Issuu on Google+

Giovedì 28 Ottobre 2010

Anno XIII - Numero 296

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

MALASANITÀ

ECONOMIA

Un caso ogni due giorni: la Calabria in testa con 64 casi

COMUNI

Confindustria promuove Caridi: azioni positive per le imprese

Da Lamezia l’Anci scende in prima linea contro l’illegalità

a pag » 26

a pag » 3

a pag » 5

SANITA’ Il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, ieri ha presentato gli interventi per ripianare il deficit al ministero dell’Economia

Piano di rientro, via libera da Roma Riconosciuta valida la quantificazione del debito in 1,2 miliardi di euro così come comunicato recentemente dal Governatore IL COMMENTO

Nel ricordo di un cronista vero e appassionato

È stato deciso, grazie alla concrete azioni messe in campo, che sarà possibile utilizzare i fondi Fas a copertura del debito al 31 dicembre 2008 ed accendere i mutui a tasso agevolato per ripianare la parte relativa al 2001/2005 a pag » 7

RIVOLUZIONE ROSA

Slitta l’intesa Stato-Regioni e il federalismo è sempre più lontano

di Sonia Alfano europarlamentare Italia dei Valori

Celebrarel’anniversariodell’assassinio di un cronista appassionato e preciso come Giovanni Spampinato è particolarmente doloroso: l’Italia si trova infatti al cinquantesimo posto nell’ultima classifica di Rsf a parimerito con il Burkina Faso e dietro paesi come Ghana e Tanzania. Un dato inquietante per un Paese occidentale abituato ad agitare la bandiera della democrazia in ogni occasione. Nel 2010, purtroppo, i pochi cronisti coraggiosi si trovano abbandonati dallo Stato e da colleghi che hanno scelto la via dell’asservimento al potere. Per questo bisogna continuare a lottare per la libertà d’informazione.Durantel’ultimoanno il fenomeno delle minacce ai giornalisti è aumentato del 100%: numeri allarmanti che non lasciano ben sperare.

RIFORME

Lella Golfo: un terzo di donne nei CdA ROMA - Le donne devono sedere nei consigli di amministrazione delle aziende. E devono occupare almeno un terzo di quei posti di comando. Di tutte le aziende: quelle quotate in Borsa e quelle a partecipazione statale. Come la Rai, l’Inail o l’Inps. Una rivoluzione, se arriva in porto. Il testo di legge presentato da Lella Golfo (Pdl) ha avuto un plebiscito in commissione Finanze di Montecitorio.

ROMA - Le Regioni stentano a trovare un accordo sul maxi decreto attuativo del federalismo fiscale. Anche ieri la Conferenza straordinaria dei Governatori non è riuscita a definire una posizione condivisa da sottoporre oggi ai rappresentanti del Governo. E per questo, ci ha detto la vicepresidente Antonella Stasi, intervenuta in delegazione della Calabria, sarà chiesta una proroga per elaborare un parere più preciso e consapevole. La fase attuativa del federalismo si è ingessata a causa del problema dei costi. L’impatto della manovra correttiva rischia di ridurre l’agibilità amministrativa in molte materie di loro competenza. Come uscirne? Proprio per rispondere a questo cruciale quesito la Conferenza prende tempo. a pag » 5

CATANZARO Why not, interrogazione del Pdl ad Alfano: condizione di illegalità nelle indagini a pag » 17

COSENZA Le Fiamme Gialle smascherano una impresa edile sconosciuta al fisco a pag » 12

CROTONE Romeno arrestato per aver accoltellato un connazionale di 23 anni, ferendolo a pag » 14

L’INTERVENTO

Abbassare i toni isolare i seminatori di odio e violenza di Daniele Capezzone portavoce nazionale Pdl

La fabbrica dei "Tartaglia" va fermata. Io non so se chi mi ha aggredito per strada fosse un balordo qualunque, un pazzo, uno con una motivazione pseudo politica. Ma, da cittadino, mi auguro che accanto al centrodestra ci sia finalmente un grande centrosinistra. E spero che la sinistra italiana abbia sempre maggiore forza di fare una barriera netta tra se stessa e qualche seminatore di odio che c’è nell’estremismo di sinistra. La politica della delegittimazione tra gli schieramenti politici rischia di fornire un alibi a chi compie gesti violenti e sconsiderati. Io spero che tutti riflettano su questo: bisogna rispettarsi di più. A me personalmente poteva andare peggio, ho ancora un po’ di dolore, ma sono soprattutto dispiaciuto e amareggiato: io sono uno normale, abituato ad andare in giro senza protezione, a usare i mezzi pubblici, sarebbe una sconfittadoverecambiareabitudini. Purtroppo, però, quello che mi è accaduto dimostra che c’è un brutto clima nel Paese e soprattutto chi sta vicino a Silvio Berlusconi rischia. Rischia la criminalizzazione, quando va bene. L’aggressione fisica quando va male. E questo è ingiusto: è un sintomo preoccupante dell’imbarbarimento del clima politico e l’ennesima dimostrazione di come sia necessario uno sforzo collettivo per abbassare i toni. Dopo quello che è accaduto, sono chiaramente preoccupato. Non tanto per me ma per l’atmosfera di demonizzazione e di scontro che si respira nel nostro Paese. Non voglio fare la vittima, ma la deriva della violenza va condannata subito, sennò rischia di non fermarsi più.


2

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA NOTA di Giuseppe Candido A rischio l’ideale europeo di Giuseppe Candido

L’ideale europeo è sempre più in palese crisi e la domanda se sia meglio un’Europa delle patrie o piuttosto, per come avrebbero desiderato i padri costituenti, una Patria europea, non sembra anacronistica, anzi ritorna quantomai attuale. Nel loro "Manifesto di Ventotene", uomini del calibro e della tempra morale come Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi immaginavano un’Europa libera e unita, diversa da quella che oggi vediamo realizzarsi. Bisogna ricordare cosa scrivevano in quel documento passato poi alla storia come carta fondatrice dell’Europa: "L’ideologia dell’indipendenza nazionale è stata un potente lievito di progresso; ha fatto superare i meschini campanilismi in un senso di più vasta solidarietà contro l’oppressione degli stranieri dominatori (...). Essa portava però in sé i germi del nazionalismo imperialista, che la nostra generazione ha visto ingigantire

PUNTO E A CAPO

fino alla formazione degli Stati totalitari ed allo scatenarsi delle guerre mondiali". In quel manifesto già allora si riconosceva palesemente quello che era stato il pericolo degli Stati nazionali e che poneva la necessità di una "comunità europea unita". Forse non tutti sanno che sia la bandiera blu con le stelle rappresentative degli Stati Membri sia l’inno alla Gioia sono stati cancellati. E con essi la possibilità di chiamare leggi le direttive e la possibilità di avere un Ministro degli Esteri europeo che invece è stato declassato ad "Alto rappresentante". Il costituzionalista Giovanni Tesauro ha sottolineato come per la prima volta della storia dell’integrazione europea, si è fatto un passo indietro anziché un passo avanti. Tutto ciò mentre i sondaggi di "Eurobarometro" evidenziano invece che l’idea di un’Europa basata su un progetto costituzionale sia largamente maggioritaria nell’opinione pubblica. Insomma,

di Antonino Castorina*

Trasparenza nella pubblica amministrazione Il Sentiero della Riscoperta, il primo appuntamento nazionale dei Giovani Democratici sul tema della legalità e i diritti di cittadinanza che si terrà a Rosarno avrà al suo interno una sessione di lavoro dedicata alla Trasparenza nella pubblica amministrazione alla presenza tra gli altri dei parlamentari Rosa Villecco Calipari, Maria GraziaLaganàe MarcoMinniti.Un tema che oggi dopo quanto abbiamo potuto leggere su Repubblica rispetto alla situazione economico finanziaria del comune di Reggio Calabria diventa ancora più attuale. Sarà importante capire la risposta del ministro Tremonti alla interpellanza posta in essere da ben trenta parlamentari del gruppo Pd rispetto alla esigenza di fare chiarezza sulle casse comunali di Reggio Calabria anche attraverso una imminente ispezione. Una situazione economica che diventerebbe ancora più disastrosa il prossimo anno con i tagli previsti agli enti locali dalla manovra finanziaria, uno stato di allarme che non può e non deve essere sottaciuto. Il popolo della Libertà deve all’intera comunità reggina delle risposte, assumendo le proprie responsabilità. *segreteria nazionale Giovani Democratici

abbiamo detto "addio" ad un’Europa federale, "addio" al diritto di cittadinanza. Dell’Europa di Spinelli e Monet rimangono solo scambi commerciali e i "vantaggi" della moneta unica. Mentre per qualunque decisione riguardante i così detti "temi etici" questa potrà essere impedita anche da un singolo Paese Membro. Non era certo questo il progetto di Monet e di Spinelli. Il pericolo che il processo d’integrazione si svilisca e che si rafforzi quello di un’Europa fatta di Stati nazionali è estremamente attuale. E a denunciarlo dalle colonne di Le Monde, il noto quotidiano francese, è Charles Kupchan, docente di relazioni internazionali alla Jorge Town University, con un articolo dal titolo eloquente: "L’erosione dell’ideale europeo è preoccupante perfino dagli Stati Uniti". È così che ci vedono dall’America. E se ciò non bastasse l’incipit dell’articolo di Kupchan è ancora più chiaro: "L’Europa è in agonia. Non una morte spettacolare né improvvisa, no. Ma un’agonia così lenta che uno dei prossimi giorni noi americani, guardando dall’altra sponda dell’Atlantico, forse scopriremo che questo progetto di integrazione europea che era scontato da mezzo secolo a questa parte, ha cessato di esistere". Per questo docente americano però, "Il declino europeo" è soltanto in parte economico. "Numerosi Stati membri dell’Unione pagano un pesante tributo alla crisi finanziaria e i debiti pubblici colossali insieme alla salute precaria delle banche europee non lasciano presagire nulla di buono. Eppure questi mali sembrano essere benigni rispetto ad un male ancora più grave: dal Londra a Varsavia, passando per Berlino, l’Europa subisce una rinazionalizzazione della vita politica e i suoi Paesi membri reclamano la sovranità che un tempo sacrificavano volentieri in nome di un’ideale collettivo. Per molti europei - scrive ancora Kupchan quest’interesse comune non ha manifestamente più alcuna importanza. Al contrario molti europei si chiedono cosa fa per loro l’Unione e se ne vale la pena". Se esiste un’europa economica, sia pure con le sue difficoltà, di fatto manca ancora un’Europa della cittadinanza. Osserviamo

invece il nascere e l’affermarsi di partiti nazionalisti in tutta Europa: dal Belgio alla Francia, in Germania come in Olanda e in Inghilterra. E l’Italia non sembra essere esente da questo fenomeno. Anche da noi, e anche nel mondo politico, sempre più frequenti si fanno le posizioni euro-scettiche. Per cui, oltre a chiedersi come fare affinché la "zona euro" non fallisca evitando un’Europa a due velocità c’è da chiedersi come rinsaldare, nei cittadini, quell’ideale del bene comune collettivo che sembra essersi perso. Altrimenti, se questa tendenza si confermerà, se l’Europa dei singoli stati nazione prevarrà sul concetto di Unione Europea federale e federalista, se il sogno degli Stati Uniti d’Europa rimarrà tale e soltanto utopico, tutto ciò rischierebbe di compromettere quello che Kupchan definisce "una delle realizzazioni più formidabili e improbabili del XX Secolo: un’Europa integrata, in pace con se stessa, desiderosa di mostrare la potenza di un insieme unito".


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani

3

PRIMO PIANO

Confindustria “promuove” Caridi: azioni positive per la nostra economia

di Vania Notaro CATANZARO - «Le azioni messe in campo dall’esecutivo regionale persostenereleattivitàproduttive vanno nella giusta direzione di dare risposte sia ad una contingente fase congiunturale che sta particolarmente condizionando le imprese, sia alle prospettive di sviluppo di un sistema come quello economico che necessita di una duratura programmazione nel

tempo». E’ quanto sostiene, in una nota, Confindustria Calabria. «Per questo motivo - aggiunge giudichiamopositivamenteilprogramma di interventi recentemente illustrato dall’assessore regionale alle Attività produttive, Antonio Caridi, ed appena entrato in esecuzione con i primi bandi per gli investimenti imprenditoriali. E’ un programma che, concertato con le categorie economiche e con il positivo contributo di tutto il tavolo dell’economia, pre-

«Oltre 100 milioni di euro che immessi in un tessuto economico particolarmente asfittico come quello calabrese, costituiscono una boccata d’ossigeno»

vede misure di sostegno che incidono positivamente sia sulla struttura finanziaria delle imprese che sui loro investimenti per la crescita e l’innovazione». «Sono le uniche misure possibili - sostiene ancora Confindustria Calabria - vista la rigidità del Por che non lascia spazio ad ulteriori interventi, ma sono, comunque oltre 100 milioni di euro che immessi in un tessuto economico particolarmente asfittico in quest’ultimo periodo come quello calabrese, costituiscono una boccata d’ossigeno ed un buon viatico per la crescita e lo sviluppo. Interventi parziali e possibili che però guardano oltre che al breve ed al contingente, con azioni come il consolidamento e la garanzia, anche al futuro dell’impresa calabrese, attraverso azioni come quelle sui cluster ed i distretti, che possono supportare un sistema produttivoche,poichépiccolo,ha bisogno di fare sistema e rete. Naturalmentefondamentalesaràsoprattutto il programma triennale di sviluppo che l’Assessorato sta mettendo a punto e sul quale la condivisione sarà ancora più importante non solo perché le misure si svilupperanno su un periodo di medio termine, ma perché, necessariamente, bisognerà riflettere anche su una rimodulazione di alcune linee di intervento del Por riferite alle imprese, per renderle coerenti con un programma ed una strategia di sviluppo indu-

striale». «Ed in quest’ottica di costruzione del futuro - conclude la nota - gli imprenditori calabresi colgono positivamente anche l’invito fatto recentemente dal Governatore di supportare con idee e proposte le attività di volta in volta messe in atto dall’esecutivo regionale per sostenere il sistema produttivo calabrese».

«Previste misure di sostegno che incidono positivamente sulla struttura finanziaria delle imprese e sui loro investimenti»


4

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

PRIMO PIANO

A Wisbaden riunione operativa tra il Capo della Polizia, Antonio Manganelli, e il presidente del Bundeskriminalamt (Bka), Jorg Ziercke

Patto italo-tedesco contro la ‘ndrangheta di Antonio Garri ROMA - Per intensificare le attività di contrasto ai collegamenti della ’ndrangheta tra Italia e Germania si è svolta a Wisbaden una riunione operativa tra il Capo della Polizia, prefetto Antonio Manganelli, e il presidente del Bundeskriminalamt (Bka), Jorg Ziercke. Il Bundeskriminalamt o Bka è la polizia nazionale investigativa tedesca ed è sotto la direzione del ministro degli interni tedesco. È comparabile all’Fbi statunitense, alla Police nationale (Polizia nazionale) francese o all’Australian Federal Police (Polizia federale australiana). A margine dell’incontro si è ampiamente discusso della recrudescenza criminale prodotta dalla mafia calabrese. Gli attentati contro la magistratura, in particolare, sono stati definiti come «la reazione della ’ndrangheta al forte contrasto messo in atto dallo Stato contro la criminalità organizzata». Lo ha detto il capo della Polizia, Antonio Manganelli. «Le recenti operazioni di polizia - ha sottolineato Manganelli - testimoniano la particolare aggressività che lo stato ha posto in essere negli ultimi due anni contro la ’ndrangheta con una strategia che mira al cuore di questa organizzazione criminale. Tutto ciò ha innescato una reazione scomposta tramite segnali di forte intimidazione contro i magistrati inquirenti come non aveva mai fatto nella sua storia criminale».

Manganelli ha annunciato che saranno istituiti corsi di formazione congiunti per l’individuazione di patrimoni illeciti accumulati dalla ’ndrangheta Il contrasto alla criminalità organizzata passa anche attraverso l’aggressione ai patrimoni illeciti ha, poi, sottolineato il capo della Polizia. E, per rafforzare la collaborazione tra i due Paesi, Manganelli ha annunciato che «saranno istituiti corsi di formazione congiunti per l’individuazione di patrimoni illeciti accumulati dalla ’ndrangheta e per questo pot-

rebbe essere interessante valutare di allargare la task force, secondo le necessità, e senza snaturare il modello operativo vincente che ha rappresentato la collaborazione tra Italia e Germania». «L’Italia rappresenta una best practices per le indagini patrimoniali», ha continuato il Capo della Polizia, «gli investigatori italiani hanno fatto ormai un salto di qualità ponendo la stessa determinazione nelle indagini sia verso i mafiosi che verso i loro patrimoni». «È avvenuto quel salto

Il presidente del Bundeskriminalamt (Bka), Jorg Ziercke, ha espresso a Manganelli particolare apprezzamento per le norme italiane culturale che supera la legge: indagare sui mafiosi o sui loro patrimoni è di fatto la stessa cosa. Per gli investigatori - ha concluso - è un successo vedere destinata la casa del boss dei Casalesi ad Ufficio di Polizia. Ciò rappresenta un segnale fortissimo per il territorio poiché su quella casa compare oggi la bandiera italiana, cioè lo Stato». Il presidente del Bundeskriminalamt

(Bka), Jorg Ziercke, ha espresso a Manganelli particolare apprezzamento per le norme italiane finalizzate all’impoverimento della criminalità organizzata con sequestro e confisca dei loro beni. «La legge italiana - ha ribadito Ziercke - è un esempio normativo». «L’azione congiunta della polizia italiana e tedesca sarà una vera e propria Duisburg per la ’ndrangheta, ma una Duisburg fatta di legalità e giustizia» ha affermato Antonio Manganelli durante la riunione operativa. Dal 15 agosto di 3 anni fa ad oggi la task force composta dagli uomini della polizia italiana e di quella tedesca ha arrestato 200 persone su mandati europei emessi dall’Italia e dalla Germania nei confronti di personaggi coinvolti a vari livelli nell’organizzazione criminale. E tra questi, ha ricordato Manganelli, anche gli autori «di quella strage che sono stati assicurati alla giustizia». Con la riunione ci si è proposti di fare un ulteriore salto di qualità: colpire insieme ai mafiosi i beni da loro accumulati. «Abbiamo gettato le basi affinché nella prossima riunione, che si terrà in Italia, formalizzeremo un protocollo tecnico per varare le migliori procedure per l’individuazione dei beni e sottoporli a sequestro e successiva confisca» ha concluso Manganelli. La strage di Ferragosto o strage di Duisburg è avvenuta il 15 agosto 2007 in Germania a Duisburg davanti al ristorante italiano Da Bruno ad opera della ’ndrangheta.

Gli attentati contro la magistratura sono stati definiti come la reazione della ’ndrangheta al forte contrasto messo in atto dallo Stato L’opera sarebbe stata eseguita da affiliati alle ’ndrine dei Nirta e degli Strangio contro la ’ndrina dei Pelle-Vottari come ultimo atto della faida di San Luca scoppiata nel 1991. Infatti cinque persone uccise erano originarie del piccolo paese aspromontano di San Luca. Uno di loro era originario di Corigliano Calabro. Il fatto avvenne alle 2.24 di notte. Un testimone oculare vide andar via due persone dal luogo del delitto. Per uccidere le sei persone furono stati sparati 70 proiettili. Nel locale stavano cenando e festeggiando il compleanno del 18 enne Tommaso Venturi. Usciti fuori dal ristorante, quando salirono sull’auto vennero colpiti da una raffica di pallottole e finiti tutti e sei con un colpo alla testa. I bossoli ritrovati furono oltre 70.

IL PROCESSO

La pistola e gli omicidi LOCRI - I difensori di Giovanni Strangio, gli avvocati Carlo Taormina e Antonio Russo, hanno chiesto un confronto tra il loro assistito ed un ispettore della polizia di stato. La richiesta è stata avanzata ai giudici della Corte d’Assise di Locri dinanzi ai quali è in corso il processo a quattordici imputati coinvolti nella faida di San Luca culminata con la strage di Duisburg. Nel corso del confronto si dovranno chiarire alcuni aspetti circa il possesso di una pistola calibro 7,65 sequestrata a Giovanni Strangio dopo il funerale della cugina Maria, uccisa a San Luca nella strage di Natale. L’omicidio della donna, secondo l’accusa, sarebbe all’origine della strage di Duisburg di cui è accusato Giovanni Strangio ritenuto l’ideatore ed uno degli autori materiali. Sulla richiesta della difesa si è opposto il pubblico ministero, Andriana Fimiani, mentre i giudici della Corte d’assise si sono riservati di decidere. Nel corso dell’udienza di ieri è stato affidato anche l’incarico a due periti che dovranno effettuare degli accertamenti su una serie di videoriprese fatte dagli investigatori nell’ambito dell’inchiesta Fehida. Il processoèstatoaggiornatoal5novembreprossimo.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO

I dubbi sull’impatto della manovra correttiva ha fatto rinviare la definizione del parere dei Governatori sul maxi decreto di attuazione della riforma federalista

Slitta l’intesa Stato Regioni e il federalismo è sempre più lontano di Alessandro Caruso ROMA - Le Regioni stentano a trovare un accordo sul maxi decreto attuativo del federalismo fiscale. Anche ieri la Conferenza straordinaria dei Governatori non è riuscita a definire una posizione condivisa da sottoporre oggi ai rappresentanti del Governo. E per questo, ci ha detto la vicepresidente Antonella Stasi, intervenuta in delegazione della Calabria, sarà chiesta una proroga per elaborare un parere più preciso e consapevole. La fase attuativa del federalismo si è ingessata a causa del problema dei costi. L’impatto della manovra correttiva sulle Regioni rischia di ridurre in misura notevole l’agibilità amministrativa in molte materie di loro competenza. Come uscirne? Proprio per rispondere a questo cruciale quesito la Conferenza prende tempo. Una cosa è certa: le cifre, a parte i 4 miliardi di tagli alle Regioni nel 2011, non sono diffuse in via ufficiale, ovvero non si sa quali voci di spesa saranno ritoccate e di quan- Antonella Stasi to, ma per quanto riguarda l’edilizia sanitaria, soprattutto in regioni come la Calabria, questa dovrebbe restare fuori dalle mire dei "detratto- tacolo da non sottovalutare». Non solo. Il coorri". Errani ieri, parlando con i giornalisti, ha dinatore degli assessori regionali al Bilancio, il sfoderato un cauto ottimismo: «Siamo in attesa lombardo Romano Colozzi, ha spiegato che, olche il Governo ci confermi questa decisione, ma tre alle grandi questioni riguardanti Livelli esci sembra che abbia compreso la situazione». senziali di assistenza e Livelli essenziali delle Del resto le Regioni sembrano essere intransi- prestazioni, non è stata inserita l’Ires nel genti. Della serie: senza soldi il federalismo fi- paniere dei tributi e che non sono state previste scale non è praticabile. Non sono d’accordo con compensazioni su basi imponibili di altri enti né questa linea solo i Governatori leghisti, Luca si sia avuta chiarezza su alcuni meccanismi di Zaia e Robertto Cota, rispettivamente del perequazione: «Su tutto questo - ha rilevato Veneto e del Piemonte. La loro virata verso la formuleremo una serie di emendamenti in vista posizione di non considerare connessi il federa- dell’incontro con il Governo che speriamo si tenga comunque nei prossilismo fiscale e la manovra cormi giorni». Un ultimo pasrettiva ha fatto registrare, ieri L’impatto della manovra saggio lo ha fatto sul federalil’altro, la prima rottura del smo municipale: «Credo che fronte delle Regioni in questa sulle Regioni rischia di ci sarà nelle prossime ore fase di trattativa. Una rottura qualche "abboccamento" anche, al momento, non sembra ridurre in misura notevole che con i Comuni». L’appunpreoccupare: «Abbiamo il teml’agibilità amministrativa tamento è dunque per oggi po per discutere e per trovare pomeriggio in Conferenza un equilibrio anche con loro - delle Regioni in molte Unificata, ma l’impressione ha detto la Stasi -. Se ciò non sarà possibile, allora questo materie di loro competenza è che ci sarà l’ennesima fumata nera. potrebbe rappresentare un os-

Da Lamezia l’Anci scende in prima linea contro l’illegalità LAMEZIA TERME - Il Consiglio nazionale dell’Anci non poteva che aprirsi con il ricordo di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ucciso ai primi di settembre. E Gianni Speranza, da padrone di casa, ieri ha manifestato la sua gratitudine ai vertici dell’associazione: «Ringraziamo di aver Nel documento posto all’attenzione le tematiche che ci ri- approvato sono state guardano come amministratori e che ci formalizzate le richieste vedono impegnati al Governo per rafforzare quotidianamente». Tema del direttivo, il il potere dei sindaci in contrasto dell’illegasostegno della legalità lità da parte delle amministrazioni cittadine. Nel documento che è stato approvato sono state formalizzate le richieste al Governo, in particolare ai ministri di Interno e Giustizia, per rafforzare il potere di ordinanza dei sindaci, sostenere la progettualità dei comuni, stipulare intese sulla gestione dei beni confiscati alla mafia e accelerarel’adozionedei provvedimenti inerenti la lotta alla corruzione e all’illegalità nella Pa. Sergio Chiamparino «Abbiamo voluto tenere qui - ha detto il presidente Sergio Chiamparino - un’iniziativa politica per avviare un impegno che si dovrà innervare attraverso le Anci regionali e le amministrazioni locali. Saremo capaci di fare ciò? Non lo so, ma so che le risorse per farlo ci sono». A.C


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO

Riconosciuta valida la quantificazione del debito commerciale in 1,2 miliardi di euro così come comunicato recentemente dal Governatore

Scopelliti a Roma presenta il Piano di rientro dal deficit di Luigo Lodo ROMA - E’ stato lo stesso presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, a presentare ieri mattina al ministero dell’Economia il Piano di rientro dal deficit sanitario messo a punto dalla giunta da lui presieduta. Questo primo incontro, a quanto si è appreso, è andato bene; il confronto tra la Regione e i tecnici del ministero continuerà comunque nei prossimi mesi per verificare la messa a punto del Piano. Il Piano di rientro prevede la ridefinizione della rete ospedaliera (18 presidi da disattivare e riconvertire in due fasi); la ridefinizione dell’Adi; la riqualificazione del Servizio Sanitario Regionale; la riqualificazione dell’elisoccorso; la razionalizzazione della farmaceutica; la razionalizzazione dell’acquisto di bei e servizi; il personale. nanza, Luciano Pezzi, il direttore generale della «Abbiamo finalmente messo le basi per avviare presidente della giunta, Franco Zoccali, il diriin Calabria una nuova stagione in grado di offrigente generale del Dipartimento salute Antonire in prospettiva una sanità nuova e servizi di no Orlando ed altri dirigenti. qualità». Questo il primo commento del Com«Sono convinto che alla prossima riunione del missario per la Sanità, Giuseppe Scopelliti, al tavolo Massicci, così come avvenuto per altre termine della positiva riunione del "tavolo MasRegioni, avremo la possibilità di poter utilizzare sicci" tenutasi a Roma. una prima trance degli 800 milioni di preI Ministeri competenti - si legge in una nota mialità attualmente fermi ai ministeri per le inadell’ufficio stampa della giunta regionale - handempienze della precedente amministrazione no riconosciuto valida la quantificazione del deha affermato il Presidente Giuseppe Scopelliti. bito commerciale in 1,2 miliardi di euro così coQuesta mattina nel corso dell’incontro sono stame comunicato recentemente dal Governatore te affrontate le problematiche in riferimento aled è stato deciso, grazie alla concrete azioni le scadenze previste. Il tavolo si è riservato l’esamesse in campo dalla Regione Calabria, che me su alcuni decreti ed al prossimo appuntasarà possibile utilizzare i fondi Fas a copertura mento sarà espresso il giudizio definitivo. Abdel debito al 31 dicembre 2008 ed accendere i biamo portato atti concreti, un gioco di squadra mutui a tasso agevolato per ripianare la parte dei vari uffici del Commissario, dimostrando relativa ai debiti sanitari dal 2001 al 2005. I rapche questa classe dirigente in presentanti del Ministero hanCalabria ha deciso, in piena no infatti apprezzato il modus sintonia con il mandato dei operandi del Commissario «Abbiamo finalmente cittadini,diattivareproceduScopelliti giudicando positivamesso le basi per re tese a realizzare un’invermente, in via preliminare, la sione di tendenza per far si riorganizzazione delle rete os- avviare in Calabria una che la Regione possa essere pedaliera, territoriale e nuova stagione in grado in grado di affrontare la stadell’emergenza-urgenza. gione del federalismo ed abAll’appuntamento, erano inoldi offrire in prospettiva biamo riscontrato l’appreztre presenti i due sub commiszamento del tavolo Massicsari Giuseppe Navarria ed il una sanità nuova» ci». generale della Guardia di Fi-

Musi: il Pd darà il suo contributo positivo CATANZARO - «Se Scopelliti vuole il confronto, il Pd darà il suo contributo positivo, ma se deciderà di chiudersi in una torre d’avorio, avrà sbagliato il suo approccio. La sanità non può essere una questione di costi, da risolvere tagliando qua e là o chiudendo un ospedale. Bisogna sentire le persone, capirne i bisogni e le criticità. Ascoltare l’opposizione, che di quelle istanze si fa portavoce, aiuta a comprendere i problemi. E’ questo il modo di affrontare le questioni sociali». Lo ha detto il senatore Adriano Musi, commissario del Partito Democratico in Calabria, nel corso della trasmissione "Agorà", in onda su "Rete Kalabria". Rispondendo alle domande del conduttore, Musi ha spiegato: «Occorre un modo responsabile di governare ed una maniera altrettanto responsabile di fare op-

posizione, attraverso proposte di buon senso che possano essere comprese dai cittadini. Il reddito medio dei calabresi - ha aggiunto - è di 11.000 euro rispetto ai 40.000 della Lombardia. Alla luce di questi dati - ha spiegato - è facile capire perché non si può chiedere ai calabresi di pagare i ticket o le prestazioni». Per Musi, «una cosa è colpire privilegi e posizioni di rendita, perseguendo la trasparenza su scelte e nomine, e su questo Scopelliti ci trova d’accordo; un’altra è ridurre il problema ad una questione contabile. Il problema è che il presidente della Regione, in questa fase, non ha ascoltato il territorio. La conseguenza è stata il verificarsi di tensioni con i sindaci ed i cittadini. In conseguenza di ciò - ha aggiunto Musi - il Pd aveva chiesto a Scopelliti una pausa di riflessione».

Cambiare è possibile. Servono eroi per sconfiggere le mafie? GERACE - "Cambiare è possibile. Servono eroi per sconfiggere le mafie?". È questo il tema della settima convention annuale di "iDEE", l’associazione delle donne del Credito Cooperativo, che si terrà sabato 30 ottobre a Gerace. Oggetto della giornata di studio - che si terrà presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi dal- Settima convention le 10 alle 18 - saranno i dell’associazione delle temi del contrasto alla criminalità organizza- donne del Credito ta, della legalità, Cooperativo che si terrà dell’uso responsabile del denaro e del ruolo sabato 30 ottobre della finanza per la costruzione dello svilup- a Gerace po. Tra gli ospiti, il magistrato Nicola Gratteri, Procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria e da anni in prima linea nell’azione di contrasto alla ‘ndrangheta; Alessandro Azzi, Presidente Federcasse; Cristina Donà, Presidente di"iDEE";DonGiuseppe Demasi, sacerdote impegnato nella promozione di cooperative sociali nella piana di GioiaTauroereferente dell’Associazione "Libera" per la Calabria; Katia Stancato, Presidente di Confcooperative Calabria. L’On. Rita Borsellino invierà un video-messaggio.mI lavori saranno aperti da un saluto di Antonio Bilotta, Presidente della Federazione Calabrese delle Bcc.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO

Belcastro (Noi Sud): difendiamo il Meridione dandogli più voce

Decisione assunta al termine di un articolato e lungo dibattito al quale ha partecipato il dg di Giunta, avvocato Franco Zoccali

Stagisti calabresi, futuro affidato ad un tavolo tecnico di Bruno Gentilini REGGIO CALABRIA - Sarà affidato ad un tavolo tecnico, che si riunirà a Catanzaro e sarà operativo probabilmente già dal prossimo venerdì, formato da rappresentanti della Giunta, del Consiglio, dell’Anci, dell’ Upi e da stagisti, la praticabilità e la fattibilità di un percorso per trovare una soluzione alla questione legata agli stagisti calabresi. Lo ha stabilito la Conferenza dei capigruppo, convocata martedì pomeriggio dal Presidente Talarico, al termine di un articolato e lungo dibattito al quale ha partecipato il direttore generale della Giunta, avvocato Franco Zoccali, sindaci di comuni che avevano aderito al "programma stages", il presidente dell’Upi Wanda Ferro e dell’Anci, Salvatore Perugini, rappresentanti degli Atenei e una folta delegazione di stagisti calabresi. Il confronto, in seno alla Conferenza, pur nella diversità di vedute, è stato segnato da un clima costruttivo per venire incontro alle aspettative dei giovani calabresi.

Ovviamente, non sono venute meno le difficoltà di natura tecnica, anche alla luce della recente normativa. In particolare, a lungo si è discusso intorno ad protocollo d’intesa che prevedeva l’erogazione da parte della Regione «di un contributo annuo pari ad euro 10.000,00 a favore delle Amministrazioni pubbliche, ubicate nel territoriocalabrese (Entidel comparto Regioni-Autonomie Locali, Università ed Aziende Sanitarie Provinciali), che si impegnano a stipulare con uno o più stagisti, che abbiano concluso con esito positivo tutte le attività di formazione previste dal Regolamento che disciplina il "programma sta-

«Si è discusso intorno al protocollo d’intesa per l’erogazione da parte della Regione di un contributo annuo pari a 10mila euro»

ges", tipologie contrattuali previste dalla normativa vigente per una durata non inferiore a 12 mesi di lavoro». Sulla proposta si è sviluppato un intenso confronto, al termine del quale il direttore Zoccali ha obiettato «che i contributi possono essere utilizzati solo dagli Enti locali» e ha indicato «la possibilità per i piccoli Comuni, non soggetti al Patto di Stabilità e dove possono mancare specifiche professionalità, di associarsi tra di loro e indire un avviso di selezione». Alla fine, la Conferenza ha convenuto all’unanimità di "trasferire" al tavolo ristretto la questione per mettere a fuoco un percorso fattivo per questi giovani particolarmente meritevoli. «Abbiamo lavorato in un clima di massima chiarezza, ben consapevoli della sfida che abbiamo davanti e che dobbiamo vincere: evitare la fuga dei cervelli e fare in modo che i talenti di cui la Calabria dispone siano utilizzati per fare crescere la nostra terra - ha dichiarato il presidente Talarico -. In questa direzione, considero proficua la riunione odierna che ha fornito ulteriori elementi di chiarezza».

REGGIO CALABRIA - «Siamo stati lungimiranti quando abbiamo deciso di dare vita a Libertà e Autonomia - noi Sud un partito che è nato per ribadire la centralità della questione meridionale come prioritaria per lo sviluppo della nazione, per affermare il principio dell’Autonomia ribadendo l’attualità dell’art. 5 della Costituzione come principio fondamentale di un percorso di valorizza- «Servono soggetti zione delle autonomie territoriali nel quadro unitario politici e parlamentari dell’ordinamento repubbliautorevoli, in grado di cano, per rafforzare il valore della libertà come condi- difendere nelle sedi zione essenziale della persona e come la realizzazione istituzionali le ragioni della responsabilità indivi- del Mezzogiorno» duale e collettiva». Lo afferma il deputato Elio Belcastro, vice segretario nazionale del partito "Noi Sud", che la passata settimana ha allargato ad 11 il gruppo parlamentare alla Camera. «Assistiamo oggi - continua Belcastro - ad un proliferare di sigle che contengono il termine sud, come se si è aperta una gara tra tanti che immaginano di contrastare il partito di Bossi. Così però non vanno da nessuna parte se è vero che la Lega rappresenta una realtà politica che si va sempre più affermando sui territori del nord ed essa, quale alleata del PdL con Noi Sud, contribuisce a sostenere l’attuale maggioranza in un rapporto leale con il Presidente Berlusconi. Il Sud non ha bisogno di iniziative improvvide. Al contrario servono sog-

getti politici e parlamentari autorevoli, in grado di difendere nelle sedi istituzionali le ragioni del Mezzogiorno». Secondo Belcastro, «il Mezzogiorno ha bisogno di un riscatto che parta dal basso e renda concreto il tema delle saldature sociali, culturali ed economiche».

Pacenza: il lavoro di Scopelliti apprezzato dai cittadini CATANZARO - «Contro ogni vano tentativo di delegittimare il voto sereno e trasparente dei calabresi, il governatore Peppe Scopelliti si conferma secondo in Italia nella classifica di gradimento fra gli altri colleghi eletti come presidenti di Regione». Lo afferma, in una nota, il presidente del Comitato per la qualità e la fattibilità delle leggi, Salvatore Pacenza, commentando i dati diffusi dall’istituto Crespi Ricerche e Fullresearch relativi al periodo settembre-ottobre ed esprimendo le «più vive felicitazioni al presidente Scopelliti, per la fiducia rinnovatagli dagli elettori calabresi». «Scopelliti - aggiunge - non solo non ha perso consensi fra gli elettori in questi mesi, ma registra un incremento dello 0,5% rispetto alla rilevazione di luglio compiuta dal medesimo istituto di ricerche e sondaggi. Eppure, la mac-

china del fango mediatica, è entrata più volte in azione nel corso di questi mesi, allo scopo di mettere in cattiva luce l’attività di rinnovamento e modernizzazione dell’apparato amministrativo calabrese, messo in campo dal nostro governatore. Azioni di razionalizzazione della spesa, ad esempio, come quelle adottate nel settore della sanità. Una manovra che, per la chiusura d’esercizio corrente, porterà ad un risparmio sul bilancio regionale già quantificato nel 30% in meno rispetto l’annata precedente». «Senza contare - dice ancora Pacenza - che il disavanzo della sanità calabrese è stato finalmente quantificato, al 31 dicembre 2008, in 1,2 miliardi di euro. Una notizia, questa, che certamente proietta in un’ottica diversa l’approccio al tavolo ministeriale Massicci, fissato a Roma. In

quell’occasione, il governatore Scopelliti avrà l’opportunità di illustrare tutti gli strumenti e le strategie da lui predisposti nel settore per ripianare i debiti. E’ proprio nel solco di questa linea politico-amministrativa che si rinnova, dunque, anche la fiducia del sottoscritto e della maggioranza di centrodestra nei confronti del governatore».


10

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

CRONACHE

«Consiglio comunale, scritta una pagina poco edificante» di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - «Oggi si è registrata una delle pagine meno qualificanti della storia dell’attuale Civico Consesso». In merito alla vicenda, perciò, è i consiglieri Nino Zimbalatti e Rocco Albanese a margine della riunione di ieri del Consiglio Comunale. I due esponenti del centrosinistra spiegano: «Proprio nella fase di apertura dei lavori inerenti l’ordine del giorno prefissato, e, perciò,subito dopo la discussione riguardante i preliminari, era visibile la scarsa presenza dei consiglieri di maggioranza. In considerazione di tali assenze, dai banchi del centrosinistra è stata chiesta la verifica del numero legale. Una richiesta - scrivono - che ha determinato accese discussioni, poichè il presidente del Consiglio, invocava la necessità che tale istanza venisse formulata da tre rappresentanti dell’assemblea civica, quando, invece,è ampiamente previsto che anche un solo consigliere possa democraticamente avvalersi di questo strumento. Effettivamente, in aula erano presenti i tre consiglieri richiesti, senza necessità, da Chizzoniti, ma questi, a loro volta, hanno garantito un numero legale divenuto, di fatto, fittizio, annullando così la possibilità di interrompere una seduta alla quale mancava quasi totalmente la maggioranza (in tutto 11 su 31). Così, a discapito delle più elementari regole di democrazia, il Consiglio è proseguito, nonostante le rumorose proteste dei colleghi e nonostante

un’aula semideserta. In questo contesto - proseguono Zimbalatti e Albanese -si è inserita una nuova richiesta di verifica del numero legale avanzata dal solo Bruno Ferraro, avallata, questa volta, al contrario di quanto avvenuto solo qualche minuto prima, dal presidente Chizzoniti. Hanno risposto all’appello del segretario 13 consiglieri di maggioranza, quindi era evidente il non raggiungimento del quorum indispensabile al proseguio dei lavori: tutto ciò avvenuto in presenza di un rappresentante delle Forze dell’Ordine in borghese. Ma questo non ha impedito che la discussione continuasse, con la

convalida della seduta da parte del Presidente e l’approvazione di svariati punti messi all’ordine del giorno, in una situazione di irregolarità procedurale e al di fuori di qualsiasi norma statutaria, contravvenendo alle normali regole di democrazia. Sebbene alcuni colleghi di opposizione abbiano ritenuto opportuno rientrare in aula per partecipare al Consiglio, i sottoscritti, invece, hanno creduto fosse importante fare il contrario: cioè non presenziare, e rendersi partecipi di una seduta, a tutti gli effetti, non regolamentare. Chiediamo, pertanto, l’intervento dei rappresentanti della legge affinchè si mantenga la legalità»

Scarti industriali in mare, sequestro di azienda di lavorazione agrumi REGGIO CALABRIA - La Guardia Costiera di Reggio Calabria, nel corso di alcuni controlli anti - inquinamento, ha scoperto che una fabbrica di lavorazione degli agrumi sversava i reflui industriali direttamente in mare. L’attività di accertamento compiuta dai militari della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera - di Reggio Calabria, in localita’ San Gregorio del Comune di Reggio Calabria, ha portato all’individuazione ed al successivo sequestro preventivo,con l’apposizione dei sigilli a tutti i macchinari impiegati per la lavorazione di agrumi, per violazioni del testo unico ambientale. Lo stesso impianto, tra l’altro, non risulta dotato di autorizzazione provinciale allo scarico, obbligatoria per questo tipo di attività. Si è proceduto quindi ad identificare e a deferire alla competente autorita’ giudiziaria il titolare dell’impresa che ha perpetrato l’abuso, per scarico di acque reflue industriali non autorizzate e per inquinamento del mare. All’atto della verifica è stata accertata la presenza in mare di acque di colore giallo che risalendo fino alla ubicazione dell’impianto sono state ricondotte alla lavorazione degli agrumi effettuata sul posto. Sono stati anche prelevati dei campioni liquidi per il successivo campionamento da parte dei laboratori Arpacal. Di tutta l’attivitaà è stato informato il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Civico consesso, approvati 13 dei 27 punti

Commissione anti mafia, ci sarà Morcone REGGIO CALABRIA - Il Prefetto Mario Morcone, Direttore dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, parteciperà ai lavori della Commissione contro il fenomeno della mafia in Calabria convocata per oggi con, all’ordine del giorno, l’esame del provvedimento di legge regionale, presentato dal presidente della Commissione,

Salvatore Magarò, per istituire un’analoga Agenzia anche in Calabria senza costi aggiuntivi, ma con l’obiettivo di snellire e facilitare le procedure burocratiche di sequestro e confisca dei beni alla ’ndrangheta e della loro successiva assegnazione per il riuso sociale e di pubblico interesse. «L’intervento del Prefetto Morcone ai lavori della Commissione sottolinea

Magarò - è un segnale di attenzione dello Stato verso le iniziative avviate in Calabria per contrastare lacriminalitàorganizzata.Ritengo che le istituzioni debbano avere la capacità di creare rete, di lavorare sinergicamente ed unitariamente per il raggiungimento di obiettivi condivisi. La presenza del Prefetto Morcone ci aiuterà a mettere in campo azioni efficaci e di grande impatto sociale».

Expo Sposi spostato per motivi di sicurezza REGGIO CALABRIA- Annullata per motivi di sicurezza la XXI edizione dell’Expo Sposi in programma da domani all’ 1 novembre nel salone delle "Piramidi" del Cedir. Ne danno notizia l’Amministrazione comunale e la "Mediaservice", società organizzatrice dell’evento. La decisione del rinvio - spiega una nota di Palazzo S. Giorgio - scatu-

risce da un’apposita decisione della Prefettura di Reggio Calabria che tiene conto del fatto che la manifestazione avrebbe dovuto svolgersi in un sito sensibile che, da qualche giorno, è sottoposto al controllo dell’Esercito. Expo Sposi però si fa rilevare - viene solo rinviata di qualche settimana: la data esatta sarà resa nota quanto pri-

ma ed avrà come nuova location il Pala Calafiore del piazzale Pentimele. E’ stata dunque rinviato per motivi di sicurezza una importante manifestazione della città dello Stretto. Presto la comunicazione della data precisa dell’evento nella nuova location. a.g.

REGGIO CALABRIA - Si è conclusa per mancanza di numero di legale la seduta di ieri del Civico consesso di Reggio Calabria. L’assemblea ha approvato tredici dei ventisette punti all’ordine del giorno. In particolare, sono state approvate le delibere relative al riconoscimento dei debiti fuori bilancio; al piano di lottizzazione di Vito inferiore e Gallina; il regolamento comunale per i servizi di trasporto non in linea; la modifica al regolamento del commercio sulle aree pubbliche e quelli inerenti la Tosap e la Commissione delle politiche giovanili; l’adesione al patto dei sindaci e al progetto Cret@; linee guida per la predisposizione; la pubblicazione e l’aggiornamento delle carte dei servizi delle società partecipate, la presa d’atto del protocollo d’intesa e lo statuto della costituenda Associazione comuni dell’area dello Stretto; il progetto in variante allo strumento urbanistico vigente per la realizzazione del collegamento viario Santa Lucia di Campo Calabro - Fiumara di Muro limitatamente al tratto ricadente nel comune reggino; la variante al piano regolatore del complesso polifunzionale San Giovanni Bosco di Morloquio di Arangea.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 11

CRONACHE

Oliverio (Pd): a Rosarno discussione concreta

Livia Turco: a Rosarno per dire no allo sfruttamento

di Filippo Marra ROSARNO - «L’iniziativa in programma ieri e oggi a Rosarno, promossa dai Giovani Democratici, è ancheun’occasioneperriaccendere le luci su alcune tematiche di primaria importanza per lo sviluppo sociale ed economico della nostra regione». Lo afferma il parlamentare del Partito Democratico Nicodemo Oliverio, capogruppo

«Un’occasione per riaccendere le luci su alcune tematiche di primaria importanza per lo sviluppo sociale ed economico della nostra regione» in Commissione Agricoltura alla Camera. «La scelta di Rosarno da parte dei giovani del Pd per discutere di legalità,diritti di cittadinanza e politiche di inclusione - aggiunge il capogruppo in Commissione Agricoltura della Camera, Nicodemo Oliverio - è altamente simbolica

per i noti fatti di un anno fa, alla base anche di una proposta del nostro gruppo in Commissione Agricoltura che prevede il riconoscimento del reato di caporalato, che colpisce le persone che lo praticano anche nei loro beni strumentali. In una regione come la nostra questi temi assumono una valenza particolare. Fatti recenti e non ci consegnano una Calabria alle prese con intimidazioni ad amministratori, sindacalisti, giornalisti, lavoratori, dipendenti di vari enti. Una incredibile escalation che mortifica tutto e

tutti, a cominciare dalla costruzione di serie prospettive per il mondo giovanile. L’idea dei giovani democratici calabresi, con il segretario regionale Luigi Guglielmelli ed il responsabile nazionale legalità Antonino Castorina - conclude il parlamentare del Pd - è quindi concreta, incisiva, ed apre alle riflessioni sui problemi veri, della nostra quotidianità, sui quali la politica ed il mondo sociale devono confrontarsi, senza inutili perdite di tempo in dibattiti che appassionano pochi ed ignorano le vere esigenze dei cittadini».

Accesso abusivo al sistema informatico, ai domiciliari dipendete dell’Agenzia delle Entrate REGGIOCALABRIA-Un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari è stata eseguita ieri dalla Guardia di Finanza, nei confronti di F. V., di 45 anni, dipendente dell’Agenzia delle Entrate di ReggioCalabria.L’uomoèaccusato di accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreti

d’ufficio. L’ordinanza è stata eseguita a conclusione di un’indagine delegata dalla locale Procura della Repubblica al Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Il funzionario è accusato di aver effettuato, su richiesta di soggetti in-

teressati residenti nel nord Italia, l’acquisizione di informazioni economico patrimoniali sul loro conto o sul conto di terzi, mediante accessi abusivi al sistema informaticodell’anagrafetributaria,rivelando notizie apprese per via telematica.

ROSARNO - Ad un anno dalla rivolta degli immigrati a Rosarno, il Pd ritorna nella cittadinanza calabrese oggi e domani con l’iniziativa"Legalita’ e Diritti di Cittadinanza" promossa dal partito edai Giovani Democratici. «Il Pd dichiara Livia Turco, che alle 20.30 interverrà nel dibattito - è per una politica che parte dal territorio. Per questo saremo a Rosarno insieme ai cittadini e agli immigrati, per ribadire il no allo sfruttamento e al lavoro illegale e per denunciare la perdurante assenza dello Stato. Insieme, immigrati e italiani, per lottare per la dignità del lavoro, per ottenere il rispetto dei diritti della persona, per richiedere più ordine e più legalità. Saremo a Rosarno insieme ai cittadini e agli immigrati per chiedere allo Stato di dare agli Enti locali le risorse indispensabili per favorire una effettiva integrazione». "Non c’è inclusione senza legalità - Per un’alleanza tra italiani e immigrati". L’iniziativa sarà un’occasione per discutere anche del "Partito Democratico che vogliamo" e che vedrà alle ore 15.30 i contributi di Fausto Raciti, segretario nazionale dei Giovani Democratici e di Nico Stumpo responsabile organizzazione della segreteria nazionale del Pd. A Rosarno sarà presente anche il vicesegretario del Pd, Enrico Letta, che il domani alle 12 interverrà nel dibattito "La nuova Italia dei democratici. Le proposte e soluzioni per uscire dalla crisi. Gli incontri si svolgeranno all’hotel ittoria di Rosarno in via Nazionale, 148.

4 novembre, iniziative della Guardia costiera di Gioia Tauro GIOIA TAURO - La Capitaneria di Porto di Gioia Tauro, nell’ambito delle proprie attività istituzionali, ha iniziato un ciclo di conferenze con gli istituti scolastici del comprensorio, intese a recuperare la solennità della festività del 4 novembre, «riportando allamemoria il ricordo di tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita con elevato senso del dovere per l’ideale di patria». Ne dà notizia un comunicato stampa. Il ciclo di incontri ha interessato alcune scuole elementari e medie dei comuni San Giorgio Morgeto, Rosarno e Cinquefrondi. «Gli studenti, nell’occasione, - si legge hanno manifestato interesse e partecipazione esibendo, ai militari intervenuti, alcuni lavori di classe che evidenziavano l’importanza della Costituzione e riponevano l’attenzione sulla ricorrenza del 150esimo anniversario dell’unità d’Italia. Lo scopo principale, come evidenziato dal Comandante della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro, C.F. Giuseppe Andronaco, è quello di sensibilizzare i giovani, ricordando soprattutto il sacrificio degli eroi e sottolineando il ruolo fondamentale delle Forze Armate per l’unità e l’indipendenza della Nazione. In particolare, il Comandante Andronaco - è scritto ancora - ha aggiunto che, fino al 8 novembre gli uffici operativi della Capitaneria di Porto di

Gioia Tauro saranno aperti ai cittadini che avranno modo, così, di toccare con mano la realtà degli enti e dei reparti delle forze armate - presenti sul territorio e, quindi, di conoscere personalmente i militari e quali attività svolgono». Marco Gensi


12

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

CRONACHE

Gdf smaschera una impresa edile sconosciuta al fisco di Gioia Testa ROSSANO - Scoperta dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Rossano una rilevante evasione fiscale realizzata da una società operante nel settore dell’edilizia la quale, sebbene avesse emesso diverse fatture di vendita, non aveva provveduto ad effettuare la relativa dichiarazione dei redditi, rendendosi così, evasore totale. L’impresa, con sede in Mandatoriccio e unità operative anche nel nord Italia, è risultata completamente sconosciuta al fisco. La stessa, pur Constatata avendo realizl’omessa zatonumerose appartadichiarazione ville, menti ecc., non ha mai di ricavi dichiarato alpari a circa cun reddito. Infattidall’atti2.500.000 vità ispettiva euro eseguita è stata constatata l’omessa dichiarazione di ricavi conseguiti pari a circa 2.500.000 euro e la conse-

guente evasione di Imposta sul valore aggiunto pari a circa euro 250.000. In virtù della consistente evasione fiscale accertata, è stata avviata la procedura di richiesta di misure cautelari patrimoniali a tutela del credito erariale ai competenti uffici finanziari, di sequestro ed ipoteca del consistente patrimonio mobiliare ed immobiliare accertato di proprietà e nella disponibilità della società. L’amministratore della società è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Rossano, perché ritenuto responsa-

bile del reato di evasione fiscale. L’operazione fa seguito ad altre analoghe attività svolte dalla Sezione Operativa Volante della Compagnia della Guardia di Finanza di Rossano nello specifico settore tributario. Infatti, nel corrente anno, diverse sono state le imprese scoperte completamente sconosciute al fisco, c.d. "evasori totali", tra le quali spicca anche un’imprenditrice rossanese operante nel settore dell’editoria che ha omesso di comunicare al fisco ricavi conseguiti per oltre 500.000 euro. Anche per lei è stato richiesto il sequestro di diversi immobili, tra cui una lussuosa villa della quale risulta avere la disponibilità. Le operazioni, inserite nel più ampio contesto dell’attività e del costante impegno dell’istituzione nel rispondere alla domanda e alle necessità di sicurezza dei cittadini, costituiscono un ulteriore risultato nell’ambito della prevenzione e repressione delle varie tipologie di reati, quotidianamente assicurato dalla Compagnia di Rossano sul territorio di competenza con rilevante impiego di uomini e mezzi.

«No all’eliminazione dell’ospedale di Praia, i cittadini sono allarmati» PRAIA A MARE - «Siamo preoccupatissimi e c’è allarme nelle nostre popolazioni per il destino assegnato all’ospedale di Praia a Mare». E’ quanto ha affermato, tra l’altro, il Sindaco di Praia a Mare, Carlo Lo Monaco, nel corso dell’incontro svoltosi nei giorni scorsi tra i rappresentanti e gli amministratori dei Comuni dell’Alto Tirreno cosentino ed il Presidente del Gruppo Regionale del Partito Democratico, On. Sandro Principe, accompagnato dall’On. Mario Franchino e dall’On. Franco Pacenza, esperto del settore sanità del gruppo. «La nostra - ha proseguito il primo cit-

tadino Lo Monaco - è una struttura sanitaria di buon livello, la cui presenza risulta essere necessaria e fondamentale per garantire il diritto alla salute ad una popolazione formata per buona parte da persone anziane, e che abita i territori costieri, ma anche dell’entroterra, dell’alto tirreno cosentino, impervi e serviti da una carente rete stradale». Il Sindaco Lo Monaco ha, inoltre, evidenziato che «il Presidio Ospedaliero di Praia a Mare è forse l’unico che negli anni ha fatto registrare una immigrazione sanitari ( nel 2008 con una percentuale di circa il 14%)proveniente,soprattutto,dai

territori campani e lucani, invertendo così la tendenza assai negativa che vede i calabresi popolo di emigrantiancheinquestosettore. A ciò v’è da aggiungere che Praia a Mare sarebbe finanziariamente un ente ospedaliero sano, con un deficit limitato e, quindi, risanabile e con un costo per posto letto tra i più bassi della regione. Tutti i presenti sono stati, dunque, concordi nel sostenere che eliminare o ridimensionare il Presidio Ospedaliero di Praia a Mare sarebbe una scelta sbagliata, non conforme, peraltro, ai parametri nazionali per i quali ogni comprensoriodovrebbegoderedeiLivelli Essenziali di Assistenza». Per tutti, infine, «l’attuazione del Piano di Rientro, che - è stato ribadito - è un ottimo strumento per risanare il deficit strutturale ed annuale, deve portare alla costituzione di una rete ospedaliera distribuita in modo equilibrato sull’intero territorio regionale, nelle province e tra le province, sulla base di criteri oggettivi di valutazione, salvaguardando strutture funzionali ed efficienti e tagliando dove esistono disservizi,sprechi ed inutili dopCarmelo Morise

Operazione Centro storico, sei in manette a Rossano per spaccio di stupefacenti ROSSANO - Operazione antidroga all’alba di ieri dei poliziotti del Commissariato di Rossano, sulla costa ionica cosentina. Gli agenti hanno eseguito sei ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di un gruppo responsabile dello spaccio di stupefacenti nel centro storico della cittadina ionica. Le persone arrestate nel corso dell’operazione, denominata "Centro Storico", sono i fratelli Gaetano (giàdetenuto), Guglielmo e MartinoSolferino, rispettivamente di 31, 25 e 47 anni, Francesco Acri, 26 anni, Maria Forciniti, 27 anni e Annamaria Cenisio, 24, tutti di Rossano. Sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Per i fratelli Gaetano e Gugliemo ed Acri l’ordinanza prevede la custodia cautelare in carcere mentre per Martino Solferino e Forciniti i domiciliari. Cenisioì è stata sottoposta solo all’obbligo di presentazione alla P. G. Le indagini, ha riferito il dirigente del commissariato Di Nunno, nel corso di una conferenza stampa, erano partite nel mese di febbraio scorso. Gli agenti hanno attuato un servizio di videosorveglianza oltre che dei pedinamenti per controllare la zona del centro storico dove avveniva lo spaccio. Lo spaccio avveniva nelle abitazioni degli arrestati dove si recavano acquirenti di tutto il comprensorio. Gli stessi arrestati sarebbero assuntori di droga. Annalisa Amodeo

Tappa ad Acri de "Il lavoro è per l’uomo" organizzato dal Progetto Policoro COSENZA - E’ partito dalla piazza dell’Annunziata di Acri il progetto di annuncio e incontro dei giovani della provincia denominato "Il lavoro è per l’uomo" messo in piedi dagli animatori del Progetto Policoro delle diocesi di Cosenza - Bisognano, Cassano all’Jonio, San Marco Argentano - Scalea, Rossano - Cariati e dall’Eparchia di Lungro. Nel pomeriggio di martedì la carovana itinerante di animatori di comunità del progetto della Chiesa Italiana e i responsabili del centro per l’Impiego di Cosenza, che sostiene il progetto insieme all’assessorato al mercato del lavoro e politiche giovanili della Provincia di Cosenza, e dell’Ufficio locale coordinato di Acri si sono ritrovati nella piazza di Acri per dare il via a questo tour nelle 21 piazze scelte dal coordinamento del progetto, coordinato da don Ennio Stamile, responsabile della Caritas regionale Calabria, firmatario con l’ente provincia del protocollo d’intesa che ha dato il via all’iniziativa. Circa sessanta i giovani contattati in piazza nel pomeriggio. Giovani in cerca di occupazione, con speranze lavorative, voglia di emergere nel mondo del lavoro, in un contesto non certo facile, ma ai quali il Progetto Policoro vuole dire che si può ritrovare speranza proprio dal lavoro. Allo stand allestito in piazza erano presenti oltre ai dieci animatori delle diocesi consentine anche il responsabile del Centro per l’impiego di Cosenza, avvocato De Bonis, e il dott. Perri della struttura provinciale. Insieme a loro anche il dott. Belsito e la dott.ssa Ferraro dell’Ufficio locale coordinato di Acri che hanno informato i giovani sui servizi dei centri per l’impiego e offerto informazioni di orientamento ai giovani che si sono avvicinati allo stand del progetto. Nel pomeriggio ricca anche la presenza nella seconda tappa del progetto itinerante di annuncio e confronto con i giovani di San Giovanni in Fiore. Nella centralissima Via Roma allo stand si sono avvicinati tanti giovani accolti anche dalla presenza dell’assessore alle politiche giovanili del comune sangiovannese, Iaquinta, che da subito si è messo a disposizione con entusiasmo per l’iniziativa pastorale, e di don Giampiero Belcastro, responsabile della Pastorale giovanile di San Giovanni in Fiore. Domani il progetto arriverà nell’Itcg di SanMarco Argentano.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 13

CRONACHE

Comitato De Grazia: Valle Oliva, subito la bonifica di Gianna Borromeo AMANTEA - «I primi dati che arrivano dall’Arpacal confermano, purtroppo, le nostre preoccupazioni sul livello di contaminazioni da sostanze tossico - nocive dei territori dell’hinterland amanteano e sulle conseguenze che hanno avuto e potranno avere sulla stessa sa-

lute delle popolazioni». Così il Comitato civico "Natale De Grazia", che da anni si batte per conoscere la verità su quanto avvenuto nella vallata dell’Oliva, commenta la notizia del rinvenimento, ad opera del personale specializzato dell’Arpacal, nell’area del fiume di arsenico, fanghi prodotti da impianti industriali e probabilmente rifiuti derivanti da raffinerie. «Quanto riscontrato nell’Oliva - denunciano

gli attivisti del Comitato - dimostra che persone, senza alcun amore per il proprio territorio e per chi vi abita, abbiano avvelenato coscientemente quest’area per ottenere, esclusivamente, personalissimi ritorni economici. Un comportamento criminale che sarà valutato giustamente dalla procura della Repubblica di Paola che finora ha dimostrato con i fatti il suo alto li-

vello di professionalità». Per il "De Grazia" ora si impone «da subito la necessità di intervenire tempestivamente sui luoghi per delimitare i danni già provocati dalla contaminazione delle acque e dei terreni della vallata». Da qui l’appello degli attivisti. «Occorre - sostengono che ognuno, per le proprie competenze, dimostri con i fatti di voler proteggere la salute di quanti vivono in Calabria attivandosi per pre-

disporre la bonifica dei terreni e delle acque contaminate. Per fare questo è necessario che la società civile (composta da cittadini semplici ed associati) assieme alle istituzioni tutte facciano quadrato per tutelare la salubrità dei luoghi violentati da speculatori senza scrupoli e la qualità della vita di quanti vivono in questa martoriata terra». Infine l’invito specifico ai comuni interessati dalla vicenda dell’avvelenamento dell’Oliva. «Lanciamo un appello - concludono gli attivisti del "De Grazia" - a tutte le amministrazioni pubbliche locali che hanno vissuto e continueranno a vivere sulla propria pelle questa emergenza ambientale affinché si schierino a viso aperto e senza remore contro quest’avvelenamento dei nostri territori costituendosi, immediatamente, parte civile nel procedimento penale in corso presso la procura di Paola. Ma soprattutto muovendosi all’unisono per chiedere con forza tutti gli adempimenti necessari a ripristinare lo stato naturale dei luoghicontaminatiegarantirecosì la salute di tutte le popolazioni potenzialmente vittime di questo sopruso».

«I dati dell’Arpacal confermano le nostre preoccupazioni sul livello di contaminazioni da sostanze tossiconocive dei territori dell’ Amanteano»

Concluso concorso collegato a "Patti Chiari con l’economia" di S. Marrone COSENZA - Si è concluso il Concorso collegato al programma didattico "PattiChiari con l’economia", promosso a livello nazionale da alcune banche e dal Consorzio PattiChiari che ha coinvolto, con la collaborazione di Banca Carime, circa 150 Studenti della provincia di Cosenza. Alla presenza della giuria composta da imprenditori, giornalisti, accademici e rappresentanti delle istituzioni, le classi finaliste del concorso "Sviluppa la tua idea imprenditoriale" hanno presentato i propri progetti. Gli studenti della quarta classe programmatori dell’Istituto tecnico commerciale Serra di Cosenza, tutor Banca Carime, hanno presentato il progetto "Solar Energy srl" classificandosi, primi nella selezione locale e fra i primi dieci selezionati a livello nazionale. Un particolare apprezzamento, è detto in un comunicato, è stato espresso dal presidente del Consorzio PattiChiari, Filippo Cavazzuti, al Direttore generale di Banca Carime, Raffaele Avantaggiato, per il progetto presentato dalla Classe Programmatori dell’Itc Serra di Cosenza e a Banca Carime ed ai suoi collaboratori che "con passione ed entusiasmo hanno seguito il progetto in tutte le sue fasi". «Banca Carime - ha detto Raffaele Avantaggiato - continuerà anche per l’anno scolastico 2010/2011 ad offrire il proprio contributo in termini di risorse ed entusiasmo su tutti i Progetti fina-

Programmazione complessiva del teatro Morelli COSENZA - L’Amministrazione comunale di Cosenza replica l’iniziativa realizzata la prima volta l’anno scorso ovvero la manifestazione d’interesse, rivolta alle associazioni culturali e di spettacolo del territorio, per "affidare" loro la programmazione complessiva del teatro Morelli. L’invito che quest’anno, proprio in virtù dell’esperienza, è stato meglio affinato, è stato accolto da ben venti associazioni, che hanno presentato i loro progetti, sottoposti al vaglio di una commissione guidata dal direttore artistico dei teatri comunali Antonello Antonante. Lo stesso nella conferenza stampa di ieri mattina, insieme all’Assessore allo spettacolo Francesca Bozzo ed alla dirigente del servizio Giuliana Misasi, ha esordito proprio con i numeri - 20 associazioni per 72 serate di spet-

tacolo - ritenendo che gli stessi traducano e ribadiscano - afferma - «la vitalità culturale di Cosenza, città frizzante che dal Conservatorio all’Università offre una serie di strutture cheproducono e ospitano spettacoli». Antonante parla di una inversione di tendenza del modo di vivere la cultura a Cosenza,da città che fruisce a città che produce, e di questo un professionista del non può che compiacersi. In un momento di crisi generale dello spettacolo dal vivo, in cui si legge di teatri che fanno i contratti di solidarietà ai loro artisti e chiudono per mesi, il direttore Antonante è convinto che la forma di gestione pubblico - privato è l’unica che può garantire la programmazione ad un teatro, ed il progetto della residenza, oggetto

della manifestazione di interesse, si propone come valida opportunità a chi ha una proposta di spettacolo e non può realizzarla per mancanza di struttura. «Sono convinto che gli spazi pubblici devono essere gestiti così dice ancora Antonante - e che, Amministrazione da una parte e associazioni dall’altra debbano fare la loro parte». E alle associazioni quest’anno, proprio in quest’ottica, sono stati chiesti dei requisiti "professionali" in più, dall’agibilità Enpals alla iscrizione Siae. Una considerazione a parte la merita la scelta delle associazioni, che hanno presentato progetti affini, di mettersi in rete e racchiudere la loro proposta culturale in un unico "cartellone". c.m.

lizzati allo sviluppo dell’educazione finanziaria dei nostri giovani studenti, di cui il Consorzio PattiChiari è promotore. Questa scelta si coniuga con l’intento di Banca Carime di volersi porre co- Coinvolti me istitucirca 150 to di credito di ristudenti ferimento nei condella fronti di provincia quell’importante di Cosenza patrimonio sociale rappresentato dai nostri giovani talenti, che ineluttabilmente formerà il tessuto sociale ed economico del futuro del nostro territorio».


14

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

CRONACHE

Omicidio di Domenico Gabriele, novanta i testi dell’accusa CROTONE - Saranno novanta i testi dell’accusa nel processo ai presunti autori della strage nel campo di calcetto compiuta a Crotone il 25 giugno del 2009 nella quale fu ucciso Gabriele Marrazzo, di 35 anni, e rimasero ferite altre nove persone tra le quali Domenico Gabriele, il bambino di 11 anni morto dopo tre mesi di coma. Il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Salvatore Curcio, ha depositato la lista dei testi per l’accusa in vista del processo che inizierà il 4 novembre prossimo. Della strage sono accusati Andrea Tornicchio, di 20 anni, il fratello Francesco, di 31, ritenuto il boss dell’omonima cosca e detenuto dal 2008, e Vincenzo Dattolo, di 26. Tra gli autori c’é anche una quarta persona che all’epoca dei fatti era minorenne. L’accusa sostiene che la strage nel campo di calcetto di Crotone fu compiuta per risolvere alcuni contrasti interni alla cosca Tornicchio di Crotone. Obiettivo dell’agguato era Gabriele Marrazzo, mentre Domenico Gabriele fu ucciso per errore.

Vela, buoni risultati dei giovani crotonesi alla Mediterranean cup CROTONE - Giovani velisti crescono alla Lega navale di Crotone. Buona la performance del vivaio degli skipper crotonesi alla XXVI edizione della Mediterranean cup, che si è disputata nei giorni scorsi a Reggio Calabria. La flotta crotonese ha partecipato numerosa alla prestigiosa regata internazionale organizzata dal Circolo velico di Reggio Calabria, riservata alle categorie cadetti e Juniores su imbarcazioni Optimist e Laser 4.7. Le prove si sono disputate su due giornate, la prima caratterizzata da condizioni ottimali di vento (regolare, tra gli 8 e i 16 nodi) e la seconda con punte di vento che hanno sfiorato i venti nodi. Al termine della regata la flotta della Lni di Crotone così si posizionava in classifica: tra i cadetti bel risultato di Giuseppe Congi, al 18° posto, primo tra i crotonesi; al 26° Dariush Esfahani Ghasemzadeh, al 27° Sean Albert Cuomo, al 30° Attilio Ioppoli, al 31° Giulio Matteo Verri, al 37° Nicolò Bellassai e al 38° Theodore Marco Francis. Per quanto riguarda la classifica Optimist Juniores Samuel Sacco, si è posizionato al 29° posto e Pasquale Antonio Laganà, al 33°.

La ventisettesima edizione della sagra della castagna a Savelli SAVELLI - Il Comune di Savelli in collaborazione con Pro Loco e Confartigianato, con il patrocinio della Regione Calabria, Provincia di Crotone, Ente Parco Nazionale della Sila, Camera di Commercio e Comunità Montana Alto Crotonese, ha organizzato la ventisettesima edizione della sagra della castagna. La manifestazione è in programma per sabato 30 e domenica 31 ottobre. Il sindaco del comune del crotonese al riguardo ha dichiarato: «Un momento molto atteso dai cittadini del piccolo comune crotonese del parco, ma anche da tutti coloro che amano ritrovarsi piacevolmente e trascorrere un week end in Sila. Un appuntamento impedibile ormai, frutto di una collaborazione interistituzionale proficua». Il programma prevede, per la giornata di sabato 30 ottobre, una mostra filatelica - micologica allestita da don Francesco De Simon. Alle 11.30 verrà inaugurato il sentiero naturalistico n°47 dell’Ente Parco ed alle 12.00 sarà la volta dell’inaugurazione della Casa del Parco. Il pomeriggio sarà dedicato ai giochi popolari e spettacoli.

Accoltella connazionale arrestato un romeno di Carmelo Morise CROTONE - I Carabinieri di Strongoli hanno arrestato un cittadino rumeno, Catalin Chihaea, individuatocome autore del ferimento di un connazionale. I militari, alle ore 19 di martedì, sono intervenuti in viale Stazione su richiesta di alcuni passanti che segnalavano un litigio tra due persone. Sul posto i militari hanno trovato un giovane rumeno di ventitrè anni che presentava una profonda ferita al braccio dovuta ad Aggressione una coltellata. Lo è avvenuta stesso ferito, prima diesseretrasportato nel corso in ambulanza presl’ospedale di Crodi un litigio so tone,hafornitoindicazioni sull’aggrescon il sore il quale, visti 23enne sopraggiungere i Carabinieri si era dato alla fuga nelle

campagne circostanti lasciando però, sul posto, alcuni oggetti personali, tra i quali i documenti che hanno permesso ai militari di risalire all’identità della persona fuggita. Intorno alle ore 21, l’aggressore è stato individuato nei pressi della propria abitazione a Strongoli Marina, bloccato e tratto in arresto in flagranza con l’accusa di lesioni gravi e resistenza a Pubblico Ufficiale, per essersi sottratto al controllo dandosi al-

la fuga. La discussione era scaturita, come accertato in seguito, da futili motivi e, Chihaea, al culmine del litigio aveva sferrato la coltellata all’indirizzo del ventitreenne. L’arma utilizzata non è stata rinvenuta. L’arrestato è stato poi trattenuto nelle camere di sicurezza e condotto nella mattinata al Tribunale di Crotone dove il Giudice, convalidato l’arresto, ha disposto gli arresti domiciliari.

Emergenza occupazionale, i sindacati hanno firmato un documento d’intenti CROTONE - Le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, ieri mattina hanno sottoscritto un documento programmatico "per contrastare l’emergenza occupazionale". Il documento è stato firmato dai rappresentanti dei sindacati alla presenza di quasi tutte le cariche istituzionali del territorio. La piattaforma è suddivisa in sette punti principali,che i sottoscrittori del documento si impegnao a sostenre e portare a vanti. Il primo punto prevede la richiesta del riconoscimento di area ad elevata crisi industriale da parte del Governo, in particolare al Governo i sindacati chiedono la sottoscrizione di un accordo che agevoli la realizzazione di nuovi interventi ed insediamenti produttivi nel territorio. Il secondo punto prevede la richiesta all’eni di localizzare nel territorio interventi ed investimenti economici, una sorta di rimborso per l’inquinamento ereditato dalle industrie ormai dismesse. I sindacati chiedono con il terzo punto l’attivazione di iniziative per l’ottenimento della diversificazione tariffaria energetica, a favore delle imprese presenti e di quelle che intendono insediarsi. Rendere immediamente cantierabili le azioni previste dai piani integrati comunali, provinciali e regionali, delle azioni di bonifica previste per l’area archeologica e le discariche presenti, questo è quello che prevede il quarto punto. Il quinto prevede la creazione di un incubatore per le imprese per favori-

re la nascita e l’avvio delle nuove iniziative economiche. Il documento al sesto punto chiede la redazione di un piano di difesa del territorio e del suolo, attraverso l’utilizzo di risorse comunitarie. Infine con il settimo punto si impegnano a chiedere il rafforzamento del Piano provinciale delle politiche attive del lavoro, che promuova percorsi di aiuto alle imprese e di attività socialmente utili per soggetti deboli del mercato del lavoro (disoccupati di lunga durata, lavoratori in mobilità e cassintegrati). Oltre ai sette punti, i sindacati hanno confermato il proprio impegno

per la promozione di iniziative per favorire la realizzazione ed il consolidamento delle infrastrutture, da quella viaria alla rete complessiva dei trasporti. I rappresentanti sindacali hanno infine sottolineato la necessità di contrastare la criminalità organizzata, e ogni forma di illegalità, compresa la lotta al lavoro nero e sommerso.

Carla Rossi


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 15

CRONACHE

Sequestrata un cava abusiva di 28 mila mq, tre denunce di Rosa Voci VIBO VALENTIA - Gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, nell’ambito della quotidiana e costante azione di controllo del territorio, finalizzata, tra l’altro, alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia ambientale, hanno individuato e sottoposto a sequestro, nel Comune di Rom-

Sequestrate anche le macchine escavatrici il cui valore è di circa 150mila euro. Accertato come i lavori di escavazione, interessando il corso del torrente “San Marino”, avevano causato la parziale ostruzione dell’alveo biolo, una vasta area di 28.000 metri quadrati circa di superficie, adibita a coltivazione abusiva di cava per l’estrazione di materiale inerte del tipo "Calcare Evaporitico". Il territorio di riferimento si rileva, spesso, teatro di aggressioni da parte di soggetti senza scrupoli che, al fine di trarre profitto dalla vendita del ricercato materiale, non esitano a deturpare l’ambiente. Un vero e proprio scempio ambientale, infatti, è quello che è apparso agli occhi dei Finanzieri della Compagnia di Vibo Valentia che, nel corso delle attività di servizio espletate, oltre a constatare la violazione delle norme di settore che regolano le autorizzazioni per l’eserciziodell’attivitàdicava,han-

Oggi la visita del generale Calandro al Comando provinciale e al Roan VIBO VALENTIA - Oggie, il Generale di Divisione Michele Calandro, Comandante Regionale Calabria della Guardia di Finanza, effettuerà una visita a questo ComandoProvincialenonchéalRoan alla sede. La massima Autorità regionale della Guardia di Finanza saràricevutadalComandanteProvinciale - Colonnello t. Issmi Giuseppe Licari, dal Comandante del Roan Ten. Col. Giovanni Legato, dagli Ufficiali ed i Comandanti dei Reparti dipendenti oltre che da una folta rappresentanza di militari in servizio e congedo. Il Generale Calandro, accompagnato dal Comandante Provinciale, si recherà, quindi, in visita presso alcune delle più alte Autorità civili e religiose provinciali. In questa occasione sarà data particolare attenzione al territorio vibonese ed alle diverse realtà che ne caratterizzano il complesso e variegato tessuto socio-economico.

Caterina Dolce no accertato come i lavori di escavazione, interessando il corso del torrente "San Marino", avevano causato la parziale ostruzione dell’alveo dello stesso compromettendo, di conseguenza, il normale deflusso delle acque, con gravi rischi di dissesto idrogeologico, per l’intera area, aggravato dalle recenti piogge. L’area interessata dallo svolgimento dell’illecita attività, unitamente alle macchine escavatrici utilizzate, il cui valore è di circa 150.000 euro, è stata sottoposta a sequestro. Parimenti è stato sequestrato il carburante (150 litri) con cui indebitamente venivano alimentati i mezzi da lavoro, trattandosi, nello specifico, di gasolio per uso agricolo e quindi ad accisa agevolata.Tre soggetti ritenuti, a vario titolo, responsabili delle condotte illecite perpetrate, sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica per la realizzazione di una Cava abusiva e per aver deteriorato in modo significativo una risorsa naturale. Nel con-

tempo, al fine di evitare l’aggravamento delle già precarie condizioni ambientali della zona, sono state, tempestivamente, informate le Autorità competenti per sollecitare la messa in sicurezza delle aree sottoposte a sequestro. Non è la prima volta che i militari della Compagnia di Vibo Valentia intervengono per arrestare il degrado del territorio del vibonese, le cui bellezze, se ben valorizzate, potrebbero rappresentare un sicuro volano per lo sviluppo e l’occupazione di un’area connotata dall’alta vocazione turistica. Tale attività, quindi, dimostra come, insieme al contrasto alle violazioni in danno dell’Erario, il patrimonio ambientale ed il territorio, per l’importanza che rivestono sono costantemente monitorati dalle Fiamme Gialle vibonesi nell’ambito dei più vasti servizi per il controllo del territorio, volti alla prevenzione ed al contrasto di tutte le forme di illegalità, nonché alla salvaguardia della salute dei cittadini.

Furti di energia elettrica Un arresto e 5 denunce VIBO VALENTIA - Un arresto e cinque denunce. E’ questo il bilancio di un controllo dei carabinieri della Compagnia di Tropea diretti dal tenente Francesco Di Pinto, tendente a reprimere il fenomeno dei furti di energia elettrica nei confronti dell’Enel. In particolare, i militari dell’Arma della stazione di Spilinga, al comando del maresciallo Vincenzo Boerio, a Ricadi, il comune turistico nel comprensorio di Capo Vaticano, sulla costa vibonese, hanno tratto in arresto un operatore turistico di 56 anni, Francesco Pisani, originario del Reggino, titolare del residence "Costa Smeralda" quale presunto autore di furto di energia elettrica e denunciato la moglie e la figlia. I militari dell’Arma hanno accertato che era stato realizzato abusivamente un allaccio diretto dalla struttura ricettiva alla rete elettrica pubblica, bypassando così il contatore Enel. Dopo le formalità di rito, il Pisani è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità Giudiziaria, in attesa di giudizio direttissimo previsto per ieri mattina. Un’altra famiglia di operatori turistici: madre e due figli è stata denunciata in località "Grotticelle" sempre su Capo Vaticano dagli stessi militari dell’Arma e per gli stessi reati.

L’Asp si candida a “Sponsor della salute”, adottata una apposita delibera VIBO VALENTIA - L’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, per prima in Calabria, si candida a "Sponsor della salute"nell’ambito di una idea volta a migliorare la qualità dei servizi resi agli utenti. Lo fa attraverso l’approvazione di un regolamento per la disciplina e la gestione dei contratti di sponsorizzazione proposta dall’Uo Comunicazione e Formazione diretta dall’avv. Francesca Cupo. L’attività di sponsorizzazione è diretta a reperire adesioni per la realizzazione prioritariamente di progetti aziendali finalizzati a migliorare gli standard di qualità dei servizi erogati all’utenza ed utili a ad individuare risorse economiche e patrimoniali da destinare a campagne di comunicazione istituzionale. Il Commissario Straordinario,

dott.ssa Alessandra Sarlo, ha approvato in questo senso una delibera con la quale, prendendo spunto dall’art. 43 della legge n. 449, del 27 dicembre 1997, le pubbliche amministrazioni possono stipulare contratti di sponsorizzazione ed accordi in collaborazione con soggetti privati ed associazioni, senza fine di lucro, allo scopo di favorire l’innovazione dell’organizzazione amministrativa ed una migliore qualità dei servizi prestati. La gestione delle sponsorizzazioni è effettuata direttamente da questa Azienda senza il ricorso ad alcuna agenzia esterna, avendo come struttura di riferimento aziendale l’unità operativa della Comunicazione/Urp, Formazione e Qualità. Il rispetto dell’applicazione del regolamento sulle spnsorizzazioni ed un

eventuale conflitto di interessi saranno garantiti attraverso l’istituzione di un Comitato etico di garanzia, interno all’Azienda e composto dal direttore sanitario del presidio ospedaliero, dal direttore del distretto sanitario di Vibo Valentia e dal direttore degli affari generali che convoca le sedute e ne coordina i lavori. In sostanza l’Asp metterà a disposizione delle aziende private una nuova opportunità di servizio marketing e di promozione e sviluppo commerciale, offrendo la possibilità di comunicare direttamente con gli abitanti di tutti e 50 i comuni della provincia di Vibo Valentia. Armando Amodio


16

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

CRONACHE

«Ritardo pagamenti da parte delle Pa crea effetto domino» di Cassandra Riva CATANZARO - «La commissione provinciale per l’emersione del lavoro irregolare della Provincia di Catanzaro ha consegnato al Prefetto di Catanzaro la lettera già preannunciata con una sintesi rispetto alla traccia su cui sono stati condotti i lavori dell’ultima riunione e cioè l’analisi della grave situazione economica e sociale che i ritardi nei pagamenti delle commesse alle aziende da parte degli enti pubblici sta provocando» si legge in una nota di Filippo Capellupo, Presidente commissione per l’emersione del lavoro irregolare . «L’effetto domino che si crea è che, laddove le aziende dai loro creditori, siano essi pubblici o privati, non riescono a ricevere i pagamenti per tempo ritardano i pagamenti dei loro dipendenti che a loro volta diventano debitori. La lettera continua - è stata protocollata nelle stesse ore in cui l’unione Europea legiferava decidendo dando il via,

con l’approvazione della direttiva, salla lotta contro i ritardi dei pagamenti nelle transazioni commerciali che riguarda anche i rapporti tra privati, un campo nel quale fissa un limite massimo di 60 giorni. Lasciando però le parti libere di concordare termini diversi, purchè non siano iniqui. Per la Pa italiana si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo, mentre per le imprese potrebbe significare una svolta epocale. Il nostro Paese guida la classifica dei "cattivi pagatori" con un ritardo medio stimato in 186 giorni, ma che arriva a

superare i 600 giorni nel caso delle forniture a strutture santiarie come Asl e ospedali. L’entrata in vigore della direttiva consentirà alle aziende di usufruire, a livello europeo, di una maggiore liquidità per 180 miliardi di euro. L’Italia ha due anni di tempo per recepire la direttiva ma è impensabile che un Paese come l’Italia non riesca a mettersi in regola. Ecco perché conclude - noi chiediamo l’impegno massimo da tutte le parti politiche perché diventa urgente dare risposte concrete alle aziende per rimettere in circolo risorse utili a uscire da questa crisi che ancora imperversa».

«Chiediamo l’impegno massimo da tutte le parti politiche perché diventa urgente dare risposte concrete»

Convegno giuridico “Maltrattamenti sui minori e dei minori” di F. Marra CATANZARO - La Camera Minorile Distrettuale di Catanzaro "Primo Polacco-Francesco Perrotta", mediante l’impegno del suo Presidente, Avv. Angelo Polacco, con il fattivo contributo della Sezione di Catanzaro di essa Camera e con la collaborazione dell’Ufficio Referenti per la formazione decentrata dei magistrati del distretto di Corte di appello di Catanzaro del Consiglio Superiore della Magistratura, ha organizzato per il giorno domani, presso l’amministrazione della Provincia di Catanzaro, un convegno giuridico sul tema "Maltrattamenti sui minori e dei minori - Aspetti medico legali". Con il Convegno, la Camera Minorile Distrettuale ha voluto realizzare un momento di approfondimento e di riflessione su

un tema di grande attualità, quale quello concernente i maltrattamenti sui minori e dei minori, che l’opinione pubblica segue con grande attenzione, poiché coinvolge soggetti che avrebbero bisogno di cure ed attenzioni particolari e che vengono invece abu- Pres. Camera Minorile sati e privati, spesso, della possibilità di sperare e di sognare. Il convegno ha connotazione interdisciplinare.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 17

CRONACHE

Why Not, interrogazione Pdl ad Alfano: indagini illegali di Carmela Mirarchi CATANZARO - Dalle motivazioni della sentenza sull’ inchiesta Why Not con la quale il Gip di Catanzaro ha stabilito l’estraneità di due ex presidenti della Regione Calabria oltre che di decine tra imprenditori, politici e pubblici funzionari, emerge «un quadro a dir poco allarmante circa la complessiva condizione di illegalità che ha segnato l’attività investigativa del procedimento». Lo dicono trenta parlamentari del centrodestra in una interrogazione al ministro della Giustizia, Angelino Alfano, in cui chiedono se il Guardasigilli intenda prendere provvedimenti in proposito «nei confronti di magistrati e di appartenenti alle forze dell’ordine i quali, nell’esercizio delle loro funzioni inquirenti presso i medesimi uffici, potrebbero procedereadinterventimanipolatoriovvero dissimulatori di gravissime responsabilità». Nel documento i firmatari affermano, tra l’ altro, che «l’inchiesta ha avuto negli anni risonanza nazionale in forza delle molteplici apparizioni del Pm dell’ epoca Luigi De Magistris nel corso

Ben 400 studenti ai "Laboratori interattivi di legalità" organizzati dall’Usr a Montepaone di Maria Sanzi

di ’puntate dedicate’ della trasmissione tv Annozero condotta dal giornalista Michele Santoro ed in virtù di una vera e propria "campagna di stampà condotta da un gruppo di giornalisti e magistrati che ne hanno sostenuto la validità in modo aprioristico e strumentale perseguendo finalità ormai definitivamente individuate». I firmatari ricordano che la vicenda processuale «avvita e e gestita con enorme clamore mediatico dall’ ex pm De Magistris ha determinato un vero e proprio ’terremoto politico-giudiziario’ ed è stata, in parte, occasione del violentissimo

scontro tra magistrati della procura della Repubblica di Salerno e i colleghi della Procura generale di Catanzaro».

«L’inchiesta ha avuto negli anni risonanza nazionale in forza delle molteplici apparizioni del Pm De Magistris»

MONTEPAONE - Oltre quattrocento studenti sono stati protagonisti dei "Laboratori interattivi di legalità" attivati dai rappresentanti delle Consulte studentesche presso l’Hotel Calaghena di Montepaone in provincia di Catanzaro. Il confronto tra studenti, istituzioni e testimoni importanti si è sviluppato - spiega una nota - intorno ai temi della legalità con l’obiettivo di affrontare situazioni diverse ma afferenti alla formazione globale della persona. Per il Direttore dell’Usr Francesco Mercurio «l’appuntamento è statofortemente voluto dai giovani rappresentanti degli studenti per compartecipare ad un solidale momento di confronto. Del resto, attraverso la cultura si riesce a diventare responsabilmente cittadini». Il Presidente del Consi-

glio regionale Francesco Talarico ha illustrato le motivazioni che hanno spinto la Regione a portare avanti la stesura di un’ intesa che promuove le proposte di legge nate dal mondo studentesco. Hanno concluso i lavori i Rappresentanti Obiettivo è delle Consul- di affrontare te studentesituazioni sche diverse ma che si sono afferenti alla impegnati a formazione stabilire sempre globale più un della persona patto forte a difesa della legalità.


18

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

CRONACHE

Protesta per difendere l’ospedale di Chiaravalle di Carmela Mirarchi CATANZARO - Si è svolta ieri mattina corso a Catanzaro una protesta dei residenti della zona di Chiaravalle in difesa dell’ospedale. Una decina di sindaci con fasce tricolori ed i gonfaloni dei Comuni sono stati in testa ad un corteo che ha percorso le vie principali di Catanzaro. Le persone che stanno partecipando alla manifestazione espongono manifesti e striscioni in difesa dell’ospedale. Il sindaco di Chiaravalle, Una Nino Bruno, ha delegazione detto: «Questa è ha incontrato unagiustaprotestain difesa del nostro ospedale. il capo Si sta compiengabinetto, do una ingiustie per questo Elena Scalfaro zia chiediamo l’intervento del governo regionale e del presidente Scopelliti». I manifestanti sono giunti a Catanzaro a bordo di cinque autobus e successivamente hanno dato vita al corte di protesta. «L’ospedale di Chiaravalle - ha aggiunto il sindaco - era in fase di riconversione. Avevamo pronti 15 posti letto per la riabilitazione e sono stati utilizzati investimenti concordati con i precedenti governi regionali. Ora invece viene cancellato tutto questo senza un motivo e senza ricevere spiegazioni su

quanto sta accadendo. Vorremmo capire i posti letto di riabilitazione dove finiranno e per questo è indispensabile l’intervento del presidente Scopelliti». I dimostranti, giunti in piazza Matteotti, hanno dato vita ad un corteo con striscioni fino al palazzo della Provincia, dov’era in corso una seduta dell’assemblea provinciale. Dopo aver messo al corrente delle loro

preoccupazioni la presidente Wanda Ferro, i dimostranti si sono diretti a Palazzo Alemanni, sede della presidenza della Regione. Assente il governatore Scopelliti, una delegazione ha incontrato il capo gabinetto, Elena Scalfaro. Per evitare disagi nel centro del capoluogo, il questore martedì aveva vietato ai dimostranti l’uso di mezzi agricoli.

Gli stages formativi dell’Inps di Mario Mirabello CATANZARO- A conclusione dell’iniziativadegli"stagesformativi" rivolti agli enti di Patronato all’interno dei propri uffici, si è svolta ieri a Catanzaro, presso la sede Regionale dell’Inps, l’annunciata conferenza stampa. Alla manifestazione, presieduta dal Direttore Regionale dell’Inps, Giuseppe Baldino, dal Presidente del Comitato Provinciale Inps, Francesco Sodano e dal Direttore Provinciale dell’Inps di Catanzaro Luigi Sculco, hanno preso parte i Direttori degli Enti di Patronato della provincia di Catanzaro, oltre ai numerosi funzionari degli enti di Patronato e dell’Inps della provincia. «L’iniziativa - ha evidenziato il Direttore Provinciale Sculco è stata la prima in tutto il paese, inserita nel quadro delle attività istituzionali dell’ente previdenziale volte al miglioramento continuo del rapporto di collaborazione si-

nergico con gli enti di Patronato». Gli stages hanno visto coinvolti ben sedici Enti di Patronato della provincia che, per un mese, si sono avvicendati, con cadenza settimanale, all’interno degli uffici Pensioni, Prestazioni a sostegno del reddito, Invalidità Civile e Convenzioni Internazionali della sede di Catanzaro. «Ma l’obiettivo più complessivo - ha proseguito il direttore Inps di Catanzaro - è stato quello di creare un rapporto con gli enti di Patronato, improntato alla piena professionalità». Il presidente del Comitato Provinciale dr. Francesco Sodano, da parte sua, ha ribadito come tale risultato sia stato reso possibile grazie, anche, agli ottimi rapporti di collaborazione fra l’Ente previdenziale e il Comitato Provinciale . In conclusione, l’intervento del neo Direttore Regionale dr. Giuseppe Baldino, che nel ringraziare tutti gli intervenuti per l’impegno profuso nella realizzazione dell’iniziativa

«che, come ben si evince, - ha sottolineato - non è un progetto immagine , ma si tratta di una nuova visione gestionale da diffondere presso tutte le strutture della Calabria. Nel merito del progetto è chiaro che l’Istituto risponde correttamente e nei tempi previsti dalla Carta dei Servizi al Cittadino, solo se la richiesta del cittadino/utente è corretta e completa. Se poi la richiesta è mediata da un ente di Patronato, l’esigenza di correttezza e completezza diventa insindacabile. L’Inps - ha proseguito - stà vivendo una stagione di grande cambiamento, aperta alle sinergie con gli altri enti e fatta, soprattutto, dell’attuazione di un processo di riorganizzazione interna che mira ad ottimizzare le risorse e riqualificare il lavoro di tutti». Proprio in questa ottica, la Direzione Centrale ha avviato la sperimentazione di un nuovo modello organizzativo in 20 sedi su tutto il territorio nazionale.

«Amc e compartecipate, discutere la situazione in consiglio comunale» CATANZARO - «La difficile situazione che attraversano le compartecipate del Comune è evidente. Ma potrebbe diventare ancor più esplosiva considerato lo stato di salute dell’Amc, i cui lavoratori rischiano di restare senza stipendio e il servizio per la cittadinanza paralizzato, a causa dell’eventuale impossibilità di far fronte alle spese di gestione». Ne sono convInti i consiglieri comunali Antonio Corsi e Sergio Costanzo che in una nota commentano la questione relativa all’Amc e della altre compartecipate «se grazie all’ennesima anticipazione fatta da palazzo De Nobili è stato possibile far fronte alle retribuzioni di questo mese, davvero non sappiamo come si potrà fare in seguito, considerato che l’azienda, senza il sostentamento continuato da parte dell’ente, non riesce a far fronte ai suoi impegni. Ecco perché riteniamo che di questo - e più in generale di tutte le partecipate - si debba parlare nella sede più adatta, che è il Consiglio comunale. Lo chiediamo da quattro anni, senza essere ascoltati. Eppure il confronto sarebbe utile per fare scelte condivise. Non è infatti un problema di colore politico. Piuttosto l’esigenza è dettata dalla responsabilità di salvaguardare posti di lavoro che sono sempre più in bilico, garantendo la qualità del servizio per i cittadini. Anche alla luce delle decisioni prese a livello centrale. Secondo indiscrezioni, infatti, sembra che ai presidenti delle Regioni sarà chiesto di stringere ancor di più la cinghia, in particolare nel settore dei trasporti pubblici e del sociale. Ciò significa che nei futuri bilanci dell’Amc, alla voce finanziamento regionale potrebbe esserci una sensibile diminuzione dell’importo. Serve, così, una gestione aziendale che non può più basarsi sulla nomine di dirigenti e consigli di amministrazione onerosi, fatte dalla politica nella logica esclusiva di una spartizione di poltrone. Occorre, al contrario, individuare manager preparati, che riescano se non proprio a fare camminare con le proprie gambe le compartecipate, per lo meno a gravare poco sulle casse degli enti. Ritornando a parlare di Amc, serve la predisposizione immediata di un business plan con il coinvolgimento di tutti gli enti per definire le strategie più adeguate per il rilancio aziendale. Non solo il Comune, ma anche Regione e Provincia visto che da tempo, circa tre anni, si parla di un consorzio con altri soggetti che però non è riuscito a decollare e che invece avrebbe potuto rappresentare un’importante soluzione al problema».

«Dalla Campania non oltre trecento tonnellate giornaliere di rifiuti» PIANOPOLI - L’Ufficio del "Commissario delegato al superamento dell’emergenza sui rifiuti della Regione Calabria" ha emesso un’apposita Ordinanza «per solidarizzare con la Regione Campania ha dichiarato il Governatore della Calabria - relativamente al grave problema che stanno vivendo in queste ore le popolazioni di alcuni centri campani a causa dell’emergenza rifiuti». «Dopo un’ approfondita interlocuzione - ha aggiunto l’Assessore all’Ambiente Francesco Pugliano con la Protezione civile

nazionale e la stessa Regione Campania e tenendo conto dell’odierno Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia, siamo giunti a questa Ordinanza con la quale viene limitato il conferimento di non oltre trecento tonnellate giornaliere di rifiuti, provenienti dalla vicina Campania, che non pregiudicheranno, in alcun modo, il flusso ed i quantitativi disponibili per i rifiuti calabresi verso una struttura privata nel territorio di Pianopoli». cm


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 19

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

Convivi delle rapsodie agresti Feste d’Autunno tra convivialità, ritualità e tradizioni popolari: a Reggio Calabria, a Scilla e a Lamezia Terme di Marco Bellantone REGGIO CALABRIA - Feste d’autunno tra convivialità, ritualità e tradizioni popolari. A Reggio Calabria, Scilla e Lamezia Terme la quarta edizione dei Convivi delle rapsodie agresti: cibo, musica popolare, fiabe antiche per rivivere la ritualità delle feste di Ognissanti. Torna in occasione delle feste di Ognissanti la quarta edizione della rassegna rapsodie agresti - Canti e convivi nella Calabria greco-romana, incontri conviviali che dal 2007 promuovono il territorio calabrese e le sue risorse attraverso spettacoli e concerti abbinati a banchetti, per coniugare la cultura classica con una dimensione conviviale e festiva. La rassegna, realizzata dall’associazione culturale Traiectoriae con il sostegno dell’assessorato all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Provincia di Reggio Calabria, si aprirà domani alle ore 21 presso il Castello Ruffo di Scilla con il "Convivio della Musica e del Mito", concerto gratuito, raffinato e godibile, patrocinato dal Comune di Scilla. La voce del soprano Katia Fassari , il clavicembalo di Lilly Lanzetta e il violino di Paolo De Benedetto accompagneranno il pubblico in un viaggio ricco di emozioni tra la musica di Händel, Caccini, Corelli e Vivaldi.

Seguiranno il 31 ottobre alle ore 21 presso Villa Lelmar a Reggio Calabria e l’1 novembre alle ore 13 presso l’agriturismo Trigna a Lamezia Terme "Il Convivio Mediterraneo e il Convivio delle Fabulae", due eventi "alternativi" per celebrare la festa di Ognissanti e riscoprire le radici preromane ed europee di questa festività che ormai sull’onda della tradizione d’Oltreoceano di Halloween sta prendendo sempre più piede anche in

Italia secondo abitudini e travestimenti che poco ci appartengono. Cibo tipico, musica popolare, storie fantastiche, questi gli ingredienti del "Convivio Mediterraneo" e del "Convivio delle Fabulae", incontri conviviali attraverso cui rivivere una dimensione festiva collettiva che si riallacci alle nostre tradizioni per esorcizzare la paura della morte e dell’aldilà! Un ritorno alle tradizioni più vere e genuine, un viaggio nel tempo indietro

A Catanzaro un congresso di geriatri

Laboratori interattivi sui temi della legalità

CATANZARO - Scongresso regionale dei geriatrii parlerà di anziani venerdì 29 e sabato 30 ottobre a Catanzaro presso il Grand Hotel Paradiso al congreso regionale dei geriatri ospedalieri, organizzato dal dott. Giovanni Ruotolo direttore della Soc di Geriatria dell’Azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro e presidente regionale della Società Italiana dei Geriatri Ospedalieri (Sigos). Interverranno i geriatri ospedalieri e territoriali della Regione Calabria, illustri relatori dell’Università "Magna Græcia" di Catanzaro, dell’Università di Firenze e di Catania. Sotto la guida di questi relatori esperti, si tenderà a focalizzare l’attenzione dei partecipanti su patologie

CATANZARO - «E’ significativo e innovativo che ci sia una collaborazione tra Regione, in rappresentanza di tutte le istituzioni territoriali, scuola, insegnanti, genitori e studenti per costruire una scuola di qualità». Lo ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri, intervenendo a Montepaone all’iniziativa promossa dall’Ufficio scolastico regionale per la presentazione dei Laboratori interattivi sui temi della legalità. «E’ fondamentale - ha aggiunto Caligiuri - puntare sulla formazione di cittadini con un forte pensiero critico in modo che possano costruire consapevolmente il loro futuro. Formare studenti ignoranti è il regalo piùgrandeallacriminalitàorganizzata».

nei secoli, quando divinità ed eroi venivano cantati durante i banchetti e i riti conviviali per una eccellente combinazione di poesia, musica e cibo. La cena del 31 ottobre e il pranzo dell’1 novembre verranno animati dalla lettura di fiabe antiche, storie fantastiche di magia e di paura tratte da Apuleio , dalle storie barocche del Cunto de li cunti del Basile,dal repertorio della tradizione raccolto dal Pitrè nell’ottocento e da Calvino nel secolo appena trascorso. Storie fantastiche di magia e di paura che verranno proposte dalle voci recitanti di tre eccellenti interpreti: le attrici Donatella Lamacchia, Gianna Deidda e Lorella Monti. Le letture saranno seguite dal concerto delle Assurd, uno dei gruppi più apprezzati del panorama internazionale della world music, voci solari e cupe, soavemente femminili e paradossalmente maschili, di rara e dirompente emozione, che portano con sé uno straripante desiderio di danzare. Per info e prenotazioni:ConvivioMediterraneo,31 ottobre ore 21.00 Villa Lelmar - Via Nazionale 409 Pellaro Reggio Calabria tel: 0965 359469 email:info@villalelmar.it www.villalelmar.it; Convivio delle Fabulae 1 novembre ore13.00, Agriturismo Trigna - Cda Trigna Lamezia Terme tel: 0968.209034 340.7910363.


20

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

L’esposizione gode del patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare

La mostra del riuso creativo curata da “Ricicl’Art” presto a Rossano ROSSANO - Anche per l’edizione 2010, la quinta dall’avvio di questa singolare esperienza socio-culturale, le ambizioni, i progetti, lo staff ed il messaggio di Ricicl’Art viaggeranno sotto l’ombrello, autorevole e prezioso, del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. L’on. Stefania Prestigiacomo, infatti, ha concesso per la seconda volta il patrocinio del proprio dicastero alla più grande mostra del riuso creativo organizzata nel Sud Italia in programma da venerdì 12 a domenica 14 novembre, a Rossano, presso il Palazzetto provinciale dello Sport . «Insomma - si legge in una nota giunta in redazione -, sotto i migliori auspici, è ormai quasi tutto pronto per l’alchimia di Ricicl’art. Ne sanno qualcosa gli oltre 30 artisti, tra vecchie e nuove conoscenze, che anche quest’anno saranno a Rossano per impreziosire, con la loro arte dal rifiuto, la più importante e intelligente vetrina del Mezzogiorno dedicata a questa finestra positiva sull’esigenza, globale, di preservare risorse ed ambiente per tutelare la salute nostra e del-

dell’iniziativa mondiale "Piantiamo per il Pianeta". Non meno successi vantano Arnoldi allievo di Rovello, artista versatile che spazia dalla pittura alla scultura, dalla scenografia al design. Amante del legno antico, fa divenire oggetti di pregio e di inestimabile valore ciò che per al-

«La passione della Calesini per l’arte, ad esempio, la porta precocemente a trasformare oggetti raccolti in discarica in opere premiate a livello internazionale» le prossime generazioni». Tra i nomi spiccano quelli di Erika Calesini, di Pietro Arnoldi, di Davide Lazzarini e di Valentina Majer. Tutti e quattro gli artisti, sono accomunati da un unico filo rosso. Rendere opera d’arte quella materia finita in discarica, nei letti dei fiumi o ai cigli delle strade, destinata, per le modalità di smaltimento, a rappresentare fonte di inquinamento, di distruzione delle falde acquifere e di pericolo per la salute dell’uomo. La passione della Calesini per

«Tutti gli artisti partecipanti, sono accomunati da un unico filo rosso. Rendere opera d’arte quella materia finita in discarica, nei letti dei fiumi o ai cigli delle strade»

l’arte, ad esempio, la porta precocemente a trasformare oggetti raccolti in discarica in opere apprezzate e premiate anche a livello internazionale per la peculiarità della materia utilizzata e per l’espressività di ciò che è riuscita a trasmettere e a rappresentare. L’artista, che già vanta la realizzazione di numerose mostre personali e collettive, è stata inserita nel programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente - Unep, dove ha esposto l’opera "Ricicletta" al Noga Beach di Cannes, nell’ambito

Terminata la XXVI edizione della “Mediterranean Cup di vela” a Reggio Calabria: tre i vincitori REGGIO CALABRIA - Ad aggiudicarsi la XXVI edizione della Mediterranean Cup di vela, disputatasi nella acque dello Stretto, sono stati: nella categoria Optimist cadetti Francesca Noè, messinese classe 1996 del Circolo Tennis e Vela; nella Optimist juniores Ugo Zunardi, agrigentino classe 1999 del Circolo Punta Piccola e, nella Laser 4.7, Alessandro Marsili, classe 1993 del Circolo Nautico Sanbenedettese. Il primo appuntamento della "Settimana Azzurra" organizzata dal Circolo Velico Reggio del presidente Carlo Colella, si è concluso con successo, con la partecipa-

zione di 110 equipaggi provenienti da tutt’Italia e da Malta. Da oggi ottobre fino all’1 novembre, l’evento velistico che in Calabria non ha precedenti, continuerà con il raduno dei migliori equipaggi di ogni regione della Penisola, su imbarcazioni Laser 4.7, Radiale e Standard. In programma ci sarà l’ultima prova dell’Italia Cup e la Coppa dei Campioni, due competizioni valide per l’accesso ai campionati europei e mondiali di categoria. 180 sono gli equipaggi che fino ad oggi hanno confermato la loro presenza.

tri è solo un pezzo di legno abbandonato. Anche Davide Lazzarini, fondatore della "Officina del Riciclo", in modo vulcanico crea arte regalando emozioni. Davide racconta la vita già vissuta delle cose senza imporre necessariamente una forma d’arte, ma tramite le sue ricerche fornisce gli elementi a chi osserva per riuscire ad individuarla. Infine, Valentina Majer, tra quadri e sculture riesce a catapultare chi osserva le sue opere in un mondo magico e ricco di suggestioni.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 21

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

Passaggio della campana al Kiwanis di Reggio Calabria. La cerimonia si è svolta presso l’oasi della città

Marcello Altomonte è il nuovo presidente del Club Reghion 2007 REGGIO CALABRIA - Passaggio della campana al Kiwanis di Reggio Calabria, Club "Reghion 2007". La cerimonia ricca di riflessioni si è svolta in una suggestiva cornice presso l’oasi di Reggio Calabria. Marcello Altomonte è il nuovo presidente del Club che vanta di avere tra i soci Francesca Pizzi, luogotenente governatore eletto della divisione Calabria 2. Il Club ha lavorato e lavorerà molto a favore dei più piccoli e di chi viene emarginato da quella società che pensa solo ai profitti e all’affermazione di ideali materialistici, distanti da quelli umani. Qui si inserisce l’azione del nuovo presidenteAltomonte,chiamatoa portare avanti i fini del Kiwanis che guardano proprio nella direzione in cui molti sfuggono. Profonde e significative le parole di mons. Nuccio Cannizzaro, cerimoniere dell’arcivescovo di Reggio - Bova, presente alla manifestazione. «Voi volete portare avanti la regola d’oro ed è molto bello evidenziare altro non è che la regola del Vangelo». Mons. Cannizzaro si riferiva alla frase scritta nel Vangelo in cui si

esorta di fare agli altri ciò che vorremmo gli altri facessero a noi.Da qui il richiamo di mons. Cannizzaro ad essere persone vive, impegnate dentro il mondo per manifestare i doni dello Spirito Santo attraverso la concretezza della vita di ogni giorno senza ma e senza perché. Parole ben accolte da tutti i presenti e sottolineati nel corso della serata in modo particolare dal dott. Giuseppe Afflitto, luogotenente governatore della Divisione Calabria 2, il quale nel porgere il suo saluto ai presenti ha rimarcato le parole del cerimoniere del Vescovo, affermando che lo spirito di servizio deve prevalere nell’azione di ogni Kiwaniano. Afflitto ha salutato il Club con grande slancio, incentrando il suo discorso sulla necessità di operare con forza al fine di promuovere il bene comune ed in modo particolare quello dei più poveri. Tiziana Cannatà, cerimoniera del Club, ha brillantemente condotto la serata, articolando le presentazioni ed innestando tra le parole riflessioni e sintesi. Così alla presenza delle autorità Kiwaniane l’architetto Altomonte

Altomonte: «Ci dobbiamo impegnare a tutelare i bambini laddove viene soffocato il loro diritto alla crescita e a diventare innaturalmente adulti»

veniva insediato presidente del Club. Ad applaudire all’evento oltre ad Afflitto e alla Pizzi anche il cav. Ottavio Sinicropi, Immediato Past Luogotenente Governatore della Divisione Calabria 2, il dott. Demetrio Fiordaliso, segretario della Divisione, l’ing. Natale Praticò, chaieman comunicazione bollettino e grandi eventi della Divisione, il dott. Antonino Palumbo, chairman relazioni e rapporti con le istituzioni della Divisione, l’avv. Giuseppe Aricò, chairman della formazione, l’avv. Giuseppe Morabito e dr. Domenico Castagnella rispettivamente presidente ed Immediato past president del Club "Villa S. Giovanni", il dott. Fortunato Tripodi e dr. Antonino Palumbo rispettivamente presidente e segretario del Club "Reggio Calabria", il dott. Antonino Varrà e dott. Giorgio Ruso rispettivamente presidente e segretario del Club "Magna Grecia", l’ng. Francesco Suraci e ing. Deborah Politi rispettivamente presidente e segretario del Club "Città del Mediterraneo" e tantissimi ospiti presenti. Tra questi l’ing. Paolo Talia e gen-

tile consorte; la dr.ssa Maria Grazia Penna; la sig.na Angela Pirri; il prof. Fabio Cama e gentile consorte; il prof. Francesco Vizzari e gentile consorte; il dott. Angelo Belcastro e gentile consorte; la prof.ssa Maria Olivieri; il dr. Alfredo Candela e gentile consorte; la sig.ra Maria Romeo; il sig. Santo Macheda; la dr.ssa Domenica Macheda; la dr.ssa Valentina Dattola; il dr. Francesco Galluzzi e l’arch.LauraSchiavone.Primadi passare le consegne a Marcello Altomonte, Francesca Pizzi ha relazionato sull’attività svolta evidenziando tutti i service del Club ed in modo particolare l’intenso lavoro svolto da tutti i soci nel corso degli anni passati. Marcello Altomonte, nella sua articolata e ricca relazione ha evidenziato i punti forti su cui ruoterà il suo anno di presidenza. Ci dobbiamo impegnare, ha sottolineato a «tutelare i bambini laddove viene soffocato

Mons. Nuccio Cannizzaro: «Voi volete portare avanti la regola d’oro. Altro non è che la regola del Vangelo» il loro diritto alla crescita ed a diventare innaturalmente e precocemente dei piccoli adulti». Altomonte ha voluto evidenziare il service che si svolgerà in collaborazione con l’Unicef al fine di portare avanti il progetto per sconfiggere il tetano. «Lavoreremo per la comunità evidenziando ogni problematica». Successivamente sono stati accolti i nuovi soci ed assegnate le cariche: dott. Vincenzo Malacrinò, vice presidente, prof.ssa Caterina Papisca, segretaria, Tiziana Cannatà cerimoniere. Al termine della cerimonia è stato proiettato un video sull’impegno del Kiwanis a favore delle popolazioni che soffrono a causa del tetano.

Cosenza, per tre giorni l’isola pedonale sarà la zona più dolce d’Italia grazie all’VIII Festa del cioccolato COSENZA - Il 30 e 31 ottobre e 1 novembre prossimi Cosenza torna ad essere la città più dolce d’Italia grazie alla Festa del Cioccolato, voluta dalla Provincia di Cosenza e dalla Cna provinciale, con il patrocinio del Comune di Cosenza e giunta alla sua ottava edizione. Anche quest’anno geniali ed abilissimi maestri cioccolatieri provenienti dalla Calabria, ed ancora dalla Sicilia, Basilicata, Molise e Campania animeranno in Piazza dei Bruzi e lungo Corso Mazzini un evento che non mancherà di richiamare, come nel passato, migliaia di presenze attirate da qualità, ar-

tigianalità, creazione artistica legate al "cibo degli dei". Nella Festa della Cioccolata numerosi saranno gli stand pronti a offrire una golosissima esperienza, accompagnata da un’animazione costante dal pomeriggio sino alla tarda serata grazie a gruppi musicali, dj session, cabarettisti locali e nazionali che si susseguiranno sul palco allestito sempre su Corso Mazzini. L’ottava edizione della Festa del Cioccolato ed il suo ricco programma saranno presentati alla stampa oggi, alle ore 12,30 nella Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza.


22

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

APPUNTAMENTI Presentato dossier statistico sull’Immigrazione Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Congresso Regionale dei Geriatri Ospedalieri Siparleràdianzianivenerdì29esabato 30 ottobre , presso il Grand Hotel Paradiso al Congresso Regionale dei Geriatri Ospedalieri, organizzato dal dott. Giovanni Ruotolo direttore della Soc di geriatria dell’azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro e presidente regionale della società italiana dei geriatri ospedalieri (Sigos).Interverrannoigeriatriospedalieri e territoriali della Regione Calabria, illustri relatori dell’Università “Magna Græcia” di Catanzaro (il prof. Quattrone, prof. Gnasso, prof. Perticone), dell’Università di Firenze (prof. Fattirolli), dell’UniversitàdiCatania(prof.Maugeri),il presidente Nazionale della Sigos (prof. Di Cioccio), il presidente Nazionale dei Geriatri Territoriali (dott. Putignano), inoltre il prof. Zuccaro (Roma), il dott. Pagano (Palermo), il dott. Gulli (Cuneo). Tavola Rotonda su "Lo Stalking" Sabato 13 novembre , alle ore 17.00, presso la sala consiliare della provincia di Catanzaro si terrà la tavola rotonda su "Lo Stalking", a cura dell’associazione "Comitato di Quartiere Bambinello Gesù".Saluta: Wanda Ferro; moderatore: Giampaolo Mungo; intervengono: avv. Nunzio Raimondi; Salvatore Leotta; dott.ssa Rossella Nutile; prof. Danilo Russo. A conclusione una breve dimostrazione di tecniche di difesa personale. Convegno dei docenti di religione della Calabria La scuola italiana si trova oggi di fronte a numerose sfide culturali ed emergenze educative, mentre le indicazioni della Riforma Gelmini, fenomeni di bullismo, il disagio giovanile, la professionalità docente, le questioni giuridico – sindacali sono tutti nodi che attraversano l’universo scolastico. Per discutere di queste problematiche i docenti di religione della Calabria si sono dati appuntamento il 9 novembre , a Catanzaro Lido, per un convegno regionale di aggiornamento, inserito nel quadro di un progetto triennale di formazione dei docenti di religione approvato dal Miur, organizzato dell’Adr associazione nazionale deidocentidireligioneaccreditataal Miur come ente di formazione, in collaborazione con lo Snadir, Sindacato Nazionale degli Insegnanti di Religione. Tema dell’assise: “Le nuove indicazioni ministeriali per l’insegnamento della religione cattolica nella scuola primaria e secondaria”. COSENZA Presentazionedellaboratorioterritoriale per lo sviluppo rurale Oggi , alle ore 10.00, presso la sala stampa dell’Università della Calabria, presentazione del laboratorio territoriale per lo sviluppo rurale. Inaugurazione sede Buongiorno

Nonmancheranno,infine,imomenti di approfondimento sulle antiche lavorazioni artigianali, con laboratori creativi per l’osservazione in diretta della maestria e della tecnica degli artigiani che partecipano all’evento.

Presentato in tutta Italia il dossier statistico 2010 sull’Immigrazione curato dalla Caritas Italiana e dalla Associazione Migrantes. Quest’anno il volume è stato presentato in Calabria presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “L. Piria” di Rosarno alla presenza di un nutrito numero di studenti e del Dirigente Scolastico dott.sa Mariarosa Russo. Il dossier che è alla sua ventesima edizione è stato intitolato “per una cultura dell’altro”. Hanno introdotto Ennio Stanile delegato regionale caritas e Antonino Denisi direttore regionale Migrantes alla presenza del commissario prefettizio di Rosarno dott. Domenico Bagnato, del direttore Caritas diocesana Oppido Palmi Vincenzo Alampi e il vicario generale della Diocesi Oppido Palmi Giuseppe De Masi. I dati del dossier, relativi alla nostra regione sono stati snocciolati dall’Avv. Francesco Vizza e da

Massimo Martelli entrambi redattori del Dossier per la Calabria. A relazionare sul volume è intervenuto Rando Devole segretario nazionale FAI CISL con una duplice “qualità” e cioè quella di essere un esperto del lavoro agricolo e di essere un rappresentante extracomunitario essendo nato a Tirana. Sono poi intervenuti Domenico Lucano sindaco del Comune di Riace che ha portato l’esperienza della propria amministrazione con la seconda accoglienza alla cui esperienza ha dedicato un corto metraggio il grande regista Wim Wenders. E’ poi intervenuto in qualità di delegato per l’immigrazione per la Confraternita delle Misericordie d’Italia anche il Governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto Leonardo Sacco. Sacco ha raccontato l’esperienza dell’accoglienza nel Centro da più grande d’Europa e ha ricordato che a seguito dei fatti accaduti a Rosarno

sono stati accompagnati presso il centro circa 440 uomini provenienti dalla cittadina calabrese che sono stati immediatamente rifocillati con coperte e pasti caldi ed anche con parole di conforto. Sacco ha poi detto che uno dei principi fondamentali della convivenza è conoscere la persona con la quale convivere “con la consapevolezza che sia uguale a me come persona umana, con gli stessi diritti e certamente con gli stessi doveri” elogiando il valore del Rapporto Statistico Caritas/Migrantres “uno strumento non solo utile -ha continuato- ma indispensabile soprattutto perché è strumento di conoscenza, -nel senso più largo che si possa dare al termine-, in relazione agli immigrati, ai loro flussi, alle loro culture e alle loro religioni. Conoscere in questo senso l’immigrato è il primo passo verso la reciproca integrazione”

Cosenza Sabato30ottobre,alleore11.00,in via Fiume n° 27, verrà inaugurata la sede di Buongiorno Cosenza. All’evento parteciperanno aderenti e simpatizzanti del movimento che fa capo al Consigliere Comunale di Cosenza Sergio Nucci. L’occasione sarà utile per presentare anche l’organigramma del movimento che può contare ormai su una capillare presenza su tutto il territorio cittadino.

del ruolo della finanza per la costruzione dello sviluppo. Tra gli ospiti, il magistratoNicolaGratteri,Procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria; Alessandro Azzi, presidente Federcasse (l’Associazione delle oltre 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane); Cristina Donà, presidente di iDee; Don Giuseppe Demasi, sacerdote impegnato nella promozione di cooperative sociali nella piana di Gioia Tauro e referente dell’associazione “Libera” per la Calabria; Katia Stancato, presidente di Confcooperative Calabria. L’on. Rita Borsellino invierà un video-messaggio. I lavori saranno aperti da un saluto di Antonio Bilotta, presidente della Federazione Calabrese delle BCC.

le appuntamento col gusto e la tradizione calabrese. L’evento, organizzato dalla Cooperativa Sociale Turismo Per Tutti con il patrocinio della Camera di Commercio e del Comune di Reggio Calabria, avrà luogo presso il centro storico di Reggio Calabria, nella Piazza del Castello Aragonese. Nella giornata di sabato 6 novembre , inoltre, le Case Vinicole Criserà e Malaspina parteciperanno alla manifestazione facendo degustare ai visitatori, il Vino Novello, in conformitàallanormativavigentedelMinistero delle Politiche Agricole che consente,appunto,l’aperturaeladegustazione del Novello. Il Vino Novello, accompagnato dalle caldarroste, sarà il protagonista della serata. Le tre giornate della Manifestazione Culturale“AnticheTradizionideiSapori e dei Saperi di Calabria” sarannoaccompagnatedamomentididegustazione dei prodotti tipici calabresi, musiche e spettacoli folkloristici, esibizione della Corale Eliezer, attività di animazione e giochi per grandi e piccini.

GERACE Settima convention annuale di iDee “Cambiare è possibile. Servono eroi per sconfiggere le mafie?”. È questo il tema della settima convention annuale di iDee, l’associazione delle donne del Credito Cooperativo, che si terrà sabato 30 ottobre . Oggettodellagiornatadistudio–che si terrà presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi dalle 10.00 alle 18.00 – saranno i temi del contrasto alla criminalità organizzata, della legalità, dell’uso responsabile del denaro e

REGGIO CALABRIA I edizione “Antiche Tradizioni dei Sapori e dei Saperi di Calabria” Si svolgerà a dal 5 al 7 novembre , la I Edizione della manifestazione culturale“AnticheTradizionideiSapori e dei Saperi di Calabria”, imperdibi-

II Convegno sul tema: “Il ponte galleggiante abitato” Il Circolo culturale "Apodiafazzi", per la difesa e la valorizzazione della linguaeculturaGreco-Calabraorganizza (in collaborazione con la Provincia di Reggio Cal.) il 2° convegno sul tema: “Il ponte galleggiante abitato” per il collegamento stabile Calabria/Sicilia, l’attraversamento viario e ferroviario e l’integrazione dell’area Metropolitana dello Stretto venerdì 5 novembre , alle ore 16.00, presso l’aula Magna –Facoltà Ingegneria- della Università Mediterranea di Reggio Calabria Corsi Ecdl Si comunica che presso il liceo scientifico Alessandro Volta sito in via Modena San Sperato, nel mese di novembre avrà inizio un corso di preparazione agli esami per il conseguimento della certificazione Ecdl. Tale corso che avrà la durata di 40 ore ( 30 di laboratorio e 10 frontali) si svolgeràin2incontrisettimanalidi3 ore ciascuno le date verranno concordate a inizio corso. Gli interessati potranno ricevere informazioni e scaricare la relativa modulistica necessaria sul sito www.lsvolta.it servizi Ecdl. RENDE Presentazione del 6° Rapporto Bcc Mediocrati “Il peso della criminalità sull’economia”. Questo è il titolo del convegno di presentazione del 6° Rapporto Bcc Mediocrati sull’economia cosentina e calabrese. Il convegno si svolgeràvenerdì29ottobre,coninizio alle ore 15.30, nella sala “De Cardona” del Centro Direzionale Bcc Mediocrati in Via Alfieri a Rende.Alla presentazione del VI Rapporto, con il presidente della Banca Nicola Paldino e il direttore di Demoskopika Nino Floro, parteciperanno: il direttore della sede regionale della Banca d’Italia Francesco Pierro; il direttoregeneralediFedercasseSergio Gatti; il presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore; la vice presidente della Giunta Regionale Antonella Stasi e il Procuratore della Repubblica di Bologna, già procuratore aggiunto Antimafia, Emilio Ledonne. Modererà Gennaro Cosentino. ROSARNO I Meeting Nazionale sulla Legalità e Diritti di Cittadinanza Oggi e 29 ottobre , si terrà il 1° Meeting Nazionale sulla Legalità e Diritti di Cittadinanza "Il Sentiero della Riscoperta" ,organizzasto dai Giovani Democratici in colloborazione con il Pd Calabria e il Forum Immigrazione. L’iniziativa che avrà luogo a Rosarno all’Hotel Vittoria conterà la presenza di Enrico Letta, Livia Turco, Fausto Raciti, Adirano Musi


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 23

APPUNTAMENTI VIII edizione “Festa del cioccolato” a Cosenza Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CAMIGLIATELLO XX edizione Premio Sila 2010 Il comitato organizzatore del prestigioso Premio Sila, presieduto dal vice presidente dell’Uncem regionale Giuseppe Pipicelli, ha reso noti i nominativi dei personaggi e delle personalità che il 12 novembre , nella localitàturisticadiCamigliatellosilano in Provincia di Cosenza (c/o il Centro Operativo della Comunità Montana Silana), riceveranno il prestigioso encomio che anche quest’anno verrà realizzato appositamente dal noto orafo Michele Affidato. L’evento che giunge alla sua ventesima edizione, godrà del patrocinio istituzionale della Regione Calabria, del Parco Nazionale della Sila, delle province “silane” di Catanzaro,Cosenza e Crotone, dell’Uncem, della Comunità Montana Silana, dei comuni silani di San Giovanni in Fiore, Spezzano della Sila, Cotronei e Taverna. A condurre la cerimonia di consegna del premio, che sarà intervallata da momenti artistici e culturali, sarà il presentatore Domenico Milani con la partecipazione di Italia Caruso. Ogni anno il premio tratta tematiche che riguardano il territorio, quest’anno si parlerà dell’enogastronomia legata alla montagna. CATANZARO I edizione del Festival del vernacolo Andrà in scena fino a fine novembre la prima edizione del Festival del vernacolo Mercuri ammenzu ‘a simana,larassegnadedicataallecompagnie catanzaresi dall’assessorato alla cultura del Comune di Catanzaro e dalla Nave dei folli presso il teatro Masciari. Il Festival proseguirà con appuntamenti settimanali, ogni mercoledì. Per assistere ai sette spettacoli in programma basteranno solo 50,00 euro di abbonamento, mentre i singoli biglietti per le serate saranno di 10,00 euro. Programma: il 3 novembre ci sarà ‘A Trambia con “’U cortila d’a pacia”. Il 10 novembre toccherà a Ottantotto 100, in scena con “Mi para ajeri”, il 17 ai Vecchi giovani con “Non ti pago”.Chiuderà la rassegna il 24 novembre Trivonà con “Occhiu non vida”. Nel foyer del teatro Masciari, inoltre, per tutta la durata del Festival, saranno esposte le locandine degli spettacoli, presenti e passati, che hanno portato in scena le sette compagnie coinvolte nel progetto; tra i manifestitroverannospazioanchele opere del pittore Fernando Miglietta, “Le maschere della vita”. Inizio spettacoli alle ore 21.00. Concorso Enogastronomico L’Ufficio scolastico Regionale per la Calabria, d’intesa con Catanzaro Fiere Spa, promuove un Concorso Enogastronomico indirizzato agli studenti degli istituti professionali per i servizi alberghieri e ristorazione della regione Calabria. L’iniziativa prenderà il via all’interno della1^FieraEnogastronomicaMediterranea Food & Beverage - rassegnadell’agro-alimentareimprontata

Prima sfilata “Cangiari” Tutto pronto a Gerace per la prima sfilata in calabrese del brand etico-sociale“Cangiari”.Siterràil29 ottobre , presso il complesso monumentale di San Francesco a partire dalle ore 21.00, con il patrocinio del comune di Gerace, delle Banche di Credito Cooperativo, della Fondazione Vodafone, della Camera di Commercio di Reggio Calabria e della Pro Loco di Gerace.

Il 30 e 31 Ottobre e 1 Novembre prossimi Cosenza torna ad essere la città più dolce d’Italia grazie alla Festa del Cioccolato, voluta dalla Provincia di Cosenza e dalla CNAprovinciale,conilpatrocinio del Comune di Cosenza e giunta alla sua ottava edizione. Anche quest’anno geniali ed abilissimi maestri cioccolatieri provenienti dalla Calabria, ed ancora dalla Sicilia, Basilicata, Molise e Campania animeranno in Piazza dei Bruzi e lungo Corso Mazzini un evento che non mancherà di richiamare, come nel passato, migliaia di presenze attirate da qualità, artigianalità, creazione artistica legate al “cibo degli dei”. Nella Festa della Cioccolata numerosi saranno gli stand pronti a offrire una golosissima esperien-

za, accompagnata da un’animazione costante dal pomeriggio sino alla tarda serata grazie a gruppimusicali,djsession,cabarettisti locali e nazionali che si susseguiranno sul palco allestito sempre su Corso Mazzini. Per i visitatori mille proposte: dalla classica cioccolata calda alla più moderna tavoletta allo zenzero; passando per sperimentazioni di gusto con la vaniglia ed il peperoncino e tanto altro, sino a liquori, crêpes ed altro ancora degustando. Tra le novità dell’ottava edizione “ A scuola di cioccolatino” pensata quest’anno, in un coinvolgimento tra il didattico ed il ludico per i bambini di 5^ elementare dell’area urbana che impareranno divertendosi- e c’è da aspettar-

selo, sporcandosi- come si stempera e si lavora il cioccolato, creandopiccole, dolci meraviglie. L’ottava edizione della Festa del Cioccolato ed il suo ricco programma saranno presentati alla Stampa Giovedì 28 Ottobre, alle ore 12,30 nella Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza da: il PresidenteMarioOliverio;ilVicepresidente Domenico Bevacqua; il Sindaco di Cosenza Salvatore Perugini, l’assessore alle Attività Produttive di Palazzo dei Bruzi Marco Ambrogio; il Presidente della CNA provinciale Mauro Zumpano; il segretario CNA Cosenza Giulio Valente. Sarà presente Cecilia Gayle, artista costaricana interprete notissima di musica latino-americana, ospite della Festa del Cioccolato.

sul Made in Calabria - che si svolge dal 6 al 14 novembre , dalle ore 10.00 alle 20.00, presso il Parco Commerciale “Le Fontane” di Catanzaro Lido. Per la partecipazione occorre presentare, su apposito modello, entro e non oltre il 18 ottobre 2010, una relazione descrittiva della ricetta che si intende realizzare in estemporanea, completa di dosi,procedimento, prodotti tipici utilizzati e motivazione dell’accostamento della stessa ad un vino del territorio.

Sala “Gullo” della Casa delle Culture.

Italiani.Palazzo Arnone, sede della Gnc, ospita, infatti, la mostra, a cura di Fabio De Chirico e Andrea Romoli Barberini, "Terra vento pietra", installazioni e sculture a parete di Angelo Aligia. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 7 novembre 2010 , dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 18.00.

CERVA Conferenza Regionale sulla Montagna Oggi , alle ore 16.00, presso la palestrascuolemedie,siterràlaconferenzaregionalesullamontagnacalabrese "Verso un nuovo assetto della montagna" - la Comunità Montana verosoggettocooperativodeiComuni COSENZA Giornata nazionale del trekking urbano Anche la città di Cosenza parteciperà il 31 ottobre , alla settima edizione della Giornata nazionale del trekking urbano che si terrà in tutta Italia.La giornata cosentina del trekking urbano sarà illustrata oggi , nel corso di una conferenza stampa in programma alle ore 11.00, presso la

Appuntamenti concertistici Associazione culturale Jonica Continuano gli appuntamenti concertistici organizzati dall’associazione culturale Jonica in collaborazioneconilcomunediCosenza.Si torna alla musica classica giovedì 4 novembre , sempre al Teatro Morelli, con il duo formato da Domenico Nordio al violino e Andrea Bacchetti al pianoforte. Jazz al femminile giovedì 18 novembre , al Teatro Morelli con il Tania Maria Quartet. Mercoledì 22 dicembre , al teatro Rendano appuntamento con BridgetteCampbell&WindyGospelSingers. Personale di Aldo Mondino A partire dal 20 novembre , il Maca (Museo Arte Contemporanea Acri) ospiterà la mostra Aldo Mondino. Maestrodifantasmagorie–personale patrocinata dall’Archivio Mondino dedicata al grande artista torinese scomparso cinque anni fa. Motra "Terra vento pietra" La Galleria Nazionale di Cosenza incontra l’arte contemporanea. L’occasione è data dalla Sesta Giornata del Contemporaneo, promossa dall’Amaci - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea

CROTONE Incontro per l’utilizzo della camera arbitrale Alloscopodicontribuireallapiùampia diffusione delle finalità e dell’utilizzo della Camera Arbitrale di Crotone, promossa dalla locale Cciaa e che annovera tra i soci anche Ance Crotone, è stata organizzata una riunione illustrativa nel corso della quale saranno focalizzate le principali peculiarità di questa importante opportunità che, riducendo sensibilmente i tempi lunghi e gli ingenti costi della giustizia ordinaria, si propone quale strumento di risoluzione alternativa delle controversie. La riunione si terrà oggi , alle ore 16.00, presso la sede dell’Ance in Via De Curtis, 2 a cura delle dr.sse Rosanna Bennardo e Maria Tesoriere, responsabili della segreteria della Camera Arbitrale. L’incontro è aperto alla libera partecipazione di quanti ne troveranno interesse. GERACE

LAMEZIA TERME Presentazione visita in Calabria di Benedetto XVI Oggi , alle ore 10.30, nella sala Convegni dell’Oasi Bartolomea in Via del Progresso a Lamezia Terme, si terrà una conferenza stampa. Nel corso dell’incontro verrà presentato ufficialmente la visita del Santo Padre Benedetto XVI in Calabria prevista per il 9 ottobre 2011. Inaugurazione personale di Francesca De Bartolo Sabato 30 ottobre , alle ore 18.00, presso la Galleria Quadratureformedarte di Lamezia Terme, verrà inaugurata la personale di Francesca De Bartolo, in arte Mistral, dal titolo “Lamezia dentro e fuori”. Sarà presente l’artista REGGIO CALABRIA Inaugurazione di "Music Live I giovani x i giovani" Venerdì 29 ottobre , si terrà il concertod’inaugurazionedi"MusicLive - I giovani x i giovani", nella sala dei concerti "Giuseppe Scopelliti" del conservatorio di musica "Francesco Cilea"conl’esibizione dell’Ensemble di Fiati del conservatorio "Francesco Cilea". Iniziative dell’Associazione Culturale “Incontriamoci Sempre” Due iniziative caratterizzano questo fine mese dell’Associazione Culturale “Incontriamoci Sempre”. La prima si svolgerà venerdì 29 ottobre , alle ore 18.30, nel salone della sede sita nella Stazione Fs di Reggio S. Caterina.Argomentodellaserata:“Il brigantaggio in Calabria: Giuseppe Musolino”. La seconda iniziativa sarà domenica31 ottobre , per la serie “Piccolo borgo antico: Una gita alla riscoperta delle bellezze perdute”, si va alla riscoperta dell’Area Grecanica con una gita a Chòra tu Vùa , l’odierna Città di Bova, con una guida del posto che conudurrà gli ospiti tra le viuzze del borgo antico. Il classico pranzo a base di prodotti tipici e una visita alla Cantina Sociale concluderanno la domenica fuori porta. Giornata regionale del donatore Sabato 30 ottobre , alle ore 10.00, l’Avis Regionale organizza nella sala “Giuditta Levato” del Consiglio Regionale, "La Giornata Regionale del Donatore". L’evento sarà introdotto dal presidente Regionale dott. Paolo Marcianò e condotto dalla giornalista Anna Foti con la partecipazione di Autorità Civili, Militari e Religiose.


24

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Nicole Kidman in Rabbit hole

Al via il festival del film di Roma Tra fantasmi e polemiche parte la manifestazione cinematografica. Apre il concorso la pellicola "Last night” Annarita Guidi Una risata ci seppellirà? È questa la domanda con cui i cinefili dovrebbero fare i conti in concomitanza con la nuova edizione del festival internazionale del film di Roma che parte oggi. La congiuntura di questo 2010 sembra, infatti, curiosamente sbilanciata tra due opposti apparentemente inconciliabili: la morte e la risata. Ma andiamo con ordine: la manifestazione promette la consueta parata glamour, quest’anno affidata ad artiste come Keira Knightley (risposta romana alla Natalie Portman a Venezia con "Black swan"?) e Nicole Kidman. La prima interpreta il film di apertura, "Last night", esordio dalla regista iraniana Massy Tadjedin incentrato sulla coppia e la fedeltà. La Kidman compare nell’inedita veste di produttrice per "Rabbit hole" di John Cameron Mitchell, di cui è anche interprete insieme ad Aaron Eckhart. Anche qui, una coppia alla prova: non si tratta di tradimenti, ma della morte di un figlio. Già, la morte. Sembra aleggiare co-

Sergio Castellitto, presidente di giuria

Questa edizione raccoglie un sinistro numero di omaggi funebri: a Suso Cecchi d’Amico va il Marc’Aurelio d’oro alla carriera consegnato da Mario Monicelli me una presenza sulle architetture di Renzo Piano, pronte ad ospitare la folla festivaliera. Questa edizione raccoglie infatti un sinistro numero di omaggi funebri: a Suso Cecchi d’Amico va il Marc’Aurelio d’oro alla carriera, che sarà consegnato da Mario Monicelli ai figli della sceneggiatrice che ha firmato capolavori come Ladri di biciclette. Competizione e delitto sono al centro di "Crime d’amour", l’ultimo film di Alain Corneau (Le deuxième souffle), di cui il festival ha comunicato l’inserimento in selezione ufficiale subito dopo la scomparsa del regista. E ancora, la sezione Oc-

chio sul mondo, Focus è dedicata all’estremo Oriente. Con un certo eloquente ritardo rispetto alle tendenze della cinematografia mondiale (già riorientata a Sud, al mondo latino e latinoamericano, come emerge anche dall’ultimo festival di Venezia), spazio allora all’immenso Akira Kurosawa e alla versione restaurata di Rashomon, proiettata per il centenario della sua nascita. E un ulteriore omaggio: a Satoshi Kon, maestro dell’animazione giapponese, anche lui recentemente scomparso. Da non perdere fuori concorso Boardwalk empire, puntata pilota della serie tv

Il regista Akira Kurosawa

omonima prodotta e diretta da Martin Scorsese, il thriller claustrofobico Inshite Miru del giapponese Hideo Nakata, e Burke; Hare di John Landis. Per gli eventi speciali, grande attesa per "The social network” dello statunitense David Fincher. Poi c’è Ugo Tognazzi. Un (altro) fantasma. La sua indimenticabile, contorta comicità. L’artista sarà ricordato con il documentario Ritratto di mio padre (realizzato dalla figlia Maria Sole), cui si affiancano delle pillole (sic) delle sue interpretazioni, proiettate prima di ogni film. Morte e risata. Dalla pellicola alla realtà. Ad animare questa vigilia del festival è infatti la protesta annunciata dai Centoautori e da tutte le altre componenti del mondo dello spettacolo: sindacati, Agis, Anica e Apt. Sono loro che, per attirare l’attenzione sulla vicenda dei tagli alla cultura e della mancanza di una politica per il settore, annunciano l’occupazione e il blocco del tappeto rosso, proprio nella serata di inaugurazione. Fino al 5 novembre, viale Pietro de Coubertin 30, Roma. Info: 0640401900;


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 25

IL DOMANI DELLA CULTURA

Monfalcone, lo stato del video in una collettiva Fino al primo novembre la rassegna biennale Videoreport Italia Claudia Quintieri La rassegna biennale Videoreport Italia 2008-2009 è stata inaugurata in occasione della VI giornata del contemporaneo alla galleria comunale d’arte contemporanea di Monfalcone che da anni si occupa di portare avanti una politica incentrata sulla proposizione della produzione video in Italia. Progetto iniziale di questa nuova veste del luogo è stato nel 2004 "on air": video in onda dall’Italia, esperimento che ha coinvolto 180 fra critici, artisti, "videomaker", storici e curatori, operanti nella penisola, cui è succeduto il format Videoreport Italia. Per la biennale di quest’anno sono stati chiamati cinque cu-

ratori esperti del settore: Guia Cortassa, Ilaria Gianni, Antonio Grulli, Barbara Meneghel e Simone Menegoi, che hanno raccolto testimonianze di un panorama ricco di proposizioni diversificate e floride. Ognuno ha motivato le sue scelte con un intervento critico in catalogo: la pubblicazione è bilingue, comprende un cospicuo apparato iconografico e un’appendice costituita dalle tecniche relative ai lavori in mostra e dal curriculum di ciascun autore. Gli artisti invitati sono 56 e fanno parte di questa selezione, creativi più affermati e altri meno noti, ma tutti selezionati con il criterio di apportare un contributo di qualità. La galleria comunale d’arte contemporanea di Monfalcone, inaugurata nel 2002, è uno dei più importanti e suggestivi spazi espositivi dedicati all’ar-

Maria Domenica Rapicavoli

te contemporanea della regione Friuli Venezia Giulia. Diverse sono state le mostre dedicate alle nuove generazioni di artisti ma anche numerose rassegne destinate ad artisti già riconosciuti nel panorama internazionale. Fino al primo novembre. Info: 048146262; www.galleriamonfalcone.it.

In mostra, fino al 31 ottobre, alla galleria Artesanterasmo "Electric Lodoland" dove l’artista pavese mostra più di 30 opere a partire dalle sculture luminose

Le eclissi di Marco Lodola a Milano il maestro della luce Flavia Montecchi «Per un attimo spegniamo il mondo e lo guardiamo al buio. D’altronde troppa luce acceca, mentre per vedere serve anche l’ombra», dichiara Marco Lodola come fosse stanco dalla luminosità neofuturista di cui le sue sagome senza volto hanno dato sfoggio a partire dagli anni Ottanta. Eppure questa sua attenzione alla dicotomia tra luce e ombra è alla base dei lavori che fino al 30 ottobre saranno esposti alla galleria Artesanterasmo di Milano. Con " Electric Lodoland " l’artista pavese mostra più di 30 opere, a partire dalle sculture luminose fino ad arrivare ai dipinti preparatori dei disegni su tela. A rinnovare l’esposizione saranno alcuni esemplari del recente ciclo "Eclysse", dove scatole nere sembrano catturare tutta la luce di

cui le sue sculture si erano impossessate fino a oggi. La mostra, che prende il titolo dall’album "Electric Ladyland" di Jimi Hendrix del 1968, rende omaggio ad un rock del tutto nuovo e atipico che all’epoca aveva rivoluzionato l’uso della chitarra elettrica, trasformando ciò che la musica aveva fatto con il suono, in trame di colori luminescenti e ballerine "pin-up" senza volto. Dopo aver frequentato l’accademia di belle arti a Firenze e a Milano, all’inizio degli anni ’80, Lodola fonda, con un gruppo di artisti, il nuovo futurismo, movimento artistico che ha avuto, come maggior esponente teorico Renato Barilli. Marco Lodola si distingue per la capacità di mescolare l’arte con altre discipline: letteratura, musica, cinema, design. Dopo un classico percorso accademico, si avvicina all’uso di mate-

riali plastici che sagoma e che colora con una tecnica personale con tinte acriliche. Più tardi la sua ricerca lo porta a inserire fisicamente la luce nei suoi lavori: nascono le sculture luminose. In anni recenti ritorna anche alla pittura ad olio, riportando su tela le proprie sculture, spesso a dimensione naturale.

La mostra, che prende il titolo da un album di Jimi Hendrix del 1968 rende omaggio ad un rock del tutto nuovo, atipico e rivoluzionario per l’epoca

Un'opera di Marco Lodola

Il tema più ripreso e che contraddistingue il suo stile nel corso degli anni è quello della danza e delle ballerine, che spesso fissano frames dei musical del passato. A partire dal 2001 hanno inizio il sodalizio e l’amicizia tra Marco Lodola e Giannola Nonino. A partire dal premio letterario Nonino 2001, l’artista pavese viene incaricato di realizzare opere per diverse occasioni. Le sue installazioni sono oggi presenti in tutto il mondo, ed ha realizzato diverse scenografie per film, trasmissioni, concerti ed eventi di vario genere, dalla moda al teatro, dalle olimpiadi invernali di Torino 2006 alla facciata dell’Ariston per il festival di Sanremo 2008. Ha esposto al padiglione Italia della 53° Biennale di Venezia un’istallazione luminosa, omaggio al teatro di Fortunato Depero. Fino al 30 ottobre.

L’esposizione universale è la kermesse più vista della storia

Expo dei record, è l’evento più visitato Zoe Bellini

Nonostante le diffuse perplessità iniziali gli sforzi compiuti dall’organizzazione hanno ottenuto un riscontro

E l’evento dei record, quello più visitato della storia. È questo il traguardogiàtoccato dall’Esposizione universale di Shanghai 2010 , che si concluderà domenica 31 ottobre. Nonostante le diffuse perplessità iniziali, gli sforzi compiuti dall’organizzazione hanno dunque ottenuto un riscontro all’altezza degli ingenti investimenti effettuati. Con i suoi 67 milioni di visitatori, dato tra l’altro ancora parziale, la rassegna ha superato l’Expo di Osaka del 1970, fermatasi a "soli" 64,2 milioni. Il tema dell’evento, "Better city better life" , si estende a

La cerimonia d'inaugurazione

360 gradi sul sociale. La problematica uomo-città-pianeta viene affrontata da diversi punti di vista, dall’integrazione di diverse culture alla prosperità economica, dall’innovazione tecnologica al rimodellamento delle comunità, al tema sempre attuale dell’interazione tra aree urbane e

campagna. L’enorme affluenza denota una cresciuta sensibilità verso problematiche che mai come oggi necessitano di una soluzione. Il logo stesso dell’Expo, disegnato da Shao Honggeng, rappresenta due genitori che stringono il loro figlio e tale figura richiama l’ideogramma cinese shi, che significa mondo. Anche il livello artistico e tecnologico si conferma all’altezza dei grandi numeri fatti registrare: è di questi giorni la notizia del premio per il miglior progetto di design assegnato al padiglione olandese dell’expo nell’ambito dei Dutch design awards . Il successo dell’Expo dimostra che l’interesse per l’iniziativa è ancora molto alto.

Il tema portante è la problematica uomo città pianeta che viene affrontata da diversi punti di vista


26

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

DALL'ITALIA E DAL MONDO Il primo cittadino di Boscoreale invoca un intervento immediato per rimuovere i rifiuti dopo un sopralluogo

Sindaco: notte di calma, ma c’è rischio epidemia di Roberto Carli NAPOLI - Un’altra notte di tregua al presidio dei manifestanti sulla rotonda di via Panoramica, la zona di accesso alla discarica Sari di Terzigno (Napoli). Un corteo, composto da circa 3 mila persone, secondo quanto reso noto dagli organizzatori, proveniente da Pompei si è sciolto senza problemi dopo che i manifestanti hanno urlato una serie di slogan e cantato l’Inno di Mameli. A favorire la tregua è stata soprattutto la sospensione dell’attività di sversamento dei rifiuti nella cava Sari. La tensione però resta alta perché i comitati e i sindaci continuano a chiedere la cancellazione dalla legge del secondo sversatoio nell’ex cava Vitiello. Massima attenzione, quindi, alla ripresa del passaggio, nelle prossime notti, dei camion che devono portare spazzatura nello sversatoio. Un passaggio che nei giorni scorsi era stato caratterizzato da altissimi momenti di tensione con scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Nel frattempo il sindaco di Boscoreale (Napoli), Gennaro Langella, che ha effettuato ieri un so-

pralluogo allo sversatoio lancia l’allarme: se non si rimuovono i rifiuti dalle strade, dopo il blocco dei conferimenti nella discarica Sari di Terzigno (Napoli), «c’è il rischio di un’epidemia». Ieri mattina prima di visitare il sito, durante un’intervista televisiva ha spiegato che è necessario «provvedere con rapidità a ripulire il territorio di Boscoreale dai rifiuti, ormai ammassati da una settimana, per evitare possibili focolai di epidemie che al momento non esistono. Il paese deve ritornare velocemente alla normalità». C’è immondizia ovunque, ha continuato il sindaco: «Da otto-nove giorni non si conferisce la nostra immondizia in discarica e, nonostante i nostri cittadini facciano la raccolta differenziata. Sono preoccupato perché la città è piena di rifiuti e perché questa situazione

Le molotov? I residenti di Terzigno non sanno neanche cosa siano. C’e stata una strumentalizzazione dice Bertolaso

potrebbe avere effetti sulle condizioniigienico-sanitariedelterritorio». Per fortuna - ha aggiunto Langella - non è estate e le temperature sono piuttosto basse». Intanto il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, nel corso della trasmissione «Matrix» sull’emergenza rifiuti a Terzigno ha detto: «Entro la fine di questa settimana la situazione sarà sotto controllo. Non c’è più bisogno dell’esercito: hanno fatto un ottimo lavoro e continueranno a farlo però non spetta a loro raccogliere la spazzatura dalle strade. La situazione si è calmata. Le molotov? I residenti di Terzigno non sanno neanche cosa siano. C’e stata una strumentalizzazione: il malaffare sguazza dove ci sono situazioni di emergenza. Le forze di polizia stanno facendo un lavoro difficilissimo e chi aveva conti aperti con la polizia ora si vendica. In questi ultimi giorni grazie al dialogo la situazione va migliorando. Il 90% dei cittadini è perbene».E infine ha concluso: «Dopo la "macelleria mediatica" di cui sono stato vittima, il mio lavoro è più difficile però quando parlo, la gente capisce che ci metto la faccia, che sono un semplice servitore dello Stato».

Vola l’indice della fiducia nelle imprese: mai così forte da due anni e mezzo ROMA - L’indice della fiducia delle imprese manifatturiere è salito ad ottobre da 98,6 a 99,8 portandosi sui massimi dal maggio 2008. In ripresa anche il clima di fiducia nei servizi di mercato che passa dal 99,3 di settembre al 100,6 di questo mese. Positive inoltre le attese dei commercianti che passano da 99,1 a 101,4, Lo rende noto l’Istituto mentre per il quarto di studi ed analisi mese consecutivo, crescelafiduciadeicostruteconomiche: l’indice è tori. Sono i dati principali dei rapporti pubblitornato ai massimi dal catiieridall’Isae,relativi maggio del 2008, inizio al mese di ottobre. Sale ad ottobre il clima di fidella crisi globale ducia nei servizi di mercato. Lo rende noto l’Isae nel rapporto che certifica il passaggio dal 99,3 di settembre al 100,6 di questo mese. Un miglioramento "dovuto al recupero dei giudizi sugli ordini e delle aspettative sull’economia italiana; calano, per contro, le aspettative sugli ordini. Tra le variabili non componenti l’indice, si deteriorano i giudizi e le aspettative sull’occupazione; restano stabili su valori negativi e giudizi sull’andamento degli affari. Il miglioramento della fiducia è questo mese

dovuto però esclusivamente all’ottimo andamento del settore dell’Informazione e comunicazione, dove l’indice guadagna 10 punti salendo da 91,2 a 101,4; peggioramenti si registrano invece nei Trasporti e magazzinaggio (da 98 a 94), nei Servizi Turistici (da 106 a 103,8) e nelle altre imprese dei servizi (da 99,3 a 97,7). Differenze emergono anche a livello territoriale, con la fiducia che migliora nel Nord Ovest (a 101, da 98,8) e al Centro (a 100,5, da 97,9) e cala, per contro, nel Nord Est (a 96,7, da 98,7) e al Sud (a 103,2, da 104,1). Secondo la consueta indagine trimestrale, aumenta di due punti percentuali (al 55%, dal 53% dello scorso trimestre) la percentuale delle imprese che percepisce l’esistenza d’ostacoli all’attività produttiva; tra i principali ostacoli l’insufficienza di domanda (69% delle risposte), seguita dagli altri motivi non meglio specificati (27%), vincoli finanziari (17%), scarsità di manodopera (1%) e insufficienza di spazi e macchinari (1%). L’indice della fiducia delle imprese manifatturiere è salito ad ottobre da 98,6 a 99,8 portandosi sui massimi dal maggio 2008 grazie a un netto recupero degli ordini (soprattutto sui mercati esteri), la stabilizzazione delle scorte di magazzino "al di sotto dei valori normali".

Gennaro Langella

Sono dati ufficiali Malasanità: un caso ogni due giorni, 163 i morti, 50 solo in Calabria ROMA - Un caso di malasanità ogni due giorni. E dunque 15 al mese. E la Calabria vanta il triste primato in Italia: su 163 morti registrati nel periodo preso in esame dalla Commissione parlamentare d’inchiesta, ben 50 sono stati registrati proprio nella nostra regione, su un totale di 64 casi. Un primato che appare ancora più grave visti i ben noti sperperi e che fa sorgere interrogativi a dir poco inquietanti. Sono i numeri finiti sotto la lente d’ingrandimento della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali, diffusi dall’Adnkronos Salute. In poco più di un anno, dal primo ufficio di presidenza di fine aprile 2009 a metà settembre 2010, si contano 242 casi all’esame. Episodi di presunta malasanità, di cui 163 hanno fatto registrare la morte del paziente. O per errore diretto del personale medico e sanitario, o per disservizi o carenze strutturali. Episodi che dopo un esposto, una segnalazione, o magari un articolo di giornale, arrivano sul tavolo del presidente della Commissione Leoluca Orlando. Ben 163 vittime di cui 88 - praticamente la metà - concentrate in due sole regioni: Calabria (50) e Sicilia (38). L’analisi, se da una parte fa emergere il grande lavoro e la capillare attenzione da parte della Commissione, dall’altra mostra un lato sinistro della sanità nazionale: su 242 casi «attenzionati», ben 64 si sono verificati in Calabria, 52 in Sicilia, 24 nel Lazio, 15 in Campania, Puglia e Lombardia, 14 in Veneto, 12 in Toscana, 9 in Emilia Romagna, 8 in Liguria, 6 in Piemonte, 2 in Friuli Venezia Giulia e in Abruzzo, 1 in Trentino Alto Adige, Umbria, Marche e Basilicata. (fonte: Adnkronos)


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 27

DALL'ITALIA E DAL MONDO «Sabrina era al pozzo» subito dopo il delitto, dicono i tabulati telefonici

L’ennesimo episodio di violenza sindacal politica conferma un clima piuttosto rissoso nel Paese che va controllato

Valentina Misseri

Capezzone aggredito: politici condannano ma litigando di Carlo Bassi ROMA - La politica dimostra in che condizioni è anche dopo l’ennesimo episodio di violenza nei confronti di uno di loro, e di un certo rilievo, il portavoce del Pdl Daniele Capezzone, abbattuto a cazzotti l’altra notte in via dell’Umiltà a Roma da uno sconosciuto datosi alla fuga. Capezzone è scosso ma ne avrà per pochi giorni. Più precisamente, secondo i medici, ci vorranno dieci giorni per smaltire il duplice colpo. È dolorante per i colpi al volto e al petto. E «Sentiamo proferire si dice preoccupato quotidianamente, anche «non tanto per me ma per l’atmosfera da chi ricopre incarichi di demonizzazione e di scontro che si resdi responsabilità pira nel nostro Paeespressioni bellicose e se». Ormai, dicono i suoicolleghidipartiper niente costruttive» to, non c’è più soltanto Berlusconi nel mirino dei violenti ma il rischio di finire vittima di qualche gesto violento riguarda tutti. «Non voglio fare la vittima», dice nel frattempo ai colleghi: «Ma la deriva della violenza va condannata subito, sennò rischia di non fermarsi più». Quello che colpisce è che in un momento così,

destra e sinistra potrebbero unirsi nella condanna e invece: tutti condannano, ma ognuno a modo proprio e ovviamente litigando fra di loro. Dario Franceschini, che pure è fra i più lesti a esprimere solidarietà al collega e «dura condanna» del fatto a nome del gruppo del Pd di Montecitorio, osserva: «Inviterei anche gli esponenti di maggioranza che si sono subito affrettati a dire che la responsabilità è di uno squadrismo di sinistra e di un network dell’odio a riflettere prima di parlare». Pier Ferdinando Casini evita polemiche e osserva: «Esprimo a Capezzone la mia solidarietà, che si estende al partito di cui è portavoce. Quando la lotta politica degrada in violenza, vuol dire che il Paese è messo veramente male. C’è da essere preoccupati». Per i finiani, parla Benedetto Della Vedova, anche lui di provenienza radicale come Capezzone: «Forza Daniele!», è il suo grido. Uno dei primi, da sinistra, a fare arrivare la propria solidarietà a Capezzone è Nichi Vendola, «da non violento a non violento».,Ma questo piccolo grande episodio di odio ideologico preoccupa tutti e giustamente. Perchè s’inserisce in una catena di violenza sindacal-politica che sta punteggiando il paesaggio italiano negli ultimi tempi. Come dice il ministro della Gioventù Giorgia Meloni «purtroppo i segnali che provengono da più parti non contribuiscono a instaurare quel clima di sereno confronto che sarebbe veramente utile».

TARANTO -«Sabrina era al pozzo». È quanto risulta dai tabulati telefonici che hanno permesso di ricostruire i movimenti della 22enne quel 26 agosto. Per essere precisi, erano le 15,19 quando Sabrina era nelle vicinanze del pozzo dove fu poi ritrovata Sarah, nel comune di Nardò. Lo stesso posto dove, infatti, si trovava il padre per nascondere il corpo della nipote. Questo farebbe presumere che Sabrina sappia molto più di quello che ha detto finora. Al primo interrogatorio aveva dichiarato di essere in compagnia di Mariangela a quell’orario. La stessa amica che poi si è rivelata la testimone più importante in grado di smentire la sua versione dei fatti. Secon- "Rivelazioni clamorose" do le ipotesi degli investigatori, Sarah fu uccisa tra le sarebbero state fatte 14,10 e le 14,30 e non si è a Valentina dal padre ben capito dove fosse Sabrina tra le 15 e le 15,40 quando Michele. La donna ha sarebbe andata dai carabinieri insieme alla madre e al- aggiungento: sono la zia per denunciare la "importantissime" scomparsa della cugina. Misteri da chiarire anche sugli sms scambiati tra Sabrina e Ivano quel pomeriggio. La giovane alle 15,15 inviò all’amico un messaggino in cui gli chiese se sapeva che fine avesse fatto la cugina. Un fatto, questo, che lasciò Ivano perplesso dato che Sarah aveva appuntamento con Mariangela e Sabrina. E come mai il ragazzo dice agli inquirenti di non ricordare gli sms scambiati tra lui e Sabrina, che risultano essere stati cancellati, e che risalivano a tre giorni prima dell’omicidio di Sarah? "Rivelazioni clamorose" invece sarebbero state fatte a Valentina dal padre Michele. La donna lo ha dichiarato alla Gazzetta del Mezzogiorno aggiungendo che sono "importantissime" e che le riferirà al colonnello Antonio Russo e ai magistrati.

«

Binetti d’accordo con il vescovo: Vendola è in peccato ROMA - "Non conoscevo il caso del vescovo di Otranto, ma devo riconoscere che aveva totalmente ragione. La Chiesa ha già fissato a monte i suoi criteri generali. Se una persona è in peccato o meno, lo lascio giudicare alla sua coscienza, ma certamente una persona in peccato grave non può accostarsi all’eucarestia". Lo ha detto la deputata dell’Udc Paola Binetti nell’ambito di un’intervista rilasciata al programma televisivo "KlausCondicio", rispondendo a Klaus Davi che le chiedeva se fosse giusto o meno criminalizzare il vescovo di Otranto, Vincenzo Franco, finito nel mirino delle associazioni gay per le sue dure esternazioni nei confronti di Nichi Vendola (Non gli darei la comunione perché ostenta la sua condizione perversa e malata di omosessuale praticante). Nel corso del programma, Paola Binetti

ha argomentato così la sua posizione: «Un bambino di otto anni che fa il catechismo impara come prima cosa quali sono le condizioni necessarie per ricevere la comunione. Tutti lo sanno, anche le persone divorziate, che a volte, dopo aver fatto delle esperienze molto difficili, hanno deciso di risposarsi formando coppie unite, generose, capaci di sacrificio reciproco, che si vogliono bene. Pregano, vanno a Messa, ma sanno che all’eucarestia non possono accostarsi perché mancano delle condizioni di base, quelle che loro stessi hanno imparato fin da piccoli. Vede, se lei va alla Camera senza giacca, non la fanno entrare, nonostante magari indossi un maglioncino di cachemire che è più elegante e costa più della giacca. Non importa: c’è una regola che impone l’uso della giacca come segno di rispetto per

l’ambiente e i commessi sono tenuti a far rispettare questa regola. Allo stesso modo anche nella Chiesa ci sono delle regole da rispettare. Non possiamo dimenticare che possono esserci omosessuali casti abilitati a ricevere la comunione come tutti gli altri».


28

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

FOCUS

Certificati di malattia online: un milione e 137 mila già trasmessi via web all’Inps di Ettore Zonno ROMA - Continua a crescere il volume complessivo dei certificati di malattia dei lavoratori pubblici e privati inviati con il nuovo sistema di trasmissione telematica. Secondo i dati ufficiali forniti dall’Inps questi hanno infatti abbondantementesuperatolasoglia del primo milione, arrivando per l’esattezza a 1.137.228 unità (con un flusso medio giornaliero di circa 20.000 documenti dall’inizio del mese).

Da inizio ottobre è stato quotidianamente trasmesso per via telematica il 58% dei certificati di malattia dei lavoratori privati iscritti all’Inps che erano stati inviati per via cartacea nello stesso periodo dell’anno scorso

Disaggregato a livello territoriale, il volume dei certificati di malattia trasmessi telematicamente risulta così composto: 487.423 in Lombardia, 140.259 nel Lazio, 84.792 in Veneto, 61.744 in Campania, 53.116 in Sicilia, 53.009 in Emilia Romagna, 50.012 nelle Marche, 26.732 in Piemonte, 26.102 in Abruzzo, 25.812 nella Provincia di Bolzano, 23.132 in

Puglia,20.915inCalabria,19.822 in Toscana, 12.682 nella Provincia di Trento, 12.293 in Liguria, 9.874 in Basilicata, 8.966 in Sardegna, 8.935 in Umbria, 5.155 in Valle d’Aosta, 3.592 in Molise e 2.861 in Friuli Venezia Giulia. Il confronto dei flussi cartacei del 2009 con quelli via web dell’anno in corso consente di stimare l’impatto della digitalizzazione in at-

to. Da inizio ottobre è stato quotidianamente trasmesso per via telematica il 58% dei certificati di malattia dei lavoratori privati iscritti all’Inps che erano stati inviati per via cartacea nello stesso periodo dell’anno scorso. In Lombardia e nel Lazio il numero medio giornaliero di certificati telematici è largamente superiore a quello dei certificati cartacei spediti nello stesso periodo del 2009. Il tasso di copertura del digitale risulta compreso tra il 55 e il 60% in Sicilia, nelle Marche e in Veneto. In Basilicata, Abruzzo, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Molise e Campania i certificati di malattia online rappresentano invece una quota compresa tra il 40 e il 50% del totale dei certificati cartacei giornalmente acquisiti un anno fa. Sulla base dei dati forniti dal ministero dell’Economia e delle Finanze, si è inoltre stabilizzata al di sopra dell’88% la media regionale dei medici di famiglia abilitati ad accedere al nuovo sistema. Il processo di distribuzione dei

Sulla base dei dati forniti dal ministero dell’Economia si è inoltre stabilizzata al di sopra dell’88% la media regionale dei medici di famiglia abilitati ad accedere al nuovo sistema Pin a questi ultimi è infatti terminato in Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Friuli Venezia Giulia (già abilitati alla nuova procedura tramite Carta nazionale dei servizi) e Valle d’Aosta. Si è invece prossimi al completamento dell’operazione in Veneto, Provincia di Bolzano, Marche, Basilicata, Campania, Calabria, Umbria, Sardegna e Piemonte, dove la percentuale dei medici di famiglia abilitati è superiore al 91%. Tale percentuale è compresa tra il 70 e il 90% in Abruzzo, Puglia, Lazio, Provincia di Trento, Sicilia e Molise. Ancora indietro la Liguria, ferma al di sotto del 45%. Sul sito del ministero per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione è possibile trovare informazioni sui servizi, risposte alle domande più ricorrenti (Faq) e numeri utili a disposizione di medici, datori di lavoro e lavoratori.


Giovedì 28 Ottobre 2010

il Domani 29

FOCUS

Fillea Cgil e Cgil Calabria denunciano «il grave blocco dell’edilizia sociale» di Ettore Zonno CATANZARO - La Fillea Cgil e la Cgil Calabria lamentano «la mancata disponibilità dell’attuale Giunta regionale, nonché dell’assessore al ramo, per un confronto resosi necessario a seguito del blocco delle procedure per l’edilizia sociale che di fatto neutralizzano la fase attuativa della Legge regionale n.36/2008». «Il governo regionale - spiegano in una nota le associazioni sindacali - sta disattendendo le norme

La gravità di tale comportamento «aumenta se commisurata alla situazione di grave crisi nel settore delle costruzioni, che tra l’altro in Calabria ha rappresentato una delle poche realtà produttive ad aver garantito occupazione»

di indirizzo per programmi di edilizia sociale nella nostra Regione, attraverso la disapplicazione delle relative procedure attuative, con un’azione di verifica che ad oggi non ha prodotto alcuna comunicazione rispetto a presunte irregolarità». La gravità di tale comportamento, è evidenziato, «assume rilevanza notevole se commisurata alla situazione di grave crisi che nel settore delle costruzioni, che tra l’altro in Calabria ha rappresentato una delle poche realtà

produttive ad aver garantito occupazione, anche se in maniera discontinua dovuta alla tipicità della lavorazione e quindi all’apertura e chiusura dei cantieri e che, ad oggi, vede attraverso l’azione interdittiva della Regione disatteso l’unico provvedimento di natura anticiclica per fronteggiare la crisi e quindi la necessaria risposta allo sviluppo e all’occupazione del settore». «Quindi un grave ritardo di risposte concrete alla crisi ma anche un diniego del diritto al lavoro per

i relativi addetti e contro la salvaguardia al diritto alla casa, quest’ultimo sia in termini di accesso all’acquisto della prima casa, di contrasto alla rigidità del mercato degli affitti e per favorire la residenzialità come elemento di inserimento sociale». «La Calabria non può permettersi di attardarsi nelle risposte contro la crisi e nella fattispecie non può negare l’avviamento al lavoro di oltre 2 mila lavoratori, senza considerare l’indotto, così come non può essere negata la responsabilità sulla sottrazione di 3 mila unità abitative in favore del diritto alla casa». Pertanto, richiedono le associazioni sindacali, «rivendichiamo la necessità di attivare e

«Il governo regionale sta disattendendo le norme di indirizzo per programmi di edilizia sociale nella nostra regione, attraverso la disapplicazione delle procedure attuative» definire nel più breve tempo possibile le verifiche, ritenute necessarie e comunque da parte nostra continueremo con l’azione di denuncia ad incalzere il governo regionale, accompagnando la stessa, se necessario, con una forte mobilitazione di lavoratori a sostegno del loro diritto al lavoro e quindi al rispetto del programma di edilizia sociale e del relativo finanziamento regionale previsto in 155 milioni di euro ed alla conseguente attrazione di investimenti per complessi 700 milioni di euro».


30

il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010

ilD tec

a cura s.s.e. mediatag

Sony e WWF lanciano www.openplanetideas.com

Tecnologia e creatività a difesa dell’ambiente Andrea Celia Magno Per tentare di trovare risposte dirette e condivise in tema di protezione ambientale e sviluppo di nuove tecnologie eco-compatibili, WWF e Sony Europe hanno lanciato, presentandola in Italia il 15 ottobre presso il Corso di Marketing della facoltà di Economia di Roma Tre, la piattaforma web Open Planet Ideas . Tutela della biodiversità e delle risorse idriche, monitoraggio dei cambiamenti climatici e tutto ciò che direttamente attraverso la tecnologia può trovare sviluppo, o anche soltanto una migliore dinamica di conoscenza per un pubblico più vasto, in relazione all’ambiente. L’idea di una piattaforma web serve a stimolare i contributi da parte degli utenti: una vera e propria rete open source in cui tutti potranno proporre qualcosa che, entro l’11 gennaio 2011, verrà valutata, sul piano della fattibilitàedellacreatività,daLa piattaforma gli esperti di Sony e WWF. web, ideata I vincitori potranno collacon un gruppo di inin collaborazione borare gegneri e designer Sony alda Sony Europe e lo sviluppo e alla realizzazione del progetto. Sony WWF promuove lo mette a disposizione alcuni spunti tecnologici con cui sviluppo di sono state costruite le sue PSP, i sensori di presenza tecnologie che dei televisori, i microfoni promuovano il wireless o le unità GPS a celle solari. I progetti, sudrispetto divisi in 6 tematiche indiviambientale e duate dal WWF che vanno cambio nei comportal’eco-compatibilità dal menti delle persone al recupero e al riciclo di materiali, che hanno ispirato gli utenti sono 335, sviluppati nella prima delle 5 fasi che costituiscono Open Planet Ideas . Da questa prima fase, ormai terminata, si è passati alla fase della concettualizzazione attualmente in corso, che vede al momento 71 progetti in itinere, i quali verranno valutati dal 6 dicembre fino all’11 gennaio. Sono queste la 3° e 4° fase, che ci diranno quali sono i progetti vincitori che potranno accedere alla quinta e ultima fase, quella della realizzazione. Sony e WWF premieranno allo stesso modo chi vorrà rispondere alle problematiche ambientali in senso lato, oppure a quelle direttamente attinenti al contesto territoriale e climatico che caratterizza il proprio luogo di vita. Il richiamo esplicito è al 2009, quando un gruppo di studenti californiani ideò un sistema di telecamere a circuito chiuso come strumento

Obbligo di "riconoscimento" per Google Cars Il Garante della Privacy ha stabilitoconunprovvedimento ad hoc che le Google Cars, le auto che girano l’Italia per aggiornare le immagini di Google Street View, debbano recare un chiaro contrassegno di riconoscimento, per evitare le innumerevoli polemiche sulla privacy che sono seguite alla prima ondata di immaginigirateinItalia.

Via libera per il Wi-Fi Direct Il consorzio Wi-Fi Alliance ha dato il via alla vendita dei primi dispositivi wi-fi capaci di comunicare fra loro senza bisogno di un hot-spot, cioè un router centrale. Una mossa che potrebbe portare quanto prima alla messa in soffitta della tecnologia Bluethoot, particolarmente interessata da questo sviluppoliberodelwi-fi

Ibm punta sullo sviluppo del cloud computing Ibm ha messo a disposizione delle aziende partner il proprio laboratorio di ricerca di Hurlsey, in Inghilterra, per consentirel’accessoaipropri servizi di cloud computing, tecnologia divenuta fondamentale nel campo dell’information technology e dei settori finanziari e delle telecomunicazioni. L’obiettivo è quello di migliorare i servizi già esistenti e svilupparne di nuovi. Open Planet Ideas nasce grazie a Sony e WWF

utile a monitorare in tempo reale il pericolo d’incendi nei boschi della zona del lago Tahoe, riducendo le emissioni di CO2 prodotte dagli incendi. Un progetto, quello del Forest Guards, concretizzato anche grazie all’ausilio di Sony Europe. La piattaforma Open Planet Ideas è consultabile sul sito www.openplanetideas.com.

Si può prendere parte all'iniziativa fino al 6 dicembre

Traguardi importanti per Windows 7 DopoilflopdiVista,Microsoft può festeggiare per i risultati raggiunti da Windows 7 nel primo anno di vita: il 17% della quota di mercato mondiale e il montaggio sul 97% dei nuovipersonalcomputer.Numeri rafforzati dai 240 milioni di licenze del nuovo sistema operativo vendute, che rendono il successo di Windows 7 paragonabile a quello ottenuto da Microsoft Xp, che rimane comunque il leader nel mercato degli OS. Con W7 forse ancora per poco


il Domani Giovedì 28 Ottobre 2010 31

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

21.828,87 21.250,82 24.404,13 22.899,20 21.876,90 11.194,16

-0,53 -0,53 -0,43 -0,43 0,29 -0,37

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1324,76

30,92

23,61

0,554

PLATINO

1689,05

39,77

PALLADIO

624,70

14,87

1 Euro

1.0

1.3760

0.87280 112.44

ORO

1 US $

0.72640

1.0

0.63420 81.690

ARGENTO

1 UK £

1.1452

1.5762

1.0 128.77

1 ¥en

0.0088906 0.012235 0.0077605

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

A.S. Roma 1,22 -1,61 17.30.14 1,201 A2A 1,15 -0,17 17.30.04 1,143 Acea 8,63 +0,70 17.30.01 8,53 Acegas-Aps 4,245 +1,56 17.07.07 4,155 Acotel Group 40,07 -1,26 17.30.33 40,07 Acque Potabili 1,622 -0,12 17.30.40 1,621 Acsm-Agam 1,131 +0,98 17.00.57 1,11 Actelios 2,1825 -3,00 17.30.20 2,14 Aedes 0,2114 +1,59 17.30.35 0,208 Aeffe 0,4105 +0,24 17.24.55 0,4025 Aegon 4,55 +0,00 16.27.59 4,55 Aeroporto Firenze 12,00 +0,17 10.18.14 11,99 Ageas 2,2275 -0,56 16.17.07 2,2275 Ahold Kon 9,87 +2,12 16.31.01 9,83 0,2418 -0,41 16.36.08 0,2365 Aicon Alcatel-Lucent 2,545 -1,45 17.09.12 2,545 Alerion 0,527 -0,19 17.30.10 0,521 Allianz 89,26 +0,52 16.21.24 88,80 Amplifon 3,785 +0,67 17.30.59 3,7275 9,73 -1,62 17.30.16 9,71 Ansaldo Sts Antichi Pellettieri 0,534 -0,09 17.01.31 0,5205 Apulia Prontop 0,415 -0,72 17.30.11 0,4085 Arena 0,0331 -15,13 17.30.52 0,0331 Arkimedica 0,52 -1,51 16.38.24 0,5075 Arkimedica 2012 Cv5% 98,00 -0,41 11.38.59 98,00 Ascopiave 1,64 +0,68 17.30.27 1,627 Astaldi 5,395 -0,09 17.30.11 5,35 Atlantia 16,01 +1,07 17.30.22 15,79 Autogrill Spa 9,455 -0,63 17.30.29 9,42 Autostrada To-Mi 10,37 -0,77 17.30.41 10,32 Autostrade Merid 22,31 +0,41 15.46.43 22,00 Axa 13,19 -1,35 17.23.41 13,19 7,34 -0,54 17.30.42 7,305 Azimut B Interm-15 Cv 1,5% 90,65 +0,17 17.11.51 90,34 B&C Speakers 3,52 +2,62 17.30.00 3,40 106,00 +0,09 13.33.36 105,63 Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 Banca Generali 9,28 -1,38 17.30.00 9,25 5,285 -1,03 17.18.24 5,195 Banca Ifis 4,1825 -0,06 14.21.49 4,1825 Banca Intermobiliare Banca Pop Emilia Romagna Cv 4% 2010-2015 107,77 -0,30 16.33.07 107,70 3,88 -2,76 17.30.41 3,875 Banco Popolare 109,01 +0,01 17.30.22 108,75 Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 Banco Santander 9,215 -1,50 17.16.55 9,20 Basf 52,01 -1,87 17.30.00 52,01 Basicnet 3,26 -0,91 17.30.46 3,225 Bastogi Spa 1,675 +0,30 16.18.50 1,67 Bayer 54,79 -1,08 17.30.12 54,79 44,20 +0,46 17.30.04 44,00 Bb Biotech Bca Carige 1,75 +0,58 17.30.14 1,73 Bca Carige R 2,845 +0,00 9.34.03 2,845 111,12 +1,34 16.32.30 111,12 Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat 0,5095 +1,39 17.30.39 0,5025 Bca Mps 1,018 -1,55 17.30.29 1,016 3,85 3,86 +0,33 15.34.50 Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna 9,17 -1,02 17.30.44 9,16 3,2325 -1,75 17.30.49 3,2325 Bca Pop Etrur-Lazio 3,37 -1,17 17.30.52 3,3625 Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio 6,795 -0,15 17.30.53 6,745 0,468 -1,06 17.30.43 0,468 Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc 3,74 -1,58 9.19.40 3,74 Bco Desio Brianza 4,035 +0,88 17.30.43 3,97 Bco Sardegna Risp 9,31 -0,69 17.30.00 9,31 Bee Team 0,42 +0,00 17.05.34 0,42 Beghelli 0,633 +0,32 17.18.36 0,6305 Benetton Group 5,745 -0,95 17.30.14 5,745 99,85 -0,03 16.58.51 99,82 Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili 0,733 -1,54 17.30.47 0,73 1,45 1,45 +0,07 15.56.36 Best Union Company 0,406 -4,47 17.30.28 0,403 Bialetti Industrie Biancamano 1,421 +0,00 17.30.58 1,42 5,38 5,41 -1,64 17.30.51 Biesse Bioera Sosp. Bmw 49,63 -0,12 17.30.49 49,45 Bnp Paribas 52,74 +0,36 17.22.56 52,03 Boero Bartolomeo Bolzoni 1,94 +3,74 17.30.24 1,87 Bonifiche Ferraresi 30,24 +3,99 17.30.24 28,91 1,29 1,29 -0,77 11.20.23 Borgosesia Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% 101,71 +0,11 16.44.07 101,60 7,95 8,005 -0,31 17.30.44 Brembo Brioschi 0,163 +0,06 17.30.04 0,1616 Bulgari 7,58 -2,94 17.30.38 7,55 1,207 +0,58 17.30.03 1,191 Buongiorno Buzzi Unicem 8,28 -1,37 17.30.30 8,27 4,75 -1,45 17.30.02 4,7475 Buzzi Unicem Rnc 4,49 4,495 -0,11 15.56.21 Cad It Cairo Communication 2,725 +0,55 17.30.02 2,69 1,03 +0,98 17.30.51 1,018 Caleffi 1,97 +1,03 17.30.11 1,957 Caltagirone 1,76 -0,79 17.30.22 1,75 Caltagirone Edit Camfin 0,428 -0,35 17.30.22 0,425 Campari 4,5125 -1,15 17.30.31 4,51 Cape Live 0,307 +0,00 15.04.32 0,2975 Cape Live Cv 5% 2009-2014 86,00 +0,00 15.53.32 86,00 2,85 -1,38 17.30.10 2,8275 Carraro Carrefour 38,37 +0,39 17.30.40 38,37 Cattolica Ass 19,49 -0,46 17.30.07 19,41 1,788 -1,81 17.30.54 1,788 Cdc Cell Therapeutics 0,276 -0,72 17.30.10 0,274 5,40 5,48 +1,48 17.30.34 Cembre 2,47 2,4925 -1,68 17.30.01 Cementir Holding Centrale Latte To 2,3625 -1,56 17.30.43 2,36 0,2685 +2,09 17.30.46 0,2635 Ceramiche Ricchetti Chl 0,1451 +0,14 17.30.13 0,1407 0,297 -0,34 15.30.57 0,289 Cia 0,716 +0,56 17.30.53 0,71 Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite 1,636 -1,68 17.30.59 1,633 Class Editori 0,4885 +0,10 17.30.51 0,4845 Cobra 1,273 -2,75 17.30.38 1,27 0,689 -1,29 17.30.16 0,68 Cofide Spa 0,424 -1,39 17.30.50 0,424 Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv 97,05 -1,72 17.15.43 97,05 Conafi Prestito' 1,025 -2,84 17.30.17 1,023 21,92 +0,32 16.28.47 21,82 Cr Bergamasco Credem 5,06 -1,27 17.30.01 5,04 Credit Agricole 11,79 -0,51 16.28.27 11,79 Credito Artigiano 1,339 +0,38 17.30.20 1,327 Credito Valtellinese 3,5075 -1,82 17.30.00 3,46 0,1529 -0,52 17.30.45 0,1521 Crespi 100,79 -0,06 17.15.31 100,70 Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze 1,099 +0,83 17.30.19 1,06 D'Amico 1,069 -0,37 17.30.38 1,064 Dada 5,50 -2,13 17.30.25 5,49 47,74 -1,73 17.17.07 47,59 Daimler 0,86 0,86 -1,94 16.42.18 Damiani 18,92 +0,85 17.30.52 18,41 Danieli & C Danieli & C Risp Nc 10,62 +0,19 17.30.25 10,50 Danone 45,00 -1,66 17.30.12 44,65 Datalogic 5,23 -0,38 17.30.20 5,18 De'Longhi 4,08 +1,18 17.30.13 4,045 Dea Capital 1,313 +0,08 17.30.26 1,297 Deutsche Bank 41,69 +0,82 17.18.30 41,40

Max 1,278 1,157 8,655 4,25 40,61 1,646 1,131 2,26 0,2139 0,4115 4,61 12,00 2,24 9,87 0,2438 2,615 0,53 89,52 3,835 9,95 0,534 0,418 0,0435 0,525 98,40 1,641 5,415 16,15 9,635 10,47 22,37 13,40 7,385 90,65 3,55 106,00 9,40 5,31 4,185 107,99 3,98 109,04 9,40 52,96 3,32 1,675 55,69 44,49 1,766 2,845 111,12 0,5105 1,032 3,86 9,25 3,2775 3,4225 6,84 0,48 3,74 4,035 9,38 0,426 0,638 5,875 99,90 0,753 1,479 0,434 1,439 5,50

Apertura 1,239 1,15 8,565 1,626 2,25 0,4095

0,5295 89,06 3,7275 9,875 0,4135 0,0376

5,37 15,82 9,49 10,46 7,365 105,90 9,33

3,98 9,27 3,235

1,73 2,845 1,025 9,23 3,2425 3,40 6,795 0,479

0,6305 5,795 0,7405 1,45 0,4095

50,34 53,45 1,94 30,28 1,316

29,25 1,316

102,00 8,01 8,10 0,1634 7,82 7,80 1,228 1,203 8,465 8,375 4,845 4,50 2,775 1,039 1,97 1,85 0,434 0,43 4,6175 4,55 0,307 86,00 2,9475 38,95 19,66 19,57 1,801 0,279 0,278 5,49 2,52 2,51 2,3625 0,276 0,1498 0,297 0,2895 0,7175 1,67 1,67 0,492 1,30 1,30 0,699 0,688 0,432 0,43 98,78 98,75 1,068 1,066 21,92 5,14 5,12 11,97 1,339 3,5975 3,54 0,1589 100,90 100,85 1,111 1,08 5,64 48,87 48,46 0,87 19,05 18,55 10,83 10,61 45,31 5,25 4,0875 4,0875 1,313 42,16 41,49

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Sosp. Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Sosp. Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Sosp. Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel

Ora

Min

Max

Apertura

10,15 29,73 1,345 3,395 14,11 22,17 0,9015 1,281 1,462 14,04 1,49 4,47 4,0225 1,32 21,11 15,71 9,845 0,8385 0,509 7,23 2,34

+0,40 -1,23 +0,00 +5,44 -1,12 -0,54 -2,33 -0,08 -0,14 +2,86 +0,00 +0,22 -0,31 +0,08 -1,12 -1,93 -0,45 +1,45 -0,39 -2,30 +0,65

16.36.06 17.30.51 17.30.53 17.30.49 17.30.44 17.07.01 17.30.48 16.30.29 17.30.14 17.30.38 16.56.55 15.33.20 17.30.17 17.30.57 17.30.27 17.30.53 17.30.50 17.30.02 17.18.18 17.30.03 17.30.22

10,08 10,23 29,55 30,17 30,10 1,32 1,345 1,32 3,22 3,505 3,22 14,06 14,29 22,17 22,62 0,899 0,924 0,9205 1,263 1,284 1,455 1,498 1,47 13,43 14,20 13,61 1,477 1,515 4,39 4,48 3,995 4,0575 4,0075 1,318 1,32 20,82 21,39 15,71 15,97 15,85 9,82 9,955 9,885 0,826 0,846 0,826 0,502 0,516 7,21 7,42 7,42 2,32 2,345 2,33

18,05 13,90 14,56 0,937 17,96 11,90 8,305 8,335 3,38 4,84

+0,67 +1,24 +0,14 -1,88 +0,00 -1,73 -1,66 -2,00 +0,22 +0,00

17.30.48 17,82 18,41 17,88 17.30.35 13,61 14,03 13,71 17.22.22 14,34 14,86 14,35 17.30.16 0,9365 0,9625 0,9625 17.30.45 17,96 17,97 17,96 17.30.43 11,84 12,10 12,03 17.30.21 8,26 8,43 8,39 17.30.22 8,325 8,50 8,50 17.30.09 3,3225 3,38 3,3725 16.58.07 4,81 4,8675

9,96 2,05 0,566 8,005 5,13 16,44 1,129 0,383 4,69

+1,27 +0,74 -1,56 -0,68 +1,58 +0,00 +0,62 +0,66 -1,26

17.30.07 16.53.49 17.09.26 17.30.48 17.30.39 17.30.26 17.30.12 17.30.09 17.30.37

9,80 2,05 0,56 7,995 5,025 16,44 1,107 0,377 4,69

10,05 9,815 2,12 0,566 8,20 8,06 5,22 16,88 1,129 0,42 0,4025 4,845 4,80

3,635 +3,41 17.30.39 3,4225 3,635 3,52 0,557 -0,62 17.30.26 0,551 0,5655 0,5615 15,53 4,2775 4,0375 1,895 3,24 5,61 4,35 7,47 1,515

-0,70 -1,67 +0,94 -1,30 +2,45 -3,11 -2,68 -1,45 +0,00

17.30.28 15,46 15,74 4,27 4,3675 17.30.04 14.03.35 3,9225 4,0375 17.30.25 1,886 1,945 3,25 3,15 16.58.22 17.30.34 5,575 5,79 17.18.36 4,265 4,35 17.30.59 7,435 7,59 17.30.55 1,51 1,529

15,52 4,345 1,919 3,18 7,57 1,51

0,8595 +2,81 17.09.07 15,13 +0,00 17.30.06 1,46 +2,46 17.30.32

0,84 0,8595 14,99 15,20 1,428 1,477

1,38 0,8755 2,30 7,63 9,155 7,005 2,34 7,87 0,414

-0,93 -1,79 -0,11 +0,13 -3,22 +0,36 +0,00 -1,25 -1,66

17.30.22 17.30.35 17.30.37 17.30.31 17.30.57 13.13.40 17.30.41 16.32.38 9.37.42

1,353 1,409 0,874 0,8935 2,285 2,3275 7,63 7,845 9,105 9,48 7,13 6,98 2,30 2,34 7,87 7,95 0,414 0,414

4,715 2,59 2,0475 0,0137 1,37 1,26 3,06 3,095 6,125 3,5325 25,08 17,96 1,72 0,9105 0,0745 3,3325 1,97 0,3375 0,575 87,00 1,708 3,4125 0,45 11,92 21,05 112,00 3,0625 0,1973 3,395

-0,89 -0,19 +0,12 -0,72 +0,00 -0,16 +0,66 -2,06 -1,84 -2,62 -0,67 -1,05 +6,04 -1,35 -0,13 -1,11 -1,20 -0,44 -2,54 -2,79 -0,58 -0,80 -0,33 -1,41 +0,48 -0,44 -2,62 -0,20 +6,51

17.30.16 17.30.56 17.30.02 17.16.52 14.06.18 17.30.59 17.19.16 17.30.40 17.30.23 17.30.39 17.30.59 17.30.18 17.30.40 17.30.13 16.52.09 17.30.57 16.16.15 17.30.54 17.30.16 17.30.34 17.13.46 17.30.29 17.20.29 17.30.34 17.30.46 17.30.56 17.30.03 17.30.51 17.30.33

4,715 2,565 2,0275 0,0136 1,36 1,256 3,025 3,095 6,10 3,515 24,72 17,86 1,628 0,9105 0,0733 3,3325 1,966 0,335 0,573 85,80 1,683 3,4025 0,45 11,90 20,81 111,90 3,05 0,195 3,1925

4,82 2,64 2,08 0,0139 1,37 1,27 3,085 3,18 6,245 3,635 25,39 18,35 1,731 0,9385 0,0753 3,4075 1,98 0,3475 0,585 90,71 1,717 3,4675 0,454 12,11 21,45 114,94 3,16 0,1979 3,3975

7,84 2,64 5,025 7,375 3,3675 0,0507 0,35 1,21 10,43 1,481 1,649 3,22 0,417 2,515 0,137 6,30 0,4155 0,1528 0,3005 1,023 110,55 5,20

+0,51 +0,29 -0,79 +0,14 -0,07 -1,17 -3,31 +1,17 -0,67 -1,66 +2,36 +1,26 -1,30 -1,18 +0,96 -1,56 -0,60 +0,00 -1,47 +2,30 +0,50 -0,38

17.30.48 16.35.29 17.30.25 17.30.58 17.30.23 17.17.20 16.30.09 17.30.39 17.30.21 17.30.56 15.32.14 17.30.09 17.30.02 17.30.04 17.30.33 17.30.39 14.59.14 13.00.47 15.00.40 17.30.06 11.32.27 17.16.50

7,70 2,5525 5,02 7,30 3,335 0,0507 0,343 1,21 10,16 1,478 1,618 3,15 0,417 2,51 0,136 6,30 0,41 0,1502 0,30 0,99 110,44 5,125

7,84 7,74 2,6675 5,07 5,05 7,48 7,32 3,40 3,35 0,0513 0,352 1,249 1,249 10,43 10,20 1,523 1,505 1,649 3,22 0,442 0,4275 2,5425 2,5425 0,1375 6,41 0,4155 0,1528 0,303 1,024 110,55 5,23

2,80 +0,00 15.41.55 2,6625 6,23 6,365 +2,66 17.30.52 7,79 7,845 -0,06 17.16.41 0,62 1,637 1,947 22,25 2,6525 3,45

-4,61 +1,55 -0,92 -2,71 -0,38 -2,06

17.30.32 0,62 17.30.53 1,602 17.30.45 1,944 17.30.06 22,20 17.30.49 2,6375 17.30.45 3,45

1,444 0,889 2,295 7,845 9,48 2,30

4,755 2,5775 2,045 0,0139 1,259 6,225 3,59 25,39 18,11 0,0752 0,34

3,4025 12,05 20,93 112,60 3,1375 0,1979 3,245

2,80 6,365 7,93

2,76 6,27 7,80

0,663 1,639 1,986 22,53 2,70 3,52

0,66 1,602 1,959 2,66

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Prelios Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Seteco International Sosp. Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Sosp. Snia 3% Cv 2010 Sosp. So Pa F Societe Generale Socotherm Sosp. Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Sosp. Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vita Societa Editoriale Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Ergycapital 2016 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Sosp. Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Warr Unipol 2013 Warr Unipol Prv 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Ora

Min

Max

3,22 1,71 6,085 5,985 3,78 9,87 0,5065 0,64 0,827 117,00 1,111 0,43 1,026 0,791 6,725 14,02 0,1731 0,8615 1,146 0,748 2,02 6,68 40,62 0,2555 16,79 0,35 0,0463 0,2845 1,456 51,20 1,33 22,90 0,404 6,92 5,115 11,08 31,20

3,3275 1,721 1,715 6,26 6,18 6,15 3,8275 10,00 0,524 0,663 0,849 119,35 1,141 1,139 0,455 0,4325 1,06 0,81 6,85 6,85 14,26 14,14 0,1785 0,1735 0,913 0,913 1,164 0,7575 0,75 2,06 6,885 6,74 43,74 0,2705 17,04 0,3845 0,051 0,049 0,293 0,2905 1,495 51,20 1,485 1,461 23,50 0,441 7,01 6,92 5,40 5,30 11,23 11,10 32,14 31,20

Apertura

3,22 -2,65 1,71 +0,47 6,16 -0,64 6,07 -0,08 3,8275 -0,33 10,00 +0,50 0,5085 -3,51 0,663 +0,46 0,849 +2,41 119,35 +1,49 1,116 -2,53 0,435 +0,81 1,026 -1,63 0,81 +2,40 6,835 +0,81 14,07 -0,78 0,1731 -2,48 0,91 +0,17 1,153 -0,17 0,749 -0,13 2,06 +1,10 6,885 +1,62 40,62 -5,20 0,259 -0,58 16,96 +0,06 0,381 +8,55 0,0478 +3,24 0,2845 -2,06 1,495 +0,61 51,20 +1,19 1,33 -14,19 23,17 -0,09 0,417 +3,60 6,935 +0,22 5,16 -3,37 11,08 -0,18 31,42 +0,19

17.30.20 17.22.26 17.30.34 17.30.18 17.24.57 16.16.32 16.54.16 11.30.27 17.30.32 12.48.33 17.30.58 17.30.28 17.30.49 11.27.59 17.30.34 17.30.57 17.30.37 17.05.59 17.30.35 17.02.31 11.07.16 17.30.06 17.21.52 17.30.17 16.54.54 17.30.40 17.30.55 17.30.50 17.30.18 12.16.29 17.30.57 17.30.46 17.30.39 17.30.26 17.30.52 17.30.30 17.30.30

49,78 36,81 1,578 9,67 6,93 0,6195 0,133 0,83 5,43

+2,05 -1,84 +0,77 -1,73 -0,79 +0,65 -0,89 +0,00 -1,81

16.49.29 49,58 50,05 17.30.47 36,81 37,69 17.30.06 1,55 1,597 1,563 17.30.27 9,51 9,695 16.44.50 6,91 6,99 6,99 17.30.20 0,60 0,6215 17.30.59 0,1327 0,135 0,1341 17.30.18 0,83 0,83 16.53.34 5,43 5,43

6,895 94,20 81,25 2,8025 3,825

-0,86 -0,21 -1,05 +2,66 -1,48

17.30.02 6,83 15.50.19 94,20 17.30.15 80,82 17.30.12 2,7275 17.30.42 3,7975

6,98 94,35 81,70 2,835 3,92

0,1042 -1,33 17.30.36 0,1042 43,30 -0,46 17.05.30 43,21

0,107 44,05

2,4275 4,72 67,68 1,754 0,6685

-1,22 +0,96 -1,12 +0,46 -0,82

17.30.43 2,4275 17.30.12 4,66 17.20.39 67,68 17.30.50 1,74 17.30.48 0,6615

2,52 2,4725 4,72 68,25 1,763 1,756 0,698 0,678

6,14 1,345 11,00 1,82 0,368 1,084 0,277 0,8675 19,25 14,62 3,24 3,8825 0,68 0,1069 68,41 1,478 38,94 9,595 5,465 7,835 105,92 0,544 1,886 2,2875 21,85 0,5525 0,4115 4,365

+4,16 -0,30 +0,00 +0,50 -1,87 +0,00 -1,07 +0,06 +0,26 -1,42 +0,16 -1,58 -0,15 -1,75 +0,26 +0,20 -2,09 +1,00 -2,41 +0,58 -0,60 -0,18 +0,11 -0,22 +1,16 -1,16 -1,79 -0,34

17.30.06 17.30.43 14.16.40 16.26.41 17.30.39 17.30.21 17.30.57 17.30.46 16.27.40 17.30.38 17.30.25 17.30.29 17.30.18 17.30.26 17.30.11 12.50.56 17.30.45 17.30.03 17.30.44 17.30.54 17.22.15 17.30.21 17.30.40 17.30.42 17.30.05 17.30.02 17.30.44 10.35.27

1,337 -1,26 4,04 +0,00 1,648 +12,49 3,66 +0,00

6,065 1,345 11,00 1,82 0,368 1,077 0,2755 0,8625 19,20 14,60 3,225 3,88 0,6705 0,1065 67,93 1,472 38,53 9,50 5,425 7,705 105,92 0,535 1,866 2,25 21,20 0,552 0,407 4,365

17.12.08 1,321 17.30.35 4,00 17.30.06 1,53 17.30.06 3,6225

6,22 1,355 11,10 1,82 0,368 1,096 0,282 0,877 19,39 14,82 3,275 3,945 0,68 0,1107 69,00 1,479 39,15 9,65 5,64 7,92 106,54 0,5515 1,914 2,3075 21,85 0,5625 0,4195 4,365

6,965 2,745 3,92 0,106

6,12

1,077 0,2785 0,8625 14,74 3,2275 3,945 0,1088 68,20

7,725 0,5515 1,871 0,558 0,4185

1,35 1,322 4,04 1,679 1,60 3,69 3,6225

20,00

20,30

0,0544 +1,12 0,0073 +32,73 2,20 +0,00 0,0861 -0,35 0,284 -1,04 0,0557 -1,76 0,145 -3,33 0,1014 +1,40

17.30.00 9.37.27 17.05.56 17.03.16 17.10.32 17.11.53 9.58.30 15.59.45

0,053 0,006 2,1875 0,0856 0,2665 0,0522 0,145 0,0822

0,0559 0,0075 2,2425 0,0885 0,2945 0,0599 0,145 0,11

0,0349 +2,65 0,525 +0,96 0,0037 +5,71 0,0238 -4,80 0,016 -5,88 0,022 -12,00 0,0248 -3,50 0,0125 +8,70 0,962 -0,72

15.33.08 17.22.09 16.41.24 13.17.59 16.05.46 16.22.45 17.15.35 12.26.54 17.30.05

0,0349 0,481 0,0036 0,0238 0,016 0,0218 0,0244 0,0125 0,962

0,0349 0,54 0,525 0,0037 0,0238 0,0163 0,025 0,0218 0,0263 0,025 0,0125 0,0125 0,9865

20,00 -2,39 17.30.36

1,33 -5,00 11.04.09 1,33 1,331 0,0689 +14,83 16.43.50 0,0551 0,0689 0,02 +0,00 10.29.00 0,02 0,02 0,0025 0,0077 0,0282 0,0277 7,755 0,073 4,73 0,52 0,52

+0,00 -3,75 +0,36 +0,73 +0,45 -0,27 +0,05 -1,51 -0,95

16.46.39 15.36.02 16.31.20 17.30.49 17.30.38 17.23.59 17.30.10 16.25.50 10.46.25

0,0025 0,0074 0,028 0,0271 7,63 0,0725 4,6625 0,52 0,506

0,0075 0,2945 0,0557 0,1001

1,33 0,066

0,0026 0,0079 0,0074 0,0293 0,028 0,0286 0,0272 7,785 7,73 0,0738 4,73 0,536 0,53



il domani