversamente abili. Campo Slavi di Cipolla. Il Comune ha appaltato i lavori per la bonifica dell’area, la sistemazione delle aree esterne, i lavori di urbanizzazione primaria per poi passare alla realizzazione delle strutture. Nel 2008 c’è stato un impegno economico complessivo di oltre 1.200.000 euro. Impiegati nel settore del sociale con interventi che riguardano l’assistenza alle persone, alla famiglia, ai diversamente abili e al recupero di strutture capaci di accogliere nuovi interventi per i più bisognosi. Un particolare rilievo è stato dato al primo piano strategico della città di Crotone, al piano di marketing territoriale e alla zona franca urbana.

VIBO VALENTIA Nuove critiche all’Amministrazione Sammarco. La pungente ironia di Tassi (Sd)

za Duomo. Vuoi mettere la bellezza di passeggiare tra una macchina e l’altra, fare la gimkana tra un’auto posteggiata ed una in manovra, respirare i veleni degli scarichi!?». «Non era da città civile mantenere una piazza solo per il passeggio esclama, quasi sbotta, Tassi - e siamo certi che, di questo passo, il prossimo anno ci vedremo trasformato in parcheggio il cortile delle scuole “Garibaldi” e “Don Bosco” (a dire il vero, già la palestra piccola è stata trasformata da questa giunta in parcheggio aperto tutto l’anno, ndr). Tutto quello spazio sprecato a verde è un insulto alla civiltà del cemento. La difesa dell’ambiente, della vivibilità, basta farla solo a parole». «Che poi la città sia abbandonata e impresentabile che importa al nostro primo cittadino. Tanto lui - conclude Pino Tassi - vive in una città tutta sua, immaginaria e ideale. Senza scomodare Campanella, potremmo dire che vive in una città del… pianeta Papalla!».

Peppino Vallone

metri quadrati di strade cittadine. Nel settore della cultura, citato il Premio Pitagora, giunto alla IV edizione e quest’anno sbarcato anche al festival del Cinema di Venezia, assegnato all’astrofisica Sandra Savaglio. Citato anche il Magna Graecia Teatro Festival, segnalato dalle più importati testate giornalistiche nazionali ed internazionali e che ha riscosso un grandissimo successo di pubblico: la manifestazione è legata anche alla inaugurazione dell’area teatrale che si incastona nel magnifico scenario di Capocolonna. Nel settore dell’urbanistica è stato

Da sinistra ancora bordate al sindaco Amare riflessioni che portano un politico di lungo corso come l’ex senatore Antonino Murmura, rimasto attento osservatore delle cose vibonesi sebbene “pensionato” dalla politica attiva, a dure considerazioni. Innanzitutto, la comparazione tra la città di un tempo, riconosciuta unanimemente come “Giardino sul mare” e quella di oggi, che l’ex parlamentare definisce «città del degrado e dello stato di abbandono dove la politica della sciatteria ha letteralmente preso il sopravvento». Murmura ricorda, con nostalgia ma anche col tono della provocazione, quegli uomini del passato protagonisti della ricostruzione della città, tra gli anni ’50 e ’60, come Mimmo Giordano, Fausto Preta e Pino Orefice (giusto per richiamare alla memoria chi non c’è più), che «sacrificavano le proprie vacanze -

ricorda Murmura - per rendere più accogliente la nostra Vibo». Quindi rammenta, tra le ultime iniziative degne di nota, quelle assunte dal sindaco Alfredo D’Agostino, che ha guidato la città dal 1997 al 2002. Ed è grazie al lavoro di quella giunta che si deve, ad esempio, l’isola pedonale di corso Vittorio Emanuele, sicuramente uno dei pochi fiori all’occhiello dell’attuale martoriata città, e di quella che tutti i vibonesi chiamano piazza Municipio. E proprio su questo argomento si sviluppa l’ironia di Pino Tassi nei riguardi del sindaco della città di Vibo Valentia, che «ha posto finalmente rimedio - sarcasticamente sottolinea - ad una delle poche decisioni giuste della sua gestione amministrativa». «Veramente, già a suo tempo - rammenta Pino Tassi - fu una decisione

TI HANNO NEGATO UN PRESTITO PERCHÉ SEI

presa controvoglia per accontentare quei rompiballe della sinistra. Già immagino le notti insonni, i dubbi, i tormenti, prima di assumere, a suo tempo, una così tanto ardita decisione. Ma oggi finalmente ha posto rimedio a quel provvedimento approfittando delle feste natalizie e dall’aver fatto fuori tutta la sinistra». Ma di cosa si tratta? Qual è la questione che attira le critiche e le ironie del coordinatore della Sinistra Democratica? «Mentre tutte le città si tirano a lucido, si illuminano, si fanno belle evidenzia Pino Tassi - mentre Londra chiude Oxford Street al traffico per Natale e Capodanno, per l’occasione Vibo Valentia, invece, trasforma Piazza Municipio in un immenso parcheggio pubblico. E come se a Roma decidessero di aprire Piazza San Pietro o a Milano Piaz-

PROTESTATO

NO DA BANCHE E FINANZIARIE? MediaConsult AGENZIA D’AFFARI

SEI STANCO DI SENTIRTI DIRE

Via Italia, 51/53 - Info 0961.743398 - 334.6690330 - 334.6690331 88100 CATANZARO - mediaconsultcz@gmail.com

RIABILITAZIONE

TI FINANZIA LA TUA TELEFONA O INVIA UN SMS CON IL TUO NOME E I TUOI DATI ANAGRAFICI UNO STAFF DI ESPERTI E’ A TUA DISPOSIZIONE

GRATUITAMENTE

Maurizio Bonanno

Finanziamenti e mutui • Cancellazione e riabilitazione • protesti (cambiali o assegni) Aggiornamento • Banche Dati Prestiti personali • Istruzioni pratiche • finanza agevolata Leasing • strumentale e immobiliare Cessione • del Quinto e Delega di Pagamento Visure • on line u.i.c. A 60164


22 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Il grande evento organizzato dalla Provincia e da Ruggero Pegna sarà uno spettacolo unico al mondo ispirato al tema della Befana

Pazza piazza, il 2 gennaio parte l’allestimento Nello show ci saranno anche le proiezioni architetturali di “Le Grandi Immagini Group” CATANZARO — Dal 2 gennaio 2009

Piazza Prefettura di Catanzaro diventerà un autentico set-cantiere che vedrà operai, tecnici ed artisti internazionali, impegnati nell'allestimento di “Pazza piazza 2009: viene, viene la Befana", voluto e prodotto dalla "Provincia di Catanzaro”, che si svolgerà il 5 gennaio alle ore 19, per una durata di circa due ore. Lo spettacolare evento è organizzato dalla Show Net d Ruggero Pegna in collaborazione con“Eventi Verona” di Ivano Massignan. Il 2 gennaio al centro di Piazza Prefettura il maestro veneto Guerrino Lovato ed i suoi collaboratori inizieranno la costruzione di una Befana alta oltre dieci metri che, secondo alcuni riti apotropaici del nord Europa, il 5 gennaio verso la conclusione dello spettacolo sarà bruciata mentre dal cielo arriveranno le Befane buone con i doni per i bambini. Gli uomini volanti sono i celeberrimi acrobati francotedeschi di Les Elastonautes del fenomenale Claude Lergenmuller, capaci di scalare i più grandi grattacieli del mondo e cimentarsi in incredibili acrobazie aeree. Insieme ai funamboli della “Sky Productions” daranno vita a numeri mozzafiato da mille e una notte, percorrendo su cavi d'acciaio posti a trenta metri d'altezza tutta piazza Prefettura, uscendo dal campanile della Basilica dell'Immacolata e camminando in punta di piedi fino ad una torre che sarà costruita vicino al palazzo delle Poste. Altri acrobati eseguiranno un numero difficilissimo ad elevato coefficiente di spettacolarità danzando su aste oscillanti alte quaranta metri, si-

stemate agli angoli della Piazza. «Pazza Piazza 2009 - ha detto Wanda Ferro - è uno spettacolo unico al mondo ispirato al tema della Befana con grandi attrazioni internazionali, effetti speciali e pirotecnici, funamboli, acrobati, molto difficile sia da organizzare che da realizzare». «Dopo tanti anni di lavoro - conferma Ruggero Pegna questi sono eventi stimolanti, dei veri esami molto complessi. Ringrazio Wanda Ferro, con cui ho organizzato eventi storici a Catanzaro, per la fiducia ancora accordatami e mi auguro che il pubblico possa assistere davvero ad un evento coinvolgente, emozionante e certamente irripetibile». Ma gli ingredienti del grande show saranno davvero tanti, a cominciare dalle proiezioni architetturali di “Le Grandi Immagini Group”, che trasfermeranno tutti gli edifici della Piazza in grandi schermi immergendo gli spettatori in un universo pieno di stelle, pianeti, effetti; le diavolerie del leggendario gruppo di Amburgo dei Bangditos ed ancora gli eleganti trampolieri del Teatro dell’Aleph, i percussionisti di Les Tambours de Topolò. Gli straordinari effetti pirotecnici della “ParenteFireworks”, che ha curato gli effetti delle Olimpiadi di Torino, faranno da cornice mai vista prima in Calabria dai tetti degli edifici della Piazza. «Un autentico spettacolo a quattro palcoscenici sovrapposti», come lo ha definito il promoter lametino, «pieno di imprevedibili sorprese». La parte finale del grande show sarà replicata il 6 gennaio dalle ore 19 in Piazza della Repubblica di Lamezia Terme.

CATANZARO I ragazzi del gruppo scout Agesci hanno trasformato lo spiazzo della Chiesa della Santa Famiglia in un villaggio

Il primo presepe vivente del Corvo CATANZARO — Su iniziativa dei bam-

bini e dei ragazzi del gruppo scout Agesci Catanzaro 10, è stato allestito nel quartiere Corvo di Catanzaro il primo presepe vivente della storia di questo ancora giovane quartiere della nostra città. Nello spiazzo retrostante la Chiesa Parrocchiale della Santa Famiglia è stato allestito, dai ragazzi più grandi del gruppo scout, un piccolo villaggio di capanne fatte in legno, al centro del quale è stata collocata la capanna della Natività (di cui si allega la foto). Nelle capanne così realizzate si sono sistemati sia i lupetti più piccoli che gli scout più grandi, i quali, vestiti con costumi che richiamavano l’ambiente dei pastori del presepe, hanno animato concretamente il villaggio presentando attività che richiamavano alcuni mestieri (falegnami, artigiani, etc.) dell’epoca, oltre ad attività manuali tra cui la fabbricazione di pastori con la carta, la lavorazione con la pasta di sale, la decorazione di piatti, la lavorazione del legno con il pirografo. Una famiglia di alcuni ragazzi iscritti al gruppo scout si è totalmente messa a disposizione, anche con l’ultimo arrivato di pochi mesi, per animare la capanna della Natività. L’iniziativa ha riscosso molto successo e numerose sollecitazioni a ripensarla, migliorandola, anche per il prossimo anno.

Il presepe vivente

Natale al Corvo Anche quest’anno l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro - su proposta del Vice Presidente del Consiglio Provinciale Emilio Verrengia - ha organizzato nel quartiere Corvo di Catanzaro una serie di eventi socio-culturali e sportivi, avvalendosi della fattiva collaborazione della Parrocchia Santa Famiglia e delle Associazioni presenti nel quartiere. Oggi alle 19 presso la Parrocchia Santa Famiglia “Concerto di Natale” tenuto dal Quartetto d’Archi “Vera Minerva”. Domani “Tombolata” presso l’Associazione “Max B” di Romeo Giuseppe in Via Brigata Catanzaro; Martedi 30 settembre alle 19 “Zeppolata” nel piazzale antistante il Palagallo con l’animazione del Gruppo Folk “I Strinari”. Giorno 6 gennaio 2009 alle ore 10,00 presso la Parrocchia Santa Famiglia “ La befana”. Manifestazione ricreativa a cura di Cristian Napoli.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 23

CALABRIA CATANZARO Carla Rotundo della Sinsitra democratica interviene dopo gli appelli di Amato e Cirillo a sostegno del sindaco Olivo

«Il Pd è il punto debole della maggioranza» «Se fosse vera l’accusa di Tallini ci troveremmo di fronte ad una politica di pizzini, imboscate e trappole» CATANZARO — «Gli appelli lan-

Catanzaro, la tombolata di Babbo Natale dell’associazione Chiaridea a Santa Croce

Wanda Ferro e Armignacca alla tombolata

CATANZARO — Si è svolta domenica 21 dicembre 2008 la “Tombolata di Babbo Natale” manifestazione organizzata dalla associazione Chiaridea con il contributo dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Miglior battesimo non poteva esserci per l’associazione Chiaridea, visto che ad ospitare la sua prima manifestazione è stata la Parrocchia di S. Croce guidata da padre Gregorio Colatorti che ha gentilmente concesso il locali ricreativi della Parrocchia per ospitare tutti coloro che hanno partecipato all’allegra Tombolata. La manifestazione è iniziata intorno alle ore 18, quando sul palco della sala è apparso Babbo Natale introdotto dalle note di Jingle Bell e da altri canti natalizi, e circondato da folletti e da tanti “piccoli” Babbo Natale (Giorgia, Antonio, Claudia, Irene e Chiara) che hanno animato la serata e distribuito i premi delle tombolate consistenti in giocattoli e dolci per i bambini e piccoli elettrodomestici, pacchi alimentari ed altri oggetti utili per la casa, per gli adulti. Si sono svolte numerose tombolate alla quale ha partecipato un numeroso pubblico composto in gran parte da bambini accompagnati da genitori e nonni i quali tutti insieme hanno trascorso una bella serata in allegria ri-

scoprendo l’antico gioco della tombola, uno dei pochi giochi rimasti che riesce ad unire le famiglie, e ad aggregare persone di diverse fasce di età. Per questo “battesimo” madrina d’eccezione della serata è stata il Presidente della Provincia Wanda Ferro che, accompagnata dal consigliere Nicola Armignacca promotore della splendida serata, ha voluto personalmente fare gli auguri di Natale a tutti ed in particolare a tutti i bambini presenti ricordando i suoi felici trascorsi nel quartiere di Pontepiccolo, salutando con affetto Padre Gregorio ha auspicato che anche la politica si allinei ai valori espressi dalla chiesa, ha assicurato inoltre il suo interessamento alle esigenze del quartiere attraverso il consigliere Armignacca che è sempre attento a proporre iniziative sociali e culturali utili alla collettività. Il consigliere provinciale ha ringraziato i componenti dell’associazione Chiaridea per l’organizzazione ha altresì rivolto un saluto al parroco di Santa Croce, padre Gregorio Colatorti dell’ordine dei Frati Minimi, che è ritornato dopo qualche anno alla guida della parrocchia di Pontepiccolo ed ha rinnovato la sua vicinanza a tutti gli abitanti del quartiere e dei suoi dintorni.

Catanzaro, l’arcivescovo Ciliberti alla “Fondazione Campanella” CATANZARO — L’Arcivescovo Me-

tropolita di Catanzaro-Squillace mons. Antonio Ciliberti nelle festività si recherà in visita pastorale alla “Fondazione Tommaso Campanella” che gestisce il Centro Oncologico di Eccellenza di Germaneto. La notizia è stata annunciata dalla Cancelleria dell’Arcivescovado e accolta con soddisfazione dai vertici della “Fondazione T. Campanella” presieduta dall’Avv. Anselmo Torchia. Se Mons. Ciliberti sarà vicino ai malati oncologici «per portare una parola di conforto e di speranza a chi soffre e ai loro famigliari, come il Buon Pastore che vuole conoscere tutti, uno ad uno, nessuno escluso». In corsia i pazienti attendono con gioia l’arrivo dell’Arcivescovo che «con la sua presenza riaccende la più profonda spiritualità come solo la fede in Dio può donare». Un grande sostegno per gli ammalati oncologici che devono combattere con la malattia. Ma la visita pastorale

dell’Arcivescovo al Centro Oncologico di Eccellenza «è anche un ulteriore segno di attenzione verso il mondo della sanità, nei confronti di chi dedica la propria vita alla ricerca, di chi si prende cura degli altri». Il Presidente della “Fondazione T. Campanella”, Avv. Anselmo Torchia, sottolinea l’importanza dell’annunciata visita dell’Arcivescovo Metropolita Mons. Antonio Ciliberti al Centro Oncologico di Eccellenza. «Sarà per noi una giornata di rilievo - ha dichiarato l’avv. Anselmo Torchia - quella che registrerà la presenza del Presule nella struttura d’Eccellenza. L’alta professionalità garantita, che ha fatto invertire i percorsi dei cosiddetti viaggi della speranza in quanto oggi sono gli ammalati di altre regioni che vengono a farsi curare in Calabria, non è mai disgiunta dall’umanità di tutto il personale verso il malato oncologico, che deve trovare anche un ambiente psicologico ottimale nei luoghi di diagnosi e cura».

ciati in questi giorni dal consigliere Cirillo e dal coordinatore provinciale Amato, entrambi del Pd, per una maggiore solidarietà e sostegno ad Olivo ed alla sua Giunta, se non vogliono apparire ipocriti e di routine, devono essere seguiti da comportamenti politici coerenti e da una operazione di verità e trasparenza» si legge in una nota di Carla Rotundo Sinistra Democratica Catanza. «Ad iniziare - prosegue - con il riconoscere che è proprio il Pd il "punto di crisi" della maggioranza di centrosinistra che governa la città, lo snodo politico di tutte le difficoltà e contraddizioni di cui soffre la Giunta Olivo. Le fibrillazioni del Pd impegnato con le primarie per l'elezione del suo segretario provinciale, le sue lotte interne, le sue correnti, rischiano di provocare danni irreparabili alla credibilità ed alla tenuta del Centrosinistra a Catanzaro. La Giunta Olivo rischia di diventare il campo di battaglia del dibattito interno al Pd, il terreno su cui praticare manovre ed incursioni tutte interne agli equilibri congressuali del partito di Veltroni. Logica vorrebbe che così non fosse, che la Giunta Olivo venisse messa al riparo dalle polemiche tra le correnti del Pd, che non venis-

Rosario Olivo

sero dati altri spunti ad una opposizione particolarmente aggressiva e strumentale. Il rischio di un logoramento del quadro politico cittadino - continua -, proprio a causa delle forti tensioni in casa Pd, è molto forte. Sarebbe, invece, necessario che il gruppo dirigente dello stesso partito tenesse fuori da palazzo S. Chiara le sue discussioni interne e partecipasse attivamente alla vita amministrativa della città con un contributo di idee e di proposte. Così come sarebbe necessario chiarire un altro punto che è rimasto oscuro e che rischia, se non chiarito, di minare la credibilità e la trasparenza della

maggioranza di centro sinistra. Come si ricorderà pochi mesi fa, nel corso di una dura polemica sui giornali tra il coordinatore provinciale Amato ed il consigliere Tallini, quest'ultimo accusò il primo di averlo più volte invitato a presentare una mozione di sfiducia, garantendogli i voti dei suoi uomini presenti in consiglio comunale. Un'accusa, come si può ben capire, molto grave, perché metterebbe in dubbio l'onestà intellettuale, la coerenza, la lealtà di noti esponenti politici. Bene, rispetto ad una accusa così pesante, non ci sono state né reazioni, né repliche da parte di nessuno, nemmeno da parte del Pd che è il partito più rappresentato in consiglio comunale ed a cui spetta la maggiore responsabilità della tenuta del centrosinistra. Si è fatto finta di niente - incalaza la Rotundo - come se si trattasse di un piccolo incidente diplomatico. Invece non è così. Perché, se fosse vera l'accusa di Tallini - conclude -ci troveremmo di fronte ad un fatto gravissimo, cioè a pezzi del Pd che inciuciano con l'opposizione per far cadere Olivo e la sua Giunta, ad una politica di pizzini, imboscate, trappole e non, invece, ad una politica di trasparenza e di contenuti forti necessari per dare una svolta alla città».


24 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME L’Associazione socio-culturale “P. Ardito” fa rivivere ogni anno l’evento nel più antico rione della città della Piana

Il presepe vivente di San Teodoro Il Gesù di quest’anno è stato Luigi Strangis mentre il veterano Ugo Cittadino ha interpretato San Giuseppe LAMEZIA TERME — Ritorna in tutta la

sua straordinaria bellezza, figlio anche di un sito che bene si sposa all’evento, il presepe vivente nell’antico rione di San Teodoro. La tradizionale rappresentazione ideata e portata avanti ormai da qualche anno, dall’Associazione socio-culturale “P. Ardito” di San Teodoro che intende rievocare, lungo le strette viuzze e nel giorno della nascita del Salvatore, non solo l’evento che ha cambiato le sorti del mondo, ma anche le antiche arti e i mestieri di un tempo. Quelli che vanno oggi scomparendo lasciando sempre più spazio ad una tecnologia che fa a pugni con il passato e rinnega quasi, le radici del vissuto. L’Associazione socio-culturale “P. Ardito” di San Teodoro, che trova la sua identità proprio nel più antico quartiere cittadino, a tutto questo non ci sta e cerca, riuscendoci, di fare rivivere quel trascorso ricco di storia coinvolgendo non solo le nuove generazioni, ma gli anziani del luogo, quelli che realmente hanno portato avanti le proprie famiglie rimboccandosi le mani e facendo i mestieri più umili. Quelle arti antiche che vanno purtroppo, sempre più scomparendo. E come tradizione, anche in questo Natale e fino all’Epifania, nel lungo percorso anch’esso studiato ad hoc, che va dalla fontana Piedichiusa sino al castello Normanno -Svevo, è possibile rivivere la storia. Un passato che si rievoca il fare antico e manuale de “lu scarparo”, de “lu custuliari”, “du varviari”, ”du landiaru”, “du tilaru”, “du cistaru”, “du critaru”, ma anche del falegname, dei contadini che venLAMEZIA TERME — «Abbiamo letto l'intervento di Giandomenico Crapis che invita le forze politiche e sociali della città ad una pausa dalle polemiche ed a concentrare gli sforzi per procedere all'approvazione del Piano Strategico, di cui lui tesse ampie lodi decantando le magnifiche sorti e progressive che dalla sua adozione ne trarrebbe Lamezia» si legge in una nota di Nicolino Panedigrano di Amolamezia Movimento i girotondi. «In questo anno e mezzo - prosegue - del percorso per la redazione del Piano Strategico abbiamo partecipato attià vamente a tutte le (rarissime) iniziative alle quali siamo stati invitati e per questo ci sentiamo anche noi autorizzati ad intervenire. Da ultimo abbiamo partecipato all'incontro con associazioni e movimenti convocato dall'Assessore all'Urbanistica dopo la presenta-

Il presepe vivente: Gesù con Maria, Giuseppe i pastorelli

dono verdure appena raccolte nel tradizionale mercatino all’aperto, le donne che realizzano con acqua, grasso e lissia “u sapuni di casa”, le pacchiane e i bimbi che vanno “a la scola”, le donne impegnate a preparare “a cambara e a pasta i casa, così come i furmaggi, i grispelli e li ruselli”, “a putiga du vino” sempre aperta “i picurari” e quelli impegnati nel preparare la carne del maiale. Rievocazioni antiche, tutte mirate però, ad accompagnare i visitatori verso la grotta. la mangiatoria riscaldata dal bue e dall’asinello dove vede la luce Gesù bambino. Il protagonista del presepe vivente di San Teodoro di quest’anno, il cui ruolo è stato affidato al piccolo Luigi Strangis. Un bimbo di appena quattro mesi ninnato nella piccola culla dalla Madonna,

all’epoca Giovanna Talarico, e all’ormai “veterano” Ugo Cittadino che anche in questa occasione ha vestito i pani di San Giuseppe. La sacra famiglia, visitata da centinaia di persone nel primo giorno di rappresentazione, e che è rimasta li assieme a tutti gli altri personaggi del presepe vivente, anche nella giornata di Santo Stefano. La stessa Sacra famiglia sacra rappresentazione che si ritroverà ancora lì il primo di gennaio quando, alle ore 19.00, gli zampognari dedicheranno la strenna a Gesù Bambino e il giorno dell’Epifania, intorno alle 20, sempre percorrendo le strette stradine cittadine, alla grotta faranno visita i re Magi a cavallo. Antonietta Bruno

LAMEZIA TERME Panedigrano critica l’invito di Crapis che ha chiesto una pausa alle polemiche politiche

«Piano strategico, concentrarsi su pochi obiettivi» zione del Piano in Consiglio Comunale e la successiva sua adozione da parte della Giunta, incontro a cui erano presente anche il prof. Pillon di “Avventure Urbane” e l'arch. Iuffrida per gli uffici dell'amministrazione. Intervenendo nel dibattito, abbiamo osservato che il Piano è del tutto generico ed approssimativo, che esso contiene tutto e forse anche il contrario di tutto, ma non approfondisce niente e non fa alcuna scelta; che più che un Piano può essere definito una ricognizione di tutte le idee (non importa se buone, utili, concrete o meno) che tanti di noi hanno via via lanciato dalla nascita di Lamezia in poi come possibi-

li obiettivi di sviluppo della città (una sorta cioè di libro dei sogni); che esso tralascia, se non addirittura dimentica, il necessario rapporto con l'hinterland e che non si concentra (come invece dovrebbe e come si è fatto a Torino, dove la stessa “Avventure Urbane” ha curato la redazione del Piano Strategico di quella città ) sui tre/quattro veri obiettivi strategici che siano in grado di segnare l'avvio di un reale percorso di crescita di Lamezia e del Lametino. Nel prosieguo del dibattito - continua alcune delle poche associazioni presenti hanno teso a vedere, come fa ora Crapis, il bicchiere mezzo pieno, accontentandosi

del fatto che per la prima volta la città verrebbe dotata di un piano strategico e tendendo a valorizzare la possibilità che l'approvazione del Piano dà di accedere ad alcuni finanziamenti europei. Nelle sue conclusioni l'Assessore all'Urbanistica, con più sottile finezza, si è detto appagato del fatto che il Piano perlomeno sistematizzi tutta la congerie di idee buttate in questi anni nei dibattiti sullo sviluppo di Lamezia ed ha giustificato la mancanza di proposte sui rapporti con l'hinterland con la supposta necessità di pensare a creare prima l'amalgama mancante tra i nostri tre ex comuni. Non è stato, però, dello stesso avviso il

prof. Pillon, che concludendo il dibattito ha espressamente detto che condivideva appieno tutte le nostre osservazioni e che a parer suo il Piano avrebbe dovuto concentrarsi (come a Torino) su tre o quatto obbiettivi, su cui realmente puntare per indirizzare la crescita della città e del suo hinterland, approfittando in maniera produttiva e non dispersiva dell'ultima spiaggia dei finanziamenti europei. Che dire! Se il prof. Pillon è di questa opinione, vuol dire che ancora si potrebbero fare delle scelte vere e si potrebbe redigere un vero Piano Strategico. Qualcuno dirà - conclude - o penserà che siamo i soliti, ma non riteniamo utile accodarci al coro del tutto va bene madama la Marchesa e pensiamo che varrebbe la pena di provarci per non trasformare anche questa nell'ennesima occasione sprecata».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 25

CALABRIA CATANZARO Entusiasmante e significativa la manifestazione di danza classica e moderna tenutasi presso il Circolo culturale sportivo di Gagliano

“Noel Dance”, il saggio della scuola “Releve” Il tutto è stato colorato da effetti speciali, video e narrazioni sulle leggende e le curiosità delle festività natalizie CATANZARO Tutti si sono riuniti insieme per salutare sei insegnanti della scuola, che hanno lasciato il servizio attivo

Festa di pensionamento al De Nobili CATANZARO — E’ stata una cerimonia molto suggestiva quella che si è svolta al Liceo socio-psicopedagogico e linguistico “Giovanna De Nobili” di Catanzaro. Il dirigente scolastico Francesco Graceffa, il corpo docente, il personale di segreteria e il personale Ata si sono riuniti insieme per salutare sei insegnanti della scuola, che hanno lasciato il servizio attivo: Laura Abatino, Emilia Iirillo, Maria Pudia, Franco Riccio, Annamaria Tomaino, e Domenico Vallone. Il preside Graceffa ha sottolineato le doti umane e professionali dei sei docenti, che hanno operato sempre con serietà, dedizione ed alto senso del dovere. La professoressa Laura Abatino, dopo le parole del preside, a nome di tutti i colleghi, ha espresso since-

Le bambine della scuola Releve

CATANZARO — Entusiasmante e particolarmente significativa, la manifestazione di danza classica e moderna tenutasi gli scorsi 20 e 21 dicembre presso il Circolo Culturale Sportivo di Gagliano. La scuola di danza “Releve”, presieduta e diretta dalla “maestra” Mariarosa Merante, si è esibita attraverso suggestive coreografie, a numerosi balletti aventi come tema centrale la magia del Natale. Sulle musiche più variegate (da Cajkovskij ad Armstrong, dai Pink Floyd alle melodie più tradizionali) le giovani e giovanissime allieve della scuola di danza si sono esibite, con leggiadria e sicurezza, dimostrando come la passione per la danza possa coniugarsi alla tradizione in un sodalizio che, certamente, ha suscitato

viva emozione. Il tutto è stato colorato da simpatici effetti speciali, video e narrazioni concernenti le tradizioni, le leggende e le curiosità delle festività Natalizie e di come, in Europa e nel resto del mondo, viene vissuto questo magico giorno. La manifestazione, dall’eloquente titolo “Noel Dance”, oltre ad aver rappresentato un assaggio di saggio che vedrà coinvolti, in seguito, gli allievi della scuola di danza “Releve” è stata un intenso e significativo momento di aggregazione sociale. Aggregazione alla quale, ormai di consuetudine, ha dato il suo notevole apporto il Circolo Culturale Sportivo “Gagliano”. Luigi Mariano Guzzo

ro affetto per una scuola, il Liceo statale socio-pedagogico e linguistico “Giovanna De Nobili” per l’appunto, che negli ultimi ani è cresciuta insieme ad alunni, docenti, non docenti e dirigente, e che si è sempre distinta per la qualità dell’offerta formativa. Per contenere l’atmosfera di commozione, il prof. Roberto Chiarella ha per l’occasione letto una simpatica parodia a rima, scritta di proprio pugno, dal titolo “Note di nostalgia raccontate con ironia”, sottolineando, con vero apprezzamento la professionalità dei colleghi, ad ognuno dei quali è stata consegnata una pergamena a ricordo del servizio prestato.

Catanzaro, Elio Mauro: «Ecco lo stato dei nuovi lampioni del Corso» CATANZARO — «Segnalo questa foto

se è possibile inserirla nello spazio riservato agli auguri per gli anniversari perchè il lampione in oggetto festeggia... il suo primo compleanno, spero che il sindaco Olivo gli abbia già messo da parte un regalino», questa la nota ironica di Elio Mauro dirigente Nuovo Psi attraverso la quale il dirigente intende mettere in luce alcune carenze strutturali delle strutture utilizzate per rendere più gardevole Corso Mazzini.

Il lampione su Corso Mazzini

Lu. Ma. Gu.


26 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME La Lamezia Multiservizi SpA cita in giudizio l’ex consigliere comunale Francesco Grandinetti, ma lui rimanda le accuse al mittente

In città la “discarica della discordia” Il risarcimento danni richiesto ammonta a 250 mila euro per avere creato falsi allarmismi sul servizio svolto LAMEZIA TERME — La Lamezia Mul-

tiservizi, attraverso il suo legale rappresentante Fernando Miletta, cita in giudizio l’ex consigliere comunale nonchè proprietario dell’emittente televisiva “City One” Francesco Grandinetti e quest’ultimo rilancia l’accusa affidando ai suoi avvocati, una pratica ritenuta “infondata e banale”. Questo quanto emerso nel corso di una conferenza stampa indetta nella giornata di ieri proprio dal leader del movimento “Lameziaprovinciaenonsolo”, Francesco Grandinetti, per chiarire la propria posizione e rispondere, tramite stampa, alle accuse che gli vengono rivolte circa un servizio condotto da un suo incaricato, Giovanni De Grazia, il 3 luglio scorso presso la discarica comunale di località Stretto. Servizio poi trasmetto e più volte replicato durante la trasmissione “The corner. L’angolo dedicato a te” sempre in onda sull’emittente City One e ritenuto, dalla Lamezia Mutiservizi, “diffamatorio” proprio per le dichiarazioni rilasciate dall’allora consigliere comunale Francesco Grandinetti. In quell’occasione Francesco Grandinetti non solo recriminava il fatto che agli organi di stampa, in modo particolare alle telecamere della sua emittente veniva vietato l’ingresso in loco perchè non autorizzati dal Commissario delegato

Francesco Grandinetti

per l’Emergenza ambientale, ma secondo la tesi accusatoria, “all’interno del sito non ci sarebbero le giuste garanzie su ciò che arriva e viene poi scaricato”. «Noi da poco abbiamo visto il film Gomorra - affermava Grandinetti - e sappiamo benissimo che il problema delle discariche non è fare la discarica, ma il controllo di tutto ciò che si scarica dentro. Ci sono troppe mani e c’è la possibilità che possa intervenire la mafia all’interno di queste operazioni. C’è la possibilità che arrivino ri-

fiuti di altre parti d’Italia senza che nessuno lo sappia». Dichiarazioni queste, che secondo Fernando Miletta, avrebbero gravemente leso l’attività della Lamezia Multiservizi creando, il Grandietti, allarmismi infondati pur non avendo le competenze e le conoscenze necessarie sulla questione. Per di più, Fernando Miletta contesta oggi a Grandinetti l’avere volutamete fuorviato il discorso, “pur mancando i presupposti per un corretto esercizio di cronaca e del diritto di critica”, sull’effettiva visita della Commissione Ambiente in loco inerente non ai pericoli paventati quanto alla questione dell’ampliamento della discarica stessa. Questi dunque, i motivi che hanno spinto la società lametina a richiedere un risarcimento danni di 250.000 euro. «Richiesta assurda» secondo Grandietti, che continua a ritenere le accuse avanzate dalla municipalizzata società in house, prive di ogni fondamento. «Una citazione ad orologeria» la definisce Francesco Grandinetti, evidenziando anche il tempo trascorso tra l’intervento del 3 luglio scorso e la citazione sottoscritta il 16 dicembre e pervenuta al diretto interessato soltanto il 24 dicembre scorso. Un mese dopo essersi dimesso da consigliere comunale. «Questa che mi fanno - evidenzia ancora l’ex consigliere comu-

Fernando Miletta

nale - è una accusa pazzesca e l’ennesimo attacco concentrico che il sindaco e, in questo caso gli uomini del suo partito fanno verso la mia persona e la mia emittente televisiva. Accuse che io rimando al mittente, non potendo dire la mia in Consiglio comunale considerato la mia uscita di scena proprio per la mia volontà ad essere uomo libero di potere parlare e denunciare eventualmente le cose che non fanno bene per la nostra città, tant’è che ho già dato mandato ai miei legali per verificare se

ci sono o meno gli estremi per potere rigettare queste accuse che trovo banali ed infondate sia sotto il profilo giudirico che personale». Secondo Francesco Grandinetti, dunque, si tratterebbe dell’ennesima vessazione subita da parte dell’Amministrazione comunale e, in modo particolare, degli uomini più vicini al primo cittadino Speranza e la dimostrazione di ciò, la leggerebbe nel fatto che la Lamezia Multiservizi, società in house, è “figlia” del Comune di Lamezia Terme ma viene gestita da Fernando Miletta. Uomo, anche questo, vicinissimo al sindaco e alla sua attività amministrativa. La questione discarica, pertanto, rimane aperta e non solo dal punto di vista della realizzazione di una “terza vasca” già nell’occhio del ciclone per la contestazione politica tra le forze di maggioranza, allo stato a favore dell’ampliamento, e quella contraria della minoranza, ma ora anche per la questione se esiste o meno il reato di diffamazione ai danni della municipalizzata che gestisce il servizio dei rifiuti in città. Martedì 30 dicembre alle 11 nella sede della Lamezia Multiservizi in via della Vittoria si terrà la conferenza stampa di consegna del nuovo mezzo attrezzato per il trasporto dei disabili. Antonietta Bruno

CATANZARO Ieri è stato inaugurato il teatro tenda a Santa Maria alla presenza della Ferro e di Cardamone

E’ partita “Regaliamoci un sorriso” CATANZARO — Ha avuto il via ieri mattina la manifestazione “Regaliamoci un sorriso” che animerà in questi giorni il quartiere Santa Maria. In piazza Procopio è stato allestito un teatro tenda dove si sono esibiti in serata i ballerini del gruppo di danza dell’associazione “Riccardo La Croce” con lo spettacolo “Cristhman show”. Ieri all’apertura del teatro hanno preso parte anche Wanda Ferro e il consigliere provinciale Ivan cardamone. Oggi il divertimento continua con il torneo calcio balilla nella mattinata e in serata con l’esibizione del trio “Ditelo voi”, un esilarante gruppo comico di successo nazionale che ha preso parte anche alla trasmissione “Colorado Cafè”. Domani è invece la serata del teatro Hercules di Piero Procopio che porterà anche a Santa Maria la commedia in vernacolo “Bell’è papà” mentre prima, nel pomeriggio, l’associazione “Il Borgo” allestirà una mostra cinematografica. In questa occasione saranno proiettati film per tutta la

L’inaugurazione del teatro tenda

famiglia. Durate queste giornate di festa saranno tanti anche gli incontri con i giovani, con la terza età e con tutte le associazioni che partecipano all’evento. Non mancheranno certo i momenti dedicati alla solidarietà.

L’istituto Poverelle “Palazzolo” di Santa Maria, l’associazione “L’Alveare”, l’Unione ciechi e Ipovedenti, la Parrocchia S. Maria Zarapoti e la cooperativa sociale Zarapoti saranno impegnati, infatti, da oggi per una

campagna di sensibilizzazione verso la collettività per quanto riguarda il mondo del sociale e i problemi legati alla terza età nonché in una campagna per la prevenzione all’uso dell’alcool e della droga. Il 30 sarà la volta del concerto di Capodanno a cura dell’associazione “Accademia Leonardo Da vinci”. Tre i momenti fondamentali della serata: il concerto lirico - leggero di Carmine Fera, il karaoke di Francesco procopio e la musica dal vivo di Annarita Chiarella,

Patrizio Pirri e Aurelio Pirri. Il 31 dicembre per finire si festeggerà insieme l’arrivo del 2009. Si tratta di una nuova esperienza per il quartiere di Santa Maria, una sei giorni ricca di allegria e di riflessione sul sociale. «Un ringraziamento particolare - dichiara Ivan Cardamone, che ha fortemente voluto l’evento - va a chi ha collaborato e continua a lavorare per la riuscita della manifestazione». Carmela Mirarchi


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 27

CALABRIA CATANZARO Giornata intensa e serata indimenticabile per i residenti di rione De Filippis che domenica scorsa hanno preso parte alla manifestazione natalizia

“Al Quartiere Christmas Fest” «Abbiamo intenzione di replicare già nei prossimi mesi, ma con interessanti novità» CATANZARO — Giornata intensa e serata indimenticabile per i residenti di rione De Filippis, che domenica scorsa hanno preso parte alla manifestazione “Al Quartiere Christmas Fest”, organizzata dall’associazione “Occhio al quartiere” con il patrocinio dell’amministrazione provinciale. Prima i tornei di calcetto e “il quizzone”, poi la sagra della salsiccia e del vino, con tanto di accompagnamento musicale del gruppo folkloristico “I Strinari”, capaci di attrarre e divertire i presenti con canti, balli e costumi tradizionali. «Abbiamo tenuto fede - ci ha riferito il presidente dell’associazione Domenico Concolino - alla promessa di organizzare una festa interamente dedicata a questo quartiere, fino ad oggi un po’ abbandonato dalle istituzioni. La presenza dell’assessore Sergio Polisicchio e del vice-presidente della Prima Circoscrizione Massimiliano Meloni, sono la dimostrazione che le cose stanno cambiando e che anche questa grossa comunità comincia ad essere considerata in modo adeguato anche in sede politica». La manifestazione, condotta egregiamente da Domenico Concolino e Danila Pate, è anche stata l’occasione per vedere all’opera un gruppo di giovani attori guidati da Sebastian Ciancio, che si sono esibiti sul palco, allestito per l’occasione, in una versione “hot” de “Il Padrino”. Il finale dedicato al karaoke e alle esibizioni personali del giovane cantautore Carlo Gentile, del dj Giovanni Agostino e del sosia di Gino Paoli, Beniamino Solina. «L’augurio - ci hanno poi riferito Giuseppe Voci e

Mirko Martinelli, rispettivamente vice presidente e tesoriere dell’associazione - è che serate come questa possano diventare un appuntamento fisso in questo quartiere, tanto è vero che abbiamo

intenzione di replicare già nei prossimi mesi, ma con interessanti novità. Ci corre l’obbligo di ringraziare le suore del Cuf e il parroco per l’enorme disponibilità dimostrata».

CATANZARO ll ballerino e coreografo argentino sarà al Politeama il 9 e il 10 gennaio prossimi

E’ tangomania per il ritorno di Zotto CATANZARO — In Italia si è scatenata la tangomania per l’atteso ritorno di Miguel Angel Zotto e della sua compagnia Tangox2. Il ballerino e coreografo argentino sarà al Politeama di Catanzaro il 9 e il 10 gennaio. Ne ha parlato, nella sua popolare rubrica “Do, re, gulp, ciak”, Vincenzo Mollica nel Tg1 delle 13,30. A Milano è caccia al biglietto per assistere allo spettacolo “Buenos Aires Tango”. Al Teatro degli Arcimboldi, Zotto torna ad

esibirsi dopo un anno esatto con due recital il 30 e il 31 dicembre. Specialissima sarà la serata del 31 dicembre perché i fortunati che potranno assicurarsi il biglietto avranno il privilegio di danzare e brindare con Zotto e la sua compagnia per tutta la notte di Capodanno. Subito dopo, Zotto e la sua compagnia di trasferiranno a Vicenza, Brescia e infine a Catanzaro dove il 9 e il 10 gennaio si esibiranno al Politeama. Evento, que-

sto, attesissimo da tutti gli appassionati della danza che, un po’ da tutta la regione, non si faranno sfuggire l’occasione di assistere al “tango come non lo avete mai visto”. Parlare della Compagnia Tango X2 e di Miguel Angel Zotto, il suo fondatore e coreografo-ballerino, significa ripercorrere almeno gli ultimi 20 anni del tango nel mondo. La costanza, la coerenza, l’intuizione e il talento di Miguel Angel Zotto hanno fatto raggiungere

Prima i tornei di calcetto e “il quizzone”, poi la sagra della salsiccia e del vino, con tanto di accompagn amento musicale del gruppo folkloristico “I Strinari”, capaci di attrarre e divertire i presenti con canti, balli e costumi tradizionali

agli spettacoli proposti un livello davvero insuperabile. “Buenos Aires Tango” è l’esibizione che torna in Italia per un breve tour. Gli spettacoli di tango delle altre compagnie che il pubblico italiano ha visto sono differenti da Tango X2, l’unica vera compagnia argentina che da 20 anni, partendo da Buenos Aires, ha portato nel mondo la tradizione dell’originale tango argentino; sia nella musica che nel ballo. Miguel Angel Zotto


28 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERATO Il tema di quest'anno è stato “Il ragù un piatto, un rito della cucina calabrese”. I concorrenti in gara erano 15

Slow food, concluso il concorso gastronomico Primo classificato è stato Pino Giordano, a seguire Maria Laganà e Bruno Plati con il “piatto delle feste” SOVERATO — Si è conclusa l'ot-

tava edizione del concorso gastronomico organizzato dalla Slow food, che si svolge tradizionalmente il 13 dicembre. Il tema di quest'anno: Il ragù un piatto, un rito della cucina calabrese. I concorrenti in gara quest'anno erano 15. La giuria tecnica, nella riunione dell'1 dicembre ne ha selezionati 3, che sono andati alla gara finale del 13 dicembre. Iprimi tre classificati sono stati: Pino Giordano (primo classificato) con "maccarruni a ferrìatti al ragù "a seguire Maria Laganà con" ragù di maiale alla Riggitana "e Bruno Plati con "piatto delle feste". Il concorso ha avuto quest'anno il contributo dell'assessorato all'agricoltura della provincia di Catanzaro. Con l'assessore Montepaone, che condivide le azioni del con-

I vincitori e il primo classificato, Pino Giordano

vivium Slow food, l’associazione sta portando avanti utili iniziative, sulla dieta mediterranea e sul salvataggio di vitigni autoctoni. «Questa esperienza del concorso di quest'anno, è stata molto importante si legge in una nota della Slow food Soverato -, perchè sta segnando un passo avanti sul progetto di fare adottare i piatti della tradizione (oggetto del concorso) alla ristorazione, aprendo nuovi contatti con cuochi, chef, produttori per la valorizzazione del nostro patrimonio enogastronomico. Ad inizio di serata un semplice ma stuzzicante aperitivo, il Momò, creato con la ricetta di Sandro Laugelli, con l'amaro del Capo, il Campari e

spiedini di ananas aromatizzati con il peperoncino. Sui tavoli di esposizione, i prodotti usati per i piatti, tutti scelti con cura per riprodurre le sensazioni uniche che i piatti della tradizione sanno dare». Ai vincitori è stato dato in premio un piatto in ceramica creato per l'occasione dalla bottega Le ceramiche di Soverato e le caraffe sempre in ceramica. Nell'allestimento della sala, curato con sobrietà e gusto, c'era anche un presepe artistico creato con una forma di pane e con l'abbinamento di vari formati di pasta. La partecipazione alla cena di tanti soci slow food ed amici slow food( impegnati come giuria popolare) è stata molto numerosa. Ciononostante si è creata un’atmosfera calda e conviviale, realizzando uno degli obiettivi slow food: ritrovare il gusto di stare insieme a tavo-

la per gustare i piatti e scambiare le impressioni sulla cucina. L’idea poi di abolire gli antipasti, ha consentito di assaporare meglio le pietanze preparate. Particolarmente graditi, nel menù alcuni "intermezzi gastronomici", che hanno scandito il ritmo delle degustazioni dei tre piatti in concorso: il capicollo azze zanca grecanico, presidio slow food, il pecorino del Monte Poro, lo ndujotto servito caldo, della ditta Sap, Pugliese, le olive ed i sottoli dell'azienda Migliarese, E per finire l'immancabile cupeta di Montepaone, fatta da Bruno Platì ed alcuni pezzi di musica popolare suonati dai Marasà. Un apprezzamento per lo chef del locale, Massimo Fratto, che con pazienza ha saputo interpretare i piatti dalle ricette consegnate in anonimato dai partecipanti.

MONTEPAONE L’appuntamento si è svolto presso il residence “Costa degli Aranci” e vi hanno preso parte diverse autorità

Incontro natalizio dei soci Lions MONTEPAONE — Scambio di auguri natalizi per i soci Lions “Soverato Versante Lions delle Serre” presieduto da Gerardo Frustaci. All’appuntamento, che si è svolto presso il residence “Costa degli Aranci”, hanno preso parte diverse autorità lionistiche, delegati di zona, presidenti di altri club e associazioni e sindaci. L’apertura della serata di gala attraverso gli Inni e il saluto da parte del cerimoniere Antonio Galati il quale ha ricordato l’etica e le finalità dell’Associazione che si articolano nel perseguire l’avanzamento della condizione delle donne, l’osservanza di principi di elevata moralità, il rispetto dei diritti umani per tutti, l’uguaglianza, lo sviluppo e la pace attraverso il buon volere, la comprensione e l’amicizia internazionale,

nonché impegnarsi a seguire le comunità locali, nazionali ed internazionali e a partecipare attivamente alle decisioni a tutti i livelli della società. E’ seguito il saluto del presidente Frustaci, il quale si è soffermato sull’importanza dei Lions a livello mondiale essendo l’unica associazione ad essere presente all’Onu. Inoltre, Frustaci ha ricordato le varie iniziative svolte dall’associazione, come la presentazione del libro sui Pelasgi, la recente campagna Telethon e il concorso “un posto per la pace”. Il presidente ha, infine, espresso i suoi affettuosi auguri di un buon Natale all’insegna della serenità e della pace per tutti. Il delegato di zona Piergiorgio Palermo nel portare i saluti del governatore Alfonso Caterino, ha manifestato una sua

riflessione sul Santo Natale mettendo in rilievo come, nel momento di crisi che si sta vivendo, la nascita di Gesù possa rappresentare il ritorno della luce che risplende dopo la notte. Quindi, il momento dello scambio di doni e omaggi floreali, al past President Franco Papaleo è stato consegnato il distintivo “Member chip kay” per aver aggregato un maggior numero di soci durante il suo mandato presidenziale. La serata si è conclusa con una simpatica tombolata che ha coinvolto e compiaciuto i tanti presenti che, sono tutti tornati a casa con un piccolo pensiero natalizio. Altro importante appuntamneto è stato al Teatro Comunale di Soverato, dove si è svolto il Concerto di Natale, un appuntamento arrivato alla quinta edi-

Alcuni soci Lions

zione dal titolo “Un saluto da Vienna”, che vedrà esibirsi l’Orchestra Filarmonica di Pazardjik, Bulgaria diretta dal Maestro Giovanni Froio, direttore ospite il Maestro Vito Cristofaro. L’iniziativa ha un grande obiettivo uma-

SATRIANO Il 21 dicembre una fiammella è arrivata dalla Chiesa della Natività di Betlemme

Accolta con gioia la luce della pace SATRIANO — La "Luce della pace di Betlemme" è a Satriano, portata dagli scouts e dalle guide del gruppo scout Agesci Satriano 1. Domenica 21 dicembre, la luce della pace è stata accolta con gioia nelle parrocchie di Satriano e di Satriano Marina. Una fiammella che è arrivata da lontano, dalla Chiesa della Natività di Betlemme, dove c'è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli. La lampada è posizionata sul punto ove si presume sia stata la mangiatoia di Ge-

sù appena nato. Questa lampada, alimentata dall'olio donato a turno da tutte le nazioni cristiane della terra, vuol significare che Cristo, luce delle genti, continua ad irradiare da Betlemme la sua parola di pace nel mondo intero. E' dal 1986 che alcuni scout austriaci hanno iniziato la tradizione di accendere nel periodo natalizio la Luce dalla lampada della grotta per portarla con un aereo a Linz in Austria. Da qui a Vienna e poi, con la ferrovia, viene diffusa in tutta Europa. In Italia arriva da Trieste

dove alcune organizzazioni Scout locali la distribuiscono in tutta Italia a mezzo staffetta ferroviaria. Come gli anni scorsi, la Luce della Pace è stata donata dagli scout italiani a S. S. Papa Benedetto XVI. In Calabria quest'anno la staffetta che ha trasportato la fiammella della Luce è arrivata il 13 dicembre ed è stata presa in consegna da numerosi gruppi scout, tra i quali il gruppo di Satriano. Dalla Chiesa di Satriano e Satriano Marina chiunque, persona, gruppo o comunità potrà diffon-

PETRONA’ Il prete che suole cogliere il marcio che si cela dietro le apparenze ha mandato la missiva in ogni casa

La lettera di Don Giorgio Rigoni PETRONA’ — Non passa anno senza

che il parroco Don Giorgio Rigoni prenda carta e penna e scriva una lettera per il Santo Natale ai cittadini petronesi. Pensare che si limiti solo agli auguri di buone feste, vuol dire non conoscere la guida spirituale di Petronà. Il prete di origini venete suole cogliere il marcio che si cela dietro le apparenze, aborrendo un mondo volto quasi esclusivamente al profitto. Ha scritto nella lettera «Natale…dedicato a chi…: Crede che a me non

può capitare e non muove un dito se le bombe non cadono nel suo orticello personale». E ancora altre dediche tese a stigmatizzare la violenza e la difesa dell’interesse personale: «Natale dedicato a chi vive nella continua preoccupazione di apparire meglio di quello che è in realtà. O a chi crede che menefreghismo sia sinonimo di tolleranza o peggio di bontà. A chi non si accorge di una vera amicizia anche quando ce l’ha sotto il naso. A chi vive tranquillo lasciando che tutto vada

come deve andare senza far nulla per modificare le cose. A chi da più importanza a quello che la gente pensa di lui piuttosto che considerare quello che è giusto. A chi ha sempre come unica verità quello del suo clan e tribù. O crede che lavorare e accumulare soldi sia il massimo. A chi dice «io sono sincero, io ti voglio bene» ma quando si tratta di agire e impegnarsi si nasconde dietro l’ipocrisia del «ho altro da fare». «A chi pensa è inutile impegnarsi, tanto non cambia

la celebrazione della Santa messa

niente». E’ scritto alla fine della missiva portata casa per casa e indirizzata da Don Giorgio a tutti: «Natale a chi è convinto di essere cristiano e non sente il peso delle tantissime ingiustizie sociali. Non si scoraggia nel costruire un mondo migliore pagando di persona. Dice ti voglio bene e lo dimostra. Non tradisce per salvare la faccia davanti al mondo. Ha capito che siamo tutti foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino e gocce dello stesso mare». Il copione si ripete: il responsabile della parrocchia Ss Pietro e Paolo Apostoli di Petronà non si rassegna al vuoto di ideali che impera nelle società consumistiche. Vincenzo Bubbo

nitario, il ricavato sarà adoperato per l’utilizzo di un pulmino a nove posti da donare all’ Afadi, l’Associazione di famiglie disabili di Soverato. Rosanna Paravati

derla e distribuirla nella nostra cittadina, e oltre, come segno natalizio di pace, fratellanza e amicizia. La luce della pace potrà arrivare nei luoghi di sofferenza, tra i gruppi di emarginati, tra coloro che non vedono speranza e futuro nella vita. Il momento della distribuzione può essere occasione di buone azioni: fare compagnia a chi è solo, visitare gli ammalati. La Luce della Pace non ha solo un significato religioso, ma traduce in sé molti valori civili, etici, morali accettati anche da chi non pensa di condividere una fede.

Badolato Oggi alle 19 presso il Centro Sociale di aggregazione "Incontro" di Badolato M. si terrà una Festa di Solidarietà a sostegno della raccolta fondi "Basta poco per... " messa in atto dal Comitato "8 Marzo" a favore del reparto di Ematologia ed Oncologia Pediatrica del "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro! Durante la serata funzioneranno degli stands gastronomici con spezzatino, zeppole e dolci natalizi e ci saranno una serie di intrattenimenti con musica folk e tombolata sociale a scopo benefico.


Pag. 29

APPUNTAMENTI

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

LAMEZIA TERME All’Auditorium dell’Istituto Magistrale il prossimo 2 gennaio il consueto concerto di Capodanno

L’Orchestra Filarmonica di Donetsk Una prima parte dedicata alla sinfonia d’opera e una seconda a Johann Strauss Figlio LAMEZIA TERME — Alla fine il con-

sueto concerto di Capodanno si farà. L’Amministrazione Comunale non ha voluto interrompere questo appuntamento tanto atteso dalla cittadinanza sempre accorsa numerosa a festeggiare l’inizio dell’anno con le celebri melodie della famiglia Strauss. La manifestazione avrà luogo venerdì 2 gennaio 2009 presso l’Auditorium dell’Istituto Magistrale con inizio alle 18,30 ed avrà per protagonista l’Orchestra Filarmonica di Donetsk diretta dal Maestro Alexander Dolinsky. In una dichiarazione il Sindaco Gianni Speranza ha sottolineato come nonostante le varie difficoltà che attraversiamo l’Amministra-

Oggi in Calabria... Reggio, omaggio a Valentino Oggi alle ore 17, in occasione del centenario del terremoto, presso il salone dei lampadari di Palazzo San Giorgio verrà presentata la ristampa del volume: “Nel Venticinquennio – 28 dicembre 1933 – La Ricostruzione di Reggio” di Giuseppe Valentino. Questa iniziativa, che vuole rendere omaggio ad un reggino illustre che con grande voglia di “fare” ha contribuito fattivamente alla rinascita della nostra città, è inserita nel calendario degli eventi celebrativi che l’Amministrazione Comunale ha organizzato per stimolare le coscienze sull’evento che, più di ogni altro, ha segnato la storia della Città. Cosenza, concerto in cattedrale Il coro polifonico Mater Dei, diretto dal M° Carmela Martire questa sera, alle ore 18 nella Chiesa Cattedrale di Cosenza, si terrà il concerto per Coro ed Organo tenuto dal Coro Polifonico Mater Dei. Il concerto, voluto dal Rettore della Cattedrale Don Giacomo Tuoto, è dedicato alla Sacra Famiglia e proporrà brani classici della tradizione natalizia.

zione ha fortemente voluto che questa manifestazione avesse luogo perché essa rappresenta un elemento importante della proposta culturale di questa città dove non mancano qualificate iniziative teatrali, musicali, convegnistiche ed espositive. L’Orchestra Filarmonica di Donetsk, fondata nel 1937 da Natan Rahlin che ne fu anche il primo direttore stabile, è unanimemente considerata una delle più importanti del Suo paese. L’ininterrotta attività concertistica svolta in patria ed all’estero unita alla partecipazioni a prestigiosi festival europei come anche ad importanti competizioni internazionali in qualità di orchestra ospite fanno di questa orchestra uno dei comples-

REGGIO CALABRIA — Un grande

presepe artigianale realizzato interamente con materiali poveri riciclati. Il simbolo natalizio per eccellenza che riproduce e commemora l’evento più importante nella Fede Cristiana, e che accoglie, all’interno della Sede, gli ospiti dell’“Accademia del tempo libero” di Reggio Calabria. Cartoni, rimanenze di tessuto, foglie e fil di ferro, costituiscono le materie prime grazie alle quali è stato realizzato il magico paesaggio che ha ospitato la Natività. Ogni statuina è stata cucita, dipinta e rifinita a mano. «E’ il primo anno che il Presepe viene realizzato in Accademia, ed i nostri appassionati soci ci hanno lavorato per un mese intero – ha affer-

mato Silvana Velonà, presidente del sodalizio – per questo Santo natale ci siamo ispirati al principio della collaborazione partecipativa, che costituisce la base fondante dell’Associazione, ed alla tradizione Francescana dell’ingenuità e povertà evangelica». Una novità, dunque, per il Natale 2008 dell’Accademia, visto che fino all’anno scorso si è svolta la mostra dei Presepi realizzati, sempre artigianalmente, dai soci. Ed il giorno di San Silvestro i soci si ritroveranno tutti insieme per salutare il vecchio anno ed ad accogliere il nuovo presso il “Museum Center di Reggio Calabria”. Ufficio stampa “Accademia del Tempo Libero”

Rossano, concerto di fine anno Domani a Palazzo San Bernardino il Concerto di fine anno. La sezione Fidapa di Rossano, da sempre impegnata nella promozione culturale, ha organizzato per domenica prossima, 28 dicembre alle 18.30 la quarta edizione del Concerto di fine anno. Patrocinato dal Comune di Rossano, Assessorato al Turismo, Spettacolo e Manifestazioni culturali (assessore Antonella Converso), l’evento si terrà a Palazzo San Bernardino nel centro storico. A dare notizia dell’importante concerto sono il presidente Gina Naccarato Trento e la coordinatrice della Commissione Musica della Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, Antonia Perna. Commissione (formata dalla segretaria Musumeci e i componenti Alato, Otranto, Terzi, Castagnaro, Mezzotero, Scarnati, Loria) che ha selezionato una lunga serie di opere, canti e arie classicamente natalizi. Al pianoforte delizieranno i maestri Graziella Spinali e Giovanni Romano mentre la voce sarà quella del soprano Maria Assunta Campana.

Puccini, dal salotto alla scena 150esimo anniversario della nascita di Giacomo Puccini, avvenuta a Lucca il 22 dicembre 1858, il Conservatorio di Cosenza ha organizzato “Puccini, dal salotto alla scena”, in programma al Ridotto del Teatro Rendano di Cosenza domani alle ore 18. L’ingresso è libero. La manifestazione, un recital di arie da camera, passi d’opera e letture, è curata dal Dipartimento di Canto e Teatro Musicale con la supervisione musicale di Maria Carmela Conti, il coordinamento scenico di Maria Luisa Bigai e la

altre, opere di A. Khachaturyan, I. Dunayevsky, D. Kabalevsky, T. Khrennikov, G. Kancheli. Oltre a registrazioni per la radio televisione nazionale, l’Orchestra vanta una consistente numero di cds gli ultimi dei quali riguardano il compositore italiano Amilcare Ponchielli di cui presentano, in prima mondiale, per la casa discografica Bongiovanni le opere Il Figliuol Prodigo e I Mori di Valenza. Il programma proposta a Lamezia Terme sarà dedicato nella prima parte a sinfonia d’opera con l’esecuzione di quelle del Nabucco e La Forza del Destino di Verdi e della Carmen di Bizet mentre l’intera seconda parte sarà occupata dai valzer e dalle polche di Johann Strauss Figlio.

Reggio, un presepe artigianale Gerace, il concerto di Natale fatto solo con materiali riciclati del Coro “Maria Ss. Assunta”

COSENZA Al Teatro Rendano per celebrare il 150esimo anniversario della nascita

COSENZA — Per celebrare il

Johann Strauss Jr

si maggiormente richiesti soprattutto nell’area slava e nei paesi dell’est europeo. Molto apprezzata anche nelle sue tournée in occidente ha riscosso ampi consensi di pubblico e di critica in Belgio, Francia, Germania, Italia, Olanda, Regno Unito, Svezia e Canada e Cina. Hanno collaborato con l’Orchestra famosi direttori e grandissimi solisti come K. Ivanov, K. Simenov, K. Kandrashin, Y. Temirkanov, Y. Simonov, B. Lyatoshinsky, S. Turchak, V. Gergiyev, E. Giles, S. Richter, L. Oborin, N. Petrov, M. Voskresensky, D. Oystrah, L. Kogan, M. Rostropovinc, A. Gavrilov ecc. L’orchestra nel corso della sua storia ha commissionato ed eseguito in prima esecuzione assoluta, tra le

ricerca dei materiali drammaturgici di Nadia Fiorentino. Canteranno i soprani Angela Bianco e Bambina Viscovo, il tenore Saverio Pugliese e il baritono Vincenzo Petrucci. Al pianoforte Cristina Gargiulo, voce narrante Giuseppe Gimelli. Insieme a passi della Bohème, saranno eseguite pagine meno note ma non per questo meno piacevoli o significative della produzione di Puccini sia il teatro, sia per il salotto inteso come luogo d’incontro e di scambio culturale. r. s.

Per le feste a Petronà un ricco programma di musica, giochi e teatro PETRONÀ — L’Amministrazione comunale di Petronà, sindaco Santino Bubbo e assessore alla cultura Giovanni Folino, ha stilato il programma delle manifestazioni per salutare insieme il 2009. Il 4 gennaio ci sarà lo spettacolo degli sbandieratori “Trischine” che percorreranno le vie del paese per creare suggestive atmosfere di festa. Il giorno seguente, ore 18, tantissimi bambini a Palazzo Colosimo per i consueti doni dalla Befana. Il 6 Gennaio, ore 16 palestra comunale, una festa dedicata agli anziani con lo spettacolo teatrale in vernacolo, offerto in collaborazione con il centro anziani di Petronà e interpretato dal gruppo “Gli amici del teatro”, “U daveranu e imbecchiare mancu e rrobbe. ”

GERACE — Concerto di Natale del

Coro Polifonico “Maria SS. Assunta” della Cattedrale di Gerace. Dedicato alle vittime del terremoto del 1908 ed in ricordo di Monsignor Vincenzo Nadile. La Cattedrale di Gerace farà da suggestivo scenario al tradizionale concerto di Natale per Coro Polifonico ed Orchestra di fiati e percussioni. L’appuntamento è per domani, alle ore 19, data scelta dagli organizzatori, l’Associazione e Coro “Maria Ss. Assunta” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, per ricordare anche il centesimo anniversario del catastrofico terremoto che distrusse le città di Reggio Calabria e di Messina, provocando migliaia di vittime. Il sisma non risparmiò nemmeno la Locride. Il Coro “Maria Ss. Assunta” della Cattedrale di Gerace, intende ricordare, pur in un’occasione gioiosa qual è il Natale, un evento triste passato alla storia della Calabria e della Sicilia, poiché è importante ricordare le vittime, rendere omaggio ai soccorritori ed a quanti furono protagonisti di quelle tristi pagine di storia, dedicando loro il tradizionale Concerto di Natale, diretto dal maestro Natale Femia. La ma-

nifestazione verrà dedicata anche a monsignor Vincenzo Nadile, Vicario generale della Diocesi di Locri-Gerace, ultimo decano del Capitolo Cattedrale di Gerace, nel primo anniversario della Sua morte avvenuta il 31 dicembre 2007. Ricco il programma di canti sacri che saranno eseguiti sotto la direzione del maestro Femia, tra cui la “Missa Katharina” del compositore olandese Jacob De Haan ed alcuni brani della tradizione natalizia. Le partiture per organo saranno eseguite da Laura Filippone. Tenore solista il maestro Maurizio Miglioresi. Il concerto sarà accompagnato dall’orchestra di fiati e percussioni formata da alcuni elementi di talento provenienti da Gerace, dalla Locride ed anche da altre città della Calabria. Al concerto presenzieranno, tra gli altri, il vescovo di Locri-Gerace, mons. Giuseppe Fiorini Morosini, che prima della manifestazione celebrerà una Messa in suffragio di mons. Nadile, ed il sindaco di Gerace- e presidente del Comitato dei sindaci della Locride- Salvatore Galluzzo. Sono state invitate autorità istituzionali civili e militari del comprensorio ed il prefetto di Reggio Calabria.


30 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA Tantissime le manifestazioni di carattere culturale in programma nelle diverse città della regione fino al prossimo 2 gennaio

Teatro, musica e danza in Calabria Domani a Lamezia Terme la messa in scena della commedia “L'amico del diavolo” di Peppino De Filippo A Lamezia Terme Nei tratti del sogno di Salvatore Pujia LAMEZIA TERME — Continua il viaggio alla scoperta del patrimonio artistico contemporaneo di Lamezia Terme con la nuova antologica proposta dalla galleria Pramantha Arte Nei tratti del sogno. Salvatore Pujia. L’universo, che accompagnerà la fine dell’anno e l’inizio del nuovo, fino al 10 gennaio 2009. Dopo il successo di Pop Art Lamezia 2008 di Pasquale Maria Cerra, conclusasi con una proroga di 3 giorni lo scorso 23 dicembre, con la quale si è ammirata una pittura figurativa Pop, tesa a raccontare i paesaggi umani del nostro tempo, è il momento di paesaggi altri, di un altro linguaggio e di un altro spirito creativo born in Lamezia Terme: Salvatore Pujia. La mostra racconta l’universo pittorico e interiore di un artista straordinariamente legato ad un linguaggio informale e surreale, e ne festeggia i 18 anni di lavoro. Salvatore Pujia incomincia la sua avventura nel ’90, nell’intimità del suo laboratorio in via Lissania nel centro storico di Nicastro, trovando nell’arte la sua più naturale espressione. Da allora, come un bambino che piano piano s’impadronisce del linguaggio attraverso l’uso della parola, non ha più smesso di “parlare”, dando voce e corpo ai moti dell’anima attraverso l’esplorazione della materia, del colore e dei sentimenti. Nei tratti del sogno… L’universo - curata da Maria Rosaria Gallo e Vanda Butera propone un percorso ricco e variegato di lavori non etichettabili, accomunati dalla spontaneità del rapporto dell’artista con l’opera e dall’autenticità del fare nel processo creativo, che rendono a pieno titolo Salvatore Pujia un intenso e originale interprete di una delle correnti più rappresentative dell’arte contemporanea: l’Espressionismo astratto. Esplosivo e spontaneo, di rara raffinatezza e libertà creativa, nella mostra sono individuabili due grandi sezioni espositive che rendono leggibile il senso e la sostanza del lavoro nella sua evoluzione. Da un linguaggio pittorico puro, in cui a regnare è la pulsione, espresso su tela, tavola e carta, dove la materia e il colore dominano in una combinazione esaltante - in un gioco che a volte genera strane e inconsuete figure - si passa al chiaro dominio del sogno, dove le allusioni formali fuoriescono dal colore e giungono al nero: opere in cui l'anima innocente e curiosa dell'artista si denuda e si concretizza in visioni poetiche che lasciano spazio solo al silenzio. Emblematiche le parole del curatore: «Tele, tavole e carte subiscono la trasformazione rivelatrice di un genio del cuore e raccontano le visioni poetiche di un’anima sognante» Doppiamente invitante e doppiamente significante è la visita alla mostra: nei tratti particolari del sogno di un uomo, si produce un universo particolare di cose parlanti. Nel senso universale del racconto prodotto, si scopre la forza universale e creatrice dell’uomo. In sintesi, nell’opera di Salvatore Pujia non si trovano discorsi saccenti o verità costruite. Semplicemente c’è l’uomo che sogna, si conosce e crea. Semplicemente, c’è l’uomo che scopre Nei tratti del sogno… L’universo.

CATANZARO — Alcuni dei principali avvenimenti culturali e di teatro, musica e danza previsti in Calabria fino al 2 gennaio. Domani a Lamezia Terme la messa in scena della commedia “L'amico del diavolo” di Peppino De Filippo, nell'ambito del cartellone comunale degli eventi natalizi, alle 18 presso la Sala Teatro San Francesco di Paola. A Reggio Calabria il concerto di musica sacra promosso dalla Massoneria del Grande Oriente d'Italia per il centenario del terremoto, alle ore 18 presso il Teatro Siracusa. A Locri il concerto "Itinerari Gospel", promosso dall'amministrazione comunale, alle 18.30 presso Palazzo Nieddu del Rio. A Catanzaro, lo spettacolo teatrale "Jesus, il sussurro dell'Angelo" della compagnia Teatro del Carro alle ore 19 presso la Chiesa Madonna di Pompei. A Trebisacce il concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, con il Crystal White Gospel Duet, alle ore 20.30 pressso la Chiesa di San Nicola di Mira. A Castrovillari la rappresentazione dello spettacolo teatrale "Casa di frontiera", di Gianfelice Imparato, per la regia di Casimiro Gatto, alle ore 21 presso il Teatro Sybaris. Ancora a Catanzaro l’esibizione del trio "Ditelo voi", nel-

A Catanzaro, lo spettacolo teatrale “Jesus, il sussurro dell'Angelo” della compagnia Teatro del Carro

l'ambito della manifestazione "Regaliamoci un sorriso", alle ore 21 presso il Teatro Tenda in piazza Procopio a Santa Maria. A Roccella Ionica, lo spettacolo conclusivo della seconda edizione del Roccella Folk Fest, organizzato dalla Consulta giovanile, alle ore 21 presso il Borgo. A Belvedere Marittimo il concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, con il Trifilio/Panebianco Duet, alle ore 22 presso il locale Le Sirene Music Club. Anche per domani, lunedì 29 dicembre, tante le iniziative in programma. Ad iniziare da Catanzaro dove andrà in scena la rappresentazione della commedia in vernacolo "Bell'e papà", di e con Piero Procopio, nell'ambito della manifestazione "Regaliamoci un sorriso", alle 21 presso il Teatro tenda in piazza Procopio a Santa Maria. A Lamezia Terme il concerto rock dei Super Elastic Bubble Plastic, nell'ambito del cartellone comunale degli eventi natalizi, alle ore 21 presso il Teatro Umberto. A Belvedere Marittimo il concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, sul tema “The Brazil Songbook”, alle ore 22 presso il locale “Le Sirene Music Club”.

Martedì 30 dicembre a Cosenza, la manifestazione “Il cinema in festa: nuove generazioni e pari opportunità", promossa dall'associazione San Carlo Borromeo in collaborazione con l'Assessorato comunale alla cultura, alle 20.30 presso il Teatro Rendano. A Torre di Ruggiero, lo spettacolo teatrale "Jesus, il sussurro dell'Angelo" della compagnia Teatro del Carro, alle ore 21 presso la Chiesa Matrice. A Belvedere Marittimo, il concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, con Grezzi/Napolitano Duet, alle ore 22 presso il locale Le Sirene Music Club. Mercoledì 31 dicembre a Lamezia Terme il concerto di Caparezza organizzato in occasione del Capodanno, alle ore 23.45 su Corso Numistrano. Giovedì 1 gennaio a Catanzaro il concerto di Capodanno con la Moscow State Radio and Tv Symphony Orchestra, alle ore 19 al Teatro Politeama. Venerdì 2 gennaio a Cosenza il Gran Concerto di Capodanno, nell'ambito della stagione del Teatro Rendano, alle ore 21. A Spezzano Albanese il concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, dello Smaf Quartet meets Pietro Condorelli, alle ore 22 presso il Piper Jazz Club.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Societa’ finanziaria leader del mercato

CERCA in Calabria

per completamento organico

n. 2 figure professionali cosi delineate:

a) Professionista esperto di mutui b) Figura commerciale prestiti personali. I candidati interessati dovranno far pervenire curriculum vitae ed espressa autorizzazione al trattamento dati al seguente indirizzo:

Silf ubi><banca, via Leopoldo Muzii 22, 65123 Pescara indicando sul retro della busta:

selezione area Calabria.

Ica Foods SpA

azienda leader nel settore alimentare, ricerca per le provincie di CATANZARO e CROTONE

VENDITORI per attività di vendita con furgone Garantiamo: provvigioni mensili, premi ed incentivi, automezzo (Ducato), formazione retribuita. Requisiti: patente di guida B, disponibilità ad operare con p. iva. Per info. e colloqui 0968. 727809 (ore ufficio) oppure 335.7274580

www.icafoods.it

SPA

è la concessionaria di pubblicità esclusiva dei mezzi : AsteInfoappalti QuiEconomia il Domani della Calabria QuiSardegna Nord e di un qualificato sistema internet come www.aste.eugenius.it | www.calabriacity.com | www.ildomani.it Inoltre rappresenta, per la Calabria, importanti gruppi editoriali nazionali . Nel quadro di un programma di sviluppo della Divisione Pubblicità locale

ricerca

nr. 5 SALES ACCOUNT/ambosessi per le province di

Catanzaro | Vibo Valentia | Crotone | Cosenza | Reggio Calabria ai quali verrà affidato un importante elenco clienti da sviluppare, per prodotto di vendita, nella provincia di competenza. Ricerchiamo diplomati o neolaureati, brillanti e responsabili con spiccate capacità relazionali che dimostrino costanza e tenacia nel raggiungimento degli obiettivi. Offriamo: la possibilità di entrare in un’azienda innovativa e che da sempre forma i migliori venditori del settore attraverso formazione e supporto costante sul campo; un importante compenso provvigionale con erogazione di anticipi mensili commisurato alle effettive capacità. incentivi al raggiungimento degli obiettivi; mandato Agente Enasarco sede di lavoro: Calabria Si richiede: disponibilità all’iscrizione all’Albo Agenti e auto propria. SEDE DI LAVORO: province di Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria DIVISIONE AZIENDALE: Vendite Pubblicità Locale TIPOLOGIA CONTRATTO: Agente di Commercio Inviare dettagliato curriculum vitae a : Mediatag Spa - Selezione Fax : 0961.903421 | Email: info@mediatag.it Località Serramonda- Zona Ind.le , 88040 Marcellinara (Cz) Ai sensi degli articoli n°1 L.903/77 e n°4 L.125/91 questo annuncio è diretto a candidati dell’uno e dell’altro sesso. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/2003. La gestione dei dati avviene nel pieno rispetto del D. Lgs 196/2003 ed in qualsiasi momento l´Interessato potrà esercitare i diritti di cui all´articolo 7.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 31

APPUNTAMENTI CALABRIA Domani all’Auditorium G. Casalinuovo uno spettacolo di beneficenza per la raccolta dei fondi per la continuazione della costruzione di Villa della Gioia

A Catanzaro “Ricomincio da te” Una serata di grande musica con tantisimi ospiti per sostenere la causa portata avanti da Natuzza Evolo CATANZARO — A Catanzaro “Rico-

mincio da te”. Domani all’Auditorium G. Casalinuovo di via V. Pugliese, alle ore 20.30, si terrà lo spettacolo di beneficenza per la raccolta dei fondi per la continuazione della costruzione di Villa della Gioia (Chiesa e opere di interesse sanitario e sociale) di Paravati (Vv). Una serata di grande musica e divertimento con Rosa Martirano, Roberto Musolino, Jaime Hernandez, Ernestino Schinella, Enzo Colacino, Roberta Castellano, Jessica Nudi, Cz Powerfull Drummer (Fiore Garcea e Nicola Durante). Spettacolo di beneficenza per la raccolta fondi per la costruzione di Villa della Gioia a Paravati (Vv). Rosa Martirano è una cantante pop- jazz con grande esperienza in campo discografico e live. Dopo il suo debutto come cantante d'opera in Tosca e La Bohème con Anna Moffo e Katia Ricciarelli ricordiamo tra le più importanti apparizioni e collaborazioni quelle con Renzo Arbore e Gegè Telesforo, Claudio Baglioni, Toots Thielemans, George Benson e Roberto Taufic. Attualmente è impegnata in diversi progetti con il suo produttore Roberto Musolino. LAMEZIA TERME — Sarà la Piazza

della Cattedrale, in fondo a Corso Numistrano, ad ospitare il fine anno più atteso dai giovani calabresi, quello di Lamezia Terme dove, alle 0.30 della notte tra il 31 dicembre e l´1 gennaio, il benvenuto al 2009 sarà dato da Caparezza e dalla sua band di musicisti. Le numerose richieste di informazioni, anche in merito a possibilità di pernottamento in città, che stanno arrivando all’organizzazione da tutta la regione e dalla Sicilia, hanno indotto a scegliere il luogo più accogliente del centro storico, capace di ospitare migliaia di giovani in condizioni di comfort e sicurezza. Area già rodata in centinaia di occasioni che, tra l’altro, nel mese di luglio ospita il villaggio musicale del "Demofest", il più prestigioso festival-fiera italiano della musica giovane. Inizialmente si era pensato a Piazza della Madonnina, dove si è svolto il concerto dello scorso Capodanno con la Bandabardò, ma l’atte-

Piero Procopio

Roberto Musolino è un musicista di notevole spessore artistico e da molti anni produttore discografico, impegnato in diversi progetti di caratura internazionale. Da sempre produttore di Rosa Martirano e di altri artisti tra il pop, il latino ed il jazz. Le sue produzioni discografiche si orientano da sempre su una chiave di qualità e di nicchia distinguendosi ad un livello realmente alto e professionale. Jaime Hernandez è uno dei gran-

de maestri di Cuba che, dopo un intensa attività di studi nel suo paese, esporta la sua arte in giro per tutto il mondo. Canta, balla, suona le percussioni; è un artista poliedrico e completo in grado di trasformare qualsiasi momento in un grande show. La magia ed il calore della sua voce fanno di Jaime un personaggio unico e indimenticabile. Ernestino Schinella, per la sua spontaneità e vivacità è un vero e proprio conquistatore di pubblico. All'età di 5 anni e mezzo partecipa al 45° Zecchino d'Oro, con la canzone "Il ramarro con tre erre". Nel 2008 partecipa al programma televisivo di Antonella Clerici "Ti lascio una canzone" riscuotendo un enorme successo come bambino rivelazione e "showboy" della trasmissione. Nelle settimane successive appare anche in trasmissioni come "Porta a Porta" e canta anche in manifestazioni sportive come "La partita del cuore" insieme ai Poco de bonos, baby band nata nel programma della Clerici. Dal 20 settembre 2008 conduce con Pupo lo show del sabato sera di RaiUno "Volami nel cuore". Enzo Colacino, Attore e regista catanzarese, dal 1984 porta sulle sce-

Ernestino Schinella

ne della Calabria commedie in dialetto calabrese ed ha al suo attivo più di 600 repliche tra commedie e spettacoli di cabaret regalando risate, risate, risate… Domani ci regalerà il meglio della sua comicità. Tra i giovani artisti, troviamo, invece, Roberta Castellano. Una giovane che si avvicina alla musica all'età di sei anni iniziando a studiare canto e pianoforte. Con il brano

LAMEZIA TERME Conto alla rovescia per il grande concerto di fine anno organizzato da “Ruggero Pegna Show Net”

Caparezza in Piazza della Cattedrale

Caparezza in concerto

sa che si percepisce dalle prenotazioni negli hotel della città, ha fatto convergere la scelta su di un’area più ampia. L’allestimento del grande palcoscenico inizierà giorno 30 dicembre. Durante i lavori di preparazione la circolazione su corso Numistrano proseguirà su di un’unica corsia per volontà del Comandante dei Vigili Urbani. Durante il concerto resteranno aperti tutti i bar della zona. Il concerto di Caparezza durerà circa due ore e, è bene ripeterlo, sarà ad ingresso libero. Con Caparezza si consolida il "Buon Anno Calabria. Capodanno Giovani" voluto dal sindaco Gianni Speranza, giunto alla sua terza edizione. Speranza, che ha voluto storicizzare questi grandi eventi musicali a La-

"Attimi" si presenta alle selezioni per l'Accademia di Sanremo e nel 2003, con lo stesso pezzo, partecipa ad una tappa del Tim Tour. Studia al Conservatorio di Cosenza "Armonia e Composizione Jazz" mentre è attiva con progetti live in tutta la Calabria. Attualmente lavora alla realizzazione del suo primo disco. Jessica Nudi, timida e riservata, ma piena di energie e sognatrice inizia il suo percorso a soli 15 anni partecipando ad una serie di concorsi canori insieme ad un percorso di studi molto impegnativo per migliorare le sue già spiccate qualità tecniche e d’espressione. Si distingue in tutto l’ambiente calabrese attraverso i concerti con il suo gruppo. I suoi generi preferiti sono Hip-Hop, R&B e Soul. E’ spesso contattata per registrazioni con gruppi Gospel. Nella categoria “giovani talenti” ci sono i “Cz Powerfull Drummer”, ossia Fiore Garcea e Nicola Durante. Incredibili ma veri, sono loro i Cz Powerfull Drummers, i potenti batteristi della provincia catanzarese capaci di volare sui loro strumenti interfacciandosi in giochi di ritmi ed incastri tra tamburi e piatti. mezia Terme, terza città della Calabria per abitanti, ha così dichiarato: "Il concerto di Capodanno indirizzato ai giovani è ormai una bella ed attesa tradizione della nostra città. Mi auguro che la scelta di uno degli artisti più amati e divertenti della scena musicale italiana porti a Lamezia migliaia di ragazzi da tutto il Sud, come già accade in estate con il Demofest di Rai Radio Uno. Lamezia si prepara ad ospitarli su Corso Numistrano, il salotto delle grandi occasioni, nel modo migliore, affinchè possa essere un 2009 pieno di felicità, salute, lavoro e soddisfazioni per tutti. " L´evento è organizzato in esclusiva nazionale da “Ruggero Pegna Show Net” per il Comune di Lamezia Terme. Aprirà il concerto la band locale dei "Maieutica", vincitrice della terza edizione di "Music Against ´Ndrangheta", altra iniziativa della città che in settembre vede il gemellaggio tra le giovani band regionali ed il sociale.


32 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Pensieri di libertà”, la mostra pittorica dell’artista Luciano Blanc rimarrà aperta a Catanzaro fino a San Silvestro

I Nera Luce in tour oggi ad Albi IL CARTELLONE

Stasera ad Acconia di Curinga, risate assicurate con “Non c’è Duo senza s...tre...ss”

ACCONIA di C. (Cz) - Non c’è Duo senza s...tre...ss La Roma Touring di Francesco Corea presenta per oggi, alle ore 18.30 presso il Centro Polivalente di Acconia di Curinga, lo spettacolo di cabaret del duo comico della Compagnia del Bagaglino, Battaglia e Miseferi dal titolo "Non c'è Duo senza S..tre..ss".

Concorso sul Natale ad Amaroni

ALBI (Cz) - Nera Luce in tour Per le festività natalizie, i Nera Luce presentano le serate “Christmas in rock tour”. Oggi, spettacolo presso il Circolo Auser di Albi. Martedì 30 dicembre, spettacolo presso la sede UnPluggEd @ Simon Pub, nelle adiacenze del teatro Politeama di Catazaro.

CASTROVILLARI (Cs) - Carnevale e festival folk Dal 15 al 24 febbraio, prenderà il via il “51° carnevale di Castrovillari & festival internazionale del folklore”. L’evento, organizzato dalla Pro Loco del Pollino di Castrovillari – presieduta da Giovanni Amato - in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Castrovillari e con il contributo degli Assessorati al Turismo e Spettacolo di Provincia di Cosenza e Regione Calabria e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, sarà diretto artisticamente da Gerardo Bonifati.

ALTOMONTE (Cs) - Mostra d’arte Inaugurata presso il Salone Campanella del complesso dei Domenicani di Altomonte, la mostra collettiva d’arte e d’artigiano con opere di artisti del trecento toscano. La collettiva rimarrà aperta fino a giovedì 8 gennaio e sarà visitabile da lunedì a domenica dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Per info, 0981-948216

CATANZARO - Il cosmo sul comò Programmazione cinema comunale Catanzaro: fino a mercoledì 31 dicembre "Il cosmo sul comò" con Aldo Baglio, Giacomo Poretti, Giovanni Storti, Angela Finocchiaro eIsabella Ragonese". Orari Spettacoli: 16.00 18.00 - 20.10 - 22.15. Chiusura settimanale, giovedì. Prezzo biglietto: Intero 6,00 - Ridotto 5,00 .

ALTOMONTE (Cs) - Iniziative di Carnevale Pronto il cartellone del 1° Carnevale delle Tradizioni che si terrà ad Altomonte fino al 24 febbraio 2009. Un’iniziativa, patrocinata dal Comune di Altomonte, ideata e promossa dai giovani dell’associazione culturale “Altomonte in Movimento”. AMARONI (Cz) - Eventi Offma A cura delle Officine Musicali Amaronesi, si terrà la festa di Natale con l’esibizione dell'orchestra sinfonica delle Offma e il mega-party natalizio. Oggi, live music “The Session”. Lunedì 29 dicembre, live music “Wonderbit”. Martedì 30 dicembre, ancora concerto musicale dal vivo e mercoledì 31 dicembre, “Veglionissimo di fine anno” con il palatenda che si trasformerà in una mega-discoteca che proporrà le magiche musiche della disco dagli anni ’70 ad oggi. Giovedì 1 gennaio, la rassegna si concluderà con la grande tombolata e l’estrazione dei biglietti della lotteria. AMARONI (Cz) - Concorso “Il Natale” Venerdì 2 gennaio alle ore 18.00, a cura dell’associazione Archeoclub d’Italia Onlus, presso la sala consiliare del Comune di Amaroni, si terrà la cerimonia di premiazione dei bambini partecipanti al primo concorso annuale provinciale di disegno e poesia sul tema “Il Natale”. Domenica 4 gennaio, alle ore 21,00 la manifestazione che partirà da piazza Matteotti alle 20.30, si svolgerà per le vie del paese con la lettura di alcune frasi sulla pace scritte dai ragazzi. BOVA (Rc) - Capodanno della Chora Al via la 7ª Edizione del “Presepe vivente” tra i vicoli suggestivi di Bova. Mercoledì 31 dicembre, alle ore 22.00 in piazza Roma, “Capodanno della Chora” - Kalò Cinurio Chrono, aspettando il nuovo anno in piazza con falò, musica etnica popolare e le sonate a ballu dei musicisti grecanici. Martedì 6 gennaio alle ore 15.00, presso le scuole elementari cittadine, l’evento “la befana dei bambini”.

37,00. Il programma degli spettacoli: Martedì 30 dicembre, Dario Cassini in “In caso d’amore scappa”. Venerdì 2 gennaio, Antonio e Michele in “Non è chiaro”. Sabato 24 gennaio, Compagnia teatrale Tisette gruppo del Pierrot in “L’arte della commedia”di E. De Filippo. Sabato 7 febbraio, Compagnia B-Way in “Grease” il Musical. 28 Febbraio, Gianluca Belardi in “danni di piombo”. 7 Marzo, Compagnia Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo.

Venerdì 2 gennaio alle ore 18.00, a cura dell’associazione Archeoclub d’Italia Onlus, presso la sala consiliare del Comune di Amaroni, si terrà la cerimonia di premiazione dei bambini partecipanti al primo concorso annuale provinciale di disegno e poesia sul tema “Il Natale”. Domenica 4 gennaio, alle ore 21,00 la manifestazione che partirà da piazza Matteotti alle 20.30, si svolgerà per le vie del paese con la lettura di alcune frasi sulla pace scritte dai ragazzi.

CALOPEZZATI (Cs) - Presepe vivente Il Circolo Acli “L’isola che non c’è“, promuove la “II edizione del Presepe Vivente a Calopezzati”. La manifestazione è inserita nell’ambito delle festività natalizia indetto dalla pro-loco con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e con la collaborazione della parrocchia S. Maria Assunta. Lunedì 5 gennaio alle 18.30 con l’arrivo dei Re Magi. CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila Riparte la 7° edizione di Primafila. Gli abbonamenti per la rassegna che si terrà a Castrovillari presso il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano fino al 7 marzo (ore 21.30) e che prevede sette spettacoli ha il costo di 70,00, sono già in vendita presso la Dany Music di via Mazzini 57/A e la sede Dell’associazione Culturale Novecento in Via G. Boccaccio n.14 mentre, tra le novità di quest’anno, per tutti coloro che saranno presenti sul territorio cosentino, solo nel periodo Natalizio, è in vendita l’ abbonamento Festività che prevede tre spettacoli al costo di

CATANZARO - Pensieri di libertà Il Circolo unione-università permanente ufficializza il suo programma: fino al 31 dicembre, rimarrà aperta la mostra pittorica dell’artista Luciano Blanc, visitabile dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00. CATANZARO - Programmazione Polvere di stelle Fino a mercoledì 31 dicembre, nella zona adiacente allo stadio comunale, ed in particolare da via Pio x fino a piazza F.lli Bandiera per poi risalire per via Paglia, si svolgeranno una serie di iniziative con eposizioni varie, sagre e spettacolo di magia. Il Programma: oggi, musica, Insieme a Piero Procopio Atto II e mercoledì 31 dicembre, brindisi fine anno offerto dal Rocks Bar dalle ore 18.00 in poi. CATANZARO - Foto in bianco e nero L'Associazione fotografica “La Fototeca” a Catanzaro Marina, espone fino a martedì 6 gennaio, sulle vetrine degli esercenti di corso Progresso e via T. Gulli, foto in bianco e nero.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 33

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Nella città capoluogo di regione, la rassegna “Natale insieme” prosegue con la mostra dei presepi artigianali del maestro Mancuso

A Catanzaro “regaliamoci un sorriso” IL CARTELLONE

Con Garinei e Giovannini, per l’Epifania in scena al Politeama “Il giorno della Tartaruga”

CATANZARO - Eventi natalizi L’Associazione Culturale “Sala365” con il contributo dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, organizza nell’ambito della manifestazione “Natale Insieme 2008”, una serie di eventi. Fino al 7 gennaio prossimo, presso i locali Bivio Sala, mostra di presepi artigianali del “maestro” Antonio Mancuso. I “Binghillo Blues Band” nella mattinata di oggi allieteranno i presenti con la loro musica pmentre presso lo stadio federale di Catanzaro Sala si terrà il torneo di calcio “Quadrangolare dell’Amicizia”. La Tombolatissima è prevista invece per lunedì 29 dicembre. Domenica 11 gennaio, torneo individuale di Burraco presso i locali Bocciofila Sala. Serata a teatro lunedì 12 gennaio con la commedia in vernacolo presso il Teatro Hercules. Martedì 13 gennaio, premiazione dei vincitori del primo concorso di poesia “Natale Insieme” e del primo concorso di fotografia “Il Natale in un clik”. CATANZARO - Mostra In-Out quattro Rimarrà aperta fino al 12 gennaio prossimo, presso il Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” di Catanzarola quarta edizione della rassegna “In-Out quattro”, un ciclo di mostre, eventi, incontri, promossi ed organizzati, per la stagione artistica 2008/09. Tra questi, anche la personale di Max Marra artista calabrese e lombardo di adozione, che presenta la sua più recente produzione artistica intitolata Humana Res (segni e disegni, inchiostri, acrilici su carta e tela). Inoltre, per l’occasione è stato edito un catalogo per le Edizioni “Rubbettino”, contenente testo critico del curatore, apparato iconografico e nota bio-bibliografica sull'artista. La mostra resterà aperta fino al 12 gennaio 2009 (lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 21.00). CATANZARO - Concorso di pittura e di scultura L’associazione di volontariato “Angologiro”, presieduta da Bianca Maria De Angelis, ha indetto un concorso di pittura e scultura per i ragazzi frequentanti l’ultimo anno all’Istituto d’Arte di Squillace ed al liceo artistico di Catanzaro. I ragazzi avranno tempo fino al 15 gennaio per aderire al concorso con le loro opere, che saranno visionate da un’apposita giuria. Per fine maggio si conosceranno, poi, i nomi dei sei vincitori che riceveranno premi in denaro, dell’importo di 750 euro (per i primi due classificati delle categorie “pittura” e “scultura”), di 500 (per i secondi classificati) e di 250 euro (per i terzi classificati). Le opere resteranno esposte nella bellissima “Villa Linda” di Sant’Elia, a cui fa capo l’associazione. CATANZARO - Mostra europea del presepe Fino al 18 gennaio 2009, presso il Complesso San Giovanni - Basilica dell'Immacolata a Catanzaro, dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, si terrà la VI mostra europea del presepe. La stessa sarò ospitata nei locali del Parlamento Europeo a Bruxelles dal 28 al 30 gennaio e presso l’Istituto italiano di cultura dal 28 Gennaio al 9 Febbraio prossimo. CATANZARO - Mostra di Mimmo Rotella Fino al 20 gennaio, presso la F.lli Verduci Arte di via Duomo al n.18, si terrà la mostra dell’artista Mimmo Rotella. Orario galleria: feriali 9.00 - 13.00, 16.00 - 20.00 Festivi 10.00 - 13.00, 17.00 - 20.00. CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Rinnovata al Marca l’esposizione delle lamiere di Mimmo Rotella. Dopo cinque mesi di successi ed il grande consenso popolare che ha caratterizzato l’apertura del museo e lo spazio dedicato al maestro catanzarese, è tempo di cambiamenti. Così la mostra delle lamiere si completa con una integrazione che aiuta a comprendere fino in fondo una delle fasi creative più feconde del grande artista catanzarese. Grazie alla collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Fondazione Rotella sono infatti giunte a Catanzaro, prevalentemente da importanti collezioni private milanesi, altre 16 opere. La rinnovata esposizione, curata ancora da Alberto Fiz, si protrarrà fino a marzo. CATANZARO - Rassegna espositiva Inaugurata presso il Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro, un’ampia rassegna espositiva dedicata ai più grandi pittori calabresi del Seicento, attivi a Roma: Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti, a cura di Rossella Vodret e Giorgio Leone. L’esposizione, voluta dalla Regione Calabria e dalla città di Catanzaro, con il

contributo del Comitato Nazionale per le celebrazioni del III centenario della morte di Mattia Preti, presieduto dall’On. Vittorio Sgarbi, è stata organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici del Lazio, diretta da Rossella Vodret. La mostra, visitabile fino al 15 marzo 2009, resterà aperta tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00. CATANZARO - Regaliamoci un sorriso Oggi, piazza Procopio che ospiterà per la prima volta il suo teatro tenda sarà interessata da una sei giorni di eventi dal titolo “Regaliamoci un sorriso”. Oggi, torneo di calcio balilla nella mattinata e la sera l’esibizione del trio “I Ditelo Voi”. Il Teatro Hercules di Piero Procopio, sarà impegnato la sera di lunedì 29 dicembre con la commedia in vernacolo “Bell’e papà” mentre nel primo pomeriggio, una mostra cinematografica a cura dell’Associazione “Il Borgo” verrà allestita all’interno del teatro tenda. In contemporanea alla mostra cinematografica è prevista la proiezione di un film per tutta la famiglia. Nelle ore pomeridiane di ciascuna giornata sono previsti incontri con i giovani, con la terza età e con tutti gli associati delle varie associazioni socio- culturali e di volontariato che hanno collaborato all’evento. L’Istituto delle Poverelle “Palazzolo” di S. Maria di Catanzaro, l’Associazione L’Alveare, l’Unione ciechi ed Ipovedenti, la Parrochia S. Maria Zarapoti e la Cooperativa Sociale Zarapoti saranno impegnati nei giorni in programmazione per una campagna di sensibilizzazione sui problemi legati alla terza età nonché in una campagna di prevenzione all’uso dell’alcol e delle droghe, promossa dalla Cooperativa Sociale Zarapoti. sempre a seguire, concerto di Capodanno a cura dell’Associazione “Accademia Leonardo Vinci”, il concerto lirico-leggero di Francesco Carmine Fera, il Karaoke di Francesco Procopio e la musica dal vivo di Annarita Chiarella, Patrizio Pirri ed Aurelio Pirri per finire con la serata del 31 dicembre per festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno. CATANZARO - Nera Luce in tour Per le festività natalizie, i Nera Luce presentano le serate “Christmas in rock tour”. Oggi, spettacolo presso il Circolo Auser di Albi. Martedì 30 dicembre, spettacolo presso la sede UnPluggEd @ Simon Pub, nelle adiacenze del teatro Politeama di Catazaro. CATANZARO - Calendoscopio natalizio Oggi, alle ore 18.30 presso la Basilica dell’Immacolata di Catanzaro, si terrà il Concerto “Caleidoscopio Natalizio” a cura dell’Accademia musicale Fryderyk Chopin di Sellia Marina diretta dal M° Elvira Mirabelli. Sabato 3 gennaio alle ore 18.30, l’evento sarà riproposto presso la chiesa del Sacro Cuore di Catanzaro Lido e domenica 4 gennaio alle ore 19.00 presso la Chiesa Stella Maris di Sellia Marina. CATANZARO - Torneo di calcio balilla Oggi, alle ore 10.00, in piazza Procopio di S. Maria di Catanzaro, avrà inizio il torneo di calcio balilla organizzato dall’”Associazione sportivo Asd Azzurro Bonifacio” in collaborazione con i ragazzi dell’Associazione “L’altra metà del mondo”. Il torneo che si concluderà martedì 30 dicembre, si inserisce nel conteso della manifestazione “Regaliamoci un Sorriso”. CATANZARO - Ricomincio da Te - Spettacolo Lunedì 29 dicembre, alle ore 20.30 presso l’Auditorium G. Casalinuovo di Catanzaro, si terrà la prima edizione dello spettacolo di beneficenza per la raccolta fondi per la costruzione di Villa della Gioia - Paravati “Ricomincio da Te”. L’evento, organizzato dalla “Fondazione cuore immacolato di Maria rifugio delle anime’’ al quale prenderanno parte Rosa Martirano, Roberto Musolino, Jaime Hernandez, Ernestino Schinella, Enzo Colacino, Roberta Castellano, Jessica Nudi, Cz Powerfull Drummer (Fiore Garcea e Nicola Durante) è stato possibile grazie alla collaborazione gratuita degli artisti e degli operatori tecnici e il ricavato della serata verrà interamente devoluto alla Fondazione di Paravati. CATANZARO - Dj Cristian Marchi al No Màs Club Lunedì 29 dicembre, con inizio alle ore 23.30 presso il No Màs Club di Catanzaro, la Confusion Night presenta lo spettacolo del Dj Cristian Marchi.

CATANZARO - Seminario Uici L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, sezione provinciale di Catanzaro, organizza con il patrocinio del Comune di Catanzaro IV Circoscrizioneper martedì 30 dicembre alle ore 18.30 presso la sala “Dopolavoro Ferroviario” in Viale Crotone N°41 a Catanzaro Lido, il seminario “Accessibilità, barriere e lavoro”. Tra i presenti, il presidente Uici di Catanzaro Luciana Loprete, Ioele Giuseppe consigliere comunale di Catanzaro, Iaconantonio Domenico assessore comunale all’Urbanistica, Pasquale Chiodo responsabile del Centro esperienza ambientale Villa Daino Kr e Giuseppe Bilotti, direttore nazionale dell’Ufficio mobilità ed autonomia dell’Uici. CATANZARO - Sonic Crash Martedì 30 dicembre, 5 Bands+ dj set:" Funny Folk, Freedom Fighters, UlterioreSecondo, Vinsent, Miss Fraulein, Robert Eno & Fabio Nirta (Partyzan), Indiesponenti, esposizione artistica di Angelo NIfosì e installazioni Audio/Video di Arco Parentela". Stands con: Emergency, Ass. Walking Together, Associazione Clemens - presso Hemingway Rock Pub (nuova gestione) Loc. Giovino - Ex Tibi Dabo - Catanzaro Lido - Ingresso 5 euro. Ore 22.00. Per Info: www.myspace.com/catanzaroconcerti. CATANZARO - Karaoke e sagra crespella Martedì 30 dicembre, presso il larghetto Pio X di Catanzaro, Karaoke con Antonello e sagra della crespella piccante. CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama, programma 2008/2009: 1 gennaio 2009, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio 2009, Il giorno della Tartaruga - con Garinei e Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio 2009, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio 2009, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio 2009, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio 2009, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio 2009 Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio 2009 - La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio 2009 - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; 6 marzo 2009 - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo 2009 - Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo 2009 - Mare notrum. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo 2009 - Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo 2009, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile 2009, Momix - Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile 2009, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile 2009, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile 2009, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio 2009, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio 2009, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre 2009, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre 2009, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio 2009, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Prevendita biglietti Politeama La direzione del Politeama, in considerazione delle numerose richieste che stanno arrivando da tutta la regione, ha deciso di anticipare l’inizio delle prevendite per i cinque spettacoli in programma nel mese di gennaio. I cinque spettacoli sono: Concerto di Capodanno (1 Gennaio); Il giorno della tartaruga (5-6 Gennaio); Miguel Angel Zotto (9-10 Gennaio); Portami tante rose (14-15 Gennaio); Madre Coraggio (27-28 Gennaio). Il botteghino del Politeama, come è noto, è aperto tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.


34 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono a Catanzaro le iniziative della Lega italiana per la lotta ai tumori, “Decora il Natale...dai cuore alla vita”

A Caulonia “Natale nel gusto” IL CARTELLONE

Nella città dei Tre Colli e a Lamezia, al via la prima edizione della “Pazza piazza 2009”

CATANZARO - Iniziative Lilt La sezione provinciale di Catanzaro della Lilt (Lega Italiana per la lotta contro i tumori), ha in programma per il mese di dicembre, una serie di iniziative denominate “Decora il Natale...dai cuore alla vita”, al fine di avvicinare tutti a un corretto stile di vita. Per chiunque fosse interessato a compiere un gesto di solidarietà, presso la sede della sezione provinciale di Catanzaro, è iniziata la distribuzione delle palline per addobbare l’albero di Natale, tutte realizzate in vetro soffiato e decorate a mano. Con un piccolo contributo, acquistando una pallina natalizia, si può aderire al sostegno delle attività di prevenzione oncologica e di diagnosi precoce. Per i dettagli sulle iniziative e per maggiori informazioni telefonare allo 0961725026, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. CATANZARO - Il Natale dell’Alveare L'associazione l'Alveare di Catanzaro Lido organizza, in collaborazione con la parrocchia Santa Teresa: sabato 3 gennaio, cena sociale con i meno abbienti. Le iniziative si svolgeranno presso la sede di via L. Anania a Giovino.

a e 6 -

CATANZARO - Concerto al Circolo Unione L’iniziativa, a cura dell’Accademia dei Bronzi e della Casa editrice Ursini, sarà ripetuta sabato 3 gennaio alle ore 18.00 con ingresso gratuito, a cura dell’Accademia dei Bronzi e della Casa editrice Ursini, si terrà nei locali del Circolo Unione di Catanzaro, il concerto di Fabio Parrottino, giovane cantante di Fossato Serralta. CATANZARO - Pazza piazza 2009 Lunedì 5 gennaio, alle ore 19.00 in piazza Prefettura a Catanzaro, si terrà l’evento “Pazza piazza 2009: viene, viene la befana”. Uno spettacolo originale progettato ed organizzato su richiesta del presidente della Provincia Wanda Ferro dalla Show Net di Ruggero Pegna con la regiadel veronese Ivano Massignan. Il grande show si concluderà con il falò della Befana e sarà replicato martedì 6 gennaio dalle ore 19.00 presso piazza della Repubblica di Lamezia Terme CATANZARO - Testimoni di giustizia Sabato10 gennaio a Catanzaro, attraverso una serie di manifestazioni itineranti, a cura della Fondazione Don Francesco Caporale Onlus, si terrà la “1ª giornata nazionale per i testimoni di giustizia” . CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Programma: nel mese di gennaio 2009: giovedì 15, ore 19.00, presso Teatro Politeama, concerto di capodanno Moscow state radio and tv synphony orchestra, Nicola Giuliani, direttore; Giuseppe Albanese, pianista;sabato 17, ore 18.00, presso Palazzo de Nobili, Daniela Ramacher, violino; Mario Cavaceppi, pianoforte; venerdì 30, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Claudia Antonelli, arpa; Lidia Osha Vkova, flauto. Febbraio: venerdì 6, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, mu-

sica e immagini concerto per grandi e piccoli, Maria Vacca, compositrice e interprete al pianoforte; venerdì 13, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Mattia Zappa, violoncello; Massimiliano Mainolfi, pianoforte; venerdì 27, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte;venerdì 24, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; mercoledì 13, ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Mostra Molè Da lunedì 19 gennaio a mercoledì 28 gennaio, presso la chiesetta di San Omobono di Catanzaro, il maestro Francesco Molè esporrà una serie di disegni e pitture ispirati alla maternità. CATANZARO - Concorso Unicef In occasione della ricorrenza del 60° anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani, il Comitato provinciale dell’Unicef di Catanzaro ha bandito un concorso a premi sul tema “Ti racconto i miei Diritti” per gli alunni delle scuole elementari, medie e del biennio degli istituti superiori della provincia. I termini per l’adesione al concorso da parte delle scuole avverrà attraverso una scheda di adesione che dovrà essere trasmessa al Comitato Provinciale Unicef (c/o Direzione Didattica del 5° circolo- Viale Tommaso Campanella 125-Catanzaro) entro il 20 gennaio; I lavori degli alunni, raccolti a cura dei Dirigenti Scolastici dovranno essere trasmessi dagli stessi, in plico sigillato e allo stesso indirizzo su esteso, entro il 20 aprile 2009. CATANZARO - Assemblea provinciale Pd Giovedì 25 gennaio 2009, il Partito Democratico calabrese terrà una serie di congressi provinciali per l’elezione degli organismi dirigenti. CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling”, presenta il programma 2008/2009: 14 febbraio, sul Don Giovanni di Mozart ore 17.30, presso San Giovanni; 14 marzo, grandi scene da opere Verdiane ore 17.30, presso il Circolo Unione; 11 aprile, sulla direzione e concertazione d’orchestra nell’opera lirica ore 17.30, presso il Cir.Unione; maggio(data e ora da definire), messa in scena de “La Serva Padrona” di Pergolesi, presso l'Auditorium Casalinuovo.

CATANZARO - Reclutamento Luiss La Luiss, - Libera università internazionale degli studi sociaali “Guido Carli”, sta reclutando i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, forma con cultura d’impresa e vocazione internazionale “classe dirigente” per il Paese. L’evento, organizzato in collaborazione con Confindustria Catanzaro, avrà come oggetto le opportunità di studio e gli sbocchi professionali offerti dalla Luiss: uno dei più importanti atenei italiani, il cui presidente è Luca di Montezemolo. La prova di ammissione ai Corsi della Luiss si terrà il 6 aprile 2009 a Roma e, contemporaneamente, in altre città italiane, tra cui Catanzaro per agevolare gli studenti a svolgere la prova stessa nella propria regione di residenza. CAULONIA (Rc) - Eventi Natale a Caulonia Natale a Caulonia, il programma: fino a mercoledì 6 gennaio, con la prima edizione di “Natale nel gusto” nell’area espositiva del mercato coperto di Caulonia Marina, mostra mercato con esposizione e degustazione di prodotti tipici calabresi. Oggi, il cabaret con “El Sombrero” spettacolo d’intrattenimento con il comico reggino Gennaro Calabrese. mentre a partire dalle 16.20, presso i locali delle scuole di Caulonia capoluogo, si terranno corsi di danza e strumenti tradizionali. Mercoledì 31 dicembre alle ore 22.00 in Piazza Bottari, Veglionissimo della Tarantella con Mimmo Cavallaro e Cosimo Papandrea, Mimmo Epifani & Epifani Barbers, la mandola da barbiere e il ballo di San Vito. Per il 2009, la programmazione prosegue giovedì 1 gennaio alle ore 20.30 presso la chiesa matrice con il Concerto di Capodanno del complesso bandistico Città Di Caulonia, domenica 5 gennaio, nella chiesa di San Zaccaria, concerto dell’Epifania “Feminae” dell’Associazione culturale Arlesiana – diretto dal Carlo Frascà e martedì 6 gennaio a partire dalle ore 15.00, presso l’area espositiva del mercato coperto di Caulonia Marina, “e’ arrivata la befana” con giochi e animazione per i bambini. CHIARAVALLE (Cz) - Stagione teatrale 2009 Venerdi 16 gennaio 2009 “Lascio alle mie donne” di Diego Fabbri con Lello Arena, A.Baggi,S.Tringali, regia di Nanni Fabbri. Domenica 15 febbraio “Edipo a Colono” di Sofocle premio olimpico 2008 con Roberto Herlitzka, regia di Ruggero Cappuccio. Sabato 28 febbraio “Lisetta” di T. Falvo con P. Cristiano,Sabina Ermio, T.Falvo, regia di Tonino Falvo. Sabato 14 marzo “Marlene” di Guseppe Manfridi con Pamela Villoresi, David Sebasti, Orso Maria Guerrini, regia di Maurizio Panici. Sabato 21 marzo “L‘amore mio non può”di Lia Levi con Manuela Kustermann regia di Manuela Kustermann. Sabato 4 aprile“La Cena Dei Cretini” di Francis Veber con S. Douani, F. Calderoni,R. Graziosi, regia di F.Calderoni e S. Douani . Sabato 18 aprile “Goodnight Italia” di N. Leonzio,G.Giugliarelli, S.Marino con S. Marino, Federica Innocenzi regia di Lamberto Dorigo. Ssabato 9 maggio “I due gemelli veneziani”di Carlo Goldoni, Compagnia teatrale Tempo Nuovo. Abbonamenti: Poltrona 140,00 - ridotto 100,00.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

A Laino Borgo, “Paese fantasma” della Calabria, rinasce Gesù Bambino con la rivisitazione del presepe vivente

Mostra artistica a Cosenza IL CARTELLONE

Al Teatro Apollo di Crotone “La scampagnata dei tre disperati” e “Il divo Garry”

CORIGLIANO C. (Cs) - Albanesi d’Italia Sabato 3 gennaio, presso le sale del Castello di Corigliano Calabro si terrà la presentazione del supplemento «Arbèreshè - Albanesi d’Italia – Storia, cultura, musica».

re “La Duchessa”,regia di Saul Dibb con: Keira Knightley, orari spettacoli, 18.00 - 20.15 - 22.30. Mercoledì 31 dicembre tutti i cinema effettueranno il giorno di riposo settinamale.

COSENZA - Mostra d’arte sul ‘600 Presso la Galleria nazionale di Cosenza, sede della Soprintendenza per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria, si terrà fino al prossimo giovedì 1 gennaio, una mostra d’arte sul Settecento illustrato da opere di Paolo De Matteis, Francesco De Mura, Stefano Liguoro, Sebastiano Conca e Corrado Giaquinto. La mostra sarà visitabile tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 18.00

COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale Alfonso Rendano, anteprima stagione di prosa. Concerti: 2 gennaio 2009, gran concerto di Capodanno; 11 marzo,Ornella Vanoni; 1 aprile, Franco Battiato.

COSENZA - Natale itinerante & Mab Natale Itinerante&Mab, “Spettacolo e arte a spasso nel corso”. Questo la denominazione scelta dall’Assessorato allo Spettacolo del Comune di Cosenza per il programma degli artisti di strada che animeranno Corso Mazzini fino a martedì 6 gennaio. COSENZA - Mostra d’arte Rimarrà aperta fino a sabato 10 gennaio presso la sede di piazza Bilotti, la mostra d’arte dei maestri contemporanei promossa dal Centro d’arte “La Bussola” di Cosenza. COSENZA - Mostra d’arte contemporanea Organizzata dal Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti visive contemporanee, presenta, a sei anni di attività a Vertico, la mostra ”Rivocati 63“.La vetrina artistica, rimarrà aperta fino al 15 gennaio prossimo. COSENZA - Jazz festival & musica in provincia Fino al 16 febbraio 2009 si svolgerà la 4ª edizione del Cosenza Jazz Festival & Musica in Provincia 2008/2009. Oltre al capoluogo di regione, ccoinvolgerà altri 10 Paesi del territorio provinciale quali Belvedere, Cassano allo Ionio, Castrovillari, Civita, Frascineto, Rossano, San Nicola Arcella, Scalea, Spezzano Albanese e Trebisacce. COSENZA - Concerto Oggi alle ore 18.00 con ingresso libero, presso il ridotto del teatro Rendano, il concerto “Puccini, dal salotto alla scena”. COSENZA - Servizio intrattenimento ragazzi Sono aperte le iscrizioni al servizio di intrattenimento che si terrà presso la Città dei Ragazzi del Comune di Cosenza durante il periodo delle vacanze natalizie. Lunedì 29 e martedì 30 dicembre 2008 e 2 e 5 gennaio 2009. Per l’occasione, la struttura varierà i propri orari, prevedendo un’apertura antimeridiana dalle ore 8.00 alle ore 14.00. Come di consuetudine verranno proposte, ai bambini e alle bambine che aderiranno all’iniziativa, interessanti e creative mattinate attraverso l'offerta di itinerari ludici e laboratoriali che coniugano l'impegno costruttivo con il divertimento, valorizzando le potenzialità del gioco e della socialità. Le iscrizioni al servizio potranno essere effettuate presso gli uffici amministrativi di Città dei Ragazzi entro e non oltre venerdì 19 dicembre, tempo utile per consentire alla struttura di programmare, modulare e attivare i percorsi ludico-creativi secondo le diverse fasce di età degli iscritti. COSENZA - Concerto di Capodanno Mercoledì 31 dicembre, la città di Cosenza saluta il 2009 con il grande concerto di Pino Daniele che si terrà in Piazza dei Bruzi COSENZA - Programmazione cinematografica Programmazione cinema di Cosenza: Citrigno Sala1: “Il cosmo sul comò”, regia di Marcello Cesena con: Aldo, Giovanni e Giacomo. Orari spettacolo: 16.00 - 18.10 20.20 - 22.30. Citrigno Sala 2 : “The Spirit”, Regia di Frank Miller con: Gabriel Macht e Eva Mendes. Orari spettacolo: 18.00 - 20.15 - 22.30. Supercinema Modernissimo: “Come un uragano”, regia di George C. Wolfe con: Richard Gere e Diane Lane. Orari spettacoli 16.30 - 18.30 20.30 - 22.30. (Lunedì aperto) San Nicola: “Ember - il mistero della citta’ di luce”, regia di Gil Kenan con Bill Murray e Tim Robbins. Unico Spettacolo ore 16.00. A segui-

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008 presso il teatro comunale "A. Rendano". Sabato 17 gennaio, ore 21.00, domenica 18 gennaio, ore 18.00, Teatro Stabile della Sardegna "Pensaci Giacomino" di Luigi Pirandello, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi; sabato 24 gennaio, ore 21.00, domenica 25 gennaio, ore 18.00, Compagnia Gli Ipocriti "Madre coraggio" di Bertolt Brecht, con Isa Danieli; sabato 14 febbraio, ore 21.00, domenica 15 febbraio, ore 18.00, Artisti associati "La variante di Lunenburg" dal romanzo di Paolo Maurensig, con Milva; sabato 21 febbraio, ore 21.00, domenica 22 febbraio, ore 18.00, Area teatromusica "Gloriosa" di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli; sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti; sabato 21 marzo, ore 21.00, domenica 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: mercoledì 21 e giovedì 22 gennaio, Tognazzi, "La panne"; 5 - 6 febbraio, Bianca Guaccero "Poveri ma belli"; 2 - 3 marzo, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; 23 - 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; 17 - 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; 16 - 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: 6 novembre, Lucio Dalla; 3 dicembre, Gianluca Grignani; 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; 7 - 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Congresso Fnp-Cisl Su decisione del Consiglio generale, il 13 febbraio prossimo si svolgerà a Cosenza, l’ottavo congresso territoriale della Federazione pensionati Fnp-Cisl. COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: dal 23 al 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga. COSENZA - Più di me tour 2009 Per i 50 anni di Carriera, la signora della canzone italiana, Ornella Vanoni, si esibirà nei principali teatri della penisola. Il suo debutto con il “Più di me tour 2009” il 7 marzo a Cesena. Il Calabria, sarà al Teatro Rendano di Cosenza l’ 11 marzo 2009. CROTONE - Conferenza di fine anno Lunedì 29 dicembre, alle ore 11.00, presso la sala Giunta della provincia di Crotone, il presidente Iritale e la Giunta terranno la tradizionale conferenza stampa di fine anno e durante la quale verrà esposta alla stampa l’attività svolta dall’Amministrazione nel corso del 2008.

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone. 8, 9 gennaio 2009, gli ipocriti, A. Casagrande, G. Esposito, T. Taiuti in "La scampagnata dei tre disperati" "Francesca Da Rimini" due atti unici tratti da Antonio Petito, regia di Antonio Casagrande; 14 - 15 gennaio, teatro stabile del Veneto, teatro biondo stabile di Palermo, teatro stabile di Verona Gat Gaia aprea "Peccato che sia una sgualdrina" di John Ford, traduzione Enrico Groppati adattamento e regia di Luca De Fusco; 27 - 28 gennaio 2009, Nautilus pictures Remo Girone, Eleonora Giorgi "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy traduzione Gerardo Guerrieri, regia di Guglielmo Ferro; 11 - 12 febbraio, La contrada - teatro stabile di Trieste Gianfranco Jannuzzo, Daniela Poggi "Il divo Garry" di Noel Coward traduzione Masolino D'Amico regia di Francesco Macedonio; 19 - 20 febbraio, teatro Bellini, Tato Russo "Il paese degli idioti" di Tato Russo - da Fedor Dostoevskij regia di Alvaro Piccardi; 17 - 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di si" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; 2 - 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; 18-19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: 26 - 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. Inizio spettacoli ore 20.30. CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre 2009. FALERNA (Cz) - Concerto e tributo a Mina Mercoledì 31 dicembre, alle ore 21.00 presso l’Hotel Eurolido di Falerna Lido, concerto di Anna Laura & Gdl e la sua band conposta da Fabio Sessa, Pino Gulino, Antonio Gallelli e Gianfranco Caroleo giovedì 1 gennaio alle ore 13.00, tributo a Mina con “Mina vagante”. GASPERINA (Cz) - Presepe vivente L’associazione per la cultura, il folclore e le tradizioni popolari “Il Sotterraneo” di Gasperina, presenta per giovedì 25 gennaio alle ore 18.00, la presentazione de “L’umile tema del presepe”, rappresentazione del presepe vivente in via Tresnto e Trieste. Per martedì 6 gennaio alle ore 17.00, nelle scuole materne “Arriva la Befana”. LAINO BORGO (Cs) - Natività nel “paese fantasma” Martedì 6 gennaio, con inizio alle ore 16.00, nell’antico borgo abbandonato negli anni ’80, la locale Pro Loco insieme con il Comune, la Comunità montana italo-albanese del Pollino, la provincia di Cosenza e l'Ente Parco Nazionale del Pollino, ripropone nei suggestivi luoghi del "paese fantasma" le scene più tradizionali della Natività. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra biblica Esposta presso la Casa del Giovane della parrocchia del Redentore di Lamezia Terme, la Mostra Biblica curata dal padre Michele Perruggini. L’importante iniziativa culturale intitolata La Bibbia, libro di vita e di cultura è articolata in tre itinerari: quello storico che comprendente un itinerario storico-didattico sulle vicende del popolo d’Israele; quello bibliografico con esposizione di numerose edizioni di pregio di Bibbie e altri testi e quello iconografico con una ricca rassegna di illustrazioni d'arte dei grandi maestri su soggetto biblico. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 7 gennaio prossimo dalle ore 10.00 alle ore 11.30 e dalle 17.00 alle 18.30. LAMEZIA T. (Cz) - Nevicata nella dimora Fino al 15 gennaio, presso il Centro per l’arte contemporanea “Angelo Savelli-Sukiya dimora di raffinatezza” di Lamezia Terme, si terrà la rassegna “Nevica nella dimora, ventiquattro presenze nell'arte contemporanea”. La vetrina sarà visitabile dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.00.


36 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Oggi presso il Palasparti della terza città della Calabria “1º torneo della comunicazione” tra testate giornalistiche

Biennale d’arte a Lamezia IL CARTELLONE

Ritorna nella città della Piana l’evento gioioso “Capodanno senza pistole”

LAMEZIA T. (Cz) - Biennale d’arte Ha preso il via, e proseguirà fino al 19 febbraio prossimo, presso il Complesso Monumentale di San Domenico e con l’apertura della Sezione storica, la seconda edizione del concorso nazionale biennale d’arte di Lamezia. La rassegna verrà quest’anno dedicata a due pittori calabresi recentemente scomparsi, il lametino Nicolino Romeo e il tropeano Albino Lorenzo. Inoltre, da giovedì 22 gennaio la rassegna si arricchirà con la mostra di tutte le opere in concorso e fuori concorso, con chiusura e premiazione giovedì 19 febbraio alle ore 11.30 nel parterre del Teatro Umberto. Le iscrizioni al concorso si chiuderanno il 30 dicembre prossimo. LAMEZIA T. (Cz) - Concerti lirici di Natale Oggi, ore 18.30 presso la Chiesa Beata Vergine Maria del quartiere Bella, si terrà il concerto lirico di Natale “Gesù, Bambino dai piedini rosa” . Protagonisti della serata saranno gli artisti lametini diretti dalla soprano Enza Mirabelli e dal maestro Pietro De Fazio al pianoforte. LAMEZIA T. (Cz) - Cartellone eventi nalalizi Ricco e variegato il cartellone degli eventi natalizi del Comune di Lamezia Terme. Oggi, canti e balli natalizi (Gli Amici del Villaggio) nella chiesa di Santa Rita alle 10.00; canti natalizi tradizionali (I Calabruzi) nella chiesa del Carmine alle 11.00; il gruppo folkorico “I Nuovi Zampognari” a Bella alle 17.00; la commedia teatrale “L’amico del diavolo” di P. De Filippo nella sala teatro di S. Francesco di Paola alle 18.00; il “Mercato del Borgo” dell’associazione Aspilos di Magolà alle 18.00; il gruppo folk “I Nuovi Zampognari” a Zangarona ore 18.00; il concerto del coro polifonico Aulos alla chiesa S.S. Redentore ore 19.00; il primo torneo della comunicazione di calcio a 5 al Palasport alle 9.30. Lunedì 29 dicembre alle 21.00 al teatro Umberto è il turno dei Super Elastic Bubble Plastic, concerto rock organizzato dal collettivo “Note al Margine”. Martedì 30 dicembre, si continua con iniziative di animazione a Caronte (Pro Loco) alle 17.00; il Gruppo folkorico “I Nuovi Zampognari” a Caronte alle 18.00; il recital Poesie e Musica “Facimu Natala” AssoFormac di Francesca Prestia nella chiesa di Sant’Antonio alle 19.30. Mercoledì 31 dicembre, l’esibizione di Caparezza e il concerto di Capodanno curato dall’associazione Ama Calabria. Inoltre, sempre mercoledì 31 dicembre, tocca di nuovo alla Blu Band di Babbo Natale in via San Giovanni, via Crocifisso, viale I° Maggio, via T. Fusco, piazza Mercato Vecchio alle 10.00; la manifestazione “Capodanno senza pistole” dell’associazione Domus Bethaniae a piazza Mercato Vecchio alle 19.00; “Capodanno Insieme” dell’associazione Comunità San Pietro Lametino alle 20.00. Giovedì 1 gennaio, Strina a Gesù dell’associazione P.Ardito al castello Normanno Svevo di San Teodoro alle 19.00; animazione nella Parrocchia di S. Francesco ore 19.00. Venerdì 2 gennaio, all’auditorium Magistrale, l’artista di Molfetta, alle 00.30 in piazza Ardito, festeggerà l’arrivo del 2009 presentando il suo ultimo lavoro “Le dimensioni del mio caos”, che include il singolo “Vieni a ballare in Puglia”, ma prima ancora, i Canti natalizi tradizionali (I Calabruzi) nella casa circondariale ore 15.30. Sabato 3 gennaio è il turno di “Tarantellando per la città” (gruppo folk “Nicastro c’abballa”) al teatro Umberto ore 18.00; Jazz di Capodanno con l’associazione “Controtempo” nella sala consiliare Sambiase ore 19.00; il concerto di Natale dell’associazione musicale “Santa Cecilia” nella chiesa di San Giovanni Battista alle 19.00; la Blu Band di Babbo Natale in Corso Numistrano, Corso Giovanni Nicotera alle 21.00. Domenica 4 gennaio, ritorna “Nicastro c'Abballa” al presepe vivente di San Teodoro; animazione ad Acquadauzano (Pro Loco) alle 10.00; il gruppo I Nuovi Zampognari ad Acquadauzano alle 11.00; la commedia teatrale “L’amico del diavolo” di P. De Filippo nella sala teatro S. Francesco di Paola alle 18.00; il Concerto dell’associazione “Nuove Armonie” nella chiesa di San Giovanni Battista S.Eufemia alle 18.00; Jazz a cura dell’associazione Safarà nella sala consiliare Sambiase alle 18.30; la rassegna corale In Natività Domini dell’associazione Symphonia nella Chiesa di San Giuseppe a Fronti alle 18.30. Lunedì 5 gennaio, la Befana arriva in Pediatria alle 11.00 a cura dell’associazione “Rinascita del Mediterraneo”; tombolata di beneficenza nella sala teatro di S. Francesco di Paola alle 18.00; il concerto dell’associazione “Nuove Armonie” nella chiesa della Natività di Bella alle 18.00. Martedì 6 gennaio, Nicastro c'Abbala e “Gruppo Folk Città di Lamezia Terme” si esibiranno al presepe vivente di San Teodoro; poi la sfilata della banda “F. Cilea” (Far Musica Insieme) itinerante a Sambiase alle 10.00. “La favola della Befana” a cura di Teatrop sarà di scena a piazza Mercato Vecchio alle 11.00; la sfilata della banda F. Cilea (Far Musica Insieme) itinerante a Sant'Eufemia La-

mezia alle 11.30; “Befana al Parco” a cura dell’associazione “Comunità San Pietro Lamentino” alle 16.00; il gruppo folkorico “I Nuovi Zampognari” a San Pietro Lametino alle 16.00; la sfilata della banda S. Guzzi itinerante alle 17.00; il presepe vivente sarà presente ancora nel quartiere Miraglia alle 18.00; Concerto dell’associazione “Nuove Armonie” nella chiesa di Santa Lucia alle 18.00; il gruppo folk Città di Lamezia Terme e I Nuovi Zampognari al Presepe Vivente Nicastro alle 18.00; “Cantiamo Insieme”, coro polifonico della Diocesi di Lamezia Terme nella Chiesa Santa Maria Goretti alle 18; il concerto e il coro della banda S.Guzzi nella cattedrale alle 21.00. Sabato 10 gennaioalle 18.00 l’associazione Terremobili presenta “La Poesia canta l'Amore” nella sala consiliare di Sambiase alle ore 18.00.

LAMEZIA T. - Concerto di Capodanno Venerdì 2 gennaio, presso l’Auditorium dell’istituto magistrale con inizio alle ore18.30, Concerto di Capodanno a Lamezia con l’Orchestra Filarmonica di Donetsk diretta dal maestro Alexander Dolinsky.

LAMEZIA T. (Cz) - 1º torneo della comunicazione Oggi, a partire dalle ore 9.30 presso il palasport di Lamezia Terme si terrà il 1° torneo della comunicazione. Kermesse di calcio a 5 tra squadre di testate giornalistiche patrocinato da Comune di Lamezia, assessorato allo Sport, provincia di Catanzaro e Rai sede regionale per la calabria. Squadre partecipanti: Il Domani, Il Quotidiano, Calabria Ora, Rai Calabria, ReteKalabria, Rtc-Calabria Channel, Ten, Lameziaweb.biz. Ospite della manifestazione l'attore Gianni Pellegrino. Ingresso libero.

LAMEZIA T. (Cz) - Orchestra di Fiati Nell'ambito degli avvenimenti natalizi che si terranno a Lamezia Terme, i concerti dell'Orchestra di Fiati "Tommaso Colloca" si terrà martedì 6 gennaio alle ore 20.30 presso la Cattedrale di Lamezia Terme un concerto di coro e orchestradiretto dal maestro Francesco Rotella.

LAMEZIA T. (Cz) - Conferenza di fine anno Lunedì 29 dicembre alle 12.15 presso la sala Giunta del Comune di Lamezia Terme ci sarà la conferenza stampa di fine anno nella quale verranno illustrati gli eventi e in particolare il concerto della notte di Capodanno.Saranno presenti il sindaco, assessori e gli organizzatori. LAMEZIA T. (Cz) - Super elastic bubble plastic Lunedì 29 dicembre, presso il teatro Umberto, con inizio alle ore 21.30, andrà in scena lo spettacolo dei Super Elastic Bubble Plastic i protagonisti sonici del nuovo evento targato Note al Margine.

LAMEZIA T. - Pazza piazza 2009 Martedì 6 gennaio, dalle ore 19.00 presso piazza della Repubblica, si replicherà l’evento “Pazza piazza 2009: viene, viene la befana”. Uno spettacolo originale progettato ed organizzato su richiesta del presidente della Provincia Wanda Ferro dalla Show Net di Ruggero Pegna con la regiadel veronese Ivano Massignan.

LAMEZIA T. (Cz) - Incontri Uniter Proseguono gli incontri dell’Uniter, Università della terza età e del tempo libero di Lamezia Terme, che nel corso della programmazione del XX anno accademico dedicato al tema “dare vita agli anni” sta tenendo presso la Casa del sacerdote di via Misiani, una serie di interessanti appuntamenti. Il Programma: Alle ore 17.00, di venerdì 9 gennaio, Giuseppe Masi e Antonio Serra con un economista calabrese del ‘600. Mercoledì 14 gennaio Italo Leone, Dal “vero” secondo il mito al nuovo “vero” della filosofia nella cultura greca del VI sec. a. C. . Venerdì 16 gennaio, Filomena Stancati con Il dialetto nicastrese nella sua origine storica, con lettura di composizioni poetiche in vernacolo. Mercoledì 21 gennaio, Cesare Perri con Anoressia e bulimia: il cibo come metafora della relazione. Venerdì 23 gennaio, Monica Sdanganelli e prof.ssa Maria Antonietta Torchia, La romanza e il melodramma (rinviata a febbraio-marzo). Mercoledì 28 gennaio, Vincenzo Villella con Il vero viaggio di Ulisse di Armin Wolf (con proiezione).

LAMEZIA T. (Cz) - Capodanno senza pistole Mercoledì 31 dicembre, si svolgerà la diciannovesima edizione di "Capodanno senza pistole", un modo diverso di attendere il nuovo anno dicendo no all'uso dei botti e delle LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival armi., L’evento si terrà in Piazza Mercato Vecchio e avrà Attesa in tutta la regione per l’avvio del Lamezia Jazz Feinizio alle ore 18.30. stival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria LAMEZIA T. (Cz) - Concerto Caparezza La notte tra il 31 dicembre e l'1 gennaio, gran concerto con e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole Caparezza e la sua band. Primo evento musicale del nuo- position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due vo anno in Calabria e che avrà inizio alle 0.30 di mercoledì Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del 31 dicembre. La durata del concerto, che aprirà ufficial- jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro memente il nuovo anno con la terza edizione del "Buon Anno si. I dettagli del programma: Sabato 17 gennaio 2009, Calabria. Capodanno Giovani", avrà la durata di due ore e presso la concessionaria Fiat-Lancia di G.Tripodi alle ore 20.30, concerto dedicato al tango argentino con musiche si svolgerà su Corso Numistrano. di Astor Piazzolla, il gruppo che suonerà Soscia/Iodice Italian Tango 4tet. Sabato 31 gennaio, si ritorna si ritorna al LAMEZIA T. (Cz) - Presepe vivente Teatro Umberto e Lamezia Jazz ospiterà una formazione Anche quest’anno ritorna, a cura dell’associazione “P.Ar- con un organico particolare due bassi e batteria. Progetto dito” di San Teodoro, la tradizionale rappresentazione del titolato Bassproject nato dall'incontro di due artisti "fuoriPresepe Vivente per le vie del rione più antico e suggesti- classe". Pippo Matino e Dario Deidda. Sabato 7 febbraio vo della città di Lamezia Terme. L’iniziativa, che oltre al- 2009, presso la concessionaria Fiat-Lancia di G.Tripodi, l’associazione organizzatrice vede impegnati anche i ra- esibizione del Quartetto Tenor Legacy. Il 21 marzo 2009, gazzi e il corpo insegnante, nonché della direttrice, della al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson scuola elementare del III Circolo di Lamezia, il Gruppo alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 Scout “Lamezia Terme 3” di S. Teodoro, il Gruppo Folk marzo 2009 sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet “Nicastri c’abballa” che curerà l’accoglienza in L.go Pe- presenterà “Something More”. Coordinatore artistico deldichiusa, la Cri Comitato di Lamezia Terme, il Nucleo Pro- l’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassetezione Civile “Rocca Nucifera” di S. Pietro Maida e il Ra- gna. Sabato 17 gennaio 2009 alle ore18.00 Concessionadio Club Cb di Lamezia Terme e la Coop. Sociale “Villa Ar- ria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e zilla” di Lamezia Terme, iniziato il giorno di Natale, sarà Piazzolla”. Sabato 07 febbraio 2009, alle ore 18.00 Conreplicato nei giorni 4 e 6 gennaio 2009, con inizio sempre cessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be alla stessa ora. Da segnalare che per la festa dedicata alla bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. Domenica 1 Befana, il 6 gennaio, è previsto l’arrivo dei Re Magi a ca- febbraio 2009 ore 10.00, Yara Records – Catanzaro, Workvallo, il cui corteo partirà da P.za Mercato Vecchio alle ore shop di Basso elettrico – Docente Pippo Matino. Venerdì 19,00 circa. Nell’ambito della manifestazione del “Prese- 13 febbraio 2009 ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egipe Vivente”, giorno 1 gennaio 2009, dalle ore 19.00 verrà dio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 organizzata la “Strenna a Gesù Bambino”alla quale pren- 339/8309044 - bequadro@bequadro.it. deranno parte, oltre al già citato Gruppo Folk “Nicastru c’abballa” anche i Gruppi Folk de “Gli amici del Villaggio” e della Scuola Media “A. Manzoni” sempre di Lamezia TerSegnala un appuntamento me. Dopo una beve esibizione in tre punti diversi del Rione dei tre gruppi folkloristici, si andrà in corteo, cantana questa rubrica regionale: do e ballando, sino alla capanna della Natività, per cantare la “strina” a Gesù Bambino. La sera del 3 gennaio, in via mail: appuntamenti@ildomani.it L.go Mercurio alle ore 18.00 si effettuerà una Tombolata aperta a tutti, per trascorrere un pomeriggio insieme divia fax: 0961-903801 vertendosi e giocando.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Per la rassegna “Locri Palcoscenico 2008”, stasera a Palazzo Nieddu del Rio “Itinerari Gospel”

A Reggio gli incontri del Wwf Italia IL CARTELLONE

Mostra - evento “Oggettinstabili” “Moti urbani e stazioni impossibili” a Lamezia

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo email, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Il versamento di euro 25,00 dovrà essere effettuato con bonifico bancario intestato ad: associazione culturale 400Kc, via dei mille 79, 88046 Lamezia Terme; coordinate bancarie: Iban it 78 y O1030 42841 000003790008 monte dei paschi di Siena filiale di Sambiase; causale del versamento: contributo realizzazione mostra moti urbani stazionimpossibili; termine perentorio fissato per le iscrizioni (incluso versamento): 4 febbraio 2009. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro il 4 marzo 2009. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu carlo@400kc.eu. LOCRI (Rc) - Calendario Palcoscenico 2008 L’Amministrazione comunale di Locri ha stilato il calendario delle manifestazioni che si svolgeranno nel mese di dicembre 2008 e nella prima settimana del mese di gennaio 2009. Un ricco e completo calendario di eventi in programma per festeggiare il Natale e il nuovo anno, tra conferme e novità importanti. Il programma: oggi, sarà di scena a Palazzo Nieddu Del Rio, con inizio alle ore 18.30, “Itinerari Gospel”.Sabato 27, domenica 28 e lunedì 29 dicembre, i saloni di Palazzo Nieddu ospiteranno la mostra concorso: “Resti di Luce”, a cura dell’associazione Ape 03. Per festeggiare l’inizio del 2009 l’Amministrazione Comunale della Città di Locri rinnova l’appuntamento con “Capodanno in Piazza”, dalle ore 00.30 ed a seguire uno spettacolo musicale. L’evento, in caso di pioggia, si sposterà da Piazza Dei Martiri a Palazzo Nieddu. Sabato 3 gennaio 2009 presso Palazzo Nieddu a partire dalle ore 19.00 il premio di poesia “Trofeo del Mare” a cura dell’associazione Nazionale Marinai d’Italia. Martedì 6 gennaio altro importante avvenimento di solidarietà presso il reparto pediatria dell’ospedale di Locri si terrà la “Festa dell’Epifania”. Pomeriggio del 6 gennaio alle ore 16.30 a Palazzo Nieddu “Festa della Befana” a cura delle associazioni Portale Giovani e Fiadda Labor. Ancora il 6 gennaio, alle ore 18.00 presso l’auditorium “Sant’Antonio” del centro giovanile Salesiani si terrà “Flussi del mare ed echi di montagna”, a cura del Campo Scuola “Speriment –Arti”. Infine da mercoledì 7 gennaio a mercoledì 14 gennaio si rinnova l’appuntamento con l’arte a Palazzo Nieddu, con la mostra “La Donna in Arte” a cura della “Fondazione Nosside”. PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2008. Sabato 17 gennaio, "Sognando il mare" con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri; 29 gennaio,"Miseria e nobiltà" con Francesco Paolantoni e Nando Paone; 6 febbraio, "Sunshine" con Sebastiano Somma e Benedicta Boccoli; 28 febbraio, "Da giovedì a giovidì" con Marco Marzocco; 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PANETTIERI (Cs) - Presepe vivente “Panettieri e il suo Presepe Vivente”. La VIII edizione, proseguirà oggi e nei giorni: giovedì 1 gennaio, domenica 4 gennaio e martedì 6 gennaio dalle ore 17.00 alle ore 20.00.

Profumi e sapori d’inverno a Petronà

ne in omaggio una speciale cartolina con annullo filatelico. REGGIO C. - Incontri Wwf Italia Oggi, alle 11.30 presso l’Aula Magna della Facoltà di scienze dell’Università di Messina e alle 16.30 nell’Auditorium “Lucianum” di Reggio Calabria, in occasione del centenario del terremoto di Messina e Reggio Calabria, il Wwf Italia organizza due momenti di riflessione sul territorio dello Stretto. Interverranno Mario Tozzi, geologo ricercatore del Cnr, autore e consulente di programmi Rai,. la giornata verrà presentat da Gaetano Benedetto, condirettore del Wwf Italia. REGGIO C. - Giornata della memoria Oggi, promossa dall’Amministrazione comunale di Reggio Calabria e in occasione della ricorrenza dei cento anni del terremoto, si celebrerà la giornata della momoria. Il programma: ore11.00 in cattedrale, Santa Messa. Ore 12,00, Scampanio della campane delle Chiese della Diocesi. Ore 12.30, villa Genoese Zerbi, anteprima della mostra ”Cent’anni dal terremoto” con il capo della Protezione Civile italiana, Guido Bertolaso. Ore 17.00 Palazzo San Giorgio, presentazione ristampa del volume del sindaco G. Valentino. Ore 18.30, villa Genoese Zerbi, Inaugurazione della Mostra “Cent’annI dal terremoto di Reggio e Messina”. Ore 21.00, Teatro Francesco Cilea, Concerto “Requiem” di G. Verdi.

La Pro-loco di Petronà, nell’ambito del programma della settimana natalizia e nella rassegna “Profumi e sapori di inverno”, presenta con il patrocinio dell’assessorato provinciale al turismo di Catanzaro, la II sagra della pittanchiusa e del maiale. Il programma della manifestazione che si terra in piazza Muraca prevede per oggi, il canto della strina per le vie del paese.

PETRONA’ (Cz) - Profumi e sapori d’inverno La Pro-loco di Petronà, nell’ambito del programma della settimana natalizia e nella rassegna “Profumi e sapori di inverno”, presenta con il patrocinio dell’assessorato provinciale al turismo di Catanzaro, la II sagra della pittanchiusa e del maiale. Il programma della manifestazione che si terra in piazza Muraca prevede per oggi, il canto della strina per le vie del paese. REGGIO C. - Mostra “Estrusioni” La Galleria Technè Contemporary Art ospiterà fino a martedì 30 dicembre , la personale “Estrusioni”, sculture in ceramica marmo e alluminio di Maria Teresa Oliva. L’inaugurazione della mostra è prevista per oggi alle ore 18.00 in via dei Correttori n°6 di Reggio Calabria. REGGIO C. - Aspettando il Natale Aspettando il Natale, la Biblioteca e la Mediateca comunale di Siderno e la Med2000rc, hanno organizzato alcune attività culturali per augurare buone feste all'Aministrazione Comunale, alle Istituzioni, alle associazioni del territorio e ai ittadini. La mostra sarà aperta fino al 31 gennaio. L’ultimo appuntamento è per oggi, alle ore 17.00 con la presentazione del libro di Giorgio Gigliotti "Hotel Allah. Racconti dall'Islam". REGGIO C. - Presentazione ristampa volume Oggi, alle ore 17.00, in occasione del centenario del terremoto, presso il salone dei lampadari di Palazzo San Giorgio verrà presentata la ristampa del volume: “Nel Venticinquennio - 28 dicembre 1933 - La Ricostruzione di Reggio” di Giuseppe Valentino. REGGIO C. - Programmazione Anassilaos L’Associazione culturale Anassilaos di Reggio Calabria presenta il cartellone degli eventi del mese di dicembre. Programma: Oggi, ore 20.45 chiesa San Giorgio al Corso “testimonianze dal terremoto” in memoria delle vittime del terremoto del 28 dicembre - proiezione di un documentario realizzato da Giacomo Marcianò e letture di sopravvissuti e testimoni. Nel corso della manifestazio-

REGGIO C. - Conferenza Cids Lunedì 29 dicembre, alle ore 11.00 presso la sala antistante l’aula del Consiglio comunale di Reggio Calabria, si terrà la conferenza stampa del Cids, per illustrare temi e iniziative da sviluppare e realizzare nel primo semestre del 2009. Tra i presenti, Francesco Toscano, l’On. Enzo Pisano, Pino Morabito e Demetrio Costantino. REGGIO C. - Programma natalizio L’Accademia del tempo libero di Reggio Calabria presenta il suo ricco calendario del mese di dicembre. Trascorso il Natale gli amici del sodalizio si incontreranno il giorno di San Silvestro (31 dicembre) con “Aspettando il 2009…”, cenone, musica e animazione. Il nuovo anno si aprirà domenica 4 gennaio con la visita alla mostra dei Presepi. REGGIO C. - Eventi inizio 2009 L’Amministrazione comunale di Petronà, ha stilato il programma delle manifestazioni che apriranno il nuovo anno. Domenica 4 gennaio, spettacolo degli sbandieratori “Trischine” che percorreranno le vie del paese per creare suggestive atmosfere di festa. Lunedì 5 gennaio, alle ore 18.00, tantissimi bambini riceveranno, presso i saloni di Palazzo Colosimo, i consueti doni dalla Befana. Martedì 6 gennaio alle ore 16.00 presso la palestra comunale, in programma una festa dedicata agli anziani con lo spettacolo teatrale in vernacolo, offerto in collaborazione con il centro anziani di Petronà e interpretato dal gruppo “Gli amici del teatro”, “U daveranu e imbecchiare mancu e rrobbe.” REGGIO C. - Incontri di filosofia Riprendono presso la saletta parrocchiale di San Giorgio al Corso (ingresso Lungomare) gli incontri di filosofia e gli Inviti alla Lettura dei Classici della Letteratura, della Filosofia, della Scienza promossi dall’Associazione Culturale Anassilaos che si alterneranno nei giorni di venerdì con inizio alle ore 21.00. Venerdì 9 gennaio 2009, ore 21.00, dott. Gianfranco Cordì. Supervisione scientifica: dott. Gianfranco Cordì.Gli incontri si terranno presso la saletta della chiesa san Giorgio al Corso. REGGIO C. - Conferenza internazionale Venerdì 9 e sabato 10 gennaio, presso la sala conferenze del Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, economiche e sociali sito in via Tommaso Campanella n. 38, si terrà la conferenza internazionale su Dinamiche innovative e culturali. l’incontro, promosso dall’Università Commerciale “L. Bocconi” sarà aperta dai saluti del magnifico rettore Massimo Giovannini e dall’intervento del Prof. Corrado Trombetta, delegato del rettore per il trasferimento tecnologico. La giornata proseguirà con una tavola rotonda moderata dal presidente del corso di Laurea di Scienze economiche - Prof. Massimiliano Ferrara.


38 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Per la stagione teatrale reggina annata 2008-2009 “Pensa ad un grande spettacolo, vieni al teatro Cilea”

“Amici del teatro” a Sersale IL CARTELLONE

A Roccella Jonica la seconda edizione del “Roccella Folk Fest”

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma prevede: gennaio: 1011, compagnia opera Italia (danza) - Carmen..una storia mediterranea; 16-17-18, Teatro stabile del Veneto (prosa) - Peccato che sia una sgualdrina; 24-25, concerti sinfonici - M° J. Kovatchev; 30-31, Komiko procduction - Miseria e nobiltà; febbraio: 7-8, compagnia del balletto Mimma Testa - Capricci e bisticci ovvero la Principessa sul pisello; 1314-15, Teatro stabile La contrada di Trieste (prosa) - Il divo Garry; 22-24, Il pipistrello (lirica); 25-26, Nautilus pictures - Fiore di cactus; marzo: 12, concerti sinfonici - M° Veronesi; 21-22, Ballet de 2Les parentes terribles” (danza) produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; 27-28-29, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; aprile: 3-4-5, I due della Città del sole (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; 9-10, concerti sinfonici - M° Moranti; 15-16, Candoco dance company London (danza) - Double bill; 18-20, Werther (lirica); 26-27-28, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; maggio: 9, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino al 7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30, al mattino, e dalle 16.30 alle 19.00, al pomeriggio.

teneo di Arcavacata in collaborazione con il pittore calabrese Franco Azzinari, che ha vissuto a lungo nei luoghi più amati da Hemingway durante la sua vita, Cuba e l’Africa, e che in splendide tele ha dipinto i momenti, i personaggi, gli ambienti e le peculiarità più significativi di quelle realtà.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: martedì 13 gennaio 2009, martedì 10 febbraio, martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno 2009.

ROSSANO (Cs) - Maratona artistica Presso la sede dell’associazione Internazionale Centro Arte Club di Rossano, su iniziativa del pittore Ercolino Ferraina si terrà una maratona artistica di fine anno. Il programma: fino a oggi, negli stessi locali si potranno ammirare le straordinarie distese di fiori e campiture dei paesaggi calabresi del Trebisaccese Franco Abate. Nello stesso periodo, fino a oggi, si terrà in contemporanea una importante mostra di grafica d’autore con le opere di Franco Azzinari, Antoni Addamiano, Ulisse, Sciarrano, Fiorentini, Cascella, Bocchi e Claudio Malacarne.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 21 gennaio 2009, ore 17.00-19.00, autore Kafka, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa S. Cordiani; 18 febbraio, ore 17.00-19.00, autore D'Annunzio, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dott.ssa D. Belmondo, dott.ssa R. Nucera; 18 marzo, ore 17.00-19.00, autore Faulkner, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa F. Farano; 15 aprile, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; 13 maggio, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; 10 giugno, ore 17.00-19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; 15 luglio, ore 17.00-19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dr. Paolo Praticò. REGGIO C. - Gianni Morandi con “Grazie a tutti” Confermati i due concerti reggini del tour "Grazie a tutti" del cantante Gianni Morandi per l’ 8 e il 9 aprile 2009. I concerti inizieranno alle ore 21.00. La tendostruttura sarà installata in località Pentimele, nei pressi del Palasport. Previsti due tipi di biglietto: poltronissima euro 40.00 e tribuna euro 30, compreso diritti di prevendita. I due concerti di Gianni Morandi a Reggio Calabria fanno parte di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", la XXIII edizione della rassegna del miglior live d'autore italiano e godono del patrocinio e della collaborazione dell' assessorato comunale alla Cultura. RENDE (Cs) - Mostra Hemingway Una mostra di Franco Azzinnari dedicata ad Ernest Hemingway si terrà presso l’Università della Calabria fino all’8 gennaio 2009. La mostra dedicata al grande scrittore americano, del quale il prossimo anno ricorre il 110 anniversario della nascita. L’iniziativa è stata promossa dall’A-

RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il 12 marzo 2009al teatro Garden di Rende ed il 13 marzoal Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per informazioni 0968.441888). ROCCELLA I. (Rc) - Roccella Folk Fest Al via la seconda edizione del Roccella Folk Fest. Fino oggi, presso il Borgo antico di Roccella Jonica, l’evento patrocinato dall’Amministrazione del Comune ionico e dell’assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili della Provincia di Reggio Calabria. Oggi, esibizione nel Rione Junno dei calabresi Marasà. Domenica 28 dicembre alle 17.30 presso l’ex Convento dei Minimi, la perfomance delle sonorità create all’interno del laboratorio musicale.

ROSSANO (Cs) - Contemporanea ‘08 Fino al 24 gennaio 2009, presso le sale delle esposizioni di Palazzo San Bernardino a Rossano Centro, si terrà la rassegna nazionale di arti visive “Contemporanea ’08”

SCALEA (Cs) - Appuntamenti “Vivi il Natale” Diffuso il programma del “Vivi il Natale a Scalea”: Sabato 3 gennaio, dalle ore 14.00 alle16.00, La natività; rappresentazione artistica del presepio con la mostra antropologica. Nella saletta Cimalonga, a cura del Comitato Cimalonga. Fino al 6 gennaio, Presepe sulla Torre Talao. Orario: 15.00 -19.30 (Giorni feriali). 9.30 -13.00 e 15.00 -19.30 (Giorni festivi). A cura dell’associazione Sporting club La valle. Fino al 30 dicembre torneo interparrocchiale, Allo Sporting club La Valle, a cura dell’associazione La Valle. Oggi, ore 18.00. Serata pa’ Scalia. Nella sala polifunzionale, a cura dell’associazione Sporting la valle. Lunedì 29 dicembre ore 20.30, alla scoperta dei talenti, la Corrida dei cedri – VII edizione. Nella sala polifunzionale, a cura dell’associazione Libero forum. Martedì 30 dicembre ore 20.00, concerto di Natale presso sala polifunzionale, a cura della banda musicale Città di Scalea. Mercoledì 31 dicembre ore 24.00, Fuochi d’artificio di fine anno dalla Torre Talao, a cura dell’Associazione sporting club La Valle. Sabato 3 gennaioore 17.00. Rappresentazione teatrale: ‘A vrascera d’u mis(i) i Natal(i). Nella sala polifunzionale. A cura del Comitato Cimalonga. Domenica 4 gennaio ore 21.30, Gospel, concert con Wendy Lewis Duet. Nella sala polifunzionale, a cura dell’associazione culturale Picanto. Lunedì 5 gennaio dalle ore 15.00, il rito del ceppo, con l’assaggio delle gaimelle. In piaza Cimalonga, a cura del ComitatoCimalonga. Alle ore 20.30, concerto del coro polifonico Harmonia di Santa Maria del Cedro, diretto dalla maestra Caria. Nella sala polifunzionale a cura del Coro polifonico Harmonia. Martedì 6 gennaio ore 20.30, concorso regionale “Miss Mondo Italia 2009”.Sabato 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia Maria, serata al Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SERSALE (Cz) - Natale a Sersale 2008 L’assessorato alla Cultura e allo Spettacolo, retto dal vicesindaco Salvatore Torchia, in collaborazione con le associazioni Pro Loco, Teatrarci, Avis, Amici del Teatro e i Sempre Verdi, presenta l’evento “Natale a Sersale 2008. Il programma: Fino a sabato 3 gennaio, a cura della pro loco, mostra di arte varia Casa della Cultura - Via Roma. Apertura, fino al 3 gennaio dalle 16.00 alle 19.00. Sabato 27 dicembre III edizione “premio sersale” sala consiliare ore 17.30. Oggi, a cura della compagnia “amici del teatro” “u daverranu e mbecchiare mancu e rrobbe” commedia in vernacolo in due atti di Tommaso Buccafurri Palestra Scuola Elementare ore 18.00. Martedì 30 dicembre a cura dell’Avis, tombolata in allegria presso la palestra della scuola elementare ore 17.00. Venerdì 2 gennaio a cura della pro loco, “Elvi’s tribute rock’n roll band” alla Palestra Scuola Elementare ore 21.00. Sabato 3 gennaio a cura del circolo “I sempre verdi” pittefritte in allegria Locali Circolo Via Marconi dalle ore 18.00. Domenica 4 gennaio a cura della compagnia “amici del teatro”, “u daverranu e mbecchiare mancu e rrobbe” commedia in vernacolo in due atti di Tommaso Buccafurri, Palestra Scuola Elementare ore 18.00. Martedì 6 gennaio a cura della compagnia “teatrarci”, “haju nu figliu avvocatu” commedia in vernacolo in tre atti di giuseppe spadafora con la partecipazione straordinaria di manuela lupia e del corpo di ballo del gruppo folkarci, Palestra Scuola Elementare dalle ore 17.00.

ROSSANO (Cs) - Città bizantina...a Natale La città di Rossano, assessorato al Turismo, spettacolo e manifestazioni culturali, presenta la terza edizione di “Rossano la bizantina...a Natale”. Per l’occasione, oltre agli eventi musicali inseriti nel cartellone “Rossano città della musica”, il programma natalizio prevede: Oggii, ore 19.00, “Concerto di capodanno” a cura della Fidapa sezione di Rossano. Domenica 4 gennaio ore 18.30 “Scanderbeg Jazz Trio in standarede extra”. Lunedì 5 gennaio, ore 18.30 “Mi ritorni in mente...” “Ricordando Battisti” a cura dell’Accademia musicale Rossanese e Grafosud. Martedì 6 gennaio ore 15.30, Palazzetto sportivo dei padri Giuseppini di Rossano Scalo, “Festa della Befana 2009 per i diversamente abili” a cura dell’associazione Lions Club Rossano Sybaris e 1ª edizione della Befana interforze“ a cura di Genius management Sas. Alle ore 17.00, piazza Steri “Arrivano i Re Magi” realizzati nel laboratorio di cartape- SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo sta del prof. Isidoro Esposito. Domenica 11 gennaio, ore Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settin18.30, premiazione della “vetrina più bella”. giano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, meROSSANO (Cs) - La città della Musica rengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 Al via la terza edizione de “La città della Musica”. Il ricco euro se segnali la tua presenza su www.movidacommucartellone degli eventi, allestito dall’assessorato al Turi- nity.it. smo e Spettacolo del Comune di Rossano, prevede le esibizioni di artisti e formazioni da camera di levatura nazionale, provenienti dalla Calabria e da Bologna, Venezia, To- SETTINGIANO (Cz) - Booling Center, promozioni rino e Firenze. Il programma: Sabato 3 gennaio, QuartetIl Booling Center di località Campo, sempre aperto tranne to Telesio: Fabio Falsetta (pianoforte), Giovanni Azzinnari (violino), Alessio Vilardo (viola) e Stefano Amato (violon- il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercello). Tutti gli eventi si terranno presso Palazzo San Ber- coledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Pronardino di Rossano Centro e avranno inizio alle ore 18.30. mozione coppia", sabato "Birillo rosso". ROSSANO (Cs) - Conferenza Giunta comunale Martedì 30 dicembre, alle ore 11.00 presso la sala del Consiglio comunale di Rossano, si terrà la conferenza stampa di fine anno della Giunta Filareto. Saranno presenti il sindaco e tutti gli assessori comunali.

SIDERNO (Rc) - Presentazione libro Oggi, e presso la Mediateca Comunale di Siderno, si terrà la presentazione del libro “Hotel Allah”: voci e storie dal mondo arabo. Una cartografia sociale del mondo musulmano nell’immaginario di Giorgio Gigliotti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Tra gli eventi Calabresi,“L’amico del Diavolo” a Lamezia, concerto di musica sacra a Reggio, itinerari gospel a Locri e spettacoli teatrali a Catanzaro

Le opere di Mattia Preti a Taverna IL CARTELLONE

Oggi alla birreria Braxator di Soverato i “Baboomba band” in concerto

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Eventi natalizi Al Bar Mario: Oggi e lunedì 29 dicembre, da Catania Siculblasko cover band Vasco Rossi; Martedì 30 dicembre da Reggio Calabria cover band Deep Purple; giovedì 1 gennaio Isa e il suo karaoke; venerdì 2 gennaio, Baboomba band cover band ufficiale di Zucchero; sabato 3 gennaio le rivoltelle; domenica 4 gennaio, Mimmo Cavallaro; lunedì 5 gennaio, Mister muscolo e i suoi estrogeni; martedì 6 gennaio ancora Isa e il suo karaoke con befanaparty e sabato10 gennaio, Brillant Disguise in concerto. SOVERATO (Cz) - Eventi musicali alla Braxator Eventi musicali alla birreria “Braxator” di via Maria a Soverato: Oggi, alle ore 23.00, i Baboomba band in concerto. Martedì 30 dicembre alle ore 23.00, i Parafonè con “Il ritorno dei suoni”. SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale 2008/2009 Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: Sabato 3 gennaio Caprioglio Scaccia La Dodicesima Notte di William Shakespeare; 6 gennaio Concerto Lirico Vocale “Una voce poco fa” a cura del Maestro Vito Cristofaro; 10-11 gennaio Tullio Solenghi L’Ultima Radio regia di Marcello Cotugno; 6-7 febbraio Hair The tribal love rock Musical direzione musicale Elisa; 28 febbraio Dr Jekill e Mr Hyde The strange show di e con Fabrizio Paladin; 7 marzo Claudio Insegno Risate al 23° piano di Neil Simon; 21 marzo Gaia De Laurentis Sottobanco regia Claudio Beccaccini; 4 aprile Tosca D’Aquino Ogni anno punto e a capo di Eduardo De Filippo; 16 aprile Sorelle Marinetti Non ce ne importa niente regia Max Croci; 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; 3 maggio Giorgio Albertazzi lezioni americane di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Evento Teatro/Canzone Domenca 4 gennaio ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Soverato, evento teatro/canzone con Carlo Lucarelli, Simona Vinci e gli Arangara. SOVERIA M. (Cz) - “La Rosa nel bicchiere” La Rosa nel bicchiere propone un percorso di degustazione, riscoperta e rivalutazione dei prodotti e della cucina tradizionali attraverso un calendario di serate a tema legate allo scorrere delle stagioni. Programma: Tutti i sabato sera e per tutto il periodo natalizio nella tavernetta de La Rosa nel bicchiere Wine bar, degustazione taglieri di salumi e formaggi, musica e crêpes flambées. Per ulteriori e più dettagliate informazioni è possile contattare i numeri di telefono di seguito riportati: 0968/666668 – 349/6886589; o ancora consultare il seguente sito internet www.larosanelbicchiere.it. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Info: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - www.calabriaguide.it. STALETTI’ (Cz) - Eventi “cuori gioiosi” Oggi, presso la parrocchia S. Maria Assunta di Stalettì, l’oratorio parrocchiale “Cuori gioiosi”, giornata dedicata alle famiglie e concorso “Presepi 2008”. Lunedì 29 dicembre, super tombola organizzata dall’Amministrazione comunale con tutti i gruppi parrocchiali e i giovani presso la sala polivalente: il ricavato sarà devoluto alla famiglia che la parrocchia ha adottato in Brasile. Martedì 30 dicembre, “A scorpacciata” di torroni e dolci presso la saletta parrocchiale. Mercoledì 31 dicembre, giornata di ringraziamento al Signore con la celebrazione del “Te Deum”. Giovedì 1 gennaio, giornata della pace. Venerdì 2 gennaio, visita agli ammalati. Sabato 3 gennaio, visita ai bambini del reparto di ematologia dell’ospedale Puglise-Ciaccio di Catanzaro e consegna di dolci e giocattoli. Martedì 6 gennaio, processione di Gesù Bambino per le vie del paese, celebrazione eucaristica e premiazione del concorso di poesia e del concorso dei presepi. STALETTI’ (Cz) - Veglione alla Baia dell’Est Alla "Baia dell’Est" sarà possibile divertirsi aspettando il 2009 mangiando piatti prelibati all’insegna del diverti-

mento. Costo serata 70,00 “Cenone e veglione”; con pernottamento, 100,00. Informazioni: 368-7029360; 0961911352. STALETTI’ (Cz) - Veglione al Blanca Cruz Al Blanca Cruz si apetta il 2009 all’insegna del divertimento; per il cenone e veglione il prezzo e di 70,00. E’ possibile pernottare presso L'Hotel Baia dell'Est. Cenone,veglione,pernottamento e pranzo del primo dell’anno costano 130,00. Per informazioni contattare Maurizio allo 0961-911707 oppure al 333-5736483. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TORRE DI RUGGIERO (Cz) - Teatro/canzone Venerdì 2 gennaio alle ore 20.30 presso la sala Conferenze del Comune di Torre di Ruggiero si terrà l’evento Teatro/canzone con Carlo Lucarelli, Simona Vinci, Mimmo Martino (Mattanza), Mario Lo Cascio (Discanto), Carlo Grillo (Calabria Logos), Marcello Piccioni, Roberta Parravano, Gianfranco Riccelli (Arangara). Letteratura, musiche e canti. la stessa iniziativa si ripeterà sabato 3 gennaio alle ore 21.00 all’auditorium Casalinuovo di Catanzaro e domenica 4 gennaio al teatro comunale di Soverato. VIBO V. - “Vibo Presepi 2008” La Pro Loco di Vibo organizza la IV edizione della mostraconcorso “Vibo-Presepi 2008” che si terrà nella Chiesa rinascimentale di San Michele. La partecipazione è gratuita e suddivisa in due sezioni: privati; scuole, associazioni, enti, ecc.. Ogni partecipante può presentare più presepi per la mostra, ma solo due per il concorso. Ogni partecipante che avrà fatto pervenire nei termini stabiliti, i presepi presso la Chiesa di San Michele, potrà ritirarli entro e non oltre lunedì 12 gennaio 2009. I presepi non ritirati entro tale data resteranno in proprietà alla Pro Loco. Giorno ed ora della consegna e del ritiro, vanno preventivamente concordati con la Pro Loco. I presepi verranno giudicati da una giuria competente ed il giudizio sarà insindacabile. La mostra resterà aperta fino al 5 gennaio 2009, nei seguenti orari: tutti i giorni: ore 10.00 - 12.00/ 17.00 20.00. CALABRIA - Notti di Natale Ha ufficialmente preso il via presso la stazione Vaglio Lise di Cosenza, la manifestazione “Notti di Natale 2008/2009”: “In carrozza tra stelle e presepi”. La rassegna itinerante su rotaie che promuove il percorso tra arte, cultura, ambiente, storia e territorio, e che coinvolge i Comuni della provincia di Cosenza e Catanzaro fino al prossimo 18 gennaio. Le tappe programmate della mostra itinerante, nelle stazioni ferroviarie della Calabria sono: da oggi al 30 dicembre, Catanzaro; 2-3 gennaio 2009, Serrastretta; dal 4 al 6 gennaio, Camigliatello Silano; dal 7 al 10 gennaio, San Giovanni in Fiore; 11-12 gennaio, Serra Pedace e dal 13 al 18 gennaio ,Cosenza centro. CALABRIA - Cunta Calabria L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale Vibonese”

di Vibo Valentia, fino al 20 marzo 2009 presso il nuovissimo Auditorium della Chiesa “Gesù Salvatore” in Vena di Jonadi, presenta la seconda edizione di “Cunta Calabria”. La Calabria si racconta attraverso il teatro popolare e non solo. Il programma: Venerdì 9 gennaio, Compagnia Teatrale “Hercules” di Catanzaro “A scacammi n’atra”. Venerdì 23 gennaio Associazione Teatrale “Roccella Jonica”. “ Nta casa i Don Rafeli”. Il 6 febbraio, Piero Procopio & Band Cabaret e Musica Popolare. Il 20 febbraio, Associazione Culturale “Nuovo Teatro Aquila” di Pellaro “L’eredità e a jettatura”. Il 6 marzo, “Gruppo Teatrale Anoiano”. Il 20 marzo, Gruppo Teatrale “Giangurgolo” di Gioia Tauro“U muru”. Ingresso pubblico ore 20.30 – Sipario ore 21.00. CALABRIA - Eventi natalizi in Calabria Eventi in Calabria: Oggi, a Lamezia Terme, alle ore 18.00, Sala Teatro San Francesco di Paola, messa in scena della commedia "L'amico del diavolo" di Peppino De Filippo rientrante nell'ambito del cartellone comunale degli eventi natalizi. Oggi, a Reggio Calabria, alle ore 18.00 presso il Teatro Siracusa, Concerto di musica sacra promosso dalla Massoneria del Grande Oriente d'Italia per il centenario del terremoto. Oggi a Locri, alle ore 18.30 a Palazzo Nieddu del Rio, Concerto "Itinerari Gospel", promosso dall'Amministrazione comunale. Oggi a Catanzaro, alle ore 19.00 presso la Chiesa Madonna di Pompei, spettacolo teatrale "Jesus, il sussurro dell'Angelo" della compagnia Teatro del Carro. Alle ore 21.00, presso il Teatro Tenda in piazza Procopio a Santa Maria, esibizione del trio "Ditelo voi", nell'ambito della manifestazione "Regaliamoci un sorriso". Oggi a Trebisacce, alle ore 20.30 presso la Chiesa di San Nicola di Mira, Concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, con il Crystal White Gospel Duet. Oggi a Castrovillari, alle ore 21.00 presso il Teatro Sybaris, rappresentazione dello spettacolo teatrale "Casa di frontiera", di Gianfelice Imparato, per la regia di Casimiro Gatto. Oggi, a Roccella Jonica, alle ore 21.00 a Borgo, spettacolo conclusivo della seconda edizione del Roccella Folk Fest, organizzato dalla Consulta giovanile. Oggi, a Belvedere Marittimo, alle ore 22.00 presso Le Sirene Music Club, spettacolo nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia "90 secondi all'inferno" Jazz Reading. Lunedì 29 dicembre a catanzaro, alle ore 21.00 presso il Teatro tenda piazza Procopio a Santa Maria, rappresentazione della commedia in vernacolo "Bell'e papà", di e con Piero Procopio, nell'ambito della manifestazione "Regaliamoci un sorriso". Lunedì 29 dicembre a Lamezia terme, alle ore 21.00 presso il teatro Umberto, concerto rock dei Super Elastic Bubble Plastic, nell'ambito del cartellone comunale degli eventi natalizi. Lunedì 29 dicembre a Belvedere Marittimo, alle ore 22.00 presso le Sirene Music Club, concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, sul tema “The Brazil Songbook”. Martedì 30 dicembre, a Cosenza, alle ore 20.30 presso il teatro Rendano, manifestazione "Il cinema in festa: nuove generazioni e pari opportunità", promossa dall'associazione San Carlo Borromeo in collaborazione con l'assessorato comunale alla Cultura. Martedì 30 dicembre a Torre di Ruggiero, alle ore 21.00 presso la chiesa matrice, spettacolo teatrale "Jesus, il sussurro dell'Angelo" della compagnia Teatro del Carro. Martedì 30 dicembre, a Belvedere Marittimo, alle ore 22.00 presso Le Sirene Music Club, Concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, con Grezzi/Napolitano Duet. Mercoledì 31 dicembre, a Lamezia Terme alle ore 23.45 su Corso Numistrano, Concerto di Caparezza organizzato in occasione del Capodanno. Giovedì 1 gennaio a Catanzaro, alle ore 19.00 presso il Teatro Politeama, concerto di Capodanno con la Moscow State Radio and Tv Symphony Orchestra. Venerdì 2 gennaio, alle ore 21.00 presso il teatro Rendano di Cosenza, gran Concerto di Capodanno, nell'ambito della stagione del Teatro Rendano. Venerdì 2 gennaio a Spezzano Albanese, alle ore 22.00 presso il Piper Jazz Club, concerto nell'ambito del Cosenza Jazz Festival & Musica in provincia, dello Smaf Quartet meets Pietro Condorelli. CALABRIA - Concerti Acam La Società Beethoven Acam di Crotone presenta la stagione concertistica 2008. Il programma: Oggi, concerto del duo Aurelio Schiavoni - Francesco Addabbo, auditorium Liceo Musicale “O. Stillo” di Crotone, ore 19.00. CALABRIA - Prim’olio IX edizione L’associazione “Saperi e sapori” presenta la IX edizione di Prim’Olio (giornate internazionali per la valorizzazione dell'olivicoltura Mediterranea). Giovedì 29 gennaio, presso la Facoltà di Agraria di Bologna si terrà la presentazione nazionale della “Guida agli extravergini Calabresi”, a conclusione della nona edizione di “Primolio”.


40 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

DALLA PAROLA ALLA FEDE Oltre sessanta bambini hanno narrato la nascita di Gesù Cristo a Betlemme Oltre sessanta voci bianche, guidate dal maestro Marianna Monterosso, hanno presentato il 26 dicembre scorso, nell'Auditorium "A.Casalinuovo" di Catanzaro, il musical "Cantiamo il Natale", ideato e curato dal Movimento Apostolico. Con parti anche sceniche, i bambini hanno narrato come avvenne la nascita di Gesù a Betlemme, facendo gustare ai presenti il messaggio vero del Natale: la grazia e la pace del Redentore che nasce per la salvezza degli uomini. Una festa diversa da tutte le altre, perché è un momento di riflessione e di impegno al bene. I piccoli hanno gridato come il Natale è la festa del dono: Dio Padre ci dona il Figlio, il Figlio dona se stesso per amore, e manda a noi il suo Santo Spirito per la nostra salvezza. Maria Santissima dona all'umanità il Figlio di Dio, Giuseppe lo

Certamente è un discorso arduo e faticoso; ma siano certi che se daremo al mondo Cristo, se ricorderemo la sua parola, ancora oggi la vita trionferà, la gioia esploderà, la pace fiorirà, la speranza si accenderà". Un significato alto che i bambini hanno regalato anche con la recita dei "meditare" della fondatrice e ispiratrice del Movimento Apostolico, sig.ra Maria Marino, che ancor oggi parlano al cuore custodisce con amore. Ad introdurre la serata è stato il teologo don Gesualdo De Luca, che ha descritto anche la scenografia curata da Anna Maria Mazza, caratterizzata da una grande slitta piena di bambini con un grande cielo stellato. "Ciascuno di noi - ha detto don De Luca - deve farsi piccolo come questi bambini, per portare in dono al mondo Gesù.

dell'umanità, con un invito concreto alla conversione. La serata è stata arricchita anche dalla presenza del rinomato coro "Mater Redemptionis", diretto da don Biagio Maimone, che ha eseguito celebri melodie natalizie. Presenti alla serata anche la fondatrice e ispiratrice del

Interessante convegno promosso dall’Oari presso la Casa delle culture a Catanzaro

Quali doni delle famiglie di oggi alla generazioni che verranno? Nei giorni scorsi, si è tenuto presso la Casa delle Culture dell'Amministrazione Provinciale di Catanzaro, un interessante convegno organizzato dall'O.A.R.I., in collaborazione con l’A.V.U.L.S.S., il Movimento Apostolico e l'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro, sul tema: "Quali doni delle famiglie di oggi alle generazioni future?". Introducendo i lavori, la presidente dell'O.A.R.I., la signora D'Audino Giancotti, ricordava che il convegno concludeva il XVI Corso Base Socio-Sanitario, organizzato dallo stesso sodalizio per formare volontari capaci di stare accanto all'uomo che soffre con competenza e spirito cristiano. La stessa, poi, ha ringraziato tutte le Istituzioni, le Associazioni e il Movimento Apostolico, per la collaborazione. Le Autorità intervenute a porgere il loro saluto hanno tutte ribadito la necessità che le diverse istituzioni civile e religiose operino in sinergia per consentire alle famiglie di adempiere in pienezza ai loro compiti. Dal canto suo l'Arcivescovo, S.E. Mons. Antonio Ciliberti, ha ribadito la necessità di sostenere la Famiglia, affinché questa possa uscire dalla crisi in cui versa e adempiere così il suo compito formativo nei confronti delle future generazioni. Il primo a relazionare è stato il Prof. Valerio Donato, Docente di Diritto Civile dell'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro, il quale affermando la sua sensibilità laica, precisava che tuttavia sono molte le critiche da rivolgere a certe soluzioni laicistiche. Egli ha affermato che l'etica si fonda sul sentire comune delle persone che partecipano al dialogo. In tal senso un sentire comune nuovo oggi sta producendo una famiglia nuova, diversa da quella del passato. È questo comune sentire che costruisce l'etica ed ogni altra istituzione. In questa ottica, prioritaria è la persona, il soggetto singolo, e secondaria la famiglia, che nasce allorquando si riscontra un sentimento condiviso, il quale per esser tale non deve essere necessariamente convalidato da alcun rito

sacramentale. In questo senso è l'uomo che si fa e che crea strutture nuove rispondenti al suo sentimento. Considerato ciò, si afferma che il momento attuale non è di crisi, ma evoluzione da un tipo di famiglia, che è da considerarsi sempre un valore, a un nuovo tipo di famiglia, quella comunemente detta "Famiglia di fatto" Il teologo Mons. Di Bruno, Assistente Centrale del Movimento Apostolico, ha evidenziato fin da subito che il suo intervento, "Il dono spirituale: educazione spirituale e rispetto della fede" si fondava su dati provenienti dalla fede, intesa quest'ultima come adesione ad una Parola che non viene dall'uomo, che è fuori di lui e che questi può accogliere o rifiutare. Pertanto, la fede stessa ci attesta che l'uomo non è principio di verità, ed evidenzia che bisogna cercarla fuori di noi. Il teologo ha dunque affermato che chi vuole conoscere la verità di Dio sulla famiglia deve riferirsi ai primi capitoli della Genesi, dove è narrato che Dio creando l'uomo, non crea il singolo, ma la coppia: l'uomo maschio e femmina. Pertanto, il dato rivelato attesta che esiste un'unità costituiva primordiale: all'origine è la coppia e non l'individuo. Ma l'unità costituiva è rotta non appena l'uomo decide di farsi da solo, di autodeterminarsi a prescindere da Dio. È in quel momento che l'unità viene frantumata dal peccato ed è da questo momento che iniziano i

problemi della famiglia. Sono tante le soluzioni che vengono proposte da quelli che lo stesso teologo ha definito gli "urlatori di piazza", ma nessuna potrà risolvere il problema perché tutte partono da un uomo "fracassato" e le soluzioni danno come risultato un uomo altrettanto "fracassato". L'unità costituiva può essere sanata solo dalla Grazia di Cristo, il quale con la sua incarnazione e la sua morte ha elevato l'uomo alla condizione di figlio di Dio. La religione cattolica infatti è la religione della Verità, la Parola, e della Grazia, i Sacramenti. Il prof. Maurizio Bortoletti, Docente di Sociologia della devianza nell' Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro, nel trattare il tema "il dono della legalità: indirizzo, osservanza e disciplina", ha affermato la necessità delle regole le quali sono preposte a vigilare e custodire l'uomo singolo e la società tutta. Infatti, senza esserne consapevoli sono tantissime le regole che ogni giorno siamo tenuti ad osservare per il buon andamento della nostra vita personale e sociale. Il prof. ha affermato come le regole presentino una certa circolarità: infatti da un lato consentono il funzionamento del sistema, dall'altro cooperano a costruire il sistema stesso. Ancor più interessante è stato il dibattito suscitato dalle suggestioni lasciate dalle relazioni, che è diventato un dialogo a due tra il Prof. Donato e il Teologo Mons. Di Bruno. Un dialogo bello e dialettico dove si è sperimentato l'incontro tra l'uomo che è in ricerca e il credente che parte non dall'esclusiva della verità, difendendo posizioni preconcette, ma partendo dal principio che la verità appartiene a tutti, ha offerto all'altro il dono della sua fede in Cristo. Il dialogo franco e aperto è diventato testimonianza e dono, dato dal fatto che i partecipanti non erano chiusi in sterile posizioni apologetiche, ma l'uno alla ricerca del meglio, l'altro nel fare dono all'altro della sua perla preziosa: Cristo redentore dell'uomo e della famiglia. Cettina Marraffa

Movimento Apostolico, Maria Marino, la presidente, dott.ssa Cettina Marraffa, l'assistente ecclesiastico centrale Mons. Costantino Di Bruno, , Mons. Vincenzo Mamertino, della segreteria di Stato della Città del Vaticano, e numerosi presbiteri e fedeli. c.m.

Il giorno del Signore a cura del teologo Mons. Costantino Di Bruno

SECONDO LA LEGGE DEL SIGNORE (Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe) Prima lettura "IL SIGNORE VISITO' SARA (Gn 15,1-6;21,1-3). Paternità e maternità sono dono di Dio, frutto della sua benedizione alla prima coppia (Gn 1,28). Dio interviene nella storia dell'uomo e la sua Parola chiama, promette, dona vita, salvezza, gioia ed esultanza, allieta di un figlio una famiglia ed il suo popolo di un salvatore. Sara era sterile e anche fuori età, il Signore entra nella sua casa ed in essa rinasce la speranza. Molti anni Abramo dovette attendere, per lungo tempo la sua fede fu messa alla prova. Ma la parola di Dio è irrevocabile, essa con certezza si compie a suo tempo, ma prima è necessario che l'uomo venga trovato fedele, che tema Dio e su di lui, come su roccia solidissima, fondi il suo presente, ma soprattutto il suo futuro.

Seconda lettura PER FEDE ABRAMO OBBEDI' (Eb 11,8.11-12.17-19). Abramo viveva nella terra di Ur, il Signore lo chiamò ed egli si mise in cammino, con prontezza di risposta, con costante attenzione alla voce divina, per realizzare con immediatezza e sollecitudine il comando ricevuto. Abramo è l'uomo che vive solo di parola del Signore, egli esiste per questo. Annullandosi nella scienza e nella conoscenza umana, si edifica nella voce che ascolta, su di essa costruisce il presente, attende senza mai dubitare l'avvento del futuro promesso. La fede è la legge della vita, per essa il Signore compie la sua promessa, realizza la sua volontà, dona al mondo la salvezza, attua la redenzione, inonda i cuori di benedizione.

Vangelo LA GRAZIA DI DIO ERA SOPRA DI LUI (Lc 2,22-40) La legge è espressione della volontà di Dio e tutto quanto è comando del Signore Maria e Giuseppe lo compiono con coscienza retta. Come la legge dice, così essi vivono, si comportano, dandone l'esempio, divenendo modello per ognuno. La presentazione di Gesù al tempio è il ricordo della Pasqua, è l'offerta del primogenito, è la confessione della Signoria di Dio su ogni vita. La santità è di tutta la famiglia e non di un solo membro; essa è di Maria, di Giuseppe e di Gesù che cresce in sapienza, età e grazia. Se si prendono a modello di ogni famiglia cristiana Gesù, Maria e Giuseppe necessariamente bisogna cambiare modo di far crescere i bambini. Questi devono avere un costante riferimento alla sapienza e alla grazia; devono maturare in loro questo grandissimo equilibrio, che sarà poi la stabilità di tutta la loro vita, equilibro tra sapienza e grazia, tra verità e vita eterna di cui si devono quotidianamente alimentare. Quando questo equilibro sarà ricomposto non solo nei bambini, ma anche nei genitori, la famiglia è cristiana e vive ad imitazione della casa di Nazaret.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 41

Sport

CON IL CORINTHIANS

IN RITIRO ALL’ESTERO

Ronaldo verso l’esordio in Palestina in un’amichevole contro il Flamengo

Beckham sotto scorta A Dubai si temono attentati nei confronti del neo milanista

Juve, Inter, Milan, Roma e Lazio attendono i rientri degli infortunati Buffon, Vieira, Nesta, Aquilani e Matuzalem i veri colpi di mercato Il numero uno della Lega calcio: “Galliani più saggio grazie a me”

I ragazzi italiani a metà luglio sosterranno il provino a Londra

Il presidente Antonio Matarrese

Il Chelsea delle stelle pesca anche in Italia

Matarrese esulta: “Niente scissione tra serie A e B”

Da Gubbio al Chelsea Il sogno proibito di tre giovani promesse

ROMA - «Per il 2009 spero di rivedere Garrone in Lega, di ritrovare Zamparini, ci sono dei presidenti che vorrei tornassero per concludere questo progetto di grande rilancio» è l’augurio per il nuovo anno del presidente della Lega Calcio Antonio Matarrese. Un 2008 che si chiude senza scissioni, ma solo con una distribuzione formale tra A e serie cadetta. «Se ci fosse stata questa scissione me ne sarei andato. Adesso con il voto ponderato la A pesa il 60% e la B il 40% e non si parla più di scissione». Matarrese elogia anche i presidenti: «Moratti è sempre questo gran signore che c’è, ma non si vede. Galliani è diventato saggio. Cobolli ha imparato il mestiere. Rosella Sensi mi ha sorpreso molto. Lotito è il più effervescente».

PERUGIA - Il Chelsea, prossima avversaria della Juventus in Champions League, ha deciso di pescare anche in Umbria i talenti per il proprio settore giovanile, chiamando per una prova a Londra tre giocatori del vivaio del Gubbio, formazione di seconda divisione di Lega Pro. Sono i difensori Mattia Urbani, 17 anni, e Andrea Ferrato, 16 anni, e l’attaccante Luigi Lazzoi, 15 anni. Si tratterranno nella capitale inglese dal 12 al 16 luglio prossimi. Intanto per colpa della crisi economica saranno meno del previsto - 40 e non 48 come nelle ultime edizioni - le squadre di calcio che prenderanno parte alla 61/a coppa Carnevale, il torneo mondiale giovanile di Viareggio in programma dal 9 al 23 febbraio.

Il miglior acquisto è in casa Il Milan aspetta il rientro di Alessandro Nesta per risolvere i problemi della difesa

Il Torino medita una rivoluzione: ha messo gli occhi su otto calciatori ROMA - Da Buffon a Trezeguet, passando per Vieira, Aquilani, Matuzalem e tanti altri. Sarà un inizio 2009 all’insegna dei giocatori ritrovati per diverse squadre di serie A che, dopo gli infortuni più o meno gravi che hanno inguaiato i piani di molti allenatori, nei primi giorni di gennaio rivedranno finalmente all’opera alcuni dei loro campioni. Tra le prime squadre a salutare il nuovo anno con qualche giocatore in più da mettere in campo c’è la Juve che, oltre ai grandi assenti come il portiere della nazionale e il centravanti transalpino, da gennaio 2009 dovrebbe poter ritornare a contare anche su Iaquinta, Camoranesi e Poulsen. Dall’infermeria dell’Inter, già campione d’inverno, uscirà il forte centrocampista della nazionale francese, mentre Mourinho potrà contare a pieno sui già recuperati Chivu, Materazzi e Rivas. Per la Roma che dovrà cominciare il nuovo anno sen-

L’ex laziale è sparito: si teme che abbia ripreso a bere

Gascoigne ne combina un’altra

Paul Gascoigne è sparito da alcuni giorni

za Totti, l’uomo della rinascita della squadra giallorossa dopo il disastroso inizio di stagione, i ’nuovi acquisti’ dovrebbero riguardare il centrocampo con i rientranti Aquilani e Pizarro e la difesa con Tonetto. A rientrare a tutti gli effetti è atteso anche il brasiliano Rodrigo

Taddei dopo una serie di infortuni. In casa Milan, dopo l’addio per buona parte della stagione a Gattuso per l’infortunio al crociato del ginocchio destro che lo terrà fuori per circa sei mesi, si pensa a recuperare Nesta entro il mese di gennaio. Il difensore milanista non

LONDRA - Missed. Dov’è finito Paul Gascoigne? Alcol, problemi mentali, infiniti e per ora inutili trattamenti riabilitativi: il tunnel in cui si è cacciato l’ex calciatore inglese non sembra avere vie d’uscita. Ora Gazza sembra scomparso: non si è presentato al pranzo di Natale a casa della madre Carol, e ora la famiglia teme il peggio. «Non sappiamo dove sia hanno raccontato al Daily Star - Siamo andati a cercarlo, ma non lo abbiamo trovato e ora abbiamo paura che si sia rimesso a bere». Gascoigne era in cura da circa tre settimane in una clinica del Gloucestershire, seguendo la «Equine Assisted Psycotherapy», un programma riabilitativo di isolamento che prevede in particolare una sorta di dialogo con i cavalli. Tra l’altro proprio perchè l’ex centrocampista della Lazio pare stesse rispondendo bene alle cure, i medici gli avevano concesso un permesso di tre giorni per festeggiare il Natale in famiglia. Una situazione drammatica che pare essere vicina all’epilogo. Tanto che persino il figlio Regan, 12 anni, in un documentario dal titolo «Saving Gazza» che andrà in onda l’anno prossimo, parla del padre senza speranze: «Morirà presto, non penso che ci sia alcun modo di aiutarlo. E’ mio padre, avrebbe dovuto aiutarmi e assistermi lui in tutti questi anni e non voglio piangere per lui. Sto male, mi dispiace vederlo in questo stato ma non è colpa nostra, stiamo già perdendo il nostro tempo». parteciperà però al ritiro di Dubai e, se non dovesse farcela in tempi brevi, non è escluso un ritorno sul mercato da parte del club rossonero. A completa disposizione per il reparto arretrato torneranno agli ordini del tecnico Ancelotti, Bonera e Senderos, e per il centrocam-

po Flamini. Nel 2009 a rivedere il campo per la Lazio ci sarà il centrocampista brasiliano Matuzalem, arrivato in estate dal Saragozza. Ma c’è anche chi guarda fuori per rinforzare la squadra. E’ il caso del Milan, che starebbe pensando a Fabio Cannavaro già a gennaio.

Le mosse dei nerazzurri ruotano attorno ad Adriano «Penso solo al Real Madrid e mi sento madridista». Il difensore spazza via in un solo colpo tutte le voci di mercato. All’orizzonte non ci sono novità nè cambi di maglia. Tantomeno trasferimenti al Milan, come era sembrato nelle ultime settimane. Certo, manca ancora la firma sul rinnovo del contratto con i Galacticos, scadenza nel 2009, ma questi sono dettagli a cui si può pensare fra qualche tempo. La volontà è quella di restare. All’Inter servirà una punta nel caso in cui Adriano dovesse partire: se il Genoa non cederà Milito, i nerazzurri proveranno a chiedere Di Vaio al Bologna. Dellafiore, Raggi, il brasiliano Granja, Osvaldo, Lupoli, Pazzini, Potenza e Di Michele sono i nomi sull’agenda del Torino, che potrebbe cedere Franceschini, Vailatti e Ventola. Non promette colpi il presidente del Palermo, Zamparini, ma con lui le sorprese non finiscono mai.


42 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

All’allenatore del Milan piacerebbe lavorare nella Capitale Però prima vuol battere il record di Nereo Rocco

Ancelotti marcia su Roma: “Spalletti vinca e vada via”

Cudicini indovino: “Si qualifica l’Inter”

ROMA - «In Premier League personalmente credo nella vittoria finale del Manchester United, ma attenzione al Liverpool, che sta disputando una grande stagione». E’ quanto dichiara il portiere del Chelsea, Carlo Cudicini, intervistato dall’agenzia radiofonica Grt. Il portiere del Chelsea si sofferma sull’impegno degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus, in programma a febbraio. «Quella con i bianconeri sarà una sfida affascinante. Personalmente sono contento anche perchè avrò modo di stare in Italia per un paio di giorni». Poi uno sguardo alla Roma. «Con l’Arsenal aggiunge - la squadra di Spalletti se la giocherà alla pari: sarà un doppio confronto incerto ed equilibrato. «Tra Manchester e Inter passeranno i nerazzurri - conclude - ma forse, per queste tre partite, è presto per fare pronostici: mancano ancora due mesi e tutto dipenderà dallo stato di forma e da eventuali infortuni».

Il campionato riprende proprio con la sfida diretta all’Olimpico MILANO - La campagna acquisti sotto tono, la tournee estiva disastrosa, la rosa fatta a pezzi dagli infortuni, e una discontinuità di gioco e risultati che ha già messo una certa distanza fra il suo Milan e lo scudetto. Carlo Ancelotti si lascia alle spalle cinque mesi tutt’altro che facili, ma l’ultima partita dell’anno gli ha dato ottimismo e in Dubai ora spera di porre le basi per la rimonta. Se alla fine raggiungerà il traguardo dello scudetto, obiettivo primario imposto dalla società a inizio stagione, per Ancelotti sarà una vera e propria impresa. Altrimenti non gli mancheranno le attenuanti. Voleva un attaccante come Adebayor o Etòo, e sono arrivati Shevchenko e Ronaldinho, che poi si è rivelato il miglior realizzatore ma a Milanello si era presentato da Pallone d’oro sgonfio. Gli infortuni non hanno risparmiato alcun reparto: prima l’attacco; poi la difesa, con Nesta che ancora non ha mai giocato e Senderos che ha fatto di tutto per imitarlo; quindi il centrocampo ridotto ai minimi termini nelle ultime settimane. E ogni volta il tecnico si è dovuto inventare soluzioni d’emergenza. Le sconfitte estive, le due debacle clamorose in avvio di campionato e un gioco molto distante da quello che ha

Il portiere del Chelsea sulle sfide Champions

Wenger a nervi scoperti dopo l’ultimo pari

Arsenal infuriato L’arbitro nel mirino Dopo il Milan la Roma: Carlo Ancelotti si vede già in giallorosso

portato i rossoneri in vetta in Europa hanno addirittura messo in discussione la posizione di Ancelotti. Prima i summit con Adriano Galliani, poi le parole di Silvio Berlusconi: «Non è in bilico ma deve stare sveglio e darsi da fare...». Ma il tecnico di Reggiolo, da buon aziendalista, non si è mai scomposto. «Se non ho divorziato dal Milan dopo Istanbul, sarà difficile accada mai...», diceva e incassa-

va le critiche dall’esterno e i malumori di Kakà per le scelte tattiche. In mezzo alla bufera ha chiarito che fino al termine del contratto (giugno 2010) starà al suo posto per battere il record di panchine di Nereo Rocco, e poi non gli dispiacerebbe provare l’esperienza da ct di una nazionale africana. Ma nel frattempo segue con distacco la ridda di voci su chi prenderà il suo posto e guarda già al

futuro. Ossia a Roma, sponda giallorossa, dove hanno un bel ricordo di lui giocatore e anche Francesco Totti un giorno lo vorrebbe in panchina. Difficile leggere diversamente la sua battuta, anche se detta con il sorriso, al Corriere dello Sport: «Che Spalletti vinca la Coppa dei Campioni, perchè se lo merita, e poi si tolga dalle scatole». E alla ripresa del campionato c’è subito Roma-Milan.

Il Chievo la prima a riprendere Squadra rinata col 4-3-1-2, ma l’infortunio di Totti frena la risalita

LONDRA - «Ci sono state delle pressioni sull’arbitro nell’intervallo». Ne è convinto il tecnico dell’Arsenal Arsene Wenger. Tra il primo e il secondo tempo della gara di Premier League di venerdì Aston Villa-Arsenal, finita 2-2, un dirigente dell’Aston Villa avrebbe parlato al direttore di gara. Alla fine del primo tempo l’Arsenal era in vantaggio 1-0. «Si sa come vanno queste cose qui - ha detto Wenger al Guardian - a metà gara si parla con gli arbitri e per tutto il secondo tempo le decisioni sono a senso unico. Mi aspettavo potesse accadere e non sono sorpreso, non c’è altro da spiegare».

del Manchester out dieci giorni La A torna al lavoro Il giallorosso pensa solo alla rimonta Il difensore Ferdinand si ferma Le feste sono finite C’è la finale in casa da conquistare Sir Ferguson trema MANCHESTER - Il Manchester United dovrà rinunciare per circa dieci giorni a Rio Ferdinand, messo fuori causa da nuovi problemi alla schiena. Il difensore, che ha accusato la ricaduta prima del match vinto per 1-0 in casa dello Stoke City, dovrebbe saltare la trasferta di oggi sul terreno del Middlesbrough e la successiva sfida esterna a Southampton. Ferguson in allarme dopo l’ennesima ricaduta di Ferdinand.

Il grande recupero dopo il brutto avvio ha fatto tornare il sereno fra tecnico e ambiente

Il Palermo è in ritiro a Roma

ROMA - Dopo la pausa, le squadre di A tornano ad allenarsi. Chievo, Siena e Palermo si sono ritrovate ieri. Atalanta Riprenderà domani a Zingonia. Bologna Si raduna il 2 gennaio a Sestola. Cagliari Riprenderà domani. Catania Ricomincerà il 30 dicembre. Chievo Ha ripreso ieri. Poi riposo 31 e 1 gennaio. Fiorentina Dal primo gennaio a Marbella (Spagna). Genoa Riprende oggi. Una seduta anche il 31. Inter Il 2 gennaio ad Appiano Gentile. Juventus Di nuovo insieme da domani. Lazio Riprenderà il 2 gennaio a Formello. Lecce Da domani a Calimera. Milan Raduno domani per partire per il Dubai. Napoli Gli italiani riprendono oggi; gli stranieri il 2. Palermo Da ieri è alla Borghesiana di Roma. Reggina Il 30 al centro sportivo Sant’Agata. Roma Ricomincia per ultima il 3 gennaio. Sampdoria Il primo gennaio a Bogliasco. Siena Raduno ieri sera. Al lavoro fino al 31 mattina. Torino Il 30 al Centro Sisport a Torino. Udinese Il 2 a Roma per nove giorni di ritiro.

ROMA - Un finale di 2008 più che promettente rovinato in parte dal ko di Catania e dal nuovo infortunio di Francesco Totti. Si chiude con una festa mancata il 2008 di Luciano Spalletti che si ritrova con una Roma ancora lontana dalla zona Champions. Una squadra convalescente dopo un inizio di stagione traumatico che aveva smosso le granitiche certezza della tifoseria sul tecnico. La lunga striscia positiva e la qualificazione per la prima volta come vincitrice di girone in Champions hanno poi raddrizzato la situazione, il gruppo si è ricompattato e la tifoseria ha ripreso il feeling con squadra e tecnico. Il 2009 giallorosso, ormai alle porte, appare così diviso tra la certezza di aver ritrovato il gioco, grazie al nuovo modulo, e i dubbi legati alle condizioni fisiche di Francesco Totti e anche alla permanenza a Trigoria del tecnico delle 11 vittorie consecutive che, dimenticati i veleni estivi (sirene Chelsea e caso Mutu), sembra aver riconquistato la fiducia di giocatori e tifosi. Senza la discussa sconfitta a

Sci nordico Secondo posto per l’azzurra

Arianna Follis sul podio Cottrer undicesimo Spalletti sogna la finale di Champions che si gioca a Roma

Catania a pochi giorni dal Natale il giudizio sarebbe stato positivo, ma ora tecnico e squadra sono da rivedere, e già un esame probante sarà alla ripresa la sfida proprio con il Milan di Ancelotti. E in quest’ottica ecco l’intervista al Corriere dello Sport dai dell’allenatore rossonero che in toni semiseri ha invitato il suo collega a vincere la Champions

per poi... togliere il disturbo e quindi fargli spazio sulla panchina romanista. Spalletti, che in passato ha mostrato di gradire fino a un certo punto le dichiarazioni d’amore alla sua ex squadra di Ancelotti, in poco più di un mese è riuscito a ritrovare la sua squadra. Merito anche del nuovo e più redditizio 4-3-1-2 con il quale la Roma si è riciclata.

OBERHOF - E’ nuovamente la squadra rosa a portare l’Italia sul podio nello sci nordico, con il secondo posto della valdostana-modenese Arianna Follis nel prologo di 2,8 km del Tour de Ski, ad Oberhof. La località dell’ex Ddr propone il doppio trionfo della squadra di casa: Claudia Nystad vince tra le donne (seconda l’azzurra) e il redivivo Axel Teichmann tra gli uomini, con Pietro Piler Cottrer 11/o. Arianna Follis arriva a un soffio dalla vittoria. Miglior tempo all’intermedio davanti alla Kowalcyzk e alla Nystad, cede leggermente nel finale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 43

SPORT L’esterno sinistro amaranto traccia un bilancio più che positivo del 2008 e guarda al nuovo anno con fiducia

S E R I E

A

Barillà: la salvezza prima di tutto REGGINA

«Le soddisfazioni personali passeranno attraverso questo risultato che è il vero obiettivo»

REGGIO CALABRIA — Un 2008 soddi-

sfacente. Per Antonino Barillà, quello che sta per concludersi è stato un anno positivo, caratterizzato da una stagione giocata con continuità a Ravenna, nella serie cadetta, ed una prima parte di torneo con la Reggina vissuta all’insegna della fiducia da parte di tecnico e società. L’esterno sinistro traccia un bilancio più che positivo del 2008. «Per me è stato un anno importante e mi auguro che sarà così anche il 2009 - dice-. Voglio crescere e lo farò grazie ai consigli dei miei compagni più grandi. Cercherò di portami avanti seguendo le loro indicazioni». Il suo obiettivo non è solo quello di mettersi in mostra in una vetrina importante come la serie A, ma anche e soprattutto quello di dare un contributo al club della sua città, che lo visto crescere e passare dal settore giovanile in prima squadra in pochi anni. «Spero di raggiungere la salvezza il prima possibile - afferma Barillà -. Le soddisfazioni personali passeranno attraverso questo risultato, che è il mio vero obiettivo ed al quale tengo tantissimo». Il giovane centrocampista è stato riconfermato titolare anche da Bepi Pillon, subentrato a Nevio Orlandi proprio cinque giorni prima del match col Cagliari. Il neo mister amaranto ha fatto un’ottima sensazione al giocatore di Reggio. «Sin da subito Pillon mi è stato simpatico. E’ un fatto di pelle. Non lo conoscevo prima, ma mi è sembrato una grande persona ed un ottimo allenatore. Lo dico sulla base di come ha preparato la gara col Cagliari. Abbiamo seguito i suoi consigli ed abbiamo fatto una buona prestazione. Peccato, avremmo potuto fare di più. Al Sant’Elia - prosegue - ci è mancata la convinzione di poter ottenere un risultato pieno. Ci abbiamo provato fino alla fine ma abbiamo sbagliato qualche palla gol. E negli ultimi dici minuti della gara è subentrata la paura di non riuscire a portare a casa nemmeno un punto». Nonostante un avvio di torneo caratterizzato da mille difficoltà, Barillà si

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — E’ ripresa ieri la preparazione in casa Vigor. La squadra si è ritrovata allo stadio provinciale “Carlei” per una sola seduta pomeridiana agli ordini di mister, Fofò Ammirata. A tenere banco, al di là degli aspetti tecnici, le notizie di mercato. Sfumata ormai la trattativa per il ritorno in maglia biancoverde del centrocampista, Raffaele Battisti (ieri l’ex gelese è stato presentato ufficialmente alla stampa cosentina, ingaggiato appunto dalla compagine di mister Toscano), la società biancoverde fatica e non poco nel riuscire a ingaggiare giocatori disposti a vestire la casacca di una squadra ultima in classifica. E intanto, la ripresa del torneo incombe con un trittico di gare alquanto impegnative. Già domenica 11 gennaio al “D’Ippolito” ci sarà uno scontro diretto con l’Isola Liri, compagine che nelle due ultime gare prima della sosta, ha ottenuto due pareggi

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

Nella foto l’esterno sinistro amaranto Antonino Barillà

MERCATO In attacco occhi puntati su Pellè e Obinn. In difesa si seguono Contreras e Scurto dice fiducioso per il futuro: l’arma della Reggina sarà la compattezza del gruppo. «Se si guarda la classifica non è stato un buon cammino quello effettuato fin qui in campionato. Diversamente - conclude il giocatore - deve dirsi del gruppo, che è forte. C’è grande stima tra di noi, i veterani nutrono molto fiducia in noi giovani e ci danno tanti consigli. Da parte nostra cerchiamo di assimilarli tutti quanti. Sono indicazioni preziose per chi è in fase di crescita».

Mercato. I nomi per l’attacco sono quelli di Graziano Pellèe di Obinna. Il primo, ex Lecce, è attualmente in forza all’AZ Alkmaar e sembra non aver voglia di concludere la sua stagione in Olanda. Il secondo invece è una vecchia conoscenza di mister Pillon risalente ai tempi del Chievo Verona. Sono alcuni dei nomi che il trainer amaranto ha inserito nella lista dei possibili obiettivi della campagna trasferimenti invernale, nel caso in cui il presidente Foti dovesse decidere di privarsi di qualche pedina che compone il pacchetto offensivo. In primis di Bernardo Corradi. Ma al momento sembra che il numero uno amaranto non abbia intenzione di cedere il bomber al Bologna né dunque di operare in questo settore. L’obiettivo principale è quello di rafforzare la difesa, che ha subito qualcosa come 33 gol in 17 gare. In questo contesto i giocatori individuati sono Contreras del Paok Salonicco e Scurto del Treviso.

C’E’ ATTESA PER I DONI DI LILLO BABBO NATALE D

i tutto e di più nel futuro della Reggina. Lo leggiamo nelle cronache sportive dei giornali di questo periodo in cui il campionato è fermo. Nella settimana che precede di poco l’avvio dell’ultima fase del calciomercato, i pronostici e i propositi di rafforzamento degli organici non mancano. Nei servizi e nelle corrispondenze, si lascia intendere che l’organico amaranto prima della fine del prossimo mese di gennaio assomiglierà al Brasile di Pelè. E siccome siamo in clima di festa, Lillo Foti assomiglia a Babbo Natale prodigo nel regalare a Pillon rocciosi difensori, prolifici attaccanti, eclettici centrocampisti e, finalmente, un buon portiere. Lillo Babbo Natale, in questi giorni, ha ricevuto molte letterine da parte dei tifosi: tutte chiedono il rafforzamento della squadra e la permanenza nella massima serie. E lui, l’omino con la barba bianca e vestito di rosso, se la ride sotto i baffi e con il suo fare ecumenico dispensa benedizioni a destra e a manca. Il popolo amaranto di crisi economica non vuol sentirne parlare. Necessita un difensore e difensore deve essere; l’organico è carente di un centrocampista e centrocampista deve giungere in riva allo Stretto. E così di-

cendo, fino a rattoppare i buchi che questa formazione, alla stregua del gruviera, sta dimostrando di avere. Sui giornali ce n’è per tutti: centrali, laterali, cursori di fascia, bomber da numeri a due cifre e compagnia cantando. I propositi, dunque, non mancano. Se sono rose... Roba da sbellicarsi dalle risate. E sì, perché per recuperare il tempo perduto ci vogliono i soldi, tanti “picciuli” in contanti..., altrimenti “non si canta messa”. Si dice che l’attuale organico della Reggina sia pletorico e, pertanto, la logica del bilancio impone prima l’uscita di quei giocatori che, magari perché non si sono dimostrati all’altezza del compito, dal punto di vista tecnico non rientrano nei piani della società. Da questo movimento dipenderà il mercato in entrata. In fondo non è prevista alcuna sanzione per chi la sparerà più grossa. In fondo in calcio è bello anche perché oggi nell’organico della squadra del cuore troviamo il campione tal dei tali che, poi, nello spazio di una notte, ritroveremo nella formazione avversaria. Altro giro, altro pronostico. Perché il circo del calcio, anche quando le luci della ribalta sono spente, non perde la sua magica atmosfera.

Angela Latella

Seduta pomeridiana allo stadio “Carlei”. Intanto è sfumato l’ingaggio di Battisti

Ieri è ripresa la preparazione... ma tiene banco il calciomercato

A sinistra, l’attaccante Michele Sergi. Fino ad oggi l’unico acquisto della Vigor Lamezia. Sopra. il tecnico biancoverde, Fofò Ammirata.

con il Gela e il Catanzaro. In entrambi i match, i laziali si erano portati in vantaggio e il recupero delle due quotate formazione di vertice, è stato oltremodo difficile. Sia Gela che Catanzaro, infatti, hanno recuperato lo svantaggio nei minuti finali. Insomma, un avversario ostico per la Vigor. Così come lo sarà il Pescina in trasferta e il Cosenza in casa. Come dire: se la società non corre ai ripari, si annuncia un inizio di girone di ritorno già in salita. Mercato. Sfumato, come detto poc’anzi, l’ingaggio di Battisti, occhi puntati sul centrocampista Federico Capece, ex Gallipoli. Il dg Donnarumma poi è sulle tracce di un attaccante di provata esperienza. Quindi, ecco i nomi che si fanno nelle ultime ore: dal 24enne argentino, Julien Di Cosmo, a Mauro Marchano, passando per Roberto Pasca. Per il reparto difensivo si fanno i nomi di Raffaele Gambuzza e Marco Palma. Notiziario. Oggi, doppia seduta alle ore 10,00 e alle ore 14,30: lunedì 29: ore 10,00 e ore 14,30; martedì 30: ore 10,00 amichevole contro la Fortitudo Lamezia allo stadio “D’Ippolito”; venerdì 2 gennaio: ore 14,30 stadio “Carlei”; sabato 3: ore 10,30 e ore 14,30 stadio “Carlei”. Infine, domenica 4: amichevole da definire. r. s.


44 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

LE PAGELLE DEL GIRONE D’ANDATA All’attaccante giallorosso il voto più alto tra i giocatori

Su tutti...Max Caputo CATANZARO

E il tecnico Nicola Provenza modella un Catanzaro a sua immagine e somiglianza

CATANZARO — Al termine del girone

d’andata, abbiamo stilato le pagelle del Catanzaro. Un bilancio di metà percorso segnato dal rendimento dei giallororossi impegnati nelle prime 17 gare. Portieri Mancinelli 7: E’ il terzo portiere meno battuto del campionato, dopo Cecere e Ambrosi con appena dieci reti al passivo. E già questo dato potrebbe bastare per un voto importante. Ma non è tutto. S’è tolto anche lo sfizio, nel girone di andata, di conservare per 554’ la propria imbattibilità. Sempre attento tra i pali, ha diretto al meglio una difesa che gioca come un’orchestra sinfonica affiatata e diligente. Se gli si vuol trovare un difetto, allora, diciamo che, a volte, nelle uscite fa correre qualche brivido ai tifosi giallorossi. Per il resto, sta disputando un’ottima annata. Parisi sv. Difensori Ciano 7: il soldatino giallorosso (uno degli ultimi jolly in circolazione) non delude mai. In questo torneo, sta interpretando alla perfezione il ruolo di terzino destro. Nel mese di dicembre, ha giocato poco o nulla. E’ stato, infatti, bersagliato dalla sfortuna per via di alcuni acciacchi muscolari, tuttavia, il giudizio sul suo girone d’andata rimane estremamente positivo. Gimmelli 7.5: al cospetto del capitano giallorosso, come dire, chapeau: tanto di cappello! Rendimento elevato il suo. Con Roberto Di Maio forma, veramente, la coppia più bella del campionato. Di Maio 7.5: a suon di gol (e con quello di Isola Liri siamo a quota tre), s’è meritato, in più di un’occasione, la copertina. “Numeri” alla mano, ha confermato di essere un difensore col vizietto del gol. Una sorta di attaccante aggiunto sui calci piazzati. Tuttavia, sarebbe riduttivo giudicarlo solo per il suo rendimento offensivo. Infatti, al pari del suo compagno di reparto Gimmelli, s’è espresso su standard elevatissimi, contribuendo a fare della porta di Mancinelli un fortino quasi inespugnabile. Tomi 6.5: Croce e delizia del “Ceravolo”, anche se, ultimamente, ha offerto buone prestazione. Impiegato come esterno di centrocampo, fa valere ancor di più le qualità. Provenza l’ha capito col passare del tempo, tant’è che, ormai, lo considera una vera e propria ala, preferendogli in difesa Armenise. Armenise 6.5: Un inizio di torneo decisamente promettente il suo. Sulla sinistra, ogni volta che ha messo il turbo, per gli avversari son stati dolori. Ultimamente, è calato un po’ nel rendimento, ma ci può stare vista l’età (22 anni) e un’esperienza che non può essere quella di un veterano. Siamo certi, comunque, che il ragazzo si farà! F. Montella 6: con abnegazione e senso del sacrificio, ha messo a tacere quelle voci volevano a Catanzaro solo in virtù del cognome e, quindi, dell’operazione che ha portato in giallorosso il fratello. Ha fatto il suo dovere ogni volta che è stato chiamato in causa. Buon gregario. Di Meglio 6: non è facile per un elemento del suo calibro e del suo passato calcistico, stare quasi sempre in panchina a guardare i compagni giocare. Tuttavia, Di Meglio s’è confermato un grosso professionista, sacrificandosi per il bene del gruppo e dando il suo apporto quando Provenza l’ha gettato nella mischia. De Franco sv Centrocampisti Zaminga 7.5: E’ “soltanto” il signo-

LA DOMENICA di Orlando Rotondaro

Nella foto l’attaccante Max Caputo. In basso, il tecnico giallorosso Nicola Provenza.

re del centrocampo giallorosso. Un avvio in sordina il suo, il tutto prima di diventare un autentico ruba palloni in mezzo campo e uomo-squadra. Berardi 7: a inizio torneo, ha faticato un po’ per via del ruolo che Provenza gli ha ritagliato in campo, ovvero quello di play basso. Però, col passare del tempo, ha preso in mano saldamente le redini della linea mediana giallorossa. Bruno 6: Forse meriterebbe mezzo voto in più, tuttavia, conoscendo e apprezzando le sue qualità gli diamo un voto che possa servire da stimolo. Siamo convinti che il vero Bruno, a Catanzaro, lo si debba ancora ammirare. Benincasa 6.5: “Benny” è il classico gregario che qualsiasi allenato vorrebbe avere. Sempre pronto a rispondere presente all’appello del suo allenatore. Corapi 6: il buon Ciccio è stato veramente sfortunato per via dell’infortunio patito a ottobre. Ora sta lavorando duramente per tornare più forte di prima. Nella seconda parte della stagione, sarà una freccia in più nell’arco di Nicola Provenza. Nel frattempo, in bocca al lupo! Cardascio 6: la prestazione di Isola del Liri (a dir poco incoraggiante) ha fatto capire che l’ex fantasista del Monopoli è sulla strada giusta. Come dire, Cardascio sta tornando in forma. Il primo acquisto del mercato invernale, Provenza è come se l’avesse già casa. Mangiacasale 7: un’autentica rive-

lazione. Fortemente voluto in estate dal presidente Bove, lo Speedy Gonzales giallorosso si è ritagliato in suo spazio. E se avesse anche il tiro sotto porta… Criniti 6.5: finito fuori rosa in estate, con l’infortunio di Corapi è stato ripescato e si è rivelato un elemento prezioso. Attaccanti Caputo 8: finte, dribbling, “giocate” d’alta scuola e gol. Il Conte Max, al secolo Massimiliano Caputo, è il valore (tecnico) aggiunto alla squadra attuale. Più lo vedi giocare e più ti chiedi cosa ci faccia un elemento del suo calibro in seconda divisione. Non solo geniale, ma spesse volte (anche alla luce dei sette centri sin qui realizzati) autentico killer sotto la porta avversaria. Antonio Montella 7.5: ha grandissime potenzialità. Potenzialità che pian pianino sta mettendo in mostra. Attaccante completo e dotato di fiuto del gol niente male. Soffre un po’ con le difese chiuse, ma il Catanzaro, in casa sua, ha un gioiellino per non dire quello che potrebbe essere uomo-mercato… Iannelli 6.5: Un inizio di stagione col piede pigiato sull’acceleratore. Poi, s’è un po’ immalinconito in panchina. Gran senso tattico e della posizione. Classico attaccante di manovra deve solo crescere caratterialmente per imporsi definitivamente. In ogni caso, merita la sufficienza piena. Frisenda 6: Rino Frisenda da Crotone ha solo bisogno di giocare con continuità per tornare il bomber che tutti hanno imparato ad apprezzare sui tre colli. Ha già rotto il digiuno col calcio giocato (facendo sin qui due apparizioni), adesso, deve solo trovare la miglior condizioni e… il gol. Marchano 5.5: serio professionista, dentro e fuori il campo. Tuttavia, ha giocato col contagocce e, quando è stato chiamato in causa, non sempre ha entusiasmato. Mister Provenza 8.5: al momento della conferenza stampa di presentazione aveva chiesto tempo e pazienza. Poi, ha bruciato le tappe, modellando il Catanzaro a sua immagine e somiglianza sin dalle amichevoli precampionato. Alla “prima” di campionato, le Aquile erano già belle e pronte. A bassa voce e, con tanta umiltà, ha messo in riga l’intero ambiente sportivo. Il suo Catanzaro è umile, bello a vedersi, solido e decisamente duro a morire (prova ne è la lunga imbattibilità). Vittorio Ranieri

PER LE AQUILE UN NATALE RICCO DI SORPRESE E SPERANZE D

opo la pioggia ecco il gelo. Natale povero ma freddo come non si ricordava da tempo. Comunque sia si è puntato sull’albero di Natale, quello vero però, sempre suggestivo perché, anche se pagano, è atteso da tutti, grandi e piccoli perché sotto le sue verdi fronte si accumulano i regali tanto attesi. Ma le prime cronache parlano di Natale povero come non si ricordava da anni. Per gli sportivi giallorossi, invece, un Natale ricco di promesse e di speranze e sotto l’albero un terzo posto. In verità era da tempo che a Catanzaro non si aveva un Natale calcistico così ricco di attese e di speranze. Gli ultimi anni, infatti sono stati un crescendo di amarezze, di delusioni, di dolore. Stracciato il passato tanto aureo, rimaneva il presente che non prometteva nulla di buono considerate le pessime gestioni che hanno vanificato tante manne cadute dal cielo sotto forma di ripescaggi in serie. Una manna che non è stata sfruttata a dovere ed ecco come è avvenuto l’allontanamento della massa dei tifosi dalla squadra, dalla Società che fu tanto gloriosa. Cancellato il passato e con un presente incerto ecco che quando prese forma e consistenza la nuova Società con Bove in testa e Soluri da comprimario erano pochi che davano loro fiducia. Nei circoli sportivi, nei bar tra un caffè ed un liquorino, i pareri erano quasi unanimi sulla mancanza di fiducia. Del resto come dare loro torto? E’ difficile pensare che dopo la serie di disavventure varie si potesse porre fiducia in quei due uomini ed in Improta che non avevano “spalle larghe”. Invece i fatti hanno dimostrato il contrario. La Società senza strombazzamenti e proclami prese piede, si rafforzò, avviò una campagna di potenziamento che puntò su un allenatore affermato. Il dottor Provenza che, nella vicina Lamezia, si mise in evidenza per il modo con cui

seppe inculcare nella mentalità dei suoi calciatori un sistema e una tattica di gioco che finì con l’attirare l’attenzione dei mass media. Appare strano, infatti, che una squadra di C. due possa dare dimostrazione di bel gioco nel vasto panorama calcistico nazionale dove figurano fior di calciatori ed allenatori super pagati. Eppure il dottor Provenza seppe imporsi tanto da far fare una bella figura alla sua squadra. Bove, Soluri e Improta dopo un attento esame puntarono sul medico-allenatore. E fu così che prese il via l’avventura del “nuovo” in tutti i sensi Catanzaro che, pian piano, cominciò a farsi rispettare nella seconda divisione, ex C. Due. E sotto l’albero di Natale un terzo posto imprevedibile a giugno quando si sperava soltanto nella salvezza. Ora, invece, tutti parlano di possibilità di rilancio in prima divisione. Certamente è presto per fare voli pindarici. Resta il fatto che al giro di boa il Catanzaro si presenta con 33 punti conquistati in 17 partite alla media di quasi 2 punti a partita. Una media di tutto rispetto anche perché la squadra assieme al Gela vanta l’imbattibilità. Secondo migliore attacco con 23 reti, terza migliore difesa con 10 goal incassati. Il Catanzaro, insomma, ha le carte in regola per sperare nel futuro. E’ chiaro che ora bisognerà fare i conti con squadre che, per la maggior parte, cercheranno di rafforzarsi nel mercato invernale di gennaio. E il Catanzaro resterà così come ha finito l’anno? Non si hanno notizie precise, in merito. Dalla Società non filtra alcunché. E fanno bene. Finora hanno manovrato a fari spenti per cui certamente proseguiranno con questa tattica e chissà che la Befana non porti qualche novità. Conoscendo Bove e Soluri c’è da aspettarsi un regalo per il nuovo anno. Comunque sia, bisogna puntare sulla fiducia ad ogni costo.

Assemblea Lega Pro L’assemblea delle società di Lega Pro (73 presenti su 90) ha approvato all’unanimità, senza neanche un’astensione, il bilancio consuntivo di Lega al 30 giugno 2008. E’ stato illustrato dal presidente Macalli e poi tecnicamente spiegato dal presidente dei revisori dei conti avvocato Catenaccio. Pieno accordo anche quando l’avvocato Biscotto, consulente della Lega, ha spiegato i principi di mutualità che ispireranno in avvenire la divisione dei diritti radiotelevisivi. Insomma Lega compatta al massimo su tutte le votazioni, senza neanche un'astensione. Per il resto la novità più interessante per le società di Lega Pro riguarda il mercato di gennaio. Il presidente Macalli ha specificato che i nuovi giocatori tesserati per club di prima o seconda divisione (con deposito dei documenti in Lega entro il 7 gennaio) potranno essere utilizzati in campionato già dall’11 gennaio. Macalli ha anche spiegato che entro breve tempo il personale non sarà più dipendente Coni ma passerà direttamente alla Lega. Il relativo piano economico è stato già approntato e non desta preoccupazioni, alle società non sarà chiesto nulla. Infine confermato un accordo recente con l’Istituto del credito sportivo per il miglioramento dei campi attuali o la costruzione di nuovi. Era presente anche il designatore degli arbitri Dal Forno che ha fissato per il 16 gennaio un raduno.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 45

SPORT 2ª D I V I S I O N E

MERCATO Alle 14,00 di ieri l’annuncio della società: acquistato il centrocampista

COSENZA

COSENZA — Ecco il primo

colpo della società, e che colpo. Raffaele Battisti è un calciatore del Cosenza calcio 1914. La trattativa era da tempo già avviata ed è stata portata a termine in breve tempo, complice anche la scelta del centrocampista di Rieti di rescindere il contratto con la squadra del presidente Tuccio. Già nel corso dell’estate il Cosenza e Battisti erano stati vicini ma il giocatore che a Gela portava al braccio la fascia di capitano, aveva già dato la sua parola alla squadra siciliana. Il centrocampista laziale si dice entusiasta di essere giunto a Cosenza e di credere fortemente nel progetto che la società di viale Magna Grecia ha deciso di portare avanti. «Ho firmato fino al 2010 - ha detto ieri pomeriggio durante la conferenza stampa di presentazione - perché sono convinto che il progetto di questa società avrà un seguito». Il Cosenza, ma questo è un fatto arcinoto, punta alla cadetteria, dunque non è la Lega Pro il suo posto e la società sta facendo il possibile per arrivare a questo obiettivo che tutti attendono. Il “mastino” ex Gela era conteso, come già quest’estate fra i due club calabresi che stanno infiammando il campionato di Lega Pro 2: ha avuto la meglio il Cosenza anche perché (parole dello stesso Battisti) «a Catanzaro, ci sono problemi con la società. I ragazzi con cui ho giocato dicono che

2ª D I V I S I O N E

“Colpo” del Cosenza Ecco Raffaele Battisti «Felice di essere qui»

Un’immagine del tifo rossoblù cosentino. In alto a destra, Raffaele Battisti durante la presentazione di ieri alla stampa

la situazione non è affatto buona. Ecco perché sono convinto che sia i giallorossi che i miei ex compagni del Gela avranno un calo che è del tutto fisiologico». (Il centrocampista, tuttavia, era contesto anche da Vigor Lamezia, Cisco Roma e Juve Stabia, ndr). Dunque, tanta grinta e felicità nelle parole di Battisti che è davvero entusiasta di essere arrivato a Cosenza, glie-

“Ho firmato fino al 2010 perché sono convinto che il progetto di questa società avrà un seguito”

lo si leggeva in faccia. Battisti è un regalo di Natale ma i botti ci saranno con l’inizio dell’anno come ha dichiarato il presidente Paletta: «Il mercato del Cosenza non è chiuso qui». Parole chiare che fanno si che i tifosi del rossoblù possano aspettare sereni che la società non starà con le mani in mano. Una precisazione il presidente Paletta la fa sui rappor-

I “numeri” del portiere e dell’attaccante confermano la bontà dell’organico rossoblù

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Gigi Amabile e

Mattia Mastrolilli. Se i numeri servono a dare indicazioni, sono loro i punti fermi della Vibonese di Angelo Galfano che si attesta alla fine del 2008, che è poi la fine del girone d’andata del campionato di Seconda divisione, come la sorpresa del torneo. Gigi Amabile ha sempre risposto presente giocando per intero tutti i 1.530 minuti del girone d’andata: un punto di riferimento per tutti i compagni di squadra ai quali ha garantito sicurezza e personalità. Non ha la fisionomia del leader, ma appare un portiere di certezze; insomma, tanto per capirci, non è in stile Buffon, ma ricorda la concretezza e la serietà di un certo Dino Zoff: quel che serve quando si deve mettere a disposizione la propria esperienza per quella operaLAMEZIA TERME — Si svolgerà

oggi, a partire dalle ore 9,30 il “Primo Torneo della Comunicazione” di calcio a cinque, organizzato dalla Component Sas. La manifestazione sportiva si svolgerà al palazzetto dello sport di Lamezia Terme in via Marconi. Parteciperanno le squadre de: il Domani della Calabria; il Quotidiano, Calabria Ora, Rk Tv;

Amabile e Mastrolilli I punti fermi di Galfano zione di crescita del gruppo di giovani che caratterizza la “linea verde” della squadra rossoblù (sembra un gioco di parole, o meglio di colori, ma è questa la strada intrapresa da Gurzillo & soci). Appena venti minuti in meno, ma sempre presente al primo minuto di ogni partita, il centravanti Mattia Mastrolilli. E’ lui anche il capocannoniere della squadra, con 5 centri (3 gol li ha messi a segno Melis, 2 Pirrone e Di Mauro, uno – da antologia – Polito). Le caratteristiche di Mattia Mastrolilli sono particolari: si muove da prima punta, ma non è mai stato un cannoniere particolarmente prolifico, perché il suo gioco si basa molto sul sacrificio e sulla capacità di far salire la squadra e far muovere i compagni aprendo spazi invitanti per chi viene da dietro; insomma, un

Il portiere della Vibonese, Gigi Amabile

compagno di squadra ideale per chi gli sta a fianco e un elemento utile alle strategie di squadra. Dietro i due battistrada, il maggior numero di minuti giocati (1.372) non è un caso che siano di Gaetano Di Mauro, il cervello, anzi, per dirla con una definizione che ormai è diventata una sorta di carta d’identità, il metronomo della Vibonese. Perché, come un metronomo, è Di Mauro a dettare i tempi della ripartenze e degli schemi da sviluppare: è dai suoi piedi che partono le azioni, la aperture, le illuminazione e, quando può, non disdegna le sortite in avanti andando pure a segno. Tra i giovani, guadagna spazio e numeri di minuti giocati il difensore laterale Bica Baden, mentre Polito, l’altro giovane, che domenica dopo domenica cresce in qualità e

CALCIO A CINQUE Organizzato dalla “Component Sas” si svolgerà al palazzetto dello sport di Lamezia Terme

Oggi il “Primo Torneo della Comunicazione” Rtc tv e Rai Tre Calabria. Ospite della manifestazione, l’attore Gianni Pellegrino. La stessa manifestazione, è stata presentata nei giorni scorsi alla stampa nei

locali del Thotel nei pressi di Lamezia est, in territorio di Maida. Presenti, tra gli altri, Marcello Le Piane amministratore della Component Sas e Mario Tursi

Prato di Rai Tre Calabria. Si prevede un’interessante giornata di sport e spettacolo che certamente richiamerà numerosi spettatori ai quali sarà offerto anche un

ti fra la società e la famiglia Pagliuso. «I rapporti fra il Cosenza e la famiglia Pagliuso sono ottimi, come ottimi son i rapporti con tutti gli imprenditori che vogliono contribuire al progetto Cosenza, le nostre porte son aperte a tutti. Non abbiamo avuto incontri con chicchessia». Le parole son proferite con decisione e nulla lascerebbe pensare che non sia effettivamente vero che le due parti non si siano incontrate. Ma parlare di botti di mercato fa invece pensare il contrario, fa venire in mente una forte disponibilità economica e un forte intento di fare davvero qualcosa che possa mettere un punto al campionato. Intanto, ci permettiamo di fare i nostri complimenti a Massimo Mirabelli che ancora una volta ha dato dimostrazione di saperci davvero fare sul mercato. Il Cosenza è una squadra di categoria superiore e anche sul mercato sta dimostrando di saperci fare. Carmelo Grandinetti

quantità di gioco prodotto, condivide con Melis il numero di maggiori sostituzioni in partita (ma c’è da dire che in più di una occasione la sua uscita, nel finale di gara, è stata una scelta per garantirgli l’applauso dei tifosi conquistatosi con ottime prestazioni), otto in tutto. Un altro promettente giovanotto della “Banda Galfano”, il franco-algerino Oudira detiene il numero maggiore delle volte (in tutto, dieci) in cui è entrato a partita iniziata. E il più cattivo? Il capitano Giovanni Ruscio, che è il giocatore ad aver perso più partite per squalifica; sempre lui fa compagnia a Kulenthiran ed Orefice nell’elenco dei rossoblù espulsi (ma la sua espulsione fu un’evidente svista arbitrale, anzi della guardialinee). In tempo di numeri e di minuti giocati, un’ultima annotazione, che riguarda il giocatore meno impiegato. E’ Villani, che ha giocato appena cinque minuti (ne ha giocati di più il diciassettenne Napoli che proprio domenica scorsa ha fatto il suo esordio tra i professionisti); forse non è un caso, visto che al rientro dalle feste non sarà più del gruppo tornando alla casa madre, il Benevento. Maurizio Bonanno

gustoso rinfresco. Per la rappresentativa de “il Domani” questi i convocati: Antonio Cannone, Vittorio Ranieri, Maurizio Bonanno, Domenico Martelli, Giampiero De Filippis, Antonio Fazio, Rocco Ferraina, Giuseppe Mungo, Nicola Leuzzi, Danilo Stanizzi e Lorenzo Fazio. r. s.


46 Domenica 28 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO CATANZARO La testimonial di “Consuma e Spendi Calabrese” ha inaugurato nei giorni scorsi un nuovo agriturismo

Con Miss Calabria alla scoperta... dei piatti tipici della nostra regione MISS ITALIA

Erica Cunsolo: «I miei pranzi per le feste sono all’insegna dei prodotti “made in Calabria” Quindi invito tutti i calabresi, in questi periodo di feste, a consumare e mangiare calabrese»

CATANZARO — Tempo di Natale,

di fine Anno, di feste, di pranzi e cene abbondanti: sicuramente il periodo dell’anno che come testimoniano varie sondaggi e classifiche realizzate da esperti del settore si consuma e si mangia di più. Ed a questo proposito ecco il consiglio e le affermazione fatte dalla bella Miss Calabria 2008 Erica Consolo da noi incontrata in occasione dell’inaugurazione di un agriturismo di Catanzaro. Ed Erica ha ben rappresentato il suo duplice ruolo di più bella di Calabria - ricordiamo che con il titolo di Miss Calabria la bella miss rosarnese ha poi conquistato un più che brillante quattordicesimo posto a livello nazionale nella finalissima di Salsomaggiore - e di pregevole testimonial della campagna “Consuma e spendi calabresi “ promossa e meritoriamente portata avanti dall’Associazione dei giornalisti “Jonici”. Un duplice ruolo che ha visto la miss Calabria 2008 madrina di questa importante struttura della ricettività e della gastronomia tipica calabrese caratterizzato dall’Agriturismo: una struttura proprio alle porte di Catanzaro i cui titolari Concetta Mazzei ed il giovanissimo figlio Angelo che studia proprio in un’istituto alberghiero, la portano avanti sotto l’insegna della qualità e della tipicità dei prodotti calabresi... Una bellissima sala ristorante e poi nell’ambito della struttura un maneggio di cavalli dove sarà possibile effettuare della salutari e rilassanti passeggiate a cavallo, campi di calcetto, campo di bocce ed una bellissima piscina per passare delle giornate all’insegna del divertimento della rilassatezza e dei veri sapori calabresi. E proprio i sapori genuini calabresi sono stati presentati ed offerti alle migliaia i persone che sono intervenute all’inaugurazione dell’importante agriturismo. Dopo il rituale taglio del nastro avvenuto tra fantasmagorici fuochi pirotecnici ben augurali - ecco la bella Erica accompagnata dalla signora Concetta Mazzei e dal figlio Angelo ha fatto visita alla struttura soffermandosi con vero piacere - e sotto lo sguardo attento e vigile dell’agente regionale di Miss Italia Beniamino Chiappetta - ha assaggiato tutte le squisite pietanze tipiche calabresi e proprio dell’agriturismo che imbandivano le tavole dell’agriturismo. Un vero tuffo nella bontà dei prodotti calabresi presentati anche con gusto. «Sono particolarmente felice di essere madrina di tale evento - ha affermato la bella Erica che ha conquistato tutti per simpatia, disponibilità. Prima perchè già oggi pomeriggio ho avuto la possibilità di visitarlo apprezzandone gli ampi spazi immersi in una calma rilassante, gli splendidi cavalli e l’ambiente tipico di agriturismo di qualità e di ottima organizzazione. Poi ringrazio la titolare e tutta la famiglia Mazzei, ed in particolare anche Pasquale Mazzei che già avevo avuto modo di conoscere durante le

L’inaugurazione dell'Agriturismo

Miss Calabria insieme a Pasquale Mazzei

La bella Erica ha assaggiato, gustandole, tutte le squisite pietanze tipiche calabresi

Miss Calabria mangia... "calabrese"

Erica insieme a Concetta Mazzei davanti ad una tavola di prodotti calabresi

serate di Miss Italia essendo anche lui Vice Sindaco di Caraffa dove ho partecipato a una manifestazione, per la calorosa ospitalità. E poi sono contenta perché negli agriturismi si respira l’aria dei prodotti tipici calabresi, coltivati nelle nostre terre e veramente genuini e di ottimo sapore. E questo ben si inquadra anche con il mio ruolo di testimonial della campagna “Consuma e Spendi Calabrese” della quale mi onoro esserne la madrina. Quindi invito tutti i calabresi in questi periodo di feste di consumare e mangiare calabrese, a comprare i nostri prodotti che specie in questo congiuntura economica certamente critica

per la nostra economia diventano beni essenziali. Mi auguro che in questo periodo tradizionalmente dedicati alle cene e pranzi di fine ed inizio anno siano sulle tavole dei calabresi: prima per il loro squisito sapore e poi perché sarebbe anche un importante messaggio culturale ed economico di sostegno alle tante aziende calabrese che tanto fanno anche in termini di sostegno alla nostra economia calabrese. Il mio menu della cena di fine anno, tradizionalmente fatta a casa insieme alla mia famiglia, sarà fatto esclusivamente di prodotti tipici calabresi e spero davvero che sulle tavole calabresi si possano assaporare i nostri splendidi prodotti». Ed allora per le cene e pranzi festivi di questo periodo, ma non solo, raccogliamo questo consiglio della splendida Miss calabrese insieme al suo invito di visitare lo splendido Agriturismo alle porte della città capoluogo: ospitalità disponibilità rilassatezza, ottimi sapori e può darsi che anche lì si posa incontrare la nostra bella Miss Calabria Erica Cunsolo. r. s.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 RUBRICA Sabato & domenica 09:30 RUBRICA Stella del Sud 10:00 RUBRICA Linea Verde Orizzonti 10:30 RUBRICA A sua immagine 10:55 Santa Messa 12:00 Recita dell'Angelus 12:20 RUBRICA Linea verde 13:30 Telegiornale 14:00 TALK SHOW Domenica In L'Arena 15:15 SPETTACOLO Domenica In...sieme 16:30 Tg 1 L.I.S. 16:35 SPETTACOLO Domenica In 100 e lode 18:00 VARIETÀ Domenica In 7 giorni 20:00 Telegiornale 20:35 NEWS Rai Tg Sport 20:40 GIOCO Affari tuoi 21:30 MINISERIE Tutti pazzi per amore 23:35 Tg 1 23:40 Speciale Tg 1 00:40 RUBRICA Oltremoda 01:15 Tg 1 Notte 01:30 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:35 RUBRICA Cinematografo 02:35 RUBRICA Così è la mia vita... Sottovoce 03:35 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 04:15 DOCUMENTI Totò un altro pianeta 05:05 DOCUMENTI Speciale Gigi Proietti 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 VARIETÀ Scanzonatissima 06:05 RUBRICA L'avvocato risponde 06:20 RUBRICA Inconscio e magia 06:45 VARIETÀ Mattina in famiglia 07:00 Tg 2 Mattina 08:00 Tg 2 Mattina 09:00 Tg 2 Mattina 09:30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10:00 Tg 2 10:05 RUBRICA Ragazzi c'è Voyager! 10:30 RUBRICA Cartoon Flakes Weekend 10:55 RUBRICA Art Attack 11:40 Coppa del mondo Sci alpino 13:00 Tg 2 Giorno 13:25 Tg 2 Motori 13:35 Tg 2 Eat Parade 13:45 FILM The Karate Dog 15:10 FILM Hercules 16:40 FILM Mowgli Il libro della giungla 18:00 Tg 2 18:05 FILM George re della giungla... ? 19:30 SITUATION COMEDY Piloti 20:00 TELEFILM Friends 20:30 Tg 2 20.30 21:00 TELEFILM NCIS 21:50 TELEFILM Criminal Minds 22:40 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 23:30 RUBRICA Rai Sport 00:35 Tg 2 00:55 RUBRICA Protestantesimo 01:25 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 02:15 RUBRICA Almanacco 02:20 Meteo 2 02:25 RUBRICA Inconscio e magia 03:00 Tg 2 Costume e società 03:20 VIDEOFRAMMENTI Videocomic 03:35 DOCUMENTARIO Cina sulla montagna dello Huangshan 03:50 SHOW Festival delle Stelle Emergenti 04:10 RUBRICA La voce dei cittadini 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 VIDEOFRAMMENTI Videocomic

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

(mai) viste menica papà

08:50 RUBRICA Le frontiere dello spirito

07:50 RUBRICA E' domenica papà

09:45 TELEVENDITA Tre minuti con

08:50 CARTONI ANIMATI Aia! 09:40 DOCUMENTARIO Timbuctu 11:10 RUBRICA Appuntamento al ci-

Mediashopping 09:48 DOCUMENTARIO Wild Tales

nema 11:15 RUBRICA TGR Buongiorno

10:20 FILM TV Il sogno di Crumb Drammatico

Europa 11:45 RUBRICA TGR RegionEuropa

13:00 Tg 5

12:00 Tg 3

13:40 SITUATION COMEDY Belli den-

12:25 RUBRICA TeleCamere

tro

12:55 RUBRICA Racconti di vita

14:45 TELEVENDITA Tre minuti con

13:25 RUBRICA Passepartout

Mediashopping

14:00 Tg Regione 14:15 Tg 3

14:50 MINISERIE I ragazzi della via Pál

14:30 RUBRICA Alle falde del Kili-

18:00 TELEVENDITA Tre minuti con

mangiaro Mediashopping

15:00 TELEGIORNALE Tg 3 Flash

18:50 VIDEOFRAMMENTI Supershow

LIS 18:55 Meteo 3

20:00 Tg 5

19:00 Tg 3

20:40 SHOW Paperissima Sprint

19:30 Tg Regione

21:30 FILM Love Actually

20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TALK SHOW Che tempo che

00:30 Tg 5 01:00 SHOW Paperissima Sprint

fa 21:30 RUBRICA Elisir

02:00 TELEVENDITA Mediashopping

23:20 Tg 3

02:15 FILM Maybe Baby

23:30 Tg Regione 23:35 SHOW Glob, l'osceno del vil-

04:15 TELEVENDITA Mediashopping 04:30 Tg 5 Notte

laggio 00:35 Tg 3

05:00 SITUATION COMEDY Otto sot-

00:45 RUBRICA TeleCamere

to un tetto

01:35 RUBRICA Appuntamento al cinema

05:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping

01:45 RUBRICA Fuori orario. Cose

05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La7 07:00 FILM I tromboni di fra Diavolo 09:40 ATTUALITÀ La settimana 10:00 FILM Veneri al sole 12:30 Tg La7

17:50 FILM I tre moschettieri 20:00 Tg La7 20:30 REAL TV Chef per un giorno 21:30 DOCUFICTION Prehistoric Park

12:55 NEWS Sport 7

23:30 ATTUALITÀ Reality

13:00 DOCUMENTARIO

00:30 Tg La7

Giovanni XXIII Il pensie-

00:55 FILM Arriva John Doe

ro e la memoria

01:00 TELEGIORNALE Tg

14:00 TELEFILM L'ispettore Barnaby 16:05 FILM Il computer con le

06:55 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 07:00 TELEFILM Due gemelle e una tata 07:45 CARTONI ANIMATI I Puffi 08:00 CARTONI ANIMATI Tom & Jerry Kids 08:15 CARTONI ANIMATI Le avventure di Jimmy Neutron 08:35 CARTONI ANIMATI Imbarchiamoci in un grande viaggio 09:00 CARTONI ANIMATI Mermaid Melody Principesse sirene 09:25 CARTONI ANIMATI Mostri e pirati 09:45 CARTONI ANIMATI Il laboratorio di Dexter 10:00 CARTONI ANIMATI Biker Mice from Mars 10:25 CARTONI ANIMATI I cavalieri dello zodiaco 10:45 CARTONI ANIMATI Mototopo Autogatto 10:55 SITUATION COMEDY Raven 11:25 SITUATION COMEDY Willy il principe di Bel Air 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 SITUATION COMEDY La vita secondo Jim 13:35 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 13:40 FILM TV Magiche leggende Fantastico 16:55 FILM TV Fievel Il tesoro dell'isola di Manhattan Animazione 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 19:05 SITUATION COMEDY Tutto in famiglia 19:35 FILM Spot Supercane anticrimine 21:30 TELEFILM Terminator: The Sarah Connor Chronicles 22:20 TELEFILM Bionic Woman 23:20 MINISERIE Taken 01:40 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 01:50 TELEVENDITA Shopping By Night 02:05 FILM Dimmi che non è vero 03:50 TELEVENDITA Shopping By Night 04:05 TELEFILM Lois & Clark 05:35 SERIE TV Classe di ferro

MTV scarpe da tennis

La7 03:20 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina 08:00 Tg 5 Mattina

07:00 RUBRICA Aspettando E' do-

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:00 RUBRICA Lovetest 11:30 RUBRICA Making the Movie 12:00 RUBRICA European Top 20 14:00 TELEFILM Reaper 16:00 MUSICALE Hitlist Italia 18:00 TELEGIORNALE Flash 18:05 MUSICALE TRL Special

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 RUBRICA Fuori orario. Cose

(mai) viste

il Domani Domenica 28 Dicembre 2008 47

07:05 Tg 4 Rassegna stampa 07:15 TELEVENDITA Mediashopping 07:35 SITUATION COMEDY Vita da strega 08:05 SERIE TV Sei forte maestro 09:30 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 09:35 DOCUMENTARIO Storie di confine 10:00 Santa Messa 11:00 RUBRICA Pianeta mare 12:10 RUBRICA Melaverde 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:05 COMICHE Le comiche di Stanlio e Ollio 14:15 FILM Mondo perduto 16:15 FILM King Kong 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 TELEFILM Colombo 21:30 TELEFILM Siska 00:00 FILM American Outlaws Gli ultimi fuorilegge 02:00 Tg 4 Rassegna stampa 02:20 FILM Come Harry divenne un albero 03:55 TELEFILM Blue Murder 04:50 SOAP OPERA Febbre d'amore

Maybe Baby

Most 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SHOW From G's to Gents 21:00 ATTUALITÀ Il testimone 23:00 TELEGIORNALE Flash 23:05 CARTONI ANIMATI South Park 02:00 MUSICALE Insomnia 05:40 TELEGIORNALE

IL FILM DI OGGI

Saint Martin

OGGI IN T

19:00 MUSICALE Mtv The

News

06:15 TELEFILM Commissariato

Canale 5 ore 02,15 Regia: Ben Elton. Con Joely Richardson, Emma Thompson, Hugh Laurie, Adrian Lester, James Purefoy, Tom Hollander, Rowan Atkinson Genere: Commedia Durata 100 min. Produzione: Gran Bretagna 2000. Sam, produttore della BBC, e Lucy, impiegata in un'agenzia per attori, sono una coppia felicemente sposata, ma in tensione per il figlio che non riescono a mettere al mondo. Sam ne approfitta per scrivere un film sulle disavventure di una coppia sterile, attingendo di nascosto anche al diario della moglie che, quando viene a saperlo, lo lascia e si mette con un giovane attore. Riconciliazione finale. Scritta da B. Elton sulla base del proprio romanzo Inconceivable, è una commedia di taglio realistico, vivace a livello descrittivo.

Love Actually Canale 5 ore 21.30

Regia: Richard Curtis Cast: Hugh Grant, Liam Neeson, Colin Firth, Emma Thompson, Alan Rickman, Keira Knightley, Martine McCutcheon, Bill Nighy, Rowan Atkinson, Denise Richards, Billy Bob Thornton, Elisha Cuthbert, Rodrigo Santoro, Laura Linney, Martin Freeman. Genere Commedia, colore Produzione Gran Bretagna 2003. Ventidue personaggi intrecciano una decina di storie d’amore nelle cinque settimane che precedono la vigilia di natale, nella Londra scintillante, multietnica e sofisticata. Amori interclassisti (tra un primo ministro alla Blair Hugh Grant in gran forma - e una segretaria polposa e lower middle class), amori per la donna (o l’uomo) di altri, amore tra un papà e un figliastro di dieci anni, a sua volta silenzio-

129’

samente innamorato della più bella della sua scuola, amore tra amici di antica data e recenti, amori silenziosi, furtivi, oppure urlati in un ristorante in due lingue diverse, Love Actually (l’amore, davvero) è costruito con sapienza di scrittore e ingegno di produttore: raccoglie le sue storie e ogni tanto le interseca, attraverso un quartiere londinese che ha, opportunamente, una parte bella e una brutta, senza mai perdere di vista la meta (la notte dì Natale nella scuola) e senza mai far perdere di vista allo spettatore nessuno dei segmenti, e raggruppa una serie di volti familiari e di strepitosi attori televisivi inglesi (Bili Nighy, lo stropicciato divo rock, e Martine McCutcheon, l’innamorata maldestra del Primo ministro).


il domani  

Edizione del 28 Dicembre 2008

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you