Issuu on Google+

Sabato 27 Marzo 2010 Anno XIII - Numero 85

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

REGIONALI

EURO

Domani al voto: tutti i dati, le cifre e le notizie sulle 13 sfide

L’accordo c’è ma è solo un magheggio per nascondere...

di Carlo Bassi a pag » 24

di Maria Teresa Squillaci a pag » 25

La Calabria si prepara a scegliere il governatore della prossima legislatura dopo mesi di aspro e avvelenato scontro politico

Campagna elettorale, gli ultimi fuochi Loiero: «Confermare il percorso di rinascita». Callipo: «Abbattere casta e burocrazia». Scopelliti: «Rinnovamento generazionale» IL COMMENTO

Agire per lo sviluppo

Il presidente uscente Agazio Loiero, con la sua politica delle “cose fatte”, contro il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti. Una sfida sulla quale inciderà l’ex presidente di Confindustria Calabria Pippo Callipo, sostenuto da Idv e Radicali alle pagg » 4, 5, 6, 7, 11 e 12

LA CALABRIA DELLE ECCELLENZE

di Giuseppe Gualtieri segretario generale Fai-Cisl Calabria

L’INTERVENTO

La crisi economica e la diga del welfare di Renato Schifani* presidente del Senato

Le elezioni regionali del 28 e 29 marzo prossimi rappresentano un appuntamento importante per la Calabria: saremo chiamati a scegliere una nuova classe dirigente che avrà il compito di risollevare la regione da una crisi economica, sociale, culturale, dei diritti, che da anni continua ad aggravarsi, offrendo una effettiva sicurezza sociale ai lavoratori e alle famiglie e dando una prospettiva certa al futuro dei nostri figli. Chi sarà eletto a rappresentare i calabresi dovrà mettere in campo una seria azione di governo, fondata sul confronto con le parti sociali, innanzitutto valorizzando i territori e realizzando le utili riforme - e non già sciagurati smantellamenti - di enti come le Comunità montane e i Consorzi di bonifica che servono a governare le specificità.

Made in Italy: 10 progetti innovativi calabresi ammessi ai finanziamenti del ministero per lo sviluppo economico. Hanno superato una rigida selezione, con quattromila imprese in lizza. «La Calabria ha saputo rappresentare l’eccellenza nei settori strategici del nostro Made in Italy» ha commentato il ministro Claudio Scajola.

segue a pag » 2

a pag » 8

Detrazione d’imposta del 55 per cento

Scajola: finanziati 10 progetti innovativi

Chi vuole usufruire della detrazione d’imposta del 55 per cento per i lavori di riqualificazione energetica iniziati nel 2009 e non portati a termine entro il 31 dicembre scorso, deve comunicarlo all’Agenzia delle entrate entro il 31 marzo. Il direttore della Agenzia delle entrate ha approvato il provvedimento n. 57639 del 6 maggio 2009, con il quale si dà attuazione alla disposizione del Decreto anticrisi. Luana Rocca a pag » 26

Approvato l’Accordo di programma quadro per il nuovo polo logistico intermodale di Gioia Tauro GIOIA TAURO - E’ stata presentata ieri mattina a Gioia Tauro dal sottosegretario agli affari regionali Sergio Laganà e dal direttore generale per la programmazione dei fondi europei Salvatore Orlando la delibera di giunta che ha approvato l’Accordo di Programma Quadro per il polo logistico intermodale di Gioia Tauro. «Con l’approvazione dell’Accordo di programma quadro, si è passati - ha dichiarato Laganà - dalla fase della progettazione a quella della realizzazione del nuovo porto di Gioia Tauro». «La Commissione Europea - ha evidenziato Orlando nel corso dell’ultimo sopralluogo effettuato dai commissari europei lo scorso dicembre a Gioia Tauro, aveva imposto alla regione di impegnare i quattro settimi dei fondi a disposizione entro il 20 marzo. Una scadenza che la regione ha rispettato con l’approvazione dell’Accordo di Programma Quadro da parte della giunta lo scorso 27 febbraio». di Gaia Mutone a pag » 9

La crisi economica non ha aumentato la povertà in Italia. Il sistema di welfare ha contribuito in maniera determinante a fronteggiare la recessione. Questo risultato è stato fra l’altro di recente confermato anche dalla Banca d’Italia, che ha indicato in poco più del 13% la percentuale di famiglie sotto la soglia di povertà, dato identico a quello del 2006. La forza del nostro Paese risiede nella moltitudine di imprese piccole e medie, nella naturale parsimonia delle famiglie italiane, nel sistema degli ammortizzatori sociali. Il governo si è mosso guardando alla coesione sociale e alla tenuta dei conti pubblici. In Italia la disoccupazione è cresciuta meno che altrove, la finanza pubblica è peggiorata meno che altrove ed ha registrato di fatto un miglioramento relativo rispetto agli altri Paesi. Si sono raggiunti buoni risultati, pur di fronte a risorse pubbliche limitate. E’ un successo al quale ha contribuito il sistema di ammortizzatori sociali, incentrato sulla cassa integrazione guadagni, che ha consentito di contenere l’inevitabile crescita della disoccupazione. Alcune criticità restano e risiedono nell’esclusione di migliaia di piccole imprese dalla cassa integrazione e nel carattere non automatico della sua concessione che hanno limitato la possibilità di utilizzare questo strumento e ne hanno condizionato l’efficacia. Va, quindi, realizzato un sistema universale di ammortizzatori sociali che ponga fine all’attuale frammentazione, ai privilegi e alle iniquità fra lavoratori ed imprese e che crei sicurezza sociale. *sintesi del discorso al convegno in ricordo di Marco Biagi


2

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Giuseppe Gualtieri Agire per lo sviluppo Servono nuove politiche per l’agricoltura e l’agroalimentare, con interventi settoriali di crescita che parano dalla specificità di territori e produzioni; servono adeguate politiche programmatorie per le aree montane che ne sappiano valorizzare le risorse culturali, economiche e ambientali; servono politiche di cura e manutenzione del territorio - dalla bonifica alla forestazione - nella logica della prevenzione e non dell’emergenza ambientale o della protezione civile. Serve più in generale una difesa e valorizzazione del lavoro e un rafforzamento delle politiche per la famiglia e della rete dei servizi sociali, oltre che iniziative solidaristiche a favore dei lavoratori immigrati, che rappresentano una risorsa insostituibile per lo sviluppo del nostro territorio. Per questo alla vigilia del voto abbiamo deciso di sottoporre pubblicamente all’attenzione degli aspiranti governatore le nostre richieste. La Fai-Cisl della Calabria chiede ai candidati una forte azione di gover-

no capace di incidere in maniera strutturale per il superamento di criticità e ritardi accumulati in anni di gestione politica in cui si è scelto di operare in una perenne ed infinita emergenza ed avviare una nuova fase di concertazione fra politica e parti sociali attraverso un

Grande Patto che fissi tempi, modalità e obiettivi per rafforzare il tessuto sociale economico occupazionale della Calabria. In particolare la Fai-Cisl chiede la sottoscrizione di precisi impegni in relazione allo sviluppo dei settori della forestazione,

DONNE CHE CONTANO

di Carmela Mirarchi

Filomena Stancati, una lametina doc Filomena Stancati è una storica lametina studiosa delle tradizioni popolari che per lei sono il patrimonio spirituale della gente di Calabria. Lo definisce "l’archivio dei popoli", come diceva Vincenzo Dorsa, letterato cosentino vissuto nell’800. «Il loro recupero ed il loro studio, oltre ad essere fonte di cultura popolare, ci consentono di comprendere il processo evolutivo della nostra civiltà attraverso i tempi e attraverso le generazioni. Nicastro possiede un ricco patrimonio di tradizioni che, nella loro varietà, sono state e sono espressione dell’anima del nostro popolo; di esse si trova traccia in tutti i campi dell’attività umana». Filomena Stancati ha ricevuto il premio Anthurium 2009. Una lametina doc che ha insegnato per anni e che risulta una delle figure più rappresentativa di Lamezia terme. Per la professoressa Stancati l’influsso dei moderni mezzi di informazione è il miglioramento del tenore di vita ha cambiato la vita di tutto ma «negli usi, nelle credenze, nelle leggende, nei proverbi e nei modi di dire, in occasione delle principali feste dell’anno, nei lavori domestici e dei campi permangono ancora indelebili ed inconfondibili impronte delle più autentiche tradizioni che hanno caratterizzato un’epoca e ci riportano alle origini della nostra identità culturale».

dell’agricoltura, dell’agroalimentare dell’ambiente e della pesca. Chiediamo politiche ed azioni di sostegno al settore della Forestazione, in particolare: l’attivazione di una netta inversione di tendenza, rispetto a scelte non concertate ed improvvisate che hanno portato ad una pseudo riforma del comparto forestale, che porterebbe ad un inesorabile declino del settore,

rivalutando il settore non come un peso della collettività ma come una grande risorsa. Chiediamo poi di riprendere il dialogo della concertazione al fine di maturare orientamenti e scelte condivise per giungere ad una riforma dell’Afot o degli Enti strumentali capaci di assicurare prospettive di sviluppo e contrastare l’idea diffusa della Forestazione come assistenzialismo e quindi Bacino ad esaurimento, anziché come settore capace di aprire nuove opportunità e prospettive occupazionali. Crediamo in un Piano di Sviluppo che valorizzi ed esalti la funzione produttiva (filiera legno-energia), sfruttamento dei prodotti del bosco e del sottobosco, valorizzi il patrimonio boschivo e naturalistico per fini turistici, migliorando le infrastrutture, coniugando anche la grande ricchezza del mare che dista pochi chilometri dalla montagna ed infine la più importante: la funzione protettiva, per un territorio come la Calabria, ad alto rischio sismico, verso il dissesto idro-geologico e per evitare le frequenti catastrofi che spesso causano ingenti danni a persone e cose. Tale obiettivi si possono raggiungere creando un rilancio della forestazione, attraverso un nuovo assetto produttivo nelle zone interne, capace di evitare fenomeni di rarefazione, spopolamento e marginalizzazione. Chiediamo inoltre l’attivazione di interventi e politiche organiche di sostegno al settore dell’Agricoltura e dell’Agroalimentare, a livello Regionale, Nazionale ed Europeo,

capaci di migliorare il livello di cooperazione produttiva, pretendendo accordi e norme di legalità, che favoriscono, anche con finanziamenti mirati (Por-Fesr 2007/2013) le produzioni e la commercializzazione dei prodotti riducendo quei fattori che oltre al lavoro nero, allo sfruttamento di manodopera spesso extra-comunitaria, oggi danneggiano aziende, lavoratori e consumatori; la valorizzazione delle capacità professionali e delle esperienze maturate negli Enti strumentali, come l’Arssa nei settori della sperimentazione e dell’assistenza allo sviluppo agricolo e di quelle associazioni o Enti che operano per garantire la sicurezza alimentare; un Piano di miglioramento delle Infrastrutture di sostegno all’agricoltura, attraverso la forte valorizzazione del ruolo dei Consorzi di Bonifica che, superate le emergenze e avviata la nuova perimetrazione per ambiti, possono diventare strumenti importanti per il rilancio dell’Agricoltura. La Fai-Cisl chiede che si avviino e si rafforzino le politiche attive di difesa e di valorizzazione dell’Ambiente, in particolare il superamento dell’emergenza ambientale con la predisposizione di un Piano per i Rifiuti e le discariche illegali e legali esistenti nella Regione e che rappresentano, oggi, autentiche bombe ecologiche. La Fai-Cisl chiede alla politica un intervento serio, per salvaguardare gli 800 km di costa della Calabria, per accertare e bonificare caso mai ce ne fosse bisogno l’ambiente e la qualità del mare, fortemente compromesso al precario e inadeguato funzionamento degli impianti di depurazione e dall’altra al pericolo dell’inquinamento marino causato dal deposito di materiale inquinante in buona parte nel mare calabrese. Questa situazione di degrado, anche, ambientale ha determinato specialmente in questo ultimo anno, una grande crisi nel settore della Pesca, sospendendo di fatto l’attività lavorativa di migliaia di lavoratori, pregiudicando la sicurezza alimentare e riducendo anche ulteriormente l’indotto turistico.

Giuseppe Gualtieri

www.ildomani.it

::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Direzione

T&P Editori srl

Guido Talarico Orlando Rotondaro (responsabile)

Guido Talarico Amministratore

Redazione

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale)

Francesco Pungitore (caposervizio)

Recapiti telefonici-fax-email Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801

calabria@ildomani.it Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it arretrati@ildomani.it redazione@ildomani.it

Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

PRIMO PIANO

A pochi giorni dall’esito delle elezioni regionali, Il Domani ha intervistato in esclusiva il governatore uscente Agazio Loiero

«Calabria salvata, ora la farò virtuosa» di Alessio De Grano CATANZARO - Si avvicina il momento della verità per il governatore uscente Agazio Loiero. Tra poco meno di settantadue ore saprà - e sapremo - se i calabresi avranno scelto di rinnovargli la fiducia per un altro quinquennio. Nel frattempo, il presidente Loiero ha concesso al Domani un’intervista esclusiva, nella quale il Governatore, a 360 gradi, ha analizzato i temi "caldi" - dalla situazione politico-economica della regione alla questione Gioia Tauro, dalla programmazione comunitaria alla sanità - relativi al recente passato, all’inquieto presente e all’incerto futuro della Calabria. Presidente Loiero, quali sono le differenze tra il centrosinistra che vinse 5 anni fa, e che prevalse con uno scarto

Rispetto al passato, «la musica è cambiata. C’è una Regione che spende i soldi del’Ue, che risana interi settori... Per la mole di cose fatte, sembra passato un secolo rispetto allo scempio che ci aveva lasciato il centrodestra»

piuttosto rilevante, e quello che si presenta oggi a queste elezioni? «In Calabria, più che in altre regioni italiane e soprattutto meridionali, il centrosinistra è estremamente vivo. In questi cinque anni abbiamo avuto, nonostante la crisi profonda in cui era caduto il Pd, ottime perfomance elettorali, in ultimo l’elezione al Parlamento europeo di Mario Pirillo che ha ottenuto più consensi di Berlusconi. Chiaramente, cinque anni fa c’erano altre formazioni come Ds e Margherita e non c’era il Pd, c’era un governo regionale uscente (nel quale militava Scopelliti) che aveva deluso tantissimo. Noi abbiamo trionfato perché la gente soprattutto era stanca di quel modo di fare politica. Oggi la musica è cambiata. C’è una Regione che spende i soldi del’Ue, che risparmia e risana interi settori, che riorganizza l’ente col decentramento amministrativo e la riduzione del personale, che disegna strategie di sviluppo infrastrutturale, che sta finalmente realizzando quello che è stata l’ambizione sempre frustrata di tutti i governi regionali che si sono succeduti nel tempo, vale a dire la Cittadella regionale. Sono passati cinque anni, ma per la mole di cose messe in campo, sembra passato un secolo rispetto allo scempio che ci aveva lasciato il centrodestra. Questo i calabresi lo hanno capito e credo che si comporteranno di conseguenza premiando il lavoro, l’impegno e le cose

«Scopelliti ha avuto sei mesi per fare le liste e ha combinato un pasticcio, rinnegando le sue stesse scelte. Io non ho perso tempo, la mia attività di governo ha costituito la traccia per la migliore campagna elettorale che si potesse fare» fatte dalla nostra Giunta in questi peraltro difficili anni». Dopo tante vicissitudini lei è riuscito ad unire nuovamente il Pd e a ricompattare i suoi alleati, pensa che sarà un elemento vincente che le farà recuperare il tempo perso rispetto ai suoi avversari che sono partiti prima di lei? «La storia è semplice e può essere così raccontata. Ho dimostrato in questi anni una grande attenzione al problema delle alleanze. Pur essendo di prima legislatura ho favorito l’idea delle primarie, prima istituzionali e poi di partito. Vorrei sapere quanti altri, nelle mie condizioni, avrebbero manifestato la volontà di sottoporsi a tutte queste griglie. Per conto mio ho verificato, da un anno a questa parte soprattutto, un consenso popolare notevole e ho maturato la convinzione che il centrosinistra ce la può fare, anche senza l’Udc e nonostante la scelta dell’Idv di correre autonomamente lanciando un candidato che non ha alcuna possibilità di essere eletto presidente e che quindi potrebbe portare solo portare acqua al mulino della destra. Sul tempo perso, dico che i miei avversari non ne hanno affatto approfittato. Scopelliti, ad esempio, ha avuto sei mesi per fare le liste e tutti hanno potuto vedere quanti pasticci ha combinato, rinnegando le sue stesse scelte. Io non ho perso tempo perché la mia attività di governo e alcune conquiste importanti per i calabresi hanno costituito la traccia per la migliore campagna elettorale che si potesse fare». La Calabria, nonostante tutti gli sforzi profusi, ancora oggi non è del tutto decollata. Nel caso vincesse, ha già in mente come far rinascere questa

regione sotto il profilo sociale e soprattutto economico? «Forse non ha idea di come ho trovato questa Regione quando mi sono insediato. Premetto che non mi piace il gioco del rimbalzo di responsabilità, ma la Calabria, cinque anni fa, era letteralmente in ginocchio. Non lo dico io, ma lo sostengono i sindacati e tutte le associazioni di categoria. Noi abbiamo fatto miracoli. Stiamo utilizzando tutte le risorse messe a disposizione dall’Ue. In pochi anni cambierà il volto economico della Regione. Sul piano sociale abbiamo attuato misure anti crisi e approvato un piano anti povertà che ci ha consentito di guadagnare una premialità di 30 milioni dalla commissione Europea. In tutti i settori abbiamo seminato molto per rendere questa regione “normale”, sul piano economico e sociale».

«Abbiamo attuato misure anti crisi e approvato un piano anti povertà che ci ha fatto guadagnare una premialità di 30 milioni dalla Commissione europea. In tutti i settori abbiamo seminato per rendere questa regione “normale”» In una recente intervista Aponte, patron di Msc, secondo player al mondo per il movimento container, ha asserito che se il Porto di Gioia Tauro diventerà più competitivo porterà il 30 per cento di volumi in più. Attraverso quali strumenti si può far diventare più competitivo il Porto? «L’attuale Giunta regionale ha compreso, sin dal suo insediamento, che il porto di Gioia Tauro rappresenta un importante terminale strategico a livello nazionale e la più grande opportunità di sviluppo economico ed occupazionale a livello regionale e locale».

segue >


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO

segue >

«Il primo passo in questa direzione è stato il mantenimento in capo alla Presidenza della Giunta della delega sul porto di Gioia Tauro. Abbiamo realizzato poi un Piano di interventi che costituisce uno dei motori per lo sviluppo dell’intera regione e si inserisce tra i progetti strategici regionali del POR 2007/2013. Il Piano rappresenta, finalmente, un elemento unitario di riferimento, che individua delle direttrici, univoche e condivise, di sviluppo. In particolare sono 5 le grandi opere indicate: gateway ferroviario, secondo canale portuale; rigassificatore; piastra del freddo; nuovo interporto. A tali interventi infrastrutturali è affidato il compito di condurre, in un arco temporale di medio-lungo periodo, il porto di Gioia Tauro attraverso le successive fasi del suo sviluppo, da porto leader nel Mediterraneo per il transhipment anche a polo logistico integrato. Gioia Tauro sarà nei prossimi anni la porta dello sviluppo regionale».

ni Comuni calabresi: Riace, Stignano, Caulonia, Badolato, che hanno adottato un modello di integrazione autentica e su cui il regista Wim Wenders ha inteso realizzare un docu-film che sta ottenendo un successo di critica straordinario». La sua è stata una Giunta a cavallo di due programmazioni comunitarie, la prima 2000-2006 già avviata al suo arrivo,la seconda2007-2013 programmata dalla sua Giunta. Quali le differenze e le migliorie apportate? «La prima grande differenza è che il centrodestra di quella programmazione non aveva speso quasi nulla e se aveva speso quattrini, lo aveva fatto malissimo. E non aggiungo altro. Noi, intanto, abbiamo recuperato tutta la spesa e redatto un

Lei è riuscito a non far commissariare la sanità calabrese, cosa che sarebbe stato un danno evidente per la regione, ma rimane comunque un problema importante e delicato per il rientro del deficit. Come intende migliorare la situazione sanitaria che è deficitaria? «Il Piano Sanitario di Rientro, che abbiamo elaborato e proposto al Governo, è stato accettato dall’Esecutivo nazionale smentendo quanti speravano, per meschini calcoli elettoralistici, nel contrario. Il Piano coincide con un progetto ambizioso di rinnovamento e rafforzamento per adeguare la sanità calabrese ai livelli alti della scienza e dell’innovazionetecnologica.Misonorifiutato di tagliare e basta. Ho dimostrato che si poteva risparmiare e insieme rinnovare. Nei prossimi 5 anni lavorerò per realizzare il Piano e garantire in modo uniforme sull’intero territorio una sanità

Quanto a Gioia Tauro, l’obiettivo è quello di «condurre, nel mediolungo periodo, la struttura da porto leader nel Mediterraneo per il transhipment anche a polo logistico integrato. Gioia Tauro sarà nei prossimi anni la porta dello sviluppo regionale»

Come intende sfruttare il posizionamento mediterraneo centrico della Calabria nell’ottica dell’accoglienza e del confronto con i paesi della fascia nord africana? «A breve l’intero bacino del Mediterraneo sarà un mercato unico e aperto nel quale uomini, beni e servizi potranno liberamente circolare. Una prospettiva strategica per tutti i territori coinvolti, e in particolare per quelli dotati di snodi logistici importanti, come la nostra regione, che ospita il più grande porto dell’area, quello di Gioia Tauro. Sull’accoglienza poi siamo l’unica regione in Italia ad aver varato una legge sui rifugiati e i richiedenti asilo. Per questo abbiamo ottenuto l’alto patrocinio dell’Onu. È un risultato enorme, così come rivoluzionari sono gli esempi di alcu-

«Per far capire come abbiamo lavorato con i Por, cito solo una nota pubblicata dall’Ansa lo scorso 18 febbraio: "C’è grande soddisfazione nella Commissione Europea per la performance raggiunta dalla Calabria che al 30 dicembre 2009 aveva già impegnato più del 30% dei finanziamenti Fesr". Oggi la Calabria è vista come una regione virtuosa a Bruxelles».

piano, quello 2007-2013, che è stato giudicato come il migliore tra quelli presentati dalle regioni a obiettivo 1. Per far capire come abbiamo lavorato con i Por, cito solo una nota pubblicata dall’agenzia Ansa lo scorso 18 febbraio: "C’è grande soddisfazione nella Commissione Europea per la performance raggiunta dalla Calabria che al 30 dicembre 2009 aveva già impegnato più del 30% dei finanziamenti Fesr". Oggi la Calabria è vista come una regione virtuosa a Bruxelles. Quando arrivammo noi, nel 2005, la Calabria non godeva di alcuna credibilità proprio a causa di Scopelliti e soci, i quali erano stati pessimi nella gestione delle risorse comunitarie. Il nostro piano non è stato solo apprezzato, ma funziona e presto darà ricadute importanti sul tessuto socio-economico della Calabria».

Loiero con il vicepresidente regionale Cersosimo

ordinaria ed efficiente. Verranno chiusi ospedali vecchi, fatiscenti e pericolosi, per far posto a moderni presidi con servizi che garantiscano ai pazienti la certezza e l’efficacia della cura. La rete ospedaliera innovata verrà completata con 4 nuovi ospedali, sulla cui realizzazione negli ultimi mesi si sono fatti passi importanti. Da tutto questo mi aspetto, e il Governo mi ha dato ragione, la riduzione delle spese, dei viaggi della salute, dell’utilizzo anomalo della sanità. Sì, sulla sanità faremo molto, anche perché, in uno scontro duro e spesso strumentalizzato senza alcun rispetto per la sofferenza dei malati, abbiamo fatto emergere la verità del disastro del centrodestra, creando così le condizioni per una svolta reale».

Sanità: «Ho dimostrato che si poteva risparmiare e rinnovare. Nei prossimi 5 anni garantiremo sull’intero territorio una sanità ordinaria ed efficiente. I vecchi ospedali faranno posto a moderni presidi con servizi che garantiranno certezza ed efficacia della cura»


6

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

PRIMO PIANO Ecco le priorità del candidato del centrodestra che prova a stupire ancora tutta Italia

Scopelliti vuole ripartire dalla legalità e dalle infrastrutture di Alessandro Caruso "È ora di cambiare, insieme si può". Lo slogan scelto da Giuseppe Scopelliti è diventato un motto. Nel corso di questi mesi ha puntato tutto su una campagna di comunicazione molto concentrata sulla sua volontà di stravolgere e rivoluzionare i paradigmi della vecchia politica. La sua giovane età e la sua storia politica lo aiutano in questa sua impostazione. Ma sopratuttto il suo forte appeal nei confronti di giovani. Emerso dalle file giovanili del Msi, confluito poi in An, dai cui ranghi è approdato alla sindacatura di Reggio Calabria, fino al Pdl, Scopelliti rappresenta un’immagine di coerenza e credibilità nel cammino politico. La sua forza è stata anche la nomea di migliore sindaco d’Italia, come riportato da classifiche ufficiali. Un volto, insomma, che buca lo scherSulla sanità mo, e non solo in Calabria, ma "oltreconfine". A Roma, inindividuare e anche fatti, si è fatto molto amico la coformalizzare munità calabrese capitolina (ben 500mila anime), che lo ha fregiapercorsi di to di grandi accoglienze ogni si sia recato a Roma per integrazione qualvolta onorare i patti di gemellaggio culturale tra i due comuni e la sua ospedale grande amicizia col sindaco territorio e Gianni Alemanno. Molti occhi sono puntati ora su di lui, per stimolare il vedere se davvero riuscirà a sbanrapporto tra care, come dicono i sondaggi. Ecco alcuni dei suoi punti programpubblico e matici.

privato

SANITA’ La sua priorità, per quanto concerne la sanità, è la riorganizzazione del sistema sanitario regionale. Per cantare vittoria in questa battaglia vuole iniziare con il ripensare la rete regionale di assistenza ospedaliera e rafforzare la rete territoriale. Qualificare l’assistenza specialistica, individuare e formalizzare percorsi di integrazione ospedale - territorio e attivare meccanismi di rapporto tra il pubblico e il privato. Al fine di dare maggiore tranquillità agli operatori e ai pazienti, secondo Scopelliti, è necessaria un’efficace organizzazione delle unità operative di rischio clinico. Si tratta di una priorità per ovviare agli spiacevoli episodi di malasanità. Il settore ha bisogno di un riassetto, che il candidato del

Scopelliti con Gianni Alemanno

Nato a Reggio Calabria, il 21 novembre 1966 è laureato in Economia e Commercio. Il suo cammino politico inizia da ragazzo nelle file del Fronte della Gioventù, movimento giovanile del Msi, di cui nel 1990 ha ricoperto la carica di segretario provinciale fino a diventarne, nel 1993, segretario nazionale. Nel 1992 viene eletto Consigliere comunale a Reggio Calabria nelle liste del Movimento sociale italiano. Nell’aprile del 1995 si candida alle elezioni per il Consiglio regionale calabrese, risultando il primo eletto nella lista di Alleanza Nazionale. L’assemblea regionale lo elegge presidente del Consiglio regionale, carica che ricopre per tutta la durata della legislatura. Da presidente del Consiglio si rende protagonista, tra l’altro, dell’apertura, dopo oltre 20 anni, del palazzo del Consiglio regionale che ha sede a Reggio Calabria. Rieletto Consigliere regionale il 16 aprile 2000 nella lista di An, assume l’incarico di assessore al Lavoro ed alla Formazione professionale. Nel maggio del 2002, Scopelliti accetta di candidarsi a Sindaco di Reggio, la sua città natale, e vince le elezioni. Con le elezioni Amministrative del 27 e 28 maggio 2007, è stato rieletto Sindaco votato dal 70% dei cittadini, la più alta percentuale d’Italia, con 83.418 voti.

Giuseppe Scopelliti

centrodestra giudica indispensabile e inderogabile. LAVORO E OCCUPAZIONE I 27mila posti di lavoro che la Calabria ha perso solo nel 2009 testimoniano, a giudizio di Scopelliti, il fallimentare risultato delle politiche regionali attuate fino ad oggi. Fondamentale dunque migliorare da subito l’occupabilità per riportare a livelli accettabili il tasso di occupazione regionale. Per dare una svolta decisiva a questa situazione Scopelliti vuole intervenire con una manovra che coinvolga innanzitutto i giovani: le risorse finanziarie dei fondi europei potrebbero creare le condizioni ideali per combattere disoccupazione e inoccupazione dei giovani precari, degli adulti con scarse possibilità di reinserimento e di coloro che non riescono a confrontarsi con l’attuale contesto lavorativo. SVILUPPO E IMPRESA La difficoltà dell’accesso al credito, come è noto, ha soffocato la piccola e media impresa calabrese. Scopelliti vuole far ripartire l’economia. Per farlo propone di cominciare finanziando interventi a fondo perduto esclusivamente per la creazione di imprese, aderire immediatamente, dice, al progetto di creazione della Banca per il Mezzogiorno e riformare le Aree di sviluppo industriale. LEGALITA’ ’ Su questo delicato argomento Scopelliti ha ribadito più volte la sua intenzione di cambiare registro. No a ogni forma di clientelismo, no ad affidamento di incarichi istituzionali a persone sbagliate e sì al potenziamento delle forze dell’ordine. Necessario per la lotta alla criminalità organizzata è il supporto della magistratura. Per questo Scopelliti si è speso in più interventi a favore dello spostamento della Scuola Superiore di Magistratura a Catanzaro nonché per la velocizzazione della procedura, già attivata, di confisca dei beni di proprietà della mafia. INFRASTRUTTUREETRASPORTI Secondo il rapporto Svimez 2008, quello della Calabria è un "non sistema dei trasporti". Per migliorare questo sistema sono quat-

La scheda del sindaco di Reggio Calabria

No a ogni forma di clientelismo, no ad affidamento di incarichi istituzionali a persone sbagliate e sì a potenziare magistrati e poliziotti

tro gli assi sui quali il centrodestra vuole puntare: il trasporto pubblico locale, il sistema aeroportuale, quello portuale - con particolare riguardo nei confronti di Gioia Tauro - e le infrastrutture. In sinergia con il governo nazionale le priorità assolute restano l’alta velocità fino all’estremità della Calabria, strettamente connessa alla realizzazione del Ponte, garantire la corretta esecuzione dei lavori di ammodernamento dell’A3, mettere in sicurezza la statale 106 ionica attraverso costante e incisivo monitoraggio. AMBIENTE E TERRITORIO La sicurezza e la difesa dal rischio idrogeologico, sismico e da inquinamento vengono considerate da Scopelliti un punto cruciale date le caratteristiche sfavorevoli del territorio calabrese. La volontà è quella di preservare il territorio, realizzando politiche di salvaguardia ambientale programmando interventi per la messa in sicurezza delle zone a rischio. TURISMO, ARTE E CULTURA Per Scopelliti è ora di far decollare una delle maggiori risorse regionali: la mancanza di politiche di sostegno, unite all’assenza di una visione strategica del mercato, hanno mortificato il turismo calabrese. Quindi il turismo va inserito al centro delle politiche di sviluppo tramite politiche di marketing efficaci e non illusorie. La parola chiave è "turismo diffuso", ovvero il coinvolgimento dei privati.


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO Alla vigilia del voto ecco la presentazione del candidato di Italia dei valori e Radicali

Pippo Callipo, burocrazia e sviluppo le sue priorità di Cesare Giraldi "Io resto in Calabria... E ci resto". Questo è lo slogan elettorale scelto da Pippo Callipo, il candidato sostenuto dall’Italia dei valori e dai Radicali. Originario di Pizzo, Callipo è un personaggio prestato alla politica. Nasce come imprenditore e si è presentato al popolo calabrese per questa consultazione elettorale come un elemento di novità. E in questo spirito si concentra il suo principale messaggio: "votatemi perché sono diverso". Diverso da molte abitudini che, in più occasioni, ha descritto lui stesso come consolidate nel linguaggio e nella prassi dei politici calabresi e allo stesso tempo lesive per lo sviluppo della regione. La sua candidatura è stata palesata per prima in Calabria ed è stata sponsorizzata da Antonio Di Pietro e Marco Callipo propone la sua Pannella, ma soda Luigi storia come garanzia di prattutto De magistris, l’eucredibilità e affidabilità. rodeputato dell’Italiadeivalori,chene Quella di un uomo che, ha fatto una bandiera della politica come dice il perbene,disinteressata e moralmente suo motto, «non si impeccabile. Quesè mai piegato», ti sono solo alcuni dei punti principali lasciando del suo programma spiegati da lui intendere la sua stesso in un’interviincorruttibilità e sta a Radio radicale.

trasparenza

LEGALITA’ Ha più volte sottolineato come molte aree del Sud siano in mano a mafie e cattiva politica, citando il ritrovamento della nave dei veleni nel Tirreno cosentino. Lo sfondo comune, secondo lui, è l’illegalità diffusa nella pubblica amministrazione. «La sicurezza del cittadino è a rischio, specie se osa discostarsi dal linguaggio che le regole omertose impongono; per chi non è un "prenditore" ma un imprenditore che ha a cuore il suo business, vivere al Sud è un atto eroico», ha spesso ripetuto. Callipo propone la sua storia come garanzia di credibilità e affidabilità. Quella di un uomo che, come dice il suo suo motto, "non si è mai piegato", lasciando intendere la sua incorruttibilità e trasparenza. SANITA’ Sulla sanità tutti i candidati sono chiamati a dare risposte credibili. Il settore soffre una carenza di organizzazione e di efficienza. Secondo Callipo in Calabria le strutture sanitarie sono fatiscenti e l’assistenza ospedaliera è decisamente migliorabile. Allo stesso tempo ha sempre ribadito la certezza sull’esistenza di molte eccellenze e picchi di qualità, soprattutto con riferimento a medici. Per questo propone di rivedere le strutture e il personale infermieristico nonché di decidere quali ospedali devono rimanere e quali essere ripensati sulla base di specializzazioni. Non solo. Altro capitolo riguarda la spesa sanitaria. Callipo ha suggerito di monitorarla con maggiore accortezza perché ci sono molti sperperi. Questo passaggio dovrebbe avvenire pas-

dotti calabresi: ascoltare le esigenze degli imprenditori e delle categorie, anche di quelle professionali. Il suo campo di provenienza è il settore agroalimentare. Questo comparto necessita di più servizi, di tutti i tipi, dice, anche «anche la traduzione, in modo tale da poter intrattenere contatti con mercati esteri». Callipo propone la creazione di un centro adibito a tale funzione e ha già inviduato il luogo: il centro Agroalimentare di lamezia Terme, che è anche proprietà della Regione. «Noi creeremo posti di lavoro qui - ha ricordato più volte, citando anche la sua esperienza personale -. Come azienda spendo moltissimo per la realizzazione di analisi perché le devo fare svolgere fuori dalla regione visto che qui non si fanno. Le facciamo in Veneto presso strutture dove, paradossalmente, ci sono molti calabresi che lavorano». NUCLEARE E PONTE SULLO STRETTO Su questi due temi tutti i candidati calabresi sono stati chiamati spesso a esplicitare le loro posizioni nel corso di questa campagna elettorale. Callipo ha sempre manifestato la sua netta e incondizionata contrarietà sia all’introduzione del nucleare sia alla realizzazione del Ponte sullo Stretto. In luogo di quest’ultima opera è dell’idea che si debbano investire maggiori risorse per la statale 106 e per le ferrovie regionali.

sando innanzitutto dall’esclusione di tutte le ingerenze politiche nella gestione del settore e limitarsi a dettare solo le linee guida. BUROCRAZIA Callipo è un uomo che nasce nell’impresa. Da molti viene considerato una voce attendibile da ascoltare soprattutto con riferimento alle problematiche che affliggono il settore imprenditoriale, a cominciare dalla burocrazia, che spesso viene accusata di mettere in ginocchio le prerogative delle imprese. Per questo Callipo ha messo tra i primi punti del suo programma le sue idee e proposte su questo argomento: l’intervento, a suo giudizio, dovrebbe partire da una riorganizzazione degli uffici regionali, puntando a una specializzazione degli impiegati. Necessario anche un approccio più meritocratico nel reclutamento del personale. Questo obiettivo può essere conseguito attraverso un sistema nuovo. Callipo propone, infatti, di «dare incentivi alle persone trainanti che si danno da fare». E lancia la sua promessa stile Brunetta: «Faremo un ufficio a cui far rivolgere la gente che ha denunce da fare ai danni della macchina burocratica». IMPRESE E SVILUPPO Questo è il settore chiave per un candidato che ha guidato per diversi anni la Confindustria regionale. Su questi argomenti Callipo punta a essere più convincente dei suoi avversari. Il problema, secondo lui, sta nel poco ascolto nei confronti degli imprenditori da parte delle istituzioni regionali. A suo giudizio bisogna saper valorizzare i pro-

Pippo Callipo con Luigi De magistris

LISTE CHE LO SOSTENGONO La coalizione che porta Callipo è composta da "Italia dei valori", la lista "Io resto in Calabria" e dai "Radicali".

«Bisogna saper valorizzare i prodotti calabresi: ascoltare le esigenze degli imprenditori e di tutte le categorie»

La Scheda del Cavaliere del Lavoro Pippo Callipo è nato a Pizzo nel 1946. Cavaliere del Lavoro, rappresenta la quarta generazione dei Callipo che, dal 1913, si sono avvicendati al timone dell’azienda di famiglia, la "Giacinto Callipo Conserve Alimentari SpA", che da oltre 90 anni produce e commercializza tonno e altri prodotti ittici. Parallelamente alla crescita aziendale è cresciuto il suo impegno nel sociale: nel 1994 assume la Presidenza della Confindustria di Vibo Valentia e la guida per quattro anni; nel 1993 promuove la costituzione della Banca di Credito Cooperativo di Maierato e ne diviene consigliere d’amministrazione fino al 1995 quando è chiamato a far parte del Cda della Banca popolare di Crotone, oggi denominata Banca popolare del Mezzogiorno. Dal novembre 1995 al gennaio 1996 diviene, per nomina regionale, commissario straordinario del consorzio nucleo industriale di Vibo Valentia. Dal 2001 fino al mese di Luglio del 2006 è stato il presidente della Confindustria regionale della Calabria e contestualmente membro di giunta di Confindustria Roma. È noto anche per il suo impegno nello sport: la sua Volley Tonno Callipo è una delle maggiori squadre di pallavolo italiane.


8

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

PRIMO PIANO

Scajola: pieni voti alla Calabria Annuncia i notevoli successi della innovazione tecnologica delle nostre aziende con dieci progetti fra i primi in Italia di Gam ROMA — Hanno superato una rigida selezione, che ha visto competere 429 progetti presentati da quattromila imprese e centri di ricerca di tutto il territorio nazionale, e alla fine hanno vinto, risultando tra le eccellenze del Made in Italy che hanno puntato sull’innovazione. Si tratta dei dieci progetti di innovazione tecnologica che hanno visto l’impegno di imprese e centri di ricerca calabresi e che sono risultati meritevoli ai fini dell’ottenimento dei finanziamenti del ministero dello Sviluppo economico, al termine della selezione del bando "Nuove tecnologie per il Made in Italy". «La Calabria ha saputo

rappresentare l’eccellenza nei settori strategici del nostro Made in Italy - ha commentato il Ministro Claudio Scajola - I progetti sono stati presentati da grandi aziende leader del Made in Italy, ma anche da piccole e medie imprese pronte a innovare, che hanno superato la tradizionale diffidenza a cooperare e si sono aggregate per filiere verticali o orizzontali in partenariati che coinvolgeranno venticinque imprese e centri di ricerca sul territorio. Un motivo di orgoglio per il rilancio dell’economia della Calabria». I dieci progetti calabresi vincitori comporteranno un investimento complessivo di 15 milioni di euro, di cui il 40% finanziato dal ministero dello Sviluppo economi-

co, con un impiego di circa 200 tra ricercatori e tecnici. Alcuni esempi: sistemi integrati wireless multifunzionali (Università Mediterranea e della Calabria), sistema avanzato per la logistica, il packaging ed il tracking (Iris Technologies), tornio verticale multifunzionale (ITE). Il bando Made in Italy è il terzo "Programma di Innovazione Industriale" finanziato dal ministero dello Sviluppo economico dopo quelli su "Mobilità Sostenibile" ed "Efficienza Energetica". Complessivamente, gli incentivi in corso di erogazione ammontano a circa 700 milioni.

Le imprese crotonesi, già in ginocchio per la crisi, chiedono più flessibilità per poter far fronte ai debiti nei confronti di Equitalia

Lettera aperta a Silvio Berlusconi di Sofia Ricciardi CROTONE — La crisi economica degli ultimi due anni, oltre a crearne di nuovi, ha avuto anche l’effetto di aggravare i problemi che già c’erano, con il risultato che le tante piccole e medie imprese italiane hanno dovuto fare i conti con la crecente difficoltà di accedere al credito, da una parte, e con un progressivo dilatamento dei tempi di incasso dei guadagni, dall’altra. Se tutti hanno meno soldi, il ciclo economico, soprattutto se costitito da diversi passaggi, inevitabilmente rallenta, e se rallenta sono dolori per tanti imprenditori. Questo è il contesto in cui si colloca la lettera che il Presidente della Camera di commercio di Crotone, Fortunato Roberto Salerno, ha inviato, ieri, al Presidente del Consiglio Silvio Berlu-

«La crisi di molte aziende è avviata proprio dai ritardati pagamenti dello Stato e della Pubblica amministrazione, ritardi che determinano fermi

sconi, al ministro delle Finanze Giulio Tremonti ed al ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola in merito alla questione della riscossione dei crediti da parte di Equitalia. Lo Stato, poi, ha le sue colpe: «come denunciato spesso da tanti imprenditori, la crisi di molte aziende viene avviata proprio dai tardati pagamenti dello Stato e della Pubblica amministrazione, ritardi che spesso impediscono di far fronte alle ingiunzioni emesse proprio da questi stessi enti determinando l’emissione dell’ipoteca, i fermi amministrativi, la segnalazione verso la centrali dei rischi ed il blocco di ogni forma di credito». Il territorio del crotonese è doppiamente gravato. Oltre a sopportare le conseguenze della chiusura delle fabbriche avvenuta agli inizi degli anni Novanta, rischia di impoverirsi ulteriormente perché sempre più imprese sono esposte al pericolo di chiusura. Equitalia, la società dell’Agenzia delle Entrate operante nell’ambito della riscossione dei debiti erariali, infatti, attualmente opera in modo tale che, nel caso in cui gli imprenditori non riescano ad onorare i proprio debiti, è autorizzata a procedere con il fermo amministrativo delle attività aziandali. Si legge nella lettera: «Siamo fermamente convinti che sia indispensabile onorare i debiti con il regolare pagamento degli

stessi e, per tale motivo, riteniamo che il sistema del Durc introdotto dallo Stato sia molto efficace per accertare e favorire la regolarità contributiva, (Il Durc è il certificato che, sulla base di un’unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di un’impresa per quanto concerne gli adempimenti Inps, Inail e Cassa edile verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento, ndr). Tuttavia è necessario agevolare gli imprenditori nelle operazioni di estinzione dei loro debiti. Infatti, centinaia di piccoli imprenditori e commercianti, che quotidianamente affrontano il rischio di impresa in condizioni di difficile accesso al credito, deficit infrastrutturale e problemi dovuti alla criminalità organizzata, oggi si trovano a dover fronteggiare le ipoteche emesse sui loro beni e conto correnti da Equitalia. Ipoteche che, se dovessero concretizzarsi in sequestri e nella successiva vendita di beni, determinerebbero il fallimento di centinaia di aziende, già prostrate dalla crisi, riducendo sul lastrico le famiglie dei tanti lavoratori cui queste imprese garantiscono occupazione». Insomma le moratorie sui debiti non bastano, e la Camera di commercio di Crotone, attraverso il suo presidente, si mobilita elencando le sue richieste: «Chiediamo che venga applicato un tasso di interesse legale, che il fermo ammini-

strativo non riguardi i mezzi impegnati per le attività d’impresa e, soprattutto, che sia esclusa la possibilità per Equitalia di intervenire sui conti correnti relativamente alla disponibilità della singola azienda, imprendendo così ogni operatività della stessa impresa e, di conseguenza l’impossibilità di continuare ad operare per far fronte all’estinzione dei debiti, provocando la mortalità di molte aziende e l’aumento della disoccupazione. In conclusione, mi permetto di proporre che in fase di rateizzazione gli accordi prevedano il pagamento attraverso Rid bancari, e quindi che Equitalia, mediante un accordo diretto con gli istituti bancari, prelevi mensilmente o trimestralmente le somme dovute». Sono richieste raginevoli, in temoi di "exit strategy" e lo Stato, un pessimo pagatore, dovrebbe tenerne conto.

«Chiediamo che venga applicato un tasso di interesse legale e che il fermo amministrativo non riguardi i mezzi impegnati in attività di impresa»


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO Il segretario Filt-Cgil, Salvatore La Rocca, torna a chiedere delle misure concrete per le imprese che orbitano attorno al porto calabrese e una rete di servizi

«Gioia Tauro per la Calabria è più importante di Fiat per il Piemonte» di Gaia Mutone GIOIA TAURO — «Non serve fare grandi pianificazioni quando, in realtà, il degrado del territorio è sotto gli occhi di tutti. Mancano quei servizi elementari che un potenziale cliente del porto pone tra le prime richieste, prima di decidere di spostare la sua attenzione altrove. È inutile, quindi, costruire nuovi capannoni se quelli esistenti sono chiusi». Francesco De Bonis, amministratore delegato della Ico-Blg Italia, la società che nel porto calabrese di Gioia Tauro gestisce il transhipment delle auto che la Honda destina al mercato italiano, sintetizza in questo modo la situazione attuale e le gravi carenze strutturali che continuano a condizionare pesantemente ogni ipotesi di rilancio del porto. Di infrastrutture e di servizi si è discusso ampiamente nel corso della riunione del Comitato por-

tuale di Gioia Tauro tenutasi giovedì su richiesta di Salvatore La Rocca, segretario della Cgil. In effetti il punto è proprio questo. Ormai tutti hanno compreso che la posizione geografica strategica del porto calabrese non è più sufficiente a garantirne la sopravvivenza, e tutti concordano sul fatto che senza interventi urgenti, al di fuori di una normale pianificazione, si rischia di perdere troppi treni. «L’attuale crisi - ha affermato La Rocca - non può essere risolta con l’adozione del Piano regolatore portuale che è uno strumento di pianificazione e non un metodo per risolvere le emergenze». I segnali economici congiunturali ci dicono che il commercio, e quindi gli scambi, stanno ricominciando lentamente a far registrare dei numeri positivi, e in un quadro generale in cui i consumi si stanno progressivamente spostando a favore di aree e mercati nuovi, data anche la debolezza dei mercati interni euro-

Accordo quadro da 344 milioni di euro per il nuovo polo logistico di Gioia Tauro, 163 già disponibili GIOIA TAURO — Si ha l’impressione che il problema del porto di Gioia Tauro sia ad un momento di possibile svolta. È stata presentata questa mattina a Gioia Tauro dal sottosegretario agli affari regionali Sergio Laganà e dal direttore generale per la programmazione dei fondi europei Salvatore Orlando la delibera di giunta che ha approvato l’Accordo di programma quadro per il polo logistico intermodale di Gioia Tauro. «Con l’approvazione dell’Accordo di programma quadro, si è passati - ha dichia-

rato Laganà - dalla fase della progettazione a quella della realizzazione del nuovo porto di Gioia Tauro». «La Commissione europea - ha evidenziato Orlando - nel corso dell’ultimo sopralluogo effettuato dai commissari europei lo scorso dicembre a Gioia Tauro, aveva imposto alla regione di impegnare i quattro settimi dei fondi a disposizione entro il 20 marzo. Una scadenza che la regione ha rispettato con l’approvazione dell’Accordo di programma quadro da parte della giunta lo scorso 27 febbraio. Pensiamo di poter sottoscrivere l’Apq il prossimo primo aprile». L’accordo prevede

pei, riprogettare parzialmente la mission del porto è l’unica possibilità di sopravvivenza. Il transhipment resta ancora la maggiore opzione per Gioia, ma per il segretario della Filt-Cgil nulla di nuovo può essere fatto senza il sostegno del Governo nazionale: «In questi giorni di continui attacchi al settore del transhipment, non c’è stato un parlamentare che abbia difeso i 3 porti italiani

Gli Armatori: «In 15 anni non si è mosso nulla sul territorio. I tanti programmi di crescita sono rimasti ai margini» del Mediterraneo. Dopo le dichiarazioni del presidente dell’Authority di Genova, tante sono state le dichiarazioni politiche che hanno parlato di declino del transhi-

investimenti per un totale di quasi 344 milioni di euro, dei quali 163 sono già a disposizione e quindi immediatamentespendibili.«Abbiamomantenuto l’impegno di definire l’Accordo entro la fine della legislatura - ha aggiunto Laganà consentendo al porto di Gioia Tauro di ottenere le risorse necessarie per avviare tutti i progetti di sviluppo che manterranno lo scalo calabrese tra i più competitivi del mondo. «Tutti i progetti - è stato spiegato da Orlando - dovranno essere realizzati e rendicontati entro il 2015». Come ha precisato il presidente dell’Autorità portuale, Giovanni Grimaldi, il futuro del porto dipenderà dalla portata degli interventi che si deciderà di realizzare e dalla ricaduta che avranno sul territorio circostante. Continuare ad operare in modo isolato, solo conl’opzionedeltranshipment non è possibile. Data la presenza di professionalità e di diverse maestranze portuali «è necessario avviare una serie di attività che siano collegate al transhipment e che abbiano ricaduta sul territorio e rendano competitiva l’offerta dei nostri servizi. Bisogna pensare al futuro in un’ottica di politica economica allargata». So.R.

pment». Alzare delle barricate tra Nord e Sud del Paese non giova a nessuno e avere una funzionale pianificazione portuale è una questione nazionale, non solo calabrese. Parlare di Gioia Tauro, inoltre, non è solo parlare di porto: dotando lo scalo di servizi maggiormente diversificati, si potrebbe assicurare una maggior ricaduta sul territorio circostante, che, come hanno anche ricordato gli armatori, negli ultimi quindici anni è stato solo marginalmente sfiorato da politiche di rilancio. Le richieste che vengono da La Rocca puntano a mettere in pratica una serie di misure a favore «di tutte le imprese che gravitano nell’area portuale, dalle grandi alle piccole, che devono essere sostenute nelle loro attività rispetto agli istituti bancari che, spesso, bloccano l’accesso al credito. Dopo tutto Gioia Tauro per la Calabria è molto più importante della Fiat per il Piemonte». Siamo al paradosso: un porto con una

17% È la contrazione che nel 2009 hanno fatto registrare i traffici del porto di Gioia Tauro

posizione startegica unica per l’intero traffico del Mediterraneo, circondato da un territorio che non è mai riuscito a svilupparsi, e che gravemente deficitario dei più elementari servizi. C’è da considerare anche che ormai qualsiasi discorso si faccia, a maggior ragione se si parla di infrastrutture, non è mai una questione che interessa a pochi. Le Regioni, se vogliono sopravvivere al federalismo, dovranno almeno riuscire a sfruttare il proprio potenziale.


AsteInfoappalti

10

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010 TRIBUNALE DI CATANZARO Prima sezione civile Il Giudice Istruttore, Dott. Giuseppe Cava, nella causa di divisione n. 168/2008 A scioglimento della riserva assunta all"udienza del 28 gennaio 2010; Dispone la vendita senza incanto del compendio di seguito descritto: Lotto 1: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg.39 part.87 sub.9" al prezzo base di euro 355.600,00; Lotto 2: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 87 sub.11" al prezzo base di euro 174.000,00; Lotto 3: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 508 sub. 2" al prezzo base di euro 52.560,00; Lotto 4: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 508 sub. 3" al prezzo base di euro 52.440,00; Lotto 5: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 508 sub. 17" al prezzo base di euro 31.320,00; Lotto 6: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 508 sub. 18" al prezzo base di euro 26.560,00; Lotto 7: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 508 sub. 20" al prezzo base di euro 24.300,00; Lotto 8: "unità immobiliare in Catanzaro identificata in catasto al fg. 39 part. 508 sub. 21" al prezzo base di euro 31.320,00; fissa per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 18.05.2010 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 3.000,00, l'udienza del 19.05.2010 ore 9,30; dispone che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedimento n.168/08" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto da imputare a cauzione. Gli immobili meglio descritti nella relazione tecnica consultabile in Cancelleria, saranno venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti, alla situazione energetica e alla situazione edilizia e urbanistica; L'aggiudicatario, dovrà versare in il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione; Le spese di trasferimento restano a carico dell'aggiudicatario; Dispone che entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, si provveda, a cura di parte diligente, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all'art.498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet "www.aste.eugenius.it" e diffusione sul quotidiano "Il Domani". Manda alla cancelleria di provvedere all'avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c.. Dispone che nelle suddette forme di pubblicità sia omessa l'indicazione delle generalità del debitore e degli altri condividenti nonché di ogni altro dato personale idoneo a rivelare l"identità dei medesimi ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Catanzaro 2.02.2010 Il Giudice Dott. Giuseppe Cava °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che nella procedura esecutiva n. 48/08 R.G.Espr. Il Giudice dell’esecuzione, dr.ssa Giovanna Gioia, visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita, Ha disposto la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico “Villetta a due pani unifamiliare con annessa corte di mq 400,00, in loc. Colaierni del Comune Girifalco, in catasto al fg. 47 part.43 sub 1 al prezzo base di euro 237.975,00; ha fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 11.05.2010 ore 12,00; Ha fissato per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 3.000,00, l’udienza del 12.05.2010 ore 9.30; ha disposto che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 48/08” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria. Sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva; ha disposto che il creditore procedente provveda. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art.498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executivis. Ha mandato alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt.49A e 570 c.p.c. Ha disposto che nelle suddette forme di pubblicità siano omessi l’indicazione delle generalità del debitore e di ogni altro dato personale idoneo a rivelare l’identità del medesimo ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Nomina custode dell’immobile pignorato l’ing. Giovanni Barbuto. mandando alla cancelleria per 1’avviso. Catanzaro, 09.12.09 °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che Il Giudice dell’esecuzione, dott. ssa Maria Carmela Andricciola ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nei procedimento n. 58/07 R.G.E. pendente tra … e visti gli atti; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: lotto 1: locale ad uso laboratorio artigianale, in Montepaone, Via degli Aurunci s.n.c., sup. mq 410, in catasto al foglio 10 p.lla 398 sub. 3 prezzo base: euro 253.688,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 58/07 recante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 11.05.2010, sono a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 12.05.2010. Aumento minimo in caso di gara euro 3.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare 1l prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste e sul sito internet www.aste.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 09.12.2009 °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL CANCELLIERE comunica che il Giudice dell’Esecuzione, ruolo Dott.ssa Gioia, nella procedura esecutiva n. 14/04 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni:

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Lotto Unico: albergo ristorante a tre piani fuori terra oltre cantinato e area scoperta circostante, sito in Davoli Marina (CZ) località Felluso, sup. mq 191 il seminterrato, 275 il piano terra, 207 il primo piano, 149 il secondo piano, 30 i servizi, 2800 la Corte esterna, 360 balconi e terrazza, in catasto foglio 15 part. 135, 134 e 78; Prezzo base d’asta ridotto Euro 303.019,50 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima e nella relazione integrativa consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art 572 cpc è fissata in data 26/05/2010. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n. …” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando l’offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara fra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in Euro 3.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 cpc entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicati entro il suddetto termine, oltre che nelle forme di legge, mediante le seguenti inserzione: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 20 gennaio 2010 L’operatore Giudiziario °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI Il Giudice dell’Esecuzione Dr. Giovanna Gioia nella procedura esecutiva n. 267/1995 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza Incanto dei seguenti beni: lotto 1: capannone artigianale in comune di Torre di Ruggiero loc. Logge composto da due locali a piano terra, di cui uno adibito a marmificio e uno a magazzino, oltre locali accessori per servizi sup. mq. 314,15 in catasto foglio 13 par. 571. Prezzo: euro. 28.028,36 Lotto 2: composto da: 1) magazzino in comune di Argusto via Spasari n.3 piano terra sup, mq. 126,3, in catasto foglio 5 p.lla 361 sub. 2, magazzino in comune di Argusto, via Spasari n. 3 piano terra sup. mq. 124,4, in catasto foglio 5 p.lla 361 sub. 3 - abitazione in comune di Argusto via Spasari n. 3 piano terra due vani ed accessori, cinque vani ed accessori al primo plano e locale sottotetto; sup. mq. 215,16, in catasto foglio 5, p.lla 361 sub. 4; terreno area: urbana in comune Argusto via Spasari n. 3 sup. mq. 1.100, in catasto foglio 5 p.lla 361 cat. Seminativo cl.1 Prezzo: euro 112.426,31 lotto 3: terreno in comune di Argusto loc. Ferruso sup. mq. 800; in catasto foglio 5 p.lla 385 cat. seminativo erborato, terreno in comune di Argusto loc. Ferruso, sup. mq. 1920, in catasto foglio 5 p.lla 386 cat., Ulivetato, terreno in comune di Argusto loc. Ferruso, sup. mq. 1250, in catasto foglio 9 p.lla 65 cat. Uliveto, terreno - in comune di Argusto loc. Ferruso, sup. mq. 42, in catasto foglio 5 p.lla 262 cat.; Fabbricato rurale. Prezzo euro 72.632,53. lotto 4: 500/1000 abitazione in Comune d’Argusto via Bellavista n.11, composto da: un vano e accessori al piana terra e 2 vani e accessori al primo piano e 1 vano ed accessori al secondo piano sup. mq. 147, in catasto foglio 6. P.lla 163, cat. A/4 cl 1. Euro 10.241,02. Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 cpc è fissata per il 26 MAGGIO 2010. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12:00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n. 267/95” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo d’acquisto dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento relative all’immobile aggiudicato saranno a carico della procedura esecutiva. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine di quarantacinque giorni, oltre che nella forme di Legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 20.01.2010 L’operatore giudiziario Ficchì Miryam TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 78/1989 promossa da CARICAL ora I.G.C. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “diritto di piena proprietà sul terreno in Ardore, contrada Avolio, con sovrastante fabbricato destinato a deposito, riportato: 1) al catasto terreni al foglio 37 - Particella 329 - Qualità: Ente Urbano - Superficie 960 mq.; 2) al catasto fabbricati, Foglio: 37 - particella 329 - Sub 5 Categoria C/2 - Classe 1 - Consistenza 280 mq. - Superficie Catastale 364 - Rendita Euro 433,82” Prezzo base del lotto: Euro 23.850,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese15% del prezzo L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 21.05.2010, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. Ogni offerente dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno anteriore all’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base d’asta sopraindicato da imputarsi per il 10% a titolo di cauzione e 15% a titolo di spese presuntive di vendita mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. L’aggiudicatario, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, dovrà depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. LUISA SORRENTI (Tel. 0964.235009). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 21.05.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 15 marzo 2010 IL CANCELLIERE

A CURA DELLA

MEDIATAG

°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (Ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 cpc) che il Giudice dell’Esecuzione Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 49/2004 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Piena proprietà dell’unità immobiliare sita nel Comune di Siderno (RC), composta da un fabbricato a due piani fuori terra oltre seminterrato, riportato nel catasto al foglio 30, particella 301; sub 1: scala comune; sub 2: appartamento al piano terra rialzato (mq. 91 circa); sub 3: lastrico solare al piano primo (mq. 117 circa); sub 4: appartamento al piano seminterrato (mq. 110 circa); sub 5: corte comune (mq. 186 circa)” PREZZO BASE: Euro 230.580,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita del 28.07.2007- punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 06.05.2010 con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita da RIDURRE DI 2/4, alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; - l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; - l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita del 28.07.2007- punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 01.07.2010, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita da RIDURRE DI 2/4 alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Luisa SORRENTI (Tel. 0964.235009) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 15.03.2010 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.Es. Imm.: 49/2004 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS .... , ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell’attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l’incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Arch. N. A. Mazzone) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579 cpc, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore al prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 23.11.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente: potrà avvalersi della facoltà di subingresso nel mutuo, assumendosene gli obblighi relativi, secondo quanto indicato nell’art. 41 comma V, T.U.B. (versamento alla,banca di quanto dovuto per rate scadute, accessori e spese entro 15 gg. dall’aggiudicazione); - nel termine perentorio di gg. 50 dall’aggiudicazione dovrà versare direttamente alla banca mutuante IGC SPA (ora Italfondiario quale procuratore di Castello Finance srl) la parte del prezzo corrispondente al credito della medesima vanto per capitale, accessori e spese (salva la facoltà di subingresso nel mutuo di cui infra); a tal fine sarà l’Istituto mutuante a comunicare tempestivamente l’importo del credito; - nel termine di gg. 60 dall’aggiudicazione dovrà versare l’eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l’importo della cauzione, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Siderno, Locri e Mar. di Gioiosa Jonica (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 03.04.2008 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 28 luglio 2007 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. DAVIDE LAURO


12

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Idv, Messina scrive al prefetto di Catanzaro: grave situazione a Lamezia LAMEZIA TERME - Ignazio Messina, commissario dell’Italia dei Valori della regione Calabria ha scritto al prefetto De Rose di Catanzaro per rappresentarle la difficile situazione della provincia di Catanzaro, ed in particolare della città di Lamezia Terme, dove si vota per l’elezione del sindaco e per il rinnovo del Consiglio comunale e dive si susseguono continue intimidazioni nei

confronti dei candidati, che lasciano presagire ulteriori azioni criminose dirette al condizionamento del voto. «In considerazione di ciò -ha scritto Ignazio Messina - le chiedo di intervenire con ogni mezzo a sua disposizione al fine di assicurare il regolare svolgimento delle operazioni elettorali, assicurando una significativa presenza delle forze dell´ordine presso i seggi per

garantire ai cittadini il libero esercizio del proprio diritto di voto senza timore di dover subire condizionamenti e azioni illegittime di alcun genere». A Lamezia Terme come è noto sono stati diversi gli atti intimidatori sia contro alcuni candidati a sindaco e sia nei confronti di alcuni candidati al Consiglio comunale. r.c.

Severo j’accuse del segretario della “lista Scopelliti presidente” all’indirizzo del governatore uscente. Critiche anche al presidente dell’Ordine dei giornalisti

Elezioni regionali, Caligiuri: per Loiero la Calabria è il Ruanda CATANZARO - «I cinque anni di buongoverno di Loiero li hanno visti solo i pochi che hanno potuto godere delle sue clientele, peraltro pagate interamente dai calabresi anche per i prossimi decenni. Basta questo per bocciare senza appello questo indecente modo di governare». Così Mario Caligiuri, segretario regionale della Lista "Scopelliti presidente". «Evidentemente - sostiene Caligiuri - il presidente Loiero ritiene che i calabresi abbiano l’anello al naso. I disastri nella sanita’, nell’ambiente e

«Con il piano per Sud voluto dal Governo Berlusconi arriveranno 250 miliardi di euro tra infrastrutture e sostegno alle imprese, sgravi fiscali e un fondo unico che eviterà le dispersioni. Per il Mezzogiorno si annuncia una primavera che si candida ad essere decisiva nel sovvertire il divario storico con il resto del Paese. Il governatore Scopelliti sarà uno dei protagonisti di questa stagione chedovrà proiettare il Sud in una dimensione di crescita e di lievitazionesocioeconomica.Sitratterà di recuperare realmente le

deniaunanotadell’ufficiostampa del Pdl - ha realizzato una portentosa intervista con il presidente Loiero trasmessa nella versione on line. L’intervista, acritica e surreale , è stata realizzata con il contributo fattivo del direttore della web tv regionale, che si chiama sempre Giuseppe Soluri .Un pezzo di cronaca nel quale Loiero viene definito "testardo e pervica-

ce, capace di evitare il commissariamento della sanità". Probabilmente non è il massimo dell’etica professionale. Ma se una forza politica volesse protestare per il doppio incarico dovrebbe rivolgersi al presidente dell’Ordine dei giornalisti, che è sempre Giuseppe Soluri .Non c’è che dire: il Loiero che mette i tacchi al suo senso etico parlando di Rai occupata

L'Aula del Consiglio regionale calabrese

vocazioni naturali delle Regioni e dimensionarli in un’ottica mediterranea per come anticipato dal governatore Scopelliti». Strali pesanti, infine, contro l’informazione e il rapporto tra essa e Loiero, in particolare con il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri. «Il direttore de "Il Giornale di Calabria", Giuseppe Soluri - evi-

e poco libera è lo stesso che non ha pudore nell’utilizzare questa triade di opportunità tutte racchiuse in un solo soggetto, peraltro l’unico giornalista d’Italia ad essere direttore di due testate. Come direbbe Trilussa, un’intervista "cor programma politico a colori, pe sbaraglià la vista agli elettori"».

Agazio Loiero sui cantieri della Cittadella regionale a Germaneto

dall’inizio dei lavori, dopo un lungo iter burocratico e molte resistenze, la Casa dei Calabresi diventa realtà. Qui troveranno posto circa 2000 persone, ma non solo. Ci saranno anche bar, caffetterie, uffici di relazione con il pubblico, persino un asilo nido. Una città di uffici e servizi, che si estenderà su una superficie di 65 mila metri quadri. Grande come dieci campi di calcio». Loiero ieri ha fatto il giro del cantiere A fargli strada il capocantiere assieme al responsabile unico del procedimento, Michele Lanzo. Un operaio col tipico elmetto giallo di protezione porta una bottiglia di spumante: «bisogna festeggiare». dice. Spetta al presidente stapparla. Si brinda con un lungo applauso e un incitamento a continuare su questa strada. L’investimento complessivo per la realizzazione dell’opera è di oltre 126 milioni di euro. «Una grande opera che tutti i calabresi potranno seguire durante le fasi del suo completamento grazie ad una web cam puntata sul cantiere 24 ore su 24. Basta collegarsi al sito www.cittadellaregionale.it».

Pd, appello di Puccio: tutte le buone ragioni per votare Agazio! LAMEZIA TERME - Appello al voto di Giovanni Puccio dirigente regionale del Pd. «Un voto al Pd per dare più forza ad un partito che difende gli interessi del Mezzogiorno e i principi democratici e costituzionali. Un voto a Loiero per continuare l’opera di ricostruzione e di modernizzazione della Calabria mettendo al centro nuove politiche di sviluppo sulla valorizzazione delle nostre

r.c

Loiero ai cantieri della Cittadella: «Avevamo promesso di farla prima della fine della legislatura. Ed eccola!» CATANZARO - «Avevamo promesso di farla vedere ai cittadini prima della fine della legislatura. Ed eccola! Potete vederne quasi l’intera struttura». E’ soddisfatto il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, in visita ai cantieri della Cittadella mostrando ai giornalisti lo stato di avanzamento della sede dalla Regione. «In poco tempo si è riusciti là dove, in tanti anni, le amministrazioni che si sono succedute, non sono riuscite. Oggi, a pochi mesi

nell’occupazione vengono ogni giorno toccati con mano da tutti. Gli atti conclusivi del suo fallimentare mandato hanno riguardato concorsi, assunzioni, consulenze e altre offensive pratiche clientelari dell’ultimo minuto per tentare di condizionare il libero voto della gente. Non avviene questo neanche in Ruanda». In casa Pdl c’è la convinzione che

Mario Caligiuri

risorse umane e naturali. Più forza al Pd anche dalla Calabria per contribuire - a livello nazionale - a mandare a casa il Governo più antimeridionale della storia d’Italia, che non solo non ha nessun progetto di sviluppo, ma rapina anche i fondi destinati al Mezzogiorno per utilizzarli nelle regioni del Nordest. Un voto a Loiero -conclude Giovanni Puccio - per rafforzare e mi-

gliorare le politiche dell’integrazione e della solidarietà, dell’ambiente, dell’Università e della ricerca, della scuola, del lavoro, delle attività produttive, per la famiglia, per l’utilizzo dei Fondi europei per le infrastrutture, per la cultura della legalità per perseguire - con determinazione un’efficace azione di contrasto alla criminalità organizzata».


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani 13

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Minacce ai giornalisti, incontro tra Siddi, Parisi e Sdanganelli

LOTTA ALLA ’NDRANGHETA Vasta operazione della polizia a San Nicola Arcella. I beni erano intestati ad Antonio Falbo

Ville di lusso e aziende sequestrate nel Cosentino COSENZA - Due ville lussuose in un complesso residenziale di pregio a San Nicola Arcella; un capannone industriale; 11 auto ed una moto di lusso; aziende e polizze vita: sono i beni che la polizia ha sequestrato ieri mattina ad Antonio Falbo, di 38 anni, di Corigliano Calabro, inserito nella cosca Abbruzzese e che, secondo gli investigatori, è praticamente privo di reddito. Sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, Falbo è attualmente detenuto dopo essere stato arrestato il 22 maggio 2009, nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Catanzaro. La cosca di cui è accusato di fare parte, opera nel territorio dei comuni di Cassano Ionio, Corigliano e Rossano, per il controllo e lo sfruttamento delle risorse economiche della zona. Secondo gli investigatori, gli Abbruzzese attuano una «politica stragista volta al sistematico assassinio di coloro che, seppure potenzialmente potevano contrastarne l’egemonia criminale in tutta la provincia d Cosenza». Falbo, insieme ad altri, avrebbe avuto il

compito di tenere i contatti con il gruppo di Corigliano e la funzione di basista negli omicidi da compiere proprio in quel territorio. In particolare, secondo l’accusa, Falbo avrebbe partecipato agli omicidi di Giorgio Salvatore Cimino, padre di due pentiti, ucciso nel giugno del 2001, Giuseppe Vincenzo Fabbricatore e Vincenzo Campana, assassinati in un agguato a Corigliano il 25 marzo 2002, «studiando le abitudini per prepararne l’assassinio». Le indagini che hanno portato al sequestro, che rientrano in un piano disposto dal questore di Cosenza Giovanni Bartolomeo Scifo, sono state condotte dall’Ufficio misure di prevenzione della questura,

Anche a Crotone sequestrati beni per un valore di circa otto milioni di euro a un uomo vicino alla cosca Megna

diretto da Raffaella Pugliese, in collaborazione con il Nucleo prevenzioni crimine Calabria diretto da Michele Abenante. Con quello di ieri salgono a 19 i sequestri di beni operati dalla questura di Cosenza per un ammontare di circa 100 milioni di euro. In 12 casi sono state già disposte le confische per un ammontare complessivo di 83 milioni di euro. Un’altra importante operazione è stata portata a termine dalla polizia a Crotone. Qui, immobili, ville, terreni, conti correnti bancari, aziende, per un valore di circa otto milioni di euro sono stati sequestrati. I beni, secondo l’accusa, erano nella disponibilità di Vito Mazzei, di 34 anni, ritenuto un elemento di spicco della cosca Megna, e di Roberto Bartolotta, di 46 anni, parente di Pantaleone Russelli, capo dell’omonima cosca. I due sono indagati nell’operazione Perseus, condotta dalla polizia nel novembre 2008 contro le cosche del Crotonese e che portò all’arresto di una ventina di persone. Il provvedimento di sequestro è stato emesso emesso dal Tribunale di Crotone.

Consorzio Fidi, Salvatore Froio resta ai domiciliari CATANZARO - Resterà ai domiciliari Salvatore Froio, il presidente del consorzio Fidi di Soverato arrestato nei giorni scorsi perché accusato di aver investito in borsa i fondi antiusura e di averli anche assegnati ad imprese di parenti ed amici. Questo quanto deciso Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Catanzaro al termine dell’interrogatorio di Salvatore Froio. Il presidente del Consorzio Fidi di Soverato è stato sentito, infatti come previstio, ieri mattina e nel corso dell’interrogatorio si è detto estraneo alle accuse. Durante l’udienza sono stati depositati presso l’uficio del Giudice per le indagini prelimari anche alcuni documenti attraverso i quali la difesa di Froio intende dimostrare che l’uomo non ha utilizzando illegalmente i fondi antiusura. Salvatore Froio, come è noto, è accusato di pecu-

lato, falso, simulazione di reato e false comunicazioni sociali. L’arresto di Froio è stato eseguito dai militari della Guardia di finanza in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Catanzaro su apposita richiesta della procura della Repubblica del capoluogo calabrese. L’accusa, insomma, sostiene che Froio avrebbe sottratto fondi, per un milione di euro, erogati dal ministero dell’Economia e destinati alla prevenzione dell’usura. In particolare, Froio avrebbe investito una quota della provvidenze in polizze "unit-linked" di diritto lussemburghese e distribuito la restante parte ad imprese riconducibili a suoi familiari e conoscenti. r.c.

REGGIO CALABRIA -«Daremo una risposta ai singoli episodi, dopo aver scandagliato ogni ipotesi: i giornalisti non sono soli, né in Calabria, né altrove». Questo quanto affermato dal Capo della Polizia, Antonio Manganelli, al termine dell’incontro, tenutosi giovedì scorso a Roma presso il Viminale, con il segretario nazionale della Fnsi, Franco Siddi, e il “Daremo una risposta segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, ai singoli episodi, Carlo Parisi, membro della dopo aver scandagliato Giunta esecutiva della Fnsi. Con loro anche il segretario ogni ipotesi: i giornalisti dell’Assostampa della Basilinon sono soli, né in cata, Serafino Paternoster. Secondo quanto reso noto, si Calabria, né altrove...” è trattatto di incontro operativo, quello svoltosi a Roma, per fare il punto sui ripetuti episodi di intimidazione e minaccia subìti da giornalisti nelle due regioni, con le preoccupazioni maggiori riservate ai colleghi di frontiera, spesso unici baluardi di giornalismo attivo in realtà territoriali difficili. A confortare il segretario dei Giornalisti della Calabria il fatto che il Capo della Polizia fosse già a conoscenza "sin nei minimi dettagli" di quanto accaduto dall’inizio del 2010 nella regione, compreso il recente incontro tra lo stesso Carlo Parisi e il prefetto di Reggio Calabria, Luigi Varratta, per la sicurezza e l’incolumità dei giornalisti calabresi. «Un segno palese - ha fatto notare Parisi - dell’interessamento concreto degli organi di

Siddi, Manganelli e Parisi

Polizia a livello locale e nazionale: la disponibilità e l’attivismo di Manganelli ci fanno ben sperare che certi episodi improntati alla cultura del sopruso restino casi marginali ed isolati, incapaci di reiterarsi».

r.c.


14

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO Approvati i Stl calabresi

Un esempio di questo è la cena che si è tenuta per salutare la nostra Regione a “La dolce vita” di Londra

ll Co.Se.R. e l’obiettivo di esportare una Calabria fatta di qualità e modernità L.R. Il nome «Calabria» porta spesso ad essere associato a vari miti non molto positivi: ’ndrangheta, disoccupazione, povertà. Anche all’estero questo nome è associato alla delinquenza organizzata che ci rende tristemente noti e spesso i nostri calabresi d’esportazione si ritrovano a combattere contro un muro di luoghi comuni dai quali non è facile liberarsi. E se parliamo, ad esempio, di ristoranti calabresi all’estero ai più viene alla mente «Da Bruno» di Duisburg teatro dellastrageperpetratadalle‘ndrine locresi. Purtroppo non si può fare un granché su questo fatto, ma non possiamo dimenticare l’altra Calabria, ossia quella pulita che lavora con passione e professionalità da molto tempo. Un esempio di questo è proprio la cena che si è tenuta per salutare la presenza della Regione a «La dolce vita» al ristorante L’Anima nel cuore di Londra. Una serata alle prese della conquista del palato del pubblico grazie alle nostre eccellenze calabresi. Dietro i

fornelli, al posto di comando c’è infatti quello che a Londra è definito lo chef italiano del momento: il calabrese «Doc» Francesco Mazzei, che ha dato uno spirito di novità nella nostra cucina proponendola in chiave raffinata ma riuscendo a non farle perdere forza e carattere. Ma questo «grande cuoco» non era l’unico calabrese a mostrare l’originalità e a dare spettacolo durante la serata. Indosso a delle splendide modelle hanno sfilato le incantevoli

La Calabria attiva i fondi per incrementare l’occupazione con 30milioni di euro

L.R.

creazioni orafe dei nostri maestri artigiani, selezionati dal Co.Se.R. Calabria. Visione strepitosa di un artigianato calabrese grazie al fascino antico dell’arte bizantina di Michele Russo, lo stile semplice e raffinato di Vincenzo Cosentino, l’originalità di Maria Tripodi, la modernità della giovane Valeria Mirarchi e l’elegante ricerca di Nicola Macrì. Per non dimenticare i 999 millesimi di argento puro di Officine preziosi o la creatività artistica di Smak. Anche la musi-

canaturalmentenonpotevamancare in una serata che possiamo definire «magica» che con la melodia dei Phaleg ha immerso il pubblico in una tarantella antica suonata con passione che ha coinvolto tutti. Tutto questo rappresenta una luce forte in una Calabria spesso dimenticata che vuole mostrare le tante virtù di questa Regione. È questo il marchio d’esportazione che il Co.Se.R. vuole imprimere alla nostra regione con la missione di internazionalizzazione dell’artigianato di qualità che sta portando avanti, un «Made in Calabria» fatto di storia, bellezza e modernità.

Il calabrese “doc” Francesco Mazzei ha conquistato il palato del pubblico con una cucina raffinata e piena di carattere calabrese

CATANZARO -La Calabria si attiva per dare un duro colpo alla disoccupazione che porta questa Regione ad assumere, più o meno, il primato di un problema che da anni sta costringendo moltissimi giovani a lasciare la propria terra. Proprio per questo, la Regione ha attivato con fondi Por Calabria Fse 2007/2013 una linea di finanziamento per l’incremento occupazionaleconunadotazionefinanziaria iniziale di 30 milioni di euro. Molte aziende hanno accolto questa iniziativa con grande successo,sono pervenute, infatti, fino ad oggi circa 2.600 richieste di concessione di finanziamenti per circa 8.500 nuovi posti di lavoro. E si valuterà, altresì, la possibilità di incrementare la dotazione finanziaria attuale. Al momentoad usufruire del finanziamento sono le prime 77 imprese per 450 nuovi posti di lavoro. Sono 9 milioni di euro

di quota pubblica le risorse finanziarie approvate, ai quali corrisponderanno altri 9 milioni di quota privata. Un provvedimento molto importante che introduce nelle procedure di selezione alcune innovazioni importanti, ossia si allarga il raggio d’azione a tutti i soggetti economici che operano sul mercato,recependo in pieno il significato di impresa definito in ambi-

CATANZARO - Concluso l’iter di approvazione dei Sistemi turistici locali (Stl). Questi «sono cinque:uno per ogni provincia calabrese». A dare notizia di ciò è l’assessore regionale al Turismo, Damiano Guagliardi. «La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore al Turismo, con la delibera n. 47 del 5 febbraio 2009 aveva approvato le Linee di indirizzo per il riconoscimento dei Sistemi turistici locali calabresi».Si ricorda che i Sistemi turistici locali sono quelle aggregazioni dei soggetti pubblici e privati rappresentativi che danno il massimo impegno per lo sviluppo della filiera economica turistica, attraverso la realizzazione di iniziative di promozione e valorizzazioneturisticadeiterritori,nonchédiqualificazione e innovazione dei prodotti e dei servizi turistici locali e del sistema integrato dell’offerta turistica». L’assessore continua nell’affermare che: «Il Sistema turistico locale è finalizzato a sviluppare moderne potenzialitàturistiche;integrare differenti tipologie e forme di turismo per valorizzarne la destagionalizzazione; irrobustire la qualità dei prodotti turistici esistenti; incrementare e sviluppare la domanda turistica».Le domande dovevano essere presentate entro il 31 maggio 2009, ma poi è stata prorogata al 15 luglio.Guagliardi è molto soddisfatto di ciò «riuscendo a mettere a segno un importante colpo per il turismo calabrese».

to europeo. Inoltre viene istituita una Unità di coordinamento regionale per valutare le imprese che richiedono più di 40 dipendenti, attraverso una procedura negoziale che coinvolge parti sociali e organizzazioni di categoria. Un pò di respiro quindi per le imprese e soprattutto per l’occupazione calabrese con l’obiettivo di assumere, piano piano, diversi lavoratori svantaggiati.


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani 15

UNIVERSITA' E SCUOLA Michelangelo Tripodi e Massimo Canale del Pdci: non risolve il sovraffollamento «Consideriamo sbagliato e inaudito stravolgere la composizione delle classi»

Terzo liceo scientifico di Reggio «Soluzione precaria ed incompleta» di cm REGGIO CALABRIA - «Fra le attività della scuola secondaria di primo e secondo grado rientra l’attività di orientamento, la cui peculiare finalità è aiutare lo sviluppo del ragazzo e accompagnarlo nella scelta del percorso di studi che dovrà affrontare con la massima consapevolezza nel futuro». E’ quanto si legge in una nota del segretario regionale del Pdci Michelangelo Tripodi e del segretario provinciale dle Pdci, Massimo Canale. «Ciò comporta sia la conoscenza di sé e delle proprie attitudini, sia la conoscenza dell’Offerta Formativa del territorio.Ma quest’anno non c’è bussola che tenga.... mai come quest’anno quello che doveva essere l’orientamento può essere definito disorientamento! Accanto al disastro sociale - continuano - provocato nel mondo della scuola e nella società dalla riforma Gelmini, nella nostra città vi è stata l’aggravante dello scompiglio causato dall’istituzione del nuovo fantomatico Terzo Liceo Scientifico. Fermo restando la positiva iniziativa della Regione Calabria di creare una nuova scuola superiore rispondendo in tal modo ai bisogni del territorio il Partito dei Comunisti Italiani non può però condividere le modalità di attuazione con cui si sta procedendo. Innanzitutto la sede individuata non appare idonea all’istituendo Liceo scientifico: un nuovo Istituto che non partirà con i 900 studenti previsti dalle linee guida della Regione, ma solo con 500 ragazzi, rivelando in tal modo che si tratta di una soluzione precaria ed incompleta. Non si risolverà il problema del

Sicurezza e legalità, evento a Roma In 110 allo spettacolo della Polizia

sovraffollamento del Volta e del Vinci, che rimarranno pertanto sovradimensionati (ben oltre i 900 alunni previsti dalla Regione) né si creerà un Istituto che potrà in futuro avere un’ espansione, come è facilmente prevedibile dalle tendenze e dai numeri degli ultimi anni. Pertanto, quanto prospettato appare un’inutile mutilazione dei due licei, che non soddisfa né i docenti, né gli studenti, né i loro genitori. Noi Comunisti consideriamosbagliatoeinaudito stravolgere la composizione delle classi, addirittura di quelle del triennio, imponendo forzati sor-

«Ci sentiamo in dovere più che mai, nel rispetto degli alunni e delle loro famiglie di intervenire con ogni mezzo per trovare una soluzione»

teggi fra gli alunni frequentanti i due Licei o smistamenti col criterio della vicinanza alla residenza per quegli alunni che avevano, a suo tempo operato una scelta anche per stare assieme ai propri compagni.. I Comunisti Italiani sostengono la sacrosanta protesta del Coordinamento genitori Vinci e Volta, le cui richieste di concertazione con il Miur sono rimaste totalmente inascoltate. Ci sentiamo- concludono - in dovere più che mai, nel rispetto degli alunni e delle loro famiglie che hanno già subito le devastazioni operate dal governo Berlusconi sulla Scuola, di intervenire con ogni mezzo per trovare ogni possibile soluzione che vada incontro alle esigenze di tutti i protagonisti del mondo della scuola. Una soluzione definitiva e non palliativa, come è quella del terzo Liceo scientifico, senza nome e senza una sua identità e, soprattutto, senza alcuna possibilità di crescita, che non risolve affatto i problemi di sovraffollamento delle altre due scuole».

Concorso Spinelli, i 6 vincitori: ci sentiamo più europei CARIATI - «Proporremo questa straordinaria esperienza ai nostri colleghi e amici. Siamo rimasti colpiti soprattutto dalla diversità di cultura, ma anche dalla facilità, non comune e diciamo anche "poco italiana", con la quale abbiamo incontrato diversi protagonisti della vita politica e parlamentare europea. Ci sentiamo un po’ di più cittadini europei e siamo anche più convinti del fatto che, essere calabresi ed italiani, è un aspetto certamente irrinunciabile, ma dell’essere cittadini di una patria comune ancora più grande: l’Europa, appunto». E’ il commento unanime dei 6 studenti vincitori del 2° Concorso "Altiero Spinelli" (Salvatore Lattari, Ernesto Pugliese, Francesco Loiacono, Elisabetta Lio, Angelica Nigro e Preziosa Morelli) co-organizzato dall’Amministrazione Comunale di Cariatie dal Movimento

Federalista Europeo in collaborazione con l’Associazione "Otto Torri sullo Jonio" e con gli eurodeputati Gianni Pittella, Mario Pirillo e Barbara Matera. Creare l’Europa dal basso, formare i cittadini europei, far conquistare ai giovani la consapevolezza che c’è una patria più grande rispetto alla nostra Italia. Esprime e ribadisce soddisfazione il Sindaco di Cariati Filippo Sero per il successo riscosso nei giorni scorsi al Parlamento Europeo, a Bruxelles, per la 2° Edizione del Concorso "Altiero Spinelli" per le scuole. «Confido, per l’Edizione 2011 in una partecipazione ancora più importate. Per raggiungere questo obiettivo - ha aggiunto il Primo Cittadino - è tuttavia indispensabile la collaborazione con il mondo della scuola».

REGGIO CALABRIA- «Sono rientrati a Gioia Tauro, Rosarno e Taurianova, euforici e gioiosi, i 110 ragazzi degli istituti scolastici Severi, Piria e Gemelli Careri che sono stati ospiti dello spettacolo musicale "C’é più sicurezza insieme... un click per té, organizzato dalla Polizia di Stato al Gran Teatro di Roma». E’ quanto riferisce la Questura di Reggio Calabria. «E’ stato uno spettacolo per la legalità - si aggiunge - per il quale sono arrivati nella capitale più di 3 mila studenti da tutta Italia per divertirsi, ballare, cantare ma anche ricevere qualche messaggio e consiglio sulla sicurezza perché le regole esistono e servono a tutelarci, quindi a proteggere e non a limitare la nostra libertà. A sostenere il progetto della Polizia rivolto ai ragazzi e al loro mondo si sono esibiti tanti artisti tra cui Dj Francesco, Paola Saluzzi, Valerio Scanu, Raoul Bova, Riccardo Scamarcio e tanti altri che hanno aderito all’iniziativa, con tre ore di canzoni, sketch comici e balletti. Ogni anno lo spettacolo ha una tema di fondo; quest’anno lo slogan è stato "1 clik... x te", che sintetizza il messaggio per i giovani ospiti: il rispetto delle regole è un valore che deve guidare anche il mondo di internet e deve rappresentare la guida costante nella Rete, che nasconde insidie e pericoli. Gli studenti del liceo scientifico Piria di Rosarno, hanno dichiarato: «Lo spettacolo è stato bellissimo, coinvolgente ma anche l’occasione che ci ha offerto diversi spunti di riflessione sull’attenzione e prudenza nell’uso di internet. Diciamo grazie alla Polizia di Stato che ci ha accompagnato durante tutto il percorso; per noi, non sono più freddi agenti in divisa, ma persone di grande sensibilità, vicini e nostri alleati. Ci siamo sentiti protetti come mai: porteremo sempre vivo il ricordo di questa esperienzà». Guglielmino Sarto, dell’istituto Severi di Gioia Tauro, ha detto: «E’ stata un’esperienza unica. Da oggi avrò più fiducia nelle istituzioni. Questo invito a Roma mi fa capire che c’é interesse verso noi che viviamo in Calabria e mi dà lo stimolo per andare avanti. Secondo Santo Bagalà, del Severi, è stata un’idea brillante riunire tanti giovani, provenienti da tutta Italia, in questo evento spettacolare. E’ stato nuovo e rassicurante cantare, ballare, divertirsi circondati da tanti poliziotti e condividere con loro tanti emozioni». Il concerto sarà trasmesso su Raiuno il 3 aprile, alle 14.30, nell’ambito del programma "Le amiche del sabato".


16

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

AMBIENTE E AGRICOLTURA "Olio in piazza", oggi a Reggio Calabria REGGIO CALABRIA - La Conasco organizzazione di produttori olivicoli operante nella provincia di Reggio Calabria, nel quadro delle sue attività istituzionali, ha organizzato per la giornata di oggi a Piazza Camagna di Reggio Calabria, a partire dalle ore 9,30, la terza edizione della manifestazione "Olio in piazza". Patrocinato dal Comune, dall’Amministrazione provinciale e dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria, quest’anno l’evento viene presentato con un nuovo obiettivo: far conoscere ai mediatori gastronomici della provincia reggina caratteristiche e virtù degli oli extravergini di eccellenza che fanno parte della "Casa degli oli" Conasco, creando un collegamento tra i produttori olivicoli e gli operatori della ristorazione. La giornata sarà caratterizzata da varie iniziative. Alle ore 9,30 ini-

zierà il convegno "Olivicoltura e gastronomia. Una alleanza sul territorio per lo sviluppo locale" nel corso del quale, dopo i saluti del presidente della Conasco Scarl, Carmelo Vazzana, si alterneranno gli interventi sulla tracciabilità e sul sistema di tracciabilità Unasco adottato dalla Op, del coordinatore del progetto 867/08, Alessandro Passalia, del responsabile del sistema Unasco, Pasquale De Francesco, del dirigente del Dipartimento agricoltura della Regione Calabria, Rosario Previtera. Di pregi e difetti dell’olio parlerà Domenico Fazari, presidente dell’associazione Prim’olio di Palmi, mentre Fabrizio Sangiorgi, chef-manager della società "First Quality Management" illustrerà l’uso di oli differenti per caratteristiche e tipicità per ciascuna tipologie di pietanza.

Presentato il risultato della ricerca su specie protette: Tritone crestato italiano Realizzato anche da: Unical, Legambiente, Regione Calabria, Enel e Federparchi

Ridurre la perdita di biodiversità L’impegno del Parco della Sila di C.M. RENDE - E’ stato presentato nei giorni scorsi all’ Unical il risultato della ricerca su una delle specie protette presenti nel Parco Nazionale della Sila, in particolare nell’Oasi naturalistica del Lago Ariamacina, il Tritone crestato italiano. La realizzazione del progetto su questo anfibio è il risultato di un’azione sinergica fra più soggetti che condividono lo scopo comune di conservare e tutelare la biodiversità. Nel 2010, proclamato dall’Onu Anno Internazionale della Biodiversità, l’Unione mondiale per la conservazione della natura ha infatti lanciato un appello affinché si trovino possibilità per trovare soluzioni concrete per la salvaguardia dell’ambiente naturale. Ente Parco Nazionale della Sila, Università della Calabria, Legambiente, Regione Calabria, Enel e Federparchi hanno contribuito insieme alla realizzazione di un progetto che nasce proprio con lo scopo di ridurre la perdita di biodiversità. Il contributo economico è arrivato al Parco Nazionale della Sila da Enel, che da tempo collabora con Legambiente e che all’associazione ambientalista ha affidato la gestione dell’Oasi naturalistica del Lago di Ariamacina, individuata come sito di importanza comunitaria, all’interno del quale è stata effettuata la ricerca sul tritone crestato italiano. «Enel ha avviato per il terzo anno consecutivo un insieme di progetti volti a sostenere la biodiversità, favorendo il ripopolamento di alcune specie protette, nella convinzione profonda che la biodiversità sia un patrimonio universale che appartiene a tutti» ha dichiarato

Sede Parco marino del vibonese Sarà l’ex tonnara di Bivona

nel corso della conferenza Rossella Sirianni, Responsabile delle Relazioni Esterne per Enel. «E’ per questo che abbiamo affidato la gestione di sette ettari nell’Ariamacina a Legambiente ed abbiamo finanziato il progetto sul tritone» ha concluso la Sirianni. Tutte le attività finalizzate a migliorare la conoscenza del Tritone crestato sono state realizzate da Legambiente con il supporto scientifico di alcuni professionisti dell’Unical,DimitarUzunov,Carmen Gangale ed Emilio Sperone, coordinati dal Presidente del Corso di Laurea in Scienze Naturali, Sandro Tripepi. «Il Tritone crestato italiano è una specie "target" o "ombrello", la cui presenza è una chiara testimonianza dell’ottimo stato di conservazione dell’habitat del Parco della Sila. La popolazione di questo anfibio è estremamente importante a li-

«Enel ha avviato progetti volti a sostenere la biodiversità nella convinzione che la biodiversità sia patrimonio universale»

vello eco sistemico, perché la sua conservazione implica inevitabilmente anche la tutela di un intero ecosistema» ha detto durante la conferenza Emilio Sperone, ricercatore dell’Unical, impegnato nello studio della popolazione dell’anfibio. Entusiasta dello stato di conservazione del Parco della Sila il Presidente dell’Ente Parco, Sonia Ferrari, che ha ricordato anche il recente ritrovamento di un’altra specie protetta testimone di grande qualità ambientale, la lontra. «Il Parco Nazionale della Sila è molto impegnato sul fronte della tutela dell’ecosistema ed i ritrovamenti di diverse specie protette, fra cui anche quella recente di un coleottero molto raro, il Cucujus Cinnaberinus, rappresentano per noi un grande risultato» ha affermato la Ferrari. Il Responsabile Nazionale delle Aree Protette per Legambiente, Antonio Nicoletti, ha sottolineato, insieme a Giuseppe Graziano, Direttore Generale del Dipartimento delle Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria, ed a Michele Laudati, Direttore dell’Ente Parco, l’importanza della collaborazione fra le Istituzioni nei progetti di tutela ambientale, ricordando come al compito del Parco della Sila sia necessario affiancare il supporto della ricerca.

CATANZARO - Giunge alla stretta finale la vicenda del parco regionale che tutelerà le risorse marine di S. Irene, Vibo Marina, Pizzo, Capo Vaticano e Tropea. Dopo la messa a regime del comitato provvisorio di gestione dell’Ente parco con la nomina, da parte del presidente della Giunta regionale Agazio Loiero, di Antonio Montesanti a direttore del Parco, si passa L’assessore Greco ha ora alla concreta indivi- invitato il dirigente duazionedellasededell’Ente. L’assessore all’Ambiente Sil- settore pianificazione vestro Greco, sin dal novemterritoriale a disporre bre scorso aveva chiesto al Comune di Vibo Valentia l’as- l’occupazione anticipata senso alla utilizzazione dei locali della ex tonnara di della tonnara Bivona,recentementeristrutturati, per allocarvi la sede dell’Ente Parco e altre iniziative di carattere storico e culturale incentrate sull’ambiente marino e sulle attività di pesca. La stessa Giunta regionale, nel gennaio 2010 ha promosso un’intesa tra pubbliche amministrazioni per il riutilizzo dei locali dell’ ex tonnara. Ieri l’assessore Greco ha invitato il dirigente del settore pianificazione territoriale del comune territoriale del comune di Vibo Valentia, a disporre, a norma dell’art. 38 del codice della navigazione, l’occupazione anticipata della tonnara da parte dell’Ente parco regionale, attesa l’urgenza di provvedere alla custodia e all’utilizzo dell’immobile, che, allo stato corre il rischio di deperimento e di atti vandalici. La frazione Bivona avrà quindi nuovo impulso economico e culturale.


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani 19

LAVORO E SINDACATI L’accordo raggiunto ieri mattina tra la Regione Calabria e le Corti d’appello di Reggio e Catanzaro è finalizzato a consentire il reimpiego di un certo numero di lavoratori vittime delle crisi aziendali

Stipulata convenzione per potenziare gli organici degli uffici giudiziari di Oriana Tavano CATANZARO - La Regione Calabria e le Corti di appello di Catanzaro e di Reggio Calabria hanno siglato ieri mattina a Palazzo Alemanni una convenzione per l’utilizzo di un certo numero di lavoratori nei vari uffici giudiziari della Calabria. È quanto emerge da una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale, che informa sui dettagli della convenzione. Si tratta della nuova edizione di

un progetto elaborato da Agenzia Calabria Lavoro e da Fondazione Calabria Etica, avviato nel mese di dicembre 2009, che ha consentito a circa 300 persone, che hanno perso il lavoro in seguito allo stato di crisi delle loro aziende e per le quali il Consiglio regionale, con la legge n.28 del 2008, aveva prefigurato un percorso di reimpiego, di rientrare nel mondo dei “garantiti”. Questo nuovo progetto, a cui ha aderito volontariamente un numero significativo di lavoratori, consentirà di potenziare gli uffici giudiziari, migliorando i servizi per il pubblico. L’accordo raggiunto, prosegue la nota, è il frutto di una stretta ed efficace collaborazione tra il dipartimento Lavoro della Regione e le Corti di Appello di Catanzaro e di Reggio Calabria. «L’appuntamento è importante ha affermato il presidente della Regione Agazio Loiero - per due ragioni: la prima è quella di offrire ai lavoratori “ex Why not” una utilizzazione qualificante, al pari di quelle già in essere; la seconda è quella di rafforzare i servizi della giustizia, i cui uffici soffrono di gravi carenze di organico». Loiero ci ha tenuto poi a specificare che il progetto posto in essere grazie alla stipula della convenzione, non rappresenta l’unica iniziativa della Regione in favore delle procure e dei tribunali che

operano in Calabria. Infatti il governatore calabrese ha aggiunto che «è in fase di aggiudicazione, da parte della stazione unica appaltante, la gara europea per la definizione di una nuova organizzazione degli uffici giudiziari, che prevede un investimento di oltre due milioni di euro utilizzando fondi comunitari per il periodo 2007-2013». Gli uffici interessati da questo specifico progetto europeo, individuati dal ministero della Giustizia , ha concluso il presidente Loiero, sono la procura della Repubblica di Palmi, il tribunale di Cas-

Loiero: «È in fase di aggiudicazione da parte della stazione unica appaltante la gara per la riorganizzazione degli uffici. Investiti oltre due milioni di euro» trovillari, la Corte d’appello di Reggio Calabria, il tribunale di Reggio Calabria, la Corte d’appello di Catanzaro, la procura della Repubblica di Reggio Calabria, la procura della Repubblica di Catanzaro e la procura della Repubblica di Vibo Valentia».

«Progressione dipendenti comunali è nel pantano» O.T. REGGIO CALABRIA - «È ancora vergognosamente nel pantano la vicenda riguardante la progressione economica orizzontale dei dipendenti del Comune di Reggio Calabria». Lo affermano, in una nota congiunta, i consiglieri comunali Massimo Canale e Demetrio Delfino della Federazione della Sinistra. «Dopo mesi e mesi di tira e molla e una serie di errori burocratici da parte dell’amministrazione comunale - continua la nota - richiamati anche dalla Corte dei conti, solo una parte dei dipendenti si sono visti recapitare la loro progressione economica orizzontale dell’anno 2007. È chiaro che - proseguono i consi-

glieri - la pazienza di tanti è ormai giunta al limite, i mesi sono trascorsi, e la volontà dei nostri amministratori di risolvere la vicenda non si è vista. Sicuramente sono stati impegnati in campagna elettorale piuttosto che fare ciò per cui sono pagati cioè risolvere le controversie e far procedere la burocrazia dell’apparato amministrativo». Canale e Delfino esprimono solidarietà e vicinanza ai lavoratori lasciati senza Peo e sostengono che «è indecoroso far passare ancora altro tempo senza definire questa vicenda» e sollecitano gli organi competenti «a rimboccarsi le maniche per ridare dignità al lavoro dei tanti senza cui questa amministrazione sicuramente andrebbe in tilt».


20

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

SANITA' E WELFARE

L’assessore Tripodi sulla firma del contratto: evento importante

Realizzazione Centro Cuore «Giornata storica per Reggio» di cm REGGIO CALABRIA - «Una giornata storica per la sanità reggina. Infatti, è stato firmato il contratto per la realizzazione del Centro Cuore negli ospedali Riuniti di Reggio da parte del presidente della Giunta regionale Loiero, del direttore generale dell’azienda ospedaliera Mario Santagati, dal rappresentante dell’Ati General Electric-Edil Minniti e dal dirigente dell’azienda ospedaliera, Angelo Rabotti, nella qualità di ufficiale rogante». È quanto ha affermato con soddisfazione l’assessore all’Urbanistica e Governo del Territorio Michelangelo Tripodi. «Si tratta di un evento di assoluta importanza - ha agL’importo dei lavori giunto Tripodi - che del Centro cuore chiude un lungo contenzioso e che consenammonta a 18 milioni tirà, una volta completati i lavori, di offrire ai di euro. La ditta cittadini e, in particoEdil Minniti inizierà lare, agli ammalati affetti di patologie cari lavori il 29 marzo» diache, servizi di primo livello e di alta qualità. Il Centro Cuore a Reggio Calabria significa che viene finalmente chiusa una ferita aperta, riconoscendo ai cittadini del capoluogo e della provincia pari diritti e pari opportunità così come avviene nelle altre parti della Calabria. Nell’ambito del Centro Cuore, come è noto, sono previste le istituzioni di Cardiochirurgia e di Cardiologia interventistica che saranno do-

tate di adeguate attrezzature tecnologiche, moderne e avanzate, di sale operatorie di ultima generazione e, ovviamente, di personale medico e infermieristico di grande competenza e professionalità. Nel salutare con grande soddisfazione la firma del contratto che, è opportuno ricordarlo, mette in moto un finanziamento complessivo di circa 18 milioni di euro - ha concluso l’assessore Tripodi - voglio ricordare che a tale risultato non si sarebbe pervenuti se non ci fossero stati la spinta e l’impegno costante da parte del presidente Loiero, del sottoscritto e di altri esponenti politici e delle istituzioni. Con il Centro Cuore a Reggio Calabria si darà un servizio di eccellenza che permetterà di salvare tante vite umane mettendo fine ai viaggi della speranza». La firma del contratto per il Centro cuore di Reggio Calabria è stato firmato il 25 marzo dal Presidente della Regione che in quella occa-

sione ha dichiarato: «Era un impegno che avevo preso - ha detto Loiero - all’inizio della legislatura con l’intera città di Reggio Calabria. E io gli impegni li mantengo». Il contratto dà il via alla realizzazione del Centro cuore che prevede la cardiochirurgia. E’ stato firmato, insieme a Loiero, da Mario Santagati, direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Reggio Calabria; da Angelo Rabotti ufficiale rogante dell’Azienda ospedaliera, «Centro Cuore a Reggio edaNorbertoChiari,prosignifica che viene curatore della Gem System.L’importodeilavori chiusa una ferita aperta, del Centro cuore ammonta a 18 milioni di euro. La riconoscendo ai ditta Edil Minniti, che ha cittadini pari vintola garad’appalto,ha garantito che inizierà i opportunità» lavori il 29 marzo. Per concluderli avrà 17 mesi di tempo. I lavori interverranno su 3.500 metri quadrati di locali già disponibili e resi liberi dall’Azienda ospedaliera. Vi saranno costruire due sale operatorie e una terza sala predisposta per il Sistema di navigazione magnetica, una tecnologia altamente sofistica per ora in uso soltanto al San Raffaele di Milano e in un ospedale di Los Angeles.

Il Presidente della Regione Agazio Loiero Incontra i titolari dei laboratori di analisi LAMEZIA TERME - Il presidente della Regione, Agazio Loiero, ha incontrato ieri nell’Aerhotel Felipe di Lamezia, i titolari dei laboratori di analisi calabresi. L’incontro è servito per illustrare ai titolari stessila delibera assunta dalla Giunta regionale con la quale si risolve un annoso problema relativo alla applicazione del tariffario; problema che impediva ai cittadini di usufruire li-

beramente delle prestazioni garantite dalle strutture, mettendo nel contempo in difficoltà le aziende ed a rischio centinaia di posti di lavoro. Grazie al provvedimento assunto dalla Giunta i calabresi potranno accedere alle prestazioni dei laboratori di analisi privati riducendo sensibilmente i tempi d’attesa. Le strutture potranno garantire gli attuali livelli occupazionali.

«Censurato il passaggio dei precari della sanità cosentina da 18 a 36 ore» COSENZA - «Ieri il Tgr Calabria ha mandato in onda l’ennesima illuminante performance di Tonino Gentile». Lo afferma, in una nota, Franco Petramala, direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. «Questa volta - continua Petramala - ha censurato il passaggio dei precari della sanità cosentina da 18 a 36 ore senza che naturalmente la stessa testata pubblica della Rai abbia fatto cenno ad una nostra nota sullo stesso argomento. Ma quel che ha colpito è stato il tono dispiaciuto e accorato di Tonino Gentile, quasi incredulo di fronte alla notizia di un’iniziativa da noi assunta in favore di lavoratori che hanno per anni patito l’insicurezza sul posto di lavoro». Secondo Petramala, «ha fatto impressione il tono di Gentile: temevo proprio che gli scendessero le lacrime: che piangesse insom-

ma. Ha commentato Petramala. Come! Si premiano quegli straccioni di precari? E dire - ha aggiunto- che il Comune di Reggio Calabria nella stessa giornata ha faticosamente raggiunto un accordo con i sindacati con la promessa della stabilizzazione, ma per dopo le elezioni. Dunque al Comune di Reggio Calabria sono alla promessa della stabilizzazione. L’Asp di Cosenza addirittura passa i precari già stabilizzati da tempo parziale a tempo pieno. Ed in programma c’é la stabilizzazione degli altri a compimento dei 36 mesi d’anzianità. Pensavo - conclude Petramala - che le lacrime a Tonino Gentile venissero per i lavoratori reggini in attesa di stabilizzazione. Non è così: era disperazione perché i precari dell’Asp di Cosenza passavano da 18 a 36 ore. Dio ci salvi».


il Domani Sabato 27 Marzo 2010 21

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI VAR. %

CHIUSURA

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

23.563,06 0,10 23.063,87 0,13 25.552,51 0,11 24.464,72 -0,03 23.580,01 1,32 11.592,13 -0,07

Euro

METALLI

US $

UK £

USD/on

EURO/gr

1107,75

26,55

17,05

0,411

PLATINO

1610,00

38,94

PALLADIO

465,00

11,43

¥en

1 Euro

1.0

1.3399

0.89970 124.02

ORO

1 US $

0.74590

1.0

0.67130 92.530

ARGENTO

1 UK £

1.1109

1.4890

1 ¥en

1.0

137.75

0.0080645 0.010805 0.0072552

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

A.S. Roma 0,854 -0,70 16.30.29 0,84 0,864 A2A 1,379 -0,22 17.30.26 1,371 1,389 Acea 7,93 -0,81 17.30.43 7,885 8,02 3,9425 -1,68 15.39.56 3,94 3,9925 Acegas-Aps Acotel Group 61,00 -0,80 17.30.43 60,47 62,23 Acque Potabili 1,70 +0,41 16.30.32 1,673 1,724 Acsm-Agam 0,91 +1,11 16.30.56 0,909 0,934 Actelios 3,6425 +0,41 17.30.57 3,60 3,6425 Aedes 0,242 -1,98 16.30.10 0,2401 0,2458 Aeffe 0,4155 -0,36 17.30.23 0,41 0,4215 Aegon 5,075 +0,90 17.03.24 5,01 5,075 Aeroporto Firenze 13,52 -0,95 11.01.31 13,52 13,52 Ahold Kon 0,326 +0,00 16.30.29 0,3205 0,33 Aicon Alcatel-Lucent 2,425 -0,61 17.21.56 2,4225 2,44 Alerion 0,581 -1,52 16.24.23 0,581 0,597 Allianz 92,42 +1,65 17.30.17 91,28 92,75 Amplifon 3,88 +3,19 17.30.19 3,80 3,94 Ansaldo Sts 14,73 -0,34 17.30.38 14,65 14,90 0,63 +0,64 16.30.48 0,614 0,63 Antichi Pellettieri Apulia Prontop 0,397 -2,34 16.30.50 0,397 0,4045 Arena 0,035 -1,13 16.30.49 0,0343 0,0365 Arkimedica 0,66 -0,53 16.30.55 0,653 0,672 Arkimedica 2012 Cv5% 100,40 -0,09 12.05.04 100,40 100,49 Ascopiave 1,656 -0,60 17.30.05 1,63 1,66 Astaldi 5,715 -1,63 17.30.20 5,70 5,83 17,45 -0,51 17.30.58 17,40 17,56 Atlantia Autogrill Spa 9,29 +0,22 17.30.47 9,215 9,375 Autostrada To-Mi 10,14 +0,10 17.30.58 10,05 10,18 23,40 -0,47 16.30.24 22,88 23,90 Autostrade Merid 16,66 +0,36 17.10.00 16,50 16,66 Axa 9,89 9,825 -0,40 17.30.55 9,755 Azimut 91,30 +0,11 15.46.33 91,00 91,30 B Interm-15 Cv 1,5% 2,76 2,745 -0,18 16.30.57 2,73 B&C Speakers Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 108,05 +0,07 17.22.37 107,82 108,05 Banca Generali 8,45 -0,53 17.30.50 8,42 8,525 Banca Ifis 7,11 +1,57 17.30.38 6,985 7,195 Banca Intermobiliare 4,04 +0,50 16.30.34 3,95 4,04 Banca Italease 0,7965 +1,02 17.30.27 0,795 0,7975 Banca Pop Emilia Romagna Cv 4% 2010-2015 112,00 +0,00 17.30.47 111,79 5,245 +0,96 17.30.05 5,16 5,255 Banco Popolare Banco Santander 10,01 +0,45 16.06.39 10,01 10,14 45,40 +0,69 17.14.43 44,95 45,40 Basf Basicnet 2,49 +5,51 16.30.25 2,37 2,51 2,14 2,085 +0,24 16.30.51 2,0625 Bastogi Spa Bayer 49,90 -1,56 16.59.40 49,90 50,55 51,47 +0,04 17.16.39 51,01 51,78 Bb Biotech Bca Carige 2,015 +0,75 17.30.47 1,99 2,015 2,935 +1,21 9.33.25 2,86 2,935 Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% 115,50 +0,42 16.04.40 115,20 115,50 0,5595 +0,54 17.20.17 0,556 0,563 Bca Finnat Bca Mps 1,138 -2,73 17.30.16 1,113 1,171 4,70 4,695 +1,51 16.23.19 4,57 Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna 10,28 -0,58 17.30.08 10,17 10,29 3,95 3,93 -0,25 17.30.49 3,9125 Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano 4,765 -0,42 17.30.51 4,7175 4,78 7,355 -0,47 17.30.34 7,33 7,405 Bca Pop Sondrio 0,596 -0,25 16.30.30 0,591 0,607 Bca Profilo 4,16 4,08 +0,12 15.17.45 4,065 Bco Desio Bria Rnc 4,24 +2,05 16.30.40 4,21 4,2975 Bco Desio Brianza 10,80 -0,73 16.05.28 10,80 10,80 Bco Sardegna Risp 0,4535 -2,89 16.30.56 0,44 0,4695 Bee Team Beghelli 0,718 +1,84 16.30.27 0,7045 0,721 Benetton Group 6,03 +0,33 17.30.47 6,015 6,085 Beni Sta 2011 Cv2,5% 99,25 -0,15 16.47.58 99,25 99,42 Beni Stabili 0,7035 +1,01 17.30.49 0,6905 0,706 Best Union Company 1,41 +0,93 14.21.25 1,40 1,41 Bialetti Industrie 0,533 +0,57 16.17.20 0,533 0,545 1,497 +0,67 16.30.51 1,474 1,50 Biancamano Biesse 6,08 -0,08 17.30.50 6,065 6,125 1,03 +1,98 16.30.26 1,03 1,03 Bioera Bmw 34,17 +0,59 17.24.49 33,86 34,22 58,55 -0,17 17.23.43 58,39 58,96 Bnp Paribas Boero Bartolomeo 1,499 -0,07 17.30.59 1,451 1,537 Bolzoni Bonifiche Ferraresi 33,75 +1,35 16.12.19 32,60 33,75 1,17 1,17 -0,85 15.08.43 1,153 Borgosesia Borgosesia R 100,40 +0,00 15.51.19 100,31 100,49 Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% 102,80 -0,06 17.30.44 102,80 103,00 Brembo 5,82 +0,35 17.30.30 5,75 5,825 0,2391 +0,38 16.30.04 0,2382 0,2406 Brioschi 6,00 -0,08 17.30.21 5,98 6,075 Bulgari 1,108 -0,18 17.30.00 1,10 1,12 Buongiorno 9,455 -0,73 17.30.21 9,445 9,61 Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc 6,18 -0,80 17.30.40 6,12 6,28 Cad It 5,055 -1,27 15.23.28 5,055 5,11 2,94 -0,68 17.23.59 2,9325 2,975 Cairo Communication Caleffi 1,052 +0,67 16.16.12 1,052 1,078 Caltagirone 2,185 -2,24 15.44.24 2,1825 2,22 Caltagirone Edit 1,974 +2,39 16.30.03 1,92 1,974 0,281 +0,36 16.15.07 0,278 0,2835 Camfin Campari 8,195 -0,36 17.30.01 8,175 8,295 Cape Live 0,365 -1,88 16.30.02 0,357 0,3715 Cape Live Cv 5% 2009-2014 90,80 +0,54 15.20.30 90,79 90,80 2,61 2,60 +0,48 16.30.53 2,54 Carraro Carrefour 35,52 +0,03 16.34.41 35,52 36,30 23,42 -0,08 17.30.33 23,24 23,51 Cattolica Ass

Apertura

AZIONI

0,864 1,377 7,98 3,97 61,75 1,718 0,915

Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix

2,32 0,4965 4,5275 2,945 2,635 0,394 0,174 0,30 0,9095 1,841 0,629 1,817 0,7875 0,727 103,00 1,082 23,25 5,325 13,10 1,782 4,9075 0,1957 103,75 0,795 1,235 5,205 35,03 0,926 20,07 10,79 43,53 4,0325 3,15 1,288 58,04 9,88 27,86 2,1475 5,345 16,15 26,73 1,141 1,45 1,615 12,70 1,935 4,0275 4,1225 1,475 25,82 17,41 5,74 10,16 0,7815 0,831 7,98 2,76 0,2448

-1,28 -4,79 +1,17 -0,51 +1,74 -1,00 +8,82 -3,23 -0,38 +0,60 +3,97 -1,25 +2,27 -0,41 +0,00 -1,28 -0,39 -1,02 -0,98 +0,45 +1,19 +2,89 +0,05 +1,27 +0,98 -0,29 +0,00 -1,44 +0,55 +0,28 +0,62 +0,00 +0,00 -0,46 +1,59 +0,10 +0,54 -0,35 +3,69 +0,31 -1,18 +1,51 +1,40 -4,44 +0,40 +1,20 -0,56 -0,66 +1,17 +1,02 -0,29 +1,15 +0,20 -1,51 -3,32 -1,24 -0,36 +1,37

16.30.19 16.30.45 17.30.46 17.30.57 16.14.58 16.30.11 16.30.07 16.30.21 16.30.07 17.30.20 16.19.32 17.22.49 16.30.50 16.30.46 11.37.17 16.30.18 17.30.17 17.30.05 16.27.35 16.30.14 17.30.52 16.21.37 17.30.42 16.30.18 16.16.47 17.30.34 16.36.16 17.30.13 16.30.51 16.30.54 16.01.28 16.26.38 16.30.09 17.30.02 17.10.02 17.21.52 17.30.44 17.30.29 17.30.31 17.30.29 17.18.09 17.30.04 17.30.26 17.30.04 17.30.28 17.30.49 17.30.52 17.30.06 12.05.30 16.32.48 17.30.23 17.30.39 17.30.57 16.30.34 16.24.24 17.30.53 17.30.47 16.30.24

13,16 7,635 9,70 1,13 14,30 9,75 6,125 6,445 4,28 4,375 0,566 0,178 10,01

-1,20 -0,97 +2,11 -1,82 +0,78 -2,21 -1,21 -0,77 -1,61 +0,52 -7,21 -0,50 -1,28

0,5575 11,34 7,98 2,70 17,68 1,157

Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A

0,4425 6,11 28,54 2,16 0,63 1,505 17,72 5,245 3,09 2,165 3,6175 5,60 5,15 5,10 1,735 2,61 1,015 14,57

0,2458

0,59 3,83 14,78 0,614 0,0358 100,49 1,645 5,755 17,54 9,24 10,13 23,50 9,805 91,00 2,745 107,99 8,50 6,985 4,02 0,796 112,08 5,16 2,38 2,10 51,78 2,00 2,86 0,563 1,168 4,67 10,28 3,95 4,77 7,345 0,60 4,0725 4,21 0,7045 0,692 0,5395 1,487 6,125 58,74 1,537 32,98

5,825 0,2396 6,00 9,525

1,06 1,94 0,28 8,20 0,368 2,55

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

2,2425 0,4955 4,43 2,92 2,5275 0,391 0,158 0,30 0,8975 1,811 0,62 1,811 0,762 0,727 103,00 1,071 23,19 5,305 13,07 1,765 4,87 0,1904 103,58 0,763 1,22 5,11 34,97 0,925 19,75 10,62 43,53 3,9475 3,125 1,273 57,00 9,86 27,56 2,10 5,10 16,06 26,73 1,117 1,439 1,606 12,55 1,91 3,95 4,12 1,45 25,70 17,38 5,615 10,06 0,7815 0,8255 7,98 2,735 0,2301

2,35 0,543 4,5275 2,99 2,69 0,4065 0,1742 0,30 0,9105 1,86 0,647 1,839 0,79 0,7315 103,00 1,10 23,40 5,45 13,19 1,782 4,93 0,1966 103,75 0,798 1,235 5,225 35,22 0,945 20,09 10,88 43,53 4,0325 3,21 1,299 58,22 9,905 27,98 2,16 5,35 16,24 26,89 1,141 1,47 1,70 12,85 1,949 4,03 4,1525 1,475 25,89 17,51 5,74 10,16 0,8025 0,867 8,075 2,77 0,248

2,35 0,538

17.30.19 17.30.15 17.30.09 17.30.13 17.30.07 17.30.41 17.30.28 17.30.51 16.34.31 17.20.28 16.30.34 16.30.24 17.30.01

13,02 7,53 9,425 1,128 14,20 9,67 6,105 6,40 4,235 4,35 0,565 0,1738 9,97

13,31 7,745 9,83 1,146 14,36 10,04 6,245 6,53 4,35 4,40 0,645 0,179 10,16

+6,80 -5,97 -2,03 -0,28 -0,67 -0,43

16.30.10 17.30.30 17.30.54 17.30.50 13.24.59 14.54.35

0,52 11,29 7,805 2,68 17,68 1,095

+0,68 +0,08 +0,14 -1,37 -0,63 -0,99 -0,67 +1,06 +0,65 +0,70 +2,12 -1,67 +0,98 -0,78 +0,00 -0,19 -1,65 +1,18

16.30.13 16.04.38 17.05.08 17.06.33 17.30.54 13.10.03 17.30.40 17.30.18 16.30.46 17.30.12 17.30.12 16.20.26 16.30.13 16.30.39 17.30.29 14.41.20 16.30.54 17.30.43

Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog Recordati Ord

2,9575 0,1587 1,824 0,63 0,78 1,071 5,32 1,77 4,87 0,1905 103,70 0,785 5,20 19,97 10,72 3,165

27,75 5,11 16,22 26,89 1,127 1,44 1,67 12,61 1,944 4,14 17,47 5,685 10,14 0,7865 0,8645 8,075 2,75 0,243 13,26 7,71 9,795 14,27 9,94 6,17 6,495 0,607 0,179 10,11

0,57 0,5315 11,79 11,79 8,035 8,015 2,705 2,69 17,87 1,16 1,117

0,438 0,448 6,105 6,13 27,95 28,54 2,15 2,2375 0,6285 0,6375 1,501 1,505 17,64 17,93 5,165 5,29 3,0325 3,10 2,12 2,17 3,4775 3,6375 5,69 5,515 4,90 5,15 5,10 5,20 1,725 1,742 2,64 2,5675 1,014 1,031 14,15 14,75

0,44

17,89 5,18 3,07 2,135 3,54 5,20 1,725 14,42

Prezzo ultimo contr. Var %

1,47

Ora

Min

-1,74 17.30.26 1,452

Max

Apertura

1,50

1,50

1,741 0,9065 2,60 8,10 9,09 8,27 7,45 0,547 0,889 3,89 2,8275 2,2175 0,0709 1,40 1,379 3,365

1,73 0,9065 2,5125

1,741 0,8925 2,55 7,96 9,07 8,12 7,40 0,496 0,79 3,79 2,8175 2,20 0,0652 1,399 1,379 3,325

+0,35 -1,00 +1,80 -3,75 +1,68 +0,25 -0,13 -8,32 -7,06 -2,32 +0,00 -0,79 +2,36 -0,64 +2,15 -1,11

16.24.56 16.30.29 17.30.25 11.59.51 17.30.27 17.16.17 17.15.12 16.30.59 16.30.59 17.30.25 17.30.04 17.30.07 16.30.04 15.33.27 17.30.37 17.30.03

1,727 0,8885 2,5075 7,925 8,805 8,05 7,365 0,465 0,79 3,7825 2,79 2,19 0,065 1,399 1,35 3,31

3,63 8,66 4,88 31,26 22,84 1,925 0,834 0,103 7,215 2,7025 0,314 0,675

+0,00 +0,17 +0,05 +0,00 +0,26 +0,21 -0,36 -0,96 -2,24 -0,28 -1,26 -3,57

17.09.13 17.30.24 17.30.54 17.30.07 17.30.30 16.21.17 17.30.26 16.30.29 17.30.34 16.30.19 16.30.06 16.30.15

3,58 3,6375 8,56 8,705 4,86 4,925 31,13 31,45 22,59 22,93 1,893 1,925 0,82 0,834 0,1023 0,1055 7,215 7,555 2,695 2,71 0,307 0,316 0,6655 0,698

2,365 3,33 14,36 20,09 88,99 2,865 0,1403 1,55

-0,21 -0,97 -0,07 +0,30 +3,20 +0,88 -2,57 +0,00

15.15.04 17.30.59 17.30.51 17.30.57 17.23.12 17.30.05 16.30.34 15.27.37

2,34 2,375 2,37 3,32 3,385 3,365 14,24 14,40 14,32 19,99 20,23 20,04 88,99 89,76 2,79 2,87 2,82 0,1403 0,1449 0,1426 1,53 1,55

6,80 2,995 6,40 8,02 4,4025 2,55 0,1344 0,52

-2,09 +0,00 -0,23 -0,06 -0,62 +1,49 +0,52 +1,96

17.30.31 6,80 7,00 16.04.02 2,9075 2,995 17.30.42 6,36 6,425 6,385 17.30.17 7,99 8,135 8,005 17.30.27 4,3825 4,43 4,4275 16.23.23 2,52 2,55 2,52 15.47.34 0,1322 0,135 0,1337 16.30.05 0,51 0,5375

2,1775 2,2675 3,8575 1,685 3,135 0,1629 7,915 0,461 0,1837 0,488 1,34 118,79 5,645 2,125 2,955 6,20 11,60

+0,00 -1,09 -0,06 -0,88 +1,46 +0,00 +0,57 -2,95 +4,43 +2,74 +0,75 -0,59 +2,36 -5,13 -0,76 +0,81 +0,00

17.30.47 17.11.53 16.15.08 16.24.21 17.30.26 15.19.04 15.47.38 16.19.34 16.30.06 16.10.11 16.30.19 10.47.56 17.30.00 13.53.29 17.03.41 16.30.21 17.01.14

0,457

2,125 2,2325 3,80 1,67 3,0625 0,1602 7,80 0,458 0,173 0,484 1,303 118,74 5,52 2,125 2,94 6,10 11,53

8,89 0,4885 0,889 3,85 2,8175 2,20 0,065 1,35

8,62 31,30 22,78 1,893 0,83 0,104 7,48 2,695 0,316 0,698

2,15 2,1925 2,2925 2,29 3,87 3,8175 1,71 1,67 3,15 3,0925 0,163 0,161 7,915 7,85 0,47 0,4655 0,1837 0,176 0,4995 1,357 118,92 5,52 5,655 2,24 2,965 2,94 6,235 6,20 11,70

-0,33 16.19.00 0,4505 0,4685 0,4555

1,873 2,065 25,26 2,38 4,2525 2,7625 1,16 0,457 0,551 0,46 6,42 11,65 0,4645 1,133 0,8395

+0,38 +3,35 -2,51 +0,63 +1,01 -0,99 -1,69 -0,54 -1,17 -1,39 -1,83 +0,35 -3,83 -4,47 +7,35

13.19.34 17.30.45 16.54.48 16.30.08 16.30.51 16.30.13 16.07.43 17.30.17 17.30.58 17.30.50 17.22.27 17.18.45 15.53.03 17.30.39 17.30.43

1,84 2,03 24,01 2,33 4,2075 2,74 1,141 0,455 0,5415 0,458 6,42 11,41 0,46 1,121 0,7885

1,881 2,0925 25,60 2,3975 4,29 2,81 1,17 0,4605 0,5585 0,469 6,625 11,66 0,483 1,181 0,8595

1,636 0,9965 0,9495 8,00 14,81 0,2369 0,909 1,293 0,78 2,185 2,36 5,665

-3,65 -4,64 +1,23 +2,11 -0,80 -0,67 +1,00 +3,61 +0,13 +0,58 +7,03 -1,48

16.30.59 16.30.17 16.03.33 17.30.47 17.30.34 16.23.29 16.30.04 17.30.13 17.30.06 17.30.40 16.30.13 17.30.25

1,633 1,693 0,9855 1,038 0,925 0,9495 7,65 8,08 14,73 14,92 0,232 0,242 0,89 0,909 1,228 1,316 0,761 0,7895 2,1375 2,20 2,2025 2,36 5,66 5,735

2,06 24,01 2,35 4,27 2,74 1,141 0,457 0,549 0,469 0,483 0,80 1,682 1,019 0,935 7,80 14,92 0,242 0,899

5,715


22 Sabato 27 Marzo 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

35,40 0,2094 16,90 0,414 0,081 0,391 1,177 64,92 0,347 16,50 0,413 5,90 5,065 0,432 28,66 29,00 55,60 35,19 1,956 9,89 7,225 0,6745 0,1759 1,40 5,20 6,80 95,35 73,36 3,07 3,7075 0,1007 74,01 0,119 47,26

+0,00 +0,77 +3,11 -1,43 +0,25 -0,25 +1,55 +0,34 +0,00 +2,36 +0,73 -0,76 +0,50 +0,00 +0,56 +0,00 -1,24 -2,25 -1,16 +4,60 -0,55 -1,89 +0,34 -0,07 -0,19 -0,15 +0,05 -0,64 +0,00 -0,20 -4,64 -7,49 -1,24 +0,34

15.39.27 17.24.57 17.30.50 16.30.05 16.30.51 16.23.10 16.30.49 10.50.27 16.06.31 17.30.22 15.09.46 17.17.48 16.15.03 16.30.27 17.30.50 17.30.21 16.54.36 16.24.35 17.30.00 13.20.29 16.30.46 16.30.10 17.30.42 17.30.04 17.01.54 17.30.34 16.41.34 17.12.13 16.30.49 17.30.21 16.30.02 16.30.46 16.22.59 15.10.36

35,40 0,2075 16,05 0,413 0,0798 0,391 1,125 64,80 0,337 16,20 0,413 5,865 5,04 0,426 28,37 29,00 55,60 35,19 1,95 9,30 7,225 0,6745 0,1737 1,40 5,135 6,735 95,00 72,94 3,00 3,7025 0,0992 74,01 0,119 47,00

2,24 4,2025

+0,90 17.30.40 +1,27 16.30.49

2,16 4,17

Max

Apertura

36,23 0,2096 17,38 0,425 0,423 0,082 0,081 0,397 0,397 1,179 64,92 0,3475 0,337 16,50 16,25 0,414 0,414 5,96 5,96 5,10 5,08 0,4455 0,439 28,72 28,50 29,00 55,97 35,31 1,975 1,968 9,89 9,30 7,28 7,265 0,685 0,1776 0,175 1,40 5,255 6,825 95,59 95,12 74,24 3,0775 3,05 3,74 3,7225 0,106 0,1045 74,01 0,1214 0,1205 47,26 2,24 4,25

2,20

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F

Ora

Min

Max

Apertura

63,98 1,539 0,2755 3,20 7,34 1,288 13,32 2,25 0,0815 1,065 0,0763 0,8325 17,76 16,20 3,2175 3,91 0,1653 55,83 1,461 42,76 12,82

-0,03 +1,45 -1,61 +0,08 -0,61 +1,74 -2,06 +2,04 -1,21 +0,19 -0,91 +0,06 -0,78 -1,04 -0,39 -1,01 +0,00 +1,69 +0,14 +0,26 -0,39

16.30.25 16.30.56 16.30.53 16.30.48 17.30.11 16.30.07 16.08.20 13.27.19 15.29.10 17.30.51 16.30.17 17.30.37 13.42.32 17.30.45 17.30.24 16.30.43 17.30.02 17.30.07 14.16.36 15.32.27 16.30.43

63,92 1,52 0,2755 3,20 7,27 1,26 13,31 2,2025 0,0815 1,058 0,0762 0,8275 17,76 16,12 3,2175 3,8875 0,1644 54,51 1,459 42,58 12,70

64,80 1,54 1,52 0,284 0,28 3,20 7,475 7,33 1,288 1,266 13,32 2,255 0,0848 0,0816 1,068 1,06 0,0797 0,0762 0,8345 0,828 18,17 18,00 16,32 16,14 3,23 3,225 4,0775 4,01 0,1695 0,1651 56,56 54,70 1,462 1,459 42,76 12,91 12,78

7,00 10,04 109,86 0,8145 2,245 2,71 22,01 0,845 0,554 4,54

+2,49 -0,10 +0,02 -0,43 +2,98 +0,09 +0,32 -7,65 -7,90 +0,67

16.39.04 17.30.07 16.07.39 17.30.09 17.30.25 17.30.50 15.22.59 17.30.38 17.30.33 16.24.32

6,71 9,975 109,84 0,8045 2,17 2,69 21,95 0,828 0,5505 4,365

7,135 10,06 110,00 0,818 2,2525 2,7325 22,01 0,8675 0,579 4,54

1,39 4,60 3,98

6,82 10,03 0,807 2,175 0,833 0,57 4,45

+1,46 16.30.54 1,39 1,39 +2,22 16.30.33 4,50 4,60 4,50 -0,62 17.30.20 3,9675 4,0375 4,0375

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2010 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

19,99 0,0802 0,0367 3,825 0,044 0,322 0,44 0,167

Ora

Min

+0,00 16.36.32 19,05 -3,61 -2,13 -1,80 +3,53 -1,53 +0,69 -5,33

16.30.15 16.05.57 16.29.36 11.00.10 16.49.39 17.30.53 15.54.59

Max

0,0786 0,0833 0,0833 0,0366 0,0381 3,805 3,8575 0,044 0,044 0,044 0,313 0,328 0,4375 0,44 0,1633 0,171

0,0925 -0,54 13.38.11 0,0925 0,0925 0,0457 -0,65 16.30.21 0,0418 0,05 0,2775 +3,55 17.30.47 0,2665 0,28 0,0095 -2,06 16.30.38 0,0095 0,0104 0,0537 +11,88 16.30.30 0,05 0,054 0,0215 +2,38 16.30.23 0,021 0,022 0,025 -3,10 14.34.38 0,025 0,0262 0,0965 -4,55 17.30.36 0,0952 0,1015 0,0195 -0,51 13.34.38 0,0195 0,0195 0,0253 +20,48 16.30.11 0,025 0,0253 0,995 +6,42 17.30.01 0,961 1,027 0,313 +0,97 15.02.52 0,313 0,314 2,70 -0,73 17.30.05 2,605 2,715 0,0289 0,003 0,0039 0,0372 6,105 0,1312 4,4275 0,4315 0,5365

-0,34 +0,00 +0,00 -0,53 -1,13 -0,76 +1,20 +0,58 -0,19

16.30.04 16.11.28 16.47.41 17.16.24 17.30.08 16.30.37 17.30.47 15.12.01 14.06.32

Apertura

19,99

0,0231 0,003 0,0038 0,0364 6,015 0,1308 4,3175 0,43 0,5365

0,0925 0,0418 0,0501 0,0215 0,0262

0,961

0,0289 0,0231 0,003 0,003 0,0039 0,0376 0,0364 6,235 6,20 0,1336 0,132 4,43 4,42 0,4315 0,5365

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Imi-Italy Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam P. Az. Italia Norvega Az. Italia A Norvega Az. Italia B Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Amundi Azioni Qeuro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Amundi Europe Equity

-0,30 +0,61 +0,31 +0,12 +0,12 +0,22 +0,80 +0,91 +0,37 +0,27 +0,19 +0,06 +0,06 +0,44 +0,51 +0,22 +0,15 +0,21 +0,18 +0,20 +0,22 +0,28 +0,28 +0,12 +0,13 +0,20 +0,29 +0,29 +0,27 -0,21 +0,19 +0,47 +0,11 +0,11 +0,16 +0,21 +0,26 +0,20 +0,20 +0,47 +0,00 +0,59 +0,18 +0,11 +0,17 +0,26 +0,63 +0,63 +0,15 +0,17 +0,07 -0,05 -0,09 -0,10 +0,01 -0,07 -0,12 +0,74 +0,00 +0,02 +0,26 -0,02 +0,02 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06

14,843 6,144 4,264 20,947 20,605 20,066 7,161 7,198 17,961 5,474 4,863 5,357 5,427 3,621 3,324 17,109 4,766 12,193 20,157 19,456 15,637 11,322 11,417 13,058 13,373 10,51 22,493 8,857 15,856 9,011 16,74 4,506 6,346 6,413 5,655 5,694 13,344 13,86 14,219 17,697 5,00 3,736 11,20 6,106 5,809 5,032 9,604 9,488

4,625 4,124 14,678 12,633 4,523 25,854 13,434 4,476 5,695 5,446 6,222 6,403 5,681 5,082 5,631 7,055 7,055 4,672 4,648

-0,36 5,329 +0,14 16,123 +0,13 15,914 +0,32 7,112 +0,26 4,197

VARIAZ. QUOT.

+0,38 Anima Europa Arca Azioni Europa +0,17 Bancoposta Azionario Euro +0,23 Bim Azionario Europa +0,37 Bnl Azioni Europa Crescita +0,18 +0,14 Bnl Azioni Europa Dividendo Bpvi Azionario Europa +0,23 Carige Azionario Europa A +0,18 Carige Azionario Europa B +0,17 Carismi Dynamic Europe A +0,19 Carismi Dynamic Europe B +0,43 +0,22 Consultinvest Azione Epsilon Qvalue +0,08 +0,20 Eurizon Az. Europa Multimanager +0,41 Eurizon Az. Pmi Europa Eurizon Focus Az. Europa +0,10 +0,07 Euromobiliare Europe Eq. Europa +0,33 Fideuram Master Sel.Equity Europe +0,28 Fondaco Eu Sri Equity Beta +0,11 Fondersel Europa +0,05 Fonditalia Eq. Europe R +0,13 Fonditalia Eq. Europe T +0,13 +0,14 Gestielle Europa A +0,14 Gestielle Europa B +0,11 Gestnord Azioni Europa Imieurope +0,10 +0,54 Iniziativa Europa Interfund Eq. Europe +0,15 Investitori Europa +0,06 +0,11 Laurin Eurostock Mc G.Fdf Europa A +0,30 Mc G.Fdf Europa B +0,30 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,19 Mediolanum Europa 2000 +0,22 Nextam P. Az. Europa +0,02 +0,02 Norvega Az. Europa A Norvega Az. Europa B +0,00 +0,07 Optima Azionario Europa +0,01 Pioneer Azionario Europa A Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A +0,03 +0,20 Prima Geo Europa A Prima Geo Europa Pmi A +0,32 +0,32 Prima Geo Europa Pmi Y Prima Geo Europa Y +0,21 Ras Lux Equity Europe +0,06 Sai Europa +0,26 Soprarno Azioni Euro 50 -0,18 +0,37 Symphonia Europa +0,26 Synergia Az. Europa +0,37 Talento Comp. Europa Ubi Pramerica Azioni Europa +0,23 +0,23 Unibanca Azionario Europa AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime +0,19 AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente +0,30 AZ. FINANZA +0,64 Eurizon Az. Finanza -0,10 Fonditalia Euro Financials R -0,08 Fonditalia Euro Financials T AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate +0,62 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,02 Ducato Immobiliare A +0,21 Ducato Immobiliare Y +0,22 Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources +1,06 Fonditalia Euro Cyclicals R -0,03 -0,03 Fonditalia Euro Cyclicals T -0,15 Fonditalia Euro Defensive R Fonditalia Euro Defensive T -0,15 Fonditalia Euro T.M.T. R +0,18 +0,18 Fonditalia Euro Tmt T Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,08

3,925 9,392 4,412 9,845 11,57 2,851 3,89 5,488 5,725 4,189 3,96 8,75 5,277 5,615 8,023 8,192 13,742 12,921 8,904 87,697 13,068 9,077 9,153 6,966 7,12 8,465 18,347 6,712 5,841 5,029 3,779 6,391 3,624 5,781 14,783 4,949 4,712 4,762 2,928 14,711 6,73 10,773 19,636 20,197 11,092 40,01 10,447 3,893 5,374 6,162 118,426 5,635 6,031 9,158

15,326

18,384 5,923 5,96 4,072

5,953 8,432 8,662 10,819 10,85 10,954 11,469 11,579 5,569 5,606 2,455

VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Flex. Emerging Mkts T Interfund Int.Sec.New Economy Norvega Mobiliare Re A Norvega Mobiliare Re B Optima Tecnologia AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Ff 1classe Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Imindustria Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Ff 1classe Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Global Asset 2 Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Norvega Sintesi Dinamico Prima Forza 4 A Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Amundi Qbalanced

VARIAZ. QUOT.

+0,08 2,476 Arca Te +0,55 33,685 Arcacinquestelle Comp.A/B 25 +0,29 4,21 Aureo Ff 1classe Valore +0,29 4,21 Azimut Scudo +0,59 2,726 Bancoposta Investimento Protetto 90 Bnl Protezione +0,14 2,849 Capitale Pià Comparto Bilanciato 30 +0,14 2,917 Carige Bilanciato 30 +0,31 5,891 Carismi Dynamic Mix 15 +0,10 5,101 Carismi Dynamic Mix 30 -1,77 8,196 Euromobiliare Moderato Fonditalia Core 1 R +0,37 3,816 Fonditalia Core 1 T +0,23 3,907 Gestielle Global Asset 1 +0,23 3,961 Managers & Co. Comparto 30 +0,20 32,659 Mediolanum Elite 30 L +0,13 10,139 Mediolanum Elite 30 S +0,13 10,228 Mix +0,22 4,517 Norvega Sintesi Audace +0,22 4,565 Prima Forza 2 A +0,26 12,566 Prima Forza 2 Y +0,45 4,493 Prima Forza 3 A +0,47 3,882 Prima Forza 3 Y +0,48 3,946 Symphonia Adagio +0,23 5,305 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia +0,50 5,213 Synergia Bilanciato 30 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. -0,03 17,594 Ubi Pra. Portafoglio Moderato +0,62 4,887 Ubi Pramerica Privilege 1 +0,41 16,12 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,06 31,332 Visconteo +0,09 4,627 OB. EURO GOVERNATIVI BT +0,30 4,013 Allianz Monetario -0,01 23,913 Alto Monetario +0,10 6,00 Amundi Breve Termine +0,39 22,393 Arca Mm -0,07 5,889 Bancoposta Monetario -0,07 5,992 Bg Focus Monetario +0,33 5,231 Bim Obb.Breve Termine +0,16 4,273 Bnl Obbligazioni Euro Bt +0,16 4,329 Bpvi Breve Termine -0,03 6,214 Carige Monetario Euro A +0,21 35,507 Carige Monetario Euro B +0,21 6,215 Cividale Forum Iulii Prudenza A +0,28 24,465 Cividale Forum Iulii Prudenza B +0,16 26,801 Consultinvest Breve Termine +0,23 12,018 Cr Cento Monetario Plus +0,39 46,142 Cs Monetario Italia B +0,04 10,158 Cs Monetario Italia I +0,05 10,233 Ducato Fix Euro Bt A +0,22 12,493 Ducato Fix Euro Bt Y +0,03 14,865 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine +0,19 30,821 Euromobiliare Prudente +0,32 12,478 Fideuram Security +0,22 5,043 Fondersel Reddito +0,45 6,208 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R +0,46 4,61 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,62 5,196 Fonditalia Euro Currency R +0,61 9,934 Fonditalia Euro Currency T +0,20 6,164 Gestielle Bt Euro A +0,42 5,75 Gestielle Bt Euro B +0,35 4,315 Gestielle Cedola +0,34 4,387 Imi 2000 +0,47 3,671 Interfund Euro Currency +0,22 4,455 Intra Obb. Euro Bt +0,52 5,651 Laurin Money +0,35 5,227 Leonardo Monetario +0,02 5,692 Mediolanum Risparmio Corrente +0,16 5,571 Monetario +0,53 5,45 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine +0,53 6,787 Norvega Obb. Euro Breve Termine A Norvega Obb. Euro Breve Termine B -0,04 9,36 Optima Reddito B.T. +0,29 5,852 Optima Riserva Euro -0,03 8,644 Passadore Monetario

+0,18 +0,11 +0,16 +0,01 +0,00 -0,09 +0,10 +0,02 +0,08 +0,15 +0,00 +0,00 +0,01 +0,07 +0,13 +0,27 +0,25 -0,02 +0,39 -0,04 -0,04 +0,26 +0,26 +0,29 -0,02 +0,00 -0,05 +0,07 +0,32 +0,43 +0,03

-0,02 +0,04 -0,03 +0,00 +0,00 +0,04 +0,00 -0,03 +0,02 +0,02 +0,02 +0,05 +0,07 -0,02 -0,02 +0,00 +0,00 -0,05 -0,05 +0,00 +0,01 +0,01 +0,03 -0,03 -0,03 +0,00 +0,00 +0,01 +0,01 +0,00 +0,00 -0,01 +0,07 -0,01 +0,05 +0,00 +0,01 +0,01 +0,05 +0,05 -0,01 +0,02 +0,01

16,457 5,463 4,99 7,617 5,457 22,685 5,071 5,226 3,976 3,98 6,489 10,478 10,549 8,914 5,293 5,223 10,031 5,758 5,607 4,602 4,647 4,951 5,028 5,862 5,466 5,478 5,90 5,892 5,591 5,574 34,56

15,879 7,087 7,475 14,815 6,197 16,389 6,539 7,496 6,303 11,616 11,381 5,493 5,543 5,005 5,765 7,77 7,825 6,285 6,327 15,285 8,481 9,565 14,213 7,91 7,946 7,861 7,891 7,577 7,628 6,395 16,873 6,681 5,668 6,933 6,094 13,837 12,158 8,992 5,856 5,895 6,69 5,296 7,148

VARIAZ. QUOT.

-0,01 Pioneer Monetario Euro A Prima Fix Obbligazionario Bt A -0,01 Soprarno Pronti Termine +0,00 Synergia Obb Euro B.T. -0,02 Teodorico Monetario +0,01 +0,01 Tesoreria Fondo Per Le Imprese Ubi Pramerica Euro B.T. +0,00 Unibanca Monetario +0,02 Valori Responsabili Monetario +0,00 Zenit Monetario I +0,00 Zenit Monetario R +0,00 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Allianz Reddito Euro L -0,05 -0,05 Allianz Reddito Euro T +0,00 Anfiteatro Bond Corporate Anima Obb. Euro +0,01 -0,06 Arca Rr Azimut Reddito Euro -0,12 Bancoposta Obbligazionario Euro -0,06 Bim Obb. Euro -0,07 Bnl Obbligazioni Euro M/Lt -0,01 Bpvi Obblig. Euro -0,01 Capitale Pià Comparto Obbligazionario +0,00 +0,00 Carige Obbligazionario Euro A +0,01 Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro L.Termine A -0,14 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B -0,12 -0,14 Carismi Bond Euro A Carismi Bond Euro B -0,13 Ducato Fix Euro Mt A -0,13 -0,14 Ducato Fix Euro Mt Y Epsilon Qincome -0,01 Eurizon Focus Obb. Euro +0,02 Euromobiliare Reddito -0,05 Europe Bond -0,04 Fondaco Euro Gov. Beta -0,05 -0,02 Fondersel Euro Fonditalia Euro Bond Long Term R -0,08 -0,08 Fonditalia Euro Bond Long Term T -0,12 Fonditalia Euro Bond Medium Term R Fonditalia Euro Bond Medium Term T -0,12 -0,04 Gestielle Lt Euro A Gestielle Lt Euro B -0,04 -0,01 Gestielle Mt Euro A Gestielle Mt Euro B -0,01 Imirend +0,03 Interfund Euro Bond Long Term -0,09 Interfund Euro Bond Medium Term -0,12 -0,01 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 -0,03 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 -0,05 Intra Obb. Euro Italfortune Euro Bonds +0,00 +0,00 Leonardo Obbligazionario Mediolanum Euromoney -0,05 Mediolanum Italmoney -0,03 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine +0,00 Norvega Obb. Euro A -0,03 -0,05 Norvega Obb. Euro B -0,06 Optima Obbligazionario Euro -0,02 Prima Fix Obbligazionario Mlt A -0,08 Ras Lux Bond Europe Sai Eurobbligazionario -0,02 Synergia Obb Euro M.T. -0,06 Ubi Pra. Euro M/L Termine -0,03 Unibanca Obbligazionario Euro -0,02 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A -0,10 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 -0,09 Vrg Coro Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE +0,00 Amundi Corporate 3 Anni +0,00 Amundi Corporate Giugno 2012 Arca Bond Corporate -0,07 Carige Corporate Euro A +0,68 +0,67 Carige Corporate Euro B Corporate Bond -0,03

13,169 10,174 5,131 5,064 7,488 6,908 6,744 5,751 5,862 7,569 7,528

32,516 31,873 4,982 7,167 9,03 15,626 6,868 6,871 6,811 6,693 5,457 10,794 10,913 5,581 5,673 5,527 5,584 7,594 7,676 7,465 14,105 15,45 7,491 120,313 8,036 7,266 7,321 10,909 10,972 8,257 8,337 15,099 15,234 9,364 8,224 8,213 6,961 11,534 5,967 8,42 7,594 6,451 6,598 17,352 6,522 6,591 6,997 5,85 56,97 12,862 5,175 6,913 5,823 6,252 6,252 5,665

102,974 5,126 7,024 6,549 6,611 7,375

VARIAZ. QUOT.

-0,08 5,313 Ducato Etico Fix Y Ducato Etico Fix A -0,06 5,26 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate -0,05 5,624 Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine-0,03 7,519 Fonditalia Euro Corporate Bond R -0,04 8,405 -0,02 8,447 Fonditalia Euro Corporate Bond T Interfund Euro Corporate Bond +0,00 5,001 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate -0,08 7,616 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A -0,06 4,753 Prima Fix Imprese A -0,06 6,502 Prima Fix Imprese Y -0,05 6,579 -0,02 6,574 Sai Obbligazionario Corporate Synergia Obb Corporate -0,07 5,396 -0,03 7,792 Ubi Pramerica Euro Corporate OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield +0,10 7,186 +0,11 14,044 Fonditalia Bond Euro High Yield R Fonditalia Bond Euro High Yield T +0,11 14,10 Interfund Bond Euro High Yield +0,09 7,727 Prima Fix High Yield A +0,14 7,875 Prima Fix High Yield Y +0,14 8,015 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari +0,63 8,808 +0,67 5,897 Azimut Reddito Usa +0,51 6,067 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro A Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 +0,54 8,238 Fonditalia Bond Usa R Fonditalia Bond Usa T +0,55 8,293 Gestielle Bond Dollars A +0,30 8,828 +0,29 8,94 Gestielle Bond Dollars B Interfund Bond Usa +0,55 7,162 Nordfondo Obbligazioni Dollari +0,62 13,905 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale L +0,04 15,626 Allianz Reddito Globale T +0,04 15,331 -0,03 7,254 Alpi Obbligazionario Internazionale Alto Internazionale Obb. +0,24 6,187 +0,12 12,492 Arca Bond -0,21 7,991 Aureo Obbligazioni Globale Bim Obb. Globale +0,22 5,824 +0,17 5,833 Bpvi Obblig. Internazionale Carige Obbligazionario Internazionale A +0,12 5,771 Carige Obbligazionario Internazionale B +0,12 5,877 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 +0,21 8,431 Eurizon Obb. Internazionali +0,37 8,656 Euromobiliare Intern. Bond +0,64 14,147 Fondersel Internazionale Gestielle Obbligazionario Intern. A +0,08 6,367 +0,08 6,456 Gestielle Obbligazionario Intern. B Imibond +0,01 15,775 Mc G.Fdf Global Bond A +0,09 5,323 Mc G.Fdf Global Bond B +0,09 5,271 Mediolanum Intermoney +0,11 6,426 +0,00 5,338 Ml Master Series Bonds +0,17 5,753 Norvega Obb. Internazionale A +0,19 5,813 Norvega Obb. Internazionale B -0,14 6,922 Optima Obb. Euro Global Pianeta +0,17 9,507 Prima Fix Obbligazionario Globale A -0,03 8,86 Prima Forza 1 A -0,10 5,064 Prima Forza 1 Y -0,08 5,097 Sai Obb.Internazionale +0,33 7,952 Ubi Pra. Obbligazioni Globali +0,07 5,673 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond +0,07 5,671 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate -0,31 6,701 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pra. Obbl. Globali Alto Rendimento +0,09 8,56 OB. YEN -0,04 4,54 Ducato Fix Yen A Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576


il Domani Sabato 27 Marzo 2010 23

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Euro Yield Plus R +0,00 Fonditalia Euro Yield Plus T +0,00 Interfund Bond Japan -0,32 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emergenti -0,09 Bnl Obbligazioni Emergenti +0,89 Emerging Markets Bond +0,21 Eurizon Focus Obb. Emergenti -0,01 Euromobiliare Emerging Markets Bond +0,68 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R-0,13 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T -0,13 Gestielle Emerging Mkt Bond A -0,06 Gestielle Emerging Mkt Bond B -0,05 Interfund Bond Global Emerging Markets -0,10 Mc G.Fdf High Yield A +0,70 Mc G.Fdf High Yield B +0,72 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti +0,63 Norvega Obb. Paesi Emergenti A +0,40 Norvega Obb. Paesi Emergenti B +0,39 Optima Obb. Emergent Market +0,85 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A +0,66 Prima Fix Emergenti A -0,02 Prima Fix Emergenti Y -0,01 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI -0,07 Amundi Obbligazionario Euro +0,02 Anima Convertible Azimut Trend Tassi -0,02 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine +0,02 Consultinvest Obbligazionario -0,02 Ducato Fix Convertibili A -0,08 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 Eurizon Focus Obb. Cedola +0,05 -0,04 Eurizon Obb. Etico Fonditalia Inflation Linked R -0,36 Fonditalia Inflation Linked T -0,35 Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,11 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,11 Groupama It. Bond Sel. Fund +0,16 Interfund Inflation Linked -0,35 Mediolanum Risparmio Reddito +0,28 Mediolanum Vasco De Gama -0,04 Nordfondo Obbligazioni Convertibili +0,24 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 Pioneer Cim Euro Fixed Income -0,05 -0,06 Pioneer Obb. Euro Dis. A Ras Lux Short Term $ +0,02 Ras Lux Short Term Euro +0,03 Symphonia Comp.Obb. Area Europa -0,01 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari +0,63 OB. MISTI Alleanza Obbligazionario -0,02 Alto Obbligazionario +0,00 Anima Fondimpiego +0,12 -0,06 Arca Obb.Europa Azimut Contofondo -0,15 Azimut Solidity +0,03 +0,00 Bancoposta Mix 1 -0,05 Bim Corporate Mix Bnl Telethon +0,05 Ca Multimanager Difensiva +0,00 Capitale Pià Comparto Bilanciato 15 +0,04 +0,00 Carige Bilanciato 10 Cividale Forum Iulii Rendita A -0,05 -0,04 Cividale Forum Iulii Rendita B Cr Cento Misto Best -0,15 +0,05 Eurizon Diversificato Etico Eurizon Rendita -0,05 Eurizon Soluzione 10 +0,01 +0,11 Fucino Dynamic Gestielle Etico Per Ail A -0,02 Gestielle Etico Per Ail B -0,02 Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica +0,02 -0,03 Leonardo 80/20 +0,03 Nextam P. Obbligazionario Misto Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni-0,02 +0,29 Norvega Sintesi Moderato Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A +0,12 +0,16 Sai Multi Fund Linea Prudente Sai Performance +0,05 Sforzesco +0,06 +0,10 Symphonia Patr.Globale Reddito Synergia Bilanciato 15 -0,02 Total Return Obbligazionario -0,07 Ubi Pra. Portafoglio Prudente -0,02 +0,07 Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,05 Zenit Obb. I Zenit Obb. R +0,05 OB. FLESSIBILI +0,08 Amundi Soluzioni Tassi Arca Cedola Corp. Bond -0,06 Arca Cedola Corp. Bond Ii -0,06 Arca Cedola Gov. Euro Bond +0,00 -0,02 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii +0,00 Aureo Cash Dynamic +0,13 Bg Focus Obbligazionario Bnl Target Return Liquidita' +0,01 Cividale Forum Iulii Strategia A +0,09 +0,07 Cividale Forum Iulii Strategia B Consultinvest High Yield +0,85 +0,02 Consultinvest Monetario +0,09 Consultinvest Reddito -0,02 Ducato Fix Rendita A Ducato Fix Rendita Y -0,01 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,02 -0,02 Premium Risparmio +0,01 -0,13 Ritorni Reali Symphonia Bond Flessibile +0,02 Ubi Pra. Active Duration -0,04 -0,07 Ubi Pramerica Total Return Prudente Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,02 Volterra Tr Obblig. -0,02 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,00 Allianz Liquidita' A +0,00 Allianz Liquidita' At +0,00 Allianz Liquidita' B +0,00 +0,00 Amundi Eonia Amundi Liquidita' +0,00

VARIAZ. QUOT.

+0,02 5,681 9,444 Anfiteatro Tesoreria +0,00 6,617 9,499 Anima Liquidita' +0,02 8,757 5,644 Arca Bt Arca Bt Tesoreria +0,02 5,772 13,30 Aureo Liquidita' +0,00 5,717 22,244 Azimut Garanzia +0,01 12,328 6,091 Bnl Cash +0,01 22,206 11,187 Carige Liquidita' Euro A +0,02 6,318 6,992 Carige Liquidita' Euro B +0,02 6,375 10,278 Carismi Liquidita' B -0,02 5,297 10,317 Epsilon Cash +0,00 6,275 10,118 Eurizon Focus Tesoreria Euro A +0,00 7,663 10,283 Eurizon Focus Tesoreria Euro B +0,01 7,701 10,593 Eurizon Liquidita' A +0,01 7,304 +0,01 7,476 7,178 Eurizon Liquidita' B 5,192 Euromobiliare Conservativo +0,00 11,11 +0,01 11,84 8,671 Euromobiliare Contovivo -0,01 14,615 7,304 Fideuram Moneta +0,00 116,244 7,401 Fondaco Euro Cash +0,00 7,601 7,435 Fondo Liquidita' +0,00 7,054 9,802 Gestielle Cash Euro A +0,00 7,089 12,921 Gestielle Cash Euro B +0,00 5,482 13,177 Mediolanum Risparmio Monetario Nextam P. Liquidita' +0,05 5,84 +0,02 6,209 5,511 Nordfondo Liquidita' +0,02 5,866 6,177 Norvega Monetario A +0,03 5,903 8,923 Norvega Monetario B +0,02 6,155 5,144 Optima Money +0,02 5,933 5,224 Pensplan Invest Cash Fund +0,00 5,062 8,702 Pioneer Liquidita' Euro A +0,00 8,525 8,819 Prima Fix Monetario A +0,00 8,619 6,144 Prima Fix Monetario I +0,01 8,603 5,418 Prima Fix Monetario Y +0,02 11,55 13,511 Sai Liquidita' +0,01 7,432 13,583 Symphonia Comp.Monetario +0,02 5,025 7,14 Synergia Monetario +0,02 5,049 7,239 Synergia Tesoreria +0,00 7,29 5,789 Ubi Pramerica Euro Cash +0,02 5,642 13,368 Vrg Coro Tesoreria 11,062 LIQUIDITA' AREA DOLLARO 10,131 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro +1,22 12,467 5,489 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ -0,16 16,64 5,837 FLESSIBILI 15,82 8a+ Gran Paradiso +0,33 5,24 6,526 8a+ Latemar +0,12 5,123 144,685 8a+ Monviso +0,29 5,111 66,044 Abis Flessibile +0,00 5,629 9,431 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 4,655 4,954 Agora Flex +0,10 6,804 +0,14 4,84 Agora Selection +0,02 6,342 5,589 Agora Valore Protetto +0,30 4,658 8,815 Alarico Re +0,55 4,216 19,838 Allianz F100 L +0,58 4,143 8,344 Allianz F100 T -0,02 5,415 5,208 Allianz F15 L -0,04 5,34 7,91 Allianz F15 T 5,863 Allianz F30 L +0,10 5,24 5,496 Allianz F30 T +0,08 5,166 +0,24 27,995 5,89 Allianz F70 L +0,24 27,436 5,00 Allianz F70 T +0,00 5,253 5,29 Amundi Absolute 5,52 Amundi Dynamic Allocation -0,02 5,214 +0,06 5,269 5,57 Amundi Equipe 1 +0,10 5,217 5,691 Amundi Equipe 2 +0,29 5,191 5,844 Amundi Equipe 3 +0,31 4,845 8,011 Amundi Equipe 4 +0,00 5,579 6,02 Amundi Eureka China Double Wine +0,00 5,446 6,93 Amundi Eureka Double Call +0,00 5,624 4,608 Amundi Eureka Double Win +0,00 5,097 6,401 Amundi Eureka Double Win 2013 +0,00 6,205 6,448 Amundi Eureka Dragon +0,00 5,261 5,715 Amundi Eureka Ripresa 2014 6,109 Amundi For. Gar. Em Eq. Recall 2013 +0,00 4,986 +0,00 4,876 6,032 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2013 +0,00 5,25 6,658 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2014 +0,00 4,88 5,557 Amundi For.Gar.Eq. Recall Due 2013 8,145 Amundi Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014+0,00 4,988 +0,00 5,693 4,887 Amundi Form. Gar. Merc. Emerg. +0,00 4,952 17,272 Amundi Form. Private Div. Opp. 9,952 Amundi Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 4,52 7,108 Amundi Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 4,54 +0,00 5,066 5,294 Amundi Formula Garantita 2012 +0,00 4,885 4,341 Amundi Formula Garantita 2013 6,074 Amundi Formula Garantita Due - 2013 +0,00 4,903 6,097 Amundi Formula Garantita High Diver. 2014+0,00 4,869 8,249 Amundi Piu +0,02 5,622 +0,06 5,148 8,205 Amundi Premium Power +0,00 4,835 Amundi Private Alpha -0,07 5,685 4,937 Amundi Qreturn -0,35 4,827 5,32 Amundi Soluzione Azioni -0,06 4,967 5,024 Amundi Strategia 95 +0,00 7,41 5,139 Anfiteatro Bond Plus -0,02 5,268 5,014 Anfiteatro Conservative Flex -0,02 5,636 5,225 Anfiteatro Corporate Absolute Return +0,02 5,171 6,744 Anfiteatro Corporate Bt +0,00 3,325 9,98 Anfiteatro Total Return +0,25 13,803 5,72 Anima Fondattivo +0,00 4,929 5,836 Aqqua +0,00 5,214 5,697 Arca Capitale Garantito Dic 2013 5,506 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 +0,04 5,128 +0,00 5,536 7,408 Arca Corporate Bt +0,13 5,202 18,313 Arca Rendimento Assoluto T3 +0,00 4,952 18,583 Arca Rendimento Assoluto T5 -0,02 5,075 6,587 Aureo Defensive +0,15 5,436 6,502 Aureo Ff 1classe Flessibile +0,05 6,103 7,755 Aureo Finanza Etica -0,13 9,741 5,986 Aureo Flex Euro +0,07 17,433 5,123 Aureo Flex Italia +0,00 4,827 5,68 Aureo Flex Opportunity +0,00 5,984 10,534 Aureo Plus +0,12 5,665 5,268 Aureo Rendimento Assoluto +0,16 5,106 5,174 Azimut Strategic Trend Azimut Trend +0,04 19,607 +0,53 9,099 5,566 Azimut Trend America +0,35 12,395 5,596 Azimut Trend Europa +0,41 15,532 5,071 Azimut Trend Italia +0,42 6,426 5,716 Azimut Trend Pacifico +0,00 5,294 101,996 Bancoposta Centopiu' +0,00 5,263 8,964 Bancoposta Centopiu' 2007

VARIAZ. QUOT.

Bancoposta Extra +0,13 Bg Focus Azionario +0,28 Bim Flessibile +0,18 Bnl Target Return Conservativo +0,02 Bnl Target Return Dinamico +0,00 Bnpp 100% E Pià Grande Asia +0,07 Bnpp 100% E Pià Grande Europa +0,04 Bnpp Equipe Attacco +0,07 Bnpp Equipe Centrocampo +0,02 Bnpp Equipe Difesa +0,00 Carige Flessibile +0,02 Carige Flessibile B +0,04 Carige Flessibile Piu' A +0,02 Carige Flessibile Piu' B +0,02 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo +0,31 Consultinvest Mercati Emerg. +0,32 Consultinvest Multi Flex +0,14 Consultinvest Plus -0,06 Cr Cento Premium +0,00 Ducato Etico Flex Civita A -0,07 -0,05 Ducato Etico Flex Civita Y Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global +0,10 Epsilon Qreturn -0,05 Eurizon Focus Garantito 03/13 +0,04 +0,02 Eurizon Focus Garantito 06/12 Eurizon Focus Garantito 09/12 +0,02 Eurizon Focus Garantito 12/12 +0,02 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,02 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 -0,02 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 +0,00 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,38 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,19 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,05 +0,11 Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,04 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 Eurizon Team 1 A +0,03 +0,03 Eurizon Team 1 G Eurizon Team 2 A +0,11 Eurizon Team 2 G +0,11 Eurizon Team 3 A +0,19 +0,17 Eurizon Team 3 G Eurizon Team 4 A +0,30 Eurizon Team 4 G +0,28 +0,42 Eurizon Team 5 A +0,42 Eurizon Team 5 G Euromobiliare Real Assets +0,05 Euromobiliare Strategic +0,03 Euromobiliare Strategic Flex +0,26 +0,15 Euromobiliare Tr Flex 3 Euromobiliare Tr Flex 4 +0,01 +0,00 Federico Re Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,16 +0,21 Flessibile Fondaco Global Opportunities +0,00 Fondersel Duemila +0,49 -0,09 Fonditalia Flexible Dynamic R Fonditalia Flexible Dynamic T -0,09 Fonditalia Flexible Growth R +0,30 Fonditalia Flexible Growth T +0,31 -0,01 Fonditalia Flexible Income R +0,00 Fonditalia Flexible Income T Fonditalia Flexible Multimanager R +0,09 +0,10 Fonditalia Flexible Multimanager T Fonditalia Flexible Opportunity R -0,01 -0,01 Fonditalia Flexible Opportunity T Formula 1 Alpha Plus 20 +0,14 Formula 1 Conservative +0,03 +0,16 Formula 1 High Risk Formula 1 Low Risk +0,01 Formula 1 Risk +0,06 Gestielle Global Asset Plus +0,00 +0,13 Gestielle Harmonia Dinamico +0,09 Gestielle Harmonia Moderato Gestielle Harmonia Vivace +0,18 -0,06 Gestielle Total Return +0,06 Gestnord Asset Allocation Igm Flessibile A +0,15 Igm Flessibile B +0,17 Interfund System 100 -0,03 +0,01 Interfund System 40 +0,03 Interfund System Flex -0,09 Intra Assoluto Intra Flessibile -0,23 Investitori Flessibile +0,06 +0,41 Kairos Partners Fund Kairos Partners Income +0,00 -0,28 Kairos Partners Small Cap -0,05 Macro F.0. +0,35 Mc G.Fdf Flx Low A Mc G.Fdf Flx Low B +0,35 Mc G.Fdf Flx.High B +0,16 +0,31 Mc G.Fdf Flx.Med. A Mc G.Fdf Flx.Med. B +0,29 +0,21 Nextam P. Flessibile Nordest Sicav +0,48 Norvega Flessibile A -0,08 -0,07 Norvega Mb Absolut Norvega Mb Strategic -0,07 Norvega Rendimento A -0,02 Ob. Rendimento -0,03 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 +0,04 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 +0,16 Paritalia Orchestra C +0,00 Pioneer Target Controllo A +0,06 +0,11 Pioneer Target Equilibrio A Pioneer Target Sviluppo A +0,17

5,273 22,882 3,928 5,049 12,616 5,432 5,094 4,54 4,819 5,435 5,20 5,203 4,534 4,58 4,819 4,897 6,075 6,122 3,236 5,045 4,968 5,245 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,956 6,455 5,174 5,145 5,121 5,134 5,298 5,185 5,263 5,144 5,038 5,222 5,262 5,324 5,464 5,507 5,232 4,905 8,082 5,99 5,99 5,673 5,673 4,739 4,754 3,976 3,992 3,844 3,861 4,165 3,206 13,467 4,616 6,877 5,204 9,249 2,868 96,416 94,551 6,414 6,408 8,896 8,967 8,532 8,563 9,52 9,594 7,866 7,904 6,57 6,562 7,018 6,734 6,646 5,33 5,378 5,312 5,451 14,264 4,816 4,046 4,082 9,538 11,129 10,353 5,649 6,197 6,409 5,838 6,692 9,457 4,129 5,208 5,199 3,774 5,77 3,823 4,773 4,19 7,289 3,014 2,97 5,367 5,844 4,531 3,783 73,087 5,34 5,339 22,453

VARIAZ. QUOT.

Prima Strategia A-Rt 100 A -0,04 5,137 Prima Strategia A-Rt 200 A -0,04 4,906 Prima Strategia A-Rt 50 A -0,03 16,364 Prima Strategia Europa Alto Potenziale A +0,36 2,261 Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y +0,35 2,275 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A +0,11 14,053 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y+0,10 14,043 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A +0,02 4,73 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y +0,02 4,774 Profilo Best Funds +0,05 5,904 Profilo Elite Flessibile +0,14 5,563 Sofia Flex +0,14 0,697 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A -0,08 5,156 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 5,092 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A +0,02 5,197 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B +0,02 5,212 Soprarno Contrarian A +0,16 3,75 Soprarno Contrarian B +0,16 3,756 Soprarno Global Macro A +0,10 4,913 Soprarno Global Macro B +0,10 4,966 Soprarno Inflazione +1,5% A -0,16 5,456 Soprarno Inflazione +1,5% B -0,16 5,483 Soprarno Relative Value A +0,09 5,327 +0,09 5,378 Soprarno Relative Value B +0,87 5,92 Symphonia Asia Flessibile Symphonia Comp.Fortissimo +0,30 2,643 Symphonia Italia Flessibile +0,37 5,142 Synergia Total Return +0,08 5,244 Total Return +0,00 2,312 Ubi Pra. Active Beta -0,08 4,724 Ubi Pra. Alpha Equity +0,12 5,128 -0,06 5,134 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B -0,04 5,152 Ubi Pra. Total Return Dinamico -0,04 5,01 Unibanca Plus +0,04 5,265 Volterra Dinamico +0,13 5,339 Volterra Tr Glob. +0,09 5,536 Vrg Coro Rendimento +0,07 5,367 Zenit Absolute Return I +0,35 5,661 Zenit Absolute Return R +0,34 5,59 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 1,245 Zenit Zero 100 +0,35 4,638 ASSICURATIVI Antonveneta Vita Antonveneta Vita Armonico +0,13 11,535 Antonveneta Vita Armonico 2007 -0,16 9,90 Antonveneta Vita Attivo +0,17 12,435 Antonveneta Vita Attivo 2007 -0,26 9,56 +0,33 14,776 Antonveneta Vita Azionario Antonveneta Vita Azionario Globale +1,28 8,329 Antonveneta Vita Azionario Specializzato +2,20 10,114 Antonveneta Vita Bilanciato Euro +0,45 11,447 +0,86 11,028 Antonveneta Vita Bilanciato Globale Antonveneta Vita Dinamico +0,18 13,726 Antonveneta Vita Equilibrato +0,05 14,699 +0,13 11,415 Antonveneta Vita Euromoneta +0,21 11,856 Antonveneta Vita Monetario Antonveneta Vita Obbligazionario +0,07 11,893 Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,04 13,418 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto +0,19 12,457 +0,05 12,595 Antonveneta Vita Protetto Antonveneta Vita Protetto 2007 +0,04 10,642 +0,05 12,903 Antonveneta Vita Sicuro Antonveneta Vita Trend +1,24 12,107 +0,17 8,705 Antonveneta Vita Trend Dinamico Antonveneta Vita Trend Equilibrato +0,03 10,149 Antonveneta Vita Trend Plus +1,23 7,484 +0,01 10,598 Antonveneta Vita Trend Protetto AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +1,24 10,571 Aurora New Bond +0,79 10,17 +1,61 11,322 Aurora New Share +0,10 10,57 Aurora Unietic Aurora Unit Balanced +0,01 10,146 -0,29 8,789 Aurora Unit Bond Aurora Unit Share +0,31 9,13 +0,58 11,609 Aurora Winvest Bilanciata Aurora Winvest Dinamica +0,89 10,274 Aurora Winvest Prudente +0,30 12,54 AXA MPS FINANCIAL Axa Mps Aggressivo +0,62 9,638 Axa Mps Carattere Forte +0,18 8,999 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 8,15 -0,07 7,205 Axa Mps Fin. Az. Giappone -0,08 15,86 Axa Mps Fin. Az. Pacifico Axa Mps Fin. Az. Sector +0,41 6,603 +1,05 10,984 Axa Mps Fin. Az. Top Ten -0,01 10,754 Axa Mps Fin. Carattere Attento Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 10,40 Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 10,755 Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 11,785 +0,18 10,168 Axa Mps Fin. Dinamico +0,87 11,558 Axa Mps Fin. Dinamico A Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A +1,35 20,976 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,89 10,998 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo -0,33 9,112 +0,04 11,187 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 +0,04 10,751 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,01 11,842 +0,01 10,054 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,02 10,022 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,03 9,583 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 -0,08 11,938 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa Axa Mps Fin. Secure A +0,23 12,986 +1,49 5,736 Axa Mps Fin. Usa Equity A BCC VITA Bcc Vita Equity America +1,90 4,661 +2,20 5,099 Bcc Vita Equity Asia Bcc Vita Equity Europa +0,76 4,65 Bcc Vita World Global Bond +0,26 5,376 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,34 5,93 Bpm Az 50 +0,71 5,69 Bpm Az 80 +1,14 5,33 Bpm Az Flex +0,90 4,49 +1,30 3,91 Bpm Financial Audace Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,18 5,49

VARIAZ. QUOT.

Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,18 5,56 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,18 5,50 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,18 5,48 Bpm Financial Equilibrato +1,10 4,61 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,18 5,56 Bpm Financial Geographic Areas +1,55 3,28 Bpm Financial Global Bond +0,66 6,10 Bpm Financial Industrial Sector +1,81 3,37 Bpm Financial Prudente +0,77 5,21 Bpm Financial Riserva Euro +0,00 6,48 Bpm Financial Vita Azionario +1,30 4,67 Bpm Financial Vita Bilanciato +0,90 5,61 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,29 6,99 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 +0,42 10,724 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,58 8,711 Bnl Vita Capital Unit 90 +0,88 6,751 CARDIF Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B +0,81 141,474 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 -0,89 123,124 Cardif Bilanciato A +0,57 195,001 Cardif Bilanciato B Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B +0,28 219,456 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A +0,59 184,178 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 +0,29 173,009 Cardif Spazio Naturale CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G +0,71 5,22 Carige Dinamicamente Protetta +0,00 5,17 Carige Gestilink Arancione Dinamica +0,27 3,77 Carige Gestilink Blu Moderata -0,04 5,182 Carige Gestilink Verde Prudente +0,15 6,679 Carige Protezione Attiva +0,07 103,45 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario +1,28 4,192 Cattolica Bilanciato +1,02 4,438 Cattolica Bpbari Freeway Country -0,47 3,421 +0,20 3,519 Cattolica Bpbari Freeway Desert Cattolica Bpbari Freeway Jungle -5,66 0,15 Cattolica Cividale Percorso Azionario +1,62 11,702 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario+0,22 11,395 Cattolica Ferrara Investire Azionario +1,26 3,452 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario +0,16 5,561 Cattolica Fondo Protetto -0,27 5,247 Cattolica Formula Life Azionaria +1,13 4,473 Cattolica Formula Life Bilanciata +1,21 4,851 +0,99 4,607 Cattolica Fuoriclasse Balanced Cattolica Fuoriclasse Bond +0,20 5,497 Cattolica Fuoriclasse Equity +1,67 3,282 +1,33 1,445 Cattolica Fuoriclasse High Tech +0,23 5,574 Cattolica Nuove Rotte Cattolica Obbligazionario +0,53 4,903 Cattolica Progetto Attivo Bond +0,50 4,631 Cattolica Progetto Attivo Equity +1,29 3,85 +1,00 4,447 Cattolica Progetto Attivo Mix Cattolica Soluzione Dinamica +0,62 5,183 +0,34 6,236 Cattolica Soluzione Prudente Cattolica Soluzione Vivace +0,94 3,668 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra +0,22 73,087 Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 -0,01 150,59 Centrovita Anni 40 Centrovita Anni 50 +0,35 165,621 Centrovita Anni 60 +0,99 121,404 Centrovita Anni 70 +1,18 123,704 +1,12 99,038 Centrovita Anni 80 +1,30 111,935 Centrovita Azionario Centrovita Azionario Blue +1,22 59,195 +1,27 59,653 Centrovita Azionario Green Centrovita Azionario Plus +1,33 136,374 +1,05 151,816 Centrovita Bilanciato Centrovita Bilanciato Plus +1,06 178,91 Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 +0,00 1.049,92 Centrovita Eag 2006 Centrovita Obbligazionario +0,55 189,45 Centrovita Obbligazionario Blue +0,53 124,496 Centrovita Obbligazionario Plus +0,56 210,832 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. +0,90 2,121 Duomo Unit Dynamic Unit Moderate +0,25 4,891 GENERTELLIFE S.P.A. +0,44 6,095 Adria Equilibrio Genertellife Aptus 1 +0,26 5,042 Genertellife Aptus 2 +0,60 4,707 Genertellife Aptus 3 +0,79 3,966 +0,29 10,414 Genertellife Bg 2005-2015 +0,40 9,792 Genertellife Bg 2005-2020 +0,44 8,939 Genertellife Bg 2005-2025 Genertellife Bg 2005-2030 +0,33 8,528 Genertellife Bg Azionario 1 +1,15 2,296 +1,08 2,626 Genertellife Bg Azionario 2 Genertellife Bg Bilanciato 1 +0,70 4,026 +0,27 5,188 Genertellife Bg Bilanciato 2 +1,13 8,378 Genertellife Bg Dinamico +0,89 2,936 Genertellife Espansione Genertellife Espansione2000 +0,72 2,934 Genertellife Sviluppo +0,39 4,327 +0,49 3,86 Genertellife Sviluppo2000 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio +0,72 5,902 +0,24 5,83 Genertellife Tirreno Unit Protezione Genertellife Tirreno Unit Sviluppo +0,93 5,189 Genertellife Valore +0,03 6,195 Ina Assitalia Ina Fondo Ina Valore Attivo +0,02 4,116 Ina Fondo Valute Estere -0,09 1,132 Ina Nuovo Fondo Ina +0,13 7,887 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione +0,61 5,299 Intesa Vita Azionario America Growth +0,06 8,814 Intesa Vita Azionario America Value +0,08 9,60 -2,02 21,181 Intesa Vita Azionario Cina Intesa Vita Azionario Europa Growth +1,33 10,291

VARIAZ. QUOT.

Intesa Vita Azionario Europa Value +0,72 11,192 Intesa Vita Crescita +0,31 6,051 Intesa Vita Dinamica +0,83 4,735 Intesa Vita Eurounit Azionario +0,60 3,165 Intesa Vita Eurounit Dinamico +0,32 5,031 Intesa Vita Eurounit Equilibrato +0,18 5,549 Intesa Vita Eurounit Prudente +0,06 6,372 Intesa Vita Gpa Accordo +0,09 682,67 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,09 656,30 Intesa Vita Gpa Acuto +0,87 405,74 Intesa Vita Gpa Acuto 2 +0,85 344,88 Intesa Vita Gpa Armonia +0,53 517,93 Intesa Vita Gpa Armonia 2 +0,54 455,60 Intesa Vita Gpa Motivo +0,23 630,52 Intesa Vita Gpa Motivo 2 +0,23 591,98 Intesa Vita Monetario Dollaro -1,21 9,047 Intesa Vita Monetario Euro -0,01 10,853 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,17 11,327 Intesavita Gpa Private Bond +0,21 729,08 Intesavita Gpa Private Global Guar. +1,08 589,59 Intesavita Gpa Private Global High +5,08 344,76 +1,39 672,48 Intesavita Gpa Private Global Low Intesavita Gpa Private Global Medium +2,45 548,68 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo +0,53 3,601 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis +0,51 4,135 Mediolanum Azionario Fedeltà +0,00 2,169 Mediolanum Azionario Lntraprendenza +0,51 3,332 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis+0,52 4,093 Mediolanum Azionario Protezione +0,10 5,90 Mediolanum Balanced +0,32 4,756 Mediolanum Balanced Bis +0,31 4,829 Mediolanum Country +0,57 3,503 Mediolanum Country Bis +0,57 4,088 +0,38 4,196 Mediolanum Dynamic Mediolanum Dynamic Bis +0,39 4,605 Mediolanum Eurobond Breve Termine +0,03 6,755 Mediolanum Eurobond Opportunita' +0,07 6,844 Mediolanum Eurobond Sviluppo +0,04 6,71 Mediolanum Euroequity Opportunita' +0,56 4,339 Mediolanum Euroequity Protezione +0,11 6,511 +0,52 4,631 Mediolanum Euroequity Sviluppo Mediolanum Moderate +0,18 5,146 Mediolanum Moderate Bis +0,16 5,152 Mediolanum Obb. Breve Termine Bis +0,02 5,537 Mediolanum Obb. Crescita Bis +0,06 5,396 +0,10 5,247 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis Mediolanum Obb. Moderazione Bis +0,05 5,473 Mediolanum Obbligazionario Crescita +0,06 6,727 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' +0,03 6,665 Mediolanum Obbligazionario Moderazione+0,05 6,612 Mediolanum Opportunity +0,54 3,88 +0,54 4,246 Mediolanum Opportunity Bis +0,03 6,212 Mediolanum Prudent Mediolanum Prudent Bis +0,04 5,51 Mediolanum Sector +0,58 3,457 Mediolanum Sector Bis +0,58 4,301 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario +0,85 3,099 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato +0,45 4,418 Milano Assicurazioni Previlink Monetario +0,00 6,183 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario+0,00 5,574 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Risparmio Crfc Gentile Dinamica +1,31 3,493 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata +0,95 5,93 Risparmio Eurolink Cv Dinamico +1,11 13,214 +0,46 13,109 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato Risparmio Eurolink Cv Risparmio +0,35 11,983 +1,19 11,177 Risparmio Formula Link In Prima Risparmio Formula Link In Seconda +1,15 9,802 Risparmio Formula Link In Terza +1,37 8,149 Risparmio Gestivita Azionario +1,23 8,818 Risparmio Gestivita Bilanciato +1,21 10,517 +1,14 12,081 Risparmio Gestivita Obbligazionario Risparmio Patavium Ul Dinamico +1,52 8,032 Risparmio Patavium Ul Equilibrato +0,60 9,196 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A -1,29 8,161 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale -1,36 7,836 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,14 9,244 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale -0,08 9,631 -0,20 9,82 Sara Vita Profilo Guardian Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno -0,02 119,49 Unipol Uninvest Azioni Piu' +0,11 108,536 +0,22 13,53 Unipol Uninvest Crescita +0,08 12,556 Unipol Uninvest Equilibrio Unipol Uninvest Flessibile -0,03 6,857 +0,14 108,667 Unipol Uninvest Grande7 +0,08 104,079 Unipol Uninvest Grandevita Unipol Uninvest Mach 7 +0,07 111,433 +0,09 103,867 Unipol Uninvest Otto&Mezzo Unipol Uninvest Performance Europa +0,49 7,555 Unipol Uninvest Risparmio +0,05 13,471 Unipol Uninvest Valore +0,15 12,452 ZURICH LIFE AND PENSION +0,26 5,403 Zlap Controllo Zlap Crescita +0,81 6,61 Zlap Equilibrio +0,46 7,621 +0,44 4,829 Zlap Evoluzione Zlap Protezione +0,08 7,887 Zlap Prudenza +0,26 5,755 Zlap Sicurezza +0,07 5,487 Zlap Sviluppo +0,78 3,765


24

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Forse questo il motivo per cui il premier sta trasformando le regionali in un referendum

Si parte da 11 a 2: basterà una regione per far cantare vittoria di Carlo Bassi ROMA - Più che da una campagna elettorale, le elezioni regionali che si terranno tra pochi giorni sono state procedute da una sequela di ricorsi e polemiche sulle liste - soprattutto per il caso del Lazio che hanno almeno in parte oscurato i temi più politici e i contenuti locali. Mentre l’attivismo preelettorale del premier Silvio Berlusconi rischia di trasformare il voto in un referendum sul suo governo, anche perché gli elettori potenziali sono oltre 40 milioni. Sulla carta, l’esito matematico delle regionali del 28-29 marzo sembra scontato. Dato che il centrodestra governava già in due delle 13 regioni a statuto ordinario che vanno alle urne (Lombardia e Veneto), basta che ne conquisti anche soltanto una in più tra quelle che erano governate dal centrosinistra (Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria) per poter rivendicare ufficialmente la vittoria. Secondo gli ultimi sondaggi condotti prima che scattasse la pausa preelettorale, il Pdl e i suoi alleati potevano contare su una vittoria certa in tre regioni - Calabria, Lombardia, Veneto - mentre in altre quattro - Campania, Lazio, Liguria e Piemonte - si sarebbe profilato un testa a testa tra i due principali schieramenti politici.

Per le regionali si vota a turno unico, senza ballottaggio (come è invece il caso per le provinciali e comunali)

In quanti a votare? Quali province? Un po’ di cifre per vederci chiaro e tante altre cose da sapere

Lombardia e Veneto, le uniche di centrodestra

Ma sul voto regionale incombono diverse variabili, nazionali e locali. Per esempio il tasso di astensionismo - senza contare il fenomeno delle schede annullate o lasciate in bianco - che secondo diversi esperti sarebbe in aumento e che potrebbe colpire maggiormente il centrodestra, il cui governo ha registrato di recente un consistente calo di fiducia (ai primi di marzo era al 39 per cento per l’Ispo e al 38 per cento per Ipr Marketing). Non a caso, nelle sue ultime uscite pubbliche Berlusconi ha ripetutamente invitato gli elettori ad andare a votare. Poi c’è da tenere conto della posizione dell’Udc, alleata di volta in volta con il centrodestra o il centrosinistra e in qualche caso in posizione "terzista". È il caso della Puglia, dove, dicono i sondaggi, la candidatura indipendente di Adriana Poli Bortone favorirebbe la vittoria del presidente uscente Nichi Vendola sottraendo voti al centrodestra di Rocco Palese. Nel Lazio, invece, potrebbe contare l’assenza della lista Pdl nella circoscrizione elettorale di Roma, dopo la vicenda dell’esclusione per scadenza dei termini

Si vota poi in 4 Province - Imperia, Viterbo, L’Aquila e Caserta - e 462 comuni, nove dei quali capoluogo di provincia: Mantova, Lecco, Lodi, Venezia, Macerata, Chieti, Andria, Matera e Vibo ValentiaPer le regionali saranno 40.830.521 gli italiani chiamati al voto: 19.666.192 uomini, 21.164.329 donne. Le sezioni saranno 49.862. Per le provinciali gli elettori chiamati alle urne saranno 1.469.693, per le comunali 3.680.585. Complessivamente, considerando una sola volta gli enti interessati da più elezioni, il corpo elettorale di regionali e amministrative è di 41.229.655 di italiani. Per le regionali gli elettori riceveranno una scheda verde. Si può votare per una delle liste provinciali, trac-

di presentazione che ha portato il Consiglio dei ministri a emanare addirittura un decreto ad hoc, rimasto però senza risultato, perché il Consiglio di Stato ha comunque bocciato tutti i ricorsi. E nella regione dove il centrodestra sembrava destinato a vincere senza problemi, dopo lo scandalo per la frequentazione di trans che ha travolto l’ex presidente di centrosinistra Piero Marrazzo, diversi sondaggi indicavano invece Emma Bonino in testa sia pure di poco su Renata Polverini. Altra variabile, recentissima, l’appello agli elettori cattolici del capo dei vescovi italiani, Angelo Bagnasco, a votare per partiti e candidati che difendono il "diritto alla vita" e la famiglia tradizionale, che potrebbe suonare come una "scomunica" per alcuni candidati di sinistra, soprattutto nel Lazio, dove corre la radicale Bonino, e in Piemonte, la cui presidente uscente Mercedes Bresso - appoggiata anche dall’Udc - viene considerata dai critici una "lacista". Infine, in queste elezioni ci sono due candidati presidenti della Lega Nord, e questo potrebbe modificare gli equilibri elettorali, anche solo all’interno dello stesso schieramento di centrodestra. Il ministro dell’Agricoltura Luca Zaia è in lizza per il Veneto, dove il suo partito potrebbe superare il Pdl, dicono alcuni sondaggi; il capogruppo leghista alla Camera Roberto Cota è invece candidato in Piemonte. Il 21 marzo il quotidiano La Stampa ha pubblicato un inserto speciale in cui la Fondazione "David Hume" ha analizzato le performance delle regioni, sulla base di indicatori che vanno dalla sanità alla sicurezza sul lavoro al turismo. In testa alla classifica ci sono quattro regioni del nord, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Toscana, amministrate sia dal centrosinistra che dal centrodestra. In fondo Lazio, Calabria, Basilicata e Campania, tutte amministrate dal centrosinistra.

ciando un segno nel relativo rettangolo, attribuendo così il voto alla lista regionale collegata; oppure si può esprimere un voto disgiunto, per una lista provinciale e una regionale, non collegata. O ancora si può esprimere un unico voto per una delle liste regionali e per il suo capolista, con un segno sul simbolo o sul nome. È possibile esprimere un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere compreso nella lista provinciale prescelta. Queste regole non valgono in Toscana, Marche, Campania, Puglia e Calabria, dove le modalità di voto sono disciplinate dalle rispettive leggi regionali.Nella scheda per le provinciali, quella gialla, si può votare per uno dei candidati al consiglio

Tra le regioni che hanno comunque migliorato i propri risultati negli ultimi anni, compaiono ai primi posti però Campania, Umbria, Lazio e Piemonte, mentre sono sul fondo Basilicata, Veneto, Calabria e Puglia. In un commento alla ricerca il sociologo Luca Ricolfi ha ammesso che è difficile "giudicare le amministrazioni sui fatti concreti" perché i dati statistici non sono aggiornati e arrivano, al massimo, al 2008. Per le regionali si vota a turno unico, senza ballottaggio (come è invece nel caso di

Domenica 28 marzo dalle 8 alle 22 e lunedì 29 dalle 7 alle 15 si vota, oltre che per le 13 regioni anche per quattro province e in 462 comuni, fra cui Venezia provinciali e comunali). Le modalità di voto cambiano però di regione in regione, secondo quanto previsto dalle rispettive leggi. Nella maggior parte delle regioni (escluse Toscana, Marche, Campania, Puglia e Calabria) si può votare per una delle liste provinciali o per la lista regionale collegata (il cosiddetto listino), o si può anche disgiungere il voto, votando per due schieramenti diversi. Si può esprimere una sola preferenza per un candidato alla carica di consigliere regionale, scrivendone il nome nell’apposita riga vicino al contrassegno della lista provinciale. Per votare serve, insieme a un documento di riconoscimento, la tessera elettorale. Chi l’avesse smarrita può rivolgersi al proprio Comune da oggi al 29 marzo.

provinciale e il voto andrà automaticamente anche al candidato presidente collegato; oppure per uno dei candidati alla carica di presidente della provincia e per uno dei candidati al consiglio provinciale ad esso collegato; o solo per un candidato alla carica di presidente della Provincia. Per le comunali, scheda azzurra. Nei comuni con più di 15 mila abitanti l’elettore può votare per una delle liste, attribuendo il voto anche al candidato sindaco collegato; solo per un candidato sindaco; oppure per un candidato sindaco e per una lista, a esso collegata o meno. È consentito un solo voto di preferenza per un consigliere.


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani 25

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Il Cav: risultato non condiziona i 3 anni a venire E il duro commento del Presidente della Bce Trichet dice tutto e incoraggia la speculazione

L’accordo c’è ma non cambia il senso della disunione di fondo di Maria Teresa Squillaci ROMA - Eurolandia corre in soccorso della Grecia. Dopo giorni di trattative e polemiche, il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno raggiunto un accordo sul meccanismo d’aiuto per Atene. Poi l’altro ieri in serata i 16 paesi della zona dell’euro nel summit di Bruxelles hanno dato il loro via libera all’intesa proposta da Francia e Germania. L’intesa prevede la messa a punto di una cornice europea nell’ambito della quale potranno essere attivati prestiti volontari bilaterali degli Stati membri e una partecipazione complementare del Fondo monetario internazionale. La Merkel ha inoltre insistito affinché il piano sia da applicare solo come extrema ratio, qualora il mercato finanziario si rivelasse insufficiente, è stato infatti sottolineato che solamente «in caso di problemi molto seri" e "in assenza di alternative» si ricorrerà a questa rete di salvataggio. La partecipazione dei governi dell’eurozona sarà "maggioritaria" rispetto al contributo Fmi. È da ricordare inoltre che i prestiti saranno a tassi "non concessionali", cioè non si tratterà di un regalo. Inoltre ogni esborso di prestiti bilaterali dovrà essere deciso dai membri della zona euro all’unanimità. I Paesi membri dovrebbero partecipare sulla base delle rispettive quote di capita-

La Fiat nega le voci sui tagli e si impegna ad aumentare la produzione e il ruolo di Pomigliano

le Bce, il che significa che i Paesi maggiori, come Francia e Germania, contribuiranno di più. L’Italia, che detiene il 12,4 per cento dell’Eurotower, potrebbe impegnare circa 1,5 miliardi. Il totale del bisogno finanziario non è precisato: ma dovrebbe aggirarsi su circa 22 miliardi di euro. Per quanto riguarda le condizioni, l’Eurogruppo, che riunisce i ministri dell’Economia di Eurolandia, dovrà fare un rapporto per verificare il rispetto degli impegni di bilancio assunti dal governo greco.Visibilmentesoddisfattoilpremier greco Giorgio Papandreou: «Si mette in piedi un meccanismo con una partecipazione minoritariadell’Fmi che garantisce la stabilità finanziaria della zona euro.L’Europa fa un passo avanti e insieme alla Grecia esce più forte dalla crisi».Contro il coinvolgimento del Fmi il presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet: «Sarebbe davvero sbagliato se il Fondo Monetario o altri organismi esercitassero la responsabilità al posto dell’Eurogruppo o dei singoli governi». E ancora: «Un intervento dell’Fmi al posto dell’Eurogruppo sarebbe un segnale molto, molto brutto. Tutto ciò che va in direzione di una deresponsabilizzazione dei membri della zona euro sarebbe negativo. E noi vogliamo che i Paesi della zona euro esercitino a pieno, totalmente e in maniera fedele ai trattati Ue la loro responsabilità». Trichet ha poi lanciato un monito: i Paesi di Eurolandia «devono

«La soluzione che è stata scelta sembra essere uno strumento che credo non sarà utilizzato dalla Grecia perché le misure annunciate daranno subito frutti» essere responsabili» e non commettere gli stessi errori compiuti dalla Grecia, ha detto invitando gli Stati della zona euro a rispettare il trattato di Maastricht e i vincoli di stabilità. In un articolo congiunto, pubblicato su Le Figaro e sul Frankfurter Allgemeine Zeitung, la Merkel e Sarkozy chiedono che i criteri di Maastricht siano applicati «con flessibilità» a partire dal tetto del 3% del rapporto deficit/pil, per consentitire ai Paesi membri di fronteggiare la crisi economica e finanziaria. Trichet inoltre si dice "fiducioso" che il il coinvolgimento del Fmi non verrà normalmente adottato e che la Grecia riconquisti progressivamente la fiducia dei mercati. Dello stesso avviso anche il banchiere centrale greco George Provopoulos secondo il quale la Grecia probabilmente non utilizzerà il piano di aiuto finanziario dell’Unione europea e del Fmi poiché le misure fiscali funzionano.

ROMA - Silvio Berlusconi non teme l’astensionismo né il sorpasso da parte della Lega al Nord alle prossime elezioni Regionali, confidando nel senso di responsabilità degli italiani. «No, io non lo temo, ho molta fiducia nel buon senso degli italiani», ha detto Berlusconi a chi gli chiedeva se temesse l’astensionismo in una intervista a Sky Tg24 nell’ultimo giorno utile per la campagna elettorale prima del silenzio che scatterà a mezzanotte, 24 ore prima del voto. Berlusconi ha poi detto di non temere un superamento da parte della Lega nelle Regioni del Nord e di essere condizionato poi da tale sorpasso: «Non esiste», ha esclamato, aggiungendo che «in Lombardia c’è ancora una grande distanza tra noi e loro». Berlusconi ha detto che parlerà di vittoria elettorale se riuscirà a portare la maggior parte degli italiani sotto governi di centrodestra. E non ritiene affatto che il risultato inciderà sulla durata del suo governo e sul prosieguo della legislatura. «Ogni Regione in più costituirà un successo. La vera vittoria sarebbe avere la maggioranza dei cittadini amministrata da noi». Ma se dopo le elezioni non dovesse più avere un mandato forte? «Non cambia nulla perché noi abbiamo un mandato per la legislatura, per cinqueanni.Iocomunquenonsono abituato fare riflessioni su ipotesi che non reputo possibili», ha concluso secco il premier.

TORINO - Sulla Fiat si è concentrato un tiro al bersaglio ranno in Italia». Montezemolo ha ricordato: «Siamo alla non tanto dai giornali, ma «da esponenti politici, sinda- vigilia della presentazione di un modello che ha in sè cali e anche imprenditoriali», tutte critiche che «non ten- l’essenza della migliore italianità. La Giulietta che verrà gono per niente conto dei grandi risultati ottenuti presentata il mese prossimo, richiama il nostro Paese in dall’azienda negli ultimi anni». L’amministratore dele- tutti i suoi tratti caratteristici: il design, la creatività e la gato di Fiat, Durante il suo intervento capacità di innovare». «Fiat - ha detto all’assemblea degli azionisti, reagisce Pomigliano d’Arco poi ancora Marchionne - non pretenalle critiche subite in tempi recenti dal de di essere elogiata come ha fatto il Lingotto. Soprattutto a quelle di aver diventerà «il secondo presidente Usa Barack Obama dopo esportato all’estero segmenti imporl’operazione Chrysler, ma vorrebbe tanti della produzione con ripercus- più grande stabilimento equilibrio e giustizia». Il manager ha sioni sull’occupazione in Italia. E in italiano entro tre anni» spiegato che la Casa torinese «non è particolare dopo le indiscrezioni di andata all’estero per capriccio e stampa sul piano industriale: Fiat ri- e la Fiat aumenterà la dimenticando l’Italia», ma lo ha fatto durrebbe i modelli da 12 a 8 e taper crescere, senza però spostare il glierebbe circa 5mila posti di lavoro in produzione in Italia suo baricentro, che rimane italiano. Italia. In sintonia con Sergio Marchionne il presidente Luca Cordero di Montezemolo che ha aperto l’assemblea al Lingotto: «La nostra storia, le nostre radici e il nostro cuore sono e saRoc

Cab


26

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

APPUNTAMENTI CON IL FISCO Detrazione del 55% per i lavori di riqualificazione energetica Per i lavori lavori iniziati nel 2009 e che proseguono anche nel 2010

Scadenza 31 marzo Chi vuole usufruire della detrazione d’imposta del 55 per cento per i lavori di riqualificazione energetica iniziati nel 2009 e non portati a termine entro il 31 dicembre scorso, deve comunicarlo all’Agenzia delle entrate entro il 31 marzo. Il direttore della Agenzia delle entrate ha approvato il provvedimento n. 57639 del 6 maggio 2009, con il quale si dà attuazione alla disposizione del Decreto anticrisi e si approva anche il modello di comunicazione da presentare all’Agenzia delle entrate per gli interventi di riqualificazione energetica, ma esclusivamente per lavori che proseguono oltre il periodo di imposta. Il provvedimento riguarda solo i contribuenti che effettuano interventi i cui lavori coinvolgono più pe-

riodi di imposta. Nel modello di presentazione devono essere indicate le spese sostenute nei periodi d’imposta precedenti a quello in cui i lavori sono terminati. Naturalmente per gli interventi i cui lavori vanno per più periodi di imposta, deve essere presentato un modello per ciascun periodo d’imposta. Invece, non deve essere presentato se i lavori sono iniziati e conclusi nello stesso periodo d’imposta e se nel periodo di imposta cui la comunicazione si riferisce non sono state sostenute spese. La presentazione del modello deve essere effettuata entro 90 giorni dal termine del periodo d’imposta nel quale i lavori hanno avuto inizio e per i soggetti diversi dalle persone fisiche con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare, entro 90 giorni dal termine del periodo d’imposta in cui sono state sostenute le spese.E resta l’obbligo di trasmettere all’Enea, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, la comunicazione di

questa fine con la copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati. Per avere l’agevolazione sono necessari tre certificati, ossia l’asseverazione, l’attestato di certificazione o qualificazione energetica e la scheda informativa relativa agli interventi realizzati.Questo attestato è un documento redatto da un tecnico abilitato comprendente tutti i dati relativi all’efficienza energetica propria dell’edificio.La scheda informativa contiene i dati identificativi del soggetto che ha sostenuto le spese, i dati dell’edificio oggetto dell’agevolazione.Ancora la tipologia di intervento che è stata eseguita, il risparmio energetico che ne è conseguito e l’importo totale sostenuto con le spese professionali e la somma finale. Luana Rocca

Moratoria debiti

Trattamento fiscale agevolato La cessione dei terreni lottizzati riceve un trattamento fiscale più favorevole rispetto alle cessioni dei terreni edificabili

La lottizzazione di un’area diviene perfetta con la stipula della convenzione e l’autorizzazione comunale alla lottizzazione va assunta come momento di inizio di tale lottizzazione. Questo sussiste dal momento in cui viene stipulata la relativa convenzione indipendentemente dal fatto che siano iniziate o meno le opere di urbanizzazione. Invece per quanto riguarda la determinazione della plusvalenza da assoggettare a tassazione, si deve fare riferimento ai primi due commi dell’art. 68 del Dpr 917/86 del Tuir. L’art. 67 dispone che sono redditi diversi le plusvalenze realizzate mediante la lottizzazione di terreni o l’esecuzione di opere intese a renderli edificabili e la successiva vendita, anche parziale, dei terreni e degli edifici. Per la quantificazione della plusvalenza da assoggettare a tassazione si de-

termina come differenza tra i corrispettivi percepiti nel periodo di imposta e il prezzo di acquisto o il costo di costruzione del bene ceduto, aumentato di ogni altro costo inerente al bene medesimo. L’articolo 68, inoltre, prevede che per i terreni lottizzati acquistati oltre cinque anni prima dell’inizio di lottizzazione si assume come prezzo di acquisto il valore normale nel quinto anno anteriore. Il costo dei terreni acquistati gratuitamente è determinato, invece, tenendo conto del valore normale del terreno alla data di inizio della lottizzazione. Quindi per i terreni lottizzati acquistati a titolo oneroso le regole di determinazione della plusvalenza variano in relazione se i terreni sono acquistati oltre cinque anni prima dell’inizio della lottizzazione o se i terreni sono acquistati non oltre cinque anni prima dell’inizio della lottizzazione. Nel primo caso il prezzo di acquisto deve essere il valore normale del terreno nel quinto anno anteriore all’inizio della lottizzazione. Mentre nel secondo caso, non essendo prevista una specifica regola che individua il valore da assumere quale prezzo di acquisto, si applica la regola generale contenuta nell’art. 68 del Tuir. Questa è che la plusvalenza si determina confrontando i corrispettivi percepiti nel periodo d’imposta con il prezzo di acquisto del terreno, aumentato di ogni altro costo inerente. Da queste disposizioni si evince che nella cessione di un terreno lottizzato viene riconosciuta una sorta di rivalutazione gratuita del suo valore fino al quinto anno anteriore all’inizio della lottizzazione. E quindi la cessione dei terreni lottizzati riceve un trattamento fiscale più favorevole rispetto alle cessioni di terreni meramente edificabili.

Per sostenere le piccole e medie imprese in difficoltà, il ministro dell’Economia e delle finanze, il presidente dell’Abi e le associazioni dei rappresentanti delle imprese hanno approvato la sospensione dei dei debiti delle Pmi verso il sistema creditizio. Questo è stato attuato per dare respiro finanziario alle imprese con adeguate prospettive economiche e in grado di provare la continuità aziendale.In particolare, questo provvedimento stabilisce che la categoria delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese devono avere meno di 250 persone e il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio non supera i 43 milioni di euro. Per beneficiare di questo provvedimento, le imprese devono essere in una situazione di crisi finanziaria «solo temporanea». A tal proposito al 30 settembre 2008, dovevano avere una posizione classificata dalla banca «in bonis», ossia non dovevano avere in corso procedure esecutive, sia immobiliari che mobiliari, «sofferenze», cioè debiti verso la banca ormai scaduti o per cassa,«partite incagliate», ossia difficoltà obiettive, ma temporanee e, infine, «partite ristrutturate», cioè posizioni che hanno subito delle modifiche che determinano una perdita per la banca.Le rate non sono pagate da non più di 180 giorni dalla presentazione della domanda e le imprese che vogliono le agevolazioni devono dare tutte le informazioni necessarie. PAGINA REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON "FISCAL FOCUS" diANTONIOGIGLIOTTI


28

il Domani

Sabato 27 Marzo 2010

CULTURA E ASSOCIAZIONI Nello spettacolo, le parti recitate si alternano e si compenetrano con parti cantate e sostenute da musiche originali

Nella foto, Giancarlo Cauteruccio

L’opera dello scrittore calabrese venne messa in scena per la prima volta al Teatro Nuovo di Milano

“La lunga notte di Medea” di Alvaro riscritta da Cauteruccio di Franco Brescia

CATANZARO - Corrado Alvaro, il grande giornalista e scrittore calabrese, l’eccellente drammaturgo, non conosce il tramonto. Non solo in virtù della Fondazione stabile di S.Luca, a suo nome, che ne ravviva il ricordo con manifestazioni letterarie con cui egli venga celebrato, ovunque possibile, in ogni parte del mondo. Questa volta è Giancarlo Cauteruccio a riportarlo alla ribalta attraverso un’opera teatrale dello scrittore calabrese, che, per la sua formazione scolastica, si soffermò anche a Catanzaro frequentando il famoso liceo classico cittadino che lo maturò prima di essere assorbito dagli eventi bellici del tempo. Giancarlo Cauteruccio è un altro calabrese che si rende famoso oltre i confini regionali a causa della sua attività. Regista-attore-scenografo-artista visivo, è noto in Italia e all’estero per la sua particolare poetica basata sul rapporto tra arte e tecnologia. L’opera teatrale di Alvaro è quella, sua, più famosa: "La lunga notte di

Stasera e domani in scena “Io provo a volare”, un omaggio a Domenico Modugno

Corrado Alvaro

Medea", la tragedia in due atti che venne messa in scena per la prima volta al Teatro Nuovo di Milano da Tatiana Pavlova, nel luglio del 1949. Da cui, Cauteruccio, ha tratto "Medea e la luna", nata come omaggio allo scrittore calabro e creata, nel 2007, per il "Magna GreciaTeatroFestival"volutodalla Regione Calabria e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali E’ un’opera che propone una eroina tragica in cui è possibile cogliere una spiazzante contemporaneità. Medea è nelle parole di Alvaro "un’antenata di tante donne che hanno subito una persecu-

È un’opera che propone una eroina tragica in cui è possibile cogliere una spiazzante contemporaneità. Medea è nelle parole di Alvaro «un’antenata di tante donne»

Dopo aver aperto la passata stagione di SpazioTeatro con "Briganti", Gianfranco Berardi torna alla Sala SpazioTeatro oggi e domenica 28 con "Io provo a volare", un originale omaggio a Domenico Modugno che parte dalle sue canzoni per raccontare la storia di un sogno d’arte, di una passione forte e totale che accomuna tanto giovani del sud. Un custode di un teatrino di provincia, dopo vani tentativi di diventare attore, decide di fuggire e tentare fortuna altrove; ma giunto in città la realtà in fondo non gli appare tanto diversa dalla provincia e il suo sogno si infrange. Torna quindi al paese sia pur con la morte nel cuore, ma il piccolo cinema in cui aveva cullato il suo sogno artistico nel frattempo è stato stuprato da restauri politici ad opera di incompetenti. Così per amore dell’arte e del proprio progetto di felicità già più volte sfumato decide di entrare di nascosto nel teatro e pietra dopo pietra iniziarlo a demolire. La narrazione di Berardi è come di consueto ironica e amara, contrappuntata da un trio di musicisti che fanno delle note di Modugno un’autentica colonna sonora. Si chiude quindi con uno dei più brillanti attori/registi del-

zione razziale e di tante che, respinte dalla loro patria, vagano senza passaporto da nazione a nazione, popolano i campi di concentramento e i campi di profughi". Una donna che si aggira tra le macerie del proprio amore negato e frustrato, rivendicando la propria autonomia nel non soggiacere a un percorso predestinato". Cauteruccio ne fa una riscrittura in cui le parti recitate si alternano e si compenetrano con parti cantate e sostenute da musiche originali. Lo spettacolo, prima di approdare ai grandi teatri ha attraversato i siti archeologici della Calabria e i teatri antichi di Trieste e Se gesta. E, dopo il successo al Teatro Duse di Bologna e al Teatro Alfieri di Asti debutta, in questi giorni, al Teatro Gobetti di Torino per poi scendere a Roma. La ispirazione che ha guidato Cauteruccio nel creare questo spettacolo, ce la racconta tutta lui, insieme con gli altri motivi. E’ un racconto affascinante, di cui propongo la lettura: " "Immagino Corrado Alvaro mentre volge lo sguardo da San Luca d’Aspromonte verso il mare: lo Jonio,

sul quale arrivarono i coloni provenienti dalla Locride, dal centro dell’Ellade, quei Greci che sulla nostra costa fondarono Lokroi Epizephyrii, la fulgida, una delle principali città della Magna Grecia. Immagino Alvaro osservare le donne di San Luca vestite di nero, sedute davanti all’uscio, con lo sguardo sempre rivolto all’interno delle case e la schiena verso la strada, scudo e custodi del focolare. Immagino la sua curiosità rapita dal mistero delle ‘magare’, le fattucchiere sapienti di poteri magici che le madri trasferiscono alle figlie la notte della vigilia di Natale, da sempre. Donne capaci di sanare compiendo ‘u sfascinu’, il rito che guarisce chi è stato ‘affascinatu’ dallo sguardo invidioso e cattivo della gente. Immagino Alvaro avvolto dalle nenie delle donne, dalle ammalianti ninna nanne, dai canti

«Una donna che si aggira tra le macerie del proprio amore negato e frustrato, rivendicando la propria autonomia» arcaici di contadini e pescatori, dai lamenti nelle processioni del Venerdì Santo. Immagino un momento preciso della sua vita di scrittore, quando si rivela la necessità di tornare alla terra e al tempo del proprio mito personale e segreto. La messa in scena di questo testo diviene per me un atto sentimentale, un viaggio introspettivo dentro il ricordo che è insieme pungente e armonioso, quel tempo perduto che risiede in ogni uomo. La "Lunga notte di Medea" è un momento speciale, quasi sacro, nel quale ho provato a recuperare le immagini, i suoni, le atmosfere e la lingua che per anni ho custodito dentro di me"

Domenico Modugno

la nuova scena italiana la stagione di SpazioTeatro: tre mesi intensi, ricchi di voci, suoni e passioni. Re. S.

Si chiude con uno dei più brillanti attori della nuova scena italiana la stagione dell’associazione SpazioTeatro


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI

Il Fondo ambiente italiano incontra i cittadini per la 18esima volta

Oggi e domani in Calabria le giornate Fai di primavera E’ l’appuntamento che da diciotto anni gli italiani si danno all’inizio della primavera. Un appuntamento con le bellezze del nostro Paese, che si trasforma ogni volta in una profonda e collettiva manifestazione d’affetto, di orgoglio e di identità nazionale. Oggi e domenica 28 marzo si svolge contemporaneamente in tutte le regioni italiane la 18a edizione della Giornata Fai di Primavera. È il momento dell’anno in cui il Fai - Fondo Ambiente Italiano incontra gli italiani, offrendo scenari meravigliosi e sorprendenti. Ed è una grande e ormai tradizionale festa popolare ambientata quest’anno in 590 siti particolari, spesso inaccessibili e segreti, eccezionalmente a disposizione del pubblico. Palazzi, castelli, chiese, giardini, palazzi, conventi, biblioteche, aree archeologiche, teatri e persino paesaggi da attraversare in bicicletta o sorvolare col parapendio: tante esperienze e tanti linguaggi diversi, tutti legati tra loro dalla bellezza e dalla storia dei nostri territori familiari collettivi. Il senso di appartenenza che nasce tra coloro che partecipano alle

Tra le aperture in Calabria: a Catanzaro, il complesso dell’Osservanza; a Saracena, il centro storico Giornate FAI - fino a oggi, oltre 5 milioni di italiani - è il segnale che nel corso degli anni la sensibilità nei confronti della difesa e del recuperodeinostritesoriambientali e artistici - che coincide con la missione della Fondazione - è sempre più condivisa e perciò sempre più legata alla responsabilità di ciascuno. Tutti possono contribuire a questa missione, e proprio per questo le visite ai siti aperti eccezionalmente per la Giornata FAI sono a contributo libero. Non esiste un biglietto d’ingresso: ciascuno contribuisce come può e come crede. Tra le aperture in Calabria segnaliamo:Catanzaro, Complesso dell’Osservanza - Chiesa di Santa Teresa ed ex Ospedale Militare - Bene normalmente chiuso al pubblico. Il Complesso dell’Osservanza è costituito dal convento quattrocentesco dei padri francescani osservanti edificato nel 1447 e dalla Chiesa di S. Teresa. Per tutti i beni apertura: oggi e Domenica 28, ore 10.00 - 18.00, Cosenza, Chiesa di San Giovanni Battista Gerosolimitano - Bene

È una grande e ormai tradizionale festa popolare ambientata quest’anno in 590 siti particolari, spesso inaccessibili e segreti, eccezionalmente a disposizione del pubblico. Palazzi, castelli, chiese, giardini, conventi... Catanzaro, oratorio dell'arciconfraternita

normalmente chiuso al pubblico. Fondata nel 1428, ospitò la Commenda dei Cavalieri di Malta che, con un’apposita concessione, poteva organizzare il 23 marzo di ogni anno, la Fiera dell’Annunziata, e che vi svolgeva riunioni e celebrazioni liturgiche. Apertura: oggi e Domenica 28, ore 10.00 13.00 / 15.00 - 18.00, Saracena (CS), Centro storico. Forse erede della mitica Sestium la cittadina venne ripopolata verso il X secolo, al tempo delle prime invasioni arabe che interessarono l’area nord della Calabria. Nel centro storico i meandri di affascinanti vicoli tortuosi e i piccoli cortili rimandano all’origine islamica dell’abitato. Nel corso della visita si potranno visitare chiesette, alcune delle quali di remota costruzione, come quella dedicata a S. Maria dell’Ara Coeli, che con la sua abside rivolta a oriente e l’ingresso sul lato lungo di sud, denota una origine bizantina. Apertura: oggi e Domenica 28, ore 10.00 - 13.00 / 15.00 - 18.00, Casignana (RC), Villa Romana - Bene normalmente chiuso al pubblico. Le ricerche archeologiche condotte a Palazzi di Casignana dal 1963, estese su una superficie di oltre 7.000 mq, hanno messo in luce parte di una villa romana del I-IV secolo d.C. evidenziando un settore dedicato a bagni termali e ambienti residenziali di grande interesse per conformazione planimetrica e ricchezza delle decorazioni. Apertura: domenica 28, ore 9.00 - 12.30 / 15.00 - 18.30, Reggio Calabria. Il lungomare di Reggio Calabria e i suoi monumenti. Il Lungomare di Reggio Calabria è il "luogo" per eccellenza della città. Nato nel 1912 dalle ceneri della via Marina distrutta dal terremoto, fu definito "il più bel chilometro d’Italia", per la forte presenza dello scenario dello Stretto. Dopo quasi un ventennio di degrado ambientale, alla fine ‘900, la via marina è stata interessata da un intervento di restauro. Apertura: oggi, ore 10.00 - 13.00 / 16.30 - 18.30; Domenica 28, ore

10.00 - 13.00 / 16.30 - 18.30. Anche quest’anno l’iniziativa "Arte: un ponte tra culture" promuove le visite guidate per cittadini stranieri: a Casignana (Rc) visite guidate in inglese e francese e a Reggio Calabria in inglese, francese, spagnolo e tedesco. La Giornata Fai di Primavera è l’occasione per avvicinare gli italiani alla causa della Fondazione

blica Istruzione, Università e Ricerca, del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali e con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, con il concorso di numerose Regioni Italiane e il contributo di Bartolini Corriere Espresso. Con il Patrocinio di RAI Segretariato Sociale.

to. I visitatori potranno avvalersi anche quest’anno di guide d’eccezione: saranno, infatti, oltre 12.000 gli Apprendisti Ciceroni®, giovani studenti che illustreranno aspetti storico-artistici dei monumenti. La loro presenza è stata resa possibile grazie alla collaborazione di Alleanza - Marchio di Alleanza Toro.

Il progetto "Arte: un ponte tra culture" è reso possibile grazie al sostegno di Finint -Western Union. Il FAI ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta, CAI - Club Alpino Italiano, ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 110 Delegazioni e ai 7.000 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l’even-

Quest’anno, in premio, fantastici voli: chi si iscrive online al FAI dall’ 1 al 31 marzo 2010 e partecipa al concorso "Cara Italia ti scrivo" potrà vincere un volo per New York. Per informazioni su altri premi e modalità di partecipazione www.giornatafai.it. I biglietti aerei sono offerti da Volagratis, che ha anche contribuito alla realizzazione del minisito www.giornatafai.it.Informazioni ed elenco completo dei monumenti aperti: tel. 02/89780115 24 ore su 24 oppure www.fondoambiente.it o www.giornatafai.it.

Casignana, Villa Romana

e per sostenerne l’attività attraverso l’iscrizione o con una donazione. L’edizione 2010 della Giornata FAI di Primavera è realizzata, per il dodicesimo anno di seguito, con il contributo di Wind e Infostrada: dal 1999 Wind ha scelto di accompagnare l’iniziativa del FAI per far scoprire i piccoli e grandi tesori d’Italia. E in collaborazione con il Gruppo editoriale L’Espresso, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero della Pub-


Sabato 27 Marzo 2010

il Domani 31

APPUNTAMENTI Prosegue con l’esibizione del Maria Neckam quintet la prima edizione della rassegna musicale

“Locri fest jazz” “Class, l’angolo delle gioie”, inaugurazione oggi pomeriggio a Catanzaro • BAGNARA C. (Cs) "Premio Mia Martini" Nei prossimi giorni a Parigi conferenza stampa di presentazione della 16 edizione del Premio Mia Martini. Da Bagnara Calabra, quartier generale del prestigioso Premio, in questi giorni stanno giungendo notizie di grande fermento e di incessante attività. Tutto in funzione dell’organizzazione della prossima edizione del rinomato evento, che anno dopo anno acquista una rilevanza sempre più importante per il pubblico e gli addetti ai lavori. Ad ascoltare le aspiranti “Nuove Proposte per l’Europa” nei prossimi mesi, sarà una commissione artistica nominata direttamente dal patron Nino Romeo, composta dall’eccellente musicista Mario Rosini (presidente della commissione),dall’ormaistoricogiornalistamusicaleAndreaDirenzo(coordinatoredella commissione), da Giovanna Gilda Severino e dalla già preannunciata vocalist deiMatiaBazar,RobertaFaccani,dasubito entusiasta di far parte della grande famiglia del Premio Mia Martini. Infatti, sia il patron che la responsabile organizzativa Silvana Bonadonna sono sicuri che la preziosa esperienza di un’artista del calibro della Faccani apporterà un grandissimo valore alla nuova edizione e a tutti i giovani artisti. La responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, come nel suo stile, non svela nulla di ciò che saranno le sorprese della prossima edizione; preannuncia, però, che nel corso della conferenza stampa di Parigi saranno rese note le novitàchevedrannoprotagonistile“Nuove Proposte per l’Europa”. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria,dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra. Adesso tocca a te! in palio il tuo sogno. • CATANZARO Laboratorio di musica E’attivo,ognimartedìdalleore16,00alle ore 18,00, nell’Oratorio del Carmine, in via Fiorentino, il Laboratorio sperimentale di musica moderna . Gli appuntamenti rientrano nelle attività culturali 2009/10 dell’Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario Ardis di Catanzaro e sono indirizzati agli allievi iscritti all’Accademia de Belle Arti di Catanzaro, dell’Università della Magna Grecia e del Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, promossi e organizzati dall’Associazione "Promocultura" presieduta dal M° Tommaso Rotella. I laboratori prevedono una serie di incontri di formazione musicale di canto moderno tenuti dalla Prof. ssa Velia Ricciardi e di chitarra e basso elettrico tenuti dal M° Vittorio Accorinti. • CATANZARO Premio Vivarium L’Associazioneculturale“Accademiadei Bronzi”, in collaborazione con le Edizioni Ursini di Catanzaro e Radio Squillace, promuove e organizza la 2ª edizione del premio “Vivarium”di poesia, saggistica e narrativa. La partecipazione è gratuita e il monte-

premi totale è di 6.000 euro. Alla sezione A, dedicata a S.S. Giovanni Paolo II, si partecipa inviando tre poesie inedite in lingua italiana, contenute nei 35 versi, di cuialmenounaatemareligiosooispirata ad argomenti di carattere sociale.Alla sezione B, dedicata a Flavio Magno Aurelio Cassiodoro (Squillace, 490 circa – Monastero di Vivarium 583 circa), si partecipa con un saggio inedito di argomento religioso, storico o sociale, oppure con un testo inedito di narrativa (romanzo o racconti).Ilavorinondovrannosuperare le 200 cartelle dattiloscritte formato A4. Gli elaborati dovranno essere spediti in duplice copia, con firma ed indirizzo dell’autore,entroil31marzo2010,unitamente alla scheda di partecipazione che potrà essere scaricata dal sito www.ursiniedizioni.it o richiesta via fax al n. 0961.782980. L’invio dei testi dovrà avvenire solo con posta prioritaria, intestando il plico a “Nuova Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia 26 – 88100 Catanzaro. Per eventuali informazioni scrivere a premiovivarium@gmail.com.

• CATANZARO "Class, l’angolo delle gioie", concessionaria esclusiva "Airoldi", apre a Catanzaro in via Educandato,10. L’ inaugurazione è prevista per oggi alle ore 18,00.

• CATANZARO Adol, stagione 2009/2010 Adol,AmiciDell’Opera Lirica "JussiBjorling" presenta il programma 2009/2010: 27 marzo 2010, dadefinire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" pressoCircoloUnioneore17.30;22maggio 2010,2°incontrosu Mozart-DaPonte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30.

• CATANZARO Mostra di pittura Il museo Marca di Catanzaro apre le porte al design e all’architettura organizzando un’ampia retrospettiva dedicata a Alessandro Mendini, architetto e designer tra i più celebri a livello internazionale.Alchimie. Dal ControdesignalleNuoveUtopie èiltitolodellarassegna curata da Alberto Fiz, direttore artistico del MARCA, che s’inaugura il 10 aprile alle ore 18.30 con una performance musicale che ha come punto di riferimento un importante lavoro degli anni Settanta.L’evento è promosso dalla Provincia di Catanzaro Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria,delMinisteroperiBenieleAttività Culturali e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria.La mostra rientra nel Piano Operativo Regionale Calabria Fondi Europei di Sviluppo Regionale 2007/2013.Sono oltre 70 le opere esposte sino al 25 luglio in un percorso che comprende dipinti, sculture, mobili, oggetti, schizzi e progetti con alcune testimonianzeinediteomaivisteprimad’orainItalia. Il progetto, poi, ha tra le sue peculiarità quella di sottolineare le collaborazioni tra

Mendini e gli altri protagonisti del mondo dell’arte, in particolare Mimmo Paladino, Francesco Clemente, Bruno Munari, Luigi Veronesi, Bob Wilson e Peter Halley.In mostra sono molti gli omaggi di amici e colleghi come i ritratti realizzati da Paladino, Mimmo Rotella, Michele De Lucchi e dall’artista giapponese Tiger Tateishi.Per questa ampia mostra, realizzata con la collaborazione e l’allestimento di Alessandro Mendini e del suo Atelier, sono state coinvolte, in qualitàdiprestatori,collezionipubbliche e private italiane e straniere tra cui la Fondation Cartier pour l’art contemporain di Parigi, il Vitra Design Museum di WeilamRhein,ilMuseodelDesigndella Triennale di Milano e gli Archivi dell’Università di Parma. Tra i prestatori anche le aziende con cui Mendini ha collaborato tra cui Alessi, Bisazza, Cassina, Cappellini, Venini e Zanotta.

• CATANZARO Festival di Pontegrande L’Emmeti associazione comunica che si terrà giorno 17 aprile 2010, la VIII edizione del festival canoro di Pontegrande. Quest’annolamanifestazionesisvolgerà presso l’auditorium "Casalinuovo". La quota di iscrizione è di euro 40,00. Come ogni anno, ad ogni partecipante sarà fornito un dvd del festival e n. 2 fotografie (a scelta). Leiscrizionidovrannopervenire,improrogabilmente, entro e non oltre, il 31 marzo 2010. Al vincitore verrà consegnato il trofeo del festival di Pontegrande. Inoltre, i primi tre classificati parteciperanno di diritto alle semifinali nazionalidelfestivalestivo2010organizzato dall’Asi di Piombino. Per il modulo d’iscrizione, il regolamento ed ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri: 333/3926440 - 328/8103948 334/5825185.

• CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. domenica28marzo,"Romaore11"diElio Petri; regia di Anna Damiani con Manuela Mandracchia, Mariàngeles Torres; sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la Compagnia Tempo Nuovo.

• LOCRI (Rc) "Locri Fest Jazz" Sei spettacoli, sei serate di grande jazz.La città di Locri ospita, presso la Tenuta Il Palazzo , il primo "Locri Fest Jazz", un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Francesco Macrì . Programma: il 25 marzo alle 20.30, l’esibizione di Gary Thomas & Quartet. Gli appuntamenti si concluderanno con l’esibizione di Maria Neckam & Quintet il 3 aprile alle ore 20.30 ed infine, l’11 aprilesaràlavoltadiEddieGomezTrio". Tra le novità del festival l’abbinamento tra la musica e la gastronomia come ha sottolineato l’avvocato Nicola Capogre-

co, il quale ha precisato che ad ogni spettacolo è previsto, all’interno del costo del biglietto, la degustazione di un piatto importante di alta cucina accompagnato da un ottimo vino, tranne che per la primaseratache,iniziandoalleore18.30,si prevede l’accompagnamento con un aperitivo originale.Il costo per singolo spettacolo è di euro 20,00, mentre l’abbonamento costa 90,00 euro.I biglietti e gli abbonamenti di possono prenotare ed acquistare presso l’ufficio staff del sindaco di Locri, posto al primo piano del Palazzo di Città. E’ gradita la prenotazione in quanto è previsto un limite ai posti a sedere, comprensivi dei tavoli dove gustare le raffinatezze gastronomiche.Per gli organi di stampa è gradita la richiesta di accredito sempre presso l’ufficio staff del sindaco di Locri.

• SOVERATO (Cz) "Incontriamoci a teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Primi passi a teatro: 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il magodi OZ, ore 18.30.

• VIBO VALENTIA Seminario sul cinema Il Sistema Bibliotecario Vibonese presentaL’Itala,ilCinematografoAutobiografiadiunanazione:1861-2010,seminario di storia e critica del cinema. Il seminario, che prevede la proiezione di 10 film, oltre a 11 sedute, avrà la durata di 4 mesi, fino a giugno . Gli altri film proiettati saranno: La grande guerra di Mario Monicelli, Roma città aperta di Roberto Rossellini, Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, Un maledetto imbroglio di Pietro Germi, I pugni in tasca di Marco Bellocchio, Todo modo di Elio Petri, Bianca di Nanni Moretti, L’uomo in più di Paolo Sorrentino, Biutiful cauntri di Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio e Peppe Ruggiero. Le proiezioni avranno luogo nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 13 febbraio, alle ore 15.00; il 15 febbraio, alle ore 21.00; il 26 marzo, alle ore 21.00; il 27 marzo, alle 18.00; il 29 marzo, alle 21.00; il 29 aprile, alle ore 21.00; il 30 aprile, alle ore 21.00; il 3 maggio, alle 21.00; il 14 maggio, alle ore 21.00. Gli altri incontri sono invece previsti nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 15 febbraio, alle ore 16.00; il 16 febbraio, alle ore 16.00; il 26 marzo, alle ore 16.00; il 29 marzo, alle ore 16.00; il 30 marzo,alleore18.00;il30aprile,alleore 16.00; il 3 maggio, alle ore 16.00; il 4 maggio, alle ore 18.00; il 15 maggio, alle ore 21.00; il 17 maggio alle ore 17.00. Tutte le sedute avranno come relatore Antonio Tricomi, fatta eccezione per l’ultima,chevedràl’interventodellosceneggiatore cinematografico e televisivo LeonardoMarini.Ilseminarioèapertoatutti. Le domande di ammissione al seminario dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2010 alla segreteria del semina-

rio di storia e critica del cinema, Sistema BibliotecarioVibonese, ViaAbatePignatari - 89900, Vibo Valentia. La partecipazione al seminario è gratuita. Al termine del seminario, a chi avrà assistito alla proiezione di almeno 6 film e abbia preso parte ad almeno 6 incontri, verrà rilasciato un attestato di frequenza comprensivo delle firme dei relatori.

• CALABRIA Premio giornalistico Fino al 15 maggio sono aperte le iscrizioni alla Terza Edizione del Premio Giornalistico Gaspare Barbiellini Amidei,rivoltoaigiovanigiornalistisottoi35 anni che abbiano saputo raccontare l’Italiael’Europacontemporaneecongli occhi di chi si affaccia alla professione. Per il 2010 il Premio è rivolto ai servizi giornalistici pubblicati o trasmessi su testate italiane e della Svizzera italiana tra il 1° gennaio 2009 e il 15 maggio 2010, che abbiano riguardato: "Quando la natura si rivolta: la forza degli elementi, l’ambiente violato, le scelte per un pianeta migliore". La Giuria valuterà: il migliorarticolopubblicatosuquotidiani, periodici e web; il miglior servizio radio-televisivo trasmesso da emittenti locali e nazionali. Nella giuria figurano nomi prestigiosi del giornalismo e della cultura, tra i quali Claudio Magris (scrittore), Arrigo Benedetti (regista), FerrucciodeBortoli(CorrieredellaSera),Arturo Colombo (professore universitario), Michele Fazioli (RTSI), Attilio Giordano (La Repubblica), Alfredo Macchi (TG4), Giuseppe Mascambruno (La Nazione), MassimoNava(CorrieredellaSera),Antonio Patuelli (Libro Aperto), Gianni Riotta (Il Sole 24 Ore), Carlo Verdelli (Condé Nast), Andrea Vianello (RAI Tre), e Fulco Pratesi (giornalista e ambientalista, WWF) come Giurato speciale per l’Edizione 2010. Tutta la Giuria sul sito www.barbielliniamidei.it. Il Premio Giornalistico dedicato alla memoria e all’impegno di Gaspare BarbielliniAmideiènatonel2008sottol’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio dell’OrdineNazionale dei Giornalisti, dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, della Federazione NazionaleStampa Italiana, dell’Associazione Ticinese dei Giornalisti e della Città di Lugano, con l’obiettivodi incoraggiare un giornalismo libero, innovativo e di qualità. Innovative le modalità di partecipazione al Premio, interamente on lineattraverso ilsito www.barbielliniamidei.itLa cerimonia di consegna delPremio si svolgerà all’Isola d’Elba, tra luglio e agosto 2010, incollaborazione con il Premio letterario Isola d’Elba - Raffaello Brignetti, il Comune di Marciana el’APT dell’Arcipelago toscano.

• TAVERNA (CZ) Mostra di pittura Sarà visitabile fino all’11 aprile 2010 la grande mostra “Cavalieri, dai templari a Napoleone” allestita a cura di Alessandro Barberio e Andrea Merlotti nella monumentale reggia di Venaria Reale.



il domani