Page 1

Venerdì 25 Febbraio 2011

Anno XIV - Numero 55

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

POLITICA

REGIONE

Quote rosa, per l’on. Pino Galati «il ddl va difeso e sostenuto»

SANITÀ I farmacisti ringraziano il presidente Scopelliti, lo sciopero non ci sarà

Tra Calabria e Australia un protocollo d’intesa

a pag » 10

a pag » 3

a pag » 9

Il provvedimento ha colpito un imprenditore, considerato riferimento della cosca mafiosa dei “Papaniciari” di Crotone

Confiscati beni per 10 milioni di euro L’uomo imponeva le forniture di calcestruzzo ai costruttori accrescendo i profitti delle proprie imprese, sigilli a un villaggio turistico L’INTERVENTO

Due problemi: al Qaida e un milione di profughi

Il patrimonio è riconducibile all’imprenditore Antonio Campisi rinviato a giudizio per associazione mafiosa, confiscate numerose autovetture, nonché molteplici beni immobili riconducibili a Campisi ed ai suoi familiari conviventi a pag » 8

GHEDDAFI ACCUSA BIN LADEN

di Roberto Maroni

Cosca Lo Giudice fermato l’armiere

ministro dell’Interno

Per ora siamo in grado di fronteggiare l’emergenza, ma non per tanto tempo. E soprattutto dipende da che cosa succederà in Libia, una situazione per cui Frontex ha stimato non 100 ma un milione di possibili profughi. E’ una dimensione che non si è mai verificata prima. Occorre un nuovo e diverso approccio. E’ qualcosa di completamente nuovo, che non è simile a niente di ciò che è successo negli anni scorsi. Se a questo aggiungiamo l’annuncio attribuito ad al Qaida secondo cui l’organizzazione terroristica sostiene i ribelli in Libia ed è contro Gheddafi, c’è ulteriore preoccupazione. Non solo per l’impatto sull’Italia, ma per la nuova situazione che si creerà in Libia nei prossimi anni. L’Europa deve assumere un ruolo guida e dire qual è il suo progetto per la Regione? Io non vedo nessun lavoro in questo senso.

‘NDRANGHETA

Il leader libico: hanno drogato i manifestanti ROMA - «Bin Laden ha distribuito delle pillole stupefacenti e droghe agli abitanti di Zawia per combattere contro il nostro caro Paese». Gheddafi interviene ancora una volta in diretta tv, collegato telefonicamente con la televisione di Stato libica. Nel suo intervento parla di una «rivolta farsa» e attacca al Qaida. «Quel che sta accadendo a Zawia è una commedia: gli uomini di Bin Laden hanno distribuito le droghe nell’acqua, nello yogurt, nel cibo agli abitanti».

REGGIO CALABRIA - La polizia ha fermato a Reggio Calabria Demetrio Giuseppe Gangemi, di 41 anni, imprenditore, ritenuto organico alla cosca dei Lo Giudice. L’arresto di Gangemi è stato fatto in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Dda di Reggio Calabria. Gangemi, detto "Mimmo", secondo quanto emerso dalle indagini, aveva l’incarico di curare l’arsenale della cosca e si occupava di trasportare, spostare e occultare le armi e gli esplosivi allo scopo di impedirne il ritrovamento. L’arresto di Gangemi scaturisce dal riscontro delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Antonino Lo Giudice, ex capo della cosca, e Consolato Villani che lo hanno indicato tra gli affiliati della cosca per volere del boss Giuseppe Lo Giudice. a pag » 8

CATANZARO Costo delle abitazioni, il capoluogo è la città più cara della regione a pag » 12

COSENZA Il consigliere Caputo: il Commissario De Rose vada a visitare gli ospedali a pag » 18

REGGIO CALABRIA Boom di visitatori durante il restauro dei bronzi di Riace esposti al pubblico a pag » 20

IL COMMENTO

Sono stati tutti grandi amici del dittatore di Giuseppe Candido Abolire la miseria

Il tema caldo che caratterizza le prime pagine dei giornali è ancora la rivolta in Libia e la sanguinosa repressione che il colonnello Gheddafi sta effettuando. Oltre mille i morti, forse diecimila. Ma, nonostante la minaccia di dure repressioni, imanifestantistrappano ancora altre città al controllo del raìs. Stefano Menichini, il direttore di Europa , in un editoriale, fa notare che la televisione araba Al jazeera da giorni trasmette insistentemente servizi sulle connessioni tra Gheddafi e l’Italia di Berlusconi e non solo. Realpolitik la chiama Menichini: una realpolitik che, in passato, ha caratterizzato anche la sinistra del nostro Paese. Quanta irrealistica realpolitik si domanda Valter Vecellio direttore di Notizie Radicali - ci sta anche a sinistra? Meno di sei mesi fa - nota Vecellio - il "gradito ospite", il colonnelloGheddaficheoggiscatena l’aviazione sui manifestanti, piazzava comodamente le sue tende a Roma e, finanche pochi giorni addietro, nel pieno della crisi tunisina, abbiamo potuto ascoltare esponenti del governo italiano che, in modo assai spericolato, hanno definito il regime di Gheddafi come "un modello che l’intero Magreb farebbe bene a seguire". Adesso, però, tutti prendono le distanze dal "dittatore sanguinario" con il quale, in nome della realpolitik, si sottoscrivevano trattati d’amicizia. Se ciò denota palesemente una miopia sconcertante... continua a pag » 2


2

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO Sono stati tutti grandi amici del dittatore ...da parte del governo è vero che anche molti altri, come sostiene Menichini, in questi giorni sembrano scoprire, cadendo dalle nuvole, chi davvero è Muammar Gheddafi. E, in effetti, l’imbarazzo per la situazione libica è certamente anche dell’opposizione. Proprio il Pd infatti, salvo le eccezioni dei sei deputati radicali e quelle di altri due parlamentari, votò compatto a favore di quel trattato d’amicizia italo libico che oggi mostra quanto fosse inefficace. Se infatti si va a vedere quali erano i due punti salienti che, in nome della realpolitik, ispiravano quel trattato ci si rende conto del suo fallimento. Da un lato c’è l’immigrazione e la possibilità che la Libia potesse "controllare", con i metodi che sono poi quelli sotto gli occhi di tutti, i flussi migratori provenienti dall’Africa. Per questo aspetto, a chiarire il fallimento del trattato è sufficiente citare il Giornale , quotidiano non certo ostile al governo e che, martedì 23 febbraio, titolava in prima pagina "La Bomba" la

notizia che "300 mila clandestini" sarebbero ormai "alla porta". "Ma l’Unione europea dice: affari vostri". E in effetti anche la televisione continua a mostrare sbarchi di migranti a Lampedusa che continuano nonostante le avverse condizioni meteo. Ma se dal punto di vista dell’immigrazione è rilevabile il totale disastro di quel trattato, c’è da dire che anche dal punto di vista dell’altro aspetto che ispirò quel trattato d’amicizia, la questione energetico economica in cui la Libia doveva esserci strategica per l’approvvigionamento, è facile rilevare che i risultati non siano tanto migliori. L’aver favorito il "pazzo di Tripoli", come da tempo lo definisce la diplomazia

statunitense, non ci ha favorito neanche sotto questo aspetto. A dimostrazione di ciò valga il titolo di apertura de Il Sole 24 ore , che qualche giorno fa fotografa la questione così: "Eni chiude il gasdotto libico. Il petrolio balza a 108 dollari, cadono i listini". Questi i due cardini del trattato italo libico che, evidentemente, è così che sono ridotti. E anche se il Presidente del Consiglio ha evidentemente esagerato con l’accoglienza del colonnello, sarebbe assolutamente ingeneroso dare, dei rapporti dell’Italia con la Libia, tutte le responsabilità a Berlusconi. È evidente che non è così: quella dell’amicizia con il colonnello è una linea che Berlusconi ha seguito ma che perdura non solo dai

Quella dell’amicizia con il colonnello è una linea che Berlusconi ha seguito ma che perdura non solo dai governi di sinistra (Prodi e ancor prima quello D’Alema) che l’hanno preceduto

IL PARTITO DEI PENSIONATI

di Carlo Fatuzzo

Un impegno enorme per il nostro Paese La prevedibile ondata di immigrati provenienti dalle zone turbolente del Nord-Africa, pronta ad abbattersi sulle nostra coste meridionali, deve preoccupare seriamente. Affrontare questa emergenza è un impegno enorme per il nostro Paese e, in questo caso, è anche difficile, se non per casi specifici, operare respingimenti o espulsioni dal momento che si tratta, chiaramente, di profughi. Ma può l’Italia da sola affrontare questo problema gravissimo che deve essere un problema di tutta l’Europa e forse non solo dell’Ue, ma di tutto il continente? Non è credibile che l’Ue pretenda di scaricare sul nostro Paese l’enorme peso che questa situazione comporta l’Italia ha già affrontato tante emergenze immigrazione, ma mai di queste proporzioni. L’Europa dov’è? Il Ministro Frattini sta rappresentando le ragioni dell’Italia con dignità e fermezza e sarebbe giusto che sentisse la solidarietà di tutte le forze politiche del Paese, al di là degli schieramenti politici perché questa emergenza che si sta abbattendo sull’Italia, deve riguardare tutti perché coinvolge appieno l’Italia e le sue strutture che non possono reggere un simile afflusso, come pure non può da sola affrontare i problemi sociali connessi all’arrivo di tanti cittadini dai Paesi del Nord-Africa. Non si può parlare di Europa solo per imporre all’Italia restrizioni e regole che danneggiano il nostro mercato, la nostra produzione, i nostri interessi: l’Europa, se c’è, vi deve essere sempre, ed è più che logico che i 27 stati dell’Unione Europea si facciano carico, ognuno per la propria parte, di questa situazione che non può essere scaricata sulla sola Italia. Gli immigrati devono essere smistati nei vari Stati europei per poi essere eventualmente agevolati in ricongiungimenti familiari, nei casi in cui è possibile, con familiari presenti anche in Paesi extraeuropei.

governi di sinistra (Prodi e ancor prima quello D’Alema) che l’hanno preceduto. Le responsabilità di una miope realpolitik risalgono ai tempi della prima repubblica e sono da ascrivere non soltanto alla classe politica ma anche a quella dell’economia forte italiana che, col leader libico, ha fatto per anni lucrosi affari. A chiarire questo aspetto sono significative due interviste. La prima è quella che Romano Prodi ha rilasciato al Corriere della Sera quando la violenza delle repressioni è ormai evidente. Prodi non si pente: "L’ho sdoganato difronte all’Occidente e lo rifarei". L’altra intervista, pubblicata dallo stesso quotidiano, è invece a Cesare Romiti che, nella qualità di ad della Fiat, coi libici ebbe a che fare per la loro qualità di soci della Fiat. La politica d’amicizia è una storia molto lunga che passa per i monti della Sila e i cieli di Ustica. È la storia di due amici in cui uno, per anni, ha fatto finta di non vedere come l’altro trattava i suoi oppositori. È da ben 42 anni che il colonnello è al potere in Libia come dittatore assassino dei suoi oppositori ed è sempre da 42 anni che in Europa e in Italia si pratica quella politica del "non si vede, non si sente e non si parla" in nome di una realpolitik che non ha funzionato.

Negli anno ’70, a Roma e nelle nostre città, i killer di Gheddafi sono stati lasciati liberi di uccidere impunemente dissidenti libici e abbiamo lasciato che altri fossero rapiti. Imbarcati in bauli coperti dall’immunità diplomatica con destinazione Tripoli dove, ovviamente, non si sa più che fine abbiano fatto. Le uniche manifestazioni di protesta che allora si possono ricordare furono quelle dei Radicali di Pannella che, da sempre, si sono opposti al regime di Gheddafi. Loro ad obbedire all’infausto ordine democratico di votare quel trattato non ci pensarono neanche. Ma, ovviamente, di questa storia ne conoscono i dettagli soltanto gli ascoltatori di radio radicale. Per tutti gli altri la notizia che il servizio pubblico televisivo ha fornito è che l’unico ad aver votato contro quel trattato d’amicizia col rais sia stato l’UdC di Pier Ferdinando Casini.

Giuseppe Candido


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani

3

IL FATTO

I farmacisti ringraziano Scopelliti: niente sciopero

di Chiara Colosimo CATANZARO - «Grazie all’intervento del governatore Giuseppe Scopelliti sono state accolte le richieste di minima necessarie a consentire ai farmacisti delle province di Catanzaro e Cosenza di interrompere il previsto passaggio all’assistenza indiretta, sin dal prossimo 1 marzo». E’ quanto si afferma in un comunicato di Federfarma Catanzaro e Cosenza.

«L’accordo siglato - è scritto nel comunicato - nei locali del Dipartimento Tutela della Salute regionale tra il direttore generale del Dipartimento presidenza, Franco Zoccali, dal Direttore generale del Dipartimento Tutela della Salute Antonino Orlando, e dai presidenti di Federfarma di Catanzaro e Cosenza, Vincenzo Defilippo ed Alfonso Misasi, prevede il pagamento delle mensilità di agosto e settembre 2010 entro il 10 marzo in modo da riaprire

«I farmacisti hanno preso atto della volontà comunicata dal Governatore Scopelliti di procedere al recupero delle mensilità residue»

l’accessoalleanticipazionibancarie da parte dei farmacisti che potranno così rifornirsi dei farmaci necessari all’assistenza». «I farmacisti hanno preso atto della volontà comunicata dal Governatore Scopelliti - prosegue il comunicato - di procedere al recupero dellequattromensilitàresiduenel più breve tempo possibile, azionando anticipazioni straordinarie che la Regione metterà a disposizione delle Asp provinciali di Catanzaro e Cosenza per il soddisfo dei crediti vantati dalle farmacie e si sono impegnati a revocare l’agitazione entro il prossimo 28 febbraio, precisando che ulteriori ritardi renderebbero irreversibile il collasso dell’assistenza farmaceutica». Dunque, la Regione e le federazioni dei farmacisti di Catanzaro e Cosenza hanno trovato un accordo sul pagamento degli arretrati. Per come si evince dalle dichiarazionideiprotagonistidella vicenda le federazioni dei farmacisti di Catanzaro e Cosenza hannoufficialmentedeciso,altermine di un incontro tenutosi al dipartimento salute dalla Regione Calabria, di impegnarsi a revocare entro il 28 febbraio le agitazioni provinciali previste per il prossimo primo marzo. Alla riunione - informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - hanno partecipato per la Regione, su mandato del Presidente Giuseppe Scopelliti, il Dirigente Generale del Dipartimento

Presidenza Franco Zoccali, il Dirigente Generale del Dipartimento tutela della Salute Antonino Orlando ed i Presidenti di Federfarma di Catanzaro e Cosenza, Vincenzo Defilippo e Alfonso Milasi. Nel corso dell’incontro si è preso atto della volontà comunicata dal Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti di proceder al

«Grazie all’intervento del governatore Giuseppe Scopelliti sono state accolte le richieste di minima necessarie» recupero di quattro mensilità residue nel più breve tempo possibile. Federfarma, inoltre, si è detta disponibile all’adesione di accordi bancari che permettano alla Regione di far fronte puntualmente ai pagamenti alle farmacie. I rappresentanti regionali Franco Zoccali ed Antonino Orlando si sono impegnati, inoltre, a coordinare un tavolo di concertazione per la sottoscrizione di un accordo transattivo relativo agli interessi maturati e che matureranno sino alla risoluzione dei ritardi nei pagamenti.


4

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

IN PRIMO PIANO

Scandalo Sanità, chiesti gli arresti per Alberto Tedesco Arresti domiciliari per un ex componente della scorta di Nichi Vendola di Filippo Mammì BARI - Una serie di arresti sono stati effettuati ieri nell’ambito di una delle tante inchieste di questi ultimi tre anni sulla gestione della sanità in Puglia e, in particolare, sulla nomina di medici e dirigenti nelle Asl della regione. Una richiesta di arresto è stata emessa anche contro il senatore del Pd Alberto Tedesco, ex assessore alla Sanità della regione Puglia. Su disposizione della magistratura barese è stato condotto in carcere il suo collaboratore Mario Malcangi, mentre per altre quattro persone sono stati disposti gli arresti domiciliari, tra cui Paolo Albanese, di Trizzi (BA), componente della scorta del presidente della

regione Puglia, Nichi Vendola. Gli altri arresti domiciliari sono stati comminati invece a Guido Scodizzi, di Lecce, direttore generale della Asl salentina, Digo Rana, di Bisceglie, imprenditore e Giovanni Garofoli, anch’egli imprenditore; misure interdittive anche per Alessandro Calasso, di Bari, direttore sanitario della Asl del capoluogo pugliese e Antonio Acquaviva, medico oculista la cui nomina all’ospedale di Terlizzi sarebbe stata favorita da Tedesco in persona. L’inchiesta sulla gestione sanitaria è partita nel 2008 e include anche le escort di Giampaolo Tarantini e le protesi fornite dalla sua società, oltre agli altri dieci filoni di indagine che avevano portato alle dimissioni del vicepresidente del consiglio regionale Frisullo. Il procuratore di Bari, Antonio Laudati, aveva descritto

L'ex assessore alla Sanità della Regione Puglia, Alberto Tedesco

quel sistema di affari, appalti e nomine «come una criminalità organizzata in cui il livello dei reati è simile a quello di un’organizzazione criminale». Per Tedesco la richiesta di arresto dovrà essere esaminata dalla giunta delle autorizzazioni a procedere del Senato; tutti gli arrestati sono indagati per concussione, corruzione e frode in pubbliche forniture.

Pesano soprattutto i cali degli alimentari e delle imprese che operano su piccole superfici. In ribasso le piccole attività, segno meno per la telefonia

Dati Istat: Commercio in andamento di stallo rispetto al biennio 2008-2009 di Filippo Mammì ROMA - I dati non proprio esaltanti diffusi ieri dall’Istat relativamente al 2010 fotografano una situazione economica e commerciale italianacon parecchie ombre. Secondo l’Istituto nazionale di statistica, le vendite al dettaglio dell’annoscorsosonorimastesostanzialmente ferme, registrando solo un incremento dello 0,2 % rispetto al 2009. I dati mettono in luce anche l’andamento stagnante che ha seguito quello dei due anni precedenti, il 2008 e il 2009, terminati con il segno meno. I fattori che hanno maggiormente inciso su questo stallo economico sono stati i cali degli alimentari (- 0,3 %) e delle imprese che operano su piccole superfici. In particolare, le vendite al dettaglio, nel dicembre 2010, sono aumentate

dello 0,2 % rispetto a novembre, con un aumento dello 0,4 % rispetto al dicembre dell’anno prima, ma l’Istat precisa che si tratta di una variazione nulla, quindi di un totale stallo delle vendite. Per quanto riguarda i prodotti non alimentari, invece, si sono potuti osservare risultati più elastici: gli aumenti più sostenuti, ad esempio, si sono avuti per i gruppi Foto ottica e pellicole (+ 2,2 %) ed anche elettrodomestici, radio, tv e registratori (+ 1,9 %) mentre un forte, e curioso, calo delle vendite si è avuto nel settore dell’informatica e della telefonia mobile (- 1,1 %). La variazione positiva più marcata ha riguardato il gruppo Supporti magnetici e strumenti musicali con il + 2,5 %. Se si guarda invece verso la dimensione del punto vendita, è stato registrato un ribasso dei piccoli negozi (- 0,4 %), mentre risulta in crescita la grande di-

stribuzione (+ 0,7 %) che è anche quella, rispetto al 2009, che ha comportato variazioni positive come nelle vendite sia negli esercizi specializzati che non, che sono aumentate dello 0,9 % sottolineando la differenza con quelle dei prodotti alimentari che sono rimasti fermi allo 0,4 %. La variazione positiva più ampia, nean-

Le variazioni positive hanno invece riguardato i settori di elettrodomestici, radio, tv, registratori. Tra i punti vendita bene i discount (+ 4,2 %)

che a dirlo, ha riguardato i discount con un aumento del + 4,2 %. In riferimento alla dimensione delle imprese, il valore delle vendite è diminuito, lo scorso dicembre, dello 0,2 % nelle imprese fino a cinque addetti, mentre è aumentato dello 0,2 % nelle imprese da sei a quarantanove addetti e dell’1,0 % nelle imprese con almeno cinquanta addetti. Sono solo dati, ma quello che indicano è, se non preoccupante, per lo meno un forte indice di crisi.

Il giudice britannico ha accolto le richieste dei magistrati svedesi

Assange può essere estradato a Stoccolma di Filippo Mammì

Assange è un giornalista e non può essere incriminato negli Usa, perché protetto dal primo emendamento

LONDRA - Julian Assange verrà estradato in Svezia. Lo ha deciso il giudice inglese Howard Riddel, del tribunale di Belmarsh, a sud di Londra, che ha accolto la richiesta della magistratura svedese di poter interrogare Assange per le accuse di stupro intentategli da due donne di Stoccolma. Adesso Assange ha dieci giorni di tempo per fare appello, ma già ieri i suoi avvocati hanno promesso che sarà fatto. Senza il ricorso alla Corte Suprema, infatti, il creatore di Wikileaks verrebbe immediatamente estradato in Svezia entro una decina di giorni.

Il giudice ha smontato completamente tutti i punti della difesa di Assange. La sua difesa ha anche chiesto che al proprio assistito venga tolto il braccialetto elettrico: «É un grande fastidio, e poi Assange non è mai stato a rischio di fuga». La Corte deve ancora valutare i termini della cauzione. Nei suoi legali resta sempre il timore che Stoccolma estradi Assange negli Stati Uniti per essere interrogato sulle rivelazioni scottanti contenute sul suo sito Wikileaks, ma gli esperti dicono che è impensabile un’incriminazione dell’australiano da parte degli americani perché la legge statunitense non può certo equiparare l’uomo ad un’organizzazione ter-

roristica, mentre Assange è solo un giornalista che ha agito per il diritto di cronaca e nell’interesse pubblico ed è protetto dal primo emendamento.

In Svezia dovrà difendersi dall’accusa di stupro


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani

5

ITALIA Caso Ruby, la chiusura delle indagini slitta alla prossima settimana MILANO – Slitterà quasi certamente alla settimana prossima la chiusura dell’inchiesta principale sul caso Ruby che vede indagati per induzione e favoreggiamento della prostituzione il consigliere regionale Nicole Minetti, il direttore del Tg4 Emilio Fede, l’agente dei vip Lele Mora e altre tre persone del suo entourage. L’avviso di conclusione delle indagini, che secondo le previsioni doveva essere notificato entro questa settimana, verrà inoltrato agli indagati con qualche giorno di ritardo, un tempo ulteriore che i procuratori aggiunti Ilda Boccassini e Pietro Forno, insieme al pm Antonio Sangermano, useranno per cercare di mettere ordine alle molte carte del fa-

scicolo dell’inchiesta. Rinviata anche l’udienza del processo in cui Karima El Mahoroug, detta Ruby, è indagata per il furto di un braccialetto avvenuto nel centro benessere di Messina dove lavorava. La ragazza sarà in aula il 15 giugno. Il rinvio si è reso necessario sia per prendere contati con i servizi sociali che hanno preso in custodia Ruby e che non hanno ancora depositato la propria relazione, sia per consenire alla nuova legale, l’avvocato Paola Boccardi di Milano, di prendere visione del fascicolo di indagine. Fascicolo che conterrebbe delle incongruenze che non sarebbero più di competenza del Tribunale dei minori, ma di quello ordinario.

Il consigliere regionale Nicole Minetti

«Va ben oltre il conflitto politico: vuole scatenare un conflitto istituzionale»

Duro attacco di Fini al Premier: «Vuole il conflitto permanente»

di Gaia Mutone ROMA – Nel giorno in cui il governo pone la fiducia alla Camera sul maxiemendamento interamente sostitutivo del decreto «milleproroghe», che aveva ricevuto i rilievi di incostituzionalità da parte del Capo dello Stato, va in scena il duro attacco del presidente della Camera al premier Berlusconi. In un’intervista rilasciata a L’Espresso, l’ex

alleato Fini, commentando le quotidiane defezioni all’interno della sua creatura Futuro e libertà, parla di «delirio: frutto di allucinazione collettiva, o di malafede», ma si dice anche consapevole del fatto che la strada è lunga e disseminata di pericoli: «Una traversata nel deserto a piedi, il cui esito è tutt’altro che scontato». «In gioco - spiega - c’è molto di più di un gruppo parlamentare: c’è un progetto politico ambizioso e, banalità, il futuro

della persona che anima il progetto. Comunque Fli non vuole partecipare allo scontro quotidiano tra berlusconiani e antiberlusconiani: sono due facce della stessa medaglia». La calendarizzazione alla Camera del ddl giustizia messo a punto dal ministro Alfano e decisa dai capigruppo di Montecitorio per il 28 marzo, con evidente anticipo sui tempi inizialmente previsti, di certo non contribuisce a calmare gli animi, soprattutto quando all’ordine del giorno ci sono due questioni "calde" come il processo breve e le intercettazioni. Temi sui quali il Parlamento dovrebbe esprimersi con lo spettro della presunta "compravendita" di deputati attuata dal Pdl e denunciata dallo stesso Fini. Una compravendita che la sini-

stra non ha certo contribuito a debellare. «Mi sono meravigliato a vedere le mie frasi così tradotte: deputati comprati. Il mio ragionamento - precisa Fini - è più ampio: il conflitto di interessi esiste, lo sa bene anche la sinistra

E spunta il caso Bucchino. Il deputato Pd denuncia: «150mila euro per passare con i Responsabili». Chiamato in causa Denis Verdini che quando ha governato ha ignorato la questione, in una fase in cui la messa all’indice di chi si

Maroni: «Non è solidarietà dire all’Italia e agli altri paesi: sono affari vostri»

Emergenza immigrazione, Europa deludente di Sofia Ricciardi

Napolitano alla Merkel: «Sono sfide e responsabilità che coinvolgono tutta l’Ue nel suo insieme e non i singoli paesi maggiormente esposti»

BRUXELLES – «I soli stranieri che lavorano in Libia sono 2 milioni e mezzo: una percentuale di questi potrebbe tentare di raggiungere l’Europa. Dobbiamo essere pronti a migrazioni bibliche». Lo aveva detto in mattinata il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, prima che si svolgesse la riunione d’urgenza del Consiglio dei ministri degli Affari interni europei che avrebbe dovuto fugare i timori di una ipotetica, anche se molto probabile, ondata di immigrati in fuga dalla Libia. Il messaggio che è arrivato dal vertice, però, non è stato quello sperato e, per il momento l’Italia rimane con le mani legate e con vaghe promesse di aiuto economico da parte dell’Unione. «Alcuni ministri europei - ha detto un Maroni visibilmente deluso al termine dell’incontro oggi hanno espresso chiusura totale al principio dello smistamento dei richiedenti asilo che potrebbero arrivare sulle nostre coste dopo la crisi in Libia». «Non è solidarietà ha precisato il ministro - dire all’Italia e agli altri paesi mediterranei che sono affari vos-

tri». Eppure anche il presidente Napolitano, in visita di Stato in Germania, a colloquio con la cancelliera Angela Merkel era stato chiaro: «Si tratta di responsabilità che coinvolgono tutta l’Ue e non solo i paesi che sono maggiormente esposti». L’impressione però è che sia ancora tutto da programmare e che molto in questa fase sia affidato ai singoli paesi. La Russa, parlando a Mattino 5, ha confermato che il governo sta lavorando alla mappa dei siti che potrebbero ospitare gli immigrati che dovessero riversarsi in massa in Italia dalla Libia e dagli altri Paesi dal nord Africa. Siti che si troverebero tutti nel Centrosud, ma i cui nomi non verranno per il momento diffusi per non allarmare inutilmente i cittadini.

oppone diventa il tratto distintivo, contrastare il gigante comporta gravi rischi». Su questo «interesse al conflitto», spiega il presidente di Fli, Belusconi ha costruito la sua strategia politica alzando sempre di più l’asticella dello scontro: «C’è un interesse al conflitto permanente per creare uno stato di tensione, una perenne ordalia in cui si fa vivere agli italiani sempre l’ultima ora della campagna elettorale decisiva. Berlusconi alza muri per far dimenticare i suoi fallimenti, scava fossati contro i nemici: i comunisti, i giornalisti, i magistrati, gli alleati infedeli, Santoro, Fini... Va ben oltre il conflitto politico: come ha sottolineato il capo dello Stato, il pericolo è scatenare un conflitto istituzionale. Berlusconi ha delle istituzioni la stessa idea che ha del Pdl: una concezione proprietaria che lo porta ad attaccare i giudici, la Consulta, la Camera, fino a lambire il Quirinale». In concomitanza con l’affondo del presidente della Camera spunta fuori il caso, ben circostanziato anche se tutto ancora da dimostrare, sollevato dal deputato del Pd Gino Bucchino, eletto in Canada dagli italiani all’estero. Bucchino ha riferito di essere stato contatto da un anonimo mediatore di Rifondazione socialista che, con l’appoggio del coordinatore del Pdl Denis Verdini, avrebbe proposto «150 mila euro a titolo di rimborso delle spese elettorali» in cambio del passaggio nel gruppo dei Responsabili. Il presunto tentativo di compravendita però non sarebbe andato a buon fine, di qui la «denuncia politica» del deputato, che ha precisato di essere in possesso di telefonate e messaggi che proverebbero il tentarivo di acquisto. Secca la smentita di Rifondazione socialista e dallo stesso Verdini chiamato in causa. Sorprendente il commento di Pierferdinando Casini: «Perché vi stupite? - chiede il leader Udc ai giornalisti - Se volete vi porto altri 20 di questi esempi...».


6

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

ESTERI Gheddafi con le forze militari fedeli nella capitale libica, sua ultima roccaforte

Bombardata Zawia, cento morti La rivolta avanza verso Tripoli di Bruno Tosatti ROMA - Le forze di sicurezza fedeli a Muammar Gheddafi sono passate al contrattacco. Diversi dimostranti anti-regime sono stati uccisi a Zawia dal lancio di missili anti-aereo contro il minareto della moschea della città: «È un massacro, ed è difficile stimare il numero di morti» ha spiegato un ex-ufficiale libico all’emittente al Arabiya , mentre le prime stime superano le cento vittime. La battaglia tra esercito e civili è iniziata all’alba, quando i soldati hanno attaccato i manifestanti che da giorni avevano occupato la moschea della città con armi pesanti, compresi missili e carri armati. I manifestanti si sono inizialmente difesi con i loro fucili da caccia, ma secondo alcune testimonianze dopo alcune ore anche alcuni militari avrebbero abbandonato l’esercito e si sarebbero rifiutati di sparare e addirittura uniti alla popolazione portando con sé le loro armi. Un gesto che ad almeno 20 di loro sarebbe costato la vita, fucilati a morte come disertori. L’esplosione della violenza a Zawia, che dista appena 50 chilometri da Tripoli, testimonia come la rivolta, partita dalle città della Cirenaica, abbia raggiunto ormai la Tripolitania e punti dritta verso la capitale, dove oggi è prevista una "marcia della liberazione". Mentre infatti Bengasi è ormai stabilmente sotto il controllo dei dissidenti, che hanno istituito comitati del popolo armati, anche Zuara, a 120 chilometri da Tripoli, sarebbe da ieri una consolidata roccaforte degli oppositori. «La città è in mano alla gente, le stazioni di polizia sono state bruciate e non abbiamo visto alcun poliziotto o soldato negli ultimi giorni» dichiarano alcuni residente del luogo. Così anche Misurata, dove, in seguito agli scontri a fuoco di ieri, l’aeroporto sarebbe diventato uno scalo sicuro per i piloti che non intendono eseguire gli ordine del regime, trai quali anche il bombardamento dei terminal petroliferi in mano agli oppositori.

Violenti scontri tra dimostranti e polizia anche in Nord Corea: a Sinuiji la gente protesta per il rialzo del prezzo del riso

Ma per quanto appaia ora accerchiata, Gheddafi ha intenzione di difendere Tripoli ad ogni costo: il rais ha richiamato le forze speciali guidate dai figli, segmenti dell’esercito fedeli alla sua tribù e i loro alleati, mercenari africani addestrati in questi anni e che hanno probabilmente già combattuto in Sudan, che ieri a migliaia hanno raggiunto la capitale per presidiarla. Per questo ieri a Tripoli ha regnato una calma surreale: come ha spiegato un residente citato da un sito arabo «le persone si sono barricate in casa per paura, e fuori le milizie pro Gheddafi hanno cancellano dai muri le scritte antiregime e pulito le strade». Mentre negli ospedali si consumava l’orrore: «Esponenti dei comitati rivoluzionari al soldo di Gheddafi hanno fatto irruzione negli ospedali di Tripoli e hanno ucciso i feriti, quelli che avevano manifestato contro il regime. Hanno portato via i cadaveri, per farli scomparire, forse per bruciarli, perché sanno che si stanno avvicinando giornalisti stranieri», come ha riferito Sliman Bouchuiguir, segretario generale della Lega libica per i diritti umani, citando una fonte medica

ROMA - Scontri tra centinaia di manifestanti e forze di sicurezza sono avvenuti in Corea del Nord, a Sinuiji. Il fatto risale al 18 febbraio scorso, ma la notizia è trapelata soltanto ieri. La violenta repressione messa in atto dai militari del regime di Kim Jong-il nella città vicina al confine cinese avrebbe provocato feriti e quattro, forse cinque morti, sebbene questo dato sia privo di conferme. A scatenare la violenza, secondo la ricostruzione del quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo che cita fonti del luogo, sarebbe stato l’uso della forza da parte della polizia contro uno dei cittadini che protestavano presso un mercato, esasperati dalla mancanza di beni di prima necessità. Gli agenti delle forze dell’ordine avrebbero tramortito l’uomo, ed alla reazione dei suoi familiari si sarebbe aggiunta la rabbia centinaia di persone. L’episodio costituisce un evento molto raro nel Paese e testimonia le severe difficoltà economiche a cui è sottoposta la popolazione dal regi-

di uno degli ospedali della capitale. E a Tripoli Gheddafi si sarebbe asserragliato con una decina di uomini della sicurezza a lui fedeli in un bunker sotterraneo della caserma di Bab al Aziziya: probabilmente è da lì che ieri una nuova dichiarazione telefonica alla tv di stato. Col suo discorso il Colonnello ha illustrato a modo suo la teoria di un complotto ordito contro il suo Paese, dove in realtà la gente in rivolta «non ha richieste. Le loro richieste vengono dettate da Bin Laden», che «ha distribuito delle pillole stupefacenti e droghe agli abitanti di Zawia per combattere». Il gruppo di al Qaida nel Maghreb islamico ha peraltro assicurato effettivamente il suo sostegno ai manifestanti libici, promettendo di fare tutto il possibile per sostenere la rivolta contro il leader libico. Lo ha riferito ieri il gruppo americano di monitoraggio dei siti estremisti islamici, con riferimento ad un comunicato apparso online con cui i terroristi dell’Aqmi fanno «appello ai musulmani libici perché abbiano fermezza e pazienza, con un incitamento a continuare la propria battaglia e rivoluzione per cacciare il tiranno criminale».

mecomunista,ulteriormenteaggravate dal notevole rialzo del prezzo del riso. E gli stessi vertici militari hanno elevato l’allerta, temendo la diffusione di episodi di malcontento: già il 14 febbraio gruppi di cittadini avevano protestato apertamente a Jongju, Yongchon e Sonchon. In quel caso le manifestazioni erano state causate dalla decisione del regime di limitare la fornitura elettrica, già scarsa, alle tre cittadine della provincia di Pyongan per dirottare l’energia verso la capitale Pyongyang, illuminata a giorno per i festeggiamenti del 70° compleanno del dittatore, svoltisi due giorni dopo. Le proteste, avviate da poche persone, avevano registrato una forte adesione spontanea da parte dei cittadini che con megafoni improvvisti ricavati dai giornali, avevano scandito slogan per ottenere «elettricità e riso». Ed è significativo che il dipartimento per la Sicurezza di Stato abbia fallito nell’individuare i responsabili delle manifestazioni, scontrandosi contro il

Effetto Gheddafi, il gas non preoccupa ma la finanza sì di Gaia Mutone ROMA – «Il problema delle forniture di gas per l’Italia è un problema che non si pone», ha detto con sicurezza l’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni a margine di un’audizione al Copasir. In effetti sembrerebbe che il nostro paese possa tranquillamente fare a meno di quel 12% di fabbisogno che fino alla settimana scorsa copriva con il gasdotto Greenstream, il cui fluisso è stato chiuso appunto dall’Eni. Sul mercato c’è abbondanza di offerta senza contare che nuovi flussi potrebbero arrivare dal Tag (il gasdotto che porta fino al Tarvisio il gas russo), che ha una capienza non utilizzata pari a 18 miliardi di metri cubi l’anno. L’effetto Libia per Scaroni si vedrebbe molto più sui prezzi che sui flussi. Ancora meno preoccupazioni desta il petrolio, dato che l’Opec potrebbe facilmente tamponare l’oro nero di derivazione libica. Discorso a parte per la finanza. In questi giorni a trovarsi davanti ad una clamorosa incertezza sono soprattutto la Juventus e l’Unicredit. La finanziaria libica Libyan Arab Foreign Investment Company (Lafico) possiede il 7,5% della società sportiva torinese, mentre un altro fondo di investimento, la Lybian investment authority (Lia), e la Banca centrale libica detengono rispettivamente il 2,5% e il 4,9% di Unicredit, per un corrispondente valore di 1,1 miliardi di euro, risultando quindi il primo azionista. Senza contare poi che il vicepresidente della banca italiana è il direttore dell’istituto centrale libico. Ma gli affari del governo libico, molto difficili da distinguere da quelli della famiglia Gheddafi, vanno anche oltre. Le partecipazioni si ritrovano anche in Finmeccanica, (2% è della Lia), nella stessa Eni (2%) e anche nelle telecomunicazioni.

muro di silenzio eretto dai cittadini, per la prima volta riluttanti a collaborare con le autorità per coprirsi a vicenda. Ma è improbabile l’ipotesi, auspicata in particolar modo dalla Sud Corea, che il vento di rivoluzione Nord africano e Mediorientale possa investire il Paese asiatico. Il regime nordcoreano, che ha già reagito con il blocco del servizio di noleggio dei cellulari agli stranieri e col divieto di raduni pubblici, ha mantenuto uno stretto controllo sulle informazioni provenienti dall’estero, filtrando «qualsiasi influenza negativa», per utilizzare le parole del ministro dell’Unificazione sudcoreano Hyun In-taek. E sebbene il quotidiano sudcoreano DailyNK spieghi che almeno i coreani vicini al confine cinese hanno potuto apprendere della caduta del regime egiziano dai canali tv di Pechino, è difficile che in un Paese dove solo il 2% della popolazione ha accesso a internet e telefonia mobile, possano divampare le stesse grandiose manifestazioni di piazza.


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani

APPROFONDIMENTI Riforma di Arssa e Afor, ascoltati i vertici nella commissione di Magno

Il ministero dell'Interno

Il Piano operativo nazionale finanzierà due progetti nella nostra regione, tra cui un centro polifunzionale per immigrati

Pon Sicurezza, approvati due progetti per la Calabria di Andrea Morrone ROMA - Altri soldi in arrivo per la Calabria, questa volta dal Pon sicurezza 2007-2013, il Piano operativo nazionale coordinato e gestito dal ministero dell’Interno per sostenere le regioni a obiettivo convergenza, tra cui figura anche la Calabria. Ben sei progetti sono stati approvati ieri dal comitato di valutazione del Pon in questione, presieduto dall’autorità di gestione, il prefetto Nicola Izzo. L’ammontare complessivo dei finanziamenti assegnati è pari a 10.393.275,80 euro. Due progetti riNel comune di Dinami, guardano proprio la Calabria,unolaSiciin provincia di Vibo, lia, uno la Campania un edificio pubblico e uno la Puglia. Un sesto progetto ha abbandonato verrà carattere interregionale ed è stato trasformato in Centro presentato dalla di aggregazione giovanile Direzione centrale anticrimine per dotarelepattugliedella Polizia di Stato di 550 nuovi apparati di bordo per il controllo del territorio nelle quattro regioni obiettivo convergenza. In Puglia e Calabria sono stati finanziati due nuovi Centri polifunzionali che forniranno ad immigrati extra comunitari regolari servizi di formazione linguistica, orientamento e av-

viamento al lavoro. Uno nascerà ad Arnesano, in provincia di Lecce e uno a Strongoli, in provincia di Crotone. Sempre in Calabria, ma nel Comune di Dinami (Vibo Valentia) un edificio pubblico abbandonato verrà ristrutturato e trasformato in Centro di aggregazione giovanile. In Sicilia, invece, il progetto presentato dal Comune di Trabia (Palermo) prevede l’adeguamento di un immobile confiscato alla criminalità organizzata da destinare a comunità terapeutica assistita per pazienti con disabilità mentale provenienti anche dall’esperienza del carcere. La struttura tra l’altro offrirà servizi di residenzialità temporanea. l’ultimo progetto è stato presentato dalla procura della Repubblica di Napoli per favorire la trasparenza nella gestione di sequestri, fermi e confische dei veicoli iscritti nei pubblici registri. Il Programma operativo nazionale Sicurezza per lo Sviluppo delle regioni obiettivo convergenza, ovvero Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, è cofinanziato dall’Unione europea ed è gestito dal ministero dell’Interno. La sua importanza sta nel fatto che costituisce un’importante occasione di crescita grazie al finanziamento di progetti finalizzati ad aumentare le condizioni di sicurezza e legalità nelle quattro regioni dell’obiettivo convergenza a partire dalle loro amministrazioni locali, unici enti abilitati (Regioni, province e comuni) a presentare progetti.

Mario Magno

REGGIO CALABRIA - Riformare l’Arssa e l’Afor, ma di comune accordo con i vertici degli enti. Questa la mission intrapresa dalla commissione competente, "Riforme e decentramento" presieduta da Mario Magno. Ai fini del conseguimento di tale obiettivo ieri sono stati auditi in commissione il commissario straordinario dell’Arssa, Ettore Vaccaro, e il sub commissario dell’Afor, Valerio Grillo. Nonostante il processo in atto di rinnovamento in atto in relazione ai due enti, il presidente della commissione ha tenuto a garantire che le funzioni e i ruoli non saranno snaturati,vistoeconsiderato che il governatore stesso, Giuseppe Scopelliti, ha bene «Quella di rivitalizzare i in mente la loro funzione strategica. Ma resta la nota due enti - ha dolente: i problemi di gescommentato Mario tione emersi in passato, che hannocomportatononindif- Magno - è una ferenti sforzi finanziari per la Regione e un danno per i scommessa che calabresi. «Ci sono stati forintendiamo vincere» niti dati e indicazioni a mio parere interessanti - ha commentato Mario Magno a fine incontro -. Arssa ed Afor, com’è noto, sono depositari di attività istituzionali di straordinario valore strategico per la Regione, ed era quindi necessario che la commissione avesse in chiaro gli obiettivi, la missione, l’utilizzo del personale in atto perseguiti, anche perché, nel passato, si sono verificati episodi gestionali che hanno avuto pesanti ricadute sui bilanci di questi enti,e, quindi, sulle spalle dei calabresi». Rivitalizzare i due enti, ha concluso Magno «è una scommessa che intendiamo vincere perché un patrimonio così ingente e finora male utilizzato possa finalmente germogliare nuova vitalità nel quadro di un virtuoso sviluppo economico della nostra terra». C.G.

7


8

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

IN CALABRIA L’armiere della cosca Lo Giudice sarebbe un imprenditore di 41 anni

Con l’operazione di ieri sono stati confiscati i beni riconducibili all’imprenditore Antonio Campisi, rinviato a giudizio per mafia

Sequestro da 10 milioni alla cosca dei Papaniciari di Marco Panetta CROTONE - Beni per oltre 10 milioni di euro sono stati confiscati dalla Polizia di Stato ad un imprenditore, considerato riferimento della cosca mafiosa dei "Papaniciari" di Crotone, duramente colpito dalle operazioni negli anni scorsi. Il provvedimento eseguito emesso dal Tribunale di Crotone sezione misure di prevenzione, segue quello di sequestro del 9 ottobre 2009. Con l’operazione di ieri sono stati confiscati i beni riconducibili all’imprenditoreAntonioCampisi rinviato a giudizio per associazione mafiosa, che, secondo gli inquirenti, sfruttando il legame con la compagine mafiosa capeggiata dal boss detenuto Pantaleone Russelli e dal fratello Francesco, imponeva le forniture di calcestruzzo ai costruttori crotonesi, accrescendo i profitti delle proprie imprese ed acquistando terreni ed immobili ad un prezzo

inferiore di mercato al fine di rivenderli a prezzo pieno attraverso la società immobiliare posseduta, con relativi maggiori profitti. In particolare, sono state confiscate numerose autovetture, nonché molteplici beni immobili riconducibili a Campisi ed ai suoi familiari conviventi; la totalità delle quote e l’intero patrimonio aziendale di 3 società di calcestruzzi e di costruzioni, tra cui nu-

merosi autocarri e autoveicoli speciali per la movimentazione terra, numerosi immobili e fabbricati, nonché un villaggio turistico di circa 250 bungalow di legno. Sono state confiscate inoltre polizze e titoli bancari, e la somma di denaro di circa 150mila euro, corrispettivo della vendita di un immobile. Campisi risulta rinviato a giudizio per associazione mafiosa.

REGGIO CALABRIA - La polizia ha fermato a Reggio Calabria Demetrio Giuseppe Gangemi, di 41 anni, imprenditore, ritenuto organico alla cosca dei Lo Giudice. L’arresto di Gangemi è stato fatto in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Dda di Reggio Calabria. Gangemi, detto "Mimmo", secondo quanto emerso dalle indagini, aveva l’incarico di curare l’arsenale della cosca e si oc- Aveva l’incarico di cupava di trasportare, spostare e occultare le armi e gli curare l’arsenale esplosivi allo scopo di impedella cosca dirne il ritrovamento. L’arrestodiGangemiscaturiscedal e si occupava riscontro delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia di trasportare, spostare Antonino Lo Giudice, ex ca- e occultare le armi po della cosca, e Consolato Villani che lo hanno indicato tra gli affiliati della cosca per volere del boss Giuseppe Lo Giudice, padre di Nino, ucciso nel 1990. Nel corso di una perquisizione in un garage di Gangemi i poliziotti hanno trovato una mitraglietta Norinco, un revolver Astra, una pistola Luger, una pistola Bernardelli, un tamburo per revolver e numerose cartucce per armi di vario calibro. Nell’ambito delle indagini sono state eseguite anche perquisizioni a carico di Vincenzo Laurendi, di 36 anni, titolare del bar Gran Caffé di San Gregorio di Reggio, e nelle abitazioni di

Il porto di Vibo Valentia liberato dalle reti che ostruivano l’accesso al molo VIBO VALENTIA - I carabinieri della motovedetta Cc 812 della Compagnia di Vibo Valentia hanno messo i sigilli a 11 reti, alcune di dimensioni superiori a 300x100 metri, che ignoti, da tempo, depositavano lungo il molo Cortese, ostruendone completamente il passaggio e la fruibilità da parte degli altri utenti. I militari, che da tempo avevano notato come una parte del

molo fosse diventato un vero e proprio magazzino a cielo aperto per ogni sorta di attrezzatura da pesca, nell’ambito dei servizi per il rafforzamento del controllo all’interno dello scalo marittimo del capoluogo, hanno deciso di intervenire apponendo i sigilli a tutto il materiale depositato illegalmente e che ostruiva quasi completamente il passaggio.

Antonino Laganà (50), presunto affiliato alla cosca Lo Giudice, e di Antonio Cortese, (48), detenuto attualmente a Voghera (Pavia). Nella perquisizione nel bar di Laurendi è stato trovato un vano idoneo all’occultamento di armi.

A cura: Mediatag Spa coord. area Calabria

E NTI P UBBLICI E ISTITUZIONI REGIONE CALABRIA

Holding Idroelettrica Calabra S.r.l.

Dipartimento Attività produttive - Settore Politiche Energetiche Servizio Energia ed Attività Produttive

AVVISO PUBBLICO La Società ICQ Calabria Energie Rinnovabili S.r.l., con sede legale in via Zecca, 15 - 89125 Reggio Calabria, rende noto che ha richiesto alla Regione Calabria, Dipartimento Attività Produttive, Settore Politiche Energetiche - viale Cassiodoro Santa Maria di Catanzaro, l’Autorizzazione Unica ai sensi dell’art. 12 del D.L.vo n. 387 del 29 dicembre 2003 e della L.R. 29 dicembre 2008 n. 42 relativo alla costruzione ed esercizio dell’impianto di produzione di energia elettrica alimentato a biomassa lignocellulosica da realizzarsi nel Comune di Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC), per una potenza di 5,6 MWe e che la Conferenza dei Servizi si terrà nella sede del Settore Politiche Energetiche - Palazzo Europa, secondo piano, Santa Maria di Catanzaro - il giorno 30.03.2011 alle ore 10,00. Chiunque abbia interesse, può presentare in forma scritta, istanze e/o osservazioni sul progetto in questione indirizzandole alla Regione Calabria - Settore Politiche energetiche, Palazzo Europa, 88060 Santa Maria di Catanzaro. ICQ Calabria Energie Rinnovabili Srl

Convocazione della Conferenza dei Servizi per la realizzazione di un impianto idroelettrico sul Fiume Satanasso della potenza di 0,613 MW, sito nei comuni di Cerchiara di Calabria e Plataci (CS).

La Società Holding Idroelettrica Calabra S.r.l., con sede legale in Loc. La Perla, Livemmo di Pertica Alta (BS) e sede operativa in Via Giroli, 3 Gavardo (BS), rende noto che il giorno 14 marzo 2011 alle ore 10.00 presso l’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Calabria in Santa Maria di Catanzaro - Palazzo Europa, è convocata ai sensi dellíart. 12 del D.lgs. 387/2003 e della L.R. 42/2008 la Conferenza dei Servizi per la realizzazione di un impianto idroelettrico sul Fiume Satanasso della potenza di 0,613 MW, sito nei Comuni di Cerchiara di Calabria e Plataci (CS). Dott. Chicco Testa

Gli annunci sono presenti sul sito www.aste.eugenius.it

Città di Lamezia Terme (CZ) Area Tecnica, Via Sen. Perugini, 88046 Lamezia Terme, Tel. 0968/207304 FAX 0968 207268, www.comune.lameziaterme.cz.it. AVVISO SUL RISULTATO DELLA PROCEDURA. CIG 0458066803 - CUP C89B10000110006. Ai sensi dell'art.65 del codice dei contratti pubblici approvato con D.Lgs.163/06, si informa che questa Amministrazione Comunale, con determinazione del Dirigente Area Tecnica n.1935 del 02.12.2010, ha approvato i verbali della Commissione Giudicatrice del concorso di progettazione "Realizzazione di un Palazzetto dello Sport" e, per l'effetto, ha approvato l'aggiudicazione provvisoria al Raggruppamento Temporaneo di Professionisti composto da Arch. Vittorio Grassi (capogruppo), Arch. Marco Aloisini, Arch. Annunziato Santoro ed AI Engineering società di ingegneria. L'aggiudicazione è divenuta efficace e, quindi esecutiva, ai sensi dell'art.11, co.8, del D.lgs.163/06 giusto atto del Dirigente dell'Area Tecnica del 24.01.2010 relativo alla verifica del possesso dei requisiti soggettivi dell'aggiudicatario ex art. 38, comma 3, del codice dei contratti pubblici. Il concorso richiedeva la redazione di un progetto, di livello pari al preliminare, del nuovo Palazzetto dello Sport e la predisposizione di uno studio di fattibilità per la "Cittadella dello Sport", secondo le indicazioni fornite dal Documento Preliminare. Il bando è stato trasmesso in data 24.03.2010 alla GUUE e pubblicato nella GURI Serie Speciale relativa ai contratti pubblici n. 42 del 14/04/2010. Al concorso hanno partecipato complessivamente 39 raggruppamenti temporanei di professionisti di cui 0 stranieri. Il secondo classificato ed il terzo classificato sono risultati essere rispettivamente il raggruppamento temporaneo RPA srl (capogruppo) ed il raggruppamento Temporaneo arch. Guendalina Salimei (capogruppo). Il concorso prevede l'assegnazione dei seguenti premi: primo premio € 20.000; secondo premio € 15.000; terzo premio € 10.000. Al primo classificato viene inoltre affidato l'incarico per la redazione del progetto preliminare del Palazzetto dello Sport. Il presente avviso è stato trasmesso il 07/02/2011 alla GUUE. Il Dirigente dell'Area Tecnica Arch. Andrea Iovene


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani

9

IN CALABRIA Con il protocollo è stato avviato il progetto denominato "Il Sistema Calabria a livello Internazionale". Con questa iniziativa la Regione Calabria promuoverà le tipicità regionali in Australia e Nuova Zelanda

Tra Calabria e Australia un protocollo d’intesa di Luigi Mellea REGGIO CALABRIA - E’ stato sottoscritto, nei giorni scorsi, a Palazzo Campanella - informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - un protocollo d’intesa tra la Regione Calabria e la Camera di Commercio italiana in Australia di Sidney. A firmare l’accordo, avvenuto alla presenza del Presidente della Regione GiusepL’Australia peScopelliti,l’asrappresenta sessore ai Programmi Speciali un mercato Ue, Politiche Euro-mediterrache ha subìto nee, Internazionalizzazione, in minima Fabrizio Capua e parte la crisi l’ing. Nicola Carè, Segretario Generale dell’ente camerale. Con il protocollo è stato avviato il progetto denominato "Il Sistema Calabria a livello Internazionale". Con questa iniziativa la Regione Calabria promuoverà le tipicità regionali in Australia e Nuova Zelanda. Al termine della firma del protocollo d’intesa è stato presentato l’evento "Tutto Italia 2011". Si tratta di una

celebrazione dell’Italia che si terrà nei prossimi 16, 17 e 18 settembre 2011 a Sidney in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia. La manifestazione è organizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, la Camera di Commercio italiana in Australia, l’Enit e l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero. Il protocollo siglato fa parte di un programma regionale promosso dall’assessorato all’Internazionalizzazione che sviluppa azioni di promozione del "Made in Calabria" in contesti internazionali favorevoli, offrendo opportunità al tessuto imprenditoriale per un più agevolato accesso ai processi di internazionalizzazione. L’Australia rappresenta un mercato che ha

Il protocollo siglato fa parte di un programma regionale che sviluppa azioni di promozione del "Made in Calabria" in contesti internazionali

subìto in minima parte gli effetti della crisi e che costituisce una reale opportunità per le Pmi italiane. Secondo l’assessore Capua è prioritaria la necessità di attivare tutti gli strumenti utili per "fare sistema" e contribuire, in maniera efficace e reale, alla crescita dell’economia calabrese. Una innovativa politica nel settore della internazionalizzazione è, infatti, indispensabile ed urgente per consentire agli operatori calabresi e quindi all’economia produttiva della regione di non essere travolta dalle nuove sfide nascenti dalla globalizzazione dei mercati. A parere di Capua la sfida dell’internazionalizzazione è la problematica centrale che ogni paese moderno deve e sta affrontando in questo momento, pur gravissimo, proprio per gli effetti globali delle crisi finanziarie di Stati e Banche. In momenti così difficili, ma proprio per questo aperti ad ogni nuova prospettiva, il ruolo della Calabria deve essere di protagonista all’interno dello Stato Italiano e nella politica di settore con gli altri paesi. «Dobbiamo abbattere - ha sostenuto l’assessore nei mesi scorsi - il vecchio assioma "calabria sud del sud" per divenire momento centrale di proposta e di iniziativa».

CATANZARO - «Furbate e aberrazioni come quelle approvate nell’ultimo consiglio regionale, e mi riferisco alla norma ad personam voluta da qualche notabile della politica calabrese con l’avallo di uno schieramento trasversale degno del peggio della prima repubblica che elimina l’incompatibilità tra la carica di consigliere regionale e sindaco dei comuni superiori a 15 mila abitanti, producono il risultatodialimentareancoradi più, nella percezione dell’opinione pubblica, quelventodianti-politicadi cui tanti oggi si lamentano, ma che pochi contribuiscono con comportamenti coerenti ad eliminare». A sostenerlo, in una nota, è il segretario regionale dell’Idv Maurizio Feraudo. «Noi di Idv - prosegue Feraudo - siamo talmente convinti di questo principio che lo abbiamo inserito nel nostro Statuto. L’impugnazione da parte del governo di diversi punti della legge conferma la bontà dei dubbi che l’Idv ha sollevato subito dopo l’approvazione della legge».

Laratta: piano d’accoglienza per i profughi della Libia CATANZARO - «Non possiamo rimanere indifferenti e insensibili davanti al dramma del popolo libico, massacrato da un dittatore folle che non vuole cedere. Questacatastrofeprodurrà, per come prevede il Governo, la fuga di migliaia di giovani che lasceranno il loro Paese». E’ quanto afferma il deputato del Pd Franco Laratta in una lettera al Ministrodell’Interno,Roberto Maroni, ed al presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Il parlamentaresollecita,inparticolare, l’adozione di un piano di accoglienza per i possibili profughi dalla Libia. «La Calabria è vicinissima a quel teatro di guerra».

Melicuccà, paese generoso

Cosentini direttore Coldiretti CATANZARO - Francesco Cosentini è il nuovo direttore della Coldiretti Calabria e ad interim della Federazione Interprovinciale di Catanzaro - Crotone -Vibo Valentia e provinciale di Reggio Calabria. Succede a Benedetto De Serio che nel saluto di commiato, ha ringraziato soci e dirigenti dell’organizzazione in Calabria e tutto il tessuto istituzionale della regione, dove ha rivendicato, sono state avviate percorsi importanti che non tarderanno a dare i frutti. Il nuovo direttore Francesco Cosentini proveniente dalla Federazione di Bari nella sua prima dichiarazione, ha apprezzato la fase di forte crescita della

Feraudo (Idv): le furbate del Consiglio regionale

Coldiretti calabrese confermando l’impegno nel fare crescere la filiera tutta agricola e italiana firmata dagli agricoltori. Il presidente regionale Molinaro, insieme ai presidenti delle altre Federazioni, hanno ringraziato De Serio per il lavoro svolto e dando il benvenuto a Cosentini, si sono detti certi che «saranno consolidati con dinamismo e il protagonismo necessario i progetti e le politiche di valorizzazione del "made in Calabria", per offrire sempre maggiori opportunità di reddito per le imprese agricole ed i territori». re. re.

MELICUCCÀ - In Calabria, dopo Riace, c’è un altro comune pronto ad ospitare profughi libici. «La nostra è una piccola struttura solo 15 posti ma, dinanzi all’emergenza, siamo pronti a fare tutto il possibile»: dice infatti così Emanuele Oliveri, sindaco di Melicuccà, piccolo comune della Piana di Gioia Tauro, dove è stato varato un progetto di accoglienza, tutela e integrazione nell’ambito del sistema di protezione per richiedenti asilo. A pochi passi dalla sede del Comune c’è un edificio costruito negli anni settanta per ospitare un asilo nido e che nel passato più recente doveva essere utilizzata come casa di accoglienza per anziani. Solo da qualche tempo

si è potuto utilizzare davvero con un progetto finanziato dal Ministero dell’Interno. «Attualmente - prosegue Oliveri - abbiamo ospiti che sono tutti rifugiati politici provenienti dalla Nigeria e dalla Somalia, attendiamo prossimamente altre persone dall’Iraq. Certo, la nostra struttura, che è comunitaria, ha una tipologia di ospiti famiglie monoparentali e donne in gravidanza o ragazze madri con figli piccoli e non può essere aperta a tutti perché potrebbero generarsidei contrasti difficilmente controllabili. Pensi ci sono bimbi di dieci mesi. Ripeto: davanti all’emergenza possiamo vedere di ampliare la disponibilità di posti».


10

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

IN CALABRIA Quote rosa, per l’on. Pino Galati «il ddl va difeso e sostenuto»

Il teatro Torre Marrana di Ricadi che ha ospitato le rappresentazioni promosse dalla Provincia di Vibo Valentia nell'ambito dell'edizione 2010

L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha firmato le convenzioni che danno il via alla programmazione triennale

Magna Grecia Teatro Festival, siglate le intese con i Comuni di Oriana Tavano CATANZARO - «Programmazione e integrazione rappresentano le politiche chiave del Magna Grecia Teatro Festival che dopo otto edizioni spicca il volo». Così ha esordito l’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri durante l’incontro che si è svolto ieri mattina a Catanzaro con i rappresentanti dei tredici Comuni calabresi che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa con la Regione Calabria e il ministero per i Beni Culturali per l’attuazione del Magna Grecia Teatro Festival. Un progetto culturale già preannunciato dall’assessore Caligiuri all’insediamento della nuova Giunta regionale, finalizzato a promuovere e rilanciare il patrimonio archeologico calabrese affincandolo a proposte teatrali di qualità che si svolgeranno nella cornice dei più importanti siti presenti sul territorio regionale. L’assessore alla Cultura ha invitato i rappresentanti dei Comuni a «utilizzare l’opportunità del finanziamento triennale per programmare le iniziative estive e

annuali in funzione di questo evento che valorizza i beni culturali al servizio dei territori comunali», invitando i Comuni a «fare sistema, integrando l’offerta culturale con quella turistica e gastronomica». Durante l’incontro, Caligiuri ha comunicato che verrà allestito un sito internet a supporto delle iniziative del Festival che fornirà, oltre alle informazioni sugli spettacoli e sui contesti archeologici, anche la possibilità di prenotare per via telematica i biglietti. Caligiuri, ha, infine, annunciato che nelle prossime settimane sarà fissata una riunione tecnica tra i rappresentanti degli assessorati alla Cultura, Agricoltura, Turismo, Trasporti e Attività

«Programmazione e integrazione sono le politiche chiave del Festival che dopo otto edizioni spicca il volo»

Produttive, con l’obiettivo di favorire una maggiore integrazione fra le singole proposte culturali. I rappresentanti delle amministrazioni locali hanno apprezzato la decisone di avviare una programmazione triennale del Festival triennio 2011-2013 - e, soprattutto, l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico del territorio utilizzando il patrimonio culturale dei comuni coinvolti al servizio di tutta la regione. La firma del protocollo, siglato dall’assessore Caligiuri, dal direttore regionale per il ministero per i Beni e le Attività Culturali Francesco Prosperetti e dalle tredici amministrazioni comunali ha avviato concretamente la programmazione pluriennale, con un impegno di spesa complessiva di 2 milioni e 400 milioni di euro, inserendosi nell’ambito della più ampia pianificazione di risorse che la Giunta regionale e l’assessorato alla Cultura hanno messo in campo per sostenere e migliorare il sistema culturale calabrese, sia dal punto di vista della produzione, sia per quanto riguarda interventi strutturali di restauro, recupero e riqualificazione delle strutture.

ROMA - «Il disegno di legge sulle quote rosa, che vede come firmataria l’on. Lella Golfo, il quale prevede che i consigli di amministrazione delle società quotate in borsa debbano essere composti per almeno il 30% da donne, va difeso e sostenuto». Ad affermarlo è il deputato del Pdl on. Giuseppe Galati secondo il quale «si tratta di compiere un gesto dovuto, senza dilungarne i tempi, in virtù «Un gesto dovuto senza dell’intraprendenza, sensibilità e capacità manageriali dilungarne i tempi in che il mondo femminile riesvirtù dell’intraprendenza ce ad esprimere». «Più volte, quando ero sottosegretario sensibilità e capacità alle Attività Produttive e presidente del Comitato che il mondo femminile nazionale per l’imprendito- riesce ad esprimere» ria femminile e del Fondo per l’innovazione tecnologica, ho avuto modo di constatare ed allo stesso tempo sostenerlo, l’importante e, direi, determinante ruolo delle donne nella gestione delle imprese, elemento questo decisivo e qualificante per imprimere una sollecitazione nella risoluzione positiva sul voto al disegno di legge "Parità di accesso nei consigli di amministrazione delle società quotate". Questa tendenza all’attività imprenditoriale del mondo femminile tesa sempre di più ad avviare attività economiche indipendenti si manifesta, come riportato dall’Osservatorio dell’Imprenditoria di Unioncamere, maggiormente nel centro - sud». «A tutto ciò - conclude l’on. Galati - bisogna aggiungere la tendenza che

L'Aula di Montecitorio

è presente in tutta Europa a valorizzare sempre maggiormente le professionalità femminili con un deciso aumento dei Paesi che varano le quote rosa, dando un indirizzo improcrastinabile nella tempistica con la quale raggiungere questo fondamentale obiettivo anche per l’Italia».

Idv, Giordano: «Per la lotta alla criminalità non si usino spot» CATANZARO - «La lotta alla criminalità richiede una serie di provvedimenti che trattino in maniera approfondita la questione legalità nella nostra regione, sgomberando il campo da spot». È quanto ha dichiarato, in una nota, il consigliere regionale di Italia dei valori Giuseppe Giordano che ha aggiunto: «La lotta alla criminalità deve essere mirata e dare il giusto sostegno alle vittime di un complesso sistema criminale di cui la ‘ndrangheta rappresenta solo una parte. È necessaria - ha precisto Giordano - una maggiore efficienza nel contrasto alla criminalità che deve essere costante da parte di tutti, politica in testa». Secondo il consigliere regionale Idv, le liste bloccate «in questo senso non sono il giusto rimedio alla lotta alla criminalità bensì la negazione della democrazia stessa». Nei giorni scorsi, sul tema

della riforma della legge elettorale regionale, il consigliere Idv aveva bocciato la proposta avanzata dal presidente Scopelliti, in quanto «l’inserimento delle liste bloccate rappresenta solo un’opportunità per un modello in cui vi è il controllo di pochi a discapito di molti», aveva dichiarato a caldo Giordano. «La lotta alla criminalità non può essere a costo zero - ha proseguito - ed a ben vedere, esiste un limite strutturale che risalta immediatamente nella valutazione delle proposte portate in Consiglio ovvero, un’assenza di investimenti finanziari che su un tema così importante non possono mancare». In questa direzione, risulta «indispensabile e necessario» per il consigliere regionale «costituire un fondo di garanzia per le imprese vessate dalla ‘ndrangheta, che spesso si ritrovano abbandonate dalle

banche in quanto ritenute soggetti a rischio»; e ancora, unazione prioritaria deve essere «non solo la tracciabilità dei pagamenti, ma anche tracciabilità dei procedimenti amministrativi - ha aggiunto - che dovrà avere maggiori parametri di trasparenza, soprattutto, dove ci sono in gioco appalti e concessioni». «Non da ultimo, è doveroso velocizzare i tempi di pagamento alle imprese da parte della pubblica amministrazione - ha precisato Giordano - ed attuare trasparenza ed efficienza. Bisogna dunque portare avanti la lotta alla criminalità con impegno e responsabilità lasciando fuori dalle Istituzioni chi ha rapporti con il malaffare. Con gli emendamenti presentati in Aula - ha concluso il consigliere di Iralia dei valori - abbiamo voluto confrontarci, migliorare e rendere più efficaci alcune norme approvate».


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 11

IN CALABRIA Turismo naturalistico, entro aprile al via progetti tra Calabria e Sicilia

Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale

Guccione, Censore e Franchino fanno riferimento all’attuazione degli impegni e dei pagamenti del Programma operativo 2007-2013

Regione, consiglieri Pd: «Il Por Calabria preoccupa l’Europa» di Cristiano Gualtieri COSENZA - L’Europa è preoccupata per la gestione dei fondi Por da parte della Regione Calabria. Lo hanno sostenuto, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Cosenza nella sede della Provincia, i consiglieri regionali del Pd Carlo Guccione, Bruno Censore e Mario Franchino che hanno fatto riferimento, in particolare, allo stato di attuazione degli impegni e dei pagamenti del Programma operativo Calabria del periodo 2007-2013 (Fondi Ue). I tre consiglieri evidenziano che, secondo i dati in possesso al 31 dicembre scorso, i pagamenti effettuati per finanziare i progetti del ProgrammaoperativodeiFondistrutturali 2007-2013 ammontano per il Por Calabria Fse 2007-2013 a solo 9,27% dei pagamenti e per il Por Calabria Fesr 2007-2013 solo al 9,05%. «A ciò si aggiunge - hanno sostenuto ancora i consiglieri del Pd - che il commissario europeo per le Politiche regionali Hahm ha inviato al ministro Tremonti una lettera in cui esprime profonda preoccupazione sullo stato di

attuazione dei Programmi operativi italiani-Fondi Ue 2007-2013 e mette l’accento sul rischio concreto che possano andare perse queste importanti risorse». «Tale rischio - hanno sottolineato ancora i consiglieri regionali - è particolarmente elevato soprattutto per i Por di Calabria, Sicilia, Campania e Puglia. I controlli effettuati dai Servizi della Commissione Europea, infatti, hanno riscontrato debolezze persistenti nel funzionamento dei sistemi di gestione e di controllo. Stando a questi dati, se entro il 31 dicembre prossimo la Calabria non certificherà una spesa pari a oltre 740 milioni di euro, spendendo, perciò, in questi ultimi dieci mesi

Guccione: «Scopelliti e Mancini non sono andati oltre gli annunci. I Por Fesr e Fse non sono stati modificati né riprogrammati»

del 2011, circa 479 milioni di euro, perderà le risorse assegnatele». «Il Por Calabria - hanno sostenuto ancora Guccione, Censore e Franchino - ha avuto un blocco in questa ultima fase. E questo nonostanteladeliberaCipeinvitasse le Regioni in fortissimo ritardo nella spesa dei fondi comunitari come la Calabria ad una riprogrammazione degli stessi, al fine di evitare il disimpegno da parte della Commissione europea». «Scopelliti e Mancini - ha detto, in particolare, Guccione - non sono andati oltre gli annunci. I programmi operativi Fesr ed Fse Calabria non sono stati modificati e né riprogrammati, come testimonia il fatto che, a tutt’oggi, non è stato presentato nessun documento in questa direzione». Secondo i consiglieri del Pd bisogna rapidamente riprogrammare il Por Calabria, anche alla luce della sottrazione dei fondi Fas da parte del Governo nazionale, per sbloccare i grandi progetti come l’aerostazione di Lamezia Terme, la Metropolitana di Cosenza, il ciclo delle acque, il settore dei rifiuti, la stabilizzazione del precariato e la nuova occupazione.

CATANZARO - Utilizzare in maniera virtuosa il patrimonio naturale rendendo il turismo compatibile con le esigenze e ritmi della natura. È questo l’obiettivo che la Regione Calabria intende raggiungere attraverso la presentazione di un progetto di eccellenza sul turismo naturalistico in accordo con la Regione Sicilia. Per un ottimale raggiungimentodell’iniziativa-silegge Il prossimo 3 marzo in una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - il a Catanzaro un primo Dipartimento Turismo della incontro con i Parchi Regione Calabria ha programmatoperilprossimotre regionali. Sarà presente marzo a Catanzaro un primo incontro con i Parchi presen- una delegazione ti sul territorio regionale a della Regione Sicilia cui parteciperà una delegazione del settore Turismo della Regione Sicilia. La riunione sarà orientata a condividere le potenziali offerte di un settore del mercato turistico in rapida evoluzione e spinto da una domanda sempre crescente. Il confronto con l’interessante realtà dei Parchi riguarderà la concreta opportunità di predisporre un intervento progettuale mirato direttamente all’osservazione e all’apprezzamento della natura e delle culture tradizionali dei territori calabresi. Seguiranno nei prossimi giorni altri incontri con i principali stakeholders del turismo naturalistico. La proficua collaborazione tra Calabria e Sicilia dovrebbe portare alla presentazione, entro il

Il Parco nazionale della Sila

prossimo mese di aprile, di due progetti di eccellenza sulle tematiche del turismo naturalistico e religioso per una ammontare complessivo pari a circa 7,5 milioni di euro. r.c.

Orsomarso: «Al Pd manca tutto, compreso il senso del ridicolo» COSENZA - «Ai Consiglieri Censore, Franchino e Guccione manca tutto, compreso il senso del ridicolo». È quanto dichiara Fausto Orsomarso, consigliere regionale delegato ai Trasporti replicando ai consiglieri del Pd che, dice Orsomarso, «hanno indetto una conferenza stampa per denunziare la preoccupazione, a loro avviso, che la Calabria correrebbe il rischio di perdere alcuni fondi europei proprio in contemporanea alla manifestazione in cui l’assessore Giacomo Mancini ha spiegato ai sindaci della provincia che l’amministrazione Scopelliti ha finalmente sbloccato i 400 milioni di euro della progettazione integrata e che potranno essere spesi per lo sviluppo della nostra comunità».

«La mattinata di Cosenza - prosegue il consigliere del Pdl Orsomarso - ha messo chiaramente in luce un passato fatto di chiacchiere ed un presente incentrato su fatti concreti. Infatti da una parte ci sono tre consiglieri di opposizione che difendono un passato costellato di fallimenti producendosi in chiacchiere senza fondamento, dall’altra ci sono gli atti degli uomini della nuova stagione della Calabria che presentano i risultati importanti di questo avvio di legislatura, consentendo di riattivare risorse che erano da anni bloccate». Secondo Orsomarso, «è sintomatico notare che all’incontro con l’assessore Mancini erano presenti anche tanti amministratori del Pd, tra cui il presidente della Provincia

di Cosenza, Mario Oliverio, che - prosegue Orsomarso - hanno percepito che finalmente in Calabria le cose sono cambiate e che c’è una squadra che ha la capacità di reperire risorse e di spenderle per la comunità. Lo stesso Oliverio, nel suo intervento - sottolinea Orsomarso - ha avuto parole di elogio nei confronti della strategia condivisa, portata avanti dall’assessore regionale Mancini, soprattutto quando si è discusso di trovare momenti di sintesi». «Gli unici a non averlo ancora capito - conclude il consigliere regionale - sono Censore, Franchino e Guccione che, tra le altre cose, non conoscono il senso del ridicolo». c.g.


12

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CRONACHE Il costo è di 1.600 euro al mq per un’immobile da 90 mq sia a Lido che in centro

Costo della casa, Catanzaro è la città calabrese più cara di Luca Giglio CATANZARO - Con un costo di 1.600 euro al metro quadro per un’immobile da 90 mq nella zona Lido e nel centro storico, è Catanzaro la città più cara della Calabria: a rivelarlo e’ un’indagine di Casa.it, portale immobiliare , con oltre 700.000 annunci e circa di 3.300.000 Utenti Unici al mese. Dall’analisi emerge, inoltre, che gli abitanti di Reggio Calabria sono i più attivi nella ricerca della casa online, rappresentando ben più della metà (55%) ditutti gli utenti calabresi che ogni giorno accedono al portale per trovare la dimora dei propri sogni. Dall’osservatorio Casa. it, Catanzaro si aggiudica la palma di città più costosa della Calabria, con un prezzo medio di 1.600 euro al metro quadro per acquistare un bilocale nel quartiere Lido e nel centro storico. Prezzo che scende intorno ai 1.450 euro nella zona Mater Domini e a 1.300 euro per il quartiere di Gagliano.Nella classifica stilata da Casa.

it, Catanzaro è seguita dalle città di Reggio Calabria con un costo medio di 1.500 euro al metro quadro per un immobile da 90mq, e Vibo Valentia e Crotone dove, per la stessa metratura, sono necessari circa 1.400 euro al metro quadro. Infine, chi volesse acquistare un bilocale a Cosenza deve spendere intorno ai 1.350 euro. «Da un’analisi sul portale Casa. it, abbiamo rilevato che ben il 55% dei calabresi che si affidano ad Internet per la ricerca di un immobile da acquistare o af-

fittare sono di Reggio Calabria, seguiti dagli abitanti di Cosenza (19%) e Crotone (17%)" commenta Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa. it. «Analizzando nello specifico le richieste pervenute sul portale per la città di Catanzaro - aggiunge - possiamo notare come ci sia una maggiore attenzione verso appartamenti di metratura tra i 90 e i 100 mq, segnale che si tratta per la maggior parte di giovani famiglie alla ricerca della prima casa. Infine, abbiamo osservato come nell’offerta di Crotone si registrino picchi tra i 2000 e i 2500 euro al metro quadro per gli appartamenti con vista mare del lungomare, rispetto al costo medio di 1.390 euro delle altre zone». Infine, per quanto riguarda il mercato degli affitti, Catanzaro comanda la classifica insieme a Reggio Calabria con un prezzo medio di 600 euro al mese per unbilocale nei rispettivi centri storici. Per la stessa tipologia di immobile sono, invece, necessari tra i 500 e i 550 euro per le città di Cosenza, Crotone e Vibo Valentia».

Dichiarata fallita l’Fc Catanzaro CATANZARO - I giudici della sezione fallimentare del tribunale di Catanzaro hanno ammesso l’istanza di fallimento ed ha autorizzato l’esercizio provvisorio dell’attività per la società di calcio Fc Catanzaro che milita nel campionato di seconda divisione Lega Pro. L’esercizio provvisorio consentirà alla società di chiudere la stagione sportiva e di salvaguardare il titolo sportivo. L’istanza di fallimento era stata presentata dalla stessa società. I giudici, dopo aver accolto l’istanza, hanno nominato come curatore il professor Giulio Nardo, docente di diritto fallimentare all’Università della Calabria.


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 13

CRONACHE La Giunta ha aderito, su proposta dell’assessore Argirò, all’avviso della Regione

Verranno contrattualizzati i giovani del programma stages di Carmela Mirarchi CATANZARO - La Giunta comunale presieduta dal sindaco Rosario Olivo, ha approvato, su proposta dell’assessore al personale e vice sindaco, Antonio Argirò, la delibera di adesione all’avviso pubblico regionale n. 32 del 22 novembre 2010 relativa alla contrattualizzazione dei giovani laureati della Calabria già impegnati nel programma stage di integrazione e modifica della legge regionale n. 46 / 2004. La decisione dell’Amministrazione Comunale scaturisce dal fatto che per due anni l’ente di palazzo De Nobili, ha ospitato proficuamente, con continuità formativa e di collaborazione, tredici stagisti nell’ambito del "Programma Stage" 2008, approvato dal Consiglio regionale sugli stage per i migliori laureati calabresi. «La validità dell’iniziativa ha indotto il Comune - ha spiegato l’assessore Argirò - ad esprimere mediante adesione alla suddetta manifestazione di interesse, la propria disponibilità ad ospitare i tredici laureati calabresi, che per due anni, hanno svolto attività formativa a palazzo de Nobili conclusasi lo scorso 20 ottobre . Gli stessi tredici laureati hanno superato le prove intermedie e la redazione dell’elaborato conclusivo conseguendo l’idoneità conclusiva. Ora - ha proseguito Argirò - l’Amministrazione comunale ha deciso, quindi di aderire all’avviso regionale che si articolerà in due fasi. La prima prevede la presentazione di una manifestazione di interesse alla Regione Calabria secondo i tempi e l’apposito schema di domanda , successivamente si passerà alla stipula dei contratti di lavoro tra l’ente e lo stagista». L’Amministrazione comunale si impegna ad instaurare con i tredici stagisti un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa previsto dall’art. 7, comma 6 del D. Lgs. 165/01 nonché dall’art.

36 del vigente regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi contenente la disciplina per l’affidamento di incarichi esterni con contratti di lavoro autonomo. Il periodo lavorativo di collaborazione sarà di 18 mesi. La spesa complessiva sarà di 298.263,42 euro per tutte le 18 mensilità (130.000.00 a carico della Regione e 168.263,42 a carico del Comune). «Abbiamo deciso di aderire all’avviso regionale ben consapevoli della sfida che abbiamo davanti e che dobbiamo vincere: evitare la fuga dei cervelli e fare

«L’Amministrazione si impegna ad instaurare con i tredici stagisti un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa. Il periodo di collaborazione è di 18 mesi»

Inchiesta Porto, per 12 chiesta archiviazione di Anna Bolle

CATANZARO - Si è conclusa con una richiesta di archiviazione nei confronti di dodici indagati l’inchiesta della Procura della Repubblica di Catanzaro relativa ad ipotesi di truffa e frode nelle pubbliche forniture in riferimento alla costruzione del porto in località Casciolino, nel quartiere marinaro del capoluogo di regione. Nel corso dell’indagine, il sostituto procuratore Gerardo Dominijanni, titolare delle indagini condotte dalla Guardia di finanza, nel gennaio 2010 aveva emesso undici avvisi di garanzia nei confronti di diversi soggetti che, nel corso degli anni, si sono a vario titolo susseguiti nel cantiere.

L’inchiesta ha preso le mosse dalla denuncia di un imprenditore che, circa due anni fa, ha fatto precise segnalazioni sulla presunta inadeguatezza dei materiali forniti dalla ditta Mazzei, chei sarebbero stati di qualità inferiore rispetto a quella prevista e necessaria per realizzare l’opera. Nell’ambito delle indagini il pm aveva disposto l’effettuazione di accertamenti tecnici per verificare la qualità dei materiali utilizzati fin qui. Proprio sulla base della consulenza, da cui è emersa la regolarità dei materiali, l’ufficio del pm ha concluso chiedendo al giudice per le indagini preliminari l’archiviazione del procedimento.

in modo che i talenti di cui la Calabria dispone siano utilizzati per fare crescere la nostra terra. Un problema sociale che priva la Calabria delle sue migliori intelligenze, costrette ancora oggi, ad emigrare In questa direzione, considero proficua la decisione adottata dalla Giunta Olivo che in questi anni ha dimostrato grande attenzione alla problematica lavoro. Uno degli aspetti più qualificanti nell’attività amministrativa è stata, appunto, la politica del personale. Il Comune è stato promotore e capofila del Centro per la formazione permanente del personale degli Enti locali, a cui sono associati 13 Comuni.Ma il fiore all’occhiello dell’Amministrazione Olivo, anche e soprattutto per le sue implicazioni di natura sociale, è la stabilizzazione di circa 200 lavoratori precari che prestavano servizio nei vari settori o nelle società partecipate. Voglio ringraziare - ha concluso l’assessore al personale - il dirigente del settore Giuliano Siciliano ed il direttore operativo, Pasquale Costantino, per la puntuale ed articolata predisposizione degli atti necessariall’adesione"."Offriamoun’opportunità ai giovani, sosteniamo il sistema universitario e ci sforziamo dimigliorare la qualità dei servizi della pubblica amministrazione - ha aggiunto il sindaco Rosario Olivo - L’opportunità di lavorare per un periodo all’interno di una pubblica amministrazione ha dimostrato che può tradursi in un’ottima esperienza per questi giovani laureati che hanno avuto modo di accrescere le proprie competenze professionali e dare un contributo al miglioramento dei servizi offerti dall’ente. E’ una sfida, quindi, anche per le pubbliche amministrazioni che investono sui giovani per rinnovarsi e adeguarsi a standard di efficienza . Noi - ha concluso il Sindaco - puntiamo molto sulla voglia di imporsi nella loro terra di questi migliori giovani laureati».

Corso di formazione professionale della Camera penale CATANZARO - Prenderà il via oggi alle 15.30 presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico Industriale, il IV Corso di aggiornamento e formazione professionale organizzato dalla Camera Penale "Alfredo Cantàfora" di Catanzaro. Il Corso, quest’anno, ha per titolo "Problematiche attuali in campo penalistico sostanziale e processuale e sulla legislazione speciale" e vedrà la presenza, come negli anni passati, di illustri relatori tra avvocati, magistrati e docenti universitari.Primo relatore sarà il prof. Dario Grosso, ordinario di procedura penale presso l’Università "Federico II" di Napoli, che tratterà il tema "Il giudicato interno. Pronunce della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e durata ragionevole dei processi". Il Corso, poi, proseguirà con i seguenti appuntamenti : 11 marzo prof. Francesco Siracusano, docente di diritto penale presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro, "Logiche emergenziali e simbolismi efficientisti nei delitti contro l’amministrazione della giustizia"; 25 marzo avv. Domenico Battista del foro di Roma "La cooperazione giudiziaria nel settore penale: profili storici e modalità di attuazione"; 29 aprile avv. Giuseppe Conti, vicepresidente nazionale Ucpi "La difesa penale dello stalker". Il Corso proseguirà, poi, da ottobre a dicembre con un secondo modulo il cui calendario è in fase di apprestamento, e che consentirà di far conseguire ai corsisti complessivi 39 crediti formativi per l’anno 2011.

Presentato MuoversiaCatanzaro.it CATANZARO - Sono stati presentati ieri mattina, dall’assessore alla Mobilità Roberto Talarico, il portale muoversiacatanzaro.it e la omonima brochure. «E’ la prima volta che la città - ha spiegato l’assessore - si è dotata di strumenti capaci di mettere insieme tutte le opzioni possibili in tema di spostamenti sull’intero territorio. Si trovano informazioni sul capoluogo, i progetti in cantiere, i documenti e le ordinanze. Inoltre sono segnalati i parcheggi disponibili, pubblici e privati, le mappe che individuano la presenza dei parcometri, le aree delimitate dalle strisce blu, i percorsi delle navette, le piazze riservate. E, ancora, notizie utili

sull’Amc, le Ferrovie della Calabria, la Funicolare. Un lavoro - ha proseguito Talarico - che non ha precedenti e che dimostra come ci siano tante possibilità per chi decide di muoversi senza l’utilizzo del proprio mezzo o, comunque, per trovare un adeguato parcheggio». L’assessore ha ricordato la recente installazione dei 13 display luminosi che segnalano i posti auto disponibili e la direzione da seguire per raggiungerli: «Un sistema all’avanguardia - ha detto che contiamo di potenziare con l’utilizzo delle nuove tecnologie». In conclusione, l’assessore ha annunciato che presto arriveranno i nuovi autobus a metano.


14

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CRONACHE Tra i vari interventi, anche il presidente dell’associazione docenti cattolici, Giannino

Gita negata, la vicenda scatena numerose reazioni e polemiche di Carmela Mirarchi CATANZARO - «Va licenziata la preside della scuola media statale di Catanzaro che ha vietato a un ragazzino affetto dalla sindrome di Down, di partecipare ai un viaggi d’istruzione con finalità didattiche della scuola, causando la reazione dei compagni del ragazzo che hanno a loro volta rifiutato di andare in gita per solidarietà». A sostenere la tesi è il presidente dell’associazione docenti cattolici, Alberto Giannino. «Di fatto - afferma Giannino - la Presid, abusando di un potere che non possiede, non ha consentito allo studente disabile il diritto allo studio sancito dalla Costituzione. Di più: la Preside avrebbe detto ai ragazzi eai docenti di "non portare a conoscenza del ragazzo le date delle future gite ed uscite in programmazione, motivando tale richiesta con la scarsa capacità dello stesso ad apprendere a causa della sua infermità genetica». I genitori del ragazzo, affetto da sindrome di Down hanno dovuto ricorrere all’autorità di Polizia per far rispettare ildiritto allo studio del proprio figlio, in linea con la normativa di riferimento, in particolare con le note Ministeriali le

quali espressamente asseriscono che i viaggi d’istruzione o le uscite didattiche rappresentano un’opportunità fondamentale per la promozione dello sviluppo relazionale e formativo di ciascun alunno e per l’attuazione del processo di integrazione scolastica dello studente diversamente abile, nel pieno esercizio del diritto allo studio. Ma di fronte a questa scandalosa discriminazione operata dalla Preside - ricorda Giannino una ragazza ha fatto sapere che se lo studente disabile non avesse partecipato ai viaggi d’istruzione, anche l’intera classe

per solidarietà con il loro compagno sarebbe rimasta a scuola e avrebbe disertato qualsiasi viaggio presente e futuro». Se queste voci fossero confermate, il Direttore generale scolastico della Calabria, Francesco Mercurio, ad avviso del Preside dell’Associazione culturale Docenti cattolici deve chiamare un ispettore ministeriale per accertare i fatti; se i fatti fossero confermati, - aggiunge - la dirigente scolastica deve essere licenziata come prevede l’attuale legge Brunetta in vigore da settembre 2010 che dà questa facoltà al direttore generale della Calabria».

Critelli: i compagni meritano una medaglia CATANZARO - «Apprendiamo dai giornali di questa terribile discriminazione, subita da un ragazzo affetto da sindrome di down. Da quanto si apprende pare che una dirigente scolastica di un istituto omnicomprensivo di Catanzaro avesse sostanzialmente vietato ad un ragazzo affetto da sindrome di down di partecipare ad una gita scolastica. Cosa per fortuna non riuscita per l’immediata presa di posizione dei compagni di classe, i quali dimostrando un alto senso civico si sono rifiutati anch’essi di partecipare alla gita». E’ quanto si legge in una nota di Franco Critelli Vice-segretario Idv, secondo il quale «episodi deplorevoli come questo, danno un ulteriore immagine della Calabria che nonci appartiene. Se è vero che la Calabria onesta e perbene è mortificata e offesa quotidianamente dalla criminalità organizzata e dai suoi effetti deleteri, dall’altra parte - continua - c’è però una Calabria solidale e accogliente, una Calabria generosa e pronta al sacrificio pur di aiutare il prossimo. Chiedo - dice Critelli - alle Autorità preposte che ai compagni di classe di questo ragazzo venga conferita una medaglia per il loro encomiabile gesto».


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 15

CRONACHE

Scommesse clandestine, denunciate 2 persone GUARDAVALLE - I Carabinieri del Comando Stazione di Guardavalle, con l’ausilio di alcuni funzionari dell’Ufficio Regionale dell’ Amministrazione Autonoma di Monopoli di Stato di Cosenza, hanno denunciato all’autorità giudiziaria due ventenni, M.M. e A.G. entrambi di Guardavalle, rispettivamente titolare e operatore di una cartolibreria di via Nazionale, poiché resisi responsabili di "Esercizio di giuochi d’azzardo" e "apertura abusiva di luog-

Omicido per usura accusato a giudizio

hi di scommesse". I due gestori dell’esercizio non possedevano le previste autorizzazioni. I Carabinieri nel locale hanno sottoposto a sequestro preventivo l’incasso giornaliero (circa 2.000 euro), apparecchiature telematiche e ricevute di scommesse relative a vari eventi sportivi, sui quali gli ignari scommettitori avevano voluto tentare la sorte. Il titolare ha anche ricevuto un’ingente sanzione amministrativa. r.c.

I militari da lungo tempo seguivano i suoi spostamenti a seguito dei numerosi furti

Droga, ricettazione e armi arrestato un pregiudicato CHIARAVALLE CENTRALE - I militari della Stazione di Chiaravalle Centrale, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Compagnia di Soverato, hanno tratto in arresto Polimeni Marco, classe 1984, pregiudicato, avvisato orale di P.S. poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione aggravata e continuata, detenzione abusiva di armi. I militari da lungo tempo seguivano i suoi spostamenti a seguito dei numerosi furti in abitazione che si erano verificati in quel centro. Mercoledì mattina hanno deciso di effettuare un’attenta perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire: 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in altrettante dosi nonché un bilancino di precisione; una pistola giocattolo priva del prescritto tappo rosso e una scimitarra con lama di cm 47; svariati monili in oro, 1 televisore e n. 7 orologi di varie marche, nonche’ vari piccoli elettrodomestici, tutti provento di

OLIVADI - La Corte d’appello di Catanzaro, ha ribaltato in assoluzione la sentenza di condanna emessa in primo grado a carico di Roberto Mellace, 65 anni, di Olivadi, imputato per violenza sessuale. L’uomo era stato accusato di aver costretto M. S., studentessa universitaria, a subire atti sessuali, consistiti nel "toccarle il seno mettendole le mani sotto la maglietta", nell’averla "presa per un braccio e spinta su un letto per baciarla" e nell’averla piu’ volte "toccata nelle parti intime", il 5 ottobre del 2002a Catanzaro, come denunciato dalla stessa parte offesa. Fatti per i quali l’uomo, il 25 gennaio del 2008, al termine del giudizio abbreviato, era

Nuovo sponsor per Volley Girifalco

furto e del valore complessivo di 6.000 euro. Parte della predetta refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari poiché relativa ad almeno quattro furti in abitazione perpetrati in Chiaravalle Centrale. Polimeni è stato pertanto tratto in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Soverato in attesa del giudizio per direttissima che avverrà nellamattinataodierna.Intensificataper-

tanto l’attività di contrasto ai furti in abitazione sotto la direzione della Compagnia di Soverato mediante l’attività di monitoraggio nei confronti di soggetti già noti alle Forze dell’Ordine e che pochi giorni fa aveva consentito di recuperare numerosi monili in oro e deferire tre persone per ricettazione nel comune di Davoli. Rosa Voci

Violenza sessuale, assolto in appello stato riconosciuto colpevole dal giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro Teresa Barillari,che gli aveva inflitto una condanna a nove mesi e venti giorni di reclusione, con concessione della sospensione condizionale della pena e non menzione nel casellario giudiziale. Ieri, invece, accogliendo le richieste degli avvocati di Mellace - difeso da Giancarlo Pittelli e Sergio Rotundo -, i giudici del collegio di secondo grado (presidente Sullo, consiglieri Ferraro e Marrazzo) hanno assolto l’uomo "perché il fatto non sussiste".

r.c.

GIZZERIA - Il giudice per le udienze preliminari di Catanzaro, Maria Rosaria Di Girolamo, ha rinviato a giudizio Franco Ruggiero, di 39 anni, accusato di essere l’ autore dell’omicidio di Franco Chirillo, 44 anni, compiuto a Gizzeria nel febbraio del 2000. Con Ruggiero sono stati rinviati a giudizio per tentata estorsione anche Salvatore Mancuso, 43 anni, figlio del boss della ’ndrangheta Francesco, deceduto, e Filippo Carrà, di 46 anni. I tre, secondo l’accusa, sono ritenuti legali alla cosca Mancuso. Il processo per l’omicidio in cui sarà imputato Ruggiero, inizierà il 5 maggio prossimo dinanzi ai giudici Corte d’Assise.

GIRIFALCO - Si è svolta a Girifalco la presentazione del nuovo sponsor dell’Asd Volley di Girifalco: International Power Italia, nel corso di una cena sociale con tutti gli atleti. International Power Italia è il primo produttore di energia elettrica da fonte eolica in Italia. Il Gruppo produce ogni anno circa 1.100.000 Mwh di energia elettrica da fonte rinnovabile. Vito Vaiti, allenatore dell’Asd Volley, ha dichiarato: «Sono molto contento dell’arrivo di un grande sponsor, che speriamo ci permetta di realizzare un nostro sogno: la promozione in serie D dei nostri ragazzi. Un salto di qualità che può aiutarci a coinvolgere sempre più ragazzi nelle attività sportive».


16

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CRONACHE L’episodio è avvenuto intorno alle 14 di domenica 13 febbraio scorso in pieno centro

Tentata rapina ad automobilista arrestato il secondo complice di Luca Giglio LAMEZIA TERME - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Lamezia Terme, un cittadino polaccco (Z.P.M. classe 1961), indiziato di concorso nella tentata rapina cui è stato vittima un automobilista in pieno centro di Lamezia Terme nel pomeriggio di domenica 13 febbraio. La vicenda si è svolta intorno alle 14 circa di domenica 13 febbraio quando un giovane lametino, in pieno centro città, a bordo della propria autovettura, mentre stava uscendo dal proprio garage, veniva avvicinato da un uomo che, estratto un coltello, lo aveva afferrato per un braccio minacciandolo di consegnargli i suoi averi. Fortunatamente il malcapitato riusciva a svincolarsi e ad allontanarsi con la sua auto. Immediatamente telefonava al 112 il cui operatore inviava prontamente alcune

pattuglie in zona. Una di queste, orbitante già nei paraggi, subito giunta sul luogo incrociava l’auto del richiedente che forniva le prime descrizioni dell’aggressore. I militari, quindi, postisi alle ricerche, poco dopo individuavano il soggetto mentre cercava di allontanarsi e disfarsi dell’arma. Bloccato, veniva condotto in caserma dove, identificato per un cittadi-

no polacco, in Italia senza fissa dimora, già gravato da precedenti di polizia per analoghi reati commessi a Milano, veniva tratto in arresto e condotto nel carcere cittadino. Le successive indagini compiute dai militari hanno consentito di giungere all’individuazione del complice della tentata rapina, del quale, nell’immediatezza del fatto, non si era completamente delineato il quadro indiziario. Pertanto, i militari, completati tutti gli accertamenti hanno riferito all’Ag, la quale, riconoscendo i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari, ha ordinato l’arresto del polacco, anche in considerazione del fatto che lo stesso trovasi in Italia senza fissa dimora e, quindi, con il concreto pericolo che possa darsi alla fuga. Infatti, i militari, nella giornata di ieri hanno rintracciato l’uomo nei pressi della Stazione Ferroviaria, da dove avrebbe potuto prendere qualsiasi treno e far perdere le proprie tracce.

Idv: preoccupazione per il ticket sanità LAMEZIA TERME - «Esprimiamo fortissime preoccupazioni per l’avvicinarsi del primo marzo che è ormai alle porte. Infatti con l’inizio del prossimo mese i cittadini di Lamezia e dell’intera provincia saranno costretti a subire l’ennesima ingiustizia» si legge nella nota di Giuseppe Gigliotti coordinatore Idv Lamezia. «Ma cosa pensa Scopelliti - continua - che i cittadini calabresi vivono delle stesse condizioni di privilegio che vive lui? Qua non si riesce a sbarcare il lunario e non si sa come arrivare a fine mese. Figuriamoci se si devono pagare pure i farmaci! Tutto questo determinerà una ribellione di massa ed una grave e seria situazione dell’ordine pubblico, così come per i ticket. Dimostri la giunta Scopelliti - conclude - un minimo di serietà e si appresti a fare quanto è nelle sue possibilità per scongiurare un’eventualità del genere che non è sopportabile per chi vive già situazioni di grave crisi,non percepisce stipendi da mesi ed è in ritardo con i pagamenti del mutuo».


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 17

CRONACHE L’operazione stroncò un traffico di droga con l’Albania gestito da cosche cosentine

Processo Skoder, in secondo grado un aumento di pena di Carmela Mirarchi COSENZA - Si è concluso con uno sconto di pena per quattro imputati, l’aumento della pena per uno, e la conferma per gli altri sette, il processo di secondo grado a carico delle dodici persone giudicate con rito abbreviato a seguito dell’operazione della Dda di Catanzaro battezzata "Skoder", diretta a stroncare un fiorente traffico di sostanze stupefacenti dall’Albania all’Italia, che sarebbe stato gestito con la regia di presunti esponenti della ’ndrangheta cosentina. I giudici della Corte d’appello di Catanzaro, ieri, hanno così parzialmente modificato la sentenza emessa dal giudice dell’udienza preliminare distrettuale di Catanzaro,Tiziana Macrì, il 26 gennaio 2010, stabilendo: la condanna, in aumento, di quattro mesi di reclusione e 3.000 euro di multa nei confronti di Alexandru Breahna, 25 anni, della Moldavia, già, condannato a sei anni; la riduzione della pena a due anni e otto mesi e 12.000 euro nei confronti di Aliona Breahna, 24 anni, Moldavia, già condannata a tre anni; la riduzione della pena a quattro anni e otto mesi e 18.000 euro nei confronti di Alberto Mesiti, 29 anni, Albania, già condannato a otto anni equattro mesi; la riduzione della pena a due anni e otto mesi e12.000 euro nei confronti di

Rodon Rexhepi, 28 anni, Albania,già condannato a otto anni; la riduzione della pena a sette anni e quattro mesi nei confronti di Piergiorgio Siciliano, 27 anni, Cosenza, già condannato a otto anni e quattro mesi. Confermata per il resto la prima sentenza, con la quale sono stati condannati: Luigi Pasquale Bloise, 25 anni, Cassano Ionio, a sette anni e quattro mesi di reclusione; Vincenzo Cosentino, 32, Cassano

Ad Altomonte secondo gli inquirenti la banda avrebbe realizzato un vero e proprio centro di smistamento e di lavorazione della droga proveniente dall’Albania

Le indagini furono condotte dalla Guardia di finanza, e partirono nel 2005. Nel corso del blitz furono sequestrati quasi 500 chili di droga

Assegno di cura per anziani ultra 65enni ROSSANO - Il Comune di Rossano ha pubblicato un avviso per l’accesso all’assegno di cura per anziani non autosufficienti. I cittadini che presentano livelli di non autosufficienza sono invitati a produrre domanda corredata dalla documentazione prescritta. L’assegno di cura, di 250 euro mensili, è finalizzato all’attivazione dell’assistenza domiciliare integrata, sanitaria e sociale agli anziani. Destinatari degli assegni di cura sono gli anziani non autosufficientiultrasessantacinquenni, residenti nel Comune di Rossano, che permangono nel proprio contesto di vita e di relazioni, attraverso interventi di supporto assistenziale gestiti diretta-

mente dalle loro famiglie o con l’aiuto di assistenti familiari privati. Inoltre, i destinatari, devono essere in possesso di uno dei seguenti certificati: certificazione di cui all’art. 3 comma 3 della legge 104 del 1992; certificazione di invalidità pari al 100% con indennità di accompagnamento; certificazione medica attestante l’impossibilità a compiere gli atti della vita quotidiana. Per l’Assessore alle Politiche Sociali Gino Pino Caliò si tratta di un’altra azione amministrativa che da un aiuto concreto alle persone in difficoltà.

r.c.

Pdl Rossano: la scuola di Matassa nel degrado

Ionio, a sette anni e quattro mesi; Saverio Magliari, 55, Altomonte, a otto anni; Elvis Metvelaj, 25, Albania, a otto anni e quattro mesi; Rocco Mario Napoli, 43, Roseto Capo Spulico (Cs), a otto anni; Gianluca Presta, 31, Cosenza, a otto anni; Pasquale Santagada, 57, nato a Taranto e residente a Trebisacce (Cs), a otto anni. Il gup distrettuale a gennaio aveva infine assolto Pietro La Froscia, 48 anni, S. Lorenzo Bellizzi, nel frattempo deceduto, mentre nel settembre precedente altri tredici imputati erano stati rinviati agiudizio davanti al tribunale di Castrovillari. Le posizioni di alcuni indagati, infine, erano precedentemente state stralciate, ed i relativi atti rimandati al pubblico ministero, per carenza del decreto che dichiarò la latitanza degli stessi imputati e, in due casi, per difetti di notifica dell’avviso di conclusione indagini. Tra queste ultime, le posizioni di Fisnik Smajlaj, 36 anni, ritenuto il capo dell’organizzazione criminale; e Liljana Kondakci, 57, la famosa cantante lirica coinvolta nell’inchiesta. Le indagini sfociate nell’operazione "Skoder" della fine di ottobre 2008, furono condotte dalla Guardia di finanza, e partirono nel 2005. Nel corso del blitz furono sequestrati quasi 500 chili tra cocaina, eroina e marijuana. Al narcotraffico, in particolare, avrebbero partecipato elementi di spicco della criminalità albanese e romena, ma anche calabrese, che avrebbero controllato il flusso di stupefacenti, assicurandosi che nessuna partita di droga proveniente dall’Est venisse immessa sul mercato calabrese senza il passaggio da Altomonte. Proprio nel piccolo paese cosentino, secondo gli inquirenti, la banda avrebbe realizzatoun vero e proprio centro di smistamento e di lavorazione della droga proveniente dall’Albania.

ROSSANO - «Ristrutturazione edificio scolastico di contrada Matassa. A distanza di pochi mesi dall’intervento strutturale della primaria, emergono numerosi problemi a causa di un’esecuzione dei lavori tutt’altro che ad arte. Dalle infiltrazioni d’acqua alla fuoriuscita di liquame fognario dalle tubature dei bagni e della cucina, fino allo sgocciolamento degli scaldini nelle diverse aule. I locali si presentano di fatto inadeguati, inidonei e non salubri per il regolare svolgimento delle attività scolastiche e per il benessere dei propri bambini». A lanciare l’allarme, raccolto dal Pdl, sono i genitori ed i docenti degli alunni. «Ad aggravare ulteriormente lo stato dei luoghi, quasi infrequentabili, sono state le precipitazioni atmosferiche degli ultimi giorni, prevedibili e normali a febbraio. Lo stupore dei genitori dei malcapitati studenti e degli stessi professori, e anche l’incredulità per il disinteresse dimostrato dall’amministrazione comunale, informata dello stato penoso in cui da troppi giorni versa l’istituto, hanno spinto gli interessati a coinvolgere i consiglieri comunali di opposizione Giuseppe Antoniotti e Antonio Scigliano. Insieme si è quindi individuata la via da percorrere per la risoluzione definitiva dell’annoso problema. Oggi - conclude - tecnici stanno intervenendo per cercare di rimediare e tamponare gli ingenti danni verificatisi, denunciati sin da subito ed evitabili con maggiore controllo da parte dell’Ente sulla ditta».

Turismo, promozione per la montagna SARACENA - Alla presenza del Presidente della Provincia Mario Oliverio, gli alunni dell’Istituto comprensivo Primo Levi di Saracena, sono stati stamani protagonisti a Novacco per l’ultimo giorno dedicato alla tappa sul Pollino dell’evento itinerante "Sleddog on the snow", partito nei giorni scorsi dalla Sila. Ha espresso soddisfazione il Presidente Oliverio, insieme al Sindaco della Città del Moscato Passito Mario Albino Gagliardi, per l’ottima riuscita dell’iniziativa che, da quest’anno, è stata estesa anche al Pollino. «Un’esperienza, sportiva, naturalistica e di promozione della montagna e del turismo - ha detto Oliverio - che va sostenuta in futuro

perché impreziosisce quell’idea di sviluppo sostenibile sulla quale come Provincia di Cosenza stiamo investendo da anni. Diversi equipaggi formati da 5 istruttori e da 25 cani da slitta, hanno dato la possibilità ai giovani studenti del posto, insieme ai tanti turisti, di vivere, nello sport, questo immenso patrimonio montano. Oltre alla natura, i bimbi si sono dovuti mostrare amanti e rispettosi dei 25 siberian husky, che per ore hanno trainato le slitte sui circuiti innevati. A scrutare gli alunni della Primo Levi, nei loro giochi e nelle loro gare, c’erano anche le telecamere di Sky e della Rai. r.c.


18

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CRONACHE Il consigliere regionale attacca il Commissario Asp: ci deve dare delle soluzioni

Caputo: De Rose si alzi e vada a visitare gli ospedali di Carmela Mirarchi COSENZA - «Non ho mai negato né avallato le carenze e le disfunzioni che vive oggi la sanità calabrese e l’Ospedale di Rossano. Ma si tratta del grave e pesantissimo lascito della passata gestione clientelare e sprecona della sanità nelle mani del centro sinistra regionale di Loiero, di cui il vicesindaco di Rossano, insieme ad altri, era ed è rappresentante» si legge in una nota del consigliere regionale Giuseppe Caputo. «Come mai, fino a ieri, Zagarese, non ha mai speso una parola? Come mai non s’è accorto prima? Dov’era quando, tra le altre cose, egli ed altri abbassavano la testa al centralismo cosentino suggellato con una delle peggiori scelte della Giunta Loiero, ovvero la soppressione della aziende sanitarie territoriali unificate nel capoluogo? Oggi - continua - con una maleducazione istituzionale che si commenta da sola, si vorrebbe scaricare soltanto sui primi 9 mesi di governo del centro destra alla Regione, ogni responsabilità di una situazione di emergenza globale che è sotto gli occhi di tutti. E ciò non è assolutamente tollerabile. Lo sfacelo della sa-

nità calabrese e di questo territorio deriva direttamente da quella devastazione clientelare realizzata soprattutto nell’Asp cosentina, da quel centro sinistra al quale Zagarese apparteneva. Ben altra cosa è il grido di allarme e l’assunzione di responsabilità del Primario del pronto soccorso dell’Ospedale di Rossano, il Dott. Natale Straface. Rispetto alla grave denuncia di cui si è fatto interprete, faccio mia la pre-

«Non ho mai negato né avallato le carenze e le disfunzioni che vivono oggi la sanità calabrese e l’Ospedale di Rossano. Ma si tratta del grave lascito della passata gestione della sanità»

occupazione ed il disagio patito da quanti non riescono a fruire normalmente dei servizi sanitari a Rossano. Con onestà intellettuale riconosco la gravità dei problemi da affrontare. Per questo motivo non sono più disposto a tollerare la distrazione e l’incapacità di ascolto dimostrata fino ad oggi da De Rose. Non ritengo più accettabile un atteggiamento di chiusura nei confronti dei problemi di questo territorio. De Rose deve uscire dalla torre eburnea cosentina nella quale si è chiuso. Si alzi dalla sedia, vada nei territori, visiti gli ospedali, si renda conto che ci sono problemi a media e lunga scadenza, ma ve ne sono altri che possono essere avviati a soluzione subito. Il Commissario ha il dovere di ascoltare il mondo sanitario. Se De Rose - conclude non è in grado di fare ciò, tragga con urgenza le dovute conseguenze e lasci ad altri il compito di governare la sanità cosentina».

«Il Commissario ha il dovere di ascoltare il mondo sanitario e i dirigenti dei presidi ospedalieri.Se non è in grado di fare ciò, tragga con urgenza le dovute conseguenze e lasci ad altri il compito di governare la sanità cosentina»

Franco Corbelli: «Ospedale San Giovanni in Fiore, si rischia la sommossa popolare»

SAN GIOVANNI IN FIORE - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, interviene sulla vicenda dell’ospedale di San Giovanni in Fiore, chiede al Presidente della regione e commissario alla sanità calabrese, Giuseppe Scopelliti di «rivedere le sue scelte, sbagliate e penalizzanti, di salvare il nosocomio della città della Sila per garantire il diritto alla assistenza e alla salute dei cittadini di un vasto e popoloso comprensorio per evitare che salga la tensione sociale, per scongiurare il rischio e pericolo di una vera e propria sommossa popolare». Corbelli afferma che «non bisogna criminalizzare, ma solo rispettare la protesta pacifica di migliaia e migliaia di persone che combattono per difen-

dere un presidio sanitario, particolarmente importante e assolutamente indispensabile per la specificità del territorio, che chiedono di non essere abbandonate e private di una assistenza sanitaria adeguata e di pronto intervento in una realtà difficile, problematica come l’altopiano Silano». Il coordinatore di Diritti Civili invita ancora una volta il Governatore a "promuovere subito, insieme al presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, un tavolo istituzionale per arrivare ad una soluzione condivisa della delicata problematica sanitaria che investe molti comuni e migliaia e migliaia di persone. Quello che occorre immediatamente fare è fermare subito lo smantellamento dell’ospedale di

Terapia del dolore Cosenza capofila della rete F. Marra COSENZA - L’Azienda ospedaliera di Cosenza é capofila del progetto di riorganizzazione della rete di terapia del dolore e delle cure palliative. E’ quanto si afferma in una nota dell’azienda nella quale si fa riferimento all’avvio dei decreti attuativi dopo l’approvazione della legge 38/2010. «La legge 38/2010 - afferma Amato, responsabile del reparto di Terapia del dolore e cure palliative dell’Ao di Cosenza e presidente di Federdolore e coordinatore del tavolo tecnico interaziendale - liberalizza dal punto di vista farmacologico l’uso di oppioidi per la terapia del dolore. Su questa strada noi dobbiamo andare avanti perché il dolore è un processo di degenerazione non solo fisica, ma anche psicologica ed emotiva, e non c’é ragione per fare soffrire le persone. L’azione tempestiva della Regione ci ha permesso di creare un sito web, www. dolorenograzie. com, per dialogare con i medici di medicina generale, con i pazienti e con il mondo del volontariato. Vorrei sottolineare afferma il commissario straordinario Gangemi - l’importanza della filosofia che ha guidato la definizione delle nuove disposizioni nazionali e regionali: quella del territorio senza dolore, attuabile attraverso la creazione di una rete integrata interaziendale che riorganizzi e metta a sistema le risorse esistenti, per assicurare un più facile accesso alle cure».

San Giovanni in Fiore che va anzi potenziato e messo in condizione di operare in modo efficiente. Smantellare oggi il nosocomio di San Giovanni significa mandare allo sbaraglio la stessa vita dell’intero vasto comprensorio silano. Significa privare dell’assistenza sanitaria migliaia di persone, che per raggiungere l’ospedale più vicino dovrebbero percorrere molti chilometri e raggiungere Crotone o Cosenza. Percorso lungo e assai problematico per non dire, spesso, d’inverno, con la neve e la nebbia, quasi impossibile. Lo smantellamento dell’ospedale di San Giovanni rappresenterebbe un attentato alla assistenza sanitaria e alla salute dei cittadini».


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 19

CRONACHE Ieri incontro con le Federazioni. Al termine deciso il pagamento degli arretrati

Farmacie, sciopero revocato accordo trovato con la Regione di Carmela Mirarchi COSENZA - Le federazioni dei farmacisti di Catanzaro e Cosenza hanno deciso, al termine di un incontro tenutosi al dipartimento salute dalla Regione Calabria, di impegnarsi a revocare entro il 28 febbraio le agitazioni provinciali previste per il prossimo primo marzo. Alla riunione - informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - hanno partecipato per la Regione, su mandato del Presidente Giuseppe Scopelliti, il Dirigente Generale del Dipartimento Presidenza Franco Zoccali, il Dirigente Generale del Dipartimento tutela della Salute Antonino Orlando ed i Presidenti di Federfarma di Catanzaro e Cosenza, Vincenzo Defilippo e Alfonso Milasi. Nel corso dell’incontro si è preso atto della volontà comunicata dal Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti di proceder al recupero di quattro mensilità residue nel più breve tempo possibile. Federfarma, inoltre, si è detta disponibile all’adesione di accordi bancari che permettano alla Regione di far fronte puntualmente ai pagamenti alle farmacie. I rappresentanti regionali Franco Zoccali ed Antonino Orlando si sono impegnati, inoltre, a coordinare un tavolo di concertazione per la sottoscrizione di un accordo transattivo relativo agli interessi maturati e che matureranno sino alla risolu-

zione dei ritardi nei pagamenti. Al termine della riunione è stato deciso che entro il prossimo 10 marzo saranno corrisposte alle farmacie le mensilità di agosto e settembre 2010 e la regolarizzazione dei pagamenti dei crediti maturati dovrà avvenire entro il prossimo mese di dicembre. Da sottolineare che già l’8 febbraio scorso c’era stato un primo sciopero delle Farmacie. Secondo Federfarma, era stata totale l’adesione dei farmacisti delle

Entro il prossimo 10 marzo ù saranno corrisposte le mensilità di agosto e settembre 2010 e la regolarizzazione dei pagamenti dei crediti maturati dovrà avvenire entro il prossimo mese di dicembre

province di Catanzaro e Cosenza alla serrata proclamata per protestare contro il mancato pagamento da parte delle Aziende sanitarie dei rimborsi degli ultimi sei mesi. «La serrata . avevano detto i presidenti di Federfarma Catanzaro e Cosenza, Vincenzo Defilippo e Alfonso Misasi - è l’ultimo messaggio lanciato ad Asp e Regione. Se non interverranno fatti nuovi, dal primo marzo le farmacie passeranno all’assistenza indiretta, il che significa che i cittadini dovranno pagare di tasca propria i medicinali». L’allarme dei farmacisti era relativo al fatto che: «La situazione è particolarmente grave, seria ed allarmante, - aveva avvertito Federfarma - atteso che, come evidenziato dalla allegata situazione aggiornata dei pagamenti, l’inadempimento dell’Asp di Catanzaro riguarda un periodo di ben cinque mesi, (luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre 2010 per un totale di circa 33.800.000 euro, oltre dicembre 2010 - scadenza 27/01/2011), al quale si aggiunge l’ingente mole dei danni non ancora smaltiti scaturenti dai numerosi giorni di ritardo con cui sono stati pagati i farmacisti».

Le federazioni dei farmacisti hanno deciso di impegnarsi a revocare entro il 28 febbraio le agitazioni provinciali previste per il prossimo primo marzo

Psc di S. Marco A., incontri conclusi SAN MARCO ARGENTANO - Si sono conclusi gli incontri con la popolazione sammarchese sul Piano Strutturale Comunale, voluti fortemente dall’attuale amministrazione comunale, nel solco di quella partecipazione democratica dei propri cittadini alla vita amministrativa e programmatica del Comune di San Marco Argentano. La volontà del sindaco Alberto Termine e della sua giunta di far partecipare alla discussione programmatica del Piano l’intera comunità sammarchese ha sortito effetti benefici sulla redazione dello stesso, raccogliendo i favori e i complimenti di molte parti politiche. Adesso, nell’arco di un paio di mesi, si passerà

all’approvazione del Piano, congiuntamente al Regolamento Edilizio Urbanistico (Reu), che costituisce parte integrante dello stesso Psc. «Questo Piano ha affermato il primo cittadino di San Marco Argentano - nasce, nella sua preparazione, sotto l’egida di principi basilari e condivisibili per una comunità avanzata come quella di San Marco Argentano. Tra le sue componenti principali abbiamo tenuto ben presente il fondamento della sostenibilità dell’azione, della sua sussidiarietà e della più ampia partecipazione dei cittadini. Come finalità, i nostri validi tecnici hanno tenuto conto della promozione dello sviluppo locale».

Turismo, a Rossano crescono le presenze degli stranieri ROSSANO - Il Comune di Rossano, Assessorato al Turismo diretto da Antonella Converso, con il supporto della Pro Loco Rossano presieduta da Federico Smurra, e con la gentile collaborazione dell’Ufficio Statistica della Provincia di Cosenza diretto dal Funzionario Luigi Ottavio Gabriele e dal Dirigente Gilda Di Vincenzo, hanno divulgato i dati sul turismo rossanese del 2010. Il Presidente Smurra ha analizzato i dati forniti cortesemente dall’ Ufficio Statistica della Provincia di Cosenza. In merito agli arrivi e le presenze a livello regionale essi sono diminuiti rispettivamente del 2,7% e del 2,3% rispetto al 2009. Nel territorio di Rossano invece, si è verificata una diminuzione degli arrivi del 5,02 % e delle presenze del 5,40% rispetto al 2009. Per quanto riguarda i dati sui flussi stranieri invece la diminuzione degli arrivi è contenuta allo 0,11% mentre si riscontra un aumento sostanziale delle presenze stimato nel 19,30% rispetto al 2009. In riferimento alla preferenza di tipologia di strutture ricettive gli alberghi risultano preferiti rispetto alle strutture complementari dall’ 81 % dei clienti, e dal 73 % dei turisti stranieri. Per quanto riguarda le regioni di provenienza della maggior parte degli italiani che scelgono Rossano come meta delle loro vacanze abbiamo la Campania al primo posto, seguita dalla Puglia e dal Lazio, invece, per la provenienza straniera si riscontra al primo posto la Germania, seguite da Polonia e Francia.

Settimana Azzura, incontro al PalaCus COSENZA- L’incontro è uno degli Eventi della "Settimana Azzurra", indetta dalla Federazione Italiana Pallacanestro. Una grande competenza tecnica unita a rare e inequivocabili doti umane. Questo è ciò che comunica Stefano Bizzozi, Allenatore della Nazionale Italiana di Pallacanestro under 18, intervenuto al PalaCus di Arcavacata di Rende per un incontro con i coach delle squadre giovanili calabresi. L’incontro - sul tema "Costruzione di una difesa individuale"- è uno degli appuntamenti della "Settimana Azzurra", evento Regionale che si colloca nell’ambito di un progetto a carattere Nazionale. Il Pqn che nasce fra l’altro

dall’idea di un ex allenatore calabrese, Gaetano Gebbia, oggi Coordinatore Tecnico del Settore Squadre Nazionali Giovanili della Fip è un progetto di riqualificazione a tappeto, teso a verificare e migliorare gli standard dei giocatori che costituiscono il futuro della Pallacanestro Italiana, sia attraverso l’interazione con le squadre che con i loro allenatori. In Calabria ciò si traduce nella possibilità, garantita dal Comitato Regionale Fip Calabria, di avere la presenza in loco per un’intera settimana di un Tecnico Federale che possa integrare il lavoro dello Staff Territoriale. r.c.


20

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CRONACHE Da inizio lavori, sono stati 101.458 i curiosi che hanno voluto ammirare le opere

Boom di visitatori durante il restauro dei bronzi di Riace REGGIO CALABRIA - Il restauro dei Bronzi diRiace, attualmente in corso in un apposito spazio nella sede del Consiglio regionale della Calabria, ha fatto registrare un boom di persone che hanno visitato i due antichi guerrieri. Dall’inizio delle attività di restauro, infatti, sono stati 101.458 le persone che hanno avuto modo di ammirare i due bronzi nella fase del loro restauro, rispetto ai 60 mila circa annui di quando le statue erano esposte nel Museo Nazionale della Magna Grecia. In particolare in tutto il tutto il 2010 le visite a quella che è stata definita la clinica dei Bronzi sono state 95.708 alle quali si aggiungono le 5.750 dei primi due mesi del 2011. I lavori di restauro intanto proseguono senza sosta e tra marzo e aprile le statue torneranno nel Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria. «Stiamo completando - afferma il direttore del laboratorio di restauro della Soprintendenza di Reggio Calabria, Pasquale Dapoto - degli ultimi lavori e ci stiamo preparando per il rientro al Museo che sarà tra marzo e aprile. Sostanzialmente le statue saranno già dentro per l’inaugurazione del Museo, che é una delle iniziative per i 150 anni dell’Unità d’Italia». Nei prossimi giorni, inoltre, sarà effettuato il collaudo definitivo per la basi delle

due statue. Si tratta di due strutture antisismiche che sono state progettate e costruite dall’Enea. Dall’inizio del restauro le due statue trovate in mare nel 1972 sono state sottoposte a numerose cure tra cui una speciale Tac, ultramoderne indagini chimiche e fisiche sui materiali utilizzati per realizzarle che stanno contribuendo a fare luce sui molti i misteri che le accompagnano. Tra strumenti supertecnologici e mezzi

di diagnostica all’avanguardia, dal 23 dicembre del 2009 lavorano i componenti dell’equipe della Soprintendenza archeologica della Calabria e dell’Istituto centrale per la Conservazione e il Restauro di Roma.

I lavori di restauro proseguono senza sosta e tra marzo e aprile le statue torneranno nel Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria

Dapoto: sostanzialmente le statue saranno già in loco per l’inaugurazione del Museo, che è una delle iniziative per i 150 anni dell’Unità d’Italia

Franco Viola

In particolare, in tutto il tutto il 2010 le visite a quella che è stata definita la clinica dei Bronzi sono state 95.708 alle quali si aggiungono le 5.750 del 2011

REGGIO CALABRIA - In adesione alla difesa dell’avvocato Mario De Tommasi, legale del Comune e della società Leonia, il Tar ha rigettato il ricorso di Fata Morgana evidenziando la piena correttezza dell’operato dell’Amministrazione reggina. Infatti, tramite un ricorso proposto al Tribunale amministrativo regionale della Città dello Stretto, la società Fata Morgana ha impugnato la decisione con cui il Comune di Reggio Calabria ha indetto una gara a procedura aperta, espletata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani sul territorio. Fata Morgana, in sintesi, sosteneva che sino al termine dello stato di emergenza rifiuti in Calabria l’Amministrazione comunale non avrebbe potuto assumere alcuna iniziativa in materia di raccolta differenziata ed avrebbe, quindi, dovuto consentire alla società di proseguire nello svolgimento del rapporto contrattuale con l’Ente. E’ stata anche contestata, sulla base della normativa vigente, la legittimità dell’affidamento del servizio in favore della Leonia. Le statuizioni del Tribunale amministrativo, inoltre, sono state di recente confermate dal Consiglio di Stato che ha rigettato l’appello proposto da Fata Morgana condannata, tra l’altro, a sostenere le spese processuali nei confronti di tutte le parti coinvolte nel giudizio.

Picchia i genitori, arrestato 27enne

Accesso antimafia a Cardeto REGGIO CALABRIA - Il prefetto di Reggio Calabria, Luigi Varratta, ha disposto l’accesso antimafia presso il Comune di Cardeto. Il provvedimento, riferisce una nota della prefettura, è stato adottato sulla scorta di una mirata attività di verifica conseguente anche all’operazione di polizia giudiziaria "Epilogo", condotta nello scorso mese di settembre sotto il coordinamento della Procura della Dda di Reggio Calabria, nel cui contesto erano rimasti coinvolti due amministratori locali ed un dipendente del Comune. L’attività di accesso è affidata ad una commissione composta da funzionari

Rigettato dal Tar il ricorso di Fata Morgana

in servizio nella Prefettura che sarà chiamata a verificare la sussistenza di elementi che comprovino tentativi di infiltrazioni e condizionamenti da parte delle organizzazioni criminali al fine di incidere sulle procedure amministrative dell’Ente e sugli indirizzi generali dati dagli organi elettivi comunali, compromettendo la funzionalità ed il buon andamento della stessa Amministrazione.

re. re.

REGGIO CALABRIA - La polizia ha arrestato a Reggio Calabria un giovane, A.T., di 27 anni, con l’accusa di avere aggredito e picchiato i genitori. L’arresto è stato eseguito dagli agenti dell’Ufficio prevenzione generale della Questura intervenuti nell’abitazione in cui A.T. vive con i genitori dopo che alcuni vicini di casa avevano segnalato una lite in famiglia. Il padre di A.T., di 60 anni, a causa dell’aggressione subita ad opera del figlio, ha anche riportato una ferita alla fronte. A.T. si è anche scagliato contro uno dei poliziotti, tentando di sottrargli la pistola d’ordinanza. Il giovane è stato poi immobilizzato e condotto in Questura.


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 21

CRONACHE Plauso alle iniziative del Consiglio regionale dall’assessore alle Politiche sociali

Minasi: le istituzioni al fianco di chi combatte la criminalità di Roberto Franco REGGIO CALABRIA - «Non si può che rivolgere un sentito plauso alle iniziative intraprese dal Consiglio regionale, che ha voluto affrontare, in maniera costruttiva e propositiva, un argomento particolarmente rilevante ed attuale in una terra come la nostra che viene frenata, nel suo meritato sviluppo, dalle spire della criminalità organizzata», sostiene Tilde Minasi, assessore comunale alle Politiche Sociali . «I provvedimenti - prosegue la Minasi - adottati vanno nella giusta direzione, cioè quella che vede le Istituzioni in prima linea nel dare esempio di legalità e nella volontà di affiancare, in un percorso non certo facile, coloro che, ogni giorno, combattono con coraggio i poteri criminali. La lotta contro la ‘ndrangheta, infatti, deve divenire una cultura diffusa e per tradursi in tali termini è necessario che determinati valori vengano veicolati proprio da chi ha il potere di promulgare leggi e redigere normative, indirizzandosi verso decisioni propedeutiche a condurre i calabresi, tutti, in un cammino di reale contrasto al fenomeno del quale, ognuno di noi, può essere artefice.E’ una battaglia piuttosto dura, ma che deve trovare un inizio ed un’unità d’intenti che vada, mi auguro, al di là dei colori politici e delle posi-

zioniprecostituite.Eccoche,inquest’ottica, s’inserisce perfettamente anche la proposta elettorale avanzata dal presidente Giuseppe Scopelliti che ha avuto il merito di innescare un dibattito molto utile in Calabria.L’idea portante di avallare liste pulite, con qualsiasi metodo esse vengano stilate, per emarginare personaggi verso i quali sarebbe facile nutrire ed insinuare dubbi, non fa altro che fornire garanzie ai cittadini - elettori, infondendo loro più fiducia negli organismi

«I provvedimenti adottati vanno nella giusta direzione, cioè quella che vede le istituzioni in prima linea nel dare esempio di legalità»

istituzionali che li rappresentano, amministrano e tutelano. Su questo aspetto sarebbe bene soffermarsi e ragionare, impostando un dialogo che ci riguarda sia in qualità di amministratori sia, soprattutto, in qualità di calabresi che aspirano ad un reale cambiamento e salto di qualità della propria terra in vista delle sfide future che ci attendono e per vincere le quali dobbiamo essere, quale comunità, investiti da responsabilità individuali. Per questo ritengo ancor più significative la seduta della massima assise calabrese ed il discorso fatto in aula dal Governatore: il segnale venuto fuori da Palazzo Campanella è quello di una classe dirigente che crede fortemente nelle potenzialità della nostra regione e vuole gettare le basi affinché la Calabria possa guardare verso un orizzonte più roseo dimenticando un passato caratterizzato, purtroppo, da connotati negativi. Una classe dirigente che non intende mantenere la guida della nostra terra adagiandosi su slogan artefatti e poco concreti».

«La lotta contro la ‘ndrangheta deve divenire una cultura diffusa, è necessario che determinati valori vengano veicolati da chi ha il potere di promulgare leggi»

REGGIO CALABRIA - La risoluzione delle problematiche che riguardano le strutture scolastiche comunali continuano a rappresentare una priorità per l’Amministrazione. Su input del sindaco Giuseppe Raffa, infatti, ha avuto luogo una riunione per discutere e confrontarsi sull’attuale situazione della scuola "Umberto Boccioni" di Gallico. L’incontro, al quale erano presenti tra gli altri la dirigente scolastica Claudia Cotroneo, il presidente del Consiglio Provinciale Giuseppe Giordano, il presidente della IX circoscrizione, Domenico Idone, i rappresentati di associazioni attive sul territorio ed i tecnici comunali, con in testa il dirigente Pasquale Crucitti, si è tenuto nello stabile che ospita allievi docenti e personale da quando il plesso di Gallico Superiore è stato interessato da un’ordinanza di chiusura a causa di fenomeni di instabilità statica. L’appuntamento, quindi, si è reso necessario per cercare di individuare un percorso condiviso che possa rappresentare la risoluzione ai momentanei disagi vissuti dagli studenti, dalle loro famiglie e dagli operatori scolastici. «Siamo qui oggi - ha dichiarato il Primo Cittadino - dopo le sollecitazioni provenienti dalla società civile, dalla dirigente scolastica e dalla circoscrizione, per discutere insieme su un argomento che sta molto a cuore alla comunità di Gallico». re. r.

L’Isola ecologica fa tappa a Ortì REGGIO CALABRIA - Continua l’"Isola Ecologica Itinerante", l’attività di sensibilizzazione finalizzata a far conoscere alla cittadinanza le modalità di raccolta dei rifiuti ingombranti. La prossima giornata, prevista per domenica 27 febbraio, sarà in Località Ortì - Piazza Poste, dalle ore 8,00 alle ore 14,00. Si tratta della undicesima tappa per la Leonia (dopo quelle di Catona, Gallico, Archi, Reggio Campi, Cannavò, Pellaro, Quartiere Modena, S. Caterina, Tremulini, Gallina). Un servizio che è diventato ormai un appuntamento abituale per la popolazione. I cittadini, infatti, hanno ben accolto l’opportunità della Leonia. Lo dimostrano i numeri. Nell’arco

Riunione sulla scuola Boccioni di Gallico

di una sola giornata, lo scorso 6 febbraio, 40 utenze hanno conferito nella terza circoscrizione di S. Caterina ben 380 pezzi. Diverse le tipologie di ingombranti che è possibile portare all’isola ecologica: dai vecchi elettrodomestici bianchi ai piccoli elettrodomestici, dai televisori ai cartoni di grosse dimensioni, dai toner esausti al ferro. Durante questi appuntamenti, gli addetti della Leonia forniscono all’utenza informazioni ed indicazioni sulle modalità di conferimento dei rifiuti, nell’ottica di sensibilizzare e impedire il proliferare di discariche spontanee. Info: www.leoniaspa.it - numero verde 800 233 999.

“Compagnia ... di Viaggio”, il progetto REGGIO CALABRIA - Il Comune di Reggio Calabria ha finanziato il progetto "Compagnia ... di Viaggio" gestito dalla cooperativa CISMe, l’iniziativa ha risposto al piano degli Interventi Socio Assistenziali dell’ambito territoriale del Distretto sanitario n°3 Rc Sud relativo all’area funzionale minori - "Interventi di formazione e prevenzione nelle scuole". Il progetto ha avuto come obiettivo primario "ridurre eventuali situazioni di disagio attraverso l’attuazione di interventi rivolti ai genitori, ai docenti e agli studenti delle scuole secondarie di primo grado". Le attività progettuali, che sono state avviate a Marzo 2010 e si concluderanno a feb-

braio 2011, prevedono il coinvolgimento degli studenti, ma alcuni incontri formativi sono stati rivolti anche alle famiglie e ai docenti degli studenti, coerentemente con l’assunto secondo il quale qualsiasi processo educativo affinché sia realmente efficace deve interessare i tre protagonisti principali che sono, appunto, la scuola, la famiglia ed il ragazzo. Il progetto "Compagnia ... di Viaggio" ha visto impegnato lo staff interno alla cooperativa Cisme, composto da esperti di orientamento, pedagogisti e psicologi, ed esperti esterni facenti parte della rete territoriale istituita ad hoc per un adeguato supporto al progetto.


22

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CRONACHE Presentata ieri la nuova segnaletica predisposta dall’Amministrazione comunale

“Occhi di gatto” e la nuova segnaletica per la sicurezza CROTONE - Presentata ieri mattina la nuova segnaletica predisposta dall’amministrazione comunale su Via Gioacchino da Fiore in prossimità della sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. Presenti all’iniziativa l’assessore alla Viabilità Nino Corigliano e il comandante dei Vigili del Fuoco Gino Novello. Si tratta di cartellonistica, che oltre a dare indicazioni stradali rispetto alle varie direzioni di marcia, consentirà attraverso un sistema semaforico l’uscita e l’entrata, con maggiore sicurezza, ai mezzi dei vigili del fuoco. «L’amministrazione comunale - come ha avuto modo di sottolineare l’assessore alla Viabilità Nino Corigliano - ha raccolto l’invito che proveniva dai Vigili del Fuoco ed ha predisposto questo impianto che garantirà maggiore sicurezza sia agli operatori che agli automobilisti». Una segnaletica che, tra l’altro, come già avvenuto in altre zone della città si propone anche come arredo urbano perché più moderna ed efficace. L’occasione dell’accensione del nuovo impianto semaforico è stata anche l’occasione per fare il punto sulle iniziative intraprese e che si stanno per intraprendere in tema di viabilità cittadina. «E’ dalle cose che sembrano apparentemente piccole che si gettano le basi per una maggiore vivibilità cittadina», ha

detto l’Assessore Corigliano. «Le strisce rosa destinate alle donne in gravidanza, la nuova segnaletica orizzontale, i parcheggi per i diversamente abili, gli impianti di segnalazione luminosa nei pressi delle scuole. Tutto contribuisce affinché in città ci sia maggiore vivibilità e naturalmente sicurezza per automobilisti e pedoni», ha aggiunto Corigliano, il quale ha ricordato che a breve saranno attivati in numerose zone della città anche i cosiddetti "occhi di gatto",

dissuasori luminosi orizzontali. Soddisfazione è stata espressa dal Comandante dei Vigili del Fuoco Gino Novello che ha ringraziato l’amministrazione Vallone per la sensibilità con la quale è stata accolta la richiesta del Comando Provinciale.

Corigliano: «Il Comune ha raccolto l’invito che proveniva dai vigili del fuoco ed ha predisposto questo impianto che garantirà maggiore sicurezza»

Soddisfazione è stata espressa dal comandante dei vigili del fuoco, Gino Novello, che ha ringraziato l’amministrazione Vallone per la sensibilità dimostrata

Romina Grande

«Le strisce rosa destinate alle donne in gravidanza, la nuova segnaletica orizzontale, i parcheggi per i diversamente abili, gli impianti di segnalazione luminosa...»

Koubidy dirige la segreteria della Conal CROTONE - Il segretario nazionale e regionale della Conal (Confederazione Nazionale Lavoro), in persona del vice segretario generale Giuseppe Gallo, ha nominato Najib Koubidy, 44 anni, originario del Marocco, residente da tanti anni in Calabria, dirigente della segreteria provinciale della Conal per la provincia di Crotone. La sede è sita in via Torino 119/B. Najib ha alle spalle una qualificata esperienza sindacale, dal 1993 al 1994 e’ stato referente regionale del progetto Horizon II del Ministero del lavoro, dal 1994 al 1997 consigliere nella Consulta regionale per l’immigrazione e l’emigrazione.

Legalità e lotta alla ‘ndrangheta, un dossier CROTONE - Sarà presentato domani a partire dalle 9 e 30 nella sala convegni presso il centro culturale "Antonio Rosmini" il dossier sulla legalità e la lotta alla ‘ndrangheta della Parrocchia e della Misericordia di Isola Capo Rizzuto, a cura di Pino Nano con prefazione di Piero Luigi Vigna. La presentazione del dossier sarà moderata dal vicedirettore del Tg3 Angelo Belmonte e introdotta dall’avvocato penalista Francesco Verri.Interverranno tutte le autorità del territorio, dall’arcivescovo di Crotone e Santa Severina Domenico Graziani al prefetto Vincenzo Panico, dal procuratore della Repubblica Raffaele Mazzotta ai parlamentari Dorina Bianchi e Nicodemo Oliverio, dal vicepresidente della Regione Calabria Antonella Stasi al presidente del Consiglio Regionale Francesco Talarico, dal presidente della Provincia Stanislao Zurlo ai sindaci di Isola Capo Rizzuto e Crotone Carolina Girasole e Peppino Vallone, tutti i componenti calabresi della commissione parlamentare antimafia: Luigi De Sena, che ne è vicepresidente, Luigi Li Gotti, Angela Napoli, Mario Tassone. Ancora interverranno Gaetano Pecorella, presidente della commissione bicamerale d’inchiesta sui rifiuti, Roberto Tortoli, deputato e vicepresidente della commissione ambiente, territorio e lavori pubblici, Salvatore Magarò, presidente della commissione regionale contro il fenomeno della mafia in Calabria, e Renato Cortese.

Ospedale, Bianchi: urgenti iniziative CROTONE - «Assumere adeguate e urgenti iniziative per evitare la dequalificazione di alcune importanti branche dell’ospedale di Crotone, come il reparto di malattie infettive e di dermatologia». È la richiesta di Dorina Bianchi, vicepresidente dei senatori Udc, rivolta al ministro della Salute, Ferruccio Fazio, atteso domani nell’aula del Senato per il Question Time, in diretta televisiva dalle ore 16. «A maggior ragione per la presenza del Centro d’accoglienza Sant’Anna, struttura tra le più grandi d’Europa, che oggi in una situazione d’emergenza ospita più di milleduecento persone, ma che di norma dovrebbe ospitarne fino a un massimo di nove-

cento, appare ingiustificato il depotenziamento di alcuni reparti del presidio ospedaliero di Crotone, seppur nella necessità di attuare il piano di rientro». Bianchi chiede anche al ministro Fazio «se non ritenga indispensabile intervenire per garantire che il piano di rientro non sia soltanto sinonimo di tagli decontestualizzati dalla realtà territoriale, tenendo presente che il piano di rientro del debito sanitario della Calabria dovrebbe essere predisposto per risanare la sanità, e pertanto dovrebbe essere volto almeno al mantenimento delle strutture essenziali, al fine di garantire cure efficaci, eliminando al contempo i servizi che non funzionano».


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 23

CRONACHE Oltre 200 dipendenti dell’Amministrazione provinciale nella sala del consiglio

Assemblea Cisal, De Nisi: non ci saranno licenziamenti di Gregorio Pio VIBO VALENTIA - Oltre duecento dipendenti dell’Amministrazione provinciale hanno partecipato ieri mattina, nella sala del consiglio provinciale, all’assemblea organizzata dalla Cisal per discutere sullo stato di salute del personale dopo le ventilate voci inerenti la presunta esistenza di liste di mobilità e di licenziamento, corredate anche dalla preoccupante notizia secondo cui sarebbero stati in forse i pagamenti degli stipendi di fine febbraio. Per chiarire le poco rassicuranti voci di corridoio la Cisal, su iniziativa del suo segretario regionale Nicola Maria Cavallaro, ha pensato di discuterne con il presidente Francesco De Nisi, l’assessore al bilancio Pasquale Fera e il segretario generale Ulderico Petrolo che hanno accolto la richiesta avanzata dalla segreteria regionale di via Luigi Razza . «Si tratta di notizie infondate per i lavoratori - ha dichiarato il presidente Francesco De Nisi - perché non ci saranno liste

di mobilità del personale, né licenziamenti così come viene garantito il puntuale pagamento degli stipendi di fine febbraio. Noi siamo qui per tutelare l’ente e costruire insieme ai dipendenti il futuro della nostra provincia anche con i gravosi tagli del governo centrale». Per Pasquale Fera «la Provincia è impegnata a far quadrare i conti. Ci saranno dei tagli agli sprechi ma non al personale». Il segretario generale Ulderico Petrolo, da parte sua, ha spiegato che nei prossimi giorni proprio per tranquillizzare i

Fera: «La Provincia è impegnata a far quadrare i conti. Ci saranno dei tagli agli sprechi ma assolutamente non al personale»

dipendenti e rendere nota la situazione si svolgerà un incontro con le organizzazioni sindacali per discutere attorno alla nuova contrattazione, alla luce del recente decreto emanato del ministro Brunetta. Ai lavori odierni, come detto sono intervenuti oltre duecento dipendenti che hanno inteso rispondere all’appello della Cisal provinciale lanciato per conoscere dal vertice dell’amministrazione la situazione esistente in seno all’Ente. Dopo l’introduzione e del segretario provinciale della Cisal enti locali Michele Artesi, è stato il segretario provinciale organizzativo della Cisal Antonino Vecchio a indicare tutti i punti qualificanti del decreto Brunetta e sulla riforma in atto del federalismo fiscale che se non adeguatamente corretto può comportare seri rischi per l’avvenire dei lavoratori della provincia di Vibo Valentia. Poi è stata, fra gli altri, la volta di Filippo Curtosi, segretario regionale enti locali della Cisal.

Medico rinviato a giudizio per omicidio colposo VIBO VALENTIA - Il gup del Tribunale di Vibo Valentia, Lucia Monaco, ha rinviato a giudizio per omicidio colposo un medico, Mario Calzone, di 53 anni, di San Calogero, in relazione alla morte per tetano di un’anziana, Olimpia Rizzo, avvenuta il 7 luglio del 2009. Secondo l’accusa, Calzone, in servizio nel pronto soccorso di Tropea, quando Olimpia Rizzo si presentò in ospedale il 24 giugno per una ferita escoriata infetta ad una gamba che si era procurata il giorno precedente, non avrebbe somministrato alla donna la necessaria profilassi antitetanica. A causa della mancata terapia, sempre a detta dell’accusa, la donna contrasse il tetano e morì. Il processo a carico di Calzone è stato fissato per il 31 agosto prossimo davanti al Tribunale monocratico. Il rinvio a giudizio in relazione alla morte di Olimpia Rizzo era stato chiesto anche per l’infermiera Maria Anna De Vita, di 43 anni, accusata di false informazioni al pm e favoreggiamento. Nei suoi confronti è stato però dichiarato il non luogo a procedere.


24

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

APPUNTAMENTI

Decisione della Ra.Gi Onlus per poter dare ascolto alle numerose richieste del territorio

“Poli... Valiamo”, raddoppiano i giorni di apertura del centro CATANZARO - Il Poli...Valiamo raddoppia e apre le sue porte agli abitanti di via Fares per ben 4 giorni settimanali dal martedì al venerdì dalle 17.00 alle 20.00. Tante sono state le attività finora svolte presso il Centro gestito dalla Ra.Gi. Onlus diventato oramai un punto di riferimento per molti bambini e giovani, ma anche di famiglie e anziani annoiati e stanchi della solita routine che si vive all’interno dei quartieri periferici a sud della città. Per questo motivo, per la numerosa utenza che affluisce al Centro e per poter dare ascolto alle varie richieste del territorio e venire quindi incontro ai bisogni della gente, la Ra.Gi. Onlus nella persona del presidente Elena Sodano, ha deciso di raddoppiare i giorni di apertura del centro e rispondere così alle richieste della popolazione residente nel quartiere sud della città. Il Centro Poi..Valiamo, finanziato dalla legge 8/88 grazie alla Provincia - Settore Cultura e all’assessorato comunale alle Politiche Giovanili è diventato oramai un centro multimodale in cui si incontrano più anime, più arti e più

pensieri. Accanto al laboratorio musico-teatrale che coinvolge tanti giovani accomunati dalla passione per il canto, il teatro e la musica e che, vedrà a breve la messa in scena del musical di "Romeo e Giulietta" e accanto al laboratorio "Afrikatanza" che, nel prossimo mese di marzo sarà messo in scena presso l’Auditorium "Casalinuovo", è attivo presso il Centro un laboratorio artistico/creativo rivolto principalmente ai bambini, un laboratorio di danza, di realizzazione di maschere di cartapesta, ogni 15 giorni sarà possibile assistere inoltre al cineforum su tematiche a richiesta, si stanno organizzando tornei di carte, ping-pong, calcetto e dama. Il centro PoliValiamo è divenuto inoltre un centro di organizzazione e di pensiero per tanti giovani che hanno voglia di mettersi insieme e dare concretezza a qualche idea pure lavorativa. A gestire i laboratori, l’operatrice della Ra.Gi. Emanuela Moraca e l’operatore Massimo Rotundo che si avvalgono della preziosa collaborazione dell’associazione culturale "il ce-

A gestire i laboratori, l’operatrice della Ra.Gi. Emanuela Moraca e l’operatore M. Rotundo che si avvalgono di numeorsi volonari

Ogni 15 giorni sarà possibile assistere al cineforum su tematiche a richiesta, si stanno organizzando tornei di carte, ping-pong, calcetto e dama

nacolo delle muse" e di numerosi volontari che gratuitamente mettono a disposizione la loro professionalità. «Siamo convinti - afferma la Sodano - che chi decide di fare nascere e crescere un’ associazione e in generale chi opera quotidianamente nel sociale, deve spesso investire e rischiare anche a spese proprie. Per questo lo staff Ra.Gi. ha voluto, anziché diminuire le attività del centro raddoppiarle per dare servizi e risposteallacollettività.Siamoconvinti che le migliori soddisfazioni professionali derivano dalla giu-

“Cesare Merzagora senatore della Repubblica e servitore dello Stato”, incontro a Reggio Calabria REGGIO CALABRIA - Si terrà domani alle ore 18,00 presso la Sala di San Giorgio al Corso l’incontro sul tema "Cesare Merzagora senatore della Repubblica e servitore dello Stato" con l’intervento del Prof. Tito Lucrezio Rizzo, consigliere capo Servizio della presidenza della Repubblica. Già professore a.c. di Storia del pensiero giuridico e Docente al Master in scienze criminologico-forensi nella facoltà di Medicina di Roma - La Sapienza. Nel ciclo dedicato ai Presidenti della Repubblica Italiana è stato ritenuto opportuno dedicare un incontro al Senatore Cesare Merza-

sta ricompensa per il proprio lavoro da parte dei cittadini, dal momento che purtroppo le ricompense economiche per progetti come questo del PoliValiamo che hanno dato tantissimo al territorio togliendo dalla strada tanti ragazzi e bambini sono state davvero esigue. Ma cosa avremmo dovuto fare? Chiudere le porte e buttare tutti fuori? No, noi come associazione abbiamo cominciato a raccontare un’altra storia e se i nostri ragazzi sono gli acrobati della sopravvivenza in questa città, se il loro mondo è un meraviglioso guazzabuglio allora noi stiamo con loro, con i loro fratelli più piccoli e con i loro genitori, perché l’indifferenza è di certo più feroce dell’intolleranza. La nostra storia parla di un’associazione che lotta principalmente contro il cinismo di chi ancora commercializza i brandelli della coscienza giovanile, vogliamo essere liberi dall’aristocratica presunzione di chi parla dei giovani,

gora, Presidente del Senato dal 1953 al 1967, nato a Milano il 9 novembre del 1898 e morto a Roma il 1° maggio del 1991, un uomo politico di grande spessore che può, bene a ragione, considerarsi un "servitore dello Stato". Pur vicino alla Democrazia Cristiana si considerò sempre un indipendente e come indipendente venne eletto nelle liste di quel partito fino a quando il Presidente Segni, nel 1963, non lo nominò Senatore a Vita. Uomo coraggioso ed estraneo alle alchimie e ai tatticismi dei partiti, egli ha scontato tale sua autonomia politica ed intellettuale.

di questi giovani per molti muti o più sovente inascoltati, e ne parla con i codici degli adulti. La nostra è una sperimentazione che valorizza l’esperienza di ciascuno, che vuole dare voce a chi non ce l’ha, che legge nel cuore dei silenzi, che raccolga e non più schiacci noi stessi, noi tutti, corpi passioni, allegrie, disperazioni, irriducibili utopie. Non abbiamo futuro se non siamo in grado di trattate una generazione che si impegna, che fatica, che è capace di esprimere creatività. Di guadagnare competenze e saperi, di trattenerla qua».

re. a.


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 25

APPUNTAMENTI

Lo spettacolo in programma il 27 e 28 è inserito nel cartellone del 53esimo Carnevale

“Il povero Piero”, commedia in tre atti in scena al teatro Sybaris CASTROVILLARI - Domenica 27 e lunedì 28 febbraio alle 21 al Teatro Sybaris di Castrovillari l’associazione culturale Aprustum, in collaborazione con la fondazione onlus Il Filo d’Arianna e con il patrocinio della Gas Pollino srl, porta in scena "Il povero Piero", commedia in tre atti più prologo di Achille Campanile. Lo spettacolo, che ricade nel quindicennale dell’associazione culturale Aprustum, è diretto da Casimiro Gatto e inserito nel cartellone del 53° Carnevale di Castrovillari. Il ricavato della serata di domenica sarà devoluto alla fondazione "Il Filo d’Arianna" di Castrovillari, presieduta da Antonio Di Diego, che da diversi anni si occupa del recupero cognitivo e comportamentale di soggetti diversamente abili. "Il povero Piero" è la storia agrodolce di ciò che potrebbe accadere in una famiglia durante un funerale. Ciò che lo scrittore romano vuole mettere alla berlina è l’intera architettura delle convenzioni, dai telegrammi alla commozione, dalle frasi fatte alle lacrime, dagli amici che si riconoscono nel momento del bisogno

laranti, ci regala anche stralci d’intensa riflessione sul senso della morte e della vita. La messa in scena intende evidenziare la forza del linguaggio dello scrittore, giornalista e drammaturgo, attraverso un radicale taglio dei personaggi. Agli attori è affidato l’arduo compito di restituire la bril-

Lo spettacolo è diretto da Casimiro Gatto. Il ricavato della serata sarà interamente devoluto alla fondazione "Il Filo d’Arianna" ai parenti serpenti. L’effetto è un ritratto impietoso e divertito di un’intera società e della sua cultura. Dietro il muro delle apparenze, dietro le finestre chiuse in segno di lutto, si celano inconfessabili egoismi, disinteressi, convenienze e falsità. "Il povero Piero" è tratto da un romanzo pubblicato per la prima volta nel 1959 dalla casa editrice Rizzoli. Le vicende dei personaggi si dipanano intorno alla morte (in realtà solo apparente) del "povero Piero", dando vita a una serie di equivoci; le disposizioni di Piero, infatti, pre-

Ciò che lo scrittore romano vuole mettere alla berlina è l’intera architettura delle convenzioni, dai telegrammi alla commozione, dalle frasi fatte alle lacrime...

vedono che l’annuncio della propria morte avvenga solamente dopo i funerali. Ma la notizia trapela e i familiari sono costretti a fronteggiare le visite dei parenti, in parte addolorati, che mostrano le proprie ipocrisie di fronte alla morte di un loro caro. Si sviluppa così una storia fatta di sotterfugi, poiché la famiglia del povero Piero tenta inizialmente di tacere la morte dello stesso, nascondendo il "cadavere" nei posti più impensati della casa, creando una serie di situazioni paradossali. Campanile, però, oltre ad offrirci pagine pungenti, satiriche ed esi-

lantezza e il ritmo vorticoso della scritturadiCampanile,attraverso personaggi che appariranno seri, faceti, reali, grotteschi. In scena Fedele Battipede, Angela Buccino, Rosalinda Capalbi, Antonio De Biase, Caterina De Cristofaro, Filomena De Tommaso, Stefania Di Trapano, Luca Donadio, Matteo Donadio, Domenico Donato, Sergio Ferraro, Laura Longo, Arianna Orlando, Gabriele Pacenza, Luigi Pacenza, Agostina Pugliese, Claudia Soppelsa, Liborio Vetere e Lucrezia Zaccaro.

Campionati regionali Esordienti A e B indoor 2011 svoltisi al Poligiovino di Catanzaro Lido CATANZARO -Torna in scena il nuoto regionale, la cornice è sempre la stessa : quella del poligiovino di Catanzaro Lido. Si sono svolti sabato 19 e domenica 20 e di fronte ad un numerosissimo e appassionato pubblico i Campionati Regionali Esordienti A e B indoor 2011. Dieci le società sportive che hanno partecipato alla competizione organizzata dal Comitato Regionale Calabria della Federazione Italiana Nuoto : Cosenza Nuoto, Rende Nuoto, Rari Nantes Lamezia, Kroton Nuoto, Paideia Reggio Calabria, i padroni di casa dell’A.s.d. Gruppo Polisportivo Ca-

tanzaro, Pianeta Sport Reggio Calabria, Palestra Crupi Fitness, Nettuno Palmi, il Gabbiano Paola per un totale di 133 atleti impegnati nelle varie specialità con un totale di ben 446 gare disputate. Eventi sportivi di grande rilievo che mettono in risalto sia le qualità tecniche dei giovanissimi atleti che hanno preso parte alla competizione sia il duro lavoro dei tecnici e degli allenatori. Tornando alla cronaca della due giorni di gare, l’asd Gruppo Polisportivo Catanzaro si è aggiudicata il titolo di campione ragionale davanti l’asd Cosenza.


26

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

CARTELLONE Al via l’iniziativa “Frutta nelle scuole” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari cilia. Il contenuto del documento sarà presentato alla stampa oggi , alle ore 11.30, a Palazzo San Giorgio.

CATANZARO Seminario di formazione Oggi , la Cooperativa Meristema organizza un seminario di formazione sulle problematiche della disabilità.L’iniziativa si terrà presso la sala conferenza dell’istituto tecnico statale per geometri "Petrucci" sede di Catanzaro dalle 15.00 alle 19.00, e vedrà il coinvolgimento dei dirigenti scolastici e dei docenti di scuole di ogni ordine e grado della Provincia di Catanzaro. Presentazione sito delle biblioteche calabresi L’assessore Regionale alla cultura Mario Caligiuri ha annunciato la presentazionedelsitodellebiblioteche calabresi www.bibliotechecalabria.it che si terrà oggi , alle 11.30, nell’aula Magna del liceo classico “Pasquale Galluppi” di Catanzaro, alla presenza di Mario Resca, direttore generale del Ministero dei Beni Culturali. Convegno “Legalità e giustizia per un lavoro sicuro” Si terrà il 26 febbraio , alle ore 16.30, presso il Centro Congressi Benni Hotel di Catanzaro, un convegnoorganizzatodall’UglIntesa-Funzione Pubblica dal titolo “Legalità e giustizia per un lavoro sicuro”, al quale parteciperanno i segretari nazionali, Paola Saraceni e Francesco Prudenzano, e tra gli altri il procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Salvatore Vitiello. Progetto "Diffusione della Cultura della Sicurezza" Giorno 26 febbraio , sarà presentata alle autorità ed ai dirigenti scolastici delle scuole primarie, il progetto "Diffusione della Cultura della Sicurezza" che l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale, avvierà presso le scuole della provincia con l’intento di diffondere la cultura dell’autoprotezione e della sicurezza negli ambienti domestici e nella scuola. La presentazione avverrà presso la sala convegno del Comando Provinciale di Via Cortese,11 con iniziio alle ore 10.00. Inaugurazione Anno Giudiziario 2011 Giorno 2 marzo , alle ore 10.00, presso la sede della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti, Via E. Buccarelli28,siterràlacerimoniadi inaugurazionedell’AnnoGiudiziario della Corte dei Conti per la Regione Calabria con sede a Catanzaro Convegno “Catanzaro: il paese dell’incontrario, com’era...come lo vorremmo!” Giorno 4 marzo , alle ore 17.30, presso la Sala Consiglio dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, la Fiamma Tricolore ha organizzato un convegno dal titolo “Catanzaro: il paese dell’incontrario, com’era .…. come lo vorremmo!” che, in pratica, aprirà ufficialmente la campagna elettorale della Fiamma Tricolore per le prossime amministrative al

Si comunica con questa nota che lunedì 28 febbraio , alle ore 11.30, presso la sala riunioni del dipartimento agricoltura, foreste e forestazione Regione Calabria di Via Molè a Catanzaro, l’assessore Michele Trematerra presenterà “Frutta nelle scuole”, progetto coordinato dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, già attivo in oltre diecimila scuole italiane. L’iniziativa è pro-

Comune di Catanzaro.Il convegno, organizzato dal dipartimento cultura e formazione della segreteria provinciale della Fiamma Tricolore, si avvarrà della partecipazione dell’arch. Pino Casale. Seminario su finanziamenti europei 2007-2013 Nell’ambito delle iniziative assunte perassicurarelatuteladegliinteressi finanziari dell’Unione Europea, la presidenza del consiglio - dipartimento per il coordinamento delle politiche comunitarie, ha promosso l’organizzazione di seminari ed iniziative, anche di carattere formativo, a livello regionale, per sviluppare un’operazione “culturale” in tutte le Regioniitalianesultemadelcorretto ed efficace impiego dei fondi comunitari,includendo,evidentemente,le questioni relative alle frodi. In tale contesto,èstatoprogrammato,peril 9 marzo , il seminario, cofinanziato dalla Commissione europea (Olaf) nel quadro del programma Hercule II 2007-2013, dal titolo: “Finanziamenti europei 2007/2013 ed il contrasto alle frodi ed alle irregolarità nei fondi strutturali”, che si terrà presso l’Auditorium “Aldo Casalinuovo” di Catanzaro, con inizio alle ore 9.15. COSENZA Presentazione convegno di FareAmbiente PartedaCosenzalacampagnainformativa nazionale di FareAmbiente sultemadel“Nucleare,Energiapulita, economica e sicura” con una manifestazioneinprogrammaoggi, alle ore 17.00, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi. Alla manifestazione interverranno i parlamentari Antonio Gentile e Mario Tassone, il presidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta Salvatore Magarò, Alessandro

mossa da Ufficio Scolastico Regionale e Dipartimento agricoltura Regione Calabria. “Si tratta – afferma Trematerra - di un’iniziativa importante che, sino ad ora, ha prodotto positivi effetti sulle abitudini alimentari dei nostri giovani. Per questo, anche in Calabria, “Frutta nelle scuole” non si fermerà. L’obiettivo è quello di riuscire a comunicare alle famiglie calabresi che una sana ali-

Castiglia, responsabile comunicazione del forum nucleare italiano, Orazio Mainieri, docente dell’Università della Calabria e presidente della commissione energia di FareAmbiente e Renato Pastore, presidente di Confindustria Cosenza. CROTONE Convegno dal tema "Caritas in Veritate.Orizzonte politico e bene comune" Caritas in Veritate. Orizzonte politico e bene comune. E’ questo il tema del convegno, organizzato dall’associazione culturale ‘Crotone al centro’, che si terrà oggi , alle ore 11.00, presso l’auditorium dell’Istituto professionale ‘Sandro Pertini’. All’incontro parteciperanno la senatrice dell’Udc Dorina Bianchi, presidente dell’associazione ‘Crotone al Centro’,monsignorDomenicoGraziani, arcivescovo di Crotone e Santa Severina, monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, l’on. Rocco Buttiglione, vicepresidente della Camera e presidente dell’Udc. ISOLA CAPO RIZZUTO Presentazione Dossier sulla legalità e la lotta alla ‘ndrangheta Sarà presentato sabato 26 febbraio , a partire dalle 9.30 nella sala convegni presso il centro culturale “Antonio Rosmini” il Dossier sulla legalità e la lotta alla ‘ndrangheta della Parrocchia e della Misericordia di Isola Capo Rizzuto, a cura di Pino Nano con prefazione di Piero Luigi Vigna. La presentazione del dossier sarà moderata da Angelo Belmonte e introdotta da Francesco Verri. Interverranno tutte le autorità del territorio, dall’arcivescovo di Crotone e Santa Severina Domenico Graziani al prefetto Vincenzo Panico, dal procuratore della Repubblica Raffaele

mentazione è, non solo fonte di benessere immediato, ma anche la miglior forma di prevenzione per patologie sempre più diffuse nella nostra società”. Nel corso della conferenza stampa, l’assessore Trematerra illustrerà gli obiettivi e le modalità di attuazione del progetto. All’iniziativa parteciperanno 179 scuole elementari della Regione Calabria e circa 51.000 bambini.

Mazzotta ai parlamentari Dorina Bianchi e Nicodemo Oliverio, dal vicepresidente della Regione Calabria Antonella Stasi al presidente del ConsiglioRegionaleFrancescoTalarico, dal presidente della Provincia Stanislao Zurlo ai sindaci Carolina Girasole e Peppino Vallone, tutti i componenti calabresi della commissione parlamentare antimafia: Luigi De Sena, Luigi Li Gotti, Angela Napoli, Mario Tassone. Ancora interverranno Gaetano Pecorella, RobertoTortoli,SalvatoreMagarò,e Renato Cortese. Testimonierà, la scrittrice Gina Basso, autrice del libro “Il coraggio di parlare”, don Claudio Papa, don Serafino Parisi, Alfredo De Grazia, Domenico Napolitano, Virgilio Squillace, Antonio Anastasi, Giusy Regalino e Francesca Caiazzo. Prenderanno la parola, LeonardoSaccoedonEdoardoScordio. Le conclusioni sono affidate, ovviamente, a Piero Luigi Vigna. LAMEZIA TERME IX Congresso regionale di LegAutonomie Si svolgerà oggi , a partire dalle ore 10.00, presso la Masseria I Risi di Lamezia Terme (sita nei pressi della stazione di Lamezia Terme centrale) il IX Congresso regionale di LegAutonomie Calabria. All’appuntamento parteciperà anche il presidente nazionale di LegAutonomie, on. Marco Filippeschi. Il titolo scelto per questo IX Congresso regionale è: il diritto-dovere di governare bene. REGGIO CALABRIA Convocazione protocollo raccolta differenziata La raccolta differenziata sarà oggetto di un protocollo d’intesa tra il Comune di Reggio Calabria, la Leonia S.p.a., la circoscrizione di Gallico –Sambatello, il Circolo Pescatori Posidoniael’associazioneBorgoCe-

Forum sul “Futuro della professione” IlpresidentedellaCassanazionaledi previdenza dei ragionieri, Paolo Saltarelli parteciperà oggi , dalle ore 15.00, alla tavola rotonda su “Evoluzione e futuro della professione: funzioni giudiziarie, revisione legale e previdenza”, promossa dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e dall’Ugdceccalabresechesiterràpressol’”E’Hotel”di Reggio Calabria (via Giunchi, 4). L’incontro, moderato dal giornalista di ItaliaOggi Ignazio Marino, sarà introdotto da Carmelo Stracuzzi e Marcello Febert, presidenti rispettivamente di Odcec e Ugdcec di Reggio Calabria. Alla tavola rotonda saranno presenti anche Claudio Siciliotti; Raffaele Marcello; Giorgio Sganga; Walter Anedda; Antonio Repaci; Luigi Carunchio; Vilma Iaria; Riccardo Losi; Giuseppe Pozzato; e Marco Rigamonti. Presentazione convegno Unità d’Italia Oggi , alle ore 10.30, presso la Sala Biblioteca della Provincia, sarà presentato “Unità d’Italia: obiettivo condiviso e bilancio dopo 150 anni”, convegno organizzato dalla deputazione di storia patria per la Calabria in collaborazione con la Provincia, in programma martedì 1 marzo. Alla conferenza stampa saranno presenti Santo Gioffrè, e Giuseppe Caridi. Seminario “Diritti delle donne: negati e vissuti” Nell’ambito del progetto “Promozione dei diritti umani come strumenti di democratizzazione attraverso la specializzazione di figure professionali e la crescita della consapevolezza sociale” cofinanziato dal Ministero degli Esteri italiano, il giorno28febbraio,dalleore9.30alle ore 18.00, si svolgerà in Reggio Calabria al Consiglio regionale della Calabria presso la sala Giuditta Levato il seminario “Diritti delle donne: negati e vissuti”. Il seminario è organizzato dalla Ong Cric - Centro Regionale di Intervento per la Cooperazione in collaborazione con la Cisme - Cooperativa per l’innovazione e sviluppo del Meridione. RENDE Il Csv incontra le associazioni dell’area urbana Si concluderà oggi , alle ore 16.00, a Rende, presso la sala Tokyo del Museo del Presente il tour che il Csv Centro Servizi per il Volontariato di Cosenza ha organizzato per presentare, sul territorio provinciale, la nuova offerta dei servizi rivolti al volontariato e le relative modalità di accesso. L’incontro sarà introdotto da Maria Annunziata Longo, mentre l’illustrazione dei servizi sarà a cura di Gianni Malgeri con il supporto dello staff tecnico del centro.


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 27

CARTELLONE “Noa” in concerto al Politeama di Catanzaro Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CASTROVILLARI In scena “Il povero Piero” Domenica 27 e lunedì 28 febbraio , alle 21.00, al Teatro Sybaris di Castrovillari l’associazione culturale Aprustum, in collaborazione con la fondazione onlus Il Filo d’Arianna e con il patrocinio della Gas Pollino srl, porta in scena “Il povero Piero”, commedia in tre atti più prologo di Achille Campanile. Lo spettacolo, è diretto da Casimiro Gatto e inserito nel cartellone del 53° Carnevale di Castrovillari. CATANZARO Seminario “Alimentazione e sport agonistico ed amatoriale” “Alimentazione e sport agonistico ed amatoriale”: sarà questo il tema del seminariodistudiochesiterràoggi, a partire dalle ore 9.30 presso l’aula H dell’edificio delle bioscienze del campus universitario “Salvatore Venuta”. L’iniziativa, organizzata nell’ambito delle attività del corso di laurea in scienze motorie e del corso di laurea specialistica in organizzazione e gestione dei servizi per lo sport dal prof. Antonio Ammendolia congiuntamente con la Società Italiana di Alimentazione e Sport, vedrà la partecipazione del prof. EnricoArcelliedeldott.VincenzoCapilupi. Proiezione film "L’Eroe dei due Mondi" Oggi , alle ore 17.30, presso il Museo Storico Militare "Brigata Catanzaro" (Musmi) verrà proiettato il film di animazione per ragazzi: "L’Eroe dei due Mondi", regia di G. Manuli (1995). Mostra personale di Rosa Spina Fino al 5 marzo , presso la sede Verduciarte in Via dell’Arcivescovado 18, si terrà la mostra personale dell’artistaRosaSpinadaltitolo“Defilage Sincronico”. La personale è a cura del prof Antonio Falbo Art Director della Galleria, con la compartecipazione del “Lion Club Catanzaro Host” il cui il presidente, il dott. Virgilio Conte. La presentazione delle opere è a cura di Valentina Scardamaglia. Apertura mostra: mattina 10.00/13.00; pomeriggio 17.00/20.00. Gianluca Grignani in concerto Il GranTeatro Le Fontane è pronto per confermarsi, ancora una volta, tra le mete più frequentate da chi vuole ascoltare buona musica, assistendo ai maggiori spettacoli in tour in Italia. Il GranTeatro proporrà al suo pubblico, in esclusiva per la regione, una data del Romantico Rock Show di Gianluca Grignani, il 5 marzo . I biglietti possono essere acquistati presso le consuete prevendite, oltre che attraverso la TicketService (0961.726313). Info: 0961/872883-761471 e 327/7705335.

“Festa di Carnevale a Biricchinopoli" Martedì 8 marzo , Vanessa Aprile,

Uno straordinario evento musicale è in arrivo al Teatro Politeama di Catanzaro. L’ 8 marzo alle ore 21.00, la Provincia di Catanzaro “Comitato Pari Opportunità” presenterà la prima assoluta del nuovissimo tour di Noa, l’artista israeliana più celebre al mondo, considerata un’icona del pacifismo internazionale. Noa presenterà il suo nuovo album “Noapolis” che sarà pubblicato a inizio marzo, tutto dedicato alla grande canzone napoletana. Con lei sul palcoscenico ci saranno il suo fedelissimo chitarrista Gil Dor e i Solis String Quartet. “Il concerto – dice la presidente della Provincia Wanda Ferro – oltre a possedere i connotati del grande evento musicale internazionale, vuole festeggiare la giornata dell’ 8 marzo con una dedica speciale a favore della lotta contro ogni violenza sulle donne. Un modo per

sottolineare la vicinanza ai tanti problemi che oggi la donna affronta, anche in un momento storico in cui tante battaglie del passato hanno raggiunto i loro obiettivi. Purtroppo ancora ci tocca assistere a gravissimi casi di violenza, sopraffazione e di non rispetto della dignità delle donne anche nel nostro Paese. Ringrazio – conclude la Ferro – questa eccezionale artista per la sensibilità con cui ha accolto il nostro invito, trasformando l’8 marzo della nostra città in un appuntamento dai molteplici significati sociali e culturali, con un respiro che va ben oltre i confini regionali.” L’evento, infatti, avrà come sottotitolo “Civiltà è donna”. Simbolico il biglietto di appena euro 2.50, il cui incasso sarà devoluto in beneficenza all’ Associazione “Centro di aiuto alla Vita” di Catanzaro presieduta dal dottor Giuseppe Grande e inse-

presidente dell’associazione Biricchinopoli, organizza, in occasione del Carnevale, la festa a tema. La novità di quest’anno sarà che bambini, genitori e staff Biricchinopoli, tutti in maschera, si daranno appuntamento alle ore 16.00, in piazzetta Procopio, Santa Maria Catanzaro, pronti per una sfilata fino in Piazza, di ritorno ci si fermerà in piazzetta dove ci si potrà divertire con sonagli, coriandoli e stelle filanti insieme all’animazione di TittY, Topolino, Minnie e il Pagliaccio Biricco.In seguito si rientrerà in sede per festeggiare con tanta musica, allegria e un delizioso buffet organizzato dall’Associazione in collaborazione con i genitori.

dita: poltronissima 38,00 euro; poltrona 30,00; tribuna 25,00. Per le prenotazionieperqualsiasiinformazione è possibile telefonare ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335.

Giorgio Panariello in “Panariello non esiste” Fervono i preparativi al GranTeatro Le Fontane di Catanzaro per l’appuntamento dell’ 11 marzo con Giorgio Panariello in “Panariello non esiste”, il tour teatrale che il noto comico toscano sta portando a suon di sold out in tutta Italia. I biglietti per assistere allo spettacolo di Panariello a Catanzaro, hanno i seguenti prezzi comprensivi di preven-

I Pooh in concerto Quando si tratta di grandi eventi il successo è quasi sempre garantito. Ed anche l’unica data per la Calabria di “Dove comincia il sole tour” che sta portando i Pooh in tutti i più importanti palasport e teatri d’Italia fino a primavera, che arriverà a Catanzaro il 15 marzo , preannuncia un invidiabile sold out. Procede infatti a grande ritmo la prevendita ufficiale dei biglietti per assistere all’unico concerto che la storica band terrà nella nostra regione, al GranTeatro Le Fontane di Catanzaro. I biglietti possono essere acquistati nelle prevendite abituali in tutta la regione oltre che presso la Ticketservice (0961.726313). Hanno i seguenti costi, comprensivi di prevendita: poltronissima 40,00 euro, poltrona 35,00 euro, tribuna 30,00 euro.Info: 0961/872883-761471 e 327/7705335

rita a livello nazionale nel “Movimento italiano per la Vita”, associazione del capoluogo calabrese che opera a favore dei diritti delle donne e a sostegno delle maternità difficili. L’organizzazione tecnico-artistica è affidata alla Show Net srl di Ruggero Pegna (info: www.ruggeropegna.it - I biglietti saranno disponibili dalle ore 10.00 del 25 febbraio presso il Bar Mignon, fino a esaurimento). La cantante israeliana Noa ha una voce che diffonde gioia ed entusiasmo. Il suo canto mescola armoniosamente jazz, rock americano e suggestioni mediorientali, superando tutte lefrontiere culturali.Interprete in Vaticano di un’Ave Maria che ha commosso il mondo e protagonista di numerosi festival di musica etnica, Achinoam Nini (Noa per tutti) è diventata in pochi anni una stella acclamata della world music. "I miei genitori, israeliani di nascita e yemeniti di origine, si sono trasferiti negli Stati Uniti - racconta - quando avevo un anno. Ho vissuto fino a 17 anni a New York, dove ho studiato e fatto le prime esperienze artistiche. Una crisi di identità e il richiamo della mia terra, un giorno, mi hanno spinto a tornare in Israele. Lì ho proseguito gli studi, ho prestato il servizio militare e con una scuola di jazz e musica classica di Tel Aviv, la Rimon School, ho completato la mia formazione, avviata alla High School di New York. Vivo poco lontano da Tel Aviv e non andrei mai a stare altrove.” Questo nuovo album, “Noapolis”, si preannuncia come un vero tributo all’Italia e alla canzone napoletana in particolare. L’evento è stato presentato ufficialmente questa mattina nella Sala del Consiglio del Palazzo della Provincia di Catanzaro dalla Presidente Wanda Ferro, dall’assessore alle Politiche Sociali Sergio Polisicchio, dalla signora Luciana Tallini, vice-presidente del Comitato Pari Opportunità e da altri esponenti del Comitato, dell’Amministrazione Provinciale e dell’Associazione “Centro di aiuto alla Vita”. COSENZA Presentazionevolume"LaCalabria sottosopra" Oggi , alle ore 18.00, presso la Libreria Ubik, Via Galliano, si terrà la presentazione del volume di Nino Amadore "La Calabria sottosopra". Ne discutono con l’autore: Matteo Cosenza; Rosario Branda. Modera la giornalista Marianna de Luca Al Teatro Rendano “Il malato immaginario” Prosegue la stagione di prosa del Teatro “Rendano” di Cosenza con la messa in scena de “Il malato immaginario” di Molière, spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano per la regia di Marco Bernardi e la traduzione di Angelo Dallagiacoma. Duelerecitepreviste:sabato26febbraio , alle ore 21,00, e domenica 27 febbraio , alle ore 18.00. CROTONE Presentazione del libro "I portali di Calabria" Oggi,alleore17.30,nellasalamultimediale della Biblioteca A.Lucifero-CrotonepressoilCastello aragonese Carlo V, si terrà la presen-

tazione del volume di Pietro Pontieri: "I portali di Calabria" Editore Falco-Cosenza. Terzo appuntamento della Stagione Concertistica 2011 Domenica 27 febbraio , presso l’auditorium del liceo musicale “O.Stillo”, sito in Largo Panella (adiacenteParcodelleRose),alle ore 18.00, saranno di scena il Duo Pianistico a quattromani Roberta Piccirillo e Ilaria Sinicropi. LAMEZIA TERME Presentazione del libro di GianCarlo Maria Bregantini Sabato 5 marzo 2011 , ore 16.30, presso sala delle riunioni nuovo palazzo comunale, si terrà la presentazione del libro di GianCarlo Maria Bregantini"IlnostroSudinunpaese (reciprocamente)solidale"indialogo con Paolo Lòriga (Città Nuova). Saluti ore 16.30: Antonio Caridi, Gianni Speranza. Introduzioni: Mons. Luigi Antonio Cantafora; ore 16.45, Paolo Lòriga. Contributi: Domenico Cersosimo, ore 17.15, Carlo Borgomeo. Intervento ore 17.45: Mons. GianCarlo Maria Bregantini. In dialogo con: Nunzia Coppedè; Pasquino Crupi; Antonio Palermo; Sabatino Savaglio; Francesco Tassone. Coordinamento: Piero Schirripa. REGGIO CALABRIA Mostra “L’Italia dei Sentieri” Fino a giovedì 3 marzo , sarà esposta nei locali dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria, la mostra “L’Italia deiSentieri”realizzatadalClubAlpino Italiano per divulgare lo stato della rete dei sentieri che innerva le montagne, ma non solo, dell’intero territorio nazionale. SETTINGIANO Marvanza Reggae Sound in concerto Giorno 16 marzo , alle ore 23.30, i Marvanza Reggae Sound in concerto all’Orso Cattivo. Ingresso concerto euro 5 più drink. Per informazioni e dettagli sull’evento: 339/7229717 327/8403448 VIBO VALENTIA Conversazioni del venerdì Si parlerà di Garibaldi oggi , alle ore 17.45, presso l’auditorium del Sistema Bibliotecario con Alessandro Barbero. CALABRIA V edizione Dogs on the Snow Torna sulle nevi delle montagne cosentine Dogs on the Snow, quinta, manifestazione di Sleddog in programma fino al 27 febbraio , tra i Parchi Nazionali della Sila e del Pollino, quest’anno interessato da campi scuola sul territorio di Piano Novacco del Comune di Saracena. La scuola di Sleddog sarà aperta l’intera giornata, da oggi al 27 febbraio, a Carlomagno, nel Centro Sci di Fondo, fra giochi sulla neve ed uscite sulleslitte,corsibasepermushersedincontri con le scuole ed i portatori di disabilità.


28

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

L'esterno del Maxxi

Roma, con una mostra aperta ai cittadini inaugura il nuovo centro di ricerca del museo di Zaha Hadid

Il Maxxi base tra archivio e ricerca Ilaria Mele Alla domanda generica "sai indicarmi un’architettura degli ultimi dieci anni che ti piace?" si può ipotizzare che molte persone restino spaesate, dimostrando una forma d’indifferenza (o ignoranza?) verso la disciplina, soprattutto quella più recente, in cui un ruolo non da poco gioca il sonno della critica. Al Maxxi e nei nuovissimi spazi del Maxxi base è in corso la mostra L’architettura

Nella capitale è in corso la mostra L’architettura che ti piace, organizzata dai critici del gruppo Gizmo con l’obiettivo di ravvivare l’interesse del pubblico che ti piace, organizzata dai critici del gruppo Gizmo con l’obiettivo di ravvivare l’interesse e l’interazione del pubblico sulla questione architettonica, ricordando ai cittadini che, oltre a subire le scelte progettuali, c’è anche il dovere di esercitare il diritto di critica e di esprimersi. «C’è bisogno di un risveglio della critica spiega Marco Biraghi, che con Gabriella Lo Ricco e Silvia Micheli guida il gruppo Gizmo - perché quella che dovrebbe essere una provocazione costruttiva si adagia troppo spesso su uno stato di acquiescenza muta, complice magari il rapporto di amicizia fra critico e architetto. Assistiamo a un’involuzione della critica verso un pericoloso silenzio-assenso». Il bisogno di critica che si avverte non è quello di un’arma per mettere in scacco progetti e progettisti. Tutt’altro: «È, o dovrebbe essere, una scintilla per accendere un dialogo, uno scambio». Una proposta per accendere questo dialogo è in

Il curatore Marco Biraghi «C’è bisogno di un risveglio della critica perché quella che dovrebbe essere una provocazione costruttiva si adagia su uno stato di acquiescenza muta» Peter Eisenman, memoriale alle vittime dell'olocausto, 2005

scena al Maxxi, tra le pieghe della creatura di Zaha Hadid, nella quale saranno esposti i diciotto progetti più significativi degli ultimi dieci anni selezionati da architetti e critici indicati da Gizmo. Il neonato centro di ricerca del Maxxi, che con questa mostra apre i battenti, completa invece l’operazione ospitando una grande parete pronta ad accogliere la selezione fatta dai visitatori, che potranno usufruire delle postazioni interattive per scegliere il loro progetto preferito e poi stamparlo, oppure lo potranno portare pronto da casa. La selezione ufficiale non è stata facile ed è avvenuta prediligendo la «giovane età dei progettisti continua Biraghi - con alcune illustri eccezioni, e tenendo conto della vocazione

Un rendering del Maxxi base

internazionale dell’esposizione». E aggiunge una nota sul numero diciotto: «Una cifra aleatoria ma sufficiente a spiegare che quello che stiamo mostrando non è una tendenza né un corpus unitario. È un campione eterogeneo della collettività». Fra i lavori in mostra, l’impressionante memoriale alle vittime dell’olocausto, realizzato nel 2005 a Berlino da Peter Eisenman, le minimali scenografie itineranti dell’Office Kersten Geers e David van Severen o i centri di formazione realizzati nel nulla del Burkina Faso dal gruppo Architetti senza frontiere. Sempre gli spazi del Maxxi ospiteranno, dal 24 marzo al 22 maggio, la mostra Catturare il moderno, curata da Robert Elwall e Valeria Carullo: 100

Base è il nuovo centro di ricerca del Maxxi: biblioteca, archivi, studi ed editoria. Una piattaforma per l’attività di ricerca e dibattito della struttura scatti, in gran parte provenienti dalla collezione del Riba di Londra, che testimoniano il legame e le influenze reciproche fra architettura e fotografia a cavallo tra il 1926 e il 1965. Base è il nuovo centro di ricerca del Maxxi: biblioteca, archivi, studi ed editoria. «Una piattaforma per l’attività di ricerca del museo – spiegano Carolina Italiano e Alessio Rosati, curatori del centro – un luogo interattivo che ospita, tra le altre cose, un archivio con 30mila documenti disponibili per la consultazione, e la prima biblioteca romana del contemporaneo». Il carattere d’interazione del base parte da un’idea forte: «Aprire ulteriormente gli spazi al territorio». Natura industriale dell’area e nuovo utilizzo si fondono «dando vita a un luogo d’aggregazione e studio – proseguono i curatori – che arricchisce e integra l’offerta culturale del museo, pur conservando una vita autonoma, testimoniata dal ricco programma di iniziative».


Venerdì 25 Febbraio 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Jeff Bridges e Hailee Steinfeld

Matt Damon

Il gigante Bridges e il prodigio Steinfeld ecco il "Far west" secondo i fratelli Coen Nelle sale Il grinta, remake del mitico film del 1969 con John Wayne, pluricandidato ai prossimi Oscar Francesco Molica L’aurea mitica che aleggia sui fratelli Coen è dovuta in larga parte alla loro impareggiabile versatilità. Nell’arco di una medagliata filmografia i due cineasti di Minneapolis hanno saputo misurarsi con ogni sorta di genere cinematografico, in particolare per le loro commedie irriverenti e argute, imprimendovi la propria indelebile impronta senza per questo tradirne lo spirito. Un compromesso che si riattualizza nel Grinta, remake dell’acclamato western del 1969 con un John Wayne già stagionato (sarebbe morto

I due cineasti sembrano orientati a soddisfare di più le attese del grande pubblico rinunciando a sfumature e siparietti di demenzialità

dieci anni dopo a 72 anni). Nei nostri cinema dallo scorso 18 febbraio, la pellicola è candidata a dieci premi Oscar fra i quali miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura non originale, miglior attore protagonista per Jeff Bridges e miglior attrice non protagonista per Hailee Steinfeld. Il film ha aperto tra gli applausi l’ultimo festival del Cinema di Berlino, finito poi con la vittoria di "Nader and Simin, a separation" del regista iraniano Asghar Farhadi. Al posto di Wayne, nella parte del vecchio sceriffo Cogburn, disincantato ed etilista, giganteggia appunto Jeff Bridges, in lizza per la stessa statuetta dell’Academy che ha già intascato l’anno scorso con "Crazy heart". Sugli sterrati del cerebrale e sagace Far west coeniano sfilano anche Matt Damon e Josh Brolin. Ma soprattutto, l’imberbe Hailee Steinfeld, nei panni di Mattie Ross, interpretazione anch’essa in odore di statuetta, sulla quale i registi del Grande Lebowski, rispetto al classico di Wayne, hanno deciso di imperniare la vicenda. Ricalcando con maggiore fedeltà il romanzo di Charles Portis a cui sono ispirati entrambi i film, in modo da riabilitare il ruolo delle donne in un genere

Jeff Bridges: «Interpreto Cogburn, un ufficiale dell’esercito federale in bilico tra due vite una per ogni lato della legge» maschile e maschilista per antonomasia che tuttavia, a giudicare dalla critica più puntuta, mostra definitivamente la corda. Mattie, quattordicenne volitiva, per vendicare l’omicidio del padre assolda Cogburn, prima di partire con lui alla ricerca dell’assassino: un certo Tom Chaney che ha il volto burbero e un po’ intontito di Josh Brolin. Alla caccia grossa si aggiunge un ranger texano (Matt Damon) sulle tracce del ricercato per via di un precedente crimine. «Interpreto Rooster Cogburn che è un ufficiale dell’esercito federale Usa – ha

Le Carré a Oxford

Gualazzi in tour

George Smiley, la spia per antonomasia della Guerra Fredda creata da John Le Carré, è ritornato nella sua "casa spirituale". Lo scrittore inglese ha donato il suo archivio privato all’università di Oxford, la stessa in cui Le Carré ha studiato lingue moderne. L’autore, 80 anni, all’anagrafe David J.M. Cornwell, ha raccontato infatti che il personaggio di Smiley gli fu ispirato da un ufficiale da lui conosciuto al Lincoln college di Oxford, dove era studente. Lo scrittore ha lavorato per i servizi segreti Mi5 e Mi6 prima di dedicarsi completamente alla narrativa. L’archivio con libri, manoscritti, agende, diari e lettere, è stato depositato alla Bodleian library. Tutto il materiale è conservato in 85 scataloni, dove si trovano le carte preparatorie di romanzi diventati classici come Chiamata per il morto e La spia che venne dal freddo.

Alessandro Bellucci, presidente di Assomusica, l’associazione degli organizzatori e dei produttori di musica dal vivo con oltre cento imprese associate su tutto il territorio nazionale che coprono circa l’80% dei concerti dal vivo in Italia, ha annunciato il vincitore del premio Assomusica, riconoscimento dedicato alla migliore esibizione live tra gli artisti in gara nella sezione giovani dell’ultimo Sanremo. Il premio, decretato con la votazione degli associati, è stato assegnato a Raphel Gualazzi, l’ultima scoperta della Sugar di Caterina Caselli, vincitore con il brano Follia d’amore della categoria nuove proposte, del premio della critica Mia Martini e di quello della sala stampa radio-tv, nonché rappresentante dell’Italia all’Eurovision song contest 2011 che si svolgerà a Düsseldorf in maggio.

spiegato Bridges – lui sta in bilico tra due vite, ha il piede in due staffe, uno per ogni lato della legge. Mattie sta cercando l’assassino di suo padre, cerca un uomo con vera grinta e trova Rooster. Lui ne ha davvero parecchia». Ed ha aggiunto sulla Steinfeld: «Abbiamo avuto davvero un colpo di fortuna – ha aggiunto l’attore – è semplicemente magnifica. Io ero un po’ preoccupato all’inizio perché questo era il suo primo film, ma subito dopo il primo giorno di riprese ho detto mio Dio, è semplicemente fantastica». Cavalcate dense di dialoghi – qui si consuma la prima differenza con i silenzi presaghi dei western classici – sanguinarie sparatorie, l’ironia sottile e mai affettata che avvolge i protagonisti, ci restituiscono il marchio di fabbrica dei Coen. Che, almeno in quest’ultima fase della loro carriera, sembrano tuttavia voler accondiscendere di più al grande pubblico. Rinunciando a quell’ossessione maniacale (e a tratti un po’ fastidiosa) per le sfumature caratteriali ed estetiche dei personaggi, nonché al compiacimento per siparietti intrisi di raffinata demenzialità a scapito della coerenza delle trame.

Raphael Gualazzi

Artista poliedrico, compositore, eccellente cantante e pianista, Gualazzi partirà l’8 marzo dall’Auditorium Parco della musica di Roma per 6 date di anteprima del suo tour che lo porteranno anche a Verona (09/03, teatro Camploy), Quinto di Treviso (11/03, Veneto Jazz), Rimini (12/03, teatro Novelli), Bologna (17/03, teatro delle Celebrazioni), Seriate (Bg) (18/03, cinema teatro Gavazzeni).


30

il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011

MAPPAMONDO Nella puntata in onda mercoledì de "L’Isola dei Famosi" è stata eliminata Francesca De Andrè, figlia di Cristiano e nipote del grande Fabrizio. Rimpiazzata da un’altra bellissima, Nina Moric

Seconda puntata dell’Isola dei Famosi 8. I nominati della settimana sono Killian Nielsen e Luca Dirisio che paga lo scotto di voler nominare sempre la Brigliadori. Trionfo di Nina Moric,

sbarcata come naufraga super vip, tra gli occhi increduli degli uomini e le facce seccate delle donne. Unico momento brillante di quasi tre ore di diretta, la Ventura che si toglie qualche

sassolino dalla scarpa nei confronti di Raffaella Fico. In sintesi Simona ha ricordato alla Fico che è arrivata al successo non per meriti, ma per doti fisiche fin troppo esibite, leggi Lato B.

Intanto nell’Isola fa molto discutere il lato B di Raffaella Fico, accusata di non fare altro che mostrare continuamente le sue curve alle telecamere. La showgirl napoletana sul suo lato B sta costruendo tutta la propria strategia

Nina Senicar si pronuncia sulla sua storia con Borriello e nega il flirt Da poco scelta come testimonial 2011 del noto marchio di lingerie Roberta, Nina Senicar ha finalmente deciso di pronunciarsi circa le voci di un suo presunto flirt con Marco Borriello, che andrebbe avanti ormai da cinque-sei mesi. Negli studi televisivi di "Verissimo", Nina ha prima fatto una premessa: «Sono una ragazza abbastanza riservata, mi sento male a parlare delle mie cose private e quindi non parlo». Poi ha tirato in ballo l’aitante calciatore giallorosso, ex di Belen: «Marco è un mio grande amico, ma tra un’amicizia e una relazione ce ne passa».


il Domani Venerdì 25 Febbraio 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

06:20 - SITUATION COMEDY Dharma & Greg 06:35 - CARTONI ANIMATI Dora l'esploratrice 06:45 - Il trenino Thomas 07:00 - Le avventure di Piggley Winks 07:10 - Marco dagli Appennini alle Ande 07:40 - CARTONI ANIMATI C'era Volta... Pollon 08:10 - TELEFILM Pippi calzelunghe 08:35 - MINISERIE Una mamma per amica 10:15 - Se fossi in te con E. Solfrizzi, G. Dix, F. De Luigi - regia di G. Manfredonia (Italia) - 2001 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - NEWS Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:40 - TELEFILM I Simpson 14:10 - TELEFILM I Simpson 14:35 - SITUATION COMEDY How i met your mother 15:05 - SITUATION COMEDY Camera cafe' 15:30 - SITUATION COMEDY Camera cafe' ristretto 15:40 - Naruto shippuden 16:10 - Sailor moon e il cristallo del cuore 16:40 - TELEFILM Merlin 17:33 - TELEFILM Smallville 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 19:02 - NEWS Studio sport 19:30 - TELEFILM C.S.I. Miami 20:30 - GIOCO Trasformat 21:10 - TELEFILM Dr House - Medical Division 22:00 - TELEFILM Grey's anatomy 23:50 - TELEFILM The closer 00:45 - SHOW Poker1mania 01:35 - Studio aperto - La giornata 01:50 - TELEFILM Cinque in famiglia 02:30 - TELEFILM Cinque in famiglia 03:10 - TELEVENDITA Media shopping 03:25 - Quando gli uomini armarono la clava e... con le donne fecero din don con A. Sabato, A. Giuffre', V. Caprioli - regia di B. Corbucci (Italia) - 1971

06:00 - ATTUALITÀ RAI News - Morning News 06:30 - ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 07:00 - RUBRICA TGR Buongiorno Italia 07:30 - RUBRICA TGR Buongiorno Regione 08:00 - RUBRICA Rai 150 anni. La storia siamo noi 09:00 - RUBRICA Dieci minuti di... programmi dell'accesso: - di attualità 09:10 - RUBRICA Agorà - di attualità 11:00 - RUBRICA Apprescindere 11:10 - TELEGIORNALE TG 3 Minuti 12:00 - TELEGIORNALE TG 3 12:25 - RUBRICA TG3 Fuori TG 12:45 - RUBRICA Le storie - Diario italiano - di cultura 13:10 - TELEFILM Julia 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG 3 14:50 - RUBRICA TGR Leonardo - di cultura 15:00 - TELEGIORNALE TG3 L.I.S. 15:05 - TELEFILM La strada per Avonlea 15:50 - RUBRICA TG3 GT Ragazzi - per ragazzi 16:00 - RUBRICA Cose dell'altro Geo 17:40 - RUBRICA Geo & Geo 18:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG 3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - ATTUALITÀ Blob 20:10 - TELEFILM Seconde chance 20:35 - SOAP OPERA Un posto al sole 21:05 - MINISERIE La nuova squadra Spaccanapoli 23:00 - RUBRICA Rai 150 anni La Storia siamo noi 00:00 - TELEGIORNALE TG3 Linea notte 00:10 - TELEGIORNALE TG Regione 01:00 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 - RUBRICA Rai Educational Cult Book - di cultura 01:40 - RUBRICA Aprirai - di cinema 01:50 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste di cinema 01:55 - FILM La televisione di Placido

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 07:58 - NEWS Borse e monete 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:40 - SHOW Mattino cinque 09:57 - REALITY SHOW Grande fratello pillole 10:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Ore 10 11:00 - RUBRICA Federica Panicucci e Claudio Brachino conduForum cono la terza e dizione 13:00 - TELEGIORNA- di “Mattino cinque” LE Tg5 13:39 - NEWS Meteo 5 13:41 - SOAP OPERA Beautiful 14:07 - REALITY SHOW Grande fratello pillole 14:10 - SOAP OPERA Centovetrine 14:45 - TALK SHOW Uomini e donne 16:15 - REALITY SHOW Amici 16:55 - SHOW Pomeriggio Cinque 18:05 - TELEGIORNALE Tg5 - 5 minuti 18:50 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 19:44 - TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 19:45 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:30 - NEWS Meteo 5 20:31 - SHOW Striscia la notizia - La Voce dell'improvvidenza 21:10 - SHOW Zelig - 7a puntata 23:30 - SHOW Chiambretti night Solo per numeri uno Paola Cortellesi e Claudio 01:30 - TELEGIORNA- Bisio conducono questa edizione di Zelig LE Tg5 - Notte 02:00 - NEWS Meteo 5 notte 02:01 - SHOW Striscia la notizia 03:05 - TALK SHOW Uomini e donne 04:38 - REALITY SHOW Amici 05:18 - REALITY SHOW Grande fratello

06:00 - Tg La7/meteo/oroscopo/traffico 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - RUBRICA Omnibus - di attualità 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:55 - RUBRICA (ah)IPiroso 10:50 - RUBRICA Life 11:25 - TELEFILM L'ispettore Tibbs 12:30 - TELEFILM Due South 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 13:55 - FILM Alle donne piace ladro con James Coburn, Camilla Sparv, Aldo Ray - regia di Bernard Girard (USA) - 1966 15:55 - DOCUMENTI Atlantide 17:55 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 18:00 - TELEFILM Mac Gyver 19:00 - TELEFILM Jag - Avvocati in divisa 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - RUBRICA Otto e mezzo 21:10 - RUBRICA Le invasioni barbariche 00:15 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 00:25 - DOCUMENTARIO Delitti 01:25 - RUBRICA Movie Flash 01:30 - FILM Proibito con Mel Ferrer, Amedeo Nazzari, Henri Vilbert - regia di Mario Monicelli (Italia/Francia) - 1955 03:20 - RUBRICA Otto e mezzo 04:00 - RUBRICA (ah)IPiroso 04:55 - SPORT Phillip Island - Australia

08:00 - SHOW Made 09:00 - MUSICA Randy Jackson Presents 10:30 - MUSICA Only Hits 12:00 - NEWS MTV News - Attualità 12:05 - MUSICA Only Hits 13:00 - NEWS MTV News - Attualità 13:05 - TELEFILM The City 13:30 - SHOW Moving In 14:00 - NEWS MTV News - Attualità 14:05 - SHOW Made 15:00 - NEWS MTV News - Attualità 15:05 - TELEFILM My Life As Liz 16:00 - MUSICA Randy Jackson Presents 17:00 - SHOW Moving In 17:30 - SHOW Teen Cribs 18:00 - MUSICA Only Hits 19:00 - NEWS MTV News - Attualità 19:05 - CARTONI ANIMATI Death Note 19:30 - NEWS Speciale MTV News - Attualità 20:00 - TELEFILM My Life As Liz 21:00 - SHOW My Super Sweet World Class 22:00 - SHOW Plain Jane 23:00 - TELEFILM Valemont 00:00 - NEWS Speciale MTV News 00:30 - MUSICA Mtv World Stage 01:30 - MUSICA Behind the Music 02:30 - MUSICA Only Hits 05:45 - TELEGIORNALE News

RETE 06:25 - TELEVENDITA Media shopping 06:40 - TELEVENDITA Media shopping 06:55 - TELEFILM Charlie's angels 07:55 - TELEFILM Nash bridges 08:50 - TELEFILM Hunter 10:15 - TELEFILM Carabinieri 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - NEWS Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - TELEFILM Wolff un poliziotto a Berlino 12:50 - TELEFILM Distretto di polizia 13:50 - RUBRICA Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 - RUBRICA Sessione pomeridiana : il tribunale di forum 15:35 - SOAP OPERA Sentieri 16:05 - FILM Storia cinese con William Holden, Clifton Webb, France Nuyen regia di Leo Mccarey (USA) - 1962 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:30 - TELEFILM Walker texas ranger - Mentre Carlos Sandoval continua ad essere perseguitato dal serial killer responsabile della morte di numerosi agenti di polizia, Trivette riceve una telefonata da Bill Douglas, ex poliziotto, il quale sostiene di potergli fornire importanti informazioni sul conto del folle omicida. 21:10 - NEWS Quarto grado 23:30 - FILM Haunting-presenze con Liam Neeson, Catherine Zeta Jones, Owen Wilson - regia di Jan De Bont (USA) - 1999 01:25 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:50 - FILM Son tornate a fiorire le rose con Enzo Robutti, Luciano Salce, Macha Meril - regia di Vittorio Sindoni (Italia) - 1975 03:40 - TELEVENDITA Media shopping 03:55 - SHOW Peste e corna 04:02 - SHOW Come eravamo

1

ITALIA

06:00 - SITUATION COMEDY 7 vite 06:25 - REALITY SHOW L'isola dei Famosi 07:00 - RUBRICA Cartoon FLakes - per ragazzi 07:01 - CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 07:25 - CARTONI ANIMATI Pop Pixie 07:40 - CARTONI ANIMATI I Saurini e i viaggi del Meteorite Nero 07:50 - CARTONI ANIMATI Larva 07:55 - CARTONI ANIMATI Phineas and Ferb 08:25 - CARTONI ANIMATI Agente speciale Oso 08:45 - CARTONI ANIMATI Le principesse del mare 09:15 - RUBRICA TGR - Montagne - di ambiente 09:45 - RUBRICA Rai Educational - Cantieri d'Italia 10:00 - RUBRICA Tg2punto.it - di attualità 11:00 - SHOW I Fatti Vostri 13:00 - NEWS TG 2 - GIORNO 13:30 - RUBRICA TG 2 Costume e Società 13:50 - RUBRICA Eat Parade 14:00 - RUBRICA Pomeriggio sul 2 - di attualità 16:10 - TELEFILM La Signora in giallo 17:00 - TELEFILM Top secret 17:45 - NEWS TG 2 Flash L.I.S. 17:50 - NEWS Rai TG Sport 18:15 - NEWS TG 2 18:45 - TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 19:35 - REALITY SHOW L'isola dei Famosi 20:30 - NEWS TG 2 - 20.30 21:05 - TELEFILM Criminal Minds 23:25 - NEWS TG 2 23:40 - RUBRICA L'ultima parola - di attualità 01:10 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 01:20 - REALITY SHOW L'isola dei Famosi 01:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:00 - RUBRICA Appuntamento al cinema - di cinema 02:10 - FILM Schultze vuole suonare il blues con Horst Krause, Harald Warmbrunn, Ursula Schucht - regia di Michael Schorr 03:55 - RUBRICA Secondo canale 04:15 - RUBRICA Università Telematica Internazionale Uninettuno

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - RUBRICA Aspettando Unomattina 06:30 - TELEGIORNALE TG 1 06:45 - RUBRICA Unomattina - di attualità 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 07:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 07:35 - NEWS TG Parlamento 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 Eleonora Daniele FLASH conduce 10:00 - SHOW Verdetto Finale Unomattina e da 10:50 - RUBRICA Appuntamento quest’anno sarà coadiuvata da al cinema Michele Cucuzza 11:00 - TELEGIORNALE TG 1 che così torna in 11:05 - SHOW Occhio alla Spesa tv dopo 10 anni 12:00 - La prova del cuoco 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - RUBRICA TG1 Economia - di economia 14:10 - RUBRICA Aspettando Ballando con le stelle 14:40 - RUBRICA Se...a casa di Paola 16:10 - RUBRICA La vita in diretta 16:50 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 17:00 - TELEGIORNALE TG 1 17:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 - GIOCO L'Eredità 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 20:30 - GIOCO Affari Tuoi 21:10 - SHOW Speciale Sanremo 23:15 - RUBRICA TV 7 - di attualità 00:15 - RUBRICA L' Appuntamento - di cultura 00:45 - TELEGIORNALE TG 1 - NOTTE 01:15 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:20 - RUBRICA Appuntamento al cinema - di cinema 01:25 - RUBRICA Sottovoce - di attualità 01:55 - RUBRICA Rai Educational - Cantieri d'Italia - di cultura 02:25 - RUBRICA Mille e una notte - Teatro - di cultura 04:20 - RUBRICA Dreams Road 2003 04:50 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

06:00 Burlesque - Speciale 06:20 Independence Day 08:45 Oscar Nomination 2011 - Speciale 09:05 La valigia sul letto 10:55 Amelia 12:50 Sesso, bugie e... difetti di fabbrica 14:20 Conversazione con Robert De Niro 14:40 Independence Day 17:05 Planet 51 18:35 Oscar Nomination 2011 - Speciale 19:00 Nine 21:00 Sky Cine News - Grande Weekend 21:10 Forrest Gump 23:35 Amelia 02:00 Jennifer's body

03:35 Nurse Jackie - Speciale 03:45 Conversazione con Robert De Niro 04:00 Tra le nuvole 05:50 Oscar Nomination 2011 - Speciale Planet 51 Un film di Jorge Blanco, Javier Abad, Marcos Martínez. Con Justin Long, Dwayne Johnson, Seann William Scott, Jessica Biel, Gary Oldman Genere: Animazione Durata 89 min. - Spagna Gran Bretagna 2009 In un pianeta lontano dove regnano militari, igoranza sulle leggi del cosmo e anni ’50, piomba un giorno un astronauta americano. Gli abitanti del Pianeta 51, terrorizzati da film di fantascienza incentrati sulla figura dell’invasore malvagio e diffidenti dei diversi reagiscono con terrore e ostilità. Solo uno di loro, costretto ad entrare in contatto con l’ospite inatteso, lo scoprirà innocuo e anche un po’ fanfarone.


il domani  

Edizione del 25 Febbraio 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you