Issuu on Google+

il

Domani dello Sport Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

Domenica 26 Agosto 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 207

SICUREZZA I Vigili del Fuoco di Catanzaro ribadiscono l’assoluta mancanza di mezzi a loro disposizione a pag. 2

CRONACA

www.ildomanidellosport.it

REGIONE

Il Questore di Reggio Calabria Longo smentisce categoricamente il ridimensionamento degli avamposti

Un miliardo di euro di danni in Italia per la grande siccità dell’estate più calda di tutti i tempi anche in Calabria

a pag. 4

a pag. 6

Il solito spumeggiante tecnico boemo ribadisce la bontà della sua scelta e della sua Roma

CONTO ANCH’IO CAMPIONATO

Oggi toccano alle altre in primis Napoli e Roma additate come le principali antagoniste Juve

REGGINA

Altro passo avanti del club sulla strada del rinnovamento. Chiuso nuovo contratto di sponsorizzazione a pag. 8

PALERMO-NAPOLI

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 26/8/2012

1

Consiglia

2.90

3.00

X

3.25

3.20

LEGA PRO

Proseguono i collaudi di Catanzaro e Hinterreggio verso il campionto che inizia domenica

2

2.40

2.35


2 il Domani dello Sport

Domenica 26 Agosto 2012

CRONACA CALABRIA

VIGILI DEL FUOCO DI CATANZARO LAMENTANO CARENZA DI MEZZI CITTÀ Il sindacato rende nota l’assoluta inadeguatezza delle infrastutture

«A

Carlo Liguori

d una situazione già molto precaria - spudoratamente travisata da chi ha interesse a far apparire che tutto funzionerebbe - con mezzi che di volta in volta vengono rattoppati alla meglio, mezzi vecchi anche di 40 anni, si aggiunge in questi ultimi giorni il surplus di lavoro per gli incendi boschivi». Lo si apprende da una nota del sindacato. «Nella giornata odierna - prosegue la nota - l'unico mezzo che potrebbe svolgere il lavoro per richieste di interventi vari -un mezzo polivalente- si trova sulle montagne di Tiriolo, lasciando cosi' scoperta l'intero territorio cittadino ed il circondario: per rendere bene l'idea, anche un eventuale ascensore bloccato od un incidente stradale con necessita' di estrarre fuori dalle lamiere contorte delle persone ferite potrebbe essere difficilmente portato a termine». Per il sindacato tutto ciò oltre che essere un serio problema per il soccorso alla popolazione, rappresenta anche un rischio aggiuntivo per gli operatori vigili del fuoco che in ogni caso, non si tirerebbero mai indietro: gli infortuni che in questi giorni hanno subito alcuni vigili del fuoco che indossavano guanti "non" protettivi, è abbastanza indicativo in tal senso; laddove c'é bisogno il vigile del fuoco c'é, ma per quanto ancora potremmo durare? Per quanto riguarda la situazione Catanzarese, «oggi l'unica squadra presente a Catanzaro, è costretta ad uscire per intervento con due mezzi di cui uno dotato solo e semplicemente di acqua e l'altro, una vettura, per il tra-

CRONACA

Cinque arresti nella notte per rissa aggravata

inque arresti operati dai C carabinieri nel corso dei controlli del territorio nel reg-

sporto di personale: le possibilità operative di intervento sono chiaramente ridotte al minimo». Anche per il personale le cose non sembrano andare molto meglio. «Sembrerebbe che parte del personale - continua la notada moltissimo tempo non venga inviato a visita medica per i controlli previsti con cadenza biennale: nei prossimi giorni ci attiveremo, perché l'unica risorsa che ormai abbiamo a Catanzaro è il

FITTASI

personale e non possiamo permettere che venga mandato allo sbaraglio». «Se le ustioni alle mani riportate da alcuni vigili a causa di guanti evidentemente difettosi hanno fatto scalpore, certamente - conclude la nota la mancanza di controlli e di prevenzione sullo stato di salute del personale non puo' passare inosservato; nessuno puo' permettersi di giocare sulla pelle e con la pelle dei lavoratori». I sindacati sono pronti a portare la

situazione all'attenzione dell'amministrazione centrale.

Alcuni vigili del fuoco hanno subito anche dolorose ustioni alle mani per la scarsa qualità dei guanti che risultano difettosi e vecchi

il Domani dello Sport

già il Domani

Direttore GUIDO TALARICO

Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606

Direttore responsabile FRANCESCO ARCIDIACO

La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ)

gino. Nella scorsa notte i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto tre cittadini di origine indiana con l'accusa di rissa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. Era da poco passata la mezzanotte quando alcuni cittadini hanno segnalato al 112 una rissa furibonda in corso nelle adiacenze della stazione ferroviaria di Catona. Si e' recata immediatamente sul posto una pattuglia che ha sopreso tre cittadini di nazionalita' indiana che si stavano picchiando selvaggiamente. All'arrivo dei militari i tre hanno tentato di dileguarsi venendo tuttavia rintracciati e fermati. Per tutti si sono rese necessarie cure mediche per le ferite e contusioni riportate, due presentavano chiari segni dell'abuso di alcool. Tutti sono stati arrestati con l'accusa di rissa aggravata e trattenuti in camera di sicurezza per il successivo rito direttissimo.

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 - Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00

- R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 FRANCESCO ARCIDIACO


Domenica 26 Agosto 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

MINORE ACCOLTELLATO ALLE SPALLE CRONACA Il fatto è avvenuto a Sant’Eufemia di Aspromonte dove è stato ferito un 17enne

U

Luca Ogrilio

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri il contesto in cui è maturato l’alterco è estraneo ad ambienti criminali

n minore di 17 anni è stato accoltellato ieri sera a Sant'Eufemia d'Aspromonte, nel reggino, al culmine di una rissa avvenuta nei pressi di un campetto di calcio. Il ferito è stato trasportato intorno a mezzanotte da un'ambulanza del 118 al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, dove i sanitari gli hanno riscontrato ferite multiple alla regione dorsale e cervicale. In particolare il giovane è stato pugnalato alle spalle da un fendente che gli ha forato un polmone, ed è stato

Il ferito è stato trasportato a mezzanotte da un’ambulanza del 118 al pronto soccorso di Reggio Calabria

ricoverato in prognosi riservata ma fortunatamente non versa in pericolo di vita. Sul luogo della rissa si sono recati i carabinieri della Compagnia di Villa San Gio-

vanni, che hanno rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico, quasi certamente l'arma che ha ferito il giovane. I militari hanno anche rico-

struito l'accaduto e stanno individuando alcuni dei partecipanti, almeno una decina di persone, alla rissa. Il giovane ferito, uno studente incensurato, avrebbe avuto

un alterco per futili motivi con una persona in serata. Successivamente i due si sarebbero incontrati nuovamente, e del tutto casualmente, nei pressi del campetto dove era in corso un torneo di calcio fra amici, e li' i due avrebbero litigato nuovamente, scatenando la maxi rissa nel corso della quale lo studente è stato ferito alle spalle. Secondo la ricostruzione dei carabinieri il contesto in cui è maturato l'alterco è assolutamente estraneo ad ambienti di criminalita' organizzata, cosi' come è estranea alla rissa l'organizzazione del torneo calcistico.


4 il Domani dello Sport

Domenica 26 Agosto 2012

CRONACA CALABRIA

IL QUESTORE LONGO SMENTISCE RIDIMENSIONAMENTO COMMISSARIATI POLIZIA Prontamente messe a tacere le voci succedutesi nei giorni scorsi

«I

Andrea Splendore

l tempismo del Questore Guido Longo nello smentire l'ipotesi di ridimensionamento degli avamposti della Polizia di Stato dislocati sul territorio pro-

Voci assolutamente prive di fondamento quelle che volevano un ridimensionamento degli avanposti della Polizia sul territorio calabrese

vinciale e la successiva precisazione del Ministero dell'Interno hanno messo a tacere voci prive di fondamento che avevano prodotto disorientamento e allarme nei cittadini dei territori di Taurianova, Polistena, Cittanova, Palmi e Gioia Tauro». Lo afferma il presidente della Provincia Giuseppe Raffa, il quale invita «alla cautela nel mettere in giro notizie che producono sfiducia nei confronti dello Stato e, indirettamente, mettono in dubbio l'impegno delle Istituzioni democratiche sul fronte della legalità e della lotta alla criminalità comune e organizzata». Giuseppe Raffa, in una nota

sottolinea, «abbiamo sempre sostenuto che il presupposto indispensabile per la crescita e lo sviluppo passi indissolubilmente dalla prevenzione e dalla sicurezza del territorio. Questo per garantire la pacifica convivenza, la libertà dei cittadini, degli amministratori, e del settore economico e commerciale. L'attività di Magistratura e Forze dell'ordine, il cui impegno per le libertà individuali e collettive continua a essere encomiabile, ha agevolato il risveglio delle coscienze restituendo al corpo sociale la consapevolezza della presenza dello stato di diritto. E l'immedia-

Giuseppe Raffa: «Abbiamo sempre sostenuto che il presupposto indispensabile sia la prevenzione e la sicurezza» to intervento del questore Longo, il quale conosce bene il territorio reggino e le sue dinamiche sociali, economiche e criminali, sul presunto ridimensionamento dei commissariati è un'altra importante garanzia dell'attenzione e dell'impegno profuso dalla forze di polizia sul fronte della legalità. Sono certo, infine, che la sinergia in atto tra Magistratura e Polizia giudiziaria contribuirà a spianare ulteriormente la strada dei reggini lungo il commino dello sviluppo e della legalità».

Guido Longo: «Sono certo che la sinergia tra Magistratura e Polizia contribuirà al cammino della legalità»

Era seduto al bar invece di stare ai domiciliari

D

oveva essere agli arresti domiciliari, ed invece stava prendendo comodamente un caffè seduto in un bar. Protagonista della vicenda è stato Natale Cutruzzolà, 59 anni, già noto alle forze dell'ordine e ristretto ai domiciliari con l'accusa di tentato omicidio. Quando i carabinieri della Compagnia di Sellia Marina sono entrati nel bar di Cropani, dove l'uomo risiede, lo hanno ammanettato e condotto in carcere.


Domenica 26 Agosto 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

INDIANO TROVA PORTAFOGLI PIENO DI SOLDI E LO CONSEGNA ALLA CASSA CRONACA Il nobile gesto è avvenuto in un supermercato di Gallico

U

Maria Gallo

n giovane indiano trova un portafogli pieno zeppo di soldi e lo consegna alla cassiera di un supermercato. È ancora incredulo, un giovane commerciante rumeno, M.R., che questa mattina è stato testimone di un bellissimo gesto di onestà. L'uomo aveva fatto la spesa per il proprio esercizio di ristorazione al supermercato

Il giovane indiano ha trovato il portafoglio pieno di soldi e lo ha consegnto alla cassiera del Supermercato e quindi al proprietario di Gallico, ed era in coda alla cassa quando la cassiera

accanto ha chiesto alla collega di informarla se qualcuno reclamava un portafogli. Ancora all'oscuro di aver perso il proprio, l'uomo si accingeva a pagare la spesa, quando si è reso conto di non avere più in tasca il portafogli. Si è rivolto quindi alla cassiera accanto, chiedendo se per caso il portafogli fosse il suo. Da una immediata verifica del documento d'identità che vi era contenuto, la cassiera ha subito consegnato l'oggetto al proprietario. Con vivo stupore, il giovane rumeno ha potuto così constatare che non mancava nulla, diverse centinaia di euro e carte di credito erano tutte al loro posto. Il commerciante ha chiesto alla cassiera chi fosse stato a riconsegnarlo, per poterlo ringraziare di persona. Un uomo di colore basso di statura, è l'identikit dell'ignoto cittadino, dall'accento indicato come immigrato, che dopo avere consegnato il portafogli si è allontanato dal supermercato.

Scoperte 51 piante di canapa indiana a N. Terinese coperte cinquantuno piante S di canapa indiana dal personale del locale comando sta-

zione forestale di Nocera Terinese. La piantagione è stata avvistata durante i servizi straordinari finalizzati alla repressione del fenomeno degli incendi boschivi in provincia di Catanzaro. Dopo l'individuazione della coltivazione, sono intervenuti immediatamente anche gli agenti del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) di Catanzaro, che hanno raggiunto la piantagione realizzata in mezzo alla sterpaglia presente all'interno di un bosco sughera, sito in localita' "Stia" nel Comune di Nocera Terinese. Le piante, 51, erano coltivate e perfettamente mimetizzate ed occultate in mezzo alla sterpaglia sottostante alle piante di sughera. La coltivazione presentava piante di diverse dimensioni, alcune delle quali raggiungevano quasi i 2 metri di altezza. Il personale del Corpo

forestale dello Stato ha quindi provveduto ad estirpare e a bruciare tutte le piante presenti sulla zona, così come disposto dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme. Il ritrovamento fa seguito ad un altro consistente rinvenimento, di circa 500 piante, avvenuto solo qualche giorno addietro nello stesso comune e si ipotizza sia possibile effettuare ulteriori analoghe scoperte. Le indagini della Forestale, tutt'ora incorso, mirano ad accertare la proprietà del terreno e all'individuazione dei responsabili dell'illecito.

Le 51 piante erano coltivate e perfettamente mimetizzate ed occultate in mezzo alla sterpaglia sottostante


6 il Domani dello Sport

Domenica 26 Agosto 2012

CRONACA CALABRIA

LA GRANDE SICCITÀ HA FATTO PIÙ DI UN MILIARDO DI DANNI

REGIONE E’ stata un’estate tra le più siccitose di tutti i tempi e l’agricoltura soffre

«G

Luciana Stella

li effetti sul nostro sistema agricolo provocati dai sette anticicloni africani che da inizio giugno interessano l' Italia e la mancanza di precipitazioni ad essi associata hanno creato la piu' grave siccità degli ultimi dieci anni con danni stimati pari a 1 miliardo di euro». Lo rivela all'Agi Giuseppe Bombino, docente Università Mediteranea, dipartimento di scienze e teconologie agroforestali e ambientali Facoltà Agraria. «Le riduzioni alle principali produzioni agricole in Italia sono dell ordine del 20% per il pomodoro e per il girasole, del 30% per il mais, fino al 40% per la soia e la barbabietola da zucchero, in Calabria - osserva Bombino - il dato è ancora più drammatico. La siccità, inoltre, ha avuto gravi implicazioni sul benessere animale con conseguenti riduzioni della produzione di latte (in media del 20%, con punte che arrivano anche al 50% nei giorni piu' roventi) e de

I sette anticicloni africani hanno portato alla più grave siccità degli ultimi 10 anni e danni stimati sul miliardo di euro

dei suini (fino al 40%) a cui consegue un sostanziale calo dell accrescimento. Anche le galline e le api risentono degli effetti del caldo, producendo meno uova e meno miele». «La complessità del fenomeno e le implicazioni sull agricoltura conclude il docente - richiedono, evidentemente, un approccio multidisciplinare non solo ai fini della previsione della siccità, ad esempio, mediante la definizione di indici climatici a diversa scala, e della disponibilità di risorsa idrica, per esempio attraverso l’uso dei modelli idrologici, ma anche contribuendo alla definizione di misure di mitigazione orientate sia a ridurre le domande di acqua, attraverso l'ottimizzazione dei sistemi irrigui o la selezione di colture meno esigenti, sia a incrementare le risorse disponibili, mediante la razionale gestione delle risorse idriche». Intanto il tempo fortuanatamente cambia. Durerà fino a domenica il torrido effetto di Lucifero, il settimo e ultimo anticiclone proveniente dall'entroterra magrebino che in questi giorni farà di nuovo schizzare le temperature in alto in tutta Italia. Domenica infatti arriva la perturbazione Beatrice, con temporali al Nord, forti sul Nord-Est, 8 gradi in meno al settentrione e poi da lunedì anche al Centro-Sud con vento di tramontana. Nel week-end del primo settembre pioggia su vaste zone della penisola, un anticipo d'autunno

insomma. Secondo gli esperti di ilmeteo.it oggi Firenze supererà i 40 gradi, ma altre città si avvicineranno ai 40 e farà caldo ovunque: le regioni più infuocate fino a sabato saranno Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Puglia (con punte di 40 gradi nel foggiano) e Sicilia. Al Centro saranno oggi e domani i giorni più caldi: 40 i gradi a Firenze, 38 a Bologna, Ferrara, Rieti, Terni, e altre città si avvicineranno ai 38 come Roma, Napoli e Bari. I 38 gradi saranno superati anche sul Veneto, sul resto dell'Emilia Romagna e su tutto il Centro-Sud. Bolzano toccherà il record di 36 gradi come Milano. Caldo anche in Liguria con oltre 33 gradi afosi e percezione di 39. Giovedì e venerdì arriveranno i primi temporali al

Nord sulle Alpi e sul Piemonte, mentre al Centro-Sud le temperature continueranno a salire fino a 38 gradi a Roma, Napoli, 40 in Puglia, Calabria e Sicilia. Per temporali più estesi e rinfrescanti bisognerà attendere il fine settimana, con l'arrivo di Beatrice, la burrasca di fine agosto. Sabato sera violenti temporali dalle Alpi scenderanno verso il Piemonte e la Lombardia e domenica colpiranno il NordEst. Altre piogge dalla Liguria raggiungeranno la Toscana, l'Umbria e il Lazio con temporali possibili anche a Roma. Pioggia e grandine e sul Nord-Est, simili a tempeste tropicali, potranno poi portarsi sul resto delle regioni adriatiche entro sera. La bora soffierà a Trieste verso l'Emilia Romagna e il

maestrale irromperà sulla Sardegna. Lunedì tornerà il sereno e il clima sarà più mite grazie ai venti di tramontana e le temperature caleranno ovunque di 7-8 gradi. Qualche giorno di sole e clima mite prima dell'arrivo dell'autunno. Dal mare del Nord si prepara infatti una discesa di aria fredda dal circolo polare che punta al Mediterraneo.

Il tempo cambia in modo radicale grazie a Beatrice , la prima perturbazione autunnale alla quale seguirà Poppea


Domenica 26 Agosto 2012 il Domani dello Sport

7

CRONACA CALABRIA

NOEMI È LA NUOVA MISS SPETTACOLO Ecco la vincitrice del concorso di Santo Janni

D

Mirko Bussi

avanti ad un caloroso e numerosissimo pubblico e sotto un meraviglioso cielo stellato la prima serata dell’evento “Santo Janni in festa” giunto ormai alla seconda edizione. La serata ha visto come protagoniste delle splendide ragazze che dopo un accuratissima selezione, si sono qualificate per la tanto attesa finalissima. L’evento “Miss Santo Janni” è nato quasi per gioco, da un idea saltata fuori dal nulla, che ha iniziato a prendere forma con il consenso del comitato festa ed in particolar modo con i consensi del consigliere comunale Luigi Levato, da sempre disponibile come da lui confermato a dar spazio alle idee dei giovani e di Franco Fera anche lui membro del comitato festa. Il consigliere comunale Luigi Levato ha espresso profonda ammirazione nei confronti dell’organizzatrice dell’evento Cristina Mancaruso e si è detto disponibile a dar vita ai progetti futuri, per lui “le idee dei giovani vanno ascoltate e se possibile realizzate, solo così il quartiere potrà crescere, perché si sa, i giovani sono il nostro futuro”queste le sue parole, il consigliere comunale Levato si è congratulato con tutto lo staff dell’organizzazione, dalla sartoria al trucco e parrucchieri e ha dichiarato di voler aiutare gli organizzatori a far crescere sempre di più l’evento di “Miss Santo Janni”. I preparativi sono iniziati nella mattinata, le gio-

ISTRUZIONE

Già prenotabili anche online i testi per la scuola elementare

C

vanissime e bellissime aspiranti Miss sono state coccolate e viziate dalle mani esperte di visagiste, make-up artist e parrucchiere, che hanno gentilmente collaborato. Ore 22:30, è tutto pronto, un’emozionata presentatrice rompe il ghiaccio, gli applausi del pubblico e la musica accompagnano le ragazze in passerella. La vera protagonista della serata è stata l’emozione, che per fortuna non ha giocato brutti scherzi. Otto le aspiranti Miss, Aloi Antonella, Giglio Luigia, Ranieri Serena, Canino Alessandra, Rotundo Noemi, Condello Milly, Merante Laura e Posella Alessandra, tutte mera-

vigliose, la vittoria però è toccata ad una sola partecipante. L’attenta, puntigliosa e qualificata giuria composta da quattro membri a fine serata ha decretato vincitrice la splendida sedicenne Noemi Rotundo, una studentessa con una smisurata passione per l'equitazione. Incredula Noemi, è stata incoronata “Miss Santo Janni” con tanto di fascia e corona, con una voce rotta dall'emozione e gli occhi pieni di lacrime, la giovane Miss ha ringraziato la giuria ed il pubblico che almeno dagli applausi sembrava essere in pieno accordo con il giudizio espresso dai giurati. Una Miss dal volto acqua e

sapone, con i colori della tipica ragazza mediterranea. In prima fila sotto il palco, c'erano Mamma e Papà a fare il tifo per lei e anche tutti gli amici, gli stessi che l'hanno spinta ad iscriversi al concorso. Per Noemi “Miss Santo Janni” è stata la prima esperienza, non ha mai partecipato a questo genere di concorsi, eppure ieri sul palco sembrava una vera professionista, chissà magari è l'inizio di una lunga serie di partecipazioni a concorsi di bellezza e perchè no anche di vittorie, Santo Janni fa di sicuro il tifo per la sua Miss... In bocca al lupo alla belissima Noemi.

obbligata ad eseguire l'ordine del T.A.R. Secondo il T.A.R. «i motivi di ricorso appaiono fondati, con particolare riferimento alla possibilità di scorrimento della graduatoria utilizzando anche i posti vacanti destinati agli extracomunitari». Mentre alcuni universitari sono già in vacanza, mentre altri studiano per i quiz del numero chiuso di settembre, quattro giovani calabresi si possono finalmente immatricolare presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catanzaro "Magna Graecia". I legali, pur esprimendo soddisfazione per l’importante vit-

toria, si dichiarano rammaricati che per ottenere giustizia e poter studiare 4 giovani siano stati costretti ad affidarsi alle carte bollate. Il Consiglio di Stato e diversi autorevoli T.A.R. (tra cui Milano, L'Aquila, Catania e Salerno), infatti, con numerose ed importanti decisioni, sin dal mese di febbraio, avevano accolto le tesi dei legali concedendo agli studenti l’immediata immatricolazione e dichiarando l'illegittimità delle scelte del M.I.U.R. e degli Atenei di lasciare vacanti questi posti" ma, nonostante tali precedenti, l’Ateneo ha

continuato a rifiutare l'immatricolazione.storicamente importanti e molto calorose e che spesso, grazie a scelte di mercato

omincia il prossimo 17 settembre la scuola e già in molte librerie c’è la fila per acquistare i testi necessari per frequentare i corsi di ogni ordine e grado. Per i più piccoli, quelli che frequentano la scuola elementare, i libri sono gratuiti. Li fornisce, infatti, l’Amministrazione comunale. In attesa di ricevere la cedola, i testi sono già prenotabili così come segnala alla nostra redazione la libreria Poligrafica. I genitori non dovranno anticipare alcuna somma di danaro in quanto i librai, in accordo con l'assessore alla Pubblica Istruzione, anticiperanno i volumi agli aventi diritto in attesa che venga consegnata la cedola rilasciata dal Comune. Di seguito il calendario scolastico della Regione Calabria. Inizio Lezioni: 17 settembre 2012 Termine Lezioni: 12 giugno 2013 Festività Natalizie: dal 24 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 Festività Pasquali: dal 28 marzo 2013 al 2 aprile 2013 Altre Festività: dal 2 al 3 novembre 2012 (ponte della festività di Ognissanti) La scuola dell’infanzia termina le attività educative il 29 giugno 2013

Università: posti per la facoltà di Medicina D

opo l’ennesimo rifiuto ingiustificato dell'ateneo calabrese ad assegnare i posti vacanti, riservati agli studenti non comunitari ed in particolare agli studenti provenienti dall’India, i quattro aspiranti medici si vedevano costretti a presentare ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria. Nonostante gli appelli dei mesi scorsi e le pagine sui quotidiani per sensibilizzare l'Ateneo alla copertura di tutti i posti rimasti vacanti, solo grazie al ricorso degli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, l’Università sarà ora

azzeccate e tanti sacrifici, riescono a rubare la scena ai grandi club delle metropoli e a togliersi grandi soddisfazioni.


8 il Domani dello Sport

Domenica 26 Agosto 2012

SPORT CALABRIA

AMARANTO: PRIMO ESAME

REGGINA Tutto nelle mani di Dionigi, che da quando è arrivato ha imposto il suo gioco

T

anti i temi che animeranno la nuova stagione agonistica e sin dalla gara di stasera ad Empoli (della quale vi daremo conto nel prossimo numero), si proverà a far nuovamente sussultare i cuori di un'intera città.

dare un'anima alla squadra, che però è attesa alla conferma alle prime giornate del nuovo campionato. Il carattere e la meticolosità di Re Davide, sono certamente i valori aggiunti del trainer emiliano. Ci vuole una Reggina formato Dionigi.

NEL SEGNO DI DIONIGI - Indubbiamente, la principale novità di questa stagione, è Davide Dionigi. La società gli ha affidato il progetto sportivo, peraltro facendogli firmare un accordo valido per due stagioni, come lui solo Mazzarri. Il neo mister ha portato entusiasmo e freschezza ad un ambiente depresso e desolato dopo i risultati del girone di ritorno dello scorso campionato, ma sopratutto è già riuscito a

UN ATTEGGIAMENTO OFFENSIVO... - Sarà una Reggina che proporrà il tridente o la variante del trequartista dietro le due punte. In attesa del completamento del mercato, la certezza è proprio questa. Magari l'attuale tridente amaranto, perderà uno degli interpreti, tipo Ceravolo, ma l'impostazione c'è e non cambierà, ne siamo più che certi.

«Non è un controsenso ma questa Reggina punterà sulla forza della sua difesa. L’esperienza di Dionigi farà il resto»

...MA CON LA DIFESA "BLINDATA" - Si, non è un controsenso. Questa Reggina punterà sulla forza della sua difesa. L'esperienza di Dionigi a Taranto, ha fatto capire quanto il tecnico ci tenga alla fase difensiva. Fin dai primi allenamento, il tecnico ha martellato i suoi difensori e tutta la squadra più in generale, su questo aspetto. Sarebbe difficile fare peggio della scorsa stagione, ma l'impressione è

quella di una Reggina che presterà enorme attenzione.

ANCORA UN MERCATO DA COMPLETARE - Si parte in pieno mercato, con una squadra ancora da completare. Almeno un giocatore con le geometrie a centrocampo va preso, ma si punterà sopratutto a completare il reparto avanzato, senza dimenticare che sull'esterno destro, Melara e D'Alessandro sono tutt'ora sotto esame. E' ovvio e normale, che bisogner cedere, quanto meno i giocatori fuori rosa.

sia. Che sia la volta buona? D'altronde, la scorsa stagione, è stata la stagione dei piccoletti, i vari Insigne, Sau e Sansone, ora tutti in serie A.

OBIETTIVO? PIAN PIANO SI VEDRÀ - Dionigi lo ha detto sin dal primo giorno di ritiro: «Non facciamoci illusioni, cinque-sei squadre ci sono superiori».

Almeno cinque squadre sembrano partire favorite per la corsa alla promozione, ma si può sperare nel lavoro del mister

SPAZIO AL COLLETTIVO, MA ANCHE... - Si punterà sul collettivo, sul gruppo, sull'unione che forse la scorsa stagione è mancata. Niente prime donne nella Reggina, in pochi hanno indossato questo ruolo in riva allo Stretto. Ma, il giocatore che può accendere le fantasie e le giocate, c'è eccome se c'è: stiamo parlando di Vincenzino Sarno, che cerca la consacrazione nel grande calcio. E' lui il "fattore" che può realmente trascinare la Reggina e cambiare la gara in corso. Dionigi ha puntato sin da subito sul suo fosforo e sulla sua fanta-

Reggina: accordo con il bookie Betclic R

eggina, attraverso il proprio sito ufficiale, ha comunicato di aver trovato l’accordo con Betclic, società di scommesse online, già sponsor ufficiale della Juventus. Il marchio di Betclic è apparso sino alla scorsa stagione, sulle maglie della società piemontese, ma non solo. L’accordo è stato raggiunto da GSport, a sua volta nuovo partner della Reggina Calcio (si tratta di una società di marketing specializzata nella negoziazione, promozione, acquisto e vendita di diritti promo-pubblicitari, oltre che nella sponsorizzazione e ricerca di sponsor, ndr). Il responsabile marketing di Betclic, Alessandro Onano, ha spiegato i motivi dell’accordo, sempre attraverso il sito ufficiale della Reggina Calcio: «Dopo quattro anni molto proficui passati a fianco di un partner unico e di spessore come la

Juventus che ha accompagnato nel lancio delle nostre attività in Italia, la nostra strategia di sponsorship passa ad una fase 2.0 con più attori idealmente collegati in un unico pool di Betclic.it partners. Abbiamo puntato su calcio, basket, volley e rugby, gli sport di squadra con più seguito nel nostro paese, ma non solo. Betclic supporta il calcio di provincia e gli sport spesso ingiustamente chiamati “minori” legandosi a società che vantano piazze storicamente importanti e molto calorose e che spesso, grazie a scelte di mercato azzeccate e tanti sacrifici, riescono a rubare la scena ai grandi club delle metropoli e a togliersi grandi soddisfazioni. I nostri obiettivi sono di dare visibilità al brand attraverso la presenza negli stadi, ma anche di organizzare eventi e attività per coinvolgere e intratte-

nere i tifosi. Le scommesse sportive e i giochi online, infatti, trovano in loro il tar-

get ideale per passione e affinità. Da qui la scelta di conti-

nuare ad investire e comunicare tramite lo sport professionistico tricolore».


Domenica 26 Agosto 2012 il Domani dello Sport

9

SPORT

«CASSANO NON HA RISPETTO» ALLEGRI Dopo la conferenza la replica dell’allenatore non si è fatta attendere

«A

Alfonso Ogrilio

ntonio è stato importante nella prima stagione e lo è stato lo scorso anno fino a quando non si è fermato per un problema al cuore. Sono contento di averlo allenato, le polemiche non servono a nulla. Ci vuole rispetto dove si lavora, poi possono esserci discussioni. Lui ha fatto una scelta, la società lo ha accontentato». Massimiliano Allegri, tecnico del Milan, commenta così le parole pronunciate da Antonio Cassano nella sua prima conferenza da giocatore dell'Inter. Secondo il barese nel Milan «ha sbagliato qualcun altro che sta sopra l'allenatore» e riguardo al tecnico ha detto che non lo faceva sentire importante. «La cosa più brutta è andare via e parlare, quando le cose si chiudono è il passato. Poi ognuno è libero di dire ciò che vuole, ma quando uno parla dopo credo che abbia poco rispetto per la società per cui ha lavorato», è la replica di Allegri ai microfoni di Milan Channel. «Mi dispiace ma mi

viene da sorridere e mi stupisco che la gente si meravigli. Sono parole che, mi dispiace dirlo, non sanno assolutamente di niente. Io sono fatto così, non mi piace parlare dopo».Con Cassano ho sempre avuto un rapporto franco e mi ha chiesto di essere ceduto». Così Massimiliano Allegri ha spiegato le dinamiche fra lui e il barese. «Con me ha giocato molto. Come vale per tutti i calciatori, se uno chiede di giocare 60 partite non posso prometterlo», ha detto l'allenatore del Milan, ricordando che il club «lo ha curato e aiutato per l'idoneità, gli ha dato una mano per andare all'Europeo, e se non avesse giocato al Milan non ci sarebbe andato». «Non mi è mai passato per l'anticamera della testa di dare le dimissioni». Lo ha chiarito l'allenatore del Milan Massimiliano Allegri: «con Galliani e il presidente abbiamo un ottimo rapporto, ci possono essere scambi di opinione come su Zè Eduardo ma lavoriamo tutti per costruire una squadra che soprattutto in Italia possa lottare per vincere il campionato».

Mazzarri: «A Carrera se ha tempo risponde Frustalupi, il mio Napoli è cresciuto e sono molto fiducioso» «H o fiducia in questo Napoli». Walter Mazzarri e il Napoli ripartono. Dopo il ko in Supercoppa, gli azzurri sognano un campionato da protagonisti. L'avventura comincia domani contro il Palermo. «Sono contento e credo molto nella mia rosa. Credo che Bigon e De Laurentiis possano acquisire in questi giorni un esterno che credo sia l'unico elemento che ancora manca. Per il resto sono molto soddisfatto sia del gruppo, sia dei nuovi arrivati. El Kaddouri viene a completare qualitativamente la rosa. È un giovane interessante e sono molto curiosi e stimolato per aiutarlo e farlo crescere», dice accogliendo il centrocampista marocchino prelevato dal Brescia. «A Palermo incontreremo molte insidie, ma faremo il possibile per portare i tre punti a casa. Incontriamo una squadra forte, su un campo che ci ha dato spesso amarezze. Credo che il Palermo sia più forte dello scorso anno, un organico più attrezzato con un allenatore bravo e preparato che ci ha messo in difficoltà col Siena la scorsa stagione», dice pensando all'impegno sul terreno dei rosanero. «Non faccio mai pronostici, sono un uomo realista , vivo alla giornata e voglio vincere ogni partita. Dico che nella griglia di partenza la Juve si è rafforzata, l'Inter ha operato bene e la Roma io ritengo fosse già forte lo scorso anno e adesso ha arricchito la rosa con giovani di qualità. E può esserci la sorpresa Fiorentina che fatto acquisti interessanti», dice disegnando l'ipotetica griglia di partenza del torneo. «Ritengo che sarà un campionato equili-

brato. Io ho fiducia nella mia squadra, nelle amichevoli estive abbiamo affrontato squadra di caratura europea con grande disinvoltura e questo mi dà maggiore convinzione. Adesso vedremo come tradurremo in campo questa crescita a cominciare da domani», aggiunge. Riflettori puntati su Lorenzo Insigne. «Subito titolare? È possibile ma voglio verificarlo bene ancora. Il ragazzo ha talento e carattere, lo ha dimostrato sul campo sinora. Come valore assoluto, al di là della tecnica, vi

dico che ha grande forza interiore. Però aspettiamo il suo eventuale esordio vero in A per dare una valutazione», dice. In generale, il Napoli avrà più soluzioni rispetto allo scorso anno. «Sì, a centrocampo soprattutto possiamo adottare due schemi perchè ho quattro giocatori. Per il resto siamo coperti come numero sia in difesa che in attacco. Nel reparto offensivo oltre Pandev e Cavani, anche Vargas può svolgere il ruolo di prima punta». «La squalifica? Veramente avrei preferito che togliessero lo stop ai giocatori piuttosto che a me». Lo ha detto il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, commentando la decisione della giustizia sportiva che ha commutato la sua squalifica per domani in un'ammenda. Sulle assenze a Palermo di Zuniga, Pandev e Dossena, Mazzarri ha detto: «È chiaro che ci mancheranno tre giocatori importanti, che tra l'altro ci penalizzano in assoluto sul reparto di sinistra, dove non ho un giocatore di ruolo. Ma sono fiducioso, perchè chi andrà in campo sa cosa deve fare». «Non voglio rispondere e continuare ad alimentare polemiche a oltranza. E comunque, casomai, se avrà tempo un giorno gli risponderà Frustalupi». Così l'allenatore del Napoli, Walter Mazzarri, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano delle frasi rivoltegli ieri dal tecnico in seconda della Juventus Carrera: «Auguro a Mazzarri di vincere da allenatore quello che ho vinto io da calciatore». Nicolò Frustalupi è il tecnico in seconda del Napoli.


10 il Domani dello Sport

Domenica 26 Agosto 2012

SPORT NAZIONALE

VOGLIO DIVERTIRE LA GENTE

ROMA Il boemo alla vigilia dell’esordio della sua Roma analizza il momento d’entusiasmo

P

Carlo Liguori

er Zdenek Zeman ci sono scommesse e scommesse. Quelle dei bookmaker, che nelle quote-scudetto piazzano la 'suà Roma subito in scia alla Juventus, lo rendono orgoglioso; quelle di colleghi e addetti ai lavori, che hanno innescato processi e squalifiche, invece, lo incupiscono. E lo portano ancora una volta a prendere posizione nei confronti della 'Vecchia signorà, ma anche del suo allenatore Antonio Conte che, dopo la conferma dello stop per 10 mesi, si è scagliato contro la giustizia sportiva. «Cosa penso delle sue parole? Non so che dire, questo era un processo sportivo e adesso è diventato un processo mediatico; sono cose che poi deve giudicare la Disciplinare - la risposta del boemo Certo, se in passato uno si permetteva di dire certe cose veniva deferito e squalificato». «Conte non ha mai detto cosa ha fatto negli spogliatoi - ha quindi proseguito Zeman - lo hanno detto gli altri. Poi, il discorso è che in Italia se uno denuncia non è credibile, mentre se non denuncia scatta l'omessa denuncia, quindi è difficile valutare. Perchè la Juventus mi risponde sempre in maniera acida? Non so, io continuo a dire che dormo tranquillo, loro dormono poco. Si riparte con un brutto clima avvelenato dalle polemiche? È normale, sono successe brutte cose. Spero si riuscirà a migliorare, a fare calcio come si deve». Insomma, il duello a distanza tra Zeman e il clan bianconero è tutt'altro che all'epilogo, adesso anzi trarrà nuova linfa dal campo, con l'inizio di un campionato che vede proprio la Roma tra le rivali più accreditate a scucire il tricolore dalle maglie juventine. «Se ci credo? Io credo in quello che sto facendo, quindi devo e voglio crederci - ha spiegato l'allenatore giallorosso -. Se non si hanno motivazioni è inutile lavorare. Mi auguro che la Roma riesca a dimostrare che si può giocare a calcio e si possono fare risultati». Senza nessun assillo. «Non

«Mi auguro che la Roma riesca a dimostrare che si possa giocare a calcio e nello stesso tempo fare anche risultato»

sono ossessionato dalla vittoria: se saremo migliori sarà giusto vincere - ha evidenziato Zeman . Quello che voglio è riportare la gente allo stadio e farla divertire, perchè qui mi sento a casa, piazze come questa non ce ne sono». E infatti, per la prima di campionato contro il Catania di Maran, l'Olimpico si vestirà a festa, con 50 mila tifosi sugli spalti pronti a dare il bentornato a 'Zemanlan-

dià. In campo, con la fascia al braccio, ci sarà ancora una volta Totti, totem intoccabile per il boemo, da schierare nel ruolo di attaccante sinistro, el 4-3-3. «Sono sempre convinto sia uno dei più grandi giocatori della storia, poi dipende anche da quello che farà la squadra attorno a lui». Squadra che però potrebbe cambiare portiere negli ultimi giorni

di mercato. «Steklenburg è uno dei migliori d'Europa, ma non vuol dire che non si possa giocare senza - ha ricordato Zeman, in riferimento alle voci di una possibile cessione dell'olandese vicecampione del mondo - Goicoechea? Lo avevo indicato al Pescara, a me piace. È un'operazione poco costosa per un giocatore di qualità, un buon investimento per il futuro».

L’Olimpico si vestirà a festa per salutare il maestro boemo che torna a casa dopo 13 anni di girovagare in tutta l’Italia

Gli sponsor credono ancora in Armstrong restandogli fedeli nonostante la radiazione L ance Armstrong rischia di perdere i 7 Tour de France vinti tra il 1999 e il 2005 ma, a quanto pare, non perderà i suoi sponsor. E la sua fondazione, impegnata da 15 anni per aiutare i malati di cancro, nelle ultime 24 ore ha ricevuto donazioni record. L'ex corridore texano è stato appena radiato dall'Usada, l'agenzia antidoping statunitense. Se l'Unione ciclistica internazionale (Uci) dovesse ratificare il provvedimento, al termine di un iter che si annuncia lungo e complesso, il 'cowboy' verrebbe cancellato dalla storia del ciclismo a partire dal 1° agosto 1998 per il ricorso sistematico a sostanze e pratiche illecite. Per ora, come evidenzia il New York Times, la bufera non sembra

creare danni irreparabili all'immagine dell'ex atleta 40enne. La Nike rimane accanto al suo testimonial: «Lance si è dichiarato innocente e non ha mai modificato la sua posizione», sono le parole di Mary Remuzzi, una portavoce del colosso dell'abbigliamento sportivo. La Anheuser-Busch InBev, che ha arruolato Armstrong per gli spot della birra Michelob Ultra, non intende modificare il rapporto cominciato nel 2009 con un contratto triennale. «Ha ispirato milioni di persone con i suoi risultati sportivi e con l'impegno per aiutare i malati di cancro e le loro famiglie», ha detto Paul Chibe, vicepresidente del marketing della AnheuserBusch.


Domenica 26 Agosto 2012

il Domani dello Sport

11

SPORT NAZIONALE

«SOPRA IL CIELO SOLO L’INTER»

CASSANO Spettacolare conferenza stampa di presentazione del barese ad Appiano

«Q

Carlo Liguori

ui mi hanno voluto tutti e c'è un progetto per vincere. Al Milan, tanto fumo e poco arrosto». Un debutto scoppiettante, secondo le previsioni. Antonio Cassano comincia l'avventura con la maglia dell'Inter dopo la parentesi al Milan. La conferenza di presentazione è l'occasione per annunciare buoni propositi e obiettivi nerazzurri. E, senza mezze misure, per lanciare siluri in direzione di Milanello. «L'Inter può giocarsela alla grande con tutti, non siamo secondi a nessuno. Abbiamo grandi giocatori, entusiasmo, voglia: sta a noi, voglio vincere con questa maglia. Per un tifoso interista come me, sarebbe il massimo», dice tra un siparietto e l'altro («Sono venuto per togliermi lo sfizio di conoscere Nagatomo») con la 'forzatà complicità involontaria dei dirigenti Piero Ausilio e Marco Branca, presenti accanto al giocatore. «Qui mi hanno voluto tutti: il presidente, l'allenatore, i dirigenti e anche i compagni», dice Cassano entrando in punta di piedi. «Milito-Palacio-Sneijder è il trio offensivo in questo momento. Stanno facendo molto bene e io sono appena arrivato. Ovviamente, voglio conquistarmi il posto. Mi sono allenato in questo periodo, sarò al 50-60% della forma. Si gioca ogni 3 giorni, si possono mettere minuti nelle gambe», dice. Il trasferimento all'Inter, andato in porto con il passaggio di Giampaolo Pazzini al Milan, non è stato un affare lampo: «Chi ha guadagnato nello scambio? L'Inter, è chiaro... Questi signori -dice riferendosi a Branca e Ausilio- ci lavoravano da un pò. C'era un'offerta dal Qatar, ma voglio andare ai Mondiali 2014 e ho bisogno di giocare in un campionato vero». «Io farò di tutto per giocare in Nazionale: se poi il ct Prandelli prenderà altre decisioni, basta che me lo dica. Non sono stato convocato per

«Con Prandelli ho un rapporto schietto e molto bello. Se lui mi vorrà io mi farò trovare pronto per andare in Brasile»

«L’Inter può giocarsela alla grande con tutti. Io sono venuto qui per vincere perché mi hanno voluto bene da subito» l'amichevole con l'Inghilterra, ma avevo parlato con Prandelli. Sono state inventate tante cose...», aggiunge perdendo il sorriso. I toni si alzano quando si parla del divorzio dal Diavolo. «Non ho sbagliato io, ha sbagliato qualcun altro che sta sopra l'allenatore. Prometteva, faceva tanto fumo e poco arrosto... Faceva il furbo e sono dovuto andare via», dice. «Non mi va neanche di dire il nome, ma non ce l'ho con lui -aggiunge senza nominare l'ammini-

stratore delegato Adriano Galliani-. Devo ringraziare il Milan perchè mi è stato vicino quando ho avuto il problema al cuore. Devo ringraziare Silvio e Barbara Berlusconi, devo ringraziare la gente del Milan.». «Davanti voglio avere uomini che mi parlino chiaro. Qui all'Inter è così... Da un'altra parte, qualcuno non faceva altrettanto...», aggiunge. Il discorso scivola sul prolungamento del contratto con il Milan: «Se n'era parlato già dopo lo scudetto» del 20102011. «Sto aspettando ancora... Questa persona è abituata a parlare con chi gli lecca i piedi... E io me ne sono andato...» «Il Milan poi ha ceduto due miei amici, due giocatori come Thiago Silva e Ibrahimovic che sono insostituibili. Sento Ibra ogni 2-3 giorni, quello che mi ha detto lo tengo per me», prosegue. Già a giugno la rottura appariva insana-

bile: «Durante gli Europei ho detto all'allenatore Allegri e a Galliani che volevo andare via». Si apre il capitolo relativo ai rapporti complicati con il tecnico rossonero: «Per Allegri ero la quinta, la sesta, la settima punta. Non mi prometteva niente? Ok, ma non mi faceva nemmeno sentire importante. Contavo come le coppe quando a briscola comanda bastoni... C'era caos nello spogliatoio? C'è qualcuno che al di sopra della squadra deve far rispettare le regole. Bisogna prendersi le responsabilità, ma qualcuno non lo fa mai». «Tutti i miei compagni erano tristi per la mia partenza. Erano dispiaciuti, mi vogliono bene e io ne voglio a loro. Ho ricevuto tanti messaggi. Da altre persone, zero. In un anno e mezzo -è l'ultima stoccata- zero». Quando arrivò al Milan, Cassano disse che la società rossonera rappresentava il top: «C'era

solo il cielo solo il Milan? E allora sopra il cielo c'è solo l'InterCassano-show alla Pinetina alla vigilia del debutto all'Inter in campionato. Flash e domande a raffica soprattutto sulla frase che pronunciò al momento del suo arrivo al Milan: «Il Milan sarà la mia ultima tappa perchè sono arrivato nella squadra più titolata del mondo. Sono arrivato al top e più del Milan non c'è nulla. È l'ultima occasione che ho e non tradirò la fiducia della gente che ha creduto in me se sbaglio o faccio qualcosa di errato con questa squadra, vuol dire che sono da rinchiudere al manicomio». Pronta la replica oggi: «Sopra il cielo c'è solo l'Inter. Sono stato accolto benissimo e sono venuto anche per Nagatomo. Uno sfizio...», scherza il barese che ha parlato fuori da ogni metafora riguardo al suo addio al Milan. ...». «Devo dire grazie alla gente del Milan, a Barbara Berlusconi, a Silvio Berlusconi, a Tassotti e al dottor Tavana. Ho avuto problemi con una persona sola. Non c'entra l'irriconoscenza»: Antonio Cassano nella conferenza di presentazione all'Inter - spiega come si è incrinato il rapporto con il Milan e soprattutto a causa di chi. Il 'colpevolè - secondo il giocatore - è Galliani il quale avrebbe mancato alle promesse fatte: «Ancora sto aspettando... Chiedete a lui. Ma è talmente bravo a girare la frittata. E io non sono abituato a leccare. Per me contano i fatti non le chiacchiere». Un Antonio Cassano ancora una volta risoluto e senza peli sulla lingua.


12 il Domani dello Sport Domenica 26 Agosto 2012

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

FINLANDIA

Statistiche

Veikkausliiga

L’Inter Turku è la solita base inaffondabile P artiamo da un base bella solida. L’Inter Turku rappresenta un buon punto di partenza per la nostra multipla. Segno«1» senza troppi pensieri da alternare con altre giocate altrettanto interessanti. Ecco quindi che l’Hjk potreb-

be strappare tre punti con il Mariehamn.

Il pronostico di TS Hjk - Mariehamn I. Turku - Jaro

1 1

Classifica

PT

PARTITE G V N P

INTER TURKU TURKU PS HJK HELSINKI MARIEHAMN MYPA VAASA PS HONKA LAHTI JJK JYVASKYLA KUPS HAKA JARO

41 39 37 37 35 33 32 28 27 25 22 20

22 22 22 22 22 22 22 23 22 22 23 22

INTER TURKU MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA

(23ª GIORNATA)

HJK Helsinki JJK Jyvaskyla 2-0 PARTITE DAL- 18-08 AL 20-08 Inter Turku - Honka 2-1 KuPS - Lahti 1-0 Jaro - Turku PS 0-1 Vaasa PS - Haka 2-1 MyPa - Mariehamn 2-1

HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO INTER TURKU

Il pronostico di TS GAIS - AIK 2 Malmoe - Sundsvall 1 Djugarden - Helsingborg X Atvidaberg - Norrkoping Goal

La possibile sorpresa Hacken - Elfsborg

X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(19ª GIORNATA)

(20ª GIORNATA)

GAIS GEFLE MALMOE MALMOE HACKEN ATVIDABERG SUNDSVALL AIK KALMAR MJALLBY

Atvidaberg - Norrkoping Djurgarden - Helsingborg GAIS - AIK Hacken - Elfsborg Kalmar - Göteborg Malmoe - Sundsvall Mjallby - Syrianska Orebro - Gefle

11 AIK 0-0 = 0-2 ▼ 2-3 ▼ 1-3 ▼ 2-2 = 0-2 ▼ . . .

8 9 8 6 7 6 6 7 4 4 5 3

IL TURNO SUCCESSIVO

2 1 3 5 2 1 3 1 1 2 0 2

HACKEN ATVIDABERG ATVIDABERG MJALLBY KALMAR OREBRO GAIS HELSINGBORG DJURGARDEN

3-1 0-2 1-0 1-0 1-2 3-0

26-08 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “

PT G

ELFSBORG MALMOE HACKEN AIK HELSINGBORG NORRKOPING ATVIDABERG DJURGARDEN SUNDSVALL GÖTEBORG MJALLBY KALMAR SYRIANSKA GEFLE GAIS OREBRO

41 35 33 33 31 29 27 26 24 24 23 23 21 16 11 11

SUNDSVALL AIK AIK OREBRO GAIS SYRIANSKA NORRKOPING HACKEN MALMOE

33

HACKEN

AIK OREBRO OREBRO GAIS MALMOE NORRKOPING ELFSBORG ATVIDABERG GEFLE

▼ ▲ ▲ ▼ ▲ . . .

JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA INTER TURKU VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA

RETI F S

▼ = ▲ ▲ ▲ . . .

IN CASA V N P

KALMAR DJURGARDEN DJURGARDEN HELSINGBORG GÖTEBORG HACKEN ATVIDABERG GEFLE SYRIANSKA

2-1 1-1 1-1 2-1 0-0 1-2

MJALLBY KALMAR KALMAR DJURGARDEN MALMOE HELSINGBORG HACKEN SYRIANSKA GÖTEBORG

0 0 2 1 1 2 2 1 4 1 2 3 4 5 3 6

RETI F S 19 16 26 17 21 16 21 12 16 17 10 14 13 9 10 8

4 1 9 8 11 14 9 10 12 12 9 11 15 10 11 14

DJURGARDEN

SYRIANSKA NORRKOPING NORRKOPING ELFSBORG SUNDSVALL GEFLE HELSINGBORG OREBRO AIK

= = ▲ = ▼ . .

41 0-0 1-2 3-0 0-0 4-1 2-1

1 2 1 4 4 4 1 5 2 5 4 3 2 3 5 2

= ▼ ▲ = ▲ ▲ . . .

1-3 ▼ 2-0 ▲ 0-4 ▼ 0-2 ▼ 1-3 ▼ 3-0 ▲ 0-1 ▼ . .

20

HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS INTER TURKU MYPA HJK HELSINKI

0-2 ▼ 0-0 = 2-0 ▲ 0-3 ▼ 0-2 ▼ 0-1 ▼ . . .

33

32 VAASA PS

29

.

33 ELFSBORG 1-3 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ 3-1 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ . . .

9 7 6 5 5 4 6 3 4 4 3 3 4 2 1 1

28

JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA

41 JARO 3-2 ▲ 6-0 ▲ 0-3 ▼ 2-0 ▲ 1-4 ▼ 2-1 ▲ . . .

JJK JYVASKYLA KUPS MARIEHAMN HAKA TURKU PS HONKA JARO VAASA PS MYPA

HONKA

PARTITE V N P

La vincente in

0 6 23 18 Champions League. 2 4 9 9 La 2ª e la 3ª in Europa League 1 7 10 15 insieme alla vincen2 5 17 18 te della Coppa di 3 6 9 13 Finlandia (l’HJK 5 3 11 8 lascia il posto alla 2 6 8 13 finalista KuPS). 0 10 10 25 Retrocede diretta2 5 18 19 mente l’ultima. In 2 5 11 12 caso di arrivo a pari 1 10 12 30 punti si tiene conto 3 6 10 20 della differenza reti.

3-1 ▲ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 2-2 = 1-2 ▼ 2-9 ▼ . .

INTER TURKU

4-0 1-2 1-1 4-1 1-0 9-2

5 3 3 4 3 3 3 2 4 3 2 2

REGOLAMENTO

22 LAHTI

39

LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN INTER TURKU JARO HAKA MYPA HJK HELSINKI KUPS

27 NORRKOPING

11 13 7 6 5 11 13 12 24 21 12 13

RETI F S

ATA T U P IS GIÀ D

37

19 13 2 4 33 16 19 10 5 4 33 24 19 10 3 6 39 23 19 9 6 4 24 18 19 8 7 4 30 21 19 8 5 6 27 32 19 7 6 6 37 29 19 5 11 3 23 21 19 6 6 7 24 22 19 5 9 5 25 27 19 5 8 6 22 26 19 6 5 8 23 31 19 6 3 10 19 29 19 3 7 9 14 26 19 1 8 10 16 28 19 2 5 12 16 32

3-3 = 2-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 2-2 = 2-2 = . . .

21 34 23 15 17 14 16 15 15 12 13 5

FUORI V N P

MYPA HJK HELSINKI KUPS INTER TURKU HONKA VAASA PS TURKU PS LAHTI JJK JYVASKYLA

0-2 ▼ 3-3 = 3-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

35 TURKU PS 1-3 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 3-1 ▲ 3-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

Classifica

ATVIDABERG

LAHTI JJK JYVASKYLA INTER TURKU TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA

1 3 0 0 1 4 2 3 6 6 5 6

RETI F S

HAKA

Haka - Lahti 25-08 HJK Helsinki - Mariehamn 26-08 Inter Turku - Jaro “ “ KuPS - JJK Jyvaskyla “ “ MyPa - Turku PS “ “ Honka - Vaasa PS 27-08

37 MARIEHAMN 0-2 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 3-3 = 0-3 ▼ 2-0 ▲ . . .

MYPA

2-3 ▼ 3-3 = 2-1 ▲ 3-0 ▲ 0-3 ▼ 0-2 ▼ . . .

Allsvenskan

Gefle - Djurgarden 0-1 PARTITE DAL 10-08 AL 12-08 Syrianska - Atvidaberg 2-2 Sundsvall - GAIS 2-0 AIK - Orebro 3-0 Elfsborg - Malmoe 4-1 Göteborg - Mjallby 4-2 Helsingborg - Kalmar 7-2 Norrkoping - Hacken 1-2

29 22 22 24 18 19 26 37 43 33 42 33

2

SVEZIA Malmoe, provaci ancora: segno «1»

44 43 33 32 26 25 24 25 33 23 25 15

La possibile sorpresa Honka - Vaasa

25 JJK JYVASKYLA 27 1-1 = 0-6 ▼ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

7 7 7 5 7 7 8 13 11 11 15 12

(22ª GIORNATA)

INTER TURKU HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO

MYPA INTER TURKU HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS

2 3 4 7 5 6 5 1 3 4 1 5

IN CASA V N P

IL TURNO PRECEDENTE

HJK HELSINKI

KUPS

13 12 11 10 10 9 9 9 8 7 7 5

RETI F S

KALMAR NORRKOPING ELFSBORG ELFSBORG SUNDSVALL AIK HELSINGBORG GÖTEBORG GAIS OREBRO

V

2-0 ▲ 0-0 = 1-0 ▲ 2-0 ▲ 2-2 = 1-2 ▼ . . .

TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA INTER TURKU LAHTI

FUORI N P

RETI F S

4 3 4 4 3 4 1 2 2 1 2 3 2 1 0 1

1 3 2 2 3 1 5 6 4 4 4 2 1 4 3 3

4 4 4 3 3 4 4 2 3 4 4 5 6 4 7 6

14 17 13 7 9 11 16 11 8 8 12 9 6 5 6 8

12 23 14 10 10 18 20 11 10 15 17 20 14 16 17 18

1-3 0-0 2-0 3-3 0-1 2-1

▲ = ▼ ▲ .

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League con la vincente della Coppa di Svezia. Retrocedono direttamente le ultime 2. La terz’ultima al playout. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

GÖTEBORG SYRIANSKA SYRIANSKA NORRKOPING KALMAR ELFSBORG DJURGARDEN AIK SUNDSVALL

31 1-1 = 1-0 ▲ 3-1 ▲ 1-2 ▼ 7-2 ▲ 1-2 ▼ . . .

24

23 GÖTEBORG 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-3 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 2-7 ▼ . . .

=

. .

26 HELSINGBORG 1-1 = 1-1 = 1-1 = 0-0 = 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

HELSINGBORG GEFLE GEFLE SYRIANSKA NORRKOPING MJALLBY KALMAR SUNDSVALL ELFSBORG

1-1 1-1 0-5 1-0 0-0 4-2

= = ▼ ▲ = ▲ . .

Lo Jaro è leader negli «Under» «UNDER» Jaro Vaasa PS MyPa HJK Helsinki Haka Honka KuPS Lahti Mariehamn Turku PS

16 16 14 12 12 12 12 12 12 11

(8-8) (7-9) (6-8) (6-6) (6-6) (6-6) (5-7) (7-5) (8-4) (5-6)

«OVER» JJK Jyvaskyla Inter Turku Haka Lahti Turku PS HJK Helsinki Honka KuPS Mariehamn MyPa

15 14 11 11 11 10 10 10 10 8

(8-7) (6-8) (4-7) (4-7) (8-3) (5-5) (5-5) (7-3) (3-7) (4-4)

«GOAL» JJK Jyvaskyla Inter Turku Turku PS Haka Honka Mariehamn KuPS Lahti MyPa Vaasa PS

13 12 11 10 10 10 8 8 8 8

(7-6) (7-5) (7-4) (4-6) (6-4) (4-6) (4-4) (2-6) (4-4) (5-3)

«NO GOAL» HJK Helsinki Jaro Lahti KuPS MyPa Vaasa PS Haka Honka Mariehamn Turku PS

15 (6-9) 15 (10-5) 15 (9-6) 14 (8-6) 14 (6-8) 14 (6-8) 13 (6-7) 12 (5-7) 12 (7-5) 11 (6-5)

«UNDER» Djurgarden Gefle AIK GAIS Mjallby Sundsvall Göteborg Helsingborg Syrianska Elfsborg Kalmar Malmoe Norrkoping

14 13 12 11 11 11 10 10 10 8 8 8 8

(6-8) (7-6) (6-6) (5-6) (7-4) (5-6) (5-5) (5-5) (4-6) (5-3) (3-5) (6-2) (3-5)

«OVER» Hacken Atvidaberg Elfsborg Kalmar Malmoe Norrkoping Orebro Göteborg Helsingborg Syrianska GAIS Mjallby Sundsvall

15 13 11 11 11 11 11 9 9 9 8 8 8

(8-7) (6-7) (5-6) (6-5) (3-8) (7-4) (4-7) (5-4) (5-4) (6-3) (4-4) (2-6) (5-3)

«GOAL» Djurgarden Göteborg Atvidaberg Helsingborg Hacken Kalmar Norrkoping GAIS Mjallby Orebro Elfsborg Malmoe Syrianska

14 14 13 13 12 12 11 10 10 10 9 9 9

(7-7) (8-6) (5-8) (8-5) (6-6) (7-5) (7-4) (5-5) (3-7) (4-6) (4-5) (1-8) (7-2)

.

«NO GOAL»

MALMOE OREBRO GAIS GAIS GEFLE HACKEN ELFSBORG SUNDSVALL MJALLBY ATVIDABERG

24

35 SUNDSVALL 1-2 ▼ 2-0 ▲ 3-2 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = 1-4 ▼ . . .

ATVIDABERG MJALLBY MJALLBY KALMAR DJURGARDEN GAIS MALMOE GÖTEBORG HELSINGBORG

3-3 0-1 3-1 1-1 0-1 2-0

= ▼ ▲ = ▼ ▲ . . .

MJALLBY ELFSBORG SUNDSVALL SUNDSVALL AIK OREBRO GÖTEBORG SYRIANSKA MALMOE GAIS

21

23 SYRIANSKA 0-0 = 1-0 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-4 ▼ . . .

DJURGARDEN HELSINGBORG HELSINGBORG GÖTEBORG GEFLE ATVIDABERG MJALLBY ELFSBORG NORRKOPING

1-1 0-1 1-3 0-1 1-0 2-2

= ▼ ▼ ▼ ▲ = . . .

OREBRO MALMOE HACKEN HACKEN ATVIDABERG MJALLBY AIK GEFLE DJURGARDEN KALMAR

16

11 GEFLE 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 0-3 ▼ . . .

GAIS GÖTEBORG GÖTEBORG MALMOE SYRIANSKA DJURGARDEN OREBRO NORRKOPING HACKEN

0-0 1-1 5-0 0-2 0-1 0-1

= = ▲ ▼ ▼ ▼ . . .

Gefle AIK Elfsborg Malmoe Syrianska Sundsvall GAIS Mjallby Orebro Norrkoping Hacken Kalmar Atvidaberg

12 11 10 10 10 10 9 9 9 8 7 7 6

(7-5) (4-7) (6-4) (8-2) (3-7) (6-4) (4-5) (6-3) (5-4) (3-5) (3-4) (2-5) (4-2)


Sabato 25 Agosto 2012 il Domani dello Sport 13

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

SUD COREA K-League

Suicidio dello Jeonbuk alla penultima di regular season IL TURNO PRECEDENTE (29ª GIORNATA) Chunnam Seoul22-08 AL 23-08 0-3 PARTITE -DAL Daegu - Gangwon 2-0 Gyeongnam - Busan I’Park 2-0 Pohang - Gwangju 1-0 Sangju Sangmu - Ulsan 3-4 Jeju Utd - Seongnam 1-2 Jeonbuk - Incheon Utd 1-2 Suwon - Daejeon 2-2

GANGWON JEONBUK POHANG GWANGJU SEOUL JEJU UTD INCHEON UTD BUSAN I’PARK DAEGU CHUNNAM

Il pronostico di TS Incheon Utd. - Jeju Utd. Gyeongnam - Gwangju Seongnam - Suwon

Le possibili sorprese Ulsan - Jeonbuk Seoul - Daegu

1 X

IL TURNO SUCCESSIVO (30ª GIORNATA) Busan I’Park - Sangju Sangmu 26-08 Daejeon - Pohang “ “ Gangwon - Chunnam “ “ Gyeongnam - Gwangju “ “ Incheon Utd - Jeju Utd “ “ Seongnam - Suwon “ “ Seoul - Daegu “ “ Ulsan - Jeonbuk “ “

26

25 CHUNNAM 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 2-3 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ .

1 1 2

JEJU UTD SANGJU SANGMU JEONBUK INCHEON UTD DAEGU POHANG GYEONGNAM SEOUL GANGWON

0-6 0-0 2-3 0-1 0-1 3-4 1-0 0-3

▼ = ▼ ▼ ▼ ▼ ▲ ▼ .

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

SEOUL JEONBUK ULSAN SUWON POHANG BUSAN I’PARK JEJU UTD INCHEON UTD DAEGU GYEONGNAM SEONGNAM DAEJEON GWANGJU SANGJU SANGMU CHUNNAM GANGWON

61 58 52 52 47 45 42 39 39 37 36 28 27 26 26 25

18 17 15 15 14 12 11 10 10 11 10 7 6 7 6 7

52 59 42 47 39 29 56 27 34 38 30 26 37 29 25 29

0-6 1-0 0-0 2-0 0-0 0-0 2-1 0-2

▼ ▲ = ▲ = = ▲ ▼ .

4 5 7 7 10 8 9 10 10 14 13 15 14 17 15 18

28 11 29 8 30 8 35 11 31 8 30 6 43 9 29 6 39 8 36 6 36 3 45 2 47 3 46 4 47 3 48 2

DAEJEON CHUNNAM GYEONGNAM JEJU UTD GWANGJU SUWON SEONGNAM ULSAN BUSAN I’PARK

2-2 0-0 1-0 2-1 0-1 1-3 0-3 3-4

0-1 3-1 0-1 4-1 1-2 1-1 0-1 2-0

▼ ▲ ▼ ▲ ▼ = ▼ ▲ .

ULSAN SUWON GANGWON BUSAN I’PARK SANGJU SANGMU JEJU UTD DAEJEON POHANG GYEONGNAM

= = ▲ ▲ ▼ ▼ ▼ ▼ .

27

37 GWANGJU

GYEONGNAM POHANG JEJU UTD SANGJU SANGMU DAEGU SEOUL DAEJEON CHUNNAM BUSAN I’PARK GWANGJU

7 7 7 7 5 9 9 9 9 4 6 7 9 5 8 4

45 SANGJU SANGMU 26

BUSAN I’PARK SEOUL ULSAN POHANG GWANGJU SUWON JEONBUK GANGWON GYEONGNAM SANGJU SANGMU

29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29

IN CASA V N P

1-2 2-2 0-0 0-2 1-0 2-0 1-2 0-1

▼ = = ▼ ▲ ▲ ▼ ▼ .

RETI F S

V

FUORI N P

2 1 30 12 4 3 31 19 4 2 26 16 2 2 29 16 2 5 23 14 6 2 12 6 2 4 36 20 6 2 15 11 4 3 19 15 2 6 19 14 5 6 13 17 4 8 9 21 5 7 19 21 1 10 14 26 5 7 17 23 2 10 11 25

7 9 7 4 6 6 2 4 2 5 7 5 3 3 3 5

2-2 0-2 0-0 1-0 0-2 1-1 2-1 2-2

= ▼ = ▲ ▼ = ▲ = .

22 28 16 18 16 17 20 12 15 19 17 17 18 15 8 18

16 10 14 19 17 24 23 18 24 22 19 24 26 20 24 23

INCHEON UTD GANGWON BUSAN I’PARK SEONGNAM JEONBUK CHUNNAM DAEGU GWANGJU DAEJEON

1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ .

CHUNNAM GYEONGNAM SEOUL SANGJU SANGMU GANGWON GWANGJU JEONBUK SEONGNAM INCHEON UTD

«UNDER» Incheon Utd Busan I’Park Daegu Chunnam Pohang Gyeongnam Seongnam Seoul Daejeon Ulsan Gwangju Jeonbuk Sangju Sangmu

19 18 18 17 17 16 16 15 14 14 13 12 12

(11-8) (11-7) (10-8) (7-10) (8-9) (9-7) (10-6) (7-8) (8-6) (4-10) (7-6) (6-6) (5-7)

«OVER»

47 2-1 1-2 0-0 3-1 0-2 4-3 4-2 1-0

▲ ▼ = ▲ ▼ ▲ ▲ ▲ .

42

39 JEJU UTD

INCHEON UTD POHANG DAEGU SUWON CHUNNAM DAEJEON GANGWON ULSAN JEONBUK JEJU UTD

3 2 5 5 5 6 5 8 7 8 7 7 7 7 8 8

REGOLAMENTO Le prime 3 in Champions League asiatica, a cui non può prendere comunque parte il Sangju Sangmu per mancanza di licenza. Retrocedono le ultime 2. A pari punti vale la differenza reti.

28 POHANG

DAEJEON SANGJU SANGMU SEOUL ULSAN JEONBUK INCHEON UTD GYEONGNAM GWANGJU SUWON POHANG

5 3 3 5 3 3 7 3 5 2 1 3 4 4 3 2

RETI F S

6-0 1-3 3-3 1-2 1-1 0-2 3-3 1-2

▲ ▼ = ▼ = ▼ = ▼

Gangwon Jeju Utd Suwon Jeonbuk Sangju Sangmu Gwangju Daejeon Ulsan Seoul Gyeongnam Seongnam Chunnam Pohang

18 18 18 17 17 16 15 15 14 13 13 12 12

(9-9) (11-7) (10-8) (9-8) (10-7) (8-8) (6-9) (10-5) (7-7) (5-8) (4-9) (8-4) (7-5)

«GOAL» Gwangju Gangwon Ulsan Daegu Sangju Sangmu Seoul Jeonbuk Suwon Daejeon Pohang Seongnam Incheon Utd

18 (8-10) 16 (8-8) 16 (10-6) 15 (8-7) 15 (8-7) 15 (8-7) 14 (9-5) 14 (8-6) 13 (5-8) 13 (6-7) 13 (6-7) 12 (5-7)

.

«NO GOAL»

SEONGNAM GWANGJU JEONBUK DAEGU POHANG ULSAN SEOUL SANGJU SANGMU JEJU UTD SUWON

36 SUWON 2-1 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 2-3 ▼ 3-0 ▲ 2-1 ▲ .

DAEGU GWANGJU INCHEON UTD ULSAN BUSAN I’PARK SANGJU SANGMU SEOUL DAEJEON SEONGNAM

52 0-0 = 2-2 = 3-1 ▲ 2-3 ▼ 0-0 = 3-1 ▲ 2-0 ▲ 2-2 = .

BUSAN I’PARK DAEJEON JEJU UTD GANGWON GYEONGNAM SEONGNAM SUWON CHUNNAM DAEGU

39

61 DAEGU

SEOUL 6-0 2-0 3-3 3-2 2-1 3-2 0-2 3-0

▲ ▲ = ▲ ▲ ▲ ▼ ▲ .

SUWON INCHEON UTD SEONGNAM GYEONGNAM CHUNNAM ULSAN POHANG GANGWON SEOUL

0-0 0-1 1-2 1-4 1-0 1-1 2-4 2-0

= ▼ ▼ ▼ ▲ = ▼ ▲ .

GWANGJU BUSAN I’PARK DAEJEON SUWON SEONGNAM DAEGU INCHEON UTD SANGJU SANGMU JEONBUK

58

52 JEONBUK

ULSAN 2-1 0-1 0-0 3-2 1-0 1-1 0-1 4-3

▲ ▼ = ▲ ▲ = ▼ ▲ .

GANGWON SEONGNAM CHUNNAM DAEJEON POHANG BUSAN I’PARK JEJU UTD INCHEON UTD ULSAN

2-1 0-0 3-2 0-1 2-0 0-0 3-3 1-2

▲ = ▲ ▼ ▲ = = ▼ .

Busan I’Park Chunnam Gyeongnam Incheon Utd Daejeon Pohang Seongnam Jeonbuk Suwon Daegu Sangju Sangmu Seoul Gangwon

18 (10-8) 18 (8-10) 18 (10-8) 17 (9-8) 16 (9-7) 16 (9-7) 16 (8-8) 15 (6-9) 15 (7-8) 14 (7-7) 14 (7-7) 14 (6-8) 13 (6-7)


Domenica 26 Agosto 2012 il Domani dello Sport 15

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

PORTOGALLO

Classifica

Liga Orangina

Belenenses a caccia del 4° successo di fila unteggio pieno dopo tre giornate e la situazione potrebbe restare tale anche nella prossima giornata. Puntiamo sul Beleneses nella sfida con il Benfica.

P

Il pronostico di TS Benfica B - Belenenses 2 Arouca - Oliveirense Under Feirense - Naval 1X

La possibile sorpresa Sp. Braga B - U. Madeira

2

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(3ª GIORNATA)

(4ª GIORNATA) Arouca - Oliveirense 26-08 Atletico - Sp. Lisbona B “ “ FC Porto B - Aves “ “ Feirense - Naval “ “ Freamunde - Varzim “ “ Maritimo B - V. Guimaraes B “ “ Santa Clara - Tondela “ “ Sp. Braga B - U. Madeira “ “ Sp. Covia - Penafiel “ “ Trofense - Leixoes “ “ Benfica B - Belenenses 27-08

Belenenses - Sp.22-08 Braga BAL 09-09 1-0 PARTITE DAL Leixoes - Feirense 1-0 Oliveirense - Maritimo B 1-0 Penafiel - Arouca 0-3 Sp. Lisbona B - Sp. Covia 2-1 Tondela - Trofense 1-2 V. Guimaraes B - Atletico 2-0 Varzim - FC Porto B 1-1 Naval - Benfica B 2-1 Aves - Freamunde Rin. all’8/9 U. Madeira - Santa Clara Rin. al 9/9

FC PORTO B TONDELA U. MADEIRA VARZIM AVES OLIVEIRENSE BELENENSES V. GUIMARAES B PENAFIEL SP. LISBONA B

MARITIMO B LEIXOES PENAFIEL OLIVEIRENSE V. GUIMARAES B SP. LISBONA B SP. COVIA ATLETICO VARZIM AROUCA

SP. COVIA V. GUIMARAES B OLIVEIRENSE SP. LISBONA B PENAFIEL ATLETICO MARITIMO B AROUCA TROFENSE FREAMUNDE

4

3 AVES 2-2 = 0-0 = 1-1 = . . . . . .

TROFENSE AROUCA FC PORTO B SANTA CLARA FREAMUNDE FEIRENSE BENFICA B NAVAL BELENENSES

2-0 ▲ 1-1 = . . Pos. . . . . .

3 V. GUIMARAES B 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ . . . . . .

SP. COVIA SP. LISBONA B ATLETICO MARITIMO B AROUCA TROFENSE FC PORTO B SP. BRAGA B SANTA CLARA

2 PENAFIEL 0-0 = 1-1 = 1-2 ▼ . . . . . .

ATLETICO MARITIMO B AROUCA SP. COVIA TROFENSE FREAMUNDE FEIRENSE FC PORTO B SP. BRAGA B

4

0-0 = 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . . . . .

3 2-0 ▲ 0-2 ▼ 0-3 ▼ . . . . . .

BELENENSES AROUCA OLIVEIRENSE LEIXOES SP. LISBONA B TROFENSE AVES U. MADEIRA BENFICA B V. GUIMARAES B TONDELA NAVAL FC PORTO B MARITIMO B SANTA CLARA ATLETICO PENAFIEL SP. BRAGA B SP. COVIA VARZIM FREAMUNDE FEIRENSE

AROUCA VARZIM AVES PENAFIEL OLIVEIRENSE V. GUIMARAES B SP. LISBONA B SP. COVIA ATLETICO MARITIMO B

FEIRENSE BELENENSES BENFICA B LEIXOES NAVAL VARZIM AVES PENAFIEL U. MADEIRA OLIVEIRENSE

SANTA CLARA

PT G 9 7 7 6 6 6 4 4 4 4 4 4 3 3 3 3 3 2 2 1 0 0

AVES VARZIM TONDELA LEIXOES PENAFIEL V. GUIMARAES B SP. LISBONA B SP. COVIA ATLETICO

3 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 0 1 1 1 1 0 0 0 0 0

0 1 1 0 0 0 1 1 1 1 1 1 3 0 0 0 0 2 2 1 0 0

0 0 0 1 1 1 0 0 1 1 1 1 0 2 1 2 2 1 1 2 2 3

7 OLIVEIRENSE 3-1 ▲ 1-1 = 3-0 ▲ . . . . . .

SP. LISBONA B SP. COVIA MARITIMO B AROUCA FC PORTO B ATLETICO FREAMUNDE SANTA CLARA FEIRENSE

0 NAVAL 1-3 ▼ 2-4 ▼ 0-1 ▼ . . . . . .

SANTA CLARA SP. BRAGA B BENFICA B FEIRENSE BELENENSES U. MADEIRA TONDELA AVES LEIXOES

3 TONDELA

NAVAL 3-1 ▲ BELENENSES 1-4 ▼ TONDELA . AVES . U. MADEIRA Pos. . LEIXOES . VARZIM . OLIVEIRENSE . V. GUIMARAES B .

TROFENSE

3 3 3 3 3 3 2 2 3 3 3 3 3 3 2 3 3 3 3 3 2 3

PARTITE V N P

FC PORTO B FREAMUNDE TROFENSE SANTA CLARA SP. BRAGA B BENFICA B NAVAL BELENENSES U. MADEIRA

6 LEIXOES 0-2 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ . . . . . .

MARITIMO B ATLETICO FEIRENSE TROFENSE FREAMUNDE SANTA CLARA SP. BRAGA B BENFICA B NAVAL

RETI F S 8 7 3 2 3 4 3 2 7 2 4 3 3 2 4 1 2 2 2 3 1 3

IN CASA V N P

2 2 1 1 2 4 1 1 6 1 4 4 3 2 5 4 5 3 3 6 3 8

2 0 2 2 2 1 1 1 0 1 0 1 0 1 0 1 1 0 0 0 0 0

7 1-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ . . . . . .

4 1-3 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ . . . . . .

0 1 0 0 0 0 0 0 1 1 1 0 1 0 0 0 0 1 1 1 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 1 1

RETI F S 4 1 2 2 3 2 2 2 2 2 3 3 0 2 1 1 2 0 1 2 0 2

1 1 0 0 1 1 0 1 2 0 4 4 0 0 4 0 3 0 1 4 1 4

ATLETICO PENAFIEL LEIXOES V. GUIMARAES B SP. LISBONA B SP. COVIA OLIVEIRENSE MARITIMO B AROUCA TROFENSE

FREAMUNDE U. MADEIRA TONDELA VARZIM LEIXOES AVES PENAFIEL OLIVEIRENSE SP. LISBONA B SP. COVIA

4

SP. BRAGA B

2-2 = 1-0 ▲ 1-2 ▼ . . . . . .

BENFICA B NAVAL BELENENSES U. MADEIRA TONDELA VARZIM LEIXOES V. GUIMARAES B PENAFIEL

6

BENFICA B

1-0 ▲ 0-1 ▼ 1-0 ▲ . . . . . .

SP. BRAGA B FEIRENSE NAVAL BELENENSES U. MADEIRA TONDELA AVES LEIXOES VARZIM

V

FUORI N P

1 2 0 0 0 1 0 0 1 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0

0 0 1 0 0 0 1 1 0 0 0 1 2 0 0 0 0 1 1 0 0 0

0 0 0 1 1 1 0 0 1 1 0 0 0 2 0 2 1 1 1 1 1 2

RETI F S 4 6 1 0 0 2 1 0 5 0 1 0 3 0 3 0 0 2 1 1 1 1

1 1 1 1 1 3 1 0 4 1 0 0 3 2 1 4 2 3 2 2 2 4

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2 squadre (eccezion fatta per le squadre B che non possono accedere in Primeira Liga). Retrocedono le ultime 2. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto, in primis, degli scontri diretti e poi, eventualmente, della differenza reti.

3 SP. LISBONA B 0-2 ▼ 1-0 ▲ 0-2 ▼ . . . . . .

OLIVEIRENSE V. GUIMARAES B SP. COVIA ATLETICO MARITIMO B AROUCA TROFENSE FREAMUNDE FC PORTO B

0 VARZIM 1-2 ▼ 0-1 ▼ . . Pos. . . . . .

AROUCA TROFENSE FC PORTO B FREAMUNDE FEIRENSE SP. BRAGA B SANTA CLARA MARITIMO B BENFICA B

2 U. MADEIRA 2-2 = 0-0 = 0-1 ▼ . . . . . .

FREAMUNDE FC PORTO B SP. BRAGA B BENFICA B SANTA CLARA NAVAL BELENENSES FEIRENSE TONDELA

4 BELENENSES 2-2 = 4-2 ▲ 1-2 ▼ . . . . . .

FEIRENSE SANTA CLARA SP. BRAGA B BENFICA B NAVAL FC PORTO B U. MADEIRA TONDELA AVES

«UNDER» Atletico Leixoes Maritimo B Oliveirense V. Guimaraes B Aves FC Porto B Penafiel Sp. Braga B Sp. Covia Sp. Lisbona B Arouca Belenenses Feirense Freamunde Naval Tondela Trofense

3 3 3 3 3 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1

(1-2) (2-1) (1-2) (2-1) (2-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-0) (1-0) (0-1) (1-0) (0-1) (0-1) (0-1)

«OVER»

6 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . . . . .

1 1-3 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = . . . . . .

4 2-1 ▲ 0-0 = . . Pos. . . . . .

9 3-1 ▲ 4-1 ▲ 1-0 ▲ . . . . . .

Benfica B Arouca Belenenses Feirense Naval Santa Clara Tondela Trofense Varzim FC Porto B Freamunde Penafiel Sp. Braga B Sp. Covia Sp. Lisbona B U. Madeira Atletico Aves

3 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 0 0

(1-2) (0-2) (1-1) (1-1) (2-0) (1-1) (2-0) (1-1) (1-1) (0-1) (0-1) (1-0) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (0-0) (0-0)

«GOAL» Benfica B Varzim Arouca Belenenses FC Porto B Feirense Naval Santa Clara Sp. Covia Tondela Trofense Aves Freamunde Oliveirense Sp. Braga B Sp. Lisbona B U. Madeira Atletico

3 3 2 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 0

(1-2) (2-1) (1-1) (1-1) (0-2) (1-1) (2-0) (1-1) (1-1) (2-0) (1-1) (0-1) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (0-0)

«NO GOAL» Atletico Leixoes Maritimo B Penafiel V. Guimaraes B Oliveirense Sp. Braga B Sp. Lisbona B Arouca Aves Belenenses FC Porto B Feirense Freamunde Naval Sp. Covia Tondela Trofense

3 3 3 3 3 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

(1-2) (2-1) (1-2) (2-1) (2-1) (2-0) (1-1) (1-1) (0-1) (1-0) (1-0) (1-0) (0-1) (1-0) (0-1) (0-1) (0-1) (0-1)



il domani