Page 1

Giovedì 25 Novembre 2010

Anno XIII - Numero 324

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

REGIONE

SORICAL

Amianto, De Masi (Idv): evitare la realizzazione di mega impianti

FOCUS Studiare modelli di analisi dei costi aziendali e gestione della liquidità

Tariffe e consumi, pesante attacco di Angela Napoli (Fli)

a pag » 6

a pag » 5

a pag » 28

Il governatore Scopelliti ha sintetizzato le priorità della manovra finanziaria 2011 che dovrà passare all’esame del Consiglio

Bilancio, fondi contro il crimine Un mutuo di 500 mila euro l’anno per 20 anni destinato alla costruzione e all’ammodernamento di uffici giudiziari, caserme e carceri L’INTERVENTO

Rifiuti, sacrificio e solidarietà per uscirne fuori

Per la famiglia sono previsti aiuti per 10 milioni di euro che potranno essere distribuiti IL COMMENTO tramite carte di credito del valore di mille euro per 10 mila famiglie o con altri sistemi attualmente allo studio che potrebbero raggiungere altre 12-14 mila famiglie a pag » 6

L’ASSEDIO DEGLI STUDENTI

Tutte le Regioni aiutano Napoli tranne il Piemonte e il Veneto

di Raffaele Fitto ministro per i rapporti con le Regioni

Se le Regioni saranno solidali con la Campania, il problema dei rifiuti a Napoli sarà risolto entro un mese. Le polemiche di questi giorni hanno chiaramente un sapore politico, mentre ci si trova davanti ad una situazione complessa, una urgenza, un problema limitato a pochi giorni e la cui soluzione, divisa tra alcune regioni, comporterà un sacrificio minimo che non inciderà in alcun modo sul loro ciclo dei rifiuti. In breve, il sacrificio delle regioni potrebbe essere limitato alla ricezione di tre camion al giorno per un complessivo centinaio di tonnellate, anche se le indicazioni definitivesaranno,ovviamente,date dai tecnici. Posso comunque assicurare che la quantità di rifiuti che deve essere distribuita è minima. Alle regioni si chiede un semplice atto di solidarietà.

L’EMERGENZA

Scontri e lancio di uova ieri a Roma ROMA - Un gruppo di studenti che protestavano contro la riforma dell’università ieri ha superato le barriere di sicurezza e ha tentato di entrare a Palazzo Madama. I commessi e gli agenti di sicurezza sono riusciti a chiudere la porta a vetri ma non il portone di legno e i manifestanti sono rimasti fuori dal palazzo premendo nell’androne. Poco dopo è iniziato un fitto lancio di uova.

ROMA - «Il governo nelle prossime ore predisporrà una richiesta sostanziale, chiedendo un coinvolgimento e una disponibilità delle Regioni a contribuire a risolvere la questione rifiuti in Campania»: lo ha detto il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, al termine dell’incontro tra Regioni, enti locali e governo sul tema rifiuti. Il miniistro, rispondendo ad alcune domande, ha chiarito che il no ad accogliere rifiuti campani è arrivato da Piemonte e Veneto «che si sono detti indisponibili» mentre la Sardegna ha rappresentato una propria difficoltà oggettiva. «E’ utile individuare una soluzione che coinvolga tutte le Regioni al di là delle quantità e delle modalità. L’incontro è stato, comunque, positivo». a pag » 4

REGGIO CALABRIA Beni per 50 milioni sequestrati ad affiliati alle cosche Borghetto, Zindato e Caridi a pag » 11

COSENZA I cittadini di Rossano bloccano la strada che porta alla discarica a pag » 12

CATANZARO Dda: confische alla ’ndrangheta aumentate di ben 34 milioni di euro nel 2010 a pag » 17

Oggi con Bonanni per rilanciare i temi dello sviluppo di Paolo Tramonti segretario generale Cisl Calabria

Nell’ambito del 60° della Cisl Calabria oggi con inizio alle ore 9.30, a conclusione delle analoghe iniziative svolte nei cinque territori provinciali, presso l’Hotel Caposuvero di Gizzeria Lido, si terrà una grande manifestazione della Cisl regionale. All’importante evento parteciperanno dirigenti, quadri, delegati, lavoratori, pensionati e rappresentanti istituzionali, politici, economici, sociali e della Chiesa. E’ questa un’occasione per rilanciare i temi dello sviluppo e della crescita economica e sociale della nostra Regione in un momento, come quello attuale, in cui il Mezzogiorno vede aumentare drammaticamente il divario con il resto del Paese. In questo contesto occorre mettere in campo una forte azione politica e istituzionale in grado di affrontare le tante emergenze presenti, ma anche per predisporre e attuare provvedimenti di più ampio respiro in grado di arrestare il declino e invertire l’attuale tendenza negativa. In questo senso si richiede un impegno straordinario e sinergico ai vari livelli politici e istituzionali: dal Governo nazionale a quello regionale, oltre che al sistema dei Poteri Locali. I lavori della giornata saranno preseduti dal segretario confederale Luigi Sbarra. Seguiranno gli interventi del ppresidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti, del presidente del consiglio regionale Francesco Talarico, del presidente di Confindustria Calabria Umberto De Rose, del Vescovo di Lamezia Terme mons. Luigi Cantafora, del Senatore Franco Marini. Le conclusioni saranno affidate al segretario generale Raffaele Bonanni.


2

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL PUNTO di Giuseppe Candido Obbligare gli enti locali alla raccolta differenziata Durante la trasmissione di Fazio "Vieni via con me" del 22 novembre scorso, Roberto Saviano con capacità di narrazione quasi manzoniana, racconta il dramma di una città, Napoli, e di una Regione, la sua Campania, in cui l’emergenza rifiuti dura da quasi tre lustri e che oggi si ritrova tragicamente seppellita da una "montagna di rifiuti". Più alta del Monte Bianco, più alta del K2 e dell’Everest, con 15.600 metri di altezza, spiega Saviano, la montagna dei rifiuti gestiti in Italia dalle eco-mafie svetta su tutti i più alti rilievi orografici del globo. Ovviamente, Roberto Saviano tiene in primo piano del suo discorso l’emergenza napoletana e campana che, sotto gli occhi di tutti da più mesi, viene oggi sanzionata pure dalla Direzione generale ambiente dell’Unione europea che con la sua rappresentante certifica che "Dal 2008 nulla è cambiato". I rifiuti di Napoli, dice Pia Bucella, "sono sempre per strada". E se non si

provvederà subito si rischia di perdere molti fondi europei. Un’emergenza che dura da 15 anni. Saviano parla di una Regione, la sua, con una raccolta differenziata che non decolla e che porta in discarica l’85 % dei rifiuti prodotti senza differenziarli. Produzione dei rifiuti che non diminuisce, anzi aumenta al ritmo di circa 3000 tonnellate al girono solo a Napoli. Poi si sofferma sugli inceneritori insufficienti, delle eco balle che di eco hanno solo il nome e della criminalità organizzata, che in quella regione si chiama camorra ma che da noi si chiama ’ndrangheta, che legata con la malapolitica gestisce il traffico dei rifiuti, sia quelli "legali" indifferenziati sia quelli pericolosi resi legali "con giro di bolla", discaricati poi un po’ ovunque sul territorio. Solo in Campania? O la montagna di rifiuti di cui parla Saviano è in realtà disseminata anche in regioni limitrofe con crimina-

DAL PARLAMENTO

di Rosy Bindi*

Un governo che non c’è Purtroppo per il Paese, Berlusconi insiste a raccontare un governo che non c’è. Vive sulle nuvole, mentre i cittadini sono ormai a terra, con i piedi nell’acqua o sommersi dai rifiuti, alle prese con una crisi economica che non sa o non vuole affrontare. Con che coraggio continua a elencare presunti "ottimi risultati" in politica interna ed estera? Sono parole preoccupanti, all’indomani delle figuracce di Lisbona e dei ripetuti fallimenti del Consiglio dei ministri che doveva varare i famosi cinque punti. Il decreto sui rifiuti fino a ierieraunfantasma;quellosullasicurezza va contro le normative Ue sulla circolazione dei cittadini comunitari e, con gli emendamenti Pdl, smonta le norme antimafia sugli appalti; la riforma fiscale è per ora solo un annuncio, e intanto con i tagli agli enti locali la pressione su famiglie e imprese negli ultimi due anni e mezzo è cresciuta; la legge di stabilità finanziaria si basa su previsioni sbagliate. Berlusconi non ha più la percezione di ciò che accade nel Paese e, sembra, nemmeno all’interno del suo partito che richiama, senza pudore, alla sobrietà dei comportamenti. *presidente assemblea nazionale Partito Democratico

lità quantomeno altrettanto organizzate? Tutto quello che Saviano nella sua narrazione ci descrive dei rifiuti è tragicamente vero, appartenente al sentito popolare e per questo, forse, le sue parole fanno anche paura. Anche in Calabria la situazione dei rifiuti non sta messa molto bene e anche qui la "montagna dei rifiuti" cresce giorno per giorno. E anche qui da noi la situazione di emergenza e il relativo commissariamento durano da quasi 15 anni senza produrre i risultati attesi. Non dimentichiamo che nel gennaio del 2007 si dimise da commissario per l’emergenza rifiuti in Calabria il Prefetto Ruggiero con una relazione di denunce e accuse che finì sulla prima pagina del Corriere della Sera con un articolo di Gian Antonio Stella. "41 dipendenti fantasma, parcelle ad avvocati amici, bilancio su foglietti" il catenaccio; "Calabria, ambiente e il gioco di 864 milioni" è invece il titolo dell’articolo. "Credevano di giocare coi soldi finti del Monopoli, al Commissariato per l’Emergenza Ambientale in Calabria". I bilanci erano redatti su "foglietti": entrate e uscite. Di «un bilancio vero e proprio» nessuna traccia. Stella spiega che la "casta" calabrese scialacquava così i soldi europei: "Senza una documentazione giustificativa. Senza un controllo della Ragioneria. Hanno speso così, in otto anni, 864 milioni di euro". C’è ancora un senso, si chiede Stella, nel radiografare una situazione amministrativa di confine tra la sciatteria e la criminalità? Saviano ci prova e ci riesce perché la radiografia che fa è reale e le responsabilità che emergono non possono che fare bene. E non dimentichiamo nemmeno che anche in Calabria le discariche si stanno riempiendo più velocemente di quanto non ci si attendeva e che anche qui la ’ndrangheta è al lavoro. Su questo aspetto, anche Saviano, un passaggio nel suo discorso è costretto a farlo e lo fa ricordando come proprio la ’ndrangheta sia responsabile dell’interramento delle scorie tossiche dell’ex Pertusola Sud di Crotone, arsenico e

metalli pesanti compresi, finite - secondo quanto emerso nell’inchiesta "black mountains" - in sottofondi stradali, per costruirci scuole e persino il piazzale della Questura. E non scordiamo nemmeno quella che qualcuno ha definito "la più grande discarica abusiva d’Europa" che sembra sia essere diventato - secondo quanto sta purtroppo emergendo dalle indagini della Procura di Paola - il Fiume Oliva e la sua valle. Li con i carotaggi sono state individuate "buche sotterranee grandi quanto un campo di calcio e profonde oltre 10 metri". Vasche che sono state utilizzate per nascondere veleni d’ogni genere, riempite con fanghi industriali ed idrocarburi. E si parla anche della presenza di residui di altiforni, rifiuti cioè provenienti d’attività industriali. Siamo serviti anche noi da pattumiera per i rifiuti la cui produzione dava vantaggi economici alle aziende del Nord e che adesso, sarà il Sud, saremo noi meridionali, che pagheremo i costi ambientali. Costi che si ripercuoteranno inevitabilmente sui settori dell’agricoltura e del turismo calabrese che, invece, avrebbero dovuto costituirne il volano di uno sviluppo sostenibile. La Calabria purtroppo, se non si interverrà in tempo, non è troppo lontana da un’emergenza che rischia di divenire tragica come in Campania. Per questo sarebbe importante prevenire, obbligare gli enti locali alla raccolta differenziata, promuovere iniziative culturali per spiegare la necessità e il "come" fare una "buona" raccolta differenziata e magari, anziché prevedere la costruzione di un altro "termovalorizzatore" che è soltanto un trasformatore di rifiuti solidi in altri rifiuti sotto forma di gas e di solidi incombusti fortemente pericolosi, costruire piccoli impianti di trattamento meccanico biologico diffusi sul territori e che, in altre realtà come la Germania, rappresentano l’avanguardia del ciclo integrato dei rifiuti.

Giuseppe Candido


4

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

PRIMO PIANO Regione parte civile nei processi di violenza sulle donne. Il si di Nicolò

Raffaele Fitto

Mentre anche in Calabria esplode l’emergenza a Roma si riunisce un tavolo per affrontare l’allarme, partendo da Napoli

Rifiuti, Fitto: un problema che coinvolge tutte le Regioni di Cesare Giraldi ROMA - Mentre in Calabria emerge prepotentemente il problema dei rifiuti nel lametino, a Roma si riunisce il tavolo di governo e regioni per affrontare l’allarme in Campania. Sono state predisposte soluzioni che partono da un presupposto: bisogna essere uniti e non disinteressarsi del problema come se riguardasse solo alcune realtà. Questa la linea che in futuro potrebbe essere adottata anche per la Calabria, dove già in alcune zone ci si comincia a passare la spazzatura per l’impossibilità di poterla raccogliere. Come è successo a Lamezia, in cui la megadiscarica di Pianopoli, alle porte della città, è ancora sequestrata dalla procura della Repubblica, che vuole capire cosa viene scaricato da un grosso tubo che, secondo gli inquirenti, è al centro dell’impianto pur non essendo previsto dal progetto, dal quale i carabinieri del Noe hanno visto fuoriuscire pannolini sporchi e altri rifiuti misti a fanghiglia. Per adesso i rifiuti sono stati accolti da Rossano, ma presto il pro-

blema potrebbe rispuntare in tutta la sua gravità. E intanto a Roma governo e regioni, riunitisi ieri, hanno iniziato a studiare una formula per risolvere la questione rifiuti in Campania. Una formula che, si è detto, non può prescindere da due condizioni: la dichiarazione dello stato di emergenza e un impegno corale di tutti i livelli istituzionali. Nessun dorma, in sostanza, tutti si rimbocchino le maniche e diano un contributo. Questo l’appello venuto fuori dopo il vertice che ha visto impegnati Vasco Errani, presidente della Conferenza delle regioni, il ministro dei rapporti con le regioni, Raffaele Fitto e i rappresentanti del Governo. Il ministro Fitto al termine dell’incontro lo ha spiegato a

Fitto ha assicurato che tra Regioni e governo ci sarà un contatto per le vie brevi e ha voluto ribadire l’impegno dell’Esecutivo

modo suo: «Penso ci sia bisogno di una richiesta del governo a tutte le regioni; il governo dovrà chiedere a tutto il sistema di condividere gli obiettivi di solidarietà per risolvere la questione e condividere il percorso. Lavoreremo in queste ore in tal senso». E se per Errani siamo di fronte a una questione che chiede a tutti di non fare tatticismi politici, semmai «un gesto di responsabilità», Fitto ha fatto capire che questo auspicio rappresenta una prerogativa irrealizabile. Già, infatti, sono arrivati alcuni niet da Piemonte e Veneto, le due regioni governate dalla Lega, che si sono detti «indisponibili, mentre la Sardegna - ha detto il ministro - ha rappresentato una propria difficoltà oggettiva. È utile individuare una soluzione che coinvolga tutte le Regioni al di là delle quantità e delle modalità. C’è stata una disponibilità da parte di quasi tutte le regioni e l’incontro è stato positivo». Il ministro ha assicurato che tra Regioni e governo ci sarà un contatto per le vie brevi e ha voluto ribadire l’impegno dell’Esecutivo in tal senso e il suo ruolo di mediazione per sollecitare soluzioni condivise e veloci.

REGGIO CALABRIA - Da Alessandro Nicolò arriva pieno sostegno alla mozione presentata dalla presidente della commissione regionale per le Pari opportunità, avvocato Giovanna Cusumano, per la costituzione di parte civile della Regione Calabria in tutti i processi di violenza contro le donne e i minori. Secondo il vicepresidente del Consiglio regionale «l’approvazione del documento da Nicolò ha espresso partedell’assembleasarebbe un importante segnale di anche la sua condivisione civiltà e di sensibilità anche rispetto a una politica, fino nei confronti della ad oggi, sostanzialmente de- proposta di Alberto ficitaria in materia di tematiche di genere. L’attenzione Sarra relativa al riordino concreta verso le fasce debodelle comunità montane li esprime il livello alto del senso di responsabilità dell’attuale classe dirigente». Rispetto poi all’opera di studio e di approfondimento condotta dal sottosegretario Alberto Sarra in merito al progetto di riordino delle Comunità montane, Nicolò esprime la sua condivisione: «Il

Alessandro Nicolò

progetto illustrato oggi (ieri, ndr) in commissione punta, infatti, a rendere più incisivo e più efficace il ruolo e l’azione di questi enti, rimuovendo l’immagine diffusa di carrozzoni, e cioè di enti inutili e dispendiosi. L’idea, inoltre, di un’agenzia unica con competenza in materia di agricoltura e forestazione va senza dubbio nella direzione di un cospicuo recupero di risorse. La nuova architettura delle comunità montane rientra - ha concluso - in una diversa visione della Regione, più agile, snella e maggiormente capace di rispondere alle peculiarità del territorio».


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani

5

PRIMO PIANO Agenti di viaggio, in Calabria arrivano alcune liberalizzazioni REGGIO CALABRIA - Una ventata di liberalizzazione potrebbe arrivare in Calabria relativamente all’abilitazione alla professione di direttore tecnico di agenzia viaggi. Fausto Orsomarso ha presentato in Consiglio regionale una proposta di modifica dell’attuale normativa per agevolare il percorso. Il Consigliere regionale del Pdl ha chiarito che «l’attuale disciplina risulta essere in contrasto con i principi del libero esercizio delle professioni, previsti nella direttiva comunitaria sui servizi e della nostra Carta Fondamentale». Qualora venisse accolta, la modifica proposta consentirebbe alle province calabresi di potere abilitare alla professione di direttore tecnico soggetti provenienti da tutta Italia, senza vincoli di residenza nel proprio ambito locale. «Tutto questo favorirebbe l’interscambio culturale e il conse-

quenziale innalzamento della qualità della professione nonché la riqualificazione dei servizi offerti dalle agenzie di viaggio, con sicuri benefici in termini di efficienza in favore dell’utenza di settore», ha detto Orsomarso. A ciò si aggiunge che troverebbe risposta, e questo è un passaggio ritenuto dal consigliere ancora più importante «la crescente offerta lavorativa nel settore, che oggi non riesce ad essere soddisfatta, stante la posizione delle province, che ritengono inopportuno bandire gli esami di abilitazione sottostando alle condizioni assolutamente limitative, oggi previste dalla normativa». La posizione critica di tutti gli Enti locali, ha trovato appoggio da parte del dipartimento Turismo, sport, spettacolo e Politiche giovanili della Regione. A.C

Fausto Orsomarso

L’onorevole di Futuro e libertà, componente della commissione Antimafia, ha presentato un’interrogazione parlamentare al Presidente del Consiglio Berlusconi

La Napoli denuncia al Governo le presunte vessazioni della Sorical

Silvio Berlusconi

di Alessandro Caruso ROMA - La deputata di Futuro e libertà Angela Napoli ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio in cui attacca la Sorical e le sue tariffe imposte ai comuni per l’erogazione del servizio idrico. La contestazione dell’onorevole riguarda principalmente la violazione della normativa nazionale secondo la quale la competenza nel fissare i criteri per l’adeguamento tariffario relativo al consumo di acqua non spetta alle regioni bensì agli organi dello Stato. Normativa che la Sorical, secondo la denuncia della Napoli, avrebbe aggirato. La legge di riferimento, la 36 del 1994 con tutte le successive modifiche, prevede l’elaborazione di un metodo normalizzato per la determinazione della tariffa del servizio idrico che si riferisce alla piena funzionalità del servizio idrico integrato. Nell’attesa di determinare o applicare il metodo normalizzato il compito di fissare icriteriper l’adeguamentotariffario spetta al Cipe, mentre gli adeguamenti tariffari sono competenza esclusiva del legislatore statale. In Calabria, non essendo ancora entrato in vigore il metodo normalizzato, la determinazione della tariffa idrica spetta al Cipe, mentre gli adeguamenti tariffari sono competenza esclusiva del legislatore statale. In linea con questa disciplina, ha aggiunto la Napoli, il 13 giugno del 2003 la regione Calabria ha stipulato una convenzione con la Sorical in cui si afferma che per l’affidamento in gestione degli acquedotti calabresi è stabilito che la tariffa determinata secondo il metodo

Maiolo sul Por: i fondi non vengono spesi, la Regione deve intervenire

Angela Napoli

normalizzato si dovrà applicare a partire dal sesto anno di gestione. Ma qui si arriva al presunto illecito: la gestione della Sorical ha avuto inizio il primo novembre del 2004 e quindi, in base alla normativa vigente, non poteva essere applicato alcun adeguamento tariffario, con decorrenza anteriore al 26 marzo 2009. La Sorical, invece, ha disposto aumenti dal 2002. «A tutto il 31dicembre 2008, addirittura - scrive - gli aumenti sono stati superiori al 20% con maggiori importi, richiesti da Sorical ai comuni in circa 30 milioni di euro. A seguito di tali illegittimi aumenti, i comuni, già in difficoltà per le continue riduzioni dei trasferimenti statali, hanno visto peggiorare la propria condizione finanziaria». La minaccia della riduzione della fornitura dell’acqua sembra essere usata dalla Sorical come arma di ricatto per costringere i comuni a sottoscrivere un contratto di utenza contenente condizioni svantaggiose per gli enti locali. E a questo si aggiunge l’attacco a una

persona che da tempo è bersaglio dell’onorevole della commissione Antimafia: nell’interrogazione Angela Napoli fa rilevare, infatti, che risulterebbe far parte del Consiglio d’amministrazione della Sorical il sindaco di Corigliano Calabro, Pasqualina Straface, indagata per associazione mafiosa. A tale proposito la deputata chiede se la posizione del sindaco di Corigliano, rappresentante, tra l’altro, di un Comune in posizione debitoria nei confronti della Sorical, sia compatibile con la sua qualità di consigliere di amministrazione della società.

Del Cda della Sorical fa parte il sindaco di Corigliano Calabro, Pasqualina Straface, indagata per associazione mafiosa

CATANZARO - Come si rileva dai dati pubblicati dalla Ragioneria generale dello Stato nei rapporti di monitoraggio degli interventi comunitari - Programmazione 2007-2013 Obiettivo convergenza, il livello di attuazione finanziaria degli interventi dei Por Calabria al 31 agosto 2010 è rimastoesattamenteidentico a quello del 30 giugno 2010, sia per quanto concerne il Por Fse che il Por Fesr. In particolare, secondo i dati del monitoraggio del Por Fse 2007-2013, la spesa impegnata al 31 agosto 2010 è pari a quella im- Mario Maiolo pegnata al 30 giugno 2010 e corrisponde al 13,22% della spesa programmata. A fotografare la situazione è Mario Maiolo, consigliere regionale del Pd. «Stesso trend - dice Maiolo - si registra per la quota di spesa pagata che rileva al 31 agosto 2010 la stessa incidenza del 30 giugno 2010, ossia 7.73%. Per quel che riguarda l’attuazione del Fesr la situazione risulta drammatica, al 31agosto 2010 la spesa impegnata è pari al 30,68% di quella programmata, e la spesa pagata è pari al 6,62% di quella impegnata. Esattamente le stesse percentuali del 30 aprile 2010». I dati illustrano a suo giudizio come l’attuazione finanziaria degli interventi comunitari ha subito un arresto preoccupante, non si registra avanzamento nella spesa sui fondi comunitari rispetto agli impegni precedentemente assunti, tale da richiedere che vengano poste in essere tutte le iniziative necessarie a superare le criticità esistenti. «La Commissione regionale - conclude Maiolo - deve svolgere un ruolo più attivo sul monitoraggio dei programmi e delle attività previste nella competenza consiliare dalla legge comunitaria regionale».


6

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

PRIMO PIANO Mercurio: un plauso per la nuova legge sullo sport CATANZARO - Il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco Mercurio, in una nota, esprime il proprio plauso per l’approvazione da parte del Consiglio regionale della nuova legge sullo sport. «Lo sport, come la cultura - sostiene Mercurio - è materia imprescindibile di sviluppo sociale, costituisce un importante punto di partenza nell’educazione dei bambini e dei giovani

che frequentano la scuola ed è capace, persino, di stimolare nei futuri cittadini le giuste condizioni per la costruzione di un tessuto sociale sano. Infatti, questa nobile disciplina, molto vicina al mondo giovanile e non solo, educa al rispetto dell’avversario e delle regole e stimola l’aggregazione e l’affermazione del valore e della sana competizione».

Il presidente Scopelliti ha sintetizzato la manovra finanziaria 2011 che dovrà passare all’esame del Consiglio. Al suo fianco l’assessore Giacomo Mancini e il dg Pietro Manna

Bilancio regionale, 3 priorità: famiglie, Cittadella e lotta alla ‘ndrangheta di Filippo Marino CATANZARO - Un bilancio "veritiero" in cui sono state individuate tre priorità: lotta alla ’ndrangheta, sostegno alle famiglie bisognose e completamento della Cittadella regionale che possono servire al territorio. Così il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti,ha sintetizzato il bilancio di previsione e la manovra finanziaria 2011 che dovrà passare all’esame del Consiglio regionale. Il bilancio è stato presentato ieri, oltre che da Scopelliti, dall’assessore al Bilancio ed alla programmazione, Giacomo Mancini, e dal direttore generale del Dipartimento, Pietro Manna. La nuova finanziaria, è stato spiegato, prevede un mutuo di 500 mila euro l’anno per 20 anni, destinato alla costruzione e all’ammodernamento di uffici giudiziari, caserme e carceri. Per la famiglia sono previsti aiuti per 10 milioni di euro che potranno essere distribuiti tramite carte di credito del valore di mille euro per 10 mila famiglie o con altri sistemi attualmente allo studio che potrebbero raggiungere un numero di circa 12-14 mila famiglie. Previsti anche aiuti per le imprese, con la cessione dei crediti delle aziende alla Regione e la previsione di un fondo di garanzia per le imprese in difficoltà. La manovra prevede poi un mutuo di 34,2 milioni di euro per il completamento della cittadella regionale, che comporterà un risparmio di circa 20 milioni l’anno

coltà e di ristrettezze - ha detto Scopelliti - questo bilancio è un segnale di grande importanza». «L’obiettivo che ci prefiggiamo ha sostenuto Mancini - è l’approvazione del bilancio in Consiglio regionale entro la fine dell’anno. E’ un bilancio che si caratterizza non per tagli scriteriati, ma su un corretto uso del denaro pubblico, individuando alcune priorità». per fitti, manutenzione e vigilanza spesi attualmente per gli edifici in cui si trovano gli uffici. Sempre in tema di opere pubbliche è previsto un programma di finanziamenti con la realizzazione di almeno una grande opera in ciascuna provincia grazie ad un mu-

Per la famiglia sono previsti aiuti per 10 milioni di euro che potranno essere distribuiti tramite carte di credito tuo di 1,4 milioni per 20 anni ed un programma per gli edifici di culto grazie ad un mutuo di 1,35 milioni per 20 anni. In tema di razionalizzazione della spesa è prevista la possibilità di un esodo incentivato del personale, un investimento di 6,5 milioni nel settore dei trasporti per ottenere un risparmio di 15 milioni l’anno e la dismissione di parte del patrimonio immobiliare. «In una stagione di grande diffi-

Inquinamento da amianto, De Masi (Idv): evitare la realizzazione di mega impianti di smaltimento REGGIO CALABRIA - È stato discusso presso la IV Commissione - assetto e utilizzazione del territorio, protezione dell’ambiente - l’esame abbinato di alcuni disegni di legge con cui si intende dotare la Regione Calabria di un valido strumento normativo al fine di promuovere ed attuare sul territorio regionale interventi di risanamento a difesa dei pericoli derivanti dall’inquinamento da amianto necessari a garantire la tutela della salute pubblica. Il testo, prevede l’adozione del Piano regionale amianto per la Calabria che si propone di individuare la tipologia, il numero e la localizzazione degli impianti da utilizzare per lo smaltimento o lo stoccaggio definitivo di tali rifiuti, basato sulla valutazione delle tipologie e dei relativi quantitativi di rifiuti di amianto presenti sul territorio secondo una appropriata analisi territoriale. «Da un’analisi del testo - commenta il consigliere regionale De Masi (Idv) - è emerso che l’individuazione degli impianti di smaltimento dei rifiuti di amianto viene demandato alla predisposi-

zione del piano di smaltimento dei rifiuti di amianto e a tal proposito ho presentato un emendamento in ordine alla mancata previsione del criterio dell’autosufficienza territoriale in merito alla localizzazione ed all’installazione degli impianti da utilizzare per lo smaltimento o lo stoccaggio definitivo di tali rifiuti nei territori delle province calabresi». «Dobbiamo - secondo De Masi - preparare la popolazione calabrese ad un responsabile senso civico per favorire, da una parte, uno smaltimento più razionale dei rifiuti di che trattasi e, dall’altra, per evitare la realizzazione di mega impianti che penalizzerebbero i territori interessati e smaltendo in impianti più vicini ai luoghi di produzione o raccolta, otterremo la riduzione dei movimenti dei rifiuti stessi così da garantire un alto grado di protezione dell’ambiente e della salute pubblica».

Desk Consumatori, anche in Calabria il servizio promosso da UniCredit ROMA - A Reggio Calabria e Rende (Cs) è partito il servizio "Desk Consumatori" promosso da UniCredit con le associazioni dei consumatori. Il nuovo progetto, che ha cadenza bisettimanale (martedì e giovedì dalle 8:30 alle 13:30), è parte integrante dell’Accordo Quadro firmato da 12 associazioni dei consumatori e Unicredit in un’ottica di ascolto continuo e coinvolgimento attivo del

cliente/consumatore. I desk, presenti in tutte le regioni italiane, ricevono gratuitamente i quesiti dei consumatori su temi che possono spaziare dai mutui ai principali strumenti di pagamento (carte di credito, bancomat, revolving), da temi legati alla Pubblica Amministrazione ai trasporti. Gli esperti delle associazioni dei consumatori, autonomi nella gestione dei contenuti, possono

fornire il loro supporto sia ricevendo i cittadini presso le agenzie UniCredit in cui è attivo il servizio che, a partire dal mese di dicembre, rispondendo alle loro domande pervenute attraverso il sito Unicredit.it/deskconsumatori. I Desk Consumatori sono a Reggio Calabria in via degli Arconti 6 e a Rende (Cs) in piazza Santo Sergio.

Ma. Man.


il Domani

|

AsteInfoappalti

7

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Giovedì 25 Novembre 2010

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 46/00 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Avv. Vincenzo Malomo Lotto 1: Terreno sito in Albidona censito in catasto al fg. 27, p.lla 126 Prezzo base: euro 2.582,28 Vendita senza incanto: 19.01.2011 Vendita con incanto: 26.01.2011 Lotto 2: Fabbricato sito in Albidona, censito in catasto al fg. 36, p.lla 74 subb 1,2,3 e 4, insistente su un terreno censito in catasto al fg. 36, p.lla 74 Prezzo base: euro 73.900,00 Vendita senza incanto: 19.01.2011 Vendita con incanto: 26.01.2011 Lotto 3: Fabbricato sito in Albidona, non denunciato in catasto, insistente su un terreno censito in catasto al fg. 27, p.lla 187 (p.lla 140) Prezzo base: euro 108.850,00 Vendita senza incanto: 19.01.2011 Vendita con incanto: 26.01.2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Avv. Vincenzo Malomo, sito in Castrovillari, Via Umberto Caldora, telefono 0981/491506 cell. 347/7907164 Presentare le offerte entro h. 13.00 del 18/01/2011 presso lo studio del Professionista delegato. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari, Via Umberto Caldora, telefono 0981/491506 cell. 347/7907164

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 49/08 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di villetta unifamiliare sita in Caccuri (KR) frazione Rione Croci, - Via del Convento - Via Montegrappa posta su tre piani fuori terra, superficie complessiva di circa mq. 203,50 riportata in NCEU al foglio 38 p.lla 140 Prezzo base: euro 36.535,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 02 .02.2011 Vendita con incanto: 09.02.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Paola Vallone tel. 328.0026041, o presso la cancelleria oconsultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME N. 72/2009 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva N.72/2009 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 8/10/2010 ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal Creditore Procedente "JUPITER ASSET MANAGEMENT S.R.L." (già "VESTA FINANCE S.R.L."); Ritenuto necessario pertanto fissare la vendita dei beni; Visto l'art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 13 gennaio 2011 alle ore 12,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell'Associazione Notarile, si terra la vendita senza incanto del seguente immobile: LOTTO UNICO: In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione Nicastro, alla via dei Glicini civico n.33: locale adibito ad uso ufficio con annessi servizi igienici, di complessivi nq.643, su due livelli, ovvero piano terra di mq.467 e piano seminterrato di mq.176, con annessa area esterna di mq.788, dei quali mq.635 recintati con muretti perimetrali e cancelli carrabili, e mq.153, adibiti al transito pedonale (marciapiedi). L'unità immobiliare sopra descritta è riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme, sezione Nicastro, con le seguenti indicazioni: - foglio di mappa 34, particella 346/sub.29,

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

via dei Glicini n.33, piano S1-T., zc.1°, cat.A/10, cl. U., vani 25, rendita euro 3.873,43. La nominata particella 346/sub.29 deriva "per fusione e diversa distribuzione degli spazi interni" dalle particelle 346/sub.26, 346/sub.27 e 346/sub.28. Il descritto immobile è stato edificato con in base alla Concessione Edilizia n.1990 rilasciata dal Sindaco del Comune di Lamezia Terme in data 31.8.1989. PREZZO BASE D'ASTA: euro 713.225,00 (euro settecentotredicimila-duecentoventicinque virgola zero zero). AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell'art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 3 febbraio 2011 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, presso i locali dell'Associazione. LOTTO UNICO - PREZZO BASE D'ASTA: euro 713.225,00 (euro settecentotredicimila-duecentoventicinque virgola zero zero) CAUZIONE euro 71.322,50 (euro settantunomilatrecentoventidue virgola cinquanta) AUMENTO MINIMO euro 35.661,25 (euro trentacinquemilaseicentosessantuno virgola venticinque) In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilascio del prezzo. L'immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell'edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). Il bene di cui sopra è meglio descritto nella relazione di stima a firma dell'esperto arch. Anna Maria Scavelli, che può essere consultata dall'offerente (ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni) sul sito internet www.portaleaste.com e su "Il Domani" (Edizione Regionale). E' possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all'intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro, a cui potranno rivolgersi direttamente. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. Se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l'offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell'intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell'art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l'aggiudicatario, qualora l'immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell'aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. Custode giudiziario dei peni sottoposti a vendita è il rag. Eugenio Travaglio con studio alla via Crati n.3 di Lamezia Terme, cui tutti gli interessati potranno rivolgersi per visitare i beni. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

regolate dalle "Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate" allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 11 novembre 2010 il professionista delegato f.to dottor Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale, entro le ore 12,00 del giorno 10 gennaio 2011. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l'offerta, che può anche essere persona diversa dall'offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l'offerta o altro - deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall'aggiudicazione. L'offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile, il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta. Se l'offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l'offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l'atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta. - L'indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di esclusione. - L'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell'offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.72/09 R.E.", per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L'offerta presentata è irrevocabile. L'offerente è tenuto a presentarsi all'udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art.583. co.1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l'offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall'aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 72/09 R.E.", uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, l'aggiudicazione sarà revocata e l'aggiudicatario perderà tutte le somme versate. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive.

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell'aggiudicatario. Se l'immobile è occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione sarà effettuata a cura del Custode Giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c.. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: Ogni offerente dovrà depositare presso l'Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 31 gennaio 2011 busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione qualora coniugato in regime di comunione legale - delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all'offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all'offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d'asta, a titolo di cauzione, intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 72/09 R.E.". Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell'art. 584 c.p.c., avvenuto l'incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell'incanto. Pertanto l'aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l'aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 72/2009 R.E." nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 72/2009 R.E." quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l'indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all'art.

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

8

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Giovedì 25 Novembre 2010 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell'Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 31/2001 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO DR. GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME PIAZZA DELLA REPUBBLICA - LAMEZIA TERME nella procedura esecutiva N.31/01 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 26/01/2007 ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal creditore procedente Intesa Gestione Crediti S.p.A.; Considerato che - nonostante siano andati deserti i precedenti esperimenti d'asta - non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base d'asta; Visto l'art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 17 gennaio 2011 alle ore 11,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo i locali seminterrato, presso dell'Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO N.1: In territorio del Comune di Nocera Terinese alla contrada Campodorato, unità immobiliare facente parte del fabbricato avente accesso dalla Strada Nazionale SS. 18 Falerna-Nocera Terinese, e precisamente la piena proprietà della porzione immobiliare (di tipo economico), costituita da un piano terra (adibito a deposito e garages) e da un piano primo (comprendente un unico appartamento destinato a civile abitazione); il tutto riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Nocera Terinese con le seguenti indicazioni: foglio di mappa 23, particella 236/sub 3, località Campodorato snc, piano T.1°, cat.A/3, cl.2°, vani 8, superficie catastale mq. 204, rendita catastale euro 413,17. E' pertinente al descritto appartamento la corte annessa al fabbricato, identificata nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 23, particella 236/sub.1 (bene comune non censibile). Prezzo base euro 54.212,40 (euro cinquantaquattromiladuecentododici virgola quaranta) Cauzione euro 5.421,24 (euro cinquemilaquattrocentoventuno virgola ventiquattro) Aumento minimo euro 2.710,62 (euro duemilasettecentodieci virgola sessantadue) LOTTO N. 2: In territorio del Comune di Nocera Terinese alla contrada Campodorato, unità immobiliare facente parte del fabbricato avente accesso dalla Strada Nazionale SS 18 Falerna-Nocera Terinese e precisamente la quota di comproprietà pari ad una metà dell'intero dei locali deposito e lavorazione prodotti agricoli ubicati al piano terra; riportati nel Catasto Fabbricati del Comune di Nocera Terinese con le seguenti indicazioni: foglio di mappa 23, particella 236/sub.5, località Campodorato, P.T., cat.C/2, cl.1°, consistenza mq. 67, superficie catastale mq. 87, rendita catastale euro 65,75. Si precisa che la descritta particella 236/sub.5 deriva per "variazione della destinazione" dalla originaria particella 236/sub 2, giusta istanza presentata all'UTE di Catanzaro l'1.6.2007 n. 4527.1/2007. E' pertinente al descritto locale la corte annessa al fabbricato, identificata nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 23, particella 236/sub.1 (bene comune non censibile). Prezzo Base euro 9.965,88 (euro novemilanovecentosessantacinque virgola ottantotto) Cauzione euro 996,59 (euro novecentono-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

vantasei virgola cinquantanove) Aumento minimo euro 498,30 (euro quattrocentonovantotto virgola trenta) LOTTO N. 3: In territorio del Comune di Nocera Terinese alla contrada Campodorato, unità immobiliare facente parte del fabbricato avente accesso dalla Strada Nazionale SS 18 Falerna-Nocera Terinese, e precisamente la quota di comproprietà pari ad una metà dell'intero dell'appartamento per civile abitazione (di tipo economico) ubicato al piano primo; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Nocera Terinese con le seguenti indicazioni: foglio di mappa 23, particella 236/sub 4, località Campodorato, P.1°, cat.A/3, cl.2°, vani 4,5, rendita catastale euro 232,41. E' pertinente al descritto appartamento la corte annessa al fabbricato, identificata nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 23, particella 236/sub.1 (bene comune non censibile). Prezzo Base euro 13.377,00 (euro tredicimilatrecentosettantasette virgola zero zero) Cauzione euro 1.337,70 (euro milletrecentotrentasette virgola settanta) Aumento minimo euro 668,85 (euro seicentosessantotto virgola ottantacinque) Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell'edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell'esperto ing. Vincenzo Torcasio, che può essere consultata dall'offerente (ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni) presso i locali dell'Associazione mentre l'ordinanza integrale sarà pubblicata sul sito internet www.portaleaste.com e su "Il Domani" (Edizione Regionale). E' possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all'intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. Se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l'offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell'intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell'art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l'aggiudicatario, qualora l'immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell'aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle "Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate" allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 11 novembre 2010 il professionista delegato f.to dott. Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale, entro le ore 12,00 del giorno 12 gennaio 2011. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l'offerta, che può anche

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

essere persona diversa dall'offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l'offerta o altro - deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall'aggiudicazione definitiva. L'offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile, il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta. Se l'offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l'offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l'atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta. - L'indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di esclusione. - L'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell'offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.31/01 R.E.", per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L'offerente è tenuto a presentarsi all'udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art.583. co.1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l'offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall'aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 31/01 R.E.", uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, l'aggiudicazione sarà revocata e l'aggiudicatario perderà tutte le somme versate. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia,

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell'aggiudicatario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c.. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell'art. 584 c.p.c., avvenuto l'incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell'incanto. Pertanto l'aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l'aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 31/01 R.E." nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 31/01 R.E." quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l'indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell'Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 81/1999 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme PROCEDURA ESECUTIVA N.81/99 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 18/11/2006 ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal creditore procedente C.O.M.I.T. S.p.A. (ora "ITALFONDIARIO S.p.A."); Ritenuto che non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base; Visto l'art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 17 gennaio 2011 alle ore 10,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell'Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto della piena proprietà dei seguenti immobili: LOTTO N. 4: Intera unità immobiliare di tipo economico, sita al piano terra di un fabbricato su due livelli, il cui accesso è autonomo dotato altresì di uno spazio antistante di pertinenza, ubicata in agro del Comune di Lamezia Terme, sezione Nicastro (Catanzaro), località Piombo Censi, riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme, sezione di Nicastro con le seguenti indicazioni: foglio di mappa 29, particella 347/sub. 2, Contrada Censi, P.T.. int. 1, categoria A/4, classe 2, Zona Censuaria 4, consistenza vani 4, rendita catastale euro 115,69. Prezzo Base: euro 34.565,63 (euro trentaquattromilacinquecentosessantacinque virgola sessantatre) Cauzione: euro 3.456,56 (euro tremilaquattrocentocinquantasei virgola cinquan-

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

9

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Giovedì 25 Novembre 2010 tasei) Aumento minimo: 1.728,28 (euro millesettecentoventotto virgola ventotto) LOTTO N. 5: Intera unità immobiliare di tipo economico, sita al piano primo di un fabbricato su due livelli, il cui accesso è autonomo, ubicata in agro del Comune di Lamezia Terme, Nicastro (Catanzaro), località Piombo Censi, riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme, sezione di Nicastro con le seguenti indicazioni: foglio di mappa 29, particella 347/sub. 3, Contrada Censi, P.1°, int. 2, categoria A/4, classe 2, Zona Censuaria 4, consistenza vani 5, rendita catastale euro 144,61. Prezzo Base: euro 36.168,75 (euro trentaseimilacentosessantotto virgola settantacinque). Cauzione: euro 3.616,88 (euro tremilaseicentosedici virgola ottantotto) Aumento minimo: euro 1.808,44 (euro milleottocentootto virgola quarantaquattro) Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell'edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell'esperto architetto Rosa Viceconte da Lamezia Terme, che può essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni sul sito internet www.portaleaste.com e su "Il Domani" (Edizione Regionale). E' possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all'intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. Se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l'offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell'intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell'art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l'aggiudicatario, qualora l'immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell'aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle "Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate" allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 11 novembre 2010 il professionista delegato f.to dottor Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale, entro le ore 12,00 del giorno 12 gennaio 2011. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l'offerta, che può anche essere persona diversa dall'offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l'offerta o altro - deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conse-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

guenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione definitiva. L'offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l'offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l'offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l'atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta. - L'indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di esclusione. - L'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell'offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.81/1999 R.E.", per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L'offerente è tenuto a presentarsi all'udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art.583. co.1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l'offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall'aggiudicazione definitiva mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.81/1999 R.E.", uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, l'aggiudicazione sarà revocata e l'aggiudicatario perderà tutte le somme versate. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell'aggiudicatario; ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario.

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell'art. 584 c.p.c., avvenuto l'incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell'incanto. Pertanto l'aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l'aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.81/1999 R.E." nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.81/1999 R.E." quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l'indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell'Esecuzione. °°°°°°°°°° N. 59/2006 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da "BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A." Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 16 ottobre 2009 ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c.; Ritenuto opportuno rifissare la vendita dei beni pignorati con la riduzione del prezzo base di un quarto; Visto l'art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 17 gennaio 2011 alle ore 12,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell'Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto dei seguenti beni: LOTTO UNICO: IN TERRITORIO DEL COMUNE DI JACURSO (CZ), ALLA LOCALITÀ "MORICI": fondo rustico denominato "Morici" con sovrastanti fabbricati colonici e rurali della superficie catastale totale di Ha.16.40.83 (ettari sedici, are quaranta e centiare ottantatre). Comprendente: terreno coltivato a frutteto (dotato di irrigazione); piccolo fabbricato rurale di mq. 23 ad un piano f.t. riportato nel Catasto Terreni al foglio 7 particella 331; fabbricato rurale a due piani f.t. con seminterrato di circa mq. 140 a piano (non accatastato) insistente sul terreno riportato nel Catasto Terreni al foglio 13, particella 183; piccolo fabbricato rurale di circa mq. 66 ad un piano f.t. con corte di circa mq. 546, in catasto al foglio 7, particella 646/sub.1-2 (graffate), insistente sul terreno riportato nel Catasto Terreni al foglio 7, particella 375. I beni oggetto di pignoramento sono stati elencati e distinti in quattro corpi e si identificano nel Catasto rustico del Comune di Jacurso come segue: CORPO 1 (Superficie totale = mq.69.580) foglio 12, part.lle: - 14 di mq. 2.300 - 27 di mq.55.820

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

foglio 7, part.lla: - 443 di mq. 11.460 CORPO 2 (Superficie totale = mq. 66.230) foglio 13, part.lle: - 2 di mq. 1.740 - 4 di mq. 1.540 - 5 di mq. 4.460 - 6 di mq. 10.700 - 8 di mq. 670 - 9 di mq. 4.780 - 10 di mq. 4.520 - 15 di mq. 350 - 183 di mq. 17.770 (di cui mq. 140 sup. fabbr. Rurale) - 184 di mq. 9.920 - 185 di mq. 9.780 CORPO 3 (Superficie totale = mq. 15.510) foglio 6, part.lle: - 35 di mq. 4.450 - 36 di mq. 4.030 foglio 7, part.lle: - 407 di mq. 2.910 - 412 di mq. 4.120 CORPO 4 (Superficie totale = mq. 12.763) foglio 7, part.lle: - 331 di mq. 23 (fabbricato rurale) - 345 di mq. 620 - 375 di mq. 8.230 (di cui mq.612 sup. fabbr. rurale + corte, riportato nel Catasto Fabbricato con la particella 646/1-2, via Baracche, piano T., cat.A/4, cl.1°, vani 3,5 ) - 411 di mq. 1.160 - 512 di mq. 680 - 568 di mq. 730 - 570 di mq. 420 - 574 di mq. 530 - 583 di mq. 370 I fabbricati esistenti sul fondo sono in regola con la normativa edilizio-urbanistica. Il terreno sopra descritto ha la seguente destinazione urbanistica: "verde agricolo". Il terreno rappresentato in catasto al foglio di mappa 7, particelle 375, 512 e 574 risulta gravato da servitù di passaggio, che interessa la striscia lato sud-sud-ovest per una larghezza di almeno tre metri a favore delle particelle 392, 394 e 395 dello stesso foglio di mappa 7. PREZZO BASE: euro 871.312,50 (euro ottocentosettantunomilatrecentododici virgola cinquanta) AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell'art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 7 febbraio 2011 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, presso i locali dell'Associazione. LOTTO UNICO PREZZO BASE: euro 871.312,50 (euro ottocentosettantunomilatrecentododici virgola cinquanta) CAUZIONE: euro 87.131,25 (euro ottantasettemilacentotrentuno virgola venticinque) Aumento minimo: euro 43.565,63 (euro quarantatremilacinque-centosessantacinque virgola sessantatre). In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. I beni vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell'edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell'esperto arch. Sandra De Luca, che può essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni, sul sito internet www.portaleaste.com (regolarmente iscritta nell'elenco del Ministero della Giustizia Provvedimento di autorizzazione D.G. 30.09.2009), su "Il Domani" (Edizione Regionale) e negli gli uffici dell'Associazione Notarile Procedure Esecutive di Lamezia Terme, siti presso gli Uffici Giudiziari del Tribunale di Lamezia Terme in piazza della Repubblica. E' possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all'intesa con il Tribunale

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

10

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Giovedì 25 Novembre 2010 di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l'offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell'intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell'art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l'aggiudicatario, qualora l'immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell'aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. Custode giudiziario del bene è il dottor commercialista Giuseppe Notaro, con studio in Lamezia Terme alla via Po n.25, cui tutti gli interessati all'acquisto potranno rivolgersi per visitare il bene. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle "Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate" allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 11 novembre 2010 il professionista delegato f.to dottor Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale, entro le ore 12,00 del giorno 12 gennaio 2011. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l'offerta, che può anche essere persona diversa dall'offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l'offerta o altro - deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall'aggiudicazione. L'offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta), il quale dovrà anche pre-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

sentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l'offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l'offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l'atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta. - L'indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di esclusione. - L'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell'offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.59/2006 R.E.", per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L'offerta presentata è irrevocabile. L'offerente è tenuto a presentarsi all'udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art.583. co.1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l'offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall'aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.59/2006 R.E.", uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, l'aggiudicazione sarà revocata e l'aggiudicatario perderà tutte le somme versate. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell'aggiudicatario; ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell'aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: Ogni offerente dovrà depositare presso l'Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 2 febbraio 2011, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione qualora coniugato in regime di comunione legale - delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all'offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all'offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d'asta, a titolo di cauzione, intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.59/06 R.E.". Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamen-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

te. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell'art. 584 c.p.c., avvenuto l'incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell'incanto. Pertanto l'aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l'aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.59/2006 R.E." nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.59/2006 R.E." quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l'indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell'Esecuzione.

TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Procedura di espropriazione immobiliare n. 29/91 SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione ha disposto la vendita in un unico lotto, per l'udienza del giorno 18 gennaio 2011, ore 10.00, dei seguenti beni pignorati: "Fabbricato sito nel Comune di Joppolo, Località San Bruno Melia a due piani fuori terra con annessi garage e ripostiglio al piano seminterrato ed annessa tettoia con forno a legna distaccata dal fabbricato principale di metri lineari 4,85 ed annessa corte di pertinenza di metri quadrati 500 circa, il tutto riportato in Catasto al foglio di mappa 19, part. 326, piano terra e primo, vani 9, rendita catastale euro 464,81". Prezzo base euro 59.231,36 ridotto di 1/5. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad euro 500,00. Ogni offerente per poter essere ammesso all'incanto dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 11.00 del giorno prima dell'udienza fissata per l'incanto, il 10% del prezzo base d'asta a titolo di cauzione, nonché altro 15% a titolo di spese, da versarsi su libretto giudiziario intestato alla procedura con vincolo del G.E.. Ulteriori informazioni presso la Cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Vibo Valentia. Vibo Valentia, 4 maggio 2010. Il Cancelliere Il Giudice dell'Esecuzione

Info 0961 996802


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 11

CRONACHE

‘Ndrangheta alla Mediterranea, Senato accademico: no alle strumentalizzazioni di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - Nel Senato Accademico, convocato in via straordinaria a seguito delle recenti indagini della Magistratura, il Rettore ha comunicato di avere acquisito, nella giornata di martedì, dall’Autorità inquirente i relativi documenti. Il Senato Accademico «esprime piena fiducia nel lavoro di contrasto alla ‘ndrangheta svolto incisivamente da parte della Magistratura, richiamando che su questo tema la Mediterranea, già da tempo, ha fondato uno dei capisaldi della propria missione istituzionale, come evidenziato dal "Piano Strategico d’Ateneo 2009-2013" e dalle numerose iniziativerealizzatesuirapportiinscindibili tra legalità, formazione e sviluppo per la redazione di un bilancio etico d’Ateneo. Sulla base dell’esame dei documenti acquisiti, il Rettore ha proposto l’adozione di misure urgenti per garantire e vigilare affinché i comportamenti dell’intera comunità accademica continuino ad ispirarsi a principi di trasparenza e legalità. Il Senato Accademico, nell’auspicare che i fatti denunciati si confermino casi isolati, ritiene necessario predisporre una accurata indagine interna,che sveli, e all’occorrenza documenti esaurientemente, comportamenti lesivi della dignità dell’Istituzione universitaria. Comportamenti che compromettonoillavoro,costante e proficuo, della stragrande maggioranza dei docenti, del personale tecnico amministrativo e degli studenti. Nello stesso tempo- si legge ancora nella nota - , il Senato Accademicoconfermalamassima

Beni per 50 milioni di euro sequestrati ad affiliati alle cosche Borghetto, Zindato e Caridi

fiducia nell’alto senso etico e professionale della comunità del nostro Ateneo. Invita, pertanto, tutti i suoi componenti a rispettare scrupolosamente le norme etiche proprie del mondo universitario, evitando atteggiamenti, anche solo equivoci ed opachi, che possano ledere il prestigio della Mediterranea e incrinarne la credibilità. Il Senato Accademico, inoltre, diffida quanti intendano strumentalizzarel’attualecircostanza per denigrare e svilire, in maniera generalizzata, l’impegno di tutte le componenti della Facoltà di Architettura e dell’Ateneo nel suo insieme. Considerato che l’inchiesta giudiziaria riguarda docenti, personale tecnicoamministrativo e studenti, il Senato Accademico ha deciso una seriearticolata di misure, delegando il Rettore alle seguenti iniziative: Costituzione di una Commissione di inchiesta. Immediato avvio di procedimenti disciplinari nei confronti dei docenti e del personale tecnico amministrativo attualmente sotto indagine. Immediato avvio di procedimenti disciplinari per gli studenti coinvolti. Integrazione delle

regole deontologiche, già vigenti per i pubblici dipendenti, con riferimenti espliciti alla situazione malavitosa di contesto. Verifica delle modalità di reclutamento e delle attività dei collaboratori dei corsi didattici e dei cultori delle materie.Invito al Comitato dei Presidi di Facoltà a predisporre ogni azione possibile atta a vigilare ulteriormente sull’insieme delle procedure relative a: costituzione delle commissioni d’esame, risultati degli stessi, carriere didattiche, controllo e tenuta dei relativi documenti. Accoglimento dell’invito dei rappresentanti degli studenti in seno agli Organi di Governo, per organizzare una grande iniziativa d’Ateneo che coinvolga la società reggina, le scuole e le nuove generazioni».

Il Senato accademico ha deciso una serie articolata di misure a tutela dell’ateneo

REGGIO CALABRIA - Beni per un valore di cinquanta milioni di euro sono stati sequestrati dalla Squadra mobile di Reggio Calabria ad affiliati alle cosche Borghetto, Zindato e Caridi della ’ndrangheta. Il sequestro è stato disposto dal gip su richiesta del Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, e del sostituto Marco Colamonici. Tra i beni sequestrati c’é anche un’impresa, la Tesi costruzioni, riconducibile a Santo Giovanni Caridi, che ha sede a L’Aquila.Comunque, secondo quanto riferito dagli investigatori, non sono stati acquisiti elementi che facciano ritenere che l’impresa fosse stata costituita per i lavori del post terremoto, anche se l’ipotesi non viene esclusa dagli investigatori. Il sequestro di beni rappresenta un seguito dell’operazione che il 29 ottobre scorso aveva portato all’arresto di 33 presunti affiliati alle cosche Borghetto, Zindato e Caridi, considerate dagli investigatori satelliti del gruppo storico dei Libri, che avrebbero attuato una serie di estorsioni ai danni di commercianti ed imprenditori. Complessivamente il sequestro riguarda 12 imprese e società operanti, per lo più, nel settore dell’edilizia. Tra le società sequestrate ce n’é una a Roma proprietaria di un panificio. Il provvedimento riguarda anche una società di Reggio Calabria proprietaria di un palaghiaccio mobile, il circolo ricreativo Las Vegas, sempre a Reggio, tre appartamenti e tre automobili. Attraverso le imprese, secondo quanto è emerso dalle indagini, sarebbero state messe in atto infiltrazioni nell’attività edilizia e sarebbe stata ottenuta l’aggiudicazione di appalti pubblici. Alcuni dei beni sequestrati, inoltre, intestati a prestanome, erano frutto del reimpiego dei proventi delle attività illecite delle cosche. Il sequestro dei beni è stato eseguito con la collaborazione delle Squadre mobili di Roma e L’Aquila.

Raffa: una priorità la realizzazione del mercato di Mortara REGGIO CALABRIA - Portare a compimento il mercato agro - alimentare di Mortara continua ad essere una priorità per l’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria. A questo proposito il sindaco Giuseppe Raffa è impegnato in prima persona per la risoluzione di tutti i problemi legati alla realizzazione della nuova struttura. Dopo la recente risoluzione del contratto di appalto con l’impresa, il Primo Cittadino ha voluto dare un segnale di vicinanza alle maestranze che hanno lavorato, senza percepire gli stipendi, nei mesi scorsi per il progetto integrato che, come si sa, oltre al nuovo mercato, prevede anche la realizzazione, con i fondi del "Decreto - Reggio", della sede dell’Atam, del mattatoio e del canile municipale. Il Primo Cittadino ha garantito il pagamento di un acconto sulle spettanze dei lavoratori in attesa che venga definito l’intero contenzioso. «La somma - ha specificato il sindaco di Reggio

Calabria,Raffa - servirà ad alleviare i disagi degli operai e rappresenta la conferma di un impegno che abbiamo assunto con i commercianti e gli stessi lavoratori nel corso di incontri tenutesi nelle settimane scorse per arrivare prima possibile, attraverso un preciso crono -programma, alla realizzazione dell’importante struttura. L’obiettivo prima riorimane il completamento dell’area mercatale per poterla consegnare il più presto possibile alla fruizione dei cittadini trasferendo così gli operatori che continuano a lavorare in condizioni estremamente disagiate nei box fatiscenti di via Aspromonte. La rescissione del contratto con l’impresa - ha concluso Raffa - rappresentava per noi un passaggio obbligato che adesso ci consentirà di valutare nel suo complesso la situazione all’interno del cantiere e procedere spediti all’ultimazione dei lavori necessari per la consegna delle opere».

Rosa Voci


12

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

CRONACHE I cittadini di Rossano bloccano la strada che porta alla discarica di Gioia Testa ROSSANO CALABRO - Resta alta la tensione a Rossano Calabro, dopo l’ordinanza del prefetto di Cosenza, Antonio Reppucci, che ieri ha permesso lo sversamentodei rifiuti nella discarica di contrada Bucita, mettendo da parte un provvedimento analogo del sindaco della cittadina ionica, Franco Filareto, che invece aveva bloccato i mezzi pesanti. Ieri sera una cinquantina di manifestanti ha occupato pacificamente il salone municipale in cui era previsto un consiglio comunale, chiedendo al sindaco di tornare a bloccarei tir pieni di immondizia provenienti dal Lametino dopo il sequestro dell’impianto di Pianopoli, oppure dimettersi assieme al resto dell’assise. Ieri mattina i cittadini sono tornati in piazza bloccando con dei cassonetti la strada che conduce alla discarica e quindi impedendo il transito dei camion. Sul posto c’erano anche l’assessore provinciale Leonardo Trento e il sindaco Filareto. La zona è presidiata dalle forze dell’ordine che poco fa hanno cominciato a fare sgombe-

rere i manifestanti, tra cui c’era anche una donna incinta che ha avvertito un malore. «La situazione è esplosiva - ha commentato Leonardo Trento - anche perchè c’è una fila interminabile di camion con cassoni carichi di spazzatura da cui cola di tutto. Siamo di fronte - ha concluso l’assessore provinciale - ad una discarica abusiva riaperta in maniera abusiva». La protesta i è conclusa nel primo pomeriggio. Dopo alcune ore di protesta le persone che partecipavano alla manifestazione hanno deciso di

rimuovere il blocco stradale. Al termine della protesta sono stati rimossi i cassonetti posti sulla sede stradale per impedire il passaggio dei camion. La protesta era stata decisa in seguito all’ordinanza del prefetto di Cosenza, Antonio Reppucci, che per motivi di sicurezza e di ordine pubblico, aveva autorizzato la circolazione sul territorio di Rossano dei mezzi pesanti diretti alla discarica dopo che lo stesso sindaco di Rossano, Francesco Filareto, aveva emesso un’ordinanza che limitava l’accesso ai mezzi del consorzio che già utilizza il sito.

Ritardo nei pagamenti alle imprese, l’Ance scrive al governatore Scopelliti COSENZA - «Nel corso della precedente legislatura avevo sperato che con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione di una specifica delibera con la quale la Giunta riconosceva i crediti vantati da circa 35 imprese cosentine relativi a lavori di costruzione degli Impianti di irrigazione, di manutenzione delle reti scolanti e di bonifica dei siti, eseguiti per conto del Consorzio di Bonifica della Piana di Sibari e della Media Valle del Crati si fosse finalmente giunti alla soluzione di una vicenda che si trascina da troppo tempo». Lo scrive il Presidente dellaSezione Edilizia Ance Cosenza di Confindustria Natale Mazzuca al Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, sottolineando «il grave ritardonelriconoscerealleimprese che hanno eseguito importanti opere per la collettività ed ilterritorio quanto da loro anticipato per l’esecuzione dei lavori, con la relativa richiesta di organizzazione di un incontro in tempi stretti». «Sono più di dieci anni che le aziende attendono inutilmente le somme dovute. Parliamo di circa venti milioni di euro - sottolinea Mazzuca - tra ope-

reeseguite, Iva, interessi legali e moratori e rivalutazione monetaria. E’ sotto gli occhi di tutti la condizione di notevole disagio in cui versano le imprese interessate, che nei fatti hanno anticipato il 100% delle somme occorrenti senza aver potuto contare su un corretto svolgimento di un rapporto contrattuale, con gli stati di avanzamento, hanno eseguito opere fondamentali per la vitadellacollettività,permettendo ad una vasta area, come quella della Piana di Sibari e della Media Valle del Crati, di poter sviluppare il comparto agricolo e di conseguenza creare e distribuire ricchezza sul territorio». I vertici dell’Ance cosentina denunciano come queste stesse imprese ad og-

gi «siano costrette a forti esposizioni nei confronti del sistema bancarioconconseguenzeimmaginabili: alcune sono fallite, altre corrono tuttora il rischio incombente di fallimento, altre ancora hanno dovuto tagliare i livelli occupazionali». Nella missiva indirizzata al Presidente Scopelliti, Mazzuca allega la corposa rassegna stampa «che testimonia l’iter della vicenda e dei risvolti, in alcuni casi, drammatici, che si sono registrati, tra cui la morte del giovane imprenditore Umile Montalto di Corigliano che - scrive - a causa della delusione causata dall’ennesimo rifiuto opposto dalla Regione Calabria alla sua richiesta di riconoscimento delle spettanze è deceduto per infarto».

Idv: a Corigliano il D-Day, la giornata delle dimissioni del sindaco Straface CORIGLIANO - «L’Udc non si smentisce mai e gioca a nascondino. E’ il caso emblematico di Corigliano che deve farci riflettere». E’ quanto dichiara Maurizio Feraudo, Segretario Regionale dell’Idv in Calabria. «L’UdC è un partito che ha lasciato la maggioranza per i motivi noti a tutti fregiandosi di questo atto come un fiore da mettere all’occhiello, emblema per la sua vanità, e asserendo che non vi erano più le condizioni per appoggiare questo governo cittadino salvo poi, andare in soccorso della Straface e permetterle di avere i numeri per governare. Che senso ha? L’Idv che ha avuto ed ha come riferimento solo gli interessi generali della città - dice Feraudo- è sempre più convinta delle sue posizioni che riconfermiamo con la richiesta ancora più pressante di dimissioni del sindaco, tanto da organizzare il D-Day, la giornata della dimissioni, entro i primi dieci giorni di dicembre. Corigliano non merita ulteriori danni e mortificazioni tanto meno può essere trascinata in Calabria ed in Italia con una rappresentazione di irresponsabilità in cui la politica risulta incapace di autodeterminarsi e di assumere iniziative ormai irreversibili. Per quanto ci riguarda - conclude Feraudo- chiediamo al sindaco dimissioni subito, così come riconfermiamo che non ci faremo trascinare in nessuna bagarre politica perchè la vicenda ha connotazioni così drammatiche per la città tanto da guadagnarsi le cronache nazionali che sarebbero davvero esiziali sbocchi diversi e noi dell’Idv lavoreremo affinchè si riescano a trovare».

Il commissario dell’Ao, Gangemi, assume l’impegno per la Cardiochirurgia a Cosenza COSENZA - Lo stato dell’arte all’interno dell’Ospedale dell’Annunziata e le irrinunciabili questioni che lo riguardano, anche alla luce del Piano di riordino delle rete ospedaliera.Sono stati questi i temi all’attenzione della Commissione consiliare welfare, presieduta da Francesco Lanzone, riunitasi nella tarda mattinata di ieri a Palazzo dei Bruzi con all’ordine del giorno l’audizione del commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera Paolo Maria Gangemi. La seduta della Commissione è stata aperta da un breve saluto del Presidente del Consiglio comunale Antonio Ciacco, che nel ringraziare il commissario Gangemi per la sua presenza, ha sottolineato «la necessità di rilanciare le questioni irrinunciabili che riguardano la sanità cosentina, fuori da ogni angusta visione campanilistica o, peggio ancora, municipalistica». Ciacco ha posto sul tappeto altre questioni ancora: il ritardo del progetto per la Pet a Cosenza, il mancato decollo del Centro di trapiantologia epatica, la paventata chiusura del polo di trapiantologia renale. Dopo Antonio Ciacco ha preso la parola il Presidente della commissione welfare Francesco Lanzone che ha sottoposto all’attenzione del commissario Gangemi la necessità di realizzare una interazione tra rete Ospedaliera, rete territoriale e rete emergenza-urgenza. «Il dialogo con l’Azienda ospedaliera - ha aggiunto Lanzone - deve essere animato da uno spirito essenziale di consapevolezza e di unione di intenti». Sull’istituzione di Cardiochirurgia a Cosenza piuttosto che a Reggio Calabria Lanzone è stato più che esplicito, sottolineando come la densità abitativa candidi la città di Cosenza ad avere cardiochirurgia, considerato che a Messina è presente un bacino d’utenza, con una cardiochirurgia di eccellenza, che coinvolge anche la città di Reggio Calabria. Lanzone, fuori da ogni forma di localismo, ha invitato Gangemi a spingere fortemente con la Regione Calabria e con il governatore Scopelliti perché Cardiochirurgia venga allocata a Cosenza.


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 13

CRONACHE

Beni per 8 milioni confiscati Uil Cosenza: rilanciare subito alla cosca Forastefano l’ospedale Annunziata di Carmela Mirarchi COSENZA - Nelle prime ore di ieri mattina la Polizia di Stato dell’Ufficio Misure di Prevenzione della Questura di Cosenza ha eseguito decreti di confisca di beni, ai sensi della vigente legge Antimafia legge 575/65, emesso dal Tribunale di Cosenza (Sezione Misure di Prevenzione) nei confronti di Vincenzo Forastefano, di Cassano Jonio, fratello di Antonio capo dell’omonima cosca operante nella Sibaritide e nei confronti di Cosimo Giuseppe Rizzo, di Cassano Jonio, cognato del medesimo boss, entrambi elementi di spicco all’interno della stessa organizzazione criminale. Il valore complessivo dei beni confiscati si aggira intorno agli 8 milioni di euro. I beni confiscati ieri a due persone, Vincenzo Forastefano, 37 anni, e Cosimo Giuseppe Rizzo, 39 anni, ritenuti elementi di spicco del clan calabrese dei Forastefano, consi-

Rettore Unical: De Cindio sarà in grado di dimostrare la sua estraneità ai fatti COSENZA - In merito all’iniziativa giudiziaria che ha portato anche al coinvolgimento, tra gli altri, di un docentedell’UniversitàdellaCalabria, il Rettore, Prof. Giovanni Latorre, ha rilasciato la seguente dichiarazione. «L’Ateneo segue con attenzione e rispetto l’indagine in corso, in relazione alla quale esprime il convincimento che la Magistratura, con equilibrio e senso di responsabilità, saprà certamente operare per l’accertamento rapido e definitivo della verità - ha detto il rettore Latorre -. La considerazione dovuta ai promotori dell’indagine giudiziaria, tuttavia, non può esimire l’Università della Calabria, e chi la rappresenta, dall’esprimere la fiducia che il docente coinvolto nell’inchiesta, Prof. Bruno De Cindio,

sarà in grado di dimostrare la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati e lo stabile posizionamento del suo operato e del lavoro di scienziato e docente universitario, nell’alveo di una condotta irreprensibile ispirata alla correttezza, all’imparzialità e all’onestà intellettuale. L’accertamento della verità - ha conclluso - nel senso indicato, speriamo nel più breve tempo possibile, costituirà motivo di soddisfazione e di sollievo per l’intera comunità universitaria, e per un Ateneo che ha fondato sull’integrità morale di quanti operano al suo interno, sul senso delle Istituzioni e sulla trasparenza, larga parte del suo ambizioso disegno culturale al servizio della Calabria e dei suoi superiori interessi».

stono in beni mobili ed immobili. In particolare, nella conferenza stampa che si è tenuta nella tarda mattinata di ieri presso la Questura di Cosenza, è stato specificato che a Vincenzo Forastefano, fratello del capo clan Antonio, sono stati confiscati i beni già’ sequestrati nel luglio del 2009. Si tratta del complessoaziendaledellaForastefano trasporti, di un fabbricato non ancora accatastato che si trova a Cassamo Ionio, intestato alla madre, Maddalena Tunno, di sette autovetture di lusso, due motociclette di grossa cilindrata e un conto corrente bancario. A Rizzo sono stati invece confiscate due imprese individuali, un terreno edificabile a Villapiana, undici autoveicoli, tre moto e un libretto di risparmio. Nella conferenza stampa è stata espressa soddisfazione per quanto deciso dal Tribunale di Cosenza. La confisca porta a circa 100 milioni di euro il totale dei beni confiscati ai clan criminali nell’ultimo anno.

COSENZA - La sanità calabrese e le ricadute a livello provinciale è stato il tema affrontato nella recente segreteria provinciale della Uil cosentina guidata dal suo segretario generale Antonio Lento. Che la sanità calabrese attraversi un momento difficile della sua storia, è ormai confermato dai dati che, finalmente sembrano avere una dimensione definitiva. «Il debito - si legge in una nota stampa- sembra essere quantificato per una cifra che si aggira intorno a 1.300.000 euro, le strutture da riconvertire sono state individuate, si conoscono i numeri della migrazione sanitaria dei Calabresi verso le regioni che danno più sicurezza in termine di qualità delle prestazioni. La prima sensazione che ci sentiamo di evidenziare è che ci pare di assistere ad un film di pessima qualità, già visto, i commissari straordinari si attardano in sterili comunicati stampa tentando di scaricare tutte le responsabilità, su chi li ha preceduti, senza trascurare la lodevole volonta’ di fare sicuramente, in prospettiva, meglio. Da questa situazione emerge un dato oltremodo sconfortante, non si confrontano le idee in modo positivo, infatti non si utilizzano gli strumenti democratici quale il confronto tra tutte le parti presenti sui territoriinteressati che opportunamente andrebbero coinvolti». Per la segreteria confederale del-

Sequestrate 4.032 microsfere destinate all’idratazione delle piante SAN GIOVANNI IN FIORE - La Tenenza della Guardia di Finanza di San Giovanni in Fiore ha effettuato una serie di controlli mirati ad individuare e ritirare dal mercato prodotti potenzialmente pericolosi per l’incolumità dei cittadini. Infatti in una prima operazione sono stati sottoposti a sequestro 4.032 microsfere denominate "Crystal Ball" e destinate all’idratazione delle piante d’appartamento in quanto, per le caratteristiche del prodotto e per il suo confezionamento, atteso che si trattava di piccole sfere colorate in grado di assorbire liquidi ingrandendosi ed in mancanza di qualsiasi istruzione d’uso sulla confezione del prodotto, lo stesso poteva essere facilmente scambiato dai bambini per caramelle e da questi ingerito e, gonfiandosi appunto a contatto con i liquidi, comportare il rischio di soffocamento. In un secondo secondo intervento è stato invece sequestrato un ingente quantitativo, quasi 1.500 pezzi,

di prodotti elettrici ed elettronici privi della marcatura Ce, del certificato di garanzia nonché delle indicazioni e delle avvertenze d’uso indispensabili per un impiego conforme alla destinazione ed esente da pericolo. In entrambi i casi la merce è stata sottoposta anche a sequestro amministrativo ed alle parti sono stati immediatamente contestati gli illeciti amministrativi con l’applicazione, aspetto questo non secondario, di sanzioni pecuniarie. Le operazioni in parola sono frutto di un dispositivo di prevenzione, attivato sul territorio della provincia dalle Fiamme Gialle di San Giovanni in Fiore, tese come sempre a far sì che la legge venga rispettata e, come in questo caso, rivolte alla tutela della salute pubblica.

Anna Bolle

la Uil «è paradossale che parti sociali che vivono i problemi nel territorio della provincia Cosentina vengano espulsi dal dibattito, assistiamo sui media a monologhi, e / o interviste, che in mancanza del contraddittorio non contribuiscono a rendere chiari i progetti che s’intendono perseguire per migliorare la sanità nella nostra provincia. La segreteria confederale della Uil di Cosenza come sempre disponibile ad un confronto, utile a ricercare soluzioni condivise, sollecita, per il rilancio dell’Ospedale Civile dell’Annunziata un dibattito a più voci, dal quale emerga chiaramente quali sono le linee programmatiche per un serio rilancio».

F. Marra


14

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

CRONACHE IdV: a Cirò Marina alleanze solo per supportare il centro sinistra CIRO’ MARINA - IdV di Cirò Marina si è già espressa già da questa estate circa le alleanze tra IdV e il centro - sinistra per le elezioni amministrative della prossima primavera. La segretaria cittadina Mariangela D’Agostino afferma che «l’importanza dell’unione dei partiti del centro sinistra che dovranno vedersi costruttori di un programma di rilancio territoriale in cui si percepisca autorevolezza politica, morale e culturale . I cittadini di Cirò Marina - dice la D’Agostino - hanno bisogno di riporre le loro aspettative in una classe politica di centro - sinistra rinnovata a livello culturale, politico e non obbligatoriamente a livello anagrafico. Non è ipotizzabile in alcun modo l’alleanza con il PdL o con movimenti che nel recente passato hanno sostenuto alle elezioni regionali, candidati del centro - destra. In questa fase il partito è impegnato in un confronto per stabilire programmi e alleanze che certamente contribuiranno alla affermazione delle liste del centro - sinistra nelle diverse realtà della provincia di Crotone in cui i cittadini sono chiamatialvoto».

La Provincia patrocina un Master di II livello sulle catastrofi ecologiche CROTONE - «La Provincia di Crotone dimostra il continuo impegno ed il sostegno ai giovani cervelli calabresi. Con la collaborazione al Master continuiamo il nostro percorso volto alla ricerca ed alla messa in sicurezza del territorio». E’ quanto dichiara Salvatore Cosimo, assessore ai Lavori pubblici, viabilità e protezione civile in relazione alla decisione della Giunta provinciale, presieduta da Stano Zurlo, di concedere il patrocinio al Master universitario di II° livello dal titolo "La difesa delle catastrofi idrogeologiche: previsione, prevenzione e soccorso" predisposto dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università della Calabria attraverso il laboratorio Camilab (cartografia, ambiente e modellistica idrogeologica) del Dipartimento Difesa del Suolo dell’Unical. La decisione è stata deliberata dalla Giunta provinciale nella seduta del 16 novembre scorso e prevede che il patrocinio consisterà nell’ospitare, presso le strutture dell’Ente, gli allievi del Master per lo svolgimento dello stage previsto nelle attività di formazione (300 ore). L’attività avrà inizio nel prossimo mese di gennaio e non comporta alcuna spesa a carico dell’amministrazione provinciale. Il programma del Master risponde all’esigenza di accrescere le conoscenze di quanti già operano nelle strutture pubbliche e private, nonché di giovani laureati, valorizzandone le capacità e le potenzialità professionali ed occupazionali ed elevandonequindiqualitativamentel’inserimentolavorativo in ambito territoriale come quello crotonese ad alto rischio di dissesto idrogeologico.

Imprenditore di origine cutrese ferito a Reggio Emilia, salvato da immigrato REGGIO EMILIA- Un imprenditore di origine cutrese di 62 anni, Vito Lombardo, che vive in Emilia Romagna da oltre 40 anni, è stato ferito martedì sera a Coviolo, una frazione di Reggio Emilia, con un’arma da fuoco. L’imprenditore è stato centrato da due colpi di pistola, uno all’addome e l’altro a un gluteo. Deve la vita a un giovane africano di passaggio in auto che lo ha visto accasciato in terra. L’agguato potrebbe essere il «segno di nervosismo da parte di organismi malavitosi che si sentono disturbati dalla linea di fermezza e rigore nei loro confronti».Lo ha detto il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio, Pd. Lombardo è ancora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Santa Maria Nuova.

Giornata della lotta contro la violenza sulle donne di Rosa Voci CROTONE - Il Comune di Crotone sostiene la lotta contro la violenza sulle donne dando voce alle donne. L’assessorato alle pari opportunità ha inteso raccogliere in un documento le riflessioni delle dipendenti del Comune di Crotone, che in occasione della giornata internazionale delle lotta contro la violenza sulle donne che ricorre oggi, hanno inteso vestire anche i panni di mogli, mamme, figlie, sorelle e sostenere la battaglia delle tante donne e delle associazioni che ogni giorno sono impegnate contro i soprusi e le violenze ai danni del mondo rosa. E’ la volontà delle donne di parlare, di esserci, di proporre."Quello che le donne non dicono" recitava il titolo di una canzone di Fiorella Mannoia ma in questo caso, in occasione della giornatainternazionaledellalottacontro la violenza, le donne hanno voluto "dire" e farsi sentire. Tanti gli spunti di riflessione che provengono dal mondo femminile che sono un indice puntato non solo contro chi commette violenza ma anche contro l’indifferenza che spesso accompagna il dramma delle donne oggetto di angherie. "La donna violentata è come un fiore reciso e calpestato" ed ancora "E’ violenza imporre il proprio punto di vista con la forza. E’ violenza percuotere chi è più debole. E’ violenza far del male per il solo gusto di farlo. La violenza nasce dalla incapacità di affermare le proprie ragioni con un processo dialettico. Chi è nell’errore compensa con la violenza, ciò che gli manca in verità e forza. La forza non deriva dalle capacità fisiche, ma da una volontà indomita. Chi non controlla i propri

sensi è come chi naviga su un vascello senza timone e che quindi è destinato a infrangersi in mille pezzi non appena incontrerà il primo scoglio". C’è poi chi scrive: "Ecco che cosa vivono e cosa chiedono le donne vittime di violenza: Verità, Ingiustizia, Omertà, Lealtà, Equità, Amore, Solitudine, Unione, Libertà, Luce, Equilibrio, Domani, Oggi, Niente, Nessuno". Ed altre riflessioni come: "E’ triste constatare che ancora oggi la donna ha ancora bisogno di lottare ma è splendido vedere che non si piega. Una donna sa comprendere la sofferenza di ogni donna umiliata, castigata, sottovalutata, ignorata e temuta. Gioisce per ogni donna che ha imparato a prendere a pugni il mondo e crescere i suoi figli sapendo che un giorno saranno uomini migliori. Sono vicina alle donne nel mondo che non conoscono neanche la libertà di pensiero e per quelle che hanno trovato il coraggio di alzarsi e lottare per loro". Ed ancora "Violenza è non capire che la donna e l’uomo sono stati creati dallo stesso Dio. Violenza è sentire ancora le ferite che si portano dentro per un uomo che ha soffocato la tua vita ed ha approfittato della tua fragilità per dominare e soddisfare il suo egoismo e

non per amare. Violenza è avere paura degli uomini". "L’appello che oggi mi sento di fare alle ragazze è quello di non abbassare la guardia, di essere cittadine e donne consapevoli. Non seguire modelli che mortificano ed umiliano la femminilità, essere informate ed utilizzare il valore della differenza per affermare la propria identità". "Abbraccio tutte le donne vittime di violenze e spero che abbiano quella forza speciale che solo alle donne riconosco, di saper "trasformare" il profondo dolore subito riappropriandosi della propria vita. L’iniziativa si inserisce nel percorso del "Libro dei Valori", promosso dall’assessorato alle pari opportunità. Tutte le riflessioni costituiranno un vero e proprio manifesto di cittadinanza attiva che sarà divulgato alla cittadinanza e nelle scuole. «Una iniziativa semplice ma sentita da tutto il mondo femminile dell’amministrazione comunale, che abbiamo promosso per testimoniare la presenza delle donne accanto alle donne - dichiara l’assessore alle Pari Opportunità Rosa Maria Romano -. Non dobbiamo mai commettere l’errore di lasciare sole le donne vittime di violenza perché non possono fare appello solo alle proprie forze per ritrovare un equilibrio e un ruolo nel contesto sociale - aggiunge l’assessore Romano -. Ringrazio la sensibilità delle dipendenti del Comune di Crotone - aggiunge il Sindaco Peppino Vallone - che hanno inteso dare un contributo propositivo e lanciare un segnale di vicinanza alle donne vittime di soprusi e di violenze».

Giovane Italia: tutti dicano no alla discarica di Scandale CROTONE - «Sono trascorsi sette mesi e ancora non riusciamo a vedere uno spiraglio di luce per risolvere una questione che tanto ci sta a cuore, impedire la realizzazione di una discarica di amianto in località Santa Marina di Scandale. Lo slogan ideale della Giovane Italia Scandale in questi lunghi mesi di battaglia è stato "con rabbia e con amore", rabbia per i torti che la nostra gente è costretta a subire e amore per la nostra terra, con rabbia e con amore continueremo a ribadire il nostro no alla realizzazione di questo impianto. Noi crediamo che la strada da intraprendere per vincere questa battaglia sia politico-i stituzionale e non tecnico-giuridico, per alcuni semplici motivi». Lo sostiene Antonello Voce, dirigente provinciale di

Giovane Italia Crotone. «Da quanto disposto dal Consiglio Regionale nel 2005 con la delibera numero 315 di approvazione del Piano energetico ambientale regionale chedice:«Consideratalasignificativa presenza sull’intero territorio crotonese di numerosi impianti industriali di trattamento rifiuti con forte impatto ambientale si esclude la possibilità di autorizzare l’ubicazione sul detto territorio di ulteriori impianti di trattamento, trasformazione,conservazioneesmaltimento di rifiuti di ogni genere, o suoi derivati. Tale disposizione - secondo Voce - esclude qualsiasi tipo di discarica. Ancora oggi non riusciamo a capire come abbia fatto la precedente Giunta regionale di sinistra a non tenere in considerazione tale emendamento rilasciando i relativi

permessi, considerato anche la presenza di aziende agricole e di abitazioni nei pressi del luogo dove dovrebbero nascere il succitato impianto. Dopo la grande manifestazione di popolo svoltasi domenica scorsa a Scandale abbiamo gridato a coro unanime il "No" di un intero popolo che è stanco di subire queste decisioni prese contro la sua volontà. E’ un anno e mezzo che la Giovane Italia Scandale spende le sue energie contro la realizzazione di discariche tutte concentrate nel suo comune. Pertanto - conclude l’esponente di Giovane Italia Crotone - finiamola di fare campagna elettorale e concentriamoci tutti insieme per impedire la realizzazione di questo impianto, la salute e la tutela di una popolazione va ben oltre i colori politici».


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 15

CRONACHE

Asp, la Sarlo ai sindacati: sì ai confronti costruttivi VIBO VALENTIA - «In riferimento ai commenti delle organizzazioni sindacali sul nuovo modello organizzativo aziendale, approvato nei giorni scorsi, si precisa quanto segue» si legge in una nota del Commissari Straordinario Asp di Vibo, Alessandra Sarlo . « La Direzione Aziendale - continua - manifesta tutto il suo stupore per il tono e per i contenuti dei giudizi espressi che - prescindendo totalmente dal merito degli stessi - non sembrano orientati verso il concreto interesse per la tutela dei diritti della collettività e degli operatori della sanità. Non appare superfluo rammentare che l’art. 14 del vigente Atto Aziendale stabilisce che «il confronto con le Ooss avviene, nel rispetto della diversità dei ruoli assegnati alle parti, con l’obiettivo comune di: promuovere lo sviluppo delle capacità professionali,dell’organizzazione,della qualità e della sicurezza del lavoro; condividere le scelte gestionali e organizzative operate in funzione del ruolo centrale del cittadino - fruitore dei servizi. Anche alla luce di rilievi mossi al nuovo assetto aziendale - si legge ancora nella nota - che in buona sostanza si limitano al presunto contrasto con il Piano Regionale di Rientro presentato dal Presidente Scopelliti, la posizione di aprioristica contrapposizione assuntadalleOrganizzazionisindacali sembrerebbe strumentale. Si cerca di ingenerare nella comunità l’idea che la mancata previsione di una struttura complessa o semplice comporti il venir meno di servizi o di attività fondamentali. Niente di più errato. Gli stessi servizi, infatti, conti-

nueranno ad essere erogati ai cittadini che ne hanno bisogno e che non si preoccupano se alle attività assistenziali corrisponde un incarico di struttura in un organizzazione, a giudizio di tutti, pletorica e ridondante. Dopo le modifiche introdotte dal decreto del Ministro Brunetta è evidente che i provvedimenti adottati rientrano tra quelli di esclusiva competenza degli organi preposti alla gestione e, pertanto non soggetti ad alcuna contrattazione o concertazione. Nonostante ciò gli stessi provvedimenti sono stati comunicati alle Ooss perchè l’Azienda Sanitaria ha tutto l’interesse ad operare scelte gestionali condivise. Condivisione intesa, tuttavia, non come adesione interessata o come contropartita contrattuale per decisioni di favore ma come consapevolezza di lavorare insieme per il

bene comune. Non rendersi conto della gravità della situazione in cui versa la sanità vibonese, trascurare il giudizio negativo della popolazione sulle nostre strutture e sui nostri servizi, significa non favorire un più ideale comune coinvolgimento avente per obiettivo essenziale una più utile corresponsabilità d’azione ed una più giusta risposta alle domande di salute della popolazione. Per questo l’invito che rivolgiamo ai rappresentanti dei lavoratori - conclude il Commissario - con i quali torneremo ad incontrarci per più costruttivi confronti sin dalla prossima settimana, è quello di operare con l’Azienda e nell’Azienda, a fianco ed al servizio della popolazione vibonese per il recupero della fiducia dell’intera collettività». Sandro Murina

Iniziato il corso di formazione dei nuovi 25 agenti della Polizia provinciale VIBO VALENTIA - Lunedì 22 novembre è iniziato il corso di formazione dei 25 Agenti della Polizia Provinciale neo assunti, presso la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Vibo Valentia. Alla presentazione, avvenuta nella stessa mattinata, erano presenti il Comandante della Polizia Provinciale dott. Giuseppe Colaiacovo, il Vice Questore Aggiunto dott.ssa Ciravegna funzionario della Scuola nonché gli istruttori della Scuola che seguiranno gli Agenti durante il periodo del corso.Il corso avrà la durata di quattro settimane e vedrà impegnati gli Agenti nell’apprendimento di tecniche operative, tecniche di guida, difesa personale, addestramento formale, atti di polizia giudiziaria, nozioni di soccorso pubblico, infortunistica stradale ecc. L’addestramento presso la Scuola di Vibo Valentia è stato possibile grazie ad una convenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza Direzione Centrale per gli Istituti di Istruzione e la Provincia di Cosenza. È da ricordare che questa non è la prima volta che la Polizia Provinciale di Cosenza si avvale della Scuola per le attività formative, ma già nel 2006, poco tempo dopo che è stato costituito il Corpo di Polizia Provinciale gli Agenti provenienti dal servizio di Vigilanza Ittico Venatorio hanno frequentato un periodo di attività formativa presso la Scuola di Vibo, che ha contribuito alla loro crescita professionale.

Madre e figlio sorpresi a circolare con un’auto sequestrata, denunciati VIBO VALENTIA - Qualche mese addietro madre e figlio M.G e D.S. madre e figlio, rispettivamente di 40 3 28 anni, erano stati sorpresi dagli agenti del posto fisso della polizia di Stato di Tropea mentre circolavano a bordo di un’autovettura, un’Alfa 147, senza l’assicurazione Rca. Denunciati e posto sotto sequestro il mezzo, gli era stato affidato loro addidato in custodia con l’obbligo di non non farne uso. Martedì mattina, invece, gli stessi agenti, li hanno sorpresi nuovamente circolare con lo stesso mezzo. Da qui una seconda denuncia più pesante della prima. Il fatto è avvenuto a Ricadi.

Il Commissari Straordinario Asp, Alessandra Sarlo

Il porto di Vibo riacquista il servizio commerciale delle granaglie VIBO VALENTIA - Nella giornata di martedì è approdata nel porto di Vibo Marina la motonave "Mari Soleil" di bandiera Maltese con a bordo circa 1.500 tonn. di mais, destinato alle industrie zootecniche calabresi. Grande soddisfazione è stata espressa dal Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Luigi Piccioli. Tale servizio, infatti, risultava sospeso oramai da diversi anni a causa della liquidazione della precedente impresa portuale, mortificando ulteriormente un territorio già fortemente interessato da crisi occupazionale. Il rinnovato servizio di sbarco di granaglie grazie all’impegno imprenditoriale del nuovo terminalista che ha rilevato l’impianto ed i silos esistenti nell’ambito portuale, pone il porto vibonese quale punto di riferimento, nella portualità Calabrese e meridionale in genere, per la

distribuzione di prodotti per la zootecnia. Tale flusso commerciale, affiancandosi a quelli storici riguardanti la movimentazione di carpenteria metallica prodotta dal polo industriale di Porto Salvo e soprattutto dei raffinati del petrolio per conto dei depositi costieri di oli minerali, esalta ulteriormente la nota caratteristica di polifunzionalità del porto di Vibo Marina, completata dai settori diportistico e peschereccio. Con la nuova movimentazione di granaglie e cereali, il porto raggiungerà agevolmente, nell’anno che sta per terminare, la soglia di 200 accosti/anno di navi mercantili. E per il prossimo anno la movimentazione totale di merce dovrebbe superare abbondantemente la cifra considerevole di 1.000.000 di tonnellate all’anno. Anselmo Virgo


16

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

CRONACHE

Consorzio di bonifica, prevista spesa di 19 milioni per il 2011 di Carmela Mirarchi CATANZARO - Efficienza, efficacia ed economicità: all’insegna di questi tre obiettivi principe della bonifica italiana si sono svolti i lavori del Consiglio dei Delegati del Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese.I lavori sono iniziati con una accorata, amicale ed istituzionale solidarietà nei confronti del Presidente Manno per le note vicende delle lettere Ci saranno anonime.Eraanche 2 opere no presenti il Vice Presiapprovate dal dente Alessandro TallaCipe per rico, il Depu4 milioni di tato Pasquale Greco ed i euro di Consiglieri, investimento Bova, Costa, Galea, Grimaldi,Matozzo, Menniti, Rattà, Rijllo, Salerno e Scafuri oltre al Direttore Generale Flavio Talarico e al Direttore dell’Area Amministrativa Silvestro Giacoppo.Il Presidente Grazioso Manno, nella sua relazione introduttiva, ha riassunto il lavoro del primo anno dalle elezioni, dando particolare rilievo ad alcuni importanti risultati raggiunti dal Consorzio, che era chiamato a non perdere mai la prospettiva di riorganizzazione dopo la riperimetrazione che aveva accorpato, allo Ionio Catanzarese, i tre vecchi Consorzi sul territorio catanzarese. Proprio sotto quest’ultimo aspetto, il Presidente ha comunicato il compimento dei lavori di ristrut-

turazione della sede di Via Veraldi che permetterà la riunificazione di tutti i dipendenti del Consorzio e la possibilità di mettere in fitto la sede di Via Acri: «Tutto ciò ci permetterà di coniugare una migliore funzionalità organizzativa ed economie di scala; - ha sottolineato Manno- tutti i risparmi li investiremo, come vedremo dal bilancio, per effettuare importanti lavori di manutenzione sul territorio». Con grande ed unanime soddisfazione è stata accolta la presentazione dettagliata del Presidente di questa unificazione degli uffici che permetterà una migliore funzionalità organizzativa ed operativa degli uffici con la strutturazione dell’Ufficio Comunicazione e stanze dedicate alla Deputazione ed al Consiglio che potranno rendere più efficaci ed operativi i loro ruoli istituzionali.Il Presidente si è poi soffermato sui notevoli crediti vantati dal Consorzio (circa 12 milioni di euro) prima di presentare e vedere approvati il nuovo

regolamento per l’affidamento di lavori, forniture e servizi da eseguirsi in economia ed il rinnovo dell’affidamento del servizio di tesoreria oltre che la variazione di bilancio 2010 per 181.000 euro. Ma forse la parte più appassionata di discussione dei lavori del Consiglio è stata quella del Bilancio di Previsione 2011; qui il Presidente ha presentato nel dettaglio la previsione di 19 milioni e 584 mila euro di spesa per il 2011. A questi si dovranno aggiungere due importantissime opere recentemente approvate dal Cipe per quasi 4 milioni di euro d’investimento; è stato inoltre illustrato il Piano delle Opere Pubbliche di Bonifica per il prossimo triennio che prevede interventi per oltre 33 milioni di euro. A questo punto per approfondire ed integrare al meglio l’importante discussione, i lavori sono stati aggiornati a lunedì 29 novembre per l’approvazione definitiva del bilancio di previsione 2011.

UmG, concluso il simposio di 4 giorni con la presenza di esperti forensi CATANZARO - Accrescere le conoscenze nelle discipline forensi e nella patologia in casi relativi ad ambienti acquatici marini, d’acque dolci, delimitati e aperti: questo l’obiettivo del simposio internazionale "H2O Criminalistics and pathology symposium" promosso dalla Cattedra di Medicina Legale dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, diretta dal Prof. Pietrantonio Ricci, e organizzato dal Professor Giulio Di Mizio, che ha permesso il confronto tra specialisti di diversi settori al fine dell’integrazione delle conoscenze e delle esperienze nei diversi campi della patologia forense. Tale evento scientifico ha accolto all’interno del Campus universitario di Catanzaro scienziati forensi esperti di "underwater" provenienti oltre che dal nostro Paese, dall’Australia, dal Canada, dagli Usa, dalla Gran Bretagna, dalla Francia, dalla Germania, dalla Macedonia, dall’Olanda, dalla Spagna, dalla Macedonia e dalla Svizzera. Numerosi sono stati anche i corsisti europei e extraeuropei. Gli argomenti trattati hanno spaziato dagli studi oceanografici per la

localizzazione dei corpi in acqua e della loro provenienza, alle tecniche di recupero in situazioni di acque aperte o delimitate, all’accertamento delle cause e all’identificazione personale. È stato inoltre discusso l’apporto che discipline come entomologia, zoologia e botanica possono fornire all’analisi dei casi. Sessioni specifiche del simposio sono state dedicate all’analisi dell’equipaggiamento speciale utile in queste circostanze, alla discussione dei protocolli adottati da diverse forze di polizia italiane ed estere e al confronto delle esperienze relative ai disastri di massa in ambiente acquatico. Al termine dei lavori il Prof. Pietrantonio Ricci, in rappresentanza del Comitato Scientifico e su sollecitazione degli oltre duecento partecipanti, ha annunciato che il simposio si terrà con cadenza biennale e che sarà creata una rete internazionale di ricerca denominata "underwater forensic sciences" per promuovere la ricerca scientifica nel campo e per incoraggiare giovani ricercatori .

La Luiss e Confindustria Catanzaro a caccia dei talenti della provincia CATANZARO - Reclutare i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, forma, con cultura d’impresa e vocazione internazionale, la "classe dirigente" per il Paese. Questi sono gli obiettivi che la Luiss - Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma - illustrerà domani, agli studenti dell’ultimo anno delle scuole medie superiori di Catanzaro. L’appuntamento è alle ore 11:30 presso l’Istituto Frà Pacioli, via Sebenico n.39, Catanzaro Lido. Le opportunità di studio e gli sbocchi professionali saranno al centro dell’incontro, organizzato dalla Luiss in collaborazione con Confindustria Catanzaro. Apriranno i lavori Andrea Abramo, Presidente Giovani imprenditori, Catanzaro e Domenico Totino, Delegato Scuola Giovani Imprenditori, Confindustria Catanzaro; a seguire la presentazione dell’Ateneo da parte di un referente dell’Area Relazioni Associative Luiss e della professoressa Lucilla De Leo, docente presso la facoltà di Scienze Politiche, che illustrerà in dettaglio l’offerta formativa delle tre Facoltà di Scienze Politiche, Economia e Giurisprudenza. A conclusione, la testimonianza di un laureato Luiss. L’università intitolata a Guido Carli si conferma ai primi posti tra gli atenei nazionali preferiti. Un altro record storico è stato raggiunto per le domande di ammissione ai corsi di Laurea Triennale e a Ciclo Unico a.a. 2010 - 2011 che hanno segnato un incremento del 17,6% rispetto al 2009. Molto bene anche le domande per i Corsi di Laurea Magistrale di Economia e Scienze politiche cresciute del 33%. Per quanto riguarda i dati regionali, nel 2010 sono state oltre 200 le domande presentate dagli studenti calabresi per la partecipazione al test di ingresso Luiss (Corsi di Laurea Triennali e Magistrale a Ciclo Unico) Attualmente, gli studenti residenti a Catanzaro e provincia rappresentano l’1,49% della popolazione studentesca Luiss.

Premio Anassilaos al Prof. Quattrone, docente dell’Ateneo Magna Græcia CATANZARO - Sabato 13 novembre - nell’Auditorium "Nicola Callipari" del Consiglio Regionale a Reggio Calabria, si è svolta la 22esima edizione del Premio Anassilaos, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero per i Beni Culturali, dalle Regioni Sicilia e Calabria, dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria, dalle Amministrazioni Comunali di Reggio Calabria e Messina e dalla Fondazione Bonino-Pulejo.Giunta ormai al 25esimo anno dalla Sua fondazione, l’Associazione Anassilaos opera un’attenta selezione fra esponenti di spicco nel campo dell’Arte, della Cultura, dell’Economia e delle Scienze sia in campo nazionale che internazionale. In questa recente occasione è stato consegnato al Prof. Aldo Quattrone, Docente dell’Ateneo Magna Græcia di Catanzaro, nonchè direttore Urt (Unità di Ricerca Neuroimmagini) del Cnr, il Premio Anassilaos per la Ricerca in Medicina. Il premio è stato consegnato al Prof. Aldo Quattrone dal Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia Prof. Giovambattista De Sarro, a conferma dell’alto livello scientifico e culturale riconosciuto all’Ateneo Catanzarese. Il Prof. Aldo Quattrone nel Suo breve ma mirato discorso di ringraziamento, ha dedicato il proprio premio ai giovani che rimangono o che tornano in terra di Calabria, riponendo in loro la fiducia e la speranza per un migliore futuro tutto calabrese.Tra i giovani appunto, anche il premio Anassilaos per il Teatro ed il Canto consegnato al soprano lirico Lara Fiorillo.

Rosa Voci


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 17

CRONACHE

Aumentati di 34 milioni i sequestri della Dda

Idv della provincia alla manifestazione della Cgil a Roma

di Rosanna Angotti CATANZARO - Nell’ultimo anno la Dda di Catanzaro ha notevolmente incrementato l’attività per il sequestro dei beni nei confronti delle cosche della ’ndrangheta passando da un milione del 2009 ai 35 di quest’anno. I sequestri chiesti ed ottenuti dalla Dda, nelle quattro province di sua competenza, sono collegati principalmente alle operazioni compiute contro la ’ndrangheta. Le cosche maggiormente colpite sono quelle del crotonese e del cosentino. La decisione di incrementare l’attività di sequestro dei beni è finalizzata a colpire il cuore economico, si apprende in ambienti della Dda, delle cosche che investono in attività apparentemente lecite i proventi dei traffici illegali. I beni che sono stati sequestrati sono principalmente abitazioni e terreni ma anche quote societarie e conti correnti che, secondo quanto emerge dalle indagini, vengono inte-

Il Procuratore della Repubblica, Vincenzo Antonio Lombardo

stati a prestanomi. Alle indagini sui patrimoni della ’ndrangheta partecipano tutte le forze dell’ordine, ma le principali indagini patrimoniali sono state svolte dalla Dia e dalla Guardia di Finanza. Il Procuratore Vincenzo Antonio Lombardo, ha deciso di dare un forte impulso anche alle misure di prevenzione personali chiedendo la

sorveglianza speciale per centinaia di persone ritenute affiliate alla ’ndrangheta. All’attività svolta dalla Dda si aggiunge quella della Procura generale che incide sui patrimoni degli esponenti delle cosche condannati in appello. Anche su questo fronte si registra un consistente incremento di sequestri e di confische.

CATANZARO - L’Italia dei Valori della provincia di Catanzaro aderisce e partecipa alla manifestazione nazionale indetta dalla Cgil a Roma, sabato prossimo. I temi al centro della mobilitazione sono il lavoro stabile e dignitoso, minacciato sempre più oggi dall’approvazione del "collegato lavoro"; la riforma degli ammortizzatori sociali, che possa tenere insieme inclusività, equità nella contribuzione e sostenibilità economica; la contrattazione che sta subendo un gravissimo attacco con le scelte della Fiat; poi ancora welfare, equità fiscale, diritto alla conoscenza e il Mezzogiorno, sempre più mortificato dalle scelte inique del Governo sotto la spinta della Lega. «Aderiamo perché viviamo con profonda preoccupazione gli effetti che la crisi sta creando su moltissimi lavoratori, attaccati nei loro

fondamentali diritti sociali e del lavoro.Di fronte al totale abbandono delle politiche del lavoro da parte del Governo nazionale, all’assenza di strumenti e politiche per lo sviluppo e contro l’impoverimento sempre più pesante di larghi strati delle popolazioni, l’iniziativa della Cgil è quanto mai opportuna ed appropriata. Quindi chiamiamo tutti a manifestare a Roma, per chiedere più diritti e più democrazia, per rimettere al centro il lavoro, la contrattazione, per rivendicare sviluppo, equità e giustizia sociale».


18

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

CRONACHE

Comune, nel 2011 previste opere per 25 milioni di euro di Carmela Mirarchi CATANZARO - Opere per circa 25 milioni di euro sono state previste con l’adozione, da parte della giunta, del Piano triennale dei lavori pubblici per l’anno 2011. L’esecutivo, presieduto dal sindaco Rosario Olivo, infatti, ha provveduto all’adozione del Piano sentita la relazione degli assessori, Francesco Curcio e Sabatino Ventura. Nello specifico le opere da La Giunta realizzarecon ha approvato fondi comunali ammonil Piano tano a 5.801.409 eutriennale ro parte dei dei qualivengono assorbitidalle lavori manutenzioni stradali e dei pubblici fabbricati e strutture culturali comunali. 1.700.000 euro di lavori verranno finanziati con gli oneri di urbanizzazione. Per i cimiteri è prevista una spesa di 500.000 euro. Altri 3.000.000 euro per l’ampliamento del cimitero di Gagliano verranno attraverso Project Financing. Con l’alienazione di immobili si prevede di investire 2.826.000 euro, circa la metà per l’adeguamento sismico delle scuole e degli immobili comunali. Con fondi derivanti da trasferimenti della Regione sono state previste opere per 18.761.000 euro. Infine, attraverso i mutui, previsti lavori per 647.000 euro. Via libera anche al fabbisogno di personale per il triennio 2010 - 12. Pro-

posta redatta dal dirigente affari generali e del personale, Giuliano Siciliano e dal direttore operativo, Pasquale Costantino e relazionata dall’assessore Antonio Argirò. Con la delibera viene stabilito di procedere alle assunzioni nei limiti annuali stabiliti del piano, mediante primaria conclusione delle procedure di reclutamento attualmente in itinere per il personale dipendente e per i dirigenti. La giunta si è riservata, con successivo e separato atto, di rivisitare la macro struttura organizzativa e la rideterminazione della dotazione organica dell’ente. E’ stato dato atto, infine, che la programmazione triennale del fabbisogno è coerente con le disposizioni vigenti in materia di procedure concorsuali e con la disponibilità dei posti nella vigente dotazione organica dell’ente rilevate sulla base dei posti coperti al 15 novembre scorso. La Giunta ha anche rinnovato la convenzione con l’Agenzia del Territorio per la fornitura dei servizi estimativi e di consulenza specifica. Pratica sottoposta all’at-

tenzione dell’esecutivo dall’assessore al patrimonio, Domenico Iaconantonio e redatta dal dirigente del settore, Alba Felicetti. Via libera anche al progetto esecutivo delle opere di consolidamento del cordolo di fondazione di una recinzione nel parcheggio pubblico di via Ettore Vitale. Lavoro stimato in complessivi 17.538 mila euro. Sentita la relazione dell’assessore Aldo Stigliano Messuti, la giunta ha deciso di allargare la Consulta permanente dei Sindaci della Città, istituita con delibera del 2007, alla partecipazione volontaria e gratuita anche degli Amministratori comunali che si sono succeduti nel tempo. Questo, nello spirito di collaborazione e dedizione al buon andamento del governo locale. Con lo stesso atto è stato individuato nei locali di via Crispi, di proprietà della ditta Tomasella Scambia, la sede per le riunioni della Consulta. Approvate, infine, diverse pratiche proposte dal settore avvocatura diretto daGabriellaCelestino,erelazionate dall’assessore Aldo Stigliano Messuti.

Olivo ha ricevuto il professore Carbone, direttore del “Cancer Center” di Honolulu CATANZARO - Il sindaco Rosario Olivo, assieme a tutto l’esecutivo, ha ricevuto prima della riunione di giunta il professore Michele Carbone, direttore del "Cancer Center" di Honolulu, nelle isole Hawaii. Catanzarese, Carbone ha ricoperto prima un incarico autorevole in qualità di ricercatore a Chicago e, successivamente, è stato chiamato a dirigere l’importante struttura del Pacifico. «Sono davvero lieto di ricevere nuovamente nella casa comunale - ha detto Olivo - una personalità così prestigiosa che rende onore a tutta la città. Spesso si parla male della nostra regione, la si associa a fenomeni delinquenziali terribili. L’affermazione, nel mondo, di tanti calabresi in ruoli rilevanti, ci riscatta ed evidenzia come tanti siano davvero i luoghi comuni sulla nostra terra». Il sindaco ha ricordato anche l’attività di Carmine Carbone, padre di Michele, «indimenticabile medico dell’ospedale Pugliese - ha aggiunto il Sindaco - una delle personalità più grandi del panorama sanitario calabrese». Olivo ha sottolineato il forte legame tra Michele Carbone - nomi-

nato dal Ministero degli Esteri console onorario italiano nelle Hawaii e nel Pacifico - e la sua città, esprimendo «gratitudine per l’impegno profuso nella sua alta missione». Ed è stata questa la motivazione trascritta in una targa con lo stemma della Città che gli è stata consegnata. Dal canto suo, Carbone ha ringraziato l’Amministrazione comunale, ribadendo la volontà di mantenere saldo il contatto con le proprie origini. «Sono andato via da Catanzaro per l’impossibilità di lavorare qui - ha detto - ma sono sempre rimasto legato alla mia terra. Tanto è vero che sto cercando di far instaurare dei rapporti di collaborazione tra l’Università "Magna Graecia" e quella di Honolulu che potrebbero avere risvolti positivi per entrambi gli atenei». Al professore Carbone il Sindaco ha anche consegnato due volumi: uno sui "Beni culturali a Catanzaro", l’altro sulla mostra delle creazioni orafe di Gerardo sacco. «Entrambi - ha detto - li porterò nella sede del Consolato per promuove l’immagine della nostra amata Città».

Cimino: nell’assestamento di bilancio un fondo di solidarietà per le famiglie CATANZARO - «Come triste nuvola di fine stagione, arriva in aula l’assestamento di Bilancio. Da tempo è diventato costume della politica utilizzare, alla vigilia delle elezioni, gli scampoli di Bilancio per accontentare amici e clientele, allo scopo per taluni di garantirsi la rielezione. E’ una tecnica usata dai furbacchioni che quando assalgono la diligenza, non hanno un colore politico e non indossano al divisa, di maggioranza o di opposizione che sia. Spero che non si verifichi questo a Catanzaro» si legge in una nota del consigliere comunale Franco Cimino. «Personalmente - continua - vigilerò affinché non accada. Forse, un confronto preventivo più ampio e pubblico con tutti i capigruppo avrebbe consentito di meglio riequilibrare le cifre e la loro distribuzione su una coperta divenuta troppo corta, per colpa della crisi economica e di un governo che non l’ha saputa affrontare senza gli insopportabili agli enti locali. Da tempo vado ripetendo che Catanzaro soffre la crisi economica in maniera più pesante che altre città. Alla povertà di una ristretta cerchia di famiglie, si sta aggiungendo una nuova forma di indigenza. Questa di oggi è l’occasione per varare la proposta che io stesso ho avanzato tre anni fa: destinare una parte considerevole del Bilancio alla costituzione di un fondo di solidarietà. Lo scopo è quello di costituire una sorta di Banca sociale. La finalità è quella di sostenere il reddito della famiglie catanzaresi, superando le rigidezze bancarie e tante altre forme di inaccessibilità al Credito. Una sorta di vecchia catena della solidarietà, dove a guadagnarci sono i catanzaresi. Perché quando i cittadini sono sereni, il loro rapporto con la Città è più fecondo. So che l’Amministrazione sotto l’impulso di qualche attento consigliere, ha predisposto una formula per il sostegno alle imprese. E’ una iniziativa da condividere. Se sulla stessa scia si promuovesse finalmente quanto da me proposto - conclude -, avremmo davvero fatto una cosa buona. Un buon inizio, perché il resto è tanto più faticoso da realizzare. Ma intanto si parte».

Al Casalinuovo iniziativa per la giornata contro la violenza sulle donne CATANZARO - Oggi alle ore 9,30, all’auditorium Casalinuovo in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, iniziativa di sensibilizzazione che di fatto concluderà la campagna "Fiocco bianco". «Si tratta di una campagna avviata in moltissime città italiane - ha detto l’assessore - e che anche noi abbiamo sposato con entusiasmo». E’ indirizzata agli uomini e lo slogan è chiaro: «Questo messaggio è per te: ascolta la donna e rispettala. In particolare ci rivolgiamo ai giovani. Saranno in 500 a gremire l’Auditorium - ha spiegato Lucchetti - tutti studenti delle nostre scuole che con i loro professori hanno avviato da tempo un percorso di conoscenza e approfondimento di questa problematica». Tra l’altro, agli stessi studenti sono stati fatti compilare dei test, il cui risultato sarà alla base della discussione proposta dal psichiatra dell’Asp di Catanzaro Salvatore Inglese. Saranno presenti la sociologa Giovanna Vingelli, dell’Università della Calabria, il questore Roca, il prefetto Di Rosa,, il sindaco Olivo, il Rettore della "Magna Graecia" Costanzo, il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, Mercurio. Previsti gli interventi di Salvatore Inglese, psichiatra del Dipartimento salute mentale dell’Asp di Catanzaro, Rosalva Sciarrone, avvocato e don Piero Pugliesi, della Fondazione Città solidale. Modererà i lavori la giornalista Emanuela Gemelli.

Fabiola Ungaro


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 19

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

“I briganti nella storia d’Italia” Continuano oggi gli appuntamenti culturali del Festival d’Autunno diretto da Antonietta Santacroce di Francesca Medeo CATANZARO - Continuano gli appuntamenti culturali del Festival d’Autunno, diretto da Antonietta Santacroce. Oggi, alle ore 18,00, presso la biblioteca comunale "De Nobili" di Catanzaro, il prof. Enzo Ciconte, docente di Storia della criminalità organizzata all’Università di Roma Tre, presenterà il suo nuovo libro "I briganti nella storia d’Italia".La conversazione sul brigantaggio in Italia sarà moderata dal prof. Luigi La Rosa, docente di italiano presso il Liceo Classico "P. Galluppi" di Catanzaro, autorevole critico letterario e Presidente del Circolo Letterario "Placanica".Già autore di testi riguardanti la criminalità organizzata, che lo hanno reso uno dei massimi esperti delle dinamiche delle grandi associazioni mafiose, il Prof. Ciconte, da mesi, è ai vertici delle classifiche dei libri più venduti con "’Ndrangheta padana", nel quale parla dell’insediamento in terra lombarda della organizzazione criminale calabrese che oramai ha due capitali, Reggio Calabria e Milano.Il nuovo libro scritto dal Prof. Ciconte, "I briganti nella storia d’Italia", approfondirà gli studi sulla nascita e la evoluzione di quel fenomeno iniziale di banditismo, trasformatosi in una forma di insurrezione politica e sociale nel Sud Italia durante il

periodo del Risorgimento. Questo appuntamento si inserisce nella settimana che il Festival d’Autunno ha dedicato al brigantaggio, e che sarà inaugurata giorno 24 novembre, alle ore 17,00, presso il complesso monumentale "S. Giovanni", dalla mostra fotografica "Per forza o per amore - storia di brigantesse nell’Italia post unitaria", il cui atto finale sarà "Briganti e migranti", il concerto che Eugenio Bennato terrà venerdì 26

presso l’Auditorium "G. Casalinuovo" di Catanzaro. «Ho fortemente voluto realizzare - commenta Antonietta Santacroce - questo duplice appuntamento, trattando un argomento di grande attualità con due personaggi rappresentativi nei rispettivi campi, quello della storia e quello della musica».I biglietti del concerto di EugenioBennatopotrannoessereacquistati presso la sede del Festival sita in Via Spasari, 15 (tra la Provincia e la galleria

“Il sogno di Mamma Natuzza Evolo”

Nato il Club dei soci della Bcc Mediocrati

VIBO VALENTIA - Sabato 27 novembre, l’orchestra "O.Stillo" contribuirà con la sua presenza alla suggestiva realizzazione del concerto che si terrà presso il Palamilone per la raccolta di fondi per la costruenda chiesa di Paravati "Il sogno di Mamma Natuzza Evolo" .Accanto a nomi famosi come: Ivana Spagna, Walter Nudo, Fioretta Mari, Rosa Martirano, Alma Manera, Vincenzo Bocciarelli, che ormai si identifica come Orchestra della Provincia di Crotone, formata da musicisti e docenti dei Conservatori Calabresi e giovani artisti del Liceo Musicale "O.Stillo" , eseguirà brani per sola orchestra ed accompagnerà nelle loro esecuzioni gli artisti su citati.

Nasce il Club Giovani Soci della Bcc Mediocrati, una associazione che riunisce tutti i soci della banca da 18 a 32 anni - circa 400 persone - e che sarà attiva nel territorio di competenza con il compito di realizzare iniziative sociali, culturali e ricreative. «Il Club sarà innanzitutto una palestra di democrazia - dice il presidente della banca Nicola Paldino - all’interno della quale i nostri giovani soci potranno confrontarsi e contribuire alla costruzione di coesione sociale. Una Bcc, infatti, prima di essere una banca è una cooperativa i cui rappresentanti sono eletti dai soci. Intendiamo rafforzare le basi della partecipazione democratica alla vita dellabanca»

Mancuso) oppure con l’acquisto on line, attraverso carta di credito e Postepay, e con le stesse modalità sul sito www.festivaldautunno.com . La segreteria resterà aperta dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle ore 16,00 alle 19,30 di tutti i giorni escluso la domenica. Per ottenere maggiori informazioni è attivo il numero telefonico 389.0931362 e la mail info@festivaldautunno.com. Il programma del Festival d’autunno: 24 novembre - 12 dicembre, Gallerie complesso monumentale "S. Giovanni", mostra fotografica "Per forza o per amore. Storie di brigantesse nell’Italia post unitaria". Giovedì25novembre,Complessomonumentale "San Giovanni"ore 18,00, "I Briganti nella storia d’Italia", conversazione con Enzo Ciconte e presentazione del suo nuovo libro "I briganti nella storia d’Italia". Venerdì 26 novembre, Auditorium "A. Casalinuovo" ore 21,00, "Briganti e migranti" con Eugenio Bennato e l’Orchestra Popolare del Sud. Giovedì 2 dicembre, Teatro Politeama, ore 21,00 "Ciao Frankie. Omaggio a Frank Sinatra" con Massimo Lopez e la Big Jazz Company. Venerdì 3 dicembre, Chiesa di S. Omobono, ore 18,00, conversazione con Vittorio Cappelli e presentazione del libro "Storie di italiani nelle altre Americhe".


20

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

Presentato nei giorni scorsi, presso il Senato della Repubblica, il libro curato dal professore Giuseppe Fatati

“Star bene mangiando”, un viaggio nella tradizione culinaria calabrese Nell’ambito delle attività di sensibilizzazione sul tema della diabesità (combinazione di diabete e obesità), è stato presentato nei giorni scorsi presso il Senato della Repubblica il libro "Star bene mangiando" curato dal prof. Giuseppe Fatati, presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica.Il libro, volto ad indagare come piacere della tavola e benessere possano essere coniugati, propone un viaggio attraverso la tradizione culinaria regionale italiana e mostra come anche la cucina calabrese possa essere un valido esempio di sana e corretta alimentazione. "Dal morzeddu al tonno alla calabrese piacere e benessere a tavola per la salute. Diabesità, moderna pandemia: sapevate che...?". Un italiano su due ha problemi con il proprio peso . Le persone obese in Italia sono 4.700.000, come se tutti gli abitanti di Roma, Milano, Bari e Bologna vestissero l’extra-large. Ogni 10 secondi si sviluppano 2 nuovi casi di diabete. Ogni 10 secondi una persona

muore per cause collegate al diabete . Almeno il 50% delle persone affette da diabete non è consapevole della propria condizione. L’Italia è al primo posto in un’ipotetica classifica negativa in Europa, insieme a Spagna e Grecia con un terzo dei bambini tra i 7 e gli 11 anni obeso o in sovrappeso. Il rapporto tra diabete e obesità è spesso sottovalutato: circa il 90% dei casi di diabete è attribuibile a eccesso di peso. Dimagrire di 5-6 kg vuol dire cambiare l’assetto metabolico e ridurre sostanzialmente il rischio di diabete . Una taglia in più equivale a 6-8 kg . Ogni nuovo buco sulla cintura equivale a mezza taglia. La diabesità, combinazione di diabete e obesità, è oggi una moderna pandemia. In una società come quella odierna, in cui l’evoluzione degli stili di vita ha condotto a una rivoluzione delle abitudini alimentari, sempre più improntate sul consumo di cibi veloci e ricchissimi di calorie, e alla conduzione di una vita più sedentaria, il rischio di essere in sovrappeso e conseguentemente di potersi ammalare di diabete è

Il volume, volto a indagare come piacere della tavola e benessere possano essere coniugati, mostra come la cucina calabrese possa essere un esempio di sana alimentazione

sempre più alto. Il problema è ancora più allarmante se si stima l’evoluzione che la diabesità potrebbe avere nei prossimi anni: il numero dei diabetici è, infatti, destinato a salire, a livello globale, dagli attuali 246 milioni a circa 380 milioni nel 2025. Quello della diabesità è un fenomeno in crescita in Calabria: dal 1998 a oggi si è registrato un incremento di peso tra i cittadini maschi del 16%, mentre le donne hanno visto una crescita del 4%. Sono 38 su 100 infatti gli uomini e le donne obesi in Calabria. Poiché il 90% dei casi di diabete è attribuibile all’obesità è facile comprendere come i due fenomeni siano tra loro strettamente connessi. Combattere la diabesità è la sfida del XXI secolo, una sfida che va affrontata con una strategia comune, volta alla diffusione di una cultura della salute che si fonda su comportamenti e stili di vita sani, primo tra tutti una corretta e sana alimentazione. Ma cosa significa "corretta e sana alimentazione" nella moderna cultura delle diete più o meno fantasiose, caratterizzata da continui bombardamenti

mediatici e allarmi terroristici su cibi e bevande da demonizzare? Benessere è necessariamente sinonimo di rinuncia? «Bisogna essere coscienti - afferma il sen. Antonio Tommasini, presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica - che la prevenzione dell’Obesità e del Diabete comincia nella quotidianità come ad esempio "a tavola», promuovendo non la cultura della privazione bensì la cultura di una sana e corretta terapia dietetica-nutrizionale. «La parola chiave che permette di comprendere cosa significhi alimentarsi in modo corretto non è quindi "privazione" ma "equilibrio". Per impostare una corretta educazione alimentare e non incorrere nel rischio di fallimento è utile non demonizzare alcuni alimenti o bevande ma incidere positivamente e stabilmente sui comportamenti alimentari che sono un aspetto

Antonio Tommasini: «Bisogna essere coscienti che la prevenzione dell’obesità e del diabete comincia nella quotidianità» importante dello stile di vita dei pazienti, commenta il prof. Giuseppe Fatati, presidente dell’Adi (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica).Saper mangiare bene, infatti, non significa guardare in modo ossessivo al numero di calorie assunte ogni giorno ma sapersi orientare nel modo giusto nella scelta di carboidrati, proteine e grassi pur considerando le abitudini e le esigenze poste dalla quotidianità (dalla pausa pranzo all’aperitivo con gli amici) e non rinunciando all’importanza del piacere a tavola. È proprio dall’equilibrio tra i diversi fattori nutrizionali nel lungo periodo, la strada della prevenzione.

A Crotone il concerto del pianista Antonio Consales all’auditorium del Liceo musicale “O. Stillo” CROTONE - Domenica 28 novembre 2010 si terrà il concerto del pianista Antonio Consales che eseguirà musiche di: W.A.Mozart - L.V.Beethoven - F.Chopin, presso l’auditorium del Liceo musicale "O.Stillo" sito in Largo Panella (adiacente Parco delle Rose - Crotone), alle ore 19.00. Nato a Cosenza, Antonio Consales ha intrapreso lo studio del pianoforte all’età di sette anni e si è formato al Conservatorio di Musica "S. Giacomantonio" nella classe del M° Antonella Barbarossa, diplomandosi giovanissimo con il massimo dei voti, la lode e la menzione "ad honorem". Deci-

sivo per la sua formazione artistica si è rivelato l’incontro con la prestigiosa Scuola pianistica di Annamaria Pennella (concertista e didatta, allieva del grande A. Benedetti Michelangeli). Fondamentali, inoltre, gli incontri con celebri musicisti quali: C.Zecchi, R. Caporali, J. Demus, A. Neri, B. L. Gelber, P. Badura-Skoda, Marcello Abbado, Bruno Canino ed altri ancora. Direttore-Fondatore dell’Accademia "Franco Ferrara" di Altomonte ha istituito, presso la stessa, i corsi internazionale di alto perfezionamento musicale, insieme a celebri concertisti e didatti.


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 21

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

Presentata la rassegna 2010-2011. Il primo spettacolo, "Un tè per tre", andrà in scena il 30 novembre

“Vivi il Teatro”, al via la stagione di prosa al Comunale di Soverato SOVERATO - "Vivi il Teatro" questo il titolo della rassegna di prosa 2010/11 del Teatro Comunale di Soverato, presentata, nei giorni scorsi, in conferenza stampa alla presenza dell’assessore alla Cultura del Comune di Soverato, del vice-sindaco del Comune di Soverato, Teo Sinopoli, della direzione artistica, Pino Ammendola e Enzo De Carlo, dal direttore organizzativo Vittorio Puntieri e dallo speaker radiofonico Frank Teti. Il valzer degli interventi è partito con il contributo dell’assessore Sonia Munizzi, che ha voluto ringraziare uno per uno chi ha condiviso questo ambizioso progetto teatrale, tra i quali l’Amministrazione provinciale di Catanzaro. «Ancora una stagione teatrale - ha così sintetizzato l’assessore Munizzi- che ci inorgoglisce. Un cartellone che vuole confermare ai Soveratesi e, non solo, quanto la cultura stia a cuore all’Amministrazione comunale, che anche quest’anno proporrà un’ampia offerta culturale, continuando, allo stesso tempo, una politica di contenimento dei costi attraverso la gestione diretta del

Teatro Comunale. Un Teatro , quindi, sempre più al centro della vita culturale e sociale della città e del comprensorio». E’ seguito l’intervento di Pino Ammendola, impegnato in questo periodo sia nella serie televisiva "Provaci ancora Prof" e con Massimo Ranieri e Mariangela Melato nel progetto di riportare il Teatro in tv, il quale ha posto l’accento sull’inversione di tendenza della cittadina di Soverato, ossia mentre al Nord i Teatri chiudono, nel Sud, come Soverato, i Teatri nascono e si vivono. Pino Ammendola è rimasto positivamente colpito della crescita della Città di Soverato, da cui mancava da più di trent’anni. Inutile sottolineare che anche questa è promozione turistica. A De Carlo è toccato l’illustrare il cartellone, che vede un mix di un po’ di classico, della commedia popolare, di quella più sofistica, di due sperimentazione e di una ventata di novità e di gioventù. Questa nuova avventura al Comunale partirà: martedì 30 novembre 2010 con "Un Tè per Tre" di Bruno Tabacchini e Biagio Izzo con Biagio Izzo, Teresa Del

Vittorio Puntieri: investire nelle politiche culturali, anche in tempi di crisi economica, è la strada giusta da seguire per lo sviluppo del territorio. Nove i nuovi appuntamenti

Vecchio e Francesco Procopio ( Esclusiva regionale); si proseguirà Lunedì 13 Dicembre 2010 con "Bene mio core mio" di Eduardo De Filippo. Regia Bruno Colella, con Lunetta Savino e Bruno Colella e musiche di Eugenio Bennato; Poi ancora domenica 9 gennaio 2011 con "Voglia di tenerezza" regia di Angelo Longoni con Anna Galiena (Esclusiva regionale ); venerdì 24 gennaio 2011 andrà in scena "Una serata con "Will & Grace", regia di Claudio Insegno con Marco Stabile, Matteo Bocciarelli, Sara Greco, Teresa Battaglia; lunedì 7 Ffebbraio 2011, si cambia registro con "Uomini alla crisi finale" regia di Pino Ammendola (Esclusiva regionale) con Pino Ammendola, Giorgio Gobbi,Angelo Maggi e con Anna Jimskaya; lunedì 21 febbraio 2011, ritorna sul palcoscenico del Teatro Comunale Loretta Goggi con " Spa. Solo per amore" di Fornari-Goggi-Pistarino. Regia di Gianni Brezzacon Loretta Goggi, Stefano Bontempi ed Erika Puddu; ritorna una esclusiva regionale Lunedì 1 Marzo 2011 con "Daddy

Conte e Olivieri: «A Paestum massima attenzione sul sito archeologico “Grotta del Romito”» PAPASIDERO - Fiorenzo Conte, sindaco di Papasidero, e Loredana Olivieri, assessore alla Cultura e Turismo, in riferimento alla partecipazione del Comune di Papasidero alla XIII Borsa internazionale dell’archeologia di Paestum, hanno rilasciato la seguente dichiarazione: «Il sito archeologico "Grotta del Romito" e la recente, sensazionale scoperta dei resti di un giovane cacciatore, risalenti a circa sedicimila anni fa, hanno catturato l’attenzione di migliaia di visitatori in occasione della XIII Borsa internazionale dell’archeologia che si è svolta a Paestum nello

scorso fine settimana. Il materiale turistico e culturale diffuso dall’amministrazione comunale di Papasidero, ospite dello stand allestito dalla Provincia di Cosenza, ha riscosso notevoli apprezzamenti. Si è trattato di una esperienza proficua, che ha consentito di esportare le bellezze naturali di Papasidero, comune inserito all’interno del Parco Nazionale del Pollino e tra i più importanti della Calabria sia per le caratteristiche ambientali sia per la validità del patrimonio artistico, storico ed architettonico».

Blues" di Bruno Chapelle e Martyne Visciano. Regia Vincenzo Salemme, con Marco Columbro e Paola Quattrini; giovedì 5 marzo 2011 " Il calapranzi" di Harold Pinter. Regia Vito Mancini con la Compagnia Urlo; l’ultimo spettacolo è previsto per sabato 12 marzo 2011 con "El Tango" passion, nostalgia y trasgression, con i Madrugada: Thomas Sinigallia, fisarmonica - Lucia Luque, violino - Daniela Castagna, pianoforte - Bruno Sarno, contrabasso e i Ballerini: Sabina Micheli e Guido Bedin,Laura Marelli e Stefano Zoccato. Alla luce di questa stagione di qualità è facile comprendere come mai il 70% degli abbonamenti sono stati già venduti, e che si è registrato un incremento del 20% nelle vendite rispetto alla passata stagione, insomma un vero attacco al botteghino. In questo contesto si è anche parlato di stagione teatrale estiva, ma co-

A prendere per prima la parola, l’assessore Sonia Munizzi, che ha voluto ringraziare tutti coloro cha hanno condiviso questo progetto me ha puntualizzato l’amministratrice Munizzi il problema per la sua realizzazione sono il reperimento delle risorse. «Lo straordinario successo ottenuto dalla passata edizione e quello che siamo certi riscuoterà la prossima stagione teatrale del Teatro Comunale di Soverato - ha così, dichiaratoildirettoreorganizzativo,Vittorio Puntieri della Puntieri Management - sono la dimostrazione che investire nelle politiche culturali, anche in tempi di crisi economica, è la strada giusta da seguire per lo sviluppo del territorio. Nove gli appuntamenti in cartellone e nove saranno le occasioni per gli spettatori di ricevere un ’ottima accoglienza».


22

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

APPUNTAMENTI E’ iniziato il progetto “Desk Consumatori” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari conferenza tenuta dalla dott.ssa Giuseppina Criseo e dal dott. Vito Aversa sul tema “Educazione finanziaria: la corretta gestione del risparmio personale”.

CATANZARO Convegno "L’infiltrazione dei CollettiSporchineltessutoeconomico e sociale calabrese" In data 30 novembre , alle ore 17.00, presso il salone Confcommercio si terrà il convegno sul tema "L’infiltrazione dei Colletti Sporchi nel tessuto economico e sociale calabrese". L’evento è stato voluto ed organizzato dall’Enasco "50 & Più Università". Relatore avv. Luigi Ciambrone espertoindirittopenalecomunitario ed internazionale. COSENZA Seminario "Università ed impresa: un binomio per favorire lo sviluppo locale" La Camera di Commercio di Cosenza per il tramite dalle competenze maturate negli precedenti dall’Azienda Speciale Promocosenza, mira tra le altre attività anche a sviluppare e consolidare il ruolo dell’Ente quale soggetto qualificato erogatore di servizi per l’orientamento ed il matching tra la domanda e l’offerta di lavoro. Ed è proprio tra le linee di attività di Promocosenza, denominata “Laboratori territoriali per il raccordo tra domanda e offerta di formazione e lavoro”, che rientra nells giornata seminariale previstaperoggi,organizzataconla Facoltà di Economia dell’Unical e la collaborazione dell’Istituto Guglielmo Tagliacarne e con la partecipazione di Retecamere. L’iniziativa che si svolgerà presso la Facoltà di Economia dell’Unical. Conferenza stampa risultati Sial di Parigi Sediciaziendedisuccessoselezionate dalla Camera di Commercio di Cosenza, reduci dal più importante appuntamento del settore alimentare mondiale, raccontano il Sial di Parigi, il 24° Salone internazionale dell’alimentazione. I risultati della missione saranno presentati alla stampa oggi a Cosenza, alle ore 11.00 nella sala Petraglia della Camera di Commercio. Convegno organizzato dall’Aci Cosenza Venerdì 26 novembre ore 9.00 al Teatro A. Rendano l’Automobile Club di Cosenza organizza il convegno "I giovani e la sicurezza stradale: il valore della formazione, il rispetto delleregole,laconsapevolezzadelrischio". Interverranno le istituzioni: Provincia e Regione, esperti del settore e il presidente Automobile Club d’Italia, Enrico Gelpi. FALERNA Infoday Calabria Il Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013 (Poi Energia) verrà presentato oggi in Calabria presso l’hotel Eurolido loc. Cartolano, 21 Falerna Lido nell’ambito di un Infoday. I lavori si apriranno con il saluto del presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti e dell’assessore alle attività produttive, Antonio Ste-

Al via il 23 novembre i nuovi ‘Desk Consumatori’. Gli esperti delle associazioni dei consumatori in agenzia al servizio dei cittadini. In Calabria i Desk Consumatori sono a Reggio Calabria in via degli Arconti 6 e a Rende (Cs) in piazza Santo Sergio. L’obiettivo è quello di essere sempre più vicini alle esigenze delle persone sul territorio,supportandolenelreperireinformazioni sia su temi di banca e finanza che su argomenti più comuni di vita quotidiana. E’ questo in sintesi ciò che offre l’iniziativa ‘DeskConsumatori’sviluppatada UniCredit con le associazioni dei consumatori in 60 agenzie del Gruppo. Il nuovo progetto, che prende il via il 23 novembre con una cadenza bisettimanale (martedì e giovedì dalle 8:30 alle 13:30), è infatti parte integrante dell’Accordo Quadro firmato da 12 associazioni dei consumatori e Unicredit, in un’ottica di ascolto

continuo e coinvolgimento attivo del cliente/consumatore. “Questo servizio è molto importante – sottolinea Felice Delle Femine Responsabile di Territorio Sud Italia di UniCredit - perché contribuisce ad educare dei consumatori consapevoli e capaci di effettuare delle scelte responsabili anche in campo economico e finanziario. E rappresenta per noi una risposta concreta a uno dei bisogni dei cittadini spesso segnalati dalle associazioni”. Per le 12 associazioni coinvolte (Adiconsum – Adoc – Assoutenti – Cittadinanza attiva – Codacons – Confconsumatori – Federconsumatori – La Casa del Consumatore – Lega Consumatori – Movimento Consumatori – Movimento Difesa del Cittadino – Unione Nazionale Consumatori), il progetto, già sperimentato positivamente con UniCredit negli anni passati, è una esperienza innovativa a favore dei consumatori

che hanno la possibilità di rivolgersi a loro, presso i Desk Consumatori, anche per tutte le tematiche legate ai comportamenti di consumo (alimentazione, casa, turismo, ecc), oltre che per i temi di banca e finanza. I Desk, presenti in tutte le regioni italiane, riceveranno gratuitamente i quesiti dei consumatori su temi che potranno spaziare dai mutui ai principali strumenti di pagamento (cartedicredito,bancomat,revolving), da temi legati alla Pubblica Amministrazione ai trasporti. Gli esperti delle associazioni dei consumatori, autonomi nella gestione dei contenuti, potranno fornire il loro supporto, sia ricevendo i cittadini presso le agenzie UniCredit in cui è attivo il servizio, che, a partire dal mese di dicembre, rispondendo alle loro domande pervenute attraverso il sito Unicredit.it/deskconsumatori.

fano Caridi. Ad illustrare la situazione energetica regionale e le opportunità di sviluppo offerte dal programma ci saranno Ilario De Marco, dirigente regionale settore politiche energetiche e Maria Grazia Nicolò, dirigente generale del dipartimento attività produttive. Nel pomeriggio seguiranno le testimonianze dei soggetti beneficiari degli interventi di attuazione; successivamente verrà aperto un confronto fra le Regioni Obiettivo “Convergenza”sultemadelleenergierinnovabili e risparmio energetico, con i contributi di Antonello Antonicelli, Autorità Ambientale della Regione Puglia e di Luciano Califano, Coordinatore Area Sviluppo Economico della Regione Campania.

Caposuvero Gizzeria Marina, il RotaryInternationalDistretto2100Italia Club Reventino, organizza il convegno su "La Legge Regionale 21/8/2007n.18:Normeinmateriadi Usi Civici". Presentazione lavori e moderatore: Pino Sirianni; interventi, Mario Magno; Giuseppe Valea; Salvatore Careri; Lidia Cervadoro; Rosetta Cefalà; conclusioni Francesco Socievole.

gliere Regionale; Marcella Rosetta, segretaria regionale di Codici; dott.ssa Maria Giulia Jannace, ginecologa Ospedale di Polistena; dott. AntonioNicolò,primarioneonatologia e rianimazione Ospedale Riuniti ReggioCalabria,concluderàilsegretario provinciale di Codici, Giuseppe Salomone.

GIZZERIA "60 anni di Cisl" Oggi,alleore9.00,pressol’hotelCaposuvero la Cisl Calabria presenta "60 anni di Cisl. Una grande storia per la Calabria". Presiede: Luigi Sbarra; relaziona: Paolo Tramonti; interventi: GiuseppeScopelliti;Mons.LuigiCantafora; Franco Marini; Francesco Talarico; Umberto De Rose. Conclude: Raffaele Bonanni Convegno su Usi Civici Sabato 27 novembre , alle ore 16.30, presso la sala convegni Hotel

REGGIO CALABRIA Conferenza stampa presidente Commissione Pari Opportunità Oggi , alle ore 11.30, nella sala Commissioni di Palazzo Campanella, la presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità, avvocato Giovanna Cusumano, incontrerà i giornalisti per illustrare la richiesta alla Giunta regionale di costituirsi parte civile nei processi di violenza contro le donne e contro i minori. Convegno dal titolo "Indignamoci" Codici, invita venerdì 26 novembre , alle ore 10.30 presso Salone dei Lampadari Palazzo San Giorgio Piazza Italia , al convegno dal titolo: "Indignamoci". Prenderanno parte all’evento: dott. Enzo Sidari, assessore allo sport turismo e spettacolo di Reggio Calabria; on. Giovanni Nucera, consi-

ROSSANO Convegno"Governareilfuturo.Dalla sanità al territorio" Sabato 27 novembre , alle ore 17.30, presso il teatro S. Marco, si terrà il convegno "Governare il futuro. Dalla sanità al territorio". Modera: Maria Gabriella Capparelli (Giornalista Tg1); introduce Leonardo Calarota (Coordinatore Pdl Rossano); intervengono: on. Giuseppe Caputo, ConsigliereRegionale epresidente I Commissione Affari Generali; on. Giovanni Dima, deputato; Pasqualina Straface, sindaco della città di Corigliano; Graziano Melandri, soggetto attuatore nuovo ospedale della sibaritide. Conclude l’on. Giuseppe Scopelliti, presidente Regione Calabria SIDERNO Conferenza sull’educazione finanziaria Venerdì 26 novembre , alle ore 19.30, presso il Grand Hotel President di Siderno (Rc) si svolgerà la

TORTORA Convegno "Lo sviluppo delle zone rurali" Sabato 27 novembre , alle 17.30, presso la sala consiliare di Tortora si terrà il convegno "Lo Sviluppo delle aree rurali: una prospettiva economicaperilfuturo".Leconclusionidel convegnosarannoaffidateaMichele Trematerra,assessoreall’agricoltura e forestazione della Regione Calabria. Interverranno Ciro Alfano, dirigente nazionale Udc, Riccardo Benvenuto, presidente della Comunità montana Alto Tirreno cosentino Appennino paolano, Davide Gravina, commissario del Consorzio di bonifica Valle Lao, Felice Spingola, sindaco di Verbicaro e presidente del Progetto integrato territoriale (Pit) Alto Tirreno e del distretto rurale, Ettore Vaccaro, commissario dell’Agenzia regionale per i servizi di sviluppo agricolo (Arssa) e Nello Onorati, presidente “Sistema Cilento” (Progetto Rita). CALABRIA Presentazione Programma operativointerregionaleenergierinnovabili e risparmio energetico Il Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico 2007-2013 (Poi Energia) verrà presentato oggi , in Calabria nell’ambito di un Infoday. I lavori si apriranno con il saluto del presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti e dell’assessore Antonio Stefano Caridi. Ad illustrare la situazione energetica regionale e le opportunità di sviluppo offerte dal programma ci saranno Ilario De Marco, e Maria Grazia Nicolò. Sullo stato dell’arte, interverranno Luca Limongelli, e i rappresentanti degli organismi intermedi: Simonetta Piezzo, e Gianluca Esposito; Antonio Strambaci Scarcia. Nel pomeriggio seguiranno le testimonianze dei soggetti beneficiari degli interventi di attuazione. Iniziativaindifesadeiquattroospedali montani calabresi Partirà da Serra San Bruno, oggi , alle 11.30, la serie di iniziative pubbliche dei consiglieri regionali di opposizione Censore, Guccione, Sulla, Scalzo, Bruni, Franchino e Aiello in difesa dei quattro ospedali montani calabresi. Proseguirà poi nel pomeriggio dello stesso giorno alle 16.00, presso il presidio di Soveria Mannelli (dove ai consiglieri regionali si unirà il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Michele Chiodo, insieme all’intero gruppo consiliare del Pd e ad altri amministratori). Venerdì 26 , alle ore 16.00, sarà la volta dell’ospedale di Acri (dove insieme al gruppo del Pd in Consiglio comunale) mentre successivamente sarà concordato anche il sopralluogo all’ospedale di San Giovanni in Fiore.


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 23

APPUNTAMENTI Cultura e vino. “Questo è cinema. Per Bacco!” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CASTIGLIONE COSENTINO CerimoniadiconsegnadelPacchero d’argento Michele Placido sarà a Castiglione Cosentino oggi , presso il convento dei Padri Cappuccini, per ritirare il pacchero d’argento, il premio istituito dal laboratorio politico-culturale “LaCalabriachenonc’è”,movimento composto da uomini e donne di diversaculturaedestrazionesociale, accomunati dalla volontà di impegnarsi per il riscatto della nostra terra, con l’obiettivo di fare emergere la parte più sana e pulita della regione. Il premio sarà consegnato dal presidente del consiglio regionale Francesco Talarico. Alla manifestazione interverranno tra gli altri il Prefetto di Cosenza Antonio Reppucci, il Questore Alfredo Anzalone, il colonello Francesco Ferace, comandante provinciale dei carabinieri. CATANZARO Iniziativa “Medici in Africa” Un medico, dell’associazione Onlus “Medici in Africa”, racconterà agli alunnie alle alunne dell’istituto comprensivo “Mater Domini” di Catanzaro, le sue missioni medico - sanitarie nel mondo più povero. L’interessante iniziativa si terrà oggi alle ore 10.00, presso l’auditorium della scuola secondaria di primo grado “Lampasi – Todaro” . Il dott. Vittorio Militi, veterano ormai trentennale di questotipodiesperienze,haprestato la sua opera di assistenza sanitaria soprattutto in Africa. Racconterà le proprie emozioni e cercherà di farle vivere ai ragazzi anche attraverso oggetti, recuperati durante il corso delle sue missioni, appositamente allestiti in uno stand espositivo. L’incontro sarà coordinato dal giornalista Luigi Mariano Guzzo e da don Pino Silvestre. Presentazione libro “Strozzatecitutti” Venerdì 26 novembre , alle ore 16.30, presso la Biblioteca Comunale “F. De Nobili” di Catanzaro si terrà la prima presentazione in Calabria dell’antologia sull’antimafia “Strozzatecitutti” (Alberti editore), che comprende interventi di venititre autori provenienti dal giornalismo, dall’università, dall’associazionismo e da sperimentazioni letterarie,conlaprefazionediMarco Travaglio. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Universitaria Calabrese Ulixes, dall’associazione Catanzaro Giovane e dal laboratorio sociale AltraCatanzaro con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura e politichegiovanilidelComunediCatanzaro. Parteciperanno: gli autori Marcello Ravveduto, Nello Trocchia, Francesca Viscone; il direttore diAnsaCalabria,FilippoVeltri;Alessandro Tarantino dell’associazione CatanzaroGiovane;AndreaScalzoe Mariachiara Chiodo dell’associazione Ulixes.È previsto inoltre l’intervento istituzionale del sindaco della città di Catanzaro, on. Rosario Olivo (già componente della Commissione parlamentare antimafia) e del vice sindaco e assessore alla cul-

scrizione vescovile di Cassano Jonio, i vescovi delle diocesi calabresi, il sindaco Francesco Di Leone e i suoi omologhi della provincia di Cosenza, le associazioni cattoliche e socio-culturali territoriali, le Acli cosentine, le istituzioni regionali e provinciali.

“Questo è Cinema. Per Bacco!”. Una rassegna di alcuni celebri film dedicati al mondo del Vino, impreziosita con un abbinato percorso culturale ed enogastronomico. È, questo, il duplice obiettivo del progetto, di management dell’identità, della Cantina Senatore Vini di Cirò Marina in programma a partire dal prossimo Venerdì 26 novembre , alle Ore 18.00, presso la sala eventi dell’Azienda. – L’esordio di questo singolare esperimento culturale, destinato a comunicare e promuovere il “terroir” fonte di vini del cirotano, è affidato al film “Il profumo del mosto selvatico”. Proiezioni d’Autore in cantina, dunque. Ma non solo. Anche degustazione di prodotti tipici e vino, con confronto a più voci sulle suggestionieleconsiderazionistimolate dal Regista. Questo primo momentosaràmoderatodalProf. OttavioCavalcantidell’Università della Calabria. «Non sappiamo – si legge nell’invito della Senatore Vini – se, come diceva Charles Baudelaire, “chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere”. Oppure se, come scriveva Alceo nell’VIII sec. a.C. “il vino è lo specchio dell’uomo”. Non vorremmo neppure cedere alla tentazione di dar ragione ad Orazio secondo il quale “nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo” o a Wil-

liam Shakespeare per il quale “il vino suscita il desiderio, ma ne impedisce l’attuazione”. Una convinzione tuttavia non ci abbandona – continua la lettera di presentazione del progetto – quella cioè di poter condividere, davanti ad un calice di vino, il cui territorio è distillato da secoli di Storia e catturati dai sapori dell’arcaica identità gastronomica che ci appartiene, riflessioni e considerazioni su una pellicola d’Autore, riscoprendo, nella stagione autunno-invernale, quel piacere catartico, antico e moderno, del ritrovarsi. Nasce con questo spirito, quasi da Caffè Letterario mittel-europeo ma in salsa mediterranea, con un piede nella storia magno greca e classica e l’altro nelle suggestioni europee e contemporanee stimolate dal Cinema di qualità, il progetto “Questo è Cinema. Per Bacco! – Proiezioni d’Autore in Cantina”». Alla visione del film sul grande schermo, nella sala eventi dell’Azienda, si accompagnerà sia la degustazione di alcuni prodotti tipici preparati nello spazio gastronomico, sorseggiando calici dei vini “Senatore”, sia il confronto a più voci sul film visto, sia, per gli interessati, la visita dell’azienda vitivinicola di famiglia. Questo primo evento sarà moderato dal Prof. Ottavio Cavalcanti, già docente di Storia delle tradizioni popolari e di Antropo-

logia dell’alimentazione presso l’Università della Calabria. – Una speciale agorà dunque, leggera certo e di intrattenimento, per quanti credono che nel Vino, così come nella cucina tipica, immagini di un Terroir da riscoprire e vivere, siano sintetizzati lo spirito dei luoghi ed il senso della Storia di secoli e generazioni, ma anche la strada che porta a domani. – Ne “Il profumo del mosto selvatico” (titolo originale: “A Walk in the Clouds”), del regista Alfonso Arau e con Keanu Reeves, Aitana Sánchez-Gijón, Anthony Quinn, Giancarlo Giannini, Angélica Aragón, Paul Sutton (Reeves), reduce della seconda guerra mondiale, cerca di ricucire il rapporto con la moglie (Aragon), abbandonata cinque anni prima. Tuttavia, durante le sue trasferte di commesso viaggiatore in cioccolato accetta di farsi passare per il marito di una ragazza incinta (Sanchez-Gijon) che deve tornare in casa del padre-padrone (Giannini). Se ne innamora. – Rifacimento dell’italiano “Quattro passi tra le nuvole” (1942) incornicia bene sobbalzi di erotismo, magia dei vigneti e tramonti della California del Sud. Per prendere parte all’evento, è obbligatoria la prenotazione, inviando una mail all’indirizzo info@senatorevini.com oppure 333/2598789.

tura del capoluogo di regione, Antonio Argirò. L’incontro sarà moderato da Vincenzo Capellupo, presidente Associazione Ulixes.

oggi al 27 novembre , la IV edizione del Premio Mario Gallo, organizzato dalla Cineteca della Calabria, con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali e dell’assessorato Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza.

CROTONE "Altro che Sport secondari" Il Leo Club Crotone e il Comitato Provinciale Coni hanno invitano all’evento "Altro che Sport secondari", che si terrà il 27 novembre , presso il Palakrò, Via Gioacchino da Fiore, Crotone. Una straordinaria kermesse di sport e solidarietà, per supportare il Tema Operativo Nazionale "UniLeo 4 Light".

Seminario "Ordini dell’amore" Giorno 4 dicembre , l’associazione Donne in Cammino Catanzaro presenta "Ordini dell’amore" seminario in costellazioni familiari sistemiche secondo il metodo di Bert Hellinger, condotto dal dott. Roberto Di Polito. COSENZA Appuntamenti concertistici Associazione culturale Jonica Continuano gli appuntamenti concertistici organizzati dall’associazione culturale Jonica in collaborazione con il comune di Cosenza. Mercoledì 22 dicembre , al teatro Rendano appuntamento con BridgetteCampbell&WindyGospelSingers. IV edizione del Premio Mario Gallo Si svolgerà tra Cosenza e Rovito da

Ottava Biennale dell’Incisione Patrocinato dal presidente della Provincia Gerardo Mario Oliverio e dall’assessore alla cultura prof.ssa Maria Francesca Corigliano, l’evento "Ottava Biennale dell’Incisione" culminerà nella data di premiazione sabato 27 novembre , alle ore 17.00, data anche di chiusura dell’evento stesso. Una giuria di esperti, dopo essersiriunita, valuterà le opere conferendoai più meritevoli premi d’onore. L’organizzazione della Biennale d’Incisione è affidata al presidente Giacomo Vercillo, dell’associazione Culturale Club Della Grafica e curata dalla prof.ssa Concetta Bevilacqua, critico d’arte.

MORANO CALABRO Apertura della causa di beatificazione di don Carlo De Cardona Oggi , solenne apertura dell’inchiesta diocesana per la beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio don Carlo De Cardona.La cerimonia sarà preceduta da una concelebrazione eucaristica il cui inizio è fissato per le ore 16.00, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena. Al termine della liturgia si procederà all’insediamento del Tribunale Diocesano. Alla manifestazione parteciperanno tutti i sacerdoti della circo-

REGGIO CALABRIA Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne In occasione della "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne" l’associazione Ethos organizza oggi ,alleore10.30,pressol’istitutod’arte "Mattia Preti" si terrà una tavola rotonda. Moderatrice: Rosaria Maira; relatrice: Paola Bottero; relatrice: d.ssa Nacy Rizzi Iniziativa “Fiera giovani…fieri reggini” "Fiera giovani…fieri reggini". E’ il titolo dell’iniziativa formativa destinata ai ragazzi e promossa dall’associazione “Attendiamoci onlus”, in collaborazione con l’amministrazione comunale. I particolari di questo singolare percorso formativo sarannoillustratidalprimocittadino Giuseppe Raffa e da don Valerio Chiovaro, rappresentante dell’associazione “Attendiamoci onlus”, nel corso di una conferenza stampa che si terrà a palazzo San Giorgio, oggi , alle ore 16.30. SOVERATO Rassegna teatrale 2010/11 “Vivi il Teatro” StagioneTeatralediProsadelTeatro Comunale, programma: martedì 30 novembre,"UnTèperTre"diBruno Tabacchini e Biagio Izzo con Biagio Izzo, Teresa Del Vecchio e Francesco Procopio. VIBO VALENTIA Presentazione Centro antiviolenza per le donne Oggi , alle ore 16.30, nella struttura di accoglienza “Casa di Marta”, in via XXV Aprile n. 24, sarà illustrato alla stampa il protocollo d’intesa per l’istituzione del Centro provinciale antiviolenza rivolto alle donne vittimedisoprusi.All’incontroconigiornalisti prenderanno parte il presidente della Provincia Francesco De Nisi, l’assessore alle Politiche sociali Pasquale Fera, il rettore del duomo diSanLeolucamonsignorGiuseppe Fiorillo e la responsabile del progetto Caterina Patania VILLA SAN GIOVANNI Sciopero dei precari calabresi Oggi , i precari calabresi sciopereranno per chiedere con forza al governo regionale, di essere finalmente stabilizzati e di avere diritto, così, ad un futuro. Lo sciopero del 25 sarà caratterizzato dalla manifestazione regionale programmata a Villa San Giovanni alle ore 10.00. Per l’occasione la Confederazione Sindacale Usb, che ha indetto sia lo sciopero che la manifestazione, ha organizzato diversi autobus che partiranno da molte zone della Calabria.


24

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Una tavola tratta dall'albo La strage di Bologna

Un disegno tratto dall'albo Ilaria Alpi, il prezzo della verità

I misteri di carta del Belpaese Bologna, Ustica e Ilaria Alpi Becco giallo editore: quando la “graphic novel” racconta i buchi neri d’Italia Claudia Catalli "A tutte quelle persone preziose per le quali la ricerca della verità rappresenta un imprescindibile dovere morale". Non poteva che essere la dedica, impressa nero su bianco, di Ilaria Alpi, Il prezzo della verità, una delle "graphic novel" realizzate dalla giovane casa editrice Becco giallo per indagare sui misteri che da sempre offuscano e inquietano la storia del nostro paese. Paese descritto al meglio dalla sintesi di Andrea Purgatori, citato in esergo nell’albo Ustica, scenari di guerra. Poche battutee che arrivano come proiet-

"Succedono un sacco di cose strane e inspiegabili al mondo. In Italia, un po’ di più" si legge in uno degli albi appena ripubblicati

tili a chi legge e s’insinuano dentro, nelle viscere di chi vive ogni giorno sulla propria pelle le contraddizioni di questa terra, con la speranza viva di cambiarla o la delusa consapevolezza di non poterci neanche più provare: "Succedono un sacco di cose strane e inspiegabili al mondo. In Italia, un po’ di più" si legge in uno degli albi. Ma non è detto che l’inspiegabilità di certi eventi non possa essere dipanata e messa sotto torchio da teste e pennelli d’eccezione, come quelli di una casa editrice nata appena cinque anni fa e da subito decisa a trattare solo storie di cronaca italiana e internazionale. Tre collane per una realtà editoriale coraggiosa e, a livello grafico, accattivante: Collezione di cronaca nera, estera e storica. Questo il raggio d’azione. È a quest’ultima che appartengono i due albi su Ustica e Ilaria Alpi, appena ripubblicati insieme a quello sulla Strage di Bologna. Cambiano gli autori, ma la struttura resta la stessa: una copertina fatta di immagini e parole (sopra il titolo, una breve e incisiva citazione sull’evento in questione) e una quarta con trama, fumetti per riassumerne il senso con l’immediatezza del linguaggio vignettistico e due ri-

Fra guizzi grafici notevoli e vari inserti di dibattito e approfondimento ci si addentra, pagina per pagina, nella cronaca di ciò che è stato ghe tratte dalle prefazioni, curate da firme ben note. Come Carlo Lucarelli, che commenta la "sconvolgente e orrenda" strage di Bologna, la gironalista Giovanna Botteri, decisa a restare "la compagna di banco al Tg3" di Ilaria Alpi, o Fabrizio Colarieti, che per il caso Ustica s’interroga su un quesito che "trent’anni dopo è sempre lo stesso: perché?". Già da queste scelte risulta evidente come i romanzi a fumetti firmate Becco giallo non siano realizzate tanto, o solo, per gli appassionati del fumetto, quanto per tutti coloro che, oltre ad ammirare la meticolosità dei disegni proposti, siano affamati di let-

È nato Arte.it

A Roma il Vigamus

Nasce un nuovo motore di ricerca web tematico dedicato all’arte italiana: è Arte.it, realizzato dalla società italiana Nexia, operativo in rete da sabato. Arte.it analizza le pagine con un processo semantico per valutarne la rilevanza, con un sistema di algoritmi statistico-matematici per indicizzare, classificare, organizzare e aggregare i contenuti: lo scopo è quello di "fare pulizia" delle pagine non rilevanti. Piero Muscarà, ad di Nexta, spiega: «L’Italia ha il più grande patrimonio artistico e culturale al mondo. Eppure su Internet il caos, l’imprecisione e la confusione regnano sovrani. L’obiettivo del progetto Arte.it è fare pulizia del «rumore» e dello «spam», organizzare e classificare le fonti informative, condividere e mettere a sistema i risultati di ricerca». Info: www.arte.it.

Anche i videogiochi avranno un museo interattivo completamente dedicato: il Vigamus. Il Video game museum è in fase di realizzazione con il patrocinio del ministero della Gioventù, dell’assessorato ai Beni culturali e della comunicazione del comune di Roma, di Assoknowledge, e della facoltà di Scienze dell’università di Roma Tor Vergata. Un progetto importante ideato da Aiomi, l’associazione italiana opere multimediali interattive (www.aiomi.it) e che vedrà la collaborazione di Zètema per il supporto tecnico e gestionale. La struttura, situata nel cuore della capitale, ospiterà un’area stabile destinata alla cultura, alla storia e alla tecnologia del videogioco e una sezione dinamica a disposizione di mostre periodiche dedicate all’intrattenimento digitale.

ture, testimonianze, ricostruzioni storiche puntuali ma anche di foto, ritagli di articoli e schemi esplicativi per mettere a fuoco, nel migliore e più chiaro dei modi, i tanti misteri italiani. Fra guizzi grafici notevoli (pagine interamente nere per la strage alla stazione bolognese, fototessere stilizzate per le vittime del caso Ustica, frammenti di puzzle per suddividere i capitoli della storia della Alpi) e vari inserti di approfondimento, ci si addentra, pagina per pagina, nella cronaca di ciò che è stato, fino a placare la sete di sapere con un’appositasezionebattezzataPersaperne di più. Una bibliografia dettagliata, ospitata da ogni albo allo scadere delle pagine, prima dell’usuale presentazione degli autori. Vietato affrettarsi a chiudere: lasciatevi suggestionare da un epilogo firmato di volta in volta Paolo Bolognesi, Daria Bonfietti o Mariangela Gritta Grainer. Albi a più voci, per raccontare quel che ne è stato di altrettante voci messe, irrimediabilmente, a tacere. «Partirei da dove non è nato: dal mondo del fumetto. Nessuno di noi, in casa editrice, è disegnatore, nessuno è sceneggiatore di storie per immagini. Nessuno, insomma, è un esperto di fumetti, al massimo ci sentiamo dei discreti lettori. Ecco, forse il nostro progetto editoriale nasce da una più generale e condivisa passione per la narrazione, unita al piacere di raccontare la realtà che ci circonda. Credo che questo, a ben vedere, ci abbia più avvantaggiati che il contrario, perché ci ha costretti a essere curiosi, pieni di dubbi, attenti a ogni particolare», ha dichiarato la casa editrice Becco giallo tramite un suo portavoce.

Il logo del museo dei videogiochi

Vigamus vuole essere uno spazio interattivo che utilizzerà il gioco e il divertimento per veicolare contenuti di spessore, dalla filosofia alla storia, dall’arte all’educazione civica. Il pubblico, da spettatore, diventerà così protagonista attivo e partecipe, lungo un cammino che svelerà i 30 anni di storia del medium videoludico e gli impensabili scenari del domani.


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 25

IL DOMANI DELLA CULTURA

Il cimitero immaginario nei lavori di Carlos Casas Dopo il successo di “End” all’Hangar Bicocca l’artista torna a Milano Valentina Cavera Un elefante e il suo Mahout conducono i visitatori della "Marselleria permanent exhibition" in un cimitero sconosciuto, dove gli elefanti giacciono senza vita. Questo scenario immaginario, nel territorio di confine tra Nepal e India, è un nuovo progetto di Carlos Casas (Barcellona, 1974, filmmaker e artista visivo. Uomo da sempre impegnato ad unire generi espressivi diversi. Il suo lavoro è un incrocio tra film documentario, del cinema e arti visive contemporanee e del suono): video, disegni e collage in mostra per raccontare quegli spazi intraducibili a parole, dove abitano vita e morte, dove forse risiede il segreto della reincarnazione e dell’immortalità.

L’artista decide di inoltrarsi in tale ricerca esibendo proprio quei territori dove la cultura buddista e quella induista si fronteggiano. Due aspetti di due diverse civilità in cui rinvenire tracce comuni. Dopo il clamoroso successo della sua video trilogia, intitolata "End" all’Hangar Bicocca nella quale Casas, con estrema sensibilità, descrive alcuni territori ai margini della civiltà, dei quali molti sono ignari dell’esistenza, per rappresentare quel confine dove il principio e la fine della vita umana trova una residenza, l’artista torna a Milano, esibendo altri territori, in anteprima assoluta. Attraverso il montaggio di alcuni stralci di classiche pubblicazioni cinematografiche d’avventura, di documentari e d’immagini, colte da vecchie pellicole che riproducono l’"età d’oro" dei film d’avventura, quelli esotici degli anni

C. Casas, s. t.

Trenta, Quaranta, Cinquanta e Sessanta, nasce "Cemetery", un nuovo viaggio verso l’ignoto. Fino al 14 gennaio. Marselleria permanent exhibition, via Paullo 12 a, Milano . Info: 0276394920; www.marselleria.com.

Sesta edizione nel Sud America per Venezia cinema italiano i migliori film in concorso al lido sbarcano nel nuovo continente

Cinema, il Brasile applaude i nostri film e i nostri registi Emma Martano Proseguono da giorni ormai le inziative promosse dai principlai attori della cinematografia italiana contro i tagli ministeriali al Fus. Solo lunedì scorso l’ultimo appuntamento alla multisala teatro Adriano di Roma che ha visto millecinquecento persone protestare contro la finanziaria 2011. Perché il cinema è un’industria e perché chi lo fa non è solo un «buffone perditempo che non sa cosa significhi la parola lavoro» come ironizza qualcuno. Perché se la manovra dovesse passare così com’è 250mila persone potrebbero perdere il posto di lavoro. E mentre da noi si cerca di non far tirare l’ultimo anelito al

cinema italiano, la Biennale di Venezia e la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica proseguono anche nel 2010 il progetto culturale internazionale che negli ultimi anni ha promosso e diffuso il cinema italiano nel mondo. Anche quest’anno, infatti, dopo il successo delle precedenti edizioni, una selezione significativa di film italiani della 67esima mostra Internazionale d’arte cinematografica, diretta da Marco Mueller, viene presentata in Brasile nell’ambito della sesta edizione della rassegna Venezia Cinema Italiano, in programma fino 7 dicembre. Venezia Cinema Italiano IV, organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, in collaborazione

con l’Ambasciata d’Italia in Brasile - guidata da Gherardo La Francesca - con il fondamentale contribuito degli Istituti italiani di cultura di San Paolo e Rio de Janeiro e con il Consolato generale d’Italia a Curitiba, si svolgera’ fino al 28 novembre a San Paolo, con la proiezione dei seguenti film presentati lo scorso settembre alla mostra del cinema di Venezia: La passione di Carlo Mazzacurati (Concorso Venezia 67), La pecora nera di Ascanio Celestini (Concorso Venezia 67), Malavoglia di Pasquale Scimeca (Orizzonti), Notizie degli scavi di Emidio Greco (Fuori Concorso), Passione di John Turturro (Fuori Concorso), Profumo di donna (1974) di Dino Risi (Omaggio a Gassman). La rassegna fara’ tap-

Carlo Mazzacurati durante le riprese di La passione

pa anche a Rio de Janeiro, Brasilia, Curitiba. L’evento, giunto alla sua sesta edizione e sempre accolto con grande interesse e partecipazione di pubblico, conferma la

vocazione della Biennale di Venezia come battistrada multiculturale e consolida il suo ruolo di promozione internazionale del cinema e della cultura italiana.

Roma, i luoghi di lavoro negli scatti di Bruna Biamino

Studio di studi Grazie all’incontro tra lo spazio Cerere e la galleria Tedeschi un viaggio fotografico nelle professioni romane

Maria Letizia Bixio Torino un anno fa, oggi a Roma, grazie all’incontro e alla collaborazione tra lo spazio Cerere e la galleria Ermanno Tedeschi. Studio di studi, viaggio fotografico attraverso le professioni romane, è un progetto nato con l’intento di rappresentare il luogo in cui si trascorre gran parte della giornata: l’ufficio, lo studio, una stanza, la scrivania o un dettaglio particolarmente significativo o rappresentativo dell’ambiente lavorativo. Grazie agli scatti lucidi e, talvolta, cinici della fotografa Bruna Biamino, ex docente all’Istitito euro-

Studio odontoiatrico romano

peo di design e alla Scuola Holden, vengono svelate le intime realtà quotidiane legate al luogo di lavoro. Da anni, infatti, Bruna Biamino svolge un’attività di ricerca sul paesaggio urbano. Angoli, dettagli, spazi, che improvvisamente rivelano, come su un nitido specchio, il riflesso della personalità di chi vi si insedia. 100x100 è il for-

mato prescelto per le cinquanta foto esposte, scatti per altro raccolti in un libro a edizione limitata, con testi critici di Massimo Teodori e Jas Gawronski, che verrà presentato in occasione dell’evento, dove interverrà l’assessore alle Politiche culturali e della comunicazione del comune di Roma Umberto Croppi. Il fine ultimo è quello di rendere giustizia e storicità, a quei luoghi spesso dati per scontato, che di fondo sono gli scenari di gran parte del nostro tempo, nonché della nostra stessa vita. Fino al 4 dicembre. Spazio Cerere, via degli Ausoni 3, Roma. Info: 064470912.

Attraverso scatti lucidi e, talvolta, cinici vengono svelate le intime realtà quotidiane legate al luogo di lavoro per svelare la natura di chi li vive


26

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

DALL'ITALIA E DAL MONDO Studenti entrano nel portone del Senato. Dalle 10 "assedio" a Montecitorio

Università e licei: ieri contestazione durissima di Vania Notaro ROMA - Un gruppo di studenti che protestano contro la riforma dell’università ha superato ieri mattina le barriere di sicurezza e ha tentato di entrare a Palazzo Madama. I commessi e gli agenti di sicurezza sono riusciti a chiudere la porta a vetri ma non il portone di legno e i manifestanti sono rimasti fuori dal palazzo premendo nell’androne. Poco dopo è iniziato un fitto lancio di uova. Gli studenti urlano «dimissioni, dimissioni». I più vicini alla porta a vetri sono stati allontanati dalle forze dell’ordine, che hanno chiuso il portone del Senato. Durante l’invasione dell’atrio da parte degli studenti una persona ha accusato un malore e poi i ragazzi sono stati trascinati e respinti all’esterno dalla polizia. Fuori da Palazzo Madama lancio di fumogeni oltre che di uova. Le forze dell’ordine si sono schierate davanti all’ingresso del Senato in tenuta antisommossa. È l’escalation di una mattinata di tensione, con cortei, occupazioni e sit-in di protesta: il mondo della

scuola è in completa mobilitazione. Per Atenei e licei ieri è stata la giornata del dissenso. Gli studenti che, martedì, hanno occupato le facoltà della Sapienza - da Filosofia a Fisica, Scienze Politiche, dipartimento di Igiene fino a Ingegneria hanno formato un presidio a Montecitorio, insieme a ricercatori e docenti. «L’assedio» al Parlamento dove è in discussione il Ddl del ministro Gelmini è guidato dallo slogan: «Il futuro è qui e si decide adesso». Un corteo è partito dall’Università La Sapienza per dirigersi verso Montecitorio. «Siamo in piazza per chiedere alle forze politiche della Camera di fermare questo scempio del sistema universitario pubblico italiano», dice in una nota l’Unione degli universitari (Udu), «se questo ddl supererà l’esame della Camera bloccheremo il Paese partendo dalle Università.

Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini

Il presidio a Montecitorio, l’occupazione del tetto di architettura, le occupazioni degli atenei di questi giorni, sono solo le recenti iniziative di protesta di un lungo autunno cominciato l’anno scorso con la presentazione al Senato della riforma di scuola e università. «In questo momento - riferisce l’Udu, l’Unione degli universitari - ci sono più di

Le forze dell’ordine si sono schierate davanti all’ingresso del Senato in tenuta antisommossa. È l’escalation di una mattinata di tensione, con cortei e sit-in di protesta

Un gruppo di studenti che protestano contro la riforma dell’università ha superato le barriere di sicurezza e ha tentato di entrare a Palazzo Madama

50 atenei in mobilitazione: continua l’occupazione dell’Ateneo di Pavia, da Torino a Palermo siamo in fermento e non abbiamo intenzione di fermarci, siamo intenzionati ad inasprire lo scontro se questo Governo continuerà ad essere sordo alle richieste che vengono mosse dall’intero mondo accademico». «Riteniamo inammissibile - spiegano dalla Rete della conoscenza (il network promosso da Unione degli Studenti e Link Coordinamento universitario, ndr) che dopo mesi di mobilitazione, cortei, occupazioni, lezioni in piazza, il Ministro Gelmini non abbia mai risposto nel merito alle critiche e alle proposte degli studenti, e che il Governo agonizzante, privo di una maggioranza possa cercare con arroganza di ottenere l’approvazione di una riforma che con l’ingresso dei privati nei CdA, la sostituzione delle borse di studio con sistemi di indebitamento degli studenti, la precarizzazione della ricerca, distrugge l’università pubblica». Non sono solo gli universitari ad annunciare nuovi blocchi in città. È in programma per oggi, a partire dalle 9,30, lo sciopero regionale della scuola del Lazio, indetto dai sindacati di base: corteo da largo Leonardo da Vinci, vicino la stazione San Paolo del metrò, a piazza Oderico da Pordenone, nei pressi delle sede della Regione Lazio. E Alle 9 di ieri mattina è partito un corteo spontaneo di 300 studenti del Tacito e del Talete che ha attraversato Prati, il Lungotevere ed è infine giunto al Virgilio in via Giulia, dove sono concentrati circa 500 studenti.

Scontri al corteo degli studenti per le vie Roma

Il rating di Dublino da «AA-» ad «A». Nuovo scivolone della moneta unica dopo il recupero

Standard & Poor’s declassa l’Irlanda. Borse incerte, euro in picchiata di Stella Pisani MILANO - «Viviamo ore gravi, ma bisogna calmare le acque e passare all’azione». Parlando ai parlamentari europei il presidente Ue, Herman Van Rompuy, interviene così sulla crisi attraversata dalla zona euro, sulla scia dell’«effetto Irlanda». Il presidente Ue sembra rispondere indirettamente alle preoccupazioni di Berlino, dicendosi convinto che «la crisi sarà superata» e escludendo che vi sia un rischio contagio per il Portogallo. Così come nelle fasi più drammatiche della crisi greca , Angela Merkerl risulta il leader europeo più impegnato a rassicurare i mercati da un lato e la propria opinione pubblica dall’altro. Il cancelliere tedesco è tuttavia tornato a chiedere agli altri Paesi di avere il «coraggio di imporre dei limiti ai mercati», coinvolgendo al contempo i privati nella soluzione della crisi. Dublino, però, all’indomani di una giornata nera per i mercati, continua a trascinare al ribasso l’euro e le Borse del

Vecchio Continente. E pesa sui listini il taglio del rating irlandese da parte di Standard & Poor’s da «AA-» ad «A». Secondo un analista di Citigroup citato dall’agenzia Bloomberg, la dimensione del downgrade «è stata probabilmente più modesta di quanto alcuni avevano previsto». Dopo un timido avvio di seduta con segno più, le Borse europee sono diventate contrastate, condizionate anche dai venti di guerra che soffiano dalla Corea. A metà giornata l’andamento dei listini è all’insegna ella volatilità. L’indice Dj Stoxx 600 sale dello 0,4%. Tutte positive le Borse con la sola eccezione di Milano (-0,2%). In attesa della sfilza di dati macro americani che verranno pubblicati nel pomeriggio, Londra e Francoforte guadagnano lo 0,5% mentre Parigi sale dello 0,21%. Resta un po’ di debolezza su bancari e assicurativi mentre il recupero dei listini viene trainato da auto (Porsche balza del 4,9% dopo l’utile del trimestre), alimentari (Compass guadagna il 3,3% grazie a profitti annuali saliti del 15%) e chimici. L’euro, che aveva reagito positivamente

al taglio del rating, superando quota 1,34 dollari, è di nuovo scivolato, tornando sotto la soglia di 1,33 dollari e rivedendo i minimi dallo scorso 22 settembre. La moneta europea è scivolata fino a 1,3285 dollari, per poi recuperare attorno a quota 1,33 da 1,3368 dollari della chiusura di ieri a New York. Sotto pressione anche le Borse asiatiche. I mercati hanno vissuto un’altra giornata nervosa e solo il recupero di alcuni listini nella seconda parte della seduta ha permesso di contenere i ribassi. L’indice per l’area Msci ha chiuso in calo dello 0,5%, appesantito da Tokyo (-0,8%). I listini si sono mossi in ordine sparso con Seul che, dopo aver accusato una perdita fino al 2,4%, ha recuperato chiudendo poco sotto la parità (-0,15%), mentre Hong Kong sale dello 0,5% dopo il tonfo del 2,7% di ieri. Bene invece le borse cinesi con Shanghai in crescita dell’1,1% e Shenzen del 2,5%. Ad aiutare il recupero di Seul, dove i titoli del settore della difesa e militare hanno corso parecchio (Huneed Technologies +4,9% e Speco +15%), hanno contri-

buito le parole del ministro dell’Economia che ha assicurato ampia liquidità per proteggere i mercati in caso di bisogno. Intanto i credit default swap sul Paese sono cresciuti di 3 punti base a 107,5 punti, secondo Royal Bank of Scotland, mentre Fitch ha escluso al momento azioni negative sul rating. Da Madrid, nel frattempo, il governo ci tiene a precisare che tra la situazione spagnola e quella irlandese c’è «un abisso». In una intervista a El Pais il sottosegretario all’Economia, José Manuel Campa spiega che la Spagna «è un Paese con un basso livello di debito pubblico, che si trova in una fase di consolidamento fiscale che sta per essere terminata, che ha approvato una riforma del sistema del mercato del lavoro e delle casse di risparmio e che lancerà una riforma delle pensioni e degli accordi sindacali collettivi». Quanto alle tensioni finanziarie degli ultimi giorni - che hanno fatto salire alle stelle i tassi dei bond spagnoli -, Campa minimizza: si tratta, ha spiegato, di «turbolenze a breve termine».


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 27

DALL'ITALIA E DAL MONDO Berlusconi suggerisce all’Udc l’ipotesi di «un appoggio esterno al Governo»

Il premier a Casini: rimanga fedele all’interesse del Paese di Fabrizio Viscomi ROMA - «All’Udc suggerisco un appoggio esterno al Governo». È l’indicazione che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha rivolto al partito di Pier Ferdinando Casini durante la conferenza stampa per presentare un pacchetto di misure per l’occupazione giovanile da 300 milioni di euro. «Ciascuno dovrebbe restare fedele al voto ricevuto. L’Udc si è presentato da solo, per l’opposizione di Gianfranco Fini che non voleva facesse un accordo con noi. Oggi avrebbe l’occasione di dimostrare che non pensa solo al tornaconto del proprio leader, ma a quella del Paese che ha necessità di avere una maggioranzastabile»,haaggiuntoBerlusconi. Pronta la replica di Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc: «I suoi consigli sono troppo interessati per risultare credibili. Pensi lui all’interesse del Paese e non perda un’occasione storica: si dimetta e apra una fase politica nuova» Poi il capo del governo ha risposto a Fini, il quale gli aveva chiesto di fare «un passo

indietro». «Credo che a farlo dovrebbero essere altri, come il presidente della Camera che invece di essere super partes è stato di parte e ha fondato un partito sulla sua figura di leader», ha ribattuto il premier. Poi, tornando sulla questione delle misure a sostegno dell’occupazione giovanile, lancia la proprosta di un’imposta forfettaria del 10% in tre anni per incentivare i giovani a creare nuove imprese. È uno dei progetti cui sta pensando il governo, come riferito da Berlusconi nel corso della conferenza stampa insieme al ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. «Ci occuperemo di misure per incentivare i giovani a creare nuove imprese, introducendo un’imposta del 10% in tre anni al posto di tutte le altre imposte e addizionali», ha spiegato il presidente del Consiglio. «Sarebbe un grande incentivo: ne stiamo discutendo con Tremonti e le forze sociali. Perché il governo continua a lavorare nonostante il gossip e le pole-

miche», ha chiosato Berlusconi. «Il gossip allontana sempre di più la consapevolezza dei cittadini rispetto a tutto ciò che ha fatto il governo. Il presidente del Consiglio ha raggiunto un risultato epocale al vertice Nato di venerdì e sabato, e i giornali hanno titolato su una vicenda di gossip, quasi non mettendo in prima pagina un traguardo impensabile». Per il sostegno all’imprenditoria giovanile (il gover-

«Il gossip - ha chiosato il presidente del Consiglio allontana sempre di più la consapevolezza dei cittadini rispetto a tutto ciò che ha fatto il governo»

Bersluconi si è soffermato sulla questione della crisi di governo durante la conferenza stampa sul pacchetto di misure per l’occupazione giovanile Pierferdinando Casini e Gianfranco Fini

Silvio Berlusconi

no intende coloro che hanno meno di 35 anni), il ministero dell’Economia metterà in campo 216 milioni di euro, che dovrebbero diventare 300 grazie al cofinanziamento pubblico e privato. Queste le proposte: bonus di 5 mila euro all’azienda che assume a tempo indeterminato un giovane disoccupato o precario under 35 con figli. Per la casa: fino a 200 mila euro di mutuo per l’acquisto della prima casa a coppie sposate con o senza figli il cui reddito complessivo non superi i 35 mila euro e derivi per più della metà da contratti di lavoro atipici. Per l’impresa: finanziamento pubblico fino al 40% di una nuova iniziativa privata promossa da under 35 con particolare riguardo all’ecoinnovazione, al talento artistico-culturale, alla commercializzazione di brevetti e innovazioni frutto della ricerca universitaria. Lo studio: fino a 25 mila euro di prestito garantito e agevolato per quegli studenti che vogliono frequentare l’università. L’inserimento nel mondo del lavoro: 20 campus per il job placement dei migliori laureati. Il Cavaliere non ha lesinato poi battute sulle polemiche di questi giorni. A chi chiede al governo di fare di più, come il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo, risponde: «Parlare è facile, fare i fatti è difficile. E noi stiamo facendo i fatti. Ho sentito affermazioni sul fatto che l’Italia non riesce ad aumentare il Pil al pari degli altri Paesi. Si dimentica che abbiamo ricevuto eredità drammatiche dai governi precedenti, che pesano sulla nostra economia e che non possono essere risolte con la bacchetta magica».

Gli Usa al fianco della Corea del Sud. Obama chiede appoggio alla Cina e alla comunità internazionale

Corea del Nord: «È colpa di Seul se siamo vicini alla guerra» di Cecilia Bartoli MILANO - I venti di guerra si fanno più intensi al confine tra le due Coree e quella del Nord ritiene che le azioni di Seul stiano conducendo la penisola «sulla soglia della guerra». Pyongyang accusa infatti Seul di «sconsiderate provocazioni militari». L’agenzia di stampa ufficiale, la Kcna, ha detto che la Corea del Sud sta «facendo deragliare il processo per migliorare le relazioni fra coreani, affondando i colloqui sulla Croce Rossa intercoreana e portando la situazione sull’orlo della guerra, perseguendo la sua politica di sfida alla Corea del Nord». Martedì il presidente sudcoreano Lee Myung-bak, non escludendo una attacco multi-forze di Seul contro la Corea del Nord, aveva detto di ritenere necessaria «una forte rappresaglia per impedire altre provocazioni di Pyongyang». La televisione sudcoreana ha intanto riferito che i corpi di due civili sono stati ritrovati sull’isola colpita martedì dall’artiglieria nordcoreana: «Due

persone di circa 60 anni sono state trovate morte probabilmente decedute in seguito all’attacco di ieri», ha detto un portavoce della polizia di Icheon. I corpi sono stati trovati dalla guardia costiera tra i resti delle case distrutte negli incendi provocati dall’attacco. Fino ad ora il bilancio delle vittime era di due soldati rimasti uccisi e di 18 feriti tra cui 15 militari e tre civili. Intanto gli Stati Uniti hanno fatto sapere di rimanere «fianco a fianco» con la Corea del Sud dopo l’at-

I missili di Pyongyang

tacco subito martedì dalla Corea del Nord. E’ quanto ha ribadito il Presidente americano Barack Obama, in un’intervista all’emittente Abc. «La Corea del Sud è un nostro alleato - ha detto Obama - lo è dai tempi della guerra di Corea. E noi ribadiamo con forza il nostro impegno a difendere la Corea del Sud nell’ambito di questa nostra alleanza». Gli Stati Uniti hanno 29.000 militari di stanza nella Corea del Sud. «Noi condanniamo con forza l’attacco e

stiamo concordando un’azione comune della comunità internazionale per fare pressione sulla Corea del Nord», ha aggiunto il Presidente Usa, citando esplicitamente il ruolo della Cina. Secondo Obama, ogni Paese della regione deve sapere che quella nordcoreana « è una minaccia seria e continua». Stando a quanto riferito da una fonte dell’amministrazione Usa, funzionari americani a Washington e a Pechino stanno facendo pressioni sulla Cina perchè condanni l’attacco, sottolineando che si è trattato di un’azione che minaccia la stabilità dell’intera regione, e non solo quella della penisola coreana. Corea del Sud e Stati Uniti terranno domenica esercitazioni militari congiunte in risposta all’attacco nordcoreano all’isola di Seul. L’accordo è stato raggiunto in una conversazione telefonica tra i presidenti Lee Myun-bak e Barack Obama. Le manovre si svolgeranno nel Mar Giallo, lungo la costa occidentale della penisola coreana, proprio dove martedì è avvenuto l’attacco; e coinvolgeranno la portaerei Usa George Washington.


28

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

FOCUS

Modelli di analisi dei costi aziendali e gestione liquidità

di Matteo Sgroi VIBO VALENTIA - La Camera di Commercio di Vibo Valentia, in collaborazione con il Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza di Milano, avvierà nei prossimi giorni dei seminari formativi su "Modelli di analisi dei costi aziendali e gestione delle liquidità", per offrire alle imprese strumenti informativi e valutativi funzionali ad una migliore gestione

contabile e finanziaria dell’azienda. I seminari, destinati a micro e piccole imprese, commercialisti, consulenti di azienda, imprese giovanili e di nuova formazione della provincia di Vibo Valentia, studentiuniversitari,sisvolgeranno presso la Camera di Commercio in due distinte sessioni, la prima fissata per oggi dalle ore 14,30 alle 18,30; la seconda il 26 novembre dalle ore 9,00 alle 13,30. La partecipazione ai seminari è

I seminari sono destinati a micro e piccole imprese, commercialisti, consulenti di azienda, imprese giovanili e di nuova formazione della provincia di Vibo

gratuita.Inparticolare,l’obiettivo formativo della prima sessione è fornire informazioni utili per applicare la corretta metodologia di ripartizione e rilevazione (reporting) dei costi aziendali e per far conoscere quali sono i modelli più idonei da impiegare per la tipologia di attività svolta. Gli argomenti trattati saranno, quindi, relativi alla individuazione tipologica e all’analisi dei costi: costi diretti e indiretti, costi fissi e variabili; la loro configurazione, ossia gli elementi che lo formano (partendo dal costo primo fino a giungere al costo economico-tecnico); costi consuntivi, preventivi e standard; costo differenziale o suppletivo. La seconda sessione, invece dedicata alla migliore gestione delle liquidità, ha un duplice obiettivo: da un lato riscontrare se esiste compatibilità fra le scelte operative aziendali e le esigenze di equilibrio finanziario, analizzando i relativi fabbisogni e le possibilità di copertura che si possono ottenere; dall’altro, assicurare un equilibrio dei flussi monetari aziendali di segno opposto. Si parlerà dunque di Budget di cassa e quindi di gestione della tesoreria, ovvero di liquidità aziendale. I seminari saranno tenuto dal dott. Maurizio Berruti, esperto di finanza aziendale. L’iscrizione ai seminari si effettua inviando al fax della Segreteria Generale della Camera di Com-

mercio (0963.294631), debitamente compilato, il coupon scaricabile dal sito dell’Ente www.vv.camcom, dove potrà essere consultato anche il programma dettagliato degli incontri formativi. Ulteriori informazioni potranno essere assunte rivolgendosi all’Area Servizi amministrativi esterni, promozione e regolazione del mercato.

A Vibo seminari per offrire alle imprese strumenti informativi e valutativi funzionali ad una migliore gestione contabile dell’azienda


Giovedì 25 Novembre 2010 il Domani 29

FOCUS

Adeguato il programma di sviluppo rurale alle recenti innovazioni Ue

di Vito Liberato REGGIO CALABRIA - La sesta Commissione della Regione Calabria "Affari dell’Unione Europea e relazioni con l’estero", presieduta da Santi Zappalà (Pdl) ha espresso parere favorevole sullapropostadiprovvedimentoamministrativo della Giunta "Adozione della revisione del Programma di sviluppo rurale Calabria 2007-2013, approvata dalla

Commissione Europea con decisione del 26 febbraio 2010 e costituzione Fondo speciale IVA presso l’organismo Pagatore Regionale (Arcea)". Si tratta di un provvedimento che ha adeguato il programma di sviluppo rurale alle recenti innovazioni introdotte da due Regolamenti comunitari n. 74 e 473 del 2009 che hanno incrementato le risorse comunitarie per il sostegno a tre progetti. Il primo relativo alla costruzione

Incrementate le risorse comunitarie per il sostegno alla banda larga nelle aree rurali, la riconversione boschiva dei pascoli e per la produzione di energia

della banda larga nelle aree rurali per ridurre il cosiddetto digital divide; il secondo, mirato alla riconversione boschiva dei pascoli di alcuni territori agricoli ed il terzo, relativo all’incentivazione per la produzione di energia da prodotti agricoli di scarto e biomasse. La Commissione ha avviato la discussione generale su due provvedimenti di legge, rispettivamente ad iniziativa dei consiglieri Magarò (Scopelliti Presidente) e Tripodi-Gallo (Udc) in materia di integrazione sociale per gli immigrati regolari. Dopo un’approfondita discussione che ha permesso di focalizzare gli obiettivi dell’intervento legislativo, la Commissione proseguirà nelle successive sedute, l’esame degli articolati normativi,valutandoanchel’integrazione di questi interventi con la legge regionale n. 18 del 2009, in materia di accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati. L’organismo ha poi avviato la discussione su un progetto di legge d’iniziativa del segretario-questore, Nucera (Pdl), in materia di reinserimentolavorativodiex-detenuti. Sono state esaminate le relazioni tra le previsioni normative e le politiche regionali definite nel Por Calabria Fse 2007-2013 ed è emersa l’esigenza di una riformulazione più organica del progetto di legge. Nel corso della seduta, il consigliere Salvatore Pacenza (Pdl) ha informato la Commis-

sione sulle risultanze del tavolo politico, insediatosi presso la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative, a Roma, il 22 novembre scorso dove sono state affrontate le problematiche inerenti l’attuazione del Protocollo per la sussidiarietà allegato al Trattato di Lisbona. A conclusione dei lavori, Zappalà ha dichiarato: «La riunione di sta-

Sono state esaminate le relazioni tra le previsioni normative e le politiche regionali definite nel Por Calabria Fse 2007-2013 sera si qualifica per l’elevato livello dei contributi e per l’avvio del confronto su importanti provvedimenti normativi che riguardano concretamente le condizioni economiche e sociali dei calabresi». Ai lavori della VI Commissione regionale, hanno fornito il loro contribuito nel corso dell’approfondito dibattito i consiglieri Gallo e Tripodi dell’Udc; De Masi (Idv); Scalzo (Pd); Nucera (Pdl); Imbalzano (Scopelliti Presidente); Maiolo (Pd); Pacenza (Pdl); Bova (Misto).


30

il Domani Giovedì 25 Novembre 2010

ilD tec

a cura s.s.e. mediatag

Grazie alla versione 4.2 di iOs, il sistema operativo della Mela

Nuove funzionalità per iPhone e iPad Andrea Celia Magno Da qualche giorno, chi collega il proprio iPhone, il proprio iPod Touch o il proprio iPad al computer può aggiornare il software Apple all’ultima versione rilasciata. Un lungo download di circa 40 minuti, più di 600 Mb di capienza, per avere la nuova versione di iOs. Si tratta della 4.2, l’ultima rivisitazione pensata esplicitamente per migliorare, più che l’iPhone 4 che di migliorie ne aveva bisogno ben poco, l’iPad, creandone una versione a metà strada fra la prima, quella che è in vendita adesso, e la seconda, ancora di là da venire. La principale delle novità di iOs 4.2 è il multitasking . Niente di nuovo per chi ha un iPhone 4, ad esempio, ma una possibilità finora inesistente sull’iPad, che ne guadagna in utilizzo e praticità. D’ora in poi, dunque, anche sull’iPad sarà possibile utilizzare più applicazioni per volta, con piccole finestre che si aproCon iOs 4.2 da no sulla schermata di iPhone e iPad sarà menù quando si passa, senza chiuderle, da un’applipossibile cazione ad un’altra. Inolcollegarsi senza fili tre, e anche in questo caso non sono una novità assoalla stampante o luta (perché sull’iPhone 4 già), sull’iPad si alla TV (con Apple c’erano avrà la possibilità di creare TV). Nuove anche cartelle con cui riordinare le applicazioni (e superare la funzione "Find" il limite massimo delle 11 ed il multitasking, pagine di menù) e di giocare sfidando amici e alfinora assente tri utenti on line con la piattaforma Game Center, sull’iPad l’hub per l’intrattenimento creato da Apple. Le novità finora inedite sono tre, tutte molto utili a migliorare l’utilizzo di quelli che ormai sono diventati oggetti - feticcio per i tecno dipendenti. Le funzioni AirPlay e AirPrint consentono di collegare wireless il proprio iPhone o iPad, rispettivamente, ad una televisione o ad un altro dispositivo compatibile (come potrebbe essere l’Apple Tv, il supporto che collega computer e internet al televisore, per scaricare e vedere film, telefilm e ogni altro genere di contenuto multimediale in streaming, sulla propria TV) e alle stampanti. Un vezzo, forse, la prima funzione. Non è un vezzo, certamente, la funzione AirPrint che permette di collegare comodamente il proprio iPhone (o iPad), ad una stampante che il dispositivo riconosce immediatamente. Finora funziona solo con i più noti prodotti HP, ma non c’è motivo per cui AirPrint , progressiva-

Tim dice addio alla TV sul cellulare Tim ha annunciato che a fine anno interromperà il servizio televisivo sui telefonini, il canale Dvb-h. Motivazioni economiche (tanti milioni da investire ogni anno) e il sostanziale disinteresse degli utenti, al contrario delle previsioni, hanno influito sulla decisione. Anche gli altri operatori, dal prossimo anno, chiuderanno.

Al via Amazon.it Amazon sbarca in Italia con un sito e servizi esplicitamente dedicati alla Penisola. Il nuovo Amazon.it offrirà per il momento uno sconto del 30% sui libri (oltre 2 milioni di titoli) e spese di spedizione annullate con ordini sopra i 19 euro. Manca Kindle, l’e-book prodotto proprio da Amazon, ma la lacuna dovrebbe esserecolmataabreve.

Symantec stringe un patto con la Polizia Postale Il colosso della sicurezza informaticaSymantechasottoscritto un protocollo d’intesa con la Polizia Postale italiana per promuovere iniziative mirate alla formazione e allo scambio d’informazioni sulla sicurezza informatica e migliorare la prevenzione dei crimini che viaggiano in rete. Un’intesa necessaria, come sembra, dal fatto che il 69% degli italiani è stato vittima di criminiinformatici. Con iOs 4.2, sull'iPad si potranno creare cartelle per le app

mente, non possa essere compatibile con tutti i tipi di periferiche di stampa. Dulcis in fundo , la funzione Find , che permette di localizzare iPhone o iPad in caso l’utente li perda. È consentito il blocco o la cancellazione dei contenuti a distanza, anche inviando messaggi (o minacce) a chi li ritrova o al ladro di turno.

Un download gratuito di oltre 600 Mb

Trenitalia mette il wi-fi nell’Alta Velocità Da venerdì scorso è possibile utilizzare il wi-fi e la tecnologia 3G su tutti i treni ad Alta Velocità di Trenitalia. Grazie all’accordo fra Trenitalia e Telecom, infatti, sarà possibile usufruire del servizio internet ad un costo simbolico, almeno per il primo mese (di prova), di un centesimo. Il servizio è per il momento limitato e non molto veloce, ma utile comunque a controllare la mail e sfogliare i giornali on line, con il potenziamento di UMTS e 3G.


il Domani Giovedì 25 Novembre 2010 31

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI

CHIUSURA

FTSE Italia All-Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

VAR. %

20.588,07 -0,01 19.941,19 -0,05 23.154,58 0,72 21.223,70 -0,44 21.820,25 0,37 10.926,48 1,01

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1 375,96

33,05

27,62

0,666

PLATINO

1673,00

40,52

PALLADIO

705,02

17,22

1 Euro

1.0

1.3356

0.84654 111.43

ORO

1 US $

0.74914

1.0

0.63414 83.484

ARGENTO

1 UK £

1.1813

1.5769

1.0 131.64

1 ¥en

0.0089628 0.011979 0.0075964

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ageas Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Pop Emilia R. Cv 4% 2010-2015 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt

1,163 1,03 8,615 4,005 37,16 1,549 1,065 0,1852 0,426 4,405 10,91 1,917

Ora -0,43 -2,09 -0,12 -2,20 -2,11 +1,18 +0,76 -0,05 +0,12 -0,34 +2,54 -2,89

Min

0,2125 2,1775 0,497 88,11 3,72 9,695 0,4795 0,3665 0,0259 0,4515 97,00 1,583 4,7075 15,65 10,14 9,69 21,95 12,11 6,57 88,60 3,39 105,74 8,935 5,125 4,1525 106,30 3,2675 109,55 7,79 58,62 2,7625 1,52 56,67 46,60 1,526 2,63 111,00 0,50 0,875 3,69 8,78 3,1425 2,7675 6,26 0,4175 3,6475 3,7975 9,10 0,353 0,5875 4,79 99,86 0,66 1,43 0,3435 1,339 4,75

-3,41 17.30.14 0,211 +4,94 17.09.45 2,0725 +3,33 17.30.26 0,46 -0,94 17.09.48 87,57 +0,34 17.30.11 3,645 +6,48 17.30.00 9,015 -4,10 17.30.37 0,465 -0,68 17.30.21 0,35 -1,89 17.30.48 0,0252 -2,90 17.30.28 0,4455 +0,00 15.28.51 96,20 +0,13 17.30.46 1,565 -0,69 17.30.46 4,635 +0,51 17.30.47 15,50 +3,79 17.30.10 9,77 +0,94 17.30.32 9,565 +1,15 17.30.36 21,01 -0,66 17.17.38 11,98 -1,65 17.30.45 6,525 -0,62 16.48.28 88,38 +0,89 17.30.30 3,32 +0,47 17.16.39 105,06 +1,42 17.30.24 8,705 -1,06 17.30.05 5,10 +0,00 16.56.05 4,1525 -0,14 15.35.06 106,15 +2,91 17.30.18 3,10 -0,41 17.12.52 109,50 -0,64 17.30.01 7,635 +5,04 16.39.00 55,11 -0,63 17.30.51 2,70 +0,00 16.42.57 1,52 +3,79 17.30.12 56,40 +2,19 17.30.56 45,84 +0,26 17.30.56 1,506 -1,31 17.21.00 2,59 -0,36 16.15.17 110,30 +1,01 17.30.44 0,487 +0,52 17.30.02 0,8555 -0,74 12.07.58 3,5275 +2,09 17.30.26 8,41 +1,78 17.30.32 3,10 -0,36 17.30.25 2,71 +0,81 17.30.07 6,10 +0,36 17.30.44 0,398 -0,20 17.01.24 3,61 +0,93 17.30.38 3,6925 -0,27 17.30.20 8,995 -1,94 17.30.19 0,353 -0,68 17.30.44 0,5795 +1,75 17.30.14 4,65 +0,00 17.12.09 99,76 -0,08 17.30.13 0,6465 +2,14 17.30.05 1,429 -3,65 17.30.31 0,3425 -0,45 17.30.39 1,332 +2,59 17.30.20 4,61 Sospensione 59,01 +4,52 17.21.20 56,55 49,94 -1,25 17.24.58 49,19

2,15 29,19 1,296 1,471 100,85 8,235 0,1478 7,525 1,121 7,475 4,48 4,00 2,53 1,07 1,84 1,677 0,3695 4,565 0,1805 75,00 2,99 36,28 17,70 1,743 0,2755 5,85 2,05 2,32 0,231 0,133 0,292 0,647 1,45 0,427 1,284 0,61 0,39 93,00 1,003 21,76 4,5275 10,20 1,228 3,1075 0,1441 100,20 1,052 0,9905 5,06 51,87 0,871 20,65 11,13 45,45 5,90 4,93 1,168 38,87 9,99 32,22 1,29 2,7175 12,97

+0,00 -0,48 +2,86 -3,86 -0,10 +0,43 +2,64 +1,01 +0,54 +0,74 -2,82 +1,20 -0,30 -1,83 -0,27 +0,42 -0,67 +1,22 +0,73 +1,35 +0,08 -1,20 -0,67 -1,41 +0,00 -0,76 -0,48 +0,76 +0,00 -6,14 -0,85 +0,23 -0,34 -0,47 -6,28 +0,83 -2,26 -2,05 -1,38 -1,49 -0,33 +0,49 -0,32 +0,49 -0,14 +0,00 -0,75 -2,89 -2,03 +4,16 +0,12 +1,98 +1,92 -1,20 +1,55 +2,12 -0,09 -0,54 +0,81 +0,19 -0,77 -2,60 +1,33

Max

Apertura

17.30.04 1,147 1,187 1,187 17.30.57 1,024 1,056 1,052 17.30.19 8,58 8,69 8,65 17.20.51 4,005 4,075 17.30.42 37,03 38,70 38,53 17.30.21 1,511 1,55 1,512 17.30.31 1,05 1,065 17.30.29 0,1826 0,188 17.10.46 0,413 0,4295 0,4245 14.32.29 4,3725 4,4375 4,4375 12.59.02 10,40 10,91 10,40 17.30.09 1,912 1,982

17.30.30 17.30.43 14.33.25 17.30.10 17.30.12 17.30.32 17.30.14 17.30.57 17.30.18 17.30.22 17.30.21 13.37.33 17.30.44 17.30.52 17.24.56 17.30.13 17.22.19 17.30.10 17.30.55 16.43.05 17.19.49 11.10.32 17.30.57 17.30.53 17.30.11 17.15.44 17.30.45 17.30.07 17.30.05 17.30.41 17.30.26 16.29.49 17.30.46 17.30.44 17.30.32 17.30.57 17.22.25 13.01.29 17.30.03 17.30.31 17.30.18 16.51.34 17.30.23 17.30.18 16.20.21 17.30.07 16.39.10 17.30.56 17.30.00 17.20.50 14.49.38 17.30.35 17.30.03 17.30.29 17.30.35 17.30.01 17.30.28 17.23.37 17.09.58 17.30.01 17.30.11 17.30.39 17.30.51

2,10 28,77 1,244 1,471 100,80 7,81 0,1405 7,34 1,075 7,245 4,42 3,8825 2,5075 1,07 1,76 1,608 0,364 4,505 0,168 73,00 2,9275 36,28 17,50 1,70 0,2705 5,80 2,0225 2,32 0,224 0,133 0,282 0,647 1,44 0,427 1,282 0,59 0,383 93,00 0,985 21,50 4,3275 10,07 1,191 3,05 0,14 100,09 1,00 0,99 4,9225 49,84 0,871 19,61 10,58 45,45 5,73 4,68 1,136 37,85 9,90 31,81 1,287 2,64 12,82

0,2209 2,1775 0,497 88,90 3,7275 9,715 0,49 0,376 0,0268 0,462 97,00 1,583 4,7775 15,72 10,16 9,765 21,99 12,22 6,735 89,33 3,39 105,74 8,955 5,18 4,155 106,99 3,3125 110,00 7,935 58,62 2,785 1,52 57,53 46,85 1,54 2,74 111,44 0,50 0,887 3,695 8,84 3,15 2,8075 6,295 0,4225 3,6625 3,7975 9,10 0,3715 0,595 4,80 99,86 0,6695 1,43 0,37 1,36 4,8975

0,476 3,7025 9,11 0,49 0,3685

1,565 4,7775 15,56 9,855

6,685

8,80

3,1775 110,00 2,74

1,53

0,8745 8,60 3,13 2,795 6,155 3,74

4,70 0,6615 0,352 4,64

59,04 50,50 2,15 29,83 1,299 1,53 101,49 8,35 0,148 7,53 1,122 7,505 4,62 4,00 2,5475 1,09 1,84 1,677 0,3755 4,60 0,181 77,00 3,02 36,75 17,96 1,759 0,2785 5,90 2,085 2,32 0,2369 0,1488 0,292 0,6565 1,476 0,4425 1,37 0,614 0,394 93,55 1,03 21,95 4,5775 10,25 1,232 3,135 0,1443 100,40 1,062 1,008 5,22 52,02 0,885 20,80 11,15 46,20 5,90 5,00 1,182 39,17 10,01 32,52 1,30 2,785 13,07

2,15 29,19 1,53 8,20 7,45 1,099 7,435 4,62 4,00

0,367 4,5175 0,1795 75,00 17,96 0,2765 2,055 0,1445 0,2835 1,459 1,355 0,605 0,985 4,5475 3,1075 100,30 1,008 5,165 20,30 10,88 4,68 1,163 9,98 32,09 2,7275 12,88

AZIONI E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enel Green Power Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Falck Renewables Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit

Prezzo ultimo contr. Var % 22,23 0,829 1,25 1,365 13,14 1,402 4,26 3,7825 1,582 20,53 15,70 9,36 0,644 0,42 5,57 1,857 21,58 17,27 17,59 0,9935 2,2875 17,93 13,30 9,28 9,30 2,97 4,41 8,815 1,738 0,495 5,90 3,535 16,25 1,105 0,343 4,50 27,25 3,835 0,501 1,00 14,55 3,4325 3,795 1,873 2,85 5,755 4,25 7,50 1,424

Ora -1,20 +0,97 +0,00 -0,36 +1,08 -2,03 +0,24 -0,98 -0,75

17.30.03 17.30.07 17.15.05 17.30.55 17.30.42 17.30.07 17.30.10 17.30.37 17.30.06

22,23 0,808 1,233 1,322 12,83 1,40 4,26 3,74 1,58

Max 22,67 0,834 1,253 1,385 13,14 1,43 4,355 3,845 1,597

-0,87 +1,27 +0,12 -1,36 +0,40

17.30.57 17.30.54 17.30.07 15.10.41 17.30.45

13,77 1,361

14,06 1,40

2,41 7,475 0,376

4,815 +2,45 17.30.28 4,6525 2,1675 +0,23 17.30.52 2,105 1,764 -1,40 17.30.55 1,745 0,0107 -6,14 17.30.46 0,0107 1,42 +0,00 15.53.53 1,365 1,176 +0,51 17.30.19 1,16 3,1575 +2,02 17.23.43 3,06 2,89 -1,36 17.30.06 2,785 5,64 +1,90 17.30.50 5,54 3,155 +0,48 17.30.40 3,125 23,80 +3,25 17.30.11 22,50 15,99 +1,52 17.30.16 15,22 1,86 +0,05 16.45.15 1,849 0,91 +0,22 17.30.08 0,8935 0,06 -0,17 17.30.40 0,0557 1,709 -11,68 17.30.05 1,709 1,90 +0,00 16.49.58 1,90 0,318 -4,07 17.30.27 0,3145 0,5695 -0,17 16.54.07 0,5695 84,93 +0,52 14.43.21 84,55 1,76 +0,00 16.17.09 1,75 2,8375 -0,70 17.30.25 2,7625 0,3985 +2,18 16.23.51 0,3785 10,13 -2,50 17.30.10 10,07 20,44 +1,04 17.30.33 20,12 115,61 -1,19 17.30.12 115,61 3,19 +3,15 17.30.01 3,02 0,1885 -0,79 9.29.32 0,187 3,385 -1,17 17.30.36 3,34 Sospensione 7,90 +0,96 17.30.13 7,745 2,54 +0,50 17.30.19 2,54 4,5325 +0,67 17.30.21 4,4875 6,91 +0,29 17.30.46 6,775 3,0925 -1,12 17.30.45 3,045 0,045 -3,85 17.30.17 0,0432 0,2965 +2,24 17.30.57 0,2835 0,95 -1,55 17.30.47 0,90

4,845 2,1825 1,797 0,0114 1,42 1,184 3,185 2,905 5,65 3,1775 24,00 15,99 1,878 0,918 0,0601 1,93 1,927 0,3235 0,585 84,93 1,785 2,8975 0,4045 10,39 20,49 118,93 3,2175 0,1885 3,41

-2,37 -3,24 -0,47 +0,29 +0,00 -0,65 -3,24 -0,73 -0,97 -5,46 +0,69 +1,05 -1,92 +0,00 -0,71 +0,31 +0,83

3,835 1,594

+1,50 +1,23 -4,23 -0,11 +1,02 -1,75 -2,79 -0,54 -2,81

14,00

0,509 1,56 1,941

17.30.59 2,2825 15.35.35 3,14 17.30.51 3,1475 17.30.10 1,811 17.30.51 5,78 17.30.02 5,50 15.02.36 3,30 15.29.06 9,27 13.01.16 0,501

4,7325 2,1625 1,786 1,375 1,171 3,11 5,60 22,83

0,0601 1,927 0,3235 1,775 2,85 10,38 20,28 3,0925 0,187

7,90 7,845 2,54 4,5925 4,51 6,935 6,895 3,135 3,13 0,0483 0,046 0,2965 0,2835 0,976 0,9295

17.30.13 1,108 1,15 16.31.05 1,191 1,25 17.30.07 3,14 3,18 17.30.01 0,326 0,35 17.30.12 2,48 2,54 12.47.14 0,134 0,138 17.30.23 4,99 5,14 17.17.29 0,40 0,41 17.10.43 0,1332 0,1392 17.30.43 0,28 0,2985 17.22.25 0,7105 0,735 16.55.36 110,75 112,00 17.30.12 4,965 5,155 11.45.23 1,329 1,345 16.04.40 2,79 2,795 17.11.39 6,435 6,45 17.30.50 7,135 7,25

0,509 -4,32 17.30.59 1,58 -1,25 17.30.20 1,963 +0,62 17.30.26 2,365 3,29 3,17 1,84 5,95 5,60 3,40 9,27 0,501

0,821 1,385

1,226 1,276 0,802 0,8405 1,993 2,03 2,0225 7,585 7,59 8,515 8,795 8,705

2,40 -1,44 17.30.37 2,3725 7,395 +0,54 17.05.27 7,22 0,372 -3,63 17.30.39 0,371

1,11 1,224 3,18 0,3445 2,52 0,138 5,08 0,41 0,1332 0,2855 0,73 111,71 5,10 1,345 2,795 6,45 7,25

Apertura

-0,34 17.30.28 20,53 20,90 -1,01 17.30.20 15,63 15,92 15,89 -0,37 17.30.33 9,17 9,42 9,39 -1,15 17.30.25 0,64 0,6595 0,6515 -2,33 17.30.48 0,4115 0,4295 0,425 +1,00 17.30.17 5,32 5,645 5,51 +0,11 17.30.06 1,834 1,875 1,85 Sospensione +2,71 17.30.54 20,32 21,71 20,99 +4,16 17.30.56 15,92 17,48 16,50 +4,70 17.30.07 16,01 17,69 16,80 -1,63 17.23.50 0,9885 1,03 1,001 +6,40 17.30.58 2,16 2,33 2,245 -0,11 17.30.24 17,92 17,97 17,96 +2,15 17.30.09 12,72 13,37 13,02 +2,37 17.30.10 8,64 9,34 9,01 +2,09 17.30.32 8,525 9,33 9,055 -1,98 15.07.01 2,90 2,975 -2,00 17.22.19 4,385 4,50 4,50 Sospensione +1,44 17.30.02 8,66 8,875 8,675 -2,30 12.53.08 1,738 1,738 -0,20 17.30.54 0,495 0,50 0,4995 -3,44 17.30.04 5,865 6,185 6,135 -4,46 17.30.55 3,52 3,72 3,6675 -0,37 17.30.35 16,18 16,67 -0,18 17.30.48 1,053 1,11 +1,33 17.30.03 0,3215 0,349 0,3485 +0,00 17.30.54 4,41 4,50 -1,48 15.11.38 26,16 27,25 +5,36 17.30.38 3,59 3,835 +0,10 17.30.35 0,491 0,5085 0,5005 -4,67 16.24.50 0,973 1,01 0,973 -0,27 17.30.06 14,33 14,67 14,62 -0,94 17.30.50 3,4075 3,49 3,4675 -2,19 17.30.57 3,795 3,90 -0,74 17.30.25 1,836 1,888 1,883 +0,62 17.30.58 2,82 2,90 2,8675 -7,18 17.30.08 5,755 6,225 6,145 -0,93 16.50.54 4,25 4,25 +2,25 17.30.55 7,14 7,545 7,335 -0,42 17.30.03 1,415 1,432 1,426 Sospensione

13,77 +0,00 17.30.33 1,39 -0,36 17.30.07 1,259 0,8405 2,025 7,585 8,75

Min

0,55 1,597 1,963

1,131 0,35 2,52

0,518 1,958

2,375 2,345 3,29 3,345 3,255 1,878 5,96 5,855 5,695 3,44 3,3325 9,475 9,33 0,505

AZIONI Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Prelios Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Seteco International Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tas Axa Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vita Societa Editoriale Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Ergycapital 2016 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Warr Tamburi 2013 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Warr Unipol 2013 Warr Unipol Prv 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Prezzo ultimo contr. Var % 0,66 0,838 119,86 0,924 0,4195 0,818 0,74 6,595 12,24 0,1619 0,88 1,031 0,733 2,04 6,86 43,75 0,2451 17,40 0,3595 0,0459 0,245 1,33 50,49 0,821 22,88 0,3985 6,435 4,72 12,38 32,30 31,65 49,60 35,37 1,358 10,00 7,30 0,585 0,10

Ora +0,76 -1,41 +0,50 -0,70 +1,08 -1,45 +0,00 -1,49 +1,66 -0,18 -3,03 -1,72 +0,00 +0,12 -1,44 +2,70 -1,17 +2,35 -0,83 +2,00 -1,21 +0,00 +3,46 -2,20 +0,75 -0,37 -1,00 -1,15 -0,56 +1,10 +0,48 -1,78 -2,96 +0,97 +0,00 +1,74 +0,86 -6,01

13.31.44 17.30.17 16.23.21 17.30.32 17.30.36 17.30.42 17.24.01 17.04.39 17.30.00 16.30.17 17.30.38 17.30.39 15.37.18 17.30.26 17.30.09 17.30.15 17.24.56 17.30.20 17.30.55 17.30.37 17.30.07 15.21.12 13.32.55 17.30.33 17.30.48 17.30.29 17.30.53 17.30.42 17.30.16 17.30.46 17.30.07 17.30.20 17.30.59 17.30.17 17.30.22 17.30.19 17.30.21 17.30.26

Min

Max

0,655 0,8375 118,06 0,9055 0,403 0,8005 0,737 6,48 12,01 0,1539 0,862 1,024 0,731 1,96 6,75 41,91 0,2425 16,90 0,3525 0,0445 0,2413 1,33 48,52 0,807 22,37 0,386 6,30 4,65 12,12 31,64 31,65 48,13 35,37 1,32 10,00 7,085 0,563 0,0991

0,684 0,86 119,86 0,9285 0,4325 0,827 0,74 6,60 12,28 0,1623 0,908 1,06 0,748 2,04 6,95 43,75 0,25 17,43 0,367 0,0466 0,251 1,389 50,49 0,865 22,89 0,399 6,60 4,885 12,60 32,48 31,65 49,60 35,90 1,363 10,29 7,30 0,5885 0,1069

Apertura 0,8555 0,413 0,8065 6,60 12,12 0,908 0,731 6,94

0,0451 0,251 1,389 0,8405 22,76 0,386 6,595 4,885 12,45 31,91

1,345

0,1063

6,20 +0,32 17.30.22 6,12 6,25 Sospensione 6,77 +1,05 17.30.53 6,59 6,77 6,695 93,99 +0,96 16.07.02 93,11 93,99 93,11 84,22 +0,35 17.30.00 83,89 85,52 2,555 +4,29 17.30.59 2,46 2,5975 2,4725 3,7625 -0,33 17.30.22 3,75 3,79 3,78 Sospensione Sospensione 0,086 -3,15 17.30.45 0,0856 0,0888 38,42 -0,98 16.05.54 37,90 38,96 Sospensione 2,22 -2,84 17.30.59 2,2175 2,3225 2,28 4,90 +2,78 17.30.19 4,77 4,90 62,75 -2,44 16.57.26 62,10 63,74 1,66 +1,97 17.30.22 1,63 1,662 1,63 0,50 -5,66 17.30.33 0,50 0,54 0,54 6,76 +2,35 17.30.37 6,50 1,377 -0,14 17.30.29 1,35 1,302 +14,92 17.30.54 1,302 6,455 -14,95 17.36.50 6,455 1,558 +1,24 17.30.32 1,49 0,331 +0,92 17.30.01 0,331 0,9845 -0,81 17.30.47 0,978 0,2384 -0,75 17.30.06 0,2312 0,83 -0,72 17.30.51 0,828 17,28 -0,75 16.11.34 17,08 16,28 +1,18 17.30.11 16,03 3,2375 -0,08 17.30.55 3,225 3,545 -0,84 17.30.36 3,5175 0,625 +0,81 17.22.15 0,615 0,0858 -1,38 17.30.14 0,0835 77,79 +1,29 17.30.06 76,40 1,464 +0,14 17.30.45 1,461 38,23 -1,42 17.30.16 37,60 9,345 +9,04 17.30.13 8,37 5,11 -3,68 16.43.48 5,11 6,82 +0,29 17.30.41 6,695 105,16 +0,06 16.58.37 104,67 0,499 -0,10 17.03.32 0,49 1,61 -0,86 17.30.42 1,59 2,04 -1,80 17.17.56 2,0025 23,97 +8,96 17.30.56 22,16 0,475 -2,46 17.30.14 0,4675 0,363 -2,16 17.30.10 0,353 4,10 +1,74 17.30.36 3,945 Sospensione 1,293 +2,54 17.07.04 1,24 3,84 +4,07 17.30.46 3,61 0,7825 -5,72 17.30.47 0,7655 3,65 +0,00 17.30.22 3,63 20,30 7,70 0,046 0,0026 1,598 0,067 0,241 0,0225

+0,00 -1,66 +0,22 -7,14 +1,53 +2,13 -3,60 -6,25

12.03.15 17.30.15 17.30.43 17.30.41 17.21.36 14.46.15 17.01.20 16.41.46

0,099 -1,00 12.50.20

6,77 6,575 1,378 1,302 6,455 1,558 0,331 0,9925 0,99 0,2394 0,237 0,836 0,8335 17,40 16,35 16,22 3,265 3,255 3,60 3,55 0,638 0,0874 0,087 78,40 77,00 1,464 38,23 9,345 8,50 5,35 6,89 6,81 105,22 0,508 0,505 1,636 1,627 2,10 23,97 0,488 0,488 0,372 0,372 4,10 1,293 1,293 3,84 0,806 0,7655 3,66

19,97 20,30 7,49 7,85 7,505 0,0441 0,046 0,0022 0,0026 0,0022 1,50 1,65 1,598 0,0625 0,0671 0,24 0,25 0,0202 0,023 0,099

0,099

0,024 -4,00 10.16.10 0,024 0,0242 0,48 -1,84 12.13.31 0,464 0,4815 0,0033 -2,94 10.56.12 0,0033 0,0033 0,0149 -3,87 17.20.52 0,0138 0,0149 0,0149 0,018 -6,74 10.50.14 0,018 0,018 0,018 0,0179 -2,72 16.57.04 0,0175 0,0185 0,0184 0,9545 +0,05 16.57.07

0,949

0,968

0,95

1,039 -1,05 14.35.13 0,994 1,039 0,0525 -8,54 14.23.12 0,0525 0,0574 Sospensione 0,22 -11,29 17.30.43 0,22 0,248 0,0023 +4,55 17.18.30 0,0022 0,0023 0,0022 0,0063 -3,08 17.30.33 0,0061 0,0063 0,0061 0,0232 -1,69 16.35.31 0,0224 0,024 0,0233 +3,10 17.22.26 0,0216 0,0235 0,0222 7,545 +2,24 17.30.02 7,01 7,57 7,40 0,0616 -4,79 17.30.49 0,0616 0,064 4,88 -0,25 17.30.13 4,83 4,93 0,45 -0,88 17.19.03 0,435 0,46 0,50 -1,67 17.30.15 0,4965 0,50 0,4965


il domani  

Edizione del 25 Novembre 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you