Issuu on Google+

Sabato 25 Aprile 2009 Anno XII - Numero 113 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

BELVEDERE

COSENZA

COSENZA

COSENZA

EUROPEE

Piano strutturale il Tar dà ragione al Comune

E’ morto ieri Tommaso Sorrentino

Petramala studia da sindaco?

Carime, i dipendenti difendono gli sportelli

Beniamino Donnici non si ricandida

Il ricorso di Mario Occhiuto per l’incarico professionale

Il cordoglio della città per lo storico penalista

Le grandi manovre per il dopo Perugini

La paventata chiusura scatena la protesta

La decisione preannunciata strizzando l’occhio alle Regionali

di Antonello Troya > Pag 30

di Antonlivio Perfetti > Pag 25

di Domenico Martelli > Pag 25

di Oreste Parise > Pag 25

di Alessio De Grano > Pag 15

Mai un giorno di lezione in tre anni: a Milano sono state formulate 27 denunce. I certificati di invalidità, fatti in Calabria, sono risultati falsi

Scoppia lo scandalo delle maestre “fantasma” Il ministro Gelmini: è un fatto estremamente grave e particolarmente odioso MILANO — Mai un giorno di lezione in

VIBO VALENTIA

tre anni: a Milano sono state denunciate 27 maestre “fantasma”. I certificati di invalidità, fatti in Calabria, sono risultati falsi. Nelle denunce si ricostruiscono i casi di 27 maestre, «invalide e guarite per miracolo, ma intanto trasferite», sfruttando alcune falle nella legge 104, quella che disciplina l'handicap, e nel contratto sulla mobilità degli insegnanti. Le maestre sono tutte originarie della provincia di Reggio.

L’Udc spiega l’adesione di Daffinà VIBO VALENTIA — C’era attesa per la conferenza

stampa nella sede dell’Udc a Vibo Valentia convocata per spiegare l’adesione al partito dell’ex esponente del Pd Tonino Daffinà. di Maurizio Bonanno > Pag 33

VIBO VALENTIA

di Ludovico Casaburi > Pag 17

Chiesti due ergastoli CATANZARO — Lupara bianca.

Il pm Dominijanni ha chiesto due ergastoli a carico di Tommaso Anello e Vincenzino Fruci.

SVILUPPO IN CALABRIA

Se si punta tutto sull’agricoltura

> Pag 32

di Massimo Tigani Sava

IL FATTO DEL GIORNO

Il Consiglio regionale ha approvato nella sua ultima seduta due importanti proposte di legge che segnaliamo in quanto le riteniamo in sintonia con le battaglie, prima di tutto culturali, che stiamo conducendo da ormai quasi due anni. L’Assemblea di Palazzo Campanella ha varato la “Nuova disciplina per l'esercizio dell'attività agrituristica, didattica e sociale nelle aziende agricole”, nonché la “Disciplina per l'attività di ittiturismo e pescaturismo”. Non vogliamo entrare nel merito del dibattito che, in fase di concertazione con le organizzazioni di categoria, si è aperto su aspetti specifici delle due nuove normative che lanciano, nel loro complesso, un segnale di attenzione considerevole nei confronti dell’enorme potenziale di sviluppo che per la Calabria può rappresentare il settore agroalimentare. In questo contesto l'agriturismo, soprattutto se inteso nella sua più congeniale natura di utile integrazione dell'attività dei campi, costituisce un positivo e proficuo momento d'incontro tra i due mondi che noi consideriamo strategici per costruire ipotesi di sviluppo serie, razionali ed ecosostenibili della nostra terra: l'agricoltura e il turismo. Se la politica, negli anni passati, avesse avuto l'intuizione e la volontà di valorizzare in modo efficace gli immensi patrimoni di cui disponiamo (storia, arte, archeologia, paesaggi, boschi, colline, coste, mare, tradizioni, tipicità, enogastronomia…), non staremmo ancora qui a parlare di record negativi su scala europea, di disoccupazione endemica, di sottoccupazione, di precari e lavoro nero...

In 50 restano senza bagaglio Amara sorpresa per gli studenti del Siciliani di Catanzaro

continua a pag 16

CATANZARO

CATANZARO — Erano partiti per la consueta gita annuale di primavera. Ma, nel “cassetto” dei ricordi non hanno potuto conservare granché. Amara sorpresa per gli studenti del Liceo Siciliani che, tornati in aereo dalla Spagna, si sono ritrovati senza bagagli.

di Oriana Tavano > Pag 24

Sicurezza e polemica CATANZARO — Non è piaciuta a Loiero, Ferro, e Olivo, l’interpellanza su sicurezza e ordine pubblico dell’on. Mario Tassone. > Pag 18

VINITALY 2009/5 Vini e oli di qualità

APPUNTAMENTI Il punto su Agricoltura e Agriturismo LAMEZIA TERME — Importante appuntamento per l’economia ca-

labrese e, in particolare, per il settore agroalimentare. Lunedì prossimo a Lamezia si terrà un convegno organizzato dall’assessorato regionale al ramo. di Rita Macrì > Pag 43

LAMEZIA

Dario Lamanna: non saremo la pattumiera della Calabria LAMEZIA TERME — «Siamo costretti a ritornare sulla vicenda dell’amplia-

mento della discarica nel comune di Lamezia Terme per sottolineare come, ancora una volta, gli errori di metodo insieme ad una non chiara strategia di governo e sviluppo del territorio determinano, inevitabilmente, tensione, assenza di progettualità ed un perpetuarsi di scelte conflittuali, in quanto tali, non condivise dalla comunità interessata». Lo sottolinea, in una nota, Dario Lamanna, direttore generale di Confindustria Catanzaro. «Il mancato coinvolgimento - continua -, in particolare, dei soggetti legittimati ad assicurare un contributo proficuo alle scelte programmate ed al dibattito non fa che acuire la confusione generale, generando soluzioni “mediate” che non risolvono, concretamente ed in una visione di sviluppo, la problematica in questione. La soluzione - prosegue Lamanna - da ultimo prospettata, infatti, dal Commissario Sottile non crediamo possa rappresentare un risultato positivo per il territorio di Lamezia, ma si configura come una decisione tampone che compromette la salvaguardia e la valorizzazione delle attività produttive della zona, facendo della provincia di Catanzaro la “pattumiera della Calabria”». di Carmela Mirarchi > Pag 23

Siamo alla quinta puntata dello Speciale dedicato alla presenza delle aziende calabresi a Vinitaly e Sol 2009. Le nostre etichette di vini e olio extravergine di oliva hanno fatto egregiamente la loro parte in un contesto di livello mondiale. di Rosalba Paletta > Pag 44

L’IDEA

Italiani che... resistono di Filippo Apostoliti

La rievocazione della Resistenza rinnova nelle menti l’idea che la Storia italiana sia stata attraversata da molte battaglie. Allora appare superficiale pensare che siamo solamente un popolo di marinai e santi: noi italiani siamo dei guerrafondai pronti alla battaglie più strane sognando un futuro radioso. E quanto più si allunga la lista dei successi così gli obbiettivi diventano più ambiziosi. Sono lontani gli echi della chiamata alla lotta contro le Brigate Rosse negli anni ‘70 e la Mafia negli anni ‘80. Oggi appaiono battaglie di corto respiro se confrontate con la lotta alla cellulite, condotta da una schiera di donne con in testa Naomi Campbell. > Pag 2


2 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI Il meglio del web calabrese

Il meglio del web nazionale

> prosegue dalla prima pagina

Adesso il padrino parla milanese

Minaccia con uno squalo vivo davanti a sede giornale

Siamo sempre in guerra dal parcheggio mattutino alla fila del supermercato, e ci spiace che la scelta di una vita di lotta risulti incomprensibile agli occhi degli alleati europei: ricordate gli anni ’90? Noi iniziammo la prima lotta contro la corruzione pubblica. E ricordo che la combattemmo stanza per stanza facendo prigionieri tutti i timbri lasciati nel cassetto, mentre gli alleati preferirono la gita nelle terre Kuwaitiane alla ricerca di qualche goccia di gasolio. Eppure i giorni di lotta hanno temprato l’animo italico. Ad esempio, all’arrivo della crisi economica ci siamo fatti trovare col sorriso. E dinanzi alle impennate della Borsa abbiamo fatto spallucce perchè i soldi li avevamo messi sotto il mattone, che solo a questo serve visto che le case si fanno con la sabbia alle vongole. Neanche i cataclismi hanno piegato l’animo in fieri del popolo. La lotta al terremoto è stata condotta rimanendo fermi e non cascando nelle provocazioni della placca terrestre. E quando tutto si è fermato, non ci siamo disperati come avrebbero fatto le femminucce della California ma abbiamo trasformato l’evento in un business planetario organizzando la Resistenza, il G8 e la conferenza del Darfour ad Onna. Vivere in uno stato perenne di tensione non ci ha nuociuto, e come gli israeliani abbiamo imparato ad essere sempre prudenti. E lo abbiamo dimostrato quando la Marcuzzi ci ha avvisato del rischio batteriologico: non abbiamo battuto ciglio ma ci siamo messi di buona lena ad ingerire quintali di yogurt. Se la lotta ci ha reso migliori perchè tanta ostinazione di chi rifiuta il nostro modello di vita occidentale ed i nostri valori spartani? Ecco allora che la Resistenza risulta un simbolo al quale appigliarsi proprio nel momento in cui il mondo civile ci volge le spalle. Già, perchè mentre Mister Obama preferisce rilassarsi con il Presidente Chavez e il Colonnello Gheddafi vuole accogliere i cristiani e gli ebrei nella sua tenda di rappresentanza, e noi già siamo pronti ad assistere Little Tony che dichiara guerra al colesterolo. Vi pare poco? Buona Resistenza a tutti. Questo articolo è pervenuto al Domani tramite IDOL (Il Domani On line)

Imprenditori del Nord che entrano nelle cosche: non più vittime ma veri mafiosi. È il nuovo volto dei clan dove la violenza è al servizio degli affari. Dopo decenni di infiltrazione nei traffici illeciti e nel reimpiego dei capitali, le nuove inchieste svelano i sintomi di una malattia più profonda: decine di imprenditori e professionisti scendono a patti con i clan. E ne "strumentalizzano i vantaggi competitivi": si finanziano con capitali sporchi; ottengono protezione criminale; si prestano a dividere e reinvestire i profitti di droga ed estorsioni; affidano alla violenza dei clan il recupero dei crediti; ordinano attentati contro i concorrenti. Fino a diventare "imprenditori organici alle più pericolose cosche del sud". tratto da calabrianotizie.it

Inquietante minaccia contro un giornale nella località costiera di Warrnambool, in Australia. Uno squalo, ancora vivo, è stato abbandonato da sconosciuti davanti al portone del quotidiano Standard. Un passante ha chiamato la polizia per avvisare gli agenti su quanto stava accadendo. La polizia è intervenuta subito e accortasi del fatto che lo squalo era ancora vivo, lo ha inserito in una piccola vasca, salvandolo. "Quando siamo arrivati vi abbiamo versato sopra dell’acqua per vedere se respirasse ancora e si è mosso", ha spiegato l’agente Jarrod Dwyer, che ha completato il salvataggio stivando lo squalo - lungo circa 70 centimetri - in un secchio d’acqua e ributtandolo a mare. Ancora ignoti i motivi del gesto, dato che il quotidiano non ha mai subito alcun tipo di minaccia. tratto da tgcom.it

La poesia é donna: l’universo femminile in versi

Prostitute? Addio marciapiede, ora c’è il web

Donna... Un microcosmo analizzato a tutto tondo. L’altra metà del cielo esplorata a volo d’angelo nella mirabile ricchezza e varietà di stati d’animo, modi di sentire e verità del vissuto. È quanto si è proposto il concorso di poesia ‘Il paese delle donne’, indetto dalla consigliera di parità della provincia di Crotone con l’Associazione culturale Le Madie - Cutro, Crotone nell’intento di focalizzare l’attenzione sul ruolo della donna nella vita e nel mondo e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche femminili. Il concorso, aperto agli autori di entrambi i sessi purchè maggiorenni, ha registrato una numerosa partecipazione. La giuria, che ha esaminato le composizioni pervenute alla segreteria del concorso, composta da Angela Caccia, presidente de Le Madie, e prsieduta da Rosa Vincelli. tratto da calabrianotizie.it

Dal marciapiede al web. Le lucciole si sono trasferite su Internet, bombardando la rete di annunci a luci rosse. Un esodo, il loro, che è stato confermato anche dalle indagini svolte dalla polizia postale. Negli ultimi dodici mesi le inserzioni on line a scopo di prostituzione sarebbero addirittura triplicate. Decimate dall’ordinanza anti-lucciole, costrette a indossare un paio di jeans anziché la minigonna, a non dare nell’occhio, con i clienti anch’essi più cauti, spesso frenati dalla paura di venire colti in fragrante da una volante di passaggio, le «pretty woman» di ultima generazione si sono messe davanti al computer e hanno fatto del web il loro nuovo marciapiede, trasformandolo nel luogo ideale per adescare la clientela. In questo modo sono diventate più o meno invisibili: agli occhi della comunità, delle forze dell’ordine. tratto da corriere.it

L’idea

La foto del giorno

Speciality Film i lavoratori preoccupati: nessuna novità da Gruppo Treofan

Cilento, vendesi spazio-tomba vista mare con web-cam per i parenti

il progetto non trascura alcun partiDopo la chiusura della Lamezia Specolare. A parte l’ubicazione del ciality Film i lavoratori preoccupati: cimitero, che sorge in cima ad una nessuna novità dal Gruppo Treofan che collina dotata di un panorama mozvuol vendereAgli inizi del 2008 aveva zafiato, compreso tra l’orizzonte circa 60 addetti tra impiegati e operai, marino della greca Velia, il mitico Tratta da Corriere.it diventati 38 a marzo dello stesso anno. Capo Palinuro, esso sarà dotato delPoi da gennaio sono tutti finiti in cassa Snodabile - Corea del Sud, la giapponese Shizuka Arakawa, le più moderne tecnologie. A partimedaglia d’oro alle Olimpiadi invernali di Torino, si esibisce alla integrazione e la fabbrica ha chiuso. È re da una webcam, grazie alla quale «Festa on Ice 2009» a Goyang la storia degli ultimi mesi di Lamezia i parenti, anche a migliaia di Speciality Film, lo stabilimento del chilometri di distanza, potranno Gruppo Treofan nell’area ex Sir. Motivo pregare tutti i giorni sulla tomba della chiusura: l’alto costo del lavoro nel rapporto tra produtdel defunto. Ma non è tutto. Il cimitero, infatti, sarà dotato di un imtività e addetti. Per lo stesso motivo è in crisi un altro stabilipianto audio di filodiffusione che contribuirà al clima di meditazione mento dello stesso tipo a Terni. tratto da calabrianotizie.it e raccoglimento. tratto da repubblica.it

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da maurobiani.splinder.com

Da Corriere.it

Dicono che non si fa, che non si va al nord a prendere il posto d’insegnante per poi farsi rispedire qui a casa con un certificato medico falso. Non sanno quello che si fa negli uffici pubblici di queste parti....

di Filippo Apostoliti

IDOL Il Domani on line IDOL (Il Domani On Line) è la nuova iniziativa de Il Domani che offre l’opportunità di scrivere a chiunque abbia talento, voglia di raccontare notizie, fatti e scoop. Il nostro intento è quello di creare un modello di "giornalismo partecipativo" in modo da aprire il nostro giornale al contributo dei lettori. Per saperne di più vai su www.ildomani.it

il Domani

Editore

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Pubblicità

Centro stampa

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network


4 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Travolto dal crollo di una porzione di muro

Dicono si anche Francia, Germania e Giappone

Ok internazionale al G8 solidale in terra d’Abruzzo Qualche perplessità dell’Eliseo su logistica “Vanno ridotti di numero i delegati”

Lavori di scavo a Onna (Aq)

Demolivaun fabbricato lesionato Ancora un morto sotto le macerie ROMA - Ancora una vittima per il riportati dal terremoto, anche se terremoto, anche se non diretta- l’edificio - hanno riferito alcune mente per l’evento sismico del 6 fonti presenti sul posto - era stato aprile. Un uomo è morto ieri a Ca- segnato dal sisma. All’interno del gnano Amiterno, uno dei comuni cementificio infatti, hanno accertain provincia delto i vigili del fuoco, l’Aquila colpiti, traerano in corso lavovolto dal crollo di ri da tempo perchè un fabbricato che chi lo aveva acquistava demolendo. stato aveva deciso Secondo le prime di eliminare il fabnotizie dei vigili bricato, una piccodel fuoco l’uomo si la costruzione di trovava in un ceuna decina di mementificio, dove tri quadrati. Quanstava lavorando su do è sceso dalun escavatore per Escavatore all’opera l’escavatore l’uodemolire un fabbrimo è stato travolto cato. dal crollo di una porzione di muro La demolizione del fabbricato, se- in mattoni ed è morto. condo quanto si è appreso successi- Sull’episodio stanno indagando i vamente, non era dovuta ai danni carabinieri.

ROMA - «Un gesto simbolico forte, un passo positivo» e di grande solidarietà: con il pieno via libera della Commissione europea, di Francia, Germania e Giappone si completa - o quasi - il fronte internazionale dei Paesi favorevoli allo spostamento del vertice finale del G8 dall’isola della Maddalena all’Aquila. Dopo il sì senza riserve di venerdì della Gran Bretagna e quello più riflessivo della Casa Bianca (molto attenta alle ragioni della sicurezza), ieri è stata la Commissione europea ad applaudire la scelta di Silvio Berlusconi di far svolgere il complesso vertice G8 di luglio nel cuore dell’Abruzzo terremotato. Una sfida che è piaciuta al Commissario per le relazioni esterne, Benita Ferrero Waldner: «in un momento così difficile tutta l’Europa dovrebbe essere lì, anzi tutto il mondo dovrebbe essere lì in Abruzzo», ha aggiunto dicendosi certa che «le difficoltà logistiche dovute alla necessità di ospitare così tante dele-

La sede del G8 Inaugurata il 10 dicembre 1992, normalmente ospita un migliaio di studenti e circa 300 finanzieri

L'Aquila ABRUZZO

Caserma "Vincenzo Giudice" della scuola della Guardia di Finanza Vi ad Statale 80 ell eF (da Teramo) iam m eG ial le

LAZIO

Autostrada A24 (Roma-Teramo)

SS80

Coppito L'AQUILA

SS17

Statale 17 (da Rieti) A24

Ferrovia Sulmona-Orte (4 ore da Roma) ANSA-CENTIMETRI

gazioni» saranno superate. Nessuna obiezione dalla Germania che attraverso il portavoce della cancelliera Angela Merkel, Ulrich Wilhelm, ha definito la scelta

dello spostamento ad Aquila «un gesto di solidarietà e di supporto per la regione Abruzzo, che è stata colpita in modo devastante dal terremoto». Naturalmente la Germa-

nia, come altri Paesi, si augura che «i partner italiani creino tutte le condizioni necessarie, dal punto di vista logistico, a garantire il successo del vertice».

Sorgerà su una superficie di circa 20mila metri quadri. Il Giappone finanzierà la ricostruzione del Conservatorio Casella a Collemaggio

Un nuovo campus universitario entro diciotto mesi Sorgerà a Cansatessa con tre palazzine di quattro piani per ospitare aule e uffici L’AQUILA - Con i suoi 27mila studenti iscritti, quasi un terzo della popolazione residente, l’università dell’Aquila è senza dubbio la prima azienda cittadina. Una realtà su cui il terremoto si è abbattuto in maniera violenta, lasciando solo il 20% di edifici inagibili. Ma non manca la voglia di tutti gli addetti ai lavori di ricominciare. Basteranno 18 mesi per realizzare il nuovo campus universitario, ubicato su una superficie di circa 20 mila metri quadrati (di cui 11 mila utilizzabili per la costruzione) proprietà della Cassa di Risparmio dell’Aquila. La struttura, da costruire a Cansatessa, sarà composta da tre palazzine da quattro piani l’una che ospiteranno aule e uffici accademici e costituiranno un punto di riferimento per tutto il polo universitario di Coppito che è situato a poche centinaia di metri di distanza. «Non ci siamo mai fermati - ha commentato il rettore dell’Aquila, Ferdinando di Orio - All’indomani del terremoto abbiamo preso atto della distruzione di palazzo Carli, la nostra antica sede centrale, e ci siamo trasferiti in un blocco a Coppito. Abbiamo creato una struttura provvisoria recuperando i computer centrali nel no-

Attesi il premier, Franceschini e Casini

Onna ferita dal sisma festeggia il 25 aprile L’AQUILA - I vigili del fuoco sono al lavoro per abbattere tetti e muri pericolanti nella parte vecchia di Onna che oggi, in occasione della festa della Liberazione, vedrà la presenza di alcuni leader politici a cominciare dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: attesi anche il segretario del Pd Enrico Franceschini ed il leader dell’Ud Pierferdinando Casini. Dopo le scosse di venerdì pomeriggio e della scorsa notte, entrambe di magnitudo 4, parte dei muri rimasti ancora in piedi nel piccolo paese divenuto emblema della devastazione del terremoto con i suoi 40 morti sono crollati. stro centro di calcolo, anche contro il parere della Protezione Civile». L’intervento sembra mettere definitivamente da parte le polemiche e gli attriti degli scorsi mesi tra le due istituzioni. «Questa situazione - ha commentato il diret-

tore generale della Carispaq, Rinaldo Tordera - ci ha fatto ritrovare un’amicizia con l’ateneo e ha messo in luce che quando ci sono istituzioni radicate sul territorio, ricominciare non è impossibile». «Andremo avanti anche con il progetto di ricostruzione dei locali

dell’ex San Salvatore e torneremo a dare agibilità alla sede di Roio. Un progetto urbanistico - ha concluso - che va ben oltre i 70 milioni che avremo a disposizione». Rimane aperto il discorso delle residenze universitarie, considerando che le due case del centro

Salvo complicazioni la visita del premier si svolgerà in una delle piazze di Onna, nei pressi del giardino intitolato ai 17 martiri vittime del nazismo nel giugno 1944. Intanto nella tendopoli, al di la della visita dei politici, la preoccupazione più grande rimane quella di uscire al più presto da una situazione provvisoria: «La presenza dei politici domani (oggi per chi legge, ndr) - dice Elisabetta, biologa cellulare e ricercatrice è importante ma ora noi abbiamo bisogno di fatti concreti. Il 25 Aprile è una data per Onna davvero fondamentale. Le tragedie non cancellano la storia, ma il futuro non esiste senza storia. storico (via XX settembre e il Collegio dei Gesuiti) sono distrutte o gravemente danneggiate. A tal proposito, il sindaco Massimo Cialente si è detto favorevole alla proposta del premier Silvio Berlusconi di sfruttare le costruzioni modulari nelle periferie come future resi-

Con i suoi 27mila studenti iscritti, quasi un terzo della popolazione residente, l’università dell’Aquila è la prima azienda cittadina

denze unviersitarie. Riparte l’università e riparte anche il conservatorio di musica Alfredo Casella, la cui sede è situata nei pressi della Basilica di Collemaggio. Anche se ieri dal Conservatorio si levavano voci di disagio, visto che la struttura attende da giorni che la Protezione Civile gli assegni alcune tensostrutture dove fare ripartire l’offerta didattica. «Nonostante la formale richiesta di quattro tende da venti posti ha spiegato Carmine Gaudieri, docente del Conservatoro - inoltrata più volte via e-mail e via fax alla Protezione civile e al Com 1 non abbiamo ancora ottenuto le tende». Sarà il governo del Giappone a farsi carico del progetto di ricostruzione, ha annunciato Tordera che è a stretto contatto con l’ambasciatore nipponico Hiroyasu Ando. «Ingegneri giapponesi - ha spiegato - lavoreranno gratuitamente alla realizzazione di un progetto di ricostruzione della sede del conservatorio. I lavori saranno finanziati con i tre milioni messi a disposizione dal ministero della Pubblica istruzione». Il periodo intermedio sarà coperto con 40 casette in legno, da sistemare nel parco di Collemaggio.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 25 Aprile 2009 5

Primo piano

Ieri Berlusconi ha Tra le opere l’autostrada a quattro corsie ribadito la scelta La rassicurazione di Cappellacci dell’Aquila come “Maddalena, niente stop ai lavori” sede del vertice ROMA - L’isola della Maddalena Ieri Silvio Berlusconi ha ribadito la scelta del capoluogo abruzzese come sede per gli incontri del vertice internazionale di luglio. Severo il giudizio di Antonio Di Pietro: «È una presa in giro, è solo un spot elettorale di Berlusconi»

Anche la Francia ha dato la propria disponibilità per il vertice all’Aquila seppur accompagnandola da alcune perplessità legate alla logistica: se il vertice del G8 si

svolgerà a L’Aquila, come proposto dal premier Silvio Berlusconi, bisognerà «ridurre la dimensione delle delegazioni», ha fatto sapere l’Eliseo. Raffinata ed ironica infi-

ne la risposta del Governo di Tokyo: «è compito del Paese organizzatore decidere sul posto del vertice e noi diciamo che non siamo in una condizione di esprimere obie-

zioni», ha fatto sapere il capo di gabinetto del primo ministro, Takeo Kawamura. Passando all’Italia, se i colonnelli della maggioranza appoggiano in pieno la scelta di Berlusconi, nell’opposizione, invece, comincia a serpeggiare lo scetticismo. Molti avanzano il sospetto che si tratti solo di una mossa propagandistica, altri paventano il rischio di un intralcio agli aiuti. Tra le voci critiche spicca quella di Massimo D’Alema. «È un’idea brillante ma bisogna vedere la praticabilità. Non so se il G8 a L’Aquila - dice l’esponente democratico - sarà più un problema o un aiuto per l’Abruzzo. Ho l’impressione che in Abruzzo servano più stufette nelle tende che il G8». Severo il giudizio di Antonio Di Pietro: «È una presa in giro, è solo un spot elettorale di Berlusconi». Di propaganda parla anche il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, che però non dice no alla spostamento: « Speriamo solo che non sia uno show».

non avrà il G8, ma le opere previste saranno portate a termine ugualmente. Lo dice il governatore della Sardegna Ugo Cappellacci, dopo un lungo incontro con Berlusconi: «Tra le opere - prosegue - che saranno realizzate nei tempi previsti, anche l’autostrada a quattro corsie Sassari-Olbia, una delle opere cui noi tenevamo di più».

Il governatore Cappellacci

Quattro giorni fa il primo nato dopo il terremoto

Con Angelo, rinasce la speranza L’AQUILA - È nato da quattro giorni e ieri è stato portato per la prima volta nella sua tenda di piazza d’Armi: è Angelo Augustino Bacosca, il primo nato dopo il terremoto. Il papà Marius, 23 anni, originario della Romania, come la madre Simona Eleonoro Nita, 20 anni. All’arrivo del bebè grande festa al campo di piazza d’Armi. Nella tenda campeggia un grande fiocco azzurro, dentro tanta allegria e pasticcini e cioccolatini per tutti.

Marius con i genitori

Abruzzo in balia dello sciame sismico che non si ferma

Le scosse seminano ancora panico L’AQUILA - Lo sciame sismico non dà tregua all’Abruzzo, e le scosse si susseguono con ulteriori crolli e paura nei cittadini. Di magnitudo 3.0 ieri alle 17.53 , sempre di 3 punti alle 16.24.mentre una di magnitudo locale 4.0 è stata avvertita nella tarda serata di giovedì. Secondo i rilievi l’evento sismico è stato registrato alle ore 23.49.

Anche il maltempo continua

Il procuratore Grasso dice di vigilare sulla ricostruzione dell’Abruzzo

Vigilare sulla ricostruzione per evitare che l’Abruzzo diventi un far west. È il messaggio lanciato ieri mattina da Piero Grasso

L’AQUILA - Vigilare sulla ricostru- moto come quelle in Irpinia, con zioni mafiose nella fase della ricozione per evitare che l’Abruzzo di- «processi iniziati dopo anni e molti struzione ha poi auspicato il «coinventi un far west. È un auspicio, reati prescritti». volgimento delle imprese locali e ma anche un messaggio forte quel- «Vorrei - ha detto - che si prenda degli stessi abruzzesi». «Credo che lo lanciato ieri matspunto da questa una delle soluzioni è coinvolgere tina dal procurato- Rossini: “Con esperienza per far gli abruzzesi perchè così sia avvia re nazionale anti- i soldi dello Stato sì che i soldi dello uno sviluppo che per ora è fermo, mafia, Piero GrasStato vadano effetti- in secondo luogo le imprese abruzso, giunto all’Aqui- nessuno si dovrà vamente per la rico- zesi hanno un interesse maggiore la per incontrare il arricchire” struzione e non ar- per la loro terra e per ricostruirla a procuratore della ricchiscano le ta- regola d’arte e quindi per evitare Repubblica, Alfredo Rossini, dopo sche di qualcuno. Lo dobbiamo, che queste cose succedano di nuo- ha affermato subito dopo il procu- aveva fatto chiaramente intendere la decisione di creare un pool di da un punto di vista etico e morale vo. Io punterei quindi sugli abruz- ratore Alfredo Rossini che ha rin- che non ci sarà nessun maxiprocesquattro magistrati della procura na- per questa gente che ha subito il zesi». graziato Grasso per la collaborazio- so ma tanti procedimenti per ogni zionale con il compito di occuparsi terremoto». E per evitare le infiltra- «Noi puntiamo sugli abruzzesi», ne. In mattinata lo stesso Rossini grande palazzo crollato: «Per ogni delle eventuali infiltrazioni mafiose nella ricostruzione post-sisma. «Speriamo che l’Abruzzo non diIl dottor Mancini si prende cura degli animali bisognosi di aiuto venti un far west, una terra di nessuno. Questa è una regione diversa rispetto a quelle dove imperversano le criminalità organizzate tradizionali come ’ndrangheta e camorra. Il compito - ha poi aggiunto Una donna lino, ma sprizza energia in sala operatoria per essere operata: i suoi Grasso - sarà più «facile», perchè in ogni suo movimento. feti sono morti e devono essere asportati perpasseggia qui qualsiasi infiltrazione è «magA Collemaggio, questo chè la gravidanza non andrà mai a termine. in una giormente visibile». veterinario che ha perso Dopo circa un’ora il veterinario riemerge daltendopoli «Certamente l’Abruzzo era un terricasa e studio sotto la vio- la sala operatoria. Intanto è arrivata anche con il suo torio vergine, dobbiamo però dilenza del terremoto, con- una giovane donna che con il terremoto ha amico a stinguere dall’investimento di protinua ad esercitare la perso il suo gatto. quattro fitti illeciti in attività più o meno sua professione in un Il piccolo-grande dottore per un attimo dizampe lecite, rispetto a una presenza assoambulatorio, dormendo mentica la fatica di chi si sta donando anima lutamente illecita di imprese mafiosolo qualche ora per notte in un camper e corpo per salvare gli animali: «Qui arrivano Simona Tagliaventi se - ha precisato Grasso -. Una cosa «prestatomi da una volontaria di Roma che anche notizie bellissime. Una ragazza di Raiaè l’investimento, e un’altra la preL’AQUILA - Ne parlano tutti come se fosse non ringrazierò mai abbastanza», racconta. no ha ritrovato da noi il suo cane, una festa senza di un’impresa mafiosa che un angelo e può restituire la vita ed il sorriso. Il via vai dal suo ambulatorio è continuo: da indescrivibile». condiziona e inquina il mercato. Dicono che sia forte, instancabile, tenace e una jeep scende Puma, un pit-bull maculato Sono tanti gli animali che dopo il terremoto Questo non penso che risulti, cogentile. Chi si aspetta di incontrare un uomo che dal 6 aprile non ha più fame e vomita hanno perso la casa e i padroni: «Allora do munque staremo qui a vedere e con le spalle larghe e robusto rimane diso- tutto ciò che mangia. Roberto la guarda, l’ un consiglio a tutti - spiega il dottore - fate vigilare». rientato. Roberto Mancini (non l’ex tecnico accarezza e Puma scodinzola. Poi però Barba- applicare loro il microchip, così sarà più faciGrasso ha poi citato alcune «tristi» interista), «l’amico degli animali», è mingher- bietola, un gatto color champagne, lo aspetta le identificarli ovunque». esperienze di ricostruzioni di terre-

palazzo grande che è caduto potremmo fare dei processi separati all’Aquila - ha detto - e questo accelererà tutto il lavoro». All’incontro che si è tenuto in mattinata nei locali della procura della Repubblica ha partecipato, oltre a Piero Grasso e Alfredo Rossini, anche il sostituto Fabio Picuti. Oggetto della riunione, l’inchiesta aperta sui crolli e il piano per il controllo sulle possibili infiltrazioni mafiose nella fase della ricostruzione postterremoto. Per questa attività lo stesso Grasso ha nominato un pool costituito da quattro Pm tra cui Olga Capasso. All’inizio della visita nel capoluogo abruzzese e prima dell’incontro in Procura, Grasso aveva incontrato il Prefetto dell’Aquila Franco Gabrielli e il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso nella scuola della Gdf a Coppito: un segno di rispetto verso lo Stato, »in prima linea in questa emergenza«. Al termine dell’incontro con i giornalisti per Piero Grasso c’è anche spazio per un ricordo particolare. «Con L’Aquila ho un legame personale. Ho fatto un giro per il centro storico che conosco bene, mio figlio si è sposato alla basilica di Collemaggio, l’ho rivista ed è veramente desolante», ha concluso il procuratore nazionale antimafia, augurandosi di poter rivedere presto il complesso architettonico in tutto il suo splendore. «Per fortuna ho i filmini delle nozze e spero che alla basilica venga restituita la sua bellezza».

“Non sarà la terra di nessuno”

Tra le tende l’amico di Fido


6 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Sale l’ansia per l’equipaggio del rimorchiatore italiano Buccaneer “Entro poche ore il riscatto o ci saranno uccisioni dimostrative” La Cina chiede più Italia A Xian caschi blu cultura

Nel Golfo di Aden si è incrementa l’attività dei pirati ed anche le catture (sopra) da parte di unità alleate (a sinistra fregata canadese in manovra). In Somalia sta arrivando Margherita Boniver, inviata speciale della Farnesina

XIAN (CINA) - Più Italia nella provincia cinese dello Shaanxi: questa la richiesta rivolta dalle autorità locali all’ambasciatore italiano Riccardo Sessa in una serie di incontri che si sono tenuti ieri a Xian, la città dei Guerrieri di Terracotta nel nord della Cina. Occasione degli incontri è stato un seminario sulle modalità e tecniche della restaurazione dei dipinti della dinastia Tang (618-907), che è stato aperto a Xian dall’ambasciatore e dal vicegovernatore della provincia Jing Junhai. Il seminario si inserisce nel Programma di Rafforzamento del Museo di Storia dello Shaanxi lanciato dalla direzione generale per la cooperazione allo sviluppo del ministero degli esteri in collaborazione con la provincia. Nel suo intervento, l’ambasciatore Sessa ha garantito la continuità dell’impegno italiano nel collaborare con la Cina nel recupero e nella conservazione del patrimonio artistico del Paese. Sessa ha ricordato che i tecnici italiani, che ha definito dei «caschi blu della cultura», sono impegnati da anni a dare il loro contributo secondo modelli originali come quelli italiani, in Cina come in altri Paesi. Jing Junhai ha sottolineato il compiacimento delle autorità per la collaborazione italiana ed ha auspicato che il nostro Paese possa ulteriormente contribuire alla valorizzazione del patrimonio artistico del quale lo Shaanxi e Xian, che in passato è stata una delle principali città sulla Via della Seta, sono particolarmente ricchi. Xian è il terzo polo universitario della Cina e già vi sono presenti alcune imprese italiane, tra cui l’Italcementi.

Ultimatumchenonconvince L’armatore nega la richiesta La Farnesina invia Boniver in Somalia

Nelle acque internazionali, a ridosso dell’approdo del Buccaneer, incrocia una fregata italiana della classe Maestrale con 220 marinai imbarcati

ROMA - Massima attenzione da ieri sul caso del Buccaneer, il rimorchiatore italiano assaltato al largo delle coste somale. A formare l’equipaggio ci sono dieci italiani, sedici marittimi in tutto: sono ostaggi dei miliziani del Puntland, ormai costantemente dediti al banditismo e la pirateria. Secondo fonti di stampa, alcuni familiari, contattati telefonicamente dagli stessi ostaggi, avrebbero riferito che sono rimaste soltanto poche ore per pagare il riscatto richiesto ed evitare uccisioni dimostrative. La Farnesina ha verificato ieri questa notizia poi ha diramato una nota in cui esplicitamente sembra confutarla. In essa si legge che in merito alla notizia di un ultimatum di 72 ore per avviare una trattativa sul pagamento di un riscatto - peraltro negato dal ministro Frattini lo scorso 21 aprile - e con riferimento alle notizie diffuse da alcuni parenti dei nostri connazionali tenuti in ostaggio, il ministero degli Affari Esteri precisa che “nè l’armatore della nave nè l’Ambasciatore d’Italia presso il governo somalo di transizione, nei loro contatti, hanno riferito che i rapitori si siano espressi in questi termini”. Su questa linea l’armatore Silvio Bartolotti, presidente della Micoperi, perché se i pirati avessero lanciato veramente un ultimatum «noi saremmo stati i primi a saperlo». «Ieri mattina (giovedì, ndr) - ha riferito Bartolotti ho parlato personalmente con l’ufficiale di bordo e la situazione era

tranquilla, poi ho saputo che nella serata tutti i membri dell’equipaggio hanno potuto chiamare le loro famiglie. Ma l’ultimatum mi è stato riferito solo da due o tre familiari, mentre gli altri non ne hanno fatto alcun riferimento. Capisco l’inquietudine dei parenti - continua l’armatore - il momento è delicato, ma la Farnesina sta facendo tutto il possibile. Tuttavia posso dire che, in casi del genere, le trattative con i pirati non si sono mai risolte in così poco tempo. In queste ore stiamo cercando di ripristinare un nuovo contatto telefonico». A maggiori insistenze, tuttavia, la Farnesina mostra attenzione e riserbo sulla vicenda. "Non confermiamo la notizia di un ultimatum. Stiamo verificando", ha detto un’addetta stampa del ministero degli Esteri italiano mentre il capo della Farnesina stava decidendo di inviare in Somalia l’on.Margherita Boniver, presidente del Comitato Parlamentare Schengen e Immigrazione, recentemente nominata Inviato Speciale per le emergenze umanitarie, per facilitare la positiva soluzione della vicenda. Le famiglie dei marittimi di Torre del Greco restano in ansia: «Chiediamo il massimo interessamento da parte del governo». Stasera nella basilica di Santa Croce è in programma una celebrazione eucaristica: «Pregheremo per i marittimi in mano ai sequestratori. Vescovo e Papa sono con noi” fa sapere don Giosuè Lombardo.

Ridda di voci sull’ultimo volontario della Croce Rossa nelle mani dei guerriglieri filippini

Smentito tutto: Vagni mai liberato

Suore a Firenze pregano col pennello

ROMA - Non è stato consegnato ad un altro gruppo di rapitori. E, soprattutto, «è vivo e sta bene». Ancora una giornata di attesa per Eugenio Vagni, il volontario della croce rossa internazionale nelle mani dei ribelli di Abu Sayyaf

dal 15 gennaio scorso. E ancora smentite, dopo luta rimane la sua liberazione in condizioni di la convulsa giornata di giovedì, quando il capo sicurezza», ha detto Arevalo, spiegando che della polizia filippina aveva annunciato che Va- pur essendo stato dato il via libera all’operaziogni era stato consegnato dai suoi rapitori ad un ne militare, per ora non c’è stato alcun blitz. altro gruppo di ribelli. Contrario ad un’azione di forza è sempre stato Una notizia che il ministro deFrattini. Sulla salute di Vagni, gli Esteri Franco Frattini ha det- A Firenze suore che soffre di un’ernia e, seconto di «non confermare» e che, di Manila pregano do quanto riferito dal governo dalle stesse Filippine, è stata con il pennello filippino nei giorni scorsi, non poi smentita in tarda mattinata. riuscirebbe più neppure a camper il montevarchino «Al momento - ha detto il portaminare, arrivano notizie rassivoce dell’unità di crisi sugli ostaggi istituita curanti. Fonti locali assicurano che «è vivo e nelle Filippine Edgar Arevalo - è ancora nelle sta bene». Ieri a Firenze, le suore filippine hanmani del gruppo Abu Sayyaf». Nessun passag- no dedicato una scritta di pace al volontario gio di consegne, dunque. E nessun blitz, assicu- della croce rossa internazionale, nell’ambito ra il governo, almeno finora. «La priorità asso- della kermesse artistica ’Street without Wall’.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 25 Aprile 2009 7

Attualità

Piano per uccidere il primo cittadino di Gela, arrestati due esponenti del clan Emmanuello

Il sindaco scomodo nel mirino della mafia

GELA - Le armi per uccidere il sindaco di Gela, Rosario Crocetta (Pd), dovevano arrivare da Busto Arsizio (Varese), città in cui vivono esponenti mafiosi legati al clan degli Emmanuello. E dovevano essere armi pesanti, per poter fare una strage e uccidere l’uomo che prima aveva messo alla porta del Comune di Gela la moglie del boss Daniele Emmanuello (all’epoca dei fatti latitante) e poi ostacolato gli affari delle imprese amiche che volevano gestire gli appalti pubblici. E così l’asse criminale che lega la Lombardia alla Sicilia aveva decretato la morte di Crocetta. La polizia di Stato ha anticipato le mosse dei mafiosi e la procura della Repubblica di Caltanissetta, guidata da Sergio Lari, insieme ai pm Domenico Gozzo e Nicolò Marino, hanno fatto in fretta per chiedere ed ottenere dal gip l’arresto di due mafiosi. Così in carcere per associazione mafiosa sono finiti Maurizio Saverio La Rosa, di 40 anni e Maurizio Trubia, di 41, entrambi di Gela. Gli inquirenti non li accusano solo di aver organizzato l’attentato al sindaco, ma pure di aver imposto il pagamento del pizzo a imprese di Gela che effettuavano lavori pubblici a Milano. Il clan, infatti, pretendeva il pagamento di una tangente da 15 mila euro, da versare periodicamente alle casse dei boss, perchè l’impresa era di Gela anche se i lavori riguardavano la manutenzione dell’acquedotto milanese. La ditta era impegnata a Milano con lavori per conto della società Metropolitana milanese spa, che ha la gestione di quell’acquedotto: lavori per oltre 3 milioni di euro. L’imprenditore però aveva rifiutato di pagare e dopo aver registrato tutti i colloqui con i due indagati, li ha denunciati alla polizia. Così questa indagine è andata ad intrecciarsi con quella che riguardava l’attentato a Crocetta. Ma il quadro investigativo è stato completato poche settimane fa, quando ha iniziato a collaborare con i pm un boss mafioso, Carmelo Barbieri. «È in atto un progetto di omicidio nei confronti di imprenditori gelesi - ha svelato il pentito il 6 marzo scorso - fra cui il gruppo che si aggiudicò l’appalto della spazzatura, proprio perchè si sono rifiutati di pagare il pizzo, determinando gravi disagi per i detenuti, non più in grado di ricevere gli stipendi e pagare gli avvocati». Barbieri ha ricoperto un ruolo di vertice in Cosa nostra nissena, al fianco di Luigi Ilardo, il boss confidente del colonnello Michele Riccio, assassinato a Catania una settimana dopo che decise di ufficializzare la

Avevano imposto il pizzo a imprese che effettuavano lavori a Milano Nella città di Gela l’inchiesta che ieri ha portato all’arresto di due persone per mafia La polizia ha anticipato le mosse dei mafiosi e la procura ha chiesto ottenuto subito l’arresto

sua collaborazione con la giustizia. «Del progetto di dare una lezione agli imprenditori del settore edile o del settore rifiuti che non volevano pagare il pizzo - dice il pentito - ribadisco che è stato La Rosa, reggente del gruppo Emmanuello, a dirmi dell’iniziativa. La ragione è innanzitutto per il mancato pagamento del pizzo ma anche per ristabilire la supremazia

sul territorio». Nel pomeriggio Trubia e La Rosa sono stati interrogati dal gip, ed entrambi hanno risposto, tentando di sminuire i fatti che sono stati loro contestati. Crocetta ha ricevuto messaggi di solidarietà dal mondo politico. Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha telefonato al Capo della polizia, prefetto Antonio Manganelli, per «congratularsi - si legge

in una nota - dell’importante operazione della Squadra Mobile di Caltanissetta e del commissariato di Gela». Rispetto al progetto di attentato nei confronti di Crocetta, il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, dice: «Sono i rischi di chi fa antimafia sul serio sul territorio». Incontrando i giornalisti, Crocetta ha voluto ringraziare i poliziotti e i magistrati che

hanno sventato questo attentato. «Pm come Lari, Gozzo e Marino ha detto Crocetta - dovrebbero avere una visibilità nazionale per quello che fanno contro la mafia, in silenzio e con grandi sacrifici». Poi ha aggiunto: «Oggi è il 25 aprile, ma Gela e la Sicilia devono ancora vivere il proprio 25 aprile, la liberazione dalla mafia». «Vogliono fermarmi - ha aggiunto -

ma non ci riusciranno, più mi minacciano, più sono spinto a continuare. Le istituzioni? Mi sono vicine, ma qui assistiamo a veri atti di guerra. Bisogna fare di più. Voglio che si cominci a fare sul serio e che anche la politica faccia i passi necessari». Per il procuratore questa operazione ha permesso di decapitare sul nascere i nuovi vertici di Cosa nostra a Gela.

Uccidono un amico col piccone e confessano

Il gruppo mafioso degli Emmanuello stava preparando un attentato al sindaco di Gela, Rosario Crocetta (nella foto)

Licenziò la moglie del boss. Crocetta dal 2003 in lotta contro la criminalità nel suo paese

“Io non ho paura, vado avanti”

GELA (CALTANISSETTA) - È il sindaco rosso di Gela Rosario Crocetta, 58 anni, che, eletto per la prima volta nel 2003 dopo un ricorso al Tar, ha posto alla ribalta il suo Comune, ad alta densità criminale, lottando per liberarlo dai condizionamenti mafiosi. Per questo è nel mirino delle cosche come svelato anche dall’inchiesta «Gheppio» che ieri ha portato all’arresto di due presunti mafiosi nisseni. Crocetta, ragioniere, è stato il primo sindaco dichiaratamente omosessuale nella storia d’Italia e prima di darsi alla politica a tempo pieno ha lavorato all’Eni di Gela e ha collaborato con i quotidiani L’Unità e Il Manifesto. Prima nel Pci Crocetta aderì poi a Rifondazione Co-

munista (fu assessore alla cultura del comune di Gela dal 1996 al 1998) e nel 2000 s’iscrisse al Pdci partito con cui vinse le elezioni, nella coalizione dell’Ulivo, prima nel 2002 (vincendo il ricorso nel 2003) e poi nel 2007 vincendo con quasi il 65 per cento delle preferenze. Nell’ottobre dell’anno scorso lasciò il Pdci per passare al Pd di Veltroni partito con cui è candidato alle prossime Europee. Da diverse inchieste della procura nissena è emerso che il sindaco gelese è nel mirino delle cosche per la sua intransigenza alla illegalità che ebbe il culmine quando ordinò il licenziamento della moglie di un boss mafioso assunta al Comune perchè risultava nullatenente. Il sindaco di

Gela, che si muove scortato, si appella spesso alle massime autorità dello Stato «affinchè le istituzioni non lascino sola Gela e chi si batte contro la mafia e la criminalità» spiegando che la sua città «è composta per la stragrande maggioranza da lavoratori e gente perbene» ma finisce sulle cronache per i misfatti di pochissimi delinquenti. E reagisce così alla notizia dell’attentato che i clan stavano preparando contro di lui e alcuni imprenditori: «Io non ho paura, vado avanti». Ma per liberare l’Italia dalla mafia non serve la solidarietà, semmai c’è bisogno di «condivisione»: «La politica deve fare di più, facciamo di più tutti, insieme».

Avevano ottenuto il trasferimento grazie a certificati di invalidità falsi

Liceale 15enne si suicida davanti al professore e ai compagni

MILANO - Mai un giorno di lezione in tre plina l’handicap, e nel contratto sulla mobilianni: a Milano sono state denunciate 27 mae- tà degli insegnanti. Le maestre sono tutte oristre ’fantasma’. I certificati di invalidità, fatti ginarie della provincia di Reggio Calabria e, in Calabria, sono risultati faldal 2006, hanno chiesto e ottesi. Secondo quanto riportato In tre anni nemmeno nuto di essere trasferite perun giorno di lavoro ieri dal quotidiano la Repubchè affette da «invalidità fantablica il provveditorato milane- Tutte le donne vengono sma», come casi gravi di diase ha inviato un dossier alle bete, dolori cronici alla schiedalla Calabria procure di Milano e Reggio na, che al momento opportuCalabria. Nelle denunce si ricostruiscono i no scompaiono. Casi analoghi - riferisce la casi di 27 maestre, «invalide e guarite per Repubblica - si trovano anche a Firenze, Venemiracolo, ma intanto trasferite», sfruttando zia e Torino e le province di provenienza alcune falle nella legge 104, quella che disci- delle maestre Reggio Calabria e Agrigento.

FERENTINO (FROSINONE) - Si è suicida- na finito il compito di greco. Un volo di to davanti ai suoi compagni e davanti al trenta metri che non gli ha lasciato scampo: professore che in quel momento era intento è morto nonostante i tentativi di rianimarlo a fare lezione. Così il ragazzo del 118. Il professore di gredi 15 anni che ieri si è getta- Il ragazzo frequentava co, in classe al momento delil quarto ginnasio to dalla finestra di un’aula la tragedia, ha avuto un malodel liceo classico di Ferenti- e aveva appena finito re. Forse all’origine del gesto no ha deciso di uccidersi: è del ragazzino dei problemi il compito di greco salito improvvisamente sul scolastici: era uno degli ultibanco e in un istante si è lanciato dalla mi compiti in classe di greco e lo studente finestra. Nessuno, sorpreso dalla repentini- sapeva di non avere altro modo per recupetà del gesto, è riuscito a fermarlo. Il ragazzo rare. Il padre del ragazzo insegnava educafrequentava il quarto ginnasio. Aveva appe- zione fisica sempre al liceo di Ferentino.

Maestre fantasma, 27 denunce a Milano Si lancia dalla finestra, forse temeva bocciatura

VARESE - Prima lo hanno pugnalato più volte, poi lo hanno portato in casa di uno di loro e visto che era ancora vivo gli hanno sfondato il cranio con un piccone. Alla fine lo hanno seppellito in giardino. È morto così, lunedì scorso, Dean Catic, 17 anni di origine croata, secondo la ricostruzione della squadra mobile di Varese che per il delitto ha fermato, giovedì, due ragazzi italiani quasi coetanei, con precedenti per piccoli reati. I due fermati sono Jacopo Merani, 20 anni, e Andrea Bacchetta, 18. I due giovani fermati hanno confessato l’omicidio, secondo quanto riferito dalla squadra mobile. Il delitto sarebbe avvenuto nella notte tra lunedì e martedì scorsi. I fermi sono stati effettuati ieri. Ancora da chiarire il movente: tra Catic e Merani ci sarebbero stati contrasti per motivi legati alla droga, di cui tutti e tre facevano uso e che spacciavano in piccole quantità. In casa di Merani e Bacchetta sono state trovate alcune decine di grammi di hascisc. In base alla ricostruzione della polizia, Catic si sarebbe incontrato con i suoi assassini in un bar di Varese lunedì sera. Quindi un giro sull’auto di Merani e poi l’omicidio. Mercoledì sera era arrivata una telefonata anonima al 113 in cui una voce maschile sosteneva che un ragazzo di nome Dean era stato ucciso. Il nome coincideva con quello del figlio di una donna che ne aveva denunciato la scomparsa. Gli investigatori sono risaliti ai due giovani. I due in questura prima hanno negato, poi sono crollati.


8 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Il presidente della Repubblica ricorda che gli ideali della Costituzione sono un patrimonio comune e trovano la loro base nella Resistenza

Napolitano:il25aprilenonesclude nessuno Sulla stessa linea il discorso che Silvio Berlusconi farà oggi da Onna

Il Presidente Napolitano si congratula con i Presidenti della Provincia di Cesena-Forli e Genova al termine della cerimonia di consegna della Medaglia d'Oro al Merito civile

Alberto Spampinato

politano renderà onore ai caduti di quelle battaglie. Anche per il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, «questa cerimonia ha un significato unitario particolare che contribuisce a fare del 25 aprile una ricorrenza da tutti condivisa». Per il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, il 25 aprile «fu una data incancellabile in cui nacque l'Italia libera e democratica». Silvio Berlusconi intanto lima con cura il discorso che pronuncerà ad Onna, il piccolo paese praticamente raso al suolo dal terremoto in Abruzzo. In mezzo alle macerie e davanti alla stele che ricorda l’eccidio di sedici persone trucidate dai nazisti l’11 giugno del 1944, il premier leggerà le pagine che già ieri, in un pranzo a Palazzo Grazioli, ha anticipato ad alcuni fedelissimi. Parole che vengono definite «forti e significative» da chi ha avuto modo di ascoltarle. Già nei giorni scorsi Berlusconi aveva detto che avrebbe preso parte quest’anno alla celebrazione del 25 aprile, per non lasciare che ad appropriarsene fosse una sola parte politica. Un concetto che approfondirà, parlando del 25 aprile come della festa di tutta l’Italia liberata e tenendosi nel solco dell’invito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a festeggiare uniti la ricorrenza della Liberazione.

ROMA - «Il messaggio della Resistenza vive nella Costituzione». Giorgio Napolitano, alla vigilia del 25 aprile, torna a ribadire il valore della festa della Liberazione. Il capo dello Stato, nel corso di un incontro al Quirinale con gli esponenti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e della consegna della Medaglia d’oro al merito civile al Gonfalone delle Province di Genova e Forlì-Cesena, afferma che nella Costituzione «possono ben riconoscersi anche quanti vissero diversamente gli anni '43-'45, quanti ne hanno una diversa memoria ed esperienza personale o per giudizi acquisiti». «Il messaggio, l'eredità spirituale e morale della Resistenza, della lotta per la liberazione d'Italia vive nella Costituzione, Carta fondante della Repubblica, pietra angolare del nostro agire comune e della nostra rinnovata identità nazionale» afferma Napolitano. «Anche la partecipazione di nostri contingenti militari alle missioni per la pace e la sicurezza internazionale, sotto la guida dell'Onu e nel quadro delle alleanze - aggiunge il presidente della Repubblica è coerente con l'aspettativa ideale e la concreta volontà di costruire un futuro migliore, che ispirarono le decisioni dei soldati e dei citta-

dini italiani, all'indomani dell'armistizio dell'8 settembre 1943, quando scelsero di reagire, anche mettendo a repentaglio la propria esistenza». Stamattina Napolitano si reca in un luogo simbolo: Mignano Monte Lungo, nell’alto Casertano, dove il 27 settembre 1943 nacque il Primo Raggruppamento Motorizzato dell’Esercito italiano (poi con-

fluito nel Corpo Italiano di Liberazione) al comando del generale Umberto Utili. Ne fecero parte militari di tutta Italia. Al comando del generale Vincenzo Dapino, il Raggruppamento combattè contro i tedeschi coordinandosi con le truppe Alleate guidate dal generale americano Geoffrey Keyes, per sfondare la Linea Gustav nella zona strategica di Cassino. Na-

Fi e An fanno la parte del leone, protestano gli alleati minori

Europee, il Pdl stringe sulle liste “Niente big di sport e spettacolo”

La Russa è uno dei tre coordinatori con Verdini e Bondi

ROMA - Stretta finale sulle liste per le europee, ieri a Palazzo Grazioli, dove il premier Silvio Berlusconi ha dato mandato ai tre coordinatori del Pdl Denis Verdini, Ignazio La Russa e Sandro Bondi di chiudere entro martedì le liste. Sarà a quel punto il premier, sciolti gli eventuali ultimi nodi, a dare il via libera all’ufficializzazione. «Non ci sono nomi eccellenti, si rispetterà lo schema del 70-30 tra Forza Italia ed An, molti sono gli europarlamentari riconfermati e si è cercato di fare un pò di spazio ai giovani, conciliando la continuità con la novità», sintetizza al termine della riunione uno dei partecipanti. Anche il coordinatore Ignazio La Russa lascia capire che non ci saranno grandissime sorprese, polemizzando neppure troppo velatamente con l’opposizione: «Nelle liste del Pdl non ci sarà nessuno specchietto per le allodole. Non ci saranno calciatori e cantanti e nemmeno giornalisti tv come avviene a sinistra, dove ad ogni tornata elettorale ne presentano uno che dopo 6 mesi si dimette e riprende il lauto stipendio legittimo in Rai». Intanto, continua il clamore suscitato dalle ’lezioni’ del corso di formazione politica per l’Europarlamento destinate a giovani deputate e ad aspiranti candidate al seggio di Strasburgo del Pdl, molte delle quali vicine al mondo dello spettacolo e senza alcuna esperienza politica. E ieri, in polemica con il mancato riconoscimento di un ruolo ai partiti minori nella definizione delle liste europee, Gianfranco Rotondi - che già aveva disertato il Cdm di ieri a L’Aquila - non ha preso parte neanche alla riunione dell’ufficio di presidenza del Pdl.

Si è chiuso il vertice “allargato” dei ministri del G8 in Sicilia

Il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, presiede la riunione del pomeriggio

Ambiente, Siracusa indica le priorità SIRACUSA - Cinque nodi ancora da sciogliere sul clima ma questa volta i Governi li hanno messi nero su bianco anche se mancano target specifici. E il Brasile propone una petrol-tax del 10% sui proventi dell’industria del petrolio da destinare alla lotta ai cambiamenti climatici. Mentre sulla natura arriva la ’Carta di Siracusa’ contro lo scippo della natura. E per la prima volta un appello per la salute dei bambini. Si è chiuso così il vertice ’allargato’ dei ministri dell’Ambiente del G8 nella città siciliana. Dalla riunione arriva una ’lista della spesa’ per i premier sul fronte emissioni e tecnologie pulite. Della tre giorni di lavori il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, padrona di casa, si è detta «estremamente soddisfatta» sottolineando che servono «azioni urgenti» sulla questione clima. «Abbiamo definito in maniera franca e chiara - ha detto Prestigiacomo - i principi sui quali i capi di stato dovranno spendere tutta la loro leadership» esprimendo grande condivisione per la scelta della sede a L’Aquila del G8. Target nel breve e medio periodo; target a lungo termine; confrontabilità degli sforzi fra paesi; finanziamenti; governance internazionale, sono i 5 nodi sul clima. «Il G8 Ambiente - ha precisato il ministro - non ha assunto decisio-

Salute dei bambini, energia ai Paesi poveri e aumento temperatura limitato ai due gradi ni perchè non è la sede. Tutti i ministri hanno condiviso l’impostazione per il sostegno dei paesi in via di sviluppo». Per il ministro serve investire in ambiente anche in chiave anti-crisi: «La green economy è un settore nuovo che può aprire spazi di mercato e creare posti di lavoro». Due i documenti

del G8 Ambiente. Il chair summary nel quale viene tracciato il percorso della tre giorni di lavori. Tra le indicazioni garantire l’accesso energetico ai paesi più poveri e l’impegno mantenere entro i due i gradi l’aumento di temperatura in seguito al riscaldamento globale. Ma anche un appello «forte» per la salute dei bambini. In tal senso è stata tracciata la strada anti-inquinamento: eliminare il piombo dalla vernice e completamente dalla benzina, collaborare a ricerche e studi sulla salute dei bambini e l’ambiente inclusi gli impatti degli

agenti chimici e dei metalli pesanti, dei cambiamenti climatici, e migliorare la conoscenza. Punto chia-

ve del vertice la biodiversità con l’approvazione della Carta di Siracusa. «Tutti i ministri del G8 - ha

La “Carta” del summit indica una serie di misure in vista della decisiva riunione di Copenaghen a dicembre

Alla ricerca di tecnologie meno inquinanti

I ministri Prestigiacomo e Van Schalkwyk

SIRACUSA - Tecnologie a basso contenuto di carbonio, azioni per contrastare i cambiamenti climatici, la biodiversità, e la salute dei bambini e l’ambiente. Queste le 4 mosse

contenute in un ’chair’s summary’ condivi- emissioni, incrementare gli investimenti pubso dal G8 Ambiente di Siracusa che sarà blico-privati per la ricerca, diffondere l’accessottoposto alla riunione in programma a lu- so all’energia da parte delle popolazioni più glio. Soddisfatta il ministro dell’Ambiente povere. Alcuni ministri hanno menzionato il Stefania Prestigiacomo per l’alto livello dei ruolo che riveste l’energia nucleare. Sulle lavori che rappresentano «un azioni per contrastare i campasso in avanti molto impor- Impegno degli Stati biamenti climatici i punti toctante sulla strada della Confe- ad incrementare cati riguardano i target nel renza delle Nazioni Unite di gli stanziamenti breve e medio periodo e a lunCopenaghen a dicembre». go termine, la confrontabilità per la ricerca Sulle tecnologie, i punti essendegli sforzi tra paesi, i finanziali riguardano i pacchetti di stimolo e di ziamenti e la governance internazionale. ripresa con spese pubbliche e investimenti Sulla biodiversità i messaggi principali riper una produzione e un utilizzo più efficien- guardano la vita umana e il suo benessere e te dell’energia in modo da affrontare sia lo il conseguimento di tutti gli Obiettivi del sviluppo economico che la riduzione delle Millennio.

detto Prestigiacomo - sono convinti dell’urgenza di sottoporre ai rispettivi capi di governo la necessità di intervenire con urgenza». Nel mirino del G8 Ambiente di Siracusa anche le finanze e la necessità di investire in tecnologie verdi. In primo piano le rinnovabili: solo con le fonti pulite si potranno creare nuovi posti di lavoro e si potrà uscire dalla crisi, ha sottolineato Achim Steiner, direttore generale del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep). Sulle rinnovabili si è soffermato il ministro Prestigiacomo che ha annunciato che l’Italia sta lavorando «a una regolamentazione sull’impatto paesaggistico delle pale eoliche. Personalmente - ha detto - io privilegerei i parchi offshore, che si potrebbero realizzare in mare». Ma il G8 Ambiente di Siracusa è stato anche un’importante occasione di incontro con l’amministrazione Obama. Presente la responsabile dell’agenzia di protezione ambientale americana (Epa), Lisa Jackson che ha sottolineato la politica su energie pulite e di risparmio energetico. Particolare attenzione Jackson ha rivolto alla salute dei bambini. Infine da parte delle associazioni luci e ombre dal G8 Ambiente: per il Wwf bene l’impegno sulla green economy ma ora servono i fatti mentre Oxfam International e Ucodep parlano di «sindrome da primo passo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 25 Aprile 2009 9

Attualità

Immigrato salvato dall’intervento degli agenti

Indagato il chirurgo che l’ha operata

Picchiato dagli amici che poi lo derubano

Non si sveglia dall’intervento Ne dovrà rispondere il medico

PRATO - Un’aggressione a scopo di rapina. È quanto è emerso in base al racconto della vittima che sarebbe stata poi legata e avvolta in un lenzuolo per portarla altrove, lontano dall’abitazione dove abitano i due aggressori. L’extracomunitario liberato dagli agenti è un algerino di 28 anni che ha poi denunciato i suoi aggressori, due conoscenti. Dopo aver bevuto assieme, i tre avrebbero assunto anche farmaci, la vittima si è sentita male e a quel punto è stata aggredita. I due lo hanno poi legato con del filo elettrico e avvolto in un lenzuolo.

PESCARA - Il Pm Gennaro Varone ha depositato l’avviso di conclusione delle indagini relative alla morte di Costanza Vieste. La donna, 74 anni, di origine pugliese, è deceduta all’ospedale civile di Pescara, il 18 gennaio 2007, in seguito a tre interventi chirurgici. Della morte della donna dovrà rispondere il medico Marco Basile. Secondo la procura la morte della donna sarebbe stata provocata dall’«imperizia» e dalla «negligenza» del medico nell’eseguire il secondo intervento chirurgico.

Extracomunitario liberato dagli agenti

Il chirurgo disattento durante l’intervento

L’imprenditore in disgrazie economiche non poteva saldare la parcella degli avvocati Il 67enne Santo Barbino è ora accusato di omicidio plurimo e tentato omicidio

Ammazza i legali che non poteva pagare Il sopravvisuto è ricoverato in rianimazione in condizioni gravi ROMA - Ha sparato undici colpi. Ha sparato alla testa per uccidere i suoi avvocati colpevoli di chiedere insistentemente una parcella che lui, in disgrazia economica, non poteva pagare. Allo studio legale a Ladispoli (Roma), Santo Barbino, calabrese di 67 anni, si era recato con una vecchia Beretta 7.65 e ben due caricatori. Segno che l’obiettivo non era minacciare o spaventare ma uccidere. Una vera e propria esecuzione. Poi con calma si è allontanato. Fino a quando giovedì sera non si è costituito ai carabinieri. Ora Santo Barbino è accusato di omicidio plurimo e tentato omicidio: ha ucciso l’avvocato Francesco

L’onorario salato era relativo ad una causa che aveva perso

Netturbino ucciso dal camion per la raccolta dei rifiuti

Aumentano le vittime degli incidenti sul lavoro

GELA - Un netturbino è morto ieri all’alba a Gela per le ferite riportate in seguito ad un investimento subito dall’automezzo per la raccolta di rifiuti. L’uomo di 52 anni è stato investito e quasi schiacciato dalle ruote o dalla pedana di appoggio del mezzo, durante una fase di manovra. Un camionista e un agricoltore sono morti in due incidenti sul lavoro avvenuti ieri in provincia di Brescia. A Ome un agricoltore è stato travolto dal proprio trattore, dopo che il veicolo si è ribaltato. L’incidente è avvenuto nella serata di giovedì ma il corpo della vittima è stato scoperto solo ieri dalla Terracciano, 73 anni, nel suo studio insieme al suo collega Paolo Salineri, 42 anni, e ha ferito gravemen-

Il netturbino è stato quasi schiacciato dalla pedana d’appoggio del camion in manovra

moglie che, non avendolo visto rincasare lo cercava da ore. Anche il camionista è stato travolto dal proprio veicolo. Il camion era par-

te Marco Terracciano, 33 anni, figlio di una vittima, anche lui avvocato. Ai carabinieri ha anche detto

cheggiato, con il motore acceso, quando si è messo in movimento ed ha investito il camionista che stava chiacchierando poco lontano.

il perchè del bagno di sangue: «volevano alcune migliaia di euro, la parcella per una causa che avevo per-

so, non avevo quei soldi, sono in difficoltà economiche», ha detto nel corso di un lungo interrogato-

rio. Barbino, ex imprenditore edile e agente immobiliare, non poteva pagare. E allora ha deciso di uccidere. Si è presentato all’appuntamento, precedentemente fissato con i legali, ed appena entrato nella stanza ha fatto fuoco. Salineri e Marco Terraciano hanno tentato di bloccare l’omicida, ma invano. Benchè gravemente ferito Marco è riuscito ad uscire dall’appartamento, accasciandosi sul pianerottolo. Un maresciallo dei carabinieri dopo aver saputo dell’accaduto, è riuscito a raccogliere la testimonianza dell’unico sopravvissuto prima ancora che fosse caricato sull’ambulanza del 118. Ora è ricoverato in rianimazione.


10 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

La crisi brucia anche i patrimoni delle rock star

Entrate fiscali, è crollo record Meno 4 miliardi

La Marcegaglia: meno protezionismo e riparta il credito

LONDRA - Povere star: la crisi economica ha colpito anche le stelle del pop e i magnati dello spettacolo che nell’ultimo anno hanno visto il loro patrimoni milionari erodersi in media del 10%. A rivelarlo è il rapporto annuale del Sunday Times sui Vip più ricchi del Regno Unito, dal quale emerge che tra i personaggi che hanno sofferto di più per la crisi ci sono Amy Winehouse, la cui fortuna si sarebbe dimezzata e ammonterebbe ora a ’solo’ 5 milioni di sterline e Elton John, il cui patrimonio avrebbe subito un calo del 26%. Il cantante gallese Tom Jones ha perso il 24%, l’ex Beatle Paul McCartney (foto), da parte sua, ha visto 60 milioni di sterline (66 milioni di euro) spazzati via dal suo patrimonio.

ROMA - Nel periodo gennaio-febbraio 2009 sono state accertate entrate tributarie erariali per 56.871 milioni di euro (-4.001 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari a -6,6%). È quanto comunica il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia. L’imposta sul reddito, l’Ire (l’ex Irpef), nel primo bimestre del 2009 ha registrato entrate per oltre 30 miliardi di euro, in calo del 2,2% rispetto allo stesso periodo del 2008. Calo generale comunque per tutte le voci, dall’imposta di fabbricazione sugli oli minerali (-4,5%) all’imposta di consumo sul gas metano (-9,5%), dall’imposta di registro (-14,9%), a quella di bollo (-8,2%).

SANTA MARGHERITA DI PULA - Superare il più presto possibile la stretta creditizia, che ormai da mesi, a livello globale, sta colpendo le imprese. La risposta alla crisi passa anche attraverso tale garanzia. Di questo si sono detti convinti gli industriali degli Otto Grandi del mondo, riuniti in Sardegna per il terzo ’Business Summit’, a partire dal presidente della Confindustria italiana, Emma Marcegaglia, che ne ha guidato i lavori. Il percorso per affrontare ed uscire dalla crisi «più grave del dopoguerra» segna però anche altri passaggi fondamentali: il no al protezionismo «fortemente rifiutato» dal mondo delle imprese, la libertà di commercio e investimenti, il recupero della fiducia nei mercati finanziari.

Il commissario europeo all’Industria critica le trattative con Opel e Chrysler Marchionne: “Non può lanciare sentenze di morte e decidere chi sopravvive”

La Fiat pigliatutto non piace a Verheugen “Dovetrova i soldi?” E’ bufera con Roma La spola di Marchionne

Roberto Caracciolo

BERLINO - «Mi chiedo dove questa società altamente indebitata trovi i mezzi per portare avanti allo stesso tempo due operazioni di questo genere»: la società in questione è la Fiat; le operazioni si riferiscono a Opel e Chrysler; chi parla è il Commissario all’Industria, Guenter Verheugen. La frase è stata pronunciata ieri ai microfoni della radio bavarese Bayerischen Rundfunk e ha scatenato una bufera. Non solo tra la Fiat e Bruxelles. Poche ore dopo l’intervista, sono arrivate anche le critiche di diversi ministri del governo italiano e anche Confindustria è scesa in campo per bacchettare il Commissario. Se Verheugen ha anche espresso un «senso di sorpresa» di fronte ai presunti piani del Lingotto, sottolineando che la Fiat è un concorrente diretto della Opel ed «è un costruttore d’auto europeo che non gode della salute migliore», dall’altra l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, ha ribattuto di essere «stupito dal tono e dal contenuto delle dichiarazioni» del Commissario europeo. Ma Marchionne, in arrivo negli Usa per cercare di chiudere l’alleanza con la Chrysler, non si è fer-

I VIAGGI 30 marzo 5 aprile

9-11

20-21

aprile

aprile

dal 24 aprile

Ontario* Detroit (sede Chrysler)

Torino Washington (Governo Usa)

LE SCADENZE 29

aprile Sergio Marchionne, amministratore delegato Fiat

mato qui: da Verheugen «mi sarei aspettato un dialogo costruttivo con i produttori europei per risolvere i problemi che stanno impattando negativamente sull’industria invece di lanciare sentenze di morte, scegliendo unilateralmente chi debba sopravvivere». Il portavoce del Commissario Ue ha cercato nel pomeriggio di smorzare i toni della polemica, ma il danno era ormai fatto.

«Viva sorpresa» per le dichiarazioni del Commissario Ue è arrivata infatti dal ministro degli Esteri Franco Frattini, il quale ha definito le parole di Verheugen «un’ interferenza nelle scelte industriali di soggetti privati, tanto più inaccettabile in quanto una delle aziende in questione è della stessa nazionalità del vice presidente della Commissione». Per il momento, da Bruxelles è

accordo con i sindacati americani e con i soci Chrysler

arrivato solo un tentativo del portavoce di Verheugen di ammorbidire la posizione del Commissario. Questi, ha detto, non è «contrario» a un possibile interesse di Fiat per Opel, ma «esistono ancora troppe questioni aperte». E poi: «Nessun intento di essere poco cortesi...». Emma Marcegaglia, da Santa Margherita di Pula, ha definito quello di Verheugen «un atteggiamento

Via il segreto bancario nell’Unione entro il 2014 L’europarlamento chiede maggiore trasparenza La raccomandazione tuttavia non è vincolante per gli organi di governo comunitari

L’aula di Strasburgo ha adottato una raccomndazione che chiede più trasparenza alle banche

sto di tali frodi ammonta in Europa a circa 200 miliardi di euro l’anno, poco meno del 2% del Pil del’Ue. In pratica nella raccomandazio-

ne si chiede che i Paesi Ue che ancora adottano il segreto bancario sui conti di cittadini europei residenti all’estero (Austria, Belgio, Lussemburgo) si adeguino al-

30

aprile

*Stato canadese dove l'a.d. Fiat ha studiato e lavorato

L’assemblea di Strasburgo è severa: “I contribuenti stanno salvando gli istituti”

BRUXELLES - Porre fine al segreto bancario in tutti i Paesi dell’Ue al più tardi entro il 2014. È quanto si chiede a gran voce in una raccomandazione adottata dal Parlamento europeo riunito a Strasburgo in sessione plenaria. «Nel momento in cui si chiede ai contribuenti europei di venire in soccorso del settore bancario, è più che legittimo che quest’ultimo faccia degli sforzi per aiutare gli Stati nella lotta contro le frodi fiscali», spiegano gli eurodeputati promotori della raccomandazione, sottolineando come il co-

Crescita continua

la direttiva Ue sui conti esteri che prevede l’obbligo dello scambio di informazioni tra i vari Stati membri. Segnali di collaborazione sono arrivati ultimamente da tutti e tre i Paesi europei coinvolti, ma finora solo il Belgio ha annunciato che porrà fine al segreto bancario entro il 2010. Come per tutte le questioni fiscali, la raccomandazione del Parlamento ha solo un carattere di parere. E nè la Commissione Ue nè il Consiglio Ue hanno l’obbligo di tenerne conto.

termine fissato da Obama per il piano Chrysler ANSA-CENTIMETRI

grave, che in un certo senso distrugge l’Europa». Per il momento, comunque, come ha reso noto la stessa Fiat nel pomeriggio, non c’è «alcuna offerta per l’acquisizione di quote di partecipazione in Opel». Lo stesso Marchionne, secondo quanto ha riferito il segretario generale della Fiom torinese, Giorgio Airaudo, ha spiegato durante un incontro con i sindacati che «non è in corso una trattativa con la Opel e che non ci sarà alcuna lettera d’intenti martedì», come scriveva ieri lo Spiegel online. Intanto Chrysler si starebbe preparando a chiedere la protezione dai creditori già la prossima settimana, che venga raggiunta o meno un’alleanza con Fiat. Lo scrive il Wall Street Journal citando «varie fonti vicine al dossier». Secondo il quotidiano newyorchese, in caso di accordo con Fiat il ricorso al ’Chapter 11’, cioè una procedura di bancarotta pilotata, permetterà a Chrysler di liberarsi di alcune voci di bilancio in passivo, permettendo così a Fiat di scegliersi le parti più appetitose e redditizie della casa automobilistica. Senza l’accordo con il Lingotto, invece, la strada sarebbe quella di una liquidazione, con le attività vendute a vari potenziali compratori, o la chiusura tout court della casa di Detroit, che nonostante il ridimensionamento degli ultimi anni continua a dar lavoro a circa 66.000 dipendenti. Il vice presidente del colosso automobilistico americano Jim Press, ha invece asicurato che Chrysler non sta facendo fronte a «una bancarotta imminente».

Tv digitale già in 8 milioni di famiglie ROMA - Il digitale terrestre avanza. Crescono la vendita e la diffusione dei decoder e gli ascolti, in vista dello switch over (il passaggio anticipato di Raidue e Retequattro alla nuova tecnologia) che dal 20 maggio coinvolgerà il Piemonte occidentale e dal 16 giugno il Lazio, cioè circa 3 milioni 400 mila famiglie, secondo le stime di Dgtvi, l’associazione che riunisce Rai, Mediaset, Telecom Italia Media, D-Free, Federazione radio televisioni e Aeranti-Corallo. Secondo gli ultimi dati forniti da Makno, a febbraio 2009 il numero delle famiglie in possesso di almeno un ricevitore per il digitale terrestre nell’abitazione principale si è attestato a 8 milioni 111 mila, cioè 2,7 milioni in più rispetto a un anno fa. A febbraio, inoltre, il numero totale dei ricevitori Dtt nelle abitazioni principali ha toccato quota 9 milioni 840 mila (+3,9 milioni rispetto allo stesso periodo del 2008). Secondo le rilevazioni di Gfk, a febbraio 2009 sono stati venduti 529 mila ricevitori per il digitale terrestre: di questi, 384 mila (il 72,6%) sono integrati in altri apparecchi, gli altri 145 mila (il 27,4%) sono esterni. Dal febbraio 2004 il numero totale dei decoder venduti supera così i 13 milioni, attestandosi a 13 milioni 412 mila: il 56,8% sono set top box esterni, il 43,2% integrati. Nel mese di marzo l’utilizzo della tv digitale terrestre in Italia è arrivato a occupare il 10,8% del consumo tv. La crescita è consistente in Trentino Alto Adige, dove 104 comuni possono seguire Raidue e Retequattro solo in digitale: a un mese dal passaggio, il Dtt ha superato il 25% per attestarsi al 26,3% a marzo. Nel Piemonte occidentale e nel Lazio l’uso della piattaforma è in linea con la media nazionale, rispettivamente a quota 11% e 11,2%.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 11

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Borsa

La giornata va in archivio con il Mibtel a più 2,89% 1.579 2.739 1.384 32 160 55 21 129 502 142 4 1 0 53 21 246 1.545 67 846 906 114 170 60 377 4.245 2.598 315 47 1.162

0,87 1,18 9,38 5,01 64,75 1,31 0,83 3,93 0,64 0,64 3,21 15,35 8,26 0,35 1,79 0,40 5,01 70,73 1,71 11,70 1,40 0,05 1,49 3,88 13,19 5,96 5,48 12,01 5,32

-4,58 +1,34 +1,52 +2,05 +0,08 -1,74 +2,36 +1,67 +8,41 +1,63 +0,55 +1,81 0,00 +0,25 -2,85 +0,94 +2,31 -0,29 -3,37 +1,75 +2,15 -0,96 -0,16 +0,82 +1,13 +1,28 +2,16 +1,17 +3,77

0,84 -6,67 1,19 +3,30 9,34 +0,81 5,30 +7,89 64,93 +1,22 1,33 -0,38 0,83 +0,79 3,94 +1,94 0,64 +8,76 0,64 +1,11 3,22 +3,54 15,35 +1,99 8,27 0,00 0,36 +2,44 1,81 +0,33 0,40 +1,14 5,06 +2,90 70,64 +0,68 1,71 -1,61 11,85 +3,77 1,39 +3,11 0,05 +1,55 1,49 -0,40 3,93 +2,61 13,32 +2,62 6,04 +4,59 5,45 +2,74 11,90 +2,23 5,62 +10,41

11 241 90 4 36 224 5.161 26 8 75 198 7 30 831 30 1 50 2.952 26 115 2.779 393 5 10 120 53 294 337 106 734 110 145 7 509 2 16 23 22 574 169 2.699 158 1.255 281

80,39 3,20 7,60 100,06 2,76 1,49 4,91 6,70 26,75 1,42 2,45 38,78 43,55 2,81 3,36 127,00 0,48 1,22 5,68 4,45 4,04 0,62 7,92 4,20 4,25 9,97 0,78 6,08 90,13 0,49 0,30 4,65 26,79 38,01 22,00 1,73 34,40 101,72 4,41 0,20 3,97 0,69 10,23 5,86

+0,21 +1,87 -1,13 0,00 +4,99 +0,20 +1,20 +1,19 +3,43 +1,72 +1,89 -0,13 +0,02 +1,34 +3,17 +1,13 -1,89 -0,29 +2,22 +0,63 +0,25 -0,28 +6,91 -0,12 -0,25 +2,13 -0,93 +0,91 +0,11 +1,64 +5,15 +1,75 +1,48 +1,65 +0,46 +0,47 +0,84 -0,08 +2,15 +0,80 +0,89 +1,18 -0,61 +1,83

80,90 3,22 7,64 100,06 2,67 1,49 4,89 6,79 27,01 1,44 2,42 38,92 43,60 2,76 3,40 127,00 0,49 1,24 5,71 4,46 4,06 0,62 7,75 4,15 4,29 10,00 0,77 6,12 90,06 0,49 0,29 4,70 27,04 38,49 22,00 1,75 34,18 101,71 4,49 0,19 4,02 0,70 10,27 5,87

+0,68 +2,71 -0,65 0,00 +1,91 +0,34 +1,24 -0,15 +4,97 +1,12 -4,07 +0,44 -0,68 -1,16 +2,41 +0,40 +1,78 +0,90 +0,18 0,00 +1,88 +1,82 +4,59 -1,13 0,00 +3,15 -2,53 +1,58 +0,07 0,00 +2,63 +3,52 +2,93 +4,73 +0,46 0,00 +0,53 +0,06 +4,54 +0,41 +2,29 +1,61 +1,08 +2,09

80,90 3,22 7,64 100,06 2,67 1,49 4,89 6,79 27,01 1,44 2,41 38,92 43,60 2,80 3,40 127,00 0,49 1,22 5,71 4,46 4,07 0,61 7,75 4,15 4,29 10,04 0,78 6,12 90,06 0,49 0,29 4,61 27,04 38,63 0,00 1,75 34,20 101,71 4,47 0,20 4,04 0,70 10,30 5,87

35 70 16 27 244 1.618 9 107 0 283 16 2.252 19 167 22 27 94 43 1.027 77 749 156 13 59 758 19 83 633 51 46

5,55 2,11 2,57 1,81 0,25 5,23 0,39 2,63 28,47 24,37 1,23 0,28 3,32 2,56 2,03 0,97 0,15 0,81 0,94 0,72 2,10 0,39 99,63 26,27 3,87 10,28 2,31 6,04 0,24 0,74

+1,11 +2,04 +2,26 +1,39 +6,16 -0,49 -1,39 -0,70 0,00 -0,00 +4,14 -5,40 +1,22 +2,78 -4,11 +3,53 -1,19 +2,94 +3,01 +5,33 +3,60 +4,21 +0,03 +1,20 -0,44 +0,99 +1,36 +0,26 +4,60 +2,31

5,58 2,10 2,60 1,82 0,26 5,25 0,40 2,64 28,48 24,25 1,25 0,27 3,30 2,61 2,04 0,97 0,15 0,82 0,96 0,71 2,04 0,39 99,60 26,02 3,86 10,36 2,31 6,10 0,25 0,75

+1,45 +0,24 +2,76 +1,11 +8,79 -0,76 0,00 +1,15 0,00 -0,25 +5,29 +0,37 +0,08 +4,30 -0,37 +3,80 +0,46 +3,60 +5,32 +4,28 +1,62 +5,75 -0,03 +1,44 +0,13 +0,58 +1,10 +1,33 +5,93 +1,77

5,58 2,10 2,61 1,82 0,26 5,25 0,40 2,62 0,00 24,27 1,25 0,27 3,30 2,60 2,04 0,97 0,15 0,82 0,96 0,71 2,05 0,39 99,60 26,35 3,85 10,36 2,31 6,09 0,25 0,73

430 564 23 54 325 500 2 29 22 50 128 86 102 505 77 33 458

1,24 5,58 26,67 1,11 8,41 4,89 36,75 0,93 3,91 1,75 1,20 40,48 8,81 15,81 2,56 3,98 6,71

+2,75 +8,22 +0,26 -0,31 +1,49 +0,55 +0,91 +0,91 +0,13 +3,61 +5,02 -0,11 +0,16 -0,07 -2,40 -2,34 +2,47

1,23 +0,82 5,75 +11,65 27,25 +3,10 1,11 0,00 8,45 +2,42 5,03 +3,66 36,75 +0,91 0,93 +1,54 3,93 -0,25 1,72 +1,29 1,21 +5,22 40,89 +3,55 8,95 +3,59 15,79 +0,32 2,51 -2,05 3,95 -3,01 6,66 +3,58

1,23 5,70 27,25 1,10 8,44 4,99 36,75 0,93 3,93 1,72 1,21 40,90 8,98 15,79 2,56 3,95 6,66

18 546 68 372 64 67 6 9.636 54 24.798 470 1.597 82 145 233 132 225 109 0

23,53 0,92 1,19 1,33 11,65 0,85 3,26 3,86 17,15 15,58 4,10 11,74 0,92 0,65 5,59 0,09 2,95 0,32 0,09

+3,86 +0,89 -0,97 +0,40 +1,44 +1,80 +0,05 +0,62 +3,88 +4,28 +0,82 +1,29 +0,35 -0,15 -0,07 +1,97 -0,30 +3,14 0,00

23,90 0,92 1,19 1,32 11,41 0,87 3,26 3,92 17,20 15,74 4,09 11,81 0,89 0,65 5,55 0,09 2,96 0,33 0,10

23,90 0,92 1,20 1,34 11,48 0,86 3,26 3,92 17,25 15,81 4,10 11,82 0,94 0,65 5,57 0,09 2,95 0,33 0,00

+5,85 +2,84 +0,25 -2,00 -1,21 +5,90 0,00 +1,82 +5,39 +5,07 +0,86 +1,46 -1,11 -0,46 +0,91 +1,84 +1,37 +4,84 0,00

0,83 1,19 9,30 5,30 64,50 1,33 0,83 3,96 0,64 0,64 3,22 15,35 0,00 0,36 1,81 0,40 5,04 70,89 1,71 11,86 1,41 0,05 1,50 3,94 13,29 6,04 5,48 11,90 5,58

Piazza Affari chiude in bellezza con le performance di Eni e Fiat Sugli scudi anche Generali e gli altri assicurativi

MILANO - Piazza Affari chiude sui massimi una seduta vissuta in crescendo. Eni e Fiat sono le regine del listino, sulla scia dell’andamento positivo di petroliferi e auto in Europa ma gli ordini in vendita si sono sparsi a pioggia anche su banche e assicurazioni. Il Mibtel ha guadagnato il 2,89%, l’S&P/Mibil 2,79%, l’All Stars l’1,55%. Eni brinda a trimestre. Utile in calo ma in ogni caso un risultato migliore delle attese e il mercato ha dato fiducia al Cane a Sei Zampe. Il titolo ha chiuso in rialzo del 5,07% a 15,74 euro. Bene anche Saipem (+4,83% a 16,05 euro) e Snam Rete Gas (+1,90% a 3,75 euro). Fiat corre ancora. Corre ancora, sempre sulle attese per l’accordo con Chrysler e in sintonia con il buon andamento del comparto auto in Europa dopo i dati trimestrali Ford, migliori delle attese. Il titolo del Lingotto ha guadagnato il 3,84% a 7,7 euro. Pirelli ha guadagnato il 4,91% a 0,31 euro, ritraccia Pininfarina (-3,61% a 4,8 euro). Generali sugli scudi. L’assemblea approva il bilancio e annuncia un primo trimestre in utile. Il titolo del Leone ha guadagnato il 2,45% a 15,48 euro. Bene anche gli altri assicurativi: Fondiaria ha corso in rial del 9,18% a 12,49 euro, Unipol è salita del 4,07% a 0,933 euro, Mediolanum del 3,49% a 3,26 euro. Bene anche le banche con Unicredit in rialzo dell’1,79% a 1,82 euro, Intesa Sanpaolo dell’1,99% a 2,3 euro, Mediobanca del 3,11% a

Le chiusure delle Borse Dow Jones New York *

+1,55

Nasdaq New York *

+2,16

Parigi

+3,13

Londra

+3,43

Milano

+2,89

Amsterdam

+1,72

Zurigo

+1,77

Francoforte

+3,00

*dati di metà giornata

-1,57

Tokyo

Hong Kong

+0,29 ANSA-CENTIMETRI

7,96 euro. alla vigilia dell’assemblea Banco Popolare ha guadagnato l’1,88% a 4,06 euro. Chi sale e chi scende. Piazza Affari scommette su Tiscali e su

un’accelerazione nelle trattative per la cessione delle attività inglesi. Il titolo, in asta di volatilità per tutta la mattinata, ha corso fino a segnare +25% a 0,4 euro.

Petrolio e immobiliari meglio del previsto negli Usa

Wall Street apre in positivo e le Borse europee corrono

MILANO - Chiudono l’ultima seduta della settimana in deciso rialzo le Borse europee spinte da alcuni dati macro Usa (Dow Jones apre a più 1,6%, Nasdaq a 2,15) migliori delle attese, dal rialzo del petrolio e dai conti migliori delle attese di Microsoft e Ford. A Parigi il Cac40 ha guadagnato il 3,13%, a Francoforte il Dax il 3%, a Londra il Ftse100 il 3,43%, a Madrid l’Ibex35 l’1,36%, ad Amsterdam l’Aex l’1,72%, a Zurigo lo Smi l’1,7%. Nel mese di marzo le vendite di case nuove negli Stati Uniti sono diminuite dello 0,6% a 356 mila unità, meno delle attese. Anche gli ordini di beni durevoli sono calati meno delle previsioni. Infine, si è registrato ad aprile un nuovo miglioramento del clima di fiducia delle imprese della Germania, con l’indice Ifo risalito a 83,7 punti contro gli 82,2 punti di marzo. A livello settoriale, sugli scudi i titoli petroliferi in scia al rialzo del prezzo del greggio: Royal Dutch/Shell +5,9%, Bp +4,7%, Total +4,7%. In spolvero anche i minerari, trainati da Xstrata (+10%).

MIDEX

VAR % PREZZO P. RIF ULT

18.930 (+2,28)

14.823 (+2,89)

ALL STARS

PREZZO RIF

MIBTEL

A A.S. ROMA A2A ACEA ACEGAS-APS ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM ACTELIOS AEDES AEFFE AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON ALCATEL-LUCENT ALERION ALLEANZA ASS ALLIANZ AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ATLANTIA AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE BANCA ITALEASE BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER BB BIOTECH BCA CARIGE BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP MILANO BCA PROFILO BCO BILBAO VIZ ARG BCO DESIO BRIA RNC BCO DESIO BRIANZA BCO SARDEGNA RISP BEGHELLI BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO BOLZONI BONIFICHE FERRARESI BP-10 CV 4,75% BREMBO BRIOSCHI BULGARI BUONGIORNO BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RNC C CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDIT CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE LATTE TO CERAMICHE RICCHETTI CHL CICCOLELLA CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI COBRA COFIDE SPA COMUNE MI-A2A 09 CV CR BERGAMASCO CREDEM CREDIT AGRICOLE CREDITO ARTIGIANO CREDITO VALTELLINESE CRESPI CSP INT IND CALZE D D’AMICO DADA DAIMLER DAMIANI DANIELI & C DANIELI & C RISP NC DANONE DATA SERVICE DATALOGIC DE’LONGHI DEA CAPITAL DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT E E.ON EDISON EDISON R EEMS EL.EN ELICA EMAK ENEL ENGINEERING ENI ENIA ERG ERG RENEW ERGYCAPITAL ESPRINET EUROFLY EUROTECH EUTELIA EVEREL GROUP

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

S&P/MIB

TITOLO

9.101 (+1,55)

18.651 (+2,79)

TITOLO

EXOR EXOR PRV EXOR RSP EXPRIVIA F FASTWEB FIAT FIAT PRIV FIAT RISP FIDIA FIERA MILANO FILATURA DI POLLONE FINARTE CASA D’ASTE FINMECCANICA FMR ART’E’ FONDIARIA-SAI FONDIARIA-SAI R FORTIS FRANCE TELECOM FULLSIX G GABETTI GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RISP PORT NC GENERALI ASS GEOX GEWISS

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

448 694 71 288

10,24 6,47 7,21 1,17

+2,46 +4,78 +1,63 +1,77

10,29 6,54 7,29 1,16

+3,42 +5,74 +1,89 +0,61

10,35 6,55 7,27 1,15

645 21.900 771 744 147 50 17 1 8.264 20 4.464 1.274 317 27 9

16,92 7,66 4,34 4,46 4,58 4,20 0,37 0,15 10,19 4,92 12,20 8,60 1,86 16,10 1,70

-0,26 +2,45 +2,35 +2,34 +0,09 -0,11 +1,82 +1,06 +3,34 +0,17 +5,73 +0,92 +5,27 -1,97 -0,72

17,00 7,70 4,37 4,53 4,55 4,17 0,38 0,15 10,44 4,92 12,49 8,61 1,86 16,30 1,72

-0,06 +3,84 +4,92 +5,60 +1,96 +0,24 -0,13 -0,07 +6,80 +0,05 +9,18 +1,29 +4,79 +0,68 +1,29

16,85 7,67 4,37 4,50 4,53 4,24 0,36 0,15 10,41 4,92 12,52 8,63 1,86 16,30 1,72

149 7 4 61 451 12 8.284 1.299 33

0,89 6,51 25,09 2,19 0,38 0,66 15,36 6,55 2,71

+9,04 +0,11 +1,94 +2,38 +1,90 +2,11 +2,37 +1,01 +2,77

0,93 +14,51 6,51 +0,15 25,50 +3,70 2,15 +1,42 0,38 +3,98 0,67 +3,08 15,48 +2,45 6,59 +1,07 2,67 +0,09

0,93 6,51 25,50 2,15 0,38 0,67 15,45 6,58 2,75

TITOLO

GR EDIT L’ESPRESSO GRANITIFIANDRE GRUP MINERALI MAFFEI GRUPPO COIN H HERA I I GRANDI VIAGGI I.M.A IGD IL SOLE 24 ORE IMMSI IMPREGILO IMPREGILO RP INDESIT COMPANY INDESIT COMPANY RNC ING GROEP INTEK INTEK R INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO INVEST SVILUPPO MED IPI IRCE IRIDE ISAGRO IT HOLDING IT WAY

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

1.981 310 8 238 773 32 157 267 107 174 1.986 16 2.737 9 75 80 8 404 9.138 1.850 30 3 10 17 554 42 0 12

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

1,03 +13,19 2,37 +0,53 3,68 +2,37 2,53 +3,30

1,10 +15,47 2,38 -0,21 3,70 +3,06 2,51 0,00

1,09 2,39 3,70 2,53

1,58

1,58

+2,73

1,58

0,95 +1,23 13,27 +0,68 1,06 +6,35 2,25 +1,13 0,68 -0,15 2,19 +1,27 9,50 +9,13 3,70 +12,80 4,38 +4,04 6,17 +0,24 0,38 0,00 1,02 +4,64 3,20 +6,67 2,31 +1,99 1,58 +2,80 0,08 +0,71 0,61 +2,01 1,30 +0,23 1,57 +2,15 1,02 +1,40 2,98 +0,08 0,18 0,00 3,65 +2,82

0,95 13,16 1,05 2,21 0,68 2,19 9,50 3,67 4,38 6,17 0,38 1,02 3,18 2,30 1,59 0,08 0,00 1,30 1,57 1,02 2,98 0,00 3,65

+2,86

0,94 -1,06 13,09 -0,23 1,03 +7,74 2,21 +0,23 0,68 +0,43 2,19 +1,22 9,35 +7,44 3,58 +20,71 4,29 +4,78 6,23 -1,78 0,38 -0,33 1,00 +3,02 3,09 +2,87 2,28 -0,22 1,57 +0,51 0,08 -1,76 0,61 +1,79 1,30 +0,23 1,56 +3,90 1,02 +0,86 3,01 -0,25 0,18 0,00 3,58 -0,81

TITOLO

ITALCEMENTI ITALCEMENTI RISP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RNC J JUVENTUS FC K K.R.ENERGY KINEXIA KINEXIA AXA KME GROUP KME GROUP RSP L L’OREAL LA DORIA LANDI RENZO LOTTOMATICA LUXOTTICA GROUP LVMH M MAIRE TECNIMONT MANAGEMENT E C MARCOLIN MARIELLA BURANI F.G MARR MEDIACONTECH MEDIASET S.P.A MEDIOBANCA MEDIOLANUM MEDITERRANEA ACQUE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS ORD MILANO ASS RISP PORT MIRATO MITTEL MOLMED MONDADORI EDIT MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE R MUNICH RE MUTUIONLINE N NEGRI BOSSI NICE NOKIA CORPORATION O OLIDATA OMNIA NETWORK P PANARIAGROUP PARMALAT PERMASTEELISA PHILIPS PIAGGIO PININFARINA SPA PIRELLI E C PIRELLI E C RISP POR PIRELLI&C REAL E POLIGRAF. S. F POLIGRAFICI EDIT POLTRONA FRAU PPR PREMAFIN FIN HP PREMUDA PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN R RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RDB RECORDATI ORD RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RICHARD-GINORI 1735 RISANAMENTO RWE S S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR SAES GETTERS SAES GETTERS RISP NC SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RISP CV SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE R SIAS SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F SOCIETE GENERALE SOCOTHERM SOGEFI SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN STEFANEL STEFANEL RISP NC STMICROELECTRONICS T TAS TELECOM IT MEDIA R TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R TELEFONICA TENARIS TERNA TISCALI TOD’S TOTAL TREVI FIN IND TREVISAN COMETAL TXT E-SOLUTIONS U UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL PRIV V VIAGGI DEL VENTAGLIO VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F VIVENDI Z ZIGNAGO VETRO ZUCCHI SPA ZUCCHI SPA RISP NC

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

1.165 364 113 460

9,05 4,59 26,08 17,04

+0,50 +0,10 +3,03 +2,64

PREZZO RIF

9,09 4,59 26,30 16,92

VAR % PREZZO P. RIF ULT

+0,89 -0,33 +2,73 +1,01

9,10 4,57 26,50 17,00

119

0,69

-0,14

0,69

0,00

0,69

48 18 2 44 29

0,18 2,10 0,00 0,68 1,04

-0,17 +0,47 0,00 +1,49 +1,16

0,18 2,14 0,00 0,69 1,03

0,00 +2,39 0,00 +2,69 +0,49

0,18 2,13 0,00 0,69 1,05

3 44 647 2.585 3.647 2

51,63 1,62 3,13 15,90 13,85 55,21

-0,47 -0,73 +1,56 +3,97 +4,19 +1,72

51,65 1,63 3,13 16,00 14,07 55,25

+0,12 -2,11 +0,56 +3,29 +6,11 +0,78

51,65 1,63 3,12 15,90 14,18 55,25

664 54 27 322 102 16 4.328 2.226 1.260 34 1 943 109 41 28 32 752 20 37 72 133 6 38

1,47 0,56 1,49 5,95 5,37 2,90 4,15 7,89 3,18 2,02 16,00 2,30 2,41 4,18 2,62 1,18 2,74 4,89 0,43 0,15 0,17 94,48 4,24

+3,03 +3,23 +4,28 -1,48 -0,28 -0,29 +1,84 +1,98 +1,37 -1,20 0,00 +0,69 -0,44 -1,84 -1,05 +0,22 +1,28 +2,64 +2,26 +1,05 -0,72 -1,36 -0,38

1,50 0,57 1,50 5,90 5,44 2,86 4,21 7,97 3,26 2,09 16,00 2,32 2,44 4,16 2,62 1,17 2,77 4,82 0,42 0,15 0,17 94,00 4,28

+4,40 +2,62 +3,45 -2,96 +1,97 -1,47 +3,63 +3,11 +3,49 +2,96 0,00 +0,91 +0,68 -2,12 -2,33 +4,58 +2,88 0,00 -1,17 +4,11 -0,76 -1,36 +1,30

1,49 0,57 1,50 5,94 5,36 2,85 4,20 7,93 3,21 2,10 0,00 2,32 2,44 4,16 2,61 1,18 2,75 4,82 0,46 0,15 0,17 94,00 4,28

11 181 157

0,60 2,52 10,67

+0,17 +0,53 -7,79

0,60 2,47 10,70

+0,17 -0,60 -4,97

0,60 2,49 10,71

37 0

0,48 0,30

+3,86 0,00

0,47 0,30

+1,41 0,00

0,48 0,00

63 4.005 184 4 608 309 6.011 248 316 22 9 86 0 384 11 19 4.330

1,43 1,48 10,37 12,95 1,26 4,89 0,31 0,30 4,46 12,98 0,36 0,79 56,97 0,98 0,93 9,64 8,91

-3,60 +2,27 -0,96 -0,48 +4,46 -2,86 +4,51 +4,50 +1,02 +0,89 +5,03 +0,49 0,00 +0,19 +1,43 -0,50 +4,15

1,44 1,49 10,32 13,46 1,25 4,80 0,31 0,31 4,50 13,06 0,37 0,78 56,97 0,97 0,94 9,81 8,96

-1,51 +3,04 +0,39 +4,34 +1,71 -3,61 +4,91 +4,99 +1,70 -0,53 +6,57 +0,91 0,00 -1,33 +3,74 +1,82 +1,19

1,44 1,49 10,32 13,46 1,27 4,77 0,31 0,30 4,44 13,06 0,37 0,77 0,00 0,97 0,94 9,81 8,95

67 484 91 12 611 13 40 23 88 492 304 10

0,23 0,85 0,65 2,24 4,33 23,18 0,18 15,14 0,35 0,13 0,21 53,39

+8,77 +2,79 +1,75 -0,41 +0,79 +1,42 +1,69 +0,56 +2,94 +3,89 +1,25 +1,39

0,24 0,88 0,66 2,27 4,33 23,24 0,18 15,05 0,35 0,12 0,21 53,66

+9,59 +6,99 +4,60 0,00 +0,76 +0,39 +0,67 +0,13 +2,99 -4,42 +2,00 +2,64

0,25 0,88 0,65 2,26 4,32 23,24 0,18 15,00 0,35 0,12 0,21 53,66

75 91 17 488 538 279 8.315 0 26 2 1.417 9 100 9.043 12 286 8 28 464 7.457 69 7 62 9 212 153 15 5 237 32 0 4.264

0,38 -3,70 9,97 +0,26 0,48 +2,26 9,42 +10,38 7,76 +3,62 0,42 -0,56 15,72 +2,09 16,50 0,00 40,43 +1,02 30,48 +1,65 2,26 +2,19 9,08 +4,63 4,21 -1,24 0,18 +7,15 0,62 -4,62 4,29 -0,09 84,05 +0,06 48,26 +2,70 2,77 +2,07 3,67 +21,07 0,16 +1,79 90,03 -0,31 0,17 -0,35 37,75 +1,76 1,38 +0,26 0,98 -0,51 3,08 +1,00 81,01 +0,18 0,65 +2,65 0,37 +2,39 2,43 0,00 4,98 -1,70

0,38 -2,06 10,02 +0,70 0,48 +2,87 9,50 +8,32 7,83 +3,98 0,42 +1,46 16,05 +4,83 16,50 0,00 40,53 +1,96 30,41 -1,11 2,27 +1,68 9,48 +5,51 4,14 -2,18 0,18 +9,21 0,62 -4,62 4,26 -0,12 83,80 -0,42 49,13 +4,93 2,72 +1,12 3,75 +24,25 0,16 -0,57 90,00 +1,12 0,18 +1,79 37,68 +1,13 1,37 -2,36 0,99 +1,28 3,10 +0,32 81,20 +0,62 0,63 -0,94 0,37 +1,65 2,43 0,00 4,96 -1,25

0,38 10,09 0,48 9,50 7,83 0,42 15,98 0,00 40,53 30,41 2,27 9,48 4,13 0,18 0,00 4,25 83,80 49,13 2,73 3,73 0,16 90,00 0,18 37,68 1,38 0,99 3,08 81,20 0,63 0,37 0,00 4,97

47 7 21 9.001 395 2.743 1 6.606 5.485 8.019 530 49 957 376 188

15,95 -2,79 0,09 -7,43 117,10 +0,22 0,93 -0,47 0,09 +1,87 0,69 +1,14 14,99 -0,18 9,44 +2,19 2,41 +4,44 0,38 +18,11 39,47 +1,97 37,77 +3,91 7,54 +3,38 0,89 -1,85 6,92 +2,48

16,68 +3,60 0,09 -6,00 117,15 +0,22 0,96 +3,13 0,09 +8,83 0,70 -0,21 14,99 +1,97 9,55 +5,01 2,41 +4,78 0,40 +25,00 40,00 +2,83 38,38 +4,15 7,53 +2,80 0,90 +0,22 6,90 +5,34

16,44 0,09 117,15 0,96 0,09 0,70 14,99 9,50 2,41 0,40 39,92 38,38 7,55 0,91 6,82

2.879 281 20.753 75 6 1.589 1.247

10,06 0,55 1,83 2,49 14,64 0,92 0,61

-0,28 +2,31 +1,23 +1,53 +0,55 +1,57 +2,09

10,05 0,54 1,82 2,50 14,60 0,93 0,62

-0,30 +2,27 +1,79 +1,73 +0,41 +4,07 +7,17

10,05 0,55 1,83 2,50 14,60 0,93 0,62

107 5 108 28 0 4

0,14 1,50 3,91 4,47 249,00 19,69

+1,31 +2,60 +0,94 +3,13 0,00 +0,66

0,14 1,50 3,91 4,54 249,00 19,70

+1,93 +2,67 -0,45 +3,71 0,00 +1,08

0,14 0,00 4,00 4,54 0,00 19,70

171 139 3

3,68 0,41 1,40

-0,44 +1,68 +1,27

3,68 0,41 1,40

+0,14 +0,37 +2,19

3,68 0,41 1,40


12 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Nervoso a posto di blocco Un kg di coca nello stomaco MONTECATINI TERME (PT) - Aveva ingoiato un chilo e 200 grammi di cocaina, suddiviso in 99 ovuli, ma davanti gli agenti che lo avevano fermato per un controllo è stato tradito dal suo nervosismo. Sottoposto a radiografie, gli investigatori hanno scoperto la droga e arrestato lo spacciatore, uno spagnolo di 49 anni. L’uomo viaggiava a bordo di un taxi proveniente dall’aeroporto di Firenze.

Sempre più scheletrica e pallida dopo la rottura con la fidanzata dee-jay Per consolarsi l’attrice Lohan sta ricominciando a frequentare uomini

Un cheeseburger per Michelle WHASINGTON - La First Lady Michelle Obama più volte ha detto di voler conoscere meglio gli angoli più piacevoli della sua nuova città, Washington Dc. Detto, fatto, a partire dai suoi ristoranti. La first lady ha scelto il ’Five Guys Burgers and Fries’, un ristorante di una popolarissima catena fast food a Dupont Circle, una piazza molto trafficata non lontano dalla Casa Bianca. Michelle ha pranzato con un cheeseburger, patatine fritte e coca cola.

Kamikaze in moschea A Baghdad 60 morti BAGHDAD - Almeno 60 persone sono morte e altre 125 sono rimaste ferite in un attentato al mausoleo sciita dell’imam al Khadum a Baghdad.L’attentato è stato compiuto da due kamikaze che hanno innescato quasi simultaneamente le loro cinture esplosive. «Tra le vittime ci sono 20 pellegrini iraniani, 80 sono stati feriti», ha riferito un responsabile della difesa. Giovedì scorso c’era stata un’altra strage.

Residenze d’epoca toscane La metà circa è abusiva FIRENZE - In Toscana è abusiva una buona metà delle 80 residenze d’epoca esistenti, cioè piccole strutture turistiche ricavate dentro le dimore storiche. Lo ha denunciato l’Associazione dimore storiche italiane (Adsi) riunita ieri a Palazzo Corsini per l’assemblea nazionale.

“Diario di una ninfomane” In uscita senza manifesto ROMA - Uscirà privo di locandine, anche all’esterno die cinema, «Valerie-Diario di una ninfomane» di Christian Molina. Lo denuncia Tommaso Tabarelli, direttore marketing di Mediacinema. Il manifesto, considerato osceno, era stato in parte modificato, dice Tabarelli sottolineando che il problema è la parola «ninfomane».

ENNA - Il pubblico ministero di Enna Alessandro Severi ha chiesto 13 mesi di carcere per il senatore del Pd Vladimiro Crisafulli e 5 mesi per l’ex presidente della Provincia e presidente del Consorzio Universitario Ennese, Cataldo Salerno, accusati d’interruzione di pubblico servizio, blocco stradale e per Crisafulli anche di resistenza a pubblico ufficiale. L’episodio si riferisce al 5 maggio 2005 quando, per protestare contro il mancato decreto di riconoscimento dell’Università Kore che doveva essere firmato dall’ex ministro Letizia Moratti, fu organizzata una protesta che sfociò nel blocco dell’autostrada. Assieme a Crisafulli e Salerno sono a giudizio altre 40 persone tra cui sindaci, sindacalisti, amministratori. Il pm ha chiesto condanne che vanno da un anno e un mese a cinque anni di reclusione.

Le Ferrovie avvertono “No ticket, no parti” ROMA - ’No ticket, no parti’: senza biglietto non sarà consentito salire sul treno. Le Ferrovie lo precisano in vista del Primo Maggio. L’avvertimento è diretto in particolare a chi vorrà raggiungere Roma per assistere al tradizionale concerto. Dalla notte del 30 aprile e nei primi due giorni di maggio l’obbligo di prenotazione gratuita del posto sarà esteso a gran parte dei treni a media e lunga percorrenza diretti o in partenza dalla Capitale.

Rischiano il posto protestano sul tetto SALERNO - Rischiano il licenziamento e in segno di protesta salgono sul tetto del capannone industriale e minacciano di gettarsi nel vuoto. Si tratta di tre operai della Johnson Controls di Cicerale (Salerno), azienda che produce componenti per auto e conta circa 160 dipendenti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione del comune cilentano e i vigili del fuoco.

Bloccò l’autostrada Chiesta condanna

Chiede di allattare Hotel la manda via Lindsay Lohan ritratta ai tempi in cui l’amore le sorrideva. Ora è sconvolta dalla rottura con la fidanzata

Lindsay, crisi d’amore

La rottura con la fidanzata Samantha Ronson sembra aver lasciato un segno sull’attrice Lindsay Lohan, che nelle ultime foto che la ritraggono appare sempre più smunta e scheletrica. All’età di 22 anni sembra più un’avvizzita signora che una ragazza di successo, che è sempre stata celebre per il suo florido décolleté. Visto che l'evento di rilievo più recente nella vita dell'attrice è stata la fine della relazione con la Ronson, è probabile che Lindsay stia somatizzando la delusio-

ne e lo shock di una rottura «venuta fuori dal nulla», come ha confessato lei stessa nello show della DeGeneres, aggiungendo: «Non ho idea di cosa sia successo: non l'ho vista per una settimana e poi è letteralmente scomparsa». Lindasy comunque sembra consolarsi: «Sta tornando a frequentare gli uomini e a divertirsi passando da un locale all'altro ogni sera». Che dopo la bisessualità stia ripensando a una vita da eterosessuale?

TREVISO - Voleva allattare in un posto caldo il suo bambino (gravemente malato) con il sondino naso-gastrico, ma l’hotel di montagna le ha rifiutato l’uso di una sala, sostenendo che «...non era il caso». Protagonista della vicenda un’impiegata trevigiana di 34 anni, che ha raccontato il fatto quando ormai il suo bambino non c’è più. Il piccolo, affetto da atrofia muscolare spiane, è morto a 8 mesi d’età il 12 marzo scorso. La mamma nel febbraio scorso mentre aspettava il rientro dalle piste da sci di figlia e marito, aveva provato a chiedere ad un albergo di poter allattare con il sondino in un saletta al caldo. «Non credo sia il caso... sa, per i clienti...» la risposta della reception.

Incendio nel deposito Troppe proteine nel latte Perde patria potestà Immigrati stipati in casa Distrutte opere d’arte Neonati a rischio obesità e sequestra il figlio Denunciato proprietario LARI (PISA) - Un incendio ha distrutto ieri notte un deposito a Perignano, nel comune di Lari, dove erano custodite, tra l’altro, numerose opere d’arte (quadri e piccole sculture) dell’artista Nado Canuti che erano state «appoggiate» provvisoriamente nel deposito dopo essere state esposte al Museo Piaggio di Pontedera. Oltre a quelle di Canuti nel deposito c’erano anche altre opere d’arte di proprietà di privati.

CATANIA - Un uomo di 38 anni è stato arrestato a Catania dalla Polizia di Stato con l’accusa di aver sequestrato il figlio di 12 anni dopo che il tribunale etneo gli aveva tolto la patria potestà a causa di maltrattamenti nei confronti del figlio e della moglie. Avrebbe prelevato il ragazzino mercoledì scorso mentre si trovava a casa dei nonni materni. L’uomo che è stato arrestato nella sua abitazione, era già stato denunciato per stalking, maltrattamenti in famiglia, danneggiamento e minacce.

Minaccia di morte la ex moglie e le figlie ROMA - Non accetta la separazione dalla ex moglie, la picchia e minaccia di morte lei e le figlie minorenni. L’uomo, un operaio romano di 39 anni, con precedenti è stato arrestato per stalking, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Dopo una richiesta di aiuto al 112 per una lite tra parenti, i militari sono intervenuti a Castelverde, dove la donna denunciava che il suo ex marito l’aveva colpita procurandole lesioni. Nelle prime ore della mattinata i carabinieri erano già intervenuti in quell’abitazione, sempre su richiesta della donna.

Rischio obesità per i bebè svezzati

ROMA - Il latte per neonati dovrebbe contenere meno proteine per essere più somigliante a quello materno ed evitare dunque che il bambino cresca troppo e troppo in fretta. Infatti, i bebè non allattati al seno ma svezzati con latte formulato ad alto contenuto proteico, a due anni hanno sempre un peso maggiore dei coetanei allattati al seno, con conseguente maggior rischio obesità. Lo rivela uno studio internazionale, che ha coinvolto 1000 bambini.

ROMA - Ottanta stranieri - bulgari, romeni, tunisini - erano stipati in un’appartamento ad Anzio, località balneare vicino a Roma, in una condizione igienica di degrado e anche di pericolosità vista la presenza di molte bombole di gas, alcune fuori norma. È quanto hanno scoperto gli agenti della Questura di Roma, i quali hanno accertato che ogni immigrato pagava dai 70 ai 150 euro al mese. Il proprietario dell’immobile è stato denunciato per reati connessi al favoreggiamento della permanenza illegale dei clandestini.

L’autostima si eredita Il padre del violentato da mamma e papà sviene al processo ROMA - Essere soddisfatti della propria vita ed avere autostima sarebbero tratti ’ereditabili’ che dipendono dai geni. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista ’Behavior Genetics’. La ricerca ha coinvolto 428 coppie di gemelli tra i 23 e i 24 anni. Le stime di ereditabilità sono state del 73% per l’autostima e del 59% per la soddisfazione di vita.

CALTANISSETTA - Ha urlato «bastardi» e poi si è accasciato a terra. Il padre di Francesco Ferreri, il ragazzino di 13 anni ucciso il 16 dicembre del 2005 a Barrafranca, nell’Ennese, non ha retto al racconto del pm, Edoardo de Santis, che durante la requisitoria ha ricostruito le fasi del delitto. L’uomo è svenuto e l’udienza che si celebra in Corte d’Assise, è stata sospesa.


AsteInfoappalti

13 il Domani

Sabato 25 Aprile 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Il Giudice dell’Esecuzione dott.ssa Andricciola, ha pronunciato la seguente Ordinanza Nel procedimento N. 6/99 R.G.E. Vista la richiesta di vendita, Dispone la vendita senza incanto dei seguenti beni: - lotto 1: quota pari a 1/2 di appartamento sito in San Sostene, Vico Vittorio Emanuele 6, vani 2,5, su una quota pari ad 1/3 dell’intero insiste il diritto di usufrutto in capo a terzi, in catasto foglio 12, p.lla 127, sub. 1102, cat. A/4, sup. mq.14; prezzo base di euro 803,00; - lotto 2: quota pari a 1/2 di appezzamento di terreno agricolo, sito in San Sostene compreso tra le strade comunali Petruso Farro e Lupinati, qualità unica castagneto, sup. mq. 3460, in catasto al foglio 20, p.lla 135; prezzo base di euro 754,00; - lotto 3: quota pari a 1/2 di appezzamento di terreno agricolo, sito in San Sostene compreso tra la strada comunale e Petruso Farro, qualità unica castagneto, sup. mq. 3600, in catasto al foglio 20, p.lle 128 e 129; prezzo base di euro 785,00; - lotto 4: quota pari a 1/2 di appezzamento di terreno agricolo, sito in San Sostene compreso tra le strade comunali Petruso Farro e Lupinati, qualità unica castagneto, sup. mq. 2850, in catasto al foglio 20, p.lle 148 e 149; prezzo base di euro 621,00. Gli immobili,meglio descritti nella relazione tecnica consultabile nella cancelleria di questo Tribunale, saranno venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le h.12,00 del giorno precedente l’udienza fissata per la vendita, in una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente oltre la domanda di partecipazione anche la fotocopia di un documento di identità nonchè un assegno circolare “Non Trasferibile” intestato “Tribunale di Catanzaro-procedura n. 6/99” di un importo pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata in data del 10/06/2009 h. 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Aumento minimo in caso di gara euro 100,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, entro 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per le offerte mediante inserzione nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano „Il Domani‰. Manda alla cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 11/03/09 Il Giudice Dott.ssa Andricciola TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA Procedura n. 129/98 Registro Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Lamezia Terme Il professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Luisa con studio commerciale in Lamezia Terme Via Madonna della Spina,4 nella procedura esecutiva promossa dalla B.N.L. S.p.a. -Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 18 luglio 2007 e depositato il 19 luglio 2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c; -Visto il provvedimento del G.E. di autorizzazione a nuovo incanto del 22.04.2009 depositato il 23.04.2009 con la fissazione di un prezzo base inferiore ad un quarto rispetto a quello della precedente vendita a norma di quanto disposto dall’art.591 c.p.c.; -ritenuto necessario, pertanto fissare la vendita dei beni pignorati; -visto l’ art. 569 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita senza incanto del seguente immobile: LOTTO UNICO Terreno di 10.480 mq sito in comune di Pianopoli, in località Pantano n. 5, su due ampi terrazzamenti pianeggianti, con capannone prefabbricato in cemento armato di 2.016 mq di superficie commerciale, fabbricato per uffici di 194 mq di superficie commerciale, cabina elettrica, riserva d’acqua, depuratore; identificato al N.C.E.U. di Catanzaro al foglio n.12, particella n.213, sub 1 e sub 2, categoria D/7, confinante a nord con strada vicinale Cava dei Passeggieri e con strada vicinale Fossa Drisa, su tutti i rimanenti lati (est, sud e ovest) con i terreni facenti parte della particella catastale n. 207. Gli edifici oggetto del procedimento esecutivo, secondo quanto indicato nella perizia dal c.t.u. Arch.Dina Caligiuri, risultano difformi dal progetto approvato dal Comune di Pianopoli, con concessione n. 6/77 del 17.05.1977 ma è possibile, ai sensi dell’art. 36 del D.P.R. n. 380 del 2001, richiedere il permesso in sanatoria, previo pagamento di un contributo da concordare con il Comune di Pianopoli pari a circa euro54.000,00. Prezzo base: euro245.614,50 (diconsi duecentoquarantacinquemilaseicentoquattordici virgola cinquanta centesimi di euro) Cauzione: euro24.561,45 ( ventiquattromilacinquecentosessantuno virgola quarantacinque centesimi di euro) Data dell’esame delle offerte : 19 giugno 2009 alle ore 15 :00 Luogo di esame delle offerte : Studio commerciale del professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Luisa sito in Via Madonna della Spina,4 Lamezia Terme (telefono 0968/28036 fax 0968/ 400268 )

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

AVVISA ALTRESI’ Che nell’ipotesi in cui: - non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3 c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni o dei beni residui dalla vendita senza incanto nella seguente data e luogo: LOTTO UNICO come sopra descritto. Prezzo base: euro245.614,50 (diconsi duecentoquarantacinquemilaseicentoquattordici virgola cinquanta centesimi di euro) Cauzione: euro24.561,45 ( ventiquattromilacinquecentosessantuno virgola quarantacinque centesimi di euro) Rilancio minimo: euro13.000,00(diconsi tredicimila virgola zero zero euro) Data dell’incanto 26 giugno 2009 alle ore 15 :00 Luogo di esame delle offerte: Studio commerciale del professionista delegato Dr.ssa Commercialista Puteri Luisa sito in Via Madonna della Spina,4, Lamezia Terme (telefono 0968/28036 fax 0968 /400268 ) In tale udienza a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo dell’importo sopra indicato. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’ Arch.Dina Caligiuri del 04 giugno 2007 che deve essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 17, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it; Si avvisa in ogni caso, che la vendita dei beni avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo a nessun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo .La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni di vendita sono regolate come segue: QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: - a norma dell’art. 571 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13:00 del 18 giugno 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile) (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita, oltre a copia di valido documento di identità dell’offerente e anche del coniuge se in comunione legale;se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale dovrà essere indicata anche la partita IVA e all’offerta dovrà essere allegata una recente visura camerale della ditta stessa;se società o ente : dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante;alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente e i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità e se necessario valido documento comprovante i poteri o la legittimazione (ad esempio procura speciale);in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità ed anche del coniuge se in comunione legale, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al medesimo professionista, Dr.ssa Puteri Luisa, a titolo di cauzione, per un importo pari al decimo del prezzo proposto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto e in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al c.d. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali di banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base dell’offerta più alta, a norma dell’art. 573 c.p.c.; il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata

A CURA DELLA

MEDIATAG

dall’ art. 571 comma 2 c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571 comma 3 c.p.c.; - le modalità di vendita senza incanto sono regolate dagli artt. 572 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita, per come quantificati dal professionista delegato, è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS S.p.A.Agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; nonché sono a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi ˆ e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e quant’altro - per come risultanti nella perizia del CTU Arch.Dina Caligiuri. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. QUANTO ALLA VENDITA CON INCANTO: - a norma dell’art. 579 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13:00 del 25 giugno 2009. Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente deve presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, che dovrà contenere, a pena di inefficacia,l’indicazione del numero di RGE della procedura, del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa, comprese le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile) (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita, oltre a copia di valido documento di identità dell’offerente e anche del coniuge se in comunione legale; e in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello, tra questi, che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare;- qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale dovrà essere indicata anche la partita iva e all’offerta dovrà essere allegata una recente visura camerale della ditta stessa; se società o ente : dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonchè nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente e i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità e se necessario valido documento comprovante i poteri o la legittimazione (ad esempio procura speciale) di detto offerente - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità (anche del coniuge se in comunione legale); - nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al medesimo professionista, Dr.ssa Puteri Luisa, a titolo di cauzione, per un importo pari al decimo del prezzo proposto, pena l’inefficacia. Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare, personalmente o a mezzo di procuratore speciale,senza documentato e giustificato motivo .In tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; - l’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al c.d. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali di banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI; - la validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’ art. 571 comma 2 c.p.c.; - l’offerta è irrevocabile per 120 giorni dalla sua presentazione ai sensi dell’art. 571 comma 3 c.p.c.; - le modalità di vendita all’ incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo già acceso, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS S.p.A.- agenzia di Lamezia Terme; - in caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; - le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; nonché sono a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

quant’altro - per come risultanti nella perizia del CTU Arch.Dina Caligiuri. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E. Sono ovviamente a carico dell’aggiudicatario ed in aggiunta alle somme di cui all’aggiudicazione i costi per il pagamento dell’oblazioni e dei canoni di concessione. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario ai sensi del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva dovrà pagare all’istituto mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell’istituto stesso in capitale, accessori e spese salvo che non preferisca accollarsi in conto prezzo di aggiudicazione il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso in ottemperanza all’art. 41 del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l’aggiudicatario dovrà Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385): a) pagare al mutuante nel termine di 15 giorni dalla data di aggiudicazione le rate scadute gli accessori e le spese dichiarando di volere profittare dl mutuo stesso; b) depositare entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva nelle forme di cui al precedente capo l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare residuo del capitale accollato; c) depositare in cancelleria ai fini del trasferimento idonea ed aggiornata certificazione concernente l’immobile subastato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. Si specifica che tutte le attività che ai sensi dell’art. 571 c.p.c. e seguenti c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione, o dal cancelliere o dal Giudice dell’Esecuzione sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all’Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sul quotidiano Il Domani della Calabria edizione regionale, sul mensile Asteinfoappalti, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Tra l’avvenuta pubblicità di cui sopra e la vendita senza incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a quarantacinque giorni. Lamezia Terme 23 aprile 2009 Il Professionista Delegato Dr.ssa Puteri Luisa TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 88/97 promossa da INPS, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Unità immobiliare per civile abitazione su tre piani fuori terra sita nel Comune di Gioiosa Jonica, alla via Settembrini n. 24, riportata nel NCEU alla partita 1493, foglio di mappa 27, particella 1330, sub 3, cat. A/4, classe 2°, cons. 3,5, r. £. 203.000, in ditta ........... con retrostante terreno riportato catastalmente alla partita n. 1, foglio 27, particella 1341 di are 00.01.40 PREZZO BASE DEL LOTTO Euro 8.211,66 DEPOSITO PER CAUZIONE Euro 821,17 DEPOSITO PER SPESE Euro 1.231,75 L’incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO, all’udienza del 22.05.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 387,34. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 22.05.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 22 APRILE 2009 IL CANCELLIERE


CALABRIA il Domani

Sabato 25 Aprile 2009

www.ildomani.it

La Cgil, l’Mpa e Rifondazione Comunista specificano le ragioni del loro dissenso

La sanità italiana a macchia di leopardo

Il fronte del no al piano di rientro

Solo in Calabria e in Basilicata non viene fatto pagare il ticket

Il sindacato rimprovera: «Non siamo stati consultati». Belcastro: «Serve una riforma» di Alessandro Caruso CATANZARO - Continua la polemica sulla relazione del presidente della Regione Agazio Loiero relativa al ripiano di rientro del disavanzo di esercizio per l’anno 2008 e l’accordo con lo Stato per il rientro dai disavanzi del Servizio sanitario regionale. Il consiglio regionale è stato aggiornato a giovedi 30 aprile, ma nel frattempo sono emerse varie prese di posizione di netta opposizione alla strategia tracciata dal governatore. La Cgil non nasconde forti perplessità sull’operato dell’amministrazione: « Non condividiamo il sistema con il quale la Regione Calabria affronta argomenti e discussioni che hanno bisogno di analisi severe che non possono esaurirsi con la sola formale audizione in consiglio regionale - fa sapere attraverso un comunicato stampa -. Partecipazione democratica ai processi di cambiamento significa, anzitutto, ascoltare con attenzione le istanze che le organizzazione sindacali, le associazioni che tutelano i malati, le associazioni dei comuni, hanno da fare in merito ad argomenti che li toccano direttamente, come la razionalizzazione della spesa e l´aumento delle tasse per i cittadini al fine di porre riparo a cattive politiche sanitarie». Tutto ciò, secondo il sindacato non è avvenuto. Ma formalismi a parte, entrando nel merito della questione precisa: «Le linee guida non evidenziano in nessuna parte come e do-

La Cgil: «Non rinveniamo alcun accenno in merito al taglio necessario della sanità privata considerato che il 30% del bilancio sanitario è destinato interamente ad essa, senza una parallela acquisizione di prestazioni di alta qualità»

ve si intende tagliare, né quante risorse deriveranno dal ritocco fiscale. Forse, se si disponesse di una proiezione delle entrate fiscali che ne deriveranno con l´introduzione delle nuove aliquote sia per le addizionali persone fisiche che per le attività produttive, ci renderemo conto che non si riuscirà coprire neanche un’infinitesima parte del debito». Un altro accenno la Cgil lo fa con riferimento all’intervento pressoché nullo, previsto nei confronti della sanità privata: «Non rinveniamo alcun accenno in merito al taglio necessario della sanità privata considerato che il 30% del bilancio sanitario è destinato interamente ad essa, senza una parallela acquisizione di prestazioni di alta qualità. Insomma, riteniamo assolutamente generica e poco convincente l´elencazione delle buone intenzioni contenute nel documento di giunta n. 140 del 31-3-2009 , così come riteniamo controproducente, per l´economia della regione, l´aumento dell´addizionale regionale e la reintroduzione del Ticket». Anche l’onorevole Belcastro, deputato del Movimento per l’Autonomia, non condivide alcuni punti toccati da Loiero nella sua relazione. E sottolinea: «Non è giusto penaliz-

zare ulteriormente i calabresi con l’aumento delle aliquote Irap ed Irpef, sia per le persone fisiche che per le imprese senza che si cambi lo status quo degli ospedali e delle aziende sanitarie della nostra regione». La proposta del parlamentare, a nome del suo partito è quella di una vera e propria riforma: «Insieme al piano di rientro è fondamentale procedere in Calabria con una riforma più complessiva della sanità, anche per non incorrere nelle sanzioni al vaglio del Governo per le Regioni che non abbiano messo in moto percorsi rivolti ad eliminare le inefficienze. L’esempio della regione siciliana dimostra come in questo settore sia possibile una riforma, fortemente voluta dal presidente Raffaele Lombardo, organica, razionale e partecipata unanimemente dalle forze politiche e sociali, attraverso scelte assolutamente necessarie». Anche Rifondazione Comunista fa conoscere il suo dissenso, ma si concentra sulle trame che legano la gestione della sanità al malaffare: «Come sempre accade, il risanamento economico di una gestione politico-affaristica e criminale viene scaricata sui cittadini.Questa impostazione non la condividiamo».

Il capogruppo regionale Udc fa richiesta precisa al presidente Loiero

Trematerra: « Utilizzare professionalità Lsu» CATANZARO-L’onorevoleTrematerra, capogruppo regionale dell’Udc, non demorde nella sua battaglia in difesa degli ex Lsu e fa sapere le linee guida della sua proposta al presidente della Regione Calabria: «Chiedo formalmente al presidente Loiero di utilizzare le professionalità degli ex Lsu stabilizzati e degli ex lavoratori Why Not nelle opere di prevenzione sismiche, facendo in modo che si possano realmente calcolare i rischi di stabilità strutturale e consentendo così a tanti lavoratori di poter esprimere il loro valore all’interno delle province in cui risiedono». La sua sensibilizzazione nei confronti di questa categoria è quanto mai dovuta, a suo giudizio, dal

momento che ci troviamo di fronte a professionalità di assoluto spessore. «In questo comparto - ha aggiunto - abbiamo geologi, geometri, architetti, persone dotate di formazione adeguata e inquadrate provvisoriamente, come nel caso degli ex Lsu, a Catanzaro con contratti depotenziati, oppure eternamente precari come gli ex Why Not. La Regione potrebbe utilizzare progetti comunitari nel caso di questi ultimi sgravando la spesa corrente e prevedendo, di fatto, una sicurezza quinquennale del posto di lavoro, mentre per gli ex Lsu ormai dipendenti regionali si aprirebbero le giuste porte del diritto di progressione». «Ma la cosa più importante conclude Trematerra - sarebbe il

Michele Trematerra

calcolo scientifico dei rischi delle strutture pericolanti in ausilio ai comuni che non dispongono di adeguate risorse e per salvaguardare al meglio la sicurezza di noi tutti cittadini calabresi». C.G

ROMA - La sanità italiana è a macchia di leopardo, si sa. E il simbolo più evidente (e più noto a tutti) delle differenze tra le regioni sono i ticket, ovvero il sistema di compartecipazione alla spesa sanitaria da parte dei cittadini, che ogni regione fissa con criteri che più diversi non si può. Le uniche regioni che non impongono questo genere di tassa, nè per i farmaci nè per il pronto soccorso sono la Calabria e la Basilicata. Tolte queste due regioni si apre uno scenario abbastanza interessante e sorprendente. I cittadini di Emilia, Friuli, Marche, Sardegna, Toscana e Umbria sono esenti solo per l’assistenza farmaceutica, ma al di fuori di queste ciascuna regione ha fatto come meglio ha creduto, applicando cifre variabili sia sulle confezioni che sulle ricette, oppure sulle une o sulle altre. La mappa della situazione è riportata sul numero di questo mese di Avvenire Medico, la rivista della Federazione dei medici di famiglia (Fimmg). E le macchie di leopardo si trasformano in numeri: c’e’ l’Abruzzo che prevede il pagamento di 50 centesimi a confezione con un massimo di un euro a ricetta e c’è il Lazio che da gennaio di quest’anno fa pagare un ticket di 2,5 euro per ciascuna confezione che abbia un prezzo di vendita pari o inferiore a 5 euro e di 4 euro per confezioni che superano quella cifra. Mentre la Sicilia che fa pagare

Tolte la Calabria e la Basilicata ciascuna regione si è organizzata come meglio ha creduto. La Sicilia fa pagare da un euro a confezione per malattie croniche e rare fino a 4,5 euro a confezione per farmaci con prezzo sopra i 25 euro

da un euro a confezione per malattie croniche e rare fino a 4,5 euro a confezione per farmaci con prezzo sopra i 25 euro. Poi ci sono i ticket che si pagano al Pronto Soccorso, e anche qui il panorama è quanto mai vario: soltanto tre regioni non lo chiedono (oltre a Basilicata e Calabria il Lazio), mentre altrove si passa da cifre fisse per i codici bianchi (i 25 euro indicati dalla Finanziaria 2007) a cifre variabili tra 7 e 50 euro, valide in alcuni casi anche per i codici verdi. Alle quali possono peraltro aggiungersi altri contributi per eventuali ulteriori accertamenti e prestazioni. Quanto ai ticket per la diagnostica e la specialistica, nessuna regione ha rinunciato a chiedere una compartecipazione alla spesa ai suoi cittadini: in genere non si superano i 36,15 euro, ma in Sardegna, ad esempio, il tetto può arrivare a 46,15 euro. Nel Lazio, altro esempio, a partire dal dicembre scorso sono stati introdotti ulteriori contributi fissi da aggiungere ai 36,15 euro: 15 euro a ricetta per le prestazioni di risonanza magnetica e tac; 5 euro a ricetta per la fisiokinesiterapia; 4euro a ricetta per le prestazioni di specialistica ambulatoriale e Apa (Accorpamento di prestazioni ambulatoriali) che non rientrino nei casi precedenti. A.C


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 15

CALABRIA Si è tenuto ieri al dipartimento Lavori Pubblici il vertice tecnico sulla normativa sismica in Calabria

L’onorevole lascerà l’europarlmento e lancerà i «Comitati per la Calabria libera»

L’ass. Incarnato: «Riordino delle norme Elezioni europee: Donnici antisismiche pronto entro fine 2009» rinuncia alla ricandidatura CATANZARO - «Il confronto di oggi segna un altro passo avanti nel processo che la Regione ha avviato sin dal 2007, teso a favorire la riduzione del rischio sismico, sia per le nuove costruzioni, che per quelle già realizzate. L’intera fase di riordino si concluderà entro la fine del 2009»: l’assessore ai Lavori Pubblici Luigi Incarnato si è detto fiducioso in riferimento all’incontro sul riordino amministrativo della normativa sismica in Calabria e del relativo documento di attuazione che si è tenuto a Catanzaro nella sede del Dipartimento. All’incontro, presieduto dallo stesso Incarnato, hanno partecipato il dirigente generale del dipartimento, Roberto Sabatelli, i dirigenti di settore, Luigi Zinno, e Salvatore Siviglia, i rappresentanti regionali dell’Ordine dei geologi e degli Ordini provinciali degli ingegneri e degli architetti ed i rappresentanti di Eucentre, Fabio Germagnoli e Barbara Borzi. Nel corso della riunione è stato fatto il punto sulla legislazione sismica nazionale e regionale, in rapporto alla sentenza della Corte Costituzionale dell’aprile 2006. Come si ricorderà la sentenza ha radicalmente modificato i principi della Legge 741/81 che prevede le modalità di deposito dei progetti e successivo controllo a campione, sancendo la necessità del regime autorizzativo a salvaguardia della pubblica e privata incolumità e dei principi fondamentali in materia di governo del

territorio e protezione civile, eliminando il sistema del controllo a campione introdotto dalle varie leggi regionali e dalla stessa legislazione della Calabria. Gli effetti della sentenza costringono tutte le amministrazioni regionali a ridisegnare il sistema dei controlli. L’assessore Incarnato, oltre a ribadire la pericolosità sismica del territorio calabrese, ha ripercorso le tappe del lavoro fin qui svolto e, in particolare, si è soffermato sul protocollo di intesa con Eucentre (Fondazione costituita dal dipartimento della Protezione Civile della presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dall’Università degli Studi di Pavia e dall’Istituto universitario di Studi Superiori di Pavia), con il compito di promuovere e sostenere la ricerca nel campo dell’ingegneria sismica, d’intesa con gli Istituti universitari operanti in Calabria. Incarnato ha precisato, infine, che l’attività del dipartimento riguarda il riordino della citata LR 7/1998, mediante un Regolamento regionale di attuazione. Alla fine dell’incontro si è stabilito che l’assessorato nei prossimi giorni incontrerà tutti gli altri soggetti operanti nel settore (Anci, Ance, Upi e altre categorie), mentre gli Ordini professionali, sulla scorta dei documenti elaborati dal dipartimento, faranno pervenire entro un mese le proprie osservazioni, utili a definire la materia.

di Alessio De Grano

L'assessore Luigi Incarnato

Nel corso della riunione è stato fatto il punto sulla legislazione sismica nazionale e regionale, in rapporto alla sentenza della Corte Costituzionale dell’aprile 2006. La sentenza ha radicalmente modificato i principi della Legge 741/81 eliminando il sistema del controllo a campione introdotto dalle varie leggi regionali e dalla stessa legislazione della Calabria

L’Uncem potrà utilizzare le risorse provenienti dal Fondo Nazionale per la Montagna

Approvata la proposta di Pirillo sulle Comunità Montane

Vincenzo Mazzi, presidente UNCEM

CATANZARO - Il Consiglio Regionale ha approvato la proposta, presentata dall’assessore Pirillo, ed ha autorizzato le Comunità montane ad utilizzare le risorse provenienti dal Fondo Nazionale per la Montagna, anche a copertura delle spese correnti. Si tratta a parere del presidente dell’UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani) Vincenzo Mazzei, di «una prima, positiva risposta, alle richieste avanzate al Presidente Bova» nel corso della manifestazione dei giorni scorsi. «Tanto rimane ancora da fare,

per recuperare gli enormi ritardi accumulati, ma quando c’è la volontà di agire, è possibile trovare le giuste soluzioni. Siamo ora in attesa - ha affermato il presidente Mazzei - di essere convocati dal presidente del Consiglio Regionale, per sapere come la Regione intenderà muoversi, al fine di pervenire, contestualmente all’approvazione della manovra finanziaria del 2009, all’assegnazione alle Comunità montane di specifiche funzioni gestionali e di ulteriori risorse finanziarie, necessarie a coprire i minori trasferimenti dello Stato».

BRUXELLES - L’onorevole Donnici, parlamentare europeo, che dopo un lungo contenzioso con l’onorevole Occhetto, era approdato alla poltrona di Bruxelles, annuncia che non si ricandiderà alle prossime elezione che si terranno il prossimo 7 giugno. La scelta è satata motivata dalla crisi in cui imperversa la Calabria in questo momento. «Nonostante il lungo contezioso con l’On Occhetto, il mandato europarlamentare, ancorchè breve, è stato particolarmente intenso e stimolante, consentendomi di acquisire un’esperienza che potrà essere preziosainfuturo.Desidero,infatti, mettere il mio impegno politico al servizio della Calabria ed è per questo che ho rinunciato alle offerte di candidatura che mi sono pervenute.» dice Donnici e prosegue affermando che « La mia regione si trova ad un passaggio storico delicato, attraversa una crisi politica, morale, economica e sociale che non ha precedenti. C’è bisogno di un progetto di rinascita e di una nuova classe dirigente. A questo obiettivo mi dedicherò con la stessa determinata passione del mestiere che più amo quello di psichiatra, al quale ritorno con gioia. » Il deputato saluterà il parlamento partecipando all’evento: « Tadizione sociale e impegno civile : Storia e storie di Calabria ». La manifestazione si svolgerà il 27 aprile prossimo a Bruxelles e prevede la presenta-

Desidero mettere il mio impegno politico al servizio della Calabria ed è per questo che ho rinunciato alle offerte di candidatura che mi sono pervenute

Beniamino Donnici

zione di due libri scritti da due giornailsti calabresi : « Faide » di Arcangelo Badolati e « I misteri di Balacari » di Domenico Marino. A moderare i lavori sarà il capo ufficio stampa del Gruppo Alde, Paolo Alberti. Interverrà anche il matematicoJacquesGuenot,docente Unical, con una relazione dal tema : « Pitagora, tra filosofia, matematica ed enogastronomia », che introdurrà la degustazione di prodotti calabresi presentata dall’associazione dei cuochi crotonesi. Molti gli ospiti d’eccezione che parteciparenna all’evento. Interverranno, infatti, il delegato dell’ dell’AmbasciatoreitalianoSandro Maria Siggia, e il Prefetto di Reggio Calabria Francesco Musolino, collegato in vdeoconferenza, e vari rappresentanti di istituzioni comunitarie. Per capire l’importanza della manifestazione basti pensrae che hanno chiesto di essere accreditate oltre cento associazioni culturali. Il 5 maggio, a Strasburgo,saràpoiladatadefinitiva in cui, durante l’ultima assemblea plenaria della legislatura, l’On Donnici abbandonerà il parlamento europeo. Il parlamentare terrà una conferenza stampa per approfondirà le motivazioni della scelta, e infine presentarà il bilancio dell’attività svolta durante il mandato parlamentare. Sarà occasione anche per indicare le direttrici programmatiche e le alleanze politiche verso le quali intende muoversi con i suoi «Comitati per la Calabria libera ».

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

Partirà il 27 Aprile la tre giorni di spettacoli e incontri per promuovere la cultura della legalità

Calabria e Toscana unite contro il racket Un’importante campagna di sensibilizzazione alla lotta contro il racket è stata promossa d’intesa dalle Regioni Calabria e Toscana, per promuovere la cultura della legalità e la denuncia delle minacce al libero esercizio delle attività commerciali. L’iniziativa, che partirà lunedì 27 Aprile, dal Teatro Puccini di Firenze, per poi raggiungere il Museo Santa Maria della Scala di Siena, approderà il 29 Aprile al Teatro Umberto di Lamezia Terme. La "carovana antiracket" prevederà la proiezione di filmati e documentari, la messa in scena di concerti e la creazione di tavole rotonde e dibattiti su questo importante tema per sensibilizzare studenti, imprenditori e cittadini.

A Firenze si potrà assistere alla proiezione di "Blu notte - Misteri italiani", che ripercorrerà la storia della ‘ndrangheta e dei personaggi che hanno pagato con la loro vita l’opposizione alla logica mafiosa. A Siena sarà proiettato un altro filmato dal titolo "Le mani su Palermo", un documentario realizzato da Raitre sulle indagini che sgominarono il potente clan Lo Piccolo. Sia a Firenze che a Siena si terrà il concerto del gruppo calabrese Koralira. Il 29 Aprile la manifestazione si sposterà a Lamezia Terme, dove la proiezione del filmato "Doppio Gioco", incentrato sulle indagini della Procura antimafia di Palermo sulla zona grigia degli investimenti mafiosi

nell’economia legale. Presenti al’evento: Agazio Loiero, presidente della Regione Calabria, Gianni Speranza, sindaco di Lamezia, Michele Prestipino, procuratore aggiunto al Dda di Reggio Calabria, Enzo Brogi, consigliere regionaledella Toscana, Maria Teresa Morano, coordinatore regionale delle associazioni antiracket calabresi aderenti al Fai, Claudio Canepari, produttore ed autore televisivo e lo scrittore Piergiorgio Di Cara, che affronteranno il dibattito sulla lotta alla criminalità organizzata. A moderare la tavola rotonda sarà Alessandro Sortino, giornalista del programma "Le Iene". O.T.

CITTA’ DI LAMEZIA TERME

Prov. di Catanzaro SERVIZIO APPALTI Via Sen. Perugini - 88048 LAMEZIA TERME Tel. 0968/207263, 207264 - Fax 207264 Profilo di committente: www.comune.lamezia-terme.it. ESTRATTO DI BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Ai sensi dell’art. 64 del codice dei contratti pubblici approvato con D.lgs 12/04/2006, n. 163, si informa che questa Amministrazione Comunale, in esecuzione della determina del Dirigente Settore Patrimonio n. 466 del 2/4/2009, intende aggiudicare, con procedura aperta ex art. 55 del codice anzidetto, l’appalto per la prestazione delle coperture assicurative del Comune. L’importo a base d’appalto è di euro 330.000,00. Il contratto sarà affidato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 83 del codice dei contratti. Le offerte debbono pervenire entro il termine del 15/06/2009 ore 12.00. Copia del bando integrale può essere richiesta gratuitamente all’indirizzo di cui sopra oppure ricavata dal profilo di committente della stazione appaltante. Il presente bando è stato trasmesso in data 14/04/2009 all’Ufficio della G.U.U.E che ne ha accusato regolare ricevuta e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale relativa ai contratti pubblici - n. 49 del 27/04/2009. Lamezia Terme, 23/04/2009 Il Dirigente (avv. Alessandra Belvedere)


16 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

CALABRIA Il Consiglio regionale ha varato due importanti leggi su agriturismo, didattica e sociale nelle aziende agricole, ittiturismo e pescaturismo

Se lo sviluppo guarda all’agricoltura In passato non lo abbiamo capito a sufficienza. Si possono raggiungere risultati importanti di Massimo Tigani Sava

Il Consiglio regionale ha approvato nella sua ultima seduta due importanti proposte di legge che segnaliamo in quanto le riteniamo in sintonia con le battaglie, prima di tutto culturali, che stiamo conducendo da ormai quasi due anni. L’Assemblea di Palazzo Campanella ha varato la “Nuova disciplina per l'esercizio dell'attività agrituristica, didattica e sociale nelle aziende agricole”, nonché la “Disciplina per l'attività di ittiturismo e pescaturismo”. Non vogliamo entrare nel merito del dibattito che, in fase di concertazione con le organizzazioni di categoria, si è aperto su aspetti specifici delle due nuove normative che lanciano, nel loro complesso, un segnale di attenzione considerevole nei confronti dell’enorme potenziale di sviluppo che per la Calabria può rappresentare il settore agroalimentare. In questo contesto l'agriturismo, soprattutto se inteso nella sua più congeniale natura di utile integrazione dell'attività dei campi, costituisce un positivo e proficuo momento d'incontro tra i due mondi che noi consideriamo strategici per costruire ipotesi di sviluppo serie, razionali ed ecosostenibili della nostra terra: l'agricoltura e il turismo. Se la politica, negli anni passati, avesse avuto l'intuizione e la volontà di valorizzare in modo efficace gli immensi patrimoni di cui disponiamo (storia, arte, archeologia, paesaggi, bo-

Alveari in un uliveto calabrese. Le api sono le vere sentinelle dell’ambiente. Se ci sono loro la natura è pulita

schi, colline, coste, mare, tradizioni, tipicità, enogastronomia…), non staremmo ancora qui a parlare di record negativi su scala europea, di disoccupazione endemica, di sottoccupazione, di precari e lavoro nero. Ragioneremmo, invece, come si fa in Trentino o in Valle d’Aosta, di servizi all'avanguardia, di qualità della vita, di tutela intransigente del territorio quale base fondamentale per creare ancora di più ricchezza e benessere per tutti. Se avessimo saputo valorizzare

al massimo il Paradiso che ci è stato donato, i nostri vigneti varrebbero molto di più di quelli della Toscana, le nostre località turistiche sarebbero stracolme di visitatori e villeggianti durante l'intero arco dell’anno, i nostri ristoranti sarebbero meta continua di stranieri amanti della buona tavola e dei cibi mediterranei. Su questi fronti, come tutti sanno, si è fatto poco, e talvolta pochissimo. Per alcuni aspetti, addirittura, abbiamo prodotto danni, ritardi e sprechi. E’ per que-

sto che registriamo con soddisfazione l’avvenuta approvazione di due progetti di legge che costituiscono una buona base di partenza per muovere passi importanti in avanti. Di queste cose ho parlato nei giorni scorsi, durante la trasmissione “Monitor” che conduco ogni giorno su Calabria Channel, con l’assessore regionale all’Agricoltura, Mario Pirillo, con Pietro Molinaro e Giuseppe Mangone, rispettivamente presidenti regionali di Coldiretti e Cia. Con accenti diver-

si, ovviamente, questi tre interlocutori hanno sottolineato che il sistema degli agriturismi, così come del resto avviene in Umbria o in altre regioni avanzate del Centro-Nord Italia, è una bella carta da giocare. E lo è, a nostro avviso, in modo particolare in una Calabria che dal punto di vista naturalistico e paesaggistico ha tanti tesori nascosti. Si pensi alla suggestività di aree interne (Sila, Serre, Aspromonte, Pollino…) lasciate intatte e incontaminate dalla limitata industrializzazione. O alle atmosfere affascinanti di campagne coltivate, di pascoli lussureggianti, di tratti di costa in cui si può mangiare ascoltando il suono della risacca, dell'aria tersa e di quella luce intensa che esalta il verde dei boschi e l’azzurro del mare. O si guardi a tutti quei riti (il pane, il maiale, la ricotta e il formaggio, le cuzzupe, lo stocco…) che sopravvivono portandosi dietro il ricordo dei millenni, come solo si può apprezzare in luoghi dove, ancor prima della colonizzazione magnogreca, si parlava di allevamenti, di greggi, di tecniche per la vinificazione e la produzione dell'olio. Tanti viaggiatori provenienti da lontano ci hanno descritto queste sensazioni facendoci capire, magari in maniera indiretta, quanto avremmo potuto costruire di positivo. Non li abbiamo quasi mai ascoltati. Per fortuna, però, non siamo diventati del tutto sordi, e la speranza di poter cambiare nel profondo non l'abbiamo persa.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 17

CALABRIA Sono 27, tutte di Reggio Calabria, e a Milano in tre anni non hanno mai fatto un giorno di lezione

Lo strano caso delle maestre fantasma Le diagnosi: diabete, scoliosi, depressione e stati d’ansia. I certificati li falsificavano in Calabria di Ludovico Casaburi ROMA - Altro che "salare la scuola". Le già ribattezzate ventisette "maestre fantasma" di Milano, a scuola, non c’hanno mai messo piede. Mai. Mai un giorno di lezione in tre anni, mai un compito assegnato, mai una nota sul registro per un bambino un po’ discolo, macché. Tutte originarie di Reggio Calabria, le 27 docenti smascherate e denunciate - tutte operanti, si fa per dire, in scuole milanesi - risultavano essere invalide: per non sbagliare, i certificati di invalidità se li facevano fare proprio in Calabria. Riguardo alle patologie, ce n’era per tutti i gusti: gravi casi di diabete, dolori cronici alla schiena, tremende depressioni e stati d’ansia. Patologie riscontrate dalle Asl di residenza e che scompaiono nei successivi controlli. Ma che, per legge (sfruttando alcune falle nella legge 104, quella che disciplina l’handicap), consentono il trasferimento immediato a casa. Spesso senza aver fatto nemmeno un giorno di lezione nella sede per cui si è vinto il concorso. La truffa funzionava così: la legge italiana dice che per ottenere un trasferimento è sufficiente

«Complimenti al direttore provinciale di Milano. L’amministrazione scolastica ha dimostrato di saper vigilare e contrastare con successo questi episodi inaccettabili. Quanto ai falsi certificati medici - ha detto il ministro Gelmini - è un fatto grave e odioso perché commesso da insegnanti che dovrebbero essere un modello per gli studenti»

Per le maestre fantasma di Milano non è mai cominciata

presentare un certificato d’invalidità provvisorio, rilasciato da un medico della Asl di residenza. Alla scuola che il docente lascia, per tutela della privacy, non viene riferita né la patologia né tantomeno il grado di invalidità. La maestra in questione può dunque, badando a non peggiorare il suo stato di salute, fare i bagagli e tornarsene a casa. Entro 90 giorni dal trasferimento, la stessa Asl è tenuta a fare un secondo certificato di conferma, in cui invece si dichiara la percentuale di invalidità riscontrata. Il verdetto, nel caso delle nostre 27 maestre, è stato sempre di "Non handicap": a quel punto il trasferimento, per legge, dovrebbe essere annullato. Ma qui casca l’asino: fra la prima e la seconda visita, per l’inefficienza delle aziende sanitarie, passano anche tre anni. Periodo che la maestra trascorre insegnando al Sud oppure non insegnando proprio, lasciando comunque scoperta la cattedra che le era stata assegnata per concorso, in questo caso, una del milanese. Ogni buco, poi, va riempito con una supplenza, e

ogni supplenza, si sa, ha un costo. Moltiplicato per decine e decine di casi in tutta Italia, la cosa si fa seria. Situazioni analoghe, infatti, pare che si siano riscontrate anche in quel di Firenze, Venezia e Torino. Le province di provenienza delle maestre sono sempre le stesse: Reggio Calabria e Agrigento, ma ci sono segnalazioni di casi anche nel Casertano. «Rivolgendoci alla procura abbiamo voluto compiere un atto di chiarezza», taglia corto il provveditore di Milano, Antonio Lupacchino, che ha svelato e denunciato il misfatto. Pippo Frisone, responsabile vertenze della Flc-Cgil a Milano, ha detto: «La responsabilità, specie quella penale, è personale e non bisogna generalizzare. Certo, fa specie la concentrazione di documentazione provvisoria compiacente, rilasciata in attesa di quella collegiale definitiva». Quanto al fatto che i casi si concentrino al Sud, Frisone attacca: «Se in mezza Italia i tempi di attesa della certificazione Asl vanno oltre i novanta giorni previsti, si lascia il campo libero anche agli abusi». Cgil

Il compiacimento del presidente Muzzì per l’iniziativa promossa dall’assessore Pirillo

Soddisfazione della Fondazione Field per le nuove disposizioni approvate da Pirillo Il 20 Aprile si è tenuta presso il Dipartimento agricoltura della Regione Calabria la presentazione del Bando 2009 per la pesca e il Piano di sviluppo rurale da parte dell’assessore al ramo, Mario Pirillo, che ha annunciato lo stanziamento di 75 milioni di euro per favorire l’adeguamento agli standard comunitari del settore pesca calabrese e rilanciare il pescaturismo e l’ittiturismo nelle zone costiere della nostra regione. Sempre su questo tema è stata avanzata una proposta di legge da parte dell’Assessorato presieduto da Pirillo che interverrà a dettare le regole di esercizio delle attività ittiche che promuovono il turismo dei cultori del pesce. Ieri è giunto il comunicato di Mario Muzzì, presidente della Fondazione Field, l’organismo della Regione Calabria che nel corso dello scorso anno ha realizzato, su affidamento dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e alla Pesca, guidato dall’On. Mario Pirillo, il progetto denominato "Azioni a sostegno del pescaturismoedell’ittiturismo",che a questo proposito ha voluto manifestare il consenso del Field riguardo all’importante iniziativa pro-

Mario Muzzì

mossa da Pirillo: «Prendiamo atto con vivo compiacimento dell’approvazione della Proposta di legge regionale n. 378 di iniziativa dei consiglieri Pirillo, Amato e Borrello recante: "Norme per l’esercizio delle attività di pescaturismo e ittiturismo". Ad ispirare la nostra soddisfazione è una iniziativa volta a sviluppare ed aggiornare con l’introduzione di segmenti innovativi un comparto tradizionale dell’economia calabrese, ma anche la consapevolezza di avere agevolato l’iniziativa consiliare mettendo a dispo-

sizione la bozza del testo di legge licenziato lo scorso 14 aprile dalla II Commissione regionale. Ed è stato nel corso delle attività progettuali continua Muzzì - che i tecnici e gli esperti della Fondazione hanno lavorato alla bozza di una proposta di legge messa poi a disposizione dell’ente regionale che ha inteso utilizzarla per una iniziativa legislativa che potrà rispondere tempestivamente anche alle attese degli operatori già coinvolti nell’azione progettuale voluta dall’Assessorato alla PescaerealizzatadalField».

chiede al governo che «siano rese più rigide le norme contrattuali e chiusi tutti i varchi che favoriscono gli abusi e il malaffare. Anche perché oggi si è trasferiti al Sud solo se beneficiari della legge 104. Noi siamo per tutelare i diritti veri di chi ha veramente riconosciuto il diritto per legge e per contratto». Solo apprezzamenti giungono ovviamente dal ministro Mariastella Gelmini, che ieri in serata ha commentato l’accaduto: «Voglio complimentarmi con il direttore provinciale di Milano. L’amministrazione scolastica ha dimostrato in questo caso di saper vigilare e contrastare con successo questi episodi inaccettabili». «Quanto accaduto in merito ai falsi certificati medici presentati da alcuni docenti - ha aggiunto il ministro - è un fatto estremamente grave e particolarmente odioso proprio perché commesso da insegnanti che dovrebbero essere, al contrario, un punto di riferimento e un modello di comportamento per gli studenti. Le azioni illegali - ha concluso la Gelmini - non sono mai ammissibili, non possono essere tollerate e devono essere perseguite con decisione».

Variante di Nova Siri: via libera del CdA dell’Anas sulla 106 Jonica Il Consiglio di Amministrazione dell’Anas,presiedutodaPietroCiucci, ha dato il via libera al progetto definitivo per appalto integrato dei lavori di costruzione della variante di Nova Siri sulla strada stratale 106 ‘Jonica’, nelle province di Matera e Cosenza, compreso tra le opere prioritarie del Piano di investimenti del Cipe del 6 marzo 2009.Un tracciato lungo complessivamente 4,5 km, che a ben vedere si sviluppano per la maggior parte nel territorio lucano e per circa 1,7 km in quello calabrese. La tempistica dell’appalto è previsto in 880 giorni, di cui 120 per l’esecuzione della progettazione esecutiva. Il progetto prevede un investimento che ammonta a oltre 88 milioni di euro, di cui ben 53,6 milioni di euro già finanziati.

Centri storici approvato il piano di riqualificazione Recupero, riqualificazione e valorizzazione dei centri storici: questi gli obiettivi che l’agenda della Regione Calabria si era prefissata di portare avanti. Il programma regionale su questi temi è già operativo. Ieri la pubblicazione, sul sito ufficiale della Regione, della graduatoria dei 237 Comuni che saranno i beneficiari dei 47 progetti per la realizzazione di interventi che abbiamo come scopo quello di rivitalizzare i centri storici dei vari comuni presenti in graduatoria.Così Michelangelo Tripodi, in un nota dall’ufficio stampa della Giunta regionale.

Lunedi convegno con Pirillo e Loiero all’Agroalimentare di Lamezia

Agriturismo, Ittiturismo e Pescaturismo Consiglio Regionale, sì alla nuova disciplina CATANZARO - La Calabria ha finalmente una nuova disciplina per l’esercizio dell’attività agrituristica, a cui si aggiunge anche l’attività didattica e sociale nelle aziende agricole. La legge è stata approvata dal Consiglio Regionale nell’ultima seduta di giovedì scorso. «È un dispositivo che punta allo sviluppo e all’ammodernamento del settore – ha affermato in apertura Pietro Amato, relatore del testo legislativo – ipotizziamo anche la creazione di molti posti di lavoro con la sua applicazione». Tra gli interventi quello di Egidio Chiarella, che ha evidenziato l’adeguamento della nuova disciplina alla legge quadro 96 del 2006. A seguire, la massima Assemblea elettiva regionale ha dato il via libera alla legge sulla attività di ittiturismo e pescaturismo. Per ittiturismo si intende ospitalità ricettiva e servizi connessi, con pescaturismo si intende invece attività di pesca esercitata sull’imbarcazione dell’attività professionale con persone a bordo che non fanno parte dell’equipaggio, ma che si trovano sul natante a scopo turistico. Sull’argomento è intervenuto anche l’Assessore regionale all’Ambiente Silvio Greco, per il quale la legge «è di straordinaria importanza perché sottrae i pescatori all’attività strettamente commerciale permettendo allo stesso tempo la conservazione delle risorse marine». Molto

soddisfatto l’Assessore all’Agricoltura Mario Pirillo, secondo il quale «questa legge consentirà di animare i borghi marinari ora abbandonati che diventeranno i luoghi ambiti dai turisti per frequentare i locali dell’ittiturismo e per ristrutturare tante belle imbarcazioni solo parzialmente in uso che saranno rifunzionalizzate Agazio Loiero per il pescaturismo. Ci sono le risorse necessarie previste nel fondo europeo per la pesca, il FEP, di cui recentemente abbiamo pubblicato i primi bandi». Un obiettivo importante quello raggiunto dall’Assessorato all’Agricoltura e Foreste: insieme alle nuove disposizioni per l’agriturismo, l’ittiturismo e il pescaturismo, sono state infatti approvate la legge sui distretti rurali e agroalimentari e la legge per la raccolta dei funghi e dei tartufi. I quattro testi, considerati a ragione nuove opportunità per l’economia calabrese, saranno presentati lunedì 27 aprile a Lamezia Terme, presso il Centro Agroalimentare, alle ore 10.30. Dopo l’introduzione di Pietro Amato, Presidente della II Commissione in Consiglio Regionale, e la relazione dell’Assessore all’Agricoltura Mario Pirillo, interverranno i Presidenti delle Organizzazioni agricole e delle principali Federazioni della pesca. I lavori saranno conclusi dal Presidente Agazio Loiero.


il Domani

Sabato 25 Aprile 2009

CATANZARO

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

QUESTURA Non è piaciuta a Loiero, alla Ferro e al sindaco Olivo l'interpellanza su sicurezza e ordine pubblico dell'on. Mario Tassone

«Attacco inspiegabile a De Felice» «E’ difficile pensare al capoluogo come a un girone infernale con pezzi di città infeudate alla criminalità» CATANZARO — «C'è una pericolosa recrudescenza della criminalità a Catanzaro che impone a tutti di tenere la guardia alta, onde evitare derive ancora più allarmanti dopo gli ultimi episodi di sangue che hanno creato un giustificato allarme sociale. Ma è difficile pensare al capoluogo di regione come a un girone infernale con pezzi di città infeudate alla criminalità. E soprattutto ritenere che possa essere responsabile di tutto ciò chi, invece, quotidianamente e con intelligenza operosa combatte tali fenomeni devianti». Non è piaciuta al presidente della Regione Agazio Loiero, al presidente della Provincia Wanda Ferro, e al sindaco di Catanzaro Rosario Olivo, l'interpellanza su sicurezza e ordine pubblico nella città capoluogo di Regione che l'on. Mario Tassone ha illustrato ieri alla Camera dei Deputati. «Desta stupore - affermano Loiero, Ferro e Olivo l'attacco, inspiegabile, contro il Questore della città Arturo De Felice, il quale fin dal primo giorno del suo insediamento avvenuto solo otto mesi fa, ma forte della conoscenza del territorio per passate esperienze che lo hanno visto protagonista attento e scrupoloso in delicate investigazioni contro la criminalità organizzata, ha sviluppato un lavoro di contrasto intenso e minuzioso contro tutte le forme di cri-

QUESTURA L’on. Lo Moro: tutta colpa del governo che non conosce il sud

«Il malumore serpeggia dappertutto» CATANZARO — «Si fa fatica a

minalità presenti da tempo, e non certo per sua responsabilità, in città e in Provincia. Un impegno che, come lo stesso sottosegretario all'Interno, Nitto Palma, ha rilevato nella sua risposta, ha prodotto buoni risultati. Restiamo trasecolati - aggiungono Loiero, Ferro e Olivo - anche perché le accuse al questore arrivano da una persona, l'on. Mario Tassone, in genere equilibrata, che ha avuto in passato delicati incarichi di governo e ben dovrebbe conoscere le realtà catanzaresi. Siamo,

dunque, vicini al questore De Felice e alle forze dell'ordine che si trovano a operare in un’area le cui difficoltà sono arcinote per la presenza pervasiva della criminalità, e dove, dunque, già l'attacco, sebbene espresso in un legittimo atto di sindacato parlamentare, diventa di per sè una grande e inaccettabile anomalia e rischia di apparire una generalizzata sfiducia anche indistintamente nei confronti di coloro i quali dimostrano un impegno generoso a tutela dell'ordine pubblico».

QUESTURA L’on. D’Ippolito: alla Camera toni troppo aspri e conclusioni dirompenti sulle istituzioni locali

«Lo scontro non giova alla giustizia» CATANZARO — «La grave emergenza criminale della Calabria e, al suo interno della nostra provincia, rendono necessaria e indispensabile l’assunzione della massima responsabilità da parte di tutti - cittadini e istituzioni ancor più da chi per mandato popolare rappresenta interessi del territorio e dell’intero Paese» si legge in una nota dell’on. D’Ippolito. «Non può che condividersi l’ansia di chi incalza per chiedere attenzione e presenza coordinata - continua -, efficienza dello Stato laddove si rende necessario per una reale azione di contrasto alla criminalità organizzata, altresì per mantenere stretto e saldo il rapporto fiduciario tra Stato e cit-

tadini. Senza entrare nel merito delle questioni emerse sulla stampa in ordine al recente “Question Time” alla Camera, che ha visto protagonista l’On. Tassone con l’interpellanza al Ministro dell’Interno, che ha opportunamente e puntualmente corrisposto alle richieste dell’interrogante, per il tramite del Sottosegretario Sen. Nitto Palma, nasce spontanea l’esigenza di sottolineare che lo scontro Istituzionale non giova mai alla buona causa della giustizia. L’esperienza e il garbo ordinario della collega e amico On. Tassone, cui va l’espressione personale di una antica e immutata stima, stridono con l’asprezza dei toni usati e con le dirompenti,

quanto sorprendenti, conclusioni espresse nei confronti di istituzioni provinciali (Questura e Prefettura) che sono chiamate a svolgere quotidianamente delicati compiti a tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico. Raccolgo - conclude - l’appello per una efficace e costante coordinamento delle attività utili, per il massimo impegno civile- polito e istituzionale, ma non posso che incoraggiare Questura e Prefettura a continuare, attraverso i suoi qualificati rappresentanti, l’opera doverosa e missionaria di salvaguardia e difesa del benessere della collettività, cui certamente e visibilmente appaiono sempre indirizzati».

QUESTURA Il senatore del Pdl: una delegittimazione che risulta pericolosa per le azioni contro la criminalità

Pittelli: «Aggressione immotivata» CATANZARO — «Non condivido af-

fatto le affermazioni di Mario Tassone, parlamentare al quale mi legano sentimenti di antica stima ed amicizia». A sostenerlo è il senatore Giancarlo Pittelli, del Pdl, in merito all'interpellanza di Tassone su sicurezza e ordine pubblico a Catanzaro. «Sono sinceramente sorpreso ha aggiunto - dall'immotivata aggressione che, nell'esercizio di legittime prerogative parlamentari, è stata mossa nei confronti del questore De Felice del quale, da sempre, apprezzo l'impegno profuso nell'attività inquirente e di prevenzione». «Non abbiamo certamente scoperto oggi, e solo a pochi mesi dall'insediamento di De Felice - ha sostenuto Pittelli - che Catanzaro non è più

Giancarlo Pittelli

quella di una volta e che tranquillità e sicurezza non sono più le sue principali connotazioni. Le cronache giudiziarie dell'ultimo decennio, ci consegnano l'immagine di un territorio sottoposto alla progressiva in-

filtrazione mafiosa condotta da organizzazioni criminali radicate nelle province limitrofe e fortemente collegate alla delinquenza locale. I recenti gravissimi fatti di sangue che hanno scosso profondamente la comunità dimostrano la permeabilità del territorio rispetto all'aggressione criminale». «La delegittimazione del vertice della Questura, per motivi che non conosco e che non riesco a decodificare - ha concluso Pittelli - costituisce un pericolo reale per l'efficacia dell'azione di contrasto alla delinquenza ed, al tempo stesso può rappresentare un vantaggio per le organizzazioni delinquenziali che puntano all'indebolimento dell'azione di controspinta alla spinta criminosa».

parlare di Mezzogiorno con un governo che pensa di risolvere i problemi della sicurezza con le ronde e l'introduzione del reato di immigrazione clandestina. Il malumore che serpeggia dappertutto, anche tra le forze dell'ordine, è emerso con chiarezza nel corso delle audizioni che si sono svolte nei giorni scorsi preso le Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera» si legge in una nota della parlamentare del Pd Doris Lo Moro. «I sindacati di polizia - continua -, in particolare, si sono trovati a rappresentare il punto di vista di operatori che, specie nelle zone più a rischio, si trovano a fronteggiare una criminalità agguerrita e senza scrupoli, e spesso molto ben organizzata, con mezzi inadeguati e prospettive non soddisfacenti. In questo contesto è giusto e doveroso porre con forza sul tappeto i problemi specifici delle realtà meridionali, che il Governo, fortemente condizionato dalle istanze leghiste, mostra di non conoscere o comunque di sottovalutare, sapendo che le carenze e i limiti che i tagli sulla sicurezza hanno determinato nell'intero Paese sono particolarmente gravi in zone come la Calabria in cui bisognerebbe potenziare l'organico delle forze dell'ordine e della magistratura e la loro capacità di incidere su una realtà difficile che richiede mezzi adeguati e innovativi anche sul piano tecnologico. La strada dei patti di sicurezza intrapresa nella passata legislatura mantiene la sua validità così come continua ad essere importante il percorso del Pon sicurezza, su cui vanno evitati blocchi e ritardi di tipo burocratico. Bene ha fatto, in tal senso, l'on. le Tassone a chiedere in Aula un'accelerazione del

Doris Lo Moro

progeto presentato dalla Città di Catanzaro, fortemente provata da recenti episodi criminali che richiedono una risposta urgente e forte dello Stato a garanzia della sicurezza dei cittadini. A mio modo di vedere serve, inoltre, mantenere e potenziare la capacità delle Istituzioni di fare squadra sul territorio per essere ed apparire compatti di fronte al malaffare e alla criminalità che deve sentire il peso di un giudizio di disvalore diffuso e radicato e di una presenza delle Istituzioni autorevole e credibile. Sono convinta che, tra mille limiti, si sta lavorando in tale direzione nella provincia di Catanzaro. E in tal senso - conclude - ho colto con favore l'attenzione rinnovata a Lamezia Terme, dimostrata dal Questore De Felice in occasione dell'anniversario dell'omicidio dei coniugi Aversa, che nel 1992 aveva messo in ginocchio la città, e il tentativo più complessivo di segnare una vicinanza rassicurante della polizia ai territori della provincia, con un lavoro apprezzabile che non potrà che dare frutti».


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 19

CATANZARO CITTÀ QUESTURA Le rassicurazioni del sottosegretario all'Interno, Nitto Palma: sono attento alle problematiche del territorio

«Potenzieremo i presidi delle forze dell'ordine» «Attualmente a Catanzaro Lido i poliziotti ammontano a quaranta unità» CATANZARO — Il sottosegretario al-

l'Interno, Nitto Palma, con una nota, «ha fornito rassicurazioni al presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro e all'on. Michele Traversa sul suo personale interessamento alla problematica riguardante il potenziamento dei presidi delle forze dell'ordine a Catanzaro Lido». Lo rende noto un comunicato della Provincia. «In tale occasione - prosegue la nota - Palma ha voluto anche precisare che attualmente le forze territoriali di polizia di Catanzaro Lido ammontano a quaranta unità (26 della Polizia e 14 dell'Arma dei carabinieri), grazie all'incremento di quattro unità dell'Arma dei carabinieri e di una ulteriore volante della Polizia di Stato». Nitto Palma, conclude la nota, «ha comunque confermato la

QUESTURA La Segreteria dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia della Provincia

«Gravi le carenze ma ingiusto l’attacco ai vertici» CATANZARO — «In relazione alle

Nitto Palma

sua piena attenzione alla problematica impegnandosi ad incrementare ulteriormente gli uffici e i reparti delle forze di polizia ubicate sul territorio, compatibilmente con le esigenze e priorità del territorio nazionale tutto».

QUESTURA La solidarità dell’onorevole Pino Galati

recenti notizie pubblicate sulla stampa che farebbero emergere “gravi problemi gestionali” da parte dei vertici della Questura di Catanzaro, evidenziati in sede di discussione di una interpellanza parlamentare la Segreteria Interprovinciale dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia della Provincia di Catanzaro intende esprimere convinto dissenso dalle valutazioni espresse, figlie di una

informazione incompleta e non obiettiva» si legge in una nota. «La situazione dell’ordine e della sicurezza a Catanzaro - continua - è certamente inquinata da fenomeni delinquenziali ben individuati e risalenti nel tempo puntualmente contrastati, e da episodi più gravi, ad alcuni dei quali si è data immediata risposta. Le gravi carenze organiche che affliggono l’intero comparto delle Forze dell’Ordine in Italia ha ovviamente ripercussioni

anche sulla Questura di Catanzaro, dove i Poliziotti - sempre più anziani ed in minor numero - sostengono un maggior carico di lavoro per tamponare le emergenze quotidiane. Ancora - conclude la nota l’Associazione Funzionari intende solidarizzare con il Vertice della Questura, che invece ha inteso dare impulso all’azione della Polizia di Stato, con una immagine più qualificata e professionale maggiormente proiettata all’esterno».

QUESTURA L’on. Michele Traversa: sembra una mortificazione gratuita alla Prefettura ma è volontaria

«E’ una lotta quotidiana» «Tassone ha sbagliato per eccesso di affetto» CATANZARO — «La lotta alla criminalità organizzata è un insopprimibile valore per una democrazia sana e matura, che va combattuta senza se e senza ma, tenendo conto che le istituzioni che rappresentano il Governo nel territorio e la magistratura devono essere dei baluardi e non possono essere indeboliti da nessuno che abbia a cuore il bene dello Stato» sono queste le dichiarazioni dell’On. Giuseppe Galati che esprimono piena fiducia all’operato del Que-

store di Catanzaro, Dott. Arturo De Felice. «E’ importante ricordare continua ancora Galati - che il Questore di Catanzaro si è insediato nella città solo da otto mesi. L’allarme criminalità lanciato nei giorni scorsi non si è inasprito in quest’ultimo periodo e la specchiata e lunga professionalità del Dott. De Felice è garanzia per i cittadini del capoluogo di Regione». «Pensiamo – conclude che la lotta alla criminalità si faccia tutti i giorni, quotidianamente».

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE La nota della Fiamma Tricolore

CATANZARO — «L’equilibrio e la

cautela alle quali Mario Tassone ha da sempre improntato la sua attività politica, non possono lasciare dubbi sul fine della sua forse inopportuna interrogazione parlamentare» si legge in una nota dell’on. Michele Traversa. «La città di Catanzaro ha tanti problemi - continua -, non quello di una criminalità così pervasiva come in altre realtà regionali e l’on. Tassone, che conosce bene il

capoluogo, lo sa bene. Nessuno pensa ad abbassare la guardia, ma è bene ricordare che l’attenzione delle istituzioni è altissima. E’ merito anche di una Prefettura e di una Questura - prosegue Traversa - sempre presenti ed attive sul territorio se Catanzaro è raramente teatro di episodi che altrove sono tristemente consueti. La sua iniziativa suona, per questa ragione, come una mortificazione del tutto gratuita ai

danni di chi giorno per giorno lavora per la nostra sicurezza. Non era certo questo l’intento di Mario Tassone - conclude -, il quale ha probabilmente ha sbagliato per eccesso di affetto verso la sua e la nostra città, ed è mio convincimento che non fosse sua intenzione mettere in dubbio le capacità e il lavoro di chi, come il questore De Felice, merita tutta la nostra considerazione e il nostro rispetto».

ABRUZZO In centinaia si sono mobilitati per aiutare i terremotati in difficoltà. In particolate l’associazione Furora

«Le istituzioni si stanno attivando» Una delegazione catanzarese parte oggi CATANZARO — «Intendiamo dare atto

che, per l’ennesima volta, il Sindaco Olivo ha dimostrato tutto l’amore e l’attenzione che egli pone ai bisogni dei cittadini catanzaresi e, più in generale, alle classi meno agiate del nostro popolo» si legge in unanota di Umberto Maggi del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore. «Il fatto è l’istituzione di due borse di studio per sopperire all’ennesimo schiaffo che Catanzaro e l’intera Calabria stà ricevendo per la nota vicenda dell’abolizione di ben se-

dici corsi di specializzazione universitari alla Facoltà di Medicina della Magna Grecia. Analogo amore ed attenzione che hanno dimostrato, attivandosi immediatamente e convocando un apposito Consiglio sul tema, i vertici dell’Amministrazione e del Consiglio Provinciale, Wanda Ferro e Peppino Ruperto. Resta poi nostro auspicio che anche le altre quattro provincie calabresi si attivino per analoghe iniziative e, perché no? Anche la Regione Calabria dia il suo contributo fattivo».

CATANZARO — Oggi una delega-

zione catanzarese si recherà in Abruzzo per potere dare un concreto aiuto, portando beni di prima necessità , a tuttue quelle persone che, con il terremoto, hanno perso ogni cosa. La raccolta dei suddetti beni, seppur organizzata in brevissimi tempi, ha visto una grande partecipazione sociale e solidale di moltissimi ragazzi della nostra città . Si sono mobilita-

te centinaia di persone per dare il loro aiuto, persone diverse fra loro, persone che, solitamente, sono divise dai loro diversi credi ideologici e politici, ma che, in questo delicatissimo momento, hanno messo da parte qualsiasi distinzione e si sono trovate accomunate dal sentimento più nobile che possa esistere: la solidarietà verso altri fratelli. Oltre a ringraziare tutti i singoli cittadini che hanno

contribuito, «doveroso rendere omaggio in particolar modo all’associazione culturale Furora che, donando decine e decine di capi d’abbigliamento nuovi, ha dimostrato l’interesse per questa causa e ha aiutato, in maniera determinante, la raccolta dei beni. Catanzaro, per l’ennesima volta, ha dimostrato di avere un grandissimo cuore, ma d’altronde «siamo o non siamo fratelli d’Italia?».


20 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ CENTRO STORICO Ieri incontro tra Olivo e Confcommercio. C’è l’apertura del sindaco ma l’obiettivo è di mantenere l’isola pedonale

Riduzione temporanea dell’area Ztl? Ma la rete commerciale dovrà diventare competitiva rispetto ai centri commerciali CATANZARO — Il Comune studierà la possibilità di ridurre temporaneamente, in attesa della realizzazione dei parcheggi di Bellavista e via Milelli, l’area Ztl su corso Mazzini. Pur confermando che l’obiettivo è sempre il mantenimento dell’isola pedonale sul corso, il sindaco Olivo si è dimostrato aperto verso l’ipotesi, caldeggiata dai rappresentanti della Confcommercio, di una parziale e temporanea riapertura al traffico di alcuni tratti del corso. L’impegno di studiare tecnicamente tale soluzione è emerso a conclusione dell’incontro che il primo cittadino ha avuto ieri mattina nel suo studio con il presidente della Confcommercio, Piero Tassone. Presenti all’incontro anche l’assessore Francesco Granato, il consigliere Francesco La Cava, il delegato del sindaco per le questioni economiche Vittorio Todaro. Il presidente di Confcommercio ha parlato di una situazione di

difficoltà della rete commerciale del corso, in parte riconducibile a suo avviso - all’inaccessibilità determinata dall’istituzione della Ztl e in parte alla recente apertura di grandi aree commerciali all’esterno del centro storico. Il sindaco Olivo e gli altri amministratori hanno sottolineato la necessità che la rete commerciale di corso Mazzini diventi realmente competitiva rispetto alla realtà dei grandi centri commerciali, con un’azione di forte rinnovamento e adeguamento dell’offerta. Il Comune ha concentrato sul centro storico e sul corso Mazzini cospicui investimenti e numerosi interventi (tra i più recenti, completamento del piazzale del san Giovanni, acquisizione di Galleria Mancuso, avvio delle attività del Conservatorio, parcheggioascensore di Bellavista) ma tutto ciò deve essere accompagnato da una forte azione di rinnovamento del tessuto commerciale.

PROTEZIONE CIVILE Prosegue il lavoro di prevenzione

Prima riunione del Coc CATANZARO — Prima riunione or-

ganizzativa del Coc(Centro operativo comunale) istituito i presieduto dal sindaco Rosario Olivo e coordinato dal comandante del Corpo di Polizia municipale, generale Antonio Salerno coadiuvato dal colonnello Amedeo Cardamone e dal tenete Franco Basile. All’incontro erano presenti tutti i referenti ed i vice referenti delle dieci funzioni che riguardano la gestione dell’emergenza del Coc e che comprendono: tecnica di pianificazione, sanità umana e veterinaria - assistenza sociale; volontariato; materiali e mezzi; servizi essenziali e attività scolastica; censimento danni a persone e cose; strutture operative locali -– viabilità; telecomunicazioni, assistenza alla popolazione; comunicazione ed informazione. Un incontro, voluto dal Primo cittadino, per sensibilizzare i referenti allo scopo di creare i presupposti per un buon funzionamento del centro operativo. «Non c’è dubbio - ha sottolineato Olivo - che alla base del lavoro ci deve essere intesa tra i referenti ed i vice e tra tutti i referenti delle undici funzioni di supporto che abbiamo individuato secondo il modello dettato dalla Protezione civile. Il Coc, quindi, dovrà, innan-

zitutto lavorare sulla prevenzione a cominciare dai mezzi a nostra disposizione. Ma quella di ieri mattina è stata anche l’occasione di verificare lo stato di aggiornamento del Piano di Protezione civile approvato lo scorso febbraio il cui compito è stato affidato al geologo Fabio Procopio». Naturalmente, la recente esperienza dell’Abruzzo spinge l’Amministrazione comunale ad intensificare ogni sforzo in direzione della prevenzione. In particolare, il sindaco ha anticipato che è stato chiesto il supporto, all’apparato tecnico di palazzo de Nobili, di esperti delle scuole professionali locali, gli ordini professionali e le università nell’azione di monitoraggio, che riguarderà in primo luogo le scuole e gli edifici pubblici. A tal proposito, Olivo, pur senza alcuna sottovalutazione di potenziali rischi (sempre presenti in una terra come la Calabria), ha condannato le fonti anonime che stanno diffondendo notizie allarmistiche in città. All’incontro era anche presente la segretaria generale Teresa Mansi, che ha gestito l’emergenza terremoto in un comune dell’’Irpinia, il geologo Procopio ed il consigliere comunale, Eugenio Riccio, delegato dal sindaco alla sicurezza.

TERREMOTO ABRUZZO L’Upi delle Province calabresi ha partecipato al vertice dell’Aquila

Forte impegno degli enti intermedi CATANZARO — Le Province calabre-

si hanno partecipato alla riunione che ha avuto luogo giovedì 23 aprile all’Aquila per definire il ruolo da affidare agli Enti intermedi nel piano di ricostruzione per i danni del sisma in Abruzzo. All’interno della Caserma della Scuola Allievi della Guardia di Finanza, in contemporanea con l’incontro promosso dall’Unione Province Italiane, il Consiglio dei Ministri straordinario fissato dal Presidente Berlusconi deliberava il decreto per il terremoto in Abruzzo. All’incontro dell’Upi hanno partecipato per la Provincia di Catanzaro il Presidente Wanda Ferro, per Vibo Valentia il Presidente Francesco De Nisi, per Cosenza il vicepresidente Domenico Bevacqua, l’assessore alla Protezione Civile della Provincia di Crotone e funzionari della protezione civile per la Provincia di Reggio Calabria. Sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente dell’Upi Fabio Melilli ed il Presidente della Provincia dell’Aquila Stefania Pezzopane, la quale ha ringraziato tutti i presenti per le manifestazioni di solidarietà espresse fin dal primo giorno da ogni angolo della penisola con una serie di iniziative a sostegno delle popolazioni terremotate. Il Presidente dell’Upi regionale Wanda Fer-

ro, di concerto con gli altri rappresentanti calabresi, fisserà a breve un incontro per stabilire le proposte di intervento delle cinque province calabresi in merito al programma globale di ricostruzione. Dopo l’incontro la delegazione dell’Upi calabrese ha visitato la città dell’Aquila nelle zone non interdette al traffico, rilevando gli ingenti danni ai fabbricati anche all’esterno della “zona rossa”. «In uno scenario comunque straziante - è il commento di Wanda Ferro - è importante verificare la partecipazione di tutta la nazione che si è stretta intorno al popolo abruzzese. Ed ancora una volta la Calabria testimonia un cuore grande unito a volontà, forza e spirito di sacrificio: il campo di Pianola, dove

La rettifica del Presidente Wanda Ferro all’intervista di ieri a pag.16

Alcune precisazioni CATANZARO — Con riferimento all’intervista al presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro, a firma di Alessandro Caruso, pubblicata nel numero di ieri a pag. 16, si precisa che la piazza della Prefettura non è area di competen-

CENTRI COMMERCIALI Tonino Cimino sui problemi di mobilità a Barone

«Non c’è programmazione» CATANZARO — «Come era facile prevedere, l’apertura del nuovo centro Commerciale, in loc. Barone, in una area che è da sempre un punto di crisi della mobilità e della viabilità della città, sta provocando notevoli problemi al traffico ed alla circolazione in tutta la zona sud di Catanzaro e lungo la statale 106, forse una delle arterie più intasate d’Italia» si legge in una nota di Tonino Cimino della Sinistra democratica. «Così come era facile prevedere che, di fronte all’aggravarsi di tali problemi, cominciano a levarsi alte le voci di quanti chiedono interventi immediati per l’urbanizzazione primaria e secondaria dell’intera area. Prima si concedono tutte le concessioni necessarie per costruire centri commerciali, supermercati, palazzi,

operano tantissimi calabresi, è uno dei più organizzati e meglio gestiti. È stato tra i primi campi dopo il grave sisma a garantire bevande e pasti caldi agli sfollati ed ancora oggi, nonostante l’inclemenza del tempo, sono garantite le condizioni per superare questa prima difficile fase da vivere nelle tende, che mi auguro sia più breve possibile. Da Presidente dell’Upi regionale esprimo un sentito ringraziamento a questi “eroi” calabresi che ci rappresentano tutti in maniera egregia. È una situazione impossibile da descrivere in tutta la sua gravità e quello che andremo a fare sarà un atto dovuto a favore di una popolazione che sta affrontando con grande dignità questo immane disastro».

capannoni industriali, poi si è costretti ad intervenire con soldi pubblici, per costruire strade, rotatorie, bretelle, cavalcavia, nel tentativo di risolvere problemi, come viabilità e traffico, provocati dagli stessi manufatti costruiti. E’ del tutto evidente - conclude - che i cittadini sono costretti a pagare due volte le contraddizioni di queste scelte; la prima in termini di peggioramento della qualità della vita, la seconda in termini economici, essendo i soldi pubblici che serviranno per costruire strade e rotatorie soldi dei cittadini che pagano le tasse. Soldi che invece potrebbero essere utilizzati per mettere a norma gli edifici pubblici e quelli privati. Tutto questo è il frutto di una mancata programmazione economica ed urbanistica».

za provinciale, che il progetto della realizzazione di un parcheggio sotterraneo è un’iniziativa risalente a molti anni fa e che la proposta dell’insegna unica è valida unicamente in relazione agli esercizi commerciali già esistenti.

IN BREVE... Elezioni europee «Mi amareggia profondamente la polemica che sta montando sulle candidature femminili per le prossime elezioni europee» si legge in una nota di Marisa Fagà Udc. «E’ quanto di più retrò si possa immaginare - continua -. Come donna mi sento offesa in quanto si sta cancellando la storia delle grandi donne come la Marinucci, l’Anselmi, la Iotti che sulla loro pelle hanno promosso concretamente la cultura dei nostri diritti. Il vivaio per il ricambio di genere in politica non può essere quello dello spettacolo. Non si inventano i rappresentanti delle più importanti istituzioni democratiche con un corso accelerato di formazione…le nostre partigiane come Gina Borellini, Laura Bianchini, Marisa Rodano sono i nostri modelli».


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 21

CATANZARO CITTÀ FESTA DELLA LIBERAZIONE Una storia di fantasia (ma non troppo) a firma del presidente dell’associazione Rinascita, Franco Critelli

«Il 25 aprile? Un giorno meraviglioso» «Il Premier Berlusconi farà di tutto per svuotare di significato la ricorrenza» CATANZARO — «Il 25 aprile? Lo ri-

cordo benissimo. Fu un giorno meraviglioso per noi. Ci chiamavano "partigiani", ma in realtà non difendevamo interessi di "parte". Nel nostro cuore c'era l'Italia intera: una, indivisa, libera. Finalmente. Negli occhi portavamo il dolore degli stupri subìti, delle violenze, della dittatura. Una barbarie inaudita che avevamo pagato sulla nostra pelle. Ma il cuore era gonfio di gioia dinanzi al tricolore. Era il 25 aprile, una festa vera. La festa dell'Italia liberata. E oggi? Ne è passato di tempo». Così scrive in una nota Franco Critelli, presidente dell’associazione Rinascita, immaginando un dialogo a distanza con un partigiano. «Il moschetto è diventato un ferro arrugginito continua Critelli -, e così pure le medaglie ancora attaccate sul bavero della divisa. I miei nipoti guardano quegli oggetti con distacco. Per i miei figli è un argomento sepolto nei ricordi. E io provo una grande tristezza. La nostra Costituzione, quella che ci ha garantito prosperità e diritti, oggi viene calpestata e derisa. Il sogno di una società più giusta, equa, solidale, vicina ai più deboli ed ai lavoratori, è stato fagocitato dai caimani di turno. Leggo, addirittura, che il nostro Presidente della Repubblica è costretto ad intervenire per dire basta ai tentativi di svalutare o diffamare, come purtroppo avviene, l'esperienza partigiana. Intervento a dir poco inutile visto

FESTA DELLA LIBERAZIONE Il sindaco ed il consigliere Occhini ricordano il valore della ricorrenza

Nessuna manifestazione per rispettare i terremotati

Franco Critelli

che il premier Berlusconi farà di tutto per svuotare di significato la ricorrenza, con la sua presenza in uno dei luoghi "simbolo" della resistenza. Lui che ha affrancato (sdoganato, dicono i giornalisti) i fascisti dal limbo della Legge Scelba portandoli addirittura ai vertici del potere. E allora torno con la mente ai miei tempi. Alla guerra. Quella bruttissima cosa che è voluta dai "grandi" ma che colpisce noi, che colpisce la vita della povera gente. Le persone diventano cieche e insensibili - conclude -, quasi abituate a tutta quella distruzione, a quella ingiustizia. E mi chiedo: cosa è cambiato? Nulla... proprio nulla... A volte la fantasia racconta molte più cose della nostra realtà».

CATANZARO — Non ci saranno le manifestazioni festose degli ultimi due anni per rispetto del dramma che ha colpito l’Abruzzo, ma la celebrazione del 25 aprile resta centrale per l’Amministrazione comunale poiché - come hanno scritto congiuntamente il sindaco Rosario Olivo e il consigliere comunale Eugenio Occhini «questa data ha significato senz’altro la Liberazione dal nazifascismo, ma è stato molto di più di una semplice vicenda della storia. Ha rappresentato una svolta storica: la nascita di un mondo che esprimeva il rifiuto della violenza quale strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali». In segno di lutto per le vittime dell’Abruzzo, l’Amministrazione comunale ha deciso di sospendere le programmate manifestazioni all’aperto in occasione della festa di oggi che tanto successo di partecipazione hanno avuto negli ultimi due anni. Resta però fermo - per Olivo e Occhini - l’alto significato della celebrazione: «Su questi valori di libertà, di democrazia, di accoglienza e di pace, opposti a quelli propugnati da fascismo e nazismo, in antitesi con la guerra, la violenza, l’intolleranza, il razzismo, su questi valori è nata e vive la nostra Repubblica, e si fonda il concetto stesso di convivenza

civile della nostra comunità”. Il sindaco Olivo e il consigliere che si era occupato negli ultimi due anni delle celebrazioni all’aperto del 25 aprile, hanno rivolto un pensiero grato al Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano che proprio l’altro ieri ha reso omaggio in provincia di Torino ai partigiani caduti nella lotta di liberazione nella primavera del 1944. Tra questi eroici partigiani c’era un catanzarese, la medaglia d’oro alla memoria Aldo Barbaro, nato a Catanzaro nel 1922, fucilato a Coassolo Torinese il 21 aprile 1944. Conclusi gli studi al liceo "Petrarca" di Trieste, città nella quale i suoi si erano trasferiti, Aldo Barbaro aveva deciso di frequentare l'Accademia militare. Sottotenente nel 151° Reggimento della Divisione "Sassari", nel febbraio del 1943 era stato mandato nei Balcani, inquadrato nel 52° Reggimento della Divisione "Cacciatori delle Alpi". Rimpatriato subito dopo l'armistizio, il giovane ufficiale a metà settembre era già tra i partigiani della II Divisione d'assalto Garibaldi "Piemonte", distinguendosi in numerose, audaci azioni nelle Valli di Lanzo. Alcune di queste sono ricordate nella motivazione della massima ricompensa al valore: attacchi a formazioni nazifasciste, distruzione d'impianti militari, sabotaggi alle vie di comunicazione. A Bar-

baro fu fatale la realizzazione di un piano per rifornire di armi le formazioni partigiane: con un gruppo di uomini in divisa da "repubblichini" era andato a "dare il cambio" alle guardie di un deposito d'armi. I partigiani non avevano destato sospetti ed erano riusciti ad entrare nell'edificio, dove avevano caricato di armi e munizioni un autocarro. Purtroppo furono intercettati poco dopo essersi allontanati dal deposito. Raggiunto da un proiettile, Barbaro, che era alla guida dell'automezzo, riuscì a mantenerne il controllo e a condurre l'automezzo sino ad una casa isolata presso Coassolo, dove i partigiani si disposero per la notte. Ma i nazifascisti avevano organizzato subito un rastrellamento nella zona. Sorpresi nel sonno i partigiani, grazie al loro comandante che li copriva, riuscirono a sganciarsi. Barbaro, dopo aver sparato sino all'ultimo colpo del suo mitra, fu catturato e immediatamente passato per le armi. «Il sacrificio di Aldo Barbaro e degli altri catanzaresi periti nella lotta di Liberazione - hanno concluso Olivo e Occhini - non è stato vano. Essi hanno contribuito alla nascita di una Repubblica democratica fondata sui valori immortali della pace, della tolleranza, dei diritti umani e sul rifiuto totale di ogni forma di violenza e di guerra».


22 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO SELLIA MARINA Il consigliere regionale Giuseppe Guerriero grida allo scandalo: si rischia la pazzia in Calabria

«Assurdo, il Pd sostiene un candidato del Pdl» «Perchè non hanno scelto di appoggiare il “prescelto” di estrazione socialista?» SELLIA MARINA — «Si rischia la

pazzia politica in Calabria. E quanto s’intuisce dal comportamento assurdo di alcuni dirigenti del Pd. Pertanto, se non intervengono gli organi direttivi del Pd della provincia di Catanzaro, è urgente che la vicenda di Sellia Marina finisca sui tavoli del Pd regionale. L’appoggio del Pd al candidato sindaco ex An oggi Pdl di Sellia Marina è uno scandalo». E’ quanto afferma Giuseppe Guerriero, consigliere regionale del Partito socialista e membro dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, che aggiunge: «Dinanzi a scelte pazze, mi si passi il termine, come quelle dei dirigenti del Pd di Sellia Marina, che non trovano di meglio che rassicurare il sindaco uscente

di Sellia Marina, ex An oggi Pdl, sull’esito della prossima competizione elettorale, anziché appoggiare il candidato sindaco di estrazione socialista, in possesso di visione politica e competenze tecniche e che coinvolge già ampi strati di società civile, ci sarebbe da rabbrividire. Invece molti pensano che sia del tutto normale infischiarsene degli alleati e fare i loro comodi, magari pensando che tutto sia lecito in questi momenti di grande confusione». Spiega Guerriero: «Sellia Marina è una grande realtà della provincia catanzarese le cui criticità sono tutte e per intero ascrivibili a una pessima gestione amministrativa che fa riferimento al sindaco di An oggi Pdl. L’appoggio che il Pd della citta-

«Molti pensano che sia del tutto normale infischiarsene degli alleati e fare i loro comodi» dina ionica garantisce al sindaco uscente che si ricandida, evidentemente per proseguire nell’azione amministrativa di cui fin qui si sono percepite ampiamente inefficienze ed errori, è assolutamente ingiusti-

Giuseppe Guerriero

SAN PIETRO A MAIDA L’intervento del capogruppo alla Provincia Enzo Bruno: mi appello ad Arena

ficabile. Al punto da indurre il mio Gruppo a prendere le distanze, qualora non si avessero significative riconsiderazioni, persino dall’alleanza in Regione». Conclude il consigliere regionale: «Dinanzi al dibattito politico nazionale che vede il Pd alle prese con una montagna di problemi, la decisione dei vertici del Pd selliese è un sintomo preoccupante di avvitamento del gruppo dirigente, che è vittima, insieme, della propria incapacità di guardare lontano e del fascino dell’amministrazione comunale vista non come laboratorio per nuove politiche nell’interesse dei cittadini, ma come luogo dove gestire in maniera autoreferenziale e inconcludente».

SOVERATO Il Comune scrive al Caporedattore su Resurrexit

«Ricostruire l’unità del partito democratico» «Buco informativo di Raitre» SAN PIETRO A MAIDA — «Il gruppo

partito. Si invita, pertanto, il gruppo dirigente Pd di San Pietro a Maida, a intraprendere un percorso volto a ricostruire l’unità all’ interno del circolo, al fine di agire nell’ interesse comune del partito. I consiglieri provinciali, esprimono un appello particolare al sindaco Arena, che ha dimostrato equilibrio e senso di responsabilità e al consigliere Provinciale Pietro Putame, sul quale i consiglieri del partito esprimo un giudizio positivo».

SOVERATO — Il Comune scrive una nota alla direzione della Rai per «ribadire l’ennesima assenza di Rai Tre nei momenti di positività che avvengono a Soverato. E’ grave infatti l’assenza del servizio pubblico televisivo in occasione della rappresentazione “Resurrexit”: un adattamento della manifestazione teatrale popolare della “Pigghijata”. L’evento continua - era meritevole della presenza di Rai Tre in quanto realizzato nell’alveo del “Beltrame”, ai piedi di

Petronà, una sagra divertente occasione anche di solidarietà

Abate a Soverato, uno scrittore illustre che esalta la Calabria

Amaroni, il Comune ha aderito all’associazione “Le città del miele”

PETRONÀ — Una festa nella solidarietà. Non è stata solo un lieta e rumorosa occasione di socializzazione la prima sagra della soppressata e del capicollo di Petronà. Ci si è divertiti e un edificante pensiero è andato alle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto. Bella e utile la manifestazione della Pro-loco del presidente Giuseppe Muraca, un’associazione che qui ha numeri straordinari con tantissimi iscritti. Più di seicento i panini consumati con dentro carne di maiale, un legame tra alimentazione e tradizioni popolari che qui lega nonni e nipoti, avi e posteri: l’incasso interamente in beneficenza. L’iniziativa, tenutasi nella splendida e rivista piazza Angelo Muraca, è stata patrocinata dall’asses-

AMARONI — «Il Comune di Amaroni,

sorato al turismo della Provincia e resa più amena dalle coreografie della scuola di ballo “Free dance” dei maestri Mario Gallo e Caterina Carpino.

SOVERATO — Carmine Abate, ha incontrato, per la seconda volta, gli studenti dell’Istituto Alberghiero, presso i locali della scuola diretta da Paolo Riverso. Abate scrittore calabrese, nato a Carfizzi, comunità arbereshe, vive in Trentino, ma rimane legato alla propria terra di tanto da renderla protagonista nei suoi scritti. Lo scrittore arriva a Soverato grazie all'interessamento del suo amico Menotti Ranieri che, in qualità di docente dell'Alberghiero. Ranieri ha evidenziato la grandezza dello scrittore, che rappresenta il fiore all’occhiello di tutti i calabresi, ha raccontato della loro amicizia e di come Abate si sappia relazionare con semplicità e grandezza d'animo.

Vincenzo Bubbo

Rosanna Paravati

consigliare del Partito Democratico della Provincia di Catanzaro, in merito alle vicende interne relative al circolo del partito di San Pietro a Maida, auspica l’avvio di un percorso, che in tempi rapidi, possa portare alla ricomposizioni delle dinamiche conflittuali in atto, al fine di riportare unità e coesione in seno al gruppo dirigente, composto da personalità che rivestono un ruolo importante nel partito a livel-

lo provinciale e regionale» è quanto si legge in una nota del capogruppo alla Provincia del Pd. «I consiglieri provinciali - continua -, intendono apportare il loro contributo rispetto all’iniziativa approntata dalla segretaria provinciale Katia Corea, volta a sanare la situazione, promuovendo un percorso unitario, dentro il quale avvalersi del contributo di tutti, ritrovando le ragioni dello stare insieme che coincidono con i valori di fondo che animano il

Ci si è divertiti e un edificante pensiero è andato alle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto

inserito in una realtà comprensoriale con cui condivide il tessuto sociale e le problematiche inerenti, intende rendersi promotore di una politica socio-culturale aperta al contributo di quanti, nell’intero comprensorio e per alcuni progetti, vogliano partecipare sia come utenti che come promotori di nuova cultura produttiva, al fine di incrementare lo sviluppo e il miglioramento delle condizioni sociali, civili e culturali della cittadinanza e del comprensorio stesso». Lo afferma il sindaco di Amaroni Luigi Foderaro, il quale ha reso noto che «l’amministrazione comunale amaronese, fortemente sensibile alle problematiche e alle difficoltà che attanagliano l’attuale mondo della pro-

Soverato Vecchia. E’ quindi è partito un messaggio di speranza e di vita nel posto che è stato luogo di morte e di tragedia, “annunciata” come lei la definiva. Penso - conclude - che lei comprenderà che questa mia non ha il semplice significato di protesta, ma vuole essere soprattutto uno stimolo affinché l’emittente, di cui lei è Caporedattore, sia interprete e divulgatrice della Calabria positiva che noi cerchiamo, spesso soli, di raccontare».

duzione, intende valorizzare, con una serie di manifestazioni, i prodotti tipici locali, coinvolgendo anche i produttori del circondario». Per tale ragione, Amaroni ha già aderito all’associazione nazionale “Le città del miele”, al fine di poter promuovere questo nettare naturale che ha assunto ormai un ruolo predominante nell’economia e nelle abitudini di buona e sana nutrizione dell’entroterra catanzarese. Il sindaco Foderaro e l’assessore comunale Rocco Devito si sono rivolti all’assessore regionale all’Agricoltura, Mario Pirillo, perché sostenga tale progetto con la concessione del patrocinio e di un contributo economico. Salvatore Taverniti


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 23

LAMEZIA TERME CITTÀ DISCARICA Il direttore di Confindustria Dario Lamanna sulle decisioni del Commissario Sottile: «E’ una soluzione tampone»

«Così diventiamo la pattumiera della Calabria» «Invitiamo le istituzioni ad un ulteriore sforzo che tenga conto della naturale vocazione del territorio» LAMEZIA TERME — «Siamo co-

stretti a ritornare sulla vicenda dell’ampliamento della discarica nel comune di Lamezia Terme per sottolineare come, ancora una volta, gli errori di metodo insieme ad una non chiara strategia di governo e sviluppo del territorio determinano, inevitabilmente, tensione, assenza di progettualità ed un perpetuarsi di scelte conflittuali, in quanto tali, non condivise dalla comunità interessata». Lo sottolinea, in una nota, Dario Lamanna, direttore generale di Confindustria Catanzaro. «Il mancato coinvolgimento - continua -, in particolare, dei soggetti legittimati ad assicurare un contributo proficuo alle scelte programmate ed al dibattito non fa che acuire la confusione generale, generando soluzioni “mediate” che non risolvono, concretamente ed in una visione di sviluppo, la problematica in questione. La soluzione - prosegue Lamanna - da ultimo prospettata, in-

Dario Lamanna

fatti, dal Commissario Sottile non crediamo possa rappresentare un risultato positivo per il territorio di Lamezia, ma si configura come una decisione tampone che compromette la salvaguardia e la valo-

rizzazione delle attività produttive della zona, facendo della provincia di Catanzaro (dove sono presenti già due discariche) la “pattumiera della Calabria”. A questo punto, nella consapevolezza e nella piena responsabilità di tutela dell’ambiente, sarebbe stato più accettabile un progetto, di più ampio respiro ed a lungo termine, che faccia dei rifiuti e del loro smaltimento, come avvenuto in altre zone del territorio nazionale, opportunità di investimento e di sviluppo. Concludiamo - dichiara infine Lamanna -, invitando tutti i soggetti istituzionali ad un ulteriore sforzo che tenga conto delle esigenze di una comunità e della naturale vocazione di un territorio (Lamezia Terme - Distretto Agroalimentare) in coerenza con i programmi di sviluppo già elaborati e previsti, individuando altri siti e zone per ulteriori smaltimenti di rifiuti». Carmela Mirarchi

Discarica, la nota del Nuovo Psi: è conflitto fra sindaco e Lo Moro LAMEZIA TERME — «Il casus belli tra l’on. Doris Lo Moro ed Gianni Speranza ha sorpassato i livelli di guardia a causa della differente assunzione di responsabilità in ordine alla discarica consortile di località Stretto» si legge in una nota di Luigi Saladino e Giovanni Scalzo del Nuovo Psi. «Chiara, netta e senza ni, questa volta - continua - è la conflittualità, ormai storica, che si è aperta tra il già sindaco di Lamezia Terme Doris Lo Moro e Gianni Speranza. Gli attriti personali si sono trasformati con il trascorrere del tempo in conflittualità politica tra soggetti in urto nella stessa area ma oggi con differente riposizionamento. I nodi di una politica che non ha nulla di politico vengono al

pettine tra le 2 sinistre che fino a poco tempo addietro convivevano, ma che ora sono ai ferri corti, a dimostrazione della degenerazione della politica in potere puro incandescente. Ogni parte rinfaccia all’altra di non saper vedere oltre e governa sovrana la diatriba senza costrutto. I socialisti del Garofano Rosso intravedono - concludono in queste atmosfere che si incupiscono un declino irreversibile della politica ed auspicano un ricambio a breve che diradi le nebbie di queste aree residuali di potere in mano al Centrosinistra, perché emergano energie nuove, di alto profilo, capaci di produrre svolte che abbiano al centro il cittadino, i suoi meriti ed i suoi bisogno».

DISCARICA La nota di Cgil e Cisl: giusto il ridimensionamento degli ettari per non compromettere le colture d’eccellenza DISCARICA Il duro intervento di due cittadini lametini

«E’ prevalso il senso di responsabilità» «No alla distruzione dei vigneti» LAMEZIA TERME — «Finalmente comincia a prevalere il senso di responsabilità istituzionale, considerato che finora sulla costruzione della terza discarica si sono fatti solo demagogia e populismo senza saper indicare soluzioni alternative che ponessero al riparo i cittadini di Lamezia e del comprensorio lametino, i lavoratori della Multiservizi e l’azienda Statti» si legge in una nota di Cgil e Cisl. «Si è preferito alzare i toni della polemica - continua la nota -, inasprire ed esasperare gli animi col pretesto della difesa della città, mentre la delicatezza e la complessità di questo problema richiedono capacità di ascolto reciproco e la ricerca di soluzioni condivise che sappiano guardare anche al di là della contingenza e dell’emergenza ambientale e valutare i conseguenti disagi che l’eventuale chiusura della discarica dello stretto, provocherebbe ai cittadini del comprensorio lametino. L’unità di intenti che si sta profilando tra l’Ufficio del Commissario, la Regione Calabria, la Provincia di Catanzaro e l’amministrazione comunale di Lamezia Terme, sulla proposta di un drastico ridimensionamento degli ettari interessati alla discarica non può che trovarci d’accordo, perché ciò non comprometterebbe le colture d’eccellenza, che sono già da tempo nelle vi-

cinanze delle discariche, consentirebbe alla Multiservizi di non doversi porre il problema di dove smaltire nel prossimo futuro (febbraio 2010) i rifiuti raccolti nella città e nel comprensorio, non ci sarebbero licenziamenti di operai in esubero, non ci sarebbe l’inevitabile aumento delle tariffe per lo smaltimento dei rifiuti, non si creerebbe l’emergenza rifiuti in città, non si metterebbe in crisi una delle migliori aziende dell’intero Mezzogiorno. Cosenza e Vibo si devono urgentemente dotare delle loro discariche, per come previsto nel Piano Regionale, bisognerà incentivare la raccolta differenziata realizzare sistemi innovativi di gestione del ciclo integrato dei rifiuti e pensare in prospettiva. Quello che non si dovrà favorire è la gestione privati-

stica del ciclo di smaltimento dei rifiuti perché ciò aggiungerebbe al danno la beffa, oltre alle possibili infiltrazioni mafiose che allo stato non hanno avuto alcuna possibilità di inserirsi. L’appello di Cgil e Cisl -si legge infine rivolto a tutte le forze economiche e sociali, è quello di lavorare per trovare soluzioni che non compromettano uno sviluppo organico di tutte le attività produttive del comprensorio e della provincia, che deve trovare le giuste sinergie e le comuni determinazioni dal momento che le discariche sono presenti sia a Lamezia Terme che a Catanzaro; comunità che comunque hanno e avranno bisogno di smaltire i loro rifiuti a costi contenuti e di vivere in città pulite e con servizi efficienti, nell’interesse di tutti».

SAMBIASE Muraca dell’Udc sugli impianti sportivi «Come cittadino di Sambiase, come “mini politico” e come tifoso, voglio esprimere un grosso ringraziamento e un plauso al presidente, al direttore generale, alla dirigenza intera, allo staff tecnico e ai giocatori del Sambiase calcio» scrive il consigliere circoscrizionale Muraca. «Non mi sembra giusto demandare ai privati la costruzione di strutture sportive. In attesa di fatti e non di parole porgo un augurio a tutta la tifoseria organizzata con l’auspicio che a Sambiase si rimanga sempre grande tifosi dei colori giallo-rossi ed entusiasti e vogliosi di questo sport».

LAMEZIA — Paolo Piacente e Rosario De Sensi, cittadini lametini, intervengono con una nota stampa sulla nota vicenda della costituenda neo discarica in Località Stretto di Lamezia Terme. «Interveniamo -scrivono i due cittadini di Lamezia -, come sempre attenti ai problemi della Città, per esprimere la nostra più piena solidarietà ai fratelli Statti, esponenti della migliore imprenditorialità agricola e industriale nella nostra area, riguardo alla vicenda della costituenda discarica comunale che li ha di recente interessati. Vogliamo ricordare - continuano -, a chi ci legge, che la famiglia Statti ha rappresentato e rappresenta la storia dell’agricoltura nel lametino. I fratelli Alberto e Antonio Statti hanno saputo continuare, anche innovando profondamente, la tradizione dei Baroni Statti nell’ agricoltura di alta qualità. Senza trascurare - proseguono - che l’azienda che conducono offre lavoro a centinaia di padri di famiglia, oltre a dare lustro a tutta la Città di Lamezia Terme con le produzioni a denominazione d’origine controllata e protetta note in tutta Italia e all’estero. Ma, aldilà degli aspetti puramente personali legati alla famiglia Statti, riteniamo che anche il solo ipotizzare la realizzazione di una discarica, distruggendo vigne-

ti doc, è semplicemente aberrante e vergognoso. Ma come è potuta partorire un’idea del genere? Come è stato possibile? Come è potuto succedere, con tutto il fior fiore di architetti, urbanisti, consulenti per la pianificazione ed altri uomini di scienza, nominati dal Sindaco Speranza, a disposizione della nostra Città? Evidentemente questi cervelli progettano e pianificano solo danni. Lo dobbiamo amaramente constatare - concludono - perché, purtroppo, la questione della discarica è solo la ciliegina sulla torta di una miriade di “cazzate” urbanistiche e strategiche per il cosiddetto sviluppo della Città. Ne elenchiamo solo alcune: 1°) Area franca ubicata fuori dal contesto dei centri storici, in una realtà avulsa dai bisogni della piccola e media impresa; 2°) Porto turistico mai realizzato; 3°) Questione alloggi per i Rom mai risolta; 4°) Scomparsa dell’Azienda Sanitaria n.6 senza alcuna incisiva azione di protesta da parte della Giunta Speranza; 5°) Promesse di “un mare da bere” ad ogni stagione estiva, mai mantenute…. E potremmo continuare all’infinito. Eppure l’attuale giunta comunale, con il piagnisteo e con l’inciucio, sopravvive a se stessa da ben 4 anni. Non sarebbe ora di staccare la spina?».


24 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

LAMEZIA TERME CITTÀ L’amara sorpresa per i 50 ragazzi del Liceo Scientifico di Catanzaro

Odissea dei bagagli fantasma LAMEZIA TERME — Sono partiti giovedì sera da Barcellona i 50 studenti del Liceo Scientifico Siciliani di Catanzaro, con la consueta malinconia che solitamente accompagna i ragazzi al rientro da una gita scolastica.

Non potevano certamente prevedere che sarebbero rimasti ancora una notte lontano da casa. Infatti un ritardo di oltre due ore ha reso impossibile la coincidenza dell’aereo che da Roma li avrebbe dovuti riportare a La-

mezia Terme. I 50 studenti del Siciliani, dopo aver pernottato nella capitale, si sono recati l’indomani mattina all’areoporto per fare ritorno a casa. Atterrati a Lamezia l’amara sorpresa: i loro bagagli sono scomparsi. Sono ritornati nelle mani dei loro proprietari soltanto ieri notte, creando disagi alle famiglie che si sono dovute recare a Lamezia per recuperarli. Oriana Tavano

OPERAZIONE DEI CARABINIERI L’uomo del 1983 è risultato gravato da un decreto di espulsione del Prefetto al quale non aveva ottemperato

Arrestato magrebino clandestino Nel cortile della sua abitazione a Gizzeria sono state trovate dosi di hashish e cannabis GIZZERIA — I Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, in particolare quelli della Stazione di Gizzeria Lido supportati da personale del Nucleo Operativo di Lamezia Terme, nell’ambito di un’operazione di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti e contro l’immigrazione clandestina, hanno tratto in arresto un cittadino magrebino, Tahla Abdellah classe 1983 e denunciato altri due connazionali per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’intervento dei Carabinieri è scattato alle prime luci dell’alba del 22 aprile in una zona residenziale di Gizzeria ove è stata individuata la presenza di diversi casolari occupati da cittadini di origine marocchina. Nel corso del controllo i militari hanno trovato l’anzidetto extracomunitario il quale è risultato gravato da un decreto di espulsione del Prefetto di Catanzaro al quale non aveva ottemperato. Per tale violazione è stato dichiarato in arresto, mentre i due connazionali che gli davano ospitalità sono stati deferiti all’A. G. in stato di libertà per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Successivamente gli operanti hanno proceduto a numerose perquisizioni nel corso delle quali, occultati all’interno di un frigorifero in disuso collocato in un cortile, hanno rinvenuto due involucri di

Treofan, l’on. Egidio Chiarella: la Regione sosterrà i lavoratori I Carabinieri hanno denunciato due connazionali dell’uomo per favoreggiamento

cellophane contenenti rispettivamente 80 gr. di hashish suddivisi in dosi ed 80 gr. di cannabis indica, che hanno proceduto a sequestrare. Quest’ultima operazione segue a distanza di pochi giorni un precedente controllo

LAMEZIA TERME — «Sarò pre-

eseguito sempre nella stessa zona dove i militari della Stazione di Gizzeria Lido avevano rinvenuto un deposito di stoccaggio di rifiuti speciali non autorizzato, con sversamento delle acque reflue inquinate nel fiume Savuto

sente il 5 maggio presso la sede della Confindustria per incontrare i Dirigenti della Treofan, assieme ai miei colleghi impegnati nei diversi livelli istituzionali, nel tentativo di cercare di tutelare gli oltre trenta dipendenti dell’Azienda, che ha sede nella zona industriale di San Pietro Lametino» si legge in una nota dell’on. Egidio Chiarella. «Spero prima di quella data continua - di incontrare personalmente i lavoratori interessati alla drammatica vicenda e i Sindacati che si stanno attivando con forza a favore degli stessi. L’area ex Sir purtroppo da sempre è stata teatro di licenziamenti e cassa integrati e non è più possibile stare a guardare. Soprattutto bisogna far capire alle Aziende che chiudono i rapporti con i loro dipendenti, come la Treofan, che gli investimenti pubblici utilizzati per far

nascere importanti iniziative industriali nell’area ex Sir, sono stati alla base di un progetto teso alla creazione di posti di lavoro in un territorio troppe volte lasciato senza tutele. Per quel che mi riguarda sono pronto a far approvare in Consiglio Regionale un Ordine del Giorno che investa e impegni in prima persona l’Assessore alle Attività produttive della Regione Calabria, Francesco Sulla, ad intervenire sulla questione, sia a garanzia dell’Azienda, se decide di rafforzare la propria attività e sia a sostegno del posto di lavoro di chi oggi rischia di perderlo. E’ chiaro - conclude - che non si condivide la decisione dell’Azienda lametina che, nonostante la sua collocazione sul mercato, ha inteso avviare le procedure che stanno portando ad un vero e proprio disimpegno nei confronti dei propri dipendenti».

Sicurezza degli edifici scolastici, il sindaco attento alla questione

La nota del capogruppo del Pdl Mario Magno: la Giunta preveda la spesa in bilancio

LAMEZIA TERME — Con riferimento

LAMEZIA TERME — «I consiglieri co-

alle sollecitazioni giunte all’Amministrazione Comunale, rispetto alla situazione delle strutture scolastiche, il Sindaco Gianni Speranza ribadisce, così come ha già fatto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Milena Liotta, che la questione è all’attenzione prioritaria e quotidiana del Comune. «Ovviamente - afferma Speranza - l’Amministrazione ha già assunto, e continuerà ad assumere, le necessarie determinazioni per migliorare la qualità

logistica delle strutture che ospitano le scuole. Nella consapevolezza della rilevanza del problema, anche cogliendo gli intenti costruttivi del Consigliere Tomaino, l’amministrazione comunale disporrà l’immediata costituzione di un gruppo di lavoro nella convinzione che nessuna iniziativa efficace e coerente risulta superflua. Inoltre - conclude - nel Piano delle Opere Pubbliche verrà inserito uno stanziamento di 200.000 euro per la verifica sismica di 10 strutture scolastiche».

«Acquisire l’ex cinema Grandinetti» munali del Popolo della Libertà nell’esaminare il bilancio di previsione 2009 ed il piano delle opere pubbliche hanno verificato che non esiste nessun progetto di finanziamento per quanto riguarda l’acquisizione dell’ex cinema Grandinetti situato nell’ex comune di Sambiase» si legge in una nota del capogruppo del Pdl al consiglio comunale, Mario Magno. «L’ex cinema Grandinetti - continua - è un edificio storico che appartiene

alla memoria dei cittadini di Lamezia Terme e che nel passato è stato un punto di riferimento per tutti i giovani e meno giovani poiché nello stesso si svolgevano proiezioni cinematografiche, iniziative pubbliche e negli ultimi anni è stato il punto nevralgico degli studi televisivi della emittente V17 con risonanza di carattere nazionale. Il predetto edificio rappresenta un punto di riferimento per la città e potrebbe nel futuro svolgere un ruolo attrattore se utilizzato a fini

sociali e culturali. Pertanto - conclude -, si chiede al Sindaco, alla Giunta e all’amico assessore Pino Zaffina di prevedere, nel contesto del bilancio in via di approvazione, una somma da destinare all’acquisto della struttura per poterlo acquisire al patrimonio comunale, così per come è stato previsto per altri edifici della città di identico valore storico. Siamo certi che tale acquisizione sarebbe accolta favorevolmente dai cittadini di Lamezia Ovest».


il Domani

Sabato 25 Aprile 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Il supermanager della sanità, provinciale e ospedaliera, starebbe facendo un pensierino alla poltrona “prematura” del dopo Perugini

Franco Petramala studia da sindaco? Fondamentale risulterà alla fine la “conta” della lista Loiero nel voto amministrativo del 6 e 7 giugno lo fa e chissà perché) così come si sussurra di altre ipotetiche maggioranze targate centrosinistra che potrebbero prendere il posto dell’attuale, se c’è ancora ovviamente. Ma poi non accade sistematicamente nulla perché conviene a tutti lasciare i “panni nella bacinella”. L’appuntamento a forma di resa dei conti è il voto di giugno, amministrativo ed europeo. E la grande conta non deluderà. Da qualsiasi parte la si vuol vedere la frittata chi subirà inevitabili scosse d’assestamento è il Comune di Salvatore Perugini e la maggioranza decorativa che lo sostiene. E giù con le manovre, le ipotesi di riporto. Una di queste, fresca fresca ma meditata a colpi di potere che conta, riguarda la carriera futura di Franco Petramala, super manager dell’azienda sanitaria e ospedaliera. È no-

COSENZA — Non somiglia al titanic so-

lo perché manca il mare in Piazza dei Bruzi e poi perché, diciamocelo francemente, nessuno in quelle stanze somiglia di vista a Leo di Caprio. Per il resto, dalle finestre del municipio di Cosenza, si attendono come onde alte dieci metri le urne di giugno, amministrative ed europee. I motivi non mancano e non è difficile immaginare l’elegantissimo Salvatore Perugini in discreta ansia nel primo fine settimana di giugno. La trasmigrazione di un numero non meglio precisato di consiglieri comunali da una parte all’altra dello schieramento ha creato un clima surreale in consiglio comunale. Quello che trovi la sera non è detto che lo ritrovi la mattina seguente. A giorni dispari e a targhe alterne si vocifera che il Pdl può far cadere il sindaco (ma non

Il municipio di Cosenza

to a tutti che la corrente a cui fa capo, cioè quella di Loiero, utilizzerà il voto anti Franco Bruno di giugno per contare la propria forza e solo i più ingenui possono pensare che tutto questo sforzo alla fine si risolverà in uno o due consiglieri provinciali in più o in meno. Altre e ben più complesse sono le vere partite in gioco, non ultima la corsa per la Regione del 2010 ma il passaggio obbligato e anticipato nel municipio di Cosenza potrebbe rientrare nei piani. È solo questione di numeri e di rapporti di forza che usciranno dalle urne e si proietteranno verso l’anno a venire. Per il resto, sul piano politico, la stagione attuale del Comune di Cosenza nessuno ormai nel deragliato Pd si azzarda a più a definirla attuale. Ne parlano tutti al passato. Domenico Martelli

Il noto penalista cosentino, protagonista di diverse battaglie, è morto ieri dopo una lunga ed estenuante malattia Per tutta la giornata di ieri si sono rincorse voci allarmanti e infondate

S’è spento Tommaso Sorrentino avvocato garantista e libertario

La leggenda metropolitana sul terremoto, solo un bluff

Ieri si è spento, dopo aver lungamente combattuto, all'età di 65 anni, l'avv. prof. Tommaso Sorrentino, penalista meritatamente considerato un principe del foro cosentino. La sua vita professionale si intreccia con il suo impegno civile e le sue battaglie libertarie in difesa dei principi dello stato di diritto e delle libertà personali. Per difendere i principi in cui credeva, Tommaso Sorrentino ha pagato prezzi alti, al punto di trovarsi esule politico a Parigi negli anni dei teoremi e delle leggi emergenziali quando la lotta al terrorismo colpiva più persone innocenti che responsabili di reati. Per difendere lo stato di diritto, la libertà di espressione e di manifestazione si trovò coinvolto, per la sua battaglia garantista, in indagini giudiziarie che lo portarono a riparare in Francia. Ci vollero tre anni prima di poter ritornare in Italia, affrontare i processi ed essere restituito alla sua professione alla quale era profondamente legato. Il processo più impegnativo della sua carriera rimane certamente quello in cui, richiesto da Giacomo Mancini, accettò di essere il suo di-

COSENZA — Ieri mattina che chi mi

Tommaso Sorrentino

fensore insieme al prof. Marcello Gallo ed all'Avv. Enzo Paolini. Fu la sua battaglia più impegnativa contro l'uso dei pentiti e la propensione dei pm a dare loro credito. La sua polemica sui pentiti e sulle gole

profonde che trovavano credito nelle procure lo portarono a duri scontri rispetto ai quali non è mai arretrato dalle sue posizioni. Quanto alla politica Tommaso Sorrentino non aveva grande considerazione per i suoi rituali e le sue modalità espressive, ma quando le situazioni lo hanno richiesto non si è tirato indietro. E' stato candidato nelle liste socialiste, in seguito è stato molto vicino alla dirigenza di Rifondazione Comunista. Tommaso Sorrentino era anche impegnato come docente universitario e teneva molto al suo rapporto con gli studenti dell'Unical dove insegnava diritto penale. Questo il suo profilo professionale, certamente non completo, ma Tommaso Sorrentino, per chi l'ha conosciuto da vicino, per chi gli è stato amico ed ha goduto della sua allegria e della sua ironia, lascia un grande vuoto. I colleghi del foro di Cosenza ne hanno onorato la memoria ed il talento vegliandone per l'intera notte la salma esposta nel Tribunale di Cosenza. Antonlivio Perfetti

25 aprile, oggi Oliverio a Ferramonti di Tarsia

La teleradiologia negli ospedali cosentini e in quello di Asmara

COSENZA — Il presidente Mario Oli-

COSENZA — L'Asp di Cosenza ha scel-

verio sarà oggi, festa della Liberazione, a Ferramonti di Tarsia dove avrà luogo la manifestazione. «Il 25 aprile a Ferramonti-L'impegno della memoria”. Il presidente della Provincia sarà nell'ex campo di concentramento fascista per partecipare alle manifestazioni organizzate dalla Fondazione Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia, nel corso delle quali sarà tra l'altro deposta una corona al monumento dedicato agli ex internati. «Rimane a Ferramonti, in questo luogo che è un simbolo per l'Italia tutta- afferma il presidente Oliverio- il senso della storia, quella che non deve essere mai dimenticata o accantonata. Il 25 aprile del 1945 ricorda per sempre che l'antifascismo non muore mai».

to di puntare sulla Teleradiologia, una moderna tecnologia da mettere a disposizione dei cittadini un'assistenza sempre più efficiente. Il sistema è già attivo e consente la gestione a distanza di immagini radiografiche del paziente da una località a un'altra ai fini della interpretazione e o della consultazione. Una rivoluzione nel campo della sanità cosentina che ha portato alla messa in rete di otto presidi ospedalieri e due ambulatori. L'implementazione di una rete dedicata, che garantisce la riservatezza dei dati nel rispetto della legge sulla privacy consente all'ambulatorio di radiologia di Cosenza, agli Ospedali di Acri, San Marco Argentano, San Giovanni in Fiore, Corigliano, Trebisacce, Rossano e Cariati di interagire scam-

biandosi dati e referti e quindi giudizi diagnostici. Una radiografia fatta in uno dei presidi ospedalieri può essere letta per la refertazione da un medico a distanza. Nel circuito entreranno a breve anche gli ambulatori di Castiglione e l'ospedale di Ottura ad Asmara, in Eritrea. L'azienda Sanitaria si è, infatti, impegnata ad offrire questa possibilità alla struttura africana che di certo potrà trarre non pochi vantaggi dall'utilizzo di questo sistema. L'interfaccia è stata donata da Carestream. Il servizio - spiega una nota della Direzione Generale dell'Asp di Cosenza - consentirà di garantire i livelli di assistenza in tutti gli ospedali della provincia e di abbattere le liste d'attesa. Una conquista resa possibile sfruttando le nuove tecnologie a disposizione.

Nessun metodo scientifico conferma che starebbe per essere convolto il Cosentino legge, mi trovavo negli Uffici del Rettorato dell'Università e sento che si sparge la voce che stanotte ci sarà un terremoto di rilevante intensità a Cosenza o dintorni. Per caso, sono l'unico tecnico della compagnia e mi si chiede se la notizia abbia fondamento. Protesto che non sono un sismologo ma un ingegnere strutturista, ma la domanda viene ripetuta argomentando che dovrei capirci più di loro. Chiamo allora il collega prof. Guerra, il quale risponde che le osservazioni strumentali sono quelle di una normale attività sismica. In un articolo pubblicato su "Fatti al cubo", il prof. Guerra citava il caso del terremoto di Haicheng in Cina previsto nel 1975, a fronte di alcuni eventi precursori. Si evacuò la città e morirono solo coloro che non avevano voluto abbandonare la propria casa. Dopo pochi mesi, però, gli stessi cinesi non riuscirono a prevedere un terremoto che fece ben 800.000 morti. Vi è poi la storia di Raffaele Bendandi. Colpito dal terremoto di Messina e, a parti-

re dal principio della marea e dallo studio della teoria di Darwin, si cimenta nei primi tentativi di previsione, e attraverso lo studio di 20.000 terremoti del passato. Si autocostruisce un sismografo per verificare le sue previsioni e in seguito lo perfeziona per venderlo in tutto il mondo. Charles Richter lo definisce graffiacani. Nel 1927 Mussolini lo nomina cavaliere dell' Ordine della Corona d' Italia, ma è innervosito dalle previsioni e gli intima di non darne notizia. Per tentare di prevedere i terremoti si è tentato di tutto, ricorrendo persino alle terzine di Nostradamus. In verità, non pare esistere al momento una tecnica, o una combinazione di tecniche, che fornisca previsioni sicure ed affidabili. In Calabria la storia ci insegna che periodicamente se ne verificano di catastrofici. Si può solo operare per rendere sicure le nostre case, le nostre scuole, i nostri ospedali, le nostre infrastrutture, e cercare di evitare danni irreparabili e perdita di numerose vite umane. Raffaele Zinno

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


26 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Non è andata affat-

to male la "prima" di Luigi De Magistris per le europee a palazzo dei Bruzi. Diciamolo subito, a beneficio di ammiratori e detrattori. Lo provano la sala di rappresentanza piena, con tutte le poltrone occupate e varie persone in piedi. Una sala piena non solo di politici (che, ovviamente, non mancavano) e di militanti. Ma pure di gente comune e, soprattutto, di "giovani" -cioè gli under 30 di cui tutti i cacciatori di voti si riempiono la bocca per la caccia al voto- giunti spontaneamente per vedere l'idolo di una stagione. Il pm che, a torto o a ragione, ha incarnato le speranze di riscatto del sud. Sappiamo (fino a un certo punto) com'è andata a finire. Non sappiamo ancora come finirà questa stagione politica vissuta da Italia dei valori nel segno di un giustizialismo ancora più marcato del solito. Un giustizialismo che attira anche al di fuori del partito di Di Pietro, come dimostra la presenza, al tavolo dei relatori, di Franco Laratta, deputato del Pd di formazione popolare, e di Filomena Falsetta, moderatrice del dibattito, avvocata legata al mondo del volontariato e assai vicina al Pd. Delle due l'una: o il fascino di De Magistris è ultra attivo oppure le logiche e gli equilibri del Pd stanno stretti a molti, considerata l'opera di erosione messa in atto nei suoi confronti proprio da Idv. Non poteva, ovviamente, mancare il leader ufficiale cittadino di Idv: Oreste Morcavallo. Che non abbisogna di presentazioni, visto che, da assessore provinciale e da presidente dell'ordine degli avvocati di Cosenza, non ha esitato due volte a schierarsi con Di Pietro. Per altro, abbandonando posizioni centriste in tempi non sospetti. Torniamo all'incontro di ieri sera. Le pose "gladiatorie" erano scontate. Le europee, rispetto alle al-

L’ex pm ha presentato ieri a Palazzo dei Bruzi la sua candidatura ufficiale per le elezioni europee con l’Idv

Chi si rivede, De Magistris «I fondi per il Sud li possiamo difendere solo direttamente in Europa»

La manifestazione di Italia dei Valori

tre competizioni elettorali, risparmiano i giri di parole, i giochi diplomatici e gli apparentamenti di coalizione. In questi casi, si corre per davvero gli uni contro gli altri. Assumere pose gladiatorie, però, non vuol dire seminare veleni. E, infatti, quello che si è visto ieri è stato il "solito" De Magistris. In maniche di camicia, con la solita aria modesta, il marcato accento campano (anzi, napoletano), e un'oratoria poco "politica" e, contemporaneamente, poco incline al populismo. Tutta pepe e midollo. E fatti. Che poi, sono quelli che conosciamo già: "Io non sono un magistrato che continua la propria carriera con la politica. Ma un candidato che

parte da una premessa triste: quella di non poter fare più il magistrato. In questo sistema ero considerato bravo solo finché mi occupavo di delinquenti comuni e di pesci piccoli. Come ho messo le mani sul malaffare mi hanno esautorato. Sono diventato un cattivo magistrato". Da qui l'accusa al "modello di magistrato, davvero, inquietante, che -a suo dire- si vorrebbe imporre". Una figura asservita "non tanto per corruttela ma per un aspetto, sotto tanti aspetti, di gran lunga peggiore: il conformismo. Il difetto che spinge tanti magistrati a non disturbare i manovratori". È ciò che, sempre secondo De Magistris, "contribuisce a mettere in

pericolo l'autonomia della magistratura". Assieme a una riforma della Costituzione che, una volta attuata, realizzarebbe un sistema neoautoritario. Il riferimento, va da se, è a quella Rinascita democratica prefigurata da Licio Gelli, di cui il centrodestra (ma, aggiungiamo noi, anche buona parte del Pd, su cui, per motivi di alleanze territoriali l'ex pm non può affondare il bisturi) dovrebbe essere l'erede. Ma i toni complessivi del discorso del magistrato sono paradossalmente garantisti: la sua difesa della Costituzione è una difesa dei diritti di libertà garantiti dalla prima parte che una riforma della seconda parte, sempre secondo De Magistris, comprimerebbe comunque. Soprattutto, libertà da quel ceto politico "che ha messo in piedi un sistema devastante per il cittadino, in cui al bisogno di molti corrisponde l'arricchimento di pochi (a tal proposito, l'ex magistrato si fa scappare pure l'espressione "borghesia mafiosa"). Una Costituzione che si può difendere solo in Europa. Non le manda a dire nemmeno Carlo Vulpio, l'inviato del Corsera, "trombato", per aver sostenuto l'ex pm, nonostante l'aumento di vendite procurato, in Calabria e Basilicata, al quotidiano di via Solferino dalle sue cronache giudiziarie cattive e taglienti. Non le manda a dire, come non le ha mandate a dire Filomena Falset-

ta, che ha puntato il dito contro la stampa locale accusandola di asservimento. Con tanto di nomi, cognomi e testate. Torniamo a Vulpio. Un fiume in piena, il suo intervento. In cui scorre di tutto: il meridionalismo innanzitutto. "Noi siamo un popolo depredato e colonizzato. Il sud non è in Italia e l'Italia non è in Europa". Ciononostante "queste regioni hanno dato una lezione civile all'Italia. Nei blog, in piazza e nei media. Non una lezione eversiva: ma democratica, liberale e progressiva". Ritorna, riveduto e scorretto con la verve polemica di Roba nostra, il dualismo, anticipato da De Magistris, tra una società civile oppressa e ricattata, e un ceto politico corrotto e corruttore, "che ha sperperato in un decennio il 60% di quel che la vecchia Cassa del mezzogiorno ha bruciato in 40 anni". 24 miliardi di euro di cui i cittadini non hanno visto e non vedranno niente. Uno sciupìo di risorse che "ha generato un sistema clientelare a cui la gente si affida come se si trattasse di un gratta e vinci". Un circolo perverso "che si può spezzare solo dall'Europa". Insomma, i due hanno lanciato la sfida. Assieme a un partito di cui è prevista una crescita "erosiva" a spese del Pd. Se son rose fioriranno, dice l'adagio. In attesa occorre stare attenti alle spine. Saverio Paletta


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 27

IONIO, ESARO E POLLINO CASTROVILLARI - Ennesime condanne per l´Usp di Cosenza da parte del Tribunale di Castrovillari che dovrà pagare anche 2.100 euro di spese oltre iva e cap per altre tre sentenze di comportamento antisindacale, su ricorsi del Sab, in materia di inamovibilità delle Rsu senza il preventivo nullaosta del sindacato di appartenenza. Anche un altro Giudice del Lavoro del Tribunale di Castrovillari, dopo le precedenti sentenze dello stesso Tribunale e di quello di Rossano, con altre 3 sentenze del 21/4/09, che si sommano alle altre tre precedenti, accoglie i ricorsi presentati dal segretario generale, Francesco Sola, del sindacato Sab, rappresentato e difeso in giudizio dall´avvocato Domenico Lo Polito del foro di Castrovillari e per gli effetti, dichiara l´antisindacalità della condotta tenuta dall´Amministrazione Usp di Cosenza ex Provveditorato agli Studi, nei confronti del Sab consistita nel trasferimento dei dirigenti sindacali

CASTROVILLARI L’ex provveditorato agli studi aveva trasferito dirigenti senza il preventivo nulla-osta

Comportamento antisindacale, condannato l’Usp Rsu verso altre scuole diverse da quelle di elezioni Rsu senza il preventivo nulla-osta del Sab e, per l'effetto, ne ordina la cessazione e la rimozione di ogni effetto con la condanna al pagamento in favore del ricorrente delle spese dei procedimenti liquidate complessivamente in 2.100 euro, oltre iva e cap come per legge. Lo stesso Tribunale, con precedenti sentenze aveva già riconosciuto l´antisindacalità del comportamento del Miur con la condanna al pagamento di altri 1.500 euro più iva e cap per avere, sempre l´Usp di Cosenza, trasferito in altra sede le RSU appartenenti al sindacato SAB senza che era stato concesso il

preventivo nulla-osta per come previsto dallo statuto dei lavoratori, spese che sommati ai 550 euro dell'analoga sentenza del Tribunale di Rossano portano, complessivamente, a 4.150 euro, la somma che lo Stato dovrà pagare per la perseveranza posta in essere dall'ex dirigente responsabile dell´Usp di Cosenza che, già in passato, aveva subito ben altre 7 sentenze di condanna per tale comportamento, sempre nei confronti del Sab. Nel merito, il sindacato Sab aveva comunicato all'ex dirigente di non avere concesso il preventivo nulla-osta al trasferimento d'ufficio delle Rsu del Sab elette nelle varie scuole della provincia di Cosenza. Il dirigente non

teneva in considerazione la comunicazione sindacale in quanto, a parere del medesimo, era intervenuto nuovo accordo sindacale confederali-autonomi del 24/9/07 che non prevedeva più, per il solo comparto scuola, il preventivo nulla-osta. Il nuovo dirigente responsabile dell´Usp di Cosenza, sebbene investito della questione e del danno erariale consequenziale ai nuovi ricorsi che il Sab ha dovuto proporre, non ha inteso intervenire e rimuovere ciò che adesso stanno rimuovendo i Giudici, con l´aggravio di spese. Il Sab contestava tale conclusione sostenendo che il nuovo accordo non era applicabile nel caso di specie, sia per-

ché era intervenuto dopo le elezioni del dicembre 2006, sia perché il Sab non aveva firmato l'accordo la cui applicabilità non può estendersi erga omnes in ragione della mancata attuazione dell'art. 39 Cost. e sia perché contrario all'art. 22 dello statuto dei lavoratori. Le ragioni del Sab hanno trovato fondamenti giuridici presso i Tribunali citati i quali hanno ritenuto nullo e quindi non applicabile il successivo accordo quadro del 24/9/07 firmato dai sindacati confederali ed autonomi che non hanno più inteso tutelare alcune prerogative delle Rsu dopo che, i medesimi, avevano incamerato i voti riportati da quest'ultime e calcolati ai fini dell'incremento degli esoneri e dei permessi sindacali di cui hanno già beneficiato. Il Sab prende atto di quanto confermato dai Giudici e che il nuovo accordo debba ritenersi inapplicabile. Emilia Manco

CORIGLIANO Il candidato a sindaco ha incontrato una delegazione del “Movimento Centro storico”. Si è discusso di bilancio, agricoltura e pesca

Centro storico, l’impegno di Geraci Sono state affrontate una serie di questioni ambientali inerenti i rifiuti e il degrado delle periferie CORIGLIANO — Il candidato a sin-

daco Giuseppe Geraci ha incontrato una delegazione del Movimento Centro Storico per Corigliano. Nel corso della discussione sono stati esaminati in maniera approfondita i principali problemi che gravano sulla città in questo difficile momento della sua travagliata vicenda amministrativa. Nel corso della discussione è stato posto l’accento, tra l’altro, sulle questioni ambientali, che rischiano, se non affrontate con decisione e tempestività, di compromettere qualsiasi possibilità di sviluppo del territorio. In particolare sono state individuate possibili soluzioni per il problema dei rifiuti urbani e del sempre più evidente degrado delle periferie. Ampia concordanza poi è stata riscontrata anche sulla prioritaria necessità di impostare in maniera risolutiva la complessa questione del rilancio del centro storico cittadino, partendo da quanto finora realizzato e coordinando gli interventi nel quadro di un progetto organico che sappia coniugare i vari aspetti del problema, da quello sociale a quello culturale, da quello strutturale a quello abitativo-residenziale. E’ stata riscontrata altresì comunanza di vedute sulla necessità di affrontare

Giuseppe Geraci

il problema della sicurezza degli edifici scolastici, anche alla luce degli ultimi drammatici eventi e nel quadro di un efficiente piano di protezione civile, da rendere operativo nel più breve tempo possibile. Ovviamente dovrà essere ripreso e completato un programma di edilizia scolastica dimensionato sulle esigenze del territorio. Nell’incontro, ancora, è stata ribadita la comune volontà di riorganizzare e incentivare la macchina amministrativa del Comune, al fine di renderla più efficiente e produttiva, puntando

sulla riqualificazione e motivazione del personale. Per quanto riguarda la situazione finanziaria, abbastanza preoccupante, delle casse comunali, è stata evidenziata la necessità di operare l’eliminazione degli sprechi e delle spese inutili, di riorganizzare i servizi con controlli più puntuali, di puntare ad una politica fiscale equa e rigorosa, che consenta l’ampliamento della base contributiva e la conseguente riduzione della pressione fiscale. Un pieno accordo è stato, infine, registrato sulle questioni più generali relative al problema della valorizzazione di Schiavonea e delle zone turistiche, alla riorganizzazione della viabilità, ad una politica urbanistica in grado di esaltare le potenzialità e le vocazioni del territorio. Il tutto inserito in un disegno generale di sostegno alle attività commerciali ed imprenditoriali locali, nonché di quelli che sono i due assi portanti dell’economia coriglianese, l’agricoltura e la pesca. Alla fine dell’incontro, il Movimento Centro Storico per Corigliano ha potuto così riscontrare una convergenza di fondo tra quelle che sono sempre state le sue impostazioni programmatiche e le proposte progettuali e di metodo illustrate dal dott. Giuseppe Geraci.

SPEZZANO ALBANESE Domani autori a confronto e l’intervento del presidente Emanuele Armentano

Il mondo dei libri visto da Medusa SPEZZANO ALBANESE — Attraverso la celebrazione in tutto il mondo della Giornata del Libro e del Diritto d’autore, l’Unesco intende pagare un tributo universale ai libri e agli autori, incoraggiando il piacere della lettura ed il rispetto per l’insostituibile ruolo di coloro che hanno costruito il progresso sociale e culturale dell’Umanità. In tal senso l’associazione spezzanese ha inteso organizzare alcuni eventi da inserire nel ciclo di quelli previsti dall’Unesco. In particolare, giorno 26 aprile a Spezzano Albanese ci sarà l’iniziativa “Un Mondo di Libri”, che vedrà a confronto una serie di autori chiamati a presentare uno dei propri libri già pubblicati. Entrando nel merito, giorno 26 arriveranno a Spezzano la scrittrice Clelia Rimoli, che proporrà il volume di liriche intitolato “Attimi rubati al tempo”; lo scrittore Pino Marasco, con il suo volume di letteratura per l’infan-

zia dal titolo “Pasticci di parole”; Wilma Pellegrini presenterà il proprio testo “Io, la Vita e... il Cancro”, un viaggio toccante nella malattia che l’ha colpita; Vincenzo Viteritti esporrà ai presenti lo studio contenuto ne “Il Castello di Corigliano Calabro”; con Lucia Scuteri, infine, si entrerà nel merito nel mondo dell’insegnamento scorrendo le pagine di “Scuola, famiglia e società in cammino”. Nell'ambito della manifestazione spazio anche ai neofiti della scrittura, con la presentazione dell’opera prima della giovanissima scrittrice Angela Toma, autrice del romanzo dal titolo “Ti prego amami!”. Sul testo sarà chiamato a relazionare il poeta Francesco Fusca. I lavori, coordinati dal Presidente MeEduSA Emanuele Armentano, saranno arricchiti dall'intervento del Funzionario della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, Flaminia Brigante Colon-

na, che da Roma porterà nella cittadina arbëreshe il proprio messaggio sulla manifestazione promossa in tutto il mondo. Per il saluti, sarà presente il sindaco spezzanese Ferdinando Nociti. Gli altri due appuntamenti che chiudono il ciclo 2009 delle iniziative della MeEduSA nell’ambito della “Giornata Mondiale del Libro e del Diritto D’Autore” si terranno l’11 maggio, quando sarà presentato il lavoro del giornalista e scrittore Paride Leporace, direttore de “Il Quotidiano della Basilicata”, dal titolo “Toghe Rosso Sangue”. In programma per questa giornata ci saranno due appuntamenti di presentazione: al mattino, l’incontro tra gli studenti dell’Ipsia “Aletti” di Trebisacce e l’autore; nel pomeriggio lo scenario sarà ancora Spezzano Albanese, che ospiterà, sempre presso la Sala Consiliare, un altro incontro con l'autore.

CORIGLIANO Lo ha deciso il coordinamento del partito di Mosaico

Idv, Santella alla Provincia CORIGLIANO — Il Coordinamen-

to del Circolo IdV “Solidarietà e Partecipazione”, organizzato dal responsabile del Circolo nonché responsabile cittadino del partito di IdV, Cosimo Mosaico, ha ufficializzato la candidatura al Consiglio Provinciale di Cosenza, nel Collegio n. 1, del dottor Luigi Santella, noto e stimato medico legale di Corigliano. La decisione è maturata a seguito di un incontro che è stato molto partecipato. Hanno presenziato l’assemblea anche numerosi dirigenti del partito. "Riteniamo - dichiara Mosaico - che la scelta del dottor Luigi Santella, avvenuta per acclamazione, sia autorevole e prestigiosa, davvero capace di esprimere il bisogno di cambiamento. E’ una personalità che ha un approccio moderato e molto serio ai vari problemi e che vuole contribuire, in maniera convinta e determinante, a restituire dignità alla politica che deve tornare ad essere

servizio e capacità di ascolto. Per una politica del fare, della trasparenza, dell’onestà e della legalità. Una politica che non è fatta di urla ma di risposte concrete ai problemi concreti della gente. Santella è una persona che non vuole stare alla finestra a guardare, ma che scende tra la gente per cambiare veramente questo territorio, per portare idee nuove e soprattutto per stare vicino ai più deboli, a coloro che attendono un posto di lavoro. IdV conferma, dunque, l'esistenza del suo progetto politico, fatto di spunti, emozioni e riflessioni, per mettere a disposizione competenze, esperienze professionali e personali, entusiasmo e passione per sviluppare un nuovo senso di cittadinanza, di collettività, di "Solidarietà e Partecipazione". Un partito che è in continua crescita e che si prepara al meglio per affrontare le sfide elettorali dei primi di giugno.

IN BREVE ROSSANO - “Corri e cammina”, per dare valore allo sport Il Comune di Rossano attraverso l’Assessorato allo Sport, ha organizzato la 24ma edizione della “Corri e Cammina” per la pace e la solidarietà, per ricordare la Festa della Liberazione. L’appuntamento è per oggi, sabato 25 aprile, con partenza alle ore 9.30 da piazza B. Le Fosse. Alla gara parteciperà Maurizio Leone, ex campione del mondo di Cross e campione d’Italia dei 10mila metri e sarà presente Vincenzo Felicetti, campione del Mondo e d’Europa dei 400 e dei 200 metri. “Si tratta della tradizionale maratona del 25 aprile – hanno dichiarato il Sindaco Filareto e l’Assessore allo Sport Graziano - che vuole ricordare i valori della Liberazione e della Resistenza ai giovani e contemporaneamente vuole favorire la sana competizione sportiva”. Emilia Manco CORIGLIANO - Realizzata la strada a contrada Coscia “Esprimiamo – si legge in una nota - piena soddisfazione perché dopo più di 30 anni finalmente vediamo realizzata un’opera importantissima per la nostra zona di contrada Coscia: il rifacimento del manto stradale. Il comitato, comunque, non intende abbassare la guardia sulle tante opere pubbliche ancora da compiere nello stesso quartiere, in quanto tutti noi siamo consapevoli che questa è stata la prima di tante tappe che ancora dobbiamo raggiungere”. Il comitato di contrada Coscia, inoltre, ha ringraziato il suo portavoce, Raffaele Filocomo, confermandogli la piena fiducia che fino ad oggi ha avuto. Altri ringraziamenti vengono rivolti a tutti quelli che hanno sostenuto questa “battaglia” di civiltà, anche solo moralmente. Sopratutto un particolare ringraziamento al giornalista Fabio Pistoia per essersi dimostrato sempre disponibile e per aver sempre interpretato al meglio con imparzialità e minuziosità il pensiero del comitato”.


28 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

TIRRENO COSENTINO DIAMANTE Una serie di iniziative ricorderanno oggi la liberazione, la resistenza e i protagonisti dell’epoca

“25 aprile” dedicato alla memoria Due gli eroi, testimoni dei tragici eventi della II guerra mondiale: Daniele Vergara e Pasquale Cavallaro DIAMANTE – “Chi non ha memo-

ria non ha futuro”. E’ questo lo slogan con cui l’Amministrazione Comunale di Diamante, tramite l’Assessorato alla Cultura, intende celebrare la ricorrenza del 25 Aprile “Festa della Liberazione”. Un’iniziativa non rituale che ha per protagonisti due eroici testimoni calabresi dei tragici eventi della II° Guerra Mondiale: Vincenzo Vergara e Pasquale Cavallaro. Vincenzo Vergara, il compianto cittadino di Diamante, deportato durante il periodo bellico in un campo di lavoro nazista, insignito di recente della Medaglia D’oro alla memoria, riservata ai cittadini italiani militari o civili deportati ed internati nei lager nazisti, alla cui memoria sarà dedicata una targa ricordo. La cerimonia si terrà alle ore 18 presso il Parco Pertini/ Parco della Memoria, alla presenza delle autorità e dei parenti. Vergara, durante la II° Guerra Mondiale militare della Marina Italiana, dopo l’armistizio dell’ 8 settembre fu fatto prigioniero e deportato in un lager in Germania fino al termine della Guerra, sopravvivendo miracolosamente alla durissima detenzione nel campo nazista. E’ deceduto a Diamante nel 2007. Alle ore 19,00 presso la Sala consiliare del Comune, la presentazione del libro “Operazione armi ai partigiani”: conver-

Daniele Vergara

sazione tra Alessandro Cavallaro, autore del libro e figlio di Pasquale Cavallaro, sindaco della Repubblica di Caulonia, e Ciro Cosenza, Francesco Cirillo, Giorgio Franco, Battista Maulicino. Il dibattito sarà preceduto dai saluti del Sindaco, Ernesto Magorno. La narrazione ripercorre le vicende di Pasquale Cavallaro,

eroe della resistenza calabrese al fascismo. Il libro, ricco di ricordi anche personali e di eventi storici, da una parte contribuisce a smentire energicamente il luogo comune che vuole che la resistenza sia patrimonio quasi esclusivo delle regioni del Nord Italia in quanto Cavallaro fu un significativo esponente di una fitta rete di antifascisti calabresi di diversa estrazione sociale, culturale e politica che si opposero con coraggio e tenacia alla dittatura del “ventennio” e, dall’altra, testimonia il difficile rapporto nell’immediato dopoguerra tra il vertice del PCI e l’originale esperienza calabrese nata dalla Resistenza. Una giornata importante, il 25 aprile, come sottolinea l’Assessore alla Cultura del Comune, che non può diventare sterile liturgia, ma deve essere sempre attualizzata per rinvigorire le radici del grande albero della democrazia e per trasmettere al futuro gli ideali e i valori del ripudio della violenza e del rifiuto di qualsiasi totalitarismo.

DIAMANTE Incontro tra sindaco e dirigente dei lavori pubblici

Porto, via libera dalla Regione DIAMANTE - “Ristrutturazione e completamento del molo ricovero natanti di diporto e successiva gestione nel territorio di Diamante”. Si è discusso di ciò all'incontro cui hanno partecipato, oltre ai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, il Presidente ed i membri della Commissione Consiliare incaricata di seguire i lavori del porto, il Direttore del Dipartimento Lavori Pubblici della Regione Calabria, il Direttore dell’Agenzia Regio- Il porto di Diamante nale del Demanio e gli incaricati della ditta aggiudicataria dei lavori del molo. bando. Successivamente all’avL’incontro era finalizzato a chia- venuta aggiudicazione definitirire definitivamente le compe- va, il sindaco, in linea con gli intenze in materia di rilascio delle tendimenti dell’Amministrazioconcessioni sulle aree interessa- ne Comunale, ha preannunciato te per la realizzazione dell’im- che formulerà una direttiva per portante opera. A conclusione gli uffici comunali competenti dei lavori, il Direttore del Dipar- affinché procedano celermente timento Lavori Pubblici della alle procedure relative al rilaRegione ha assunto l’impegno a scio delle concessioni occorrenprocedere speditamente all'ag- ti. giudicazione definitiva dell’opera in capo alla ditta vincitrice del Antonello Troya


30 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

TIRRENO COSENTINO BELVEDERE M.MO L’architetto Mario Occhiuto aveva chiesto la sospensiva dell’incarico affidato dopo un bando pubblico

Piano strutturale, il Tar dà ragione al Comune Accolte le tesi dei legali Rogati e Greco: evidenziate le differenze sostanziali con il vecchio Prg BELVEDERE - Si è discusso in-

nanzi al Tar Calabria di Catanzaro il ricorso presentato dall’Arch. Mario Occhiuto e dall’Ordine degli Architetti di Cosenza contro il conferimento dell’incarico professionale per la redazione del nuovo Piano Strutturale Comunale di Belvedere Marittimo, assegnato, a seguito di regolare bando pubblico, all’Associazione Temporanea d’Impresa presieduta dal Prof. Architetto Loreto Colombo. La Prima Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale, presieduta dal Dott. Cesare Mastrocola, ha rigettato la richiesta di sospensiva della suddetta aggiudicazione, avanzata dai ricorrenti, rappresentati e difesi dagli avvocati Carratelli e Morcavallo del foro di Cosenza. Il Collegio Amministrativo Giudicante ha accolto le tesi difensive per come proposte dagli avvocati Eugenio Greco ed Egidio Rogati, legali del Comune di Belvedere, nell’atto di costituzione depositato lo scorso 11 dicembre. Infatti i legali Rogati e Greco nella propria comparsa difensiva, sostenevano con forza la legittimità dell’iter burocratico adottato dal Comune di Belvedere Marittimo che si è concluso con il conferimento dell’incarico professionale. L’architetto Occhiuto sosteneva di aver già ricevuto l’incarico, per la redazione del PSC all’eVIOLETTA CLUB

Il Comune di Belvedere Marittimo

poca della precedente giunta Granata e pertanto riteneva illegittima la successiva gara pubblica finalizzata all’assegnazione del nuovo incarico. A tale proposito, il Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Cosenza presieduto dallo stesso Architetto Occhiuto, diffidava tutti gli iscritti all’Albo, a non partecipare alla Gara, paventando, in caso contrario, sanzioni disciplinari. Viceversa, nonostante la diffida avanzata, un numero elevato di associazioni temporanee d’impresa presentavano la loro candidatura per l’aggiudicazione della gara. Gli avvocati Greco e Rogati, nel difendere l’operato del Comune di Belvedere

CONI - C.P. Catanzaro

FIDAL

Marittimo, evidenziavano le differenze, sia sostanziali che formali, tra le modifiche al vecchio Piano Regolatore Generale, incarico assegnato direttamente all’architetto Occhiuto, e la redazione del nuovo Psc da conferire a seguito di Bando Pubblico e che per legge prevede, fra l’altro, la partecipazione in associazione, di diverse figure professionali (Architetti, Ingegneri, Geologi). I legali Greco e Rogati, hanno voluto esprimere la loro soddisfazione per il risultato ottenuto: “Finalmente – hanno spiegato - si è messa la parola fine ad una vicenda da cui hanno tratto origine diverse polemiche. La decisione del Tar dimostra che sia l’Organo Politico che gli Uffici Comunali, hanno agito con la massima trasparenza nel rispetto della normativa vigente. L’Atp aggiudicataria, presieduta dal Prof. Arch. Colombo, potrà finalmente, recuperando il tempo perso a causa della pendenza del ricorso, dotare il Comune di Belvedere di uno strumento urbanistico indispensabile per lo sviluppo socio economico della nostra cittadina”. Antonello Troya

PRAIA A MAREL’associazione rilancia un tema assai sentito sul territorio

Carpe Diem, no alla pornografia PRAIA A MARE - Nei giorni scorsi la polizia postale e delle comunicazioni di Catania ha disposto numerose perquisizioni domiciliari in varie città d’Italia tra cui anche una in provincia di Cosenza nei confronti di un uomo di Praia a Mare per divulgazione di video pedo-pornografici mediante la rete internet. L’indagine è mirata a contrastare la divulgazione di materiale pedo-pornografico su Internet tramite il nuovo programma di file sharing denominato “Bearshare”. In merito all’attività sulla pedo-pornografia fa sentire la sua voce anche il presidente dell’Associazione Onlus Carpe Diem di Scalea, Francesco Saverio Di Lorenzo. “Il coinvolgimento di un praiese nell’operazione della Polizia Postale sulla pedofilia è una notizia che non mi stupisce. Non a caso – aggiunge Di Lorenzo - uno degli argomenti che ho sempre trattato nei corsi “sulla legalità” che tutt’oggi effettuo a nome e per conto dell’Associazione Onlus Carpe Diem vertono sempre su questo argomento. I nostri ragazzi devono essere preparati ed avvisati per tempo del fenomeno che, come si può intuire, coinvolge anche il nostro territorio. L’impegno che come Associazione proponiamo è continuo e

Internet come veicolo per la pornografia

costante. Bisognerebbe – conclude il presidente Di Lorenzo - che le scuole, anche quelle più riottose e menefreghiste profondessero maggiore impegno nel programmare e sviluppare corsi ad hoc. Noi ci rendiamo disponibili, come sempre, ma ancora non abbiamo riscontrato uguale disponibilità”. Il presidente ” é funzionario anche della Direzione investigativa antimafia ed ogni anno svolge corsi sulla legalità nell’alto Tirreno cosentino in particolar modo nelle scuole di Praia a Mare, Tortora e Scalea. emi.man.

SCALEA Si tratta dei bambini della scuola primaria. Tanto divertimento con cabarettisti e artisti da strada

Raduno mongolfiere, alunni in visita Città di Lamezia Terme

Regione Calabria

Lamezia Multiservizi

Ammin. Prov. Catanzaro

PUNTI DI ISCRIZIONE Girotondo Giocattoli Iana - Veste con simpatia Vincenzo Gaetano Terranova

via XX Settembre c.so G. Nicotera, 245 Elettrauto - via E. Toti C.C. 2 Mari

Lamezia T. Lamezia T. Lamezia T. Maida

SCALEA – Sei mongolfiere, ar-

tisti da strada, cabarettisti e paracadutisti hanno accolto ieri mattina un gruppo di alunni della scuola primaria di Scalea che hanno partecipato alla visita guidata del “Primo Raduno Mongolfiere in Calabria” a Santo Stefano di Rogliano. Nell’ambito del quadro delle attività programmate dalla direzione didattica di Scalea è stata organizzata una visita guidata per i bambini frequentanti alcune classi della scuola primaria di Scalea diretta da Antonio Marciano accompagnati dalle relative insegnanti a conclusione di percorsi didattici finalizzati ad acquisire conoscenze di rilevante interesse storico, artistico e culturale. Entusiasti al rientro a Scalea, intorno alle ore 17.30, i bambini hanno raccontato di aver trascorso un' esperienza indimenticabile anche perchè divisi in gruppi di cinque hanno effettuato un giro all'interno di una bellissima mongolfiera gialla messa a disposizione per l'occasione. Il “Primo Raduno Mongolfiere in Calabria” è un’iniziativa unica nel Meridione d’Italia e gli alunni della scuola primaria di Scalea che hanno avuto modo di partecipare all'evento sono stati impegnati in attività formative di notevole significato, per la validità dei contenuti proposti. Insomma un’esperienza indimenticabile per tutti i bambini della primaria. Pronti poi a raccontare le loro esperienze ai tanti genitori in ansia. Emilia Manco

Le mongolfiere che hanno affascinato i bambini della scuola primaria

IN BREVE AMANTEA - Atti vandalici alla villa comunale Atti vandalici alla Villa comunale di Amantea. I giochi per bambini sono stati danneggiati da ignoti che hanno divelto le barre rendendoli inutilizzabili, nonostante i continui controlli della Polizia Municipale. Lunedì un gruppo di cittadini presenterà al Commissario Criscuolo una richiesta di installazione di almeno due telecamere che controllino la villa per salvaguardarla da episodi sempre più soventi. BELVEDERE - Iniziative per il 25 aprile all’anfiteatro Anche a Belvedere il 25 Aprile sarà ricordato con una serie di manifestazioni dal Gruppo Consiliare del PD alla Provincia di Cosenza e dal Circolo del PD di Belvedere Marittimo. L’evento si svolgerà a partire dalle 18 presso l’anfiteatro di Capo Tirone a Belvedere M.mo. Presenterà Daniela Valente, dell’Associazione Ludus in Fabula. Introdurrà Riccardo Ugolino, Vicesindaco di Belvedere M.mo. Interverranno: Ernesto Magorno, Portavoce del PD al Consiglio Provinciale di Cosenza; Rachele Grosso Ciponte, Assessore Provinciale del PD. Le conclusioni saranno affidate all’On Antonio Acri, Consigliere Regionale del PD ed all’On. Franco Laratta, Deputato del PD. Al termine si terrà l’esibizione del gruppo musicale dei “Non Sense”.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 31

CROTONE E PROVINCIA Bocciata l’istanza di sospensione cautelare riferita al congelamento della convenzione tra la società calcistica e la Provincia

Il Tar respinge le richieste della Fc L’ente intermedio: «Il nostro è un atto dovuto al fine di tutelare l’interesse pubblico» CROTONE — Respinta la richiesta

di sospensiva avanzata dalla Fc Crotone nei confronti del congelamento della convenzione con la Provincia disposto dallo stesso ente. Il rigetto della sospensiva viene dalla prima sezione del Tar della Calabria. Il ricorso è stato proposto dalla Fc Crotone Srl contro la Provincia di Crotone, nonché contro la Prefettura di Crotone, per l’annullamento, previa adozione delle opportune misure cautelari, della delibera adottata dal Consiglio provinciale di Crotone (la numero 74 del 22/12/2008), avente ad oggetto “Risoluzione convenzione con la F. C. Crotone srl”, nonché di tutti gli atti conseguenti e presupposti. Og-

getto del ricorso anche la delibera di Consiglio Provinciale numero 31 del 20/08/2008, recante “Sospensione della convenzione con la F. C. Crotone; della nota prot. n. 37876 del 05/08/2008, nonché delle decisioni assunte dalla Giunta provinciale nelle riunioni del 01/08/2008 e del 29/10/2008”. L’udienza dinnanzi al Tar Calabria per la discussione della sospensiva fissata per il 26 febbraio scorso è stata rinviata al 26 marzo e successivamente al 23 aprile. All’udienza del 23 aprile si è tenuta l’udienza di discussione a cui ha preso parte oltre, alla Provincia di Crotone, rappresentata e difesa dai legali interni dell’Ente (avvocati Annapaola De Masi e Ema-

Il Tar della Calabria

nuele Pantisano), anche l’Avvocatura dello Stato, nell’interesse della Prefettura di Crotone. Il Tar ha dunque rigettato l’istanza cautelare avanzata dalla F. C. Crotone, per mancanza dei relativi presupposti. «Tale ordinanza - si legge in una nota dell’ente intermedio - conferma che la Provincia nel caso di specie ha agito correttamente. L’Ente, infatti, non ha sospeso la convenzione con la F. C. Crotone s. r. l. arbitrariamente, ma è stato un atto dovuto, preso atto delle comunicazioni della prefettura e al fine di tutelare il superiore interesse pubblico che, nella comparazione con gli interessi dei privati, risulta essere prevalente rispetto agli stessi».

ISOLA CAPO RIZZUTO Le iniziative della Parrocchia Maria Assunta e della Misericordia

Festività della Madonna Greca ISOLA CAPO RIZZUTO — Si è svolta ie-

ri, alla presenza di Leonardo Sacco, Governatore della Misericordia di Isola, del parroco don Edoardo Scordio, dei componenti del comitato festa e del sindaco di Isola Carla Girasole, la conferenza stampa di presentazione del programma per la festività della Madonna Greca organizzata dalla Parrocchia Maria Assunta e dalla Misericordia di Isola. Il ricco programma di avvenimenti, quest’anno dedicati alla tematica: “Ma-

ria simbolo della libertà”, è iniziati ieri e terminerà il 17 maggio. Tra le manifestazioni più importanti promosse quest’anno, il convegno delle Misericordie del Sud Italia previsto per il prossimo cinque maggio alla presenza del Presidente Nazionale delle Misericordie d’Italia, Gabriele Brunini e del vescovo di Grosseto, Mons. Franco Agostinelli, la festa degli agricoltori con benedizione dei campi, la festa del fanciullo, le giornate dedicate allo scoutismo e al malato, il con-

ferimento dell’onorificenza a Monsignor Marrucci, vice assistente Nazionale dell’Unitalsi, il festival interregionale del folklore organizzato dal gruppo folk “Magna Graecia” per l’otto maggio, l’inaugurazione dell’antica chiesetta di Capo Rizzuto restaurata e nella serata di domenica 10 maggio il concerto di Enrico Ruggeri. Importante sempre il 10 maggio in Piazza del Popolo durante la celebrazione della Santa Messa, il gemellaggio con la città di Belcastro.

Un momento della presentazione delle Festività della Madonna Greca


32 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

VIBO VALENTIA E PROVINCIA Il pm della Dda catanzarese, Dominijanni, ha spinto per il massimo della pena nei confronti dei presunti responsabili del caso di lupara bianca

Omicidio Panzarella, chiesti due ergastoli La vittima aveva una relazione con la moglie di Rocco Anello, ritenuto boss della omonima cosca CATANZARO — Nuovi sviluppi per il caso di presunta lupara bianca legato alla drammatica scomparsa di Santo Panzarella. Il pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro Gerardo Dominijanni ha chiesto due ergastoli, ieri, a carico di Tommaso Anello e Vincenzino Fruci, accusati dell'omicidio pluriaggravato - dalla premeditazione e dalle modalità mafiose - di Panzarella, il 29enne di Filadelfia (Vibo Valentia) scomparso l’11 luglio del 2002, nonché di detenzione e porto illegale di arma da fuoco, e concorso in distruzione di cadavere aggravata. VIBO VALENTIA — Arrestato nel

settembre 2008 nell’ambito dell’operazione “Zain” con l’accusa di estorsione ed usura, qualche settimana addietro era stato ammesso a godere dei benefici degli arresti domiciliari, ma non avendo rispettato gli obblighi, perché riceveva visite di pregiudicati, i carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, su ordinanza del Gip, lo hanno prelevato ed accomVIBO VALENTIA — Da giorni si è aperto un nuovo fronte di preoccupazione legato al paventato smantellamento del vecchio cementificio, l’insediamento industriale forse più antico di Vibo Marina e che ancora oggi rappresenta un fonte insostituibile per l’economia del territorio. La Provincia si è fatta promotrice di un incontro pensato per valutare con i diretti interessati la situazione della cementeria. Di rilievo le dichiarazioni espresse dal direttore delle relazioni industriali di Italcementi Spa, Mario Mora, il quale ha testualmente ha affermato: «Escludo nella maniera più categorica che esista una strategia dei vertici aziendali che punti a indebolire lo stabilimento di Vibo Marina. Al contrario, l’intenzione di Italcementi è potenziare questo impianto ed incrementarne l’utilizzo». All’incontro hanno partecipato il presidente della Provincia Francesco De Nisi, l’assessore alle Attività produttive Paolo Barbieri, il direttore dello stabilimento vibonese Giuseppe Auriemma, il direttore della sezio-

Dopo la requisitoria del pm, nell’aula del giudice dell’udienza preliminare distrettuale Abigail Mellace, che sta trattando i giudizi abbreviati chiesti dagli imputati (in caso di condanna, i riti alternativi comportano lo sconto di pena di un terzo), hanno preso la parola i difensori delle parti civili, cioè i familiari di Santino con Angela Donato in testa, la “madre coraggio” che per anni ha insistito con tutte le sue forze perché si facesse chiarezza sulle sorti del figlio, scomparso dopo essere uscito per recarsi al Sert. Anello e Fruci sono ritenuti dall'accusa il primo mandante, ed il secondo uno degli esecutori

Gerardo Dominijanni

Frequentava pregiudicati: dai domiciliari va in carcere pagnato nuovamente in carcere. Si tratta di Rosario Fiorillo, 19 anni, residente a Piscopio, una frazione alle porte della città capoluogo. Il giovane era finito in carcere unitamente ad altri compo-

nenti di una banda di estorsori che avevano preso di mira un mugnaio del luogo, tentando d'imporgli una forte tangente attraverso una serie di intimidazioni e minacce.

materiali della barbara esecuzione di Santino. I due uomini chiesero il rito alternativo il 29 febbraio 2008, ed un terzo imputato - Giuseppe Fruci, altro presunto esecutore materiale del delitto - venne rinviato a giudizio (per lui è in corso il giudizio davanti alla Corte d'assise di Catanzaro). I tre presunti assassini di Santino, considerati presunti affiliati alla cosca Anello di Filadelfia (Vv), finirono in carcere nell'ottobre 2006, a seguito delle lunghissime indagini della Squadra mobile, coordinate dal sostituto procuratore Dominijanni, che ricevettero un impulso determinante dal pentito Fran-

Ritrovata la donna scomparsa giovedì E’ stata ritrovata sana e salva la donna sparita dalla sua abitazione nel pomeriggio di giovedì scorso a Vibo Valentia. A rintracciarla i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile diretti dal tenente Gabriele Argirò, con l’ausilio delle unità cinofile della compagnia speciale e dei vigili del fuoco intorno alle ore 1,30 di ieri in un casolare delle campagne delle Vene, una località poco distante dal luogo dove era stata rinvenuta la sua auto. Soccorsa dal 118 è stata comunque accompagnata in ospedale per accertamenti.

L’ente intermedio incontra i vertici dello stabilimento. Barbieri: sull’ambiente non si transige ma niente resistenze ideologiche

La Provincia sostiene Italcementi ne locale di Confindustria Anselmo Pungitore e la nutrita rappresentanza sindacale, formata da Fabio Blandino (segretario provinciale Filca Cisl), Luciano Belmonte (segretario regionale Filca Cis), Secondo Chiavelli (Rsu Filca Cisl), Giovanni Patania (Rsu Slai Cobas), Pierluigi Cremaschi (Rsu Filca Cisl) e Giacomo Scordamaglia (Rsu Cgil). A causare la preoccupazione dei lavoratori, è stata recentemente la parziale assegnazione del mercato di competenza dello stabilimento di Vibo Marina a quello di Catanzaro. Una circostanza che Mario Mora ha respinto con parole nette e inequivocabili. Mora ha ricondotto a dinamiche interne all’azienda, la questione dell’assegnazione del mercato di competenza liquidandola come niente più che “un disguido temporaneo”. «Lo stabilimento vibonese è strategico nella politica di Italce-

cesco Michienzi. Il giovane collaboratore, crollato sotto il peso insopportabile di aver assistito al barbaro massacro di Panzarella, suo amico fraterno, consentì infatti alla Polizia di ritrovarne i resti, in un affluente dell'Angitola dove Santo fu gettato dopo essere stato ucciso per va della sua relazione sentimentale con la moglie di Rocco Anello - fratello di Tommaso -, considerato il boss di Filadelfia. I difensori di Anello e Fruci, gli avvocati Giuseppe Spinelli e Salvatore Staiano per il primo, e Giancarlo Pittelli e Antonio Rania per il secondo, prenderanno la parola il prossimo 5 giugno.

Parla il direttore delle relazioni industriali: “Contro di noi una ostilità ambientale” menti, che non ha nessuna intenzione di ridimensionarlo - ha ribadito il rappresentante dei vertici aziendali -. È anche vero, però, che negli ultimi tempi avvertiamo una sorta di ostilità ambientale nei nostri confronti, nonostante il rigore con cui abbiamo sempre condotto la nostra attività, a cominciare dal rispetto assoluto delle normative anti inquinamento». Esplicita l’allusione al recente

stop imposto dalla Capitaneria di Porto allo sbarco del combustibile utilizzato nell’impianto (pet-coke) ed a quella che ha definito come «una campagna stampa avversa alla cementeria». In apertura della discussione, l’assessore Barbieri ha introdotto l’argomento invitando le parti ad un confronto pacato e costruttivo, sottolineando il ruolo propulsivo che Italcementi ha da molti anni nelle dinamiche locali di sviluppo, essendo una delle poche realtà industriali di alto livello presenti sul territorio: «Il rispetto delle normative in materia di ambiente e inquinamento è imprescindibile, su questo ovviamente non si può transigere ha premesso Barbieri - ma non bisogna cedere a tentazioni ideologiche o estremistiche, perché il Vibonese già vive una difficile situazione occupazionale e non si avverte certo il bisogno di

aprire un nuovo fronte di crisi». Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente De Nisi, che ha colto l’occasione per avanzare una proposta operativa destinata a consolidare l’attività di Italcementi nel Vibonese: conferire alla cementeria il Cdr prodotto dal nuovo impianto di smaltimento dei rifiuti che sarà presto realizzato. La proposta, che comunque va formalizzata da parte dal commissario regionale per l’emergenza ambientale, ha avuto immediato accoglimento da parte dell’azienda e di sindacati, che hanno intravisto in questa opportunità la possibilità di rafforzare la capacità produttiva dello stabilimento, contribuendo nel contempo ad una piena autonomia territoriale del ciclo dei rifiuti. Soddisfazione è stata espressa dai rappresentanti sindacali che hanno accolto con sollievo le rassicurazioni di Mora, ringraziando la Provincia per la tempestività con cui ha deciso di intervenire nella vicenda offrendo la propria mediazione. Ma. Bo.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 33

VIBO VALENTIA CITTÀ Daffinà spiega in conferenza stampa le ragioni che lo hanno spinto a rinunciare al ruolo di vicesindaco e a passare all’Udc

«Difficile convivere in “casa Pd”» Talarico: «Il nostro progetto di centro moderato anche al voto di Cosenza e Crotone» VIBO VALENTIA — C’era attesa per la conferenza stampa nella sede dell’Udc a Vibo Valentia convocata per spiegare l’adesione al partito di quello che fino a ieri era il vice sindaco ed esponente del Pd Tonino Daffinà. Un evento dal significato politico forte, al punto che per presentare l’ultimo arrivato si sono mobilitati non solo i vertici cittadini ed il segretario provinciale Francescantonio Stillitani, ma anche il segretario regionale Francesco Talarico ed il parlamentare scudocrociato Roberto Occhiuto. Un suggello ad un passaggio che rafforza il partito, ma che non è ancora l’ultimo della “campagna di rafforzamento”. Non sarà stato un caso che, poco prima della conferenza stampa, si è notato lo stesso Stillitani passeggiare cordialmente, molto cordialmente, con Cesare Pasqua, altro esponente di spicco, depositario di una dotazione elettorale di tutto rispetto, che, con tutta evidenza, è anche lui con il suo gruppo pronto al trasloco dal centrosinistra al centro. La prima domanda a Tonino Daffinà non può che essere quella di spiegare come si è arrivati a questa scelta. «Non è stato facile - ammette quello che è ormai l’ex vicesindaco di Vibo Valentia - ma l’ho fatto in maniera convinta. Non era più possibile rimanere in un partito che a tutti i livelli, da quello na-

zionale a quello locale, ha profondamente deluso. Nel Vibonese, poi, è particolarmente grave la situazione provinciale, considerato che non si riesce a venir fuori da un lungo impasse ed arrivare a nominare gli organismi. Il risultato è una disaffezione della gente. D’altronde, speravamo che il Pd fosse un partito capace di rilanciare l’interesse tra la gente, ma così non sta avvenendo». «La scelta è stata difficile - continua Tonino Daffinà - soprattutto per me, dopo quattro anni di attività amministrativa importante, con deleghe pesanti, ma non potevo continuare, non mi sentivo più rappresentato da un partito così fatto. Ormai avevo la sensazione di sentirmi addosso un vestito che non era più mio. Ecco la decisione di aderire ad un partito, l’Udc, nel quale invece mi ritrovo». Si ritrova? Eppure un simile passaggio, dal centrosinistra nella maggioranza, al centro ed all’opposizione, può apparire incoerente. «No - risponde Tonino Daffinà - è proprio il contrario. C’è coerenza. Coerenza con la mia ancora giovane storia politica, con la mia scelta iniziale, appena nel 2005, di fare politica con l’adesione alla Margherita, partito di centro simile per valori all’Udc. Però, nel momento in cui la Margherita confluisce nel Pd, nasce la difficoltà a convivere in questo nuo-

Francescantonio Stillitani

Cesare Pasqua a passeggio con Stillitani: si tratterà di un’altra fuga dal centrosinistra? va realtà per niente chiara: Questo è il vero motivo dei tanti passaggi che subisce il Pd: succede a sinistra, basti pensare alla scelta dell’ex sindaco di Cosenza Catizone passata a Sinistra Democra-

tica, o la decisione presa proprio a Vibo Valentia dall’ex capogruppo del Pd, Michele Furci; e succede al centro, con i moderati ed cattolici che transitano nell’Udc, partito nel quale io ritengo si possa lavorare con l’intento di riavvicinare la gente alla politica». Si compiace, intanto, il segretario provinciale Francescantonio Stillitani: «Diciamo che a Vibo Valentia - semplicemente afferma - sta avvenendo quello che sta accadendo in tutta italia: un consenso generalizzato alla politica che il presidente Casini sta attuando con significativi successi». Poi riconosce: «Il passaggio di Daffinà ha un significato estremamente importante. Avere nella nostre fila un amministratore in carica e con ruoli di forte responsabilità amministrativa, che, riconoscendosi nei valori dell’Udc rinuncia ad una postazione di prestigio e di potere, è di enorme significato. Perché è facile passare da un partito all’altro quando in cambio ottieni qualcosa, non è facile passarci rinunciando a poltrone prestigiose. Devo dare pubblicamente atto a Daffinà di questa scelta». Come spiegare tutto ciò? «Io credo - risponde convinto Stillitani che ciò stia avvenendo grazie alla caratteristica dell’Udc, che è quella di fare politica. A destra le decisioni sono verticistiche senza dibattito, a sinistra siamo or-

mai in piena anarchica; l’Udc è invece ancora un partito tradizionale che si rifà ai valori della vecchia Democrazia cristiana e le decisioni vengono prese collegialmente. L’Udc è un partito dove si può ancora fare politica. Non a caso, a mio avviso, l’adesione sta avvenendo tra quei soggetti che vogliono fare politica. Da noi si torna a fare politica, si torna a discutere nel rispetto delle regole». Secondo il segretario regionale dello scudocrociato, Francesco Talarico, «a Vibo Valentia queste adesioni sono la testimonianza di come con il nostro progetto politico si può essere in crescita». «Il nostro modo di intendere la politica - aggiunge Talarico - è un modo con il quale la gente si identifica, ci capisce. E tutto ciò è da considerarsi di buon auspicio in prospettiva delle imminente elezioni europee, quando si tornerà a votare con la preferenza, che è una nostra battaglia, perché è giusto che i calabresi possano scegliere i loro rappresentanti». «Il nostro progetto di centro moderato lontano dai due schieramenti - conferma il segretario regionale dell’Udc - sarà questo anche per le amministrative di Cosenza e di Crotone. Ci auguriamo che il responso elettorale sia in linea con quanto stiamo seminando». Maurizio Bonanno


Sabato 25 Aprile 2009

REGGIO il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

PROVINCIAUna mozione di sfiducia da parte di Prc e Pdci contro il Presidente dell’assemblea consiliare reo di aver abbandonato il centrosinistra

«Giordano doveva dimettersi» Minniti: il suo passaggio all’Mpa lede gravemente l’imparzialità connessa al ruolo REGGIO CALABRIA — I gruppi di

Rifondazione Comunista e del Pdci alla Provincia di Reggio Calabria hanno annunciato la presentazione di una mozione di sfiducia contro il Presidente dell’assemblea consiliare, Giuseppe Giordano, reo di aver abbandonato il centrosinistra per abbracciare la causa dell’Mpa di Lombardo. Ne parliamo con Omar Minniti, capogruppo del Prc a Palazzo Foti, primo firmatario del documento assieme ai colleghi Giovanni Nucera e Giuseppe Mazzaferro. Consigliere Minniti, la mozione di sfiducia contro un Presidente del Consiglio è un atto estremo, cosa vi ha spinto ad intraprendere questa strada? «Giordano è stato nominato Presidente dell’assemblea nel 2006 sulla base degli accordi stipulati dalla maggioranza che ha sostenuto Morabito. In Consiglio ci è entrato in quanto eletto di un partito del centrosinistra, Italia dei Valori, e questo prestigioso incarico gli è stato conferito coi soli voti della coalizione, 19 su 31. Adesso che ha scelto di trasmigrare altrove, a destra, dovrebbe avere il coraggio di rassegnare le dimissioni e rimettere il mandato nelle mani del Consiglio.

E’ quanto gli abbiamo chiesto nelle scorse settimane. Purtroppo, non avendo ricevuto alcuna risposta, si è resa necessaria una formale mozione di sfiducia». Secondo voi la decisione di Giordano di “cambiare casacca” lede l’imparzialità nella gestione dei lavori consiliari? Oppure è una sfiducia esclusivamente politica? «Giordano è venuto meno ad un vincolo di fiducia nei confronti di chi lo ha eletto. Ha aderito ad una formazione politica, il Movimento per l’Autonomia, che in termini di programma, cultura politica e prassi è incompatibile con la coalizione che gli ha permesso a Giordano di rivestire questa carica. Voglio ricordare che si tratta di una forza che alle elezioni europee correrà al fianco della destra fascista, xenofoba ed omofoba di Storace». Concorda con me, quindi. Un atto di natura prettamente politica… «Politica, certo, ma anche istituzionale, perché questa nuova collocazione del Presidente del Consiglio lede gravemente l’imparzialità connessa al ruolo e anche il prestigio dell’assemblea stessa. Proprio in questi giorni, il Consiglio di Reggio ha avuto l’onore di approvare, tra i primi in Italia, un emenda-

Omar Minniti

Insieme ad altri coetanei per una giornata di lotta, un corteo colorato, ricco di contenuti, unitario e pacifico

Giovani reggini al controvertice G8 di Siracusa REGGIO CALABRIA — «Una grande giornata di lotta, un corteo colorato, ricco di contenuti, unitario e pacifico». Commenta cosi delegazione calabrese della Federazione Giovanile dei Comunisti Italiani di rientro dal controvertice G8 ambiente che si è tenuto in questi giorni a Siracusa. «In una città blindata e spaventata dal terrorismo mediatico - scrive Stefano Perri, coordinatore regionale della Fgci - generato nei giorni scorsi dalla stampa e dai politicanti della destra siciliana, il coordinamento NoG8 insieme con i sindacati di base, i comunisti della Lista Anticapitalista, Comunisti Italiani e Rifondazione Comunista con le rispettive organizzazioni giovanili, hanno dimostrato quanto maturo ed imponente sia il movimento per l’ambiente. Una manifestazione che ha reso evidente alla Sicilia e all’intero Paese chi sono i veri nemici del territorio e delle popolazioni. Gli otto potenti della terra, che chiusi dentro un castello, sfuggono dal confronto con la gente, e pensano di poter decidere le sorti delle nostre vite e quelle dell’intero pianeta». La nota di Stefano Perri così prosegue: «Un impegno, quello della Fgci sulle tematiche ambientali, che è stato portato avanti negli ultimi anni all’insegna del rispetto e della valorizzazione delle risorse e dei territori. In una Regione come la Calabria cosi martoriata dal punto di vista ambientale e paesaggistico, attanagliata dallo sfruttamento, dall’abusivismo, il Partito dei Comunisti Italiani si è distinto attraverso la sua pratica politica ed istituzionale. A cominciare dalla lotta contro il Ponte sullo Stretto, vera e propria cattedrale nel deserto, un’opera dal sapore populista che avrebbe un impatto ambientale devastante sulle coste dello Stretto e

si è vista tagliata fuori dai grandi circuiti commerciali e turistici proprio a causa dei pessimi collegamenti stradali, autostradali, portuali e ferroviari. Per non parlare del disastroso dissesto idrogeologico, causato soprattutto da una condizione di imperante abusivismo, che il Partito dei Comunisti Italiani combatte con importanti e significativi risultati grazie all’ottimo operato dell’Assessore all’Urbanistica e Governo del Territorio, Michelangelo Tripodi. Un impegno che si è di certo rafforzato, anche grazie alla partecipazione di questi giorni al controvertice di Siracusa. Mentre i potenti del mondo pensano di poter decidere per le sorti ambientali di un pianeta sempre più disastrato, le popolazioni si or-

mento al Bilancio che permette alle coppie di fatto, eterosessuali e non, di accedere ai contributi per l’affitto ed una serie di progetti a favore dei migranti e della multiculturalità: noi con chi civetta coi fascisti e i razzisti non vogliamo avere nulla da spartire». Ma Giordano, pur dimettendo la carica di Presidente, resterebbe pur sempre consigliere. E’ scontato che si collochi, a questo punto, all’opposizione di Morabito? «Mi pare ovvio. L’abbiamo già ribadito: forze come l’Mpa, ma anche l’Udc di Casini, con noi comunisti sono incompatibili. In una maggioranza c’è spazio o per noi o per loro, ma mai per entrambi. E così sarà pure alla Provincia di Reggio: se qualcuno ha intenzione di imbarcarsi forze diverse da quelle che hanno stipulato l’accordo del 2006, allora perderà l’appoggio dei comunisti e se li troverà contro. Ma su questo punto abbiamo avuto ampie rassicurazioni dal Presidente Morabito». Tecnicamente quale sarà l’iter della mozione di sfiducia? «Al momento i sottoscrittori del documento sono tre. Per presentarlo formalmente occorrono altre otto firme, cioè un terzo dei membri del

Consiglio. A quel punto, il Presidente dell’assemblea è tenuto, ai sensi dell’articolo 52 dello Statuto dell’ente, a far discutere e votare in aula la mozione entro quindici giorni dalla presentazione. Questa si intende approvata se consegue i voti di almeno di due terzi del Consiglio». Undici firme sono tante e ancor di più ventuno voti in aula… «Ognuno si deve assumere le sue responsabilità. Non sono ammessi giochi a carte coperte. Da lunedì chiederemo a tutti i colleghi di maggioranza di sottoscrivere la mozione e, tramite i segretari provinciali di Prc e Pdci, premeremo affinché il Partito democratico e “Sinistra e libertà” vigilino sui propri eletti a Palazzo Foti. Non firmare un atto del genere significa essere conniventi col trasformismo e incrinare, in maniera irreparabile, i rapporti coi comunisti. Poi, quello che avverrà in aula non so prevederlo: è molto possibile che il centrodestra bocci la sfiducia, dando così un atto di benvenuto al nuovo arrivato. Ma ciò che ci preme maggiormente è la compattezza della coalizione su questa vicenda». a. l.

IN BREVE CILEA, torna la commedia napoletana Dopo il trionfo di “Io, l’erede”, Geppy Gleijeses, allievo prediletto di Eduardo De Filippo, torna al teatro Francesco Cilea di Reggio con “Ditegli sempre di si”. Domani, lunedì e martedì prossimi, torna in riva allo Stretto la commedia napoletana. Lo spettacolo - si legge in una nota -, che ha debuttato al Festival di Napoli nel giugno 2008 è uno dei più importanti titoli della drammaturgia edoardiana. Scritto nel 1927, in due atti, è un esempio esilarante, amaro e grottesco di dove potesse arrivare il genio di Eduardo. Scritta per Vincenzo Scarpetta è la storia di un pazzo, non un pazzo finto come in “Uomo e galantuomo” ma un pazzo vero: “un pazzo che è fissato sulle parole, dice che la gente non parla con le parole appropriate, crea degli equivoci e fa dei pasticci... ”. Michele Murri esce dal manicomio e sembra perfettamente a posto: cortese, attento, affabile. Solo prende tutto troppo sul serio. Se la sorella zitella - dice - che le piacerebbe sposare il vicino di casa, subito corre a raccontare in giro di questo matrimonio; se un amico di famiglia giura che farà pace col fratello solo da morto, ecco che si affretta a mandare un telegramma con la dolorosa notizia. Così, l’amico prima manda una corona, poi si presenta in casa. Panico, sconcerto, poi risate e riconciliazione tra i due fratelli. Ma non sempre va altrettanto bene. Troppa coerenza riporta il povero matto in manicomio.

MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• servirebbe semplicemente a rimpinguare le casse delle cosche mafiose siciliane e calabresi». Il coordinatore calabrese della Federazione Giovanile Comunisti Italiani rilava che «la Fgci, insieme al Partito dei Comunisti Italiani, si oppone da sempre a questo scempio, proponendo al contrario un sistema di tutela e valorizzazione delle risorse autoctone del territorio calabrese e siciliano. A cominciare dal sistema dei trasporti, in una regione che troppo spesso

ganizzano e discutono su un modello di sviluppo diverso, fondato sulla partecipazione, sulla cooperazione socioeconomica delle realtà di base». Perri così conlude: «Vogliamo riproporre i nostri progetti di cambiamento anche in Calabria, dove è necessario un vero e proprio scatto di orgoglio per i calabresi, e per questo facciamo appello a tutte le forze sane di questa terra, affinché ci affianchino nella costruzione di una Calabria diversa, possibile».

• •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 35

REGGIO CALABRIA CITTÀ PROSTITUZIONE Luoghi ameni “violentati” dal degrado, dalla criminalità di strada, dal meretricio, dall’accattonaggio

Quattro rumene “pizzicate” al Tempietto Poco più a monte sanzionato un altro extracomunitario che svolgeva l’attività di lavavetri — Luoghi ameni “violentati” dal degrado, dalla criminalità di strada, dal meretricio, dall’accattonaggio. Cartoline che non fanno certo bene sia al mittente (Reggio), sia al destinatario (il turista). Da città bigotta a polis con un substrato di devianze, di antichi e moderni vizi, compresi quelli portati dalla globalizzazione. Macchioline d’inchiostro che coprono la solarità e la bellezza di una città dalla storia millenaria. Chi come noi sente la nostalgia della “Reggio bella e gentile” plaude alle iniziative della forze dell’ordine che quotidianamente - lontano da riflettori e dalle telecamere -, come tanti bravi operatori ecologici, prendono in mano la ramazza per pulire certe zone cittadine. Nell’ultimo caso quelle interessate alla prostituzione o all’accattonaggio. Due aspetti della vita dell’uomo, peraltro comuni a tantissime altre città del mondo, che, a Reg-

gio non sono più ammessi anche per via di una recente ordinanza del sindaco. Un provvedimento che rientra nelle nuove prerogative che la legge sulla sicurezza concede ai Primi cittadini. Una sicurezza in senso lato o come le chiamano gli inglesi “safety”, per distinguerla dalla “security” proiettata al contrasto dei fenomeni di micro e macrocriminalità. Questa sicurezza in senso lato, nel territorio reggino, viene dall’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della questura (meglio identificati con il nome poliziotti delle Volanti) diretto dal vicequestore Gerlando Costa. A loro, come agli altri agenti di polizia giudiziaria (compresi gli uomini della municipale), il cittadino si affida nel vedere applicate le ordinanze. Proprio gli agenti delle Volanti, due notti fa, hanno fermato ed accompagnato in questura per accertamenti 4 rumene, “pizzicate” mentre esercitavano l’attività

REGGIO CALABRIA — I Socialisti

PROVINCIA Conferenza stampa del segretario provinciale Giampaolo Catanzariti e del segretario regionale Tonino Leone

REGGIO CALABRIA

reggini, nel corso di una conferenza stampa, hanno denunciato «la vicenda del tutto paradossale e lesiva delle regole di corretto comportamento politico nonché di rispetto nei confronti degli elettori, dei partiti e dei cittadini in generale». Ad incontrare gli operatori dell’informazione, ieri mattina, nella sede del partito sono stati il segretario provinciale Giampaolo Catanzariti, il segretario regionale Tonino Leone e l’avvocato Pasquale Simari, a cui I Socialisti si sono rivolti per essere rappresentati in sede legale. La vicenda ha preso il via il 3 settembre 2007, quando «il consigliere provinciale dell'epoca del partito Rocco Agrippo, e l'allora assessore provinciale Bernardo Russo, si sono dimessi dal Partito per iscriversi al Partito Democratico. A tutt'oggi, però, esiste un gruppo consiliare denominato I Socialisti guidato dalla staffetta Agrippo-Russo». Per questo è stato detto ieri in conferenza stampa «è stato affidato incarico all'avv. Pasquale Simari per rimuovere in sede giudiziaria l'anomala ed impropria situazione esistente all'interno del Consiglio Provinciale che crea danno e discredito all'immagine del Partito ed ai suoi iscritti, simpatizzanti ed elettori». Per Giampaolo Catanzariti «la vicenda denunciata meriterebbe adeguata considerazione specie alla luce delle polemiche politiche “di REGGIO CALABRIA — Giuseppe

Plutino, consigliere comunale del gruppo Udc, risponde al segretario del suo ex partito, Paolo Mallamaci, per chiarire il tenore di alcune notizie pubblicate riconducibili ad alcune dichiarazioni rese dallo stesso Mallamaci nel Congresso provinciale dello scorso 18 aprile. «Il 16 Aprile - scrive in una nota Plutino - ho ufficialmente comunicato, proprio all'amico Mallamaci, l'irrevocabile decisione di lasciare il partito. Evidentemente, il neo segretario, all’epoca presidente, anziché prendere atto e, semmai, ratificare detta determinazione, mediante comunicazione al Congresso, ha ritenuto, viceversa, opportuno assumere le sembianze della volpe... alle prese con l'agognata, ma irraggiungibile uva». E dopo la metafora, il consigliere comunale, ormai transitato nel Popolo delle Libertà, sostiene che «a riprova della veridicità delle superiori af-

di meretricio nella zona del “Tempietto”, appendice Sud del Lungomare Falcomatà. Questo tratto di via Marina, da qualche anno, soprattutto a causa dell’immigrazione clandestina (ma anche di prostitute provenienti da altri

Paesi europei, oggi appartenenti all’Unione), è diventato luogo ideale per la vendita di sesso a pagamento. Il quartetto è stato identificato attraverso il fotosegnalamento e sanzionato ai sensi dell’ordinanza sindacale, con il se-

questro di materiale vario e danaro contante provento dell’attività di meretricio. Il territorio che dal Tempietto porta verso Calamizzi è caratterizzato del forte degrado, anche per la presenza di clandestini, in prevalenza nordafricani. Proprio qui, giovedì mattina, la polizia ha rinvenuto il corpo senza vita di un immigrato nordafricano, ucciso con dei colpi alla testa ed abbandonato in prossimità di un fascio di binari che porta allo scalo merci della stazione centrale. Poco più a monte, sempre gli uomini della questura e sempre in applicazione dell’ordinanza sindacale, hanno sanzionato un altro rumeno che, all’incrocio tra il Ponte Calopinace e la via Sbarre Centrali, svolgeva l’attività di lavavetri. Anche in questo caso, la polizia ha posto sottosequestro sia gli attrezzi sia i soldi ricavati da questa attività. Antonio Latella

«Nel gruppo de “I Socialisti” una situazione anomala» facciata” in seno alla Provincia; polemiche che meriterebbero, piuttosto, il palcoscenico di un teatrino atteso che non si comprende bene quale sia l’opposizione e quale la maggioranza, con forze politiche che, nonostante predichino la semplificazione politica mettendo a dura prova la democrazia partecipativa con leggi elettorali capestro, in realtà si cullano nell’apatia e nell’ignavia facendo finta di non sapere o di non vedere nulla». Per I Socialisti reggini si assiste «a nomine e designazioni di assessori che esplicitamente si definiscono o vengono indicati come espressione di singoli consiglieri senza riferimenti politici collettivi se non quello particolare del tutore. Altre forze si indignano solo per le allusioni e le considerazioni della stampa sulla appartenenza politica di alcuni consiglieri o assessori ad aree politiche non organiche al centro sinistra (anche se non si

comprende di quale centro-sinistra si parli avendo gettato alle ortiche la coalizione che aveva sostenuto Morabito alle elezioni). Forze “pure e dure” pronte a minacciare, solo “sulla stampa”, crisi per presunte incompatibilità con partiti

di centro o alleate del Pdl, avendo però gli occhi e le orecchie ricoperte da fette di salame di notevole spessore». Per i vertici regionale e provinciale de I Socialisti, «altri consiglieri che, avendo perso la competizione elettorale, avrebbe-

ro il dovere, per il rispetto dei propri elettori, di svolgere il mandato che gli è stato riservato ovvero quello di fare opposizione e che, invece, votano tutto quanto, o quasi, viene proposto dalla maggioranza. Non si comprende come mai non si presentino mozioni di sfiducia nei confronti di assessori espressioni di singoli e non di partiti o non si proceda alla semplificazione dei gruppi. Il tutto comporterebbe notevoli risparmi con un migliore e razionale impiego di denaro pubblico, uomini e mezzi che potrebbero essere impiegati magari a sostegno delle famiglie in un momento di crisi economica attuale». Nel corso della conferenza stampa è stato reso noto che I Socialisti reggini «assumeranno e porteranno avanti l’istituzione di un’anagrafe pubblica degli eletti, rivendicando il diritto alla trasparenza dell’attività dei rappresentanti provinciali, iniziativa lanciata a livello nazionale dai radicali».

Il consigliere comunale è ormai transitato nelle fila del Popolo delle Libertà

Plutino scrive a Mallamaci «Ricordi la volpe e l’uva?» fermazioni, appare doveroso segnalare l'esistenza di una nota ufficiale inviata, con largo anticipo, al Presidente del Consiglio Comunale, Avv. Chizzoniti. Quindi alcun provvedimento poteva essere adottato, da chicchessia, nei miei confronti, oramai, in forza di non leggera, ma consapevole determinazione, autonomamente fuori dal Partito». Con un secondo chiarimento, Pino Plutino focalizza la composizione dei gruppi consilia-

ri al Comune. E ricorda che «alle ultime consultazioni elettorali cittadine, segnatamente quelle del maggio 2007, al lista Udc, composta da 28 candidati, ha ottenuto quattromila voti di preferenza, di cui tremila e seicento accordati ai primi quattro candidati in lista: Caridi, Arillotta, lo scrivente e Pangallo, i quali, non di certo per un'arcana coincidenza, si sono congedati, già da tempo, dal Partito dell'on. Casini». Plutino, poi si

sofferma sulla proposta di azzeramento del gruppo consiliare Udc che ritiene «frutto di un'iniziativa emotiva, generata dal clima congressuale e da una dialettica squisitamente politica, in spregio ad ogni ragione giuridico-istituzionale. A sommesso parere dello scrivente, la prerogativa di sterilizzare il gruppo consiliare di riferimento, compete esclusivamente al capogruppo che, sicuramente, lo farà nei tempi e con le modalità

più opportune». «Un discorso analogo - sempre secondo Plutino - vale per consigli circoscrizionali, con particolare del “Centro Storico”, in cui il quoziente per la rappresentanza, in termini di voti di preferenza è riconducibile ad un unico candidato, quello eletto: Giovanni Sangallo Poiché i consensi ottenuti dalla lista, non sono più riconducibili ad esponenti dell’Udc, ogni questione è da considerarsi definitivamente conclusa».


36 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA CITTÀ E PROVINCIA Il progetto è stato redatto dagli uffici Programmazione e dell’amministrazione comunale e si inserisce in un più ampio programma

La nuova strada per l’ex caserma Cantaffio Il sindaco: questa parte di territorio non è stata abbandonata dopo l’abbattimento dell’ex “208” REGGIO CALABRIA — E’ stato aper-

to al traffico il nuovo tratto di strada che collega l’ex caserma Cantaffio con il viale Europa, attraverso i nuovi alloggi dell’Aterp. Il progetto è stato redatto dagli uffici Programmazione e dell’amministrazione comunale e si inserisce in un più ampio programma finalizzato all’ampliamento di via Sbarre superiori e all’allargamento del tratto di strada, che, in direzione nord, congiungerà l’ex caserma 208 con la chiesa della Graziella. «Questa parte di territorio non è stata abbandonata dopo l’abbattimento dell’ex “208”, tutt’altro», ha sottolineato il Sindaco Giuseppe Scopelliti. «Abbiamo - ha detto ancora il Primo cittadino - continuato a lavorare per completare l’opera di riqualificazione della zona. L’allargamento dell’arteria fa parte di un progetto più complessivo che prevede la presenza di un’area a verde attrezzato al posto del ghetto che fungeva da luogo di residenza della comunità nomade». L’assessore ai Lavori Pubblici Franco Sarica, da parte sua, ha sostenuto che «dopo il grave episodio ai danni del dirigente del settore Pasquale Crucitti, l’attività è proseguita con la stessa intensità e concretezza. Quello di oggi è uno dei tanti segnali di operatività dell’ente. A breve apriremo il tratto di strada che congiunge l’uscita autostradale di via Lia con la chiesa di San Brunello. Previsto inoltre a breve l’allargamento della travesta n.7 al rione Marconi». REGGIO CALABRIA — E’ stato attivato, in convenzione con l’amministrazione comunale di Reggio Calabria, il Corso universitario in “Formazione al sostegno e all’aiuto educativo nelle scuole dell’infanzia”. Lo strutturato lavoro, che vedrà impegnate le corsiste sino a luglio, è stato illustrato nei dettagli dal coordinatore Ivana Maria Padoan, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, alla presenza dell’assessore all’Istruzione ed Edilizia Scolastica, Sebastiano Vecchio il quale ha voluto incontrare le 60 allieve scelte per la frequenza dopo aver partecipato ad una procedura selettiva. In altre parole coloro che, alla fine del percorso, riceveranno il titolo che qualifica per svolgere il ruolo di maestre di sostegno, così da poter operare sia nelle scuole dell’infanzia del Comune che in quelle paritarie del territorio reggino forti di un bagaglio costituito da tutte le competenze necessarie. In sintesi, il corso ha una durata semestrale e si sviluppa per 600 ore, di cui 300 ore di formazione assistita (in aula, on line, e tramite tirocinio) e 300 ore di studio individuale, esami ed elaborazione di una tesina da discutere alla conclusione del ciclo che sarà realizzata in modo innovativo tramite un vero e proprio diario di bordo. Il tutto caratterizzato, tra l’altro, da seminari e laboratori di formazione ed approfondimento professionale, forum telematici e percorsi di ricerca in insegnamenti che spaziano nell’area psicologica, pedagogica e didattica, e divisi, per la precisione, in sette moduli. «E’ motivo di reale compiacimento per l’assessorato che dirigo e per l’Amministrazione guidata dal sindaco Scopelliti - ha dichiarato Vecchio - essere riusciti a dar

La strada com’è e com’era

Port State Control, controlli su 177 unità nell’anno 2008 REGGIO CALABRIA — Per il decimo anno consecutivo la Guardia Costiera Italiana si attesta tra le prime nazioni in Europa in un settore strategico quale la sicurezza dei trasporti via mare, confermando anche per il 2008 il primato dell’Italia per navi straniere trattenute nei porti nazionali in quanto considerate pericolose per l’ambiente, per i passeggeri e gli equipaggi (navi substandard). Nell’ambito della Regione Cala-

L’inaugurazione

bria, l’attività di Port State Control, coordinata dalla Direzione Marittima di Reggio Calabria, svolta da 11 Ispettori in servizio presso i relativi nuclei di Reggio Calabria, Crotone, Vibo Valentia e Gioia Tauro, ha consentito durante l’anno 2008, di ispezionare n. 177 unità, di cui n. 7 sono risultate non conformi agli standard di sicurezza e per questo trattenute fino all’eliminazione delle irregolarità.

Il progetto è stato illustrato nei dettagli dal coordinatore Ivana Maria Padoan, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia

Formazione al sostegno educativo corso in convenzione col Comune Palmi, un finanziamento di circa 3 milioni di euro PALMI — Recupero e valorizzazione

vita a questa tipologia di percorso perché finalmente anche nel nostro comune si realizza una figura professionale importante, con una specializzazione capace di occuparsi di bambini che vivono determinati disagi. Abbiamo colmato un gap che esisteva nelle nostre scuole dell’infanzia fossero esse collegate all’ente o di natura privata. Si fornisce un fondamentale servizio alle famiglie che si trovano ad affrontare dei

disagi garantendo sicurezza, dal momento che i loro figli saranno affidati a personale di livello in grado di porgere un’assistenza adeguata. Tutto questo è stato possibile grazie all’accordo con l’Università Cà Foscari di Venezia, per quanto concerne l’aspetto formativo, e con l’Istituto Magistrale Tommaso Gulli, diretto dal preside Nicola Catalano, per l’apporto alla sistemazione logistica, poiché ospita i corsi».

dei centri storici della Calabria, la città di Palmi ha ottenuto un finanziamento di 3 milioni di euro. La somma che il Comune riceverà dalla Regione Calabria servirà ad acquisire e recuperare il Cinema Teatro Sciarrone, ormai da troppi anni chiuso al pubblico. «Finalmente, attraverso queste risorse, la città di Francesco Cilea, Leonida Repaci, Antonio Altomonte, Felice Battaglia, Domenico Antonio Cardone - dice Enzo Infantino in una nota - tornerà ad avere un importante centro culturale all’altezza delle sue migliori tradizioni, che potrà essere al servizio dell’intera Piana di Gioia Tauro». Enzo Infantino, dopo che la Regione ha valutato positivamente il progetto del Comune di Palmi ha rivolto un ringraziamento all’assessore Michelangelo Tripodi ( suo compagno di partito), il quale, «in modo concreto ha dimostrato di avere a cuore lo sviluppo della città e della comunità della Piana. L’attività svolta in questi anni in Giunta Regionale dal compagno Tripodi è stata sempre orientata alla soddisfazione dell’interesse generale della popolazione calabrese, al di là del colore politico delle amministrazioni comunali». La commissione, prima di decidere i finanziamenti, ha sele-

zionato oltre 350 progetti presentati da diversi enti locali calabresi ed ha ritenuto, tra gli altri, significativamente importante quello dell’ente guidato dal sindaco Ennio Gaudio. «Non è la prima volta - evidenzia Enzo Infantino - che l’Assessore Michelangelo Tripodi, nell’ambito del suo impegno istituzionale, ha guardato con interesse e poi sostenuto idee ed iniziative che mirano al rilancio sociale, culturale e turistico di Palmi. Basti ricordare quello per far sì che il nuovo ospedale, in una logica di razionalizzazione dell’offerta sanitaria nella Piana, si costruisse nel nostro territorio e precisamente in località scuola Agraria. Inoltre, va segnalata l’approvazione del Piano di Recupero Urbano che ha sbloccato risorse per circa 30 milioni di euro e che consentirà di riqualificare sul piano urbanistico il quartiere Pille. Di rilievo anche il finanziamento di 450 mila euro per la sistemazione della strada che dalla stazione ferroviaria porta a Villa Pietrosa. Ed infine, nell’ottica di valorizzare l’area della Pietrosa, la proposta fatta dall’Assessore Tripodi all’Amministrazione Comunale di costituire l’osservatorio regionale per il paesaggio che andrà ad aggiungersi alle attività culturali che in essa possono essere svolte».


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 37

REGGIO CALABRIA CITTÀ E PROVINCIA Una coppia di conviventi della provincia di Messina, 29 anni lui e 42 lei, sono stati arrestati a Reggio Calabria dalla sezione di Pg della questura

Violentano e vendono una 15enne Una storia, quella scoperta dai poliziotti, di assoluto degrado e povertà iniziata nel maggio del 2008 REGGIO CALABRIA — Una coppia di conviventi della provincia di Messina, 29 anni lui e 42 lei, sono stati arrestati a Reggio Calabria dalla sezione di Pg della questura di Messina in collaborazione con la Mobile di Reggio. L’accusa per i due è di concorso in violenza sessuale di minore e induzione della stessa e sfruttamento della prostituzione. I due conviventi sono peraltro cognati. Una storia, quella scoperta dai poliziotti, di assoluto degrado e povertà iniziata nel maggio del 2008 in un paese della costa tirrenica messinese dove la “famiglia” viveva di stenti e di espedienti. Non avevano una casa, dormivano spesso in macchina o alla stazione e la ragazzina era costretta a mendicare. La quindicenne ora è stata affidata a una casa famiglia di Reggio ed è al sesto mese di gravidanza: il padre del nascituro, come ammesso dalla vittima che in un primo tempo aveva negato, è il convivente della madre della ragazza. La relazione tra i due sarebbe nata la scorsa estate e la ragazzina sarebbe stata convinta a prostituirsi per racimolare soldi per il sostentamento della

L’INTERVENTO Una nota di Giuseppe Musarella (Ethos)

Reggio, città turistica? di Giuseppe Musarella

“famiglia”. La ragazzina era consenziente e anche la madre avrebbe acconsentito al suo sfruttamento. L’indagine è nata dalla segnalazione fatta alla procura dei Minori dall'Istituto scolastico per le ripetute assen-

ze della quindicenne. Il provvedimento cautelare nei confronti della coppia di conviventi è stato firmato dal Gip del Tribunale di Messina Maria Teresa Arena su richiesta del sostituto procuratore Francesca Rende.

Una serie di operazioni condotte in provincia dalle forze dell’ordine

Beccato Domenico Barranca In manette Raffaele Furfaro REGGIO CALABRIA — E’ durata

poco più di nove mesi la latitanza di Domenico Barranca, 29 anni, di Siderno. Il giovane non ha più resistito alla pressione che, da tempo, i carabinieri esercitavano nel suo entourage familiare e negli ambienti degli amici e si è costituito ai militari della compagnia di Taurianova. Nei confronti di Barranca, il 14 luglio dello scorso anno, il gip del tribunale di Reggio Calabria aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di associazione a delinquere, finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Un’attività delinquenziale che si svolgeva lungo l’asse del narcotraffico Siderno – Roma – Genova. Le ricerche degli ultimi giorni, da parte dei militari della compagnia di Locri, sono state caratterizzate da numerosi blitz in ambienti in cui si ipotizzava potesse trovarsi il giovane. Alle 11 di ieri mattina, Barranca ha bussato al portone della compagnia dell’Arma di Taurinova e si è costituito. E dopo gli adempimenti di legge è stato rinchiuso nel carcere di Palmi. La squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Palmi ha eseguito un provvedimento restrittivo nei confronti una persona del posto, indagato per i reati di minacce e maltrattamenti in famiglia. L’uomo, Raffaele Furfaro, 63 anni, è stato rintracciato dalla polizia nel contesto di uno dei tanti servizi di controllo del territorio, disposti dal questore Carmelo Casabona ed affidato al dirigente della struttura periferica della polizia di Stato Gregorio Marchese. Propedeutica all’arresto è stata l’attività investigativa della stessa polizia di stato. Il rapporto informati-

Sulla naturale vocazione turistica di Reggio non ci sono dubbi. La posizione geografica, il clima, il paesaggio, il mare, la montagna sono tutti elementi che, prescindendo dalla volontà e dalle capacità dell’uomo, arricchiscono e caratterizzano fortemente la nostra storia ed il nostro sviluppo. Tali condizioni, in qualunque altro posto, sarebbero da stimolo a politici ed imprenditori nel voler realmente avviare uno sviluppo socio economico legato al turismo. Ma anche in questo Reggio è straordinaria. Dopo averci “abbuffato” di sagre, mostre, festival, feste, dopo averci bombardato con messaggi istituzionali sulla imperativa necessità di dover rilanciare l’immagine della Città per favorirne lo sviluppo turistico, dopo aver speso milioni di euro in attività promozionali, i freddi ed oggettivi dati delle presenze turistiche nella nostra città sono chiari: - 6%. La Federalberghi fornisce i dati relativi al 2008 che fotografano una situazione molto diversa da come gli amministratori locali si sono fanciullescamente sforzati di farci credere. Una città a vocazione turistica che non si cura dell’ambiente terrestre e marino, che permette, nella totale indifferenza, la chiusura di alberghi prestigiosi e l’abbandono di strutture meravigliose ed uniche come il Lido Comunale, che non si preoccupa di “agganciare” i tours operators più importanti, che non offre servizi economicamente vantaggiosi ed al passo con i tempi, che vanta enormi difficoltà logistiche per essere raggiunta, che non è in grado di intercettare i flussi turistici che gli passano vicinissimi. Insomma, una città che pur avendo tutte le potenzialità per essere la prima città italiana in termini di presenze turistiche estive, non è considerata dai turisti. Perché? Da anni éthos si pone e pone ai nostri amministratori ed al Sindaco più amato d’Italia le quattro domande che regolano l’economia turistica mondiale: dove vado, come ci arrivo, quanto mi costa e cosa faccio lì. Al di là delle faraoniche e non veritiere campagne pubblicitarie promosse dall’Amministrazione Comunale, se un turista maturasse la convinzione di voler trascorrere qualche giorno a Reggio, dovrebbe scontrarsi con la realtà. Arrivare in città con il treno o in auto vuol dire impiegare qualche giorno; prendere l’aereo vuol dire spendere di solo biglietto l’equivalente di una settimana di soggiorno all inclusive in alcuni villaggi turistici all’estero; trovare posto in albergo, già impresa titanica vista l’esiguità dei posti letto in Città, vuol dire spendere un sacco di soldi e non avere formule dinamiche e giovanili che catturano l’attenzione del turismo di massa; fare il bagno nelle acque dello Stretto vuol dire rischiare di prendere malattie, viste le condizioni disastrate della rete fognaria e degli impianti di depurazione. Ammesso che tutto questo non scoraggi il turista che, incurante degli svantaggi anche economici della vacanza a Reggio, dovesse decidere di venire, quali sono i motivi che dovrebbero farlo soggiornare per una settimana o forse più? I lidi notturni sul Lungomare Falcomatà? Non sarebbe più utile e soddisfacente proporre percorsi storici, culturali, paesaggistici, anche enogastronomici in grado di soddisfare le menti più esigenti? Ancora una volta suggeriamo a chi di dovere di non pensare esclusivamente al frivolo ed alla propria immagine, ma di preoccuparsi del territorio e della collettività che amministra. La tutela dell’ambiente terrestre e marino; una sostenibile ed efficace politica di decentramento urbano per eliminare uffici e scuole dal centro cittadino e far posto ad alberghi, ostelli e campeggi; una concorrenziale ed efficiente politica dei prezzi e dei servizi offerti al turista, primo fra tutti una veloce ed economica rete di collegamenti; percorsi che esaltino e valorizzino il nostro territorio, mettendo in luce tutti gli eterogenei aspetti culturali, storici e paesaggistici sono la miglior forma di pubblicità e di promozione. In sintesi, si tratta di adottare e rispettare il criterio delle logiche priorità che, se attuato, ad esempio, non permetterebbe ad una città che si definisce turistica di abbandonare e trascurare una struttura pubblica come il Lido Comunale. Ancora una volta, queste ovvie considerazioni ci spingono a proporre agli amministratori dei sistemi di partecipazione popolare che gli permettano di individuare le priorità da seguire. La mente corre veloce al Bilancio Sociale. *Ethos

Raffaele Furfaro

Domenico Barranca

vo, condiviso dalla Procura della Repubblica di Palmi, con il sostituto Alberto Cianfrini, ha portato all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal gip Rosa Maria Putrino.

L’indagine della polizia è riuscita ad individuare la piena responsabilità di Furfaro in ordine ai reati a lui contestati. Nella tarda mattinata l’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Palmi.

LOCRI — La segreteria zonale dell’U-

Locri, l’apprezzamento dell’Ugl per la stabilizzazione dei precari

gl di Locri esprime vivo apprezzamento per l’intrapreso processo di stabilizzazione dei lavoratori Lsu/Lpu del Comune di Locri. «Finalmente - è scritto in una nota dopo diversi lustri e grazie soprattutto all’intrapredenza degli amministratori locali, stimolati più volte su questa problematica dalla nostra Oo. ss., sembra intravedersi una concreta possibilità di stabilizzazione per una parte sostanziosa dei lavoratori precari dell’amministrazione locrese. Nel corso degli anni, i nostri esponenti regionali e nazionali dell’Ale Ugl, hanno sottolineato a più riprese che la soluzione dell’atavica problematica dei lavoratori precari della P.

A. dovesse passare necessariamente da una sinergia e cooperazione istituzionale tra Regione ed Enti locali, che non prescindesse da una seria programmazione e progettualità finalizzata alla stabilizzazione dei lavoratori Lsu/Lpu, nonché da scelte politiche, sia a livello regionale che a livello locale, che guardassero positivamente agli aspetti economico-sociali che scaturiscono dall’assegnazione di un lavoro stabile. Ora, finalmente, grazie ai fondi stanziati dalla

Regione Calabria, alla successiva adesione del Comune di Locri all’emanato bando regionale per la stabilizzazione degli Lsu/Lpu e soprattutto alla nuova dotazione organica adottata dall’esecutivo locrese unitamente alla previsione nel bilancio comunale di apposite risorse finalizzate ad integrare gli stanziamenti regionali - misure quest’ultime fortemente volute dal Sindaco Macrì e dagli assessori Calabrese e Sainato sembrano schiudersi le porte al lavo-

ro stabile per circa 43 lavoratori precari del Comune di Locri. L’iniziativa, peraltro, non appare rilevante solo per i suoi aspetti economico-sociali ma assurge ad alto significato simbolico in considerazione del periodo storico in cui la stessa si va ad inserire, caratterizzato da una forte congiuntura negativa che attanaglia l’economia mondiale, nazionale e in particolare dei governi locali, ma evidenzia la sua importante valenza in quanto premia i tanti sacrifici dei dipendenti comunali che nonostante la difficile situazione di precariato hanno prestato lodevolmente, e per diversi anni, le loro mansioni al servizio della macchina amministrativa e dei cittadini locresi».


38 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

DILETTANTI

VALZER IN PANCHINA

Botte all’arbitro Tecnico e 3 calciatori squalificati per 150 mesi

Scolari vicino all’Angola Van Gaal in lizza per il Belgio

Alle 20,30 si gioca lo scontro diretto in chiave Champions League I giallorossi devono conquistare i tre punti per agganciare i rivali

Fiorentina-Roma per l’Europa Prandelli Serie A: la 33ª giornata ARBITRI toglie pressione PARTITE ai toscani: OGGI 18.00 Celi “Non è decisiva” Chievo-Udinese 20.30

FIRENZE - «Voglio una Fiorentina meno spettacolare ma con i tre punti in tasca, alla faccia della critica che dice che giochiamo male. Comunque non sarà una partita per noi decisiva». Alla vigilia dalla sfida con la Roma e a sole sei gare dalla fine del campionato, con un quarto posto ancora in ballo, Cesare Prandelli non ha dubbi: mai come ora bisogna badare al sodo. «Veniamo da una settimana un po’ tesa e anche per questo - dice il tecnico viola - dobbiamo reagire, non dobbiamo essere passivi ma giocare con grinta, generosità e voglia di superare ogni limite». Inevitabile un cenno allo striscione polemico della curva Fiesole dopo la figuraccia di Udine. «Malgrado la cassa di risonanza che ha avuto, secondo me non è stata contestazione, anche se in molti l’hanno interpretata così. Certo i nostri tifosi avrebbero dovuto avere una reazione diversa dai media perchè qui non c’è da rifondare proprio nulla, forse ci sono state troppe aspettative e queste talvolta rallentano il processo di maturazione». «In ogni caso - prosegue Prandelli - noi dobbiamo stare zitti e prenderla come uno stimolo, la squadra ha recepito tutto nel modo giusto». Ovvio che la risposta che conta dovrà arrivare questa sera dal campo e pure sugli spalti, dove sono previsti oltre 35.000 spettatori: «Non ho messaggi particolari da lanciare al nostro pubblico che ci ha sempre sostenuti». Per il tecnico viola non sarà una gara decisiva: «Tutto si deciderà all’ultima giornata. E non si dovrà parlare di fallimento per chi fra Genoa, Fiorentina e Roma non riuscirà a centrare l’obiettivo». Non si fida dei giallorossi: «Hanno qualità, esperienza e un Totti che è sempre un valore aggiunto, per lui spero stia bene ma mi auguro per noi che non giochi». Prandelli sorride non

Fiorentina-Roma

Banti

DOMANI 15.00

Bologna-Genoa Lazio-Atalanta Lecce-Catania Milan-Palermo Reggina-Juventus Sampdoria-Cagliari Torino-Siena

Orsato Romeo Gervasoni Rizzoli Saccani Gava Damato

20.30

Napoli-Inter

Rosetti

CLASSIFICA Inter Juventus Milan Genoa Fiorentina Roma Palermo Cagliari Lazio Udinese Atalanta Catania Sampdoria Napoli Siena Chievo Torino Bologna Lecce Reggina

74 64 64 57 55 52 49 48 47 42 41 40 40 39 37 34 27 26 24 23

ANSA-CENTIMETRI

Il presidente Preziosi tranquillizza i sostenitori

Il Genoa crede al quarto posto “Non venderemo nessuno” GENOVA - Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi (nella foto), ha fatto visita alla squadra all’antivigilia del match con il Bologna. Il patron rossoblù ha parlato anche di mercato, in particolare delle numerosi voci che circolano intorno al Genoa. «Sono fastidiose per chi le ascolta, io non le ascolto - ha detto - Floccari un giorno è nostro, un altro del Napoli, Milito va qua, Thiago Motsentendosi per una volta accostato alla panchina della Juve («meno male, non se ne parla più») e vede Spalletti ancora alla guida della Roma: «Luciano è un amico, una persona per bene e un grandissimo allenatore, penso che resterà in un progetto ancora vincente». Capitolo formazione: contrariamente al solito Prandelli la snocciola per intero e per 8/11 è la stessa di Udine

ta è già venduto. Ora come ora non è vero niente». Tra i più ricercati anche il tecnico Gasperini. Preziosi non nasconde l’orgoglio di aver puntato su di lui quando ancora non era un allenatore di prima fascia. «Me lo tengo stretto? Certo anche perchè ha un contratto lungo con noi». Quanto crede Preziosi nella Champions League?: «In una scala da 1 a 10 in questo momento 11». (anche nel modulo); le novità sono il rientro di Montolivo dopo la squalifica e di Comotto, e l’impiego più avanzato di Vargas a sostegno di Gilardino, insieme a Semioli e Jovetic. Tra i convocati c’è l’attaccante primavera Maritato (Bonazzoli non è al top) ma non Jorgensen, bloccato da un problema tendineo e quindi out, insieme con Mutu, Santana e Felipe Melo.

Sette indisponibili L’impiego di Totti resta in forse Pizarro gioca Roma incerta Le vicende societarie non influiranno sul rendimento della Roma che sa di essere obbligata a vincere a Firenze per restare in corsa per la Champions League ma ancora non è sicura se Totti sarà in campo. Il tecnico giallorosso, Luciano Spalletti, è convinto che quelli contro la Fiorentina «sono punti fondamentali, a questo punto del campionato sono fondamentali. Noi invece dobbiamo assolutamente vincere». Totti e compagni saranno costretti a lottare per i tre punti visto che il pareggio potrebbe non bastare. «Un pareggio ci escluderebbe dalla corsa? Noi dovremo lottare sempre fino in fondo» ammette Spalletti che si trova in difficoltà per le assenze. Sono sette gli indisponibili, più Mexes squalificato (a cui è stata tolta una giornata delle tre e giocherà domenica contro il Chievo), e come se non bastasse ieri si è fermato Totti. «E’ lo specchio della stagione che stiamo vivendo - racconta l’allenatore - ha sentito pizzicarsi al ginocchio ed è dovuto uscire ma dopo qualche minuto non sentiva più niente. Io sono fiducioso. Pizarro? Sta bene, giocherà». Doni è nella lista degli assenti e secondo alcune indiscrezioni si sarebbe incrinato il rapporto tra il portiere e il tecnico che lo avrebbe impiegato anche in condizioni fisiche difficili. La Roma andrà in campo con il peso delle voci sul possibile passaggio di proprietà. «Queste voci non ci hanno ne caricato ne infastidito - garantisce Spalletti - noi sappiamo cosa dobbiamo fare, dobbiamo andare a vincere le partite». E sulle voci sul futuro di Spalletti? «Io non ho ricevuto niente, nessuno mi ha contattato, sono cose che leggo sui giornali ma a me non è venuto a cercare nessuno. E mi sembra anche ingeneroso dire certe cose su Ranieri dopo tutto il lavoro che ha fatto».

Il procuratore del macedone: “Ha tante richieste, anche da importanti club europei”

Pandev ha fretta di firmare

Il presidente della Lazio deferito alla Disciplinare per i ritardi nel pagamento del lodo Stendardo

Pandev, con la maglia della nazionale, ha una lunga fila di pretendenti, ma è ancora vincolato dal contratto con la Lazio

ROMA - «I bianconeri non sono gli unici che hanno manifestato interesse nei confronti di Goran Pandev». Non c’è solo il riscatto di Zarate (il legale di Lotito ha detto che la conferma è quasi fatta) in casa Lazio a rendere d’attualità il calciomercato. L’agente di Pandev, Leonardo Corsi, non ha chiuso la porta a un possibile trasferimento dell’at-

to il presidente Lotito è stato deferito alla Disciplinare per non aver pagato nei tempi stabiliti le somme del lodo Stendardo. Per responsabilità diretta è stata deferita anche la società biancoceleste. La vicenda risale allo scorso anno, quando il giocatore ricorse al collegio arbitrale della Lega per la mancata convocazione al ritiro estivo della squadra.

taccante macedone alla Juventus. Sul rinnovo del contratto, il procuratore del calciatore ha spiegato che è in corso un dialogo col presidente

Claudio Lotito: «Ci sono tanti punti da chiarire: la trattativa è complicata. Ci sono anche squadre straniere importanti interessate a lui». Intan-

Divorzio consensuale per l’Imperatore Lo svedese vorrebbe nuove avventure

Adriano lascia l’Inter Ibrahimovic ci pensa

MILANO - Uno non è più un giocatore dell’Inter perchè non ne poteva più, l’altro vorrebbe «provare qualcosa di nuovo» perchè dopo cinque anni in Italia... Ecco l’ex coppia di attaccanti di Mourinho: AdrianoIbrahimovic. Poteva essere una tranquilla giornata di rassegnazione, quella dopo l’eliminazione in Coppa Italia. Un solo «titulo», sì, ma pur sempre scudetto. E invece il mercato s’è abbattuto sulla Pinetina. Perchè se il contratto rescisso consensualmente con Adriano doveva essere solo depositato per confermare l’addio dell’Imperatore, nessuno avrebbe voluto fare i conti con la noia di Ibrahimovic. «Ho un contratto con l’Inter e sto bene lì - ha detto a Eurosport - ma allo stesso tempo mi piacerebbe provare qualcosa di nuovo perchè in Italia ho

vinto tutto». L’agente di Adriano ha detto che l’imperatore tornerà a giocare, ma non in Italia; mentre l’ad della Samp, Marotta, ha confessato di averci fatto un pensierino.

Tifosi arrabbiati dopo l’eliminazione dalla coppa Italia

Juventus sempre a nervi scoperti Ancora un esame per Ranieri TORINO - La società lo ha confermato anche per la prossima stagione e, sulla carta, non corre alcun pericolo. Eppure, quello di Reggio Calabria si presenta come un test delicato per mister Ranieri e la sua

Juventus. Reduce dall’eliminazione dalla Coppa Italia, serve una vittoria per guarire dal malessere. E per difendere il secondo posto in classifica. «Siamo ben consapevoli di trovare una Reggina che vorrà giocarsi le ultime chance di salvezza, ma noi vogliamo centrare l’obiettivo del secondo posto», osserva il ds Alessio Secco. Che, dopo il comunicato diffuso giovedì dalla società, ribadisce la fiducia nei confronti di Ranieri. «Basta speculazioni - è l’imperativo del dirigente bianconero Ranieri sarà l’allenatore della Juve anche per la prossima stagione. Tutte le altre voci sono solo illazioni prive di ogni fondamento». Con buona pace dei tifosi juventini, che non hanno però sotterrato l’ascia di guerra. Nessuno può «renderla una provinciale in balia di qualsiasi avversario» dicono i sostenitori.

L’anticipo delle 18 è il primo atto della 33a giornata

Udinese tra presente e futuro Sfida il Chievo e pensa al mercato UDINE - «Conosco il mio destino, ma il mio dovere è isolare la squadra dalle ’voci’ di mercato». Lo ha detto l’allenatore dell’Udinese, Pasquale Marino, che molti danno in partenza nonostante il contratto fino al 2012. Più che soffermarsi sulla gara di oggi con il Chievo, Marino ha voluto soffermarsi su una settimana particolare, caratterizzata da voci di mercato che, oltre a lui, hanno lambito anche il direttore generale, Pietro Leonardi. «Ho letto di tutto. Io però resto sereno. Il mio futuro lo decido io per primo. So già da ora quello

che farò - ha detto ancora Marino ma ne parlerò solamente a fine stagione. Ora pensiamo al Chievo, che è tra le squadre più in forma».


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 39

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Formula Uno Massa e Raikkonen solo al 16˚ e 18˚ posto Per la gara entrambi i piloti hanno deciso di montare il kers

Calcio Bilancio negativo per 66 milioni

Al peggio non c’è mai fine Ferrari sprofonda più giù Bugie in Australia La McLaren spiazza tutti e chiede clemenza SAKHIR - Mai così in basso quest’anno. Neanche nelle prove libere. Quella di ieri in Bahrain è una giornata da dimenticare per il Cavallino che non ha più spazio sulla carrozzeria delle vetture di Felipe Massa e Kimi Raikkonen per coprire le «ferite» riportate nelle prime tre gare della stagione. Lo sa bene anche il presidente Luca Cordero di Montezemolo che domani, a sorpresa, sarà in Bahrain. Ieri era evidente che la Ferrari non avrebbe brillato sulla pista dove negli ultimi due anni il pilota brasiliano ha messo il suo marchio («la nostra macchina è rimasta la stessa rispetto a quella che avevamo a Shanghai e quindi non potevamo aspettarci un quadro diverso» ha sottolineato Domenicali), ma certamente non era preventivabile che ad esempio una squadra come la Force India, team di tutto rispetto, piazzasse i suoi piloti, Adrian Sutil e Giancarlo Fisichella, prima dei ferraristi. Così Massa e Raikkonen, dopo avere ottenuto rispettivamente l’ottavo e il decimo tempo nella prima sessione di prove libere (il miglior è stato di Lewis Hamilton con la McLaren), sono capitolati nella seconda (dominata invece da Nico Rosberg della Williams, autore del miglior tempo del-

GP del Bahrain

MILANO - L’assemblea dei soci del Milan ha approvato il bilancio del 2008 chiuso con un fatturato di 237.9 milioni di euro e una perdita di 66.8 milioni di euro causata prevalentemente dalla mancata partecipazione all’ultima edizione della Champions League. L’amministratore delegato e vice presidente vicario della società rossonera, Adriano Galliani, ha spiegato che «mantenere un organico da Champions League senza farla ha fatto lievitare le perdite» e ha aggiunto che «questa proprietà non ha intenzione di avere perdite di decine di milioni di euro all’anno» come avvenuto nelle ultime due stagioni. Milan-Juventus, sfida per il secondo posto in campionato, si giocherà domenica 10 maggio alle 20.30. Questi gli altri anticipi e posticipi di A. Sabato 9 maggio: Samp-Reggina alle 18 e Lazio-Udinese alle 20.30. Sabato 16: Roma-Catania alle 18 e Udinese-Milan alle 20.30. Domenica 17 alle 20.30 Inter-Siena.

Circuito di SAKHIR

26 Aprile, ore 14.00 LUNGHEZZA 5,412 km Golfo

DISTANZA TOTALE

Persico

308,238 km Nº DI GIRI

57

RECORD POLE 2005 - Fernando Alonso

1'29'848

1'30"252

Velocità di ingresso Velocità di uscita Durata

320 Km/h 60 km/h 3,0"

Calcio Oggi la 37a giornata di B 200

GIRO RECORD IN GARA 2004 - Micheal Schumacher

OGGI ore 13 Qualifiche Rai Due - Sky Sport 2

100

Rai Uno - Sky Sport 2

Il Bari prova la fuga in attesa del Parma

300

400

0

*Fonte:

la giornata, seguito da un brillante Fernando Alonso con la Renault), dove non sono andati oltre il 16/o e 18/o riscontro cronometrico. Unica consolazione è la presenza, alle loro spalle, di altri due «big» team, la McLaren e la Bmw, che hanno occupato le ultime due posizioni con Heikki Kovalainen e Nick Heidfeld. «Abbiamo lavorato molto - ha precisato Massa - in funzione della gara ma dobbiamo cercare di migliorare il comportamento della macchina per risalire la chi-

Tennis Da oggi le donne in campo

Milan in “rosso” senza la Champions

na. Quando sei dietro è sempre preoccupante». Il Cavallino ha sciolto solo in serata il dubbio sull’utilizzo del Kers. Lo avranno entrambi i piloti. «Il nostro obiettivo - ha commentato Stefano Domenicali - è di portare a casa qualche punto. Dobbiamo essere realistici. Al momento - ha aggiunto - non possiamo aspirare a qualcosa di più». McLaren a sorpresa La McLaren ha paura delle reazione della Fia per le bugie dette in Australia. Così, con una

mossa a sorpresa, ha scritto una lettera alla Fia in cui, in vista del Consiglio mondiale dello sport motoristico in programma il 29, «chiede clemenza» per il suo comportamento. Secondo l’edizione online del quotidiano britannico Times, Martin Whitmarsh - team principal della scuderia anglo-britannica - ha scritto direttamente al presidente della Fia, Max Mosley, ammettendo che la sua squadra ha violato l’articolo 151c del Codice sportivo internazionale.

Moto Domani si corre il Gran premio del Giappone

ROMA - Questo pomeriggio si gioca la 37a giornata di serie B. Il Bari cerca un nuovo allungo, in attesa del Parma impegnato lunedì. Albinoleffe-Bari: Valeri di Roma; Brescia-Mantova: Tommasi di Bassano del Grappa; FrosinonePisa: Tagliavento di Terni; Grosseto-Vicenza: Tozzi di Ostia; Livorno-Modena: Ciampi di Roma; Piacenza-Empoli: Marelli di Como; Rimini-Avellino: Dondarini di Finale Emilia; Sassuolo-Ascoli: Peruzzo di Schio; Treviso-Triestina: Cavarretta di Trapani. Lunedì: Ancona-Cittadella (ore 19): Rocchi di Firenze; Parma-Salernitana (ore 21): De Marco di Chiavari.

Il 14enne ha gareggiato a Pechino L’Italia ci prova Valentino corre subito a tutto gas Tuffi Preso di mira dai bulli con l’armata russa Stoner lo tallona nelle prove libere Daley cambia scuola

C’è tanto azzurro anche in 250 e 125 Di Simoncelli e Iannone il miglior tempo

La Shiavone sfida la Kuznetsova

TARANTO - Le azzurre del tennis hanno incontrato quattro volte la corazzata russa in Fed Cup e hanno sempre perso. Ma stavolta il capitano, Corrado Barazzutti, crede ancora di più nella possibilità che tra oggi e domani, sul campo centrale dell’impianto Nova Yardinia a Castellaneta Marina dov’è previsto il tutto esaurito (4.000 posti), le sue ragazze facciano lo sgambetto alle avversarie e volino in finale della Coppa del mondo a squadre. Dopo il sorteggio degli incontri, ha fatto appello al «grande spirito di squadra» che le tenniste italiane hanno sempre mostrato in Fed Cup. Poi ha fatto capire di sperare nella vittoria. Saranno Flavia Pennetta, n. 1 italiana e n. 14 del ranking mondiale, e Anna Chakvetadze, n. 22 del mondo, ad aprire oggi alle 12 - sperando che la pioggia prenda altre strade - la sfida di semifinale tra Italia e Russia. A seguire Francesca Schiavone (n. 44 del ranking) affronterà Svetlana Kuznetsova (n. 9 delle classifiche). Domani si inizierà con il match tra le due numero uno, Pennetta e Kuznetsova: a seguire Schiavone- Chakvetadze; in chiusura il doppio Errani/Vinci contro Pavlyuchenkova/Petrova.

MOTEGI - Casey Stoner imprendibile per quasi tutta la prima sessione delle libere MotoGp a Motegi, fino alla stoccata di Valentino Rossi che nei secondi finali dà fondo al gas della sua Yamaha M1 e firma il miglior tempo (1’48’’545) staccando l’australiano di un soffio: 56 millesimi. Italiani protagonisti anche nelle classi minori, con Marco Simoncelli in 250 e Andrea Iannone in 125. Il circuito giapponese, quest’anno seconda prova del motomondiale, continua a strizzare l’occhio al campione in carica, che qui sei mesi fa aveva conquistato l’ottavo titolo iridato. Ma il pilota Ducati può essere soddisfatto per il lavoro svolto, dedicato più a trovare il miglior set up della sua Desmosedici che la velocità pura. Nei 45 minuti di test in luce anche Jorge Lorenzo, sulla seconda Fiat Yamaha, con un ritardo di 420 millesimi da Rossi. In una giornata segnata da temperature rigide (21 gradi, per la pole è prevista pioggia), ha ripreso tono la Suzuki, quarta con Chris Vermeulen e sesta con Loris Capi-

Il Gran Premio del Giappone Twin Ring Motegi - DOMANI Orari e TV 125 cc 10.45 250 cc 06.15 MotoGP 08.00 Diretta su Italia 1 ed Eurosport

Lunghezza del circuito 4.801 m

Vincitori 2008 125 cc

250 cc

MotoGP

Bradl

Simoncelli

Rossi

Inaugurato nel 1997

ANSA-CENTIMETRI

rossi. Tra i due si è inserito Colin Edwards (Yamaha Tech 3). Ottavo Melandri, grosso modo la posizione che aveva occupato nelle prove del Qatar. Attardati i piloti ufficiali Honda: settimo Andrea Dovizioso, 11/o Dani Pedrosa. Giornata difficile per la Ducati del team Pramac: Mika Kallio è caduto quando mancavano 22 minuti alla fine. «Ottimo inizio - commenta Rossi - siamo in

testa ed essere davanti è importante». In 250, rientro con il miglior tempo per Simoncelli e la Gilera, dopo il forfait del Qatar, dovuto ai postumi dell’intervento allo scafoide del polso destro. Bravo Iannone in 125: il 19enne di Vasto, vincitore in Qatar, guida un quintetto di Aprilia. Alle sue spalle lo spagnolo Julian Simon ed il tedesco Stefan Bradl.

LONDRA - Il giovane tuffatore britannico Tom Daley è perseguitato dai ’bulli’ della sua scuola, tanto da dover cambiare istituto. La celebrità ottenuta dal 14enne con il settimo posto a Pechino e il titolo di campione d’Europa conquistati nel 2008 ha fatto diventare Daley il bersaglio dell’invidia dei suoi compagni. «Ho cercato di ignorare gli scherni iniziati al mio ritorno da Pechino, ma la situazione è peggiorata» ha detto Daley.

Ciclismo La sentenza della Corte d’Appello

Doping al Tour de France Frigo condannato a 3 mesi GRENOBLE - Tre mesi di reclusione con la condizionale: è la condanna inflitta a Dario Frigo dalla Corte d’Appello di Chambery, in Francia. Il corridore originario di Saronno era stato arrestato nel luglio del 2005 per una vicenda di doping mentre partecipava al Tour. Stessa condanna anche per la moglie Susanna. L’11 luglio 2005, in pieno Tour, a bordo dell’auto della donna erano state trovate sostanze dopanti. Frigo aveva detto di essere «vittima del sistema» e aveva denunciato un «doping organizzato nella sua squadra», la Fassa Bortolo.


40 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

SPORT Al Granillo arriva la Vecchia Signora. L’attaccante scalpita: siamo pronti a un’altra impresa per salvarci

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Un gol alla Juventus per spezzare un digiuno che dura da quattro mesi. Franco Brienza scalpita: non segna dalla gara di andata col Cagliari del dicembre dell’anno scorso e, dopo averci provato e riprovato più volte, soprattutto nelle ultime giornate, spera di tornare a gioire contro la Juventus. Magari come l’anno scorso, quando insieme a Nick Amoruso, mise ko la Vecchia Signora al Granillo. «E’ stata un’emozione unica spiega l’attaccante -. E’un ricordo bellissimo. Chissà che domenica non facciamo un’altra impresa per continuare a credere nella salvezza». Per ottenere un risultato positivo, serve, secondo Brienza, intanto approcciare alla gara con la giusta mentalità: «La voglia di far bene c’è sempre, ad ogni partita. E’ che a volte si riesce a raggiungere l’obiettivo, a volte un po’ meno. A Bergamo - giusto per fare un esempio - abbiamo sofferto, ma dopo essere andati in vantaggio, siamo riusciti a difenderci, a ripartire e potevamo anche chiudere la partita. Qualche volta avremmo meritato di più, altre no, ed infatti abbiamo pagato ogni errore». Contro la Juve, Brienza è certo che ci sarà «la giusta motivazione: contro le grandi è facile trovarle. Questo non significa che sarà una gara facile ammette - perché domenica si presenterà al Granillo una squadra arrabbiata, che sta attraver-

Il sogno di Bienza... «Domani voglio segnare un gol alla Juventus»

Franco Brienza

sando un momento di difficoltà dal punto di vista dei risultati. L’unico obiettivo dei bianconeri è rimasto il secondo posto in classifica. E lo vorranno ottenere a tutti i costi. Quindi prepariamoci: la loro unica intenzione a Reggio è quella di conquistare l’intera posta in palio. Ma noi, al pari loro, dobbiamo assolutamente conquistare una vittoria perché è la sola possibilità per tirarsi fuori dal fondo della classifica. Con tutto il

rispetto, credo che siamo in grado di farlo. Contro i grandi campioni la Reggina ha sempre dato il meglio di sé. E succederà anche domenica». La Reggina è dunque pronta a dare battaglia per proseguire la risalita della classifica, iniziata domenica scorsa in casa dell’Atalanta. Per far ciò, Brienza confida sul calore del Granillo, che domenica ospiterà il pubblico delle grandi occasioni. In una settimana di prevendita, sono stati venduti, infatti, oltre dieci mila biglietti. «Speriamo che tutta questa gente ci darà una mano - conclude Brienza -. C’è bisogno del supporto di tutti. Solo così la salvezza non sarà più un’utopia». Notiziario. Ultimo allenamento prima della rifinitura, in cui Orlandi ha provato schemi e meccanismi per domani contro la Juve. Il tecnico ha recuperato Carmona, dopo una settimana di stop per smaltire una botta al ginocchio, Adejo e Vigiani. Tutti e tre dovrebbero far parte dell’undici titolare. In attacco il ballottaggio è tra Ceravolo e Corradi, con il primo favorito. Angela Latella

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

ENTUSIASMO E RISCHI n città, da alcuni giorni, si respira un’aria diversa. Attorno alla Reggina si è ridestato un pizzico di entusiasmo, accompagnato dalla speranza che anche questa volta la squadra amaranto ce la possa fare. Impresa invero difficile, ma non da escludere a priori. La gara con la Juventus, a dispetto del blasone e della potenzialità dell’avversaria, giunge nel momento giusto. Perché è vero che i bianconeri dovranno cercare un pronto riscatto dopo le ultime clamorose battute a vuoto; ma è anche evidente che un’eventuale (quanto auspicabile) impresa metterebbe le ali alla squadra di Nevio Orlandi. Siamo nel momento clou della stagione. E’ vero, le occasioni sprecate sono state tante, troppe, in molti casi ingiustificabili. Ma le chance residue esistono, eccome, e vanno sfruttate. Le prossime due partite saranno decisive. Nei prossimi 180 minuti Cozza e compagni potrebbero muovere un passo fondamentale verso la salvezza. La città lo ha capito. Ed è per questo - oltre che, naturalmente, per la presenza della Vecchia Signora - che domani pomeriggio, al “Granillo”, ci sarà il pub-

I

blico delle grandi occasioni. Sarebbe davvero bello se il pubblico di Reggio riuscisse a rendere un’immagine positiva in questo momento. In altri termini, è necessario compiere adesso il cambio di passo che serve per non rimanere alle spalle degli altri nella volata finale. Dall’ambiente della Juventus, dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, si è cercato di lanciare dei messaggi distensivi. La società si è affrettata a confermare la fiducia di Claudio Ranieri, ma è sembrato più un annuncio legato alle contingenze, che non la conferma di un progetto a lunga scadenza. In realtà l’esperienza del tecnico sulla panchina bianconera sembra ormai entrata nella sua fase conclusiva. Se la dirigenza torinese si è espressa in quei termini, lo ha fatto evidentemente per stemperare il nervosismo. La Juve è dunque fragile, fragilissima. Ecco perché la Reggina, domani pomeriggio, non dovrà commettere lo sbaglio di scendere in campo con un atteggiamento remissivo: al punto in cui siamo arrivati, un errore così grave potrebbe rivelarsi fatale.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 41

SPORT 2ª D I V I S I O N E

LA DOPPIA INTERVISTA Alessandro Armenise e Antonio Montella parlano della sfida di domani a Barletta

«Abbiamo l’obbligo di vincere» CATANZARO

CATANZARO — Alessandro Armenise ed Antonio Montella: due giocatori ai quali, i rispettivi rientri in formazione sono purtroppo coincisi con il momento non certo propizio per la compagine giallorossa, che, nelle ultime cinque giornate di campionato, ha dovuto bere il calice amaro, conseguente delle quattro battute di arresto subite. «Non scopriamo l’acqua calda – ha esordito il difensore Armenise – se diciamo che stiamo attraversando un periodo nero, pur considerando che, a parte la non brillante prestazione di domenica scorsa a Gela, nelle gare precedenti con Val di Sangro e Melfi, le relative sconfitte sono entrambe figlie di alcuni fatti episodici. Diciamo di un periodo che non gira affatto bene, ma dal quale contiamo di venirne a galla sin dall’impegno di domani sul campo del Barletta». Come spieghi questa metamorfosi del Catanzaro, che fino a qualche tempo fa lottava addirittura per il primo posto. «Nel corso di un campionato penso che tutte le squadre accusino un calo fisiologico, in particolare per quanto concerne il Catanzaro, impegnato, settimana dopo settimana, nel cercare di allungare sempre di più la propria imbattibilità. Ho parlato soltanto di calo fisiolo-

“Il nostro obiettivo è quello di arrivare ai play-off in ottima condizione, sia fisica, che psichica”

Alessandro Armenise

gico, non certamente di situazioni di natura tecnica, ricordando, invece, che la squadra ha sempre reagito bene a tutte le avversità. Auguriamoci, allora, che lo faccia anche in questa circostanza». Domani a Barletta una tappa fondamentale in vista della disputa dei play-off. «Siamo consapevoli dell’importanza della gara ed in tal senso, nel corso della settimana, abbiamo preparato al meglio questo match. Il nostro obiettivo è quello di arrivare ai play-off in ottima condizione, sia fisica, che psichica. Aggiungo a tal proposito, che, almeno per quel che mi riguarda, non

faccio distinzione tra secondo, terzo, quarto o quinto posto, alla luce che considero proprio i play-off un torneo a parte, con l’obbligo sempre di vincere, indipendentemente dalla posizione occupata dalla squadra al termine della regular season. Tra l’altro l’esperienza ci insegna che non sempre le squadre classificatisi alle spalle della prima della classe, hanno poi raggiunto la categoria superiore. Ecco perché le quattro gare che ci separano dal termine del campionato dovranno servire per ritrovare lo spirito giusto e la voglia di riprendere a vincere. Non dimentichiamo che proprio con il Catanzaro ho un altro anno di contratto, per cui desidererei tanto, la prossima stagione agonistica, essere ai nastri di partenza del torneo di Prima Divisione». Per Antonio Montella i guai non sono finiti. Certamente non da un punto di vista fisico, considerato che “l’aeroplanino” giallorosso ha lasciato alle spalle gli infortuni dell’ultimo periodo, dimostrando di potere offrire il suo apporto alla squadra. Parliamo di guai legati al periodo nero della formazione catanzarese, che non riesce più, né a vincere, né a convincere. «Perdere non fa mai bene – ha sottolineato l’attaccante -, ma quello che è importante è non cadere in depressione, nel sen-

Antonio Montella

so di non abbattersi, anche perché proprio da queste tre sconfitte consecutive, il Catanzaro dovrà ritrovare tutta la rabbia agonistica per reagire e rimettersi in carreggiata in vista di questo rush finale e dei successivi play-off». Un rientro in squadra non certo ottimale dal punto di vista del risultato finale della squadra. «Quella di domenica scorsa è stata una gara del tutto particolare, perché compromessa da un inizio sbagliato, con due reti subite e quindi con un incontro subito in salita. Nella ripresa, poi, l’espulsione di Ciano ha completato il quadro, anche se

c’è da osservare che, sul tre a zero, non ci siamo risparmiati, riuscendo a dimezzare il risultato e sfiorando anche, in diverse occasioni, altre segnature. Comunque la sconfitta in Sicilia è nel dimenticatoio, per cui ce la metteremo tutta, domani a Barletta, per centrare l’obiettivo dei tre punti. Il Catanzaro deve ritornare ad essere una delle protagoniste del campionato, dopo esserlo stato per un lungo periodo dello stesso». Un ritorno di Montella al gol di vitale importanza per le sorti della formazione giallorossa in questo finale di campionato. «Il gol per un attaccante è il massimo. In questo momento, però, è più utile che la squadra faccia risultato, indipendentemente da chi va a segno. Remiamo tutti sulla stessa barca e ci teniamo a condurla in porto in maniera ottimale. E’ chiaro che fremo dalla voglia di sentire l’ebbrezza del gol, fermo a quota sei, dopo le doppiette realizzate a Vibo Valentia ed a Melfi e le due reti messe a segno contro Cassino e Val di Sangro in casa. Intendo contribuire ai successi del Catanzaro, certo del salto di categoria dello stesso, magari grazie anche a qualche gol di Antonio Montella. Sarebbe davvero come toccare il cielo con un dito». Mario Mirabello


42 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Domenica al San Vito di scena la squadra laziale di mister Patania. I rossobblù si sono allenati al “Lorenzon” di Rende

Cosenza, aspettando il Cassino COSENZA

Rientra Polani. Ballottaggio per due maglie tra Danti, Occhiuzzi e Catania

COSENZA — Ci tiene il Cassino a fare

Un sesto posto a due punti da un Andria Bat che pare essere in una fase calante della sua stagione. Il Cassino viene però da una lunga seria di pareggi (quattro) che non stanno facendo certo bene alle sue ambizioni di play off: ultima vittoria per i ragazzi di Patania ormai datata quindici marzo contro l’Aversa Normanna. Una buona intelaiatura quella della squadra del presidente Murolo che vanta nomi di assoluto valore fra le sue fila. Su tutti spunta Manuele Guzzo, vecchia conoscenza dei lupi in serie B quando si disimpegno egregiamente nelle stagioni 1999/2000 e 2001/2002 collezionando 49 presenza ed una rete realizzata nella vittoria per due a uno contro il Monza: era il 12 settembre del 1999. Tornando in casa rossoblù, per Toscano ci sono pochi dubbi per la formazione che scenderà in campo domenica: dovrebbe essere confermata in toto la formazione che ha ben figurato contro il Monopoli, fatta eccezione per il rientro dei Polani in formazione dopo la squalifica, e per il ballottaggio

per due maglie fra tre uomini: Danti, Occhiuzzi e Catania. Probabile che sia il ragazzo di San Giovanni in Fiore ad accomodarsi in panchina considerato il rientro dall’infortunio e le sue condizioni non ancora ottimali. Intanto arrivano buone notizie riguardo alla prevendita: pare che finalmente i tifosi del Cosenza si siano stufati di fare interminabili file ai botteghini pochi minuti prima dell’inizio della partita. I numeri parlano ad oggi di circa quattromila tagliandi staccati. Arbitro: Sarà Ciro Carbone della sezione di Napoli a dirigere l’incontro tra Cosenza e Cassino, e sarà coadiuvato da Francesco Cannistrà di Messina e Gaetano Messina di Catania. Diritti tv per Catanzaro–Cosenza in vendita: sono stati messi in vendita i diritti televisivi per la gara fra Catanzaro e Cosenza. La base d’asta è fissata per 5000 euro oltre Iva. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12:00 di lunedì 27 aprile.

Il presidente della Vibonese lancia strali contro l’ostilità dell’ambiente nei suoi confronti

cia nel tecnico e nei giocatori è intatta e nemmeno le assenze, provocate da squalifica, preoccupano: «Bastiera e Kulenthiran sono due giovani di grande talento ed hanno già dato prova delle loro qualità conquistandosi la fiducia della squadra e della società». Da Atessa, dalla trasferta contro Val di Sangro, sono giunti segnali interessanti: anche il giovane attaccante Faycal Oudira ha mostrato segnali incoraggianti per il gioco espresso e questo carica di fiducia l’ambiente. Dal canto suo, Angelo Galfano continua a lavorare alacremente con tutti gli effettivi, anche se il suo impegno maggiore è concentrato sul totale recupero di Vincent Taua. Se si dovesse riuscisse nell’obiettivo, non è detto che il tecnico rossoblù non opti per un soluzione che veda in campo entrambi gli attaccanti a sua disposizione: l’eclettico ed esperto Taua, al fianco del giovane Oudira. Questa è una delle ipotesi ora al vaglio nell’immaginare la formazione migliore da schierare contro il Pescina con il dichiarato intento di giocare per la vittoria.

bella figura in Calabria. Ci tiene la squadra, ci tiene la società ma soprattutto ci tiene il suo mister Patania. L’allenatore siciliano, ma cosentino d’adozione, ha tutto l’interesse a che la sua squadra faccia bene al San Vito (si parla di un’affluenza di circa diecimila spettatori per la gara di domenica). La squadra laziale, come comunicato dal team manager Pescosolido, è partita alla volta di Rende, sede del ritiro, già nella mattinata di ieri, venerdì 24 aprile. Entrambi gli ultimi allenamenti della settimana verranno sostenuti quindi in terra calabrese. Questi i convocati per sfida contro il Cosenza: portieri Afeltra e Mennella. Difensori: Bianchi, Di Nunzio, Guzzo, Martinelli, Mucciarelli, Pepe; centrocampisti: Casoli, Gemmiti, Giannone, Giannusa, Kone, Molinaro, Vianello; attaccanti: Bardeggia, Leccese, Mezgour, Morello. La squadra azzurra scende in Calabria forte di una struttura che gli sta regalando soddisfazioni per la stagione che si sta volgendo al termine.

2ª D I V I S I O N E

VIBONESE

Nella foto Emanuele Catania in ballottaggio con Danti e Occhiuzzi per una maglia da titolare.

Lo sfogo di Gurzillo: «Perché tanto astio?»

VIBO VALENTIA — Quello che il pre-

e la classifica ne sta risentendo inevitabilmente, ma la squadra c’è. avete visto che partita ad Atessa? Se c’è una squadra che meritava di vincere, questa era la Vibonese… e per stessa ammissione degli avversari! Abbiamo confezionato alcune occasioni eccezionali e la palla non è andata in gol solo per le prodezze del loro portiere. Almeno in due occasioni, ma soprattutto uno era stata splendida, abbiamo avuto la possibilità di chiudere la partita, ma la fortuna non ci ha aiutato. Contro il Pescina – si dice sicuro il presidente – ci sono tutte le condizioni per ritornare alla vittoria». D’altronde, che Gurzillo creda nella salvezza della sua Vibonese è cosa va ripetendo da tempo. La fidu-

sidente della Vibonese Santino Gurzillo non riesce a mandare giù e tutta l’ostilità che si sta concentrando nei suoi confronti. «Perché? – si chiede – perché tanto astio? Continua a creare gruppi, di tutti i tipi, contro di me… eppure sotto la mia presidenza siamo riusciti nella storica impresa di portare per la prima volta tra i professionisti la Vibonese!». E’ un cruccio per il quale non riesce a darsi una spiegazione logica. Un cruccio che lo sconforta. Ma questo, solo questo annebbia l’umore del presidente della Vibonese. Per il resto no, non c’è da preoccuparsi. «E’ un momento in cui le cose girano storte – ragiona –

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Sembra un eso-

do. Parafrasando il titolo di un noto film, a Lamezia va in scena “Fuga dalla Vigor”. Nonostante le smentite della società, molti calciatori hanno rescisso (o sono stati allontanati dalla dirigenza? ) i loro contratti. Precisamente nove: Amita, Ciotti, Cacciaglia, Carraro, Marinelli, Riccobono, Falco, Pascuccio e Ciminari (questi ultimi peraltro infortunati), non fanno parte più della squadra biancoverde. Incerta la posizione di Ragatzu. Ergo, alla corte di mister Barone, sono rimasti i “senatori” Manca, Sergi, Di Donato, Filippi e Panìco. Pertanto, la Vigor Lamezia che si presenterà domani al cospetto dell’Aversa Normanna, sarà “imbotti-

Carmelo Grandinetti

Maurizio Bonanno

Alcuni dei calciatori più rappresentativi non fanno più parte della compagine biancoverde...

“Fuga dalla Vigor” In nove rescindono e lasciano la squadra ta” di giovani. Penultimo appuntamento, dunque, tra le mura amiche contro la squadra campana. Ieri, una sola seduta d’allenamento per la squadra allo stadio “Carlei”. Dopo il test di giovedì, Barone e Strangio, dovrebbero schierare, l’undici visto in campo in occasione dell’infrasettimanale. Ovvero, Panìco tra i pali. Linea difensiva formata da Cascone e Di Donato centrali. A destra Caruso e a sinistra, Venere. Centrocampo con

Rondinelli, Lopetrone, Clasadonte e Sanso. Attacco formato dalla coppia, Manca-Sergi. In quest’ultimo reparto, come già evidenziato ieri, la sorpresa piacevole è rappresentata dal ritorno fin dal primo minuto di Massimo Manca, lontano dai campi di calcio da circa cinque mesi dopo il grave infortunio subito all’andata, nel corso della gara casalinga dello scorso novembre contro il Noicattaro. Manca, già domenica scorsa, co-

Il fantasista Vincenzo Riccobono uno dei punti fermi della Vigor. Anche lui ha lasciato la squadra...

me si ricorderà, ha disputato uno scampolo di gara nel match con l’Igea Virtus e domani cercherà di dare il suo contributo alla causa biancoverde. L’incontro di domani al “D’Ippoli-

to”, sarà diretto dal signor, Massimiliano Irrati di Pistoia che sarà coadiuvato da Salvatore Fazio e Claudio Salvato di Messina. r. s.


APPUNTAMENTI il Domani

Sabato 25 Aprile 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

LAMEZIA TERME Importante appuntamento lunedì 27, a partire alle 10.30, all’Agroalimentare. Molti i temi al centro dell’attenzione

Agricoltura, la Regione fa il punto a Lamezia Relazione introduttiva dell’assessore Mario Pirillo. Concluderà i lavori il presidente Loiero LAMEZIA TERME — Importante appuntamento per l’economia calabrese e, in particolare, per il settore agroalimentare che rappresenta una delle leve fondamentali per il tanto atteso sviluppo della Calabria. Lunedì 27 aprile, presso il Centro Agroalimentare di Lamezia Terme, a partire dalle ore 10.30, si terrà un convegno organizzato dall’Assessorato regionale all’Agricoltura, Foreste, Forestazione, Caccia e Pesca. Tema del significativo incontro: “Distretti rurali ed agroalimentari, Raccolta funghi e tartufi, Attività agrituristiche, Pescaturismo e ittiturismo. Nuove opportunità per l’economia calabrese”. I lavori sa-

Si parlerà anche di agriturismo quale fonte primaria di sviluppo REGGIO CALABRIA — Oggi alle

ore 17,00 presso la saletta convegni della Chiesa di San Giorgio sul Corso di Reggio Calabria, il Circolo Culturale "L'Agorà" organizza la settima edizione de "Una giornata per De Andrè. Popoli e Culture nel Mediterraneo". La manifestazione, vista la sua importanza culturale e sociale, ha ricevuto il patrocinio della Fondazione "Fabrizio De Andrè", dell'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria, del Ministero della Giustizia, Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, Provveditorato Regionale Calabria e del Ministero Istruzione Università Ricerca Ufficio Scolastico Regionale Calabria. All'incontro, in qualità di relatore parteciperà Luigi Viva, socio fondatore della Fondazione Fabrizio De André, critico musicale e biografo. La sua esperienza giornalistica iniziò nel 1974 come conduttore in una delle prime radio private romane. Nel 1989 uscì Pat Metheny - la biografia, lo stile, gli strumenti (Franco Muzzio Editore), volume tradotto in Francia da Filipacchi per la prestigiosa collana di Jazz Magazine e successivamente riproposto nella nuova edizione Pat Metheny- Una chitarra oltre il cielo (Editori Riuniti, 2003). Nel 2000 venne pubblicato “Non per un Dio ma nemmeno per gioco-Vita di Fabrizio De André” (Feltrinelli), giunto alla sedicesima edizione e con il quale è arrivato al terzo posto nella classifica dei tascabili più venduti in Italia. Luigi Viva è autore dello spettacolo teatrale “Il Viaggio di Fabrizio De Andrè”, scritto con Pino Petruzzelli, messo in scena al Teatro Stabile di Genova nella stagione 2004-2005 in occasio-

ranno introdotti dall’on. Piero Amato, Presidente della Seconda Commissione del Consiglio Regionale. Relazionerà l’on. Mario Pirillo, Assessore regionale all’Agricoltura. Concluderà i lavori l’on. Agazio Loiero, Presidente della Giunta regionale. Interverranno i rappresentanti regionali della Cia, di Coldiretti, della Confagricoltura, di Copagri, nonché i presidenti regionali di Agcipesca, Federcoopesca, Federpesca, Legapesca, Uncipesca. Una occasione di primo piano, pertanto, per sviscerare le diverse tematiche legate all’ampio comparto agroalimentare che sia a livello nazionale sia a livello meridionale e calabrese sta confermando di essere in ottima salute e di poter ambire a ulteriori qualificanti momenti di crescita. Ce lo dicono le stesse statistiche economiche che si riferiscono alla crisi che ha colpito l’intero pianeta, partendo dagli scandali finanziari statunitensi. Mentre molti settori, infatti, come ad esempio l’industria dell’automobile, hanno subito pesantemente i contraccolpi della crisi, l’agroalimentare italiano ha

confermato performance di rilievo. Cresce, infatti, l’attenzione per l’agroalimentare “made in Italiy”, che è sinonimo di bontà di eccellenza, di sapori, ma anche di sana alimentazione in quanto espressione diretta della tanto decantata dieta mediterranea. In questo contesto la Calabria si sta giocando carte importanti e la Regione ha pensato, pertanto, di fare il punto della situazione in questo convegno che si svolgerà lunedì prossimo a Lamezia Terme. Uno dei temi che verranno approfonditi sarà quello dell’agriturismo, anche in relazione alla recente proposta di legge approvata dalla competente Commissione con-

Introdurrà i lavori il presidente della Seconda Commissione Piero Amato

siliare regionale. L’intero mondo dell’agroalimentare, proprio a partire dalla risorsa agriturismo, è assolutamente congeniale in Calabria per attrarre flussi turistici qualificati. Si pensi agli amanti del vino e delle vigne, ai cultori dell’olio extravergine di oliva, agli appassionati di culinaria e di gastronomia, che proprio nella nostra stupenda regione possono trovare occasione preziosa per scoprire realtà uniche, esaltanti e figlie di culture antichissime. Gli agriturismi (in Calabria sono diverse centinaia) costituiscono in questo contesto un punto di riferimento fondamentale in quanto riescono a tenere assieme l’affascinante mondo dell’agricoltura, e quindi dei prodotti tipici e dell’enogastronomia di qualità, con la generosa ospitalità della gente del Sud calata in contesti naturalistici meravigliosi. Se a questo aggiungiamo l’enorme patrimonio storico, artistico, paesaggistico e culturale di cui dispone la Calabria, la ricetta dello sviluppo economico sano ed ecosostenibile è pronta. Rita Macrì

REGGIO CALABRIA L’iniziativa, promossa dal Circolo Culturale “L’Agorà”, si svolgerà oggi

Una giornata dedicata a Fabrizio De Andrè Oggi pomeriggio saranno presenti nella chiesa di San Giorgio a Reggio Calabria i critici musicali Luigi Viva e Guido Harari

Fabrizio De Andrè

ne di Genova 2004 Capitale Europea della Cultura. A lui si deve l’ideazione e la direzione del “Progetto Conservatori” che prevede la realizzazione delle partiture integrali di tutta l’opera di Fabrizio De André (in collaborazione con i Conservatori di Mantova, Genova, Firenze, Parma, Bologna e Verona). Tra le sue collaborazioni giornalistiche: Paese Sera, Ciao 2001, Il Tempo, Jazz Magazine, Jam. Altro illustre ospite della giornata di sabato sarà Guido Harari, fotografo, biografo e critico musicale italiano. Tra i più noti ritrattisti italiani, è attivo soprattutto in ambito musicale: tra gli artisti ai quali ha effettuato reportage fotografici o prodotto copertine di album figurano personaggi di rilevanza nazionale e internazionale, tra i quali Bob Dylan, Paul McCartney, Kate Bush, Lou Red, Frank

Zappa, Simple Minds, David Sylvain, Joni Mitchell, B.B. King, Gianna Nannini, e, non per ordine d'importanza Fabrizio De André. Guido Harari avvia la duplice professione di fotografo e critico musicale, contribuendo a porre le basi di un lavoro specialistico freelance sino ad allora senza precedenti in Italia. Ricordiamo le prime corrispondenze per la rivista Giovani e una rubrica di recensioni sul mensile Discoteca Alta Fedeltà. Segue in tournée Emerson, Lake & Palmer, Genesis, John Mayall, Alexis Korner, Santana, Frank Zappa, Area, Pfm, Banco. I suoi lavori sono apparsi sia su testate italiane che estere, tra cui Time, The Sunday Times, Sportweek, Specchio, Stern. Tra le sue opere bibliografiche: Fabrizio De André. Una goccia di splendore, Rizzoli, 2007.

A Rossano

“Corri e cammina” per pace e solidarietà ROSSANO — Il Comune di Ros-

sano, Assessorato allo Sport, ha organizzato la 24° Edizione della “Corri e Cammina” per la Pace e la Solidarietà … per ricordare la Festa della Liberazione. L’appuntamento è per oggi, con partenza alle ore 9:30 da piazza B. Le Fosse. Il percorso della gara, che ha anche una Fase competitiva riservata alle Associazioni Sportive Fidal 2007 e agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal Coni, toccherà viale de Rosis, piazza L. Da Vinci, via E. Fermi, viale Margherita, Torre Pisani, S.S. 177, via S. Nilo, corso Garibaldi, piazza Matteotti e piazza Steri. Alla gara parteciperà Maurizio Leone, ex campione del mondo di Cross e campione d’Italia dei 10.000 metri e sarà presente Vincenzo Felicetti, campione del Mondo e d’Europa dei 400 e dei 200 metri. Per i partecipanti che abitano nel centro storico è stato allestito un servizio navetta con gli scuolabus, con partenza alle ore 8:00 dal piazzale Traforo, per raggiungere il punto della partenza. Dopo la maratona, alle ore 13:00, lo stesso servizio è stato assicurato per portare i partecipanti allo scalo. In caso di pioggia la manifestazione si svolgerà il 1° Maggio. «Si tratta della tradizionale maratona del 25 aprile – hanno dichiarato il Sindaco Filareto e l’Assessore allo Sport Graziano- che vuole ricordare i valori della Liberazione e della Resistenza ai giovani e contemporaneamente vuole favorire la sana competizione sportiva».


44 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

SPECIALE VINITALY - SOL /5 La terra del Re Italo a testa alta a Verona: un’altra puntata del nostro speciale per riflettere sullo sviluppo e sui ruoli di ciascuno

Brindiamo a chi sta “dalla parte del vino” Anche oggi cinque esperienze dal Vinitaly per sapere cosa pensano i protagonisti della Calabria produttiva VERONA — I quarantatrè anni ben portati di Vinitaly, che ha accolto le nostre aziende impegnate nel mondo della produzione vitivinicola e dell’olivicoltura di qualità, hanno messo in luce un aspetto originale: l’ambivalenza del vitivinicultore. Questa figura, piena di fascino, di saperi antichi, di senso della terra, è rappresentata da colui che si lascia affascinare dalle suggestioni del bicchiere, ma, allo stesso tempo, deve mantenere la lucidità, a parte la facile battuta, tipica dell’imprenditore. Ragione e passione convivono nell’ “uomo di vino”, o donna che sia, in maniera perfettamente armonica. Anche per gli uomini e le donne che stanno dietro alle aziende sparse sul nostro territorio, ovviamente, vale la stessa riflessione. Forse anche con qualche elemento di valore in più. Se è vero che la crisi economica è globale e ha investito un po’ tutti, le condizioni di partenza non sono altrettanto livellate: difficoltà strutturali dei territori di provenienza, ritardi, stili di vita collettivi che non sempre

«Ho iniziato la splendida avventura del vino nel 1999, nel Marchesato Crotonese, nella Tenuta Agricola Cappa, insieme a Nicola Cappa. Da allora non abbiamo mai abbandonato il nostro obiettivo: produrre vini di qualità, che parlino di territorio, senza trascurare le nuove tecnologie» Vinitaly 2009: Cantina Val Di Neto

siete nostri abituali lettori, il senso di orgoglio e di appartenenza che spesso sfuma dietro ad altre meno piacevoli e meno rappresentative notizie.

colonne, il direttore del Domani, Massimo Tigani Sava, ha descritto come “gente che merita di stare in Europa” alla pari di altre blasonate realtà pre- e transalpine; è anche vero che per sostenere quanti stanno dalla parte giusta è necessario, in prima persona, impegnarsi in azioni concrete. Per esempio scegliendo, nell’ottica di un sano e ponderato federalismo alimentare, di prediligere vini, o prodotti nostrani agroalimentari di altro tipo, quando si va a fare la spesa. Mettere il territorio nel sacchetto o nel carrello non è poi una scelta così sconta-

In questo senso l’impegno nel campo della comunicazione e dell’informazione, capaci di contribuire alla diffusione di una maggiore consapevolezza sociale, è di fondamentale importanza. Ma ognuno deve fare il proprio, per costruire il “sistema”, che è fatto di tasselli. Un ultimo esempio per spiegare meglio il ruolo del singolo: al negativo l’importanza della consapevolezza del ruolo del consumatore viene definita “boicottaggio”, quando cioè si vuole penalizzare un’azienda per una qualunque ragione si evita di acquistare le sue produzioni e la

«Vinitaly è passione! Esserci ha un senso preciso: dare un volto al nostro vino. La lunga esperienza della nostra famiglia ci insegna che si compra da chi “piace”, si compra “una faccia”, che vuol dire affidabilità, serietà, credibilità. Il territorio? Bene, se impara a fare sistema e si aggrega su standard di qualità comuni»

Francesco Carvelli Ma così come è vero che certe notizie poco rappresentano la gran parte di popolazione calabrese che “vive nel mondo”, e che ieri, proprio su queste

Nicodemo Librandi

Vinitaly 2009: Cantine Librandi

ta. E non deve sembrare neanche superfluo dedicare le colonne di un giornale a diffusione regionale ad una simile battaglia. Magari lo fosse: significherebbe per tutti maggiore benessere già acquisito. «Privilegiare

Caratteristico panorama calabrese della costa jonica all’altezza del Marchesato crotonese

«La presenza a Verona è importante per la Calabria, ci qualifica, ci aiuta nella promozione della nostra immagine. Parlare dei miei vigneti, distesi fra le colline e le pianure di Cirò, significa parlare della mia terra, oltre che dei miei vini. Loro sono i nostri ambasciatori nel mondo.» Vinitaly 2009: Cantine Vulcano

premiano alla grande investimenti in cultura e tempo libero, non bastano a cancellare nei nostri imprenditori il sogno di uno stile di vita ispirato al vino e l’ambizione di costruire attorno ad esso l’impresa della loro vita. Magia del bicchiere? Non solo. Fanno la voce grossa determinazione, caparbietà e desiderio di confrontarsi alla pari con altri territori, ai quali nulla si invidia da un punto di vista potenziale. Al salone di Verona è emerso questo impegno incondizionato e questa volontà ferrea che vi stiamo raccontando nel corso dei nostri dieci speciali, anche nella speranza di lasciare, in voi che

Antonio Vulcano

«La nostra azienda, di radicate tradizioni enoiche, guarda allo Stretto di Messina, e gode della luce e delle correnti di quel meravigioso tratto di mare chiamato Costa Viola. E’ lì che vegeta il Moscato ’Alessandria, Zibibbo locale, di antiche origini» Vincenzo Tramontana

Vinitaly 2009: Casa Vinicola Criserà

«Da Crimissa, oggi Cirò, viene la più antica bevanda alcolica esistente al mondo: una nota non indifferente per la promozione della nostra immagine a livello internazionale. Ma dobbiamo imparare a proteggerla meglio, per esempio attraverso i Consorzi di tutela» Vinitaly ‘09: Casa Vinicola Lucà

si induce a cambiare un dato atteggiamento. Cambiando quello che deve essere cambiato, ne viene fuori che se volessimo dimostrare la nostra volontà di promuovere lo sviluppo locale, dovremmo

Pasquale Lucà

i prodotti nostrani al bar, al ristorante, al supermercato e nei piccoli negozi di generi alimentari - ha spiegato in diverse occasioni Tigani Sava - significa fare una scelta intelligente, che premia le nostre aziende, promuove il territorio, contribuisce a mantenere tradizioni antichissime. Insomma è giusto, fa bene, è bello!». Perchè non farlo? Una possibile risposta potrebbe stare, molto semplicemente, nella mancanza di consapevolezza che si nasconde dietro ad alcune delle nostre azioni. Ad esempio quella, solo apparentemente banale, di spendere i nostri soldi, appunto.

cominciare ad associare a questo desiderio o proposito, azioni concrete, ciascuno per il livello e il ruolo che rappresenta, consapevoli di contribuire a costruire in tal modo un “sistema”. Gli esempi del mondo del vino e dell’olio, che vi stiamo raccontando più da vicino in questi giorni, rappresentano quanti, anche in settori diversi, nel proprio piccolo, stanno cercando di fare la loro parte. Giunti alla quinta puntata, dunque, del nostro speciale, brindiamo a chi vuole stare “dalla parte del vino”. Rosalba Paletta

(continua)


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La seconda edizione della “Gran Festa del pane” a partire dal 30 aprile in programma ad Altomonte

“Mediterraneo in arte” a Borgia IL CARTELLONE

“La Calabria che non c’è”, presentazione del libro ad Aprigliano

ALTOMONTE (Cs) - Gran Festa del Pane Ritorna, con la sua terza edizione, la Gran Festa del Pane. E con l’occasione verranno riportate alla memoria le usanze, l’operosità, le tradizioni delle varie culture Regionali, Nazionali ed Internazionali, con l’imprescindibile tutela del territorio come culla antropologica. Altomonte, assieme a tutti gli organizzatori, renderà omaggio anche ad uno dei prodotti simbolo della nostra agricoltura: il grano; con una mostra di trattori e mietitrebbia d’epoca, di un territorio fortemente vocato all'agricoltura e alla cultura del pane tradizionale, si darà così continuità alle memorie locali, con tutto il suo valore simbolico. La presenza della “Città del Pane”, Associazione di cui Altomonte fa parte, porterà nel borgo gli esponenti di spicco della panificazione di tante altre città italiane, che si identificano nell'Arte Bianca. Tutti gli ospiti daranno ampia dimostrazione, a vario titolo, della loro attitudine di specialisti panificatori e faranno da contorno con le specialità proposte dalle eccellenze artigiane della Regione Calabria. In tutto ciò, non mancherà di esaltare anche i pregi del pane sotto il profilo gastronomico. Un’assoluta novità, rispetto alle passate edizioni, è senza dubbio la presenza di Israele e della Palestina, che porteranno con loro non solo il pane e le donne di varie etnie, che insieme lo impasteranno, ma saranno anche i portavoce di un progetto, nato in medio oriente chiamato "Bread for Peace". Fiore all’occhiello di questa edizione saranno gli spettacoli multietnici che animeranno le serate: la "Fondazione Beresheet la Shalom", presenterà il progetto dando un tocco di unicità e proponendo il pane come simbolo di pace, fratellanza e di unione tra i popoli. In occasione di questa terza edizione, saranno ospitati alcuni paesi aderenti all’Associazione Nazionale Città Sloow, guidate da Abbiategrasso. Programma: Gran festa del pane II edizione: 30 aprile - 3 maggio. Programma: giovedì 30 aprile, ore 10.00, Cosenza, presso giardini della Villa Vecchia, apertura della manifestazione e distribuzione del "Pane della pace" ai bambini delle scuole elementari e medie della regione, unitamente all'attestato di partecipazione; esibizione di giovani artisti di diverse etnie, con canti e danze inneggianti alla pace; degustazione di "Pane e...", per educare i bambini ad una sana, variegata e corretta alimentazione; ore 16.00, Altomonte, centro storico, presso Palazzo Battaglia, inaugurazione del museo dell'alimentazione, dedicato al pane e agli studi della panificazione, realizzato dall'amministrazione Coppola; presentazione del volume "Briciole di pane", di Walter e Giuseppe Cricrì; ore 17.00, presso il convento Domenicano, salone Razetti, gemellaggio tra il Pane della Pace ed il vino della pace, alla presenza di Luigi Soini, produttore di vinipregiati in Friuli ed ideatore del vino della pace; ore 18.00, presso il convento Domenicano, salone Razetti, presentazione del poster dei pani di Calabria; ore 19.00, presso il convento Domenicano, salone Razetti, in collaborazione con il Gal Valle Crati, la Fao, il Comune di Altomonte stringe il Patto d'Amicizia con la cittadina peruviana di Oropesa; venerdì 1 maggio, ore 9.30, presso la nuova piazza di San Francesco, visita all'esposizione dei trattori d'epoca: si potrà assistere ad una trebbiatura del grano con l'utilizzo di una trebbia dei tempi passati; ore 10.00, centro storico, visita guidata ai "Forni della pace": le donne israeliane, arabe, druse e cristiane produrranno insieme i loro

speciali pani della pace; a seguire continua la visita ai vari forni accesi, agli stand gastronomici allestiti per l'occasione, alle mostre e alle esposizioni; i produttori del Parco del Pollino e del parco della Sila, le città aderenti all'associazione nazionale "Città Slow", esporranno e faranno assaggiare le loro specialità e i prodotti d'eccellenza; visitando la manifestazione si incontreranno per i vicoli e le piazzette del Borgo piccoli artigiani; la festa continua ascoltando musiche etniche e spettacoli folkloristici, il tutto accompagnato da gustosi assaggi gastronomici; sabato 2 maggio, ore 10.00, presso palazzo Battaglia, "Museo dell'alimentazione", in collaborazione con poste Italiane, dipartimento di Filatelia, gli appassionati filatelici potranno acquistare le cartoline dei Pani di Calabria, con annullo postale che ricorda il giorno del "Pane della Pace"; ore 16.00, presso sala Razetti, convegno a tema: "Il Pane: un cammino tra i popoli alla ricerca della Pace", interverranno illustri personaggi del mondo della chiesa, esponenti del mondo della cultura e della politica; ore 20.30, presso anfiteatro (ingresso gratuito), in collaborazione con gli organizzatori della XXII edizione del Festival teatro scuola, l'associazione Beresheet La Shalom presenterà uno spettacolo di straordinaria importanza ed attualità: "Beresheet il principio" con la regia della coreografa Angelica Edna Calò Livne; domenica 3 maggio, ore 10.00, presso palazzo Battaglia, "Museo dell'alimentazione", secondo giorno di annullo postale in collaborazione con Poste Italiane, dipartimento di filatelia, gli appassionati filatelici potranno acquistare le cartoline dei Pani di Calabria; ore 11.00, centro storico, passeggiata tra i vicoli e piazzette alla scoperta dei buoni pani d'Italia, forni accesi per la gioia dei palati più raffinati, degustazioni nel borgo, visita ai vari stand; ore 17.00, presso palazzo Battaglia, "Museo dell'alimentazione", cerimonia di premiazione della 3ª edizione del concorso destinato ai ragazzi delle scuole elementari e medie calabresi (saranno premiate le migliori opere di grafica e componimento); a seguire, durante la notte, musica, balli, degustazione e folklore; ore 23.00, centro storico, chiusura della manifestazione con spettacolo pirotecnico. Per maggiori ragguagli: www.granfestadelpane.com. APRIGLIANO (Cs) - Presentazione libro Salvatore Magarò, consigliere regionale della Calabria, sarà oggi ad Aprigliano per la presentazione del suo libro “La Calabria che non c’è”. Da questa raccolta di proposte, idee, interventi sviluppati durante l’esperienza tra i banchi del Consiglio Regionale è nato un laboratorio politico-culturale che sta riscuotendo consensi ed adesioni in tutta la provincia. La manifestazione, che avrà inizio alle 18.30, sarà coordinata da Gabriella Perri. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. BORGIA (Cz) - “Mediterraneo in arte” Da oggi al 4 maggio, rassegna d'arte contemporanea itinerante "Mediterraneo in arte" presso il parco archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia. Il giorno dell'inau-

gurazione della mostra,oggi, ore 10.30, alla presenza del sindaco e dell’assessore alla Cultura del Comune di Borgia, della direttrice del Parco Archeologico ci saranno i saluti delle autorità, ed è inoltre prevista una presentazione introduttiva alla collettiva da parte del critico d’arte Lara Caccia. Artisti: Aleph - Augusto Ambrosone - Giuseppe Amoroso - Lucio Alfonsi - Enzo Angiuoni - (Lorenzo viscidi) Bluer - Kika Boker - Andrea Lacasa - Letizia Caiazzo - Giancarlo Caneva - Paolo Contin - Roberto Di Giampaolo Maria Teresa Di Nardo - Carlo Feruglio - Maria Arvelaiz Gordon - Nicola Guarino - Andrea Lacasa Nadia Lolletti - Marinka - Attilio Melati - Concetta Palmitesta - Serpic - Rosa Spina. In mostra le ceramiche di Michela Angiuoni. Patrocinio: Comune di Borgia - AreaScolastica, cultura, ricreativa. Presentazione: Lara Caccia, critico e curatore d’arte. Interventi: Domenico Cersosimo, vice pres. della giunta Regionale Pubb. istruzione, assessore per i beni archeologici della Calabria; Domenico Rijllo, sindaco del Comune di Borgia; Riccardo Bruno, assessore alla cultura Comune di Borgia; Maria Grazia Aisa, archeologo direttore coordinatore della soprintentenza per i beni archeologici della Calabria; Lara Caccia, critico d’arte Catanzaro; Lucia Basile, critico d’arte Taranto; Enzo Angiuoni, artista Avellino; Rosa Spina artista Catanzaro. Informazioni: 335/8182991 - artespina@libero.it - www.arterosaspina.com. BOTRICELLO (Cz) - Aspiranti miss, selezioni La Roma Touirng di Francesco Corea esclusivista per la provincia di Catanzaro 2009, comunica che sono aperte le iscrizioni per tutte le eventuali partecipanti al gran galà di selezione per le aspiranti miss. Tale evento si svolgerà il 7 giugno presso il Copacabana di Botricello. Per informazioni ed iscrizioni contattare il 338-7699009 oppure scrivere a maria.ciambrone@libero.it. L' iscrizione è gratuita.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


46 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Celebrazione di una Santa Messa in ricordo dei Maestri del Lavoro defunti nella Città dei Tre Colli

Tributo ad Armando Trovajoli al Politeama IL CARTELLONE

Appuntamento il 28 aprile con il progetto “Alba Chiara” a Catanzaro

CASTROVILLARI (Cs) - “La Tela di Penelope” La terza edizione de "La tela di Penepole - La figura femminile nello specchio del Mediterraneo", rassegna di cortometraggi dedicata alla figura femminile, organizzata da "Il teatro della Sirena" di Castrovillari, diretto da Giuseppe Maradei, in collaborazione con la Provincia di Cosenza ha incoronato vincitori, anche quest’anno, due corti ex aequo. Si tratta di "Asade", di Daniele Balboni e "Anna Politkovskaja concerto per voce solitaria", di Ferdinando Maddaloni. La rassegna prosegue con la “sezione film”, iniziata l’8 aprile, in programma sino al 6 maggio 2009, sempre alle ore 21: mercoledì 29 aprile 2009 “4 mesi, 3 settimane, 2 giorni”, di Cristian Mungiu, Palma d’oro al Festival di Cannes 2007 e, infine, mercoledì 6 maggio 2009 “Primavera in Kurdistan”, di Stefano Savona, vincitore del Trento Film Festival 2007.

nominato “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi. Per ulteriori informazioni scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato: lab.mediterreaneo@gmail.com; oppurecontattare i seguenti numeri telefonici 338/4216232, 347/5025375. CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770.

m. 80, i m 100, i m. 80 ad ostacoli, i m. 300, i m. 400, i m. 1500 ed il salto in lungo. Il Trofeo Liberazione sarà assegnato al gruppo o società con il maggior numero di partecipanti. Con tale iniziativa il Comitato Territoriale Uisp vuole celebrare la festa del 25 Aprile. CATANZARO - Giornata delle aggregazioni laicali Oggi alle ore 18,30 presso il Teatro Politeama a Catanzaro ci sarà la "Giornata delle aggregazioni laicali". Il tema del convegno sarà: "L'apporto delle aggregazioni laicali per l'attuazione del piano pastorale: "La carità strumento privilegiato di evangelizzazione". Il programma prevede i seguenti momenti: celebrazione dei Vespri; introduzione di Don Pino Silvestre, vicario per la Pastorale; relazione di Franco Gallelli, segretario Consulta dei Laici; conclusione dell'arcivescovo metropolita, mons. Antonio Ciliberti. I laici presenti ai lavori della Consulta, parteciperanno alle ore 21,00, nello stesso Teatro, al V Memorial in onore del servo di Dio Giovanni Paolo II.

CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia CASTROVILLARI (Cs) - “Settimana della Cultura” della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema La manifestazione “Settimana della Cultura”che que- sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: st’anno ha lo slogan “La cultura è di tutti: partecipa an- 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore che tu”, ha lo scopo di favorirne la conoscenza e di tra- 16:00) 0961.752545. CATANZARO - Conferenza dei capigruppo smettere l’amore per l’arte, per i documenti ad una Lunedì 27 aprile, alle ore 11, conferenza dei capigruppo sempre più ampia platea di cittadini. Il tema della mo- CATANZARO - “Luci alla ribalta”, mostra per stabilire il calendario dei lavori dell’assemblea stra esposta nei locali della Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari fino al 9 maggio 2009, esclusi i gior- La storica sede della galleria Verduci, presenta la mostra ni festivi, orario di visita dal lunedì al giovedì ore 9,00- "Luci alla ribalta", Marco Lodola; Ugo Nespolo; Giorgio CATANZARO - Iniziativa Cia 16,00, venerdì-sabato ore 9,00-13,00, vuole far cono- Chiesi; 50 pezzi unici, fino al al 4 maggio. Mostra a cura di: scere attraverso i documenti “L’Evoluzione del Terri- Salvatore Falbo. Realizzazione e progetto mostra: Stefano La Cia regionale della Calabria è, da molti anni, impeFalbo. Orari galleria: tutti i giorni dalle 9 alle 12; e dalle gnata per la promozione dell’attività didattica nelle torio del Pollino attraverso la Cartografia”. Aziende agricole con l’obbiettivo di costruire un nuovo 16.30 alle 19.30 - domenica su appuntamento. rapporto tra agricoltura e nuove generazioni. Grazie al CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 lavoro fin qui svolto, diverse aziende agricole, con la conCATANZARO - “Emozioni in punta di matita” sulenza della Cia, si sono ristrutturate e attrezzate per Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino “Volti femminili per scavare nell'interiorità umana”: que- svolgere le attività didattica. Per illustrare l’iniziativa all’1 aprile: il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Ar- sto il soggetto scelto da Nicola De Luca, artista ed architet- della Cia e per presentare la prima rete delle “Fattorie dimando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San to calabrese, che vive ed opera a Torre Ruggiero, per una dattiche”, giorno 28 aprile, alle ore 15,30, presso la sede Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Mu- serie di disegni, dai toni intimisti, che saranno protagoni- della Cia regionale, Via Poerio, 16 Catanzaro, è convosical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto sti di una sua mostra personale, fino al 30 aprile 2009, pres- cata una conferenza stampa alla quale interverranno le quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reg- so la Galleria Zeusi di Catanzaro Lido. "Emozioni in punta aziende interessate, Giuseppe Mangone presidente regiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente di matita", questo il titolo dell’esposizione, permetterà al vi- gionale Cia e Rosa Critelli responsabile regionale e naspettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, sitatore un viaggio virtuale nell’universo femminile, lad- zionale della rete “Fattorie Didattiche” della Cia. scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 feb- dove si nasconde il senso profondo dell’essere.

braio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Settimana della Cultura, programma Programma della XI Settimana della Cultura fino al 17 maggio: 26 aprile, ore 17.30, incontro “A tavola fra ‘600 e ‘700: le ceramiche di S. Omobono”, conversazione a cura di Eugenio Donato. Luogo: Chiesa S. Omobono. Promotore: Comune di Catanzaro, Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace, Area Cultura Soc. Coop. Prenotazione visite guidate: 0961/794388.

CATANZARO - In ricordo dei Maestri del Lavoro Oggi, alle ore 19.00, pesso la chiesa del Convento dei Frati Minori (Conventino) di Catanzaro, sarà celebrata una Santa Messa in ricordo dei Maestri del Lavoro defunti. Sono stati invitati a partecipare i Maestri del lavoro, i familiari, le massime autorità religiose e istituzionali cittadine, i rappresentanti delle imprese e dei lavoratori, i cittadini.

CATANZARO - “Trofeo Liberazione” Promosso dal ComitatoTerritoriale Uisp di Catanzaro e dalla Lega Uisp di Atletica Leggera si svolgerà oggi la terza edizione del Meeting giovanile su pista “Trofeo Liberazione”. La manifestazione avrà luogo presso il Campo-scuola di via S. Brunone di Colonia di Catanzaro e vedrà la partecipazione di ragazzi e ragazze delle categorie Pulcini, EsorCATANZARO - Marca, attività per le scuole dienti, Ragazzi, Cadetti, Allievi e Juniores. Il programma a Fino a maggio 2009 all’interno del nuovo museo cittadi- partire dalle ore 9.30 prevede i m. 3000, il lancio del vortex no si svolgerà un inedito progetto di didattica museale de- (attrezzo propedeutico al lancio del giavellotto), i m. 60. i

CATANZARO - Seminari del progetto “Alba Chiara” Seminari del progetto “Alba Chiara”. Programmi di assistenza e di integrazione sociale per donne vittime di tratta (art. 18 del dlgs 286/1998). Programma: Martedì 28 aprile 2009, dalle ore 15,00 alle ore 19,00, presso l’auditorium “Mons. C. Pellicanò” presso Fondazione Betania in via Molise, 21 - S. Maria di Catanzaro, progetto “Alba Chiara”. Programmi di assistenza e di integrazione sociale per donne vittime di tratta. “Schiavitù e democrazia: media e politiche a confronto”, relatrice dott.ssa Teresa Benincasa. Venerdì 15 maggio 2009, “La tratta di esseri umani per fini di sfruttamento: il fenomeno, le dinamiche, le linee di tendenza a livello internazionale ed il Italia”, relatrice dott.ssa Monica Massari. Venerdì 22 maggio 2009, “Il mercato della prostituzione in-door”, relatrice dott.ssa Monica Massari. Per informazioni e prenotazioni al seminario:dott.ssa Rosaria Marsico cell. 3470049325 - rosaria.marsico@virgilio.it - Sandra Perfetti cell. 349.28.454.38 sandra.perfetti@promidea.com.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Assemblea ordinaria annuale degli iscritti all’Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri a Catanzaro

“I due gemelli veneziani” a Chiaravalle IL CARTELLONE

Aperte le iscrizioni ai corsi di cucina in programma nella città di Cosenza

CATANZARO - Assemblea annuale Mercoledì 29 aprile 2009, alle ore 16, nella sala convegni dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Scalfaro” di Catanzaro, si terrà l’assemblea ordinaria annuale degli iscritti all’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Catanzaro. L’assemblea prevede all’ordine del giorno, oltre alla relazione del presidente, dott. Vincenzo Ciconte, e l’approvazione del Conto Consuntivo 2008 e Bilancio preventivo 2009, la premiazione dei medici che hanno compiuto 45 anni di iscrizione all’Albo professionale. I medici che saranno premiati sono: Edda Anna Aracri di Soverato, Vincenzo Calcaterra di Catanzaro, Massimo Colosimo di Catanzaro, Antonietta Romagnino di Catanzaro, Antonio Scalfari di Catanzaro, Luigi Scalzi di Catanzaro, Giuseppe Zimatore di Catanzaro ed Elio Zinzi di Catanzaro. Nel corso dell’assemblea annuale si svolgerà anche il consueto Giuramento d’Ippocrate dei neo iscritti all’ordine, ai quali sarà consegnata una pergamena del giuramento e la copia del Nuovo codice di deontologia medica.

to.it. CATANZARO - Degustazione gratuita di gelato Sono già a “buon punto” i preparativi per festeggiare Antonio Cosentino “maestro gelataio” catanzarese affermatosi in occasione del Salone Internazionale di Gelateria che si è svolto a Rimini. Al concorso dedicato al gelato gusto nocciola hanno partecipato decine di gelatieri provenienti da tutta Italia e dall’estero. Primo posto alla Gelateria Marron Glacè di A. Cosentino di Catanzaro Lido. L’8 maggio, ore 17,00, nella stessa Gelateria “Il Marron Glacè”, degustazione gratuita del “Gelato Mondiale” gusto dell’anno 2009, sapientemente preparato dal “maestro”.

CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la visitare il sito www.minimaratona.it.

stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: maggio: 8 maggio, ore 18, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, CATANZARO - “Riabilitazione della spalla” poeta; il 13 maggio ,ore 21.00, presso il teatro Masciari, conVenerdì 29 e sabato 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala certo di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sunconvegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Ammini- gani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelstrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il le. “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione.

CATANZARO - Diagonal Jazz L’associazione culturale Vivarium upc di Cz e la Regione Calabria - Agenzia al diritto allo studio (Ardis) - nel quadro delle attività culturali rivolte agli studenti universitari della città, presentano “Musiche del contemporaneo: la forma canzone, quale propaggine primaverile di Diagonal Jazz”. Il festival catanzarese - che giunge con questa ennesima produzione alla sua XVI edizione - in tale occasione si caratterizza artisticamente incentrando l’attenzione sulla cosiddetta forma Canzone. “Diagonal Jazz XVI ed. spring session, musiche del contemporaneo. La forma canzone”. Giovedì 30 aprile, Dave Burrell, Leena Conquest in Leena Conquest sings the songs of Dave Burrell; Dave Burrell, pianoforte e composizione; Leena Conquest, voce e danza; presso il complesso Monumentale del San Giovanni in P.za Garibaldi,1. Inizio concerti ore 21.30. Ingresso 10,00 euro. Abbonamento ai 3 concerti 25,00 euro. Per informazioni e e prenotazioni telefonare al numero 360/985949. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 1-3-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincan-

Chiaravalle Centrale: sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo.

CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”.

CORIGLIANO (Cs) - Forum sull’area urbana Secondo forum sull’area urbana Corigliano-Rossano dei Comuni , delle imprese, delle associazioni di categoria, della forze sociali, delle organizzazioni sindacali, dei cittadini. Lunedì 27, alle ore 18:00, Salone degli Specchi – Castello Ducale Corigliano. Introduce: dott. Giuseppe Passavanti. Relazionano: Giovanni Soda, Salvatore Orlando, Rosaria Amantea .Intervengono: Giovanni Zagarese, Francesco Filareto, Paola Galeone. Partecipano: Luigi Incarnato, Michelangelo Tripodi. Concludono: Gerardo Mario Oliverio, Agazio Loiero. Hanno assicurato la loro presenza gli onorevoli Giovanni Dima, Cesare Marini e Franco Pacenza. Parteciperanno i sindaci del territorio, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, i rappresentanti di Assindustria e delle associazioni di categoria. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura” “Il talento, la qualità creativa e lo spirito artistico legati alle radici del Mediterraneo, che si esprimono in modo diffuso e variegato, devono poter trovare, anche attraverso iniziative come quella che inauguriamo questa sera, l’energia per proiettare nel mondo l’immagine reale e veritiera della nostra terra. La tempra che esprimiamo deve diventare ambizione per liberarci dai falsi e negatiCATANZARO - Marta sui Tubi Catanzaro Concerti in collaborazione con Barley Arts pre- vi stereotipi, restituendo l’identità culturale che ci ha casenta il 14 maggio presso l’ Hemingway Rock Pub di Catan- ratterizzato per secoli”. Così il Presidente della Provincia Mario Oliverio ha salutato l’inaugurazione della Mozaro Lido, l’unica data in Calabria di Marta sui Tubi. stra “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura”, questo pomeriggio, al taglio del nastro presso la Galleria d’Arte CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Provinciale Santa Chiara, in Salita Liceo, che rimarrà Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di aperta al pubblico fino a lunedì 15 giugno prossimo.


48 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Le Nuvole di De Andrè”, manifestazione in ricordo del cantautore italiano nella Città dei Bruzi

Spettacolo con Eduardo Siravo a Cosenza IL CARTELLONE

“Tap olè”, spettacolo mercoledì 6 maggio al Teatro Rendano

COSENZA - Settimana della Cultura, iniziative Il Conservatorio di musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza partecipa alle manifestazioni per la XI Settimana della Cultura collaborando con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per la Calabria che ha allestito la mostra “Il chiostro: silenzio mistico e messaggio di cultura”. L’esposizione presenta, attraverso una serie di pannelli illustrativi, i chiostri della città di Cosenza tra cui il chiostro dell’ex convento di S. Maria delle Grazie a Portapiana, sede del Conservatorio da una decina di anni. Due concerti a cura del Conservatorio “Giacomantonio” saranno tenuti nella medesima sede della mostra, presso la Soprintendenza Bap della Calabria, a Cosenza in Piazza Valdesi 13: oggi, alle ore 17,30 si esibirà il Consentia guitar trio composto dai chitarristi Antonio Ruffo, Annalisa Caruso e Cesare Filiberto Tenuta. Il programma tocca diverse epoche e offre la possibilità di conoscere differenti stili: dalla prassi esecutiva barocca con Weiss, al classicismo francese di Hoyer, dal romanticismo spagnolo di Granados e Turina al Novecento di Piazzolla, fino alla musica contemporanea del chitarrista e compositore D'Ettorre. L’ingresso è libero. Domenica 26 aprilealle ore 17,30 suonerà il Consort di flauti dolci del Conservatorio di Cosenza, diretto da Tommaso Rossi. Daniela D'Ambrosio, Gianmarco Garasto, Annalisa De Simone e Giovanni Battista Graziadio eseguiranno musiche scritte nel Cinquecento dal compositore cosentino Achille Falcone e da un autore anonimo. Dopo il Rinascimento, il programma avanza nell’epoca barocca con brani dell’inglese Purcell, del francese Dornel e dell’italiano Vivaldi. L’ingresso è libero. COSENZA - “Il chiostro: silenzio mistico...” La Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per la Calabria, nell’ambito delle manifestazioni legate all’XI Settimana della cultura presenta la mostra “Il chiostro: silenzio mistico e messaggio di cultura” con 14 capolavori architettonici traboccanti di fascino. La mostra è stata curata dall'archeologa Adele Bonofiglio, mentre Michele Lanzillotti è il coordinatore della comunicazione della Sezione Didattica. Domenica 26 alle ore 17.30 ci sarà un concerto di flauti dolci degli allievi del conservatorio. COSENZA - Ciclo di seminari monografici Si terrà nei prossimi giorni (27 e 30 aprile), presso la Casa delle Culture di Cosenza, un ciclo di seminari monografici organizzati dall’Associazione Nazionale Docenti. Si tratta di un’attività formativa rivolta a docenti e dirigenti delle scuole di ogni ordine e grado condotta da qualificati docenti universitari e della scuola su tematiche di grande attualità che interessano sia le metodologie didattiche che il sistema dei finanziamenti dell’Unione Europea a favore dell’istruzione e della formazione nonché la rilevazione della customer satisfaction nell’istruzione e la valutazione della qualità della formazione. Più specificamente, le tematiche trattate riguardano: “Le competenze per lo sviluppo - Le risorse finanziarie dell'Unione Europea a sostegno delle politiche dell'istruzione e della formazione”; “Clil (Content and Language Integrated Learning)”; “Un sistema statistico integrato per la rilevazione della customer satisfaction e per la valutazione della qualità della formazione”. L’Associazione nazionale docenti è un ente qualificato per la formazione, ai sensi del Dm 177/2000, per cui si tratta di un’attività di formazione riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione. Il programma dettagliato dei seminari è consultabile sul sito dell’And www.associazionedocenti.it. COSENZA - “Le Nuvole di De Andrè” Il 29 aprile, Cosenza ospiterà Le Nuvole di De Andrè, manifestazione in ricordo del celebre cantautore italiano a dieci anni dalla sua scomparsa. La giornata si aprirà alle 11.00, nella sala degli Specchi della Palazzo della Provincia con un convegno sulla poetica e i personaggi di Faber, alla presenza del presidente Mario Oliverio e di ospiti di eccezione quali il giornalista Rai Vincenzo Mollica. Nel pomeriggio, alle 18.00, nel Chiostro di Santa Chiara e presso la Biblioteca Nazionale nel centro storico, undici artisti del mondo del fumetto italiano ed internazionale, tra cui Tanino Liberatore e Bruno Brindisi, disegneranno dal vivo i personaggi delle canzoni di De Andrè. Seguirà l'inaugurazione di una mostra curata dallo stesso Vincenzo Mollica: esposte al pubblico le opere di artisti come Milo Manara, Dario Fo e Marina Comandini. La giornata si concluderà con un concerto di Mauro Pagani. Le Nuvole di De Andrè è un evento promosso della Provincia di Cosenza con il patrocinio morale della Fon-

dazione "Fabrizio De Andrè". L'organizzazione e la direzione artistica sono a cura dalle associazioni culturali Grifo Cult e Gommalacca Factory. Programma: ore 11.00, presso la sala degli Specchi, Palazzo della Provincia di Cosenza Piazza XV Marzo incontro sul tema "I personaggi di De André" con: Vincenzo Mollica (giornalista Rai); Tanino Liberatore (autore e disegnatore); Ivo Milazzo (autore e disegnatore); Mauro Paganelli (Grifo Edizioni); Sergio Nazzaro (giornalista e scrittore); Giovanni Soda (dirigente settore Programmazione provincia di Cosenza); Luca Scornaienchi (Gommalacca Factory); Lorenzo Paganelli (Grifo Cult); Mario Oliverio (Presidente della Provincia di Cosenza); ore 18.00, presso il Chiostro di Santa Chiara, Biblioteca Nazionale Corso Telesio - Cosenza, i grandi maestri del fumetto italiano ed internazionale disegnano dal vivo i personaggi di Fabrizio De Andrè - Comics contest, Tanino Liberatore (Grifo Edizioni); Max Frezzato (Grifo Edizioni); Ivo Milazzo (Grifo Edizioni); Bruno Brindisi (disegnatore Tex, Dylan Dog Sergio Bonelli Editore); Giancarlo Caracuzzo (Starcomics, Idw Publishing e Delcourt); Diavù, Alberto Corradi, Ale Giorgini (Xl, La Repubblica); Marina Comandini (Grifo Edizioni); Elena Rapa (Mondo Pop); Manuel De Carli (Centro Fumetto "Andrea Pazienza"); ore 19.00, presso il Museo di Santa Chiara, Salita Liceo Vecchio Corso Telesio - Cosenza, inaugurazione della mostra "Segni De Andrè" a cura di Vincenzo Mollica. Opere di Dario Fo, Ivo Milazzo, Vittorio Giardino, Milo Manara, Stefano Casini, Max Frezzato, Tanino Liberatore, Marina Comandini, Josè Munoz, Franco Matticchio, Lemma, Pasquale Carpinteri, Massino Cavezzali, Franco Bruna, Sergio Staino, Bruno Bozzetto, Hot Stuff, Massimo Bucchi, Stano, Vincenzo Mollica, Mauro Borselli, Danijel Zezelj, Giulia Sagramola, Gabriele Dell'Otto, Mauro Cicarè, Pablo Echaurren, Paolo Eleutieri Serpieri, Marco Nizzoli, Gradamir Smudja, Massimo Carnevale, Luca Tarlazzi, Jordi Bernet, Aldo Barrese, Patrizio Evangelisti, Corrado Mastrantuono, Sergio Tisselli, Elena Rapa, Bruno Brindisi, Giancarlo Caracuzzo, Diavù, Alberto Corradi, Ale Giorgini Manuel De Carli, Caktus & Maria, Paco Desiato, francesca Follini, e more & more. Presentazione del catalogo edito da Grifo Edizioni; ore 21.30, presso il teatro "A. Rendano" Piazza XV Marzo - Cosenza Ingresso libero Faber Musice Alessandro Castriota Skanderberg, Massimo Garritano, Piero Gallina , Nicola Pisani, Carlo Cimino, Checco Pallone. Progetto a cura del Conservatorio Giacomantonio - Cosenza. A seguire Mauro Pagani in concerto. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: mercoledì 6 maggio in programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "retziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembreal teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembre arriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre,opp.22 opp. 23 Harlem gospel; giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Lilt, raccolta fondi Moda Movie non è solo glamour, cinema e spettacolo ma è anche momento di riflessione sulle tematiche sociali. Infatti anche quest’anno per la XIII Edizione, la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori di Cosenza) è partnership nel sociale con l’associazione Creazione e Immagine presieduta da Sante Orrico. Per questa edizione l’associazione Creazione e Immagine devolverà un abito realizzato dallo stilista Nino Massa alla Lilt, al fine di raccogliere fondi utili a quest’ultima. La raccolta fondi avverrà tramite una manifestazione, nella quale saranno venduti dei biglietti, che daranno la possibilità di partecipare ad una riffa conclusiva in cui sarà estratto il vincitore dell’abito in oggetto. Inoltre l’abito, sarà presentato in anteprima durante la conferenza stampa che si terrà il 18 maggio nel Salone degli Specchi presso il Palazzo della Provincia di Cosenza, e ufficialmente lo vedremo protagonista della passerella nella serata conclusiva del 25 maggio al Teatro Rendano.

COSENZA - Moda Movie, XIII edizione La XIII edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fatale” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio. COSENZA - “Itinerari sperimentali”, gruppo teatrale

Il gruppo teatrale “Itinerari sperimentali”, composto da operatori, volontari ed utenti del Centro di Salute Mentale (Csm) di Cosenza è stato selezionato- mediante concorso a cui hanno partecipato le compagnie di teatro del disagio di tutt’ Italia-, per la 4ª Biennale di Teatro Impegnato Nel Disagio Psichico “Treatrò anch’io”. La manifestazione si svolgerà il prossimo 25 maggio presso il Teatro Comunale “P.A. Guglielmi” di Massa. I teatranti porteranno in scena “La Luna in Maschera”, regia di Jerry Mussaro, una rivisitazione della maschera di Pulcinella che diventa pretesto e stimolo per rappresentare l’universalità della condizione umana. Lo spettacolo è stato ideato e realizzato all’interno del Corso di Formazione svoltosi nell’ottobre 2008, attivato da Itinerari Sperimentali, in collaborazione con altre associazioni di volontariato e dalla Formazione Asp Cosenza e finanziato dal Centro Servizi Volontariato (Csv) di Cosenza. COSENZA - Concerto di Claudio Baglioni

Dopo i Negramaro e Roberto Benigni, Piazza XV Marzo (piazza Prefettura), il 29 giugno 2009 ospiterà un big della canzone italiana, Claudio Baglioni. Si chiamerà “Gran Concerto – Qpga”, il nuovo spettacolo live del cantautore romano. Il terzo progetto, ispirato a Qpga, dopo il film e il romanzo, non è un semplice tour, ma una vera e propria opera moderna, il racconto in musica di un grande amore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio dell’artista. Una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile scoprire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. Una rappresentazione nella quale, grazie ad un superschermo ciclorama, saranno le grandi immagini a fare da commento alla musica. Immagini inedite, che cinque troupe cinematografiche stanno filmando e che consentiranno di interpretare i passaggi della storia, attraverso una serie suggestiva e incalzante di salti temporali, interazioni fantastiche tra passato e presente. L’organizzazione dell’intero evento è curata dalla Iacobino Team.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Nuove opportunità per l’economia calabrese”, convegno il 27 aprile a Lamezia Terme

I Fichi d’India a Isca sullo Jonio IL CARTELLONE

Torneo di poker texano in programma il 30 aprile a Crotone

CROTONE - Concerto pianista Il presidente della società Beethoven Acam, prof.ssa Mariarosa Romano, comunica che domenica 26 aprile, si terrà il concerto del pianista Barbara Panzarella presso l'auditorium del liceo musicale "O. Stillo" (Largo Panella - mei pressi del parco delle rose) di Crotone alle ore 19.00. CROTONE - Torneo di poker texano L’Associazione Sportiva Texas Hold’Em Crotone e la Federazione Italiana Gioco Poker, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Crotone organizzano per il prossimo 30 aprile 2009 un “Torneo di poker texano” finalizzato alla raccolta fondi a favore delle popolazioni abruzzesi colpite dal sisma del 6 aprile ed alle quali andrà, attraverso la Cri, il 50% degli incassi ottenuti dalle iscrizioni. Il torneo si svolgerà a partire dalle ore 21.30 (apertura iscrizioni ore 20.30) presso il ristorante Pizzeria “Le Lanterne” in Crotone. CROTONE - “Giornata dell’Economia” La Camera di Commercio di Crotone, in collaborazione con Uniontrasporti, ha realizzato un Osservatorio sulle infrastrutture della provincia con particolare riferimento all’analisi dei costi della logistica. L’osservatorio sarà presentato in occasione della prossima “Giornata dell’Economia”, prevista per mercoledì 8 maggio 2009, e reso disponibile a tutti gli interessati. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. ISCA SULLO J. (Cz) - Rassegna di cabaret La 1ª edizione di una rassegna di cabaret all’ Open Space Studios di Isca sullo Jonio. Saranno presenti: sabato 2 maggio 2009 “ I Fichi d’India”; sabato 9 maggio 2009, “ Pino e gli anticorpi”; sabato 23 maggio 2009 “ I ditelo voi”; domenica 31 maggio 2009, “Baz” che concluderà la rassegna comica. I biglietti saranno disponibili da mercoledì 22 aprile 2009 nelle prevendite abituali. I posti saranno rigorosamente numerati e si divideranno in due ordini di prezzi, quali euro 20,00 per poltronissima ed euro 15,00 per poltrona e galleria. I prezzi sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare ai numeri: 0967/45165 - 3334121670; oppure consultare i siti internet di seguito riportati www.essemmemusica.it - www.openspacestudio.it. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459.

la “Settimana della Cultura” che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dedica ogni anno alla promozione del patrimonio culturale, con l'organizzazione di eventi e l'apertura gratuita di tutti i luoghi statali, e che quest'anno si svolgerà fino al 26 aprile 2009. A questo scopo, per promuovere la conoscenza del patrimonio storico-archeologico della città tutte le mattine dalle ore 9,00 alle 12,30 e sabato 25 e domenica 26 dalle 15,30 alle 18,00, l'Amministrazione Comunale di Lamezia Terme garantirà l'apertura del Castello NormannoSvevo e, in via straordinaria, dell'Abbazia Benedettina di Sant' Eufemia con visite guidate, previamente prenotate, a cura dell'Associazi0one Archeologica Lametina. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al presidente dell'Associazione Archeologica Lametina, prof. ssa Vincenzina Purri, cell. 347/7744099 oppure all'Ufficio Beni Culturali del Comune di Lamezia Terme Tel. 0968/207278-279, e-mail c.brunetti@comune.lamezia-terme.cz.it.

zione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (speLAMEZIA T. (Cz) - “Il festino degli dei” dite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizioOggi alle ore 18.30 avrà luogo, nella galleria “Sukiya dimora ne a carico del destinatario). Info: 338/3985193 di raffinatezza” di Lamezia Terme, la rassegna ”Il festino de- 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu gli dei, diciotto sapori d’artista”, promossa ed organizzata dal carlo@400kc.eu. Centro per l'arte contemporanea “Open Space” di Catanzaro, dal “Centro Angelo Savelli” di Lamezia Terme e dalla galleria “Vertigo” di Cosenza. Tre istituzioni calabresi per l'Arte Contemporanea, unite nella progettazione di una particolare, atipica e significativa rassegna che vede la presenza di diciotto noti artisti del panorama artistico italiano: Salvatore Anelli, Caterina Arcuri, Cesare Berlingeri, Anna Boschi, Nicola Carrino, Lucilla Catania, Bruno Ceccobelli, Giulio De Mitri, Franco Flaccavento, Iginio Iurilli, Felice Levini, Antonio Noia, Vettor Pisani, Antonio Pugliese, Martina Roberts, Giuseppe Salvatori, Franco Summa, Antonio Violetta, differenti per geografie, formazione e linguaggi visivi, accomunati dall'idea-progetto del piatto.

LOCRI (Rc) - “Futbolito”, calcio a 5 Per il terzo anno consecutivo l’Associazione giovanile “Portale Giovani”, organizza l’evento sportivo “Campionato di calcio a 5. Città di Locri” denominato Futbolito. La manifestazione, patrocinata come sempre dall’assessorato alle Politiche giovanili e sportive della città locrese, vedrà per il 2009 gareggiare ben 12 squadre che tenteranno di conquistare il titolo della terza edizione. Il gruppo di “Portale Giovani” sarà accompagnato per tutto il campionato dalla collaborazione della cooperativa G.o.a.l. (Giovani Operatori Animazione Legalità) e dalla società “Amatori Calcio Locri”. Quest'anno il torneo è aperto ad atleti di ogni età, le iscrizioni sono già iniziate e il 5 maggio si inizierà a dispuLAMEZIA T. (Cz) - I 13 Ricrea tare il campionato a girone unico, dove le prime 8 squadre Domenica 26 aprile, in occasione del Salone Internazionale si qualificheranno per le sfide infuocate dei quarti di finadel Mobile 2009, dalle ore 17:00, in via valenza 5, presso il cafè le, le vincenti accederanno alle semifinali e poi alla finale restaurant, gastronomy Y 13 Ricrea festeggerà i suoi succes- secca. si. All’interno della serata, oltre ad ammirare le creazioni di 13 Ricrea, potranno essere degustati prodotti raffinati e vini LOCRI (Rc) - “Cantieri culturali”, rinvio pregiati provenienti dalle più interessanti realtà biologiche L’Amministrazione comunale della Città di Locri rende noitaliane. to che a causa del persistere delle condizioni di maltempo le date della manifestazione “Cantieri culturali”, previste dal 20 al 22 aprile, subiscono un rinvio. L’evento si svolgerà LAMEZIA (Cz) - “... Opportunità per l’economia calabrese” Lunedì 27 aprile, a partire dalle ore 10.30, si svolgerà al Cen- nelle seguenti date: 8, 9, e 10 maggio presso la corte del Patro Agroalimentare un importante convegno organizzato dal- lazzo di Città Locri. l’assessorato regionale all’Agricoltura, Foreste, Forestazione, Caccia e Pesca della Regione Calabria. Tema: “Distretti ru- LOCRI (Rc) - Giro turistico delle Calabrie rali ed agroalimentari. Raccolta funghi e tartufi. Attività agriDal 29 maggio al 2 giugno si svolgerà il “Giro Automobilituristiche. Pescaturismo e Ittiturismo. Nuove opportunità stico delle Calabrie – Coppa Presidente della Repubblica”. per l’economia calabrese”. Introdurrà i lavori l’on. Piero La manifestazione è stata presentata a Catanzaro presso la Amato, presidente della Seconda Commissione del Consiglio sala riunioni del Palazzo della Provincia, presente il Sinregionale. Relazionerà l’on. Mario Pirillo, assessore regiona- daco della Città di Locri che plaude all’iniziativa che vede, le all’Agricoltura. Sono previsti interventi dei rappresentan- tra le tappe una proprio a Locri il pomeriggio del 1 giugno, ti regionali di Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Agci- quando le Auto d’Epoca sosteranno in Piazza dei Martiri pesca, Federcoopesca, Federpesca, Legapesca, Uncipesca. dove cinquanta anni fa, nell’ultima edizione del giro, le auConcluderà i lavori l’on. Agazio Loiero, presidente della Re- to si fermarono per effettuare il rifornimento, quando il “pit gione Calabria. stop” si effettuava con le taniche di benzina e imbuto. LAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, presenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Aprile, ore 17.00: 29 mercoledì: Bruno Tassone, Il Cantastorie. Maggio, ore 17.00, mercoledì 6: prof. Antonio Bagnato, Lorenzo Milani: il prete, l’educatore, il sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13: don Pino Falvo, Chiesa locale e Chiesa Universale; venerdì 15: Francesco Longo, La poesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Mancini e Giovanna Muraca voce recitante: Caterina Menichini e Rosina Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Villella, Giovanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano e avversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566;venerdì 22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scienza e nell’arte;mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il potere dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine di marzo scade il termine ultimo per iscriversi all’Uniter.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” LAMEZIA T. (Cz) - Settimana della Cultura Il Comune di Lamezia Terme aderisce alla XI edizione del- Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edi-

LOCRI (Rc) - “Giugno locrese” Al via la 43esima edizione del “Giugno Locrese”. Nei prossimi giorni sul sito del Comune si potrà accedere ai bandi. Il concorso culturale si richiama alle edizioni precedenti. Per l’edizione 2009 del Giugno Locrese sono previste le categorie di poesia in lingua e in vernacolo; la categoria della “estemporanea di pittura”; la categoria del concorso fotografico.Confermato anche il premio “Umberto Ferraro” con le cinque sezioni: Politica, Cultura, Giustizia, Imprenditoria, Giornalismo. La serata conclusiva sarà condotta dalla giornalista Anna La Rosa, e si svolgerà domenica 28 giugno 2009 nel corso di una serata ufficiale che sarà tenuta nella corte del Palazzo di Città.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


50 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Deposizione di una corona di fiori alla Stela del Partigiano questa mattina a Reggio Calabria

Gianni Morandi in concerto a Maida IL CARTELLONE

“Voler bene all’Italia”, iniziatica domenica 26 aprile a Pedace

MAIDA (Cz) - Festa regionale minivolley L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Catanzaro organizzano la festa regionale minivolley oggi, presso il centro commerciale Due Mari - Maida. La prima tappa regionale di minivolley e U13. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. PARGHELIA (Vv) - Accademia Kronos, assemblea L'assemblea regionale di Accademia Kronos Calabria si terrà oggi e domenica 26 aprile, presso il Villaggio Aurum "Sabbie Bianche" di Parghelìa. L'incontro si svolge pochi giorni prima dell'assemblea Nazionale di Roma del 30 aprile. Lorario è il seguente: oggi, dalle ore 10.00 alle 13.00, e dalle ore 16.00 alle ore 19.00; domenica 26, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; con l’ordine del giorno: presentazione del consiglio Regionale Ak della Calabria, ruoli nazionali, ruoli regionali, funzionamento coordinamento; presenza di Accademia Kronos in Calabria (Sezioni, comitati, delegazioni) e presentazione responsabili - presidenti - segretari; costituzione nuove sezioni (modalità, obblighi, programma - tipo delle iniziative); relazione sulle iniziative 2008 e primi mesi 2009 delle sezioni; promozione attività regionali. PEDACE (Cs) - “Voler bene all’Italia” A causa del maltempo di domenica scorsa 19 aprile, la manifestazione “Voler Bene all’Italia – Festa Nazionale della piccola grande Italia, che ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è stata rinviata a domenica prossima, 26 aprile. L’evento avrà luogo presso il Comune di Pedace. PRAIA A MARE (Cs) - Mostra Il Museo Comunale di Praia a Mare apre alla mostra dell'ar-

tista Thomas Diego Armonia italiano di nascita e parigino d'adozione, che ha fatto dell’arte un mezzo di esclusività grazie ad un connubio rarissimo tra pittura, moda, oro e storia antica e che resteranno nel Museo fino al 3 di maggio 2009. REGGIO C. - “Cultura in viaggio” L’associazione culturale Ghenos promuove “Cultura in viaggio”, un evento formativo di rilievo nel panorama reggino e calabrese, nel quale saranno coinvolti docenti e professionisti con grande esperienza e competenza nel settore. La manifestazione si svolgerà durante la Settimana della Cultura (fino al 26 aprile 2009). REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria fino a oggi al Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto. REGGIO C. - Deposizione corona di fiori Oggi, alle ore 11, il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, alla presenza delle autorità, deporrà una corona di fiori alla Stele del Partigiano. REGGIO C. - Presentazione candidatura Conferenza stampa di presentazione della candidatura alle elezioni europee di Pino Arlacchi, oggi, ore 11, a Reggio Calabria presso la sede provinciale di Italia dei Valori, via Trento 2. REGGIO C. - Comunisti Italiani, iniziativa Oggi i comunisti Italiani e Rifondazione Comunista festeggiano la liberazione alla Villa Comunale. Sabato 25 aprile alle ore 10.30 presso la Villa Comunale di Reggio Calabria i dirigenti e militanti del Partito dei Comunisti Italiani e di Rifondazione Comunista depositeranno una corona alla stele del partigiano per ricordare, in un momento in cui forte è il tentativo di cancellare la storia e i valori della resistenza, il sacrificio di coloro che nella seconda guerra mondiale si batteremo per sconfiggere in Italia il nazi-fascismo. REGGIO C. - Tour Music Fest C’era una volta “un disco per l’estate” poi il “Festival Bar”, tutte manifestazioni estive e itineranti ma con una componente di musica “affermata a livello internazionale”. Nasce nel 2006 l’idea di dare vita a un festival itinerante, dedicato alle nuove sonorità e che potesse raggiungere tutti gli artisti sparsi lungo la penisola, ammortizzando i costi per i singoli cantanti e musicisti…il Tour Music Fest.18 tappe nella prima edizione, 24 nella seconda, 25 alla terza. Più di 4000 artisti provenienti da tutta Italia, una giuria finale presieduta da Mogol e che si avvale della partecipazione di persone del calibro di Giampaolo Rosselli (Sony Bmg), Luca Pitteri, Franco Fasano, Robert Steiner, Massimo Bonelli (Cni Music), Radio Lattemiele e circa 6000 km percorsi: questi i numeri e i nomi del Tour Music Fest, che nel giro di due anni è riuscito a farsi conoscere attraverso una diffusione e un passaparola d’eccezione diventan-

do un evento impedibile per giornalisti, critici, addetti ai lavori e semplici curiosi. E se erano già di rilievo i tradizionali premi con il tour accanto ai big, la produzione del videoclip, la borsa di studio al Cet di Mogol e lo scambio con i festival europei, con il 2009 arriva la grande novità: in collaborazione con la Rusty Record il premio discografia. Il vincitore vedrà infatti prodotto e distribuito il suo album in tutta Italia, trovando una visibilità altrimenti quasi impossibile. Quest’anno il festival Nazionale della Musica Emergente si lega a due partner degni di nota e votati alla musica: Match Music e Radio Lattemiele. Se infatti, la radio nazionale che fa ogni giorno piu’ di un milione di ascoltartori trasmettera’ i brani dei vincitori 2009, l’emittente Sky diretta da Morgan seguirà e manderà in onda la finale del Tour Music Fest… Il Tour Music Fest si apre ancora una volta a tutti i generi legandosi a festival internazionali che in passato hanno avuto come protagonisti ska, rock, folk ma anche la migliore musica britannica all’insegna del Reggae e del pop. Per saperne di più: www.tourmusicfest.it. REGGIO C. - “Una giornata per De Andrè” Oggi alle ore 17,00 presso la saletta convegni della Chiesa di San Giorgio al Corso in Reggio Calabria, il Circolo Culturale “L'Agorà” organizza la settima edizione de “Una giornata per De Andrè – Popoli e Culture nel Mediterraneo”. REGGIO C. - Programma aprile Anassilaos L'associazione culturale Anassilaos presenta il programma aprile. Martedì 28 aprile, ore 18.00, presso la sala san Giorgio al Corso, incontro sul tema "La donna nella letteratura calabrese". Interviene la dr.ssa Maria Festa, saggista e studioso di letteratura. Presidente d’onore dell’associazione Anassilaos. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri telefonici di seguito riportati: 328.1918853/347.9673649; oppure consultare il sito internet www.cooperativaimep.it - Per le prenotazioni, invece, scrivere all’indirzzo di posta elettronica: urp@cooperativaimep.it.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Degustazione di prodotti tipici calabresi e concerto live del gruppo Dark side oggi a San Floro

Raduno di mongolfiere a Rogliano IL CARTELLONE

“La notte dei fuochi di San Marco”, prima edizione del concorso a Rossano

REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17,ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - “Il Primo Maggio non si scorda mai” Cgil, Cisl e Uil ripropongono l’appuntamento unitario dal titolo “Il Primo Maggio non si scorda mai”. REGGIO C. - Giornata nazionale per l’Epilessia La Lice (Lega Italiana contro l’Epilessia), domenica 3 maggio 2009 organizza l’ottava edizione della “Giornata Nazionale per l’Epilessia”. Il sottoscritto quale coordinatore regionale calabrese, ha scelto di organizzare la giornata per la Calabria, a Reggio Calabria in piazza San Giorgio. L’epilessia colpisce un italiano su 100, è una malattia cronica che insorge a qualsiasi età ed è caratterizzata dal ripetersi di crisi epilettiche. Il fine di tale manifestazione nazionale è quella di diffondere la conoscenza di una malattia che ancora fino a poco tempo fa veniva associata a qualcosa di demoniaco, di inspiegabile e soprattutto era considerata un fenomeno da nascondere, stigmatizzata con marchio di infamia per le persone che ne erano affette.

la Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Interpretazione musicale, concorso E’ pronta a partire la seconda edizione del concorso nazionale di interpretazione musicale “Città di Reggio Calabria”, bandito dall’“Accademia del tempo libero” col patrocinio del Comune. Il concorso si svolgerà dall’1 al 7 giugno 2009 presso l’Auditorium “Il Cipresseto”, sede dell’“Accademia”.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: 9 giugno.

REGGIO C. - Giornata delle Gerbere Gialla Si svolgeranno a Reggio Calabria il 3 e 4 maggio, le giornate nazionali della Gerbera Gialla ,organizzate dal coordinamento nazionale antimafia Riferimenti. Le giornate che sono alla XVII edizione hanno l'adesione del Presidente della Repubblica; testimonial d'eccezione ,come ogni anno il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso. Era il 1992, quando a Reggio Calabria è nata la Gerbera Gialla con la prima manifestazione antimafia della città,una città allora senza voce e senza diritti ,dove veniva anche negata l'esistenza del fenomeno mafioso.In quella occasione fu chiesta verità e giustizia per l'assassinio dell'ingegnere Gennaro Musella,fatto saltare in aria dalla ndrangheta il 3 maggio 1982,le cui indagini erano state chiuse contro ignoti. Il 3 maggio p.v,la gerbera ritorna a reggio Calabria col suo messaggio di riscatto.La città .infatti intitolerà a Gennaro Musella la via dove è stato ucciso. Il programma delle giornate prevede un concerto della banda musicale della Polizia di Stato al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la sera del 3 maggio, dedicato nel ricordo di Musella alle vittime delle stragi di maggio,da Portella delle Ginestre a Capaci,da Impastato ai Georgofili,da Congiusta alla piccola Mariangela Ansalone. La giornata del 4 maggio invece è caratterizzata dalla presenza di migliaia di studenti provenienti da tutta la Calabria e da delegazioni di Veneto, Campania, Sicilia, Sardegna, Lazio, Lombardia, Toscana, presenti anche numerosi familiari di vittime da Giovanni Impastato ad Adriana Musella presidente di Riferimenti,da Tina montinaro moglie del caposcorta di Falcone a Congiusta.Una delegazione anche dei familiari delle vittime della Campania,regione dove Musella era nato e vissuto prima di trasferire la sua attività in Calabria.

REGGIO C. - Pallavolo: Italia-Stati Uniti Il 19 giugno sarà una data importante per la città di Reg gio Calabria, che proprio a due giorni dall’inizio dell’estate tornerà sotto i riflettori della pallavolo mondiale ospitando il big match tra l’Italia e la nazionale degli Stati Uniti campione olimpica in carica, valido per l’edizione 2009 della World League. Ventidue gli azzurri convocati per la manifestazione da coach Anastasi, che intende aprire un nuovo ciclo dopo il quarto posto conquistato nell’ultima Olimpiade. Solo quattro sono infatti gli atleti reduci dall’esperienza di Pechino, vale a dire Vermiglio, Birarelli, Gavotto e Martino. A questi vanno aggiunti i rientranti Cernic, Sintini, Lasko, Savani, Manià e Sala. L’elenco dei convocati è completato da Saitta, Travica, Cazzanica, Buti, De Togni, Fortunato, Piscopo, Della Lunga, Maruotti, Parodi, Zaytsev e Bari. Tanti volti nuovi dunque, che proprio nella World League muoveranno i primi passi in nazionale. E la città dello Stretto sarà sicuramente pronta ad accogliere i loro beniamini nella sfida al sestetto statunitense, che si disputerà al PalaPentimele.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia del-

RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio: un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora del-

RENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" del 15 maggio 2009 alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cosenza), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione della rassegna "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di Catanzaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche dell'adulto).

l’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. ROGLIANO (Cs) - Raduno mongolfiere “Primo raduno mongolfiere in Calabria” fino a domenica 26 aprile a Santo Stefano di Rogliano. L’evento è organizzato dall’Associazione Acli di Santo Stefano di Rogliano. ROSSANO (Cs) - “La notte dei fuochi di San Marco” L'Amministrazione comunale di Rossano, assessorato al Turismo e Spettacolo in collaborazione con la Pro Loco di Rossano organizzano la 1ª edizione del concorso "La notte dei fuochi di San Marco" presso il centro storico. Programma: oggi, in piazza Steri, ore 20.00, festa di S. marco e della liberazione. Serata musicale con il gruppo "I mito 60", presenta Michele Conversano. Nel corso della serata avverrà la premiazione dei quartieri che hanno partecipato alla I edizione del concorso "La notte dei fuochi di S. marco". Per l'occasione in piazza Steri sarà allestita la festa della pizza a cura di Tommy pizza. Il ricavato dell'intera vendita delle pizze sarà devoluto alla popolazione terremotata dell'Abruzzo; domenica 26 aprile, palazzo S. Bernardino, alle ore 20.00, concerto dei "Nova Quartet", eseguono: S. Cauteruccio, fisarmonica; E. Campagna, chitarra; A. Mango, contrabbasso; A. Sirufo, batteria. ROSSANO (Cs) - Iniziative varie Oggi ore 18,00 in piazza B. le Fosse, incontro sulla Liberazione a cura del partito di Rifondazione Comunista con la partecipazione di Damiano Guagliardi, assessore Regione al Turismo; aalle ore 20,00 in Piazza Steri, Festa di S. Marco e della Liberazione, serata musicale con il gruppo “I Mito 60”, presenta Michele Conversano. Nel corso della serata avverrà la premiazione dei quartieri che hanno partecipato alla I edizione del concorso “La Notte dei Fuochi” di S.Marco”. Per l’occasione in Piazza Steri sarà allestita la "Festa della pizza” a cura di Tommy Pizza con la collaborazione dei Ristoranti e Pizzerie: Lido Baffo Bianco – Le Arcate – La Tavernetta Antica – Le Magnolie – L’Agorà – La Villa. Il ricavato della vendita delle pizze sarà interamente devoluto alle popolazioni terremotate dell’Abruzzo, a mezzo bonifico intestato alla Protezione Civile.Domenica 26 aprile ore 17,00 ex delegazione Comunale,”Resistenza e Ripudio della persecuzione razzista” a cura dell’Associazione 25 Marco De Simone. Saluti: prof. Francesco Filareto, sindaco di Rossano; on. Mario Oliverio Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Cosenza. Presiede: Prof. Michele Scattarella, presidente Associazione ”25 Aprile Marco De Simone”. Interventi: prof. Giambattista Giudiceandrea, direttore del Giornale “idee”; Prof. Franco Panebianco, presidente fondazione Museo della Memoria Ferramenti Tarsia. Conclude: prof. Giuseppe Tucci. Domenica 26 aprile, Palazzo S. Bernardino, ore 20,00, concerto Nova Quartet in collaborazione con “Magna Grascia Jazz Fest”. Presentazione di “Tangout” (anteprima nazionale) nuovo cd dei Nova Quartet edito da Seal Records (by Picanto Records).Eseguono: S. Cauteruccio, Fisarmonica; E. Campagna, Chitarra; A. Mango, Contrabbasso; A. Sirufo, Batteria. ROSSANO (Cs) - Master in Politiche ambientali Dall’1 al 19 giugno la Città di Rossano sarà sede del master universitario di secondo livello in “Politiche ambientali e territoriali per la sostenibilità e lo sviluppo” detto Eco-Polis, organizzato dall’Università di Ferrara e dall’Università della Calabria. SAN FLORO (Cz) - Iniziativa di beneficienza Oggi avrà luogo a San Floro una serata che avrà come scopo l'invio di aiuti per i terremotati dell'Abruzzo. Degustazione di prodotti tipici calabresi e un concerto live del gruppo dark side di tiriolo. Il 50% del ricavato della serata sarà devoluto in beneficienza.


52 Sabato 25 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà, a partire dal 21 maggio, a Soverato

“Il teatro è vita” a San Pietro a Maida IL CARTELLONE

Stage di canto con l’insegnante Gabriella Scalise a Sant’Andrea Apostolo

SAN MANGO D’A. (Cs) - Settimana della Cultura San Mango d’Aquino, insieme con Catanzaro e Lamezia Terme, è l’unico comune della provincia ad aderire alla Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. In questa settimana (18-26 aprile 2009) l’intera amministrazione dei beni culturali si mobilita per presentare restauri, servizi e iniziative, per realizzare manifestazioni, concerti e spettacoli, per organizzare visite in luoghi meno noti al pubblico. Alla Settimana aderiscono anche Istituzioni private quali musei, associazioni, fondazioni, gli Istituti di cultura italiana all’estero. Con lo slogan scelto, “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”, si vuole mettere l’accento su due concetti fondamentali: il valore inestimabile del patrimonio culturale, e la sua natura di risorsa preziosa e ineguagliabile a disposizione, ogni giorno, di ciascun cittadino. L’associazione “Amici della Musica” di San Mango d’Aquino, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune ed in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Nocera Terinese, ha organizzato per oggi e domenica 26 aprile 2009la mostra di documenti antichi dal titolo: “Le radici della nostra storia”, con intermezzo di musica popolare. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito. SAN VINCENZO LA COSTA - Convegno Mpa Movimento per le auotnomie, organizza presso la sala consiliare, ore 17.00, di venerdì 1 maggio, il convegno “Città di stato. Organizzazione e servizi: il senso della misura”. Interverranno: Franco Cavaliere, segr. Mpa S.V. La Costa; Pierino Fallico, ass. bilancio Comune di S. Vincenzo; Mimmo Leonetti; Pasquale Naccarato; Orlandino Greco, vice segretario nazionale dell'Mpa.

una serie di installazioni e opere in vetro presso il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, che raccoglie tutte le testimonianze materiali della Sibaritide dall’età protostorica all’età romana, ed in particolare il ricco e glorioso passato di quella che fu una delle più importanti poleis della Magna Grecia: Sybaris. Mostra: Kleombrotos - Vigliaturo, una lettera dal passato, presso il museo nazionale archeologico della Sibaritide, località Casa Bianca, a Sibari (CS); vernissage: fino al 31 maggio. Info: 0981/793912 - www.museovigliaturo.it. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1°gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando. SIMERI CRICHI (Cz) - Maratona Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratona Stracrichi il 14 giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per ulteriori informazioni: 368/560945 - 333/9725089.

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa e SANT’ANDREA APOSTOLO (Cz) - Stage di canto il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandlo L'associazione artistico musicale "Sound Academy" e la con tesy voice superkaraoke. 1, 2, 3 maggio festa della birra. Schola Cantorum "Officium" di S. Andrea Apostolo dello Jonio organizzano, per il 9 e 10 maggio, uno stage di canto con Gabriella Scalise, docente di canto nella trasmissione tele- SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo visiva Amici di Maria De Filippi. Programma: sabato 9 mag- Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro gio:ore 9.00, arrivi e registrazione dei partecipanti; ore 9.30, del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà inizio lezioni; ore 12.30, pausa pranzo; ore 15.00, prosecu- eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compazione lezioni fino alle 19.30; domenica 10 maggio: ore 9.00, gnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia inizio lezioni; ore 12.30, pausa pranzo; ore 14.30, prosecu- del Grillo. Programma:concluderà la stagione, a partire zione lezioni fino alle 17.30. Lo stage prevede i seguenti co- dal 21 maggio (data modificata rispetto a quella prevista sti: euro 70,00 iscrizione corso, oppure euro 100,00 iscri- in primo momento di sabato 25 aprile), la nuova produzione corso più n. 1 pensione completa presso il Villaggio zione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” Ventaclub "Nausicaa". Chi vorrà pranzare o cenare presso il per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di Villaggio Ventaclub "Nausicaa" potrà farlo, previa prenota- teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanzione, al costo di euro 15,00 (menù complet). Per informa- no del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. zioni: 380/3250993 - www.unavoceperlojonio.it.

Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorSCALEA (Cs) - Global beat moviment no di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione preceIl 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., se- dente possono confermare il posto telefonando o lascianrata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un do un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teamix di tarantella, pizzica, ska e reggae. trodelgrillo@libero.it". SCILLA (Rc) - “Giro d’Europa a nuoto” La prima tappa del “Giro d' Europa a nuoto per un mondo senza barriere e senza frontiere”, domenica 3 maggio 2009, vedrà impegnato Salvatore Cimmino nello spazio di mare che divide la Sicilia dalla Calabria nel difficile tratto di mare da Messina a Scilla per realizzare la simbolica unione tra Scilla e Cariddi.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: oggi Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio 2009 Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Slow food, inziative culturali

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SIBARI - Settimana della Cultura

Il Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con tutti i suoi istituti, promuove la Settimana della Cultura, quest’anno giunta all’XI edizione con lo slogan "la cultura è di tutti, partecipa anche tu". In questo contesto Silvio Vigliaturo - che da anni ha una solida collaborazione con l’Unical ed è, insieme a Gerardo Sacco e Santo Versace, testimonial nel mondo dell’ateneo calabrese - espone una collezione di sculture in terracotta e

L’associazione Slow food di Soverato promuove una serie di iniziative culturali rivolte alla conoscenza e valorizzazione delle caratteristiche culturali e sociali del territorio e si pone l’obiettivo di promuovere iniziative rivolte all’acquisizione di strumenti di conoscenza del "gusto" da parte di cittadini sempre più attenti e numerosi. Tra queste azioni rientra il progetto in corso presso l’istituto alberghiero di Soverato che pone l’accento sulla necessità che i futuri operatori del settore enogastronomico diventino i depositari della cultura e della tradizione del territorio. Gli incontri di educazione sensoriale e alimentare, con presentazione dei prodotti calabresi (Olio, formaggio, miele, vino, salumi), hanno un contributo economico di compartecipazione concesso dall'assessorato alla pubblica istruzione della Provincia di Catanzaro. Gli incontri sono articolati in 5 moduli, uno per ogni prodotto, curati dagli esperti

Slow Food e si tengono nell’istituto alberghiero Ipssar di Soverato durante le attività didattiche di valorizzazione della cucina tradizionale. In questa esperienza sono coinvolte alcune classi del corso serale, coordinate dal professore Raffaele Colosimo, docente di scienza dell’alimentazione. La programmazione è così articolata: presentazione e discussioni preliminari in aula: aprile. Presentazione con proiezioni presso la sala biblioteca dell'ipssar: vino, lunedì 27 aprile, ore 17.00-20.00; olio, giovedì 30 aprile, 17.00-20.00. Conclusione: martedì 5 maggio, ore 17.00-20.00: presentazione dei prodotti, incontri con i produttori, laboratori del gusto. SOVERATO (Cz) - Festa della birra Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione del programma che si terrà in occasioe della seconda Festa della birra- Città di Soverato nei giorni 1-2-3 maggio 2009.All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, cabaretisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'assegnazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria del giovane soveratese deceduto tragicamente più di vent'anni fa. Il premio è riservato agli artisti che vorranno esibirsi nei giorni 1-2-3 maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in una somma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dall'organizzazione. Programma: venerdì 1 maggio, apertura ore 17.00; ore

17.30, Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo - in gara i quartieri di Soverato ; ore 18.30 , Festival Di Cabaret - Ospiti Iduecò... (Duo Cabarettistico Calabrese); ore 20.30, sagra della melanzana – Piatto unico a base di melanzane; ore 21.00, ironia e cabaret con le Drag Queen (Francys); ore 22.00, concerto Dei Marasà. Sabato 2 maggio, ore 17.30, finale regionale del Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo; ore 19.00, Mago Florius (spettacolo di Magia e Cabaret); ore 20.00, sagra del panino con la salsiccia; ore 20.30, festival di cabaret - Ospite Cesare Gallarini (Comico e autore, collabora ai testi con Aldo, Giovanni e Giacomo e I Fichi D’India); ore 22.00, concerto degli Ariacorte (Pizzica Salentina). Domenica 3 maggio, ore 17.30, Il Fantastico mondo dei Bambini – Festa con maschere e gadgedts per i bambini; ore 18.30, festa del mangione – Gara a premi per chi mangia più panini; ore 19.30, Tesy Voice - Gara di Superkaraoke e Superpremio; ore 20.30, sagra della trippa; ore 21.00, finale del Festival Di Cabaret - Ospite Francesco Addeo e il Suo Cabaret Magico; ore 22.00, concerto di Mimmo Cavallaro ( Tarantapower).Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 3280715176 oppure inviare mail a barmario.vs@libero.it. SPEZZANO A. (Cs) - Giornata mondiale del libro Dopo la positiva esperienza del 2006, l’Associazione Culturale MeEduSA di Spezzano Albanese torna a prendere parte attiva alle celebrazioni de “La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”, promossa dall’Unesco in tutto il mondo il 23 aprile di ogni anno. L’idea di questa giornata, storicamente, ha la sua origine in Catalogna. Giorno26 aprile a Spezzano Albanese ci sarà l’iniziativa “Un Mondo di Libri”, che vedrà a confronto una serie di autori chiamati a presentare uno dei propri libri già pubblicati. Entrando nel merito, giorno 26 arriveranno a Spezzano la scrittrice Clelia Rimoli, che proporrà il volume di liriche intitolato “Attimi rubati al tempo”; lo scrittore Pino Marasco, con il suo volume di letteratura per l’infanzia dal titolo “Pasticci di parole”; Wilma Pellegrini presenterà il proprio testo “Io, la Vita e... il Cancro”, un viaggio toccante nella malattia che l’ha colpita; Vincenzo Viteritti esporrà ai presenti lo studio contenuto ne “Il Castello di Corigliano Calabro”; con Lucia Scuteri, infine, si entrerà nel merito nel mondo dell’insegnamento scorrendo le pagine di “Scuola, famiglia e società in cammino”. Nell'ambito della manifestazione spazio anche ai neofiti della scrittura, con la presentazione dell’opera prima della giovanissima scrittrice di Spezzano Albanese Angela Toma, autrice del romanzo dal titolo “Ti prego amami!”. Sul testo sarà chiamato a relazionare il poeta Francesco Fusca. I lavori, coordinati dal presidente MeEduSA Emanuele Armentano, saranno arricchiti dall'intervento del Funzionario della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, Flaminia Brigante Colonna, che da Roma porterà nella cittadina arbëreshe il proprio messaggio sulla manifestazione promossa in tutto il mondo. Per il saluti, sarà presente il sindaco spezzanese Ferdinando Nociti. Gli altri due appuntamenti che chiudono il ciclo 2009 delle iniziative della MeEduSA nell’ambito della “Giornata Mondiale del Libro e del Diritto D’Autore” si terranno l’11 maggio, quando sarà presentato il lavoro del giornalista e scrittore Paride Leporace dal titolo “Toghe Rosso Sangue”. In programma per questa giornata ci saranno due appuntamenti di presentazione: al mattino, l’incontro tra gli studenti dell’Ipsia “Aletti” di Trebisacce e l’autore; nel pomeriggio lo scenario sarà ancora Spezzano Albanese, che ospiterà, sempre presso la Sala Consiliare, un altro incontro con l'autore.


il Domani Sabato 25 Aprile 2009 53

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Assemblea regionale di Accademia Kronos Calabria oggi e domani in programma a Tropea

Raduno dei cori polifonici a Strongoli IL CARTELLONE

La seconda edizione della Fiera nautica delle Calabrie a Vibo Valentia

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it. STRONGOLI (Kr) - Raduno dei Cori polifonici Il coro polifonico "Diocesi di Lamezia Terme" ha assicurato la sua presenza al XXVIII raduno regionale dei Cori polifonici in programma nel monumentale duomo di Strongolioggi. La partecipazione del Coro della diocesi lametina, fortemente voluta dal responsabile regionale della Associazione Italiana Santa Cecilia donVincenzo Barbieri, si inserisce negli appuntamenti programmati per festeggiare i venti anni della sua nascita. La rassegna canora vedrà come protagoniste venti cori polifonici che in mattinata animeranno tutti insieme la concelebrazione eucaristica presieduta da Monsignor Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone-Santa Severina. Nel pomeriggio, nello stupendo scenario del Duomo di Strongoli sfileranno, uno ad uno, tutti i cori presenti, provenienti dalle varie province calabresi, esibendosi nei propri brani sotto la direzione dei rispettivi maestri. A questo punto il coro polifonico della diocesi lametina, diretto dal Maestro Don Pino Latelli, eseguirà Regina Coeli di Pierluigi da Palestrina e la Salve Regina del compositore di LameziaTerme Santo Sesto.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con i seguenti orari 9.30-12.30 e 16.0019.00. TAVERNA (Cz) - Al Mattia Pub Programma del Mattia Pub di Taverna: oggi, Il cervellone con movida Calabria. Per info Lia Tommaso 338/1065099 myspace.com/mattiapub - mattiapublia@libero.it. TAVERNA (Cz) - Nuove opere al Museo Civico Da ogginelle sale della Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna, sarà possibile ammirare le nuove importanti acquisizioni del Museo Civico. Si tratta di 10 opere realizzate rispettivamente dall’artista romana Gloria Persiani (due libri d’artista, tre tele e una scultura); dai lombardi Piero Tramonta e Giovanni Lamberti; dai calabresi Gioacchino Lamanna e Pietro De Seta. Gli artisti, tutti riconosciuti esponenti della ricerca visiva italiana, nei mesi scorsi avevano ufficialmente deciso di lasciare nella Patria di Mattia Preti un segno della loro parabola creativa ed incrementare così que-

sto importante settore del museo che oggi conta oltre 500 opere, vera testimonianza di gran parte delle correnti artistiche del trascorso Novecento e pone l’Istituzione Culturale di Taverna come fondamentale punto di riferimento dell’arte contemporanea in Calabria. Un ulteriore significativo riscontro alla concreta azione culturale del museo di Taverna nel suo territorio sarà costituito nei primi mesi del nuovo anno 2009 dalla progettata installazione nel centro storico cittadino di nuove opere destinate al Macat (Museo d’Arte Contemporanea all’Aperto di Taverna) curato da Giuseppe Valentino e donate dagli artisti Franco Di Pede, Pasquale Cerra e Mario Naccarato. TROPEA (Vv) - Assemblea regionale Kronos Si svolge a Tropea, presso un Villaggio turistico della costa nord, l’assemblea regionale di Accademia Kronos Calabria, nelle due giornate di oggi e di domenica 26 aprile. L’Associazione Ambientalista è presente in tutte le cinque province della regione: Reggio, Vibo Valentia, Catanzaro, Crotone, Cosenza. In alcune province (come Reggio, Vibo, Catanzaro) ha più di una delegazione (Locri, Scilla, Villa San Giovanni, Parghelia, Catanzaro Lido). Il coordinamento regionale è stato istituito nel 1984, ma le Sezioni calabresi sono state fondate già dal 1972, e da allora operano costantemente attraverso una attenta sensibilizzazione ecologica per la valorizzazione e la difesa del patrimonio naturalistico. Introdurrà i lavori il presidente regionale arch. Alberto Gioffrè (di reggio), Consigliere Nazionale di Ak. Seguirà l’intervento del referente regionale nell’Assemblea delle Regioni Ing. Dario Giuliano (di Vibo). All’Ordine del Giorno, oltre gli aspetti organizzativi, verrà trattato il programma regionale di intervento associativo in sinergia con gli enti protezionistici calabresi. Hanno comunicato le proprie adesioni: il vice presidente regionale avv. Antonio Nanìa, di Catanzaro; la consigliera regionale e nazionale prof.ssa Lucia Abiuso, presidente della Sezione di Catanzaro; il vice referente di Ak nell’assemblea delle Regioni rag. presidente della Sezione di Cosenza. L’assemblea regionale precede di pochi giorni quella Nazionale, che si svolgerà a Roma giovedì 30 aprile.

da passione che lega moltissimi calabresi alla Vecchia Signora del calcio italiano. In rappresentanza della Juventus sarà presente una nutrita e prestigiosa delegazione, costituita dal team manager Gianluca Pessotto, i calciatori Sebastian Giovinco e Giorgio Chiellini, il presidente onorario del coordinamento Juventus Club doc Mariella Scirea, il responsabile del Coordinamento Club doc Ezio Morina. Alla kermesse juventina saranno inoltre presenti numerose autorità del mondo calabrese sportivo, giornalistico, culturale ed anche religioso. La manifestazione, che si concluderà con una cena di gala, rigorosamente ad inviti, sarà presentata dalla giornalista e conduttrice di Juventus Channel, Valeria Ciardiello. Il "Premio Magnagrecia bianconera" verrà realizzato dal celebre maestro orafo Gerardo Sacco. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale: www.dilloconilvino.it. Questo portale prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio.

CALABRIA - Tournèe teatrale dei Fichi d’India Quattro le date in Calabria della lunga tournèe teatrale di Bruno Arena e Massimo Cavallaro, in arte “I Fichi d’India”. Programma: il 29 e il 30 aprile al Cinema Teatro Garden di VIBO V. - Memorial Gaglioti Rende, il 1 Maggio al Palamilone di Crotone e il 2 maggio al L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fi- polifunzionale Open Space di Isca Marina. Per informaziopav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Vibo ni www.essemmemusica.it. Valentia organizzano 4° minibeachvolley - 3° memoriale Gaglioti, giorno 24 maggio, al lido Chiringuito di Pizzo Calabro (Vv). Inoltre saranno allestite due aree per permettere ai bam- CALABRIA - Premio Sharo Gambino bini più piccoli (dai 3 ai 5 anni e non solo) di poter colorare o In occasione del primo anniversario della scomparsa dello giocare con la sabbia. scrittore Sharo Gambino, l’associazione culturale “Il Brigante” ha istituito il “Premio Sharo Gambino” promosso dall’assessorato al Turismo della Regione Calabria, che proVIBO V. - Fiera nautica, seconda edizione muove le Arti, la Letteratura e il Giornalismo. Le premiaAl via i preparativi per la seconda edizione della Fiera Nauti- zioni si svolgeranno in cinque Comuni, cari all’autore, che ca delle Calabrie, l’unica di genere realizzata nella regione, che hanno aderito prontamente all’iniziativa. Pino Michienzi, anche quest’anno avrà luogo nell’area Portuale di Vibo Mari- AnnaMaria De Luca e il Teatro del Carro, rappresenteranna dall’1 al 3 maggio. no: oggia S. Demetrio Corone, il 26 aprile a Vazzano, lo spettacolo “’U Vizzarru”, tratto dall’omonimo romanzo di Sharo Gambino, con adattamento e regia dello stesso MichienVILLA SAN GIOVANNI (Rc) - Laboratorio Woz zi ed arricchito con il recupero delle rumanze, delle ballate Con la conferenza stampa di presentazione, alle ore 17 di og- e dei cunti dei cantastorie, ultimi affascinanti menestrelli del gi, presso la Filanda Cogliandro di Cannitello, inizia la sesta Sud. 1 maggio a Torre di Ruggiero e 2 maggio a Nardodipaesperienza del Laboratorio Woz. Woz è un workshop indipen- ce saranno interpretate invece le poesie e i racconti del grandente e nomade che ha deciso, come fa ogni nomade, di pian- de autore, con titolo “Cè fame anche di Cristo”. tare le tende in un luogo preciso, l’area dello Stretto di Messina, occhio del ciclone per alcuni e periferia dell’Impero per altri. Il laboratorio contempla tre modelli d’intervento: le stra- ROMA - Presentazione Moda Movie 2009 tegie, i metaprogetti, i prototipi. Ogni ambito trova riscontro L’associazione Creazione e Immagine organizza la confein proposte teoriche e formali, accompagnate da un’adeguata renza stampa nazionale di presentazione del progetto Mocomunicazione. I partecipanti al Woz propongono diverse da Movie 2009. Lo stile della Femme Fatale. Anche queipotesi in termini di politiche urbane e culturali ad ampio rag- st’anno, la Confartigianato - Federazione Nazionale della gio. Gli amministratori locali sostengono il laboratorio, facili- Moda ospiterà, la presentazione ufficiale alla stampa natano le relazioni con la popolazione e accolgono le proposte e zionale. La conferenza stampa avrà luogo giorno 11 magi prototipi realizzati. Ma i veri protagonisti del laboratorio re- gio presso la sede nazionale della Confartigianato - Federastano gli abitanti delle micropoli che suggeriscono sia le dire- zione Nazionale della Moda, in via S. Giovanni Laterano, zioni da prendere che quelle da trascurare. Anche i bambini. 152- Roma alle ore 11:00. Protagonisti, infatti, della sezione Woz Kiz, alla stregua dei professionisti, propongono ai temporanei ospiti il loro modello di città, le loro specifiche necessità, i loro desideri. VILLA S. GIOVANNI (Rc) - Magnagrecia bianconera Si terrà il 26 aprile 2009 presso l’Altafiumara Resort, nella splendida cornice naturale di Santa Trada tra Villa San Giovanni e Scilla, la prima edizione del "Premio Magnagrecia bianconera”, istituito dal Coordinamento Juventus Club Doc della Calabria. Il Coordinamento regionale ha deciso di assegnare il primo "Premio Magnagrecia bianconera” alla società Fc Juventus, al fine di testimoniare il grande amore e la profon-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale:

via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 25 Aprile 2009 55

Spettacoli e tv filmintv Italia1 ore 16.00 09.50 10.40 10.50 10.55 12.00 13.30 14.00 14.30 17.00 17.10 17.40 17.45 18.50

SETTEGIORNI (Attualità) APRIRAI (Cinema) APPUNTAMENTO AL CINEMA 64 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE (Attualità) LA PROVA DEL CUOCO (Gastronomia) TELEGIORNALE (Ultime notizie) EASY DRIVER EFFETTO SABATO (Talk show) TG1 - CHE TEMPO FA (Ultime notizie) A SUA IMMAGINE (Religione) TG1 L.I.S. (Ultime notizie) PASSAGGIO A NORD OVEST L’EREDITÀ

Ore 21.10 - “Ti lascio una canzone” Con Antonella Clerici 20.00 20.30 20.35 21.10 00.05 00.10 00.50 01.15 01.25 01.30 01.35 03.25 04.15 05.10 05.50 06.00 06.30

TELEGIORNALE (Ultime notizie) RAI TG SPORT AFFARI TUOI (Spettacolo con giochi) TI LASCIO UNA CANZONE TG1 (Ultime notizie) APPLAUSI - TEATRO E ARTE MUSIC 2009 TG1 NOTTE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA SPOSAMI, KATE! (Commedia) TUTTO TOTÒ (Cinema) DON MATTEO 6 (Poliziesco) HOMO RIDENS AGENZIA RIPARATORTI QUELLO CHE SABATO & DOMENICA

08.00 09.30 10.00 10.15 10.45 11.25 11.35 12.25 12.45 13.00 14.20 17.10 18.00 18.10 19.00 19.30 20.30 21.05 22.40 23.20 23.30 01.50 02.25 02.30 02.35 03.40 04.15 05.45 05.50 06.00 06.15 06.45 07.00

TG2 MATTINA (Ultime notizie) TG2 MATTINA L.I.S. (Ultime notizie) TG2 MATTINA (Ultime notizie) SULLA VIA DI DAMASCO (Religione) QUELLO CHE APRIRAI (Cinema) MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 - GIORNO (Ultime notizie) RAI SPORT (Automobilismo) QUALIFICHE (Automobilismo) ITALIAN ACADEMY 2 SERENO VARIABILE (Ambiente) TG2 (Ultime notizie) JAG - AVVOCATI ALLA DERIVA PILOTI (Sitcoms) SCORIE DI SCORIE TG2 (Ultime notizie) COLD CASE - DELITTI IRRISOLTI (Poliziesco) SABATO SPRINT TG2 (Ultime notizie) TG2 DOSSIER (Attualità) ITALIAN ACADEMY 2 METEO 2 (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA IL CAFFÈ (Cultura) CERCANDO CERCANDO NET.T.UN.O. - NETWORK PER L’UNIVERSITÀ OVUNQUE (Cultura) QUARTO POTERE FILIPPINE, ULTIMA FRONTIERA, L’ISOLA PALAWAN L’AVVOCATO RISPONDE INCONSCIO E MAGIA MATTINA IN FAMIGLIA TG2 MATTINA (Ultime notizie)

08.15 IL VIDEOGIORNALE DEL FANTABOSCO (Intrattenimento) 09.00 RAI EDUCATIONAL TV TALK (Cultura) 10.30 RAI EDUCATIONAL ART NEWS (Cultura) 11.00 TGR - I NOSTRI SOLDI (Ultime notizie)

Ore 21.30 - “Ulisse: il piacere della scoperta” Conduce Alberto Angela 11.15 11.30 11.45 12.00 12.25 12.55 13.20 14.00 14.20 14.45 14.50 15.50 15.55

23.20 23.40 00.40 00.50 01.10 01.25 01.35 01.40 03.15 04.55 06.00 07.00

CANALE 08.00 08.50 09.30 11.15 13.00 13.40 14.10 15.30 18.15 18.50 20.00

TG5 MATTINA (Ultime notizie) LOGGIONE SUPERPARTES (Attualità) MAURIZIO COSTANZO SHOW (Talk show) TG5 (Ultime notizie) AMICI GRANDE FRATELLO 9 - RIASSUNTO (Reality-TV) VERISSIMO - TUTTI I COLORI DELLA CRONACA (Attualità) IL MAMMO (Sitcoms) CHI VUOL ESSERE MILIONARIO (Spettacolo con giochi) TG5 (Ultime notizie)

Ore 21.10 - “Bellissima - Cabaret anticrisi” Nella foto il cast 20.31 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 21.10 BELLISSIMA - CABARET ANTICRISI 23.45 MAURIZIO COSTANZO SHOW (Talk show) 01.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 02.00 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 02.32 MEDIASHOPPING (Acquisti) 02.46 BELLA DA MORIRE (Commedia) 03.46 TGCOM (Ultime notizie) 03.48 BELLA DA MORIRE (Commedia) 04.17 MEDIA SHOPPING (Acquisti) 04.29 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 05.00 TUTTI AMANO RAYMOND (Sitcoms) 05.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 06.00 TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) 08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie)

TGR ESTOVEST (Attualità) TGR LEVANTE (Attualità) TGR ITALIA AGRICOLTURA (Attualità) TG3 - RAI SPORT NOTIZIE TGR - IL SETTIMANALE (Ultime notizie) TGR BELL’ITALIA TGR MEDITERRANEO (Attualità) TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) TG3 (Ultime notizie) TG3 PIXEL TGR AMBIENTE ITALIA (Ambiente) TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) RAI SPORT - SABATO SPORT (Cricket) 90’ MINUTO SERIE B METEO 3 (Ultime notizie) TG3 (Ultime notizie) TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) BLOB PRESENTA VOTA ANTONIO CHE TEMPO CHE FA (Talk show) ULISSE - IL PIACERE DELLA SCOPERTA TG3 (Ultime notizie) AMORE CRIMINALE (Attualità) TG3 (Ultime notizie) TG3 AGENDA DEL MONDO (Attualità) TG3 - SABATO NOTTE (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) I FIGLI DI NESSUNO ANGELO BIANCO (Dramma) TORNA! (Dramma) FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) ASPETTANDO E’ DOMENICA PAPÀ (Magazin)

ITALIA

RETE

08.05 GRAND PRIX (Automobilismo) 08.55 TWIN PRINCESS - PRINCIPESSE GEMELLE (Animazione) 09.05 MERMAID MELODY - PRINCIPESSE SIRENE (Animazione) 09.35 CATTIVIK (Animazione) 09.50 SPIDER RIDERS (Animazione) 10.15 YU-GI-OH GX (Animazione) 10.40 BERNARD (Animazione) 10.45 DHARMA & GREG (Sitcoms) 11.20 V.I.P. 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.00 STUDIO SPORT 13.35 TGCOM (Ultime notizie) 14.05 LA BOMBA (Commedia) 15.02 TGCOM (Ultime notizie) 15.08 LA BOMBA (Commedia) 16.00 DA GIUNGLA A GIUNGLA (Commedia) 16.57 TGCOM (Ultime notizie) 17.03 DA GIUNGLA A GIUNGLA (Commedia) 18.28 STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) 19.00 TUTTO IN FAMIGLIA (Sitcoms) 19.30 SCOOBY-DOO (Film) 20.26 TGCOM (Ultime notizie) 20.32 SCOOBY-DOO (Film) 21.05 MAMMA HO ALLAGATO LA CASA (Commedia) 22.02 TGCOM (Ultime notizie) 22.08 MAMMA HO ALLAGATO LA CASA (Commedia) 23.00 BLADE: TRINITY (Azione) 23.57 TGCOM (Ultime notizie) 00.02 BLADE: TRINITY (Azione) 00.36 TGCOM (Ultime notizie) 00.41 BLADE: TRINITY (Azione) 01.20 POKER1MANIA 02.15 STUDIO SPORT 02.55 MEDIASHOPPING (Acquisti)

08.10 09.05 09.25 11.00

Ore 14.05 - “La bomba” Regia di Giulio Base, con Rocco Papaleo e Alessandro Gassman 03.15 EMANUELLE NERA - ORIENT REPORTAGE (Dramma) 04.35 MEDIASHOPPING (Acquisti)

Remake americano di Un indiano in città, che impoverisce la già scarsa verve dell'originale. Vorrebbe parlare ai ragazzi che invece sono distanti anni luce da questi modelli narrativi. Regia di John Pasquin, con Tim Allen e Sam Huntington.

Italia1 ore 21.05

18.10 18.55 19.00 19.30 20.00 20.10 21.30

Ore 21.05 - “Cold case - Delitti irrisolti” In foto Kathryn Morris

“Da giungla a giungla” Pericoli a New York

“Mamma ho allagato la casa”

I genitori di Kevin McCallister si sono separati. Kevin, che vive con la madre, decide di il Natale con il papà nella villa della sua ricca fidanzata Natalie. Ma il ladro Marv Merchants, , insieme ad una nuova socia di nome Vera ha in progetto di colpire la villa di Natalie.

La7

ore 18.00

Ore 19.10 - “Se mi lasci ti cancello” Sky Cinema Mania

“Tesoro mio” con Johnny Dorelli

Un commediografo di irreparabile insuccesso è tradito dalla concubina con l'avvocato che gli finanzia le messinscena. Gli arriva in casa Tesoro, colf afroorientale al primo servizio che, per soprammercato, è miliardaria e di sangue reale. Risolve la situazione.

Nuovo talent show sulla danza su Rai2

Academy, il sogno del ballo

MACGYVER STASERA A TEATRO VIVERE MEGLIO (Salute) ANTEPRIMA - CUOCHI SENZA FRONTIERE

Ore 21.10 - “Il commissario Cordier” Con Pierre Mondy 11.30 TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 11.40 CUOCHI SENZA FRONTIERE (Gastronomia) 12.25 RENEGADE 13.25 ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) 13.30 TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 14.05 SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM 15.00 POIROT: IL MISTERO DEL TRENO AZZURRO (Poliziesco) 15.51 TGCOM (Ultime notizie) 15.58 POIROT: IL MISTERO DEL TRENO AZZURRO (Poliziesco) 17.00 MONK 18.00 TANZANIA: IL PARCO DELLE TARANGIRE 18.45 ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) 18.55 TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 19.35 WALKER, TEXAS RANGER (Azione) 21.10 IL COMMISSARIO CORDIER (Poliziesco) 23.20 GUIDA AL CAMPIONATO 00.10 PASSWOR*D - IL MONDO IN CASA (Attualità) 01.10 TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) 01.25 IERI E OGGI IN TV SPECIAL 02.15 VIVERE MEGLIO (Salute) 03.25 MEDIA SHOPPING (Acquisti) 03.40 BLUE MURDER (Poliziesco) 04.10 FEBBRE D’AMORE (Telenovela) 05.10 TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) 05.30 SECONDO VOI (Attualità) 05.35 PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA 05.40 KOJAK (Poliziesco) 06.10 WEST WING - TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE 06.50 TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie)

17.20 CHE FATICA FARE LA STAR! (SkyCinema1) 17.25 UNA SU 13 (SkyCinemaClassics) TUTTA LA VITA DAVANTI (SkyCinemaPiu24) 17.30 IMPATTO CRIMINALE (SkyCinemaMax) 17.55 SURF’S UP - I RE DELLE ONDE (SkyCinemaFamily) 18.45 SOL LEVANTE (SkyCinemaHits) 18.55 RENDITION - DETENZIONE ILLEGALE (SkyCinema1) 19.05 IL GRANDE SONNO (SkyCinemaClassics) 19.10 DEATH SENTENCE - SENTENZA DI MORTE (SkyCinemaMax) SE MI LASCI TI CANCELLO (SkyCinemaMania) 19.25 PRINCESS - ALLA RICERCA DEL VERO AMORE (SkyCinemaFamily) 19.35 EMPIRE (SkyCinemaPiu24)

Ventiquattro ragazzi con lo stesso sogno: danzare. È ’Italian Academy 2’ il nuovo talent show di Raidue condotto da Lucilla Agosti in onda dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 15 e il sabato, a partire da oggi, in diretta dalle 14 alle 17. Un viaggio nel ballo - dal classico al moderno all’hip hop - che termina con la finalissima del 10 giugno, in prima serata. I ragazzi inizieranno a studiare danza sotto la guida di grandi artisti, professionisti del ballo: Luciana Savignano, Raffaele Paganini e Little Phil maestri d’eccezione rispettivamente di danza moderna, classica e hip hop.

curiosità dalla rete Per i carcerati dell’Eta tv online

I siti del governo russo ai voti

Alcune organizzazioni che sostegono i carcerati dell’Eta hanno lanciato il primo canale Tv su internet, per i membri del gruppo. La tv online diffonde notizie legate al mondo dei carcerati e della polizia.

Il presidente Medvedev si dà i voti ai siti internet del governo, bocciando quello dell’Ufficio di Immigrazione, e lodando il sito del Fisco.

Il cloud computing arriva da IBM IBM entro l’anno lancerà un nuovo servizio di cloud computing (computer collegati in gruppo per una maggiore potenza).

BLOBbox, fra televisione e web BLOBbox è il nuovo software made in Italy, per l’integrazione fra tv e Internet, che permette di vedere contenuti web sul teleschermo e di interagire con altri utenti. In vendita online da qualche settimana.

21.00 LE SCIMMIE ASSASSINE (SkyCinemaMax) PICCOLE DONNE (SkyCinemaClassics) SPIDERWICK - LE CRONACHE (SkyCinema1) DONKEY XOTE (SkyCinemaFamily) ELEPHANT (SkyCinemaMania) 21.15 IL BACIO CHE ASPETTAVO (SkyCinemaHits) 22.20 SOGNI E DELITTI (SkyCinemaPiu24) 22.30 ZOOLANDER (SkyCinemaMania) 22.35 LA BELLA ANTONIA, PRIMA MONICA E POI... (SkyCinemaMax) I PADRONI DELLA NOTTE (SkyCinemaPiu24) 22.45 CAKE. TI AMO, TI MOLLO... TI SPOSO (SkyCinema1) FANTOZZI 2000 - LA CLONAZIONE (SkyCinemaFamily) 23.00 BOYS & GIRLS - ATTENZIONE: IL SESSO... (SkyCinemaHits) 23.05 LA CAROVANA DEI MORMONI (SkyCinemaClassics) 00.20 A LETTO COL VAMPIRO (SkyCinemaMax)

OMNIBUS LIFE (Attualità) MOVIE FLASH L’INTERVISTA (Attualità) MOVIE FLASH ORAZI E CURIAZI (Dramma) TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) JACK FROST (Poliziesco) SUPERBIKE (Automobilismo) NOI SIAMO ANGELI MOVIE FLASH TESORO MIO (Commedia) TG LA7 (Ultime notizie) VICTOR VICTORIA - SENZA FILTRO ROCKY IV (Azione) GRAZIE AL CIELO SEI QUI TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH M.O.D.A (Moda) 25 ORA - IL CINEMA ESPANSO (Cinema) 04.00 CNN - NEWS (Ultime notizie) 06.00 TG LA7 - METEO - OROSCOPO TRAFFICO (Ultime notizie) 07.00 OMNIBUS WEEKEND (Attualità) 09.15 10.05 10.10 10.40 10.45 12.30 12.55 13.00 14.55 16.15 17.55 18.00 20.00 20.30 21.10 23.10 00.55 01.20 01.25 02.00

09.00 11.00 12.00 14.00 15.00 15.30 16.00 16.05 17.05 18.00 18.05 19.00 19.30 20.00 20.05 21.00 22.00 22.25 22.30 23.30 01.00 02.00 04.00 06.00

PURE MORNING LOVE TEST HIT LIST ITALIA GREEK NOBILE MOBILE ROOM RAIDERS FLASH (Ultime notizie) 10 OF THE BEST INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) MADE MAKING THE MOVIE NEXT (Reality-TV) FLASH (Ultime notizie) MTV THE MOST CENTRAL STATION NEUROVISIONE FLASH (Ultime notizie) I SOLITI IDIOTI (Commedia) RANDY JACKSON PRESENTS: AMERICA’S BEST DANCE CREW (Reality-TV) YO! - SELECTED BY FABRI FIBRA PARTY ZONE CHILL OUT ZONE WAKE UP



il domani