Page 1

Sabato 26 Marzo 2011

Anno XIV - Numero 84

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

PD

FIAT

D’Alema scende in Calabria e lancia ai suoi un appello all’unità

Quartiergenerale: sarà in Usa dice una fonte alla Reuters

a pag » 5

a pag » 5

Una sibillina frase del nuovo ministro dei Beni culturali Giancarlo Galan lancia l’allarme in tutta la nostra Regione

E adesso vogliono i Bronzi di Riace Fermo il governatore Scopelliti: «Non si muovono da Reggio Calabria». Ma salva Galan: frase estrapolata? L’INTERVENTO

Promuovere la Calabria Ecco un aiuto concreto

«I Bronzi di Riace sono stati trovati nei mari della Calabria, ma solo per questo LA NOTA devono rimanere in quella zona?». Ecco la frase incriminata. Scopelliti: appena avrò modo di incontrarlo esprimerò molto bene la nostra posizione. E poi il federalismo? a pag » 3

LAVORO

LIBIA

di Luigi Bulotta

GdM: a rischio fino a 2700 posti con l’indotto

Aiuti dalla Regione per le manifestazioni fieristiche. Il dipartimento Attività produttive della Regione Calabria ha pubblicato sul Bollettino Ufficiale due manifestazioni di interesse per la concessione, a sportello, di benefici economici a sostegno di manifestazioni fieristiche, mostre ed esposizioni. Si tratta di una significativa iniziativa finalizzata a sostenere e promuovere le produzioni regionali. Un bando ha come destinatari gli imprenditori, sia in forma singola che associata, operanti nel campo dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura e della commercializzazione, aventi sede legale e/o operativa in Calabria. Le spese ammissibili a contributo sono: la progettazione e realizzazione di strumenti e materiali promozionali.

La preghiera del soldato: per capire molte cose Un antico adagio cinese dice che un’immagine vale più di diecimila parole. È verissimo e lo dimostra ampiamente la nostra foto del giorno: un bravo fotografo ha colto gli insorti libici in una pausa della guerra dedicata alla preghiera. Ma, come si vede, qualcuno ha pensato che osservare uno dei cinque pilastri dell’Islam non vuol dire farsi sorprendere dagli uomini di Gheddafi. Un buon musulmano prega cinque volte al giorno, per un totale complessivo di 40 minuti.

REGGIO CALABRIA - «La crisi latente del Gruppo GdM annunciata sulla stampa locale ed i rischi conseguenti per i posti di lavoro di circa 700 dipendenti impongono una decisa presa di posizione delle Istituzioni locali, a partire dalla Regione, nonché delle Associazioni Produttive interessate per evitare una situazione che potrebbe diventare drammatica per tante famiglie reggine». Lo dice il consigliere regionale Candeloro Imbalzano che aggiunge.«Nella mia qualità di segretario della Commissione Fondi Comunitari e di componente della Commissione Tripartita che delibera sugli ammortizzatori sociali per le aziende calabresi in crisi e di quella Bilancio ed Attività Produttive, ho depositato una interrogazione

segue a pag » 2

a pag » 13

REGGIO CALABRIA Raffa candidato alla guida della Provincia, si accendono gli animi all’interno del Pdl a pagg » 24 e 25

CATANZARO Il nuovo Arcivescovo è Vincenzo Bertolone Fino a ieri era Vescovo di Cassano a pag » 16

LAMEZIA TERME Al reparto di Pediatria una nuova terapia per la cura del diabete 1 a pag » 19

È Lombardo che ha tradito i siciliani e anche i calabresi Noi Sud Calabria

La crescente presenza in Sicilia di Noi Sud, nonostante sia al governo ancora Raffaele Lombardo, attesta che il governatore siciliano ha tradito con la Calabria anche i siciliani. L’Mpa fondato nel 2005 da Raffaele Lombardo, ispirato all’autonomismo e al meridionalismo, un anno dopo la sua istituzione, sciolse ogni riserva e formalizzò la sua intesa con la Casa delle Libertà, tramite un accordo con la Lega Nord Padania di Umberto Bossi... Purtroppo, capita che ci si unisca sulle basa di un progetto comune e che col tempo, qualcuno si allontani da certe logiche politiche che invece di aiutare il Paese, lo penalizzano. Da qui, la scelta nel 2010 di fondare Libertà e Autonomia-NoiSudinsiemealsottosegretario agli Esteri Enzo Scotti ed ai deputati Arturo Iannacone, Elio Belcastro, Luciano Mario Sardelli, Antonio Milo, tutti eletti nell’Mpa; insieme abbiamo voluto portare avanti quel progetto politico per il Sud svanito per l’Mpa. Non solo il vice segretario nazionale di Libertà e Autonomia Noi Sud, Belcastro, non ha tradito, ma non è stato lui quello incapace di portare avanti la linea del Movimento per le Autonomie (privilegiare i territori agli incarichi di Governo). Sono solo eresie quelle del vicesegretario Orlandino Greco che lo accusa di aver fallito. Se oggi qualcuno deve fare mea culpa, quello sicuramente non è Belcastro, ma chi aveva trasformato un partito federale in un movimento catanese.


2

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI L’INTERVENTO di Luigi Bulotta Promuovere la Calabria, ecco un aiuto concreto Materiale come brochure, catalogo, sito aziendale, ecc.; la progettazione e realizzazione di packaging; la partecipazione ad un percorso formativo o ad un master specialistico in marketing strategico; la partecipazione a mostre, fiere ed esposizioni nazionali ed internazionali. Per la partecipazione a mostre, fiere ed esposizioni nazionali ed internazionali, il contributo sarà accordato sulle spese sostenute e documentate concernenti lo spazio espositivo, i trasporti dei prodotti e della struttura, l’alloggio riservato ad una sola persona. Il contributo massimo accordabile è pari al 50% delle spese ammissibili se il programma è attuato da un solo imprenditore, elevato al 70% se attuato da imprenditori associati e comunque non potrà essere superiore ad euro 10.000,00 per la partecipazione in forma singola ed ad euro 40.000, in forma aggregata. La valutazione delle domande sarà fatta da apposita commissione tenendo conto sia delle caratteristiche del sog-

getto beneficiario, privilegiando le associazioni tra imprese, sia della qualità del programma proposto, nonché della capacità economico finanziaria del richiedente. L’altro bando ha come destinatari gli enti fieristici, per l’organizzazione di manifestazioni a carattere internazionale, nazionale e regionale, mentre per l’organizzazione di manifestazioni a carattere comunale, comprensoriale o provinciale potranno presentare domanda tutti gli enti pubblici ed associazioni di enti pubblici, le associazioni di categoria, consorzi e cooperative di imprese, comitati comprendenti rappresentanti di enti locali territoriali. Varie sono le spese ammissibili previ-

ste dal bando come l’affitto di aree e locali espositivi, gli allacciamenti di utenze, la promo-pubblicità della manifestazione, i servizi di vigilanza, le spese per relatori. Anche in questo bando è previsto lo stesso limite massimo di contributo erogabile. In entrambi i bandi è previsto che saranno ammesse a finanziamento, sino alla concorrenza delle risorse disponibili, le domande che avranno totalizzato nella valutazione un punteggio almeno pari a quaranta punti. Le domande dovranno contenere tutti i dati e la documentazione prevista nei bandi e potranno essere spedite a decorrere dal prossimo 26 marzo.

Il contributo massimo accordabile è pari al 50 per cento delle spese ammissibili se il programma è attuato da un solo imprenditore, elevato al 70 per cento se attuato da imprenditori associati

DONNE CHE CONTANO

di Carmela Mirarchi

Rosa Villecco Calipari,l’antileghista Rosa Villecco Calipari è vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e parlamentare calabrese È nata a Cosenza il 24 novembre 1958. Ha due figli: Silvia e Filippo. In Calabria ha trascorso gli anni degli studi: prima il liceo classico "Bernardino Telesio" poi l’Università della Calabria. Dopo la laurea in Scienze economiche e sociali nel 1982, ha esercitato la libera professione di commercialista e successivamente ha conseguito il Master in Diritto Tributario presso la Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione. Trasferitasi a Roma, è stata vincitrice di concorso al Ministero delle Finanze dove ha lavorato per nove anni con la qualifica di funzionario tributario all’Ufficio Studi per le Relazioni Internazionali. Dal 1999 lavora presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal 2002 con incarico dirigenziale. Nel 2006 è stata eletta senatrice con i Democratici di Sinistra nella circoscrizione Calabria. Eletta alla Camera nel 2008, è anche componente della commissione Difesa. La Villeco Caliperi è recentemente intevenuta anche sulla questione Libica. «No all’uso del blocco navale per fermare i profughi dalla Libia» ha affermato con chiarezza Rosa Villecco Calipari intervenendo alla trasmissione Vota Antonia. «La risoluzione Onu - ricorda la vicecapogruppo del Pd alla Camera - ha come primo obiettivo la tutela e la protezione umanitaria: il blocco navale non può essere la barriera per coloro che invece dovremmo proteggere. E’ un punto delicatissimo su cui dobbiamo essere molto chiari, le richieste di asilo vanno vagliate individualmente». Sull’atteggiamento della Lega la Villecco Calipari ha detto che: «Segna una profonda divisione nella politica estera del governo e il tentativo di minimizzare del ministro Frattini è sbagliato e goffo».

I Martini tre anni dopo: Un medico in famiglia, un grande ritorno per la fiction tra le più amate dai telespettatori. Tante novità, nascite, nuovi amori, gioie e, anche, dolori per la grande famiglia allargata guidata da Lele (Giulio Scarpati) e sua figlia Maria (Margot Sikabonyi. Ma per la prima volta un grande assente: Lino Banfi ovvero nonno Libero trasferitosi in America...

www.ildomani.it

::Reg. Trib Catanzaro n. 64 del 15 - 7 - 1997::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Direzione

T&P Editori srl

Guido Talarico Orlando Rotondaro (responsabile)

Guido Talarico Amministratore

Redazione

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale)

Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio Zuccari (caporedattore cultura)

Recapiti telefonici-fax-email Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.3098239

calabria@ildomani.it Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it arretrati@ildomani.it redazione@ildomani.it

Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direttore generale: Gianni Vallardi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani

3

PRIMO PIANO

Candidature, Musi su Cosenza: «Si decide la prossima settimana» di Carmine Mauri CATANZARO - Il centrosinistra calabrese è ancora in altomare per la definizione della squadra complessiva delle candidature per le prossime elezioni amministrative di maggio. Quando alcuni dei principali nodi, tra cui Cosenza, sembravano essersi sciolti, ecco che è arrivato l’inconveniente. Cosenza, feudo del centrosinistra da decenni, aveva deciso il suo candidato: Enzo Paolini, ma all’inizio della settimana il viaggio romano del sindaco uscente Salvatore Perugini, nonché vicepresidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani, ha mischiato le carte in tavola. A margine del suo incontro con Davide Zoggia, responsabile enti locali del Pd, il primo cittadino della città bruzia ha fatto sapere che è disposto a ricandidarsi, mettendo così in difficoltà i dirigenti del partito. Primo tra tutti il commissario regionale, Adriano Musi. «Stiamo cercando di capire il livello di consenso che c’è intorno a questa ipotesi e vedremo di tirare le conclusioni all’inizio del-

Adriano Musi

la prossima settimana». Lo ha detto il commissario del Pd calabrese, Adriano Musi, in merito alla vicenda della candidatura a sindaco di Cosenza del centrosinistra. Altro tempo, altro vantaggio dato agli avversari, altro possibile motivo di irritazione per gli alleati, tra cui Italia dei valori, che in piùbattute hannofatto assaggiare

al Pd la loro insofferenza verso le perdite di tempo. Musi era ieri a Catanzaro, in compagnia di Massimo D’Alema con il quale ripartirà in serata per Roma. «Tutti gli incontri, gli approfondimenti che stiamo facendo col gruppo dirigente del Pd - ha sostenuto Musi - vanno incontro a questo tipo di esigenza di com-

prensione, di come la candidatura Paolini viene vissuta dal gruppo dirigente cosentino e di come viene condivisa dalla coalizione, sapendo che è un valore aggiunto significativo e importante del quale non si può non tener conto. Stiamo facendo tutti questi incontri con questo solo scopo. Alla fine del percorso cercheremo di mettere insieme le diverse opinioni che abbiamo raccolto io e Zoggia». E il Pd fa sapere che mercoledì prossimo il caso Cosenza sarà esaminato a Roma al Nazareno, quartier generale del partito. Per quanto riguarda, invece, la situazione di Reggio Calabria, dove il centrosinistra non ha ancora indicato i candidati a sindaco e a presidente della Provincia, Musi ha spiegato che c’è una riunione di Idv e quindi «abbiamo in qualche maniera segnato il passo. Stiamo aspettando che Idv ci faccia capire le indicazioni. Oggi (ieri per chi legge, ndr) ci dovrebbe anche essere un’assemblea di Sel, quindi abbiamo diverse iniziative da parte degli alleati. Vediamo di capire esattamente quali sono i messaggi che vengono. Poi, penso lunedì o martedì, si riunirà di nuovo il tavolo provinciale e faranno le valutazioni conclusive». Quindi, dopo questo weekend di incontri e trattative, il Partito democratico farà una riflessione generale su tutto quello che è avvenuto a livello regionale ma, ha continuato Mu-

Musi: «Pensiamo che l’indicazione delle candidature si debba fare in sede locale perché lì si conosce il territorio, si sanno interpretare meglio i segnali che arrivano» si: «pensiamo che l’indicazione delle candidature la debbano fare in sede locale perché lì si conoscono il territorio, si sanno interpretare meglio i segnali che vengono e si sa anche capire il grado di consenso delle diverse candidature per il successo della coalizione». Ma intanto Paolini non perde tempo e ha già annunciato che lunedì prossimo presenterà ufficialmente la sua candidatura al comune di Cosenza. E la quasi totalità del partito sembrerebbe spalleggiare questa proposta. Lo dimostra la raccolta di firme diretta allo scioglimento del Consiglio comunale. Una raccolta a cui stanno aderendo anche i cinsiglieri seduti nei banchi dell’opposizione e che è finalizzata ad affidare a un commissario prefettizio la guida della città durante la campagna elettorale e togliere ai dissidenti lo scettro del potere.


4

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

ITALIA A Lampedusa esplode la rabbia dei migranti: «Abbiamo fame e sete !»

É quanto si legge in una nota del Consiglio europeo. Intanto il governo tunisino ha siglato un accordo col ministro Maroni

Clandestini, l’Ue è pronta a dare una solidarietà reale di Filippo Mammì ROMA - Sono stati condotti ieri mattina in un centro di prima accoglienza i 48 migranti giunti, nella sera di giovedì, sulle coste siracusane, a bordo di una barca a vela battente bandiera turca. L’imbarcazione era stata intercettata da una motovedetta della Guardia Costiera a circa 6 miglia dalla costa e scortata fino al porto di Siracusa. Gli extracomunitari a bordo, tra cui 11 donne e sette bambini, hanno detto di essere curdi. L’imbarcazione su cui hanno viaggiato, un motoveliero di 12 metri, è stata sequesTrasferiti in un centro trata. Nel corso delle indagini, coordinate d’accoglienza i 48 dalla Guardia di Fimigranti giunti al porto nanza di Messina, è stato arresto lo scafidi Siracusa. Ancora sta, un georgiano di 39 anni, accusato di forte tensione a favoreggiamento Lampedusa dell’immigrazione clandestina. Alcuni dei profughi sono stati mandati in una casa di accoglienza di Solarino, nel siracusano; gli altri verranno forse trasferiti nel villaggio della solidarietà di Mineo. L’unione Europea ha intanto fatto sapere che dimostrerà una profonda solidarietà a tutti i paesi del Continente direttamente interessati dai massicci flussi migratori e a fornire il neces-

sario sostegno per affrontare adeguatamente la situazione. È quanto annunciato in una nota trasmessa dal Consiglio Europeo ieri mattina dopo una riunione dei leader dei 27 paesi membri dell’Ue. Nel testo si legge anche che la Commissione Europea preparerà un piano per la gestione dei massicci arrivi degli immigrati per il prossimo Consiglio di giugno e si lavorerà per un rafforzamento della capacità operativa di Frontex. Ieri, a dispetto di quanto si era detto giovedì, i ministri dell’Interno e degli Esteri, Roberto Maroni e Franco Frattini, hanno incontrato a Tunisi, in visita diplomatica, i loro colleghi ed il premier tunisino Beji Caib Essebsi per trovare accordi nell’intento di frenare i flussi di immigrati tunisini verso le Isole Pelagie. I due ministri hanno avviato le pratiche per cercare un’intesa che permetta di ripristinare i controlli di polizia alle frontiere marittime ed avviare i rimpatri dei clandestini già fermati. Maroni e Frattini si sono detti pronti a fornire aiuti economici, uomini e mezzi ed anche una quota di ingressi legali; anche se non sarà facile attuare alcune richieste, il governo attualmente in carica in Tunisia si è detto d’accordo a collaborare. A Lampedusa, nel primo pomeriggio di ieri, si sono registrati momenti di tensione dopo che alcuni gruppi di immigrati hanno avviato una protesta spontanea per bloccare la distribuzione del cibo, secondo loro troppo soggetta a ritardi e burocrazie. (vedi a fianco)

Coppia morta in mare a Senigallia: recuperati i cadaveri SENIGALLIA (AN) - Uno scafo in vetroresina di tre metri è affondato ieri al largo di Senigallia (AN) provocando la morte di due fidanzati, entrambi sub, che erano a bordo: Marco Manoni, 23 anni, e Veronica Esposto Berardinelli, di un anno più grande. I cadaveri dei due giovani, all’inizio considerati dispersi, sono stati recuperati in mare nel primo pomeriggio di ieri, nel tratto tra Falconara e Ancona, a tre miglia dalla costa. L’imbarcazione è stata trainata nel porto di Ancona, dove la Capitaneria di porto ha avviato le indagini per verificare le cause dell’affondamento e verrà aperta un’inchiesta dalla procura. Da quello che si è potuto sapere, sullo scafo non sono state riscontrate falle e neppure segni di impatto con qualche ostacolo che possa aver provo-

cato il tragico affondamento. I corpi di Marco e Veronica sono stati riconosciuti dai rispettivi familiari; alla base dell’affondamento sono escluse sia l’inesperienza che la ragazzata, perché i giovani erano due esperti marinai e possedevano il brevetto di sub. Avevano entrambi un profilo su Facebook dove condividevano con gli amici la passione per il mare. Manoni era anche portiere della squadra di calcetto di Ponte Rio. Una tragedia che ha scosso profondamente non solo i familiari e gli amici dei due ragazzi. I loro corpi, dopo che sarà effettuata l’autopsia per avere certezze sulle modalità del naufragio, forse già domani verranno riconsegnati alle proprie famiglie. F.M.

LAMPEDUSA (AG) - Ieri, oltre duemila tunisini hanno avviato una protesta spontanea che, gradualmente, si è trasformata in una rivolta; i motivi, il cibo che viene distribuito lentamente, l’acqua razionata ed anche le sigarette poco disponibili. I migranti sono gli stessi che, da giorni, sono accampati davanti alla banchina e sulla collinetta vicina al porto. Al grido di "Abbiamo fame e sete !" in tanti hanno assaltato i container pieni di ogni genere alimentare e di sostentamento. Gli organizzatori e i volontari, in un’intervista lampo alla radio, hanno spiegato i motivi della rivolta e, dando anche ragione agli extracomunitari, hanno lamentato che i ritardi nella distribu- In duemila hanno zione sono causati dal numero ridotto della disponibilità assaltato i container dei posti nelle attrezzature di pieni di ogni genere assistenza: appena 350 posti a fronte di 5mila persone da alimentare e di rifornirequotidianamente.A Lampedusa, al momento, sostentamento. Ferma sono presenti 4.800 immila nave San Marco grati; la nave militare San Marco ne dovrebbe prelevare oltre 800 per trasferirli nei centri d’accoglienza della Penisola, ma, a causa anche della rivolta, è rimasta ancorata al largo dell’isola, dopo essere tornata da un primo trasferimento, senza trasportare 400 migranti in un centro d’accoglienza in Puglia come era previsto. Dei tunisini presenti sull’isola, 2.500 sono al Cie e 220 in una struttura messa a disposizione dalla parrocchia di San Gerlando, mentre i rimanenti sono accampati in tende sparse un po’ dovunque sul territorio lampedusano. Ieri mattina è stato effettuato un sopralluogo alla ex base Nato Loran ed è stato deciso che anch’essa verrà adibita a centro d’accoglienza per i rifugiati. F.M.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani

ITALIA Lo dice la Reuters citando una fonte vicina alle strategie di Marchionne

Quartier generale Fiat a Detroit dopo la fusione di Carlo Bassi ROMA - L’amministratore delegato ddella Fiat Sergio Marchionne sta gettando le basi per una eventuale fusione finale tra il Lingotto e Chrysler, la cui alleanza si sta saldando di settimana in settimana e avrebbe in animo di trasferire il quartier generale della società negli Stati Uniti. La notizia che ha conquistato le prime pagine di tutti i giornali e le agenzie di stampa del web viene da una fonte autorevole come la Reuters, grande agenzia di stampa economica per vocazione storica che cita una fonte attendibile. La Reuters descrive la succitata fonte come una persona a conoscenza delle strategie dell’Ad del colosso torinese. E sull’argomento la versione originale in lingua inglese della Reuteres pubblica un esauriente "special report". In effetti, a inizio febbraio, l’ad italo canadese aveva già sollevato un mare di polemiche per non avere escluso in modo esplicito il trasferimento di Fiat a Detroit. In seguito all’insurrezione seguita alla mancata

precisazione aveva poi detto che una decisione sull’argomento non era stata presa. Nei giorni successivi John Elkann, il presidente della Fiat ed Exor (primo azionista del gruppo), ha detto che lo scenario più probabile era la creazione di quattro centri direzionali: Torino per l’Europa, Detroit per il Nord America e Brasile e Asia per i mercati emergenti. Secondo la fonte della Teuters, Marchionne sta anche pensando alla quotazione della Ferrari in borsa e la fonte vicina al manager dice che Marchionne ha indicato per la casa automobilistica un valore di 5 miliardi di euro. L’Ad aveva detto durante un incontro con la comunità finanziaria a inizio 2011 che per Ferrari riteneva dovessero essere applicati multipli del settore del lusso e aveva anche ribadito in più occasioni che su Ferrari tutte le opzioni sono aperte, compresa un’Ipo, ma che non c’è nessu-

na decisione. Il direttore finanziario di Chrysler, Richard Palmer, ha ribadito dal canto suo che la casa statunitense sta ragionando su un piano di rifinanziamento del debito e che proseguono le trattative con il dipartimentodell’Energiaperunprestito agevolato. Marchionne aveva detto, già all’ inizio di quest’anno, che punta a salire al 51 per

La Reuters descrive la succitata fonte come una persona a conoscenza delle strategie per il futuro dell’Ad del colosso torinese

L’ad italo canadese aveva già sollevato un mare di polemiche in febbraio per non avere escluso in modo esplicito il trasferimento della Fiat a Detroit

cento di Chrysler nel 2011, ma che per una fusione tra le due società i tempi non erano così immediati. Secondo una fonte vicina alla vicenda, Fiat punta ad acquistare la partecipazione nel gruppo Usa subito dopo la quotazione in borsa. La Fiat controlla attualmente il 25 per cento del gruppo Usa, e ha la possibilità di salire fino al 35 per cento a titolo gratuito se verranno soddisfatte alcune condizioni legate alla produzione e alla commercializzazione dei veicoli statunitensi. Questo privilegio deriva dal successo dell’intervento, che ha visto proprio Marchionne in prima linea e in prima persona, teso a salvare il colosso americano dal fallimento, con la benedizione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Ha poi un’opzione per acquistare un ulteriore 16% (per salire al 51%), esercitabile solo se Chrysler avrà ripagato il debito (circa 7 miliardi di dollari) con i governi Usa e canadese. Gli obiettivi di Marchionne, "Christmas wishes" come li ha definiti durante un incontro con gli analisti negli Usa nelle scorse settimane, sono: rifinanziare il debito Chrysler al fine di restituire ai governi quanto sborsato durante il piano di salvataggio del 2009, esercitare l’opzione per acquistare il 51% e riportare Chrysler a Wall Street. Palmer ha ribadito che Chrysler, per andare in borsa, deve prima chiudere un paio di trimestri in utile: «Abbiamo bisogno di un paio di trimestri in nero nel conto profitti e perdite per fare qualcosa di significativo con gli investitori equity, ma c’è molto interesse».

Che cosa accade dal punto di vista fiscale secondo i calcoli della Cgia di Mestre

Federalismo: a oggi, ancora una volta, ci rimette il Sud ROMA - Sommando gli effetti dei decreti sul federalismo municipale e regionale, a guadagnarci, almeno per il momento, sono la Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna. Lo dicono i risultati di una proiezione della Cgia di Mestre, che ha calcolato la differenza tra le imposte che saranno lasciate ai Comuni e i trasferimenti statali che, invece, saranno soppressi dai due decreti: in pratica le realtà territoriali del Centro Nord dovrebbero avere più soldi in tasca, quelli del Sud invece meno. Secondo i dati, le Autonomie territoriali della Lombardia - almeno per ora - sono le maggiori beneficiarie di questa operazione: le maggiori risorse saranno di +98 euro rispetto all’attuale sistema di finanziamento: seguono Veneto, con +79 euro, Emilia Romagna, con +69 euro, Lazio con +49, Liguria con +33, Piemonte con +28 e Toscana con +27 . Di segno negativo, invece, il risultato che emerge per gran parte del centro e

per tutto il Sud. Le più penalizzate sempre momentaneamente - risultano essere le amministrazioni territoriali lucane, con -285 euro pro capite rispetto al quadro attuale. Male anche per Molise, con -241 euro, Calabria con -191 euro e di seguito tutte le altre realtà del Sud. Oltre a queste, ci rimette anche l’Umbria con -78 pro-capite e le Marche -8 pro capite. «Un risultato - sottolinea il segretario della Cgia di Mestre Giuseppe Bortolussi - molto parziale visto che con l’istituzione degli specifici Fondi perequativi, così come previsto dai decreti sul federalismo municipale e regionale, una parte di queste disparità territoriali dovrà essere eliminata». «Una cosa però è certa: per le casse dello Stato centrale - conclude Bortolussi l’operazione è a somma zero. A fronte di un taglio dei trasferimenti ai Comuni, Province e Regioni di 18,289 mld di euro, altrettanti 18,289 mld di euro ne saranno devoluti. Nella legge delega, infatti, il legislatore ha chiaramente espresso l’intenzione che tale operazione fosse a

costo zero per l’Erario. A livello territoriale, però, alcuni potrebbero guadagnarci e altri invece rimetterci, anche se i Fondi perequativi avranno il compito di smussare queste disparità». Quanto alle Regioni, per i nostri Governatori il federalismo regionale potrebbe garantire un aumento delle entrate di quasi 6 miliardi di euro secondo l’Ufficio studi della Cgia di Mestre che ha applicato le disposizioni previste dal decreto sul federalismo regionale in discussione in questi giorni nella Commissione bicamerale. La stima, è bene sottolinearlo, parte dall’ipotesi del tutto teorica che dal 2011 al 2015 le Regioni ordinarie aumentino l’aliquota Irpef regionale sino al livello massimo consentito.Nello specifico: aliquota massima all’1,4% per tutti i contribuenti nel periodo 2011-2013; per l’anno 2014, aliquota massima all’1,4% per i redditi fino a 28mila, mentre oltre i 28mila euro aliquota massima al 2%; per il 2015, aliquota massima all’1,4% per i redditi fino a 28mila, oltre i 28mila aliquota massima al 3%.Alla luce di queste disposi-

zioni, l’eventuale aumento massimo delle aliquote potrebbe far incrementare il gettito dell’Irpef regionale (per l’anno 2015) di 5,8 mld di euro. In termini pro capite, invece, l’aumento massimo dell’addizionale potrebbe penalizzare maggiormente i contribuenti del Veneto (+278), quelli della Lombardia (+277) e quelli toscani (264), che attualmente presentano i livelli delle aliquote tra i più bassi d’Italia. «L’ipotesi di aumento massimo delle aliquote delle addizionali Irpef - segnala Giuseppe Bortolussi - è, chiaramente, del tutto teorica. Però, non dobbiamo dimenticare che nella manovra correttiva approvata nell’estate scorsa, le Regioni a Statuto ordinario subiranno, nel biennio 2011-2012, un taglio dei trasferimenti da parte dello Stato centrale pari a 8,5 mld. Un provvedimento, quest’ultimo, che potrebbe spingere molti Governatori ad aumentare le tasse per compensare gli effetti della manovra correttiva».

5


6

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

ECONOMIA ESTERI Approvati 75 miliardi per il Portogallo, se Lisbona vorrà farne uso ROMA - A Bruxelles è stato raggiunto l’accordo sul fondo permanente salva Stati (Esm) che fra due anni dovrebbe sostituire il temporaneo Efsf varato a maggio 2010. L’annuncio è stato fatto dal presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy che ha spiegato la dotazione dell’Esm: i 500 miliardi disponibili - con status di tripla A - arriveranno da 80 miliardi in capitale versato dagli Stati membri dell’area euro, in cinque rate di pari importo, a partire da luglio 2013. E sullo status di tripla A c’è stato l’intervento dell’Italia. «Abbiamo chiesto una cosa e abbiamo vinto, avendo anche fatto interrompere il Consiglio Europeo per una buona mezz’ora. Fatevelo

spiegare da Tremonti» ha detto il premier Silvio Berlusconi tornando in albergo al termine della riunione. Fonti italiane hanno spiegato che il nostro Paese si è opposto alla proposta della cancelliera tedesca Angela Merkel di distinguere fra "tripla A" e "non tripla A" il finanziamento dell’Esm secondo il rating del Paese. Distinzione poi non accolta. Il fondo peraltro avrà, ha aggiunto Van Rompuy, «una combinazione di capitale richiamabile impegnato e di fideiussioni da parte degli Stati membri della zona euro per un totale di 620 miliardi di euro». Nella fase transitoria, ossia dal 2013 al 2017, gli aderenti hanno accettato - ove necessario - di fornire strumenti

adeguati tali da mantenere «un minimo del 15 per cento tra il capitale versato e l’importo delle emissioni Esm ancora in sospeso». Con il sì all’Esm in sostanza Bruxelles dice sì anche ai 75 miliardi di euro che servono al Portogallo per uscire dalla crisi economica in cui versa. Eventualità non esclusa nelle ultime ore dal presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Juncker nonostante Lisbona abbia ribadito che cercherà di evitare un aiuto dell’eurozona. «È di capitale importanza che il Portogallo confermi le misure decise e che sono state approvate dalla Commissione europea e dalla Bce» ha detto il numero uno della Bce, Jean-Claude Trichet, lasciando il Consiglio

Ma intanto continuano le azioni mentre la Nato parte da lunedì

Gb e Francia cercano una soluzione diplomatica Molto critici gli americani sul comportamento di Obama

di Roberto Carli ROMA - Le operazioni in Libia si concluderanno "solo quando la popolazione civile sarà al sicuro dalla minaccia di attacchi" e saranno raggiunti gli obiettivi della risoluzione 1973 delle Nazioni Unite. Lo ha stabilito il Consiglio europeo dei capi di stato e di governo riunito a Bruxelles che, neltestoconclusivo,sottolineacome "Odyssey Dawn" abbia già

«contribuito a salvare vite umane». Enfatizzato il «ruolo chiave dei Paesi arabi», in particolare della Lega Araba, «nel supporto attivo per la messa in atto della risoluzione 1973 e per trovare una soluzione politica» alla crisi. L’Unione europea, ha deciso il Consiglio Ue, è anche pronta ad adottare nuove sanzioni nei confronti della Libia, «incluse quelle necessarie per impedire che gli introiti derivanti dalla vendita di petrolio e gas arrivino al regime

di Gheddafi» e proposte analoghe saranno presentate al Consiglio di sicurezza dell’Onu. Ancora un invito al Colonnello affinché lasci "immediatamente" il potere e si avvii un processo di transizione democratica tra le parti assicurando "la sovranità e l’integrità territoriale" del Paese africano. Gheddafi che, ha sottolineato a Washington il segretario di Stato Hillary Clinton, resta una "minaccia" per la sicurezza della popolazione nonostante «le forze aeree e le difese" del rais siano sono state rese largamente inefficaci». A Bruxelles si è nuovamente levata anche la voce del presidente francese Nicolas Sarkozy il quale ha affermato che il coordinamento della missione in Libia «deve restare prevalentemente politico» e ha escluso un interven-

to militare via terra "né ora né successivamente".Ilcapodell’Eliseo si è poi rivolto ai libici «di buonavolontàperchéabbandonino Gheddafi, la cui permanenza porterebbe la Libia all’impasse e al dramma».

Sul fronte delle operazioni militari, aerei da guerra occidentali ieri hanno colpito le forze terrestri libiche in una strategica cittadina Sul fronte delle operazioni militari, aerei da guerra occidentali ieri hanno colpito le forze terrestri li-

La flessione al dettaglio registrata perfino nella spesa alimentare

Si risparmia su tutto: vendite in calo dell’1,2% di Carlin

Una riduzione tendenziale così forte non si registrava da maggio 2010 Sulla stessa linea il calosu mese: si tratta del più marcato da aprile 2010

ROMA - Le vendite al dettaglio a gennaio sono calate dell’1,2% (dato grezzo) rispetto allo stesso mese del 2010 e dello 0,3% rispetto a dicembre. Lo rileva l’Istat, aggiungendo che su base mensile pesa soprattutto la performance del comparto alimentare (-0,5%). Una riduzione tendenziale così forte non si registrava da maggio 2010. Sulla stessa linea il calo congiunturale, si tratta del più marcato da aprile 2010. Se le vendite di prodotti alimentari scendono dello 0,5% rispetto a dicembre 2010, quelle di prodotti non alimentari dello 0,2%. Invece, su base annua il calo è lo stesso per entrambi i settori (-1,2%). Guardando alla tipologia dei punti vendita, la diminuzione a confronto con 12 mesi prima deriva da cali dello 0,9% per la grande distribuzione e dell’1,4% per le imprese operanti su piccole superfici. Più in particolare nella Gdo, tra gli esercizi a prevalenza alimentare, sono rilevanti le riduzioni delle vendite nei supermercati (-1,4%) e sopratutto negli ipermercati (-2,7%), mentre meno forte è la discesa nei

discount alimentari (-0,6%). Quanto alle vendite del non-food, a gennaio i cali più forti riguardano i Supporti magnetici, strumenti musicali (-2,4%), i Generi casalinghi durevoli e non durevoli (-2,3%), gli Elettrodomestici, radio, tv e registratori e i Giochi, giocattoli, sport e campeggio (entrambi i gruppi -2,0%). Il calo delle vendite al dettaglio a gennaio risente sopratutto della negativa performance dei piccoli negozi (-1,4% su base annua), ma anche la grande distribuzione registra una riduzione (-0,9%).

biche in una strategica cittadina orientale. A Tripoli, gli abitanti parlano di un altro raid aereo avvenuto ieri, poco prima dell’alba, annunciato dal rombo dei velivoli seguito da un’esplosione distante e dal rumore della difesa antiaerea. Le operazioni alleate per fare rispettare la no-fly zone hanno ottenuto un maggiore sostegno da parte degli arabi quando gli Emirati arabi uniti hanno detto che vi prenderanno parte, ma la Francia avverte che il conflitto non sarà rapido. «Dubito che si tratterà di giorni», ha detto alla radio France Info l’ammiraglio Edouard Guillard. «Penso si tratterà di settimane. Spero che non ci vogliano mesi». Guillard ha detto che un aereo francese ha distrutto una batteria

I ribelli confermano di non volere truppe ma vorrebbero più munizioni e armi anticarro per mettere fine ai 41 anni di governo di Gheddafi dell’artiglieria delle forze di Gheddafi vicino ad Ajdabiyah, cittadina orientale 150 chilometri a ovest di Bengasi. A Londra, il ministero della Difesa ha detto che Tornado britannici hanno lanciato missili nella notte contro mezzi militari libici che minacciavano civili. Intanto ieri un funzionario Nato ha detto che i piani dell’Alleanza per l’operazione di no-fly zone in Libia prevedono una missione della durata di 90 giorni, suscettibile di un’estensione o di una riduzione dei tempi qualora fosse necessario. I ribelli dicono di aver bisogno di più munizioni e armi anticarro tank per mettere fine ai 41 anni di governo di Gheddafi.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani

7

ESTERI Sale ad oltre 75 il numero dei morti del terremoto in Myanmar ROMA - Sale ad oltre 75 il numero delle vittime del terremoto che giovedì sera ha scosso il Myanmar. Si tratta però di un bilancio non ufficiale, poiché le autorità birmane non hanno ancora rilasciato alcuna dichiarazione al riguardo. E provvisorio, probabilmente destinato a crescere quando i soccorritori riusciranno a raggiungere zone per ora inaccessibili. L’epicentro del sisma è stato infatti localizzato nello Shan State, nel nordest del Paese, a poche decine di chilometri dal confine con la Thailandia: una prima scossa di magnitudo 6,8 si è verificata alle 20,25 ad una profondità di appena dieci chilometri, seguita, pochi istanti dopo, da una seconda di uguale intensità ma profondità molto maggiore (225 chilometri). Si tratta di un’area, nota anche come Triangolo d’oro (un tempo principale centro

mondiale della coltivazione di oppio), caratterizzata da un’orografia impervia, che sta rendendo particolarmente difficile le operazioni di salvataggio. È anche scarsamente popolata, con alcune decine di migliaia di abitanti distribuiti prevalentemente tra piccoli villaggi e (poche) cittadine. Di queste le più colpite sono state Tachileik e Kenhtung, dove la gente, in preda al terrore, si è riversata per strada. Fonti locali parlano di cinque monasteri crollati e nove danneggiati e della distruzione di oltre 200 edifici. I maggiori danni si registrano però nel villaggio di Mong Lin: soltanto lì i morti accertati sono 29, e i feriti sedici. La zona è tuttora interessata da numerose scosse di assestamento e nei villaggi, dove manca la corrente elettrica e la rete telefonica funziona a

intermittenza, la maggior parte della popolazione, ancora sotto choc, si è stabilita lungo le strade rifiutandosi di rientrare nelle loro case. Molte persone sono scese in strada per la paura anche a Chiang Mai, principale città nel nord della Thailandia, a 235 chilometri dall’epicentro, dove una donna del distretto di Mae Sai è rimasta uccisa dal crollo di un muro. E la scossa è stata percepita, pur debolmente, persino a Bangkok (altri 730 chilometri più a sud) e ad Hanoi. «La sedia su cui ero seduto ha cominciato a ballare e i ventilatori appesi al soffitto hanno preso a ondulare - ha raccontato all’Ansa un professore italiano che si trova nella capitale vietnamita - Eravamo tutti nell’aula magna dell’università di Dai Hoc quando ho sentito la scossa. Sarà durata una quindicina di secondi».

La gabbia protettiva del nocciolo potrebbe essere danneggiata

Fukushima, allarme crescente Possibili danni al terzo reattore Il premier giapponese Naoto Kan

di Bruno Tosatti ROMA - A due settimane dal terremoto e dallo tsunami che hanno colpito il Giappone nordorientale il livello di allarme a Fukushima cresce ulteriormente. Dopo che aveva parlato di «progressi lenti ma costanti» nel tentativo svolto dai tecnici per riprendere il controllo dell’impianto nucleare, ieri il premier giapponese Naoto Kan, in conferenza stampa, ha ammesso che «la situazione è ancora molto imprevedibile». «Stiamo lavorando affinché non peggiori - ha poi aggiunto - e dobbiamo continuare ad essere estremamente vigili». Da giorni, presso la centrale di Fukushima-Daiichi, 580 uomini stanno tentando di riavviare i si-

stemi di raffreddamento interni dei noccioli dei primi quattro dei sei reattori: sono già riusciti a riportare una nuova linea elettrica nei sei edifici, con la quale hanno ripristinato la luce nelle sale di controllo. Un’impresa che ha costretto due degli ingegneri della Tepco, la società che gestisce la centrale, esposti ad una dose eccessiva di radiazioni dopo essere entrati in contatto con l’acqua contaminata presente all’interno degli edifici, ad un ricovero in ospedale. Ma prima di ridare corrente agli impianti di raffreddamento è necessario verificarne lo stato, per assicurarsi che funzionino correttamente una volta ripartiti. Come avviene però dal giorno del terremoto, ogni volta che si avvicina la soluzione di un

problema, puntuale se ne crea un altro: così ieri si è scoperto che «è possibile che la vasca contenente le barre di combustibile nel reattore 3 sia danneggiata», come ha dichiarato ieri la Tepco. Questa ipotesi per la verità era stata paventata già all’indomani dell’esplosione che due giorni dopo il sisma aveva completamente distrutto l’edificio del reattore. Allora non era stato possibile verificare se la deflagrazione avesse o meno arrecato danni alla gabbia in metallo e cemento armato a protezione ultima delle barre di combustibile, sia per l’alto livello di radiazioni, sia per l’urgenza di provvedere al raffreddamento del reattore dall’esterno, irrorandolo con tonnellate d’acqua mediante elicotteri ed autopompe. Così si era potuto in realtà soltanto sperare che il contenitore fosse

Per la prima volta manifestazioni si sono svolte anche fuori dal sud del Paese

Siria, 15 morti a Samnin e decine di arresti a Damasco di C.Brangia ROMA - Le repressione messa in atto dal regime baathista siriano ha fatto ieri altri 15 morti. Questa volta nella cittadina di Samnin, dove le forze di sicurezza hanno aperto il fuoco sulla folla di manifestanti, secondo quanto riferito da testimoni oculari, citati dall’emittente araba satellitare al Arabiya . Non quindi a Dera’a, che solo nell’ultima settimana aveva pagato con la morte di almeno 36 persone. Nella città, vicina al confine giordano ed epicentro della rivolta che sta infiammando la Siria meridionale, ieri si sono nuovamente radunate migliaia di manifestanti, affluendo anche dai vicini villaggi nonostante il massiccio presidio delle forze di sicurezza. Ma ieri circa 200 persone hanno sfilato anche per le vie del centro di Damasco gridando: «Sacrifichiamo il nostro sangue, la nostra anima per te, Dera’a», prima che poliziotti in borghese e altre forze di sicurezza arrestassero alcune decine di loro. L’episodio costituisce il primo importante segnale del fatto la rivolta si stia propagando anche al di fuori della regione meridionale, dove finora era rimasta confinata. Così anche a Tel, città vicino alla capitale,

dove oltre mille persone hanno raccolto l’invito a mobilitarsi per il «venerdì della dignità», convocata attraverso i social network «in tutte le regioni della Siria per sostenere la rivoluzione di Dera’a», contro il «regime bugiardo e criminale». Sembra dunque essere stata ignorata la promessa del presidente Bashar Al Assad, che venerdì, nel tentativo di sedare una protesta che non ha precedenti dal colpo di Stato del 1963, aveva annunciato importanti cambiamenti. Tra questi l’istituzione di una speciale commissione per preparare un ampio pacchetto di riforme sociali che prevedano interventi contro la corruzione, l’innalzamento dei salari ai dipendenti pubblici, sussidi sanitari e la creazione di posti di lavoro per i giovani. La commissione dovrà anche studiare l’eventualità di abolire la legge marziale, in vigore da 48 anni e preparare una nuova legge sui partiti e una sulla stampa.

Nelle strade del centro della capitale circa 200 persone hanno sfilato intonando slogan a favore della rivolta di Dera’a, la città del sud del Paese, dove finora la protesta ha avuto più seguito

rimasto a tenuta stagna: se così non fosse da lì potrebbe uscirne, come già successo quando era stato necessario aprire le valvole di sfogo per ridurre la pressione al suo interno, un gas contenente un’ingente quantità di materiale radioattivo, proveniente dalla parziale fusione delle barre a base di plutonio ed uranio impiegate all’interno del terzo reattore. Per questo ieri l’Agenzia giapponese per la sicurezza nucleare ha riconosciuto la necessità di rivedere la valutazione della gravità della situazione di Fukushima, portandola dal quinto al sesto grado della scala internazionale Ines degli eventi nucleari e radiologici. Questo significa che quello del Fukushima-Daiichi è passato dall’essere un «incidente con conseguenze significative» ad uno «grave»: in pratica andò peg-

gio soltanto a Cernobyl, che meritò il settimo ed ultimo grado della scala, quello destinato agli «incidenti catastrofici». E d’altra parte anche per la centrale giapponese era stata ipotizzata una soluzione come quella resasi necessaria nel 1986, quando, non potendo più impedire la fuga di materiale radioattivo, per evitare la contaminazione fu necessario sigillare la centrale ucraina sotto un sarcofago di cemento. E ancor meno rassicurante delle questioni tecniche suona l’ "invito" rivolto dal governo giapponese ai residenti della fascia compresa tra i 20 e i 30 chilometri dall’impianto, ad una «evacuazione volontaria», sostenendo che l’obiettivo è «migliorare la qualità della vita quotidiana» e che la scelta non è «legata a motivi di sicurezza».


10

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

IN CALABRIA E alla lezione sulla sicurezza attacca il premier: conta poco, non è ascoltato

Salvatore Scalzo con Massimo D'Alema

Due tappe in Calabria per il presidente del Copasir, che ai dirigenti del partito chiede di comporre le fratture dopo la disfatta alle regionali

D’Alema fa un appello di unità al Pd calabrese di Alessandro Caruso LAMEZIA TERME - La visita di Massimo D’Alema in Calabria è servita a ristabilire un contatto con la classe dirigente del partito democratico regionale, avvolto da un interminabile periodo di crisi. Crisi di cui il presidente del Copasir vede il temine solo a una condizione: che il partito riscopra l’unità interna: «Senza entrare nel merito della questione ritengo che l’unica preoccupazione in un momento come questo è che un principio di ricostruzione parta dall’unità del gruppo dirigente. Se quelli rimasti non vanno d’accordo è difficile costruire un profilo di unità e ognuno gioca la sua carta». Lo ha chiarito in un incontro con i dirigenti del parito a Lamezia Terme, dopo essersi recato all’università Magna Graecia di Catanzaro per una lezione agli studenti sulla democrazia, la sicurezza e la responsabilità. Nonostante la batosta subita alle regionali dell’anno scorso, D’Alema non ha nascosto di intravedere un distacco tra l’attuale maggioranza di centrodestra e il

suo elettorato. Probabilmente dovuto anche agli equilibri politici nazionali. Un segnale di debolezza che il centrosinistra deve saper sfruttare a tutti i livelli. A cominciare dalle prossime amministrative. E a tal proposito ha incoronato l’unico dei candidati certi per il centrosinistra in uno dei comuni che contano: Salvatore Scalzo a Catanzaro. La sua candidatura, ha detto D’Alema «è un simbolo importante per la rinascita delle forze democratiche. Un messaggio concreto, forte e ampiamente condiviso, in una cittàstrategicacom’èCatanzaro». Prima di rientrare a Roma c’è stato tempo anche per una visita al sindaco di Lamezia Gianni Speranza, suo "vecchio" amico. Nell’incontro svoltosi nella sede del Comune, D’Alema ha preso l’impegno a sensibilizzare il ministro dell’Interno Maroni al problema, postogli da Speranza, relativo all’emergenza del campo nomadi di Scordovillo, in merito a cui l’amministrazione comunale lametina aveva sollecitato il Governo a un sostegno più rilevante. «Posso fare pressione sul ministro per ricordagli ciò che gli

L’elogio al Capo dello Stato CATANZARO - «In una situazione piuttosto complicata e anomala nel rapporto tra politica e magistratura, come quella che si è venuta a creare, per fortuna abbiamo un Presidente della Repubblica che è punto di equilibrio e di saggezza», queste sono state le parole spese da Massimo D’Alema sul Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo intervento all’università di Catanzaro. Ma la standing ovation c’è stata quando ha parlato dell’attuale rapporto tra po-

litica e magistratura: «Il rapporto tra politica e magistratura è gravemente inquinato e di tutto si può parlare tranne che di collaborazione. C’è un difficile equilibrio da ricostruire e bisogna ricreare un clima di leale collaborazione. La politica - ha concluso D’Alema - non può ammettere vuoti e quando questi si verificano cresce parallelamente il sentimento dell’antipolitica. L’idea che la democrazia possa fare a meno della politica e dei partiti, però, è profondamente sbagliata».

è stato chiesto», ha promesso D’Alema, che ha poi chiuso con un plauso al primo cittadino di Lamezia, uno tra i più graditi della Calabria: «So bene quanto è impegnativa la sfida in una regione come questa partendo dalla criminalità organizzata, al dramma del lavoro e ai problemi dell’ambiente. Essere sindaco, poi, significa essere nella prima trincea delle istituzioni».

CATANZARO - Vincere la paura e abbandonare la logica della sicurezza nella gestione dei rapporti con i paesi del Nord Africa. Questa la direttrice che Massimo D’Alema ha indicato agli studenti dell’università Magna Graecia nella lezione che ha tenuto ieri. La sicurezza energetica, il petrolio, il governo dei flussi migratori e la sicurezza contro il fondamentalismo islamico sono stati gli obiettivi che i governi occidentali hanno seguito, per garantire i quali hanno creduto che fosse meglio accattivarsi le simpatie di dittatori piuttosto che inseguire vie democratiche. Questo ha impedito, secondo D’Alema, ai Paesi occidentali di preconizzare questa "fame" di democrazia del mondio arabo, emersa negli ultimi mesi, che ha spiazzato tutti: «A suo modo il mondo arabo - ha aggiunto D’Alema - tende ad affermare quegli stessi valori e principi che sono a fondamento delle nostre democrazie». Detto ciò, il presidente del Copasir ha auspicato che si realizzi il comando unificato Nato, senza nascondere una nota di biasimo per il fatto che tale soluzione non si sia delineata fin dall’inizio, e ha poi bacchettato il Governo sul tema immigrazione: «Berlusconi e l’Italia appaiono piuttosto isolati perché hanno poco peso e sono poco credibili». È giusto dire, secondo D’Alema «che ci sarebbe bisogno di maggiore solidarietà europea. Purtroppo in Europa dominano i conservatori, cioé gli amici di Berlusconi. E malgrado questo lui non è capace di farsi ascoltare dai suoi amici». A.C


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 11

IN CALABRIA Caligiuri alle Regioni: serve una legge quadro per il settore Cultura

Le stime della Uil confermano un triste primato per la nostra regione: il surplus di detenuti. Lamezia la realtà più critica

Mario Caligiuri

Sovraffollamento carcerario, la Calabria è prima in Italia di Cesare Giraldi CATANZARO - Le carceri italiane scoppiano e la Uil lancia l’allarme, rivolto alla politica. Il 20 marzo 2011 negli istituti penitenziari italiani (circuito per adulti)erano ristretti 67.318 detenuti (64.370 uomini e 2.948 donne) afronte di una disponibilità reale di posti detentivi pari a 45059. Un surplus di 22.259 detenuti rispetto alla massima capienza che determina un indice medio nazionale di affollamento pari al 54,2 %. In nove regioni italiane il tasso di affollamentovariadal23al 50%. In dieci dal 51 L’istituto con il più all’ 80%. Unica alto tasso di affollamento, regione che non presenta apparenteevidenzia il sindacato, si mente una situazione sovraffollaconferma Lamezia ta è il Trentino. CaTerme (193,3%), seguito pofila, per sovraffollamento, la Calabria da Busto Arsizio (77,6 %) seguita da Puglia(76,3%),Emilia Romagna (73,7%) , Marche (72,1%) e Lombardia (65,9%). A fotografare la situazione delle carceri italiane è la Uil Pa Penitenziari che, attraverso il segretario generale Eugenio Sarno, diffonde anche i dati relativi ai cosiddetti eventi critici. L’istituto con il più alto tasso di affollamento - evidenzia il sindcato - si conferma Lamezia

Terme (193,3%), seguito da Busto Arsizio (164,7%), Vicenza ( 155,5%), Brescia Canton Mombello (152,5 %), Mistretta (137,5%). Dal 1 gennaio al 20 marzo del 2011 si sono verificati 14 suicidi in cella. Nello stesso arco temporale in 91 istituti (sui 205attivi) sono stati tentati 194 suicidi. I detenuti che debbono la vita a salvataggi in extremis da parte di poliziotti penitenziari assommano a 31. E non basta. In 134 istituti si sono verificati 1025 episodi di autolesionismo. Il triste primato spetta a Lecce (54) seguita da Bologna e Firenze Sollicciano (33). Ad aggravare il quadro complessivo concorrono i 59 episodi di aggressioni in danno di poliziotti penitenziari, che contano 39 unità ferite che hanno riportato ferite giudicate guaribili oltre i sette giorni. A Genova Marassi il maggior numero di aggressioni ai baschi blu (6) seguita da Aversa, Napoli e Como (5). Ma non mancano nemmeno le proteste. «Da gennaio a marzo 2011 - aggiunge il sindacato - le manifestazioni di protesta collettive, all’interno dei penitenziari, sono state 75. Gli scioperi della fame 1153; i rifiuti delle terapie mediche 57; i rifiuti del vitto dell’amministrazione 217; gli atti di turbamento dell’ordine e della sicurezza 59. Questi numeri fotografano oltre ogni competente commento - aggiunge Sarno - la realtà che connota i nostri penitenziari, sempre più città fantasma confinate nelle retrovie dell’attenzione di chi è deputato ad analizzare e risolvere le grandi questioni sociali: i politici».

ROMA - L’assessore Mario Caligiuri, coordinatore della commissione Cultura delle Regioni, ha introdotto la seduta della Conferenza, che si è svolta a Roma e che tra i punti all’ordine del giorno prevedeva un’ulteriore discussione sulla crisi del settore spettacolo, esprimendo apprezzamento per il ripristino del fondo unico dello spettacolo che passa da 231 a 428 milioni di euro. La commissione Cultura da mesi evidenzia non solo il grave danno che i tagli avrebbero portato al settore, ma anche la necessità di giungere in tempi brevi a una legge quadro sui principi fondamentali in materia di cultura. A tale scopo è stata richiesta un’audizione alla competen- La seduta si è conclusa te commissione della Camera dei Deputati per av- con l’impegno delle viare un indispensabile conRegioni a mantenere i fronto tra i diversi livelli istituzionali.All’incontrohanno riflettori accesi sul preso parte gli assessori regionali Massimo Buscemi settore, continuando a (Lombardia), Fabiana Santicollaborare con Anci e Upi ni (Lazio), Marino Zorzato (Veneto), Silvia Godelli (Puglia), Luigi De Fanis (Abruzzo), Pietro Marcolini (Marche), Massimo Mezzetti (Emilia-Romagna), Fabrizio Bracco (Umbria), Cristina Scaletti (Toscana). La seduta si è conclusa con l’impegno da parte delle Regioni a mantenere i riflettori sempre accesi sul settore, proseguendo la proficua collaborazione con Anci e Upi, con le associazioni di categoria, più volte sentite in audizione, e sollecitando il Governo a credere in questo settore trainante per l’economia dell’intero Paese. La Commissione tornerà a riunirsi nel prossimo mese.

Oggi il meeting di Scopelliti con i giovani calabresi CATANZARO - Tutto pronto al Centro agroalimentare di Lamezia Terme per l’avvio di “Next Epidemia Giovanile”, il meeting dei giovani calabresi, organizzato dalla regione Calabria, in programma per oggi, sabato, 26 marzo, a partire dalle ore 10. Come un anno fa il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti vuole rinnovare il suo appuntamento con i gioveni calabresi, che era stato anche un buon auspicio agli esordi della campagna elettorale delle regionali. Proprio dall’appuntamento con i giovani a Lamezia Terme, infatti, Scopelliti aveva aperto ufficialmente la sua campagna, che lo ha portato poi alla vittoria alla fine di marzo 2010. Diffondere il messaggio di una Calabria positiva e coinvolgere le nuove generazioni nell’agenda politica della Regione, questo è l’intento del presidente, che ha

seguito con grande attenzione tutte le fasi organizzative della manifestazione di quest’anno. La grande novità di quest’anno è l’opportunità che verrà data ai ragazzi tra i 15 ed i 35 anni, di poter scegliere, attraverso un sistema di voto durante il meeting, il gradimento tra alcuni progetti che la Regione si impegnerà a finanziare in un piano regionale sui giovani calabresi. Per l’occasione sono stati già definiti tutti i dettagli tecnici relativi al voto che sarà espresso dai ragazzi che parteciperanno all’evento, condotto da Francesco Facchinetti e da Angelo Baiguini. Al Centro Agroalimentare di Lamezia, oltre all’Auditorium principale, saranno allestite tutte le altre sale a disposizione della struttura, proprio per garantire la massima partecipazione e condivisione del progetto.

Giuseppe Scopelliti

M.C


12

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

IN CALABRIA Idv si associa al grido d’indignazione del Procuratore Giuseppe Pignatone

La prima uscita del Ministro alla Cultura ha scatenato l’ira dei calabresi. Il Pdci: è una manifestazione antimeridionalista

Galan vuole i Bronzi di Riace Scopelliti: non si toccano di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - Il neoministro della Cultura, il 55enne leghista veneto Giancarlo Galan ha parlato anche dei Bronzi di Riace sottolineando che: «I Bronzi di Riace sono stati trovati nei mari della Calabria, ma solo per questo devono rimanere in quella zona?». A queste affermazioni hanno fatto seguito quelle del sottosegretario ai beni culturali, Francesco Giro, 48enne romano del Pdl, che ha detto che le dichiarazioni del nuovo Ministro «sono tutte pertinenti e dimostrano una conoscenza dei temi, dei problemi connessiedellepossibilisoluzioni da promuovere. Sono, ad esempio, pienamente d’accordo sulla necessità di valorizzare di più i Bronzi di Riace e la Venere di Morgantina, sia sulla priorità da dare al Festival del Cinema di Venezia rispetto alla Festa del Cinema di Roma». Da qui è partita la polemica che ha invaso tutta le regione schierata in toto a tutela di due opere simblo della Calabria. «I Bronzi di Riace non si muoveranno da Reggio» ha detto ieri, su Rtl 102.5, il governatore Scopelliti. «Sono convinto che si tratti di una frase estrapolata all’interno di un contesto molto più ampio - ha spiegato Scopelliti - però su questo si è già discusso molto all’interno del nostro Paese

con i vari Ministri e non ci sono le condizioni per fare scelte di natura diversa. Prossimamente, appena avrò modo di incontrare il Ministro, esprimerò molto bene la posizione delle istituzioni locali del territorio e credo che in una gestione, anche legata al federalismo, contino molto le considerazioni e le scelte che vengano fatte dalle istituzioni locali. Sono convinto - ha concluso Scopelliti - che su questo avremo modo di ribadire il concetto che i Bronzi dalla città di Reggio Calabria non si muoveranno. Comunque, se si dovesse fare una scelta di natura diversa, è chiaro si dovrebbe avere il placet dei cittadini e delle istituzioni calabresi». Sulla questione è intervenuta anche Lella Golfo, deputato del Pdl. «Che il Ministro Galan all’indomani del suo insediamento pensi ai Bronzi di Riace, mi inorgoglisce: eviden-

«Sono convinto che si tratti di una frase estrapolata all’interno di un contesto molto più ampio però su questo si è già discusso molto»

temente, come noi calabresi, è un grande estimatore di questi capolavori. E’ indubbio che i Bronzi siano parte integrante per patrimonio storico e culturale calabrese e non credo sinceramente che il ministro abbia obiettato quest’evidenza. La loro sede naturale è Reggio Calabria e la cornice del nuovo Museo, su questo non c’é dubbio. L’apprezzamento del neoministro per i Beni Culturali, piuttosto, mi fa ben sperare su una stretta sinergia con il Governo per l’adeguata promozione e valorizzazione di questi tesori e di tutto il grande patrimonio artistico calabrese». Durissimo il Pdci: «E’ proprio vero: il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Dopo il tentativo, qualche tempo fa, dei vertici del ministero dei Beni culturali, con in testa il ministro uscente e coordinatore nazionale del Pdl Sandro Bondi, che provarono, senza riuscirci, a trasferire i Bronzi di Riace lontano da Reggio Calabria, adesso vi è il secondo atto. Il Veneto berlusconiano Giancarlo Galan ha immediatamente evidenziato le sue idee e le linee d’azione, le quali si possono riassumere in un concetto semplice e chiaro, vale a dire unospiccatoanti-meridionalismo e un disprezzo per la Calabria e i calabresi e per Reggio».

CATANZARO - Con una nota congiunta, il Responsabile Nazionale degli enti locali dell’idv Ignazio Messina e il segretario regionale Maurizio Feraudo si associano al grido di indignazione di Giuseppe Pignatone, Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria che chiede uno stop all’omertà diffusa che favorisce i boss. «Italia dei valori - dicono Messina e Feraudo - ha iniziato già da Dop la Legge Lazzati tempo a mettere in pratica questa politica che lotta la sono state arrestate, commistione tra la mafia e la ben 12 persone politica stessa che avviene attraverso il controllo della cri- tra cui il consigliere minalità organizzata di soggetti all’interno delle istitu- regionale del Pdl zioni che o perché corrotti o Santi Zappalà perché collusi, consentono alla ‘ndrangheta di fare i propri affari. Idv vuole dare ai cittadini calabresi la possibilità di votare persone al di fuori di ogni sospetto approvando il codice etico del partito per realizzare le condizioni di trasparenza. La Calabria ha l’esigenza di legalità e Idv è voluta andare oltre per garantirla al punto che, unitamente al Presidente Nazionale Antonio Di Pietro, alle scorse regionali si è recata in Commissione antimafia per sottoporre all’organismo di vigilanza massimo che lo Stato offre, tutte le disponibilità di candidature e sulla base delle risultanze, provvederemo a confermare o meno le designazioni della Calabria. Così facendo, coloro i quali hanno procedimenti in corso o condanne non possono essere candidati né possono assumere incarichi. Il codice etico dell’Italia dei Valori, è allegato allo Statuto Nazionale, ed è vincolante per gli iscritti e per gli aderenti,anchese non formalmente iscritti. Oggi c’è uno strumento in piùadisposizione che è quello della LeggeLazzatiche aiuta a fare divenire la campagna elettorale meno inquinata».

Turismo, Caputo: basta allarmismo e disinformazione REGGIO CALABRIA - «L’allarmismo, la disinformazione, le strumentalizzazioni e, spesso anche l’irresponsabilità di chi dovrebbe rappresentare le istituzioni e le comunità, generano purtroppo danni incalcolabili all’immagine, al turismo ed all’economia dei territori. La Calabria non può più permettersi di assistere al gioco autolesionista di quanti alimentano scientificamente paure infondate». E’ quanto scrive in una nota il consigliere regionale Giuseppe Caputo. «L’epoca delle paure e delle scuse pubbliche per il mare sporco è finita! La vicenda, oggi giunta definitivamente a conclusione, dei presunti fusti tossici e radioattivi contenuti in fantomatiche navi fatte affondare nelle acque del Tirreno, rappresenta una delle peggiori falsità costruite ad arte e che questa regione, con la responsabilità di tanti ed a più li-

velli, è stata costretta a subire per circa vent’anni - continua -. I danni alla capacità attrattiva e ricettiva sono enormi. Nessuna nave dei veleni, nessun fusto radioattivo. A chi ha giovato strumentalizzare questa vicenda, oggi dimostratasi del tutto falsa? Non certo agli operatori turistici e commerciali. Il terrorismo psicologico non fa mai bene, soprattutto quando la politica e le istituzioni si piegano a decisioni dettate dalle cosiddette onde emotive, piuttosto che da pacate visioni a medio e lungo termine. Una nuova stagione turistica è ormai alle porte ed è doveroso da parte di tutti, a ciascun livello, contribuire a che la Calabria nel suo complesso, a partire dalla concreta fruizione dei servizi essenziali al turista ma anche da una diversa ed unitaria immagine e comunicazione all’esterno, si avvii verso una

nuova fase di programmazione e messa in atto di adeguate e coerenti politiche per il turismo. In una visione regionale e non più parcellizzata per territori e campanili. Non dovremo farci trovare impreparati in tema di depurazione delle acque del mare. Iniziamo a raccontare un’altra verità e che cioè non siamo infestati da navi radioattive e che, nonostante i mille disagi ed emergenze storiche da risolvere, abbiamo comunque le carte in regole sia per attrarre oggi grandi flussi turistici internazionali, sia soprattutto per condividere una nuova consapevolezza politica ed istituzionale: quella che il turismo non è un momento residuale delle politiche pubbliche ma rappresenta una strategia di programmazione nel lungo termine» conclude il consigliere regionale Giuseppe Caputo.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 13

IN CALABRIA Normativa sismica, Gentile ha incontrato gli Ordini professionali

I consiglieri regionali Nucera (Pdl) e Imbalzano (Scopelliti Pres.) chiedono l’intervento del Governatore per risolvere la questione

Crisi della Gdm, sono a rischio 2700 posti di lavoro di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - «La crisi latente del Gruppo GdM annunciata sulla stampa locale ed i rischi conseguenti per i posti di lavoro di circa 700 dipendenti impongono una decisa presa di posizione delle Istituzioni locali, a partire dalla Regione, nonché delle Associazioni Produttive interessate per evitare una situazione che potrebbe diventare drammatica per tante famiglie reggine». E’ quanto afferma il consigliere regionale Candeloro Imbalzano (Scopelliti Presidente) che aggiunge.«Nella mia qualità di segretario della Commissione Fondi Comunitari e di componente della Commissione Tripartita che delibera sugli ammortizzatori sociali per le aziende calabresi in crisi e di quella Bilancio ed Attività Produttive, ho depositato una interrogazione a risposta immediata rivolta agli assessori direttamentecoinvoltiStillitani(Lavoro) e Caridi ( Attività Produttive). Ritengo, infatti, che non si possa e non si voglia che una delle aziende più importanti dell’intera Calabria arrivi ad assumere decisioni traumatiche per tanti dipendenti, in una fase già assai critica per l’economia del nostro territorio messo a dura prova da un calo di consumi al limite del collasso.

Su questa vicenda urge la convocazione di un tavolo istituzionale ai massimi livelli». Sulla questione è intervenuto anche il segretario-questore del Consiglio regionale, Giovanni Nucera (Pdl) che ha presentato una interrogazione sulla crisi della Gdm (Grandi distribuzioni meridionali) e gli interventi che si intendono adottare a sostegno dei lavoratori ivi impiegati. «Proprietaria di circa venti punti vendita e titolare di diverse imprese dislocate sul territorio delle province di Reggio, Vibo e Crotone - afferma Nucera la Gdm si trova ormai in una crisi che appare irreversibile. Il mancato rifornimento e ricarico di merci nei vari punti vendita, l’avvio di procedure giudiziarie da parte dei fornitori e il ricorso alla cassa integrazione da parte di alcune ditte collegate alla stessa so-

«La crisi della Gdm interessa in primo luogo i lavoratori, circa 700, di cui l’80% residenti sul territorio reggino, e quelli dell’indotto»

cietà, manifestano palesemente il totale abbandono delle attività operative. La crisi della Gdm, con la paventata ipotesi di messa sul mercato, per segmenti, dei singoli punti vendita, interessa in primo luogo i lavoratori, che ammontano a circa 700, di cui l’80% residenti sul territorio reggino, nonché quelli di numerose ditte dell’indotto che ammontano circa a duemila e per i quali si prospetta l’accesso agli ammortizzatori sociali». Nucera chiede al presidente della Giunta regionale, Giuseppe Scopelliti di sapere «se è a conoscenza di queste problematiche e della gravità dei risvolti economici, ma ancor più sociali che esse comportano, coinvolgendo migliaia di lavoratori e il loro legittimo diritto ad avere un’occupazione e garantire serenità alla propria famiglia» e se «ritiene opportuno sensibilizzarel’assessoratoalleAttivitàproduttive, nonché l’assessorato al Lavoro, affinché pongano in essere comportamenti operativi tesi a vigilare sull’evoluzione della vertenza riguardante il gruppo Gdm ed interventi a sostegno delle famiglie interessate; ed infine, quali azioni intende porre in essere al fine di monitorare l’evoluzione della problematica».

CATANZARO - L’Assessore alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici Pino Gentile - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - ha voluto fare il punto della situazione a tre mesi dall’avvio del sistema di trasmissione dei progetti afferenti alla normativa sismica. Come è noto, tale procedura informatica è legata al nuovo iter sul controllo dei progetti che, dal vecchio regime di deposi- Gentile: «In un territorio to, passa al nuovo sistema autorizzativo. «In un territo- ad alto grado sismico rio ad alto grado di sismicità qualsiasi azione per come il nostro - ha affermato l’Assessore Gentile - qualsiasi migliorare la qualità azione intrapresa a migliorare la qualità delle co- delle costruzioni non struzioni non puó che essere è sostenuta» fortemente sostenuta in tutte le sue forme». Soddisfazione è stata espressa dai presidenti degli Ordini professionali (ingegneri, architetti, geologi e geometri) di tutte le Province per l’incontro avvenuto lo scorso giovedì con i vertici dell’assessorato ai Lavori pubblici, appositamente convocati per discutere sulle nuove procedure Sierc, già avviate nello scorso mese di gennaio. Nella riunione, Salvatore Siviglia responsabile dei Servizi Tecnici Regionali (ex Genio Civile) ha fornito i dati riferiti ai primi tre mesi del 2011. Da parte loro, gli Ordini professionali, nella loro unità, hanno convenuto sulla bontà delle nuove procedure. Al contempo gli stessi hanno posto l’attenzione sulla necessità di procedere, in tempi brevi, alla organizza-

zione di corsi di formazione per i propri iscritti al fine di dare nozioni utili all’utilizzo della nuova procedura.

GdM, l’urlo dei fornitori: ci avete ammazzati tutti REGGIO CALABRIA - Un gruppo di fornitori reggini urla a chi ha la responsabilità della loro gravissima situazione economica lavorativa: "Ci avete ammazzati tutti" . «Lo gridiamo a gran voce e con molta rabbia ,noi piccole medie imprese locali reggine che dall’oggi al domani ci troviamo sull’orlo del baratro economico e senza prospettive future, noi che abbiamo puntualmente e seriamente rifornito dei nostri prodotti specifici la catena della GdM ignari della logica ingannevole che evidentemente covava sotto da tempo e mai si legge in una nota -. Ci sentiamo traditi essendo stati, in una recente riunione, rassicurati circa il ritardo dei pagamenti e il superamento a breve del momento difficoltoso.Perchè siamo stati volutamente ingannati? Dove sono andati a finire i nostri soldi duramente lavorati e su cui ogni pic-

cola azienda ha il sacrosanto diritto di contare già in tempi normali ,ma ,a maggior ragione, in momenti caratterizzati dalla comune crisi finanziaria generale che già da sola basta a rendere difficoltosa la vita di un’impresa? Sapete di cosa parliamo? Sentendoci tra noi piccoli fornitori abbiamo stimato cifre, tanto per far degli esempi ,che si aggirano tra i 70.000 -300.000 euro ciascuno e per certi casi di gran lunga superiore.A cosa sono serviti nel frattempo i nostri soldi regolarmente incassati dai supermercati? Noi piccoli "fornitori" della GdM siamo vicini ai "dipendenti " della GdM. Entrambi catapultati in modo così repentino in questa improvvisa catastrofe e accomunati dalla stessa grave condizione. Chi pagherà adesso i nostri debiti commerciali e come continueremo a farci carico del-

le nostre famiglie? Anche noi siamo persone e riteniamo di avere uguali diritti e uguali doveri. La logica imprenditoriale impone delle regole ben precise. Si vende e dunque si ricava.O meglio noi piccoli fornitori abbiamo rifornito la Gdm, i nostri prodotti sono stati venduti ma il ricavato, che almeno nel nostro caso c’è stato, dov’è? Dove sono i nostri soldi? Qualcuno aiuterà noi piccole imprese il cui futuro è seriamente compromesso? Non facciamo parte noi del tessuto sociale reggino? A nessuno importa la nostra causa? Rappresentanti della politica ricordatevi che quando una parte del tutto è sofferente prima o poi l’armonia di una comunità si spezza e del mancato equilibrio ne risentiranno inevitabilmente tutti! Costruite anche per noi le tendopoli perché a breve perderemo tutto».

r.c.


14

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CRONACHE CATANZARO - «Non ha senso parlare continuamente di rinascita della Calabria se non si ha il coraggio di insistere sul cambiamento della classe politica. Su persone che non guardano solo da lontano le problematiche del territorio, ma che vanno a conoscerle da vicino, mettendosi in gioco con le proprie forze e le proprie idee". Lo dichiara in una nota Pino Arlacchi, europarlamentare del Partito Democratico. «I cittadini - aggiunge - sono stanchi di subire soltanto le scelte dei politici, troppo spesso lontane dai loro bisogni e dalle reali richieste di aiuto. Pretendono una politica affidabile e credibile. Ed è per questo che condivido pienamente la scelta del commissario regionale Adriano Musi di sostenere Salvatore Scalzo come candidato sindaco del Pd alle prossime amministrative di Catanzaro. L’aver puntato su un giovane di alta qualità morale e

Giusta scelta di Musi: Scalzo è il nuovo professionale - afferma Arlacchi - concretizza la difficoltosa opera di trasformazione avviata da Musi all’interno della classe dirigente del Partito Democratico calabrese. Guidare il capoluogo di una Regione come la Calabria, per troppo tempo disonorata dal malaffare e dall’inefficienza della gestione amministrativa, rappresenterà per Scalzo una sfida difficile, ma sono certo che potrà affrontarla grazie alle competenze acquisi-

te in ambito professionale e alla sensibilità maturata con la sua formazione culturale. Rinnovo il mio sostegno a Salvatore Scalzo - conclude Arlacchi - in questa importante competizione elettorale, augurandogli di offrire ai concittadini un modello di politica alternativo, nuovo e all’insegna della trasparenza».

r.c.

Il settore affari demografici ha apportato delle variazioni nella collocazione dei seggi

Elezioni comunali, predisposte le operazioni propedeutiche CATANZARO - Si è già messo in moto, a palazzo de Nobili, l’ufficio elettorale per predisporre in tempo gli adempimenti in vista delle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio. A darne notizia l’assessore Tommasina Lucchetti ed il Dirigente del settore Giuseppina Casalinuovo. L’ufficio elettorale, coordinato da Franco Catanzaro ha, infatti, già preparato gli atti propedeutici sia per la revisione straordinaria delle liste elettorali che per le operazioni inerenti la presentazione delle liste. Lo stesso ufficio ha reso noto che i cittadini dell’Unione Europea residenti in città che vorranno esercitare il diritto di voto e di eleggibilità, potranno presentare domanda entro il prossimo 5 aprile. Il settore comunale affari demografici ha, inoltre, apportato delle variazioni nella collocazione di alcuni seggi. Le sezioni n° 45-46-47 , ubicate in passato nella scuola media Mazzini, sono state trasferite nell’edificio della vicina scuola elementare Maddalena. Le sezioni elettorali n° 48 e 49 , finora sistemate nell’istituto Chimirri di via D.

Marincola Pistoia, causa l’inagibilità del plesso, sono state allocate nella scuola elementare di via Boccioni, rione Piano Casa. Anche gli elettori iscritti nelle liste delle sezioni elettorali n° 72 e73, ubicate in passato nella scuola elementare di via Forni dovranno, in questa tornata elettorale, recarsi nella scuola media "Casalinuovo" di via Stretto Antico rione Fortuna per esercitare il diritto di voto. Rimane invece invariata la sede della scuola elementare di via Caprera località Porto nel quartiere Lido. Per il rilascio delle certificazioni che dovranno far parte della documentazione inerente la presenta-

zione delle liste, la cui scadenza dei termini è fissata al prossimo 16 aprile, sono attivi, anche in orario pomeridiano, oltre che gli uffici della sede centrale di via Iannoni, anche quelli delle delegazioni decentrate di Catanzaro Lido e Santa Maria . Infine, gli elettori sprovvisti di tessera elettorale, possono rivolgersi, fin d’ora, all’ufficio elettorale di palazzo de Nobili che rimarrà aperto, per qualsiasi adempimento, da lunedì a venerdì, anche in orario pomeridiano e nella mattinata del sabato.

Nisticò: inziati i lavori al Motel Agip CATANZARO - «Sono finalmente iniziati i lavori relativi all’installazione dell’impianto di illuminazione del bivio ex Motel Agip nella zona di Viale de Filippis. Oramai da troppo tempo il bivio in questione, interessato da un’enorme traffico, era divenuto particolarmente pericoloso e addirittura in alcuni punti completamente buio nelle ore serali con il conseguente rischio per gli automobilisti di investire qualche incolpevole pedone». Lo afferma in una nota il consigliere circoscrizionale Lanfranco Nisticò. r.c.

Il candidato Scalzo finisce su Repubblica CATANZARO - Il candidato del centrosinistra alle prossime elezioni comunali è finisto su Repubblica. Alessandri Longo indica il 27enne come un giovane europeo, competente simbolo della parte sana del capoluogo di Regione. Salvatore Scazo è, si legge su Repubblica: «Un assoluto outsider che dovrebbe ereditare il patrimonio accumulato dalla giunta Olivo», Su quotidiano nazionale viene citato il suo ottimo curriculum ed anche il motto con cui giovane candidato replica alla destra: «Prima ci ignorano, poi ci deridono, poi cominciano a combatterci e alla fine vinciamo noi». C.M.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 15

CRONACHE CATANZARO - In questi giorni il portale istituzionale dell’Amministrazione Comunale di Catanzaro, realizzato dall’Assessorato alle Innovazioni Tecnologiche, guidato dall’Assessore Roberto Talarico, ha raggiunto il milione di visite uniche. In meno di cinque anni è stato tagliato un grande traguardo che fa il paio con gli altri importanti riconoscimenti che il sito www.comunecatanzaro.it ha conquistato non solo nel panorama regionale ma anche in quello Nazionale. Come si ricorderà, tre anni fa è stato premiato come il migliore d’Italia con il premio "Comuni.it" all’EuroPA di Rimini. Un vero successo se si pensa che il sito internet comunale è stato completamente rifatto ex novo rispetto a quello originario del 1994. Il nuovo sito dell’Amministrazione Comunale di Catanzaro ha superato le 5.000 pagine di contenuti, men-

Un milione di visite al sito del Comune

Asp, in pensione il dirigente Calabretta

tre il numero di pagine visionate ha superato quota 4 milioni da parte di utenti sparsi in quasi tutti i paesi del mondo. Oggi la dotazione in essere al Comune di Catanzaro, oltre al portale ufficiale, si è arricchita di 20 siti dedicati ai principali eventi cittadini, al turismo, alla mobilità, ecc. Tant’è che è stata realizzata la Rete Civica della città www. catanzaromia. it. La pagina facebook conta invece già 1.500 iscritti. C.M.

La nota del consigliere comunale Tommaso Brutto: agli impegni devono seguire i fatti

«Per ricapitallizzare partecipate approvare il conto consuntivo» CATANZARO - «Alle parole e agli impegni scritti bisogna fare seguire i fatti. Amc e Ambiente e Servizi rischiano il fallimento e la chiusura se non si procederà al più presto alla ricapitalizzazione, utilizzando l’avanzo di amministrazione, come già deciso dal Consiglio Comunale». Lo scrive in una nota il consigliere comunale Tommaso Brutto che ricorda che «senza l’approvazione del Conto consuntivo 2010 non sarà possibile utilizzare l’avanzo. Voglio ricordare al sindaco Olivo e all’assessore al bilancio Marcucci che tra meno di due settimane il Consiglio Comunale sarà sciolto e quindi non sarà più possibile effettuare questa operazione. Mi auguro che non si giochi sulla pelle di tanti lavoratori che rischiano di perdere la serenità e lo stipendio, ma anche dei cittadini che hanno diritto ad

avere dei servizi efficienti. Non voglio polemizzare con sindaco e giunta, anche perché in questi anni sono stato un oppositore leale e costruttivo. Ma non posso restare in silenzio di fronte al fallimento che si sta realizzando in questi giorni. Invito l’assessore Marcucci a portare in Consiglio comunale, prima dello scioglimento, l’ultima data utile mi pare sia il 2 aprile, la pratica dell’approvazione del Conto consuntivo. L’opposizione - continua - è ovviamente disponibile ad esaminarla in tempi ristrettissimi, in modo da dare seguito a quanto scritto nel documento approvato dal Consiglio comunale. Siamo pronti - conclude - anche a una riunione non stop purché non si condannino alla morte le società partecipate in crisi. Se qualcuno, dopo avere prodotto una situazione che in cinque anni poteva

essere meglio governata e gestita, intende mandare tutti al massacro, se ne assumerà la responsabilità davanti ai cittadini e ai lavoratori».

Carmelo Morise

CATANZARO - La Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio ha voluto salutare, insieme a tutti i Dirigenti e dipendenti, il - Rag. Salvatore Calabretta - Dirigente di Struttura Complessa Area Risorse Umane che terminerà la sua lunga attività professionale. Non è facile sintetizzare in poche righe il lavoro svolto nella sua lunga carriera professionale, ma è facile dire che il rapporto personale con tutti i suoi collaboratori è stato improntato sul rispetto, sulla collaborazione e sulle grandi doti di mediazione . r.c.

PoliValiamo, va in scena Afrikatanza CATANZARO - E’ andata in scena di "Afrikantanza" il primo laboratorio in linguaggio terapeutico di "Expression Primitive" pensato per i bambini ma che ha visto partecipazione di numerose persone che dal mese di settembre hanno allestito e frequentato i laboratori del centro di aggregazionePoliValiamo. Afrikatanza è stato il frutto dei laboratori presenti all’interno del centro che si sono ampliati grazie alla collaborazione della Ra.Gi con l’Istituto "Don Milani" plesso Samà.


16

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CRONACHE È stato vescovo della Diocesi di Cassano Ionio, il 29 maggio sarà a Catanzaro

Il nuovo Arcivescovo è mons. Vincenzo Bertolone di Carmela Mirarchi CATANZARO - Monsignor Vincenzo Bertolone, della Congregazione Missionari Servi dei Poveri "Boccone del Povero", fino ad oggi vescovo della Diocesi di Cassano Ionio, è il nuovo Pastore dell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace. La nomina è stata ufficializzata ieri mattina nella Cattedrale cassanese, dal vicario generale monsignor Francesco Oliva, davanti al Clero ed ai religiosi, ai sindaci del comprensorio ed a centinaia di fedeli. Dando lettura della missiva vaticana, firmata dal Nunzio Apostolico in Italia, monsignor Giuseppe Bertello, don Oliva ha reso nota la scelta del Santo Padre Benedetto XVI, che ha inteso chiamare monsignor Bertolone alla guida della Chiesa particolare catanzarese, in sostituzione di monsignor Antonio Ciliberti, dimessosi per motivi di età. L’annuncio, accolto tra le lacrime e la palpabile commozione dalla folla, è stato salutato dagli applausi dei presenti. Subito dopo, dall’altare è stato divulgato il contenuto del messaggio che monsignor Bertolone, nato a San Biagio Platani (in provincia di Agrigento) il 17 novembre del 1946, ha voluto indirizzare alle genti della millenaria diocesi di Cassano Ionio. «Nell’offrire la mia disponibilità, carica di trepidazione per l’alto, arduo e delicato compito

che mi attende, guardando con fiducia e speranza alla terra ed ai fratelli e sorelle che mi accoglieranno e per i quali presterò ed offrirò, con umiltà, il mio ministero episcopale, guidato dall’Immacolata, ispirato dal genio di Cassiodoro e dalla spiritualità di san Bruno, sostenuto dalla soavità pastorale di san Vitaliano e dalla forza del martirio di sant’Agazio - ha detto il Presule - non posso né voglio nascondere il sentimento di sofferenza che mi procurano il dover lasciare tante persone davvero care ed il non poter vedere realizzati tanti progetti in fieri e tante idee che la visita pastorale mi aveva messo nel cuore». Ha proseguito monsignor Bertolone: «Nel lasciarvi, mi pervade un senso ch’è insieme di nostalgia, di rimpianto, di desiderio. Sento perciò il bisogno di rivolgervi un ultimo saluto, mentre con la mente abbraccio il paesaggio unico, qua impervio e solitario, là ridente nel sole delle spiagge d’oro, impresso nell’ultimo

sguardo della mia cara madre, che qui ha concluso la sua esistenza terrena legandomi per sempre a questa nostra terra». Congedandosi, monsignor Bertolone ha rivolto un affettuoso saluto a tutto il Clero, le istituzioni ed ai fedeli dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace ed monsignor Antonio Ciliberti, che dal canto suo, nel dare notizia in Duomo della designazione del neoarcivescovo, si è detto certo che«egli,ottemperandoallaparticolarità del carisma della sua vocazione religiosa, ricercherà i deboli e gli indigenti, quanti non contano per il mondo, al fine di impreziosire la nostra Chiesa con la ricchezza della povertà, e perpetuerà il rapporto di collaborazione con le Istituzioni che hanno a cuore la dignità dell’uomo ed il bene comune, espressione più alta della maturità culturale dei popoli e delle civiltà». Il suo ingresso nell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace avrà invece luogo il 29 maggio.

Ciliberti: egli, ottemperando alla particolarità del carisma della sua vocazione religiosa, ricercherà i deboli e gli indigenti, quanti non contano per il mondo, al fine di impreziosire la nostra Chiesa

di Anna Bolle

CATANZARO - Il 23 aprile alle ore 10 al Parco delle Biodiversità di Catanzaro avrà luogo il "Catanzaro Wellness fiera del Fitness". Il grande evento dedicato al benessere e allo sport è organizzato da Francesco Costabile e Gaetano Mustara con la partecipazione della Regione, della Provincia di Catanzaro e del Comune di Catanzaro. Alla manifestazione parteciperanno le migliori palestre del capoluogo con esibizioni e competizioni sportive di vario genere. Tra le esibizioni sono previste dimostrazioni di Ippoterapia ed una sfilata con le migliori marche d’abbigliamento per i bambini del negozio Green di Catanzaro. Non mancheranno inoltre momenti di riflessione sull’alimentazione e lo sport. A tal proposito si terrà un convegno sulla salute alimentare e l’importanza dello sport alla presenza di numerosi ragazzi dell Facoltà di Scienze motorie dell’Università Magna Graecia. "Catanzaro Wellness fiera del fitness" sarà dunque un evento sportivo completo dove non mancheranno gli spazi dedicati al benessere. Diversi infatti gli stands dei centri benessere della città che daranno dimostrazione delle ultime e innovative pratiche di massaggio. Sarà inoltre esposta la nuova linea Mini Bmw. Si rettifica quanto idicato nella nota apparsa su Il Domani di mercoledi scorso: il Coni non parteciperà in alcun modo all’iniziativa.

«Vas, valutare a fondo ogni progetto»

Gli auguri di Magarò al nuovo Vescovo CATANZARO - Salvatore Magarò, Presidente della Commissione regionale contro la ‘ndrangheta, ha inviato un messaggio di auguri al nuovo arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, che negli ultimi anni ha retto la diocesi di Cassano allo Jonio.Sono particolarmente felice che in questo stesso giorno, in cui la Chiesa celebra l’Annunciazione del Signore, le comunità ecclesiali del cosentino e del catanzarese esultino: a Cosenza e San Marco per mons. Leonardo Bonanno consacrato Vescovo e per mons. Bertolone che reggerà la Chiesa catanzarese. «Il lavoro dei presuli e dei sacerdoti in Calabria è

Al Parco l’iniziativa dedicata al benessere e alla bellezza

fondamentale e sottolineare questo ruolo quando si insedia o viene nominato un nuovo Vescovo è veramente importante. Ho incontrato recentemente mons. Bertolone a Laino Borgo durante un convegno ed ho potuto apprezzare le sue doti di pastore, di sacerdote e di uomo attento ai bisogni degli ultimi. Auguro a mons - ha detto Magarò -. Bertolone e a tutta la comunità ecclesiale calabrese l’augurio di servire fino in fondo gli uomini e le donne della nostra terra verso quel cammino di liberazione che la chiesa da 2000 anni indica a tutti gli uomini». r.c.

CATANZARO - «Alcuni mesi fa l’ordine degli architetti ha promosso a Catanzaro un convegno su un tema, almeno per me nuovo» si legge in una nota del consigliere comunale Franco Cimino. «Trattava della Vas, la norma di ispirazione europea, che obbliga i Comuni e le Regioni ad applicare lo studio di impatto ambientale per quanto viene progettato e licenziato sul territorio. Al convegno, assai pubblicizzato in verità, presenziarono non molte persone e, tranne pochissimi, assenti gli architetti e gli ingegneri. Assenti i consiglieri comunali e provinciali, ad eccezione dell’assessore Soriero e del sottoscritto e, per la parte tecnica, l’architetto Can-

tisani, promotore dell’incontro, e il sempre attento ingegnere Belmonte. In quella occasione trovai urbanisticamente confermato e giuridicamente supportato il sacrosanto principio che costruire senza valutare l’impatto è fatto grave e immorale. Oggi, per fortuna, anche illegale. Non è colpa, quindi, della Regione o della norma da essa percepita, se le pratiche urbanistiche, giunte tra l’altro con il solito ritmo elettorale di fine mandato, e neppure degli uffici che le hanno trattenute per approfondimenti, se per ben due volte il Consiglio Comunale non ha potuto licenziarle». r.c.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 17

CRONACHE Oggi si terrà l’ultimo appuntamento finalizzato a fornire informazioni agli studenti

Successo per e-Labora, il Lezione Arpacal Forum voluto dalla Provincia al X Circolo dell’Aranceto

CATANZARO - Oltre trecento studenti, soprattutto universitari, ma anche molti docenti, imprenditori e liberi professionisti, hanno preso parte ieri mattina ai laboratori e al workshop organizzati nell’ambito del Forum "e-Labora", nella grande struttura allestita dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro presso il Grand Hotel Paradiso. Entusiasta la partecipazione dei giovani studenti ai due laboratori, moderati da docenti dell’Università Magna Graecia, che hanno aperto la sessione mattutina di questa seconda giornata del Forum. «Le sfide del nuovo millennio portano i ragazzi a cercare nuovi percorsi lavorativi - ha spiegato il prof. Vincenzo Rispoli, moderatore del laboratorio Orientare per creare - perché purtroppo è finito il tempo del posto fisso, dell’impiego sicuro. Bisogna inventarsi il lavoro, ma soprattutto sapersi aggregare per creare nuove possibilità». Due i temi principali affrontati nel corso del dibattito con gli studenti: il moderno ruolo dell’orientatore, «che oggi prevede figure altamente

specializzate e professionalizzate», e i nuovi percorsi dell’orientamento al lavoro «che oggi devono tenere conto della crisi che si sta attraversando, puntando alla possibilità del lavoratore di reinventarsi e rimodularsi in base alla richiesta del mercato», ha spiegato il professore Rispoli. Numerosi e qualificati gli

interventi al workshop sulla formazione moderato da Maurizio Betelli: «Non possiamo più prorogare gli interventi richiesti dallo sviluppo dell’economia, dalle direttive comunitarie, dal mercato - ha commentato Betelli al termine dell’incontro -, ma abbiamo bisogno di sviluppare forme di integrazione tra i diversi settori coinvolti e fare in modo che si sviluppino azioni di sistema, che abbiano una visione comune». Nel corso della giornata sono stati tantissimi gli studenti e i giovani diplomati e laureati che hanno avuto l’opportunità di incontrare le aziende tramite contatti diretti presso gli stand, e di conoscere l’offerta formativa provinciale grazie alla distribuzione di materiale informativo. La giornata del Forum è proseguita con la sessione pomeridiana, che prevede i laboratori su "imprenditorialità e finanza", moderato da Annarita Trotta, e "organizzare il lavoro", moderato da Rocco Reina.

Carmela Mirarchi

CATANZARO - «La natura non conosce rifiuti, intesi come materiali che non possano venire assorbiti e riutilizzati in un ecosistema; i rifiuti rappresentano una delle principali pressioni create sull’ambiente dall’uomo». E’ questo uno dei passaggi della lezione che il dr. Salvatore Procopio, fisico in servizio nel Dipartimento provinciale di Catanzaro dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) , ha tenuto ieri mattina ad una scolaresca di cinquanta alunni del X Circolo didattico di Catanzaro Lido, rione Aranceto. La lezione è stata programmata nell’ambito del "Progetto Ambiente" che la prof.ssa Patrizia Mercurio ha preparato proprio per la scolaresca del X Circolo, diretto dal prof. Salvatore Scalzo. A conclusione della lezione del dr. Procopio, i bambini hanno potuto vedere un filmato sulla corretta gestione della raccolta differenziata. Anna Bolle


18

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CRONACHE

Soverato, truffa all’Enel solidarietà agli avvocati SOVERATO - L’associazione Calabrese delle Scienze Giuridiche «preso atto attraverso la stampa delle indagini avviate dalla Procura della Repubblica di Catanzaro contro sedici avvocati civilisti del Soveratese per presunte irregolarità, nell’esercizio della loro professione, esprime solidarietà ai propri iscritti coinvolti nella vicenda, e pure senza alcuna intenzione di interferire nello svolgimento dell’inchiesta spiega una nota - sottolinea la necessità di

cautela degli inquirenti a dare in pasto all’opinione pubblica l’onorabilità di soggetti che potrebbero essere innocenti». I sedici avvocati sono accisati di mandati fasulli per intentare cause all’Enel su cui comparivano firme di persone morte o inesistenti. Glii avvocati sono civilisti del Foro di Catanzaro, tutti della zona del Soveratese. r.c.

Andrà in carcere per 5 anni e sei mesi, starà per un anno in una casa di cura

Vallefiorita, abusò di minorenne 30enne condannato per violenza VALLEIORITA - Un uomo, Antonio Sestito, di 30 anni, è stato condannato a 5 anni e 6 mesi per il reato di violenza sessuale nei confronti di una minorenne. La sentenza è stata emessa dai giudici del tribunale di Catanzaro dinanzi ai quali si è svolto il processo. Nei confronti di Sestito è stato emesso anche un provvedimento per il ricovero in una casa di cura per un anno. Nei confronti della parte civile, assistita dall’avvocato Arturo Bova, è stato disposto un risarcimento di diecimila euro. Il pubblico ministero, Carlo Villani, al termine della requisitoria aveva chiesto la condanna dell’imputato a sette anni di reclusione. Nel febbraio dell’anno scorso Sestito attese una quindicenne all’uscita della scuola a Vallefiorita e, dopo averla portata con la forza in un luogo appartato, tentò di violentarla. La minore riuscì a fuggire e raccontò l’episodio ai genitori che presentarono una denuncia ai carabinieri. Al termine delle indagini Sestito venne arrestato.

BOTRICELLO - Una scossa sismica verificatasi nel Mar Ionio meridionale è stata avvertita dalla popolazione sulla costa delle province di Catanzaro e Crotone. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Isola di Capo Rizzuto, Botricello e Sellia Marina. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni alle persone o alle cose. Secondo i rilievi effettuati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’evento sismico è stato registrato alle ore 17.18 con magnitudo 3.4

Gimigliano, disagi per automobilisti GIMIGLIANO - Stanno provocando enormi disagi ai cittadini ed agli automobilisti i lavori per la realizzazione della rete di metanizzazione, in quanto risulta seriamente compromessa l’intera rete viaria dell’abitato. Lavori che si stanno prorogando da mesi con il risultato che l’intero assetto viario, provinciale e comunale risulta ridotto ad una vera e propria groviera. Automobilisti e pedoni sono costretti a zigzagare tra buche, avvallamenti e tagli del manto bituminoso che rendono pericoloso il transito e per di più finiscono per recare danno agli automezzi privati. Si spera che l’arrivo del bel tempo aiuta l’intensificazione dei lavori.

Camela Mirarchi

Confindustria provinciale: su sanità con noi nessun confronto CATANZARO - «Con riferimento agli articoli di stampa dello scorso 11 marzo e di quanto pubblicato sul sito istituzionale della Regione Calabria nonchè sul Portale tematico "Sanità", dichiara il Presidente della sezione Sanità di Confindustria della Provincia di Catanzaro, Anna Albera, è necessario rappresentare quanto segue. «La nota dell’Ufficio stampa della Regione Calabria informava, in particolare, continua Albera, del raggiungimento di "un altro traguardo fondamentale nell’azione di risanamento, razionalizzazione e regolamentazione della sanità calabrese" con l’approvazione degli schemi tipo di contratto relativi alle prestazioni

Scossa di terremoto avvertita in provincia

sanitarie fruibili da parte degli erogatori privati accreditati per l’anno 2011. Il comunicato stampa continuava, testualmente, a recitare, inoltre, "dopo incontri e seri confronti con tutte le associazioni rappresentative del settore sanitario calabrese, voluti dal commissario ad acta Giuseppe Scopelliti, nel corso dei quali sono state illustrate le motivazioni e la procedura seguita per la redazione dello schema tipo dei contratti, il provvedimento è stato adottato con Decreto n. 20 del 4 marzo dal commissario ad acta Giuseppe Scopelliti che ha anche recepito alcune indicazioni proposte dai rappresentanti del privato". A tal proposito, dal punto di vi-

sta del metodo - insiste Anna Albera sorprende che Confiundustria non sia stata assolutamente interpellata. Per quanto concerne il merito dei recenti provvedimenti che determinano i tetti del 2011 per il settore privato - osserva Anna Albera - ancora una volta sono stati stravolti i criteri posti alla base dell’assegnazione. Auspichiamo che gli uffici regionali competenti possano decidersi ad incotrarci, al fine di individuare soluzioni percorribili idonee a conciliare le esigenze di rigore economico - finanziario con la necessità di garantire un servizio sanitario efficace e di qualità». Carmelo Morise


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 19

CRONACHE All’ospedale di Lamezia “Giovanni Paolo II” presso la Pediatria il servizio di Diabetologia, ha in dotazione moderne attrezzature per la cura di questa malattia che generalmente insorge nell’infanzia o nell’adolescenza

Pediatria, nuova terapia per la cura del diabete 1 di Carmela Mirarchi LAMEZIA TERME - L’unità operativa Pediatria dell’ospedale "Giovanni Paolo II" di Lamezia Terme offre da qualche tempo una nuova terapia per la cura del diabete tipo 1. Il reparto, dove è attivo il servizio di Diabetologia, ha in dotazione modernissime attrezzature per la cura di questa malattia che generalmente insorge nell’infanzia o nell’adolescenza. La novità, consiste in una innovativa terapia, che l’Azienda sanitaria provinciale introduce per la prima volta in Calabria, offerta attualmente dall’industria biomedicale: la microinfusione e il monitoraggio della glicemia in continuo, che attualmente è il must della terapia insulinica. «Nel diabete di tipo 1 ricorda il primario del reparto di Pediatria dell’ospedale di Lamezia Terme, dott. Ernesto Saullo - il pancreas non produce insulina a causa della distruzione delle cellule ß che producono questo ormone. E’ quindi necessario - spiega che essa venga iniettata ogni giorno e per tutta la vita. Nel dettaglio, si tratta di un piccolo apparecchio

ad alta tecnologia che immette insulina nel corpo in condizione e a dosi regolabili attraverso un catetere inserito nell’addome e mantienecostantel’insulinemia,attraverso dei comandi che consentono di aumentarne, se necessario, le dosi». Se fino a questo momento i pazienti calabresi erano costretti a emigrare fuori regione per avere questo tipo di cure, grazie alla sensibilità del dott. prof. Gerardo Mancuso, commissario dell’Asp di Catanzaro e al dott. Saullo, che hanno voluto fortemente l’implementazione di questo tipo di cura, è ora possibile ricevere le stesse attenzioni che prima erano possibili solo in alcuni ospedali del nord del Paese. «La cura del diabete con il microinfusore, il monitoraggio continuo del glucosio e quindi il sistema integrato delle due cose - dichiara ancora il primario di Pediatria, Saullo - sono il massimo che la tecnologia oggi possa offrire in ambito diabetologico». Lo studio ha infatti dimostrato che sono importanti i benefici che gli assistiti ottengono con il primo sistema al mondo che integra il microinfu-

sore d’insulina con il monitoraggio continuo del glucosio. Si ottiene, infatti, un miglior controllo metabolico anche nella fascia di età dell’infanzia e dell’adolescenza e riduce del 40% il rischio delle complicanze. «Siamo soddisfatti conclude Saullo - del lavoro che stiamo portando avanti grazie anche all’impulso e all’indirizzo del Commissario Mancuso», che a sua volta ritiene «un risultato significativo aver avviato per primi nella regione questo tipo di terapia, che conferisce alla Calabria, dal punto di vista sanitario, un avanzamento nell’ innovazione e nella tecnologia».

«La cura del diabete con il microinfusore, il monitoraggio del glucosio e il sistema integrato delle due cose sono il massimo della tecnologia»

Riunione del Fli a Lamezia Terme LAMEZIA TERME - Il 24 marzo 2011, si è riunita a Lamezia Terme l’Assemblea Regionale di Futuro e Libertà Calabria sotto la Presidenza dell’on. Angela Napoli, per discutere l’ordine del giorno: Elezioni Amministrative maggio 2011. All’Assemblea regionale hanno partecipato: il Vice Coordinatore, ing. Francesco Grandinetti, i Coordinatori Provinciali, l’avv. Maria Limardo componente della Segreteria politica Nazionale, i componenti calabresi dell’Assemblea Nazionale, i Presidenti dei circoli territoriali e tematici, i componenti dei coordinamenti provinciali, i coordinatori cittadini dei Comuni superiori ai 15.000 abitanti, i respon-

I carabinieri arrestano un ricercato rumeno LAMEZIA TERME - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lamezia Terme hanno tratto in arresto (Rupa Marian classe 1981) rumeno. L’uomo era ricercato dal 15 ottobre 2010 dopo che il G.I.P. del Tribunale di Lamezia Terme, a seguito di richiesta della Procura della Repubblica, aveva emesso nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di rapina. I fatti risalgono al 10 settembre 2010 e si sono verificati a Lamezia Terme. Il rumeno, in concorso con altro soggetto ancora non identificato, dopo aver sbattuto contro un palo un connazionale con un violento colpo al petto, lo colpiva con una forte gomitata all’addome,facendolo crollare a terra, per strappargli poi di dosso il marsupio all’interno del quale la vittima custodiva la somma di euro 390,00.Unitamenteal complice, successivamente, si allontanava dal luogo dell’aggressione facendo perdere le proprie tracce. Vani sono risultati, nei giorni successivi all’episodio, i tentativi di rintracciare il rumeno da parte delle Forze di Polizia. Considerata la sua pericolosità ed il pericolo di fuga, sussistendo pertanto tutte le esigenze cautelari, il gip ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, divenendo di fatto latitante alcuni giorni dopo l’emissione del provvedimento restrittivo. I militari della Compagnia dopo aver individuato i luoghi solitamente frequentati dal rumeno e dal suo gruppo di amici, lo hanno rintracciato in pieno centro di Nicastro, procedendo subito a bloccarlo ed accompagnarlo in caserma per gli ulteriori accertamenti.

Abusivismo edilizio, una denuncia

sabili d’area, gli eletti negli Enti locali Fli, i giovani di Generazione Futura. Dopo ampia discussione, al termine dei lavori l’Assemblea regionale FLI ha approvato, a maggioranza, con due sole astensioni, la seguente mozione: «In Calabria Fli aderirà ad eventuale candidato a Sindaco dell’Udc, già individuato come tale in alleanza con il PdL, solo se ci sarà una dichiarazione del Coordinatore Regionale dell’UdC di volere l’alleanza con il FlI e contemporaneamente di appoggiare i candidati del FlI delle città di Catanzaro e Reggio Calabria e negli altri centri superiori ai 15.000 abitanti». Anna Bolle

LAMEZIA TERME - Nonostante la sua dimora abituale, per motivi di lavoro, fosse in Svizzera, è stato rintracciato e denunciato dalla polizia municipale di Lamezia Terme, per abuso edilizio. Destinatario del provvedimento un uomo di 48 anni, L.P.C., originario di Lamezia Terme, che nel territorio natio aveva pensato di realizzare una residenza per i suoi rientri, completamente abusiva. Due piani più seminterrato e garage attiguo. Il secondo piano, ancora infase di rifinitura, è stato sottoposto a sequestro preventivo. La superficie complessiva del manufatto ammonta ad oltre 400 metri quadrati, circa 150 per piano, oltre seminterrato di dimen-

sioni più ridotte. Dell’attività di polizia giudiziario - edilizia, coordinata dal maggiore Giuseppe Rizzo, è stata data informativa alla Procura della Repubblica, anche ai fini della convalida del sequestro d’urgenza posto in essere dal personale del nucleo edilizia. Un altro colpo alla piaga dell’abusivismo, duro a morire nonostante la continua attività preventivo - repressiva. Teatro dell’operazione Via degli Itali, zona agricola secondo il vigente piano regolatore.

r.c.


20

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CRONACHE

I primi cittadini chiedono un incontro urgente per una verifica dello stato dell’impianto di Rossano

Il sindaco Ventura: persistente emergenza legata al conferimento dei rifiuti a Bucita COSENZA - «Si segnala - scrive il sindaco di Pietrapaola Giandomenico Ventura, a nome dei colleghi il persistente stato di emergenza legato al conferimento dei rifiuti nella discarica di Bucita, a Rossano. Aumenta il disagio della popolazione. I sindaci chiedono un incontro urgente per una verifica dello stato dell’arte dell’impianto di Rossano e un confronto sulle future prospettive della discarica di Scala Coeli». Il telegramma va ad aggiungersi ad una prima missiva, di qualche giorno precedente, che i sindaci avevano indirizzato al Commissario, al Dipartimento Ambiente della Regione Calabria, al Presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio e alla Veolia Spa. Anche in quella occasione, i primi cittadini avevano maniIl telegramma va ad festato il propriodisappunto aggiungersi ad una prima ed il disagio vissuto dalle missiva, di qualche giorno popolazioni precedente, che i sindaci amministrate per il disserviavevano indirizzato al zio. «La bella commissario, al dipartimento stagione è alle porte-scrivevaAmbiente della Regione, al no - e la temperatura delle presidente Mario Oliverio prossime settimane non consentiranno di poter contenere oltre il nocumento ambientale e sociale».

Un candidato tunisino nel Partito Liberale, Paolini: bisogna definirli cosentini nati in un’altra terra COSENZA - Il candidato a sindaco Enzo Paolini ha partecipato alla presentazione di Abdel Monom Bouhaleb, candidato consigliere nella lista del Partito liberale a Cosenza. A presentare il candidato di origini tunisine, il commissario regionale del Pli Eugenio Barca: «E’ quanto mai necessario che i cittadini stranieri partecipino alla vita politica nella citta’ in cui si vivono». «Il nostro candidato -ha dichiarato Enzo Paolini - e’

l’esempio migliore di quello che un mio amico sacerdote chiama la convivialita’ delledifferenze. Non bisogna definirli immigrati - ha continuato il candidato a sindaco del centrosinistra - ma cosentini nati in un’altra terra. Il merito del Pli e’ di aver valorizzato questo importante principio, inserendo un candidato immigrato alla guida delle istituzioni cittadine».

Oggi e domani “Giornate di primavere” promosse dal Fai COSENZA - Oggi e domenica 27 marzo 2011 le "Giornate di Primavera" promosse a livello nazionale dal Fondo per l’Ambiente Italiano saranno anche nella città bruzia, coordinate dai volontari appartenenti alla delegazione cosentina della fondazione nazionale. La manifestazione è stata presentata nei giorni scorsi nella Biblioteca Civica, dal capo delegazione cosentina Laura Carratelli, accompagnata da alcuni componenti del comitato. Le tappe del tour: da piazza XV Marzo, palazzo del Governo, monumento della Libertà e Biblioteca Civica, al complesso monumentale di Sant’Agostino fino all’ara dei fratelli Bandiera. Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00, per entrambe le giornate, i cittadini saranno accompagnati dagli apprendisti ciceroni; studenti del li-

ceo classico "B. Telesio" e "Gioacchino da Fiore" e del liceo statale "Lucrezia della Valle". I ragazzi, preparatisi nei mesi scorsi, accompagnati dalle insegnati e dai volontari del Fai, organizzeranno una vera e propria staffetta attraverso i monumenti indicati. Le "Giornate di Primavera", promosse a livello nazionale dal Fondo per l’Ambiente Italiano, saranno anche nella città bruzia nelle giornate di oggi e domani.

r. c.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 21

CRONACHE Nel pomeriggio del 28 marzo, una manifestazione pubblica al cinema Citrigno

Lunedì la presentazione del sodalizio che appoggia Paolini COSENZA - La coalizione di centrosinistra che appoggia Enzo Paolini nella corsa a sindaco per la città di Cosenza verrà presentata alla cittadinanza tutta, lunedì 28 marzo alle 18:30, con una manifestazione pubblica al cinema Citrigno. Questo è quanto è venuto fuori da una riunione, proprio ieri mattina, nei locali della segreteria politica del candidato del centrosinistra Enzo Paolini, dove i rappresentanti di tutte le liste che lo sosterranno si sono incontrati, coordinati dal commissario provinciale del Pd Bruno Villella. «Il Partito Democratico - ha ribadito Villella - a livello nazionale, regionale, provinciale e cittadino sta lavorando alacremente per dare ancora più forza e sostanza alla candidatura di Enzo Paolini». «L’attuale campagna stampa disorientante - ha proseguito Villella - è fatta appositamente per mettere in ombra la vera vicenda politico-amministrativa. La nostra è un’operazione politica forte e rappresenta una svolta vera per la città di Cosenza che dovrà tornare ad avere una funzione guida in tutta la regione, perché noi puntiamo a vincere anche a Rende e a Rossano». Questi sono fatti e non parole, dunque. Il centrosinistra cosentino non è più rappresentato dal sindaco uscente Salvatore

Perugini, supportato solo da una minoranza di assessori e consiglieri comunali. L’azzeramento politico invocato da più parti è stato già portato a termine con successo. Mancano cinquanta giorni alle elezioni del nuovo consiglio comunale di Cosenza. Appena venti alla presentazione ufficiale delle liste. I giochi sono fatti. Fumose trattative esistono solo nella testa di chi tenta ancora, senza riuscirci,

Villella: «Il Pd a livello nazionale, regionale, provinciale e cittadino sta lavorando alacremente per dare ancora più forza alla candidatura di Enzo Paolini»

di scompaginare una coalizione che sta dimostrando invece compattezza di idee e di intenti. Quanto alle ragioni che hanno condotto alla candidatura di Paolini, la coalizione di centrosinistra ha sposato in pieno gli argomenti addotti questa mattina da Gabriele Petrone, dirigente provinciale del Pd di Cosenza: Paolini non rappresenta i settori politici e la giunta che ha amministrato la città infatti. La riunione si è chiusa con Paolini che ha preannunciato una serie di incontri nelle prossime settimane con tutti i partiti e le liste civiche per mettere a punto il programma della coalizione e con l’annuncio della manifestazione di lunedì prossimoalcinemaCitrignodiCosenza.All’incontro hanno preso parte rappresentanti di Pd, Sel, Psdi, Verdi, Movimento Per, Autonomia e diritti, Pli.

Mirko Viola

«La nostra è un’operazione politica forte e rappresenta una svolta vera per la città di Cosenza che dovrà tornare ad avere una funzione guida in tutta la regione»

Corigliano, Maurizio Feraudo segretario Idv: il sindaco Straface si dimetta

CORIGLIANO CALABRO - «Sulla vicenda giudiziaria Santa Tecla del Comune di Corigliano Calabro, le dichiarazioni che appaiono sulla stampa offrono un quadro sempre più preoccupante ed inquietante rispetto al quale non trova giustificazione la caparbietà e la determinazione con cui, ancora ad oggi, il Sindaco Pasqualina Straface non intende dimettersi, lasciando che la giustizia faccia il suo corso e chiarisca anche la sua posizione». E’ quanto dichiara il segretario regionale di Idv, Maurizio Feraudo. L’operazione Santa Tecla ha portato all’arresto dei due fratelli del sindaco, Mario e Franco Straface, ed al coinvolgimento del primo cittadino. Nel settembre scorso il Prefetto di Co-

senza ha disposto la commissione d’accesso. «Le dimissioni del Sindaco - aggiunge - nel contesto della vicenda Coriglianese, rispondono solo ed esclusivamente alla necessità di offrire garanzia di trasparenza e rispetto ai cittadini, i quali continuano ad essere disorientati ed ancora più confusi da una vicenda rispetto alla quale con immediatezza il Sindaco si sarebbe dovuta determinare. Quanto traspare dagli atti dell’inchiesta giudiziaria che continuano ed essere pubblicati, offre a noi di idv, lo spunto per rinnovare con maggiore forza la richiesta di dimissioni del sindaco, il quale non può continuare a sottrarsi alle sue responsabilità e a non prendere atto dell’enorme scollamento che si è

Controlli Arpacal su tutto il territorio cosentino di Antonio Iofalo COSENZA - Il direttore del dipartimento provinciale di Cosenza dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal), Francesco Falco, in riferimento all’emergenza nucleare che ha colpito il Giappone, «al fine di evitare tra la popolazione allarmismo, spesso senza alcun fondamento scientifico, ha promosso ed attivato una serie di accertamenti volti ad una valutazione sperimentale della reale situazione presente sul territorio». Lo comunica l’Arpacal. «Allo scopo il Servizio Laboratorio Fisico ed il Servizio Aria del Dipartimento di Cosenza - si legge in una nota - hanno messo a punto e posizionato un sistema di aspirazione in ambiente aperto, definito "campionatore ad alto volume", che permette l’aspirazione di un volume d’aria di 250 lt/min (litri al minuto) su filtro. Tale attivita’ - dichiarala dirigente del Laboratorio fisico Arpacal di Cosenza,Raffaella Trozzo - sara’ condotta per tutto il periodo ritenutoopportuno, relativamente al previsto transito della nube radioattiva sul nostro paese. Ogni 24/48 ore gli operatori addetti provvederanno al ricambio del filtro, il quale sara’sottoposto alle successive analisi radiometriche di laboratorio. Ad oggi si evidenzia che le analisi radiometriche eseguite mostrano valori in linea con quelli normalmente presenti in natura, rilevabili dalla letteratura».

venuto a determinare tra la volontà della città e l’apparato dio potere comunale. Bene ha fatto, in tale contesto, il nostro portavoce nazionale Leoluca Orlando - conclude Feraudo - a raccogliere l’invito dell’Idv di Corigliano che sugli spinosi temi della legalità e della gestione amministrativa del comune ha programmato una apposita conferenza stampa che si terrà il 9 aprile mattina alle 12 nella città di Corigliano al centro di eccellenza».

r. c.


22

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CRONACHE

L’accusa è di concussione nel processo d’appello per reati commessi nell’ambito dell’attività amministrativa

Illeciti alla Provincia, Sculco condannato: prendo atto della sentenza ma la critico di Giuseppe Bergamo CROTONE - «Prendo atto della sentenza e la rispetto, tuttavia cioò non inibisce dall’esercitare il mio diritto di criticarla». Lo ha detto l’ex consigliere regionale Enzo Sculco commentando, nel corso di una conferenza stampa, la decisione assunta ieri sera dalla Cassazione che ha confermato la condanna a 4 anni di reclusione che gli era stata inflitta con l’accusa di concussione nel processo d’appello per gli illeciti avvenuti nell’ambito dell’attività amministrativa alla Provincia di Crotone. Vicende che risalgono al 2001 quando Sculco rivestiva la carica di vicepresidente della Provincia emilitava nella Margherita. Proprio quella condan«Una sentenza che su na, peraltro,ha comportato la sospensione per di me non ha avuto diciotto mesi dalla carica alcun effetto di consigliere regionale alla quale nel frattempo perchè ho la era stato eletto. Attualmente Sculco è il coscienza a posto e leader politico del movinon ho alcun timore» mento I Demokratici che alle ultime elezioni regionali haappoggiato la candidatura di Scopelliti. Davanti ai giornalistiSculco ha ripercorso l’iter giudiziario che lo ha vistocoinvolto per dieci lunghi anni, affermando che gia’l’interminabile durata del processo è stata per lui una pena. Processo durante il quale alcune delle accuse che gli venivano contestate sono cadute con l’assolu-

zione o con la prescrizione dei reati. Tranne l’ultima, quella relativa alla concussione, in virtù della quale gli è stata inflitta la condanna a 4 anni ormai diventata definitiva. E comunque in quei capi d’imputazione non gli è mai stata rivolta l’accusa di aver preso denaro o altre utilità. «Una sentenza che su di me non ha avuto alcun effetto - ha rassicurato Sculco - perchè ho la coscienza a posto e non ho alcun timore». Lo stesso esponente politico ha spiegato che la pena sarà in gran parte coperta dall’indulto, che condona tre anni di reclusione, mentre per il rimanente farà ricorso all’affidamento ai servizi sociali. «Mi sento libero e liberato» ha aggiunto Sculco promettendo che proseguirà il suo impegno politico a favore della città anche se - ha concluso - «non sono candidato a sindaco nè a nulla».

Riparte la campagna “Alitalia da e per Milano” dall’aeroporto Sant’Anna: 74 euro è il costo del biglietto CROTONE - Fino al 24 maggio riparte all’aeroporto Sant’Anna di Crotone la campagna promozionale Alitalia da e per Milano e sara’ possibile acquistare il biglietto che copre la tratta a 74 euro, tutto compreso. Il periodo di promozione copre i voli da e per Milano fino al prossimo 31 maggio ed il biglietto in promozione deve essere acquistato almeno una settimana prima del volo.

«L’Alitalia - afferma Roberto Salerno, presidente della societa’ Aeroporto S.Anna - continua a dimostrare il proprio interesse per questo aeroporto».

r.c.

Inaugurato il secondo appuntamento di “365° Art gallery” CROTONE - Un vernissage ha inaugurato il secondo appuntamento stagionale di "365° Art gallery" la rassegna di arte, musica e fotografia promossa dall’associazione culturale "N.a.D" (già organizzatrice del "Maveric rock’n’roll festival"). E’ stata l’artista di origini svedesi (ma residente a Catanzaro), Rosanna Gangemi, ad esporre le sue opere astratte presso i locali del "Columbus innovative bar" di via Cristoforo Colombo. "Istinti artistici" è il titolo che l’artista ha voluto dare all’esposizione che si inserisce "Movimenti visual art" previsti dalla rassegna. Nell’appuntamento con stampa e televisioni, è stato possibile colloquiare con la talentuosa artista, sorseggiando con lei un aperitivo, mentre un piacevole sottofondo di musica live ha accompagnato la visione delle opere.

La rassegna 365° Art gallery" è nata per dare spazio alle forme d’arte di vario genere che spesso non trovano una vetrina ideale sul territorio. Nel corso dell’anno verranno presentati nell’ambito di questa iniziativa molti artisti locali, dando spazio alle loro performance. Inaugurato, dunque, il secondo appuntamento stagionale di "365° Art gallery", la rassegna di arte, musica e fotografia promossa dall’associazione culturale "N.a.D".

re. cr.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 23

CRONACHE Illustrato il piano d’investimenti che la Infocontact intende attuare nel Vibonese

Telelavoro, azienda romana apre 5 sedi operative in città di Franco Pettinelli VIBO VALENTIA - «Operare in un call center non è sempre sinonimo di lavoro sottopagato e precario, ma - se le premesse imprenditoriali sono solide e serie - le aziende che offrono questo tipo di servizi possono rappresentare una preziosa opportunità occupazionale e di sviluppo per il territorio». Ne è convinto il presidente della Provincia, Francesco De Nisi, che ieri, insieme all’assessore regionale alle Politiche del lavoro, Francescantonio Stillitani, ha affiancato i vertici aziendali della Infocontact - società romana di telelavoro con sedi operative in Calabria per illustrare il piano d’investimenti che l’azienda intende attuare nel Vibonese, con la nascita di almeno 5 nuove sedi aziendali in altrettanti comuni dell’entroterra (Stefanaconi, Cessaniti, Soriano, Serra San Bruno, Mileto), che si andranno ad aggiungere al centro già attivo a Filadelfia, che verrà a sua volta potenziato. Previsto, inoltre, lo sviluppo di una rete

wi-fi per il collegamento ad internet ad alta velocità, funzionale alle attività di telelavoro in programma e, in prospettiva, potenzialmente in grado di fornire la banda larga fino a 20 mega ai residenti delle zone interne.A rappresentare l’azienda c’era il presidente del Cda, Alfonso Graziani, che ha illustrato l’attività dell’impresa, operativa da oltre 3 anni, che impiega attualmente circa 2mila

De Nisi: merito alla Infocontact che crede nella possibilità di investire con successo in Calabria senza intenti meramente speculativi, come è accaduto per altre esperienze di telelavoro

dipendenti con un’età media di 27 anni e conta tra i propri committenti - per i quali svolge servizi di customer care - società del calibro di Telecom, Eni, Wind, Poste Mobile, Tre e Vodafone. In particolare, il manager ha più volte sottolineato che la Infocontact non ha usufruito di alcun aiuto pubblico per il suo start up, «né intende ricorrere a sovvenzioni di questo tipo in futuro, basando la propria forza sulla qualità dei servizi offerti». Graziani ha poi esaltato l’impegno e la dedizione dei lavoratori calabresi assunti nei centri già operativi, tra cui quelli di Rende e Lamezia. Dal canto suo, il presidente De Nisi ha dato merito all’azienda «di credere fortemente nella possibilità di investire con successo in Calabria e, in particolare nel Vibonese, senza intenti meramente speculativi, come invece è accaduto per altre esperienze imprenditoriali di telelavoro». Concettiribaditidall’assessoreregionale, che ha puntato il dito contro «chi viene in Calabria soltanto per usufruire di aiuti pubblici».

Devastata villa: la proprietaria non pagava i lavori SPILINGA - Un operaio edile ha devastato e danneggiato una villa a Spilinga perché la proprietaria non aveva pagato i lavori svolti nell’immobile. L’operaio, M.G., di 46 anni, è stato individuato dai carabinieri tramite alcune tracce di Dna trovate nell’immobile ed è stato denunciato per danneggiamento. Il danneggiamento era avvenuto nel maggio dello scorso anno ed i carabinieri nella villa avevano trovato una traccia di sangue. Dopo una serie di accertamenti i carabinieri hanno confrontato il Dna dell’operaio con quello della traccia di sangue ed è emerso che si trattava della stessa persona. L’operaio è stato successivamente sentito dagli investigatori ed ha confessato di aver compiuto il gesto.

r. v.


24

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CRONACHE

Il sottosegretario all’Interno, ieri in città per l’inaugurazone di una palestra, sulle prossime amministrative

Provinciali, Nitto Palma: chiunque sarà il candidato tutto il Pdl sarà al suo fianco REGGIO CALABRIA - «Per la Provincia siamo in attesa che da Roma venga la definitiva indicazione per il candidato. Ma chiunque sarà, tutto il Pdl si mobiliterà al suo fianco». Lo ha detto il sottosegretario all’Interno Nitto Palma, ieri a Reggio Calabria per inaugurare una nuova palestra dei vigili del fuoco, in merito alle prossime amministrative ed in particolare alla vicenda della candidatura a presidente della Provincia. «E’ infatti venuto il tempo - ha aggiunto - che anche in quell’ente di Reggio si cambi amministrazione. Non mi pare che l’attuale gestione di centrosinistra abbia fin qui operato una gestione efficiente. Anzi, numerose sono le evidenti lacune «È venuto il tempo che dell’azione amministrativa che ne denoanche in quell’ente di tano la scarsa efficienza». Reggio si cambi Parlando del candidaamministrazione. Non to del Pdl a sindaco DemetrioArena,Nitto mi pare che l’attuale Palma ha affermato che «ha già dimostragestione di centroto buone capacità di sinistra abbia fin qui amministratore pubguidando l’Atam operato efficientemente» blico ed è da tutti riconosciuto come stimato professionistaepersona aperta al dialogo». «Grazie al determinato intervento del presidente Berlusconi si è risolta in tempi molto brevi la questione legata al comando delle operazioni, adesso af-

fidata alla Nato». E’ quanto ha detto il sottosegretario all’Interno Nitto Palma, a margine di una cerimonia per l’inaugurazione della nuova palestra dei vigili del fuoco di Reggio Calabria. «La situazione politico-amministrativa in Calabria sta conoscendo una fase molto positiva», sostiene Francesco Nitto Palma. Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti - ha aggiunto - ha finora bene operato assumendo anche decisioni importanti in linea con gli interessi di questa terra soprattutto nel settore sanitario da cui verranno presto frutti positivi e risposte operative alle critiche, strumentali, finora giunte da politici di altre regioni sulla gestione della sanità in Calabria».

Biagio Cordua

Un uomo di 82 anni è stato travolto ed ucciso dal treno a Siderno, sospesa per tre ore la circolazione SIDERNO - Un anziano, Cosimo Ieraci, di 82 anni, è stato travolto ed ucciso da un treno regionale, nei pressi della stazione di Siderno. L’uomo, che abitava a poca distanza dal luogo dell’incidente, era sulla linea ferroviaria quando è giunto il treno regionale, partito da Reggio Calabria e diretto a Roccella Ionica, che lo ha investito. A causa dell’incidente la circolazione ferroviaria nel tratto tra Siderno e Gioiosa Ionica è

stata sospesa per tre ore. Sul luogo sono intervenuti gli agenti della polizia ferroviaria di Locri. Per garantire la mobilità, Trenitalia ha attivato un servizio con autobus sostitutivi tra Siderno e Roccella Ionica.

Confindustria, elezione di nuovi organi statutari REGGIO CALABRIA - Riparte la riorganizzazione della Confindustria di Reggio Calabria con la ricomposizione degli organi statutari delle sezioni merceologiche. Presiedute dal presidente Callipo e con la partecipazione di numerosissimi associati sono state ricostituite le sezioni dei Materiali da costruzione, dei Servizi, del Turismo, della Metalmeccanica e dell’Agroalimentare. In un clima di grande serenità e condivisione degli obiettivi sono stati eletti i nuovi presidenti nelle persone di Antonino Denisi per i Materiali da Costruzione, Antonio Fossato per i Servizi, Giuseppe Nucera per il Turismo, Cosimo Allera per la Metalmeccanica e Maurizio Mauro per l’Agroalimentare. Grande soddisfazione e’ stata espressa dal presidente Callipo perché, ha affermato, la grande

partecipazione ed il qualificato dibattito danno il segno di una associazione viva e pronta a recitare il ruolo che le spetta nel panorama dell’economia reggina. E’ un successo di squadra al quale hanno fortemente contribuito, oltre alle imprese , anche tutta la struttura della Confindustria reggina guidata dal direttore dott.ssa Francesca Cozzupoli e supportata dal direttore di Confindustria Calabria, dott. Luigi Leone. Dopo aver tanto lavorato sulla soluzione dei problemi e’ finalmente giunto il momento dello sviluppo e del protagonismo delle imprese che costituiscono la linfa vitale di una organizzazione che ambisce a ridiventare punto di riferimento del sistema produttivo provinciale. La partecipazione e’ stata l’elemento trainante delle assemblee.

r.c.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 25

CRONACHE Il governatore calabrese, che aveva proposto Fedele, si è sentito scavalcato

Candidatura di Raffa alla Provincia, Scopelliti è furioso di Guido Viola REGGIO CALABRIA - Al governatore della Calabria, ma, soprattutto, in questa fattispecie, al numero uno del Pdl calabrese, Giuseppe Scopelliti, proprio non è andato giù. Il nome di Giuseppe Raffa quale candidato della coalizione di centrodestra per le prossime consultazioni provinciali è stato contrastato con tutte le sue forze da Scopelliti che aveva (o ha) individuato in Fedele l’uomo giusto per la corsa alla poltrona di Palazzo Foti. «La piega - si legge in una nota -, ancora una volta assai strana, presa dagli eventi nelle ultime ore ha suscitato la durissima reazione di Scopelliti che, letteralmente furibondo, ma anche un po’ amareggiato, si è recato in Capitale per chiedere conto e ragione nelle stanze che contano. Scopelliti non solo si è sentito scavalcato nella scelta, ma sta contestando anche i metodi di comunicazione della candidatura, affidata al solo Raffa. In effetti, però, qualche tassello ancora a posto non ci va e non si tratta di un tassello da poco. Riavvolgendo a meno di 36 ore fa il nastro di questa storia, in effetti, più di qualcosa non torna: nella mattinata di ieri, infatti, veniva diffusa una nota ufficiale del

Pdl calabrese, nella quale i vertici del partito, Scopelliti e Gentile, formalizzavano ciò che era noto da un po’ e cioè che il nome del candidato lo avrebbe fatto ufficialmente Silvio Berlusconi, nelle ore successive. Poco dopo, a sorpresa, Raffa anticipava tutti e, con improvvisa conferenza stampa comunicava di essere lui il candidato del Pdl. Da allora, tranne una nota di Roto San Giorgio che riportava

Scopelliti si è recato in Capitale per chiedere conto di quanto successo. Il presidente contesta anche i metodi di comunicazione della candidatura

l’apprezzamento di Cicchitto e Verdini, nessun documento ufficiale è pervenuto, né da parte del Pdl regionale, né, tantomeno, da Roma. Insomma, in buona sostanza siamo ancora in attesa che il premier o chi per lui comunichi che "...the winner is...". Proprio su questa non trascurabile dinamica Scopelliti sta battendo i pugni sui tavoli romani per quella che è una vera e propria prova di forza volta a tentare, in extremis un ribaltone che avrebbe del clamoroso. Il Governatore della Calabria, elettoralmente una vera e propria cassaforte di consensi per il partito, è arrivato anche a minacciare eclatanti prese di posizione rispetto al partito. Un partito che ancora ufficialmente non si è pronunciato da Roma e che localmente non ha mai fatto mistero di essere contrario alla soluzione-Raffa. Il tutto mentre Raffa, dal canto suo, sbandiera sondaggi che lo danno ai vertici del gradimento».

«Il governatore della Calabria, elettoralmente una vera cassaforte di consensi per il partito, è arrivato anche a minacciare eclatanti prese di posizione rispetto al partito»

Galati sosterrà la scelta del partito ma per Orsomarso la partita è aperta

REGGIOCALABRIAANSA)Polemiche all’interno del Pdl in seguito alla notizia di una possibile candidatura di Raffa alla guida della Provincia di Reggio Calabria. «Sulla candidatura di Peppe Raffa alla Provincia di Reggio Calabria non ho titoli per intromettermi nelle questioni interne alla dirigenza reggina del Pdl e sarò pronto a sostenere la scelta che verrà effettuata dai vertici regionali e nazionali nell’ottica di uno spirito unitario che deve contraddistinguere l’attività del partito»Ad affermarlo è il deputato del Pdl Giuseppe Galati. «Non basta chiedere di abbassare i toni» ha detto invece il Vicecapogruppo del Pdl in Consiglio regionale Fausto Orsomarso.

Foti conferma: è stato scelto Giuseppe Raffa REGGIO CALABRIA - Il coordinatore provinciale e membro della direzione nazionale del Pdl, on. Nino Foti, ha confermato che gli organismi centrali del partito hanno scelto Giuseppe Raffa come candidato alla presidenza dell’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria. «Marteì sera - dice Foti - c’è stata una riunione del Comitato di presidenza del Pdl, dopo che il presidente Berlusconi aveva dato indicazioni sulla scelta, deliberando le candidature di Demi Arena al comune di Reggio e Giuseppe Raffa alla provincia. Dopo non si è mosso piuù niente. Da parte mia, anche nella qualità di membro delle direzione nazionale e di coordinatore provinciale, confermo ufficialmente che questa è stata la determinazione assunta. E’ giusto, pertanto, informare i cittadini perchè bisogna affrontare questa campagna elettoralee vincerla. Andiamo incontro ad un evento che vede oggi laProvincia amministrata dal centrosinistra, al più presto farsì che anche gli quanti avevano legittime aspirazioni e qualità per essere candidati possano raccordarsi con i coordinamenti comunale, provinciale e regionale, perchè queste competizioni le vogliamo vincere».

r. c.

«Bisognerebbe impegnarsi in prima persona affinché ciò avvenga realmente - continua Orsomarso - cosa che nel caso dell’onorevole Foti, puntualmente non avviene. Fino a quando non arriverà dal presidente Berlusconi una comunicazione ufficiale su chi sarà il candidato Pdl alla provincia di Reggio Calabria la partita è tutt’altro che chiusa, proprio in virtù di quell’armonia auspicata dall’onorevole Foti che - conclude Orsomarso - non può nascere da forzature che, invece, rischiano di rompere la compattezza interna al Pdl e a tutta la maggioranza di centrodestra».

r.c.


26

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

CARTELLONE Quarta edizione di “Olio in piazza” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Forum “e-Labora" Il Forum “e-Labora - Laboratori per l’orientamento, la formazione e il lavoro”, fino ad oggi, porterà il capoluogo calabrese al centro del dibattito culturale sui temi dell’orientamento, della formazione e del lavoro. Il Forum, organizzato dal Settore Lavoro, Formazione Professionale e Politiche Sociali della Provincia di Catanzaro, con il patrocinio della Regione Calabria, dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria, della Provincia di Milano, dell’Upi e con la collaborazione scientifica dell’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro. Oggi si terrà il convegno conclusivo “Strategie e strumenti per creare lavoro”. Accordo sulla detassazione del salario di produttività Il 29 marzo , alle ore 11.30, presso la sede sociale (via Eroi 1799 n°23- Catanzaro), Confindustria Catanzaro e Cgil, Cisl e Uil sottoscriveranno un’importante accordo sulla detassazione del salario di produttività. L’accordo quadro valido per la provincia di Catanzaro sarà sottoscritto, per Confindustria Catanzaro, dal presidente Giuseppe Gatto e dal direttore Dario Lamanna, e, rispettivamente, per Cgil, Cisl e Uil dai segretari confederali Giuseppe Valentino, Domenico Cubello e Giuseppe Mungo. Convegno sui minori Giorno 29 marzo 2011 , alle ore 16.00, presso la sala Consiliare della Provincia si terrà il convegno "Minori: vittime e autori di violenza tra crisi della famiglia e devianza sociale". Ore 16.00, introduzione e presentazione Luciano Lupo. Saluti: Wanda Ferro; Antonio Reppucci; Vincenzo Roca; Rosario Oliva; Paolo Tramonti. Ore 17.00, interventi Angela Costabile; Margherita Corriere; Teresa Chiodo; Felice Romano. Moderatore Valerio Caparelli Seminari di diritto costituzionale sulla responsabilità Il dipartimento di studi giuridici della facoltà di giurisprudenza dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, organizza un ciclo di “Seminari sul tema della responsabilità”. Le conferenze si terranno presso l’aula “Giovanni Paolo II” dell’edificio dell’area giuridica del campus Salvatore Venuta (Loc. Germaneto). Giovedì 31 marzo , alle ore 11.00, il prof. Paolo Caretti, parlerà di “Responsabilità del Governo”. Mercoledì 13 aprile , alle ore 11.00, ilprof.GaetanoSilvestri,relazionerà su “Responsabilità e separazione dei poteri”. COSENZA VII convegno scientifico della fondazione Lilli La Fondazione “Lilli Funaro” rinnova l’appuntamento annuale con il convegno scientifico, arrivato alla sua settima edizione. Quest’anno si svolgerà nei giorni 1 e 2 di aprile ,

Le proprietà salutistiche e nutrizionali dell’olio extravergine di oliva saranno al centro della quarta edizione di “Olio in piazza”, il consueto appuntamento di fine marzo della cooperativa Conasco con i reggini sull’alimento principe della dieta mediterranea. La celebrazione dell’extravergine avrà luogo oggi , a Reggio Calabria, per l’intera giornata dalle 9.00 alle 18.00, nella cornice di Piazzetta Camagna. Il tema della giornata di quest’anno è “L’extravergine fa crescere lo sport”, e il convegno delle 11.00 presso il ritrovo ‘Al Gazebo’ lo

approfondirà con i contributi di enogastronomi, esperti nutrizionisti, medici dello sport nonché di rappresentanti delle associazioni sportive reggine e di esponenti delle istituzioni ai vari livelli. Nel convegno verranno anche illustrate le concrete iniziative che il Conasco, attraverso il progetto 867/08, sta sviluppando da anni per la qualificazione delle aziende olivicole socie e delle loro produzioni olearie in direzione della qualità e dell’ambiente. Nell’arco dell’intera giornata sono state organizzate numerose attività di informazione rivolte alla

pressolaBibliotecaNazionalediCosenza. Il tema su cui verterà la due giorni di lavori, affronta una questione di grande attualità: “Ricerca e servizi in oncologia: approfondimenti di alcuni servizi innovativi”.

zione della dichiarazione Mud 2010. Verrà, inoltre, illustrato il ruolo che le Camere di Commercio svolgono nell’ambito del Sistri (sistema informatico per la tracciabilità dei rifiuti).

CROTONE Manifestazione “Meno promesse, più Crotone” “- promesse + Crotone”, è il titolo della manifestazione che, lunedì 28 marzo , alle ore 17.00, presso il teatro “Apollo” di Crotone, vedrà la presenza del leader nazionale dell’Unione di centro, on. Pier FerdinandoCasini,on.GiuseppeScopelliti di fianco alla senatrice Dorina Bianchi, candidata a sindaco per la città pitagorica. Questo il programma degli interventi: Introduce: on. Alfonso Dattolo. Saluti: Stano Zurlo; on. Giuseppe Scopelliti. Intervento: sen. Dorina Bianchi. Conclusioni: on. Pier Ferdinando Casini. Workshop “Adempimenti in materia ambientale 2011” La Camera di Commercio di Crotone organizza per martedì 29 marzo , con inizio alle ore 15.30, presso la sala Pitagora della propria sede sita in via A. De Curtis n. 2, un workshop dal titolo “Adempimenti in materia ambientale 2011”. Durante il seminario, il relatore Daniele Bucci illustrerà la normativa di riferimento, nonché le modalità per la compila-

DAVOLI Festa di Primavera LaprolocodiDavoliorganizzalaFesta di Primavera, in piazza Nicholas Green, il 27 marzo , ore 10.00, inaugurazione; ore 10.30, apertura degli stands agroalimentari e artigianato locale; ore 13.00, pranzo con piatti caldiespressi;ore15.30,animazione con artisti locali; ore 18.00, degustazione di piatti gastronomici preparati dai soci della Pro Loco. La serata sarà allietata da musica, balli tradizionali e panini tarantellati. LAMEZIA TERME Conferenza stampa di Fli Calabria Oggi , presso la sala del Cavallino Bianco, si terrà la conferenza stampa di Futuro e libertà per l’Italia Calabria, alle ore 15.00. Sarà presente Francesco Grandinetti, e i componentideinuoviorganismiche presenteranno le linee programmatiche del partito e l’organigramma provinciale e cittadino. Seguirà coffee break. Seminario su assistente alla comunicazione e la comunicazione didattica Oggi , alle ore 15.00 - 19.00, presso il Grand Hotel Lamezia, si terrà un se-

cittadinanza, ai più giovani e alle scolaresche sulle proprietà dell’extravergine,conesposizione degli oli, minicorsi gratuiti di assaggio a carattere educativo/informativo a cura dell’associazione ONLUS ‘PrimOlio’, la distribuzione di materiali informativi sull’extravergine, di campioni e gadget . Particolare rilievo rivestirà il collegamento delle attività informativo/educative con eventi di intrattenimento a sfondo sportivo (“giocOliamo”), con il coinvolgimento di formazioni giovanili sportive e delle quinte classi delle scuole elementari della città, nonché con la partnership con la ‘Reggina Calcio’, la ‘Viola Team Basket’, il Centro sportivo Italiano (CSI) e altre formazioni sportive cittadine. «Nel convegno, ha dichiarato Vazzana, presidente del Conasco, verrà presentato il nuovo extravergine del Conasco, ‘Oleum Nostrum’, che si va ad aggiungere all’altro olio sociale ‘Olem Plus’, un ulteriore tassello nella strategia della cooperativa per valorizzare gli oli di maggior pregio delle aziende olivicole associate e per mettere a disposizione dei consumatori un blend che coniughi alta qualità, certezza della provenienza e un interessante rapporto prezzo/qualità ».

minario regionale "L’Assistente alla Comunicazione e la Comunicazione Didattica: Osservazioni, Spunti e Riflessioni" LOCRI Convegno il bilancio di 150 anni Il sindaco della città di Locri, Francesco Macrì, l’assessore alla cultura, Francesco Commisso, invitano a presenziarealconvegnodibattitodal titolo: “Il bilancio di 150 anni: come il Meridione divenne una colonia . La distruzione del sistema produttivo meridionale” che si terrà oggi , alle ore 17.00, presso il Palazzo della Cultura di Locri, a cura dell’associazione Due Sicilie “Nicola Zitara” e della Città di Locri, in collaborazione con le associazioni “Terronia Città dell’Uomo”, “Quaderni Calabresi - Quaderni del Sud”. MONTEPAONE Seminario su "La sicurezza nel mondo del lavoro" Oggi , ore 8.30/13.30, presso la sala Convegni Bcc (Banca di Credito Cooperativo), Via Padre Pio, 27, a Montepaone (Cz), si terrà il seminario tecnico: La sicurezza nel mondo del lavoro e le responsabilità delle imprese e dei professionisti del settore, organizzato da Confedertecnica Calabria,Inarsviluppo(CentroStudi Italiano per lo Sviluppo delle Professioni Tecniche), Inarsind Cz (Sindacato provinciale Ingegneri e Architetti della provincia di Catanzaro)

e Ordine degli architetti Ppc della provincia di Catanzaro, con il supporto della Funaro sas. Il corso di tipo seminariale, è a carattere gratuito e rientra nel progetto denominato “Formazione Continua”. Programma del seminario: ore 8.30, registrazione partecipanti. Ore 9.00, presentazione Giuseppe Macrì. Ore 9.05, saluti, Massimo Rattà; Ferdinando Paone; Wanda Ferro; Nicola Santopolo. Ore 9.20, interventi: Francesco Lucia; Giovanni Raffaele; Giuseppe Buscema; Giuseppe Funaro; Antonio Sica. Ore 13.20, interventi programmati, saluto del presidente di Inarsviluppo Antonino Renda. Saluto intervento da parte dei presidenti degli ordini e collegi professionali invitati. Partecipano: Biagio Cantisani; Salvatore Saccà; Francesco Violo; Francesco Scalfaro; Pietro Rotiroti. Dibattito e confronto con i partecipanti. Conclusionieconsegnadegliattestati di partecipazione. REGGIO CALABRIA Convegno “Per l’Italia unita, contro l’Unità d’Italia” “Per L’Italia Unita, contro l’Unità d’Italia”, è questo il titolo del convegno-dibattito che si svolgerà domenica 27 marzo , a partire dalle ore 10.00 presso i locali della sede cittadina del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, organizzato in compartecipazione con l’associazione socio-culturale “Fascinazione”. Oltre alla partecipazione già confermata di diversi rappresentanti di associazioni politico-culturali il convegno vedrà come relatori da una parte il prof. Ulderico Nisticò e dall’altra il Dott. Francesco Cananzi. ROSSANO Convegno “Le donne del Risorgimento” “Le donne del Risorgimento”. Con questo tema anche la sezione di Rossano della Fidapa celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia. Il convegno si terrà oggi , alle ore 17.30, nella sala Rossa di Palazzo San Bernardino, nel centro storico di Rossano. ZUMPANO Convegno/premio legalità Si terrà a Zumpano, in provincia di Cosenza, il 28 marzo 2011 , alle ore 10.00, presso la Chiesa San Giorgio Martire, un convegno/dibattito, sul delicato Tema della Legalità nella Società Civile, organizzato dall’amministrazione comunale, in collaborazione con la scuola media statale P. De Coubertin, sede di Zumpano, dal titolo “Vivi nella con Noi Legalità”. Nel corso della manifestazione, tra gli altri verranno premiati: Nicola Gratteri; Alberto Liguori; Antonio Nicaso; Aloisio Mariggiò; Francesco Ferace; Cristina Spina; Efisio Pisano; Aldo del Giudice; Stazione dei Carabinieri di Celico, Luogotenente Antonio Sirto.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 27

CARTELLONE Quarto B.r.a., un bellissimo week end Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BADOLATO Presentazione volume "Arrovescio" Oggi , alle ore 16.30, presso la Chiesa di San Domenico - Badolato Borgo, si terrà la presentazione del volume "Arrovescio" di Francesca Chirico. Saluti del sindaco Giuseppe NicolaParretta.Interverrannoinsieme all’autrice, Vincenzo Squillacioti, Francesca Viscone e Rina Trovato. Modererà Pietro Melia CATANZARO In scena lo spettacolo Colpevoli Messa in scena del progetto teatrale dal titolo Colpevoli - Bullismo in scena: vittime e carnefici - progetto che gode del finanziamento nazionale pubblico del dipartimento della gioventù, scritto da Antonello Coggiatti, ideato e diretto da Giampiero Ingrassia, che si tiene a Catanzaro presso il Teatro Politeama di Via Jannoni oggi , alle ore 10.00. Presentazione progetto “Un gioiello come gesto di solidarietà” Oggi , alle ore 11.45, presso la sala consiliare della Provincia di Catanzaro,siterràlaconferenzastampadi presentazione del progetto “Un gioiello come gesto di solidarietà”.Da lunedì 28 marzo, in tutti gli showroomGerardoSacco,saràpossibile acquistare un gioiello, e parte del ricavato della vendita, sarà devoluta in favore della Ricerca Oncologica e dell’Alta Formazione Professionale Sanitaria svolta presso la sede della Fondazione Marincola Politi. Spettacolo teatrale di Stefano Nosei Lo spettacolo teatrale di Stefano Nosei, è stato rinviato a giovedì 31 marzo 2011 , alle ore 21.00, al Teatro Masciari.Perqualsiasiinformazione si può contattare il teatro Masciari al numero 0961721490 Torna al Marca la grande pittura Torna al Museo Marca di Catanzaro la grande pittura internazionale, con “Berlino anni 80”. E’ su l’irrepetibile fase vissuta dall’arte a Berlino che si concentra l’esposizione proposta dal Marca. La rassegna, a cura di Alberto Fiz, s’inaugura il 30 aprile per rimanere aperta sino al 9 ottobre ed è promossa dalla Provincia di Catanzaro – assessorato alla cultura con il sostegno della Regione Calabria, del Ministeroperibenieleattivitàculturali e della direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Calabria. La mostra sarà accompagnata da un’ampia monografia in italiano e inglese curata da Alberto Fiz. COSENZA Retrospettiva dedicata a Mario Monicelli “Mario Monicelli. La Storia in forma di Commedia”. E’ il titolo della retrospettiva-tributo, fortemente voluta dal Presidente del Consiglio comunale Antonio Ciacco, e dedicata dall’Amministrazione comunale di Cosenza al grande regista, in programma da oggi al 21 aprile al

Due giorni densi di emozioni, due giorni ricchi di soddisfazioni. Per i Quarto B.r.a., il week end appena trascorso è stato pieno di impegni: venerdì sera, i sei ragazzi catanzaresi, hanno letteralmente travolto e movimentato il Tonnina’s pub, locale del quartiere marinaro, dove oltre trecento persone si sono accalcate per partecipare al loro concerto. Una serata in cui ogni nota ha fatto salire nei presenti la voglia di ballare e di emozionarsi, che fosse quella di una romantica balla-

ta o di un pezzo pieno di grinta. Quando poi la voce di Ivan Colacino intona le prime parole de “Un cuore spento” e “Fermati un momento”, il coro del pubblico è univoco e spontaneo e accompagna la band. Qualcuno ne approfitta per stringersi al partner e qualche accendino rischiara la penombra del locale. Oltre due ore di concerto e alla fine pubblico entusiasta e proprietario del locale più che soddisfatto: riduttivo definire positivo il bilancio per i

Cinema Italia-Tieri e alla Casa delle Culture. Alla serata inaugurale della retrospettiva, prevista per oggi , con inizio alle ore 18.00, al Cinema Teatro Italia-Tieri, parteciperanno gli attori Margherita Buy e Michele Placido.

lietti per le repliche serali delle ore 21.00, per le quali l’organizzazione ha previsto anche sconti per gruppi cattolici e comitive. (Per informazioni: 0968441888, fax 0968449005, oppure email info:ruggeropegna.it). Inprimafila (tel. 0984795699).

Inaugurazione mostra di Serafino Maiorano La Ellebi galleria d’Arte prosegue il suo programma espositivo inaugurando oggi , alle ore 18.00, la mostra personalediSerafinoMaiorano.Iltitolo della mostra è “Spazi Eterei”. Sarà presente l’artista. Laseratasaràallietatadalladegustazione di vini della cantina Ippolito 1845 di Cirò Marina. La degustazione sarà guidata dalla Fisar (FederazioneItalianaSommelierAlbergatori Ristoratori), delegazione di Cosenza, sotto la regia di Tommaso Caporale. Presentazione libro "Alias Mm" Mercoledì 29 marzo , alle ore 17.30, presso il Teatro Rendano, nella sala Quintieri Piazza XV Marzo, la casa editrice Infinito edizioni presenta il nuovo libro "Alias Mm" di Pino Sassano a cura dello scrittore e giornalistaFrancescoDeFilippo.Prefazione dell’attore e regista Rocco Papaleo. Postfazione del vicepresidente vicario del Parlamento europeo Gianni Pittella. "La Divina Commedia" al Teatro Rendano A Cosenza e in tutta la provincia è esplosa una vera "dantemania". Continua, la corsa al biglietto per la colossale Opera Musicale "La Divina Commedia" che andrà in scena il 5 e 6 aprile al Teatro Rendano di Cosenza, organizzata dalla Show Net di Ruggero Pegna con il Patrocinio del Comune di Cosenza. Verso il tutto esaurito le due repliche mattutine riservate agli studenti, mentre prosegue a gran ritmo la vendita dei big-

CROTONE Mostra "Ritrovare il colore perduto" Luca & Maurizio Sicilia, invitano alla mostra di pittura "Ritrovare il colore perduto" del maestro Giuseppe Romano. Opening oggi , alle ore 18.00, presso la Kroton Art Gallery (ex Galleria Marano) in via Torino 105. La presentazione della serata inaugurale a cura della giornalista Giusy Regalino.Il maestro sarà presente al vernissage. La mostra resterà aperta da oggio al 20 aprile 2011. LAMEZIA TERME Inaugurazione mostra "Testimonianza Privilegiate" Il 27 marzo , alle ore 18.30, verrà inaugurata presso il centro d’arte moderna in via del progresso, 374 a Lamezia Terme la mostra personale del maestro Maurizio Carnevali "Testimonianze Privilegiate". La rassegna è patrocinata dall’amministrazione comunale di Lamezia Terme REGGIO CALABRIA “Anffas in piazza” Oggi pomeriggio e per l’intera giornata di domenica 27 marzo torna, per il quarto anno consecutivo, l’appuntamento anche nella nostra città con “Anffas in Piazza – IV Giornata Nazionale della Disabilità Intellettivae/oRelazionale”,lamanifestazione nazionale organizzata da Anffas Onlus – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale. Nella città di Reggio Calabria Anffas sarà presente nella piazza di San Giorgio al Corso.

Quarto B.r.a. per i quali si allunga, quindi, la lista dei successi live. Ma il fine settimana in musica ha visto i Quarto B.r.a., in formazione ridotta e strumentazione acustica, salire sul palco dell’Auditorium, domenica sera, per partecipare allo spettacolo “Voce ai giovani”, una serata che ha ricordato anche Massimiliano Citriniti, il giovane ucciso nel febbraio del 2009 per futili motivi al centro commerciale “Le Fornaci”. “Prima di iniziare – ha detto Ivan Colacino, appena salito sul palco – vorrei dire a Giuseppe (Citriniti, ndc) che si è sbagliato: non è lui ad essere onorato di averci qui, ma siamo noi ad essere onorati di poter suonare per voi in memoria di Massimiliano”. Poi spazio alla musica: la versione acustica de “L’Imprevisto”, pezzo che dà anche il nome all’album della band, coinvolge tutti i presenti con il suo ritmo. “Un cuore spento” e “Fermati un momento”, i brani più richiesti, si trasformano in qualcosa di nuovo, quasi di inedito. L’atmosfera si riscalda, gli applausi sono scroscianti. Anche in formazione ridotta, i Quarto B.r.a. sono in grado di rapire chi li ascolta.

Musiche Rinascimentali e Johann Sebastian Bach La 50 & Più Università, l’Università dell’EtàMatura,invitaaMusicheRinascimentali e Johann Sebastian Bach. Ensemble solisti lirici, direzione artistica M° Chiara Tirotta, direzione musicale M° Gaetano Tirotta, che avrà luogo oggi alle ore 17.00 presso la sede della Confcommercio di Reggio Calabria in via Castello 4. Incontro su "Lezioni di tango" Oggi , alle ore 17.30, presso la sala delle Conferenze Provincia di Reggio Calabria si terrà la presentazione del libro Lezioni di tango raccontate da una principiante, di Anna Mallamo. L’evento è curato da Città del Sole Edizioni e da AlmaSocialTango. Spettacolo teatrale "Gli innamorati" Il 30 e 31 marzo , alle ore 21.00 presso il Teatro Odeon di Reggio Calabria sarà in scena "Gli innamorati" di Carlo Goldoni, produzione scena nudacompagniateatrale(Rc).Regia di Filippo Gessi. Maratona Antimafia Nell’ambito della giornata della "Gerbera Gialla 2011" organizzata dal Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti", istituzionalizzatacomeGiornataRegionaleAntimafia e prevista per il 3 maggio , a Reggio Calabria con la partecipazione del Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso, si comunica che sono aperte le iscrizioni per la maratona contro la mafia che si correrà dal rione Archi attraversando le vie del Centro di Reggio. Tutti potranno comunicare la propriaadesioneacorrerecontrolamia mafia tutte le mattine dalle 9.00 alle 13.00, alla sede di "Riferimenti" in Via XXV Luglio 1/A, al numero di telefono 0965-312841 o all’indirizzo

e-mail segreteria@riferimenti.org SIDERNO Premio letterario Città di Siderno Emanato il bando dell’ottava edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre”. Il concorso quest’anno prevede un’unica sezione di narrativa e saggistica, aperta ad autori ed editori italiani e stranieri, con opere scritte in lingua italiana e pubblicate negli ultimi due anni. Le opere dovranno pervenire alla segreteria del Premio intrecopieentroladatadel30aprile .La giuria, sarà presieduta da Walter Pedullà,professoreemeritodell’Università La Sapienza di Roma. STALETTI’ Presentazione del libro di don Roberto Corapi Sarà presentato domenica 27 marzo , alle ore 18.30, presso la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, il volume del sacerdote Roberto CorapisullafiguradelBeatoLentini, instancabile “predicatore itinerante”. Interverranno S.e. Mons. Antonio Cantisani, e Demetrio Guzzardi. A dettare le conclusioni sarà l’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, S.e. Mons. Antonio Ciliberti. Sarà presente l’autore. TAURIANOVA Festival Internazionale del Cinema Documentario A Taurianova oggi e 27 marzo , continua la II edizione del Festival Internazionale del Cinema Documentario “da un Sud all’Altro – Frontiere”. L’associazione culturale “Sol Latino”, l’associazione culturale Teatro Primo,el’associazionemulticulturaleMammaluccoOnluspromuovono due giorni di documentari, animazioni, cortometraggi, reportages e incontri con i registi. VIBO VALENTIA Corso di perfezionamento Appuntamento culturale per i giovani musicisti calabresi. Dopo le tappe di Nocera Terinese, Borgia e Pizzo, oggi (dalle 15.00 alle 19.00) si terrà a Vibo Valentia, presso la BibliotecaComunale,suinvitodell’associazione culturale “Music & Art” e con il patrocinio della Provincia di Vibo Valentia e dell’amministrazione comunale, l’ultimo appuntamento del corso di perfezionamento di “Analisi e interpretazione pianistica” tenuto dal M° Filippo Arlia. Il corso,rivoltoatuttiigiovanistudenti calabresi, tratterà un tema particolarmente caro alla letteratura pianistica, ossia “Le scuole pianistiche di Clementi e Reinecke: dalla tecnica digitale alla tecnica del peso”. Il 27 marzo, alle ore 19.00, sempre nella Biblioteca Comunale di Vibo Valentia, è la volta invece dell’ormai consolidato duo "2ttango" formato dallo stesso Arlia e da Giuseppe Scigliano, i quali si esibiranno in un recital con musiche di Piazzolla Gardel, Bakalov e brani tratti dalle più importanti colonne sonore per film.


28

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA Inseriti in molti contesti culturali, collaborano sia con personaggi appartenenti al piano musicale, come l’islandese Björk, il rapper Kanye West, Benjamin Biolay, o a quello della moda come Vogue Paris e Givenchy

M/M, disegnare un mondo su misura tutti pazzi per Amzalag-Augustyniak Valentina Cavera Ci sono dei segni che lasciano una traccia indelebile nella storia del mondo. Il "graphic design" si nutre di comunicazione visiva per produrre continuamente nuovi codici linguistici d’immagine, per dare una veste sempre contemporanea della società. Di particolare interesse il lavoro svolto dal duo M/M Paris, formato nel 1992 dalla stretta collaborazione di Michaël Amzalag e Mathias Augustyniak. Essere dei designer, per M/M, è come costruire «una sorta di laboratorio per produrre utopie, fantasie o sogni». Una traccia della loro attività artistica è ora in mostra alla Triennale di Milano nella mostra "Graphic design worlds" (fino al 27 marzo; info: www.triennaledesign museum.it). M/M Paris propongono un modellino che riflette la scala reale della stessa stanza nella quale poggia la loro opera. All’interno del modellino posizionato su un tavolo, si notano però oggetti e piccoli lavori, realizzati sempre dalla coppia. La loro posizione come designer, racconta Augustyniak, «è sempre stata quella di costruire il mondo a misura M/M. Quest’approccio deriva dall’utopia perseguita dal Bauhaus, dove tutte le persone creative, non solo "graphic designer", cercavano di costruire un mondo». Il loro studio lavora su commissione e su progetti personali in vari musei del mondo, come la Tate modern di Londra e il Palais de Tokyo, nella capitale francese. Inseriti in molti contesti culturali, collaborano sia con per-

«Il nostro approccio deriva dal Bauhaus dove tutte le persone creative, non solo “graphic designer”, cercavano di costruire un mondo

sonaggi appartenenti al piano musicale, come l’islandese Björk, il rapper Kanye West, Benjamin Biolay, o a quello della moda. Si ricorda ad esempio, tra i nomi attinenti a questa sfera, Vogue Paris, Givenchy, Yohji Yamamoto e Balenciaga. Per quest’ultima, per esempio, sono nate le fotografie di donne in un intreccio di corpi alla moda, simbolo della complicità femminile. Tra il 1997 e il 2001 la coppia ha tenuto dei seminari sulla moda in Svizzera all’"École cantonale d’art" di Losanna, segno che il loro stile comincia a fare scuola. Tra i collaboratori anche di Pierre Huyghe, Sarah Morris, sul versante artistico, e con l’hotel Thoumieux e il café Etienne Marcel (nel 2002 hanno realizzato con Philippe Parreno e Pierre Huyghe la progettazione degli interni), i due artisti ridisegnano il mondo a trecentosessanta gradi.

Michaël Amzalag e Mathias Augustyniak

Il cigno nero, si conferma il talento di Darren Aronofski Tra il 1997 e il 2001 la coppia ha tenuto dei seminari sulla moda alla “École cantonale d’art” di Losanna, segno che il loro stile fa scuola

Annarita Guidi

Natalie Portman

Inez van Iamsweerde e Vinoodh Matadin, Delfine 2001, copyright Balenciaga con M/M Paris

Una madre modello e soffocante, le pressioni di una carriera in ascesa, la perdita di confine tra sé e ruolo, una forza oscura che penetra nella pelle, striscia sotto le porte e si moltiplica sugli specchi. Il mondo interiore di una giovane donna rappresentato in maniera precisa, complessa, da un giovane uomo. Indizi percettivi che sfumano in allucinazioni, indizi fisici di un cambiamento inseguito e fuggito, inflitto e autoinflitto, come morte e rinascita. Dopo Pi greco, "Requiem for a dream" e il pessimo "The fountain", Darren Aronofski torna a raccontare la folle solitudine degli eroi del corpo, come aveva fatto nello splendido "The wrestler". Come Mickey Rourke, anche la protagonista del Cigno nero è (in)felicemente schiava del proprio demone, la danza classica, nel ruolo di prima ballerina. Crisi d’identità, dissolvimento della

relazione con una qualche realtà sono i segni distintivi che ritornano nel personaggio interpretato da Natalie Portman, tra mutazioni fisiche alla David Cronenberg e deviazioni soprannaturali tra Roman Polanski e Dario Argento. Ottima la fotografia di Matthew Libatique, che dona alle scene migliori - quelle di ballo - la luce gelida di un noir avveniristico, ma ben consapevole del proprio passato espressionista. Strepitoso il cast, da Vincent Cassel (a suo agio nell’interpretare la violenza, l’ambiguità e la forza vitale dell’insegnante) a Barbara Hershey da Winona Ryder a Mila Kunis (premio Mastroianni all’ultimo festival di Venezia). Il pubblico darà ragione ai primi spettatori del Cigno nero, che agli "screening test" di Los Angeles già evidenziavano l’interpretazione della Portman come la migliore di tutta la sua carriera.


Sabato 26 Marzo 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Un fotogramma dall'opera "The long goodbye"

La mostra si prefigge di ripercorrere con rigore cronologico i primi venti anni di carriera del videomaker nativo di Kortrijk

Il tempo che rimane, ritrovare la durata David Claerbout in mostra a Bruxelles Francesco Molica Un "leit motiv" caro a molta filosofia degli ultimi decenni rinfaccia al progresso tecnologico di aver decostruito e compresso all’inverosimile la percezione del tempo, erodendone il suo fondamento ultimo: "la durata". Un sentimento primitivo che l’opera di David Claerbouttramaapertamenteper riabilitare. Non per mero accidente, la prima retrospettiva che il Belgio tributa a uno dei più promettenti campioni nazionali "della tavolozza" celebra sin dall’evocativo titolo Il tempo che rimane. I due piani del Wiels (il Centro d’arte contemporanea di Bruxelles), che ospitano fino al 15 maggio l’esibizione, sono stati per l’occasione riplasmati all’immagine di un dedalo di minuscole sale cinematografiche. Perché, capovolgendo l’intera prospettiva, Claerbout si affida proprio al "grande imputato", vale a dire al

potere della tecnica, per assolvere la sua missione creativa. Cinema, fotografia, tessiture melodiche sono così impiegate per mettere alla prova la pazienza di visitatori a cuilacontemporaneitàhascippato il valore dell’attesa, forse anche della contemplazione. La mostra si prefigge di ripercorrere con rigore cronologico i primi venti anni di carriera del videomaker nativo di Kortrijk. Con Kindergarten Antonio Sant’Elia, 1932 una foto d’epoca può riaccendersi di vita, e (letteralmente) animarsi solo grazie ai movimenti discreti della natura, in fiero contrasto con l’immobilismo delle figure umane imprigionate nel bianco e nero. Contrasto esplorato in modo ancor più radicale nelle opere più recenti: "Long goodbye", girato nel cortile di una suggestiva residenza di campagna, avvolge la gestualità flemmatica, volutamente rallentata di una donna in un gioco di luci per con-

verso velocissimo e spietato. Che è ordito, dall’alto, dagli spostamenti del sole, mentre il piano sequenza si allarga sino a rendere l’elemento umano ancora una volta superfluo. Un ammiccamento all’esistenzialismo di Antonioni. Claerbout, classe 1969, ha già esposto in alcune delle più prestigiose vetrine del continente. Dal Centre Georges Pompidou di Parigi all’Akademie der Künste. Fino al 15 maggio, Av. Van Volxemlaan 354, 1190 Bruxelles, Belgio. Info: +32 (0)23400050; www.wiels.org.

L’infanzia come filo conduttore di tutti i suoi lavori e la memoria come flusso creativo per attualizzarne il ricordo. Sotto questa pulsione Pascal Bazilé presenta "Aqua" alla Claudio Bottello contemporary di Torino, una personale variegata quanto intima a cura di Giancarlo Pagliasso. A partire da un’accidentale caduta nel laghetto del parco di Saint-Cloud a Parigi, l’artista francese allora bambino metabolizzerà poi questo ricordo nella sua esperienza artistica. Con i lavori "Fleurs de fer" si apre la serie scultorea di "Les accoudées", "Les allongées" e "Les baignées": tre evocazioni di corpi stilizzate a rappresentare le cadute di donne in acqua, morte per disperazione. Scheletri giacomettiani richiama-

no un’arte presente nella postura della loro installazione: sorretti da steli di un basamento minimale e geometrico, i lavori raccolti nella prima serie elevano corpi nudi e filiformi, che ricordano il sesso femminile per la loro eleganza drammatica. Diverso è l’approccio di "Les baignées", in cui il corpo femmineo è vissuto marcatamente in tutte le sue caratteristiche muscolari e realistiche. In ricordo di Ofelia, le bagnanti sostano in un letto di basamento solido, immerso in tre laghetti cromatici alimentati con olio di paraffina: il giallo, il blu e il verde li ritroviamo poi anche "Troubles", serie di numeri impressi su pellicola e poi installati su piastre di plexiglas. La sovrapposizione delle piastre rende le serie quasi prospettiche, generando un movimento grafico visivo che vorrebbe riferirsi all’ondulazione

Ricordi dall’acqua a Torino la personale di Pascal Bazilé dedicata all’infanzia Flavia Montecchi

I due piani del Wiels sono stati riplasmati all’immagine di un dedalo di minuscole sale cinematografiche Vietnam, 1967, near Duc Pho, Reconstruction after Hiroshimi Mine, 2001

dell’acqua. Ecco di nuovo l’infanzia di Bazilé entrare nel suo immaginario e prendere la voce di una scultura impressionista e stilizzata per poi tradursi in scientifica composizione visiva. Fino al 30 aprile. Info: www.claudiobottello.com.

Una delle opere in mostra

Con i lavori “Fleurs de fer” si apre la serie scultorea di “Les accoudées” “Les allongées” e “Les baignées”


30

il Domani

Sabato 26 Marzo 2011

ilD tec

a cura s.s.e. mediatag

In futuro ci sarà solo la vendita digitale, ma è un vantaggio?

Lo streaming, quantità piuttosto che qualità? Pasquale Chirchiglia Lo streaming, una parola ormai divenuta di uso quotidiano, è un processo mediante il quale un flusso di dati audio/video, trasmesso da una sorgente ad un computer, può essere udito e visualizzato prima ancora che il download sia terminato. Cosa ci può essere di più comodo? Niente, ma forse il problema è che è troppo comodo. Negli anni a venire, tra l’altro, lo streaming si intensificherà ancora di più, grazie all’utilizzo degli smartphone. Secondo ABI Research, gli utenti che usufruiranno del servizio entro la fine dell’anno saranno circa 6 milioni, per arrivare all’incredibile cifra di 161 milioni entro il 2016. Se questa previsione poi si realizzerà fino in fondo, è tutto da vedere, ciò che è certo è che è un mercato in rapida espansione. Ma se da una parte c’è chi gongola, dall’altra parte c’è chi piange. Il raffronto col mercato tradiLo streaming zionale è impietoso. Le è in una vendite di cd rispetto allo scorso anno sono calate e fase di continueranno a farlo. Perché andare in negozio per rapida e comprare un album, quancostante do premendo un tasto possiamo averlo sul nostro tecrescita. lefonino? Senza contare che molti ragazzi non hanIl rischio no uno stereo, ma un celluconcreto è che lare o un lettore mp3 si trovano praticamente in tutte troppa quantità le tasche. Il problema è che mortifichi si è perso il gusto dell’attesa che prima permeava l’uscila qualità ta di un nuovo lavoro, sia in ambito musicale che cinematografico. Spesso il materiale è già in mano nostra prima ancora dell’uscita nei negozi o nelle sale. L’affluenza nei cinema è calata drasticamente, i parametri di

gradimento ridimensionati. Basti pensare che prima dell’avvento di internet, per vincere il disco d’oro un artista doveva vendere un milione di copie. Adesso ne bastano 10.000! In campo cinematografico, è sintomatico pensare che sempre più film utilizzano il 3D, anche quelli in cui se ne potrebbe fare tranquillamente a meno. Il senso è che si punta sull’effetto speciale ancor

Duke Nukem forever, l’attesa infinita Dopo ben 15 anni di attesa per l’ultimo sequel della saga di Duke Nukem, un ulteriore ritardo è causa di malcontento per i fan e imbarazzo per i programmatori. Il gioco, uno tra i più politicamente scorrettidisempre,dovevainizialmente uscire a maggio, ora si parla del 10 giugno come data definitiva. Sperando di non dovereaspettaredavvero"forever".

GeoHot in Sud America, vacanza o fuga? GeoHot, ovvero George Francis Hotz, l’hacker americano accusato di aver violato i codici della PS3, pare che sia attualmente in fuga. La Sony sostiene che sia scappato in Sud America, per sfuggire alla condanna e intascare i soldi che i suoi sostenitori,mediantepaypal,gli avevano donato per le spese processuali.L’interessatonega e afferma di essere in vacanza.

Gioventù ribelle stroncato dalla critica prima che sulla trama, perché un conto è vedere una metamorfosi in 3D sul grande schermo, un altro è visualizzarla sul piccolo monitor bidimensionale del computer. La tv che offre il servizio di streaming già c’è, è solo questione di tempo prima che prendano piede le tv in 3D, e anche quest’ultimo "ostacolo" verrà superato. Non c’è niente di strano in tutto ciò, è la semplice evoluzione tecnologica, sempre più esponenziale, con aggiornamenti che si susseguono di giorno in giorno. Il rischio è che il serpente si morda la coda. Il download costante, 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana, porta a consumare ben presto quello che è a disposizione. Per carità, esistono tante di quelle pellicole e di quegli album, che prima di arrivare a possedere tutto ci vorrebbe una vita. E poi? Non c’è il tempo materiale di utilizzare tutto. Di contro, assillate da una richiesta sempre crescente, le varie case proporranno sempre di più merce "usa e getta", di facile consumo, per tutti, ma che difficilmente lascerà il segno. Registi come Kubrick, Burton, Lynch, Spielberg o Cronenberg non nascono tutti i giorni, ma in particolare in questi tempi, soggetti alla regola della quantità a discapito della qualità, è difficile anche solo pensare registi che li possano eguagliare, in quanto a idee e genialità. Il pubblico pare non accorgersene neanche, preso com’è a ingurgitare avidamente film su film, spesso mandando avanti le parti considerate noiose. Il risultato finale è una sequenza di scene, più simile a un videoclip. Alla fine, la domanda è: lo streaming è utile o dannoso?

Gioventù ribelle, il videogioco online a sfondo risorgimentale,dedicatoai150 anni dell’Italia, è stato attualmente rimosso dal sito dedicato. Un nugolo di feroci critiche si è abbattuto sul progetto, che pure sembrava aver riscosso pareri favorevoli in ambitoistituzionale.Tuttavia, è stato stroncato dai siti specializzati, che non hanno purtroppo esitato a definirlo "il più brutto videogioco della storia".

Se telefonate in Cina, attenti a cosa dite In Cina si respira sempre più un’atmosfera da Grande Fratello. Solo che qui non ci sono concorrenti che sperano di vincere migliaia di euro, bensì cittadini che si vedono interrompere le telefonate se, per caso, nella conversazione vengono pronunciate parole chiave, come ad esempio "protestare". Prese di mira anche le reti VPN, ovvero i Virtual Private Network, utilizzati per aggirare i blocchi imposti dal governo al libero utilizzo della rete.


il Domani Sabato 26 Marzo 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

23:35 - TELEGIORNALE TG1 60 Secondi 00:35 - RUBRICA Italia mia, esercizi di memoria 01:15 - TELEGIORNALE TG 1 - NOTTE 01:25 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:30 - Cinematografo Rubrica settimanale di Raiuno che si occupa di cinema e fiction televisiva puntando le telecamere sui set e i backstage delle produzioni. Al timone, Gigi Marzullo, che guida i telespettatori nel mondo della produzione italiana e internazionale di film e fiction tv attraverso le interviste ai suoi protagonisti, spesso ospiti in studio: produttori, attori, registi, sceneggiatori, critici.

02:35 - CONTENITORE Sabato Club 03:30 - RUBRICA Appuntamento al cinema - di cinema 03:35 - RUBRICA Sabato Club - di cinema 05:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA

ITALIA 06:00 - TELEVENDITA Media shopping 06:15 - Sabrina, Vita da strega 06:50 - CARTONI ANIMATI Iacchi Du-Du 07:00 - CARTONI ANIMATI Il cucciolo di Scooby 07:25 - Le avventure degli orsetti del cuore 07:40 - Nel regno di Pocketville 07:55 - CARTONI ANIMATI Cuccioli cerca amici Nel regno di Pocketville 08:05 - I pinguini di Madagascar 08:20 - CARTONI ANIMATI Jewelpet 08:45 - CARTONI ANIMATI Spongebob 09:10 - CARTONI ANIMATI Ben 10 09:35 - CARTONI ANIMATI Yu gi oh! 5d's 10:05 - CARTONI ANIMATI Bernard sports 10:10 - RUBRICA Tv moda 10:45 - FILM Barbie - Il segreto delle fate 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 13:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:37 - Tgcom - Notizie di attualità in breve. 13:40 - SITUATION COMEDY All stars 14:10 - FILM Vivere un sogno-goal! 2 - con Kuno Becker, Alessandro Nivola, Anna Friel - regia di Jaume Collet Serra (GB) - 2007 16:25 - FILM TV Carlito alla conquista di un sogno - Commedia - con Guillermo Campra, Gustavo Salmeron, David Becerra - regia di Jesus Del Cerro (Spagna) - 2008 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - FILM Asterix e Obelix contro Cesare - con Gerard Depardieu, Christian Clavier, Roberto Benigni - regia di Claude Berri (Francia) - 1999 21:10 - FILM Asterix alle olimpiadi - con Clovis Cornillac, Gerard Depardieu, Alain Delon regia di Frederic Forestier (Spagna) - 2008 23:35 - FILM Senza nome e senza regole - con Jackie Chan, Michelle Ferre, Mirai Yamamoto - regia di Benny Chan (RC) - 1998 02:00 - RUBRICA Tv moda 02:40 - TELEVENDITA Media shopping 02:55 - TELEFILM American dad

06:00 - RUBRICA Fuori Orario 07:40 - TELEFILM La grande vallata 08:40 - FILM Catene - con Amedeo Nazzari, Yvonne Sanson, Aldo Nicodemi - regia di Raffaello Matarazzo (Italia) - 1949 10:15 - TELEFILM Agente Pepper 11:00 - RUBRICA TGR BellItalia - di ambiente 11:30 - RUBRICA TGR Prodotto Italia 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:30 - RUBRICA TGR Il Settimanale 12:55 - TELEGIORNALE TGR Ambiente Italia 13:55 - RUBRICA Appuntamento al cinema 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG3 14:45 - RUBRICA TG3 Pixel 14:50 - RUBRICA Rai Educational. Tv Talk 16:25 - RUBRICA Rai Educational. Art News 16:55 - TELEGIORNALE TG3 L.I.S. 17:00 - SPORT Rai Sport - Calcio 17:25 - FILM Iris un amore vero - con Judi Dench, Jim Broadbent, Kate Winslet - regia di Richard Eyre (GB, USA) - 2001 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - RUBRICA Blob 20:10 - TALK SHOW Che tempo che fa "Che tempo che fa" è il più famoso talk show italiano, un "one-to-one" talk show con due ospiti weekend, il sabato e la domenica sera: in un'atmosfera da salotto, Fabio Fazio affronta i più svariati argomenti, dall'attualità allo sport, dalla musica alla scienza.

21:30 - RUBRICA Ulisse: Il piacere della scoperta 23:25 - TELEGIORNALE TG 3 23:40 - TELEGIORNALE TG Regione 23:45 - RUBRICA Storie maledette 00:45 - TELEGIORNALE TG3 00:55 - RUBRICA TG3 Agenda del mondo 01:10 - RUBRICA TG3 Sabato notte 01:25 - RUBRICA Appuntamento al cinema - di cinema 01:30 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:50 - EVENTO Loggione - Musica 09:45 - NEWS Superpartes 10:25 - SERIE TV Il mammo 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:40 - REALITY SHOW Riassunto grande fratello 14:30 - SITUATION COMEDY Belli dentro 15:30 - NEWS Verissimo - Tutti i colori della cronaca 18:50 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 19:44 - TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 19:45 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:30 - NEWS Meteo 5 20:31 - SHOW Striscia la notizia - La Voce dell'improvvidenza 21:10 - SHOW La corrida - 11a puntata La Corrida - Dilettanti allo sbaraglio è stato, dal 1968 al 1979, un programma radiofonico e, dal 1986, un programma televisivo inventato da Corrado e dal fratello regista Riccardo Mantoni. È stato condotto da Corrado dal 1986 al 1997, mentre, dopo una pausa di 5 anni, dal 2002 al 2009 la conduzione del varietà è stata affidata a Gerry Scotti. L'8 gennaio 2011 è partita la nuova edizione, questa volta condotta da Flavio Insinna affiancato da Antonella Elia. Il programma è curato da Marina Donato ed è prodotto dalla società Corìma insieme con Mediaset.

00:20 - SHOW Chiambretti night - Solo per numeri uno 01:30 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 02:00 - NEWS Meteo 5 notte 02:01 - SHOW Striscia la notizia 02:16 - FILM Normandia: Passaporto per morire con James Fox, Michael York, Patsy Kensit regia di Waris Hussein (GB) - 1994 04:30 - TELEFILM Squadra med 05:31 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte

RETE 06:10 - TELEVENDITA Media shopping 06:25 - TELEVENDITA Media shopping 07:00 - SITUATION COMEDY Vita da strega 07:35 - TELEFILM Kojak II 08:25 - SHOW Vivere meglio 10:00 - TELEFILM Carabinieri 11:00 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:55 - NEWS Meteo 11:59 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - RUBRICA Ricette di famiglia 12:50 - TELEFILM Distretto di polizia 13:50 - RUBRICA Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 - RUBRICA Forum: sessione pomeridiana del sabato 15:15 - FILM TV La donna del lago (Perry Mason) Giallo - con Raymond Burr (USA) - 1988 17:00 - TELEFILM Monk 18:45 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:40 - TELEFILM Walker texas ranger 21:30 - TELEFILM Bones 22:23 - TELEFILM Lie to me 23:20 - TELEFILM Law & Order: Unita' speciale 00:14 - FILM TV Wallander: Prima del gelo - Thriller - con Krister Henriksson, Johanna Sällström, Ola Rapace - regia di Kjell-Ake Andersson (Svezia) - 2005 02:06 - TELEGIORNALE Tg4 night news 02:29 - SHOW Ieri e oggi in tv special 03:51 - FILM La collera del Vento - con Terence Hill, Mario Pordo, Carlo Alberto Cortina regia di Mario Camus (Italia/Spagna) - 1970 04:57 - TELEVENDITA Media shopping 05:12 - SHOW Come eravamo 05:15 - TELEGIORNALE Tg4 night news 05:25 - TELEFILM Questa casa non è un albergo

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 07:00 - RUBRICA Omnibus 07:30 - NEWS Tg La7 09:55 - RUBRICA Bookstore 11:00 - DOCUMENTARIO La7 Doc 11:40 - SPORT Donington - Inghilterra: Superbike 12:35 - TELEFILM Ultime dal cielo 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 13:55 - RUBRICA Il contratto - Gente di talento 15:55 - SPORT Donington - Inghilterra: Superbike 17:00 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 17:05 - TELEFILM I magnifici sette 18:00 - Finché morte non vi separi - Thriller - con Helen Shaver, Harry Hamlin, Terence Knox regia di Larry Peerce (USA) - 1993 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - RUBRICA In Onda 21:30 - TELEFILM L'ispettore Barnaby 23:30 - TELEFILM Medical Investigation 00:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 00:40 - RUBRICA m.o.d.a. 01:20 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 01:25 - FILM Ultimatum alla Terra - con Michael Rennie, Patricia Neal, Hugh Marlowe, - regia di Robert Wise (USA) - 1951 03:15 - TELEFILM Mac Gyver

1

Un'altra puntata per la nuova edizione dello show condotto da Milly Carlucci affiancata da Paolo Belli e dalla sua orchestra. Giunta alla sua sesta edizione, la trasmissione si presenta ai nastri di partenza con un cast ricco di personaggi famosi che si metteranno in gioco per apprendere le regole della danza sportiva.

06:00 - REALITY SHOW L'Isola dei Famosi 06:30 - Automobilismo: Gran Premio di Australia di Formula 1 06:31 - SPORT Pit Lane - Automobilismo 07:00 - SPORT Qualifiche - Automobilismo 08:30 - RUBRICA Cartoon Flakes Weekend 08:31 - RUBRICA Art Attack 08:50 - Le nuove avventure di Braccio di Ferro 08:55 - TELEFILM Karkù 09:20 - RUBRICA Social King 10:15 - RUBRICA Sulla Via di Damasco 10:45 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 10:50 - RUBRICA QUELLO CHE 11:25 - RUBRICA Aprirai 11:35 - RUBRICA Mezzogiorno In famiglia 13:00 - NEWS TG 2 GIORNO 13:25 - RUBRICA Rai Sport Dribbling 14:00 - RUBRICA Top Of The Pops 2011 16:15 - TELEFILM Top Secret 17:00 - RUBRICA Sereno Variabile 18:00 - NEWS TG 2 L.I.S. 18:05 - TELEFILM Primeval 18:50 - L'Isola dei Famosi: la settimana 19:30 - REALITY SHOW L'Isola dei Famosi 20:25 - GIOCO Estrazioni del lotto 20:30 - NEWS TG2 -20.30 21:05 - TELEFILM Criminal Minds 21:50 - TELEFILM The Good Wife 23:25 - TELEGIORNALE TG 2 23:35 - RUBRICA TG 2 - Dossier - di attualità 00:20 - TG 2 - Storie. I racconti della settimana 01:00 - RUBRICA TG 2 Mizar 01:25 - RUBRICA TG 2 Si, Viaggiare - di viaggi 01:45 - RUBRICA Tg 2 Eat Parade - di gastronomia 02:00 - REALITY SHOW L'Isola dei Famosi 02:35 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:40 - Appuntamento al cinema 02:45 - RUBRICA Secondo canale 04:15 - RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno - di didattica 04:16 - RUBRICA Diritto dell'Unione Europea - di didattica 05:00 - Comunicazione Multimediale e Cross Media

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA In musica 06:30 - SHOW Mattina in famiglia 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 10:00 - RUBRICA SETTEGIORNI - di politica 10:50 - RUBRICA Aprirai - di cinema 11:00 - Appuntamento al cinema 11:10 - RUBRICA 7 + 12:00 - GIOCO La prova del cuoco 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - RUBRICA Easy Driver - di motori 14:30 - Le amiche del sabato 17:00 - TELEGIORNALE TG1 17:15 - RUBRICA A sua immagine - di religione 17:45 - RUBRICA Passaggio a Nord- Ovest 18:50 - GIOCO L'Eredità 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 20:30 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:35 - GIOCO Affati Tuoi 21:10 - Ballando con le stelle

06:10 Boris - Il film - Speciale 06:25 Avatar 09:05 I Buddenbrook 10:40 Codice Genesi 12:40 Boris - Il film - Speciale 12:55 Il collezionista di ossa 14:55 Avatar 17:40 A Single Man 19:25 Il missionario 21:00 Sky Cine News 21:10 La bella societa' 23:05 Fargo 00:50 I Buddenbrook 03:25 Il collezionista di ossa 05:25 Fargo

07:00 - NEWS News - Attualità 07:05 - MUSICALE Only Hits 08:00 - MUSICA Europe Top 10 09:00 - MUSICA 100 Greatest Hard Rock Songs 10:00 - MUSICA Official Top 20 12:00 - MUSICA Hitlist Italia 14:00 - NEWS Speciale Mtv News 15:00 - SHOW Plain Jane 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - MUSICA World Stage 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - SHOW Teen Cribs 17:30 - SHOW Teen Cribs 18:00 - NEWS TRL The Battle 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - TELEFILM Disaster Date 20:00 - SHOW I Soliti Idioti 20:30 - SERIE TV I Soliti Idioti 21:00 - NEWS Mtv News 21:05 - REPORTAGE Jersey Shore 05:45 - NEWS News - Attualità

LA BELLA SOCIETÀ Un film di Gian Paolo Cugno. Con Raoul Bova, Maria Grazia Cucinotta, Giancarlo Giannini, Enrico Lo Verso, David Coc Genere: Drammatico Durata 115 min. Italia 2010. Giorgio e Giuseppe crescono senza padre nella Sicilia degli anni Sessanta. Devoti alla giovane madre e gelosi della sua bellezza, ostacolano la sua relazione con un aitante produttore romano deciso a corteggiarla e a condurla lontano. Giocando con la polvere da sparo uccidono accidentalmente l'intraprendente spasimante, occultando il suo corpo e tacendo per sempre la sua morte. Nello stesso incidente perde la vista Giorgio e il sorriso Giuseppe. Diversi anni dopo, sostenuti dal benevolo farmacista del paese, innamorato mai rivelato della madre, decidono di partire alla volta di Torino per ritrovare l'amico Nello, la vista e il futuro. A due passi dalla Mole restano coinvolti loro malgrado nell'efferato omicidio di un dirigente della Fiat freddato dalle brigate rosse. Sopravvive all'attentato la giovane segretaria, testimone soccorsa e poi protetta da Giorgio. L'ingresso di Caterina nella loro vita e nel cuore del fratello minore comprometterà però per sempre il loro fragile equilibrio familiare.


il domani  

Edizione del 26 Marzo 2011