Issuu on Google+

Mercoledì 23 Dicembre 2009 Anno XII - Numero 353

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

FONDI EUROPEI

AGRICOLTURA

IL SONDAGGIO

Si lotta per mantenere i privilegi dell’obiettivo 1

Mangone: settore colpito dalla concorrenza sleale

Vota il calabrese dell’anno sul sito del Domani

a pag » 46

di Alessandro Caruso a pag » 7

a pag » 7

INAUGURAZIONI. Il ministro Matteoli dà formalmente il via ai lavori per la mega struttura che unirà Calabria e Sicilia. Si finirà (forse) nel 2017

Pontisti in festa, oggi si posa la prima pietra

Come da trent’anni a questa parte divampano le polemiche su costi, durata del cantiere e sicurezza IL COMMENTO

Zone franche urbane una doccia fredda

Si apre oggi a Cannitello il cantiere per dare il via ai lavori del Ponte sullo Stretto. L’accademico Ziparo parla del rischio di abusi palesi. Il ministro Matteoli tranquillo: «L’opera rilancerà lo sviluppo di tutto il Mezzogiorno» di Cesare Giraldi a pag» 6

2009: I SUCCESSI DELLE FIAMME GIALLE

di M. G. Laganà Fortugno parlamentare Pd Commissione Difesa

Avrebbe conseguenze davvero devastanti sulle prospettive di sviluppo delle aree più disagiate del Mezzogiorno, la mancata attuazione delle Zfu, le zone franche urbane. Ma per come stanno le cose ad oggi tutto fa pensare che il Governo nazionale ha compiuto un’altra beffa ai danni dei cittadini e delle imprese meridionali. L’istituzione di zone franche urbane è un caso di provvedimento nato con il governo Prodi e portato avanti dall’attuale esecutivo. I contratti erano stati firmati lo scorso 28 ottobre, al ministero dello Sviluppo economico. Quando sembrava si dovesse attendere solo l’avvio della procedura e la destinazione dei fondi è, invece, arrivata l’ennesima doccia fredda. Chiedo, pertanto, che il governo torni sui propri passi.

UN ANTICIPO... Accordo tra Cina e Calabria ma per la merce falsa... GIOIA TAURO - Spezzato il patto tra mafia cinese e ‘ndrangheta reggina a conclusione di un’indagine del Ros dei carabinieri e coordinata dalla Dda reggina. di Antonio Latella a pag » 10

L’edilizia rallenta ma tiene Analisi di Ance Cosenza

CATANZARO - Il sequestro e la confisca dei beni della ’ndrangheta sono stati prioritari nell’azione investigativa svolta dalla Guardia di finanza in Calabria. L’attività svolta nel 2009 dalle Fiamme Gialle è stata illustrata ieri in conferenza stampa dal comandante regionale, generale Gaetano Giancane.

COSENZA - Il 2009 si chiude con il settore edile che conosce il primo rallentamento del suo trend di crescita dopo quasi un decennio di risultati positivi. Ma il presidente di Ance Cosenza Natale Mazzuca sottolinea che «se il momento congiunturale, particolarmente sfavorevole per tutta l’economia, non ha avuto a livello locale le stesse pesanti ripercussioni di altri contesti, lo si deve all’edilizia».

di Francesco Pungitore a pag » 11

a pag » 41

Azione incisiva contro frodi e criminalità

L’INTERVENTO

Un anno cruciale per il made in Italy di Luca Zaia ministro delle Politiche agricole È stato un anno cruciale per l’agricoltura italiana, un anno che ci ha visto impegnati su diversi fronti, in un contesto economico internazionale non facile, con gli agricoltori italiani ed europei costretti a confrontarsi con un forte squilibrio tra costi di produzione e prezzi e con la flessione dei consumi. Ma abbiamo raccolto la sfida. Ultimo, in ordine di tempo, quello che si può considerare a tutti gli effetti il nostro piano strategico per l’agricoltura: la Finanziaria. Grazie a un grosso lavoro negoziale, abbiamo portato a casa un risultato importante per il comparto agricolo, che sono sicuro servirà a liberare le energie necessarie per facilitare l’accesso al credito e garantire il futuro della nostra agricoltura.

segue a pag » 2

La lotta alla ‘ndrangheta si sposta a Torino e Milano ROMA-«Settore immobiliare, edilizia, appalti e subappalti,grandi opere. Ma anche attività commerciali, di piccola e media grandezza, e nelle zone turistiche inserendosi con esercizi che vanno a occupare il settore produttivo del comparto». È sfruttando questi settori che la ’ndrangheta partendo dalla Calabria, è riuscita, nel corso degli anni, ad allargare le sue maglie di interesse fino ad arrivare a "conquistare" buona parte del Nord del Paese. di Giuseppe Tetto a pag » 4


2

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI di Luca Zaia Un anno decisivo per l’agricoltura Questo è stato l’anno del primo G8 agricolo della storia, in cui è stata confermata la centralità del Governo italiano in ambito internazionale e abbiamo offerto una nuova prospettiva per risolvere il problema della fame nel mondo. Quest’anno abbiamo varato la legge sulle quote latte, una legge innovativa con cui siamo riusciti a riequilibrare una situazione che si trascinava da venticinque anni. È stato l’anno dei negoziati europei, e del consolidamento dell’asse italo-francese, capofila di quei Paesi che vogliono difendere la Pac come unico strumento per tutelare le agricolture dei territori d’Europa. Per questo abbiamo sostenuto la nomina del rumeno Dacian Ciolos a Commissario Ue all’Agricoltura, perché espressione di quella agricoltura identitaria nella quale ci riconosciamo e che solo la politica agricola comune può garantire. E sempre quest’anno, proprio qualche giorno fa, il Consiglio dei Ministri ha dato la prima approvazione al Codice agricolo, un provvedimento rivoluzionario che servirà a snellire le

normative in materia agricola dando agli agricoltori una bussola preziosa per orientarsi. Ed è stato anche l’anno in cui abbiamo concretizzato la norma comunitaria sull’obbligatorietà dell’etichettatura per l’olio d’oliva. Per noi, quella sull’etichettatura è la madre di tutte le battaglie. I cittadini hanno il diritto di conoscere la storia di ciò che mangiano, con quali materie prime viene prodotto. Per questo ad agosto abbiamo presentato il decreto sull’eti-

FUORI DAL COMUNE

chettatura del latte e dei prodotti lattiero caseari, per tutelare i consumatori e difendere il nostro buon latte italiano. Ma è una strada che si può percorrere insieme all’industria e alla grande distribuzione, non c’è nessuna conflittualità. Ora puntiamo ad ottenere l’obbligo di etichettatura per tutti i prodotti alimentari, perché la nostra non è l’agricoltura dei grandi latifondi, ma è l’agricoltura dei territori, delle identità produttive. Non vogliamo tornare all’aratro trainato dai buoi, ma vogliamo che la tecnica sia

al servizio dell’agricoltura, non che ne firmi la condanna a morte. Per questo, sempre nel 2009, abbiamo rinnovato il decreto di sospensione dell’uso dei neonicotinoidi nella concia del mais. E infatti, le api sono tornate. E sono tornate a impollinare i nostri campi, anche quelli di mais. Per questo modello di agricoltura noi ci siamo battuti e continueremo a batterci. Ecco perché diciamo no agli Ogm. Ne ho parlato oggi anche con il Cardinale Camillo Ruini, a cui ho detto che abbiamo bisogno di una posizione più chiara della Chiesa. Come si può immaginare un chicco d’uva senza il seme? È dal seme che nasce la pianta, questo è agricoltura. Nell’Enciclica Caritas in Veritate, Benedetto XVI offre una riflessione approfondita sugli organismi geneticamente modificati. E siamo convinti che la Chiesa, su questo tema, sia dalla nostra stessa parte. Perché dove c’è un contadino, là c’è un crocifisso. Si tratta di una chiamata generale a tutela del prodotto italiano, quel Made in Italy che è segno d’eccellenza dei nostri territori e della nostra agricoltura identitaria.

STATISTICA MENTE

di Carmela Mirarchi

di Alessio De Grano

Corsa ai regali, tutti nel centro storico

Internet sul lavoro, che passione...

Siamo ormai entrati nel clima natalizio con le sue rassicuranti consuetudini ma anche con i piccoli disagi derivanti dalla corsa al regalo e, quindi, dall’aumento del traffico veicolare. Per venire incontro alle esigenze dei cittadini in questo particolare periodo dell’anno e arginare l’uso del mezzo privato, l’Assessore alle Politiche del Trasporto e Mobilità di Cosenza Agostino Conforti, in collaborazione con l’Amaco, ha promosso l’iniziativa "Bus in Città", che prevede la possibilità di utilizzare gratuitamente i mezzi di trasporto dell’Amaco nei giorni più importanti per gli acquisti natalizi. Un’occasione da non perdere per privilegiare il mezzo pubblico e fare shopping tranquillamente senza stress aggiuntivi da ricerca di parcheggio o da frustrante imbottigliamento. A Catanzaro invece il Natale sembra fa bene al centro storico, dove non si è vista una macchina circolare in quella che diventerà presto l’isola pedonale del capoluogo. I negozi nello scorso fine settimana erano pieni e la corsa ai regali sembra essersi fatta anche quest’anno nel salotto cittadino più che nei

«I nternet che passione!». Anche in ufficio. Sono oltre sei milioni e mezzo i lavoratori che non riescono a fare a meno della Rete, persino dopo aver timbrato il cartellino all’inizio della giornata. Più di un quarto di tutti gli occupati, il 98% di chi ha un pc sulla scrivania. Tutti i mesi - secondo le rilevazioni della società di ricerca Nielsen Online - ogni internauta dedica alla navigazione trentasette ore, quarantasei minuti e trentacinque secondi. Che equivalgono più o meno a una settimana di lavoro e addirittura a quasi due ore al giorno. Ogni persona si collega 46 volte al mese, linkandosi a oltre cento siti e "sfogliando" ben 2.673pagine. Un balzo in avantideciso (+40 per cento) rispetto allo scorso anno quando ogni lavoratore-internauta restava collegato "appena" 26 ore e 42 minuti al mese. Il posto d’onore nella top ten dei siti più cliccati - nella classifica stilata da Nielsen alla luce delle pagine web effettivamente visitate - va al motore di ricerca Google, seguito a breve distanza dalla new entry Facebook che, invece, non ha rivali come tempo medio della connessione. I quasi quattro milioni di utenti restano collegati ogni mese circa cinque ore e mezza (quelli di Google appena un’ora e 45 minuti). Circa 20 minuti al giorno che

centri commerciali. Segno le piccole e ben illuminate strade della città hanno ancora un loro fascino.

sono dedicati all’aggiornamento del proprio profilo direttamente dal posto di lavoro. Insomma, siti di relazioni sociali e motori di ricerca, portali d’informazioneedisvago.Impiegati e lavoratori autonomi sono tralecategorieprofessionalipiù attive sulla rete in orario di lavoro: il 34,1% dei navigatori totali.

:: www.ildomani.it ::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio) ::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

Recapiti telefonici-fax-email - Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 - Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it

Guido Talarico Amministratore

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

PRIMO PIANO

«C’è bisogno di riciclare il denaro sporco, per questo viene naturale guardare a un territorio con pochi controlli e un’economia proficua»

L’onorevole del Pdl Angela Napoli spiega le nuove strategie "imprenditoriali" della criminalità organizzata calabrese

Verso Nord: la conquista silenziosa della ’ndrangheta di Giuseppe Tetto ROMA - «Settore immobiliare, edilizia, appalti e subappalti, grandi opere. Ma anche attività commerciali, di piccola e media grandezza, e nelle zone turistiche inserendosi con esercizi che vanno a occupare il settore produttivo del comparto». È sfruttando questi settori che la ’ndrangheta partendo dalla Calabria, è riusci-

«C’è stata una sottovalutazione iniziale del fenomeno. Oggi la sua presenza è riscontrabile in quasi tutto il Nord»

Angela Napoli

ta, nel corso degli anni, ad allargare le sue maglie di interesse fino ad arrivare a "conquistare" buona parte del Nord del Paese. È da qui, come rileva al Domani l’on. Pdl Angela Napoli, membro della Commissione parlamentare antimafia, che la crimininalità organizzata calabrese ricava i suoi maggiori introiti. È di ieri la notizia che la Direzione investigativa antimafia di Milano insieme ai finanzieri G.I.C.O. del nucleo di Polizia tributaria di Milano, nell’operazione "Parco sud", hanno disposto la sospensione temporanea dall’amministrazione dei beni di nove società immobiliari nella provincia lombarda, per un periodo di sei mesi, in quanto strumento di appoggio delle attività della ’ndrina Barbaro-Papalia. Ma non solo. In un intervista ef-

«Quando la ’ndrangheta si diede una marcatura più imprenditoriale, nelle regioni del Nord non c’era la consapevolezza del suo potere invasivo» fettuata dalla Stampa , il pentito della ’ndrangheta in Piemonte, Rocco Varacalli rivela come la mafia calabrese si sia isinuata in ogni zona di Torino, prendendosi completamente la città. On. Napoli come si giustifica questa forte presenza della ’ndrangheta nelle regioni del Nord? C’è stata una sottovalutazione iniziale del fenomeno che ha permesso una pervasività quasi totale. La sua presenza è riscontrabile in quasi tutto il Nord ma purtroppo ancora oggi se ne parla solo in occasioni di grande opere pubbliche o con le rivelazioni di qualche collaboratore. Cosa ha permesso una tale espansione? Quando la ’ndrangheta si diede una marcatura più imprenditoriale, guardando oltre il confine della Calabria, nelle regioni del Nord non c’era ancora consapevolezza del suo potere invasivo e devastante. Il che faceva riscontrare una carenza di controlli, fattore che ha permesso alla cosche di infiltrarsi indisturbate. Ma questo non solo al Nord. Anche al Centro la presenza di ’ndrine è molto forte, come sottolineato dalla recente operazione "Maestro" nel Lazio, dove la Procura

distrettuale antimafia di Reggio Calabria, ha individuato operazioni di riciclaggio dei proventi in strutture immobiliari ed attività alberghiere. Quindi come funziona la strategia di "mercato" della ’ndragheta? Si deve ricordare che la ’ndrangeta possiede un’inmesa quantità di denaro derivante dal traffico della droga. Quindi c’è bisogno di rici-

clare questo denaro sporco. Per questo viene naturale guardare a un territorio dove ci sono pochi controlli e che ha una economia più proficua di quella che può offrire la Calabria. Tutto questo è reso possibile perchè gli uomini di mafia presentandosi come persone per bene, vogliose di investire, venegono a contatto con sogetti fuori dal giro mafioso ma dentro al mondo imprenditoriale. E lo fanno inizialmente in modo legale ma poi di fatto vanno a ricreare gli stessi schemi illeciti e i medesimi comportamenti che adoperano nella "cosca madre". Quali sono i maggiori poli di attrazione per gli investimenti della ’ndrangheta? «Settore immobiliare, edilizia, appalti e subappalti, grandi opere. Ma anche attività commerciali, di piccola e media grandezza, e nelle zone turistiche inserendosi con esercizi che vanno a occupare il settore produttivo del comparto. Oggi sopratutto c’è la necessita da parte della ’ndrancheta di investire in quelle zone dove la crisi che sta colpendo i mercati sia meno forte. E da questo punto di vista il Nord è ideale».


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani

5

PRIMO PIANO

La Regione ha stipulato con la Fondazione Eucentre di Pavia una convenzione all’avanguardia in grado, tra l’altro, di migliorare la sicurezza degli edifici utilizzando anche le nuove tecnologie

Prevenzione sismica, ecco un’importante novità per la salvaguardia della Calabria di Giuseppe Tetto PAVIA - La Regione Calabria e la Fondazione Eucentre di Pavia sono protagoniste di un progetto pilota all’avanguardia che si pone come punto di riferimento nell’ambito delle politiche di prevenzione dei fenomeni sismici. Il progetto nasce dalla consapevolezza gran parte del nostro territorio nazionale è, come noto, a rischio sismico. La regione con più elevata pericolosità è proprio la Calabria, inserita nelle zone 1 e 2. Su 409 comuni 261 ricadono in zona 1 e 148 nella 2. La Corte Costituzionale con la sentenza n.182 del 20 aprile 2006 ha ribadito la

La Corte Costituzionale con la sentenza n.182 ha ribadito la necessità del regime autorizzativo per l’incolumità pubblica e privata

necessità, per quanto riguarda la vigilanza sulle costruzioni sismiche, del regime autorizzativo a salvaguardiadell’incolumitàpubblica e privata e dei principi che regolamentano il governo del territorio e protezione civile, di eliminare il sistema di controllo a campione introdotto dalle varie leggi regionali. Si è trattata di una vera e propria svolta visto che il provvedimento della Consulta ha portato le regioni a legiferare in materia sulle costruzioni che ricadono nelle zone sismiche. L’obiettivo è di coniugare le esigenze imprescindibili di tutela dell’incolumità pubblica, con un sistema di controlli basato su criteri di adeguatezza e proporzionalità. Un sistema capace di fare un salto di qualità distinguendofra le varie tipologiedi opere. In particolare occorre prevedere un controlloassiduo, sia in via preliminare che nel corso dei lavori, per quegli edifici che presentano un alto grado di complessità strutturale e che per il loro

uso vedono un forte flusso di pubblico, mentre occorre mettere in atto modalità più semplici per quelle opere che si presentano non complesse e scarsamente frequentate. Sulla base di questo la Regione Calabria, d’intesa anche gli Istituti Universitari, ha stipulato con Eucentre una convenzione, nell’ambito della quale sono già

state portate a termine delle attività specifiche, che prevede il riordino della normativa sismica regionale,corsi di formazioneper i tecnici della Regione, degli altri enti territoriali e per i professionisti, attività di monitoraggio delle opere infrastrutturali di interesse strategico di competenza regionale, definendone la pericolosità e la vulnerabilità sismica.

Per meglio ottimizzare il lavoro è stato predisposto un Sistema Informatico-Edilizia Regione Calabria per la denuncia e la trasmissione di pratiche edilizie relative ad interventi di carattere strutturale. «Il Si-Erc è una procedura informatica di supporto agli enti operanti nel settore edilizio - spiega Barbara Borzi coordinatrice della Sezione Rischio Sismico di Eucentre. Pertanto è uno strumento di supporto all’attività di vigilanza sulle costruzioni, alla quale la regione si trova a far fronte e che consente di gestire il regime di autorizzazione con risorse umane limitate in relazione al volume delle pratiche edilizie trasmesse agli uffici tecni-

Si-Erc è una procedura informatica di supporto agli enti operanti nel settore edilizio per l’attività di vigilanza sulle costruzioni


6

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

PRIMO PIANO

Il ministro Altero Matteoli fiducioso: «Un’opera per rilanciare il Mezzogiorno». Entro gennaio 2017 sarà aperto al traffico

Ponte, si posa la prima pietra che soffoca le ultime polemiche di Cesare Giraldi ROMA - Ci siamo. Oggi sarà poggiata la prima pietra del Ponte sullo stretto. Il primo cantiere si apre a Cannitello, in Calabria. L’apertura al traffico è prevista il primo gennaio 2017. A realizzarlo sarà Eurolink, cordata di cui capogruppo è Impregilo che comprende anche Condotte, Cmc, la spagnola Sacyr. Tremilatrecento metri la lunghezza della campata centrale, 3.666 metri la lunghezza complessiva con campate laterali, 60,4 metri la larghezza dell’impalcato, 382,60 metri l’altezza delle torri, 5.300 metri la lunghezza complessiva dei cavi, 44.352 fili di acciaio per

Ziparo: «C’é la conferma che l’intera sezione relativa allo stralcio è sottoposta a procedura ostativa di qualsiasi operazione»

cavo, 65 metri di altezza per 600 di larghezza di canale navigabile centrale. Sono alcuni dei numeri del progetto tecnico del Ponte. Ma già si levano le prime polemiche. Secondo Alberto Ziparo, docente dell’Università di Firenze e coordinatore degli studi di impatto sul progetto del Ponte sullo Stretto non si può avviare alcuna attività relativa allo stralcio binario della Variante di Cannitello compreso l’affidamento dei lavori a meno di non incorrere in abusi palesi. «Le aree interessate dal progetto stralcio e gli elaborati stessi - afferma Ziparo - sono tuttora sottoposti a verifica di ottemperanza delle prescrizioni Cipe che durerà fino al 10 febbraio, data fino a cui non può svolgersi alcuna attività operativa. In merito a quanto sostenuto nei giorni scorsi dalla società Stretto di Messina, secondo cui solo alcune aree sono sottoposte alla citata verifica e sulle altre si potrebbe in ogni caso operare, c’é invece la conferma che l’intera se-

zione relativa allo stralcio è sottoposta a procedura ostativa di qualsiasi operazione». A parere del professor Ziparo, il presunto miglioramento infrastrutturale che dovrebbe giustificare lo stralcio dalla variante approvata nel 2006 allo stato non esiste, specie in assenza del progetto di cui lo stralcio e la variante dovrebbero

Altero Matteoli

essere collaterali ovvero il Progetto definitivo del manufatto principale. A sentire però quanto rilasciato ieri dal ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli a Radio 24 questo problema non dovrebbe sussistere. Le sue attenzioni sono concentrate sulla fattibilità economica del progetto e sul suo ruolo cruciale per lo sviluppo del Mezzogiorno: «È un’opera - ha detto Matteoli - che rilancerà lo sviluppo del Mezzogiorno e che genererà a catena una serie di interventi infrastrutturali per migliorare la rete ferroviaria e stradale calabrese e siciliana. Non intendiamoedificareunacattedrale nel deserto». Il Ponte, ha precisato il ministro, non si farà coi soldi dello Stato ma col mercato sintetizzando questo concetto con una semplice battuta: «Non è che si possono prendere questi soldi e fare altre cose. Chi investe per realizzare il Ponte investe per realizzare il Ponte». Polemiche a parte oggi inizieranno finalmente i

lavori: la portata stradale e ferroviaria prevede 6 corsie stradali, 3 per ciascun senso di marcia, 2 corsie stradali di servizio, 2 binari, la percorrenza di 6.000 veicoli l’ora, 200 treni al giorno. Oltre 20 km i raccordi stradali complessivi: 10,5 km lato Sicilia (di cui il 67% circa in galleria) per gli allacci alle autostrade A18 Messina-Catania e A20 Messina-Palermo. 9,8 km lato Calabria (di cui il 64% circa in galleria) per gli allacci al nuovo tracciato della autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Quasi 20 km (19,8) i raccordi ferroviari complessivi: 15,2 kmlato Sicilia (di cui il 91% circa in galleria) per gli allacci alla nuova stazione ferroviaria di Messina. 4,6 km lato Calabria (di cui il 96% circa in galleria) per gli allacci alla prevista linea di Alta Capacità ferroviaria Napoli-Reggio Calabria. Il ponte può resistere a un sisma di 7,1 magnitudo dellascala Richter, a un vento di 216 km/orari. Sarà aperto 365giorni l’anno 24 ore al giorno. Il risparmio medio di tempo con il ponte: 2 ore per i treni, 1 ora per il traffico su gomma.

Matteoli: «Si genererà a catena una serie di interventi infrastrutturali per migliorare la rete ferroviaria e stradale calabrese e siciliana»


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani

7

PRIMO PIANO

La Cia calabrese denuncia i problemi che hanno provocato il crollo dei prezzi in agricoltura

Ecco come concorrenza sleale e sprechi mettono in ginocchio il settore agricolo di Alessandro Caruso ROMA - Reddito medio in ribasso del 12 per cento, calo delle entrate a un livello più basso dal 2005 e prezzi in discesa vertiginosa. Questa è la panoramica del settore agricolo italiano nel 2009. Un anno decisamente da dimenticare. Per la Calabria la situazione è altrettanto sconfortante e lo conferma Giuseppe Mangone, presidente della Cia Calabria (Confederazione italiana agricoltori). Nella nostra regione per capire l’entità della crisi del settore basta soffermarsi su due indici: il prezzo dell’olio e quello degli agrumi,

due fiori all’occhiello della produzione agricola regionale. Ebbene, rileva la Cia calabrese,per quanto riguarda l’olio il prezzo medio per quest’anno si è attestato mediamente su 2 euro al litro e per gli agrumi destinati al mercato industriale i prezzi sono a terra. Diverso il caso degli agrumi destinati al mercato del fresco. Questo particolaresettore del mercatoha retto meglio di altri. «Questi numeri sono scoraggianti - dice Mangone -. Con questi prezzi non si coprono nemmeno i costi di gestione». A completare il quadro ci sono poi le segnalazioni di alcune aree particolarmente in diffi-

coltà. Mangone parla della piana di Gioia Tauro come di un esempio tangibile della crisi: «In quella zona - dice - ben 2500 ettari di produzione per l’industria degli agruminon sarannoraccoltie andranno sprecati». Tra il novero dei raccolti che stanno subendo una flessione sensibile dei prezzi anche quello dei cereali. Qui si sfiorano i 16 euro a quintale e, secondo Mangone, si è fuori da ogni possibilità produttiva. Ma come si spiega un tale andamento dei prezzi che sta mettendo in ginocchio il comparto agricolo regionale? Unadelleresponsabilitàprincipali sta nella concorrenza che arriva

La commissione Agricoltura della Camera punta sulla filiera corta di Camillo Caruso La commissione Agricoltura della Camera dei Deputati ha dato avvio all’esame del progetto di legge recante norme per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità e per incentivare il consumo di prodotti a «chilometro zero». La filiera corta (ovvero a chilometro zero) è quella modalità di distribuzione alimentare che La filiera corta è quella prevede un rapporto tra produttori e modalità di distribuzione diretto consumatori: una proalimentare che prevede cedura virtuosa che riduce il numero degli inun rapporto diretto termediari determinandoconseguentementela tra i produttori riduzione del prezzo finale. Con l’incentivae i consumatori zione e la diffusione della filiera corta si vuole contrastare lo sviluppo ed il consolidamento delle filiere lunghe (che rappresentano la più diffusa modalità di distribuzione delle derrate alimentari, facenti capo ad imprese di grandi dimensioni, spesso multinazionali); si vuole ovviare alla uniformità dei gusti e dei consumi, al deterioramento della diversità biologica, ad un consistente impatto ecologico, alla impossibilità per il cittadino-consumatore di esercitare un

dal mercato estero. Ma finché si tratta di apertura del mercato il problema è relativo. Certo, dice Mangone: «Le merci a volte viaggiano senza molti condizionamenti e con prezzi irrisori mettendo in difficoltà i nostri produttori», ma il problema è che in molti casi ci si trova davanti a veri fenomeni di concorrenza sleale. Prodotti, cioè, provenienti dall’estero, che vengono spacciati per italiani, a prezzi, ovviamente, poco concorrenziali. Ma a questo si aggiungono i notevoli sprechi. Due esempi li cita Mangone: l’Afor e l’Arssa. Nonostante questi enti siano stati sciolti da tempo, al 31 dicembre 2008 hanno continuato a costare cifre elevatissime alla regione: rispettivamente 440 milioni e 80 milioni di euro. «Se questi soldi si spendessero meglio - ossreva Mangone - si potrebbe fare in modo che l’agricoltura calabrese non si regga solo sui fondi comunitari, ma anche su quelli regionali». Secondo la Cia è proprio questo uno dei problemi: i fondi comunitari non sono più

aggiuntivi, ma sono diventati sostitutivi di quelli regionali. Se a questo si aggiungono le difficoltà di accesso al credito per l’assenza di un fondo di garanzia valido per le imprese allora si spiega il momento negativo che sta affliggendo i produttori agricoli. Le proposte della Cia calabrese sono sempre le stesse riaffermate anche nella manifestazione unitaria di qualche giorno fa. In particolare, spiega Mangone, c’è necessita di sbloccare il Psr perché ci sono diversiprogettiinteressantiperrilanciare la filiera agroalimentare. Ma la cosa più imminente è la convocazione di un tavolo regionale che coinvolga gli attori

Giuseppe Mangone

del mercato e la politica. «Entro gennaio è necessario incontrarsi con tutti i protagonisti del settore per concordare insieme le strategia per una veloce ripresa. Speriamo - conclude Mangone - che la Regione ci dia ascolto».

IL SONDAGGIO DEL DOMANI

Callipo guida la classifica del calabrese dell’anno controllo diretto sull’origine e sulle modalità di produzione di ciò che acquista e consuma. Il progetto di legge si pone l’obiettivodi incoraggiarel’acquistodi prodotti agroalimentari in ambito locale assecondando l’evoluzionedelle preferenze dei consumatori i quali, oltre a ricercare prodotti con prezzi più contenuti, sono sempre più attenti alle caratteristiche di qualità, di sicurezza, di eticità e di ecocompatibilità. Ha inoltre la finalità di valorizzare le piccole e medie imprese agricole, per lo più a conduzione familiare, preservandone l’identità e la sopravvivenza anche per la tutela, la manutenzione e la gestione dello spazio rurale. C’è da auspicare che il progetto di legge venga sollecitamente approvato, sperando che le lobbies della filiera lunga non si mettano di traverso e che non trovino parlamentari disposti a fare da sponda alle loro pressioni.

di Ale.Car. Mancano pochi giorni alla chiusura delle votazioni per eleggere il calabrese dell’anno sul sito del Domani (www.ildomani.it). Fino al 31 gennaio sarà possibile esprimere la propria preferenza. Per adesso è Filippo Callipo a guidare la classifica, con ben 116 voti. Sotto di lui il rampante sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti con 64 voti e a seguire il Governatore Agazio Loiero con 47 voti. Alle sue calcagna l’ex pm ora eurodeputato Luigi De Magistris, che calabrese non è, ma solo per anagrafe, perché ormai lo

possiamo considerare un calabrese acquisito. La nostra redazione ha inaugurato da qualche giorno il sondaggio, il cui obiettivo è dare la parola ai calabresi per decidere chi, dei loro conterranei famosi, ha riscosso maggiore simpatia nell’anno che sta finendo. Non sono solo i politici a comparire nella lista dei candidati. Si va dalla soubrette Elisabetta Gregoraci all’attore Raul Bova, dall’industriale Umberto De Rose al calciatore Gennaro Gattuso. Altri pochi giorni per decidere il verdetto finale e sapere chi sarà insignito dai calabresi del prestigioso titolo di "Man of the year"... della Calabria.


AsteInfoappalti

8

il Domani

Mercoledì 23 Dicembre 2009 TRIBUNALE CIVILE DI PALMI Avviso d'Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 155/92 promosso da INTESA GESTIONE CREDITI. Il sottoscritto notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell'Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 18 maggio 2007; Avvisa in data 15 marzo 2010 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell'intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita senza incanto; in data 22 marzo 2010 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell'intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto, per il caso di esito negativo della vendita senza incanto; degli immobili di seguito descritti: LOTTO UNICO -in Candidoni, alla località "Frischia", terreni di natura agrumeto coltivati ad aranceti non specializzati di varietà "biondo comune" e "moro", della superficie complessiva di ha. 2.01.30 con entrostante casetta colonica ad un piano fuori terra, non censita, della superficie di oltre mq. 50 (cinquanta). Il terreno ricade in zona agricola "E2" dello strumento urbanistico vigente. La casetta colonica risulta essere stata costruita abusivamente in epoca non recente, ma risulta sanabile non essendo in contrasto con lo strumento urbanistico vigente. Prezzo base vendita senza incanto: Euro 33.408,31; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 33.408,31; in aumento: il 2% del prezzo base. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano (anche in relazione al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.ro 380), con tutte le eventuali pertinenze accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita avviene a corpo e non a misura di conseguenza eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo; conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. Gli oneri fiscali derivanti dalla vendita saranno a carico dell'aggiudicatario. Il relativo pagamento dovrà essere effettuato entro lo stesso termine fissato per il saldo prezzo. L'immobile verrà venduto libero da iscrizioni ipotecarie e trascrizioni di pignoramenti e sequestri che saranno cancellati a cura e spese della procedura. Gli oneri tributari e le spese dell'attività del professionista che il D.M. 23 maggio 1999 n.ro 313 pone a carico dell'aggiudicatario saranno comunicate tempestivamente e dovranno essere versate dallo stesso aggiudicatario nel termine previsto per il saldo prezzo. L'elaborato peritale sarà disponibile per la consultazione, unitamente alla ordinanza di delega ed all'avviso di vendita, sul sito internet www.aste.eugenius.it. Avviso vendita senza incanto MODALITÀ DELL'OFFERTA: 1) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio del notaio Maria Tripodi in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720, entro le ore 12,00 (dodici) del giorno precedente la data fissata per il loro esame e per la vendita, (venerdì). Sulla busta dovrà essere indicato ESCLUSIVAMENTE il nome di chi deposita materialmente l'offerta (che può anche essere persona diversa dell'offerente), il nome del professionista delegato e la data della vendita. Nessuna altra indicazione, nè nome delle parti, nè numero della procedura, nè il bene per cui è stata fatta l'offerta, nè l'ora della vendita o altro, deve essere apposta sulla busta; 2) l'offerta dovrà contenere: a. il cognome, il nome, il luogo, la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile, ed il recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta). Se l'offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b. i dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta; c. l'indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore, a pena di esclusione, al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di inefficacia; d. il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari che non potrà comunque essere superiore a 60 (sessanta) giorni dalla data di aggiudicazione; e. l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; 3) qualora siano posti in vendita nella medesima pro-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

cedura ed alla stessa data più beni simili (ad esempio: box, posti auto, cantine), si potrà fare unica offerta valida per più lotti dichiarando però di volerne acquistare uno solo. In tal caso l'aggiudicazione di uno dei lotti non rende obbligatorio l'acquisto degli altri. Qualora i lotti omogenei abbiano prezzi differenti, l'offerta non potrà essere inferiore al prezzo più alto; 4) all'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento d'identità dell'offerente, nonchè un assegno circolare non trasferibile intestato al "Notaio Maria Tripodi - Proc. esecutiva n.ro.................", per un importo pari al 10% (dieci per cento) del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Ove l'offerta riguardi più lotti ai sensi del numero precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo; 5) salvo quanto previsto dall'art. 571 c.p.c., l'offerta presentata nella vendita senza incanto è irrevocabile. Si potrà procedere all'aggiudicazione al maggior offerente anche qualora questi non compaia il giorno fissato per la vendita; 6) salvo quanto disposto nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto successivo punto n.ro 7, l'importo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione prestata) e degli oneri fiscali nella misura del 20% (venti per cento) del prezzo base, dovranno essere versati, entro il termine indicato nell'offerta, mediante deposito presso lo studio del professionista delegato di corrispondenti n.ro due assegni circolari non trasferibili intestati "Notaio Maria Tripodi Proc. Esec............."; 7) per il caso che l'immobile sia gravato da ipoteca iscritta a garanzia di mutuo concesso ai sensi del D.to L.vo n.ro 385/1993, verificare le disposizioni generali in tema di vendita senza incanto già depositate presso lo studio del notaio delegato, in Polistena alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720. 8) in caso di mancato versamento del saldo prezzo entro il termine indicato nell'offerta, l'aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l'incameramento della cauzione; 9) le buste saranno aperte, alla presenza degli offerenti, all'udienza ed all'ora indicate nell'avviso di vendita; qualora per l'acquisto del medesimo bene siano state proposte più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta, secondo le modalità indicate nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto, già depositate presso lo studio del notaio Maria Tripodi; 10) in caso di aggiudicazione a seguito di gara tra gli offerenti ex. art. 173 c.p.c., il termine per il deposito del saldo del prezzo e delle spese sarà comunque quello indicato nell'offerta dell'aggiudicatario; 11) nella vendita senza incanto non verranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara, neppure se il prezzo offerto fosse superiore di oltre un quinto a quello di aggiudicazione. 12) qualora l'aggiudicatario, per il pagamento del saldo prezzo intenda fare ricorso ad un contratto bancario di finanziamento con concessione di ipoteca di primo grado sull'immobile acquistato, egli dovrà indicare nella propria domanda di partecipazione l'istituto di credito mutuante, osservando le modalità indicate nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto, già depositate presso lo studio del notaio delegato. Avviso vendita con incanto MODALITÀ DELL'OFFERTA: 1) ogni offerente, per poter essere ammesso all'incanto, dovrà depositare presso lo studio del notaio Maria Tripodi, in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720, entro le ore 12,00 del giorno precedente a quello fissato per l'incanto, (venerdì), la domanda di partecipazione corredata di un assegno circolare non trasferibile intestato a "Notaio Maria Tripodi - Procedura Esecutiva n. ", di importo pari al 10% del prezzo base d'asta a titolo di cauzione; 2) la domanda di partecipazione dovrà contenere: a. il cognome, il nome, il luogo, la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile, ed il recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile. Se l'offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b. i dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta; c. l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; 3) salvo quanto disposto nel successivo punto, l'importo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione prestata) e delle spese (da calcolarsi queste in via preventiva sul prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% dello stesso quale ammontare approssimativo delle spese di trasferimento, salvo conguaglio), dovranno essere versati, entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione (settanta giorni dall'incanto), mediante deposito presso lo studio di n.ro due assegni circolari non trasferibili intestati "Notaio Maria Tripodi proc. esec. n.ro............" 4) per il caso che l'immobile sia gravato da ipoteca iscritta a garanzia di mutuo concesso ai sensi del D.to L.vo n.ro 385/1993, verificare le disposizioni generali in tema di vendita senza incanto già depositate presso lo studio del notaio delegato, in Polistena alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720; 5) in caso di mancato versamento del saldo prezzo entro il termine, l'aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l'incameramento della cauzione; 6) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al

A CURA DELLA

MEDIATAG

medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo. In tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione. DISPOSIZIONI COMUNI ALLA VENDITA SENZA INCANTO ED ALLA VENDITA CON INCANTO Al momento dell'offerta l'offerente deve dichiarare la residenza o eleggere il domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale, in mancanza, le comunicazioni verranno fatte presso la cancelleria (articolo 576 cod. proc. civ.). L'esame delle offerte sarà compiuto nel Tribunale di Palmi, via Roma, aula denominata Corte di Assise nel giorno e nell'ora sopra indicati. Dopo la gara, gli assegni circolari, unitamente alle offerte, saranno restituiti a coloro che non siano aggiudicatari. Tutte le attività, che, a norma degli articoli 571 e seguenti cod. proc. civ., devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell'Esecuzione, o a cura del cancelliere o del Giudice dell'Esecuzione, sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5 tel. 0966/940987 949720. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del notaio Maria Tripodi, in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720. Polistena, 3 dicembre 2009 °°°°°°°°°°° Avviso d'Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 80/85 promosso da SIB SPA. Il sottoscritto notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell'Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 26 novembre 2007; Avvisa in data 15 marzo 2010 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell'intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita senza incanto; in data 22 marzo 2010 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell'intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto, per il caso di esito negativo della vendita senza incanto; degli immobili di seguito descritti: LOTTO 1 Descrizione: in Taurianova, alla via Francesco Sofia Alessio, opificio realizzato in struttura edilizia di mq. 420 (quattrocentoventi) e terreno su cui è edificato, della superficie di circa mq. 2.450 (duemilaquattrocentocinquanta). Il terreno ricade in zona urbanizzata. La destinazione urbanistica risulta "B5" o "strada" o "F2". Il fabbricato è stato costruito in parte anteriormente al 1967, in parte successivamente a tale data per cui risulta Concessione Edilizia rilasciata il 24 marzo 1977 n.ro 1909. Diritti dell'esecutato: intero; Prezzo base vendita senza incanto: Euro 73.207,80; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 73.207,80; in aumento: il 2% del prezzo base. LOTTO 2 Descrizione: in Taurianova, alla via Francesco Sofia Alessio, fabbricato per civile abitazione composto da piano terra e 1∞ piano, per una superficie convenzionale di circa mq. 230 (duecentotrenta), nonchè di circa mq. 430 (quattrocentotrenta) di pertinenze esterne, del fabbricato insistente sulla particella di mq. 610 (seicentodieci). L'immobile fa parte di un fabbricato costruito giusta Concessioni Edilizie rilasciate in data 6 giugno 1977 n.ro 4107 ed in data 13 dicembre 1979 n.ro 86. Diritti dell'esecutato: intero; Prezzo base vendita senza incanto: Euro 83.665,80; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 83.665,80; in aumento: il 2% del prezzo base. LOTTO 3 Descrizione: in Taurianova, alla via Francesco Sofia Alessio, fabbricato per civile abitazione composto da appartamento mansardato, privo di finiture interne, al secondo piano del fabbricato ivi. L'immobile fa parte di un fabbricato costruito giusta Concessioni Edilizie rilasciate in data 6 giugno 1977 n.ro 4107 ed in data 13 dicembre 1979 n.ro 86. Diritti dell'esecutato: intero; Prezzo base vendita senza incanto: Euro 22.050,00; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 22.050,00; in aumento: il 2% del prezzo base. LOTTO 4 Descrizione: in Taurianova, alla via Francesco Sofia Alessio, terreno edificatorio, della superficie di mq. 2856 (duemilaottocentocinquantasei), con annesso fabbricato in corso di costruzione, ad un piano fuori terra della superficie di mq. 186,67 (centottantasei virgola sessantasette). Il terreno ricade in zona urbanizzata. La destinazione urbanistica risulta "B5" o "strada" o "F2". Il fabbricato è stato costruito giusta concessione edilizia prot. n.ro 4252, del 20 luglio 2000. Diritti dell'esecutato: intero; Prezzo base vendita senza incanto: Euro

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

69.750,00; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 69.750,00; in aumento: il 2% del prezzo base. LOTTO 5 Descrizione: in Cittanova, alla località "Zomaro", terreno edificatorio, di mq. 390 (trecentonovanta). Il terreno ricade in zona residenziale, turistica-montana. Diritti dell'esecutato: quota di 1/2 (un mezzo); Prezzo base vendita senza incanto: Euro 4.756,50; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 4.756,50; in aumento: il 2% del prezzo base. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano (anche in relazione al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.ro 380), con tutte le eventuali pertinenze accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita avviene a corpo e non a misura di conseguenza eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo; conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. Gli oneri fiscali derivanti dalla vendita saranno a carico dell'aggiudicatario. Il relativo pagamento dovrà essere effettuato entro lo stesso termine fissato per il saldo prezzo. L'immobile verrà venduto libero da iscrizioni ipotecarie e trascrizioni di pignoramenti e sequestri che saranno cancellati a cura e spese della procedura. Gli oneri tributari e le spese dell'attività del professionista che il D.M. 23 maggio 1999 n.ro 313 pone a carico dell'aggiudicatario saranno comunicate tempestivamente e dovranno essere versate dallo stesso aggiudicatario nel termine previsto per il saldo prezzo. L'elaborato peritale sarà disponibile per la consultazione, unitamente alla ordinanza di delega ed all'avviso di vendita, sul sito internet www.aste.eugenius.it. Avviso vendita senza incanto MODALITÀ DELL'OFFERTA: 1) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio del notaio Maria Tripodi in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720, entro le ore 12,00 (dodici) del giorno precedente la data fissata per il loro esame e per la vendita (venerdì). Sulla busta dovrà essere indicato ESCLUSIVAMENTE il nome di chi deposita materialmente l'offerta (che può anche essere persona diversa dell'offerente), il nome del professionista delegato e la data della vendita. Nessuna altra indicazione, nè nome delle parti, nè numero della procedura, nè il bene per cui è stata fatta l'offerta, nè l'ora della vendita o altro, deve essere apposta sulla busta; 2) l'offerta dovrà contenere: a. il cognome, il nome, il luogo, la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile, ed il recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta). Se l'offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b. i dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta; c. l'indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore, a pena di esclusione, al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di inefficacia; d. il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari che non potrà comunque essere superiore a 60 (sessanta) giorni dalla data di aggiudicazione; e. l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; 3) qualora siano posti in vendita nella medesima procedura ed alla stessa data più beni simili( ad esempio: box, posti auto, cantine), si potrà fare unica offerta valida per più lotti dichiarando però di volerne acquistare uno solo. In tal caso l'aggiudicazione di uno dei lotti non rende obbligatorio l'acquisto degli altri. Qualora i lotti omogenei abbiano prezzi differenti, l'offerta non potrà essere inferiore al prezzo più alto; 4) all'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento d'identità dell'offerente, nonchè un assegno circolare non trasferibile intestato al "Notaio Maria Tripodi - Proc. esecutiva n.ro.................", per un importo pari al 10% (dieci per cento) del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Ove l'offerta riguardi più lotti ai sensi del numero precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo; 5) salvo quanto previsto dall'art. 571 c.p.c., l'offerta presentata nella vendita senza incanto è irrevocabile. Si potrà procedere all'aggiudicazione al mag-


AsteInfoappalti

9

www.aste.eugenius.it ::

Mercoledì 23 Dicembre 2009 gior offerente anche qualora questi non compaia il giorno fissato per la vendita; 6) salvo quanto disposto nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto successivo punto n.ro 7, l'importo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione prestata) e degli oneri fiscali nella misura del 20% (venti per cento) del prezzo base, dovranno essere versati, entro il termine indicato nell'offerta, mediante deposito presso lo studio del professionista delegato di corrispondenti n.ro due assegni circolari non trasferibili intestati "Notaio Maria Tripodi Proc. Esec............."; 7) per il caso che l'immobile sia gravato da ipoteca iscritta a garanzia di mutuo concesso ai sensi del T.U. 16 luglio 1905, n.ro 646, richiamato dal D.P.R. 21 gennaio 1976 n.ro 7 ovvero ai sensi dell'art. 38 D.to L.vo n.ro 385/1993, l'aggiudicatario dovrà versare direttamente all'Istituto mutuante, ai sensi dell'art. 41 d.to l.vo, nel termine indicato nell'offerta, la parte del prezzo corrispondente al credito dell'Istituto per capitale, interessi, accessori e spese di procedura, nonchè depositare l'eventuale residuo con le modalità già indicate; entro i dieci giorni successivi al pagamento, l'aggiudicatario dovrà depositare presso lo studio del notaio delegato l'originale della quietanza rilasciata dall'Istituto di Credito; 8) in caso di mancato versamento del saldo prezzo entro il termine indicato nell'offerta, l'aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l'incameramento della cauzione; 9) le buste saranno aperte, alla presenza degli offerenti, all'udienza ed all'ora indicate nell'avviso di vendita; qualora per l'acquisto del medesimo bene siano state proposte più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta, secondo le modalità indicate nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto, già depositate presso lo studio del notaio Maria Tripodi; 10) in caso di aggiudicazione a seguito di gara tra gli offerenti ex. art. 173 c.p.c., il termine per il deposito del saldo del prezzo e delle spese sarà comunque quello indicato nell'offerta dell'aggiudicatario; 11) nella vendita senza incanto non verranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara, neppure se il prezzo offerto fosse superiore di oltre un quinto a quello di aggiudicazione. 12) qualora l'aggiudicatario, per il pagamento del saldo prezzo intenda fare ricorso ad un contratto bancario di finanziamento con concessione di ipoteca di primo grado sull'immobile acquistato, egli dovrà indicare nella propria domanda di partecipazione l'istituto di credito mutuante, osservando le modalità indicate nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto, già depositate presso lo studio del notaio delegato. Avviso vendita con incanto MODALITÀ DELL'OFFERTA: 1) ogni offerente, per poter essere ammesso all'incanto, dovrà depositare presso lo studio del notaio Maria Tripodi, in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720, entro le ore 12,00 del giorno precedente a quello fissato per l'incanto (venerdì), la domanda di partecipazione corredata di un assegno circolare non trasferibile intestato a "Notaio Maria Tripodi - Procedura Esecutiva n. ", di importo pari al 10% del prezzo base d'asta a titolo di cauzione; 2) la domanda di partecipazione dovrà contenere: a. il cognome, il nome, il luogo, la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile, ed il recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile. Se l'offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b. i dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta; c. l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; 3) salvo quanto disposto nel successivo punto, l'importo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione prestata) e delle spese (da calcolarsi queste in via preventiva sul prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% dello stesso quale ammontare approssimativo delle spese di trasferimento, salvo conguaglio), dovranno essere versati, entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione (settanta giorni dall'incanto), mediante deposito presso lo studio di n.ro due assegni circolari non trasferibili intestati "Notaio Maria Tripodi proc. esec. n.ro............" 4) per il caso che l'immobile sia gravato da ipoteca iscritta a garanzia di mutuo concesso ai sensi del T.U. 16 luglio 1905, n.ro 646, richiamato dal D.P.R. 21 gennaio 1976 n.ro 7 ovvero ai sensi dell'art. 38 D.to L.vo n.ro 385/1993, l'aggiudicatario dovrà versare direttamente all'Istituto mutuante, ai sensi dell'art. 41 d.to l.vo, nel termine indicato nell'offerta, la parte del prezzo corrispondente al credito dell'Istituto per capitale, interessi, accessori e spese di procedura, nonchè depositare l'eventuale residuo con le modalità già indicate; entro i dieci giorni successivi al pagamento, l'aggiudicatario dovrà depositare presso lo studio del notaio delegato l'originale della quietanza rilasciata dall'Istituto di Credito; 5) in caso di mancato versamento del saldo prezzo entro il termine, l'aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l'incameramento della cauzione; 6) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo. In tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

DISPOSIZIONI COMUNI ALLA VENDITA SENZA INCANTO ED ALLA VENDITA CON INCANTO Al momento dell'offerta l'offerente deve dichiarare la residenza o eleggere il domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale, in mancanza, le comunicazioni verranno fatte presso la cancelleria (articolo 576 cod. proc. civ.). L'esame delle offerte sarà compiuto nel Tribunale di Palmi, via Roma, aula denominata Corte di Assise nel giorno e nell'ora sopra indicati. Dopo la gara, gli assegni circolari, unitamente alle offerte, saranno restituiti a coloro che non siano aggiudicatari. Tutte le attività, che, a norma degli articoli 571 e seguenti cod. proc. civ., devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell'Esecuzione, o a cura del cancelliere o del Giudice dell'Esecuzione, sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5 tel. 0966/940987 949720. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del notaio Maria Tripodi, in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720. Polistena, 3 dicembre 2009 °°°°°°°°°° Avviso d'Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 175/95 promosso da MEDIOCREDITO LOMBARDO. Il sottoscritto notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell'Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 26 novembre 2007; Avvisa in data 15 marzo 2010 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell'intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita senza incanto; in data 22 marzo 2010 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell'intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto, per il caso di esito negativo della vendita senza incanto; degli immobili di seguito descritti: LOTTO 1 Identificazione: Casa di abitazione sita in Melicucco, alla via S. Biagio distribuita tra piano terra, piano primo e piano secondo. Confini: via San Biagio, Parrocchia San Nicola di Melicucco. Consistenza: allo stato il locale è ben mantenuto ed in buone condizioni; esso è composto al piano terreno dall'ingresso e da una porzione del forno che fa parte di altra unità immobiliare; infatti detta zona del piano terreno non è altro che l'ampliamento di un locale destinato alla lavorazione ed alla vendita di pane. Al primo piano vi sono due vani che si raggiungono per il tramite di una scala. E' da precisare che allo stato l'abitazione si presenta di gran lunga più ampia di quanto risulti dall'acquisto, in quanto in epoche successive i proprietari hanno sopraelevato il fabbricato costruendo altri due vani più un bagno al secondo piano ed ampliando per tutti e tre i piani la parte retrostante dell'immobile originario, costruendo su una particella di altri proprietari ed oggi da loro posseduta, ma non ancora trasferita. La superficie coperta dell'immobile è di mq. 45 circa. Diritti degli esecutati: intero. Locazioni: inesistenti. Situazione edilizia: Il fabbricato è stato costruito in origine giusta licenza edilizia n.ro 87 del 6 ottobre 1965 mentre gli ampliamenti eseguiti sia in altezza che in orizzontale sono abusivi senza alcuna sanatoria edilizia. Prezzo base vendita senza incanto: Euro 7.320,77; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto euro: Euro 7.320,77; in aumento: il 2% del prezzo base. LOTTO 2 Identificazione: Terreno agricolo sito in Melicucco, alla località "Pezzulli", dell'estensione di mq. 880 (ottocentottanta). Confini: stradella interpoderale. Consistenza: trattasi di un appezzamento di terreno di mq. 880 avente forma regolare e quasi pianeggiante, con sopra insistenti n.ro 7 piante di ulivo e un vecchio deposito in muratura ordinaria di circa mq. 30, sito in Località Pezzulli. L'accesso avviene da una stradella interpoderale che si diparte dalla strada Statale n.ro 281 e finisce in un fondo di altra ditta. Il suolo insiste su area che ricade nel P.R.G. vigente in zona "E" Agricola Semplice. Diritti degli esecutati: intero. Locazioni: inesistenti. Prezzo base vendita senza incanto: Euro 5.112,92; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 5.112,92; in aumento: il 2% del prezzo base. LOTTO 3 Identificazione: Terreno agricolo sito in Melicucco, alla località "Pezzulli", dell'estensione di mq. 985 (novecentottantacinque). Confini: stradella interpoderale. Consistenza: trattasi di un appezzamento di terreno di mq. 985, avente forma regolare e pianeggiante, senza colture ed utilizzato come deposito di generi vari. L'accesso avviene dalla stradella interpoderale che si diparte dalla strada Statale n.ro 281 e finisce in un fondo di altra ditta. Il suolo insiste su area che ricade nel P.R.G. vigente in zona "E" Agricola Semplice.

A CURA DELLA

MEDIATAG

Diritti degli esecutati: intero. Locazioni: inesistenti. Prezzo base vendita senza incanto: Euro 5.722,99; in aumento: il 2% del prezzo base in caso di gara; Prezzo base vendita con incanto: Euro 5.722,99; in aumento: il 2% del prezzo base. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano (anche in relazione al testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.ro 380), con tutte le eventuali pertinenze accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita avviene a corpo e non a misura di conseguenza eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo; conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. Gli oneri fiscali derivanti dalla vendita saranno a carico dell'aggiudicatario. Il relativo pagamento dovrà essere effettuato entro lo stesso termine fissato per il saldo prezzo. L'immobile verrà venduto libero da iscrizioni ipotecarie e trascrizioni di pignoramenti e sequestri che saranno cancellati a cura e spese della procedura. Gli oneri tributari e le spese dell'attività del professionista che il D.M. 23 maggio 1999 n.ro 313 pone a carico dell'aggiudicatario saranno comunicate tempestivamente e dovranno essere versate dallo stesso aggiudicatario nel termine previsto per il saldo prezzo. L'elaborato peritale sarà disponibile per la consultazione, unitamente alla ordinanza di delega ed all'avviso di vendita, sul sito internet www.aste.eugenius.it. Avviso vendita senza incanto MODALITÀ DELL'OFFERTA: 1) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio del notaio Maria Tripodi in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720, entro le ore 12,00 (dodici) del giorno precedente la data fissata per il loro esame e per la vendita, (venerdì). Sulla busta dovrà essere indicato ESCLUSIVAMENTE il nome di chi deposita materialmente l'offerta (che può anche essere persona diversa dell'offerente), il nome del professionista delegato e la data della vendita. Nessuna altra indicazione, nè nome delle parti, nè numero della procedura, nè il bene per cui è stata fatta l'offerta, nè l'ora della vendita o altro, deve essere apposta sulla busta; 2) l'offerta dovrà contenere: a. il cognome, il nome, il luogo, la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile, ed il recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta). Se l'offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b. i dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta; c. l'indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore, a pena di esclusione, al prezzo minimo indicato nell'avviso di vendita, a pena di inefficacia; d. il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari che non potrà comunque essere superiore a 60 (sessanta) giorni dalla data di aggiudicazione; e. l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; 3) qualora siano posti in vendita nella medesima procedura ed alla stessa data più beni simili( ad esempio: box, posti auto, cantine), si potrà fare unica offerta valida per più lotti dichiarando però di volerne acquistare uno solo. In tal caso l'aggiudicazione di uno dei lotti non rende obbligatorio l'acquisto degli altri. Qualora i lotti omogenei abbiano prezzi differenti, l'offerta non potrà essere inferiore al prezzo più alto; 4) all'offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento d'identità dell'offerente, nonchè un assegno circolare non trasferibile intestato a "Notaio Maria Tripodi - Proc. esecutiva n.ro.................", per un importo pari al 10% (dieci per cento) del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell'acquisto. Ove l'offerta riguardi più lotti ai sensi del numero precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo; 5) salvo quanto previsto dall'art. 571 c.p.c., l'offerta presentata nella vendita senza incanto è irrevocabile. Si potrà procedere all'aggiudicazione al maggior offerente anche qualora questi non compaia il giorno fissato per la vendita; 6) salvo quanto disposto nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto successivo punto n.ro 7, l'importo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione prestata) e degli oneri fiscali nella misura del 20% (venti per cento) del prezzo base, dovranno essere versati, entro il termine indicato nell'offerta, mediante deposito presso lo studio del professionista delegato di corrispondenti

Per informazioni 0961 996802

n.ro due assegni circolari non trasferibili intestati "Notaio Maria Tripodi Proc. Esec............."; 7) per il caso che l'immobile sia gravato da ipoteca iscritta a garanzia di mutuo concesso ai sensi del D.to L.vo n.ro 385/1993, verificare le disposizioni generali in tema di vendita senza incanto già depositate presso lo studio del notaio delegato, in Polistena alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720. 8) in caso di mancato versamento del saldo prezzo entro il termine indicato nell'offerta, l'aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l'incameramento della cauzione; 9) le buste saranno aperte, alla presenza degli offerenti, all'udienza ed all'ora indicate nell'avviso di vendita; qualora per l'acquisto del medesimo bene siano state proposte più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta, secondo le modalità indicate nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto, già depositate presso lo studio del notaio Maria Tripodi; 10) in caso di aggiudicazione a seguito di gara tra gli offerenti ex. art. 173 c.p.c., il termine per il deposito del saldo del prezzo e delle spese sarà comunque quello indicato nell'offerta dell'aggiudicatario; 11) nella vendita senza incanto non verranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara, neppure se il prezzo offerto fosse superiore di oltre un quinto a quello di aggiudicazione. 12) qualora l'aggiudicatario, per il pagamento del saldo prezzo intenda fare ricorso ad un contratto bancario di finanziamento con concessione di ipoteca di primo grado sull'immobile acquistato, egli dovrà indicare nella propria domanda di partecipazione l'istituto di credito mutuante, osservando le modalità indicate nelle disposizioni generali in tema di vendita senza incanto, già depositate presso lo studio del notaio delegato. Avviso vendita con incanto MODALITÀ DELL'OFFERTA: 1) ogni offerente, per poter essere ammesso all'incanto, dovrà depositare presso lo studio del notaio Maria Tripodi, in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720, entro le ore 12,00 del giorno precedente a quello fissato per l'incanto, (venerdì), la domanda di partecipazione corredata di un assegno circolare non trasferibile intestato a "Notaio Maria Tripodi - Procedura Esecutiva n. ", di importo pari al 10% del prezzo base d'asta a titolo di cauzione; 2) la domanda di partecipazione dovrà contenere: a. il cognome, il nome, il luogo, la data di nascita, il codice fiscale, il domicilio, lo stato civile, ed il recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile. Se l'offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; b. i dati identificativi del bene per il quale l'offerta è proposta; c. l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; 3) salvo quanto disposto nel successivo punto, l'importo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione prestata) e delle spese (da calcolarsi queste in via preventiva sul prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% dello stesso quale ammontare approssimativo delle spese di trasferimento, salvo conguaglio), dovranno essere versati, entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione (settanta giorni dall'incanto), mediante deposito presso lo studio di n.ro due assegni circolari non trasferibili intestati "Notaio Maria Tripodi proc. esec. n.ro............" 4) per il caso che l'immobile sia gravato da ipoteca iscritta a garanzia di mutuo concesso ai sensi del D.to L.vo n.ro 385/1993, verificare le disposizioni generali in tema di vendita senza incanto già depositate presso lo studio del notaio delegato, in Polistena alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720; 5) in caso di mancato versamento del saldo prezzo entro il termine, l'aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l'incameramento della cauzione; 6) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo. In tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione. DISPOSIZIONI COMUNI ALLA VENDITA SENZA INCANTO ED ALLA VENDITA CON INCANTO Al momento dell'offerta l'offerente deve dichiarare la residenza o eleggere il domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale, in mancanza, le comunicazioni verranno fatte presso la cancelleria (articolo 576 cod. proc. civ.). L'esame delle offerte sarà compiuto nel Tribunale di Palmi, via Roma, aula denominata Corte di Assise nel giorno e nell'ora sopra indicati. Dopo la gara, gli assegni circolari, unitamente alle offerte, saranno restituiti a coloro che non siano aggiudicatari. Tutte le attività, che, a norma degli articoli 571 e seguenti cod. proc. civ., devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell'Esecuzione, o a cura del cancelliere o del Giudice dell'Esecuzione, sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5 tel. 0966/940987 949720. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del notaio Maria Tripodi, in Polistena, alla via Cavour n.ro 5, tel. 0966/940987 949720. Polistena, 3 dicembre 2009


10

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA'

Il patto tra Cina e Calabria spezzato dall’antimafia

di Antonio Latella GIOIA TAURO - Spezzato il patto tra mafia cinese e ‘ndrangheta reggina. A conclusione di un’indagine del Ros dei carabinieri e coordinata dalla Dda reggina sono stati eseguiti 27 arresti per reati associativi finalizzati, tra l’altro, all’introduzione in Europa di ingenti quantitativi di merce contraffatta, con l’aggravante della transazionalitàed altri reati doganali. Ad illustrare i risultati

dell’operazione "Maestro", il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, il generale Giampaolo Ganzer, comandante del Ros, il direttore interregionale (Campania - Calabria) delle Dogane Alberto Libeccio ed il colonnello Pasquale Angelosanto, comandante provinciale dell’Arma. Gli arrestati sono Rong Rong Dai, di 27 anni, nata a Zhejiang e residente a Roma, e Wanli Lyn (27) entrambi cinesi; Antonio Albanese (64), Gregorio Cacciola (29),

Pietro Francesco Calipa (29), Agostino Cosoleto (48), Francesco Cosoleto (23), Antonio Filippone (62), Domenico Larosa (29), Domenico Luca’ (39), Ernesto Madaffari (34), Rossano Marando (29), Angelo Politanò (33), Francesco Spano’ (39), Rocco Nicoletta (22), Giuseppe Speranza (68), Rossella Speranza (40), Francesco Tripodi (20), Massimo Vallone (39), Cosimo Virgiglio (43), Gesuele Zito (29), tutti della Piana di Gioia Tauro; Angelo

IN BREVE

Sono stati eseguiti 27 arresti per reati Ripristinato il carcere associativi finalizzati, per l’imprenditore Mazzei tra l’altro, CATANZARO - L’imprenditore all’introduzione in Salvatore Mazzei, di 53 anni, è stato nuovamente arrestato dopo che Europa di ingenti gli è stata ripristinata la custodia in carcere al posto di quantitativi di merce cautelare quella ai domiciliari. Mazzei era Boccardelli (60), di Segni (Roma) Giuseppe Fortebracci (56) di Roma; Alessandro Giorgi (39) di Cascina (Pisa). Domiciliari per due funzionari della Dogana di Gioia Tauro: Antonio Morabito (54), reggino; Adolfo Fracchetti (68), di origine altoatesina. Il lavoro degli inquirenti ha riguardato le infiltrazioni della ‘ndrangheta nel porto container con specifico riferimento alla cosca Molè. Con l’aiuto di spedizionieri compiacenti, come Cosimo Virgiglio, nel porto arrivava abbigliamento contraffatto eludendo il sistema di controllo automatico dell’agenzia delle dogane e, con il meccanismo della sottofatturazione, venivano evase quote rilevanti di dazi ed iva. Sequestrate quote di società riconducibili a Virgiglio, un albergo e due ristoranti in provincia di Roma acquisiti dall’organizzazione con il sistema dell’aiuto fittizio alle strutture in difficoltà economica.

stato arrestato dai carabinieri del Ros, insieme ad altri due imprenditori, il 27 febbraio scorso per associazionemafiosaedestorsioneaggravata dalle modalità mafiose. Mazzei titolare di numerose attività nel settore del movimento terra, estrazione di inerti e commercializzazione di calcestruzzo, è accusato di essere il rappresentante della ’ndrangheta nell’infiltrazione nei lavori di ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. dalle indagini che portarono al suo arresto nel febbraio scorso, secondo gli investigatori, è emerso che Mazzei era stato imposto dalla criminalità quale unico fornitore per le società che lavoravano nel tratto della A3 tra Lamezia e Pizzo. Inoltre avrebbe svolto un ruolo di mediatore con la criminalità organizzata, in grado di garantire la "tranquillità ambientale" sui cantieri, promuovendo l’affidamento di subcontratti ad altri imprenditori controllati dalle cosche.


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani 11

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA'

Bilancio di un anno di attività illustrato ai giornalisti dal generale della Guardia di Finanza, Giancane

Incisiva azione delle Fiamme Gialle contro le frodi e la ‘ndrangheta di Francesco Pungitore CATANZARO - Il sequestro e la confisca dei beni della ’ndrangheta sono stati prioritari nell’azione investigativa svolta dalla Guardia di finanza in Calabria. L’attività svolta nel 2009 è stata illustrata ieri dal comandante regionale, generale Gaetano Giancane. I finanzieri hanno accertato 136 violazioni della normativa antimafia ed hanno eseguito 81 accertamenti patrimoniali nei confronti di esponenti delle cosche. Il valore dei beni sequestrati ammonta ad oltre 415 milioni di euro mentre quelli confiscati

superano i 50 milioni di euro. «La priorità del 2009 della Guardia di finanza in Calabria - ha detto

Particolare attenzione è stata rivolta anche al fenomeno dell’evasione fiscale che ha visto 4.465 controlli Giancane - è stata l’aggressione ai patrimoni accumulati dagli espo-

nenti delle cosche. Abbiamo notevolmente incrementato l’attività d’indagine e di conseguenza anche i risultati ottenuti». Particolare attenzione è stata rivolta anche al fenomeno dell’evasione fiscale che ha visto 4.465 controlli con l’accertamento di oltre 489 milioni di euro di redditi sottratti all’imposizione diretta e di violazioni all’Iva per complessivi 126 milioni. Gli evasori totali scoperti sono stati complessivamente 258 mentre quelli parziali sono 34. Le persone denunciate per violazione delle norme fiscali sono state 467. «L’attività sull’evasione fiscale - ha aggiunto

Un lungo applauso ha accolto il trasferimento dei due Bronzi REGGIOCALABRIA-PalazzoCampanella ha accolto i Bronzi di Riace con un lungo applauso. L’ingresso dei due Guerrieri nella sede del Consiglio regionale della Calabria è stato caratterizzato da attimi di grande emozione. Ad attendere le due statue il presidente Giuseppe Bova, il segretario generale Giulio Carpentieri, la soprintendente Simonetta Bonomi ed una folta rappresentanza del personale della struttura di via cardinale Portanova. Un lungo corteo si L’ingresso dei due è snodato dal Museo Nazionale a Palazzo guerrieri nella sede Campanella: ad accomdel Consiglio regionale pagnare i due Guerrieri durante il loro tragitto della Calabria è stato un imponente cordone di sicurezza, con il comcaratterizzato da pito di far filare liscio grande emozione l’operazione di trasferimento nella sede che li ospiterà per i prossimi mesi. Lungo le vie interessate dal passaggio del corteo, tanti reggini, semplici curiosi, ma soprattutto tanti studenti ad assistere ad un evento del tutto eccezionale. Dopo 28 anni, i Bronzi di Riace hanno lasciato la loro collocazione storica, il Museo nazionale della Magna Graecia, che dopo il loro trasferimento e quello di tutte le opere in esso ospitate, sarà sottoposto a lavori di ristrutturazione. Il trasporto delle due

- vede sostanzialmente dei dati più o meno stabili rispetto allo scorso anno. La nostra attività è

Il valore dei beni sequestrati ammonta ad oltre 415 milioni di euro mentre quelli confiscati superano i 50 milioni di euro stata sempre costante ed i dati non hanno rilevato un incremento delle violazioni ma nemmeno una riduzione». Intensa è stata anche l’attività per contrastare il fenomeno del lavoro irregolare. Sono stati scoperti 928 lavoratori irregolari, di cui 589 totalmente in nero e riscontrate 792 violazioni con la verbalizzazione di 350 imprese societarie ed individuali che hanno impiegato mano d’opera in nero. Sul fronte

del contrasto alle frodi comunitarie, alle indebite percezioni di contribuzioni pubbliche ed agli sperperi nei settori delle grandi opere e dei servizi in genere ha portato all’accertamento di danni erariali per 267 milioni di euro. «Sul fronte dei danni erariali - ha proseguito Giancane - abbiamo accertato innumerevoli casi che sono il frutto di una mala gestione della cosa pubblica. Un ringraziamento particolare voglio rivolgere a tutti gli enti locali che, nel corso di questi ultimi anni, hanno voluto fornire la loro collaborazione per meglio contrastare i gravi fenomeni di illegalità che riguardano l’indebita percezionedi risorse finanziarie sia di origine comunitaria che nazionale. In tale contesto desidero ricordare, in particolare, la collaborazione, sancita da apposito protocollo d’intesa, con la Regione Calabria che ha consentito, oltre al miglioramento dello scambio informativo utile a rendere più efficace l’azione repressiva del corpo, il potenziamento della dotazione strumentale delle relative strutture operative». Non sono mancati anche considerevoli risultati sul fronte del contrasto al traffico delle sostanze stupefacenti. Nel 2009 sono state denunciate 397 persone e 136 sono state arrestate. I finanzierihannoanchesequestrato 618 chili di cocaina ed eroina, 321 chili di hashish e marijuana ed oltre 17 mila piante di canapa indiana.

Processo Parco Romani imputati tutti assolti statue si è svolto secondo quanto previsto: collocati in speciali sarcofagi, i Bronzi hanno viaggiato all’interno di furgoni dotati di climatizzazione di proprietà di una ditta specializzata in interventi del genere. I Guerrieri sono stati sistemati nell’aula "Federica Monteleone", dove questa mattina i tecnici dell’Istituto Centrale di Restauro inizieranno la loro attività per arrivare ad una diagnosi certa sullo stato di salute dei Bronzi. I visitatori potranno assistere ai lavori di restayling attraverso una vetrata blindata. Nell’aula "Monteleone", individuata dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionaleinsiemealla Soprintendenza ai beni culturali, saranno inoltre esposte le altre opere del Museo nazionale: tra le più significative i Dioscuri, la Testa del Filosofo, la Testa di Basilea, ed il Kouros. Angela Latella

di Nelida Armora CATANZARO - Sono stati tutti assolti,pernonavercommesso il fatto, gli otto imputati nel processo con rito abbreviato per le presunte irregolarità nell’inter relativo alla realizzazione del parco commerciale e direzionale Romani di Catanzaro. La sentenza è stata emessa dal giudice per le udienze preliminari di Catanzaro, Camillo Falvo. Al termine della requisitoria il pubblico ministero aveva chiesto l’assoluzione per gli otto imputati. Ieri si è svolta anche l’udienza preliminare nei confronti di al-

tri 23 indagati. Il Gup ha stralciato la posizione di tre indagati e li ha prosciolti perché i reati contestatierano in concorsogli otto imputatiassoltinel processo con rito abbreviato. Per gli altri 20 indagati il Gup ha rinviato gli atti alla Procura di Catanzaro per riformulare il capo d’imputazione perché quello attuale è ritenuto generico. Il rinvio a giudizio degli indagati era stato chiesto l’anno scorso dall’ex pm di Catanzaro, Luigi De Magistris. I reati ipotizzati sono abuso d’ufficio, truffa e violazioni delle norme sull’edilizia. Per il centro commerciale è previsto un investimento complessivo di 60 milioni di euro.


12

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

ENTI LOCALI

Il primo cittadino di Rende, Umberto Bernaudo, delinea chiaramente le prospettive dei rapporti con la limitrofa Cosenza

L’area urbana si può fare la città unica ancora no di Saverio Paletta RENDE - Difficilmente lo si potrebbe definire un visionario proiettato al futuro. Chi lo conosce, anzi, ne stima lo stile conservatore, un po’ all’inglese. E la sua passione per l’antiquariato automobilistico completa un po’ il quadro. D’altronde, Umberto Bernaudo, avvocato al giro di boa del quarto anno come sindaco di Rende, progressista non si è mai definito. Semmai, parla di sé come di un riformista. E il riformismo include la prudenza, come cifra caratteriale, oltre che politica. Niente fughe in avanti, quindi. Ma una visione lucida delle cose. Che non impedisce però di pensare al futuro.

«La volontà politica c’è. A Rende è chiara e univoca. A Cosenza è più sfumata per via delle sue peculiari problematiche politiche»

Sono anni che si parla di area urbana. Ma, a dirla tutta, sembra solo un desiderio nominale. Cosa manca «Cerchiamo di capirci. Se intendiamo la città unica, non siamo ancora pronti. Non lo siamo noi e non lo è Cosenza. Se intendiamo, invece, l’area urbana in senso stretto, cioè il coordinamento dei comuni di Cosenza e Rende, è più facile rispondere: mancano i servizi comuni». Spieghi meglio. «I cittadini di Cosenza e Rende, devonoaverel’impressionedistare nella stessa città, almeno per quel che riguarda il livello qualitativo dei servizi. Mi riferisco alle infrastrutture, ai trasporti e alla salvaguardia ambientale. Occorre un livello accettabilmente omogeneo. Il che non deve significare un’omogeneità al ribasso. Bensì un innalzamento uniforme degli standard. Chi abita alla Massa o a Portapiana deve essere servito dalla propria amministrazione come chi abita a Roges».

È un problema di volontà politica «La volontà politica c’è. A Rende è chiara e univoca. A Cosenza è più sfumata per via delle sue peculiari problematiche politiche. Ma c’è. A mio avviso è solo questione di tempo». Eppure non mancano le critiche a un preteso campanilismo rendese. «Sono così campanilista da dire che l’idea di area urbana è nata proprio aa Rende. Perché agevolerebbe non solo il capoluogo ma pure la città di cui mi

onoro di essere sindaco. Dico di più, per restare alla questione del campanilismo: l’idea di area urbana fu lanciata da Sandro Principe durante un famoso incontro al Garden del 1982. Allora, se campanilismo vuol dire progettare il proprio futuro con una visione d’assieme che comprenda i propri vicini, mi sento campanilista. Non solo: si rifletta sul fatto che il territorio di Rende è abitato da cosentini. Cioè da molte persone nate a Cosenza o che, lavorando a Cosenza, si sentono cosentine. Allora, che senso ha il campanilismo?»

ta dei cittadini non potrebbe che migliorare. D’altronde, il futuro non è molto propizio per i piccoli comuni». È arrivato al quarto anno di mandato. Qual è il suo giudizio su quest’esperienza? «Sicuramente positivo, ma ammetto anche i miei errori». Qual è, a suo giudizio, l’aspetto più positivo della sua esperienza? «Senz’altro il rapporto con i cittadini. E poi l’aver mantenuto il programma». L’errore? «Pensare che le condizioni politiche che mi hanno portato ad essere sindaco restassero immutate. E che restasse immutato il gioco di squadra che ci fece vincere nel 2006». Si ricandiderà nel 2011? «L’ultima volta mi hanno candidato con 30 giorni di preavviso. Sono a disposizione della squadra che mi ha candidato e mi ha consentito questa bella esperienza amministrativa».

E la città unica? La grande Cosenza che fine fa? «È l’obiettivo successivo, verso il quale, inutile dirlo, sono completamente a favore. Ma è questione di tempi e di passi successivi». Concretamente, quanto tempo potrebbe volerci? «Meno di quanto si pensi. Noi vogliamo la grande Cosenza. La deve volere pure il capoluogo. Perciò si tratta solo di trovare una comune visione politica. D’altronde, un grande Comune, con maggiori capacità finanziarie, non potrà che agevolare la vita dei cittadini. Soprattutto in un territorio provinciale vasto come il nostro. La città unica, con una popolazione di oltre 200.000 abitanti, che comprenda, oltre che Cosenza e Rende, anche Castrolibero e Montalto, è l’obiettivo che non possiamo mancare. Ma, mi si consenta di aggiungere, l’ideale sarebbe un processo che cancelli, a livello provinciale i comuni sotto i 5.000 abitanti. La qualità di vi-

«Se campanilismo vuol dire progettare il proprio futuro con una visione che comprenda i propri vicini, mi sento campanilista»


Natale, “consacrato” sempre più a festa del consumismo per eccellenza, ha ormai perso molto del suo significato originario. Tra le carte di credito e gli scontrini, però, torna ora a farsi strada il desiderio di ritrovare una spiritualità più profonda. Il consumismo sembra trovare il suo miglior alleato nel Natale: tutto gira attorno all'acquisto del regalo, che spesso non tiene nemmeno conto dei desideri dei destinatari. L’importante è comperare e riempire i propri amici e parenti di pacchettini da scartare. Per alcuni anche la famiglia ha perso il suo valore affettivo. Tutto può essere sostituito dal denaro e dal divertimento. Ma il Natale non ha un’altra origine? C'è chi è assolutamente convinto che la spiritualità quotidiana sia definitivamente scomparsa, un cambiamento che ha influenzato anche la celebrazione del Natale, del cui senso religioso, per molti, rimane ormai ben poco. L’avvento, invece, dovrebbe ricordarci l’accoglienza verso i più poveri e i meno felici, facendoci riflettere e rivedere il modo con cui consideriamo gli altri

Il

soprattutto le persone che abbiamo accanto. Considerarle con benevolenza perché tutti siamo uniti da un legame fraterno e tutti abbiamo bisogno di pace e di sentirci accettati per quello che siamo, non per quello che possediamo materialmente. Forse adesso che si sta diffondendo sempre più un senso di insoddisfazione continuo, di ricerca incessante di felicità associata erroneamente agli oggetti da possedere o al successo da raggiungere, il desiderio di andare oltre le cose che ci circondano sta guadagnando un posto sempre più di rilievo e cominciamo a porci domande esistenziali per non accontentarci di una vita all’insegna del materialismo. C’è il bisogno di una spiritualità ritrovata. È innegabile che il Natale oggi rappresenti la corsa sfrenata al regalo, al cenone, alla vacanza. Forse però ognuno di noi può fare qualcosa per restituire il vero senso al Natale: possiamo ridare significato alla festa sacra che è messaggio di pace e serenità tornando ai veri valori che riescono, a differenza dei beni materiali, a farci ritrovare l’armonia interiore che abbiamo smarrito.


pagina

14

SPECIALE

Natale

DICEMBRE

2009

Appuntamenti e manifestazion Calabria Fiera campionaria Natale in fiera 2009 - 15-23 dicembre 2009 Rende (CS) Unimpresa, Associazione Provinciale di Cosenza, Presenta la FIERA CAMPIONARIA denominata “NATALE IN FIERA”, che si svolgerà nella Città di Rende (CS) dal 15 al 23 Dicembre 2009 presso area parcheggio luna park, su un’area di circa 8000 mila mq.. le aziende previste tra associazioni, ed enti pubblici, sono circa 250.

Sicilia Natale a Castelmola Castelmola (ME), che fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia, negli anni ‘90 è riuscita a rendersi nota, durante il periodo natalizio, per la realizzazione dei presepi. Vengono allestiti dei presepi lungo tutto il paese che nelle sue innumerevoli viuzze ospita le più svariate creazioni artistiche. Presenti dalle realizzazioni tradizionali a quelle con i fiammiferi, la pasta di pane, la pasta, le bottiglie ecc; tutto ciò accompagnato da tappe degustative con prodotti locali tipicamente natalizi.

Presepe Vivente La manifestazione “Presepe Vivente” si svolgerà nei giorni 25-26-27 dicembre 2009 e nei giorni 2-3-4-5-6 gennaio 2010. Ormai l’evento della natività di Gesù rivive nella suggestiva grotta Mangiapane dal 1983 nel borgo di Scurati (Custonaci) luogo in cui antichi mestieri, usi e costumi di una vita agro-pastorale rivivono per la riscoperta di una tradizione che purtroppo tende sempre più a scomparire. Natale ennese Novene di Natale a Enna e Calascibetta, dal 16 al 24 dicembre i cantori omaggeranno i presepi e gli altari nei quartieri di Enna e Calascibetta. Ritorna il tempo delle novene. E ritornano i suoni e i canti del repertorio tradizionale siciliano, interpretato originalmente dal gruppo ennese di musica etnica e popolare I

Petri ca Addumunu. Uno dei momenti più alti ed avvertiti dal calendario culturale e liturgico della tradizione popolare siciliana, quello delle novene,

che verrà rievocato con modalità tipiche della tradizione: un responsabile di quartiere era solito raccogliere denari per pagare i suonatori e poi, nel novenario, farli girare per le case (allora prevalentemente grotte), in cui si adorava l’effigie del Bambino al suono e al canto della musica. Tra i suggestivi vicoli dei paesi

arroccati, spesso avvolti da una fitta nebbia o spolverati di fiocchi di neve, grazie alla collaborazione dei parroci e dei rettori delle confraternite, la gente aprirà la porta di casa ai cantori di strada, alla comunità e ai tanti visitatori per condividere il proprio presepe. Natale in Fiera a Messina - dal 4 al 23 Dicembre 2009 L’obiettivo dell’Ente Fiera Internazionale è quello di far trascorrere le giornate che precedono Natale e San Silvestro in un’atmosfera di festa. Tra i numerosi padiglioni, che saranno arricchiti da prodotti di quasi tutti i generi merceologici, ci sarà spazio infatti anche per gli eventi collaterali che caratterizzeranno l’esposizione. Artigiani e commercianti locali, avranno modo, come al solito, di mettere in vetrina i loro prodotti

migliori a disposizione anche di tutti quei visitatori che raggiungono la città dalla sponda opposta dello Stretto. Spazio all’Enogastronomia che avrà un padiglione dedicato. Natale a Mineo - 1 dicembre 2009 - 5 gennaio 2010 a Mineo (CT) Presepi artistici Come ogni anno, viene proposto un “percorso” lungo il labirinto delle viuzze del centro storico, dove si trovano numerosi presepi “artistici” inediti e realizzati a mano in ambienti tipici della civiltà contadina di fine ‘800 - inzio ‘900, confezionati ispirandosi alle Sacre Scritture e liberamente riprodotti secondo le tradizioni ed i modelli di molte regioni d’Italia, con materiali caratteristici. I visitatori potranno votare tra questi il migliore in asso-


pagina

SPECIALE

Natale

15

DICEMBRE

2009

oni natalizie in Calabria e Sicilia luto, designando, così, il vincitore di questa edizione del concorso. “Cartoline” viventi Lungo lo stesso percorso, all’interno di androni di palazzi antichi ovvero nelle adiacenze delle Chiese, saranno proposte 3 scenografie viventi, vere e proprie “cartoline”, che si ispirano a rappresentazioni del Natale nella Storia dell’Arte e raffigurano tre momenti del Vangelo dell’Infanzia: L’Annunciazione e la visita di Maria a Elisabetta, La Natività, L’Adorazione di Magi, Angeli e Pastori. Esposizioni, Mostre, Punti di Ristoro A corredo della manifestazione e sempre lungo il medesimo tracciato è possibile trovare altri presepi “fuori concorso” (in particolare, i vincitori delle ultime edizioni),

CALENDARIO 1 Dicembre: apertura ufficiale manifestazione Dal 2 al 6 e dal 9 al 22 Dicembre 2009 - 4 e 5 Gennaio 2010 (dalle ore 9.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.00) Presepi artistici (Visite riservate su prenotazione a Scuole e Gruppi Organizzati) 02 Gennaio 2010 (dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 21.00) Presepi artistici (Visite riservate su prenotazione a Gruppi in genere, Tour operator, Parrocchie) 25 Dicembre 2009 Presepi artistici - visitabili dalle ore 16.00 alle 22.00 Cartoline viventi - visitabili dalle ore 17.30 alle 22.00 26, 27 Dicembre 2009 - 3, 6 Gennaio 2010 Presepi artistici - visitabili dalle ore 09.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 22.00 La manifestazione resta sospesa nei seguenti giorni:

23, 24, 28, 29, 30 e 31 dicembre 2009 - 1 gennaio 2010.

mostre, esposizioni, punti di ristoro (con degustazioni di prodotti tipici del territorio e vendita dimanufatti artigianali). Casa Museo “Luigi Capuana” Palazzo imponente, dal disegno architettonico suggestivo, contiene mobili, arredi, quadri, manoscritti, fotografie, documenti, giornali e stampe dell’epoca appartenenti al fondatore del Verismo. Inoltre, vi si trova una fornita biblioteca in “Esperanto”, un ricco Fondo dei Padri Cappuccini (con testi del ’400, ’500 e ’600), il Fondo “C. Zimbone” (altro scrittore locale). Sagra della Ricotta Dicembre - 5 gennaio Marianopoli (CL) Durante il periodo natalizio a Marianopoli viene allestito, in Piazza Garibaldi, il presepe monumentale e il 5 Gennaio, si svolge la Sagra della Ricotta. La serata sarà allietata dalla “Parata di Natale”, Giocolieri, Trampolieri, Sputafuoco, Artisti da strada Distribuzione di Tuma e ricotta calda, preparata dagli allevatori e tradizionale “cicirata”, distribuzione di ceci cotti.


pagina

SPECIALE

Natale

Caffè, d’accordo, ma accompagnato da una brioche o da qualche fetta biscottata, perché da solo non basta. La colazione made in Italy vuole essere, infatti, un piccolo pasto da aggiungere agli altri, ben diverso però dal modello inglese, le famose uova con bacon, o americano, con le dolcissime frittelle. Un’indagine condotta dall’Istituto nazionale della nutrizione su un campione di 1.200 famiglie (circa 3mila persone) ha dimostrato che la colazione all’italiana è la più diffusa. Nel 40,8% dei casi ci si sveglia gustando latte caldo con caffè o tè, pane o fette biscottate, biscotti o brioche. Il 39,8% realizza poi varianti sul tema, aggiungendo a una bevanda calda torte o alimenti salati. C’è Chi punta esclusivamente sul latte caldo e chi, invece, lo preferisce freddo, alternando a

yogurt o mescolando ai cereali. I dati più significativi riguardano chi ha molta fretta o crede che per controllare l’aumento di peso sia meglio non mangiare nulla: solo il 2,6% dichiara di non fare colazione e la percentuale di pasti celeri (un caffè o un tè e via) è alquanto bassa, pari al 6,2%. Stravince, dunque, il modello “diamoci una carica per tutta la mattina, gustando qualcosa di sano, senza esagerare”. Con il beneplacito dei nutrizionisti, che considerano fondamentale iniziare la giornata con la giusta dose di carboidrati. All’invito degli esperti, gli italiani rispondono ben volentieri. Ciascuno secondo i propri gusti e con un oc-chio alla bilancia. «Le mie abitudini sono condizionate dalla glicemia alta», spiega lo scrittore partenopeo Luciano De Crescenzo. «Vorrei cornetto e cappuccino, come la

2009

Se aggiungi un maggior parte degli italiani. Mi tocca invece prendere il caffè col dolcificante. Che debbo fare? E la dieta medica, non estetica sia ben chiaro, che me lo impone. Quando vedo nei bar o negli alberghi uno straniero che per colazione si mangia uova e bacon ho un rigetto totale. È come se vedessi un cannibale. Non arrivo proprio a capire come si fa, di prima mattina, a buttar giù quella roba». Meno ostile al breakfast anglosassone, ma attenta ai cibi sani è l’attrice cabarettista milanese Lella Costa. «Non bevo caffè», dice, «è questo già mi porta a scelte diverse rispetto alle tradizioni del nostro Paese. Prendo del té, mangio qualche biscotto, muesli, cereali e yogurt. E una via di mezzo tra il caffè e via e la colazione come si dovrebbe fare. Sono dell’idea che questo sia un pasto importante. Quando sono in vacanza e ho più tempo mi capita di fare colazioni più fantasiose, arricchite con tanta frutta e altri alimenti». Gli impegni, lo stile di vita, il tasso di zuccheri o di colesterolo condizionano le scelte di ognuno. Contano poi l’area geografica di appartenenza, il sesso, l’età, la stagione, il numero di componenti del nucleo familiare. Le variabili sono numerose, ma la ricerca compiuta dall’Istituto nazionale della nutrizione ha permesso, comunque di evidenziare alcune tipologie. Cinque in tutto. Si va dalla colazione povera o celere (solo caffè, tè o altre bevande calde) a quella a base

di latte, con o senza caffè, tè, eccetera. Ci sono il modello predominante, la colazione calda italiana (latte caldo con caffè/tè, biscotti o merendine, brioche o pane), e la colazione alternata (alla precedente si alterna il consumo di dolci diversi o alimenti salati, sempre con bevande calde). Infine c’è quella fredda: yogurt o latte con o senza cereali. Nessuno di questi modelli è una brutta copia dello stile inglese, sono tutte soluzioni doc. Per fortuna, dal momento che di recente nei Paesi anglosassoni noti per le loro ricche colazioni, sta prendendo piede la propensione a saltare del tutto il primo pasto, nell’errata convinzione di poter ridurre così l’apporto energetico e controllare il peso. Da noi il 91,2% delle persone, con punte del 94,5% nel Nord Est, consuma un pasto non veloce. Il secondo modello è seguito in casa di preferenza dai breadcetera.com

Gli italiani al momento della prima colazione sono i più saggi, perché latte, caffè e qualche fetta biscottata sono proprio il mix consigliato dai nutrizionisti. Ecco un piccolo vademecum per cominciare la giornata con l’oro in bocca

16

DICEMBRE

bambini, fuori casa dagli adulti. In generale la colazione viene consumata più dalle donne (93,1%) che dagli uomini (88,9%). il gentil sesso, inoltre, la preferisce calda. Rispetto all’età, una leggera flessione si ha nella fascia compresa tra i 30 e i 59 anni. Dai 4 ai 29 si tende a scegliere la colazione alternata,


pagina

SPECIALE

Natale

n pasto a tavola menti della tradizione. È prevedibile che nell’immediato futur o

dai 30 in su si opta per quella calda italiana. I single sono i più fedeli e prediligono alimenti freddi. I nuclei familiari numerosi sono maggiormente orientati verso le bevande calde. Nell’83,4% dei casi si mangia a casa. Il luogo influisce sulla scelta degli ingredienti. Nella propria cucina si utilizzano di più

latte, zucchero, caffè o tè, biscotti, pane e marmellata, merendine e brioche. Al bar il caffè domina nettamente sul latte e sulle altre voci. «È evidente un ritorno alla tradizione», spiega Aida Turbini ricercatrice all’Istituto nazionale della nutrizione, «anche se yogurt, succhi di frutta e frutta, un tempo estranei alle nostre consuetudini mattutine, registrano incrementi degni di rilievo, specie tra i bambini, i single e coloro che mangiano fuori casa. Rispetto a dieci anni fa, oggi il consumatore si mostra attento alle proprie esigenze nutrizionali, attribuisce importanza al primo pasto e si rivolge agli ali-

ques t o trend prosegua con le stesse caratteristiche». «Negli anni Ottanta era emersa una certa tendenza all’abbandono delle abitudini nei pasti tradizionali, a vantaggio di pasti più o meno completi fuori casa, anche per quanto riguarda pranzo e cena», aggiunge Amleto De Amicis, biologo e direttore dell’Unità di statistica dell’Istituto. «Ora c’è un ritorno, in particolare tra i più giovani, ai consumi entro le mura domestiche. Questo dipende probabilmente dall’aumentata sensibilità verso i canoni salutistici di una equilibrata alimentazione e dalle campagne di promozione condotte da varie fonti. In un quadro generale di calo dei consumi, la crescita riguardante la prima colazione si pone dunque in controtendenza. Ed è motivo di grande soddisfazione. Al primo pasto si attribuisce circa il 20% dell’apporto globale di cibo. Le tipologie

17

DICEMBRE

2009

I sapori del mattino? È meglio gustarli a casa Le abitudini alimentari sono influenzate da fattori socioculturali, ambientali ed economici. Per analizzare le tendenze in atto occorre considerare, per esempio, la crisi economica (che porta a valutare diversamente cosa è necessario e cosa è superfluo), la nuova cultura del benessere, inteso come punto d’incontro fra lo star bene e il vivere bene, e la crescita dell’informazione alimentare a tutti i livelli. È quanto ha fatto l’istituto Delfo analizzando l’esperienza di 54 “esperti” (personaggi dello spettacolo, docenti universitari, imprenditori, eccetera) riguardo la prima colazione in casa. Ne è emerso che questa tende a crescere come “momento temporale” nel rimo veloce delle condizioni di vita, come “bisogno nutrizionale”, in un “calda” e “calda alternata” che riflettono lo stile italiano, sono piuttosto bilanciate perché forniscono buone quantità di calcio e di carboidrati semplici (zucchero, lattosio e quelli della frutta) e complessi (presenti in biscotti secchi, frollini, fette biscottate e brioche)». «La classica colazione calda all’italiana è la migliore», conferma il nutrizionista Marcello Ticca. «È a base di prodotti ricchi di carboidrati e quindi decisamente preferibile al breakfast all’inglese, troppo ricco di grassi. Finalmente stiamo impa-

sistema alimentare evoluto e maturo, e come “piacere centrato sul gusto e sulla soddisfazione“. La prima colazione di tipo italiano si espande inoltre perché soddisfa il desiderio di recuperare, al momento del risveglio, i valori domestici intimi, in parte “materni”. In previsione non c’è però un ritorno al tipo familiare classico “tutti a tavola”: la colazione sarà, secondo l’istituto Delfo, un momento individuale e privato, in cui i prodotti nuovi e moderni si affiancheranno alle proprie abitudini. Un ruolo determinante sarà allora quello dell’industria alimentare, che dovrà allargare il ventaglio delle scelte, offrendo novità caratterizzate dal pieno rispetto degli ingredienti naturali. (da “A tavola”) rando a mangiare meno e meglio e a considerare quello del mattino un vero e proprio pasto. Però usiamo ancora troppi grassi e proteine. Dovremmo puntare di più su calcio e carboidrati, questi ultimi dovrebbero apportare il 55?60% delle calorie quotidiane». Se gli esperti di scienze dell’alimentazione sono soddisfatti, lo sono ancora di più gli psicologi. Oltre a far bene alla salute, una buona colazione contribuisce, infatti, a migliorare umore e prestazioni mentali. (da “A tavola”)


pagina

SPECIALE

Natale ltre che per la sua connotazione geografica questa regione del sud Itala, permette di godere di borghi arrampicati su scoscese dorsali montane, nascoste calette e baie marine, boschi sterminati ed incontaminati, testimonianze magno-greche e splendori bizantini, castelli e chiese, musei e monumenti, parchi ed oasi naturalistiche, santuari millenari dove si respira il senso dell’eternità, città vive ed accoglienti, paesini ridenti ed ospitali, gente fiera e amichevole. Dovunque in Calabria vi sentirete come a casa vostra, accolti calorosamente come un vecchio amico che torna dopo una lunga assenza. Degna di nota è la città di Reggio Calabria, con la sua Villa Comunale, adibita ad orto botanico con pregevoli esempi di flora tropicale ed equatoriale. Poi c’è il Museo nazionale, dove si conservano reperti archeologici relativi all’intera regione calabrese che vanno dal periodo preistorico all’età della colonizzazione greca, nonché una vasta raccolta artistica romana, bizantina e medioevale. Qui potrete, inoltre, ammirare i famosi

O

18

DICEMBRE

2009

La Calabria è una regione molto atipica per trascorrervi il Capodanno o il Natale Bronzi di Riace risalenti al V secolo, sottratti dal fondo del Mar Ionio in prossimità dell’antico villaggio di Riace, e tipico esempio della cultura ellenistica. Interessante anche il Duomo, vittima anch’esso del terremoto

del 1908, e ricostruito successivamente seguendo le linee tipiche dell’architettura romanica. Degni di visita, infine, anche i resti del Castello, risalente al periodo aragonese, di cui restano oggi i due torrioni e un tratto di cortina.

Fine anno in Calabria: offerte weekend Capodanno Le offerte per la fine dell’anno in Calabria sono sempre più apprezzate, grazie anche al territorio calabrese e alle specialità della tavola Le specialità tipiche calabresi inducono a visitare questo territorio e innamorarsene, specialità gastronomiche che non hanno eguali: nduja, vecchio amaro del capo, olio extravergine di oliva, cipolla rossa di Tropea, maccheroni calabresi, pasta artigianale, funghi, formaggi del Poro, salumi Dop, vini di Cirò, vini Greco, mosto cotto, marmellate, grappe al peperoncino e alla liquirizia, prodotti biologici! Da segnalare in Calabria vi è certamente la Sila che più che una catena di montagne è un variegato altopiano con montagne che arrivano massimo a 1928 metri del monte Botte Donato, dove è possibile trovare immense distese di boschi, laghi, cascate che solcano i monti e navigano verso il mare, cime che degrada-

no dolcemente e vette che formano naturali balconi che offrono una vista panoramica indimenticabile. La Sila è divisa in Sila Grande, Sila Greca e Sila Piccola, al suo interno è stato istituito nel lontano 1968 il quinto dei parchi nazionali dopo quelli d’Abruzzo, Gran Paradiso, Stelvio e Circeo. Allora il parco era denominato Parco Nazionale della Calabria, dal 1997 è diventato Parco Nazionale della Sila. La Calabria fornisce ottocento chilometri di coste, di acque limpide, dove la nebbia non esiste, lo smog è sconosciuto ed il sole batte in un anno per più di duemila ore. Buone Vacanze Calabresi a tutti. (da www.calabria-vacanza.com)


pagina

SPECIALE

Natale

19

DICEMBRE

2009

L’albero di Natale tra storie e leggenda Si narra che in un remoto villaggio di campagna in un posto imprecisato la Vigilia di Natale un ragazzino si recò nel bosco per trovare legna da bruciare nel camino, sopraggiunta la sera il ragazzino non riuscì più a trovare la strada di casa per giunta improvvisamente cominciò a cadere una fitta nevicata. Assalito dalla paura cerco riparò tra gli alberi ovviamente in quel periodo il bosco era spoglio di foglie, ma improvvisamente scorse un abete ancora verdeggiante, corse subito a ripararsi ai piedi del tronco, li si raggomitolò e preso dalla stanchezza si addormentò. L’albero intenerito dal piccolo abbassò i suoi rami fino a toccare il suolo in modo da formare una campana che proteggesse il piccolo dal freddo e dalla neve. La mattina seguente il bambino fu svegliato dalla voce degli abitanti del villaggio che erano accorsi nel bosco per cercarlo, uscito dal suo ricovero con grande gioia riabbracciò i suoi compaesani, tutti furono rapiti improvvisamente dallo spettacolo che si presentò ai loro occhi, la neve caduta durante la notte, posandosi sui rami che poggiavano a terra avevano formato una meravigliosa coreografia di festoni decorazioni e cristalli di ghiaccio che con la luce del sole che stava sorgendo sembravano sfavillanti In tutti gli abitanti del piccolo villaggio rimase impressa nella

mente quella scena da allora l’abete venne adottato come simbolo di Natale ed in tutte le case viene di anno in anno addobbato ed illuminato quasi per riprodurre lo spettacolo che videro quel giorno. Questa ovviamente è una leggenda che si tramanda e si narra ai bimbi per infondere la magia del Natale storicamente invece si è cercato di dare un giusto collocamento temporale e una genealogia alla nascita della tradizione dell’albero di Natale, diverse sono le teorie che di volta in volta lo fanno risalire ad antenati babilonesi egiziani e druidici, in queste tre culture era presente l’elemento della vegetazione nelle feste di mezz’inverno, ma nulla comunque di preciso si ha per poter stabilire se questa è o meno la sua origine. Per avere dei dati per certi versi più concreta e meglio documentata, ci dobbiamo rifare alla storia del Medioevo, una delle più popolari era il Dramma del Paradiso, che racconta della storia della Crea-

zione dell’uomo e dell’espulsione dal Giardino dell’Eden di Adamo ed Eva. La gente caduta in disgrazia ricordavano addobbando un albero del Paradiso nelle loro case per ricordare proprio quest’evento il 24 dicembre di ogni anno giorno in cui si festeggiano i Santi Adamo ed Eva. L'albero di Natale secondo alcune fonti storiche nasce ufficialmente intorno al 1605: “in una cronaca di Strasburgo si legge che gli abeti, “Dannenbaumen”, in tedesco arcaico, si trovavano nelle case tedesche ornati con mele, zucchero e fiori di carta, oggetti simbolo di fertilità”. La diffusione dell’albero addobbato invece è da accreditare allo scrittore tedesco Johann Wolfgang Goethe che, pur non essendo eccessivamente religioso, amava moltissimo questa tradizione. Nella sua opera più famosa, “I dolori del giovane Werther”, l’insigne scrittore inserisce anche una descrizione dell’albero natalizio, che da quel momento in poi debutta anche nella grande letteratura. È di questo periodo la canzone “Oh Tannenba-

um, oh Tannembaum”, “Oh albero, oh albero” ancora oggi una delle canzoni natalizie più cantate non solo in Germania, ma anche nel nostro Paese. In Francia, nel 1840, la principessa Elena, sposa del duca d’Orleans, addobbò un albero di Natale a alle Tuileries a Parigi, che provocò stupore nell’intera corte. Oggi il grande mercato natalizio offre sempre spunti nuovi con alberi di ogni misura, addobbi, candele, luci, artigianato artistico, presepi e golose specialità natalizie tipiche delle varie regioni italiane, oggettistica, addobbi di fattura artigianale (in legno, vetro soffiato, ceramica e materiale vario) a quelli di ultima tendenza, realizzati con materiali inediti e secondo lo stile del momento. Come l’albero di colori insoliti come il nero e il viola, o gli addobbi in rame, in filo di ferro o in cristallo o vetro. E poi ancora luci, candele di svariate forme, specchi, carillon, case di bambole in miniatura, tendaggi, accessori d’arredamento e tovagliato per far bella la tavola delle Feste. Non tutti sanno che le luci con cui addobbiamo l’albero simboleggiano la luce che Gesù porta nel mondo mentre le sfere, i pacchettini, le caramelle appese ai rami costituiscono il simbolo dell’amore che Cristo porta in dono all’umanità. Quindi prepariamoci con gioia immensa nel cuore a vivere quest’altro Natale.


pagina

SPECIALE

Natale

20

DICEMBRE

2009

Sbizzarrirsi in

D

alla cucina dei grandi chef è approdato alle ricette di casa portando in dono il suo gusto squisito e una praticissima versatilità. Riscopriamolo insieme, con tante idee sfiziose da mettere in pratica subito Un bel salmone in pescheria o i tranci freschi al supermercato sembrano un fatto comune. Eppure, questa popolarità è piuttosto recente. Prima della nascita degli

allevamenti specializzati e dell’era dei trasporti veloci, il salmone selvaggio era una vera Parità e la sua carne rosata un piatto da facoltosi gourmet. Si deve probabilmente a Escoffier la codificazione delle prime ricette (alla griglia con burro bernese e alla mugnaia) e a un altro grande chef francese, Henri Pellaprat, il lancio e la consacrazione nella ristorazione di qualità sia del prodotto fresco sia di quello affumicato. In Italia, è

proprio quest’ultimo a fare capolino per primo, insieme ai tranci inscatolati provenienti dal Nord America. Oggi, il pesce d’acquacoltura, con un prezzo alla portata di tutti ma sempre con il fascino della prelibatezza, ha dato modo alla cucina di casa di arricchirsi di un ingrediente eclettico, capace di proporsi a crudo quanto in ogni tipo di cottura. Di seguito vi proponiamo un ventaglio di ricette squisite, non molto difficili da realizzare e festose, com’è giusto che sia in questo specialissimo periodo.

Il salmone fresco È sempre bene controllare le caratteristiche qualitative del pesce. - OCCHIO ALLA FRESCHEZZA Se è intero deve avere un leggero profumo di mare; gli occhi vivaci e la polpa soda ed elastica; la pelle deve essere brillante. Per quello giù pulito (in filetti, tranci, spiedini e hamburger), controllate la data di

confezione. - PULIZIA E SFILETTATURA Per quello intero, lavatelo e squamatelo; poi praticate un’incisione sul ventre ed eliminate le interiora e le branchie. Per ricavare i filetti, praticate un taglio lungo il dorso con un coltello flessibile e ben affilato e continuate a tagliare rasente la lisca, fino a staccare il filetto; girate il pesce e procedete sull’altro lato. Togliete dai filetti le lische rimaste con una pinzetta. Se volete eliminare la pelle passate un coltello fra la pelle e la polpa: si staccherà subito. - PREPARAZIONI IDEALI Potete gustarlo crudo, in tartare o carpaccio e marinato, o cuocerlo al vapore, al forno, alla griglia, al cartoccio o in padella.

Gli amici del salmone Il salmone è uno dei pesci più versatili in cucina. Con alcuni ingredienti, inoltre, forma degli abbinamenti di grande successo. - SE È FRESCO È ottimo profumato con erbe aromatiche (dragoncello, aneto, erba cipollina). Fra le verdure i finocchi, le patate, l’acetosella, i funghi e gli asparagi. Anche le spezie lo valorizzano, specialmente il curry, l’anice, lo zenzero e il pepe rosa. Fra le salse, oltre alla maionese, provate anche l’olandese, la tartara e quella di soia. - SE È AFFUMICATO Fra le erbe, le migliori per accompagnarlo sono l’aneto e l’erba cipollina. Fra le verdure (crude) ravanelli, cetrioli, soncino, finocchi, carote, zucchine, rafano, e patate (cotte al cartoccio). Inoltre si sposa a meraviglia con burro fresco, ma anche l’olio extravergine e lo yogurt. Fra i pani, i compagni ideali sono gli

integrali, quelli di segale, i briosciati, la baguette e il pancarré.

Il salmone affumicato Il pesce migliore proviene dalla Scozia e della Norvegia. Sul mercato si possono trovare anche salmoni importati da Danimarca, Canada, Olanda e Inghilterra. - L’AFFUMICATURA È una tecnica di conservazione che trasmette al pesce un delizioso gusto: i filetti o “baffe” del salmone vengono prima immersi in una leggera salamoia e poi esposti al fumo di legna (olmo, quercia, frassino) mista a rametti aromatici (ginepro erica, salvia). Per i prodotti di minore qualità (e minor prezzo) l’affumicatura consiste in un bagno di liquido aromatico. - UN TAGLIO SAPIENTE Accertatevi che la polpa sia leggermente elastica e non untuosa. Dopodiché utilizzate un coltello idoneo a lama stretta e lunga e con depressioni regolari che facilitano l’operazione. Il taglio deve essere trasversale con un continuo movimento della lama. Se non utilizzate tutta la baffa, sigillate il pesce con pellicola e riponetelo in frigorifero. Gravlaks con salsa alla senape Dosi per 8 persone Preparazione: 40 minuti Difficoltà: Facile 460 calorie /porzione un salmone di circa 2 kg., 40 g. sale grosso, 40 g. di zucchero, 2 cucchiai di pepe bianco, un ciuffo abbondante di aneto fresco Per la salsa: 4 cucchiai di senape,


pagina

SPECIALE

Natale

21

DICEMBRE

2009

cucina con il Salmone un cucchiaio di senape in polvere, 3 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di aceto di mete, un cucchiaio di vino bianco, 4 cucchiai di olio di semi di girasole, un ciuffo di aneto fresco, sale Pulite il salmone e sfilettatelo; quindi eliminate dai riletti le lische rimaste attaccate con una pinzetta. Mescolate il sale, lo zucchero, il pepe e l’aneto tritato. Disponete uno dei 2 riletti su un piatto ovale con la parte della pelle appoggiala sul piatto e cospargetelo con metà dei composto preparato. Massaggiate con il composto rimasto l’altra metà del pesce e appoggiatela, dalla parte della polpa, sul primo filetto. Coprite il salmone con un foglio di pellicola, appoggiatevi sopra un peso e mettetelo in frigo per 3? 4 giorni. Girate il pesce ogni 12 ore, bagnandolo con la marinata. Per la salsa mescolate i 2 tipi di senape, lo zucchero, l’aceto, il vino, l’aneto tritato e un pizzico di sale. Montate con una frusta, versando l’olio a filo. Togliete il salmone dal frigo e asciugatelo; poi eliminate la pelle. Tagliate il gravlaks obliquamente a fettine piuttosto sottili e servitelo con la salsa, pane di segale, burro, fettine di cetriolo o cetriolini agrodolci e ciuffi di aneto fresco o erba cipollina. Tradizioni nordiche. Questa ricetta è tipica dei Paesi scandinavi e si serve nel tradizionale e festoso buffet di antipasti. È una preparazione pratica, perché permette di conservare il salmone per circa una settimana. Zuppa al finocchio con crostacei Dosi per 8 persone Preparazione: 1 ora Cottura: 1 ora e 30’ Difficoltà: Elaborata 530 calorie/porzione

un salmone fresco di circa 1,5 kg., un grosso scorfano (circa 1,5 kg.), 2 sogliole, 500 g. di scampi o gamberoni, un pizzico abbondante di pistilli di zafferano o 3 bustine di zafferano in polvere, 4 spicchi d’aglio, 2 porri, una grossa cipolla, una costola di sedano, un finocchio, un pizzico di semi di finocchio, 600 g. di pomodori pelati, un cucchiaio di concentrato di pomodoro, un pezzetto di scorza di arancia, un mazzetto guarnito (preparato con qualche gambo di prezzemolo, 2 rametti di timo e una foglia di alloro, legati insieme), un ciuffo di prezzemolo, brodo di pesce o vegetale, 2 cucchiai di Pernod o liquore all’anice, un pizzico di peperoncino, olio extravergine di oliva, sale e pepe Pulite i pesci: squamateli, eviscerateli, lavateli e tagliateli a tranci di circa 5 cm. di lunghezza. Tenete da parte le teste, le code e i ritagli. Lavate gli scampi, tenetene da parte 6 interi per decorare e staccate le teste dagli altri. Mettete metà dello zafferano in una ciotolina e aggiungete mezzo mestolo di acqua o di brodo di pesce bollente. Lasciate intiepidire e unite 2 spicchi d’aglio tritati e 3 cucchiai di olio. Versate metà della marinata ottenuta sui tranci di pesce e metà sulle code di scampi e mettete in frigorifero per 2?3 ore. Preparate il brodo: mettete in una casseruola le teste, le code e i ritagli di pesce. Aggiungete le teste degli scampi, coprite con circa 2 litri di brodo e fate bollire il tutto con il coperchio per circa mezz’ora; poi filtrate, pres-

sando bene sul colino. Affettate la cipolla, i porri, il sedano e il finocchio e tritate l’aglio rimasto. Fate rosolare in una casseruola, possibilmente di coccio, le verdure preparate con 4 cucchiai di olio. Dopo qualche minuto unite il mazzetto guarnito, la scorza di arancia, i pomodori pelati tritati, il concentrato di pomodoro e metà del prezzemolo tritato. Versate il brodo preparato nella casseruola, unite lo zafferano rimasto sciolto in 2 cucchiai di brodo e fate sobbollire per circa 40 minuti. Regolate di sale e pepe e aggiungete il peperoncino. Fate bollire la zuppa a fuoco medio e immergetevi i tranci di scorfano. Dopo 7?8 minuti, unite il salmone e portate a cottura. Qualche minuto prima di togliere la zuppa dal fuoco, aggiungete anche i pezzi di sogliola, le code di scampi e gli scampi interi tenuti da parte. Togliete dal fuoco, versate il Pernod, mescolando delicatamente, per non rompere i pesci. Decorate con gli scampi interi, spolverizzate con il prezzemolo tritato rimasto e i semi di finocchio e servite, se vi piace, con crostini di pane francese tostati e sfregati con uno spicchio d’aglio. Treccia con salsa al dragoncello Dosi per 6 persone Preparazione: 30 minuti Cottura: 25 minuti Difficoltà: Media 670 calorie/porzione 1,2 kg. di filetti di salmone o brodo vegetale, 2 cucchiai di aceto di mele, un bicchiere di vino bianco, un rametto di timo, un rametto di dragoncello,

qualche granello di pepe, 2 chiodi di garofano, olio di oliva, qualche gambo di prezzemolo, sale, pepe Per la salsa: 3 scalogni, 1,2 dl di aceto al dragoncello, 2 cucchiaini di senape, 2 di abbondanti di olio di oliva, una manciata di foglioline di dragoncello, sale, pepe Eliminate la pelle dai filetti di salmone, passando un coltello affilato fra la polpa e la pelle. Tagliate i filetti a strisce di 2 cm. di larghezza e 20 ? 25 cm. di lunghezza. Intrecciate delicatamente le strisce a 3 a 3, senza stringere troppo. Spennellatele di olio e regolate di sale e pepe. Fate bollire in una casseruola 2 bicchieri di brodo con il vino, l’aceto, il dragoncello, il timo, i gambi di prezzemolo, i chiodi di garofano e i granelli di pepe; quindi salatelo. Trasferite le trecce di pesce su un cestello per la cottura a vapore. Mettete il cestello nella casseruola, facendo attenzione che il liquido lambisca il fondo dei cestello. Mettete il coperchio e cuocete per 8?10 minuti. Intanto preparate la salsa: tritate gli scalogni e mescolateli in una piccola casseruola con l’aceto, la senape, sale e pepe. Scaldate a fuoco basso e montate la salsa con una frusta, versando l’olio a filo. Aromatizzate con il dragoncello tritato. Trasferite con una spatola le trecce di salmone già cotte su un piatto da portata e servitele con la salsa e, se volete, con un contorno di carote e pisellini al vapore. Torta di verza al timo Dosi per 6 persone Prepara-zione: 40 mi-nuti Cottura: una ora e 10’ Difficoltà: Media 300 calorie/porzione

500 g. di foglie di cavolo verza, 2 piccoli c a v o l i v e r z a , 10?12 fettine sottili di salmone affumicato, 500 g. di cipolle rosse e bianche, qualche rametto di timo, 2 dl di panna fresca, 100 g. di carote, 2 uova, un tuorlo, 40 g. di burro, sale, pepe Scottate le foglie di verza per qualche minuto in acqua bollente salata. Fatele asciugare su un telo: poi eliminate con un coltellino le costole più dure. Affettate sottili le cipolle e fatele rosolare con il burro per circa 30 minuti, bagnando spesso con qualche cucchiaio di acqua bollente: alla fine dovranno essere morbide. Salate, pepate, unite le foglioline di timo e lasciate raffreddare completamente. Tagliate le carote a cubettini e unitele alle cipolle. Amalgamate anche le uova, il tuorlo e la panna e regolate di sale e pepe. Rivestite uno stampo di 4circa 26 cm. di diametro con carta da forno bagnata e strizzata, in modo che debordi abbondantemente, coprite prima con le foglie di verza, poi con le fettine di salmone, accavallandole leggermente e facendo debordare anch’esse. Riempite con il composto di cipolla e panna e ricoprite con le fettine di salmone e le foglie di verza. Coprite con carta da forno bagnata e strizzata. Cuocete la torta a bagnomaria in forno già caldo a 170’ per circa mezz’ora. Lasciatela intiepidire, eliminate la carta da forno, sformatela su un piatto da portata e servitela al


pagina

SPECIALE

Natale SEGUE RICETTE SALMONE naturale o, se vi piace, con una salsa di pomodoro fresco molto delicata. Se preferite potete preparare piccole torte da porzione individuale. Bocconcini dorati Serviteli come stuzzichino con l’aperitivo, oppure come secondo in occasione di un pasto informale, magari anche presentati dentro un panino rotondo al sesamo spalmato con salsa tartara e arricchito con lattuga e fettine di pomodoro fresco. Per 6 persone - tritate 3 scalogni e amalgamateli a 450 g. di polpa di salmone (potete anche usare avanzi di salmone cotto). Aggiungete un ciuffo abbondante di prezzemolo tritato, 2 uova, un cucchiaio di maionese, un cucchiaino di senape, sale, pepe e qualche goccia di succo di limone e lavorate il composto. Unite una quantità di mollica di pane tritata sufficiente a poter formare delle polpette abbastanza morbide. Lasciate riposare il composto per circa un’ora; poi formate delle polpettine rotonde di circa 1,5 cm. Di spessore e passatele nel pangrattato. Friggetele su entrambi i lati in olio di semi di arachidi bollente, sgocciolatele su carta assorbente, salatele e servitele ben calde con salsa tartara. Spiedini teriyaki Un’idea di ispirazione giapponese per un secondo insolito e squisito. Per 6 persone Tagliate a dadi non troppo piccoli 1,2 kg. di filetto

di salmone fresco senza pelle. Sfogliate un grosso porro; poi tagliate le “foglie” a strisce e scottatele per qualche istante in acqua bollente. Avvolgete i pezzi di salmone nelle “foglie” di porro e infilateli su spiedini di legno. Irrorate gli spiedini con 2 di abbondanti di salsa di soia mescolata con un bicchierino di saké o di Sherry, 5 cucchiai di zucchero di canna, un cucchiaio di aceto di riso o di mele, 2 spicchi d’aglio tritati e un cucchiaio di zenzero fresco grattugiato. Fateli marinare in frigo per almeno 2 ore, girandoli di tanto in tanto. Cuocete gli spiedini sulla griglia o in una padella antiaderente, spennellandoli spesso con la marinata. Scaldate leggermente la marinata rimasta e servitela come salsa. Accompagnate, se volete, con un’insalatina di julienne sottili di cetriolo, carote, sedano e ravanelli o con riso bianco. Insalata fumé di finocchi, arance e scarola al pepe rosa Un’apertura elegante per un pranzo raffi-

nato. Per 6 persone Pulite 6 finocchi e affettateli sottili. Ricavate la scorza di un’arancia, tagliatela a julienne e scottatela ripetutamente in acqua bollente, cambiando sempre l’acqua, per eliminare l’amaro. Sbucciate le arance a vivo e ricavate gli spicchi, seguendo con un coltellino la struttura delle pellicine, in modo da eliminarle. Mentre preparate le arance, raccoglietene il succo e tenetelo da parte. Spezzettate le foglie di un cespo di scarola e pestate grossolanamente il pepe rosa. Tagliate a listarelle qualche fettina di salmone affumicato. Preparate la salsa: sbattete con una picco-

23

DICEMBRE

la frusta 3 cucchiai di succo di arancia con un cucchiaio di succo di limone, salate e versate a filo 8 cucchiai di olio extravergine di oliva; poi unite il pepe rosa. Disponete su un piatto da portata i finocchi, gli spicchi di arancia, la scarola e il salmone. Condite con la vinaigrette e, prima di servire, decorate con le scorzette. Gratin di patate e salmone affumicato Un piatto gustoso, da servire come antipasto caldo o come secondo, accompagnato con una fresca insalata arricchita con caviale di storione o di salmone. Per 6 persone

2009

Affettate sottili 5 grosse patate e scottatele per qualche minuto in un litro di latte e un litro di acqua aromatizzata con qualche ciuffo di aneto, sale e pepe. Sgocciolate delicatamente le fettine di patata e disponetene uno strato in una pirofila imburrata. Coprite con fettine sottili di salmone affumicato e spolverizzate con aneto fresco tritato. Proseguite alternando gli strati, fino a esaurire gli ingredienti. Mescolate 1,3 l. di panna fresca con 4 tuorli e versate il composto sul gratin. Spolverizzate con 100 g. di gruyére grattugiato e mettete in forno già caldo a 170° per circa un’ora e mezza 2 ore, coprendo la pirofila con un foglio di carta da forno durante la prima ora di cottura. Togliete dal forno e servite.

tratto da da“Sale & Pepe”


pagina

SPECIALE

Natale

G

randi o piccini non conta, lo spirito natalizio si sente nell’aria si respira agli angoli delle strade illuminate a festa, scorgendo dietro le finestre gli alberi di mille colori e luci scintillanti e quando si avvicina sempre di più come tutti gli anni incomincia il “tormentone” dei regali. Si sa è piacevole farli ed è piacevole anche riceverli certo quando si hanno le idee chiare e non si ha la sensazione di buttare i soldi è ancora meglio. Sempre più spesso ci si orienta verso scelte sagge; ma questo è facile in famiglia quando si conoscono i desideri e i bisogni di figli, marito, moglie, mamma, papà. Un po’ più difficile pensare agli estranei, se poi aggiungiamo che ormai nella frenesia delle nostre giornate non abbiamo il tempo per pensarci o non ci viene l’idea giusta ecco una serie di suggerimenti per situazioni e gusti diversi: Se i nostri cari amano la natura un’idea molto carina potrebbe essere una bussola per le lunghe passeggiate nei boschi, un abbonamento ad un corso di sopravvivenza, o un bel soggiorno in uno degli infiniti agriturismi sparsi in giro per l’Italia o se le risorse economiche non sono eccessive e restando in tema una guida proprio di quest’ultimi, innumerevoli sono infatti i testi pubblicati per la ricerca di hotel centri benessere, b&b, agriturismo, etc. Per chi invece e cultore del buon cibo oltre ai libri ovviamente dedi-

26

DICEMBRE

I regali di Natale

cati all’argomento si potrebbe optare per un kit da sommelier, il decanter, o via internet è possibile acquistare cibi particolari della cucina internazionale o magari un abbonamento a qualche rivista specializzata in cucina o per gourmet. Per chi ama i viaggi invece ci possiamo sbizzarrire con borse, borsoni, valigie, kit di pantofole set unghie da viaggio, bustine per l’occorrente del cucito, sveglia batteria provvista di torcia, o un ombrello da borsa che comunque anche se visto e rivisto è sempre utile. Per i conoscenti invece salutisti un conta calorie, dei capi di ab-

anni l’informatica ed i suoi prodotti riscontra sempre successo, schede di acquisizione video per catturare dalla televisione le immagini che si preferiscono, un programma di editing video, una web cam, una scheda blue-tooth per collegare il portatile al cellulare, l'ADSL prepagata, un programma di protezione antivirus, pen drive, HD esterni, pc completi,

non amano la mondanità e sono pantofolai oltre ai libri preferiti, uno o più CD che si sa sono molto graditi o a lungo ricercati io suggerirei una raccolta di pubblicazioni enigmistiche al momento in edicola magari accompagnata da una bella penna, un modellino in legno da costruire con tanta pazienza, una raccolta di DVD di una serie di film o telefilm, l'abbonamento a tv satellitari o digitali, un segnalibro in pelle e argento o un puzzle. Per le

notebook e mille altre idee che nei grandi negozi specializzati non abbiamo altro che l’imbarazzo della scelta. Per i tipi più classici che magari ad esempio amano il teatro si potrebbe pensare ad un binocolo piccolo, ad un set di guanti e borsetta da sera, l'abbonamento ad una stagione teatrale o i biglietti per una rappresentazione che si sa è molto desiderata, per i tipi invece che

donne di una cer-ta classe un portaocchiali da borsetta con lastra d’argento, o il taccuino da borsetta sempre con lastra d’argento, il portaocchiali da mettere al collo in perline e cristalli, il set di sciarpa e guanti in cui far ricamare le iniziali, il portacipria da borsetta in argento, una borsetta in stoffa ricamata ma in questi casi dobbiamo essere sicurissimi dei suoi gusti, o perché no un rega-

bigliamento per fare sport, il contapassi, un abbonamento per la piscina o per la palestra o dei prodotti di erboristeria. Per gli amici e le amiche che sono impegnati nel mondo del lavoro delle idee carine possono essere il timbro in argento, il porta bigliettini da visita da taschino, il palmare se magari dobbiamo spendere un po’ di più, una penna d’argento con le iniziali incise oppure sia che siano manager o meno negli ultimi

2009

lo senza dubbio nuovo e alternativo potrebbe essere l’appoggia borsa in argento da incastrare al tavolo quando si va a cena. Per i tipi e le tipe invece che hanno gusti originali un giardino zen o una fontana in miniatura (bellissimo soprammobile), la penna dell’astronauta o ergonomica per l’amica invece sempre a lavoro che non ha tempo una decorazione natalizia fatta con le nostre mani, un dolce natalizio, una sciarpa o un porta gioie fatto a mano o uno svuota tasche decorato da noi ed infine per ultimo ma non meno importante non ci dimentichiamo della persona di cui siamo innamorati: il portafoglio in pelle con le cifre d'oro (che tra l'altro è molto meno costoso di quanto si possa immaginare), il casco con cui si può parlare al cellulare senza togliere le mani dal manubrio (purtroppo ancora un po’ caro), una collezione di foto che ricordi i momenti più belli in un bell'album, la prima pietra preziosa di una serie da completare nelle successive occasioni per la realizzazione di un bell'anello o di un bracciale (sicuramente è una sorpresa mozzafiato!) … Come avrete visto moltissime sono le idee più o meno economiche per questo Natale 2009 ora lasciamoci prendere dal clima natalizio e sbizzarriamoci per rendere i nostri cari felici, evitiamo per un momento di pensare alle crisi bancarie, ai mutui, alle pensioni e a tutte le mille difficoltà economiche che sta attraversando il nostro paese in questo momento.


pagina

SPECIALE

Natale

28

DICEMBRE

2009

Variegata la scelta dei prodotti Dicembre è caratterizzato da una grandissima scelta di prodotti che andranno ad arricchire la tavola delle feste. Vi suggeriamo quindi alcuni consigli per gli acquisti. Mandarini Piccoli e profumati, da novembre fino a gennaio sono al massimo della loro bontà. Sceglieteli con buccia sottile e tesa e verificare il picciolo: deve essere verde e non secco. Mettere i mandarini in un cesto o in una cassetta che permetta all’aria di circolare e teneteli in un luogo fresco e asciutto. Si conservano per più giorni. Broccoli Scegliete cime ben compatte senza fiori aperti e di un bel verde brillante. Chiudeteli in sacchetti di carta e teneteli in frigo. Se sono molto freschi si conservano per 4-5 giorni. Melagrana Un frutto antico che si sposa sia con il dolce sia con il salato. Una melagrana matura si riconosce dalla scorza: deve essere rosso vivo con un sfumature

giallo oro. Conservate i frutti al fresco. Si mantengono 5-6 giorni. Poi la scorza diventa sottile, dura e marrone, i chicchi ingialliscono, si afflosciano e cambiano sapore. Aragosta La stagione fredda è propizia per la pesca delle aragoste del Mediterraneo. Ecco perché nel periodo natalizio sono abbondanti anche se hanno prezzi piuttosto elevati. Acquistate aragoste vive e cucinatele entro poche ore. Se non lo fossero, controllate che il guscio sia di colore uniforme senza tracce scure con zampe e antenne ben attaccate e che gli occhi siano neri, lucidi e brillanti. Catalogna È una varietà di cicoria tipica del periodo invernale. Al momento dell’acquisto, controllate che i cespi abbiano le foglie esterne croccanti e senza striature gialle. Cucinateli entro un paio di giorni perché avvizziscono presto e tendono ad accentuare il loro gusto amaro.

Mango Esistono più di duemila varietà di questo frutto esotico. Ha polpa soffice, un po’ piccante e molto aromatica. Avvolgete i frutti in sacchetti di carta e metteteli in frigo. Sono molto deperibili e vanno consumati in un paio di giorni. Anguilla In dicembre, insieme al capitone, è protagonista del mercato ittico. Anche se l’anguilla è un pesce grasso, ha carne delicatissima che caratterizza molte ricette regionali natalizie. Acquistate anguille preferibilmente vive. Altrimenti, cucinatele entro 2-3 ore perché le loro carni si deteriorano rapidamente. Kumquat Detto anche mandarino cinese o del Giappone, è un piccolo agrume che si mangia intero. Ha buccia dolce che contrasta con il gusto aspro del succo. Tenete i kumquat a temperatura ambiente. Se sono sani, si conservano per parecchi giorni.


pagina

SPECIALE

Natale

29

DICEMBRE

2009

i da mettere in tavola a Natale Frutti della passione

Invidia riccia d’inverno

Sono insolite bacche con polpa gelatinosa, ricca di semi che si mangia col cucchiaino. I frutti maturi devono avere la buccia scura, coriacea e grinzosa. Teneteli in frigo, si mantengono per un paio di giorni.

È un’insalata a grossi cespi con foglie crespate, ottima sia cruda sia cotta. I cespi devo avere foglie croccanti con margini non anneriti e il “cuore” compatto. Lasciate i cespi nel sacchetto o nella vaschetta e teneteli in frigo per non più di 3 giorni. Prima di utilizzarli, eliminate le foglie esterne più dure.

Avocado Grazie al suo sapore neutro, si usa dall’antipasto al dessert. L’avocado maturo si riconosce al tatto: la polpa è morbida ed elastica. Scegliete frutti maturi e consumateli subito. Se sono duri e acerbi, fateli maturare per 2-3 giorni avvolti in carta di giornale. Carambola La forma insolita e il colore giallo oro conferiscono alla carambola il ruolo di frutto decorativo. Ha polpa di gusto agrodolce ed è ottima fresca o trasformata in confettura. Mettetela in frigo avvolta in sacchetti di carta. Si conserva anche per 10 giorni. Consumatela prima che la buccia assuma un color marrone.

Radicchio di Treviso I cespi a foglie rosse e allungate sono ottimi alla griglia, nei risotti e nei sughi per la pasta. Quando sono freschi, hanno costole bianche e foglie croccanti, chiuse e compatte. Consumate rapidamente l’insalata perché, come tutti gli ortaggi di foglia, avvizzisce in pochi giorni. Nel frattempo tenetela in frigo avvolta in pellicola. da “Sale & Pepe”


pagina

SPECIALE

Natale

30

DICEMBRE

2009

Natale a tavola 24 dicembre arriva l’ultimo momento importante della preparazione di questo meraviglioso giorno che si concluderà alle 13.00 circa del 25, stiamo parlando della corsa frenetica delle signore nei mercati rionali nei supermercati nelle macellerie etc. per “aggiudicarsi” i migliori prodotti che arricchiranno le nostre tavole imbandite a festa il giorno di Natale, all’apertura dei negozi con le idee già chiare ci si prepara ad interminabili file e soprattutto alla ricerca degli ingredienti che racchiudono due elementi fondamentali: qualità e convenienza. Purtroppo con la crisi economica che incombe sulle famiglie negli ultimi anni bisogna fare i conti pure con il portafoglio e quindi ci si trova dibattuti tra quello che per tutti significa tradizione e con la realtà che ci pone di fronte a seri problemi, il giorno di Natale ha un profondo significato ma senza dubbio noi tutti andando a fare la spesa ci poniamo con amarezza nel cuore a scegliere ciò che si addice maggiormente alle nostre tasche. Un altro aspetto altrettanto importante è l’allestimento della tavola. Bisogna sottolineare che a volte basta aggiungere dei piccoli accorgimenti per ottenere degli effetti senza dubbio speciali. La semplicità nel caso del Natale si sposa perfettamente con i colori che lo simboleggiano. Una tovaglia bianca con un servizio di piatti anch’esso bianco può essere arricchito da sottopiatti magari rossi, una ciotola sempre

Il

rossa con stuzzichini, spazio alla fantasia il tovagliolo ben piegato e legato da un nastro di raso sempre rosso e un centrotavola oro e rosso con una candela arricchirà il tutto. Una variante potrebbe essere osare con il bianco e il rosso, il primo simbolo della neve e il secondo tipico del Natale. Un’altra idea altrettanto carina potrebbe essere quella di preparare una tavola scintillante, basta sistemare su una tovaglia bianca una micro rete e spargere sopra delle paillettes colorate il tutto accompagnato da un centrotavola di fiori freschi con delle paillettes sparse sopra. Alla moda sempre con un tocco di raffinatezza potrebbe essere invece un bel vaso non molto ingombrante con dei rametti di cristallo e l’effetto è garantito. La preparazione della tavola di Natale è un rito importante per accompagnare in modo lieto e divertente questa occasione speciale, in cui desideriamo che l’incontro tra le pietanze offerte e la tavola sia perfetto e contornato da un’atmosfera di festa. Infine alcuni consigli pratici: preparate in anticipo pane e grissini, sistemati creando una piccola coreografia, il vino rosso aprirlo un po’ prima di servirlo mentre quello bianco meglio aprirlo all’ultimo minuto. Accanto al tavolo invece consigliamo di mettere a portata di mano parmigiano grattugiato, bicchieri, posate e tovaglioli, per sostituirli all’occorrenza, ed i flute o le coppe per lo champagne.

Gli studiosi di etnostoria hanno rintracciato attraverso i loro studi le intime connessioni tra il sentire di un popolo e la tradizione culinaria che ne è la manifestazione. Le relazioni che intercorrono tra forma, colore e sapore altro non sono che la chiave di lettura del DNA di un popolo. Passando in rassegna le prelibatezze che a Natale occupano le nostre tavole, scopriamo le origini dei nostri costumi e delle nostre tradizioni. Dietro la preparazione dei piatti tipici natalizi si individuano, come sostiene Leroi Gourhan, quel codice di emozioni estetiche, gustative e tattili nonché quelle forme, quei valori e quei ritmi che scandiscono il vivere delle popolazioni. Dai cibi tradizionali si deduce anche il ruolo della donna nella società siciliana, la sua centralità e la sua importanza, poiché è a lei che è affidato il compito preparare il cenone combinando tra loro anche ingredienti poveri in modo da esaltarne i sapori semplici. Alla genuinità degli ingredienti si accompagna il rito della elaborazione del cibo. Questo lo osserviamo a proposito della preparazione dello sfincione e delle sfince natalizie. Il primo è una pasta di pane condita con sarde, cipolla, pecorino fresco, olio e mollica di pane finemente lavorata con le mani, origano e salsa di pomodoro. Dalla fase di preparazione possiamo individuare due azioni che esprimono la simbologia cristiana. Infatti, solitamente, dopo aver lasciato la

pasta a lievitare, le massaie la stendono con le mani conferendole una forma circolare e vi adagiano 3 sarde sminuzzate. Sia la forma circolare che il numero tre alludono chiaramente ai concetti di perfezione divina e trinità. Era tipica anche l’organizzazione degli alimenti distribuiti in terrine e poi chiamati ad alta voce uno ad uno prima di procedere alla farcitura. Le massaie gridavano abitualmente

ta e l’altra di ortaggi. Tra i dolci tipici natalizi ritroviamo le sfince: frittelle di pasta di pane farcite di uva passa e con una spolverata di zucchero. Queste sono apprezzate per la morbidezza della pasta, dovuta alla doppia lievitazione. Sulle tavole siciliane non mancano a Natale gli “scacci”: noci, nocciole, castagne e pistacchi da sgranocchiare a volontà. Le portate principali, tuttavia, rimangono “u timballu” di maccheroni con carne di vitello, pomodoro e pecorino o in alternativa la pasta a “picchiu pacchiu” dal caratteristico sugo a base di pomodoro, cipolla, aglio, acciughe, melanzane e basilico. Il secondo piatto del tradizionale cenone siciliano è “u baccalaru” da gustare fritto o al forno. Ingredienti poveri e trionfo di sapori sono la chiave di lettura della psicologia di un popolo che ogni anno ritrova nelle ricette di una volta l’appartenenza ad una comunità semplice; la quale individua, nelle festività, l’occasione per coniugare il piacere della degustazione a quello dello stare insieme. Di questa dimensione comunitaria ci dà notizia Salvatore Salomone Marino, il quale ricorda che dopo la Santa Messa, la notte di Natale, i fedeli usavano riunirsi in sacrestia per mangiare le pietanze tradizionali. Non ci resta che accogliere l’invito di Savarin che nella “Fisiologia del gusto” scrive che il Creatore obbligando l’uomo a mangiare per vivere, lo invita con l’appetito e lo ricompensa con il piacere.

La peculiarità della Sicilia nelle cucine: “Agghia, pani, scorza!” Anticamente gli sfincioni erano cotti nei forni pubblici a legna, che conferivano un caratteristico profumo di limone e le donne tutte insieme accorrevano per partecipare al momento della cottura. Oggi che ai forni tradizionali sono subentrati quelli moderni, le massaie friggono gli sfincioni immergendoli nell’olio bollente. In Sicilia sono note altre due varianti della farcitura, l’una a base di frut-


Natale Tradizione Natale in Calabria, significa in primo luogo, sicuramente, Natale in famiglia. Tradizionalmente questa festa riesce a raccogliere tutta la famiglia intorno alla tavola imbandita con le portate della cucina calabrese. Dopo la celebrazione della festa dell’Immacolata, l’8 dicembre, si inizia a preparare con molto calore il santo Natale. Per tutto il periodo natalizio, si riscoprono e si ripropongono le tradizioni antiche, tramandate dagli antenati. Pur se con minor interesse da parte dei giovani, sono ancora molte le famiglie in Calabria che riescono a distinguersi dalla tendenza nazionale, cioè quella di trasformare in un solo fenomeno commerciale, questa occasione di unità, di accoglienza e di benvolere reciproco, specialmente fra tutti i membri della propria famiglia e anche della propria comunità. È dalla famiglia e, nella famiglia che si ripropongono puntualmente tutti quei gesti e quelle attività che portano un alone di festa caratterizzato da elementi caratteristici. Infatti in molte case oltre alla preparazione del tradizionale albero, ci si mette in movimento sin dai primi di dicembre per preparare ancora una volta per il prossimo Natale il presepe e raccontare simbolicamente la storia della Santa Natività e dei valori da essa derivanti. Anche per il semplice allestimento dei presepi si mostra una passione saldamente ancorata ai principi portati avanti di generazione in generazione. In Calabria pochi acquistano gadget o pastorelli. Si va alla ricerca di materie prime (muschio, cortecce, sassi, calce, farina, ecc.) per la realizzazione coreografica e la costruzione di paesaggi, montagne innevate, piccole case, sentieri, ruscelli, molto spesso ci si cimenta in una scenografia automatizzata da semplici meccanismi in movimento

pagina

SPECIALE

31

DICEMBRE

Natale in Calabria La Calabria è una terra ricca di tradizioni e di grande cultura. Trascorrere il Natale nella bella terra di Calabria, significa immergersi in luoghi magici che ogni anno ripercorrono la storia del Natale attraverso canti e manifestazioni caratteristiche. Ecco alcune note informative sul Natale in Calabria e su come trascorrerlo al meglio

2009

che contribuiscono ad abbellire ed a rendere più realistico il presepe. Canti e prodotti tipici Il natale in Calabria è allietato dai suoi canti tradizionali Il suono delle nenie natalizie crea l'atmosfera adatta a tale periodo: suonatori (zampognari venuti da fuori regione o suonatori del posto) percorrono le strade dei paesi, al mattino presto o alla sera, per tutti i giorni della novena, suonando la ninna e le melodie dei canti popolari natalizi. Sono le classiche “pastorali” o “strhine” (strenne) che animano i borghi calabresi. Oltre alle musiche anche i prodotti tipici sono elemento fondante del Natale calabrese. Una tavola imbandita a festa quella della vigilia di Natale che propone per tradizione le “13 portate” dai primi fino ai dolci. Presepi Classici e Presepi Viventi Non molto diversa è la realizzazione del presepe vivente, una manifestazione che nei giorni che precedono il Natale si effettua in diversi comuni, e che prosegue fino all’Epifania con l’arrivo dei Re Magi, con lo sfondo della coreografia che è caratterizzato da scorci di antichi borghi ottocenteschi appartenenti ai paesi in cui si tiene l’evento. La scena teatrale preparata per l’occasione propone dei normali cittadini come improvvisi attori che esprimono il loro contributo alla raffigurazione della vita quotidiana nel periodo della Natività, impersonando pastori ed altri personaggi. Oltre al Presepe Vivente quasi tutte le comunità calabresi, con collaborazioni fra associazioni varie e parrocchie, creano la classica natività ripercorrendo la storia con ambientazioni che ricreano la gioia del Natale. da http://www.calabriaimprese.it


pagina

SPECIALE

Natale

32

DICEMBRE

2009

Bianco Natale Fiori tutto l’anno I tulipani, i narcisi, i giacinti, gli amaryllis, l’ornitogalo, le nerine: i loro fiori recisi riempiono le vetrine dei negozi tutto l’anno, anche a dicembre. Hanno corolle talmente diverse tra loro che si stenta a credere che abbiano qualcosa in comune, eppure tutti nascono da bulbi, anche se di forme e grandezze diverse. Del tutto simili a una cipolla o allo scalogno, piantati adesso, all’inizio dell’inverno, regaleranno fiori in quantità a partire dalle prime settimane di primavera. Così balconi e giardini si riempiranno di colori. Giacinti e alcune varietà di narcisi possono fiorire anche in inverno, basta acquistare i bulbi pretrattati. Rispetto a quelli che si piantano nella terra, si riconoscono perché vengono venduti in piccoli vasetti di plastica, hanno le radici già sviluppate e mostrano, sulla cima, una gemma verde pronta a fiorire. Per vederli sbocciare in una settimana è necessario sistemarli in un vaso più grande, tenerli in casa al caldo e innaffiarli a giorni alterni.

Questi fiori nascono tutti dai bulbi e alcuni, come i narcisi e i giacinti, inondano le stanze di profumi. E sono tutti nel colore più chic, quello della neve e della purezza

insieme a varietà rosa cipria. Senza dimenticare che narcisi e giacinti sono tra i fiori più profumati che la natura ci possa regalare e, per questo, sono adatti per essere piantati vicino alla casa oppure nelle cassette sul balcone. Come sceglierli I bulbi vengono venduti sfusi oppure in confezioni da 5-10 pezzi, tutti della stessa varietà. Al momento dell’acquisto è meglio controllare che sulla superficie non siano presenti tracce di muffa o ammaccature profonde: sono segni inequivocabili di malattia. Invece se la “buccia” è friabile o tende a sfaldarsi non c’è problema: succede anche con le cipolle, e i bulbi hanno molte caratteristiche in comune. Come conservarli per molto tempo Il concime. Il momento giusto per dare il fertilizzante è quando spuntano le prime foglie. È sufficiente un prodotto per piante fiorite o per pomodori. Si dà ogni due settimane. La cimatura. Appena i fiori appassiscono bisogna staccarti dallo stelo. Basta “pizzicarli” tra il pollice e l’indice e staccarli appena sotto la corolla. La pulizia. Anche se sbiadiscono, le foglie non vanno tagliate fino a quando non sono appassite e occorrono circa sei settimane dalla fine della fioritura prima che diventino gialle. Se sono lasciate sulla pianta aiutano a sviluppare un nuovo bulbo sottoterra: non si vede ma c’è.

Quali preferire 1 bulbi che fioriscono in primavera possono essere coltivati sia in vaso che in giardino. L’imbarazzo della scelta riguarda solo il colore. Si può optare per le soluzioni monocromatiche (tutto bianco, tutto rosso, tutto giallo), o sperimentare accostamenti diversi. Per esempio, narcisi arancione bianchi e gialli e giacinti blu; tulipani rossi accanto a ornitogali bianchi e nerine rosa. O ancora, tulipani neri coltivati

da “Casa Idea” - Donna Moderna


pagina

SPECIALE

Natale

33

DICEMBRE

2009

Fiori, decorazioni e fantasia

Nel vaso Bastano gli amaryllis per fare una decorazione elegante. Che diventa perfetta se si aggiungono un paio di rametti dipinti con lo spray argentato, con agganciate delle palline di polistirolo.

Sul piatto di vetro Dalla corolla di ortensia spruzzata di argento spuntano sei candidi tulipani. Per conservarli il più a lungo possibile è necessario infilarli in un pezzetto di spugna Oasis ben imvebuta (e nascosta).

Dentro al gomitolo Sì, del semplice spago bianco si trasforma in vasetto, con tanto di provetta per l’acqua all’interno. I rami di ornitogalo stanno ben dritti grazie ai riccioli di legno, dipinti in argento, che li sostengono. da “Casa Idea” - Donna Moderna

Sul piatto di carta Un centrotavola chic con un mazzo di narcisi. I gambi inseriti in una spugnetta Oasis sono avvolti prima da un foglio di carta d’alluminio e poi da un nastro luccicante con i bordi in fil di ferro.

Nel vassoio La “sabbia” di questa composizione che ricorda un’isoletta caraibica è… sale grosso. Mentre le “palme” sono gambi di nerine infilati in pezzi di spugna Oasis imbevuta e avvolta in carta stagnola, i lumini danno luce.


pagina

SPECIALE

Natale

34

DICEMBRE

2009

Come nuovi, tutti di vetro Questa volta non è proprio il valore economico che conta. Chi riceve questi doni, realizzati con fantasia e un pizzico di manualità, rimarrà colpito dalla capacità di inventare con oggetti di uso comune qualcosa di sorprendente. Bottiglie per la salsa o per il vino e poi brocche e vasetti dello yogurt. Tutti erano in origine contenitori di alimenti o altri prodotti. Dopo il trattamento, si trasformano in qualcosa d’altro: bottiglie graduate, brocche decorate, portaposate unici e portalumini e candele coloratissime.

Brocche di forme diverse, un bicchiere, sottotorta in carta bianchi, tondi e rettangolari, pizzi usati per piccoli bouquet di fiori, colla vinilica impermeabilizzante, forbici. Un’idea per aggiungere un tocco originale a brocche e bicchieri di poco prezzoe trasformarli in modo assolutamente sorprendente. Si devono ritagliare, ricavandone le sagome dei fiori, i sottotorta usati in pasticceria per confezionare le torte, oppure i pizzi, sempre di carta, con i quali usualmente il fiorista decora piccoli bouquet. Quindi si fissano con colla vinilica impermeabilizzante sulle pareti esterne delle brocche. Si può usare anche del biadesivo trasparente; in questo caso, dopo l’uso decorativo, brocche e bicchieri possono ritornare vergini.

Vasetti di varie dimensioni (per esempio, quelli utilizzati per i sottolio oppure per la marmellata), feltrini tondi, bianchi e rossi, feltri triangolari rossi, nastri dì diversi colori (rosso, bianco, argento), colla istantanea. Con un po’ di fantasia e gusto artistico, i contenitori diventano dei pratici e divertenti portaposate; erano tradizionali vasetti portalimenti. Sono decorati con feltrini (quelli comunemente usati per i piedi delle sedie), disposti coreograficamente lungo la superficie, e nastri di vari colori. Come nel caso precedente di brocche e bicchieri, anche qui viene usata, per fissarli, colla istantanea, ma può essere impiegato anche nastro biadesivo trasparente che permette di riutilizzarli una volta che è finito il loro compito decorativo.

Una bottiglia di vetro della passata di pomodoro, una da vino, un barattolo di vetro, nastro adesivo di piombo, strass tondi e a goccia, rete metallica, perline rosse, colla istantanea, vernice argento e rossa, pennello sottile. La bottiglia della salsa è decorata con strass tondi e a goccia, mentre il nastro adesivo serve per segnare la capacità e graduare i liquidi; le cifre sono scritte con vernice colorata utilizzando il pennello sottile. Lo stesso procedimento serve per il barattolo mentre la bottiglia da vino è vestita con reticella di metallo decorata da perline; un’idea che non è solo ornamentale, visto che serve a definire il mezzo litro. Gli strass sono attaccati al vetro usando la colla istantanea.

da “Cucina Italiana” - speciale Natale

Vasetti in vetro di varia forma (usati, in origine, per omogeneizzati, yogurt, maionese), strass, argento acrilico, filo di metallo malleabile, colori per vetro (blu, viola, giallo, rosso, bianco, marrone, arancio), pennello sintetico, pinza. Un’idea colorata, piena di luce; un regalo che, come nella foto, creerà un angolo ricco di magia nella cucina di chi lo riceve. Appesi al classico attrezzo per le pentole in rame, i barattoli diventano anche portalumini. Il vetro viene colorato a piacimento con gli appositi colori, mentre strass di diverse forme e tonalità sono attaccati qua e là a regalare eleganti riflessi. I barattoli rinnovati sono appesi grazie a filo metallico malleabile, piegato e legato ai bordi dei vasetti. Un’idea, questa, davvero scenografica.


pagina

SPECIALE

Natale

35

DICEMBRE

2009

Un pizzico di peperoncino Rosso tradizionale, ma anche l’altro giallo; rotondo o a punta, assemblati tra loro o abbinati, per esempio, a fiori di papavero. Combinazioni a tre dimensioni, per ottenere un insieme festoso che, in questi giorni d’inverno, porta in casa un caldo raggio di sole estivo

Nella coppa con alzata la sfera realizzata sempre con una base di oasis sulla quale sono fissati fitti gli immancabili peperoncini, intervallati da perle. Nella parte bassa, fiori di gloriosa e candele galleggianti. Una torta, certo, anche se solo decorativa e perfettamente in tema. Sulla base di oasis inumidita sono distribuiti, nella parte bassa piccoli mazzetti di bacche, mentre la zona superiore è formata da diversi giri di peperoncini tondi e a punta. Il tutto poggia su un sottopiatto in latta. La bacca, sempre nella versione rossa, ma a punta, è usata anche per la lunga ghirlanda che attraversa la tavola: i mazzetti sono tenuti insieme con un sottile filo di metallo. Il resto dell’apparecchiatura prevede piatti in peltro e ceramica, oltre al sottopiatto in vetro con bordo metallico. da “Cucina Italiana” Speciale Natale


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani 37

SANITA'

Nonostante la campagna mediatica in pochi hanno assimilato il concetto di prevenzione ma il ministro insiste: dall’anno prossimo nuove misure

Influenza A e vaccinazioni Fazio risponde alle polemiche di Renzo Massi ROMA - Per ora «é andata bene ma non sappiamocosa succederà in futuro e, come ci si mette la cintura di sicurezza alla guida di un’auto, dobbiamo avere una forma mentale che ci faccia capire l’importanza di vaccinarsi per proteggerci»: il ministro per la Salute Ferruccio Fazio parla così riguardo alla situazione dell’evoluzione del virus, che in Italia ha portato a quasi 190 morti. «In caso di mutazione del virus ha spiegato a margine della presentazione di un progetto di formazione per medici sulla pandemia - abbiamo un vaccino che dovrebbe funzionare, che é quello che contiene l’adiuvante». Fazio ha replicato alle polemiche sugli interessi riguardo alla questione vaccini: «L’ultimo dei nostri problemi è quello di smaltire le dosi - ha detto - ma il virus deve essere eradicato perché non sappiano come cambierà». C’é stato un problema di informazione: il ministro della Salute FerruccioFazio ammette che potrebbe essere stata propria la ques-

190

I decessi causati dal temuto virus dell’influenza A nel nostro Paese fino ad oggi

«L’informazione che ha avuto più spazio è stata quella sui dubbi e sulle ipotesi, frutto di una conoscenza superficiale della pandemia e degli strumenti per affrontarla»

tione comunicazione ad aver impedito alla popolazione ma soprattutto ai medici di comprendere l’importanza della vaccinazione contro l’influenza A. Intervenuto nella sede nazionale dell’Ordine dei medici Fazio, assieme al presidente della Fnomceo, Amedeo Bianco, ha annunciato l’avvio di un progetto specialediaggiornamentoinformativo e formativo dei medici italiani proprio sulla pandemia. «L’adesione alle prime fasi della campagna vaccinale é stata bassa - ha ammesso Bianco - anche perché, dalle prime valutazioni, l’informazione che ha avuto più spazio è stata quella sui dubbi e sulle

ipotesi, frutto di una conoscenza superficiale della pandemia e degli strumenti per affrontarla». Il progetto di aggiornamento cercherà di raggiungere in tempi molto veloci (nei prossimi tre mesi) una consistente quota di medici attraverso la formazione a distanza con internet. Il prossimo anno "verosimilmente" il vaccino contro l’influenza A Hin1 sarà incorporato nel vaccino contro l’influenza stagionale. Lo ha annunciato sempre il ministro della Salute Ferruccio Fazio durante le presentazione del progetto di formazione per medici sull’influenza A.

NELLA NOTIZIA Danno erariale a Reggio Calabria REGGIO CALABRIA - La Guardia di finanza ha accertato a Reggio Calabria un danno erariale di sei milioni di euro ai danni del Servizio sanitario nazionale. Lo ha reso noto il comandante regionaledella Guardiadi Finanza, gen. Gaetano Giancane, nel corso della conferenza stampa per illustrare i dati dell’attività operativa svolta nel 2009. I finanzieri hanno effettuato dei controlli incrociati ed è emerso che erano iscritte nelle listedegliassistitidiversemigliaiadi persone decedute e trasferite dalla provincia di Reggio. Gli accertamenti hanno riguardato in particolare gli ultimi dieci anni. «E’ stato riscontrato - ha detto Giancane - che i pazienti deceduti o trasferiti non erano stati cancellati dalle liste della Asl 11 di Reggio Calabria e questo ha provocato un danno erariale di sei milioni di euro. Quanto accertato è stato segnalato alla Corte dei conti. Sarebbe bastato effettuare un controllo incrociato tra l’anagrafe dei pazienti dell’Azienda sanitaria e quello dei Comuni per accorgersi che diverse migliaia di persone erano nel tempo decedute o si erano trasferite in altre zone». Il gen.GaetanoGiancanehaparlatonelcorsodellaconferenzastampa per illustrare i dati dell’attività operativa svolta nel 2009 dalle Fiamme Gialle in Calabria.


38

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

ECONOMIA, IMPRESE, COMMERCIO

La fine delle Zone franche ma forse non è troppo tardi

di Rocco Iemma Presentate dal Governo come un semplice ritocco per l’accelerazione delle procedure, le novità introdotte col decreto legge milleproroghe rischiano invece di complicare l’iter attuativo e di provocare, senza mezzi termini, la fine delle Zone Franche Urbane. Stando a indiscrezioni numerose e mai smentite, saranno infatti

modificate le norme istitutive con la soppressione delle esenzioni fiscali e la loro sostituzione con un contributo, erogato dai Comuni previaistanza,parametratoall’Ici e ai contributi previdenziali dovuti. Tutto ciò proprio quando si attendeva da un momento all’altro la pubblicazionedeidecretiministeriali, attuativi di quel dispositivo che dal milleproroghe sarà stravolto e che solo qualche settimana fa, dopo lunga attesa, è stato

Il milleproroghe 2010 propone uno schema caratterizzato da erogazione di contributi economici, discrezionalità e dispendiosa burocrazia

autorizzato dalla Commissione Europea. Come noto, qualunque modifica del regime già autorizzato deve essere notificata alla Commissione, con quali conseguenze è facile immaginare. Ma non è solo un problema di tempi e sotto altri profili il passo indietro non è di poco conto, dal punto di vista concettuale prima ancora che normativo. Le agevolazioni in zona franca urbana sono state introdotte in Italia come modello sperimentale di fiscalità di vantaggio su ristretta base territoriale; complementare a politiche urbane e sociali e finalizzato alla riqualificazione di quartieri e circoscrizioni delle città; destinato a soppiantare i tradizionali incentivi economici e rispettoso della concorrenza, quindi compatibile coi principi comunitari; improntato a celerità,imparzialità,semplificazione amministrativa, automatismo; vantaggiosoper le micro e piccole imprese che, soprattutto nel Mezzogiorno,investonoe assumonoa livello locale. E’ del tutto evidente che il milleproroghe 2010 propone uno schema opposto, caratterizzato da erogazione di contributi economici, discrezionalità e probabilmente dispendiosa burocrazia, senza considerare, almeno per ora, il trattamento fiscale dei fondi che saranno erogati. Senza esenzioni, le zone franche

urbane non sarebbero più franche; senza vantaggi sulle imposte, di fiscalità di vantaggio non si potrebbe più parlare; la misura sarebbefortementeridimensionata, per nulla innovativa né particolarmente attraente, e come se non bastasse in contrasto con le indicazioni della DG Concorrenza della Commissione Europea, la cuiautorizzazionesarebbetutt’al-

In sede di conversione del decreto legge è ancora possibile, rimediare almeno in parte tro che scontata. La cattiva notizia è quindi la scarsa attenzione, sotto il profilo tecnico e politico, prestata alle zone franche urbane, a scelte imprenditoriali e amministrativegià operate in questi mesi sulla base di una norma che lo stesso Governo dava ormai in via di attuazione, e alle tante implicazioni negative di questa modifica. La buona notizia è che forse non è troppo tardi e che in sede di conversione del decreto legge milleproroghe è ancora possibile, auspicabile, rimediare almeno in parte.


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani 39

ECONOMIA, IMPRESE, COMMERCIO Elaborato dalla Nautilus un piano organico che consente di attingere ai fondi inseriti nel Por

Progetto di valorizzazione della fascia costiera di Vibo VIBO VALENTIA - I componenti del Forum permanente per lo sviluppo sostenibile (nel quale sono appresentanti numerosi soggetti istituzionali) si sono incontrati per analizzare nel dettaglio il progetto di valorizzazione della fascia costiera da Vibo Marina a Pizzo elaborato dalla Nautilus, la cooperativa vibonese di servizi per l’oceanografia e la gestione delle risorse ambientali. L’incontro, promosso dall’assessore provinciale all’Ambiente Martino Porcelli, ha fatto seguito alla prima riunione ristretta tenutasi il 3 dicembre scorso, nel corso della quale i rappresentanti della Nautilus illustrarono al presidente della Provincia Francesco De Nisi e all’assessore i contenuti del progetto, la cui elaborazione fu promossa dall’Ente circa due anni fa attraverso un bando pubblico finanziato dal ministero dell’Ambiente e finalizzato, appunto, alla progettazione di interventi di sviluppo sostenibile in aree con particolare vocazione naturalistica. In occasione del primo incontro, dunque, si stabilì di coinvolgere tutti i componenti

del Forum attraverso una successiva riunione. Da qui l’appuntamento nel corso del quale sono stati ribaditi gli obiettivi del progetto, che ha l’ambizione di rappresentare una visione di massima nella quale far rientrare gli interventi di riqualificazione che in questi mesi i vari soggetti istituzionali coinvolti nello sviluppo del territorio stanno progettando per attingere ai fondi Por. Come hanno rimarcato Concetta Fallanca, responsabile del progetto e docente di architettura all’Università di Reggio Calabria, e Gaetano Luciano, presidente del Forum permanente per lo sviluppo sostenibile della fascia costiera, si tratta di un’articolata pianificazione territoriale che mira a valorizzare e riqualificare il tratto di costa che da Vibo Marina giunge sino alla foce del fiume Angitola, puntando sia alla razionalizzazione urbanistica degli insediamenti residenziali e industriali presenti che alla salvaguardia ambientale. In particolare, l’elaborato si focalizza principalmente sulla riqualificazione del porto e del lungoma-

L’elaborato si focalizza principalmente sulla riqualificazione del porto e del lungomare della frazione marina della città capoluogo

re della frazione marina della città capoluogo, con l’allestimento di aree verdi attrezzate in prossimità del quartiere Pennello, la costruzione di un acquario marino e di un museo del mare, la razionalizzazione degli approdi turistici, la riconversione e la bonifica delle zone dove attualmente sono presenti le infrastrutture industriali. Spostandosi verso nord, poi, si prevede la riqualificazione del vecchio tracciato delle Ferrovie Calabro Lucane per la creazione di un parco ecologico, la salvaguardia ambientale del lago Angitola e della foce dell’omonimo fiume, già classificati a livello europeo come Siti di interesse comunitario.

L’artigiano in fiera, imprese calabresi protagoniste grazie a Unioncamere Unioncamere Calabria - Area Promozione e relazione esterne - in stretta collaborazione con l’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Calabria ha realizzato la partecipazione di ben 32 imprese calabresi alla 14a Mostra - Mercato "L’Artigiano in Fiera" svoltasi dal 5 al 13 dicembre 2009 nel nuovo quartiere fieristico di Rho (Mi). «Anche quest’ anno - afferma il presidente Unioncamere Salerno - grazie alla proficuae longevacollaborazione con Francesco Una vetrina di Sulla, Assessore alle Attività Produttive della straordinario impatto Regione Calabria, abcommerciale biamo promosso la pardelle nostre per oltre 3.000 artigiani tecipazione aziende calabresi all’Artigianoin Fiera,una vetprovenienti da rinadistraordinarioim106 Paesi del mondo patto commerciale per oltre 3.000 artigiani provenienti da 106 Paesi del mondo. E’ indubbiamente vero che il comparto artigianale calabrese ha avuto ancora una volta l’opportunità di mettere in mostra i propri prodotti, di realizzare incontri d’affari e di confrontarsi con artigiani provenienti da tutto il mondo». «Unioncamere Calabria ha inteso realizzare uno spazio espositivo estremamente confortevole e funzionale - continua Salerno - predisponendo uno stand di ben 420

mq reso fruibile alla folta rappresentanza delle 32 aziende espositrici che hanno potuto far degustare i prodotti tipici calabresi ed apprezzare i preziosi manufatti ai 3 milioni di visitatori registrati». «La Mostra Mercato ha rappresentato uno tra gli appuntamenti più attesi ed esclusivi nella cornice delle manifestazioni natalizie nazionali - conclude Salerno - si è trattato di un valido strumento promozionale e di mercato per tutti i prodotti calabresi. Inoltre, lo stand è stato visitato nel corso della manifestazione da alcune Associazioni Culturali e Musicali Calabresi,con sede nel territorio lombardo, le quali hanno voluto proporre ai numerosi visitatori musiche e canti popolari regionali volti a far conoscere la cultura calabrese».

CONFINDUSTRIA Serata di beneficenza organizzata a Catanzaro dal Gruppo Giovani Si è svolto il 18 dicembre scorso, presso il Palace Hotel, il tradizionale Gran Galà di beneficenza, giunto alla settima edizione. A organizzarlo, naturalmente, il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Catanzaro. «L’iniziativa e gli obiettivi raggiunti - ha dichiarato Andrea Abramo, Presidente dell’Organizzazione dei Giovani - sono stati possibili grazie allo slancio sociale e alla collaborazione di numerose aziende ed enti del territorio». Una serata piacevole e partecipata, tra melodie del quartetto d’archi, fuochi pirotecnici, nell’elegantissima sala destinata all’evento, che ha visto attori tra gli altri, il Presidente di Confindustria Giuseppe Gatto e il Presidente della Camera di Commercio Paolo Abramo oltre al Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Andrea Abramo ed il Consiglio Direttivo composto dai vice Presidenti Andrea Celia e Danila Lento, da Camillo Criva-

ro, Alex Genovese, Andrea Poerio, Marco Rubbettino, Massimiliano Salvatori e Domenico Totino. Il contributo organizzativo profuso è certamente anche merito del gruppo d’invitati al Consiglio Direttivo tra cui Antonia Abramo, Simona Boscarino, Marco Cerminara, Caterina Froio, Alfredo Iembo, Ines Maviglia, Antonio Ranieri, Giampiero Tauro e Antonio Viterbo.


40

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

AMBIENTE E AGRICOLTURA Rifiuti, l’ufficio per l’emergenza si “meraviglia” CATANZARO - «Desta non poca meraviglia il comunicato stampa emesso dal Dipartimento regionale all’Ambiente, in replica alla relazione della Corte dei Conti sulla gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, nella parte in cui la Regione Calabria lamenta ad oggi uno scarso livello di cooperazione da parte del Commissario in relazione al supporto nelle iniziative

necessarie al rientro nella gestione ordinaria, previsto dall’Opcm n.3731/2009, ma mai realizzato nei fatti». E’ quanto si afferma in una nota dell’Ufficio del Commissario delegato per il superamento dell’emergenzanel settore dei rifiuti urbani. «Tale stupore - prosegue la nota - nasce dal fatto che i contatti fra l’Assessore regionale all’Ambiente e il Commissario sono pressoché

quotidiani, improntati alla massima cordialità e indirizzati su percorsi sempre condivisi. Guai se non fosse così, perché il superamento dell’emergenza appare possibile e vicino e per non perdere questa occasione storica occorre la massima coesione e unità d’intenti». «Il comunicato - conclude la nota - non è in linea con quanto effettivamente avviene».

Il Piano generale degli interventi per la difesa del suolo in Calabria è stato elaborato da un gruppo di lavoro coordinato dal prof. Pasquale Versace

Loiero presenta il piano per la sicurezza del territorio di Francesco Pungitore LAMEZIA TERME - Come mettere in sicurezza il territorio calabrese. E’ questo l’obiettivo del Piano generale degli interventi per la difesa del suolo in Calabria elaborato da un gruppo di lavoro coordinato dal prof. Pasquale Versace che il presidente della Regione, Agazio Loiero, ha presentato ai sindaci della Calabria al centro agroalimentare di Lamezia Terme. L’incontro è iniziato ieri mattina con un confronto con i sindaci interessati delle province di Reggio Calabria e Catanzaro ed è proseguito nel pomeriggio con quelli di Cosenza, Crotone e Vibo Valentia. «Si tratta del Piano di prima fase ha detto il presidente Loiero - che prevede interventi per oltre 160 milioni di euro a fronte degli oltre 800 che abbiamo destinato alla difesa del suolo in Calabria, in seguito agli eventi alluvionali dell’inverno scorso. Sono interventi che contribuiranno a ridurre in modo significativo il livello di rischio nella regione». Loiero ha aggiunto poi che «le situazioni di rischio che non é stato possibile affrontare potranno trovare la dovuta attenzione nella fa-

Parco Nazionale della Sila ecco l’energia rinnovabile

L’incontro è iniziato ieri mattina con un confronto con i sindaci interessati delle province di Reggio e Catanzaro

si successive.Ma adessoè urgente avviare gli interventi idonei ad elevare il livello di sicurezza idrogeologica e superare così un handicap sulla via dello sviluppo della nostra economia». Il Piano generale degli interventi per la difesa del suolo in Calabria è stato elaborato da un gruppo di lavoro coordinato dal prof. Pasquale Versace.

COSENZA - Al via il progetto per la realizzazione nel Parco Nazionale della Sila di sei impianti di generazione elettrica da fonte di energia rinnovabile solare mediante la conversione fotovoltaica. Laproduzionedienergiaelettrica da fonti rinnovabili è tra le priorità del Governo Nazionale, in relazione all’emergenza climatica e al progressivo esaurimento delle fonti fossili (petrolio, gas, carbone, ecc.) ed è uno degli obiettivi fondamentali per l’Ente Parco Nazionale della Sila, fin dalla sua istituzione impegnato in attività di tutela del patrimonio ambientale del Parco. I finanziamenti provengono, per la parte relativa agli impianti da realizzare nei Comandi Stazione del C.T.A.(Coordinamento Territoriale per l’Ambiente) del Corpo Forestale dello Stato, - di proprietà demaniale e ricadenti nel perimetro del Parco Nazionale della Sila - dai fondi del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del

Territorio e del Mare; per quanto riguarda invece la realizzazione degli impianti da ubicare presso la sede del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente, sita in Via Nazionale di Lorica di San Giovanni in Fiore e presso l’adiacente sede legale ed amministrativa dell’Ente Parco Nazionale della Sila, i fondi provengono dal bilancio dell’anno 2009 dell’ Ente Parco. Gli impianti di produzione di generazione elettricada fonte di energiarinnovabile solare mediante conversione fotovoltaica saranno posizionati nella fattispecie sulle Caserme dei C.T.A. del C.F.S. di Cava di Melis, nel Comune di Longobucco (Cs), di Cupone, nel Comune di Spezzano della Sila (Cs), di Barraccone, nel Comune di Corigliano Calabro (Cs), di Gariglione, nel Comune di Albi (Cz), di Monaco, nel Comune di Taverna (Cz), sulla sede del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente, ubicata a Lorica di San Giovanni in Fiore.


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani 41

LAVORO E SINDACATI

Rallentamento settore edile Le proposte Ance Cosenza COSENZA - Il 2009 si chiude con il settore edile che conosce il primo rallentamento del suo trend di crescita dopo quasi un decennio di risultati positivi. Il Presidente di Ance Cosenza Natale Mazzuca sottolinea che «se il momento congiunturale, particolarmente sfavorevole per tutta l’economia mondiale, non ha avuto a livello locale le stesse pesanti ripercussioni di altri contesti, lo si deve proprio all’edilizia, che con il suo indotto continua a svolgere una importantefunzioneditraino».In questo scenario l’Ance Cosenza giudica ancor più positivamente il bilancio delle tante battaglie intraprese nel corso dell’anno: da quella per la programmazione di un piano di opere medio piccole immediatamente cantierabili, in grado di incidere realmente ed in maniera efficace su reddito e occupazione locale a quella per contrastare la logica del massimo ribasso strettamente connessa alla questione, purtroppo ancora aperta, dell’adozione del prezzario regionale dei lavori pubblici da parte di tutte le pubbliche am-

ministrazioni. «Senza dimenticare - aggiunge il presidente della Sezione Edile di Confindustria Cosenza Mazzuca - le periodiche denunce nelle sedi competenti e sugli organi di stampa dei ritardati pagamenti dei crediti vantati dalle imprese, per lavori eseguiti e da tempo fruibili dalla collettività, nei confronti delle stazioni appaltanti. Mai mere lamentazioni, ma sempre contributi di idee nella direzione dello snellimento delle procedure autorizza-

tive e di verifica che appaiono oltremodo lente e farraginose». Un atteggiamento propositivo che ha caratterizzato Ance Cosenza anche in occasione della definizione del bando di concorso regionale per la realizzazione di alloggi di edilizia sociale, del confronto per il varo del cosiddetto Piano Casa e del Regolamento Sismico da parte della Giunta Regionale. La consapevolezza che il costo del denaro costituisce da sempre una tra le maggiori difficoltà per

il consolidamento del tessuto imprenditorialelocale,ilcontestuale restringimento nell’erogazione del credito ed il sostanziale blocco nella concessione dei mutui soprattutto in edilizia hanno spinto Ance Cosenza ad accogliere con estremo favore l’idea per la costituzione della Banca di Garanzia promossa dalla Camera di Commercio di Cosenza, «che mira sottolinea il Presidente Natale Mazzuca- ad attuare una azione efficace, innovativa e di reale sostegnoall’economiadelterritorio, promuovendo la sottoscrizione delle quote di adesione fra le imprese associate, che hanno subito colto questa interessante opportunità». Per il 2010 si intravede qualche segnale di ripresa. Per l’imprenditore edile e massimo rappresentante dell’Ance cosentinaMazzuca«occorreràfinalmente attuare quel programma straordinario di interventi infrastrutturali di dimensioni medio piccole per cui tanto ci si è battuti nel corso di questo anno. Una delle sfide del 2010 dovrà essere quella di legare bisogni sociali ed offerta infrastrutturale, fabbisogni pubblici e capacità imprenditoriali valorizzando le professionalità locali, attraverso procedure di gara che favoriscano la più ampia partecipazione delle imprese calabresi». Nuove infrastrutture, riqualificazione della città, area urbana sono queste le parole d’ordine del 2010.

IN BREVE

Call center e precariato volantinaggio dell’Ugl Componenti della direzione provincialedell’UglTelecomunicazioni si sono recati presso la sede dell’Abramo Customer Care di Catanzaro per provvedere alla distribuzione di volantini riportanti le norme contrattuali per la corretta fruizione dei permessi retribuiti secondo quanto previsto dal contratto collettivo nazionale del lavoro. Come affermatodaSandro Sestito per ogni organizzazione sindacale che si rispetti «l’informazione deve essere la base per difendere i propri diritti». I call-center , prosegue il segretario provinciale Domenico Mazzei,sonocompostidaunmondo di precariato e di necessità di lavoro, spesso lavorandoci ogni giorno ci si accorge che le norme previste dal contratto collettivo nazionale del settore, dove vengono riportati i nostri diritti, fanno fatica ad essere riconosciute. Affinché i lavoratori sappiano difendere i propri diritti come da norma, l’Ugl catanzarese ha fatto propria la volontà progettuale del Segretario Regionale Domenico Provenzano, facendo partire un processo informativo tramite volantinaggio che troverà il suo prosieguo presso tutte le sedi dell’azienda Abramo CustomerCare.

La cultura del ricordo In occasione del trigesimo della morte del Signor GIOVANNI NUNNARI sarà celebrata una santa messa in suffragio martedì 22 dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa di San Pio X a Catanzaro. E’ venuto a mancare all’affetto dei suoi cari il Signor GIUSEPPE DE FAZIO I funerali si svolgeranno martedì 22 dicembre alle ore 15.15 nella Cattedrale di Lamezia Terme. In occasione del trigesmo della morte del Signor GIOVANNI LONGO sarà celebrata una santa messa in suffragio mercoledì 23 dicembre alle ore 17.30 nella Chiesa di Santa Croce a Pontepiccolo, in Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora TERESA COMITA’ sarà celebrata una santa messa in

suffragio mercoledì 23 dicembre alle ore 15.00 nella Chiesa di Santa Domenica di Caraffa (CZ). In occasione del trigesimo della morte del Signor FRANCESCO MATARAZZO sarà celebrata una santa messa in suffragio mercoledì 23 dicembre alle ore 18.30 nella Chiesa S. Giuseppe Artigiano a Lamezia Terme.

E’ con grande rammarico che apprendiamo della tragica scomparsa dell’ex sindaco di Badolato FRANCO NISTICO’ Persona di grande carattere e di grande valore, avversario politico di rispetto che ha sempre portato avanti con coerenza e convinzione le sue idee. Esprimiamo alla famiglia a nome di tutto il partito del Popolo della Libertà e del movimento giovanile Giovane Italia della provincia di Catanzaro le nostre più sentite condoglianze. Il Popolo della Libertà - Provincia di Catanzaro On. Michele Traversa NECROLOGIE-PARTECIPAZIONI-TRIGESIMI-ANNIVERSARI

In occasione del trigesimo della morte della Signora RAFFAELA LARATTA sarà celebrata una santa messa in suffragio mercoledì 23 dicembre alle ore 17.30 nella Chiesa S.S del Rosario a Gagliano (Catanzaro). In occasione del trigesimo della morte del Signor ALDO AMICO sarà celebrata una santa messa in suffragio giovedì 24 dicembre alle ore 16.00 nella Chiesa S. Pio X a Catanzaro.

La cultura del ricordo L’avvocato Mario Casalinuovo, presidente onorario della Camera penale "Alfredo Cantafora" di Catanzaro, partecipa con profondo dolore al lutto della famiglia per la scomparsa dell’ AVV. NINO GIMIGLIANO che fu penalista di grande prestigio, per lunghi anni

Sarà celebrata una Messa in suffragio martedì 15 dicembre alle ore 17,30 nella chiesa S. Croce rione Pontepiccolo a Catanzaro In occasione del trigesimo della morte della Signora VITTORIA TRIPODI


42 MercoledĂŹ 23 Dicembre 2009 il Domani

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

23.367,74 0,94 22.982,56 1,07 24.333,17 -0,08 23.693,65 0,61 22.717,37 0,46 11.163,14 0,55

METALLI

VAL. ACQUIST

VAR. %

CHIUSURA

VAL. VENDITA

ORO

USD/on

EURO/gr

1087,75

24,46

1717

0,388

Euro/Dollaro

1,4269

1,4272

Euro/Sterlina

0,8926

0,893

ARGENTO

Euro/Yen

130,83

130,93

PLATINO

1407,50

31,99

Euro/Franco Sv. 1,4945

1,4956

PALLADIO

369,00

8,57

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bouty Healthcare Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour

Prezzo ultimo contr. Var %

0,84 1,458 7,32 4,00 67,49 1,888 1,036 3,83 0,2012 0,525 4,50 14,43

-0,83 +1,18 -0,34 -0,06 +1,49 +1,18 -1,80 +1,86 -0,35 +1,06 +2,86 +0,28

Ora

16.30.36 17.30.56 17.30.53 16.30.03 17.30.10 16.20.17 16.30.54 17.30.26 16.30.33 17.30.12 16.54.08 11.43.12

Min

Max

Apertura

0,8355 0,849 0,8355 1,443 1,46 1,449 7,30 7,39 7,35 4,00 4,0875 4,0875 66,06 67,49 1,864 1,92 1,91 1,027 1,067 1,028 3,7175 3,83 0,2012 0,204 0,204 0,5195 0,525 4,43 4,50 13,94 14,43 14,42

0,309 +0,16 16.10.37 0,3005 2,29 +1,78 15.46.01 2,275 0,49 +1,45 16.30.10 0,48 87,60 +1,62 17.22.03 86,50 3,05 +1,50 17.30.05 2,9925 13,17 -0,30 17.30.22 13,14 0,798 +1,40 16.30.47 0,778 0,428 +0,59 16.30.42 0,417 0,0385 -2,53 16.30.19 0,0382 0,636 +0,63 16.30.40 0,628 99,90 +0,10 16.09.22 99,00 1,545 +0,98 17.30.28 1,505 5,965 +0,76 17.30.57 5,84 17,95 +0,50 17.30.18 17,89 8,605 -0,17 17.30.59 8,565 10,11 -0,10 17.30.24 10,11 15,43 -2,83 16.30.38 15,40 16,45 +1,36 16.28.17 16,27 9,095 -0,60 17.30.44 9,01 87,12 -0,41 15.42.50 87,12 2,57 +0,78 16.30.17 2,57 8,35 +0,36 17.30.56 8,285 7,475 -0,33 17.30.47 7,345 3,0125 +0,50 16.30.22 3,00 0,731 +1,53 17.30.26 0,7165 5,235 +2,45 17.30.58 5,09 11,43 +0,35 17.15.33 11,41 43,81 +0,74 16.55.01 43,63 1,999 -1,16 16.30.18 1,973 2,295 +16,56 16.30.46 2,1225 55,69 -0,02 16.40.34 55,68 51,01 +0,04 17.20.21 50,02 1,834 -0,54 17.30.46 1,828 2,98 +1,36 17.04.00 2,90

0,309 2,29 0,4935 0,49 87,60 3,06 3,0025 13,25 13,18 0,80 0,4315 0,43 0,0403 0,04 0,644 99,90 1,545 5,965 5,94 18,11 17,95 8,74 8,645 10,23 10,21 16,12 16,09 16,45 9,175 9,105 87,50 2,5875 2,5875 8,355 8,35 7,50 3,10 0,775 0,725 5,265 5,11 11,53 43,97 2,045 2,0225 2,40 2,28 56,10 51,01 1,857 1,847 3,01 3,01

0,605 1,223 4,63 10,36 3,905 4,89 6,825 0,648 3,9675 4,27 10,29 0,4945 0,6915 6,06 97,83 0,57 1,45 0,503 1,49 5,28 1,63 32,00 55,42

-0,33 +0,33 -0,22 -1,14 +1,69 +0,51 -1,51 -1,22 -0,13 -0,47 +0,98 +1,02 +0,51 -0,66 +0,29 -2,23 -0,55 -1,57 -1,19 +1,05 +0,00 +0,47 -0,77

16.22.41 17.30.55 13.55.48 17.30.30 17.30.45 17.30.47 17.30.44 16.30.35 16.30.36 16.30.05 16.19.19 16.30.07 16.16.34 17.30.46 17.24.02 17.30.37 15.26.59 16.23.41 16.30.28 17.30.32 16.30.59 13.41.12 17.30.55

0,605 1,215 4,6275 10,30 3,8025 4,85 6,80 0,648 3,9425 4,25 10,01 0,475 0,6865 6,035 97,50 0,57 1,45 0,494 1,485 5,20 1,63 32,00 54,94

0,608 1,22 1,229 4,64 10,50 10,40 3,935 3,8425 4,87 4,95 6,96 6,945 0,6625 0,657 3,9675 3,9675 4,295 10,29 10,01 0,48 0,496 0,6975 6,17 97,88 97,60 0,5875 0,58 1,45 0,525 0,511 1,49 1,52 5,29 5,25 1,63 32,05 55,99 55,85

1,335 34,66 1,372 1,394 1,18 101,32 104,41 5,27 0,2044 5,72 1,133 11,30 7,355 5,16 2,83 1,055 2,44 1,739 0,2995 7,35 0,337 90,38 2,20

-1,11 +1,05 +0,29 +4,26 +0,00 -0,18 +0,01 -1,86 +5,14 -1,12 -1,99 +3,10 +1,73 +0,19 +2,91 +1,44 +0,10 +0,70 +1,18 +0,62 +2,59 -0,08 +0,46

17.30.02 16.30.00 16.14.02 11.05.49 16.30.10 16.45.12 15.35.57 17.30.31 16.30.25 17.30.03 17.30.55 17.30.29 17.30.40 17.21.24 17.30.15 12.15.00 16.30.17 16.30.25 16.30.44 17.30.17 13.04.29 14.31.29 16.30.46

1,335 34,15 1,337 1,394 1,18 101,30 104,20 5,27 0,195 5,70 1,133 10,95 7,10 5,15 2,71 1,055 2,3625 1,722 0,295 7,30 0,32 90,38 2,17

1,35 34,80 34,30 1,377 1,36 1,394 1,18 101,45 104,45 104,20 5,425 5,42 0,2091 0,1965 5,82 5,79 1,19 1,153 11,39 10,98 7,355 5,32 5,15 2,8775 2,7125 1,055 2,45 1,74 0,2995 0,298 7,395 7,30 0,337 0,337 90,38 2,225

AZIONI

Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fmr Art'E' Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera I Grandi Viaggi

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

23,64 1,96 0,8175 4,68 3,22 2,375 0,5155 0,1872 0,311 0,9095 1,793 0,679 1,955 0,6595 0,9625 104,50 1,20 23,39 5,35 12,21 1,945 5,41 0,2091 0,79 1,087 6,055

Apertura

23,36 1,96 0,7975 4,68 3,22 2,375 0,499 0,1851 0,311 0,896 1,77 0,661 1,942 0,6525 0,9625 104,50 1,185 22,47 5,325 12,12 1,915 5,36 0,209 0,7575 1,085 5,98

+0,09 +1,29 -2,74 +0,65 +0,08 +0,64 -0,79 -0,80 -0,64 -0,39 -0,45 -3,08 +1,15 +0,39 +5,77 +0,00 +3,04 -4,50 +0,47 +0,50 +1,38 -0,65 -0,24 -0,33 +1,78 +0,17

17.30.06 14.12.26 16.30.10 17.30.54 17.30.10 17.01.36 16.30.43 16.30.14 16.30.01 16.30.29 17.30.45 16.30.29 17.22.50 16.30.16 16.30.18 16.15.48 16.30.00 17.30.28 17.30.12 15.39.51 16.30.44 17.30.18 16.21.39 16.30.20 17.30.09 17.30.46

23,20 1,945 0,79 4,59 3,175 2,305 0,499 0,1831 0,31 0,884 1,768 0,661 1,908 0,648 0,9125 104,49 1,121 22,33 5,22 12,03 1,90 5,31 0,2021 0,757 1,069 5,925

1,073 17,39 9,03 40,42 4,045 3,2875 1,232 50,57 10,44 24,30 2,265 5,26

-1,11 +1,28 +0,89 +1,03 -0,80 -0,98 +2,67 -0,26 +1,66 -0,57 +1,34 -0,75

17.30.06 16.30.46 16.30.42 17.01.03 17.30.24 16.30.39 17.30.14 17.30.49 16.19.28 17.30.08 17.30.45 12.44.13

1,067 1,093 17,34 17,49 17,39 9,02 9,15 9,02 40,42 40,42 4,025 4,08 3,2275 3,3475 3,2275 1,191 1,232 1,196 50,29 51,04 10,29 10,46 24,01 24,80 24,35 2,2225 2,27 5,26 5,26

28,71 1,053 1,291 1,26 11,48 1,90 3,39 4,0775

+0,74 +1,35 -0,62 +0,56 +1,06 +2,70 +0,00 +1,94

16.46.52 17.30.06 16.13.35 17.30.54 12.10.52 17.30.37 17.12.58 17.30.51

28,55 1,04 1,281 1,251 11,47 1,84 3,3225 4,005

27,64 17,63 5,11 9,565 0,65 0,47 9,135 0,157 2,77 0,362

+0,51 +1,03 -1,35 +1,65 +0,00 -1,88 +2,35 -1,57 +0,91 -1,36

17.30.42 17.30.26 17.30.03 17.30.44 16.30.46 16.30.16 17.30.24 16.30.26 17.30.40 16.30.28

27,02 27,73 27,60 17,46 17,70 17,48 5,11 5,245 9,415 9,59 9,415 0,65 0,64 0,6595 0,4545 0,478 0,4695 8,845 9,35 8,96 0,1565 0,1616 0,1606 2,76 2,80 0,36 0,3665 0,36

13,14 7,325 9,815 1,229 19,10 10,30 6,05 6,48 4,45 4,41 0,40 0,2004 11,09 4,57 0,5935 10,50 7,465 2,625 17,45 1,249 0,5515 5,91 29,60 2,19 0,561 1,75 18,35 4,8625 2,6725 2,2675 3,30 6,00

-0,08 -0,34 +0,98 +0,33 -1,44 +0,39 +0,75 +1,17 +3,25 +1,15 +0,76 +0,35 +0,54 -2,87 +0,17 +1,55 +0,95 +0,96 +0,75 -0,08 +0,27 +0,77 +3,14 -0,45 +0,18 -2,56 +0,55 +6,52 +0,66 +0,22 +0,30 -1,64

17.30.57 17.30.15 17.04.04 17.30.37 17.30.19 17.30.11 17.21.34 17.30.56 16.39.19 16.42.14 16.23.06 15.04.47 17.30.44 16.30.51 16.10.13 17.30.58 17.30.39 17.30.30 16.59.41 11.26.26 16.30.47 16.09.51 17.21.42 17.30.07 17.30.34 16.27.09 17.30.40 17.30.26 15.44.12 17.30.49 17.30.10 14.55.14

13,12 13,39 13,12 7,295 7,47 7,32 9,815 9,975 1,217 1,265 19,01 19,63 19,43 10,25 10,37 10,31 6,01 6,08 6,01 6,38 6,48 6,385 4,32 4,455 4,36 4,43 4,36 0,381 0,409 0,1915 0,2009 11,05 11,17 11,05 4,515 4,795 4,795 0,586 0,595 0,595 10,35 10,57 10,41 7,385 7,51 2,59 2,635 17,32 17,45 1,223 1,249 1,223 0,547 0,5545 0,551 5,875 5,91 5,90 29,49 29,64 2,165 2,19 0,555 0,5645 0,555 1,667 1,758 1,758 18,29 18,52 18,30 4,57 4,87 4,57 2,655 2,71 2,6575 2,25 2,295 2,2675 3,27 3,35 6,00 6,19 6,19

4,3725 1,58 0,99

-1,52 16.30.41 4,32 +0,25 17.30.47 1,563 +0,00 16.30.01 0,965

28,80 1,065 1,30 1,292 11,69 1,907 3,39 4,105

4,44 1,581 0,994

1,945 0,812 3,19 0,1869 0,884 1,78 0,679 0,6515 0,9325

5,33 1,906 5,385 0,2055 1,069

1,04 1,30 1,261

4,01

4,44 1,576 0,965

AZIONI

I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding

Prezzo ultimo contr. Var %

12,82 1,564 1,015 1,95 0,819 2,475 8,68 7,545 7,69 6,80 0,304 0,5985 3,7525 3,085 2,2925 0,0668 1,576 1,263 3,175

Sospensione It Way 3,61 Italcementi 9,605 5,12 Italcementi Risp 30,37 Italmobiliare Italmobiliare Rnc 21,88 Iw Bank 1,98 Juventus Fc 0,8985 K.R.Energy 0,1488 Kerself 8,55 Kinexia 2,1675 0,4495 Kme Group 0,8525 Kme Group Rsp L'Oreal 2,20 La Doria Landi Renzo 3,4475 Lottomatica 13,39 Luxottica Group 17,75 Lvmh 78,00 Maire Tecnimont 2,425 Management E C 0,1465 Marcolin 1,525 Mariella Burani F.G Marr 5,94 Mediacontech 3,39 5,715 Mediaset S.P.A Mediobanca 8,23 Mediolanum 4,2975 Mediterranea Acque 2,735 0,60 Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord 1,909 Milano Ass Risp Port 2,07 5,39 Mirato Mittel 3,79 Molmed 1,621 Mondadori Edit 3,0325 Mondo He 0,1687 Mondo Tv 7,55 Aggiungi al Personal Portfolio Monrif 0,1388 Montefibre 0,262 Montefibre R Monti Ascensori 1,382 Munich Re Mutuionline 5,33 Neurosoft 2,69 Nice 2,97 Noemalife 5,45 8,82 Nokia Corporation Nova Re Olidata 0,50 Omnia Network Panariagroup 1,875 Parmalat 1,947 Permasteelisa 12,96 Philips 20,60 1,958 Piaggio Pierrel 4,23 Pininfarina Spa 2,6525 1,172 Piquadro Pirelli E C 0,426 0,4595 Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E 0,491 Poligraf. S. F 11,60 0,465 Poligrafici Edit Poltrona Frau 0,853 Ppr Pramac 0,9225 Premafin Fin Hp 1,05 0,995 Premuda Prima Industrie 8,88 12,00 Prysmian Ratti 0,345 Rcf Group 0,944 Rcs Mediagroup 1,236 0,768 Rcs Mediagroup Rsp

Ora

Min

Max

Apertura

12,92 1,597 1,015 1,974 0,82 2,4875 8,68 7,62 7,695 6,915 0,3045 0,5985 3,7775 3,105 2,2925 0,0675 1,576 1,294 3,1775

12,84 1,557 1,007 1,951 0,82 2,4725

+0,95 -0,32 -0,49 -1,51 +0,25 +0,61 +0,00 +0,00 -0,06 +0,15 +1,17 -0,08 +0,60 +1,40 +2,12 -0,74 -0,25 -1,10 +0,40

17.30.08 17.30.39 17.23.21 16.30.29 16.30.27 17.30.04 12.24.54 17.30.44 13.52.27 17.30.50 16.30.17 16.19.03 17.30.24 17.30.03 17.30.39 15.45.28 17.30.01 17.30.28 17.30.23

12,65 1,537 0,95 1,945 0,806 2,4525 8,67 7,49 7,325 6,70 0,299 0,5895 3,6575 3,05 2,2425 0,0663 1,519 1,263 3,10

-0,14 +2,51 +2,66 +0,93 +2,01 +1,75 +1,47 +1,64 +0,47 +1,29 +1,01 +0,53

17.30.00 17.30.06 17.30.34 17.30.58 17.30.53 16.08.47 16.51.49 16.30.08 17.30.27 16.30.28 16.24.55 16.30.14

3,6075 3,61 9,365 9,665 9,385 4,99 5,12 29,93 30,62 21,24 21,88 21,71 1,919 1,98 0,886 0,8985 0,886 0,146 0,15 0,1485 8,38 8,59 8,58 2,15 2,17 0,4435 0,4525 0,818 0,8525

+2,80 +2,45 +0,60 +0,85 +1,63 +1,36 +1,74 +3,46

16.09.35 17.30.29 17.30.49 17.30.46 15.59.32 17.30.38 16.30.44 16.03.55

2,14 2,20 3,395 3,47 13,29 13,49 17,68 17,84 77,71 78,00 2,40 2,435 0,1435 0,1483 1,457 1,528

-0,17 -0,22 +1,69 +1,48 +0,12 +0,37 +0,50

17.30.03 16.30.57 17.30.38 17.30.13 17.30.26 15.27.52 16.30.18

5,875 5,95 5,95 3,3175 3,4475 3,4475 5,65 5,78 5,635 8,10 8,27 8,135 4,28 4,3375 4,305 2,7025 2,78 2,7275 0,59 0,605 0,59

+0,42 +0,49 +0,84 -0,78 +1,57 -0,41 -0,18 +1,07 0,445 +0,22 -4,38 +4,30

17.30.47 16.43.21 17.05.39 16.30.02 16.30.20 17.30.59 16.30.19 17.30.23 -1,55 16.21.47 16.05.00 16.30.06

1,903 1,927 2,055 2,0925 5,39 5,255 3,78 3,825 1,608 1,645 3,0325 3,085 0,1654 0,1715 7,38 7,60 15.06.02 0,44 0,1387 0,1411 0,262 0,275 1,326 1,44

+1,14 -0,28 +0,68 +0,00 +1,97

11.50.03 5,33 15.38.22 2,585 17.23.59 2,97 11.05.42 5,45 17.16.31 8,72

5,33 2,69 3,02 5,45 8,84

8,76

+0,50 16.30.03 0,488

0,50

0,50

+1,08 +0,41 +0,08 +0,59 +2,84 +1,87 +0,09 +2,36 +1,31 +0,33 +0,20 -1,02 +1,75 +0,00

17.30.37 17.30.53 16.30.30 15.33.14 16.30.16 15.57.34 16.30.49 16.30.48 17.30.40 17.30.23 17.30.30 12.42.34 16.19.23 16.51.17

+1,32 +0,10 -1,39 +0,11 +0,50 +0,00 -1,15 +1,56 -0,26

16.04.26 16.30.27 16.11.54 17.30.48 17.30.04 16.18.05 11.39.10 17.30.17 17.07.01

7,51 6,915 0,30 3,7425 3,0575 2,2575 1,274

3,395 13,33 17,74 2,41 0,144 1,465

1,907 5,255 3,825 1,623 3,045 0,452

1,815 1,875 1,933 1,947 1,94 12,95 12,97 12,95 20,60 20,80 1,901 1,958 1,904 4,23 4,30 4,30 2,6525 2,6975 2,6525 1,17 1,172 1,171 0,421 0,427 0,4215 0,451 0,46 0,4895 0,5015 11,50 11,72 0,456 0,465 0,8415 0,853 0,91 1,038 0,99 8,65 11,92 0,345 0,944 1,216 0,757

0,923 1,051 0,995 9,00 12,07 0,353 0,944 1,248 0,778

0,91 1,038 8,995 11,96 0,35


il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009 43

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Rdb Realty Vailog Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F

Prezzo ultimo contr. Var %

2,1475 2,4225 5,25 36,67 0,2495 15,80 0,445 0,1015 0,3965 1,274 67,76 0,34 16,51 0,495 6,07 5,205 0,586 23,97 55,32

+0,00 -3,00 +2,54 +2,72 +1,42 -0,25 +0,00 -0,39 +1,80 +1,11 +1,73 +2,41 +0,00 +1,12 +1,17 +1,17 -0,68 +2,09

Ora

17.30.17 16.30.53 17.30.53 16.15.54 17.30.27 17.30.51 16.30.25 16.18.45 16.24.48 11.23.43 16.23.50 16.30.38 16.20.54 16.30.47 17.30.37 17.30.21 16.30.38 17.30.52

Min

2,12 2,4225 5,115 35,51 0,2451 15,72 0,436 0,1005 0,388 1,24 67,05 0,34 16,51 0,4785 6,00 5,09 0,5855 23,56

+1,84 16.48.18 54,36

Max

Apertura

2,1475 2,50 5,25 5,13 36,82 35,51 0,25 15,80 0,452 0,436 0,1038 0,4035 0,3925 1,274 1,262 67,76 0,3485 0,34 16,55 0,495 6,10 6,07 5,21 0,591 0,591 24,08 23,65 55,71

54,36

2,1225

+1,68 17.30.32 2,075 2,1325

2,08

5,71 0,6905 0,1687 1,00 5,075 6,295 91,60 63,77 2,9575 3,4425 0,1193

+1,42 -2,61 -0,47 +0,00 +1,50 +0,80 -0,08 +0,73 +1,28 +0,66 -0,58

0,1167

-0,60 16.30.09 0,1153 0,1185

16.30.04 16.30.26 17.30.26 17.30.31 17.30.26 17.30.31 16.37.24 16.00.00 16.30.54 17.30.07 16.18.10

5,60 5,71 0,69 0,711 0,711 0,1672 0,1721 0,171 1,00 1,00 5,00 5,08 6,22 6,38 6,275 91,40 91,70 63,71 64,00 2,9275 2,98 2,93 3,415 3,4575 3,4175 0,1153 0,12 0,116

AZIONI

Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

48,01

+1,70 16.28.22 47,60

2,11 3,93 64,00 1,211 0,331

+3,81 +1,81 -2,88 -0,66 +0,30

6,22

Max

Apertura

48,50

17.30.02 1,997 2,1125 2,05 16.30.09 3,86 3,93 3,86 15.17.33 63,50 65,00 16.30.54 1,211 1,233 1,233 16.22.11 0,33 0,341 0,3305

+2,90 17.30.19

6,10

6,24

6,105

14,00 0,0996 1,077 0,0968 0,764 19,70 14,57 2,9875 1,613 0,1676 51,39 1,235 44,65 10,80

+0,00 +1,63 -0,55 -2,52 +0,46 +1,08 +1,46 +0,84 -0,86 +0,60 +0,31 -0,48 +1,78 -1,37

13.20.51 16.21.14 17.30.36 16.30.51 17.30.52 16.13.03 17.30.22 17.30.12 16.30.45 17.30.14 17.30.50 16.30.00 17.19.12 16.30.11

13,55 14,00 0,0989 0,0996 0,0993 1,07 1,092 1,086 0,0933 0,102 0,098 0,758 0,7665 0,7635 18,82 19,79 19,79 14,30 14,63 14,34 2,955 3,0075 2,96 1,601 1,623 1,62 0,167 0,171 0,1685 51,11 51,75 51,11 1,235 1,242 1,241 44,20 45,29 10,58 11,09 11,07

7,00 9,895 110,87 0,887 2,3125 2,85 23,23 0,92 0,5905 4,355

+1,45 +1,59 +0,24 -0,06 +0,98 -0,70 +4,12 +1,32 +1,46 +1,16

16.57.16 17.30.25 17.04.07 17.30.09 17.30.50 17.18.34 14.47.56 17.30.42 17.30.37 15.54.43

6,875 7,00 9,68 9,935 9,74 110,60 110,87 0,878 0,8945 0,882 2,295 2,325 2,2975 2,8375 2,92 23,23 23,24 0,9065 0,922 0,91 0,5805 0,5905 0,581 4,355 4,64 4,64

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Retelit 08-11 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

1,38 4,55 3,88

Ora

Min

+2,22 16.30.06 1,38 +1,11 16.30.52 4,505 +2,65 17.30.12 3,79

Max

Apertura

1,38 4,56 3,88

20,16 -1,42 16.14.34 8,595 +2,20 16.16.15 0,0604 +1,34 16.14.53 0,062 -0,96 16.32.35 4,455 +0,45 17.30.14 0,0489 +3,17 16.22.52 0,095 +13,10 16.18.53 0,1401 -1,68 16.20.38

19,98 8,595 0,0593 0,0611 4,43 0,0468 0,0814 0,1401

20,90 8,595 0,061 0,0635 4,5675 0,0489 0,097 0,1401

0,0316 0,245 0,0102 0,0799 0,0313 0,0985 0,0242 0,137 0,9445

+1,94 -5,77 +0,00 -8,16 -5,15 +0,31 -6,92 +4,58 +1,02

16.30.52 17.30.17 16.17.08 15.53.11 16.30.08 17.30.48 15.58.11 16.30.08 17.23.10

0,031 0,0316 0,2375 0,26 0,2401 0,01 0,0102 0,0799 0,08 0,08 0,03 0,033 0,0985 0,10 0,0998 0,0242 0,026 0,0242 0,137 0,137 0,926 0,9475 0,926

0,1028 0,0054 0,005 0,0477 4,83 0,1925 3,91 0,44 0,5905

-1,15 -3,57 +2,04 -0,83 +4,32 +3,11 -1,01 +0,92 -1,58

16.30.29 16.17.58 17.30.23 17.23.13 17.30.09 16.30.04 17.30.22 15.35.23 16.30.54

0,0976 0,0052 0,0049 0,0476 4,6225 0,1865 3,895 0,438 0,5655

0,1028 0,0055 0,005 0,0493 4,83 0,2051 3,97 0,449 0,592

0,06

0,095

0,0976 0,0052 0,005 0,048 4,6225 0,201 3,895 0,5655

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Az. Italia Cl. L Allianz Az. Italia Cl. T Allianz Azioni Italia All Stars Arca Azioni Italia Bim Az. Italia Bim Az. Small Cap Italia Bipiemme Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Az. Italia Carige Az. Italia Cl. A Carige Az. Italia Cl. B Carismi Dynamic Italia Cl. A Carismi Dynamic Italia Cl. B Ducato Geo Italia Cl. A Ducato Geo Italia Cl. Y Eurizon Azioni Italia 130/30 Eurizon Azioni Pmi Italia Eurizon Focus Azioni Italia Eurom. Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel Pmi Fondit. Eq. Italy Cl. R Fondit. Eq. Italy Cl. T Gestielle Italia Cl. A Gestielle Italia Cl. B Gestnord Azioni Italia Imi Italy Interf. Eq. Italy Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam Partners Az. Italia Optima Az. Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Az. Crescita Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia C.To Az. Italia Symphonia C.To Az. Italia Small Cap Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pramerica Azioni Italia Vegagest Az. Italia Cl. A Vegagest Az. Italia Cl. B Zenit Azionario Cl. I Zenit Azionario Cl. R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Bancoposta Az. Euro Bipiemme Euroland Caam Azioni Qeuro Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. A Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. Y Epsilon Qeq. Eurizon Azioni Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Azioni Euro Fondo Alto Az. Intra Az. Area Euro Leonardo Euro Symphonia C.To Az. Euro Ubi Pramerica Azionario Etico Ubi Pramerica Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro Cl. A Vegagest Az. Area Euro Cl. B Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. I Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa

+0,00 -0,64 -0,77 -0,78 -0,44 -0,80 -0,66 -0,47 -0,96 -0,90 -0,61 -0,58 -0,88 -0,87 +0,44 +0,51 -0,84 -1,16 -0,86 -0,43 -0,88 -0,70 -0,93 -0,76 -0,83 -0,83 -0,74 -0,72 -0,77 -0,82 -0,85 -0,52 -0,87 -0,69 -0,79 -0,53 -0,81 -0,80 +0,00 -0,68 -0,50 -0,67 -0,49 -0,93 -0,62 -0,59 -0,89 -0,90 -0,56 -0,12 -0,39 -0,59 -0,60 -0,58 -0,58 -0,59 -0,63 -0,61 -0,04 -0,50 -0,38 -0,34 -0,59 -0,40 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06

+0,00

14,47 6,021 20,54 20,217 4,114 19,563 7,04 6,923 15,429 17,439 5,212 4,761 5,286 5,339 3,621 3,324 13,537 13,84 16,796 4,603 11,942 19,849 18,671 14,668 11,067 11,144 12,926 13,197 10,32 21,896 8,618 8,813 16,521 4,602 5,527 5,483 13,034 17,433 5,00 11,107 3,607 6,058 5,65 4,917 6,217 6,27 9,262 9,168

4,453 3,997 4,302 4,346 12,266 6,148 6,305 4,391 25,937 13,464 14,56 5,616 5,312 5,603 4,919 5,415 7,055 7,055 4,672 4,648 5,206

VARIAZ. QUOT.

-0,34 Allianz Az. Europa Cl. L Allianz Az. Europa Cl. T -0,33 Allianz Multieuropa -0,35 Anima Europa -0,66 Arca Azioni Europa -0,37 -0,43 Bim Az. Europa Bipiemme Europa -0,33 -0,54 Bipiemme Iniziativa Europa Bnl Azioni Europa Crescita -0,24 Bnl Azioni Europa Dividendo -0,31 Bpvi Az. Europa -0,16 Caam Europe Eq. -0,47 -0,23 Carige Az. Europa Cl. A -0,24 Carige Az. Europa Cl. B Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. A +0,19 Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. B +0,43 Consultinvest Azione -0,73 Ducato Geo Europa Cl. A -0,47 -0,45 Ducato Geo Europa Cl. Y -0,29 Ducato Geo Europa Pmi Cl. A Ducato Geo Europa Pmi Cl. Y -0,29 Epsilon Qvalue -0,36 Eurizon Azioni Europa Multimanager -0,51 -0,21 Eurizon Azioni Pmi Europa Eurizon Focus Azioni Europa -0,32 Eurom. Europe Eq. F. -0,29 Fms - Equity Europe -0,32 Fondaco Eu Sri Eq. Beta -0,39 -0,38 Fondersel Europa Fondit. Eq. Europe Cl. R -0,33 -0,32 Fondit. Eq. Europe Cl. T Gestielle Europa Cl. A -0,42 Gestielle Europa Cl. B -0,38 Gestnord Azioni Europa -0,35 Imi Europe -0,37 Interf. Eq. Europe -0,31 -0,39 Investitori Europa Laurin Eurostock -0,50 Mc Fdf Europa Cl. A -0,40 -0,37 Mc Fdf Europa Cl. B Mediolanum Amerigo Vespucci -0,24 -0,48 Mediolanum Europa 2000 Nextam Partners Az. Europa -0,34 Optima Az. Europa -0,36 -0,45 Pioneer Az. Europa Pioneer Az. Valore Europa A Dist. -0,26 -0,26 Ras Lux Eq. Europe Sai Europa -0,25 -0,62 Soprarno Dj Euro Stoxx 50 Symphonia Multi S. Europa -0,29 Synergia Az. Europa -0,23 Talento Comp. Europa -0,57 -0,41 Ubi Pramerica Az. Europa -0,37 Unibanca Az. Europa Vegagest Az. Europa Cl. A -0,29 -0,31 Vegagest Az. Europa Cl. B AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Azioni Energia E Materie Prime +0,15 AZ. SALUTE Eurizon Azioni Salute E Ambiente +0,70 AZ. FINANZA +0,11 Eurizon Azioni Finanza -1,25 Fondit. Euro Finan. Cl. R Fondit. Euro Finan. Cl. T -1,24 AZ. INFORMATICA Eurizon Azioni Tecnologie Avanzate +1,61 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,09 -0,54 Ducato Immobiliare Cl. A Ducato Immobiliare Cl. Y -0,54 Fms - Equity Gl. Resources -0,58 -0,54 Fondit. Euro Cycl. Cl. R

15,101 14,907 6,845 3,779 8,951 9,536 12,242 6,262 10,903 2,861 3,697 3,986 5,274 5,44 4,189 3,96 8,273 10,27 10,539 17,733 18,178 4,996 5,299 7,255 7,851 13,409 8,422 84,252 12,445 8,695 8,755 6,674 6,802 8,083 17,406 5,538 4,811 3,608 6,236 3,541 5,474 14,237 4,706 2,799 14,069 6,433 38,252 9,929 3,862 5,122 5,949 113,136 5,354 5,699 4,458 4,489 8,666

14,224

16,561 5,926 5,952 3,668

5,718 8,29 8,513 10,21 10,295

VARIAZ. QUOT.

-0,54 Fondit. Euro Cycl. Cl. T Fondit. Euro Defen. Cl. R +0,00 Fondit. Euro Defen. Cl. T +0,00 Fondit. Euro Tmt Cl. R -0,15 Fondit. Euro Tmt Cl. T -0,15 +0,00 Fondit. U.S. Tmt Cl. R Fondit. U.S. Tmt Cl. T +0,00 Interf. Inter. Securities New Economy +1,09 Optima Tecnologia +1,13 Vegagest Mobiliare Re Cl. A -0,32 Vegagest Mobiliare Re Cl. B -0,32 AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI +0,25 Ducato Etico Geo Cl. A +0,25 Ducato Etico Geo Cl. Y Eurizon Azionario Internazionale Etico +0,13 Pioneer C.I.M. - Global Gold And Mining -1,77 BIL. AZIONARI Aureo Primaclasse Crescita -0,36 +0,22 Bipiemme&Co - Comp. 70 -0,22 Ducato Mix 50-100 Cl. A Ducato Mix 50-100 Cl. Y -0,22 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. A +0,05 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. Y +0,05 -0,11 Eurom. Dinamico Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. A -0,27 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. B -0,27 Imindustria -0,02 Ubi Pramerica Portafoglio Aggressivo +0,08 -0,14 Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI +0,00 Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multi50 -0,09 Arca Bb -0,09 Arcacinquestelle Comp. C 50 +0,16 Aureo Primaclasse Dinamico -0,23 Azimut Bilanciato -0,07 -0,03 Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato -0,08 Bipiemme Inter. +0,15 +0,00 Bipiemme&Co - Comp. 50 Carige Bilanciato 50 Cl. A -0,36 -0,35 Carige Bilanciato 50 Cl. B Consultinvest Bilanciato -0,08 Ducato Mix 30-70 Cl. A -0,12 -0,10 Ducato Mix 30-70 Cl. Y Ducato Mm Equity 30-70 Cl. A +0,02 +0,05 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. Y Epsilon Dlongrun -0,38 Eurizon Bilanciato Euro Multimanager -0,11 Eurizon Soluzione 40 +0,03 Eurizon Soluzione 60 +0,03 Eurom. Bilanciato -0,34 +0,17 Fideuram Performance -0,12 Fondersel Fondit. Core 1 Cl. R +0,01 +0,00 Fondit. Core 1 Cl. T Fondit. Core 2 Cl. R -0,06 Fondit. Core 2 Cl. T -0,06 Fondit. Core 3 Cl. R -0,06 Fondit. Core 3 Cl. T -0,06 Fondo Alto Bilanciato +0,17 +0,14 Gestielle Global Asset 2 -0,18 Gestnord Bilanciato Euro Imi Capital -0,07 Mc Fdf Bilanciato Cl. A +0,05 Mc Fdf Bilanciato Cl. B +0,02 Mediolanum Elite 60 L -0,06 Mediolanum Elite 60 S -0,10 -0,15 Nextam Partners Bilanciato Sai Bilanciato +0,26 Sai M. L. Din. -0,28 -0,10 Symphonia C.To Patrim. Globale

10,376 11,312 11,401 5,297 5,323 2,425 2,443 30,885 2,515 3,988 3,988

2,794 2,86 5,414 8,196

3,629 4,153 3,627 3,679 3,859 3,911 32,303 4,41 4,45 11,981 5,009 5,029

17,439 4,655 30,308 4,429 3,867 23,424 5,88 21,716 11,759 4,793 5,816 5,901 4,963 4,109 4,17 4,244 4,299 6,106 34,394 5,988 23,269 26,246 11,292 44,205 10,163 10,219 9,713 9,771 9,569 9,639 15,351 12,003 14,806 29,825 5,998 4,459 4,923 9,428 5,888 3,413 4,261 5,039

VARIAZ. QUOT.

-0,11 5,392 Symphonia Multi S. Largo Synergia Bilanciato 50 -0,16 5,564 Ubi Pramerica Portafoglio Dinamico +0,11 5,309 Ubi Pramerica Privilege 3 -0,17 5,254 Val. Resp. Bilanciato +0,06 6,341 -0,11 5,466 Vegagest Sintesi Dinamico BIL. OBBLIGAZIONARI +0,00 9,333 Abn Amro Master Bilanciato Obbl. Allianz Multi20 +0,07 5,693 Arca Te - Titoli Esteri +0,13 15,777 Arcacinquestelle Comp. A/B 25 +0,15 5,286 Aureo Primaclasse Valore -0,12 4,878 7,491 -0,03 Azimut Scudo +0,02 5,447 Bancoposta Inv. Protetto 90 Bipiemme Mix -0,28 5,693 Bipiemme Pià Bilanciato 30 -0,16 4,946 Bipiemme Visconteo -0,14 33,697 Bipiemme&Co - Comp. 30 +0,00 5,094 -0,12 22,716 Bnl Protezione -0,30 8,546 Caam Qbalanced Carige Bilanciato 30 -0,29 5,133 Carismi Dynamic Mix 15 +0,08 3,976 Carismi Dynamic Mix 30 +0,15 3,98 -0,08 4,813 Ducato Mix 10-50 Cl. A Ducato Mix 10-50 Cl. Y -0,08 4,882 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. A +1,37 4,576 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. Y +1,38 4,617 Eurom. Moderato +0,02 6,468 +0,05 8,715 Gestielle Global Asset 1 Mediolanum Elite 30 L +0,00 5,06 9,75 -0,05 Mediolanum Elite 30 S Symphonia C.To Bilanciato Equilibrato Italia-0,31 5,398 Symphonia Multi S. Adagio -0,05 5,721 Synergia Bilanciato 30 -0,09 5,388 Ubi Pramerica Bilanciato Euro A Rischio Contr.-0,21 5,834 Ubi Pramerica Portafoglio Moderato +0,07 5,718 +0,04 5,468 Ubi Pramerica Privilege 1 Ubi Pramerica Privilege 2 -0,07 5,417 Vegagest Sintesi Audace -0,11 5,404 OB. EURO GOVERNATIVI BT Abn Amro Master Monetario +0,00 10,142 -0,04 15,797 Allianz Monetario Arca Mm - Monetario -0,05 14,744 Bancoposta Monetario +0,02 6,179 -0,01 16,267 Bg Focus Monetario Bim Obbl. Bt -0,02 6,512 +0,00 12,116 Bipiemme Monetario Bipiemme Tesoreria Fondo Per Le Imprese+0,01 6,887 7,452 +0,00 Bnl Obbl. Euro Bt Bpvi Bt +0,00 6,284 Caam Breve Termine -0,03 7,454 Carige Monetario Euro Cl. A +0,02 11,543 11,30 +0,02 Carige Monetario Euro Cl. B -0,02 5,472 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. A Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. B -0,02 5,514 -0,02 4,988 Consultinvest Bt Cr Cento Monetario Plus -0,02 5,765 Credit Suisse Monetario Cl. B +0,01 7,744 Credit Suisse Monetario Cl. I +0,00 7,795 Ducato Fix Euro Bt Cl. A +0,00 6,292 Ducato Fix Euro Bt Cl. Y -0,02 6,333 +0,01 15,307 Eurizon Focus Obbl. Euro Bt -0,01 8,455 Eurom. Prudente Fideuram Security +0,00 9,557 Fondersel Reddito -0,02 14,158 Fondit. Euro Bond St Cl. R -0,05 7,844 Fondit. Euro Bond St Cl. T -0,05 7,874 Fondit. Euro Currency Cl. R +0,01 7,863 7,887 +0,00 Fondit. Euro Currency Cl. T Fondo Alto Monetario -0,01 7,059 Gestielle Bt Euro Cl. A +0,00 7,557 7,603 +0,00 Gestielle Bt Euro Cl. B

VARIAZ. QUOT.

+0,00 Gestielle Cedola Imi 2000 +0,00 Interf. Euro Currency +0,00 Intra Obbl. Euro Bt -0,02 Laurin Money +0,01 +0,02 Leonardo Monetario Mediolanum Risparmio Corrente +0,00 +0,00 Nordfondo Obbl. Euro Bt Optima Reddito B.T. -0,06 Optima Riserva Euro +0,00 Passadore Monetario +0,00 Pioneer Monetario Euro +0,00 +0,04 Soprarno Pronti Termine -0,02 Synergia Obbl. Euro Breve Termine Teodorico Monetario +0,01 Ubi Pramerica Euro Bt +0,00 Unibanca Monetario +0,00 Val. Resp. Monetario +0,02 -0,02 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. A -0,02 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. B Zenit Monetario Cl. I +0,05 Zenit Monetario Cl. R +0,04 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM +0,00 Abn Amro Master Obbl. Euro M-Lt Allianz Reddito Euro Cl. L +0,02 Allianz Reddito Euro Cl. T +0,02 Anima Obbl. Euro +0,03 Arca Rr -0,04 +0,03 Azimut Reddito Euro Bancoposta Obbl. Euro +0,00 +0,00 Bim Obbl. Euro Bipiemme Europe Bond +0,05 Bipiemme Pià Obbligazionario +0,04 Bnl Obbligazioni Euro M-L T +0,04 Bpvi Obbl. Euro -0,02 Carige Obbl. Euro Cl. A +0,03 +0,03 Carige Obbl. Euro Cl. B Carige Obbl. Euro Lt Cl. A -0,04 Carige Obbl. Euro Lt Cl. B -0,04 -0,14 Carismi Bond Euro Cl. A Carismi Bond Euro Cl. B -0,13 -0,01 Ducato Fix Euro Mt Cl. A Ducato Fix Euro Mt Cl. Y -0,01 Epsilon Qincome -0,03 +0,11 Eurizon Focus Obbl. Euro Eurom. Reddito +0,03 -0,04 Fondaco Euro Gov Beta Fondersel Euro +0,03 +0,04 Fondit. Euro Bond Lt Cl. R Fondit. Euro Bond Lt Cl. T +0,05 Fondit. Euro Bond Mt Cl. R -0,06 Fondit. Euro Bond Mt Cl. T -0,05 -0,01 Gestielle Lt Euro Cl. A +0,00 Gestielle Lt Euro Cl. B Gestielle Mt Euro Cl. A -0,06 -0,06 Gestielle Mt Euro Cl. B Imi Rend +0,05 Interf. Euro Bond Lt +0,05 Interf. Euro Bond Mt -0,05 Interf. Euro Bond St 1-3 -0,01 Interf. Euro Bond St 3-5 -0,06 -0,03 Intra Obbl. Euro -0,12 Italfortune Euro Bond Leonardo Obbl. +0,00 Mediolanum Euromoney +0,12 Mediolanum Italmoney +0,06 Nordfondo Obbl. Euro Mt +0,05 Optima Obbl. Euro -0,03 +0,16 Pioneer C.I.M. - Euro Fixed Income Ras Lux Bond Europe +0,20 Sai Eurobbligazionario +0,00 Synergia Obbl. Euro Medio Termine +0,00

6,592 16,89 6,678 5,645 6,923 6,045 13,789 8,984 6,658 5,285 7,14 13,11 5,166 5,045 7,473 6,711 5,74 5,844 5,835 5,868 7,527 7,493

5,816 32,234 31,619 7,062 8,937 15,685 6,843 6,808 7,398 5,404 6,743 6,659 10,628 10,721 5,498 5,576 5,527 5,584 7,642 7,724 7,398 14,07 15,349 119,111 7,989 7,237 7,285 10,825 10,878 8,173 8,243 15,013 15,131 9,485 8,175 8,143 6,916 11,407 5,908 8,48 7,521 6,458 6,586 17,342 6,94 15,082 56,638 12,758 5,122

VARIAZ. QUOT.

+0,01 6,852 Ubi Pramerica Euro M-Lt Unibanca Obbl. Euro +0,02 5,814 Vegagest Obbl. Euro Cl. A -0,02 6,469 Vegagest Obbl. Euro Cl. B -0,02 6,527 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. A -0,10 6,252 -0,10 6,252 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. B Vgr Coro Obiettivo Reddito -0,07 5,603 OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Arca Bond Corporate +0,03 6,931 Bipiemme Corporate Bond +0,00 7,201 Caam Corporate 3 Anni +0,00 103,935 Caam Corporate Giugno 2012 +0,00 5,162 +0,03 6,325 Carige Corporate Euro Cl. A +0,03 6,371 Carige Corporate Euro Cl. B Ducato Etico Fix Cl. A +0,02 5,289 Ducato Etico Fix Cl. Y +0,00 5,342 Ducato Fix Imprese Cl. A +0,02 6,407 Ducato Fix Imprese Cl. Y +0,03 6,474 Eurizon Focus Obbl. Euro Corporate +0,02 5,532 +0,00 7,427 Eurizon Obbl. Euro Corporate Bt Fondit. Euro Corporate Bond Cl. R +0,02 8,281 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. T +0,02 8,314 Interf. Euro Corporate Bond +0,02 4,922 +0,00 7,516 Nordfondo Obbl. Euro Corporate Pioneer Obbl. Euro Corporate Etico A Dist.+0,02 4,947 Sai Obbl. Corporate +0,05 6,491 Synergia Obbl. Corporate +0,02 5,341 Ubi Pramerica Euro Corporate +0,04 7,655 OB. EURO HIGH YIELD Ducato Fix High Yield Cl. A +0,12 7,373 +0,12 7,487 Ducato Fix High Yield Cl. Y Eurizon Focus Obbl. Euro High Yield +0,06 6,852 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. R +0,08 13,339 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. T +0,07 13,383 Interf. Bond Euro High Yield +0,05 7,334 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM +0,25 8,354 Arca Bond Dollari Azimut Reddito Usa +0,25 5,59 Bnl Obbl. Dollaro M-L T +0,19 5,779 +0,13 7,08 Ducato Fix Dollaro Cl. A Ducato Fix Dollaro Cl. Y +0,13 7,149 7,832 +0,18 Fondit. Bond Usa Cl. R Fondit. Bond Usa Cl. T +0,19 7,876 Gestielle Bond Dollars Cl. A +0,07 8,435 +0,08 8,527 Gestielle Bond Dollars Cl. B Interf. Bond Usa +0,18 6,80 +0,22 13,195 Nordfondo Obbl. Dollari OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI +0,00 8,614 Abn Amro Master Obbl. Inter. Allianz Redd. Gl. Cl. L +0,12 15,055 Allianz Redd. Gl. Cl. T +0,12 14,781 Alpi Obbl. Inter. -0,01 7,182 +0,12 12,083 Arca Bond - Obbl. Estere +0,01 8,001 Aureo Obbligazioni Globale Bim Obbl. Globale -0,04 5,62 +0,15 9,176 Bipiemme Pianeta Bpvi Obbl. Inter. +0,00 5,654 Carige Obbl. Inter. Cl. A -0,04 5,558 Carige Obbl. Inter. Cl. B +0,34 5,678 Carismi Bond Internaz. Cl. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. Cl. B -0,23 5,694 +0,05 8,255 Ducato Fix Globale Cl. A +0,05 8,326 Ducato Fix Globale Cl. Y Ducato Mm Global Bond Cl. A +1,03 5,115 Ducato Mm Global Bond Cl. Y +1,02 5,141 Eurizon Obbl. Internazionali +0,10 8,17 Eurom. Inter. Bond +0,35 8,377 Fondersel Inter. +0,18 13,399 +0,07 5,956 Fondo Alto Inter. Obbl. Gestielle Obbl. Inter. Cl. A +0,13 6,213 Gestielle Obbl. Inter. Cl. B +0,13 6,286 +0,07 15,275 Imi Bond


44 Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

+0,13 5,267 Mc Fdf Global Bond Cl. A Mc Fdf Global Bond Cl. B +0,13 5,219 Mediolanum Intermoney +0,21 6,229 Optima Obbl. Euro Glob. +0,01 6,91 Sai Obbl. Inter. -0,05 7,737 Ubi Pramerica Obbl. Globali +0,14 5,533 Vegagest Obbl. Inter. Cl. A -0,05 5,575 Vegagest Obbl. Inter. Cl. B -0,05 5,621 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Global Bond +0,02 5,679 Ubi Pramerica Obbl. Globali Corporate +0,00 6,605 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pramerica Obbl. Globali Alto Rend. +0,05 8,203 OB. YEN Ducato Fix Yen Cl. A +0,00 4,643 Ducato Fix Yen Cl. Y +0,02 4,687 Fondit. Bond Japan Cl. R -0,01 8,967 Fondit. Bond Japan Cl. T -0,01 9,012 Interf. Bond Japan -0,02 5,393 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emerg. +0,02 12,853 Bipiemme Em. Markets Bond +0,10 5,839 Bnl Obbl. Emerg. +0,32 20,557 Ducato Fix Emerg. Cl. A +0,03 12,537 Ducato Fix Emerg. Cl. Y +0,04 12,756 Eurizon Focus Obbl. Emergenti +0,01 10,829 Eurom. Emerg. Mkts Bond +0,08 6,54 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. R +0,02 9,935 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. T +0,02 9,966 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. A +0,07 9,804 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. B +0,08 9,94 Interf. Bond Global Emerg. Mkts +0,02 10,237 Mc Fdf High Yield Cl. A +0,30 6,908 Mc Fdf High Yield Cl. B +0,30 5,002 Nordfondo Obbl. Paesi Emerg. +0,25 8,14 Optima Obbl. Emerg. Mkts +0,37 6,874 Pioneer Obbl. Paesi Emerg. A Dist. +0,13 9,195 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. A +0,06 6,949 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. B +0,06 7,024 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Anima Conv. +0,18 6,19 +0,08 8,958 Azimut Trend Tassi +0,04 5,522 Caam Obbligazionario Euro Consultinvest Obbl. +0,02 5,172 Consultinvest Obbl. Mt -0,02 5,069 Ducato Fix Conv. Cl. A -0,05 8,733 -0,06 8,848 Ducato Fix Conv. Cl. Y +0,02 6,135 Eurizon Focus Obbl. Cedola Eurizon Obbligazionario Etico +0,02 5,484 +0,24 13,642 Fondit. Inflation Link. Cl. R Fondit. Inflation Link. Cl. T +0,23 13,701 Gestielle Obbl. Corporate Cl. A +0,07 6,912 Gestielle Obbl. Corporate Cl. B +0,06 6,993 Groupama Italia Bond Sel. Fund +0,18 5,713 Interf. Inflation Linked +0,22 13,467 Mediolanum Risparmio Reddito +0,26 11,253 +0,10 10,136 Mediolanum Vasco De Gama Nordfondo Obbl. Conv. -0,08 5,282 -0,38 5,837 Pioneer C.I.M. - Euro Conv. Bonds Pioneer Obbl. Euro A Dist. +0,02 6,578 +0,00 144,805 Ras Lux St Dollar Ras Lux St Europe +0,07 66,091 Symphonia C.To Obbl. Area Europa +0,02 9,31 4,661 +0,26 Ubi Pramerica Obbl. Dollari OB. MISTI +0,03 19,461 Anima Fondimpiego Arca Obbl. Europa +0,01 8,252 +0,00 5,211 Azimut Contofondo Azimut Solidity -0,08 7,821 Bancoposta Mix 1 +0,02 5,799 Bim Corporate Mix +0,04 5,439 Bipiemme Pià Bilanciato 15 -0,04 5,198 9,715 -0,01 Bipiemme Sforzesco Bnl Per Telethon +0,00 5,771 5,00 +0,00 Ca Multimanager Difensiva Carige Bilanciato 10 -0,09 5,433 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. A -0,07 5,451 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. B -0,07 5,552 Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 Eurizon Diversificato Etico -0,03 7,857 Eurizon Rendita -0,07 6,005 6,914 -0,06 Eurizon Soluzione 10 +0,00 5,562 Fondo Alleanza Obbl. -0,07 8,765 Fondo Alto Obbl. +0,13 4,471 Fucino Dynamic Gestielle Etico Per Ail Cl. A -0,14 6,328 Gestielle Etico Per Ail Cl. B -0,14 6,367 Intesa Casse Del Centro Prot. Din. +0,00 5,648 Leonardo 80/20 -0,02 6,056 +0,00 5,954 Nextam Partners Obbl. Misto Nordfondo Etico Obbl. Misto Max 20% Az.+0,09 6,627 +0,04 8,235 Pioneer Obbl. Pià A Dist. Sai M. L. Prud. -0,08 4,766 +0,01 16,929 Sai Performance Symphonia C.To Patrim. Glob. Reddito -0,06 7,039 Synergia Bilanciato 15 -0,06 5,233 -0,23 4,386 Total Return Obbl. Ubi Pramerica Portafoglio Prudente +0,07 5,992 +0,07 5,973 Val. Resp. Obbl. Misto Vegagest Sintesi Moderato -0,04 5,412 Zenit Obbligazionario Cl. I +0,02 8,148 Zenit Obbligazionario Cl. R OB. FLESSIBILI +0,00 5,328 Arca Cedola Corporate Bond Arca Cedola Corporate Bond Ii +0,02 4,996 5,156 Arca Cedola Governativo Euro Bond -0,08 Arca Cedola Governativo Euro Bond Ii -0,08 4,967 Aureo Cash Dynamic +0,00 5,226 Bg Focus Obbligazionario -0,04 6,703 Bipiemme Premium -0,03 6,493 7,851 +0,04 Bipiemme Risparmio Bnl Target Return Liquidità +0,00 9,931 +0,13 5,437 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. A Civ. Forum Iulii Strategia Cl. B +0,13 5,527

VARIAZ. QUOT.

+0,30 Consultinvest High Yield Consultinvest Monetario -0,02 Consultinvest Reddito -0,01 Ducato Fix Rendita Cl. A +0,01 Ducato Fix Rendita Cl. Y +0,01 Eurom. Total Return Flex 2 +0,02 Ritorni Reali +0,07 Symphonia C.To Bond Flessibile +0,00 Ubi Pramerica Active Duration +0,04 Ubi Pramerica Total Ret. Prudente -0,01 Vegagest Obbl. Flessibile +0,02 Volterra Total Return Obbl. -0,04 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash -0,02 Allianz Liquidità Cl. A +0,00 Allianz Liquidità Cl. At +0,00 Allianz Liquidità Cl. B +0,00 Anima Liquidità +0,00 Arca Anfiteatro Tesoreria +0,02 Arca Bt - Breve Termine +0,00 Arca Bt - Tesoreria +0,02 Aureo Liquidità +0,00 Azimut Garanzia +0,01 Bnl Cash +0,01 Caam Eonia +0,00 Caam Liquidità +0,01 Carige Liquidita' Euro Cl. B -0,02 Carige Liquidità Euro Cl. A -0,03 Carismi Liquidita' Cl. A -0,02 Carismi Liquidita' Cl. B -0,02 Ducato Fix Monetario Cl. A +0,01 Ducato Fix Monetario Cl. I +0,02 Ducato Fix Monetario Cl. Y +0,01 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro +0,42 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro ($) -0,08 FLESSIBILI 8a+ Latemar -0,12 8a+ Monviso -0,26 Abis Flessibile +0,00 Abn Amro Expert A-Rt100 +0,00 +0,00 Abn Amro Expert A-Rt200 +0,00 Abn Amro Expert A-Rt400 Abn Amro Expert A-Rt50 +0,00 Adb Globale Quantitativo +0,00 Agora Selection -0,15 -0,02 Agora Valore Protetto -0,09 Agoraflex Alarico Re -0,14 +0,39 Allianz F100 Cl. L Allianz F100 Cl. T +0,37 Allianz F15 Cl. L +0,02 Allianz F15 Cl. T +0,02 Allianz F30 Cl. L +0,08 Allianz F30 Cl. T +0,10 Allianz F70 Cl. L +0,23 +0,22 Allianz F70 Cl. T Anima Fondattivo -0,03 +0,00 Aqqua Arca Anfiteatro Bond Corporate +0,00 +0,02 Arca Anfiteatro Bond Plus Arca Anfiteatro Conservative Flex -0,02 Arca Anfiteatro Corporate Absolute Return+0,02 Arca Anfiteatro Corporate Breve Termine +0,02 Arca Anfiteatro Total Return +0,00 +0,00 Arca Capitale Gar. Dicembre 2013 Arca Capitale Gar. Giugno 2013 -0,10 +0,02 Arca Corporate Bt Arca Rendimento Assol T3 +0,00 Arca Rendimento Assol T5 -0,04 Aureo Defensive +0,02 Aureo Finanza Etica +0,00 -0,30 Aureo Flex Euro Aureo Flex Italia -0,56 +0,00 Aureo Flex Opportunity Aureo Plus +0,00 Aureo Primaclasse Flessibile -0,07 Aureo Rendimento Assoluto -0,07 Azimut Strategic Trend -0,02 Azimut Trend +0,07 Azimut Trend America +0,68 -0,14 Azimut Trend Europa -0,83 Azimut Trend Italia -0,14 Azimut Trend Pacific +0,02 Bancoposta Centopiu' 2007 Bancoposta Centopià +0,04 Bancoposta Extra +0,00 Bg Focus Azionario -0,37 Bim Flessibile -0,21 -0,04 Bipiemme Flessibile Bipiemme Obiettivo Rendimento +0,03 +0,02 Bnl Target Return Conservativo Bnl Target Return Dinamico +0,13 -0,13 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Asia Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Europa -0,04 Bnp Pa. Equipe Attacco -0,25 -0,15 Bnp Pa. Equipe Centrocampo +0,02 Bnp Pa. Equipe Difesa +0,00 Caam Absolute Caam Dynamic Allocation -0,08 Caam Equipe 1 +0,00 +0,04 Caam Equipe 2 Caam Equipe 3 +0,04 +0,02 Caam Equipe 4 Caam Eureka China Double Win +0,00 +0,00 Caam Eureka Double Call Caam Eureka Double Win +0,00 Caam Eureka Double Win 2013 +0,00 Caam Eureka Dragon +0,00 Caam Eureka Ripresa 2014 +0,00 Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 +0,00 Caam Formula Gar. 2012 Caam Formula Gar. 2013 +0,00

5,302 5,407 7,199 18,316 18,582 6,537 5,89 5,047 5,648 10,488 5,268 5,126

5,54 5,593 5,071 5,708 6,595 5,676 8,758 5,769 5,713 12,32 22,153 101,903 8,955 6,355 6,303 5,28 5,297 8,512 8,601 8,581 11,768 16,801

5,048 5,01 5,603 5,144 4,911 4,654 16,371 4,114 4,772 6,324 6,864 4,294 3,902 3,836 5,33 5,26 5,087 5,02 26,473 25,961 13,19 5,005 4,99 5,929 5,693 5,609 5,135 3,263 5,144 5,081 5,50 5,104 4,821 5,057 6,056 9,756 17,261 4,836 5,972 5,357 5,602 4,94 18,30 8,169 11,827 15,454 5,909 5,233 5,279 5,216 22,651 3,874 2,763 5,749 4,98 12,368 5,495 5,072 4,433 4,762 5,411 5,192 5,183 5,219 5,143 5,057 4,66 5,319 5,386 5,479 4,958 5,659 5,078 4,475 4,527 5,024 4,892

VARIAZ. QUOT.

+0,00 Caam Formula Gar. Due 2013 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2013 +0,00 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2014 +0,00 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2013 +0,00 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2014 +0,00 Caam Formula Gar. Eq. Recall Due 2013 +0,00 Caam Formula Gar. High Diversification 2014 +0,00 Caam Formula Gar. Mercati Emerg. +0,00 Caam Formula Private Dividend Opp. +0,00 Caam Pià +0,02 Caam Premium Power +0,02 Caam Private Alfa +0,00 Caam Qreturn -0,27 Caam Soluzione Azioni -0,20 Caam Soluzione Tassi +0,02 Caam Strategia 95 +0,02 Carige Flessibile Cl. A +0,02 Carige Flessibile Cl. B +0,06 Carige Flessibile Piu' Cl. B -0,04 Carige Flessibile Pià Cl. A -0,04 Carismi Absolute Perf. Cl. A -0,02 Carismi Absolute Perf. Cl. B -0,02 Carismi Pratico Cl. A +0,00 Carismi Pratico Cl. B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo -0,25 Consultinvest Mercati Emergenti -0,33 Consultinvest Multimanager Flex -0,15 Consultinvest Plus -0,02 Cr Cento Premium +0,00 Ducato Etico Flex Civita Cl .A +0,09 Ducato Etico Flex Civita Cl. Y +0,12 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. A +1,19 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. Y +1,19 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. A +1,83 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. Y +1,83 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. A -0,28 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. Y -0,28 Ducato Mm Cash Premium Cl. A -0,02 Ducato Mm Cash Premium Cl. Y +0,00 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. A -0,05 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. Y -0,02 Ed. De Roth. Multigestion - Trend Global -0,10 -0,27 Epsilon Qreturn Eurizon Focus Gar. Dicembre 2012 -0,06 Eurizon Focus Gar. Giugno 2012 -0,06 Eurizon Focus Gar. I Sem. 2006 -0,02 +0,00 Eurizon Focus Gar. I Trim. 2007 +0,02 Eurizon Focus Gar. Ii Sem. 2006 Eurizon Focus Gar. Ii Trim. 2007 +0,02 -0,04 Eurizon Focus Gar. Iii Trim. 2007 Eurizon Focus Gar. Iv Trim. 2007 +0,00 Eurizon Focus Gar. Marzo 2013 -0,04 Eurizon Focus Gar. Settembre 2012 -0,04 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,10 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,00 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,00 +0,00 Eurizon Focus Rend. Ass. 2 Anni Eurizon Focus Rend. Ass. 3 Anni -0,02 +0,00 Eurizon Focus Rend. Ass. 5 Anni Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 +0,03 Eurizon Team 1 Cl. A Eurizon Team 1 Cl. G +0,03 Eurizon Team 2 Cl. A +0,02 +0,02 Eurizon Team 2 Cl. G Eurizon Team 3 Cl. A -0,04 -0,04 Eurizon Team 3 Cl. G Eurizon Team 4 Cl. A +0,00 +0,00 Eurizon Team 4 Cl. G Eurizon Team 5 Cl. A +0,03 Eurizon Team 5 Cl. G +0,03 Eurom. Flex Dividend -0,05 Eurom. Real Assets +0,02 -0,31 Eurom. Strategic Eurom. Total Return Flex 3 -0,04 -0,07 Eurom. Total Return Flex 4 Federico Re +0,02 Fms - Absolute Return -0,10 Fondaco Absolute Return +0,00 Fondersel Duemila +0,00 Fondit. Flexible Dynamic Cl. R -0,11 Fondit. Flexible Dynamic Cl. T -0,10 -0,14 Fondit. Flexible Growth Cl. R -0,19 Fondit. Flexible Growth Cl. T -0,04 Fondit. Flexible Income Cl. R -0,04 Fondit. Flexible Income Cl. T Fondit. Flexible Multimanager Cl. R -0,10 Fondit. Flexible Multimanager Cl. T -0,10 Fondit. Flexible Opportunity Cl. R -0,06 Fondit. Flexible Opportunity Cl. T -0,06 -0,14 Formula 1 Balanced Formula 1 Conserv. -0,05 -0,27 Formula 1 High Risk Formula 1 Low Risk -0,03 -0,20 Formula 1 Risk Gestielle Global Asset Plus +0,00 Gestielle Harmonia Dinamico +0,09 +0,04 Gestielle Harmonia Moderato +0,15 Gestielle Harmonia Vivace -0,03 Gestielle Total Return Gestnord Asset Allocation +0,30 Igm Fdf Flessibile Cl. A +0,00 +0,00 Igm Fdf Flessibile Cl. B Interf. System 100 -0,02 -0,03 Interf. System 40 Interf. System Flex -0,04 +0,12 Intra Assoluto Intra Flessibile -0,02 Investitori Flessibile -0,06 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. A +0,41 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. B +0,40 -0,04 Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. A Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. B -0,06 -0,22 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. A Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. B -0,22

4,884 4,952 4,987 4,875 5,215 4,911 4,825 5,659 4,953 5,573 5,075 4,775 5,581 4,877 4,969 4,965 5,164 5,158 4,561 4,529 4,819 4,897 6,075 6,122 3,177 4,844 4,76 5,195 3,805 4,224 4,313 2,205 2,215 13,42 13,445 4,658 4,693 4,734 4,794 4,177 4,25 4,831 6,333 5,106 5,12 5,255 5,151 5,238 5,111 5,029 5,173 5,146 5,095 5,027 5,209 5,428 5,215 5,469 4,878 8,026 5,973 5,973 5,616 5,616 4,648 4,658 3,837 3,848 3,664 3,675 13,161 4,124 3,169 4,555 6,852 5,172 9,231 93,034 92,656 6,24 6,246 8,825 8,867 8,51 8,535 9,52 9,579 7,848 7,878 6,537 6,538 6,905 6,712 6,579 5,264 5,269 5,238 5,317 14,025 4,725 4,016 4,045 9,357 11,089 10,314 5,699 6,057 6,315 4,17 3,55 5,217 5,208 5,524 3,666

VARIAZ. QUOT.

-0,28 Nextam Partners Flessibile Obiettivo Nordest Sicav -0,48 Open Fund Ritorno Assoluto Var 2 -0,04 Open Fund Ritorno Assoluto Var 4 +0,19 Paritalia Orchestra +0,00 Pioneer Target Controllo +0,02 Pioneer Target Equilibrio -0,02 Pioneer Target Sviluppo -0,03 Profilo Best Funds -0,28 Profilo Elite Flessibile +0,02 Sofia Flex +0,00 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. A +0,50 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. B -0,08 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. A +0,35 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. B +0,37 Soprarno Contrarian Cl. A +0,17 Soprarno Contrarian Cl. B +0,17 Soprarno Global Macro Cl. A +0,61 +0,61 Soprarno Global Macro Cl. B Soprarno Inflazione +1,5% Cl. A +0,28 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. B +0,28 Soprarno Relative Value Cl. A +0,23 Soprarno Relative Value Cl. B +0,25 Symphonia C.To Asia Flessibile -0,27 Symphonia C.To Fortissimo +0,00 Symphonia C.To Italia Flessibile -0,16 -0,08 Synergia Total Return Total Return -1,20 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. A -0,02 +0,00 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. B Ubi Pramerica Active Beta -0,06 Ubi Pramerica Alpha Equity +0,10 Ubi Pramerica Total Ret. Dinamico -0,02 +0,00 Unibanca Plus +0,12 Vegagest Flessibile Vegagest Mb Absolut -0,06 Vegagest Mb Strategic -0,06 Vegagest Rendimento +0,15 Vgr Coro Obiettivo Rendimento -0,04 Volterra Dinamico +0,13 Volterra Total Return Globale -0,11 Zenit Absolute Return Cl. I -0,25 Zenit Absolute Return Cl. R -0,25 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 Zenit Zerocento Fdf -0,13 ASSICURATIVI ANTONVENETA VITA Armonico 2007 +1,43 +2,14 Attivo 2007 Azionario Globale +0,97 Azionario Specializzato +2,01 Bilanciato Euro +0,18 Bilanciato Globale +0,60 +1,42 Dinamico Elios Gestione Attiva Azionario +2,61 +0,00 Elios Gestione Attiva Euromoneta Elios Gestione Attiva Obbligazionario +0,06 Elios Gestione Attiva Trend +2,19 Elios Gestione Attiva Trend Dinamico +1,41 Elios Gestione Attiva Trend Equilibrato +0,28 +2,20 Elios Gestione Attiva Trend Plus Elios Gestione Attiva Trend Protetto +0,12 +1,40 Elios Previdenza Armonico Elios Previdenza Attivo +2,22 Elios Previdenza Protetto +0,07 +0,08 Elios Previdenza Sicuro Equilibrato +0,29 Monetario +0,00 Obbligazionario Euro +0,19 -0,14 Obbligazionario Misto Protetto 2007 +0,17 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. +0,58 Meieaurora Balanced Meieaurora Bond +0,27 Meieaurora Unit Share +0,69 +0,63 New Balanced +0,17 New Bond New Share +1,27 -0,12 Unietic Winvest Linea Bilanciata +0,31 Winvest Linea Dinamica +0,69 Winvest Linea Prudente +0,02 AXA MPS FINANCIAL +0,62 Aggressivo Azionario Europa +0,42 -0,07 Azionario Giappone Azionario Pacifico -0,08 Azionario Paesi Emergenti -1,30 +0,41 Azionario Sector Azionario Top Ten -1,09 -0,59 Azionario Usa Carattere Attento -0,01 -0,70 Carattere Dinamico Carattere Equilibrato +0,07 Carattere Forte +0,18 +0,07 Carattere Sereno Conservativo +0,07 +0,18 Dinamico +0,04 Linea Forte Shield Linea Forte Shield 8 +0,04 -0,89 Linea Forte Shield Crescente Linea Forte Shield Double -0,02 Linea Forte Shield Sviluppo -0,33 +0,02 Mplife 100/1 -0,01 Mplife 100/2 +0,04 Mplife 90/1 Obbligazionario Europa -0,08 Obbligazionario Opportunita -0,10 Protetto +0,06 BNL VITA S.P.A. -0,06 Bnl Vita Capital Unit 30 -0,32 Bnl Vita Capital Unit 60 -0,57 Bnl Vita Capital Unit 90 B.P.V. VITA S.P.A.

4,669 4,17 4,502 3,756 72,627 5,304 5,256 22,247 5,767 5,363 0,687 5,042 5,092 5,09 5,098 3,605 3,607 4,754 4,798 5,419 5,443 5,246 5,291 5,587 2,512 5,009 5,193 2,379 5,206 5,222 4,738 5,037 4,992 5,217 7,324 3,186 3,142 5,252 5,334 5,236 5,466 5,562 5,505 1,245 4,615 9,783 9,397 7,844 9,267 11,181 10,503 13,455 14,581 11,406 11,632 11,446 8,547 9,978 7,076 10,498 11,407 12,353 12,47 12,76 14,408 11,854 13,254 12,291 10,621 9,706 8,67 8,621 10,028 9,865 10,515 10,507 11,055 9,552 12,226

9,638 8,15 7,205 15,86 18,91 6,603 10,012 5,085 10,754 10,855 10,40 8,999 10,755 11,785 10,168 11,139 11,139 10,998 11,755 9,112 10,003 9,957 9,58 11,938 9,975 12,777 10,239 8,135 6,125

VARIAZ. QUOT.

+0,00 Bpm Az 30 Bpm Az 50 +0,00 Bpm Az 80 +0,20 Bpm Az Flex +0,47 Bpm Financial Audace +0,27 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 -0,18 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,00 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,18 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,00 Bpm Financial Equilibrato +0,23 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,18 Bpm Financial Geographic Areas +0,67 Bpm Financial Global Bond +0,00 Bpm Financial Industrial Sectors +0,65 Bpm Financial Prudente +0,00 Bpm Financial Riserva Euro +0,00 Bpm Financial Vita Azionario +0,46 Bpm Financial Vita Bilanciato +0,19 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,15 CARDIF Assicurazioni S.P.A. Azionario Rimini 2 -1,58 Bds Valore Azionario -0,67 Bds Valore Bilanciato -0,25 Bds Valore Obbligazionario -0,02 Cardif Azionario Cl. A -1,62 Cardif Azionario Cl. B -0,66 Cardif Bilanciato Cl. A -0,89 Cardif Bilanciato Cl. B -0,36 Cardif Obbligazionario Cl. A +0,07 Cardif Obbligazionario Cl. B +0,12 Flexible Profilo Cl. A -1,59 Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 Pargest Globale 60 Cl. A +0,00 Spazio Effervescente -0,66 Spazio Naturale +0,11 CARIGE VITA NUOVA Carige Unit Dinamicamente Protetta +0,19 Carige Unit Protezione Attiva +0,29 Carige Unit Tre Garanzie - 3g -0,02 Gestilink Arancio Dinamica +2,01 Gestilink Blu Moderata +1,16 +0,33 Gestilink Verde Prudente Cattolica Assicurazioni Bpbari Freeway Country -1,41 Bpbari Freeway Desert -0,43 Bpbari Freeway Jungle +0,00 +0,93 Cattolica Azionario +0,67 Cattolica Bilanciato Cattolica Fondo Protetto -0,31 +0,28 Cattolica Obbligazionario Cividale Percorso Azionario +1,63 Cividale Percorso Obbligazionario -0,12 Creberg Sim Formula Life Azionario +0,44 Creberg Sim Formula Life Bilanciato +0,49 Ferrara Investire Azionario +0,60 Ferrara Investire Obbligazionario -0,07 -0,07 Fuoriclasse Balanced Fuoriclasse Bond -0,02 -0,40 Fuoriclasse Equity Fuoriclasse High Tech -0,51 +0,00 Nuove Rotte Progetto Attivo Bond +0,27 Progetto Attivo Equity +0,93 +0,65 Progetto Attivo Mix Soluzione Dinamica +0,00 +0,05 Soluzione Prudente Soluzione Vivace -0,09 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita Anni 40 -0,07 Centrovita Anni 50 +0,03 Centrovita Anni 60 -0,19 Centrovita Anni 70 -0,45 -0,69 Centrovita Anni 80 Centrovita Azionario -1,06 -0,69 Centrovita Azionario Blue Centrovita Azionario Green -1,09 Centrovita Azionario Plus -1,08 Centrovita Bilanciato -0,64 Centrovita Bilanciato Plus -0,65 Centrovita Eag 2005 +0,00 Centrovita Eag 2006 +0,00 -0,11 Centrovita Obbligazionario +0,11 Centrovita Obbligazionario Blue -0,11 Centrovita Obbligazionario Plus -0,27 Orchestra Regina -0,09 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Duomo Unit Dynamic +0,34 Duomo Unit Moderate -0,31 GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio +0,91 -0,32 Aptus I Aptus Ii -0,48 -0,55 Aptus Iii Bg 2005- 2015 +0,86 Bg 2005- 2020 +1,12 +1,85 Bg 2005- 2025 +2,28 Bg 2005- 2030 -0,19 Bg Azionario I Bg Azionario Ii -0,16 Bg Bilanciato I -0,41 -0,45 Bg Bilanciato Ii Bg Dinamico +2,11 -0,46 Espansione Espansione 2000 -0,53 -0,47 Sviluppo Sviluppo 2000 -0,45 Tirreno Unit Equilibrio +0,23 Tirreno Unit Protezione +0,11 Tirreno Unit Sviluppo -0,04 -0,16 Valore INA ASSITAILA +0,12 Fondo Ina Valore Attivo Fondo Valute Estere +0,74

5,79 5,51 5,11 4,30 3,72 5,43 5,51 5,46 5,42 4,41 5,52 3,01 5,98 3,08 5,05 6,44 4,41 5,37 6,85

63,297 95,278 134,74 177,406 86,135 133,807 123,124 187,211 165,472 214,679 75,203 107,912 179,907 107,173 171,884 5,16 101,78 5,196 3,558 4,959 6,612

3,437 3,502 0,255 3,901 4,178 5,226 4,733 10,659 11,186 4,15 4,542 3,173 5,497 4,39 5,475 2,987 1,359 5,491 4,486 3,59 4,198 4,996 6,12 3,466

151,02 163,053 116,13 117,10 93,589 105,473 56,652 56,34 128,77 146,188 172,35 1.038,80 1.049,92 187,496 122,047 208,551 72,627 105,47 2,038 4,848

6,012 4,982 4,534 3,778 10,311 9,636 8,823 8,39 2,148 2,466 3,88 5,104 7,932 2,786 2,836 4,249 3,769 5,622 5,706 4,852 6,161 4,083 1,092

VARIAZ. QUOT.

+0,14 Nuovo Fondo Ina INTESA VITA S.P.A. -0,04 Accumulazione Crescita -0,05 Dinamica -0,04 Eurounit Azionario -0,10 Eurounit Dinamico -0,04 Eurounit Equilibrato +0,06 Eurounit Prudente +0,17 Gpa Accordo +0,07 Gpa Accordo 2 +0,07 Gpa Acuto +2,59 Gpa Acuto 2 +2,59 Gpa Armonia +1,62 Gpa Armonia 2 +1,61 Gpa Motivo +0,56 Gpa Motivo 2 +0,55 Gpa Private Bond +0,57 Gpa Private Global Guaranteed +0,51 Gpa Private Global High -0,37 Gpa Private Global Low +0,51 Gpa Private Global Medium +0,42 Intesa Vita Azionario America Growth +3,28 Intesa Vita Azionario America Value +3,02 +0,75 Intesa Vita Azionario Cina Intesa Vita Azionario Europa Growth +0,36 Intesa Vita Azionario Europa Value +0,74 Intesa Vita Monetario Dollaro +1,58 Intesa Vita Monetario Euro -0,01 Intesa Vita Obbligazionario Euro -0,10 MEDIOLANUM VITA S.P.A. -0,12 Az. Dinamismo Az. Dinamismo Bis -0,10 Az. Fedeltà +0,00 Az. Intraprendenza -0,16 Az. Intraprendenza Bis -0,16 +0,00 Az. Protezione Balanced +0,11 Balanced Bis +0,13 Country -0,09 Country Bis -0,11 Dinamic +0,10 Dynamic Bis +0,14 Eurobond Breve Termine +0,04 Eurobond Opportunità +0,36 Eurobond Sviluppo +0,15 Euroequity Opportunità -0,17 Euroequity Protezione +0,02 Euroequity Sviluppo -0,12 Moderate +0,12 +0,24 Moderate Bis Obbligazionario Breve Termine Bis +0,04 +0,36 Obbligazionario Crescita Obbligazionario Crescita Bis +0,40 +0,00 Obbligazionario Evoluzione Bis Obbligazionario Liquidità +0,05 Obbligazionario Moderazione +0,17 Obbligazionario Moderazione Bis +0,24 Opportunity -0,17 Opportunity Bis -0,15 Prudent +0,05 Prudent Bis +0,05 -0,19 Sector Sector Bis -0,18 MILANO ASSICURAZIONI Previlink Azionario -0,11 -0,05 Previlink Bilanciato -0,02 Previlink Monetario +0,09 Previlink Obbligazionario RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. +0,32 Crfc Gentile Dinamico Crfc Gentile Equilibrato +0,40 +1,08 Eurolink - C.V. Dinamico Eurolink - C.V. Equilibrato +0,80 Eurolink - C.V. Risparmio +0,67 Formula Link In Prima +1,11 Formula Link In Seconda +1,18 Formula Link In Terza +1,16 Gestivita Azionario +1,11 +1,05 Gestivita Bilanciato Gestivita Obbligazionario +0,89 +1,03 U.L. Patavium Dinamico U.L. Patavium Equilibrato +0,51 SARA VITA S.P.A. +2,20 Multistrategy Az. Intern. Multistrategy Az. Intern. G.A. +1,90 Multistrategy Obbl. Europeo +0,03 Multistrategy Obbl. Globale -1,08 Profilo Guardian -0,10 UNIPOL ASSICURAZIONI Uninvest Arcosereno +0,35 +0,15 Uninvest Azioni Pià Uninvest Crescita +0,07 +0,67 Uninvest Equilibrio Uninvest Flessibile +0,99 +0,14 Uninvest Grande 7 Uninvest Grande Vita +0,17 +0,05 Uninvest Mach 7 Uninvest Otto&Mezzo +0,07 Uninvest Performance Europa +0,23 -0,19 Uninvest Risparmio Uninvest Valore +1,16 ZURICH LIFE AND PENSION Dws Controllo +0,06 -0,03 Dws Crescita Dws Equilibrio +0,06 Dws Evoluzione +0,04 +0,10 Dws Protezione Dws Prudenza +0,07 Dws Sicurezza +0,06 Dws Sviluppo -0,09

7,77

5,098 5,933 4,501 2,931 4,853 5,448 6,327 677,96 652,12 379,07 322,92 498,30 438,31 620,04 582,93 716,52 576,45 310,28 655,00 522,81 7,957 8,673 20,626 9,633 10,796 8,549 10,864 11,065

3,346 3,841 2,248 3,075 3,779 5,821 4,518 4,592 3,227 3,772 3,934 4,318 6,739 6,72 6,68 3,997 6,412 4,289 4,989 4,989 5,529 6,605 5,306 5,177 6,65 6,581 5,439 3,574 3,914 6,196 5,498 3,171 3,946 2,85 4,201 6,172 5,511

3,423 5,808 12,614 12,878 11,929 10,453 9,099 7,431 8,224 9,901 11,745 7,548 9,09 7,425 7,758 9,226 9,505 9,92

119,19 105,912 13,32 12,042 6,537 106,022 101,496 110,751 103,50 7,371 13,373 11,732 5,201 6,195 7,246 4,602 7,69 5,535 5,383 3,52


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani 45

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio smentisce lo scoop del quotidiano Italia Oggi

Bonaiuti: «Fiaba natalizia la staffetta tra premier e Alfano» di Gaia Mutone ROMA — «È una fiaba natalizia. Queste fanfaluche in genere i giornali le raccontano a Ferragosto, questa volta è successo sotto le feste natalizie...». Questo il secco commento del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti al presunto scoop del quotidiano Italia Oggi che aveva parlato di "staffetta" a Palazzo Chigi tra Silvio Berlusconi e Angelino Alfano. Il premier è «in piena forma, determinato e positivo», mentre le voci che lo danno per rinunciatariosono «totalmente false. Non c’è niente di vero. Berlusconi è, invece, determinato ad andare avanti. È sempre più pronto a impegnarsi per il bene del paese, come prima e più di prima, così come gli richiede la stragrandemaggioranzadegliitaliani. È al lavoro, riceve decine di telefonate e pullman di persone». Secondo quanto scritto da Italia Oggi , Berlusconi nella serata di venerdì avrebbe confidato ai suoi fedelissimi di essere profondamente scioccatoper l’aggressione subita in piazza Duomo e di esse-

re «pronto a farsi da parte per far concludere la legislatura in corso a un primo ministro da lui indicato a Napolitano». Tra una rosa di nomi il premier avrebbe perfino indicato Angelino Alfano, il quarantenne ministro della Giustizia, come successore alla guida del Governo. «Ormai un figlio per Berlusconi che lo ha "ospitato" ad Arcore negli ultimi anni. Lo stima e di lui si fida anche perché sempre Alfano si ritroverebbe da premier a gestire la partita della riforma della riforma della Gustizia». L’intenzione sarebbe stata ribadita per ben due volte di fronte ai suoi più stretti collaboratori, tanto che Gianfranco Miccichè avrebbe chiesto conferma sul nome del giovane Minstro. Certo se fosse così si aprirebbe uno scenario completamente nuovo, senza conflitto di interesse, e soprattutto senza alibi da entrambe le parti politiche che possano rallentare ulteriormente il cammino del Parlamento verso le agognate riforme, bloccate dalla veemenza delle solite accuse reciproche e semplicistiche. Il presidente Berlusconi avrebbe addirit-

Secondo il quotidiano il premier, scioccato per l’aggressione subita, sarebbe pronto a mettersi da parte e cedere il testimone del Governo ad Angelino Alfano

tura in mente un disegno ben preciso: tagliare i ponti con il passato e aprire una nuova stagione animata da volti nuovi, come quelli della Gelmini o della Brambilla. Punto fermo: Giulio Tremonti, figura irrinunciabile anche alla luce dei provvedimenti in materia fiscale tra scudo e misure anti recessione. «Stavolta il premier sta agendo da autentico statista, anteponendo in qualche modo gli interesse del Paese ai suoi» e, addirittura, la decisione di mettersi da parte sarebbe auspicabile per instaurare un autentico equilibrio politico in grado di intercettare la debole ripresa economica in atto e sostenerla con un confronto tra le parti.

Prove di dialogo per maggioranza e opposizione sulle riforme istituzionali ROMA — «Purtroppo ancora non si vede un clima propizio nella nostra vita pubblica, una consapevolezza comune a maggioranza e opposizione in Parlamento che dovrebbe abbracciare l’aspetto del funzionameto e della riforma delle istituzioni». Giorgio Napolitano lancia l’ennesima sfida alle forze politiche, richiamando, inoltre, l’attenzione sul debito pubblico e sulla riqualificazione della spesa. È il punto da cui ripartire per l’equilibrio «Il ruolo del Parlamento recuperare tra i poteri, già scosso risulta "compresso". Si dalla blindatura della legge Finanziaria, dal recuperi l’equilibrio massiccio ricorso ai decreti legge e dalle fiduce tra i poteri senza date su megaemendamenti. Il Presidente delsacrificare la qualità la Repubblicariconosce della legislazione» che il ruolo del Parlamento è "compresso" e che, d’altra parte, è necessaria per l’esecutivo una certa tempestività nelle decisioni. Per il Ministro Ignazio La Russa, come proposto anche dallo stesso Schifani, è aupicabile utilizzare come base per il dialogo "la bozza Violante" per poi allargarla alla giustizia. In particolare il testo prevederebbe: la riduzione del numero dei parlamentari, la fine del bicameralismo perfetto, la creazione di un Senato federale e maggiori poteri al capo del gover-

no o al presidente. Per il ministro della Difesa il problema sono le «divisioni interne all’opposizione, le voci dissonanti con cui si esprimono», le polemiche tra D’Alema, Bersani e Latorre da un lato e Bindi, Franceschini e Veltroni dall’altro. «Solo questo potrebbe far naufragare il dialogo che, sottolineo, deve avvenire sulle riforme costituzionali sulle quali le differenze di merito non sono poi così enormi». Intanto il presidente Berlusconi ha dato il via libera al nuovo "lodo" elaborato dal vicepresidente del gruppo Pdl al Senato, Gaetano Quagliarello, e dal presidente della prima commissione Carlo Vizzini. A precederlo una "legge ponte" sul legittimo impedimento che potrebbe entrare in vigore già a partire dal febbraio dell’anno prossimo evitando i tempi lunghi dell’iter costituzionale. Su questo punto, come puntualizzato dal segretario Bersani, c’è da aspettarsi ancora un forte scontro poiché il Pd non ha dato la sua disponibilità a dialogare al di fuori del Parlamento o a votare "leggi ad personam". Il vicesegretario del Pd Enrico Letta, rivolgendosi alla maggiornaza di Governo, propone di prendersi «un semestre di tempo per fare le riforme» in modo condiviso e senza nessuno scambio impunità contro rifome poiché è questa la linea che ha vinto al congresso. Sofia Ricciardi

Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano

IN BREVE Influenza: l’Antitrust avvia istruttoria su Solvay e Sanofi per i vaccini 2009 ROMA — L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha deciso di avviare un’indagine per verificare se le aziende farmaceutiche Solvay Pharma Spa e Sanofi Pasteur Msd Spa abbiano realizzato un’intesa «restrittiva della concorrenza» nel settore dei vaccini contro l’influenza stagionale e alterato di conseguenza gli esiti di un bando della Azienda sanitaria locale della Regione Piemonte per la fornitura del vaccino antinfluenzale, quello per l’influenza stagionale. I dubbi sono venuti per le modalità di presentazione dell’offerta da parte delle aziende interessate e per una segnalazione arrivata la scorsa settimana, relativa alla gara indetta nel settembre 2009 dalla Asl piemontese in vista della campagna di vaccinazione 2009-2010. Il procedimento è stato notificato martedì nel corso di alcune ispezioni svolte in collaborazione con le Unità Speciali della Guardia di Finanza. Per il lotto di dimensioni più ampie (96 mila dosi), pur essendo state invitate 9 imprese, solo le due imprese Solvay Pharma S.p.A. e Sanofi Pasteur Msd avevano presentato un’offerta, ma superiore alla base d’asta, risultando quindi escluse. Alla gara successiva, per la quale, vista la necessità di garantire comunque la somministrazione del vaccino antinfluenzale alla popolazione, la Asl aveva aumentato il prezzo a base d’asta, ha presentato l’offerta solo la Sanofi Pasteur Msd, aggiudicandosi la fornitura. L’indagine dell’Antitrust mira ad accertare se il comportamento possano essere il frutto di un più ampio coordinamento posto in essere a livello regionale o nazionale dalle due società. G.M.


46

il Domani Mercoledì 23 Dicembre 2009

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Fiat: incontro tra l’ad, Governo e sindacati ROMA — Per i prossimi due anni la Fiat investirà in Italia 8 miliardi di euro. Lo ha detto l’amministratore delegato Fiat, Sergio Marchionne, durante l’incontro con il governo e i sindacati a Palazzo Chigi: «Vogliamo che l’incontro di oggi sia tutt’altro che rituale, abbiamo un piano ambizioso per la Fiat con l’intenzione di conciliare i costi industriali e la responsabilità sociale». Per Termini Imerese confermata la riconversione a partire dalla fine del 2011 e l’impegno a dialogare con la regione Sicilia.

Mondadori: 800 milioni per la Cir

Sergio Marchionne

Palazzo Mondadori

MILANO — Formalizzata davanti la seconda Corte d’appello civile di Milano la fidejussione da circa 800 milioni di euro, con cui Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit e Popolare di Sondrio garantiscono il versamento di Fininvest a Cir di 750 milioni come risarcimento nella vicenda del Lodo Mondadori. Il 23 febbraio iniziaerà il processo d’appello.

Un documento italiano contro le ipotesi di taglio radicale dei fondi per le aree svantaggiate

L’Italia preme per assicurarsi i nuovi fondi comunitari nel 2014 ROMA — Preoccupazioni diffuse per quali saranno gli esiti della riforma dei nuovi fondi comunitari. Secondo le indiscrezioni sulle prime bozze circolanti a Bruxelles, i fondi dell’Unione europea potrebbero andare unicamente ai paesi poveri a svantaggio di quelli che, come l’Italia, hanno delle aree più deboli accanto a quelle sviluppate. Fino ad ora il nostro Paese ha potuto contare, per la programmazione 2007-2013, su uno stanziamento complessivo pari a 28,8 miliardi di euro, il terzo tra i paesi dell’Unione per livello di contributi, dopo Polonia e Spagna. Allo stanziamento dal bilancio europeo si aggiungono il cofinanziamento del bilancio nazionale di 31,6 miliardi e le risorse aggiuntive, cioè il Fas. Se l’Italia dovesse rinunciare ai fondi strut-

turali si dovrebbe accontentare dei fondi tematici, ossia quelli gestiti direttamente dalle direzioni generali della commissione europea senza l’intermediazione delle autorità nazionali e locali per un valore certamente ineriore ai fondi strutturali: per la programazione 2007-2013 i fondi tematici ammontavano a 150 miliardi di euro per tutta la Ue, circa il 10% delle risorse totali. In aggiunta, per accedervi, il Paese richiedente deve seguire criteri di "competition", cioè secondo partecipazione aperta a varie categorie di interlocutori degli stati membri. Per scongiurare questa possibilità è stato presentato la scorsa estate alla commisione per le Politiche regionali un documento alternativo a firma di Fabrizio Barca, consigliere del ministro Tremonti co-

me esperto internazionale, dirigente del Tesoro nonché ex capo del Dipartimento politiche di sviluppo dello stesso Ministero. Il testo pone l’accento sulla verificabilità dei risultati come criterio di attribuzione delle risorse, maggiore rigore nella governance e la definizione di 3 masimo 4 obiettivi sui quali dirottare i 2/3 dei fondi: almeno una priorità dovrebbe essere assegnata alla crescita, tra innovazione e adattamento al cambiamento climatico, e uno o due all’inclusione sociale, tra fenomenimigratori,invecchiamento della popolazione e politiche giovanili. Nei prossimi giorni seguiranno le necessarie discussioni tecniche e ulteriori incontri diplomatici sulle opzioni della "budget review" e la speranza è che per paesi come il nostro il rimescolamento all’interno delle commissioni europee non metta a repentaglio il destino delle aree economicamente e socialmente meno sviluppate come il Mezzogiorno italiano.


Mercoledì 23 Dicembre 2009 il Domani 47

APPUNTAMENTI “L’idrovolante di Marinetti” è il titolo dell’esposizione che è possibile visitare in Villa Genoese Zerbi

Futurismo, mostra a Reggio

Al via il 15 gennaio la stagione teatrale in programma a Chiaravalle • CATANZARO Premio Vivarium L’Associazioneculturale“Accademiadei Bronzi”, in collaborazione con le Edizioni Ursini di Catanzaro e Radio Squillace, promuove e organizza la 2ª edizione del premio “Vivarium”di poesia, saggistica e narrativa.La partecipazione è gratuita e il montepremi totale è di 6.000 euro. Alla sezione A, dedicata a S.S. Giovanni Paolo II, si partecipa inviando tre poesie inedite in lingua italiana, contenute nei 35 versi, di cui almeno una a tema religioso o ispirata ad argomenti di carattere sociale.Alla sezione B, dedicata a Flavio Magno Aurelio Cassiodoro (Squillace, 490 circa – Monastero di Vivarium 583 circa), si partecipa con un saggio inedito di argomento religioso,storicoosociale,oppureconuntesto inedito di narrativa (romanzo o racconti). I lavori non dovranno superare le 200cartelledattiloscritteformatoA4..Gli elaborati dovranno essere spediti in duplice copia, con firma ed indirizzo dell’autore, entro il 31 marzo 2010, unitamente alla scheda di partecipazione che potrà essere scaricata dal sito www.ursiniedizioni.it o richiesta via fax al n. 0961.782980.L’invio dei testi dovrà avvenire solo con posta prioritaria, intestando il plico a “Nuova Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia 26 – 88100 Catanzaro. Per eventuali informazioni scrivere a premiovivarium@gmail.com. • CATANZARO Mostra di Antoni Tàpies A una settimana dall’inaugurazione, al Museo Marca è stata inaugurata nella giornatalamostradiAntoniTàpies,figura centrale nella storiadell’arte contemporaneainternazionale,chepotràessere visitate fino al 15 marzo. Cinquanta le opere esposte negli spazi del Marca, un gruppo di lavori monumentali, in gran partemai visti in Italia, focalizzati sull’indagine degli ultimi tredecenni: dipinti, sculture, muri, disegni, composizioni grafiche e libri illustrati provenienti da importanticollezionipubblicheeprivate italiane e straniere, a testimoniare la straordinaria vitalità dell’artista e l’attualità di una ricerca che ha attraversato tuttal’artedeldopoguerraponendosicome elemento di costante autocoscienza. All’inaugurazione ha partecipato, tra gli altri, Juan Manuel Bonet uno dei maggiori esperti internazionali di Antoni Tàpies, storico e critico d’arte che ha ricoperto importanti incarichi come la direzionedell’Ivam di Valencia e del Reina Sofia di Madrid. Numerosi sono stati i segnali di un interessamento e di un forte consenso a questa nuova iniziativa del Marca. Dagli articoli già apparsi su diverse riviste nazionali come Dove e Inside ai ripetuti contatti già avviati dalle maggioritestate italiane.

• CATANZARO Mostra di pittura La mostra dal titolo “Diario inconscio” , dal 3 al 6 gennaio a Palazzo Fazzari di Catanzaro. Trattasi di disegni eseguiti istintivamente durante conversazioni te-

lefoniche, e quindi “inconsciamente”, ai quali in seguito l’autore ha attribuito un valore di racconto. Questo racconto si può pertanto considerare un diario in quanto è costituito da annotazioni grafiche di temi specifici ed attuali, così come sono stati acquisiti ed archiviati nella mente dell’autore. Ci sono determinati momenti della vita in cui si sente il bisogno di confessarsi con se stessi per chiedersi in che cosa si è sbagliato, e perché si è imboccata la strada che si sta percorrendo.Iltuttoovviamentenascedalfatto chenonsièsoddisfattidiquellochesista facendo o, più probabilmente, dal fatto che si è finalmente intravista la possibilità di realizzare ciò che si è sempre sognato fino a quel momento e che, per ragionidiverse,nonsièconcretizzato.In alcunicasiil“momentodellaverità”arriva quando meno ce lo aspettiamo e ci sembra perciò di essere stati colti di sorpresa. Ma non è così: “quel momento” è il frutto di una lenta maturazione (forse inconscia forse no) che si è manifestata attraverso uno stato di insoddisfazione che giorno dopo giorno ha demolito quellapocavogliadifareundeterminato lavoro, accettato e sopportato per necessità di vita e non per scelta.

• CATANZARO Adol, stagione2009/2010 Adol, Amici Dell’Opera Lirica "Jussi Bjorling" presenta il programma 2009/2010: 13 febbraio 2010, introduzionealla"LuciadiLammermoor",presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 febbraio2010,concertoinricordodelMaestro Florida Cilurzo, presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 marzo 2010, da definire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" presso Circolo Unioneore17.30;22maggio2010,2°incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30. • CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. Venerdì 15 gennaio , "Un ispettore in casa birling" di Jonn Boynton Priestley; regia di Giancarlo Sepe, con Paolo Ferrari, Andrea Giordana; sabato 6 febbraio , "Rumori fuori scena" di Michael Frayn; regia di Claudio Rombolà con la Compagnia del Grillo; sabato 27 febbraio, "Prova d’attore" da Cechov e Pirandello; regia di Remo Girone con Remo Girone; sabato 13 marzo, "La guerra spiegata ai poveri" di Ennio Flaiano; regia di Francesco Frangipane con Massimiliano Benvenuto, Vanessa Scalera; venerdì 19 marzo, "Vogliamoci tanto bene" testo e regia di Carlo Buccirosso, con Carlo Buccirosso, Maria del Monte;domenica28 marzo , "Roma ore 11" di Elio Petri; regia di Anna Damiani conManuelaMandracchia,Mariàngeles Torres; sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la Compagnia Tempo Nuovo.

• GIOIOSA J. (Rc) “Gioiosa Città Mercato” Organizzata dall’amministrazione Comunale, assessorato alle Attività Produttive e dalla Pro Loco, riapre i battenti la Fiera “Gioiosa Città Mercato”. La manifestazione è diventata una vetrina del commercio e dell’economia di Gioiosa Ionica, compresa la vasta area territorialecircostante. L’allestimento di spazi espositivi con ingresso gratuito, è previsto all’interno di una “tecnostruttura” (appositamente realizzata), di circa mille metri quadri, capace di accogliere comodamente 2.500 persone. La struttura, fornita di energiaelettrica,saràinternamentedivisacon“box”assemblabiliinbasealleesigenze dei singoli operatori ed ospiterà anche intrattenimenti musicali, performance artistiche e convegni. Parallelamente alla Fiera ci saranno opportunità di confronto su progetti, idee e prodotti innovatividelle aziende del territorio. • LAMEZIA T. (Cz) Stagione di prosa ProgrammaTeatrocomunalePoliteama di Lamezia Terme, stagione di prosa 2009/2010, direzione artistica Angela Dal Piaz: sabato 16, domenica 17 gennaio2010, produzione Indie Occidentali srl, Col piede giusto, una commedia diAngelo Longoni, con Amanda Sandrelli,BlasRocaRey,EleonoraIvone,SimoneColombari, scene Alessandra Panconi e Leonardo Conte, costumi Marco Maria della Vecchia, disegno luci Stefano Stacchini, regia Angelo Longoni; mercoledì27,giovedì28gennaio2010, in esclusiva per la Calabria, produzioni teatrali Paolo Poli culturale con il contributo di Regione Toscana sistema regionaledellospettacolo-Ministeroper i beni e le attività culturali - direzione generale per lo spettacolo dal vivo, Sillabari, due tempi di Paolo Poli, liberamente trattida GoffredoPariseconPaoloPoli, e con Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco, scene Emanuele Luzzati, costumi Santuzza CalÏ, consulenza musicale Jazqueline Perrotin, coreografie Alfonso De Filippis, regia Paolo Poli; sabato 6, domenica 7 febbraio 201 0, artisti riuniti, Il giuoco delle parti, di Luigi Pirandello con Geppy Gleijeses, Marianella Bargigli, e con Leandro Amato, Massimo Cimaglia, Antonio Ferrante, Franco Ravera, Ferruccio Ferrante, Antonella Familiari, Francesco Pupa, Francesco Sgrò,regiaElisabettaCourir.giovedì18, venerdì19febbraio2010,ilteatroEliseo - Arca Azzurra teatro - Ministero dei beni e delle attività culturali Regione Toscana - teatro comunale Niccolini - Comunedi San Casciano Val di Pesa, Le conversazioni di Anna K, liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka, con Giuliana Lojodice, e con Massimo Salvianti,GiulianaColzi,LuciaSocci,Dimitri Frosali, Andrea Costagli, Alessio Venturini,sceneDanieleSpisa,costumiGiuliana Colzi, luci Marco Messeri, musica originale e adattamento Vanni Cassori e

Jonathan Chiti, testo e regia Ugo Chiti; sabato 27, domenica 28 febbraio , nuovo allestimento, produzione teatroe società, La strana coppia, di Neil Simon, con mariangela D’Abbraccio,Elisabetta Pozzi,econSilvanaDeSantisealtri4attori, scene Alessandro Chiti, musiche DanieleD’Angelo,luciLuigiAscione,costumi Maria Rosaria Donadio, regia FrancescoTavassi.

• REGGIO CALABRIA Mostra sul Futurismo Reggio riscopre il Futurismo grazie alla mostra “L’idrovolante di Marinetti”. Villa Genoese Zerbi come location futurista grazie alla convenzione stipulata il 4 marzo di quest’anno tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento della Gioventù) ed i comuni di Reggio, Brescia e Cagliari. L’obiettivo dell’iniziativa è la divulgazione del Movimento Futurista, soprattutto tra le giovani generazioni, in sintonia con lo spirito marinettianodell’esaltazionedeigiovani nell’arteenellavita.Trelesezioniespositive: “Bulloni, grazie e bastoni. Il libro futurista”; “L’obiettivo futurista. Fotodinamismo e fotografia”; e “Fortunato Depero. L’officina futurista”. Il Futurismo, movimento intellettuale, politico ed editoriale, ebbe in Filippo Tommaso Marinetti il capo storico, ma ha anche radici reggine con Umberto Boccioni. La pubblicazione del Manifesto su Le Figaro (20 febbraio 1909), dopo di alcuni quotidiani italiani, conferì a questo movimento un carattere internazionale. Un centinaio di fotografie sono esposte nel piano superiorediVillaZerbi,immaginiaffiancate da una ottantina di libri dell’epoca. LaraccoltaprovienedallacollezioneDemanins e si avvale della collaborazione di appassionati d’arte che hanno permessodiarricchirelaselezionedellefoto proposte. Nel visitarla si viene a contatto conimmaginioriginali,lamaggiorparte inedite: Tato Masoero, Wultz, Bragaglia, Dapero, Thayaht, Russolo, Ambrosi, Di Bosso, Luxard. Anche i libri provengono dacollezioniprivate,moltideiqualisono opere dei grandi protagonisti del movimento: Boccioni, Soffici, Russolo, Severini, Trampolini. Ed ancora: raccolte di poesie e manifesti dai toni colorati, con “impaginazionierilegaturainnovative,a testimonianza del leit motiv dei futuristi della lotta al passatismo”. C’èunasaladedicataalprincipalecartellonista pubblicitario della Campari, Fortunato Depero, che accoglie ventidue tavole firmate in originale, incisioni di questo pittore – poeta “che è stato pioniere di un settore che non era annoverato tra le arti: la grafica pubblicitaria”. I disegni originali erano raccolti in un volume, “un libro d’artista in cui ritroviamo tutti gli stilemi peculiari del Futurismo: dall’ebbrezza della velocità all’esaltazione della macchina”. “L’idrovolante di Marinetti – Reggio Calabria riscopre il futurismo” rimarrà aperta fino al 3 gennaio prossimo.

• REGGIO C. Programma Anassilaos L’associazione Anassilaos presenta il programma dicembre 2009. Martedì 22 dicembre , ore 19.15, presso la chiesa San Giorgio, Natale 2009. Giornata Mondiale della Pace. Inaugurazionedellamostradipittura,graficaesculturasul tema "Gloria in altissimis Deo, et super terram pax in hominibus bonae voluntatis" (Luca, 2,14) a cura delle prof.ssa Gloria Oliveti. Allestimento prof. Filippo Pizizmenti; martedì 29 dicembre , ore 18.00, presso la sala San Giorgio, fatti e protagonisti dello sport del XX secolo. "OmaggioaFaustoCoppi"(15settembre 1919/2 gennaio 1960) nel 50° anniversario della morte. IntervieneBiagioD’Agostino;mercoledì 30 dicembre , ore 16.45, presso la sala Vitriolo della biblioteca comunale l’associazione Anassilaos e Cis Calabria presentano "Pensieri e parole. Versi e riflessioni sull’anno che è andato e sull’anno cheverrà".Incontrocongliamicidell’associazione Anassilaos e del Cis Calabria. Scambio di auguri. In dono una speciale cartolinaper il nuovo anno. • SOVERATO (Cz) "Incontriamocia teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programmacompleto delle due rassegne: il 5 gennaio , “Uomo e galantuomo" con FrancescoPaolantoni,ore21.00;11gennaio, “Tradimenti” con Nicoletta Braschi, ore 21.00;5febbraio,“L’ebreo”conOrnella Muti e PinoQuartullo, ore 21.00; 11 febbraio, “Fiore dicatus” con Eleonora Giorgi, ore 21.00; 22 febbraio , “Vogliamoci tanto bene” con Carlo Buccirosso, ore 21.00; 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con TeoTeocoli, ore 21.00; 12 marzo,“LeNozzediFigaro”diGregorio Calabretta,ore21.00;19marzo,“Ciaksi suona” del Classic Movies Quartet con KatiaRicciarelli,ore21.00.Primipassia teatro: 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il magodi OZ, ore 18.30. • TAVERNA (CZ) Mostra di pittura Sarà visitabile fino all’11 aprile 2010 la grande mostra “Cavalieri, dai templari a Napoleone” allestita a cura di Alessandro Barberio e Andrea Merlotti, nella monumentale reggia di Venaria Reale (Torino), alla quale è stato prestato dal MuseoCivicodiTaverna,inaccordocon l’Amministrazione Comunale e la competenteSoprintendenzadellaCalabria,il capolavoro di Mattia Preti raffigurante “La Predica di S. Giovanni Battista" con l’Autoritratto dell’Artista”. Il prestito, curatodaldirettoredelmuseoprof.Giuseppe Valentino che ha inoltre redatto la scheda per il catalogo pubblicato da Electa, pone il Cavalier Calabrese, assieme ad autori quali Rubens, Tiziano e Goya, tra i più importanti protagonisti della storia dell’arteeuropea.



il domani