Issuu on Google+

Giovedì 26 Marzo 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 84

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 29 a pag. 38) È il momento dell’anno in cui il Fai incontra gli italiani e si ritrova nelle piazze, nei palazzi e nelle chiese

CATANZARO Ci si avvia al tutto esaurito al Teatro Politeama

Scoprire monumenti e luoghi inaccessibili Lo spettacolo dei Momix ROCCELLA JONICA — È il momento dell’anno

CATANZARO — Ci si avvia al tutto esau-

COSENZA

in cui il Fai incontra gli italiani e si ritrova da nord a sud, nelle piazze, nei palazzi e nelle chiese, in centinaia di luoghi diversi: è l’appuntamento per scoprire monumenti e luoghi spesso inaccessibili e per trasmettere impegno e passione.

Patrimonio dell’umanità

rito al Teatro Politeama di Catanzaro per uno degli eventi internazionali più spettacolari della stagione. “Bothanica”, il nuovo spettacolo dei Momix in prima mondiale in Italia, sarà presentato il 3 e 4 aprile.

A PAGINA 29

A PAGINA 29

RENDE

Festival della Soppressata A PAGINA 30

A PAGINA 30

REGIONE Inizierà questa mattina una due giorni che il presidente Agazio Loiero dedicherà esclusivamente al rientro del deficit

«Sanità, non solo tagli ma rilancio» Il Governatore: «Dobbiamo avere il coraggio di osare, di investire nell’interesse di tutti» CATANZARO — Inizierà questa mattina una due giorni che il presidente della Regione Agazio Loiero dedicherà esclusivamente alle questioni della sanità e al piano di rientro del deficit in via di definizione anche nei dettagli. «Non possiamo considerare la sanità esclusivamente come una posta di bilancio - afferma Loiero in una nota diffusa dal portavoce - e pensare di risolvere i problemi soltanto con i tagli, ma dobbiamo avere anche il coraggio di osare, di tagliare e contemporaneamente di investire, perché una buona sanità è interesse di tutti, di chi vi fa ricorso per necessità e di chi governa».

A PAGINA 16

TEST MANOMESSI L’inchiesta sull’Università di Catanzaro

Indagato anche il Rettore

Scuola di magistratura «Ha vinto la Calabria»

CATANZARO — Ci sono anche il rettore dell'Università, Francesco Saverio Costanzo, ed alcuni docenti, tra gli indagati dell'inchiesta sulla manomissione dei plichi contenenti i test per l'ammissione nell'anno accademico 2007/2008 ai corsi a numero chiuso.

CATANZARO — «La decisione del Tar del Lazio di accogliere il ricorso della Provincia restituisce alla nostra comunità la prospettiva di vedere sorgere la Scuola di Magistratura a Catanzaro». Così si legge in una nota del Presidente della Provincia Wanda Ferro.

A PAGINA 20

ESAMI VENDUTI

Nessun notaio è coinvolto A PAGINA 20

SCUOLA La riforma del ministro Gelmini inciderà sugli organici anche per l’anno scolastico 2009-2010

In Calabria tagliati altri 2mila posti CATANZARO — I tagli del ministro

Gelmini (foto) agli organici delle scuole per l’anno scolastico 20092010 produrranno in Calabria la perdita di 2.492 posti di cui 75 dirigenze. Lo rende noto il segretario provinciale della Gilda di Catanzaro, Antonino Tindiglia, che illustra la bozza sugli organici 2009-2010. I dati, dice, confermano «il trend negativo che vede ridotte le cattedre disponibili». A PAGINA 17

CATANZARO

A PAGINA 22

SINDACATO/CALABRIA

Fnp-Cisl, Giuseppe Mercurio rieletto segretario generale

RIFIUTI

Debiti per oltre 140 milioni A PAGINA 17

A PAGINA 14

REGGIO CALABRIA

Catturato dai carabinieri il ricercato Vincenzo Violi

REGGIO CALABRIA — Per la rapina che costò la vita alla guardia giu-

rata Luigi Rende manette ai polsi di Vincenzo Violi. A PAGINA 18

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Pronti per il rush finale del torneo di Valter Leone

U

ltima sosta per ricaricare le pile (si dice così, no?), e tutti pronti a riprendere la corsa verso i rispettivi obiettivi. Tanti buoni propositi e una valanga di certezze, grazie a quei 24 punti ancora in palio che potrebbero cambiare il destino di molte squadre. Otto partite e poi si emetteranno le prime sentenze, anche se la classifica che si è delineata prima dello stop ha il sapore di un ottimo antipasto in attesa dell’ultima portata prevista per il 17 maggio. Andare ad approfondire il calendario dà l’impressione di una inutile caccia alle streghe, visto che il girone di ritorno, come più volte sottolineato, è da sempre un altro campionato. E proprio un’analisi dettagliata dei risultati ottenuti nelle prime nove giornate di campionato e nelle nove del girone di ritorno, ci regala una nitida cartolina a colori del reale valore delle squadre. Prendete il Cosenza: ha mantenuto più o meno la stessa andatura tra inizio stagione e seconda parte del campionato, addirittura la squadra di Toscano ha raccolto un punto in più (21 contro 22) nelle nove partite del girone di ritorno. A conferma di uno strapotere che sta portando i silani verso la promozione in Prima divisione. Più o meno lo stesso discorso vale per la parte opposta della classifica: dopo le prime nove giornate la Vigor Lamezia era ultima a braccetto con l’Igea Virtus a quota cinque punti; migliora di una posizione nel girone di ritorno: penultima a quota sette un gradino sopra la Vibonese. Il paradosso è che i biancoverdi hanno centrato due punti in più (7 contro 5) ma non sono bastati, perché tutte le dirette concorrenti hanno fatto meglio. CONTINUA A PAGINA 43


2 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Clima caldo per le elezioni L’Algeria vota il 9 aprile

Crisi in Inghilterra Guardare ma non comprare

Terza corsa per Bouteflika grazie alla modifica della Costituzione che abolisce il tetto di mandati

Inflazione Uk sopra il target del 2% E’ l’antillese Christine Kelly

Sarkozy fa ministro ex presentatrice tv Consumatori riflessi vetrine inglesi che annunciano sconti. L’inflazione inglese è salita oltre le attese a febbraio con un aumento che tocca lo 0,9%

Sarkozy sta per annunciare l’ ingresso di Christine Kelly nel governo

La band irlandese capitanata da Bono inaugura il suo World tour nella città di Barcellona

Guerra all’ultimo ticket Gli U2 approdano in Spagna ed è già delirio tra i fans

Un sostenitore con un cartello acclama il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika a el-Oued in vista delle prossime elezioni del 9 aprile. Gli oppositori boicottano le presidenziali contrari alla terza candidatura di Bouteflika

Nevica sull’Europa dell’est L’Ungheria batte i denti

Un ondata di maltempo si è abbattuta sull’Europa orientale, con temperature sotto lo zero e nevicate

Un tram passa di fronte a una chiesa di Debrecen, a 245 km chilometri da Budapest. Sono caduti sei centimetri di neve e il termometro ha toccato i meno tre gradi

Caccia alle foche in Canada nonostante le proteste Ue

Jordi Gil, fanatico del gruppo, mostra entusiasta i suoi sei biglietti per la prima data del 30 giugno conquistati dopo ben ventiquattro ore di fila davanti al botteghino

Solidarietà La natura si ribella in Grecia tra donne? Tornado uccide due persone Non in amore Gravi i danni a case, negozi e coltivazioni

“Meine Elektra” al teatro di Vienna

Quest’anno il numero di animali da abbattere è più alto: 280mila contro i 275mila del 2008

Le vittime sono cittadini bulgari la cui auto è stata spazzata via dalla tempesta Castro verrà insignito venerdì con la prima classe dell’Order of the Companions of OR Tambo

È iniziata l’annuale caccia alle foche in Canada nonostante le continue condanne dei gruppi animalisti. Appena tre settimane fa la commissione europea ha approvato una legge che vieta l’importazione di prodotti a base di foca da parte dei 27 membri dell’Ue

Il presidente Kgalema Motlanthe lo premierà per il suo contributo alla lotta al razzismo, al colonialismo, all’apartheid e alle disuguaglianze sociali

Le attrici Myriam Schroeder e Pauline Knof in azione sul palcoscenico

Fidel come Gandhi Alto riconoscimento “made in Sudafrica”


4 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

In arrivo anche varchi e check in veloci sulla rotta Roma-Linate

L’arero presentato ieri, un Airbus 320, è il primo di 80 in servizio entro il 2011

MILANO - Alitalia ha presentato ieri il primo aereo di una nuova flotta di 80 velivoli prevista in 5 anni. L’aereo, un Airbus 320, che come ha precisato l’amministratore delegato Rocco Sabelli, «è uscito ieri dall’impianto di verniciatura», è stato innaffiato da due autopompe in servizio a Linate come usa la tradizione». Èd è già pronto al decollo per coprire la tratta fra il capoluogo lombardo e Roma. «Dopo dieci anni - spiega il presidente, Roberto Colanninno - Alitalia torna a investire sul rinnovamento della flotta. Questo che presentiamo è il primo di ottanta aerei che

Primo aereo per la nuova flotta Alitalia

verranno messi in servizio entro il 2011» (28 sono già consegnati e operativi, entro la fine dell'anno saliranno a 40). L'obiettivo della nuo-

va società è «intensificare il servizio di qualità». «Basta con l'arroganza del monopolista, noi siamo per il servizio al cliente». «Pensia-

mo che chi ha veramente fretta preferisca prendere l'aereo - afferma Sabelli - chi deve andare da Milano a Roma in giornata lo fa in aereo e non in treno. Pensiamo inoltre di dedicare a questa rotta una flotta specifica di dieci-undici aerei esclusivi». I nuovi aerei "ecologici" saranno riconoscibili dal logo verde applicato sulle carlinghe che riporta la dicitura di "Compagnia Environmentally Friendly". Alitalia lancia parallelamente il nuovo prodotto "Milano-Roma-Milano" che offrirà servizi personalizzati dedicati a chi viaggia su questa tratta, che rappresenta per la

Nessun accordo sul decreto casa Il no delle regioni

Opposizione Le opportunità del Piano casa dei governatori NUOVI POSTI DI LAVORO nuovi posti sarà occupato Il dl non è di lavoro da stranieri Le professionalità più richieste lo strumento giusto ROMA - Nessun decreto legge per il piano casa. Almeno questa settimana. La netta opposizione dei presidenti di Regione incontrati ieri nella conferenza Stato-Regioni ha indotto il premier Silvio Berlusconi a fare marcia indietro sul proposito di varare subito e con uno strumento d'urgenza le nuove misure per il rilancio dell'edilizia. Il governo ha deciso di prendere tempo: il ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, ha annunciato che nei prossimi giorni verrà riaperto il confronto tra Stato e enti locali e che una linea comune dovrà essere individuata entro martedì. Poi sarà convocata una nuova conferenza Stato-Regioni come quella che ieri ha di fatto affossato la via del decreto. Berlusconi, dopo aver preso martedì le distanze dalla bozza di decreto diffusa da Palazzo Chigi, aveva iniziato col dirsi possibilista, affermando la necessità di trovare

Muratori, capi cantiere e progettisti

350.000

Installatori di impianti elettrici

104.000

Idraulici

79.000

Figure generiche

69.000

Imbianchini, posatori di vetrate e installatori generici

27.000

IL GIRO D'AFFARI

33,1 mld di euro Se almeno l'1% dei proprietari di abitazioni mono e bifamiliari abbattono e ricostruiscono l'immobile ampliandolo fino al 30% 1.500 euro

miliardi di euro

Costo al mq

Fonte: Cgia Mestre

un accordo con i governatori. Poi aveva detto che l'esecutivo avrebbe utilizzato il tempo a disposizione prima del consiglio dei ministri di venerdì per «trovare un'ar-

45,9 mld di euro Se almeno il 10% dei proprietari di abitazioni mono e bifamiliari ampliano la propria casa fino al 20% 1.800 euro ANSA-CENTIMETRI

monia» con le Regioni. Ma aveva anche precisato che «non è detto che il decreto sia lo strumento più opportuno», pur rimarcando che «i presupposti di urgenza sul pia-

compagnia aerea il 10% circa del totale dei passeggeri e dei ricavi, volti a velocizzare le operazioni da compiere in aeroporto prima e dopo il volo e ridurre così i tempi di percorrenza da e verso il centro città. Ogni giorno, spiega Sabelli, saranno offerti fino a 44 collegamenti con una frequenza di un volo ogni 15 minuti nelle fasce orarie di punta. Per i clienti della tratta Linate-Fiumicino vi saranno banchi check in dedicati (tre a Linate e quattro a Fiumicino), varchi sicurezza dedicati, gate dedicati e personalizzati con corsie riservate ai clienti top. Sabelli spiega inoltre

che è in fase sperimentale l’utilizzo delle impronte digitali per associare il biglietto al passeggero, "una sorta di free pass". Sarà inoltre introdotta una nuova offerta tariffaria semplificata attraverso la riduzione a sole quattro fasce di prezzo: Libera, Comoda, Facile e Promo. Sono state anche introdotte due nuove tariffe business di sola andata a partire da 195 euro tutto incluso. Intanto, la compagnia aerea francese Air France-Klm finalizza l'acquisizione del 25% di Alitalia, sottoscrivendo un aumento di capitale da 323 milioni di euro.

merito dei contenuti possiamo essere d’accordo su alcune cose». D'altro canto, tutti i governatori sostengono che «questa può essere una buona opportunità se vie-

ne gestita insieme e non produce un contenzioso importante». «Se ci sarà un terreno utile noi offriremo una assolutamente disponibilità a procedere per la semplificazio-

La netta opposizione dei presidenti di Regione ha indotto a fare marcia indietro sul proposito del decreto legge

no casa restano». Era stato però Raffaele Lombardo, presidente della Sicilia alla guida di una coalizione di centrodestra, a dire quello che ormai era nell'aria, con una dichiarazione inequivocabile rilasciata ai cronisti subito dopo il vertice di Palazzo Chigi: «Venerdì nessun decreto legge sarà adottato. La bozza di confronto iniziale viene ritirata. Le proposte si costruiscono insieme, perchè la materia è concorrente». La pausa di riflessione stabilita tra esecutivo e governatori è stata accolta con grande entusiasmo dai secondi. «Abbiamo fatto un passo in avanti - ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, alla guida della giunta regionale dell'Emilia Romagna -. Abbiamo detto con molta chiarezza che il decreto presentato in forma di bozza, dal punto di vista delle competenze, aveva un profilo incostituzionale. Anche se nel

Il piano di rilancio dell’economia sarebbe troppo oneroso

Tensioni al congresso anche tra i democratici e Obama

Tensioni tra Obama e democratici sul bilancio NEW YORK - Il primo vero scontro è stato sugli sgravi fiscali promessi da Barack Obama al 95% delle famiglie americane, ma è soltanto l’inizio. I senatori democratici, cioè quelli del partito del presidente degli Stati Uniti, non vogliono impegnarsi in proposito al di là del 2010, anno in cui il deficit di bilancio Usa potrebbe raggiungere i 1.400 miliardi di dollari, cioè una cifra superiore al “rosso” ereditato da George W. Bush. Ci sono serie tensioni tra Obama e i democratici del Congresso, che hanno iniziato a studiare (e a emendare) il progetto di budget 2010, che scatta il primo ottobre. Per la seconda

volta da quando si è insediato alla Casa Bianca, il 20 gennaio, il presidente si è recato ieri a Capitol Hill, per la sua prima visita al Senato. Obama ha incontrato i senatori de-

mocratici, ma al termine della colazione di lavoro il presidente della commissione bilancio, Kent Conrad del North Dakota, ha chiaramente indicato che nel documento che sta preparando si parla soltanto di riduzione delle tasse (400 dollari a testa, 800 a famiglia) nel 2010. Conrad - è vero - ha avuto toni concilianti nei confronti del presidente, garantendo che verranno rispettate le sue principali richieste per il bilancio, di un ammontare record di quasi 3.600 miliardi di dollari. E cioè una nuova politica energetica per diminuire la dipendenza dal petrolio, il rilancio del sistema della pubblica istruzione, la riforma della

sanità con una estensione della copertura ma il taglio degli sprechi. Secondo alcune fonti il presidente della commissione bilancio punta in realtà a dimezzare l’aumento del-

le spese prospettate da Obama per rilanciare l’economia in crisi con iniezioni di denaro pubblico senza precedenti. Dopo avere incontrato i senatori per meno di un’ora, Oba-

ma non ha fatto nessun commento, ma il suo portavoce, Robert Gibbs, ha avuto parole decisamente positive. In realtà la grossa differenza tra Casa Bianca e Congresso è sulla previsione di crescita una volta rientrata la crisi, cioè se tutto va bene all’inizio dell’anno prossimo. Secondo i calcoli dei tecnici del Congresso le proposte di Obama prevedono un deficit di 1.400 miliardi (che va aggiungersi ai circa 1.300 miliardi ereditati da George W. Bush) nel 2010. Per il quadriennio 2010-2014 il deficit complessivo previsto sarebbe di 4.400 miliardi circa, ma l’obiettivo di Obama è più ottimistico.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 5

Economia

Cala ai livelli del 1993 l’indice della fiducia

Dopo due rialzi consecutivi scende la fiducia dei consumatori

ROMA - Dopo due rialzi consecutivi, torna a scendere, a marzo, la fiducia dei consumatori. Lo rende noto l’Isae (Istituto di studi e di analisi economica) con l’indice che evidenzia a marzo una brusca discesa a 99,8 dal rivisto 104 (a sua volta in leggero ribasso rispetto al precedente 104,1) di febbraio, ben al di sotto della media delle attese degli analisti che vedevano rispetto al mese scorso un calo molto più lieve a 103, con la stima minima a 101,5. Si tratta di un ritracciamento che riconduce l’indice vicino ai valori di fine 2008. A dicembre il dato si era assestato

prospettive future - scesa a 85,3 da 90,7 -, entrambi ai minimi dalla fine del 1993. Si sta esaurendo la spinta data alla fiducia dal forte calo dell’inflazione registrato negli ultimi mesi: nonostante i prezzi continuino a mantenersi generalmente più bassi rispetto a fine 2008, la percezione dei consumatori sulla situazione personale torna negativa. Peggiorano infatti, dopo quattro mesi di recupero, i giudizi sulla situazione attuale della famiglia (da -45 a -48) e sul bilancio finanziario dei nuclei familiari (da 8 a 3).

Il consumatore vede più nero

ne amministrativa, la velocizzazione degli iter che riguardano noi ma anche gli organi centrali. Quello che chiediamo è che non ci siano prevaricazioni di competenze,

attorno a 99,6. L’indicatore relativo al quadro economico generale segna la flessione più marcata, portandosi a 62,1 da 70,4 di febbraio, e scendono anche gli indicatori relativi alle attese a breve termine (da 90,7 a 85,3): si tratta dei minimi dalla fine del 1993. Le opinioni sul quadro corrente passano da 112,3 a 110,3. A pesare sono in particolar modo le attese relative al mercato del lavoro che sono sui minimi dal febbraio 1994, scrive Isae in un comunicato. Il dato che monitora le attese sull’incremento della disoccupazione è infatti sceso a 97 da 115.

perchè provocherebbero un vulnus difficilmente recuperabile». Meno netta la posizione del presidente della Lombardia, Roberto Formigoni: «Sono convinto che

E’ un’ansia che accomuna tutte le province italiane: dal nord al sud il mercato del lavoro è al centro dei pensieri dei consumatori, inci-

troveremo una soluzione, l'importante è che si salvi il nucleo della proposta». Formigoni auspica «un grande accordo tra Stato e Regioni, ciò per cui mi sono speso, ciò

dendo anche sulla valutazione della situazione economica generale italiana - con il saldo sugli ultimi 12 mesi sceso a 124 da 135 -. In

Entro martedì l’esecutivo attende le conclusioni degli enti locali

Liberano 150 miliardi per le imprese

per cui sto lavorando». Sul tipo di provvedimento Formigoni ha sottolineato: «La mia proposta è di un decreto legge a tempo che possa entrare in attivitá 60-90 giorni dopo. Credo che questa potrebbe essere la strada percorribile». Concessioni ai governatori a parte, l'esecutivo non vuole lasciarsi comunque scappare l'occasione di intervenire in questo settore: «Se solo il 10% delle famiglie proprietarie di mono o bifamiliari facesse lavori di ampliamento - ha detto Berlusconi -, si attiverebbero dai 50-60 miliardi di giro di affari». In ogni caso, ha fatto notare Berlusconi, non c'è «nessuna frenata, nessuna marcia indietro del governo»: è vero che rispetto a quanto inizialmente annunciato il testo ha finito col parlare solo delle abitazioni autonome. Ma anche in questo caso il provvedimento riguarda «quasi il 50% delle abitazioni, che sono monofamiliari o bifamiliari». «Dalle ultime notizie che abbiamo - ha precisato il premier - sono il 25-28% delle monofamiliari e il 13-15% le bifamiliari. Quindi il provvedimento riguarderà quasi il 50% delle famiglie italiane e non le ville». Non solo: nel corso del vertice con le Regioni il Cavaliere ha rispolverato la sua vecchia proposta, lanciata già in campagna elettorale, di realizzare delle «new town» attorno ai grandi centri abitati, un po' sul modello di quanto da lui stesso realizzato con Milano 2. In questo caso, però, si tratterebbe di nuovi quartieri residenziali in edilizia economica popolare, destinati a far fronte al problema abitativo per giovani coppie e famiglie con redditi non elevati.

ROMA - Arrivano i soldi «veri» per le imprese: ieri governo ed Abi hanno firmato il protocollo che dà il via libera alla sottoscrizione dei cosiddetti Tremonti-bond per una cifra che si presume sarà sui 10-12 miliardi e che sarà in grado di attivare crediti alle imprese per più di 150 miliardi di euro. La firma definitiva all’accordo tra il governo e le banche è arrivata in occasione del nuovo tavolo tra governo, imprese e banche sul credito che si tiene periodicamente al Tesoro. A questi, ha ricordato il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, andranno aggiunte le risorse che vengono attivate con il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, salito a 1,6 miliardi e quelle che metterà sul mercato la Cassa depositi e prestiti e che, anche grazie alle garanzie della Sace, «apriran- Giulio Tremonti no altri canali di credito per 20-30 miliardi». «Noi, in rapporto al nostro Pil, abbiamo fatto in linea, o forse di più di altri paesi» chiarisce il ministro del Tesoro, convinto della necessità di un «messaggio positivo alle imprese». E le aziende approvano. Gli “strumenti ibridi di finanziamento alle imprese” saranno sottoscrivibili dalle banche nel giro di tre settimane. «I tempi tecnici sono molto veloci» spiega il presidente dell’Abi, Corrado Faissola: servono un paio di settimane per Il presidente Abi Corrado Faissola metterli a punto e poi serve un passaggio in Banca d’Italia. La richiesta di Tremonti-Bond dovrebbe essere di 10-12 miliardi che, grazie ad una leva da 1 a 15, genera un intervento da oltre 150 miliardi. Il protocollo firmato non prevede tetti per gli stipendi dei manager ma regole di rigore e trasparenza.

Rischio salute per chi risparmia Gli psicologi: chi può spenda ROMA - La crisi economica potrebbe far scoppiare una nuova epidemia, il rimorso dei risparmiatori che non hanno speso per divertirsi. Sono insomma a rischio coloro che, pensando troppo al futuro e poco al presente, si ritroveranno afflitti dal rimorso di non aver speso. Nella favola della cicala scialacquatrice e della risparmiatrice formica, quindi, vince la prima. Lo spiegano sul New York Times gli psicologi che hanno battezzato “ipermetropia” il disturbo di pensare troppo al domani. Molti studi, spiega Ran Kivetz della Columbia University sul Nyt dimostrano che, potendoselo permettere, indul-

gere in un pò di edonismo da acquisti fa bene: infatti, se sul momento, appena fatta una spesa superflua, ci si sente in colpa per il denaro speso, a distanza di tempo, invece, ripensando a quella spesa, ci si sente bene e soddisfatti. Una ricerca a riguardo ha coinvolto un gruppo di studenti universitari: gli psicologi hanno chiesto loro, subito dopo la fine delle vacanze invernali, se fossero soddisfatti del periodo di break trascorso. I ragazzi, unanimi, si son detti poco soddisfatti e con senso di colpa per non aver studiato abbastanza ed essersi divertiti troppo. Poi, però, quando gli psicologi rifacevano loro la stes-

deciso peggioramento anche la valutazione del quadro economico generale - con l’indice diminuito a 62,1 da 70,4 - e la fiducia sulle

Governo e Abi firmano Via ai Tremonti bond

Dopo i bond e il fondo di garanzia

Banche, monito della Marcegaglia “Ora le banche concedano crediti”

Acquisti in un negozio di scarpe

sa domanda a distanza di tempo, la risposta mutava drasticamente, e avrebbero voluto dedicarsi di più allo svago. Per Vera Slepoj, presidente della Federazione italiana

psicologi e psicoterapeuti, “il risparmio esasperato è sicuramente una nevrosi di accumulo, che ora sta presentando il suo conto sul piano psicologico”.

ROMA - Dai Tremonti-bond al ora «laddove ci saranno casi spefondo di garanzia per le Pmi, ora cifici di rifiuto non motivato ci ci sono tutti gli strusarà la capacità di inmenti per agire e, tervenire».«Con quedunque, «non ci sosti strumenti - dice no più alibi per le Marcegaglia - possiabanche di fare restrimo fare una guerra zione del credito» forte al problema nei confronti delle della restrizione del imprese. Lo ha detto credito. Ad oggi con il presidente di Con- Emma Marcegaglia questi strumenti findustria, Emma che diventeranno Marcegaglia, in occasione della operativi in poche settimane posriunione al Tesoro su banche e siamo combattere la restrizione imprese ricordano inoltre che del credito in modo serio».


6 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Borsa

Il Mibtel a +2,82%, giù Bpm e Mondadori

Piazza Affari chiude in rialzo Bene anche la Banca Popolare

VAR % PREZZO P. RIF ULT

0,59 -0,82 1,22 +4,77 8,88 +0,65 4,53 +4,38 46,65 +3,21 1,20 +3,40 0,80 +0,50 3,11 +3,79 0,49 +18,96 0,58 +1,61 3,38 +0,94 15,00 +1,63 8,78 0,00 0,38 -0,89 1,47 +6,62 0,31 +4,75 4,34 +4,01 66,06 -1,12 1,34 +5,24 11,60 +2,18 1,89 -1,63 0,03 +7,80 1,50 +0,24 3,30 +4,19 11,07 +1,84 4,39 +0,74 4,10 +4,24 9,34 -5,36 4,12 -0,26

0,58 -2,03 1,25 +7,97 9,03 +3,14 4,75 +7,47 47,50 +5,56 1,27 +13,29 0,81 +3,33 3,20 +8,38 0,51 +21,43 0,59 +6,76 3,45 +5,19 14,80 +0,34 8,78 0,00 0,37 -2,35 1,47 +4,27 0,33 +9,52 4,40 +4,46 65,21 -1,15 1,36 +5,53 11,61 +2,47 1,88 -2,19 0,03 +15,83 1,50 -0,40 3,29 +0,69 11,05 +2,70 4,41 +0,23 4,17 +5,44 9,46 -1,56 4,12 +0,18

0,59 1,23 9,00 4,75 47,49 1,21 0,79 3,20 0,51 0,60 3,45 14,80 0,00 0,37 1,47 0,33 4,37 65,38 1,36 11,67 1,93 0,03 1,50 3,30 11,07 4,42 4,18 9,42 4,11

5 156 58 3 32 388 8.794 9 4 119 58 18 46 1.315 6 6 47 3.142 9 295 2.898 127 0 14 99 53 572 156 98 691 314 343 11 793 0 20 38 62 415 261 4.176 296 2.355 1.389

77,68 -0,50 2,40 +0,72 6,37 +3,09 100,10 -0,21 2,43 +1,01 1,46 +0,01 3,12 +8,39 5,51 -0,89 24,30 -2,10 1,31 +3,04 2,27 -2,30 38,72 +0,51 41,06 -2,67 2,35 +3,47 2,41 +0,54 111,63 +0,39 0,47 +3,69 1,05 +0,94 4,68 +0,98 3,61 +1,96 3,73 -2,53 0,47 -1,63 6,47 0,00 4,06 -0,61 4,38 +0,20 9,43 +2,36 0,60 +15,68 5,17 +0,68 86,94 +0,18 0,40 +2,89 0,29 +10,03 3,72 +4,36 22,66 -0,34 31,91 -5,15 23,00 0,00 1,49 +0,67 27,15 +0,59 100,97 -0,01 2,83 +3,10 0,18 +3,22 3,37 +10,33 0,62 +4,49 7,94 -0,14 4,18 +1,92

77,10 -1,15 2,44 +3,06 6,55 +6,50 100,02 -0,48 2,45 +1,24 1,46 +0,07 3,27 +9,73 5,51 +3,38 24,35 -1,74 1,34 +4,46 2,25 -2,07 38,50 -0,65 41,02 -1,16 2,36 +0,32 2,41 0,00 112,00 +0,69 0,47 +6,58 1,06 +2,81 4,90 +4,70 3,68 +2,08 3,76 -0,99 0,48 +3,35 6,64 0,00 4,09 -2,68 4,45 +2,48 9,50 +3,26 0,63 +15,74 5,18 +0,58 86,97 +0,25 0,42 +9,01 0,25 -10,71 3,73 +5,22 22,59 +1,07 31,97 -2,53 23,00 0,00 1,50 +0,60 26,95 -0,11 101,00 0,00 2,80 -0,18 0,18 +6,49 3,44 +5,53 0,66 +14,80 8,22 +4,58 4,50 +11,94

77,10 2,42 6,54 100,02 2,44 1,46 3,27 5,51 24,35 1,33 2,27 38,50 41,02 2,38 2,41 112,00 0,47 1,06 4,70 3,68 3,72 0,48 0,00 4,09 4,45 9,50 0,64 5,16 86,97 0,42 0,26 3,74 22,59 31,93 0,00 1,46 27,49 100,86 2,82 0,19 3,43 0,65 8,21 4,43

23 24 13 139 94 1.467 19 219 2 329 16 3.318 16 235 8 18 133 107 623 74 288 84 43 82 491 13 52 661 18 90

4,68 1,72 2,38 1,56 0,21 4,44 0,37 2,45 28,30 18,36 0,97 0,18 3,06 2,09 1,68 0,84 0,13 0,83 0,80 0,67 1,32 0,36 99,66 26,91 2,92 8,95 2,00 6,14 0,24 0,69

+0,45 +1,50 +0,96 -3,50 -1,04 +1,72 +1,02 +2,90 +3,28 -0,35 +13,22 +78,43 +1,07 +2,46 -0,26 +2,04 +20,44 +6,63 +1,44 +5,89 +6,63 +1,66 +0,05 +2,72 -1,08 -1,58 -0,92 +0,81 +0,07 +10,36

4,65 1,74 2,39 1,56 0,21 4,55 0,38 2,50 28,30 18,60 1,00 0,19 3,06 2,13 1,71 0,85 0,13 0,83 0,80 0,65 1,30 0,37 99,68 27,80 2,95 8,92 1,99 6,16 0,25 0,71

0,00 +1,40 +0,84 -2,50 -1,18 +5,82 -0,13 +1,42 +1,65 +2,42 +10,44 +58,59 -1,45 +4,03 +2,63 +1,31 +17,37 +6,61 +0,57 -0,15 -3,28 +3,25 +0,03 +3,81 0,00 -3,41 -1,19 +0,08 +2,85 +11,02

4,65 1,74 2,40 1,60 0,21 4,51 0,37 2,47 28,30 18,39 1,00 0,19 2,99 2,13 1,71 0,87 0,13 0,85 0,80 0,65 1,32 0,36 99,60 27,50 2,95 8,92 2,01 6,17 0,25 0,71

666 509 24 56 279 234 3 45 37 15 125 105 22 523 25 29 576

1,10 4,90 20,77 0,91 7,02 4,35 37,02 0,82 3,74 1,33 0,95 31,65 9,55 16,43 2,02 4,01 4,93

-2,30 -4,54 -2,83 +2,25 -0,54 -0,24 +2,88 +7,80 -1,31 +3,08 -1,90 +1,30 +1,83 -0,21 -0,28 +2,65 -2,96

1,10 4,90 20,72 0,94 6,88 4,28 37,23 0,80 3,70 1,35 0,94 31,73 9,60 16,28 2,00 4,05 4,92

-1,35 -3,93 -0,53 +4,09 -3,78 -3,49 +2,65 +4,23 -2,57 +3,21 -1,00 -1,00 +2,13 -1,51 -3,38 +3,85 +0,10

1,12 4,91 20,72 0,94 6,90 4,34 37,23 0,80 3,75 1,35 0,95 31,73 9,60 16,32 2,04 4,00 4,92

8 904 11 590 66 33 9 10.884 39 21.425 447 633 71 10 30 230 296 214 103 0

21,60 0,84 1,30 1,05 10,08 0,77 3,48 3,74 14,32 15,18 3,16 9,31 0,70 4,51 0,38 4,30 0,08 2,34 0,32 0,09

+1,62 +0,92 +1,44 -4,61 +1,50 -1,38 +0,27 -0,15 +1,65 +3,55 +1,81 +0,62 -0,11 +0,01 +0,46 +0,60 +8,08 +0,02 +3,64 0,00

21,80 +2,35 0,86 +2,89 1,30 -0,76 1,09 +1,49 10,08 +0,50 0,77 +1,71 3,51 -0,28 3,77 +1,28 14,30 +1,49 15,22 +4,18 3,23 +3,69 9,28 +0,16 0,69 -0,86 4,51 0,00 0,39 0,00 4,38 +4,67 0,08 +13,43 2,35 +1,52 0,32 +3,23 0,10 0,00

21,80 0,85 1,30 1,11 10,12 0,77 3,45 3,76 14,30 15,25 3,20 9,30 0,70 4,51 0,39 4,38 0,08 2,34 0,33 0,00

Positiva Fiat L’Ad Marchionne: “Il peggio forse è passato”

Le chiusure delle Borse Dow Jones New York *

+0,65

Nasdaq New York *

-0,03 +0,66

Parigi

MILANO - Chiusura in deciso rialzo per Piazza Affari, migliore in Europa, grazie all’andamento di Wall Street. Il Mibtel ha chiuso in rialzo del 2,82%, riportandosi sopra i 13.000 punti a 13.068, l’S&P/Mib del 2,69% a 16.263 punti, livelli che non si vedavano dallo scorso 19 febbraio, l’All Stars dell’1,71%. Fra le blue chip maglia rosa per Banco Popolare che ha guadagnato il 9,7% a 3,27 euro con il mercato che ha apprezzato la pulizia di bilancio emersa con la presentazione dei conti 2008. In forte rialzo Luxottica (+7,5%), A2A (+8%) che ha presentato a sua volta i risultati 2008 chiusi con un utile in calo a 316 milioni di euro. Fra i finanziari in evidenza Generali (+4,1%), Alleanza (+4,4%), Fonsai (+4%), Mediobanca (+4,2%) e Ubi (+4,6%) che ha chiuso il 2008 con un utile netto normalizzato di 425,3 milioni di euro. Bene Telecom (+3,8%), Lottomatica (+3,2%) e Italcementi (+3,7%). Positiva Fiat (+1,47%) con Fitch cha ha tagliato il rating a lungo a BB+ da BBB-, con outlook negativo. L’Ad Marchionne invece ha aperto uno spiraglio di luce nella crisi, dichiarando che il peggio potrebbe essere passato e ha nuovamente confermato gli obiettivi 2009 del gruppo. In controtendenza Pirelli (-1,1%), Bpm (-1%) che ha presentato i conti 2008 chiusi con un utile netto in calo del 76,8%. Piatta Mondadori (-0,1%) che nel 2008 ha registrato una contrazione dell’utile netto

*dati di metà giornata

Londra

-0,29

Milano

+2,82

Amsterdam

+1,84

Zurigo

+0,95

Francoforte

+0,86

Tokyo

-0,10

Hong Kong

-2,07 ANSA-CENTIMETRI

del 13,8% a 97,1 milioni di euro e ha deciso di non distribuire alcun dividendo. Exploit di Cell Therapeutics (+58,6%). Pioggia di acquisti sugli immobiliari Risana-

mento (+21,8%), Aedes (+21,4%), Uni Land (+14%,1) e Gabetti (+11,4%) e su Poltrona Frau (+16,6%). Denaro su Tiscali (+10%) e Rcs (+8,25%).

Debole, invece, Londra appesantita dagli assicurativi

Wall Street spinge l’Europa Milano è ancora la migliore

MILANO - Ancora un rialzo, il quinto consecutivo, per le Borse europee. A innestare la marcia, in particolare, l’inatteso aumento degli ordini di beni durevoli e le vendite di case nuove negli Stati Uniti. L’indice Dj Stoxx 600 che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, ha così chiuso con un crescita marginale dello 0,34%. Tra le più toniche Milano (Mibtel +2,82%, S&P/Mib +2,69%) a seguire Amsterdam (+1,84%), Stoccolma (+1,78%) e Madrid (1,04) dove Inditex, proprietario dei marchi Zara e Bershka, ha archiviato un rialzo del 4,75% nonostante il calo degli utili nell’ultimo trimestre. Più caute Francoforte (+0,86%) e Parigi (+0,66%). Debole, invece, Londra (-0,29%) appesantita dagli assicurativi (Dj Stoxx settore +0,04%) Aviva (11,61%) e Legal & General (-7,24%). A brillare soprattutto è Volkswagen (10,7%) nel giorno in cui Porsche (+0,21%), proprietaria del 50,76% della casa di Wolfsburg, ha ottenuto da un pool di 15 banche una nuova linea di credito di 10 miliardi di euro.

MIDEX

72 5.007 1.052 36 210 101 40 93 326 146 35 6 0 277 66 278 2.889 136 325 2.155 62 564 103 384 4.400 1.440 602 44 203

15.946 (+2,18)

13.068 (+2,82)

ALL STARS

PREZZO RIF

MIBTEL

A A.S. ROMA A2A ACEA ACEGAS-APS ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM ACTELIOS AEDES AEFFE AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON ALCATEL-LUCENT ALERION ALLEANZA ASS ALLIANZ AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ATLANTIA AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE BANCA ITALEASE BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER BB BIOTECH BCA CARIGE BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP MILANO BCA PROFILO BCO BILBAO VIZ ARG BCO DESIO BRIA RNC BCO DESIO BRIANZA BCO SARDEGNA RISP BEGHELLI BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO BOLZONI BONIFICHE FERRARESI BP-10 CV 4,75% BREMBO BRIOSCHI BULGARI BUONGIORNO BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RNC C CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDIT CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE LATTE TO CERAMICHE RICCHETTI CHL CICCOLELLA CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI COBRA COFIDE SPA COMUNE MI-A2A 09 CV CR BERGAMASCO CREDEM CREDIT AGRICOLE CREDITO ARTIGIANO CREDITO VALTELLINESE CRESPI CSP INT IND CALZE D D’AMICO DADA DAIMLER DAMIANI DANIELI & C DANIELI & C RISP NC DANONE DATA SERVICE DATALOGIC DE’LONGHI DEA CAPITAL DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT E E.ON EDISON EDISON R EEMS EL.EN ELICA EMAK ENEL ENGINEERING ENI ENIA ERG ERG RENEW ERGO PREVIDENZA ERGYCAPITAL ESPRINET EUROFLY EUROTECH EUTELIA EVEREL GROUP

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

S&P/MIB

TITOLO

TITOLO

8.046 (+1,71)

16.263 (+2,69)

TITOLO

EXOR EXOR PRV EXOR RSP EXPRIVIA F FASTWEB FIAT FIAT PRIV FIAT RISP FIDIA FIERA MILANO FILATURA DI POLLONE FINARTE CASA D’ASTE FINMECCANICA FMR ART’E’ FONDIARIA-SAI FONDIARIA-SAI R FORTIS FRANCE TELECOM FULLSIX G GABETTI GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RISP PORT NC GENERALI ASS GEOX GEWISS

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

645 630 111 374

7,28 +1,50 4,74 +4,18 5,33 +11,89 0,90 +2,92

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

7,18 +1,84 4,79 +6,27 5,54 +12,15 0,95 +9,06

7,26 4,90 5,50 0,93

891 15.367 425 644 193 85 13 54 7.655 14 2.351 391 355 5 7

15,36 4,81 2,73 3,33 4,15 4,05 0,38 0,14 9,06 3,95 8,76 6,81 1,47 17,48 1,65

-0,37 +2,08 +1,68 +2,21 +3,43 +4,17 +7,55 +5,63 +0,77 -0,02 -0,68 +1,71 -1,43 +0,52 +2,86

15,27 4,80 2,76 3,35 4,26 3,96 0,39 0,14 9,21 3,95 8,97 6,86 1,48 17,82 1,66

-0,46 +1,48 +2,60 +1,82 +6,91 -0,25 +4,05 +0,21 +2,85 -0,75 +4,00 +5,62 +0,14 +2,53 +2,85

15,35 4,80 2,74 3,35 4,35 3,97 0,39 0,15 9,21 3,95 8,99 6,89 1,48 17,82 1,66

56 9 1 54 412 6 10.939 1.572 10

0,72 6,73 28,20 2,14 0,30 0,46 13,18 4,76 2,45

+5,47 -1,01 +2,46 -1,17 +1,23 -8,35 +3,77 -0,44 -1,33

0,76 +11,40 6,70 -1,90 28,20 +2,51 2,13 -0,12 0,31 +4,78 0,47 -7,00 13,26 +4,08 4,80 +0,95 2,45 -1,90

0,76 6,79 28,20 2,13 0,31 0,47 13,30 4,82 2,45

TITOLO

GR EDIT L’ESPRESSO GRANITIFIANDRE GRUP MINERALI MAFFEI GRUPPO COIN H HERA I I GRANDI VIAGGI I.M.A IGD IL SOLE 24 ORE IMMSI IMPREGILO IMPREGILO RP INDESIT COMPANY INDESIT COMPANY RNC ING GROEP INTEK INTEK R INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO INVEST SVILUPPO MED IPI IRCE IRIDE ISAGRO IT HOLDING IT WAY

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

799 31 10 53

0,74 2,11 3,90 1,60

1.686 60 75 224 31 135 4.950 21 969 0 121 46 0 625 12.561 1.734 65 3 12 9 597 91 0 12

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

+8,94 -4,20 -1,78 +0,81

0,76 2,11 3,95 1,59

+3,35 -0,35 -1,25 -0,31

0,76 2,12 3,95 1,60

1,27

-0,47

1,27

-1,55

1,27

0,88 12,57 0,87 1,85 0,56 1,98 6,20 1,93 2,04 4,86 0,28 0,55 2,33 2,04 1,41 0,09 0,70 1,48 1,42 0,78 3,10 0,18 3,73

+6,60 +1,74 +2,31 +0,04 +0,26 +4,10 +5,96 +3,58 0,00 -5,50 +4,61 0,00 +6,37 +0,43 +1,60 +7,39 +2,42 +3,66 +2,52 -0,42 -3,03 0,00 +0,43

0,89 +1,37 12,70 +1,60 0,89 +4,24 1,84 -1,61 0,57 +1,16 2,02 +5,02 6,40 +9,32 1,92 +5,26 2,04 0,00 4,81 +0,84 0,28 +1,08 0,55 0,00 2,42 +4,77 2,08 +1,46 1,46 +6,18 0,09 +11,11 0,70 +3,73 1,44 0,00 1,49 +6,19 0,79 +3,47 3,18 +3,25 0,18 0,00 3,76 0,00

0,89 12,56 0,89 1,83 0,56 2,02 6,40 1,93 0,00 4,80 0,29 0,00 2,40 2,08 1,45 0,09 0,00 1,47 1,44 0,79 3,18 0,00 3,76

ITALCEMENTI ITALCEMENTI RISP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RNC J JUVENTUS FC K K.R.ENERGY KINEXIA KINEXIA AXA KME GROUP KME GROUP RSP L L’OREAL LA DORIA LANDI RENZO LOTTOMATICA LUXOTTICA GROUP LVMH M MAIRE TECNIMONT MANAGEMENT E C MARCOLIN MARIELLA BURANI F.G MARR MEDIACONTECH MEDIASET S.P.A MEDIOBANCA MEDIOLANUM MEDITERRANEA ACQUE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS ORD MILANO ASS RISP PORT MIRATO MITTEL MOLMED MONDADORI EDIT MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE R MUNICH RE MUTUIONLINE N NEGRI BOSSI NICE NOKIA CORPORATION O OLIDATA OMNIA NETWORK P PANARIAGROUP PARMALAT PERMASTEELISA PHILIPS PIAGGIO PININFARINA SPA PIRELLI E C PIRELLI E C RISP POR PIRELLI&C REAL E POLIGRAF. S. F POLIGRAFICI EDIT POLTRONA FRAU PPR PREMAFIN FIN HP PREMUDA PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN R RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RDB RECORDATI ORD RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RGINORI AXA RICHARD-GINORI 1735 RISANAMENTO RWE S S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR SAES GETTERS SAES GETTERS RISP NC SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RISP CV SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE R SIAS SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F SOCIETE GENERALE SOCOTHERM SOGEFI SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN STEFANEL STEFANEL RISP NC STMICROELECTRONICS T TAS TELECOM IT MEDIA R TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R TELEFONICA TENARIS TERNA TISCALI TOD’S TOTAL TREVI FIN IND TREVISAN COMETAL TXT E-SOLUTIONS U UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL PRIV V VIAGGI DEL VENTAGLIO VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F VIVENDI Z ZIGNAGO VETRO ZUCCHI SPA ZUCCHI SPA RISP NC

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

2.292 774 396 413

7,94 3,97 21,33 14,71

52 95 50 107 141 18

PREZZO RIF

+2,78 +2,40 +4,12 +7,33

8,05 3,96 21,59 15,00

0,69

-0,15

0,19 2,00 0,02 0,55 0,80

+0,43 +0,18 -1,38 +2,39 +5,14

VAR % PREZZO P. RIF ULT

+3,67 +2,86 +5,32 +8,30

8,02 4,03 21,78 15,15

0,69

-0,51

0,69

0,19 2,01 0,02 0,58 0,80

+1,86 -3,25 -7,34 +6,48 +0,38

0,19 2,01 0,03 0,57 0,80

0 75 620 2.525 3.923 3

51,26 0,00 1,07 +15,35 2,43 +0,75 12,89 +1,31 10,84 +4,36 48,90 +0,90

51,26 0,00 1,12 +20,54 2,41 -0,31 13,01 +3,25 11,22 +7,47 49,00 +1,41

0,00 1,10 2,42 13,03 11,14 49,00

828 100 20 153 53 4 4.246 2.818 1.567 43 3 417 122 19 19 32 1.453 29 92 99 34 2 16

1,62 +0,73 0,50 +2,55 1,18 -0,63 7,91 -0,76 5,27 +0,77 1,95 -1,99 3,44 +0,37 6,52 +3,56 2,69 +3,32 1,92 +3,50 14,10 -6,00 1,73 +0,97 1,89 +1,62 4,33 +0,51 2,74 +2,46 0,94 -1,84 2,59 +4,38 3,15 +3,81 0,41 +2,35 0,17 +7,87 0,18 +13,99 94,84 -2,84 3,26 -0,58

1,63 +2,71 0,52 +2,26 1,17 +1,30 7,89 -1,44 5,30 +0,28 1,95 -0,31 3,44 +0,95 6,65 +4,23 2,66 +0,57 2,06 +13,00 14,10 -6,00 1,75 +4,92 1,90 +4,40 4,40 +5,52 2,73 +2,44 0,92 -3,16 2,54 -0,10 3,44 +13,74 0,41 +1,60 0,17 +8,70 0,18 +7,02 95,85 -1,80 3,26 +1,32

1,63 0,52 1,19 7,96 5,23 1,95 3,45 6,59 2,67 2,06 0,00 1,74 1,91 4,40 2,73 0,92 2,53 3,35 0,42 0,16 0,18 95,85 3,26

4 26 29

0,59 2,15 8,98

62 58

-0,08 +2,86 +3,05

0,59 2,16 9,12

0,35 +11,70 0,27 +1,11

0,37 +22,31 0,28 +13,15

0,34 0,29

16 3.667 63 6 362 56 4.161 70 642 59 42 136 2 62 6 29 3.968

1,29 +0,50 1,48 +1,93 7,79 +3,44 12,34 +0,80 0,93 +0,22 2,48 +4,26 0,18 -3,73 0,20 +0,58 3,02 -2,94 10,78 +2,20 0,33 +4,72 0,74 +23,00 48,73 -2,36 1,02 +2,74 0,91 -0,03 7,58 +3,03 7,54 -3,67

1,30 +0,70 1,48 +1,30 7,84 +2,55 12,50 +3,14 0,94 +2,51 2,49 +3,96 0,18 -1,09 0,20 +2,27 3,01 -1,23 10,89 +1,30 0,32 +0,94 0,76 +16,62 49,01 -0,08 1,05 +4,70 0,91 0,00 7,80 +4,70 7,56 +0,13

1,30 1,48 7,83 12,50 0,94 2,47 0,18 0,20 3,03 10,89 0,33 0,76 49,01 1,05 0,91 7,80 7,60

44 577 137 23 1.137 5 113 43 207 502 383 218 4

0,20 +10,30 0,64 +9,09 0,55 +5,61 2,02 +1,40 4,10 +2,51 15,54 +3,80 0,15 +13,20 14,53 -0,26 0,31 +5,74 0,06 -35,52 0,24 -12,70 0,19 +32,64 54,89 +2,39

0,20 +10,67 0,64 +8,26 0,55 +6,47 2,04 +0,99 4,14 +4,55 15,60 +4,00 0,16 +18,04 14,49 -1,70 0,32 +9,57 0,05 -48,07 0,20 -27,27 0,19 +21,78 55,20 +2,97

0,20 0,64 0,56 2,02 4,14 15,60 0,17 14,40 0,32 0,05 0,26 0,19 55,20

20 80 50 235 188 341 4.852 1 10 1 1.659 8 56 2.054 32 641 27 48 144 2.788 128 3 115 34 1.244 169 16 9 197 45 0 6.193

0,33 -1,36 8,67 -1,52 0,58 +4,31 6,53 +0,60 6,15 +3,65 0,41 +6,06 13,72 +0,97 15,00 -2,02 41,99 +0,44 27,67 +0,99 1,99 +2,04 8,55 +1,79 3,54 -1,15 4,84 +14,49 4,61 +9,96 3,59 +0,84 78,17 -1,19 43,41 -4,42 2,04 -0,07 3,92 +2,70 0,15 +2,74 90,50 -0,22 0,13 +5,93 31,10 -1,28 1,85 -4,36 0,76 +4,14 2,79 -0,59 80,08 +0,43 0,51 +2,26 0,33 +10,12 2,30 0,00 3,46 +5,01

0,33 -1,35 8,70 -1,36 0,59 +4,16 6,72 +3,46 6,20 +4,20 0,42 +7,44 13,76 +1,85 15,00 -2,02 42,10 +0,48 27,67 +0,99 2,01 +3,35 8,60 +0,70 3,58 -1,92 5,70 +37,35 4,90 +21,29 3,65 +3,25 78,06 -1,15 43,99 -2,46 2,06 +2,23 3,95 +1,48 0,15 +6,66 90,50 -0,22 0,13 +10,45 31,28 +1,89 1,81 -8,12 0,77 +6,25 2,80 -0,62 79,87 -0,41 0,51 +2,19 0,33 +3,13 2,30 0,00 3,53 +7,14

0,33 8,80 0,59 6,70 6,20 0,42 13,72 0,00 42,10 27,67 2,02 8,50 3,50 5,55 4,90 3,65 78,05 43,99 2,05 3,94 0,15 0,00 0,13 31,28 1,84 0,76 2,74 79,87 0,52 0,34 0,00 3,54

7 11 13 7.006 517 2.106 0 5.969 2.326 8.223 2.016 12 287 766 120

9,57 +4,20 0,08 -10,14 116,47 +0,04 0,96 +2,03 0,08 -6,74 0,74 +2,65 15,09 0,00 7,61 +0,93 2,44 +1,35 0,44 +20,44 31,23 -6,79 38,61 +0,97 5,26 +2,12 0,73 -5,45 5,97 +3,13

4.099 233 28.037 98 3 2.014 1.376 235 6 24 32 0 4 114 115 2

-0,07 +0,32 +2,77

0,59 2,16 9,12

+4,48 -1,82 +0,09 +3,79 -3,43 +2,19 0,00 +3,61 +1,04 +9,99 -1,35 +2,63 -0,29 -3,51 +7,33

10,03 0,08 116,38 0,97 0,09 0,75 0,00 7,72 2,44 0,45 32,20 39,08 5,18 0,75 6,09

+0,61 +6,70 -2,53 -2,34 +2,82 +0,72 +0,14

8,41 +4,60 0,61 +14,09 1,39 +0,22 2,31 -1,18 14,68 +1,03 0,66 +2,63 0,46 +2,77

8,25 0,60 1,38 2,36 14,68 0,66 0,47

0,18 +18,56 1,48 -1,59 3,87 -0,50 3,89 +0,35 249,00 0,00 20,55 +1,81

0,18 +12,89 1,50 -0,13 3,90 -0,57 3,98 +3,65 249,00 0,00 20,33 +0,35

0,18 0,00 3,90 3,98 0,00 20,33

8,10 0,56 1,38 2,32 14,67 0,66 0,46

3,33 0,43 1,50

-0,27 +3,31 +4,46

10,03 0,08 116,50 0,97 0,08 0,75 14,38 7,76 2,44 0,45 32,06 39,08 5,16 0,74 6,15

3,30 0,44 1,50

-1,05 +4,76 +4,46

3,34 0,42 1,50


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 7

Attualità

L’assassina credeva di essere il diavolo

Scoperti 25 cinesi in 70 metri quadri

Uccide la mamma a colpi di crocifisso

Dormivano ammassati in un appartamento

PARIGI - Credeva di essere il diavolo e così una donna di 34 anni ha ucciso la madre di 81 colpendola con un crocifisso e una lampada: è successo la notte di martedì nella città mariana di Lourdes. È stata la stessa donna a chiamare i soccorsi dopo aver colpito a morte la madre. Al loro arrivo gli agenti di polizia l’hanno trovata ricoperta di sangue, inginocchiata accanto al letto dove si trovava il corpo straziato dell’anziana: «ho avuto delle visioni, ho creduto di essere il diavolo, di essere il male», ha spiegato la donna poi ricoverata all’ospedale.

ROMA - In venticinque vivevano ammassati in un appartamento di 70 metri quadri in condizioni igieniche precarie con i fili elettrici a vista. Gli agenti del commissariato Prenestino hanno scoperto all’interno di un appartamento nella zona periferica di Centocelle, un dormitorio dove vivevano 4 famiglie di cittadini cinesi. «Siamo arrivati per un semplice controllo perchè a quell’indirizzo corrispondeva una società di traslochi”. Resta da chiarire se gli stranieri fossero impiegati per la manodopera clandestina.

La colpisce con il crocifisso a Lourdes

Gli agenti all’interno dell’appartamento

Ex pregiudicato e con un figlio a carico si cosparge di benzina in Campidoglio Per il suo passato da rapinatore il principale non gli ha versato i contributi

Si dà fuoco in piazza per il lavoro “Sono disperato” ha detto l’uomo al poliziotto che lo ha soccorso ROMA - Voleva morire perchè ha perso il lavoro e il suo datore di lavoro non gli aveva versato i contributi sufficienti per la disoccupazione, perchè da pregiudicato avrebbe fatto fatica a trovare un altro impiego onesto, perchè vive con un figlio e una moglie in una catapecchia, perchè non ha soldi per tirare avanti. Vincenzo C., 39 anni, un passato remoto da rapinatore e un passato recente da onesto lavoratore, si è dato fuoco davanti al Campidoglio perchè, così, «forse qualcuno si ricorderà di me». Non è morto, ma adesso si trova al reparto grandi ustionati del sant’Eugenio. Vincenzo si è cosparso di liquido infiammabile e poi ha

L’assessore promette: “Indagheremo sulla vicenda, non lo lasceremo solo”

I precedenti tentativi di suicidio tra le fiamme

Pire umane per denunciare situazioni senza vie d’uscita ROMA - Non è la prima volta che un luogo pubblico romano viene scelto come sede di un clamoroso tentativo di suicidio con il fuoco. Ecco un riepilogo dei precedenti: 9 giugno 2008 Gennaro Verdicchio, napoletano di 46 anni, si dà fuoco in piazza Navona, ma, quando le fiamme aumentano, si getta in una fontana. L’uomo ha compiuto il gesto per la sua situazione lavorativa. 29 maggio 2008 Marianna Randazzo, 64 anni, si da fuoco in piazza del Quirinale per protesta contro un caso di malasanità. Morirà in ospedale. 7 dicembre 2007 - La senagalese Kebe Peinappiccato le fiamme. Un agente in servizio per la visita dei reali di Svezia si è tolto la giacca e ha soffo-

Il punto dove l’uomo ha cercato di darsi fuoco cosparso di alcool in piazza del Campidoglio

da Gotha, 39 anni, si dà fuoco in Campidoglio per una protesta politica. Morirà in ospedale il 30 dicembre. 13 gennaio 1998 Alfredo Ormando, 39 an-

cato le fiamme. Vincenzo gli ha detto ’sono disperato’ e poi è svenuto. È stato subito soccorso e tra-

ni, siciliano, si dà fuoco in piazza San Pietro per denunciare l’incomprensione nei confronti della sua condizione omosessuale. Anche lui muore.

sferito al sant’Eugenio con ustioni sul 20% del corpo. La sua storia inizia tanto tempo fa con furti e

piccole rapine. Il carcere, poi la strada che torna dritta: trova lavoro come panettiere ma il suo dato-

re di lavoro non versa tutti i contributi. Così, quando lo licenzia, a Vincenzo non spetta nemmeno la disoccupazione: glielo dicono martedì scorso quando va all’Inps a cercare di avere il minimo per vivere. Lui, che vive con la moglie Paola e un bambino di quattro anni in una casa popolare a Ponte di Nona che è tutta uno spiffero, non ce la fa più e tenta il gesto dimostrativo. Dietro alle fiamme sul corpo di Vincenzo c’è una storia di indigenza. L’assessore provinciale al lavoro Massimiliano Smeriglio dice che convocherà il datore di lavoro per sapere se è vero che i contributi non sono stati versati: «e non li lasceremo soli».


8 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Trappola mortale ideata da un allevatore palermitano, il rapinatore muore sul colpo

Fucile collegato alla porta uccide il ladro di agnelli PALERMO - Ossessionato dal timore di essere derubato, un agricoltore di 72 anni di Piana degli Albanesi, piccolo centro del palermitano, aveva escogitato un marchingegno contro i ladri. Una misura, che però, ieri ha avuto esiti fatali, pensata nel periodo di Pasqua, quando il rischio che qualcuno entrasse nella sua proprietà per prendere gli agnellini che allevava, era più alto. E puntualmente, quest’anno, come quelli passati, i ladri si sono presentati. Ma ad attenderli hanno trovato una sorpresa: un fucile collegato, tramite un filo, alla porta della masseria. Per azionare la trappola è bastata una leggera pressione della porta, spinta da Luigi D’Aniello, un ladruncolo di 31 anni che aveva deciso di saccheggiare la stalla della famiglia Vaglica. Appena urtato l’uscio, l’uomo si è visto investire da un colpo di fucile a canne mozze. Il grilletto dell’arma era stato collegato dal padrone di casa, Carmelo Vaglica, tramite un filo, alla porta. Colpito in pieno petto, il

L’uomo era ossessionato dai furti nell’ovile Finisce in carcere Il casolare sequestrato dalle forze dell'ordine dove sarebbe avvenuto l'omicidio di Luigi D’Aniello Il ladro freddato da un colpo partito dall'arma mentre cercava di introdursi nella casa

ladro è stato sbalzato a terra ed è morto. Attoniti, i due complici, Giuseppe Mileto e Carlo Barresi, che al momento dello sparo si trovavano nel retro della masseria. Impauriti, credendo di essere stati scoperti, sono fuggiti via. Non vedendo l’amico, hanno capito che poteva essergli successo qualcosa e sono corsi dai carabinieri della stazione di Piana degli Alba-

nesi. Tornati all’ovile i militari hanno trovato D’Aniello a terra morto. Ai carabinieri del Gruppo di Monreale, che hanno svolto le indagini, coordinate dalla procura di Termini Imerese, non è servito molto per ricostruire la dinamica del delitto. Un veloce sopralluogo, la scoperta della trappola escogitata e la testimonianza dei due compli-

ci della vittima, costretti a confessare il tentativo di furto, hanno consentito agli inquirenti di ricostruire la vicenda in poche ore. In carcere sono finiti Carmelo Vaglica, 72 anni, accusato di omicidio volontario aggravato e detenzione illegale di arma - il fucile a canne mozze aveva la matricola abrasa - e i due ladri arrestati in flagranza per tentativo di furto.

Un giallo subito risolto come ha sottolineato il comandante provinciale dei carabinieri Teo Luzi. «L’immediata risposta al delitto da parte dell’Arma e dell’autorità giudiziaria - ha detto - è un segnale di grande efficienza». Un plauso ai carabinieri di Piana degli Albanesi che in poche ore hanno fatto luce sull’omicidio giunge dal comandante provinciale di Palermo

Svaligiano banca ma non staccano l’allarme

CAPRANICA (VITERBO) I carabinieri di Viterbo hanno sventato un furto nella filiale della Banca di credito cooperativo di Capranica, in provincia di Viterbo. La notte scorsa, alcuni malviventi sono entrati nella filiale istituto di credito dopo aver messo fuori uso l’impianto di videosorveglianza e divelto una grata in ferro da una finestra. Mentre i ladri stavano rovistando i locali è però scattato l’allarme collegato con la centrale operativa dei carabinieri di Viterbo che ha inviato sul posto tutte le pattuglie in zona. I ladri, non appena hanno visto arrivare i militari, si sono dati alla fuga facendo perdere le loro tracce, senza riuscire a rubare nulla. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo investigativo che hanno eseguito indagini tecniche e la rilevazione di eventuali tracce biologiche o impronte digitali.

dell’Arma, il colonnello Teo Luzi. Il comandante evidenzia come «in stretta aderenza alle indicazioni pervenute immediatamente dopo il fatto dalla Procura di Termini Imerese, i carabinieri sono riusciti a ricostruire in modo puntuale la complessa dinamica del delitto, caratterizzata da modalità ’inusuali’ e, per certi aspetti, ’inquietanti’.

Ingroia: “Saviano, stop al ruolo antimafia”

Il corpo di Orazio Porro, ex collaboratore di giustizia, ucciso per strada a Bari

Ex pentito ucciso al mercato di Bari, voleva tornare a collaborare. Caccia al sicario

Freddato per non farlo parlare

BARI - Nei giorni scorsi, dicono i ben informati, Orazio Porro era stato visto nei corridoi della procura di Bari. Appena scarcerato dopo anni di carcere, voleva riottenere il programma di protezione che gli era stato revocato nel febbraio 2006, dopo quasi otto anni, perchè ritenuto reticente per una strage nella quale era implicato. Per riuscire nell’impresa voleva raccontare nuovi retroscena sulla mafia pugliese. Non si sa se sia riuscito a parlare con qualcuno. Ieri l’ex ’pentito’ è stato ucciso in un agguato in chiaro stile mafioso. Un sicario gli ha sparato un colpo di pistola alla testa tra le bancarelle del mercato del rione Carrassi di Bari. Sul luogo dell’omicidio è subito arrivata la moglie

della vittima. «Fatemelo vedere. Bastardi, bastardi», ha gridato tra le lacrime. Subito dopo sono giunti il pm della Dda Elisabetta Pugliese, e il sindaco di Bari Michele Emiliano. Porro è morto sul colpo. In mano stringeva ancora il coltello con il quale ha tentato di difendersi. Il suo sembra un delitto annunciato e pare che la squadra mobile sia già sulle tracce del presunto assassino. Tra le piste maggiormente battute quella di una pretesa di danaro fatta dalla vittima subito dopo il suo ritorno a Bari nonostante avesse fatto dichiarazioni contro i clan storici del capoluogo pugliese: dai Laraspata a Parisi fino ai temutissimi Strisciuglio. Storica la sua inimicizia con il suo principale rivale, il boss

Giuseppe De Felice, chiamato ’Pinuccio il napoletano’, che Porro tentò di uccidere in un agguato durante la latitanza in Montenegro. Dopo l’arresto Porro fu punito per aver osato sparare a Giuseppe De Felice e un suo affiliato, Nicola Solazzo: nel carcere di Bari fu avvicinato da un nipote del ’napoletano’ che lo sfregiò. Da quel momento decise di collaborare con la giustizia. Era stato collaboratore di giustizia dal 1998 al febbraio 2006. Fu la corte d’assise di Bari, che giudicava i clan baresi nell’ambito dell’inchiesta ’Borgo antico’, a non riconoscere all’uomo l’attenuante della collaborazione, riservata ai ’pentiti’. Perchè - ritennero i giudici il pregiudicato non aveva detto tutto”.

Li travolse e fuggì, scampa alla condanna per omicidio volontario

Nuove minacce di decapitazione tramite web da parte dei ribelli

ROMA - La Cassazione dice ’no’ alla condan- sto per omicidio volontario in quanto, sostena per omicidio volontario nei confronti del neva, chi si mette alla guida correndo dopo giovane muratore romeno che, ubriaco al vo- aver bevuto è consapevole di tenere un comlante di una potente Bmw, inportamento dannoso. Ma per Per la Cassazione vestì una coppia di fidanzati il Tribunale del riesame la giol’alcol ha impedito nel centro di Salerno, lo scorvane età del romeno, la poca so 6 luglio, uccidendo Salva- al romeno di rendersi esperienza di guida e l’eccitatore Alfano e ferendo gravezione per avere una macchina conto del pericolo mente Veronica Siniscalco. Il potente propendevano per la guidatore fuggì senza prestare soccorso e la casualità dell’investimento, l’ubriachezza imsua corsa finì contro una vetrina: Mihai Gica pediva al giovane di rendersi conto dei rischi Bodac fu salvato dal linciaggio dalla polizia. della sua guida. Condannato per omicidio La Procura di Salerno ne aveva chiesto l’arre- stradale colposo a otto anni di reclusione.

ROMA - Sale la tensione per la sorte dei tre dal 15 gennaio scorso sono in mano ai terrorioperatori della CRI, tra cui l’italiano Eugenio sti di Abu Sayyaf anche lo svizzero Andreas Vagni, rapiti oltre due mesi fa nelle Filippine. Notter e la filippina Mary Jean Lacaba. Ma Nuove minacce di decapitale forze armate di Manila hanzione sono arrivate infatti ie- Chiedono la fine delle no respinto la richiesta e non azioni militari ri da parte dei ribelli che intendono negoziare con i terchiedono alle forze di polizia roristi. «Stiamo osservando atnell’isola di Jolo di interrompere le azioni mila situazione e La polizia non cede tentamente litari nell’isola di Jolo, capitanon abbiamo alcuna intenziole della provincia di Sulu. A dare notizia ne di andare via, permettendo ai rapitori di delle nuove minacce, che seguono quelle lan- fuggire», ha ha detto unmilitare. «Non abbiaciate la scorsa settimana, il sito on line del mo cambiato il nostro biettivo, liberare in quotidiano filippino ’Philistar’. Oltre a Vagni, sicurezza gli ostaggi della Croce Rossa».

Ubriaco investe coppia, niente pena pesante Ostaggi nelle Filippine rischiano la testa

ROMA - «Spero che Roberto Saviano riesca a liberarsi dal personaggio che gli è stato appiccicato addosso». Lo ha detto il procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia, in una intervista a «KlausCondicio», in onda su YouTube. “La nostra è un’epoca dominata dai media e, inevitabilmente, ciascuno di noi, malgrado le proprie scelte, finisce per diventare un personaggio mediatico e rimanere prigioniero di quell’icona che viene diffusa. È opportuno utilizzare i media per poter lanciare messaggi positivi soprattutto ai giovani - ha spiegato -. Non bisogna, però, apparire come coloro che vogliono fare professionismo. Saviano ha dimostrato di essere bravo e intelligente. Immagino che riuscirà ad avere un livello di consapevolezza tale da poter rilanciare d’ora in avanti la sua immagine». Quanto alla bocciatura di «Gomorra» a Hollywood, Ingroia osserva che nel film «manca la componente ironica che, invece, si riscontra, ad esempio, in una fiction come “I Soprano”. Sarà per quello che, forse, non è rientrato nelle corde del pubblico americano». E sull’arresto di alcuni attori del cast con l’accusa di associazione per delinquere, il magistrato è dell’ idea che «la realtà, specialmente un certo tipo di realtà dura, finisce spesso per avere la meglio». “Di certo - ha concluso Ingroia - non si può pensare che un libro e un film possano cambiare la realtà. Possono, però, raccontare una realtà poco nota in giro per il mondo, creare attenzione e accendere i riflettori”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 9

Attualità

Li hanno messi in rete 5 giovani indagati dalla Procura di Catania Nei loro siti internet davano lezioni su come realizzare gli ordigni

Bombe e ordigni chimici, manuali on line A Padova bloccato un mercato di prostituzione gestito sul web

A scoprire la truffa la polizia postale di Catania che, con direttive da Roma, è impegnata anche sul fronte del contrasto al terrorismo on line

CATANIA - Istruzioni per potenziali terroristi on line. Li hanno messi in rete 5 giovani indagati dalla Procura della Repubblica di Catania, che sui loro siti internet davano lezioni su come realizzare e utilizzare ordigni esplosivi. Ma non solo: sul web mettevano anche manuali multimediali che spiegavano come costruire armi da guerra o attuare attacchi chimici con sostanze batteriologice nocive o pericolose. A scoprirli è stata la polizia postale di Catania che, seguendo direttive ricevute dal servizio centrale di Roma, è impegnata anche sul fronte del contrasto al terrorismo on line. Gli investigatori etnei hanno così scoperto l’esistenza dei cinque siti, attivi dal 2007, che sono stati subito oscurati e sequestrati su disposizione del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia etnea, Francesco Puleio. Nella notte, con la collaborazione della Digos di cinque Questure italiane, sono così scattate le perquisizioni in casa degli indagati: tre disoccupati e due impiegati, di età compresa tra i 20 e i 36 anni, e che sono di Bergamo, Roma, Terni, Potenza e Salerno. Alcuni di loro, davanti alla contestazione del reato, che è punito con una condanna massima fino a 6 anni di reclusione, hanno ammesso le loro responsabilità senza spiegare però il perchè della loro iniziativa. I controlli hanno portato al sequestro di proiettili a pal-

mettere centraline telefoniche di diverse compagnie del settore. Ma non solo. Arriva una notizia da Padova. Tre milioni di euro all’anno per il book fotografico e le inserzioni al sito web: tanto incassava la Ciesse di Vigonza (Padova) coinvolta nell’inchiesta della magistratura padovana su un giro di prostituzione. La società, nata nel 2001 e che fa riferimento al dominio sloveno della Loitra, è gestita da tre padovani (tutti con precedenti specifici) accusati assieme agli altri 12 indagati di associazione per delinquere finalizzata all’agevolazione e sfruttamento della prostituzione. Ingenti somme di denaro sono state versate in fondi di investimento in Italia e trasferiti, per investimenti, in Slovenia. Gli agenti della Ciesse reclutavano le ’modellè e preparavano per loro il book fotografico che poi veniva inserito nel sito ’best annuncì. Tra le prostitute - migliaia e di tutti i paesi secondo quanto accertato dalla polizia - c’era poi un passaparola per attivare con la Ciesse un abbonamento: ognuna pagava 300 euro mensili. La squadra mobile scaligera ha posto sotto sequestro, secondo quanto disposto dalla magistratura padovana, i locali della Ciesse, le apparecchiature informatiche ed elettroniche, i conti correnti bancari e postali. All’indagine ha partecipato anche la Polizia postale di Venezia e Verona.

lettoni, munizioni per armi da guerra, oltre al sequestro amministrativo di due fucili e sette pistole. Durante gli accertamenti sono state denunciate altre due persone per detenzioni di armi. Le indagini non hanno evidenziato collegamenti tra gli indagati ed ambienti politici o terroristici. I 5, per quanto emerso finora, non sarebbero collegati tra loro nè avrebbero avuto

contatti con gruppi eversivi. Ma su questo fronte delle indagini maggiori particolari emergeranno dagli accertamenti che la polizia postale ha avviato su computer, fissi e portatili, sequestrati loro. Durante una perquisizione in casa di uno degli indagati gli investigatori hanno anche trovato istruzioni dettagliate e funzionali, vergate a mano su fogli di carta da scrivere, su come mano-

Polemica sulla decisione del governo Brown per le violazioni della privacy Gordon Brown ha confermato l’ipotesi di monitoraggio da parte del governo dei social network

La tecnologia può essere sfruttata da gruppi estremisti

E Londra vuole da Facebook i dati sui contatti degli utenti

LONDRA - I social network come Facebook potrebbero essere obbligati a passare al governo i dettagli sui contatti degli utenti, almeno secondo una nuova proposta della Gran Bretagna per contrastare il terrorismo. Milioni di britannici utilizzano siti come Facebook, Bebo e MySpace per ’chattare’ con gli amici, ma i ministri temono che questa tecnologia in rapida evoluzione possa essere sfruttata da estremisti. Il progetto è stato bersaglio di molte critiche, secondo cui è un’altra prova dell’eccessiva intrusione del governo nella vita delle persone. Il ministero degli Interni ha confermato ieri che il governo sta valutando la possibilità di monitorare i siti di social network, ma ha aggiunto che l’idea è ancora ad uno stadio di consultazione.

Una bolletta record per un utente della provincia di Milano

Controlli dall’est Europa

La Tim chiede 46mila euro per 2mesi

Allarme tbc per le badanti

La società telefonica annulla la pretesa dopo il ricorso del Codacons

ROMA - L’allarme sulle malattie infettive in relazione ai flussi migratori «c’è già da tempo» e non riguarda soltanto gli immigrati che provengono da paesi del sud del mondo ma anche quelli dell’est Europa, come nel caso della tubercolosi: lo ha affermato il sottosegretario al Welfare, Francesca Martini, che auspica uno screening per la tbc sulle badanti dell’est Europa. «Ricordo come, da assessore alla Sanità del Veneto - ha spiegato Martini a margine di un convegno della Croce rossa italiana feci il primo protocollo in Italia che metteva a disposizione delle badanti, che spesso provengono dall’Europa dell’est dove sono attivi focolai massicci di tubercolosi, la possibilità di avere uno screening». Per il sottosegretario, quindi, «è fondamentale che anche all’interno dell’Unione Europea ci sia la possibilità di sollecitare, soprattutto attraverso un contatto con i medici di famiglia e con i distretti, la valutazione delle condizioni di salute» delle persone che vengono nel nostro Paese per lavori di assistenza e cura. Il sottosegretario ha accennato anche al «ripresentarsi, in Italia, di patologie che appartengono ai secoli passati come nel caso della lebbra a Milano».

Federico Del Bianco

MILANO - Ogni addebito è stato annullato: così ha deciso la Tim, dopo aver «riconosciuto la buona fede del cliente relativamente all’errore commesso». È finito così l’incubo di un uomo di Rozzano (Milano), Salvatore Sica(foto), che si era visto recapitare un conto bimestrale, per i mesi di agosto e settembre 2008, da oltre 46mila euro, per un’offerta della Tim ’Tutto compreso professional 45’. La società telefonica ha spiegato che l’importo anomalo «deriva da un errato uso delle schede sim» visto che «il cliente ha utilizzato impropriamente la scheda esclusivamente abbinata al traffico voce per effettuare connessioni ad internet attraverso il pc, anzichè quella abilitata al traffico dati, generando così l’addebito di tale importo». Tuttavia, «riconosciuta la buona fede del cliente», la Tim ha deciso di annullare quella che sarebbe diventata la bolletta telefonica più alta d’Italia. L’uomo, insieme alla suocera, aveva comprato in un negozio di telefonia di Milano due cellulari per i figli più una terza scheda sim da usare con una chiavetta internet. Analizzate le possibili alternative, aveva scelto una tariffa ’all inclusive’, con la quale prevedeva di pagare a bimestre un tetto di 270 euro fisse al quale, ha spiegato, «sarebbe

stata aggiunta qualche decina di euro in caso di superamento della soglia prevista di minuti di telefonate, numero messaggi e ore di navigazione». Dopo due mesi, invece, è arrivato un conto da 46.046 euro che, secondo il Codacons, ha infranto il re-

cord precedente di 23mila. «Non riusciamo proprio a capire il motivo di questa bolletta - ha spiegato Sica - leggendola si vede che solo nei primi tre-quattro giorni sono stati addebitati 38mila euro. Ci aspettavamo di pagare qualcosa in più dei 270 euro, ma non questa cifra». Per il 23 di aprile è fissata l’udienza di conciliazione con la compagnia telefonica al Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) e, conclude Sica, «se non otterremo niente intraprenderemo azioni legali». Codacons è una asso-

ciazione nata nel 1986 di difesa dei consumatori e dell'ambiente (Codacons - Coordinamento delle associa-

zioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori).

Londra Le bambine richiedono l’anticoncezionale via sms all’istituto e i genitori non ne vengono informati

A scuola pillola gratis per le undicenni

Pillola anti gravidanze

LONDRA - Bambine di undici anni, in Gran Bretagna, possono richiedere la pillola del giorno dopo alla scuola che frequentano con un semplice Sms, con la garanzia che i genito-

ri non ne saranno informati. Fa discutere, e sociologa Patricia Morgan, una esperta di promolto, un progetto-pilota in corso dallo scorso blemi dell’adolescenza, è «estremamente periluglio in sei scuole nella contea dell’Oxfordshi- coloso» tagliare fuori i genitori da temi imporre. L’iniziativa è partita dal Consiglio regionale tanti come questo. «È come dare la luce verde per limitare le gravidanze indesiderate tra le al sesso libero a tutte le età», ha commentato. adolescenti. Le allieve delle Ci sono comunque alcune gasei scuole, di una età compre- Non esistono ranzie. Prima di consegnare sa tra gli 11 e i 13 anni, in caso limitazioni una pillola l’operatore si accerdi rapporto non protetto invia- Il progetto pilota terà che la ragazzina non abbia no un messaggino all’infermesubito uno stupro. «Bisogna in sei istituti ria del loro istituto per farsi stare al passo con i tempi, qui consegnare gratis la pillola del giorno dopo. la promiscuità non c’entra, si tratta solo di Non vi sono limitazioni possono richiederne evitare il trauma dell’aborto a queste giovanisquante ne vogliono. C’è anche un numero sime», ha detto Hillary Pannack, di Straight verde di emergenza da contattare durante il Talking, una Ong che assiste le minorenni in week-end quando la scuola è chiusa. Per la caso di gravidanze indesiderate.


10 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Rai, c’è il nuovo Cda Oggi Garimberti avrà la presidenza

Genchi controllava tredici milioni di utenze telefoniche

Fini ci ripensa: Mussolini non fu grande statista

ROMA - L’Assemblea degli azionisti della Rai ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione dell’azienda. Ne fanno parte Giovanna Bianchi Clerici, Rodolfo De Laurentiis, Alessio Gorla, Nino Rizzo Nervo, Guglielmo Rositani, Giorgio Van Straten, Antonio Verro, Angelo Maria Petroni e Paolo Garimberti indicati dall’azionista di maggioranza, che ha indicato Garimberti per la nomina a presidente della società. La prima riunione del nuovo consiglio di amministrazione è stata convocata per oggi alle 17. Il Cda avrà il compito di nominare il presidente Paolo Garimberti, indicato dal Ministero dell’Economia che poi dovrà essere ratificato dalla Commissione di Vigilanza con voto bipartisan a due terzi dei componenti.

ROMA - Nell’archivio di Genchi, il consulente dell’ex pm De Magistris, il Ros avrebbe individuato 13 mln di intestatari di utenze telefoniche. Sarebbero le cosiddette ’anagrafiche’. Tra il materiale sequestrato nelle recenti perquisizioni disposte dalla Procura di Roma nell’ufficio di Genchi a Palermo, attualmente al vaglio degli investigatori, anche dati relativi a 1.160.000 persone ricavati delle anagrafi di Palermo, di Mazara del Vallo e di alcuni Comuni calabresi. Il totale dei tabulati acquisiti da Genchi ammonterebbe, infine, a 350 mln di righe di traffico telefonico, ognuna delle quali contiene un chiamante, un chiamato, data, ora, durata e ubicazione della cella telefonica.

ROMA - Dall’omaggio alle Fosse Ardeatine nel 1993 alla svolta di Fiuggi del ’95, dal viaggio ad Auschwitz nel 1999 a quello in Israele del 2003, dove condannò il fascismo come «male assoluto». Gianfranco Fini, che poco meno di una settimana fa ha calato il sipario su Alleanza nazionale per traslocare nel Pdl, dà l’addio a Benito Mussolini. Intervistato nella sede della stampa estera di Roma, Fini ammette di aver cambiato idea sul ruolo del Duce nella storia. Nel 1994 lo definì «il più grande statista del secolo». Ora, dice rispondendo a una precisa domanda: «La risposta è nelle cose che ho detto negli ultimi anni. E’ evidente che non sono più dello stesso parere: sarei schizofrenico».

Attimi di tensione al Senato durante le votazioni sul biotestamento Il ministro Sacconi: d’ora in poi non si verificherà più un caso Englaro

L’alimentazione artificiale non si blocca Bocciata la proposta Pd che lo consente Sandro Marchi

ROMA - Non pasano agli emendamenti dell'opposizione. Niente possibilità di sospendere alimentazione e idratazione artificiali in casi eccezionali. La maggioranza tira dritto, in Senato, sul biotestamento: a Palazzo Madama viene infatti bocciato il testo a prima firma Anna Finocchiaro (Pd) che rendeva anche i trattamenti di nutrizione e idratazione artificiale oggetto delle Dichiarazioni anticipate di trattamento (Dat). Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, parla di «successo per il Governo e per il nascente Pdl». «Con questo provvedimento - aggiunge non sarà più possibile un caso Englaro». «Aggiungo - dice ancora Sacconi - la mia soddisfazione personale, perché avevo varato dei provvedimenti amministrativi che vengono confermati in pieno da questa legge». Critico, invece, il Pd. In vista dell' approvazione del disegno di legge sul testamento biologico prevista domani al Senato in prima lettura, Anna Finocchiaro afferma di non aspettarsi «più nulla». «Il Pdl - spiega la capogruppo del Pd al Senato attraversa una contingenza politica particolare. Si sono irrigiditi, in modo per certi versi irragionevole, per altri versi ingeneroso, per altri anco-

Arriva un decreto legge

La Finocchiaro non ci sta: “Posizione intransigente”

Pene più dure contro i pirati delle strade

Ill capogruppo del Partito Democratico al Senato Anna Finocchiaro (a sinistra) e l’aula di Palazzo Madama

ra incostituzionale», afferma l'esponente del Pd conversando con i giornalisti presenti a Palazzo Madama. Diversa la posizione dell'Udc. «Si prefigura una maggioranza per la vita molto più ampia di quella prevista - dichiara, in una nota, il presidente dei senatori dell'Udc, Gianpiero D'Alia. - Questo testimo-

nia la libertà del Parlamento, a dispetto di chi lo ritiene soggiogato, e il senso di responsabilità con cui si sta affrontando un tema così delicato. Sta trionfando una cultura costituzionale che promuove la vita e rinnova l'alleanza terapeutica tra medico e paziente». Attacca invece l'Italia dei Valori. «Il

Pdl e la maggioranza tutta hanno fatto abortire qualsiasi tipo di confronto - afferma Felice Belisario, presidente dei senatori dell'Idv. - Volevamo il dialogo senza pregiudiziali ma non è stato possibile e la responsabilità è tutta del governo e della sua maggioranza che hanno chiuso l'uscio a qualsiasi tentativo di sinte-

Raggiunta l’intesa sulle regole interne a pochi giorni dal via del congresso

Il presidente del nuovo Pdl durerà solo tre anni Ma lo statuto gli accorda una serie di superpoteri Nel fine settimana alla Fiera di Roma l’attesa fusione tra Forza Italia e An ROMA - Non sarà una monarchia, ma Silvio Berlusconi sarà ugualmente un «superpresidente» con «superpoteri». È’ lo statuto del Popolo della libertà a prevederlo: quello statuto sul quale il comitato di saggi composto da Denis Verdini, Ignazio la Russa, Niccolò Ghedini , dopo settimane di tira e molla ha finalmente trovato l’accordo. E che sarà votato dal congresso del fine settimana alla Fiera di Roma. Il presidente del Pdl avrà poteri larghissimi: sua la nomina dei coordinatori, sua l’indicazione dei componenti dell’uf-

Alla Fiera di Roma fervono i lavori per il congresso che sancirà la nascita ufficiale del Pdl

ficio di presidenza, sua l’ultima parola sui candidati alle politiche, alle europee e per la presidenza delle Regioni, sua la possibilità di commissariare gli organi naziona-

li. Rispetto alle prime bozze che circolavano, la versione definitiva della «magna charta» del Pdl prevede che il presidente sia eletto dal congresso, «con apposita vota-

zione, anche per alzata di mano». Niente elezioni per acclamazione, dunque; ma nemmeno voto segreto. Il congresso si terrà a scadenza triennale. Ma l’articolo che regola il punto, il numero 11, conserva un minimo di ambiguità sulla durata della carica del leader: effettivamente non si dice che il presidente debba essere votato ogni tre anni, ma gli esperti assicurano che Berlusconi, se vorrà continuare a essere il numero uno del partito, dovrà ottenere il sì di ogni congresso al quale si presenterà.

si». «Da parte dell'Italia dei Valori conclude Belisario - non c'è stato alcun cedimento alle suggestioni incerte e contraddittorie della maggioranza. Il nostro no è convinto e unanime. Quella che si sta votando è una legge brutta. Purtroppo non ci sarà molto altro da fare che chiedere ai cittadini di esprimersi» L'emendamento Finocchiaro si riferiva al comma 6 dell'articolo 3 del ddl, che prevede che «l'alimentazione e l'idratazione, nelle diverse forme in cui la scienza e la tecnica possono fornirle al paziente, sono forme di sostegno vitale e fisiologicamente finalizzate ad alleviare le sofferenze fino alla fine della vita. Esse non possono formare oggetto di Dichiarazioni anticipate di trattamento». L'emendamento Finocchiaro chiedeva di sostituire tale comma con la seguente formulazione: «L'idratazione e la nutrizione, indicate nelle diverse forme in cui la scienza e la tecnica possono fornirle al paziente, sono da considerarsi sostegno vitale e sono comunque e sempre assicurate al paziente in qualunque fase della vita. Nell'ambito del principio di autodeterminazione, nel rispetto dell'articolo 32, secondo comma, della Costituzione, è ammessa l'eccezionalità del caso in cui la sospensione di idratazione e nutrizione sia espressamente oggetto della Dichiarazione anticipata di trattamento». Ma la maggioranza ha detto no e l’art.3 è stato approvato alla fine con 152 voti a favore, 122 contrari e un astenuto. Il voto finale del Senato oggi alle 17.

ROMA - Il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, di fronte alla «piaga sociale» della sicurezza stradale, ed alla «assoluta necessità ed urgenza di un atto per arginare o reprimere» comportamenti a rischio, pensa ad un «provvedimento legislativo di urgenza», quindi di «proporre al Consiglio dei Ministri uno schema di decreto legge». Servirà anche a garantire un sistema sanzionatorio più severo ed efficace, ha spiegato. Lo ha detto, alla Camera, indicando che il decreto verrà affiancato da una legge delega per una più ampia revisione generale del Codice della Strada. Un decreto legge «d’urgenza», ha spiegato il ministro, che ne ha parlato in una audizione di fronte alle Commissioni Trasporti e Ambiente della Camera, potrebbe recepire l’articolato sulla sicurezza stradale su cui «compiutamente ed efficacemente» sta lavorando la Commissione Trasporti della Camera: un testo «in dirittura d’arrivo». «Intendo valutare se esistono le condizioni» per farlo, ha detto Matteoli. «Le cronache - ha sottolineato il ministro - registrano quotidianamente una frequenza di sinistri stradali con esiti molto gravi sia in termini di vite umane che di postumi invalidanti tali da qualificare detto fenomeno come una vera e propria piaga sociale. Appare di assoluta necessità e urgenza - ha quindi sottolineato - un intervento del legislatore atto ad arginare se non a reprimere tale situazione». Un obiettivo che il governo intende portare avanti in due mosse. Un decreto urgente per varare con immediata efficacia norme «di maggiore contrasto» ai comportamenti che mettono a rischio la sicurezza sicurezza sulla strada. Ed una legge delega per un più ampio intervento di riforma del codice della strada.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 11

Cronache in breve Rapina un bar, cade e perde il bottino FIRENZE - Ha messo a segno un colpo in un bar tabacchi di Firenze ma, fuggendo, è caduto per terra e ha perso il bottino. L’uomo, che indossava un giubbotto scuro e un cappello nero sulla testa, ha fatto irruzione nel negozio e si è impossessato dell’incasso, alcune centinaia di euro, ed è fuggito. All’uscita del locale però ha perso l’equilibrio ed è caduto, perdendo i soldi, che sono stati recuperati.

Arrivano critiche alle nostre ditte per i vestiti confezionati all’estero Il buon esempio sono le grandi firme francesi come Chanel e Vuitton

Busto di Leonardo ritrovato per caso SIENA - Potrebbe essere di Leonardo un busto in cotto verniciato, trovato per caso in una soffitta di palazzo Chigi Saracini (foto) a Siena e ora esposto nella mostra ’Il cotto dell’Impruneta’ allestita nella cittadina toscana da oggi al 26 luglio. L’ipotesi che si tratti di una scultura del maestro è ora presa in seria considerazione dagli esperti tanto che lo storico dell’arte Giancarlo Gentilini ne fa cenno apertamente nel catalogo della mostra.

La salute dei politici con “Cuori e motori” ROMA - E’ partita ieri mattina la campagna di prevenzione delle malattie cardiovascolari, ’Cuori e Motori’, dedicata ai parlamentari italiani. Per tutto il giorno, in Piazza Montecitorio è stato possibile effettuare un controllo gratuito della pressione arteriosa e ricevere una valutazione di rischio cardiologico, basata su alcuni dati clinici e informazioni sullo stile di vita. La prima a farsi controllare è stata l’on. Alessandra Mussolini.

Furto di salami per 100mila euro PAVIA - Maxi furto di salami in Oltrepò Pavese. Una banda si è impossessata di insaccati del valore di oltre 100 mila euro. I salumi erano nel camion frigorifero di uno dei più noti salumifici di Varzi (Pavia). I ladri hanno saccheggiato il magazzino e sono poi fuggiti con il camion carico.

E’ in coma l’81enne che ha ucciso la moglie ARETINO - Sono gravissime le condizioni di Pio Roselli, l’ottantenne ex benzinaio di Pieve Santo Stefano che martedì sera, attorno alle 21 ha ucciso la moglie coetanea Renata Rossi con una pistola e si è sparato. L’anziano è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Arezzo ed è in coma.

ROMA - Era appena riuscito a collegare i fili dell’accensione di un ciclomotore parcheggiato in via Pincherle e stava tentando di allontanarsi quando è stato intercettato da una pattuglia dei carabinieri della Stazione Roma San Paolo che lo ha raggiunto e arrestato. Il ladro, di soli 15 anni, ha prima ingaggiato con i militari un inseguimento lungo le strade del quartiere ed una volta arrivato in via della Vasca Navale è poi saltato giù dal mezzo abbandonandolo in corsa facendolo schiantare sulla fiancata dell’auto dei Carabinieri tentando la fuga a piedi. Dovrà rispondere di rapina, lesioni personali, danneggiamento, violenza e resistenza a pubblico ufficiale ed è stato accompagnato nel centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

Debutta a Vinitaly l’etichetta parlante FIRENZE - Avvicinare una penna all’etichetta della bottiglia di un vino e sentire la voce del produttore che lo ha creato. E’ un piccolo miracolo della tecnologia. La nuova Ecocoder multimediale è un’etichetta all’apparenza identica a tutte le altre, che grazie ad un semplice lettore a forma di penna decodifica la carta e il particolare inchiostro. Sarà presentato a Vinitaly (dal 2 al 6 aprile a Verona).

Sesso e abusi edilizi Chiusi due club privè TORINO - Visti da fuori sembravano anonimi fabbricati, ma all’interno erano stati allestiti due club privè tra i più noti di Torino, e non solo a leggere i siti internet. La polizia li ha chiusi e ha denunciato per abuso edilizio i suoi titolari. Dietro alle irregolarità edilizie si nascondevano autentici paradisi del sesso. Ristorante e discoteca, ma anche saune, bagni turco e sale attrezzate con divani, letti e futon per scambiarsi effusioni.

Scoperto a rubare moto la lancia contro gli agenti

Anziano spara in aria e fa scappare i ladri Agnieszka Martyna sfila a Varsavia con un capo della collezione “Ducati e Aprilla”

Il made in Italy poco italiano MILANO - Made in Italy sotto accusa: secondo la stampa internazionale sono sempre di più i prodotti fatti all’estero ma spacciati per italiani, come emerge da una ricerca condotta tra il 2007 e oggi dall’Osservatorio Internazionale della Moda per conto del Comitato Lombardia per la Moda. Per il quotidiano francese ’Les Echos’ è normale trovare jeans di grandi griffe italiane con etichetta tunisina, mentre altri marchi di spicco non disdegnano di delocalizzare una parte del confezionamento in India, in Cina

o nei paesi dell’est. Per il settimanale ’Newsweek’, non è un mistero che Prato sia inondata da manodopera cinese, la maggior parte illegale, e che delle 4275 industrie tessili locali ben 2500 siano di proprietà di cinesi. Differente la posizione dei francesi, con aziende come Chanel, Vuitton ed Hermes che hanno rafforzato la produzione interna. Posizione condivisa dal presidente del Comitato Lombardia per la moda: «la garanzia di alta qualità è legata alla realizzazione in Italia al 100%».

PADOVA - I banditi assaltano il bancomat di un istituto di credito, l’anziano inquilino del piano sovrastante imbraccia il fucile e spara in aria per farli fuggire. E’ accaduto a Carmignano di Brenta. Tre individui a volto coperto alle 3 hanno fatto saltare in aria il bancomat della Banca popolare di Marostica nel centro del paese dell’Alta padovana. L’occupante del piano superiore, Ido Mangoni, 79 anni, sentiti i rumori provenienti dal piano terra dello stabile di cui è proprietario, ha tirato fuori dall’armadio la doppietta da caccia che detiene regolarmente in casa e dopo averla caricata ha esploso in aria due colpi a scopo intimidatorio.

Un italiano su quattro Harry e la ex Chelsy Traffico via internet Abusa della madre si cura per depressione insieme a un rave party di monete antiche malata di Alzheimer ROMA - Un italiano su quattro si è curato almeno una volta per sintomi depressivi. Ma solo l’1,6 per cento si è rivolto al Sistema sanitario nazionale. È uno dei dati che emerge da una ricerca presentata al Senato dall’associazione Onlus Strade, che ha contribuito alla stesura di una proposta di legge a firma dei senatori della Lega Rizzi e Boldo per la modifica della legge 180 (poi 833) sulla salute mentale.

BARI - Circa 468 monete, al centro di un traffico via internet, riferibili a epoca romana, bizantina, tardo medioevale e borbonica sono state sequestrate dai militari del Nucleo carabinieri Tutela patrimonio culturale di Bari e della Compagnia di Barletta. I carabinieri hanno anche denunciato un uomo di 31 anni, di Barletta. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati beni culturali il cui valore commerciale - secondo gli esperti - si aggira intorno ai 20.000 euro.

Con due euro vince un milione MILANO - Con due euro su sei numeri un fortunato giocatore del lotto ha vinto martedì a Lodi oltre un milione di euro. La vincita con la cinquina è avvenuta nella ricevitoria di Corso Archinti: sono bastati 6 numeri (2 - 9 - 11 - 13 - 16 - 50) e un euro sulla quaterna e uno sulla cinquina. I numeri sono stati estratti sulla ruota di Napoli. La vincita di Lodi si colloca al top della classifica delle vincite del 2009 e al settimo posto nella storia del Gioco del Lotto.

Harry e Chelsy, nuovo amore?

LONDRA - Il principe Harry e Chelsy Davy, la sua ex (nella foto d’archivio), la settimana scorsa sono stati visti insieme a un ’rave party’ (ma di quelli esclusivi) e la stampa popolare britannica già ipotizza che possano tornare insieme. Il Daily Mail, che pubblica anche una foto della coppia, racconta che i due si sono rivisti al ’Gouranga’, una discoteca ’alternativà per giovani di alto bordo situata nel quartiere londinese di Vauxhall.

GROSSETO - Un uomo di 55 anni è stato arrestato per violenza sessuale nei confronti della propria madre di 77 anni, affetta dal morbo di Alzheimer. Ad accorgersi degli abusi sarebbe stata la badante della donna. I familiari, avvertiti dall’assistente domestica di quanto stava accadendo, si sono rivolti ai carabinieri, che al termine di una breve indagine hanno tratto in arresto l’indagato, su ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ieri l’interrogatorio di garanzia in cella.

Ignoti appiccano Australia, artrite dei cani il fuoco alla scuola curata con le staminali ROMA - Ignoti sono penetrati la notte scorsa all’interno della complesso scolastico ’G. Rodari’, a Roma mettendo a soqquadro la mensa della scuola elementare del plesso e prelevando del cibo. Sempre nel corso della notte un incendio nell’aula n. 11, probabilmente di origine dolosa, ha danneggiato gli arredi e il soffitto. Il primo e secondo piano della scuola sono stati dichiarati inagibili.

SYDNEY - Sviluppata una tecnica che estrae staminali dal tessuto adiposo dei cani e le inietta nelle articolazioni artritiche, con esiti positivi. Il trattamento, basato su ricerche di Ben Herbert dell’ università di Sydney, viene eseguito dal KuRing-Gai Veterinary Hospital da circa un anno e ne hanno già beneficiato circa 60 cani. Le staminali sono ricavate dallo stesso animale quindi sono anti-rigetto.


12 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LOTTO & SUPERENALOTTO

A CURA DI PASQUALE SANTILIO*

Martedì 24 marzo, vinto a colpo l’ambo 11-29 sia secco che in cinquina

Firenze sbancata con 11-29 ROMA - In questa occasione, desideriamo proporvi per ogni ruota previsioni mirate e ristrette da seguire solo per due estrazioni, vale a dire quella di giovedì 26 e per sabato 28 marzo.

Come potete osservare dal box che ospita questi pronostici, vi proponiamo per ogni compartimento un ambo ed una cinquina. I numeri che formano l’ambo sono da giocare anche per

ambata; gli stessi si ripetono anche nella cinquina che deve essere seguita per le sorti di ambo, terno, quaterna e cinquina sulla ruota di riferimento. A vostra discrezione, potete

Le previsioni valide per le prossime 2 estrazioni Bari

8-26

Napoli

8-26-44-62-80

3-21

3-21-39-57-75

Cagliari 32-50 14-32-50-68-86

Palermo 57-75 3-21-39-57-75

Firenze 13-85 13-31-49-67-85

Roma

14-68 14-32-50-68-86

Genova 18-90 18-36-54-72-90

Torino

7-79

Milano

Venezia 32-86 14-32-50-68-86

68-86 14-32-50-68-86

7-25-43-61-79

giocare la cinquina di una ruota anche su Tutte solo per terno, quaterna e cinquina. Vi ricordiamo che l’ambo con cinque numeri paga un premio pari a circa 25 volte la cifra giocata, il terno rende 425 volte la somma puntata, la quaterna 16.000 volte e la cinquina poco meno di 6 milioni ciò che abbiamo scommesso. Ogni pronostico è stato elaborato su base statistica, poiché abbiamo raggruppato gli elementi di convergenza tra le serie più ritardate di ogni singola ruota. Il gioco va abbandonato al conseguimento della prima vincita realizzata nei tempi e con le modalità ora indicate.

I numeri su fondo grigio ed in bianco sono da giocare per ambata e ambo secco. Ogni cinquina, invece, va giocata per ambo, terno, quaterna e cinquina.

I dieci numeri più in ritardo BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE TUTTE

N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT.

22

25

76

80

81

2

42

83

28

73

63

60

55

53

50

49

47

47

43

19

72

21

89

8

27

33

62

22

41

80

72

70

65

61

52

47

47

46

44

37

58

47

18

52

61

28

26

83

74

73

67

58

46

43

43

40

39

38

37

83

17

16

77

44

9

35

13

15

6

100

74

61

60

55

53

50

48

46

42

27

43

73

48

70

83

19

68

84

17

92

65

61

57

52

49

47

44

42

38

47

42

77

11

48

87

59

53

62

31

65

58

56

53

45

44

41

40

40

38

72

27

57

56

49

30

66

31

68

81

72

68

52

51

47

46

46

43

41

41

57

15

84

88

44

2

51

80

16

34

80

56

55

46

45

42

36

36

35

32

22

14

59

4

15

84

43

72

1

48

66

46

46

43

43

42

41

41

39

38

15

77

82

58

35

73

61

10

47

67

81

69

69

49

45

45

44

41

37

36

49

37

60

45

62

67

87

1

70

63

66

51

50

45

45

45

37

35

33

32

85

72

15

26

31

57

81

84

6

8

7

6

4

4

4

4

4

4

3

3

N UM. FREQ. UM. CAGLIARI FNREQ . N UM. FIRENZE FREQ. N UM. GENOVA FREQ. N UM. MILANO FREQ. N UM. NAPOLI FREQ. UM. PALERMO FNREQ . N UM. ROMA FREQ. N UM. TORINO FREQ. N UM. VENEZIA FREQ. UM. NAZIONALE FNREQ . N UM. TUTTE FREQ.

BARI

ritardate ed altre fortemente scompensate. Per tanto, non sono molti gli spunti statistici a cui far riferi-

Il sistema è valido per il concorso odierno

5-8-23-58-76-79-22

5-8-23-58-76-79-88

5-8-23-58-76-79-85

5-8-23-58-76-79-82

5-8-23-58-76-79-87

5-8-23-58-76-79-89

5-8-23-58-76-79-15

5-8-23-58-76-79-80

5-8-23-58-76-79-84

5-8-23-58-76-79-81

Ogni combinazione è composta da sette numeri e costa euro 3,50. Sono giocate integrali anche dette matematiche.

21

Jackpot previsto di

44

50

88

38

67

8

13

16

16

16

16

15

15

14

14

58

47

56

73

15

43

71

17

30

74

18

17

17

17

15

15

15

14

14

14

14

32

33

89

9

20

29

1

62

63

17

16

16

16

15

15

15

14

14

14

68

22

47

64

7

14

74

79

88

4

18

17

16

16

15

15

15

15

15

14

65

17

16

53

55

82

7

18

24

54

17

15

15

15

15

14

14

14

14

14

13

16

23

80

2

51

64

81

19

20

22

18

18

18

16

16

16

15

14

14

35

62

39

40

61

63

88

89

42

75

17

17

15

15

15

15

15

15

14

14

20

28

55

63

53

72

74

84

23

40

17

17

17

17

16

16

16

15

14

14

9

79

14

19

46

51

66

75

26

31 14

17

17

16

16

15

15

15

15

14

8

27

42

83

22

52

73

84

18

74

17

17

16

16

15

15

15

15

14

14

52

25

27

17

26

33

38

39

15

19

19

18

17

17

16

15

15

14

14

14

74

88

42

51

63

71

9

46

55

52

120

119

117

113

113

113

112

112

112

111

36

Cadenze

Fig. R.A. R.S. F.A. F.S.

mento per l’individuazione e la selezione di buoni numeri. In questa circostanza, come potete osservare dal box in questo spazio, abbiamo deciso di proporvi un piccolo sistema composta da 10 giocate di 7 numeri ciascuna per una spesa pari a euro 3,50. Sono combinazioni matematiche dove la sestina composta da 5-8-23-58-76-79 funge da base. Gli altri numeri ruotano nell’ambito del sistema e, come è facile immaginare, alla sortita di almeno tre numeri fissi potremo assicurarci vincite multiple. Per non parlare di esiti straordinari se dovessimo avere la fortuna di centrare quattro o tutte e cinque le fisse da noi previste. Buona fortuna a tutti voi.

IN SESTINA

11

14

17

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 0 0 1 1 4 1 3 0

11 10 9 9 11 8 9 11 9

29 28 18 26 24 24 25 21 21

2312 2283 2320 2349 2267 2315 2356 2329 2319

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 9 serie figurali, nella sestina.

Decine

47

29

N UM. RIT.

0 1 2 3 4 5 6 7 8

0 0 0 0 0 1 2 1 6

8 13 9 14 11 11 8 11 13

27 27 23 30 24 26 23 22 14

2332 2269 2165 2243 2260 2264 2366 2415 2536

I ritardi attuali e storici, così come le frequenze, di un numero di ciascuna delle 10 decine, nella sestina.

5

22

72 62 12 87

48 16 71

60

55

49

44

37

35

35

32

31

83 66 87 79

90

3

51

76

42

40

20

35.300.000,00 €

I dieci numeri più frequenti IN SESTINA

N UM. FREQ.

88

81

Cad. R.A. R.S. F.A. F.S. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 0

0 2 1 1 4 0 0 3 0 1

12 13 11 13 9 12 10 10 12 12

23 16 24 27 29 14 17 22 19 25

2152 2098 2112 2064 2093 2089 2032 2084 2048 2078

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 10 cadenze, nella sestina.

Dec. R.A. R.S. F.A. F.S.

I dieci numeri più in ritardo

Così l’ultimo concorso: 9

78

17

Figure

Sono 19 i concorsi di assenza per la sorte di uno

1

61

Dieci giocate integrali dal costo di euro 3,50 ciascuna

76-79-23-8-58: una cinquina sincrona al top ROMA - Gli ultimi concorsi hanno determinato lo sfaldamento di alcune tra le formazioni tradizionali più

NAZIONALE 20 32 66 36 15

* Direttore responsabile di SuperLotto

I dieci numeri più frequenti

35

SUPERENALOTTO

ESTRAZIONE N. 36 DEL 24/3/2009 BARI 21 90 77 38 67 CAGLIARI 38 77 74 39 56 FIRENZE 11 29 14 51 76 GENOVA 3 42 4 22 48 MILANO 47 88 58 59 2 NAPOLI 9 13 2 16 50 PALERMO 36 59 78 33 25 ROMA 1 79 39 55 35 TORINO 63 86 80 90 67 VENEZIA 29 40 60 51 1

277 266 263 263 260 260 258 257 256 256

Super

Lotto in edicola lunedì e venerdì


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 13

Speciale

Elettrodomestici e pneumatici dati alle fiamme Intervengono i CC

Scarico di sostanze tossiche nel golfo dell’Asinara: a giudizio 4 dirigenti

La Regione Lazio boccia l’apertura di una discarica ad Allumiere

ARDEA (ROMA) - A fuoco una discarica abusiva di pneumatici ed elettrodomestici in zona Nuova Florida, ad Ardea. L’allarme è stato dato da una pattuglia di carabinieri.

CAGLIARI - Avrebbero permesso che nel golfo dell’Asinara venissero riversati rifiuti dell’attività petrolchimica a Portotorres: 4 dirigenti di 3 società rinviati a giudizio.

ROMA - «Roma non può portare fuori dal suo territorio la soluzione dei suoi problemi». Piero Marrazzo (foto), governatore del Lazio, dice no alla discarica ad Allumiere.

Rapporto Ispra boccia lo stato di salute delle città italiane L’aria è inquinata e la raccolta differenziata dei rifiuti è indietro Impianto in funzione tra le polemiche

Acerra, ecco l’inceneritore

ROMA - Sarà il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ad inaugurare, stamattina, il nuovo termovalorizzatore di Acerra. L’impianto ha una capacità di smaltimento e recupero energetico di circa 600mila tonnellate all’anno di rifiuti urbani non pericolosi. A gestire l’impianto, per i prossimi 15 anni, sarà la A2A, la società lombarda che già gestisce i termovalorizzatori di Milano e Brescia. I costi, sottolineano dalla struttura del sottosegretario Guido Bertolaso, «saranno totalmente compensati dalla quota di energia elettrica che A2A cederà al gestore nazionale del servizio elettrico e quota parte dei proventi verrà riversata nelle casse dello Stato». L’entrata a regime del termovalorizzatore è stata duramente attaccata da più parti. Così Legambiente: «Con l’inaugurazione di Acerra, il governo Berlusconi non pensi di adottare la soluzione degli inceneritori per affrontare l’emergenza rifiuti in Italia. Per risolvere l’emergenza rifiuti in Campania occorre molto più banalmente applicare il principio della gestione integrata, in cui il recupero energetico dei rifiuti non altrimenti riciclabili è solo l’ultima opzione, prima dello smaltimento in discarica». Critiche sono arrivate anche dall’Associazione italiana medici per l’ambiente affiliata all’Isde, che ha definito l’impianto «un atto di irresponsabilità scientifica e sanitaria».

Un malsano Belpaese E per l’ Eurostat solo l’11% della spazzatura viene riciclata ROMA - Inquinamento alto, rifiuti differenziati indietro, ma minor consumo d’acqua. Questo lo stato di salute delle città italiane. Sul fronte qualità dell’aria i centri urbani sono ancora troppo inquinati: su 33 città soltanto 4 (Bolzano, Pescara, Campobasso e Potenza) sono riuscite a contenere il numero di superamenti giornalieri dei livelli nei 35 giorni previsti dalla legge. La raccolta differenziata dei rifiuti è troppo disomogenea. In compenso si consuma meno acqua: cala da 67,04 a 65,5 metri cubi il consumo pro-capite medio. Queste alcune anticipazioni del «V Rapporto sulla qualità ambientale nelle aree metropolitane» (frutto delle attività delle agenzie regionali e provinciali) fornite ieri dall’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), in occasione della conferenza stampa di presentazione di Ecopolis 2009 e dell’11/a conferenza nazionale delle Agenzie ambientali che, ospitata da Arpa Lazio, inaugurerà l’1 e il 2 aprile il summit dedicato alle città sostenibili. In particolare sui rifiuti, Palermo con 6,2%, Taranto con 4,5% e Messina con 2,3% hanno i livelli più bassi di raccolta differenziata. In controtendenza (rispetto all’aumento di differenziata) Bari che nel 2007 raccoglie in modo differenziato il 12,1% della produzione totale di rifiuti urbani a fronte di un valore del 18,3% nel 2006. Il commissario dell’Ispra Vincenzo

A sinistra, ciminiere disperdono polveri killer nell’atmosfera. A destra, un passante cerca di proteggersi dallo smog cittadino con una mascherina

Grimaldi ricorda che la conferenza coinvolge l’ambiente urbano sia per «il suo stato di salute», in relazione con la qualità della vita dei cittadini, sia per «la pressione che esercita sugli ecosistemi». Un altro

rapporto, stilato dall’Eurostat, evidenzia inoltre come il Belpaese accusi gravi ritardi sul fronte della gestione dei rifiuti. Sul banco degli accusati secondo la radiografia di Eurostat, i ritardi accumulati nella

pratica di riciclaggio dei rifiuti, e il perdurare del ricorso al conferimento in discarica. L’indagine di Eurostat conferma che ammonta a mezza tonnellata a testa la quantità di rifiuti urbani prodotta ogni an-

no dai cittadini europei. L’analisi della situazione all’interno di ogni stato membro rivela che ci sono grandi differenze. Per quanto riguarda la produzione, ad esempio, a fianco di paesi quali la Danimar-

Un’area nel Bergamasco era stata adibita a centro di stoccaggio per scorie pericolose

Sequestrato sito di raccolta di materiali nocivi

Tra i residui ritrovato anche eternit

BERGAMO - Le fiamme gialle della Tenenza di Sarnico, nell’ambito di mirate indagini intraprese nel comparto della tutela ambientale, hanno posto sotto sequestro un’estesa area adibita a discarica di materiali residui della attività edilizia nel pieno centro abitato del Comune di Grumello del Monte (Bergamo). Il sito, formalmente destinato alla custodia di attrezzature edili, era in realtà utilizzato per lo stoccaggio di rifiuti tossici e speciali di varia natura: dall’eternit agli scarti di lavorazione di piastrelle e sanitari, dai materiali inerti agli elettrodomestici in disuso. Nel successivo approfondimento documentale, i finanzieri di Sarnico hanno scoperto che, pur essendo priva di autorizzazione, la socie-

tà proprietaria dell’area aveva richiesto una cifra vicina agli 80mila euro ad un imprenditore per aver concentrato nel sito rifiuti pericolosi e il pagamento era stato motivato proprio dallo stoccaggio di questo materiale nocivo. Dunque, l’attività, oltre ad essere illecita, era anche estremamente redditizia per i due responsabili del sito. Alla luce degli accertamenti svolti dalle Fiamme Gialle e su richiesta della Procura di Bergamo, il Gip ha disposto il sequestro preventivo dell’intera area adibita a discarica, eseguito lo scorso 23 marzo. Per le violazioni addebitate, i due responsabili del sito posto sotto sequestro rischiano fino a tre anni di carcere e una sanzione pecuniaria di 52mila euro.

ca, l’Irlanda e Cipro con una produzione procapite superiore ai 750 chilogrammi di rifiuti domestici all’anno, vi sono paesi come la Romania, la Lettonia, la Polonia e le repubbliche Slovacchia e Ceca che ne producono meno di 400. Registrano una produzione tra 500 e 600 chilogrammi procapite Austria, Spagna, Germania, Regno Unito, Italia, la Francia, Estonia, Svezia e Finlandia e tra 400 e 500 chilogrammi Belgio, Portogallo, Bulgaria, Ungheria, Grecia, Slovenia e Lituania. Sul fronte del riciclaggio si collocano in testa alla top ten la Germania, il Belgio e la Svezia, rispettivamente con il 46, il 39 e il 37 per cento e in coda alla classifica la Bulgaria (che porta il 100% in discarica), Romania, Polonia, repubbliche Ceca e Slovacchia che oscillano tra l’1 e il 2%. L’Italia si colloca sulla parte bassa della graduatoria con un modesto 11% che sale invece al 43% se si sommano anche le percentuali di compostaggio. Per quanto riguarda la classifica «nera» del conferimento in discarica, subito dopo la Bulgaria troviamo la Romania con il 99% dei rifiuti, il 96% della Lituania, e poi il gruppo che sta attorno all’82-87% costituito da Slovacchia, Repubblica Ceca, Grecia e Cipro. I paesi che utilizzano meno questa forma di smaltimento sono la Germania (1%), i Paesi Bassi (3%), Belgio e Svezia (4%), Danimarca (5%).


14 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE Si è concluso ieri con successo il 10 ° Congresso regionale Fnp-Cisl, alla presenza di Antonio Uda e Luigi Sbarra. Protagonisti i pensionati, risorsa viva e vitale della società

“…Anche per gli anziani una vita dignitosa” Giuseppe Mercurio è stato rieletto all’unanimità segretario generale calabrese GIZZERIA LIDO — Il 10° Congresso Regionale della Fnp - Cisl Calabria, che si è svolto all’Hotel Caposuvero di Gizzeria Lido nei giorni 24 e 25 marzo, si è concluso con la elezione dei nuovi Organismi Dirigenti che dovranno guidare la più grande Federazione della Cisl in Calabria per i prossimi quattro anni, nonché con quella dei delegati alle successive istanze congressuali della Cisl regionale e della Fnp Nazionale. Rieletto con voto unanime, a scrutinio segreto, Giuseppe Mercurio alla carica di Segretario Generale, con l’apprezzamento e la condivisione anche del Segretario Generale Nazionale Antonio Uda, che ha concluso i lavori, e del Segretario Generale della Cisl Calabria, Luigi Sbarra, che li ha presieduti, consentendone il regolare ed ordinato svolgimento. Nella nuova Segreteria Regionale Fnp sono stati rieletti Vittorio Scicchitano e Marco Bruno; per la prima volta è stata eletta anche una donna, Mariannina Barilaro, in ossequio alle nuove norme statutarie della Cisl che sanciscono la presenza di almeno una donna in tutte le Segreterie ad ogni livello. E’ stata massiccia e partecipata la presenza, oltre che dei numerosi ospiti, dei circa 150 delegati in rappresentanza degli 84.000 soci pensionati della Fnp di tutta la Calabria, che nella due giorni hanno preso parte al dibattito arricchendo di contenuti, di suggerimenti e di proposte la corposa relazione del segretario generale Mercurio. I temi congressuali, in sintonia con l’impegno dell’intera Federazione Nazionale dei Pensionati, erano legati all’attualità politico-economica del Paese, con

al nuovo assetto federale, nel quale i comuni saranno i titolari della gestione delle politiche sociali, quindi anche di quelle rivolte ai pensionati”. Quello che maggiormente va sottolineato e che è emerso nella due giorni del Congresso dei Pensionati Cisl della Calabria, è la grande energia espressa nei numerosi interventi e la voglia dichiarata a più voci di continuare ad essere, come pensionati, “terza età attiva”, risorsa viva e vitale della società civile, non come spesso si usa dire “un peso”. «I pensionati della Cisl vogliono essere protagonisti, in un contesto di accertata e conclamata vita più lunga, rivendicando più vita agli anni e volendosi spendere con generosità per il futuro di figli e nipoti - ha infine concluso Mercurio -. Lo slogan del Congresso “…Anche per gli anziani una vita dignitosa”, è stato un forte grido di allarme ed una sollecitazione alle Istituzioni, alla

Il tavolo dei lavori

la sottolineatura delle negative incidenze di una crisi devastante anche sul piano dell’esigibilità dei diritti vitali dei pensionati; tra questi il recupero del potere di acquisto delle pensioni che in 15 anni hanno perso il 35% del loro valore, legge ed adeguato fondo per le persone non autosufficienti, paniere Istat tarato sui consumi dei pensionati e degli anziani ai fini di un congruo e reale calcolo del tasso annuo di inflazione, salute e politiche sociali molto carenti specie nella nostra Regione, tariffe sociali e prezzi, federalismo fiscale, capacità di autorigenerazione anche per il Sindacato. Alla base delle strategie future della Fnp ci sarà l’impegno di porta-

Alcuni dei protagonisti della giornata vissuta ieri

Luigi Sbarra

re avanti con determinazione la piattaforma unitaria dei pensionati sia sul fronte governativo che regionale e locale, tenuto conto che è stato rivendicato con forza anche nell’intervento del Segretario generale nazionale Antonio Uda, il tavolo negoziale per la rivalutazione di tutte le pensioni, recuperando quanto di buono è stato fatto con gli accordi di luglio 2007, dove il sindacato dei pensionati per la prima volta ha svolto un ruolo da autentico protagonista per la concertazione. «Sul fronte regionale, si esigeranno più certezze per i diritti di salute e per l’eliminazione dei tanti disagi e bisogni sociali, - ha evidenziato il segretario neo eletto Giuseppe Mercurio - che ha ribadito la posizione critica della Fnp, che non arretrerà di un millimetro rispetto alle rivendicazioni fin qui portate avanti senza successo, pretendendo politiche regionali strutturali per una sanità più funzionale, efficace e meno sprecona, che orienti di più sul territorio le risorse disponibili, rendendo finalmente operativi e funzionali i Distretti Soci-Sanitari, per una corretta e sostenuta politica delle deospedalizzazioni, per un adeguato sostegno alle famiglie con persone non autosufficienti a carico, rendendo effettivamente operativa la Legge regionale 23 in attuazione della legge nazionale 328 sul sociale a rete, con politiche di sostegno per la mobilità

Giuseppe Mercurio, rieletto all’unanimità segretario generale calabrese Fnp-Cisl

gratuita, con rimodulazione delle aliquote relative all’addizionale regionale Irpef che non può rimanere la più alta d’Italia all’1,40% e che deve essere graduata rispetto alle fasce di reddito». Nella relazione e nel dibattito, ma anche nella mozione finale è stata inoltre ribadita la necessità di una «più confacente strutturazione organizzativa della Federazione dei Pensionati Cisl sul territorio in vista dell’attuazione del federalismo fiscale, a cui dovrà essere speculare nel sindacato un “federalismo sindacale”». Questo vuol dire che l’articolazione e la presenza della Fnp nelle Leghe, nei Comuni, tra la gente, deve essere più consona e più attrezzata rispetto

Antonio Uda

Occorre evidenziare la voglia dichiarata a più voci di continuare ad essere, come pensionati, “terza età attiva”, risorsa viva e vitale della società civile

società civile, alla politica per rivendicare pari dignità e non privilegi, per colmare un deficit di attenzione che marginalizza i pensionati, per garantire il diritto pieno della cittadinanza a quanti si sono spesi, in una vita di lavoro, nella ricostruzione post bellica del Paese, con grandi sacrifici e, soprattutto, con forte passione civile. L’augurio che mi sento di fare è rivolto a tutti gli anziani che cercheremo con tutte le forze di aiutare, affinchè realizzino pienamente il diritto di cittadinanza per l’esigibilità piena dei diritti di salute e sociali. Tutti hanno diritto a vivere una vita dignitosa». Rita Macrì


Pag. 15

CALABRIA il Domani

www.ildomani.it

Giovedì 26 Marzo 2009

L’OPINIONE Franceschini chiude alla candidatura dei “generali” del partito ma escludere i big potrebbe rendere difficile guadagnare consensi

Elezioni Europee, Pd in alto mare Il segretario è accerchiato da chi vuole in campo gli uomini di peso dei territori, governatori inclusi COSENZA — Non è destinato ad

avere grande seguito il punto fermo che Dario Franceschini intende piantare sul terreno delle europee di giugno. Lo ha detto a chiare lettere e in più di una circostanza, il nuovo e fresco segretario nazionale del Pd. Per un seggio continentale porte chiuse a chi occupa già poltrone amministrative sparse in giro, spazio a volti che al momento non “gestiscono”. Ma un conto è dirlo, altro è poi riempirle materialmente le liste incaricate di acchiappare più voti possibili dalle Alpi alla Sicilia. Perché è chiaro a tutti che stavolta un’altra sberla in pieno viso dalle urne il Pd non può certo permettersela e circolano sondaggi apocalittici a tal proposito a testimonianza di quanto sia difficile risalire la china. Con la legge elettorale che passa il convento i consensi bisogna andarseli a prendere e da qui si comwww.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

prendono i musi lunghi nel Pd di buona parte dei generali dopo l’uscita di Franceschini che in un colpo solo vorrebbe rinunciare alla candidatura di chi conta di più sul territorio. A dar retta a Franceschini il turno europeo potrebbe passare agli archivi come un palcoscenico per nuovi talenti ma non sono in pochi nel Pd a pensarla diversamente. Con l’esclusione degli amministratori locali e degli esponenti regionali e parlamentari dal giro continentale il Partito democratico rischierebbe di fare una brutta figura alla conta dei voti al cospetto di Pdl, Udc e Italia dei valori che proveranno invece a pescare il meglio, dal punto di vista del peso politico, che c’è in giro. Una mano a chi nel Pd vorrebbe più “peso” nelle candidature potrebbe arrivare nella prossima settimana da una legge che se il Parlamento approva elimina l’incompatibilità tra il presidente di Regione e il parlamentare europeo. Incoraggiati da un vincolo che non c’è più i piani alti del Pd, accerchiando la tesi di Franceschini, potrebbero così rispolverare l’idea di gettare nella mi-

Dario Franceschini

schia e nelle aree più a rischio alcuni governatori di Regione fra cui, e ce ne siamo lungamente occupati, Bassolino per la Campania e Loiero per la Calabria. Di nuovo loro e di nuovo l’ipotesi di spendere sul territorio chi elettoralmente può dare di più e questo a prescindere dalle sorti politiche individuali di Antonio Bassolino e Agazio Loiero e delle rispettive esperienze come leader di Regione. Una stra-

da non preclude l’altra, pare di capire, a cominciare proprio dalla continuità che le due giunte regionali potranno avere garantita fino alla fine della scadenza naturale. Quel che è certo è che nel Partito democratico c’è grande confusione attorno ai criteri di selezione per le nomination europee sospesi come sono, al loro interno, tra chi vorrebbe utilizzare l’evento per fare pulizia e chi per contare in realtà il peso specifico in termini di consensi. Non sarà facile uscirne perché poi i voti bisogna comunque prenderli uno per uno e il Pdl dall’altra parte, tanto per dirne una, non si fa troppi problemi invece a prevedere candidature che hanno già un consolidato rapporto con il potere reale, anche se allo stato per quanto riguarda la nostra regione c’è grande mistero sulle presenze “conterranee”. Chi ha messo in mostra idee più chiare in materia è Italia dei valori, e la scelta di puntare su De Magistris lo dimostra ampiamente. La strategia di fondo è quella di procedere non andando molto per il sottile nella individuazione delle nomination da spende-

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Federalismo, polemiche del giorno dopo Talarico: «Contro l’unità del Paese». Zavettieri: «Serviva una moratoria» CATANZARO — «Se un tributo poli-

tico doveva essere pagato alla Lega Nord, quello del Federalismo fiscale approvato ieri (martedì per chi legge, ndr) in prima lettura alla Camera dei Deputati, rappre-

Il segretario dell’Udc: “Non si affrontano gli effetti della crisi” senta una scelta che va contro ogni idea di unità del Paese e pone in serie difficoltà l’organizzazione della vita stessa di molti cittadini privati di risorse e servizi ingenti». E’ quanto afferma in una nota il segretario regionale dell’Udc Francesco Talarico, consigliere regionale dello stesso partito. «Per la Calabria - prosegue Talarico - passare dai costi storici ai costi standard non sarà semplice; non ci sono dati finanziari ufficiali; le normative a sostegno della riforma ancora da verificare nella loro concreta applicazione; la poca chiarezza sui criteri di ripartizione dei fondi di perequazione, sono tra gli aspetti che non possono non destare allarme non solo nel mondo politico, ma anche in quello imprenditoriale e sociale. Il coraggio e la coerenza politica dimostrati dall’Udc in Parlamento con il voto contrario alla così detta “proposta di Calderoli”, non sono certo frutto di una posizione di mera opposizione al disegno di legge sul Federalismo fiscale: noi siamo federalisti, ma siamo contro questo federalismo che non affronta le questioni di cui soffre la Calabria in particolare, dove gli esiti nefasti della crisi finanziaria ed economi-

ca internazionale e nazionale si abbattono con più forte “valore aggiunto” (in senso negativo)». «Dinanzi, dunque, alla necessità di rafforzare la coesione e lo spirito nazionale dentro cui trovano posto senza dubbio le istanze della Calabria - conclude Francesco Talarico - si è scelta, in alternativa, la via della politica politicante, cioè un percorso che balcanizza ed accentua le ricadute negative sulle aree più critiche del Paese da cui è francamente impossibile trarne il pur minimo disegno di speranza e di solidarietà per la nostra terra». Sulla “questione federalismo”, interviene anche il segretario nazionale de “I Socialisti”, Saverio Zavettieri. «Ci si aspettava una moratoria sul federalismo fiscale più che ragionevole in un momento di crisi acuta che - sostiene Zavettieri - pone sul tappeto altre priorità mentre si è registrata una accelerazione del processo decisionale specie in vista della scadenza elettorale di giugno unicamente per fornire all'alleato nordista un argomento di propaganda». «Comprensibile l'assist del Pdl. Insensata - prosegue il segretario dei Socialisti - l'astensione del Pd e sconcertante il voto favorevole del duro Di Pietro notoriamente ferratissimo in materia federalista, resta all'opposizione soltanto Casini. Il solo effetto annuncio dell'approvazione del federalismo fiscale per le attese negative del Sud in termini di riduzione di entrate, di peggioramento dei servizi essenziali e di aumento delle tasse, provoca l'aggravarsi della situazione, nuove tensioni e contraddizioni esplosive». «Si accentua - continua Zavettieri - il flusso migratorio dei ceti dina-

mici della società meridionale pur in presenza di crisi delle economie più sviluppate e cresce la dipendenza economica, politica e culturale del Mezzogiorno rappresentata plasticamente da presidenti

Il segretario socialista: “Argomento di propaganda per l’alleato nordista” del centrosinistra impotenti e succubi, forse anche per gli imponenti debiti accumulati nel campo della sanità che chiedono gli vengano rimessi».

re e questo anche se a farne le spese potrà essere magari indirettamente lo stesso Partito democratico. Grosse novità e tutte calabresi sono invece in arrivo per quanto riguarda l’Udc di Casini e Roberto Occhiuto e non ci riferiamo certamente alla candidatura del senatore storico della presila cosentina Gino Trematerra. C’è dell’altro che bolle in pentola e che “pesca” proprio nei rapporti di forza sul territorio, quelli destinati a fare la differenza alla conta dei voti. Con la stessa logica di base, prima dell’era Franceschini, era stato forzatamente indicato da qui Mario Pirillo per una poltrona continentale in quota Pd. Poi il teorema del nuovo segretario nazionale da una parte, che non vuole gente “impegnata” in Europa, e altri veti dall’altra la stanno un po’ incartando la cosa anche se non si può certo dire che sia tramontata. La sua come quella di Loiero, del resto. Solo una cosa è certa è che non c’è posto per tutti e due sullo stesso treno ma questo è un altro discorso. Domenico Martelli

Studio sull’elettromagnetismo Un complesso e dettagliato censimento e monitoraggio dei campi elettromagnetici in Calabria con l’informatizzazione dei dati raccolti in un data-base di pronta consultazione. E’ questo il risultato del progetto che l’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria), attraverso il suo Centro Funzionale Strategico “Radiazioni non Ionizzanti e Rumore” (CFS-NIR), diretto dall’Ing. Emilio Rosignuolo, ha realizzato utilizzando i fondi POR Calabria 2000/2006 (Bando POR n.39). I risultati di questa ricerca e di altre attività svolte dal CFS-NIR dell’Arpacal sono stati presentati a Vercelli, a partire da ieri e sino al prossimo 27 marzo, in occasione del Quarto convegno nazionale “Controllo ambientale degli agenti fisici: nuove prospettive e problematiche emergenti”, organizzato dall’Arpa Piemonte.


16 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SANITA’ Il governatore avvia oggi e domani un intenso faccia a faccia con maggioranza, opposizione e sindacati per discutere dei rimedi anti-deficit

Piano di rientro, il confronto politico «Non soltanto tagli ma anche rilancio e investimenti nell’interesse di tutti» CATANZARO — Inizierà questa mattina, quando incontrerà i capigruppo della minoranza in Consiglio regionale, una due giorni che il presidente della Regione Agazio Loiero dedicherà esclusivamente alle questioni della sanità e al piano di rientro del deficit in via di definizione anche nei dettagli. «Non possiamo considerare la sanità esclusivamente come una posta di bilancio - afferma Loiero in una nota diffusa dal portavoce - e pensare di risolvere i problemi soltanto con i tagli, ma dobbiamo avere anche il coraggio di osare, di tagliare e contemporaneamente di investire, perché una buona sanità è interesse di tutti, di chi vi fa ricorso per necessità e di chi governa in quanto consente di ottimiz-

zare le prestazioni. Piano di rientro e piano di rilancio devono coincidire». Per tale motivo e con tali intendimenti - informa la nota - Loiero intende confrontarsi con maggioranza e opposizione, per assumere poi le determinazioni possibilmente condivise. Il calendario degli appuntamenti di oggi e domani, infatti, è intenso e prevede anche confronti con tecnici del Dipartimento Tutela della Salute. Spiccano però - viene sottolineato gli incontri con le rappresentanze istituzionali e con il sindacato. Loiero vedrà oggi i capigruppo di minoranza e domani mattina alle dieci incontrerà, in un tavolo più affollato, il presidente del Consiglio Giuseppe Bova e tutti i consiglieri della coali-

CATANZARO — Il rapporto tra sanità

SANITA’ E MEDIA Il dg dell’assessorato Guerzoni spiega il modello ideale di comunicazione

e media: un rapporto scandito da “reciproci sospetti e dai pregiudizi di faziosità”; un rapporto da rilanciare sulla base di una comunicazione efficace e trasparente. A parlarne, in una lunga nota, è il direttore generale del Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria, Andrea Guerzoni. «La sanità non solo calabrese, si ritrova spesso - osserva Guerzoni - sotto i riflettori dei mass media, con luci ed ombre. Certo, mi farebbe piacere che sui media si parlasse di più della “buona sanità” rispetto ai casi, per fortuna più rari, di “malasanità”. Ma non è questo il punto, non è quello di cercare di minimizzare le cose che non funzionano o di nasconderle. Resto convinto, infatti, che il “non dire le cose” non favorisca comunque, in alcun modo, la soluzione dei problemi, al contrario, la migliore strategia consiste nell'affrontarli, rendendoli discutibili e gestibili». «Il punto - spiega il dg - è che la sanità e i media sono due mondi separati, nonostante l’uno abbia bisogno dell’altro. Due mondi che faticano a parlarsi ed ad uscire dai reciproci sospetti e dai pregiudizi di faziosità. Non è un mistero per nessuno che la prima cosa che qualsiasi direttore generale di una qualsiasi azienda sanitaria fa ogni mattina, dopo aver preso il cappuccino, è leggere i quotidiani nelle pagine che trattano della sanità, per vedere se ci sono attacchi, critiche, esposti o denunce dei cittadini. D’altronde, è un dato di fatto, la relazione tra istituzioni sanitarie e media, non sono certo facili. Le incomprensioni sono sempre dietro l’angolo. I punti di vista sono diversi se, non, contrapposti. Le aziende sanitarie non hanno sempre l’esatta percezione di cosa può interessare un giornale. I giornali, dal canto loro, sono sempre in agguato per cogliere “il punto debole” di una notizia che ha origine in un’istituzione o in un’azienda sanitaria». «Le difficoltà interpretative dipendono - ragiona Guerzoni - dalla diversa prospettiva dal quale questi eventi vengono osservati. La difficoltà a mantenere un atteggiamento obiettivo delle persone coinvolte dipende dal ruolo che le varie figure occupano e che portano, quasi sempre, il medico e il dirigente a giustificare in modo eccessivo, il giornalista ad amplificare la notizia, il paziente a vedere esclusivamente la mancanza di professionalità e di umanità nel personale sanitario. La crisi continua che caratterizza la relazione le istituzioni sanitarie e i media è causata anche dall’incapacità d’intervenire sulla “microconflittualità” del personale interno delle aziende sanitarie che impedisce un riscontro oggettivo

Agazio Loiero

zione di maggioranza. Poi, sempre domani ma nel pomeriggio, alle 16, sarà la volta dei segretari regionali dei sindacati. «Quello della salute è un problema che riguarda tutti - sostiene Loiero ed è importante che le decisioni siano largamente condivise. Abbiamo l’urgenza di chiudere con un passato nero, con debiti che si trascinano da anni e anni, per effettuare una ripartenza che abbia come obiettivo l’azzeramento degli sprechi e il potenziamento quali-quantitativo dell’offerta sanitaria, con ospedali che siano efficienti e garantiscano sicurezza, con una rete territoriale di assistenza capillare, d’avanguardia ed equamente distribuita sul territorio».

«L’informazione trasparente conviene» sull’entità e le conseguenze dell’evento. Dall’inadeguatezza del management sanitario che, di fatto, rallenta la reazione e le decisioni, favorendo così la diffusione di notizie errate sui media che piaccia o meno, comunque, devono andare “in onda” e dare la notizia. Dalla “improvvisazione” comunicazionale del management sanitario che viene interpretata, dai media, come un segnale di mancanza di consapevolezza della gravità della situazione». «Quando un evento di “malasanità” arriva ai media, diventa un fatto pubblico e la struttura sanitaria spiega il manager del Dipartimento Tutela della salute - si ritrova improvvisamente sotto i riflettori, proprio mentre è impegnata ad affrontare la crisi gestionale, tecnica e, soprattutto, “comunicazionale”. In questi casi non basta né risolvere il problema né delegare il compito all’ufficio stampa. Delegare la comunicazione su quanto accaduto e, su quanto si sta facendo, per risolverlo, a misuratissimi comunicati stampa o alle parole di un direttore impreparato è, quasi sempre, inefficace. Viene letta come una reazione di “chiusura”, in cui il perdurante silenzio è, di solito, percepito dai media e dall’opinione pubblica come una tacita “ammissione di colpa”. Come un’improvvisazione che può far dubitare della reale capacità di risolvere i problemi». «E’ proprio così difficile - si chiede Guerzoni -capire che l’opinione pubblica desidera essere rassicurata con delle informazioni trasparenti, chiare, comprensibili e che, qualunque sia la realtà, alla struttura sanitaria conviene sempre portare all’esterno i fatti accaduti, rispondendo ad alcune semplici domande: “Che cosa è accaduto? Perché? Quali conseguenze ci sono state? ”. Se diciamo che la trasparenza è un valore dobbiamo declinarla in comportamenti effettivamente agiti, altrimenti, tali valori assumono un carattere propagandistico e mistificatorio». «Un’informazione aperta e argomentata, facilmente verificabile, affidabile e pertinente: dove, quando, come e in quali proporzioni deve essere diffusa l’informazione, è una decisione che spetta, comunque al management sanitario che se ne deve, evidentemente, assumere la diretta responsabilità. Un management sanitario tra i cui skill formativi - avverte Guerzoni - ci deve essere anche quello di sapersi muovere nei diversi territori della comunicazione: stampa, radio, internet, televisione, pubbli-

L’assessorato alla Sanità

“La sanità ha bisogno di una comunicazione che sia efficace e che aumenti la soddisfazione degli utenti” cità. Di saper adattare il proprio linguaggio in base al target di riferimento, tenendo nella giusta considerazione i “feedback” che gli giungono non solo dall’opinione pubblica ma anche da chi lavora all’interno dell’organizzazione». «La comunicazione in sanità diventa difficile anche per i diversi tipi di linguaggi e di cultura. Spesso - è detto nella nota -, sui giornali si trovano racconti ad alta emotività che descrivono esperienze di vita vera, vissuta dai malati. Non di rado sono “j’accuse” che possono riguardare comportamenti e prestazioni sanitarie ritenute non all’altezza delle aspettative. A volte sono riferite ad aspetti tecnico-professionali, altre ad aspetti relazionali e a stati d’animo. A questo, troppo spesso, il management risponde con il solito linguaggio, scritto o parlato, autoreferenziale e tecnico, incapace di creare vera sintonia e “ricalco” con l’interlocutore. Mettendo così in scena una specie di “spettacolo senza attori”. Una voce che, così, resta fuori campo. A volte sono freddi e formali comunicati stampa, impersonali, perché non hanno un referente identificabile, ma una sigla organizzativa, che parlano di una realtà non riconoscibile o, perlomeno,

lontana dal vissuto percepito dalla gente comune nell’impatto quotidiano con i servizi sanitari. L’illusione è quella di attribuire alla comunicazione una e una sola, interpretazione possibile». «Sappiamo - sottolinea ancora Guerzoni - del rischio che si corre nell’uso autoreferenziale della comunicazione. Ogni volta che neghiamo un concetto “tout court”, in realtà lo evochiamo, come nell’aforisma “non pensare all’elefante…”. Similmente ogni volta che affermiamo una ricostruzione degli avvenimenti creata “ad hoc”, poniamo le basi per negarla. Un tergicristallo che, in questo caso, gira a vuoto. La comunicazione del resto non è matematica: a volte la risposta simmetrica di negazione o di ridimensionamento da parte delle istituzioni sanitarie di qualche evento riportato sui media non ne comporta l’elisione come fa +1 con -1. Al contrario, se male impostato, rischia di elevarne al quadrato, al cubo, la risonanza, innescando ulteriori polemiche e gettando ulteriore benzina sul fuoco. Da qui, a volte, i dubbi che nascono sull’opportunità di uscire o meno con un “comunicato”. Se dici che c’è stato un caso di meningite rischi di creare al-

Sanità sul web Il Dipartimento regionale “Tutela della salute e politiche sanitarie” comunica che dal due marzo scorso, attraverso il portale della Regione, si può accedere direttamente all’area tematica del Dipartimento scrivendo HYPERLINK. //C: /Documents and Settings/Administrator/Desktop/ http: /www. regione. calabria. it/sanita/ http: //www. regione. calabria. it/sanita/ L’area tematica è denominata “Sanità comunica inform@” in quanto si propone di fornire una completa, costante e dettagliata informazione sulla struttura organizzativa del Dipartimento, con la precisa individuazione dei compiti di ogni Settore e Servizio e dei relativi Responsabili.

larmismo, allo stessa stregua però, il “non dirlo” espone al rischio di essere percepiti reticenti o, comunque, poco trasparenti rispetto al dovere dell’informazione sentita come prioritaria da chi scrive sui giornali e opera nei media. Questo significa che il management dovrebbe sforzarsi di capire, “d’impregnarsi” della visione e della cultura giornalistica, per saperla rivelare e per intraprendere le giuste, efficaci contromisure, con uno stile costruttivo e non polemico. Occorre capire che la “non azione”, o la passività, sul lungo termine, si rivelano inefficaci. Bisogna invece riprendere l’iniziativa, prima di tutto, aumentando la coesione intorno e, all’interno, delle proprie aziende sanitarie». «La sanità - è l’appello di Andrea Guerzoni - deve riscoprire una dimensione etica della comunicazione, basata sulla trasparenza e il rispetto della sensibilità, dignità e intelligenza delle persone. Una comunicazione efficace, frutto di strategie e di comportamenti efficaci, con la scelta del linguaggio e dello strumento più adatto a seconda dei destinatari. Capace di aumentare la notorietà, di creare interesse e consenso, di far conoscere i servizi offerti, di aumentare la soddisfazione degli utenti e di migliorare il rapporto tra il medico e il paziente. Anche perché, non bisogna dimenticare che “il vero comunicatore non è chi grida più forte, ma chi vuole e, riesce, ad essere compreso…”.

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

COMUNE DI REGGIO CALABRIA

U.O. PATRIMONIO - CONTRATTI - APPALTI - U.O. APPALTI Via S. Anna palazzo Cedir, torre 4 piano 2^ - 89100 Reggio Calabria Telef. 0965/362581 - 362760 - fax 0965/28093 AVVISO DI PROCEDURA APERTA 1) ENTE APPALTANTE: COMUNE DI REGGIO CALABRIA 2) OGGETTO APPALTO: LAVORI VALORIZZAZIONE DEL CASTELLO ARAGONESE DI REGGIO CALABRIA Importo complessivo dell’appalto euro 1.016.971,72 Oneri per la sicurezza euro19.601,80 Oneri di discarica euro3.074,74 Importo a base d’asta euro 994.295,18 3) DURATA DELL’APPALTO: giorni trecentotrenta 4) TERMINE RICEZIONE OFFERTE: Le domande di partecipazione corredate come previsto dal bando di gara inviato alla G.U.R.I. in data 16 MAR. 2009 dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 28 APRILE 2009 all’indirizzo in epigrafe. 5) APERTURA OFFERTE: 29 APRILE 2009 6) CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: secondo i criteri di cui all’art. 82, commi 1 e 3 del D.Lgs. n. 163/06 mediante offerta a prezzi unitari e corrispettivo corrisposto a corpo e a misura 7) CATEGORIE RICHIESTE: Categoria prevalente richiesta OG2 (91,68%) Il bando integrale può essere visionabile sul sito internet www.comune.reggio-calabria.it Reggio Calabria lì 17 MAR. 2009 IL DIRIGENTE (Avv. Concettina Siciliano)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 17

CALABRIA SCUOLA Il segretario della Gilda catanzarese, Tindiglia, illustra la bozza sugli organici 2009-2010. «Cattedre ridotte anche per l’anno prossimo»

In Calabria tagli per oltre duemila posti Lunedì parte la verifica della sicurezza negli edifici scolastici delle cinque province CATANZARO — I tagli agli organici

delle scuole per l’anno scolastico 2009-2010 produrranno in Calabria la perdita di 2.492 posti di cui 75 dirigenze. Lo rende noto il segretario provinciale della Gilda di Catanzaro, Antonino Tindiglia, che illustra la bozza sugli organici 2009-2010. I dati, dice, confermano «il trend negativo che vede ridotte le cattedre disponibili anche per il prossimo anno scolastico». In particolare, i tagli sono così ripartiti: meno 631 insegnanti nella scuola primaria; meno 1.002 nella scuola secondaria di primo grado; meno 783 nella scuola secondaria di secondo grado. «Mancano i dati del personale Ata - spiega il sindacalista della Gilda - possiamo dire addio alla scuola pubblica, al diritto allo studio e alle pari opportunità. Le politiche governative degli ultimi anni hanno accentuato il divario tra ricchi e poveri. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno». Sui tagli d’organico decisi con la manovra Finanziaria, interviene anche REGGIO CALABRIA — La secon-

da Commissione consiliare, “Bilancio, programmazione economica ed attività produttive”, presieduta da Piero Amato, ha approvato il Documento di programmazione economicofinanziaria della Regione per gli anni 2009-2011. Il Documento è stato illustrato alla Commissione dall’assessore regionale al Bilancio, Demetrio Naccari Carlizzi, che in una lunga relazione ha evidenziato proposte e criticità relativamente allo stato finanziario regionale. Naccari ha posto in evidenza “l’andamento negativo dei settori produttivi nell’anno 2007, come l’agricoltura, che ha segnato un forte decremento(4,6%), e le industrie energetiche e manifatturiere(-3,3%) ”, mentre il settore delle costruzioni ha marcato un indice positivo del 2,1% favorito dall’espansione del comparto delle opere pubbliche. Nell’anno 2007 il numero degli occupati in Calabria è risultato pari a 602 mila unità, circa 13 mila unità in meno rispetto all’anno precedente, un segnale negativo che riflette l’andamento di pari segno della dinamica produttiva. L’assessore al Bilancio ha poi richiamato l’attenzione sugli effetti del federalismo fiscale, “sulla netta diminuzione delle

il segretario regionale di Rifondazione comunista Nino De Gaetano. «Per settimane - afferma l’esponente del Prc calabrese - hanno ignorato la protesta di studenti e insegnanti, accusando i manifestanti di cattiva informazione e minimizzando la portata dei tagli previsti dalla riforma della scuola. Oggi sappiamo che il Governo Berlusconi ha mentito sapendo di mentire. I numeri drammatici del decreto presentato in questi giorni ai sindacati e agli enti locali, infatti, confermano la fondatezza delle nostre preoccupazioni e preannunciano una devastazione che si accanirà in particolare sul Sud e sulla scuola calabrese». Intanto dal fronte sicurezza nelle scuole, arrivano buone nuove dall’ufficio stampa della Giunta regionale. Partiranno lunedì prossimo - si apprende nel comunicato - le verifiche negli edifici scolastici delle cinque province calabresi che vedranno impegnate le squadre tecniche costituite dal gruppo di lavoro, coordina-

ri gli edifici scolastici calabresi. La decisione è stata assunta nel corso di un incontro, tenutosi presso il Dipartimento regionale dell’Istruzione, al quale hanno preso parte il dirigente generale dell’assessorato, Laura Mancuso, e i rappresentanti del Provveditorato regionale delle Opere Pubbliche, dell’Ufficio scolastico regionale, dell’Anci, dell’Uncem e dell’Upi che compongono il gruppo di lavoro costituito il 2 marzo scorso. Sono 51 gli istituti scolastici calabresi che saranno interessati, in questa prima fase, alla effettuazione dei sopralluoghi previsti dall’Intesa. Si tratta delle scuole inserite dal ministero dell’Istruzione nella lista delle priorità prevista dalla stessa Intesa Stato-Regioni. Al fine di garantire la rapida attuazione dei sopralluoghi il vicepresidente Cersosimo - prosegue la nota ha dato comunicazione dell’inizio delle verifiche ai presidenti delle cinque Province e ai sindaci dei Comuni interessati a questa prima fase. Cer-

sosimo ha inoltre invitato le amministrazioni interessate a provvedere con assoluta tempestività alla nomina dei componenti delle squadre tecniche qualora non vi abbiano ancora ottemperato. Ciascuna squadra tecnica, secondo quanto previsto dall’Intesa, sarà composta da tre unità, la prima espressione del Provveditorato regionale alle Opere Pubbliche, la seconda dai tecnici comunali e provinciali competenti per territorio, l’ultima dal responsabile della sicurezza dei singoli istituti scolastici. I sopralluoghi riguarderanno tutti gli edifici delle scuole pubbliche, di ogni ordine e grado, assicurando priorità a quelli già individuati nella lista redatta dal Ministero dell’Istruzione. «Cersosimo ritiene le verifiche negli istituti scolastici di particolare importanza sollecitandone la conclusione nei tempi previsti allo scopo di individuare gli interventi più urgenti e per costituire una banca dati della situazione di vulnerabilità delle scuole».

REGIONE La II Commissione dà l’ok al Documento di programmazione economico-finanziaria

programmatico della Regione alle problematiche legate al federalismo fiscale ed al ddl 112, andrebbe aggiunto il bluff della manovra anticrisi. Le azioni del Governo non vanno affatto nella direzione di individuare nuovi fondi. Si tratta semplicemente di una riprogrammazione in sede centrale delle risorse destinate al Mezzogiorno. Il Governo fa riferimento a interventi a triplice matrice diretti su ammortizzatori sociali, infrastrutture e settore produttivo, legati all’istituzione di tre Fondi (Fondo sociale per l’occupazione e gli ammortizzatori sociali, Fondo per le infrastrutture strategiche e Fondo strategico per il Paese a sostegno dell'economia reale) finanziati con fondi provenienti dalle Aree Sottoutilizzate per un totale di 17,8 miliardi di euro. I tagli subiti dal Mezzogiorno in questi mesi sono divenuti davvero insostenibili: in particolare, alla Calabria vengono sottratti 454,5 milioni (il 15,15% della copertura del taglio Ici)». Nel corso del dibattito hanno fornito contributi i consiglieri Borrello, Francesco Pacenza, Talarico, Salvatore Pacenza, Battaglia, Censore, Chiarella e Nucera. La seconda Commissione tornerà a riunirsi lunedì 30 marzo alle ore 11,00.

Il ministro Gelmini

to dal vicepresidente della Giunta regionale Domenico Cersosimo e incaricato dell’attuazione dell’Intesa Stato-Regioni siglata il 28 gennaio per prevenire e fronteggiare eventuali situazioni di rischio e rendere più sicu-

Approvato il Dpefr 2009-2011: pesano buco della sanità e crisi risorse disponibili per la Calabria ed il Sud (Fas, Apq etc.), a cui si è attinto come un bancomat, stornando queste risorse verso aree più industrializzate del Paese”. Un passaggio strategico è dedicato nel Dpefr al comparto della Sanità, e all’eliminazione dei disavanzi corrente e pregressi che gravano pesantemente sul bilancio regionale. «Ancora - ha detto l’assessore Demetrio Naccari Carlizzi - non abbiamo il dato finale ufficiale del debito certificato da Kpmg, ma possiamo ragionevolmente dire che è prossimo ai due miliardi di euro da suddividere su varie misure».

Demetrio Naccari Carlizzi

L’assessore al Bilancio: “Alto e ingiustificato risulta il livello di spesa farmaceutica troppi ricoveri e prestazioni specialistiche”

Sulla sanità, si legge nel Dpefr, “pesano diffuse inappropriatezze che producono l’uso irrazionale delle risorse; l’alto ed ingiustificato livello di spesa farmaceutica; il ricorso incongruo alla ospedalizzazione, che fa registrare un tasso di 230 ricoverati ogni mille abitanti, contro un valore ottimale nazionale di 180; l’alto consumo di prestazioni specialistiche, in specie di diagnostica strumentale e di laboratorio; l’elevata emigrazione per prestazioni sanitarie, tanto più grave per il fatto che la maggior parte del fenomeno attiene a prestazioni di media e bassa assistenza”. «Il Dpefr - ha dichiarato Carlizzi a conclusione dei lavori - subisce l’influenza negativa della congiuntura economica attuale e soprattutto delle scelte messe in atto dal Governo. Tra le debolezze preesistenti e che condizionano il contesto economico e

Rifiuti, Comuni debitori per 140 milioni Legge sulle attività agrituristiche: Il Commissario per l’emergenza ambientale dispone la riscossione coattiva CATANZARO — Ammontano ad

oltre 140 milioni di euro, per il debito maturato fino al 2008, le somme ancora da riscuotere da Comuni conferitori per tariffa dei rifiuti solidi urbani. E’ quanto si legge in una nota stampa dell’Ufficio del Commissario Delegato per il superamento della situazione di emergenza nel settore dei rifiuti solidi urbani nel territorio della Regione Calabria. «La mancata riscossione di questo somme - sottolinea il Commissario, Goffredo Sottile - rischia di pregiudicare il funzionamento dell’intero sistema di smaltimento dei rifiuti solidi urbani in Calabria». Lo stesso Ufficio, per il recupe-

ro delle somme, oltre all’invio delle diffide al pagamento, ha emanato apposita ordinanza commissariale (la numero 7.455 dell’11/10/2008) con la quale è stato disposto di procedere alla riscossione coattiva prevista dal decreto legislativo 46/99, ovvero mediante iscrizione a ruolo avvalendosi della società Equitalia spa competente per territorio. La procedura è stata avviata, prioritariamente, per i Comuni che non hanno dato alcun riscontro alle diffide già inviate nel corso dell'anno 2008; ai Comuni che, avendo richiesto la possibilità di rateizzare, non hanno prodotto idonea documentazione;

ai Comuni che non rispettano le rateizzazioni in essere. Pertanto, sono state inviate 117 diffide, ai Comuni che non hanno dato alcun riscontro, per un importo di 33.500.000 euro circa; per 28 Comuni sono stati inviati i ruoli ad Equitalia Servizi di Catanzaro, per un importo di 19.452.000 euro circa; per alcuni Comuni, invece, sono stati accolti piani di rientro, previo acconto del 20%. Inoltre, è stato deciso di procedere anche alla nomina di commissari ad acta per i Comuni che hanno un’esposizione debitoria non molto elevata (circa 37) per un importo complessivo di 1.700.000 euro circa.

in Commissione il testo definitivo CATANZARO — In merito ai lavori della seconda Commissione, il consigliere regionale Egidio Chiarella (Pd), firmatario di una delle proposte di legge sulla disciplina dell’attività agrituristica, in una nota, ha dichiarato: «E’ stato ottimo il lavoro svolto dall’assessorato all’Agricoltura nella stesura del testo definitivo presentato stamattina (ieri, ndr) in seconda Commissione, sulla nuova disciplina che guiderà l’attività agrituristica in Calabria. Il nuovo testo ha accorpato il provvedimento della Giunta, il mio testo presentato nell’aprile del 2007 e le osservazioni provenienti dalle Province e dagli organismi di settore. Fra qualche settimana, approvando il nuovo disegno di legge si darà un impulso ad un comparto

centrale nello sviluppo economico e turistico della Calabria, in linea con la legge quadro nazionale del 20 febbraio 2006 numero 96. Importante ha detto ancora Chiarella - il parametro imposto dalla legge che fissa al 70% la soglia minima per l’utilizzazione dei prodotti agricoli dell’azienda o del territorio in cui insiste l’agriturismo interessato. Con la nuova legge si incentiva l’educazione alimentare, le aziende che adottano tecniche agricole a basso impatto ambientale e si promuove con più decisione la cultura eno-gastronomica calabrese. Interessante infine la tutela e la valorizzazione del patrimonio agricolo, socio-culturale, attraverso azioni di sviluppo integrato tra agricoltura-turismo e cultura».


18 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA REGGIO CALABRIA L’ultimo ricercato per la rapina che costò la vita alla guardia giurata Luigi Rende è stato catturato dagli uomini dell’Arma

Manette a Torino per Vincenzo Violi L’uomo è stato riconosciuto da un carabiniere in chiesa, durante lo scambio del segno della pace REGGIO CALABRIA — L’ultimo ricercato per la rapina che costò la vita alla guardia giurata Luigi Rende è stato catturato dai carabinieri a Torino. Le manette attorno ai polsi di Vincenzo Violi, 30 anni, di Sinopoli, le hanno strette i militari della compagnia di Villa San Giovanni, in collaborazione con i loro colleghi del capoluogo piemontese. Le tracce di Violi, perse due anni fa in via Ecce Homo dove avvenne l’assalto mortale al furgone blindato di una società di trasporto valori, sono state trovate in una comunità religiosa situata nei pressi di piazza Sabotino del capoluogo piemontese che il latitante - ritenuto vicino alla cosca Alvaro di Sinopoli frequentava assiduamente da tempo. A riconoscerlo è stato un carabiniere che ha seguito la messa accanto a Violi che, nell’abbracciarlo durante l’invito a “scambiarsi il segno di pace”, lo ha identificato. Nessun dubbio. E dopo la canonica frase “ite missa est”, il latitante è stato pedinato fino al rifugio, dove, poi è stato catturato all’alba di ieri mattina. Dopo l’arresto ci si chiede se Violi si fosse davvero incamminato sulla via di Damasco. Le sue presenze in seno alla comunità cattolica e la frequenza quotidiana alla messa vespertina potrebbero aver provocato nel giovane una forte presa di coscienza sulla tragica mattina dell’1 agosto del 2007. Gli uomini del colonnello Leonardo Alestra, coordinati dal capitano Adolfo Angelosanto, avrebbero potuto arrestarlo in chiesa o fuori dal luogo di culto intitolato a “Gesù adolescente”, invece lo hanno seguito fino alla sua tana nel tentativo di identificare i favoreggiatori. Al momento l’unico finito in manette è il ventiseienne Alfredo Militano, operaio, anch’egli originario di Sinopoli. Nel momento in cui i carabinieri hanno fatto irruzione nell’alloggio di Militano, Vincenzo Violi dormiva su un divano a conferma dello stato di precarietà che caratterizzava la sua latitanza. L’attività investigativa che ha portato a Torino, dunque alla cattura del ricercato, è iniziata più di un anno fa con un monitoraggio

La conferenza stampa di ieri, la chiesa e, sotto, l’arrestato

costante dei familiari del giovane. Attività che i carabinieri hanno portato avanti sotto le direttive della procura della Repubblica di Reggio, con il sostituto Carmela Squicciardini. I classici metodi di osservazione e di pedinamento sono stati metodi efficaci, uniti all’utilizzo di sofisticati sistemi di intercettazione telefonica ed ambientale. Partendo da Sinopoli, dove, dopo un breve periodo di tempo, i carabinieri hanno avuto

la certezza che il ricercato si trovasse altrove. Da una serie di elementi successivi Vincenzo Violi è stato localizzato a Torino. Gli investigatori hanno avviato un lavoro di intelligence e di analisi sulle comunità calabresi residenti nella città della Mole che, in qualche modo, potessero avere collegamenti con il piccolo centro aspromontano, in particolare con la ‘ndrangheta sinopolese. Violi, per parte di madre è imparentato

COSENZAI carabinieri cercano riscontri sulla possibilità che alcuni degenti scomparsi possano essere stati sepolti in questo luogo

Istituto Papa Giovanni, blitz al cimitero COSENZA — I Carabinieri del Nu-

cleo Scientifico di Cosenza e alcuni esperti della Procura di Paola hanno esaminato e perquisito il cimitero di Serra d'Aiello, che si trova a soli 100 metri dall'Istituto Papa Giovanni XXIII, al centro di inchieste della magistratura. I militari stanno cercando riscontri in merito alla possibilità che alcuni degenti, scomparsi negli ultimi 12 anni, possano essere stati sepolti in questo luogo. Un filone delle indagini della Procura di Paola riguarda proprio la scomparsa di 15 degenti ed è certo che all'interno del cimitero vi siano molte tombe senza nomi né date. Intanto si apprende che sabato sera ignoti hanno dato fuoco

ad una finestra a pianterreno del Municipio di Serra d'Aiello, provocando però solo modesti danni. Questa mattina i locali sono stati a lungo visitati dai Carabinieri. Sempre ieri mattina, una delegazione di curatori giudiziari dell'ormai vuota e desolata clinica hanno convocato una rappresentanza dei dipendenti. Insieme a loro hanno visitato le camerate, stilando l'inventario di quanto ancora è rimasto nei vari reparti, per poter poi consegnare ai degenti, trasferiti il 17 marzo in altre strutture sanitarie della provincia di Cosenza, quanto di loro proprietà, come televisori e altri oggetti personali. Nei giorni scorsi ci sarebbero anche state

numerose perquisizioni dell'istituto. «Abbiamo inoltrato la richiesta ufficiale di fallimento per l'Istituto Papa Giovanni XXIII di Serra d'Aiello». A dirlo è il Procuratore di Paola (Cs), Bruno Giordano, che ha anche confermato che «ci sono in corso le ricerche degli scomparsi. Non solo su nostra pressione, ma anche di loro iniziativa, i Carabinieri stanno espletando delle indagini per dare un volto, diciamo così, a quelle persone che non si trovano». Il riferimento è alle perquisizioni, effettuate anche con personale scientifico, che ieri mattina sono state compiute nel cimitero di Serra d'Aiello. (Agi)

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto

concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844

C@LL SERVICE SRL

con gli Alvaro, vertici della cosca egemone del piccolo centro montano (il padre del giovane, Domenico, in passato, è stato ritenuto vicino alla locale di ‘ndrangheta). Il cerchio si è chiuso all’alba di ieri con la cattura, ma l’attività investigativa prosegue per smantellare la rete, si presume vasta, di complici e fiancheggiatori che hanno agevolato Violi durante la sua latitanza. Il curriculum malavitoso dell’arrestato inizia fin dal periodo in cui Violi era ancora minorenne; poi nel luglio del 1997 venne arrestato per una rapina a mano armata ai danni di un ufficio postale di Bova Marina. Nel novembre del 2005 il giovane fini nuovamente dietro le sbarre per associazione a delinquere finalizzata alle rapine agli uffici postali ed ai furgoni portavalori; nel febbraio dell’anno successivo gli furono concessi i domiciliari. Intanto, nel maggio 2007, nei suoi confronti venne emessa la misura della sorveglianza speciale, mai notificata perché nel frattempo si era volatilizzato. Poi, l’1 agosto del 2007, l’assalto al furgone portavalori e l’uccisione di Lugi Rende. Sei delle persone coinvolte nella rapina – nei mesi scorsi quattro di loro sono stati condannati all’ergastolo – erano già stati assicurati alla giustizia. E ieri con la cattura di Violi tutta la banda si trova ristretta nelle patrie galere. Antonio Latella

Reggio Calabria Gli agenti di Villa arrestano 53enne

Agenzia Telecom Italia SPA

RICERCA PERSONALE per attività di vendita prodotti e servizi Telecom Italia

Operatrici ed operatori call center outbound per sede di Catanzaro Lido (CZ) Agenti automuniti per le provincie di CZ, KR, CS

Gli interessati possono inviare il curriculum a: mail:

fax

selezioni@callservicesrl.it Specificare in oggetto

0961787623

“Nome + Cognome + posizione desiderata” Si offrono: • Formazione ed aggiornamenti costanti • Massima serietà e puntualità

Si richiedono: Predisposizione alla vendita • Capacità di lavorare per obiettivi • Massima serietà e puntualità •

REGGIO CALABRIA — Gli agenti del

commissariato di Polizia di Villa San Giovanni hanno arrestato un uomo di 53 anni, Giuseppe Campolo. I poliziotti hanno eseguito un provvedimento di revoca del decreto di sospensione di carcerazione per riciclaggio. L'arrestato è stato condotto nella casa circondariale di Reggio Calabria. Per gli uomini del commissariato di Villa San Giovanni è il quarto provvedimento eseguito in dieci giorni, a seguito di investigazioni condotte in stretto contatto con la procura della repubblica reggina. L’ultimo della serie è il provvedimento a carico dell’uomo di 53 anni, Giuseppe Campolo


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 19

CALABRIA VIBO VALENTIA Arriva da Verdi, Rifondazione comunista e Sinistra democratica un vero e proprio benservito alla giunta comunale

Da sinistra siluri contro Sammarco Le accuse: «Il sindaco ha disatteso fortemente le aspettative degli elettori e dei partiti» VIBO VALENTIA — Parte da sinistra l’attacco frontale alla giunta Sammarco e, ad un anno della fine naturale del mandato, arriva da Verdi, Rifondazione comunista e Sinistra democratica, un vero e proprio benservito. Verdi, Rifondazione e Sinistra democratica, che pure nel recente passato hanno condiviso il governo della città col sindaco Sammarco, convocano una conferenza stampa per spiegare le ragioni della netta condanna ed attraverso i loro massimi esponenti sganciano siluri contro l’attuale gestione della città. Non è casuale che si sia scelto questo momento per incontrare la stampa ed ufficializzare la condanna del sindaco e della giunta di Vibo Valentia: tra qualche giorno, infatti, Sammarco presenterà al Consiglio comunale, e quindi alla città, quello che rappresenta l’ultimo bilancio di previsione della sua gestione. Ma per i rappresentanti dei tre partiti della sinistra Raffaele Suppa per i Verdi (presente anche l’ex assessore comunale Silvestro Scalamandrè), Pino Tassi per la Sinistra Democratica (presente alche il consigliere provinciale Barbara Citton), Renato Giannini per Rifondazione comunista (a sua volta, ex assessore in una delle giunte Sammarco) - «Mentre il sindaco comunicherà le sue previsioni per l’anno in corso, la politica, e segnatamente i partiti della coalizione di maggioranza, dovranno necessariamente avviare un confronto sul bilancio complessivo di questa esperienza amministrativa». E per i tre partiti di sinistra non ci sono dubbi: «Anche se con rammarico, bisogna avere il coraggio e l’onestà politica di dire che questo che hanno indicato. La sua gestione ha prodotto in gran parte fallimenti».

E questo dei fallimenti diventa il file rouge dell’analisi di Verdi, Sinistra democratica e Rifondazione: «Ci si è avventurati in proclami ed annunci: città futura, nuovo teatro, fabbrica della cultura, grossi finanziamenti (risanamento idrogeologico), grandi opere (parcheggio multipiano, tangenziale ovest, ampliamento del palazzo municipale), Psc, sportello unico dell’edilizia, zona franca urbane, ecc. fallimenti!». È impietosa l’analisi: «Gli unici e pochi interventi compiuti nelle Marinate, sono stati imposti per necessità dall’alluvione. In città, oltre a qualche marciapiede, al “pregevole” intervento al monumento di Luigi Razza, e alla “grande” decisione di chiudere piazza Municipio, non c’è altro da ricordare se non le strade dissestate, il traffico caotico ed i muri selvaggiamente imbrattati. Su tutto grava l’inquietante ombra dell’inchiesta Golden House. Sul piano prettamente politico, il disastro non è da meno», tuonano gli esponenti della sinistra vibonese, che aggiungono, tra l’altro: «Al centro delle sue preoccupazioni c’è quella di mantenere salda la sua postazione, a qualsiasi costo. Tant’è che, pur di riuscirvi, non solo ha avuto l’arguzia di rompere la coalizione che lo ha eletto, ma da anni non fa che cedere alle pressioni di chiunque gli paventi la possibilità di un “abbandono della maggioranza”. Un peregrinare continuo, che lo ha indotto nel tempo a compiere attivi privi di qualsiasi, comprensibile senso politico». Verdi, Rifondazione e Sinistra democratica non hanno dubbi: «Tra un anno appena l’equivoco Sammarco si risolverà»! Ma sia chiaro, i tre partiti della sinistra non intendono organizzare una corsa in solitaria per la futura

scadenza amministrativa, piuttosto spingono tutto il centrosinistra ad ammettere il fallimento di questa esperienza e ricompattarsi attraverso nuovi programmi e nuovi uomini. In questa direzione, l’esponente della Sinistra democratica Pino Tassi, chiede a tutto il centrosinistra un ripensamento e, rivolgendosi direttamente al Pd, chiede che sia fatta una scelta di campo accantonando le lacerazioni che, tra correnti e guerre per bande, stanno dilaniando il partito riconquistando le ragioni della stare insieme non per gestire il potere fine a se stesso: «Serve qui a Vibo Valentia - afferma Tassi - la nascita di un nuovo centrosinistra con un ruolo importante della sinistra e del Pd, che deve scegliere da che parte stare individuando la strada che sappia guardare al futuro, ad un futuro migliore per Vibo Valentia e per tutta la Calabria». Gli fa eco Raffaele Suppa: «Vorremo aprire una fase nuova che metta mano ad un progetto politico, ad un programma per il governo della città e di questo territorio rinnovando completamente i termini di una gestione che ad oggi consideriamo fallimentare». Carico di legittima autocritica l’analisi di Renato Gianni, esponente di Rifondazione comunista, partito che ha sostenuto, sin dal primo momento e per molto tempo, l’attuale sindaco offrendogli un uomo da inserire in giunta, compreso la stesso Giannini: ammette che molto si è fatto, ma afferma senza dubbio alcuno che il giudizio globale è decisamente negativo e fallimentare. Insomma come dire? - ad un anno dall’appuntamento elettorale, comincia la resa dei conti a sinistra. Maurizio Bonanno

Secondo Confedilizia a Vibo nel settore del mercato immobiliare si compra meglio che nel resto dell’Italia

Ma per “Il Cristallo” la realtà è ben diversa VIBO VALENTIA — Il mercato immo-

biliare è fermo. I prezzi non calano di un euro: nessuno compra e nessuno riesce a vendere! Le case sono ancora troppo care rispetto al trend europeo e alla crisi dell’economia globale. Questo, in sintesi il risultato del Borsino immobiliare di Confedilizia, che ha registrato i valori delle compravendite degli immobili, adibiti ad uso abitativo di 104 città divise omogeneamente per tutta l’Italia. Ma l’aspetto più interessante che si evidenzia da questo borsino è che, per quanto i prezzi massimi si siano registrati nelle grandi città dove spicca Venezia sia per quanto riguarda il centro che la periferia, la città italiana dove si comprerebbe spendendo meno è Vibo Valentia con 350 euro al metro quadro in una zona periferica e 400 per una zona semicentrale. Questo il dato ufficiale, ma la realtà appare molto diversa. Se qualcuno si reca presso un’agenzia immobiliare cittadina, trova prezzi più realistici. Il confronto è stato il tema di una sorta di controanalisi predisposta della società vibonese di comunicazione “Il Cristallo”. Patrizia Venturino, titolare de “Il Cristallo” fa notare che, chiedendo ad un’agente immobiliare che opera a Vibo Valentia, la risposta è disarmante: «queste cifre non coprirebbero nemmeno i costi di costruzione di un’immobile nuovo, forse si potrebbero riferire ad immobili in pessimo stato che necessitano di considerevoli interventi di ristrutturazione». Tornando alle cifre per acquistare casa a Vibo Valentia, sem-

pre secondo quanto ricostruito dall’analisi de “Il Cristallo”: bisogna spendere dai 2000 ai 2300 euro al mq per una costruzione nuova in zona centrale, si scende drasticamente per una casa da ristrutturare dove si può spendere dai 1100 ai 1400 euro, si scende ancora per le vecchie case del centro storico dove con circa 1000 euro si compra una struttura monofamiliare. Se si parla invece di affitto per un appartamento di 100 mq si va dai 400 ai 550 euro al mese

in città, se si sceglie la periferia si può risparmiare fino ad un massimo del 10%. «Con queste cifre e la crisi in atto - conclude Patrizia Venturino - si prospettano tempi duri sia per chi ha intenzione o necessità di vendere sia per chi vuole acquistare: bisogna diventare buoni negoziatori o aspettare tempi migliori, con buona pace delle rassicurazioni di Confedilizia!». Ma Bo

VIBO VALENTIA

Contraffazione merci, denunciate 9 persone Gli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia, in meno di 24 ore di attività hanno denunciato 9 persone e sequestrato prodotti per oltre 10.000 euro nell'ambito di un'operazione contro la contraffazione di merci. L'attività ha consentito di sequestrare 40 borse, oltre 120 cinture, 20 portafogli, 60 portachiavi, e 100 targhette pronte per essere applicate su altri prodotti contraffatti che, probabilmente, sarebbe dovuti giungere con altri trasporti tramite altre arterie di comunicazione. I militari dell'Arma della Stazione di Vibo Marina, con il supporto dei loro colleghi della Compagnia speciale del Gruppo Operativo Calabria, hanno effettuato una serie di posti di controllo lungo le principali arterie provinciali interessate dal transito dei commercianti ambulanti diretti alla nota festa patronale di Tropea. Nella rete dei Carabinieri sono così finiti ben 9 commercianti ambulanti di vari paesi africani che, provenienti dalla Puglia, dalla Campania ed anche dalla Lombardia, si stavano, nottetempo, avvicinando a Tropea per partecipare ed esporre la propria merce all'annuale fiera, che richiama puntualmente migliaia dipersone nel centro tirrenico. I Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, memori delle esperienze degli anni scorsi, si sono così appostati lungo la Strada provinciale 522 aspettando con pazienza il passaggio dei furgoni dei commercianti ambulanti, che contando su una minore attenzione delle forze dell'ordine in orario notturno pensavano di poter sfuggire ai controlli e passare indisturbati. Invece in poche ore sono stati fermati 8 furgoni carichi di ogni tripo di capo di abbigliamento ed accessori, tutti rigorosamente contraffatti e pronti per essere smerciati sul mercato calabrese.

VIBO VALENTIA

Lavoratori ex Nostromo, firmato un accordo Si è tenuto, nel Palazzo della Provincia, su richiesta dei sindacati confederali, il programmato incontro tra l’Amministrazione ed i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil per formalizzare al Ministero del Lavoro la richiesta ufficiale di proroga della mobilità per l’anno 2009 a favore dei lavoratori dell’ex Nostromo. Per l’Ente erano presenti gli assessori alle Attività produttive Paolo Barbieri e alle Politiche del lavoro Michelangelo Mirabello, mentre i sindacati confederali erano rappresentati da Bruno Costa (Flai Cgil), Bruno La Fortuna (Fai Cisl) e Pasquale Barbalaco (Uila Uil). Oltre al rappresentante dell’azienda, presenti anche il presidente e l’amministratore delegato della società Vibo Sviluppo, rispettivamente Paolo Restuccia e Domenico Borello. L’accordo siglato richiama, nelle premesse, l’impegno a suo tempo assunto dall’azienda per la graduale riassunzione di tutti i lavoratori interessati, in funzione dello sviluppo del processo produttivo dello stabilimento. Per Cgil, Cisl e Uil ricorrono, allo stato, tutti i presupposti normativi affinché il ministero conceda la proroga della mobilità. Considerazioni, queste, fatte proprie anche dalla Provincia e da Vibo Sviluppo. Da qui la richiesta formale per la proroga del trattamento di mobilità fino al 31 dicembre 2009. L’accordo prevede altresì che le parti si impegnino - ognuno per quanto di propria competenza - ad attivare ogni iniziativa ritenuta utile al fine di vigilare sul rispetto degli impegni che l’impresa ha dichiarato di assumere. In particolare, la richiesta di proroga riguarda 29 lavoratori che si trovano in mobilità dal 2001. Al riguardo i sindacati hanno reso noto di aver già chiesto all’ex Nostromo un incontro da tenersi venerdì prossimo, nel corso del quale verrà chiesta la riassunzione di tutti i lavoratori in mobilità. A seguire l’assessore Barbieri, relativamente alla stessa vertenza, ha incontrato anche i rappresentanti dell’Ugl Domenico Russo ed Enrico Rottura, i quali hanno dichiarato di condividere pienamente l’iniziativa, assicurando l’impegno della loro organizzazione a sostenere il percorso intrapreso.

COSENZA

A Tropea nasce “I tri da cruci”

Sottraeva denaro al datore di lavoro, Arriva un nuovo sodalizio storico culturale denunciata TROPEA — «E’ nata il 21 Marzo 2009 a Tropea l'Associazione storico culturale “I

tri da cruci” ideata e fortemente voluta dal suo presidente Cricelli Nicola tropeano, che dalla nascita della festa popolare ha sempre voluto questa festa essendo lui stesso un abitante del borgo detto in tropeano U Burgu di forgiari, ed è costui l'anima ed il motore instancabile per la perfetta riuscita di questa manifestazione». Si legge in una nota stampa diramata dal direttivo dell’associazione “I tri da cruci”. «Grazie a lui - continua il documento - in tutti questi anni la manifestazione ha continuato con grande spessore ed ha fortemente voluto la realizzazione di un Associazione per sensibilizzare i Tropeani ad amare le loro tradizioni popolari. L'associazione è nata come luogo di incontro fra coloro che amano la storia e le tradizioni popolari e si pone come obiettivo quello di valorizzare le tradizioni popolari Tropeane ed anche i suoi borghi, le sue bellezze artistiche e culurali. La Festa dei Tri da Cruci che si tiene ogni anno a Tropea il 3 Maggio rappresenta per i primi turisti arrivati a Tropea un momento di festa ed anche un modo per far conoscere le nostre tradizioni popolari in tutto il mondo, è giunta sino ai nostri giorni sfidando i secoli. Si svolge in Via Umberto I e tutto quello che in simboli è organizzato e rappresentato riguarda alcuni distinti avvenimenti storici della vita cittadina. Il primo è legato alla liturgia cristiana della Croce che a Tropea, sino al 1783, si praticava nella chiesetta di Santa Maria dei Latinis. La seconda data - conclude la nota - ci riporta ai tempi delle piraterie islamiche».

Approfittando dell'assenza del titolare dovuta ai molteplici impegni che gli impedivano di seguire personalmente la gestione dell'attività commerciale, aveva escogitato un sistema per sottrarre denaro al datore di lavoro che avrebbe subito ammanchi per circa 80mila euro in due anni. Con questa imputazione i finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Cosenza hanno denunciato una giovane commessa ritenuta responsabile dei reati di truffa ed appropriazione indebita. Le fiamme gialle, a seguito di una querela sporta dal titolare di un esercizio di vendita al dettaglio di abbigliamento ubicato all'interno di un noto centro commerciale, hanno ricostruito i corrispettivi effettivamente incassati al fine di verificare se vi fossero state, a danno dell'imprenditore, delle sottrazioni di denaro da parte dei dipendenti. il sospetto di una possibile truffa era stato originato dalla scomparsa delle scritture contabili della ditta. L'attività operativa dei finanzieri ha sostanzialmente confermato l'ipotesi investigativa. La giovane effettuava molteplici chiusure giornaliere del misuratore fiscale anziché una soltanto come previsto dalla normativa in vigore. conseguentemente la commessa provvedeva a registrare sulle scritture contabili gli importi corrispondenti agli incassi documentati in un solo scontrino di chiusura giornaliera riuscendo ad appropriarsi, all'insaputa del titolare, dei residui incassi conseguiti.


20 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA TEST DI MEDICINA La Procura di Catanzaro ha chiesto la proroga dell’inchiesta dopo l’iscrizione di altre persone sul registro delle notizie di reato

Indagati il Rettore ed alcuni docenti Gli inquirenti ipotizzano, a vario titolo, crimini che vanno dall’associazione per delinquere alla corruzione ARCHIVIO GENCHI Il totale dei tabulati acquisiti sarebbe di 350 milioni di righe di traffico

Individuate 13 milioni di utenze telefoniche ROMA — Nell'archivio di Gioacchino Genchi, il consulente dell'ex pm di Catanzaro Luigi De Magistris, i carabinieri del Ros avrebbero individuato 13 milioni di intestatari di utenze telefoniche, le cosiddette anagrafiche. E' quanto si apprende in ambienti investigativi. Tra il materiale sequestrato nel corso delle recenti perquisizioni disposte dalla procura di Roma nell'ufficio di Genchi a Palermo, attualmente al vaCATANZARO — Ci sono anche il

rettore dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, Francesco Saverio Costanzo, ed alcuni docenti, tra gli indagati dell'inchiesta sulla manomissione dei plichi contenenti i test per l'ammissione nell'anno accademico 2007/2008 ai corsi a numero chiuso di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Veterinaria dell’Ateneo calabrese. Venti i nomi che compaiono nell'avviso di proroga delle indagini firmato dai sostituti procuratori della Repubblica titolari del caso, Salvatore Curcio e Paolo Petrolo. L'inchiesta ha coinvolto anche altre persone, oltre ai venti cui si riferisce il provvedimento di questi giorni. I nomi di altre persone, infatti, sono stati iscritti sul registro delle notizie di reato in un momento successivo, motivo per cui non sono state destinatarie della proroga, concessa dal gip Tiziana Macrì. Gli inquirenti ipotizzano, a vario titolo, reati che vanno dall'associazione per delinquere alla corruzione, dal furto aggravato all'abuso d'ufficio, dal peculato al falso. Alla richiesta di proroga delle indagini si sono

intanto opposti alcuni degli indagati nell'inchiesta sul furto, avvenuto nel 2007, dei test di ammissione alla facoltà di Medicina dell'Università di Catanzaro. Sull'opposizione avanzata dagli indagati deciderà il Giudice per le indagini preliminari nel corso di una udienza camerale. La proroga d'indagine è stata chiesta dalla Procura del capoluogo calabrese per una ventina di persona accusate a vario titolo di associazione per delinquere, furto aggravato, abuso d'ufficio, peculato, corruzione e falsità ideologica. Nell'inchiesta tra gli indagati ci sarebbe nche il genitore di uno studente il quale ha raccontato di aver saputo anticipatamente le domande contenute nei test di ammissione per la facoltà di Medicina. Per il furto dei test due persone, un addetto alle pulizie ed un impiegato, sono state arrestate tra settembre ed ottobre dello scorso anno. L'addetto alle pulizie Valter Mancuso ha ammesso le proprie responsabilità e per lui è stato fissato il processo con rito abbreviato. L'impiegato, Antonio Cuteri, invece, ha sempre negato ogni addebito.

Esami venduti, nessun notaio in esercizio risulterebbe tra i professionisti indagati ROMA — Il Consiglio Nazionale

del Notariato «smentisce quanto riportato nell’edizione delle 20 del TG5 di ieri, martedì 24 marzo, nel lancio del servizio a cura di Donata Scalfari, rispetto all’inCATANZARO — Lettere al premier rus-

so, Vladimir Putin, ed al presidente del parlamento europeo furono trovate nel computer di Pasquale De Marco, imputato nel processo per l'omicidio dei genitori, Luigi De Marco e Maria Campise, avvenuto nel giugno del 2007 a Simeri Crichi. I file delle lettere furono trovate da un consulente informatico, Vittorio Iritano, subito dopo che i carabinieri scoprirono il delitto. Iritano è stato sentito ieri nel corso del processo a Pasquale De Marco in corso dinanzi ai giudici della Corte D'Assise di Catanzaro. «Effettuai un controllo - ha detto il consulente - del computer portatile di De Marco. Trovai un file di una lettera indirizzata a Putin ed uno di una missiva al Presidente del Parlamento Europeo. I testi erano scritti in inglese. Nel computer c'era anche una lettera nella quale si faceva riferimento al patrimonio della famiglia De Marco». Al termine dell'udienza i giudici della Corte D'Assise hanno accolto la richiesta di far sotto-

chiesta per l’annullamento delle lauree conseguite presso l’Università Magna Grecia di Catanzaro: nessun notaio in esercizio risulta tra i professionisti indagati dalla procura di Catanzaro».

Gioacchino Genchi

DE MAGISTRIS L’ex Pg di Catanzaro andrà a Reggio mentre la destinazione di Nuzzi è Latina

Confermato il trasferimento di Iannelli ROMA — Arriva dal Tar del Lazio

in sede collegiale la conferma del trasferimento a Reggio Calabria dell'ex Pg di Catanzaro Enzo Iannelli, e a Latina dell'ex sostituto procuratore di Salerno Gabriella Nuzzi, entrambi tra i protagonisti dello scontro tra le Procure di Catanzaro e Salerno legato alle inchieste avocate all'ex Pm del capoluogo calabrese Luigi de Magistris. La decisione è della I Sezione,

Il Tar ha fissato al 24 giugno l'udienza nella quale i giudici entreranno nel merito della vicenda

presieduta da Giorgio Giovannini, che, con ordinanza, ha respinto le richieste di sospensione dei provvedimenti di trasferimento d'ufficio disposti dal plenum del Csm. Il Tar ha fissato al 24 giugno l'udienza nella quale i giudici entreranno nel merito della vicenda. Il Tar del Lazio in sede collegiale ha dunque confermato il trasferimento a Reggio Calabria dell'ex Pg di Catanzaro Enzo Iannelli.

CATANZARO I magistrati parte offesa nel procedimento sono Boemi, Mollace, Macrì e Roberto Pennisi

Pressioni ai giudici, la sentenza a maggio CATANZARO — E' prevista per il 27 maggio la sentenza del processo con rito abbreviato nei confronti dei cinque componenti del presunto comitato d'affari che avrebbe tentato di condizionare alcuni magistrati della Dda di Reggio Calabria. L'udienza di ieri durante la quale era prevista la decisione, è stata rinviata per impegni del giudice. Il tre novembre scorso il pm di Catanzaro, Vincenzo Capomolla, a conclusione della sua requisitoria ha chiesto la condanna a quattro anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa e minacce aggravate dalle modalità mafiose, dell'ex deputato del Psdi, Paolo Romeo, e del direttore del perio-

Il processo riguarda 5 componenti di un comitato che avrebbe cercato di condizionare i magistrati dico Il Dibattito, Francesco Gangemi. L'assoluzione, per non avere commesso il fatto, è stata chiesta, invece, per l'ex deputato di Fi Amedeo Matacena, per il collaboratore del Dibattito, Riccardo

CONIUGI DE MARCOIl consulente trovò nel computer del 36enne file sulla situazione patrimoniale della famiglia

Ieri disposta una perizia sul figlio porre De Marco ad una perizia psichiatrica. Pasquale De Marco, accusato dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere dei genitori, ha sempre negato di aver compiuto il duplice delitto. L'accusa sostiene, invece, che De Marco uccise i genitori per motivi economici. Sarà dunque un collegio di periti nominati dalla Corte d'assise di Catanzaro a dire l'ultima parola sul grado di capacità di intendere e volere di Pasquale De Marco, 36 anni, di Catanzaro. La Corte presieduta dal giudice Giuseppe Neri (a latere Rosario Murgida) ha deciso ieri di accogliere la richiesta di una nuova perizia psichiatrica "super partes", ulteriore cioé rispetto a quelle già effettuate in passato dai consulenti di accusa e difesa. Una richiesta avanzata in aula dall'avvoca-

glio degli investigatori, anche dati relativi a un milione e 160 mila persone ricavati delle anagrafi di Palermo, di Mazara del Vallo e di alcuni comuni calabresi. Il totale dei tabulati acquisiti da Genchi ammonterebbe, infine, a 350 milioni di righe di traffico telefonico, ognuna delle quali contiene un chiamante, un chiamato, data, ora, durata e ubicazione della cella telefonica. Ansa

to Piero Mancuso (codifensore di De Marco assieme a Saverio Loiero), cui non si sono opposti il pubblico ministero, Simona Rossi, nè gli avvocati di parte civile, Eugenio Perrone (per la sorella ed il fratello di Maria Grazia Campisano), e Concetta Stanizzi (che assieme a Domenico Mammola rappresenta i due fratelli dell'imputato). Giorno 16 aprile, dunque, si tornerà in aula per conferire l'incarico ai medici prescelti, uno solo dei quali già individuato, peraltro con una certa difficoltà poiché molti psichiatri, anche del catanzarese, si sono già occupati del caso. Ieri, intanto, è terminato l'esame di tutti i testimoni chiamati in questo processo. Al microfono ha parlato Vittorio Iiritano, nominato consulente informatico dalla Procura il giorno stesso in

cui gli investigatori, entrando nella villetta degli orrori a Simeri, capirono che era stato compiuto un massacro. A Iiritano fu dato incarico di esaminare il computer di Pasquale De Marco, sequestrato allora, oltre alle riprese della videosorveglianza del Bricocenter di Catanzaro Lido, dove l'imputato, secondo l'accusa, avrebbe acquistato il materiale necessario ad occultare i due cadaveri. Da quest'ultimo materiale il consulente non ha potuto estrarre alcuna immagine utile, poichè' nel corso dei giorni prima del sequestro troppe altreimmagini era state soprascritte. Di un certo interesse, invece, quanto rinvenuto nel pc dell'imputato. C'erano infatti tracce di sms ricevuti e inviati, e di alcune telefonate effettuate via Internet. C'era,

Partinico, e per l'avv. Giorgio De Stefano. L'assoluzione è stata chiesta anche per l'avvocato Francesco Gangemi, omonimo e cugino del giornalista, che nel frattempo è deceduto. Il pm ha sostenuto che la 'ndrangheta, dopo l'operazione Olimpia di metà anni '90, ha attuato una strategia mirante a delegittimare i magistrati che avevano condotto l'inchiesta ed i collaboratori di giustizia, tentando anche di disarticolare la Dda reggina elogiando alcuni pm e denigrandone altri. I magistrati che risultano parte offesa nel procedimento sono Salvatore Boemi, Franco Mollace, Enzo Macrì e Roberto Pennisi. Macrì e Mollace si sono costituiti parte civile. soprattutto, una cartella contenente file che facevano riferimento alla situazione patrimoniale della famiglia. In un documento in particolare l'imputato aveva scritto una lettera indirizzata a una società con cui il 36enne avrebbe apparentemente voluto instaurare un rapporto. Nel testo De Marco, a garanzia della propria credibilità, scriveva di poter disporre di 10.000 dollari liquidi, e che il patrimonio familiare ammontava comunque a un milione e 700.000 euro. Di tutto ciò, però, fino a ieri nonc’è stata traccia nel fascicolo del dibattimento, poichè il consulente, come ha chiaramente detto in aula scusandosi con la Corte e con il pm, dimenticò di depositare la relazione finale alla Procura, e nè il sostituto procuratore Antonia Salamida, che gli assegnò l'incarico, nè il sostituto procuratore Simona Rossi, successiva titolare del caso, gli chiesero mai conto, tanto che Iiritano conserva ancora nel suo studio i corpi di reato che gli erano stati affidati.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 21

CALABRIA CATANZARO L’accordo è stato siglato ieri a Palazzo De Nobili dal sindaco e dai rappresentanti sindacale di Cgil, Cisl, e Uil

Firmata l’intesa sulle relazioni sindacali Olivo: «Riteniamo giusto avviare congiuntamente un percorso finalizzato allo sviluppo del territorio» CATANZARO — Il sindaco Rosario Olivo ed i rappresentanti sindacale di Cgil, Alfredo Iorno, accompagnato da Claudio Chiarella, di Cisl, Domenico Cubello, e della Uil Giuseppe Mungo, hanno firmato, ieri mattina nello studio di palazzo de Nobili del Primo cittadino, il protocollo d’intesa sulle relazioni sindacali e sulla concertazione tra Comune capoluogo di Regione e Confederazioni sindacali. Presente all’incontro il portavoce del Sindaco e delegato alle relazioni sindacali, Vittorio Todaro. L’Amministrazione Comunale e Oo. ss. Cgil - Cisl - Uil della Provincia, s’impegnano, così, ad attivare e codificare un sistema condiviso di pratiche concertative all’attività istituzionale dell’ente comune. Il sindaco Olivo ha sottolineato come le relazioni sindacali «costituiscono un mezzo decisivo per valorizzare la partecipazione democratica alla vita amministrativa della città. Riteniamo giusto e necessario - ha proseguito - avviare congiuntamente un percorso finalizzato allo sviluppo del territorio, all’ innalzamento dei livelli occupazionali, al miglioramento del benessere sociale e della qualità ambientale. L’intesa sottoscritta - ha concluso Olivo - certamente esaustiva ci consentirà di avviare un percorso condiviso su temi di grande rilevanza per la città». Da parte loro i rappresentanti le segreterie confederali provinciali hanno evidenziato che il protocollo «è finalizzato a garantire un assetto stabile e continuativo al flusso di informazioni ed al confronto, favorendo, quindi, la partecipazione delle forze sociali all’elaborazione delle scelte che riguardano le condizioni di vita e di cittadinanza dei residenti di Catanzaro». Relazioni partono dal Protocollo sottoscritto in data 15 dicembre 2007 sempre da CgiL - Cisl - Uil con l’AncI e Legautonome della Calabria e quello sulle politiche di bilancio. Comune e Sindacati convengono su quanto segue: «L’ Amministrazione Comunale di Catanzaro e Cgil - Cisl - Uil della Provincia di Catanzaro ritengono le relazioni sindacali come lo strumento fondamentale per la definizione delle politiche di sviluppo, delle politiche fiscali e tariffarie, delle politiche dei servizi e di welfare locale; i tavoli di discussione, tematici e/o di interesse generale, sono attivati su iniziativa dell’Amministrazione Comunale nella persona del Sindaco p. t. e/o su richiesta delle Oo. ss. entro 15 giorni dalla data della stessa; le parti condividono che la città di Catanzaro, in quanto capoluogo di Regione debba assumere il ruolo di centro Direzionale Buracratico al servizio della regione e l’insediamento della cittadella regionale nell’ area di Ger-

CATANZARO Al Comune ospiti gli alunni della scuola Maddalena - Mazzini

Lezioni di educazione civica CATANZARO — Nuovo appunta-

La firma del protocollo d’intesa

maneto valorizzerà l’intero Istimo Ioio - Tirreno che verrà area cerneria di sviluppo, raccordo e rilancio dell’intera fascia costiera ionica penalizzata negli ultimi decenni anche per la precaria condizione delle comunicazioni Stradali e Ferroviarie, inoltre, la presenza in tale area del Campus dell’Università “Magna Grecia” diventa elemento di sviluppo della ricerca e dell’innovazione anche in settori d’avanguardia che la stessa sta curando con particolare attenzione; le parti ritengono che lo strumento del Piano Strategico Comunale in fase di discussione e definizione possa essere elemento di confronto, di riaggregazione oltre che degli interessi rappresentati dalle Organizzazioni, sociali, economiche e del 3° settore, ma anche degli locali, dell’Istimo e della stessa città di Lamezia Terme che devono trovare interesse e sinergia all’interno di un progetto di Area Urbana mediana della Calabria; le parti si impegnano a realizzare un confronto generale tra Giunta Comunale e Oo. ss. almeno due volte l’anno, di cui una prima del bilancio preventivo e una entro i successivi 6 mesi per la verifica dello stato dell’arte delle intese realizzate; il confronto di tipo tematico e/o settoriale impegnerà le Segreterie Confederali delle Oo. ss. con i singoli Assessori e vedrà il coinvolgimento fattivo delle rappresentanze categoriali interessate direttamente al merito dei problemi trattati; le Confederazioni territoriali delle Oo. ss., unitamente alle federazioni di categoria provinciali dei pensionati (Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp), saranno gli attori delle pratiche concertative e del confronto sui temi relativi alle politiche sociali, ai piani di zona, al welfare locale e alle politiche della terza e quarta età; le Rappresentanze Sindacali Unitarie, elette direttamente dai lavoratori interessati, e le federazioni

di categoria provinciali dei lavoratori degli Ee. ll. (Fp Cigil, Fp Cisl, Uil Enti Locali) sono titolari della contrattazione e del confronto sui temi dell’organizzazione del lavoro, della valorizzazione delle professionalità e dell’applicazione del Ccnl; si prevede la possibilità di istituire, nell’ambito di progetti concordati, consulte specifiche come, ad esempio, quella degli anziani e osservatori bilaterali; si prevede la possibilità di costituire commissioni di lavoro tematiche e di realizzare audizioni con i singoli assessorati; l’amministrazione comunale di Catanzaro si impegna a informare preventivamente le Oo. ss. e ad avviare il confronto con le stesse in merito ai processi decisionali inerenti le seguenti materie: diritti di accesso ai servizi, accertamento del reddito e diritti di cittadinanza, politiche per il diritto allo studio e per l’organizzazione dei servizi educativi, politiche per il lavoro, l’occupazione e la formazione, politiche inerenti per la pianificazione, l’assetto del territorio e le infrastrutture, organizzazione dei tempi e degli orari della città e politiche dei trasporti, politiche fiscali e tariffarie, tutela dell’ambiente, servizi pubblici locali, ogni altro problema che le parti ritengano comunemente di affrontare. Nell’ambito delle citate materie, le parti si impegnano ad attivare delle sinergie territoriali che possano contribuire ad un migliore utilizzo e a una positiva e maggiore ricaduta, sull’area di riferimento, delle risorse dei Fondi strutturali previste dalla Programmazione 2007 - 2013. (..). Nell’auspicabile prospettiva del raggiungimento di intese in materie di competenza del Consiglio Comunale, la Giunta, nella persona del Sindaco p. t. e/o dell’Assessore competente, si impegna ad assicurare il raccordo con il citato organo elettivo».

mento, a palazzo de Nobili, con le lezione di educazione civica che caratterizzano il progetto: scuola - istituzioni. avviato dalla Presidenza del Consiglio comunale retta da Francesco Passafaro. Progetto che si sta sviluppando attraverso una serie di appuntamenti che vedono coinvolte, di volta in volta, le scuole della città. Ospiti dell’incontro che si è tenuto ieri mattina, gli alunni della IV e V elementare della scuola elementare Maddalena – Mazzini che hanno sviluppato il tema: “Educazione civica ed informazione”, Protagonista dell’incontro, coordinato dal presi-

dente Francesco Passafaro, l’inviato speciale della Rai Pietro Melia. Al suo fianco le professoresse Lia Scerbo,, Maria Lia e Stefania Rizzo ed il cerimoniere dell’ente, Umberto Falvo che ha poi accompagnato i ragazzi in una visita guidata nel palazzo municipale. A conclusione della visita il sindaco Rosario Olivo, ha voluto salutare nel suo studio privato i giovani alunni e le loro insegnanti, complimentandosi per la bella e significativa iniziativa. «Sono momenti - ha evidenziato - che avvicinano le nuove generazioni alle istituzioni e che ci arricchiscono reciprocamente».

CATANZARO Ad annunciarlo sono stati i consiglieri Riccio e Nisticò

Via Sardegna, riprendono i lavori CATANZARO — I consiglieri comunali, Eugenio Riccio e Carlo Nisticò, hanno annunciato che nei prossimi giorni riprenderanno i lavori di allargamento e bitumazione della sede viaria di via Sardegna. E’ quanto deciso a seguito del sopralluogo che i due Consiglieri hanno effettuato, questa mattina, insieme ai tecnici di palazzo De Nobili ed il responsabile della Ditta aggiudicataria dei lavori. Una verifica positiva, quindi, che ha di fatto sbloccato la ripresa del cantiere che consentirà di

migliorare la percorribilità dell’assetto viario del quartiere marinaro. «Ringraziamo innanzitutto il sindaco Olivo - hanno sottolineato Riccio e Nisticò - per la premura con la quale ha seguito la vicenda e per l’attenzione che riserva al quartiere. Da parte nostra c’è l’impegno - hanno concluso - a condurre un’azione politica forte e concreta finalizzata a sollecitare il settore lavori pubblici a far riprendere ed a portare a conclusione i molti lavori avviati sull’intero territorio».

CATANZARO L’appuntamento è per il 30 marzo alle 18 e 30

Concerto di Laura Young CATANZARO — Lunedì prossimo 30 marzo alle ore 18,30 nella sala concerti del palazzo De Nobili, la chitarrista canadese Laura Young terrà una esibizione. Verranno eseguiti brani dal periodo barocco a quello contemporaneo: Bach, Kellner, Reger, Bogadanovic, Domeniconi. La manifestazione fa parte del progetto intrapreso dal Conservatorio di musica "F. Torrafranca" di Vibo Valentia e dal Polo Didattico di Catanzaro nel piano dell’offerta formativa dell'anno accademico 2008-09

Il progetto approvato dal Direttore dello stesso Conservatorio, Antonella Barbarossa e presentato dai coordinatori responsabili maestri Ferdinando Lomanno e Marco Rossetti, docenti del Conservatorio, si realizzerà nel Polo didattico di Catanzaro (ex istituto Rossi). Tale progetto si svilupperà in una Masterclass dal 31 marzo al 4 aprile, la chitarrista Laura Young è concertista a livello internazionale e docente presso la Escuela Superiore de Musica in Catalunia.


22 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SCUOLA DI MAGISTRATURA Il Presidente della Provincia Wanda Ferro sulla decisione favorevole del Tar del Lazio

«Una vittoria di gruppo frutto della sinergia» «Lasciamo da parte gli inutili e dannosi campanilismi ed i trionfalismi propagandistici» CATANZARO — «La decisione del Tar

Scuola di Magistratura, il Comune mette a disposizione Palazzo Doria CATANZARO — «Con riferimento alla notizia riguardante la Scuola della Magistratura si precisa quanto segue: gli avvocati Raffaele Mirigliani e Alfredo Gualtieri, a suo tempo incaricati della difesa del Comunw, hanno

accettato l’incarico gratuitamente come “impegno civile e civico”, per il quale si rinnova vivo ringraziamento; nella sentenza del Tar Lazio risulta espressamente che l’avv. Raffaele Mirigliani ha discusso, per delega anche

e nell’interesse dell’amministrazione Provinciale» viene precisato una nota di Palazzo De Nobili. «Il Tar del Lazio- conclude la nota - ha annullato il decreto impugnato che spostava la Scuola della Magistratura dalla Provincia di Catanzaro a quella di Benevento; e importante si è rivelata la decisione del Comune di mettere a disposizione il prestigioso e storico Palazzo Doria quale possibile sede della Scuola medesima».

CATANZARO Il Questore assicura collaborazione per organizzare la sicurezza in ospedale

Pugliese, nuovo piano di vigilanza

del Lazio di accogliere il ricorso della Provincia restituisce alla nostra comunità la prospettiva di vedere sorgere la Scuola di Magistratura a Catanzaro: pur avendo il Tar ritenuto inammissibili i ricorsi del Comune e della Regione questo risultato non può e non deve essere interpretato come il successo di questa o quella istituzione, ma una vittoria di gruppo frutto della sinergia avviata nel tempo dalle tre amministrazioni e delle battaglie condotte dai movimenti politici per rimediare al torto che il Governo Prodi ed il Ministro Mastella avevano arrecato alla nostra provincia sovvertendo la scelta fatta in precedenza quando Ministro della Giustizia era il leghista Castelli» si legge in una nota del Presidente della Provincia Wanda Ferro. «Preliminarmente devo dare atto del lavoro svolto dai legali interni della Provincia - continua -, l’avvocato Roberta Chiarella, che ha difeso l’Ente davanti al Tar del Lazio, e gli avvocati Luigi Tranquillo e Federica Pallone, dirigenti del Settore Legale. Da oggi in poi non dobbiamo abbassare la guardia ed ancora una volta tutti insieme, Provincia, Comune e Regione, lasciando da parte ogni momentaneo entusia-

CATANZARO — Il Questore assicura collaborazione per organizzare la sicurezza in ospedale. Il dr. Ciconte, Direttore Generale dell'Azienda, ha incontrato, ieri, il Questore De Felice per sottoporre l'annoso e ormai non rinviabile problema della sicurezza dei cittadini e degli operatori sopratutto nell'area del Pronto Soccorso. «Come è noto - si legge in una nota -, nell'ultimo periodo si sono verificati gli ennesimi episodi incresciosi, di vere e proprie aggres-

sioni, che hanno coinvolto anche operatori sanitari in servizio. Il Questore ha preso atto di quanto riferito dal dr. Ciconte, anche alla luce dell'apertura ormai prossima, dei nuovi locali della Rianimazione e del Pronto soccorso, ed ha assicurato, attraverso la consulenza di un suo esperto, la piena collaborazione per l'elaborazione di un Piano di vigilanza articolato dei punti d'accesso ai Presidi e dei reparti, nell'interesse dei cittadini che si recano a tutte le

CATANZARO — «Non è facile scrivere

CATANZARO Don Mimmo Battaglia: scegliamo di resistere, di andare avanti, di chiedere e pretendere giustizia

in questo momento, in cui diventa evidente che Catanzaro non è più l’isola felice che si immaginava fino a qualche tempo fa, mentre prendiamo consapevolezza in modo drammatico che gli strascichi violenti di un sistema mondiale sempre più complesso e caotico attraversano anche le nostre strade, entrano nelle nostre case, turbano la normalità delle nostre domeniche» si legge in una nota di Don Mimmo Battaglia. «Penso all’omicidio di un giovane in un momento di festa - prosegue -, penso alla triste vicenda di un’anziana morta per una rapina nella sua abitazione, penso alla paura nei confronti di un’etnia mascherata da pretesa di legalità, una legalità che si pretende un po’ di meno se a stuprarla sono uomini in giacca e cravatta, se anche le lauree di chi della legalità dovrebbe essere il tutore vengono dall’illegalità e dalla frode. Penso alla nostra città, attonita, sbigottita o forse solo silenziosamente

ore del giorno e della notte alle strutture del Pugliese Ciaccio, e agli operatori sanitari cui va assicurata la dovuta serenità nello svolgimento dei propri compiti di assistenza. Per consentire - conclude - al più presto all'Azienda, di gestire anche la "emergenza sicurezza" con la dovuta autonomia e professionalità, lo stesso dr. De Felice ha inteso estendere tale collaborazione, anche alla realizzazione di un Piano di addestramento del personale interno».

«La città ha un male che la divora da dentro» rassegnata. La nostra città ha la febbre, porta addosso i sintomi evidenti di un male che la divora da dentro; cerca, senza trovarli, anticorpi e cure. Non è facile scrivere ad un corpo malato, facendo parte inevitabilmente dello stesso corpo. Anche il Centro Calabrese di Solidarietà è ancora malato, non il mio Centro, non il Centro di chi ci lavora o ci vive, ma il Centro della città, un Centro che tanti, in questi ultimi mesi, ci hanno insegnato a sentire come patrimonio comune, come parte integrante di un tessuto sociale più grande, più complesso. Allora voglio scrivere a questa città, ai tanti che ci hanno saputo stare accanto, che hanno voluto scegliere, schierarsi. Ai tanti che sono stati con noi in questi ultimi mesi, che ci han-

no visto protagonisti di una storia difficile, di una battaglia per la sopravvivenza e, ancora più, per la vita. A voi scrivo per dire grazie, ancora una volta. E voglio renderlo pubblico questo grazie, perchè questo è il momento di non scoraggiarsi, è il momento di rialzarsi, è il momento di non far finta di niente. Il silenzio mediatico, a volte, può far pensare che la piena sia passata, che il peggio sia ormai alle spalle, i problemi siano risolti. Non è così! Scrivo ai tanti che ancora ci chiedono come stiano andando le cose, che si chiedono se tutte le promesse siano state mantenute. Dichiarazioni e promesse di molti. È vero, ci sono stati segnali d’attenzione e impegni presi per risolvere definitivamente i molteplici problemi, ma risposte

chiare ancora non ce ne sono. Ci sono solo ancora tentativi di risposte, ma la fiducia è tanta! Allora - prosegue - scrivo non per denunciare, non per esprimere rabbia o malcontento, ma per ringraziare. Per dire grazie a chi, oggi, ci da la forza di andare avanti col nostro lavoro, al di là delle difficoltà. Ai ragazzi che vivono nelle nostre strutture terapeutiche, che ci insegnano la speranza di chi vuole e può risollevarsi dal nulla, ai giovani che riempiono il nostro Centro Polivalente che ci regalano l’entusiasmo e gli occhi spalancati verso il domani che sanno vedere oltre ogni nebbia, alle persone semplici, amici, vicini, compagni di strada in questa lotta per rendere la nostra terra vivibile, giusta, viva. Grazie a tutti voi che, malati della

smo abbiamo l’obbligo di continuare nel nostro impegno fino alla piena definizione di una vicenda fino ad oggi vissuta a fasi alterne e che necessita di una attenzione continua. La nostra qualità determinante sarà quella di mettere da parte la politica, perché questa storia ci insegna quanta forza possa scaturire se tutti si impegnano nelle battaglie comuni per il bene della collettività. Lasciamo anche da parte gli inutili e dannosi campanilismi ed i trionfalismi propagandistici, perché la prospettiva di creare a Catanzaro la Scuola di Magistratura dovrà in futuro avere ricadute favorevoli non soltanto nella nostra città, provincia e regione, ma anche in tutta quell’area sud per la quale è stata confermata la posizione baricentrica di Catanzaro. Inutile aggiungere - conclude - la soddisfazione personale da Presidente di una amministrazione alla quale è stato riconosciuto il ruolo di “rappresentare la propria comunità, curandone gli interessi e promuovendone lo sviluppo”; soddisfazione da condividere con il mio predecessore Michele Traversa che ha avuto il merito di impegnarsi per la soluzione del problema con la consueta serietà e discrezione, ma in maniera determinante». stessa febbre, non vi lamentate, non vi rassegnate, non vi lasciate ingabbiare. Nonostante tutto, ostinatamente navighiamo, verso la nostra Itaca, verso la città che vogliamo e dobbiamo costruire. Siamo su questa stessa nave, il Centro di Solidarietà e la città di Catanzaro, persi nella tentazione di chiudere occhi ed orecchie lasciando la storia scorrere sotto e dentro di noi, nella tentazione di chiuderci in casa con gli occhi bassi, di maledire a denti stretti gli dei ma col terrore di perdere le loro grazie ed il loro favore. Ma lasciamo - conclude che sia solo una tentazione: ostinatamente in piedi scegliamo di resistere, di andare avanti, di chiedere e pretendere giustizia e diritti, di avere sempre e comunque un futuro, coerenti con il nostro presente, di avere un sole in faccia da guardare con l’orgoglio e la forza dei sogni dei navigatori e il vento che soffia alle spalle. Perché cambiare è possibile. Ma è possibile solo insieme».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 23

CALABRIA SCUOLA DI MAGISTRATURALa soddisfazione del sindaco di Catanzaro Rosario Olivo dopo che il Tar del Lazio ha accolto il ricorso promosso dalla Provincia

«E’ stata portata avanti una battaglia unitaria» «E’ stata demolita una delle motivazioni addotte per spostare a Benevento l’ente» CATANZARO — «Esprimo la soddisfa-

zione mia personale e dell’intera amministrazione comunale di Catanzaro per la sentenza con cui oggi il Tar del Lazio ha espresso il giudizio in merito alla vicenda riguardante la Scuola Superiore della Magistratura» si legge in una nota del sindaco di Catanzaro Rosario Olivo. «Infatti - prosegue -il collegio giudicante, presieduto dal dottor Giorgio Giovannini, pur ritenendo inammissibili i ricorsi avanzati dal Comune di Catanzaro e dalla Regione Calabria in quanto ritenuti non legittimati ad intervenire per questioni di ambito territoriale, ha accolto il ricorso promosso dalla Provincia di Catanzaro, ritenuta invece dal Tar Lazio l’ente preposto ad intervenire come agevolmente desumibile dal tenore del primo de-

creto del 27 aprile 2006. Pertanto, essendo stato accolto il ricorso del nostro ente intermedio, si annulla il decreto impugnato nella parte in cui questo sostituisce la provincia di Catanzaro con quella di Benevento in quanto tale sostituzione risulta inadeguata a comprendere le reali ragioni del ripensamento. C’è da precisare che il ricorso avanzato dal Comune, nel merito, è fondato. Mi piace sottolineare, in questo momento, che è stata portata avanti una battaglia unitaria fra Regione, Provincia, Comune, partiti e movimenti, i quali hanno interpretato magistralmente le sacrosante ragioni di un territorio che deve veder riconosciuto un diritto acquisito e, solo successivamente, malamente manomesso. Il Comune ha dato sostanza alla bat-

taglia demolendo una delle motivazioni addotte per spostare a Benevento la Scuola: la supposta indisponibilità di immobili. In realtà i fatti sono andati diversamente e tutti sanno che tale disponibilità è sempre stata mostrata dall’amministrazione, la quale ha offerto un immobile assai prestigioso, Palazzo Doria. Mi auguro -conclude e sono certo, che la sensibilità e la mobilitazione dimostrata trasversalmente per questa battaglia in modo unitario sia foriera di una ulteriore futura comunione d’intenti per far crescere la nostra città. E sono certo che bisognerà mantenere unitaria la battaglia per dare compiutezza ed attuazione ad un progetto, quello della Scuola di Magistratura, che contribuirà non poco a rivitalizzare la vita cittadina».

SCUOLA DI MAGISTRATURA La soddisfazione del consigliere Domenico Tallini che si complimenta con gli avvocati

«Si sono affermati i diritti del capoluogo» CATANZARO — «Nell’apprendere

dell’annullamento della localizzazione della Scuola Superiore di Magistratura a Benevento, con l’affermazione del diritto della Provincia di Catanzaro devo esprimere la mia più viva soddisfazione non solo per l’affermazione dei diritti di Catanzaro, quale città capoluogo di regione, ma anche per la costituzione del fatto che quando si combatte efficacemente, come ha fatto la Pro-

vincia, i risultati non possono certamente mancare. Pertanto la vittoria della Provincia conferma come il fatto che laddove regna la più assoluta inerzia, il silenzio assoluto sui problemi ed una abulia che ha portato Catanzaro alla rovina, la voce attiva della Provincia riesce a raggiungere un risultato positivo» si legge in una nota del consigliere Domenico Tallini. «I complimenti vanno perciò anche ai difensori della Provincia -pro-

segue -avvocati Federica Pallone e Roberta Chiarella, che sono riusciti a conseguire il risultato il che conferma altresì la preparazione e la capacità dei dirigenti e dipendenti della Provincia di Catanzaro che -conclude -, senza ricorrere a difese esterne, con i propri dirigenti ed avvocati ha raggiunto quello che tutta la città di Catanzaro e la Regione Calabria aspettavano: la Scuola Superiore di Magistratura a Catanzaro».

SCUOLA DI MAGISTRATURA Cardamone: «Perché Loiero non ha mai assunto iniziative a favore del capoluogo?»

«La Calabria non deve essere terra di conquista» CATANZARO — «Decisiva sentenza del

Tar Lazio che accoglie il solo ricorso della Provincia di Catanzaro, rigettando i ricorsi del Comune di Catanzaro e della Regione Calabria, dichiarando ammissibile le motivazioni addotte dall’ente intermedio ai fini del riconoscimento della sede della Scuola Superiore di Magistratura nella città capoluogo di regione» si legge in una nopta del consigliere provinciale Iva Cardamone dell’Mpa. «Un grossissimo merito va riconosciuto agli avvocati della Provincia di Catanzaro - prosegue -, Federica Pallone e Roberta Chiarella, che, confermando la professionalità dei dipendenti dell’ente provinciale, hanno saputo difendere nella sede del Tar Lazio i diritti di una città, di una Provincia e di una Regione. Con questa importantissima decisione Catanzaro, quale città deputata ad accogliere la sede dell’importantissima Scuola per Magistrati per il distretto del sud Italia, conferma il ruolo della città capoluogo della Regione Calabria nonché lo scippo subito e l’infondatezza delle ragioni addotte dall’allora Ministero della Giustizia, dal Ministero dell’economia e delle finanze, dal Comune di Benevento e dall’Università degli Studi del Sannio. Si stava consumando l’ennesimo sopruso ai danni di Catanzaro e della Calabria intera che hanno trovato, una tantum, nella sede amministrativa del Tar Lazio “giustizia”. Non si può essere che soddisfatti e fieri - continua - del raggiungimento di questo importantissimo risultato raggiunto dalla Provincia di Catanzaro, che deve servire da monito, ai calabresi ed in particolare ai catanzaresi, per la tutela del proprio territorio e difesa dei propri diritti. Stare inermi di fronte a decisioni assunte in altre sedi a danno del proprio territorio significa accettare, senza discussioni, soprusi e spoliazio-

ni nei confronti di una regione e di una città soffocate da tantissimi problemi. La Calabria non deve e non può essere terra di conquista né tanto meno Catanzaro subire continui attacchi da più parti e pagare il prezzo di essere “capoluogo di regione”. Sono anni che si subiscono soprusi a danno di una città nella quale poco è rimasto di “capoluogo”. Catanzaro deve riappropriarsi del ruolo di “città” affinché rivivi degli antichi splendori che un tempo la caratterizzavano quale centro urbano di rilevanza non solo nazionale. La recente vicenda del riconoscimento di Reggio Calabria quale città metropolitana ha risvegliato gli animi di tutti, ma solo dopo. Ci si chiede - spiega -: come mai il governo regionale, il Presidente Loiero, che è ca-

tanzarese e vive a Catanzaro, non ha mai assunto iniziative a favore della città capoluogo? Proposte come quelle presentate dagli On. Abramo, Tallini, Guerriero e Aiello sulla destinazione dello 0,2% del bilancio regionale al capoluogo di regione, quale “Legge speciale per Catanzaro” presentata nel 2006, non trovano il giusto riscontro in sede di Consiglio Regionale. Catanzaro paga caro il prezzo di avere un Presidente di Regione; a che serve se poi non si hanno riscontri in termini di valorizzazione e tutela del territorio anche nella città di Catanzaro? Quantomeno quelli dovuti ad un capoluogo di Regione. La Calabria - conclude potrà avere la sua sede della Scuola Superiore di Magistratura nel suo capoluogo: la città di Catanzaro».

Scuola di Magistratura, gruppo Pd: «Sconfitta l’arroganza di Mastella» CATANZARO — «E’ stata la vittoria dell’intera città che, finalmente, si è ritrovata compatta per il perseguimento di un obiettivo comune. Ma è anche la vittoria della coerenza, poiché l’Amministrazione comunale non ha esitato un attimo a contrastare una decisione assunta da un Governo del suo stesso colore politico. E’ stata anche la sconfitta dell’arroganza del ministro Mastella che ha voluto piegare ai suoi interessi elettorali le decisioni del suo Ministero. Ci dispiace solo che l’ex Guardasigilli ora voglia ritornare in campo, ovviamente con l’ennesimo cambio di casacca». Lo ha detto, a nome del gruppo consiliare del Pd, il capogruppo a Palazzo De Nobili Alcide Lodari. «Un dato emerge nettamente dalla sentenza del Tar del Lazio - prosegue -: l’unità di intenti tra Amministrazione comunale, Amministrazione Provinciale, Regione, forze politiche ed associazioni ha prodotto un grandissimo risultato. Il Tribunale Amministrativo ha infatti riconosciuto pienamente le ragioni della città Capoluogo. Poco importa se, formalmente, i

giudici hanno ammesso solo il ricorso presentato dalla Provincia. Soprattutto in questi casi, deve prevalere il senso di unità e di appartenenza. Desidero ringraziare l’intero Consiglio comunale, l’Amministrazione Provinciale, la Regione, le associazioni culturali della città per la straordinaria mobilitazione messa in campo a difesa degli interessi della città. Ora si tratta di ottenere dal Governo e dal Ministro Alfano, di cui riconosciamo la serietà, determinazioni conseguenti e quindi l’adozione di tutti quegli atti propedeutici all’apertura della sede della Scuola di Magistratura nella sua legittima e naturale sede di Catanzaro. Il Comune ha fatto la sua parte anche sotto l’aspetto logistico. Il sindaco Olivo e la Giunta hanno infatti messo a disposizione della Scuola il prestigioso Palazzo Doria, opportunamente ristrutturato e riqualificato. Il Partito Democratico -conclude è attestato a difesa degli interessi di Catanzaro e sosterrà il sindaco in ogni ulteriore passo finalizzato all’apertura della prestigiosa Scuola di Magistratura nel Capoluogo di Regione».

Scuola di Magistratura, Tommaso Brutto: «E’ un risultato che lascia ben sperare» CATANZARO — «Nella mia qualità di consigliere provinciale di Catanzaro mi sento di dover esprimere tutta la mia soddisfazione per l’eccellente risultato ottenuto dagli uffici legali della Provincia di Catanzaro» si legge in una nota del consigliere provinciale Tommaso Brutto. «Agli avvocati difensori dell’ente intermedio, Roberta Chiarella e Federica Pallone - prosegue -, va il merito di questo risultato in sede amministrativa Tar Lazio col riconoscimento della Provincia di Catanzaro quale sede originaria della Scuola Superiore di Magistratura così come assegnata dall’allora Ministro di Giustizia Castelli. Non si è fatto volutamente ricorso a professionisti esterni all’ente per tutelare i diritti di un intero territorio eviden-

ziando così l’esistenza di professionalità all’interno dell’amministrazione provinciale di Catanzaro. La città di Catanzaro e quindi anche tutta la Provincia, relativamente alla questione della scuola di magistratura, riacquistano quel ruolo centrale che meritano e che ingiustamente si è cercato di scippare. Questo - conclude - è un primo risultato che lascia ben sperare per il proseguo di una vicenda che certamente vedrà il suo epilogo in Consiglio di Stato, come già preannunciato dalla Provincia di Benevento essendo certi che oltre alle dovute azioni legali in sede amministrativa tutta la deputazione calabrese faccia quadrato attorno a tale vicenda per difendere i diritti di Catanzaro e della Calabria tutta»

Scuola di Magistratura, Cimino: Scuola di Magistratura, Amendola (Pd): il consiglio comunale si mobiliti «Accolta la tesi sostenuta da molti» CATANZARO — «Bene, benissimo, la sentenza del Tar Lazio, per nulla annunciata, che restituisce a Catanzaro la Scuola Superiore di Magistratura, è la vittoria del Diritto sulla politica. Ma è anche, purtroppo, la sconfitta della politica, quella con la P maiuscola, che decide su progetti e risorse secondo senso di giustizia e del bene comune» si legge in una nota del consigliere Franco Cimino sulla Scuola di Magistratura. «Nelle poche parole - prosegue -, che con il primo sintetico dispositivo della sentenza ci arrivano tramite la stampa, troviamo una severa lezione nei confronti di quanti, dal Governo e come Governo, usano l’inganno per imbrogliare la gente e la forza della parola stessa per alterare le decisioni

precedentemente assunte. Cosa assai più grave, se il tutto si muove nella vecchia deprecabile logica di prendere a un territorio per darlo a quello dove ricade il proprio interesse elettorale, scatenando in tal modo un’assurda guerra tra poveri. Questa volta Catanzaro contro Benevento. Ma, per quanto si possa essere oggi contenti, non dobbiamo accendere la ragione di facili entusiasmi. La battaglia non è finita. Si decida - conclude -già nella prossima riunione del Consiglio Comunale un’iniziativa politica forte che, mobilitando l’attenzione e la sensibilità dei catanzaresi, reclami dal governo Berlusconi un’immediata decretazione per il definitivo trasferimento della Scuola di Magistratura a Catanzaro».

CATANZARO — «E’ una buona notizia quella che giunge dal Tar del Lazio in quanto stabilisce il pieno diritto di Catanzaro ad ospitare la Scuola Superiore della Magistratura per la macro area del meridione» si legge nella nota del consigliere regionale del Pd On. Franco Amendola. «In primo luogo - prosegue - perché accoglie la tesi sostenuta da molti di noi che constatava nel provvedimento di trasferimento a Benevento, firmato dall’ex ministro Mastella, una forzatura ingiustificabile e, poi, perché dimostra che quando tutti insieme si difendono i diritti acquisiti dalla nostra terra si possono ottenere più facilmente risultati positivi. Ho avuto modo direttamente di proporre un’interrogazione da parla-

mentare di maggioranza il 18 dicembre 2006 - a pochi giorni dalla pubblicazione del decreto Mastella nella quella segnalavo tutte queste anomalie, dovendo ascoltare nell’aula di Montecitorio solo flebili ed inconsistenti motivazioni di opportunità. La sentenza dei giudici amministrativi adottata per difetto di istruttoria -conclude -, oggi finalmente, mette un paletto importante anche per il prosieguo eventuale davanti al Consiglio di Stato del procedimento ed accoglie tutte le perplessità avanzate in questi anni sul metodo e nel merito di una decisione ministeriale che, come in molti temevamo, ha portato ad una logica e irresponsabile paralisi dell’istituzione della Scuola di Magistratura».


24 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO L’assessore comunale all’urbanistica Domenico Iaconantonio sulla Piano strategico appena approvato

«Uno strumento di sviluppo integrato» «Ci siamo orientati verso un consolidamento ed una intensificazione con gli altri Comuni» CATANZARO — «All’indomani del-

l’approvazione del Piano strategico, sento il bisogno di esprimere un ringraziamento a tutto il Consiglio comunale per il risultato importante ed in certi versi storico che ha saputo offrire alla Città capoluogo di regione. Un ringraziamento per il contributo utile e produttivo che l’aula, pur nelle sue differenzazioni, politiche ed istituzionali, ha espresso attraverso un dibattito vigoroso ma efficace. Riconoscenza che voglio estendere a quanti hanno contribuito alla stesura del Piano fornendo utili suggerimenti che hanno arricchito il progetto durante tutta la fase di preparazione e redazione». E’ quanto ha voluto sottolineare l’assessore all’urbanistica e programmi urbani complessi, Domenico Iaconantonio, relatore della pratica, il quale ha aggiunto: «Da questo momento l’amministrazione comunale -prosegue - ha in mano uno strumento con il quale potrà programmare tutti gli interventi per accedere ai finanziamenti che potranno venire dai programmi comunitari nazionali e regionali, nonché pianificare, dal punto di vista delle politiche economiche e sociali, il proprio sviluppo futuro a breve, nel medio e lungo tempo. Il primo momento di applicazione sarà immediatamente visibile nella programmazione degli interventi che andranno a costituire i nuovi Pisu, Programmi integrati di sviluppo urbani, legati ai programmi Por 2007 – 2013. Infatti, l’esecutivo Olivo, sulla base di questo documento approvato dal Consiglio comunale, potrà defini-

re i Pisu e partecipare, così, alla negoziazione e alla concertazione prevista e concorrere ai bandi per l’assegnazione dei fondi Pisu. Il Piano, infatti, intende costituire uno strumento per le prospettive di sviluppo integrato della città, nella piena consapevolezza del ruolo delle aree urbane e delle politiche integrate territoriali nei processi di pianificazione organica dello sviluppo in Calabria. Il “Piano strategico” trae ovviamente origine dalle prospettive aperte per lo sviluppo delle aree urbane dagli orientamenti espressi dall’Unione Europea per la futura politica di coesione dell’Unione per il 2007/2013, in coerenza con le strategie di Lisbona e di Gotenborg, che consente la visione di una futura politica di coesione 20072013 in una Unione ampliata, e in cui la Commissione propone una nuova politica di coesione che permetta a tutti gli Stati Membri, e a tutte le regioni, di cooperare al fine di ottenere una crescita sostenibile e una maggiore competitività, attraverso un sistema di gestione più semplice e più decentrato. I fenomeni legati alla globalizzazione e all’apertura dei mercati hanno reso i confini più valicabili - continua - le comunicazioni più veloci, hanno moltiplicato i possibili concorrenti determinando la necessità di individuare un’identità locale forte. È necessario che il territorio in cui si vive possa riconoscersi con un’immagine precisa e ben definita che possa essere esportata all’esterno. Si sente allora il bisogno che questa identità sia condivisa da tutti colo-

ro che vivono ed operano in quell’area territoriale e che nella stessa si possano riconoscere. E’ in questa prospettiva ed in questo quadro di coerenze che il Comune di Catanzaro intende proporre, con gli opportuni adattamenti e integrazioni, il “Piano strategico” alla Regione Calabria non solo definendo gli obiettivi e le priorità strategiche, ma anche individuando ambiti di riferimento programmatici e di risorse per realizzare gli interventi previsti nel Piano medesimo, utilizzando l’integrazione forte degli strumenti di programmazione finanziaria ordinaria con quella straordinaria nazionale e regionale (Fas) e con quella comunitaria (fondi strutturali). Una ipotesi di programmazione dello sviluppo calabrese, retto sul puntuale utilizzo dei fondi strutturali comunitari unitamente a quelli ordinari ed a quelli del Fas per i prossimi sette anni di programmazione, non possono eludere il confronto sul ruolo della città capoluogo, nodo centrale di un nuovo modello di istituzioni moderne per lo sviluppo sociale e economico del territorio. In tal senso la città di Catanzaro ritiene di potere avanzare, con il “Piano strategico comunale” proposte specifiche, ed in qualche modo aggiuntive rispetto al mero ruolo del sistema delle Autonomie Locali, per l’elaborazione e l’attuazione della strategia delle risorse comunitarie 2007/2013. Cos’è quindi un piano strategico e perché diventa l’ideale presupposto “politico” alla costruzione di un modello di sviluppo le cui scelte e capacità di in-

novazione condizioneranno lo sviluppo futuro di un territorio? Il Piano Strategico - spiega - propone la rappresentazione di medio -lungo periodo di un’area urbana attraverso l’individuazione e la definizione di obiettivi strategici condivisi. Tali obiettivi, tradotti in azioni specifiche, sono caratterizzati da forme di partenariato che coinvolgono attori pubblici e privati al fine, da un lato, da sviluppare forme di autogoverno, che assicurino una maggiore coerenza dell’azione pubblica a coloro che operano sul territorio fornendo loro un valido sostegno, e dall’altro di recuperare il maggior numero di risorse possibili. Da ciò ne può conseguire che il Piano Strategico promuove un modo nuovo di gestire lo sviluppo economico, sociale ed urbanistico della città secondo un metodo “reticolare” capace quindi di caratterizzare nuove forme di organizzazione dei soggetti del territorio inducendo forme di cooperazione e di competitività. La città ha bisogno di aprirsi alla Calabria, alla sua Provincia, al rapporto con Lamezia. La Valle del Corace acquista allora una importanza strategica; infatti la definitiva scelta fatta dal Governo regionale di insediare definitivamente la sede della Cittadella Regionale a Germaneto, accanto all’Università, di fatto crea un nuovo asse direzionale dalla e verso la città, quella città che in maniera controversa ha subito nel tempo un fenomeno anacronistico di “arroccamento”. Le potenzialità territoriali, la percezione dei benefici molteplici derivanti dall’acclarata si-

stemazione della Cittadella Regionale e il completamento del Campus Universitario stanno suscitando attese molteplici. Nell’area urbana catanzarese si prefigura la possibilità di intraprendere un nuova capacità imprenditoriale e di realizzare nuove sinergie con l’Università e gli apparati di ricerca. Inoltre, la costruzione della nuova stazione ferroviaria, gli insediamenti industriali, terziari ed universitari fanno prospettare il centro storico della città verso riferimenti alternativi. In ogni caso si auspica che la positività di ciò sul sistema produttivo possa avere anche ricadute sul ricambio dei modelli culturali e di consumo. Gli obiettivi generali che si pone il Piano Strategico della città di Catanzaro e della sua area vasta, intendono orientarsi verso un consolidamento ed una intensificazione delle relazioni tra il Comune capoluogo e gli altri Comuni oltre che verso la Provincia di Catanzaro per favorire una questione di governance istituzionale. Oltre ciò, rimanendo all’interno di ciò che attiene ad un governo territoriale, si presume che la definizione di un processo strategico possa contribuire ad una politica di sviluppo economico-produttivo nel rapporto tra il Comune capoluogo e l’area vasta di riferimento. Il Piano Strategico - conclude -, per come già accennato, ha interagito dal momento della sua formulazione, sia nel momento della sua attuazione con tutti i processi di pianificazione, sia essa urbanistica che negoziata e con tutte le altre politiche di sviluppo che la città si proporrà».

«Autotrasporto, annunciato il fermo»

Catanzaro, Benincasa (Pd): il partito ora sta crescendo

CATANZARO — «Le aziende di au-

CATANZARO — «Finalmente si fa quel-

CATANZARO Il presidente della Fita Cna sulle preoccupazioni delle aziende del settore

totrasporto annunciano il fermo del settore. Il 2 aprile a Roma vertenza davanti a Palazzo Montecitorio. Il settore dell’autotrasporto è da circa 10 mesi impegnato in una vertenza che, nonostante i protocolli sottoscritti con il Governo nazionale, è ancora lontana dall’essere conclusa positivamente. Le risorse concordate sono ancora lungi dall'essere a disposizione delle imprese, così come le modifiche all'art. 83/bis della legge 133 e l'attivazione dell'Osservatorio sui costi tardano ad essere concretizzati» si legge in una nota di Carmelino Scalise Presidente Fita Cna Catanzaro. «Non solo - prosegue -, dopo l’ultimo incontro con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, nuove preoccupazioni si sono aggiunte a quelle, già pesantissime, in essere precedentemente: infatti devono ancora essere messe a disposizione delle imprese la

maggior parte delle risorse concordate attraverso la definizione del decreto di notifica alla UE così come devono ancora essere liquidate quelle relative alle domande per l’acquisto dei veicoli euro 5. Sul versante normativo occorre procedere alle modifiche alla norma sul meccanismo gasolio ed individuare l’autorità per i controlli, riattivare il confronto all’interno della Consulta per dare operatività all’Osservatorio sui costi dell’autotrasporto, rinnovare dopo dieci anni l’Albo autotrasportatori. Questi ritardi certamente stanno mettendo in seria difficoltà le imprese di autotrasporto, che stanno affrontando l’attuale recessione in condizioni di estrema difficoltà ulteriormente aggravate nella nostra regione dalle rigide ed assurde posizioni dominanti delle banche nella concessione di elasticità creditizia in netto contrasto agli indirizzi del Ministero dell’Economia e delle

Finanze, del Governo tutto e dell’Unione Europea: gli stessi dati dell’Osservatorio nazionale della Cna lo dimostrano ampiamente. Per tali ragioni -continua -, Cna Fita di Catanzaro, assieme alle altre associazioni nazionali che si riconoscono in Unatras, ha deciso di partecipare attivamente alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma il prossimo 2 aprile di fronte a Palazzo Montecitorio. Le ragioni della protesta e la gravissima crisi in cui versano migliaia di imprese del settore dell’autotrasporto impongono ora più che mai il massimo impegno della politica e delle istituzioni a risolvere il problema che rischia di paralizzare seriamente le precarie condizioni dell’economia nazionale. Confidiamo -conclude - quindi che dal Governo vengano adottati i provvedimenti attuativi su cui si erano state definite le intese per garantire la sopravvivenza alle aziende di autotrasporto».

CATANZARO Bevacqua: «Giusto l’emendamento per colmare il deficit infrastrutturale»

«Un plauso all’approvazione del federalismo» CATANZARO — Antonio Bevac-

qua, dirigente del Pd catanzarese, già sindaco del Capoluogo ed autore del volume “Il federalismo fiscale che verrà”, plaude in una nota all’approvazione da parte della Camera del disegno di legge per l’attuazione dell’art. 119 della Costituzione, avvenuta con l’astensione dell’intero Gruppo del Pd (tranne due Deputati), a seguito delle dichiarazioni di voto del Capogruppo on. Soro che ha motivato l’astensione come “una

«Molti hanno fatto uno scontro demagogico» sfida democratica a fare presto”. Bevacqua nel ricordare di essersi «fin dall’inizio battuto a favore dell’attuazione dell’art. 119 della Costituzione, come riformato nel 2001 proprio dal centro-sinistra,

al contrario di molti», anche del suo stesso partito, che «hanno fatto dello scontro demagogico solo un momento di confusione, ivi compresa la Giunta Comunale di Catanzaro», esprime «vivo apprezzamento nei confronti dei deputati calabresi del Pd che, sul filo di lana, hanno chiesto ed ottenuto l’approvazione di un emendamento indirizzato a colmare il deficit infrastrutturale della rete viaria meridionale».

lo che dovrebbe fare un partito serio. Si concordano le posizioni, il segretario parla, gli altri tacciono. E devo dire che le proposte avanzate da Franceschini sono anche interessanti: dall’assegno di disoccupazione alla tassa sui redditi più alti. Faccio notare che tutto questo si poteva fare anche prima, invece di litigare come galletti racchiusi in un pollaio, ma lasciamo perdere le polemiche» si legge in una nota di Sandro Benincasa(direzione provinciale Pd di Catanzaro). «Anche a Roma - prosegue - si va verso la costruzione del partito. La decisione presa dalla direzione di procedere in tempi brevi all’elezione dei coordinatori municipali e soprattutto alla costituzione di veri e propri coordinamenti, è un passo rilevante in questo senso. Al di là delle modalità, scelte, che comunque mi sembrano un onorevole compromesso, vanno notate due cose. La prima è che, per la prima volta dalla costituzione del Pd, finalmente i coordinamenti dei circoli hanno la possibilità di decidere. Avrei preferito gli iscritti, ma è importante l’impegno a procedere in questa maniera per il futuro. La seconda è che finalmente si costituisce quel luogo, il coordinamento municipale, che è mancato dalle primarie del 14 ottobre ad oggi. E’ mancato quando si facevano le liste, quando si è scelto il candidato a presidente, è mancato dopo la sconfitta perché non c’era il luogo dove discutere e decidere la linea del Pd su rilevanti questioni locali. Chi ha potuto questi luoghi se li è creati, cercando contatti con chi la pensava come lui, facendo rete, utilizzando blog e face book. E chi non ha capito l’importanza di questi strumenti di diaologo è rimasto indietro di troppi anni. Ma, chiaramente, se la rete può svolgere una funzio-

ne importante, quella di mettere in contatto esperienze diverse e anche fisicamente lontane, non può supplire alla mancanza di luoghi di discussione e soprattutto di decisione. Di fatto, nella nostra città -continua -, in tante importante zone, si sono creati almeno due partiti paralleli, quello dei circoli e quello degli eletti, che hanno trovato un vuoto e l’hanno, chi meglio chi peggio, occupato. Ora, finalmente si cambia. Ci sarà un confronto vero, difficilmente addomesticabile, almeno lo speriamo vivamente. E si crea finalmente un partito unico, dove si prendono le decisioni, dove gli eletti sono una parte importante ma fanno parte di una comunità davvero più complessa e più ricca. Il tema non è se contano più i circoli o gli eletti. Non è se sono più bravi i gruppi ai vari livelli o chi lavora sul territorio. Non c’è una competizione per chissà quale primato. C’è, ci deve essere un interscambio e un confronto continuo. Non ci possono essere decisioni “comunicate” ai circoli. Ci deve essere un partito che, utilizzando tutti gli strumenti di comunicazione, torna ad essere un punto di riferimento per il territorio il cui agisce. Un partito autorevole e anche un partito utile ai cittadini. Questo è quello che va costruito. Non è un lavoro che si fa in un mese. Ma, forse, in questa maniera, potremo affrontare il congresso di ottobre in maniera meno traumatica, dopo un risultato elettorale (incrociamo le dita) meno drammatico di quello che si pensava qualche settimana fa. Devo ricredermi sull’ottimo lavoro fatto dall’on. Amato e della scelta di Caterina Corea alla guida del Partito democratico. Mi auguro- conclude - che tutti assieme, con senso di responsabilità politica aiuteremo questo processo di cambiamento e rinnovamento del Pd».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 25

CALABRIA CATANZARO La costituzione è avvenuta alla presenza del segretario provinciale Corea, dell’on. Amato, di De Gaetano e del consigliere circoscrizionale Giuseppe Correale

È nato il Circolo del Pd Corvo-Aranceto «L’obiettivo è ridare dignità alla vita sociale del quartiere e per tale fine ognuno deve dare il proprio contributo» CATANZARO — È nato il settimo ed ultimo Circolo del Partito Democratico di Catanzaro. Corvo-Aranceto ha infatti il suo Circolo, un punto di riferimento per i cittadini, creato per contribuire a dare dignità ad una delle zone più a rischio della città. Alla presenza del segretario provinciale Caterina Corea, del consigliere regionale Pietro Amato, del consigliere comunale Giuseppe De Gaetano e del consigliere circoscrizionale Giuseppe Correale, Sandro Benincasa, coordinatore del nuovo Circolo, ha aperto il confronto diretto con i residenti del quartiere, esprimendo la necessità di proporre un dibattito politico serio e responsabile, affinché le problematiche del territorio trovino opportune risposte. I lavori sono stati avviati con la nomina del presidente del Circolo, scelto nella figura dell’assessore comunale Nicola Ventura, assente per motivi di salute. Scelti anche i rappresentanti dell’organismo cittadino: Sergio La Vecchia, Sandro Benincasa, Maria Antonietta Farenti, Francesco Miliè, Giuseppe Margiotta e Rosaria Grasso. Rinviata invece ad una successiva seduta la scelta del direttivo di Circolo. Molti i problemi sollevati nei contributi offerti dagli interventi di Miliè, della Grasso, di La Vecchia, della Farenti e di Hamed Jama, tutti concordi nella necessità di intervenire per restituire vivibilità ad un quartiere troppo spesso emarginato. Accolta positivamente dai presenti la decisione dell’amministrazione comunale di attivare il mercato rio-

nale di domenica, mentre molte sono state le perplessità espresse sul tema della sicurezza e dei trasporti pubblici. Un dibattito responsabile quello scaturito nel corso della serata, del quale si è detto soddisfatto Amato. «Da Coordinatore provinciale - ha detto il consigliere regionale del Pd - ho premuto affinché questo quartiere avesse il proprio Circolo democratico, perché lo considero fondamentale e strategico. Un luogo di confronto può solo essere utile e per questo dobbiamo insieme sforzarci per rendere tale luogo il più frequentato possibile, in un quartiere dove troppo spesso la politica ha raccolto tanto senza offrire abbastanza. Paghiamo gli errori del passato - ha aggiunto Amato - su tutti la

La riunione del Circolo del Pd

CATANZARO La segreteria provinciale della Fiamma: «E’ il segno del decadimento della coscienza comunitaria»

«Chiusura Supercinema, trovare una soluzione» CATANZARO — «La dirigenza del-

la Fiamma Tricolore di Catanzaro deve registrare un ulteriore e grave impoverimento, soprattutto dal punto di vista culturale e sociale, che la Città di Catanzaro subisce a causa della chiusura del Supercinema, una delle ultime strutture del genere esistenti nella città» si legge in una nota di Maggi e Mellace della Segreteria Provinciale e Cittadina del Ms-ft. «Nessun riferimento politico -

prosegue - ma l’acquisizione della consapevolezza di un decadimento della coscienza comunitaria che ci rende veramente impotenti avverso ad un clima di smobilitazione sociale che và affermandosi nella società catanzarese. Certamente - conclude -non abbiamo la soluzione al problema ma, altrettanto certamente, ci aspettiamo che qualcuno - amministratori, operatori culturali, associazioni e quant’altro - ab-

biano un moto di reazione che li unisca alla ricerca di una soluzione che permetta alla “istituzione Supercinema” di superare questa fase e di sopravvivere a se stesso, non tanto quale esercizio commerciale ma soprattutto quale centro di aggregazione culturale quale esso, come tutti i cinematografi storici delle varie città italiane, ha rappresentato per noi e per l’intera Comunità Catanzarese».

scelta della legge 167, che ha creato quartieri periferici senza garantire i servizi necessari. Questa è solo la prima di numerose riunioni e di confronti pubblici che promuoveremo per dibattere con il sindaco Olivo e con gli assessori, per ricercare proposte utili allo sviluppo del territorio. L’obiettivo è quello di ridare dignità alla vita sociale del quartiere e per tale fine ognuno di voi deve dare il proprio indispensabile contributo». La serata è stata chiusa dall’intervento della segretaria provinciale Corea. «L’esperienza di Roma, dove si sono ritrovati tanti coordinatori di Circolo di tutta Italia - ha detto la Corea ha fornito preziose indicazioni sulle quali lavorare per rafforzare l’identità di un partito che ha l’ambizione di rappresentare e coinvolgere tutti i cittadini. Grazie all’aiuto del passato, al contributo dell’esperienza di amici tra i quali Amato, e con l’entusiasmo rappresentato dalle nuove figure presenti nel partito, sapremo dare le giuste risposte. Questa è la politica della base, quella che si fa uniti. A breve promuoveremo iniziative pubbliche sulla sicurezza, una già programmata con il senatore De Sena, che sarà a Catanzaro non per parlare, ma per ascoltare ciò che noi abbiamo l’esigenza di dire. Io - ha concluso la Core -, sono nata come donna di mediazione, ma questo non significa che noi dobbiamo perdere la nostra identità. E’ attraverso i nostri valori e le nostre idee che sapremo incidere positivamente sul futuro dei nostri territori».


26 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Nicolazzo (Mpa) sul convegno “Investimenti, infrastrutture, viabilità e turismo” che ha attratto l’interesse di molta gente

«Dare una identità precisa alla città» «L’amministrazione avvii al più presto una reale valorizzazione di ciò che ha, l’aeroporto ad esempio» LAMEZIA TERME — «La presenza

di una sala gremita, motivata e partecipe al dibattito, aperto in occasione del convegno sul tema: “Investimenti, infrastrutture, viabilità e turismo”, ha messo in evidenza sia il forte interesse e coinvolgimento della gente ad importanti tematiche, relative lo sviluppo della città, ma ha, altresì, evidenziato la forte curiosità e la crescente e convinta adesione, di tanti, al nuovo e ambizioso progetto del Mpa» si legge in una nota della portavoce dell’Mpa, Nicolazzo Patrizia. «Ci ha sorpreso - prosegue la nota -, infatti, la forte risposta data dai cittadini al nostro primo appello, ciò significa che la società civile vuole essere partecipe e protagonista nella discussione, per contribuire alla risoluzione delle tante problematiche e difficoltà che attanagliano questo territorio. La risposta è dovuta, probabilmente, al fatto che, Il Mpa, a prescindere da quale bandiera politica sventoli, segue un progetto che parte dagli uomini che lo rappresentano, che sono di questo territorio, si tratta di un movimento che parte dal basso, caratterizzato dalla strenua difesa delle realtà e risorse locali, che non è vittima delle logiche e dei condizionamenti dettati da centri di potere lontani dai bisogni, dal territorio e dalla gente che li vivono. Questa è la chiave di lettura che diamo ad una partecipazione così numerosa all’incontro, segno che la città

ha capito quali sono i valori fondanti di questo movimento. In merito a quanto emerso dal lungo dibattito il Mpa crede fermamente nella necessità di dover dare una volta per tutte, responsabilmente, una precisa identità alla nostra città, decidendo in modo chiaro e concreto quale “volto" dare a Lamezia Terme, su cosa gli amministratori e in generale la politica devono puntare ed investire, per avviare un reale processo di sviluppo economico ed occupazionale. Nonostante le numerose e gravi lacune infrastrutturali, come la carenza di strutture recettive, alberghiere, ristorative, ricreative, carenze nella viabilità e nei trasporti e forti vincoli urbanistici, ci chiediamo: la nostra città ha o no una vocazione turistica? Su questo, una volta per tutte, la politica deve essere chiara, noi riteniamo di si. Questa - continua la Nicolazzo - è una città che dispone, per volontà del signore di una posizione strategica eccezionale, di un clima mite e di tante risorse paesaggistiche, archeologiche, artistiche, enogastronomiche e produttive che se realmente sfruttate e valorizzate potrebbero nel tempo, colmando le suddette lacune, determinare un turismo di qualità, un turismo differenziato, capace di rispondere alle esigenze, ai bisogni e alle richieste dei tanti turisti, insomma fare della differenziazione una strategia di marketing turistico. Interventi e investimenti impor-

tanti che implicano una sinergia tra le istituzioni, tempi burocratici lunghi e tortuosi, pur essendo una fase obbligata e necessaria per lo sviluppo, non devono però essere motivo sufficiente per rinviare, a chissà quando, provvedimenti che invece potrebbero essere immediati. Il Mpa ritiene di dover rivolgere un urgente appello al Sindaco Gianni Speranza, affinché questa Amministrazione avvii al più presto una reale valorizzazione, intanto di ciò che ha, come l’aeroporto, proprio come hanno fatto già da tempo altri comuni calabresi, che hanno presentato ai turisti la propria identità attraverso gli odori, i sapori, i colori dei prodotti, dell’arte e della storia che li caratterizzano. Dobbiamo, quindi, essere attrattivi dando un assaggio, al loro arrivo, per poi catturare e attrarre i visitatori nel nostro territorio, visto che nella città non c’è alcuna traccia di turisti. Ricordiamo, a tal proposito, il sondaggio promosso dallo sportello Iat, dell’aeroporto di lamezia Terme, che su un totale di 4.000 intervistati ha evidenziato come nessuno dei passeggeri si sia recato nella nostra città. Bisogna ripristinare, pertanto, il servizio navetta aeroporto-stazione (utilizzando eventualmente anche il servizio taxi tramite apposite convenzioni), è necessario attivare un servizio gratuito da parte dell’Amministrazione per il trasporto dei turisti nel centro della città. Si potreb-

bero, ad esempio, utilizzare i tempi di attesa dei passeggeri per fare brevi percorsi tematici e di degustazione dei prodotti tipici aventi come obiettivo quello di interessare, incuriosire il visitatore, tanto da motivarlo a ritornare; stipulare delle convenzioni con le tante aziende e attività produttive per ottenere prezzi vantaggiosi e competitivi per attirare e incrementare il flusso di visitatori. Avviare sottolinea ancora l’esponente dell’Mpa - una valorizzazione permanente del bene, sia esso artistico, paesaggistico o archeologico. Valorizzare, non come intende questa Amministrazione, ma avviando un serio processo di restauro, ristrutturazione, ripulitura del bene in oggetto finalizzato ad una sua fruizione permanente, non momentanea come è avvenuto per l’Abbazia Benedettina. Questa estate, infatti, si sono spesi risorse umane ed economiche per ripulire, allestire, uno spettacolo teatrale, e a conclusione della stagione estiva quanto valorizzato è nuovamente caduto nel degrado e nel totale stato di abbandono. Ci vorranno altri finanziamenti, oggi altri fondi Por per ripulire e recuperare nuovamente quanto divorato dalle sterpaglie, e attualmente quanto ricoperto da cumuli di detriti edili scaricati abusivamente all’interno del sito. Ancora, per noi, valorizzare significa pensare anche alla costituzione di cooperative o agenzie di gestione del be-

ne che devono garantire almeno il mantenimento del risultato raggiunto, in seguito al restauro, ripulitura etc., e soprattutto devono assicurare la fruibilità dell’area a tutti. Serve insomma un dettagliato piano del turismo, seguito da una seria capacità di gestione di quanto programmato. L’Amministrazione deve diventare Merchandiser di sé, registrando le tante lacune e i vari ostacoli da rimuovere mediante un particolareggiato cronoprogramma, a breve e lunga scadenza, puntualmente eseguito, valorizzando quanto più possibile le proprie risorse, pubblicizzandole, soprattutto, mediante la vetrina aeroportuale di cui disponiamo. Deve costituire un marchio di qualità dei prodotti culturali da promuovere evitando quello che ad oggi è solo un sistema di finanziamenti a pioggia utile solo alla politica clientelare. Infine - conclude - l’opportunità del volo low cost, un aeroporto che prevede voli nazionali, internazionali e intercontinentali e che ha registrato, in questo ultimo anno, la presenza di un milione e mezzo di presenze, è decisamente una straordinaria risorsa, una vetrina che si apre al mondo intero che, se ben utilizzata, potrebbe veicolare al meglio e ovunque, il nostro territorio. Invece i turisti giunti in aeroporto colgono le tante sfumature, di un territorio che non sono della nostra città, insomma non si sentono a Lamezia Terme».

Lamezia, Anna Leone è il direttore dell’unità operativa Microbiologia

LAMEZIA TERME Sarebbe stata solo la famiglia Cristiano a costruire il teatro nel 1942

LAMEZIA TERME — La dottoressa Ro-

LAMEZIA TERME — «Corre l’ob-

sa Anna Leone è il direttore dell’unità operativa Microbiologia e Virologia del presidio ospedaliero di Lamezia Terme. La nomina è giunta a seguito di vincita di pubblico concorso indetto dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro per il conferimento dell’incarico di direzione della struttura complessa. La dottoressa Leone, lametina, medico specialista in Microbiologia e Virologia, nonché in Igiene e Sanità Pubblica, lavora nell’unità operativa fin dalla sua attivazione autonoma, avvenuta nel 1995. In precedenza, dal 1979 al 1994, aveva prestato il suo servizio professionale nel laboratorio analisi chimico-cliniche e microbiologiche del Polt. L’unità operativa Microbiologia e Virologia

svolge la sua attività nel campo della sieroimmunologia, batteriologia, virologia, autoimmunità nonché della diagnostica molecolare di ultima generazione per la ricerca degli acidi nucleici di virus e batteri patogeni. La struttura è tra le prime dell’ospedale lametino ad aver intrapreso il percorso dell’informatizzazione, dell’accreditamento e del miglioramento continuo della qualità, offrendo un costante ed efficace apporto nell’ambito delle complesse attività diagnostiche dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro. La nomina del neodirettore è stata accolta con sincera soddisfazione da parte dei colleghi e dei dipendenti tutti che hanno sempre apprezzato le doti professionali e umane della dottoressa Leone.

«Politeama, alcune verità sono state distorte» bligo di intervenire nel ripristino della verità storica per quanto riguarda alcuni argomenti riportati nell’opuscolo “Teatro Politeama, un nuovo spazio - una nuova stagione”, diffuso dal giorno dell’inaugurazione del Politeama di Sambiase, esattamente nella pagina riguardante i cenni storici» si legge in una nota di Marco Cristiano. «Le notizie - prosegue - riportate sembrerebbero estrapolate da un dettagliato articolo del dott. Ferdinando Vescio apparso su “Storicittà ” del novembre 1996 sul cinema-teatro Politeama, ma alcune verità sono state distorte; in particolare occorre specifica-

re che il Politeama nasce solo perché il dott. Francesco Cristiano e suo Padre Giuseppe decisero di diversificare la loro attività e, da proprietari terrieri, investire nella cultura in un contesto quasi esclusivamente agricolo certo poco favorevole a questa trasformazione. Quindi bisogna attenersi alla realtà e riferire il vero: è solo la famiglia Cristiano che costruisce il Politeama nel 1942, in piena guerra e lo inaugura il 17 luglio 1947, nessuna altra famiglia - Muraca, Fabiano o altri - hanno contribuito a realizzare l’opera, come invece erroneamente è riportato nel suddetto opuscolo. Solo alcuni anni dopo il dott. Cristiano ven-

dette alcune quote minoritarie che poi successivamente vennero cedute alla famiglia Grandinetti che divenne cosi comproprietaria. Tale comproprietà è rimasta nel tempo fino all’acquisto del Politeama da parte del Comune di Lamezia Terme. Ci rammarica conclude -comunque che, sebbene detentori di notizie documenti e foto, non siamo stati contattati a collaborare alla stesura dell’opuscolo. Chiarito ciò, chiediamo il ritiro dell’opuscolo e la sua ristampa con le opportuna correzioni dei cenni storici. Il tutto non per amor di polemica ma per verità storica e, perché no, anche per orgoglio proprio».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 27

CALABRIA ENOTECA REGIONALE ll consiglio comunale di Lamezia si interroga sul ritardo nell’individuazione della città dove istituire la struttura

«Perchè il progetto è stato rallentato?» «Pirillo si era pronunciato a favore della Piana. Si adoperino il sindaco e il presidente della Cciaa» LAMEZIA TERME — Il consiglio

comunale di Lamezia Terme, si interroga sul lavoro che la Regione Calabria sta portando avanti in merito all’Enoteca regionale. Nei mesi scorsi è stata messa in evidenza la peculiarità del territorio lamentino, idenficandolo come quello più adatto alla realizzazione dell’importante struttura. Lo stesso assessore regionale all’Agricoltura, Mario Pirillo, ha più volte sottolineato che l’area del lamentino è quella più consona ad ospitare l’Enoteca. Oggi si chiede un resoconto e un intervento del sindaco Speranza, al fine di comprendere le ragioni che rallentano e ritardano la realizzazione del progetto. Il consiglio comunale ha scritto al presidente Luzzo così: «Di dare mandato al Sindaco per porre in essere quanto nelle sue possibilità per favorire l’istituzione dell’Enoteca Regionale nella città di Lamezia Terme; di dare mandato

al Presidente del Consiglio di Lamezia Terme di trasmettere questo ordine del giorno al presidente della Cciaa di Catanzaro affinché lo stesso ente Camerale si adoperi per favorire quanto ai punti precedenti». Queste richieste nascono con una serie di premesse: «Nei mesi scorsi, la Giunta Regionale doveva individuare l’area dove ubicare l’Enoteca Regionale; da quanto più volte riferito dall’assessore regionale all’ agricoltura Pirillo (anche durante l’inaugurazione della fiera agricola di Lamezia), la migliore ubicazione sarebbe stata quella della città di Lamezia Terme; l’ubicazione di Lamezia Terme sarebbe stata quella migliore grazie alle reti infrastrutturali (ferrovia, autostrada ed aeroporto internazionale) che servono la città della piana; la Giunta Provinciale di Crotone, con delibera n° 186 del 16 giugno 2008, ha emanato un atto d’indirizzo per l’

istituzione di un Enoteca Regionale nel Cirotano; il Consiglio Provinciale di Catanzaro, su proposta del Consigliere Pasqualino Ruberto, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che promuove Lamezia Terme per la ubicazione ottimale dell’Enoteca Regionale; contro la sede di Lamezia Terme per l’Enoteca Regionale si sono levati gli scudi di tante istituzioni del crotonese, come la Cciaa di Crotone. A seguito delle pressioni di cui al punto precedente, la Giunta Regionale sembra aver rallentato in maniera preoccupante l’individuazione dell’area dove ubicare l’Enoteca Regionale; l’attività di promo-commercializzazione, che deve essere effettuata tramite l’Enoteca Regionale, non può che trovare le migliori condizioni nella città di Lamezia Terme per la sua ubicazione geografica di centralità nella Regione». Settimio News

LAMEZIA TERMELa richiesta del consigliere di circoscrizione Carlo Mazzei all’amministrazione comunale

«Intervenire sul campetto di Cafaldo» LAMEZIA TERME — «L’amministra-

zione comunale deve intervenire con celerità per rendere usufruibile il campetto di calcetto di località Cafaldo, in cui nel recente passato sono stati effettuati importanti lavori di miglioria che oggi, per mancanza di un’adeguata e abituale manutenzione, vanno deteriorandosi» si legge in una nota del Consigliere di CircoscrizioneCarlo Mazzei. «Nel vecchio piano regionale - prosegue -delle opere pubbliche, grazie all’impegno del-

l’Udc, è stato inserito un finanziamento per la realizzazione in erba sintetica del terreno da gioco. L’assenza ordinaria di operazioni per la conservazione del manto verde segnala un inquietante abbandono e, nello stesso tempo, ciò che maggiormente preoccupa, comporta un lento ma inesorabile deterioramento dell’opera, che conserva una rilevante funzione sociale. L’impianto è stato progettato conclude - e ottimizzato appositamente per valorizzare un’area povera

di spazi sportivi e ricreativi, creare dunque aggregazione, alternativa sociale e dare sbocco alle tante iniziative che dei giovani volenterosi pianificano nella vicina Parrocchia del Carmine. L’erba sintetica, infatti, ha permesso di organizzare alcune manifestazione estive che hanno chiamato a raccolta il popoloso quartiere. L’amministrazione comunale, pertanto, ha il dovere di impedire il sopravanzo del degrado in un quartiere che di tutto ha bisogno fuorché dell’incuria».

LAMEZIA TERME Altra Lamezia sulla richiesta relativa allo spazio sociale e allo skatepark

«La nostra proposta non è stata ascoltata» LAMEZIA TERME — «Strana città Lamezia Terme…Città dove la politica non ha colori, dove un sindaco che parte con una minoranza riesce miracolosamente ad arrivare alla fine del mandato, città dove il trasformismo riesce a tenere insieme personaggi prima di opposti schieramenti politici, poi insieme, poi di nuovo contro. Città dove persino l’estrema destra fa i complimenti ad un sindaco che appartiene a Sinistra Democratica» si legge in una nota di Altra Lamezia. «Un attimo for-

se ci siamo persi qualcosa - continua . Per la giornata del ricordo delle vittime delle foibe un comitato cittadino ha chiesto all’amministrazione comunale di intitolare una via della città ai martiri delle foibe. La proposta è stata accompagnata da firme raccolte in città. In questi giorni una delegazione di questo comitato è stata ricevuta dal Sindaco Speranza ed è certo che l’amministrazione accontenterà questa richiesta. Restiamo perplessi quando constatiamo che la nostra proposta di

spazio sociale per i giovani non è stata nemmeno ascoltata, quando la proposta dello skatepark accompagnata da 300 firme non è stata presa in considerazione, quando la proposta di Rifondazione Comunista del 1974 di dedicare una strada della nostra città ad Adelchi Argada, militante comunista assassinato dai fascisti, è stata approvata all’unanimità in consiglio comunale nel 1995, ma la via ancora non c’è. Per questo e per tanti altri motivi noi andiamo avanti per la nostra strada».

Lamezia Terme, il Nuovo Psi sulle imprese: servirebbero forti ed immediati investimenti LAMEZIA TERME — «L’80% delle piccole imprese che gravitano sul territorio del Lametino si trovano in crisi perché molti piccoli operatori sono senza liquidità e di conseguenza sono costretti a rivolgersi al sistema bancario per ottenere maggiori finanziamenti e per continuare a resistere sul mercato, con il riflesso d i un pesante prevedibile indebitamento» si legge in una nota di Luigi Pelle del Nuovo Psi. «In parallelo si sottolinea il considerevole calo della domanda di tutti i generi ed una maggiore diminuzione media della redditività. Tra le cause conclamate vanno sottolineate - prosegue -: a) l’abbassamento dei consumi; b) il saturo indebitamento da parte delle famiglie per il credito al consumo, i cui interessi da pagare indeboliscono di più la insufficiente circolazione monetaria all’intero territorio con un decremento sempre maggiore della domanda che si trasferisce dannosamente sull’offerta. In tale situazione la piccola impresa si trova in forte difficoltà a pagare puntualmente i suoi debiti. Servirebbero iniziative forti ed immediati incrementi di investimenti. I primi debiti che non vengono pagati sono quelli derivanti dagli obblighi tributari e previdenziali perché quelli di fornitura e quelli bancari comporterebbero l’automatica chiusura dell’attività. A tale proposito è opportuno chiedere al Governo centrale la possibilità -continua -,

per tutta la durata dell’attuale crisi generale del Paese, dell’abbattimento per la piccola impresa delle sanzioni amministrative e degli interessi che scaturiscsono dalla violazione per ritardato e/o omesso pagamento dei debiti verso gli enti pubblici; il possibile allargamento dei tempi di pagamento; la sospensione delle modalità con cui l’agente della riscossione può aggredire il patrimonio immobiliare dell’imprenditore. Si tratta proprio di imprese che entrano in crisi non per il disegno dell’imprenditore ma di situazioni esterne. Certamente con la rinuncia delle sanzioni e degli interessi si rende meno difficile e non di poco la situazione finanziaria interna della Piccola Impresa che si vede quasi raddoppiare il suo debito verso gli Enti pubblici nel caso in cui non ha sanato spontaneamente le violazioni beneficiando di riduzioni automatiche sulle misure minime delle sanzioni applicabili. Infatti - conclude -, non si può considerare come evento privato l’esplosione del conflitto tra debitore ed enti pubblici, bensì come un evento di rilevanza più generale che coinvolge una pluralità di interessi meritevoli di tutela: 1) gli equilibri economici; 2) il lavoro; 3) la stessa esistenza della Piccola Impresa che non ha altra forma di raccogliere direttamente risparmio prendendolo dalle tasca di tanti semplici risparmiatori, come la Media e la Grande Impresa».

Intitolazione di una strada ai “Martiri delle Foibe”, il Cerchio e la Croce ha incontrato Speranza LAMEZIA TERME — Prosegue l’ini-

ziativa, dell’ass. cult. il “Cerchio e la Croce”, finalizzata all’intitolazione di una strada nel comune di Lamezia Terme ai “Martiri delle Foibe”. «Dopo la serie di attività - si legge in una nota - svolte in concomitanza del 10 febbraio, convegni, gazebo e raccolta firme finalizzate al ricordo di questa tragedia italiana, martedì 24 marzo, una delegazione di giovani dell’ass. cult. “Il Cerchio e la Croce” è stata ricevuta dal Speranza e dal

suo vice Vitale. Oggetto dell’incontro sono stati i tempi e le modalità con cui si intende concretizzare l’evento. L’appuntamento si è rivelato momento di crescita per i giovani militanti che, sempre attenti alla loro formazione politica, hanno avuto l’opportunità di confrontarsi in modo diretto con la “macchina” istituzionale ed i loro massimi esponenti, i quali hanno dimostrato grande senso di coerenza dando seguito a quanto annunciato pubblicamente».


28 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA FALERNA La nota di Luca Giovannone segretario del Partito democratico locale sul progetto di rilancio economico del paese

«E’ iniziata la programmazione del futuro» «E’ stato predisposto un codice etico condiviso che i candidati alle elezioni dovranno sottoscrivere» FALERNA — «Mancano pochi mesi al-

le prossime amministrative a Falerna e il partito democratico locale, grazie al suo importante radicamento sul territorio si appresta a completare una delle fasi più importanti per il futuro del paese. Grazie, infatti, a un’incessante promozione d’idee, il partito democratico, aperte alle forze moderate e capaci del Paese, sta per terminare il suo Programma. Il lavoro, ovviamente, ha come base di riferimento l’esperienza maturata da ormai un decennio dall’amministrazione Menniti che si è distinta, in questi anni, per un incessante lavoro che ha dato grandissimi risultati» si legge in una nota di Luca Giovannone segretario del Partito democratico Falernese. «Aleggia - prosegue - in tutto il redigendo programma un’attenta politica volta alla legalità, a un’oculata politica fiscale e soprattutto a una disponibilità ad aprirsi alle nuove forme di sviluppo che, con i fatti e non con le parole sia foriero di un vero sviluppo locale. Uno sviluppo endogeno capace di generare un rilancio

economico basato sullo sfruttamento delle risorse locali ma affiancato da politiche sociali che consentano una distribuzione della ricchezza che da tale sviluppo può derivare attraverso un approccio fortemente solidale. In una fase in cui la crisi mondiale e non solo nazionale o regionale, comporta un continuo aumento del divario tra ricchi e poveri, la capacità di generare ricchezza e contemporaneamente sviluppare politiche che consentano una sua redistribuzione solidale è certamente una sfida molto ambiziosa ma alla quale non si può rinunciare. Il programma quindi prevede rispetto al passato un’ulteriore e più accentuata attenzione rivolta a garantire sempre migliori servizi ai cittadini e in particolare alle fasce che oggi rischiano di costituire la “nuova povertà”. Superata la fase emergenziale durante la quale molta attenzione si è posta su opere pubbliche che costituivano elementi essenziali per il paese, l’attenzione del nuovo programma sarà centrata prevalentemente sull’uomo e quindi alla

costruzione di un tessuto sociale coeso e solidale, dove giovani e anziani, bambini e genitori possano ritrovare quella dimensione sociale che la modernità ha fatto smarrire ma che la crisi ha riportato alla ribalta come elemento essenziale del nuovo welfare. Certo non si rinuncerà a pensare di sfruttare per quanto possibile le risorse finanziarie che possono derivare dai fondi che la comunità europea destina alle regioni appartenenti all’obiettivo uno. Su una corretta programmazione del futuro di Falerna che deve considerarsi elemento di una rete e di un sistema locale assieme a tutto il circondario lamentino, che si sta lavorando. E se è, questo è il campo su cui si vuole discutere, attraverso la passione politica disinteressata e attraverso il rispetto per l’“avversario” politico, le basi per una proficua collaborazione con altre forze politiche ci sono tutte. In questo periodo il Pd falernese sta promuovendo confronti e discussioni con diverse personalità che si stanno piacevolmente cimentando in questa ennesima

BOTRICELLO La nota del gruppo di Forza Italia dopo le recenti polemiche relative ad un accordo con Rifondazione

«Ci sono stati solo incontri con il Prc» BOTRICELLO — «In ordine agli

articoli stampa apparsi su alcuni quotidiani calabresi degli ultimi giorni, relativi ad una possibile intesa tra i Gruppo di Fi di Botricello ed alcuni esponenti del locale Prc, onde evitare facili speculazioni e macchinazioni artatamente congegnate, si ritiene necessario specificare e sottolineare che a tutt’oggi non è stato siglato alcun accordo tra i gruppi politici suddetti, ma vi sono stati incontri, come del resto è avvenuto anche con gli altri gruppi presenti nella cittadina, finalizzati al raggiungimento di una intesa per la realizzazione di un programma elettorale condiviso, unitamente alla condivisione della scelta del capolista, nella figura del dott. Giovanni Camastra» si legge in una nota di Forza Italia. «I recenti incontri con gli amici di sempre, hanno evidenziato prosegue -, rispetto agli incontri con altri esponenti politici locali, una più concreta e fattiva convergenza al punto di far pensare ad un possibile reciproco coinvolgimento per rilanciare sia la politica locale che lo sviluppo della nostra splendida cittadi-

na. Ciò ha indotto il gruppo di Fi a stilare il comunicato stampa del 22 marzo scorsoche unilateralmente intendeva dissipare qualsiasi dubbio e censurare definitivamente tutti coloro i quali avevano, con illazioni varie, divulgato notizie false e tendenziose senza tralasciare ingerenze quotidiane nelle altri attività politiche o di coloro i quali non hanno ritenuto dover raggiungere accordi con costoro. Il comunicato stampa del 22 marzo scorso evidenziava la possibilità della costituzione di una lista civica, in vista delle elezioni amministrative del 6 e 7 giugno prossimo, tra le forze politiche presenti sul territorio e la possibilità di dialogare con tutti coloro i quali saranno portatori di idee e progetti costruttivi da realizzare. Con ciò vogliamo dare un segnale di svolta alla politica clientelare che potrebbe creare soltanto storture amministrative e sociali nella nostra comunità dove ancora oggi, nonostante tutto, qualcuno, con il suo modo di svolgere la politica e con il suo modo distolto e personalistico di affrontare i problemi, cerca di creare confusio-

ne e disorientamento anche nei vertici dei partiti e cercando di trarne vantaggi personali. A ciò noi rispondiamo - si sottolinea nella nota del gruppo di Forza Italia - continuando a mantenere una nostra linea politica improntata alla chiarezza, alla coerenza e al rispetto nei confronti della comunità botricellese, ribadendo che il fine comune de costituendo movimento civico di cui siamo convinti, è quello di guidare per i prossimi 5 anni il civico consenso, che sarà improntato e finalizzato alla più assoluta trasparenza e al rispetto delle legalità, lontano da aspirazioni, ambizioni o interessi di parte»

Botricello, la nota del Prc «In riferimento all’articolo apparso sui quotidiani di domenica 22 marzo 2009 - si legge in una nota -, dove si evince che il Prc e Fiavrebbero dato vita ad una lista per le elezioni amministrative di Botricello del prossimo 6/7 giugno 2009, il Prc di Botricello, smentisce categoricamente e senza mezzi termini, di aver fatto accordi elettorali o sostenere una tale formazione politica»

TAVERNA Questo l’obiettivo di un gruppo di lavoro costituito dal Comune e da alcune associazioni

«Incentivare il turismo sul Lago Passante» TAVERNA — Incentivare la presenza

turistica sul Lago Passante attraverso la predisposizione di iniziative in grado di consentirne la piena fruizione. E' l'obiettivo di un gruppo di lavoro costituito dal Comune di Taverna per rilanciare le attività sullo specchio d'acqua, costituito da amministratori locali della zona, operatori turistici, Regione, Provincia e rappresentanti delle Associazioni sportive. A dare il la è stato un incontro che aveva all'ordine del giorno il monitoraggio risorse comunitarie 2007-2013 e elaborazione di iniziative finalizzate ad una fruizione turistica ed alla salvaguardia ambientale. Dopo i saluti del sindaco di Taverna Sebastiano Angotti e' toccato al consigliere delegato al Turi-

smo del Comune di Taverna, Santo Scalzo, introdurre i lavori sottolineando l’importanza della risorsa 'Lago Passante' che può consentire una serie di manifestazioni turistiche di sicuro valore e costituire un’attrattiva importante per lo sviluppo della nostra zona. Scalzo ha proposto la costituzione del gruppo di lavoro per predispore attivita' in grado di rendere fruibile il lago e le sue molteplici opportunità. Il gruppo di lavoro è composto oltre che da Scalzo Santo, da Luigi Riccelli (Sindaco del Comune Di Sorbo San Basile; Antonio Debilio (presidente provinciale Fipsas); Ettore Gigliotti (operatore turistico); Luigi Pingitore (presidente Associazione Sentieri e Paesaggi); Carmelo Rocca e Car-

lo Chiodo Carlo (Associazione Sentieri e Paesaggi; Antonio Donato (operatore turistico); Tommaso Pullano (Associazione nazionale forestali); Raffaele Viscomi (Acli Ambiente Anni Verdi); Raffaele De Nardo (Regione Calabria); Giuseppe Mancuso (associazione Golf); Giovanni Talarico (presidente Pro-Loco Villaggio Mancuso); Davide Carnevali (associazione Wind Passion); Massimo Fontana (associazione Non Solo Mare); Giuseppe Paone (associazione Insegnal’Etica); Dario Capillupo (delegato dall’assessore all’agricoltura – Provincia); Sebastiano Angotti (Sindaco di Taverna); Mario Gentile (vicesindaco di Taverna (presidente del Consiglio Comunità Montana).

avventura, nel definire “il futuro che vogliamo “ attraverso la “Falerna che vogliamo”. Discussioni ampie e approfondite su quali politiche adottare, che piani seguire per un sano sviluppo. Niente opportunismi o alleanze contro. Il Pd, una forza politica seria e credibile, rivuole proseguire nell’intavolare le sue discussioni con le forze sane del paese attraverso un’autoregolamentazione che metta dei paletti precisi che consentono il rispetto e la condivisione dei principi fondamentali che saranno fissate nel documento programmatico. Per questo motivo assieme al programma è stato predisposto un codice etico condiviso e che tutti coloro che concorreranno a comporre la lista dei candidati e chi sarà il candidato a Sindaco dovranno sottoscrivere con l’impegno del suo rispetto. Fra i diversi punti presenti nel codice etico vi è l’impegno del candidato, volto al rispetto di semplici regole che purtroppo spesso sono disattese. Non è un caso, infatti, che la gente che si avvicina al Pd falernese, noti un’evidente

diversità d’approccio. Alle alleanze opportunistiche, infatti, il Pd risponde promuovendo prospettive reali per il futuro del Paese; ai rancori e ai dissapori, la disponibilità all’ascolto e la passione dei nostri elettori, che sanno come sia difficile condurre un’amministrazione con serietà e con la schiena dritta, per il bene il bene di tutti e non per i privilegi di pochi e che, per questo, ci sostiene costantemente incitandoci a continuare nel solco tracciato dall’amministrazione uscente guidata da Daniele Menniti. La linea politica tracciata da Daniele Menniti è la strada da seguire. Consentirà di essere portato a termine. Si tratta di “proseguire nel cambiamento” sino a che la “metamorfosi” di Falerna giunga a pieno compimento. Il Pd falernese e la sua classe dirigente hanno dimostrato di saper sostenere gli sforzi ordinari e straordinari che l’amministrazione ha dovuto affrontare negli anni. Definito il programma, verrà anche individuata la squadra che dovrà attuarlo, tra cui il candidato a Sindaco».

Soverato, 20 giorni in Germania per 15 studenti dell’Alberghiero

Gli studenti

SOVERATO — Durerà fino al 4

aprile prossimo la permanenza dei ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Soverato, presieduto dal Dirigente Scolastico Paolo Riverso, nella città di Saarbrucken in Germania. Sono per l’esattezza 15 gli studenti delle classi terze, 2 del corso di ricevimento, 8 di sala e 5 di cucina che, accompagnati dai Docenti Giuseppe Mele, Aldo Mungo e Domenico Tropea, per 20 giorni rappresenteranno la Calabria nella città tedesca, sponsorizzando quelle che sono le tipicità e le specialità della terra calabrese. Il progetto dal titolo “Oltre i confini tra il gusto e l’ospitalità” si inserisce nell’ambito del Fondo Sociale Europeo “C-5-FSE-2008-9” dei progetti Pon 2007-2013 attuati dal Ministero dell’Istruzione e dalla’Unione Europea sulle competenze per lo sviluppo sul tema “Con L’Europa investiamo nel nostro futuro”. Lo stage previsto all’estero finanziato, appunto, dalla Comunità Europea è rivolto ad allievi meritevoli che, presso aziende locali, hanno la possibilità di svolgere attività di stage e far conoscere i prodotti e la cucina tipica calabrese. E’ stata scelta come sede di stage la città di Saarbrucken dove vivono operatori e ragazzi diplomati nella scuola alberghiera di Soverato, qui la frequenza allo stage verrà riconosciuta come

credito per tutti quegli studenti delle terze classi che ne prendono parte perché più bravi e meritevoli nei tre ambiti di ricevimento, sala e cucina. Per il Dirigente Scolastico è un progetto importante che offre agli allievi 20 giorni di stage in strutture eccellenti ed è anche un modo per dare all’estero un’immagine positiva della Calabria. Il progetto prevede per domenica prossima 29 marzo una cena di gala, alla quale prenderanno parte autorità del luogo, il console italiano, il sindaco ed gli imprenditori della città e lo stesso Riverso che, per l’occasione si recherà in Germania. La cena a base di prodotti tipici calabresi sponsorizzati da aziende della Calabria, promuoverà tra i tanti prodotti la ndjuda di Spilinga, formaggi tipici silani e funghi del serrese. Ecco il menù: aperitivo “bianco e rosso con ghiottoneria di Tropea”, antipasto “silano”, primi piatti “pasta al ferretto con salsa calabrese e penne alla provenzale”, secondi piatti “porchetta dell’Aspromonte ripiena”, formaggio fresco e stagionato e dolci di Soverato; il tutto annaffiato da vino Librandi Terre Lontani, acqua naturale e gassata Mangiatorella, Vecchio Amaro del Capo distilleria Caffo. Rosanna Paravati


Pag. 29

APPUNTAMENTI il Domani

Giovedì 26 Marzo 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

L’EVENTO Il 28 e 29 marzo con il Fondo Ambiente Italiano per scoprire monumenti e luoghi molto spesso inaccessibili

A Roccella appuntamento con il Fai Si potranno ammirare la città e la Chiesa Matrice, il Palazzo Feudale e il Santuario della Madonna delle Grazie ROCCELLA JONICA — È il momento dell’anno in cui il Fai incontra gli italiani e si ritrova da nord a sud, nelle piazze, nei palazzi e nelle chiese, in centinaia di luoghi diversi: è l’appuntamento per scoprire monumenti e luoghi spesso inaccessibili e per trasmettere l’impegno e la passione del Fondo Ambiente Italiano. È la 17° Giornata Fai di Primavera, in programma il 28 e 29 marzo con il coinvolgimento di 210 località italiane e 580 beni - la maggior parte dei quali normalmente chiusi al pubblico. Un evento ormai tradizionale la cui affluenza si misura negli anni in milioni di visitatori, l’occasione per unirsi al Fai e sostenere concretamente il patrimonio del nostro Paese. A fianco del Fai c’è ancora una volta Wind, “main sponsor” della Giornata Fai di Primavera che festeggia quest’anno i suoi 10 anni di vita, 10 anni vicini alla Fondazione per la valorizzazione dei beni artistici e culturali italiani. La Giornata Fai di Primavera non si caratterizza solo per la ricchezza di incontri che offre, per le sorprese che regala, per le infinite emozioni che suscita: la sua forza sta anche e soprattutto nell’entusiasmante

coinvolgimento di tutti, nella capacità di far sentire chi vi partecipa non un visitatore occasionale, ma un testimone e un protagonista dell’azione di salvaguardia e difesa dell’arte e della natura italiane. Proprio per questo l’invito che la Fondazione rivolge a tutti coloro che parteciperanno a questa edizione della Giornata Fai è semplice e diretto: “Fai anche tu”. Proprio come il Fai, difendi, partecipa e contribuisci concretamente - con l’iscrizione, con una donazione, con un atto di volontariato - a questo grande movimento. Tra le aperture in Calabria segnaliamo: Roccella Jonica (Rc). La Città e la Chiesa Matrice - bene normalmente chiuso al pubblico. La città medievale di Roccella di San Vittore è sorta intorno all’XI secolo su una rupe dalla duplice cima, davanti al litorale ionico: su quella interna sorgono la torre cilindrica detta di Pizzofalcone e i resti del bastione antistante, uniche strutture oggi superstiti dell’antico castello di Roccella. L’abitato conserva buona parte dell’antico impianto urbanistico, con le strade poste a ventaglio sulla parte più ampia della rocca, la Chiesa Matrice, una serie di altre

chiesette attorno e il Palazzo Feudale al centro. Sono conservati ampi tratti delle mura, risalenti alle fasi medievale, cinquecentesca, settecentesca, con i bastioni. L’abitato è stato progressivamente abbandonato tra il XVIII e il XIX secolo, diventando un’area archeologica. La particolare difendibilità del sito ha permesso a Roccella di essere l’unico centro abitato sulla costa tra Crotone e

Reggio Calabria per il lungo periodo dal Medioevo al XIX secolo. Il Palazzo Feudale - bene normalmente chiuso al pubblico. Una prima parte del Palazzo fu costruita dopo il 1516, quando vi fu trasferita la sede dei principi Carafa della Spina dal castello medievale. L’attuale, imponente aspetto fu dato al palazzo nel primo ventennio del XVIII secolo dal Principe Vincenzo Carafa che, ac-

quistate molte case limitrofe, le inglobò nel nuovo edificio. La residenza dei feudatari, che si dispone intorno a una corte centrale lastricata in pietre di mare, fu realizzata secondo i canoni barocchi dello spazio abitativo organizzato per zone, disposta su tre piani con ammezzati e dotata di un ampio scalone in pietra, con le pareti e le volte decorate con stucchi. Santuario Madonna delle Grazie - bene normalmente chiuso al pubblico. E’ una chiesetta a navata unica con deliziosa facciata barocchetta e scalinata in pietra antistante. Secondo la tradizione l’edificio fu eretto per volontà di Onofrio Buscemi, capitano di una nave scampata nel 1545 a un naufragio proprio alla foce del torrente Zirgone. In realtà la chiesa odierna è stata realizzata nella prima metà del XVIII secolo accanto alla più antica Chiesa dei Santi Pietro e Paolo ed è stata dedicata alla Vergine delle Grazie e ai Principi degli Apostoli. L’aspetto dell’edificio presenta caratteristiche proprie di un barocco fiorito in Calabria tra XVII-XVIII secolo, con facciata scandita da quattro lesene e un portale arricchito da motivi in rilievo litico.

Al Cilea “Masaniello” COSENZA Il 4 aprile nella sala consiliare di palazzo Santa Chiara di San Marco Argentano si terrà un convegno Al teatro di Soverato un musical sabato e domenica scritto da Tato Russo di scena “Medea”

Unesco: patrimonio dell’umanità

REGGIO CALABRIA — Il grande Tato

COSENZA — Sabato 4 aprile prossimo alle ore 10.30,

Russo torna in riva allo Stretto e porta, ancora una volta al Teatro Francesco Cilea, un musical da lui scritto e diretto: “Masaniello”. Domani 26, il 27 ed il 28 marzo, alle ore 21, a Reggio Calabria saranno di scena i personaggi ed i luoghi che caratterizzarono la rivolta del 1647. Si parte da Masaniello, dunque, capopopolo napoletano e personaggio principale di quel dramma, che una lunga tradizione ha identificato totalmente con l’evento. Ma come nascono i musical di Tato Russo, dei quali conosciamo Hotel Excelsior, La tempesta ed il ritratto di Dorian Gray? E’ lo stesso autore e regista a spiegarlo: «Negli anni ‘90 mi sortì l’amore per una nuova forma di teatro sperimentata a Londra e New York: il musical, inteso non più in forma di commedia musicale con numeri, ma di vera e propria tessitura drammatico-musicale. Mi sembrò un nuovo territorio creativo in cui poter espandere la mia fantasia». Tato Russo pensava ad una «Drammaturgia musicale, in cui la stessa musica partisse dal verso, dal testo e dai caratteri dei personaggi - spiega Russo - insomma un pò la lezione di Brecht, un pò quella dello schema del nuovo musical inglese, un pò quella del nostro melodramma. Masaniello fu il primo esperimento riuscito di cinque opere musicali di cui quattro hanno già visto la scena con straordinario successo». Dunque, tutto parte da Tommaso Aniello, pescivendolo, che il 7 luglio del 1647, assurge a simbolo di riscatto e libertà. Così, la complessa situazione politica dalla quale scaturisce la rivolta offre lo spunto al drammaturgo napoletano per dar vita ad un grande musical. Un cast d’eccezione composto da 50 artisti in palcoscenico è la cornice finale di un'opera assolutamente maestosa che qualcuno ha definito “un capolavoro”.

nella sala consiliare di palazzo Santa Chiara di San Marco Argentano, antica ed importante cittadina del cosentino, sede della diocesi di San Marco Argentano-Scalea, si terrà un convegno sul tema Unesco: patrimonio dell’umanità. Interverranno all’iniziativa, moderata da Pinotto Mollo, sindaco della città; Virginia Mariotti, assessore comunale alla cultura; Enrico Marchianò, presidente Club Unesco Cosenza; Rita Fiordalisi, Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Adele Bonofiglio, Soprintendenza Bap della Calabria; Nella Mari, Soprintendenza Bsae della Calabria; Adriano Ritacco, referente Comitato promotore Club Unesco San Marco Argentano; Giulio Serra, consigliere regionale. Concluderà i lavori mons. Domenico Crusco, vescovo della diocesi di San Marco Argentano-Scalea. Nel corso della manifestazione sarà presentata l’istituenda sede Club Unesco San Marco Argentano. Grande è l’attesa nella cittadina normanna per un evento storico che coinvolgerà isti-

tuzioni, enti, scuole, famiglie ed associazioni. Infatti, sono previste alcune iniziative collaterali di notevole impatto: ragazzi che frequentano le scuole elementari sventoleranno mille palloncini che voleranno poi nel cielo; saranno predisposti striscioni; locandine; inviti. La sala consiliare riceverà gli ospiti, che saranno accolti da alcune hostess, in un’atmosfera cordiale ma solenne. Adriano Ritacco, referente del Comitato promotore Club Unesco San Marco Argentano, non nasconde la sua soddisfazione per un’iniziativa di così alto livello e anche per le finalità che l’Unesco si prefigge e che, come vuole ricordare l’attivo referente sammarchese, constano nel «contribuire alla pace e alla sicurezza, promuovendo la collaborazione tra le Nazioni, attraverso l’educazione, la scienza, la cultura e la comunicazione, onde garantire il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali che la Carta delle Nazioni Unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione».

L’1 aprile a Rende sarà presentato un nuovo libro di Pino Arlacchi RENDE — “L'inganno e la paura, il mito del caos globale”, è questo il titolo del nuo-

vo libro di Pino Arlacchi, edito da “Il Saggiatore”, che verrà presentato mercoledì 1 aprile alle ore 10.30, a Rende presso l'University Club dell'Università della Calabria. La manifestazione è stata promossa dal Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università della Calabria e dal “Limes Club” dell’ateneo calabrese, recentemente inaugurato da Lucio Caracciolo, direttore della rivista. Dopo i saluti del Rettore dell’Università della Calabria Giovanni Latorre, ci saranno gli interventi di Giuseppe Spadafora, Presidente del Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria, e di Viviana Burza Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione. Mario Caligiuri, Docente di Pedagogia della Comunicazione dell’Università della Calabria, presenterà il volume e l’autore, che trarrà le conclusioni, rispondendo anche alle domande dei giornalisti e del pubblico. Pino Arlacchi è docente di sociologia generale presso l'università di Sassari ed è stato vicesegretario generale dell'Onu dal 1997 al 2002. Mario Caligiuri, promotore dell’iniziativa, ha dichiarato che «Pino Arlacchi per primo ha colto l’importanza della trasformazione di alcuni fenomeni sociali, come la criminalità organizzata, che da manifestazione rurale si stava trasformando in attore economico di prima grandezza. Oggi prosegue le sue riflessioni interpretando in una chiave originale il tema della sicurezza personale, nazionale e globale, che in questi anni è balzata al primo posto nell'agenda politica dei Paesi Occidentali».

SOVERATO — Sabato 27 e Domenica 28 Marzo alle ore 21, 00 presso il teatro comunale di Soverato, verrò presentato lo spettacolo “Medea” che non rientra negli spettacoli della stagione 2008/2009, bensì come spettacolo fuori cartellone, tuttavia, gli abbonati hanno il diritto di prelazione sul loro posto e possono chiamare per confermare la loro presenza entro e non oltre il 21 marzo 2009 allo 0961.551269 o al 329.4286901 negli orari d'ufficio. è possibile, inoltre, prenotare i biglietti chiamando allo 0961 551269 orari d'ufficio oppure tramite mail su facebook o a "http: //it. mc271. mail. yahoo. com/mc/compose o info@officinateatrale. com


30 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA RENDE Un’intera giornata di gastronomia, sabato 28 marzo, in piazza M. Luther King, a partire dalle 9.30 del mattino

Il Festival della Soppressata Dop Omaggio a una produzione d’eccellenza. Un’iniziativa promossa e organizzata dalla Pro Loco RENDE — «Non sarà la classica sa-

gra ma un vero e proprio festival dedicato al salume principe della nostra terra!». Così promettono gli organizzatori della prima edizione del Festival della Soppressata Dop. Un’intera giornata, sabato 28 marzo, a Rende, in piazza M. Luther King, a partire dalle 9.30 del mattino. In programma: degustazioni, visite guidate, proiezioni video che illustrano le tecniche della lavorazione artigianale, tavole rotonde e momenti di animazione. Il festival della soppressata di Calabria Dop (Denominazione di Origine Protetta) rende omaggio a una produzione d’eccellenza. Un’iniziativa promossa e organizzata dalla Pro Loco di Rende, in collaborazione con la Coldiretti di Cosenza e il Centro Commerciale Metropolis di Rende, con il Patrocinio del Comune di Rende, della Provincia di Cosenza e della Regione Calabria. Inoltre, vede la preziosa collaborazione del Consorzio salumi di Calabria, dell’Apa Calabria, dell’Unpli Calabria e dell’Ars. Questa mattina, martedì 24 marzo, si è svolta nella sala consiliare del comune di Rende la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa. Al tavolo dei relatori: Il Sindaco di Rende, Umberto Bernaudo; il Presidente della Coldiretti Calabria e Presidente del Consorzio Salumi di Calabria Dop, Pietro Molinaro; il Presidente della Pro Loco di Rende, Francesco Morcavallo; Pino De Rose, che si occupa della comunicazione e degli eventi del Centro

Commerciale Metropolis; Pietro Tarasi, Presidente provinciale della Coldiretti. «Rende ospiterà un festival - afferma nel suo intervento il Sindaco Bernaudo - che porrà all’attenzione della cittadinanza un vero prodotto tipico calabrese - e continua - la promozione di questo “salume-simbolo” passa necessariamente attraverso la qualità. Un’occasione, il festival della soppressata, per difendere la nostra storia, le nostre tradizioni. Da qui dob-

biamo ripartire - conclude il primo cittadino - per rilanciare lo sviluppo del nostro territorio». «Abbiamo preso spunto da manifestazioni di successo che in Calabria hanno promosso prodotti come il peperoncino - racconta il Presidente della Pro Loco di Rende, Francesco Morcavallo - intendiamo creare un evento che si ripeta nei prossimi anni e che sia di slancio alla produzione di un salume che rappresenta anche la nostra cultura - e continua - abbiamo orga-

nizzato momenti di dibattito sulle qualità di questo prodotto e sulle potenzialità che può avere sul mercato nazionale. Più di venti gazebo saranno allestiti nella piazza antistante il Centro Metropolis dove i visitatori potranno assaggiare e acquistare la soppressata Dop». Un vero e proprio percorso gastronomico, dunque, tra i mille sapori che caratterizzano questo prodotto, custode di antichi rituali tramandati di padre in figlio. Un viaggio suggestivo

CATANZARO In prima mondiale in Italia, sarà presentato il 3 e 4 aprile nella splendida cornice del Politeama

Bothanica, il nuovo spettacolo dei Momix CATANZARO — Ci si avvia al tutto

esaurito al Teatro Politeama di Catanzaro per uno degli eventi internazionali più spettacolari della stagione. “Bothanica”, il nuovo spettacolo dei Momix in prima mondiale in Italia, sarà presentato il 3 e 4 aprile nella splendida cornice del magnifico Teatro del capoluogo calabrese all'interno della Stagione ufficiale 2008/2009 della Fondazione Politeama. La celeberrima compagnia americana di ballerini-illusionisti diretta da Moses Pendleton è tornata dopo trent'anni a presentare un suo nuovo spettacolo in prima mondiale nel nostro Paesea e questa volta pure la Calabria, grazie alla "Fondazione Politeama", si è assicurata il prestigioso e storico evento. I Momix

presenteranno il nuovo straordinario spettacolo a base di incredibili coreografie ed effetti ispirati alla natura. Il mondo di immagini surreali create dai Momix, facendo interagire corpi umani, costumi, attrezzi, giochi di luce, evocherà quadri meravigliosi delle quattro stagioni. Il geniale coreografo questa volta porta il pubblico, dopo il notturno ed alieno Sun Flower Moon, in un viaggio dentro una natura meravigliosa ed affascinante fortemente minacciata dalle costanti incursioni dell’uomo. Con il suo usuale ed ineguagliabile linguaggio visuale e coreografico, suggestivo e seducente, guiderà gli spettatori in trepidanti mondi nascosti costantemente in fermento, addentrandosi fino ad esplo-

rare la sessualità delle api o l'algida voluttuosità di creature arcane. Stupefacenti ed emozionanti, Pendleton ed i suoi Momix offrono una vera sequenza di creazioni uniche inebrianti e struggenti, sottolineando la bellezza e la meraviglia di un mondo da preservare. Per questo straordinario evento, intercettato e curato in esclusiva regionale per la “Fondazione Politeama” da Ruggero Pegna, sono ancora disponibili circa duecento biglietti presso la biglietteria del Teatro, prenotabili allo 0961.501818. I due spettacoli del 3 e 4 aprile al Teatro Politeama sono davvero un'occasione imperdibile per il pubblico calabrese che raramente può assistere ad un evento di tale spessore artistico in prima mondiale.

per promuovere un salume tipico della gastronomia nostrana. «Come Consorzio - spiega il Presidente Pietro Molinaro - siamo convinti che la soppressata sia il vero ambasciatore del Made in Calabria nel mondo. Il riconoscimento del marchio Dop ha confermato il valore di un prodotto che incarna la nostra cultura. Un marchio che ha dato nuovo slancio ai produttori calabresi. Valorizzare l’autentico salume calabrese è, in realtà, l’obiettivo di questa manifestazione - e conclude - diffondere la qualità di questi prodotti significa promuovere la crescita economica della Calabria». Un programma fitto di appuntamenti, per sabato 28 marzo. L’evento avrà inizio alle 9.30 con l’apertura degli stand dei produttori della soppressata Dop. Per i visitatori la possibilità di degustare l’inconfondibile sapore della soppressata lavorata come di tradizione e di seguire, attraverso video informativi, tutte le fasi della tecnica artigianale. In scaletta la visita degli studenti degli istituti scolastici del comprensorio. Spazio anche alla riflessione e al dibattito, alle 11,00 al Museo del Presente, prevista una tavola rotonda sulle “Qualità nutrizionali della soppressata”. A relazionare esperti del settore, rappresentanti istituzionali ed accademici. Per il gran finale della prima edizione del festival in Piazza Martin Luther King, dalle ore 19 in poi, l’esibizione del gruppo folk di San Benedetto Ullano. Una lunga serata al ritmo delle loro scatenate tarantelle.

AsteInfoappalti www.aste.eugenius.it :: TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 66/1998 R.E. SI RENDE NOTO Che il giudice dell’esecuzione nella procedura n. 66/98 R.E., promossa da: STYL FODERA ROMOLO COZZOLA SNC, con ordinanza del 18/2/2009 ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: Lotto unico - “appartamento sito in Pianopoli, località Canne, composto da soggiornopranzo con angolo cottura, tre camere da letto, un bagno, un disimpegno, due balconi e cantina/garage per una superficie lorda pari a circa 100 mq. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 3, p.lla 286, sub 5, cat. F/3, scala A, int. 1, piano 1-T1”; Valore del bene euro 49.000,00; Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare i beni in vendita chiedendo di accedere all’immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 cpc. FISSA La vendita senza incanto per il 13.05.2009 ore 9,30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso che la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 27.05.2009 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, in data 13.05.2009 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto deve presentare istanza di partecipazione, in

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad. es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento deve essere depositato l’assegno circolare non trasferibile, intestato a “Poste Italiane S.p.a” tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 12.05.2009 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13:00 del 26.05.2009 per la vendita con incanto; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come

A CURA DELLA

MEDIATAG

identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione. L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “ Poste Italiane S.p.a.” b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Il creditore procedente provvederà a inserire l’avviso di vendita sul sito internet www.astegiudiziarie.it, per una sola volta su un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta per una sola volta sulla rivista “Aste giudiziarie” Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì CANCELLIERE C1 F.to (Bruna BERNARDI) TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 63/95 promossa da CARICAL (oggi INTESA GESTIONE CREDITI SpA), ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: A) Il diritto reale di nuda proprietà, sul piano terra dell’appartamento per civi-

Per informazioni 0961 996802

le abitazione sito in M.na di Gioiosa Jonica, via Manzoni nn. 60-62 riportato in Catasto alla partita 1000305 fgl. 17, p.lla 387, sub 3, via Manzoni n. 60 e sub 4, via Manzoni n. 62, cat. A/5, cl. 3; PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 23.137,27 2° LOTTO: A) Il diritto reale di nuda proprietà, sul primo piano dell’appartamento per civile abitazione sito in M.na di Gioiosa Jonica, via Lepanto n. 35, riportato in Catasto alla partita 1000305, fgl. 17, p.lla 387, sub 1) e 2), via Lepanto n. 35, cat. A/4 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 29.954,50 L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all’udienza del 24.04.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l’incanto, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 516,46 per ogni Lotto. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 30 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 24.04.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 24 marzo 2009 IL CANCELLIERE


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 31

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti in scena domani sera al Teatro Politeama

“La porta magica” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Mobilità privata e centri storici”, incontro-dibattito ad Amantea

AMANTEA (Cs) - “Mobilità privata e centri storici” Cultura Calabrese - Periodico di controinformazione diretto da Rosanna Grisolia invita all’incontro-dibattito con Carlo Andreoli su: Mobilità privata e centri storici; Francesco Cirillo su: Chi ha svuotato la Jolly Rosso?; Giorgio Franco su: Dubbi e titubanze; Maurizio Marzolla su: Il ponte della mafia; proiezione del video Fratelli di Tav; introduce e coordina Rosanna Grisolia; interviene il regista del video Claudio Metallo; venerdì 27 marzo, alle ore 18.00, presso la sala conferenze itis, Amantea. AMANTEA (Cs) - Omaggio a Karl Valentin Sabato 28 marzo, alle ore 20.30, Le Clarisse di Amantea e La Compagnia dei centini, presentano “Ridere fa bene allo spirito - Cicalanti e Faccendieri - Omaggio a Karl Valentin”. Inoltre proseguendo nel programma sulle cucine regionali del mediterraneo questa volta è il turno della cucina romana ovvero a noi ce piace de magnà e beve e nu ce piace da lavorà. Formula 1 (menù del territorio: antipasto, primo, secondo con contorno, dolce): euro 35 vini esclusi; Formula 2, Food and Wine (piatto di degustazione con salumi e formaggi del territorio): euro 15. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto.

sponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it -3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

CATANZARO - Prevenzione andrologica La settimana della prevenzione andrologica fino al 28 marzo promossa dalla Unità operativa di Urologia diretta dal Professor Rocco Damiano. L’Urologia universitaria, diretta dal professor Rocco Damiano, operante presso la struttura sanitaria del Campus “Salvatore Venuta”, promuove da lunedì 23 a sabato 28 marzo, la settimana della prevenzione andrologica, nell’ambito dell’iniziativa organizzata sul territorio nazionale dalla Società Italiana di Andrologia. In occasione di tale iniziativa gli uomini interessati, grazie al servizio ambulatoriale di Urologia, avranno la possibilità di sottoporsi gratuitamente a visita specialistica urologica ed andrologica ed a esami specialistici finalizzati alla diagnosi precoce delle patologie della sfera genitale maschile. Per aderire a tale campagna di sensibilizzazione sarà necessario prenotarsi presso il Centro Unico di Prenotazioni della struttura sanitaria del Campus universitario “Salvatore Venuta” chiamando il numero verde 800 – 020722. Le visite andranno svolte in orario pomeridiano presso gli ambulatori di Urologia ubicati al quarto livello dell’Edificio clinico A . Questa iniziativa, condotta sotto l’egida della Società Italiana di Andrologia, fa parte di un ampio progetto di sensibilizzazione sul territorio che la Cattedra e l’ Unità operativa di Urologia portano avanti sin dal 2006, rivolgendosi alla popolazione, ai medici di base ed agli specialisti sul territorio, finalizzato alla prevenzione, alla diagnosi precoce ed alla cura delle patologie di interesse urologico ed andrologico.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: oggi e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... CATANZARO - “Pasqua dello sportivo”, presentazione con Teresa Mannino e Federico Basso. Oggi, alle ore 10.30, presso la Sala Riunioni del Consiglio

BOTRICELLO (Cz) - Corsi di cucina Sono aperte le iscrizioni ai corsi di cucina dell’Agriturismo La Casa di Botro. Le lezioni avranno la durata di due ore per una volta alla settimana (sabato) per 5 settimane. Ogni cor- CATANZARO - Marca, attività per le scuole so sarà composto da 8 corsisti per gruppo. Costo euro Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta ma120.00. gica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso CASTROVILLARI (Cs) - Giornata Fai laboratori creativi. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, I prossimi 28 e 29 marzo anche Castrovillari celebrerà la 17ª 338/4216232, 347/5025375. giornata Fai di primavera a sostegno dell’arte e della natura italiane. Lo ha reso noto il sindaco, Franco Blaiotta, grazie all’iniziativa “I beni aperti a cura del Gruppo Fai del Pollino”, CATANZARO - Ammissione 1° anno di università sostenuta dall’Amministrazione comunale. Sono aperte le iscrizioni per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che CATANZARO - La Caserma Pepe apre alla città possano essere parte integrante della Sezione Provinciale La Caserma Pepe-Bettoia apre alla città, ospitando nei locali Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, della biblioteca, in una iniziativa del tutto nuova ed inattesa, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mis- una mostra di cartoline e documenti per ricordare, in occasion Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma an- sione del centenario, il disastro sismico che interessò la Reche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le gione Siciliana e quella Calabrese nel 1908. Una iniziativa, sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non questa, voluta e perseguita dal Comando Militare Esercito servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e “Calabria”, in collaborazione con l’Amministrazione comuqualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. nale di Catanzaro e del Dopolavoro Ferroviario di Reggio CaCi sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza labria, per rimarcare il concetto del ricordo di quanti furono al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, al- colpiti dall’evento. La mostra durerà fino al 27 marzo incluso l’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attra- e orari di apertura al pubblico saranno: dalle ore 09.00 alle ore verso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed 12.00 (dal lunedì al giovedì); dalle ore 16.00 alle ore 18.00 (dal una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare lunedì al giovedì); dalle ore 09.00 alle ore 12.00 ( il venerdì). volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero CATANZARO - “Finalmente venerdì” 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore “Finalmente venerdì”, ogni venerdì al Girasole Country club 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche di- in via Lucrezia della valle 102/3.

Provinciale del Coni, sita in Via Contessa Clemenza n. 2 di Catanzaro, si terrà la conferenza stampa di presentazione della kermesse “Pasqua dello sportivo”, indetta dall’Ufficio per la Pastorale del Tempo Libero, Sport e Turismo dell’Arcidiocesi Metropolita di Catanzaro e Squillace, e organizzata dal Coni di Catanzaro, con la collaborazione dell’Us Acli e del Csi. CATANZARO - Visita pastorale all’Unicef Oggi, alle ore 10,00, S. E. Arcivescovo di Catanzaro- Squillace, mons. Antonio Ciliberti, farà visita pastorale al Comitato Provinciale Unicef di Catanzaro, presso il punto di incontro sito in via Poerio n.24. S.E. Arcivescovo sarà accolto dalla presidente dell’Unicef, dr.ssa Annamaria Fonti Iembo e da componenti del Comitato Unicef, tra cui i ragazzi del Teen Group. Saranno presenti anche rappresentanze di scuole cittadine. CATANZARO - Tecnica e pratica del canto gregoriano Da oggi, dalle ore 17,00 alle ore 19,00 al Seminario Teologico Regionale S. Pio X , saranno avviati i corsi gratuiti di studi di teoria e pratica del canto gregoriano e di tecnica vocale e repertorio corale, organizzati dall’Associazione Promocultura, presieduta dal M° Tommaso Rotella, in collaborazione con l’Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario Ardis. Il programma predisposto è nato con l’intento ben preciso di promuovere la diffusione della Musica Sacra in un contesto culturale rivolgendosi in primo luogo agli studenti dello stesso seminario, nonché agli studenti dell’Università la Magna Graecia, dell’Accademia delle Belle Arti, del Conservatorio di Musica di Vibo e del Politecnico “Scientia et Ars” sempre di Vibo Valentia. Il corso sarà tenuto dai docenti: don Vincenzo Barbieri e dalla prof.ssa Licia Di Salvo.


32 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Leucemia... è anche una carezza, una speranza, un orizzonte roseo”, convegno nella Città dei Tre Colli

“I tre moschettieri e?” a Catanzaro IL CARTELLONE

Concerto di Franco Battiato il 31 marzo al Teatro Politeama

CATANZARO - Convegno sulla leucemia Nell’ambito delle iniziative socio-culturali per l’anno 2008/2009, il Club Lions Rupe Ventosa di Catanzaro, presieduto dal dott. Raffaele Miceli, organizza per il 27 marzo alle ore 16,30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Industriale di Catanzaro un convegno dal titolo “ Leucemia… è anche una carezza, una speranza, un orizzonte roseo”. Considerata la fondamentale importanza del volontariato, il presidente Lions dott. Miceli ha voluto coinvolgere nell’organizzazione dell’evento l’associazione Amena di Catanzaro, vicina dal 2002 ai bisogni e necessità dell’U.O. di Ematologia dell’ Aopc. Il convegno presenterà una sessione scientifico-divulgativa curata da dott. Domenico.Magro (Ematologia – Catanzaro) e dott. Pasquale Iacopino (Centro Trapianti Midollo di Reggio C.); la dott.ssa Antonella Nesticò (psiconcologa di Catanzaro) illustrerà il ruolo dello psiconcologo, impegnato nel sostegno psicologico ai pazienti e familiari mentre l’aspetto etico della donazione di midollo osseo sarà trattato dal prof. Don Ignazio Schinella di Catanzaro. Infine verrà evidenziata l’importanza del volontariato con la relazione della dott.ssa Donatella Porcelli (Presidente Amena) che precederà l’intervento di ex pazienti che, con la loro testimonianza, daranno un messaggio di speranza a tutti coloro che si trovano a dover percorrere quel complesso percorso che ci si augura possa portare sempre più frequentemente verso quel roseo orizzonte che si chiama guarigione. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. Per motivi indipendenti dall'organizzazione, le rappresentazioni della commedia "Cicciu u pacciu" presso il Teatro Incanto sito in via G.Rito 11 (Parco dei principi) a Catanzaro Sala, sono spostate dai giorni 27 e 29 marzo ai giorni 3 e 5 aprile, rispettivamente alle ore 21,00 e 18,30. Per ulteriori informazioni e biglietti telefonare ai numeri 334833997 3202516302 o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto; 19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 13-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - Stage di danza Stage di danza teatro tecnica del corpo-elastico di Maria Marta Ruiz (Adra Danza Bogotà - Colombia). Lo stage è rivolto a danzatori e attori, professionisti e non. 28-29 marzo. Sabato ore 15.00-19.00; domenica ore 9.30-13.00; 15.0019.00; presso il Centro di aggregazione giovanile in Via Fontana Vecchia Catanzaro. Per info: 340/7892975 - lulabianchi@hotmail.it. CATANZARO - Circolo Placanica, attività Il Circolo di Cultura "Augusto Placanica" via Scalfaro, 15/bis Catanzaro, presenta il programma dell attività marzo-aprile 2009. Sabato 28 marzo, ore 17.00, presso la sala concerti Comune di Catanzaro, Liberi dai poteri responsabili davanti a Dio, l'opera di Calvino a 500 anni dalla nascita. Relazione del pastore Bruno Rostagno. Presentazione di Gianni Bertucci; mercoledì 1 aprile, ore 17.30, (in sede) la studentessa Angela Federica De Fazio presenta il libro di Kierkegaard Diario del seduttore; venerdì 3 aprile, alle ore 18.30, dopo le letture dantesche assemblea e auguri di Pasqua presso la sede del circolo. CATANZARO - Confesercenti, assemblea elettiva Il 29 marzo, presso la sala Confeserenze Camera di Commercio Via M. Ippolito 16 - Catanzaro, Confesercenti provinciale di Catanzaro terrà IV assemblea elettiva. Idee, progetti e valori. La Pmi del commercio, del turismo e dei servizi protagonista della ripresa. Ore 10.00, parte istituzionale, lavori riservati ai componenti l’assemblea elettiva; ore 11.00, parte pubblica, relazione Adriana Papaleo, presidente uscente; saluto presidente eletto; interventi: Rosario Olivo, sindaco della Città di Catanzaro; Wanda Ferro, presidente Amministrazione provinciale di Catanzaro; Paolo Abramo, presidente Cciaa Catanzaro; con-

clusione Antonino Marcianò, presidente regionale Confesercenti. CATANZARO - “I tre moschettieri e?” Presso il Teatro Hercules – Trav. viale degli Angioini – Catanzaro Sala, domenica 29 marzo (sipario ore 18,30) la Compagnia teatrale “Il Gambero” di Catanzaro metterà in scena “I tre moschettieri e ?”. Testo e regia: Raffaele Magro. CATANZARO - “Aspettando la Pasqua” L'associazione Chiaridea con il contributo della Amministrazione provinciale di Catanzaro e promossa dal consigliere Nicola Armignacca organizza per giorno 29 marzo alle ore 17.30 una manifestazione denominata "Aspettando la Pasqua". Tale manifestazione si svolgerà presso il "Centro anziani Vinicio Caliò" gentilmente concessoci dall'assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Catanzaro. Nel corso della manifestazione i bambini potranno presentare un disegno sul tema della Pasqua, mentre gli adulti potranno partecipare ad una gara di dolci preparando un dolce.Saranno premiati i disegni più belli e il dolce più buono.

CATANZARO - “Riabilitrazione della spalla” Venerdì 29 e il 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CATANZARO - Presentazione gara Conferenza stampa il 25 marzo, presso la sala verde dell'Hotel Guglielmo di via A. Tedeschi,1 Catanzaro, per la presentazione della 1ª Gara di regolarità turistica per auto storiche e moderne della Calabria, che si svolgerà nei giorni 30 aprile e 1,2,3 maggio 2009. CATANZARO - Congresso cittadino Udc Sabato 28 marzo, alle ore 09,00, presso il Teatro Masciari di Catanzaro sarà celebrato il 3°Congresso cittadino Udc di Catanzaro. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di

Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Conversazione su Maria Angotti Martedì 31 marzo, il prof. Luigi La Rosa terrà una conversazione su Maria Angotti e la sua scrittura. L’attrice Adele Fulciniti e il dott. Eugenio Conforto si alterneranno nella lettura di poesie e racconti. Martedì 31 marzo, ore 17.00, aula magna dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Scalfaro” di Catanzaro – Piazza Matteotti. CATANZARO - Corse Club autostoriche, riunione E’ convocata l’assemblea ordinaria dei soci del Catanzaro Corse Club Autostoriche presso la sede sociale a Catanzaro, palazzo Aci , viale dei Normanni 99, per martedì 31 marzo 2009 alle ore 15 in prima convocazione ed alle ore 16 in seconda convocazione. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it. CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 31 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Katyn; 7 aprile, ore 18.00-20.0022.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.00-18.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - Spettacolo di cabaret Il Teatro del Carro diretto da AnnaMaria de Luca, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura di Catanzaro, presenta lo spettacolo-cabaret "Egreggio ‘Mportuni Catanzaro" presso Auditorium "Casalinuovo", giovedì 2 aprile, alle ore 21.00, libero ingresso, con Pino Michienzi e il gruppo Parafonè. Musicisti Sergio Schiavone, Bruno Tassone e Angelo Pisani; luci e fonica Nello Zangari; macchinista Antonio Vatrano; regia Pino Michienzi. CATANZARO - “Abbasta ma è masculu” Presso il Teatro Hercules - Trav. viale degli Angioini – Rione Sala - venerdì 3 aprile ore 21,00 circa, l’associazione Hercules mette in scena la commedia “Abbasta ma è màsculu”, due atti in dialetto calabrese. Testo e regia Piero Procopio. Oltre al poliedrico Piero Procopio sulle tavole potremo rivedere Antonella Apa, Vanessa Curto, Tonino Angeletti, Stella Surace, Biagio Bianco e Gori Mirarchi. Trucchi e costumi Angela Rotella, Luci e fonica Francesco Iacopino, Direzione di scena Andrea Saccardi. CATANZARO - Diagonal Jazz L’associazione culturale Vivarium upc di Cz e la Regione Calabria - Agenzia al diritto allo studio (Ardis) - nel quadro delle attività culturali rivolte agli studenti universitari della città, presentano “Musiche del contemporaneo: la forma canzone, quale propaggine primaverile di Diagonal Jazz”. Il festival catanzarese - che giunge con questa ennesima produzione alla sua XVI edizione - in tale occasione si caratterizza artisticamente incentrando l’attenzione sulla cosiddetta forma Canzone. “Diagonal Jazz XVI ed. spring session, musiche del contemporaneo. La forma canzone”. Venerdì 3 aprile, Ivan Segreto trio, Walter Calloni, batteria; Daniele Camarda, basso; Ivan Segreto, tastiere e voce; venerdì 17 aprile, Sabina Meyer con la partecipazione di Marco Siniscalco in Cruelly Coy; Sabina Meyer, voce; Marco Siniscalco, basso elettrico; giovedì 30 aprile, Dave Burrell, Leena Conquest in Leena Conquest sings the songs of Dave Burrell; Dave Burrell, pianoforte e composizione; Leena Conquest, voce e danza; presso il complesso Monumentale del San Giovanni in P.za Garibaldi,1. Inizio concerti ore 21.30. Ingresso 10,00 euro. Abbonamento ai 3 concerti 25,00 euro. Info e prenotazioni: 360/985949.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 33

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono le lezioni del seminario di formazione culturale e politica a Catanzaro

“La cena dei cretini” a Chiaravalle IL CARTELLONE

“Nun si sintìa rumuri”, spettacolo in scena questa sera a Cosenza

CATANZARO - “Reflections”, mostra Il programma del Marca, il Museo delle Arti di Catanzaro, si arricchisce di un nuovo appuntamento espositivo che prende in esame l'opera di uno dei maggiori protagonisti della scena artistica americana. Sabato 4 aprile, alle ore 18.00, (prosegue sino al 27 settembre) s'inaugura la personale di Alex Katz dal titolo “Reflections” con una serie di grandi lavori inediti incentrati sui temi cardini della sua ricerca, i ritratti e i paesaggi. L'esposizione, curata dal direttore del Marca Alberto Fiz, è promossa dalla Provincia di Catanzaro assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per i beni e le attività culturali e della Parc, direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio l'architettura e l'arte contemporanea. L'esposizione è accompagnata da un ampio catalogo monografico in italiano e inglese edito da Electa con saggi di Alberto Fiz e Vincent Katz. Comprende anche un'intervista a Alex Katz curata da Alberto Fiz oltre a due colloqui di Katz ccon Francesco Clemente e Richard Prince. Accanto alla mostra di Alex Katz negli spazi progettuali del Marca prosegue, sino al 19 aprile, Sottovuoto, la personale dei due artisti napoletani Perino & Vele con una selezione di oltre 20 opere tra sculture, installazioni, disegni e progetti realizzati negli ultimi dieci anni con una serie di nuovi lavori del 2008 proposti in anteprima. Orario: da martedì a domenica 9.30-13.00; 16.00-20.30; chiuso lunedì. Ingresso: 3 euro. Info: 0961/746797 - info@museomarca.com - www.museomarca.com. CATANZARO - Seminario di formazione politica Il secondo ciclo di lezioni del seminario di formazione culturale e politica, organizzato dalla associazione culturale “La ragione e il tempo”, prosegue sabato 4 aprile 2009, alle ore 17,00, nella Sala dei Concerti del palazzo municipale di Catanzaro. Il dott. Vincenzo Falcone, sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale, già Segretario Generale del Comitato delle Regioni della Unione Europea, terrà la lezione sul tema: “Dal Mec alla Ue. L’Europa nel mercato globale”. CATANZARO - “Agenzia investigativa” Domenica 5 aprile 2009 (sipario ore 18,30), a Catanzaro – Trav, viale degli Angioini (rione Sala), presso il Teatro Hercules ritorna la Compagnia Teatrale Ma chi mo’ ffa’ fa’ di Napoli con “Agenzia investigativa” – Testo Marotta e Randone – Regia di C. Cirillo e A. Scarpato. Prenotarsi per tempo. Info 331/8652239.

so sede Polizia Stradale), sarà tenuto il convegno sul tema "Controllo e benessere degli animali e dei prodotti d’origine animale durante il trasporto”, ove interverranno, oltre alle autorità locali, esperti del settore e della materia.

contributo minimo di 12 euro si sostengono i progetti dell'Ail. Il 28 e il 29 marzo è possibile acquistare le Uova dell’Ail in Via San Leonardo, località Arenacchio, a Cirò, e in Piazza Diaz a Cirò Marina.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: aprile: 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: 8 maggio, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire. CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 4 aprile, "La cena dei cretini" di Francis Veber; regia di F.Calderoni e S. Douani con Simone Douani, Fulvio Calderoni, Riccardo Graziosi; sabato 18 aprile, "Goodnight Italia" di N. Leonzio, G.Giugliarelli, S.Marino; regia di Lamberto Dorigo con Salvatore Marino, Federica Innocenzi; sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. CIRO’ (Kr) - Assemblea Pd E’ stata convocata per oggi, ore 18:00, l’assemblea degli iscritti al Pd al fine di eleggere gli organismi di circolo.

CATANZARO - Pizza-concerto Per conservare il gusto del bello e rist. Hemingway presentano una pizza - concerto. Soprano: Anna Maria Bagnato; tenore: Francesco Carmine Fera; vocalist: Brigitte Valentino; pianista: Salvatore Gallo; presso località Giovino ex Tibi Tabo, Catanzaro Lido, domenica 5 aprile, ore 20.30, ingresso 15,00 euro. Prenotazioni: 0961/769019.

CIRO’ (Kr) - Protocollo d’intesa con Crotone Oggi, alle ore 10.00, presso la Sala stampa del Comune di Crotone, verrà stipulato un protocollo d’intesa con il Comune di Crotone, con la finalità di informatizzare la richiesta di documenti matricolari da parte dei cittadini. A firmare l’atto per il Comune di Crotone sarà il sindaco pro tempore avvocato Peppino Vallone; per il Ministero della Difesa, firmerà il protocollo il colonnello Salvatore Rampulla, Comandante del Comando Militare Esercito “Calabria”.

CATANZARO - “Controllo degli animali” Il 15 aprile, alle ore 09.00, presso la struttura Polifunzionale della Polizia di Stato, sita in loc. Cavita di Catanzaro (pres-

CIRO’ (Kr) - Uova Ail, iniziativa Il 27, 28 e 29 marzo tornano le Uova dell’Ail in 3.700 piazze italiane. Per tre giorni c'è un dolce appuntamento, con un

COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it. COSENZA - “Flowers”, mostra Vertigo arte presenta per la giornata della donna la mostra di Martina Roberts dal titolo "Flowers", presso la sede Vertigo centro internazionale per la cultura e le arti visive, fino al 30 marzo. Testi poetici di Francesca Serragnoli sui “Flowers” accompagnano la stampa di una grafica dell’artista. COSENZA - Spettacolo al Teatro dell’Acquario La Barraca, Compagnia di Teatro, presenta “Nun si sintìa rumuri” (due assolo per movimenti impercettibili), liberamente tratto dall’opera di S. Beckett, di Nuccia Pugliese, presso il Teatro dell’Acquario Cosenza, oggi, ore 21.00.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


34 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Stage di hip hop con l’insegnanre Maura Paparo in programma a Cropani Marina

“Ogni anno punto e a capo” a Cosenza IL CARTELLONE

“Per tutti revolution” con Alessandro Siani al teatro Apollo di Crotone

COSENZA - “Contro l’abbandono dei Comuni interni” Avrà luogo oggi, a partire dalle ore 15,00 e venerdì 27 marzo con inizio alle ore 9,00, presso la Sala degli Specchi del Palazzo della Provincia di Cosenza, la conferenza internazionale dedicata a “Spopolamento e ripopolamento nelle aree del Mediterraneo. Esperienze a confronto- Una strategia per contrastare l’abbandono dei Comuni interni”, in occasione della quale si discuterà il tema dello spopolamento nelle aree marginali e in declino del territorio provinciale e delle strategie per contrastare il fenomeno. All’evento organizzato dalla Provincia di Cosenza in collaborazione con l’Università della Calabria parteciperanno il presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti, il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. Il programma della conferenza prevede due giornate: Temi, scenari, prospettive, la prima; Esperienze a confronto, la seconda. Oggi, dopo l’introduzione del Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, la conferenza si aprirà con una Lectio Magistralis di Maurice Aymard, professore Emerito di Storia moderna nell'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi, amministratore de la Maison des Sciences de l'Homme e Segretario Generale del Consiglio Internazionale della Filosofia e delle Scienze Umane, tra i massimi storici dell’economia e della società dell’età moderna, in particolare del Mediterraneo, già allievo di Fernand Braudel, autore di innumerevoli saggi e ricerche in tema di demografia storica, antropologia, storia dell’alimentazione, economia. Nella serata di oggi, presso il Ridotto del Teatro Rendano, spazio culturale con la presentazione del film “I colori dell’abbandono” di Paolo Taddei, giovane regista, sceneggiatore ed attore. Chiuderà la serata il concerto del Parto delle Nuvole Pesanti, band calabro-felsinea di punta nel panorama della musica popolare italiana. A chiusura della conferenza, venerdì 27 marzo, le proposte e le prospettive strategiche di politica pubblica saranno indicate dal presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Giuseppe Bova, dall’assessore alla Programmazione Nazionale e Comunitaria della Regione Calabria, Mario Maiolo e dal Rettore dell’Università della Calabria, Giovanni Latorre. Le conclusioni saranno del Presidente della Provincia di Cosenza, Gerardo Mario Oliverio. COSENZA - Luigi De Magistris, incontri Luigi De Magistris, candidato di Italia dei Valori alle prossime elezioni Europee, sarà presente a Cosenza agli incontri di seguito riportati: oggi, Rende (Cosenza), ore 17.00, “Libertà d’informazione e di voto – forme di associazionismo civile”, Sala del Consiglio Comunale; 28 marzo, Cosenza ore 9.30, “Sicurezza e Territorio – Analisi e Prospettive”, 7° Congresso Provinciale Sindacato Autonomo Polizia Cosenza, Salone degli Specchi Provincia Cosenza. COSENZA - Acli, congresso regionale Venerdi 27 marzo a Cosenza , nel salone d’Onore del Coni di Cosenza alle ore 16,00, si terrà il XII Congresso regionale dell’Unione sportiva Acli della Calabria . Il tema del congresso: “ U.S. Acli diritti alla meta. Dare corpo ai diritti, liberare lo sport, crescere con il futuro”.

to le: ni.it

COSENZA - Falime, prima edizione Dal 27 al 30 marzo il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la prima edizione di Falime. L’appuntamento, grazie alla collaborazione delle diverse associazioni di categoria Confartigianato, Cna, Camera di Commercio conta di organizzare a Cosenza diversi espositori del settore alimentare, provenienti da tutta la penisola, produttori di alimenti, attrezzature e tecnologie per la ristorazione. COSENZA - Povia in concerto Si terrà il 30 marzo presso il Cineteatro “Garden” di Rende (Cs) con inizio alle ore 21, l’atteso concerto di Povia. I ticket di ingresso sono acquistabili presso i punti vendita “In prima fila”, o tramite il sito www.inprimafila.net.

CA PETRELLA. Mercoledì 6 maggio in programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugnoal Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembreal teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembrearriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro.

COSENZA - Edilmediterranea, quarta edizione Il 3-4-5 aprileil quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la quarta edizione di Edilmediterranea. L’ormai consolidato appuntamento conta di replicare il successo della precedente edizione che, forte dei suoi 100 espositori, provenienti da tutta la penisola, e grazie ad una mirata campagna di comunicazione, ha attirato oltre 8.000 visitatori, tra cui: ingegneri, architetti, imprese edili, rivenditori di materiale edile, attestandosi tra le manifestazioni più visitate in ambito regionale.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Moda Movie, XIII edizione La XIII Edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fatale” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799.

COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile in programma il concerto di Franco Battiato.

CROTONE - Inaugurazione sala prelievi Il 28 marzo 2009, alla presenza di Sua Eccellenza il vescovo monsignor Graziani, alle ore 11:00, ci sarà l'inaugurazione della nuova sala prelievi del P.O. San Giovanni di Dio di Crotone.

COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: il 3 aprile al Teatro Rendano si esibirà la pianista romana Rita Marcotulli con una superband per un progetto-tributo ai Pink Floyd dal titolo “Us and Them”. Il 24 aprile, sempre al teatro Rendano, concerto dei Pan Atlantic, uno straordinario quintetto jazz composto da musicisti italiani, francesi, austriaci, danesi e americani, guidati da BOBBY PREVITE e GIANLU-

CROTONE - “Gioventù in orchestra”, concorso Nell’ambito delle azioni positive per la promozione delle pari opportunità, la consigliera di Parità della Provincia di Crotone e l’associazione Maggio Crotonese, indicono una selezione di giovani musicisti per la costituzione di un’orchestra giovanile della Provincia di Crotone. Il concorso è riservato a musicisti, residenti nella provincia di Crotone, di età compresa tra i 10 e 25 anni e riguarderà i seguenti strumenti: violino, viola, violoncello, contrabbasso, sassofono, clarinetto,

flauto, oboe, fagotto, corno, tromba, trombone, sassofono, arpa, bassotuba, percussioni. La partecipazione al concorso “Gioventù in Orchestra” è subordinata all’invio della domanda di ammissione redatta secondo il modello presente anche sul sito istituzionale dell’ente. Le audizioni si svolgerannoil 29 marzo,presso l’aula magna del liceo classico “Pitagora “di Crotone. CROTONE - Progetto Gonxha Si è svolto il terzo appuntamento del Progetto Gonxha, realizzato dall’associazione Meklaie al fine di consentire agli interessati un’esperienza di volontariato in terra di missione. I prossimi appuntamenti sarannoil 29 marzo, alle ore 19.00, con l’assemblea generale Meklaie presso la sala Sant’Agostino della parrocchia Santa Rita di Crotone ed il 4 aprile, con il IV incontro del Progetto Gonxha presso sede Meklaie (via T. Campanella, 6, Crotone) alle ore 17.00.

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone:giovedì 2 e venerdì 3 aprile,Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato 18 e domenica 19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 20.30. CROTONE - “Applicazione del trust” Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Crotone e l’Associazione “Il trust in Italia” organizzano, in collaborazione con il Consiglio Superiore della Magistratura- Ufficio dei Referenti per la Formazione Decentrata Distretto della Corte d’Appello di Catanzaro, e con il patrocinio del Consiglio Notarile di Catanzaro, Crotone, Lamezia Terme e Vibo Valentia, e dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e Degli Esperti Contabili della Provincia di Crotone, il Corso di approfondimento professionale “Inquadramento e applicazione del trust nella vita professionale” che si terrà a Crotone presso l’Auditorium dell’Istituto Sandro Pertini venerdì 3 aprile 2009 (15.00 – 19.00) e sabato 4 aprile 2009 (9.00 – 13.00). Il corso, rivolto a Magistrati, Avvocati, praticanti Avvocati, Notai e praticanti Notai, e a tutti gli altri operatori professionali del settore giuridico ed economico, mira a fornire una visione di insieme e pratica circa le molteplici soluzioni offerte dal trust, attraverso l’esperienza diretta di relatori che da anni studiano ed applicano questo strumento con particolare riferimento al diritto di famiglia e delle persone, al diritto societario, al fallimento e alle procedure concorsuali. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una tshirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. DIAMANTE (Cs) - Presentazione libro Sabato 28 marzo, ore 18.00, Paride Leporace presenta il suo libro “Toghe rosso sangue. La vita e la morte dei magistrati italiani assassinati nel nome della giustizia”, presso la sala consiliare del Comune, piazza Mancini - Diamante - Cosenza. FEROLETO A. (Cz) - Assemblea provinciale Avis Assemblea provinciale Di Catanzaro dell’Avis- Donatori di sangue- il 29 marzo, alle ore 15,00 presso il T-Hotel a Feroleto Antico.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“A scacammi n’atra”, commedia in dialetto calabrese di Nino Gemelli a Isola Capo Rizzuto

“Alè calais” a Gioiosa Jonica IL CARTELLONE

“La nuova colonia” in scena sabato 4 aprile a Lamezia Terme

GAGLIATO (Cz) - “E’ l’ora della terra” In occasione dell'iniziativa mondiale "E' l’ora della terra" promossa dalla Wwf, il 28 marzo 2009 dalle ore 20,30 alle ore 21,30, in tutto il mondo grandi città con i loro monumenti, piccoli comuni, aziende e singoli cittadini nelle loro case spegneranno le luci. Il Comune di Gagliato insieme alla Pro Loco comunicano a tutta la cittadinanza la propria adesione spegnendo in quell'ora le luci del palazzo comunale e della piazzetta Domenico Vitale ed invitano tutti a fare lo stesso nelle loro abitazioni. Si invita altresì tutta la cittadinanza a voler partecipare alla fiaccolata organizzata contro la violenza sulle donne. Il corteo partirà da piazza Domenico Vitale alle ore 20,30. Per informazioni: prolocogagliato@libero.it; Comune Gagliato Tel. 0967.97049; comunegagliato@libero.it. GIOIOSA J. (Rc) - “Alè calais” Il teatro "Gioiosa" a Gioiosa Jonica presenta: sabato 28 marzo, ore 21.00, la compagnia Teatro Stabile di Crotone in "Alè calais" di Osvaldo Guerrieri con: Mariella Bargilli; regia Emanuela Giordano con i musicisti Ermanno Dodaro; Giovanna Fanullari; Massimo De Lorenzi; scene e costumi Andrea Nelson Cecchini; musiche trio Bubbez. Spettacolo fuori abbonamento. ISOLA CAPO R. (Kr) - Commedia di Nino Gemelli Il 28 marzo ore 21,00, nei locali del Circolo Polivalente “Ceramidà” di Isola Capo Rizzato (Kr), l’Associazione Hercules di Piero Procopio metterà in scena la commedia “A scacammi n’atra”. Due atti brillanti in dialetto calabrese del maestro Nino Gemelli. Regia Piero Procopio. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Il ristorante è aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso.Ulteriori info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - “A scuola di energia” Si comunica che il III Circolo didattico "Don L. Milani" organizza la XIX settimana della cultura scientifica e tecnologica dal titolo "A scuola di energia", fino al 29 marzo, presso la sala Polivalente/Palestra Via Maggiordomo, Lamezia Terme. Programma: oggi, ore 10.30, "N come nucleare, E come eolica, G come geotermica" "Energia eolica - Impatto ambientale" con ing. Luigi Gaetano; ore 15.30, "Energia dai rifiuti", arch. Adelchi Ottaviano; ore 17.30, "Energia e Ambiente a Lamezia Terme" incontro - dibattito con: arch. Francesco Chirico; ing. Francesco Rispoli; prof. Gianni Speranza, sindaco di Lamezia Terme; dott. Francesco Muraca, assessore comune Lamezia Terme; venerdì 27 marzo, ore 10.30, "Catturiamo il sole" "Macchine solari" con ing. Francesca Mastroianni; ore 15.30, "L’effetto del calore sui corpi" docente Dina Notarianni; ore 17.30, "Energia e Ambiente: la divulgazione della Scienza" tavola rotonda in collaborazione con il laboratorio per la comunicazione scientifica dell'Unical e l'associazione nazionale Mathesis (sezione di Serra San Bruno); intervengono: Mauro Francaviglia, docente ordinario Unito; Marcella Giulia Lorenzi Bats; Gino Mirocle Crisci, preside facoltà Smfn; Giuseppe Passarino, docente ordinario Unical; Pietro Brandmayr, docente ordinario Unical; Giovanni Falcone, docente ordinario Unical; Assunta Bonanno, docente associato Unical; Vincenzo Iorfida, presidente sezione di Serra San Bruno dell'Anm; Domenico Torchia, dirigente tecnico Mpi; sabato 28 marzo, ore 10.00 - 12.00, mostra “A scuola di energia”; domenica 29 marzo, ore 10.00 - 12.00, mostra “A scuola di energia”. LAMEZIA T. (Cz) - Manifestazione precari scuola Oggi alle ore 9.30 presso l'Auditorium dell'Istituto Magistrale "T. Campanella" di Lamezia Terme si terrà una manifestazione regionale dei precari della scuola organizzata dalla Uil Scuola Regionale insieme alla Uil Regionale. Alla manifestazione, oltre all'intervento del Segretario Regionale Uil Scuola Giovanni Rota e del Segretario Generale Uil Calabria Roberto Castagna, sarà presente Francesco Mercurio, direttore generale Ufficio Scolastico Regionale e Domenico Cersosimo , vice presidente della Giunta Regionale. I lavori saranno conclusi da Pino Turi, segretario organizzativo nazionale Uil Scuola.

LAMEZIA T. (Cz) - Sicurezza scuole, seminario Il Coordinamento regionale di Cittadinanzattiva-Rete Scuola Calabria, in collaborazione con l'assemblea territoriale di Cittadinanzattiva di Lamezia Terme, organizza venerdì 27 marzo 2009, con inizio alle ore 9.30, presso la Casa del Sacerdote in via Tommaso Fusco a Lamezia Terme, il III seminario regionale di formazione sulla sicurezza nelle scuole per l’avvio della Campagna Impararesicuri 2009. Al seminario parteciperanno i membri delle Assemblee territoriali di Cittadinanzattiva della Calabria, dirigenti e responsabili delle scuole della regione, cittadini, genitori e studenti interessati alla Campagna Impararesicuri e, per la prima volta, i rappresentanti di altre due associazioni, Italia Nostra, sezione di Lamezia Terme e Il Girasole. LAMEZIA T. (Cz) - Serata musicale Sabato 28 marzo ore 21.00 serata musicale con Enzo Ruberto all'insegna del divertimento e della buona cucina: animazione, karaoke, giochi a premi,balli caraibici e sul finire musica anni 70-80. Nel corso della serata esibizione musicale di Pasquale Bonaddio, vincitore della III puntata della Corrida 2009. Si consiglia la prenotazione. Info 0968/455023.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 28 marzo sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 - 339/8309044; bequadro@bequadro.it. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. Programma: Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Wesker il 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lamezia-terme.cz.it,www.teatroalamezia.it.

LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di

qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo pressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009. LAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, presenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Aprile, ore 17.00: 1 mercoledì: prof. Antonio Milano, letture: Omero, Iliade, vv 1-15; 3 venerdì: dott. Cesare Perri, Essere nonni oggi; 8 mercoledì: Luigino Longo, ‘U pisùalu, raccolta di poesie in dialetto sambiasino (conversazione con l’autore); 15 mercoledì: Giuliana De Fazio e Tonino Falvo: Futuri remoti, suoni e colori nell'intorno di un'avanguardia; 17 venerdì: prof. Italo Leone, Alcyone: il riposo del superuomo; 22 mercoledì: prof.ssa Costanza Falvo D’Urso, La Storia: il più celebre e discusso tra i romanzi di Elsa Morante; 24 venerdì: prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’antica Roma (con video proiezione); 29 mercoledì: Bruno Tassone, Il Cantastorie. Maggio, ore 17.00, mercoledì 6: prof. Antonio Bagnato, Lorenzo Milani: il prete, l’educatore, il sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13:don Pino Falvo, Chiesa locale e Chiesa Universale; venerdì 15: Francesco Longo, La poesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Mancini e Giovanna Muraca voce recitante: Caterina Menichini e Rosina Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Villella, Giovanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano e avversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566; venerdì 22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scienza e nell’arte; mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il potere dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine di marzo scade il termine ultimo per iscriversi all’Uniter. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 info@400kc.eu caterina@400kc.eu carlo@400kc.eu. MAIDA (Cz) - “Giovedì Premiere” Warner Village Cinemas Due Mari rinnova l’appuntamento con l’iniziativa “Giovedì Premiere” e propone, sugli schermi del multiplex “Due Mari”, una speciale anteprima a scelta tra i migliori titoli in uscita nella settimana. Programma: il 26 marzo- “Push”, -il 2 aprile- “Io & Marley” film commedia che narra le vicende di un piccolo labrador adottato da una giovane coppia nell’attesa di avere un figlio, ed infine -il 9 aprile-, la proiezione del film “Duplicity”, spy story che vedrà il ritorno di Julia Roberts nei panni di un’affascinante spia industriale. Warner Village Cinemas Due Mari vuole così proporre l’opportunità a tutti i suoi spettatori di poter assistere in anteprima nazionale ed in esclusiva alla visione di tutte le principali pellicole dei grandi titoli in programmazione per il 2009.


36 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Nona edizione del trofeo nazionale di ballo “Città dei Bronzi” nella Città dello Stretto

“Traditi”, spettacolo a Reggio IL CARTELLONE

Ornella Vanoni in concerto lunedì 6 aprile al Teatro Cilea

MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. MONTAURO L. (Cz) - Finale Miss il Domani Sabato 18 aprile, alle ore 21.30, finale del concorso di bellezza "Miss il Domani 2009" sesta edizione, presso la struttura dell'hotel Calalonga a Montauro Lido, organizzato dalla F&V di Franco e Veneranda Arena. Ingresso libero. MONTEPAONE (Cz) - Concerto del tenore Marino La Roma Touring di Francesco Corea comunica che in data 2 aprile alle ore 18.30 si svolgerà presso la chiesa di San Giovanni Battista il concerto del tenore Amerigo Marino. L'evento è patrocinato dall'Amm. comunale di Montepaone. PAOLA (Cs) - Presentazione libro Sabato 28 marzo, ore 10.30, Paride Leporace presenta il suo libro “Toghe rosso sangue. La vita e la morte dei magistrati italiani assassinati nel nome della giustizia”. Saluti: dirigente scolastico prof. Giancarlo Florio; sindaco di Paola avv. Roberto Perrotta; presentano il libro: prof. De Luca Pietro; prof.ssa Imperato Teresa; prof.ssa Sollazzo Maria Michela; interviene: avv. Giuseppe Belvedere - penalista (Membro del consiglio dell’ordine degli avvocati di Paola); coordina il dibattito: dott. Antonello Troia - giornalista; presso l'aula magna dell’istituto tecnico commerciale e per geometra "Gustavo Pompeo Pizzini", Viale della Libertà a Paola.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena". Il 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre,prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it).

REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatro fino al 29 marzo, Zattere, stagione teatrale 2009. Programma: sabato 28 marzo, ore 21.00; domenica 29 marzo, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato18 e lunedì 20 aprile, Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingressofino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: oggi: “Uno, nessuno, centomila” - La comunicazione e le relazioni nell’era di internet, con la partecipazione della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 07 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 - www.cooperativaimep.it Prenotazioni: urp@cooperativaimep.it.

REGGIO C. - Teatro Primo, stagione teatrale Presentata a Palazzo San Giorgio una rassegna teatrale organizzata dall’Associazione Teatro Primo. Durante il mese di marzo sono previsti quattro spettacoli, tra i quali un musical, che coinvolgono note associazioni teatrali reggine quali “SpazioTeatro” e “The sparkling diamonds”. Programma: si chiude il 27, 28 e 29 marzocon “Traditi”, atto unico di Paola Ponti. REGGIO C. - “Ci penza mammà”, spettacolo Ad un anno circa, dall’ultimo debutto sulla scena calabrese, la Compagnia Teatrale I Soliti Ignoti di Benevento, appartenente all’Anspi (Ass. Naz. San Paolo Italia) torna a Reggio Calabria al Teatro Loreto sede del Gruppo Blu Sky Cabaret in Via Sbarre Centrali, 151, sabato 28 marzo 2009 alle ore 20.30 e domenica 29 marzo 2009 alle ore 19.30 con lo spettacolo dal titolo “Ci penza mammà”, commedia in due atti di Gaetano Di Maio per la regia di Maurizio De Matteo. REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa: 0965/312701- 0961- 761471 - 0965/5936441; o ancora consultare il sito www.essemmemusica.it. REGGIO C. - “Miss e Mister Amaranto” Riparte con la nona edizione il concorso “Miss e Mister Amaranto” tour 2009 dedicato alla bellezza e allo sport . L’età per partecipare al concorso è compresa tra i 16 e 26 le caratteristiche valutate da parte delle giurie saranno: bellezza, portamento, fotogenia, personalità. I primi di aprile i inizieranno i casting per le selezioni. Info: 347 7644099 - segreteria@pantanelloclub.it. REGGIO C. - Trofeo nazionale di ballo La città di Reggio Calabria ospiterà nei giorni 4 e 5 aprile 2009 il 9° Trofeo nazionale di ballo “Città dei Bronzi”. L’importante evento è organizzato dalla Associazione sportiva dilettantistica “Lady Francy” sul parquet del Palazzetto dello Sport di largo Botteghelle (spalle gradinata Stadio Comunale) a Reggio Calabria, con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria ed il supporto dell’Amministrazione provinciale e della Regione Calabria. Ulteriori dettagli, news, logistica, potranno essere reperiti sul sito calabria.fids.it, mentre per informazioni relative alle iscrizioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 339/3005065 339/2691767. Le iscrizioni dovranno pervenire, a mezzo fax 0965.893794, non oltre giorno 2 aprile 2009 (giovedì).


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Lo schiaccianoci” con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche a Rossano

Festival della soppressata a Rende IL CARTELLONE

Prosegue il 28 marzo la rassegna “Il teatro è vita” a San Pietro a Maida

REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23,ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri;giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs).

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: il 21 aprile, martedì 9 giugno. REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria dal 22 al 25 aprileal Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli

aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. RENDE (Cs) - “Miele selvatico”, mostra Fino al 29 marzo, presso il New art gallery, l'artista Erminia Fioti presenta la mostra dal titolo "Miele selvatico", testi di Fernanda Stefanelli. RENDE (Cs) - Reggae night al Filorosso Oggi, Reggae night al Filorosso - Università della Calabria, con il concerto del "Quartiere Coffee". Inizio serata ore 22:00; contributo minimo volontario euro 3. RENDE (Cs) - Festival della soppressata Un’intera giornata, sabato 28 marzo, a Rende, in piazza M. Luther King, a partire dalle 9.30 del mattino. In programma: degustazioni, visite guidate, proiezioni video che illustrano le tecniche della lavorazione artigianale, tavole rotonde e momenti di animazione. Il festival della soppressata di Calabria Dop (Denominazione di Origine Protetta) rende omaggio a una produzione d’eccellenza. Un’iniziativa promossa e organizzata dalla Pro Loco di Rende, in collaborazione con la Coldiretti di Cosenza e il Centro Commerciale Metropolis di Rende, con il Patrocinio del Comune di Rende, della Provincia di Cosenza e della Regione Calabria. Inoltre, vede la preziosa collaborazione del Consorzio salumi di Calabria, dell’Apa Calabria, dell’Unpli Calabria e dell’Ars. RENDE (Cs) - Presentazione libro “L'inganno e la paura, il mito del caos globale”, è questo il titolo del nuovo libro di Pino Arlacchi, edito da “Il Saggiatore”, che verrà presentato mercoledì 1 aprile alle ore 10.30, a Rende presso l'University Club dell'Università della Calabria. La manifestazione è stata promossa dal Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università della Calabria e dal “Limes Club” dell’ateneo calabrese, recentemente inaugurato da Lucio Caracciolo, direttore della rivista. Dopo i saluti del rettore dell’Università della Calabria Giovanni Latorre, ci saranno gli interventi di Giuseppe Spadafora, presidente del corso di laurea di Scienze della Formazione Primaria, e di Viviana Burza direttore del dipartimento di Scienze dell’Educazione. Mario Caligiuri, docente di Pedagogia della Comunicazione dell’Università della Calabria, presenterà il volume e l’autore, che trarrà le conclusioni, rispondendo anche alle domande dei giornalisti e del pubblico. RENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cs), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione di "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di Catanzaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche dell'adulto). RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio:un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cer-

ca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagion 2009 presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: 27 marzo, ente nazionale del balletto di Roma "Lo schiaccianoci", con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche; regia e coreografia Mario Piazza; musiche Petr Il ic Cajkovskij; nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica, Riccardo Reim; 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 28 marzo 2009“Fra-Intendimenti…D’Amore” di Davide Cavuti con Nathalie Caldonazzo ed Edoardo Siravo; 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


38 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione de “L’Opera Santa” in programma domenica 5 a San Pietro Magisano

Festa della birra a Soverato IL CARTELLONE

Due nuove opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

SAN PIETRO M. (Cz) - “L’Opera Santa” Il 5 aprile 2009, presentazione de "L'Opera Santa" Passione e morte di Nostro Signore Gesù Cristo in 9 atti, alle ore 15.00, Piazza V. Emanuele III. Ingresso libero. S. ANDREA J. (Cz) - 3° Trofeo Drago di primavera Sabato 28 e domenica 29 marzo si svolgerà a S. Andrea Jonio, presso il Palazzetto dello Sport, il 3° Trofeo Drago di primavera. 21 società sportive provenienti da tutto il Sud Italia, oltre 300 atleti praticanti la disciplina del wushu kungfu e circa 500 accompagnatori al seguito. Una grande giornata di sport organizzata dal Centro Studi Interdisciplinari Arti Marziali Cinesi di Soverato in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di S. Andrea Jonio. SANTA CATERINA (Cz) - “Chi c’è, alzi una mano” La Pro-Loco Santa Caterina e Anlaids onlus organizza “Chi c'è, alzi una mano” giorno 11 aprile, c'è un bonsai per te, a Santa Caterina centro capoluogo villa comunale ore 9.30 12.30, Santa Caterina Marina piazza Giovanni XXIII. Per info: 0967/84091 - prolocoscj@libero.it.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIDERNO (Rc) - Presentazione libro Si può accettare il potere del sangue solo per diritto di cittadinanza? Il male primario della Calabria è il silenzio? Queste le due principali domande cui si cercherà di rispondere sabato 28 marzo, alle ore 17.00 a Siderno, presso il salotto letterario Calliope - centro commerciale La Gru (strada statale 106). Fondazione Gialuca Congiusta e libreria Mondadori, vi aspettano alla presentazione del romanzo di Paola Bottero “Ius sanguinis - rabbia, impotenza e speranza nella punta dello stivale” - Città del Sole edizioni. Dopo la lettura di due brani dedicati a Gialuca e Federica, Filippo Veltri, caporedattore Ansa Calabria modera interventi di: Mario Congiusta padre di Gianluca Congiusta; Mary Monteleone, mamma di Federica Monteleone; Fausta Ivaldi, volontaria centro giovanile don Italo Calabrò (Rc); Franco Arcidiaco, editore; Paola Bottero, autrice. Segue il dibattito con il pubblico. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio Calabria, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La par-

tecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando. SIMERI CRICHI (Cz) - Maratona Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratona Stracrichiil 14 giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per info: 368/560945 - 333/9725089. SOVERATO (Cz) - “L’arte musicale in Calabria” Continua l’attività concertistica dell’associazione Centro Studi Musica Sud con “L’Arte musicale in Calabria” in collaborazione con Ardis di Catanzaro. Protagonista dell’evento l’Orchestra Sinfonica Poltava dell’Ucraina e due giovani violinisti soveratesi, Greta Varlese e Gabriel Giannotti. L’orchestra sarà diretta dal maestro Giovanni Froio. Il programma, prevede musiche di Mozart, Vivaldi e Pachebel. . La manifestazione si svolge domenica 29 marzo 2009 alle ore 18:45 c/o l’Oratorio Don Bosco della parrocchia Maria Ausiliatrice di Soverato. Ingresso gratuito.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma:concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SOVERATO (Cz) - Festa della birra Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione del programma che si terrà in occasioe della seconda Festa della birra- Città di Soverato nei giorni 1-2-3 maggio 2009.All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, cabaretisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'assegnazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria del giovane soveratese deceduto tragicamente più di vent'anni fa. Il premio è riservato agli artisti che vorranno esibirsi nei giorni 1-2-3 maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in una somma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dall'organizzazione. Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 3280715176 oppure inviare mail a barmario.vs@libero.it.

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Per ulteriori informazioni telefonare: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. CALABRIA - Settimana prevenzione oncologica Parte l’ottava edizione della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori che si svolgerà fino al 29 marzo. Simbolo della manifestazione, ancora una volta, l’olio extra vergine di oliva testimonial della sana alimentazione e considerato alimento anti-cancro. I volontari della Lilt saranno presenti nelle piazze su tutto il territorio nazionale pronti a consegnare in cambio di un contributo, la bottiglia di olio e gli opuscoli per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita. I volontari saranno presenti sabato 28 dalle ore 10.00 alle ore 12.30 presso il Centro Commerciale “Due Mari”. Per conoscere i dettagli sui vari appuntamenti visitare il sito: www.liltcz.it o chiamare il numero verde 800998877. CALABRIA - “Apri gli occhi”” “Apri gli occhi!” sbarca in Calabria. La campagna di prevenzione – che nella Regione coinvolge oltre quattromilatrecento alunni delle scuole elementari – sarà a Catanzaro fino al 26 marzo (il primo giorno anche al Lido) per poi toccare Vibo e provincia (dal 27 al 31 marzo). L’iniziativa mira alla prevenzione: è incentrata su 27 spettacoli didattici gratuiti che intendono insegnare ai bambini come proteggere la vista, il senso che ci fornisce più informazioni sul mondo. “Apri gli Occhi!” è stata ideata e realizzata dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-Iapb Italia Onlus in collaborazione col Ministero del Welfare e le sezioni provinciali dell’Unione italiana ciechi ed ipovedenti (Uici): ha come protagonisti una serie di animali del mondo dei cartoni animati disegnati appositamente per spiegare le parti dell’occhio e le loro funzioni (la mascotte di “Apri gli Occhi!” è Bat, un piccolo pipistrello miope). L’iniziativa sollecita la fantasia e l’intelletto dei bambini grazie a due attori professionisti; ma si avvale anche di un dvd che viene regalato a tutti gli allievi e di opuscoli informativi pensati per le famiglie. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale www.dilloconilvino.it che prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 39

SPECIALE INFORMAZIONE Parte in questi giorni un nuovo format televisivo in onda su Calabria Channel (canale 875 di Sky) e sulle principali emittenti terrestri collegate, quali Rtc

Economia calabrese, trasmissione tv A cura di Mediaservice, guidata da Aldo Ferrara. Conduce Massimo Tigani Sava CATANZARO — Parte in questi giorni la nuova trasmissione televisiva settimanale intitolata “Calabria Economia”, in onda su Calabria Channel (canale 875 di Sky) e sulle principali emittenti terrestri televisive collegate, quali Rtc. Pertanto la nuova importante trasmissione di informazione potrà essere seguita non solo in Calabria ma, proprio grazie alla tv satellitare, anche nel resto d’Italia, in tutta Europa (si pensi ai grandi insediamenti di calabresi in Germania, Francia, Svizzera, Belgio...), in Africa del Nord e Asia nordoccidentale. Siamo di fronte a un nuovo moderno format che è inserito in un più vasto progetto editoriale che tra i prestigiosi partner vanta Confindustria Calabria e Unioncamere Calabria. La trasmissione sarà condotta da Massimo Tigani Sava, direttore responsabile di “Calabria Economia”, nonché direttore de “Il Domani”. Aldo Ferrara, vicepresedente di Confindustria Catanzaro, essendo alla guida di Mediaservice è l’editore di questo innovativo progetto. Ferrara ha così commentato l’avvio di questa nuova interessante sfida editoriale che rappresenta una grande novità nel panorama dell’informazione regionale e meridionale: «Il progetto editoriale “Calabria Economia” nasce dalla constatazione che nella nostra regione esiste una gran quantità, forse anche troppa, di informazione generalista di tipo tradizionale come la cronaca e la politica ma, allo stesso tempo, una grande carenza di quella specialistica, in particolare in

Massimo Tigani Sava. In mano una bozza non edita del periodico “Calabria Economia”

campo economico. Il progetto nasce quindi per creare un’efficiente rete di comunicazione economica nella consapevolezza della sua importanza strategica per lo sviluppo del territorio». Ferrara ha inoltre aggiunto: «Calabria Economia si basa su un sistema di comunicazione integrata che fa uso di media nuovi, come il web, non tralasciando quelli tradizionali come tv e carta stampata. A proposito di questi ultimi, nello specifico - prosegue Aldo Ferrara - si tratta di un format televisivo immaginato per evidenziare l’opinione dei protagonisti della vita economia della regione e dar voce alle Associazioni di categoria e di un vero e proprio magazine dove saranno pubblicati retroscena ed approfondimenti dei

principali fatti economici calabresi. Tra poche settimane sarà on line anche il portale di Calabria Economia; sul web ci saranno news sempre aggiornate, il Tg dell’economia con le videonews, la rassegna stampa nazionale ed internazionale, il Blog, i sondaggi, i dati aggiornati sull´economia calabrese e, soprattutto, una panoramica completa su tutte le agevolazioni regionali, nazionali ed europee che interessano la nostra regione». «Insomma ad ogni strumento comunicativo - precisa Aldo Ferrara presentando il progetto “Calabria Economia” - è assegnata una funzione ben precisa per fornire un’informazione economica completa e tempestiva». Infine l’amministratore di Mediaservice, società

editoriale che ha ideato e prodotto l’articolato progetto “Calabria Economia”, si è soffermato su obiettivi e strategie: «L’obiettivo è quello di fornire al sistema produttivo della nostra regione un vero e proprio strumento di lavoro a supporto dei processi decisionali. In un mondo che cambia velocemente, bisogna assumere decisioni altrettanto rapidamente ma, per poterlo fare con buoni risultati, è necessario essere ben informati. “Calabria Economia” sarà dunque il punto riferimento della Business Community calabrese, ma sarà anche una finestra sempre aperta sul mondo del lavoro a beneficio di tutti coloro i quali, giovani e non, intendono essere costantemente informati sulle opportunità offerte dalla nostra economia». In questi giorni andrà in onda la prima puntata che avrà come ospiti alcuni dei più noti protagonisti dell’economia calabrese: Giuseppe Speziali, presidente Confindrustria Catanzaro e presidente di Confidi Calabria; Paolo Abramo, presidente della Camera di Commercio di Catanzaro e presidente di Unioncamere Calabria; l’avvocato Enrico Mazza, catanzarese, responsabile della sezione aiuti alle imprese del portale “Calabria Economia”, oltre che membro del consiglio direttivo della sezione terziario avanzato di Confindustria di Catanzaro; Vittorio Daniele, prestigioso docente di economia politica presso l’Universita Magna Graecia di Catanzaro. Da parte sua il direttore Massimo Tigani Sava ha afferma-

Aldo Ferrara

to: «Ringrazio innanzi tutto Aldo Ferrara per l’importante occasione costruita, che giudico altamente innovativa nel panorama dell’informazione calabrese che ha sempre più bisogno di prodotti altamente professionali e qualificati. “Calabria Economia”, lo spero, si attesterà come uno strumento indispensabile e ricco di contenuti per tutto il panorama economico, politico e sindacale della regione. Ci rivolgeremo alle istituzioni, agli imprenditori, alle associazioni professionali e di categoria, al mondo del sindacato in una fase della nostra storia regionale e nazionale che ha bisogno di mettere in rete tante energie positive». Rita Macrì


40 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

IL CASMS

IN EUROPA

Samp-Napoli e Roma-Bologna si giocheranno senza i tifosi ospiti

Abete entra a far parte dell’esecutivo Uefa Sostituisce Franco Carraro

Il portierone dell’Italia pronto a “convocare” i due attaccanti “Con Antonio ci vogliono compromessi, però è migliorato”

Buffon: “Sì a Cassano e Amauri” Il fantasista pensa alla Lazio dal ritiro azzurro Tormentone Carrizo non vuole più stare in panchina anche in Messico Foggia non cerca scuse: Eriksson criticato per le esclusioni “Senza coppe è un fallimento”

E sul brasiliano: “Ben vengano i campioni che ci aiutano” Paolo Mori

FIRENZE - E’ il giorno delle sentenze di Gianluigi Buffon nel ritiro azzurro di Coverciano. Il portiere dà il benvenuto anticipato in nazionale ad Amauri, fa l’elogio di Antonio Cassano, lasciando intuire che alla Juve lo vedrebbe bene, ma per la militanza azzurra del sampdoriano dice: «Per vincere servono i campioni, ma se il mister ha deciso di prendere momentaneamente una decisione va rispettata. Lippi ha sempre detto che le porte sono aperte a tutti. Credo sia vero». Il portierone rompe il fronte del no al brasiliano compagno di club. Dopo i pareri contrari di Toni, Gattuso, Di Natale, Buffon si schiera chiaramente dalla parte di Amauri. «Se Amauri deciderà di voler far parte di questo gruppo, sarà il benvenuto. Se ci aiuta a migliorarci e a vincere, ben venga». Scelta tecnica, ma anche ideologica. «Si parla tanto di senso di appartenenza e se Amauri sceglierà l’Italia perchè sentirà un sentimento forte sarà giusto che stia con noi. Io sponsorizzo tutti quelli che possono aiutarci a vincere e che hanno riconoscenza per il paese che li ha accolti». A sentire Buffon non c’è che aspettare che diventi italiano. E le voci contrarie? «Nessun problema, noi siamo un gruppo coeso e unito e se qualche compagno si è espresso diversamente magari lo ha fatto perchè questa è una storia lunga e si è stufato di sentirne parlare». Da un tormentone all’ altro: Cassano. «Sta facendo grandi cose e nessuno ha le porte chiuse. Il mister non ha parlato così? Forse sta rivedendo qualcosa, un tecnico ha il dovere di fare delle scelte». Ma con o senza la maglia azzurra, Buffon - al rientro in azzurro dopo l’infortunio che lo ha costretto a

Ancora niente maglia azzurra per il sampdoriano

Spazio a quattro novità nella partita di sabato

A Lippi rimangono pochi dubbi sulla squadra anti Montenegro FIRENZE - Il ct azzurro Marcello Lippi sembra avere già deciso quale sarà la formazione titolare che affronterà sabato a Podgorica il Montenegro per le qualificazioni ai Mondiali 2010. In campo ci saranno sette campioni del mondo. Dopo due giorni di allenamento, Lippi ha fatto capire che si riparte da Buffon, Zambrotta, Cannavaro, Grosso, Pirlo, De Rossi, Iaquinta, tutti campioni del monsaltare le gare con Montenegro e Bulgaria e l’ amichevole con il Brasile - spende buone parole per il talento di Bari Vecchia, su cui la Juve si sta muovendo. «Tanti parlano male di Antonio? All’Europeo in Portogallo si è comportato bene e si è integrato al meglio nel gruppo. Magari qualche volta è andato sopra le righe, ma sono state ’cassanatine’, gesti che gli devi

do e non ha nascosto che se fossero stati bene «ci sarebbero stati anche Gattuso, Toni, Camoranesi e Perrotta». Accanto ai sette ’campioni’ ci saranno Chiellini, Palombo, Quagliarella e Di Natale (o Giuseppe Rossi). A studiare la tattica da usare con il 4-3-3 di Lippi soprattutto i nuovi arrivi e i ’ripescati’ che ieri mattina hanno lavorato sotto la guida dello stesso ct e di Ferrara. concedere». Per Buffon Cassano ha il bagaglio per essere il numero 1, «ma lo deve dimostrare nelle partite vere. Il Brasile dei fenomeni al Mondiale è andato fuori ai quarti e noi abbiamo vinto con Totti non al massimo e Del Piero impiegato poco. Ma ripeto, per vincere servono i campioni. Uno come Cassano, se si mette a disposizione della squadra e i compa-

gni lo aiutano, crea una miscela esplosiva». Un numero uno, che si integra bene nel gruppo e ha già dimostrato di sapersi comportare bene: se Lippi rinuncia a un Cassano così, Buffon se lo porta alla Juve. «Qualsiasi giocatore con queste qualità va bene per migliorarci e far crescere la rosa, perchè campioni già ne abbiamo». Alla Samp, anche nello spogliatoio, Cassano non sta creando problemi. «Viene dipinto come uno che fa saltare gli equilibri, ma non è così. E’ un calciatore un po’ anarchico e con lui servono compromessi, ma a 27 anni sa come si deve stare in uno spogliatoio. Alla Juve, rispetto alla Samp, ci sono giocatori con grande personalità e più titoli, ma lui sa dove si può arrivare. E’ uno che vuole il posto garantito? Nei grandi club nessuno può averlo per certo». Il portiere parla con affetto di Cassano e alla domanda, se sia più facile inserirlo in nazionale o alla Juve, risponde: «Dipende solo da lui, dalla voglia che ha di farsi conoscere all’estero e di illuminare il calcio italiano. Ha avuto parentesi non fortunate, ma ora lo puoi solo apprezzare». Il giudizio di Buffon sui casi Amauri e Cassano è scritto, promozioni per tutti. Cassano in salsa messicana C’è un caso ’Cassano’ anche nella Nazionale del Messico? Sembrerebbe proprio di sì. Certo, i protagonisti sono altri: sulla panchina, anzichè Lippi, c’è Sven-Goran Eriksson, mentre al posto del talento di Bari Vecchia c’è sempre un Antonio, che di cognome fa però Naelson. Naelson, centrocampista del Toluca, è uno dei calciatori messicani più creativi (forse anche per le sue origini brasiliane), ma il tecnico svedese lo ha sempre impiegato saltuariamente. Una decisione che ha sconcertato i messicani.

La squadra di Casiraghi recupera nella ripresa il doppio svantaggio iniziale: 2-2

E’ ancora lunga la strada dell’Under 21 Austria (4-1-4-1): Konigshofer 6; Piermayr 6 (18’ st Seidl 6), Wallner 6 (1’ st Ramsebner 5,5), Margreitter 6, Purcher 6; Baumgartlinger 7; Bukva 6, Ilsanker 6 (1’ st Nuhiu 5,5), Kavlak 6, Jantscher 6 (25’ st Gruberbauer 5,5); Sand 6,5 (18’ st Froschl 6). A disp. Schober, Copier, Lindner, Burgstaller, Mattes. Ct Herzog 6,5 Italia (4-3-2-1): Fiorillo 5,5 (1’ st Seculin 6,5); Darmian 5,5 (1’ st Ariaudo 6,5), Ranocchia 6,5, Bellusci 5,5 (23’ st Cia 6), Renzetti 6; Poli 6, Bolzoni 5,5 (1’ st Castiglia 6), Barillà 6; Di Gennaro 6,5 (41’ st Crescenzi sv), Pasquato 6 (1’ st Mendicino 6); Paloschi 6,5 (29’ st Immobile sv). A disp. Malomo. Ct Casiraghi 6,5 Arbitro: Willenborg (Ger) 6 Reti: 12’ pt Sand (A), 38’ pt Baumgartlinger (A),

Paloschi ha realizzato il pareggio

14’ st Ranocchia (I), 18’ st Paloschi (I) Ammoniti: Bellusci, Ranocchia e Kavlak VIENNA - Lascia un retrogusto amaro il primo assaggio dell’annata ’88. Nel primo test dell’Un-

der 21 del nuovo biennio gli azzurrini faticano parecchio contro l’Austria, ma nella ripresa riescono a rimontare il doppio svantaggio, chiudendo sul 2-2. Nella sfida valida per il Quattro Nazioni, sono decisive le reti di Ranocchia (con la complicità di un tocco di Purcher) e di Paloschi. Nella prima frazione, però, l’undici tutto da collaudare di Casiraghi non riesce a contenere l’intraprendenza dei padroni di casa. Con l’Europeo di categoria alle porte (il 16 giugno esordio con la Serbia), Casiraghi deve utilizzare il Quattro Nazioni per verificare i nuovi rinforzi, con l’obiettivo di mettere insieme un nuovo gruppo in vista delle qualificazioni europee che inizieranno il 4 settembre contro il Galles. La prossima amichevole il 31 a Kerkrade contro l’Olanda.

FIRENZE - Sarebbe un fallimento «per la Lazio non riuscire quest’anno a vincere la Coppa Italia o a conquistare un posto in Coppa Uefa». Pasquale Foggia è estremamente realista quando parla della sua squadra e della stagione fin qui costellata da troppi alti e bassi. «Secondo me la Lazio è forte e vale il Genoa e la Fiorentina - ha continuato il centrocampista laziale dal ritiro azzurro di Coverciano - purtroppo la classifica non ci dà ragione. Il presidente Lotito ci ha criticati duramente e noi cercheremo di dare il massimo da qui alla fine per centrare gli obiettivi rimasti. Faremo anche ricredere il nostro allenatore che ha detto che non siamo ancora una squadra». Riserva di Muslera nella Lazio, titolare nella nazionale argentina.

E’ il momento che sta vivendo Carrizo, tornato a parlare dal ritiro della Seleccion: «Se non dovessi giocare preferirei cercare continuità in un’altra squadra».

Platini duro: “Basta debiti e scommesse clandestine”

L’Uefa aprirà un fascicolo per una presunta combine COPENAGHEN - La prima giornata del congresso Uefa è stata contrassegnata dalla lunga relazione di Michel Platini che ha parlato di fairplay finanziario e regolarità delle competizioni. Il presidente ha pro-

messo lo studio di regole sempre più severe che impedirebbero alle società di indebitarsi. «Per garantire questo abbiamo dato il via a un comitato di controllo finanziario». Il gruppo sarà composto da otto esperti e avrà il compito di controllare se le ’licenze’ sono corrette. Un altro punto del programma riguarda le scommesse clandestine che, a suo parere, «possono uccidere il calcio». Intanto l’Uefa è sul punto di avviare un procedimento contro una squadra di calcio per una presunta combine. Lo ha dichiarato David Taylor, segretario generale dell’organismo che gestisce il calcio in Europa. «In questo momento è difficile raccogliere le prove. Quando le avremo, i casi verranno sicuramente portati davanti alla Commissione disciplinare». Taylor non ha fatto nomi di formazioni implicate.

Serie B Dopo solo un mese il tecnico è stato esonerato

Il Grosseto non trova pace Fuori Rossi, torna Gustinetti GROSSETO - L’allenatore del Grosseto Ezio Rossi (nella foto) è stato esonerato. Al suo posto la società biancorossa ha richiamato Elio Gustinetti. La notizia è apparsa sul sito internet del Grifone. «Nel ringraziare il sig. Rossi e il suo staff per l’opera prestata in questo pur breve periodo - si legge nella nota il Grosseto augura loro le migliori fortune professionali». Gustinetti aveva allenato il Grosseto fino al 15 febbraio, quando era stato esonerato dopo la sconfitta per 4-0 con il Parma. Martedì, per divergenze con la presidenza, si era dimesso il

ds del Grosseto Nelso Ricci. Gustinetti tornerà ad allenare il Grosseto domani. Ieri la squadra ha lavorato sotto la guida dei secondi di Rossi.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 41

Sport

Calcio Il procuratore Raiola azzera le ultime polemiche Maxwell è pronto a cambiare aria: per lui ipotesi Milan

Retromarcia Ibrahimovic Lo svedese rimarrà all’Inter

Schianto con l’auto Tragica fine di Parisi

VOGHERA (PAVIA) - Giovanni Parisi, 42 anni, ex campione del mondo di pugilato e campione olimpico a Seul nel 1988, è morto ieri sera in un incidente stradale avvenuto sulla tangenziale di Voghera. L’auto sulla quale viaggiava, verso le 20,40, si è scontrata frontalmente con un camion. Parisi, originario di Vibo Valentia ma da molti anni residente a Voghera (dove i genitori si trasferirono nei primi anni settanta), è morto sul colpo. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, nello scontro con un furgoncino che trasportava materiale elettrico, l’auto di Parisi, una Bmw, è uscita fuori strada, finendo in un campo. La tangenziale di Voghera è stata chiusa al traffico per un tratto di circa due chilometri, tra le uscite per Voghera est e ovest.

Smentite le voci dell’incontro tra la società e i legali di Aguero MILANO - Nessun «mal di pancia», nè richieste economiche o di rinforzi per vincere magari la prossima Champions, condizioni imprescindibili per la permanenza all’Inter di Zlatan Ibrahimovic: Mino Raiola, agente dello svedese, smorza i toni della vicenda Ibra. Di conseguenza la società nerazzurra non sta pensando a manovre di mercato per spendere i 100 milioni di euro che incasserebbe dall’eventuale cessione del cartellino dell’attaccante svedese. Ad Appiano Gentile, dove il ’neo dottore’ Josè Mourinho ha riunito la truppa per la ripresa degli allenamenti, arrivano le parole del procuratore di Ibra, che sono una sostanziale smentita all’ipotesi di addio dello svedese, come lo stesso giocatore aveva fatto pensare dopo la partita con la Reggina. Per dirla con le parole dello stesso Raiola, «Moratti ha ragione quando dice che stiamo dando più l’esca ai giornali, ai media, per andare avanti con una storia che per adesso non esiste. Se non dico qualcosa io, Zlatan o Mourinho in Italia non si parla più di calcio». Nessuno dovrà lavorare in società per convincere Ibra a restare, perchè nessuno ha detto che va via: questo in sintesi il senso della parole di Raiola rilasciate a una

Pugilato L’ex oro olimpico muore a 42 anni

Calcio La nuova guida tecnica del Torino

Camolese si presenta “Fiducia dai giocatori” Lo svedese spegne le voci dopo le dichiarazioni di domenica scorsa

radio romana. «C’è un rapporto splendido tra Zlatan e Moratti - ha aggiunto il procuratore -. Non c’è nessuna ragione per incontrarci e non abbiamo nessun appuntamento nè con Mourinho nè con Moratti». Non solo, ma «Zlatan non ha mai chiesto nè rinforzi nè più soldi e chi dice il contrario è un bugiardo». Raiola invece ha confermato la fine dell’avventura interista per un altro dei suoi assisti-

Il ciclista è stato operato ieri

ti, cioè Maxwell, che potrebbe anche passare al Milan. E ha dato chiaramente la colpa a Mourinho, «bravo a fare fumo per fare spostare l’attenzione dal vero problema. A dicembre c’era Santon, ma Maxwell giocava». Intanto, non ci sarebbe nulla di vero nemmeno su un presunto incontro tra la società nerazzurra e il manager dell’argentino dell’Atletico Madrid Sergio

Aguero. E’ stato lo stesso manager Josè Segui a precisarlo a Marca. Invece, fra tante smentite alla Pinetina l’unica cosa certa è stata la conferenza stampa quasi celebrativa per festeggiare la firma del prolungamento di Esteban Cambiasso fino a giugno del 2014. Mica poco visto che il centrocampista argentino è considerato uno dei pilastri dell’Inter del futuro.

Formula 1 Oggi le prime verifiche sulle tre vetture “incriminate”

TORINO - Si riparte. «Con uno sforzo di fiducia». Giancarlo Camolese torna dopo sette anni sulla panchina del Torino e cerca di riprendere un discorso interrotto con l’ultimo miglior risultato riportato dai granata negli ultimi anni. Nel 2002 ottenne la qualificazione all’Intertoto, al suo secondo esordio l’obiettivo principale è la salvezza. E nove partite per riuscirci. Per lui è breve anche il contratto: intanto di tre mesi, poi si vedrà. Le prime parole di Camolese: «Ci sono diversi giocatori in scadenza di contratto: non tantissimi, ma visto che si parla di fiducia, io chiederò molto a loro».

ghiaccio Gabor Ocskay aveva 34 anni A Lance Armstrong Diffusori ultimo dubbio prima del via Hockey Giocatore ungherese servirà un’impresa Brawn, Williams e Toyota sotto esame ucciso da un infarto BUDAPEST - Gabor Ocskay, 34 anni, giocatore di hockey, è morto per una crisi cardiaca nella notte tra martedì e mercoledì. Il caso fa sensazione visto che Ocskay aveva accusato già nel 2004 malanni di tipo cardiaco, ma era stato dichiarato idoneo all’attività agonistica dai medici che allora lo seguivano. L’attaccante aveva conquistato sabato scorso il nono titolo consecutivo di campione nazionale.

Il patron Ecclestone annuncia tre nuove scuderie dal Mondiale 2010

Il corridore americano

AUSTIN - Servirà un’altra impresa, e questa volta sui pedali di una cyclette per la riabilitazione, per vedere Lance Armstrong al Giro d’Italia del centenario, che partirà il 9 maggio prossimo dal Lido di Venezia e si concluderà a Roma il 31 dello stesso mese. Il supercampione del team kazako Astana si è sottoposto a un intervento chirurgico nella ’sua’ Austin, dov’è atterrato martedì proveniente da Madrid. Armstrong, che lunedì è caduto durante la prima tappa della Vuelta di Castiglia e Leon, è stato sottoposto a un intervento alla clavicola destra. A intervenire su di lui è stato il professor Douglas Elenz, chirurgo ortopedico di Austin, che gli ha inserito una placca metallica; l’applicazione dovrebbe snellire leggermente i tempi di recupero dall’atleta, stabilizzare l’osso, favorendone dunque la calcificazione. C’è incertezza, invece, sui suoi tempi di recupero: c’è chi parla di un mese, chi di 20 giorni, chi di due mesi. Di certo c’è che, anche se dovesse prendere il via con la corsa rosa da Venezia, il texano non sarà in grandissime condizioni di forma. Armstrong ha ammesso che la frattura «è più seria e meno netta di quanto sembrasse dopo i primi accertamenti».

MELBOURNE - Diffusori sì, diffusori no. A quattro giorni dal via della stagione 2009 di Formula 1 a inquietare il ’Circus’ non è solo il braccio di ferro tra i team (Fota) e l’accoppiata Max Mosley (Fia)-Bernie Ecclestone(Fom) su punteggi e Patto della Concordia, ma l’incognita legata alla regolarità del lato ’B’ di Brawn Gp, Williams e Toyota. Già da oggi è atteso il primo verdetto, con i consueti controlli degli steward della federazione automobilistica internazionale e non è escluso che se le tre scuderie passeranno il primo esame si possano scatenare una serie di ricorsi e proteste da parte degli altri team che si sentono danneggiati. Ad avanzare il problema era stato qualche giorno fa proprio Mosley, secondo cui il primo Gp della stagione a Melbourne domenica prossima «finirà con una decisione dei commissari, quasi sicuramente ci sarà un ricorso di chi si considera penalizzato. E tutto questo andrà avanti fino alla Corte d’appello». La grana diffusori era saltata fuori nel corso

Calcio Blanc indica la strada per il futuro

Un campione e linea verde I capisaldi della nuova Juve Lewis Hamilton, pilota della McLaren

dei test invernali con Brawn GP, Toyota e Williams in grado di sfruttare le zone grigie del regolamento, interpretandolo in maniera differente rispetto alla concorrenza. Il tutto è poi stato amplificato dalle super-performance della scuderia nata dalle ceneri della Honda e che ha preso il nome dell’ex ferrarista Ross Brawn. Negli ultimi test di

pre-stagione i due piloti del neonato team, Rubens Barrichello e Jenson Button, avevano inanellato giri velocissimi facendo nascere più di un sospetto per una scuderia mai vista a questi livelli. Tre nuovi team (tra cui l’americano USF1) e sistema delle medaglie nel Mondiale 2010 di Formula 1: lo annuncia Ecclestone.

TORINO - «Compreremo un grosso campione e punteremo sui nostri giovani. Si può aprire un nuovo ciclo vincente». Lo ha detto l’ad della Juventus, JeanClaude Blanc. Blanc ha anche detto che la Juventus crede ancora allo scudetto: «Vediamo come arriveremo allo scontro diretto con l’Inter. Fino a quando la matematica non ci condanna continueremo a lottare». Bilanci a posto e investimento sui giovani: questa secondo Blanc - la strategia della Juve da due anni a questa parte.


42 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Il patron amaranto, Lillo Foti, chiama a raccolta i tifosi in vista delle prossime decisive gare

S E R I E

A

«Voglio il Granillo stracolmo» REGGINA

“Possiamo salvarci. Basta crederci”. Prezzi “stracciati”: 10 euro in curva e 30 in tribuna

REGGIO CALABRIA — Lillo Foti

chiama a raccolta il popolo amaranto. Lo fa nel momento più delicato della stagione. Per aiutare la squadra a superare con successo le prossime due gare interne contro Genoa e Udinese, il patron amaranto abbatte i prezzi dei biglietti d’ingresso allo stadio. L’intenzione è quella di riportare il “Granillo” (che attualmente registra solo 10mila presenze) agli antichi splendori, quando col suo calore e col suo affetto riusciva a trascinare la squadra verso risultati importanti. Risultati che il patron calabrese spera di ottenere anche nei prossimi due impegni di campionato, in cui la sua squadra si gioca il suo futuro in serie A. «L’iniziativa - ha spiegato il presidente - nasce dal desiderio di trasmettere il nostro ottimismo alla gente. Abbiamo la possibilità di mantenere questa categoria, un traguardo che possiamo ottenere attraverso le nostre forze». Foti confida «nel coraggio che ci ha contraddistinto ma soprattutto in un “Granillo” stracolmo, che in passato è stato protagonista di sfide straordinarie. Con questi presupposti sono convinto che riusciremo a battere prima il Genoa e poi, nel giorno della Resurrezione, anche l’Udinese. Se conquisteremo questi sei punti a disposizione, sono certo che la Reggina riuscirà a centrare l’obiettivo della permanenza in serie A». Il pa-

2ª D I V I S I O N E

tron del club calabrese dunque crede fermamente nella salvezza e cerca di trasmettere il suo ottimismo all’ambiente. «Le condizioni per conquistare una nuova salvezza ci sono tutte. Anche se molti pensano che noi abbiamo deposto le armi - ha concluso -, io dico invece che non è così. La squadra è viva, lo sta dimostrando. L’importante è crederci». L’iniziativa resa nota ieri dallo stesso numero uno amaranto consiste nell’acquisto di un unico tagliando per le gare casalinghe contro Genoa e Udinese a prezzi stracciati che vanno dai 10 euro per le curve ai 30 per la tribuna grande. I prezzi saranno ancora più agevolati per gli abbonati che

intendono acquistare dei tagliandi. La squadra intanto prosegue il richiamo della preparazione. Mister Nevio Orlandi ha fatto svolgere al gruppo - privo dei nazionali e degli infortunati Corradi, Hallfredsson e Campagnolo - due sedute di allenamento. Il programma deciso dal tecnico prevede una sola sgambatura per il pomeriggio di oggi, due per la giornata di domani, mentre sabato è previsto un allenamento mattutino. Poi Orlandi concederà alla squadra due giorni e mezzo di riposo. Si riprenderà martedì pomeriggio per la preparazione al match contro il Genoa di Gasperini.

Apello del sindaco Giuseppe Scopelliti a sostenere gli amaranto

re ribollente di tifo. La Reggina, come la città, negli ultimi tempi, ancora una volta, ha dovuto subire gli attacchi delle lobby del Nord, della grande stampa e di parte della politica che hanno cercato in tuttiimodidipenalizzarlaequindiemarginarla come successo in passato. Oggi però – conclude il sindaco Scopelliti stiamo dimostrando non solo di saper respingere questi attacchi ma di poter disegnare diversamente il futuro della città attraverso l’azione di una classe dirigente capace che ha lasciato ormai alle spalle la stagione dell’assistenzialismo puntando sulla “Reggio città turistica”. E la Reggina fa parte a pieno titolo di questo progetto e, anzi, rappresenta una delle punte più avanzate, capace di promuoverne l’immagine».

Il presidente, Lillo Foti insieme al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti.

«R

eggio città metropolitana non può prescindere dalla Reggina in serie A. Dopo aver tagliato un altro grande traguardo che consentirà a Reggio Calabria in futuro di poter sviluppare ulteriormente le potenzialità presenti sul territorio, adesso i nostri sforzi sono concentrati per spingere la Reggina a rimanere nella massima serie del calcio». E’ quanto dichiara il sindaco Giuseppe Scopelliti rivolgendosi a tutte le componenti della città perché «siano unite per aiutare la squadra amaranto a raggiungere un altro risultato storico, cioè la partecipazione al decimo anno di serie A. La Reggina – prosegue Scopelliti - è un patrimoniocheappartieneallacittàetutti ci dobbiamo impegnare a difenderlo e valorizzarlo. Per poter raggiungere l’o-

«Uniti per la Reggina» biettivo ci vorrà una vera e propria impresa ma la Reggina in passato ci ha abituati a conquistare risultati insperati, non ultima la permanenza partendo dalla pesante penalizzazione. Solo la coesione e l’unità d’intenti potrà regalarci la permanenza. C’è da apprezzare l’iniziativa del presidente della società amaranto Lillo Foti che ha deciso di praticare prezzi popolari per le prossime due gare interne con Genoa e Udinese che decideranno il destino della squadra amaranto per questofinaledistagione,adessotoccherà

alla città rispondere. I tifosi amaranto hanno recitato sempre un ruolo fondamentale sostenendo la squadra con passione ed entusiasmo e oggi più che mai i ragazzi di Nevio Orlandi hanno bisogno dell’apporto dei tifosi. Gli atleti che scenderanno in campo per questa ultima e decisiva fase della stagione dovranno sentire il calore di un’intera città vogliosa di raggiungere il traguardo. Con le cinque partite in casa sulle ultime nove, il Granillo sarà ancora una volta determinante per raggiungere l’obiettivo e dovrà esse-

I propositi dell’attaccante in vista del match di Scafati

ziare un allenamento mirato al possesso palla in spazi stretti utilizzando le mani prima e i piedi dopo. Prosieguo affidato alle indicazioni dei fratelli Bruni che hanno fatto eseguire ai lupacchiotti degli scatti ripetuti. Per finire lezioni di tattica tenute la Mimmo Toscano: una delizia per gli amanti del calcio. Alla seduta di allenamento non hanno preso parte Occhiuzzi e Parisi che però, per la gioia dei tifosi presenti dietro la rete di recinzione, sono scesi sul campo per svolgere un po’ di corsa lenta. Il loro recupero procede anche se non si è certi della loro disponibilità a scendere in campo per la trasferta di Barcellona Pozzo di Gotto. Molto in palla fra i lupi è apparso Galantucci che ha molta voglia di tornare a realizzare reti importanti per il Cosenza; di segno opposto il giudizio su Ramora che

Galantucci: sto bene e ho voglia di giocare COSENZA

COSENZA — Quando si dice marzo pazzerello. Ieri mattina a svegliarsi a Cosenza si sarebbe creduto di essere in un mese diverso. E invece era il venticinque di marzo, piena primavera. La pioggia che ha svegliato i cosentini si è abbattuta sul Sanvitino che presentava alcune pozzanghere in prossimità delle porte. Giove Pluvio non ha impedito al Cosenza di fare un buon allena-

Procede lento il recupero di Parisi e Occhiuzzi mento e come avrebbe potuto considerate le condizioni molto più difficili che hanno accompagnato alcune giornate di allenamento. E così, una mezz’ora più tardi del solito, i calciatori si sono presentati sul campo per svolgere l’unica seduta d’allenamento della giornata, contrariamente alle previsioni riportate ieri sulle nostre colonne. I primi a scendere in campo e a

dilettarsi con calci dal limite cercando non di fare gol ma di prendere la trasversale della porta, sono stati Catania e Profeta, seguiti poi da Ciccio De Rose e da mister Toscano che si è dilettato con i suoi uomini ma che non ha (non ce ne voglia) fatto una grande figura. A parte le battute i calciatori si sono allenati in modo proficuo e non sono mancate le solite urla del mister reggino. Per ini-

Angela Latella

ieri davamo fra i calciatori che avrebbero potuto essere schierati in campo: il buon Paolo è apparso svogliato e il mister Toscano lo ha più volte ripreso. Dicevamo di un Galantucci in grande spolvero anche in sala stampa dove ha dichiarato di essere pronto a riprendere il rapporto con il gol da troppo tempo interrotto: «Ho passato dei momenti difficili e l’infortunio mi ha condizionato non poco. Poi mi sono fatto prendere dal nervosismo in occasione della sconfitta di Atessa. Ora sto bene e spero di dare il mio contributo per festeggiare al più presto la promozione». Staremo a vedere se domenica Alessio manterrà la promessa di tornare a festeggiare insieme ai tifosi, certo la buona volontà non difetta. Carmelo Grandinetti


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 43

SPORT 2ª D I V I S I O N E

VERSO IL DERBY DEL TIRRENO/1 Trasferta vietata ai tifosi lametini

VIBONESE

VIBO VALENTIA — I precedenti tra le due tifoserie (ma in realtà scontri reali, e realmente violenti, si sono verificati solo una volta e durante una gara giocata peraltro in campo neutro, a Locri), la delicatezza della posta in palio, ma soprattutto la consuetudine che quest’anno ha visto le prefetture evitare ogni possibile rischio di ordine pubblico bloccando a priori, ed a prescindere, il contatto tra le diverse tifoserie in occasioni dei derby calabresi, hanno convinto anche in questo caso che l’unica decisione da prendere non poteva che essere quella di vietare ai tifosi della Vigor Lamezia la presenza allo stadio “Luigi Razza” in occasione del derby di domenica. Ripetere i soliti commenti, soprattutto ribadire le nostre idee in proposito, appare stucchevole innanzitutto a noi stessi, quanto stucchevole è il ripetersi di questo tipo di pilatesche decisioni, ma tant’è: con questa disposizione della prefettura di Vibo Valentia, si chiude l’annus orribilis dei derby calabresi al culmine di una stagione che da questo punto di vista è da dimenticare. Rimaniamo convinti che così facendo non si educa, né si risolve il problema; siamo dell’opinione che lo sport dovrebbe assumersi anche l’onere di far maturare e crescere civilmente le persone; consideriamo il ripetersi di pos-

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Prosegue la pre-

parazione della Vigor Lamezia in vista del derby del Tirreno contro la Vibonese. Ieri, doppia seduta al mattino e al pomeriggio. Come già scritto, difficilmente Ciminari e Pascuccio faranno parte dei convocati per domenica. Da vagliare anche le condizioni di Sanso e Clasadonte, reduci dall’influenza. Mister Pierini sembra ormai orientato verso uno schieramento con il modulo 4-4-2 anche se ne sapremo di più nel test infrasettimanale di oggi pomeriggio. Come ricordato ieri, qualche dubbio ancora permane a centrocampo. Uno tra Carraro, Lopetrone e Amita partirà dalla panchina. Il tecnico biancoverde, così, stando al probabile schieramento 44-2 dovrebbe schierare Panìco tra i pali. Linea difensiva da destra a sinistra sarà formata da Di Donato, Cascone, Filippi e Marinelli. A centrocampo, Ciotti a destra e Riccobono a sinistra. Centrali, Carraro e Lopetrone o Amita. In attacco, sembra certa la coppia Sergi-Ragatzu. In panchina per quanto riguarda il reparto avanzato dovrebbero accomodarsi, Falco e Angotti. La squadra biancoverde dovrà fare punti per non perdere il treno (ancora possibile) dei play-out. Si annuncia, pertanto, un match tirato e agonisticamente pieno di insidie sia per gli ospiti e sia per i padroni di casa che in questo girone di ritorno hanno di fatto vanificato quanto di buono erano riusciti a fare nel giro-

Vibonese, la “piazza” si scalda a sostegno della squadra rossoblù

In alto, il tecnico Angelo Galfano. Sopra, il centrocampista rossoblù, Giovanni Ruscio

sibili derby in un campionato un’occasione di festa ed un’opportunità per una regione che non ha molte occasioni per inorgoglirsi; però… finché si sceglie il metodo dello struzzo e non si affronta il problema per avviarlo a soluzione, non ci saranno né occasioni, né opportunità. Intanto, Vibo Valentia sembra reagire sportivamente al momento contingente. Gli ultimi risultati hanno creato allarme, insieme alla preoccupazione di vanificare un girone d’andata che aveva segnalato la Vibonese come una delle sorprese positive della stagione; di più, gli ultimi risultati – soprattutto l’intero andamento del 2009 – hanno fatto scattare l’allarme per la discesa in classifica della formazione allenata da Angelo Galfano. La squadra ne ha preso consapevolezza ed ha lavorato alacremente; nel frattempo, lo stesso allenatore, il capitano Gaetano Di Mauro ed il veterano di tante battaglie Giovanni Ruscio, vibonese di Monterosso, hanno lanciato appelli alla tifoseria spiegando che un appoggio in una fase così delicata sarebbe non

solo gradito, ma soprattutto utile ed opportuno per ritrovare tutti insieme la carica giusta per risalire la china. Pare che stavolta tutto ciò non sia stato vano. E pare che domenica al “Luigi Razza” potrebbero esserci piacevoli sorprese. Un gruppo di tifosi, maggiormente sensibili all’appello della squadra, sta organizzando il tifo, con l’intento di tenere a battesimo il gruppo degli “Ultras Lions Vibonese”. Sarebbe un regalo straordinario ripensando ai fasti di quel gruppo, gli “Ultras 95”, che, nati nella stagione ’95-’96, regalarono per un decennio un calore straordinario non solo nelle gare casalinghe, ma anche in occasione di trasferte difficili… e da tutti i punti di vista. La speranza è che questa mobilitazione, ancora in sordina, riesca nell’intento e faccia ritornare allo stadio quelle splendide coreografie fatte di sciarpe, bandiere e striscioni inneggianti i colori rossoblù, che ai più affezionati mancano. Accadrà già da questa domenica, in occasione del derby? Maurizio Bonanno

VERSO IL DERBY DEL TIRRENO/2 Galoppo tutto in famiglia

Vigor, nel pomeriggio prove anti-Vibonese nel test al “Carlei” LEONE dalla prima

stenitori ospiti. Notiziario. Oggi consueto test infrasettimanale tutto in famiglia previsto alle ore 15,00. Così da entrare in clima partita visto che domenica 29 marzo si tornerà all’ora legale e il fischio d’inizio è previsto appunto per le 15,00. Venerdì, una sola seduta pomeridiana e sabato mattina la rifinitura.

Proprio l’Igea è una di quelle squadre che nelle prime nove giornate del girone di ritorno ha invertito la rotta centrando ben quattordici punti (+9) portandosi a una buona distanza dai playoff assieme al Melfi che è la squadra che, proprio grazie a uno straordinario girone di ritorno, ha migliorato sensibilmente la media punti (+13). I lucani sono a tre lunghezze dal Cosenza che guida la particolare classifica del ritorno con 22 punti. Fra le squadre che hanno beneficiato del cosiddetto “altro campionato” c’è anche l’Andria, che viaggia a un +5 rispetto alle prima parte della stagione. E non è un caso che la squadra di Chiancone ha riaperto i giochi anche per terzo e secondo posto. E non può passare inosservato il -7 della Vibonese: la squadra che brillava nelle prime nove partite del girone d'andato, adesso è soltanto un lontano ricordo. Un campanello d’allarme che suona da diverse settimane e che in quest’ultima parte della stagione va assolutamente spento: rimanere laggiù in coda significherebbe compromettere tutto ciò che di buono si era costruito.

r. s.

Valter Leone

A sinistra, l’esterno di centrocampo Massimo Ciotti in azione. Sopra, il tecnico della Vigor Lamezia Danilo Pierini.

ne d’andata. La squadra di Galfano era indicata tre le possibili out-sider per un posto nella griglia play-off. Invece, a causa di alcune cessioni importanti, su tutte quella dell’attaccante Mastrolilli, la situazione è diventata oltremodo critica. Insomma, per entrambe le compagini sarà un derby quasi da ultima spiaggia. Lo sarà per la Vibonese che dovrà evitare di farsi risucchiare nei playout. Ma lo sarà ancora di più per la

Vigor Lamezia che, al contrario, è aggrappata proprio agli spareggisalvezza per evitare di scivolare direttamente nell’inferno del dilettantismo. Tifosi. Nonostante la gara non sia stata annoverata, come “partita a rischio”, da parte dell’Osservatorio, la prefettura di Vibo Valentia ha vietato alla tifoseria lametina la trasferta. Ergo, domenica si assisterà all’ennesimo derby calabrese senza i so-


44 Giovedì 26 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA Il difensore giallorosso Ivano Ciano parla del rush finale di campionato

«Avanti con convinzione» CATANZARO

CATANZARO — Catanzaro da ieri al lavoro per preparare al meglio la gara di lunedì sera contro l’Andria, gara che segnerà la ripresa del campionato per la formazione giallorossa, impegnata in questo rush finale, sicuramente interessante, in particolare per quel che concerne le primissime posizioni della classifica. Ad essere in campo contro i pugliesi, ci tiene tanto il difensore Ivano Ciano, un giocatore che parla poco e che alle parole preferisce i fatti, in particolare in un momento importante, dopo l’infortunio subito che lo ha visto assente dall’attività agonistica per diversi mesi. «Non è stato un anno fortunato – ha sottolineato l’ex giocatore del Pro Vasto -; ho avuto, infatti, un infortunio al tendine dell’adduttore destro, che, inizialmente, sembrava meno grave del previsto. Si prevedeva che nel giro di un mese e mezzo sarei potuto ritornare in campo, invece i tempi di recupero si sono notevolmente allungati, per via di una cicatrice abbastanza grande formatasi. Un vero peccato perché avevo iniziato il campionato abbastanza bene, giocando le prime nove partite. Come se non bastasse, al rientro in formazione a Cosenza, (l’otto dicembre dello scorso anno, ndc) il problema si è fatto ancora più serio, per cui sono stato costretto ad un nuovo stop. Tre mesi davvero di grande sofferenza; sono uno che vive per il calcio e se questo viene a mancare è come se cadesse il mondo. Ora stò bene, ho recuperato la condizione fisica, per cui mi ritengo a disposizione del mister». Anche per un tuo eventuale inserimento nell’undici che affronterà lunedì sera, nel posticipo, l’Andria. «Ripeto, fisicamente mi sento a posto, anche se, ovviamente,

“Primo posto ormai del Cosenza. Il nostro obiettivo è la piazza d’onore”

Il difensore giallorosso, Ivano Ciano

manca il ritmo della gara. Ho lavorato tanto nel corso delle ultime settimane e continuerò a farlo anche in questa in corso. Con l’impegno e la dedizione cercherò di convincere il mister a prendermi in considerazione sin dal prossimo impegno di campionato». Come hai visto la squadra in questi periodi di assenza? «Un Catanzaro ben messo in campo, molto concentrato e so-

prattutto preso dalla voglia di vincere, grazie ad un impegno e ad una volontà costante. Del resto parlano i numeri che dicono di una squadra che ha stabilito un record non solo nazionale, ma addirittura europeo. Mi riferisco alle ventuno giornate di imbattibilità, anche se, con un po’ più di fortuna, qualche altro punto in più si poteva conquistare, in particolare in alcuni incontri casalinghi del girone di

andata. Diciamo allora tutto bene, con le due sconfitte subite, che possono anche starci, in particolare l’ultima di Avezzano contro il Pescina, sconfitte che, comunque, hanno creato un po’ di malumore nella tifoseria, forse impegnata più a seguire le vicende del Cosenza, distratta quindi a quelle della propria squadra del cuore». Come vedi la classifica ad otto giornate dal termine del campionato? «Diciamo che la graduatoria, almeno per la prima posizione, è legittima. Il Cosenza si è dimostrata, infatti, la formazione più forte della categoria, allestita con elementi di un certo spessore tecnico, oltre che esperti. Una squadra che, sullo slancio del campionato vinto la trascorsa stagione, ha proseguito nel proprio percorso, inanellando, domenica dopo domenica, risultati positivi. Certamente undici punti di distacco sono notevoli e sulla carta difficile da recuperare. Quello che è importante per il Catanzaro è andare avanti per la propria strada, senza fare tabelle e soprattutto disinteressandosi dei risultati delle altre compagini avversarie. I conti li tireremo solo alla fine, sperando che, negli ultimi otto impegni, possiamo mettere nel carniere più punti possibili, sempre e comunque pronti ad eventuali sbandamenti delle squadre che, in atto, ci precedono in classifica. Superfluo aggiungere che, ove mai non si dovesse raggiungere la vetta della graduatoria, impresa, ripeto, molto difficile ma non da escludere definitivamente, l’obiettivo non potrà non essere quello del secondo posto, che tra l’altro metterebbe tutti noi nelle condizioni ottimali per giocarci la promozione ai play-off». In questo finale di campionato

incontrerete avversari di alta classifica, nell’ordine, Andria, Gela e Cosenza, con i siciliani sul loro campo... «Tutte formazioni che aspirano a rimanere, sino al termine di questa prima fase del campionato nelle alte sfere della classifica, proprio per entrare nella griglia dei play-off. C’è comunque da osservare che le otto squadre che il Catanzaro, come da calendario, dovrà affrontare, non saranno avversarie facili. Chi per una ragione o per un’altra, tutte vorranno trarre il massimo in questo rush finale. Ecco allora che le gli ultimi otto impegni dovranno essere considerati dei veri e propri spareggi; un motivo in più perché la squadra dimostri la propria personalità, che del resto l’ha contraddistinta sin dal settembre dello scorso anno». Un finale da scintille, quindi, per quanto concerne il Catanzaro ed Ivano Ciano... «Un finale che dovrà essere la degna conclusione di un anno davvero interessante per i colori giallorossi, la cui squadra, mi pare, è partita non certamente per vincere il campionato, ma per disputare un torneo onorevole, anche se di una certa rilevanza. Avere occupato, sin dalle prime giornate del campionato, sempre posizioni d’alta classifica, significa essere andati, al di là di ogni prospettiva, a dimostrazione che il lavoro, se svolto con dedizione e professionalità, paga sempre. Un finale positivo, almeno mi auguro anche per Ivano Ciano: tengo tanto a dare il mio modesto contributo per questa squadra che, senza dubbio, merita un giusto premio: quello della promozione. Un traguardo che, sono certo, il Catanzaro raggiungerà in ogni caso».

proseguirà oggi, sempre al “Pala Giovino” con due sedute, la prima in mattinata e l’altra nel pomeriggio, mentre, circa la partitella infrasettimanale, la stessa è stata spostata a do-

mani venerdì, in considerazione del posticipo di campionato, in programma, appunto, lunedì sera.

Mario Mirabello

NOTIZIARIOIeri la ripresa a Giovino. Lavoro differenziato per l’attaccante Montella

Allarme Mancinelli... Infortunio al polpaccio CATANZARO — E’ ripresa ieri pomeriggio al “Pala Giovino” la preparazione del Catanzaro in vista del prossimo impegno di lunedì sera, nel previsto posticipo contro l’Andria. Dopo i tre giorni di riposo, in concomitanza con la sosta del campionato, il tecnico Provenza, coadiuvato dai preparatori tecnici Ferragina e Raione, ha impegnato i componenti la rosa a disposizione in piccole corse, intervallate con esercizi, prima di dare inizio ad una partitella a metà campo tra due formazioni composte da sette elementi ciascuna, con tutti i giocatori alternatisi sul terreno di gioco. Per la cronaca, il portiere Mancinelli ha dovuto abbandonare il campo con anticipo, per via di un infortunio al polpaccio destro. Potrebbe trattarsi di un semplice affaticamento, così come di una con-

Il tecnico, Provenza. A destra, il pipelet giallorosso, Mancinelli

trattura. Se ne saprà qualcosa di preciso oggi, dopo i controlli del caso. Continua, invece, la fiso terapia il jolly difensivo Pippa, mentre per quanto concerne

l’attaccante Antonio Montella, persistendo una instabilità dell’articolazione al ginocchio sinistro, lo stesso ha svolto un lavoro differenziato. La preparazione della squadra

Mar. Mir.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 45

SPECIALE SPORT Dal mondo dell’equitazione, che unisce l’amore per la natura alla passione per la disciplina sportiva, arriva una storia di grande generosità

Un cavallo da sogno... diventato realtà Giovanni De Grazia racconta come Tracy, il pony ospitato al Circolo Ippico Lametino, ha trovato la sua padroncina LAMEZIA TERME — Certe volte i

sogni si avverano: a Martina Mercuri, una delle piccole amazzoni del “Circolo Ippico Lametino”, è successo. Questa bella realtà sportiva nata circa quindici anni fa a Lamezia Terme e presieduta da Franco Strangis, era presente alla “Masseria I Risi” per celebrare, con le sue davvero belle ed eleganti sfilate in sella, l’arrivo della bella stagione nell’ambito della “Festa della primavera vivere la campagna”, organizzata dalla Cia provinciale di Catanzaro e da poco conclusa. Ci siamo imbattuti in questo affascinante mondo proprio in quell’occasione e abbiamo conosciuto la storia davvero particolare di cui è, indirettamente, protagonista: un sogno diventato realtà a cavallo di un bel pony. Il merito? Della generosità e dell’attenzione degli sponsor della trasmissione di Giovanni De Grazia, che hanno risposto ad un appello del noto conduttore lametino. A “Chi c’è c’è”, questo il titolo della trasmissione, la piccola Martina scrisse una lettera e raccontò il suo sogno: imparare a cavalcare e, un giorno, avere un cavallo tutto suo. De Grazia decise allora di aiutarla, ma come? A questo punto entrano in azione gli sponsor che, presa a cuore la vicenda, dopo tanto peregrinare in giro per l’Italia alla ricerca di un cavallo adatto a Martina, hanno permesso a De Grazia di acquistare proprio in Calabria un bel puledro e di consegnarlo, dopo un periodo di “prova” durato quattro mesi, alla piccola amazzone. Perfetto, sia per stazza, sia per indole: fra Martina e Tracy (così si chiama il pony) è stato amore a prima vista. Tracy è un cavallo da salto

La piccola Martina Mercuri, su Tracy, accanto al conduttore Giovanni De Grazia, nella pista dell’agriturismo “Masseria I Risi”

a ostacoli, passato per l’importante manifestazione internazionale di equitazione “Piazza di Siena”, prima di arrivare nella sua nuova casa, il “Circolo Ippico Lametino”. Ed è qui che continua l’avventura della generosità: da quando Tracy “abita” a Lamezia le spese per il suo mantenimento continuano ad essere coperte dal generoso cartello di sponsor di Giovanni De Grazia che ci racconta: «E’

stata un’esperienza affascinante anche per me, per la quale ringrazio tutti gli sponsor che hanno sostenuto e permesso questa bella storia: io non conoscevo affatto il mondo dell’equitazione. Ora so che è un mondo fatto di passione, disciplina, impegno. Ho imparato a capire che è fondamentale quando si “acquista” un cavallo l’intesa che c’è con il suo padrone: un cavallo indomabile

Alcuni giovanissimi allievi del “Circolo Ippico Lametino” e a destra l’istruttore federale Ugo Governa

Un momento delle esibizioni dei giovani sportivi

in uno spazio aperto, curato, immerso nel verde e popolato da tante specie animali, tipiche della cultura agreste calabrese e non solo, è stato possibile assaporare in profondità il gusto per una pratica sportiva basata sul contatto con la natura e gli animali. Oltre ad essere presente a questo genere di manifestazioni, il “Circolo Ippico Lametino” aderisce a manifestazioni pubbliche, si prepara e partecipa a concorsi ippici in tutta Italia. Il prossimo importante appuntamento in programmazione è quello al Parco delle Biodiversità di Catanzaro previsto per il 24 giugno: un concorso ippico

Sopra e a sinistra giovani allievi al galoppo

per qualcuno può essere il più mansueto nelle mani di altri. Venire a contatto con questo mondo - ha proseguito De Grazia -, in cui Martina ha realizzato il suo sogno e ha conosciuto tanti nuovi piccoli amici che condividono con lei l’amore per l’ippica, è stata un’esperienza impegnativa, ma davvero bella ed arricchente». Insieme a Martina, per celebrare la Primavera con la Cia nella bella struttura lametina, tanti piccoli ambasciatori di questa disciplina, che unisce la pratica sportiva all’amore per la natura e la campagna. Guidati dall’istruttore federale del Circolo, Ugo Governa, in sella c’erano anche i giovani: Claudia Strangis, su Gemma; Luigi Fazio (I° vincitore ex aequo categoria B80 al Concorso Ippico di Bisignano), su Valentina dello Jonio; Clarice De Medici, su Skipper; Alessia Cianflone, su Montana; Alfredo Argento, su TigroH, Gerardo Ciminosa, su Hugo; Lorenzo Rocca, su Tonys. Tutti giovanissimi e appassionati di questa disciplina impegnativa, ma praticabile da tutti e a tutte le età, come assicurano gli esperti, per stabilire un contatto sempre più diretto con la natura. La realtà del “Circolo Ippico Lametino”, nata proprio con l’obiettivo di diffondere questa pratica sportiva poco diffusa, è riconosciuta dalla Federazione Italiana Sport Equestre e vanta un istruttore qualificato. La sua presenza nell’ambito della “Festa della Primavera” risponde esattamente a questa finalità:

internazionale voluto dalla Provincia che vedrà presente anche la bella realtà lametina. Quotidianamente si tengono corsi per aspiranti amazzoni di tutte le età: iniziare da piccoli è

Quella di Martina, Giovanni De Grazia e del Circolo Ippico Lametino è una storia di generosità e amicizia che insegna a esprimere sempre i propri desideri... perchè possono diventare realtà la cosa migliore, spiegano gli appassionati amici di De Grazia, ma certo non è mai tardi per montare in sella. E anche per chi non abbia un cavallo proprio esiste la possibilità di cavalcare quelli messi a disposizione dalla scuola. Insomma, la storia di Martina e di Giovanni insegna che a galoppare con la fantasia non si fa mai male... Rosalba Paletta


il Domani Giovedì 26 Marzo 2009 47

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 10 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 MINISERIE Butta la luna 2 23:15 Tg 1 23:20 ATTUALITÀ Porta a Porta 00:55 Tg 1 Notte 01:25 Che tempo fa 01:30 Estrazioni del Lotto 01:35 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:40 RUBRICA Sottovoce 02:10 RUBRICA Fuoriclasse canale Scuola-Lavoro 02:40 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:10 FILM TV Il Maresciallo Rocca 2: La ragazza col cagnolino 04:50 SITUATION COMEDY Max e Tux 05:00 VIDEOFRAMMENTI Homo ridens 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:25 REAL TV X Factor 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 07:01 CARTONI ANIMATI Cuccioli 07:15 CARTONI ANIMATI Matt & Manson 07:25 CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 07:55 CARTONI ANIMATI Telma e Tuia 08:00 PUPAZZI ANIMATI L'albero azzurro 08:15 CARTONI ANIMATI Dibo dei desideri 08:30 CARTONI ANIMATI Fantasmi detectives 08:50 CARTONI ANIMATI I Lunnis 09:15 RUBRICA Il Cercasapori 09:45 RUBRICA Un mondo a colori files 10:45 Tg 2.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:55 Tg 2 Medicina 33 14:00 REAL TV X Factor 14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 ATTUALITÀ Annozero 23:20 Tg 2 23:35 TEATRO Palco e retropalco 01:10 Tg Parlamento 01:20 REAL TV X Factor 01:50 RUBRICA Almanacco 01:55 Meteo 2 02:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:10 Tg 2 Costume e società 02:25 TELEFILM Le ragazze di Piazza di Spagna 03:00 RUBRICA Inconscio e magia 03:10 VARIETÀ Cercando cercando 03:30 Tg2 Mizar 04:00 RUBRICA Gli occhi di Simona La posta di Rainotte 04:10 RUBRICA I nostri problemi 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Classici della Psicologia

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM F/X The Illusion 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 FILM David e Golia 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver

17:05 RUBRICA Atlantide, Storie di uomini e di mondi 19:00 TELEFILM JAG 20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 TELEFILM L'ispettore Barnaby 22:45 TELEFILM Cold Squad 23:40 SHOW Victor Victoria 01:05 Tg La7 01:15 RUBRICA Movie Flash 01:20 ATTUALITÀ Otto e mezzo 02:00 TELEFILM Alla corte di Alice 03:00 RUBRICA Due minuti un libro 03:05 ATTUALITÀ CNN

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina 07:55 NEWS Traffico 07:57 Meteo 5 07:58 RUBRICA Borsa e monete 08:00 Tg 5 Mattina 08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 09:57 REAL TV Grande Fratello 10:00 Tg 5 Ore 10 10:05 ATTUALITÀ Mattino Cinque 11:00 RUBRICA Forum 13:00 Tg 5 13:39 Meteo 5 13:41 SOAP OPERA Beautiful 14:07 REAL TV La Fattoria 14:10 TELEROMANZO CentoVetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 RUBRICA Pomeriggio cinque 16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 17:20 TG5 5 minuti 17:24 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 minuti 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 Meteo 5 20:31 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 SHOW Superpaperissima 23:30 RUBRICA Terra 00:30 RUBRICA Nonsolomoda di moda 01:00 TG5 NOTTE 01:29 Meteo 5 01:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 02:02 TELEVENDITA Mediashopping 02:15 TELEFILM Squadra med 03:00 TELEVENDITA Mediashopping 03:12 TG5 notte03:30 REALITY SHOW Grande Fratello 03:41 Meteo 5 notte 04:13 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte 05:59 Meteo 5 Notte

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:05 TELEFILM Still standing 06:35 CARTONI ANIMATI Draghi e draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Fragolina 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:35 TELEFILM Pippi Calzelunghe 07:50 CARTONI ANIMATI L'isola della piccola Flo 08:15 CARTONI ANIMATI Evviva Palmtown 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI I cavalieri dello zodiaco I capitoli di Hades Inferno 14:05 CARTONI ANIMATI One piece tutti all'arrembaggio 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Smallville 15:50 TELEFILM Kyle XY 16:40 TELEFILM Malcom 17:40 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:00 CARTONI ANIMATI Twin princess Principesse gemelle 18:15 CARTONI ANIMATI Spongebob 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 NEWS Studio Sport 19:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 TELEFILM C.S.I. Scena del crimine 22:05 TELEFILM C.S.I. New York 23:00 REAL TV Real C.S.I. 23:55 SHOW Chiambretti night Solo per numeri uno 01:30 NEWS Studio Sport 01:55 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:10 MUSICALE Talent 1 Player 02:30 SHOW Media Shopping 02:50 SERIE TV I Soprano 03:40 SHOW Media Shopping 03:55 FILM Anatomy 05:30 NEWS Studio Sport

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 MUSICA Love Test 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REAL TV Room Raiders 14:00 RUBRICA MTV Confidential 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SERIE TV Roswell 21:00 SERIE TV Kebab for Breakfast 22:00 REAL TV The Hills 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 SHOW Central Station 23:30 CARTONI ANIMATI South Park 00:30 MUSICALE Brand: New Videos 01:30 MUSICALE Into the Music 03:00 MUSICALE Insomnia 05:40 TELEGIORNALE

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24 Morning News 06:30 ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 07:30 ATTUALITÀ TGR Buongiorno Regione 08:00 ATTUALITÀ Rai News 24 Morning News 08:15 RUBRICA La storia siamo noi 09:15 RUBRICA Verba volant 09:20 RUBRICA Cominciamo bene Prima 10:00 RUBRICA Cominciamo bene 12:00 Tg 3 12:25 TG3 Chièdiscena 12:45 RUBRICA Le Storie Diario Italiano 13:05 TELENOVELA Terra nostra 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 RUBRICA TGR Neapolis 15:10 Tg 3 Flash LIS 15:15 RUBRICA Trebisonda 15:20 DOCUFICTION Serious Artic 16:00 TG3 GT Ragazzi 16:30 RUBRICA Melevisione 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo 17:50 RUBRICA Geo & Geo 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 FILM The Guardian 00:00 Tg 3 Linea notte 00:10 Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 RUBRICA E-Cubo 01:40 MUSICA La Musica di Raitre Classica 02:20 RUBRICA Rainotte 02:25 Rai News 24 02:40 RUBRICA Next 03:40 RUBRICA Riflettendo con... 03:45 ATTUALITÀ Usa 24 H 04:15 ATTUALITÀ Magazine tematico

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:10 TELEFILM Hunter 09:00 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 SOAP OPERA My Life 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:38 NEWS Vie d'Italia Traffico 11:40 TELEFILM Un detective in corsia 12:25 TELEFILM Renegade 13:30 Tg 4 Telegiornale 13:55 Meteo 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:10 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 16:00 SOAP OPERA Sentieri 16:10 FILM Missili in giardino 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:19 Meteo 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:30 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 SOAP OPERA Tempesta d'amore 23:15 FILM Specie mortale 01:25 Tg 4 Rassegna stampa 01:50 SHOW Stasera a teatro 01:55 MUSICALE Clip parade 02:30 NEWS Tv Moda 03:00 FILM Carcerato 04:45 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 04:50 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN TV Specie mortale Rete 4 ore 23,15

Regia: Roger Donaldson. Con Alfred Molina, Forest Whitaker, Ben Kingsley, Michelle Williams, Michael Madsen, Marg Helgenberger, Natasha Henstridge, Jordan Lund, Don Fischer, Scott McKenna, Virginia Morris, Jayne Luke, David K. Schroeder, David Jensen, Esther Scott Titolo originale Species. Genere: Fantascienza Durata 111 min. Produzione: USA 1995. In seguito a uno scambio di DNA con un lontano pianeta, viene creato un essere mezzo donna e mezzo extraterrestre che, crescendo assai rapidamente, fugge dal laboratorio e se ne va in giro per gli States in cerca di un compagno con cui accoppiarsi. Quando vuole, però, può trasformarsi in un orribile mostro aggressivo. Le dà la caccia lo scienziato responsabile dell'esperimento con una squadra di esperti.

The Guardian Rai 3 ore 21.10

Regia: Andrew Davis Cast: Kevin Costner, Ashton Kutcher, Melissa Sagemiller, Bonnie Bramlett, Clancy Brown, Sela Ward, aNeal McDonough, John Heard, Brian Geraghty, Shelby Fenner Genere: Azione Produzione: USA 2007. Presentato come personaggio leggendario, l'addetto al salvataggio in mare Ben Randall, in seguito a una tempesta in mare della quale è stato l'unico superstite, è inviato contro la sua volontà a insegnare alla scuola di addestramento creata per trasformare giovani reclute dotate di solo coraggio – o arroganza – in esperti Rescue Swimmers, corpo speciale di salvataggio della guardia costiera. Nasce un

125’ rapporto prima di conflitto aperto poi di stima e affetto con il giovanotto più arrogante, più cocciuto e più coraggioso degli altri. È un uomo moralmente a pezzi, in crisi con sua moglie, che sublima i suoi sensi di colpa e le sue frustrazioni nei duri e rabbiosi addestramenti ai quali sottopone gli allievi. Il rapporto prima conflittuale, poi complice e speculare, con il giovane Jake, gli ridà però la voglia di vivere e le motivazioni che aveva perduto. Con The Guardian l'esperto Andrew Davis racconta una storia di formazione e di nobile virilità tipicamente americana sull'asse Ford-Eastwood. Bella prova di Kevin Costner e Ashton Kutcher, due generazioni a confronto.



il domani