Issuu on Google+

Martedì 24 Febbraio 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 54

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 33 a pag. 44) CATANZARO E’ stata Daniela Faccio a dare avvio al progetto “I giovedì del Teatro: il romanzo europeo”

LAMEZIA TERME Dal 6 al 20 giugno la seconda edizione

Con Dickens e l’epoca vittoriana Oggettinstabili 2, la mostra CATANZARO — E’ stata Daniela Faccio a dare avvio al progetto “I giovedì del Teatro: il romanzo europeo”, tenendo la conferenza sul tema “Dickens e l’epoca vittoriana”, organizzata dall’Associazione Amici del Politeama insieme con il Rotary Club di Catanzaro. Come nelle attese la conferenza è stata dotta, brillante.

A PAGINA 33

LAMEZIA

La Sirena con Luca Zingaretti A PAGINA 33

LAMEZIA TERME — Dal 6 al 20 giugno

si terrà “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. L’associazione culturale 400Kc presenta per il secondo anno la mostra “Oggettinstabili\2 - Moti Urbani- Stazionimpossibili- Casus Belli”.

LAMEZIA

È tempo di cambiare A PAGINA 34

A PAGINA 34

Un omicidio, quello del ventiquattrenne Massimiliano Citriniti, su cui la polizia di Stato di Catanzaro ha fatto luce nel giro di poche ore

Scherzo finisce in tragedia, due arresti Raccolti elementi tali da consentire il fermo di due indiziati di delitto, entrambi di etnia rom CATANZARO — Uno scherzo di carnevale fatalmente finito in tragedia. Un omicidio, quello del ventiquattrenne Massimiliano Citriniti, su cui la polizia di Stato di Catanzaro ha fatto luce nel giro di poche ore, raccogliendo elementi tali da consentire il fermo di due indiziati di delitto, Gianluca Passalacqua, 23 anni, catanzarese di etnia rom, e suo cognato V. B., di 17 anni. Omicidio volontario aggravato dai futili motivi e porto ingiustificato di coltello sono le accuse che vengono contestate ai due indagati. La ricostruzione dei fatti è stata resa nota nel corso di una conferenza stampa.

A PAGINA 23

REGIONE

Maltempo ecco i fondi LAMEZIA TERME — Oltre un miliardo e quattrocento milioni di euro sarà la somma stanziata per far fronte ai danni provocati dal maltempo che ha letteralmente messo in ginocchio la Calabria. Ad annunciarlo il presidente della Regione, Agazio Loiero.

A PAGINA 29

La conferenza stampa di ieri

Imprenditori delle cinque province calabresi all’unanimità hanno eletto il successore di Giuseppe Gatto

Francesco Cava presidente dell’Ance COSENZA — Francesco Cava, im-

prenditore edile cosentino, è il nuovo Presidente dei Costruttori calabresi dell’Ance. Subentra a Giuseppe Gatto. Affollatissima la riunione del Consiglio Generale di Ance Calabria, cui hanno partecipato numerosi imprenditori delle cinque province calabresi e che, all’unanimità, ha eletto il nuovo Presidente per il prossimo quadriennio. A PAGINA 21

SOVERATO

Armi e droga un arresto

REGGIO

Truffa Sanità 200 denunce A PAGINA 19

A PAGINA 31

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Per molte squadre una domenica gelida di Maurizio Bonanno

ncora gelida la domenica delle calabresi di calcio. L’unico raggio di sole splende a Crotone, dove la squadra di Moriero prosegue la sua marcia riconquistando il suo pubblico e riportando entusiasmo a tutto un ambiente che stava vivendo la crisi societaria sotto una coltre di preoccupante depressione che aveva allontanato i tifosi dallo stadio. La metamorfosi è stata possibile grazie alle prestazioni coraggiose e convincenti dei ragazzi di Moriero che hanno riportato un entusiasmo tale da ridare vigore anche agli ambienti finanziari che ruotano intorno alla società garantendo un futuro oggi più interessante. E ciò solo grazie alle conquiste sul campo. Un bell’esempio di come una squadra forte e convinta dei propri mezzi possa riuscire nell’impresa di riportare la voglia di calcio a tutto l’ambiente risolvendo di fatto anche la crisi societaria. Un bell’esempio davvero, da evidenziare e da seguire. In questa domenica nuovamente gelida per il calcio calabrese rimane annichilita anche la Reggina, che a Catania è sembrata aver riportato indietro il calendario facendo dimenticare quanto di buono fatto nelle ultime prestazioni. Al Cibali, gli amaranto sono ritornati mollicci e privi di verve subendo la forza dei siciliani che sono così tornati alla vittoria rispedendo all’inferno gli amaranto. La matematica offre ancora chance alla formazione di Nevio Orlandi ed allora non bisogna mollare; al contrario, bisogna ritrovare subito quello spirito che ha garantito le imprese straordinarie delle passate stagioni. In casa Reggina conoscono i miracoli ed a quelli ancora bisogna aggrapparsi.

A

CONTINUA A PAGINA 49


2 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Affonda peschereccio Equipaggio tratto in salvo

La grigliata più lunga del mondo

La nave Monte Galineiro colata a picco a 250 miglia a est della costa di St. Johns in Canada

La gara al Singapore Food Festival Il vento alimenta i focolai

Il caldo aumenta Melbourne trema Cuochi intenti a cuocere quantità chilometriche di Satay, la specialità orientale a base di carne allo spiedo e salse. L’intento è battere il record del 2007

Decine le persone che hanno lasciato le loro abitazioni nel sud Australia

Il 25 febbraio la fase di «preavvio» E’ il primo impianto nucleare che l’Iran ha deciso di costruire insieme alla Russia

Mosca e Teheran unite per la centrale di Busheher A breve l’inaugurazione

Un’immagine distribuita dalla guardia costiera canadese dell’imbarcazione affondata nei pressi di Newfoundland. I ventidue membri dell’equipaggio sono stati salvati dalla nave Leonard G. Cowley in condizioni difficili dovute al freddo delle acque invernali

Zaino esplosivo distrugge la sede dei socialisti

Lo scoppio avvenuto a Madrid alle tre di notte dopo una telefonata dell’Eta al servizio Dya

Gli agenti della polizia regionale hanno localizzato qualche minuto prima la borsa avendo poi il tempo di evacuare un bar vicino e di avvertire gli abitanti con gli altoparlanti

Berlusconi in Germania si trasforma nel Re Sole

Un tecnico russo lavora all’interno della centrale che si trova a 700 Km a sud di Teheran, sulla costa del Golfo Persico. Il progetto fu avviato negli anni settanta

Lavoratori cinesi chiedono aiuto all’ambasciata

Via dalla Romania per mancanza di lavoro

Sotto e sopra il vestito quasi niente

Un cinese in un rifugio di fortuna fuori dell’ambasciata del suo Paese a Bucarest

Le sue modelle sexy fanno arrossire la settimana della moda di Madrid

Gli abiti dello stilista Sarda a Madrid

La tradizionale sfilata di carri del lunedì è il momento clou del carnevale tedesco

I suoi legali hanno accusato i servizi americani e britannici di essere stati a conoscenza del fatto che fu sottoposto a torture

Ieri le sfilate culmine del carnevale a Colonia, Mainz e soprattutto Düsseldorf, celebri per i loro carri irriverenti nei confronti dei politici, hanno reso “omaggio” anche al premier italiano Berlusconi, oltre che alla cancelliera Merkel, raffigurata senza veli

I documenti che proverebbero le torture non possono essere rivelati, per i magistrati, si metterebbe così a rischio l’intesa Usa-Gb sull’intelligence

Fuori da Guantanamo Binyam Mohamed liberato Ieri il ritorno in Inghilterra


il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 3

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LOTTO & SUPERENALOTTO

A CURA DI PASQUALE SANTILIO*

Anche Bari e Milano si candidano al successo con la cinquina 2-20-38-56-74

Una bella figura per Firenze ROMA - In questa occasione, desideriamo proporvi per ogni ruota previsioni mirate e ristrette da seguire solo per due estrazioni, vale a dire quella di martedì 24 e per giovedì 26 febbraio. Come

potete osservare dal box che ospita questi pronostici, vi proponiamo per ogni compartimento un ambo ed una cinquina. I numeri che formano l’ambo sono da giocare anche per

ambata; gli stessi si ripetono anche nella cinquina che deve essere seguita per le sorti di ambo, terno, quaterna e cinquina sulla ruota di riferimento. A vostra discrezione, potete

Le previsioni valide per le prossime 2 estrazioni Bari

2-38

2-20-38-56-74

Napoli

4-22

4-22-40-58-76

Cagliari 19-27 17-19-27-87-89

Palermo 26-27 26-27-56-57-90

Firenze 38-56 2-20-38-56-74

Roma

16-76 16-40-70-76-90

Genova 4-76

Torino

12-14 10-12-14-16-19

Milano

4-22-40-58-76

20-74 2-20-38-56-74

Venezia 16-55 16-46-55-76-85

giocare la cinquina di una ruota anche su Tutte solo per terno, quaterna e cinquina. Vi ricordiamo che l’ambo con cinque numeri paga un premio pari a circa 25 volte la cifra giocata, il terno rende 425 volte la somma puntata, la quaterna 16.000 volte e la cinquina poco meno di 6 milioni ciò che abbiamo scommesso. Ogni pronostico è stato elaborato su base statistica, poiché abbiamo raggruppato gli elementi di convergenza tra le serie più ritardate di ogni singola ruota. Il gioco va abbandonato al conseguimento della prima vincita realizzata nei tempi e con le modalità ora indicate.

I numeri su fondo grigio ed in bianco sono da giocare per ambata e ambo secco. Ogni cinquina, invece, va giocata per ambo, terno, quaterna e cinquina.

I dieci numeri più in ritardo BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE TUTTE

N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT.

64

35

22

90

25

57

69

76

80

107

105

60

50

50

47

47

47

42

40

19

72

21

89

68

8

24

27

85

33

67

59

57

52

49

48

43

39

35

34

30

37

58

5

47

51

3

21

41

66

82

60

54

49

45

41

40

39

35

34

83

42

17

16

77

44

9

21

24

35

87

68

61

48

47

42

40

39

39

37

33

25

27

36

43

80

73

59

48

78

86

82

79

66

52

50

48

46

44

41

9

1

5

47

75

42

77

21

4

78

92

66

62

52

50

45

43

42

41

41

70

44

72

27

17

26

78

57

74

56

85

63

59

55

46

46

44

39

39

38

38

57

21

76

75

26

81

15

84

78

76

67

62

53

51

49

45

43

42

37

49

22

12

65

10

33

14

59

90

4

80

53

50

48

37

37

33

33

31

30

56

76

15

65

77

82

59

19

51

7

74

73

68

60

56

56

49

44

43

40

54

84

23

41

49

57

20

59

32

35

65

62

60

57

53

53

49

40

39

38

16

53

76

5

18

4

47

51

62

37

6

6

6

5

5

4

4

4

4

3

N UM. FREQ. UM. CAGLIARI FNREQ . N UM. FIRENZE FREQ. N UM. GENOVA FREQ. N UM. MILANO FREQ. N UM. NAPOLI FREQ. UM. PALERMO FNREQ . N UM. ROMA FREQ. N UM. TORINO FREQ. N UM. VENEZIA FREQ. UM. NAZIONALE FNREQ . N UM. TUTTE FREQ.

BARI

ritardate ed altre fortemente scompensate. Per tanto, non sono molti gli spunti statistici a cui far riferi-

Il sistema è valido per il concorso odierno

46-56-72-84-70-26-36

46-56-72-84-70-26-10

46-56-72-84-70-26-77

46-56-72-84-70-26-87

46-56-72-84-70-26-53

46-56-72-84-70-26-5

46-56-72-84-70-26-16

46-56-72-84-70-26-29

46-56-72-84-70-26-76

46-56-72-84-70-26-44

Ogni combinazione è composta da sette numeri e costa euro 3,50. Sono giocate integrali anche dette matematiche.

41

Jackpot previsto di

22

44

14

8

19

33

40

17

16

16

15

14

14

14

14

58

42

47

73

15

56

81

17

43

74

19

16

16

16

15

15

15

14

14

14

14

32

40

89

9

20

33

62

1

25

16

16

16

16

15

15

15

15

14

14

68

22

64

79

14

66

73

74

4

5

18

16

16

16

15

15

15

15

14

14

54

17

16

82

8

53

65

66

7

24

18

17

16

15

15

15

15

14

14

14

13

16

80

2

20

23

51

64

19

65

21

20

18

16

16

16

15

15

14

14

62

35

40

42

61

63

88

30

39

47

16

15

15

15

15

15

15

14

14

14

20

28

34

55

63

72

84

9

18

23

18

16

16

16

16

16

15

14

14

14

79

9

14

19

30

82

51

75

26

28

17

16

16

16

16

16

15

15

14

14

8

27

73

83

84

42

9

22

32

46

17

16

16

16

16

15

14

14

14

14

25

27

17

39

76

18

33

52

15

20

20

17

16

16

16

15

15

15

14

14

88

42

74

40

20

46

22

71

82

90

123

119

118

114

113

113

111

111

111

111

50

Cadenze

Fig. R.A. R.S. F.A. F.S.

mento per l’individuazione e la selezione di buoni numeri. In questa circostanza, come potete osservare dal box in questo spazio, abbiamo deciso di proporvi un piccolo sistema composta da 10 giocate di 7 numeri ciascuna per una spesa pari a euro 3,50. Sono combinazioni matematiche dove la sestina composta da 46-56-72-84-70-26 funge da base. Gli altri numeri ruotano nell’ambito del sistema e, come è facile immaginare, alla sortita di almeno tre numeri fissi potremo assicurarci vincite multiple. Per non parlare di esiti straordinari se dovessimo avere la fortuna di centrare quattro o tutte e cinque le fisse da noi previste. Buona fortuna a tutti voi.

IN SESTINA

40

78

17

1 2 0 0 0 0 1 2 0

1 2 3 4 5 6 7 8 9

11 10 9 9 11 8 9 11 9

17 14 9 21 18 14 19 16 10

2300 2269 2311 2344 2261 2305 2350 2324 2308

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 9 serie figurali, nella sestina.

Decine

54

2

N UM. RIT.

0 1 2 3 4 5 6 7 8

0 2 1 0 0 0 2 2 2

8 13 9 14 11 11 8 11 13

17 19 18 18 14 16 15 11 10

2322 2261 2160 2231 2250 2254 2358 2404 2532

I ritardi attuali e storici, così come le frequenze, di un numero di ciascuna delle 10 decine, nella sestina.

36

77

53 42 57 37

10

5

59

22

66

64

62

45

44

42

40

36

83 66 87 79

76

3

90

85

48

47

34

21.400.000,00 €

I dieci numeri più frequenti IN SESTINA

N UM. FREQ.

88

81

Cad. R.A. R.S. F.A. F.S. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 0

0 1 1 0 2 0 2 1 0 0

12 13 11 13 9 12 10 10 12 12

16 12 16 18 19 7 10 16 10 14

2145 2094 2104 2055 2083 2082 2025 2078 2039 2067

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 10 cadenze, nella sestina.

Dec. R.A. R.S. F.A. F.S.

I dieci numeri più in ritardo

Così l’ultimo concorso: 39

50

20

Figure

Le coppie 46-56, 72-84 e 70-26 sono le più ritardate

6

61

Dieci giocate integrali dal costo di euro 3,50 ciascuna

L’unione delle sincrone come base del sistema ROMA - Gli ultimi concorsi hanno determinato lo sfaldamento di alcune tra le formazioni tradizionali più

NAZIONALE 34 31 83 48 61

* Direttore responsabile di SuperLotto

I dieci numeri più frequenti

59

SUPERENALOTTO

ESTRAZIONE N. 23 DEL 21/2/2009 BARI 39 24 65 61 21 CAGLIARI 12 69 56 34 65 FIRENZE 40 44 14 72 19 GENOVA 72 43 48 81 29 MILANO 41 55 32 23 26 NAPOLI 6 33 49 29 90 PALERMO 50 64 34 58 1 ROMA 54 27 24 46 45 TORINO 39 71 77 28 30 VENEZIA 2 48 75 54 83

276 265 263 263 260 260 256 256 256 255

Super

Lotto in edicola lunedì e venerdì


4 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Lo assicura il premier, Sarkozy a Roma

Da sx il presidente Sarkozy con il premier Berlusconi

Si riaprono i cantieri Via alla Torino-Lione ROMA - La Torino-Lione si farà. Alla vigilia del summit italo-francese che oggi vedrà a Roma il presidente francese Nicolas Sarkozy, lo assicura il premier Silvio Berlusconi in un’intervista a ’Le Figaro’. «Poche settimane fa il mio governo ha confermato il commissario Mario Virano alla presidenza dell’Osservatorio tecnico sulla Torino-Lione - afferma Berlusconi -. Intendiamo accelerare il lavoro per completare il Corridoio 5. L’Alta Velocità era nel nostro programma elettorale, c’è pieno accordo nel governo, quindi la Torino-Lione si farà». «Noi attribuiamo un’importanza strategica allo sviluppo delle infrastrutture - prosegue il presidente del Consiglio -. Abbiamo riaperto tanti cantieri chiusi dal precedente governo, tenuto sotto ricatto dal fanatismo ambientalista, e mi fa piacere che anche a livello europeo stia prevalendo un’idea nata con la presidenza italiana della Ue nel 2003, cioè l’emissione di eurobond per fi-

nanziare le grandi infrastrutture continentali, idea che ha avuto la sua traduzione politica nelle conclusioni della presidenza francese». Pronta la sottolineatura dell’opposizione con l’on. Giorgio Merlo (Pd) della Commissione Trasporti della Camera. «Che il Governo si impegni a fondo per la realizzazione della Torino-Lione è sicuramente un fatto positivo e da incoraggiare. Ma credo sia altrettanto opportuno e necessario ricordare al presidente del consiglio che la Torino-Lione rientra tra le opere sostenute, caldeggiate e proposte sin dall’inizio dall’Ulivo prima e dal Pd successivamente. Al punto di dare vita, qualche anno fa, ad un Osservatorio che potesse sbloccare l’impasse creato da una grave rottura del dialogo con gli amministratori locali della Val Susa. Insomma, nessuno può rivendicare il monopolio esclusivo dell’opera necessaria per il futuro di Torino, del Piemonte e dell’intero nord ovest».

Inflazione all’1,6%, l’Istat ufficializza il dato di gennaio

Prezziindiscesa Ma quelli della tavola continuanoasalire A guidare i ribassi sono i carburanti che in un anno hanno perso il 16% ROMA - Il prezzo della benzina scende e, con i listini dei carburanti, frena anche l’inflazione. Il mese scorso i prezzi sono aumentati dell’1,6% rispetto a gennaio 2008, in netto rallentamento rispetto al +2,2% di dicembre. E il principale imputato del calo è proprio il comparto energetico, lo stesso responsabile delle impennate che, in estate, portarono invece l’inflazione sopra il 4%. Con i dati definitivi di gennaio, l’Istat ha così confermato la tendenza al ribasso già iniziata a fine 2008. I prezzi hanno però registrato questa volta una vera e propria battuta d’arresto, soprattutto se si considerano i saldi di fine stagione. L’indice di inflazione armonizzato Ue, quello cioè che tiene conto anche degli sconti, è infatti sceso addirittura al +1,4% - il minimo storico - dal +2,4% di dicembre. Ed anche per la spesa di tutti i giorni l’inflazione è scesa all’1,4%. Il motivo del rallentamento sta proprio nel costo dell’energia. I beni energetici hanno segnato un calo del 2,5% a livello mensile e del 5,4% su base annua (dal -1,3% di dicembre). In particolare, il

Il costo del pieno UN ANNO FA Benzina

70 66

Gasolio

A METÀ LUGLIO (massimo)

78 78 OGGI

58 52 Spesa approssimativa per 50 litri di carburante

prezzo di carburanti e lubrificanti è diminuito del 16% rispetto a gennaio 2008, con un -18,1% per la benzina e un -17,6% per il gasolio. Nel confronto con dicembre il prezzo della verde è sceso dell’1,9% e quello del diesel del 5,7%. Anche ieri, il prezzo del petrolio a cavallo dei 40 dollari (100 in meno

ANSA-CENTIMETRI

della scorsa estate, un calo che secondo il ministro algerino dell’energia, Chakib Khelil, potrebbe spingere l’Opec a tagliare ancora la produzione) ha spinto la benzina a 1,15 euro e il gasolio a 1,03. Lo scarto rispetto a un anno fa, quando la verde costava attorno a 1,41 euro e il diesel 1,33, è di 24 centesimi in meno al litro nel pri-

mo caso e di 30 centesimi nel secondo. Tradotto in un pieno il risparmio è dunque di 14 euro per il gasolio e di 12 euro per la benzina. Guardando anche al fronte alimentare, particolarmente caldo nel 2008, l’inflazione continua a marciare anche se, evidenzia l’Istat, con «un’attenuazione del

Accordo bilaterale con la Francia, il Paese che più di ogni altro ha portato avanti in questi anni una politica energetica fondata sull’atomo

L’Italia a grandi passi verso il nucleare

Intesa Enel-Edf per l’elaborazione di progetti comuni Oggi l’annuncio ROMA - L’Italia comincia a mettere concretamente le basi per il ritorno al nucleare, affiancandosi al paese che più di tutti, in Europa, ha fondato sull’atomo la propria politica energetica: la Francia. In occasione del vertice bilaterale Roma-Parigi in calendario oggi il premier Silvio Berlusconi e il presidente Nicolas Sarkozy, sigleranno un accordo quadro di cooperazione sul nucleare, mentre parallelamente Enel ed Edf annunceranno un’intesa per la costituzione di una joint venture paritetica. Obiettivo dell’accordo tra i due gruppi elettrici, lo studio e l’elaborazione di progetti nel campo del nucleare civile. In attesa, quindi, del varo delle leggi che consentano di passare dalle parole ai fatti nella realizzazione delle centrali, il dossier nucleare italiano comincia a prendere forma e i soggetti industriali destinati a giocare il ruolo di protagonisti si mettono in pista. Sotto l’ala della politica. Oggi l’amministratore delegato dell’Enel, Fulvio Conti, reduce dalla ’battaglia’ con Acciona in

Partenza in rialzo e poi giù in picchiata

Borse europee tutte in calo I mercati hanno paura MILANO - Dopo il brutto scivolone di venerdì, in molti si aspettavano almeno un rimbalzo nella prima seduta della settimana delle Borse europee e invece è arrivata un’altra giornata negativa. Nonostante una partenza in rialzo, i listini continentali nel pomeriggio hanno improvvisamente accusato una forte corrente di vendite legata anche all’avvio chiaramente pessimistico di Wall Street, malgrado la buona intonazione di Citi, dopo i timori sulla nazionalizzazione, e di Bank of America. Ma il colpo definitivo è giunto con il peggioramento del giudizio di Moody’s sul debito di Fiat e di Renault, giunto a mercati ancora aperti: le Borse di Stoccolma e Amsterdam hanno chiuso in perdita di oltre due punti, livello sfiorato da Francoforte. Debole Zurigo, mentre gli altri principali listini continentali hanno contenuto le perdite di poco al di sotto del punto percentuale. Con rating portati anche al livello di ’junk’, cioè spazzatura/speculativi, sono stati i titoli dell’auto a trascinare al ribasso le contrattazioni in tutta Europa: Renault è scivolata a un prezzo finale in calo del 10,81% rispetto a venerdì, Porsche ha perso il 10%, Pirelli il 7,91%, Daimler il 5,74%, Fiat il 5,59% e Bmw il 5,44%. Di seguito la chiusura degli indici dei titoli guida delle principali Borse europee: - Londra -0,99% - Parigi -0,82% - Francoforte -1,95% - Madrid -0,83% - Milano -0,90% - Amsterdam -2,25% - Stoccolma -2,67% - Zurigo -1,11% Spagna per Endesa, e il Presidente di Edf, Pierre Gadonneix, apporranno la loro firma a un’intesa che, di fatto, apre la strada a una futura collaborazione tra i due gruppi in Italia. Edf porta, per così dire, in dote la tecnologia Epr (European Pressu-

rized Reactor), che in Francia sta già mettendo radici a Flamanville, in Normandia. Un progetto, quest’ultimo, che coinvolge direttamente anche l’Enel. Grazie all’accordo siglato il 30 novembre 2007, infatti, la società guidata da Conti ha preso una quota del

12,5% di questo impianto da 1.600 Mw in via di realizzazione, che dovrebbe avviare la produzione nel 2012. Enel, inoltre, detiene un’opzione per entrare con una quota analoga anche in altri cinque impianti da realizzare in futuro in tandem con

i partner francese. L’Enel formalizzerà anche l’ingresso (sempre con una quota del 12,5%) nell’Epr che verrà costruito a Penly, sempre in Normandia. Con il bilaterale di oggi, quindi, la partita del nucleare, centrale per il governo in carica, avrà un note-

In occasione del vertice bilaterale Roma-Parigi in calendario oggi sarà siglato un accordo quadro di cooperazione sul nucleare

vole impulso. «L’accordo - spiega il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola - riguarda tutti gli aspetti, dalla collaborazione in sede europea ai temi della sicurezza, dalla cooperazione tecnologica alla formazione dei tecnici, dallo smantellamento degli impianti alla collaborazione industriale in Paesi terzi». Un «accordo politico» - aggiungono fonti dell’Eliseo - che copre tutta la filiera nucleare. E che, da una parte, aprirà ai grandi players francesi il mercato italiano dell’energia atomica, dall’altra permetterà di esportare congiuntamente tecnologia nucleare verso paesi terzi. Edf ed Enel, nella loro veste di ’campioni nazionali’ avranno il ruolo di primo piano. Ma in un secondo momento è prevedibile che si faranno avanti anche altri soggetti. A cominciare da Edison, di cui Edf è il socio di riferimento. Dunque riparte a pieno titolo anche nel nostro Paese la corsa al nucleare con le immancabili polemiche che non tarderannno a sollevarsi.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 5

Primo piano

Il ministro Sacconi insiste, la Cgil nicchia I consumatori calcolano rincari “Con la settimana corta per circa 500 euro più lavoro per tutti” a famiglia Con i dati definitivi di gennaio l’Istat ha confermato la tendenza al ribasso nel costo della vita già iniziata a fine 2008 Le associazioni dei consumatori denunciano tuttavia ancora tensioni nei prezzi dei prodotti alimentari Il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani

ritmo di crescita». Il prezzo del pane è diminuito dello 0,1% rispetto a dicembre, con un aumento del 2,7% rispetto al 2008 (era +3,4% a dicembre). Un lieve calo congiunturale (-0,1%) si registra anche per la pasta, che è invece aumentata del 25,4% rispetto a gennaio 2008 (contro il +28,3% di dicembre). Nonostante la dece-

lerazione, i prezzi degli alimentari continuano però ad allarmare i consumatori, secondo i quali, se si continua così, ogni famiglia italiana spenderà nel 2009 circa 500 euro in più. In controtendenza rispetto alla frenata complessiva, infine, i prezzi della tv: il canone Rai è aumentato dell’1,4% mentre per l’abbona-

mento delle pay-tv l’incremento è stato del 14,1%, complice la decisione inserita nel decreto anti-crisi di portate l’Iva su Sky dal 10% al 20%. Soddisfatto della frenata complessiva il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, che sottolinea come il calo dell’inflazione non dipenda dalla contrazione dei

consumi. Le vendite infatti tengono e a dimostrarlo, afferma, è l’aumento del fatturato della grande distribuzione. Il sottosegretario Adolfo Urso coglie invece l’occasione per tornare a chiedere alla Bce di tagliare i tassi «per incentivare la ripresa». Tornando agli alimentari, l’aumento dei prezzi (+3,8% a gennaio) preoccupa il Codacons, secondo il quale l’impatto sulle famiglie italiane sarà quest’anno di 500 euro circa. L’incremento, afferma l’associazione in una nota, «dovrebbe mettere in allarme il Governo. Se, infatti, questo dato si mantenesse costante per tutto il 2009 si determinerebbe un ulteriore aumento della spesa alimentare delle famiglie italiane di 180 euro, che sommati ai 300 euro già determinati dagli effetti che gli aumenti del 2008 avranno sul 2009, porteranno le famiglie italiane ad avere complessivamente una spesa alimentare nel 2009 di 480-500 euro in più rispetto al 2008’. Si tratta, prosegue l’associazione, di «una cifra insostenibile per i 22,5 milioni di italiani che sono a rischio povertà, più di un terzo della popolazione».

ROMA - Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, per fronteggiare la crisi economica rilancia l’idea della settimana corta: «Noi fino ad ora abbiamo fatto due accordi, con le Regioni e con le parti sociali, allo scopo di proteggere il reddito delle persone. È venuta fuori una manovra straordinaria, ben 8 miliardi, circa 16mila miliardi delle vecchie lire, da impiegare nel biennio 2009-2010: adesso - ha sottolineato Sacconi - partirà una gestione decentrata nel territorio in modo che non si deresponsabilizzino le imprese ma si valuti per caso l’eventuale necessità di collocare le persone fuori dal lavoro, ma dobbiamo mantenere il collegamento, il legame con il mondo produttivo. Per questo è importante la settimana corta, come la cassa integrazione a rotazione, oppure i contratti di solidarietà. Per fare in modo che il maggior numero possibile di persone resti attivo». «In tutti i paesi - spiega Sacconi intervistato da Rtl 102.5 - ci sono fasce più vulnerabili. Io penso in primo luogo a quei 40/50enni, con famiglia a carico, magari con anziani autosufficienti, con mutuo da pagare, insomma monoreddito, ai quali dobbiamo provvedere integrando

reddito e competenze. E poi, via via gli altri, a partire da più giovani: dobbiamo soprattutto indicare loro percorsi lavorativi più utili di quelli scelti nel passato». «È doveroso, come ha fatto il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi, - aggiunge il ministro - esprimere preoccupazione per un crisi che sta passando dai mercati finanziari alle persone: dobbiamo prima di tutto pensare di garantire il minimo vitale e se possibile un’attività formativa che rafforzi le competenze dei lavoratori in modo che il tempo di non lavoro sia comunque utile». Pronta la risposta della Cgil. Secondo il segretario generale Epifani per introdurre la settimana corta sono necessari strumenti nuovi, in particolare per le piccole e medie imprese. «Non bisogna parlare, ma fare, ha detto Epifani. Il sindacato è d’accordo con soluzioni che tengano le persone dentro il posto di lavoro. Non è vero che per fare la settimana corta ci sono tutti gli strumenti. In particolare, per le piccole imprese ci vogliono strumenti nuovi, altrimenti non si può fare. Ma anche per le grandi imprese ci vuole qualche incentivo, bisogna completare il disegno legislativo, ma non basta dire».

Allarme di Trichet mentre l’Ue apre anche all’ipotesi nazionalizzazione

Il presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet, ha certificato la diagnosi di un possibile “credit-crunch”

ROMA - Eurolandia comincia a stretta al credito. Ieri il banchiere rio». mostrare «i primi segni di una fles- francese si è spinto oltre: è sempre Le autorità di Eurolandia (e non sione del credito», che se dovesse- più chiaro - ha detto - che «le ten- solo), insomma, ora devono comro consolidarsi potrebbero precipi- sioni del sistema finanziario si stan- battere non solo la crisi finanziatare il sistema banno ripercuotendo ria, ma l’intera spirale negativa creIl sistema cario, già in «grave sull’economia rea- atasi fra questa e la recessione. tensione», in una le. Questo ha mes- Non basterà tagliare i tassi, che la finanziario spirale negativa. so in moto un circo- Bce potrebbe ridurre di mezzo Il presidente della ha perso 325mila lo vizioso fra il siste- punto all’1,5% a marzo: l’allerta Banca centrale euposti di lavoro ma finanziario e lanciata ieri dalla Bce potrebbe ropea, Jean-Claude l’economia reale: il spianare la strada a quelle misure Trichet, ieri ha certificato la dia- sistema finanziario ostacola la ri- ulteriori chiamate «allentamento nato. rio. Ecco dunque la «linea di difegnosi di un possibile ’credit-crun- presa dell’economia, e allo stesso quantitativo», come l’acquisto di Non solo: secondo Trichet la situa- sa» dell’Eurotower: disciplinare in ch’ a tutti gli effetti in Europa, una tempo la recessione mette ancor obbligazioni sul mercato, sul quale zione rivela sempre più le debolez- maniera più stringente l’attività di situazione cioè in cui le banche più pressione sul sistema finanzia- finora Trichet finora ha sempre fre- ze strutturali del sistema finanzia- hedge fund, agenzie di rating, derichiudono i rubinetti del credito, aggravando la recessione, che a sua volta mette a rischio l’attività banMoody’s ha tagliato il rating sul debito, incentivi per i manager caria. Parlando a Parigi, Trichet ha spiegato che «i flussi netti del credito nella zona euro sono rimasti positivi durante gran parte del periodo di turbolenze finanziarie». Ma «nelle ultime settimane abbiamo sul debito è negativo. Il tempo necessario per l’abbandono della cateL’ad visto i primi segni di una flessione rating di Fiat entra così goria ’junk’ ed il ritorno a livello di ’investdi Fiat dei flussi creditizi». Una situazione Marchionne nel territorio dei ’junk’ ment grade’ necessiterà più tempo, anche sengià emersa a fine gennaio, quando Declassata bond, ovvero titoli ’spaz- za prendere in considerazione scenari economila Bce, nel suo comunicato sull’agzatura’. ci ancora più negativi. Fiat per gregato monetario M3, aveva notaNelle previsioni di Moo- La bocciatura, che penalizza il titolo già debole debiti to la frenata della crescita del credidy’s, la situazione del in Borsa, arriva nello stsso giorno in cui il a lungo to al settore privato al 5,8% a dimercato rimarrà difficile consiglio di amministrazione di Fiat ha varato termine cembre, tasso più basso dal 2004, con un significativo calo un nuovo piano di incentivazione dei manager. causata dal primo calo mensile in ROMA - Moody’s ha tagliato il rating sul debi- dei volumi attesi e con limitate prospettive per Lo si apprende da una nota secondo la quale almeno un decennio (-0,4%), dei to a lungo termine di Fiat da Baa3 a Ba1 e una ripresa decisa nel 2010. Per questo motivo, l’amministratore delegato Sergio Marchionne flussi netti di credito verso le famiquello sul debito a breve da Prime-3 a ’Not l’agenzia stima che la redditività operativa e la potrà ricevere diritti che gli consentiranno di glie e aziende. Al consiglio direttiPrimee’. È quanto si legge in una nota dell’agen- generazione di cassa rimarranno molto deboli ottenere fino a 2 milioni di azioni Fiat, su un vo d’inizio febbraio, Trichet aveva zia di rating, in cui si sottolinea che l’outlook nel medio termine e, come conseguenza, che il totale di 8 milioni disponibili per l’operazione. di conseguenza evidenziato una

vati, mettendo un freno alle gratifiche offerte dalle banche ai loro dipendenti, troppo sbilanciate verso i risultati di breve termine. «La crisi è una chiamata, forte e chiara, a una maggiore regolamentazione e controllo su tutte le istituzioni di rilevanza ’sistemica’», ha detto Trichet, che è tornato a rivendicare alla Bce un ruolo di supervisione bancaria europea. Più di 325mila posti di lavoro persi nel settore finanziario in tutto il mondo dall’agosto 2007 ed il fenomeno continua, secondo i dati resi noti ieri a Ginevra dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo). Circa il 40% delle soppressioni segnalate dall’agosto 2007, pari a 130mila, sono state annunciate tra l’ottobre 2008 ed il 12 febbraio 2009, precisa l’Ilo. Intanto, l’opzione della nazionalizzazione di una banca in crisi non è un’ipotesi, a determinate condizioni, da scartare completamente a priori. Questa una delle indicazioni che, secondo indiscrezioni, sarebbe contenuta in un documento sugli asset tossici che la Commissione europea potrebbe esaminare domani. Il documento preparato dai tecnici di Bruxelles è dedicato alle procedure che dovrebbero essere seguite in caso di intervento in favore di banche messe in gravi difficoltà dai titoli tossici detenuti in portafoglio.

Le banche non prestano soldi

Fiat tra i titoli a rischio “spazzatura”


6 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Domani i docenti precari in piazza con travestimenti simbolici

Trattati da “fantasmi” ma pronti alla protesta Chiedono il ritiro dei tagli e l’attuazione del piano assunzioni del precedente governo

Anche i precari sul piede di guerra

ROMA - «Centoquaranta mila lavoratori della scuola dal prossimo anno rimarranno senza lavoro a causa dei tagli indiscriminati fortemente voluti dai ministri Gelmini, Tremonti e da Berlusconi». Lo sottolinea la rete nazionale dei precari della scuola che annuncia sit-in e manifestazioni per il 25 febbraio. I prof precari scenderanno in piazza, vestiti da fantasmi, a simboleggiare la loro condizione: senza di loro la scuola non tirerebbe avanti ma di loro si parla poco, dicono. Tra le proteste programmate, una è prevista a Napoli alle 17,30 in piazza del Plebiscito. A Palermo corteo alle 16,30 e assemblea aperta alla città alle

La rete nazionale: “Nel 2010 a rischio 140mila contratti Subito assunzioni”

18,00. I precari chiedono «il ritiro dei tagli, il completamento del piano triennale di 150mila assunzioni previsto dal governo Prodi e la completa copertura dei posti vacanti e disponibili».

Il referendum per bocciare il contratto non sottoscritto conferma la linea Epifani Il sindacato invita allo sciopero tutto il mondo dell’istruzione, università compresa

La Cgil riparte dalla scuola A votare “no” il 39% del settore: il malumore sembra reale

Ma sul successo del 18 marzo peserà la posizione delle altre sigle

ROMA - La bocciatura di massa del nuovo contratto, espressa dal 95% dei lavoratori attraverso un referendum durato oltre un mese, ha convinto la Flc-Cgil che la misura è colma e i tempi per indire un altro sciopero generale sono maturi: la mobilitazione, ha confermato ieri il sindacato di via Leopoldo Serra, si svolgerà il prossimo 18 marzo e abbraccerà tutto il comparto della conoscenza, università compresa. L’iniziativa della Flc-Cgil non si limiterà tuttavia a rimarcare il disaccordo sul rinnovo di contratto di categoria, ma si muoverà anche contro l’accordo quadro del 22 gennaio sul modello contrattuale (relativo a tutti i contratti pubblici) e la forte politica dei tagli avviata dal governo sull’intero settore della conoscenza. Un motivo, quest’ultimo, sicuramente condiviso da tutte le organizzazioni sindacali, ma che probabilmente non risparmierà al sindacato di Pantaleo di arrivare alla contestazione di metà marzo in estrema solitudine: Cisl scuola, Uil scuola, Snals e Gilda, del resto, il contratto sulla scuola l’hanno firmato (premiando la logica del “meno peggio” per i lavoratori). Anche per quanto riguarda gli altri sindacati, a iniziare da quelli di base, ci sono forti perplessità sulla loro adesione alla protesta: Cub e Cobas hanno già annunciato una propria manifestazione nazionale per il mese di aprile. E l’Unicobas, l’unico sindacato sinora a scioperare nell’anno nuovo (il 13 febbraio) e a non lasciare sola la Flc-Cgil nella mobilitazione-flop del 13 dicembre scorso (meno del 10% di adesioni), non è detto che stavolta aderisca. Certo, i numeri presentati dalla Flc-Cgil fanno pensare a un malessere reale insito in una categoria che nell’ultimo biennio ha avuto dal governo aumenti appena sopra il tasso d’inflazione: nemmeno 80 euro lordi in media per i docenti e poco più di 50 per gli Ata. Cifre davvero modeste. E che secondo 351mila lavoratori (il 95% dei 376.926 che hanno partecipato al referendum, pari al 39% dei dipendenti della scuola) giustificherebbero ampiamente l’abbandono del tavolo di contrattazione, al-

ciente a recuperare il potere d’acquisto dei salari, a dare risposte al problema dei precari», a giustificare gli «scarsi investimenti» per tutto il settore istruzione: inferiore, superiore ed universitario. Mercoledì 18 marzo si fermerà, non a caso, anche il mondo accademico, anch’esso al centro di tagli ed economie di cassa: tagli, definiti «indiscriminati», su cui ha puntato l’indice ieri anche il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano. In questo caso lo stato di disagio dei lavoratori è così evidente che non servirà nemmeno attendere l’esito del sondaggio di settore sull’intesa contrattuale raggiunta lo scorso 16 gennaio. Anche in questo caso la Flc-Cgil ha deciso di puntare i piedi e non firmare. Decisione sinora ampiamente avallata dai lavoratori, in base a un sondaggio Internet. Ora però quel malcontento, chiede, la FlcCgil dovrà esprimersi sottoforma di sciopero. Il precedente di dicembre non fa ben sperare. Ma c’è quasi un mese per convincere i lavoratori.

Aule vuote. Questo l’obiettivo della Cgil il 18 marzo, giorno in cui è fissato lo sciopero per scuola e università

l’Aran, deciso dalla Flc-Cgil lo scorso dicembre (anche se lo “strappo” aveva origine nei ben noti dissidi estivi Epifani-Bonanni sulla gestione della ex Alitalia).

A detta della Cgil il dissenso espresso dai lavoratori per il rinnovo contrattuale avrebbe un peso specifico che va oltre gli schieramenti: al referendum, promosso da oltre 4mi-

la assemblee e svolto grazie all’allestimento di 6mila seggi, avrebbero infatti preso parte quasi 250mila dipendenti in più, tra docenti ed Ata, rispetto agli effettivi iscritti al-

la Flc. Ora è evidente, di fronte a questi «numeri straordinari», ha commentato il leader Mimmo Pantaleo, che quell’accordo è considerato dai lavoratori «del tutto insuffi-

Il presidente della Repubblica da Perugia riscuote il plauso di professori e studenti

La mannaia sugli atenei non piace a Napolitano Il ministro Gelmini: “Le sue preoccupazioni sono anche le nostre Puniamo solo gli sprechi”

Napolitano, ieri al settecentenario dell’Università degli studi di Perugia, ha criticato i “tagli indiscriminati”. Pronte le reazioni del ministro competente Gelmini

ROMA - Conoscenza e ricerca sono «leva fondamentale per la crescita economica e sociale», rappresentano una carta vincente nella sfida dei mercati globali. Ma in Italia si tarda a trarre le dovute conseguenze. Così si è espresso il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, parlando ieri all’Università degli studi di Perugia, in occasione del settecentenario dell’ateno. Ed è andato oltre, criticando una politica di tagli che rischia di colpire in modo indiscriminato tutte le università. «Non ci si può abbandonare a generalizzazioni negative e liquidatorie che mettano a rischio il futuro

bilitazione studentesca nazionale venerdì», ha detto il coordinatore Roberto Iovino. Ma reazioni sono venute anche dal ministro all’istruzione Mariastella Gelmini: «Le preoccupazioni di Napolitano sono le stesse del governo. In questa fase di difficoltà economica bisogna tutelare al massimo le realtà di eccellenza, eliminare sprechi e spese non necessarie accumulate negli anni a causa di gestioni universitarie poco efficaci. Il governo ha deciso di destinare più fondi alle università migliori, di creare 4mila posti da ricercatore e di frenare il moltiplicarsi di corsi e sedi distaccate».

della ricerca e dell’università», ha detto. Posizioni che hanno riscosso il plauso del mondo docente e studentesco. Il presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui), Enrico Decleva, ha ringraziato Napolitano per aver toccato a

Perugia «il tema del finanziamento, centrale per la sopravvivenza della massima istituzione formativa del nostro Paese». L’Unione degli Studenti (Uds) si associa a sua volta alle parole di Napolitano: «Per questo abbiamo indetto una giornata di mo-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 7

Attualità

Rischia il processo per il delitto di Garlasco

Presunta vittima la bimba dei datori di lavoro

VIGEVANO (PAVIA) - Oggi prima udienza al Tribunale di Vigevano per l’assassinio di Chiara Poggi, massacrata il 13 agosto 2007 nella sua villetta di Garlasco. Unico imputato il suo fidanzato Alberto Stasi, accusato di omicidio aggravato dalle «sevizie» e dalla «crudeltà», anche se manca un movente chiaro e l’arma del delitto non è mai stata trovata. Alberto si dichiara innocente. Oggi dovrebbe essere presente in aula per sapere se sarà rinviato a giudizio davanti alla Corte d’assise di Pavia o processato con rito abbreviato.

BARI - È sposato, padre e nonno. Con i suoi 55 anni e un curriculum impeccabile era conteso come domestico da alcune famiglie baresi. Lavorava sia in città sia nelle case al mare. Fino a ieri mattina, quando la polizia lo ha arrestato con l’accusa di aver abusato sessualmente di un’adolescente di undici anni, figlia di una coppia per la quale l’uomo lavorava come domestico ’ad ore’. L’arrestato è Chinni Thippadu Vele, cittadino delle isole Mauritius e da molti anni residente a Bari, ora ai domiciliari.

Il giorno della verità per Alberto Stasi

Era un domestico d’oro Ora l’accusano di abusi

L’unico indagato per il giallo di Garlasco

L’uomo è sempre stato apprezzato sul lavoro

Un giovane di Catanzaro aveva spruzzato spuma di carnevale su due ragazzi La coppia, pare di nomadi, ha reagito, e nella rissa è spuntata fuori l’arma

Accoltellato a morte dopo uno scherzo Lo studente è morto domenica tra la folla ma l’omertà ha ostacolato le indagini CATANZARO - Uno scherzo di carnevale terminato con la morte. L’assassinio di domenica sera a Catanzaro di Massimiliano Citriniti, di 24 anni, studente iscritto alla facoltà di ingegneria dell’Università della Calabria, è un dramma cui nessuno, al momento, sa darsi una spiegazione. Citriniti è stato assassinato nel sottopassaggio di un centro commerciale nel rione Fortuna, sulla strada per il mare, davanti a decine di persone. Una coltellata al cuore, una soltanto, e la sua vita si è spenta in pochi minuti. Ad uccidere Citriniti sarebbero stati due nomadi, Gianluca Passalacqua, di 23 anni, e V.B., di 17. I due sono stati fermati dalla

A ucciderlo sarebbe stato un minorenne di 17 anni

Era da tempo morosa, adesso ha gravi ustioni

Si dà fuoco con l’alcol per fermare lo sfratto

ROMA - Si può essere poveri, ma, senza casa, vivere non si può, soprattutto a 65 anni. Questo deve aver pensato la donna che ieri mattina si è data fuoco davanti all’ufficiale giudiziario che stava eseguendo lo sfratto dell’appartamento di Olevano Romano (Roma). Vive sola, Anna (il nome è di fantasia), perché non si è mai sposata. Una vita passata a fare mercatini, pochi abiti usati sulla bancarella sperando che non piova e la gente compri. Pochi soldi, nessuna pensione, un affitto da pagare per quell’appartamento pieno di stracci ancora tutti da vendere. Era morosa da molti mesi, troppi per Squadra mobile. L’accusa nei loro confronti è omicidio volontario, aggravato dai futili motivi. Un’accusa

Ricoverata con gravi ustioni la donna che ieri a Roma si è data fuoco per evitare di perdere la casa

il padrone di casa, che le ha dato lo sfratto. Sapeva che sarebbe stato ieri, così aveva comprato bottiglie di alcol. Arrivato l’ufficiale, pri-

che rende perfettamente quanto è accaduto nel centro commerciale del rione Fortuna: cosa può esserci

ma si è barricata minacciando il suicidio, poi, vedendo che non se ne andava, si è data fuoco. L’appartamento è andato distrutto. Lei è grave.

di più futile, infatti, per arrivare ad uccidere un giovane di 24 anni, che un banale scherzo di Carnevale? I

fatti sono stati ricostruiti nel giro di poche ore dagli investigatori della Squadra mobile di Catanzaro, che

hanno dovuto fare i conti con l’omertà delle decine di persone che hanno assistito all’omicidio ma che non hanno voluto fornire agli investigatori alcuna collaborazione. L’errore di Massimiliano Citriniti è stato di spruzzare il contenuto di una bomboletta spray del tipo usato per gli scherzi di Carnevale addosso a V.B, che non conosceva neppure. Un gesto banale. V.B. ha reagito allo spruzzo della schiuma con uno schiaffo contro Citriniti. Ne è seguita una rissa e un corpo a corpo dove il minore ha estratto di tasca un coltello e ha colpito lo studente universitario. Il giovane è spirato mezz’ora dopo il ricovero.


8 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Cadavere nella valigia: la romena si accusa del delitto dell’amministratore. “L’ho fatto da sola”

IlraccontochocdiGeorghita “Volevabaciarmiel’houcciso” ROMA - La procura di Roma ha chiesto ieri la convalida dei fermi di Georgeta Nikita, 30 anni, e del marito Andrei Gabriel Nikita, 35 anni, accusati di concorso nell’omicidio di Giovanni Santini, 63 anni, l’amministratore del condominio dove viveva la coppia, trovato morto rinchiuso in una valigia all’interno dell’ appartamento dove abitavano i romeni nel quartiere Aurelio. E’ stata la donna a confessare l’omicidio, mentre resta da appurare la partecipazione del marito. «L'ho ammazzato, poi mi sono messa a bere vino e a fumare una sigaretta. Mi sono tolta i vestiti sporchi di sangue e mi sono fatta una doccia. E alla fine ho chiamato mio marito. "Vieni, torna a casa. Ho ucciso un uomo...». Davanti al pm Antonella Nespola, Gheorghita Nikita non lesina i particolari. La confessione dell'omicidio di Giovanni Santini è puntuale, piena di orribili dettagli. Ma ancora tutta da verificare. «Sì, sono stata io, e io sola, a ucciderlo venerdì pomeriggio — aggiunge la romena, che a Boccea tutti chiamano "Gina" — è entrato nel mio appartamento e mi ha chiesto i soldi del condominio. Ma poi mi ha detto "Se non ce li hai, se non puoi pagare gli arretrati, allora dammi qualcosa in cambio. Per cominciare potresti baciarmi". Non ci ho visto più, ho perso la testa: ho afferrato il mattarello e l'ho colpito cinque volte ». La difesa di «Gina», 31 anni, madre di tre bambine e incinta del quarto figlio, ruota attorno alle presunte avances subite dalla vittima, l'amministratore del condominio di via Urbano II, assassinato e poi chiuso in una valigia. All'inizio solo verbali, ma poi, secondo il racconto della donna, seguite anche da un tentativo di approccio fisico. Intanto la polizia ha trovato il mattarello, lavato ma ancora con tracce di sangue che sarebbero state rilevate dalla Scientifica, gli abiti della donna e la giacca di Santini chiusi in un sacco, nascosti nell' appartamento al pianterreno del palazzo e pronti per essere gettati. Quando Santini è stato ucciso, «Gina» era sola in casa. «Sempre venerdì ho comprato un trolley, ma il cadavere non c'entrava, ci stava solo la testa — continua la romena — così sabato mattina sono andata con mio marito a comprarne un altro, con la zip, e questa volta c'entrava tutto, ma senza giacca. L'abbiamo sistemato in uno sgabuzzino. Prima però Gabriel ha dovuto scardinare la porta per farci stare la valigia. Cosa volevamo farne del corpo? Gettarlo nel Tevere». La versione della cameriera è

Da chiarire la posizione del marito Il delitto dopo le avance Polizia nel quartiere Aurelio, davanti al condomonio dove è stato trovato il cadavere Indagini degli inquirenti sul luogo del delitto La donna romena fermata ha confessato

ora al vaglio degli investigatori della Squadra mobile, che stanno cercando di ricostruire i rapporti fra la coppia di stranieri e l'amministratore ucciso, anche attraverso l'esame delle ricevute dei pagamenti, per stabilire quante mensilità dovessero effettivamente «Gina» e Gabriel. Gheorghita ha confermato l'estraneità del marito all' omicidio. «Dopo che l'ho chiama-

to, lui è tornato a casa con i mezzi pubblici dal cantiere dove lavora, ha acquistato la vernice e si è messo a dipingere le pareti sporche di sangue». Un piano diabolico, fallito sabato pomeriggio quando i familiari di Santini si sono recati in via Urbano II e, insospettiti dal forte odore di vernice provenire dall'appartamento dei romeni, hanno avvisato la polizia. Le inda-

gini, comunque, non sembrano concluse. Si sta cercando di appurare se la coppia possa aver contato, o chiesto, sulla collaborazione di altre persone. «Avances? Ma quali avances. Non è possibile» spiegano sconvolti gli amici e i conoscenti dell'amministratore. Gli interrogatori di garanzia si terranno tra oggi e domani, mentre ieri il magistrato ha disposto l’au-

topsia su Santini. L’accertamento, affidato al medico legale Nicola Silvestri, si è tenuto ieri pomeriggio ed è ritenuto fondamentale per chiarire soprattutto le responsabilità dell’uomo. Intanto ieri pomeriggio a Roma, con un passaparola spontaneo tra i cittadini del quartiere Aurelio di Roma, rilanciato anche da alcuni gruppi di discussione apparsi su un social

network, si è svolta una fiaccolata. Proprio sul luogo del macabro delitto. «Appoggiamo di tutto cuore questa manifestazione spontanea di solidarietà - dichiara il presidente del Municipio 18 Daniele Giannini - Questa riunione sarà anche un occasione per ribadire la ferma opposizione a questa ondata di violenza che sta interessando i quartieri della città».

Deceduta dopo il parto Indagini in corso

Vani gli sforzi degli uomini del 118

Un operaio romeno e uno slavo investiti ieri in provincia di Roma e di Rimini

Due vittime di ubriachi al volante ROMA - Due casi di ubriachi e sballati alla guida che uccidono, entrambi avvenuti ieri in provincia di Roma e di Rimini. Si è messo alla guida della sua auto dopo una serata passata bevendo un bicchiere di troppo, fumando qualche spinello o sniffando cocaina. Pochi chilometri al volante e improvvisamente un rumore sordo: aveva appena investito e ucciso un operaio romeno di 31 anni, mentre camminava sul ciglio della strada provinciale che dalla Tiberina conduce a Capena, vicino a Roma. Ora un giovane romano di 24 anni, risultato positivo sia all’alcoltest sia ai test per accertare l’uso di sostanze stupefacenti e poi denunciato dai carabinieri, dovrà rispondere di omicidio colposo e

guida in stato di ebbrezza alcolica nonchè sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Secondo il racconto fatto dallo stesso conducente, alla guida di una Citroen C2, ai carabinieri di Capena il giovane, un operaio di Castelnuovo di Porto, andava verso il centro abitato di Capena quando ha sentito un rumore. Non si è accorto, però, dell’urto e ha proseguito verso casa. Una volta arrivato a destinazione ha notato l’ammaccatura sull’auto e si è reso conto di aver colpito qualcosa, magari un cane, o di aver impatatto con l’auto in un sasso. Ma assalito dal dubbio è andato dai carabinieri per raccontare quanto era avvenuto. Con i militari dell’Arma è ritornato sul punto dell’incidente e a margine della

strada, tra la vegetazione bassa, è stato trovato il corpo del cittadino romeno, residente a Roma e operaio in una ditta di Capena, sposato e in Italia da parecchio tempo. L’altro incidente a Coriano (Rimini). Uno slavo di 59 anni, che percorreva in bici la consolare per San Marino, è stato travolto e ucciso da un’auto condotta da un romagnolo di 40 anni che, all’etilometro, è risultato ben oltre il limite di alcol nel sangue. Secondo gli accertamenti della Polstrada, il ciclista pedalava verso San Marino quando è stato investito da una Fiat Punto condotta dal romagnolo P.L. L’impatto, violento, ha sbalzato di sella lo slavo scaraventandolo molti metri più in là: è morto sul colpo.

Era stata violentata il 14 febbraio da un giovane operaio ubriaco

Accuse di peculato e concorso in corruzione per ex procuratore capo

PAVIA - È morta nella serata di domenica, to ricoverata in prognosi riservata al San all’ospedale di Belgioioso (Pavia), la donna Matteo di Pavia. Le urla della donna aggredi 83 anni di Albuzzano (Pavia) che nella dita avevano richiamato la nipote della vittinotte tra il 14 e il 15 febbrama: «Ho sentito mia zia che io scorso era stata aggredita La donna, di 83 anni, urlava, sono entrata subito e violentata da un romeno era cieca. in casa e ho visto quell’uodi 26 anni. mo sopra di lei sul letto», aveA dare l’allarme Questo l’epilogo dell’ennesiva raccontato la nipote della era stata la nipote mo atto di violenza sessuale donna che aveva subito allerdi cui era stata vittima l’anziana, cieca, che tato i carabinieri che avevano provveduto era stata sorpresa dall’uomo, completamen- all’arresto dello stupratore, che lavorava cote ubriaco, all’interno della propria abitazio- me muratore in un’impresa edile della zone. La donna era stata in un primo momen- na.

ROMA - Concorso in corruzione in atti giu- fendersi anche dall’accusa di peculato. diziari. È l’accusa che ipotizzano i magistra- I due magistrati di Potenza, competenti terti della procura di Potenza Cristina Correa- ritorialmente sui reati commessi dai collele e Ferdinando Esposito nelghi pugliesi, avrebbero scol’inchiesta sull’ex procurato- Anche l’ex perto che l’ex procuratore efre capo di Taranto Aldo Pe- coordinatore fettuava telefonate private trucci e sull’ex coordinatore dell’ufficio Gip dagli apparecchi di servizio. dell’ufficio Gip Giuseppe è incentrata sui coinvolto nell’inchiesta L’indagine Tommasino. Nel caso è coinrapporti tra i due giudici puvolto anche l’avvocato Leonardo Conserva, gliesi, che dalle loro postazioni, sostengono ex sindaco di Martina Franca. i pm di Potenza, si sarebbero scambiati favoPetrucci, che ora è capo della procura del ri. L’attività d’indagine è stata delegata ai Tribunale dei minorenni a Lecce, deve di- carabinieri.

E’ morta domenica l’anziana stuprata Uso privato di un telefono di servizio

LECCO - Una donna di 33 anni di Valmadrera (Lecco) è morta domenica all’ospedale di Lecco, dopo aver dato alla luce in condizioni clinicamente molto delicate, due giorni prima, la sua seconda figlia. La piccola ora è ricoverata in condizioni gravi, in terapia intensiva neonatale, e sull’accaduto è stato avviato un preliminare d’inchiesta. Secondo quanto si è appreso, la donna era arrivata in ospedale martedì scorso, a due settimane dal termine previsto, per problemi di pressione. Durante il parto naturale è poi avvenuta la rottura dell’utero, come spiega la direzione sanitaria dell’ospedale, e si è proceduto con un cesareo mentre era stato messo in atto un protocollo di emergenza. Ma la situazione è precipitata fino al decesso della puerpera che oltre alla neonata, lascia marito e un’altra figlia di quattro anni. La direzione sanitaria dell’ospedale di Lecco, ha fornito la propria ricostruzione ufficiale dell’accaduto. «La direzione sanitaria ha proceduto a esaminare la documentazione clinica al fine di ricostruire il susseguirsi degli eventi dal momento del ricovero. A partire da una complessità inusuale di un travaglio e di un parto che si preannunciava, all’inizio, naturale, sono insorte complicanze locali e generali di drammatica gravità che hanno richiesto trasfusioni, interventi chirurgici, manovre rianimatorie che non hanno, purtroppo, sortito l’effetto voluto per ulteriori complicanze di natura ematologiche».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 9

Cronache in breve Profumi per 25mila euro rubati in negozio a Firenze FIRENZE - Profumi e cosmetici per un valore di circa 25.000 euro sono il bottino di un furto messo a segno in una profumeria di Firenze. L’allarme è scattato verso le 5, quando una guardia giurata si è accorta che la saracinesca di un negozio di via del Pollaiolo, nella zona dei viali, era stata divelta e la porta d’ingresso forzata. Sul furto indagano i carabinieri.

Debutto londinese per la collezione di moda dell’attrice inglese e della sorella L’originale marchio “Twenty8Twelve” viene già distribuito in tutto il mondo

Prestazioni hard Torna in libertà ROMA - Torna in libertà G.C., il gestore di 61 anni di un locale ’a luci rosse’ di via Veneto, a Roma, arrestato domenica per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Disposto per lui l’obbligo di firma bisettimanale. Secondo l’accusa, in un salottino del locale, la sexy star di turno, dopo la table dance, si concedeva a prestazioni sessuali con il cliente previo pagamento del prezzo pattuito direttamente alla cassa del night.

Ancora rinviata udienza a carico di don Gelmini TERNI - Ancora un rinvio per l’udienza davanti al gup di Terni relativa all’incidente probatorio disposto per acquisire le testimonianze degli accusatori di don Pierino Gelmini, imputato di violenza sessuale nei confronti di una decina di ex ospiti della Comunità Incontro, nell’ambito dell’udienza preliminare a suo carico (che coinvolge anche due suoi collaboratori del sacerdote e la madre di uno dei giovani per il reato di favoreggiamento).

Si ribalta autocisterna di ossigeno liquido CASTELFIORENTINO - Un’autocisterna si è ribaltata sulla strada regionale 429 nel comune di Castelfiorentino sversando il carico, ossigeno liquido. La strada è stata chiusa al traffico ed è in corso l’opera di bonifica trattandosi di sostanza pericolosa. Gravi disagi alla viabilità in tutta la Valdelsa.

Bimba giù dal 4˚ piano per ammirare la neve GINEVRA - Una bimba di 4 anni precipitata da una finestra al quarto piano, se l’è cavata con una costola rotta, diversi ematomi e una ferita alla mascella, nel canton Argovia, in Svizzera. La bambina è salita su un termosifone, ha aperto la finestra per ammirare la neve ed è precipitata sul marciapiede dopo un salto di 8,5 metri.

NEW YORK - Maremma superstar per il New York Times: il prestigioso quotidiano statunitense ha infatti inserito la costa del sud della Toscana all’undicesimo posto tra i 44 luoghi al mondo da visitare nel 2009. Nella lista appare solo Roma fra le altre mete italiane. «È per noi motivo di soddisfazione - ha commentato il direttore dell’Apt Maremma, Fabrizio Niccolai un bel viatico per una stagione che sarà comunque ricca di tante altre cose. La Maremma - continua Niccolai - sarà protagonista di tante proposte di turismo attivo, a cominciare dal Festival Camminare 2009. Poi le iniziative legate al cicloturismo e la grande suggestione degli Etruschi, che vede la Maremma capofila di un progetto interregionale che punta alla valorizzazione di un grande patrimonio che resta ancora sconosciuto ai più».

In valigia 44 serpenti arrestato a Sidney SYDNEY - Un australiano di 24 anni è stato fermato dalla dogana nell’aeroporto di Sydney in partenza per Bangkok con 44 rettili nel bagaglio. Fra gli animali un rarissimo pitone albino. Accusato di tentata esportazione di specie native senza permesso, rischia di 10 anni di carcere e una multa pari a 55 mila euro. È stato rilasciato su cauzione e rinviato a giudizio. I rettili scoperti durante lo scanning ai raggi X valgono dagli 80 ai 100 mila euro.

Un milione dallo Stato ma non creano lavoro FUCECCHIO (FI) - Avrebbero dovuto creare almeno 50 nuovi posti di lavoro, con il milione di euro ottenuto a fondo perduto dallo Stato. Invece, da quella che doveva essere la nuova sede dell’impresa a Fucecchio, non risultava neanche un watt di consumo di energia elettrica. La frode è stata accertata dalla guardia di finanza del comando provinciale di Firenze, che ha denunciato i cinque responsabili.

Per il New York Times la Maremma è superstar

Al via centrale elettrica a Montalto di Castro L’attrice inglese si dà anche alla moda assieme alla sorella stilista

La nuova sfida di Sienna Miller LONDRA - L’attrice britannica Sienna Miller e sua sorella Savannah, stilista, hanno presentato una collezione vivace per il debutto della loro linea d’abbigliamento, Twenty8Twelve, sulla passerella della Settimana della Moda di Londra. Le due sorelle hanno fatto sfilare modelle che indossavano minigonne, denim, gilet e giacconi da motociclista, dando alla collezione un tocco di stile anni 80. «Penso sia andata benissimo», ha detto Sienna, che ha recitato in film come “Alfie” e “Layer

Cake”. «Siamo davvero orgogliose di quello che abbiamo fatto, credo che i vestiti siano bellissimi e che le nostre ragazze siano state grandi». Tra gli ospiti si respirava un clima d’attesa prima dell’evento, a cui hanno assistito tra gli altri la modella americana Lydia Hearst, la stilista dei capelli Nicki Clarke e la presentatrice televisiva Alexa Chung. Il marchio Twenty8Twelve, il cui nome è ispirato al compleanno di Sienna, il 28 di dicembre, è stato lanciato nel 2007 e oggi è distribuito in tutto il mondo.

MONTALTO DI CASTRO - Produrrà oltre 40 mila Mwh l’anno, coprirà il fabbisogno energetico di 15 mila famiglie consentendo una riduzione di circa 22 mila tonnellate di Co2 l’anno. Sono questi i principali numeri dell’impianto fotovoltaico Enel, la cui costruzione inizia domani mattina in località Quartaccio a Montalto di Castro (Viterbo). La struttura sarà la più grande d’Italia e una delle più grandi d’Europa. L’ impianto sorgerà nei pressi di quella che avrebbe dovuto essere la centrale nucleare, la cui costruzione venne bloccata con un referendum popolare dopo l’incidente di Chernobyl e per il quale Enel aveva speso 20 mila miliardi di vecchie lire.

Ignoti danno alle fiamme Se lo scherzo fa male Test per malattie rare Trovato pesce luna cassonetto dei rifiuti arriva la task force Primi fondi dall’Ue da una tonnellata FIRENZE - Un cassonetto per i rifiuti di carta è stato distrutto nella zona dell’Isolotto, a Firenze. È accaduto in via dei Bassi. L’allarme è scattato verso le 15.45, di domenica quando le fiamme avevano già avvolto il contenitore. Si è trattato anche questa volta di un incendio doloso. Oltre ai vigili del fuoco, che hanno domato le fiamme, è intervenuta la polizia per i primi rilievi.

ROMA - Per la prima volta la Commissione Ue darà incentivi economici alle industrie farmaceutiche per test clinici sui farmaci per le malattie rare. Lo ha detto Jordi Llinares Garcia, amministratore scientifico dell’Agenzia Europea del Farmaco (Emea). «In Europa - ha spiegato Garcia - sono dieci anni che si fa ricerca sui farmaci orfani, dal ’99 a oggi sono in studio circa 900 farmaci e ne sono stati immessi sul mercato 50». L’arrivo di fondi da parte europea porterà nuovo impulso alla ricerca.

Intossicati dal fumo in bed and breakfast FIRENZE - Fiamme nella stanza di un bed & breakfast nel centro di Firenze, in via del Proconsolo, all’alba di ieri. L’incendio si è sviluppato nella stanza occupata da un ventisettenne etiope che lavora per i titolari del b&b. L’uomo è stato messo in salvo dai vigili del fuoco, e poi trasportato in ospedale perchè presentava sintomi di un’intossicazione. Soccorsi dai pompieri anche gli ospiti della struttura, tra le quali due donne, un’ italiana e una giapponese, a loro volta portate in ospedale per una lieve intossicazione da fumo.

Carri di Carnevale

NAPOLI - Task force, oggi a Napoli, contro lanci di uova e scherzi di carnevale delle baby gang: centinaia di volontari della protezione civile saranno, infatti, in strada impegnati nel controllo del territorio a Napoli e nei comuni della provincia. Previsto, ad Afragola, perfino un idrante per scoraggiare atti di teppismo. Il tutto per evitare che un giorno di festa si trasformi in una giornata in cui si deve aver paura di uscire di casa.

CAORLE (VENEZIA) - Un esemplare di Pesce Luna lungo un metro e mezzo e del peso di circa una tonnellata è stato trovato morto ieri sulla spiaggia di Caorle (Venezia). Il pesce luna è una specie che può raggiungere anche i tre metri e un peso di quasi due tonnellate, ma un esemplare come quello trovato spiaggiato a Caorle è comunque raro. L’animale appariva pressoché integro nella struttura, con sul dorso piccole ferite, la cui natura non è chiara. Presente nelle acque tropicali, il Pesce Luna è piuttosto raro nel Mediterraneo.

Dal chirurgo plastico Rapinatore porta via 20mila under 18 10mila euro di Viagra CATANZARO - “Ventimila under 18 ricorrono alla chirurgia estetica”, secondo l’ex presidente della Commissione bicamerale per l’infanzia Maria Burani. “È pericoloso - aggiunge - non solo per i rischi connessi alla salute ma anche per l’affermazione di un concetto che assegna alla fisicità tutto ciò che riguarda l’essenza di una persona, dimenticando i valori che concorrono a formare la seduzione”.

FIRENZE - È entrato in farmacia forzando la grata di una finestra e ha rubato medicinali per 10 mila euro, soprattutto Viagra e il farmaco alternativo alla pillola blu, il Cialis. Il furto è stato compiuto a Pratolino, nel comune di Vaglia (Firenze). Dalla dinamica del furto, i carabinieri ipotizzano che il ladro sia basso e longilineo. Con un piede di porco ha forzato le sbarre della finestra.


10 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Polemiche per l’accordo del comune con il colosso delle bibite Sessanta distributori automatici contro due milioni 100mila euro

Se Venezia è invasa dalla Coca-Cola Cacciari: “Un metodo già adottato altre volte” VENEZIA - La Coca-Cola non si compra Venezia, ma servono comunque soldi al comune lagunare. Dura la vita degli amministratori delle città d’arte, che alla continua ricerca di denaro se ne inventano di tutte. Alla polemica sollevata dal quotidiano La Stampa, che ha diffuso la notizia di un prossimo accordo tra il comune lagunare e il colosso dei soft drinks (2 milioni e 100 mila euro in cinque anni per piazzare circa 60 distributori automatici di lattine e snack) arriva una replica del sindaco Massimo Cacciari: «Sono stupefatto - ha spiegato in una nota - delle polemiche che si stanno scatenando sul progetto di partnership tra il Comune di Venezia e una delle più grandi e prestigiose marche del mondo, la Coca Cola. Tale partnership - ha proseguito il sindaco di Venezia - segue perfettamente il metodo già adottato per altre e altrettanto prestigiose collaborazioni, come con Lancia per il restauro di Palazzo Ducale, con Swatch per la Biblioteca Marciana, con Replay per Cà Rezzonico, con Bulgari per la Scala d’Oro, e inoltre con Fassa Bortolo, Msc Crociere, Banca Intesa. È una strategia finanziaria oggi indispensabile per la salvaguardia del nostro patrimonio monumentale-artistico ed è esattamente in linea con quanto auspicato dal Ministero dei Beni culturali». Secondo Cac-

Cacciari si dichiara stupefatto per le polemiche intorno all’accordo. “Segue lo stesso metodo adottato per altre prestigiose collaborazioni”

ciari, l’idea che la tutela e la salvaguardia di Venezia «possano essere garantite soltanto da gratuito mecenatismo è semplicemente irrealistica o dettata da pura malafede» e il Comune quindi «intende proseguire con decisione sulla strada così proficuamente intrapresa in questi anni». Non solo per «gli evidenti benefici economici», ma perchè il sindaco-filosofo ritiene

che la collaborazione tra pubblico e privato costituisca «l’asse di qualsiasi strategia amministrativa, in tutti i campi, nel prossimo futuro». «Le “anime belle” che protestano contro una simile strategia, che è adottata ormai in tutti i luoghi e tutte le città del mondo - conclude Cacciari - dovrebbero perlomeno avere il buon gusto di indicare

qualche alternativa o, meglio ancora, provvedere di tasca propria agli inderogabili bisogni della loro città». «Nessuna deturpazione della città». È netta anche la reazione di Maurizio Calligaro, capo di gabinetto del sindaco Massimo Cacciari, di fronte alla polemica suscitata dall’accordo in via di definizione. «È un accordo di marketing territoriale come fanno tante altre città del mondo», spiega Calligaro assicurando che la Coca-Cola non “sporcherà”«affatto l’immagine di Venezia coprendola di scritte pubblicitarie, dato che le macchinette non avranno il brand della famosa bevanda e non occuperanno il suolo pubblico: «Se non in un caso e cioè vicino ai bagni dei Giardinetti reali - sottolinea con sarcasmo il capo di gabinetto del sindaco, respingendo con fermezza l’accusa di aver “venduto” Venezia alla Coca-Cola -. Una quindicina di distributori andranno sui principali imbarcaderi dei vaporetti - spiega gli altri all’interno del garage comunale e nella Ztl della terraferma. Dov’è l’invasione?». Nei prossimi cinque anni i soldi che finiranno nelle casse comunali, costantemente alle prese con la mancanza di fondi per la tutela del patrimonio artistico della città, non saranno solo gli oltre 2 milioni di euro - precisa Calligaro - ma anche le royalties sulle vendite.

Manifesto spettacolo contro il sito napoletano applaudito da oltre mille persone Proteste per la riapertura del sito napoletano (sx) e un momento dell’esibizione di Beppe Grillo

Domenica sera a Chiaiano il comico ligure

Grillo show per la discarica “E’ troppo vicina alle case”

NAPOLI - «Ho visto cose impressionanti, bersaglieri che presidiano bottiglie di plastica e cingolati che puntano i gabbiani». Con ironia Beppe Grillo ha criticato l’apertura della discarica di Chiaiano, a Napoli, prima di salire sul palco del presidio per la manifestazione-show di domenica sera contro la discarica. «Mi hanno fatto vedere - ha aggiunto Grillo quanto la discarica è vicina alle case, è una porcata così come lo è la militarizzazione dei siti dei rifiuti». Grillo ha attraversato la folla dei circa mille cittadini di Chiaiano: «So che qui a Chiaiano - ha detto - in questi mesi è nato un esempio di democrazia dal basso, le persone hanno fatto rete. Da qui si dovrebbe partire per un’esperienza di liste civiche perchè un giorno i comuni non decidano più cose assurde come questa».

L’inverno più inclemente della storia registrato già nel 1709

Strade e fiumi ghiacciati nel 1709 bloccarono i rifornimenti di cibo a Parigi per oltre tre mesi

Niente di nuovo sul fronte del freddo ROMA - Il 6 gennaio del 1709 la gente, in tutta Europa, si svegliò scoprendo che la temperatura era precipitata sotto lo zero. Tre settimane di gelo, poi un breve rialzo e poi di nuovo, dalla Scandinavia, al nord, all’Italia, al sud, e dalla Russia, a est, alle coste atlantiche della Francia, tutto diventò ghiaccio. In Inghilterra l’inverno del 1709 fu chiamato il grande gelo e in Francia entrò nella leggenda come “il grande inverno”. Tre mesi di freddo inusitato che portarono a un anno di carestie e rivolte per il cibo. La storia di quell’inverno incredibile viene tracciata dalla rivista ’New Scientist’ sulla base dei rapporti di William Derham, uno dei più meticolosi osservatori meteorologici dell’epoca. Era rettore dell’universita di Upminster, poche miglia a nord-est di Londra e, dal 1697, era uso annotare i dati del termometro e quelli del barometro tre volte al giorno. La notte del 5 gennaio misurò una temperatura di -12 gradi. A Parigi andò ancora peggio: -15 gradi. Andò avanti così per 11 giorni. Poi una breve tregua verso la fine del mese, ma il gelo tornò e rimase fino a metà marzo. Più tardi, quell’anno, Derham scrisse un resoconto dettagliato di quell’evento e delle sue conse-

Dall’Inghilterra alla Francia all’Italia la colonnina precipitò oltre lo zero guenze per la Royal Society: «il pesce gelato nei fiumi, le pernici che cadevano nei campi e vi morivano, come pure a milioni morivano i piccoli uccelli stanziali». In Francia le cronache riportano di gente che si svegliò col berretto da notte gelato in testa, di pane che doveva essere tagliato con

l’accetta, di un freddo che fece tremare anche nobili e reali a Versailles. La Duchessa di Orleans scriveva alla cugina in Germania: «Sono seduta vicino a un fuoco crepitante, con una stola di pelliccia al collo e i piedi in un sacco di pelliccia d’orso, e ancora tremo dal freddo tanto che a malapena riesco a tenere la penna in mano». Ma ai poveri, come di solito accade, andò peggio. Da tutta la nazione arrivavano notizie di gente morta per il freddo. Strade e fiumi ghiacciati rendeva-

no impossibile trasportare le derrate alimentari. Parigi dovette aspettare tre mesi per cibo fre-

sco. Dovunque seccarono olivi e alberi da frutto. Morirono animali nelle stalle. Molti si salvarono

Allo studio le tecniche di intercettazione delle conversazioni su Internet, per prevenire azioni criminali

Ue, controlliamo le chiamate su Skype

Telefonare con Internet

BRUXELLES - Eurojust, l’organismo dell’Ue per la lotta alla criminalità, studierà le tecniche per controllare le conversazioni telefoniche quando viene usato il sistema su internet (co-

me ad esempio Skype) per facilitare così le in Italia - rileva Eurojust - sta usando sempre intercettazioni nelle indagini giudiziarie. La de- più la telefonia su internet per evitare di essere cisione è stata presa su richiesta della Direzio- intercettati dagli investigatori. Infatti, si spiega, ne nazionale antimafia di Roma. Nei giorni il sistema di crittografia usato da Skype resta scorsi era stato il ministro dell’Interno, Roberto un segreto che la compagnia rifiuta di condiviMaroni, a sollecitare l’intervendere con le autorità. «La possito delle istituzioni europee per Finora il sistema bilità di intercettare le comuniaffrontare il problema dell’im- di crittografia cazioni telefoniche via internet possibilità di intercettare que- è custodito - ha sottolineato Carmen Mansto tipo di comunicazioni. fredda di Eurojust - sarà uno dalle compagnie L’obiettivo del coordinamento strumento essenziale nella lotta è quello di superare gli ostacoli tecnici e giudi- contro il crimine internazionale. Il nostro obietziari che si frappongono all’intercettazione dei tivo - ha aggiunto - non è quello di limitare i sistemi telefonici su internet, «tenendo nella vantaggi della telefonia su internet, ma di prevedovuta considerazione le regole di protezione nire i criminali dall’uso di Skype e altri sistemi dei dati e i diritti civili». Il crimine organizzato, per pianificare le loro azioni illegali».

solo perchè le autorità, preoccupate da possibili sollevazioni, obbligarono i ricchi a distribuire brodo di gallina. In Italia, a Venezia la gente si spostò fino a primavera camminando sui canali ghiacciati. Jurg Luterbacher, climatologo dell’Università di Berna, ha fatto nel 2004 una ricostruzione mese per mese del clima in Europa dal 1500 basandosi su fonti storiche. L’inverno tra il 1708 e 1709, conferma, fu il più freddo. Perchè è difficile da spiegare. L’Europa, a partire dall’anno 1690 attraversò un periodo di turbolenze climatiche con anche estati fredde e con picchi opposti, come nel 1707 quando la gente moriva letteralmente di caldo. Vi furono nel 1707 e 1708 spettacolari eruzioni del Fuji, del Santorini e del Vesuvio con molte polveri rilasciate nell’atmosfera. Ma non basta a spiegare quell’inverno del 1709 quando «qualcosa di veramente inusuale sembra sia successo», come dice Dennis Wheeler dell’Università di Sunderland. Fu forse, per l’esperto britannico, una concatenazione di eventi come i venti freddi dalla Siberia che abbassano le temperature, uniti a tempeste. Questo tanto per dire, che a trecento anni di distanza, questo nostro inverno rigido «non è nulla di nuovo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 11

Spettacoli

Meglio del 2008 Ma i telespettatori non vedono lo show

Mamma Muni festeggia Rubina nella sua bidonville

Splendido Joker Riconoscimento postumo a Ledger

NEW YORK - Non è bastato avere come conduttore l’attore «più sexy del 2008», «Wolverine» Hugh Jackman, nè l’attesa per la statuetta postuma a Heath Ledger, anche quest’anno la cerimonia degli Oscar ha registrato ascolti molto lontani dai record degli anni passati. Jackman dal canto suo ce l’ha messa tutta addirittura cantando insieme a Beyoncé i brani dei musical più famosi del cinema per rendere più divertente una cerimonia che ha lasciato tuttavia pochissime sorprese tra i premiati, i cui nomi circolavano da giorni. Tutte confermate infatti, tranne l’Oscar mancato per Mikey Rourke, le previsioni della vigilia. Gli Oscar restano dunque molto lontani dai record di ascolti della televisione americana.

MUMBAI - La madre di uno dei baby-attori di ’The Millionaire’ ha festeggiato gli otto Oscar al film nella sua casa in una bidonville indiana. ’Sono così felice che mia figlia abbia vinto questo premio e di aver potuto vederla sul palcoscenico con così tante star’ ha detto Muni Qureshi, madre di Rubina Ali, 8 anni. Ali, insieme con altri baby-attori del film, era a Los Angeles per la cerimonia della premiazione ed è apparsa sul palco dopo l’annuncio del premio per il miglior film. Balli, canti, e festeggiamenti. Il trionfo di «Slumdog Millionaire», l’originale favola in stile Bollywood ha provocato scene di giubilo e grandi festeggiamenti negli slum della periferia di Mumbai dove vivono i due giovanissimi protagonisti del film.

ROMA - Heathcliff Andrew Ledger detto Heath ha appena ricevuto ’idealmente’ la prestigiosa statuetta per miglior attore non protagonista per la sua interpretazione di Joker nel Cavaliere oscuro. L’attore è morto improvvisamente a soli 28 anni a New York. Il 6 febbraio 2008 la polizia ha rilasciato la seguente dichiarazione in merito al sua scomparsa: «Mr. Heath Ledger è morto per una intossicazione acuta provocata dagli effetti combinati di alcuni psicofarmaci». Insomma una morte che sembra avvenuta per avvelenamento accidentale causato dagli effetti combinati dei sonniferi e degli ansiolitici che l’attore stava prendendo dietro normale prescrizione medica.

Migliore attrice Kate Winslet. La gioia infinita dopo 5 tentativi andati a vuoto Per la categoria maschile vince Sean Penn: il coraggio di una pellicola sui gay

Otto statuette per “The Millionaire” Trionfa l’India nella notte degli Oscar Cristiano Del Riccio LOS ANGELES - È diventata ancora più bella la fiaba a lieto fine di ’The Millionaire’. Il film anglo-indiano che nessuno voleva ha trionfato agli Oscar, conquistando 8 statuette, compresa quella per il miglior film in una serata piena di emozioni. Ha commosso la gioia infinita di Kate Winslet che dopo 5 sconfitte è riuscita finalmente al sesto tentativo a conquistare l’Oscar per la miglior attrice battendo la leggendaria Meryl Streep. «Ancora non ci posso credere», ha detto la protagonista di ’A Voce Alta’. Ha commosso l’entusiasmo di Penelope Cruz diventata la prima spagnola a vincere un Oscar, come non protagonista, per il film di Woody Allen ’Vicky Cristina Barcelona’. «Dedico la mia vittoria a tutti gli attori spagnoli», ha detto. Ha creato emozione anche la vittoria del defunto attore australiano Heath Ledger per la sua straordinaria interpretazione del Joker, il nemico mortale di Barman, nel film ’Il Cavaliere Oscuro’. La statuetta è stata ritirata dalla madre e dalla sorella di Ledger, morto un anno fa per una overdose accidentale di medicinali. «Terremo l’Oscar in custodia per la piccola Matilda», hanno spiegato i familiari per la figlia del-

Tre premi al film di Pitt

Il riconoscimento alla “non protagonista” va a Penelope Cruz

Ma “Il curioso caso” è solo record d’incassi

Quattro statuette in fila: Kate Winslet, Sean Penn, Penelope Cruz e Danny Boyle premiato come regista di “The Millionaire”

l’attore e della ex-compagna Michelle Williams. E la seconda volta nella storia degli Oscar che un attore riceve un premio postumo: il primo era stato Peter Finch. Anche il solitamente freddo Sean Penn, premiato come miglior attore, ha mostrato insoliti segni di emozione scusandosi con l’amico

fraterno Mickey Rourke, suo grande rivale quest’anno all’Oscar, per avergli portato via la statuetta. «È un attore dal talento infinito», ha detto Penn parlando del ritorno al cinema, dopo una lunga parentesi pugilistica, dell’imprevedibile Rourke, tornato alla ribalta col personaggio di un lottatore alla

disperata ricerca di una seconda chance. Ma le emozioni più forti sono sicuramente quelle provate dai bimbi indiani protagonisti di ’The Millionairè portati sulla pedana rossa di Hollywood e poi saliti sul palco per partecipare al trionfo della pellicola. Per loro la vita è diventata veramente una fia-

Per la spagnola Cruz: «E’ una delle persone più speciali che abbia mai incontrato»

Donna Sofia calca per la quinta volta il “red carpet” Lady Loren è di casa nella tana delle celebrità Usa E’ stata defenita «una leggenda del cinema» LOS ANGELES - Era una delle sorprese degli Oscar: il grande ritorno di Sofia Loren sulla ribalta più prestigiosa di Hollywood. Il maestro delle cerimonie della pedana rossa l’ha definita «una leggenda del cinema». La ragione della presenza di Sofia Loren agli Oscar la si è capita durante la cerimonia quando, al momento di annunciare la vincitrice della statuetta per la migliore attrice protagonista, sono salite sul palco 4 ex-vincitrici del prestigioso premio per tracciare ognuna un profilo delle cinque candidate. L’at-

Era una delle sorprese Il grande ritorno sulla ribalta prestigiosa di Hollywood

trice italiana ha vinto l’Oscar nel 1960 con ’La Ciociara’ ed ha ricevuto inoltre un’altra statuetta alla carriera nel 1991. Due anni dopo era stata la Loren a consegnare a

Federico Fellini l’Oscar alla carriera. E nel 1998 era stata la Loren ad aprire la busta per il miglior film straniero annunciando il trionfo di Benigni e di ’La Vita

è bella’. L’omaggio a Sofia Loren è proseguito nel backstage dove Penelope Cruz, dopo avere vinto a sua volta l’Oscar (come attrice non protagonista per il film di Woody Allen ’Vicky Cristina Barcelona’) ha descritto con parole commosse il suo rapporto con l’attrice italiana consolidato durante le riprese (appena concluse) del musical ’Nine’. «Sofia nel film è incredibile - ha detto Penelope Cruz - È una delle persone più speciali che ho mai incontrato e siamo diventate delle grandi amiche».

ba. Tra i grandi sconfitti della serata c’è stato il film ’Il curioso caso di Benjamin Button’, con Brad Pitt, che aveva ricevuto ben 13 candidature (altro servizio in pagina ndr), ma ha vinto solo 3 statuette, tutte in categorie minori: scenografie, trucco ed effetti visivi. Trionfale è stata invece la serata di ’The Millionaire’ con 8 vittorie. Solo sette film nella storia degli Oscar hanno raggiunto questo risultato o un bottino ancora più pingue. Otre a vincere la statuetta per il miglior film, ’The Millionaire’ ha vinto anche i premi per la sceneggiatura non originale, per la fotografia, per il mixing sonoro, per il montaggio, per la miglior colonna sonora e la miglior canzone (regalando al compositore A.H. Rahman due statuette) e, ciliegina sulla torta, l’Oscar per il miglior regista, regalando una grande serata al direttore britannico Danny Boyle. Un’altra sorpresa è giunta dalla competizione per il miglior film straniero dove il super-favorito israeliano ’Walzer con Bashir’ è stato battuto dal giapponese ’Departures’, una pellicola sulla quale nessuno avrebbe scommesso un soldo bucato. Il film sulla vita dell’attivista gay Harvey Milk ha conquistato due statuette: oltre a quella di Penn come miglior attore c’è stato anche il premio per la miglior sceneggiatura originale. Penn ha sottolineato: «Chi si batte per il divieto ai matrimoni omosessuali deve solo vergognarsi».

Ho visto un capolavoro. Era la notte degli Oscar. Ma “Il curioso caso di Benjamin Button” non ha trionfato. Delle 13 nomination ricevute, la pellicola ha preso “solo” tre Oscar. Quella storia tra il fantastico e la cruda realtà, invece ha convinto tutti. Quell’orologio messo all’indietro nel tempo che scorre è il degno prologo allo svolgimento del film. Un bambino voluto, con tutte le ultime forze che le rimangono, dalla madre morente. Un padre che non può accettare quel neonato già vecchio che ha in sè il morbo della demenza senile. Quella donna di colore, che non ha ancora un figlio suo ma, forse proprio per questo, accetta quel piccolo fagotto scherzo della natura. Con amore lo accoglie nella sua casa (una residenza per anziani malati) e gli restituisce tutto il bene di una “Madre”. Lo vede crescere e ringiovanire. Periodo dopo Periodo. “E il Signore che l’ha voluto così”, dice. E poi una lunga parentesi di un amore a prima vista. Lei Cate Blanchett (eterea) a 5 anni e lui Brad Pitt (bravissimo) a soli 7 anni ma con un aspetto da pieno 75enne. In anno dietro l’altro arriverà il momento di affiancarsi, volersi. Amarsi. Metteranno al mondo una figlia. Benjamin era timoroso al pensiero di trovarsi un’altra creatura rifiutata e lei invece, sicura, che avrebbe messo al mondo una bimba sana. E così è stato. Poi arriva il momento dell’addio di Banjamin: “Tu non puoi crescere me e mia figlia insieme”. Morte e giovinezza si mescolano nel puzzle della vita. La breve storia del grande scrittore F. Scott Fitzgerald ha tutti gli ingredienti giusti per piacere. Infatti il film è di nuovo primo agli incassi. “Il curioso caso di Benjamin Button” va visto. Forse rivisto. Ma.fer.


12 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

GIOCHI & SCOMMESSE

A CURA DELLA REDAZIONE DI

TGSPORT

Concorso n° 17 del 24-26/02/2009 - Nerazzurri e giallorossi provano il massimo in attesa delle gare di ritorno

Inter e Roma doppie con le inglesi ROMA - Il concorso infrasettimanale cambia ancora il suo palinsesto. Riprende la Champions che sarà affiancata da alcune gare di ritorno dei sedicesimi di Uefa. La prima terzina è interessante contenendo le partite di Inter e Roma. I nerazzuri a San Siro contro il Manchester United devono vincere con qualsiasi risultato per andare all’Old Trafford con le speranze intatte di passare il turno. La Roma nel doppio confronto contro l’Arsenal ha più chances rispetto all’Inter contro il Manchester Utd, ma a Londra dovrà impegnarsi alla grande contro una squadra che in

2

3

ARSENAL - ROMA

Esiste un precedente: pareggio per 1-1 nella C. League 02/03. L'Arsenal ospita per la tredicesima voltaun’italiana: il bilancio inglese è di 6 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. La Roma è alla sedicesima trasferta: 1 sola vittoria, 4 pari e 10 sconfitte. Non segna in G.B. da 3 gare. In casa l'Arsenal non perde dal 6/4/04.

5

2

8

Primo confronto. Il Villarreal ospita per la seconda volta una greca, dopo la vittoria per 4-0 sull’Egaleo nella coppa Uefa 2004/05. Undicesima trasferta in Spagna per il Panathinaikos e finora i greci sono sempre stati sconfitti. Il Villarreal ha perduto solo una delle ultime 15 gare casalinghe disputate.

1 1

9

CHELSEA - JUVENTUS

E' la prima volta. Il Chelsea riceve un’italiana per l’8ª volta: 5 vittorie, 1 pari ed 1 sconfitta. La Juventus è alla 18ª trasferta in Inghilterra: 2 vittorie, 5 pari e 10 sconfitte. Il Chelsea non ha segnato solo in una delle ultime 12 gare. L'ultima sconfitta subita dalla Juventus risale al 28/3/06 poi 4 successi e 5 pareggi.

11

1 4

21

1

Seconda sfida: vittoria esterna per 1-0 del Bayern in C. League 06/07. Lo Sp. Lisbona riceve per la 6ª volta una tedesca: 3 pari e 2 sconfitte. Il B.Monaco è all’11ª trasferta: 4 successi e 6 pari. Lo Sporting ha sempre segnato nelle ultime 11 gare: 17 reti. Il B.Monaco è rimasto a secco una volta nelle ultime 20 partite.

12

10

1

1

Arsenal - Roma Atl. Madrid - Porto Real Madrid - Liverpool Chelsea - Juventus Ajax - Fiorentina Wolfsburg - PSG

1X 1

GRUPPO 3

GRUPPO 2

GRUPPO 1

1 2

X2

32

X2 4

1 214

13 VFL WOLFSBURG - PARIS SG

AJAX - FIORENTINA

Primo confronto. Il Wolfsburg ospita per la 5ªvolta una francese: 1 vittoria, 2 pari ed 1 sconfitta. Il Paris St Germain è alla 5ª trasferta in Germania: 1 vittoria e 3 sconfitte. Settima gara interna di coppa Uefa per il Wolfsburg e finora non è mai stato pareggio: 5 vittorie ed 1 sconfitta il bilancio dei tedeschi nei 6 incontri.

X2 2

BIG MATCH Lione - Barcellona Villarreal - Panathinaikos Sp. Lisbona - Bayern Monaco Milan - Werder Brema Metalist - Sampdoria Udinese - Lech Poznan

2X

MILAN - WERDER BREMA

Terzo confronto in Italia e ha sempre vinto il Milan. Il Milan riceve per la 17ª volta una tedesca: 11 vittorie, 3 pari e 2 sconfitte. Il Werder è alla 12ª trasferta: 2 vittorie, 3 pari e 6 sconfitte. Il Milan ha perduto solo una delle ultime 13 gare: poi 7 successi e 5 pari. Il W.Brema non ha subito gol solo in una delle ultime 10 trasferte.

1

Primo confronto in Olanda. L’Ajax ospita per la 17ªvolta un’italiana: 6 vittorie, 6 pari e 4 sconfitte. La Fiorentina è alla terza trasfertain Olanda e non ha mai perduto: 1 successo ed 1 pari. L'Ajax ha segnato un gol in ciascuna delle ultime 10 gare, 16 reti. La Fiorentina non ha mai segnato nelle ultime 3 gare .

X21

12

7 SPORTING LISB. - BAYERN M.

UDINESE - LECH POZNAN

12

1X

LIONE - BARCELLONA

Terza sfida: il bilancio per i blaugrana è di 1 vittoria ed 1 pari. Il Lione riceve una spagnola per la 7ª volta: 3 vittorie, 2 sconfitte ed 1 pari; in queste 6 gare i francesi hanno segnato 11 reti. Per il Barça si tratta dell'8ª in Francia: 3 vittorie, 2 pari e 2 sconfitte. Il Lione non ha segnato solo in una delle ultime 12 gare.

1

Primo confronto in Italia. L’Udinese ospita per la 4ª volta una polacca: ha sempre vinto, senza subire gol. Prima trasferta in Italia per il Lech. L’Udinese ha pareggiato solo una delle ultime 13 gare casalinghe. Nelle altre 9 successi e 3 sconfitte. Nelle ultime 12 gare il Lech Poznan è rimasto senza segnare una sola volta.

1X2

METALIST - SAMPDORIA

Primo confronto. Si tratta della prima volta che il Metalist ospita un’italiana ed è anche la prima trasferta ufficiale in Ucraina per la Sampdoria. Il Metalist Kharkov non subisce gol da 5 gare (4 vittorie per 1-0 nelle ultime 4 gare disputate): l'ultima rete incassata fu quando si impose per 4-1 in casa contro il Besiktas.

4

6 VILLARREAL - PANATHINAIKOS

REAL MADRID - LIVERPOOL

INTER - MANCHESTER UTD

Seconda sfida a Milano dopo il pareggio per 1-1 nella C. League 98/99. L’Inter ospita per la 14ª volta un’inglese: 6 successi, 4 pari e 3 sconfitte. Il Manchester Utd è alla 16ª trasferta in Italia: 3 vittorie, 2 pari e 10 sconfitte. Il Manchester United è imbattuto dal 2/5/07: da allora 11 vittorie ed 8 pari.

ATLETICO MADRID - PORTO

Secondo confronto in Spagna: il precedente in coppa Fiere/Uefa 63/64, quando l'Atletico si impose per 2-1. L’Atletico ospita per la quarta volta una portoghese e ha sempre vinto. Sedicesima in Spagna per il Porto che ha raccolto 3 vittorie, 1 pari ed 11 sconfitte. In casa l'A. Madrid ha perso solo una delle ultime 17 gare, il 24/7/04.

X1

Primo confronto. Le due squadre hanno però dato vita alla finale di C.Campioni 80/81, a Parigi, con vittoria inglese per 1-0. E' la decima volta che il Real Madrid ospita un’inglese: 4 vittorie, 4 pari ed 1 sconfitta. Il Liverpool è alla sua 14ª trasferta in Spagna: 6 vittorie, 4 pari e 3 sconfitte.

1

casa vorrà cercare il massimo. Doppie “casalinghe” per entrambe le partite con prevalenza dell’«1» a Milano e del segno «X» all’Emirates. Completa la prima terzina il segno «1» per l’Atletico che anche se di stretta misura può superare il Porto. Nella seconda terzina segni «1» scontati per Villarreal e Real Madrid, altra doppia “esterna” per il Barcellona. Tripla per Chelsea-Juventus e doppia per Sporting-Bayern. Nella parte finale spicca la doppia per la Samp in Ucraina e la doppia per la Fiorentina che non parte battutta ad Amsterdam.

1 4

14 GALATASARAY - BORDEAUX

Inter - Manchester Utd Galatasaray - Bordeaux 1-0, 1-1, 2-1 Twente - Marsiglia

Esiste un precedente: nella C.League 06/07 fu pareggio per 0-0. Il Galatasaray ospita per l'8ª volta una francese: 3 vittorie, 3 pari ed 1 sconfitta. Il Bordeaux è alla terza trasferta in Turchia e ha sempre pareggiato per 0-0. Il Galatasaray ha perduto solo una volta quando il Metalist Kharkov si impose per 1-0 in Turchia.

1 432

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

SEGNO «1» Ritardi 0 0 4 0 4 0 0 4 3 1 6 0 1 0

(8) (11) (8) (9) (9) (7) (12) (15) (15) (12) (9) (11) (11) (8)

7 7 6 9 5 5 9 5 6 9 6 9 7 6

(417) (451) (482) (505) (470) (443) (438) (428) (419) (408) (428) (425) (398) (243)

Concorso n° 17 del 24-26 febbraio 2009 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

SEGNO «X»

Frequenze I.C. Ripetizioni

Inter - Manchester Utd Arsenal - Roma Atletico Madrid - Porto Lione - Barcellona Real Madrid - Liverpool Villarreal - Panathinaikos Sporting Lisb. - Bayern M. Chelsea - Juventus Udinese - Lech Poznan Milan - Werder Brema Metalist - Sampdoria Ajax - Fiorentina Vfl Wolfsburg - Paris Sg Galatasaray - Bordeaux

0.00 0.00 2.04 0.00 1.99 0.00 0.00 1.82 1.33 0.43 2.71 0.00 0.42 0.00

1 4 0 2 0 1 1 0 0 0 0 1 0 1

1 41 37 49 26 46 53 28 36 54 60 32 26 44 49

Ritardi

(8) (11) (8) (10) (12) (14) (7) (6) (7) (7) (9) (7) (7) (5)

2 4 3 2 1 3 3 0 5 0 2 1 2 1

(11) (19) (25) (17) (17) (24) (25) (14) (14) (16) (19) (16) (19) (14)

Frequenze I.C. 4 4 3 6 7 5 4 6 6 2 3 5 5 7

(300) (272) (250) (250) (250) (273) (279) (289) (296) (313) (311) (298) (327) (143)

Il nostro picchetto X 2 0-1 2 3 36 41 34 35 35 34 38 34 36 30 35 39 36 36

23 22 17 39 19 13 34 30 10 10 33 35 20 15

30 26 19 20 32 30 19 28 33 27 33 20 19 19

28 32 23 22 26 28 23 30 27 29 27 32 23 25

24 23 26 28 23 22 26 24 24 19 24 26 26 27

0.63 1.15 0.79 0.53 0.26 0.86 0.88 0.00 1.57 0.00 0.66 0.32 0.69 0.27

SEGNO «2» Ripetizioni 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 0 0 0

Ritardi

(8) (5) (7) (5) (6) (4) (6) (5) (6) (7) (5) (9) (6) (4)

1 5 0 8 0 1 1 1 0 5 0 2 0 2

Frequenze I.C.

(18) (25) (21) (25) (23) (24) (17) (26) (28) (25) (38) (19) (23) (10)

5 5 7 1 4 6 3 5 4 5 7 2 4 3

(232) (223) (213) (191) (225) (233) (232) (225) (230) (228) (209) (221) (224) (153)

0.24 1.18 0.00 1.62 0.00 0.25 0.24 0.24 0.00 1.20 0.00 0.47 0.00 0.57

RITARDI: il primo numero si riferisce al ritardo

Ripetizioni attuale, quello fra parentesi indica il massimo 0 0 3 0 1 0 0 0 3 0 2 0 1 0

(4) (4) (4) (5) (5) (4) (4) (5) (6) (3) (4) (4) (5) (4)

ritardo in casella. FREQUENZE: sono indicate le frequenze stagionali e quelle globali relative a ciascuno dei tre segni. RIPETIZIONI: indicano quante volte il segno si è ripetuto consecutivamente nella casella. Il valore fra parentesi si riferisce al massimo storico. I.C.: Indice di Convenienza. Si tratta del rapporto matematico tra il ritardo attuale di ogni segno e la sua frequenza media di uscita. A valori più grandi corrispondono quindi maggiori probabilità di sortita.

4+

4 DOPPIE Col. 16 Rid. 4

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TRIPLA 6 DOPPIE Col. 192 Rid. 24

3 TRIPLE 3 DOPPIE Col. 216 Rid. 24

3 TRIPLE 5 DOPPIE Col. 864 Rid. 96

4 TRIPLE Col. 81 Rid. 9

18 19 32 30 19 20 32 18 16 25 16 22 32 29

1 TRIPLA 4 DOPPIE Col. 48 Rid. 8

1X 1X 1 X2 1 1 X 1 1 1 X X2 1 1

1X 1X 1 X2 1 1 X2 1X 1 1 X2 X2 1 1

1X 1X 1 X2 1X 1 X2 1X 1 1 X2 X2 1X 1

1 1 1 X2 1 1 X2 1X2 1 1 X X2 1X 1

1X 1X 1 X2 1 1 X2 1X2 1 1 X X2 1X 1

1 1X 1 X2 1 1 X2 1X2 1 1 X 1X2 1X2 1

1X 1X 1X X2 1 1 X2 1X2 1 1 X 1X2 1X2 1

1 1X2 1 X 1 1 X 1X2 1 1 X 1X2 1X2 1

Sistemi integrali

CAS.

Le statistiche del Totocalcio sulle 14 caselle


il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 13

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

GIOCHI & SCOMMESSE

TS

A CURA DELLA REDAZIONE DI

Da tentare anche la «X» della Roma e il «No Goal» della Juventus

Inter-Manchester Utd supersfida da «Under»

Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

2.65 10.5 22

3.9

4.7

7.4

21

11

7

0-1 0-2

2-1

9

3-0 3-1 3-2

4-0

4-1 4-2 4-3

20

33

40

30

0-4

1-4 2-4 3-4

16

1-2

0-3 1-3 2-3

15

12

75

0-0 1-1

2-2

3-3 4-4 altro

7.5 6.5

18

70 210 33

9

24

1-2

X-1

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

8

1ª giocata 2ª giocata 3ª giocata

3-3 4-4 altro

6.5 17.5 70 210 30

Inter-Man. Utd Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

19 4.95 4.35 5.6

19

9.4

4.7

60

50

0-1

0-2

1-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

0-1

0-2

1-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

41 120 110 100 160

7.5

12

12

42

80

65

0-0

1-1

2-2

3-3 4-4 altro

7.5 5.5 20

65 200 50

Quote

4-0

33

20 4.25 4.55 6.6

20

10

6

0-1 0-2

1-2

75 140

Chelsea-Juventus Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

2.6

11

22

3.8

4.7

7.6

21

11

7.4

4-0

4-1 4-2 4-3

1-0 2-0

3-0 3-1 3-2

4-0

45

36

6.5 7.5 8.5

20

30

40

33

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

0-1 0-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

12

60

0-0 1-1

2-2

3-3 4-4 altro

7.5

17.5 70 210 25

21

39 110 95

55 120 90 150

Villarreal-Panathinaikos Parziale-finale (45°-90°) 1-1

35

31

8.5 15 6

19

65 130

22

15

1-X

1-2

X-1

X-X

2-1

2-X

2-2

2.05 13

26

3.3

5.2 10.5 24

X-2

13

11

10

2-1 1-2

18 12.5 85

16 25

2-2

7.5

17.5 70 210 25

6

4-1 4-2 4-3

50 120

44 150 130 100 170

0-0 1-1

3-3 4-4 altro

Sp. Lisbona-Bayern Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

4.60 9.60 18.50 5.60 4.40 5.00 18.00 9.60 3.85

Risultato esatto al 90°

Risultato esatto al 90°

1-0 2-0

2-1

3-0 3-1 3-2

4-0

3-0 3-1 3-2

4-0

4-1 4-2 4-3

6.5

8.5

12

25 19.5 43 120

7.5 12 9.75 40 18.5 35

75

60

0-1 0-2

1-2

0-3 1-3 2-3

0-4

0-1 0-2

13

17 190 35

24

0-0 1-1

12

30

4-1 4-2 4-3

1-0 2-0

1-4 2-4 3-4

55 280 290 150 230

2-2

3-3 4-4 altro

7.5 6.75 18

70 220 20

2-1

75 140

1-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

10

10

31 16.5 32

60

49

0-0 1-1

2-2

3-3 4-4 altro

7 Quote

7

3901 3901 3901 3901 3901 3901 3901 3901 3901 3901

Lazio-Bologna Juventus-Napoli Atalanta-Chievo Cagliari-Torino Palermo-Catania Reggina-Fiorentina Sampdoria-Milan Siena-Genoa Udinese-Lecce Inter-Roma

1.70 1.57 1.65 1.87 1.75 3.10 3.25 2.65 1.70 1.87

3.25 3.47 3.33 3.20 3.25 3.20 3.10 3.00 3.33 3.20

5.20 6.00 5.55 4.20 4.65 2.20 2.15 2.65 5.00 4.20

1.78 1.75 1.65 1.68 1.70 1.70 1.75 1.58 1.78 1.80

1.86 1.89 2.03 1.98 1.95 1.95 1.89 2.14 1.86 1.84

1.75 1.75 1.80 1.82 1.70 1.75 1.75 1.82 1.78 1.70

1.89 1.89 1.84 1.82 1.95 1.89 1.89 1.82 1.86 1.95

Inghilterra - Championship

24/02 24/02 25/02 26/02

20.45 21.00 21.10 20.45

3912 3912 3912 3912

61 62 63 64

Coventry-Blackburn Fulham-Swansea Middlesbro’-WestHam Hull-Sheffield Utd

7.5 6.5 17.5 70 210 33

20.45 20.45 20.45 20.45 20.45 20.45 20.45 20.45

3912 3912 3912 3912 3912 3912 3912 3912

23 24 25 26 27 28 29 30

Southend-Scunthorpe Peterborough-Carlisle Oldham-Bristol Rovers Colchester-Stockport Cheltenham-Millwall Crewe-Yeovil Swindon-Hartlepool Brighton-Northampton

2.55 3.15 2.55 1.85 3.30 3.85

1.67 1.95 1.75 1.85 1.63 2.01 1.73 1.87

2.60 1.80 2.40 2.00

3.20 3.33 3.25 3.25

2.50 4.20 2.70 3.50

1.73 1.78 1.68 1.70

1.92 1.86 1.98 1.95

1.72 1.78 1.75 1.78

1.93 1.86 1.89 1.86

2.60 1.55 1.73 2.20 3.30 2.45 2.05 2.05

3.22 3.55 3.40 3.20 3.30 3.25 3.25 3.25

2.45 5.50 4.30 3.00 2.00 2.55 3.20 3.20

1.84 1.95 1.90 1.80 1.75 1.85 1.90 1.80

1.76 1.67 1.71 1.80 1.85 1.75 1.71 1.80

1.60 1.65 1.63 1.70 1.70 1.65 1.60 1.65

2.06 1.98 2.01 1.91 1.91 1.98 2.06 1.98

1.75 2.38 2.20 2.50 2.20

3.35 3.20 3.25 3.20 3.20

4.15 2.65 2.85 2.50 2.85

1.80 1.70 1.73 1.85 1.95

1.80 1.91 1.87 1.75 1.67

1.70 1.70 1.70 1.65 1.63

1.91 1.91 1.91 1.98 2.01

Inghilterra - League 1 24/02 24/02 24/02 24/02 25/02

20.45 20.45 20.45 20.45 20.45

3912 3912 3912 3912 3912

43 44 45 46 47

Dag&Red-Bournemouth Grimsby-Morecambe Darlington-Rochdale Accrington Stanley-Luton Macclesfield-Port Vale

4-1 4-2 4-3

3-0 3-1 3-2

Quote

2-1

9.5 9.5

17

Risultato esatto al 90°

C. UEFA

1-0 2-0

18.00 20.30 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 20.30

24/02 24/02 24/02 24/02 24/02 24/02 24/02 24/02

2-2

30

2-2

28/02 28/02 01/03 01/03 01/03 01/03 01/03 01/03 01/03 01/03

Inghilterra - League 1

50 120

3-0 3-1 3-2

2-X

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Italia - Serie A

33

10

2-1

1.85 1.91 1.91 1.91 1.91 1.91 1.98 1.91 1.98 1.98 1.98 1.98 1.91 1.85 1.98 1.91

1-4 2-4 3-4

2-1

X-2

1.75 1.70 1.70 1.70 1.70 1.70 1.65 1.70 1.65 1.65 1.65 1.65 1.70 1.75 1.65 1.70

40

10

X-X

1.91 1.80 1.94 1.85 1.78 1.89 1.91 1.91 1.85 1.85 1.91 1.85 1.98 1.80 1.85 1.98

0-4

2-0

X-1

1.70 1.80 1.68 1.75 1.82 1.72 1.70 1.70 1.75 1.75 1.70 1.75 1.65 1.80 1.75 1.65

20

1-0

1-2

7.65 4.35 7.08 2.60 7.65 2.65 2.50 5.95 3.88 2.95 3.82 5.95 2.85 7.37 4.20 3.05

0-3 1-3 2-3

6.5

1-X

4.00 3.40 3.28 3.25 4.00 3.20 3.30 3.55 3.28 3.30 3.22 3.55 3.30 4.37 3.30 3.20

1-2

55 120

Parziale-finale (45°-90°)

1.40 1.75 1.48 2.48 1.40 2.45 2.55 1.55 1.88 2.20 1.92 1.55 2.25 1.37 1.80 2.20

0-1 0-2 0-0 1-1

4-1 4-2 4-3

42 130 110 100 160

32

1-1

D. La Coruna-Aalborg St. Liegi-Braga Udinese-Lech Poznan Tottenham-Sh. Donetsk Man. City-Kobenhavn Twente-Marsiglia Ajax-Fiorentina Valencia-Dinamo Kiev Stoccarda-Zenit St. Etienne-Olympiakos CSKA Mosca-AstonVilla Milan-Werder Brema Metalist K.-Sampdoria Amburgo-Nec Wolfsburg-Psg Galatasaray-Bordeaux

75

4-1 4-2 4-3

R. Madrid-Liverpool

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

3-0 3-1 3-2

Risultato esatto al 90°

7.5 6.5 17.5 70 210 33

3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925 3925

12

41

23

21.00 20.45 20.45 21.00 20.45 18.30 20.45 21.30 20.45 20.55 18.00 20.45 18.00 18.15 19.00 19.30

2-1

4-0

70

26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02 26/02

15

20 14.5 30 3-3 4-4 altro

1.89 1.98 1.89 1.86 1.89 1.86 1.82 1.82

Inghilterra - FA CUP

3-0 3-1 3-2

12

1.75 1.68 1.75 1.78 1.75 1.78 1.82 1.82

2.8

9 2-2

2.03 1.82 1.95 2.14 1.95 2.03 1.89 1.95

4.7 4.05 16.5 11

30

NG

1.65 1.82 1.70 1.58 1.70 1.65 1.75 1.70

7.4

15

G

3.85 2.00 3.65 2.70 3.55 4.00 6.00 2.35

17

9

O

3.25 3.20 3.15 3.10 3.20 3.25 3.55 3.10

11

7.5

U

1.90 3.55 2.00 2.50 2.00 1.85 1.55 2.90

6.8

4-0

2

AtleticoMadrid-FcPorto Lione-Barcellona Arsenal-Roma Inter-ManchesterUtd Real Madrid-Liverpool Chelsea-Juventus Villarreal-Panathinaikos Sp. Lisbona-Bayern M.

24/02 21.00 3912 60 Crystal P.-Birmingham 25/02 20.45 3912 10 Cardiff-QPR

23

X

1 2 3 4 5 6 7 8

3862 3862 3862 3862 3862 3862 3862 3862

2-2

2-1

15

20.45 20.45 20.45 20.45 20.45 20.45 20.45 20.45

2-X

2-1

8 1-1

24/02 24/02 24/02 24/02 25/02 25/02 25/02 25/02

X-X

3.85 9.4

C. UEFA

Quote

C. UEFA

10 euro = 183.55 euro + ev. bonus

2-0

6.5 Quote

10 euro = 436.84 euro + ev. bonus

X-2

1

Champions League

X-1

Risultato esatto al 90°

C. UEFA

squadra segno quota Milan 1 1.60 Dep. La Coruña 1 1.43 Manchester C. 1 1.43 Ajax X 3.30 Twente Under 1.70

10 euro = 272.53 euro + ev. bonus

6

3.05 10

Quote

squadra segno quota Arsenal X 3.25 Sp. Lisbona 2 2.45 Chelsea 1 1.90 Standard Liegi 1 1.75 Galatasary Under 1.65

1-0

9

partita

1-2

Risultato esatto al 90°

0-0

pal. avv.

1-X

6

2.85 10.50 21.00 4.05 4.60 7.00 21.00 10.50 6.40

ora

1-1

9

42 130 120 100 170

Parziale-finale (45°-90°) 1-X

segno quota 1 1.85 Under 1.60 No Goal 1.80 X 3.30 1 1.55

Parziale-finale (45°-90°)

1-0 2-0

50 120

Arsenal-Roma 1-1

squadra Atl. Madrid Inter Chelsea Lione Villarreal

Risultato esatto al 90°

Quote

7.5

data

Coppa UEFA

I nostri consigli

Lione-Barcellona

Risultato esatto al 90° 6

Quote

C. UEFA

Atl. Madrid-Porto

1-0 2-0

C. UEFA

scono. Gli esiti più probabili sono l’«1» con «Under» e «No Goal». Da provare anche i risultati esatti di 1-0 o 2-0. La Roma, infine, a Londra proverà a resistere all’Arsenal per poi giocarsi tutto nella gara di ritorno all’Olimpico. I “Gunners” non faranno gara d’assalto. Attaccheranno ma con grande prudenza, temendo il contropiede dei giallorossi. Le assenze degli infortunati Adebayor ed Eduardo potrebbero farsi sentire. E allora meritano un tentativo la «X» e il risultato esatto di 0-0. Tra le altre gare spicca soprattutto Lione-Barcellona. I catalani, in questo momento, sono sicuramente la formazione più brillante d’Europa. Ma non sarà facile venire a capo di una squadra che da anni sta preparando il grande exploit in Europa. E’ da tentare la “doppia chance in” «1X».

C. UEFA

CH. LEAGUE

ROMA - In Champions è l’ora dell’atteso duello a distanza negli ottavi tra Italia e Inghilterra. Fari puntati, soprattutto, su Inter-Manchester Utd che è una sorta di finale anticipata. La gara sarà una sfida a scacchi. Mourinho e Ferguson, già rivali di tanti confronti nel Regno Unito fino alla passata stagione, si conoscono a memoria. Difficile che si facciano sorprendere da qualche mossa tattica. Si va, quindi, sul sicuro prendendo l’«Under». Poi si possono provare l’«1» e il risultato esatto di 1-0. La Juventus è di scena a Londra contro un Chelsea convalescente che attende ancora di godere appieno della medicina Hiddink. Non sarà facile per i bianconeri far risultato a Londra. Anche perchè spesso, in passato, i “Blues” hanno dimostrato che nelle partite che contano difficilmente falli-

Quote del mid-week

65 130

Le classifiche dei maggiori campionati esteri Inghilterra Man. Utd Liverpool Chelsea Aston Villa Arsenal Everton Wigan Fulham West Ham Man. City Sunderland Bolton Hull Newcastle Portsmouth Tottenham Stoke Blackburn Middlesbro’ West Brom.

62 55 52 51 45 41 35 33 33 32 31 30 29 28 28 25 25 23 23 22

Spagna Barcellona R. Madrid Siviglia Villarreal Valencia Malaga Atl. Madrid D. La Coruna Ath. Bilbao Valladolid Santander Getafe Almeria Sp. Gijon Betis Recr. Huelva Osasuna Maiorca Espanyol Numancia

Germania

Francia 60 53 44 41 39 39 36 36 31 30 29 28 28 27 26 26 24 24 21 20

Lione Paris Sg Marsiglia Tolosa Bordeaux Lille Rennes Nizza Lorient Auxerre Nancy Monaco Grenoble Nantes Le Mans Caen Valenciennes St. Etienne Sochaux Le Havre

52 46 45 45 44 43 42 39 31 30 29 28 28 28 27 26 25 25 23 15

Amburgo Hoffenheim Hertha B. Bayern M. Leverkusen Wolfsburg Stoccarda B. Dortmund Schalke 04 Colonia W. Brema Eintracht F. Hannover 96 E. Cottbus A. Bielefeld Bochum Karlsruhe M’gladbach

… la TUA migliore scommessa Ogni martedì e venerdì in edicola

42 40 40 38 36 36 33 32 31 28 27 23 21 20 19 18 17 16


Pag. 14

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Martedì 24 Febbraio 2009

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

COSENZA L’imprenditore edile subentra a Giuseppe Gatto che ha diretto l’Associazione regionale dal 2005 ad oggi

Francesco Cava nuovo presidente Ance Il numero uno di Confindustria, Umberto de Rose, ha dichiarato il suo apprezzamento per la nomina COSNZA — Francesco Cava, imprenditore edile cosentino, è il nuovo Presidente dei Costruttori calabresi dell’Ance, subentra a Giuseppe Gatto che ha diretto l’Associazione regionale dal 2005 ad oggi. Affollatissima la riunione del Consiglio Generale di Ance Calabria, cui hanno partecipato numerosi imprenditori delle cinque province calabresi e che, all’unanimità, ha eletto il nuovo Presidente per il prossimo quadriennio. Il neo Presidente, Francesco Cava, nel ringraziare per la fiducia accordatagli, ha tracciato le linee guida del suo mandato che marcherà, ha dichiarato, una continuità con quanto già realizzato e messo in atto dal predecessore, il cui operato è stato fortemente apprezzato dagli imprenditori presenti. Lavori pubblici, edilizia, infrastrutture, rapporto con le banche e formazione i temi di lavoro individuati da Francesco Cava che ha, altresì, sottolineato la necessità di un grande lavoro di sistema per far fronte alla crisi che colpisce duramente il settore delle costruzioni che, co-

Gatto e Cava

me rilevato dagli stessi rapporti sull’economia della Calabria redatti dalla Banca d’Italia, costituisce il settore trainante della fragile economia regionale. Al Presidente uscente, Giusep-

pe Gatto, è andato il riconoscimento della grande e proficua attività svolta che ha portato i costruttori calabresi a divenire interlocutori importanti e propositivi nei confronti della Re-

gione Calabria. Il Presidente di Confindustria Calabria, Umberto de Rose, oltre a formulare gli auguri di un buon lavoro al nuovo Presidente di Ance Calabria, Francesco Cava, con il quale, ha dichiarato, esiste già una grande assonanza sui temi prioritari che ha posto alla base del suo mandato, ha voluto evidenziare e sottolineare l’apprezzamento per il grande lavoro svolto da Giuseppe Gatto nei quattro anni trascorsi con le tante iniziative portate avanti insieme a Confindustria per il rilancio e lo sviluppo delle costruzioni in Calabria. In particolare sul terreno delle infrastrutture e della legalità che, spesso, hanno visto Giuseppe Gatto esporsi in prima persona per l’affermarsi dei principi di trasparenza e di libertà di mercato degli associati. Una nuova Presidenza dei costruttori calabresi che nasce, dunque, sotto i migliori auspici, in una continuità programmatica e con una forte condivisione che non potrà che portare immediate positive ricadute nello sviluppo del settore».

Cosenza Aquino si complimenta «La notizia del prestigioso incarico conferito da Ance Calabria a Francesco Cava - afferma Fausto Aquino, Presidente di Piccola Industria di Confindustria Calabria - mi riempie di gioia, se penso che proseguirà con slancio l’importante azione di promozione della cultura della qualità e della crescita delle specializzazioni e delle competenze delle nostre imprese, affinché siano sempre più pronte a raccogliere con efficacia le sfide del mercato». «Sono sicuro che il contributo di idee e di operosità, che Cava potrà dare in Ance Calabria, imprimerà un impulso nuovo ed ulteriore, capace di farsi interprete di quelle molteplici questioni che affliggono le nostre imprese edili ed alle quali occorre dare risposte non più rinviabili. A Giuseppe Gatto che lascia la Presidenza di Ance Calabria un grazie sincero per la passione mostrata in questi anni nella difesa dei diritti delle imprese e nella diffusione della cultura imprenditoriale».

Chiarella (Pd) su legge elettorale: «E’ necessario abolire il listino»

POLITICA L’intervento di Maurizio Feraudo, presidente del Gruppo Italia dei Valori alla Regione

REGGIO CALABRIA — Il consigliere re-

L’intervento di Maurizio Feraudo, presidente Gruppo Italia dei Valoiri: «E’ proprio vero. A carnevale ogni scherzo vale! Leggo con sommo stupore, infatti, che oggi (ieri ndr) si sarebbe riunito il Coordinamento regionale di Italia dei Valori il quale “all’unanimità” avrebbe deliberato le proposte del partito per la riforma dello Statuto regionale e della legge elettorale. Il tutto senza il coinvolgimento di chi queste proposte dovrebbe, poi, portarle in seno al Consiglio regionale, ovvero senza il coinvolgimento del capogruppo di Italia dei Valori in Consiglio regionale. Un vero scherzo di carnevale prosegue Maurizio Feraudo confezionato, peraltro, da un gruppetto ristretto di pochissimi amici che hanno addirittura la pretesa di rappresentare l’intero partito calabrese. Peccato, però, che questi personaggi - che continuano imperterriti ad autoreferenziarsi - rappresentino solo se stessi non godendo, essi, della legittimazione né formale, essendo figli di quel congresso geneticamente viziato dall’alterazione degli atti e dalla manipolazione della platea congressuale che tanto rumore ha provocato, né sostanziale, avendo dimostrato in occasione della recente attività referendaria - di non tenere affatto a cuore gli interessi e le sorti del partito. Il contributo, veramente molto ma molto scarso, che questi signori hanno portato al partito è sintomatico e rivela la loro reale consistenza in termini di impegno concreto e fattivo. Ecco, dunque, la mia sfida: che a pronunciarsi sulle proposte di riforma statutaria, come su ogni

gionale, Egidio Chiarella (Pd), ha reso noto di aver presentato un progetto di legge per l'abrogazione del listino collegato al Presidente, previsto dall'attuale legge elettorale, prevedendo la distribuzione dei seggi "regionali" tra le cinque circoscrizioni dove concorrono le liste con voto di preferenza. «Si tratterebbe - afferma Chiarella - di un sistema già conosciuto all'elettore e al sistema politico-partitico calabrese, con la differenza che, in questo caso, sulla base delle cinque circoscrizioni elettorali (una per Provincia), ad ognuna sarebbe assegnato un numero ulteriore di seggi in proporzione alla popolazione residente. L'ipotesi di riforma in questione - aggiunge - inciderebbe sui già

noti problemi del rispetto dell'"eguaglianza del voto" in ciascuna circoscrizione provinciale. Si tratta del fatto che, ad esempio, il rapporto tra seggi assegnati e numero degli elettori in ciascuna Provincia della Calabria e' molto differente e quindi il "peso" o il "valore" del singolo voto (ovvero il "costo" del seggio in termini elettorali) è diverso. E' chiaro - evidenzia - che stiamo parlando, però, di un problema politico e non giuridico, perchè la stessa Corte costituzionale ha piu' volte sottolineato che il principio dell'eguaglianza del voto (art. 48 Cost.) debba intendersi come "eguaglianza del voto in entrata", ossia del fatto che un voto è contato nello stesso modo degli altri e non come "eguaglianza del voto in uscita"».

Studenti Catanzaro, Crotone e Vibo oggi riunione sui servizi di trasporto Oggi si terrà una riunione sui servizi di trasporto per gli studenti delle scuole secondarie di II grado delle province di Catanzaro, Crotone e Vibo. La riunione si terrà alle ore 15.00, nella sede del Comalca di Germaneto di Catanzaro, una prima riunione sui servizi di trasporto per gli allievi delle scuole secondarie di II grado delle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. «La riunione - spiega una nota - è stata convocata dal vicepresidente della Giunta regionale Domenico Cersosimo e dall’assessore ai Trasporti Demetrio Naccari Carlizzi allo scopo di adeguare il servizio del trasporto pubblico locale regionale, utilizzato dagli studenti,

alle esigenze della programmazione didattica degli istituti scolastici secondari di II grado. All’iniziativa congiunta dei due assessorati regionali sono stati invitati gli assessori provinciali all’Istruzione e ai Trasporti di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, i sindaci dei tre Comuni capoluogo, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, i dirigenti degli Uffici scolastici provinciali interessati e i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di II grado. Nelle prossime settimane una nuova riunione sarà convocata con i rappresentanti istituzionali e con i dirigenti scolastici delle altre province calabresi».

«Riforma Statuto, serve coinvolgimento» altra questione, sia l’assemblea degli iscritti al partito, ma quelli veri e reali. E non organismi ondivaghi che non hanno il crisma della certezza e che vengono composti e ricomposti a seconda della convenienza, come un abito su misura. Che una tale assemblea sia preceduta, però, da una mozione di fiducia nei confronti del segretario regionale. Ne vedremo delle belle. Altro che scherzo di carnevale».

Maurizio Feraudo

«A pronunciarsi sulle proposte di riforma deve essere l’assemblea degli iscritti»

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 15

CALABRIA L’assise, ieri mattina, ha dato mandato all’assessore Demetrio Naccari Carlizzi di prevedere la variazione del Bilancio

La riunione della Giunta regionale Quattro milioni e 200mila euro saranno stanziati per corrispondere alle esigenze della legge 28/08 CATANZARO — «La Giunta regio-

nale, che si è riunita ieri mattina sotto la presidenza del Presidente Agazio Loiero - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta - ha dato mandato all’assessore al Bilancio Demetrio Naccari Carlizzi di prevedere, nella prima nota di variazione al Bilancio 2009, uno stanziamento di quattro milioni e duecentomila euro al fine di corrispondere alle esigenze delle attività previste dalla legge regionale 28/08. Da subito, e nelle more di attivazione delle attività progettuali previste dalla stessa legge, il Dipartimento alle Politiche del Lavoro verificherà la possibilità dell’attivazione degli ammortizzatori sociali in deroga per i soggetti beneficiari della legge citata. Inoltre, la Giunta attiverà ogni iniziativa utile, in concertazione con la rappresentanza sindacale ed economico-sociale, per predisporre una proposta regionale, da impiegare nella negoziazione con il Governo nazionale, per rendere maggiormente adatto alle esigenze calabresi il Piano anticrisi dello stesso Governo. L’esecutivo ha, poi, approvato, www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

tra gli altri, i seguenti provvedimenti: Presidenza Su proposta del presidente Loiero: autorizzazione alla costituzione in giudizio della Regione per quanto riguarda il ricorso alla Corte Costituzionale contro gli articoli 2 e 2 bis della legge 103 del 22 dicembre 2008 relativa alle disposizioni della Legge Finanziaria dello Stato 2009; ricorso autorizzazione alla costituzione in giudizio della Regione Calabria relativa al ricorso, proposto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri dinanzi alla Consulta, per la declaratoria di illegittimità costituzionale, dell’articolo 1 della legge regionale della Calabria 38/2008. Tale articolo riguarda la produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia a tenor del quale il termine di 120 giorni per la richiesta del rilascio dell’autorizzazione a costruire ed esercire l’impianto viene prorogato di sessanta giorni; Bilancio e Trasporti Su proposta dell’assessore Demetrio Naccari Carlizzi: trasmissione al Consiglio regionale per l’adozione dei provvedimenti di

sua competenza relativa ai Bilanci di previsione per l’anno finanziario 2009 delle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale pubblica delle Province di Vibo Valentia e Cosenza; autorizzazione all’inserimento del servizio funicolare Catanzaro Salapiazza Roma del capoluogo calabrese nel piano industriale del “Consorzio meridionale terrestre”; Urbanistica Su proposta dell’assessore Michelangelo Tripodi rideterminazione della localizzazione degli interventi relativi al Programma di recupero urbano e individuazione del soggetto attuatore del Comune di Villa San Giovanni finanziato con un importo finanziato di circa un milione e mezzo di euro; Ambiente Accordo di programma e successivo atto integrativo relativi alle aree naturali protette, biodiversità e sviluppo sostenibile; valorizzazione degli ecosistemi naturali delle aree naturali protette; tutela della biodiversità dei Sic, Sin, Sir e Zps attraverso un insieme integrato e sostenibile delle risorse naturali.

Cia Calabria: fabbricati rurali non bisognerebbe pagare l’Ici CATANZARO — «Niente più Ici sui fabbricati rurali». A chiederlo è

la Cia Calabria. «Il voto di fiducia, alla Camera, al decreto “Milleproroghe” pone la parola fine ad una delicata e controversa vicenda che poteva avere pesanti conseguenze per gli agricoltori. La Cia Calabria esprime la propria soddisfazione soprattutto perché, ora sono nulli tutti gli avvisi di accertamento inviati agli agricoltori da parte dei Comuni per richiedere il pagamento dell’imposta degli ultimi cinque anni. Il voto di fiducia dei deputati, che hanno licenziato il provvedimento nello stesso testo del Senato (il voto finale sul provvedimento è previsto per domani martedì 24 febbraio) conferma così la non assoggettabilità dei fabbricati rurali all'Ici. Una posizione sempre sostenuta dalla Cia che si è battuta con fermezza contro una tassa ingiusta che avrebbe generato forti contrasti fra gli enti locali ed i possessori dei fabbricati asserviti all’esercizio dell’attività agricola. Insomma, un’imposizione arbitraria, un’imposta che avrebbe colpito in modo indiscriminato tutti gli agricoltori possessori di fabbricati rurali che, in questi anni, hanno provveduto al pagamento dell’Ici sui propri fabbricati mediante la tassazione del valore dei terreni agricoli che comprende anche quello dei fabbricati. Per questo motivo, la Cia aveva sollecitato tutti i ministri competenti affinché intervenissero, attraverso un’interpretazione autentica della norma, in maniera da evitare l’insorgere di un inutile e dannoso contenzioso che non avrebbe avuto alcun effetto se non quello di accentuare il senso di sfiducia del mondo agricolo nei confronti delle istituzioni pubbliche e di mettere in seria difficoltà l’attività imprenditoriale di moltissime aziende agricole».

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Bit, riunito il coordinamento delle Province Meridionali CATANZARO — A Milano, in occasione della Bit, borsa internazionale del turismo, il coordinamento meridionale agricoltura (conta 28 Province delle regioni del sud) ha promosso alcune iniziative di particolare interesse. Nel coordinamento, nato nei mesi scorsi, la Provincia di Crotone occupa un ruolo di primo piano. Nel capoluogo lombardo è stata lanciata l'idea del marchio Tipicamente sud. E così al padiglione cinque e' stato possibile ammirare i prodotti tipici ì delle terre meridionali, dai formaggi agli agrumi, dai vini ai salumi. A rappresentare l'ente, presieduto da Sergio Iritale, c’erano gli assessori provinciali Santo Scalise, Carlo Colucci e Salvatore Bonofiglio. Presenti anche i consiglieri provinciali Antonio Bompignano e Domenico Dima, oltre al dirigente del dipartimento 3 Vito Barresi. Tra le idee-forza del coordinamento, che presenterà a governo e Parlamento una vera e propria piattaforma, vi sono: l'ottenimento di una nuova politica agricola euromediterranea che punti al rafforzamento del sistema agroalimentare del "made in Italy"; il sostegno della dieta mediterranea quale patrimonio dell'Unesco; la commercializzazione delle produzioni tipiche. Si pensa anche al marchio di promozione per un sistema unico di certificazione ed alla realizzazione del paniere dei prodotti tipici del Mezzogiorno.

Approvato un documento su servizi ferroviari Trenitalia CATANZARO — La Giunta regionale, su proposta del Presidente Loiero e dell’Assessore ai Trasporti, ha approvato una documento relativo – informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta - alla situazione del trasporto ferroviario effettuato da trenitalia nella nostra regione. Questo il testo: «La Giunta regionale, premesso: che a causa delle recenti avversità atmosferiche la linea ferroviaria di Rete Ferroviaria Italiana, nell’itinerario Lamezia Terme-Eccellente–Rosarno, ha subito gravi danni strutturali la cui riparazione produrrà la chiusura integrale della tratta per un periodo che si presume lungo ma ancora non esattamente ufficializzato e il convogliamento di tutti i treni sulla linea Lamezia Terme -Tropea - Rosarno, con una limitazione ai programmi di esercizio del traffico nazionale e regionale non ancora determinata da Trenitalia SpA, e la conseguente variazione del Programma di esercizio di Trenitalia, comportante il convogliamento di parte dei treni sulla linea a binario unico Lamezia Terme -Tropea - Rosarno, e in parte la soppressione dei servizi ferroviari: che le medesime avversità atmosferiche hanno causato gravi danni al sistema autostradale in più tratti dell’A3, con conseguente chiusura e/o limitazione del traffico già pesantemente penalizzato per le limitazioni imposte dai lavori di ammodernamento che interessano tutta la parte centromeridionale dell’autostrada calabrese; che l’offerta dei collegamenti veloci sullo Stretto di Messina è sottodimensionata rispetto alla effettiva domanda di traffico pendolare con grave disagio di viaggiatori, al punto che sono stati costituti Comitati di difesa dei lavoratori che giornalmente si spostano tra Calabria e Sicilia e che hanno già proclamato manifestazioni di pubblica protesta con possibile interferenza su tutti i servizi del trasporto marittimo; Preso atto: che notizie di stampa riprese dalle Organizzazioni Sindacali, che hanno già manifestato il fermo dissenso con manifestazioni di protesta, informano gli Organi di Governo della Regione che Trenitalia SpA avrebbe determinato una ulteriore riduzione dell’offerta di trasporto passeggeri e del traffico merci lungo la linea ionica Reggio Calabria-Locri-Catanzaro LidoCrotone-Taranto; che questa iniziativa di unilaterale disimpegno è susseguente alla decisione assunte dai rispettivi Gestori per la chiusura dei centri Merci di Lamezia Terme e di Cosenza; Considerato: che nel sistema dei trasporti Calabrese, il sistema ferroviario è connotato da una quasi totale assenza di investimenti sulla rete, aggravato anche da una precarietà dell’offerta di servizi unilateralmente e periodicamente modificata dal Gestore senza pre-

ventivo accordo con la Regione, che è titolare dei servizi locali e unico responsabile della difesa del diritto di mobilità dei cittadini calabresi; che le determinazioni assunte da Trenitalia SpA sono pesantemente incidenti: sul fragile sistema economico calabrese che tende al rafforzamento tramite l’impiego delle risorse finanziarie europee; sulla mobilità individuale dei cittadini gravata da una rete autostradale ormai da molti anni in lento ammodernamento, da un sistema ferroviario di gran lunga al di sotto dell’offerta media nazionale, da un sistema aereo in deficit strutturale di bilancio; sulla stabilità dei posti di lavoro degli addetti ai sistemi ferroviari e all’indotto che sono disattivati o ridotti; che Sarebbe un grave errore strategico attuare lavori sulla rete che comportino differimento di servizi e ricorso a servizi alternativi senza uno studio programmato ed un’analisi quantitativa sugli effetti indotti sulla rete ferroviaria e stradale, assumendo anche quelle azioni di coordinamento necessarie con l’Anas gestore della rete stradale ed autostradale. Ritenuto: che questa complessa situazione necessiti - prima dell’attuazione di ogni altra iniziativa dei Gestore- di un confronto istituzionale per approfondire la conoscenza della grave situazione e per facilitare una più reale valutazione sulla condizione dei territori e delle popolazioni direttamente interessate; che nell’attesa del confronto Trenitalia SpA, Rete Ferroviaria Italiana e i Gestori dei Centri Merci debbano sospendere ogni iniziativa gravemente incidente sulla mobilità e sull’economia regionale; Chiede al signor Ministro dei Trasporti di voler convocare la Regione Calabria, Trenitalia SpA, Rete Ferroviaria Italiana a un Tavolo tecnico-istituzionale per accertare la reale situazione del sistema trasportistico e logistico della Calabria e determinare le conseguenti urgenti azioni ed invita Trenitalia SpA, Rete Ferroviaria Italiana e i Gestori dei Centri Merci a sospendere ogni iniziativa di modifica degli assetti dei servizi di trasporto e logistici fino alle determinazioni del Tavolo tecnico-istituzionale».

Su proposta del presidente Loiero e dell’assessore Naccari Carlizzi, la Giunta ha chiesto un incontro al Ministro dei Trasporti


16 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA Operazione portata a termine dal personale dall’Ufficio Misure di Prevenzione e Sicurezza della Questura

Sequestrati beni alla cosca Forastefano Il boss è attualmente detenuto e deve rispondere di estorsione, danneggiamento, incendio e altro COSENZA — Nel prosieguo dell’attività disposta dal Questore Salerno, finalizzata al contrasto della criminalità organizzata e mirata alla confisca dei beni ritenuti acquisiti illecitamente dalle organizzazioni delinquenziali operanti nella provincia di Cosenza, ieri, gli investigatori dell’Ufficio Misure di Prevenzione e Sicurezza della Questura ddi Cosenza, diretto dal Vice Questore Aggiunto D. ssa Raffaella Pugliese, hanno dato esecuzione, ai sensi della normativa antimafia, al sequestro dei beni, intestati e riconducibili a Forastefano Antonio nato a Cassano Ionio il 4.11.1971, soggetto già attinto da richiesta di applicazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno avanzata al competente tribunale dallo stesso ufficio misure di prevenzione. Gravemente indiziato di delitti commessi avvalendosi delle condizioni previste dall’art. 416 bis c. p., tratto in arresto nell’ambito del procedimento penale denominato “Omnia”, Forastefano Antonio deve rispondere di

in particolar modo in Cassano Ionio, con estensione della sua influenza sino alla Basilicata a Nord e alla zona del coriglianese a Sud. Il Tribunale di Cosenza, accogliendo la proposta del Questore Salerno, ha stabilito che le indagini e gli accertamenti esperiti hanno permesso di individuare una serie di beni riconducibili a Forastefano Antonio ed ai familiari, consentendo la ricostruzione di un patrimonio che non trova riflesso in una capacità reddituale di analoghe proporzioni e ritenendo, quindi, che i beni siano il frutto di attività illecite o ne costituiscono il reimpiego. Il sequestro ha interessato tutti i beni mobili ed immobili di pertinenza del Forastefano o a lui riconducibili acquisiti al patrimonio familiare dal 2002 in poi, per un importo complessivo di oltre due milioni di euro, ma il cui effettivo valore è in fase di accertamento. Sono stati sequestrati: l’impresa individuale di Forastefano Antonio; il 50% del capitale sociale della “Ranacoltu-

re Ionica” s. n. c.; l’impresa individuale della moglie Rizzo Caterina; otto autovetture di ingente valore e di prestigiose marche tra cui Mercedes, Audi e Bmw; autocarri, abitazioni, terreni agricoli, conti correnti e dossier titoli. L’odierno sequestro, che segue a distanza di pochi giorni quello eseguito nei confronti di Rende Nicola Sebastiano rientra, dunque, nella difficile attività di intelligence su cui il Questore Salerno, attraverso l’Ufficio Misure di Prevenzione, ha da tempo posto particolare attenzione, per ricercare i patrimoni illeciti delle associazioni mafiose, indebolendole economicamente e privandole, di fatto, di qualsiasi potere e forza intimidatrice Nel corso dell’anno, ad ora, sono stati complessivamente sequestrati beni per un importo di oltre sessantadue (62) milioni di Euro ed i relativi provvedimenti ablativi hanno riguardato pericolosi soggetti, tutti indiziati di appartenere a cosche mafiose operanti sul vasto territorio della provincia di Cosenza.

za: “Approvazione del nuovo Statuto e del Regolamento della Camera Arbitrale”. Dopo ampia discussione, il Consiglio della Camera arbitrale ha approvato, all’unanimità, il nuovo Statuto e Regolamento, formalizzando l’ingresso nel predetto Consiglio dei rappresentanti degli organi tecnici. Tanto consente, oggi, di ritenere il Consiglio arbitrale completo e rappresentativo di tutte le componenti deputate a praticare l’arbitrato. In occasione della prossima riunione, prevista per il 6 marzo p. v. sarà completata la composizione della Giunta della Camera arbitrale, della quale, di diritto, fanno già parte il presidente Gaglioti e i

vice-presidenti Morcavallo e Napolitano. L’integrazione avverrà con la nomina di due componenti scelti nell’ambito del Consiglio Camerale. E’ noto che la Camera Arbitrale assolve ad un ruolo certamente determinante per la composizione delle controversie fra imprese e fra imprese e cittadini. E’ un settore nel quale pesa molto la lentezza della giustizia civile, i cui tempi spropositati rendono intollerabile l’attesa di una sentenza. E’ per questo, anche per questo, che molte imprese iniziano a guardare con molto interesse alla funzione di questa forma di giustizia civile alternativa.

Franceschini sa quanto abbia pesato, ad esempio, l’isolamento delle minoranze partitiche, anche di sinistra, e dovrebbe ammettere pubblicamente che è stato un errore non di poco conto, imperdonabile, della gestione Veltroni. Che l'opposizione non è solo la maggioranza di Governo, ma che la si riscontra anche, ben annidata, all'interno del Pd. Una sorta di Costellazione eterogenea, in cui gravita un Partito come quello, giustizialista, rappresentato da Antonio Di Pietro che, a quanto pare, è fattore escludente per altri Soggetti politici. Se si vuole evitare il pericolo, pe-

raltro dibattuto nell'ambito della stessa Assemblea Pd: "Berlusconi, padrone dell'Italia", occorre rivedere, nella sostanza, la posizione del Pd nello scenario politico italiano. ed avviare una nuova stagione di confronto e dialettica che cementi un fronte sufficientemente rappresentativo della tradizione e vocazione di un Centro sinistra, quello autenticamente progressista e riformista, del quale se ne persa memoria. Diversamente, s'arricchirà il pallottoliere del Premier che, a quanto pare, ha già collocato Dario Franceschini come bersaglio nel suo... Poligono di tiro!». *Enzo Pianelli

S. GIOVANNI IN FIORE L’allarme lanciato dal Partito dei Comunisti Italiani alle forze politiche

per l’apertura di cliniche private che non sono altro che fotocopie dei presidi ospedalieri pubblici “vedi Cosenza”. Considerato che la popolazione pediatrica della nostra città è di circa 6000 persone (popolazione pediatrica, da 0 a 18 anni) e che è pur vero che vi è un calo delle nascite che comunque vede la nostra città in perfetta linea con gli standard nazionali. A fronte di questo vi è un naturale allungamento della vita e quindi una maggiore esigenza ginecologica che va a recuperare il calo dal punto di vista ostetrico”calo nascite”. In relazione a quanto detto sopra il P. d. C. I. di San Giovanni in Fiore chiede espressamente il mantenimento e miglioramento dei servizi ospedalieri di base, che per chi non lo sapesse sono: Medicina, Chirurgia, Radiologia, Ostetricia e ginecologia e Pediatria, in rispetto a quanto scritto sopra».

Il sequestro dei beni

delitti di estorsione pluriaggravata, danneggiamento, incendio, usura aggravata, rapina aggravata, introduzione nel territorio nazionale, detenzione e porto in luogo pubblico di armi, anche da guerra, detenzione ille-

cita, anche mediante associazione, di stupefacenti. Attualmente è detenuto nel carcere di Parma ed è ritenuto a capo della cosca mafiosa che dal Forastefano prende il nome, operante sul territorio dell’alto Ionio cosentino ed

COSENZA Durante la riunione di venerdì scorso sono stati approvati il nuovo Statuto e il Regolamento

Consiglio della Camera Arbitrale COSENZA — Il 20 febbraio u. s.,

sotto la presidenza di Giuseppe Gaglioti, presidente della Camera di Commercio, coadiuvato dai vice-presidenti della Camera arbitrale, avv. Oreste Morcavallo e dott. Maurizio Napolitano, presso la Sala Giunta della Camera di Commercio di Cosenza si è riunito il Consiglio della Camera Arbitrale “Costantino Mortati”. Erano presenti: dott. Carlo Plastina Presidente or-

dine commercialisti ed esperti contabili di Rossano dott. Daniele Carlomagno Presidente ordine commercialisti ed esperti contabili di Castrovillari; dott. Ennio Galliano Iannelli VicePresidente ordine commercialisti ed esperti contabili di Paola; dott. Giovanni Genise Presidente consiglio Prov. le dei Consulenti del Lavoro; dott. Giovanni Perri Presidente dell’Ordine Prov. le dei dottori Agronomi e Forestali; dott. M.

Limarzi Presidente del Collegio Prov. le dei Periti Industriali. Prof. Rocco Carricato presidente collegio Pov. le periti agrari; Ing. Francesco Dodaro Segretario Ordine prov. le degli Ingegneri; All’incontro hanno partecipato, anche, i rappresentanti degli organi tecnici di tutta la provincia. All’ordine del giorno era, fra gli altri, iscritto un argomento decisivo per assicurare alla Camera arbitrale completa funzionalità ed efficien-

COSENZA L’intervento, di un cittadino, sulla situazione politica all’interno del Partito Democratico

«Il Pd deve guardare più a sinistra» COSENZA — Riceviamo e pubbli-

chiamo* «Premetto che non sono un elettore del Pd, ma a questa Formazione politica guardo con interesse, soprattutto per le potenzialità ideologiche che esprime e per la cultura politica che rappresenta nello scenario partitico italiano, dove la vera Politica difetta molto. Penso che sarà una Missione quasi... impossibile per Dario FranS. GIOVANNI IN FIORE — Il P. d. C. I. di S. Giovanni in Fiore, interviene sulla questione dell’Ospedale. «Nel frattempo che la nostra classe politica sia la maggioranza che l’opposizione gli uni intenti a studiare la migliore strategia per accaparrarsi la dirigenza del Pd e gli altri persi nei meandri di una politica nazionale che sta minando lo stato sociale e anche quello di diritto del nostro paese. Dall’altra parte si decidono le sorti del nostro presidio ospedaliero iniziando a chiudere due reparti importanti per la nostra cittadina quali l’Ostetricia e ginecologia e la pediatria, e in futuro chissà quale altro reparto “anche perché i rimanenti reparti non vivono una situazione felice, anzi sopravvivono a stento”. Detto questo vorreemmo sottolineare due punti dai quali non si può prescindere: Il primo è quello che, così come conveniente-

ceschini garantire la sopravvivenza del Pd, fino al programmato Congresso d'autunno, se non si provvederà ad arginare il fronte debole dell'Organizzazione, cioè quello a Sinistra. Un fronte che Walter Veltroni non ha voluto, caparbiamente, rimpolpare. Il neo Segretario del Pd, già vice di Veltroni, ha delle indubbie qualità politiche e sufficiente prestigio, che potrà meglio valorizzare se introdurrà, nella gestione del

Partito, dei correttivi strategici non marginali. L'esperienza veltroniana, della quale ne ha condiviso l'accidentato, quanto difficile percorso, dovrebbe suggerire che attaccare frontalmente Berlusconi, alla lunga, non paga. Chi meglio di Franceschini ha sufficiente memoria politica e organizzativa per affrontare un nuovo corso, che non si presenta certamente agevole per il nuovo leader del Pd?

«Ospedale, i reparti stanno chiudendo» mente il legislatore regionale ha previsto nel vigente piano sanitario della regione Calabria la possibilità di adeguata tutela degli ospedali di montagna, Piano attualmente in vigore approvato dalla giunta Chiaravalloti “giunta di centro destra”. Tale richiesta a nostro avviso, si rende opportuna in considerazione delle note ed acclarate difficoltà economiche e strutturali della nostra città che appartiene alle aree interne per rispettare il principio costituzionale di equità di accesso ai servizi dello Stato, ed in particolare ai servizi sanitari che vengono richiesti dalle persone deboli ed in difficoltà. Il secondo punto è sancito dalla

nostra Costituzione. Art. 32 della Costituzione che tutela il diritto alla salute come fondamentale per l’individuo e interesse della collettività, la Legge 833 istituisce il Servizio Sanitario Nazionale, definito come complesso delle funzioni, dei servizi e delle attività destinate alla promozione, al mantenimento e al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione, senza distinzione alcuna. Globalità degli interventi in materia di prevenzione, cura e riabilitazione; uguaglianza dei cittadini nei confronti del Servizio Sanitario. I livelli essenziali ed uniformi d’assistenza sono definiti dal Psn nel rispetto dei principi della di-

gnità della persona, del bisogno di salute, dell’equità nell’accesso dell’assistenza, della qualità delle cure e della loro appropriatezza riguardo alle specifiche esigenze. Allora ci chiediamo quale subdolo motivo c’è sotto queste decisioni? Noi possiamo solo fungere da attenti osservatori e fare delle riflessioni, chiedendoci come mai a fronte di tutte le chiusure di reparti ospedalieri messi in atto nella nostra provincia, sotto le mentite spoglie della razionalizzazione delle risorse economiche sanitarie che a quanto pare assorbirebbero una gran parte di esse, si danno nuove concessioni


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 17

CALABRIA E ora Roggiano Gravina, paesino in provincia di Cosenza da cui giovanissimo è partito, lo aspetta a braccia aperte

L’ultimo saluto all’avvocato Tarsitano La cerimonia funebre si è tenuta nell’aula Occorsio, la più grande del palazzo di giustizia di Roma ROMA — Una toga sul feretro e,

intorno, decine di omaggi floreali, come quello inviato da Piero Fassino. Così familiari, amici, colleghi, magistrati, giornalisti ed esponenti politici (da Armando Cossutta a Walter Veltroni, al presidente Rai Claudio Petruccioli) hanno voluto dare ieri mattina l'ultimo saluto all'avvocato Fausto Tarsitano, morto a 81 anni sabato scorso dopo tre mesi di ricovero. La cerimonia funebre si è tenuta nell'aula Occorsio, la più grande del palazzo di giustizia di Roma, degno luogo per celebrare "un grande uomo che si è sempre battuto per i diritti della difesa e della libertà, un uomo che ora Roggiano Gravina, pae-

sino in provincia di Cosenza da cui, giovanissimo, è partito con pochi mezzi e con tanto entusiasmo, aspetta a braccia aperte", come ha ricordato Alessandro Cassiani, presidente del Consiglio dell'Ordine forense. «Leale, onesto, preparato, apprezzato anche dai suoi avversari di tribunale»: è questo il ricordo degli avvocati Pino Zupo, Giandomenico Caiazza, Franco Coppi, del presidente della corte d'appello Giorgio Santacroce e di quello del tribunale Paolo De Fiore. Tutti d'accordo nel dire che l'avvocato Tarsitano era «un uomo di classe e di rigore morale», con un pensiero sempre rivolto «ai più deboli e ai più bisognosi», tanto da far parte

di un ristretto gruppo di penalisti romani che garantiva la difesa gratuita a chi non poteva permetterselo. Difensore, tra l'altro, nel processo per la strage di via Rasella, per il massacro del Circeo, per la strage di piazza Fontana e l'eccidio della scorta di Aldo Moro, Tarsitano, legale storico dell'Unita' e della Cgil, ultimamente aveva assistito Cossutta nella causa (vinta con ritrattazione dell'accusa e risarcimento simbolico dei danni) intentata a Silvio Berlusconi per aver detto in una puntata di 'Porta a Porta' che il presidente dei Comunisti Italiani era alla guida di un'organizzazione armata. (Agi)

COSENZA La nota di alcune associazioni sul piano quinquennale di investimenti 2004-2009 della Regione

«Cosa si prevede per il futuro della Sorical?» COSENZA — La nota di alcune as-

sociazioni: «Ogni volta che parla della Sorical, l’assessore Incarnato tiene a sottolineare che questa società è un’eredità della Giunta precedente, ma che oggi è importante confrontarsi con essa per far fronte ai problemi dell’approvvigionamento idrico in Calabria. Certamente è intenzione di Incarnato far sì che questo confronto sia trasparente e conduca a risultati ben definiti. Apprendiamo dalla stampa che il piano quinquennale di investimenti 2004-2009 è quasi completato e già ci si proietta al futuro, con la proposta di un unico Ato regionale. Dunque, in un’ottica di chiarezza, non sarebbe oppor-

tuno riferire ai cittadini calabresi cosa è stato fatto in questo quinquennio? E con quali soldi? La Sorical appartiene per il 53,5% alla Regione e per il 46.5% alla Veolia, la multinazionale francese che ha impiantato in Calabria un ricco business sulle questioni ambientali (guarda caso gestisce anche l’inceneritore di Gioia). Oltre ad ascoltare le lamentazioni circa i ritardi nei pagamenti da parte dei Comuni, ed oltre a leggere di svariati milioni di denari pubblici stanziati in questi anni, è lecito conoscere l’entità degli investimenti privati? Pochini, a quanto pare da qualche dichiarazione dello stesso Incarnato. E per il futuro, cosa si prevede? Che

ne sarà ad esempio dell’Abatemarco, questione ancora irrisolta dopo il primo quinquennio, il cui tracciato dalle parti di Malvito percorre svariati chilometri in terreni irrimediabilmente in frana? Chi metterà i soldi? Ed infine, per la questione dell’Ato unico, come superare l’attuale frammentazione? Non si prospetterà un nuovo regalo al privato di turno (magari sempre lo stesso)? In questo caso l’assessore Incarnato non solo non terrebbe conto delle oltre15000 firme raccolte solo un anno fa per avere l'acqua pubblica in Calabria, ma non potrebbe nemmeno più parlare di eredità di Giunte precedenti».

COSENZA I Gruppi del Centrodestra della Provincia sulla visita del sottosegretario Mantovani

«L’assenza di Oliverio non è giustificabile» COSENZA — I Gruppi del Centrode-

stra della Provincia di Cosenza, in una nota, rispondono ad Oliverio accusano il presidente, Mario Oliverio, di un «pietoso tentativo di giustificare la propria gaffe istituzionale tentando di far ricadere sul sottosegretario Mantovani la responsabilità della sua pesante ed ingiustificabile assenza». Nella nota i consiglieri ricordano al presidente della Provincia di Cosenza che «il Governo ha ampiamente assolto all'onere di co-

municazione a Prefetture, Amministrazioni locali e Anas, ciascuna per le proprie competenze, della visita in Calabria del proprio rappresentante, divulgando il programma anche a mezzo stampa. Ma ammesso e non concesso che possa essersi creato un qualsiasi disguido oppure malinteso, poiché la notizia si è avuta davvero con largo anticipo, sarebbe stato compito dell'Ufficio di gabinetto del presidente, e segnatamente di quel cerimoniere che altrimenti non si ca-

pisce bene cosa effettivamente faccia, verificare con la Prefettura i motivi del presunto mancato avviso. Nulla dunque giustifica - sostiene ancora il Pdl - un'assenza che è apparsa come uno schiaffo alle popolazioni del territorio cosentino colpite dall'emergenza e dal disastro. Ed é francamente ridicolo il disappunto espresso in maniera tanto inusuale quanto fuori luogo, perché appare come il 'capriccio' di una primadonna che si è sentita sottratta la ribalta».

Sole 24 Ore: Uffici del Comune a Cosenza i più cari della Calabria COSENZA — E' Cosenza il Comune

della Calabria ad avere il costo pro capite più alto, pari a 329,8 euro (23 milioni complessivi), per il funzionamento degli uffici dell'ente. E' quanto emerge da una ricerca del Sole 24 Ore. Dopo Cosenza segue il Comune di Vibo Valentia con una spesa di 8,8 milioni di euro (260,7 euro pro capite); 8 il comune di Reggio Calabria con 41,2 milioni di euro (223,5 euro pro capite); Catanzaro con 18,8 milioni di euro (199,2 euro pro capite);

Crotone con 11 milioni (181 euro pro capite). Anche per quanto riguarda gli organi istituzionali Cosenza è in vetta alla classifica tra i comuni calabresi con una spesa di 5,10 milioni di euro e quella pro capite di 73,04 euro. Segue poi il Comune di Reggio Calabria con 13,20 milioni di euro (71,69 euro pro capite); Catanzaro con 3,80 milioni di euro (40,24 euro pro capite); Vibo Valentia 1,21 milioni di euro (35,83 pro capite) e Crotone. (Ansa)

Cosenza, tagli alle Università studenti scendono in piazza COSENZA — L’Unione degli studenti si associa alle dichiarazioni del Capo dello Stato sulla necessità di investire nella formazione, sostenenedo che «i tagli messi in atto dagli ultimi governi hanno messo seriamente a rischio la centralità di scuola e università come motore per uno sviluppo sostenibile nel nostro paese». «Come ha ricordato Napolitano per le scuole e l'universita' servono interventi puntuali e mirati - dichiara Roberto Iovino, coordinatore dell'UdS - l'attuale Governo, invece, ha tagliato più di 9,5 miliardi come se l'investimento sulla conoscenza fosse solo un capitolo di bilancio da tagliare. Per queste motivazioni continua Iovino - abbiamo indetto per Venerdi' 27 una giornata di mobilitazione studentesca na-

zionale, per ribadire la necessità di investire sul sapere per uscire dalla crisi. Le scuole si bloccheranno di nuovo per contestare l'autoritarismo di Gelmini e Tremonti che pensano di poter distruggere la scuola pubblica dimezzando le risorse a disposizione. Porteremo in piazza anche le proposte: un reddito per l'accesso al sapere, interventi straordinari sull'edilizia scolastica e sulla didattica, nonchè la nostra convinzione che i costi della crisi non possano pesare sulle tasce e sulle prospettive di vita dei più deboli, studentesse e studenti in primis». L'Uds ricorda che sono in programma per venerdi' cortei a Roma (da Piramide), a Torino (Piazza Arbarello), a Genova (piazza Caricamento), a Cagliari (piazza Repubblica).

Corigliano Calabro, albanese arrestato per tentato omicidio Un cittadino straniero di nazionalità albanese, Arel Serku, di 29 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Corigliano Calabro. A Serku è stato notificato un provvedimento restrittivo emesso dal tribunale di Lushnje (Albania) perché è accusato di essere l'autore di un tentato omicidio nei confronti di un connazionale.

Cassano Ionio, aggredisce i carabinieri: in manette Prima blocca un carro allegorico e poi prende a calci i carabinieri. Crepin Bambara, 28 anni, originario del Burkina Faso, ma domiciliato nel Cassanese, è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo aveva alzato un pò il gomito, e durante i festeggiamenti per il Carnevale di Lauropoli dopo avere creato problemi alla sfilata dei carri, s’è scagliato contro i militari che erano intervenuti per riportarlo alla ragione. L'uomo è stato rinchiuso nel carcere di Castrovillari.


18 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA VIBO VALENTIA I due nuovi servizi attivati riguardano la prevenzione dell’osteoporosi e l’unità operativa di Lungodegenza

Ospedale Soriano, inaugurato il day service Tutto il processo di indagine e cura passerà attraverso un collegamento in rete SORIANO — L’Ospedale di Soriano ora può contare su un day service per la prevenzione dell’osteoporosi e dell’unità operativa di Lungodegenza. All’inaugurazione erano presenti con il Commissario straordinario Rubens Curia, i direttori dei dipartimenti di Medicina e dei Servizi Sanitari, Domenico Consoli e Ignazio Vasapollo, il direttore sanitario Antonella Ascoli, il direttore dell’ufficio per gli affari generali e legali Francesco Procopio, Alfonso Grillo in rappresentanza della Conferenza dei sindaci e Sergio Pititto segretario generale della Cisl. Intervenuti anche il presidente della Commissione Salute del Consiglio Regionale Pietro Giamborino ed il consigliere regionale Bruno Censore. Ad impartire la solenne benedizione ai nuovi servizi mons. Giuseppe Fiorillo. Il day service sull’osteoporosi è il primo sistema di prevenzione e cura in funzione in Calabria. A coordinarlo è stato chiamato Francesco Curatolo che vanta una specifica competenza e studi in materia.

L’osteoporosi è una patologia multifattoriale caratterizzata da una ridotta massa ossea e da alterazioni qualitative della struttura ossea esposta ad elevato rischio di fratture per traumi spesso anche di modesta entità.. Come funzionerà il day service per la prevenzione e cura dell’osteoporosi? «Il servizio - spiega Rubens Curia - è organizzato in maniera tale modo di effettuare sino a tre accessi nell’arco di 45 giorni a distanza di 7-15 giorni uno dall’altro. I pazienti, segnalati dai medici di medicina generale, sulla base di individuati fattori di rischio, ed interessati a quello che può essere definito anche una sorta di screening, si dovranno sottoporre, inizialmente, ad anamnesi fisiologica e patologica. In seconda battuta dovranno essere sostenuti gli esami ematochimici ed urinari per acccertare i parametri relativi al metabolismo osseo». «Una terza indagine - prosegue il manageraziendale - riguarderà un esame di densitometria ossea mediante Dexa. Tutto questo è propedeutico alla visi-

ta ortopedica. In questa fase interviene anche il colloquio tra paziente e specialista per valutare il tipo di alimentazione e procedure, attraverso appropriati consigli dietetici alla correzione della evidente carenza di calcio soprattutto in quei soggetti che, spesso per altre patologie, si vedono costretti ad evitare alcuni alimenti. La procedura continuerà con la visita fisiatrica volta a indicare un pro-

All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, i direttori dei dipartimenti di Medicina e dei Servizi Sanitari gramma di ginnastica o rieducazione funzionale allo scopo di stabilire l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali». «In sede di secondo accesso conclude Rubens Curia - diven-

VIBO VALENTIA L’appuntamento è, domenica 1 marzo, nel “Salone delle Feste” del 501 Hotel

Prosegue la kermesse “2 Voci per l’inverno” VIBO VALENTIA — Sarà dedicata

alla grande voce calabrese, l’indimenticabile ragazzo di Fiumara, Mino Reitano, l’edizione 2009 della manifestazione artisticocanora “2 Voci per l’inverno” condotta da Valerio Merola, coadiuvato da Marilena Alescio – bellezza tipica calabrese e promettente show girl proveniente dagli studi di Telereggio. Intanto, Saverio Mancini, organizzatore e patron della manifestazione, è in contatto con personaggi famosi del mondo dello spettacolo e della canzone italiana che vorrebbe a tutti i costi sul palcoscenico della sua affermata manifestazione. E di personaggi famosi sul palcoscenico – oramai mitico del 501 Hotel - ne sono passati a iosa, ricordiamo: Malgioglio, Zucchero, Tiziana Rivale, Pupo, Bobby Solo, Gary Low, Gianni Nazzaro, e tantissimi altri tra cui non possiamo non ricordare il grande e straordinario protagonista del “Bagaglino” di Roma: Oreste Lionello, ospite di eccezione in molte edizioni della “6 Giorni di Vibo” organizzate, sempre, da Saverio Mancini e Daniele Piombi. Domenica scorsa per l’intero pomeriggio sino a notte PIZZO — Pizzo, l'antico maniero

aragonese, teatro della tragica morte di re Gioacchino Murat, con le sue storie marinare, con le sue spiagge, i piatti tipici locali, il vino zibibbo e il tartufo, ha partecipato alla Bit di Milano con un proprio stand per pubblicizzare le sue attrattive turistiche, ma soprattutto gli angoli più suggestivi: il castello di Gioacchino Murat, la chiesetta di Piedigrotta, i tanti vicoli medioevali immersi, il mare dai fondali incontaminati che sono i punti di forza dell'industria turistica pizzitana. La presenza alla Bit, commenta il sindaco Fernando Nicotra «ci sta permettendo ancora una volta di

“2 Voci per l’inverno” sarà condotta da Valerio Merola (nella foto), coadiuvato da Marilena Alescio. L’edizione 2009, di questa manifestazione artisticocanora, sarà dedicata alla grande voce calabrese, l’indimenticabil e ragazzo di Fiumara, Mino Reitano

terà possibile prevedere, sopratutto in caso di necessità, ulteriori visite specialistiche con l’attivazione di percorsi preventivi e/o terapeutici dell’osteoporosi. L’ultimo accesso è destinato alla prescrizione terapeutica». Tutto il processo di indagine e cura passerà attraverso un collegamento in rete con i medici di medicina generale e, trimestralmente con l’assessorato alla sanità della regione per la valutazione dei dati, dove funziona un coordinamento regionale per la prevenzione dell’osteoporosi, di cui è componente lo stesso Franco Curatolo. Sempre nell’ospedale di Soriano è entrata in funzione anche l’unità operativa di Lungodegenza coordinata da Giuseppe Battaglia e riservata a quei pazienti che hanno superato la fase acuta della malattia ma che hanno ancora bisogno di permanere in ospedale per un ulteriore periodo di osservazione e terapia. L'offerta assistenziale prevede la prosecuzione del programma terapeutico ai fini di una ulteriore stabilizzazione clinica del paziente "fragile", la massiinoltrata, sono stati ascoltati dal cast della direzione artistica decine di giovani provenienti dalla Calabria e dalla Sicilia. «Alla fine delle audizioni - ha commentato Mancini - sono stati prescelti 16 artisti tutti preparatissimi che non hanno nulla da invidiare ai giovani esordienti al Festival di San Remo appena concluso. E sicuramente la loro bravura alzerà di molto il livello di qualità, già ottimo, dimostrato nella precedente edizione». Questi sono i nominativi dei giovani ammessi alla serata finale - patrocinata dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo dell’Amministrazione Provinciale di Vibo - in programma per domenica 1 marzo, alle ore 17, nel “Salone delle Feste” del 501 Hotel di Vibo: Apa Giuseppe di Crotone; Baldanza Thomas di Paola; Ceravolo Marco di Pizzo D’Ippolito Jessica di Vibo Valentia; Durante Marco di Pizzo; Franzè Vincenzo di Vibo Valentia; Fruci Iliana di Filadelfia; Italiano Filippo di Delianova; Laimo Manuele di Messina; Lisotti Flavia di Ioppolo; Marrella Vincenzo di Maida; Santulli Lorenzo di Taurianova; Scannadinari Francesca di Vibo Valentia; Tavella Marianna di Potenzoni Vita Daniele e Umberto di Messina; Zaffino Maria di Serra San Bruno. Ma. Bo.

PIZZO Soddisfatto il sindaco, Fernando Nicotra, per l’importante occasione di far conoscere le bellezze della cittadina

Il Comune presente alla Bit di Milano esportare, il nostro patrimonio artistico, storico, culturale e turistico, all'interno di una vetrina internazionale che vede la presenza di importanti operatori del settore. Siamo presenti con un nostro Stand, dove stiamo esponendo per farli conoscere agli altri, la nostra cultura, l'arte, la storia che sono gli elementi caratterizzanti di una citta' che vanta un storia plurisecolare. Pizzo in vista della stagione turistica inten-

de valorizzare questi aspetti». «Siamo qui - ha aggiunto - con lo stesso spirito con il quale lo scorso anno abbiamo partecipato alla Bit nell'ambito della rassegna 'la Calabria dei Castelli'. Siamo qui - sottolinea - con l'obiettivo di rafforzare l'offerta turistica e catturare l'attenzione degli operatori del settore, nella consapevolezza che la città è in grado di affascinare il visitatore con le sue incomparabili bellez-

ze». Per noi, commenta ancora, «la Bit, in vista della stagione estiva è una vetrina importante per pubblicizzare le bellezze paesaggistiche e gli antichi sapori della pasticceria e della cucina locale. Ma anche grande vetrina dell'offerta turistica del nostro comune che non ospita soltanto villaggi turistici, ma che incomincia ad offrire un turismo stanziale. Pizzo è stata scelta, infatti, da ingle-

ma valorizzazione possibile delle abilità residue, la facilitazione del percorso per il rientro a domicilio del paziente, anche tramite la necessaria formazione/educazione dei familiari. La struttura di lungodegenza avrà uno stretto collegamento con il territorio, interfacciandosi con l’assistenza domiciliare integrata, in quanto il ricovero in lungodegenza non è un ricovero "a vita", ma rappresenta un momento assistenziale nell’ambito di una malattia cronica. Assicurerà una serie di prestazioni, come: assistenza diagnostica, medica e terapeutica; assistenza infermieristica; trattamenti riabilitativi; servizio di radiologia e laboratorio di analisi; servizio di guardia medica interno e pronta disponibilità festiva e notturna, consulenze specialistiche grazie alla collaborazione di professionisti presenti nella struttura. L'obiettivo è facilitare il reinserimento dell'ammalato nel contesto familiare o nell'ambiente protetto che meglio si adatta alle sue condizioni. Ma. Bo.

In breve... Vibo Valentia, donna muore cadendo in un pozzo A Sant'Onofrio, in località Morsillara è stata recuperato da parte dei vigili del fuoco del cadavere di una donna caduta in un pozzo. Sul posto anche i carabinieri e il 118. La donna si chiamava Caterina Cugliari, di 74 anni, del posto. Ancora non si sa se si tratta di un suicidio o di una caduta accidentale. Vibo, delfino morto La carcassa di un delfino, del peso di un quintale circa, è stato rinvenuto sulla spiaggia di Zambrone Marina, una località turistica sulla costa vibonese, nei pressi di Tropea, in stato di decomposizione. Su un fianco erano comunque visibili tre ferite causate da una fiocina. Ad avvistare l'animale, intorno alle undici di ieri mattina, un pescatore che ha avvertito la Guardia Costiera la quale, a sua volta, ha fatto intervenire il servizio veterinario dell’Asp. Vibo, scoppia incendio in un bar L'immediato intervento dei vigili del fuoco ha evitato che un principio d'incendio, scoppiato in un bar del centro abitato di Vibo Valentia, potesse avere più gravi conseguenze. Il fatto è avvenuto intorno alle sei di ieri mattina in via Alessandria. si, irlandesi e russi per investimenti immobiliari con l'acquisto di case. Un turismo diverso da quello alberghiero che rappresenterà una grossa risorsa economica. Lo sviluppo del turismo - conclude - è tra le priorità della nostra amministrazione comunale che ha inserito il turismo tra gli obiettivi strategici come fattore dello sviluppo economico che punta sull'incremento del turismo attraverso una migliore propaganda nel territorio italiano ed estero e sull'invito agli imprenditori ad investire nel nostro territorio per la realizzazione di nuove strutture nel campo turisticoalberghiero». (Agi)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 19

CALABRIA REGGIO CALABRIA I finanzieri hanno scoperto che le persone deferite sarebbero riuscite ad ottenere, grazie a false autocertificazioni, l’esenzione del ticket

Truffa alla Sanità, duecento denunce Tramite l’anagrafe tributaria sono stati rilevati tutti i redditi dichiarati dai soggetti REGGIO CALABRIA — Duecento falsi indigenti sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza della tenenza di Bianco (Rc) nell'ambito di un'inchiesta riguardante una presunta truffa ai danni del servizio sanitario nazionale. I finanzieri hanno scoperto che le persone denunciate sarebbero riuscite ad ottenere, grazie a false autocertificazioni, l’esenzione del pagamento del ticket per prestazioni sanitarie senza averne diritto. Gli assistiti dichiaravano di essere esenti dal pagamento per vari motivi tra i quali: età dell'assistito inferiore ai 6 anni o superiore ai 65 con reddito familiare lordo, riferito all'anno precedente, inferiore a 36.151,98 euro; capo famiglia e familiari a carico con reddito del nucleo familiare lordo, riferito all'anno precedente, inferiore a euro 8.263,31 incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,45 euro per ogni figlio a carico; capo famiglia titolare di pensione al minimo di età superiore ai 60 anni e familiari a carico con reddito complessivo, riferito all'anno precedente, inferiore a 6.263,31 euro incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,45 per ogni figlio a carico; capo famiglia e familiari a carico titolare di pensione so-

Reggio, vìola i domiciliari 39enne arrestato dall’Arma REGGIO CALABRIA — I Carabinie-

ciale. La metodologia di rilevazione delle incongruenze di reddito riscontrate rispetto a quanto autocertificato è consistita nel richiedere prioritariamente, ai vari comuni di residenza (Ardore, San Luca, Benestare, Bovalino, Africo, Bianco, Casignana, Sant'agata del Bianco e Brancaleone) lo stato di famiglia del soggetto che aveva usufruito la prestazione sanitaria. Tramite l'anagrafe tributaria in dotazione al corpo sono stati rilevati tutti i redditi dichiarati dai soggetti facenti parte i nuclei familiari. Quindi si è effettuato il riscontro tra la tipologia dell'esenzione dichiarata ed il reddito effettivo rile-

vato. Sono state acquisite in copia, all'ex azienda sanitaria 9 di Locri circa 1.500 ricette, riferite al periodo compreso fra il primo gennaio 2005 ed il 28 febbraio successivo, erano state trasmesse dai laboratori di analisi cliniche convenzionate con il servizio sanitario In paricolare in due dei comuni, la percentuale di frode era pari a circa l'80% delle ricette esaminate. Il mancato introito da parte del sistema sanitario ammonta a circa 40.000 euro. I responsabili sono stati denunciati a piede libero alla procura della repubblica di Locri per truffa e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico.

BRONZI DI RIACE AL G8 L’intervento del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli

«Deve decidere tutta la Calabria» REGGIO CALABRIA — Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, favorevole al viaggio dei Bronzi di Riace a La Maddalena, per il prossimo G8, previsto per il mese di luglio, di fronte ad una regione spaccata in due sull’opportunità di questa iniziativa, chiede che «non sia solo il sindaco, Giuseppe Scopelliti, e la città di Reggio Calabria a decidere, se mandarli oppure no, ma democraticamente e correttamente tutti i calabresi attraverso un regolare referendum». Corbelli giudica la presenza dei Bronzi di Riace al G8 «una straordinaria occasione che non si può e non si deve assolutamente lasciar cadere e perdere, per rilanciare nel mondo i due Guerrieri di Riace e l’immagine diversa, positiva della Calabria, culla della civiltà

della Magna Grecia. Portare i due Bronzi di Riace al G8 significa farli rivedere (e ricordarli) al mondo intero grazie alla presenza di migliaia di giornalisti e delle televisioni di tutto il pianeta. Una grandiosa (e gratuita) iniziativa promozionale e pubblicitaria mondiale per i due Guerrieri di Riace e per la Calabria che avrebbe l’effetto immediato e futuro di portare e attrarre nella città dello Stretto nuovi milioni di turisti e visitatori da ogni parte del pianeta. Domando: a cosa serve tenere i due Bronzi nel Museo di Reggio e aspettare che, oramai sfumato l’effetto novità degli anni passati, arrivi qualche turista a visitarli? La presenza dei due Bronzi a La Maddalena significa farli uscire dall’oblìo nel quale sembra siano caduti da qualche

anno. Significa rilanciarli e insieme a loro rilanciare la Calabria. la sua immagine, la sua storia, in un momento particolarmente difficile e di grave crisi. Se il trasporto dei due Bronzi non comporta rischi per loro stabilità e salute è importante esporli al G8, mostrali ai Capi di Stato e di Governo e, attraverso la stampa internazionale, a tutto il mondo. Il sindaco Scopelliti, di fronte ad una regione divisa sull’opportunità di questa iniziativa, non può comunque decidere di far pronunciare solo la città di Reggio (come è avvenuto, sbagliando, in passato), lasci che democraticamente si pronunci non solo la città dello Stretto ma tutta la Calabria, con un referendum, perché i due Bronzi di Riace sono un patrimonio non solo della città dello Stretto».

BRONZI DI RIACE AL G8 Il Circolo culturale L’Agorà ricorda il monito degli esperti sulla pericolosità del trasporto

«Espressi pareri sfavorevoli in passato» REGGIO CALABRIA — L’intervento del CIrcolo culturale L’Agorà. «Ogni qualvolta si parla di beni culturali ci si accorge che questi esistono e quindi inizia il carosello delle passerelle, dove ognuno si sente il diritto di dire la sua. Esempio è quello relativo alle due opere artistiche che risultano ospitate presso Palazzo Piacentini, un tempo Museo Nazionale, ora declassato a struttura regionale. Tutti litigano o tutti sono d’accordo: queste sono le cifre che si registrano, naturalmente a secondo gli orientamenti e/o gli equilibri politici. Prima domanda: che fine ha fatto quel manipolo di irriducibili che a spada tratta gridava contro lo spostamento del Kouros a Mantova? Forse perchè al governo vi era l'opposta fazione?

Ed adesso invece, quasi tutti sono d'accordo, tanto poi in cambio Reggio Calabria rientrerà, si dice, nel progetto ministeriale delle aree metropolitane. Seconda domanda: Ma qualcuno si è accorto in quali condizioni versa l'intero territorio? Strade dissestate; Reti ferroviarie allo sfascio: l'alta velocià sembra che si fermi a Lamezia Terme; Dimezzamento delle corse marittime da Reggio verso Messina; L'autostrada con i soliti problemi; L'aeroporto Minniti anche lui che non riesce a decollare. Ritornando al tema delle due opere artistiche, volgarmente conosciute come bronzi bisogna domandare sempre a qualcuno cosa si è fatto per valorizzare e far conoscere quello che si ha, visto che qualcuno parla di Reg-

gio Città d'arte, Città turistica ed altri slogans. Ci sembra che gli addetti ai lavori abbiano chiaramente espresso il loro parere insindacabile più volte e cioè l'allora soprintendente per i Beni culturali e ambientali della Calabria Elena Lattanzi, sconsigliava "in modo assoluto un'ipotesi di trasportabilità che, anche in presenza del più sofisticato degli imballaggi e del trasporto più cauto, potrebbe compromettere in modo irreversibile, la conservazione dei celebri guerrieri". Naturalmente a supportare la tesi della Sovrintendente Lattanzi, le analisi effettuate dal Centrale Istituto di Restauro. Ma questo sembra non avere valore e peso scientifico, già si dimentica che come disse qualcuno “Italia, paese di santi, poeti”».

ri della Compagnia di Reggio Calabria nell’ambito di un servizio coordinato di controllo a persone sottoposte a misure restrittive hanno tratto in arresto nella serata di domenica Vincenzo Amato, pregiudicato classe ’70, in atto sottoposto alla Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno. Nella giornata di domenica infatti, giorno in cui sono più probabili le violazioni da parte di soggetti sottoposti agli arresti domiciliari o ad altre misure restrittive, sono stati organizzati specifici controlli con oltre dieci pattuglie con colori d’istituto ed altre in abiti civili. Proprio a seguito di uno di questi controlli, personale del Nucleo Radiomobile ha sorpreso Amato Vincenzo fuori dalla propria abitazione in orario non consentitogli, ovvero oltre le ore 20,00, nonchè privo della carta precettiva che obbligatoriamente deve essere portata al seguito. La violazione è costata al sorvegliato l’arresto in flagranza. La misura di prevenzione, infatti, irrogata dal Tribunale sulla base di precedenti penali di rilievo e della pericolosità del soggetto, fornisce uno strumento di controllo su soggetti ri-

Vincenzo Amato

tenuti“socialmenti pericolosi” e proclivi al delitto, che divengono pertanto destinatari di una serie di prescrizioni tra cui, come in questo caso, l’obbligo di permanenza in casa in dati orari. Tradotto ieri mattina presso le aule dibattimentali del Tribunale di Reggio Calabria, Amato, a seguito della convalida dell’arresto, è stato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

L’assessore Caridi sull’Exellent ’09 Grande riconoscimento al sindaco REGGIO CALABRIA — «Il prestigioso

riconoscimento assegnato al sindaco Giuseppe Scopelliti è l’ulteriore conferma dello straordinario impegno del Primo Cittadino e dei risultati raggiunti dall’attuale Amministrazione Comunale nell’ambito della promozione turistica del nostro territorio». E’ quanto dichiara l’assessore alle politiche ambientali Antonio Caridi dopo l’attribuzione del premio “Excellent 2009” al Sindaco di Reggio Calabria. «Un successo straordinario - prosegue l’assessore Caridi - che attraverso questo riconoscimento particolarmente ambito, dimostra come Scopelliti sia l’artefice di una fase nuova della nostra città, attraverso un programma portato avanti dalla Giunta, che è incentrato sulla valorizzazione delle bellezze

artistiche e culturali per far inserire Reggio nei grandi circuiti turistici internazionali. La ‘Reggio città turistica’ tanto sognata e immaginata in passato, sta diventando giorno dopo giorno sempre più realtà. Oggi la città può vantare il sindaco più amato d’Italia, capace di compiere un’impresa innovativa per la nostra realtà, attraverso investimenti coraggiosi su un programma di promozione dell’immagine del nostro territorio che sta dando i frutti sperati. Reggio, realtà periferica e sempre emarginata in passato, si propone a pieno titolo quale centro strategico nel bacino del Mediteranno mostrando potenzialità inespresse in passato ma che grazie ad una politica lungimirante e illuminata, adesso si pone all’attenzione nazionale».

Parco Nazionale dell’Aspromonte Parte l’Osservatorio di biodiversità REGGIO CALABRIA — Oggi, alle ore

10.30, a Palazzo della Provincia Aula delle Conferenze, si svolgerà la conferenza stampa per presentare l’Osservatorio della Biodiversità. «Questa un’altra la notizia importante che dà lustro al Parco Nazionale dell’Aspromonte. Il presidente, il consiglio direttivo e tutti i consiglieri hanno lavorato per portare a temine un ambizioso progetto di alto spessore scientifico, culturale e divulgativo. Si tratta di una struttura basata su di una banca dati territoriale. Un Geographic Information System che sintetizza “l’Osservatorio per la Biodiversità - WebGIS del sistema delle aree protette della Calabria”. Questo dato il titolo dato al progetto e che ha determinato l’otte-

nimento di un traguardo atteso». Il presidente Leo Autelitano, il direttore Pino Cannizzaro e tutto il direttivo ed il consiglio evidenziano come, attraverso un lavoro metodico e costante si possono raggiungere risultati. «Il tutto, ha precisato Autelitano è sintesi di una attività condotta in sinergia ed in armonia ma prima di tutto di un’attività di lavoro che appassiona e che vuole porre in primo piano la sensibilità verso la natura e gli elementi cardini della stessa». Il presidente Autelitano precisa che ora più che mai è necessario che i Parchi esercitano ruoli forti nel campo della conservazione e della tutela della biodioversità perché la stessa rappresenta un grande patrimonio per l’intera umanità.


20 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA IL FATTO A Milano, in occasione della borsa internazionale del turismo, è stata lanciata l’idea del marchio “Tipicamente sud”

La Provincia di Crotone alla Bit Al padiglione cinque è stato possibile ammirare i prodotti delle terre meridionali CROTONE — A Milano, in occasione della Bit, borsa internazionale del turismo, il coordinamento meridionale agricoltura (conta 28 Province delle regioni del sud) ha promosso alcune iniziative di particolare interesse. Nel coordinamento, nato nei mesi scorsi, la Provincia di Crotone occupa un ruolo di primo piano. Nel capoluogo lombardo è stata lanciata l’idea del marchio “Tipicamente sud”. E così al padiglione cinque è stato possibile ammirare i prodotti tipici delle terre meridionali, dai formaggi agli agrumi, dai vini ai salumi. A rappresentare l’ente, presieduto da Sergio Iritale, c’erano gli assessori provinciali Santo Scalise, Carlo Colucci e Salvatore Bonofiglio. Presenti anche i consiglieri provinciali Antonio Bompignano e Domenico Dima, oltre al dirigente del dipartimento 3 Vito Barresi. Tra le idee-forza del coordinamento, che presenterà a governo e Parlamento una vera e propria piattaforma, vi sono: l’ottenimento di una nuova politica agricola eurome-

partecipato alla riunione del coordinamento che al gran completo ha inteso confrontarsi con l’europarlamentare Alfonso Andria e con il senatore Paolo Russo presidente della Commissione agricoltura. I due rap-

presentanti hanno giudicato positivamente il fatto che tutte le province di Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia, indipendentemente dalle colorazioni politiche, si siano messe assieme per fare emergere le eccellenze del Mezzogiorno ricordando anche come la qualità dei prodotti sia una pre-condizione per il successo. Nella mattinata di sabato 21 il coordinamento ha tenuto un’altra iniziativa all’interno dell’ufficio informazioni turistiche in piazza Duomo grazie alla disponibilità di Antonio Oliverio, assessore provinciale al turismo di Milano, che tra l’altro è calabrese. Diversi gli interventi che si sono registrati. Della bontà dei prodotti del sud ha parlato Salvatore De Riso, noto pasticciere della trasmissione Rai “La prova del cuoco”. Il coordinamento ha già fissato altri due momenti operativi: a fine marzo a Melfi e poi a maggio in Sicilia. Dell’andamento della due giorni si sono detti soddisfatti gli assessori crotonesi Saclise, Bonofiglio e Colucci».

per il comparto turistico, in un momento in cui si proclama un rilancio alla grande del settore, vedasi iniziativa pubblicitaria con Gattuso, non devono e non possono ignorare richieste del genere, in caso

contrario non sapremmo come accogliere sulle nostre coste i visitatori e non solo che questa estate vorranno godere di servizi efficienti e professionalmente adeguati».

CROTONE Per Aldo Iozzi, segretario cittadino dell’Mpa, questo è l’unico modo di rilanciare lo scalo

importa che cosa si dà in cambio fate un gesto di svolta, rinunciate al vostro stipendio, quello che vi sta a cuore. Date prova di onestà e rendetevi conto che l’attuale situazione è colpa vostra e delle istituzioni con le quali siete in perfetta sintonia, nonostante predicate il contrario. Sono sicuro che il cuore che mettete nelle cose che fate non serve. Crotone e la Calabria hanno bisogno di chi ci mette la testa».

Un momento della manifestazione

diterranea che punti al rafforzamento del sistema agroalimentare del “made in Italy”; il sostegno della dieta mediterranea quale patrimonio dell’Unesco; la commercializzazione delle produzioni tipiche. «Si pen-

sa anche al marchio di promozione spiega una nota - per un sistema unico di certificazione ed alla realizzazione del paniere dei prodotti tipici del Mezzogiorno. Nel pomeriggio del 20 febbraio l’assessore Scalise ha

CROTONE L’allarme lanciato da Salvatore Lucà, segretario provinciale di Confartigianato

«Estate a rischio per le imprese balneari» CROTONE — «Oasi Confartigianato

Roma e Confartigianato Crotone manifestano la loro preoccupazione perchè nel “Decreto Milleproroghe” non è stato inserito nessuno degli emendamenti di proroga della legge 296/06, quella, cioè, relativa ai canoni demaniali». Ad affermarlo Salvatore Lucà, segretario provinciale dell’associazione. «Tutto ciò causa, quindi, una situazione sempre più difficoltosa per le tantissime imprese balneari che si sono opposte sul piano giudiziale alle richieste di nuovi canoni elevati fino a 10 volte rispetto a quelli versati nel 2006, ma che si vedranno anche costretti a corrispondere gli importi maggiorati relativi agli anni 2007, 2008 e 2009. Le cifre CROTONE — «Se si vuole rilanciare

l’aeroporto il primo atto da fare è riassettare la società sollevando dagli incarichi i responsabili del mal funzionamento di questi anni, ad iniziare dall’amministratore delegato Romeo Fauci. Questi signori continuano ad illudere i cittadini con voli fantasma e false promesse, perfettamente immersi nel sistema continuano a percepire gli stipendi per un servizio che non danno. A casa. Sia-

calcolate con la nuova normativa non potranno essere incassate a causa della loro entità ma di conseguenza potrebbero causare, considerato il contenzioso, la revoca della concessione demaniale. Confartigianato Crotone in concertazione con la Confederazione di Roma chiedono un intervento dei Parlamentari nazionali e non solo affinche venga approvato un provvedimento legislativo di riordino della disciplina che regola le concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreative, tenendo conto del protocollo di intesa concordato con il Dipartimento Turismo e le Regioni. In attesa dei tempi lunghi per legiferare su questo accordo già stabi-

lito con le Regioni, le Imprese interessate auspicano e richiedono, considerato anche i gravi danni subiti con i nubifragi delle ultime settimane, una proroga che potrebbe rientrare nel Decreto anticrisi all'esame del Governo. Se non dovesse essere quantomeno concessa la proroga, considerato gli eventi calamitosi, la recessione in atto e tutti gli altri fattori ostativi che in questo territorio la fanno da padrone, molte imprese balneari potrebbero sparire fin da subito nel panorama imprenditoriale regionale. Il Presidente Loiero e l'Ass. Guagliardi, reclamano gli imprenditori, considerato anche la rilevanza che questo problema rappresenta

«Aeroporto, serve un riassetto della Società» mo nella terra dei paradossi, l’unico punto fermo è la gestione del danaro, non importa che cosa si dà in cambio fate un gesto di svolta, rinunciate al vostro stipendio, quello che vi sta a cuore. Date prova di one-

stà e rendetevi conto che l’attuale situazione è colpa vostra e delle istituzioni con le quali siete in perfetta sintonia, nonostante predicate il contrario. Sono sicuro che il cuore che mettete nelle cose che fate non serve.

Crotone e la Calabria hanno bisogno di chi ci mette la testa». Ad affermarlo, Aldo Iozzi, segretario cittadino dell’Mpa. «Siamo nella terra dei paradossi, - prosegue - l’unico punto fermo è la gestione del danaro, non


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 21

CALABRIA I Popolari europei di Pino Galati: «La legge sul voto alla Regione non si tocca. Loiero vuole candidare i suoi direttori generali»

«Riforma elettorale uguale voto di scambio» Abramo: «Non sanno amministrare, vadano a casa». Pioggia di critiche sugli stage per laureati CATANZARO — Mentre scaldano i muscoli per le elezioni europee e amministrative, i Popolari europei verso il Pdl guardano alle prossime regionali sferrando colpi di coda alla “pseudomaggioranza” di centrosinistra. Il primo affondo: «Siamo contro l’ipotesi di una “legge elettorale-voto di scambio” voluta da Loiero»; una legge che con listini ancorati al governatore eletto e sbarramenti ritenuti blandi «servirà solo a candidare direttori generali» di sanità e dintorni, personaggi «di cui sappiamo già nomi e cognomi» - tuona il parlamentare e leader dei Popolari, Pino Galati, illustrando il motivo alla base della conferenza stampa indetta ieri a Catanzaro. La seconda carica di bordate si lega alla prima: «Siamo nettamente contrari a discutere di modifiche allo statuto» alla legge elettorale in «una regione che è allo sfascio” e stretta nella morsa delle emergenze, che devono essere poste al primo punto dell’agenda politica. Discutere di sanità, di fondi europei, di dissesto idrogeologico, di rifiuti - è il suggerimento dei galatiani. Più radicale il consiglio che l’ex sindaco di Catanzaro Sergio Abramo rivolge al centrosinistra e in particolare alla Giunta Loiero: «Amministrare - dice il consigliere regionale - è un’altra cosa, loro non lo sanno fare. L’unica soluzione è che se ne vadano a casa, si dimettano in modo che vengano scelti amministratori in grado di affrontare i problemi dei calabresi». Come ogni leader che si rispetti, Galati chiude la conferenza stampa presentando i Popolari europei come un gruppo «che non è per fare liste ma per portare un contributo al Popolo della Libertà». A partire dalle europee e dalle amministrative, con Cosenza che sottolinea Galati - ha già il suo candidato indiscusso per la presidenza della Provincia: l’azzurro Pino Gentile; mentre per le provinciali di Crotone «a breve arriveremo ad un candidato che sia espressione di una scelta condivisa da tutte le forze del Pdl». Il parlamentare annuncia, poi, l’incontro programmato per ieri pomeriggio tra i Popolari europei e il rettore dell’Università di Catanzaro: «Proporremo al rettore di creare una scuola di alta formazione per il turismo» in una regione dove «è inutile fare campagne pubblicitarie se poi non trovano rispondenza nella realtà». Galati si sofferma sugli stage per i migliori laureati della Calabria che Loiero e il presidente del Consiglio regionale Peppe Bova hanno cercato di sottrarre al mare delle polemiche. La ragione, per il deputato ex Udc, sta tutta dalla parte del giuslavorista Pietro Ichino: «Molti di questi ragazzi sono finiti alla gestione dei protocolli delle comunità montane; così si snatura la legge regionale pensata per far rimanere in Calabria i cervelli più qualificati».

Maltempo, business colossale dietro il fango della Calabria COSENZA — Agazio Loiero non ha

Il tavolo della conferenza stampa. Da sinistra: Pacenza, Chiappetta, Galati, Caridi, Abramo, Tallini

Gli stage della discordia rientrano nella gamma degli argomenti preferiti da Sergio Abramo: «Normalmente la formazione si fa nelle aziende che magari assumono. Mi domando a cosa servano i corsi di formazione dietro le scrivanie delle università: poi cosa andranno a fare questi ragazzi?». L’ex sindaco affronta il nodo dei finanziamenti pubblici: «Questa Regione ha perso 420 milioni dei fondi per le aree depresse perché non c’è stata programmazione». E ancora: «I fondi Por sono a rischio; lo sottolinea anche la Corte dei conti, entrata nel merito del Documento di programmazione economica e finanziaria perché di difficile realizzazione». Abramo guarda a Catanzaro, la città che ha guidato per due sindacature (mentre una terza è nell’orbita del pettegolezzo politico): la programmazione - è la critica alla Giunta Olivo - è solo quella della precedente amministrazione comunale. Mentre per quanto riguarda i rifiuti «abbiamo ricevuto immondizia da tutta la Calabria e ora si fa una seconda “buca”» sempre nel capoluogo senza pensare a soluzioni alternative. Ce n’è anche per il binomio ambienteturismo: «Loiero aveva chiesto scusa ai turisti, ma - è la domanda retorica vi risulta che i depuratori siano priorità nella nuova programmazione dei fondi comunitari?». Mimmo Tallini parla di ambiente, di una Regione che pur avendo ereditato una mappa del rischio idrogeologico «non ha mosso un euro», di uno stato di emergenza ambientale che si rinnova «dopo dieci anni» di commissariamento. Ma va giù forte quando - appigliandosi alla ipotesi di legge elettorale con sbarramento al ribasso - accusa il governatore di «voler candidare i direttori generali della sanità, dei dipartimenti regionali». Tutto ciò - è la critica - secondo logiche di consenso dai risvolti occupazionali: «Basti vedere la vicenda Why Not (ieri la Giunta ha dato mandato all’assessore Carlizzi di inserire nella nota sulla variazione di bilancio le risorse per la ricollocazione ex legge 28, ndr) e i posti banditi per infermieri e operatori so-

cio-sanitari con graduatorie allungate a dismisura». Per Tallini «non c’è più tempo» utile a correggere il tiro: alla Giunta Loiero non basta questo ultimo scorcio di legislatura «per convincere l’opinione pubblica della positività di questa amministrazione regionale». Condivide Giampaolo Chiappetta. Che apre la conferenza stampa parlando di una «grande drammaticità» di fronte alle quale il gruppo consiliare dei Popolari «ha deciso all’unanimità» di bocciare ogni discussione su riforme istituzionali e statuto. Di fronte alla “emergenza continua” insiste il consigliere regionale - non c’è gioco di immagine che tenga e la Borsa internazionale del turismo, «al di là del merito dell’iniziativa, si scosta dalla realtà messa in risalto dai media nazionali». Chiappetta chiede solerzia su maltempo e “emergenza territoriale”: «Non abbiamo avuto il piacere di vedere in Aula il presidente della Giunta. Protestiamo per un modus operandi che svilisce la massima assemblea regionale». Salvatore Pacenza rende omaggio al circuito territoriale di appartenenza ricordando «il problema del comune di Cirò superiore, che sta venendo giù». Poi si scivola ancora sulla sanità: «Siano rimasti ai conti dell’advisor» e al deficit che pesa sulla Calabria, «è urgente discuterne - avverte il consigliere regionale -perché» a fronte di tale voragine (che come dice Tallini “non si riesce mai a quantificare ” con certezza) «i direttori generali non sanno cosa fare rispetto al bene primario che è la salute». Mentre piovono le critiche sulla Regione, i Popolari europei si attrezzano per le prossime elezioni. L’assessore al Comune di Reggio Antonio Caridi ricorda che il 28 febbraio sarà presentato in forme ufficiali il gruppo di Vibo e che a Cosenza e Crotone «si stanno preparando liste aperte al confronto con le altre parti del Pdl». I centristi che giocano in autonomia e il Pd fiaccato dal rischio implosione sono avvertiti. Francesco Ciampa

La Giunta regionale si orienta per il finanziamento della legge che prevede la ricollocazione lavorativa

Ex Why Not, si riaccende la speranza CATANZARO — Da Palazzo Aleman-

ni uno spiraglio di luce per i circa trecento lavoratori ex Why Not. La Giunta Loiero ha dato mandato all’assessore Carlizzi di prevedere nella prima nota per la variazione del bilancio 2009 le risorse (quattro milioni e duecentomila euro) utili alla ricollocazione degli addetti ai servizi esternalizzati della Regione. Il via libera dovrebbe offrire alla legge regionale 28 del 14 agosto 2008 il supporto finanziario per l’impie-

go degli ex Why Not in progetti in linea con l’impianto normativo. Lunedì scorso, in occasione dell’ennesima protesta davanti la sede della presidenza di Giunta, il sindacalista dell’Ugl Gianluca Persico lanciava l’interrogativo: dove sono finiti i 4 milioni che la Regione aveva messo sul piatto per gli ex Why Not in ossequio alla Legge 28? Un punto di domanda collegato a un sospetto ben preciso: «Non credo si tratti di distrazione»; e se i soldi non

si trovano è perché manca la volontà politica di chiudere una vertenza su cui, secondo più voci di protesta, peserebbe a titolo indebito l’inchiesta “Why Not”, rispetto alla quale “i lavoratori non c’entrano nulla”. Solo una settimana fa il Loiero che assediato fa spallucce, faceva pensare al peggio. Ieri la Giunta ha riacceso la speranza. Ma l’ultima parola spetterà al Consiglio regionale. (f. c.)

mai risposto per davvero al dire anche garbato ma tagliente del sottosegretario Mantovani. Non gli è piaciuto volare basso e come gli è più facile ha giocato al rialzo. Il governo mette 40 milioni di euro sul tavolo del disastro alla calabrese? Sono briciole, ne servono mille e trecento, di milioni. Il governo dice che ci sono già da tempo a disposizione 15 milioni di euro e che non si è fatto neanche il giro di ricognizione per spenderli? E che serve, tanto è irrisoria la cifra. Benvenuti nel dopo-frana, quella che costa di più. Dopo l’asfalto che sbriciola e i cimiteri spaccati in due è il momento delle fatture provvisorie e qui si sa, i “nostri” danno sempre il meglio di sé. Una frana non si negherà a nessuno e ogni amministrazione comunale, passando per timbri provinciali e regionali, andrà all’incasso. Parte da qui, se non è già partito del tutto, il quarto colossal della Calabria applicata ai fondi Ue. Dopo il saccheggio della depurazione, dell’informatica, dell’eolico ecco il dissesto idrogeologico sul palco del festival. Una cifra da capogiro ha presentato Loiero. Secondo una prima stima per mettere al sicuro le colline di Calabria prima che si squartino sulle case occorrono 1 miliardo e 300 milioni di euro. 900 con risorse del Por e di bilancio, rassicura Loiero e 400 di fondi infrastrutturali strategici. «Per affrontare questa emergenza - avverte però il presidente - dovremo sacrificare una parte delle azioni strutturali programmate prima degli eventi calamitosi». E per forza, sennò che frana è. Benvenuti nella Calabria che sbriciola ma non perde il senso del prezzo. Gattuso e i Bronzi ci mettono il cuore al posto nostro in tv ma qui, più d’uno, ci metterà la fattura giusta al posto giusto. «Occorre un gioco di squadra forte e una governance interistituzionale permanente» sussurra Loiero inaugurando in modo subliminale il lungo ponte elettorale alla calabrese. E vorrei vedere se non gli funziona il marchingegno. Dirottando sulla competenza Ue il rubinetto dei rimborsi ogni Comune e ogni ditta che gli sta appresso deve passare dalle stanze di Catanzaro, prima o poi. Loiero chiede governance permanente e aggiungiamo noi possibilmente dello stesso colore, in loco. Solo così si tengono per la gola centinaia di Comuni e migliaia di imprese al seguito. Un inverno strepitoso ha tirato dal fango milioni di problemi ma dietro ogni tragedia, se solo si hanno gli occhi giusti, c’è il rovescio della medaglia. Loiero sa bene che su quelle piogge si gioca forse l’ultima partita ed è abile assai a farla giocare anche agli amministratori locali che in gran parte andranno a farsi votare da qui a giugno. Se si è capaci di questo poi ci vuole poco per uno come lui a ridimensionare politicamente ogni azione contraria. Basta mettere sul tavolo e tutte in una volta le cifre del dissesto calabrese che va indietro nei decenni. Cifre impressionanti. I danni stimati per gli eventi alluvionali di novembre e dicembre 2008 sono 700 milioni. E per quanto riguarda il mese di

gennaio 2009, una prima stima ammonta a 500 milioni. «Come voi potete ben valutare - ha detto Loiero agli amministratori locali - quello che potrà racimolare il governo è ben poca cosa rispetto ai bisogni reali della nostra regione, una cifra esigua a fronte della prima ordinanza, 15 milioni a fronte della seconda datata 18 febbraio con viene attuato il decreto del presidente del Consiglio del 30 gennaio cha ha dichiarato lo stato di emergenza in Calabria, e un ulteriore impegno del governo per altri 40 milioni». E bravo Loiero. In un inverno solo voleva far “piangere” al governo tutto il fango del passato e in alternativa riesce a far creder ai sindaci che sarà la Regione a sacrificarsi di più. «Molte cose - dice ancora Loiero - dovremo farcele da soli (visto che tutto il Mezzogiorno non è nelle priorità del governo), con molti sacrifici che pretendono solidarietà e reciprocità, allargando i nostri rapporti e le nostre relazioni con altri territori dell'Ue». Un Loiero intermediterraneo quindi e deve stupire poco se ce lo ritroviamo un domani magari a dividere qualche fondo Ue con la Bulgaria. Uno sguardo all’Europa e uno ben più solido ai sindaci… «Chiedo ai sindaci di farsi promotori affinché i cittadini sappiano quali siano le vere priorità rispetto a un contesto regionale difficilissimo dal punto di vista geneticoterritoriale, ma anche martoriato dall'incuria del passato, a tutti i livelli, a dalla mancanza di una vera cultura di rispetto del territorio stesso da parte di noi calabresi». Più rispettosi dell’ambiente di così, si muore. Non fosse in pista dagli anni Settanta, il “nostro”, verrebbe da credergli ma troppe frane sono andate in tv in questi anni. E di vario genere. Non tutto il fango in circolazione è dietro una curva in A3 piena di morte. Dovevamo avere i depuratori più all’avanguardia del Paese. Un sistema informatico degno di Dallas. Un riciclo di energia alternativa da fare invidia alla Nuova Zelanda. Abbiamo avuto solo un mare di fatture invece, e pure in gran parte false, fin qui. E c’è poco da stupirsi se adesso qualcuno teme altro “fango” dietro un miliardo e trecento milioni di euro per ripulire la Calabria dal fango, quello vero. Solo Gattuso si meraviglierebbe e continuerebbe a metterci il cuore. Domenico Martelli


22 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA Interessante convegno organizzato a Soverato dall’Udc. Interventi di Mario Tassone, Francesco Talarico, Salvatore Riccio, Francesco Manti e Silvana Capriglione

“Federalismo fiscale: svolta storica? O salto nel buio” Tra i relatori il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, e i sindaci Speranza e Mancini CATANZARO — “Federalismo fisca-

le: svolta storica? O salto nel buio”. È stato questo il tema del convegno che si è svolto sabato scorso presso la sala consiliare del Comune di Soverato, organizzato dall’Udc. Tra i relatori il vice commissario provinciale Udc Silvana Capriglione, il segretario cittadino Francesco Manti, il capogruppo comunale Salvatore Riccio, il segretario regionale on. Franco Talarico e il vice segretario nazionale on. Mario Tassone. Sono intervenuti, inoltre: il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, il sindaco di Soverato, Raffaele Mancini, il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza. Ha introdotto il tema e moderato il convegno il direttore de “Il Domani della Calabria”, Massimo Tigani Sava che ha tra l’altro affermato: «Ci sono due tendenze politiche contrastanti nel valutare l’introduzione del federalismo fiscale: una, prevalente, lo considera una opportunità storica per introdurre il

Il tavolo dei lavori: Francesco Talarico, Massimo Tigani Sava, Francesco Manti, Silvana Capriglione, Wanda Ferro

Il capogruppo Salvatore Riccio e Pietro Siragusa, segretario provinciale giovani Udc

Da sinistra: Gianni Speranza, Raffaele Mancini, Mario Tassone e Francesco Talarico

principio della responsabilità degli amministratori rispetto all’utilizzazione delle risorse pubbliche; l’altra, invece, che vede nell’affermazione del federalismo fiscale un pericolo per le regioni più deboli,

quali la Calabria». Tra gli interventi molti gli spunti di riflessione critica nei confronti della riforma definita da Silvana Capriglione come un’opportunità per il Meridione ma con i giusti corretivi: «Guardiamo

Una parte dei presenti

al federalismo come una grande occasione per il Sud - ha detto la Capriglione -. Ma siamo davvero sicuri che questo tipo di Federalismo che ci vogliono propinare, nella pratica, anziché aiutare il Sud a camminare da solo gli amputerà le gambe? Credo che così come è impostato ora il progetto del federalismo comporterà per le amministrazioni locali una scelta drastica tra una riduzione dei costi, intesa come peggioramento nell’offerta dei servizi essenziali quali la scuola o la sanità, e un moltiplicatore della pressione fiscale». D’accordo con questa visione il dottor Francesco Manti che ha ribadito: «Abbiamo scelto il titolo “Il federalismo fiscale: svolta storica? O salto nel buio” per far sapere ai cittadini che l’Udc è contro questo tipo di federalismo impostato dalla Lega, che dà luogo a tanti dubbi e poche certezze». A rafforzare questa posizione anche il consigliere regionale Francesco Talarico: «L’Udc ha vota-

to no al federalismo al Senato, non perché non ritenga che sia utile per il Paese, ma perché questo testo è aleatorio e non affronta a fondo le varie questioni economiche e finanziarie. Ci sembra più uno spot elettorale della Lega da sfoggiare nei prossimi appuntamenti elettorali che una riforma necessaria. In particolare per la nostra regione passare da costi storici a costi standard comporterà certamente una riduzione per l’efficienza dei servizi offerti. Il federalismo già lo applichiamo nella Sanità e i risultati sono sotto gli occhi di tutti e mi riferisco ai circa due miliardi di euro di debiti e all’addizionale regionale che i cittadini pagano all’1,4%, oltre che al 10% di bollo auto in più!». Anche l’onorevole Mario Tassone ha evidenziato: «Noi abbiamo votato contro il federalismo al Senato perché questa operazione federale non si sapeva neanche in realtà quanto sarebbe costata. Viene da una visione che accresce più dubbi

e dà spazio ad incertezze e preoccupazioni». Il presidente della Provincia Wanda Ferro nel suo intervento si è detta invece favorevole all’introduzione del federalismo fiscale ed ha spiegato: «Ormai il dibattito sul federalismo fiscale va avanti da tempo, fin dalla “bicamerale di Dalema”, un dibattito da sempre aperto tra centro destra e centro sinistra, in particolare portato avanti da Violante. Esiste la necessità di una riforma federale ed una riorganizzazione dello Stato che non può essere quella suggerita dalla Lega, ma si deve concretizzare in quella attuale, proposta da Calderoli cioè il risultato al quale si è arrivati grazie ad una proposta condivisa che vede la giusta perequazione tra tutte le regioni d’Italia; guardando al Centro-Sud bisogna avere la capacità, finalmente, di saper investire le risorse per far progredire il Mezzogiorno. Pensiamo al settore Sanità dove i servizi non sono corrispondenti alla spesa affrontata. Magari il federalismo farà di necessità virtù. La Calabria deve avere la forza di alzare la testa ed attuare la rivoluzione culturale scrivendo una nuova pagina di storia e democrazia». Infine i due sindaci delle città più popolate della provincia di Catanzaro, dopo il capoluogo di regione, hanno anch’essi detto la loro opinione a proposito di federalismo. Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, che si è detto contrario al provvedimento e in tal senso si è complimentato per il voto contrario al Senato dell’Udc, ha sottolineato: «Non vedo in questa legge un concetto di modernità ma una serie di incertezze che si aggiungono alle ingiustizie esistenti. Oggi prevale la logica dell’arrembaggio e non quella della premialità per chi ha raggiunto dei risultati». Il padrone di casa, Raffaele Mancini, ha concluso: «Il federalismo può essere una risorsa o un danno a seconda di come lo si applicherà. Vorrei soffermarmi sul federalismo agroalimentare in quanto sono convinto che occorre puntare sulla valorizzazione del nostro patrimonio enogastronomico e paesaggistico, incentivando il settore turistico e il consumo dei prodotti calabresi, ottimi per qualità e genuinità. Non dimentichiamo che tutti ci invidiano la dieta mediterranea. Non dobbiamo più piangerci addosso... dobbiamo puntare sulle nostre eccellenze». Mancini, inoltre, si è soffermato sulla costante affermazione delle forze politiche locali che agiscono in parallelo rispetto ai partiti tradizionali, riscuotendo conenso tra i cittadini perché riescono a interpretarne i bisogni. Gli intervenuti sono stati sollecitati dalle domande del direttore Tigani Sava. Rita Macrì


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 23

CALABRIA CATANZARO Un omicidio, quello del ventiquattrenne Massimiliano Citriniti, su cui la polizia di Stato ha fatto luce nel giro di poche ore

Scherzo finisce in tragedia, due arresti Raccolti elementi tali da consentire il fermo di due indiziati di delitto, entrambi di etnia rom CATANZARO — Uno scherzo di carnevale fatalmente finito in tragedia. Un omicidio, quello del ventiquattrenne Massimiliano Citriniti, su cui la polizia di Stato di Catanzaro ha fatto luce nel giro di poche ore, raccogliendo elementi tali da consentire il fermo di due indiziati di delitto, Gianluca Passalacqua, 23 anni, catanzarese di etnia rom, e suo cognato V. B., di 17 anni. Omicidio volontario aggravato dai futili motivi e porto ingiustificato di coltello sono le accuse che vengono contestate ai due indagati, rispettivamente dal sostituto procuratore della Repubblica Simona Rossi al maggiorenne, e dal procuratore presso il Tribunale dei minori Beniamino Calabrese al minore, finiti in carcere nelle prime ore di ieri mattina, dopo una notte di instancabili indagini. La prima, ancora incompleta, ricostruzione dei fatti operata dalla polizia è stata resa nota nel corso di una conferenza stampa, cui hanno preso parte il capo di gabinetto della questura di Catanzaro, Nicola Miriello, il capo della squadra mobile, Francesco Rattà, il suo vice, Saverio Mercurio, il dirigente del Commissariato di Catanzaro Lido, Angelo Cimarrusti, gli ispettori Elio Caloiero, della squadra volanti, e Giorgio Pezzutto, della sezione minori. Tutto ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di domenica. Erano circa le 19 quando, all'interno del centro commerciale

Gianluca Passalacqua

L’arma usata per uccidere il giovane universitario

“Le Fornaci”, a Catanzaro Lido, nel pieno dell'atmosfera di festa che animava i locali gremiti di gente, i protagonisti di questa drammatica storia si sono incontrati. Fra loro sono state subito scintille, poiché uno schizzo di schiuma partito dalla bomboletta che Citriniti aveva con sé ha colpito lo zingaro minorenne il quale ha reagito malamente, colpendo il primo con uno schiaffo. Una lite ripresa più tardi, all'esterno del Centro commerciale, e degenerata in una rissa cui non è ancora certo quante persone abbiano partecipato al di là dei due fermati e della vittima, che però sarebbero stati in compagnia di altri. Certo è, comunque, che nel

corso dello scontro è saltato fuori un coltello, piccolo, dalla lama di appena sei centimetri e mezzo, ma molto sottile ed appuntito, con cui il ventiquattrenne è stato aggredito. Un solo micidiale fendente che, insinuandosi tra due costole, ha raggiunto il cuore di Citriniti, accasciatosi al suolo con la lama infilzata che si è staccata dal manico, ritrovato a terra poco distante. Qualcuno, a quel punto, ha chiamato gli operatori sanitari del servizio d'emergenza "118" che, giunti sul posto, hanno trasportato il ferito all'ospedale "Pugliese", dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico urgente quanto, purtroppo, inutile. Nulla è stato possibile per strappare al-

la morte il giovane, studente iscritto alla facoltà di ingegneria all'Università della Calabria di Rende (Cosenza), figlio di un geometra e di una casalinga, con un fratello ed una sorella. E per quanto la famiglia Citriniti abiti nel rione Fortuna, a due passi non solo dal Centro commerciale ma anche dal luogo dove risiede la comunità rom, nessun rapporto di conoscenza o di questioni pregresse avrebbe collegato la vittima i suoi aggressori. «Lo spruzzo di schiuma verso il rom minorenne è stato del tutto casuale - hanno spiegato ieri gli investigatori come anche la lite avvenuta in seguito, non pare affatto collegata ad alcun particolare motivo di

astio o contesto di criminalità». I fermati, del resto, non hanno precedenti, nè sono noti alle forze dell'ordine per particolari motivi. «A loro - è stato detto in conferenza stampa - si è arrivati attraverso i più tradizionali metodi investigativi, la raccolta di notizie poi riscontrate da dati oggettivi». I poliziotti, a quanto pare, non hanno potuto contare su alcuna testimonianza diretta e spontanea, nonostante il Centro commerciale ed anche il posteggio fossero pieni di gente, ma solo su frammentarie deposizioni ed acquisizioni da fonti confidenziali, nonché sulle parole dei due fermati, che hanno collaborato ad una sia pur vaga ricostruzione dell'accaduto, raccontando dello scherzo e della lite verificatasi all'interno de "Le Fornaci". Le indagini, a questo punto, proseguono in maniera serrata, per venire a capo di quante persone abbiano partecipato alla rissa, e di chi esattamente abbia impugnato l'arma che ha ucciso Citriniti, su cui la polizia scientifica sta lavorando per il rilievo delle impronte. Per i fermati, nel frattempo, già oggi dovrebbe tenersi l'udienza di convalida dei fermi, davanti ai rispettivi giudici per le indagini preliminari competenti del tribunale ordinario e del tribunale per i minorenni, nel corso della quale il ventitreenne sarà assistito dall'avvocato Gregorio Viscomi, ed il diciassettenne dall'avvocato Nerina Chimirri.

Catanzaro, il rettore Giovanni Latorre: i testimoni aiutino le forze dell’ordine

CATANZARO Il sindaco Olivo preoccupato per la sicurezza di alcuni quartieri della città

CATANZARO — Dolore e sgomento. Sono i sentimenti che il Rettore dell'Università della Calabria, Prof. Giovanni Latorre, esprime a proposito del gravissimo episodio verificatosi ieri sera a Catanzaro, che è costato la vita allo studente dell'UniCal Massimiliano Citriniti. «Sono profondamente colpito - dice - per quanto è accaduto. Non sento il dovere di intervenire soltanto per il ruolo istituzionale che ricopro nell'Università di cui Massimiliano Citriniti frequentava la facoltà di Ingegneria, ma come persona che rifugge ogni azione violenta e come padre, che comprende e si immedesima nel dolore dei genitori di questo ragazzo. Mi chiedo - continua - come sia possibile spezzare una vita così giovane, dare sfogo alla violenza e alla brutalità che sono dietro al folle gesto compiuto l'altra sera; pensare di risolvere incomprensioni e contrasti, semmai di questo si è trattato, ricorrendo a sistemi che non fanno parte delle modalità abituali di cittadini degni di questo nome e di vivere in un consesso civile. Bisogna interrogarsi su queste cose e cercare di capire perché, tra giovani che dovrebbero parlare ben altro linguaggio e distinguersi per ben altre azioni, prevalgano ancora certi modelli. Certe forme di espressione della propria personalità. Certi comportamenti, che non è possibile giustificare in alcun modo. Anche dopo aver ricevuto l'offesa più terribile. La vicenda di Massimiliano Citriniti ha sconvolto la famiglia di Arcavacata. Questo ragazzo era uno di noi, studiava e si preparava per diventare un bravo ingegnere. A soddisfare le aspettative sue edei suoi amati genitori. Tutto questo in un attimo è stato cancellato. So-

CATANZARO — Il sindaco Rosario

Il luogo del delitto

praffatto da una furia belluina che dobbiamo tutti impegnarci a sconfiggere. Sostituendo alla cultura della sopraffazione quella, necessaria, del rispetto e della tolleranza verso gli altri. Se così fosse stato, come ci si sarebbe aspettati, oggi Massimiliano sarebbe ancora con noi; la sua famiglia non sarebbe sprofondata nella sofferenza; la società calabrese non sarebbe stata così violentemente offesa e colpita. Purtroppo, riamaniamo qui a commentare il compimento di un'azione che dobbiamo augurarci, con l'impegno e la disponibilità di tutti, non si ripeta più. Sarebbe certamente un segnale in questa direzione - conclude - se, quanti hanno assistito al compimento di questo inammissibile gesto, aiutassero le forze dell'Ordine nel loro lavoro, dimostrando in questo modo di prendere le distanze e di condannare senza appello l'insana reazione che tanto gravemente si è manifestata».

«Servono forme moderne di sorveglianza» Olivo ha espresso «sgomento e infinita tristezza per l’inaudito e barbaro omicidio avvenuto in città, ma soprattutto grande dolore per la tragedia che si è abbattuta su una famiglia catanzarese». Il primo cittadino ha anche espresso apprezzamento per le forze dell’ordine che, sotto la guida del questore De Felice, hanno prontamente individuato e assicurato alla giustizia i responsabili, tra cui un minorenne, di un omicidio «nato da una violenza cieca e bestiale». «Il mio pensiero commosso va soprattutto alla giovane vittima e alla sua famiglia. Quanto accaduto al centro commerciale di Corvo conferma, purtroppo, tutte le nostre preoccupazioni sullo stato della sicurezza nei quartieri a sud della città, questione che ho personalmente segnalato al ministro Maroni nel corso della sua recente visita a Catanzaro. Esiste da decenni un irrisolto problema costituito da una comunità rom che non si è inserita nel tessuto cittadino ed è stata alimentata da irresponsabili scelte politiche. Sulla base di queste considerazioni abbiamo predisposto un progetto, in attesa di finanziamento nell’ambito del Pon Sicurezza, che punta alla prevenzione dei fenomeni delinquenziali frutto dell’emarginazione. La segreteria del ministro Maroni ci ha assicurato che il progetto presentato dal Comune di Catanzaro otterrà presto il via libera per il finanziamento. Ma accanto alla prevenzione - conclude - occorre marcare una più forte presenza dello Stato e attivare forme moderne di sorveglianza che garantiscano il pieno controllo del territorio». Il primo cittadino ha

«Esiste l’irrisolto problema della comunità rom»

anche espresso apprezzamento per le forze dell’ordine che, sotto la guida del questore De Felice, hanno prontamente individuato e assicurato alla giustizia i responsabili.

AVVISO AL PUBBLICO Richiesta di procedura di VALUTAZIONE di IMPATTO AMBIENTALE alla REGIONE CALABRIA - Dipartimento Ambiente - Ufficio VIA PROPONENTE L’OPERA: Fast Wind S.p.A. - via Firenze 573 - 88900 Crotone tel. .0962/905292 SPECIFICAZIONE DELL’APPARTENENZA DELL’OPERA: D.Lgs. 152/06 come modificato dal D.Lgs. 04/08, Allegato IV (Progetti Sottoposti alla Verifica di Assoggettabilità di Competenza delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano), Par. 2 (Industria Energetica ed Estrattiva), lett. c (impianti industriali non termici per la produzione di energia, vapore ed acqua calda). SPECIFICAZIONE LOCALIZZATIVA DEL PROGETTO: realizzazione di un parco fotovoltaico per una potenza totale di 3MWp localizzato in nel comune di Crotone (KR) frazione di Apriglianello. DESCRIZIONE SOMMARIA DEL PROGETTO: l’intervento previsto in progetto consiste nella realizzazione di un impianto fotovoltaico „a terra‰ per la produzione di energia elettrica di potenza nominale pari a 3 MWp, ubicato nel comune sopra citato. L’impianto è composto da un campo fotovoltaico da 3 MWp costituito da 3 sottocampi di circa 1 MWp di potenza ciascuna. L’impianto occupa un’estensione di circa 8 ettari nel comune di Crotone frazione di Apriglianello e prevede una consegna dell’energia in media tensione. UFFICI presso i quali sono depositati gli allegati alla richiesta di procedura di verifica di impatto ambientale: • Regione Calabria - Dipartimento Ambiente - Segreteria Nucleo VIA - Catanzaro; • Amministrazione Provinciale - Crotone • Comune di Crotone (KR); Il progetto, completo degli elaborati previsti dal D.P.R. 12/04/1996 e s.m.i., nonché dal disciplinare di cui alla D.G.R. n. 736 del 12/10/2004, rimarrà depositato presso i predetti enti per la pubblica consultazione che potrà avvenire dal giorno 05/02/2009 presso la Regione Calabria - Dipartimento Ambiente - Segreteria Nucleo VIA - Segreteria Nucleo Via ISONZO,414 88100 CATANZARO negli orari di accesso al pubblico. Chiunque abbia interesse può presentare in forma scritta, nel termine di 60 (sessanta) giorni dalla data della presente pubblicazione, osservazioni o pareri indirizzandoli alla Regione Calabria - Dipartimento Ambiente Segreteria Nucleo VIA - Via ISONZO, 414 88100 CATANZARO. Fast Wind S.p.A Amministratore Unico Eucherio Lorenti


24 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO La replica del consigliere provinciale Armignacca, già presidente della Commissione politiche sociali del comune, all’assessore Ventura

«Occupazioni abusive, buono il mio lavoro» «Solo con azioni improntate allo spirito collaborativo si riuscirà a superare insieme questa grave situazione» CATANZARO — «Mi permetto que-

sto incipit poco istituzionale, e quasi familiare, in considerazione dell’affetto che nutro nei tuoi confronti, e della stima, ritengo reciproca, che è venuta maturando nel corso della nostra esperienza quinquennale all’ interno del Consiglio Comunale nel corso della passata consiliatura a guida Abramo» si legge in una lettera del consigliere provinciale Nicola Armignacca a Nicola Ventura. «Pur da opposte fazioni - prosegue -, tu in quanto esponente autorevole dell’allora opposizione di centro-sinistra, io in qualità di rappresentante dell’allora maggioranza di centro-destra e Presidente della Commissione Politiche Socialicasa, abbiamo lavorato in maniera concreta e alcune volte sinergica, per tentare di fornire quelle risposte tangibili che il territorio e la gente si aspettava. E tu, lo ricordo bene, hai sempre dimostrato, evidentemente per formazione ed estrazione culturale, particolare sensibilità per i problemi che riguardavano il sociale. Nei giorni scorsi ho, da cittadino di questa città di Catanzaro, già amministratore coCATANZARO — «L’occupazione abusiva degli alloggi popolari di via Isonzo e di via Teano e più in generale la questione relativa agli alloggi popolari, va affronta in una seduta di Consiglio Comunale da convocare con estrema urgenza» si legge in una nota del consigliere Domencio Tallini. «Se da un lato - prosegue -, va giustamente affrontata l’esigenza di garantire una sistemazione dignitosa alle famiglie di etnia Rom bisognose di alloggi popolari, dall’altro bisogna intervenire con tempestività e fermezza per ripristinare la legalità in quei quartieri a sud della città ed in particolare i quartieri Pistoia e Aranceto, troppo spesso abbandonati al degrado e all’incuria. Bisogna darsi da fare per garantire quel diritto acquisito, sulla base di una graduatoria pubblica, ma negato agli assegnatari di quegli alloggi, oggi occupati abusivamente. L’amministrazione comunale solo qualche mese fa, procedeva allo sgombero con tanto di forze dell’ordine, di un alloggio sito in via A. Turco ed occupato da una famiglia che si era vista notificare uno sfratto. In quella circostanza, commentammo la celerità e la ferma presa di posizione dell’amministrazione comunale e chiedemmo con forza che lo stesso metro di valutazione venisse utilizzato per sgombera-

munale, ed oggi Consigliere Provinciale, legittimamente espresso la mia preoccupazione per il grave stato di degrado ed illegalità diffusa che vivono i quartieri a sud della città, e di cui le occupazioni abusive di alloggi di Erp, assurti oggi agli onori della cronaca, come la punta di un icerbeg, hanno messo in evidenza in tutta la loro drammaticità . Una preoccupazione- continua la mia, che non addossando responsabilità di sorta, chiamava alla “fratellanza” tra Enti, per dirimere la questione, con quello spirito di fattiva collaborazione e non certo di critica, che ha sempre improntato la mia azione politico-amministrativa. Pertanto mi sorprende leggere nella tua dichiarazione di del 23 febbraio sulla stampa locale, sulla questione delle occupazioni abusive, una risposta più emotiva che oggettiva, soprattutto quando sembri chiedermi conto del mio operato di Presidente alla guida della Commissione Politiche Sociali, che ho avuto l’onore di guidare per cinque anni (e non dieci come erroneamente sembri affermare indicando i due mandati dell’amministrazione Abra-

mo). I frutti del lavoro laborioso dell’organismo da me presieduto, e che ha visto la partecipazione fattiva anche dell’ allora opposizione di centro- sinistra, si materializzano negli strumenti che oggi ti facilitano la gestione del difficile settore di cui hai delega. I regolamenti: per l’assistenza alloggiativa comunale e quello per la mobilità (cambio alloggio) comunale, che oggi sono sicuri strumenti di trasparenza, approvati all’unanimità dalla Commissione e dall’intero Consiglio Comunale. La redazione e l’approvazione delle relative graduatorie, tre in tutto (in cinque anni), per l’assegnazione dei medesimi alloggi, con un lavoro preparatorio e certosino dell’ufficio casa e del nucleo di polizia municipale (che ancora ringrazio per il lavoro svolto) che ha portato all’analisi di quasi mille diverse situazioni familiari-abitative. Il regolamento per il parcheggio gratutito dei disabili su strisce blu, un sacrosanto diritto, allora però stranamente negato. E tanti e tanti altri provvedimenti che la Commissione, spesso proponente, ha effettuato e di cui puoi prendere visione

presso l’assessorato da te retto. Ritengo pertanto in tutta coscienza, di aver onorato il mio mandato. In merito all’allora altrettanto drammatica situazione dell’occupazione abusiva di alloggi di Erp, decine e decine sono state le segnalazioni che la Commissione ed il suo Presidente, per quanto di competenza, hanno effettuato; ricordo comunque che il tuo predecessore, l’ assessore Caterina Laria, costituì una task-force composta da forze dell’ ordine, carabinieri, vigili urbani, in sinergia con Prefettura, Questura e Aterp, e che portò allo sgombero forzato di quasi trecento alloggi occupati abusivamente (atti di cui puoi prendere visione sempre presso il Settore). Sono certo comunque che solo con azioni improntante allo spirito collaborativo ed in sinergia, si riuscirà a superare insieme questa drammatica e grave situazione. Pur nella evidente difficoltà nella quale ti dibatti, per responsabilità certo anche di una coalizione non certo granitica, che in questi anni ha dato bella mostra di sè più per litigiosità e faziosità , che per buona amministrazione ed efficienza,

sono certo che saprai imprimere nuovo impulso alle Politiche Sociali della nostra città e fornire quelle risposte ormai improcrastinabili che la popolazione attende. Dal piano comunale delle politiche sociali (che sembra arenato), all’assistenza agli anziani e alle fasce deboli della popolazione, dalle politiche giovanili alla redazione delle nuove graduatorie di assistenza alloggiativa (l’ultima è datata marzo 2005) e a quella per la mobilità , alla ripresa di centralità dei centri sociali comunali sul territorio, che oggi vivono una preoccupante situazione di stagnazione, e di cui la chiusura del centro sociale di Pontepiccolo (per colpevole incuria, e di cui qualcuno dovrà fornire spiegazioni ai cittadini), e quella paventata del centro anziani di Samà sembrano rappresentare il tristissimo emblema. Sono certo - conclude - pertanto che anche tu, al termine del tuo mandato, potrai redigere un lusinghiero resoconto del tuo operato, per renderne conto non già a esponenti politici che te lo dovessero chiedere, ma alla tua coscienza ed ai Catanzaresi».

CATANZARO Tallini sulla situazione dei quartieri occupati dalle famiglie di etnia rom

alloggi assegnati per graduatoria a cittadini che ne avena maturato il diritto. Niente di più falso - continua -, poiché la politica portata avanti delle precedenti amministrazioni ed in particolare da quella Abramo, ha cercato da un lato, di tamponare il fenomeno dell’occupazione abusiva degli alloggi intervenendo per tempo dall’altro, si è cercato di arginare il sempre più crescente fenomeno dell’immigrazione, monitorando gli ingressi e le nuove richieste di residenza attraverso controlli più severi della polizia municipale. Ben vengano progetti volti all’educazione alla legalità, di contrasto alle droghe, di iniziative per l’integrazione sociale facendo particolare attenzione ai giovani, ma a ciò bisogna accostare una visione realista e più decisionista soprattutto quando si tratta di far osservare le leggi e le regole. E’ necessario a questo punto convocare con urgenza un Consiglio Comunale a tema conclude - anche per sgomberare il campo da illazioni circa possibili “condizionamenti” su alcuni consiglieri questo è l’unico modo per fugare ogni dubbio circa la volontà di una amministrazione che vuol mettere mano ad un problema cosi grave e drammatico come quello dell’integrazione sociale dei cittadini di etnia Rom».

«Necessario un consiglio comunale» re gli alloggi occupati abusivamente in altre zone della città. Oggi, che l’emergenza abitativa esplode in tutta la sua drammaticità per l’ampiezza e la gravita della situazione, è oltremodo necessaria una chiara ed inequivocabile

presa di posizione da parte di tutte le istituzioni locali. Mai come negli ultimi anni, anche se qualcuno vuol far credere il contrario, sono aumentati gli abusi e i reati ed in alcuni quartieri periferici vige l’anarchia più assoluta.

L’assessore Ventura che nel replicare alle accuse di immobilismo dimentica di essere delegato ai servizi sociali del Comune di Catanzaro, finisce con l’attribuire alle precedenti amministrazioni anche l’occupazione abusiva di

Catanzaro, nel centro storico mancano le giuste pattumiere

una piccola pecca presente in quest’area e che a suo parere si dovrebbe e potrebbe facilmente rimediare. Il disappunto nasce dal fatto che si è provveduto a dislocare la bellezza di 92 fioriere, che sicuramente rimangono quanto di meglio ci si potesse aspettare, ma non si è provveduto a realizzare, magari con un look simile a queste, delle pattumiere (che prevedono la diversificazione dei rifiuti) da dislocare in vari punti di quest’ area. A tal proposito - conclude - ci chiediamo di prendere provvedimenti, perché sono sicuro che è nell’intenzione di tutti, cercare di trasformare Catanzaro in una “città accogliente”, ma bisogna anche dare il modo di poterla giornalmente mantenere come tale».

CATANZARO — «Come ben sappiamo,

negli ultimi mesi, il Comune di Catanzaro con la Camera di Commercio e altre istituzioni ha avuto il ben preciso scopo di realizzare un “Centro commerciale all’aperto” nel Centro Storico cittadino: si ha cioè l’intenzione di trasformare Corso Mazzini e l’intera area che va da Bellavista a via Indipendenza in un luogo privilegiato per il commercio, l’artigianato di qualità, l’istruzione, la cultura e il turismo» si legge in una nota del Coor-

dinamento provinciale Mpa giovani. «A tal proposito - prosegue -, nel corso delle feste appena passate, sono stati fatti passi importanti come l’acquisto di piante ornamentali da utilizzare per abbellire al meglio un’area vasta che sempre più deve essere rivitalizzata e migliorata nella sua integrità. Nell’esprimere quindi, le maggiori lodi per quanto si sta cercando di realizzare, il coordinamento provinciale giovanile dell’Mpa e in particolare Vitaliano Castagna, ha notato


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 25

CALABRIA WHY NOT Dalle indagini fatte la Procura ha escluso il coinvolgimento dell’ex Premier da quel gruppo di persone indicato quale comitato di San Marino

«Nessun legame tra Prodi e Saladino» Gli inquirenti hanno evidenziato come le ipotesi accusatorie si basino su dichiarazioni generiche e vaghe CATANZARO — Dalle indagini fatte «può escludersi che l'on. Romano Prodi abbia mai fatto parte di quel gruppo di persone indicato quale comitato di San Marino: dette persone erano solo di area politica riconducibile all'on. Prodi». E' uno dei passaggi più signgificativi della richiesta con cui la Procura generale di Catanzaro ha proposto al gip l'archiviazione della posizione dell'ex premier e di altre nove persone nell'ambito dell'inchiesta Why not. Inoltre, i dati acquisiti, è scritto nelle 36 pagine della richiesta al gip, «non consentono in alcun modo di ritenere la sussistenza di un effettivo coinvolgimento dell'ex premier nelle manovre affaristiche di Antonio Saladino», l'ex presidente della Compagnia delle Opere della Calabria nei confronti del quale è stato emesso avviso di conclusione indagini insieme ad altre 105

persone. Al riguardo, gli inquirenti evidenziano come le ipotesi accusatorie per Prodi si basino su dichiarazioni de relato e comunque «generiche e vaghe ed inidonee a fornire dati concreti sui presunti favori di Prodi a Saladino». I magistrati della Procura generale scrivono che deve essere «rigorosamente escluso» che la dimostrazione di rapporti politici «fra gli indagati costituiscano di per sé elementi di reità»; inoltre, gli accertamenti eseguiti sui tabulati telefonici di Prodi da Gioachino Genchi, consulente dell'ex pm Luigi De Magistris, non sono utilizzabili processualmente. Infine, gli inquirenti, sottolineano come gli ulteriori accertamenti compiuti dopo l'avocazione su alcune società «non hanno evidenziato» a carico di Prodi «alcun elemento sia pure indiziante». Ansa

CATANZARO Il sindacato di base ha manifestato presso la direzione regionale per motivi che riguarderebbero la mobilità

L’Rdb Cub ha occupato la sede dei vigili del fuoco CATANZARO — Alcuni militanti del sindacato Rdb-Cub hanno deciso di occupare per protesta a Catanzaro la sede della direzione regionale dei vigili del fuoco. L'iniziativa è legata ad alcune rivendicazioni in relazione a questioni di mobilità del personale. In una nota il sindacato Rdb-Cub parla di una «direzione regionale al servizio del clientelismo», aggiungendo che «la mobilità del personale è incentrata sul nepotismo. Contro tutti i clientelismi e l'immobilità di questa direzione regionale i vigili del fuoco hanno deciso di ribellarsi». Secondo quanto riferisce l'Rdb-Cub, all'iniziativa di protesta partecipano alcuni esponenti politici locali.

CATANZARO Il segretario provinciale Perrone ha sottolineato che si lotterà per la sicurezza del lavoro

L’Ugl nomina i rappresentanti della Telecontact CATANZARO — La segreteria provinciale Ugl Telecomunicazioni ha nominato Domenico Mazzei, Salvatore Iannuzzi, Luana Rubino e Giuseppe Scimone suoi rappresentanti nell’azienda Telecontact center del gruppo Telecom Italia. La nomina è stata sollecitata dal componente il direttivo regionale, Giuliano Renda, il quale, ha sottoposto all’attenzione dei vertici regionali l’esigenza di una presenza significativa all’interno di questo importante settore aziendale. «I quattro nostri rappresentanti opereranno in questa grande realtà in continua crescita - ha commentato il segretario provinciale Maurizio Perrone - dove la Ugl intende dare il proprio contributo a sostegno dei diritti dei lavoratori. Quindi anche all’interno di una realtà come Telecontact l’Ugl si batterà per la sicurezza del posto di lavoro dei dipendenti in un momento in cui il mercato del lavoro ha subito notevoli mutamenti. In quest’ambito - ha concluso il Segretario provinciale - l’Ugl telecomunicazioni continuerà a rappresentare una voce forte dei lavoratori nella pluralità delle idee».

Un momento della protesta

Catanzaro, grande successo al San Giovanni per la mostra di Cozza, Gregorio e Mattia Preti CATANZARO — Anche la presenze del-

I rappresentanti della Ugl telecomunicazioni

Nasce l’Associazione Giovino Mare «Si porta a conoscenza che in data 14 febbraio 2009, gli operatori balneari di Giovino, si sono costituiti in associazione denominata "Associazione Giovino Mare Operatori Turistici Catanzaro Lido". La stessa nasce con l'obiettivo di promuovere l'offerta turistica del luogo, ma soprattutto dall'esigenza di migliorare le condizioni strutturali e di ricettività del territorio» è quanto si legge in una nota dell’Associazione Giovino Mare. L’associazione svolgerà una importante funzione per la zona marina della città vista la sua predisposizione a diventare sempre di più meta di turisti provenienti da tutta Italia ma anche dall’estero. Tanto dunque sarà il lavoro che attende questo gruppo di operatori per migliorare la situazione della realtà di Lido.

le scuole - provenienti da tutto il territorio - ha contribuito a decretare il successo di una mostra che continua a sorprendere per il numero di presenze. Ad oggi infatti, a poco più di due mesi dall'apertura, il numero dei visitatori registrato é già salito a 15.000, quasi un record per un evento espositivo nella città capoluogo. L’esposizione con i capolavori dei tre artisti Calabresi del '600 Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti, che avrà luogo fino al 15 marzo nel suggestivo Complesso Monumentale del Giovanni, continua ad attirare un pubblico sempre più variegato: dagli studenti, alle famiglie, agli esperti, ai cosiddetti “turisti culturali” di varia provenienza. Moltissimi i “tavernesi”, conterranei dei fratelli Preti e, i cittadini Calabresi di tutte e 5 le province, ma non mancano visitatori provenienti da altre regioni d’Italia e dall’estero. Negli scorsi giorni, in rappresentanza di tutti i Calabresi residenti al nord Italia, Salvatore Tolomeo, presidente dell’Associazione Calabro-Lombarda con una piccola delegazione e, Antonio Oliverio, di origine calabrese, Assessore Affari Generali, Turismo, Moda di Milano. Tra i personaggi noti in visita alla Mostra l’ex parlamentare Vladimir Luxuria ospite d’onore per il Carne-

vale cittadino che ha mostrato un forte apprezzamento per le opere esposte e per l’accoglienza ricevuta in città. I numeri in continua crescita, l’attenzione mostrata dai media nei confronti dell’evento, l’entusiasmo dei visitatori, sono l’ulteriore conferma all’amministrazione Comunale, nello specifico all’Assessorato alla Cultura di Catanzaro, di apprezzamento e riconoscenza, da parte della città e dell’intero territorio, rispetto ad occasioni culturali di alta qualità.

Politeama Alcune decine di spettatori non hanno potuto assistere al balletto Lo Schiaccianoci per uno spiacevole errore della stampigliatura dell’orario sui biglietti. La Fondazione Politeama ha porto ufficialmente le proprie scuse agli interessati ed ha disposto l’immediato rimborso del costo del biglietto. Un errore sulla configurazione del sistema di biglietteria è stato rilevato solo negli ultimi giorni ed ha costretto l’organizzazione del teatro ad una massiccia azione (comunicati stampa, e mail, volantinaggio durante gli spettacoli precedenti, pubblicazione sul sito internet) per comunicare al maggior numero possibile di possessori dei biglietti il reale orario della rappresentazione, vale a dire le ore 18.


26 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Ben 36 anni di carcere, 188.000 euro di multe e tre assoluzioni sono state le pene proposte dal pm per i 12 imputati di spaccio

Droga, chieste nove condanne Si sarebbe trattato di una sorta di rete di collegamento fra paesi diversi della provincia CATANZARO — Nove condanne,

per un totale di 36 anni di carcere e 188.000 euro di multe, e tre assoluzioni sono state richieste dal pubblico ministero, oggi davanti al tribunale del capoluogo calabrese, per i dodici imputati di spaccio di stupefacenti, eroina e marijuana, nell'ambito di una presunta “rete di smercio” che avrebbe ricompreso diversi comuni della provincia di Catanzaro. Nel processo, celebrato per fatti che risalgono a poco meno di un decennio, ed in cui il rinvio a giudizio è di ben quattro anni fa, solo ieri mattina si è giunti alla requisitoria della pubblica accusa, rappresentata in aula da Cinzia Santo, che, come lei stessa ha CATANZARO — E’ stato approvato, nei

giorni scorsi, dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf) un interessante progetto di ricerca sulla sicurezza alimentare che vedrà protagonista la Medicina Veterinaria universitaria dell’Ateneo di Catanzaro. Un ulteriore e significativo riconoscimento scientifico, quindi, alle attività e alle iniziative didattiche e di ricerca proposte dai Corsi di laurea in Medicina VeterinaCATANZARO — «Siamo un gruppo di genitori di ragazzi che frequentano la classe II°sez. C presso la Scuola Media “A. Manzoni” di Catanzaro, i quali esprimono il loro disappunto per una situazione a nostro parere “assurda” che si sta verificando in ottemperanza alla Direttiva n. 13 del 2.02.2009 del Miur che comporterebbe il forzoso collocamento a riposo di due insegnanti afferenti a tale classe e più precisamente la prof. ssa F. Greco, docente in Matematica e Scienze e la prof. ssa M. G. Paparatto, docente in lettere» si legge in una nota dei genitori degli alunni della II°C della Scuola Media “A. Manzoni. «Le sopra citate insegnanti sarebbero così impossibilitate a concludere il ciclo di studi della scuola media inferiore - prosegue -, come da loro promesso e auspicato all'atto dell'iscrizione dei nostri figli al suddetto corso e non potrebbero garantire l'essenziale e indispensabile continuità didattica nell'arco del triennio. Le stesse rappresentano due pilastri indispensabili

affermato, «soprattutto a causa della reticenza della maggior parte dei testimoni comparsi in aula, che a volte hanno cambiato le deposizioni rilasciate in precedenza», è dovuta «giungere alla richiesta di assoluzione per tre persone e, nei confronti degli altri, a richieste di condanna in qualche caso minime», potendosi basare solo sulle altre risultanze istruttorie. Non a caso il pm ha sollecitato il giudice a rinviare gli atti in Procura rispetto a quattro persone sentite in dibattimento, perché si proceda a loro carico per falsa testimonianza. Quanto agli imputati, l'assoluzione è stata chiesta per Francesco Spadafora, 26 anni, di Sersale, Ric-

Gli imputati avrebbero smerciato la droga fra il capoluogo, Sersale, Zagarise, Sellia e Marcellinara cardo Marchio, 32 anni, e Giovanni Cristofaro, 28, entrambi di Marcellinara. Le richieste di condanna per gli altri nove sono: 8 anni di reclusione e 35.000 euro di multa per Giovanni Cristo, 29

anni, di Zagarise, considerato l'organizzatore del “circuito” dello spaccio; 7 anni e 30.000 euro, per Alessandro Scutiero, 31 anni di Marcellinara; 5 anni e 25.000 euro per Fiore Raimondo, 36 anni, di Zagarise; 4 anni e 20.000 euro ciascuno per Giuseppe Fimiano, 32 anni di Caraffa, e Luigi Torrese, 29 anni, di Marcellinara; 2 anni e 15.000 euro ciascuno per Aldo Maria Cantafio, 40 anni, di Catanzaro, Giovambattista Taverna, 31 anni, e Andrea Bianco, 28, entrambi di Sersale, e Francesco Amelio, 28 anni, di Catanzaro. Per tutti le accuse parlano di acquisto, vendita, cessione, distribuzione di svariati quantitativi di eroina e

CATANZARO Si tratta di un importante riconoscimento per le facoltà dell’Università Magna Graecia

Sicurezza alimentare, approvato un progetto di ricerca ria e Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali dell’Università Magna Graecia, considerato che, a distanza di un anno oramai, un secondo Ministero, dopo quello dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca,

ha finanziato un nuovo e quanto mai attuale progetto di ricerca. Basti pensare alla grande attenzione che oggi i consumatori ripongono nella qualità e sicurezza degli alimenti, in tutta la sua filiera produttiva, e alla gestione

e al controllo delle emergenze zootecniche che possono verificarsi sul territorio, al fine di evitare facili allarmismi tra gli stessi consumatori. Quest’anno il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha

CATANZARO La nota dei genitori dei ragazzi della II° sez. C della Scuola Media “A. Manzoni”

«I nostri figli non paghino per una norma assurda» e un punto di riferimento essenziale nel processo di formazione pedagogica e anche umana dei nostri ragazzi poiché impartiscono loro non solo nozioni di storia, geografia, scienze e matematica ma, soprattutto, insegnano ai nostri figli la “scienza della vita” ed il rapportarsi con il mondo consentendo loro di acquisire nel futuro il valore della cittadinanza inteso come onestà intellettuale e morale. Non vi è alcun dubbio - continua - che situazioni similari sicuramente si andranno a delineare in altri Istituti ma il nostro timore è ulteriormente fondato sul fatto che la classe subirà un effettivo smembramento a causa del volontario pensionamento di altre due valide insegnanti, nonché l'eventuale trasferimento alle scuole superiori di un altrettanto va-

lida docente. Quindi i ragazzi si troverebbero a dover affrontare l'anno conclusivo del ciclo delle scuole medie inferiori con un corpo docente quasi totalmente rinnovato con il conseguente trascorrere di un periodo di tempo essenziale per consentire il “rodaggio” della conoscenza tra i nuovi docenti e gli alunni e, successivamente, a sostenere l'esame finale, che rappresenta il primo vero scoglio di tutto il percorso formativo, senza la presenza di quelle figure per loro affettivamente importanti per lo speciale e, oseremo dire anche “unico”, rapporto di complicità e di dialogo continuo che si era ormai instaurato sin dal primo momento. Noi non chiediamo l'impossibile, sappiamo bene che si andrà incontro ad un anno diverso dagli altri e particolar-

mente difficile dal punto di vista scolastico, a causa anche dell'attuazione dell'accorpamento previsto dal Ministro dell'Istruzione, ma ci auguriamo vivamente che si possa consentire alle sopra citate insegnanti di concludere il

marijuana. Una sorta di rete di collegamento fra paesi diversi del catanzarese, all'interno della quale gli imputati avrebbero smerciato la droga fra di loro, e in qualche caso ad altre persone, stabilmente e piuttosto di frequente, nell'arco del 2001, fra il capoluogo, Sersale, Zagarise, Sellia Marina, Caraffa e Marcellinara. A passare di mano in mano, ogni volta, sarebbero state piccole quantità di stupefacenti, distribuite però con una regolarità che avrebbe prodotto profitti per svariati milioni delle vecchie lire. Le indagini in questione, peraltro, nacquero nel corso di un'inchiesta precedente, sempre in materia di stupefacenti. premiato i corsi di laurea in Medicina Veterinaria e di Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali dell’Ateneo catanzarese, finanziando un grande progetto di ricerca sulla sicurezza alimentare e sulla tracciabilità degli alimenti di origine animale, e nominandone quale coordinatore generale il Professor Franco Roperto, Presidente del Comitato tecnico interateneo del corso di laurea specialistica in Medicina Veterinaria. ciclo di studi posticipando di un solo anno il loro collocamento a riposo. Siamo fiduciosi - conclude - che questa nostra esternazione possa sollecitare al più presto un intervento risolutivo e soprattutto positivo da parte degli organi competenti, affinchè i nostri figli non debbano “pagare” sulla propria pelle gli effetti di una normativa assurda che non tenga conto del rapporto umano che si è via via instaurato con le due professoresse».

Visita al Conservatorio «Domani alle ore 16,00, il consiglio della Seconda Circoscrizione, il quale aveva già adottato una delibera a sostegno dell’amministrazione comunale, sull’attivazione del Conservatorio di Catanzaro, si recherà in visita presso i locali dell’ex Istituto Rossi» si legge in una nota de consigliere Citriniti. «Ciò - prosegue - al fine di ribadire la propria vicinanza all’importante istituzione nella convinzione che l’attivazione del conservatorio nella città rappresenti un fatto di grande rilevanza dal punto di vista artistico e culturale. Nell’occasione sarà ricordata la figura di Don Mario Tallerico già Direttore dell’ex Istituto Rossi nel periodo 1950/1980. All’incontro saranno presenti il sindaco Rosario Olivo, l’Assessore al ramo Danilo Gatto ed il vicario del Conservatorio Prof. Tommaso Rotella».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 27

CALABRIA CATANZARO L’intervento di Nicola Mastroianni, Segretario Cna Provinciale: «Molte imprese sono ferme. C’è mancanza di liquidità»

«Crisi, la politica è totalmente assente» «Prevediamo nella nostra regione un’estromissione dolorosa dal mercato di centinaia e migliaia di piccole attività» CATANZARO — «Gli effetti della

crisi economica nella nostra regione hanno ormai assunto dimensioni mai registrate negli anni e diversi filoni economici e produttivi devono affrontare un calo degli ordini che nei primi mesi del 2009 in alcuni casi, supera il 70% rispetto ai dati degli anni precedenti» si legge in una nota di Nicola Mastroianni, Segretario Cna Provinciale. «Molte imprese - prosegue - della meccanica, dell’impiantistica, delle costruzioni e dei servizi sono ferme o hanno ridotto drasticamente l’attività a causa della brusca frenata della domanda come anche dell’abbigliamento e dei servizi alla persona che risentono della caduta di fiducia e della riduzione dei redditi disponibili. La capacità di tenuta delle imprese è messa a dura prova dalla scarsità di liquidità causata dalla stretta del credito operata dalle banche e dell’accresciuta difficoltà di incasso dei crediti CATANZARO — Dal Parlamento inglese al Colosseo a Roma, monumenti, edifici storici ed importanti nel mondo, porteranno l’impegno e la promessa del Rotary di terminare la battaglia contro la Polio durante questa settimana. «Cosa hanno in comune il Colosseo di Roma, il Parlamento inglese, l’Opera House di Sidney e la Table Mountain di cape Town? Ognuno di questi monumenti, ognuno di questi prestigiosi edifici, ognuno di queste prestigiose architetture saranno drammatico sfondo per un ugualmente drammatico messaggio “End Polio Now”. Queste tre parole - impegno del Rotary per liberare il mondo dalla terribile e invalidante malattia che colpisce l’infanzia - saranno proiettate sulle facciate di ogni “landmark”, durante la settimana del 23 di febbraio, 104°anniversario dell’organizzazione di servizio umanitario» si legge in una nota del Rotary International. «Con la proiezione del logo della campagna che ricorda e testimonia il nostro impegno per sconfiggere definitivamente la Polio, ora, i Club Rotary annunciano al mondo che non si fermeremo fino a quando l’obiettivo non sia stato raggiunto” dice Jonathan Majiyagbe, Presidente della Fondazione Rotary, che sovraintende il programma rotariano di eradicazione della Polio. Noi abbiamo fiducia che dovunque la gente veda quelle parole - sia di persona che attraverso I mezzi di comunicazione -

commerciali, soggetti ad incagli e all’allungamento dei tempi di pagamento in maniera indecorosa quelli vantati nei confronti della pubblica amministrazione. La politica è totalmente assente e si comporta come se nulla stesse accadendo all’economia e alla società calabrese trascurando al contempo il fatto che tutto ciò avrà un effetto devastante sul piano sociale a causa della dispersione di numerosi posti di lavoro legali e sicuri che si stanno disperdendo giorno dopo giorno. Il Governo dal canto suo è intervenuto con una serie di Decreti sulla cui efficacia la Cna ha espresso forti riserve, sia in merito all’immediata effettività dei provvedimenti varati, sia anche sulla quantità delle risorse finanziarie individuate per favorire l’offerta e stimolare la domanda privata e pubblica. E la Regione Calabria: la crisi non li riguarda proprio. I loro sforzi, tutti concentrati a pensare e riscrivere

lo statuto in vista delle imminenti consultazioni elettorali prima quelle europee e poi quelle regionali. Di questo passo prevediamo nella nostra regione un’estromissione dolorosa dal mercato di centinaia e migliaia di piccole e piccolissime attività economiche e produttive che sono quotidianamente costrette ad abbassare la serranda, a licenziare i loro dipendenti creando un ulteriore corto circuito alla misera economia regionale. Allora - continua - perché in Calabria davanti a tanta tracotanza non dispiegare interventi di carattere emergenziale sul fronte dello sviluppo economico facendo leva sulle ingenti risorse finanziarie rinvenienti dall’Unione Europea? Perché frammentare gli interventi e non ragionare ed intervenire in un disegno organico? Siamo stanchi di assistere a questo teatrino della insipida politica calabrese. Non si può procedere di urgenza in urgenza senza una li-

CATANZARO Il logo della lotta del famoso club sarà proiettato su tutti i più importanti monumenti del mondo

La battaglia del Rotary contro la polio e si aggiungerà a noi ed ai nostri partners nello storico sforzo di liberare il mondo dalla Polio, una volta per tutte». La proiezione del logo metterà in evidenza un già storico anno nella storia più che ventennale per la eradicazione della Polio, un obiettivo acquisito già oggi, al 99%. In gennaio il Rotary si è impegnato a raccogliere 200 milioni di dollari per pareggiare la sovvenzione-sfida di 355 milioni della Fondazione Bill & Melinda Gates. I 550 milioni, così risultanti, saranno totalmente spesi nelle attività dirette alla vaccinazione e quindi all’eradicazione della malattia. In aggiunta alla proiezione del logo, i Club Rotary di tutto il mondo, hanno pianificato durante questa settimana una varietà di iniziative volte a creare consapevolezza ed a raccogliere ulteriori fondi. Alcuni esempi: In Scozia, edifici storici, come il Culzean Castle, saranno brevemente illuminati con il messaggio “End Polio Now” per alcune sere di seguito. La Purple Pinkie Week è iniziato in Inghilterra il giorno 23 di febbraio. I Rotariani solleciteranno donazioni in cambio di una goccia di inchiostro viola sul mignolo della mano di ogni donatore: lo stesso modo nel quale i Rotariani volontari e gli ope-

ratori della sanità registrano che un bimbo, avendo ricevuto il vaccino orale contro la Polio, sia stato immunizzato. I Club Rotary di concerto con i Servizi postali di Singapore hanno fatto in modo di predisporre il rilascio di francobolli che portano il simbolo della battaglia contro la PolioI Rotariani d’Italia stanno contribuendo a questa azione globale sia raccogliendo fondi per comprare le milioni di dosi di vaccino necessarie ogni anno, sia inviando direttamente medici volontari a dare man forte ai medici locali durante le giornate di immunizzazione. Nel solo 2008 sono stati raccolti in Italia 745.000 $ per il vaccino e a fine gennaio una equipe di 4 medici rotariani si e’ recata a Moradabad, in India, nella regione dell’Uttar Pradesh, dove dal 1 al 6 febbraio sono stati vaccinati 933.400 bambini, di cui 600.000 in prima giornata nei punti di accoglienza e il resto andandoli a cercare casa per casa nei villaggi e nelle citta’. Al team si e’ anche aggiunta una giovane borsista del Rotary che ha voluto cosi’ testimoniare la sua partecipazione alle attività dell’organizzazione. Se un vaccino costa 60 centesimi di Euro, la piccola Anna, 10 anni, di Castiglione delle Stiviere, con il suo Salvapolio,

CATANZARO La lettera di Elio Mauro (Nuovo Psi) a Loiero, Ferro e Olivo sull’importante istituto

«Quale futuro per l’Accademia di Belle Arti?» CATANZARO — «Quale futuro si

sta riservando per l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro? Non vorremmo che un’altra importante risorsa per la nostra città, come lo è l’Accademia di Belle Arti, vada a collocarsi in altro comune perché la nostra classe politica non è capace di trovare una valida soluzione in modo che docenti e allievi possano tranquillamente e professionalmente avere i sufficienti spazi in modo da poter meglio istruire i primi e far apprendere ai secondi con meno disagi possibili» si legge in una lettera aperta di Elio Mauro (dirigente del Nuovo Psi) al Presidente della giunta regionale della Calabria all’On. Agazio Loie-

nea, facendo affidamento più sull’effetto annuncio dei provvedimenti che sulla capacità di produrre risultati positivi, non potendo contare su risorse aggiuntive in quantità adeguata alla dimensione della caduta del reddito. Per sostenere le imprese calabresi si deve intervenire nell’immediatezza sulla leva finanziaria per assicurare l’accesso al credito potenziando gli strumenti di garanzia com’è avvenuto in regioni normali certamente dimostratesi più sensibili rispetto alla nostra. Si devono altresì aprire i rubinetti e liquidare i crediti che le imprese vantano proprio nei confronti della Pubblica Amministrazione in maniera particolare quelli della Regione Calabria che non può certamente pretendere di risolvere i problemi legati la sofferenza di cassa dell’amministrazione ribaltandoli sui loro fornitori. Quella a cui ci riferiamo è una massa enorme di liquidità bloccata di cui le imprese

ro, al Presidente della giunta provinciale di Catanzaro Wanda Ferro e al Sindaco di Catanzaro Rosario Olivo e a tutti i parlamentari Catanzaresi. «Se non si interviene con immediatezza - prosegue - si rischia di penalizzare ancora una volta la nostra città (e questa volta non si può certamente parlare di scippo ma d’incapacità e indifferenza politica) che pian piano si sta facendo di tutto per farla svuotare. Non si può più consentire che importanti risorse per l’economia e la cultura della nostra città debbano disperdersi. Se non si è capaci di poter almeno mantenere ciò che esiste nel nostro già tanto disastrato territorio è inutile far

finta di lottare per ciò che ci dovrebbe essere assegnato e non arriva, un esempio e non ultimo lo è la scuola di magistratura dove si è fatto tanto baccano, forse, visti i risultati negativi attuali, ad alimentare non altro che scontri politici per lanciare accuse da una parte e conquistare fantasiosi meriti dall’altra. L’Accademia di Belle Arti di Catanzaro vanta ben 400 iscritti oltre al personale docente, amministrativo ed altro, 400 unità che potrebbero essere in circolazione nella nostra città, sicuramente una risorsa per tutti i nostri commercianti, per quei pochi i luoghi di cultura che custodiamo e che sicuramente ne potranno creare tanti altri,

non raccoglie fondi, ma salva vite umane. La sua campagna, pilotata dai bambini, ha varcato i confini italiani e in Canada, Egitto, Germania, Gran Bretagna, Russia e Romania ha trovato e trova altri straordinari bambini che si parlano e costruiscono esempio di straordinaria sensibilità. Il Salvapolio è un salvadanaio che lancia nelle scuole il progetto Polioplus del Rotary. I bambini donano i loro centesimi risparmiati e salvano le vite di loro coetanei, in una gara di solidarietà che accomuna rotariani e non. Attraverso il progetto "I Bambini, Opere d'Arte" il Rotary coinvolge gli artisti del territorio sul tema dell'anno, la lotta alla mortalità infantile ed alla Polio. Le opere donate e messe all'asta on line sul sito distrettuale e su E-Bay, raggiungono chiunque e diffondono il messaggio rotariano. L’eradicazione della Polio è stata il primo obiettivo del Rotary per più di due decenni. L’Organizzazione internazionale di servizio umanitario è, nell’ ”Iniziativa Globale per l’Eradicazione della poliomelite” (Gpei), partner di punta insieme con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) i Centri per il controllo e la Prevenzione delle malattie (Cdc) e Unicef. Vi è stato indubbiamente un grande giovani artisti che potrebbero contribuire ad arricchire di cultura la nostra città, giovani che alla fine degli studi non per forza si dirigeranno verso un posto di lavoro statale, ma artisti che con la loro sapienza, professionalità ed esperienza acquisita durante gli studi che mettendo in atto potranno contribuire a produrre economia e sviluppo per il turismo, per loro e contemporaneamente per la nostra città. Questi sono alcuni - conclude - dei tanti motivi perché, tutti insieme, dimenticando per un attimo i colori politici di appartenenza, dovete tirar fuori la soluzione in modo che l’Accademia di Belle arti di Catanzaro rimanga nella nostra Città trovando una collocazione, tassativa, non più lontana dal centro storico cittadino, da Portamarina a Foraiporti se veramente amate la nostra e vostra città».

hanno assolutamente bisogno e che è necessario immettere al più presto per ossigenare il sistema economico regionale. Le imprese pesantemente penalizzate dai ritardi delle spettanze dovute, vengono estromesse dal mercato e giudicate irregolari e pertanto impossibilitate a esercitare la benchè minima attività, se risultano anche per pochi euro, non in regola con i versamenti agli enti previdenziali, pur vantando crediti nei confronti della pubblica amministrazione di centinaia di migliaia di euro. Siamo veramente stanchi delle promesse. Nei prossimi giorni - conclude -presenteremo un folto ricorso alla Corte di Giustizia Europea per chiedere l’applicazione di una procedura di infrazione alla pubblica amministrazione calabrese in materia di mancato rispetto dei termini contrattuali di pagamento e di violazione delle norme che regolano il libero mercato in Calabria». progresso e l’incidenza dell’infezione da Polio è caduta da 350.000 casi nel 1988 a poco meno di 2000 nello scorso anno. Più di due miliardi di bambini sono stati immunizzati in più di 122 Paesi, prevenendo così 5 milioni di casi di paralisi e 250.000 morti cosiddette “pediatriche”. Oggi la Polio rimane endemica in solo quattro Paesi; India, Pakistan, Nigeria, e Afghanistan. I Soci dei Club Rotary nel mondo hanno contribuito con più di 800 milioni di dollari e con un numero incalcolabile di ore di lavoro da volontari ed ora sono ancora al lavoro con determinazione, per raccogliere 200 milioni di dollari di cui c’è bisogno per pareggiare le sovvenzioni della Fondazione Bill a Melinda Gates. Il danaro è necessario per aiutare a chiudere con decisione questa battaglia, colmando una lacuna nei finanziamenti che potrebbe minare due decenni di progresso. Finora il Governo tedesco ha contribuito con complessivi $ 223 milioni, la Francia e l’Italia con circa 35 milioni l’uno. Dopo l’annuncio dato da Bill Gates, l’Inghilterra ha deciso un ulteriore contributo di 150 milioni e la Germania dal canto suo ha devoluto alla causa altri 80 milioni di dollari. Il tema, sarà discusso come nelle passate edizioni, anche al prossimo G8 che si svolgerà in Italia. Per saperne di più a proposito dell’eradicazione della Polio ivi incluso il come partecipare a questo storico sforzo, visitate il sito www. rotary. org.

Stazione cargo, chiesta la discussione in consiglio provinciale CATANZARO — «I sottoscritti consiglieri provinciali Giampaolo Bevilacqua ed Emilio Verrengia chiedono con la presente un dibattito in Consiglio Provinciale sulla decisione di Trenitalia di smobilitare il trasporto merci dalla stazione ferroviaria di Lamezia Centrale» si legge nella richiesta dei consiglieri Bevilacqua e Verrengia. «Tale decisione - prosegue -, tra l’altro, giunge proprio nel momento in cui la rete viaria sia autostradale che provinciale è al collasso a causa delle intense precipitazioni abbattutesi in Calabria e diversi territori rimarranno irrangiungibili per diverso tempo dai mezzi pesanti. Si richiede pertanto all’intero Consiglio Provinciale di interessare Trenitalia tramite l’intervento del Ministero dei Trasporti».


28 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME La nota di Pasqualino Ruberto, commissario provinciale Mpa, dopo l’attacco ai consiglieri comunali Aurora Gatto e Francesco Ruberto

«Nel centrodestra servirebbe più dialogo» «Non ci convincono le confusioni politiche e le ambiguità da qualunque parte esse provengano» LAMEZIA TERME — «Di fronte ad un

Pdche a livello nazionale, così come a livello locale, non trova il bandolo della matassa e appare sempre di più senza idee e senza capacità amministrativa, servirebbe nel centrodestra dialogo, capacità progettuale e perché no? Autocritica per evitare i gravi errori che già nel passato sono stati commessi» si legge in una nota di Pasqualino Ruberto, commissario provinciale Mpa. «Quando una forza politica perde costantemente dei pezzi - prosegue -, la propria classe dirigente dovrebbe fermarsi ed interrogarsi per conoscere quali sono i motivi del suo depauperamento senza lasciarsi andare ad attacchi personali ed a facili inquisizioni. Non sono stati i partiti che compongono il Pdl a candidare a sindaco chi è oramai quasi organico al centrosinistra? Non sono organici a questa maggioranza consiglieri candidati nelle liste del centrodestra, non solo alle elezioni comunali, ma in alcuni casi anche nelle ultime elezioni provinciali? Non sono state determi-

nanti alcune assenze di consiglieri del Pdl (vedi Api e bilanci di previsione 2006 e 2007) per mantenere in piedi questa amministrazione? Non è stato il Pdl sbandierando, in maniera inopportuna e politicamente poco avveduta, il raggiungimento dei numeri necessari a sfiduciare Speranza a renderlo politicamente più forte ogni qualvolta la sfiducia non si concretizzava? Sono questi i punti su cui il Pdl dovrebbe riflettere prima di giudicare in maniera personalistica e per nulla politica la collocazione dei consiglieri Aurora Gatto e Francesco Ruberto. Il comportamento ineccepibile di Francesco Ruberto in quasi quattro anni da consigliere di opposizione, non giustifica il trasformismo che una parte del Pdl, non ancora identificata, vuole attribuirgli. La diversa posizione assunta dalla consigliera Aurora Gatto in alcune sedute consiliari se, dal punto di vista prettamente politico, non trova alcuna giustificazione, può trovare invece attenuanti nell’insufficiente coinvolgimento della stessa, nella fase

di costituzione del gruppo unico del Pdl che la ha vista relegata ad un ruolo non consono a chi prima era capogruppo di Forza Italia; partito, quest’ultimo che, ad esclusione di Lamezia Terme, in tutta Italia sta guidando il processo di formazione del Pdl. La mia e quella del Mpa - continua - non è un voler dare lezioni di politica, né si vuole guardare in case altrui, ma è la esternazione di una preoccupazione che penso sia legittima di un partito che a livello nazionale e in tante realtà locali gravita nella stessa area politica del Pdl. Certo, Lamezia Terme, a causa della incapacità di ascolto della giunta Speranza, ancora una volta marca in senso negativo la sua identità; il Piano Strategico, che per il suo iter (processo formativo sinergico con tutti gli attori della città), dovrebbe unire tutti nell’interesse della costruzione di una identità futura del territorio, nel nostro caso divide, non coinvolge, non dà l’idea di che cosa si vuole fare di questa città perché non riesce ad individuare obiettivi, attori,

LAMEZIA TERME L’incontro sarà presieduto dal commissario provinciale Armando Dionisi

Udc, Cesa concluderà i lavori del congresso LAMEZIA TERME — Il Segretario nazionale, Lorenzo Cesa, concluderà i lavori del III° Congresso cittadino dell’Udc, in programma sabato 28 febbraio alle 9.30 al Teatro Umberto. Il Congresso sarà presieduto dal commissario provinciale Armando Dionisi, introdotto da Massimo Sdanganelli, e parteciperanno i consiglieri comunali Nicola Mazzocca e Gennaro Talaia, il segretario regionale Francesco Talarico e il vice segretario nazionale Mario Tassone. «Sarà l’occasione - si legge in unanota - per approfondire i temi dell’agenda politica nazionale, regionale e locale che vede l’Udc al comune di Lamezia Terme protagonista di una linea politica di opposizione costruttiva. Alla vigilia anche di un appun-

tamento importante per l’Udc, che sono le elezioni europee del 6 e 7 giugno prossimo, dove si voterà con la preferenza che è stata una battaglia condotta anche con la raccolta di firme per la presentazione di un’iniziativa di legge popolare. Nei giorni scorsi a Todi è stato presentato ufficialmente il Manifesto dell’Unione di Centro, che fissa i punti cardine del nuovo soggetto politico che ha l’obiettivo di scardinare il bipartitismo attuale per rilanciare la politica dei moderati di centro. Si tratta di una forza che manterrà vivo l’interesse sulle questioni fondamentali che urgono e necessitano di soluzioni di buon senso, immediate e assunte nell’interesse preminente dei territori, dei cittadini elettori e delle lo-

ro famiglie. «La presenza al Congresso cittadino del segretario nazionale Lorenzo Cesa - commenta il segretario regionale Francesco Talarico - vuole testimoniare vicinanza a una città in cui l’Udc ha avuto sempre ampi consensi e dove è forte la tradizione dei cattolici impegnati in politica, oggi più che mai necessari nell’orientare le scelte di tutti verso una società civile e solidale». Una grande sfida attende l’Unione di Centro nel prossimo futuro: creare le condizioni affinché i nuovi “liberi e forti” trovino espressione e rappresentanza politica. E’ su questa sfida che è chiamata a misurarsi la nuova dirigenza cittadina del partito che sarà eletta sabato 28, in vista degli importanti appuntamenti elettorali.

LAMEZIA TERME La nota di Luigi Saladino Componente Consiglio Nazionale Nuovo Psi

«Il Pd sta pagando per le sue scelte» LAMEZIA TERME — «In Sardegna

ognuno ha messo la sua faccia ed i risultati sono ben arrivati. Ed al di là delle individualizzazioni della politica vince una linea forte e responsabile, aperta ad affrontare e risolvere i problemi sia a livello interno che nei riguardi dell’attuale grave crisi europea ed internazionale» si legge in una nota del prof. Luigi Saladino Componente Consiglio Nazionale Nuovo Psi. «Sul lato opposto un marasma - prosegue -: un coacervo di posizionamenti che ancora non ha digerito la sconfitta elettorale del 13 e 14 aprile 2008 e che si ingegna - ancora - ad attribuire l’uno all’altro responsabilità di liderismo senza truppe piuttosto che incapacità di produrre scelte adeguate e funzionali alla situazione a breve e medio termine, persino irrispettosi nei riguardi di un popolo italiano che ha votato ed ha sancito a chiare note chi deve governare per risollevare il nostro Paese dalla palude politica nella quale l’aveva affossata il Governo dei Cento Sottosegretari, compreso Prodi, punto focale dell’immobilismo dell’impotenza. C’è chi ancora, all’in-

terno dell’area di Centro sinistra, è frastornato e senza bussola per la seconda sconfitta alle regionali dopo i risultati dell’Abruzzo. E si tratta di circa 10 punti - continua -, non di poco. E chi li salva più questi? Avevano ed hanno vari conti in sospeso da regolare sia con la storia ( dal crollo del Muro di Berlino e dalla fine del Comunismo dopo Gorbaciov) e sia a causa della protervia che li ha visti tentare di sostituirsi ai socialisti nell’Internazionale. Non parliamo poi del tentativo di liquidare i socialisti con il metodo dalemiano che si condensa nell’impianto mentale secondo cui l’esistenza dei socialisti è garantita solo se sono i variamente comunisti (o come si chiameranno ora?) a rappresentali! Sarebbero solo loro titolati a rilasciare patenti di socialismo valido e non si accorgono che il tempo è signore e attribuisce giudizi di senso. Si tratta - in ordine a quella che hanno messo in vista - di una deformazione mentale permanente che non ha retto a lungo alla mistificazione e specie in questa ultima fase, avendo scelto alla luce del sole intrighi, collusioni e vecchi

amori con il Di Pietro dei Valori (ma quali?), ha sanzionato la disintegrazione di tutta l’area perché il popolo italiano - con il voto - ha compreso i danni della stagione politica rappresentata da chi ha tentato di mettere l’ostracismo ad una classe politica attraverso la criminalizzazione orchestrata e programmata di tutta una classe politica, che si è conclusa con l’esilio di Bettino Craxi ed il suo inno alla libertà. Ora, il Pd comincia a pagare prezzi agli Italiani ed ai Socialisti del Nuovo Psi in particolare. Non è nel nostro stile - conclude - e nel nostro Dna non considerare le sofferenze altrui, tuttavia se ciò è utile alla eliminazione di un bel po’ di supponenza capace di produrre lo sbrinamento mentale di una certa cultura integralista catto-comunista non è proprio un danno perché si potrebbe definitivamente avviare l’Italia verso una democrazia matura e consapevole, in un contesto occidentale e non più con persistenti residui di terzomondismo esasperato che nutre ancora schegge impazzite di pericoloso terrorismo, avendo come culla lo scioperaismo».

fonti di finanziamento e tempi di realizzazione. È su questo che l’opposizione a Speranza deve incentrarsi e non su inutili polemiche, che una parte del Pdl tenta di mettere in campo per nascondere la inadeguatezza, propria di chi vuole assumere, in maniera tronfia e superba, la guida della città. Lamezia Terme, città che oggi ha bisogno di innovazione, competenza e trasparenza e certamente non potrà che affidare il suo destino a chi, con la forza delle proprie idee, dimostrerà di

essere paladino del suo territorio. L’attacco ai due giovani consiglieri dà l’idea di chi vuole dimostrarsi forte con i deboli senza dimostrare volontà di volerli recuperare sulla strada dell’attenzione al mondo giovanile; fermo restando -conclude - che non ci convincono certo confusioni politiche ed ambiguità da qualunque parti esse provengano e che purtroppo spesso hanno retto il mandato del sindaco Speranza con colpe marcate da più parti in consiglio comunale».

Workshop Coldiretti Oggi dalle 16,30, a Lamezia Terme all’Hoel Lamezia, la Federazione Interprovinciale Coldiretti di Catanzaro- Crotone- Vibo Valenzia ha organizzato un importante Workshop riguardante “Opportunità e strumenti finanziari per le imprese agricole”. «Nella fase decisiva del Piano di Sviluppo Rurale - ha commentato il presidente della Federazione Roberto Torchia - l’organizzazione vuole offrire strumenti concreti alle imprese agricole ed agroalimentari, in particolare sull’accesso al credito, che rappresenta lo snodo fondamentale per consentire un efficace sviluppo e programmazione degli investimenti poiché, le imprese agricole vogliono investire e contribuire a rafforzare il sistema produttivo». L’incontro, sarà aperto da Antonio Arcuri, presidente della sezione di Lamezia Terme e da Roberto Torchia. Dopo l’introduzione del Direttore Angelo Milo, la relazione su “Le opportunità dei nuovi bandi per competere sul mercato” che sarà tenuta da Giovanni Cipolla responsabile Coldiretti.

Lamezia, scade il termine per partecipare al concorso intitolato ad Aldo Tomaino LAMEZIA TERME — Rimangono

ancora pochi giorni per partecipare al concorso intitolato ad Aldo Tomaino, promosso dal Centro Trasfusionale di Lamezia Terme in collaborazione con la sezione provinciale dell’Avis. Gli studenti che frequentano le scuole superiori, ricadenti nel territorio dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, hanno tempo, infatti, fino al 28 febbraio per presentare un componimento sulla donazione di sangue - donazione di cordone ombelicale. L’assegnazione delle borse di studio previste avverrà sulla valutazione anche del curriculum scolastico e prevede la premiazione dei primi tre classificati. Il con-

corso, giunto alla Settimo edizione, ha visto negli anni scorsi grande partecipazione di studenti. Avviato con la ex Azienda Sanitaria n. 6 nelle scuole del lametino, dal 2007 è stato esteso all’area di Catanzaro, Soverato e Chiaravalle. L’edizione del 2008 è stata vinta da Vincenzo Angotti, dell’Istituto Professionale “Einaudi” di Lamezia Terme, Francesca La Grotteria, dell’Istituto Magistrale “De Nobili” di Catanzaro, Angela Maria Vescio, dell’Istituto Magistrale “Campanella” di Lamezia Terme. L’assegnazione delle borse di studio previste avverrà sulla valutazione anche del curriculum scolastico e prevede la premiazione dei primi tre classificati.

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

FITTASI LOCALE

CON ANNESSA ATTIVITA’ COMMERCIALE Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

VENDESI FURGONE Renault Traffic anno 1992 per la vendita ambulante di panini, bibite e pizze, perfettamente funzionante.

Info tel. 0961.996686 cell. 3493923191


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 29

CALABRIA MALTEMPO La Regione ha stanziato oltre un miliardo e trecento milioni di euro per far fronte ai danni provocati dalle piogge torrenziali

Loiero annuncia l’entità dei fondi Speranza ha messo in evidenza le gravi situazioni che questo inverno si sono verificate in città LAMEZIA TERME — Un miliardo e trecentoquattro milioni di euro sarà la somma stanziata per far fronte ai danni provocati dal maltempo che in questo inverno ha letteralmente messo in ginocchio la Calabria colpendola in più parti facendo registrare devastazioni del territorio e, purtroppo, anche due morti. Ad annunciare la somma che dovrà servire a mettere in sicurezza i Comuni maggiormente colpiti e che ne hanno fatto richiesta agli uffici della protezione civile nazionale, il presidente della regione Calabria Agazio Loiero che ha incontrato nel pomeriggio di ieri gli amministratori locali, i prefetti delle cinque province, la presidente della provincia di Catanzaro, Wanda Ferro e i capigruppo del Consiglio regionale. Nel corso della seduta di lavoro, alla quale era preceduta nelle scorse settimane la visita del sottosegretario alla Protezione civile, Guido Bertolaso e formalmente aperta dal sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza che ha messo in evidenza i gravi danni che questo inverno ha causato anche nella città da lui amministrata quali la frana di località Casturi-Caliri nel centro città e quella che ha interessato la strada provinciale che collega le Terme di Caronte alle zo-

dato che la cifra stanziata si aggira attorno ai 30milioni di euro e che a breve, tutta la documentazione verrà trasmessa agli uffici della Protezione civile nazionale per dare sollievo ai Comuni che hanno provveduto ad anticipare somme con fondi propri. Nel frattempo, gli uffici della protezione civile regionale e dei Lavori Pubblici, hanno quantizzato l’ammontare dei danni da segnalare alla protezione civile nazionale a fronte della prima ordinanza del presidente del Consiglio dei Ministri relativamente agli eventi alluvionali novembre-dicembre 2008 e che sono stati stimati in circa 700 milioni di euro. Numeri e cifre anche per quel che riguarda il mese di gennaio 2009 con una prima stima dei danni che parla di 500milioni di euro. Somme ingenti a fronte di una contributo nazionale che a questo punto diventa davvero poca cosa per rimediare ai disastri subiti. Da qui, la necessità di reperire fondi utilizzando altri canali, quali i fondi regionali Por, sacrificando buona parte delle azioni strutturali programmate prima degli eventi calamitosi. Risorse potenzialmente destinabili alla difesa del suolo e delle coste in Calabria e che tradotti in termini pratici saranno: 123.500.000,00 quali ri-

sorse del Por Calabria 2000-2006; 200.000.000,00 quali risorse delle delibere Cipe 35/2005 e 3/2006; 35.000.000,00 quali risorse del bilancio regionale; 89.947.000,00 quali risorse del Por Calabria 2007/201 ai quali si aggiungono ancora, risorse del Par Calabria Fas 2007/2013 per 425.000.000,00; risorse del Pse Calabria 2007/2013 per 230.000.000,00 per un ammontare complessivo di 904.000.000,00. A tale somma, vanno ancora aggiunti i 400.000.000,00 di provenienza nazionale. Cifre importanti, che se da una parte serviranno a ridimensionare gli ingenti danni di un intero territorio, dall’altra limiteranno di molti i finanziamenti di altri settori anch’essi importanti per la vita comunitaria. Basti pensare, che la regione Calabria, ha proposto tale soluzione utilizzando in buona parte anche quei finanziamenti di accordi di programma quadro sulla difesa del suolo più ampio e strategico, comprendente le risorse dei sistemi insediativi (116.000.000,00) e dei sistemi naturali (7.500.000,00) che per 82% sono finalizzati a dare risposte a tutta la condizione di lavoro precario in Calabria.

CATANZARO — Si è concluso con una condanna a 30 anni di reclusione, all'interdizione perpetua dai pubblici uffici e all'interdizione legale per la durata della pena principale, nonchè al risarcimento del danno al ministero dell'Interno costituito parte civile, il giudizio d’appello per Francesco Giampà, 61 anni, presunto mandante del duplice omicidio del sovrintendente di polizia Salvatore Aversa e della moglie Lucia Precenzano, avvenuto il 4 gennaio 1992 a Lamezia Terme. L'uomo era stato assolto al termine del processo diprimo grado. La sentenza è arrivata ieri dalla Corte d'assise d'appello di Catanzaro, presieduta dal giudice Rinaldo Commodaro la quale, accogliendo la richiesta del sostituto procuratore generale Giovanni Grisolia, a seguito della condanna ha anche disposto la custodia cautelare in carcere per Giampà che tuttavia è già detenuto poiché sta scontando la pena quale mandante di un altro omicidio. La

OMICIDIO AVERSA La sentenza è arrivata ieri dalla Corte d'assise d'appello presieduta dal giudice Commodaro

stessi Speciale e Chirico, pentiti ex affiliati alla Sacra Corona Unita, nonché Antonio Giorgi ( presunto esponente del clan di San Luca che avrebbe dato incarico ai primi due di mettersi a disposizione delle cosche lametine) il quale fu condannato all'ergastolo (confermato anche in appello). Ma, quanto ai presunti mandanti, Speciale e Chirico confermarono le accuse formulate molti anni prima da Mazza e dagli altri pentiti solo nei confronti di Francesco Giampà e di Giovanni Torcasio, e le loro dichiarazioni sono entrate poi agli atti del processo celebrato davanti alla Corte d'assise d'appello. Di qui, considerato che Torcasio non è più nel processo perché deceduto, la richiesta dello scorso 6 febbraio del pg Grisolia di confermare l'assoluzione per Cerra, e di condannare all'ergastolo solo "o Professore" (difeso dagli avvocati Francesco Gambardella e Leopoldo Marchese), che alla fine ha avuto 30 anni.

LAMEZIA TERME — Si sono conclusi con sette condanne gli altrettanti giudizi abbreviati sorti in seguito all'operazione nome in codice "Elettroshock", che avrebbe consentito di far luce su violenze sessuali e non solo, consumate fra le mura del reparto di Psichiatria dell'ospedale di Lamezia Terme ai danni di diverse donne ricoverate. Il giudice dell'udienza preliminare Barbara Borelli, ieri, ha inflitto pene (così scontate di un terzo) di otto anni di reclusione a Domenico Casalinuovo, 55 anni, e sei anni a Giuseppe Francesco Maria Masi, 46 anni, rispettivamente infermiere e medico in servizio nel reparto, accusati di violenze e abusi gravissimi, e quattro anni a Maria Massimo chiamata, nella sua qualità di primario di Psichiatria, a rispondere della violazione dell'obbligo di impedire gli eventi nonostante, secondo l'accusa, avesse anche ricevuto precise denunce in tal senso. Il gup, come pene accessorie, ha inflitto a tutti e tre gli imputati l'interdizione perpetua da qualsiasi ufficio attinente la tutela e

LAMEZIA "Elettroshock" avrebbe consentito di far luce sui reati nel reparto di Psichiatria

La conferenza stampa di ieri

ne montane, tanti gli aspetti portati a conoscenza della nutrita platea. Aspetti tecnici ma soprattutto finanziari che hanno sfatato la preoccupazione dei 40milioni di euro precedentemente annunciati e che a poco sarebbero serviti rispetto alla drammaticità subita. Agazio Loiero, infatti, premettendo gli equilibri di un Paese unitario, spesso solo sulla carta essendo stato da sempre il Meridione considerato un territorio più marginale, e quindi la necessità di

difendere ciò che ci appartiene portando avanti “battaglie giuste per sopravvivere ai tempi che verranno”, imparando a fare “un gioco di squadra molto forte e formando una governance-interistituzionale permanente per rafforzare i rapporti interistituzionali e non lasciare più soli i sindaci calabresi, ha ufficializzato numeri e dati. Nello specifico, in ordine anche all’urgenza e quindi all’alluvione novembre-dicembre 2008, il presidente Loiero ha ricor-

Condanna a 30 anni per il presunto mandante Corte, dopo aver dichiarato il non doversi procedere nei confronti del secondo imputato, Giovanni Torcasio, per morte del reo, sempre accogliendo le richieste della pubblica accusa ha infine confermato l'assoluzione per Nino Cerra che, come gli altri due, era uscito indenne dal giudizio conclusosi il 17 aprile 1999, davanti alla Corte d'assise cui invece il pubblico ministero aveva chiesto tre ergastoli. Il coinvolgimento nel processo col presunto ruolo di mandanti di Francesco Giampà detto "o Professore", di Cerra e di Torcasio, tutti considerati esponenti di vertice delle cosche di 'ndrangheta lametine, derivò all'epoca, dalle dichiarazioni autoaccusatorie del collaboratore Tommaso Mazza, nonché dalla

«chiamata in reità» di ben altri otto pentiti. Ma quelle accuse non ressero al giudizio di primo grado, ed anzi le cose cambiarono molto quando, nel 2000, entrarono in scena gli altri due pentiti chiave dell'inchiesta, Salvatore Chirico e Stefano Speciale, che si dichiararono esecutori materiali dei delitti di Aversa e sua moglie, ricevendo una condanna a 10 anni in primo grado, poi ridotta a 8 anni in appello. Proprio le dichiarazioni di Chirico e Speciale consentirono agli inquirenti di superare la fase di "stallo" che si era verificata quando il primo impianto accusatorio costruito dagli inquirenti contro due uomini, Giuseppe Rizzardi e Renato Molinaro, sulla base delle dichiarazioni della "superteste" Rosetta Cerminara,

franò rovinosamente nel momento in cui si scoprì che le parole della donna erano mendaci. Rizzardi e Molinaro (condannati in primo grado a 25 anni e assolti in appello), pagarono da principio per le dichiarazioni della donna, decorata per la sua testimonianza con la medaglia al valore civile, e poi condannata per calunnia. Finché arrivarono Speciale e Chirico, che con i loro racconti diedero nuovo impulso alle indagini, autoaccusandosi e tirando dentro anche gli altri, mandanti, intermediari, aiutanti, e svelando il concatenarsi di debiti e crediti fra i soggetti coinvolti che ne uni' inesorabilmente il destino a quello dei coniugi Aversa. Quanto agli esecutori del duplice omicidio, finirono condannati gli

Violenza sessuale in ospedale sette le condanne del giudice la curatela. Ai primi due, inoltre, l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, che per la Massimo è stata limitata a cinque anni. Da ultimo, i tre imputati dovranno risarcire il danno alle parti civili (solo alcune vittime degli abusi si sono costituite, con gli avvocati Leopoldo Marchese, Bernardo Marasco, Francesco Pagliuso, Gianfranco Barbieri) cui, in attesa della liquidazione che avverrà in sede civile, è stata riconosciuta una provvisionale di 5.000 euro ciascuna. Rispondevano invece di reati minori, quali il favoreggiamento o le minacce, gli altri quattro infermieri imputati: Antonio Torcasio, condanna-

to a due anni e quattro mesi; Pasquale De Vito, che ha avuto 8 mesi; Vincenzo Roperto, cui è stato inflitto un anno; e Mirella Trunzo, condannata a quattro mesi (agli ultimi tre sono stati concessi i benefici della sospensione condizionale della pena e non menzione nel casellario giudiziale). Nove in tutto gli imputati coinvolti nell'inchiesta (per due di loro si sta celebrando il dibattimento), partita alla fine del 2006, a seguito di un'informativa cui diede input la stessa direzione sanitaria dell'ospedale, e condotta dai poliziotti del Commissariato di Lamezia Terme con la direzione del sostituto procuratore

della Repubblica Alessandra Ruberto. Gli inquirenti misero assieme diversi elementi probatori, comprese le dichiarazioni accusatorie rese dalle persone offese, la cui attendibilità venne accertata con un'apposita consulenza psichiatrica, ma anche acquisizione di tabulati, intercettazioni ambientali, documenti relativi agli orari di servizio degli indagati, e dichiarazioni incrociate di persone informate sui fatti. Elementi tali da chiedere e ottenere dal giudice per le indagini preliminari, Chiara Ermini, un'ordinanza di custodia cautelare che, il 13 agosto del 2007, portò in carcere Casalinuovo, e agli

Antonietta Bruno

arresti domiciliari Masi ed un altro infermiere, Pino Franco. Gravissime le imputazioni complessivamente contestate, che vanno dalla violenza sessuale pluriaggravata, alla somministrazione alle vittime (quattro delle quali di età compresa tra i 20 e i 30 anni) di sostanze psicotrope non prescritte, alla violenza psicologica, minacce e favoreggiamento. Un quadro accusatorio che descrive un reparto degli orrori in cui le pazienti sarebbero state sedate per evitare ribellioni e poi violentate, per un lasso di tempo, partito dal 2004, caratterizzato dalla serialità degli abusi ai danni della medesima vittima, e dei comportamenti con vittime diverse. Chiuso oggi il primo grado nei confronti dei primi sette imputati (fra gli avvocati impegnati Francesco Gambardella, Giuseppe Spinelli, Francesco Fodaro, Fabrizio Falvo, Antonio Larussa), per i due rimasti, Pino Franco e Francesco Scarfò, la prossima udienza davanti al Tribunale collegiale di Lamezia Terme è fissata il 20 marzo.


30 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Il civico consesso che doveva infatti discutere sulla piattaforma depurativa si è aperto con una protesta del Pdl contro il sindaco

Ennesimo consiglio comunale infuocato «Necessario avviare le procedure per la individuazione di un altro sito dove realizzare un nuovo impianto» LAMEZIA TERME — Ennesimo consiglio comunale infuocato ieri a Lamezia e quella che doveva essere una giornata per decidere le sorti del buon governo in città, si è aperta con l’ormai solita farsa denigratoria tra opposizione e maggioranza. Il civico consesso che doveva infatti discutere sulla problematica della piattaforma depurativa, tema poi trattato e conclusosi con l’approvazione all’unanimità di un documento unitario, si è presentato alla città con una mozione d’ordine del capogruppo del Pdl in Consiglio Comunale, Mario Magno, che ha protestato assieme al gruppo, con tanto di mascherina e cartelloni, contro il sindaco Speranza e il presidente del Consiglio, Gianfranco Luzzo circa il “clima di trasformismo che si era e si sta tutt’ora verificando in città”. «Con le sue dimissioni - ha detto Magno - il consigliere Raffaele Misuraca aveva già denunciato le tante anomalie registrate circa tutta una serie di vantaggi che hanno tratto programmazione e realizzazione di opere pubbliche in zone della città e a loro più vicine elettoralmente; favoritismi per concessione di opere pubbliche; favoritismi a parenti per accreditamenti regionali in corso e accaparramento di posti di potere in Consiglio Comunale per averne un vantaggio politico ed economico con lauto stipendio. Con questo modo di operare - ha aggiunto il capogruppo il sindaco e il centrosinistra si sono creati una maggioranza in Consiglio comunale a discapito della città, trascurando quelli che sono i problemi reali e le politiche di sviluppo e mortificando il senso etico delle istituzioni creando un malcontento che non aiuta la sana politica» con queste premesse: «Protestiamo affinchè questo malcostume dell’accattonaggio finisca. Protestiamo contro le dimissioni de consigliere Francesco Grandinetti per i continui attacchi del sindaco che voleva oscurare l’emittente City One perché con i suoi servizi disturbava “il manovratore”. Protestiamo contro la denuncia da parte del sindaco di nei confronti di un giornalista di una testata locale che aveva riportato in un articolo che il fratello insegnava nei corsi di alta formazione su incarico dell’Università della Calabria ma finanziati dal Comune di Lamezia Terme; contro il presidente della Lamezia Multiservizi che ha chiesto un risarcimento danni di 350mila euro nei confronti di un giornalista dell’emittente City One che ha trasmesso un servizio sulla gestione della discarica e di 250mila euro a testa di quattro consiglieri del

Pdl e di Lameziaprovinciaenonsolo per avere denunciato la non corretta gestione del ciclo dei rifiuti». Un braccio di ferro contro “il braccio armato” del primo cittadino, con l’annuncio di ricorrere al Prefetto e finanche al presidente della repubblica se gli atteggiamenti di Sindaco e presidente del Consiglio non cambieranno. Accuse forte e, ovviamente, non gradite dai destinatari nelle persone del presidente Gianfranco Luzzo che ha giudicato la performance una “scenata infantile” e del sindaco Speranza che ha parlato invece di “fatto premeditato e intervento menzognero del fare politica”. «In questi anni ho sempre cercato di fare il mio lavoro nel rispetto dei ruoli e delle persone e così come non lo faccio io, non permetterò a nessuno di diffamarmi sia come sindaco che come cittadino. Accetto le critiche al sindaco - ha aggiunto - ma nelle sedi opportune e non se queste vanno in aiuto ad un giornalista o una emittente a diffamare il primo cittadino. Anche le mascherine di oggi, che non centrano niente con il Consiglio odierno, sono e restano un evento mediatico per intralciare i lavori del civico consesso. Barbarie utili solo a creare tensioni e nient’altro». Dopo lo show iniziale, e riposte mascherine e cartelloni, e le condoglianze del sindaco e dell’intera Giunta al consigliere Masi per la perdita di un suo congiunto, i lavoro sono proseguite secondo programma e cioè, con la trattazione del punto all’ordine del giorno, sulla problematica della depurazione portata in Consiglio da nove consiglieri e illustrata da Tommaso Mastroianni. Una questione che sta a cuore a molti, e che più volte è stata portata in consiglio da entrambi gli schieramenti e che anche ieri, ha registrato interventi da am-

bedue le parti con proposte e richieste poi oggetto di un unico documento che impegna il sindaco e la Giunta a dare direttive agli uffici, affinchè procedano ad un monitoraggio delle fonti di inquinamento presenti nel territorio comunale, in particolare i canali, i fossi di scolo, i torrenti, i fiumi che attraversano il territorio comunale e gli scarichi abusivi che vi si collegano; di definire la consegna del collettore principale con i dovuti collaudi, o in mancanza di esso, con la puntuale verifica della consistenza dell’opera ai Comuni su cui insiste la condotta al fine di stabilire la proprietà chiedendo; potenziare l’organico del Nucleo ecologico comunale (Nec) per l’attività di controllo del territorio, al fine di continuare meglio l’opera di controllo e prevenzione dei reati ambientali; effettuare un immediato monitoraggio della rete di scarico per separare le acque bianche da quelle nere; Avviare, le procedure per la individuazione di un altro sito dove realizzare un nuovo impianto di depurazione in quanto l’attuale è mal funzionante e vetusto; riaffermare i contenuti della mozione approvata nell’agosto del 2008 con la quale si richiedeva all’Ato ed alla Provincia di Catanzaro di verificare la possibilità del passaggio nella gestione della depuratore alla Lamezia Multiservizi e a far si che eventuali passaggi avvengano in tempi utili e comunque prima della stagione estiva. Dopo la lunga trattazione dei punti, si è poi arrivati alla discussioni delle mozioni in programma e nello specifico, alle due presentate dal consigliere Scicchitano circa il prolungamento dell’orario di vigilanza della polizia locale nelle ore notturne ed il riordino del settore dei lavori pubblici. Per quanto riguarda la prima interpellanza

sull’adozione di ogni misura idonea a risolvere il problema di episodi di bullismo, delle discariche abusive e del mercato della frutta preso di mira nella fascia 21.00-6.00 è intervenuto a chiarire la questione, l’assessore al ramo Francesco Muraca che ha parlato di soluzione non a breve termine per via dell’organico sottodimensionato (60 agenti sui 120 occorrenti) e al quale si sta cercando di ovviare con un bando di concorso e un piano sulla sicurezza urbana già in atto per contrastare i reati ambientali. Tra le varie proposte, che riguardano anche quella avanzata comandante Giuseppe Caputo tramite la flessibilità degli orari del personale, c’è ed è stata approvata anche quella avanzata dai consiglieri Magno e Mazzei circa l’istituzione delle Ronde. Per ciò che concerne invece il riordino del settore Lavori Pubblici che prevede anche la rimozione dell’incarico del dirigente Giovanni Caliri, a rispondere è stato invece l’assessore Zaffina. Il membro di

Giunta, dopo un breve excursus sui lavori che si stanno facendo e che ha tradotto in 500mila euro per la viabilità montana che comprende il circondario di Matacca, Filicioni, Carbonare e Matarazzo e di 3mila e 200 euro per i collettori fognari nelle zone di Bella, Piano Luppino, Crozzano e Bucolia, ha evidenziato come si sta muovendo l’amministrazione circa la richiesta di licenziamento del dirigente. «Il 16 febbraio ci sono state le prove per tre posti di ingegneri ed architetti - ha detto - si sta operando per la selezione di 12 borse di studio per l’area tecnica e già il settore della Protezione Civile non è più di competenza del dirigente Caliri. Provvedimenti sui quali si sta lavorando ma che non ci hanno distratto dall’operare 76 interventi di progettazione e 50 di interventi sulle opere. Risposte che stiamo dando alla città e che cercheremo di migliorare con nuovi e più capaci innesti». Antonietta Bruno

LAMEZIA Il Comitato Salviamoci il mare ha preso parte alla seduta di ieri sulla depurazione

«Soddisfatti dalle dichiarazioni di Speranza» LAMEZIA TERME — «Il Comita-

to Salviamoci il mare esprime viva soddisfazione per le dichiarazioni rese dal Sindaco di Lamezia Terme durante il Consiglio Comunale tenutosi ieri in ordine alla restituzione della piattaforma depurativa al Comune di Lamezia Terme e la gestione di questa da parte della Lamezia Multiservizi» si legge in una nota dello stesso Comitato. «Si apprezzano - prosegue le decisioni prese in tale direzione dalla Provincia di Catanzaro e dalla Regione Calabria che, a quanto detto, si è assunta l’onere per la copertura delle spese relative alla manutenzione straordinaria della piat-

taforma depurativa e dei collettamenti. Le associazioni ambientaliste ed i cittadini che costituiscono il Comitato, dopo aver raccolto 5000 firme, richiesta la convocazione del Consiglio Comunale aperto del 6 agosto 2008, hanno continuato incessantemente ad incontrarsi e confrontarsi nei mesi che hanno seguito il periodo estivo, che sono stati tutt’ altro che mesi di inattività. Dopo aver avuto l’accesso gli atti che dopo il Consiglio Comunale di agosto sono stati prodotti, studiando la problematica e dopo aver predisposto una puntuale relazione sui compiti e le competenze dei vari Enti, da inviare

a questi ed agli organi di stampa, il Comitato ha sospeso le iniziative, avendo avuto comunicazione, anche se informale, sulle volontà di riconsegna degli impianti al Comune di Lamezia. Ciò che è avvenuto, è l’esempio di come la collaborazione ed il lavoro sinergico tra la società civile, il mondo dell’associazionismo e le istituzioni ai vari livelli, porti a risultati concreti. Il Comitato, conscio che i processi attivati sono stati proficui, continuando a vigilare sul prosieguo dell’iter, invita i sindaci del comprensorio a procedere con celerità per garantire “ un’ estate al mare” ed a continuare, con spirito costruttivo e

Il Comitato al consiglio comunale

di collaborazione, ad affrontare i problemi della comunità, senza divisioni ideologiche e confini comunali. Li invita - conclude -inoltre a guardare d’ora innanzi, con estrema attenzione,

ai fondi strutturali europei, proponendo idee e progetti che siano di natura territoriale, innescando un processo virtuoso che sappia coniugare sviluppo e sostenibilità ambientale».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 31

CALABRIA SOVERATO I Carabinieri hanno fermato Alessio Gerecitano Fiorentino, 25enne originario di Bivongi già noto alle forze dell’ordine

Un arresto per possesso di armi e droga Tutto lascia aperte varie piste e non si esclude che l’uomo abbia commesso qualche atto intimidatorio o una rapina SOVERATO — Alle tre del 22 febbraio 2009, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Soverato hanno tratto in arresto Alessio Gerecitano Fiorentino, 25enne originario di Bivongi (Rc), già noto alle forze dell’ordine. I militari stavano effettuando un posto di controllo sulla statale 106 nel Comune di Badolato quando notavano sopraggiungere, ad altissima velocità, una Fiat 600 di colore verde in direzione Reggio Calabria. Intimavano pertanto l’alt alla predetta autovettura che però continuava la sua corsa. Immediatamente la gazzella si poneva all’inseguimento riuscendo a bloccare la Fiat seicento dopo alcuni km nell’abitato di S. Caterina dello Jonio. I militari con fare attento e le armi in pugno facevano scendere il Gerecitano dall’abitacolo sottoponendolo a perquisizione sul posto. Con grande apprensione notavano che lo stesso “portava” nella cintola dei pantaloni una pistola Beretta Mod 76 Cal. 22, matricola abrasa, con relativo caricatore contenente 8 colpi, e provvedevano pertanto a disarmarlo ed ammanettarlo, senza che il Gerecitano opponesse resistenza. La cenSOVERATO — «Il consiglio comu-

nale del 19 febbraio scorso ha rappresentato un momento di grande rilievo e importanza nella gestione della cosa pubblica soveratese» si legge in una nota dell’assessore urbanistica Antonio Matozzo. «E' stato approvato prosegue - il "Piano di valorizzazione ed alienazione e i beni comunali" ed il "Piano casa". Col primo si gettano le basi per il risanamento finanziario dell'ente in conseguenza degli effetti dei diminuiti trasferimenti statali ed i debiti causati da improvvide gestioni di acquisizione di aree per edilizia residenziale pubblica (ex piano di zona comparto 5 annul-

Il materiale sequestrato

Le indagini proseguiono a 360° visto che il malvivente non fornitonessuna spiegazione

Alessio Gerecitano

trale operativa, già precedentemente allertata al momento della fuga dell’autovettura, faceva giungere sul posto un’altra gazzella. Una più approfondita perquisizione personale effettuata prima di tradurlo presso la caserma della Compagnia di Soverato permetteva di rinvenire nella tasca dei pantaloni ulteriori 4 colpi del medesimo calibro. Una volta giunti in caserma, si procedeva ad accurata perquisizione veicolare

che permetteva di rinvenire un altro proiettile posto sul sedile anteriore, un colpo già esploso sul tappetino, due passamontagna sul sedile posteriore, un coltello del genere vietato lungo 20 cm e 15 grammi di cocaina purissima occultati nel vano porta oggetti dello sportello sinistro. Gli inquirenti però hanno voluto estendere le perquisizioni presso le abitazioni e il luogo di lavoro del Gerecitano nel comune di Bivongi (RC). I Ca-

SOVERATO L’assessore comunale Matozzo dopo l’approvazione di due piani fondamentali per il futuro

«La minoranza è sorda al dialogo» lato dal Consiglio di Stato). Col secondo si daranno risposte concrete alla richiesta di case a prezzi calmierati per giovani coppie e le categorie sociali più disagiate. Fatti straordinari, quindi, che assieme al Piano strutturale comunale di prossima redazione, consentiranno alla città di Soverato di risalire la china e spiccare il volo verso un futuro radioso. Questioni - continua - che avrebbero richiesto da parte di tutti maggio-

re responsabilità per un confronto serrato, si, ma costruttivo e nell'esclusivo interesse della comunità sottesa. Al contrario una parte della minoranza consiliare, al solita parte, si è mostrata incredibilmente sorda all'esigenza di un dialogo positivo, restando incartata nella solita rigidità preconcetta, tanto da votare contro il Piano casa, cioè un piano dell'edilizia sociale che era stato il cavallo di battaglia del fu Pedalan-

do votare e del suo sindaco oggi consigliere di minoranza, Calabretta. Le motivazioni sono state le più vuote e banali, quali la presunta non compatibilità urbanistica, che al contrario è stata gradita dall'approvazione del piano delle alienazioni. Dimenticavano, o facevano finta di dimenticare, tra l'altro che tra l'altro su quell'aria l'allora amministrazione Pedalando volare aveva inopinatamente previsto di realizzare

rabinieri della Stazione di Stilo, competenti per territorio, a seguito delle perquisizione domiciliari hanno rinvenuto un’altra pistola Beretta del tipo “Scacciacani” con relativo caricatore e priva del tappo rosso, ponendola in sequestro. Tutto quanto ritrovato lascia aperte varie piste e non si esclude che il Gerecitano abbia commesso qualche atto intimidatorio o volesse compiere una rapina. Le indagini pertanto proseguiranno a trecentosessanta gradi atteso che il malvivente non ha inteso fornire nessuna spiegazione in merito alle armi e munizioni rinvenute che verranno inviate al Ris di Messina per risalire alla matricola dell’Arma cal 22 e accertare se con la stessa il Gerecitano abbia già sparato. Con l’accusa di detenzione e porto illegale di arma clandestina e munizionamento, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina, ricettazione e porto illegale di arma bianca, il Gerecitano è stato tratto in arresto e su disposizione del Magistrato di turno è stato associato presso il carcere di Catanzaro Siano in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che avverrà nei prossimi giorni. la casa di accoglienza dei curdi, senza porsi alcun problema di natura politico e sociale, e che avrebbe ridotto con certezza Soverato come Isola Capo Rizzuto o Lampedusa. La storia non finisce di insegnare. E' opportuno ricordare - conclude -che il Piano delle alienazioni ha anche chiarito in modo inequivocabile la bontà dell'operato dell'amministrazione comunale in merito alle vicende del comprensorio 11: i famosi computi sui volumi e sugli standard, quelli che erano stati definiti falsità certificate si sono confermate verità accertate». Carmela Mirarchi

Successo per “Carnevale insieme”

Sellia Marina, la polizia sequestra una cava abusiva a Fondo Valle

PETRONÀ — Goliardica, allego-

CATANZARO — Una operazione di sal-

rica, spensierata, partecipata, chiassosa. Non è facile scegliere quale tra questi aggettivi più si addice per qualificare la settima edizione del “Carnevale insieme”. E’ la stata una manifestazione tanto bella quanto giuliva quella proposta dall’ associazione Insieme onlus e dal Comune di Petronà, tanto attesa da accogliere, domenica pomeriggio nella palestra comunale, una moltitudine di bambini trepidanti e tutti ansiosi di scoprire il divertimento dietro una mascherina e sotto cascate di coriandoli. Non è un successo piovuto dal cielo. Le donne dell’onlus Insieme sono aduse a fare così: o le cose le fanno bene o non le fanno proprio. Anche stavolta contenuti poco estemporanei. La sfilata e il concorso con la premiazione delle mascherine, presentati con ottime capacità di eloquio dalla segretaria di Insieme Natalina Carpino, sono stati il pezzo forte della giornata: sessantasei gli iscritti. Tanti i vestiti, tutti belli, tutti colorati, indossati da bambini con la gioia dipinta sul volto per la festa più pazza dell’an-

vaguardia del territorio è stata portata a termine nei giorni scorsi dal gruppo tutela ambientale della Polizia Provinciale dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Infatti, gli uomini del gruppo polizia ambientale hanno posto sotto sequestro una area all’interno della quale era sta realizzata una cava abusiva. All’individuazione e al sequestro dalla cava gli uomini dello speciale gruppo di polizia sono arrivati al termine di una accurata e capillare radiografia del territorio oggetto della indagine. La cava abusiva è stata individuata nel comune di Sellia Marina ed esattamente in località “Fondo Valle”, dove appunto gli uomini della Polizia Provinciale, hanno individuato un’ara di circa 8.000 metri quadra-

PETRONA’ La manifestazione è stata proposta dall’associazione Insieme onlus e dal Comune

La sfilata dei bimbi in maschera

no. Una volta c’era Balanzone, Arlecchino, Colombina, ora i personaggi sono quelli della tv, dei cartoni animati, anche se non mancavano tante eleganti dame. Tre i premiati: Angelo Campi, vestito da draghetto, per la categoria da zero a due anni; l’indiana Gaia Bolotta, per la categoria da tre a cinque anni; la dama Chiara Muraca per la fascia della scuola primaria. C’era dell’altro: ghiottonerie car-

nascialesche per riscoprire le virtù delle massaie con i dolci tipici e il premio Miss Carnevale che è andato a Donatella Colosimo. E ancora: il piccolo Tommaso Mazzei, travestito da donna, ha vinto il riconoscimento di maschera più fantasiosa creata artigianalmente. Un premio inusuale e intelligente come classica ciliegina sulla torta. Vincenzo Bubbo

ti trasformati in una cava abusiva dalla quale venivano estratti inerti destinati, poi, alla lavorazione nelle attività edile e stradale. Secondo quanto accertato la cava era stata realizzata in violazione delle normative urbanistico - edilizia ed in assenza dei necessari permessi delle autorità competenti. Da qui l’esercizio abusivo della cava che è stata sottoposta al sequestro preventivo, dopo aver informato la Procura della Repubblica. Un sequestro che si inserisce in un contesto operativo più ampio dell’azione di prevenzione e salvaguardia del territorio messo in atto dalla comando della Polizia Provinciale dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro che punta a tutelare dal punto di vista idrogeologico e ambientale il territorio.

Carnevale a Santa Andrea Domenica 22 febbraio alle ore 16 per le vie di S. Andrea Jonio sono sfilati i carri del carnevale. Dall’Arca di Noe, allestita dall’Istituto Comprensivo di S. Andrea Jonio che ha visto la partecipazione degli insegnanti, degli alunni e dei genitori, alla tartaruga con in groppa i Sindaci di S. Andrea Jonio e di S. Sostene che si contendono la peternità della “Caretta, Caretta”, passando per i carri contro la ministra Gelmini e quello con le enormi salsicce dedicato al carnevale. La sfilata ha registrato una enorme partecipazione. La festa si è conclusa con salsicce, birra e vino. Il patrocinio è stato dell’Amministrazione Comunale e l’organizzazione di tutte le associazioni andreolesi. Al primo posto si è classificato il carro con la tartaruga ed al secondo posto l’Arca di Noe.


32 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA BORGIA L’accaduto sarebbe legato alla voce che la rapina potesse essere opera di immigrati. Ipotesi al momento non suffragata da alcun elemento

Omicidio Stanà, romeno aggredito I carabinieri dei Ris di Messina hanno effettuato ieri una serie di accertamenti nell'abitazione della donna BORGIA — Un immigrato di na-

zionalità romena è stato aggredito alcune sere fa, ma la notizia si è appresa solo ieri, a Borgia, piccolo centro del catanzarese dove, il 17 febbraio scorso, una donna di 88 anni, Rosa Stanà, è morta in un tentativo di rapina nella sua abitazione. L'aggressione sarebbe da mettere in relazione proprio alla morte dell'anziana, avvenuta probabilmente per un malore o per soffocamento dopo che la donna è stata immobilizzata. In paese, infatti, si sarebbe sparsa la voce che la rapina poteva essere opera di immigrati romeni. Un'ipotesi al momento non suffragata da alcun elemento. Le indagini dei carabinieri per fare luce sul delitto, infatti, non escludono alcuna ipotesi e non sono orientate verso una pista precisa. Anche perché i banditi, almeno due o tre, per tutto il tempo che sono rimasti in casa dell'anziana non SELLIA MARINA — Venerdì sera

nella sala di rappresentanza della Compagnia Carabinieri di Sellia Marina si è tenuta una sobria cerimonia commemorativa dei caduti nell’attentato avvenuto il 12 novembre 2003 a Nasiriyah (Iraq). Nel corso della cerimonia un momento particolarmente toccante si è avuto quando Rocco Aquino “Mastro Rocco”, 78enne, originario e residente in Cerva, ex falegname e scultore per passione, ha voluto omaggiare l’intera Compagnia, e tutta l’Arma dei Carabinieri, di una scultura raffigurante la tragedia subita in quel triste giorno.

hanno mai parlato tra loro, così come ha raccontato la figlia di Rosa Stanà, Laura Furfaro, di 69 anni, pure aggredita ed immobilizzata nella stessa occasione. Il romeno ha riferito di non poter dare indicazioni utili all'identificazione dei suoi aggressori e di non saperne indicare neanche il numero. L'aggressione, secondo il suo racconto, è avvenuto ad opera di alcuni uomini che, dopo essere entrati nella sua casa, lo hanno colpito con calci e pugni. Ieri, intanto, i carabinieri del Ris hanno fatto un sopralluogo nell'abitazione di Rosa Stanà repertando alcuni oggetti e prelevandone altri per sottoporli ad accertamenti nella speranza di trovare un elemento che possa condurre all'individuazione dei banditi. I carabinieri del reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Messina hanno inoltre effettuato ieri una serie di accertamenti nell'abita-

zione di Rosa Stanà, l'anziana donna di 88 anni morta durante una rapina. I Ris cercheranno di individuare tracce utili per risalire all'identità delle persone che hanno legato e imbavagliato la donna che è poi morta. Dalle indagini dei carabinieri di Borgia e del comando provinciale di Catanzaro è emerso che alla rapina avrebbero partecipato almeno tre persone di cui due sarebbero entrate materialmente dentro l'abitazione. Le indagini si sono particolarmente concentrate nell'ambito della criminalità locale ma al momento non sono emersi elementi utili per individuare gli autori. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno sentito ripetutamente amici e parenti della vittima per ricostruire i suoi ultimi spostamenti e per verificare se nei giorni precedenti alla rapina erano state notate persone vicino all'abitazione di Rosa Stanà.

Tomba profanata a Cropani, lo sdegno del primo cittadino VALLEFIORITA — E’ sdegnato e amareggiato il sindaco di Vallefiorita, Giovanni Bruno, dopo quanto accaduto nei giorni scorsi nel cimitero della sua cittadina, dove ignoti malviventi hanno profanato una tomba. Sul grave episodio sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri. «Quanto si è verificato nel cimitero - osserva il primo cittadino - è la spia di un crescente allarme sociale che lascia sconcertati e sdegnati quanti, e sono la maggior parte della popolazione, hanno a cuore la sana convivenza nella nostra comunità. Danneggiare e sfregiare una sepoltura non è un qualsiasi atto vandalico, ma quanto di più inumano e dissacrante tra gli atti che una mente degradata e bacata riesca a concepire ed eseguire. Non avere rispetto nean-

SELLIA MARINA Nel corso della cerimonia Rocco Aquino ha donato una scultura all’Arma

La cerimonia in onore dei martiri La scultura è interamente ricavata da pezzo unico di legno di noce con la tecnica dell’altorilievo, rappresentante i militari deceduti prospettati simbolicamente attraverso i loro berretti, con, sullo sfondo, la base dove i Carabinieri hanno perso la vita. Mastro Rocco è uno scultore del legno autodidatta che fin dal 1983 si dedica a quest’arte. Ha partecipato a numerose mostre ed eventi artistici

sia a livello provinciale, regionale e anche a livello nazionale tra cui alcune nelle città di Roma, Napoli e Sorrento. Tra i riconoscimenti più importanti il premio di un presepe d’argento dell’orafo Gerardo Sacco come primo classificato al “premio Salvatore Basile”, oltre al premio giuria a Zagarise nel 2000 alla manifestazione “la strada dei presepi” classificandosi al primo posto con un

bassorilievo in legno di castagno raffigurante la nascita di Gesù; e la medaglia d’argento nel 2000 al premio nazionale Avis d’arte “un colore per la vita” con l’opera “Piume al vento”, opera che quest’anno verrà esposta in una mostra internazionale a Bruxelles. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre ai Carabinieri della Compagnia, anche il sindaco di Sellia Marina Amelio Giuseppe e il

che per i defunti non è segno di inciviltà, bensì di bestialità e nulla può motivare un delitto del genere, nulla giustificare chi lo compie». Secondo il sindaco Bruno, chi si è macchiato di un simile atto non può trovare spazio in una società civile. «Condanniamo con sdegno e orrore il vilissimo atto di chi si è accanito contro la tomba e ci auguriamo che non resti a lungo ignoto alle forze dell’ordine affinché venga al più presto allontanato dalla nostra comunità». Il sindaco e l’amministrazione comunale, nello stringersi attorno alla famiglia del defunto la cui tomba è stata profanata invitano tutta la popolazione a fare altrettanto e dimostrare solidarietà verso la famiglia. Salvatore Taverniti

Sindaco di Cerva Marchio Mario, oltre ai parroci di entrambe le cittadine e alla rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Sellia Marina, e tutti i familiari di mastro Rocco e dei Carabinieri. La donazione della scultura ha voluto significare la vicinanza della popolazione alla diuturna opera che i Carabinieri svolgono in Patria e all’estero e vuole essere ringraziamento per il servizio che l’Arma dei Carabinieri quotidianamente dedica al citttadino. Una cerimonia sobria e commovente per ricordare l’importante ruolo delle forze dell’ordine.

CROPANI La tradizionale rappresentazione, che si ripete all’incirca ogni sette anni, racconta le vicissitudini di una realtà rurale

“Farsa di Carnevale” a Cuturella CROPANI — Da oltre un secolo si rinnova un’antica tradizione teatrale popolare in vernacolo cuturellese, nel piccolo centro urbano di Cuturella, noto ai più per la grande intraprendenza agricola nel settore olivicolo e in quello dei prodotti tipici, con la rappresentazione della “Farsa di Carnevale”. La tradizionale rappresentazione, che si ripete all’incirca ogni sette anni, racconta delle vicissitudini di una realtà rurale improntata sull’ambivalenza delle condizioni sociali di un tempo ma che sono più che mai attuali, l’estrema povertà e la ricchezza più preservata, l’ostentato vagabondaggio e la tutela del proprio lavoro, le bugie e la verità, la fantasia e la concretezza, con la sola differenze che, mentre in passato esisteva una migliore forma di relazione umana, l’altruismo e una maggiore comunicazione tra le persone, permettevano di risolvere molti problemi, oggi le difficoltà relazionali

impongono una marcata forma di egoismo e di isolamento che si tramutano spesso in aggressività. La trama della rappresentazione racconta la vita di un fantomatico personaggio, Carnevale, nullatenente, amante della vita di bottega, che per mandare avanti la sua famiglia, ricorre spesso a piccole peripezie, appropriandosi di beni di terzi e scontrandosi con le legittime rivendicazioni di chi ha subito i torti, pagandone le dovute conseguenze. L’umiltà, che è maestra di vita, però, appiana tutto e l’allegria di superare i momenti difficili spesso risulta fatale, infatti, dopo aver assaporato di nuovo il gusto della libertà e accettato l’inaspettato arrivo di un nipote, Carnevale perde le sue forze, si ammala e muore. Ma trattandosi di una farsa di Carnevale, la morte è simulata e tutto ritorna come prima con i soliti egoismi della vita terrena, ma alla fine riappare la morte per ricordare che prima o

dell’allegria con la sagra dello spezzatino, della fagiolata con le frittole e con tanta musica. Personaggi ed interpreti: primo carabiniere, Francesco Ligarò ‘67; secondo carabiniere, Salvatore Prato; capitano, Francesco Ligarò ’68; don Michele Catapino, Luigi Ligarò; Pulcinella, Antonio Ligarò; Carnevale, Sebastiano Guzzetti; Corajisima, Giovanni Bianco; porcaro, Francesco Ligarò ’52; capraro, Francesco Lepera; ricot-

taro, Enzo Spada; vecchietta, Antonio Lepera ’71; sposo, Giuseppe Fittante; sposa, Giuseppe Lepera; Russentina, Giuseppe Grano; Rosetta, Sandro Prato; dottore, Franco Prato; notaio, Antonio Lepera; barbiere, Angelo Grano; prete, Cesare Grano; morte, Pasquale Giuseppe Prato. Operatori audio, Fabio Grano e Luca Ligarò, truccatrici, Filomena Grano e Talarico.

SIMERI CRICHI — Sabato 21 febbraio

SIMERI CRICHI La riunione si è svolta, sabato scorso, presso i locali del centro sociale

attività sociali (raccolte sangue, assemblee, convegni,), vista la continua crescita dell’associazione. Un importante passaggio dell’assemblea è stato il rinnovo del direttivo, in cui sono stati inseriti molti giovani candidati. Il nuovo direttivo è stato votato all’unanimità per acclamazione. Tutte le relazioni inerenti la situazione economica, patrimoniale e bilancio preventivo sono state esposte e votate all’unanimità dall’assemblea».

2009 presso i locali del centro sociale, in una sala gremita di soci, autorità, medici e ospiti, si è tenuta la 12°Assemblea Generale Elettiva dell’Avis Comunale di Simeri Crichi. Prima di iniziare la sua relazione, il presidente Antonio Folino propone all’assemblea di rimandare la consueta consegna delle benemerenze ai donatori, a causa del poco spazio a disposizione. «La consegna delle stesse - si legge in

poi la vita finisce veramente e per far capire che la vita va vissuta intensamente, con sentimento, valori e tanto amore. La manifestazione che si è svolta in Piazza XXV Aprile a Cuturella e che ha visto la presenza di centinaia di persone, divertite come non mai, è stata organizzata dall’associazione culturale “Cuturella nel cuore” presieduta da Paolo Lepera, con il patrocinio dell’amministrazione provinciale di Catanzaro, con l’impegno personale dell’assessore Michelangelo Ciurleo, la collaborazione dell’amministrazione comunale di Cropani e lo sponsor unico, Macelleria Lia Emilio. Il cast degli attori, tutti maschi anche quelli che hanno interpretato personaggi femminili per mantenere viva la tradizione che voleva le donne non coinvolte in azioni sociali, si è avvalso della regia di Angelo Prato, memoria storica di tale interpretazione teatrale. La serata è continuata all’insegna

Gli attori che hanno dato vita alla farsa

Assemblea Generale Elettiva Avis una nota - si terrà in occasione della giornata mondiale del donatore che avverrà nel mese di Giugno. Nella relazione associativa il presidente elenca i grandi risultati ottenuti dalla sezione comunale, che ad oggi conta

200 soci donatori attivi, 8 collaboratori, 21 donatori occasionali e 131 non attivi, per un totale di 360 iscritti. Nell’anno appena trascorso sono state organizzate 7 giornate di donazione in cui sono state raccolte 295 sac-

che di sangue, più 25 effettuate dai nostri donatori presso il centro trasfusionale, per un totale di 320 unità. Inoltre nella relazione viene sottolineata la mancanza di locali pubblici idonei allo svolgimento delle tipiche

Giuseppe Fittante


Pag. 33

APPUNTAMENTI il Domani

Martedì 24 Febbraio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO Organizzato dall’Associazione degli Amici del Politeama insieme con il Rotary Club l’approfondimento sull’epoca vittoriana

Dickens a “I giovedì del Teatro” Daniela Faccio ha condotto una conferenza dotta, brillante e di elevato spessore culturale di Franco Brescia CATANZARO — E’ stata Daniela Faccio a dare avvio al progetto “I giovedì del Teatro: il romanzo europeo”, tenendo la conferenza sul tema “Dickens e l’epoca vittoriana”, organizzata dall’Associazione degli Amici del Politeama insieme con il Rotary Club di Catanzaro. Al Politeama di Catanzaro. Come nelle attese la conferenza è stata dotta, brillante, di elevato spessore culturale. Daniela Faccio è professoressa di lingua e letteratura inglese e vanta un curriculum di tutta considerazione per le eccellenti e varie esperienze professionali conseguite. Fra i diversi suoi incarichi ricordiamo però solo quello di presidente della Fidapa, espletato con magnifica capacità e zelo, e quello di componente il settore cultura dell’Associazione del Politeama, alla quale è anche associata. La conferenza includeva anche la recita di alcuni brani di opere di Dickens ad opera del Direttore del “Laboratorio teatrale: uno spazio da vivere” della medesima Associazione del Politeama, Aldo Conforto, e di due attori dello stesso Laboratorio, Carlo Maria Comito e Pasquale Severino. Anche loro bravissimi, come di consueto. La professoressa Faccio ha così esordito: «Non si può parlare di Charles Dickens se non si introduce l'epoca in cui egli visse ed operò: l'età vittoriana, che lo stesso autore, all'inizio di uno dei suoi romanzi, Racconto di due città, così definisce: Fu il migliore dei tempi, fu il peggiore dei tempi,

fu l'età della saggezza, fu l'età della stupidità, fu l'epoca del credo, fu l'epoca dell'incredulità, fu la stagione della Luce, fu la stagione del buio, fu la primavera della speranza, fu l'inverno della disperazione. Da queste frasi di evince chiaramente come l'età vittoriana fosse un'epoca di grandi contrasti, di opposizioni: ecco perché bisogna dirne qualcosa onde comprendere l'opera di Dickens. L'epoca prende chiaramente il nome della Regina Vittoria la cui influenza non è forse ancora del tutto finita. La vittoria su Napoleone a Waterloo rese la Gran Bretagna lo stato più potente d'Europa e al tempo del così detto "Giubileo d'oro" di Vittoria. Fu un periodo di grande progresso materiale, di sviluppo politico e costituzionale. Tuttavia vi erano enormi problemi interni: tra i primi la disoccupazione, aggravata dal ritorno di migliaia di soldati dopo la fine delle guerre napoleoniche, le agitazioni sociali causate dalla povertà, il sovraffollamento, le cattive condizioni di lavoro e di vita nelle città. I bambini soffrivano più degli adulti dell'alto livello d'inquinamento. Il successo materiale del paese fu poi ottenuto a spese della classe lavoratrice e con lo sfruttamento dei poveri. I bambini, lavoravano, in condizioni disumane, oltre 12 ore al giorno». Tutta questa realtà era mascherata da una facciata di perbenismo ipocrita tendente a nascondere il baratro che separava i poveri dal resto della società, che percorreva anche

un senso di "prudery"(eccessiva pudicizia), che portava finanche a coprire le gambe delle sedie e dei tavoli. Ma per capire Dickens e le sue opere bisogna conoscere alcuni aspetti delle sue vicissitudini che ebbero grande influenza nella loro stesura. Infatti, un’impressione indelebile sulla sensibilità dello scrittore fu prodotta dall’umiliazione che visse all’epoca della sua fanciullezza allorché il padre, funzionario di grado non elevato della contabilità della marina, fu in prigione per debiti e tutta la famiglia, secondo legge allora vigente, dovette seguirlo in carcere(esperienze simili a quelle narrate in David Copperfield); inoltre per quei sei mesi in cui dalla necessita fu costretto a lavorare in una fabbrica di lucido da scarpe, quando aveva solo dodici anni. Furono esperienze traumatizzanti di cui Dickens portò segni indelebili durante tutta la sua esistenza. Però, è anche da riconoscere che, pur ricevendo un’educazione incompleta, nello stesso periodo lo scrittore attingendo alla piccola biblioteca paterna poté leggere romanzi di diversi autori da cui poi doveva risentire la sua ispirazione. La Faccio, nel corso della sua conferenza, si è intrattenuta quindi sulle tematiche rappresentate nelle sue opere dall’autore inglese: «la maggior parte delle quali sono denunce alla società vittoriana, ma sarebbe difficile indicare nei suoi libri un brano che sia un attacco diretto a questa o a quella istituzione, alla proprietà privata o ad altro. Eppure da tutta la

Un unico carro allegorico con un seguito di centinaia di mascherine per la tradizionale kermesse

La sfilata di Carnevale a Squillace SQUILLACE — Si è svolta domenica a

Squillace, sia pur in tono minore rispetto alle passate edizioni, la sfilata di Carnevale: un unico carro allegorico con un seguito di centinaia di mascherine. A dare l’input il gruppo “I giovani per i giovani” di Squillace, in collaborazione con la parrocchia, la Domus Pacis, l’Avis, la Pr. I. So. e l’associazione sportiva “Pasquale Maida”, con il patrocinio del Comune di Squillace. Il corteo ha preso il via dall’ex convento di San Giorgio. Alle mascherine costituite dai bambini delle scuole locali, si sono aggregate lungo il percorso altre maschere, anche di adulti, che insieme alle majorettes e al “gattino”, la sorpresa dell’edizione di quest’anno, hanno raggiunto piazza Duomo, dove si è svolta la manifestazione. Musica, balli, canti e giochi hanno caratterizzato la serata presentata da Carmen Commodaro, Ilaria Panaia e Roberta Maida. Esilarante è stata soprattutto l’esibizione della rediviva “Banda Manculicani Show”. E’ stata come sempre la festa dei bambini e dei ragazzi: tantissimi hanno preso parte alla sfilata, facendo da colorata coreografia all’intera kermesse. Per recuperare una tradizione importante per Squillace, quest'anno è dovuto scendere in campo il gruppo dei giovani con il parroco, insieme ad altri volontari: la speranza di tutti è che venga ripresa l'organizzazione del rinomato "Carnevale squillacese" riportando la manifestazione ai fasti di un tempo. Salvatore Taverniti

Alcuni momenti del Carnevale di Squillace

sua opera traspare una chiara condanna del suo tempo, descrivendo abusi sociali, come le ingiustizie provocate dalla Legge sui poveri, i ritardi dell'amministrazione della giustizia, la crudeltà degli insegnanti, la situazione degli orfanotrofi, l'imprigionamento per debiti e così via. Inoltre, traspare un altro dei problemi che gli stava particolarmente a cuore: quello dell’infanzia, forse a causa della sua triste infanzia vissuta. Nessun altro inglese ne ha scritto meglio, nessuno ha mostrato la stessa capacità. All'inizio del 19° secolo non era raro che ragazzini di 13 anni fossero impiccati per piccoli furti; nella prima parte del secolo migliaia di bambini erano costretti a lavorare, a volte fino alla morte, nelle miniere o nelle fabbriche». Con questi pensieri Daniela Faccio si è alquanto avvicinata a quelli in relazione espressi dal grande George Orwell. In definitiva, la verità è che in Dickens il giudizio sulla società è quasi esclusivamente di tipo morale. Da qui l'assenza totale di proposte costruttive in qualunque passo della sua opera. Dickens attacca la legge, il governo parlamentare, l'istruzione e quant'altro senza mai indicare esplicitamente delle alternative. Certo, formulare proposte costruttive non è necessariamente compito di un romanziere o di un autore satirico, però l'atteggiamento di Dickens in fondo non è nemmeno distruttivo. Non manifesta apertamente di voler sovvertire l'ordine costituito né sembra convinto che in tal caso le cose sarebbero molto diverse. Perchè in effetti quel che gli interessa non è tanto la società, quanto la "natura umana". Sarebbe arduo indicare un qualunque brano dei suoi romanzi in cui si insinui che il sistema economico è sbagliato in quanto tale. Mai che si scagli contro l'iniziativa privata o la proprietà privata, ad esempio. Neppure in un romanzo come Il nostro comune amico, incentrato sul potere che hanno i morti di interferire con i vivi in virtù di testamenti assurdi, gli viene in mente di affermare che gli individui non dovrebbero avere questo irresponsabile potere. Tutto questo perché, nella piena verità, il suo approccio è sempre di tipo morale. E’ inutile aggiungere che la conferenza si è conclusa con lunghi, meritatissimi applausi.

LAMEZIA TERME

Con “La Sirena” l’inaugurazione del nuovo teatro “Politeama” LAMEZIA TERME — In relazione all'inaugurazione del nuovo teatro Politeama di Lamezia Terme, prevista per il prossimo 26 febbraio alle ore 21 con lo spettacolo “La Sirena”, tratto da una racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, con Luca Zingaretti, si comunica che i biglietti saranno messi in vendita da martedì 24 febbraio al Botteghino del teatro Umberto, nei consueti orari della prevendita abbonamenti 10-12.30 e 16.30-19. A partire dal giorno successivo saranno messi in vendita i biglietti per i posti ancora disponibili per le serate del 27 e del 28 febbraio. Infatti, per quanto riguarda la serata inaugurale che, come in casi analoghi, prevede la partecipazione, su invito dell'Amministrazione Comunale, delle massime autorità civili, militari e religiose della Città, della Provincia e della Regione, il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, ha deciso di riservare più della metà dei posti disponibili ai cittadini, che potranno acquistare il biglietto recandosi nella biglietteria allestita nell'ingresso del teatro Umberto e che dal prossimo spettacolo si trasferirà nel foyer del ristrutturato Teatro Politeama. Per la serata del 26 ci sono, quindi, ancora biglietti disponibili in vendita. Tra le tre serate del recital del bravo attore Luca Zingaretti, meglio noto come il “Commissario Montalbano”, rimangono disponibili, su tutti gli ordini di posti, ancora circa 300 biglietti da acquistare. Il Comune sta già verificando, con i responsabili della compagnia teatrale, la possibilità di una quarta recita, eventualmente da fissare nel pomeriggio di sabato 28 febbraio, qualora le richieste fossero notevolmente superiori alle disponibilità di posti.


34 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA LAMEZIA TERME Dal 6 al 20 giugno, si terrà la seconda edizione della mostra-evento “Moti urbani stazionimpossibili”

Oggettinstabili, la mostra di idee I simboli del movimento urbano affidati a segni di staticità con un risanamento possibile LAMEZIA TERME — Dal 6 al 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. L’associazione culturale 400Kc presenta per il secondo anno consecutivo la mostra “Oggettinstabili\2 - Moti Urbani- Stazionimpossibili- Casus Belli”. «Dal mare alla terra - affermano gli organizzatori della 400 Kc -. Dopo l’esperienza straordinaria di Pontilelamezia Nuove Ipotesi guardiamo alla città. Tutta Lamezia Terme! Un’intera città che ci appare Immobile. Ferma e stanca. Paradossalmente un Oggettoinstabile troppo stabile …è ora di moti urbani!». Da dove nasce l’idea della mostra-evento? «C’è una città con tre centri, Lamezia Terme, e ci sono tre Stazioni! Per essere precisi Quattro! - proseguono. Una a Nicastro, l’altra a Sambiase, l’altra a Sant’Eufemia e poi una a San Pietro Lametino, la zona industriale della Piana. Quella di Sant’Eufemia è la più importante, uno tra i nodi ferroviari fondamentali dell’intera regione e del meridione, mentre le altre tre sono piccole stazioni locali. Ci sono quattro oggettinstabili. Luoghi di arrivi e partenze che da decenni vanno avanti solo per inerzia! Strutture pressoché decadenti, in casi specifici fatiscenti. I simboli del

movimento urbano affidati a segni di staticità. Un altro paradosso! Ci sono quattro Stazioni Impossibili che tracciano una prima linea nera, quella di un movimento fermo! E poi ci sono altre StazionimpossibilI che disegnano una seconda linea nera senza confini. Sconfinante oltre il visibile. C’è un binario della realtà ed uno dell’iperrealismo. Ci sono stazioni impossibili che aspettano di uscire dal sonno per essere protagoniste di viaggi di ricerca e sperimentazione. Per tracciare rotte mutanti… impossibili! Due linee nere per i binari da seguire». A chi è rivolta? «Oggettinstabili, la manifestazione di arte contemporanea giunta alla seconda edizione dopo il grande successo di PontileLamezia Nuove Ipotesi, chiama a raccolta il mondo dell’arte a 360gradi, il mondo dell’architettura e del design per un’impresa ardua e oltremodo suggestiva: disegnare il movimento. Che forma ha il movimento? I binari sono due ma si moltiplicano all’infinito, anche incrociandosi. Ciò che è visibile e quello che ancora non lo è. Lo stato delle cose e come potrebbero essere. Ogni partecipante alla mostra-evento dovrà muoversi lungo questa direttrice “impossibile”: visibile-invisibile, fantasiaragione, meraviglia-tangibilità».

Ma cos’è in effetti Oggettinstabili? «Oggettinstabili è una mostra di arte contemporanea quindi si tratta innanzitutto di un progetto che intende dare spazio alla ricerca ed alla sperimentazione… utilizzando la città di Lamezia Terme come laboratorio». Quindi un vero e proprio “concorso di idee” dedicato alla città di Lamezia Terme? «Certo e i partecipanti si potranno iscrivere alle diverse sezioni: Architettura, Design, Pittura, Scultura, Fotografia, Video, Installazioni, Street Art, Performance. In tutti questi settori dovranno operare cercando di coniugare il possibile-impossibile. L’intento è bellicoso: invasione di idee per rompere l’inerzia di una città. Moti nel senso di “movimenti” di idee, di pensiero, di creatività, d’arte, di utopie. Moti in quanto eventi rivoluzionari … sommosse culturali contro uno status quo deprimente. Moti contro il brutto che deturpa la salubrità estetica della città perché siamo convinti che “la bellezza salverà il mondo”. Quella celebre domanda che un personaggio dell’Idiota pone al principe Myskin, protagonista del romanzo di Dostoevskij implica una sfida: misurarsi con la Bellezza, riuscire a metabolizzarla significa avviare un processo di metamorfosi interiore per assurgere a qualcosa di

LAMEZIA TERME Nel film del regista Fernando Muraca le possibili azioni di contrasto alla ‘ndrangheta

“È tempo di cambiare”, messaggio positivo LAMEZIA TERME — È un messaggio positivo quello che ci rimanda il film “È tempo di cambiare”. Ed è di messaggi positivi che la nostra terra ha un bisogno vitale, in un ambiente in cui la rassegnazione ed il senso di impotenza hanno il sopravvento, rendendoci succubi e inconsapevolmente complici della prepotenza e della violenza di pochi. La storia raccontata è molto vicina alla realtà che ci troviamo a vivere e riteniamo possa essere un punto di partenza per analizzare alcuni meccanismi propri della ‘ndrangheta, ma soprattutto per approfondire quelle azioni di contrasto che possono essere intraprese per combatterla, convinti come siamo che l’azione repressiva non possa essere l’unica soluzione al problema, ma, al contrario, che sia necessario innescare processi culturali profondi che possano aiutarci a prendere coscienza della responsabilità individuale e del potere che ognuno di noi ha nel processo di cambiamento. In questo processo culturale deve essere coinvolta la società civile tutta, a cominciare dalle scuole e dalle parrocchie, forti agenzie educative, fino all’associazionismo di vario genere operante sul territorio. Partendo da queste considerazioni l’Associazione di volontariato “REvolution Legalità” ha accolto con favore la realizzazione e la diffusione di questo film e auspica che esso venga recepito dal pubblico anche come strumento di confronto e di dibattito. Il film, già a partire dal titolo, lancia un messaggio chiaro: è necessario e non più rimandabile un processo di cambiamento, che può avvenire con la trasmissione e l’affermazione di valori positivi condivisibili. Ciò che si chiede ai giovani è di diventare

Il regista lametino Fernando Muraca

protagonisti della propria storia perché è possibile continuare a sognare, attraverso scelte coerenti ed un impegno personale. Nella consapevolezza che talvolta bisognerà pagare in prima persona, e che i tempi non sono comunque brevi. Ma per avvicinarsi al traguardo bisogna iniziare a camminare. Un ringraziamento va al regista lametino Fernando Muraca, che noi conosciamo da anni e con il quale abbiamo percorso un pezzo di strada insieme, apprezzandone la capacità di mettersi a disposizione dei giovani con cui entrava in contatto e ai quali sapeva trasmettere la sua vitalità ed il senso del rispetto, della dignità di ogni persona – temi forti che emergono anche dal suo film.

Lamezia, teatro sui pattini ne “La lacrima dell’albero” LAMEZIA TERME — Il Roller Club

Lamezia Terme, in collaborazione con il Rotaract Club Lamezia Terme, presenta domenica 1° Marzo 2009 ore 16 presso il Palasparti di Lamezia Terme, lo spettacolo della compagnia Rollertheatre di Roma "La lacrima dell’albero" ideato e scritto da Bruno Rivaroli, ex atleta della nazionale italiana di pattinaggio artistico, vicecampione del mondo junior 2000, 11 volte campione europeo. Scene ricche di coreografie di gruppo, individuali o in coppia, mixate alla recitazione e al canto live, permetteranno al pubblico di assistere ad uno spettacolo inedito e unico nel suo genere. Nella squadra, oltre a Bruno Riva-

roli, Marco Brogi campione europeo senior coppia danza 2008 e vicecampione del mondo junior 2005, Silvia Nemesio campionessa del mondo jeunesse 2008, pluricampionessa europea ed italiana, Matteo Barrocu vicecampione europeo jeunesse 2008 e altri ex campioni italiani di pattinaggio artistico. L’ingresso è libero. Gli atleti si esibiranno gratuitamente per il “Progetto nazionale Rotaract senza barriere”, che si propone di sviluppare una campagna di sensibilizzazione di istituzioni e cittadini verso la cultura dell'eguaglianza, vale a dire della promozione di politiche ed iniziative che assicurino a tutti pari opportunità ed, in particolare, attribuiscano tutela ai diversamente abili.

alto!». Una sfida, dunque? «Sì. Anche la nostra è una sfida …del resto, continuare a preservare uno stato di “inquinamento visivo” sarebbe come morire! Il principio è questo: un’intera città fotografata nel suo immobilismo attraverso oggettivi punti di criticità che Possibilmente dovranno essere rimessi in moto. Quindi un primo assunto è il risanamento partendo dalle 4 stazioni, strutture da sempre lasciate al declino. E poi c’è tutto quello che ancora non c’è… Ci sono i binari dell’utopia attraverso cui si intenderà dare forma alla mobilità sociale attualmente inesistente. E dovrà essere comunque una mobilità, tra reale e impossibile, senza limiti, per un territorio frammentato, distante e sconosciuto ai suoi stessi abitanti. Muovendosi lungo il fascinoso itinerario progettuale potranno incontrarsi interrogativi altrettanto suggestivi: che identità avranno queste stazioni? come potranno essere riscattate? Il movimento muterà l’aspetto urbano della città: segnaletica, colori, arredo urbano… etc… Cosa dovrà fare ogni partecipante? «Ogni partecipante, in base alla sezione prescelta potrà quindi optare per l’interesse nei confronti dell’intero spazio urbano, dunque disegnando il movimen-

to… o concentrare il suo sguardo solo sulle stazionimpossibili partendo dai 4 oggettinstabili. Moti urbani sarà una rivoluzione a tutti gli effetti perchè la città sarà osservata, ripensata e scossa in ogni suo angolo con la creatività. Le 4 stazioni, che rappresentano i 4 oggettinstabili, identificano un movimento fermo, mentre come è noto in molte città italiane ed europee le stazioni sono divenute luoghi di eventi d’arte, spazi per incontri culturali, simboli eccellenti di fermenti culturali metropolitani, prevalentemente “aperti” alla vivacità artistica della street art. L’arte contemporanea si nutre di vita, tentando di interpretare il flusso in evolversi del presente. L’arte contemporanea invade le strade, dalla strada assimila il cambiamento… In questo contesto di Moti urbani il senso si amplifica ulteriormente perché al torpore di un corpo immobile da troppo tempo (la città) … l’Arte come estrema ratio. Nei pressi dell’area industriale di Lamezia Terme, a poche centinaia di metri dal mitico pontile ex Sir, (abbandonato da più di 30 anni ad una lenta agonia), ci sono “frammenti di linea nera”… Binari interrotti. Persi. Una traccia di “movimentosmarrito”. Altra ruggine…Stazioni impossibili… oggettinstabili… Che forma ha il movimento?».


il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 35

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Il rifacimento teatrale dell’opera di Federico Fellini con Tosca e Venturiello nei giorni scorsi al Politeama

“La Strada”, un musical di qualità Una riuscita rappresentazione incentrata sui dialoghi in prosa e realizzata da veri professionisti CATANZARO — Zampanò è un rude

artista di strada che vive trascinando il suo carretto di abiti bizzarri, catene e miserie lungo le strade polverose dell'Italia degli anni Cinquanta. Sua compagna di viaggio e lavoro diviene Gelsomina, ragazza dall'animo delicato quanto il profumato fiore del quale porta il nome. Sono questi i personaggi principali della pellicola neorealista di Federico Fellini “La Strada”, che vide interpreti Anthony Quinn nonché un'eccezionale Giulietta Masina. Oggi, a distanza di cinquant'anni, il capolavoro cinematografico è stato rielaborato in un'omonima pièce teatrale, curata da Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, avvalendosi delle piacevoli musiche di Germano Mazzocchetti. Lo spettacolo è andato in scena nei giorni scorsi presso il Teatro Politeama di Catanzaro ed è riuscito a riproporre adeguatamente l’opera di Fellini, senza minimizzarne le figure e i temi né i messaggi. Lo stesso ha visto partecipi una coppia di artisti che già da qualche anno lavora assieme nel mondo del teatro: Tosca e Massimo Venturiello. Contrariamente a quanto il pubblico si aspettava, la rappresentazioCARIATI — Da sabato scorso Cariati è diventata Carnevalandia: un autentico villaggio in festa, governato dai bambini. Si è aperta sabato sera, infatti, nel suggestivo scenario di Piazza Peter Pan (Piazza Plebiscito), nel cuore del Centro Storico medioevale cittadino affacciato sullo jonio, la straordinaria Edizione 2009 di Carnevalandia, Organizzata dall’associazione “Amici del Carnevale”, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Il sindaco ha consegnato simbolicamente, le chiavi della città al piccolo Peter Pan, la fiaba a cui è dedicata l’Edizione 2009. E’ seguita la Sagra del Carnevale e dei prodotti tipici “Maccarruni e ‘nnugghia” e i tradizionali dolci carnascialeschi “Chiacchiere” con spettacolo Musicale Folkloristico Calabrese. Domenicain Piazza Friozzi, è stata la volta dell’esordio del gruppo Majorettes “Città di Cariati” a cura del Gruppo Scuola di Ballo Lory Dance e, a seguire, il Musical dedicato a Peter Pan a cura della Associazione Amadeus.

Con Calabria Trekking weekend alla scoperta della montagna CATANZARO — L'associazione,

senza scopo di lucro, Calabria Trekking di Catanzaro che ha come scopo la scoperta dei paesaggi e della cultura della montagna calabrese organizza per i giorni 7 e 8 marzo un weekend nel Parco Nazionale della Sila con pernottamento presso l'albergo Silvia Brutium in località Buturo. Ci sarà l'opportunità, per chi vorrà cimentarsi, di fare una breve escursione sulla neve con gli sci di fondo forniti dall'associazione, per godere appieno delle bellezze naturalistiche e paesaggistiche della nostra Sila innevata. Per aderire all'iniziativa o per ulteriori informazioni sull’associazione Calabria Trekking rivolgersi a Marina Fichera cell.339 2003678 e-mail marinafichera@alice. it. r. s.

ne non è stata incentrata sul canto bensì sui dialoghi in prosa. Una scelta azzardata questa, da parte del regista Venturiello, che ha penalizzato le doti musicali di un'artista raffinata quale Tosca. Eppure, se da un lato questa disposizione ha messo in ombra la voce della cantante, dall'altro ha dato modo alla stessa di esprimersi come attrice. Così gli spettatori hanno scoperto una Tosca capace di interpretare efficacemente anche dialoghi e monologhi (carichi di sofferenza, amarezza, paura). Di certo la Gelsomina che ne è venuta fuori è stata diversa rispetto a quella del film; mentre Giulietta Masina le aveva donato una certa voglia di scoprire, ridere, vivere, Tosca l'ha velata di tristezza. Una mestizia, questa, che ha pervaso tutte le scene, posandosi su ogni personaggio. Perché le persone che Gelsomina incontra lungo "la strada", fanno parte di un'umanità di stracci, alla ricerca disperata del sostentamento. Un'umanità fatta di uomini che picchiano, stuprano; di donne che per vivere vendono il proprio corpo o che per pochi attimi di piacere si disfano degli indumenti del marito defunto. Un'umanità mascherata dai colori del circo, capa-

ce di coprire il marciume sotto uno strato di cerone. Grazie a questo percorso di vita, la protagonista acquisterà quella fiducia in sé stessa che mai aveva avuto. Finirà coll'amare il rozzo

Cariati, “Carnevalandia 2009” un autentico villaggio... in festa

Zampanò che all'inizio aveva odiato e mille volte sognato di abbandonare. Ma niente lieto fine con matrimonio. Non si tratta infatti di una sorta di "Bella e la Bestia": in seguito a un omicidio involonta-

riamente commesso da Zampanò, Gelsomina darà chiari segni di disturbi psichici. Lui la abbandonerà a sé stessa; anni dopo, essendo venuto a conoscenza della sua morte, la piangerà sconsolato, mostrando la parte più remota del suo essere. I personaggi si muovono essenzialmente sul grande piano inclinato che, posizionato al centro del palcoscenico, contraddistingue efficacemente la scenografia. Questa, nella sua sobrietà razionale, avrebbe comunque richiesto un impegno maggiore nella realizzazione dei fondali. I costumi sono stati pochi ma appropriati; ristretto anche il cast, composto tuttavia da attori e cantanti capaci. Ci ha fatto piacere vedere finalmente, all'interno di questa stagione del Politeama, un musical fatto da professionisti del teatro, e non da show-girls o television-men che, spesso, sulle tavole del palco arrancano. Perché se è vero che, come afferma lo slogan del cartellone dello stesso teatro, "Tutto quanto fa spettacolo", bisogna pur vedere di che spettacolo si tratta. In fondo, la qualità fa la differenza. Sempre. Teresa Lara Pugliese

CATANZARO La commedia di Passafaro al Teatro Incanto

A famigghja d'è besti in scena CATANZARO —

Nei giorni 27 febbraio e 1 marzo 2009, rispettivasmente alle ore 21 e 18:30, presso il Teatro Incanto, sito in via G. Rito (parco dei principi) a Catanzaro sala, la Compagnia del teatro Incanto metterà in scena “The best family (a famigghja d'è besti) ” di Francesco Passafaro, commedia brillante in 2 atti e un quadro. Se ci facciamo caso, in questo esatto momento, ognuno di noi può essere in comunicazione con almeno un centinaio di persone premendo un tasto del suo telefonino. Basta accendere il computer perché questo numero aumenti di almeno cento vol-

te e sembra che tutta l’umanità sia in collegamento, come se esistesse un’unica realtà planetaria! Eppure la sera, quando guardiamo la Tv, nessuno scambia una parola, non si sa cosa sia successo alla persona accanto a noi, non conosciamo più i nostri vicini, insomma, per assurdo, siamo isolati! Ma a salvarci da questo “isolamento mediatico” ci pensano i programmi più intelligenti che mai si potessero inventare: i reality! In particolare grazie al nostro reality, The best family, noi conosceremo le abitudini delle varie famiglie dall’interno e ci sentiremo meno soli e più felici ma... sarà vero?

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844

AZIENDA LEADER NEL SETTORE DI VENDITE ORGANIZZAZIONE E RAPPRESENTANZE DI MACCHINE EDILI INDUSTRIALI E STRADALI

R I C E R C A •

1 FIGURA (VENDITE ESTERNE FULL-TIME) DIPLOMA SUPERIORE - MAX 25 ANNI ANCHE SENZA ESPERIENZA

PER INFORMAZIONI telefonare al cell. 338.8455646 o inviare e-mail: panettasal@libero.it ZONA INDUSTRIALE MARCELLINARA - CZ


36 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Lo spettacolo “Danni di piombo” con Gianluca Belardi in scena sabato 28 a Castrovillari

“The best family” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Seta. Il filo dell’arte”, prosegue fino al 28 febbraio la mostra nella Città dei Tre Colli

ALTOMONTE (Cs) - Iniziative di Carnevale Sono partite le iniziative rientranti nel cartellone del “Primo carnevale delle tradizioni” che si terrà nella città di Altomonte fino al 24 febbraio 2009. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Altomonte ed è ideata e promossa dai giovani dell’associazione culturale denominata “Altomonte in Movimento”. BAGNARA C. (Rc) - Premio Mia Martini All’insegna del ventennale di “Almeno tu nell’universo” che la grande Mia Martini ha lasciato, prende il via la 15ª edizione del Premio Mia Martini, ideato nel 1995 dal regista Nino Romeo e organizzato dall’Associazione Cultura e Spettacolo di Bagnara Calabra in ricordo dell’artista scomparsa. Un evento che nel corso degli anni ha acquistato un’importanza notevole nel panorama musicale italiano ed europeo, diventando un punto di riferimento per tantissimi giovani artisti in cerca di una passerella di qualità per potersi esprimere in musica.La formidabile macchina organizzativa della manifestazione, capitanata da Nino Romeo e dalla responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, sta già mettendo a punto una serie di novità per l’edizione 2009 che vedrà come protagonisti indiscussi le “Nuove Proposte per l’Europa”, provenienti dalle numerose audizioni in corso nelle varie regioni italiane e in alcune città dell’Europa. Il primo incontro artistico si terrà a Bagnara Calabradal 6 all’8 marzo, alla presenza dell’intera commissione artistica. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria, dall’Assessorato al Turismo, dall’Amm. Provinciale di Reggio e dal Comune di Bagnara Calabra. Info: www.premiomiamartini.it - www.myspace.com/premiomiamartini. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. CARIATI (Cs) - “Carnevalandia 2009” Da Piazza Peter Pan, passando per Piazza Capitan Uncino, sbucando in Piazza Trilli. Una toponomastica genuinamente fantastica farà da cornice all’avvio della 4ª edizione di Carnevalandia 2009. Strade e vicoli del Centro Storico medioevale di Cariati cambiano nome e volto, fino al 24 febbraio, per ospitare l’evento socio-culturale ed interterritoriale promosso dall’Associazione “Amici del Carnevale”, con patrocinio del Comune di Cariati. L’edizione 2009 è dedicata a Peter Pan.

CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila Prosegue la VII edizione di Primafila a Castrovillari, presso il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano, fino al 7 marzo (ore 21.30). Programma: 28 febbraio, Gianluca Belardi in “danni di piombo”. Sabato 7 marzo, Compagnia Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo. CASTROVILLARI (Cs) - Carnevale, 51ª edizione Come accade ogni anno in questo periodo, cresce in città e in tutta la regione l’attesa per il Carnevale di Castrovillari - organizzato dalla Proloco cittadina con il contribu-

to dell’Amministrazione comunale, della Provincia di Cs, della Regione Calabria e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino - che è ormai costantemente annoverato tra gli eventi carnascialeschi più importanti d’Italia. L’evento si protrarrà fino al 24 febbraio. CATANZARO - “Seta. Il filo dell’arte”, mostra La mostra “Seta. Il filo dell’arte” rimarrà apertafino al 28 febbraio. L’evento espositivo è stato realizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, dalla Regione Calabria - Fondazione Calabria Film Commision, dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Catanzaro, con il patrocinio dell’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro – Squillace. La mostra, curata da Oreste Sergi, resterà aperta fino al 28 febbraio. In questo periodo si potranno ammirare, nelle sale espositive della struttura museale, damaschi, velluti, taffetas, broccati, broccatelli, gros de Tours, provenienti dalle maggiori chiese della città - Cattedrale di S. Maria Assunta e dei Santi Pietro e Paolo, Rettoria del SS. Rosario, Parrocchia di S. Teresa all’Osservanza ,Rettoria di S. Maria de Figulis seu Montecorvino – dalle chiese di Sellia Superiore, di S. Pietro Magisano e di Vincolise, nonché da alcune collezioni private. Da apprezzare una dalmatica in broccatello della fine del XV secolo proveniente dalla parrocchia di S. Nicola di Sellia Sup., due abiti settecenteschi provenienti dalla parrocchia dei SS. Simone e Giuda di Vincolise, una splendida gonna in damasco “bizzarre” proveniente dal Santuario della Madonna della Luce di S. Pietro Magisano, la seicentesca pianeta detta dei “Borgia” e l’abito impero in velluto piano dell’Addolorata provenienti dalla rettoria del Rosario di Catanzaro, un piviale in damasco classico proveniente dalla Cattedrale, una dalmatica cinquecentesca in damasco viola dell’Osservanza, una raffinata pianeta in taffetas broccato appartenente alla rettoria di S.Maria de Figulis. Catanzaro – Museo Diocesano d’Arte Sacra, Palazzo Arcivescovile, via dell’arcivescovado, 13. Fino al 28 febbraio con orario: lunedì chiuso - domenica apertura solo dalle 17,00 alle 19,30 - tutti gli altri giorni, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,30 (possono variare, verificare sempre via telefono). Biglietti: free admittance. CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provin-

ciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it -3208603557 lilt.cz.press@gmail.com.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: venerdì 6 marzo “Puppin Sisters live. See the fabulous”; martedì 10 e mercoledì 11 marzo, “Faust” di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; domenica 15 marzo “Mare notrum”. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; Giovedì 19 marzo “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; giovedì26 e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; lunedì 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; venerdì 8 domenica 10 maggio,“High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Sabato21 novembre 2009, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. Sabato 19 dicembre 2009, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio 2009, “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. Fino al 27 febbraio e 1-13-15 marzo la compagnia del Teatro Incanto in "The best family (a famigghja d'e besti)", testo e regia di F.Passafaro; 22 marzo, Gli amici del teatro popolare di Amantea in "Il mio funerale", testo e regia di M.Ruggiero; 27 e 29 marzo, l'Ass. Cult. ATRJ di Roccella Jonica in "Cicciu u pacciu",testo di M.P.Battaglia, regia di P.Carella; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto; 19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-1517-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Terzo incontro sulla “Storia del melodramma” in programma al Circolo Unione

“Primi passi a teatro” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Attraverso il sipario”, tre giorni di studio nella Città dei Tre Colli

CATANZARO - Visita di mons. Ciliberti La comunità parrocchiale di Santa Croce affidata ai padri minimi di San Francesco di Paola, situata nel quartiere di Pontepiccolo aspetta la “Sacra Visitatio” del arcivescovo metropolita e pastore della chiesa diocesana mons. Antonio Ciliberti. Questa esperienza di grazia, si svolgerà fino al 28 febbraio prossimo. L’intera comunità, attraverso la cura pastorale del parroco padre Gregorio Colatorti e con la partecipazione attiva del consiglio pastorale, di quello degli affari economici e delle associazioni, gruppi e movimenti presenti nella parrocchia hanno programmato i vari momenti, predisponendo un programma di incontri con la realtà, le persone e le attività presenti nel territorio parrocchiale. Il programma della visita pastorale prevede per oggi la visita alla clinica Villa del Sole nella mattinata ed alle ore 18,00 incontro con i gruppi laicali di Azione Cattolica, Terz’ordine dei Minimi e cenacolo di preghiera. Mercoledì 25, giorno delle ceneri, alle 9,30 la visita alla scuola elementare Bambinello Gesù ed a seguire la visita al presidio ospedaliero “Ciaccio”, alle 17,30 la solenne concelebrazione eucaristica con la benedizione e imposizione delle ceneri. Giovedì 26 alle 16,00 la visita al “S,Anna Hospital”. Il giorno successivo venerdì 27 febbraio, durante la mattina visita alla scuola materna San Francesco di Paola e di seguito l’incontro all’Istituto per geometri “Raffaele Petrucci”, alle ore 16,00 l’incontro con gli ammalati e la celebrazione con il conferimento dell’unzione degli infermi. Sabato 28 giornata di chiusura con la solenne concelebrazione eucaristica di conclusione della visita pastorale animata dalla Corale polifonica San Francesco di Paola cui seguirà l’incontro con la comunità religiosa dei minimi. CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: oggi, ore 18.00-20.00-22.00, Tony Manero; 4 marzo, ore 18.00-20.0022.00, Vuoti a rendere; 10 marzo, ore 17.30-20.00-22.15, Racconti da Stoccolma; 17 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Il giardino di limoni; 24 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Baby love; 31 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Katyn; 7 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.0020.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.0018.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile,ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - Consiglio della II Circoscrizione Mercoledi 25 febbraio 2009, alle ore 16,00, il consiglio della II Circoscrizione, il quale aveva già adottato una delibera a sostegno dell'Amministrazione comunale, sull'attivazione del Conservatorio di Catanzaro, si recherà in visita presso i locali dell'ex Istituto Rossi. Ciò al fine di ribadire la propria vicinanza all'importante istituzione nella convinzione che l'attivazione del conservatorio nella città rappresenti un fatto di grande rilevanza dal punto di vista artistico e culturale. Nell'occasione sarà ricordata la figura di Don Mario Tallerico già direttore dell'ex Istituto Rossi nel periodo 1950/1980.All'incontro saranno presenti il sindaco Rosario Olivo,l'Assessore al ramo Danilo Gatto ed il vicario del Conservatorio prof. Tommaso Rotella. CATANZARO - Happy hour al Rok pub Parte un nuovo progetto ideato dal dj catanzarese Claudio Giordano: giovedi 26 febbraio, a partire dalle ore 19.00, Happy Hour al Rok Pub dei f.lli Veraldi in Piazza Stadio a Catanzaro. CATANZARO - Formazione di operatori minorili La Regione Calabria dipartimento 10 settore politiche sociali, il ministero della Giustizia dipartimento di giustizia minorile centro giustizia minorile per la Calabria e la Basilicata e l'Anpe associazione nazionale pedagogisti italiani sede regionale Calabria, in collaborazione con i tribunali per i minorenni e le procure della repubblica presso i Tm di Catanzaro e Reggio Calabria in collaborazione con amministrazione provinciale di Reggio Calabria assessorato alla Formazione professionale, allo sport ed alle Politiche sociali, organizzano seminari di studi giuridico-sociali per la formazione e l'aggiornamento degli operatori minorili che a vario

titolo esercitano attività socio-educative nel campo dell'adolescenza, del disagio, della devianza nei distretti di Corte d'Appello di Catanzaro e Reggio Calabria. Terzo incontro: “Modelli di responsabilità nelle professioni di aiuto” con Maurizio Fiasco, sociologo, esperto in fenomeni criminali, docente presso l'istituto superiore di polizia (Roma). Il 26 febbraio, dalle ore 10.30 alle 12.30, presso la sala conferenze della Provincia - Piazza Italia Reggio Calabria, moderatore: Giuseppina Garreffa, direttore uff. servizio sociale minorenni Rc; saluti: Antonio Mazzù, presidente tribunale per i minorenni di Rc; Carlo Macrì, procuratore della repubblica presso Tm di Rc; Attilio Tucci, assessore Politiche sociali della provincia di Reggio Calabria; Angelo Meli, direttore centro Giustizia minorile Calabria e Basilicata; Giuseppe Rulli, commissario Anpe Calabria; relazione di Maurizio Fiasco; intervento di Pasquale Romeo, responsabile di psichiatria e psicoterapia forense - gruppo di ricerca scienze medico-legali-Università di Siena; dibattito; conclusioni di Fratel Stefano Caria, pedagogista comunità "B. Luigi Monti"; dalle ore 15.30 alle 17.30, presso il tribunale per i minorenni - sala udienza dibattimentale a Cz, moderatore: Massimo Martelli, pedagogista e giudice onorario minorile; saluti: Domenico Blasco, giudice tribunale per i minorenni di Cz; Beniamino Calabrese, procuratore della repubblica presso Tm di Cz; Giuseppe Altomare, dirigente settore politiche sociali Regione Calabria; Angelo Meli, direttore centro giustizia minorile Calabria e Basilicata; Gianfranco De Lorenzo, presidente ass.ne nazionale pedagogisti italiani; relazione di Maurizio Fiasco; intervento di Caterina Salerno, avvocato e presidente del centro servizi per il volontariato della Provincia di Catanzaro; dibattito; conclusioni di Carlo Caruso, giudice tribunale per i minorenni di Catanzaro. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione al termine di ciascuno dei due incontri. Info: 347/6103431 - www.anpe.it CATANZARO - Assemblea Pd Venerdì 27 febbraio alle ore 17.30, presso la sede del Circolo del Pd di Santa Maria (in via S. Maria sopra Bar Viscomi nei pressi della piazza), si terrà l’assemblea degli iscritti ed aderenti per una valutazione politica dopo la straordinaria e partecipata assemblea provinciale e per procedere alla costituzione degli organismi dirigenti del Circolo. Alla riunione parteciperanno:Caterina Corea, segretario provinciale del Pd;Piero Amato, consigliere regionale.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: febbraio: venerdì 27 febbraio, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6 marzo, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8 maggio,ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Inaugurazione anno giudiziario Il 28 febbraio, alle 10.30, inaugurazione dell’anno giudiziario 2008 nell’aula delle udienze del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria in via De Gasperi, 76/b. CATANZARO - “Attraverso il sipario” Il teatro Incanto e il teatro Hercules di Catanzaro, in collaborazione con Uilt nazionale e Uilt Calabria, presentano “Attraverso il siparo”, 3 giorni di studio e formazione 6 - 7 - 8 marzo. Possibilità di scelta fra 2 corsi: “Il training dell'attore”, tenuto da Roberta Raineri, presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (Parco dei Principi) Catanzaro; “I fondamentali del teatro: da Shakespeare a Pirandello”, tenuto da Loretta Giovannetti, presso il Teatro Hercules, viale degli Angioini (ingresso Italcementi) Catanzaro. Gli stages sono rivolti ad

attori, appassionati di teatro ed a chiunque voglia avvicinarsi a questo mondo. Costi: 60,00 euro ospiti, 35,00 euro per soci Uilt. Possibilità di pernottamento e pasti a costi agevolati, su richiesta. Per informazioni e iscrizioni: 320/2516302339/3363334, oppure recarsi presso il teatro Incanto o il teatro Hercules, o mandare una mail a info@associazioneincanto.it. CATANZARO - Incontro sulle costellazioni familiari Terzo incontro sulle costellazioni familiari: il 7 marzo, presso l'hotel Niagara a Catanzaro Lido, alle ore 9.00. Il seminario con la conduttrice dott.ssa Paola Felici, sarà preceduto da un incontro gratuito ed orientativo venerdì 6 marzo, alle 17.30, aperto a tutti.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: il14 marzo 2009 ore 17,30 presso il Circolo Unione 3° incontro sulla “Storia del Melodramma”; il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire. CATANZARO - Trofeo Iaksa Iaksa, Wtka, You and me together organizzano il secondo trofeo in beneficenza Iaksa - Csen sabato 21 e domenica 22 marzo, presso il Poligiovino di Catanzaro Lido. Programma: sabato 21 marzo, ore 14.00, primo stage di spinning; ore 15.00, secondo stage di spinning; ore 16.00, gara di scherma; ore 19.00, galà Csen; domenica 22 marzo, ore 10.00, gara di bench press e braccio di ferro; ore 13.00, campionato italiano Iaksa - Wtka - Wka - Csen di semi contact-light contact- kick light-thai light; ore 19.00, incontri di pugilato dilettantistico; ore 21.00, "Knock out night 5" titoli italiani ed internazionali di full contact, lou kich, k1 style, thai boxe, mma (Mixed martial art). Infoline: 340/0508494 - fightclubcz@hotmail.it - www.kickboxing.it.

CATANZARO - Spettacolo per bambini L'assessorato alle Risorse Educative e Scolastiche, la Media service produzione spettacoli e la Fondazione Politeama presentano: "Primi passi a teatro". Il progetto è finalizzato alla frequentazione dei bambini in teatro, una opportunità di svago domenicale per i genitori da condividere con i propri figli e potranno essere tema di discussione anche nelle scuole di appartenenza. Le rappresenazioni saranno effettuati dalla compagnia teatrale Il Cilindro del Teatro San Raffaele di Roma. Le date saranno: domenica 22 marzo 2009 con "I VII Re di Roma” e domenica 19 aprile 2009 con "Un Uomo chiamato Francesco". Il prezzo del biglietto è di Euro 5,00 posto unico. Per ulterioriu informazioni e per effettuare delle prenotazioni seguire le indicazioni riportate di seguito: biglietteria teatro Politeama 0961-501818 / 501819 negli orari di apertura biglietteria - oppure fuori orario: cell. 334.2637312 - 338.6302118.

Ogni lunedì sul Domani

LA PIAZZA Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti Per chi compra e vende, chi è a caccia di occasioni, chi cerca e offre lavoro. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, moto, accessori, bricolage, dischi, computer, attrezzi, software, mobili, audio-video Per contatti con la Redazione via mail: lapiazza@ildomani.it via fax: 0961-903801


38 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Un dibattito sulle problematiche della filiera vitivinicola nell’area del Cirotano oggi a Cirò Marina

Franco Battiato in concerto al Politeama IL CARTELLONE

“Col piede giusto”, spettacolo in scena al teatro Morelli di Cosenza

CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà sabato 13 giugno 2009, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it. CIRO’ M. (Kr) - “I Vignaioli”, assemblea pubblica L'associazione viticoltori I vignaioli del Cirotano "Domenico Ferraro" organizza oggi, alle ore 17.30, presso il palazzo Porti un'assemblea pubblica: presentazione ufficiale associazione e dibattito sulle problematiche della filiera vitivini-

cola nell'area del cirotano. Interverranno: Franco Librandi, presidente associazione; Sergio Ferrari, segretario associazione; Salvatore Lucà, garante associazione; Roberto Salerno, presidente Cciaa di Kr; Gaetano Cianciaruso, presidente consorzio di tutela; Nicodemo Parrilla, sindaco del Comune di Cirò Marina; Mario Caruso, sindaco del Comune di Cirò; Antonio Sicilia, sindaco del Comune di Crucoli; Giuseppe Bonessi, sindaco del Comune di Melissa. CIRO’ M. (Kr) - “Danni al porto. Quali interventi?” Sabato 28 febbraio, ore 10.00, presso Palazzo Porti - Piazza Diaz a Cirò Marina, Ettore Ianì, presidente nazionale Lega Pesca; Nicodemo Oliverio, parlamentare Pd di Cirò Marina; Nicodemo Parrilla, sindaco di Cirò Marina; Giorgio Gemelli, presidente Legacoop Calabria; Salvatore Martilotti, responsabile Lega Pesca Calabria; Giancarlo Malena, assessore alle Politiche marittime di Cirò Marina incontrano istituzioni cittadinie e stampa, su "Cirò Marina, danni al porto. Quali interventi?”. Coordina i lavori la giornalista Teresa Munari. Saranno presenti l’assessore regionale alle Attività produttive, Francesco Sulla e l’assessore regionale all’Ambiente, Silvio Greco. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: fino a sabato 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga. COSENZA - “Le proposte del Prc” Il 25 febbraio, una manifestazione del Partito provinciale del Partito della Rifondazione Comunista Sinistra Europea con alcuni dei massimi dirigenti aprirà di fatto la “campagna elettorale” per le prossime amministrative. Mercoledì 25 febbraio, ore 17.00, presso la sala di rappresentanza del Comune di Cosenza si terrà un’ iniziativa pubblica “Le proposte del Prc di fronte alla crisi democratica e sociale del Pae-

se”. Introduce: Angelo Broccolo, segretario provinciale PrcSe Cosenza; interviene: Nino De Gaetano, segretario regionale Prc-Se Calabria; conclude: Damiano Guagliardi, assessore al turismo Regione Calabria. Saranno presenti: Ferdinando Aiello, assessore provinciale Prc-Se Cosenza; Biagio Diana, capogruppo provinciale Prc-Se Cosenza; Franco Veneziano, presidente comitato politico provinciale Prc-Se Cosenza; Rossella Morrone, comitato politico Regionale Prc-Se Calabria; Giovanni Pitrelli, comitato politico regionale Prc-Se Calabria. COSENZA - Falime, prima edizione Dal 27 al 30 marzo il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la prima edizione di Falime. L’appuntamento, grazie alla collaborazione delle diverse associazioni di categoria Confartigianato, Cna, Camera di Commercio conta di organizzare a Cosenza diversi espositori del settore alimentare, provenienti da tutta la penisola, produttori di alimenti, attrezzature e tecnologie per la ristorazione. COSENZA - Pd, assemblea provinciale L’assemblea provinciale del Partito Democratico si terrà sabato 28 febbraio alle ore 16.30 presso il Cinema Teatro Italia di Cosenza.

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008/2009 presso il teatro comunale "A. Rendano" di Cosenza. Sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti;il 21 marzo, ore 21.00, il 22 marzo,ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: martedì 2 e mercoledì 3 marzo 2009, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; Lunedì 23 e martedì 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; Domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Più di me tour 2009 Per i 50 anni di Carriera, la signora della canzone italiana, Ornella Vanoni, si esibirà nei principali teatri della penisola. Il suo debutto con il “Più di me tour 2009” il 7 marzo a Cesena. In Calabria, sarà al Teatro Rendano di Cosenza nella serata di mercoledì 11 marzo 2009.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Lo spettacolo “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo in scena al Teatro Apollo di Crotone

Stage di hip hop a Cropani Marina IL CARTELLONE

“Agriturismo in Calabria: previsioni per il 2009”, conferenza a Lamezia

COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile concerto di Franco Battiato. COSENZA - Edilmediterranea, quarta edizione Il 3-4-5 aprile il quartiere fieristico Cupole geodetiche di Cosenza ospiterà nella sua area espositiva la quarta edizione di Edilmediterranea. L’ormai consolidato appuntamento conta di replicare il successo della precedente edizione che, forte dei suoi 100 espositori, provenienti da tutta la penisola, e grazie ad una mirata campagna di comunicazione, ha attirato oltre 8.000 visitatori, tra cui: ingegneri, architetti, imprese edili, rivenditori di materiale edile, attestandosi tra le manifestazioni più visitate in ambito regionale. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799. CROPANI (Cz) - Giornata nazionale del B&B Anche quest'anno, dopo il successo delle prime due edizioni, in mille città e luoghi d'Italia, sabato 7 marzo 2009, si celebrerà la Giornata nazionale del B&B. Un'iniziativa che vedrà coinvolti migliaia di Bed and Breakfast, pronti a concedere la notte del 7 marzo gratis a quanti vorranno trascorrere un weekend all'insegna dell'ospitalità familiare. Tra questi anche il Bed and Breakfast “Bruno” in località Difesa di Cropani Marina. Per info 3331254640 – 3343637094. CROTONE - “Dall’alleanza al progetto” La Locride si prepara alla manifestazione nazionale giorno 1 marzo, “Dall'alleanza al progetto”. Il consorzio Goel sta promuovendo nella Locride iniziative volte alla conoscenza e approfondimento dell'iniziativa e sta raccogliendo le prenotazioni per i pullman, che partiranno sia il 28 febbraio, che il 1 marzo, per rientrare nel pomeriggio e nella serata del 1 marzo (n. verde 800.913540 - agenzia@turismo.responsabile.coop). La manifestazione infatti sarà preceduta, la sera del 28 febbraio, da una veglia di preghiera ecumenica, presso il Duomo di Crotone, importante momento spirituale che vedrà la presenza di diverse confessioni cristiane. L'organizzazione della manifestazione a Crotone è curata da un Comitato locale, coordinato dal Consorzio Sociale Jobel, facente parte del consorzio Calabria Welfare. CROTONE - “L’altra parte di Ron” Parte da Cotronei il 3 marzo 2009, precisamente dal Teatro Comunale del centro Crotonese, “L’altra parte di Ron”, il nuovo evento teatrale che ha come protagonista assoluto Ron. Per ulteriori informazioni e per saterne di più sulle prevendita rivolgersi a: Teatro Stabile di Calabria al numero di telelefono 0962/905416 - oppure alla Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero di rete fissa 0961/761471 – o di cellulare 335/5244393 - o ancora consultare il sito internet di seguito riportato www.essemmemusica.it.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal mercoledì 16 al martedì 20 settembre. CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: martedì 17 e mercoledì 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; Giovedì 2 e venerdì 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato18 e domenica 19 aprile,Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di

Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio di tutti gli spettacoli è previsto alle ore 20.30. CURINGA (Cz) - Carnevale, 21ª edizione L’associazione “Vivi Acconia” comunica che oggi, si terrà la 21ª edizione del Carnevale in Acconcia di Curinga (Cz). L’ evento include sfilate di carri allegorici, balli in piazza e serate a tema. DECOLLATURA (Cz) - Rappresentazione de “A farza” L’associazione culturale “U Rapillu”, in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Decollatura e di Carlopoli, organizzano in occasione del carnevale la tradizionale rappresentazione de “’A farza”. La rappresentazione si terrà oggi. Programma: ore 15.30, Praticello; ore. 17.00 via V. Veneto; a Carlopoli alle ore 18.30 in piazza Brutto. Oggi a Decollatura alle ore 18.00 in via V. Veneto. In caso di maltempo la farza sarà rappresentata presso l’Area polifunzionale di Decollatura. GUARDIA P. (Cs) - Carnevale Occitano Fervono i preparativi per la terza edizione del Carnevale Occitano organizzato dall’Associazione Arcobaleno con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Guardia Piemontese. Oggi, tutti i carri di Guardia sfileranno a Paola. Il 28 febbraio la sfilata dei carri si terrà nel centro storico di Guardia Paese, mentre poi il 1° marzo si tornerà a sfilare a Guardia Piemontese Marina con i nostri carri e quelli di Paola, Acquappesa e Fuscaldo.È doveroso sottolineare che gli eventi del 24 febbraio e dell’1 marzo nascono dalla stretta collaborazione e sinergia createsi tra l’Associazione Arcobaleno e l’Associazione Gli Amici di Paola che stanno cercando di coinvolgere sempre più gente estendo ad altri Paesi la partecipazione al Carnevale. LAMEZIA T. (Cz) - “La Sirena”, prevendita biglietti In relazione all'inaugurazione del nuovo teatro Politeama di Lamezia Terme, prevista per il prossimo 26 febbraio alle ore 21.00 con lo spettacolo “La Sirena”, tratto da una racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, con Luca Zingaretti, si comunica che i biglietti saranno messi in vendita da oggi al Botteghino del teatro Umberto, nei consueti orari della prevendita abbonamenti 10.00-12.30 e 16.30-19.00. A partire dal giorno successivo saranno messi in vendita i biglietti per i posti ancora disponibili per le serate del 27 e del 28 febbraio. LAMEZIA T. (Cz) - V Congresso della Cisl Una proposta per lo sviluppo e il coraggio delle scelte saranno i temi principali del V Congresso della Cisl di Catanzaro che si terrà nei giorni di oggi edel 25 febbraio presso il Grand Hotel Lamezia a Lamezia Terme. I lavori di questa importante assise, che sarà la tappa finale di un percorso congressuale che ha interessato, attraverso le assemblee svolte nelle leghe e nei luoghi di lavoro 35.788 iscritti, saranno aperti dalla relazione introduttiva del segretario generale Domenico Cubello e vedranno la partecipazione del segretario generale della Cisl Calabria, Luigi Sbarra, e le conclusioni del segretario nazionale Cisl, Giorgio Santini. LAMEZIA T. (Cz) - Concerto di Egidio Ventura Al locale Rua Sao Joao tutto esaurito per il concerto di Egidio Ventura del 27 febbraio. LAMEZIA T. (Cz) - “Agriturismo in Calabria” Il presidente dell'Agriturist Calabria, Francesco Fratto, ed il presidente di Confagricoltura Calabria, Francesco Macrì, invitano alla conferenza stampa su “Agriturismo in Calabria, consuntivo 2008, previsioni per il 2009”. Nel corso dell'incontro sarà presentata la guida Agriturist 2009. Interverranno: on. Mario Pirillo, assessore regionale all’Agricoltura; dott.ssa Vittoria Brancaccio, presidente nazionale di Agriturist, venerdì 27 febbraio, ore 11.45, presso la sala riunioni - Confagricoltura Calabria Via G. Pinna 30, Lamezia Terme. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Co-

mune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. La serata di inaugurazione (fuori abbonamento) è prevista per il prossimo 27 e 28 febbraio con Luca Zingaretti e la “Sirena” dal racconto “Lighea” di Tomasi di Lampedusa. Ad arricchire l’articolato programma, per metà composto da spettacoli in esclusiva per la Calabria, altri otto eventi di spessore. Tullio Solenghi con “L’ultima radio” il 12 e 13 marzo; Lunetta Savio e Paolo Bessegato con “45 giri di parole d’amore” il 19 e 20 marzo; Caterina Casini, Simona Marchini e Lucia Poli in “Pazze”il 24 e 25 marzo; Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Wesker il 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lameziaterme.cz.it,www.teatroalamezia.it. LAMEZIA T. (Cz) - Donna, giornata internazionale Il Cgsi Provvisorio Regionale Calabria annuncia che organizzerà la “La I edizione regionale della Giornata Internazionale della Donna” in collaborazione con l’ Ens Regione Calabria che si terrà il 8 marzo alle ore 9,30 presso il ristorante “Gran Hotel Lamezia” a Lamezia (di fronte la stazione ferroviaria). Nel pomeriggio il programma prevede i momenti dedicati allo spettacolo “California Dream Man”, la sorpresa e il regalo ricordo per tutte le donne presenti fino alla conclusione fissata per le ore 17,30. Il pranzo presso il ristorante è riservato solo ed esclusivamente alle donne. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 13 marzo, "Il volto e la notte" scuola lab Scenari Visibili;18 marzo, "Made in Italy" Babilonia Teatri con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Premio Scenario 2007; 22 marzo, "Attese" perfotext Tetraedro Teatro in regia Francesco Cerra; 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzo sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaioalle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 339/8309044; oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica che si legge di seguito a bequadro@bequadro.it.


40 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

E’ partita la “settimana del Carnevale” a Locri. Le iniziative si protrarranno fino a oggi

“Da giovedì a giovedì” a Paola IL CARTELLONE

Concerto di Gianni Morandi in programma al teatro Tenda di Maida

LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia Terme organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre martedì 31 marzo pressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro mercoledì 4 marzo. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LOCRI (Rc) - Settimana del Carnevale 2009 L’assessorato alle Politiche giovanili, Sociali, Turismo e Spettacolo comunica è partita la settimana del carnevale 2009. Quest’anno l’Amministrazione comunale ha inteso presentare alla città per l’evento carnevalesco un programma coinvolgente che impegnerà piccoli e grandi per tutta la settimana. Il carnevale si concluderà con una farsa carnevalesca oggi alle ore 21 al Teatro Don Bosco con la compagnia teatrale Don Giovinazzo in “Carnalavari vecchiju”. LUNGRO (Cs) - Carnevale 2009 E' partita la macchina organizzativa del Karnivalli i Ungrës - Carnevale di Lungro 2009. Quest'anno con il contributo della Provincia di Cosenza, assessorato alle Minoranze lin-

guistiche, ci sarà un'edizione ricca di eventi. Fino a oggiil programma prevede 4 giorni all'insegna della tradizione carnevalesca lungrese con l'esibizione di gruppi folcloristici e spontanei di suonatori di organetto e zampogna.

realizzare, nell’ambito delle festività carnascialesche, con il patrocinio del Comune, la manifestazione de "L’Ottava del Carnevale della Piana", giunta al 26° anno consecutivo e che si svolgerà domenica 1 marzo, con la sfilata di carri e gruppi di artisti formati da ballerini, musicanti e splendide maschere, lungo il tradizionale percorso cittadino. L’amministrazione comunale e l’associazione “Per Palmi” aspettando “L'Ottava di Carnevale” organizzano lunedì 23 febbraio, alle ore 17.30, presso l'auditorium Sacra Famiglia, il “Carnevale del bambino 1ª riedizione concorso usignolo d'oro e mascherina 2009”. Potranno partecipare al concorso canoro 20 bambini selezionati dalle scuole elementari; potranno partecipare alla mascherina 2009 24 bambini frequentanti le scuole elementari che indosseranno mascherine originali, fantasiose e simpatiche, realizzate artigianalmente e che si iscriveranno, presso la sede dell'associazione Per Palmi, entro le ore 12.00, di domenica 1 febbraio, e fino al raggiungimento del numero prestabilito. Domenica 1 marzo, ore 14.30, piazzale concordato, ”L’ottava del carnevale della Piana” 26ª edizione partenza della sfilata di carri allegorici, maschere, artisti di strada bande buffe e gruppi mascherati provenienti da Paternò, Castrovillari, Taurianova, Cittanova, Polistena, Delianuova; ore 18.00, piazza 1° Maggio, esibizione di tutti i partecipanti, premiazione dei vincitori e spettacolo musicale. Informazioni telefonando al n. 3663668211 o presso profumeria Umberto corso.

MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura del 12 e 13 marzo con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d´autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti di Gianni Morandi dei giorni 8 e 9 maggio PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma inizieranno alle ore 21.00. Per info 0968.441888 oppure Programma stagione teatrale "Paola in scena" www.ruggeropegna.it. 2008/2009. Sabato 28 febbraio, "Da giovedì a giovedì" MARCELLINARA (Cz) - Carnevale in piazza 2009 L'Unpli e l'associazione Pro Loco Marcellinara in collaborazione con associazione femminile “I fili di Arianna” e associazione CicloAmatori Marcellinara organizzano il "Carnevale in piazza 2009". Oggi: Re Carnevale...è morto!; ore 17.00: raduno delle mascherine in piazza San Nicola. A seguire, partenza del corteo “funebre” carnascialesco scandito dai ritmi della musica tradizionale; ore 19.00: salutiamo il Re Carnevale: rogo del fantoccio di cartapesta in piazza Moro. Si ringraziano “Nando e il suo cabaret” e il gruppo musicale “Tarantellaum” per la gentile collaborazione.

NOCERA T. (Cz) - Corso per clarinetto Sarà il corso di alto perfezionamento per Clarinetto, promosso dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pyotr Ilyich Tchaikovsky” di Nocera Terinese (Cz), ad ospitare i primi clarinetti delle più importanti Orchestre Europee. Il corso è promosso in collaborazione con l’Associazione Culturale MusicArs di Vibo Valentia e la Buffet Crampon a Paris (leader mondiale nella costruzione di strumenti musicali da concerto). Gli allievi potranno frequentare il corso in qualità di effettivi o uditori. Per gli allievi effettivi, nel numero massimo di 16 corsisti, è prevista un’audizione preliminare. Il modulo di domanda, unitamente al Bando e al regolamento del corso, sono reperibili sul sito istituzionale dell’istituto. La scadenza per la presentazione della domande è fissata al 25 febbraio. PALMI (Rc) - “L’Ottava del Carnevale della Piana” L’associazione “Per Palmi” anche quest’anno è impegnata a

con Marco Marzocca; sabato 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; lunedì 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; lunedì 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - “Una poesia per la donna” In occasione della settima giornata della donna che si terrà il prossimo 7 marzo presso palestra comunale, l'Associazione Insieme onlus, indice il I concorso letterario "Una poesia per la donna" in lingua italiana e in vernacolo. Tre i premi per i vincitori: le domande scadono il 28 febbraio. Per ulteriori informazioni, consultate il sito dell'associazione www.insiemeonlus.altervista.org oppure rivolgetevi alle socie di Insieme onlus telefonando al numero 3337673975. La partecipazione al concorso è gratuita.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Considerazioni storiche sulla monetazione di Assila”, incontro oggi nella Città dello Stretto

“Il pipistrello” in scena al Teatro Cilea IL CARTELLONE

Prosegue la mostra sul centenario del terremoto a Villa Zerbi

REGGIO C. - Mostra sul centenario del terremoto La mostra sul centenario del terremoto, realizzata a Villa Zerbi in collaborazione con la facoltà di Architettura della Mediterranea, avrebbe dovuto chiudere i battenti domenica 25 gennaio, ma il successo decretato da oltre cinquemila visitatori e soprattutto la grande affluenza dei giovani studenti delle scuole elementari, medie e superiori provenienti anche dalla provincia reggina e da Messina ha determinato l’Amministrazione comunale a prorogarne l’apertura sino all’otto di marzo. Tra filmati d’epoca e recenti, foto d’epoca della collezione Nesci e dell’archivio Alinari, progetti per il Memoriale e un Monumento alla catastrofe, video istallazioni e strumenti per la registrazione dei sismi, ampia è la documentazione offerta ai visitatori. Tra tutti l’oggetto presso cui si ferma l’attenzione e l’immagine fotografica scattata da molti è costituito dalla lettiga d’epoca in legno di recente restaurata e gentilmente concessa in prestito dall’Ospedale “Tiberio Evoli” di Melito.Grande interesse di pubblico hanno conseguito anche le manifestazioni parallele organizzate nella sala conferenze che ha visto la presenza dell’artista sardo Ciriaco Campus, autore della “pressa di Reggio”, videoproiezione di migliaia di immagini fotografiche degli ultimi cinquant’anni della città. Il Circolo Rotary Reggio nord ha dato luogo ad un interessante incontro per promuovere la realizzazione di un luogo della memoria- come propone un’ampia sezione della mostra- nelle due città, da erigere sia come ricordo di quanti- decine di migliaia- hanno perso la vita in quei tremendi istanti, sia come simbolo della rinascita delle due città. In chiusura l’Editore Città del sole ha presentato ad un folto pubblico e alla stampa quattro sue recenti edizioni sul tema del terremoto con un piacevole intermezzo nel quale si è espresso il talento dei giovani attori della Compagnia "Officine joniche delle arti" che hanno recitato brani dell’opera teatrale “frammenti tellurici” di Domenico Loddo. Grande è stata l’attenzione della stampa e dei media per questo evento come per tutte le manifestazioni che la Commissione per il centenario del 1908, presieduta dall’Assessore Antonella Freno, ha realizzato e programmato per tutto il 2009. Con alcune piccole varianti che certamente incontreranno l’interesse dei visitatori e altri appuntamenti pomeridiani la mostra proseguirà quindi, sempre con ingresso libero e secondo l’orario consueto dal martedì alla domenica dalle nove alle tredici e dalle sedici alle venti e potranno essere prenotate le visite guidate per le scuole e i gruppi al seguente numero telefonico 0965-810591 e 3281918030. REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatro fino al 29 marzo, Zattere, stagione teatrale 2009. Programma: venerdì 27, 28 febbraio, ore 21.00; 1 marzo, ore 18.15,Squid eXperience "‘A Calabria è morta" performance/installazione di e con Ernesto Orrico; venerdì 6, sabato 7 marzo, ore 21.00; domenica 8 marzo, ore 18.15, Argómm Teatro "Studio sulle serve" da “Les Bonnes” di Jean Genet con Romeo Martel, Francesco Mazza, Luigi Povelato, regia di Francesco Mazza; venerdì 20, sabato 21 marzo, ore 21.00, Tetraedro Teatro, "Attese", regia di Francesco Cerra; sabato 28 marzo, ore 21.00; domenica 29 marzo, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: oggi, “Il pipistrello” (lirica); il 25 e il 26 febbraio, Nautilus pictures - Fiore di cactus; il 12 marzo, concerti sinfonici - M° Veronesi; Sabato 21e domenica 22 marzo, Ballet de “Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; venerdì27, sabato 28 e domenica 29 marzo, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato18 e lunedì 20 aprile, Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingressofino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre,

sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Anassilaos, manifestazioni Manifestazioni associazione Anassilaos. Programma febbraio 2009: oggi, ore 18.00, presso saletta San Giorgio al Corso, storia. Incontro sul tema "L'età aurea di Reggio: considerazioni storiche sulla monetazione di Anassila". Interviene dr. Natale Zappalà; venerdì 27 febbraio, ore 11.00, a Roma sede società chimica italiana V.le Liegi 48, centenario della società chimica italiana - Centenario del futurismo. Convegno promosso dalla associazione culturale Anassilaos e dalla società chimica italiana sul tema chimica e futurismo e presentazione del saggio Atomi elementi molecole - Storia della chimica da Dalton alle nanostrutture (Laruffa editore) di Francesco Cardone con la presentazione del presidente della Sci prof. Luigi Campanella e gli interventi del dr. Stefano Iorfida (Presidente dell'associazione culturale Anassilaos di Reggio Calabria), del prof. Luigi Tallarico con una relazione sul tema "Introduzione al movimento futurista", del dr. Francesco Cardone che tratterà del tema “Chimica e futurismo tra letteratura e scienza", del prof. Angelo Liguori che interverrà sul tema "Atomi elementi molecole storia della chimica da Dalton alle nanostrutture": presentazione e considerazioni”. Seguirà dibattito; il 27 febbraio, ore 21.00, Reggio saletta San Giorgio al Corso, Otto Marzo 2009. Festa della donna. Incontro su “Donne per la libertà/Profili di donne” a cura delle sezioni donna e giovani dell'associazione Anassilaos. REGGIO C. - Osservatorio per la biodiversità Conferenza stampa oggi, alle ore 10.30 a Palazzo della Provincia – Piazza Italia – Aula delle Conferenze, piano terra per la partenza dell’Osservatorio per la biodiversità. REGGIO C. - Accademia del Tempo libero Ha avuto inizio questo mese il corso di integrazione per stranieri organizzato dall’“Accademia del tempo libero” di Reggio Calabria, vincitrice del bando della Provincia.Una serie di incontri per favorire l’inserimento degli stranieri in città attraverso la partecipazione ad interessanti corsi che aiuteranno lo svolgimento delle professioni più comuni ed anche la vita di tutti i giorni.Programma: oggi alle ore 18, incontro sul tema “Le artropatie degli arti inferiori”, tenuto dal dottore Francesco Cutrupi, specialista in chirurgia vascolare. Il 26, alle 18, “Protezione Civile…parliamone” con l’architetto Antonio Romeo. Un evento speciale chiuderà la programmazione di febbraio, il 28 febbraio, i due artisti comici reggini Giacomo Battaglia e Gigi Misefari, presenteranno lo spettacolo di cabaret, di cui sono autori e attori, dal titolo “Non c’è due…senza tress”. Proseguono, inoltre, le lezioni di ballo liscio e sociale, ed i corsi di bocce, di yoga e di training autogeno. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: oggi: “Il gatto a nove code” - Le perversioni sessuali che fanno bene alla coppia, con la partecipazione del dr. G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa F. Farano (psicologa, psicoterapeuta); giovedì 05 marzo: “Marte e Venere a confronto” - Psicologia dell'universo maschile e femminile, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); martedì 17 marzo: “L’apparenza inganna?”- Stereotipi e pregiudizi sociali, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); giovedì 26 marzo: “Uno, nessuno, centomila” - La comunicazione e le relazioni nell’era di internet, con la partecipazione della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 07 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psico-

terapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti e agli interessati sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 - www.cooperativaimep.it - Per prenotazioni: urp@cooperativaimep.it. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Febbraio: giovedì 26, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; marzo: giovedì 5, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione di Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 5, ore 19.30, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 17.30, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro con giovani stranieri (Giovani insieme); giovadì 12, ore 20.00, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 19, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro giovani reggini e stranieri (Giovani insieme); giovedì 26, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, presentazione programma socio-culturale per stranieri (Pscs); aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs).

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


42 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Master di primo livello in “Risorse creative per lo sviluppo di comunità” a Rende

Corso per assaggiatori di olio a Rizziconi IL CARTELLONE

Concerto di Luca Carboni al Teatro Cilea di Reggio Calabria

REGGIO C. - Formazione di operatori minorili La Regione Calabria dipartimento 10 settore politiche sociali, il ministero della Giustizia dipartimento di giustizia minorile centro giustizia minorile per la Calabria e la Basilicata e l'Anpe associazione nazionale pedagogisti italiani sede regionale Calabria, in collaborazione con i tribunali per i minorenni e le procure della repubblica presso i Tm di Catanzaro e Reggio Calabria in collaborazione con amministrazione provinciale di Reggio Calabria assessorato alla Formazione professionale, allo sport ed alle Politiche sociali, organizzano seminari di studi giuridico-sociali per la formazione e l'aggiornamento degli operatori minorili che a vario titolo esercitano attività socio-educative nel campo dell'adolescenza, del disagio, della devianza nei distretti di Corte d'Appello di Catanzaro e Reggio Calabria. Terzo incontro: “Modelli di responsabilità nelle professioni di aiuto” con Maurizio Fiasco, sociologo, esperto in fenomeni criminali, docente presso l'istituto superiore di polizia (Roma).Giovedì 26 febbraio, dalle ore 10.30 alle 12.30, presso la sala conferenze della Provincia - Piazza Italia Reggio Calabria, moderatore: Giuseppina Garreffa, direttore uff. servizio sociale minorenni Rc; saluti: Antonio Mazzù, presidente tribunale per i minorenni di Rc; Carlo macrì, procuratore della repubblica presso Tm di Rc; Attilio Tucci, assessore Politiche sociali della provincia di Reggio Calabria; Angelo Meli, direttore centro Giustizia minorile Calabria e Basilicata; Giuseppe Rulli, commissario Anpe Calabria; relazione di Maurizio Fiasco; intervento di Pasquale Romeo, responsabile di psichiatria e psicoterapia forense - gruppo di ricerca scienze medico-legali-Università di Siena; dibattito; conclusioni di Fratel Stefano Caria, pedagogista comunità "B. Luigi Monti"; dalle ore 15.30 alle 17.30, presso il tribunale per i minorenni - sala udienza dibattimentale a Catanzaro, moderatore: Massimo Martelli, pedagogista e giudice onorario minorile; saluti: Domenico Blasco, giudice tribunale per i minorenni di Cz; Beniamino Calabrese, procuratore della repubblica presso Tm di Cz; Giuseppe Altomare, dirigente settore politiche sociali Regione Calabria; Angelo Meli, direttore centro giustizia minorile Calabria e Basilicata; Gianfranco De Lorenzo, presidente ass.ne nazionale pedagogisti italiani; relazione di Maurizio Fiasco; intervento di Caterina Salerno, avvocato e presidente del centro servizi per il volontariato della Provincia di Catanzaro; dibattito; conclusioni di Carlo Caruso, giudice tribunale per i minorenni di Catanzaro. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione al termine di ciascuno dei due incontri. Info: 347/6103431 www.anpe.it. REGGIO C. - Bravo grazie Tutto è cominciato con la selezione nei festival e nei concorsi di tutta Italia che ha portato sedici finalisti, campioni di comicità, a sfidarsi a colpi di battute, davanti alla giuria popolare del teatro Francesco Cilea, nel corso di tre serate che andranno in onda il 27 e il 28 febbraio e l’1 marzo su Sky Vivo (canale 109 di Sky). La messa in onda della Champions league della risata sarà preceduta da numerose clip di promozione della trasmissione che sono state girate in città. Una serie di simpatici sketch che vedono come protagonisti gli artisti della risata che hanno animato e divertito il pubblico reggino. Cornice d’eccezione: Reggio Calabria che verrà portata nelle case degli italiani attraverso il piccolo schermo.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma:martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edili-

zia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): la dott.ssa Marilena Sica tratterà la secondaconversazione, sui Paesaggi dell’anima, sempre presso la Biblioteca, mercoledì 18 marzo 2009.Il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio, il 17 giugno, il 23 settembre, il 21 ottobre, il 25 novembre, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Luca Carboni in concerto E’ partita ufficialmente la prevendita per il concerto di Luca Carboni che si terrà il prossimo 23 marzo al teatro Cilea di Reggio Calabria. Unica data per tutta la regione, la data in riva allo Stretto è organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e dalla Nuova Star Italia e rientra nelle tappe previste dal nuovo tour del cantautore bolognese, che inizierà il 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona e che toccherà i principali teatri italiani. I concerti del tour, compreso quello del 23 marzo a Reggio Calabria, seguiranno il nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio (RCA/Sony Music), raccolta in cui l’artista emiliano rilegge alcuni brani simbolo degli anni ’70, realizzando un personalissimo omaggio a grandi cantautori di quel decennio.Luca Carboni sarà accompagnato sul palco, per una parte del concerto, anche dalla chitarra e dalla voce di Riccardo Sinigallia con cui duetterà in “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani tratti dall’album uscito a gennaio che vede il cantautore romano anche in veste di coproduttore. La band che si esibirà insieme a Luca Carboni è composta da: Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli(chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre). Durante i concerti Carboni proporrà inoltre brani tratti dall’ultimo album e dal suo repertorio passando da una dimensione acustica ad una più elettrica. L’acquisto dei biglietti per il concerto di Reggio Calabria può essere effettuato online, attraverso il sito del teatro Francesco Cilea e il circuito TicketOne; oppure basta rivolgersi allo stesso teatro Cilea (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/312701), o alla Boutique Taxi (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/332383). Per ulteriori informazioni consultare il sito internet: www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa di seguito riportati: 0965/312701- 0961- 761471 0965/5936441; o ancora consultare il seguente sito internet www.essemmemusica.it.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: mercoledì 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore

parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. RENDE (Cs) - Master di I livello E’ istiuito per l’anno accademico 2008/2009, presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria, dipartimento di Scienze dell’Educazione, e in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, il master di I livello in “Risorse creative per lo sviluppo di comunità. Tecniche di Danzaterapia e Arte Terapia”. Possono accedere al master coloro che sono in possesso di Laurea ex D.M.509/99 e 270/2004; di diploma universitario di durata almeno triennale; di diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti antecedenti a 509/99; di titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo dal Consiglio del corso ai soli fini di iscrizione al corso stesso. L’iscrizione al master è incompatibile con l’iscrizione ad altri corsi di studio che prevedono il conseguimento di crediti. Il numero dei posti disponibili è 40. È possibile scaricare il bando e compilare la domanda di ammissione al concorso, che scadrà il prossimo 27 febbraio 2009, collegandosi al sito web www.segreterie.unical.it . Per ulteriori informazioni: dott.ssa Farina, dipartimento Scienze dell’Educazione 0984/494070, Asp-Cosenza 0984/893383 - 3289783446.

RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il giovedì 12 marzo 2009 al teatro Garden di Rende e venerdì 13 marzo 2009 al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per ulteriori informazioni consultare il numero di telefono di rete fissa di seguito riportato 0968.441888. RIZZICONI (Vv) - Corso per assaggiatori di olio La figura del giudice di analisi sensoriale di olio vergine di oliva è fondamentale per l'effettuazione di una corretta ed oggettiva analisi, volta alla reale valutazione qualitativa degli oli. La professionalità di tali figure deve essere quindi tutelata e ben definita, nonché opportunamente formata da personale docente altamente qualificato, secondo programmi conformi a quanto stabilito dal Consiglio Oleicolo Internazionale e dalle norme nazionali. Il corso si terrà presso il Palazzo comunale nei giorni di oggi e del25 febbraio 2009 dalle ore 8,30 alle ore 17,30. La tutela e la qualifica degli assaggiatori di olio vergine d'oliva avviene mediante l'iscrizione all'elenco nazionale dei tecnici e degli esperti, già istituito dall'articolo 3 della L.313/98, tenuto presso il Ministero per le Politiche Agricole e presso le singole Regioni (Ministero per le Politiche Agricole - Circolare n.5 del 18-giugno-1999.). Per l'iscrizione a tale elenco l'assaggiatore oltre l'idoneità morale deve possedere i seguenti requisiti: possesso dell'attestato di idoneità fisiologica conseguito al termine di un corso per assaggiatori; possesso di attestati che comprovino la partecipazione ad almeno 20 sedute di assaggio nel triennio precedente la data di presentazione della domanda.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 43

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Lo spettacolo “Fiore di cactus” di Pierre Barillet & Jean Pierre Gredy in scena al teatro San Marco di Rossano

Premio “Armando La Torre” a Siderno IL CARTELLONE

Due nuove opere di Mattia Preti in esposizione a Taverna

ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagione teatrale 2009, presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: 27 febbraio, Nautilus Pictures presenta Remo Girone, Eleonora Giorgi in "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy tradotto da Gerardo Guerrieri con Giorgia Trasselli, Guglielmo Guidi, Fabrizio Alessandro Barbone, Andrea Garinei, Federica Montanelli; 16 marzo, Paola Quattrini - Ray Lovelock "I ponti di Madison Country" tratto dall'omonimo romanzo di Robert James Waller; adattamento Lorenzo Salveti con R. Rigillo, A.Marverti, M.G.Laurino; scene Bruno Buonincontri; costumi Bartolomeo Giusti; musiche di Armando Trovajoli; regia Lorenzo Salveti; (Unica data in Calabria); 27 marzo, ente nazionale del balletto-balletto di Roma "Lo schiaccianoci", con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche; regia e coreografia Mario Piazza; musiche Petr Il ic Cajkovskij; nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica, Riccardo Reim; 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali sulla stagione duemilanove saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SANT’ONOFRIO (Vv) - Agricoltura biologica, corso L'Icea istituto certificazione etica e ambientaleorganizza il corso "La nuova regolamentazione dell'agricoltura biologica in Europa" Reg Ce 834/07 - Reg. Ce 889/08, giovedì 5 marzo, presso il centro di documentazione Igea. Il corso è finalizzato all'aggiornamento di tecnici controllori, consulenti ed operatori specializzati. Alla conclusione del seminario sarà consegnato ad ogni partecipante attestato di partecipazione al corso. I partecipanti al corso devono avere una conoscenza generale delle metodologie e delle norme vigenti in agricoltura biologica. Il corso sarà supportato da dispensa cartacea e dvd multimediale. Orario: 9.00 - 13.00; 13.00 - 18.00. Costo euro 20,00, contributo volontario per la copertura dei costi di elaborazione e stampa del materiale didattico. Modalità di pagamento: versamento in contanti. Info sede del corso: 0963/267215.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Si-

derno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio Calabria, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 28 febbraio “Dr Jekill e Mr Hyde The strange show” di e con Fabrizio Paladin; sabato 7 marzo, Claudio Insegno “Risate al 23° piano” di Neil Simon; sabato 21 marzo, Gaia De Laurentis “Sottobanco” regia Claudio Beccaccini; Sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì 16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma: domenica 1 marzo con la compagnia Spazioscenico con “Un sesso di troppo”. Un cocktail esplosivo di doppi sensi e situazioni esilaranti condito con un pizzico d'amore e molto buon umore. Franco Procopio dirigerà la divertentissima commedia di James Sherman, campione d'incassi a New York. Domenica 15 marzo, sarà la volta di un cast di straordinari interpreti per rievocare il percorso umano e artistico della Dietrich, che per decenni e fino ai nostri giorni ha sollecitato l’immaginario collettivo. “Marlene”, ultima fatica di Giuseppe Manfridi e novità assoluta della stagione teatrale in corso, vede in scena, per la regia di Maurizio Panici, un’intensa Pamela Villoresi, accompagnata, tra gli altri, da Orso Maria Guerrini e David Sebasti. Domenica 22 marzo, sarà la volta de “L’amore mio non può”. Nel settantennale delle leggi della vergogna razzista, una strepitosa Manuela Kustermann trasforma in poesia una realtà maledettamente violenta. Dall’omonimo romanzo di Lia Levi uno spettacolo applauditissimo. Concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it.

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Per ulteriori informazioni telefonare: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. VILLA SAN GIOVANNI (Rc) - Piani paesaggistici “I nuovi piani paesaggistici regionali. Innovazioni e convergenze”, è il titolo del seminario nazionale che si svolgerà venerdì 27 all’Hotel Altafiumara di Villa San Giovanni, promosso dall’assessorato regionale all’Urbanistica e dalla Regione Emilia Romagna, nell’ambito del progetto di gemellaggio Agire - Por e del protocollo di collaborazione “Buone pratiche nella tutela del paesaggio e del territorio per il funzionamento dell’Osservatorio regionale per il paesaggio”. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale www.dilloconilvino.it che prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio.

CALABRIA - Cunta Calabria L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale Vibonese” di Vibo Valentia presenta la seconda edizione di “Cunta Calabria”. La Calabria si racconta attraverso il teatro popolare e non solo. Il programma: venerdì 6 marzo 2009, “Gruppo Teatrale Anoiano”. Venerdì 20 marzo 2009, Gruppo Teatrale “Giangurgolo” di Gioia Tauro“U muru”. Ingresso pubblico alle ore 20.30 – Sipario ore 21.00. ROMA - Territorio, incontro a Roma “La Regione Calabria, in questa legislatura, ha messo in pratica la ‘tolleranza zero’ verso l’uso indiscriminato del territorio, iniziando anche a demolire i simboli più evidenti del degrado: gli ecomostri. Allo stesso tempo ha deciso di avviare, prima Regione in Italia, l’Osservatorio del paesaggio”. Questi saranno i due temi della riunione che il presidente della Regione Agazio Loiero e l’assessore all’Urbanistica ed al Governo del territorio Michelangelo Tripodi avranno con i vertici nazionali delle Associazioni ambientaliste, oggi a Roma (ore 10,30) presso la Sede della Delegazione (Piazza Campitelli 3). L’incontro, aperto anche ai rappresentanti della stampa, servirà a rafforzare la volontà politica della Regione Calabria di continuare nell’abbattimento degli ecomostri anche alla luce della sentenza della Corte di Giustizia Europea sul caso di Punta Perotti (Bari) e nell’istituzione dell’Osservatorio del Paesaggio (progetto pilota nazionale in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna) le cui linee-guida saranno presentate nel seminario “I nuovi piani paesaggistici regionali”, programmato a Villa S.Giovanni (Rc) per il 27 febbraio.


44 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA L’associazione culturale Primavera ha organizzato la scorsa domenica un vivace pomeriggio facendo sfilare per le strade creazioni originali e premiandole a fine serata

Carri e maschere in festa a Cancello Bambini, giovani e meno giovani, provenienti anche dai centri vicini, hanno sfidato il freddo all’insegna dell’allegria CANCELLO — Non è bastato il freddo, nè la grandine, nè la pioggia a fermare le maschere ed i carri allegorici a Cancello, frazione pedimontana di Serrastretta, la scorsa domenica pomeriggio. Sarebbe stato un vero peccato per tutti: per i bravi organizzatori dell’associazione culturale Primavera, presieduta da Roberto Iuliano; per le “maschere in libertà” che hanno animato fra i coriandoli viale Kennedy; per i gruppi che si sono organizzati e per giorni e giorni hanno

cucito stoffe, impastato carta pesta, realizzato carri coloratissimi, provato e riprovato scennette davvero simpatiche. In ultimo, certo non per importanza, sarebbe stato un vero peccato per tutti i visitatori, in maschera o senza, che hanno riempito e riscaldato piazza San Giorgio. A partecipare e rendere festosa anche la pioggia sono stati invece in tantissimi, e al concorso “Carnevale a Cancello 2009” hanno partecipato ben undici carri, ispirati all’attualità, ai cartoni

animati, alla televisione, ai grandi temi come la guerra e la pace. C’era il carro “Vividentblast”, quello dei “Pompieri”, l’ Ambulanza Costanza”, il carro di “Zelig”, di “Braccio di ferro”, i “Puffi”, il carro “Parmigiano Reggiano”, “La Tribù del ’95”, il “Carro armato di pace”, i “Boscaioli di Carnevale”, “I ballerini brasiliani”. A vincere alla fine, con molti exequo e tanto imbarazzo della scelta per la giuria, il carro del mitico Braccio di ferro, con tanto di spinaci e Olivia uo-

mo in gonnella. Tanto divertimento, insomma, che ha aiutato a riconoscere ancora una volta l’importanza dell’operato delle associazioni culturali nei piccoli centri, spesso troppo poco sostenute a livello istituzionale. «Ci auguriamo - ha affermato Iuliano - che questa iniziativa sia solo un esempio di una lunga serie di manifestazioni che intendiamo realizzare in futuro. Tutti i soci - ha aggiunto il presidente dell’associazione Primavera - hanno lavorato tantissimo per

la riuscita di questa sfilata e a loro va un mio grande ringraziamento. Speriamo nei prossimi anni di coinvolgere maggiormente i centri limitrofi, come quest’anno siamo riusciti a fare con Serrastretta capoluogo, con alcuni ragazzi di Amato e Pianopoli». La serata, come in ogni buona festa che si rispetti, si è conclusa deliziando i palati con piatti tipici della tradizione calabrese. Rosalba Paletta

Iuliano con i primi classificati: Carro di Braccio di ferro. In basso De Grazia e Lucia

I simpaticissimi attori e ballerini di “Zelig”, al termine di una esilarante scenetta

Ometti blu sul carro dei puffi. Sopra puffetta pittrice. Accanto immancabili damine

Il carro di “Parmigiano e verdurine” ispirato alla nota pubblicità televisiva

Piccole mascherine alle loro prime feste di Carnevale. Accanto un sorridente sceriffo.

Due mascherine arrivate per la festa ed il carro dell’ “Ambulanza Costanza”

I “Pompieri” di Serrastretta, dopo la scenetta di una “operazione antincendio”

A sinistra mascherine di ogni età. In alto i simpatici indiani della “Tribù del ’95”


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 45 TRIBUNALE DI CATANZARO Sezione Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione dott.ssa Andricciola nella procedura esecutiva n. 231/93 R.G.E. ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO UNICO: Fabbricato in Catanzaro alla loc. Tiriolello con terreno di pertinenza e piscina (Foglio 83, P.lla 1056). Prezzo base d’asta euro 298.850,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 15 aprile 2008, ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sopra fissata, con una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Aumento minimo in caso di gara euro 3.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare, in cancelleria, il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico del procedimento. La presente ordinanza deve pubblicarsi per estratto, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto, mediante le seguenti inserzioni: - Quotidiano “Il Domani”; www.aste.eugenius.it; rivista mensile “Aste”. °°°°°°°°°° Sezione Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione dott.ssa Andricciola nella procedura esecutiva n. 30/03 R.G.E. ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO UNICO: Appartamento in Amaroni alla via S.A. Argata n.10, composto da dieci vani mq. 349,5. Riportato in Catasto al foglio 4, p.lla 509. Prezzo base d’asta euro 26.085,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 15 aprile 2009, ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sopra fissata, con una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Aumento minimo in caso di gara euro 1.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare, in cancelleria, il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico del procedimento. La presente ordinanza deve pubblicarsi per estratto, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto, mediante le seguenti inserzioni: - Quotidiano “Il Domani”; www.eugenius.it; rivista mensile “Aste”. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME N. 09/2002 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVEDI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da “Intesa Gestione Crediti S.p.A.” Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 15/02/2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti; Ritenuto che non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base d’asta; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 16 aprile 2009 alle ore 12,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto della piena proprietà del seguente immobile: LOTTO UNICO: In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase, porzione immobiliare facente parte del fabbricato posto alla via Venezia n.20 (località “Prunia”), e precisamente l’appartamento destinato a civile abitazione ubicato al primo piano, distinto con il n. int. 1 (uno), della superficie di circa mq 106,00; riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati con le seguenti indicazioni: - foglio di mappa 84, particella 1036/sub. 1, via Prunia, piano T., int.1, zona censuaria 1°, categoria A/3, classe 2°, vani 5,5, rendita

PROGETTO

A CURA DELLA

catastale euro 298,25. PREZZO BASE: euro 77.700,00 (euro settantasettemila settecento virgola zero zero) CAUZIONE: euro 7.770,00 (euro settemilasettecentosettanta virgola zero zero) AUMENTO MINIMO: euro 3.885,00 (euro tremila ottocentoottantacinque virgola zero zero) - L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - Il bene di cui sopra è meglio descritto nella relazione di stima a firma dell’esperto dott. Ing. Pasqualino Nicotera da Lamezia Terme, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile presso i locali dell’Associazione Notarile mentre l’ordinanza sarà pubblicata sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. Custode dei beni posti in vendita è il dott. Sergio Serra,con studio in Lamezia Terme nominato dal G.E. dottor Alessandro Brancaccio, cui tutti gli interessati all’acquisto potranno rivolgersi per esaminare l’ immobile. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime SpA, San Paolo IMI-Banco di Napoli SpA, Banca Popolare di Crotone, Baca Monte dei Paschi di Siena SpA, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 18 febbraio 2009 il notaio delegato f.to dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 10 aprile 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura esecutiva. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro - deve essere apposta sulla busta; Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione, mediante assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri;

MEDIATAG

- i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°° IL CANCELLIERE DELL’UFFICIO ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI RENDE NOTO che il giudice dell’esecuzione dott. Alessandro Brancaccio nella procedura di espropriazione immobiliare n.26/2002 R.E. con provvedimento del 17/12/2008 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: LOTTO N.1 - Abitazione, sesto piano fuori

Per informazioni 0961 996802

terra, con un ripostiglio sottotetto di mq.7,00 circa, settimo piano, sita in Lamezia Terme alla via Piave n.12, in pieno centro urbano. L’immobile è riportato nel N.C.E.U. di detto Comune al foglio 21 particella 527 sub 37- Superficie commerciale di mq.120 circa oltre mq.19,10 per n.2 balconi. PREZZO BASE D’ASTA: euro 183.750,00 LOTTO N.2 - Abitazione, sesto piano fuori terra, con un ripostiglio sottotetto di mq.7,00 circa, settimo piano, sita in Lamezia Terme alla via Piave n.12, in pieno centro urbano. L’immobile è riportato nel N.C.E.U. di detto Comune al foglio 21 particella 527 sub 38- Superficie commerciale di mq.157,49 circa oltre mq.46,90 per un balcone e un terrazzino. PREZZO BASE D’ASTA: euro 246.000,00 La vendita avrà luogo avanti al giudice dell’esecuzione nell’aula delle pubbliche udienze del Tribunale all’udienza del 15 APRILE 2009 ore 9,30 e segg.. Ogni offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art.579 ultimo comma c.p.c. presentando presso la cancelleria entro le ore 13,00 deI giorno 14 aprile 2009 dichiarazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene cui si riferisce l’offerta e di ogni altro elemento utile per la valutazione dell’offerta. Detta dichiarazione, da depositarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. All’offerta deve essere allegato assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.a. tramite cui effettuare il versamento della cauzione in misura non inferiore al decimo del prezzo proposto. L’offerta è irrevocabile salvo che il giudice ordini l’incanto oppure siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. In caso di offerte di acquisto in misura superiore a una il giudice inviterà gli offerenti comparsi ad una gara sulle offerte medesime. Con il suddetto provvedimento del 17/12/2008 il giudice, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo, ha fissato vendita con incanto per l’udienza del 29 APRILE 2009 ore 9,30 e segg. ai prezzi base di euro 183.750,00 per il lotto n.1 e di euro 246.000,00 per il lotto n.2 con offerte minime in aumento di euro 11.000,00 per il lotto n.1 e di euro 15.000,00 per il lotto n.2. Ogni offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579 ultimo comma c.p. c. presentando presso la cancelleria entro le ore 13,00 del giorno 28 aprile 2009 istanza di partecipazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto e del bene cui si riferisce l’offerta. Detta istanza da depositarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, deve recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di istanza di partecipazione presentata da più soggetti deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza deve essere depositato assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.a. tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base di asta. Con riferimento ad entrambe le vendite l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, mediante assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.a.; in mancanza si procederà a norma dell’art. 587 c.p. c.. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario al quale sono riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. L’immobile è meglio descritto nella relazione di consulenza tecnica consultabile in Cancelleria ed è posto in vendita a corpo e non a misura e nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. Lamezia Terme, 19 gennaio 2009


46 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

REAL MADRID

TIFOSO UCCISO

Fabio Cannavaro sta bene in Spagna ma non ha fretta di siglare il rinnovo

La sentenza sull’omicidio di Gabriele Sandri attesa a maggio

Mourinho invita i suoi a non temere la forza del Manchester United “Passeremo noi, abbiamo buone possibilità di arrivare in finale”

Inter più forte della paura San Siro esaurito per la partita di questa sera contro i campioni

reti di “Gila” e Mutu hanno nascosto Chivu e Cordoba Le i limiti di una Fiorentina poco brillante i favoriti per tentare L’attacco parafulmini di arginare Ronaldo e Rooney non basta più ai viola

MILANO - «Sono sicuro al 100% che possiamo farcela, abbiamo buone chance di arrivare alla finale. Com’è l’attesa? Bisogna aspettare e magari ridere un po’ che fa bene a tutti». Prima di mettere piede a Milano, mentre ancora studiava l’italiano a Setubal, Josè Mourinho dell’Inter ha imparato tutto. Sa che quando arrivano gli ottavi di finale di Champions, quando il gioco in Europa si fa duro e senza possibilità di recuperi, da Appiano Gentile parte puntuale un’epidemia di fifa blu. Il virus è il ricordo dei tanti, puntuali, ripetuti naufragi della corazzata nerazzurra sugli scogli d’Europa, non importa se grandi come il Liverpool, medi come il Valencia, o piccoli come il Villareal. La ricetta del tecnico portoghese è affidata a una medicina che si potrebbe definire ’spavalderia contagiosa’. «La storia - va ripetendo Mourinho, quella interista, ma anche quella dei cugini rossoneri, il club più vincente del mondo - è per il museo. Io lavoro per il presente e per il futuro». Negli anni scorsi qui, più o meno finiva la corsa. Roberto Mancini, pur vincente in Italia, si fece battere dallo scoramento negli spogliatoi del Meazza dopo lo scontro coi Reds di Benitez. Ma Mourinho sa bene di essere arrivato proprio per quello, per correggere nei suoi giocatori il difetto di un’Inter piccola in Europa. «Non vedo ragione per non aver fiducia - dice - la squadra finora di fronte alle difficoltà ha fatto bene, non so da quando non battevamo Juve e Milan nello stesso campionato». In fondo il Manchester arriva al momento giusto: con i nerazzurri lanciatissimi. Curata la testa, acquisite tutte le certezze, per la Champions restano importanti - i dettagli. Quelli che secondo lui hanno determinato l’eliminazione contro il Valencia e il Liverpool. Mourinho non fa pre-

insieme. Loro hanno grande qualità nei giocatori ma noi sicuramente non ne abbiamo di meno». E comunque stasera la qualificazione non sarà decisa. «Se fosse stato il Real o il Bayern sarebbe lo stesso, bisognerà aspettare altri quindici giorni per essere dentro o fuori». Anche perchè Mourinho non ha mai nascosto di non considerare uno svantaggio il giocare prima a San Siro, nonostante il Manchester abbia numeri da record per quanto riguarda i gol subiti in casa. «La prima ragione per la quale sono forti in difesa - commenta - è perchè gli avversari che arrivano all’Old Trafford hanno paura». A Capitan Zanetti, unico superstite dell’Inter eliminata dal Manchester nella Champions edizione 98/99, potrebbe toccare il compito speciale di guardare da vicino Cristiano Ronaldo. «Il pallone d’oro dice - è un giocatore che può fare la differenza. Sarà importante che tutta la squadra non lasci spazi al loro contropiede e poi sarà l’Inter a fare la sua partita. Io sono fiducioso perchè questa sfida arriva in un gran momento per noi. Per il Manchester abbiamo rispetto, non certo paura». Le probabili formazioni. Inter (4-3-1-2): 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 2 Cordoba, 26 Chivu, 39 Santon, 19 Cambiasso, 4 Zanetti, 20 Muntari, 5 Stankovic, 8 Ibrahimovic, 10 Adriano. (1 Toldo, 6 Maxwell, 16 Burdisso, 24 Rivas, 7 Figo, 9 Cruz, 45 Balotelli). All. Mourinho Manchester United (4-4-2): 1 Van der Sar, 24 Fletcher, 23 Evans, 5 Ferdinand, 3 Evra, 7 Ronaldo, 18 Scholes, 16 Carrick, 13 Park, 9 Berbatov, 10 Rooney. (29 Kuszczak, 20 Fabio, 22 O’Shea, 19 Welbeck, 11 Giggs, 32 Tevez, 17 Nani). All. Ferguson Arbitro: Luis Medina Cantalejo (Spa)

Cristiano Ronaldo fa paura all’Inter

Galliani chiaro sul futuro del tecnico al Milan

Ancelotti si gioca la riconferma Deve entrare in zona Champions MILANO - Avanti con Carlo Ancelotti, purchè il Milan raggiunga gli «obiettivi minimi» definiti a inizio stagione, ovvero il raggiungimento della zona Champions: lo ha detto Adriano Galliani, amministratore delegato del club. «Gli anni di Ancelotti sono stati straordinari - ha spiegato Galliani - Mi auguro che raggiungendo gli obiettivi che ci eravamo prefissati si possa assolutamente antattica, snocciola tutta la formazione - che è la solita col 4-4-2 a rombo, Ibrahimovic e Adriano davanti, Maicon e Santon, Cambiasso, Zanetti, Muntari e Stankovic, e si riserva solo un ’particolare’, anzi due, i centrali difensivi. Perchè in ogni caso, il tecnico portoghese ha rispetto per il Manchester e per uno bravo come Fergusson, anche se lo score degli scontri diretti gli è

dare avanti con Ancelotti. Siamo contrari a cambiare allenatori. Naturalmente dobbiamo raggiungere gli obiettivi minimi». Galliani ha anche parlato dell’ipotesi Leonardo sulla panchina dei rossoneri: «Leonardo l’ho voluto io in società. E’ una persona straordinaria di grandi valori. Vuole fare l’allenatore in futuro, ma non ha mai pensato di fare l’allenatore del Milan nel 2009-2010». ampiamente favorevole. E quindi terrà conto delle caratteristiche degli avversari. Se i Red Devils si affideranno ai velocisti e al contropiede dovrebbero giocare Cordoba e Chivu e in panchina Rivas e Materazzi. «In ogni caso cambieranno più loro che noi. Hanno quattro attaccanti bravi come Berbatov, Rooney, Ronaldo e Tevez ma non possono farli giocare tutti

Serie B Frosinone corsaro 4-1 ad Ancona nell’altro posticipo del 27˚ turno

Solo un punticino per il Pisa

ROMA - Il Frosinone travolge in trasferta 4-1 l’Ancona, mentre Pisa e Salernitana non vanno oltre lo 0-0 nei posticipi della 27a giornata. Questi i tabellini. Pisa (4-4-2): Morello 6; Birindelli 6, Bonucci 6,5, Viviani 5,5, Zavagno 6,5; D’Anna 6 (19’ st Radovanovic 5,5), Braiati 6, Degano 6 (35’ st Job 5,5); Alvarez 5, Antenucci 5 (30’ st Gasparetto sv), Greco 6. All. Ventura 5,5 Salernitana (4-3-3): Berni 6; Kyriazis 6, Fusco 6, Peccarisi 5, Marchese 7; Soligo 5,5, Pestrin 6,5, Ciaramitaro 5,5 (34’ pt Fatic 6); Fava 5,5, Di Napoli 4,5 (24’ st Cannarsa), Iunco 6. All. Castori 5,5 Arbitro: Cavarretta di Trapani 5,5 Espulso: al 23’ st Peccarisi (S) Ammoniti: Fatic, Braiati, Job e Pestrin Ancona (4-4-1-1): Da Costa, Turati (1’ st Surraco), Comazzi, Olivieri, Rincon, Soddimo (21’ st Schiattarel-

la), Catinali, Camillucci, Rizzato, Miramontes (11’ st Colacone), Mastronunzio. All. Monaco Frosinone (4-4-2): Frattali, Nocentini, Ascoli, Scarlato, Bocchetti, Antonazzo, Biso (36’ st D’Antoni), Rajcic, Cariello, Eder (28’ st Dedic), Cavalli (25’ st Lucenti). All. Braglia Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa Reti: nel pt 11’ Cariello, 31’ Bocchetti, 32’ Scarlato aut.; nel st 5’ Scarlato, 32’ Cariello Ammoniti: Scarlato, Biso, Rizzato, Olivieri, Comazzi e Mastronunzio Il ritorno di Flachi Sta per compiere 34 anni e sta per vivere «il secondo esordio in carriera». Così Francesco Flachi definisce il ritorno al calcio dopo due anni di squalifica dopo essere stato trovato positivo a un metabolita della cocaina. Domenica è terminata la squalifica e il rientro avverrà con la maglia dell’Empoli.

FIRENZE - Tre vittorie con Napoli, Bologna e Lazio. Poi la quasi sbandata di Marassi col Genoa (3-3), prima del soffertissimo e contestatissimo 2-1 di domenica al Chievo. Cinque partite e tredici punti. Un cammino da big, che dopo un gennaio nero (ko con Lecce, Milan e Juve) ha portato la Fiorentina al quarto posto in classifica a meno tre dal Milan. Numeri da fuoriclasse, questo è indubbio, che però raccontano una mezza verità. Perchè i punti raccolti dalla squadra di Prandelli dicono una cosa, le prestazioni l’esatto contrario. Le uniche certezze arrivano dal reparto offensivo, dove Mutu e Gilardino hanno realizzato 27 delle 37 reti globali dei viola in campionato. Un bel bottino, che i due sperano di incrementare giovedì con l’Ajax in Coppa Uefa. Una partita

Camilli ha parlato di “puzza di scommesse” in serie B

La procura della Figc in azione Oggi sentirà il patron del Grosseto ROMA - La Procura della Federcalcio ascolterà già questa mattina il presidente del Grosseto, Piero Camilli, che sabato aveva lanciato sospetti sulla serie B nella quale milita la sua squadra («puz-

Serie B SQUADRA

Livorno Parma Bari Sassuolo Brescia Triestina Grosseto Empoli Albinoleffe Vicenza Pisa Cittadella Frosinone Ancona Rimini Mantova Ascoli Piacenza Salernitana Modena Avellino Treviso

Pt

G

V

49 47 47 45 43 42 41 40 38 37 33 32 32 32 32 32 32 31 30 24 24 23

27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27 27

7 8 7 9 10 6 9 6 6 5 6 2 6 8 4 4 6 5 5 4 3 5

za di scommesse») e domenica si era detto disponibile a ribadire le sue accuse di fronte agli investigatori Figc. Stefano Palazzi, procuratore federale, ha preso ieri mattina contatto con Camilli e fissato un’immediata audizione, che si svolgerà questa mattina e sarà condotta dai suoi collaboratori, tenuto conto che Palazzi aveva un precendente impegno di lavoro. Le dichiarazioni di Camilli di fronte alla Procura coinfluiranno nel fascicolo già aperto in federcalcio la settimana scorsa, dopo che quattro portieri di altrettanti club di B avevano ricevuto lettere anonime di minaccia per comportamenti che avrebbero danneggiato scommettitori. Il fatto era stato denunciato dalle società, ed era partita l’inchiesta della Procura. RISULTATI

IN CASA N P RF

6 6 5 2 3 5 2 5 4 6 4 8 3 2 4 5 3 4 2 6 7 5

da vincere dopo il ko del Franchi della scorsa settimana: «Noi ci crediamo sempre - ha detto Gilardinoe contiamo di andare ad Amsterdam per ribaltare il risultato».

0 0 2 2 1 2 3 3 3 2 4 3 4 4 5 4 4 5 6 4 4 4

22 22 17 21 21 20 33 20 13 19 17 12 14 24 13 14 12 15 17 18 13 19

RS

8 8 13 9 6 13 19 17 12 9 17 11 10 16 15 17 9 14 18 16 17 18

V

5 4 5 3 2 5 3 5 3 4 2 5 2 1 4 4 3 3 3 1 2 0

TRASFERTA N P RF RS

7 5 6 7 4 4 3 2 7 4 5 3 5 3 4 3 4 3 4 3 4 7

2 4 2 4 7 5 7 6 4 6 6 6 7 9 6 7 7 7 7 9 7 6

19 13 14 16 11 16 12 10 12 11 16 16 19 9 17 12 11 12 10 17 11 8

13 13 10 15 18 15 27 12 13 10 23 16 27 22 21 15 20 19 19 29 22 17

F

RETI S DR PE MI

41 35 31 37 32 36 45 30 25 30 33 28 33 33 30 26 23 27 27 35 24 27

21 20 -4 21 14 -8 23 8 -8 24 13 -8 24 8 -12 28 8 -11 46 -1 -14 29 1 -15 25 0 -15 19 11 -16 40 -7 -22 27 1 -21 37 -4 -21 38 -5 -23 36 -6 -21 32 -6 -21 29 -6 -2 -19 33 -6 -24 37-10 -23 45-10 -31 39-15 -2 -29 35 -8 -4 -28

Ancona - Frosinone Avellino - Vicenza Bari - Ascoli Empoli - Cittadella Grosseto - Livorno Mantova - Triestina Parma - Brescia Piacenza - Albinoleffe Pisa - Salernitana Sassuolo - Rimini Treviso - Modena

1-4 1-0 2-2 0-1 2-3 0-1 1-0 1-2 0-0 1-0 0-1

PROSSIMO TURNO Albinoleffe - Grosseto Ascoli - Avellino Frosinone - Brescia Livorno - Empoli Mantova - Bari Modena - Parma Rimini - Ancona Salernitana - Piacenza Treviso - Sassuolo Triestina - Pisa Vicenza - Cittadella


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 47

Sport

Il numero dieci ha problemi muscolari, questa mattina farà un provino

Roma in ansia per Totti Rischia di saltare l’Arsenal Guai senza fine per i giallorossi di scena alle 20,45 in casa degli inglesi

L’olandese Van Persie è il giocatore più temibile dell’Arsenal: questa sera la Roma dovrà fare attenzione alle invenzioni del fantasista a disposizione di Wenger

LONDRA - La Roma fa gli scongiuri, dimentica le statistiche negative in terra inglese e, condotta per mano da Francesco Totti, cerca di dare un senso concreto alla sua stagione oggi negli ottavi di andata di Champions in casa Arsenal. Luciano Spalletti rinuncia a Juan, che guarda i suoi compagni nella rifinitura agli Emirates dai bordi del campo. Il tecnico ha parole di elogio e di fiducia in Loria. Toccherà quindi al discusso ex difensore del Siena (anche se in conferenza non esclude un impiego di Diamoutene «sono alla pari») fare coppia centrale con Mexes. Ma non finiscono qui le preoccupazioni del tecnico perchè Cicinho, Aquilani e Totti sono usciti dal campo un po’ in anticipo rispetto agli altri. Il capitano ha accusato

no grandi individualità, sono forti in difesa, hanno due esterni che scendono bene. E poi ci sono Van Persie, Nasri, Eboue, Vela. Hanno un buon collettivo al di là degli assenti e hanno un’impostazione che esce dalla linea tradizionale inglese. Giocano palla a terra». Nello stadio degli Emirates la Roma cerca di dare una svolta alla stagione, tentennante e in perenne rimonta in campionato. La prospettiva della finale a Roma solletica l’appetito giallorosso. La squadra cerca di rompere il tabù inglese (una vittoria su 15 trasferte) e una tradizione negativa con Liverpool e Manchester, mitigata dalla vittoria nel girone quest’anno col Chelsea. L’Arsenal, speculare per certi versi ai giallorossi come mentalità e approccio alle gare, è in

un fastidio muscolare agli adduttori della coscia destra e questa mattina sosterrà un provino. Ma Spalletti, che conosce le gravi assenze che lamenta Wenger, ha massima fiducia nella sua squadra. «Stiamo bene così, non escludo a priori un assestamento del modulo, ma l’importante è proseguire nel nostro cammi-

no. Il tabù inglese? Abbiamo vinto con loro in casa, siamo qui per cercare di vincere, sono pronto a scommettere su una nostra buona prestazione che faremo risultato. Ora dobbiamo esibire le nostre qualità che sono molte ed avere la convinzione di essere forti». Massimo rispetto per Wenger e l’Arsenal. «Loro han-

Le partite in tv CHAMPIONS LEAGUE OGGI, ore 20.45 Inter-Manchester United Arsenal-Roma Lione-Barcellona Atletico Madrid-Porto DOMANI, ore 20.45 Chelsea-Juventus Real Madrid-Liverpool Sporting Lisbona-Bayern M. Villarreal-Panathinaikos

In chiaro Satellite

Mediaset DT

-

Sky Sport 1 Sky Sport 3 Sky Calcio 3 Sky Calcio 4

Premium C. 24 Diretta Calcio 1 Diretta Calcio 2 Diretta Calcio 3

Rai Uno -

Sky Sport 1 Sky Sport 3 Sky Calcio 3 Sky Calcio 4

Premium C. 24 Diretta Calcio 1 Diretta Calcio 2 Diretta Calcio 3

LE ITALIANE IN UEFA GIOVEDÌ 26 18.00 Metalist-Sampdoria Da definire 20.45 Udinese-Lech Poznan Sky Sport 1 20.45 Milan-Werder Brema Rete 4 20.45 Ajax-Fiorentina Conto TV ANSA-CENTIMETRI

un momento interlocutorio. Quinto in Premier, per ora distaccato dall’Aston Villa per la zona Champions, ha mezza squadra fuori: mancheranno Adebayor, Fabregas, Adebayor, Eduardo, Silvestre, Walcott, Rosicky. Wenger non riesce a far ingranare la marcia giusta tanto che i Gunners vengono da 4 pari consecutivi e segnano poco. Ma è anche vero che non perdono da 13 partite e, a testimonianza di una mentalità da grande, negli ultimi anni hanno dato lezioni in trasferta all’Inter e al Milan, e hanno eliminato anche la Juve. Il pericolo per i giallorossi può venire dal talentuoso Nasri, per cui sono stati scomodati parago-

ni con Zidane, l’esperto e insidioso olandese Van Persie. Le probabili formazioni. Arsenal (4-4-1-1): 1 Almunia; 3 Sagna, 5 Tourè, 10 Gallas, 22 Clichy; 27 Ebouè, 15 Denilson, 2 Diaby, 8 Nasri; 11 van Persie; 26 Bendtner. A disp. 21 Fabianski, 20 Djourou, 16 Ramsey, 17 Song, 40 Gibbs, 19 Wilshere, 12 Vela. All. Wenger Roma (4-3-1-2): 32 Doni; 2 Cicinho, 5 Mexes, 15 Loria, 17 Riise; 11 Taddei, 16 De Rossi, 33 Brighi; 20 Perrotta; 19 Baptista, 10 Totti. A disp. 25 Artur, 21 Diamoutene, 13 Motta, 22 Tonetto, 8 Aquilani, 7 Pizarro, 9 Vucinic. All. Spalletti Arbitro: Larsen (Dan)

“Dateci lo stadio e saremo come il Real” Domani sera l’allenatore bianconero incontrerà per la prima volta la sua ex squadra

“Lazio da Champions” Ranieri si gioca il futuro contro il proprio passato Lotito non si pone limiti La sfida Chelsea-Juventus vale l’intera stagione

Claudio Lotito crede nel quarto posto

ROMA - Con uno stadio di proprietà la Lazio raddoppierebbe il fatturato diventando, grazie a 100 milioni in più alla voce ricavi, «come il Real Madrid». Lo ha detto il presidente della Lazio, Claudio Lotito, che in un’intervista al sito internet Lalaziosiamonoi.it ha affermato di credere nella qualificazione per la Champions League 2009-2010. Per rivedere la Lazio in Champions è indispensabile uno stadio di proprietà? «Bisogna dire che già l’anno scorso eravamo in Champions e non abbiamo ancora costruito lo stadio», ha detto Lotito, «è ovvio che una situazione del genere ci darebbe una marcia in più in termini di risorse, potenzialità e organizzazione. Guardando a oggi dico che questa Lazio invece può ancora arrivare in Europa. Coppa Uefa? Non è detto il campionato, è ancora lungo». Il presidente ritrova il sorriso dopo la vittoria a Lecce e parla dell’attuale allenatore. «Delio Rossi ha un contratto fino al 30 giugno del 2009, se solo firmasse un accordo con un altro club incorrerebbe in una sanzione».

Ha esordito nel 1975 il fiorentino a caccia di nuovi primati

Passione per il calcio senza età Ha 53 anni e gioca ancora FIRENZE - Neppure un’operazione del menisco sinistro è riuscita a fermare Fabio Fabiani, 53 anni, forse uno dei più vecchi calciatori ancora in attività. Operato nel novembre 2008, il calciatore, è rientrato in campo sabato scorso disputando tutto il secondo tempo con il San Donnino, la sua nuova società, che milita nel campionato dilettanti di terza categoria. Ha esordito nella stagione sportiva 1975 con la maglia del Signa, dove ha militato per 13 anni raggiungendo anche la Promozione, e ha giocato 910 partite nei campionati dilettantistici della Toscana e

Record nel mirino

62 di Coppa per realizzare 108 gol: sono questi i primati collezionati dal centrocampista Fabiani, nato a Lastra a Signa il 14 dicembre 1956.

Di buon auspicio il trionfo di ieri della Primavera al torneo di Viareggio

Il ritorno al gol di Trezeguet è la bella notizia per la Juventus che domani sera in Champions affronterà per la prima volta nella propria storia il Chelsea

TORINO - Di nuovo a Londra, di nuovo allo Stamford Bridge dove nel 2004 ha raggiunto la semifinale della Champions, ma questa volta da avversario. Claudio Ranieri affronta per la prima volta da ex il Chelsea che ha allenato per quattro stagioni. Una sfida inedita anche per la Juventus, che questa mattina vola in Inghilterra con la squadra quasi al completo. In oltre cento anni di storia, i bianconeri non hanno mai incrociato i blues. E dire che di partite contro le squadre d’Oltremanica ne hanno giocate davvero tante. Ben 36, con un bilancio di 14 vittorie, 9 pari e tredici sconfitte, la maggior parte in trasferta. Dodici le gare contro il Manchester United, sei quelle contro l’Arsenal e il Liverpool. E poi ci sono le doppie sfide, andata e ritorno, contro Aston Villa, Derby County, Leeds United, Manchester City, Newcastle e Wolverhampton. Ma il Chelsea mai. Un motivo in più di curiosità come anche il ritorno di Ranieri nello stadio che, dal 2000 al 2004, ha fatto il tifo per lui. Per il ’tinkerman’ - come lo avevano ribattezzato - quella di domani non sarà dunque una partita normale, ma un tuffo nel passato dalle emozioni assicurate. Una centrifuga di ricordi e di sentimenti pericolosa, che il tecnico esonerato dal magnate russo Abramovich - con tanto di buona uscita da 30 milioni di sterline - farà di tutto per tenere a bada. In palio, insieme all’accesso ai quarti della Champions, c’è una bella fetta della stagione. Un traguardo troppo importante per farsi prendere dai sentimentalismi. La vittoria di sabato sera contro il

Il suo recupero consente a Ranieri di avere una valida alternativa a destra. E lascia in infermeria solo Zanetti e De Ceglie. A casa, insieme al giovane Ekdal che non è inserito nella lista Uefa, anche Knezevic e Zebina. Le premesse per fare bene contro i blues rilanciati dalla cura del neo allenatore Hiddink, insomma, ci sono tutte. Primavera vittoriosa La Juventus ha vinto la 61/ma edizione della ’Viareggio Cup Coppa Carnevale’. In finale, i bianconeri hanno superato 4-1 la Sampdoria. In gol per la Juve, nel primo tempo, Perazzo (con un’autorete) al 13’ poi Immobile al 38’. Nel secondo tempo Daud al 3’ st e ancora Immobile al 47’; per la Sampdoria gol della bandiera al 42’ del secondo tempo con Di Leva.

Palermo è un bel biglietto da visita con cui presentarsi allo Stamford Bridge. E lo è soprattutto il gol di Trezeguet, che restituisce alla Juve

uno dei bomber più prolifici della sua storia. E una buona notizia è anche la convocazione, per la prima volta nel 2009, di Salihamidzic.

Il designatore Collina rivela le proposte che l’international Board discuterà sabato

Espulsione a tempo e doppio arbitro Il pallone le prova tutte per migliorare

ROMA - «Sabato all’International Board, l’organo preposto alla valutazione dei cambiamenti delle regole, si parlerà di una sorta di cartellino arancione proposto dalla federazione nordirlandese per istituzionalizzare l’espulsione a tempo proprio per quelle situazioni per le quali il cartellino rosso è forse un po’ troppo e quello giallo è troppo poco». A rivelarlo ai microfoni di Radio anch’io lo sport è il designatore arbitrale, Pierluigi Collina, che ha aggiunto che la federcalcio è disponibile alla sperimentazione del doppio arbitro in Italia. «Il doppio arbi-

Nuove idee nel calcio

tro? Questa sicuramente - ha spiegato Collina - è una idea a cui Platini tiene molto. L’idea iniziale prevedeva due assistenti e per fortuna è stata cambiata. Il presidente Abete ha confermato la disponibilità a sperimentare laddove l’Ifad dovesse decidere di proseguire con questa sperimentazione in Italia e credo che questa sia una grande opportunità per il calcio italiano. Ho parlato con arbitri che hanno fatto questa sperimentazione e mi hanno detto che la sensazione era di avere maggiore controllo su quello che succedeva nelle aree di rigore».


48 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Il ds amaranto confida nelle qualità della squadra di mistrer Orlandi e dice: lasciamoci alle spalle Catania

S E R I E

A

Martino ancora ci crede REGGINA

REGGIO CALABRIA — L’ennesima sconfitta subita in questo campionato ha provocato non poca delusione e rabbia. Soprattutto in seno alla tifoseria, che in occasione di talk show televisivi e radiofonici non ha risparmiato la squadra e la stessa società di critiche sui rispettivi operati. Una rabbia del tutto comprensibile, considerata l'annata disastrosa condotta dagli amaranto e la conseguente preoccupante ultima posizione della classifica. La retrocessione sta diventando domenica dopo domenica una triste realtà. Sono in pochi a credere che quest'anno possa essere conquistata una nuova permanenza in serie A. Eppure la salvezza non è poi così lontana. I risultati di domenica scorsa delle dirette concorrenti nella lotta per non retrocedere non hanno penalizzato ulteriormente la Reggina, che, sebbene non sia dotata di grandi qualità, ha dimostrato di avere le carte in regola per poter combattere contro chiunque. Il primo a credere che la salvezza possa realizzarsi è il direttore sportivo Gabriele Martino. «Allo stato attuale il nostro obiettivo sembra impossibile, ma in realtà non lo è affatto», afferma il ds amaranto, il quale si dice convinto che l’arrivo, domenica prossima, al Granillo della Fiorentina, possa spronare la squadra a tornare a fare risultato. «Lasciamoci alle spalle Catania - prosegue e iniziamo a lavorare con la massima concentrazione in vista della gara con i viola. La Reggina contro le grandi ha sempre dato il meglio di sé. E mi aspetto che proprio domenica torni ad essere la stessa che ha messo in difficoltà il Torino, la Roma, il Milan e il Palermo. Se ci comporteremo come fatto prima della battuta d'arresto di Catania, con la stessa determinazione e voglia che ci ha permesso di conquistare quat-

2ª D I V I S I O N E

«Allo stato attuale il nostro obiettivo sembra impossibile. Ma in realtà non lo è affatto» A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

LE UTOPIE DELLA SALVEZZA e domeniche di campionato per la Reggina sono tutte uguali: granelli di un Rosario di misteri dolorosi. Una partita dopo l’altra, si consuma l’amaro destino della retrocessione. Artefici di quest'annata maledetta sono il Patron e l'organico di una formazione senz'anima. La scorsa stagione i tifosi avevano l'alibi dei torti arbitrali, mentre in quella in corso non hanno il benché minimo appiglio, neanche un relitto a cui aggrapparsi per evitare la deriva. Abbiamo l’impressione che si sia già chiuso un ciclo e che con vigliacca rassegnazione si attenda il triste epilogo del baratro della cadetteria. Addio calcio dello Stretto; addio simpatica squadra di provincia che per dieci lunghi anni è rimasta sull'olimpo calcistico in compagnia di Diavoli, Beneamate, Vecchie Signore e Zebrette; addio orgoglio di una provincia e di una regione che si apprestano a diventare anche nel calcio, come in tante altre espressioni socio - economiche, cittadine di serie B. Sta finendo tutto: anche la scorta di utopie sembra esaurirsi. A Catania la Reggina ha lasciato le ultime speranze ed il suo popolo è rimasto rinchiuso in un Panopticon il cui guardiano - la dea bendata - ha abbandonato il punto di osserva-

L

Riuscirà mister Orlandi a compiere un altro miracolo?

tro pareggi di fila, sono sicuro che potremo battere la Fiorentina e cominciare a far punti importanti ai fini della nostra permanenza». Il ds è dunque certo che nulla sia perduto «fermo restando che le difficoltà esistono ed esisteranno sempre». L’importante è che bisogna crederci, essere determinati e non farsi sopraffare dalle difficoltà come successo nei minuti finali al Massimino. «Nell’ultimo quarto d’ora la squadra non mi è affatto piaciuta - ha detto infine Martino -. Sul 2-0 è come se non volesse più correre e stare in partita. Una cosa davvero brutta. Eppure il gruppo era partito bene, col piglio e con l’aggressività

giuste, attaccando il Catania sui suoi portatori e soprattutto cercando di creare problemi sul piano offensivo. Tant’è che a mio giudizio di problemi all’avversario gliene avevamo creati parecchi. Poi il gol di Capuano ha capovolto sul piano psicologico la gara. Noi, nella ripresa, abbiamo provato con ordine a creare qualche occasione. L’abbiamo anche avuta con Di Gennaro. Ma non siamo riusciti a concretizzare. E dopo il secondo gol, la squadra ha perso distanza, fiducia e si è esposta troppo al contropiede. Adesso rimbocchiamoci le maniche e pensiamo alla Fiorentina».

zione. Ahinoi, stiamo per scendere dall'attico, sul quale, suscitando non poche invidie, siamo rimasti per due lustri. E quando un giorno qualcuno assumerà l'incarico di scrivere la storia di Reggio dei primi anni del secondo Millennio avrà modo di indicare ai posteri grandezza e caduta di una squadra di calcio e le cause che hanno determinato l’una o l’altra condizione. E’ una stagione segnata. Lo abbiamo visto nell'ultimo incontro casalingo con il Palermo, nel corso del quale nessun calciatore amaranto è stato capace di far filtrare il pallone tra le larghe maglie della difesa rosanero o inciampare in area di rigore avversaria. Fallita la grossa occasione, tutti ci siamo illusi che la squadra possedesse le qualità di fare risultato al Massimino. La chimera, in questo caso amara, dell’illusione ha mietuto altre vittime di un pianeta, quello del pallone, in cui gran parte degli abitanti diventano creduloni per amore e rifiutano di stimolare i neuroni che rimangono così dormienti. Vorremmo, però, che la stagione del fallimento finisse con uno scatto d’orgoglio, con un sussulto di amore per la maglia evitando di svolgere fino in fondo il ruolo di squadra cuscinetto.

Angela Latella

La squadra di Galfano regge il confronto nei primi 45’. Poi l’inspiegabile crollo

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Gioca solo un

tempo la Vibonese e in quei primi 45 minuti mette sotto l’Andria mostrando personalità e buona disposizione in campo. Quando nella ripresa viene subito infilata, però, non si riesce più a correggere l’impostazione rinunciataria e la squadra di Galfano torna a casa con una nuova sconfitta. Non sa più vincere la Vibonese edizione 2009 e si fa più vicina la zona pericolosa dei play-out. Che Galfano sia preoccupato lo si capisce quando i giocatori scendono in campo: Vibonese con un insolito 4-5-1 ed il peso dell’attacco caricato tutto su Vincent Taua, che però non è una prima punta. Squadra coperta, dunque, con Di Mauro piazzato davanti la linea difensiva e tutti i palloni che passano da lui. Si continua a preferire Orefice colpevole sul primo gol, quello che taglia le gambe alla squadra

Vibonese, ad Andria solo il primo tempo da salvare - piuttosto che il giovane Bica Baden che aveva ben impressionato nella prima parte del campionato. Eppure la Vibonese del primo tempo ha mostrato potenzialità vanificate poi nella ripresa. Nei primi quarantacinque minuti i rossoblu controllano senza affanni la gara e sfiorano il gol in chiusura di tempo con una punizione di Ruscio che un ottimo Spitoni respinge di pugno e venti minuti prima l’occasione più ghiotta era finita proprio tra i piedi di Taua. Con il secondo tempo, è la capitolazione della Vibonese che dopo quattro minuti va sotto, per colpa – come dicevamo – di una grave distrazione del pur esperto Orefice che lascia Rebecchi, servito da Cavaliere, libero di colpire di testa da due passi. Un gol che stordisce gli uomini di Galfano mentalmente impostati a contenere; e forse questo

Mister, Angelo Galfano

è stato un errore: partire dal presupposto che un pareggio potesse bastare. Ed infatti, nulla cambia con gli innesti della punta Iadaresta, confinato inizialmente in panchina, e di Marangon, centrocampista più offensivo rispetto al pur buono Kulenthiran. La Vibonese becca il raddoppio e sbanda vistosamente. Torna a casa con una sconfitta e vede avvicinarsi pericolosamente le sabbie mobili della zona playout con il rischio di rimanerne invischiati. Un 2009 senza vittorie sta facendo franare in classifica la Vibonese, proprio come fosse una delle tante strade della provincia che vengono giù pericolosamente. E’ necessario, vitale, intervenire al più presto: tamponare le falle, bloccare le frane. Altrimenti, c’è il precipizio!

Un timido raggio di sole si è visto pure dalle parti del Catanzaro. E’ vero che i derby vivono tutta una storia particolare. Ed è vero pure che la vittoria di misura è utilissima nell’operazione di avvicinamento alla capolista. Ma il Catanzaro deve ritrovare quella verve iniziale, in modo da proseguire nell’avanzata e sperare ancora nel colpaccio: nel calcio tutto è possibile! Freddo gelido anche dalle parti della capolista, che interrompe traumaticamente la propria marcia trionfale pur mantenendo i diretti avversari a distanza di sicurezza. Perdere ogni tanto è possibile. Dunque, niente drammi e via a riprendere il passo travolgente da capolista. Tornano a casa intirizziti i ragazzi di Galfano, che con l’avvento del nuovo anno sembrano aver perso la strada della vittoria. Non sa più vincere la Vibonese edizione 2009, mentre si avvicina pericolosamentelazonaplay-out.Sipuòesserepured’accordoconGalfano,chenonvuolsentirparlare di crisi, ma un male oscuro c’è se questa squadra non riesce più a vincere, non riesce più ad andare a segno, non riesce più ad imporre il proprio gioco. Quattro sconfitte in sei giornatesonoundatochedevepreoccupare,cheimponechesicorrasubitoairipari.D’altronde,chequalcosanonvalopensapurel’allenatore,se,nelleultimegare,hasemprecambiato modulo di gioco e sempre ha operato cambiamenti in corsa. La Vibonese ha l’obbligo, il dovere di cercare la vittoria. Subito, prima che sia troppo tardi e le sabbie mobili della zona play-out finiscano con l’inghiottirla drammaticamente. Discorso diverso per la Vigor. Ha provato a reggere all’urto del Catanzaro e non c’è riuscita, ma per poco. Il nuovo allenatore deve lavorare tanto, anche se i tempi sono strettissimi. Non era il derby la partita del pronto riscatto, dovrà però esserlo la sfida di domenica prossima, altrimenti…

Maurizio Bonanno

Maurizio Bonanno

BONANNO dalla prima


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 49

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA La riflessione di Nicola Provenza all’indomani del derby contro la Vigor Lamezia

«Una gara vinta col carattere» CATANZARO

“Il mio intendimento è di portare il Catanzaro il più in alto possibile”

CATANZARO — Non vi è dubbio che

quello disputato domenica scorsa al “Ceravolo” contro la Vigor Lamezia è stato un derby in tono minore, illuminato soltanto dal gol vincente realizzato da Iannelli e dalle strepitose parate dell’estremo difensore Mancinelli, che hanno salvato il risultato. Una vittoria, in ogni caso, che ha riportato tranquillità e serenità fra gli addetti ai lavori, in particolare dopo la sconfitta subita, nel turno precedente di campionato, sul campo dell’Igea Virtus, sconfitta che ha fatto perdere alla formazione “giallorossa” il record d’imbattibilità, che durava da ben ventuno gare, ovvero dall’inizio della stagione agonistica. Dicevamo della prestazione alquanto opaca del Catanzaro, avallata, del resto, dal tecnico Provenza nell’immediatezza del dopo partita e confermata ancora ieri. «Rivedendo nella mente il film della gara – ha sottolineato – ribadisco che la vittoria riportata è stata importante solo per i tre punti conquistati, anche se bisogna dare atto alla squadra del grande spirito di sacrificio dimostrato. Diciamo che si è trattato di un incontro alquanto difficile, al cospetto di un avversario che, dopo il cambio tecnico ed anche per la posizione di classifica occupata, era sceso in campo deciso a giocarsi la sua partita con grande acume tattico, come prevedevo. Non vi è dubbio che la prestazione della squadra non è stata brillante, con alcune cose che non mi sono piaciute e delle quali discuterò con i ragazzi domani (oggi per chi legge, ndc) alla ripresa della preparazione. Mi riferisco, in particolare, a delle situazioni verificatesi nel corso del match, situazioni che ci potevano portare in svantaggio, soprattutto nella prima frazione di gioco. Nel risvolto della medaglia, però, ho avuto ancora una volta la conferma che questo è un gruppo che, nonostante le diverse assenze di elementi che normalmente occupano un posto fisso nell’undici base, ha mantenuto inalterato personalità e carisma, riuscendo alla fine a condurre in porto la vittoria. E questo non è da poco». Grande volontà, quindi, premiata con il ritorno al successo, importante dopo una settimana non certo ottimale dal punto di vista del morale. «Chiariamo subito una cosa: nel corso della scorsa settimana la squadra ha lavorato come al solito, preparando al meglio la gara con la Vigor Lamezia. Sia io, che i ragazzi, non siamo abituati ad esaltarci dopo un successo, così come a deprimerci dopo una sconfitta, tra l’altro giunta dopo ben ventuno giornate di risultati utili consecutivi. Ritornando al match di domenica, in tutta onestà devo ammettere che non abbiamo mantenuto la lucidità necessaria,

Nicola Provenza

anche se la volontà della squadra di ottenere risultato c’è stata, premiata grazie anche ad alcune situazioni favorevoli dei nostri difensori, che hanno sofferto molto la prestazione di Sergi, davvero da incorniciare. A tal proposito voglio fare i complimenti al giocatore lametino, che conosco molto bene per averlo avuto con me due anni fa quando allenavo la Vigor Lamezia. L’ho già fatto nel dopo partita, mi piace ribadirlo ancora una volta oggi; non vi è dubbio che è stato il migliore della propria formazione, fornendo una prova straordinaria, come straordinaria è stata la prestazione della nostra squadra, brava nel fronteggiare situazioni anche di emergenza e manifestando, in tal senso, la ferrea volontà di gettare il cuore oltre l’ostacolo, anche in situazioni particolari. Desidererei aggiungere che i ragazzi chiamati in campo nel corso dell’incontro si sono fatti trovare pronti, in un momento in cui serviva più tenacia e più carattere. Gli stessi non hanno sofferto quelle difficoltà che in genere si evidenziano in chi subentra, mostrandosi subito tonici e svolgendo al meglio i compiti loro assegnati». Nel corso della gara ha cambiato qualcosa da punto di vista tattico, sostituendo prima i due esterni di centro campo, passando poi dal tradizionale 4-4-2 a un 4-5-1. «Diciamo che ad un certo punto della gara ho preferito abbassare un centrocampista per proteggere un po’ più i difensori centrali che stava-

no soffrendo tanto, dando nel contempo una maggiore copertura sulle fasce, considerato che Mangiacasale rientrava dopo l’infortunio alla caviglia e Cardascio, un po’ affaticato, non garantiva profondità e copertura nella manovra. Era necessario allora percorrere un po’ meglio il campo, così nell’ultima parte dell’incontro ho tentato di assicurare una maggiore vigoria in difesa ed al centrocampo, lasciando il solo Iannelli in avanti. Un impegno, quello di domenica, nel quale è stato necessario tirare fuori il carattere, ben sapendo che nel corso di un campionato si vincono gare sulla brillantezza, qualcuna sul gioco e qualche altra sul carattere. Quella disputata con la Vigor Lamezia va annoverata, quindi, come una gara vinta con il carattere e soprattutto con il lavoro della squadra. Penso, infatti, che abbiamo sfruttato al meglio la palla inattiva che ha consentito a Iannelli di andare a segno, anche se, nei dieci minuti successivi al vantaggio, dovevamo approfittare di qualche sbandamento avversario per colpire ancora. Mi riferisco, ad esempio, ad alcune conclusioni di Falomi, sfilate via di pochissimo. Diciamo allora che non abbiamo punto in maniera decisa, consentendo invece il ritorno dei vigorini, che, in qualche occasione, sono andati vicini al pareggio». Tutto è bene, quindi, quel che finisce bene? «Siamo ripartiti con il piede giusto, per cui vedremo ora dove possiamo arrivare. Sarà allora indispensabile mettere nel carniere più punti possibili, anche perché, man mano che le giornate di calendario si assottigliano, quasi tutte le squadre hanno bisogno di tempo, per cui si va più sul pratico e meno sull’estetico». Un Nicola Provenza che ha comunque, da protagonista, legato il suo nome agli scontri tra Catanzaro e Vigor Lamezia, uscendone sempre vincitore. «Le date del 25 febbraio 2007, giorno in cui, alla guida della Vigor Lamezia, abbiamo violato il terreno del Ceravolo e del 22 febbraio 2009, vittoria del Catanzaro sui vigorini, rappresentano, per quel che riguarda, la chiusura di un cerchio. Due anni addietro era impensabile, infatti, per me, potere occupare la panchina del Catanzaro, credendo, invece, che la esperienza nella Vigor Lamezia sarebbe durata più a lungo. Poi, invece, i percorsi si sono separati; ora alleno il Catanzaro ed è mio intendimento mettere a disposizione quelle che sono le mie potenzialità, al fine di portare il Catanzaro stesso il più in alto possibile, non soltanto nell’attuale stagione agonistica, ma, eventualmente, proiettato nel futuro».

LA DOMENICA di Orlando Rotondaro

TRE PUNTI PESANTI... R

itorna alla vittoria il Catanzaro dopo oltre un mese di astinenza conquistando a spese di una gagliarda Vigor Lamezia tre punti pesanti per via della concomitante sconfitta del Cosenza. Ma quanta fatica! La compagine lametina si è infatti dimostrata avversaria ostica e oltremodo pericolosa visto che ha saputo creare varie occasioni da goal che hanno messo a dura prova la difesa ed il centrocampo giallorosso. In verità la Vigor Lamezia vista a Catanzaro ha lasciato una buona impressione tanto da chiedersi com’è possibile che questa squadra sia ultima in classifica? Certamente bisogna anche dire che il Catanzaro visto all’opera domenica sul campo di gioco del “Ceravolo”, finalmente in condizioni discrete, era la controfigura della squadra che si è imposta col proprio gioco e con la personalità dei calciatori tanto da piazzarsi in seconda posizione di classifica. La squadra giallorossa è vero che era priva di Caputo, Di Maio e Berardi, ma ciò non può giustificare la qualità del gioco messo in mostra oltre che la mancanza di idee. Anche tra le file della Vigor c’erano assenze di rilievo, ciò nonostante la squadra lametina guidata dal nuovo tecnico Pierini, ha saputo imporre, per lunghi tratti, il

proprio gioco. Nel gioco del Catanzaro sono ritornati i lanci lunghi dalle retrovie, retaggio dello scorso campionato, per saltare il centro campo avversario. Purtroppo i risultati sono stati mediocri sicchè le due punte, Jannelli e Falomi hanno avuto pochi palloni giocabili. Qualcuno potrebbe ipotizzare che si trattava di un derby per cui la partita era aperta a qualsiasi risultato. Ed è chiaro che i derbj sfuggono a qualsiasi pronostico, ma poi sul campo di gioco dovrebbero prevalere altri valori che domenica non si sono visti. Tutto ciò conferma la tesi che questo Catanzaro non può fare a meno del trio Caputo in attacco, Di Maio in difesa e Berardi a centro campo. Ad ogni modo tutto è bene quel che finisce bene. E per il Catanzaro il risultato positivo di domenica si è rivelato dal valore doppio perché con la sconfitta del Cosenza in casa della Val di Sangro probabilmente i giochi per il primo posto si sono riaperti e così il campionato guadagna di interesse. Due parole, infine, circa il divieto di partecipazione della tifoseria lametina. Ci sembra che la decisione sia stata troppo drastica e che necessita di un ripensamento per il prossimo futuro per riavvicinare le due tifoserie e per dare più colore al derby dei “Due Mari”.

Mario Mirabello

NOTIZIARIO Nel pomeriggio la squadra si ritroverà a Giovino in vista della trasferta di Scafati

Oggi si riprende. Torna Berardi CATANZARO — Riprenderà nel pome-

riggio di oggi, al “Pala Giovino”, la preparazione del Catanzaro in vista del prossimo impegno di campionato, che vedrà domenica prossima la formazione giallorossa ospite sul campo della Scafatese. Si dovranno verificare, in particolare, le condizioni di Antonio Montella per ciò che concerne l’infortunio al ginocchio, subito in seguito all’incidente automobilistico avuto a Roma, mentre a pieno ritmo dovrebbe esse-

re la ripresa della preparazione di Corapi, schierato sabato scorso nella formazione della “Berrretti” nella gara di campionato di categoria, disputata dalla compagine allenata da Tonino Aloi, contro il Sorrento. Lo staff medico valuterà anche le condizioni fisiche del difensore Armenise (a riposo domenica per un fastidio muscolare) e dell’attaccante Iannelli, che sul finire della gara con la Vigor Lamezia ha subito una pestata al piede. All’appello dovrebbe rispondere presente Be-

rardi, reduce dall’attacco febbrile che lo ha costretto a disertare il derby. Per la gara di domenica prossima in terra campana, il tecnico Provenza potrà comunque riavere a disposizione il difensore centrale Di Maio, che ha scontato la giornata di squalifica inflittagli dal giudice sportivo, al contrario dell’attaccante Caputo, ancora fermo per un’altra settimana, causa sempre la squalifica. Mar. Mir.

Il centrocampista giallorosso, Pasquale Berardi


50 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Non si può rim-

proverare davvero nulla alla Vigor Lamezia che domenica è uscita a testa alta dal “Ceravolo” di Catanzaro. Se pur sconfitta, la squadra biancoverde di Danilo Pierini, si è misurata alla pari con la vicecapolista del torneo. Tanto che anche gli avversari hanno riconosciuto la buona prestazione. Ma tant’è, il calcio è fatto di episodi e alla fine i tre punti sono andati alla compagine dell’ex Provenza. Certo, ci sarebbe molto da dire su qualche episodio sfavorevole ai biancoverdi (su tutti il dubbio intervento in area su Ragatzu), ma la legge del calcio va accettata. Piuttosto, in città c’è la piena consapevolezza che, paradossalmente, proprio dalla sconfitta di domenica si può e si deve ripartire. Mancano 11 gare alla fine di questo travagliato torneo e l’obiettivo “penultimo posto” è senza dubbio alla portata della Vigor. Ergo, Danilo Pierini e i suoi nuovi ragazzi devono crederci fino in fondo. A cominciare da domenica quando al “D’Ippolito” arriverà l’Andria e l’appuntamento con la vittoria non può mancare. Se i biancoverdi disputano un’altra bella prestazione come quella di domenica al “Ceravolo”, si potrà risalire per davvero. Notiziario. Oggi intanto si riprende. Alle 14,30 appuntamento allo stadio provinciale “Carlei”. Dopo la disamina, si cercherà di valutare le condizioni degli infortunati. Cimi-

La retrocessione diretta si può scongiurare. Obiettivo play-out

Nonostante la sconfitta la Vigor c’è! Il tecnico della Vigor Lamezia Danilo Pierini. Nonostante la sconfitta di Catanzaro ha già dato una precisa fisionomia alla squadra.

nari e Pascuccio su tutti. Contro l’Andria saranno disponibili Ciotti e Clasadonte dopo aver scontato la squalifica. Il programma settimanale degli allenamenti prevede poi la doppia seduta di domani, sempre

allo stadio “Carlei”. Quindi, giovedì: test in famiglia alle ore 14,30. Venerdì, una sola seduta pomeridiana e sabato la rifinitura. r. s.

LA NOTA di Antonio Cannone

QUELLA TELECRONACA DI PARTE... D

ispiace solo per un collega professionista, serio e preparato come Antonio Lopez. Ma,latelecronacadell’incontrodi calcio Catanzaro-Vigor Lamezia in onda su Rai Tre Calabria domencia pomeriggio, è stata davvero di parte. Alla faccia della deontologia e dell’imparzialità! Possibile che il collega Lopez, ogni qualvolta si giochi un match del Catanzaro si attorni di ex calciatori giallorossi? Era già successo con Tato Sabadini. Domencia è stato il turno di Adriano Banelli. Due grandi giocatori verso i quali va il nostro rispetto e la nostra stima per il loro glorioso passato. Ma, per carità, i commenti su una tv pubblica sono tutt’altra cosa. Il tifo ci sta tutto. Ci mancherebbe altro! Ma quando una tv pubblica viene scambiata per una tv privata qualcosa, evidentemente, non funziona. Concordiamo con qualche collega il quale ha invitato la società Vigor Lamezia a intervenire ufficialmente nelle sedi oppurtune per farsi rispettare dalla Rai. Durante il derby le parole di Banelli pendevano da una sola parte. Con giudizi inaccettabili. Celati, di tanto in tanto, da “apprezzamenti ipocriti” sulla gara della Vigorperpoi,subitodopo,tifareapertamente per il Catanzaro quando i giallorossi si portavano in area avversaria. Mettiamo anche da parte

il fallo, vero e presunto su Ragatzu in area. Ma accompagnare l’azione con tanto si sorriso ironico nel commento... e che dire della scarsa conoscenza dei giocatori? Un commentatore di una tv dovrebbe prima informarsi e poi parlare. Insomma, crediamo che sia un diritto di tutti i cittadini assistere a commenti obiettivi e non, invece, ascolatare commenti da tifoso. Detto ciò, prendiamo atto dell’ennesima brutta figura di Rai Tre Calabria e invitiamo la stessa a svolgere in futuro il ruolo che le compete, senza entrare nel merito di questa o quella squadra calcistica. Anche perché, contro la Vigor, al di là dei derby col Catanzaro era accaduto anche in occasione della gara d’andata del derby col Cosenza. Anche in quella sfida, accanto a Lopez c’era chi faceva il “tifo” per i rossoblù. Infine, un appello ai politici di Lamezia i quali, aggrovigliati nella loro “pochezza”, consegnano la città a chiunque si alza la mattina e ritiene di doverla sbeffeggiare in questo modo. Siamo altresì convinti della saggezza e dell’autorevolezza del presidente dell’Ordine dei giornalisti, Giuseppe Soluri il quale, al di là dell’importante incarico che ricopre in qualità di dirigente del Catanzaro calcio, saprà intervenire per scongiuare altri episodi che arrecano nocumento all’intera categoria dei giornalisti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 51

SPECIALE CASE -MARCELLINARA - vendesi appartamento di 135 mq. composto da: soggiorno -angolo cottura, 3 stanze, 2 servizi e garage. Tel. 342-8722389 -MARCELLINARA - vendesi casa singola su due livelli di mq. 220 con terreno edificabile di mq 3.200, terreno agricolo di mq. 2.500. Ottima vista panoramica. Tel. 3383369782 - MONTEPAONE LIDO - vendesi appartamento in località Pilinga (zona Calaghena), mq utili 120 + balconi, immobiliato, vista mare. Info tel 333-2095358 - SIMERI MARE -vendesi appartamento in via lungomare (accanto hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel. 3207626396 - SIMERI MARE -vendesi appartamento in via Lungomare (accanto Hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel.320-7626396 - SQUILLACE - lido, vendesi appartamento 2 camere, cucina abitabile, soggiorno-salotto, bagno lavanderia, posto macchina, mq 80. Prezzo 100.000 euro Tel. 329-1720932

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti - uso abitazione e uso commerciale

TRATTATIVA PRIVATA

-CATANZARO - lido, viale Crotone trav.7 nr 19 composto da: 2 stanze da letto, cucina-soggiorno, bagno, corridoio, due balconi grandi. Riscaldamento autonomo. Prezzo 155 mila euro. Tel. 0961-722684 (fino alle 16) cell. 339-4587804]

APPARTAMENTI IN VENDITA -ALBI- vendesi appartamento ristrutturato 2° piano, 5 vani, doppi servizi, garage, 2 magazzini, giardino, terrazza, termocamino. Prezzo affare. Tel. 0961-727342 - BORGIA - vendesi a 10 km dal mare appartamento di 110 mq: 3 locali, cucina, bagno, ripostiglio, ingresso, ottime rifiniture. Euro 60.000,00 tratt. chiedere di Massimo. Tel. 349-4977644 - BOTRICELLO - vendesi in terreno edificabile fronte mare con destinazione tirrenica ampia estensione confinante con zona edificata già infrastrutturata. Tel. 347-3584705 - CATANZARO - zona ospedale civile vendesi appartamento composto da tre stanze letto, cucina, soggiorno, doppi servizi, doppia entrata, ripostiglio Tel. 334-6987160 - CATANZARO- lido: centralissimo con vista a mare, vendesi appartamento mq 160 in contesto d'epoca, euro 280.000,00 Tel. 096134991 O 329-4912685 -CATANZARO - vendesi loc. Piterà, casa indipendente di 115 mq con terrazza a livello di mq 100 magazzini sottostanti di mq 85 con antistante corte di mq 75 e terreno di 1200 mq p.a. Tel. 338-1173134 -CATANZARO - lido, via Stretto Antico, difronte il Polifunzionale del Comune, fittasi e/o vendesi locale su strada uso negozio commerciale di mq 140 Tel. 0961-722707 / 338-2389544 -CATANZARO - lido, vendesi terreno edificabile Cat. B1, 1500 mq indice 0,80 mc, recintato, acqua potabile, compreso di magazzino 50 mq e magazzino 12 mq, zona residenziale, via Trapani Tel. 348-0018069 -CATANZARO- Corvo appartamento di 100 mq completamente ristrutturato, con ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 vani, bagno, ripostiglio, 2 balconi verandati, cantina di 10 mq. Tel. 333-8701280 - CATANZARO - Pontegrande, appartamento panoramico, termoautonomo, composto da: ingresso, salone, 2 letto, cucina abitabilissima, lavanderia, bagno, terrazzo. Tel. 328-0879996 -CATANZARO - appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose e accessori, posizione fronte Complesso San Giovanni Catanzaro. Trattative riservate Tel. 3384688877

-CATANZARO - vendesi o fittasi via Madonna dei Cieli a piano terra ampi locali mq400+ 120 ammezzato, categoria C2 Tel. 096725648 o 339-3653737 -CATANZARO - locali in via P. Orsi traversa viale De Filippis, varie metrature, uso ufficio o residenziale. Indipendente ampi parcheggi. Tel. 329-9286449 o 0961-774030 - CATANZARO - discesa Jannoni, vendesi locale di 100 mq da adibire ad attività commerciale o a civile abitazione. Interno ristrutturato, esterno in ristrutturazione. Tel. 333-6327759 - CATANZARO - lido, via Crotone, vendesi appartamento costruzione recente mq 85, arredato più terrazzo mq 5. Box per tre posti auto e parcheggio condominiale. Trattative riservate, no perditempo, no agenzie. Tel. 335-8772859 - CATANZARO - vendesi appartamento, Catanzaro zona Cavita, cucina -soggiornosalone-tre camere-doppi servizi-balconiposto auto, mq 145 circa. Tel. 3338094508 / 333-8927584. -CATANZARO - Germaneto. Affittasi villetta arredata di mq 70, con rifiniture di lusso. Tel. 338-9406226 -CATANZARO - lido, affittasi a studenti alloggio di nuova costruzione, in via Trapani. Prezzo interessante. Tel. 339-2868119 -CATANZARO - in loc. Siano, via Regina Madre, appart. autonomo, ristrutturato anno ‘01, con ottime rifiniture di 105 mq calpestabili, composto da: 3 bagni (di cui 1 attiguo a camera da letto), due camere da letto, soggiorno con caminetto, cucina. Tavernetta rustica esterna con terrazzino attiguo all’appartamento, e giardino ben rifinito. Trattativa privata. Tel 3284026872 -CATANZARO - vendesi zona Germaneto vic. nuova stazione ferroviaria, terreno mq 9000, destinazione Dc (artigianale e piccolo commercio), prezzo interessante. Tel. 329-1646400 -CROPANI - marina. Vendesi basso fabbrcato uso commerciale, di mq 350 circa. Tel.0961-961182 -CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto di due stanze da letto, cucina/soggiorno, ampio ripostiglio, bagno , mtq 40 giardino, arredato. Per info: 339-6815575

- CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto da tre vani letto, 2 bagni,soggiorno,cucina, ampio ripostiglio,5 balconi Per info: 339-6815575 -DAVOLI MARINA - a due km dal mare e da Soverato (Calabria Jonica): in attrezzatissimo e verde villaggio con piscina, campi tennis e calcetto, giochi bimbi, teatro e discoteca all'aperto, bar, guardiana e animazione, vendesi luminoso e panoramico bilocale arredato, con balcone e posto macchina. Libero per la stagione 2008. Prezzo interessante. Telefonare ore pasti. Per info:0961-771231 - 329-3017009 - DECOLLATURA - vendesi casa ristrutturata di recente composta da: piano seminterrato: due grandi magazzini; piano rialzato: cucina abitabile e grande salone, pranzo wc; primo piano: due grandi camere da letto, wc, balcone con vista panoramica; mansarda: camera letto, bagno, vista panoramica. Terreno attiguo di mq 400. Euro 150.000 trattabili Tel. 3926167207 -DECOLLATURA - vendesi in Adami di Decollatura due mini appartamenti con accessi indipendenti e volendo anche unificabili previo opportuna scala interna. Ogni mini appartamento è composto da: ampio ingresso, cucina, pranzo, soggiorno, wc, camera letto, ripostiglio e ampio garage. Il prezzo è di euro 50.000 trattabili Tel. 3926167207 - DECOLLATURA - località “Guercio”, vendesi casa su due livelli composta da piano terra: reparto giorno con cucina , soggiorno, pranzo, porticato coperto, bagno, garage, magazzino, terreno attiguo esteso 20.000 metri; primo piano:tre camere letto, bagno, ripostiglio. La casa è riscaldata con termocamino e autoclave riserva acqua. Euro 230.000,00. Tel. 3926167207 - FRANCAVILLA MARITTIMA -offro locali per deposito merci o altro su strada largo traffico. Tel 329-1873014 - LAMEZIA TERME - vendesi deposito con possibilità di qualunque altro uso, di 150 mq; carrabile con due ingressi su via S. Miceli e su via Marconi. Tel. 0968442419/3490889968 - LAMEZIA TERME - via del Progresso, camera singola in appartamento arredato da condividere. Insegnanti , professionisti in genere,lavoratori, studenti. Massima serietà Per info 0968-28591 -MARCELLINARA - vendesi appartamento composto da ingreso, cucina, 3 camere letto, 2 bagni. Riscaldamento autonomo, entrata indipendente; piccolo garage. Ristrutturato. Tel. 339-7452453/3683269270

-SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa composto da salone ingresso triplo con cucina a vista, tre camere , studio, due bagni, giardino. Tel. 0961-903801/360-853898 - SOVERIA MANNELLI -vendesi in pieno centro urbano, mini appartamento di mq 60 su due piani.piano terra composto da ingresso, cucina, pranzo, wc, magazzino con autoclave in comodato. Primo piano con accesso interno ed esterno composto da due camere letto piccole e wc. Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendo a Soveria Mannelli, in zona tranquilla palazzina di due piani, con accesso autonomo carrabile e pedonale, con annesso piccolo terreno ad uso orto e area arredata per il tempo libero. La palazzina è composta da: piano terra (parzialmente ultimato di mq 140); primo piano (3 camere letto + grande soggiornopranzo + cucina abitabile + due bagni + ripostiglio + ampi balconi). Il prezzo trattabile è di euro 150.000. Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendesi appartamento mq. 80, camera letto, soggiorno, cucina, bagno, cortile, giardino, euro 60.000 trattabili. Tel. (o.p.) 0961-727342 - SOVERIA MANNELLI - vendesi mini appartamento di mq 70 posto al piano terra con accesso autonomo. Composto da 2 camere da letto, bagno, anticamera con soggiorno, pranzo, cucina. Euro 70.000 trattabili Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - vendesi casa di recente costruzione composta da piano terra e da primo piano. La casa è già abitabile e libera subito. Adiacente area per il tempo libero e orto per usi agricoli e garage. Il prezzo è di euro 150.00, 00 non trattabili. Tel. 392-6167207 - STALETTÌ - Copanello, vendesi villa a schiera 150 metri dal mare, due livelli arredata 143 mq, giardino di 162 mq, salone, caminetto, tre vani doppo servizi euro 240.000 Tel. 339-8883818 (h 11-14) o 339-1129765 -TORRETTA DI CRUCOLI - vendesi o fittasi appartamento . Tutto arredato, circa 100 mq. Vicino al mare Tel. 338-3848762

VENDESI IN SILA Villetta a schiera, a Villaggio Mancuso, Residence Stella Alpina 2, composta da: ampia cucina soggiorno, due camere da letto, servizi, stanzino deposito, legnaia, piccolo giardino. Con caminetto e arredamento completo. Garage adiacente di 25 mq con ingresso coperto autonomo. [Telefonare ore pasti al: 0961-32459]

Trattativa privata


52 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE CASE APPARTAMENTI IN FITTO - CATANZARO - Fittasi in Via Bambinello Gesù Catanzaro appartamento nuovo, arredato, termo autonomo, 2 stanze + cucina-soggiorno, ben collegato con autobus Amac, anche per Germaneto. Tel. 339-7803596 o 3335236521 - CATANZARO - vicino ospedale Civile, affittasi ad impiegata o studentessa camera singola in appartamento signorile - Arredo nuovo. Tel. 334-8282473 - CATANZARO- via E. de Riso, eventualmente arredato, appartamento termoautonomo mq. 130 più terrazzo (cucina abitabile, dispensa, due vani, ampio salone, posto auto). Prezzo da concordare. Tel.338-8646549 - CATANZARO- E. de Riso, a studenti o uso ufficio appartamento arredato e termoautonomo e/o singole stanze. Prezzo da concordare. Tel. 338-8646549 - CATANZARO- affittasi magazzino in via Teti Pontepiccolo solo uso deposito e a privati mq. 20 eventualmente soppalcabile già disponibile euro 220 mensili Tel. 335- 5804234 - CATANZARO- fittasi appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose con accessori, fronte Complesso San Giovanni. Uso studio professionale o medico. Tel. 3384688877 - CATANZARO- floc. Germaneto nei pressi dell'università e del policlinico Mater Domini fittasi stanze singole–doppie o intero appartamento di nuova costruzione con posto auto composto da: entrata soggiorno - due camere – cucina – bagno . Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi a Germaneto vicino policlinico e università 2 stanze o intero appartamento arredato di nuova costruzione e con posto auto. composto da 2 stanze bagno - cucina - entrata - soggiorno. Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi magazzino 60 mq. pluriaccessoriato (tv, risc.aut., citofofo, bagno e antibagno-soppalco. Uso (no strumenti rumorosi): deposito,ufficio-laboratorio, altro. Via Cagliari 15/c-adiacenze chiesa Padre Pio. Tel. 340-9304526

- BASSO IONIO -

ne Calabria appartamento 4 vani doppi servizi termo autonomo euro 550,00. Nuovo, posto macchina. Per info: 335-487387

-VENDESI ATTIVITA’ -

- ISCA MARINA- fittasi villa al mare indipendente, su due piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473]

- CATANZARO - affittasi locale commerciale in centro storico, via Spasari mq. 50 con servizi ed arredato o non, con licenza o senza, richiesta euro1200,00 mensil Per info: 3921311913 / 349-3737911

CATANZARO - lido vendesi attività avviata settore abbigliamento. Zona Centrale. [Per info 347-4683025]

- SOVERATO - fittasi loc. Cittadella appartamento nuovo non arredato: tre stanze cucina salone doppi servizi ripostiglio terrazzo panoramico. euro: 450.00. [Per info: 340-6127541] - SQUILLACE - affittasi appartamento ammobiliato tutto l'anno Squillace Lido n. 2 camere da letto - cucina abitabile - soggiorno - salotto - bagno - lavanderia - posto macchina. [Per info: 329-1720932]

Trattativa privata

-CATANZARO - A Cavita in via Barlaam da Seminara affitto appartamento di mq. 110 con posti auto. Anche a studenti. Per info: 3388160349

zione ferroviariadi Germaneto. Solo studenti Tel. 349-1448769 - CATANZARO - centro, fittasi uso foresteria prestigioso immobile, loft indipendente arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. Tel. 334-1875277 - CATANZARO - Fittasi, in via Madonna dei Cieli , vicino università San Brunone, a studentessa o impiegata camera singola in appartamento signorile e con arredo nuovo. Tel. 334-8282473/347-6817553 CATANZARO - affittasi zona Materdomini di Catanzaro (pressi scuola Einaudi), in condominio privato, appartamento-mansarda mq 70 arredato, ad impiegate o studentesse, 2 stanze, cucina, bagno e 2 posti auto. Per info: 338-6260206

-CATANZARO - affittasi appartamento ottime condizioni, zona Lido centro, vista mare, da settembre a giugno. Tel. 0961-738151 oppure 335-320997

-CATANZARO - lido, a studenti due camere singole in appartamento ben arredato con doppi servizi, riscaldamentoo autonomo ben arredato con posto auto. Da ottobre a giugno. Per info 0961-33085 / 34735599054

- LAMETINO - FALERNA- lido e Tropea fitto settimanalmente appartamento in residence - piscina - tennis - animazione: offerte speciali per il mese di luglio. [Per info: 0968-453095] -LAMEZIA TERME - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME- fittasi locale di mq. 140 circa adibito ad uffici aperti al pubblico in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Ideale per attività di finanziaria. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME - fittasi seminterrato di mq. 400 circa da adibire ad uso archivio e/o autorimessa in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Munito di impianto antincendio certificato. [Per info: 338-7311650]

-CATANZARO- lido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Per info: 333-4695385 -CATANZARO - zona Pontepiccolo, fittasi appartamento signorile e arredato composto da due camere, accessori e due terrazzini. Per info: 320-3672584 / 0961-726027

-CATANZARO - fittasi camere singole o doppie a studenti o impiegati, in via Schipani, palazzo Petrucci. Per info 339-7285207

-CATANZARO - affitasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova sta-

- CATANZARO - Siano fittasi appartamento arredato 2-3 posti letto, cucina/soggiorno, vano letto, bagno, capiente ripostiglio con finestra. Termoautonomo, climatizzato. [Per info: 347-7032078]

- SANTA CATERINA SULLO IONIO - fittasi appartamento con giardino. Climatizzato 6-8 posti letto. [Per info: 339-6007772]

-CATANZARO - lido Casciolino, fittasi locale p.t. entrata indipendente per uso ufficio-studio, finemente rifinito. Condizionamento e riscaldamento autonomo. Predisposto Adsl. Tel. 0961-33732 / 340-6782253

- CATANZARO - affittasi via Fontana Vecchia (pressi Tribunale), monolocale con bagno, termoautonomo, al primo piano, uso ufficio o abitazione. Tel. 338-6260206

- CATANZARO - lido affittasi, zona Casciolino, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 400,00 Per info: 333-4292879 o.p.

-CATANZARO - fittasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviaria di Germaneto a due passi dal campus universitario. Solo studenti. Per info 349-1448769 -CATANZARO - fittasi in Via Madonna dei Cieli, di fronte Università “San Brunone” camera singola in appartamento signorile e ben arredato. Per info 320-3672584 / 0961-726027 - CATANZARO - lido, centro. Fittasi da ottobre a giugno appartamento. Per info: 3207917831 / 329-8753604. -CATANZARO - lido, lungomare (vicino Hotel Palace), fittasi mini appartamento. Tel. 338-4223740 -CATANZARO - Sala, affittasi, presso funicolare, appartamento composto da ingresso, soggiorno, pranzo, angolo cottura, camera matrimoniale, ripostiglio, bagno, balconi. Termoautononmo, lavatrice e posto auto in cortile. Tel. 0967-21841 - CATANZARO - lido, via Trapani. Affittasi a studentesse appartamento arredato di nuova costruzione. Prezzo interessantissimo. Tel. 339-2868119. - CATANZARO - via Schipani: prestigioso mini appartamento composto da soggiorno, cucina, camera da letto, bagno, termoautonomo, climatizzato. Entrata indipendente, posto macchina in strada privata. (no studenti). Tel (o.p.) 0961-722413/ 340-5978020 - CATANZARO - via Bianco adiacente Regio-

-CATANZARO - fittasi appartamento Via Z. Bianco nr.13 - 2° piano adiacente Regione Calabria , 4 vani doppi accessori, sgabuzzino e posto auto- termoautonomo. Per info: 335487387 -CATANZARO - centro, zona San Leonardo, fittasi appartamento mq 170, doppio ingresso, posto auto, anche ammobiliato - oppure uso ufficio. Per info: 368-3948807 / 333-2127961 -CATANZARO - centro, zona Duomo, fittasi appartamento 3 vani indipendente, ristrutturato, arredato, doppi servizi, termoautonomo, posto auto e cortiletto. Per info: 0961-774532 / 339-863070 - CATANZARO- via De Riso, 4 posti letto in appartamento arredato di 150 mq. composto da 4 camere letto, cucina, soggiorno-pranzo, salone, 2 bagni, termoautonomo. Uso abitazione ad impiegate o studentesse. Tel. 333-2414272 - CATANZARO - San Leonardo, fittasi locale seminterrato, 3 vani con bagno, ristrutturato per uso studio o ufficio. Per info tel. 3349506955 - RENDE - fittasi a studentesse universitarie a Commenda di Rende (Cs) via Ciro Menotti ,26 n. 2 posti letto in camera doppia appartamento di n. 4 posti letto soggiorno,due camere letto, cucina,bagno, balcone. Palazzo di recente costruzione [Per info 339-3134105 / 329-3725793] - SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa , composto da triplo salone, tre camere due bagni, posti letto sei, arredato di tutto. Tel. 0961-903801/360853898

Trattativa privata - SOVERATO - di fronte Lido Don Pedro fittasi per tutto l’anno mini appartamenti autonomi piano terra, arredati, provvisti di aria climatizzata, lavabiancheria, giardino, parcheggio interno per motocicli. Euro 300. Tel. 0967-23690 /3207680316 CESSIONI D’AZIENDA -CATANZARO - vendesi avviata edicola cartoleria. Tel. 389-1983286 -CATANZARO - vendesi attività avviata: bar, rosticceria, tavola calda, tabacchi volendo anche impianto benzina a S. Maria di Catanzaro Tel. 328-0021229 -SAN MANGO D’AQUINO - cedesi attività commerciale: bar - pizzeria - trattoria pensione. Tratt. riservata esclusi perditempo. Posto molto conosciuto. Per info: 340-4051067 TERRENI IN VENDITA - CERCHIARA DI CALABRIA - vendesi terreno ulivetato ha 2.24 con casa buono stato. a circa 5 km dal mare.prezzo interessante. Tel. 329-1873014. - CIRÒ MARINA - vendesi a Cirò Marina, a breve distanza dal mare, struttura alberghiera composta, al secondo piano, da 16 camere con bagno; al piano terra e primo ampi saloni per la ristorazione e servizi + ampia cucina; la superficie totale è di mq 650,00; attiguo piccolo terreno; il prezzo, trattabile, e' di euro 250.000,00; libera subito. Per info 392-6167207 - STALETTÌ - via Provinciale per Copanello. Terreno edificabile c.a. 2000 mq, panoramico, possibilità di 2 lotti, prezzo trattabile. Info: 0961-918215 - TIRIOLO - vendesi terreno agricolo metriquadrati ventiduemila con annessa fabbrica fuochi artificiali metriquadratiottanta attrezzature automezzo trasporto tutto regolarmente autorizzato. Tel: 0961-991402 / 339-5713837 /0961-992153

- ALTO IONIO -BOTRICELLO - fittasi mensilmente annualmente prestigiosi appartamenti sul mare ammobiliati e climatizzati composti da due stanze da letto due bagni un ampio soggiorno cucina. te: [Per info 328-2067606]

Trattativa privata


il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 53

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE MOTORI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Accessori - Ricambi - MINI QUAD - 110cc a benzina 4 tempi 12 cv, accensione elettronica, solo fuori strada, portata 180 kg. Euro 450 incluso consegna a domicilio. Tel. 320-7935230

- NAUTICA - vendesi barca semicabinata modello Glastron. Mt 7,20, motore 280 cv anno 2004 con garanzia. Barca totalmente ricondizionata, chiglia nuova di zecca, tendalino, frigo, 2 scale di risalita, supporto ausiliario. Tel. 339-8152564/ 329- 0755294 - NAUTICA - vendesi carrello traino appendice 3, 5 q. come nuovo. Prezzo vero affare Tel. 333-3208062 - NAUTICA - vendo moto d'acqua Yamaha Wave Runner 4 tempi Cc 1100 Cv 138 3 posti con poche ore di navigazione euro 7500,00. Per info: (ore pasti) 348-4709710 - NAUTICA - vendo gommone mt. 3.60 con carrello omologato Tel. 349 - 4791446 - ROULOTTE - 4/6/8 posti letto. Prezzo affare. Tel. 333/3208062 - ROULOTTE - Roller mod. Gorilla m. 4,10 completa di stufa,frigo, cucina e lavello incorporati, più veranda. Prezzo 1.500 euro tattabili. Tel. 339-4477093 - ROULOTTE - vendo Elnagh mod. briscola m. 3,25 targata e con libretto di circolazione, tassa pagata. Tenda, veranda e frigo. Tenuta in garage. Euro 2.000. Tel. 339 - 6331789 - TRATTORE - vendo n. 2 ruote per trattore agricolo consumate al 20%, marca stomil misure 13:6/24. Prezzo complessivo euro 200,00. Tel. 329-1873014 - TRAILER - per trasporto cavalli dell’Umbra Rimorchi ad un posto, con pedana anteriore, pedana posteriore e porta d’ispezione. Prezzo 2000 euro trattabili. Tel. 333-4564111 ACCESSORI AUTO-MOTO - AUTO - centraline auto, riprogrammano /rimappano centraline auto, sia benzina che die-

sel ed anche mjet a partire da 200 euro. Info 329-3033734 email: easy-power@libero.it - AUTO - vendo barre portatutto mod. Clio II,originali Renault perfette, come nuovo a metà prezzo euro 60,00.Tel.328-8157867

fanghi carbonio, carena vtr con serbatoio, mono racing Fg e Holhins, pedane arretrate e semimanubri ergal, Termignoni, statore, motore 1994, coppia cerchi normale e con posteriore maggiorato, kit rapporti. Tel. 3482636567

- YAMAHA - R1 anno 2003, in ottime condizioni, (tagliandata e revisionata) colore blu prezzo 7.000 euro. Tel. 339-8152564 COMPRAVENDITA AUTO USATE TRATTATIVA PRIVATA

- AUTO - vendo fari allo Xenon idonei da installare in tutte le auto, facilmente anche da soli, doppia centralina professionale. Valore 400 euro svendo a 180 euro. Possibile vederli tramite Mms tel. 347-7123789 - AUTO - kit conversione fari allo xenon per tutte le auto, nuovi, garanzia, fattura, qualsiasi prova, vendo a 70 euro completi di tutto, con centraline digitali per Cambus, possibile foto, mms, email, fax. Tel. 393-7123789 - AUTO - vendesi a Bagnara Calabra (Rc) pezzi di ricambio usati, ma in ottime condizioni, per Ford Fiesta 1.1 non catalitica (anno 1991 e dintorni); tutto a metà prezzo. Per info: Tel. 0966372580/ 3349436849 (Gianni). - AUTO - vendo bauletto litri 35 completo di staffa per fissaggio marca Kap per FlyPiaggio Cell. 339-4731321 - AUTO - Pezzi di ricambio Ford Fiesta anno1988: fari anteriori, sedile posteriore, cintura.ottimo prezzo. Tel. 329-1873014 - AUTO - Pezzi di ricambio usati ma in ottime condizioni per Ford Fiesta (anno 1991), tutto a metà prezzo. Tel. 0966-372580 / 338-3444894 - MOTO - vendo i seguenti terminali di scarico: coppia marmitte Yamaha bt 1100 bull dog pari al nuovo; terminali Suzuki dr 65orse - 750 big. Prezzo occasione. Tel. 393-2773209 - MOTO - vendesi motore per moto Honda Hornet Cb600F Km 7000. Euro 500,00. Tel. 3290033688 - MOTO - vendesi Casco Arai Professional , colore nero, seminuovo. Telefono 347-3470717 - MOTO - vendo motore Honda SP1 completo di impianto elettrico-alimentazione. Bicilindrico, 136cv, 6 marce. Ottimo per prototipi su terra. Euro 2000 trattabili. Tel. 348-2636567 - MOTO - vendo ricambi racing per Cbr 600 9198: forcella Kayaba rovesciata 50mm, para-

COMPRAVENDITA MOTO USATE TRATTATIVA PRIVATA - GUZZI - Vendesi moto (Galletto) condizioni da vetrina. Tel. 349 - 1233190 - HONDA - Hornet 600 colore nero anno '02 (causa inutilizzo). Specchietti e frecce in carbonio,cupolino, antifurto immobilize,gommata da 1200 km. Prezzo vero affare. Euro 3300,00 tratt. Tel. 333-5032216 - HONDA - Shadow 90cc, anno 1998, colore bordeaux, motore perfetto, carrozzeria in discrete condizioni, 600 euro tratt. Tel . 338-3252061 - HONDA - Pantheon 125 cc. 2 tempi. Perfetto. Blu metallizzato. Euro 1.300. Tel. 335-455858 -HARLEY DAVIDSON - modello custom 53c . anno 99. colore unico bianco perla. Accessoriata con sella touring, schienalino, borsa laterale in cuoio. porta targa. Kit dynajet, frecce e altro.Cedo anche sella singola e coppia di terminali screem eagle. Euro 5.000 revisionata. Tel 3298416206 - HONDA - Foresight 250. Km 5075 Prezzo affare. Tel 0961-717131 - KAWASAKI -En 500, ultimo modello, come nuova. Tel. 348-6955074 - MOTO D’EPOCA - Varie marche anni 50 - 80, più pezzxi di ricambio. Tel. 338-4846405 -PIAGGIO - vendesi Hexagon 125 cc 4 tempi anno 2001 col. nero. Ottime condizioni, motore nuovo. Euro 1200,00 trattabili. Tel. 3295457084 -TRIUMPH - Speed Triple ‘03. Nera, ottime condizioni, unico proprietario, tagliandata e accessoriata. Tel. 331-3604430 -VESPA - modello 1958 buone condizioni di carrozzeria. Motore bloccato. Senza targa nè documenti. Euro 800. Tel. 329-6068413

- AUDI - A4 2.5 tdi quattro station wagon grigio quarzo 109.000 km lug. 2002 full optional, navigatore satellitare tv prezzo 23.000 euro. Tel. 0961-753903/0961-753918 - AUTO - Chiosco mobile per frutta e verdure o altre cose. Prezzo affare Tel. 333-3208062 - CLIO - 1400, tre posti. Full optional, anno 1998. Euro 1.200 Tel. 338_4846405 -FIAT- fiorino 1700 D.P.K. anno 97. Perfetto km 1200 mila. Vendo euro 2900,00. Tel. 3333208062 - FIAT - Ducato 1.9, anno 1998. Coibentato, con certificato atp in perfette condizioni. Garanzia totale euro 7.000,00 Tel. 338-8162887 - FIAT - barchetta colore nero assetto corsa km 68.000 interni in pelle rossa euro 8.000,00.Per info 331-5257181 - FIAT - Doblò 1.9 d Anno 2002, con coibentazione isotermica a norma Atp e gruppo frigo. in perfette condizioni, gommato nuovo e revisionato. Usato garantito. Euro 7.200,00 Tel. 0968-97707 - FIAT - Ducato 2.8 Jtd anno 2002, con coibentazione isotermica a norma Atp e gruppo frigo. Appena gommato e revisionato. Garanzia totale. Euro 13.500,00 Tel. 096897707 - FORD - vendesi ford transit anno 85 doppia cabina con cassone gemellato in perfetta condizione euro 3.500,00. Per info 331-52571 - MERCEDES - Vendo Mercedes Clk 270 cd anno 2005 come nuova full optional: interni pelle-cambio automatico-navigatore schermo 5'. Per info: (ore pasti) 348-4709710 - OPEL- Fuooristrada Frontera "Sport" 1993, benzina con impianto Gpl elettronico. Ottime condizioni. Motore e carrozzeria perfetti. Gomme nuove. Tel. 0961-791505/338-3964656

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


54 Martedì 24 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO

Cinema A marzo “Live” con Eva Mendes CATANZARO — Uscirà a

marzo nelle sale sale cinematografiche ”Live“, il film che vede protagonista Eva Mendes, la bellissima attrice e modella statunitense da poco soprannominata la donna più sexy del mondo. Nel 2006 la rivista “Maxim” l’ha classificata al 27° posto tra le 100 modelle Hot del momento. Il fim racconta la storia di un reality show basato sul mortale gioco della roulette russa e di tutti i problemi etici da esso derivati. Eva Mendes è nata a Miami, il 5 marzo del 1974, da una famiglia cubana. Dopo la separazione dei genitori, si è trasferita con sua madre a Los Angeles. Suo padre è un venditore d'auto e sua madre, che si chiama anche lei Eva, è la preside di una scuola elementare. Eva ha iniziato la sua carriera con i video commerciali, i videoclip musicali passando alle apparizioni nelle soap opera e nei telefilm. Ha ricevuto il suo primo vero ingaggio nell'ac-

clamato Training Day, dove compare completamente nuda. Seguirono in breve tempo ”Fratelli per la pelle“, ” Once Upon a Time in Mexico” e “Hitch”, dove ebbe la parte femminile accanto a Will Smith. “Once Upon a Time in Mexico” le ha permesso di ricevere una nomination ai Teen Choice Awards. Altri film importanti dell’attrice sono “2 Fast 2 Furious” il recente ”Ghost rider“. Recentemente è stata protagonista della pubblicità per il profumo di Calvin Klein “Obsession”, dove la modella si mostra senza veli e ha suscitato scalpore persino negli Stati Uniti e lo spot è stato censurato. Oriana Tavano


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 SHOW Festa Italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 TELEFILM Tutti pazzi per amore 23:20 ATTUALITÀ Porta a Porta 00:50 RUBRICA Sottovoce 01:05 Tg 1 Notte 01:30 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:35 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:45 RUBRICA Sottovoce 02:15 RUBRICA Rai Educational Scritori Per Un Anno 02:40 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 02:50 RUBRICA Rainotte 02:55 DOCUMENTARIO Il nostro caro Alberto Sordi 03:55 FILM In nome del popolo sovrano 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 VARIETÀ Scanzonatissima 06:15 DOCUMENTARIO Tesori in fondo al mare 06:40 Tg 2 Medicina 33 06:50 RUBRICA Agenzia RiparaTorti 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 07:01 CARTONI ANIMATI 07:55 PUPAZZI ANIMATI L'albero azzurro 08:15 CARTONI ANIMATI Dibo dei desideri 08:30 CARTONI ANIMATI Fantasmi detectives 08:50 CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 09:15 CARTONI ANIMATI I Lunnis 09:30 CARTONI ANIMATI Pucca 09:45 RUBRICA Tracy & Polpetta 10:00 Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:50 Tg 2 Medicina 33 13:55 Sci nordico: Campionati Mondiali Sci nordico 15:00 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 TELEFILM Senza traccia 21:50 FILM Constantine 22:40 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 00:10 DOCUMENTI Un paese chiamato Po 00:50 Tg 2 01:05 Tg Parlamento 01:15 SERIE TV Weeds 01:45 RUBRICA Almanacco 01:50 Estrazioni del Lotto 01:55 Meteo 2 02:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:15 FILM TV Un posto tranquillo 2 02:45 RUBRICA Medicina per voi 03:15 VARIETÀ Cercando cercando 03:50 DOCUMENTARIO Terranova 04:00 RUBRICA Gli occhi di Simona 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Paleografia Latina 05:45 Tg 2 Costume e società

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 TELEFILM Relic Hunter 23:35 TELEFILM Sex & the city 01:05 TELEFILM Dirt 01:10 Tg La7 01:30 RUBRICA Movie Flash 01:35 ATTUALITÀ Otto e mezzo 02:15 TELEFILM Star Trek: Deep Space Nine 03:15 TELEFILM Alla corte di Alice 04:15 RUBRICA Due minuti un libro 04:20 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina 08:00 Tg 5 Mattina 08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 09:55 REAL TV Grande Fratello 10:00 Tg 5 Ore 10 11:00 RUBRICA Forum 13:00 Tg 5 13:40 SOAP OPERA Beautiful 14:05 REAL TV Grande Fratello 14:10 TELEROMANZO CentoVetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 REAL TV Amici 16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 minuti 18:05 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 SERIE TV RIS 5 Delitti imperfetti 23:30 RUBRICA Matrix 01:30 Tg 5 Notte 02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 02:30 TELEVENDITA Mediashopping 02:45 REAL TV Amici 03:30 TELEVENDITA Mediashopping 03:40 REALITY SHOW Grande Fratello 04:15 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24 06:30 ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 06:45 RUBRICA Italia, istruzioni per l'uso 07:30 ATTUALITÀ TGR Buongiorno Regione 08:00 ATTUALITÀ Rai News 24 08:15 RUBRICA La storia siamo noi 09:15 RUBRICA Verba volant 09:20 RUBRICA Cominciamo bene Prima 10:00 RUBRICA Cominciamo bene 12:00 Tg 3 12:25 TG3 Punto donna 12:45 ATTUALITÀ Le storie Diario italiano 12:55 Sci nordico Sci nordico 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 TGR Speciale Carnevale di Viareggio 15:50 TG 3 Flash L.I.S. 15:55 RUBRICA Trebisonda 16:00 NEWS GT Ragazzi 16:30 DOCUFICTION Serious Amazon 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo 17:50 RUBRICA Geo & Geo 18:15 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 ATTUALITÀ Ballarò 00:00 Tg 3 Linea notte 00:10 Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 RUBRICA Rewind la tv a grande richiesta 01:40 MUSICALE Prima della Prima 02:10 ATTUALITÀ Fuori orario. Cose (mai) viste Eveline 02:15 ATTUALITÀ Rai News 24 02:16 TELEGIORNALE News 02:20 Meteo 02:40 RUBRICA Next 03:10 RUBRICA Next 03:40 RUBRICA Riflettendo con... 03:45 ATTUALITÀ Usa 24 H 04:15 ATTUALITÀ Magazine tematico 05:15 RUBRICA Superzap

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:05 NEWS Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM Jeff & Leo Gemelli detective 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 FILM Protocol 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver 17:05 RUBRICA Atlantide, Storie di uomini e di mondi 19:00 SERIE TV JAG

il Domani Martedì 24 Febbraio 2009 55

06:15 TELEFILM Still Standing 06:35 CARTONI ANIMATI Draghi e draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Fragolina 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Spicchi di cielo tra baffi di fumo 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Evviva Palmtown 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 10:20 SITUATION COMEDY E alla fine arriva mamma 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI I cavalieri dello zodiaco 14:05 CARTONI ANIMATI One piece tutti all'arrembaggio 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 SITUATION COMEDY Drake & Josh 17:40 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:00 CARTONI ANIMATI Twin Princess Principessi gemelle 18:15 CARTONI ANIMATI Spongebob 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 NEWS Studio Sport 19:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 SITUATION COMEDY Buona la prima 22:10 SHOW Mai dire Grande Fratello Show 23:55 SHOW Chiambretti night Solo per numeri uno 01:30 RUBRICA Studio Sport 01:55 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:10 REALITY SHOW Talent 1 Player 02:30 TELEVENDITA Shopping By Night 02:50 SERIE TV I Soprano 03:20 FILM Dust 03:40 TELEVENDITA Shopping By Night 03:55 FILM Il trionfo dell'amore 05:40 NEWS Studio Sport

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 GIOCO Lovetest 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REALITY SHOW Run's House 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SITUATION COMEDY Reaper 21:00 CARTONI ANIMATI Nabari 21:30 CARTONI ANIMATI Michiko e Hatchin 22:00 CARTONI ANIMATI Death Note 22:30 TALK SHOW Central Station 23:30 CARTONI ANIMATI South Park 00:30 MUSICALE Brand: New Video 02:30 MUSICALE Into the Music 03:00 MUSICALE Insom-

IL FILM DI OGGI

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:10 TELEFILM Hunter 09:00 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 SOAP OPERA Saint Tropez Una crisi profonda 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:35 NEWS Vie d'Italia Traffico 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 13:46 Meteo 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:10 TELEFILM Wolff un poliziotto a Berlino 16:00 SOAP OPERA Sentieri 16:10 FILM Cavalcarono insieme 17:35 NEWS TgCom 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:30 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 SHOW Stranamore 23:50 FILM Dobermann 01:35 Tg 4 Rassegna stampa 02:10 FILM S.O.S. Lutezia 03:50 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 03:55 TELEFILM Ma il portiere non c'e' mai? 04:35 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN TV Attualità - Matrix Canale 5 ore 23,30 Matrix è un programma di attualità e approfondimento giornalistico condotto da Enrico Mentana in onda su Canale 5. La trasmissione viene trasmessa in seconda serata tre sere a settimana dal Centro Palatino di Roma. La trasmissione tratta ogni volta un tema di prima pagina, di stretta attualità, di cronaca, politica o spettacolo, con ospiti in studio e numerosi filmati. Mentana, per ideare e dirigere il programma, si è avvalso per le prime due stagioni della collaborazione di uno dei più affermati autori della tv italiana, Davide Parenti, già padre del fortunato show televisivo Le Iene. Il regista della trasmissione è Ermanno Corbella, assistito da Paola Sposi. Il programma si avvale di una squadra di giornalisti proveniente dalle diverse testate Mediaset: la caporedattrice Silvia Brasca, i giornalisti Roberto Pavone, Pietro Suber, Barbara Li Donni e Claudia Marchionni.

Constantine Rai 2 ore 21.50

Regia: Francis Lawrence Cast: Keanu Reeves, Rachel Weisz, Shia LaBeouf, Djimon Hounsou, Max Baker, Pruitt Taylor Vince, Tilda Swinton, Peter Stormare, Jesse Ramirez, Gavin Rossdale, Jose Zuniga, Francis Guinan, Larry Cedar, April Grace, Suzanne Whang Genere: Azione Produzione: USA 2004 Così ricco di umori, di autentica ironia, di dialoghi a volte irresistibili, Constantine è una sorta di puntata conclusiva di tutti i film sugli anticristo, sulla lotta tra il bene e il male ed esorcisti vari. Il personaggio di Constantine è tratto dal fumetto "Hellblazer", un curioso epigono del film di Wenders, Così lontano, così vicino, perchè l'invisibile diaframma che separa i vivi

121’ dall'inferno e dal paradiso sembra davvero a portata di mano. John Constantine nasce col potere che gli consente di vedere tra gli umani angeli e demoni che si occultano tra noi. Spaventato dal suo potere si suicida, ma verrà riportato in vita e costretto a guadagnare il perdono divino, che ad un suicida di norma non è concesso, spedendo nel loro mondo i demoni che infestano la terra. È un fumatore accanito, cui hanno diagnosticato pochi mesi di vita e pertanto deve fare presto; esperto di demonologia e magia nera, Constantine è davvero un antieroe, che non cerca simpatie, che agisce al solo scopo di salvare la sua anima. Tutto quanto accade, non poco, è un vivace accumulo di situazioni che private dall'ironia sarebbero folli farneticazioni.



il domani