Issuu on Google+

Venerdì 27 Febbraio 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 57

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 33 a pag. 43) REGGIO CALABRIA Il cantautore bolognese ha deciso di iniziare una nuova e affascinante avventura

CATANZARO Presentato il libro del prof. Giorgio Baietti

Il teatro affascina anche Luca Carboni Femminino, parola e simbolo REGGIO CALABRIA — Il teatro affascina anche

Luca Carboni. Il cantautore bolognese, ha deciso, dopo il lancio del suo nuovo album “Musiche ribelli”, di iniziare una nuova e affascinante avventura sui palcoscenici di tutta Italia. Carboni parte da Padova il 6 di marzo e approderà anche in riva allo Stretto al Cilea. A PAGINA 33

REGGIO CALABRIA

Disonorata un delitto d’onore A PAGINA 33

— Presentato presso l’Hotel Guglielmo il libro del prof. Giorgio Baietti, dal titolo: “I guardiani del Tempo”. Ciò nel contesto di un interessante seminario di studi mistico-filosofico, avente ad oggetto: “Il femminino sacro: parola e simbolo”.

CATANZARO

TAVERNA

Successo alla Bit A PAGINA 35

A PAGINA 35

CATANZARO Ieri è stato eseguito lo sgombero di 26 appartamenti di edilizia popolare occupati abusivamente da famiglie nomadi

Case occupate dai rom, blitz della polizia Provvedimento emesso dal sindaco. Sono intervenuti anche militari e operatori dei servizi sociali CATANZARO — Un’operazione della Polizia di Stato è scattata ieri mattina in viale Isonzo per lo sgombero di 26 appartamenti di edilizia popolare occupati abusivamente da famiglie rom. Sul posto, a supporto degli agenti, sono intervenuti anche militari della Guardia di finanza e dei Carabinieri, vigili del fuoco e agenti di polizia municipale. Presenti anche operatori dei servizi sociali del Comune, data la presenza di alcuni bambini. Alcune persone sono state condotte in Questura per accertamenti. Il provvedimento di sgombero è stato emesso dal sindaco, Rosario Olivo.

A PAGINA 24

SAN LUCA

Un bunker per latitanti SAN LUCA — La polizia ha scoperto a San Luca un bunker utilizzato da latitanti della ’ndrangheta. Il nascondiglio, fornito di energia elettrica e sofisticate tecnologie, è stato trovato in un’abitazione nella disponibilità della famiglia Pelle-Vottari.

A PAGINA 22

Le operazioni di sgombero di ieri

COSENZA Due stranieri accusati di avere ripetutamente picchiato e violentato una 44enne

Donna rumena sequestrata e stuprata COSENZA — I Carabinieri hanno

fermato due uomini, un marocchino e un rumeno, accusati da una donna di violenza sessuale, percosse e sequestro di persona. E’ stata la vittima, di 44 anni, a denunciare il fatto. La donna lavorava a San Benedetto Ullano. Il 5 febbraio scorso sarebbe stata avvicinata dal marocchino, ubriaco, che l'avrebbe costretta a seguirla in un capannone. A PAGINA 18

COSENZA

Elezioni, Gentile apre la campagna

VIBO VALENTIA

Sequestrati videopoker illegali A PAGINA 21

A PAGINA 15

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Un’altra domenica piena di insidie... di Valter Leone

utta d’un fiato e senza soste. La giostra riparte. Giornata numero ventiquattro nel campionato di Seconda divisione, che annuncia un’altra domenica all’insegna delle insidie come soprattutto questo girone di ritorno sta evidenziando partita dopo partita. A cominciare dalla capolista Cosenza che, reduce da un solo punto nelle ultime due partite, ospita una delle squadre più in forma del momento: il Noicattaro. I pugliesi si presenteranno al San Vito con un biglietto da visita niente male: undici punti nelle sei gare del girone di ritorno, frutto di tre vittorie, due pareggi e una sola sconfitta; c’è di più: la squadra di Sciannimanico ha sensibilmente migliorato il suo score rispetto alle prime sei partite del girone d’andata, nel corso delle quali aveva centrato soltanto tre punti. Dunque, per Toscano si annuncia un’altra sfida ostica anche perché il suo Cosenza è obbligato alla vittoria per cancellare gli eventuali venticelli di una crisi che comincia ad aleggiare ai piedi della Sila. Trasferta insidiosa per il Catanzaro che farà visita alla Scafatese. L’undici di Maurizi proprio davanti al suo pubblico sta costruendo il percorso che dovrebbe portarlo alla salvezza: sette vittorie, un pareggio e tre sconfitte. I campani sono in una situazione di classifica in cui non possono permettersi passi falsi, altrimenti rischiano di essere risucchiati nella bagarre dei playout. Da parte sua Provenza sa bene che i tre punti risucchiati sulla capolista potranno risultare davvero pesanti se riuscirà a centrare la sesta vittoria in trasferta.

T

CONTINUA A PAGINA 49


2 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini L’Unicef in Indonesia “investe” sull’istruzione

Quella sfilata di moda assomiglia a un balletto di danza classica

A oltre quattro anni dallo tsunami inaugurato l’istituto numero 200 Altre 146 in costruzione

Fino a mercoledì c’è Milano Collezioni Per promuovere “Australia”

Nicole e Hug volano a Tokyo Danzatrici classiche si esibiscono sulla passerella di Rocco Barocco che ha presentato la sua collezione durante le collezioni milanesi

Gli attori Kidman e Jackman alla cerimonia di presentazione del film

Circa 10.000 sostenitori dell’ex premier in esilio Thaksin Shinawatra, hanno cominciato un sit-in chiedendo nuove elezioni

Le “camice rosse” sfilano in favore dell’ex premier thailandese in esilio

Studenti in coda per ricevere il pranzo nella periferia nord di Jakarta. Il programma di ricostruzione delle scuole comprende 13 distretti. Sette sono stati concordati nel 2005. Dopo la firma dell’accordo di pace l’Unicef ha ampliato il programma ad altri 6

Torna la paura al Marriott Ma stavolta è un incendio

Cinque mesi fa l’edificio era stato devastato da un attentato bomba, nel quale morirono 55 persone

Decine di vigili del fuoco sono stati impiegati nelle operazioni per domare le fiamme che hanno avvolto l’albergo, che si trova a Islamabad, capitale del Pakistan

Finito l’ammutinamento per la paga in Bangladesh

Continuano in Thailandia manifestazioni a favore dell’ex premier in esilio Thaksin Shinawatra. Nella foto un venditore seduto dietro i ritratti dell’ex premier

Bulli e pupe Uganda, la comunità ebrea Broadway conta oltre 1.100 persone in “trasferta” Una realtà esistente fin dai primi del 1900

Il musical “Guys and Dolls” a Vienna

La resa dopo il discorso del primo ministro, deciso a ricorrere ad ogni mezzo per fermare la strage

Un giovane suona uno strumento tradizionale nella città di Nabugoye I reperti devono ancora essere analizzati ma secondo una prima valutazione risalirebbero a 3.300 anni fa

I soldati ammutinati dei Bangladesh Rifles (Bdr) hanno accettato di deporre le armi e di ritornare nelle caserme. Mercoledì avevano preso in ostaggio un centinaio di persone per protestare contro un mancato aumento degli stipendi. Le vittime almeno cinquanta.

Un particolare di uno dei quattro sarcofagi realizzati in legno che sono stati rinvenuti da studiosi dell’ateneo Waseda, nella città di Tokyo

L’attrice Sigrid Hauser e il corpo di ballo in scena al Viennas Volksoper theatre

Ennesimo mistero in Egitto Archeologi giapponesi ritrovano sarcofaghi di legno


ASTEINFOAPPALTI il giornale piĂš imitato www.aste.eugenius.it

E’ in distribuzione il nuovo numero con oltre 80 pagine di offerte immobiliari Asteinfoappalti: il giornale che ti trova casa


4 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Il volume dei primi è 12 volte superiore

Tremonti definisce i derivati “ormai fuori controllo”

Preoccupante il rapporto tra derivati e Pil mondiale ROMA - «Il volume dei derivati è 12 volte e mezzo il Pil del mondo. Questo dà un’idea della degenerazione che è avvenuta nelle strutture del capitalismo». Lo ha detto il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, nel corso di un’audizione alle Commissioni Affari esteri della Camera e del Senato. «I derivati ha spiegato il ministro - nascono come strumenti assicurativi. All’inizio servivano per escludere i rischi. Soprattutto dal 2000 in poi, i derivati non hanno più funzione assicurativa ma una funzione speculativa fine a se stessa. Qui non si tratta più di regole forti e regole deboli, certi strumenti del capitalismo sono usciti dal settore delle regole. Strumenti come gli hedge fund e gli equity fund sono strumenti totalmente fuori dallo schema classico di capitalismo». E come loro anche, e soprattutto, i derivati. Tremonti si è soffermato anche sull’espansione della deregulation. È stata, dice, «una dottrina molto forte in campo finanzia-

rio», si è attuata secondo una serie di leggi negli Stati Uniti, l’ultima della quale nel 2000 che ha compiuto «la scelta politica» di escludere ogni tipo di «regolamentazione sugli strumenti derivati». E proprio la questione delle regole sarà il punto fondamentale su cui punterà la presidenza italiana del G8. Mercoledì il sottosegretario all’Economia Giuseppe Vegas, fornendo il risultato dell’attività di monitoraggio condotta dal Tesoro sul fenomeno dei derivati, aveva detto che, fine 2008, circa 600 tra comuni, province e Regioni avevano in portafoglio derivati con un nozionale complessivo, vale a dire il debito sottostante ai contratti, pari a quasi 35,5 miliardi per oltre 1.000 contratti, dei quali 16,9 miliardi in capo alle Regioni. Prudente il suo giudizio: «Una strategia di gestione del debito va valutata su un orizzonte temporale medio lungo, al di là delle manifestazioni patologiche degli andamenti di mercato» .

Sanzione da 12,5 milioni alle marche più note

Cartello della pasta Il garante multa ventisei aziende Per l’Antitrust il 50% di aumento alla distribuzione e il 36% alle famiglie ROMA - Mega multa dell’Antitrust ai produttori di pasta rei di aver dato vita a un cartello per controllarne il prezzo. I produttori replicano con stupore: nessun cartello tra noi, ma gli agricoltori plaudono all’iniziativa del Garante ritenendo ingiustificato il lievitare dei prezzi dal campo allo scaffale del supermercato. I consumatori chiedono il risarcimento e il ministro per lo Sviluppo, Claudio Scajola, rassicura: aumenti ci sono stati, ma in passato. A finire nel mirino dell’Antitrust sono state 26 aziende che producono le marche più note. Non solo la mega multa (12,5 milioni in tutto) riguarda anche l’associazione di categoria più rappresentativa del settore, l’Unione Industriali Pastai Italiani. «Avevamo evidenze inoppugnabili sull’esistenza di un’intesa», spiega il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà. L’accusa è aver posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza finalizzata a concertare gli aumenti del prezzo di vendita della pasta secca di semola da praticare al settore distributivo. Cioè aumenti concordati a tavolino. Gli effetti di questo accordo sono abbastanza

Il cartello Sarebbero ingiustificati gli aumenti da maggio 2006 a maggio 2008 Prezzi medi praticati dai pastai ai commercianti

+51,8%

+36% Prezzo finale per la pasta pagato dai consumatori

COORDINATORI DELL'INTESA

Amato, Barilla, Divella, Garofalo, Rummo e Zara insieme a Unipi

Dal 5 ottobre 2006

Berruto, Colussi, De Cecco, Granoro, Nestlé, Riscossa

Dal 28 nov '06

Delverde e Tandoi

Dal 18 luglio 2007

Chirico, De Matteis, Di Martino, Fabianelli, Ferrara, La Molisana, Liguori, Mennucci, Russo, Tamma e Valdigrano

Dal 26 sett '07

Cellino

Le multe dell'Antitrust Società ritenute estranee all'intesa

12,5 milioni di euro Gazzola, Mantovanelle e Felicetti

Fonte: Autorità garante concorrenza e mercato

evidenti: l’Antitrust spiega infatti che l’intesa realizzata da Unipi e dai 26 produttori è durata dall’ottobre 2006 almeno fino al primo marzo 2008. Dal maggio 2006 al maggio 2008, quindi in un periodo leggermente sfasato ma in parte coincidente, il prezzo di vendita della pasta al canale distributivo ha registrato un incremento me-

ANSA-CENTIMETRI

dio pari al 51,8%, in buona parte trasferito al consumatore, visto che il prezzo finale è cresciuto nello stesso periodo del 36%. L’intesa, secondo il Garante, sarebbe stata realizzata attraverso diverse condotte, tra le quali la partecipazione alle riunioni presso l’Unipi, la quale ha concorso alla «realizzazione dell’accordo anti-concorren-

Il modello tradizionale di impresa risente meno del terremoto globale

Al Sud l’azienda classica è poco propensa all’export e agli investimenti in ricerca e innovazione. Ed è questa tipologia ad essere più al riparo dalla crisi

Un paradosso per le aziende del Sud Più sicure senza export e innovazione Rischiano gli operatori d’élite Più forte invece chi punta sul locale ROMA - Imprese ferme al palo, lontane dai processi di innovazione. Imprese non al passo con la competizione globale, legate unicamente al mercato locale, non sufficiente a garantire crescita e sviluppo. Imprese che non investono in ricerca e che sempre più si identificano con il titolare/imprenditore senza aprirsi all’esterno. Si discosta solo una piccola elite di aziende meno dipendenti dal settore pubblico e più proiettate sui mercati globali. Un’isola, però, che rischia di diventare particolarmente infelice. È questa la fotografia delle aziende meridionali che emerge dal rapporto di Srm (Studi e ricerche per il mezzogiorno) e Obi (Osservatorio banche-imprese) su “Impresa e competitivita” nelle regioni del Sud. Quindi, la crisi economico-finanziaria dovrebbe imporre un’attenzione particolare a questa area geografica. La maggior parte delle imprese meridionali, evidenzia il rapporto, rispondono a standard vecchio stile, sia nell’or-

Anche le assicurazioni in rialzo

Le Borse d’Europa trainate dalle banche

MILANO - Le Borse europee tornano a respirare. Per la prima volta nella settimana gli indici lasciano il rosso favoriti da una seduta in spolvero di bancari (Dj stoxx settore +8,23%) e assicurativi (+9,75%). L’indice paneuropeo Dj Stoxx 600 chiude con rialzo del 2,22 per cento. Tra le piazze del Vecchio Continente si mostrano particolarmente brillanti Madrid (+3,99%) e Stoccolma (+4,3%). Tra le banche, in particolare, in luce Rbs (+25,54%). Rialzo a doppia cifra anche per Lloyds (+30,6%), dopo che il governo britannico ha annunciato un piano per garantire le banche per 25 miliardi: una sorta di polizza contro le perdite dovute ai titoli tossici, in cambio del conferimento di azioni privilegiate a favore del Tesoro. Bene anche la svizzera Ubs (+16,24%), che ha reclutato Oswald Gruebel, ex amministratore delegato di Credit Suisse, per sostituire l’ad Marcel Rohner e ridare fiducia al mercato. Corrente di acquisti sugli assicurativi Ing (+20%), Swiss Re (+15,8%), Prudential (+13,91%), Aviva (+12,43%) e Allianz (+12,4%), che ha annunciato un risultato operativo annuo di 1,2 miliardi di euro contro i precedenti 3 miliardi e un dividendo ridotto di 2 euro. Le buone performance di Telefonica trascinano il settore delle tlc in Europa che chiude a +3,97 per cento. Maglia rosa è Telecom Italia (+8,14%) alla vigilia del cda di oggi chiamato ad approvare il bilancio 2008 e a decidere sul dividendo. Buona seduta per le auto (+2,67%) con in evidenza Porsche (+10,7%), Fiat (+9,5%), Valeo (+6,2%) e Peugeot (+5,78%). ganizzazione interna che nella produzione e negli investimenti. «Le funzioni complesse, come la ricer-

ca e sviluppo e la pianificazione strategica, sono presidiate molto raramente», si legge nella ricerca.

ziale comunicando al settore pastaio, ai clienti e alla pubblica opinione gli aumenti prestabiliti, facilitandone la realizzazione». L’istruttoria ha dimostrato - dice inoltre l’Autorità - che alcune società (Amato, Barilla, Divella, Garofalo, Rummo e Zara) hanno svolto un particolare ruolo di coordinamento con riunioni ristrette. Da

L’area finanziaria, ad esempio, è presente appena Nel 3,2% delle imprese della Basilicata e nel 3%

di quelle calabresi. L’area marketing solo nel 3,9% delle aziende pugliesi e l’area ricerca e sviluppo

è praticamente inesistente in Calabria (solo lo 0,3% delle aziende). Allo stesso modo la propensione a innovare «risulta piuttosto modesta e, oltretutto, decrescente tra il biennio 2006-2007 e il 2008». Il rapporto sottolinea in particolare «la diffusione assolutamente modesta delle innovazioni nel campo dell’Ict della maggior parte delle regioni esaminate» e «l’insufficiente apertura delle imprese meridionali». In Calabria e Basilicata, in particolare, meno del 15% delle imprese ha effettuato nel 2008 attività di esportazione. Accanto a questa «moltitudine di realtà produttive completamente tagliate fuori dal circuito degli investimenti» esiste anche un’elite minoritaria di imprese che investe, innova e cresce. Proprio questa fetta più evoluta di aziende rischia però, secondo la vicepresidente di Confidustria per il Mezzogiorno, Cristiana Coppola, di essere la più colpita dalla crisi: «saranno paradossalmente queste aziende a soffrire di più - afferma - perché più esposte ai rischi e, al contrario della maggioranza delle imprese del Sud, meno legate al settore pubblico. Con questa crisi rischia di andarsene la parte più bella del Mezzogiorno».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 5

Primo piano

Guido Barilla: “Operiamo con trasparenza assoluta”

In comuni e Caf moduli per la richiesta

Arriva lo sconto elettricità a famiglie a basso reddito

Maxi multa per 26 aziende dall’Autorità garante della concorrenza. Dovranno pagare 12,5 milioni di euro in quanto, a seguito dell’inchiesta condotta dal Garante, avrebbero dato vita, insieme all’Unione italiana dei pastai, a un cartello nel biennio 2006-2008 Operativo il bonus elettricità, entro l’estate quello del gas

qui la multa. I produttori si dichiarano «stupiti»: «La nostra missione, da sempre, - dice Guido Barilla presidente dell’omonimo gruppo - è quella di offrire alle persone prodotti di ottima qualità al giusto prezzo, operando in assoluta trasparenza, secondo i principi di sana concorrenza alla base del libero merca-

to». Anche il pastificio Garofalo dice «di non aver mai aderito a presunti accordi di cartello finalizzati ad influenzare la dinamica dei prezzi». E l’Unione Industriali Pastai Italiani, ribadisce che nel settore «non vi sono state speculazioni, né si è mai configurato alcun accordo lesivo degli interessi dei

consumatori». La Fiesa-Confesercenti «ribadisce l’estraneità degli esercizi commerciali negli aumenti» mentre le organizzazioni agricole plaudono all’iniziativa del Garante. «Da tempo - dice il presidente della Cia, Giuseppe Politi - avevamo denunciato una situazione anomala, il prezzo del grano duro, dopo

le impennate dei primi mesi del 2008, aveva subito un taglio netto, in alcuni casi del 50%, mentre la pasta al consumo ha continuato a far registrare vistosi rincari. La nostra proposta del doppio prezzo (quello praticato sul campo e quello sugli scaffali) è estremamente attuale e sarebbe opportuno che il Governo e il Parlamento lo rendessero obbligatorio in etichetta». E il presidente della Coldiretti Sergio Marini, chiede che i soldi che i produttori dovranno pagare vengano restituiti a cittadini e agricoltori. Stessa richiesta arriva dalle associazioni dei consumatori: Adusbef e Federconsumatori invitano i consumatori a recuperare gli scontrini che possano dimostrare di aver pagato troppo e a chiedere il rimborso dai giudici di pace. Il ministro per le politiche agricole Luca Zaia usa cautela: «Non voglio colpevolizzare un settore. Prendo atto della decisione dell’Antitrust ma credo dobbiamo attendere l’esito definitivo di questa vicenda». Per il ministro c’è comunque da «rilevare che i prezzi del grano sono diminuiti del 40 per cento e che il mais è passato dai 20 euro al quintale ai 9».

ROMA - Diventano operative le modalità per usufruire del bonus elettrico, misura di sostegno da 400 milioni, introdotta dal ministero dello Sviluppo economico e definita dall’applicazione dall’Autorità dell’energia elettrica e del gas. Il bonus permetterà alle famiglie a basso reddito, a quelle numerose e agli ammalati che utilizzano apparecchiature energivore di ottenere uno sconto sulle bollette compreso tra 60 e 150 euro l’anno e retrattivo da gennaio 2008. È stato inoltre prorogato al 30 aprile il termine per ottenere la retroattività del bonus a tutto il 2008. Inoltre, «entro breve, prima dell’estate, arriverà anche il bonus per il gas, con le stesse modalità». A presentare le misure, in una conferenza stampa al ministero, il titolare dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, insieme al presidente dell’Autorità per l’energia, Alessandro Ortis. «Il bonus elettrico è una misura concreta che andrà a favore di circa 5 milioni di famiglie - dice Scajola -. Sono 400 milioni in sostegno al reddito che si affiancano agli interventi economici del governo alle famiglie». Questi, sommando «social card, bonus elettrico e bonus gas -

aggiunge il ministro - porteranno un aiuto da 1.400/1.500 euro l’anno per ogni famiglia». Il bonus elettricità va alle famiglie fino a 4 componenti con potenza impegnata di 3 kW e reddito, identificato dall’indicatore, Isee non superiore a 7.500 euro, e va alle famiglie di oltre 4 componenti con una potenza impegnata fino a 4,5 kW e un reddito Isee fino a 20mila euro. Nel caso di famiglie con un ammalato grave che usa macchine salvavita energivore, non ci sono limitazioni di residenza o potenza impegnata. I due bonus, per disagio economico e fisico, sono cumulabili. Per accedere al bonus, il cittadino, o un delegato, deve recarsi presso il comune o i Caf designati e compilare la domanda (moduli anche sul sito dell’Autorità per l’energia). È stato poi attivato il numero verde 800.166.654 (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18) per conoscere le condizioni e le modalità per beneficiare del bonus. Il commento di Adiconsum: «Una misura frutto della collaborazione tra Autorità per l’energia e associazioni dei consumatori. Il bonus - precisa però Adiconsum - non è a carico dello Stato, ma di tutti gli utenti».

Barroso avverte: “La stretta creditizia è il problema più urgente”

Per Barroso la questione più urgente è superare il circolo vizioso innescato da sfiducia nelle banche e conseguente stretta crediti

BRUXELLES - Fiducia di imprese nia (-1,2 punti), Francia (-0,6) e Ita- co calo registrato a dicembre. Dale consumatori ai minimi storici. lia (-0,3). Secondo Jennifer McKe- l’indicatore emerge anche che la Molto dipende dalla stretta crediti- own, economista di Capital Econo- produzione industriale annuale rizia che taglia le gambe all’econo- mics, questi dati «suggeriscono che marrà nettamente negativa a febmia reale. Il calo da la recessione è lun- braio 2009. record storico della Il presidente Ue gi dall’essere fini- Intanto, Josè Manuel Barroso, prefiducia delle impreta». In calo anche sidente della Commissione Ue, lanlancia un input se e dei consumatol’indicatore sul cli- cia un input ai leader europei in ri della zona euro è in vista del vertice ma delle imprese, vista del vertice informale dei 27 di fotografato dall’Esi, Bci, ulteriormente domenica a Bruxelles. Secondo il di domenica indice di fiducia sceso a febbraio, presidente della Commissione, la economica, pubblicato ieri dalla confermando le aspettative che questione più urgente che l’Ue de- sfiducia nelle banche e dalla conse- una lettera ai leader Ue nella quale Commissione europea. Si è attesta- l’esito della crescita della produzio- ve affrontare contro la crisi econo- guente stretta creditizia verso l’eco- indica i temi prioritari da discuteto a 65,4 punti, ossia 1,8 punti in ne industriale su base annua sarà mico-finanziaria è il superamento nomia reale. In vista del vertice di re: la stabilizzazione dei mercati fimeno rispetto a gennaio. Nell’insie- nettamente negativa, dopo il drasti- del circolo vizioso innescato dalla domenica, Barroso ieri ha inviato nanziari, la valutazione dell’impatme dell’Ue, il calo è stato di 2,2 punti a quota 61 punti. In entrambi i casi l’indice ha regiRatzinger riconduce il crollo bancario al “peccato di avarizia” strato per il terzo mese consecutivo il livello più basso da quando è stata avviata l’inchiesta, nel gennaio del 1985. La perdita di fiducia ha riguardato a febbraio tutti i settori economici, con la sola eccezione in tutto il mondo. to di essere vigilante, di cercare essa stessa, L’incontro del commercio al dettaglio, salito Benedetto XVI si rivolge comprendendo le ragioni del mondo economiannuale di un punto. L’industria è il settore ai parroci della «sua» dio- co, di illuminare questo ragionamento con la del Papa più colpito, con -4 punti nell’Ue e cesi di Roma nel tradizio- fede che ci libera dal peccato. Per questo deve con -3 nella zona euro. La fiducia nel nale incontro annuale in farsi sentire ai diversi livelli per aiutare a corsacerdoti settore delle costruzioni ha ceduto Vaticano e parla a brac- reggere tanti interessi personali e di gruppi, della 2 punti. Sia la fiducia nei servizi cio, in un contesto che nazionali e sopranazionali, che si oppongono diocesi che quella dei consumatori è scesa lui stesso definisce «fami- alle correzioni alla radice dei problemi». Sedi Roma di un punti nell’Ue e tra 1 e 2 punti liare». «Il crollo delle condo il Papa al fondo del discorso economirispettivamente nella zona euro. I CITTÀ DEL VATICANO - Papa Ratzinger grandi banche americane mostra quello che è co c’è quello del peccato originale. « Ecco paesi europei in cui il calo è stato punta il dito contro «l’avarizia» e «l’idolatria l’errore di fondo: l’avarizia e l’idolatria che perché - ha esortato il Papa - è necessaria da più netto sono la Polonia (-8,2 pundel dio Denaro», responsabili del crollo delle oscurano il vero Dio, falsificazione di Dio in parte della Chiesa «una denuncia ragionata e ti), l’Olanda (-6,7 punti), il Regno banche americane e della crisi economica che Mammona». ragionevole» da portare avanti, però, «non con Unito (-3,8 punti) e la Spagna (-2,2 sta mettendo in ginocchio milioni di persone «La Chiesa - ha aggiunto - ha sempre il compi- grandi moralismi» ma «con ragioni concrete». punti). Migliore la tenuta di Germa-

to delle misure ant-crisi prese dai Paesi membri, la situazione occupazionale. Nella lettera sottolinea come la «perdurante incertezza» sul settore bancario «porta alla riduzione dei prestiti all’economia reale» e quindi a minori investimenti, a maggiori tagli dei posti di lavoro e alla perdita di fiducia nei mercati finanziari. Quindi Barroso sottolinea come in alcuni Paesi membrisia ora «necessario» adottare tempestivamente misure contro gli asset tossici in base a linee guida adottate mercoledì dalla Commissione. Se la sfiducia in Europa colpisce soprattutto l’industria, a lanciare l’allarme sul comparto delle Pmi in Italia ci ha pensato, da Venezia, il presidente della Confcommercio lombarda Carlo Sangalli. «Nel 2008 - ha detto ieri - hanno chiuso 120mila imprese con un saldo negativo, per la prima volta dopo moltissimi anni, di 40mila aziende». Sul tema della stretta creditizia è invece tornato ieri Carlo Mitra, presidente di Confcooperative Roma e Lazio, che rappresenta il 25% delle cooperative laziali, con 1.700 imprese sociali, 55 mila occupati e un fatturato di 2,8 miliardi di euro. «Oltre 7mila posti di lavoro a rischio nelle nostre cooperative, il 73% delle quali denuncia una carenza di liquidità, mentre il 35% deve fare i conti con le peggiorate condizioni di accesso».

Senza prestiti cala la fiducia

“Crisi legata al culto del denaro”


6 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità “Referendum o astensioni virtuali” Lo dice il garante Martone

Letta del Pd: “Guai a comprimere un diritto ineliminabile”

Unicobas: “Ma se il ministro vuole un nuovo ‘68...»

Il garante Antonio Martone, per arginare la conflittualità, propone referendum e sciopero virtuale per chi proclama uno sciopero senza avere una certa rappresentatività.

ROMA - È giusto regolamentare lo sciopero ma a patto che l’obiettivo non sia quello di «comprimere un ineliminabile diritto». Lo dice Enrico Letta del Pd.

ROMA - «Se Sacconi vuole un nuovo ’68 elimini pure il diritto di sciopero». Lo dice l’Unicobas: «Nulla a confronto di quanto succederà se vanno avanti così».

Riforma della regolamentazione degli scioperi nei trasporti Il governo porta oggi il disegno di legge-delega in discussione Così nel 2008

Cub, Cobas e Sdl: “No a colpi di mano”

DICHIARAZIONI DI SCIOPERO

2.017

2.195

2007

2008

I SETTORI “PIÙ LITIGIOSI” n˚ scioperi nel complesso

Inferociti i sindacati di base

SCIOPERI EFFETTUATI

1.286

1.339

2007

2008

n˚ scioperi nazionali

Trasporto pubblico locale

257

Trasporto aereo

57

Trasporto aereo

130

Poste e scuola

19

Ferrovie

109

Igiene ambientale

96

ROMA - Sindacati di base sul piede di guerra contro le linee di riforma dello sciopero oggi all’esame del consiglio dei ministri. In un comunicato unitario, Cub, Cobas e Sdl dicono ’no’ a «colpi di mano da parte del governo», convinti che si stia andando «rapidamente verso un nuovo e pericolosissimo capitolo del più vasto tema della limitazione delle libertà sindacali e costituzionali, della democrazia nel mondo del lavoro e nella società». Confermano, quindi, le iniziative di lotta contro il governo, ma anche contro i «padroni, Cisl, Uil e Ugl»: il 4 marzo stop del trasporto aereo, il 28 marzo manifestazione nazionale a Roma, il 23 aprile sciopero generale. «Dietro un linguaggio formalmente tecnicistico, presentato come un intervento per il solo settore trasporti, - affermano - il governo predispone la legislazione per gestire la fase attuale e futura di grave crisi economica e le conseguenti risposte dei lavoratori col tentativo di farne pagare a loro il costo. Ciò è confermato dal fatto che il governo ha annunciato norme che dovrebbero impedire di bloccare strade, aeroporti e ferrovie, forme di lotta utilizzate da tutti i lavoratori in casi particolarmente drammatici». Secondo Cub, Cobas e Sdl, lo scopo del governo è «di imporre per legge la pace sociale, vietando e criminalizzando il diritto di sciopero».

Tlc

16

Trasporto pubblico locale

7

Scioperi, si cambia ANSA-CENTIMETRI

Epifani: “No a forzature Ma Sacconi: “Niente veti”

In alto una manifestazione della Cgil Il ministro Sacconi a sinistra Il segretario della Cgil Guglielmo Epifani a destra

Francesca Chiri

ROMA - Il governo va avanti con la riforma della regolamentazione degli scioperi nei trasporti, portando già da oggi il disegno di legge delega in Cdm, incurante dell’altolà del leader della Cgil Guglielmo Epifani che avverte: il governo «stia attento» a non introdurre «forzature» in una materia così delicata, e costituzionalmente garantita, come il diritto di sciopero. Immediata la replica del ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, che si dice «confortato» per la richiesta di intervento legislativo sulla normativa che regolamenta gli scioperi arrivata anche dal presidente della Camera Gianfranco Fini, da quello della Commissione di garanzia sugli scioperi e anche dalle parti sociali. «Credo che ci sia una larga convergenza con la gran parte delle organizzazioni sindacali e dei datori di lavoro. Temo però che manchi la Cgil», preannuncia prima ancora che Epifani lanciasse l’altolà. Ma «l’unanimità non è di questo mondo, appartiene al mondo del nulla, del non fare». Intanto arriva il consenso di Fini: «È sempre più urgente avviare una riflessione sulla tenuta della disciplina di settore per individuare lacune e prospettare ipotesi di adeguamento», dice, convinto che non si tratti «ovviamente, di soffocare il diritto di sciopero ma di

armonizzarlo con l’esercizio dei diritti dei cittadini». Posizione sposata dal titolare dei Trasporti Matteoli («non è possibile che sindacati con pochi iscritti paralizzino il Paese: è una regolamentazione di

cui c’è bisogno»), dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti che spiega lo ’sciopero virtuale’ che invece fa prendere le distanze al Partito democratico che pur considerando il tema

della riforma «reale», invita il governo a non «strumentalizzarlo contro l’avversario politico», compiendo così «un’operazione di spaventoso cinismo». Duro il segretario di Rifondazione

Comunista Paolo Ferrero, che avverte come il governo inizierà coi trasporti, per poi limitare il diritto di sciopero anche agli altri settori. Resta nel testo definitivo la richiesta di adesione preventiva indivi-

Altroconsumo dice che è ora di aprire alla concorrenza: “Pendolari? Sempre più disagi”

“Stop al monopolio delle Ferrovie”

Forte il disagio dei pendolari

ROMA - La gestione in monopolio delle ferrovie dimostra i propri limiti e siamo nell’emergenza più nera per gli utenti pendolari. Per Altroconsumo è ora di aprire alla concorrenza il servizio di trasporto ferroviario per i

passaggeri: i disagi non più sostenibili da pendolari e viaggiatori dimostrano che è tempo di introdurre nuovi fornitori di servizi. Il quadro istituzionale entro cui muoversi esite già: “Entro il 2010 l’Unione europea ha previsto l'apertura alla conconcorrenza del servizio ferroviario passaggeri; da oggi a maggio 2005, chiediamo siano bandite, anticipandole rispetto ai tempi previsti, le gare d’appalto per il servizio, proprio nelle tratte critiche dei pendolari, in modo che siano presenti gestori diversi” ha dichiarato ieri Paolo Martinello, presidente di Altroconsumo. Secondo l’associazione indipendente di consumatori le gare dovranno essere impostate

in modo che sulla stessa linea ci siano almeno due operatori, per creare reale concorrenza. Ad oggi, sul sito promosso da Altroconsumo ultimotreno, per monitorare la puntualità e il grado di soddisfazione degli utenti delle ferrovie su 63 tratte in tutta Italia, oltre 7000 pendolari hanno dato il proprio voto secondo otto parametri di qualità ed efficienza del servizio, quali la puntualità, l’affollamento, la climatizzazione, l’informazione, e altri. Il giudizio, su tutte le tratte, vede l’87% dei votanti insoddisfatti sul servizio nella sua globalità. L’84% esprime insoddisfazione sulla puntualità. Per l’83% la pulizia è un parametro che lascia a desiderare.

duale allo sciopero che secondo il governo «è necessaria per dare certezza ai cittadini sul numero dei mezzi effettivi in circolazione». Sacconi sottolinea poi che le nuove norme non sono rivolte solo alle forme di lotta sindacali «ma anche a comportamenti aziendali che possono essere collusivi o strumentali. Il datore di lavoro non è esente da responsabilità e - continua Sacconi - anche quando parliamo di sciopero virtuale »dobbiamo tenere presente che il datore di lavoro sarà penalizzato, pagando di più». La riforma, in ogni caso, dovrebbe partire tra un anno, quando sarà terminato l’iter previsto dalla delega, inclusi di decreti delegati che ne deriveranno. Il governo è alla ricerca del «massimo consenso possibile» ma questo, insiste Sacconi rispondendo alla Cgil, non significa che saranno accettati «veti». «Ricordo a Epifani che il governo ha proceduto a definire un cauto percorso di consultazione» incalza il Ministro ricordano che le linee guida di intervento sono state già corrette in seguito alla consultazione delle parti sociali, a cui hanno partecipato «tutti i segretari generali, tranne - bontà sua - Guglielmo Epifani». E ora, «si ritorna al Consiglio dei Ministri sulla base di un testo che ha recepito molte delle indicazioni presentate dalle parti sociali».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 7

Attualità

Le vittime sono due giovani cinesi, morti circa dieci giorni fa I cadaveri, in decomposizione, ritrovati dal padrone di casa

Legati e assassinati Mistero a Novi Ligure

Cassazione dura con il boia Astiz “Confermare il carcere a vita”

ROMA - L’ex ufficiale della Marina Militare dell’Argentina, Alfredo Astiz (foto), va condannato all’ergastolo per aver ucciso tre italiani con i cosiddetti «voli della morte». Queste le conclusioni del Pg della Cassazione all’udienza che si è svolta ieri davanti ai giudici della prima sezione penale per decidere sul ricorso presentato da Astiz contro la sentenza emessa nei suoi confronti, dalla Corte d’assise d’appello di Roma, il 24 aprile 2008. Secondo la pubblica accusa la Cassazione deve confermare la condanna al carcere a vita dell’ex militare argentino, attualmente detenuto nel suo Paese in attesa di essere giudicato proprio per i crimini commessi durante la dittatura. I tre cittadini italiani Giovanni e Susanna Pecoraro e Angela Aieta furono uccisi in Argentina durante i «voli della morte», con i quali i militari, dopo aver torturato gli oppositori al regime, li lanciavano dagli aerei in mare o nel Rio de la Plata.

Fissate per oggi le autopsie In corso esami su alcune tracce ALESSANDRIA - Un ragazzo e una ragazza di origine cinese sono stati uccisi in un appartamento, in via Giacometti, a Novi Ligure (Alessandria). I due, inoltre, sono stati trovati legati: incaprettato l’uomo, solo alle mani la donna. Il duplice omicidio è avvenuto in una casa del centro storico di Novi Ligure, a poche decine di metri dal Municipio, dove vivono molti extracomunitari. I corpi sono stati trovati in un alloggio al secondo piano. A scoprirlo è stato un altro immigrato di origine cinese a cui è intestato l’alloggio. Complessivamente nella città vivono una cinquantina di cinesi. Sul posto è intervenuto il Comandante del Comando provinciale dei carabinieri di Alessandria, colonnello Marcello Bergamini, e i militari della Compagnia di Novi Ligure. Dai primi accertamenti è risultato che i decessi risalirebbero ad almeno una decina di giorni fa. I cadaveri erano, infatti, in avanzato stato di decomposizione. Tremenda la scena del crimine. I due immigrati sono stati trovati per terra in due stanze diverse: la giovane, sui 25 anni, studentessa di lingue straniere all’Università di Genova, aveva le mani legate dietro la schiena.

Ex militare argentino uccise tre italiani

A giudizio anche la madre e un terzo uomo

Figlia alla mercè del pedofilo Sei anni di galera al padre La scientifica in azione sul luogo dell’omicidio

L’uomo, sui 30 anni, presentava le mani legate ai piedi. Sopra entrambi i corpi l’assassino (o gli assassini, ancora è tutto da chiarire) hanno messo una coperta. Non è ancora chiaro la causa della morte: da un primo esame sommario potrebbero essere stati soffocati ma le condizioni dei cadaveri non aiutano a capirlo con chiarezza. L’allarme alle forze dell’ordine è stato lanciato da

un commerciante di abbigliamento, anch’egli cinese, proprietario di un negozio a Novi Ligure, intestatario dell’alloggio. L’uomo era andato via per una ventina di giorni in Cina ed aveva dato in uso la casa alla giovane. Secondo quanto ha rilasciato ai carabinieri intervenuti sul posto, al suo arrivo ha trovato la porta accostata, senza effrazioni, e quando è entrato in casa ha scoperto la

tragedia. Da un primo esame, e secondo quanto dichiarato dallo stesso proprietario, l’appartamento sarebbe sostanzialmente in ordine. Gli inquirenti hanno trovato nella casa qualche traccia su cui sono in corso accertamenti: si spera di avere a disposizione elementi validi a rintracciare l’omicida. Oggi si svolgeranno le autopsie sui due cadaveri.

L’aggressione dopo una lite sul compenso E’ rimasta prima in balia di un marocchino, poi di un romeno

PALERMO - Un uomo di 42 anni è stato condannato a sei anni di carcere dal gup di Palermo, con l’accusa di violenza sessuale di gruppo aggravata nei confronti della propria figlia di 11 anni. La sentenza è stata pronunciata con il rito abbreviato, grazie al quale l’uomo ha usufruito di uno sconto di un terzo della pena. L’imputato, assieme alla moglie avrebbe consentito a un altro uomo di compiere abusi sulla figlia. I genitori avrebbero assistito alle violenze. La madre della bimba e l’uomo ritenuto l’autore materiale delle violenze sono a giudizio in un processo separato.

Il 737 dell’AirOne stava atterrando Abusa di una prostituta Badante rapita e seviziata per 15 giorni Gabbiano contro Boeing Fermato un albanese Chiede aiuto ai passanti, nessuno interviene Solo paura a Capodichino NAPOLI - Un bel botto, il muso del 737 vistosamente ammaccato e un bello spavento per equipaggio e viaggiatori. Questo quanto causato dallo scontro tra un gabbiano e un Boeing 737, in fase di atterraggio, della compagnia AirOne, mercoledì nella pista dell’aeroporto di Capodichino (Napoli). Unica vittima, lo sfortunato volatile (come si vede nella foto concessa dal Corriere del Mezzogiorno) .

La donna è riuscita a scappare I due, identificati, sono stati arrestati

I CC hanno fatto scattare le manette

AREZZO - Un operaio di 40 anni residente a Castiglion Fiorentino (Arezzo), è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale e sequestro di persona. È accaduto nella notte di mercoledì. L’uomo, un albanese sposato, da anni residente nell’Aretino, mercoledì sera ha abbordato una prostituta rumena di 29 anni, anche lei da alcuni anni in Italia e attualmente domiciliata in un albergo. Dopo aver contrattato la prestazione, la giovane è salita nell’auto dell’uomo recandosi fino all’abitazione di lui. Qui l’albanese, in stato di ubriachezza, si è rifiutato di pagare prima di consumare la prestazione pattuita. La donna ha protestato e a quel punto l’uomo, in preda a uno scatto d’ira, l’ha aggredita violentandola. L’albanese pretendeva altre prestazioni e la donna, terrorizzata, è riuscita a divincolarsi e a rinchiudersi in una stanza dell’appartamento, da dove con il cellulare ha chiamato i carabinieri. I militari sono arrivati mentre l’albanese tentava la fuga, e hanno proceduto all’arrestato. La ragazza rumena è stata accompagnata all’ospedale della Fratta, dove i medici hanno provveduto a prestarle le prime cure.

COSENZA - Sequestrata mentre aspettava l’autobus, tra l’indifferenza generale, da un connazionale e da un marocchino, e violentata per 15 giorni. È il dramma vissuto a Cosenza da una donna romena di 34 anni, che ha fatto arrestare i suoi aguzzini, un suo connazionale, Marin Tanase, di 34 anni, e Said Echi Chercki, di 36. Il dato singolare di questa vicenda è che Tanase e Chercki non hanno compiuto la violenza sessuale insieme, ma hanno agito separatamente, anche se con le identiche modalità. Il primo ad abusare della donna, che lavora come badante per una famiglia a San Benedetto Ullano, alle porte di Cosenza, è stato il marocchino, che l’ha adescata ad una fermata degli autobus davanti a decine di persone. Chercki, minacciando la donna con un coltello, l’ha trascinata praticamente di peso, mentre lei chiedeva aiuto ai passanti, nessuno dei quali si è sognato d’intervenire. Condotta in un capannone, l’ha segregata e violentata per una decina di gior-

Oggi le deposizioni degli investigatori

Processo Meredith Tocca ai poliziotti Sempre più frequenti i soprusi sul gentil sesso

ni. L’uomo, ad un certo punto, si è stancato ed ha riaccompagnato la donna alla stessa fermata degli autobus dove l’aveva sequestrata. A questo punto nella vicenda entra in scena Marin Tanase, che si rende conto della situazione, finge di intervenire in difesa della donna e minaccia il marocchino, costringendolo ad allontanarsi. In realtà

vuole ripetere quanto aveva fatto Chercki: porta con la forza la donna in un altro capannone, ed anche in questo caso lungo il tragitto nessuno dei passanti interviene, ed abusa di lei per cinque giorni. Il dramma si conclude con la fuga della donna, approfittatasi dell’assenza di Tanase, che ha denunciato gli aguzzini ai carabinieri.

PERUGIA - Nel processo a Raffaele Sollecito (foto) e Amanda Knox, accusati dell’omicidio di Meredith Kercher, è la volta degli investigatori della polizia. Saranno loro a deporre oggi e domani davanti alla Corte d’assise. Due udienze interamente dedicate ai funzionari della squadra mobile di Perugia e dello Sco, che hanno condotto gli accertamenti dopo il ritrovamento del corpo. I pm Mignini e Comodi hanno chiamato a testimoniare 13 investigatori, e in aula saranno ripercorse tutte le fasi dell’indagine.


8 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Il marocchino in fuga fermato oltre confine in Slovenia dopo 36 ore Forse l’affido esclusivo della figlia il movente del duplice omicidio

Sgozzate in casa, preso il convivente I corsari messi in fuga da un elicottero

Nave assediata dai pirati La Cina soccorre italiani

La Cina sventa l’attacco dei pirati somali

ROMA - La marina cinese ha sventato un attacco dei pirati somali a una nave mercantile italiana, intervenendo con un elicottero dopo la richiesta di aiuto lanciata dall’imbarcazione italiana. Stando a quanto precisato ieri dall’agenzia di stampa cinese Xinhua, i pirati si sono avvicinati alla nave italiana, battente bandiera liberiana, a bordo di due lance. Il cacciatorpediniere cinese Haikou ha subito inviato un elicottero nella zona indicata dalla nave italiana, impedendo ai predoni di avvicinarsi. «Quando il nostro elicottero ha raggiunto la zona - ha raccontato il capitano Chen Yi, citato da Xinhua - le due imbarcazioni erano già vicine alla nave mercantile. Stavano viaggiando a grande velocità». Volando attorno alla nave italiana ’Lia’, prosegue Xinhua, l’elicottero ha esploso due colpi di avvertimento. Pochi minuti dopo, la nave italiana ha inviato un messaggio di ringraziamento alla flotta cinese. Xinhua precisa che si tratta del secondo intervento della marina cinese contro i pirati: il primo risale al 29 gennaio scorso, quando venne salvata una nave greca. Pechino ha inviato lo scorso dicembre tre navi, due cacciatorpedinieri e una nave di rifornimento, nelle acque del Golfo di Aden per proteggere i propri mercantili dagli attacchi dei pirati.

L’uomo tradito da una telefonata Avrebbe confessato il duplice delitto

La fuga Piave

FRIULI-V.G.

A27

Lignano Sabbiadoro

VENETO

Grado

3

1

TREVISO - Ha varcato a piedi il confine italo-sloveno con il fiato della mobile trevigiana sul collo, ma la sua corsa si è fermata a Cosina tra le braccia della polizia slovena. Sono bastate 36 ore per catturare Fahd Bouichou, 26 anni, marocchino, sospettato di aver ucciso a coltellate martedì sera a Castagnole di Paese (Treviso), in un raptus, l’ex compagna, Elisabetta Leder e la loro figlioletta Arianna, neanche due anni. Le due vittime erano state sgozzate. Bouichou, saltuariamente in Italia, era venuto a trovare la piccola. A far scattare la furia omicida nel corso di un litigio - è l’ipotesi della polizia - forse il fatto che la donna, 36 anni, aveva avviato le pratiche per l’affido esclusivo della bambina, che all’anagrafe già portava il solo cognome della madre. Un delitto portato a termine in modo agghiacciante, come confermato ieri dai primi risultati dell’autopsia, effettuata dal medico legale Alberto Furlanetto; madre e figlia sono state sgozzate con un metodo che richiede «una particolare padronanza nell’uso del coltello». Secondo l’esame autoptico, la donna sarebbe stata prima picchiata e quindi sgozzata in camera da letto, dove ha tentato invano di sottrarsi al suo carnefice, come dimostrano alcuni tagli da difesa alle mani. Sulla bimba il medico ha constatato la presenza di un solo colpo di coltello inferto alla

Treviso

SLOVENIA

A4

4

2 Castagnole di Paese 24 febbraio, ore 22:20 Elisabetta Leder, 36 anni, e la sua bimba sono trovate sgozzate nel loro appartamento. I sospetti ricadono su Fahd Bouichou, 27enne marocchino, compagno della donna

Jesolo 25 febbraio Bouichou fugge con l'automobile di Elisabetta Leder, una Skoda nera, fino alla cittadina di mare. Poi prende un treno verso Trieste

Trieste 25 febbraio, ore 17:00 L'uomo chiama da una cabina pubblica della stazione la sorella in Marocco. La telefonata è intercettata dalla Polizia. Alle 18:15 scatta la caccia tra Italia e Slovenia

Cosina Ieri, ore 9:58 Fahd Bouichou è fermato dalla Polizia slovena mentre cammina in aperta campagna, in direzione del confine croato, sulla strada per Fiume ANSA-CENTIMETRI

Un’immagine della vittima Elisabetta Leder

gola. Dopo il duplice omicidio, secondo l’ipotesi investigativa, l’uomo ha preso il cellulare della donna e la sua auto, una Skoda nera. Si è spinto fino a Jesolo (Venezia) dove ha abbandonato l’auto e con, mezzi pubblici, è giunto a Trieste. Qui però si è tradito: da una cabina telefonica nella stazione dei treni ha telefonato alla sorella in Marocco. Il telefono della donna era già sotto il

controllo degli investigatori italiani. Bloccato dalla polizia slovena, il magrebino ha tentato di nascondere la propria identità. Ma aveva ancora i propri documenti, e ha dovuto cedere. Più tardi ha fatto anche le prime ammissioni sul duplice delitto. Dichiarazioni che, per assumere il valore di una confessione in Italia, dovranno essere fatte agli investigatori e magistrati di Treviso. Intanto,

dopo il mandato di cattura in Italia è scattato quello per l’arresto europeo. Il Procuratore capo di Treviso Antonio Fojadelli ha spiegato che sono stati presi contatti con la magistratura slovena nel tentativo di accelerare le pratiche per la consegna dell’uomo alle autorità italiane. Un passaggio, secondo il magistrato, che dovrebbe richiedere tre o quattro giorni di tempo. Solo allora la polizia e il pm titolare dell’inchiesta, Antonio Miggiani, potranno interrogare Bouichou. Le prove a suo carico, secondo la polizia, sarebbero tuttavia schiaccianti, al punto che il Questore di Treviso Carmine Damiano ha detto di ritenerlo «l’unico responsabile del duplice delitto». La famiglia Leder ha accolto con soddisfazione ma nella più profonda disperazione la notizia del fermo del marocchino. Antonio Leder, il papà di Elisabetta, si è limitato a dire «meno male, sono contento» e poi è scoppiato a piangere straziato dal dolore.

Dramma nella Asl di Milano Né i colpi di sedia né le botte con l’estintore gli hanno impedito di massacrare il figlio e suicidarsi

Follia di maschio innescata dalla paternità negata Aveva minacciato di portarselo in Egitto Lo vedeva solo con gli assistenti sociali SAN DONATO MILANESE - «Aveva gli occhi del diavolo ed era in preda a un raptus di follia»: così gli assistenti sociali del Centro socio sanitario di San Donato Milanese descrivono Mohammed Barakat, l’egiziano di 53 anni, che mercoledì ha sparato a bruciapelo al figlio e poi l’ha finito a coltellate, per poi togliersi a sua volta la vita tagliandosi le vene e colpendosi al ventre con un coltello. Secondo quanto ha detto lo stesso capitano dei carabinieri di San Donato, Giuliano Gerbo, l’ispezione esterna cadaverica, eseguita ieri all’obitorio di Milano sul bambino, ha riscontrato un foro di proiettile di piccolo calibro nella nuca. Che combacia con il fatto che, vicino ai cadaveri, ieri i militari avevano trovato una pistola semiautomatica calibro 22 e che alcuni testimoni avevano parlato di uno sparo. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, verso le 17 di mercoledì, un assistente sociale aveva accompagnato il bambino al Centro per il colloquio settimanale con il padre; li aveva poi accompagnati in ascensore al primo piano, dove si tengono i colloqui. Ma ap-

I precedenti SAN FELICE EXTRA (VR) NOVEMBRE Un commercialista di 43 anni uccide 21 2008

AGOSTO 20 2008

MARZO 10 2008

GENNAIO 11 2008

LUGLIO 16

2007

a colpi di pistola la moglie, i tre figli maschi di 3, 6 e 9 anni, e poi si suicida SALSOMAGGIORE (PR) Un uomo di 44 anni spara alla moglie di 38 e alla loro figlia di 19 anni. Poi rivolge l'arma contro se stesso e si uccide TARANTO Un medico di 48 anni massacra la moglie di 44 e le due figlie, di 15 e di 11 anni, a colpi di martello, poi si toglie la vita tagliandosi le arterie femorali con un coltello e un bisturi

PORDENONE Un uomo di 73 anni strangola, nel sonno, il figlio di 39 e la moglie di 68, stringendo intorno al loro collo le stringhe ricavate dalle lenzuola del letto nel quale dormivano. Poi si impicca nel bagno FIRENZE Un uomo di 61 anni uccide la moglie a colpi di pistola e spara al figlio di 16 anni, ferendolo in modo grave. Poi si suicida con un colpo di pistola alla testa

La minorenne ora affetta da danni collaterali, la mamma: “Un oltraggio a mia figlia”

Curò una bimba obesa con psicofarmaci L’Ordine dei medici assolve la dottoressa PISTOIA - L’Ordine dei medici di Pistoia ha «assolto all’unanimità da ogni procedimento disciplinare la dottoressa Donatella Marazziti», la psichiatra di Pescia (Pistoia) già condannata per lesioni colpose, anche davanti alla Cassazione, per aver curato una bambina affetta da obesità prescrivendole una terapia sperimentale con psicofarmaci che le avevano procurato danni collaterali. È quanto rende noto il Comitato per la farmaco-vigilanza pediatrica ’Giù le mani dai bambini’ divulgando la decisione dell’ordine professionale. L’Ordine dei medici, riporta la nota del Comitato, avrebbe affermato di «aver deciso provocatoriamente di assolvere Marazziti perchè questo cosiddetto danno che la magistratura ha sanzionato è più che altro frutto di una montatura. Per noi non ha com-

messo nulla di eticamente censurabile».«È un classico caso di presa di posizione corporativa - ha commentato il portavoce del Comitato Luca Poma -. Questo medico è colpevole per la magistratura, ma per l’ordine dei medici è come se non fosse successo nulla. Assolvono a loro dire ’provocatoriamente’ l’imputata, ma questa famiglia rovinata, questa bambina malata, invece di ’provocazioni’ avrebbe forse avuto bisogno di giustizia anche dall’Ordine». «È assurdo e inaccettabile- afferma la mamma della bimba Antonella Triolo - che i giudici condannino un medico che al di la di ogni ragionevole dubbio ha sbagliato, e l’Ordine dei Medici, in disprezzo della magistratura, la assolva all’unanimità. È un oltraggio a mia figlia, alla verità dei fatti ed alle stesse sentenze dei Giudici.

ANSA-CENTIMETRI

pena uscito, l’assistente ha sentito il grido del bambino, l’ha visto accasciarsi a terra e il padre avventarsi su di lui, colpendolo più volte al torace con il coltello. L’assistente e un medico del Centro hanno tentato di allontanare l’egiziano dal figlio, usando anche una sedia di pla-

stica e lo spruzzo di un estintore. Ma l’uomo ha cominciato ad infierire su se stesso, tagliandosi le vene e poi colpendosi al ventre con un coltello da cucina. Padre e figlio sono morti poco dopo, dissanguati. «Tutto è successo improvvisamente - afferma un medico -. In ascen-

sore erano entrambi sereni e il bambino era contento di vedere il padre». Il bambino: 9 anni, alunno di terza elementare, bravo a scuola («aveva appena portato a casa una pagella piena di 8 e di 9», ricorda il medico), impegnato nello sport, ben integrato, molto legato alla ma-

dre, con un doppio nome, italiano ed egiziano. «Una doppia origine, che non ha trovato una sintesi», commenta con amarezza. «Non altrettanto ben integrato il padre aggiunge il medico - che non aveva accettato di vedere il figlio solo in presenza degli assistenti sociali».

Il piccolo, iscritto alla terza, aveva appena riportato una pagella di 8 e 9 «Più volte aveva minacciato di portarselo in Egitto» sottolinea Rosalba Cilia, avvocato di Antonella, la mamma del piccolo ed ex convivente di Mohammed, un’italiana di 43 anni residente a San Donato. La situazione coniugale era «di tale conflittualità - spiega - che il bambino era stato affidato ai servizi sociali ma era domiciliato con la madre». Nel procedimento aperto dal pm di Milano, Gianluca Prisco, è stato iscritto, per poter avviare le indagini, il nome del padre. Domani sarà eseguita l’autopsia su entrambi di corpi. Nel fascicolo sono contenute anche due denunce per minacce, che la madre del piccolo aveva presentato nei confronti dell’uomo: risalgono al 2005 e al 2009. Ieri, mentre si consumava il dramma nel consultorio, la donna era nello studio del suo legale per predisporre l’azione da intraprendere perchè l’egiziano aveva presentato un ricorso contro i colloqui protetti imposti dal Tribunale. Antonella è stata avvisata della tragedia dai carabinieri. E, riferisce l’avv.Cilia, «ora vuole che venga fatta giustizia».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 9

Cronache in breve A fuoco hotel di lusso Paura e otto intossicati BOLZANO - Otto persone sono finite in ospedale con leggeri sintomi di intossicazione per l’incendio di un hotel di lusso in Alto Adige. Le fiamme sono divampate la notte scorsa verso le due all’Hotel Stafler, un quattro stelle a Mules nella zona di Vipiteno. Gli ospiti hanno dovuto abbandonare l’albergo e otto di loro hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari. Nessuno è in gravi condizioni.

Sulle passerelle già si succedono le collezioni per l’autunno-inverno A Milano la donna si veste di colori scaccia-crisi, a Madrid diventa sexy

Muore per un malore Etta, sorella di Berlusconi MILANO - E’ morta a Milano Maria Antonietta Berlusconi, sorella del presidente del Consiglio: aveva 65 anni. E’ stata colpita nella notte di mercoledì da un «evento medico acuto» - così dice il rapporto - a Milano. Sono state inviate ambulanza e automedica, ma l’intervento è stato inutile. Maria Antonietta Berlusconi, sposata Beretta, era la seconda figlia di Luigi Berlusconi e Rosa Bossi. Era di sette anni più giovane di Silvio.

Sequestrata la villa del sindaco D’Alfonso PESCARA - Una villa di proprietà del sindaco di Pescara, Luciano D’Alfonso, a Lettomanoppello (Pescara), suo paese natale, è stata sequestrata. La villa, secondo l’accusa, sarebbe stata realizzata a prezzi irrisori da un’impresa impegnata in lavori per il Comune di Pescara. Il Gip ha disposto anche un sequestro per equivalente, in quanto il possesso di alcune somme di denaro apparirebbe ingiustificato.

Donna uccisa a Firenze Arrestato il marito FIRENZE - È’ stato arrestato dalla squadra mobile di Firenze, in collaborazione con la squadra volanti della questura di Prato, il cinese Zhou Yuge, 31 anni, clandestino e considerato l’autore dell’omicidio della moglie, 28 anni, cinese, avvenuto intorno alle ore 20 di mercoledì sera.

Camera di commercio con presidenza vacante ROMA - «Se entro questa settimana non trovano l’accordo sarò costretto a commissariare la Camera di Commercio». Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, interpellato a margine del convegno ’Sviluppo sostenibile e coesione: dare credito alle cooperative’, sulla nomina del nuovo presidente.

ROMA - Al via a Roma la campagna di vaccinazione per bambini nomadi. Partirà sabato 28 febbraio dal campo di Casilino 900 e riguarderà tutti i minori fino a 15 anni. Il personale della Croce Rossa effettuerà i vaccini su circa 330 bambini. Secondo quanto spiega l’Asl Roma B, che insieme a Regione Lazio e Comune di Roma, ha messo a punto il protocollo di intervento, i bambini da zero a 5 anni verranno sottoposti a vaccino esavalente (tetano, difterite, pertosse, poliomielite, infezioni invasive da Hemophilus influenzae B ed epatite virale B), antimorbillo, antipneumococco eptavalente, antirosolia e parotite. Per la fascia che va dai 5 ai 7 anni è previsto anche l’antipolio e l’epatite B pediatrica. Stesso protocollo per i soggetti compresi tra gli 8 e i 15 anni con l’aggiunta dell’antivaricella per gli «adolescenti suscettibili».

Dipendenti pubblici indagati per corruzione GROSSETO - Perquisizioni ed esecuzione di numerosi provvedimenti di custodia cautelare sono state effettuate ieri mattina dalla polizia della questura di Grosseto nel territorio comunale di Monte Argentario. É il frutto di un’indagine di un anno su ipotesi di corruzione, abuso d’ufficio, falso ideologico e abusi edilizi che coinvolgono un ex amministratore comunale, alcuni dipendenti pubblici e anche liberi professionisti.

Sindaco in Umbria paga il bonus per gli anziani PERUGIA - Con un «finanziamento personale» delle spese di rappresentanza come sindaco e con la rinuncia ai permessi retribuiti, oltre che con tagli alle spese degli uffici municipali, Dino Agrestini, sindaco di Poggiodomo, in provincia di Perugia, ha reso possibile l’attivazione di un Bonus Terza età, un contributo di 200 euro per gli anziani del suo comune (che conta 187 abitanti) oltre i 68 anni.

A Roma vaccinazioni per i piccoli nomadi

Grave bimbo di 8 anni caduto dalle scale a scuola Una delle proposte di intimo per l’inverno a firma di Andres Sarda

Sfila l’intimo più “caldo”

ROMA - Mentre un po’ tutti in Italia aspettano con ansia la fine di un inverno inclemente e interminabile, la moda come al solito precorre i tempi e presenta già le sue creazioni per l’autunno-inverno. E così a Milano si è aperta con l’inno alla positività della collezione per i prossimi freddi firmata Enrico Coveri - marchio disegnato da Francesco Martini Coveri - la seconda giornata di passerelle di Milano Moda Donna. Ispirata alla femminilità degli anni ’50, la collezione è un’esplosio-

Scarico di liquami Due denunce CITTA’ DI CASTELLO - Lo scarico abusivo di liquami ha portato a due denunce da parte della Forestale. Una operazione congiunta della Forestale di Città di Castello e Sansepolcro ha portato al sequestro di una autocisterna per lo «spurgo» delle fosse biologiche e alla denuncia di autista e proprietario del veicolo che aveva scaricato abusivamente i liquami.

Ruba rete da campo rom “per recintare il pollaio” ROMA - Un romeno di 55 anni, con precedenti, che aveva rubato alcuni pezzi di rete metallica dalla recinzione del campo nomadi di via Cesare Lombroso, è stato arrestato, nella notte tra mercoledì e giovedì, dai carabinieri della stazione Roma Monte Mario. L’uomo, munito di pinze e tronchese, è stato pizzicato dai carabinieri che stavano effettuando controlli nei pressi dell’area che ospita il campo. Quando è stato arrestato lo straniero ha tentato di giustificarsi riferendo ai militari dell’Arma che la rete gli serviva per recintare il suo pollaio.

ne di colore che mira a dare un segnale di ottimismo contro la crisi. In passerella, abiti luminosi e tailleur sgargianti declinati in verde, viola e rosa. Non mancano cappottini multicolor, stampe geometriche di ispirazione orientale e abiti da sera tutti di paillettes, che sono la firma del marchio. A Madrid invece nella Settimana Internazionale sono sfilate le creazioni di intimo di Andres Sarda (nella foto) tutte molto sexy e destinate evidentemente a... scaldare l’inverno.

Un 5+ da 712mila euro Estrazioni del 26/02/2009 BARI

51

66

75

82

59

CAGLIARI

77

43

34

35

82

FIRENZE

10

88

41

6

72

GENOVA

84

71

30

14

59

MILANO

25

54

30

72

80

NAPOLI

73

52

58

74

63

PALERMO

35

58

4

9

8

ROMA

19

41

8

63

55

TORINO

71

41

56

61

29

VENEZIA

66

2

23

26

76

NAZIONALE

56

20

29

40

88

Jolly

Super Star

35

51

73

66

56

10

19

25

ANSA-CENTIMETRI

In Sardegna un 5+ da ben 712.823,84 euro. Ai 5 vanno 24.300,82 euro, ai 4 247,62. I 3 vincono 14,44 euro. Superstar Ai 4 vanno 24.762 euro. Ai 3 vanno 1.444 euro. Ai 2, 100 euro. Gli 1vincono 10 euro, gli zero 5 euro.

PADOVA - Un bambino di 8 anni è stato ricoverato in prognosi riservata dopo essere caduto ieri pomeriggio nella tromba delle scale a scuola, l’istituto «Camerini» di Piazzola sul Brenta (Padova). Il ragazzino, che ha compiuto un volo di un paio di metri, battendo violentemente sul pavimento, si trova ora nella clinica pediatrica dell’ospedale di Padova, dove è giunto con elicottero del Suem 118. Il bambino non sarebbe però in immediato pericolo di vita. Le cause della caduta del piccolo, che frequenta la scuola elementare con l’orario prolungato, sono ora al vaglio dei carabinieri di Cittadella.

Scioperano i sorveglianti L’Acropoli resta chiusa ATENE - L’Acropoli di Atene, il più importante sito archeologico di tutta la Grecia, resterà chiusa sino a domani a causa di una protesta dei sorveglianti precari che chiedono migliori condizioni contrattuali. L’entrata dell’Acropoli, su cui sorge il Partenone, è stata bloccata ieri mattina da un gruppo di lavoratori che denunciano la politica contrattuale del ministero della Cultura.

Catturato il procione della Casa Bianca NEW YORK - C’è voluto circa un mese ma alla fine il temibile intruso che minacciava la residenza del presidente degli Stati Uniti è stato catturato. Dopo lunghissimi appostamenti gli uomini della Casa Bianca hanno acciuffato il procione che ai primi di febbraio si era intrufolato nel giradino più blindato del mondo. Nessuna arma di ultima generazione, il fuggitivo si è arreso a colpi di burro d’arachidi, mele e salmone. Il procione era finito anche nelle quotidiane conferenze stampa del portavoce della Casa Bianca.


10 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Biotestamento “congelato” fino alle Europee

A Montecitorio ci sarà anche l’ora di ricreazione

Per metà giovani ormai è la coca la droga più leggera

ROMA - Grandi manovre intorno al testamento biologico. Con un gruppo di senatori del Pd e del Pdl che firma un appello bipartisan per chiedere di rinviare la discussione sul testamento biologico a dopo le elezioni europee. Sono nomi noti quelli che si leggono in calce all'appello. Per il Pd, Emma Bonino, Pietro Ichino, Stefano Ceccanti ed Enzo Bianco. Per il Pdl Ferruccio Saro, Antonio Paravia e Beppe Pisanu. Lo scopo, spiega uno dei firmatari, è di lasciar decantare l'ondata emotiva scatenata dalla vicenda di Eluana Englaro "ma soprattutto evitare al Paese nuove, pericolose lacerazioni: per questo chiederemo ai gruppi parlamentari di rinviare la discussione e l'esame degli emendamenti a dopo il voto del 6 giugno".

ROMA - Con l'introduzione delle impronte digitali, che dovrebbero mettere fine al problema dei "pianisti", a Montecitorio arriva anche l'orario fisso delle votazioni in Aula, finora imprevedibile, con tanto di pausa-ricreazione. Secondo gli orari messi a punto dal presidente della Camera Gianfranco Fini le votazioni inizieranno il martedì alle 14 fino alle 20.30, con un'ora di pausa dalle 17 alle 18. Il mercoledì si comincerà alle 9 fino 21 e le ore di pausa saranno due, la mattina dalle 11 alle 12 e il pomeriggio dalle 18 alle 19. Il giovedì l'Assemblea sarà impegnata nel voto dalle 9 alle 14.30 con un'ora di pausa, dalle 11.30 alle 12.30. Il voto con le impronte digitali comincerà in Aula il 9 marzo.

ROMA - Usano sostanze stupefacenti per divertimento in discoteca, a scuola e allo stadio e pensano che l’alcol faccia male «solo se si esagera». Inoltre considerano la cocaina ’leggera’ e la ’meno pericolosa’: è la percezione del rischio droga tra i giovani secondo un’indagine-su 1.800 studenti tra i 14 e i 19 anni- della Asl Roma F. Solo l’eroina è considerata pericolosa. È’ la discoteca, per il 43% dei ragazzi, il luogo per eccellenza in cui si fa uso di sostanze, segue la scuola(18%) e lo stadio(11%). La sostanza più temuta è l’eroina sul cui disvalore il giudizio è unanime. Un 11% dei giovani considera, invece, la cocaina una droga «leggera» e il 39% la vede come la sostanza meno pericolosa.

Svolta meritocratica dell’Associazione per la qualità delle università La proposta è contenuta in una lettera aperta al ministro Gelmini

I rettori: niente tagli indiscriminati Meno fondi solo agli Atenei più pigri ROMA - Ripartire le risorse a disposizione, pur contenute, sulla base di criteri di merito mettendo a punto al più presto un efficace sistema di valutazione dei risultati conseguiti sul piano della didattica e della ricerca: è questa la ricetta, in tempo di crisi, per rendere competitivi sul piano internazionale gli atenei del Belpaese. A proporla sono i rettori dell’Associazione per la qualità delle università italiane statali (Aquis), 13 atenei dal Nord al Sud della penisola, che a questo proposito hanno inviato al ministro Gelmini una lettera aperta in cui fissano alcuni paletti irrinunciabili. A cominciare dalla richiesta di «dare corso a quanto il ministro ha iniziato a fare con coerenza e determinazione». «La nostra posizione - hanno spiegato in una conferenza stampa, ospitata nella sede dell’Ansa, i rettori dell’Aquis - si inquadra nella prospettiva indicata dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: ’no’ a tagli indifferenziati e indiscriminati». E poi, i bilanci trasparenti - hanno assicurato - sono un pre-requisito per tutte le amministrazioni pubbliche, soprattutto in tempi di crisi. Precisando che: «l’Aquis non è il club degli atenei virtuosi: avere i conti in regola do-

Istat, l’Italia in cifre

“Sottrarre risorse a tutti gli Istituti potrebbe avere effetti devastanti”

Superiamo quota 60 milioni (con gli stranieri)

Da sinistra il prof Bassi, il direttore dell'Ansa, Gramaglia e il prof. Cuccurullo. Nell’alra foto il ministro Gelmini

vrebbe essere la normalità per tutti». I rettori hanno quindi puntato il dito contro una «anomalia tutta italiana»: «da 15 anni le università sono autonome nella gestione del proprio bilancio. Ricevono cioè finanziamenti ministeriali, fanno al loro interno le scelte di allocazione di queste risorse, ma le scelte

che fanno non hanno alcuna conseguenza su come verranno ripartiti l’anno successivo i fondi pubblici. Che la gestione sia oculata o meno, che i conti siano sotto controllo o siano in deficit, che la qualità delle performance sia più o meno buona tutto ciò non incide sui meccanismi di ripartizione del-

le risorse». Il punto è - denunciano i rettori - che «non esiste un meccanismo serio e adeguato di valutazione delle università italiane». Le università che fanno migliore ricerca devono avere più finanziamenti. I rettori dell’Aquis chiedono quindi un riequilibrio nell’asse-

Il neo leader del Pd punta molto sul rapporto con i responsabili regionali

Franceschini riunisce la segreteria e dà la linea Unità e “idee forti” da attuare in cento giorni Il governo ombra di 25 membri sostituito con 12 dipartimenti ROMA - Dario Franceschini incassa l’appoggio dei veltroniani, che ieri si sono riuniti assicurandogli «lealtà»; il nuovo segretario ha anche nominato i responsabili dei dipartimenti che sostituiscono il governo ombra, e tra essi ci sono tutti i big, da Pierluigi Bersani a Piero Fassino, passando per Beppe Fioroni e Enrico Letta. Sono dodici in tutto ed è un bel taglio rispetto al governo ombra che contava 25 elementi. «Dall’esperienza della segreteria di Veltroni - ha detto Sergio Chiamparino - abbiamo imparato dove

Dario Franceschini (a sinistra) e Pierluigi Bersani in occasione della riunione della segreteria del Pd

abbiamo sbagliato: abbiamo prolungato la sindrome del governo Prodi, e su ogni questione ci sono state sempre posizioni divergenti, mentre ora dobbiamo avere una

posizione netta e chiara». «Ora ha aggiunto Franceschini - lavoriamo uniti a testa bassa come una squadra in vista delle elezioni europee e di quelle amministrati-

ve». Il neo segretario ha poi riunita per la prima volta la nuova segreteria: ai suoi membri ha chiesto di identificare alcune «idee forza per i prossimi 100 giorni», cioè quelli che ci separano dalle elezioni europee e amministrative. Il tema che unanimemente è stato indicato è quello della crisi e del lavoro, su cui la segreteria si riunirà nuovamente la prossima settimana insieme ai 20 segretari regionali per elaborare iniziative e mobilitazioni, a partire da quella di tutti i responsabili dei Circoli del Pd, in calendario il 21 marzo.

gnazione dei fondi agli atenei sulla base di indicatori di qualità. A questo proposito, oltre a sollecitare il varo nel più breve tempo possibile di un’Agenzia nazionale di valutazione (il relativo regolamento è già stato licenziato), i rettori suggeriscono l’adozione di un sistema misto di valutazione: che abbini cioè il meccanismo del Peer review (ovvero la valutazione del merito scientifico affidata ai ’parì, cioè ai membri della comunità scientifica) ai cosiddetti indici bibliometrici (cioè l’analisi delle citazioni ottenute dai singoli lavori scientifici). I tagli ai fondi per le università italiane per il 2010 (l’ultima manovra finanziaria ridurrà di circa il 10% i finanziamenti pubblici agli atenei) «saranno devastanti se resteranno nelle proporzioni oggi previste» avvertono i rettori. A rischio - aggiungono - sono anche le borse di dottorato per il prossimo anno. «Le conseguenze dell’attuale crisi economica - hanno detto le subiranno innanzitutto i giovani. E sostenere i dottorati di ricerca è importante perchè sono proprio questi a permettere di ottenere le migliori performance nella ricerca». In metà delle regioni italiane le università sono sottofinanziate tanto da creare «una situazione iniqua e insostenibile». A fronte di ciò ribadiscono l’opportunità di ripartire i fondi non a pioggia ma attraverso lo strumento degli accordi di programma stabilendo un patto di stabilita finanziaria ateneo per ateneo.

ROMA - Nel 2008 per la prima volta la popolazione residente in Italia potrebbe aver superato i 60 milioni. E' quanto rilevano le stime anticipatorie dell'Istat sui principali indicatori demografici relativi all'anno 2008. Un traguardo raggiunto soprattutto grazie agli immigrati. L'istituto statistico segnala che va avanti l'invecchiamento della popolazione, mano a mano che migliorano le speranza di vita. E se da un lato aumentano i decessi, dall'altro arrivano più "cicogne": nel 2008, infatti, sono nati 12mila bambini in più rispetto al 2007. E a fare figli non sono solo le immigrate: anche tra le italiane ricompare la voglia di maternità, soprattutto al Centronord. Lo scorso anno la popolazione residente sul territorio nazionale sarebbe cresciuta dunque di oltre 434mila unità, con un tasso pari a 7,3 per mille abitanti. La crescita, data dalla somma delle componenti del saldo naturale (-0,1 per mille) e del saldo migratorio (+7,3 per mille), è stimata positiva anche per il 2008 e "dipende per intero dalla dinamica migratoria", scrive l'istituto. Il numero degli stranieri aumenta: al primo gennaio 2009 ha raggiunto quota 3 milioni e 900mila circa. Un incremento di 462 mila unità, il 12,6% in più rispetto al primo gennaio 2008. Sulle nascite la stima dell' Istat è pari a 576 mila unità, con un tasso di natalità pari a 9,6 per mille residenti. Sono, appunto, circa 12 mila nascite in più rispetto al 2007. L’aspettativa di vita è record per le donne: 84,1 anni. Per gli uomini non è così alta ma sale comunque a 78,8.Gli stranieri hanno un’età media di soli 31,2 anni. Le aree più longeve nel 2008 sono, per gli uomini, le Marche (79,6 anni) e per le donne la Provincia autonoma di Bolzano (85,2 anni).


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 11

Attualità

Domenica votano Galizia e Paesi baschi, cruciali per governo e opposizione A Madrid l’atmosfera è avvelenata per l’inchiesta sulla tangentopoli iberica

La Spagna freme per il test elettorale La prima dalla guerra del Golfo del ‘90

Storica visita in Iraq di ministro del Kuwait

I ministri degli esteri iracheno (sx) e del Kuwait (dx)

BAGHDAD - Quasi 19 anni dopo l’invasione irachena del Kuwait, il ministro degli esteri e vice permier kuwaitiano ha compiuto ieri una «storica» visita in Iraq: la prima dal 1990, all’indomani dell’anniversario della liberazione dell’emirato dalle truppe irachene, il 25 febbraio. «Il Kuwait intende rafforzare le relazioni con l’Iraq e superare le questioni ancora in sospeso», ha detto il ministro kuwaitiano Mohammad Al-Salem Al-Sabah. Che non sono poche, a cominciare dai danni di guerra che risalgono all’ invasione del ’90. Finora l’emirato ha ricevuto da Baghdad 13,3 miliardi di dollari, ma ne rivendica ancora decine di miliardi. Dal 1991, Baghdad versa al Kuwait il cinque per cento dei suoi introiti petroliferi, ma il governo iracheno vorrebbe una riduzione. Rimangono in piedi le annose questioni della demarcazione dei confini comuni e soprattutto dei campi petroliferi comuni, la scusa utilizzata dal regime di Saddam Hussein per l’invasione.

In bilico l’esito nelle due regioni Maggioranza appesa anche a un solo seggio MADRID - Ultime ore di campagna elettorale per galiziani e baschi in vista delle regionali di domenica, ritenute un test nazionale cruciale per governo e opposizione, mentre a Madrid l’atmosfera politica si fa ogni giorno più avvelenata dall’inchiesta del giudice Baltasar Garzon sulla “tangentopoli” che coinvolgerebbe esponenti del Partito popolare. I sondaggi indicano che le due regioni del nord della Spagna sono in bilico: la maggioranza potrebbe dipendere dallo spostamento di un solo seggio. Nei Paesi Baschi, una delle aree più ricche della Spagna, ma anche quella in cui è più forte la spinta indipendentista, il capolista socialista Patxi Lopez spera in una vittoria storica per strappare per la prima volta la poltrona di Lehendakari (il premier basco) ai nazionalisti moderati del Pnv del primo ministro uscente Juan Josè Ibarretxe. Nei Paesi Baschi il Pp è nettamente staccato e non gioca per il primo posto. Ma non è escluso che possa partecipare, paradossalmente, a una coalizione “centralista” con i socialisti se il Pnv e i suoi alleati uscenti non avranno la maggioranza. Un’altra ipotesi è quella di una coalizione fra socialisti e Pnv. In Galizia la partita si gioca fra da un lato socialisti e nazionalisti di sinistra del Bng, al potere negli ultimi 5 anni,

José Luis Zapatero e Mariano Rajoy, le regionali sono un test per governo e opposizione

e il Pp, da sempre primo partito in questa regione rurale e cattolica, che spera di recuperare un seggio, e cosi la maggioranza assoluta nel parlamento di Vigo e la guida del governo regionale. Non a caso il leader nazionale del Pp Mariano Rajoy, in difficoltà crescenti a Madrid fra scandali e cordate interne, è da settimane in campagna permanente in Galizia. Una vittoria qui lo rafforzerebbe a Madrid, nel partito e sul fronte degli scandali. Ma anche Josè Luis Zapatero nelle ultime due settimane è stato un giorno su due in Galizia o nei Pae-

si Baschi. Per il premier socialista spagnolo le due elezioni sono un test importante di tenuta politica mentre il paese, dopo un decennio di euforia economica, è messo in ginocchio dalla crisi, con un tasso record di disoccupazione che dovrebbe toccare nel 2010 un drammatico 20% della popolazione attiva. E sulla duplice partita elettorale pesa, ma non è chiaro in che misura, lo scandalo dell’inchiesta di Garzon sulla “tangentopoli iberica”, per ora però nutrito soprattutto indiscrezioni fatte filtrare ai giornali di area socialista, El Pais e El

Periodico, e da poche certezze. Rajoy accusa Garzon, ex-deputato socialista negli anni 1990 ed ex-sottosegretario nel governo di Felipe Gonzalez, di giocare politicamente contro il Pp. Ieri i popolari lo hanno denunciato per “prevaricazione” accusandolo di non voler cedere l’inchiesta ai tribunali superiori di Valencia e Madrid come prevederebbe invece la legge. La stampa conservatrice lo accusa di usare l’inchiesta per influire sulla campagna elettorale. «Non è imparziale» ha accusato ieri Rajoy, «è socialista».

Ad agosto la Norvegia invierà una missione nel Mare di Barents alla ricerca dell’idrovolante dell’esploratore scomparso nel 1928

Una missione per sciogliere il mistero Amundsen La morte durante la missione di soccorso dell’italiano Umberto Nobile

OSLO - E’ stato uno dei protagonisti delle grandi scoperte del secolo scorso, e adesso, a 81 anni dalla sua morte, un robot supertecnologico e un’esplorazione cercheranno di risolvere il mistero della sua morte. Lunedì scorso la Marina norvegese ha annunciato che il prossimo agosto partirà una spedizione nel Mare di Barents alla ricerca del Latham 47, l'idrovolante francese su cui viaggiava Roald Amundsen, il mitico esploratore norvegese scomparso il 18 giugno 1928 assieme al connazionale Leif Dietrichson e a quattro compagni di spedizione francesi. In quel giorno di giugno il Latham 47 sarebbe precipitato nel mare di Barents e le circostanze dell'incidente non sono mai state chiarite. Adesso grazie a questo robot sottomarino, chiamato Hugin, si perlustreranno i fondali marini e si cercherà di portare a galla il relitto assieme ai resti degli esploratori.In patria Ronald Amundsen è un eroe nazionale, d'altro canto per tutti gli appassionati di esplorazione è un autentico mito. Le sue imprese sono innumerevoli. Tra le più famose vi è quel-

Primo verdetto per la guerra in Kosovo

Tribunale dell’Aja assolve l’ex presidente Milutinovic BRUXELLES - L’ex presidente serbo Milan Milutinovic è stato assolto ieri dal Tribunale penale (Tpi) dell’Aja dall’accusa di avere commesso crimini di guerra e crimini contro l’umanità durante la guerra in Kosovo, fra il 1998 e il 1999. Milutinovic era accusato per aver tentato di scacciare gli albanesi dal Kosovo con «una campagna sistematica di terrore e di violenza» negli anni 1998-99. L’obiettivo secondo l’accusa - era quello di modificare la composizione etnila compiuta tra il 1905 e il 1906 quando guidò la prima traversata del Passaggio a Nordovest dalla baia di Baffin allo stretto di Bering. Quindi la prima spedizione verso il Polo Sud portata a termine nel 1911 e infine nel 1926 sul dirigibile "Norge" quando assieme all'italia-

no Umberto Nobile riuscì a sorvolare il Polo Artico. La fine arrivò quando era un già un celebre personaggio. Nel maggio del 1928 venne a sapere che il dirigibile "Italia" su cui viaggiava Umberto Nobile, il collega-rivale di mille imprese, aveva avuto un incidente durante

una missione nel Polo Nord. L'impavido esploratore norvegese non ci pensò due volte e organizzò una missione per andare in soccorso di Nobile. Ma qualcosa andò storto e il suo idrovolante s'inabissò. Nobile sarebbe stato portato in salvo più tardi grazie all'arrivo di un

ca della regione per assicurarsi il controllo serbo sul territorio, costringendo alla fuga circa 800.000 albanesi. Per la camera di consiglio non è provato che abbia avuto un controllo sulle forze militari e di polizia della ex Jugoslavia in Kosovo. «In pratica, era (Slobodan) Milosevic che esercitava l’autorità di comando durante la campagna della Nato», si legge nella sentenza. Milutinovic è stato assolto da tutte le accuse e sarà risarcito per il tempo passato in progione. piccolo aereo svedese. Oltre a cercare i resti degli esploratori, gli scienziati che supervisioneranno Hugin, intendono capire perché il velivolo di Amundsen si sia improvvisamente schiantato. La missione dovrebbe perlustrare una zona di quasi 70 km quadrati

Tra le sue imprese più famose la prima traversata del Passaggio a Nordovest dalla baia di Baffin allo stretto di Bering nel 1905

che si trova a nord ovest dell'isola di Bjørnøya (Isola degli Orsi). All' impresa parteciperanno la nave "Tyr", gia' usata dalla marina norvegese per rintracciare vascelli del passato inabissatisi, la nave della guardia costiera "Harstad" e infine il robot sottomarino Hugin. Di colore arancione e completamente automatico, Hugin potrà esplorare i fondali del Mare di Barens per più di 18 ore consecutive e secondo gli studiosi il relitto del velivolo sui cui viaggiava Amundsen si dovrebbe trovare a una profondità di 400 metri. Tra i componenti della missione regna l'ottimismo. «Su Hugin c'è un dispositivo sonoro con una risoluzione di 5 centimetri» dichiara al sito web del settimanale Spiegel" Bjørn Jalving, che ha progettato il robot. «Ciò significa che se l'aereo si trova realmente in quest'area, il robot lo troverà sicuramente» conclude Jalving. Secondo Frode Loeseth, capitano di una delle fregate che parteciperanno alla missione, il velivolo, una volta ritrovato, sarà esposto al Museo norvegese dell' aviazione.


12 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPROFONDIMENTI

Amantea, una... frana di Carnevale

Mentre sulla Salerno-Reggio Calabria continuano i lavori di risanamento, al carnevale di Amantea spunta il travestimento da “uomo frana”: perché sui problemi è meglio riderci su di Ludovico Casaburi ROMA - Festa dell'inventiva legata al buon umore per eccellenza, il Carnevale spesso stimola oltre il convenzionale l'immaginazione della gente. Non solo maschere classiche dunque - gli e v e rgreen, da Arlecchino a Pierrot, non passano mai di moda - e nemmeno solo vestiti moderni o modaioli - tra le giovanissime ad esempio impazza il costume da fatina Winx - bensì anche trovate ispirate a fatti di cronaca e politica: nel caso in questione, la palma del miglior costume di carnevale - calabrese - va a un paio di geniali e istrionici abitanti di Amantea, che, per la serie «quando sui drammi è meglio riderci sopra», ha avuto la brillante idea di travestirsi da... “frana”. Con sarcasmo e ironia infatti, cogliendo appieno lo spirito della festa più scherzosa dell'anno, alcuni partecipanti alla consueta sfilata di carri allegorici del

“Carnevale di Amantea – Allegria di Calabria” hanno interpretato a modo loro i vari cedimenti, crolli e frane che stanno disastrando la Calabria da qualche mese, sia sulla A3 e sia in giro per la regione (circa diecimila gli smottamenti registrati su tutto il territorio). E non è la prima volta: già lo scorso anno, quando il

Dopo gli “uomini spazzatura”, al carnevale di Amantea spuntano gli “uomini frana”: un modo cre a t i v o e ironico per denunciare una situazione limite

comune in provincia di Cosenza aveva attraversato un periodo critico sul fronte della raccolta dei rifiuti, al popolare carnevale erano stati avvistati i cosiddetti “uomini spazzatura”. Oggi che Amantea, come tutta la Calabria del resto, frana letteralmente giorno dopo giorno sotto i colpi delle insistenti piogge e nevicate, ecco dunque spuntare gli “uomini frana”. I vestiti, rigorosamente fatti in casa e in maniera piuttosto spartana, conditi da didascalici quanto funzionali cartelli recanti le scritte “A3”, “Pericolo Frane”, “Emergenza Perenne” e l'eloquente ed esilarante “Siamo tutti una frana”, servono però alla perfezione lo scopo: denunciare una situazione che indipendentemente dagli interventi in atto che certo, soprattutto sulla Salerno-Reggio Calabria hanno già ripristinato una regolare condizione di viabilità - continua a preoccupare seriamente gli abitanti di mezza Calabria. Va dunque premiata, seppur solo attraverso un sentito encomio verbale, la divertente e pungente trovata di due conterranei con il bernoccolo evidentemente - per la satira: far sentire la propria voce, anche tra la folla di un carnevale come quello di Amantea, resta il miglior modo per denunciare un fatto. Quando ciò avviene in maniera così educatamente simpatica poi, il concetto riamane ancor meglio impresso. Nel frattempo, dalla società Anas e dal suo presidente Pietro Ciucci arrivano notizie confortanti riguardo proprio allo stato della A3: «In questi giorni nel tratto tra Cosenza e Altilia sono in corso undici interventi di risanamento, ma le nostre squadre lavorano cento metri più su del tracciato: è lì che ci sono i problemi. Fino alla tragica frana di gennaio (quella che coinvolse il furgone con

Gli “uomini frana” al carnevale di Amantea

sette catanzaresi a bordo e provocando la morte di due persone, ndr) non era stato segnalato alcun allarme particolare per questi tratti», ha detto Ciucci nel corso della conferenza stampa tenutasi alla sede Anas di Cosenza, dopo aver visitato di persona proprio quel tratto di autostrada. «Un maltempo di queste proporzioni lo si è visto quattro volte negli ultimi cinquant’anni: lo ha detto anche Bertolaso», ricorda Ciucci, «ma la Calabria ha dimostrato di non essere in grado di restare senza la sua autostrada neanche per pochi giorni: in Campania ci sono percorsi alternativi, ma qui senza la SalernoReggio Calabria si blocca tutto». Motivo in più, dunque, per concentrarsi sui tratti da risanare dopo le frane. E i tempi, annuncia

lo stesso presidente Anas, purtroppo non saranno brevi, a causa delle stesse condizioni meteo: «Speriamo di ristabilire la doppia carreggiata entro un mese tra Cosenza e Rogliano ed entro due mesi e mezzo tra Rogliano e Altilia, ma ci hanno già annunciato una nuova allerta meteo e per ogni giorno di pioggia ne servono altri due prima di riprendere i lavori». «Posso annunciarvi però che il progetto prevede che l’autostrada si sposterà di alcuni metri per evitare proprio le zone che sono reputate più pericolose sul fronte frane» garantisce Ciucci, che quindi chiosa: «L’ho più volte affermato, ma non temo di ripetermi. Sono certo che i lavori sulla A3 termineranno entro la fine del 2013».

Tre comuni del cosentino partecipano al progetto Apc-Anfia per potenziare il sistema ricettivo del turismo in camper

Cosenza apre al turismo su camper

Il turismo in camper non è più un fenomeno di nicchia ma continua a crescere sensibilmente, aff e r m a ndosi sempre più come un’importante risorsa economica per il territorio. Diventa necessario gestirlo secondo parametri ottimali e potenziare il sistema ricettivo nazionale con interventi mirati. È questo l’obiettivo dell’Associazione Produttori Camper (Apc)-Anfia, che grazie all’iniziativa “I Comuni del Turismo all’Aria Aperta” promossa da ormai otto anni in collaborazione con Anci, finanzia, con un contributo di 10.000 euro ciascuno, 5 Comuni che presentano i migliori progetti di aree sosta camper multi funzionali, eco-compatibili e strettamente integrate con il proprio territorio. Per quanto riguarda l’anno in corso, c’è tempo fino al 31 marzo 2009 per partecipare al bando di selezione (per informazioni

www.associazioneproduttoricamper.it), aperto a tutte le municipalità italiane e che vede già oltre 50 adesioni su tutto il territorio nazionale. Positiva la risposta della Calabria, in particolar modo della Provincia di Cosenza che scommette su questa forma di turismo e sulle potenzialità che ne derivano. Nello specifico, il Comune di San Basile ha già inviato il progetto d’implementazione area sosta camper e Cassano allo Jonio e Spezzano Albanese sono fortemente interessati ad aprirsi al plein air. Così come altri tre comuni della Provincia di Reggio Calabria: Antonimina, Casignana e Galatro. Un impegno, quello della regione, che ha ben interpretato lo spirito dell’iniziativa promossa da Apc-Anfia e che conferma l’importanza per quest’area di garantire ai propri turisti strutture ricettive adeguate promuovendo lo

sviluppo dei flussi turistici locali. «Oggi in Italia sono oltre 827.000 le persone che viaggiano in camper e potrebbero diventare 3 milioni nel giro di tre anni», afferma Stefano Campanelli, presidente Apc-Anfia. Creare strutture per l’ospitalità dei camperisti significa prima di tutto generare flussi economici continui nel proprio comune durante tutto l'arco dell'anno, a fronte di un impatto ambientale minimo». Dai risultati delle indagini sul profilo dei turisti open air svolte dall’Apc-Anfia, emerge infatti l’attenzione dei camperisti alle tipicità locali, così come il forte interesse verso l’enogastronomia e le produzioni artigianali. L’89% dei turisti all’aria aperta pratica abitualmente lo shopping sul territorio durante le proprie uscite in camper con una spesa annua di circa 775 milioni di euro. Lu.Cas.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 13

Speciale

Policlinico di Ginevra

La Playstation usata eccessivamente è causa di una nuova forma di dermatite alle mani

Sono i radicali liberi a tingere i capelli di grigio

I segni del tempo in testa? Sintomo di stress e sregolatezze ROMA - Lungi dall’essere un segno di saggezza, i capelli grigi sono il sintomo dell’accumulo di radicali liberi nei follicoli da cui nasce l’amata chioma. E più stressiamo con lavaggi e asciugature, dieta sbagliata e molto altro, quei delicati ’puntini’ sul cuoio capelluto da cui spuntano i capelli, più facilmente la chioma si incanutirà. Lo dimostra uno studio in laboratorio su follicoli umani diretto da Karin Schallreuter della University of Bradford. Gli esperti hanno infatti dimostrato che i capelli si ingrigiscono quando nei follicoli si accumula un radicale libero, il perossido di idrogeno (la comune acqua ossigenata). Questo blocca l’enzima che produce la melanina, che dà colore dei nostri capelli. Purtroppo il processo è irreversibile perchè nel cuoio capelluto viene a mancare un altro enzima, la catalasi, che avrebbe il compito di ’digerire’ il perossido ed eliminarlo.

Affascinanti negli uomini, odiati dalle donne. I capelli grigi sono il sintomo dell’accumulo di radicali liberi nei follicoli, in particolare il perossido di idrogeno

I chili di troppo fanno male, un danno pari a 10 sigarette al giorno Il sovrappeso inoltre mette a rischio la qualità e la durata della vita

Maledetti cuscinetti “La Lettera” di Botero (1976). Chi è in sovrappeso rischia di vivere meno, il danno infatti è pari a quello causato dal fumo di dieci sigarette al giorno

Per tornare in forma basta tagliare le calorie non i nutrimenti COPENAGHEN - Il semplice sovrappeso può causare una morte precoce, non solo l’obesità. Lo rivelano i risultati di una ricerca compiuta dal Karolinska Institute di Stoccolma da cui risulta che a causa di sovrappeso il rischio di una vita più breve si accresce di un terzo ed è pari a quello causato dal fumo di 10 sigarette al giorno. L’obesità raddoppia i fattori di rischio. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità un miliardo di persone al mondo ha un peso superiore alla norma e di queste un terzo è obeso. Il numero degli obesi si è notevolmente accresciuto negli ultimi decenni e il problema riguarda specialmente i bambini. Se si ha un BMI (Body Mass Index) fra 25 e 30 si è in sovrappeso, se si supera il 30 si è obesi. Il BMI si calcola dividendo il numero dei chili di peso di una persona con la lunghezza al quadrato. Per dare battaglia ai chili di troppo si deve però tenere conto che non ha importanza se in una dieta si sceglie di diminuire grassi, carboidrati o proteine. Quello che conta è ridurre le calorie. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine e condotto da un gruppo di scienziati guidati da Frank Sacks della Harvard School of Public Health di Boston, Stati Uniti. Più di 800 persone in sovrappeso sono state assegnate a quattro diete diverse in cui venivano ridotte le calorie attraverso una certa combinazione di diminuzione di grassi, carboidrati o proteine. In totale, ogni tipo di dieta tagliava 750 calorie a persona in modo che ogni soggetto non assumesse meno di 1200 calorie al giorno. A sei mesi

Il freddo intenso dell’inverno ha frenato i pollini, una buona notizia per allergici e asmatici

Primavera, un “respiro” di sollievo

Il gelo frena l’impollinazione precoce

MILANO - La primavera si avvicina ma, complici le temperature rigide di quest’inverno, i 12 milioni di italiani che soffrono di allergia stagionale possono tirare un sospiro di sollievo. Il freddo sembra aver ostacolato il proces-

so di impollinazione precoce che si è verificato negli anni passati: starnuti, occhi rossi e tosse non dovrebbero arrivare prima di metà marzo. Lo afferma Desiderio Passali, professore di Otorinolaringologia all’Università di Siena. «In 10 anni - continua Passali - la popolazione allergica è passata dal 5 al 20%, soprattutto nelle metropoli dove lo smog, danneggiando le mucose nasali, facilita il contatto con gli allergeni e aumenta il numero di persone sensibili». E con le pollinosi arrivano le complicanze, come la difficoltà di concentrazione e il malessere generale. «Ciò significa - continua l’esperto - che questa primavera per un italiano su 5 sono a rischio ore o anche giorni di lavoro o di scuola a causa di questo disturbo ormai tanto

frequente nella popolazione da comportare un costo sociale rilevante». La rinite allergica può essere affrontata - spiega Passali - col vaccino pre-stagionale (gli esami si fanno a settembre, lo si assume a fine anno e dura per tutto l’anno successivo); o con gli antistaminici: quelli di oggi non danno sonnolenza, sono più efficaci e agiscono anche sull’ ostruzione nasale. Ma non bisogna dimenticare che l’igiene del naso (con fazzoletti e lavande nasali) è fondamentale. «Tra pochi mesi - aggiunge lo specialista sarà disponibile, fra i farmaci da banco, anche uno spray al cortisone». «È importante non sottovalutare la rinite allergica - conclude Passali - perchè il 25-30% di coloro che vi sono soggetti può andare incontro all’asma.

dall’inizio della dieta, in media ogni soggetto sovrappeso aveva perso circa 6 chilogrammi. Alla fine dello studio, dopo due anni, ogni gruppo aveva perso circa lo stesso peso, con una media per persona di circa 4 chilogrammi in meno. Secondo Sacks, «la buona riuscita di una dieta non dipende dal tipo di alimentazione che si segue, ma dal comportamento di ciascun individuo ed è su questo che bisognerebbe puntare di più l’attenzione». Non solo ma uno stile di vita sano può prevenire circa un terzo dei più comuni tipi di tumore nei paesi sviluppati, e circa un quarto in quelli più poveri. Lo hanno dichiarato ricercatori internazionali. Diete più salutari, esercizio fisico e controllo del peso possono anche prevenire oltre il 40% dei casi di tumore al colon e al seno in alcuni paesi, dice lo studio, esortando governi e individui a fare di più per ridurre il tasso annuale di morti causate dai tumori. "Al momento della pubblicazione ci sono circa 11 milioni di persone in tutto il mondo a cui è stato diagnosticato un tumore e quasi otto milioni di persone muoiono ogni anno a causa di questa malattia", ha detto Michael Marmot, che ha condotto lo studio del Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro e dell’Istituto americano per la Ricerca sul Cancro. "In ogni caso molti tipi di tumore sono prevenibili". Lo studio ha coinvolto 23 esperti che hanno scoperto che uno stile di vita più sano può prevenire il 43% dei casi di tumore al colon e il 42% di quelli al seno in Gran Bretagna, e il 45% dei casi di tumore intestinale e il 38% di quelli al seno negli Stati Uniti.


Pag. 14

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Venerdì 27 Febbraio 2009

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

La federazione regionale degli organi rappresentativi dei medici chirurghi e odontoiatri boccia le norme contro l’immigrazione clandestina

Segnalare gli immigrati? Gli Ordini dicono no «Difenderemo in ogni sede il codice deontologico e le finalità etiche della professione» CATANZARO — La federazione degli Ordini dei medici della Calabria dice no alle norme in materia di sicurezza con cui viene abrogato il divieto per i camici bianchi di segnalare gli immigrati irregolari alle autorità. La federazione regionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Calabria, riunitasi mercoledì scorso a Lamezia Terme, in merito al disegno di legge n° 733 già approvato dal Senato ed ora in discussione alla Camera, avente ad oggetto “Norme in materia di sicurezza pubblica” e contenente, tra l’altro, l’abrogazione del divieto per i medici di segnalare all’autorità gli immigrati clandestini che richiedono assistenza sanitaria, evidenzia - si legge in un documento diffuso dalla federazione - «che la Calabria è terra di approdi di numerosi sbarchi di

www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

immigrati e di clandestini, oltre che essere sede a Crotone di Cie (centro di identificazione ed espulsione), di Cda (centro di accoglienza) e di Cara (centro di accoglienza richiedenti asilo)». Partendo da tali premesse, la federazione «condivide le preoccupazioni, già da tanti palesate, in merito alla possibilità che l’approvazione definitiva di una norma così tanto odiosa, nel frapporre oggettivi ostacoli alla somministrazione di cure adeguate anche agli immigrati clandestini, possa essere causa di diffusione incontrollata di tutta una serie di patologie trasmissibili, nonché occasione per l’affermarsi di paralleli e non controllati percorsi sanitari clandestini». Nel documento sottocritto dal presidente della federazione regionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri e dai presidenti degli Ordini provin-

ciali della Calabria, si ricorda, inoltre, «che l’art. 32 della Costituzione statuisce che “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite

agli indigenti”». «Le norme del codice deontologico - viene sottolineato - sono cogenti per i medici chirurghi e gli odontoiatri iscritti ai rispettivi albi». E comunque «rimane vigente la previsione di cui all’articolo 365, comma 2 codice penale che esime il medico e l’odontoiatra dall’obbligo di referto quando questo esponga il paziente a procedimento penale». Infine la federazione precisa che «qualora dall’incertezza interpretativa del nuovo quadro di riferimento normativo che si sta prospettando emergessero contenziosi legali, gli Ordini provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Calabria saranno accanto ai propri iscritti, in ogni sede giuridica ed istituzionale, per difendere i valori del codice deontologico e le finalità etiche delle professioni medica ed odontoiatrica».

Il coordinatore nazionale Rdb/Cub Ivan Potente lancia alcune proposte di riforma contrattuale

«Rifondare la contrattazione dell’area medica» CATANZARO — La RdB Cub Me-

dici presenta la propria proposta di piattaforma contrattuale sia per il II biennio economico dell’area dirigenza medico-veterinaria ed Spta che per la medicina convenzionata. L'elaborato parte dal convincimento che in un'area ad alto impatto etico come quella medico-sanitaria, i Ccnl debbano comunque sempre avere come punto di riferimento il soddisfacimento dei bisogni sanitari della collettività e debbano fare perno su ciò nello sviluppare le dinamiche contrattuali specifiche dei lavoratori della sanità». E’ quanto dichiara, in una nota, il coordinatore nazionale Medici della Rdb Cub Ivan Potente. «Partendo da questo assunto prosegue il sindacalista -, la piattaforma sviluppa proposte notevolmente innovative per le due aree, che oltretutto prevedono una ridefinizione della parametrazione dei diritti e dei doveri dei lavoratori, che gli ultimi contratti nazionali hanno profondamente modificato nel senso della creazione e l'approfondimento di un vistoso solco tra chi lavora da tempo nel Servizio sanitario nazionale e chi invece è entrato da poco oppure fatica ad entrarci». «Solo così - avverte Potente si possono interpretare i recenti passaggi contrattuali che hanno visto, ad esempio, nell'area dirigenza medica, gli ex primari portare a casa il massimo dei benefici possibili, abbandonando nei fatti il resto della categoria ad un destino, che, se perpetrato ulteriormente, non potrà che sfociare nella fine del Servizio sanitario nazionale». «La Rdb Cub - prosegue la nota chiede intanto una perequazione adeguata dal punto di vista economico tra i direttori e gli altri dirigenti. Tale fatto dovrebbe essere insito nella dinamica legislativa che ha portato al ruolo di-

rigenziale unico, dinamica che, fattivamente, è stata “violentata” dai Ccnl. I passaggi fondamentali di tale proposta vertono - spiega Potente - su una nuova impostazione degli incarichi di direzione, che, sulla scorta del modello francese, dovrebbero durare al massimo dieci anni per poi dare luogo ad un ricambio, oltreché su una nuova politica dei redditi. Difatti - sottolinea il sindacalista - l’Italia è la sola nazione dove la progressione dei redditi da lavoro dipendente segue il corso degli anni, cioè è massima quando si è alle soglie della pensione mentre lascia profondamente scoperta la fase iniziale, quella in cui normalmente un soggetto si trova ad affrontare sforzo più elevato. Il tutto ha una sua logica nel regime italiano, la logica è quella del “si salvi che può”, logica che noi riteniamo essere profondamente autolesionista per una società che si sforza a costruire un futuro». «Anche nell’ambito della medicina convenzionata - continua la nota - la proposta Rdb Cub si sforza di inserire nuove direttive come ad esempio la riduzione del numero massimo di assistibili senza possibilità di deroghe regionali e la fine del progetto legato all'associazionismo tra studi medici convenzionati. Tutto ciò ha sempre lo scopo evidente di favorire l’ingresso nel mondo del lavoro di un numero di pro-

“Ridurre il numero massimo di assistibili per favorire l’occupazione di professionisti”

fessionisti più ampio dell’attuale redistribuendo le risorse e legando il tutto a nuovi obblighi contrattuali quali quelli legati ad un numero di ore obbligatorie di attività correlato al numero di assistiti». «Riteniamo - afferma ancora Potente - che in un momento di crisi come quello attuale, la cui portata culturale è di gran lunga superiore a quella economica, sia necessario rifondare i processi progetti dei Ccnl di categoria medica, ridando fiato alla professione e facendo finalmente chiarezza tra chi lavora nel pubblico e chi lo fa nel privato. Non è più tempo di commistioni e di decisioni a metà, perché - conclude il sindacalista - procedendo su queste coordinate, il Servizio sanitario nazionale sarà destinato a morire con buona pace di chi, anche all’interno delle categorie interessate, nulla ha fatto per evitarlo».

Il nuovo Governo ombra

I capi dipartimento dell’era Franceschini: Minniti alla Sicurezza ROMA — Dario Franceschini ha annunciato i nuovi capi dipartimento del Pd, che saranno solo dodici, rispetto ai venticinque ministri del Governo ombra ormai azzerato. I nomi scelti “molto in fretta” dal leader Pd sono: Pier Luigi Bersani all’Economia, Piero Fassino agli Esteri, Beppe Fioroni all’Educazione, Linda Lanzillotta alla Pubblica amministrazione, Enrico Letta al Welfare, Giovanna Melandri alla Cultura, Marco Minniti alla Sicurezza, Margherita Miotto alle Politiche regionali, Colomba Mongiello all'Agricoltura, Roberta Pinotti alla Difesa, Ermete Realacci all'Ambiente e Lanfranco Tenaglia alla Giustizia. «Rispetto al Governo ombra ha sottolineato Franceschini c'è un dimezzamento dei nomi. Avevo annunciato che avrei azzerato quell’organismo e questo mandato politico chiaro deve essere rispettato. Mancano 98 giorni alle europee, non si può perdere tempo. Le nomine dei capi dipartimento sono state fatte con criteri diversi rispetto a quelli per la scelta dei componenti della segreteria: per la segreteria ho voluto coinvolgere il più possibile il livello territoriale del partito, per i dipartimenti necessariamente ho scelto esperienza, competenza, autorevolezza e presenza in Parlamento. Il loro lavoro sarà basato sui contenuti e in stretto raccordo con i gruppi parlamentari».

(Agi)

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 15

CALABRIA SANITA’ Trematerra (Udc): «La Regione è incapace a definire i debiti. Il disavanzo 2008 conferma il solito sperpero»

«Sul deficit regna l’incertezza» «Alla fine di questa ingloriosa legislatura neanche uno straccio di Piano sanitario» REGGIO CALABRIA — «I contenuti dell’incontro di mercoledì sul debito della sanità, sfiorano il paradosso. E la Calabria rischia di giocarsi, dinanzi all’Italia, quel poco di credibilità che le è rimasto». E’quanto afferma capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Michele Trematerra. Che aggiunge: «A ogni incontro sulla sanità, viene fuori un dato circa il debito che varia in continuazione e che, di per sé, è sintomo di inattendibilità politica. Così l’ammontare di 1,7 miliardi di debiti, dato fornito ieri, sembra più il tentativo di tirare a campare, piuttosto che il momento topico da cui prendere le mosse per costruire un’affidabile proposta

di piano di rientro da sottoporre al Governo». «Né - prosegue Trematerra - pare bastare la drasticità dei toni con cui il Governo si esprime sull’incapacità della Regione Calabria a definire i debiti (comprensivi dell’enorme contenzioso giudiziario ancora non calcolato), al fine d’indurre la Giunta Loiero a smetterla di fare magre figure col Governo e di essere l’esempio più calzante di pubbliche virtù e vizi privati. Infatti - puntualizza il consigliere regionale - la Giunta Loiero in pubblico ostenta intenzioni virtuose e in privato segue a tessere le solite trame all’insegna dello sperpero di risorse, come dimostra il disavanzo 2008, e del-

CATANZARO — «Su proposta della Cisl Funzione pubblica, accolta unanimemente dalle altre organizzazioni sindacali e dalla Rsu, mercoledì la delegazione sindacale ha interrotto la concertazione in atto per protestare contro le mancate risposte dell’Amministrazione regionale sulle problematiche della vertenza di dicembre che interessano oltre 20 mila lavoratori pubblici in Calabria». Lo rendono noto in un comunicato congiunto Natale Pace, segretario generale della Cisl Fp Calabria e Antonello Borsani, segretario regionale Cisl Enti Locali. «Avevamo riavviato - spiega Pace le relazioni sindacali in base alle promesse e agli impegni assunti dall’assessore Frascà e dal presidente Loiero che si sarebbero affrontate tutte le questioni poste dal Sindacato nella vertenza di Natale che aveva portato alla occupazione della Sala Riunioni di Palazzo Ale-

I sindacati protestano per le “mancate risposte” su più vertenze. Sul tavolo anche la questione ex Lsu

“Nessuno vede dove sono ammassati e cosa patiscono ogni giorno gli ex Lsu”

L’assessorato alla Sanità

l’opacità amministrativa, come testimonia la gestione di alcuni enti sanitari che la riduzione del-

le Aziende sanitarie ha contribuito ad aggravare». «La misura è colma: questo - sottolinea l’esponente dell’Udc - è stato detto nel corso di due sedute del Consiglio regionale ad hoc tenute sulla sanità. Si riteneva, allora, che nell’arco di qualche settimana la Regione Calabria, dotata di un commissario ad hoc e di un commissario al debito con tanto di struttura cui sono stati aggiunti due autorevoli advisor, potesse almeno fare chiarezza sul deficit sanitario. Ma ad oggi, a distanza di un anno dalla fine di questa ingloriosa legislatura durante la quale la Giunta regionale non è riuscita ad approvare neanche uno straccio di Piano

Interrotta la concertazione con la Regione manni, sede della Presidenza della Giunta. Diverse riunioni, e ci siamo resi conto che l’unico interesse dell’Amministrazione Loiero era quello di trasferire più lavoratori possibile negli uffici di Catanzaro, incrementando un pendolarismo che in questi giorni di disastro idrogeologico sta creando gravi problemi ai lavoratori». «I 350 ex Lsu stabilizzati a 24 ore avverte il sindacalista - sono praticamente ammassati, senza neppure una sedia per sedersi, negli uffici regionali del capoluogo, spesso tolti da posti di lavoro nel territorio dove si rendevano invece utili». «Per contro - lamenta Natale Pace mancano ancora soluzioni ai tanti problemi prospettati, non si hanno risposte se non evasive, e qualche volta gli stessi problemi sono nel tempo peggiorati. A onore del vero, nulla da addebitare alla delegazione di parte pubblica, rappresentata dai dirigenti del Dipartimento del personale Izzo, Marasco, Longo e Tassone, che, probabilmente con difficoltà, vive le stesse indeterminatezze del sindacato, ma è dalla parte politica che mancano risposte e impegni». Nella nota dei sindacalisti della Cisl, vengono indicato lo stato del-

Tumori femminili, corso di aggiornamento a Vibo Prende il via questo pomeriggio e si concluderà domani al 501 hotel di Vibo Valentia un corso di aggiornamento medico dedicato ai “Tumori della sfera genitale femminile” organizzato con il patrocinio dell’associazione ginecologi extra-ospedalieri e della Società italiana di colposcopia e patologie cervico-vaginali e coordinato dal dottor Massimo Prestia. Quattro le sessioni previste: il tumore mammario, il pap-test anomalo, il carcinoma dell’endometrio, il carcinoma ovarico. Un corso rivolto ai medici e che ha azzerato, anche per la fase inaugurale, qualunque presenza del mondo politico. Una scelta precisa dell’organizzazione, «perché - come spiega Massimo Prestia - non accettiamo che si sia voluto fare della classe medica il capro espiatorio di quanto drammaticamente accaduto non volendo tenere conto le gravi responsabilità politiche che hanno portato a questo stato di cose costringendo i medici a lavorare in condizioni di assoluta precarietà». Al termine della prima giornata di lavori, sarà pure conferito un premio istituito proprio a partire da quest’anno e denominato “Calabresità nelle scienze mediche”. Ad essere premiato per questa prima edizione del premio è il professor Domenico Inzitari, medico vibonese che oggi ricopre il prestigioso ruolo di direttore della Clinica Neurologica dell’università di Firenze. «Il premio ha una duplice valenza - spiega ancora l’organizzatore Massimo Prestia - innanzitutto per la scelta del simbolo che viene rappresentato, il campanile di S. Michele, uno dei punti di riferimento della Vibo storica e testimonianza viva di quando questa città era un centro culturale di riferimento per tutta la regione, a dispetto del degrado socio-culturale in cui si dibatte ormai da qualche anno. Poi, per lanciare un messaggio a tutti noi e ricordarci che vi sono in giro per il mondo, e non solo in Italia, illustri figli di questa terra che, quando hanno mezzi a disposizione, sono capaci di realizzare risultati eccezionali, come dimostra la storia del prof. Inzitari che quest’anno premiamo». (Maurizio Bonanno)

l’arte di vertenze ancora da risolvere. Ardis. «Mentre si discute la concertazione sul trasferimento del diritto allo studio alle università (chiusa la questione di Reggio Calabria) e si paventa la costituzione della ennesima Fondazione per quella di Catanzaro, sulla quale il Sindacato ha espresso forti contrarietà, le organizzazioni sindacali sono state informate ieri (mercoledì per chi legge, ndr) che ci sono difficoltà a pagare gli stipendi di febbraio perché (udite!) non c’è nessuno in grado di predisporli. Intanto i lavoratori dell’Ardis di Catanzaro sono giustamente scesi in lotta». Equipe socio-psico-pedagogiche. «I lavoratori sono da quasi due anni parcheggiati nelle Aziende Sanitarie, senza inquadramento, senza funzioni e senza retribuzioni accessorie. E’ dal mese di aprile 2008 l’impegno dell’assessore Naccari e della Giunta di aprire un tavolo negoziale con gli assessori interessati alla questione (sanità, personale, bilancio, ecc.), ma nulla ancora è dato sapere. L’informativa di Izzo dice che alla prossima riunione di Giunta (forse!) si deciderà la data dell’incontro. E si era blaterato a pagine intere di giornali sul fatto

che il maxi-emendamento finalmente aveva tolto dal precariato e reso funzionali i servizi di 600 professionisti che da due anni sono senza funzioni». Ex Lsu stabilizzati. «A 24 ore e per 700 euro lordi al mese, sono stati costretti a viaggiare ogni giorno dai posti più remoti verso Catanzaro, perché Loiero ha deciso così. Nessuno va a vedere dove questi lavoratori sono accatastati, cosa fanno e che pene patiscono ogni giorno per uno stipendio di fame. Essi lamentano che la Giunta regionale trova risorse finanziarie per qualsiasi problema, ma quando si parla di completamento delle 36 ore, per avere almeno lo stipendio come gli altri, manca poco che ci si accusi di voler creare il dissesto finanziario al bilancio regionale. Non è di poco conto inoltre che questi lavoratori (350) svolgevano da precari funzioni importanti per gli uffici in cui erano utilizzati (protezione civile) che adesso non svolge nessuno e che l’inquadramento nella categoria B (poco più che operai) sta impoverendo anche le professionalità, laureati e diplomati, che durante il precariato erano cresciute». «La sfilza di problemi senza rispo-

sanitario, regnano incertezza e confusione persino sul debito. Figurarsi che accadrà col Piano di rientro. In realtà - tuona Trematerra -, si è davanti a una gestione fallimentare della sanità in Calabria, senza dubbio il peggior settore del governo Loiero, che ancora, come se nulla fosse, continua a trattenere la delega». «Noi dell’Udc - conclude Trematerra - ci eravamo subito accorti dell’inadeguatezza delle Giunte Loiero e avevamo, in tempi non sospetti, presentato una mozione di sfiducia. A nostro avviso, seguitare un altro anno in questa inconcludenza, per la Calabria sarebbe non un errore ma un orrore». ste - prosegue la nota dei sindacalisti Cisl - potrebbe continuare con i lavoratori Afor e Arssa, con il contratto decentrato di tutti i dipendenti regionali per il 2009 che non parte, con i problemi insoluti dei lavoratori della sanità dovuti all’accorpamento delle Asl e con la mancata stabilizzazione dei precari del comparto e della dirigenza nella sanità, per i quali forse a giugno sarà andato perso anche l’ultimo treno prima del blocco delle stabilizzazioni». «Alla fine della riunione - concludono Pace e Borsani -, parte pubblica e sindacale hanno ieri concordato che la concertazione viene interrotta e che la prossima riunione sarà convocata solo per ricevere risposte, proposte e soluzioni ai problemi dei lavoratori. Il Sindacato unanimemente ha ipotizzato anche la possibilità di spostare il confronto direttamente con la parte politica.

“Nulla si sa sulla questione delle equipe socio-psico-pedagogiche parcheggiate nelle aziende sanitarie”

I progetti di pianificazione strategica al centro di un incontro con Loiero e gli amministratori locali

Fondi Por, confronto sui piani per le città CATANZARO — I progetti di pianifica-

zione strategica delle città e delle aree urbane calabresi nella nuova programmazione Por Fesr 2007-2013 sono stati al centro di un incontro tecnico-operativo a cura del dipartimento Urbanistica e Governo del territorio, a cui ha preso parte il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero. Oltre a Loiero erano presenti: l’assessore Michelangelo Tripodi, il dirigente del dipartimento Rosaria Amantea, il direttore generali ai fondi comunitari Salvatore Orlando e numerosi amministratori locali, tra cui il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza e di Vibo Valentia Franco Sammarco. Si tratta di «scelte strategiche importanti a cui annettiamo sommo valore» - ha detto Loiero in apertura di incontro. «Vi seguiremo passo passo - ha aggiunto rivolgendosi ai tanti sindaci presenti - perché da questa programmazione, che in una primissima fase deve essere quanto mai celere, può dipendere la capacità di sviluppo del territorio calabrese. Con questi progetti

la nostra regione può diventare davvero un’area finalmente omogenea, in comunicazione al suo interno». Durante l’incontro sono stati presentati i progetti ed illustrati tempi e regole per la programmazione. Dopo che tutti i comuni avranno definito i piani, il dipartimento Urbanistica attiverà la relativa certificazione, mentre la Regione contemporaneamente avvierà i percorsi da attuare con i comuni. Infine la stessa Regione procederà alla valutazione finale e al finanziamento in base ai criteri di selezioni imposti dall’Ue. Rosaria Amantea ha anche spiegato la visione dei piani strategici e il loro contenuto specifico. Catanzaro, ad esempio, si è dotata di 37 obiettivi e 181 azioni per puntare a divenire una città simbolo dell’innovazione e dell’accoglienza. Cosenza e Rende hanno dato vita a un piano che prevede un’unica grande area composta dall’unione delle due città con un motivo portante: la salvaguardia ambientale. Reggio Calabria ha puntato sul ruolo di Città del Medi-

terraneo, ponendo ai primi posti dei suoi obiettivi le relazioni e la competitività. Crotone ha investito invece sulla storia, sull’integrazione sociale, la qualità dell’energia, potenziando soprattutto i suoi siti turistici come leva di sviluppo economico. Vibo Valentia, attraverso i progetti strategici, ha disegnato il nuovo ruolo di “polo di scambio regionale” di un’unica grande area che unisce la costa e i suoi comuni interni. Così come Lamezia che si è proposta centro vitale di snodo in Calabria con una marcata internazionalizzazione. Corigliano ha mirato al potenziamento del suo porto e alla qualità come progetti bandiera mentre Rossano sulla sua cultura bizantina e sull’alta qualità della vita. Sono stati illustrati anche i Piani di Area Vasta come l’Aspromonte che punta sul concetto di “cuore verde nel Mediterraneo con uno slogan “l’Aspromonte si fa città” e di Gioia Tauro che dovrà affermarsi come il vero motore economico della Calabria. La Locride farà parte di una specifica misura prevista dai fondi Fas.


16 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA PROVINCIALI Il consigliere regionale di Forza Italia annuncerà la sua candidatura sotto i riflettori del teatro cosentino

Il Rendano accoglierà Pino Gentile Adesso inizia la battaglia vera contro Oliverio. Sarà una bella partita COSENZA — Sarà il teatro Rendano ad ospitare con ogni probabilità “l’annunciazione”. Questa volta Cosenza non riuscirà a commentare ironicamente l’ennesima retromarcia di Pino Gentile. Sarà infatti della partita e come più volte accennato il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale. Una decisione sofferta come non mai, dedotta più che ispirata, subita più che progettata, anche rincorsa arrivati a questo punto. E già perché nel frattempo Mario Oliverio ha messo in cascina un po’ di settimane di vantaggio e qualche stratagemma in più ma non basterà questo, o solo questo, a scoraggiare il Pino più famoso di Cosenza. Una grande manifestazione lo accoglierà a braccia aperte. Il tutto potrebbe avvenire entro la fine della prossima settimana, di sabato con ogni probabilità. Prevista la presenza anche

quadro, sempre osservato dalla prospettiva di che non vuol bene alla griffe, è più o meno chiaro. Di Gentile in versione straripante in giro non se ne dovrebbe più vedere una qualche versione ragion per cui, tornando ai calcoli cinici di chi rimane in silenzio nel Pdl, concorrere per farlo vincere contro Mario Oliverio non dovrebbe essere più un problema. Poi l’ufficio marketing del Pdl proverà a ribaltare abilmente il messaggio, facendo passare la corsa per la presidenza della Provincia come scelta ponderata e di prestigio. Cosa che, stando alle deleghe e al peso specifico di un ente che governa la seconda provincia d’Italia, ci può anche stare. Ma dopo aver fatto posto a Peppino Chiaravalloti nel 2000 e a Sergio Abramo nel 2005 Pino Gentile ci contava in cuor suo per il dopo Loiero. Ormai però è acqua passata e bene ha fatto Gentile a sciogliere le riserve e programmare una kermesse al Rendano. Con i tempi che corrono e aspettando un altro po’ anche la Provincia va a finire che andava sfumando. Ora è corsa e battaglia vera con Mario Oliverio. Che ha dalla sua cinque anni di amministrazione, un rapporto quotidiano con 100 sindaci che gli sorridono, una pubblicistica mediatica che lo ha sempre premiato. Sot-

to il tavolo invece Oliverio deve stare attento a chi nel Pd si sente compresso, nervoso e senza futuro. E se è pure spregiudicato potrebbe fare cattivi pensieri. Dal canto suo invece Pino Gentile ha il vantaggio di puntare al ballottaggio con un certo ottimismo rinviando agli inizi dell’estate una eventuale spartizione con Orlandino Greco e Roberto Occhiuto. Ma qui il discorso si fa più complesso perché se l’Udc è quello che si alle a Firenze con il Pd è inutile avventurarsi in previsioni. Oliverio punta a vincere al primo turno, necessariamente. Gentile non disprezzerebbe uno spareggio. Se non intervengono fattori esterni da qui al voto, e da queste parti ci possono sempre stare, sarà una bella partita…

CATANZARO — La Regione fornisce alla Guardia di Finanza undici auto per incrementare la lotta contro le frodi in materia di fondi strutturali. Alla presenza del presidente della Regione Agazio Loiero, è stata firmata ieri - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta - dal comandante regionale Calabria della Guardia di Finanza generale Gaetano Giancane e dal dirigente generale del Dipartimento regionale “Programmazione nazionale e comunitaria” Salvatore Orlando la convenzione che prevede la fornitura, da parte della Regione, alla Guardia di Finanza di undici autovetture. Saranno usate dal Corpo per incrementare la lotta contro le frodi ai bilanci, nazionale e comunitario, in materia di fondi strutturali ex legge 488/92 dove la Guardia di Finanza della Calabria, negli ultimi anni, ha già

Convenzione per facilitare i controlli in materia di fondi strutturali

iniziative nel quadro di una maggiore trasparenza nella gestione dei fondi pubblici». Il comandante Giancane ha sottolineato come la firma della convenzione è «molto significativa nel rafforzamento logistico nell’ambito della nostra collaborazione». Il dirigente generale del Dipartimento che si occupa dei Fondi comunitari, Salvatore Orlando, ha evidenziato che quello firmato è «un protocollo innovativo a livello nazionale e precede la firma di un altro, che sarà sottoscritto nei prossimi giorni, egualmente importante e originale in cui si parlerà di formazione del personale». Nei prossimi giorni, quindi, verranno fornite alla Guardia di Finanza sei “Fiat sedici 1.9” e cinque “Fiat grande punto 1.3” dotate delle più moderne tecnologie.

CATANZARO — Ventisette giovani professionisti calabresi, vincitori della selezione pubblica per l’assegnazione di 250 voucher formativi nell’ambito del “Programma Stages”, che il Consiglio regionale della Calabria ha bandito nel novembre 2007, hanno preso servizio ieri mattina nella sede centrale dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria). I 27 stagisti, specializzati in materie ad alta valenza ambientale, prima di essere assegnati successivamente ai dipartimenti provinciali dell’agenzia, hanno incontrato ieri mattina il Commissario straordinario dell’Arpacal, Vincenzo Mollace che, accompagnato dal dirigente delle Risorse Umane e Formazione, Francesco Caparello, ha illustrato loro gli obiettivi e le prospettive che l’Arpacal si è posta accettando di partecipare al Programma Sta-

VOUCHER PER LAUREATI Ventisette giovani professionisti assegnati all’Agenzia Giovanni Dima (Pdl):

Una candidatura sofferta e subita più che progettata. Nel frattempo Mario Oliverio incassa il vantaggio

suntuosa di personalità importanti del Pdl a corollario di una delle principali richieste che Pino Gentile ha sempre messo sul tavolo della coalizione. Gentile infatti ha dato per scontato che gli addetti ai lavori fossero a conoscenza della sua candidatura “inevitabile” ma per il grande pubblico, che poi è quello che fa vincere le elezioni, non ha mai rinunciato a far passare la sua corsa elettorale per una grande scelta innovativa e coraggiosa. E così non sarà improprio da qui in avanti provare a dimenticare in un colpo solo gli affanni e le reticenze sue nei confronti della coalizione e di una parte di questa verso di lui. Un minuto dopo infatti l’annunciazione del Rendano converrà più o meno a tutti stare in fila e remare per Pino Gentile, o almeno far finta di provarci. Sfidante più dignitoso del resto il centrodestra non poteva augurarsi perché anche in termini di consiglieri provinciali e ammettendo come possibile una sconfitta ogni sigla di partito ne ricaverà comunque qualcosa. A conti fatti è tutta da vedere la convenienza pratica di chi vorrebbe boicottare Gentile all’interno del Pdl. Se qualcuno continua a sentire troppi silenzi dallo Jonio e dal Tirreno non vuol dire che a Roma ci si potrà poi vantare di aver fatto perdere Pino Gentile. Se l’o-

Pino Gentile

biettivo di chi non gli vuole bene è da sempre infatti quello di contenerne la portata e minimizzarne il raggio d’azione in qualche modo si può già ritenere soddisfatto. E’ stato lo stesso Pino Gentile nel corso di un incontro organizzato dal Nuovo Psi a dire che avrebbe preferito correre per la Regione e che questa sarebbe stata la collocazione naturale a termine di una carriera politicamente notevole. Ma così non è andata e non andrà e se a questo si aggiunge che il fratello Tonino, senatore della Repubblica, ha aspettato per mesi invano di entrare nel governo Berlusconi o di coordinare Forza Italia in Calabria il

Intesa Regione-Fiamme gialle per la lotta contro le frodi raggiunto risultati di grande rilievo, ottenendo il plauso da parte delle Istituzioni nazionali e comunitarie. La convenzione - prosegue il comunicato - sottolinea la grande collaborazione che già da qualche anno si è instaurata tra la Regione ed il Comando regionale Guardia di Finanza per il coordinamento dei controlli e lo scambio di informazioni in materia di finanziamenti dei fondi struttu-

La Regione fornisce undici autovetture per incrementare le attività di controllo svolte dalla Gdf. Loiero: “Grande collaborazione”

rali, a seguito del protocollo d’intesa sottoscritto dalle due Istituzioni nel giugno scorso. «L’atto di oggi è un’altra tappa ha detto Loiero - per rendere sempre più fattiva la reciproca collaborazione. Questa sinergia tra noi e la Guardia di Finanza è un fatto di particolare rilevanza. Non siamo una Regione che dispone di un grande bilancio ma, per quel che ci riguarda, tendiamo a privilegiare sempre queste

Stagisti in servizio all’Arpacal

I 27 stagisti che ieri hanno preso servizio presso la sede centrale dell’Arpacal

ges. «Ritengo che questo programma - ha detto Mollace agli stagisti sia stata un’ottima idea; un modo concreto per investire sui giovani, dando loro l’opportunità di entrare nel vivo dei meccanismi della pubblica amministrazione e far capire loro meglio i tempi e le attività di questa grande macchina amministrativa, e nel nostro caso tecnico-scientifica, al servizio del cittadino. Ritengo, quindi - ha concluso Mollace che se ben impiegati, gli stagisti rappresentino un’ottima risorsa per questa Agenzia. Per quanto ci riguarda, infatti, abbiamo intenzione di proiettarli subito in contesti lavorativi concreti».

Domenico Martelli

Sperava tanto nel dopo Loiero ma è acqua passata ed è tempo di sciogliere ogni riserva

«Giusto pagare il pedaggio sull’A3» CATANZARO — «Ci sembra naturale che una volta terminati i lavori di ammodernamento e di messa in sicurezza dell'autostrada Salerno/Reggio Calabria, sia previsto il pagamento del pedaggio. Avviene sul resto della rete autostradale nazionale, non capiamo perché non debba avvenire sull’A3 soprattutto quando gli introiti derivanti dal relativo pagamento saranno utilizzati per garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria di questa importante arteria stradale». Lo dichiara il deputato Giovanni Dima (Pdl). «E’ necessario, infatti - continua -, che il Sud, e la Calabria in particolare, escano dalla logica assistenzialista e paternalista».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 17

CALABRIA CROTONE L’intervento di Mimmo Tomaino, segretario Generale della Uil, sulla ricapitalizzazione del Sant’Anna

«Aeroporto, vicenda allucinante» «Abbiamo, a più riprese, chiesto l’apertura di un tavolo di confronto fra pubblico e privato» CROTONE — Mimmo Tomaino, segretario Generale Uil Crotone, interviene sul problema dell’aeroporto. «Se la buona sorte ci avesse fatto nascere ad Ancona, dove consiglio al mio giovane amico Salvatore di andare a vivere, piuttosto che a Rimini, nella quasi certezza non vivremmo una vicenda allucinante e inverosimile come quella dell’aeroporto S. Anna. Proviamo a riepilogare sinteticamente i fatti: la maggioranza privata della società è determinata da un capitale misto che fa riferimento al gruppo Radici (47%) e alla Romano spa (5%); alla scadenza del 17.1.2009 occorreva intervenire in termini di ricapitalizzazione e “pare” che i due privati abbiano già provveduto, mentre “pare” che i soggetti pubblici, Re-

gione – Provincia e Comune di Crotone, debbano ancora versare le rispettive quote di, centosettantamila – centottantatremila e ventimila euro; l’attuale situazione debitoria si attesterebbe intorno al milione di euro, riconducibili a debiti con privati, enti pubblici e salario arretrato dei lavoratori, mentre potrebbero essere attivati crediti nei confronti di AirOne e AirBee per oltre duecentomila euro; intanto, il bando di gara per gli oneri di servizio pubblico è stato rimodulato qualche giorno fa con un aumento del contributo alle compagnie aeree e la formulazione di un nuovo orario nella tratta CrotoneMilano-Crotone; nel frattempo i lavoratori non percepiscono il becco di un quattrino dal dicembre scorso.

Bene, anzi male. Questi sono i fatti più salienti riconducibili almeno agli ultimi sei mesi, da quando, cioè, AirBee ha effettuato l’ultimo volo e rispetto al quale ci saremmo aspettato una sorta di attivismo da parte della società che ha gestito il passato, più o meno remoto, ma soprattutto il presente ed il futuro dello scalo crotonese. Ed invece niente, niente di niente. Eppure il sindacato e i lavoratori hanno offerto, a piene mani, la massima collaborazione per la ripresa delle attività di volo. Abbiamo, a più riprese, chiesto l’apertura di un tavolo di confronto fra pubblico e privato, senza che mai nulla accadesse; offrendo su un piatto d’argento ai livelli istituzionali interessati una comoda via di fuga. A loro dobbiamo chie-

dere, con assoluta perentorietà, di versare le quote, anche quelle arretrate, con le quali si erano impegnati a sostenere un’azione di risanamento e di rilancio, altrimenti sono degli spudorati mentitori. Ed è quello che, nelle prossime ore, faremo con Loiero, Iritale e Vallone. E così verificheremo, finalmente, chi opera per il bene del territorio e chi nell’orto istituzionale continua a coltivare impunemente “finocchi ‘i timpa”. Il cosiddetto “volicchio” quotidiano rappresenta l’unica speranza a cui aggrapparsi per avviare quell’azione di recupero contro il profondo isolamento infrastrutturale nel quale siamo sprofondati. Ed il privato deve sapere che neanche a loro consentiremo di proseguire nella pericolosa

logica attendeista nella quale sembrano aver scelto di collocarsi. Non conosciamo il pensiero del gruppo Radici, sul futuro dello scalo, né sappiamo se esiste un piano dei servizi nel quale collocare le future attività aeroportuali. Si sappia che le attività del S. Anna interessano l’intero territorio provinciale ed oltre e, quindi, avremmo voluto che la società di gestione, utilizzasse questi lunghi e logoranti mesi di fermo per promuovere, per esempio, verso i comuni una vera e propria azione promozionale e di sensibilizzazione. Tutto ciò è molto sconfortante. Ma del resto, a quanto ci è dato sapere, parrebbe che neanche fra il menagment del privato vi siano grandi momenti di confronto».

CROTONE — La Fp Cgil Medici Continuità Assistenziale: «Incredibile! L’Azienda Sanitaria di Crotone applica la normativa sulla sicurezza dei lavoratori e la Fimmg dichiara che la procedura è illegittima. La scorsa settimana sulla stampa locale è riportata una nota inviata dai dottori Colosimo Francesco e Ventura Salvatore. In tale nota si paventa l’illegittimità della procedura adottata dall’Asp di Crotone sulla “Sorveglianza Sanitaria” con espresso richiamo alla sentenza della Cassazione n. 2835/97. In pratica stando al contenuto della nota, l’Asp, con l’unico scopo di tutelare i propri lavoratori avrebbe utilizzato una procedura illegittima. Tale affermazione è priva di qualsiasi fondamento normativo! Siccome non è abitudine di chi scrive fare affermazioni prive di fondamento, di seguito si riportano le precisazioni che sul piano giuridico e sulla scorta dei principi fondamentali della nostra normativa rendono indiscutibile quanto da noi sostenuto: a) Evoluzione della normativa: dovrebbe esse-

CROTONE L’intervento della Fp Cgil Medici sulle dichiarazioni di Colosimo e Ventura

ne evidenziare che nella propria nota la Fimmg per sostenere un assunto che non ha alcun fondamento normativo riporta anche una sentenza della Cassazione ( n.2835/97) che nulla riferisce in ordine a quanto da essa sostenuto. b) Le Direttive Europee: Per completezza si rimarca che il DLgs 81/08 ha in sostanza recepito e codificato le Direttive dell’U. E., Direttive che con lo scopo preciso di tutelare i lavoratori, avevano di fatto superato le normative degli Stati Membri e, a volte, in contrasto, le stesse linee interpretative date sul punto dalla Illustrissima Corte Costituzionale. Per una più puntuale delucidazione si rimanda alla direttiva quadro sulla sicurezza n. 391 del 1989 e a quelle susseguenti. Direttive che più volte, nel rispetto delle quali, la Suprema Corte di Giustizia Europea ha comminato per omesso o tardivo recepimento sanzioni all’Italia. Tale comunicato è da noi ritenuto doveroso per evitare che si possano ingenerare pericolose confusioni in materia di tutela della salute dei lavoratori».

«La normativa sulla sicurezza dichiarata illegittima da Fimmg» re superfluo sottolineare che la legge 300 del 1970 ( a cui fa riferimento la Fimmg), dopo 39 anni dalla sua emanazione ha subito logiche integrazioni in ordine soprattutto alla tutela dei lavoratori nei suoi aspetti della sicurezza. La disposizione ultima che caratterizza tale evoluzione è l’emanazione del DLgs 81 del 9 aprile del 2008. DLgs che ha modificato diversi aspetti del DLgs 626 del 1994 in materia di sicurezza sul lavoro; non risulta però che abbia sostituito gli Rls (Responsabili dei Lavoratori per la Sicurezza) con i rappresentanti sindacali di categoria. A rimarcare il carattere risolutivo che identifica

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

FITTASI LOCALE

CON ANNESSA ATTIVITA’ COMMERCIALE Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

VENDESI FURGONE Renault Traffic anno 1992 per la vendita ambulante di panini, bibite e pizze, perfettamente funzionante.

Info tel. 0961.996686 cell. 3493923191

«Tale affermazione è priva di qualsiasi fondamento normativo! Siccome non è abitudine di chi scrive fare affermazioni prive di fondamento»

il DLgs 81/08 quale norma fondamentale per la tutela dei lavoratori si consideri che l’art. 304 dello stesso testualmente va ad abrogare tutte le disposizioni di carattere contrario. Detto questo, al contrario di quanto sostenuto nella nota di Colosimo e Ventura e in pieno rispetto del DLgs 81/08, non solo i Medici Competenti incaricati dall’Asp hanno avuto il Documento di Valutazione dei Rischi, ma hanno collaborato fattivamente alla stesura dello stesso; così come attualmente collaborano ad elaborare il nuovo documento di valutazione dei rischi. Sottolineata la legittimità normativa dei criteri adottati dall’Asp è be-

CROTONE I quattro imputati furono arrestati l’8 maggio del 2007

Estorsione aggravata modificata la condanna CATANZARO — La Corte d’appello di Catanzaro ha modificato la sentenza di condanna di primo grado emessa per quattro persone, tutte crotonesi, accusate di estorsione con l’aggravante del metodo mafioso ai danni di un noto ristorante della città pitagorica. Il Collegio presieduto dal giudice Esposito (consiglieri Petrini e Ferraro), infatti, ha confermato la decisione emessa il 28 febbraio scorso dal giudice dell'udienza preliminare distrettuale del capoluogo calabrese, che celebrò il rito abbreviato per gli imputati, solo nei confronti del collaboratore Vincenzo Marino, 34 anni, ritenuto dagli inquirenti a capo del gruppetto, nonchè elemento della cosca mafiosa Vrenna-Bonaventura, condannato a 6 anni di reclusione. Per Fabio Cavallo, 28 anni, pena scontata, da 4 anni di reclusione, a 3 anni e 4 mesi più 1.000 euro di multa (l'uomo resterà sottoposto alla libertà vigilata). Assolta per non aver commesso il fatto

Emanuela Basta, 27 anni, che prima era stata condannata a 3 anni e 4 mesi, e per la quale è stata dunque revocata la libertà vigilata. Sentenza di primo grado annullata, infine, per l'ultimo imputato, Luigi Gostinello, 32 anni, prima condannato a 4 anni. La Corte ha accolto la tesi del suo difensore, l'avvocato Aldo Truncè (gli altri penalisti impegnati nel processo erano Maria Teresa Delfino e Mario Nigro), il quale ha sostenuto che la posizione del giovane fosse completamente disancorata dalla presunta attività delittuosa contestata alla banda, così che gli atti sono stati rimandati alla Procura, perchè si verifichi se la sua condotta, considerata isolatamente rispetto alle accuse contestate al gruppo, possa integrare diversi reati e quali. Accuse che parlavano di estorsioni continuate a due locali della zona, ma rispetto a cui il gup ritenne fondate quelle relative ad un solo ristorante, ai cui titolari sarebbero stati estorti una

somma di 800 euro e diversi parti gratuiti. I quattro imputati furono arrestati, l’8 maggio del 2007, dalla Squadra mobile di Crotone. Secondo gli investigatori sarebbe stato Marino a contattare personalmente le sue vittime, titolari di due ristoranti, chiedendo loro il pagamento di una somma mensile di mille euro. Di volta in volta avrebbe mandato i suoi complici a riscuotere il pizzo compresa, in qualche occasione, la donna del gruppo, Emanuela Basta, ex segretaria di Forza Nuova che, nel 2005, si candidò e non venne eletta nella lista di Alternativa Sociale alle elezioni regionali. Gli investigatori, fu spiegato all'epoca degli arresti, erano già sulle tracce della banda da quando, nell'aprile 2007, Gostinello era stato filmato dalle telecamere di videosorveglianza mentre depositava tre cartucce calibro 12 davanti alla serranda di un esercizio commerciale. (Agi)


18 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA E’ stata la stessa 44enne a denunciare i due, un suo connazionale e un marocchino, per averla minacciata e aver abusato di lei

Donna rumena picchiata e stuprata Dopo essere stata trattenuta per più giorni in un capannone è riuscita a scappare COSENZA — I Carabinieri hanno fer-

mato mercoledì sera due uomini, un marocchino e un rumeno, accusati da una donna rumena di violenza sessuale, percosse e sequestro di persona. E’ stata la donna, di 44 anni, a recarsi dai Carabinieri della stazione di Cosenza principale. La donna lavorava presso una famiglia di San Benedetto Ullano (Cs), ma il 5 febbraio scorso sarebbe stata avvicinata, presso la stazione degli autobus di Cosenza, dal marocchino, ubriaco, che l'avrebbe costretta, sotto la minaccia di un coltello, a seguirla nella sua abitazione, un capannone fatiscente nel centro città. Qui avrebbe abusato di lei, trattenendola per più giorni. In seguito, la donna e il marocchino sarebbero stati minacciati dal rumeno, soggetto anche ad un'ordinanza di espulsione, che avrebbe poi preteso di prendere con sè la donna, trattenendola a sua volta sotto un ponte del centro storico cittadino, lungo il fiume Crati, dove l'uomo dorme con il fratello, in una condizione

di estremo degrado. Anche il rumeno avrebbe abusato della connazionale per più giorni. La donna sarebbe poi riuscita a scappare, mercoledì pomeriggio, e ad avvisare i Carabinieri. Il Maresciallo Cosimo Saponangelo, coaudiuvato dal luogotenente Cosimo Portulano, ha guidato nell'immediata una serrata operazione di ricerca in città, che ha portato in serata a rintracciare i due soggetti. I due, che avrebbero fatto delle parziali ammissioni, sono stati portati nel carcere di Cosenza. I Carabinieri hanno proseguito nella mattinata di ieri i controlli per confermare la veridicità di uanto denunciato dalla donna romena, ICarabinieri si sono recati nel capannone abbandonato dove dorme abitualmente il marocchino, Echi Chercki Said, 36 anni, recuperando un pantalone strappato, appartenente alla donna, il coltello, con la quale la donna è stata minacciata, e anche la confezione di un telefonino, appartenente alla donna e rubatole dall'uomo. Il marocchino

è stato quindi denunciato anche per rapina aggravata, oltre che di sequestro di persona e violenza sessuale. Per gli ultimi due reati e' stato denunciato anche il romeno, Tanase Marin, 34 anni. La vicenda sembra dunque chiarita. La donna romena, di 47 anni, quindici giorni fa si è recata da San Benedetto Ullano, dove lavora come badante, a Cosenza per inviare dei soldi ai familiari. Mentre aspettava l'autobus per rientrare a casa, il cittadino marocchino l'ha avvicinata e, minacciandola con un coltello, le ha sottratto cinquanta euro e il cellulare e l'ha poi costretta a seguirlo in un capannone nei pressi di via Popilia dove, dopo averla picchiata, le ha usato violenza. I militari hanno accompagnato la donna in ospedale, dove le sono state riscontrate varie ecchimosi sul volto e anche sul corpo, e poi hanno dato la caccia ai due, trovandoli in due posti diversi. I due violentatori sono adesso nel carcere di Cosenza. (Agi)

RENDE E’ stato ulteriormente implementato il patrimonio librario della città, afferma l’assessore alla Cultura

Si arricchiscono le biblioteche comunali RENDE — «E’ stato ulteriormente implementato il patrimonio librario della città di Rende e, in particolare, delle biblioteche di Commenda, del Villaggio Europa e del Centro Storico». Si legge in un comunicato del Comune di Rende-Assessorato alla Cultura. «A dare notizia dell’iniziativa - continua il documento -, che si inserisce nell’ambito del progetto comunale per incentivare i giovani alla lettura e di cui fanno

parte anche gli incontri tematici avuti con le scuole, è l’Assessore alla Cultura del Comune di Rende, prof. ssa Delly Fabiano. Nonostante le grandi opportunità che oggi offre la Rete - ha dichiarato l’assessore Fabiano - riteniamo che il libro abbia ancora un valore insostituibile nella nostra società. Suggestioni, immagini, racconti.. ci aiutano a capire come la complessità della vita ci accomuni a tutta l'umanità,

senza confini di tempo o di spazio. La presenza stessa del libro, il libro come oggetto, il libro come insieme di immagini rimane insostituibile. Un libro lo si sfoglia, lo si tocca con piacere, ci fa tornare indietro a pagine precedenti…. Il grande Francesco Petrarca, nella Lettera a Giovanni Anchiseo scriveva: Non riesco a saziarmi di libri…I libri ci danno un diletto che va in profondità, discorrono con noi, ci consiglia-

ROSSANO Domenica, convegno sul terremoto, a seguire spettacolo “Disonorata un delitto d’onore”

Doppi eventi a palazzo S. Bernardino ROSSANO — Domenica 1 marzo pa-

lazzo San Bernardino ospiterà due eventi importanti. Alle ore 18:00 nella sala rossa si terrà un convegno dal titolo “100 anni dal terremoto calabro – siculo (del 28 dicembre 1908) – I rossanesi in soccorso delle popolazioni colpite dal sisma”. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Rossano in collaborazione con l’associazione culturale Roscianum e la Biblioteca Minnicelli ha visto la collaborazione della Pro Loco di Rossano, guidata

da Federico Smurra e dell’Associazione Con-Tatto presieduta da Francesco Caligiuri. Il programma prevede il saluto del sindaco Franco Filareto, una relazione dell’Assessore alla Protezione Civile Maurizio Minnicelli seguita subito dopo da alcune lettere da “il viaggio di Nicolò” di Pietro Bruno. Leggono Salvatore Puntello, Ornella Mamone Capria e Marisa Valenti. Coordina il professore Mario Massoni presidente della Roscianum. Proseguendo alle 20:30,

nella sala grigia, si terrà lo spettacolo “Disonorata un delitto d’onore” in Calabria” di e con Saverio La Ruina della compagnia Scena Verticale di Castrovillari. Organizzato dall’Assessore alla Pari opportunità Antonella Converso, in collaborazione con lo stesso assessorato della Provincia di Cosenza, lo spettacolo fa risuonare molte voci di donne del sud: voci di madri, di nonne, di zie, di loro amiche, di tutto il parentato e di tutto il vicinato.

La prestigiosa Università incontrerà gli studenti dell’ultimo anno degli Istituti di scuola superiore della provincia

La Luiss romana sarà a Cosenza COSENZA — L’Università romana Luiss Guido Carli sarà a Cosenza il prossimo 3 marzo alle ore 9.30 per incontrare gli studenti dell’ultimo anno degli Istituti di scuola superiore della provincia. L’incontro, che si terrà presso la sede di Confindustria Cosenza, servirà a presentare le opportunità di studio e gli sbocchi professionali offerti da uno dei più importanti e prestigiosi atenei italiani, il cui presidente è Luca di Montezemolo. Dopo l’introduzione del presidente degli Industriali cosentini Renato Pastore, interverrà il prof. Paolo Spagnoletti di Sistemi Informativi Aziendali per illustrare l’offerta formativa delle tre facoltà dell’Ateneo: Scienze Politiche, Economia e Giurisprudenza. Seguirà una testimonianza di uno

studente della Luiss sui servizi e sulle opportunità offerti dall’Università capitolina. La Luiss ha diffuso recentemente alcuni dati: 1 a 7 è il rapporto docenti/studenti; 3,3% il tasso medio di abbandono degli studenti Luiss contro una media nazionale del 20,8 %; 3,6 anni il tempo medio di laurea (Corsi di Laurea Triennale); 2 laureati su 3 trovano lavoro entro 6 mesi dalla laurea. Per il presidente dell’ateneo Luca Cordero di Montezemolo «l’obiettivo di questi incontri è quello di reclutare i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, contribuisce a formare la classe dirigente del Pae-

se». «Confindustria Cosenza e tutto il sistema confederale - ha dichiarato il Presidente Renato Pastore - presta un’attenzione particolare al tema dell’education partendo dalla consapevolezza che il futuro delle nostre imprese è fortemente legato alla competitività ed all’innovazione, e quindi alla disponibilità di risorse umane con un livello di situazione superiore, sempre più aggiornate e motivate». La prova di ammissione si terrà il 6 aprile 2009 a Roma e, contemporaneamente, in altre città italiane, tra cui Cosenza. Per ulteriori informazioni rivolgersi agli Uffici di Confindustria Cosenza (tel.0984/76203) oppure visitare il sito internet www. luiss. it/ammissione/prova

Cosenza, l’intervento dell’Asp: Odontostomatologia funziona COSENZA — Non è stato soppres-

so, a Cosenza, il servizio di odontostomatologia per disabili, ma è stato potenziato e rafforzato. A sostenerlo è un comunicato della Direzione generale dell'Azienda sanitaria provinciale. «Proprio per migliorare le possibilità di cure finora offerte ai malati che si trovano nella delicata condizione di essere portatori di deficit motori o mentali - è scritto nella nota - lo stesso servizio viene effettuato non una volta al mese, come si verificava in precedenza, ma ben tre volte a settimana e la sua gestione è stata affidata a un medico specialista convenzionato con l'Azienda sanitaria e non più ad associazioni esterne. Inoltre,

per venire a qualche dato numerico, dall'inizio della nuova direzione si contano già più di cento assisti e sono regolarmente eseguite le visite a domicilio». «Questi provvedimenti - afferma il direttore generale dell'azienda sanitaria di Cosenza, Franco Petramala - sono stati necessari per evitare episodicità nelle prestazioni che hanno compromesso un adeguato funzionamento del servizio, costringendo non di rado le famiglie dei pazienti a rivolgersi altrove. La sanità in Calabria - aggiunge Petramala - ha bisogno di riforme e interventi pensati per il suo rinnovamento e la sua efficienza ed è in questa direzione che l'Asp di Cosenza si sta muovendo».

no e si legano a noi con una serie di familiarità attiva e penetrante; e il singolo libro non insinua soltanto se stesso nel nostro animo, ma fa penetrare in noi anche i nomi di altri, e così l’uno fa venire il desiderio dell’altro. Abbiamo voluto ulteriormente arricchire le nostre biblioteche - ha aggiunto l’assessore alla Cultura- potenziando la sezione di narrativa classica ed istituendone una nuova di narrativa moderna che presenta anche opere di autori calabresi, perché siamo convinti che, soprattutto nella formazione dei più giovani, la narrativa rivesta un ruolo importantissimo, essendo in grado

di promuovere lo sviluppo di un interesse stabile per la lettura e della competenza linguistica nelle sue diverse forme, garantire un equilibrato sviluppo della razionalità e della fantasia, stimolare il graduale dispiegarsi dei vari aspetti della personalità, favorire la formazione dell’“idea di sé e fornire conoscenze nei vari campi del sapere, così da costituire anche un luogo d’incontro di varie discipline. Sono sicura - conclude l’assessore Fabiano - che i rendesi apprezzeranno il nostro sforzo e che, soprattutto i più giovani, diventeranno frequentatori sempre più assidui delle nostre biblioteche».

CRONACA IN BREVE Cosenza, due rumene denunciate per prostituzione I carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano hanno presididato in diversi punti la Ss 283 delle Terme, arteria di grande collegamento che unisce l'autostrada alla Ss 106. Controllate decine di autovetture ed i relativi occupanti. I militari hanno anche sorpreso tre prostitute lungo la carreggiata. Le donne, tutte romene, sono state immediatamente tolte dalla strada ed accompagnate in caserma per le procedure di identificazione. Due di loro si sono rifiutate di fornire i documenti ai militari e sono state denunciate alla Procura di Castrovillari Cosenza, un arresto per danneggiammento Una persona é stata arrestata ed altre due denunciate nel corso di controlli compiuti dai carabinieri nella zona di San Marco Argentano. A Roggiano Gravina i carabinieri hanno arrestato Domenico Novello, di 57 anni, perché sorpreso mentre con un bastone di ferro stava danneggiando due automobili. Cosenza, in manette per droga Due persone, il gestore di un ristorante, M. R., di 44 anni, e una donna polacca F. S. Z. di 53, sono state arrestate dai carabinieri a Cosenza con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. A conclusione di una serie di perquisizioni, i militari hanno trovato 495 grammi di eroina e alcune decine di grammi di mannite, sostanza utilizzata per il taglio della sostanza stupefacente e due bilancini. La droga era in possesso dell'uomo che gestisce il ristorante nel centro cittadino e della donna, che è cameriera e custode dello stabile. Cosenza, non ottempera obblighi familiari: arrestato I carabinieri hanno arrestato, a Corigliano Calabro, Giovanni Battista Riforma, di 42 anni, con l'accusa di non avere ottemperato agli obblighi di assistenza familiare. L'arresto di Riforma è stato fatto in esecuzione di un provvedimento restrittivo del Tribunale di Cosenza. Riforma, che era in affidamento ai servizi sociali, è stato portato nel carcere di Rossano. Cosenza, sequestrati 14 chili di bianchetto La Guardia costiera ha sequestrato 14 chilogrammi di bianchetto a Praia a Mare. Il bianchetto, la cui pesca è consentita solo in determinati periodi dell'anno e solo sulla base di specifiche autorizzazioni. era in possesso di una persona che lo stava trasportando a bordo della propria automobile. L'uomo è stato denunciato in stato di libertà alla procura della Repubblica di Paola, mentre il bianchetto è stato devoluto in beneficenza ad un istituto di suore di Praia a Mare.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 19

CALABRIA COSENZA Servirà a migliorare la qualità di vita delle popolazioni e la tutela del territorio, grazie ad una adeguata programmazione

Parco nazionale del Pollino, intesa Siglata, ieri, nella sede dell’Ente Parco, tra il presidente Pappaterra e quello dell’Agraria, Rava COSENZA — Una nuova intesa per supportare e assistere la programmazione del Parco nazionale del Pollino, per migliorare la qualità di vita delle popolazioni e la la tutela del territorio. E' stata siglata ieri, a Rotonda, nella sede dell'Ente Parco tra il presidente del Parco, on. Domenico Pappaterra e quello dell'Istituto Nazionale di Economia Agraria, on. Lino Carlo Rava. «Il significato - ha spiegato Pappaterra - è duplice: rafforzare il sodalizio tra due enti nazionali e utilizzare il grande know how di Inea per dare vita alla programmazione per la quale il Parco si è candidato ad utilizzare i fondi comunitari. Allo scopo di evitare la polverizzazione degli anni scorsi e, invece, creare infrastrutture eco-compatibili e attività immateriali nel comparto agroalimentare, che siano d'ausilio agli imprenditori. Per aumentare la competitività delle aziende, migliorare la qualità di vita delle popolazioni e tutelare il territorio». Per il presidente di Inea, Lino Rava, l'accordo permette di «costruire un'esperienza pilota che potrebbe essere anche esportata e che va nella direzione del nuovo ruolo dell'Istituto: aprirsi ai territori». L'Istituto Nazionale di Economia

Un momento della riunione

Agraria (ente pubblico di ricerca sottoposto alla vigilanza del Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. istituito nel 1928) con le innovazioni apportate dalla mutata situazione politica, che guarda all'Unione Europea e alle Regioni - ha spiegato Rava punta anche ai livelli istituzionali diffusi sul territorio. «L'evoluzione delle politiche - ha dichiarato Rava - crea interazione tra agricoltura e sviluppo di un ter-

ritorio. Quest'accordo s'inserisce particolarmente bene nel nuovo ruolo di Inea: riuscire a collaborare con un territorio vasto, qual è il Parco del Pollino, ma piccolo nel campo delle politiche». Antonio Schiavelli, consigliere dell'Ente Parco e di Inea ha spiegato che il lavoro svolto con l'Intesa istituzionale è stato quello di affidare al Parco il ruolo di attore principale del coordinamento territoriale per portare sul territorio nuove risorse

COSENZA Operazione della squadra volante, in via Caloprese, nell’ambito di controlli sul territorio

Tentato furto a gioielleria, un arresto COSENZA — Nella mattinata di ieri,

personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Cosenza, diretto dal Vice Questore Aggiunto dr. Pietro Gerace, ha tratto in arresto Michele Gedeone, di anni 19, pregiudicato, autore del tentativo di furto aggravato ai danni di una gioielleria. In particolare, alle ore 04.30 circa, personale dell’Ufficio Volanti, nel corso del normale servizio di controllo del territorio, nel transitare su via

Michele Gedeone

Caloprese, nei pressi di una nota gioielleria, notava un giovane, peraltro già conosciuto agli operatori per aver precedenti dello stesso genere, chino al centro della saracinesca dell’ attività commerciale che, alla vista della Volante (composta dall’assistente Falvo e dall’Agente Scelto Vocaturo), si dava a precipitosa fuga imboccando un vicolo adiacente all’esercizio. Il giovane, pertanto, veniva inseguito a piedi tra alcune vie del centro e giunto nei pressi del piazzale della

SCALEA Per la Cgil, l’associazione La Scossa opera in modo efficace sul territorio di Orsomarso

«Siamo vicini al comitato pro Scorpari» COSENZA — Parte la sottoscrizione al comitato cittadino della c. da Scorpari, fondato e promosso da un gruppo di cittadini di Orsomarso e dal Presidente dell'associazione “La Scossa”, Antonio Pappaterra. Il comitato di valorizzazione e di difesa delle risorse agricole e naturali della periferia montana ha come obiettivo primario quello di sensibilizzare l'opinione pubblica e di trovare una soluzione concreta al problema acqua nella contrada, oltre quello di associare le proprietà, le famiglie e

gli operatori agricoli in un consorzio di qualità delle manifatture e degli alimenti come, ad esempio, il formaggio, il latte e le carni prelibate della zona. All'iniziativa promossa dal comitato, da subito, ha risposto favorevolmente, aderendo a pieno titolo nel gruppo promotore, il responsabile della C. G. I. L. di Scalea, Dario Pappaterra. L'esponente della camera del lavoro dell'Alto Tirreno e del Pollino, condividendo le necessità del comitato, persegue e appoggia, attraverso il ruolo istituziona-

le e sociale che rappresenta la confederazione sindacale, l'obiettivo che i cittadini di Scorpari, dopo anni di abbandono politico e tante promesse, hanno intenzione di raggiungere nel più breve tempo possibile. «Sono vicino - ha dichiarato Dario Pappaterra ai cittadini della c. da Scorpari. L'idea di costituire un comitato che rappresenta il proprio territorio, dopo anni di promesse politiche non mantenute, soprattutto per la costruzione di un acquedotto rurale nella località abitata».

DIAMANTE La notizia è stata comunicata dal segretariato generale della Presidenza della Repubblica

Porto, accolto il ricorso degli ambientalisti DIAMANTE — Accolto il ricorso

straordinario al presidente della Repubblica riguardante il porto di Diamante. La notizia è stata comunicata dal segretariato generale della Presidenza della Repubblica, a Cirillo coordinatore del Movimento ambientalista del Tirreno. In una nota si precisa che è stata aperta un'istruttoria sulla questione porto di Diamante in base alle documentazioni spedite dal rappresentante del movimento e che tale istruttoria passera

poi al vaglio del Consiglio di Stato. Cirillo ha fatto recapitare un invito al responsabile regionale del procedimento perché sospenda ogni iniziativa di avvio dei lavori in vista della sentenza definitiva del Consiglio di Stato. Uguale invito è stato inviato all'assessore alle politiche territoriali Michelangelo Tripodi. «Esistono delle palesi bocciature - afferma Cirillo - riguardo al sito dove dovrebbe sorgere il porto. Una viene dalla soprintendenza dei beni ambientali di

Cosenza, l'altro dal Ministero dell'Ambiente. Di questi divieti non si è assolutamente tenuto conto, andando palesemente contro le direttive iniziali dell'appalto che non permettevano alcun cambiamento progettuale dell'opera presentata, per cui tutte le successive varianti sono da considerarsi nulle, in quanto esistenti su vincoli paesaggistici più volte evidenziati sia dalla soprintendenza che dal ministero». (Ansa)

finanziarie. L'accordo con Inea è, quindi, un accordo di assistenza per un settore primario qual è l'agricoltura, comparto prescelto come ipotesi principale per lo sviluppo. Obiettivo: «ricondurre ad una regia unica un'ipotesi di sviluppo del territorio che sia il più diffuso possibile». «Il prodotto alimentare - ha aggiunto Schiavelli - diventa uno strumento, il nostro ambasciatore». Attraverso di esso si vuole «tentare di distrettualizzare le aree rurali». Il protocollo - che durerà fino al 31 dicembre 2015 assecondando così i tempi per l'attuazione delle politiche strutturali comunitarie 20072013 - segue quello sottoscritto dai due enti nel novembre 2007. Attraverso quell'intesa, con i supporti scientifici e le analisi necessarie alle attività di programmazione dell'Ente, sono state elaborate le strategie di sviluppo per l'area del Parco con riferimento alle opportunità derivanti dalle politiche strutturali dell'Unione Europea 20072013 e messe a punto dalle regioni Basilicata e Calabria. Strategie divenute base per l'intesa istituzionale interregionale siglata nel settembre 2008. Per attuare gli obiet-

tivi del nuovo protocollo, l'Ente Parco definisce gli indirizzi e le linee d'intervento da realizzare attraverso l'Accordo di Programma e individua le opportunità di sviluppo aggiuntive a quelle previste dall'Accordo di Programma. L'Inea, dal canto suo, realizza le attività previste dal Protocollo attraverso le proprie sedi regionali di Basilicata e Calabria e mobilita le competenze presenti in ambito nazionale in materia di sviluppo rurale. Costituisce il contesto strutturale e socioeconomico dell'area del Parco del Pollino al momento dell'avvio dell'azione dell'Accordo di Programma, realizza e fornisce in esclusiva all'Ente Parco i risultati delle valutazioni ex ante, ex post e intermedi sugli interventi da attuare con l'Accordo di Programma. L'Inea, insieme con il Parco, effettuerà anche il monitoraggio permanente dell'Accordo di Programma e svilupperà le analisi e i supporti necessari alle esigenze di programmazione dell'Accordo di Programma anche per assicurare la complementarietà degli interventi con altre iniziative di sviluppo e per le esigenze di gestione degli altri strumenti di programmazione dell'Ente Parco.

“Clinica Villa Ortensia” faceva perdere momentaneamente le tracce sino ad essere nuovamente avvistato all’ingresso di Via Pasquale Rossi, nei pressi della rotatoria A/3, mentre saliva a bordo di un’autovettura Ford Fiesta, il cui conducente, probabilmente accortosi dell’arrivo degli operatori della polizia, a velocità sostenuta cominciava a percorrere Via Leto, in direzione Rende. Nel frattempo anche una seconda Volante composta dall’ass. Capo Monterosso e dall’Ass. te Iorio) si poneva all’inseguimento della Ford Fiesta, che veniva raggiunta dopo un centinaio di metri in Viale Marconi. Gli occupanti il mezzo venivano identificati ed uno di essi cercava di disfarsi di un paio di

tenaglie che venivano sequestrate. I fermati venivano accompagnati in Questura, mentre sul posto del tentato furto si rilevava la serranda dell’esercizio commerciale divelta e sollevata da un lato di oltre 40 cm mediante un crick di auto, ancora inserito sotto la stessa serranda, risultante mancante, da un successivo controllo, dalla Ford Fiesta a bordo della quale venivano fermati i tre giovani. Inoltre, nei pressi della stessa saracinesca, vi era un palanchino in ferro della lunghezza di 1,75 mt e dallo spessore di 4 cm, usato presumibilmente per forzare l’ingresso. Entrambi gli arnesi venivano sottoposti a sequestro, unitamente alla predetta autovettura.

CRONACA IN BREVE Cosenza, Ponte Rose: Pdl ringrazia Mantovani Il coordinamento del Pdl alla provincia di Cosenza, in una nota, esprime «apprezzamento e soddisfazione per il puntuale interessamento del Sottosegretario Mantovani, che a seguito del sopralluogo effettuato la scorsa settimana, insieme al Sen. Gentile, verificato il protrarsi della chiusura del Ponte di Rose, hainviato sul posto il responsabile per la Calabria del Dipartimento Opere Pubbliche del Ministero, Treccroci, al fine di verificare le criticità ancora esistenti e relazionare al Ministro sulla situazione relativa alla chiusura del ponte. L'iniziativa del Sottosegretario - scrive il Pdl - si appalesa sostitutiva dell'intervento della Provincia di Cosenza, che ad oggi non ha provveduto neppure alla nomina del collaudatore statico del ponte». Rossano, gli studenti protestano per la frana Gli studenti del liceo scientifico di Rossano protestano per chiedere che venga sistemata la frana che ha investito la parte antistante l'istituto scolastico. Alla manifestazione partecipano anche i genitori degli studenti che hanno chiesto un'assemblea straordinaria aperta al dirigente scolastico, Giovanni Labonia. «Non ci sentiamo garantiti - hanno detto alcuni studenti - e temiamo che l'istituto, che al momento sembra non aver subito danni, possa crollare». Gli studenti chiedono che venga effettuata una verifica di agibilità dell'istituto da parte di tecnici esterni a quelli della Provincia. Il dirigente scolastico del liceo scientifico ha detto che «spero che i ragazzi capiscano che non si può continuare a non fare lezione, anche perché ci sono nove quinte che quest'anno dovranno affrontare l'esame di maturità». Rossano, azioni per la riapertura della strada di Celadi Il sindaco di Rossano Franco Filareto e l’Amministrazione Comunale a seguito dell’ordinanza della Provincia di Cosenza n. 192 di chiusura della Strada Provinciale Rossano-Celadi si sono adoperati, sin dal primo momento, per accelerare i tempi di riapertura della stessa arteria, di collegamento importante sulla quale affluiscono giornalmente numerosi studenti e lavoratori pendolari. L’Ente Comune, ha proceduto a fare eseguire, da un geologo di fiducia, i rilievi necessari per verificare lo stato di assetto strutturale della parete rocciosa interessata dalla frana. Copia della relazione geologica, con le soluzioni proposte, è stata inviata all’Ente Provincia per una rapida determinazione in merito.


20 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA VIBO VALENTIA A seguito dell’inchiesta Golden House, condotta dalla Guardia di Finanza, la programmazione edilizia appare bloccata

Centrosinistra in potenziale crisi? In tutto questo, il “capogruppo facente funzioni”, anziché aprire un dibattito interno, attacca gli avversari VIBO VALENTIA — Centrosinistra in crisi sull’intero territorio nazionale per le note vicende che hanno portato alle dimissioni del leader Veltroni? Centrosinistra in potenziale crisi a Vibo Valentia sull’incalzare dell’inchiesta Golden House che tocca il livello amministrativo, almeno dal punto di vista politico sino a quando la magistratura non avrà il coraggio di affondare i colpi della propria azione? Sindaco ed assessori con la programmazione bloccata per via degli sviluppi relativi alla già citata inchiesta? Tutto questo, anziché aprire un dibattito interno alla coalizione, suggerisce al “capogruppo facente funzioni”, come lui stesso si è definito, Michele Furci, di scagliarsi contro gli avversari politici accusandoli di tutti i mali possibili, partendo dalla considerazione che prima dell’avvento dell’attuale Giunta Sammarco di centrosinistra, tra il 1997 ed il 2005 a governare la città era stato il centrodestra. Certo, i saggi avrebbe potuto rispondere con l’antico detto “escusatio non petita, accusatio manifesta”, chiedendosi come mai il con-

sigliere comunale Furci ha avuto questa necessità di sferrare un attacco preventivo ai gruppi di opposizione, anziché dedicarsi alle problematiche di impellente attualità; altri avrebbero potuto ricordare allo stesso solerte “capogruppo facente funzione” che nella precedente consiliatura lui stesso, per guadagnarsi un posto in Consiglio comunale, aveva dovuto inventarsi una lista civica perché giubilato dal quel partito che ora difende con diligente trasporto. Nadia Bax, consigliere comunale di opposizione e dunque di centrodestra, sceglie invece di raccogliere la sfida: “Innanzitutto perché potrebbe essere una delle ultime occasioni nelle quali il Partito Democratico compare ancora come entità politica e non voglio certo perdermela – afferma – poi perché a me non manca il coraggio che questi invoca ed eccomi pertanto qui a fare un piccolo elenco delle cose fatte, in materia di gestione del territorio dalla destra e di quelle non fatte dalla sinistra, limitandomi, come ha fatto Furci, al comune di Vibo Valentia ed al periodo che va dal 1997 al 2005, ma ben disponibile ad allargare l'ambito d'analisi, sia in senso territo-

riale che in quello temporale”. Ed ecco, le iniziative della coalizione di centrodestra, così come le ricorda Nadia Bax: “Dal novembre 1997 al gennaio 2005, con le amministrazioni comunali di centro-destra guidate dai sindaci D'Agostino e Costa, sono state avviate, ed alcune anche portate a termine, le seguenti opere: Contratto di Quartiere per il rione Affaccio; Variante Generale (Karrer) al P. R. G.; Asse Città; Riqualificazione del Centro Storico (corso Vittorio Emanuele, via Luigi Razza, rione Carmine, Cerasarella, piazza Terranova, corso Umberto I, Palazzo Santa Chiara, Complesso Monumentale ex Convento Gesuiti); Nuovo Teatro Comunale; Parco Urbano; Terminal Bus; campi da tennis e Bocciodromo; Palazzetto dello Sport; riapertura di Villa Gagliardi; rifacimento di Parco delle Rimembranze; apertura e sistemazione di tutte le nuove strade dei quartieri Contrada Bitonto e Moderata Durant; sistemazione generale del Cimitero; Palazzetto dello Sport a Vibo Marina; rifacimento di via Cristoforo Colombo e corso Michele Bianchi a Vibo Marina; piazze a Vibo Marina; ecc.; ecc. Se ho dimenticato qual-

cosa ci sarà occasione di integrare l’elenco”. Di contro, il consigliere comunale di minoranza ricorda le iniziative della Sinistra: “L'amministrazione del sindaco Sammarco può essere caratterizzata e ricordata per essere l’unica che non lascia nulla di concreto a ricordo del suo periodo di amministrazione della città, né un’opera né un euro di finanziamento. È stato chiaro sin da subito che nessuno fra i vari amministratori alternatisi a Palazzo Luigi Razza avesse la benché minima idea sul modello di città che avrebbero voluto realizzare: niente idee, niente finanziamenti, nessun progetto di crescita, neanche a parlare di voler almeno risolvere i piccoli problemi quotidiani dei cittadini ecc. ”. Ma non è tutto, a giudizio di Nadia Bax: “Le altre mancanze, e solo per limitarci alle più recenti, sono caratterizzate dalle seguenti inadempienze: mancata attivazione dei poteri di ufficiale di Governo ex art. 54 t. u. 267/00, mancata emanazione di provvedimenti tesi a prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità dei cittadini; mancata approvazione del Piano Strutturale Comu-

nale; mancata esecuzione del mandato affidato dal Commissario per l'emergenza alluvionale; mancata apertura del Parco Urbano; mancata osservanza di sentenze della magistratura con la perseverante determinazione di non voler reintegrare al suo posto il Comandante Corigliano. ecc. ”. “Quel poco che la sinistra ha fatto – conclude Nadia Bax – lo ha fatto molto male; basta guardare come vengono condotti i lavori delle opere ereditate dalle precedenti giunte di Centro-Destra. Infatti, se fosse confermata l'indiscrezione che circola in città sulla sonora bocciatura che il Comune ha ricevuto in Consiglio di Stato - che avrebbe confermato la decisione a suo tempo assunta dal T. A. R. Calabria di annullare tutti gli atti relativi alla pratica del Nuovo Teatro Comunale - allora al sindaco Sammarco ed alla Giunta di centro-sinistra non resta che fare le valigie e tornarsene a casa per “incapacità conclamata”. Insomma, una dura sentenza di condanna è la risposta che, come si suol dire a stretto giro di posta, rilancia Nadia Bax.

VIBO VALENTIA — «Il ripristino della legalità, in zone a grande rischio come il nostro amaro territorio, è un'operazione che richiede l'impegno corale ed intransigente di tutti: le istituzioni, le associazioni, i singoli cittadini. E bisogna praticarla ad ogni livello, a partire da quello importantissimo della gestione della cosa pubblica, che impone certamente onestà, ma impone anche che le varie questioni vengano trattate diversamente da come si affrontano e si trattano le proprie questioni personali, o anche di fazione». Parte da questa premessa il parlamentare europeo Domenico Antonio Basile, per spiegare perché ha deciso di ritornare sulla vicenda del comandante della polizia municipale, Domenico Corigliano, destituito dal sindaco Sammarco e non più rimesso al suo posto malgrado una sentenza in tal senso del Giudice del lavoro. «Non c'è dubbio che un sindaco, una giunta, debbano avere un rapporto di fiducia con i propri dirigenti - ammette l’on. Basile - ma non vi è nemmeno dubbio che, se tale rapporto deve interrompersi, la città ha il diritto di sapere da cosa è dipesa la rottura. La cronaca della vicenda Corigliano dimostra che il motivo (e cioè l'emanazione da parte del dirigente comunale di alcuni provvedimenti ritenuti dal sindaco e dal prefetto illegittimi) che è stato ufficialmente posto a base del provvedimento di revoca si è dimostrato infondato (ad affermarlo non sono stato io - sebbene io lo avessi abbondantemente anticipato - ma il Giudice del lavoro del tribunale di Vibo Valentia). Il rispetto del principio di legalità avrebbe imposto al sindaco di annullare il provvedimento disciplinare emesso nei confronti del maggiore Corigliano e ricollocarlo nel suo ufficio o di illustrare l'esistenza di un qualche altro motivo impeditivo. Lo stesso principio di legalità avrebbe imposto che il

VIBOL’Europarlamentare Basile ritorna sulla destituzione del comandante della polizia municipale

merati sindaci calabresi». Ma non è la sola anomalia che viene riscontrata. Basile denuncia anche l’aspetto riguardante a quello che si definisce “l'utilizzo congiunto di una singola persona fisica”: «In questo caso, infatti, si tratterebbe di un mero artificio teso ad aggirare le precise indicazioni della legge che prescrivono il carattere di esclusività nel rapporto di lavoro dirigenziale nel senso che un dirigente comunale (anche quando si tratta del celeberrimo colonnello Caputo) può, e deve, prestare servizio solo ed esclusivamente per l'Amministrazione di appartenenza con il conseguente divieto assoluto che possa essere invece impiegato a tempo parziale presso altre amministrazioni o anche presso privati, a meno che non sia affidatario della responsabilità di un servizio (unico) esteso non più al solo ambito territoriale ed amministrativo della propria, ma a quelli di tutte le amministrazioni che aderiscono. Ciò - é fin troppo lampante anche nel nostro caso non significa la gestione abbinata e contemporanea dei due separati servizi, relativi l'uno al Corpo di Polizia Municipale di Lamezia Terme e l'altro all'analogo di Vibo Valentia (come succede nel nostro caso), ma comporta l'istituzione di un Comando unico e di un servizio unitario, nel quale non vi sia alcuna differenziazione nascente dai confini, amministrativi e territoriali, dei due comuni associatisi». «Di questo dovrebbero essere ben coscienti non solo le due amministrazioni interessate conclude Basile - ma lo stesso colonnello Caputo che, a quanto si legge nel curriculum vitae con il quale é stato presentato all'opinione pubblica vibonese, é dotato di più diplomi di laurea in materie a stretta valenza giuridica, oltre che di una pluriennale esperienza a servizio della legalità».

«Sulla vicenda vi sono numerose anomalie» sindaco comunque eseguisse, senza tentennamenti ed anche in attesa dell'esito del reclamo prontamente presentato avverso la decisione del magistrato, l'ordinanza del Tribunale. Cosa che non è successa». Alla luce di queste considerazioni, l’on. Basile sottolinea: «Alle istituzioni - e non vi è dubbio che l'istituzione Comune rappresenta agli occhi dei cittadini amministrati la prima e più vicina delle istituzioni - non è consentito giocare con la legge. Chi lo fa espone la stessa istituzione ad un affievolimento del rapporto di fiducia da parte della comunità. Ed allora bisogna incalzare e ribattere per far capire che gli uomini che affrontano le questioni pubbliche come se fossero fatti personali (e non vi è dubbio che questo è quel che accade a Vibo Valentia per ogni questione di una certa importanza - si pensi al caso del Teatro che si sta tramutando in una Waterloo definitiva, anche sotto l'aspetto personale, per il sindaco Sammarco) non rappresentano realmente le istituzioni, anche se in quel momento parlano dall'alto degli incarichi che occupano». Ciò detto, l’europarlamentare ricostruisce come si è arrivati alla nomina di un diverso comandante: «il colonnello Caputo, reduce dai successi di Modena, Perugia, Siracusa, Roma e Lamezia, e prima di incassare quelli che lo aspettano nel napoletano, si è insediato quale comandante del Corpo della Polizia Municipale di Vibo Valentia, al quale dedicherà ben sei (diconsi sei) delle sue pre-

ziose, e ben remunerate, ore settimanali. L’operazione, retta da un protocollo d’intesa approvato sia dalla Giunta comunale di Lamezia Terme (ove il colonnello Caputo sta espletando medesimo incarico) che da quella di Vibo Valentia, si inquadra nel potere delle amministrazioni comunali di scegliere un sistema diverso da quello tradizionale interno all'ente, per assicurare ai propri cittadini l’espletamento di un servizio». Ma ecco che l’on. Basile individua la prima anomalia in questa operazione: «Lo schema giuridico tipico attraverso il quale un Comune esercita concretamente il proprio legittimo potere autoritativo di giungere a una gestione associata, con altri enti locali, di un servizio è quello della convenzione, ovvero l'istituzione di un consorzio, di un’associazione o di altro adeguato strumento amministrativo, da deliberarsi preventivamente da parte dell’organo che ne ha la relativa competenza, e, quindi, da parte del Consiglio dei Comuni che aderiscono all'iniziativa, e da sottoscriversi successivamente, in forza di tali provvedimenti formali, dai rispettivi legali rappresentanti. Ed invece - per lo meno allo stato degli atti - l’unico documento formalizzato è un non meglio identificato protocollo d’intesa presumibilmente per la gestione associata del servizio di Polizia Municipale, sottoscritto, per quello che possa valere, dai sindaci dei due Comuni interessati, quello di Lamezia Terme e quello di Vibo Va-

lentia, sulla base di deliberazioni da parte delle rispettive Giunte comunali. Dicevo “per quello che possa valere” poiché, a ben guardare, detto protocollo - comunque assolutamente incapace di produrre, nell’immediato e da solo, il benché minimo effetto pratico e cogente - un qualche valore lo ha ed è quello di costituire una dichiarazione di principio, esplicativa di un intendimento programmatico orientato verso un certo fine. Ciò significa che spetta ora ai rispettivi Consigli Comunali, sulla scorta dell’orientamento espresso dai due sindaci e nel caso lo condividessero, a dover consacrare l'analoga volontà degli enti esercitando così, nella forma prevista dall’ordinamento (e cioè tramite specifica deliberazione assembleare) le competenze loro assegnate, in via esclusiva, dalla legge». E così, in base a questo ragionamento, ecco il primo effetto dell’anomalia riscontrata e che l’on. Basile denuncia: «Fino a quando ciò non verrà fatto, l’applicazione del colonnello Caputo quale comandante della Polizia Municipale di Vibo Valentia rimane abusiva, così come arbitrarie ed abusive rimangono le rimesse in moneta che il Comune di Vibo Valentia effettuerà a favore dello stesso, sia direttamente che per il tramite dell’amministrazione comunale di Lamezia Terme. Già questo é abbastanza grave per persone normali; diventa insopportabilmente grave per chi si proclama alfiere della legalità, come accade ai due inte-

Maurizio Bonanno

Ma. Bo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 21

CALABRIA VIBO VALENTIA Continuano i controlli dei militari dell’Arma per contrastare il problema del gioco d’azzardo e limitarne i danni

Sequestrati sei videopoker illegali Denunciati il proprietario, il gestore del bar e due clienti sorpresi a giocare alle macchinette VIBO VALENTIA — Continuano i

controlli dei militari della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia per contrastare il gioco d’azzardo e si ripetono le denunce a carico di gestori di esercizi pubblici e scommettitori. Questa volta ad agire sono stati gli uomini della Stazione Carabinieri di Vibo Marina che hanno fatto irruzione all’interno di un noto bar della zona in cui, da giorni, avevano notato un continuo via vai di persone che si intrattenevano per ore a giocare ai numerosi videopoker presenti. I militari dell’Arma hanno così deciso di vederci chiaro e di

controllare la regolarità delle autorizzazioni e dei videogiochi presenti. Agli uomini della Benemerita non ci è voluto così molto per accorgersi che ben 6 macchinette videopoker presenti erano completamente fuorilegge, giacché non rispettavano i parametri minimi disposti dal ministero per quanto attiene alle vincite massime e, soprattutto, alle scommesse massime in denaro effettuabili. I videogiochi erano, di fatto, delle vere e proprie macchinette mangia soldi che, sotto la promessa di vincere centinaia di euro, spingevano i giocatori a spendere cifre sempre più alte. Gli uomini della Stazione di

Vibo Marina hanno quindi immediatamente apposto i sigilli a tutti gli strumento elettronici, aventi un valore di circa 12.000 euro, ed hanno denunciato sia il proprietario che il gestore dell’attività con l’accusa di esercizio di giuochi d’azzardo, mentre due clienti del locale, che sono stati sorpresi nel bel mezzo di una partita ai giochi vietati, sono stati deferiti con l’accusa di partecipazione a giuochi d’azzardo. I controlli per contrastare il fenomeno dei gioco d’azzardo continueranno anche nei prossimi giorni e riguarderanno anche altre aree del territorio vibonese.

VIBO VALENTIA L’allarme lanciato dalla Provincia e dai sindacati a seguito di una riunione

«Emergenza trasporti, Trenitalia indifferente» VIBO VALENTIA — «Profondamente

indignati ma decisi a lottare perché venga salvaguardato il diritto alla mobilità dei Vibonesi e tutelata la vocazione turistica di questa provincia». È questo il sentimento dominante che è prevalso nel corso dell’incontro tenutosi ieru nella sede dell’Amministrazione provinciale, per affrontare la grave emergenza innescata dall’interruzione della tratta ferroviaria Vibo Pizzo Rosarno. «Alla riunione - spiega una nota hanno partecipato il presidente della Provincia Francesco De Nisi, gli assessori Paolo Barbieri (Trasporti), Maria Salvia (Maria Salvia), Vincenzo Morelli (Affari generali), nonché i sindacalisti Sergio Pititto (Cisl), Gianfranco Pugliese (Cgil) e Pasqualino Barbieri (Uil), che guidavano le rispettive delegazioni di categoria. Nel corso dell’incontro sono stati rimarcati i gravi disagi subiti soprattutto dall’utenza pendolare che per motivi di studio o di lavoro utilizzava il trasporto ferroviario per raggiungere Vibo Valentia. «Basti pensare - ha sottolineato l’assessore Salvia - a molti studenti dell’Istituto nautico di Pizzo provenienti dalla provincia di Reggio Calabria, che in queste ultime settimane non sono più riusciti a raggiungere la scuola, anche a causa della mancanza di un servizio di navetta sostitutivo. Per non parlare dei problemi che gravano sul Conservatorio Torrefranca, nel quale

insegnano molti docenti che provengono da altre province». Studenti, innanzitutto, ma anche moltissimi lavoratori costretti ormai a fare i conti con una situazione che non lascia ben sperare in una soluzione celere. È convinzione degli amministratori provinciali e dei sindacalisti, infatti, che lo stop necessario per rimettere in sicurezza la linea dopo lo smottamento che ne ha determinato l’interruzione, durerà ben oltre i tre mesi previsti da Trenitalia Spa. «Un atteggiamento, quello tenuto dalla Ferrovie, che non è accettabile - ha duramente stigmatizzato De Nisi - soprattutto in considerazione della disparità di trattamento riservata alla provincia vibonese rispetto a quella reggina, dove stanno operando per migliorare i servizi ferroviari». Sulla stessa lunghezza d’onda Paolo Barbieri, che ha convocato la riunione e coordinato la discussione, denunciando l’atteggiamento ostruzionistico di Trenitalia che, nonostante le continue sollecitazioni da parte del suo assessorato, non ha fornito alcun chiarimento specifico sulla situazione in atto, nonché sui servizi di navetta sostitutivi, che pure erano stati annunciati. «Contro il muro di gomma innalzato dalla società sta rimbalzando invano anche la Regione - ha affermato Barbieri - che ancora detiene le competenze in materia di trasporti. Le decisioni che ha assunto Trenitalia sono state adottate in ma-

niera assolutamente unilaterale, senza confrontarsi con nessuno. E questo è inaccettabile, vista la natura pubblica del servizio espletato». Che i rapporti con Trenitalia siano tesi lo conferma la recente presa di posizione dell’assessore regionale ai Trasporti, Demetrio Naccari Carlizzi, che si è detto pronto a porre in essere un piano straordinario per superare l’emergenza, istituendo servizi di navetta per poi rivalersi sul gestore del trasporto ferroviario. Ed è questa la soluzione che nell’immediato appare più percorribile, come hanno ventilato anche i partecipanti alla riunione di oggi. Dal canto loro, i sindacati hanno apprezzato la mobilitazione della Provincia, sollecitando la costituzione di un tavolo tecnico che possa tenere sotto controllo la situazione e proporre di volta in volta i passi da compiere sinergicamente. Anche secondo i rappresentanti sindacali, inoltre, le responsabilità maggiori sono addebitabili a Trenitalia e alla politica aziendale che sta portando avanti in Calabria, incurante delle pressioni che ormai giungono da ogni livello istituzionale locale e regionale. Al termine, amministratori e sindacati hanno deciso una mobilitazione continua sulla questione sino alla soluzione del problema, con l’obiettivo di affiancare e sostenere apertamente la Regione che ormai da giorni sollecita un incontro con il ministro dei Trasporti.

Vibo Valentia, oggi e domani il corso Tumori della sfera genitale femminile VIBO VALENTIA — Prende il via

questo pomeriggio e si concluderà domani al 501 hotel di Vibo Valentia un corso di aggiornamento medico dedicato ai “Tumori della sfera genitale femminile” organizzato con il patrocinio dell’associazione ginecologi extra ospedalieri e della Società italiana di colposcopia e patologie cervico-vaginali e coordinato dal dott. Massimo Prestia. Quattro le sessioni previste: il tumore mammario, il pap-test anomalo, il carcinoma dell’endometrio, il carcinoma ovarico. Un corso rivolto ai medici e che ha azzerato, anche per la fase inaugurale, qualunque presenza del mondo politico. Una scelta precisa dell’organizzazione, «perché - come spiega Massimo Prestia - non accettiamo che si sia voluto fare della classe medica il capro espiatorio di quanto drammaticamente accaduto non volendo tenere conto le gravi responsabilità politiche che hanno portato a questo stato di cose costringendo i medici a lavorare in condizioni di assoluta precarietà». Al termine della prima giornata di lavori, sarà pure conferito un

premio istituito proprio a partire da quest’anno e denominato “Calabresità nelle scienze mediche”. Ad essere premiato per questa prima edizione del premio è il prof. Domenico Inzitari, medico vibonese che oggi ricopre il prestigioso ruolo di Direttore della Clinica Neurologica dell’università di Firenze. «Il premio ha una duplice valenza spiega ancora l’organizzatore Massimo Prestia - innanzitutto per la scelta del simbolo che viene rappresentato, il campanile di S. Michele, uno dei punti di riferimento della Vibo storica e testimonianza viva di quando questa città era un centro culturale di riferimento per tutta la regione, a dispetto del degrado socioculturale in cui si dibatte ormai da qualche anno. Poi, per lanciare un messaggio a tutti noi e ricordarci che vi sono in giro per il mondo, e non solo in Italia, illustri figli di questa terra che, quando hanno mezzi a disposizione, sono capaci di realizzare risultati eccezionali, come dimostra la storia del prof. Inzitari che quest’anno premiamo». Maurizio Bonanno

Vibo Valentia, corsi di formazione avviata rilevazione dei fabbisogni VIBO VALENTIA — Si è tenuto ieri mattina, nella sala giunta dell’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia, un incontro finalizzato alla rilevazione del reale fabbisogno formativo sull’intero territorio provinciale, in previsione dei nuovi corsi di formazione che dovranno essere banditi dalla Regione Calabria. «La riunione, - si legge in una nota - promossa dall’assessore al Lavoro e alla Formazione Michele Mirabello, ha visto la presenza di numerosi sindaci, del presidente della Comunità montana delle Serre Pasquale Fera, del direttore generale di Confindustria Vibo Valentia Anselmo Pungitore, di esponenti sindacali, delle associazioni di categoria e dei responsabili degli enti di formazione». «La nostra iniziativa - ha spie-

gato Mirabello - è espressamente finalizzata alla predisposizione del Piano provinciale del fabbisogno formativo, previsto dalle normative regionali in materia. Al riguardo abbiamo predisposto un apposito questionario che nei prossimi giorni distribuiremo ai Comuni, alle associazioni ed a tutti gli altri soggetti coinvolti nel settore della formazione professionale». Con questo strumento, la Provincia intende conoscere i profili professionali più richiesti, in relazione alle specificità produttive ed economiche locali, per poi decidere in merito alla previsione e all’organizzazione di corsi di formazione rivolti a soggetti occupati (la cosiddetta formazione in azienda), disoccupati, categorie svantaggiate e alle imprese.


22 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA REGGIO CALABRIA Un nuovo duro colpo è stato inferto dalla Guardia di Finanza alle organizzazioni criminali

Sequestro di sigarette di contrabbando Notevole il valore della merce, dieci tonnellate, che ammonta ad oltre due milioni di euro REGGIO CALABRIA — Un nuovo duro colpo è stato inferto dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Reggio Calabria alle organizzazioni criminali, operanti sia a livello nazionale che internazionale, dedite in via esclusiva alla movimentazione di ingenti quantitativi di sigarette di contrabbando, illegalmente introdotte nel territorio della Comunità Europea a testimonianza degli enormi interessi economici che tali organizzazioni riservano nella realizzazione di traffici della specie. A seguito del sequestro di oltre 10 tonnellate di tabacchi lavorati esteri operato dalle Fiamme gialle reggine agli inizi del mese di febbraio, i militari hanno intensificato ulteriormente gli sforzi investigativi in parREGGIO CALABRIA — Nella matti-

nata di mercoledì i militari della Stazione di Catona della Compagnia di Reggio Calabria hanno tratto in arresto in flagranza di reato di furto aggravato Massimo Bevilacqua, di anni 31, pregiudicato, Damiano Bevilacqua, di anni 20, disoccupato; CosimoBevilacqua di anni 25, pregiudicato, tutti domiciliati nel quartiere Arghillà Nord. A seguito di ripetuti furti nella zona dei depositi ferroviari e nell’area di transito dei treni merce, sono stati pianificati specifici servizi preventivi. Nella mattinata di mercoledì alle ore 10,00 circa una pattuglia della Stazione di Catona è intervenuta in via Fiumarine, ove si nota-

ticolar modo verso quelle rotte considerate particolarmente a rischio, quali quelle mediorientali, poiche’ luogo di partenza di merce illecita nonchè crocevia di triangolazioni commerciali sospette. Tale attività investigativa ha consentito nei giorni scorsi l’individiazione di un nuovo carico di sigarette di contrabbando stivate all’interno di ben cinque contenitori sbarcati dalla motonave hudson provenienti dagli Emirati Arabi e destinati in Libia sequestrati nel corso di un’operazione anticontrabbando condotta dalla Guardia di FInanza di Gioia Tauro ed alla quale hanno partecipato i funzionari del servizio di vigilanza antifrode doganale. Numerose sono state le anomalie documentali ad insospet-

Le sigarette sequestrate

REGGIO CALABRIA I carabinieri li hanno beccati mentre asportavano un cancello in ferro all’ingresso del capannone

Furto al deposito ferroviario, tre in manette

Massimo Bevilacqua

Damiano Bevilacqua

SAN LUCA Il nascondiglio è stato trovato in un’abitazione nella disponibilità della famiglia Pelle-Vottari

’Ndrangheta, scoperto bunker per latitanti

Il bunker

SAN LUCA — La polizia ha scoperto a San Luca un bunker utilizzato da latitanti della ’ndrangheta. Il nascondiglio, fornito, secondo quanto riferito dagli investigatori, di energia elettrica e sofisticate tecnologie, è stato trovato in un’abitazione nella disponibilità della famiglia Pelle-Vottari contrapposta da anni a quella dei NirtaStrangio nella faida culminata nella strage di Duisburg, in Germania, del Ferragosto del 2007. Nella strage furono uccise sei persone appartenenti al gruppo Pelle-Vottari. All'interno del bunker, nel momento dell'irruzione della polizia, non c'era nessuno. L'operazione che ha portato alla scoperta del nascondiglio è stata condotta dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, dai commissariati di Bovalino e Siderno e dallo Sco. Era stato ricavato nella casa del presunto boss Giuseppe Vottari, di 54 anni, il bunker per latitanti della 'ndrangheta scoperto ieri mattina dalla polizia a San Luca. Vottari ha precedenti penali per associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di droga. La sua posizione, adesso, è al vaglio degli investigatori. L'utilizzo del bunker come nascondiglio per latitanti non sarebbe, comunque, un fatto recente. L'operazione della polizia che ha portato alla scoperta del bunker era finalizzata alla ricerca di latitanti della cosca Pelle-Vottari. Una delle persone ricercate, in particolare, è Santo Vottari, presunto capo della cosca e cugino di Giuseppe Vottari. Santo Vottari è latitante dal 30 agosto del 2007 perché coinvolto nell'operazione Fehida sulla faida di San Luca fatta da polizia e carabinieri il 30 agosto del 2007. (Ansa)

Cosimo Bevilacqua

tire i militari ed infatti, la successiva visita fisica dei cinque containers, permetteva di rinvenire all’interno degli stessi anzichè la merce dichiarata, ossia tazze in ceramica, oltre 15 tonnellate di sigarette di varie marche. Notevole il valore della merce che ammonta ad oltre 2 milioni di euro. Assolutamente innovativo è risultato il metodo utilizzato dai contrabbandieri per occultare le sigarette, praticamente circondate da scatoloni contenenti tazza in ceramica, di scarsissima qualità e basso valore commerciale. ciò per evitare, in caso di controllo mediante sofisticate apparecchiature munite di “raggi x”, l’individuazione da parte degli investigatori di eventuali difformità nel carico. vano tre soggetti intenti a smontare, per asportarlo, un cancello in ferro all’ingresso del capannone dell’ex fabbrica Italcitrus (le strutture appartengono attualmente al patrimonio del Comune di Reggio Calabria). Immediatamente bloccati, i tre sono stati condotti presso la Stazione Carabinieri di Catona ove sono stati dichiarati in arresto per tentato furto. I tre arrestati sono stati tradotti ieri mattina presso il Tribunale di Reggio Calabria, ove a seguito di convalida dell’arresto è stato loro imposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria quale misura cautelare. Tentano di rubare nei depositi ferroviari, in tre arrestati dai Carabinieri.

CRONACA IN BREVE Reggio Calabria, rubavano sui vagoni ferroviari: arrestati Quattro persone di Villa San Giovanni sono state arrestate in flagranza di reato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile la scorsa notte in Località Bolano per avere rubato merce su vagoni ferroviari. Già da alcune settimane i carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni stavano seguendo le loro tracce. Giorno e notte i militari seguivano i soggetti fino a quando hanno pensato di tendere loro una trappola proprio la scorsa notte. Notte fonda ed un temperatura che sfiorava i zero gradi. I quattro soggetti sono stati identificati in Cicco Domenico, 32enne, Richichi Giuseppe, 32enne, Riniti Giuseppe, 46enne zio del primo, Furci Angelo Alessandro, 24enne, tutti di Villa San Giovanni e già noti alle Forze dell’Ordine. Le indagini degli investigatori della Compagnia di Villa San Giovanni proseguono al fine di accertare dove fossero diretti i vagoni dai quali era stata rubata la merce e chi fossero i destinatari.

Reggio Calabria, incendiate due auto Due autovetture sono state danneggiate nel corso della notte nel reggino da altrettanti incendi appiccati da ignoti. In via Torre Telegrafo di Villa San Giovanni il fuoco ha danneggiato la Volkswagen di un operaio di 20 anni, disoccupato, mentre a Reggio Calabria, nel quartiere Sbarre, è stata prese di mira una Bmw di 52 anni.

Reggio Calabria, rapinano un negozio Ammonta a circa ottocento euro il bottino della rapina messa a segno nella tarda serata di mercoledì a Reggio Calabria da parte di due malviventi. Armati di pistola e con il volto travisato, i banditi si sono fatti consegnare dal titolare del negozio 'Center stock' il danaro contenuto nella cassa. Poi si sono dileguati. Sulla rapina indaga la polizia di Stato della questura della città dello Stretto.

Reggio Calabria, sciopero personale polizie ferroviarie «La Segreteria Regionale Fast-Ferrovie Confsal Settore Appalti Ferroviari, valutata la gravissima problematica esistente all’interno della Società di Pulizie Ferroviarie Saes - Ceias, nella quale da qualche mese le maestranze non ottengono le spettanze stipendiali, ciò con grave pregiudizio non solo per la dignità dei lavoratori ma, soprattutto, per gli effetti negativi derivanti alle famiglie a causa dei mancati introiti; proclama uno sciopero delle maestranze calabresi di Saes e Ceias per il giorno 09 Marzo 2009 dalle ore 9:00 alle ore 16:59. La situazione drammatica dei lavoratori della Saes è simile in altre Società che operano nel settore delle pulizie ferroviarie, per cui la Fast-FerroVie sta avviando - in ogni Azienda del settore - le previste procedure di raffreddamento, che in assenza di fatti concreti porteranno l’intero indotto ad uno sciopero generale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 23

CALABRIA CATANZARO La giunta su proposta dell’assessore all’ambiente Costa, ha ufficialmente preso atto del protocollo d’intesa stipulato con Regione e Provincia

Il Comune realizzerà una nuova discarica ad Alli La struttura assicurerà alla città un’autonomia di almeno dieci anni e costerà 12 milioni di euro CATANZARO — Il Comune di Catanzaro potrà realizzare una nuova discarica ad Alli che assicurerà alla città un’autonomia di almeno dieci anni. L’impianto, che costerà 12 milioni di euro finanziati dalla Regione, avrà una capacità di 900mila metricubi e sopperirà al rapido esaurimento dell’attuale discarica che, secondo le stime dei tecnici, ha una capacità residua di circa 18 mesi. La giunta comunale, presieduta dal sindaco Rosario Olivo e su proposta dell’assessore all’ambiente Lorenzo Costa, ha ufficialmente preso atto del protocollo d’intesa stipulato con Regione Calabria e Provincia di Catanzaro. In base a questo protocollo, il Comune di Catanzaro è soggetto attuatore dell’opera e si impegna a gestire tutta la fase tecnico-amministrativa di progettazione, appalto e controllo di esecuzione delle opere, nonché di avviare con immediatezza la gestione delle opere realizzate, assicurandone la piena funzionalità. L’esi-

genza di realizzare una seconda discarica è scaturita dal rapido esaurimento dell’attuale impianto che, nelle previsioni del Piano Generale dei Rifiuti del 2002, avrebbe dovuto avere un’ampia autonomia fino al 2018. Gli obiettivi che il Comune e la Provincia di Catanzaro hanno fissato sono: la realizzazione della nuova discarica, il miglioramento dell’attuale linea di selezione seccoumido, l’attivazione della linea di valorizzazione del multimateriale secco della raccolta differenziata, il miglioramento della linea di produzione di compost di qualità, l’implementazione della raccolta differenziata anche attraverso la realizzazione di isole ecologiche, l’ottimizzazione del sistema provinciale dei trasporti dei rifiuti urbani. Si compie, dunque, un significativo passo in avanti verso la realizzazione di un impianto tecnologicamente avanzato in grado di dare risposte alla città ed evitare che in futuro si verifichino emergenze rifiuti.

CATANZARO — «Una boccata d’aria nuova». Con queste parole il sindaco Rosario Olivo ha salutato i tredici laureati calabresi, assegnati al Comune Capoluogo di regione, che ieri mattina hanno avuto il loro primo incontro con l’Amministrazione comunale di palazzo de Nobili. Sono i partecipanti alla prima edizione del Programma Stage fortemente voluto dal Consiglio regionale, che seguendo un profilo formativo introduce al lavoro all’interno delle Pubbliche Amministrazioni della Regione, i più valenti tra i laureati calabresi. La fase che è cominciata ieri mattina è infatti quella di un vero e proprio tirocinio che fa seguito ai tre mesi di formazione didattica già svolti presso l’Università degli Studi Magna Graecia. Giurisprudenza, Economia, Ingegneria e anche Dams, le facoltà di provenienza

CATANZARO Il sidaco ha salutato ieri i 13 vincitori del Programma Stage che saranno impiegati presso l’ente

CATANZARO — Fruttuosi gli incon-

tri della delegazione della Provincia di Catanzaro alla Bit di Milano, guidata dall’Assessore al Turismo Salvatore Garito, per la promozione del turismo sul proprio territorio. La Borsa Internazionale del Turismo di Milano (Bit) è stata un’efficace vetrina mondiale per la Provincia di Catanzaro. punti di forza del suo territorio - il mare, la montagna, la gastronomia - hanno stimolato l’interesse dei visitatori operatori del settore turistico, curiosi e turisti - che hanno focalizzato la loro attenzione sulle brochures realizzate e sulle tante e suggestive immagini presentate nello stand. Soverato e la Sila sono stati i siti più “gettonati” dai visitatori, nel panorama delle risorse turistiche che la Provincia di Catanzaro ha esposto alla Bit, offrendo così un assaggio di quel suo mondo naturale, culturale, ambientale e storico che è ancora tutto da scoprire. Nello stand del padiglione 7, all’interno di Villaggio Calabria, si è visto un bel gioco di squadra nella “missione” guidata dall’Assessore Provinciale al Turismo, Salvatore Garito: oltre al personale dell’Amministrazione, infatti, anche i Consiglieri Provinciali, presenti in veste istituzionale, si sono adoperati per accogliere e dare risposte ai numerosi interessati, intrattenendo rapporti istituzionali con i tour operators e con gli addetti ai lavori provenienti da ogni

CATANZARO Saranno quattordici in tutto gli edifici su quali verrà attuato il progetto

Il fotovoltaico arriva nelle scuole CATANZARO — La giunta, presieduta

l’urbanistica, Domenico Iaconantonio, ha dato il via libera alle linee di indirizzo per la predisposizione della variante urbanistica, in accordo di Programma, per la realizzazione di alloggi sociali sia nelle zone in esubero di stand che nelle aree private. Approvate anche tre perizie tecniche di variante proposte dall’assessore ai lavori pubblici, Antonio Tassoni che riguardano i lavori di ampliamento dell’edificio scolastico del quartiere Santa Maria, la manutenzione straordinaria della scuola Manzoni e la realizzazione di nuovi loculi nel cimitero centrale di via Paglia. Infine, sentite le relazioni dell’assessore agli affari generali, Aldo Stigliano Messuti, la giunta ha approvato dieci proposte del settore avvocatura.

dal sindaco Rosario Olivo, assistito dalla segretaria, Teresa Mansi, ha approvato il progetto di prefattibilità per l’installazione di impianti fotovoltaici sui tetti di quattordici edifici di proprietà comunale, dando mandato agli uffici per la predisposizione del relativo bando di gara. Gli edifici individuati sono: Palazzetto dello sport “Stefano Gallo”, Piscina comunale di Pontepiccolo, Tribuna coperta e tribuna stampa stadio “Ceravolo”, scuola Aldisio, scuola Bambinello Gesù, elementare del rione Corvo, Patari, Maddalena, Passo di Salto. Saranno dotate di impianto anche gli edifici che ospitano le scuole medie: Chimirri, Mazzini e Vivaldi. L’esecutivo, su proposta dell’assessore al-

I “superlaureati” a Palazzo De Nobili

I tredici laureati al Comune con il sindaco

dei tredici stagisti, che il Primo cittadino ha voluto salutare personalmente: «Professionisti, brillanti, siete quello che serve a questa Amministrazione - ha detto - viste anche le numerose attività intraprese o prossime ad esserlo. Una iniziativa, quindi, lodevole, questa intrapresa dalla Regione in favore dei giovani che con la loro preparazione e la loro freschezza possono senz’altro dare un contributo notevole allo sviluppo dell’intero nostro territorio. Non si tratta di un vero e proprio ricambio generazionale - ha proseguito il Sindaco - ma di sicuro un apporto vigoroso e di notevole consistenza per la mole di lavo-

CATANZARO Fruttuosi gli incontri della delegazione di Garito per la promozione del turismo

Successo della Provincia alla Bit di Milano

Sopra lo stand. Sotto Oliverio e Garito

parte del mondo. L’Assessore Garito ha avuto modo di consolidare il rapporto col suo “omologo” milanese, Antonio Oliverio. Su invito di quest’ultimo ha fatto visita allo stand allestito dalla Provincia di Milano e ai locali dello Iat (Informazioni e Accoglienza Turistica) in piazza Duomo, dando così seguito al costruttivo incontro del 5 febbraio scorso a Catanzaro. Come si ricorderà, in quell’occasione, i due rappresentanti istituzionali hanno stretto un patto di collaborazione, grazie al quale la Provincia di Catanzaro potrà usufruire di una vetrina espositiva d’eccezione proprio in piazza Duomo, cuore storico e culturale di Milano. «Far parlare di noi, far vedere le nostre risorse, le nostre offerte - ha sostenuto l’Assessore Garito - proprio questo è il modo corretto per stimolare il nostro turismo. Alla Bit di Milano, erano presenti gli operatori turistici più importanti, i rappresentanti istituzionali più attenti alle tematiche del turismo. Il nostro lavoro si è rivolto a metterli in condizione di apprezzare quanto possiamo offrire al movimento turistico nazionale e internazionale. Certo, abbiamo ben chiaro che il nostro turismo abbia

ro gestita dall’Ente che per i prossimi diciotto mesi potrà avvalersi di queste nuove “leve”. Ad affiancare il sindaco, l’assessore alle Risorse Umane e Professionali Francesco Granato che insieme al direttore generale Paolo Olliana si è soffermato sulle possibilità offerte da questa innovativa esperienza voluta dalla Regione. Assessore e Direttore hanno augurato ai giovani stagisti “un forte in bocca al lupo». E toccato poi alla dirigente del settore Personale e Organizzazione, Carmelina Screnci: referente per gli stagisti, collaborata dalla dipendente Tiziana Riccelli, illustrare l’apparato burocratico e i relativi servizi che l’ente eroga. La dottoressa Screnci si è poi intrattenuta con i tredici laureati per organizzare le modalità di svolgimento del lavoro che avrà inizio nei prossimi giorni. ancora bisogno di essere rafforzato affinché possa produrre ricchezza reale. Proprio le sue potenzialità, in effetti, sono sempre state decantate ma poche volte si è riusciti a farle esprimere “sul campo». «Come Assessorato al Turismo, e come Amministrazione Provinciale tutta, puntiamo senza tentennamenti ad accrescerne la qualità, a farne un vero volano di sviluppo della nostra terra. Senza dubbio - ha proseguito Garito - non si può più pensare che “fare turismo” significhi sfruttare uno striminzito mesetto durante l’estate. Noi lavoriamo per diversificare l’offerta: un turismo della montagna, dello sport, della cultura, del benessere, perché riteniamo che la Provincia di Catanzaro abbia le carte in regola per accrescere le presenze turistiche sul proprio territorio nel corso dell’intero anno. E’ senz’altro un lungo percorso questo sul quale ci siamo già avviati e i frutti, si sa, hanno bisogno di tempo per maturare ed essere raccolti. La nostra cultura, almeno quella importante “fetta” rappresentata dal mondo contadino e rurale, ci ha sempre insegnato che c’è un tempo adatto per la semina e uno per la raccolta. Ebbene - conclude -, noi, oggi, continuiamo a seminare, attendendo però di cogliere quei frutti che già si intravedono e che, grazie alla vetrina mondiale della Bit, potrebbero sbocciare presto».


24 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Le operazioni sono partite ieri mattina alle 6, 30 su disposizione del Questore. Sul posto, sono intervenuti anche la Gdf e i Carabinieri

Sgomberati gli alloggi occupati abusivamente Una decina di rom fermati per accertamenti. Diversi i casi di sfratto dei veri proprietari CATANZARO — Nelle prime ore di

ieri mattina sono partite le operazioni di sgombero degli alloggi di proprietà dell’Aterp ubicati in due stabili di Viale Isonzo, abusivamente occupati. Alle operazioni, disposte dal Questore di Catanzaro dott. Arturo De Felice, partecipano oltre cento uomini delle Forze dell’Ordine (Polizia di Sttato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco) oltre a personale degli Uffici comunali di Catanzaro. I risultati dell’ operazione, che consentirà di recuperare gli alloggi abusivamente occupati e riconsegnarli agli aventi diritto, saranno comunicati al termine dello sgombero. L'operazione della Polizia di Stato è scattata ieri mattina, alla 6.30, in viale Isonzo, a Catanzaro. Sono stati sgomberati 26 appartamenti di edilizia popolare occupati abusivamente da famiglie rom del capoluogo calabrese. Sul posto, a supporto degli agenti, sono intervenuti anche militari della Guardia di finanza e dei Carabinieri; vigili del fuoco, e agenti di polizia municipale. Presenti anche operatori dei servizi sociali del Comune di Catanzaro, data la presenza di alcuni bambini. I rom avrebbero costretto gli assegnatari ad abbandonare le abitazioni. Non è la prima volta che famiglie rom occupano abusivamente alloggi di edilizia residenziale pubblica, anche sfrattando i veri proprietari. L'operazione ha avuto termine nel primo pomeriggio CATANZARO — La questione sicurezza continua a tenere banco a Palazzo De Nobili dove il sindaco Olivo mantiene stretti e continui contatti con la Prefettura, le varie forze dell’ordine e in particolare con il questore De Felice. Il primo cittadino sta seguendo personalmente l’evolversi delle indagini sulla feroce uccisione del giovane Massimiliano Citriniti e sta offrendo il massimo della collaborazione a polizia e carabinieri per garantire il controllo del territorio. C’è da ricordare che il recente Decreto Sicurezza assegna ai Sindaci maggiori poteri e responsabilità rispetto ai fenomeni di criminalità diffusa sul territorio e che, pertanto, le attività e le azioni messe in atto dal primo cittadino devono doverosamente rispettare le esigenze di riservatezza delle indagini. Olivo ha ribadito l’ap-

Tre momenti delle operazioni di sfratto dei rom

con lo sgombero degli alloggi di proprietà dell'Aterp ubicati in due stabili, di recente costruzione, di questo viale Isonzo, alcuni dei quali abusivamente occupati da alcune famiglie di etnia rom. Con l'ausilio dei Vigili del Fuoco è stato possibile entrare in tutte le abitazioni e, tramite personale Enel, verificare la regolarita' degli allacci elettrici. Le abitazioni sono state restituite all'Aterp che provvederà alla consegna agli aventi diritto. Nel corso dell'operazione sono state controllate quarantacinque persone, di cui diciassette con precedenti penali; sono state effettuate numerose perquisizioni da parte di personale della Squadra Mobile, mentre gli uomini del-

Sgomberati ben ventisei appartamenti la Sezione Stradale hanno proceduto al controllo di alcune vetture, sottoponendone una a sequestro amministrativo. Alcune decine di persone, la maggior parte delle quali di etnia rom, sono state accompagnate in Questura, identificate e sottoposte a rilievi fotosegnaletici e nei loro confronti si procedera' nei termini di legge. «Nel corso delle operazioni sottolinea la Questura - non si è verificato alcun incidente».

CATANZARO E’ allarme dopo l’uccisione del giovane studente universitario

Pon sicurezza, il sindaco chiede aiuto ai parlamentari prezzamento del Comune per le recenti operazioni condotte dalle forze dell’ordine che hanno consentito di fare luce sul barbaro omicidio del giovane Massimiliano, ma anche di riportare la legalità in alcune zone a rischio della città. Il sindaco ha anche ribadito la necessità di ottenere dallo Stati strumenti e risorse adeguate per contrastare i fenomeni delinquenziali. Stamani, Olivo ha

fatto recapitare ai parlamentari espressione della provincia di Catanzaro una lettera con cui chiede un forte sostegno per la tempestiva approvazione del progetto presentato dal Comune di Catanzaro sul Pon Sicurezza. Un progetto che punta non solo alla prevenzione dei fenomeni di emarginazione sociali nei quartieri a rischio, ma anche ad innestare sul territorio due presidi integrati ad

Aranceto e Pistoia. Nella lettera, Olivo ha ricordato ai parlamentari catanzaresi che «il progetto Pon Sicurezza, elaborato dal Comune di Catanzaro e visionato dalla Prefettura, è stato illustrato al sottosegretario agli interni, sen. Nitto Palma, nella sua recente visita in città e trasmesso al Vicinale da qualche mese» e che «il segretario particolare del Ministro Maroni telefonica-

mente mi ha preannunciato una valutazione positiva del progetto». «Il feroce assassinio del giovane Massimiliano Citriniti mi ha indotto a scrivere nuovamente al ministro Maroni per sollecitare la definizione del Pon Sicurezza di Catanzaro. Vi prego di unire la vostra autorevole sollecitazione per velocizzare la definizione della pratica, resa urgente dalla tensione esistente in città sul problema rom». La questione sicurezza continua dunque a tenere banco a Palazzo De Nobili dove il sindaco Olivo mantiene stretti e continui contatti con la Prefettura, le varie forze dell’ordine e in particolare con il questore De Felice. Il sindaco conferma il suo impegno per la ricerca di una soluzione al problema rom che da tempo affligge il capoluogo della regione,


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 25

CALABRIA CATANZARO Il Siulp non ha dubbi:«La risposta c'era già e si chiama poliziotto di quartiere. Purtroppo il Governo l'ha messa in soffitta»

«Delle ronde non c'era alcuna necessità» «In molti stati dell'Unione l'iniziativa è stata portata avanti con ottimi risultati» CATANZARO — «La risposta c'era

già e si chiama poliziotto di quartiere. Purtroppo il Governo l'ha messa in soffitta». Il Siulp, il Sindacato unitario dei lavoratori di polizia non ha dubbi. «Delle ronde non c'era alcuna necessità». Men che meno «di ronde che a tutto rispondono tranne che al ruolo buonista che gli si vuole attribuire». Nel 2001 Berlusconi aveva fatto del poliziotto di quartiere uno dei punti del famoso contratto con gli italiani. Che fine ha fatto il progetto di sviluppo della polizia di prossimità? «Gli organici di poliziotti e carabinieri addetti al servizio dovevano aumentare costantemente. Ma dopo il 2006 le risorse non ci sono più state e da allora siamo fermi: 3.071 agenti per 748 zone nei 103 capoluoghi di provincia. Eppure la polizia di prossimità doveva essere la risposta europea alle mutate esigenze della popolazione in materia di sicuCATANZARO — Così come previsto al-

le 10 di ieri, è iniziata la prima ricognizione tecnica dei danni e dei progetti relativi all’emergenza maltempo che ha colpito il territorio calabrese. Tutti i Consorzi di Bonifica della Calabria ed il Sottosegretario agli Affari della Presidenza Vincenzo Falcone si sono riuniti nella definizione di un primo quadro di riferimento, con la presentazione di schede tecniche dettagliate rispetto alle emergenze da affrontare ed i piani d’intervento strutturali contro il diffuso dissesto idrogeologico che sottopone la Calabria, più di altri territori, a subire, con immense difficoltà, precipitazioni eccezionali come quelle di questi ultimi mesi. «Prima di iniziare con i dati e le considerazioni prettamente tecniche, è importante sottolineare che tutti i Consorzi di Bonifica della Calabria ha esordito il Presidente dell’Urbi Calabria Grazioso Manno nel salutare e ringraziare il Sottosegretario Falcone - ribadiscono la loro disponibilità a collaborare in questo clima di concertazione permanente che abbiamo apprezzato da subito. Ringraziamo, come cittadini ancor prima che come amministratori, il Presidente Loiero e l’intera Giunta Regionale per l’importante sforzo economico e procedurale messo in campo che impone a tutti, a noi per primi, un grandissimo senso di responsabilità. Sin da oggi dobbiamo dimostrare di non voler fare la corsa all’assegnazione di risorse - ha proseguito Manno - ma di contribuire all’individuazione delle priorità nella qualità di braccio armato nella tutela del territorio: questo è quello che sappiamo fare e questo è quello che vogliamo fare sempre meglio integrati in un sistema di interventi che necessita di un complessivo sforzo di collaborazione fra i diversi enti e le conseguenti diverse competenze». Il Sottosegretario Vincenzo Falcone ha risposto prontamente a tutte le considerazioni tecniche indicando l’operatività della metodologia che va seguita in funzione della Ordinanza che ha nominato Commissario Delegato il Presidente Loiero e, contestualmente, per legittimare iter procedurali che è assolutamente necessario seguire a seguito della decisione di utilizzare fondi comunitari. Nella presentazione delle schede, tutti hanno ribadito come l’intero mondo delle bonifiche, sin dai livelli nazionali con l’attività dell’Anbi, abbia evidenziato da tempo la necessità di attuare un Piano straordinario di manutenzione e adeguamento delle reti idrauliche, preposte al deflusso delle acque piovane e non più idonee agli evidenti cambiamenti

la sperimentazione condotta per quattro anni, però, erano buoni, anche se limitati alle esigue forze in campo. L'esperienza dei poliziotti di quartiere destinati al pattugliamento di aree designate in sede prefettizia era stata giudicata da tutti più che positiva. Quella era la giusta via per ottenere la partecipazione dei cittadini al controllo del territorio. Tant'è che il concetto è parte integrante dei patti per la sicurezza sottoscritti da numerosi enti locali. A questo si doveva aggiungere una riorganizzazione delle Forze di polizia: un piano di razionalizzazione, fattibile a costo zero e a leggi vigenti, che da tempo chiediamo e che avrebbe portato altri risultati tangibili. Invece, nonostante i proclami, per le Forze dell'ordine sono arrivati solo tagli impietosi. Tagli sui fondi per l'ordinaria gestione, tagli sul personale. Solo Brunetta cancellerà tre miliardi di

euro in tre anni. Quarantamila agenti stanno rischiando il pensionamento coatto e il blocco del turn over nel 2012 provocherà 12mila vuoti solo negli organici di polizia (15mila nel 2017). In Parlamento giacciono numerosi progetti di legge ispirati al concetto di polizia sussidiaria. Progetti che puntano a delegare ai privati ampi settori della sicurezza. Quanto ai pericoli insiti nelle ronde, basti pensare a cosa può accadare nelle aree del Sud dove le infiltrazioni della criminalità organizzata sono tanto forti da costringere il Ministero dell'interno a commissariare i Comuni. Le ronde potrebbero persino porre in atto strategie di depistaggio, sviare il controllo da particolari porzioni di territorio. Nessuno, al contrario, può mettere in discussione la terzietà dell'azione che solo le Forze di polizia possono garantire a tutti».

CATANZAROI Consorzi di Bonifica ed il Sottosegretario Falcone si sono riuniti per definire un quadro di riferimento

so Grazioso Manno - che tutti assieme ci si assuma la responsabilità di invertire questa terribile tendenza con fatti concreti. Questi progetti che presentiamo a Lei oggi, e la ringraziamo per la tempestiva puntualità, vogliono essere un contributo in questa direzione». Il Sottosegretario Vincenzo Falcone a tal proposito è stato chiarissimo: «Non v’è alcun dubbio che lo sforzo principale è quello di coniugare l’innegabile somma urgenza di alcuni interventi con la capacità di destinare la stragrande maggioranza degli interventi in un quadro che restituisca una strutturale messa in sicurezza del territorio. È per questa ragione che chiedo che le schede vengano modulate da voi, così come da tutti gli altri soggetti, con criteri uniformi che rispondano a due concetti fondamentali: tipologie d’intervento e propedeuticità. Questo è il primo degli incontri specifici - ha proseguito il Sottosegretario - dopo aver effettuato lo stesso tipo di ricognizione con tutti gli altri Enti, saremo capaci di cadenzare un attività che avrà verifiche trimestrali. Sono certo - ha sottolineato Vincenzo Falcone - che questa “occasione” traccerà una tappa fondamentale nel processo di crescita organizzativa di cui il sistema Calabria necessita».

rezza. E in molti stati dell'Unione l'iniziativa è stata, e viene, portata avanti con ottimi risultati. In Italia invece la percezione di insicurezza da parte dei cittadini sembra crescere. La perce-

zione aumenta anche a fronte di un calo dei reati, se il governo continua a procurare allarme e a utilizzare l'argomento sicurezza come una clava pronta a calare sulle nostre teste. I risultati del-

Maltempo, ricognizione tecnica dei danni

La riunione di ieri

climatici. Così come è stato messo in risalto che un tale intervento non solo attiverebbe risorse nell’attuale difficile congiuntura economica, ma limiterebbe i rischi che eventi atmosferici violenti comportano all’importante

patrimonio della nostra regione. «Oggi, - ha sottolineato il Presidente Manno - si è finalmente e diffusamente assunta la consapevolezza che la sicurezza del territorio non è più rinviabile nel tempo: è non solo condizione in-

dispensabile per qualsiasi ipotesi di sviluppo, ma prerogativa di vita per il cittadino. Concordo con i colleghi che hanno ricordato come l’intero paese sia interessato complessivamente dal tema. In Calabria, dove le tipiche fragilità idrografiche sono ancora più accentuate, siamo di fronte, per la prima volta, alla condizione unica di disegnare un Piano serio per la messa in sicurezza del territorio: grazie a questa iniziativa della Giunta Regionale possiamo e dobbiamo usare questo ennesimo disagio come opportunità! Per avere un’idea complessiva - ha proseguito il Presidente dell’Urbi - basta leggere i dati che rilevano che, in Italia, dal 1990 al 2003 sono stati abbandonati o cementificati 2.927.108 ettari di campagna, pari al 19,4% della superfice agricola utilizzata esistente. Da allora, a fronte di irrisori stanziamenti per la prevenzione, si è continuato a spendere grandi cifre solo per riparare i danni; senza contare l’irreparabile tributo in vite umane. Oggi è venuto il momento - ha conclu-

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844

AZIENDA LEADER NEL SETTORE DI VENDITE ORGANIZZAZIONE E RAPPRESENTANZE DI MACCHINE EDILI INDUSTRIALI E STRADALI

R I C E R C A •

1 FIGURA (VENDITE ESTERNE FULL-TIME) DIPLOMA SUPERIORE - MAX 25 ANNI ANCHE SENZA ESPERIENZA

PER INFORMAZIONI telefonare al cell. 338.8455646 o inviare e-mail: panettasal@libero.it ZONA INDUSTRIALE MARCELLINARA - CZ


26 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Durante la riunione è stata proclamata segretaria Raffaella Santoro ed è stato designato il direttivo. Presenti anche la Corea e Amato

Mater Domini, inaugurato il circolo del Pd «L'impegno sarà quello di dare delle risposte, promuovendo una diversa consapevolezza civile» CATANZARO — Sala affollata e piena di gente mercoledì sera a Mater Domini. E' stato ufficialmente inaugurato il circolo del Partito Democratico del quartiere, con la proclamazione della neo segretaria Raffaella Santoro e con la designazione del direttivo. Erano presenti la coordinatrice provinciale Caterina Corea, il consigliere regionale Piero Amato e il consigliere comunale Bernardo Cirillo. Nel corso dell'appassionato dibattito si sono susseguiti decine di interventi in cui le diverse “sensibilita'” politiche di provenienza sono passate in secondo ordine ed invece si è posto l'accento su come bisognerà concretamente costruire il Pd sul territorio. Nella relazione

introduttiva la coordinatrice del circolo ha rimarcato i problemi di tutti i giorni di coloro i quali vivono nei quartieri di Gagliano, Mater Domini, S. Antonio e di Rione de Filippis ed ha indicato le difficoltà esistenti, «la bassa qualità della vita dovuta principalmente a servizi pubblici scadenti». E' stata la questione sociale il filo conduttore della discussione. Si è evidenziata l'assenza di centri di aggregazione, il disagio di tanti giovani senza lavoro, le precarie condizioni in cui versano tanti anziani, che «vivacchiano tutto il giorno non sapendo bene dove andare». L'impegno del circolo sarà quello di dare delle risposte, promuovendo una diversa consapevolezza civile

I ventinove eletti nel direttivo rappresentano 526 iscritti ed aderenti al Pd e un contesto sociale capace di aggregare, per spezzare un senso comune dilagante fatto di egoismo e di chiusura verso tutto ciò che è bene comune. L'intervento della neo segretaria provinciale Corea ha ri-

preso questi temi quando ha posto l'esigenza che il Pd ascolti il territorio; da quì l'importanza della presenza fisica dei circoli di zona. Nella parte “più politica” del discorso la coordinatrice provinciale ha aggiunto che il percorso di rinnovamento del Pd provinciale sarà di sostanza e che sarà garante del consolidamento di questo processo. La definizione degli organismi dirigenti sarà, a tutti i livelli, parte integrante di questo percorso innovativo e avverrà in tempi brevi. Alla fine della partecipata assemblea all'unanimità è stata votata la direzione del circolo che affiancherà la coordinatrice del circolo Raffaella Santoro nel lavoro politico ed organizzati-

CATANZARO Mascherati di tutto punto, i bambini ed i ragazzi coinvolti si sono ritrovati in piazza Matteotti

Tante sorprese al carnevale del Tddm CATANZARO — La scelta degli ope-

ratori di far ricadere nel giorno di Carnevale il primo “raduno” dei vari gruppi (in rappresentanza dell’Istituto Tecnico “Chimirri”, del Centro Anziani di Samà, dell’Istituto Agrario “Vittorio Emanuele II”, della Comunità Ministeriale, della Parrocchia del Duomo, della Fabbrica dei Sogni e dell’VIII circolo didattico) - che hanno aderito con una serie di laboratori artistici al progetto “Incontri” (finanziato dal

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali) dell’associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” - non poteva essere più appropriata. Mascherati di tutto punto, i bambini ed i ragazzi coinvolti si sono ritrovati in piazza Matteotti per poi convogliare tutti insieme al Centro di Aggregazione Giovanile di via Fontana Vecchia ed esibirsi in una serie di “performances”. Qui, ad aspettarli, hanno trovato gli educatori del Tddm (con

tanto di gadgets e di trombette da distribuire a tutti gli intervenuti), i genitori, i rappresentanti delle varie realtà associative coinvolte nel progetto di rete, e Domenico Gareri come presentatore d’eccezione di una “Corrida” unica nel suo genere. “Unica” per l’età piuttosto bassa dei partecipanti, per l’entusiasmo con cui è stata accolta ogni esibizione, e per la simpatia della “valletta” Eva un po’ avanti negli anni sempre pronta a far battute.

La festa organizzata per i ragazzi

vo e per consolidare la presenza del Pd nel quartiere. I ventinove eletti nel direttivo, rappresentanti dei cinqucentoventisei iscritti ed aderenti sono: Sacco Antonio, Agostino Francesco, Borelli Antonio, Cantafio Massimo, Casaletto Canio, Bruni Sergio, Romeo Pietro, Tancrè Domenico, Grillo Giuseppe, Dominianni Andrea, Tomasello Pino, Lagonia Antonino, Tonino Scalzo, Astarita Mario, Frustaci Silvia, Scarfone Milvia, Costa Fedora, Leone Ivonne, Riccio Monica, Sisillo Carmen, Mauro Rita, Cardamone Annamaria, Rocco Anna, Senese Marisa, Alfieri Eugenia, Bollino Maria Domenica, Fiorillo Domenica, Rossi Rita, Falvo Annarita.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 27

CALABRIA ARCHIVIO GENCHI La decisione del Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) è arrivata ieri

Gli atti saranno trasmessi a Roma Nei prossimi giorni la Conferenza dei Capigruppo del Senato deciderà i termini della discussione in Aula CATANZARO — Il Copasir (Comi-

tato parlamentare per la Sicurezza della Repubblica), ha confermato la decisione di trasmettere alla Procura di Roma ("fermo restando il regime di segretezza deliberato ai sensi della legge 124/07 e del Regolamento interno") gli atti sul cosiddetto archivio Genchi prodotti nel corso della propria attività relativa alle inchieste della magistratura di Catanzaro nelle quali è risultato «siano stati acquisiti dati telefonici sensibili relativi alle utenze dell'ex Direttore del Sismi e di altrifunzionari dei Servizi». Lo rende noto lo stesso comitato al termine di una riunione di ieri a San Macuto. Il Copasir ha «preso atto con soddisfazione del seguito istituzionale previsto per la relazione approvata lo scorso 12 febbraio e per la comunicazione fornita dal presidente del Comitato Francesco Rutelli ai Presidenti delle Camere». Il presidente del Copasir è stato infatti invitato a svolgere una informativa, nel corso della Conferenza dei Capigruppo della Camera dei Deputati di ieri, sui temi trattati nella comunicazione e che potranno avere una ricaduta sull'attività legislativa. Il Comitato ha segnalato,

Catanzaro, operazione Perno sei condanne e una assoluzione CATANZARO — Sei condanne, per

tra le altre, «le questioni del ruolo dei consulenti privati dell'Autorità giudiziaria nel caso di attività comportanti tutela della privacy, delle garanzie da prevedere per l'acquisizione dei tabulati del traffico telefonico, e per la conservazione e distruzione dei dati al fine di stabilire regole che impediscano la formazione di archivi illegali». Nei prossimi giorni la Conferenza dei Capigruppo del Senato deciderà inoltre i termini della di-

scussione in Aula della relazione del Copasir al Parlamento. Nella seduta di ieri il Comitato ha deliberato, infine, sui tempi di esame della sua relazione annuale alle Camere, della relazione sul fenomeno della tratta degli esseri umani, nonché sull'esigenza di svolgere una sempre più attenta azione di controllo e di stimolo sul funzionamento dei Servizi, anche attraverso lo svolgimento di sopralluoghi nelle sedi operative. Ansa

CATANZARO Il processo riguarda le due maxi operazioni antimafia “Eracles” e “Perseus”

’Ndrangheta, in 128 all’udienza preliminare e la Lombardia, mentre il ricercato Guerino Megna è' stato rintracciato l'indomani in un ospedale di Bologna). Il blitz colpì duramente la cosca dei "Papaniciari", nelle sue due componenti contrapposte facenti capo una a Mico Megna, e l'altra a Leo Russelli, operanti nel crotonese ed in piena ascesa, secondo gli inquirenti, tanto da stare per prendere il controllo assoluto della città pitagorica. Sulle intercettazioni e sulle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia si fonda uno dei più inquietanti capitoli dell'inchiesta "Perseus", quello relativo alle ipotizzate infiltrazioni della criminalita' nelle istituzioni, anche e soprattutto per l'interesse della 'ndrangheta verso il mega progetto turistico da 7 miliardi di euro denominato "Europaradiso". Funzionari dell'amministrazione comunale, del ministero, e persino dell'Unione europea secondo le accuse avvinti a soggetti che sarebbero espressione della criminalità crotonese per il raggiungimento di un obiettivo comune: la realizzazione di una struttura che avrebbe procurato un mare di finanziamenti pubblici, e che quindi doveva andare in porto ad ogni costo, superando con le giuste entrature gli ostacoli che via via si presentavano.

un totale di 44 anni di carcere, e un'assoluzione, sono state sentenziate ieri sera dal giudice dell'udienza preliminare distrettuale di Catanzaro, Antonio Giglio, al termine dei giudizi abbreviati per le sette persone coinvolte nell'inchiesta antidroga condotta dalla Polizia e dalla Dda, sfociata nell'operazione "Perno". Il giudice ha ritenuto fondato l'impianto accusatorio costruito dal pm della Dda, Gerardo Dominijanni, titolare delle indagini mirate a svelare un traffico di droga - cocaina e marijuana - fra Napoli e Lamezia Terme. Scagionato da ogni accusa, Rosario Cardamone, l'unico che non finì in manette ma venne denunciato a piede libero, per poi comparire nella richiesta di rinvio a giudizio. Ritenuti colpevoli gli altri: Pasquale Notarianni, di 23 anni, considerato il promotore dell'organizzazione criminale, condannato a 9 anni (il pm ne aveva chiesti 16); il padre di quest'ultimo, Vincenzo Notarianni, 52 anni, condannato a 4 anni e 6 mesi; Domenico Torchia, 25 anni, ed i napoletani Raffaele Pugliese, 32 anni, e Aldo Lucariello, 33 anni, condannati a 5 anni e 4 mesi ciascuno; Giuseppe Grutteria, 24 anni, condannato a 4 anni e 6 mesi. Il giudice ha previsto settanta giorni per il deposito delle motivazioni della sentenza, cui seguirà il già annunciato ricorso in appello degli avvocati (Lucio Canzoniere, Leopoldo Marchese, Ti-

CATANZARO — Comincerà il 9 marzo, davanti al giudice distrettuale di Catanzaro Antonio Battaglia, nell'aula bunker di via Paglia, l'udienza preliminare per i 128 indagati coinvolti nelle due maxi operazioni antimafia "Eracles" e "Perseus", con le quali la Polizia di Stato e la Dda hanno scompaginato i più pericolosi clan di 'ndrangheta operanti nella provincia di Crotone. A seguito della richiesta di rinvio a giudizio presentata dal sostituto procuratore antimafia Sandro Dolce, prendera' il via il procedimento, che dovrà procedere a ritmi serrati poiché 65 tra gli indagati sono tutt'ora sottoposti a provvedimenti di custodia cautelare e, per circa 40 di loro, i termini massimi di durata delle misure scadranno il 6 aprile. Appena un mese per stabilire se e chi dovrà essere mandato sul banco degli imputati (a parte coloro i quali sceglieranno riti alternativi al dibattimento), per rispondere dei più noti reati di 'ndrangheta, e cioé di tutte le attività criminali tipicamente realizzate per il controllo del territorio. Le attività investigative sfociate nelleoperazioni "Eracles" e "Perseus", secondo l'impianto accusatorio, hanno consentito di delineare le strutture e le strategie operative dei grup-

pi criminali dominanti nel crotonese, decapitandoli dei vertici e colpendoli nei loro gangli vitali, assicurando alla giustizia sia i capi delle cosche sia gli esecutori materiali di omicidi ed azioni di fuoco. L'operazione "Eracles" risale all'aprile scorso: fu divisa in due tranches, una scattata il 7 di quel mese, quando 39 persone furono sottoposte a fermo di indiziato di delitto, ed una di giorno 27, per l'esecuzione di 55 provvedimenti cautelari emessi dal gip di Catanzaro nei confronti di soggetti ritenuti affiliati alla cosca crotonese Vrenna-Corigliano-Bonaventura (tra i quali gli stessi 39 già fermati, ed altre 16 persone che avrebbero svolto la loro attività criminale nella cittàdi Crotone). L'attività investigativa, sempre secondo le accuse, ha permesso di scoprire gli autori degli omicidi di Francesco Gallo e Leonardo Covelli, uccisi a Crotone nel 2000, per contrasti interni alla cosca, e di smantellare gli arsenali del sodalizio criminale, individuando tre depositi in cui erano custoditi esplosivi, pistole e fucili mitragliatori. L'operazione "Perseus" risale al 25 novembre scorso, e fu condotta per l'esecuzione di 24 provvedimenti di fermo (20 le catture portate a termine tra la Calabria

CATANZARO — «Questa volta è toccato al ministro delle infrastrutture Altero Matteoli, annunciare il progetto del ponte sullo Stretto potrebbe partire entro quest’anno» si legge in una nota di Pino Commodari, Danilo Barreca e Omar Minniti (Componenti del Comitato Politico Nazionale Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea). «Evidentemente - prosegue la nota - l’unica risposta che la destra vuole e può dare alla crisi economica è quella della propaganda, del rilancio dell’economia attraverso il saccheggio del territorio e la cementificazione selvaggia e senza criterio. Basta non se ne può più! Il ministro Matteoli prima di parlare dovrebbe informarsi. Proprio nei giorni scorsi,

CATANZARO La nota accesa di Pino Commodari, Danilo Barreca e Omar Minniti di Rifondazione comunista

Catanzaro, Tavolo dell’economia: incontro costruttivo con il sindaco CATANZARO — Utile e assai costruttivo l’incontro tenutosi tra il sindaco di Catanzaro, on. Rosario Olivo ed il tavolo provinciale dell’economia costituito da: Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Cicas, Cna, Confartigianato, Lega Coop, Federfarma. Elementi distintivi dell’incontro sono state le congiunzioni di sintesi e le proposte scaturite unitariamente dal tavolo dell’economia, sempre rispettando le varie specificità, che ha rintracciato gli obiettivi comuni a quelli dell’Amministrazione cittadina per la crescita del territorio. In particolare si è condiviso e concordato un metodo di confronto capace di produrre convergenze ed iniziative fattive rispetto alle tematiche dello sviluppo economico, sociale, culturale della città ed una pro-

«Il Ponte sullo stretto è dannoso» infatti, nella zona di S. Trada è franato il terreno nel luogo dove dovrebbe sorgere una delle torri di sostegno della megaopera. Per quanto ci riguarda - sottolineano - continueremo a ribadire che riteniamo questa opera inutile e dannosa, non per partito preso, ma perché riteniamo che per i territori meridionali siano altre le scelte da compiere: prima tra tutte la conservazione e la messa in sicurezza del nostro suolo. Oramai quasi tutti gli studi relativi all’impatto ambientale, al ter-

ritorio, al sistema dei trasporti del ponte, confermano che esso è inutile all’economia, alla trasportistica, nonche’ gravemente dannoso per l’ambiente, per il paesaggio e per il sistema urbanistico di quel territorio. Noi continuiamo a ritenere il Ponte sullo Stretto, una cattedrale che genera deserto. Simbolo di un modello economico e sociale che è il contrario della valorizzazione delle risorse locali, della costruzione di un ambiente sociale capace di realizzare benessere auto-

ziana D'Agosto, Pino Zofrea, Claudia Sforza, Antonella Borghese, Aldo Ferraro, Antonio Arcuri). L'operazione "Perno" portò, il 21 febbraio 2008, all'esecuzione di cinque dei sei ordini di custodia cautelare in carcere previsti nell'ordinanza emessa dal gip Tiziana Macrì a carico di altrettante persone residenti nella città della Piana ed a Napoli. In manette finirono i Notarianni, Torchia, Grutteria, e il napoletano Pugliese. Lucariello, sfuggito alla cattura, venne arrestato il 22 maggio in un bar di Guidonia Montecelio. Secondo quanto emerso dall'indagine, la banda dei lametini sarebbe stata guidata dai due Notarianni, che si sarebbero occupati di organizzare lo smercio della droga, mentre Torchia e Grutteria avrebbero avuto il compito di provvedere al rifornimento degli stupefacenti a Napoli. L'operazione prese il nome proprio dal ruolo principale che avrebbero svolto i Notarianni - i quali secondo gli investigatori sarebbero legati da vincoli familiari ai Giampà - e ha svelato anche il presunto ruolo di Pugliese e Lucariello, quali presunti fornitori a Napoli e che, in un'occasione, sarebbero stati intercettati dai poliziotti mentre trattavano affari nella casa dei Notarianni. Lo scorso anno, nell'ambito dell' indagine, Torchia e Grutteria furono arrestati allo svincolo autostradale di Lamezia perché trovatiin possesso di circa un chilogrammo di marijuana.

centrato, qualificato e duraturo. Il Ponte rimane uno strumento, appunto, di distruzione e di arricchimento per le mafie. Rifiutiamo, quindi, nettamente la semplificazione fatta dalla destra nei confronti dei movimenti che si oppongono alla costruzione del ponte e anzi rilanciamo la nostra opposizione. Costruiremo mobilitazione - concludono -, azioni di controinformazione e di lotta, e se necessario inviteremo la popolazione ad organizzarsi per il blocco dei cantieri».

gettualità mirata anche ad affrontare la grave crisi economica che sta investendo l’intero pianeta. Perseguendo modalità di piena cooperazione tra sfera pubblica e privata, sinergie propositive e qualificate tra istituzioni, imprenditoria ed enti di rappresentanza. I temi proposti sono stati quelli della qualificazione urbana, della mobilità, dello sviluppo produttivo, delle nuove opportunità progettuali legate anche all’utilizzo di fondi europei, dei nuovi orizzonti di politiche sociali, di sviluppo turistico ed ampliamento dell’offerta dei servizi. Si è concertati di avviare un percorso condiviso capace di tradursi in incontri settoriali al fine di affrontare le emergenze, nonché le opportunità per creare positività all’interno dell’intera comunità.

Rotary Il Rotary Club Catanzaro Tre Colli, ti invita a sostenere l’iniziativa Polioplus del Rotary International, per debellare la poliomelite nel mondo, partecipando il 5 marzo alla proiezione in anteprima nazionale del Film “Verso l’Eden” di Constantin Costa-Gavras, con Riccardo Scamarcio. L’intero ricavato sarà devoluto alla Rotary Foundation per proseguire le azioni del programma mondiale “PolioPlus”. Altra importante iniziativa del Rotary dunque che conferma come sempre il suo impegno nel sociale a favore delle categorie in difficoltà. Quella del 5 marzo fa parte della campagna contro la poliomelite.


28 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Egidio Chiarella, consigliere del Pd sottolinea: «La città potrà così partecipare alla programmazione regionale»

«Positiva l’approvazione del Piano strategico» «Si è messo finalmente un punto chiaro sulla strada da seguire per realizzare progetti concreti» LAMEZIA TERME — «Condivido l'analisi politica che l'Assessore alla programmazione nazionale e comunitaria del Comune di Lamezia, Francesco Cicione, ha sviluppato in merito al Piano Strategico della nostra città. L'approvazione dello stesso Piano consente alla città di partecipare alla programmazione regionale, in quanto area strategica riconosciuta, assieme ad altre aree della Calabria, e quindi con le carte in regola per poter attingere ai fondi comunitari». Lo dichiara Egidio Chiarella, consigliere regionale del Pd, che aggiunge: «Dice bene Cicione quando sottolinea che per far crescere la nostra Comunità, c'é bisogno di una politica che costruisce le relazioni e non della politica che crea incomunicabilità tra le forze politiche e le categorie sociali. Non a caso la divisione, ha provocato in questa nostra città rallentamenti su tutte le questioni centrali della politica istituzionale locale, por-

tando a"sconfitte" di diversa natura e alimentando la sfiducia nei cittadini. Il Piano strategico di Lamezia, sicuramente - sottolinea può essere anche criticato sotto alcuni aspetti, può essere emendato, può essere, per alcuni ragioni, considerato migliorabile, come succede per tutti i Piani complessi che concorrono a ridisegnare lo sviluppo di una città, ma sicuramente è un Piano che consente di passare dalle parole ai fatti. Si è messo finalmente un punto chiaro sulla strada da seguire per realizzare progetti concreti, legati alle grandi potenzialità di Lamezia, con un ritorno positivo in termini economici e sociali, non solo per il nostro territorio, ma per l'intera Regione. Condivido l'impostazione dello strumento appena approvato perché é formulato dal basso, puntando alla costruzione di una città che sia centrale non solo in Calabria, ma nel bacino del Mediterraneo, con una forte spinta al-

l'unità dei tre ex Comuni che la compongono, Sambiase, Nicastro, Sant'Eufemia. Mi auguro prosegue - che le tensioni registrate in occasione dell'approvazione del predetto Piano Strategico, rientrino nell'alveo del confronto a tutto campo, sicuro come sono che la moderazione dei giudizi, anche nella diversità delle idee, può sicuramente contribuire a preparare il terreno per una nuova stagione della politica e dei risultati concreti, che i lametini aspettano invano da tanto tempo. Essere moderati non significa rinunciare al proprio punto di vista, ne è prova la mia posizione sul fallimento a Lamezia dell'accorpamento dell'As e la mia posizione sulla costruzione del Trauma Center, che a mio avviso necessita di atti concreti, non ancora riscontrabili nelle azioni e decisioni del Governo Regionale. La stessa cosa - assicura - farò seguendo la fase attuativa del Piano Strategico lametino».

LAMEZIA TERME — L’onorevole Doris Lo Moro ha indirizzato una lettera al sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, in occasione dell’inaugurazione del nuovo teatro Politeama. La parlamentare del Pd, che da primo cittadino porto’ a termine l’acquisto della struttura, scrive: «Ti ringrazio dell'invito che ho molto gradito, ma non potrò essere presente stasera alla manifestazione in programma al Politeama. Visiterò il teatro nei prossimi giorni. Intanto - aggiunge esprimo la mia soddisfazione per l'apertura di un luogo di cultura in cui ho creduto sin dall'inizio, incontrando, da capo

dell'Amministrazione che ha acquistato l'immobile, la sensibilità degli ex proprietari che hanno sposato con entusiasmo la prospettiva di favorire la creazione di un importante spazio pubblico a Sambiase. L'acquisto del Politeama, come quello dell'ex Tribunale - continua la parlamentare - ha consentito di migliorare l'offerta di strutture pubbliche. Resta da affrontare il problema del Teatro Grandinetti - conclude Doris Lo Moro - sulle cui prospettive dovremmo fare tutti insieme un’attenta riflessione». La parlamentare è dunque soddisfatta per l’apertura dellos torico teatro cittadino.

LAMEZIA TERME — In questo mese di febbraio 2009 ricorre il trentennale della scomparsa di Luigi Di Sarro (Lamezia Terme 1941 - Roma 1979), medico e artista morto tragicamente, ucciso per un fatale equivoco nel clima teso degli anni di piombo e della Legge Reale. Luigi Di Sarro giovanissimo manifesta uno spiccato interesse per l’arte e frequenta lo studio di C. A. Petrucci e la Calcografia, l'Accademia del nudo e i corsi di disegno all'Accademia di Francia. Coltiva parallelamente gli interessi artistici e quelli scientifici e nel 1967 si laurea in Medicina e Chirurgia all'Università di Roma. Nel 1968 si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Roma e successivamente insegna nelle Accademie di Belle Arti di Macerata e Roma. Scompare nel 1979 a meno di 40 anni ma, malgrado la brevità dell'arco dei lavori, la sua opera ha una profondità e una intensità stupefacente. Sempre aperto ad ogni possibile sperimentazione, ad utilizzare inusuali accostamenti tecnici nella inarrestabile ricerca della sua perso-

LAMEZIATrentennale della scomparsa dell’artista Luigi Di Sarro e prestigioso riconoscimento del Centre Pompidou

promuove l’opera dei giovani artisti, in maniera del tutto gratuita e svincolata dalle logiche del mercato. Oggi, all’attività espositiva affianca quella di Centro Studi sull’arte contemporanea, con mostre e pubblicazioni che mirano ad indagare i fenomeni artistici degli ultimi decenni e con una sezione dedicata all’Archivio Di Sarro, aperta alla consultazione delle opere e degli scritti lasciati dall’artista. Nel 2006, in concomitanza dell’intitolazione di una via della Capitale a Luigi Di Sarro, la Città di Lamezia Terme rende nuovamente omaggio all’artista, con la mostra dal titolo “L’anatomia dell’arte” allestita a Palazzo Nicotera. L’evento è stato accolto calorosamente e sono stati espressi ampi apprezzamenti da parte della cittadinanza e della critica nazionale. È proprio intorno al nucleo di opere esposte, che ha preso corpo l’idea di istituire in città un Museo di Arte Contemporanea intitolato a “questo nostro figlio illustre”, più volte preannunciato dal sindaco Gianni Speranza.

Lamezia Terme, Doris Lo Moro (Pd): soddisfatta per l’apertura del Politeama

Protagonista del Novecento in Calabria nale impronta. La pittura, la scultura come pure il disegno, la fotografia o la calcografia sono i campi e le tecniche artistiche in cui ha voluto cimentarsi e sperimentare. Questa sua febbrile attività lo colloca oggi tra i protagonisti di quella giovane generazione artistica romana che, a cavallo degli anni '70, stava aprendo nuove ipotesi di concettualità attraverso l'utilizzo dei differenti media. Dalla sua scomparsa, moltissime le mostre dedicate all’artista, organizzate da gallerie private ed istituzioni museali. Giunge proprio in questi giorni l’importante notizia che conferma la grande attenzione della critica internazionale per l’artista Di Sarro, premiando il suo impegno febbrile, la singolarità del suo linguaggio e la qualità della sua ricerca. Nel mese di ottobre 2008 a Parigi, alla Galerie Satellite, la mostra Luigi

Di Sarro et Pietrantonio (Pietrantonio, che vive e lavora a Parigi, era stato allievo di Di Sarro all’Accademia di Belle Arti di Roma), con testo in catalogo di Emma Ercoli, viene visitata dal Conservatore per la fotografia del Centre Pompidou (Beaubourg), che apprezza le fotografie degli anni ‘70 dell’artista Luigi Di Sarro tanto da sceglierne alcune da sottoporre alla Commissione del Centre Pompidou, che delibera gli acquisti per le collezioni di fotografia del Museo. Il 13 gennaio 2009 la Commissione del Centre Pompidou dà parere favorevole all’acquisto delle fotografie di Luigi Di Sarro, che pertanto si trovano già nelle collezioni del Museo parigino. Attualmente le opere dell’artista sono presenti nella mostra “Capolavori d’arte in Calabria dal Medioevo al Novecento” a cura di M. Pia Di Dario Guida e To-

nino Sicoli. L’evento è stato inaugurato a Cosenza lo scorso dicembre e rimarrà aperta tutto febbraio 2009. Il percorso espositivo si conclude con le opere di Rotella e Di Sarro, protagonisti del Novecento in Calabria. Nel mese di gennaio è stata inaugurata, presso la Galleria Peccolo di Livorno, la mostra: Luigi Di Sarro. “Fotomontaggi 1974-75” con la pubblicazione di un catalogo delle Edizioni Peccolo, edito in 4 lingue, con uno scritto di Flaminio Gualdoni. Recente è anche la pubblicazione del libro L’orlo del vuoto. Vita, morte e arte di Luigi Di Sarro (Skira, Milano 2008), nel quale Angelo Capasso racconta la vicenda umana e artistica dell’artista. Dal 1981 a Roma, per iniziativa di Alba Mazzei Di Sarro, è attivo il “Centro di documentazione della ricerca artistica contemporanea Luigi Di Sarro”, che


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 29

CALABRIA Nota di Maurizio Vento, Peppino Ruberto, Roberto Costanzo e Giampaolo Bevilacqua in seguito alla fuoriuscita dal Pdl di Aurora Gatto e Francesco Ruberto

«Lamezia è ben rappresentata alla Provincia» «Bisogna imparare a guardare al di là del proprio naso per una nuova cultura politica» LAMEZIA TERME — «Lascia esterrefatti la polemica in corso suscitata dalla formazione del gruppo consiliare ”Terza Via“ costituito, nell’ambito del consiglio comunale di Lamezia Terme, in seguito alla fuoriuscita dal Pdl della consigliera Aurora Gatto e del consigliere Francesco Ruberto». Si legge in una nota di Maurizio Vento, Peppino Ruberto, Roberto Costanzo e Giampaolo Bevilacqua esponenti del Pdl lametino. «Non interveniamo nel merito - continua il documento - in quanto riteniamo insindacabile una libera e consapevole scelta di carattere politico dando per assodato che ognuno può attribuirvi ogni significato possibile. Intendiamo però esprimerci in relazione all’incontrovertibile caduta di livello della politica che, in tal modo, continua a manifestare le insanabili crepe determinate dallo stravolgimento del suo originario significato e scopo così come riteniamo di dover intervenire relativamente al comunicato che, i consiglieri Gatto e Ruberto, hanno diffuso in risposta al documento del coordinamento cittadino del Pdl che li ha tacciati di trasformismo strumentalmente finalizzato al compimento di questo o quell’interesse di carattere puramente personale. Nel documento pubblicato viene sottolineata l’inadeguatezza del Pdl che, fra gli altri errori commessi, avrebbe fatto anche quello di sostenere una catanzarese anziché un lametino per l’elezione alla presidenza della provincia di Catanzaro. Precisando che, in genere, è opportuno (oltre che rispettoso) riferirsi alle persone indicandone nome e cognome piuttosto che la città di provenienza, riteniamo di poter affermare che la presidente

Wanda Ferro ha dimostrato, con i fatti, la sua dichiarata volontà di dare spazio, voce e autorità politica alla città di Lamezia Terme e al suo ampio territorio mantenendo così fede all’intenzione di abbattere ogni divisione tra due realtà che possono solo trarre forza e incisività dall’unione di intenti e interventi volti a favorirne un sempre maggiore, costruttivo e determinante sviluppo. Al di là dei progetti e delle azioni politiche, civili e sociali già avviate dall’amministrazione provinciale di Catanzaro, riteniamo di poter affermare che una rappresentanza della città di Lamezia Terme è significativamente riconosciuta laddove Maurizio Vento (territorio lametino) è stato nominato vicepresidente della giunta provinciale; Peppino Ruberto (Lamezia) è stato scelto quale vicepresidente del consiglio provinciale; Roberto Costanzo (Lamezia) è l’assessore provinciale alle attività produttive; Salvatore Vescio (Lamezia) è assessore provinciale ai Lavori pubblici; Salvatore Pirelli (Lamezia) è presidente dell’Asisp; Giampaolo Bevilacqua (Lamezia) è consigliere di amministrazione della Sacal e Alessandro Isabella è stato nominato nel consiglio di amministrazione di Lamezia Europa. Le polemiche, da sempre, - conclude la nota - sono buone soltanto a far perdere di vista i fatti e gli atti concreti e, in sostanza, dimostrano l’innegabile incapacità di dare ogni possibile e verosimile contributo ad innescare e condurre un processo capace di ridare senso e valore, forza e radicamento ad una nuova cultura politica che, oggi più che mai, necessita della formazione di una classe dirigente in grado di guardare al di là del proprio naso».

LAMEZIA Un giovane è stato trovato con sette grammi di hashish, nascosti all’interno dei pantaloni

21enne di Rende arrestato per spaccio LAMEZIA TERME — Un giovane

di 21 anni, S. L. le iniziali, di Rende, è stato arrestato dai carabinieri di Lamezia Terme, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupe-

facenti. Il giovane, durante una perquisizione personale e veicolare, è stato trovato con sette grammi di hashish, nascosti all'interno dei pantaloni.

Al termine degli accertamenti, il giovane è stato dichiarato in arresto per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e successivamente tradotto presso la locale casa circondariale. (Agi)

LAMEZIA TERME L’incontro si concluderà con l’intervento di Paolo Abramoe con la consegna degli attestati

Il progetto di Unioncamere tra scuola e lavoro LAMEZIA TERME — Il 3 marzo avrà luogo un progetto realizzato da Unioncamere Calabria, che ha permesso di sviluppare 8 percorsi di Alternanza ScuolaLavoro nel territorio della regione coinvolgendo 3 istituti scolastici della provincia catanzarese, 3 con sede a Reggio Calabria e 2 della provincia di Crotone. L’apertura dei lavori, fissata per le ore 10 spetterà a Maurizio Ferrara, segretario generale Unioncamere Calabria. Seguirà la presentazione degli 8 percorsi Alternanza scuola lavoro 2008. All’incontro prenderanno parte un rappresentante dell‘Ufficio scolastico regionale, la dottoressa Giuseppina Pedicini, dell’Istituto Tagliacarne, il dott. Antonio Zumbo, del Dipartimento Cultura-Istruzione Università - Ricerca scientifica Alta formazione della Regione Calabria. L’incontro si concluderà con

Unioncamere è uno dei principali attori per la crescita e la competitività del sistema economico l’intervento di Paolo Abramo, presidente di Unioncamere Calabria e con la consegna degli attestati partecipazione agli allievi degli 8 istituti. Sarà Paolo Abramo ad illustrare le finalità di questo importante progetto, portato a termine con successo, che s’inquadra in una più ampia politica di valorizzazione del capitale umano. Unioncamere Calabria, assieme alle Camere di Commercio, infatti rappresenta

uno principali attori regionali a supporto dei processi di crescita e competitività del sistema economico locale, nonché un importante strumento di congiunzione con la realtà globale. Tra queste attività di qualificazione del capitale umano, rientrano le azioni di orientamento e formazione qualificata di nuove risorse, attraverso l’erogazione di percorsi di formazione specialistica, di alternanza scuolalavoro e di formazione di nuovi imprenditori. Oltre a facilitare i contatti tra il mondo della scuola e le imprese, attraverso tirocini e stages in azienda, Unioncamere, sempre tramite i Fondi Perequativi 2005, sta promuovendo “Universitas Mercatorm”, l’Università telematica del sistema camerale che offre un’opportunità di crescita rivolta agli occupati che vogliono formarsi e conseguire un titolo accademico “frequentando” corsi on-line.

La lettera di una cittadino dopo un ricovero in cui vengono ringraziati medici e dottori LAMEZIA L’incontro sarà concluso da Lorenzo Cesa

«Sinergie ed elevata competenza I Giovani dell’Udc all’Ospedale civile di Lamezia Terme» al Congresso cittadino LAMEZIA TERME — In un luogo di cura, dove si incrociano centinaia di storie dolorose, spesso senza speranze, non sempre è facile saper incontrare la sofferenza umana e fornire una risposta che vada al di là delle terapie. Curare la malattia non è curare il malato. Quante volte negli occhi dei pazienti si legge la paura e un senso di solitudine, stati d’animo che un rapporto umano, rispettoso, può alleviare, rendendo meno gravoso e meno triste il periodo di malattia. Ci sono operatori della sanità consapevoli di simili realtà, professionisti il cui servizio è reso anche perché il malato, che loro pongono al vertice, non si senta “numero” della complessa macchina ospedaliera, ma ancora una “persona” con la sua dignità. Di costoro serba un buon ricordo chi ha avuto la fortuna di incontrarli nel percorso di cura, più o meno doloroso, più o meno rischioso, come testimoniano le persone che elogiano il loro operato e affidano i propri racconti all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Ospedale di Lamezia Terme. L’ultimo di tali riconoscimenti è stato reso dalla sig. ra T. P., che ha dato il suo consenso per la diffusione a mezzo stampa della testimonianza

che segue: «La presente lettera vuole manifestare il nostro più sincero apprezzamento per l'alto livello di assistenza sanitaria riscontrato in occasione del recente ricovero presso l'Ospedale Civile di Lamezia Terme, dove l'elevata competenza professionale di tutti gli operatori sanitari coinvolti e la perfetta sinergia tra i reparti hanno consentito il felice esito di una gravidanza con elevato rischio per la madre e per la nascitura. Particolari complimenti e ringra-

ziamenti al Primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia dott. Corea che, coadiuvato da ottimi collaboratori, ha programmato ed eseguito un delicato intervento chirurgico con perizia esemplare, tempismo impeccabile e preparazione organizzativa perfetta. Analogo riconoscimento sentiamo di tributare al Dott. Canepa per il pronto e decisivo intervento sulla neonata, nonché a tutto il reparto di Neonatologia per l'efficienza, la gentilezza e la pazienza profuse. Desideriamo, altresì, esprimere la nostra gratitudine alla dott. ssa Mancini e a tutto il personale della Uo di Anestesia e Rianimazione per l'alto grado di professionalità ed umanità dimostrato. Non ultimo, un doveroso riconoscimento al dott. Zoccali, primario del reparto di Urologia, per la pregevole e qualificata consulenza. Si tratta di un ulteriore esempio di ottima sanità, che merita di essere reso pubblico per gratificare tutte quelle figure, medici e non, che nella nostra regione si contraddistinguono non solo per le elevate competenze professionali, ma anche per la dedizione, la passione al lavoro e l’attenzione alla persona e, soprattutto, per dar fiducia a quanti cercano adeguata assistenza nel difficile momento della malattia».

LAMEZIA TERME — «Il movimen-

to giovanile dell’Udc di Lamezia Terme aderisce convintamente e con passione al Congresso Cittadino dell’Udc, che si terrà sabato prossimo alle 9.30 al Teatro Umberto che sarà concluso dal segretario nazionale Lorenzo Cesa» si legge in una nota dei Giovani dell’Udc. «All’assise prosegue la nota - un fondamentale contributo alla dialettica finalizzata per l’affermazione del nuovo soggetto politico dell’Unione di Centro, sarà portato dal “gotha” dell’Udc calabrese: il commissario provinciale Armando Dionisi, il segretario regionale Francesco Talarico, il vice segretario nazionale Mario Tassone, il vice presidente del consiglio regionale Francescantonio Stillitani, il capogruppo in consiglio regionale Michele Trematerra, il presidente dell’Udc regionale Gino Trematerra e il deputato Roberto Occhiuto. Arriviamo - continua la nota - a questo appuntamento dopo una serie di riflessioni e confronti preparatori che, partendo dalla realtà politica del nostro territorio, si inseriscono in quella più ampia della politica nazionale,

«Questo congresso ci aiuterà a fare grandi passi in avanti nel grande serbatoio della politica» mirando ad una linea moderata di centro. Questo congresso conclude la nota dei Giovani dell’Udc - ci aiuterà a fare grandi passi in avanti nel grande serbatoio della politica costruttiva e sana, alla luce anche dell’importanza programmatica pre-elettorale del momento, nella quale, peraltro, notevole importanza, responsabilità e incisione, rivestirà la dirigenza cittadina del partito che sarà eletta in tale circostanza». Il movimento giovanile dell’Udc di Lamezia Terme aderisce dunque convintamente e con passione al Congresso Cittadino dell’Udc, che si terrà domani alle 9.30 al Teatro Umberto.


30 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA OPERAZIONE SISIFO Il rappresentante della Procura ha proposto la convalida delle pene per gli imputati coinvolti nell’inchiesta antiusura

Chiesta la conferma delle 7 condanne Avrebbero vessato dal 1999 al 2007, giorno del loro arresto, un imprenditore e le sue figlie CATANZARO — Il rappresentante

della Procura generale di Catanzaro, l'avvocato generale dello Stato Dolcino Favi, ha chiesto ieri, nel corso del processo davanti alla Corte d'appello, la conferma delle sette condanne inflitte in primo grado ad altrettanti imputati coinvolti nell'operazioneantiusura "Sisifo". I giudizi abbreviati nei loro confronti si conclusero lo scorso 28 marzo, davanti al giudice dell'udienza preliminare di Lamezia Terme, Angelina Silvestri, che ritenne tutti colpevoli e li condannò alle seguenti pene (così scontate di un terzo per la scelta del rito alternativo) Antonio Salatino, 41 anni, a 4 anni di reclusione e 10.000 euro di multa; Sergio Ugo Greco, 49, a 5 anni e 12.000 euro; Concetto Trovato, 41, a 4 anni e 2 mesi più 10.000 euro; Rosario Notarianni, 50, a 3 anni e 4 mesi più 6.000 euro; Giovanni Notarianni, 36, a 3 anni e 6.000 euro; Francesco Olandini, 59, a 3 anni e 6.000 euro; e Vincenzo LAMEZIA TERME — Un calendario da

regalare alla città per ricordare 80 anni di storia che hanno attraversato gli ex comuni di Nicastro, Sambiase e Sant'Eufemia prima e di Lamezia Terme poi raccontando un legame andato di pari passo con le vicende che hanno caratterizzato lo sviluppo della terza città della Calabria. Questa l'idea che l'azienda Tripodi, titolare dell'omonima concessionaria di auto, ha avuto per celebrare i suoi 80 di Lirio Abbate* ROMA — La 'ndrangheta allarga sempre di più i propri interessi illegali nelle regioni italiane e nei Paesi europei, infiltrandosi nella politica, pilotando gli appalti, gestendo il traffico internazionale di cocaina con i colombianie riciclando enormi capitali di provenienza illecita. La mafiasiciliana, Cosa nostra, dopo gli arresti dei capi delle famiglie mafiose e di molti latitanti, sembra non aver perso il proprio smalto, tanto che l'organizzazione è in fibrillazione. La camorra, invece, costituita da gruppi criminali, "erogaservizi" in Campania. L'analisi della mafie in Italia è della Direzione nazionale antimafia (Dna), guidata da Piero Grasso, che esamina le varie organizzazioni nel rapporto annuale consegnato al procuratore generale presso la Corte di Cassazione e alla Commissione parlamentare antimafia. In oltre ottocento pagine vengono offerti elementi per delineare il quadro delle dinamiche e delle strategie delle associazioni mafiose. «La 'ndrangheta - secondo la Dna - trae nuovo potere,

Giampà, 39 anni, a 7 anni e 4 mesi più 14.000 euro. Dopo il sostituto procuratore generale hanno preso la parola i legali delle parti civili sono costituiti gli imprenditori presunte vittime degli strozzini, il Comune di Lamezia Terme e l'associazione Antiracket (rappresentati dagli avvocati Ugo Custo, Eugenio Battaglia e Francesco Rizzuto) -, e poi i difensori degli imputati (gli avvocati Giuseppe Spinelli, Tiziana D'agosto, Francesco Stilo, Aldo Ferraro, Renzo Cavarretta, Lucio Canzoniere, Giancarlo Nicotera, Gianluca Careri), i quali, come in primo grado, hanno sottolineato un'asserita la carenza delle indagini che hanno determinato l'incriminazione dei loro assisti per il reato di usura, nonché l'inattendibilità delle dichiarazioni rese dalla persona offesa, l'imprenditore che i sette avrebbero "costretto" a pagare tassi usurari, il quale, secondoquanto sostenuto dagli inquirenti, non poté fare a meno di dire la ve-

rità dopo quanto emerse dalle intercettazioni. Infine, il processo è stato rinviato al 13 marzo per l'ultima arringa, dell'avvocato Francesco Gambardella, e poi la sentenza della Corte presieduta dal giudice Esposito. Tutti gli imputati finirono in manette il 7 marzo del 2007, quando la Polizia di Stato e la Guardia di finanza portarono a termine l'operazione antiusura chiamata in codice "Sisifo", coordinata dal sostituto procuratore Maria Alessandra Ruberto. I sette, secondo le accuse, avrebbero vessato dal 1999 al 7 marzo dello 2007, giorno del loro arresto, un imprenditore e le sue figlie, costringendoli a pagare somme di denaro a titolo di rimborso di capitale ed interessi, con tassi che raggiungevano anche il 240% annuo. L'imprenditore e le figlie sarebbero stati anche minacciati, tant'é che fra le accuse complessivamente contestate compaiono proprio le minacce, nonché l'estorsione tentata e consumata.

Lamezia, Confcommercio vuole stabilire regole uguali per tutti LAMEZIA TERME — «Apprendiamo con viva soddisfazione che le osservazioni e le preoccupazioni che Confcommercio aveva espresso sulla merce messa in vendita proveniente dalla Cina ha avuto riscontro in due brillanti operazioni della Guardia di Finanza di Lamezia Terme» si legge in una nota di: Salvatore Cittadino, Pino Giglio, Aldo Rametta e Michele Raffaeledi Confcommercio. «Con cio la nostra associazione - prosegue - dimostra che non di ragioni ostili nei confronti di cittadini di altre nazioni ma che la sua azione era mossa dalla necessità di stabilire regole uguali e certe per tutti, italiani o cinesi che fossero. Ma sopratutto si trattava di garantire il consumatore che come avevamo

previsto rischiava di trovarsi nelle mani merce mancante dei requisiti di qualità richiesta dalla normativa vigente sopratutto in materia di sicurezza. Confcommercio, nella qualità di associazione di imprenditori conferma di non aver nessun pregiudizio nei confronti di nessuna attività e di nessun commerciante e di credere fermamente nel principio del libero commercio ma deve ribadire che perchè questo sia effettivamente libero deve garantire al consumatore la certezza del prodotto ed agli imprenditori parità di condizioni. Auspichiamo - conclude - quindi che la Guardia di Finanza continui la sua opera meritoria di controllo al fine di dividere imprenditori corretti da quelli che non lo sono».

LAMEZIA TERME Iniziativa dell’azienda di Nino Tripodi per celebrare i suoi 80 anni

che ha detto di»non avere alcun rimpianto» quella di stamani è stata anche l'occasione per celebrare la storia di «un'azienda - ha dichiarato - che ha contribuito, per quello che ha potuto, allo sviluppo della città». Il sindaco, Gianni Speranza, ha evidenziato che «qui oggi c'é una continuità imprenditoriale di una famiglia, di un'azienda, che ha rappresentato, dal punto di vista civile, questa regione ed è anche un punto di forza».

Un calendario da regalare alla città anni di attività facendo stampare, per l'occasione, 300 calendari, tutti doverosamente numerati. Stamattina, infatti, nei locali di una delle più antiche concessionarie della Calabria, il titolare Nino Tripodi, ha pre-

sentato un originale calendario con protagoniste le ultime nate in casa Fiat affiancate ai panorami ed agli scorci più suggestivi di Lamezia Terme. Le foto, opere del fotografo Aldo Canino, con un gioco cromatico (in

bianco e nero il paesaggio ed a colori le auto) vogliono «dimostrare - ha detto Canino - quanto sia radicato il legame tra la concessionaria e la nostra città, collegando tutto con i luoghi simboli di Lamezia». Per Tripodi,

E’ quanto si legge nel rapporto annuale della Direzione nazionale antimafia

«Le mafie sono infiltrate anche negli enti pubblici» sempre crescente, che si traduce, inevitabilmente, in forza di condizionamento politico, in strumento di pressione, che si somma all'intimidazione e alla violenza, dotazione di cui le cosche non esitano a fare uso ogni volta che ve ne sia necessità». Per la Dna «la 'ndrangheta assume sempre più i caratteri di grande organizzazione criminale, ma nel contempo di forza eversiva dell'ordine democratico del Paese, di tutto il Paese». Le caratteristiche di frammentazione e fluidità della 'ndrangheta descritte dalla procura nazionale antimafia, ne spiegano la straordinaria capacità di infiltrazione ed espansione affaristica, tanto che pure le

«La 'ndrangheta trae potere che si traduce in condizionamento politico e in pressione» autorità statunitensi la ritengono «la più affidabile e costante partner dei narcotrafficanti colombiani». La Dna, in base alle indagini svolte dalle procure siciliane, traccia un profilo di Cosa no-

stra ancorata sempre più nella pubblica amministrazione, negli appalti e nella grande distribuzione alimentare. E che tenta di tornare a gestire il traffico internazione di droga. «E' troppo nota - scrivono i magistrati della Dna - la capacità di Cosa nostra di ristrutturarsi e di riorganizzarsi, mantenendo intatte la sua vitalità e la sua estrema pericolosità, perché ci si illuda che lo Stato, approfittando della sua momentanea debolezza, possa più agevolmente e definitivamente sconfiggerla». La procura nazionale sottolinea che «gli organi deputati al contrasto di Cosa nostra hanno bisogno di poter disporre di nuovi, più affinati e sempre più

efficaci, strumenti normativi per tenere testa all'organizzazione criminale; la quale, com'é noto, ha una spiccata abilità nel mettere in campo sofisticate tecniche di resistenza per fronteggiare l'azione repressiva dell'autorità giudiziaria». Per la Dna «il legislatore, con sensibilità e attenzione verso il fenomeno, dovrebbe costantemente adeguare il complesso normativo antimafia alle esigenze poste dall'attività della criminalità mafiosa» La camorra, invece, per la Dna è un gruppo di cla «deputati all'erogazione di servizi: dal trasporto e smaltimento dei rifiuti alla fornitura di inerti, dalla distribuzione di idrocarburi da autotrazione alla fornitura di prodotti industriali contraffatti, dalla fatturazione di operazioni inesistenti alla semplificazione delle procedure amministrative». «Si tratta scrive la Dna - di una gigantesca offerta di servizi criminali che corrisponde e si nutre di una proporzionale domanda di abbattimento dei costi (e dunque di moltiplicazione delle opportunità di profitto) dell'impresa legale». *Ansa


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 31

CALABRIA SOVERATO Il segretario cittadino dei Popolari Europei verso il Pdl, Vincenzo Cilurzo, sulla tutela della salute del cittadino e della collettività

«Elettrosmog: nessuna certezza» «Serve una serie riflessione, i pareri sull’inquinamento elettromagnetico sono contraddittori» SOVERATO — «L’attendibile no-

ta del Prof. ing. Giancarlo Spadanuda Consulente Tecnico Scientifico della Magistratura in tema di elettrosmog relativamente all’inquinamento elettromagnetico impone l’ennesima seria riflessione nella direzione della tutela della salute del cittadino e della collettività». Sono le parole di Vincenzo Cilurzo, segretario cittadino dei Popolari Europei verso il Pdl. «In questo contesto - continua l’esponente politico -, infatti, emerge l’impossibilità da parte di nessuno di dare certezze anche se, purtroppo, le sentenze, puntualmente riportate dall’Ing. Spadanuda, sembrano ribaltare SOVERATO — Quest’anno la Borsa

Internazionale del Turismo, tenutasi presso il grande polo fieristico di Rho, ha rivestito un significato particolarmente incisivo, visto il momento economico e sociale difficili che questi tempi stanno attraversando. Dalla Calabria fra i numerosi presenti, abbiamo incontrato Vittoria Camobreco, giornalista e presidente dell’Associazione Ami Calabria B&B di Soverato, quest’anno inviata speciale dell’emittente televisiva Telejonio Mondialvideo. «La travel industry in questa edizione Bit, la ventinovesima, ha rappresentato un globale gesto di fiducia e speranza nel futuro. La crisi di ci tutti parlano, ha toccato anche il settore del turismo, ma questo variegato e milionario comparto dell’economia mondiale ha espresso grande determinazione nel voler sfidare le difficoltà oggi presenti sul mercato, mostrando un volto cauto ma ottimista. “Nice to Bit you” non per niente è stato lanciato questo claim, - afferma Camobreco - proprio per dare un benvenuto speciale a tutti i visitatori ma anche agli espositori stessi che armati di buona volontà stanno facendo fronte ai problemi economici che attanagliano l'economia mondiale. Le novità sono state tante, per ciò che riguarda la nostra Regione, si è presentata forte della nuova legge sul riordino dell'organizzazione turistica, la n.8 del 2008, di pochi mesi fa appunto, e quindi di tutte le normative legate alle strategie di promozione del territorio. Per la Calabria si presentano grazie a questa legge importanti opportunità per migliorare, per conoscere e indirizzare gl'interventi nelle direttive giuste, ad esempio attraverso il Piano Regionale di Sviluppo Turistico Sostenibile, articola-

e contraddire quanto affermato in questi giorni da illustri ed esperti interlocutori che hanno voluto con determinazione rispondere alle mie preoccupazioni che manifesto ormai da anni. In questi giorni si sono susseguiti una serie di pareri che sono apparsi a dir poco contrastanti. Dall’oncologo affermato e sulle cui competenze non ci permettiamo di sollevare dubbi di sorta al giovane ed emergente ricercatore al quale vogliamo con estrema fiducia attribuire altrettanto affidamento e attendibilità. Quello che continua, invece, a destare perplessità è che nel contesto di tali dichiarazioni sia stata per l’ennesima volta

posta la questione “allarmismo” che ritengo di dover rigettare in virtù del contesto in cui la discussione è stata posta. Il fatto che il fumo rappresenti uno degli oltre 150 agenti elencati dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) come cancerogeni, nel particolare, nulla ha a che vedere con l’elettrosmog che è ben altra cosa e pertanto il paragone, nella fattispecie, è improponibile. Il fatto di evidenziare che tra Soverato Sup ed aggiungo Via Trento e Trieste cinta da tutta una serie di antenne radio vi siano stati in questi ultimi anni innumerevoli casi di patologie tumorali non è allarmismo ma dato di fatto fa-

cilmente accertabile sul quale eventualmente intraprendere uno studio epidemiologico serio ed attendibile probabilmente mai avviato in città e dal quale ottenere dati di confronto oggetto di approfondimento. Vorrei semplicemente ricordare che l’azione o un sollecito volto a sensibilizzare l’opinione pubblica, la classe politica e gli operatori di settore di fronte a determinate tematiche debba essere sempre seriamente presa in considerazione in quanto degne della massima attenzione. Tutti ci auguriamo che chi afferma l’inesistente correlazione tra inquinamento elettromagnetico e neoplasie abbia ragione ma

l’Amministratore che da quanto abbiamo avuto modo di comprendere pone certezze nella più totale incertezza non dimentichi e non perda il filo con questo principio. La prima domanda da porsi è se i campi elettromagnetici abbiano la proprietà di causare un danno, nel caso specifico il cancro. La risposta a questa domanda è che non si sa. E' vero quanto dice il ministro Umberto Veronesi (su La Stampa del 9 aprile): le onde elettromagnetiche non rientrano tra i 151 agenti elencati dall'Agenzia internazionale per le ricerche sul cancro (Iarc) come cancerogeni certi o probabili per l'uomo».

SOVERATO Vittoria Camobreco racconta l’avventura alla Borsa Internazionale del Turismo

e diversificate peculiarità che la connotano ai primissimi posti fra le mete più ambite al mondo; nessuno può resistere alla bellezza delle città d'arte, al mare, alle tradizioni più antiche e naturalmente alla gastronomia, immenso patrimonio di cui andare fieri. Alla Bit, evento tra i più laici, viste le diversissime identità mondiali, quest’anno ha esordito anche il turismo religioso, per i “viaggiatori dell'anima”, un comparto che muove corca 300 milioni di persone l'anno, con un giro di affari di oltre 18 miliardi di dollari, di cui 4,5 generati solo in italia. Il workshop dedicato a questa tipologia di turismo ha visto circa 60 tra incaricati diocesani, agenzie di viaggio, animatori parrocchiali, e circa 150 rappresentanti di servizi quali centri diocesani di accoglienza, luoghi di culto, destinazioni di pellegrinaggi in Italia e in ogni parte del globo. Ovviamente ciò sta a significare che la Calabria potrà avere mille opportunità d'incentivare questo tipo di turismo, viste le connotazioni storico-religiose che presenta nel suo variegato territorio». Quali sono stati i numeri che hanno caratterizzato questa Bit 2009? «I numeri sono tanti, tantissimi, qui ogni elemento viene analizzato, conteggiato, percentualizzato, per poi essere inserito nelle statistiche. Possiamo dire che questa 29 ma edizione che vede festeggiare la 24 ma edizione del Buyitaly, ha riscontrato oltre 2000 Seller in rappresentanza dell'offerta italiana e 560 Buyers provenienti da ogni parte del mondo e nelle più svariate specie: turismo al mare, ai monti, i viaggi d'autore, l'enogastronomia, i laghi, l'escursionismo, l'esotico, l'arte, la cultura, i viaggi in caravan, l'agriturismo e chi più ne ha più ne metta!».

Alla Bit 2009 di Milano con Telejonio

Lo staff di Telejonio

to in Progetti che terranno conto dello scenario globale riguardante l'offerta turistica, fra analisi della domanda, obiettivi, strategie di mercato, comunicazione, attività degli Stl, ecc. Finalmente una Carta dei Diritti del Turista che vedrà una obbligatoria etica comportamentale nei servizi turistici, dal volo alla ricettività e che lascerà davvero poco o nullo spazio all'improvvisazione e all'idea che il turista sia un provvidenziale pollo da spennare, da far alloggiare in stamberghe dove il frigorifero più nuovo è un Indesit del 1962, scarto della vecchia casa e i materassi comprati di seconda mano. Una legge che ci fa sentire protagonisti e professionisti. Alla Bit la Regione Calabria ha riscos-

so come sempre un gran successo, per la bellezza dello stand, sobrio e allo stesso tempo ricco di spunti, di colore, una vera atmosfera mediterranea completata poi da un testimonial d'eccellenza quale Rino Gattuso che con lo slogan appassionato che tutti abbiamo visto sulle reti nazionali, esprime il vero carattere del calabrese, positivo, sorridente, ottimista». Oltre a rappresentare un evento fieristico e quindi un polo di contratti e affari, questa fiera, è il cuore dell’incontro di culture all'interno del quale la conoscenza e l'approfondimento contribuiscono ad arricchire il bagaglio esistenziale di chi ha la possibilità di essere presente nei giorni di festa del turismo. «In effetti, questa è l'aria che si respi-

ra e, - continua Camobreco - per citare un'affermazione pubblicata dal quotidiano nazionale Il Giorno “Se alla poppa del Titanic ci andranno ancora una volta Di Caprio e Winslet, si tengano pure il finale tragico, a Milano i viaggiatori amano le storie che finiscono bene... se c'è un porto d'attracco è lassù, dalle parti di fieramilano, il nome è bello come un acronimo, come un sms d'amore, Bit!.. ” ciò per indicare che essere presenti a questo evento vuol dire intanto saltellare fra 140 Paesi del mondo e senza soffrire la nausea del jet-lag, conoscere sistemi di comunicazione più svariati, dalla tecnologia più sofisticata del web, ai segnali di fumo degli Indiani d'America, prendere spunto dall'innovazione quanto dalla tradizione. Avere ricevuto da parte di Telejonio, la tv sensibile alle tematiche turistiche, l’invito a recarmi in questa sede per realizzare il reportage tv, mi ha entusiasmato e onorato moltissimo anche perchè occupandomi di turismo, avrei raggiunto una meta a me molto congeniale, all'interno della quale individuare trend, novità, nuove possibili azioni di promozione turistica, oltre che avere l'onore di regalare al mio numeroso pubblico uno speciale tv tutto da seguire. Nel panorama di questo business-to business, numerose sono state le new entry a livello mondiale come la Cambogia, la Slovacchia, la Bulgaria, la Costa d'Avorio, le Isole -Fiji, le Filippine e il meraviglioso Kenia che spero di visitare. L'Italia ha come sempre, tenuto banco con le proprie


32 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERIA MANNELLI Su proposta del Segretario Chiodo e con voto unanime dell’Assemblea degli iscritti sono stati nominati 14 componenti

Circolo del Pd, eletto il direttivo «Si cercherà il coinvolgimento di tutte le forze politiche organizzate presenti sul territorio» SOVERIA MANNELLI — Al termine di un’affollata Assemblea tenutasi il 21 febbraio 2009 si è concluso il processo costituente del Partito Democratico di Soveria Mannelli con l’elezione del Comitato Direttivo del Circolo. Su proposta del Segretario, Michele Chiodo, e con voto unanime dell’Assemblea degli iscritti, sono stati eletti 14 componenti nel rispetto della norma statutaria sulla parità di genere: Teresa Canino, Simona Cavalieri, Delia Cerra, Rosetta Chiodo, Tiziana Crispino, Pasqualina Marasco e Giovanna Spina, per la quota femminile; Franco Anastasio, Massimo Bonacci, Davide Cardamone, Alberto D’Arrò, Mario Lucente, Giuseppe Pascuzzi e Giuseppe Portafoglio, per quella maschile. Del Comitato Direttivo fanno parte, altresì, i consiglieri comunali in carica aderenti al Partito Democratico: Mimma Caloiero, Lello Cerra, Mario Marasco e Pasquale Pascuzzi. L’elezione è stata preceduta da un articolato e proficuo dibattito che ha fatto seguito alla relazione politica introduttiva del Segretario il quale, dopo aver espresso grande soddisfazione per il successo della campagna di

adesione al Partito sia in termini quantitativi che qualitativi, ha illustrato le linee di indirizzo programmatico che informeranno la conduzione del Partito. Ampio coinvolgimento nella gestione del Partito, collegialità e condivisione delle scelte politiche, piena valorizzazione delle risorse interne con particolare riferimento a quelle femminili e giovanili largamente presenti nella base del Partito, costituzione di gruppi di lavoro tematici su determinate aree di interesse della comunità locale (politiche sociali, politiche ambientali e per il governo del territorio, politiche istituzionali e finanziarie, politiche per l’innovazione e per lo sviluppo economico, ecc.); sono questi i principi ai quali sarà improntata l’azione politica del Segretario e del Comitato Direttivo in un’ottica di costruzione di un Partito aperto ed inclusivo. Il dibattito che è seguito ha poi registrato numerosi, qualificati ed appassionati interventi che hanno posto in rilievo vari temi di politica generale e locale riservando particolare attenzione alla questione morale ed alla necessità di improntare l’azione politica, a tutti i livelli ed a partire da

quello più prossimo, al rispetto dei principi sanciti nel Codice etico approvato dal Partito e richiamato nello Statuto e nel Manifesto dei valori. Una speciale attenzione, infine, è stata riservata ai temi legati all’imminente consultazione elettorale amministrativa che vede il Partito Democratico fortemente impegnato e determinato a tentare di ribaltare un sistema politico-affaristico-clientelare che si è imposto in questo Comune da più lustri ma che ora dà evidenti segni di “cedimento strutturale” anche per effetto dell’incalzante ed incisiva azione politica svolta dall’opposizione di centrosinistra a livello istituzionale. In questa prospettiva il Partito Democratico di Soveria Mannelli cerchèrà il coinvolgimento di tutte le forze politiche organizzate presenti sul territorio e che sono realmente interessate ad offrire agli elettori un’alternativa di governo cittadino seria e credibile sulla base di un programma condiviso. Sono questi, quindi, gli impegni prioritari su cui il Segretario ed il neo eletto Comitato Direttivo, già convocato in seduta permanente, sono chiamati a misurarsi nei prossimi giorni.

Un nuovo libro di Mario Folino Gallo racconta alcuni interessantissimi eventi accaduti tra il 1850 ed i primi del 1900

“Falerna e la comunità evangelica” FALERNA — Nel quieto vivere, tipico dei piccoli paesi calabresi, e di mare, un signore come tanti, decide di dedicarsi alla ricerca storica, per narrare e capire le radici del suo paese e non solo. L’uomo si chiama Mario Folino Gallo, il paese è Falerna. Grazie alle sue ricerche storiche davvero molto importante, è riuscito nei diversi lavori ad avere un interessante spaccato della società del tempo. In particolare ha dimostrato la necessità di una revisione della storia della nascita di Falerna, che per la vulgata classica, risale al 1700. Grazie agli studi fatti, in particolare sui catasti onciari e allo studio degli archivi ecclesiastici, Folino Gallo, ha palesato l’esistenza di un piccolo nucleo già prima del 1700. Lavori ricchi di curiosità e di vita, di fame, di brigantaggio, la storia in pratica di questa terra. In questi giorni, un altro prezioso lavoro edito da Panda edizioni, è uscito nelle librerie: “Falerna e la comunità evangelica”, che si avvale della collaborazione della nota scrittrice Vittoria Butera. Dopo essersi occupato della storia settecentesca, con questo libro vengono narrati alcuni interessantissimi eventi accaduti tra il 1850 ed i primi del 1900, che successero a Falerna. Bisogna però

fare subito una precisazione. Chi crede che il libro sia interessante solo per un abitante del luogo, e che si limiti alla descrizione del territorio si sbaglia di grosso. In realtà la bellezza di questa narrazione storica, come dicevo, sta proprio nel dare, con lucidità e ricchezza di contenuti, uno spaccato della nostra storia, delle nostre origini. In questo libro in particolare si analizza l’importanza che la comunità evangelica ha avuto per il territorio, non solo attraverso l’evangelizzazione, ma contribuendo concretamente ad aiutare la comunità, allora poverissima. Ma nel libro c’è molto di più anzi diremmo che c’è tutto. Si intrecciano infatti le tematiche che accomunano la nostra terra, ma non solo. C’è l’immigrazione dei nostri avi, che cercarono miglior fortune in America, e fu proprio li che molti calabresi, e falernesi entrarono in contatto con gli evangelici americani, i quali decisero di accompagnar alcuni di questi immigrati nelle loro terre di origine e cominciare un lungo processo di evangelizzazione. Di particolare fascino sono anche le storie di ordinaria intolleranza, tra le due diverse religioni cristiane, quella cattolica e quella evangelista. Nel paese

In una nota la denuncia di Vincenzo Pitaro su alcuni fatti che avvengono nel paesino delle Preserre

A Gagliato c’è chi ruba i fiori GAGLIATO — «Davvero inaudito. Nottetempo, a Gagliato, c’è chi ruba persino i vasi con le piantine dei fiori, posti sui pianerottoli o sulle scale esterne delle abitazioni». Scrive Vincenzo Pitaro. «Questi furti continui, - continua Pitaro -peraltro indirizzati verso obiettivi ridicoli, sono curiosi per quanto si vuole ma ormai stanno diventando, per molti cittadini gagliatesi, piuttosto angosciosi. L’ultimo furto di vasi con le piantine di fiori, è accaduto l'altro ieri notte nella cen-

tralissima via Roma. I gagliatesi, che fino a poco tempo fa, ci scherzavano sopra, per quanto impazientiti dal protrarsi di questi strani episodi, ora hanno mutato atteggiamento. Alla luce di quanto accaduto ultimamente sembra infatti di trovarsi in presenza di una persona malata (probabilmente una donna) in grado di commettere qualche danno peggiore. Una maniaca, insomma, - conclude Pitaro che tra la cittadinanza crea - a buon diritto - non poca preoccupazione».

dove grazie alla figura di un distinto signore Raffaele Gatto, il quale contribuì decisamente nell’evangelizzazione di un consistente numero di paesani, si creò una netta divisione tra i cristiani ( i luridi così venivano definite dagli evangelici le parole pronunziate dai cattolici, mentre quest’ultimi definivano i catecumeni evangelici bestie, somari, pagani). Contrasti forti che sfociarono infine in un processo nei confronti del Gatto accusato di aver dissacrato la statua della Madonna. In realtà durante il processo fu scagionato e l’accusa fu ritirata. Ma ciò basta per far capire come il libro sia ricco di tutto ciò che si avvicendò a Falerna, ma in generale in tantissimi nuclei calabresi, visto che il fenomeno degl’evangelisti si espanse su tutto il territorio proprio dopo la venuta a Falerna. Storie di vita del nostro passato, di intolleranza, di migrazione, di fame, ma anche di insegnamenti, di mescolanze pacifiche tra culture diverse, racchiuse in un agevole libro che, consiglio a chi vuole capirne un po’ di più della ancora, purtroppo, lacunosa storia, della Calabria, e dei tanti paesini che la compongono. Luca Giovannone

Cicala L’inchiesta della Regione «A seguito di articoli di stampa apparsi sui quotidiani in merito al caso del minore di Cicala che non avrebbe trovato posto nelle rianimazioni di 5 ospedali regionali, il Dipartimento "Tutela della Salute", ha istituito una Commissione di inchiesta cui fanno parte il dr. Bonura e la dr. ssa Scordo». Lo rende noto un comunicato del portavoce della Presidenza della Giunta. «I due dirigenti - si legge nella nota -, si sono già attivati per svolgere un'indagine finalizzata alla conoscenza dei fatti e relazionare in merito.»

Amaroni, martedì scorso un incontro per riflettere sulla microcriminalità

I relatori

AMARONI — Una riflessione per sensibilizzare i cittadini sui recenti episodi di microcriminalità verificatisi ad Amaroni. Si è tenuto martedì scorso, nella sala consiliare del municipio, su iniziativa dei consiglieri comunali di minoranza Arturo Bova, Teresa Lagrotteria e Luigi Ruggiero. Nei giorni scorsi, infatti, per ben due volte a distanza di poco tempo, ignoti sono penetrati nella chiesa matrice di Santa Barbara ed hanno asportato il denaro dalla cassetta delle offerte generosamente donate dai fedeli. Gli stessi malviventi si sono abbandonati a vili atti di danneggiamento, avendo tra l'altro distrutto la porta d'accesso alla sacrestia. Tanto è bastato per provocare la reazione della tranquilla comunità locale, che ha condannato tali gesti. A parlare di prevenzione e di senso civico è stato Arturo Bova, aprendo il dibattito, presenti tanti cittadini e rappresentanti delle associazioni, della scuola, delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Per l’amministrazione comunale sono intervenuti il vicesindaco Antonio La-

grotteria e gli assessori Barbara Olivadoti e Rocco Devito. Presente anche il parroco, don Alessandro Iannuzzi, a cui è stata espressa vicinanza e solidarietà. «Non spetta a noi reprimere - ha rimarcato Bova - ma dobbiamo intervenire e fare soprattutto prevenzione». Tanti gli interventi dei partecipanti alla riunione, che hanno chiesto maggiori incontri sull’argomento, ma anche maggiore attenzione verso i giovani e nelle famiglie. Si è dibattuto di problematiche sociali, di devianze giovanili, di dialogo intergenerazionale: alla fine tutti d’accordo sulla proposta dei tre consiglieri promotori dell’incontro, consistente nell’istituzione di una consulta sociale comunale, per prevenire gli episodi delittuosi nella civile comunità amaronese. Una levata di scudi importante da parte delle forze sane di Amaroni in un momento in cui, a livello nazionale, da più parti si chiedono maggiori garanzie per la sicurezza sociale e la civile convivenza. Salvatore Taverniti

A Stalettì, studenti e docenti in chiesa al rito delle ceneri STALETTI’ — Con il mercoledì delle ceneri è cominciato il tempo delle Quaresima. A Stalettì il parroco don Roberto Corapi ha invitato in chiesa le scuole locali per la celebrazione del rito della cenere sul capo. Grande è stata la partecipazione, non solo di alunni, docenti e personale scolastico, ma anche di altri fedeli. «Tutti - ha affermato don Roberto - devono rendersi conto di quanto è importante questo rito che richiama alla conversione». «Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai»: con queste parole il parroco ha posto le ceneri sul capo di ogni bambino e di ogni fedele che si è accostato all’altare. «Dobbiamo convertirci, dobbiamo salvare la nostra anima, perché Dio che è amore vuole questo». Nella sua omelia, don Roberto ha sottolineato anche che «qualsiasi cosa facciamo, dob-

biamo farla non per essere gloriati dagli uomini, ma da Dio. Dio vede ogni cosa e ci ricompenserà. Elemosina, digiuno, penitenza: questi i tre pilastri della Quaresima che dobbiamo incarnare nella nostra vita, viverli ogni giorno. In un mondo fatto di frenesie, oggi abbiamo bisogno di fermarci, di metterci in ascolto della Parola di Dio, che parla all’uomo e dice convertiti, o uomo, e credi al Vangelo».. Un invito, quello rivolto da don Roberto augurando un buon cammino penitenziale, per tutti i cristiani: «vivere bene questo tempo di grazia che Dio ci regala per poter trasformare i cuori di pietra che fanno solo male, ed oggi tanti sono gli esempi di episodi terrificanti, in cuori di carne, che sanno amare e compiere il bene». Sa. Ta.


Pag. 33

APPUNTAMENTI il Domani

Venerdì 27 Febbraio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

REGGIO CALABRIA Il nuovo tour 2009 del cantautore bolognese approderà in riva allo Stretto il prossimo 23 marzo

Luca Carboni al teatro “Cilea” Sui palcoscenici di tutta Italia, per iniziare l’avventura di “Musiche ribelli” REGGIO CALABRIA — Il teatro

affascina anche Luca Carboni. Il cantautore bolognese, ha deciso, dopo il lancio del suo nuovo album “Musiche ribelli”, di iniziare una nuova e affascinante avventura sui palcoscenici di tutta Italia. Carboni parte da Padova il 6 di marzo con il suo nuovo tour 2009 e in giro per i principali teatri della Penisola, approderà anche in riva allo Stretto il prossimo 23 marzo, al teatro “Francesco Cilea”. A due anni dall’uscita del disco “Le band si sciolgono”, Carboni completa all’isola dell’Elba a fine dello scorso anno, le registrazioni del nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio, in cui sono inserite una serie di cover di brani di cantautori degli anni ’60 e ’70 tra cui quella di Eugenio Finardi che dà il titolo al cd, “Musica ribelle”, ed altre come “Vincenzina e REGGIO CALABRIA — In occasione dell'8 marzo, la Sezione Donna dell'Associazione Culturale Anassilaos e l'Anassilaos Giovani hanno promosso un incontro sul tema“Donne per la libertà. Profili di Donne”, che si terrà oggi alle ore 21 presso la Saletta di San Giorgio al Corso. L'iniziativa apre la serie di manifestazioni che l'Anassilaos, ormai da anni, promuove per la Festa della Donna. Nel corso del Convegno si parlerà di alcune figure femminili che si sono battute per la libertà , che si sono impegnate per l'emancipazione della donna, che sono state vittime, innocenti e inconsapevoli, della violenza della storia e degli uomini: un'agente della Polizia di Stato (Emauela Loi), due studentesse (Sophie Scholl e Norma Cossetto), una santa (Edith Stein), una giornalista (Anna Politkovskaja), una rivoluzionaria (Rosa Luxemburg). Ogni intervento sarà inframezzato da una proiezione video. In apertura dell'incontro Giovanna Melissari, Vice Presidente dell'Anassilaos/Donna,

L’ultimo disco di Luca Carboni

Oltre ai nuovi brani anche alcune canzoni del suo repertorio

la fabbrica” di Enzo Jannacci, “Raggio di sole” di Francesco De Gregori e “Venderò” di Edoardo Bennato. In questa nuova avventura musicale, l’artista bolognese nel suo tour “Musiche ribelli” oltre a riproporre alcuni dei suoi più grandi successi, presenterà al pubblico molti dei suoi brani inseriti nella raccolta del suo nuovo lavoro discografico, riadattando e rileggendo brani di indimenticabili cantautori che hanno segnato il panorama musicale italiano. Luca Carboni sarà accompagnato sul palco per una parte del concerto dal chitarrista e vocalist Riccardo Sinigallia, con cui duetterà nelle canzoni “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani inseriti nell’album uscito qualche settimana fa e che vede il cantautore romano anche in veste di co-produttore. In una

REGGIO CALABRIA L’incontro si terrà oggi presso la Saletta di San Giorgio al Corso

“Donne per la libertà. Profili di donne” ricorderà la Medaglia d'Oro al Merito Civile Emanuela Loi (1967-1992), cui è intitolata la sezione, agente della scorta del magistrato Paolo Borsellino, caduta nell'adempimento del proprio dovere il 19 luglio 1992, nella Strage di via d'Amelio, a Palermo nella quale perirono Paolo Borsellino, e gli agenti Walter Eddie Cosina, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli. Amanda Tympani parlerà invece di Sophie Scholl, l'indomita ragazza della Rosa Bianca, colpevole di aver stampato e distribuito dei manifestini nei quali inneggiava alla pace, che seppe nella Germania nazista con coraggio affrontare il breve processo rispondendo con forza e dignità al procuratore e poi subire la condanna a morte, alla quale andò incontro con una forza d'animo che stupì i carcerieri; Ileana Sidari trat-

teggerà la figura di Edith Stein (Teresa Benedetta della Croce) nata a Breslavia il 12 ottobre 1891 e morta ad Auschwitz. Filosofa, di religione ebraica, allieva di Husserl, di cui fu anche assistente, Edith Stein si convertì al Cristianesimo facendosi suora dell'Ordine delle Carmelitane Scalze. Arrestata dai nazisti in Olanda venne rinchiusa nel campo di concentramento di Auschwitz, dove morì il 9 agosto 1942. Nel 1998 Giovanni Paolo II l'ha proclamata santa e l'anno successivo Patrona d'Europa insieme a Santa Brigida di Svezia. La figura di Norma Cossetto, la giovane studentessa istriana che, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba, alla cui memoria il Presidente Ciampi ha conferito la Meda-

ROSSANO A palazzo S. Bernardino due eventi: un convegno sul centenario del terremoto e uno spettacolo teatrale

Disonorata... un delitto d’onore in Calabria ROSSANO — Domenica 1 marzo palazzo San Bernardino ospiterà due eventi importanti. Alle ore 18:00 nella sala rossa si terrà un convegno dal titolo “100 anni dal terremoto calabro – siculo (del 28 dicembre 1908) – I rossanesi in soccorso delle popolazioni colpite dal sisma”. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Rossano in collaborazione con l’associazione culturale Roscianum e la Biblioteca Minnicelli ha visto la collaborazione della Pro Loco di Rossano, guidata da Federico Smurra e dell’Associazione Con-Tatto presieduta da Francesco Caligiuri.

seconda fase del concerto, Carboni insieme alla sua band composta da Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli (chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre), proporrà insieme ai nuovi brani anche alcune canzoni del suo repertorio, come “Mare mare”, “Faccio i conti con te”, “Il mio cuore fa ciok”, “Farfallina” e ancora il vivace singolo “Le ragazze”, ripercorrendo così, il suo percorso artistico ed umano. Ma ci sarà anche spazio per tante altri successi del cantautore che si confronterà con il pubblico come ha sempre fatto in questi anni, attraverso un racconto lento e sussurrato all’ascoltatore. Vedremo quindi, un Carbone romantico e malinconico che, grazie alla sua band, saprà passare da una dimensione acustica ad una più elettrica.

Il programma prevede il saluto del Sindaco Franco Filareto, una relazione dell’Assessore alla Protezione Civile Maurizio Minnicelli seguita subito dopo da alcune lettere da “il viaggio di Nicolò” di Pietro Bruno. Leggono Salvatore Puntello, Ornella Mamone Capria e Marisa Valenti. Coordina il professore Mario Massoni presidente della Roscianum. Proseguendo alle 20:30, nella sala grigia, si terrà lo spettacolo “Disonorata un delitto d’onore in Calabria” di e con Saverio La Ruina della compagnia Scena Verticale di Castrovillari. Organizzato dall’Assessore alla

Pari opportunità Antonella Converso, in collaborazione con lo stesso assessorato della Provincia di Cosenza, lo spettacolo fa risuonare molte voci di donne del sud: voci di madri, di nonne, di zie, di loro amiche, di tutto il parentato e di tutto il vicinato. E tra queste una in particolare quella tragica e commovente di una donna del nostro meridione, dal quale emerge una Calabria che fa i conti con la tragedia e vi combina elementi tragici e grotteschi, talvolta comici sul filo di un’amara ironia. r. s.

glia d'oro al merito civile, sarà invece ricordata da Antonio Cormaci. Giovanni Azzarà parlerà di Anna Politkovskaja, la giornalista russa assassinata a Mosca il 6 ottobre 2006, che nei numerosi articoli apparsi sul quotidiano Novaja Gazeta, criticava apertamente il governo russo e l'esercito accusandoli di scarso rispetto dei diritti civili e dello stato di diritto, sia in Russia che in Cecenia. Rosa Luxemburg, la rivoluzionaria tedesca assassinata nel 1919, sarà invece ricordata da Tito Tropea. L'omaggio ad alcune eccezionali figure di donne proseguirà poi martedì 3 marzo, alle ore 18 presso la Sala di san Giorgio al Corso con un incontro sul tema “Il Bel Canto al femminile”. Profili di soprani: Maria Callas, Anna Moffo, Magda Oliverio, Giulietta Simionato, Renata Tebaldi'a cura di Biagio D'Agostino.

Catanzaro, al Marca attività per le scuole con La Porta Magica CATANZARO — Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, La Porta Magica, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi, trasformando una visita episodica al museo ed alle mostre temporanee in un’esperienza che abbia un reale valore educativo. Per informazioni su orari e costi delle attività e per prenotazioni: mediterreaneo@gmail. com, 338/4216232, 347/5025375. r. s.

Martedì 17 marzo alle ore 18 Sempre presso la Sala di San Giorgio al Corso incontro su Simon Weil (1909/1943), filosofo, studiosa e mistica, nel centenario della nascita con l'intervento della Prof. ssa Francesca Neri. Martedì 24 marzo poi alle ore 18,00 sempre presso la Sala di San Giorgio al Corso omaggio a Lina Merlin (Pozzonovo, 15 ottobre 1887 'Padova, 16 agosto 1979), con l'intervento della Dr. ssa Mimma Romeo, Presidente Anassilaos/Donna, nel 30° della scomparsa, l'esponente politico il cui nome è soprattutto legato alla legge n. 75, conosciuta come Legge Merlin, con cui venne abolita la prostituzione legalizzata in Italia ma che ebbe un ruolo decisivo nella fase costituente. A lei si devono infatti le parole dell'articolo 3: "Tutti i cittadini... sono uguali davanti alla legge, senza distinzioni di sesso", con le quali veniva posta la base giuridica per il raggiungimento della piena parità di diritti tra uomo e donna. r. s.


34 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA LAMEZIA TERME Questa sera al Rua Sao Joao, con inizio alle ore 22, il concerto di Egidio Ventura e del suo gruppo

“Latino Vivo” al VII Lamezia Jazz Una band composta dallo stesso pianista, da Riccelli alla tromba, Mazzulla al basso e Giordano alla batteria LAMEZIA TERME — Questa sera per la VII edizione del Lamezia Jazz, al Rua Sao Joao con inizio alle ore 22 il concerto di Egidio Ventura, "Latino Vivo! ". Una band composta, oltre che dallo stesso pianista, da Rocco Riccelli alla tromba, Pino Mazzulla al basso e Gigi Giordano alla batteria. Prodotto da Lamezia Jazz è un progetto nato dopo un lungo periodo di riflessione musicale sui modi di concepire il pianoforte all´interno di una visione contemporanea della tradizione e del repertorio latino. Il colore della tradizione cubana incontra le geometrie armoniche delle improvvisazioni jazzistiche. Nella musica e nel raffinato panismo appaiono evidenti atmosfere latine che si muovono su un terreno jazzistico molto suggestivo e personale. A brani alta-

Il colore della tradizione cubana incontra le geometrie delle improvvisazioni jazzistiche mente evocativi e melodici si alternano esecuzioni ritmiche molto energiche e coinvolgenti. Un mondo musicale che mette in luce la personale e originalissima vena interpretativa dei musicisti. Sono anche inclusi nel progetto musicale standards jazz riarrangiati anch´essi in una chiave molto personale e legati al

tipo di linguaggio che caratterizza la propria musica. Il concerto di Egidio Ventura risulta uno splendido arazzo musicale dai colori fulgidi e vividi con una formazione che riesce sempre a sostenere con raffinatezza il suo pregiato pianismo, sempre all´altezza dei ritmi, dei suoni e delle armonie latine. Il quartetto è una formazione straordinaria che sa dare alla musica latina la sua legittima dimensione sonora, con una notevole quantità di informazioni tecniche ed espressive, con un vocabolario timbrico esteso ed approfondito che trascina il pubblico verso quelle particolari scansioni ritmiche ed equilibrate coloriture che i territori ed i suoi latini ancora mantengono sulla prima linea della scena musicale contemporanea.

COSENZA Sarà presentato domani il progetto rivolto alla popolazione scolastica della provincia bruzia

“Diamo il Cuore per i Giovani”, screening COSENZA — Sarà presentato doma-

ni, alle ore 15,30, nella Sala degli Specchi del Palazzo della Provincia di Cosenza il progetto Diamo il Cuore per i Giovani, che prevede uno screening cardiologico-elettrocardiografico nella popolazione scolastica della provincia per la diagnosi precoce delle sindromi aritmiche giovanili predisponenti alla morte improvvisa. Il progetto si inserisce nelle iniziative di prevenzione in tema di tutela della salute volute dalla Provincia, in collaborazione con l'Azienda Sanitaria Provinciale- A. O. di Cosenza. Tra le più recenti vanno ricordati lo screening sui tumori femminili che vede impegnata in tutti i comuni della provincia, dallo scorso mese di Settembre, una Unità Mobile di Mammografia e Pap Test e l’acquisto di 200 defibrillatori ( per il cui uso sono già partiti i corsi di formazione presso la Centrale Operativa del 118 di Cosenza) dei quali sarà dotato il territorio provinciale, con priorità nelle aree in cui non sono presenti presidi ospedalieri. Diamo il Cuore per i Giovani è una esperienza pilota promossa dalla Provincia e consisterà, in questa sua prima fase, nella esecuzione di elettrocardiogrammi sugli studenti delle ultime classi degli istituti superiori provinciali. Il progetto vede la collaborazione della Unità Operativa di Cardiologia del-

l’Ospedale Annunziata di Cosenza che ne curerà la parte clinica (analisi degli elettrocardiogrammi e gestione delle problematiche ad essa connesse) e delle Associazioni di Volontariato che in regime di convenzione con l’Amministrazione Provinciale di Cosenza si faranno carico di eseguire gli esami direttamente nei plessi scolastici. Una ulteriore, importante collaborazione è fornita dal Laboratorio di Cardiologia Molecolare “Fondazione Maugeri” di Pavia, diretto dalla prof. ssa Silvia Priori. Alla presentazione del progetto Diamo il Cuore per i Giovani di Sabato 28

Febbraio saranno presenti: Il Presidente Mario Oliverio; il prof. Nicola Penta, Provveditore agli Studi della Provincia di Cosenza; l’avv. Franco Petramala, Direttore Generale AspAo di Cosenza; il dottor Franco Fascetti, Direttore UO di Cardiologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza; la dott. ssa Raffaella Bloise del Laboratorio di Cardiologia Molecolare di Pavia; il dottor Antonello Talarico, della U. o. di Cardiologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. Modereranno i lavori il dottor Franco Boncompagni ed il giornalista Pasqualino Pandullo.

Da oggi a Reggio Calabria... La mostra “Cent’anni dal Terremoto di Reggio e Messina” Oggi con inizio alle 16,30 la prof. Francesca Fatta, Preside della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria e la prof. Marisa Cagliostro, curatrice della mostra “Cent’anni dal Terremoto di Reggio e Messina”, presentano una nuova iniziativa che arricchisce le sale di Villa Zerbi. Alcune artiste, reggine e non, propongono una selezione delle loro opere sui temi legati all’evento naturale verificatosi cento anni fa: di Kiki Fleming, Tsunami 1 e 2 - acrilico su tela e tecnica mista su tavola di Eugenia Musolino, Il Dolore - di pietra di Comiso di Maria Teresa Oliva, Origine dell’Energia - alluminio ceramica raku, Sorgente - maquette in ferro di Angela Pellicanò, Maieutica e Conflitto nr. 2 - tecnica mista su tela. All’esterno nei giardini della villa è stata collocata una imponente scultura in acciaio e ferro di Maria Teresa Oliva che rappresenta una clessidra.

L’allegria di “BravoGrazie” in scena in Riva allo Stretto REGGIO CALABRIA — Il buon umore e l’allegria di “BravoGrazie” stanno per tornare nelle case degli italiani. Oggi, domani ed il primo marzo, saranno in onda su Sky Vivo, alle ore 21, tre serate interamente dedicate alla risata, da Reggio Calabria. Un grande spettacolo quello proposto dagli ideatori del fortunato format Vincenzo e Claudio Calì che per il sedicesimo anno regalano al pubblico una prestigiosa gara tra comici emergenti. Ancora una volta il teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria farà da salotto per ospitare i giovani talenti e per proiettarli nel magico mondo televisivo.

Durante le prime due serate conosceremo i candidati a vincere il prestigioso premio Pretrolini, che si presenteranno con divertenti sketch appartenenti al proprio repertorio. Votati dalla giuria popolare, i vincitori avranno accesso alla finalissima che aprirà la programmazione del mese di marzo per Sky Vivo. Una splendida avventura durante la quale gli artisti sono stati accompagnati da Elenoire Casalegno che ha condotto lo spettacolo. Ospite d’eccezione Leonardo Tumiotto, uno dei protagonisti del nuoto nazionale e reduce dal successo dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi.

A Crotone “La vedova allegra” in una versione da non perdere CROTONE — È il quarto attesissimo appuntamento con la rassegna teatrale e di spettacolo “Percorsi”, organizzato dalla Provincia di Crotone, quello che andrà in scena il 3 marzo prossimo al teatro Apollo di Crotone. Una versione de’ “La vedova allegra” da non perdere, con quaranta esecutori in scena, tra i quali, nel ruolo di protagonista maschile, il crotonese Umberto Scida affermatosi nel panorama operettistico italiano come uno dei più grandi interpreti di sempre grazie alla Compagnia Italiana di Operette di Milano e al suo compianto fondatore, Sergio Corucci. Per avere una idea dello spessore artistico della compagnia che tornerà ad esibirsi a Crotone (dopo il debutto con “Cin Ci La” del 19 dicembre scorso) e quindi della carriera di Scida, basterà ricordare che tra gli anni sessanta e i settanta la Compagnia italiana di operette di Sergio Corucci ebbe nel cast grandi attori come Carlo Campanini, Antonio de Vico e Carlo Rizzo, nonché Enrico Dezan il grandissimo ex capocomico d’operetta, padre del telecronista del ciclismo Adriano Professori d’orchestra dal vivo eseguiranno le musiche della

più celebre e popolare delle operette, scritte da Franz Lehar nel 1905, su libretto di Viktor Léon e Leo Stein. Sul palcoscenico, accanto a Umberto Scida nel ruolo del “conte Danilo Danilowitsch”, stupenda protagonista femminile, nella parte di “Hanna Glavari”, sarà Elena D’angelo, soprano milanese. Insieme a loro il più affermato e conosciuto caratterista italiano, ovvero quell’Armando Carini che ha dato popolarità a un Carosello, nell’era della tv in bianco e nero, che reclamizzava una storica marca di vini. Una serata indimenticabile è quella che si annuncia per il 3 marzo al teatro Apollo a Crotone, alla quale è auspicabile l’afflusso anche di un pubblico di giovanissimi. Il costo del biglietto, come sempre, va dai 4 euro per la galleria ai 10 euro per la poltronissima (sono previste riduzioni per gli aventi diritto). I biglietti potranno essere acquistati a partire dalle ore 10 del 3 marzo presso il botteghino del teatro, sino a esaurimento e comunque non oltre le 20,50. L’inizio dello spettacolo è fissato per le ore 21. r. s.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 35

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Un interessante e partecipato seminario di studi mistico-filosofici è stato organizzato con la collaborazione di diverse associazioni

“Il femminino sacro: parola e simbolo” Presentato, inoltre, il nuovo libro di Giorgio Baietti, dal titolo “I guardiani del Tempo” CATANZARO — Presentato presso l’Hotel Guglielmo di Catanzaro il nuovo libro del prof. Giorgio Baietti, dal titolo: “I guardiani del Tempo”. Ciò nel contesto di un interessante seminario di studi mistico-filosofico, avente ad oggetto: “Il femminino Sacro: Parola e Simbolo”. Il convegno, che ha visto la partecipazione di un folto ed interessato pubblico, è stato organizzato, in collaborazione, dai Club Lions Catanzaro Mediterraneo, Catanzaro Host, Catanzaro Rupe Ventosa, Soverato versante J. d. S, Cropani-Botricello-Sellia Marina; dai Rotary Club Catanzaro 1951 e Catanzaro Tre Colli; dai Club Soroptimist di Catanzaro e Soverato e dal Club Kivanis di Catanzaro. Il presidente del Lions Club Catanzaro Mediterraneo, dr. Vincenzo Calcaterra, nel suo intervento d’apertura, dopo i ringraziamenti di rito, ha presentato al folto pubblico presente il prof. Giorgio Baietti, «scrittore – ha evidenziato -, saggista, giornalista, oltre che protagonista di tante trasmissioni radiotelevisive, tra cui Voyager. Studioso di storia ed esoterismo, il prof. Baietti si interessa particolarmente dei misteri di Rennes le Chateau da oltre venti anni. Egli è già noto a molti degli astanti per avere partecipato, nel dicembre dello scorso anno, al convegno sui Templari, interessando la platea con una inteTAVERNA — Dal 19 al 22 febbraio 2009 nell’ambito del Padiglione 7 del “Villaggio Calabria”, presso lo stand c.39 l’Amministrazione Comunale ed il Museo Civico di Taverna hanno presenteranno le eccellenze della patria di Mattia Preti con lo slogan “Taverna città d’arte della Calabria – Itinerari di Cultura e Natura”. Questa prima prestigiosa presenza del Comune di Taverna alla Borsa Internazionale del Turismo, ospitata dal capoluogo lombardo, ha intenso promuovere l’eccezionale patrimonio naturalistico ed artistico presente nel vasto territorio del borgo presilano. Per l’occasione, a cura della direzione del museo civico è stata realizzata una pubblicazione divulgativa che ha invitato i visitatori della Borsa Internazionale del Turismo a soggiornare nei villaggi della Sila tavernese e fruire delle collezioni del Museo Civico.

Il tavolo dei relatori

ressante relazione Ha scritto numerosi libri tra cui, mi piace ricordare, “L’enigma di Rennes le Chateau”, “Lo specchio inverso” ed il recentissimo “I guardiani del Tempo. «Tre libri – ha sottolineato Calcaterra – che costituiscono una trilogia, essendo tra loro strettamente collegati, trattando, in progressione, tutto dei misteri, partendo da Rennes le Chateau ed estendendosi a luoghi lontani dal piccolo paese francese. Il libro è un interessantissimo thriller, da leggere preferibilmente dopo l’enigma di Rennes le Chateau, in cui la ricerca principale non è quella dell’assassino, che pure va fatta, ma la ricerca della spiegazione di misteri e rompicapo eso-

terici». Subito dopo ha preso la parola il prof. Giorgio Baietti, che ha illustrato lungamente i misteri che si nascondono in Rennes le Chateau e custoditi con fermezza dal parroco del paese, il quale è misteriosamente pervenuto ad una ricchezza immensa ed è stato onorato e visitato da famose ed importanti personalità del tempo in campo politico, artistico e letterario. Il relatore ha anche sottolineato che i misteri non si esauriscono in Rennes le Chateau, ma vi sono collegamenti importanti con la Liguria in Italia e la Normandia in Francia. Uno di questi riguarda il vetro attraverso cui la luce, in gennaio, proietta all’interno della chiesa di Rennes le

Alla Bit 5mila visitatori per lo stand di Taverna

Gerardo Sacco e il sindaco Angotti

Sono stati quantificati in oltre 5000 i visitatori che hanno dimostrato interesse per lo stand di Taverna, tra questi, note personalità quali Vittorio Sgarbi al quale è stato consegnata una prima copia del catalogo “Gregorio Preti, Francesco Cozza e Mattia Preti a Taverna”; l’orafo calabrese Gerardo Sacco; l’Assessore alla Cultura del Comune di Monza con il quale è stato programmato un evento culturale per l’anno in corso. Per curare e promuovere l’immagine della città di Taverna sono stati presenti nello stand della Bit di Milano il Sindaco di Taverna Sebastiano Angotti, il Consigliere Comunale Santo Scalzo e il Direttore del Museo Civico Giuseppe Valentino.

COSENZA Da oggi al 1 marzo il quarto appuntamento di Zattere ospitato nella Sala SpazioTeatro

‘“A Calabria è morta”, canto di rabbia COSENZA — Da oggi al 1 marzo il

quarto appuntamento di Zattere ospita nella Sala SpazioTeatro un canto di rabbia: tra amore per la propria terra e provocazione verso chi ne accetta quotidianamente il logoramento, tra poesia e immagini, tra delusione e indispensabile reazione, Ernesto Orrico sperimenta la sua performance aperta, dove diversi stili si intersecano e diverse forme si inseguono in un discorso frammentato, sghembo, irrisolto, come tutti gli sfoghi d’amore e rabbia. Uno spettacolo di e con Ernesto Orrico che vede in regia di Manolo Muoio e lo stesso Ernesto Orrico. «Non è solo un lavorare sul tema:

L’autore Ernesto Orrico: «Non è solo un lavorare sul tema della ‘ndrangheta... è la malattia della mia terra» ‘ndrangheta - precisa l’autore-; ma è tutto un arrovellarsi sulla malattia della mia terra, la mia regione, il paese in cui vivo, su una sorta di infezione perenne. Provo a immettermi su un sentie-

ro che non vedo chiaramente ma che sta davanti alla mia vita teatrale/artistica. La questione per me è enorme, è complessa, è terribile, è disturbante…» Attore e regista, Orrico collabora al Teatro della Ginestra di Cosenza e ha partecipato alle produzioni di Teatro Rossosimona e Scena Verticale. SquidExperience è la sigla con cui firma la sua personale ricerca artistica, in direzione di una parola teatrale “che deve essere fatta a pezzi minuti, ridotta a consonanti da sole, a vocali disperse… una parola perfetta, necessaria, di nuovo teatrale; in simbiosi con un movimento fluido, fuori da ogni violenza…”

Chateau un albero con mele di colore azzurro. Si è poi passati alla seconda parte del convegno, con la relazione del prof. Gianfranco Rucco su “Maria Maddalena: l’inascoltata verità”. «Sebbene Dio sia considerato nel mondo occidentale un Essere puramente spirituale – ha affermato Rucco - viene presentato esclusivamente al maschile, raffigurato come un vecchio dalla barba bianca; ma lo spirito non ha sesso. Nella Genesi è scritto che Dio creò gli uomini secondo la Sua immagine: maschio e femmina. Gli Ebrei, prima dell’esilio, adoravano, oltre a Jahveh, le Dee, per sopperire alla mancanza del ruolo femminile nella Divinità. Nella tradizione cristiana dei primi secoli, allo Spirito Santo viene conferito un aspetto quasi materno con attribuzioni che appartengono proprio ad aspetti tipici dell’anima femminile, come tenerezza, dolcezza, misericordia e amore. Nel Vangelo di Matteo, inoltre, viene data un’immagine materna di Dio che afferma come una chioccia raccoglie i suoi pulcini. Nei primi secoli del Cristianesimo – ha quindi proseguito l’oratore - si sviluppa il culto mariano che trasferisce alla Vergine Maria tutti gli attributi caratteristici del femminino sacro. Maria di Magdala è l’altra espressione del femminino sacro. Ella viene considerata come una peccatrice redenta ma, in verità, ciò non appare documen-

tato. Invece è da considerare che a Lei viene affidato un ruolo di guida e di priorità rispetto alle altre donne, seconda solo alla Vergine Maria. Infatti è la Donna che cosparge di unguenti ed asciuga con i suoi capelli i piedi di Gesù ed è la prima a ricevere l’annuncio della Resurrezione di Cristo. Il suo ruolo di guida per le altre donne – ha concluso il prof. Rucco viene sottolineato anche dal fatto che è sempre nominata per prima, dopo la Vergine e Sua sorella». Il convegno si è concluso con la relazione della pittrice Giohà, che ha intrattenuto la platea trattando il tema: Segni e suoni dei colori di Dio”. «Sin dalle più antiche civiltà e nella tradizione occidentale quanto orientale – ha affermato- l’unione della coppia divina ha portato alla terra armonia e pace. Il maschile ed il femminile sono una coppia antitetica e nel contempo perfettamente unita, in cui l’aspetto maschile rappresenta la forza, l’azione, il fuoco la pienezza della vita il sole, il giorno, l’estate, il dinamismo; quello femminile, invece, l’interiorizzazione, la dolcezza, la luna, l’inverno, il riposo. Le tecniche pittoriche di cui l’artista si serve – ha concluso Giohà - sono espressione di tale armonia con l’armonizzazione del corpo con lo spirito». Mario Mirabello


36 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La porta magica”, progetto di didattica museale fino a maggio in programma a Catanzaro

“Premio Mia Martini” a Bagnara Calabra IL CARTELLONE

Prosegue la visita di monsignor Antonio Ciliberti nella Città dei Tre Colli

BAGNARA C. (Rc) - Premio Mia Martini All’insegna del ventennale di “Almeno tu nell’universo” che la grande Mia Martini ha lasciato, prende il via la 15ª edizione del Premio Mia Martini, ideato nel 1995 dal regista Nino Romeo e organizzato dall’Associazione Cultura e Spettacolo di Bagnara Calabra in ricordo dell’artista scomparsa. Un evento che nel corso degli anni ha acquistato un’importanza notevole nel panorama musicale italiano ed europeo, diventando un punto di riferimento per tantissimi giovani artisti in cerca di una passerella di qualità per potersi esprimere in musica.La formidabile macchina organizzativa della manifestazione, capitanata da Nino Romeo e dalla responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, sta già mettendo a punto una serie di novità per l’edizione 2009 che vedrà come protagonisti indiscussi le “Nuove Proposte per l’Europa”, provenienti dalle numerose audizioni in corso nelle varie regioni italiane e in alcune città dell’Europa. Il primo incontro artistico si terrà a Bagnara Calabradal 6 all’8 marzo, alla presenza dell’intera commissione artistica. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria, dall’assessorato al Turismo, dall’Amm. Provinciale di Reggio e dal Comune di Bagnara. Informazioni: www.premiomiamartini.it - www.myspace.com/premiomiamartini. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto.

CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila Prosegue la VII edizione di Primafila a Castrovillari, presso il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano, fino al 7 marzo (ore 21.30). Programma: 28 febbraio, Gianluca Belardi in “danni di piombo”. Sabato 7 marzo, Compagnia Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo.

del XV secolo proveniente dalla parrocchia di S. Nicola di Sellia Sup., due abiti settecenteschi provenienti dalla parrocchia dei SS. Simone e Giuda di Vincolise, una splendida gonna in damasco “bizzarre” proveniente dal Santuario della Madonna della Luce di S. Pietro Magisano, la seicentesca pianeta detta dei “Borgia” e l’abito impero in velluto piano dell’Addolorata provenienti dalla rettoria del Rosario di Catanzaro, un piviale in damasco classico proveniente dalla Cattedrale, una dalmatica cinquecentesca in damasco viola dell’Osservanza, una raffinata pianeta in taffetas broccato appartenente alla rettoria di S.Maria de Figulis. Catanzaro – Museo Diocesano d’Arte Sacra, Palazzo Arcivescovile, via dell’arcivescovado, 13. Fino al 28 febbraio con orario: lunedì chiuso - domenica apertura solo dalle 17,00 alle 19,30 - tutti gli altri giorni, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,30 (possono variare, verificare sempre via telefono). Biglietti: free admittance. CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it -3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

CASTROVILLARI (Cs) - Presentazione libro La manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Il Musagete di Francavilla Marittima, e dalla Casa Editrice “Aljon”, si svolgerà sabato 28 febbraio 2009, alle ore 18,00, a Castrovillari, presso il Teatro della Sirena. A parlare del libro di poesie di Pierino Gallo “Geometrie dell’inganno” (Aljon Editrice)” saranno Francesca Rizzuto , Rocco Taliano Grasso, Bonifacio Vincenzi e Maria Grazia Scarnecchia, direttore editoriale Aljon Editrice. Coordina Angela Lo PasCATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 so. Sarà presente l’autore. CATANZARO - “Seta. Il filo dell’arte”, mostra La mostra “Seta. Il filo dell’arte” rimarrà aperta fino al 28 febbraio. L’evento espositivo è stato realizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, dalla Regione Calabria - Fondazione Calabria Film Commision, dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Catanzaro, con il patrocinio dell’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro – Squillace. La mostra, curata da Oreste Sergi, resterà aperta fino al 28 febbraio. In questo periodo si potranno ammirare, nelle sale espositive della struttura museale, damaschi, velluti, taffetas, broccati, broccatelli, gros de Tours, provenienti dalle maggiori chiese della città - Cattedrale di S. Maria Assunta e dei Santi Pietro e Paolo, Rettoria del SS. Rosario, Parrocchia di S. Teresa all’Osservanza ,Rettoria di S. Maria de Figulis seu Montecorvino – dalle chiese di Sellia Superiore, di S. Pietro Magisano e di Vincolise, nonché da alcune collezioni private. Da apprezzare una dalmatica in broccatello della fine

Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: venerdì 6 marzo “Puppin Sisters live. See the fabulous”; martedì 10 e mercoledì 11 marzo, “Faust” di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; domenica 15 marzo “Mare notrum”. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; Giovedì 19 marzo “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; giovedì 26 e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì23 aprile, “DomenicoCodispoti” in concerto; lunedì 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; venerdì 8 domenica 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Sabato 21 novembre 2009,

“Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. Fino a oggi e 1-13-15 marzo la compagnia del Teatro Incanto in "The best family (a famigghja d'e besti)", testo e regia di F.Passafaro; 22 marzo, Gli amici del teatro popolare di Amantea in "Il mio funerale", testo e regia di M.Ruggiero; 27 e 29 marzo, l'Ass. Cult. ATRJ di Roccella Jonica in "Cicciu u pacciu",testo di M.P.Battaglia, regia di P.Carella; 5 aprile,l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto; 19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-15-1722-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - “La porta magica” Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi, trasformando una visita episodica al museo ed alle mostre temporanee in un’esperienza che abbia un reale valore educativo. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, 338/4216232, 347/5025375. CATANZARO - Visita di mons. Ciliberti La comunità parrocchiale di Santa Croce affidata ai padri minimi di San Francesco di Paola, situata nel quartiere di Pontepiccolo aspetta la “Sacra Visitatio” del arcivescovo metropolita mons. Antonio Ciliberti. Questa esperienza di grazia, si svolgerà fino al 28 febbraio prossimo. L’intera comunità, attraverso la cura pastorale del parroco padre Gregorio Colatorti e con la partecipazione attiva del consiglio pastorale, di quello degli affari economici e delle associazioni, gruppi e movimenti presenti nella parrocchia hanno programmato i vari momenti, predisponendo un programma di incontri con la realtà, le persone e le attività presenti nel territorio parrocchiale. Il programma della visita pastorale prevede per oggi, durante la mattina visita alla scuola materna San Francesco di Paola e di seguito l’incontro all’Istituto per geometri “Raffaele Petrucci”, alle ore 16,00 l’incontro con gli ammalati e la celebrazione con il conferimento dell’unzione degli infermi. Sabato 28 giornata di chiusura con la solenne concelebrazione eucaristica di conclusione della visita pastorale animata dalla Corale polifonica San Francesco di Paola cui seguirà l’incontro con la comunità religiosa dei minimi.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“L’ictus cerebrale: dalla prevenzione alla riabilitazione”, incontro al Circolo Unione

“Attraverso il sipario” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Primi passi a teatro”, prosegue il progetto nella Città dei Tre Colli

CATANZARO - Assemblea Pd Oggi alle ore 17.30, presso la sede del Circolo del Pd di Santa Maria (in via S. Maria sopra Bar Viscomi nei pressi della piazza), si terrà l’assemblea degli iscritti ed aderenti per una valutazione politica dopo la straordinaria e partecipata assemblea provinciale e per procedere alla costituzione degli organismi dirigenti del Circolo. Alla riunione parteciperanno:Caterina Corea, segretario provinciale del Pd;Piero Amato, consigliere regionale.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: febbraio: oggi, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6 marzo,ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8 maggio,ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Cortez the killer in concerto Cortez the killer in concerto oggi, alle ore 22.30 al Tonnina's Pub di Catanzaro Lido. Ingresso gratuito. CATANZARO - “L’ictus cerebrale”, incontro L’incontro dal tema “L' ictus cerebrale: dalla prevenzione alla riabilitazione” si terrà al Circolo Unione di Catanzaro Palazzo Fazzari il 28 febbraio alle ore 17.00. Programma: inizio ore 17.15. Intervengono: dr. Maurizio Rocca, direttore sanitario Asp di Catanzaro; dott.ssa Valeria Teti, dirigente medico direzione sanitaria del P.O. San Biagio di Chiaravalle Centrale(cz). Ore 17:30, introduce: dr. Giuseppe Roccia, direttore Uoc Riabilitazione Ospedale San Biagio Chiaravalle Centrale. Ore 17:40, relaziona il team della Riabilitazione del P.O. Ore 17:45, Tdr Mario Marincola Cattaneo su “Prevenzione e fattori di rischio”. Ore 18:00, Tdr Maria Valeria Pirrò- Logopedista Rossella Borelli: il progetto riabilitativo. Ore 18:30, Tdr Vittoria Parretta: prevenzione delle lesioni da decubito. Ore 18:45, Tdr Adele Sei: il reintegro sociale. Ore 19:00, dibattito. Equipe Uoc Riabilitazione Ospedale " San Biagio" di Chiaravalle Centrale: Fisiatri: dott. Giuseppe Roccia, dott. Vincenzo Rovere, dott.ssa Concetta Barbaro. Terapisti della riabilitazione: Beatrice Bardascino,Mario Marincola Cattaneo,Vittoria Parretta, Sonja Pignola, Maria Valeria Pirrò, Liliana Valenti, Adele Sei. Logopedista: Rossella Borelli. Infermieri professionali: Giovanni Montepaone, Filomena Passalacqua, Antonella Sestito, Venuto Maria, Graziella Vono. Per info: 0967.999180 - dirsan.chiaravalle@libero.it - giusepperoccia@alice.it. CATANZARO - “Dialoghi sulla scienza” «Dialoghi sulla Scienza» è la rassegna voluta fortemente dalla presidente Wanda Ferro che, in cinque dialoghi tra gli studenti dei principali licei scientifici della provincia e eminenti personalità della cultura italiana e internazionale, si propone di offrire con ritmo settimanale uno spaccato del sapere contemporaneo. È il caso del notissimo filosofo della scienza Giulio Giorello che aprirà «Dialoghi sulla Scienza» sabato 28 febbraio alle ore 10.00 nella raffinata cornice dell’Auditorium del Liceo Scientifico «E. Fermi» di Catanzaro Lido. Un appuntamento da non mancare su un tema trasversale e già dal titolo accattivante: «La scienza tra le nuvole». CATANZARO - Inaugurazione anno giudiziario Il 28 febbraio, alle 10.30, inaugurazione dell’anno giudiziario 2008 nell’aula delle udienze del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria in via De Gasperi, 76/b.

CATANZARO - Sfilata di carri allegorici Prosegue il Carnevale d’Amare. Ora i carri allegorici sfileranno sul lungomare di Catanzaro. E’, infatti, previsto per domenica 1 marzo, lo spettacolo dei giganti di cartapesta, accompagnati da musica e coriandoli, gruppi mascherati, svariate bande musicali, majorettes e saltimbanchi. Le calde voci degli speaker storici, Frank Teti, per radio Valentina, e Alberto Barbuto per radio Catanzaro Centro entreranno nelle case, nei locali e nelle auto dei calabresi che vorranno in qualche modo essere presenti al Carnevale d’Amare 2009. Le frequenze per poter seguire l’allegro evento catanzarese sono per Radio Valentina: 96.100 per Catanzaro e Provincia e Serre Calabre, 100.600 per la Costa Jonica, mentre quelle di Radio Catanzaro Centro sono rispettivamente: 101.500 e 107.100. Le sfilate inizieranno intorno alle ore 15:00 per concludersi in serata. CATANZARO - Incontro con Agazio Loiero Il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero incontrerà, lunedì 2 alle ore 15, nella sede della giunta a Palazzo Alemanni, una delegazione regionale dei partiti di sinistra per fare il punto sulla situazione in Calabria e discutere su eventuali proposte di modifica all’attuale legge elettorale. L’incontro è stato richiesto, a nome di tutti i partiti, dall’onorevole Michelangelo Tripodi, in qualità di segretario regionale del Pdci. CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 4 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Vuoti a rendere; 10 marzo, ore 17.3020.00-22.15, Racconti da Stoccolma; 17 marzo, ore 18.0020.00-22.00, Il giardino di limoni; 24 marzo, ore 18.0020.00-22.00, Baby love; 31 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Katyn; 7 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.00-18.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - “Attraverso il sipario” Il teatro Incanto e il teatro Hercules di Catanzaro, in collaborazione con Uilt nazionale e Uilt Calabria, presentano “Attraverso il siparo”, 3 giorni di studio e formazione 6 - 7 - 8 marzo. Possibilità di scelta fra 2 corsi: “Il training dell'attore”, tenuto da Roberta Raineri, presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (Parco dei Principi) Catanzaro; “I fondamentali del teatro: da Shakespeare a Pirandello”, tenuto da Loretta Giovannetti, presso il Teatro Hercules, viale degli Angioini (ingresso Italcementi) Catanzaro. Gli stages sono rivolti ad attori, appassionati di teatro ed a chiunque voglia avvicinarsi a questo mondo. Costi: 60,00 euro ospiti, 35,00 euro per soci Uilt. Possibilità di pernottamento e pasti a costi agevolati, su richiesta. Per informazioni e iscrizioni: 320/2516302339/3363334, oppure recarsi presso il teatro Incanto o il teatro Hercules, o mandare una mail a info@associazioneincanto.it. CATANZARO - Incontro sulle costellazioni familiari Terzo incontro sulle costellazioni familiari: il 7 marzo, presso l'hotel Niagara a Catanzaro Lido, alle ore 9.00. Il seminario con la conduttrice dott.ssa Paola Felici, sarà preceduto da un incontro gratuito ed orientativo venerdì 6 marzo, alle 17.30, aperto a tutti. CATANZARO - La Giornata della Donna L'Associazione Dopolavoro Ferroviario di Catanzaro Lido organizza per domenica 8 marzo "la Giornata della Donna", una gioiosa serata con tanta musica, balli divertimento e un ricco buffet. Dalle ore 21.00, presso la sede in Via Crotone,42 - Catanzaro Lido. Infoline: www.dlfcatanzaro.org 0961738431.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: il14 marzo 2009 ore 17,30 presso il Circolo Unione 3° incontro sulla “Storia del Melodramma”; il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per

ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire. CATANZARO - Trofeo Iaksa Iaksa, Wtka, You and me together organizzano il secondo trofeo in beneficenza Iaksa - Csen sabato 21 e domenica 22 marzo, presso il Poligiovino di Catanzaro Lido. Programma: sabato 21 marzo, ore 14.00, primo stage di spinning; ore 15.00, secondo stage di spinning; ore 16.00, gara di scherma; ore 19.00, galà Csen; domenica 22 marzo, ore 10.00, gara di bench press e braccio di ferro; ore 13.00, campionato italiano Iaksa - Wtka - Wka - Csen di semi contact-light contact- kick light-thai light; ore 19.00, incontri di pugilato dilettantistico; ore 21.00, "Knock out night 5" titoli italiani ed internazionali di full contact, lou kich, k1 style, thai boxe, mma (Mixed martial art). Infoline: 340/0508494 - fightclubcz@hotmail.it - www.kickboxing.it.

CATANZARO - Spettacolo per bambini L'assessorato alle Risorse Educative e Scolastiche, la Media service produzione spettacoli e la Fondazione Politeama presentano: "Primi passi a teatro". Il progetto è finalizzato alla frequentazione dei bambini in teatro, una opportunità di svago domenicale per i genitori da condividere con i propri figli e potranno essere tema di discussione anche nelle scuole di appartenenza. Le rappresenazioni saranno effettuati dalla compagnia teatrale Il Cilindro del Teatro San Raffaele di Roma. Le date saranno: domenica 22 marzo 2009 con "I VII Re di Roma” e domenica 19 aprile 2009 con "Un Uomo chiamato Francesco". Il prezzo del biglietto è di Euro 5,00 posto unico. Per ulterioriu informazioni e per effettuare delle prenotazioni seguire le indicazioni riportate di seguito: biglietteria teatro Politeama 0961-501818 / 501819 negli orari di apertura biglietteria - oppure fuori orario: cell. 334.2637312 - 338.6302118. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”.


38 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Weekend nel Parco nazionale della Sila in programma nei giorni 7 e 8 marzo

Ornella Vanoni in concerto al Rendano IL CARTELLONE

“Danni al porto: quali interventi?”, incontro domani a Cirò Marina

CATANZARO - Corse Club autostoriche, riunione E’ convocata l’assemblea ordinaria dei soci del Catanzaro Corse Club Autostoriche presso la sede sociale a Catanzaro, palazzo Aci , viale dei Normanni 99, per martedì 31 marzo 2009 alle ore 15 in prima convocazione ed alle ore 16 in seconda convocazione.

COSENZA - Corso di formazione per medici Oggi e il 28 febbraio 2009 si svolgerà a Cosenza il primo corso teorico-pratico di formazione per medici ed infermieri di Chirurgia epatobiliare e pancreatica, organizzato e diretto dal prof. Bruno Nardo, professore associato di Chirurgia generale all’Università di Bologna.

CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzo al Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it.

COSENZA - “Diamo il cuore per i giovani” Sarà presentato sabato 28 febbraio, alle ore 15,30, nella Sala degli Specchi del Palazzo della Provincia il progetto “Diamo il Cuore per i Giovani”, che prevede uno screening cardiologico-elettrocardiografico nella popolazione scolastica della provincia per la diagnosi precoce delle sindromi aritmiche giovanili predisponenti alla morte improvvisa.Il progetto si inserisce nelle iniziative di prevenzione in tema di tutela della salute volute dalla Provincia, in collaborazione con l'Azienda Sanitaria Provinciale- A.O. di Cosenza. Il progetto vede la collaborazione della Unità Operativa di Cardiologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza che ne curerà la parte clinica (analisi degli elettrocardiogrammi e gestione delle problematiche ad essa connesse) e delle Associazioni di Volontariato che in regime di convenzione con l’Amministrazione Provinciale di Cosenza si faranno carico di eseguire gli esami direttamente nei plessi scolastici. Una ulteriore, importante collaborazione è fornita dal Laboratorio di Cardiologia Molecolare “Fondazione Maugeri” di Pavia, diretto dalla prof.ssa Silvia Priori. Alla presentazione del progetto Diamo il Cuore per i Giovani di sabato 28 febbraio saranno presenti: il Presidente Mario Oliverio; il prof. Nicola Penta, Provveditore agli Studi della Provincia di Cosenza; l’avv. Franco Petramala, Direttore Generale ASP-AO di Cosenza; il dottor Franco Fascetti, Direttore UO di Cardiologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza; la dott.ssa Raffaella Bloise del Laboratorio di Cardiologia Molecolare di Pavia; il dottor Antonello Talarico, della U.O. di Cardiologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. Modereranno i lavori il dottor Franco Boncompagni ed il Giornalista Pasqualino Pandullo.

CHIARAVALLE (Cz) - Recital di Lello Arena Il 7 marzo, al teatro Tempo Nuovo, alle ore 18.00, recital di Lello Arena. CIRO’ M. (Kr) - “Danni al porto. Quali interventi?” Sabato 28 febbraio, ore 10.00, presso Palazzo Porti - Piazza Diaz a Cirò Marina, Ettore Ianì, presidente nazionale Lega Pesca; Nicodemo Oliverio, parlamentare Pd di Cirò Marina; Nicodemo Parrilla, sindaco di Cirò Marina; Giorgio Gemelli, presidente Legacoop Calabria; Salvatore Martilotti, responsabile Lega Pesca Calabria; Giancarlo Malena, assessore alle Politiche marittime di Cirò Marina incontrano istituzioni cittadinie e stampa, su "Cirò Marina, danni al porto. Quali interventi?”. Coordina i lavori la giornalista Teresa Munari. Saranno presenti l’assessore regionale alle Attività produttive, Francesco Sulla e l’assessore regionale all’Ambiente, Silvio Greco. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: fino a sabato 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga.

COSENZA - Pd, assemblea provinciale L’assemblea provinciale del Partito Democratico si terrà sabato 28 alle 16.30 presso il Cinema Teatro Italia di Cosenza.

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008/2009 presso il teatro comunale "A. Rendano" di Cosenza. Il 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; il 14 marzo, ore 21.00, il 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti;il 21 marzo, ore 21.00, il 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - Convegno sulla giustizia Si terrà oggi alle ore 10,30, presso il Cinema Morelli in via Oberdan a Cosenza, un convegno che ha per tema la giustizia, al quale parteciperà in prima persona l’ex ministro nonché presidente di Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. Prima

di questo importante appuntamento su etica e legalità, alle ore 10 Antonio Di Pietro incontrerà, in un’apposita conferenza stampa, i giornalisti.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: martedì 2 e mercoledì 3 marzo 2009, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; Lunedì 23 e martedì 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; Domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Weekend in Sila L'associazione, senza scopo di lucro, Calabria Trekking di Catanzaro che ha come scopo la scoperta dei paesaggi e della cultura della montagna calabrese organizza per i giorni 7 e 8 marzo un weekend nel Parco Nazionale della Sila con pernottamento presso l'albergo Silvia Brutium in località Buturo. Per aderire all'iniziativa o per ulteriori informazioni: 339/2003678 e-mail marinafichera@alice.it. COSENZA - Ornella Vanoni al Teatro Rendano “Cantante intellettuale” che sottolinea tramite l’interpretazione e i gesti tutti i testi delle sue canzoni, Ornella Vanoni sarà giorno 11 marzo 2009 a Cosenza presso il Teatro Rendano alle ore 21:00. Quasi tutto esaurito al Teatro Rendano e la Iacobino Team, organizzatrice dello spettacolo, ricorda che i punti vendita per l’acquisto dei biglietti sono “Inprimafila” e “Bar Tosti”. Per ulteriori info 0984 71048 o visitando il sito www.iacobinoteam.com. COSENZA - Falime, prima edizione Dal 27 al 30 marzo il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la prima edizione di Falime. L’appuntamento, grazie alla collaborazione delle diverse associazioni di categoria Confartigianato, Cna, Camera di Commercio conta di organizzare a Cosenza diversi espositori del settore alimentare, provenienti da tutta la penisola, produttori di alimenti, attrezzature e tecnologie per la ristorazione.

COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile in programma il concerto di Franco Battiato. COSENZA - Edilmediterranea, quarta edizione Il 3-4-5 aprileil quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la quarta edizione di Edilmediterranea. L’ormai consolidato appuntamento conta di replicare il successo della precedente edizione che, forte dei suoi 100 espositori, provenienti da tutta la penisola, e grazie ad una mirata campagna di comunicazione, ha attirato oltre 8.000 visitatori, tra cui: ingegneri, architetti, imprese edili, rivenditori di materiale edile, attestandosi tra le manifestazioni più visitate in ambito regionale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Stage di hip-hop con l’insegnante Maura Paparo della trasmissione televisiva “Amici” a Cropani Marina

“La patente”, spettacolo a Guardavalle IL CARTELLONE

“Dove va la politica in Calabria?”, forum domani a Falerna

CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799. CROPANI (Cz) - Giornata nazionale del B&B Anche quest'anno, dopo il successo delle prime due edizioni, in mille città e luoghi d'Italia, sabato 7 marzo 2009, si celebrerà la Giornata nazionale del B&B. Un'iniziativa che vedrà coinvolti migliaia di Bed and Breakfast, pronti a concedere la notte del 7 marzo gratis a quanti vorranno trascorrere un weekend all'insegna dell'ospitalità familiare. Tra questi anche il Bed and Breakfast “Bruno” in località Difesa di Cropani Marina. Per info 3331254640 – 3343637094. CROTONE - Riunione con Comuni della provincia È convocata per oggi,alle ore 12.00, presso la sala giunta della Provincia di Crotone, una riunione con i Comuni della provincia, che sarà seguita dalla conferenza stampa per presentare gli incentivi che l’ente intermedio metterà a disposizione dei Comuni per l’acquisto di scuolabus, così come previsto dalla legge regionale 27/85 art. 16. Alla conferenza è prevista la presenza del presidente, Sergio Iritale, dell’assessore provinciale al ramo Donato Greco, dei sindaci dei Comuni beneficiari e de ldirettore del dipartimento II Silvana Corrado. CROTONE - “Dall’alleanza al progetto” La Locride si prepara alla manifestazione nazionale giorno 1 marzo, “Dall'alleanza al progetto”. Il consorzio Goel sta promuovendo nella Locride iniziative volte alla conoscenza e approfondimento dell'iniziativa e sta raccogliendo le prenotazioni per i pullman, che partiranno sia il 28 febbraio, che il 1 marzo, per rientrare nel pomeriggio e nella serata del 1 marzo (n. verde 800.913540 - agenzia@turismo.responsabile.coop). La manifestazione infatti sarà preceduta, la sera del 28 febbraio, da una veglia di preghiera ecumenica, presso il Duomo di Crotone, importante momento spirituale che vedrà la presenza di diverse confessioni cristiane. L'organizzazione della manifestazione a Crotone è curata da un Comitato locale, coordinato dal Consorzio Sociale Jobel, facente parte del consorzio Calabria Welfare. CROTONE - Manifestazione 1 Marzo Anche il Consorzio Universitario di Crotone partecipa alla “Manifestazione nazionale 1° marzo 2009 contro le mafie e le massonerie deviate”, espressione dell’Alleanza con la Locride e la Calabria, promossa dal Consorzio Gael della Locride, Calabria Welfare, Comunità Libere. La manifestazione si svolgerà a Crotone domenica 1 marzo con il raduno dei manifestanti alle ore 9,30 nel piazzale antistante lo Stadio Comunale in via Cutro. CROTONE - “L’altra parte di Ron” Parte da Cotronei il 3 marzo 2009, precisamente dal Teatro Comunale del centro Crotonese, “L’altra parte di Ron”, il nuovo evento teatrale che ha come protagonista assoluto Ron. Per ulteriori informazioni e per saterne di più sulle prevendita rivolgersi a: Teatro Stabile di Calabria al numero di telelefono 0962/905416 - oppure alla Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero di rete fissa 0961/761471 – o di cellulare 335/5244393 - o ancora consultare il sito internet di seguito riportato www.essemmemusica.it.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: martedì 17 e mercoledì 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; Giovedì 2 e venerdì 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato18 e domenica 19 aprile,Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela

Giordano. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 20.30. FALERNA (Cz) - “Dove va la politica in Calabria?” Il forum “Dove va la politica in Calabria? Costruire l'alternativa in un contesto emergenziale.”, sabato 28 febbraio 2009 ore 15,00 presso l’Hotel Eurolido – Falerna (Cz). Interverranno l’On. Nicolò Cristaldi, l’On. Gennaro Malgieri e l’On. Silvano Moffa. FRANCAVILLA A. (Vv) - Assemblea in lingua russa Domenica 22 marzo nella Sala delle Assemblee dei Testimoni di Geova a Francavilla Angitola (in provincia di Vibo Valentia), ubicata in località Cedonio, si terrà l’assemblea speciale di un giorno in lingua russa. GIRIFALCO (Cz) - Presentazione libro Si parlerà di Giacomo Mancini, storico leader del socialismo italiano e calabrese, ma anche dell’attualità del pensiero socialista, dell’era della programmazione, di quella che fu una stagione di speranze per la Calabria. L’occasione è la presentazione dell’ultimo libro di Antonio Landolfi, già vicesegretario del Psi e parlamentare, dedicato a Giacomo Mancini. L’appuntamento è a Girifalco, nell’aula magna della Scuola media di via De Amicis, oggi, alle ore 17,30. L’iniziativa appartiene al consigliere provinciale Mario Deonofrio, dirigente socialista di primo piano a livello provinciale e regionale, già sindaco di Girifalco. A coordinare i lavori è stato chiamato il giornalista Sergio Dragone, autore di “Un secolo di socialismo a Catanzaro”. Prima delle conclusioni del senatore Landolfi, si confronteranno sull’eredità politica di Mancini il sindaco di Catanzaro, on. Rosario Olivo, e il nipote dello statista, on. Giacomo Mancini junior. GUARDAVALLE (Cz) - In scena “La patente” Il 28 febbraio, alle ore 20:30, presso la palestra dell’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Guardavalle Sup., il Laboratorio Teatrale Pro-Aisla rappresenterà “La patente”, atto unico di Luigi Pirandello. GUARDIA P. (Cs) - Carnevale Occitano Fervono i preparativi per la terza edizione del Carnevale Occitano organizzato dall’Associazione Arcobaleno con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Guardia Piemontese. Il 28 febbraio la sfilata dei carri si terrà nel centro storico di Guardia Paese, mentre poi il 1° marzo si tornerà a sfilare a Guardia Piemontese Marina con i nostri carri e quelli di Paola, Acquappesa e Fuscaldo.È doveroso sottolineare che gli eventi del 24 febbraio e dell’1 marzo nascono dalla stretta collaborazione e sinergia createsi tra l’Associazione Arcobaleno e l’Associazione Gli Amici di Paola che stanno cercando di coinvolgere sempre più gente estendo ad altri Paesi la partecipazione al Carnevale. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato va in scena il movimiento latino. Il ristorante è aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - Concerto di Egidio Ventura Al locale Rua Sao Joao tutto esaurito per il concerto di Egidio Ventura di oggi. LAMEZIA T. (Cz) - “Agriturismo in Calabria” Il presidente dell'Agriturist Calabria, Francesco Fratto, ed il presidente di Confagricoltura Calabria, Francesco Macrì, invitano alla conferenza stampa su “Agriturismo in Calabria, consuntivo 2008, previsioni per il 2009”. Nel corso dell'incontro sarà presentata la guida Agriturist 2009. Interverranno: on. Mario Pirillo, assessore regionale all’Agricoltura; dott.ssa Vittoria Brancaccio, presidente nazionale di Agriturist, oggi, ore 11.45, presso la sala riunioni - Confagricoltura Calabria Via G. Pinna 30, Lamezia Terme. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. La serata di inaugu-

razione (fuori abbonamento) è prevista per oggi e per il 28 febbraio con Luca Zingaretti e la “Sirena” dal racconto “Lighea” di Tomasi di Lampedusa. Ad arricchire l’articolato programma, per metà composto da spettacoli in esclusiva per la Calabria, altri otto eventi di spessore. Tullio Solenghi con “L’ultima radio” il 12 e 13 marzo; Lunetta Savio e Paolo Bessegato con “45 giri di parole d’amore” il 19 e 20 marzo; Caterina Casini, Simona Marchini e Lucia Poli in “Pazze” il 24 e 25 marzo; Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Weskeril 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Fraynil 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lameziaterme.cz.it,www.teatroalamezia.it. LAMEZIA T. (Cz) - “E’ necessario il vaccino anti Hpv?” Il Centro Studi Lamezia Futura, di recente costituzione, ha organizzato l’incontro informativo sul tema “E’ necessario il vaccino anti Hpv? Una scelta da ripensare”. Il Centro Studi ha preparato tale incontro diffondendo presso tutte le scuole medie inferiori e presso i medici del circondario di Lamezia Terme e di Catanzaro, materiale informativo teso a far conoscere alle famiglie anche quegli aspetti volutamente celati dalle Autorità governative sulla reale efficacia della vaccinazione contro il Papilloma virus.Il centro Studi Lamezia Futura invita, quindi, tutta la cittadinanza a partecipare all’incontro informativo che si terrà sabato 28 febbraio alle ore 16,30 presso il Teatro Umberto di Lamezia Terme. Relazionerà sul tema il prof. Eugenio Serravalle anche alla presenza degli invitati, Agazio Loiero, Wanda Ferro, Dorina Bianchi, Gianni Speranza, Emira Ciodaro. LAMEZIA T. (Cz) - III congresso cittadino Udc Il segretario nazionale, Lorenzo Cesa, concluderà i lavori del III Congresso cittadino dell’Udc in programma sabato 28 febbraio alle 9.30 al Teatro Umberto. Il Congresso sarà presieduto dal commissario provinciale Armando Dionisi, introdotto da Massimo Sdanganelli, e parteciperanno i consiglieri comunali Nicola Mazzocca e Gennaro Talaia, il segretario regionale Francesco Talarico e il vice segretario nazionale Mario Tassone.Sarà l’occasione per approfondire i temi dell’agenda politica nazionale, regionale e locale che vede l’Udc al comune di Lamezia Terme protagonista di una linea politica di opposizione costruttiva. LAMEZIA T. (Cz) - Presentazione spettacolo Il Roller Club Lamezia Terme, in collaborazione con il Rotaract Club Lamezia Terme, presenta domenica 1 marzo 2009, ore 16, presso il Palasparti di Lamezia Terme, lo spettacolo della compagnia Rollertheatre di Roma "La lacrima dell’albero" ideato e scritto da Bruno Rivaroli, ex atleta della nazionale italiana di pattinaggio artistico, vicecampione del mondo junior 2000, 11 volte campione europeo. LAMEZIA T. (Cz) - Donna, giornata internazionale Il Cgsi Provvisorio Regionale Calabria annuncia che organizzerà la “La I edizione regionale della Giornata Internazionale della Donna” in collaborazione con l’ Ens Regione Calabria che si terrà il 8 marzo alle ore 9,30 presso il ristorante “Gran Hotel Lamezia” a Lamezia (di fronte la stazione ferroviaria). Nel pomeriggio il programma prevede i momenti dedicati allo spettacolo “California Dream Man”, la sorpresa e il regalo ricordo per tutte le donne presenti fino alla conclusione fissata per le ore 17,30. Il pranzo presso il ristorante è riservato solo ed esclusivamente alle donne. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 13 marzo, "Il volto e la notte" scuola lab Scenari Visibili;18 marzo, "Made in Italy" Babilonia Teatri con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Premio Scenario 2007; 22 marzo, "Attese" perfotext Tetraedro Teatro in regia Francesco Cerra; 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25.


40 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Corso per il conseguimento della qualifica di operatore dei servizi di ristorazione a Polistena

“Una poesia per la donna” a Petronà IL CARTELLONE

“L’Ottava del Carnevale della Piana” in programma a Palmi

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzosempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 - 339/8309044; oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica bequadro@bequadro.it. LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzopressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro mercoledì

4 marzo. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura del 12 e 13 marzo con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d´autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. PALMI (Rc) - “L’Ottava del Carnevale della Piana” L’associazione “Per Palmi” anche quest’anno è impegnata a realizzare, nell’ambito delle festività carnascialesche, con il patrocinio del Comune, la manifestazione de "L’Ottava del Carnevale della Piana", giunta al 26° anno consecutivo e che si svolgerà domenica 1 marzo, con la sfilata di carri e gruppi di artisti formati da ballerini, musicanti e splendide maschere, lungo il tradizionale percorso cittadino. Domenica 1 marzo, ore 14.30, piazzale concordato, ”L’ottava del carnevale della Piana” 26ª edizione partenza della sfilata di carri allegorici, maschere, artisti di strada bande buffe e gruppi mascherati provenienti da Paternò, Castrovillari, Taurianova, Cittanova, Polistena, Delianuova; ore 18.00, piazza 1° Maggio, esibizione di tutti i partecipanti, premiazione dei vincitori e spettacolo musicale. Info: 366366821.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2009. Sabato28 febbraio, "Da giovedì a giovedì" con Marco Marzocca; sabato 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; lunedì 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; lunedì 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - “Una poesia per la donna” In occasione della settima giornata della donna che si terrà il

prossimo 7 marzo presso palestra comunale, l'Associazione Insieme onlus, indice il I concorso letterario "Una poesia per la donna" in lingua italiana e in vernacolo. Tre i premi per i vincitori: le domande scadonoil 28 febbraio. Info: www.insiemeonlus.altervista.org - 3337673975. La partecipazione al concorso è gratuita. POLISTENA (Rc) - Corsi serali L’Iis “G. Renda “ - Polistena ha attivato i seguenti corsi serali: a) corsi pomeridiani per il conseguimento della qualifica di operatore della Gestione Aziendale(Oga); operatore dell’Impresa Turistica(Oit); a) corsi pomeridiani per il conseguimento della qualifica di operatore dei servizi di ricevimento, operatore dei servizi di ristorazione. I corsi serali in particolare si caratterizzano per il riconoscimento dei crediti formativi e per la flessibilità del percorso didattico. Le iscrizioni dovranno pervenire presso la segreteria dell’Istituto d’iscrizione superiore “G. Renda” – Polistena – Via Vescovo Morabito, 19 – 89024 Polistena (Rc). Tel. e fax 0966/940046 – 940141 e-mail: rcrc03000p@istruzione.it. Entro e non oltre il 28 febbraio 2009. REGGIO C. - Mostra sul centenario del terremoto La mostra sul centenario del terremoto, realizzata a Villa Zerbi in collaborazione con la facoltà di Architettura della Mediterranea, avrebbe dovuto chiudere i battenti domenica 25 gennaio, ma il successo decretato da oltre cinquemila visitatori e soprattutto la grande affluenza dei giovani studenti delle scuole elementari, medie e superiori provenienti anche dalla provincia reggina e da Messina ha determinato l’Amministrazione comunale a prorogarne l’apertura sino all’otto di marzo. Tra filmati d’epoca e recenti, foto d’epoca della collezione Nesci e dell’archivio Alinari, progetti per il Memoriale e un Monumento alla catastrofe, video istallazioni e strumenti per la registrazione dei sismi, ampia è la documentazione offerta ai visitatori. Tra tutti l’oggetto presso cui si ferma l’attenzione e l’immagine fotografica scattata da molti è costituito dalla lettiga d’epoca in legno di recente restaurata e gentilmente concessa in prestito dall’Ospedale “Tiberio Evoli” di Melito.Grande interesse di pubblico hanno conseguito anche le manifestazioni parallele organizzate nella sala conferenze che ha visto la presenza dell’artista sardo Ciriaco Campus, autore della “pressa di Reggio”, videoproiezione di migliaia di immagini fotografiche degli ultimi cinquant’anni della città. Il Circolo Rotary Reggio nord ha dato luogo ad un interessante incontro per promuovere la realizzazione di un luogo della memoria- come propone un’ampia sezione della mostra- nelle due città, da erigere sia come ricordo di quanti- decine di migliaia- hanno perso la vita in quei tremendi istanti, sia come simbolo della rinascita delle due città. In chiusura l’Editore Città del sole ha presentato ad un folto pubblico e alla stampa quattro sue recenti edizioni sul tema del terremoto con un piacevole intermezzo nel quale si è espresso il talento dei giovani attori della Compagnia "Officine joniche delle arti" che hanno recitato brani dell’opera teatrale “frammenti tellurici” di Domenico Loddo. Grande è stata l’attenzione della stampa e dei media per questo evento come per tutte le manifestazioni che la Commissione per il centenario del 1908, presieduta dall’Assessore Antonella Freno, ha realizzato e programmato per tutto il 2009. Con alcune piccole varianti che certamente incontreranno l’interesse dei visitatori e altri appuntamenti pomeridiani la mostra proseguirà quindi, sempre con ingresso libero e secondo l’orario consueto dal martedì alla domenica dalle nove alle tredici e dalle sedici alle venti e potranno essere prenotate le visite guidate per le scuole e i gruppi al numero 0965-810591 e 328-1918030.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La banda larga di Telecom Italia”, presentazione del libro oggi pomeriggio nella Città dello Stretto

La mostra “Puro sguardo” a Reggio IL CARTELLONE

Corso di integrazione per stranieri a cura dell’Accademia del Tempo libero

REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatro fino al 29 marzo, Zattere, stagione teatrale 2009. Programma: oggi, 28 febbraio, ore 21.00; 1 marzo, ore 18.15, Squid eXperience "‘A Calabria è morta" performance/installazione di e con Ernesto Orrico; venerdì 6, sabato 7 marzo, ore 21.00; domenica 8 marzo, ore 18.15, Argómm Teatro "Studio sulle serve" da “Les Bonnes” di Jean Genet con Romeo Martel, Francesco Mazza, Luigi Povelato, regia di Francesco Mazza; venerdì 20, sabato 21 marzo, ore 21.00, Tetraedro Teatro, "Attese", regia di Francesco Cerra; sabato 28 marzo, ore 21.00; domenica 29 marzo, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: il 12 marzo, concerti sinfonici - M° Veronesi; Sabato 21e domenica 22 marzo, Ballet de “Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo, Teatro Bellini di Napoli Masaniello; Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato18 e lunedì 20 aprile,Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Anassilaos, manifestazioni Manifestazioni associazione Anassilaos. Programma febbraio 2009: oggi,ore 11.00, a Roma sede società chimica italiana V.le Liegi 48, centenario della società chimica italiana - Centenario del futurismo. Convegno promosso dalla associazione culturale Anassilaos e dalla società chimica italiana sul tema chimica e futurismo e presentazione del saggio Atomi elementi molecole - Storia della chimica da Dalton alle nanostrutture (Laruffa editore) di Francesco Cardone con la presentazione del presidente della Sci prof. Luigi Campanella e gli interventi del dr. Stefano Iorfida (Presidente dell'associazione culturale Anassilaos di Reggio Calabria), del prof. Luigi Tallarico con una relazione sul tema "Introduzione al movimento futurista", del dr. Francesco Cardone che tratterà del tema “Chimica e futurismo tra letteratura e scienza", del prof. Angelo Liguori che interverrà sul tema "Atomi elementi molecole storia della chimica da Dalton alle nanostrutture": presentazione e considerazioni”. Seguirà dibattito; oggi, ore 21.00, Reggio saletta San Giorgio al Corso, Otto Marzo 2009. Festa della donna. Incontro su “Donne per la libertà/Profili di donne” a cura delle sezioni donna e giovani dell'associazione Anassilaos. REGGIO C. - “Puro sguardo”, mostra fotografica L’Associazione Culturale “Leucò art gallery” presenta l’evento culturale che si terrà oggi, alle ore 20 in via Crocefisso, n. 44-46 – Reggio Calabria: “Puro sguardo”, mostra fotografica di Giovanni Cutrupi curata da: Paolo Albanese e Raffaele Mortelliti. REGGIO C. - Bravo grazie Tutto è cominciato con la selezione nei festival e nei concorsi di tutta Italia che ha portato sedici finalisti, campioni di comicità, a sfidarsi a colpi di battute, davanti alla giuria popolare del teatro Francesco Cilea, nel corso di tre serate che andranno in onda oggi e il 28 febbraio e l’1 marzo su Sky Vivo (canale 109 di Sky). La messa in onda della Champions league della risata sarà preceduta da numerose clip di promozione della trasmissione che sono state girate in città. Una serie di simpatici sketch che vedono come protagonisti gli artisti della risata che hanno animato e divertito il pubblico reggino. Cornice d’eccezione: Reggio Calabria che verrà portata nelle case degli italiani attraverso il piccolo schermo.

REGGIO C. - Presentazione libro “La banda larga di Telecom Italia” di Joe Basilico, pubblicato dall’editore reggino Città del Sole Edizioni, sarà presentato a Reggio Calabria dalla casa editrice in collaborazione con il Centro Culturale “Guglielmo Calarco” oggi alle ore 17 presso l’Accademia di Belle Arti. Il giornalista della Gazzetta del Sud Pino Toscano modererà l’incontro che vedrà la partecipazione dell’Avv. Antonio Ciarletta, responsabile della Federconsumatori di Reggio Calabria, dello psicologo Paolo Praticò, del sociologo Pino Rotta, del critico Stefano Mangione e dell’editore Franco Arcidiaco. Seguirà il dibattito con il pubblico. REGGIO C. - Manifestazione dell’Udc Sabato 28 febbraioalle ore 16.00 c/o l'Auditorium Versace di Reggio Calabria manifestazione dell'Udc. Parleranno tra gli altri, Candia, Versaci e Mallamaci dell'Ufficio politico provinciale, Pellicano' del coordinamento cittadino, i deputati Tassone e Occhiuto, il segretario regionale Talarico, il sen. Trematerra, Marisa Fagà e il consigliere regionale Pasquale Tripodi.Chiuderà la manifestazione, che sarà coordinata da Pino Bova, l'on. Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell'Udc. REGGIO C. - “50 & più Università”, attività Continua in maniera intensa l’attività di “50 & più Università”, l’Università dell’età matura, Sezione Decentrata di Reggio Calabria. Tra le imminenti attività didattiche programmate da “50 & più Università”, è prevista per sabato 28 febbraio 2009 alle ore 17,00, presso la Confcommercio di Reggio Calabria, una lezione sulla sicurezza sul territorio con riguardo alle esigenze delle fasce deboli della popolazione, tenuta dal Avv. Alfredo Priolo, Comandante della Polizia Municipale della città di Reggio Calabria. REGGIO C. - Accademia del Tempo libero Ha avuto inizio questo mese il corso di integrazione per stranieri organizzato dall’“Accademia del tempo libero” di Reggio Calabria, vincitrice del bando della Provincia.Una serie di incontri per favorire l’inserimento degli stranieri in città attraverso la partecipazione ad interessanti corsi che aiuteranno lo svolgimento delle professioni più comuni ed anche la vita di tutti i giorni.Programma: un evento speciale chiuderà la programmazione di febbraio, il 28 febbraio, i due artisti comici reggini Giacomo Battaglia e Gigi Misefari, presenteranno lo spettacolo di cabaret, di cui sono autori e attori, dal titolo “Non c’è due…senza tress”. Proseguono, inoltre, le lezioni di ballo liscio e sociale, ed i corsi di bocce, di yoga e di training autogeno. REGGIO C. - Manifestazione dell’Udc Sabato 28 febbraioalle ore 16.00 c/o l'Auditorium Versace di Reggio Calabria manifestazione dell'Udc. Parleranno tra gli altri, Candia, Versaci e Mallamaci dell'Ufficio politico provinciale, Pellicano' del coordinamento cittadino, i deputati Tassone e Occhiuto, il segretario regionale Talarico, il sen. Trematerra, Marisa Fagà e il Consigliere Regionale Pasquale Tripodi.Chiuderà la manifestazione, che sarà coordinata da Pino Bova, l'On. Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell'Udc. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Febbraio:giovedì 5, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione di Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 5, ore 19.30, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 17.30, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro con giovani stranieri (Giovani insieme); giovadì 12, ore 20.00, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 19, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro giovani reggini e stranieri (Giovani insieme); giovedì 26, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, presentazione programma socio-culturale per stranieri (Pscs); aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione

video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale;domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: giovedì 05 marzo: “Marte e Venere a confronto” - Psicologia dell'universo maschile e femminile, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); martedì 17 marzo: “L’apparenza inganna?”- Stereotipi e pregiudizi sociali, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); giovedì 26 marzo: “Uno, nessuno, centomila” - La comunicazione e le relazioni nell’era di internet, con la partecipazione della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 07 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti e agli interessati sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 www.cooperativaimep.it - Per prenotazioni: urp@cooperativaimep.it.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


42 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“I diplomati calabresi del 2008. Qualità dell’istruzione superiore degli studenti”, seminario a Rende

“Il teatro è vita” a San Pietro a Maida IL CARTELLONE

Lo spettacolo “Fiore di cactus” in scena al Teatro San Marco di Rossano

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma:martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): la dott.ssa Marilena Sica tratterà la secondaconversazione, sui Paesaggi dell’anima, sempre presso la Biblioteca, il 18 marzo 2009.Il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio, il 17 giugno, il 23 settembre, il 21 ottobre, il 25 novembre, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Luca Carboni in concerto E’ partita ufficialmente la prevendita per il concerto di Luca Carboni che si terrà il prossimo 23 marzo al teatro Cilea di Reggio Calabria. Unica data per tutta la regione, la data in riva allo Stretto è organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e dalla Nuova Star Italia e rientra nelle tappe previste dal nuovo tour del cantautore bolognese, che inizierà il 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona e che toccherà i principali teatri italiani. I concerti del tour, compreso quello del 23 marzo a Reggio Calabria, seguiranno il nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio (RCA/Sony Music), raccolta in cui l’artista emiliano rilegge alcuni brani simbolo degli anni ’70, realizzando un personalissimo omaggio a grandi cantautori di quel decennio.Luca Carboni sarà accompagnato sul palco, per una parte del concerto, anche dalla chitarra e dalla voce di Riccardo Sinigallia con cui duetterà in “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani tratti dall’album uscito a gennaio che vede il cantautore romano anche in veste di coproduttore. La band che si esibirà insieme a Luca Carboni è composta da: Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli(chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre). Durante i concerti Carboni proporrà inoltre brani tratti dall’ultimo album e dal suo repertorio passando da una dimensione acustica ad una più elettrica. L’acquisto dei biglietti per il concerto di Reggio Calabria può essere effettuato online, attraverso il sito del teatro Francesco Cilea e il circuito TicketOne; oppure basta rivolgersi allo stesso teatro Cilea (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/312701), o alla Boutique Taxi (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/332383). Per informazioni consultare il sito internet: www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa: 0965/312701- 0961- 761471 - 0965/5936441; o ancora consultare il sito www.essemmemusica.it.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: mercoledì 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. RENDE (Cs) - “I diplomati calabresi del 2008” Si tiene oggi all’Università della Calabria (Aula Caldora, dalle ore 9) la giornata di studi “I diplomati calabresi del 2008. Qualità dell’istruzione superiore ed anagrafe degli studenti”. Il seminario presenta i risultati di due indagini realizzate grazie alla collaborazione tra il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea e l’Università della Calabria e condotte nell’ambito del progetto Oracolo 2 – Avvicina>Menti per conto della Regione Calabria. Dalle indagini emergono le performance negli studi dei diplomati calabresi usciti dalle scuole secondarie superiori a luglio 2008, le loro attitudini e aspirazioni, le conoscenze del mercato del lavoro e dell’università che hanno alla vigilia della Maturità: aspetti importanti che sono sempre più all’attenzione di chi governa i processi della scuola. La giornata di studi sarà aperta dal Rettore dell’Università della Calabria Giovanni Latorre. Le conclusioni (ore 12) saranno affidate al vice presidente della Giunta regionale della Calabria Domenico Cersosimo. Interverranno al dibattito, introdotto da Angela Costabile, delegata del Rettore per le attività di orientamento, Carmen Argondizzo, delegata del Rettore per l’orientamento in entrata, Andrea Cammelli, professore di Statistica dell’Università di Bologna e direttore di AlmaLaurea, Furio Camillo, docente dell’Università di Bologna, Marilena Mattioli, delegata per l’orientamento dell’ITC Luxemburg di Bologna, Francesco Mileto, dirigente scolastico dell’Itis Milano di Polistena, Sara Laurita, responsabile dell’ufficio statistico dell’Università della Calabria) e il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Francesco Mercurio. RENDE (Cs) - Master di I livello E’ istiuito per l’anno accademico 2008/2009, presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria, dipartimento di Scienze dell’Educazione, e in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, il master di I livello in “Risorse creative per lo sviluppo di comunità. Tecniche di Danzaterapia e Arte Terapia”. Possono accedere al master coloro che sono in possesso di Laurea ex D.M.509/99 e 270/2004; di diploma universitario di durata almeno triennale; di diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti antecedenti a 509/99; di titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo dal Consiglio del corso ai soli fini di iscrizione al corso stesso. L’iscrizione al master è incompatibile con l’iscrizione ad altri corsi di studio che prevedono il conseguimento di crediti. Il numero dei posti disponibili è 40. È possibile scaricare il bando e compilare la domanda di ammissione al concorso, che scadrà oggi, collegandosi al sito web www.segreterie.unical.it . Per ulteriori informazioni: dott.ssa Farina, dipartimento Scienze dell’Educazione 0984/494070, Asp-Cosenza 0984/893383 3289783446.

RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il giovedì 12 marzo 2009 al teatro Garden di Rende e venerdì 13 marzo 2009 al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per informazioni consultare il nume-

ro di telefono di rete fissa di seguito riportato 0968.441888. ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagione teatrale 2009, presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: oggi, Nautilus Pictures presenta Remo Girone, Eleonora Giorgi in "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy tradotto da Gerardo Guerrieri con Giorgia Trasselli, Guglielmo Guidi, Fabrizio Alessandro Barbone, Andrea Garinei, Federica Montanelli; 16 marzo, Paola Quattrini - Ray Lovelock "I ponti di Madison Country" tratto dall'omonimo romanzo di Robert James Waller; adattamento Lorenzo Salveti con R. Rigillo, A.Marverti, M.G.Laurino; scene Bruno Buonincontri; costumi Bartolomeo Giusti; musiche di Armando Trovajoli; regia Lorenzo Salveti; (Unica data in Calabria); 27 marzo, ente nazionale del balletto-balletto di Roma "Lo schiaccianoci", con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche; regia e coreografia Mario Piazza; musiche Petr Il ic Cajkovskij; nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica, Riccardo Reim; 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali sulla stagione duemilanove saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 28 febbraio 2009 “Gli Argonauti” di Virginio Gazzolo con Virginio Gazzolo e Rosmunda D’Amico; 28 marzo 2009 “Fra-Intendimenti…D’Amore” di Davide Cavuti con Nathalie Caldonazzo ed Edoardo Siravo; 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 43

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La nuova regolamentazione dell’agricoltura biologica in Europa”, corso a Sant’Onofrio

“Un sesso di troppo” in scena a Soverato IL CARTELLONE

Due nuove opere di Mattia Preti in esposizione a Taverna

SANT’ONOFRIO (Vv) - Agricoltura biologica, corso L'Icea istituto certificazione etica e ambientaleorganizza il corso "La nuova regolamentazione dell'agricoltura biologica in Europa" Reg Ce 834/07 - Reg. Ce 889/08, giovedì 5 marzo, presso il centro di documentazione Igea. Il corso è finalizzato all'aggiornamento di tecnici controllori, consulenti ed operatori specializzati. Alla conclusione del seminario sarà consegnato ad ogni partecipante attestato di partecipazione al corso. I partecipanti al corso devono avere una conoscenza generale delle metodologie e delle norme vigenti in agricoltura biologica. Il corso sarà supportato da dispensa cartacea e dvd multimediale. Orario: 9.00 - 13.00; 13.00 - 18.00. Costo euro 20,00, contributo volontario per la copertura dei costi di elaborazione e stampa del materiale didattico. Modalità di pagamento: versamento in contanti. Info sede del corso: 0963/267215.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio Calabria, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando. SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Al Bar Mario: mercoledì dott. why; giovedì isa e il suo karaoke; venerdì drug queen francys; sabato, fadingf roods in concerto; domenica, tesy voice superkaraoke. Venerdi 13 marzo, San remo drug queen su prenotazone tavoli info 3280715176 - www.bar-mario.com.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 28 febbraio “Dr Jekill e Mr Hyde The strange show” di e con Fabrizio Paladin; sabato 7 marzo, Claudio Insegno “Risate al 23° piano” di Neil Simon; sabato 21 marzo, Gaia De Laurentis “Sottobanco” regia Claudio Beccaccini; Sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì 16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino.

SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma: domenica 1 marzo con la compagnia Spazioscenico con “Un sesso di troppo”. Un cocktail esplosivo di doppi sensi e situazioni esilaranti condito con un pizzico d'amore e molto buon umore. Franco Procopio dirigerà la divertentissima commedia di James Sherman, campione d'incassi a New York. Domenica 15 marzo, sarà la volta di un cast di straordinari interpreti per rievocare il percorso umano e artistico della Dietrich, che per decenni e fino ai nostri giorni ha sollecitato l’immaginario collettivo. “Marlene”, ultima fatica di Giuseppe Manfridi e novità assoluta della stagione teatrale in corso, vede in scena, per la regia di Maurizio Panici, un’intensa Pamela Villoresi, accompagnata, tra gli altri, da Orso Maria Guerrini e David Sebasti. Domenica 22 marzo, sarà la volta de “L’amore mio non può”. Nel settantennale delle leggi della vergogna razzista, una strepitosa Manuela Kustermann trasforma in poesia una realtà maledettamente violenta. Dall’omonimo romanzo di Lia Levi uno spettacolo applauditissimo. Concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Per ulteriori informazioni telefonare: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it.

VIBO V. - “2 voci per l’inverno” Sarà dedicata alla grande voce calabrese, l’indimenticabile ragazzo di Fiumara, Mino Reitano, l’edizione 2009 della manifestazione artistico-canora “2 voci per l’inverno” condotta da Valerio Merola, coadiuvato da Marilena Alescio. Questi sono i nominativi dei giovani ammessi alla serata finale, patrocinata dall’assessorato al Turismo e Spettacolo dell’Amministrazione provinciale di Vibo - in programma per domenica 1 marzo, alle ore 17, nel “Salone delle Feste” del 501 Hotel di Vibo: Apa Giuseppe di Crotone; Baldanza Thomas di Paola; Ceravolo Marco di Pizzo D’Ippolito Jessica di Vibo Valentia; Durante Marco di Pizzo; Franzè Vincenzo di Vibo Valentia; Fruci Iliana di Filadelfia; Italiano Filippo di Delianova;Laimo Manuele di Messina; Lisotti Flavia di Ioppolo; Marrella Vincenzo di Maida; Santulli Lorenzo di Taurianova; Scannadinari Francesca di Vibo Valentia; Tavella Marianna di Potenzoni Vita Daniele e Umberto di Messina; Zaffino Maria di Serra San Bruno. VILLA SAN GIOVANNI (Rc) - Piani paesaggistici “I nuovi piani paesaggistici regionali. Innovazioni e convergenze”, è il titolo del seminario nazionale che si svolgerà oggi all’Hotel Altafiumara di Villa San Giovanni, promosso dall’assessorato regionale all’Urbanistica e dalla Regione Emilia Romagna, nell’ambito del progetto di gemellaggio Agire - Por e del protocollo di collaborazione “Buone pratiche nella tutela del paesaggio e del territorio per il funzionamento dell’Osservatorio regionale per il paesaggio”. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale www.dilloconilvino.it che prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio.

CALABRIA - Cunta Calabria L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale Vibonese” di Vibo Valentia presenta la seconda edizione di “Cunta Calabria”. La Calabria si racconta attraverso il teatro popolare e non solo. Il programma: venerdì 6 marzo 2009, “Gruppo Teatrale Anoiano”. Venerdì 20 marzo 2009, Gruppo Teatrale “Giangurgolo” di Gioia Tauro“U muru”. Ingresso pubblico alle ore 20.30 – Sipario ore 21.00.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 45

Sport

ALL’ATLETICO MADRID

ACQUISTI IN FRANCIA

Muore calciatore di nove anni travolto dal tetto della panchina

Genoa e Roma interessate a Jeremy Mathieu e Yohann Pelè

Ad Amsterdam la Fiorentina di Prandelli non va oltre la speranza: 1-1 La rete di Gilardino illude, poi arriva la doccia fredda del gol di Leonardo

Alla Viola il miracolo non riesce Dal difensore un segnale di distensione Forse sarà convocato già per domenica

Fuori nei sedicesimi Un anno fa c’era stata la semifinale con i Rangers Ajax (4-3-3): Vermeer 6.5, Van der Wield 6.5, Oleguer 5.5, Vertonghen 5, Vermaelen 5, Gabri 6 (24’ st Anita sv), Lindgren 5.5 (25’ st Leonardo 7), Ehno 6.5, Sulejmani 6 (46’ st Alderweireld sv), Suarez 6.5, Emanuelson 6.5 (30 Gentenaar, 7 Bakircioglu, 11 Aissati, 37 Schilder). All. Van Basten 6 Fiorentina (4-3-3): Frey 6.5, Zauri 6 (44’ st Jovetic sv), Gamberini 6.5, Kroldrup 5.5, Pasqual 6, Donadel 6 (27 st Almiron 4.5), Felipe Melo 6, Montolivo 6, Semioli 7 (23’ st Jorgensen sv), Mutu 6,5, Gilardino 7. (13 Storari, 3 Dainelli, 6 Vargas, 19 Gobbi, 8 Jovetic). All. Prandelli 5 Arbitro: Johannesson (Svezia) 6 Reti: nel st 16’ Gilardino, 43’ Leonardo Ammoniti: Enho, Donadel, Lindgren, Zauri e Mutu AMSTERDAM - Una bella Fiorentina sfiora l’impresa ad Amsterdam, ma viene buttata fuori dall’Uefa da un Ajax cinico, che sfrutta una profonda dormita della difesa viola proprio quando i supplementari sembravano un traguardo raggiunto. Viola spumeggianti nel primo tempo. Gli uomini di Prandelli fanno la partita. Dopo quattro minuti Semioli ha già nei piedi la palla buona per il vantaggio, ma l’ala calcia addosso a Vermeer, bravo subito dopo a chiudere anche sull’accorrente Mutu. I lanceri rispondono al 7’ con un’insidiosa conclusione di Suarez. Frey devia in angolo. Al 14' altra chance da rete per la Fiorentina con Gilardino, che vede respinto il suo tiro dall’estremo difensore olandese. La gara è tesa. E gli animi si scaldano in un istante. Al 30', dopo un contrasto a centrocampo con protagonisti Felipe Melo e Van der Wiel, si accende una rissa in campo, ma l’arbitro non sanziona nessun giocatore. Nel finale della prima frazione ancora Gilardino insi-

Panucci fa un passo indietro Ha chiesto scusa a Spalletti

Alberto Gilardino difende il pallone dall’attacco di Gregory Van der Wiel

dioso. Il centravanti della Fiorentina non riesce a inquadrare lo specchio della porta e sul prosieguo dell’azione Mutu fallisce l’intervento. A inizio secondo tempo Fiorentina vicinissima al vantaggio con Gamberini, che raccoglie un cross di Pasqual ma, di testa, colpisce solo il palo. Al 52’ Suarez su punizione

testa i riflessi di Frey. Grande risposta dell’estremo viola. Al 56’ Mutu batte a colpo sicuro, ma Vermeer si immola e compie il miracolo. Il gol è nell’aria. E arriva al 61’ con Gilardino, servito da un superbo assist di Adrian Mutu. La partita si fa equilibrata e i suplementari diventano sempre più probabili. Una possibilità vanificata

da una fiammata di Leonardo, che sfrutta un rimpallo al limite dell’area e beffa Frey nell’angolo basso (43’). Difesa viola non esente da colpe. La Fiorentina, colpita a morte, ha dopo tre minuti la palla per il 2-1, ma Kroldrup e Felipe Melo davanti al portiere avversario e buttano alle ortiche un’occasione d’oro e la qualificazione.

Il Metalist archivia la pratica in mezz’ora contro una squadra piena di riserve

La Sampdoria non crede nella qualificazione I blucerchiati perdono 2-0 e salutano l’Europa

Metalist (4-5-1): Goriainov 5, Maidana 6,5, Obradovic 6,5, Gueye 6,5, Gancarczyk 6, Edmar 6, Rykun 6,5 (13’ st Devic 6), Sliusar 6, Valyaev 6,5, Olinyk 6 (41’ st Berezovchuk sv), Jajà 6,5 (34’ st Bordian sv). (23 Bazhan, 2 Konyushenko, 19 Barilko, 26 Zeze). All. Markevich 7 Sampdoria (3-5-2): Mirante 4,5, Campagnaro 5,5, Gastaldello 5, Da Costa 5, Stankevicius 5,5 (19’ st Pieri 5), Padalino 5,5 (37’ st Mustacchio sv), Sammarco 5 (19’ st Franceschini 5), Dessena 5,5, Ziegler 5, Marilungo 6, Bellucci 5. (1 Castellazzi, 84 Raggi, 29 Ferri, 5 Accardi). All. Mazzarri 5 Arbitro: Kircher (Germania) 7 Reti: 31’ pt Valyaev, 41’ pt Jajà

Ammoniti: Sammarco KHARKIV - La Samp è fuori dall’Europa. Dopo la sconfitta dell’andata a Genova per 1-0, nella trasferta di Kharkiv la squadra di Mazzarri rimedia solo un altro ko per 2-0 e cede l’accesso agli ottavi di Coppa Uefa al Metalist. Arrivati decimati alla sfida ucraina, con Cassano e Palombo rimasti a casa e quattro Primavera al seguito, la gara dei blucerchiati dura praticamente solo mezz’ora, fino alla prima rete di Valyayev per i padroni di casa, con Jajà a chiudere definitivamente il discorso qualificazione 10’ dopo. Termina senza troppe lacrime l’avventura in Uefa della Samp, che ora può dedicarsi completamente al campionato e alla coppa Italia.

ROMA - Panucci chiede scusa e adesso la palla passa all’allenatore della Roma Luciano Spalletti. Tutto si è consumato nella tarda mattinata, a Trigoria. Contrariamente a quanto previsto, l’incontro è stato privato: solo tecnico e giocatore, faccia a faccia. Un mese fa, esattamente il 25 gennaio, Panucci, in occasione della trasferta di Napoli, non è stato incluso nell’undici titolare da Spalletti e ha rifiutato di andare in panchina. Da li la rottura tra i due che ha portato il tecnico a chiedere alla società, che lo ha accontentato, di escludere il giocatore dalla lista Champions. Poi, qualche giorno dopo, sono arrivate le scuse, pubbliche, di Panucci. Una lettera aperta a tutti (giocatori, società e tifosi), meno che a Spalletti. Sul contentuto dell’incon-

tro nessuno, nel clan giallorosso, si è sbilanciato: in teoria, dunque, potrebbe anche non essersi trattato di scuse. Domenica la Roma giocherà a Milano contro l’Inter e, quell’occasione, Spalletti dovrà decidere cosa fare, se gettarlo nella mischia o meno. La situazione, nonostante l’incontro, potrebbe non sbloccarsi subito. Un disgelo c’è stato, ma Spalletti potrebbe prendersi ancora del tempo per decidere. Quindi, non è scontato che convochi Panucci per l’Inter. La squadra, di sicuro, non l’avrebbe contro nel caso dovesse chiamarlo, il pensiero dei giocatori sulla vicenda è stato subito chiaro. Tutti concordi sull’errore commesso da Panucci che, però, gode di grande rispetto. Due giorni ancora per decidere.

Samuel l’unico indisponibile per l’atteso posticipo

Mourinho non cambia l’Inter Con i giallorossi spazio ai migliori MILANO - Josè Mourinho non vuole cali di tensione dopo il pareggio casalingo contro il Manchester United in Champions. Perchè il campionato resta un obiettivo importantee il vantaggio accumulato

su Juventus e Milan va sapientemente gestito. Così come andrà gestito nei prossimi impegni il gruppo per avere al meglio i big nella partita di ritorno dell’Old Trafford. Contro la Roma il portoghese è orientato a far giocare Vieira a centrocampo, per consentirgli di mettere importanti minuti nelle gambe in vista della gara di ritorno contro gli inglesi. Il francese sostituirà Muntari, che nelle ultime uscite non ha certo brillato per qualità e quantità. Per il resto l’unica novità prevista domenica sera riguarda l’impiego di Cordoba dal primo minuto al posto di Rivas. Il colombiano giocherà al centro della difesa con Chivu, mentre Maicon e Santon completeranno il reparto arretrato. L’unico indisponibile rimane Samuel. Lo staff medico farà di tutto per recuperarlo per Manchester.

Friulani agli ottavi con le reti di Pepe e Di Natale che danno il 2-1 sul Lech Poznan

Rosa quasi al completo per Rossi nell’anticipo di domani

Udinese (4-3-3): Belardi 6; Zapata 6, Coda 6, Domizzi 6, Pasquale 6,5 (32’ st Lukovic sv); Inler 6,5, G. D’Agostino 6, Asamoah 7; Pepe 6,5 (18’ st Isla 6), Quagliarella 6 (1’ st Floro Flores 6), Di Natale 6. A disp. Koprivec, Felipe, Obodo, Zimling. All. Marino 6,5 Lech Poznan (4-3-2-1): Turina 6; Wojtkowiak 6 (38’ st Kikut sv), Bosacki 6, Arboleda 6,5, Djurdjevic 6; Bandrowski 6, Murawski 6,5, Injac 5,5 (26’ st Wilk 6); Lewandowski 5,5, Stilic 5,5; Rengifo 6. A disp. Kotorowski, Kucharski, Tanevski, Peszko, Cueto. All. Smuda 6 Arbitro: Blom (Ola) 6,5 Marcatori: 12’ pt Rengifo (L), 12’ st Pepe (U), 46’ st Di Natale (U)

ROMA - Il primo anticipo della 26a giornata è Lazio-Bologna, che giocano domani alle 18. Delio Rossi ha a disposizione l’intera rosa, ad eccezione di Del Nero e Meghni. Si sono allenati regolarmente Ledesma e Mauri che nei giorni scorsi erano rimasti precauzionalmente a riposo. Si è fermato invece il difensore francese Diakitè per un affaticamento. Nel Bologna Marazzina, Valiani e Castellini si sono allenati con il gruppo è dovrebbero essere a disposizione di Mihajlovic. Il capocannoniere Marco Di Vaio spaventa la “sua” Lazio. «Il mio futuro è a

Udinese, l’unica ad andare avanti L’attaccante Fabio Quagliarella

Ammonito: Belardi Recupero: 1’ pt, 3’ st Spettatori: 30.000 circa UDINE - L’Udinese batte 2-1 in casa i polacchi

del Lech Poznan e si qualifica per il prossimo turno di Uefa dove affronterà lo Zenit San Pietroburgo. I polacchi partono meglio e già dopo due minuti Pasquale deve salvare sulla linea. Gli ospiti, che giocano con una sola punta, Rengifo, insistono e passano al 12’ con un bel destro dal limite proprio dell’attaccante. L’Udinese nel primo tempo non riesce a trovare il bandolo dell’incontro e sul finire del primo tempo dagli spalti del Friuli piovono anche dei fischi. Friulani più convinti nella ripresa e al 10’ il pari grazie ad uno spunto di Pepe che sfrutta un’indecisione della difesa polacca. Il gol vittoria arriva al 46’ con Di Natale che si fa mezzo campo con la palla al piede e segna il gol del 2-1.

Di Vaio incrocia la “sua” Lazio: “Ma ora Bologna è casa mia”

Bologna,anche se la Lazio l’ho sempre considerata casa mia: un paio di anni fa sono stato vicino anche a tornare. Se segno non esulto».


46 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Gli uomini di Ancelotti si fanno recuperare due reti dal Werder: 2-2

Milan precipitaall’inferno Rossoneri fuori dall’Europa Le reti firmate da Pirlo e Pato La rimonta con Pizarro Milan (4-3-1-2): Dida 5, Zambrotta 6.5, Senderos 5, Maldini 5, Favalli 5 (32’ st Jankuloski sv), Beckham 5.5, Pirlo 6, Ambrosini 5.5, Seedorf 5 (9’ st Flamini 6), Pato 6.5, Inzaghi 5 (17’ st Shevchenko 5). (12 Abbiati, 4 Kaladze, 25 Bonera, 77 Antonini). All.Ancelotti 5 Werder (4-3-1-2): Wander 6, Fritz 5.5, Mertesacker 6, Naldo 6, Pasanen 6 (22’ st Boenisch 6,5), Tziolis 6, Frings 6.5, Ozil 7.5 (46’ st Jensen sv), Diego 7, Almeida 5 (17’ st Rosenberg 6), Pizarro 7.5. (21 Mielitz, 15 Prodl, 6 Baumann, 34 Harnik). All. Schaaf 7 Arbitro: Eriksson (Sve) 5.5 Reti: nel pt 26’ Pirlo (R), 33’ Pato; nel st 23’ e 33’ Pizarro Ammoniti: Frings, Ozil, Pirlo, Rosenberg e Senderos

Il raddoppio di Pato; sopra Pizarro festeggia la doppietta

MILANO - Per la gioia di Berlusconi, il Milan si fa rimontare non una ma due reti e saluta la coppa Uefa. Magra figura dei rossoneri, in vantaggio (immeritato) con Pirlo e Pato nel primo tempo, recuperati nella seconda frazione da due inzuccate di Pizarro. Il Werder parte aggressivo. Diego si mette nel vivo del gio-

co, distribuisce palloni a destra e sinistra, prova dalla distanza. Il Milan accusa pesantemente la vivacità degli ospiti, che creano non pochi imbarazzi alla retroguardia rossonera, costretta più volte a spazzare con Senderos e Maldini. Dida è chiamato più volte all’intervento, ma non corre alcun grande perico-

lo. Il pallino del gioco è in mano al Werder. Il Milan si affida a qualche ripartenza di Pato. Da una di queste, sulla fascia sinistra, parte il suggerimento per Beckham, la cui conclusione termina alta sulla traversa. I tedeschi vanno vicini al vantaggio con Almeida che, penetrato in area, si fa recuperare da un provvidenzia-

le Zambrotta (19’). Rossoneri in difficoltà ogni volta che gli avversari pigiano sull’acceleratore. Al 25’ Beckham, dal vertice sinistro dell’area, calcia una punzione verso la porta di Wander. Frings, in barriera, intercetta con il braccio: rigore. Pirlo trasforma per l’1-0. Immeritato, a onor del vero. Ma il calcio è bello anche per la sua stranezza. Tanto che il vantaggio sveglia i rossoneri. Dopo pochi minuti Maldini serve Pato sul filo del fuorigioco. Il Papero scatta sulla sinistra, ingrana la quinta e, giunto al limite dell’area, fa esplodere un missile che perfora Wander (33’). Un uno-due tremendo, che riesce solo a stordire temporaneamente il Werder, che va vicinissimo al gol con un colpo

di testa ravvicinato di Almeida. Dida respinge con sicurezza (37’). Tre minuti e Mertesacker si divora un gol facile facile, spedendo fuori sottoporta dopo aver superato il brasiliano. Quasi a ribadire che il doppio svantaggio è una punizione troppo severa per questo Werder. Che riparte forte anche nella ripresa. Al 49’ Diego ci prova, ma sulla sua strada trova ancora Dida. Al 68’ il Werder raccoglie: punizione di Diego in area, Pizarro svetta su Favalli: 1-2. Inizia così la sofferenza pura del Milan. Si susseguono tiri da fuori, calci d’angolo e mischie in area. La porta di Dida vacilla paurosamente. La spallata finale arriva ancora da Pizarro, che di testa agguanta il 2-2.

Moto Melandri sarà l’unico pilota ufficiale Calcio Il discorso Champions resta sempre aperto. E domani l’anticipo con il Napoli

Retromarcia Kawasaki Partecipa alla MotoGp

La Juventus perde Camoranesi e Nedved Ma non la fiducia di eliminare il Chelsea

Settimo infortunio per l’italo-argentino E l’ex pallone d’oro annuncia il ritiro

Melandri sarà l’unico pilota della Kawasaki in MotoGp

ROMA - La Kawasaki parteciperà al prossimo mondiale della classe MotoGP e l’italiano Marco Melandri sarà il suo unico pilota ufficiale. La decisione - come si legge nel sito della casa giapponese - è stata presa dopo una serie di colloqui con la Dorna e le parti interessate. Il costruttore di moto giapponese è tornato sui suoi passi: lo scorso gennaio, in seguito alla grave crisi economica internazionale e al calo delle vendite, aveva annunciato il ritiro dalle corse. Superbike affollata Domenica a Phillip Island inizia il 22˚ mondiale Superbike. Il campionato va in controtendenza rispetto alla crisi. Lo dimostrano l’ingresso della Bmw e il ritorno di Aprilia con due nomi di spessore come Max Biaggi e Shinya Nakano. Sono sette la case che schierano moto ufficiali (Aprilia, Bmw, Ducati, Honda, Kawasaki, Suzuki e Yamaha). Anche quest’anno La7 trasmetterà in diretta il mondiale. Si parte domani con la Superpole alle ore 5. Domenica alle 2 gara-1 e alle 5,30 gara-2.

Basket La Virtus Bologna lascia a casa l’allenatore

“Ad Avellino c’è un clima ostile” Boniciolli non andrà in panchina BOLOGNA - Matteo Boniciolli non sarà in panchina ad Avellino per la sfida di domani sera fra la Virtus La Fortezza Bologna, di cui è allenatore e la Air, la sua ex squadra. La decisione è stata presa dalla società, visto che alla vigilia del match «si sta diffondendo - ha spiegato la società - un clima ostile nei confronti del coach Matteo Boniciolli. E’ una decisione dettata dalla volontà di preservare lo spirito di festa che dovrebbe accompagnare ogni sfida sportiva». Fra le due società c’è stata una pendenza sportivo-legale per il

Boniciolli resta a Bologna

contratto di Boniciolli. Nelle recenti final eight di Coppa Italia, Boniciolli è stato duramente contestato dai tifosi irpini.

LONDRA - Tre perdite e una speranza. La foto ricordo della serata londinese, per la Juventus, è tutta sintetizzata in questi scatti. In passivo il risultato, ma teoricamente rimediabile. A due condizioni: che a Torino sia un’altra Juve e che il Chelsea non salga di livello, visto che i suoi uomini migliori (su tutti Lampard) non hanno incantato. Una sconfitta che si è già trasformata in speranza, perchè Ranieri e squadra ci credono, anche se il tecnico non ha nascosto la propria delusione per essere uscito da Stamford Bridge senza gol. Ranieri è alle prese con un’altra perdita, l’ennesima, quella di Camoranesi. Settimo infortunio nella stessa stagione per l’italo-argentino, un record difficilmente battibile. Naturalmente non ci sarà, al ritorno, nella partita decisiva. Si tratta di un nuovo guaio muscolare (flessore della coscia), che fa ritornare d’attualità due considerazioni: dubbi sulla integrità fisica di Camoranesi, ma anche sulla preparazione atletica. Non solo, l’azzurro si è anche fratturato una costola, dopo la clavicola di due mesi fa: un autentico calvario insomma. Ma c’è stata una terza perdita, in prospettiva: l’addio di Nedved, annunciato come inderogabile dallo stesso giocatore. Un atto apprezzabile di serietà professionale, che ripropone con cruda evidenza come la Juventus debba ricostruirsi sulle fasce, con due acquisti di peso. Adesso incombono Napoli, Lazio in coppa Italia, derby, Chelsea di nuovo: non c’è tempo per soffermarsi troppo sui limiti della squadra nell’attuale stagione. Ranieri

Anelka tra gli juventini Molinaro e Sissoko I bianconeri sognano di fare lo sgambetto agli inglesi nella gara di ritorno di Champions

punta sulle forti motivazioni e sul carattere di un gruppo che spesso ne ha fatto un’arma decisiva. E più che mai oggi, ha ragione il tecnico

quando dice che occorre pensare una partita alla volta. Perchè mai come ora la squadra è incerta su dove puntare: uno scudetto ormai

improbabile, una Champions ancora possibile, un più realistico e tranquillo consolidamento del secondo posto, che significa soldi e prospettive europee adeguate. La Juventus del primo quarto d’ora ha visto i fantasmi e compiuto un passo indietro nella strada verso la maturità internazionale, che sembrava aver rimesso nel proprio Dna con la serata di Madrid. Ma quella del secondo tempo ha fatto capire di poter mettere in difficoltà chiunque, quando decide di vendere cara la pelle. In vista della decade terribile, preoccupano l’Amauri in calo, il Tiago di nuovo impalpabile, la difesa ancora preda di blackout (a Londra ha subito lo stesso gol di Torino con la Samp) e una condizione fisica ancora altalenante.

Sci nordico Vince la Finlandia seguita da Germania e Svezia. Oggi gli uomini

Staffetta amara per le quattro azzurre Italia quinta dopo la caduta della Confortola LIBEREC - Niente da fare per le azzurre. La Finlandia ha vinto la staffetta 4x5Km a tecnica mista donne ai Mondiali di Liberec. L’argento è andato alla Germania e il bronzo alla Svezia. Quarta la Norvegia. L’Italia (Confortola, Longa, Valbusa, Follis) ha concluso al quinto posto. «L’ho provata a Salt Lake City, questa esperienza. Non ti rendi conto di dove sei, sei frastornata, tirata come una corda di violino. E’ un incubo ed è tornato qui a Liberec». E’ Marianna Longa a ricordare la sua caduta in prima frazione che tolse l’Italia dalla corsa al podio nella staffet-

La Finlandia davanti a tutti

ta dei Giochi 2002. Esattamente come è successo ieri ad Antonella Confortola. La fondista trentina è stata centrata in discesa da una bielorussa e la sua caduta ha cancellato i sogni di medaglia della squadra azzurra dopo nemmeno un chilometro e mezzo di gara. Argento nella 10Km tc e bronzo mercoledì nella staffetta sprint con Arianna Follis, Marianna Longa analizza la gara dell’Italia. «Bastavano venti secondi e saremmo salite sul podio - spiega ma quando cadi e ti vedi ormai distanziata l’emozione di impedisce di reagire». E oggi tocca ai maschi.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 47

SPORT Il parere del portiere amaranto in vista della sfida contro la Fiorentina

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — La pretattica è cominciata ieri, come ogni giovedì. Disposta la chiusura dei cancelli del Sant’Agata, il tecnico Nevio Orlandi ha provato la Reggina da contrapporre alla Fiorentina. Accorgimenti in vista dell’assenza di Santos e del rientro probabile di Brienza nell’undici titolare, ma anche tanto lavoro sulla testa dei giocatori amaranto. Il tecnico sta provando a risollevare il morale dei suoi uomini, in particolare li sta aiutando a non pensare all’ultima posizione della classifica per concentrarsi unicamente sulla Fiorentina e sui modi per batterla. Contro i viola, dicevamo, mancherà Santos. Il difensore brasiliano è fermo a causa di un problema al flessore alla coscia destra. Una noia muscolare dalla quale il giocatore non guarirà per la gara di domenica. Per sopperire all’assenza del difensore, la soluzione più probabile individuata da Nevio Orlandi consiste nell’impiegare Cirillo. L’altra novità di domenica potrebbe essere quella relativa all’impiego di Brienza in campo dal primo minuto, che, dopo oltre un mese di assenza, affiancherà Corradi in attacco. Rimangono indisponibili anche Vigiani, Rakic e Campagnolo. Quest’ultimo, a causa dello strappo rimediato nel corso della gara col Palermo, ne avrà ancora per qualche settimana. Intanto il suo sostituto Christian Puggioni dà il massimo tra i pali amaranto. Il portiere amaranto parla della sfida di domenica prossima contro la Fiorentina. «Viviamo questi giorni che ci separano dalla gara con i viola - spiega il pipelet - con la consapevolezza di dover fare un’ottima prestazione e raccogliere il più

2ª D I V I S I O N E

Puggioni: consapevoli di dover raccogliere l’intera posta in palio possibile vista la classifica deficitaria. L’avversario di domenica è bravissimo sul piano del gioco. Noi garantiamo il massimo impegno. Dovremo essere molto concentrati, avere cura di alcuni particolari per evitare quelle sbavature che finora ci sono costate molto care. Solo così riusciremo, anche col sacrificio e l’impegno, a far nostra l’intera posta in palio». La vittoria serve non solo per muovere la classifica ma anche per risollevare morale della ciurma amaranto. «E’ vero, i tre punti ci servono per superare le nostre difficoltà dal punto di vista psicologico. E’ necessaria la vittoria - continua Puggioni - e questa si raggiunge attraverso l’impegno, il sacrificio e la voglia di imporsi. Con il ritorno di mister Orlandi siamo riusciti ad conseguire una serie di risultati positivi, interrotta purtroppo a Catania». Il sostegno del pubblico, secondo il portiere amaranto, domenica sarà fondamentale. «L’apporto del nostro pubblico è determinante conclude -. Quando una squadra non attraversa un buon periodo, così come sta capitando a noi, è necessario che ci sia qualcosa in più da parte di tutti. Dobbiamo innanzitutto essere noi giocatori a dimostrare di essere in grado di soffrire per perseguire un risultato importante. Sono sicuro che con noi trascineremo il pubblico».

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

O L’ORGOGLIO, OPPURE UNA CANNA DA PESCA ai fidarsi della stanchezza degli altri. Ipotizzare che la Fiorentina, per l’incontro di ieri in Coppa Uefa, arrivi a “pezzi” all’impegno di domenica al “Granillo” è qualcosa di sbagliato. Un’illusione. La formazione di Nevio Orlandi non può fondare le proprie speranze di vittoria sulle disgrazie altrui: sarebbe come reiterare i tentativi di suicidio di cui, fino ad oggi, gli amaranto sono stati protagonisti. I viola, tecnicamente ed agonisticamente, sono superiori alla Reggina. E quando viene riconosciuta la forza dell´avversario, il comportamento non può essere quello di chi si rassegna al proprio destino. Se la forza fa cilecca perché non usare l’astuzia? La storia è piena di esempi di piccoli che hanno sconfitto giganti: Davide e Golia, il guerriero Achille o, pensando con nostalgia al passato, la stessa Reggina dei primi campionati che battendo l’Inter provocò il licenziamento di Marcello Lippi. Gli esempi potrebbero continuare. Essi però non servono a lenire il dolore psicologico di una tifoseria che continua a scendere di categoria. Nel calcio, lo sappiamo benissimo, nessun risultato è scontato in partenza. Altrimenti non esisterebbero le scommesse: sarebbe troppo facile azzeccare i risultati e diventare ricchi. La formazione di

M

casa - siamo presuntuosi? - non parte sconfitta. Ovviamente, neanche favorita. L’undici di Prandelli è un cliente difficile e, naturalmente, gode dei favori del pronostico. Abbiamo detto “dei favori”, non già della certezza. La Fiorentina, come tutte le altre squadre blasonate, ha un punto debole. Quale? Non lo conosciamo, ma siamo convinti che ci sia. Nevio Orlandi, i suoi collaboratori e il direttore Martino, lo hanno già individuato. Ma non ci si può comportare come un sicario che spara da dietro una siepe, quando, invece, per neutralizzare l´avversario, inteso come squadra di calcio, si possono mettere in pratica altre strategie tanto lecite quanto efficaci. La Fiorentina, non v’è dubbio, giungerà in riva allo Stretto affaticata, ma questo non significa che in campo non ce la metterà tutta pur di conquistare l´intera posta in palio o, in subordine, per non perdere. La fiammella della speranza continua ad essere tenue ed il prossimo incontro potrebbe far restare al buio la Reggina ed i suoi tifosi. Per questo la prima, sia come complesso sia singolarmente, dovrà metterci orgoglio sportivo, determinazione e giudizio per credere ancora nel miracolo. Altrimenti, in concomitanza con le ultime partite al “Granillo”, la cosa migliore da fare è dotarsi di una buona canna da pesca.

Angela Latella

Il tecnico rossoblù parla del match di domenica contro il Barletta

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Si mostra sereno Angelo Galfano: «Il momento è difficile – ammette – ma i ragazzi danno ampia assicurazione sulla serietà del loro impegno e sulla qualità del loro rendimento». E’ fiducioso l’allenatore rossoblù: crede nei suoi ragazzi e sa che la Vibonese sta uscendo dal tunnel buio dove si è infilata in questo gelido inverno. Anche perché, benché il freddo continui ad essere pungente, ha smesso di piovere e di conseguenza ha smesso di allentarsi il terreno di gioco, con il sole che non solo scalda l’aria, ma soprattutto comincia ad asciugare i terreni per troppo tempo inzuppatisi dell’insistente pioggia venuta giù a catinelle. Questo vuol dire una sola cosa: i campi torneranno ad essere praticabili, si potrà ricominciare a giocare palla a terra, si potrà ricominciare a costruire trame di gioco e riportare il bel calcio al Luigi Razza. D’altronde, l’atteggiamento assunto dall’allenatore rossoblu è quello giusto per infondere fiducia al gruppo, altrimenti demoralizzato dalle ultime sfor-

Christian Puggioni

Galfano sereno: punto sull’impegno dei ragazzi

A sinistra l’esperto centrocampista rossoblù, Di Mauro. Sopra, il tecnico della Vibonese, Galfano.

tunate prestazioni e riportare il sereno nei volti tirati dei giocatori, così come si sono presentati alla ripresa degli allenamenti di questa settimana. Certo, il peso di una situazione

di classifica, particolarmente calda, si fa sentire e contro il Barletta bisogna allestire una squadra votata alla ricerca della vittoria a tutti i costi: non sono più consentiti passi falsi e la

gara di domenica deve rappresentare lo snodo attraverso il quale imbastire la strategia che deve portare a quello che è l’obiettivo di inizio stagione: la salvezza anticipata senza dover

passare attraverso la roulette russa dei play-out. Tutto il resto passa in secondo piano. Dopotutto, la squadra, con i nuovi inserimenti, può trovare una sua precisa fisionomia: difesa a quattro davanti all’inamovibile Amabile, con la coppia centrale Bianciardi-Ranellucci a fare da diga, mentre ai lati spazio ai giovani con Sgambato da una parte e l’ipotesi di provare l’ultimo arrivato in ordine di tempo, quel Santonocito, già schierato in panchina domenica scorsa ad Andria e che, ambientandosi, potrebbe essere l’alternativa ad Orefice, sacrificato in un ruolo di laterale dove rende meno di quanto è capace di fare potendo tornare in posizione centrale. Anche per il centrocampo non dovrebbero esserci dubbi, una volta recuperato Pirrone, che però ci sta mettendo più tempo del previsto a smaltire la distorsione alla caviglia, anche perché con l’esperienza di Di Mauro e Ruscio e la freschezza di giovani come Genesio, Kulenthiran, Falco e Marangon, possono provarsi alternative tutte interessanti e cariche di promess, e che fanno ben sperare per il futuro rossoblu. In avanti, infine, una volta trovato il modo di inserire negli schemi Iadaresta, sfruttando la duttilità di Taua, rimane l’imbarazzo della scelta tra il funambolico Polito, il talentuoso Melis, la promessa ancora da valorizzare Di Franco e gli altri giovani da valorizzare a tempo debito. Maurizio Bonanno


48 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA L’attaccante giallorosso, Nicola Falomi, si dice sereno e fiducioso sul cammino della squadra

«Il lavoro alla fine paga» CATANZARO

“Mi trovo in un gruppo che sta facendo benissimo. E il bilancio è positivo”

CATANZARO — «E’ un giocato-

re da Provenza». Così parlò il tecnico giallorosso al momento della presentazione di Nicola Falomi. Il motivo? Semplicemente per il fatto che l’attaccante sbarcava sui tre colli con grandi motivazioni. Ma non solo. Arrivava pure con l’intenzione di rigenerarsi dopo un anno e mezzo nel corso del quale era come se avesse smarrito la via del gol e quella che era la sua reale identità. In poche parole, dopo qualche problema di ambientamento in prima divisione, tornava così in quella che era la vecchia C2 dove, due anni or sono, era esploso con la maglia della Nocerina (siglando, per intenderci, 17 reti in 31 partite) ed imponendosi così all’attenzione generale. E veniamo al capitolo Catanzaro. A distanza di un mese e mezzo dal suo approdo sui tre colli, l’ex bomber della Nocerina ha giocato con una certa regolarità ma senza timbrare il cartellino del gol. Da qui qualche mugugno dell’ambiente sportivo che si aspettava nello stesso Falomi un vero e proprio alter ego di Antonio Montella anche sotto il profilo realizzativo. Il diretto interessato, tuttavia, non si scompone più di tanto, mostrando spalle larghe anche nei confronti delle critiche: «Non guardo e cerco di non sentire determinate cose. Sto lavorando sodo agli ordini del mister e la mia speranza è quella di ritrovare presto la via del gol che, in ogni caso, non CATANZARO — Per la truppa “giallo-

rossa”, quella di ieri, giovedì, è stata la giornata del test sulla palla. Sul terreno del “Ceravolo”, il tecnico Provenza, nei tre tempi di trentacinque minuti ciascuno disputati contro la formazione della “Berretti” (che domani sarà impegnata sul campo della Vigor Lamezia per il campionato di categoria), ha provato formazione e moduli tattici, in vista della trasferta di domenica prossima in quel di Scafati. Diciamo subito che il tecnico catanzarese ha mischiato un po’ le carte, partendo da un 4-3-3 adottato nei primi due tempi, per passare poi al 44-2, anche se la sensazione è che lo stesso Provenza, contro la Scafatese, non si discosterà dal collaudato 4-42. Nella prima frazione di gioco, comunque, si è affidato in difesa (davanti al portiere Lanzo) ad un quartetto composto da Gimmelli, Di Meglio, Di Maio e Tomi; a centro campo si sono mossi Zaminga, Berardi e Bruno, col trio d’attacco formato da Mangiacasale, Iannelli e Pippa. Per quanto concerne la formazione “Berretti”, il tecnico Aloi ha schierato un 4-4-2, composto da: Lia, De Sando, Corigliano, Colao (a difendere la porta Mancinelli); Gigliotti, Romano, Santoro, Capicotto; Melissari, Sticozzi. Due le reti messe a segno nei primi trentacinque minuti di gioco. Dopo due conclusioni, rispettivamente di Mangiacasale e Iannelli, è stato Pippa ad aprire le marcature, riprendendo una respinta dell’estremo difensore Mancinelli, su un tiro di Falomi, dopo un preciso assist di Mangiacasale. La seconda segnatura ad opera di Iannelli, a seguito di un passaggio in corridoio di Gimmelli. Nella seconda frazione di gioco mi-

L’attaccante giallorosso Nicola Falomi giudica il bilancio della squadra positivo ed esprime fiducia per il prosieguo del torneo.

deve rappresentare un assillo. Il lavoro, alla fine, paga sempre, anche se è vero come per un attaccante il gol sia importantissimo. E poi – continua – non si può sottovalutare il fatto che, in campo, mi sacrifico parecchio per la squadra». A un mese e mezzo dal suo arrivo sui tre colli, qual è il suo bilancio? «Positivo. E lo dico senza esitazioni. Mi trovo in un gruppo che sta facendo benissimo. Una squadra plasmata da Provenza nel migliore dei modi. Ripeto, sto lavorando parecchio e son convinto che, prima o poi, raccoglierò i frutti. Allora, come potrei essere insoddisfatto? Se poi il Catanzaro, a detta di qualcuno, sta attraversando un periodo di appannamento penso che ci può anche stare. Senza contare che i risultati stanno arrivando». Cosa cambia con la sconfitta del Cosenza? «Noi dobbiamo proseguire sulla nostra strada domenica dopo domenica. I conti li faremo alla fine. Se al termine del campionato ci sarà chi farà meglio di noi, allora, ci toglieremo il cappello e gli faremo i complimenti». Che Catanzaro andrà in campo a Scafati? «Andremo in Campania per imporre, come di consueto, il nostro gioco e per cercare di conquistare l’intera posta in palio. Dovremo però stare molto attanti alla Scafatese che non può permettersi grossi passi falsi». Vittorio Ranieri

NOTIZIARIO Nove reti alla formazione Berretti. Provenza ha provato due moduli

Un Catanzaro spregiudicato nel test anti-Scafatese di ieri

Il difensore giallorosso, Tomi

ster Provenza, mantenendo sempre lo stesso modulo di gioco (4-3-3), ha mandato in campo, con il portiere Nagero a guardia della rete, Francesco Montella ed Armenise come difensori esterni, Gimmelli e Di Maio centrali, mentre a centro campo hanno giostrato Benincasa a destra, Bruno a sinistra e Zaminga al centro, con questo ultimo che dopo una ventina di minuti ha ceduto il posto al compagno di squadra Sorrentino. In avanti Cardascio e Corapi sulla fasce, con Falomi al centro. Tra la formazione “Berretti” (buone le prestazioni di Gigliotti e Capicotto), mister Aloi ha sostituito Corigliano con Alfieri e Romano con Poerio. Un solo gol realizzato in questi secondi trentacinque minuti: autore Falomi, su calcio di rigore, concesso dall’arbitro (Raione) per atterramento dello stesso attaccante da parte di Colao, con un tiro angolato alla sinistra di Mancinelli. Da registrare un palo di Gimmelli, su un angolo battuto da Corapi ed una bella parata del citato Mancinelli su conclusione di Cardascio. Nel terzo e ultimo tempo, il tecnico catanzarese ha cambiato modulo, schierando un diverso undici composto da: Re tra i pali, Ciano ed Armenise difensori di fascia, De Franco e Di Meglio centrali. A centro

campo l’avoriano Diarrà e Gaglione laterali, Benincasa e Sorrentino centrali, con in attacco, l’accoppiata Caputo-Frisenda. La “Berretti” rispondeva con Parisi; Lia, De Sando, Alfieri, Colao; Gigliottti Poerio, Santoro, Capicotto; Iacullo, Prioteasa. Frazione di gioco veloce e piacevole, con Frisenda in vena di prodezze (alla fine saranno ben cinque le reti realizzate). Il quattro a zero, ad opera del citato attaccante, a conclusione di una azione personale; ancora Frisenda, dopo un doppio scambio con Caputo prima e sulla respinta dell’estremo difensore Parisi dopo. Dopo la rete di Iacullo per la formazione della “Berretti”, le ultime tre segnature: nell’ordine Frisenda (su cross di Caputo), lo stesso Caputo con un preciso pallonetto direttamente su calcio di punizione ed ancora Frisenda, dopo un delizioso tocco di Caputo. Risultato finale, quindi, 9-1. «Un buon allenamento – ha sottolineato il tecnico Provenza -, utile soprattutto non solo per constatare il modo di interpretare della squadra moduli diversi e quindi la compatibilità di qualche calciatore rispetto ad altri, ma anche per stimolare al massimo i ragazzi. Quello che è importante, in ogni caso, è che gli stessi offrano sempre spunti positivi, per consentirmi di fare, la domenica, le migliori scelte possibili». La preparazione del Catanzaro proseguirà oggi con una seduta fissata nella mattinata all’Andrea Curto, alla quale non parteciperà Zaminga, che nella serata di ieri, ha raggiunto Lecce, perchè colpito da un lutto familiare, per via della morte della cugina. Mario Mirabello


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 49

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Ambiente rossoblù caricato. Domenica arriva il Noicattaro e la capolista cerca i tre punti

C’è tanta voglia di ripartire COSENZA

Contro i pugliesi Polani dovrebbe rientrare al centro dell’attacco

COSENZA — C’è tanta voglia

sul campo d’allenamento del lupi. C’è tanta voglia perché si vuole dimostrare che i lupi silani, i ragazzi indomabili che fino ad ora non hanno lasciato che le briciole agli avversari di turno, quei calciatori che fino a quindici giorni fa erano da tutti osannati come la corazzata che stava chiudendo il campionato, non hanno smarrito la strada e sanno benissimo dove si trova la preda. Sanno benissimo in che modo devono muoversi per potere fare un sol boccone degli avversari che domenica si chiamano Noicattaro. Il “Noja”, così come la squadra pugliese è chiamata dai suoi tifosi, è stata la prima formazione che nel corso della presente stagione ha dato un dispiacere all’ambiente rossoblù. Anche in quella occasione calciatori e tifosi uscirono un po’ abbacchiati dalla tana della società satellite del Bari. In quella occasione lo stratega Sciannimanico, aveva messo nel sacco il Cosenza anche se alla fine della gara quasi si scusò con il tecnico rossoblù per avere tirato con le pinze una vittoria non del tutto immeritata. Per una strada diverse il Cosenza arrivò alla sfida in terra di Puglia. Il lupi venivano da sette vittorie consecutive e

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Solito Pierini.

Anche ieri pomeriggio allo stadio “D’Ippolito”, in occasione del test infrasettimanale, il tecnico biancoverde ha provato e riprovato diversi schemi. Nella partitella tutta in famiglia, Pierini a inizio di tempo ha schierato il 4-2-3-1 per poi passare a un 4-3-3 e via discorrendo. Nella prima parte, dunque, quella forse più attendibile, la formazione titolare è scesa in campo con Panìco tra i pali. Linea difensiva da destra a sinistra formata da Carraro, Pascuccio, Filippi e Marinelli. Più avanti il duo Cacciaglia-Amita. Quindi, Riccobono a destra, Sergi al centro e Ciotti a sinistra. In avanti, unica punta Falco. Potrebbe essere questa la formazione anti-Andria. Chissà? Intanto vi è da dire che ieri Cascone non è stato schierato tra i titolari e che domenica sarà assente lo squalificato Di Donato (appiedato dal giudice sportivo per tre turni). A parte si sono allenati Ciminari, sempre in dubbio la sua disponibilità per domenica e l’attaccante Manca che tuttavia dovrà ancora aspettare almeno un mese e mezzo prima di poter tornare completamente a disposizione del tecnico. Detto ciò, come ricordavamo ieri, c’è grande attesa per la sfida contro i pugliesi che a inizio settimana hanno esonerato il tecnico Di Leo. Al posto del quale è arrivato

A sinistra un’immagine del tifo rossoblù. Qui, a fianco, l’attaccante cosentino, Enrico Polani.

viaggiavano sull’onda dell’entusiasmo che venne solo smorzato da quella sfortunata prestazione. Oggi la situazione è molto differente: il “Noja” viene da una bella vittoria casalinga contro L’Isola Liri, il Cosenza da una sconfitta bruciante in quel di Atessa. Per di più, gli uomini di Toscano non vincono oramai da quasi un mese mentre quelli di Sciannimanico sono

in piena corsa verso i play off promozione. Per il tecnico ex del settore giovanile del Bari l’unico assente sarà il centrocampista francese Idris Pongo che sta seguendo una preparazione differenziata per recuperare da un infortunio. Mentre per il resto i ragazzini terribili rossoneri, guidati da Di Muro, Menolascina e De Florio, saranno al completo.

Il Cosenza invece dovrebbe recuperare Bernardi a destra con la riproposizione della coppia centrale Parisi–Braca al centro e la conferma di Chianello sulla sinistra. Per quanto riguarda il centrocampo nessuna nuova con la coppia De Rose-Battisti e poco più avanti il trio di trequartisti Occhiuzzi, Mortelliti e Catania (preferito su Ramora). Novità potrebbero esserci nel

reparto avanzato dove potrebbe ritrovare una maglia da titolare “re leone” Enrico Polani che scalpita dopo la lunga inattività legata alle noie muscolari dell’ultimo periodo. Nel corso dell’allenamento di oggi sapremo qualcosa di più preciso riguardo alle indiscrezioni relative alla formazione che scenderà in campo. Carmelo Grandinetti

Nella partitella di ieri mister Pierini ha schierato inizialmante il 4-2-3-1

LEONE dalla prima

Vigor, test in famiglia in vista dello scontro di domenica con l’Andria l’esperto Chiancone. «Sono stato chiamato alla guida tecnica della squadra - ha detto il nuovo tecnico - con l’obiettivo di dare una scossa psicologica all’ambiente». Sulla Vigor Lamezia, così si è espresso Chiancone: «Sappiamo quanto delicata sia questa sfida. Affronteremo una squadra con l’acqua alla gola e giocheranno per fare risultato. Noi, che tra l’altro abbiamo alcuni assenti importanti, dobbiamo cercare di dare subito un colpettino alla gara, per cercare di indirizzarla a nostro favore. Poi starà ai giocatori dimostrarmi di che pasta sono fatti». Insomma, come si evince, l’Andria arriverà a Lamezia con la voglia di fare la partita e di cercare la vittoria. La Vigor, ovviamente, dal canto suo dovrà fare di tutto per conquistare l’intera posta in palio e sperare, già domenica sera, di abbandonare l’ultima posizione in classifica. La squadra di mister Pierini non intende affatto concedere più punti agli avversari. Anche perché ormai l’unica strada che porta alla salvezza passa solo ed esclusivamente dal “Guido D’Ippolito”.

Stesso discorso per il Gela che sarà ospite di un Manfredonia in caduta libera. Il cambio di allenatore (Palma al posto di D’Arrigo) non sappiamo se porterà i frutti sperati, visto che la sfida con il Melfi rinviata domenica scorsa verrà recuperata mercoledì prossimo. Per cui sarà il debutto per il giovane tecnico pugliese, a cui la società ha affidato il compito di centrare un’impresa molto difficile: la salvezza. In Calabria, oltre al Noicattaro, giungeranno altre due formazioni pugliesi: Il Barletta e l’Andria. I primi saranno di scena al “Razza” e per la Vibonese c’è quasi l’obbligo della vittoria, visto che i due punti conquistati nel girone di ritorno sono troppo pochi per poter guardare al futuro con fiducia. La zona playout è sempre più vicina. Non ha alternative ai tre punti la Vigor Lamezia: il passo falso nel derby non ha dato a Pierini la possibilità di poter lavorare con maggiore serenità. Ma la sfida con l’Andria diventa un crocevia fondamentale per riaprire i giochi in fondo alla graduatoria. Un altro testa-coda da seguire con attenzione è senza dubbio Pescina VdG-Melfi: due squadre che sono in salute e hanno dimostrato di potere raggiungere i rispettivi obiettivi. Il programma della domenica propone anche uno scontro diretto per la zona playoff (Monopoli-Cassino) e due per la parte bassa della graduatoria (Igea Virtus-Aversa Normanna e Isola Liri-Val di Sangro). Buon campionato a tutti e come sempre appuntamento a mercoledì prossimo.

r. s.

Valter Leone

Il tecnico della Vigor, Danilo Pierini


AsteInfoappalti

50 www.aste.eugenius.it ::

Venerdì 27 Febbraio 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Sezione Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione dott.ssa Andricciola nella procedura esecutiva n. 113/93 R.G.E. ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO UNICO: Immobile in S. Caterina dello Ionio, via Roma nn. 11 e 13, di mq. 116; riportato in catasto al Foglio 21, p.lla 533 sub 2. Prezzo base d’asta euro 7.680,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 15 aprile 2009, ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sopra fissata, con una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Aumento minimo in caso di gara euro 1.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare, in cancelleria, il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico del procedimento. La presente ordinanza deve pubblicarsi per estratto, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto, mediante le seguenti inserzioni: - Quotidiano “Il Domani”; www.aste.eugenius.it; rivista mensile “Aste”. °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere Comunica che il Giudice dell’Esecuzione, Dott. Luigi Cavallo, nella procedura esecutiva n° 30/94 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni : lotto n. 1 piena proprietà di appartamento in Davoli, viale Cassiodoro n° 237, composto da cucina, soggiorno, bagno, due camere da letto, ripostiglio per una superficie lorda di mq. 115,00 oltre a un’area a corte esclusiva di mq. 39,00. L’appartamento è dotato di una cantina di mq. 48,00. Nel lotto è compresa quota parte pari ad 1/2 dell’area di pertinenza esterna della superficie complessiva di mq. 150,00 circa. Il tutto riportato in catasto fabbricati al foglio 15, p.lla 775 sub 1; prezzo base asta euro 68.467,50 lotto n. 2 piena proprietà di un appartamento in Davoli, viale Cassiodoro n. 235 di mq. 109 oltre balconi nel lotto di vendita è compresa quota parte pari ad 1/2 dell’area di pertinenza esterna comune ed indivisa di mq. 150.00. In catasto al foglio 15, p.lla 775 sub 2; prezzo base asta euro 77.137,50 lotto n. 3 piena proprietà di terreno agricolo in Davoli, viale Cassiodoro della superficie complessiva di mq. 277. In catasto terreni al foglio 15 p.lle n. 1399 e n. 1404; prezzo base asta euro 701,25 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 15.04.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contente domanda di partecipazione ( secondo lo stampato fornito dalla cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n° …” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00 per i lotti n. 1 e 2 ed euro 100 per il lotto n. 3. L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria , il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione . Le spese di trasferimento relative all’immobile aggiudicato saranno a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicata entro il termine suddetto, oltre nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - www.portaleaste.com - www.tribunaledicatanzaro.net; - il Domani Catanzaro, 3.12.2008 Il Cancelliere C 1 Dott.ssa Donatella Del Gaudio TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 46/98 R.E. SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura n. 46/98 R.E. promossa da: CREDITO EMILIANO SPA, con ordinanza del 02.07.2008, ha disposto la vendita, in unico lotto del seguente bene immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova: LOTTO UNICO Appartamento sito in Decollatura, loc. Gesariello composto da 3 camere, saloncino, ingresso corridoio, disimpegno e bagno. L’immobile è riportato nel CNEU di detto comune al foglio 15, p.lla 98 sub 1 cat. A/7 classe U vani 6” Prezzo base euro 28.886,25 FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 07 aprile 2009, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 08 aprile 2009, ore 9.30 e segg,; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 21 aprile 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 22 aprile 2009, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO ED A NORMA DEL VIGENTE TESTO DELL’ART. 571 C.P.C. STABILISCE CHE - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane Spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve altresì recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’e-

A CURA DELLA

MEDIATAG

sclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; EVIDENZIATO, QUANTO ALL’EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro euro 28.886,25; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 1.800,00; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane Spa”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; STABILISCE, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane Spa”, in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme 20.02.2009 Il Cancelliere (C/1)

Per informazioni 0961 996802

TRIBUNALE DI LOCRI (R.F.971/98) Giudice delegato: dott.ssa Francesca Reale Curatore:dott.Bruno Pelle Ordinanza di vendita immobiliare con incanto (art.108 1.fall.;artt. 576 e ss. C.p.c.) Il GIUDICE DELEGATO Visti gli atti della procedura fallimentare n. 971 R.F. relativa a …; CONSIDERATO che all’attivo fallimentare risultano acquisiti in piena ed esclusiva proprietà i beni immobili, meglio descritti in atti; VISTA l’ istanza di vendita dei beni immobili costituenti l’attivo fallimentare, avanzata dal Curatore il 8 novembre 2008; ATTESO che il Comitato dei Creditori, richiesto tramite il Curatore di formulare il suo parere, ha espresso parere favorevole tramite il c.d. silenzio assenso; RICHIAMATE le relazioni di stima in atti; RITENUTO opportuno procedere alla vendita dei beni immobili in due lotti con incanto da tenersi dinnanzi a questo Giudice Delegato; VISTI gli artt. 104, 105 e 108 1.fall. in rel. Agli artt. 576 e ss.c.p.c.; ORDINA La vendita con incanto per l’udienza del 14 aprile 2009, ore 9,45, da tenersi innanzi a sé, dei seguenti bene immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si troveranno al tempo della vendita,con ogni accessione, dipendenza, pertinenza, parte comune, servitù attiva o passiva, peso o diritto, a corpo e non misura, anche in riferimento alla legge n.47/85 e meglio descritti in ogni parte - compresi dati catastali ed i confini (che qui si intendono integralmente riportati) - nelle consulenze estimative sopra richiamate che formano parte integrante del presente provvedimento. LOTTO N.1 “UNITA’ IMMOBILIARE (NEGOZIO) CON ANNESSA CORTE SITA IN GIOIOSA IONICA, ALLA VIA LAZIO 19/A, E RIPORTATO IN CATASTO, AL FOGLIO 28, PARTICELLA N.184 SUB 8 E PARTICELLA N. 432 PREZZO BASE D’ASTA 155.400,00 AUMENTO MINIMO 3.108,00 DEPOSITO PER SPESE 23.310,00 DEPOSITO PER CAUZIONE 15.540,00 LOTTO N.2 PROP. 1/15, STRUTTURA RUSTICA PIANO SEMINTERRATO SITA IN GIOIOSA IONICA, C\DA MADAMA LENA, E RIPORTATO IN CATASTO, AL FOGLIO 32, PARTICELLA N.1291 PREZZO BASE D’ASTA 3033,33 AUMENTO MINIMO 60,67 DEPOSITO PER SPESE 455,00 DEPOSITO PER CAUZIONE 303,33 Il curatore, qualora gli immobili posti in vendita siano assoggettati ad IVA, dovrà indicare la relativa aliquota di legge in sede di apertura dell’incanto; l’IVA dovrà essere interamente versata dall’aggiudicatario - unitamente al prezzo residuo - entro il termine perentorio di 60 giorni dalla provvisoria aggiudicazione. Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno in Cancelleria - nel termine perentorio sino alle ore 12.30 del giorno precedente l’udienza di vendita - personalmente o a mezzo di mandatario munito di procura speciale; a - depositare apposita domanda in carta semplice; b - versare la somma sopra determinate per cauzione e spese a mezzo di assegni circolari intrasferibili intestati all’offerente; Il Cancelliere incaricato avrà cura di: 1 - ricevere le domande e i versamenti depositati sino alle ore 12,30 del giorno precedente l’udienza di vendita; 2 - annotare su tali domande e versamenti l’ora, il giorno, il mese e l’anno di presentazione; 3 - allegare al fascicolo d’ufficio - prima dell’inizio dell’incanto- tutte le domande presentate e la prova dei versamenti effettuati; L’aggiudicatario entro il termine perentorio di giorni 60 dalla provvisoria aggiudicazione dovrà versare il residuo prezzo e l’IVA,detratta la cauzione già corrisposta, su un libretto di deposito giudiziario vincolato al fallimento; All’offerente non aggiudicatario verranno restituite le somme depositate subito dopo la chiusura dell’incanto. Il mancato versamento nel suddetto termine perentorio del prezzo residuo e dell’iva comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e l’incameramento della cauzione da parte del curatore. Tutte le spese relative alla vendita, comprese quelle inerenti la cancellazione di trascrizioni ed iscrizioni gravanti sui beni, sono a carico dell’aggiudicatario. In caso di asta deserta avrà luogo altro esperimento d’incanto il giorno 12 giugno 2009 ore 10.50 con riduzione di 1/5 del prezzo base fissato per il solo lotto n.1 al I° incanto, non essendo opportuna alcuna riduzione con riferimento al lotto n.2 di cui si effettua la vendita per la prima volta. Locri 20/01/2009 IL GIUDICE DELEGATO


Pag. 51

Inserto speciale di annunci gratuiti, rubriche, compravendita, occasioni, secondamano

L’ANGOLO DELL’ESPERTO La storia poco conosciuta del nostro territorio viene raccontata nella rubrica dell’urbanista Beniamino D’Errico

Catanzaro, sviluppo e valorizzazione della città Un piano strutturale comunale flessibile e una “urbanistica partecipata” per rilanciare il capoluogo di Beniamino D’Errico* CATANZARO — Nella rubrica curata dall’urbanista Beniamino D’Errico, si parla di: “Catanzaro: quale idea di città?”. Città D’arte, Città Sostenibile, Città Accessibile, Città Solidale, Città Verde, Città Integrata, Città Turistica, Città Direzionale. Il capoluogo regionale è cresciuto sempre in attesa di un nuovo Piano che potesse mettere ordine al suo territorio e accogliere le funzioni burocratiche amministrative che di volta in volta venivano assegnate dal governo regionale. Storicamente quando i Piani venivano approvati erano già vecchi come il PRG Marconi redatto a partire dal 1952 e approvato nel 1967 all’epoca la città si era già raddoppiata, solo cose e case, senza servizi, parcheggi e strade accessibili; la Variante Spagnesi che pur essendo concepito come uno strumento urbanistico d’emergenza per bloccare l’abusivismo e dotare la città di servizi, ha avuto un iter che è durato otto anni (dal 1982 al 1990) e infine il PRG “Bellagamba” piano della sostenibilità avviato nel 1995 e concluso nel 2002 che non ha trovato unanimità di consensi ed è stato approvato dal Commissario Straordinario. Oggi siamo al punto di partenza ci chiediamo ancora come rafforzare questa città capoluogo e farla diventare centro di riferimento per i calabresi e per gli stessi catanzaresi che chiedono a gran voce maggiore qualità urbana e nuo-

ve opportunità di sviluppo. Il nuovo Piano Urbanistico di Catanzaro (che l’Amministrazione Comunale si appresta a redigere) si dovrà così confrontare con un serie di problemi storici e con le nuove prospettive di sviluppo di area vasta che si stanno materializzando giorno per giorno (attualmente senza un piano particolareggiato) in quel “pezzo” di territorio vallivo solcato dal fiume Corace (Germaneto). Questa dicotomia tra centro storico alla ricerca della sua identità perduta e “città futuribile” che stenta ad assumere una forma urbana, sarà sicuramente al centro delle politiche di piano, bisogna però non dimenticare le problematiche dei vari quartieri oggi micro-città nella città. Analizzando i processi storici sull’evoluzione urbana della città le “azioni mirate” che il Piano Strutturale Comunale dovrebbe contenere si devono basare sulla ridefinizione dei confini della città, ricomponendo e ricompattando il sistema policentrico Catanzarese per farlo diventare un grande e funzionale capoluogo, a questo proposito propongo alcuni spunti di riflessione per focalizzare le potenzialità del territorio e coinvolgere la collettività nella “partecipazione” al piano: riqualificazione del tessuto urbanistico del centro storico con la “costruzione” di un centro d’eccellenza “Polo delle arti” a scala regionale e nazionale che comprende il Conservatorio Musicale, l’Accademia delle Belle Arti, musei, spazi espositivi, ecc.

che diventi un elemento di forte identità culturale (“città d’arte”); limitazione della crescita e del consumo edificatorio di suolo, intorno al centro storico, lungo l’asse del Castace, del Musofalo, della Fiumarella e nel resto della periferia, convogliando gli investimenti pubblici e privati nella ristrutturazione e riqualificazione del tessuto urbano assegnando ai vari quartieri una specializzazione funzionale storicamente riconosciuta secondo requisiti di vivibilità e come condizione pregiudiziale allo sviluppo economico; riprogettazione del sistema della mobilità, con la creazione di nodi di interscambio e parcheggi alle porte del centro storico e dei quartieri sub-urbani collegati con scale mobili nei punti più importanti; razionalizzazione percorsi di accesso e uscita dalla città con connessione fermate degli autobus privati, delle ferrovie e la funicolare (“città accessibile”); riqualificazione delle periferie con forti interventi a favore della risocializzazione e la sperimentazione di forme aggregative, produttive, culturali, fondate sulla crescita delle identità urbane e sulla valorizzazione del territorio, bisogna localizzare più servizi di prima necessità e i Centri Civici in ogni quartiere, sfruttando manufatti storici esistenti, arricchendoli dove è possibile con attrezzature per il tempo libero ; i quartieri di Campagnella, Cava, S.Janni, disseminati in aree prevalentemente agricole dove esistono

manufatti rurali storici in buono stato di conservazione, e risorse naturali come il fiume Alli, il bosco “Li Comuni”, potrebbero essere specializzati per uno sviluppo agrituristico e ricreativo per varie fasce d’età e anziani provenienti dal comprensorio e anche da fuori regione (“città verde”); i quartieri di S.Maria, Pistoia, Aranceto, Corvo potrebbero trovare un elemento di coesione con la costruzione di un grande parco attrezzato nella vallata della Fiumarella collegato ad aree polifunzionali per attività culturali e sportive, a servizi per la collettività di tipo sociale, assistenza ai bambini in età scolastica e servizi sanitari (“città integrata”); il quartiere di Catanzaro lido aumentando la sua capacità di servizi ricettivi , parcheggi, aree per il tempo libero (riqualificazione e progettazione parco attrezzato collegato con la pineta di Giovino) e il recupero delle ex aree industriali dismesse che potrebbero divenire un tessuto urbano strategico “un laboratorio progettuale” per la riqualificazione urbana, potrà rafforzare la sua vocazione turistica (“città turistica”); il Piano, infine, dovrà strutturare il grande polo urbano di Germaneto, centro propulsore di sviluppo dell’istmo Ionio-Tirreno aperto all’aria vasta (“città direzionale”). Il rilancio di Catanzaro nel contesto regionale quindi, deve necessariamente puntare oltre a risolvere i problemi interni, alla valorizzazione del nuovo territorio della valle del Corace

come Centro Direzionale e polo Terziario in cui la Cittadella Regionale, Università, futuro Centro di Ricerca e Centro Fieristico, siano intimamente connessi a insediamenti produttivi e integrati ad aree residenziali/commerciali con caratteristiche eco-compatibili (cioè forte dotazione di verde, impianti sportivi e parcheggi) e interrelate ad una rete avanzata di infrastrutture (raddoppio ferrovia ed elettrificazione con trasformazione in metropolitana di superficie Catanzaro-Lamezia; nuova stazione di Catanzaro meglio integrata con una serie di servizi al contesto; realizzazione dell’anello metropolitano (pendolo) Germaneto-S.Maria-Catanzaro; asse viario attrezzato (già in costruzione) capace di superare le barriere collinari e collegare in pochi minuti i vari quartieri e le tre vallate della Fiumarella del Musofalo e del Castace a sud della città con la nuova realtà urbana della valle del Corace. Per fare, però, un buon Piano Strutturale Comunale flessibile, cioè aperto ai cambiamenti occorre perseguire una “Urbanistica partecipata” non più una città per pochi eletti ma, avvicinando l’Amministrazione Comunale alla società civile, al mondo del lavoro, della cultura ed ai giovani, si possono coinvolgere tutti nei processi decisionali strategici del Piano che diventerà il prodotto sociale dello sviluppo. *Urbanista

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


52 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ANNUNCI NOVITA’ - SI VENDE -ANIMALI - caprette tibetane di tutte le età e colori, vendesi a Davoli Marina (Cz) [Per info: 328-1152342 email: info@agriturismolacalabrisella.com] -ANIMALI - Vendo o scambio pesci tropicali "Discus" di diverse dimensioni, varietà rosso turchese. [Per info: 331-6031330] - BOTTIGLIE-Vendesi collezione bottiglie birra vuote/piene euro 0,15 cad.una. [Per info: 0968-51227] - FRANCOBOLLI - Vendo 126 francobolli da collezione dal 1954 al 1996 [Per info: 334-1230153] - FRANCOBOLLI - Italiani. Regno, Colonie e Repubblica, stupendo lotto oltre 1000 pezzi assortiti nuovi/usati, compreso commemorativi, servizi, alti valori, serie complete, quartine, interi postali, vecchi documenti ecc.., alto valore catalogo, vendesi solo Euro. 100 contrassegno [Per info: 338-4125401] - GIRADISCHI - vendo coppia di giradischi professionali technics sl 1200 mk2- in ottimo stato completi di testine stanton. Causa inutilizzo [Per info: 333-9821004]

NOVITA’ - PER LA CASA - ARREDAMENTO - espositivo completo, costituito da n. 30 mensole in cristallo doppio e 9 montanti in alluminio preverniciato. Merce come nuova. Prezzo scontatissimo. [Per info:329-6173591] - PER LA CASA - Tre rubinetti per vasca, doccia,lavabo e bidet con miscelatore, tutti in acciaio lucido, modello Zucchetti. Cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto. Possibile consegna a domicilio. Nuovi imballati. Possibile mms, fax, email. [Per info:328-4619824] - PER LA CASA - tavoli per casa o locali pizzeria vendo legno massello vari tipologie e modelli presso aff. [Per info:333-3208062] - PER LA CASA - Specchio bagno - legno con 1 pensile - 2 lampadine - colore noce, nuovo. Culla stoffa richiudibile euro 30,00 lenzuolini (3 cotone - 4 flanella) e piumino color verde euro 40,00. Copriletto singolo di cotone, a righe euro 30,00 e copriletto matrimoniale euro 50, 00. Lenzuola di flanella matrimoniali euro 15,00, singole euro 10,00. Lenzuola ,di cotone bianco matrimoniali, euro 35,00 singole euro 30,00. Teli bagno color rosa o azzuro euro 15, 00 cadauno. Tappeti scendiletto color crema euro 25,00 cadauno. Scrittoio cm 120 color noce 1 cassetto euro 70,00. ore pasti. [Per info: 338-7726863 / 3296172906] - PER LA CASA - forno per pizzeria o pub, 2 camere, 380 volt. Perfetto funzionante. Vendo prezzo affare. [Per info: 333-3208062] - VARIE - Chiosco mobile per frutta e verdura o altre cose. Vendo a prezzo aff. Tel.: 333/3208062 [Per info: 333-3208062] - POLTRONE - vendo due poltrone con tavolinetto in legno per salone molto comode prezzo da concordare [Per info: 333-3952113]

Trattativa privata

Per la casa

richiesta foto, mms. Tel. 320-7935230

Arredamento - Edilizia/sanitari/riscaldamento Elettrodomestici e casalinghi - Fai da te - Etc.

- BOTTIGLIE - Cerco bottiglie da collezione di whisky e liquori anche intere. Tel. 3355875454

-ARREDAMENTO -vendo angolo cottura completo di frgo, lavello, cucina, scolapiatti, pensile. Euro 450,00. Tel. 339-4477093 -ARREDAMENTO -vendo, causa cambio arredamento, divano fine ottocento ottime condizioni. Prezzo irrisorio. Tel. 333-6114588 -ARREDAMENTO - tre rubinetti per vasca-doccia, lavabo e bidet, Modello Zucchetti, cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto con consegna a domicilio. Per info: 320-7935230 -ARREDAMENTO PER GIARDINO - vendo Bungalow 5 posti letto, più soggiorno e servizi. Coibentata, non necessità di alcuna licenza edilizia sul terreno privato. Tel. 333-3208062 - CLIMATIZZATORE- Caldo - Freddo 12000 Btu, Nuovissimo ancora imballato senza mai usato , prezzo da concordare ma è un affare. Tel. 338-7430503 - FAI DA TE - Isolazione impermeabilizzazione per tetto/pareti vendesi prezzo affare tel333-3208062 - TAVOLO IN MOGANO - vendo tavolo rotondo in mogano primi ‘900, perfettamente restaurato. 400 euro. Tel. 0961-31392

Di tutto un po’ Salute - animali domestici - finanziamenti - altro

-ARREDO PER BARBIERE- vendo due poltrone e un cavalluccio anni ‘60 in ghisa. Perfette condizioni. Tel. 347-8201583 -ATTREZZATURA PER BAR- vendo bancone bar da 3,5 metri con vetrina gelato e retrobanco a specchiera, macchina per caffè a due bracci, cioccolatiera, registratore di cassa, granitore, usati poco. Tel. 327-7789722 - ATTREZZATURA PER PIZZERIA - privato vende attrezzatura peer pizzeria: lavello a due vasche, lavastoviglie-cucina 6 fuochi-cappa aspirante-forno a gas per pizze una camera, tavolo da lavoro, armadio frigo a un’anta, marca Zanussi mai usati, impastatrice italia macchine e altri attrezzi. 329-873014 - ARREDO CALL CENTER - Cedesi arredo per call center, ced, scuola d'informatica, autoscuola, 11 postazioni compresi computer mmx, monitor e tastiere, arredo segreteria. Prezzo euro 1000,00. Trattativa diretta. Per info: 334/3501125 - BILANCIA - professionale da banco, 35x45x13 cm, piatto acciaio, con 6 display fronte e cliente, peso, prezzo, costo, con tastierino numerico e memorie. Batteria tampone lunga durata. 0-30 kg. Euro 99.00. Su

- COMBINATA PER LEGNO - monofase, norme Ce, completa di utensili, piani in ghisa, squadratrice, ad euro 749. Tel. 327-6592986 -C ULTURA - azzerata la questione omerica. Grecista offre informazioni gratis. Tel. 0965620932 - DISTRIBUTORE AUTOMATICO DI CHEWING GUM - marca dreams. ottimo per attività commerciali (bar, pizzerie, sala giochi).Tel. 329-1873014 -EDILIZIA - Bordatrice monospalla automatica, marca 9 Stefani. Euro 2.000 trattabili. Troncatrice doppie seghe, marca Tris Omgao Euro 3.000 trattabili Tel 333-3208062 - FRANCOBOLLI - COllezione di 500 Francobolli usati differenti del regno , Colonie e Repubblica d'Italia, compreso regno antico, commemorativi, alti valori ecc., perfetto stato di conservazione, alto valore catalogo, vendesi euro 30,00 contrassegno. Tel. 3384125401 - FUMETTISTICA - vendesi Tex di Repubblica come nuovi dal n° 1 al n° 95. 3 euro cadauno Tel. 349 1233190 - FUMETTISTICA - Numeri vari, 224, Diabolik. 0, 50 euro. Tel. 328-4040603 - IMPASTATRICE- marca italiana macchine da 30 kg a spirale v380 nuova, mai usata. Tel. 329-1873014 - MACCHINA CAFFÈ - vendo macchina da caffè Rancilio a due gruppi, quasi nuova, prezzo interessante. 329-1873014 - MEDAGLIA D’ORO - al valore militare “Ricordati che sei un cavaliere di Savona”, Savone Bonness Novelles. Vendesi ad euro 100,00. Tel. 329-1873014 - MEDAGLIE - Militari, rara Croce in bronzo dell'ordine dei cavalieri di Vittorio Veneto più Croce bronzo al merito di Guerra di Vittorio Emanuele III, tutte in ottimo stato di conservazione con nastrino e custodia originali, vendesi Euro 75,00 contrassegno. Tel. 338/4125401 -NUMISMATICA - monete da collezione: romana di Costanzo II (337 - 361 d.c.) euro 30; due marchi argento Germania nazista (1936/39) euro 25; Cinque lire Aquilotto d'argento (1927) euro. 20; Tre pesos Cubana di Che Guevara euro 18; serie 6 monete impero fascista (1936/43) euro 20. Pagamento contrassegno. Tel. 338-4125401

- NUMISMATICA - Stupenda collezione 50 mondiali differenti tutte fior di stampa, provenienti dall'Europa, America, Africa ed Asia ed omaggio banconota da lire 1 Luogotenenza di Umberto del 1944, vendesi tutto Euro. 30 contrassegno [Per info: 338-4125401] - MONETE - Euro Città del Vaticano emissioni 2008, stupenda divisionale versione fdc tiratura 91.400 serie vendesi Euro 100 più stupendo due euro commemorativo "Anno Paolino" versione fdc tiratura 106.000 esemplari vendesi Euro 60; Pagamento contrassegno. [Per info: 338-4125401] -REGISTRATORI DI CASSA - Riv anni/64 e Ancker anni ‘70, funzionanti e in ottime condizioni, vendesi. Per collezionisti e/o antiquari. [Per info: 338-2389544] - STUFA CAMINETTO - nuova, mai usata, completa di tubi, gomiti, girofumi, vendo a Badolato. [Per info: 349-2396430]

Trattativa privata - PEDANA - vibrante basculante vibro power xtec cv, nuova, imballata, mai utilizzata, completa di tutto, svendo causa doppio regalo a solo 280 euro e posso anche consegnare. Possibile e-mail o mms. Tel. 3449563480 - PRODOTTI OMEOPATICI - vendo ottimi prodotti omeopatici provenienti da una multinazionale statunitense. Tel. 328-9393157 - QUADRO -vendo quadro di Napoleone su tela 170 per 120. Certificato da Museo Napoleone di Roma. Valore stimato 10.000 euro. Prezzo affare: euro 4.000. Tel. 340-8236960 - SAUNA -Belt Solution cintura dimagrante comprata in tv ed elettrostimolatore Gold Hand 602 simile al Tesmed, sei programmi, quattro elettrodi, due canali. Vendo entrambi a 50,00 euro non trattabile. Tel. 3494500151 - TORNIO - antico di grandi dimensioni legno e ghisa altezza circa 2,15m splendide condizioni ideale per giardino,agriturismo,ecc. Tel. 3478201583 - TORNIO PER METALLI - monofase, norme Ce, ad euro 1.040 e combinato tornio fresa foratrice ad euro 1.190 tel 327- 6592986 - VETRINE - vendo 2 ottime vetrine, una calda e una fredda, ideali per conservare cibi, per panini e salumi, lunghezza 1,50 metri cad., ottimo prezzo. 329-1873014


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 53

SPECIALE ANNUNCI Cerco e offro lavoro - C ERCASI LAVORO - come rappresentante in tutta la Calabria. Tel 338-6323656 - C ERCASI LAVORO - chef di cucina con esperienza, serio, professionale e capacita gestionali valuta serie proposte di lavoro o gestione attivita. Tel. 366-4130162 - C ERCASI LAVORO - Signora italiana referenziata cinquantenne, con esperienza, automunita, cerca lavoro come baby sitter in zona Catanzaro. Si garantisce massima serietà Tel 389-1844108 - CERCASI LAVORO - Due giovani 23/25 anni, automuniti cercano lavoro a Catanzaro come lavapiatti o in impresa di pulizie. Disponibilità da lunedì a sabato, max 4 ore al giorno. Max serietà. Tel. 340-8983007 - CERCASI LAVORO - Bar ladies con esperienza disponibilità nei week end Provincia di Cz . Tel 327-7731940 - CERCASI LAVORO - cuoco referenziato serio e professionale con capacita gestionali valuta serie proposte di lavoro o gestione attivita astenersi perditempo Tel. 338-9286560 - CERCASI LAVORO - cuoco unico cerca lavoro fisso, stagionale o saltuario, zona lavoro Catanzaro e provincia. Serietà e professionalità. Astenersi perditempo. Tel. 329-4337337 - CERCASI LAVORO - cerco lavoro come autista. Tel. 333-6797896 - CERCASI LAVORO - madrelingua inglese offre i seguenti servizi: traduzioni generiche e commerciali, lezioni private, accompagnatrice turistica per la Regione Calabria Tel. 333-2544560. - CERCASI LAVORO - si eseguono lavori al tombolo, max serietà. Telefonare ore pasti 3391114339 - CERCASI LAVORO - Nail Art, allungamento unghie con effetto naturale ed eventuali decorazioni a scelta. Anche a domicilio Tel. 3332206813 - CERCASI LAVORO-come custode e guardiano Sono disponibile a tempo pieno a trasferire la mia vita insieme alla mia famiglia in ogni parte d’Italia e all’estero a fronte di seria proposta, per offerta di stipendio, etc. Tel. 3393188116, email stozip@yahoo.it - CERCASI LAVORO - laureata cerca lavoro come baby sitter o cassiera max serietà e disponibilità. Tel. 377- 1131378 - C ERCASI LAVORO - manutentore di appartamenti chiusi e sorveglianza. Zona Soverato, Davoli e Montepaone. Tel. 3471282118 - CERCASI LAVORO - pulizie domestiche o uffici privati. Solo pomeriggio. Tel 3299631120 - CERCASI LAVORO - per stiratura, lavanderie e cliniche private Tel. 338-4363216 - CERCASI LAVORO - diplomata analista contabile con esperienza di 7 anni cerca lavoro come segretaria o ragioniera. Tel. 3386118277

CERCASI TALENTI - CATANZARO- Sai suonare ma non hai uno spazio dove poterti sperimentare?Vuoi conoscere altre persone che hanno la tua stessa passione e con loro magari formare un gruppo davvero unico e speciale? Allora che aspetti! Vieni a trovarci al Centro Poli…Valiamo in via D.Marincola Pistoia a Catanzaro al secondo piano dell’edificio B.Chimirri, il lunedì o il martedì dalle 17:00 alle 19:00. Siamo alla ricerca di giovani ragazzi/e con la voglia di esprimersi attraverso le note e non solo! Ti aspettiamo! [Puoi anche contattarci ai seguenti numeri: 0961-752158, 333-4893092, 3389155521]

- LEZIONI PRIVATE - Laureata in lettere classiche, con il massimo dei voti, impartisce lezioni private di latino, greco, italiano. Si garantiscono ottimi risultati nel recupero delle materie scolastiche. Tel. 3485307003

INVIA I TUOI ANNUNCI

- LEZIONI PRIVATE - Professore di italiano, grande esperienza, impartisce lezioni private di italiano, storia, geografia, latino, inglese. Ogni ordine di studi. Prezzi modici. Tel. 0961-469727/333-1102843 - LEZIONI PRIVATE - Laureata impartisce lezioni private a ragazzi di scuole elementari e medie. Tel. 334-3856339 - LEZIONI PRIVATE -professoressa di matematica impartisce lezioni a studenti di tutte le scuole e universitari. Tel: 3392012870 -LEZIONI PRIVATE - si impartiscono lezioni di design urbano, design progettuale, anatomico, fumettistica, stilistico. Zona Soverato. Tel. 339-3911788 - LEZIONI PRIVATE - professore di matematica impartisce lezioni private a studenti per tutti i livelli di istruzione. Località Ruggero di Sellia Marina. Tel. 339-6331789 - LEZIONI PRIVATE - laureanda in lingue e letterature straniere impartisce lezioni private di inglese, francese, tedesco e materie umanistiche per scuole elementari, medie e superiori. Zona Catanzaro e provincia. tel. 338-1122270 -OFFRESI CONSULENZA - bancario in pensione, con decennale esperienza di direzione di filiale, offre consulenza indipendente e neutrale su mutui, rinegoziazione e portabilità.Tel. 388-9360078. - OF F R E S I L A V O R O - La direzione medica di Meteor System Spa, nel promuovere una campagna di educazione sanitaria nelle famiglie, offre opportunità di lavoro ad ambosessi anche part - time e prima esperienza, come consulenti informatori. Tel. 348-5116747 - OF F R E S I L A V O R O - Azienda vendita diretta cerca persone con capacità comunicative (eta minimo 25 anni) sseri motivati, anche prima esperienza. Offresi fisso più provvigioni, premi incentivi. Corso addestramento gratuito. No investimento capitatli. Per colloquio informativo, inviare curriculum vitae al fax. 0968439046 - OF F R E S I L A V O R O - Aura Sud agenzia Vodafone business ricerca per la propria sede in Calabria funzionari di vendita. Inviare curriculum vitae fax 0968-418636, mail talarico.vodafone@aurasud.it. Tel: 347- 2985335 - O FFRESI LAVORO - Ristorante bar pizzeria in zona Simeri Mare (Catanzaro), cerca cuoco con esperienza e personale per pulizie cucina. Tel. 338-6156706/334-8038516 - OF F R E S I L A V O R O - Grande opportunità per studenti di scienze motorie, vendesi attività commerciale: palestra ben avviata o cercasi socio con il quale condividere il lavoro. Zona provincia di Catanzaro. Tel. 334-2296004 - OF F R E S I L A V O R O - Cercasi direttore tecnico per nuova apertura agenzia viaggi. tel 340-8236960 - OF F R E S I L A V O R O - L’ associazione Ra. Gi. Onlus di Catanzaro, richiede educatori professionali, terapista della neuropsicomotricità e dell’età evolutiva, tecnici della riabilitazione psichiatrica, psicologi, professioni sanitarie della prevenzione, preferibilmente di sesso maschile da inserire in uno specifico progetto. Si prega di inviare curriculum vitae all’indirizzo: info@ra-gi.org - OF F R E S I L A V O R O - La Amc Italia agenzia Lamezia Terme, leader nella vendita diretta di articoli casalinghi, cerca consulenti ambosessi dinamici e autominiti. Sede lavoro propria residenza e paesi limitrofi. Offresi fisso più provvigioni. Inviare curriculum vitae al fax n° 0968-439046 con consenso trattamento dati - OF F R E S I L A V O R O - La De Agostini in collaborazione con la Walt Disney e Sony seleziona per la Sese di Catanzaro 4 diplomati anche prima esperienza di lavoro, si

La modella della Service Data Bank Antonella Montesano con i coupon de ”La Piazza”

E’ possibile trovare i coupon de “La Piazza” nei seguenti punti di raccolta: Informatics and Office, via A. Lombardi, 6 e/o Service Dat a B ank srl, via A. Lombardi, 4 LAMEZIA TERME Bar Roma, Corso Numistrano CATANZARO

SOVERATO

Sam & Co., Corso Umberto I

richiede età 20/40 anni diploma o laurea. Disponibilità immediata offresi corso di formazione a totale carico dell'azienda, l'azienda valuterà, con il candidato, in Sede di colloquio diverse opportunità contrattuali.Si prega inviare Curriculum Vitae. Tel. 0961/79285. n_leuzzi@virgilio.it - OF F R E S I L A V O R O - Società romana con esperienza pluriennale nel mondo della musica, ricerca voce femminile per progetto invernale. Inviare curriculum vitae, foto e cover in mp3 a: info@tweetymanagement.com - O F F R E S I L A V O R O - si ricercano collaboratori per apertura agenzia finanziaria zona Soverato. Tel. ore ufficio 320-7984663 - OF F R E S I L A V O R O - palestra cerca istruttrice di aerobica e fitness. Per info 3491907669 - O F F R E S I L A V O R O - cercasi giovani diplomati- laureati da avviare come agenti in attività finanziaria. Inviare curriculum al fax: 0968-23137 o email: recruiting@prestitofacile.biz - O F F R E S I L A V O R O - cerchi un buon lavoro part-time o a tempo pieno? L’attività Amc è semplice, per iniziare non devi investire denaro. Amc ha previsto per te un corso di preparazione gratuito. Interessante retribuzione. Colloquio informativo Tel. 0968-439046 / 337-981564 - O F F R E S I L A V O R O - Fastweb cerca agenti in Toscana. Si offre alloggio e altre provvigioni. Tel. 0571-1960074

- OFFRESI LAVORO - Avviata scuola di Danza a Cz lido cerca per l'anno accademico 2008/2009 le seguenti figure professionali: insegnante di danza classica metodo vaganova, età superiore ai 20 anni, possibilmente diplomata e con esperienza; insegnante danza del ventre; insegnante yoga; istruttore aerobica e step; istruttore pilates; istruttore kichboxing o aerobox. Astenersi perditempo. Per info: 329-2247666

CALL CENTER -BORGIA - Varano Communications Group Srl Unipersonale Call e Contact Center , ricerca operatori e operatrici di call center. Offresi corso di formazione gratuito, contratto a tempo indeterminato full time o part time. Orario di lavoro 12:30 - 16.00 / 17:00 - 21:00 (Ccnl Telecomunicazioni) Si richiede: eventuale esperienza nel settore, diploma, lauree Sede di lavoro Borgia. Inviare Curriculum Vitae: savarano@libero.it oppure un fax al 0961- 952525 [Per ulteriori informazioni contattare il numero 0961951021 dalle 12.00 alle 21.00. Varano Communications Group, via Svizzera n. 27 88021 Borgia]


54 Venerdì 27 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO

La supermodella brasiliana Gisele Bündchen ROMA — La supermodella brasiliana

Gisele Bündchen appare in un servizio fotografico, pubblicato su “Elle” di Febbraio, in cui promuove la linea di abbigliamento “Red”. Le vendite del marchio sostengono l’associazione omonima, creata dal leader degli U2 Bono Vox e da Bobby Shriver, rampollo della famiglia Kennedy, per raccogliere fondi a favore dei malati di Aids in Africa, in appoggio al Global fund. Tra i molti personaggi che aderiscono all’iniziativa, l’altra top Naomi Campbell, il calciatore del Milan e della Seleção Kaká, le attrici Scarlett Johansson, Julia Roberts e Penelope Cruz. E c’è anche il nostro Dj Francesco. La 28enne gaúcha viene ritratta in una serie di scatti realizzati in una villa di Beverly Hills. Sembra proprio in forma splendida, bella come non mai, con quel suo look finto-acqua e sapone che deve costarle ore di trucco. Il clima è quello di una tranquilla giornata in casa. Gisele scarabocchia su un foglio da disegno, caccia fuori la lingua, si nasconde dietro a un cuscino, sfoglia un fiore, abbraccia un gattino, si siede su un tavolo, assaggia uno spaghetto per provarne la cottura, legge un libro e ascolta l’iPod. Racconta come e perché è entrata in “Red” e ripete la sua favola di moderna Cenerentola, scoperta a tredici an-

Gisele nasce a Horizontina, nella parte interna dello stato di Rio Grande do Sul, in Brasile.A 14 anni insieme a due delle sue cinque sorelle e ad alcune amiche frequenta un corso di portamento in vista del tradizionale ballo delle debuttanti. Alla fine del corso è prevista una gita a San Paolo per tutte le ragazze del corso. Durante l'escursione in un viale della metropoli, un talent-scout di un'agenzia di modelle che stava aspettando le ragazze trovò Gisele particolarmente bella e la invitò a presentarsi al più presto alla sua agenzia. Tornata a Horizontina, sua madre vede nel concorso The Look of the Year l'opportunità per vedere se Gisele è veramente portata per il lavoro di modella e la iscrive alla competizione. Gisele arriva seconda e gli organizzatori del concorso decidono di portarla insieme alla vincitrice alla finale internazionale di Ibiza. Arriva fra le prime dieci ma non vince. Dopo il concorso che conferma la possibilità di far parte del business della moda Gisele si trasferisce da sola a San Paolo per cercare di intraprendere la carriera di modella. Dopo molti "no" a causa del suo naso considerato troppo grande, la sua voglia di dimostrare di potercela fare ha la meglio e comincia a girare il mondo per vari servizi di moda dedicati soprattutto ad un pubblico adolescente. Fra i viaggi anche tre mesi passati in Giappone. Nel 1996 si trasferisce a New York e "l'aereo diventa la sua casa".

ni da un talent scout della moda in un fast food di São Paulo. Gisele Caroline Bündchen fu scoperta nel 1994 dal manager dell'agenzia Elite Model Management in un McDonalds di São Paulo, e pochi mesi dopo vinse a Parigi il concorso per modelle emergenti Elite Model Look. Nel 1997 fu protagonista del calendario Pirelli e nel 1999 fu dichiarata modella dell'anno, entrando nel gruppo delle cosiddette top model. Gisele ha vissuto un'intensa relazione durata ben 5 anni con l'attore Leonardo di Caprio. Si era parlato anche di matrimonio per la coppia, ma a quanto sembra, per via delle continue scappatelle dell'attore la relazione si è conclusa con un nulla di fatto. In seguito ha vissuto una relazione piuttosto breve, durata 8 mesi, con il campione di surf Kelly Slater. Dalla fine del 2006 fa coppia con il quarterback dei New England Patriots, Tom Brady, che ha recentemente fatto la sua proposta di matrimonio a Gisele, ottenendo risposta affermativa. È stata l'"angelo" per eccellenza di Victoria's Secret per sette anni e anche oggi è la modella più ricca del mondo secondo la rivista Forbes e The Guinness World Records, lavorando per marche di fabbrica come Vogue Eyewere, Yves Saint Laurent, Dolce & Gabbana, Dior, Cacharel, Louis Vuitton, Roberto Cavalli, Bulgari, Ralph Lauren, Versace, Ebel, Apple, Credicard, Vivo, Valentino, Jean Paul Gaultier, Balenciaga, Otto, DSquared, Pantene, Nivea, Colcci, Joop, Tug, Aquascutum, Stiefelkonig, Stefanel, Vakko, Vero Moda, Vivara ed Ipanema.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 SHOW Ciak...si canta 23:15 Tg 1 23:20 RUBRICA TV 7 00:20 RUBRICA L'appuntamento scrittori in TV 00:50 Tg 1 Notte 01:20 Che tempo fa 01:25 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:30 RUBRICA Sottovoce 02:00 RUBRICA Rai Educational Rewind la Tv a grande richiesta 02:35 RUBRICA Rainotte 02:36 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 ATTUALITÀ Focus 06:05 RUBRICA Caro amore caro, scene da un matrimonio 06:20 Tg 2 Medicina 33 06:25 REAL TV X Factor 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:01 CARTONI ANIMATI Phineas and Ferb 07:25 CARTONI ANIMATI Huntik 07:50 CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 08:15 CARTONI ANIMATI Dibo dei desideri 08:30 CARTONI ANIMATI Phineas and Ferb 08:50 CARTONI ANIMATI I Lunnis 09:05 CARTONI ANIMATI Pucca 09:15 RUBRICA TGR Montagne 09:45 RUBRICA Un mondo a colori Files 10:00 Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:45 Tg2 Si, Viaggiare 13:55 Sci Nordico: Campionati Mondiali Sci nordico 15:00 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:30 Tg 2 20.30 21:05 TELEFILM E.R. Medici in prima linea 22:40 TELEFILM Medical Investigation 23:25 Tg 2 23:40 SHOW Malpensa Italia 01:15 Tg Parlamento 01:25 REAL TV X Factor 01:55 Meteo 2 02:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:10 Tg 2 Costume e società 02:25 FILM TV Un posto tranquillo 2 02:55 RUBRICA Cronaca nera, bianca e rosa 03:30 VIDEOFRAMMENTI Cercando cercando 03:55 Tg 2 Medicina 33 04:00 RUBRICA Arte e Alchimia 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 Sviluppo Organizzativo 05:45 RUBRICA Quasi le sette 05:50 VIDEOFRAMMENTI Zibaldone... cose a caso

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

19:00 SERIE TV JAG 20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 RUBRICA Niente di personale 00:00 Rugby: 6 Nazioni Rugby 01:10 Tg La7 01:20 RUBRICA La 25° ora Il Cinema espanso 01:30 RUBRICA Movie Flash 01:35 RUBRICA La 25° ora 04:00 TELEFILM Alla corte di Alice 04:05 ATTUALITÀ Otto e mezzo 04:45 RUBRICA Due minuti un libro 04:50 Motociclismo: Superbike Motociclismo

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina 08:00 Tg 5 Mattina 08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 09:55 REAL TV Grande Fratello 10:00 Tg 5 Ore 10 11:00 RUBRICA Forum 13:00 Tg 5 13:40 SOAP OPERA Beautiful 14:05 REAL TV Grande Fratello 14:10 TELEROMANZO CentoVetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 REAL TV Amici 16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 minuti 18:05 REAL TV Grande Fratello 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 SERIE TV I Cesaroni 23:30 ATTUALITÀ Matrix 01:30 Tg 5 Notte 02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 02:30 TELEVENDITA Mediashopping 02:45 REAL TV Amici 03:30 TELEVENDITA Mediashopping 03:40 REALITY SHOW Grande Fratello 04:15 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:35 CARTONI ANIMATI Draghi E Draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Fragolina 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Spicchi di cielo tra baffi di fumo 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Evviva Palmtown 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 10:20 SITUATION COMEDY E alla fine arriva mamma 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Naruto Shippuden 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 SITUATION COMEDY Drake & Josh 17:40 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:00 CARTONI ANIMATI Twin Princess 18:15 CARTONI ANIMATI Spongebob 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 NEWS Studio Sport 19:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 SHOW Le Iene Show 23:00 SHOW Le Iene.it 23:15 TELEFILM Gossip girl 00:05 SHOW Saturday Night Live 01:15 SHOW Poker1mania 02:15 NEWS Studio Sport 02:40 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:55 MUSICALE Talent 1 Player 03:15 TELEVENDITA Shopping By Night 03:30 SERIE TV I Soprano 04:15 TELEVENDITA Shopping By Night 04:30 FILM L'insegnante al mare con tutta la classe 05:55 NEWS Studio Sport

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 GIOCO Lovetest 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REALITY SHOW Run's House 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SITUATION COMEDY Reaper 21:00 REALITY SHOW Randy Jackson presents 22:00 SHOW Busta Move 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 SHOW Mtv Special 23:00 MUSICALE Mtv World Stage 00:00 MUSICALE Human Giants 00:30 MUSICALE Brand: New Video 01:30 MUSICALE Into the Music

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24 06:30 ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 06:45 RUBRICA Italia, istruzioni per l'uso 07:30 ATTUALITÀ TGR Buongiorno Regione 08:00 ATTUALITÀ Rai News 24 08:15 RUBRICA La storia siamo noi 09:15 RUBRICA Verba volant 09:20 RUBRICA Cominciamo bene Prima 10:00 VARIETÀ Cominciamo bene 12:00 Tg 3 12:25 Tg 3 Cifre in chiaro 12:45 RUBRICA Le storie Diario italiano 12:55 Sci Nordico: Campionati Mondiali Sci nordico 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 TGR Leonardo 15:00 TGR Neapolis 15:10 Tg 3 Flash LIS 15:15 RUBRICA Trebisonda 15:20 DOCUFICTION Serious Jungle 16:00 NEWS GT Ragazzi 16:30 RUBRICA Melevisione 16:50 RUBRICA Farò strada 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo 17:50 RUBRICA Geo & Geo 18:15 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 RUBRICA Mi manda Raitre 23:15 SHOW Parla con me 00:00 Tg 3 Linea notte 00:10 Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 RUBRICA Economix 01:40 RUBRICA ApriRai 01:50 RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM Jeff & Leo Gemelli detective 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 SERIE TV Jack Frost 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver 17:20 RUBRICA Atlantide, Storie di uomini e di mondi

il Domani Venerdì 27 Febbraio 2009 55

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:10 TELEFILM Hunter 09:00 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 SOAP OPERA Saint Tropez Musica e motori 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:30 SOAP OPERA Sentieri 16:00 FILM L'olio di Lorenzo 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:30 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 FILM L'ultima alba 21:55 NEWS Tgcom Attualità 21:58 Meteo 23:45 FILM Jarhead 00:30 NEWS Tgcom Attualità 00:33 Meteo 01:25 Tg 4 Rassegna stampa 02:30 FILM Magnificat 04:00 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 04:05 TELEFILM Ma il portiere non c'e' mai? 04:45 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN TV L’ultima alba Rete 4 ore 21,10 Regia: Antoine Fuqua Cast: Bruce Willis, Monica Bellucci, Cole Hauser, Tom Skerritt, Fionnula Flanagan Genere: Azione Durata 121 min. Produzione: USA 2003. Dopo un colpo di stato in Nigeria, al comandante Walters è affidato il compito di portare in salvo i componenti di una missione, il cui capo è la dottoressa Lendricks, che presta la sua opera di medico volontario nella giungla. La donna non vuole però abbandonare i pazienti al loro destino, e d'altronde Waters non può imbarcare gli indigeni sul suo elicottero per non incorrere in ritorsioni diplomatiche. Preso da un soprassalto di umanità, l'ufficiale decide di disobbedire agli ordini e di accompagnare i componenti della missione fino al confine con il Camerun.

Jarhead Rete 4 ore 23.45

Regia: Sam Mendes Cast: Jake Gyllenhaal, Jamie Foxx, Peter Sarsgaard, Chris Cooper, Lucas Black, Katherine Randolph, Dennis Haysbert, Jacob Vargas, John Krasinski, Brian Geraghty, Scott MacDonald, Lo Ming, Kevin Foster, Damion Poitier, Riad Galayini, Craig Coyne, James Morrison, Rini Bell, Dendrie Taylor Genere: Guerra Produzione: USA 2005 1° film hollywoodiano ad alto costo sulla guerra del Golfo (1991) contro l'Iraq di Saddam Hussein che aveva occupato il Kuwait. Raccontato in prima persona (con voce off come in American Beauty) da uno yankee ventenne che si arruola volontario nei Marines, ne subisce il duro periodo di addestra-

123’

mento, cioè di disumanizzazione, è promosso al rango di tiratore scelto, passa più di un anno nel deserto dell'Arabia Saudita finché è inviato con i compagni alla battaglia nella quale non riesce a sparare nemmeno un colpo: la guerra finisce. Si può scomporre in 3 parti e 1 epilogo. La 1ª parte è l'addestramento; la 2ª ha l'originalità della lunga attesa e della disgregazione becera dei Marines prima della battaglia; la 3ª è, anche sul piano figurativo, la più suggestiva (i pozzi petroliferi in fiamme; il macabro incontro con i cadaveri nelle vetture incendiate sull'autostrada verso il confine iracheno) grazie anche alla fotografia di Roger Deakins e al montaggio dell'ottimo Walter Murch. Attori compresi, il cast è un'adunata di premi Oscar.



il domani