Page 1

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Venerdì 25 Maggio 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 125

Finale di Copa del Rey, per Pep l’ultima partita sulla panchina del Barça

L’ULTIMO VALZER CRONACA

ATH. BILBAO-BARCELLONA

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 25/5/2012

Aperta inchiesta sulla morte in corsia di Maria Grazia Carovigno

a pag. 3

CATANZARO Ciccio Cozza ha avuto il lasciapassare per occuparsi di tutta l’organizzazione della prossima stagione giallorossa

a pag. 6

1

Consiglia

REGGINA Ultima partitella in famiglia per la squadra di Breda alla vigilia della gara contro il Vicenza che chiuderà questa stagione a pag. 6

9.00

9.00

X

5.75

5.75

MONDO GOL Stasera la finaledi Copa del Rey a Madrid tra Barcellona e Athletic Bilbao. Il rischio è che l’inno di Spagna sia fischiato

a pag. 8

2

1.25

1.27


2 il Domani dello Sport

Venerdì 25 Maggio 2012

CRONACA CALABRIA

AUTOSTRADA LETALE

Morti orrende e tanti incidenti negli eterni cantieri della Salerno-Reggio Calabria

F

Andrea Splendore

olgorati dai cavi ad alta tensione, sepolti vivi nelle colate di cemento, caduti da ponti altissimi su quali lavoravano senza neanche un casco. Sono gli operai deceduti nei cantieri della SalernoReggio Calabria. Morti spaventose che non possono essere solamente il frutto della fatalità. Anche perché gli incidenti avvengono spesso di notte o durante gli straordinari. Ma perché i lavoratori sono costretti a correre in quelli che tutti chiamano “cantieri lumaca”? Valerio Messuti aveva appena 21 anni. Mentre lavora a una nuova galleria, un blocco di argilla si stacca dal fronte di scavo e lo colpisce alla testa. Muore sul colpo. Siamo nel cantiere di Tarsia, provincia di Cosenza. Nel febbraio 2010 scoppia il caso del cantiere killer di Palmi, nei pressi di Reggio Calabria. Rocco Palumbo, 32 anni, cade da un ponteggio alto sette metri. Era su un pilone in costruzione. Muore all’ospedale per le ferite riportate. La morte più orrenda è quella di Salvatore Pagliaro, 50 anni. Siamo sempre nello stesso cantiere. Mentre lavora alla betoniera, la gabbia di legno su cui si trova gli si apre sotto i piedi facendolo precipitare dall’altezza di 8 metri. Tutto il cemento fino ad allora versato ricopre l’operaio, soffocandolo. Una

Folgorati da cavi dell’alta tensione oppure sepolti vivi nelle colate di cemento o caduti dai ponti e dai viadotti

I

giornata di sciopero nel Quinto macrolotto è la reazione ai due decessi ravvicinati. «Non si può, a causa di ritardi nella consegna dei lavori, chiedere prestazioni lavorative che non garantiscono la sicurezza», dicono i sindacati in una lettera al Prefetto. «Non è possibile richiedere turni aggiuntivi, piuttosto che incrementare le unità lavorative, spremere i lavoratori, magari proprio coloro che, essendo assunti a tempo determinato, sono “ricattabili” e non possono rifiutarsi».L’ufficio Alta Sorveglianza di Anas decide l’allontanamento di tre tecnici, tra cui i due capocantieri di Impregilo-Condotte, oltre che dell’azienda in subappalto, una ditta di Gela. Ma non finisce qui. La Procura di Palmi apre un’inchiesta che dopo un anno produrrà il rinvio a giudizio di dodici dirigenti d’azienda. La Commissione d’inchiesta del Senato che si occupa di incidenti sul lavoro visita i cantieri a un mese dagli incidenti. Emerge un complesso sistema di affidamenti (dal Contraente Generale – il consorzio Sarc – alla Erea e infine alla Edilniti di Gela) e l’assenza di protezioni: «Quando è precipitato, il signor Palumbo non aveva

COMUNICATO STAMPA Evento conclusivo laboratorio cucina tipica contadina e presentazione del video-clip

n data venerdì 25 maggio 2012 dalle ore 17,30 presso la sala consiliare del Comune di Cicala, si terrà l'evento conclusivo del laboratorio di cucina tipica contadina e la presentazione di un video-clip sulle attività svolte all'interno del progetto “Servizi essenziali per l'economia e la popolazione rurale - azione 03” finanziato con i fondi del PSR Calabria 2007-2013 nell'ambito del P.I.A.R. Monti Reventino, Tiriolo e Mancuso alla Comunità Montana Monti Reventino, Tiriolo, Mancuso, su proposta del Comune di Cicala. Le attività operative, ideate e realizzate dalle società S.I.T.E.F. S.A.S. E ENTO PAN S.R.L., sono state svolte dallo Chef Vincenzo Salvatore Torchia, specializzato in cucina, pasticceria, decorazioni dei piatti e della tavola, che da più di 30 anni lavora nel campo della ristorazione.Tale laboratorio, svolto nei locali del Centro Sociale Polivalente Intergenerazionale del Comune di Cicala, è stato altamente sostenuto dalla giovane e propositiva Amministrazione Comunale di Cicala che, con grande determinazione, ha creduto nel progetto e nelle potenzialità del laboratorio come strumento per la riscoperta delle tradizioni culinarie locali e come volano per l'occupazione giovanile e per lo sviluppo del proprio territorio. Gli allievi, infatti, hanno avuto la possibilità di scoprire i segreti del mestiere della ristorazione attraverso il riutilizzo degli ingredienti del territorio, tra tutti la castagna: prodotto principale dei terreni di Cicala e del Reventino. Durante l'evento sarà inoltre presentato alla popolazione locale, che ha aderito all'iniziativa con notevole interesse, entusiasmo e partecipazione, un ricettario, nel quale sono state trascritte le ricette realizzate all'interno del laboratorio, ed un video-clip che presenta tutte le attività svolte all'interno del progetto “Servizi essenziali per l'economia e la popolazione rurale”. Ai partecipanti sarà offerto un buffet di pietanze preparate utilizzando le antiche ricette del luogo, sapientemente realizzate dallo chef Vincenzo Salvatore Torchia con l'ausilio dei corsisti. Attraverso il laboratorio di cucina tipica contadina si può guardare al lavoro con un pizzico di gusto e di tradizione in più.

un’imbracatura di sicurezza né il casco protettivo». Secondo le aziende, «tali attrezzature erano disponibili nel cantiere, ma l’operaio non era tenuto a indossarle perché la sua postazione di lavoro era altrove, in una zona recintata». Incidente spaventoso. A poca distanza ci sono i cantieri di Bagnara. Nel luglio 2011, un quarantunenne di Napoli perde la vita in località Uliverella. È uno degli incidenti più spaventosi. Una gru tocca il cavo ad alta tensione folgorandolo. Un mese prima, di notte, un ventinovenne muore nei pressi di Pontecagnano: il rullo compattatore che stende l`asfalto si ribalta. Nell’ottobre 2011, un operaio sta rimuovendo la segnaletica dal cantiere di Battipaglia. Un autocarro lo travolge. Lascia la moglie e due figli. Nel novembre 2011, un operaio di 27 anni perde la vita tra Campotenese e Morano per il ribaltamento di un elevatore. Su molte di queste vicende, Anas ha espresso il proprio cordoglio e predisposto una commissione d’inchiesta. Nell’immaginario collettivo, nei “cantieri lumaca” del Sud si lavora con lentezza. Nella realtà non è così. Alcuni soggetti non hanno nessuna fretta, mentre altri sono costretti agli straordinari, ai turni di notte, a consegnare il lavoro nel più breve tempo possibile. Anas ha inviato al Parlamento un dettagliato rapporto sulla sicurezza: «Nel 2009, su circa 400 aziende, per una media di quasi 3.300 lavoratori e oltre 5 milioni di ore lavorate, si sono avuti meno di 200 infortuni, di cui 2 mortali, in calo rispetto al 2008, quando vi sono stati oltre 200 infortuni, di cui 1 mortale. A febbraio del 2010, a fronte di un pari numero di imprese, risultavano impiegati quasi 3.400 lavoratori». Il rapporto del Senato puntualizza: «Come hanno ammesso i rappresentanti del Contraente generale, se gli affidatari di primo livello sono in genere imprese che garantiscono elevati livelli di qualità e sicurezza, il problema nasce negli affidamenti dei subappalti successivi, dove non sempre le imprese sono qualificate e si viene a perdere quel filo conduttore

che dovrebbe garantire che tutti gli operai siano formati e informati sulle nuove tecniche costruttive e sui rischi che si corrono nell`ambiente lavorativo». Appaltare con lentezza Il ruolo negativo della ‘ndrangheta riguarda anche la sicurezza sui cantieri: «Molte imprese subiscono estorsioni anche con l’imposizione dell’assunzione di determinati lavoratori, tanto che molti sindacalisti hanno ormai remore a svolgere la loro attività presso i cantieri perché non sanno neanche se possono fidarsi di chi hanno a fianco». Nei macrolotti la sicurezza è privatizzata: è uno dei compiti affidati al Contraente generale. «La legge obiettivo lo definisce testualmente come un “concessionario con l’esclusione della gestione dell’opera”, un istituto che non esiste negli altri ordinamenti europei», dice a FaiNotizia.it

Ivan Cicconi, uno dei massimi esperti di lavori pubblici. «Si occupa del progetto esecutivo, gestisce gli espropri e la direzione dei lavori. Ha un potere enorme ma non deve recuperare alcunché dalla gestione dell’opera. Oggettivamente, questo istituto tende a stimolare nell’imprenditore privato la ricerca del profitto. Non perché sia un delinquente, ma perché vuole ricavare il massimo della convenienza. E la sua convenienza è quella di far durare il più a lungo possibile i lavori. E aumentare i costi». «In alcuni dei cantieri gli orari sono molto allungati, ben oltre le otto ore di lavoro. In questi casi il rischio che capiti un infortunio è più alto», ci dice Manola Cavallini, sindacalista della Fillea Cgil. «Ma oggi gli operai sono più preoccupati di perdere il lavoro che pezzi della loro vita».

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Venerdì 25 Maggio 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

MORIRE ANCORA IN CORSIA La Procura ha aperto un’inchiesta sul decesso di Maria Grazia Carofiglio

L’

Felice Stanca

i ultima morte in corsia rimane una specie di mistero. L’esposto dei familiari di una cinquantenne cosentina ha innescato l’inchiesta del pm Giuseppe Visconti che oggi sfocerà nell’autopsia. Un accertamento tecnico irripetibile sul corpo di Maria Grazia Carofiglio che dovrebbe fornire le prime verità sull’improvviso decesso registrato all’ospedale civile nella notte tra martedì e ieri. È probabile che, comunque, gli esperti della Procura chiederanno del tempo per redigere la loro relazione dettagliata sugli esiti degli accertamenti anatomopatologici e istologici necessari per comprendere cosa sia effettivamente acca-

L’inchiesta che Dario Granieri ha affidato al suo sostituto Visconti verte contro persone da identificare

duto in corsia. L’inchiesta che lo scrupoloso procuratore capo, Dario Granieri, ha affidato al suo sostituto Visconti contro persone da identificare, ha, comunque, già fatto registrare la tradizionale liturgia delle acquisizioni della cartella clinica e dei registri terapeutici che serviranno ai consulenti per ricostruire la storia recente della sventurata. La perizia disposta dalla Procura punta ad accertare le

cause del decesso della paziente e se la sua morte sia dipesa in qualche modo da condotte colpose da parte del personale medico che l’ha avuta in cura. L’ipotesi per la quale si procede è quella di omicidio colposo. I parenti della donna si sono rivolti alla magistratura chiedendo che sia fatta chiarezza sulle condizioni cliniche che hanno determinato l’improvviso decesso. Nell’esposto, che reclama

verità e giustizia, i familiari hanno ricostruito le dolorose tappe del presunto calvario della loro parente. Una storia clinica cominciata qualche settimana fa quando Maria Grazia Carofiglio arrivò al pronto soccorso dell’”Annunziata” intubata. Ma in terapia intensiva non c’erano posti e così venne dirottata a Lamezia. Nell’ospedale civile della Piana, la donna sarebbe rimasta per una decina di giorni in Rianimazione e, successiva-

mente, trasferita in Medicina. Quindi, fu trasferita a Cosenza, in Psichiatria. I medici del reparto l’avrebbero sottoposta a una serie di accertamenti e di consulenze per calibrare la terapia. Le ultime analisi, un elettrocardiogramma e una radiografia del torace, sarebbero state eseguite martedì mattina. Le condizioni di salute di Maria Grazia Carofiglio, pur se gravi, non sembravano preoccupanti. La donna era affetta da alcune patologie di tipo organico evidenziate dagli accurati controlli ai quali era stata sottoposta. I sanitari l’avevano inquadrata come «paziente impegnativa» dal punto di vista medico ma i suoi disturbi non sembravano allarmanti. E, invece, Maria Grazia, martedì sera, s’è addormentata nel suo letto in corsia e non s’è più risvegliata. Il suo cuore si è fermato all’improvviso sorprendendo gli stessi sanitari del reparto che, ancor prima dell’intervento dell’autorità giudiziaria, avevano chiesto alla Direzione ospedaliera l’autopsia per accertare le cause del decesso della donna.


4 il Domani dello Sport

Venerdì 25 Maggio 2012

CRONACA CALABRIA

CEMENTO DEPOTENZIATO, TUTTI ASSOLTI CRONACA Il fatto non sussiste per i 9 imputati per la tratta Settingiano-Lido

N

essuna responsabilità penale: tutti assolti. Si è concluso con il dispositivo letto nel primo pomeriggio di ieri dal gup Abigail Mellace il processo con rito abbreviato a carico di nove persone coinvolte nell’inchiesta sul presunto utilizzo di cemento depotenziato nella realizzazione della linea ferroviaria Settingiano-Catanzaro Lido. Decisivo per il verdetto del giudice delle udienze preliminari è stato l’esito della consulenza tecnica disposta dallo stesso gup ad un passo dalla conclusione del procedimento ed in base alla quale il materiale “incriminato” non sarebbe stato tale da costituire un pericolo per la stabilità della nuova struttura ferroviaria. La dott.ssa Mellace ha dunque assolto perché il fatto non sussiste: Eugenio Sgromo, 41 anni, di Curinga, amministratore legale della Euro Bitume; Sebastiano Sgromo, 44 anni, di Curinga, amministratore di fatto della Euro Bitume; Giancarlo Romani, 50 anni, di Napoli, e Francisco Daniel Muratore, 52 anni, nato in Argentina ma residente in provincia di Vercelli; Francesco Carè,

na nei migliori dei modi – sostiene Fonte – la vicenda che sin dalla fase iniziale delle indagini era stata fuorviata da una consulenza tecnica del pubblico ministero parziale e, dunque, priva di alcun pregio argomentativo. Avevamo invocato nell’immediatezza, nell’esclusivo interesse dei nostri assistiti, anche mediante una nostra consulenza tecnica, l’assoluta insussistenza di ognuna delle contestazioni fatte nei loro confronti. Oggi, finalmente, con una sentenza emanata all’esito di una perizia ineccepibile – conclude l’avvocato Fonte – i fratelli Sgromo vengono riabilitati nella loro duplice veste di uomini e di industriali onesti». Altri due indagati Deve ancora concludersi l’udienza preliminare per gli ultimi due accusati, Salvatore Mazzei, 53 anni, di Sambiase, e Cesare Ammirato, 61 anni, di Catanzaro, che hanno scelto il rito ordinario; nelle prossime settimane il gup Mellace dovrà decidere se proscioglierli o mandarli a processo.

48 anni, di Vibo, Aristodemo Busillo, 40 anni, di Salerno, Francesco Ferdinando Crocetto, 43 anni, di Muro Lucano, Pasquale Petrocelli, 36 anni, di Lagonegro, e Filippo Salvadori, 62 anni, di Roma, rispettivamente direttori di cantiere, direttori dei lavori e direttori tecnici (tra gli avvocati impegnati Francesco Gambardella, Giuseppe Fonte, Sergio Laganà, Filippo Di Nacci, Eugenio Battaglia), per i quali il pubblico ministero aveva invece chiesto condanne variabili fra i 2 anni ed un anno e 4 mesi di reclusione. Nell’ambito dell’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Gerardo Domninijanni, sono stati contestati i reati di frode nelle pubbliche forniture aggravata, truffa aggravata ed attentato alla

Soddisfatto per l’esito del processo l’avvocato Giuseppe Fonte che con Gambardella ha difeso i 9 imputati

sicurezza dei trasporti aggravato. I nove assolti sono imprenditori e direttori dei lavori che si sono occupati della realizzazione dell’opera finita al centro delle indagini. Le persone inizialmente indagate erano tredici, ma per due di loro il pm ha chiesto l’archiviazione mentre per altre due (come riferiamo nel box) a fianco il processo continua nelle forme del rito ordinario. All’inizio del novembre 2010, sempre nell’ambito della medesima inchiesta, gli inquirenti hanno disposto il sequestro del tratto della linea ferroviaria incriminato, perché le Ferrovie dello Stato – parte offesa nel procedimento – potessero eseguire i lavori necessari per ripristinare le condizioni per la sicurezza della tratta. Oggi tutte le accuse sono cadute. Le motivazioni della decisione del giudice saranno depositate nelle prossime settimane. Soddisfatto per l’esito del processo l’avvocato Giuseppe Fonte che, insieme a Francesco Gambardella, difende i fratelli Eugenio e Sebastiano Sgromo. «Termi-

Precisazione dell’Assessore

L

’ assessore ai lavori pubblici della Regione Calabria, Giuseppe Gentile - informa una nota dell'Ufficio stampa - in riferimento alle ultime vicende relative al bando sull'edilizia sociale ed il ripetersi e la divulgazione di informazioni non sempre corrispondenti alla realta', precisa che ''le indagini portate avanti dalla Procura della Repubblica di Catanzaro altro non sono che il naturale sbocco di un esposto presentato dall'imprenditore Giuseppe Gatto, legale rappresentante della Gatto Costruzioni spa. Si tratta, in sostanza, di una legittima attivita' investigativa che non solo non prova l'esistenza dei fatti evidenziati nel succitato esposto ma che, allo stato, non ha neppure portato ad una benche' minima contestazione relativa ai richiamati reati di falso ideologico ed abuso di ufficio. Quanto alla delibera di Giunta n. 622 del 20 settembre 2010 ed alle connesse circostanze che proverebbero l'esistenza di presunte irregolarita' nella procedura in questione, si tratta di elementi del tutto insignificanti e soprattutto smentiti per tabulas dall'attivita' posta in essere dalla Regione Calabria. Vero e' che con la delibera n. 622 la Giunta regionale si e' limitata a prendere atto che l'eventuale annullamento del

bando e degli atti consequenziali concretava attivita' di natura gestionale e come tale di esclusiva competenza del Dipartimento di riferimento, che poi a tanto ha provveduto. Il Giudice amministrativo ha avallato l'operato regionale confermando la correttezza dell'iter procedimentale seguito, posto che con distinte pronunce cautelari il Consiglio di Stato ha dapprima sospeso l'esecutivita' delle sentenze del Tar Calabria ''al fine di consentire il completamento della nuova procedura'' (fra le tante, ordinanza n. 4468/2011) ed, in seguito, ha consentito di formalizzare, in favore delle imprese utilmente collocate nella nuova graduatoria, ''la concessione del relativo finanziamento'' (fra le tante, ordinanza n. 1141/2012). Cosi' come la tanto sbandierata violazione dell'ordinanza n. 885/2011 con cui il Consiglio di Stato, secondo il Gatto aveva sospeso il nuovo procedimento, in realta' non e' altro che una vera e propria ''boutade'' considerato che, per come ampiamente chiarito dal Tar Calabria con l'ordinanza n. 203/2012, l'intervento del Consiglio di Stato era diretto ad una sollecita fissazione dell'udienza di merito, puntualmente effettuata dal Tar e peraltro rinviata piu' volte su richiesta proprio della difesa del Gatto.


Venerdì 25 Maggio 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

CRIMINALITA’ ORGANIZZATA E ASP CRONACA E’ il princiaple motivo della proroga per altri sei mesi del decreto Napolitano

S

ono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale le motivazioni poste alla base della proroga di sei mesi della gestione commissariale dell’Azienda sanitaria provinciale. Il decreto – firmato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il 2 maggio scorso sulla scorta di una relazione del ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, che ne costituisce parte integrante – rimarca prioritariamente il non esaurimento da parte della Commissione straordinaria dell’azione di recupero, bonifica e risanamento complessivo dell’Azienda sanitaria provinciale «ancora segnata dalla malavita organizzata». Per tale motivo – atteso che la tutela «di interessi primari richiede un ulteriore intervento dello Stato per il ripristino dei principi democratici e di legalità» – si è resa necessaria una proroga della gestione

Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale le motivazioni poste alla base della proroga al Decreto del Capo dello Stato

commissariale. È la relazione del ministro del 27 aprile scorso, elaborata sulla base di quella del prefetto di Vibo del 19 aprile, a spiegare le ragioni della scelta e ad illustrare dettagliatamente tutte le criticità rilevate in «un ambiente che, a causa del grave degrado in cui versa da tempo, stenta ad affrancarsi dal radicato sistema di diffusa arbitrarietà». Proprio per questo, la relazione evidenzia in primis che «l’avviata attività di recupero dell’Asp non può ritenersi completata», in quanto sebbene «l’inefficienza generalizzata, nonchè gli aspetti di disorganizzazione e diseconomicità accertati nella fase di accesso, possano ritenersi attenuati a fronte di una gestione più ordinata, l’insieme dell’apparato amministrativo non può ancora ritenersi rispondente ai principi di buon andamento». Nella relazione vengono quindi posti in rilievo i progetti più rilevanti «tuttora in fase di attuazione», finalizzati ad una gestione amministrativa «capace di resistere alle interferenze delle organizzazioni criminali». Fra questi vi è «la verifica del patrimonio immobiliare», con la predisposizione «dell’inventario dei beni immobili e la produzione della relativa documen-

Nella relazione vengono quindi posti in evidenza i progetti più rilevanti finalizzati ad una gestione amministrativa tazione», in attuazione di un’iniziativa «disposta dall’Agenzia del Territorio». Il perfezionamento di tali adempimenti «comprende anche le operazioni di accatastamento e trascrizione nella conservatoria dei registri immobiliari» e si è reso necessario per poter procedere – dopo l’assenso della Regione – alla «dismissione del patrimonio disponibile». Tale procedura prevede «alcune delicate fasi, come la stima degli immobili, che è opportuno vengano svolte durante il periodo di

gestione commissariale». Un’ulteriore «importante iniziativa» attiene invece «alla verifica dello stato degli immobili aziendali, che comprende anche i presidi ospedalieri», essendo emersa «la necessità, indifferibile, di aggiornare ed in alcuni casi predisporre ex novo, progetti di ristrutturazione degli stessi, con la previsione di cantierizzazioni dei lavori sin dai prossimi mesi». A tale scopo, con particolare riguardo «agli interventi di messa in sicurezza», sarebbero in corso dei contatti con «le competenti autorità regionali, per fare in modo che i necessari finanziamenti, quantificabili in circa 14 milioni di euro, possano pervenire nel periodo di gestione straordinaria». Particolarmente «impegnativa» si sarebbe poi rivelata «la riorganizzazione dei servizi dell’Asp, che ha comportato la revisione degli assetti degli

uffici amministrativi, la definizione della dotazione organica e l’elaborazione dell’atto aziendale, necessario per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo, cui è sottoposto il sistema sanitario in Calabria». L’approvazione del suddetto atto, da parte della Regione, consentirà inoltre «all’organo di gestione straordinaria di procedere alla definitiva regolarizzazione della rete ospedaliera», definendo «in modo più razionale l’organizzazione dei servizi, con la rotazione degli incarichi ed il trasferimento del personale nelle diverse strutture aziendali». La commissione straordinaria – composta dal prefetto Vincenzo Indolfi, dal viceprefetto Rosanna Bonadies e dal dirigente Marco Serra – a breve procederà infine «al conferimento di alcuni incarichi relativi a posizioni di vertice nell’Azienda sanitaria».


6 il Domani dello Sport

Venerdì 25 Maggio 2012

SPORT CALABRIA

GIORNI DECISIVI PER IL TECNICO

HINTERREGGIO Di Maria sempre il favorito ma non sono esclusi colpi di scena

G

Luca Ogrilio

iornata importante in casa Hinterreggio, con la società che incontrerà il tecnico Gaetano Di Maria. Nel previsto summit tra proprietà e allenatore, si deciderà sul futuro della panchina del club biancoazzurro. Di Maria si o Di Maria no? E' questa la margherita che il presidente Pellicanò deve necessariamente sfogliare, in vista dell'esordio tra i Professionisti. E' vero che la società si è guardata intorno, non per sfiducia o altro verso Di Maria, ma semplicemente capire l'offerta del mercato. Tanti i tecnici disoccupati che guardano con interesse al posto all'Hinterreggio. E' anche vero che la società non ha individuato un profilo interessante che possa sostituire l'allenatore siciliano, almeno al momento. Oggi, se ne saprà di più. Maria si o Di Maria no? Que-

sto è il dilemma in casa Hinterreggio. La sensazione è che il tecnico della storica prromozione resti anche se bisogna che i progetti siano a lungo termine e non nsolo tesi alla salvezza nella prossima stagione. Intanto, si sta allenando al centro sportivo, anche Jonis Khoris, centrocampista ex Reggina, che potrebbe essere il primo acquisto per la nuova stagione. Anche in questo caso però, c'è da attendere la fumata bianca su Di Maria o sul nuovo mister.

Tanti i tecnici disoccupati che, nel caso Di Maria non firmi il nuovo contratto, sono pronti alla panchina della neo promossa

ULTIMA PARTITELLA

REGGINA Si è svolta al Sant’Agata la prova per l’ultima gara

C

onsueta partitella infrasettimanale per la Reggina di Roberto Breda, giunta oramai agli sgoccioli della sua stagione calcistica. Sabato sera, davanti al pubblico amico, l'epilogo dell'annata al cospetto di un Vicenza costretto a vincere a tutti i costi. Sparring partner del pomeriggio, la formazione Primavera di Antonio Venuto. Nella prima frazione di gioco, amaranto con il seguente schieramento: 5-3-2 con Zandrini in porta, da destra verso sinistra, Melara, Freddi, Emerson, Angella

e Rizzato in difesa, Rizzo, Castiglia e Barillà in mediana, Ragusa e Ceravolo in avanti. Poco o nulla da segnalare nella prima frazione di gioco, al di là di qualche buon movimento di Ragusa. Nella ripresa, un altro undici in campo, sempre schierato con il 53-2 con il giovane portiere Leone fra i pali, da destra verso sinistra, Maicon Da Silva, Adejo, D'Alessandro, Marino e Colombo, Armellino, De Rose e Angelilli sulla mediana, Louzada e Bonazzoli in avanti. Da notare la presenza dell'attaccante classe '90

Manuel Angelilli, in prova da Città di Marino, formazione che milita nel campionato di serie D. Il calciatore, che ha spesso giostrato tra trequarti e esterno d'attacco, ha mostrato qualche buon numero, ma è effettivamente presto per poterlo giudicare complessivamente. Seconda frazione ben più interessante della prima, con qualche buon colpo del giovane attaccante brasiliano Louzada, ma anche di De Rose, apparso molto voglioso, e dell'altro brasiliano Maicon: chissà se sabato sera toccherà a loro.

Carta bianca a Ciccio Cozza per la prossima stagione

A

ll'allenatore giallorosso la responsabilità di scegliere gli uomini per la Prima divisione. E Cosentino sarà a Catanzaro tutti i giorni per risolvere la grana stadio. «La squadra la faccio io e me ne prendo tutte le responsabilità». Un Ciccio Cozza a tutto campo, in questa conferenza stampa dell'Uesse di fine maggio. Dopo i festeggiamenti e le passerelle per la promozione in Prima divisione, ma soprattutto dopo le dimissioni di Sorace, l'ex fantasista di Cariati si propone sempre più come uomo simbolo del Catanzaro di Cosentino. Il Presidente, in onore di quel binomio con il suo allenatore che ha più volte sponsorizzato, lascerà che sia Cozza a scegliere i giocatori funzionali al progetto. A Filippo Vetrini, questa stagione ds del Gavorrano, non è stato offerto alcun incarico. La sua presenza quest'oggi a Catanzaro è stata definita dalla stessa società giallorossa "amichevole". E se arrivasse un ds? Cozza anche qui è perentorio: «Dovrà portare a Catanzaro i giocatori che voglio io, altrimenti meglio non arrivi nessuno». Tra dieci giorni conosceremo i nomi dei primi acquisti, calciato-

ri che, è stato ribadito anche oggi, verranno a Catanzaro per portare i Giallorossi in B entro i prossimi due anni. Con D'Agostino della Triestina c'è già l'accordo mentre è saltato definitivamente l'ingaggio dall'Arzanese Sandomenico. Se non dovesse rimanere Masini- si attende la fine del campionato di B per conoscere le pretese dell'Ascoliarriveranno tre attaccanti, uno dei quali potrebbe essere il bomber Fioretti. Ottimismo invece per la riconferma di Squillace. Sul rinnovo di Giampà, evidentemente molto atteso dalla tifoseria, Cozza ha spiegato: «Io ci tengo che resti con noi» e Cosentino:«Dobbiamo incontrarci, la proposta è stata fatta. Speriamo che ci venga incontro». Si è parlato anche di Stadio, ovviamente. «La colpa è dell'ingegnere Martucci che non ha depositato il progetto come mi aveva promesso - ha sostenuto Cosentino - e ad oggi non esiste un progetto per lo stadio». Il presidente ha spiegato che sarà a Catanzaro tutti i giorni finchè la questione "Ceravolo" non verrà risolta. A breve vi proporremo il resconto completo (con video) del nostro inviato Francesco Panza.


Venerdì 25 Maggio 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT INTERNAZIONALE

DROGBA-DI MATTEO FUTURO ITALIANO? P MONDO GOL Le grandi manovre del Chelsea

ossibile futuro italiano per Didier Drogba: la Cina resta l'ipotesi pi probabile ma l'attaccante ivoriano ` molto tentato dall'offerta della Juventus. Un biennale da 2,5 milioni di euro a stagione, pi bonus: ` questa la proposta del club bianconero, scrive oggi il Sun. Mercoledç Drogba aveva annunciato il suo addio al Chelsea, assicurando per " di non aver ancora firmato per i cinesi dello Shanghai Shenhua, il club allenato dall'amico Nicolas Anelka che lo insegue da tempo. Adesso la tentazione Juventus potrebbe definitivamente convincerlo a restare in Europa. Il mercato delle big inglesi nel frattempo continua a ruotare attorno al fantasista belga Eden Hazard. Ora anche l'Arsenal, dopo le due squadre di Manchester e il Chelsea, ha bussato alla porta del Lilla offrendo quel tesoretto (35 milioni di euro) in precedenza stanziato per Mario Gotze, che per " ha deciso di restare al Borussia Dortmund (Daily Star). Cosç il City corre ai ripari, nel caso l'asta per Hazard raggiungesse cifre da capogiro. Roberto Mancini ha gi & indicato un'alternativa: si tratta di Javi Martinez, 23/enne stella dell'Athletic Bilbao (Daily Mail). Reduce dall'ottima stagione in prestito con la maglia del Feyenoord (20 gol in 23 presenze), John Guidetti, 20/enne attaccante svedese di

origine italiana e di propriet & del Manchester City, potrebbe presto firmare per lo Swansea Appare sempre più inevitabile l'addio di Roberto Di Matteo: secondo le indiscrezioni trapelate da Stamford Bridge (e riportate dal Sun) il tecnico italiano avrebbe rifiutato l'accordo annuale propostogli dal Chelsea. Secondo il tabloid, Di Matteo non ha intenzione di restare alla guida dei blues senza un contratto pluriennale. La soluzione ponte, in attesa dell'arrivo di Pep Guardiola, non gli interessa dopo aver vinto Fa Cup e Champions League nelle sue 11 settimane sulla panchina del Chelsea. Domani il tecnico partirà per le vacanze, ma a meno di clamorosi ripensamenti il prossi-

mo anno non allenerà più il Chelsea. Anche perchè l'Aston Villa resta in cerca di un allenatore ed a Di Matteo non dispiacerebbe tornare ad allenare un club di Birmingham dopo l'anno e mezzo con il West Bromwich. «Sappiamo che Robbie potrebbe andare ad allenare altrove - ha confermato il direttore generale del Chelsea, Ron Gourlay -. Ma ha sempre saputo come avremmo scelto il prossimo allenatore. Non appena saremo pronti per discutere, nei prossimi giorni o settimane, Robbie sarà il primo ad essere informato. Il prossimo ritiro comincerà il prossimo 4 luglio e sarebbe opportuno che per quella data avessimo un nuovo allenatore».

Galliani: «Il Milan non vende nessuno, più che altro acquista» urante l'incontro di D San Siro, Milan Junior-Il Milan per i Giovani, l'ad rossonero Adriano Galliani ha voluto fare una sorpresa ai presenti ed ha fatto salire sul palco della conferenza Gabriel Vasconcellos Ferreira. In attesa del comunicato stampa che sancirà l'arrivo

in rossonero del portiere del Cruzeiro con tutti i crismi dell'ufficialità, Adriano Galliani lo ha presentato come portiere campione del Mondo Under 20, come uno dei nuovi portieri rossoneri e gli ha dato l'arrivederci a Milanello, a Luglio, per la fase di preparazione.


8

il Domani dello Sport

Venerdì 25 Maggio 2012

SPORT NAZIONALE

RISCHIO FISCHI ALL’INNO DI SPAGNA

MONDO GOL Stasera la finale di Copa del Rey tra i catalani e i baschi

D

omani finale Barcellona-Bilbao. Rischio fischi inno e incidenti Vigilia della finale della Coppa del Re fra Barcellona e Athletic Bilbao segnata delle polemiche sull'indipendentismo, mentre oltre 50.000 tifosi delle due squadre cominciano ad arrivare a Madrid per l'incontro, che sarà disputato domani alle 21.30 nello stadio Vicente Calderon, dove gioca abitualmente l'Atletico Madrid (il Real Madrid ha rifiutato l'uso del più grande e prestigioso Santiago Bernabeu, a motivo di lavori in corso nell'impianto). Ad accendere la scintilla nei giorni scorsi, la presidente della Comunità di Madrid, Esperanza Aguirre (PP), che ha evocato i fischi all'inno nazionale e al re Juan Carlos che tre anni turbò la finale fra le due stesse squadre allo stadio Mestalla di Valencia. E ha chiesto, in caso di nuove manifestazioni di oltraggio ai simboli nazionali, che la finale venga sospesa o giocata a porte chiuse. Le reazioni non si sono fatte attendere: dall'opposizione politica allo stesso Partito Popolare, e praticamente dall'intero ambito sportivo, si sono levate voci contrarie alla Aguirre. A cominciare dal presidente del Barcellona, Sandro Rosell, e

C’è il serio rischio che al Vicente Calderon baschi e catalani si uniscano per fischiare l’inno spagnolo

dal vicepresidente Carles Vilarrubi, che in dichiarazioni ai media hanno sottolineato: «Andiamo a giocare a calcio, non a fare politica». Tutto questo avviene dopo che nei giorni scorsi i partiti politici nazionalisti e indipendentisti, sia baschi sia catalani, hanno chiesto davanti al Congresso che le nazionali delle comunità autonome possano competere a livello internazionale, seppure senza incitare in alcun modo a fischiare l'inno nazionale nella finale di Coppa del Re. Chi lo ha fatto è stata, invece, la piattaforma basca Esait, che attraverso la sua pagina web ha esortato alla «rivendicazione più sonora possibile durante l'intera partita, soprattutto mentre suona l'inno di chi ci nega l'ufficialità». A questo clima infuocato si aggiunge la manifestazione 'in difesa della bandierà, convocata per domani nel centro di Madrid da vari gruppi di estrema destra, autorizzata dal Tribunale superiore di giustizia, dopo essere stata vietata dalla Prefettura. Per l'evento sportivo, dichiarato ad alto rischio, la polizia ha preparato un imponente dispositivo di sicurezza, con oltre 2.300 agenti, vigili urbani, poliziotti a cavallo ed elicotteri, schierati in città e in prossimità dello stadio. Il ministro dell'Interno, Jorge Fernandez Diaz, ha lanciato un appello alla calma e ha annunciato che sta considerando di far pagare le altre spese della sicurezza, in tempi di grave recessione come questi, ai club di calcio o si privati: quindi una sorta di canone, sul tipo di quello già applicato per gli eventi sportivi ciclistici.

Pato e Thiago Silva alle Olimpiadi

P

ato, come under 23, e Thiago Silva, come over 23, sono fra i 23 convocati di Mano Menezes, ct del Brasile, che prenderanno parte al ciclo di quattro amichevoli in preparazione dei Giochi Olimpici di Londra 2012. La Seleçao affronterà sabato 26 maggio ad Amburgo la Danimarca, il 30 maggio a Washington D.C. gli Usa, il 3 giugno a Dallas il Messico ed il 9 giugno in New Jersey l'Argentina. Dopo queste 4 gare, i 23 convocati scenderanno a 18. Si tratta di un

ciclo di partite importanti per il ritorno alla piena attività agonistica per Pato, ufficialmente guarito dopo l'ultima risonanza di ieri, e per Thiago Silva, assente dai campi di gioco dallo scorso 24 Marzo. Il Torneo Olimpico di calcio, per il Brasile, inizierà il 26 Luglio. Questo il calendario: 26 Luglio, Brasile-Egitto, 29 Luglio, Brasile-Bielorussia, 1 Agosto, BrasileNuova Zelanda. I turni successivi in caso di qualificazione: Quarti di finale, 4 Agosto, Semifinali, 7 Agosto, Finali, 10 e 11 Agosto.

Europei in diretta con la Gialappa’s

D

opo l'enorme successo ottenuto con i Mondiali FIFA 2010, RTL 102.5 ha acquistato i diritti per trasmettere le radiocronache degli Europei che si terranno in Polonia e Ucraina dall'8 giugno al 1° luglio. Il palinsesto di RTL 102.5 sarà arricchito di appuntamenti interamente dedicati: innanzitutto il grande ritorno del trio della Gialappàs Band che seguirà le partite in diretta. Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto commenteranno gli Europei con le loro inimitabili radiocronache. RTL 102.5 coprirà integralmente la manifestazio-

ne con l'inviato Paolo Pacchioni che sarà al seguito della Nazionale Italiana e che si collegherà ogni giorno in diretta per tutte le notizie più aggiornate dagli Europei. Caputi condurrà la rubrica «Speciale Europei» tutti i giorni alle 13.00, alle 20.00 e alle 23.00 commentando i risultati e facendo il punto. Inoltre la redazione di RTL 102.5 avrà un altro appuntamento fisso: si parte il 30 maggio con la rubrica «Diario Azzurro» in onda tutte le mattine all'interno di «Non stop News». Approfondimenti nei notiziari e finestre informative.


10

il Domani dello Sport

Venerdì 25 Maggio 2012

SPORT NAZIONALE

«OGBONNA CON NOI ANCORA UN ANNO» TORINO Ventura, che ha riportato dopo due anni il Torino in A, è lapidario

O

gbonna penso che debba restare ancora un anno con noi: è un giocatore dalle qualità importanti e se deve andare in una grande squadra non deve farlo per far parte di una rosa, ma per essere protagonista. Penso che un anno di A con il Torino, dove può muoversi serenamente, senza avere l'obbligo di dimostrare qualcosa, gli farebbe solo bene. Invece è difficile l'arrivo di Ranocchia: ha passato una stagione difficile, ma se

sta bene deve rimanere all'Inter perchè se la merita. Certo se non sta bene e vuole

«Ogbonna resterà ancora un anno con noi. E’ un giocatore fondamentale e noi ne avremmo bisogno»

tornare da me io sono a disposizione». Lo ha dichiarato l'allenatore del Torino, Giampiero Ventura, ieri sera, nel corso del programma 'Calciomercatò in onda su Premium Calcio. «Il Torino è una piazza esigente perchè è un pezzo di storia del calcio italiano ed è normale che ci siano delle pressioni: il nostro grande successo, oltre che quello di essere stati promossi in A, è stato di ridare fiducia e orgoglio ai tifosi, che a inizio anno erano un

pò scettici. Ora abbiamo l'obbligo di non fare errori aggiunge l'allenatore granata-, o almeno di farne pochissimi. Non so quanto durerà il ciclo Ventura al Torino, per ora punto ad arrivare a settembre: diventerei l'allenatore più longevo dell'era Cairo». Infine una battuta anche su Giovinco «lo vedrei bene al Torino (ride, ndr): è un fuoriclasse ed è difficile che rimanga a Parma, ma secondo me, più che nella Juven-

tus, avrebbe voglia di mettersi in mostra in un'altra grande squadra».

«Giovinco lo vedrei bene con il Torino. A me piacciono i giocatori di classe e fantasia. Lui è un fuoriclasse»

Oggi partono le finali Acli a Napoli, Ferrara a Nisida, premiato Mazzarri

T

remila ragazzi da tutta Italia pronti a sfidarsi nel nome dello sport e dei suoi valori sui campi e nelle palestre di tutta la Campania. È questo il dato più forte della tre giorni della prima edizione di Us Acli Sport in Tour che porta a Napoli da domani a domenica, le finali nazionali di un tour sportivo che ha toccato già Padova, Roma e Palermo. I migliori atleti delle gare che si sono svolte nelle tre città si troveranno quindi a Napoli per le finali. Ma la tre giorni napoletana dell'Unione Sportiva dell'Acli, che è ente di promozione sportiva, sarà anche l'occasione per una serie di incontri, che si svolgeranno a Castel dell'Ovo, e discussioni sullo stato dello sport italiano, sulla sua incidenza nel sociale e nella promozione dei valori di lealtà sportiva. Tra gli incontri più attesi la seconda edizione del Premio Enzo Bearzot, che verrà consegnato all'allenatore del Napoli Walter Mazzarri sabato mattina. «Ma la scelta di Napoli come sede delle finali - spiega Marco Galdiolo, presidente

dell'Us Acli - era stata fatta già prima che la qualificata giuria assegnasse il premio a Mazzarri - volevamo infatti puntare con forza sul mezzogiorno e ci sembrava perfetto farlo da Napoli. Qui promuoveremo i valori dello sport come abbiamo già fatto nei mesi scorsi con le tappe in giro per l'Italia che hanno coinvolto in totale circa 15.000 ragazzi, sotto l'egida dello sport per tutti e dell'inclusione sociale». Temi su cui anche i media dovranno fare la loro parte: se ne discuterà sabato nel convegno «Il racconto dello sport vero», in programma a Castel Dell'Ovo prima della consegna del premio Bearzot e a cui parteciperanno anche il presidente del Coni Gianni Petrucci e il presidente della Figc Giancarlo Abete. «Anche i media - ha sottolineato Galdiolo - devono mettersi in gioco mettendo in mostra un lato meno agonistico ma più vero dello sport che altrimenti rischia di diventare invisibile».


12 il Domani dello Sport Venerdì 25 maggio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE Russia-Uruguay

Gamba O.-Sagan Tosu

«1»

«2»

2.30

3.85

ARGENTINA Clausura

E’ un turno pro-Boca Jrs Tigre e Newell’s, è dura Boca capolista va ICruz:llall’assalto del Godoy «1». L’impegno più difficile lo ha l’Arsenal con l’Estudiantes. Si va sul sicuro con «X2». Il Newell’s dovrà fare molta attenzione al San Lorenzo. Piace la «X». Stesso discorso per il Tigre che fa visita all’Atl. Rafaela. Doppia «1X». L’All Boys spera in un Lanus demoralizzato. «2» da prendere. In coda, spicca lo scontro tra San Martin e Olimpo:

«X» di base. Il Banfield spera nell’ Argentinos Jrs per un risultato positivo. Si può giocare la «X». Piacciono gli «1» del Belgrano e del Colon, contro il Velez reduce dalla C. Libertadores.

Il pronostico di TS Boca Jrs - Godoy Cruz Lanus - All Boys San Martin - Olimpo

1 2 X

La possibile sorpresa Argentino Jr - Banfield

Classifica

PT G

BOCA TIGRE ARSENAL NEWELL’S ALL BOYS VELEZ COLON ESTUDIANTES UNION SANTA FE BELGRANO ARGENTINOS JR LANUS SAN LORENZO ATL. RAFAELA INDEPENDIENTE RACING SAN MARTIN GODOY CRUZ OLIMPO BANFIELD

29 28 28 28 27 24 22 22 21 21 20 20 18 17 17 15 15 11 11 10

8 8 8 8 7 6 5 6 5 5 5 6 4 4 5 4 4 1 3 2

BELGRANO COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS

0-0 = 0-1 ▼ 0-0 = 2-0 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = . . .

RETI F S

5 2 25 4 3 22 4 3 22 4 3 21 6 2 15 6 3 20 7 3 18 4 5 18 6 4 19 6 4 13 5 5 14 2 7 16 6 5 15 5 6 17 2 8 19 3 8 14 3 8 15 8 6 8 2 10 16 4 9 13

ARGENTINOS JR 20 BANFIELD NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO

IN CASA V N P

13 11 13 13 9 12 15 18 18 15 12 16 17 18 24 20 23 16 28 29

4 6 5 5 4 2 5 3 3 2 1 4 2 4 4 3 2 1 3 0

10

2 1 3 1 3 3 2 2 4 5 4 0 3 2 0 2 1 4 0 4

1 1 0 1 1 3 1 2 0 1 2 3 2 2 3 3 4 3 4 4

RETI F S

V

13 8 16 6 13 6 11 4 8 4 6 8 11 5 7 8 10 6 8 7 4 5 11 8 8 7 13 9 11 8 8 8 6 11 4 7 12 15 5 15

4 2 3 3 3 4 0 3 2 3 4 2 2 0 1 1 2 0 0 2

LANUS

0-3 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-3 ▼ . . .

ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE

11

ATL. RAFAELA

FUORI N P 3 3 1 3 3 3 5 2 2 1 1 2 3 3 2 1 2 4 2 0

1 2 3 2 1 0 2 3 4 3 3 4 3 4 5 5 4 3 6 5

RETI F S 12 6 9 10 7 14 7 11 9 5 10 5 7 4 8 6 9 4 4 8

5 5 7 9 5 4 10 10 12 8 7 8 10 9 16 12 12 9 13 14

REGOLAMENTO In Libertadores le vincitrici di Clausura 2012 e Apertura 2013 più le migliori 2 della class. generale più la migliore argentina in Coppa Sudamericana. Le altre 6 squadre meglio piazzatesi nella generale in Sudamericana (esclusi i club retrocessi o ai play-out). Retrocedono le ultime 2 del Descenso. La 17ª e 18ª del Descenso al play-out. A pari punti, per il titolo, si disputa uno spareggio. Per il resto vale la diff. reti.

27

20 ALL BOYS 1-0 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-3 ▼ . . .

OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR

2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 0-0 = 3-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

SAN MARTIN

(15ª GIORNATA)

(16ª GIORNATA)

Godoy Cruz 1-1 PARTITE DAL- Argentinos 18-05 ALJr22-05 All Boys - San Martin 1-0 Banfield - Estudiantes 0-3 Tigre - Newell’s 3-1 Atl. Rafaela - Colon 0-0 Olimpo - Independiente 2-1 Union Santa Fe - San Lorenzo 1-0 Velez - Belgrano 0-1 Racing - Boca 0-2 Arsenal - Lanus 3-1

Argentinos Jr - Banfield 26-05 Lanus - All Boys “ “ San Martin - Olimpo “ “ Atl. Rafaela - Tigre 27-05 Belgrano - Racing “ “ Independiente - Union Santa Fe “ “ San Lorenzo - Newell’s “ “ Boca - Godoy Cruz 28-05 Estudiantes - Arsenal “ “ Colon - Velez 29-05

VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S

BELGRANO

I nostri consigli di gioco

15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15

PARTITE V N P

ARGENTINOS JR BOCA TIGRE COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD

SAN LORENZO GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S TIGRE INDEPENDIENTE

ESTUDIANTES COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO

15 OLIMPO 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-4 ▼ 0-1 ▼ . . .

ALL BOYS TIGRE UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES

21 RACING 0-0 = 1-1 = 1-1 = 0-2 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ . . .

INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON ATL. RAFAELA

18 NEWELL’S 3-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 1-1 = 0-1 ▼ . . .

BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE TIGRE SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN

22 ARSENAL 2-2 = 2-3 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 3-0 ▲ . . .

UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA

1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

15 1-4 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 2-0 ▲ 1-2 ▼ 0-2 ▼ . . .

28 3-0 ▲ 1-1 = 1-1 = 2-1 ▲ 3-1 ▲ 1-3 ▼ . . .

28 0-1 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 3-1 ▲ 4-1 ▲ 3-1 ▲ . . .

LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON TIGRE VELEZ RACING

28

17 TIGRE 0-1 ▼ 3-2 ▲ 0-0 = 2-2 = 1-1 = 0-0 = . . .

BOCA OLIMPO BELGRANO UNION SANTA FE COLON NEWELL’S ATL. RAFAELA SAN LORENZO VELEZ

2-1 1-0 1-1 4-0 1-1 3-1

▲ ▲ = ▲ =

BOCA TIGRE BELGRANO COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL

COLON ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO TIGRE ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ

4-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 1-3 ▼ 0-3 ▼ 1-2 ▼ . . .

ARSENAL ALL BOYS OLIMPO TIGRE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS

29 GODOY CRUZ 1-2 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 2-2 = 0-0 = 2-0 ▲ . . .

SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON

22 VELEZ 2-2 = 1-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 0-0 = . . .

SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON ATL. RAFAELA TIGRE

26 26 25 25 24 24 24 23 23 22 21 21 20 20 20 18 18 17 17 16

(12-14) (14-12) (14-11) (12-13) (13-11) (12-12) (14-10) (13-10) (14-9) (11-11) (12-9) (7-14) (10-10) (8-12) (11-9) (7-11) (8-10) (10-7) (6-11) (7-9)

«OVER» Atl. Rafaela Banfield Olimpo Arsenal Estudiantes Independiente Lanus San Martin Argentinos Jr Tigre Boca Godoy Cruz Velez All Boys Colon Union Santa Fe Newell’s Racing Belgrano San Lorenzo

18 17 17 16 16 14 14 14 13 13 12 11 11 10 10 10 9 9 8 8

(10-8) (7-10) (11-6) (10-6) (9-7) (7-7) (9-5) (6-8) (5-8) (10-3) (6-6) (4-7) (3-8) (4-6) (5-5) (3-7) (3-6) (5-4) (5-3) (3-5)

▲ . . .

INDEPENDIENTE 17 UNION SANTA FE 21 RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO

«UNDER» Belgrano San Lorenzo Newell’s Racing All Boys Colon Union Santa Fe Godoy Cruz Velez Boca Argentinos Jr Tigre Independiente Lanus San Martin Arsenal Estudiantes Banfield Olimpo Atl. Rafaela

1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-4 ▼ 1-3 ▼ 1-0 ▲ . . .

11 0-3 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . . .

24 3-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ . . .

«DISPARI» Godoy Cruz Olimpo Tigre Arsenal Estudiantes Newell’s Argentinos Jr Atl. Rafaela Belgrano Lanus San Martin All Boys Colon San Lorenzo Velez Banfield Independiente Union Santa Fe Boca Racing

20 20 18 17 16 16 15 15 15 15 15 14 14 14 14 13 13 13 11 10

(9-11) (11-9) (11-7) (11-6) (7-9) (5-11) (6-9) (8-7) (11-4) (10-5) (6-9) (7-7) (6-8) (5-9) (5-9) (7-6) (6-7) (8-5) (5-6) (5-5)

«NO GOAL» Racing Boca Banfield Independiente Union Santa Fe All Boys Colon San Lorenzo Velez Argentinos Jr Atl. Rafaela Belgrano Lanus San Martin Estudiantes Newell’s Arsenal Tigre Godoy Cruz Olimpo

24 23 21 21 21 20 20 20 20 19 19 19 19 19 18 18 17 16 14 14

(12-12) (12-11) (10-11) (11-10) (9-12) (10-10) (11-9) (12-8) (12-8) (11-8) (9-10) (6-13) (7-12) (11-8) (10-8) (12-6) (6-11) (6-10) (8-6) (6-8)


Venerdì 25 maggio 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE BRASILE

Classifica

Brasileiro

Fluminense da «1» contro Figueirense sfida in vetta tra Brenseella Fluminense e Figueinella 2ª giornata. Il

le che l’Atl. Mineiro resti a punteggio pieno visto che ospita il Corinthians: «X2». fattore campo potrebbe Una base? L’«1» del Santos. risultare determinante, è da provare l’«1». Il FlamenIl pronostico di TS go punta a scavalcare l’In- Coritiba - Botafogo 2 ternacional. Gara non semAtl. Mineiro - Corinthians X2 plice, potrebbe venir fuori un pari. Dopo il roboante Fluminense - Figueirense 1 1 esordio con il Sao Paulo, il Santos - Sport Recife Botafogo è atteso ad una Le possibili sorprese conferma nell’insidiosa trasferta di Coritiba. Il «2» Gremio - Palmeiras X merita un tentativo. Diffici- Flamengo - Internacional X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(1ª GIORNATA)

(2ª GIORNATA) Atletico Goi. - Ponte Preta 26-05 Flamengo - Internacional “ “ Portuguesa - Vasco da Gama “ “ Atletico Min. - Corinthians 27-05 Coritiba - Botafogo “ “ Fluminense - Figueirense “ “ Gremio - Palmeiras “ “ Nautico - Cruzeiro “ “ Santos - Sport Rec. “ “ Sao Paulo - Bahia “ “

Figueirense 2-1 PARTITE DAL- Nautico 19-05 AL 20-05 Palmeiras - Portuguesa 1-1 Sport Rec. - Flamengo 1-1 Vasco da Gama - Gremio 2-1 Bahia - Santos 0-0 Botafogo - Sao Paulo 4-2 Corinthians - Fluminense 0-1 Cruzeiro - Atletico Goi. 0-0 Internacional - Coritiba 2-0 Ponte Preta - Atletico Min. 0-1

INTERNACIONAL BOTAFOGO PORTUGUESA FLAMENGO ATLETICO GOI. SANTOS SPORT REC. SAO PAULO PONTE PRETA

0-2 . .

. . . . . .

Informazione pubblicitaria

SAO PAULO CORITIBA CRUZEIRO NAUTICO INTERNACIONAL PONTE PRETA CORINTHIANS BAHIA FLUMINENSE

4-2 ▲ . . . . . . . .

1

0 CRUZEIRO

NAUTICO FIGUEIRENSE CRUZEIRO VASCO DA GAMA BOTAFOGO GREMIO ATLETICO MIN. FLUMINENSE ATLETICO GOI. CORINTHIANS

3

0 BOTAFOGO

CORITIBA

1-2 .

. . . . . . .

ATLETICO GOI. NAUTICO BOTAFOGO SPORT REC. FIGUEIRENSE VASCO DA GAMA SAO PAULO INTERNACIONAL GREMIO

0-0 = . . . . . . . .

PT G

BOTAFOGO INTERNACIONAL ATLETICO MIN. FLUMINENSE FIGUEIRENSE VASCO DA GAMA ATLETICO GOI. FLAMENGO PORTUGUESA SANTOS BAHIA CRUZEIRO PALMEIRAS SPORT REC. GREMIO NAUTICO CORINTHIANS PONTE PRETA CORITIBA SAO PAULO

3 3 3 3 3 3 1 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

0-0

= . . . . . . . .

1-1

= . . . . . . . .

1-0 .

. . . . . . .

4 2 1 1 2 2 0 1 1 0 0 0 1 1 1 1 0 0 0 2

ATLETICO MIN. ATLETICO GOI. FLAMENGO FIGUEIRENSE CORINTHIANS BOTAFOGO VASCO DA GAMA PALMEIRAS CORITIBA

GREMIO PORTUGUESA NAUTICO BAHIA PALMEIRAS CRUZEIRO PONTE PRETA FIGUEIRENSE ATLETICO GOI.

NAUTICO FLUMINENSE CORINTHIANS PONTE PRETA CRUZEIRO BAHIA PALMEIRAS VASCO DA GAMA ATLETICO MIN.

0-0

= . . . . . . . .

FLAMENGO SANTOS PALMEIRAS CRUZEIRO BAHIA INTERNACIONAL CORITIBA CORINTHIANS PORTUGUESA

IN CASA V N P

2 0 0 0 1 1 0 1 1 0 0 0 1 1 2 2 1 1 2 4

1 1 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0-1 ▼ . . . . . . . .

3

2-1 ▲ . . . . . . . .

3 2-1 ▲ . . . . . . . .

1

1 SPORT REC.

SANTOS BAHIA SPORT REC. FLUMINENSE SAO PAULO FLAMENGO CORITIBA PORTUGUESA GREMIO INTERNACIONAL

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1 1

3 FIGUEIRENSE

FLUMINENSE CORINTHIANS FIGUEIRENSE SANTOS INTERNACIONAL PORTUGUESA ATLETICO GOI. NAUTICO FLAMENGO BOTAFOGO

0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

1 VASCO DA GAMA

PORTUGUESA PALMEIRAS VASCO DA GAMA CORITIBA ATLETICO GOI. FLUMINENSE SAO PAULO SANTOS ATLETICO MIN. SPORT REC.

1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

1 PONTE PRETA

ATLETICO GOI. CRUZEIRO PONTE PRETA GREMIO PORTUGUESA CORITIBA FLUMINENSE FLAMENGO NAUTICO VASCO DA GAMA

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

PARTITE V N P

1-1 = . . . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0

RETI F S 4 2 0 0 2 2 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0

V

2 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 1 0 0

FUORI N P

0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

1-1

= . . . . . . . .

1-0 . .

. . . . . .

1-2 .

. . . . . . .

3 2-0 ▲ . . .

FLUMINENSE ATLETICO MIN. FIGUEIRENSE GREMIO PONTE PRETA PALMEIRAS BOTAFOGO SPORT REC. NAUTICO

PORTUGUESA GREMIO SPORT REC. ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA CORINTHIANS FIGUEIRENSE PONTE PRETA SAO PAULO

2-4 .

. . . . . . .

SANTOS SAO PAULO ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA SPORT REC. FIGUEIRENSE INTERNACIONAL BOTAFOGO FLAMENGO

Statistiche Brasileiro «OVER» Botafogo Figueirense Gremio Nautico Sao Paulo Vasco da Gama Atletico Goi. Atletico Min. Bahia Corinthians Coritiba Cruzeiro Flamengo Fluminense Internacional Palmeiras Ponte Preta Portuguesa Santos Sport Rec.

1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

(1-0) (1-0) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0)

. . . . .

0 0-1 ▼ . . . . . . . .

1

«NO GOAL» Atletico Goi. Atletico Min. Bahia Corinthians Coritiba Cruzeiro Fluminense Internacional Ponte Preta Santos Botafogo Figueirense Flamengo Gremio Nautico Palmeiras Portuguesa Sao Paulo Sport Rec. Vasco da Gama

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

(0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (0-1) (1-0) (0-1) (1-0) (1-0) (0-1) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0)

1-1 = . .

«DISPARI»

. . . . . .

1

0 BAHIA

SAO PAULO BOTAFOGO BAHIA INTERNACIONAL SANTOS ATLETICO MIN. PORTUGUESA CRUZEIRO CORITIBA PALMEIRAS

CORITIBA FLAMENGO SAO PAULO FLUMINENSE BOTAFOGO SPORT REC. BAHIA CRUZEIRO SANTOS

0 PALMEIRAS

GREMIO VASCO DA GAMA PALMEIRAS ATLETICO GOI. CORINTHIANS NAUTICO FLAMENGO ATLETICO MIN. SANTOS CRUZEIRO

0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 2 2 0 0 2 4

3 CORINTHIANS

ATLETICO MIN. PONTE PRETA CORINTHIANS BAHIA PALMEIRAS SAO PAULO NAUTICO GREMIO PORTUGUESA FIGUEIRENSE

0 0 1 1 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 2

REGOLAMENTO In Libertadores le prime 4 più la vincente della Coppa del Brasile. In Sudamericana le squadre dal 5° al 12° posto. Retrocedono le ultime 4. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del numero di vittorie.

1 INTERNACIONAL

FLAMENGO SPORT REC. INTERNACIONAL PONTE PRETA CORITIBA SANTOS GREMIO ATLETICO GOI. FLUMINENSE BAHIA

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 1

RETI F S

0-0 = . . . . . . . .

Atletico Min. Corinthians Figueirense Fluminense Gremio Nautico Ponte Preta Vasco da Gama Atletico Goi. Bahia Botafogo Coritiba Cruzeiro Flamengo Internacional Palmeiras Portuguesa Santos Sao Paulo Sport Rec.

1 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

(0-1) (1-0) (1-0) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0)


14 il Domani dello Sport Venerdì 25 maggio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE FINLANDIA

«UNDER»

Veikkausliiga IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS Over Goal 1

(10ª GIORNATA) HJK Helsinki - Lahti Haka - Honka Jaro - Mariehamn KuPS - Vaasa PS MyPa - JJK Jyvaskyla Inter Turku - Turku PS

HJK HELSINKI MYPA KUPS INTER TURKU KUPS HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA

KUPS JARO HJK HELSINKI MYPA HJK HELSINKI INTER TURKU HAKA HONKA VAASA PS LAHTI

MyPa - JJK 27-05 Inter Turku - Turku PS “ “ HJK - Lahti “ “

“ “ La possibile sorpresa “ “ 2 28-05 Jaro - Mariehamn

12

21 LAHTI 0-1 ▼ 3-0 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 3-0 ▲ Pos. . . .

INTER TURKU JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA

JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA

PT 21 18 18 14 13 13 12 8 8 6 6 4

TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS INTER TURKU HONKA VAASA PS LAHTI

8

0-2 ▼ 4-1 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 0-3 ▼ Pos. . . . .

HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS

7 6 6 4 4 4 4 2 2 2 1 1

0 0 0 2 1 1 0 2 2 0 3 1

2 2 2 2 3 3 4 4 4 6 5 6

19 16 11 12 11 16 9 7 5 9 9 4

IN CASA V N P

7 6 6 11 8 15 12 9 11 14 14 15

5 3 4 2 3 2 3 1 1 1 1 1

0 0 0 2 0 0 0 1 1 0 2 0

8

MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA INTER TURKU VAASA PS

1-0 ▲ 2-1 ▲ 3-1 ▲ 1-2 ▼ 1-0 ▲ Pos. . . . .

0 14 0 6 0 7 0 5 2 8 2 8 1 5 2 4 2 3 2 4 2 7 3 1

3 2 1 2 5 9 6 6 6 4 8 4

FUORI V N P 2 3 2 2 1 2 1 1 1 1 0 0

RETI F S

REGOLAMENTO La vincente in Cham-

2 5 4 pions League. 2 10 4 La 2ª e la 3ª in Europa League 2 4 5 insieme alla vincen2 7 9 te della Coppa di 1 3 3 Finlandia (l’HJK 1 8 6 lascia il posto alla 3 4 6 finalista KuPS). 2 3 3 Retrocede diretta2 2 5 mente l’ultima. In 4 5 10 caso di arrivo a pari 3 2 6 punti si tiene conto 3 3 11 della differenza reti.

0 0 0 0 1 1 0 1 1 0 1 1

4 MARIEHAMN

INTER TURKU HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS INTER TURKU

0-1 ▼ 1-4 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ Pos. . . . .

JARO HJK HELSINKI JJK JYVASKYLA KUPS MARIEHAMN HAKA TURKU PS HONKA JARO

HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA INTER TURKU TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI

18 TURKU PS

INTER TURKU

0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 5-2 ▲ 3-2 ▲ Pos. . . . .

VAASA PS LAHTI INTER TURKU MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS

RETI F S

JARO

0-0 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 0-3 ▼ Pos. . . . .

18 JJK JYVASKYLA 13

MYPA

2-0 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ Pos. . . . .

9 8 8 8 8 8 8 8 8 8 9 8

RETI F S

6 HONKA

HAKA

0-5 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 2-0 ▲ 2-0 ▲ Pos. . . . .

6 VAASA PS 0-1 ▼ 0-3 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 3-0 ▲ Pos. . . .

Classifica HJK HELSINKI INTER TURKU MYPA MARIEHAMN TURKU PS JJK JYVASKYLA LAHTI VAASA PS HONKA HAKA KUPS JARO

PARTITE G V N P

1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-2 ▼ Pos. . . . .

HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN INTER TURKU JARO MYPA

14 0-0 = 2-1 ▲ 2-0 ▲ 2-5 ▼ 2-1 ▲ Pos. . . . .

Il pronostico di TS Rops - Hifk Ops - Hameenlinna Pk-35 - Jippo Oulu - Viikingit

1 1 1 2

Classifica

PT G

SJK ROPS PK-35 VIIKINGIT OPS KOOTEEPEE JIPPO HIFK OULU HAMEENLINNA

13 13 10 6 5 5 5 4 3 1

KOOTEEPEE HIFK OPS HAMEENLINNA ROPS VIIKINGIT SJK OULU JIPPO PK-35

ROPS OULU HAMEENLINNA PK-35 KOOTEEPEE OPS HIFK JIPPO SJK VIIKINGIT

13 HIFK 1-0 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 1-0 ▲ . . . .

KOOTEEPEE SJK OULU HAMEENLINNA JIPPO ROPS PK-35 VIIKINGIT OPS

(4-2) (3-3) (2-4) (3-2) (3-2) (2-2) (1-3) (2-2) (3-1)

«OVER» HJK Helsinki JJK Jyvaskyla Inter Turku KuPS Haka Lahti Mariehamn Honka MyPa

6 6 5 5 4 4 4 3 3

(4-2) (3-3) (2-3) (4-1) (1-3) (2-2) (1-3) (1-2) (1-2)

«GOAL» HJK Helsinki JJK Jyvaskyla KuPS Haka Lahti Mariehamn Vaasa PS Honka Inter Turku

4 4 4 3 3 3 3 2 2

(3-1) (2-2) (3-1) (1-2) (1-2) (1-2) (2-1) (1-1) (1-1)

«NO GOAL» HJK Helsinki Haka Honka Jaro Lahti MyPa Turku PS Inter Turku KuPS

5 5 5 5 5 5 5 4 4

(2-3) (2-3) (2-3) (4-1) (3-2) (3-2) (3-2) (1-3) (2-2)

«UNDER»

Ykkönen

(6ª GIORNATA) KooTeePee - Sjk 24-05 OPS - Hameenlinna 26-05 Rops - HIFK “ “ Oulu - Viikingit 27-05 PK-35 - Jippo “ “

6 6 6 5 5 4 4 4 4

13 2-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ 2-3 ▼ Pos. . . . .

FINLANDIA IL TURNO SUCCESSIVO

Jaro Turku PS Vaasa PS Honka MyPa Haka KuPS Lahti Mariehamn

4 0-3 ▼ 1-3 ▼ 2-2 = 3-1 ▲ 0-1 ▼ . . . .

OULU ROPS JIPPO HIFK OPS PK-35 VIIKINGIT KOOTEEPEE HAMEENLINNA SJK

5 5 5 4 4 5 5 5 5 5

PARTITE V N P 4 4 3 2 1 1 1 1 0 0

1 1 1 0 2 2 2 1 3 1

JIPPO HIFK VIIKINGIT PK-35 HAMEENLINNA KOOTEEPEE OPS ROPS OULU

3 VIIKINGIT 0-1 ▼ 1-1 = 2-2 = 2-2 = 0-2 ▼ . . . .

IN CASA V N P

0 10 3 0 7 1 1 16 2 2 2 6 1 5 5 2 5 5 2 4 5 3 6 10 2 5 8 4 1 16

5 SJK 3-0 ▲ 1-1 = 0-0 = 1-3 ▼ 0-1 ▼ . . . .

RETI F S

OPS PK-35 SJK JIPPO KOOTEEPEE OULU HAMEENLINNA HIFK ROPS

13 1-1 = 3-1 ▲ 2-0 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ . . . .

6 Pos. . 0-4 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . . .

2 2 2 1 1 0 1 0 0 0

0 0 1 0 0 2 1 1 2 0

RETI F S

0 5 0 4 0 11 2 1 1 2 0 1 1 2 1 2 0 3 3 1

2 1 0 6 2 1 2 5 3 7

OPS VIIKINGIT KOOTEEPEE JIPPO OULU ROPS HAMEENLINNA SJK PK-35 HIFK

PK-35 HAMEENLINNA VIIKINGIT ROPS SJK OULU JIPPO HIFK OPS KOOTEEPEE

V

FUORI N P

2 2 1 1 0 1 0 1 0 0

1 1 0 0 2 0 1 0 1 1

0 0 1 0 0 2 1 2 2 1

RETI F S 5 3 5 1 3 4 2 4 2 0

1 0 2 0 3 4 3 5 5 9

REGOLAMENTO La prima è promossa in Veikkausliga, le ultime 2 retrocedono in Terza divisione. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto prima di tutto della differenza reti e poi, eventualmente, in caso di ulteriore parità, del maggior numero di gol segnati.

5 HAMEENLINNA Pos. . 1-1 = 2-1 ▲ 2-2 = 0-1 ▼ . . . .

PK-35 ROPS KOOTEEPEE HIFK SJK OPS VIIKINGIT OULU JIPPO

10 JIPPO 9-0 ▲ 4-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . . .

SJK OULU OPS VIIKINGIT HIFK PK-35 ROPS KOOTEEPEE HAMEENLINNA

1 0-9 ▼ 0-2 ▼ 0-0 = 1-3 ▼ 0-2 ▼ . . . .

5 1-1 = 1-1 = 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ . . . .

Jippo Rops Hameenlinna KooTeePee Oulu Sjk Viikingit OPS PK-35 HIFK

4 4 3 3 3 3 3 2 2 1

(3-1) (1-3) (2-1) (2-1) (1-2) (0-3) (2-1) (1-1) (2-0) (0-1)

«OVER» HIFK PK-35 Hameenlinna KooTeePee OPS Oulu Sjk Jippo Rops Viikingit

4 3 2 2 2 2 2 1 1 1

(2-2) (1-2) (1-1) (0-2) (1-1) (1-1) (2-0) (0-1) (1-0) (1-0)

«GOAL» HIFK Jippo OPS Oulu Sjk KooTeePee Hameenlinna PK-35 Rops Viikingit

3 3 3 3 3 2 1 1 1 0

(1-2) (1-2) (1-2) (2-1) (2-1) (1-1) (1-0) (0-1) (1-0) (0-0)

«NO GOAL» Hameenlinna PK-35 Rops Viikingit KooTeePee HIFK Jippo Oulu Sjk OPS

4 4 4 4 3 2 2 2 2 1

(2-2) (3-1) (1-3) (3-1) (1-2) (1-1) (2-0) (0-2) (0-2) (1-0)


il domani  

Edizione del 25 Maggio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you